Condividi

“Ho visitato Sòphia una start up innovativa della provincia di Napoli, nata un anno fa dall’intuizione di quattro giovani ingegneri napoletani che lavoravano in multinazionali all’estero e sono voluti tornare in Italia perché stanchi di essere menti a consumo di altri paesi. Realizzano prototipi per i test di resistenza e durata dei materiali innovativi per grandi aziende nazionali e internazionali. In un anno hanno assunto 7 persone. Sono diventati leader in Europa e si stanno preparando a cambiare sede per far fronte alle nuove commesse in arrivo. Si potrebbe dire che è un miracolo nell’Italia che va a rotoli. Invece è la semplice e lampante dimostrazione che il talento e l’abilità dei giovani, se messo a sistema, è la migliore soluzione alla crisi. Da realtà come questa riparte l’Italia. La rabbia è che per realizzare tutto questo hanno dovuto investire i risparmi loro e delle famiglie. Il nostro microcredito servirà a far si che il talento, le idee e l’abilità possano realizzarsi anche per chi non ha la possibilità di avere un piccolo aiuto familiare. Vogliamo realizzare con i 10 milioni di euro dei nostri stipendi accantonati al ministero dell’Economia occasioni di sviluppo che creano lavoro. Nessuno di loro si è preoccupato di chiedermi del job act o dell’articolo 18. A loro serve solo semplificazione, formazione in azienda e sgravi in ricerca e sviluppo. I dipendenti li assumono già tutti a tempo indeterminato.” Luigi Di Maio