Condividi


“Oggi è il 43mo anniversario della strage di Piazza Fontana. 43 anni e nessun colpevole. Riguardo alla vicenda sono stati arrestati, anni fa, alcuni esponenti dei servizi segreti italiani (quindi persone legate al Ministero degli Interni). Lo Stato e i suoi rappresentanti hanno depistato i giudici, e mantenuto i segreti. Intanto, a turno, tutti gli esponenti politici hanno versato false parole di cordoglio. Ancora oggi la magistratura è sotto continui attacchi da parte dello Stato. La politica ottiene sempre l’immunità dalla giustizia. I mandanti della strage hanno dimostrato di avere un potere che va oltre quello dello Stato. Chi ha governato quindi veramente l’Italia? Quali sono le speranze che l’Italia ottenga giustizia? Quali speranze abbiamo, oltre a un “comico” che invece che attaccare i giudici vuole cambiare le regole per darci più liberta’, più democrazia?” Alessandro Crapanzano