Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La Rete ci salverà

  • 580


tecnologia.JPG

La Rete è una via di scampo.
Ci hanno già messo gli occhi addosso: legge Urbani, motori di ricerca.
La tecnologia deve essere usabile, semplice, invisibile.

28 Gen 2005, 17:52 | Scrivi | Commenti (580) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 580


Commenti

 

Io avrei preferito EuropSMS x inviare SMS ai membri del m5s.

http://europsms.com

Federica Nucci 17.10.16 14:01| 
 |
Rispondi al commento

lucio stanca a raitre programma telecamere in questo momoneto che parla di banda larga, DIO AIUTAMI A SOPPORTARE QUESTA M....CCIA.

comprare mi piace facebook Commentatore certificato 26.09.15 13:56| 
 |
Rispondi al commento

a proposito di sicurezza....
nel paese della mafia della camorra della 'ndrangeta e così via, dire che l'emergenza sono i rom fa pisciare dal ridere.......
ma come fanno gli italiani a non accorgrsi di essere presi per il culo.....
scusata la tivialità, mi ha dato fastidio anche il va' a fa 'nculo, ma poi ho capito che quando ce vole, ce vo...
irene

irene giordano 19.05.08 12:30| 
 |
Rispondi al commento

VIvo in una città, Latina nella quale tutto mi porta a dire che non c'é legalità.
Un terreno agricolo o una palazzina commerciale diventa imporvvisamente edifciabile.
Beppe Grillo deve venire a Latina e passarci una giornata, facendo una grande manifestazione in Piazza.
Disponibile ad organizzare tale evento.

Antonio Farruggia Commentatore in marcia al V2day 04.05.08 13:03| 
 |
Rispondi al commento

ciao a te Beppe e a tutti i tuoi collaboratori, ti voglio chiedere come mai Marchionne, AD di fiat, non sia mai stato indagato x aggiotaggio, insider trading e turbativa di mercato. Egli infatti ha investito piu' di 4 milioni dei suoi euro in azioni fiat quando queste valevano 5 e. nel 2004. Durante la discesa del titolo da luglio 2007 (titolo fiat a un massimo di 24.07 e.)in poi ha parlato spesso e appositamente di spinn off dell'auto nei momenti piu' critici(separazione del business dell'automobile dalle altre attivita' della fiat che non so bene quali siano) per far risalire il prezzo (cosa che gli e' riuscita diverse volte)in quanto secondo lui e' una cosa ignobile che la borsa non premi il titolo fiat (e le sue tasche, poverino)
come mai la cconsob o la magistratura non hanno mai accennato a svolgere indagini ?
vi ringrazio dell'attenzione.

Marco Spanghero

marco spanghero 09.04.08 15:25| 
 |
Rispondi al commento

ciao peppe sn un ragazzo della provincia di AG palma di montechiaro e nn mi so spiegare come in un paese di 25000 abbitanti senza alcuna fabbrica in zona e inceneritori una buona percentuale di gente e malata di cancro potresti parlare con i tuoi ricercatori grazie e buona pasqua

diego r. Commentatore certificato 23.03.08 12:51| 
 |
Rispondi al commento

Oggi ho fatto una scoperta sconvolgente, su una delle TV dello PsicoNano ho visto quello che oserei deffinire un'indottrinamento dei fanciulli alla violenza e una forte spinta all'orientamento politico che qualsiasi sia non riesco proprio ad accostarlo ad un bambino.
Stamane infatti su Italia1 scorreva un cartone animato di pochi minuti, nel quale il buono indossava un sgargiante vestito da supereroe con la bandiera americana, mentr il cattivo chiamato compagno rosso con costume rosso, falce e martello al petto e accento russo veniva sconfitto dagli''amici della giustizia'' per l'appunto vestiti a stelle e strisce.
Mi chiedo, dove stiamo andando a finire? capisco che siamo in campagna eletttorale ma i politici pensano di far votare i bambini?

roberto sedda 01.03.08 17:02| 
 |
Rispondi al commento

I MIEI COMMENTI PRENDONO IL VOLO IN QUESTA PAGINA.MA io vi ripeto qualcuno capirà?ciò che vi dico? prima .omai .non sono daccordo su DARIO Fò,come sindaco perchè è una delle tante persone in cui credevo ,compresa la moglie.Avendole conosciute ,quando andavo alle manifestazioni avevo creduto in loro.MA da quando vedo,che vanno ,molto daccordo con 1 come rossano brazzi.VOI NON SAPETE ,FORSE CHI ERA COSA Hà FATTO INFORMATEVI CHE BASTARDO ERA QUANDO IN TEMPO DI GUERRA FACEVA PRENDERE LE PERSONE E NON DICO DI PIù. Hò PERSONE CHE ANCORA ,LO RICORDANO BENE SI SONO SALVATE XMIRACOLO .QUINDI QUANDO Hò VISTO IL SIG. DARIO Fò VICINO .LA MIA DELUSIONE IN QUELLA PERSONA IN CUI CREDEVO .è CADUTA IN UN LAMPO. QUINDI ORA PRIMA DI FARMI CREDERE IN ALTRI COME LUI ,MI DEVONO DARE XIù CHE PAROLE E PREMI NOBEL. RIPETO CARO BEPPE INFORMATI SE Gìà... NON LO SAI SUL IL CARO BRAZZI. GEMMA BARTOLUCCI .(MANDALINA). SE VOLETE IO NON Hò PAURA OLTRE IL NOME METTO ANCHE IL MIO INDIRIZZO. XERCHè ANCORA CI SONO PERSONE CHE POSSONO PARLARE DI COSA Hà FATTO QUEL BA.... TI SALUTO .

gemma bartolucci Commentatore certificato 06.01.08 19:13| 
 |
Rispondi al commento

Gentile sig.Beppe Grillo ,sono una 40-enne di origini rumene da 20 anni in Italia.Ho letto molto attentamente le notizie riportate sul suo blog e finalmente ho capito "il perché" in Italia le cose vanno sempre peggio...c'è troppa ipocrisia,egoismo e menefreghismo!!!Le dico solo una cosa...quasi,quasi me ne torno in Romania!!Anche là ,purtroppo, c'è molta corruzione però se ti "beccano" ti fai tanta di quella galera che metà ne basta.
Lei mi piace tantissimo...oggi giorno sono pochi quelli che hanno il coraggio di dire come stanno veramente le cose.Scusi le banalità ,magari avrà sentito migliaia di volte le parole che io le ho scritto...
Posso chiederle una cosa?
Che cosa posso fare io ,NON ITALIANA (per lo meno non nata in Italia),per aiutare gli ITALIANI ad aprire gli occhi?
Grazie per avere letto la mia email e ,se ha tempo,mi risponda per favore.
Liliana Fabiani

Liliana Fabiani 24.12.07 23:48| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti Siamo un gruppo di ragazzi di Empoli ed abbiamo preso questa iniziativa. Con la creazione di questo blog vorremmo dare una possibilità in più alla cittadinanza Empolese e non, di segnalare con foto, video o semplici testimonianze scritte, i vari problemi della nostra cittadina, portandone a conoscenza la nostra amministrazione comunale, dando un contributo costruttivo per risolverli, le segnalazioni saranno divise per argomento e verranno discusse con i nostri freguentatori, in'oltre partecipiamo a tutte le sedute comunali effettuando videoregistrazioni che riproponiamo sul nostro blog commentandole (Operazione Fiato sul collo) Grazie beppe di averci dato la scossa adesso siamo elettrizzati e non molleremo facilmente.

alessandro sorrenti 19.12.07 00:41| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
cercherò di essere il più conciso possibile, esternando tutto lo sconforto e il malessere che vivo.
Sono un pensionato dello stato ex M.S.,e nonostante i miei 37 anni di servizio, e una pensione di 1000 euro al mese,cerco in tutti di modi di aiutare la famiglia,(faccio presente che ho in casa un figlio di 36 anni,e due nipoti di 9 e 5 anni,la mamma li la lasciati per vivere un'altra vita,non si sa con chi?.
Oltre a questo ci si mettono anche le istituzioni,a dare disagi perchè dove vivo,Fiumicino(isola sacra)fiumara grande,devi sapere che non possiamo avere i telefoni,le strade,l'illuminazione,la fogne ecc.ecc.,tutto questo a 5km. dall'aeroporto e 30 da Roma,e poi si parla di terzo mondo,di dare aiuti umanitari,
per andare in Internet dovremmo prima passare da Dio padre onnipotente e forse i miei figli e i miei nipoti potrebbero comunicare con altri.

Scusate le mie esternazioni, auguro a tutti buone feste.
P.S. La speranza e L'altruismo sono dure ha morire.
Giuliano T.

giuliano talevi Commentatore certificato 18.12.07 10:48| 
 |
Rispondi al commento


Le scriviamo in merito alle vicende che in questi mesi hanno riguardato la sorte del Festival dei Due Mondi.

Abbiamo di recente appreso che i tentativi di trovare un accordo tra l’Associazione Festival dei Due Mondi, il Ministero dei Beni Culturali e la Fondazione Festival dei Due Mondi non hanno sortito, per ora, alcun esito positivo.

La Fondazione, pertanto, si appresterebbe a sostituirsi all’Associazione nell’organizzazione del Festival dei Due Mondi.

Tale notizia ci ha lasciato sorpresi ed ha destato in molti di noi forti perplessità.

Non Le sfuggerà infatti, caro Presidente, che scopo fondante l’Ente che Lei presiede è quello di sostenere, al punto di doverne garantire la continuità, quel particolare fenomeno artistico che vede nella Famiglia Menotti il suo storico, naturale centro di ispirazione e propulsione.

La Fondazione Festival dei Due Mondi non è nata, dunque, per sostituire, diremmo anzi, accantonare, la Famiglia Menotti, tanto meno in un momento di difficoltà del Festival. Altrimenti opinando, infatti, le ragioni della Fondazione, sopra accennate, verrebbero tradite.

Quali cittadini di Spoleto, desideriamo pertanto esprimere un’opinione che sentiamo diffusa nella cittadinanza: il Festival di Spoleto è stato, è e deve continuare ad essere un evento condiviso dalla nostra città con chi ha contribuito a rendere essa un centro di richiamo internazionale: la Famiglia Menotti e quanti con essa, attraverso l’Associazione, continuano ad organizzare il Festival.

La Fondazione non è nata e non può tramutarsi in strumento di contrasto alla Famiglia Menotti; essa, di contro, deve essere strumento per superare difficoltà, peraltro proprie di tutti quanti oggi facciano arte e cultura in Italia.

Sentiamo, in estrema sintesi, il bisogno di unirci e non dividerci, in un momento di affanno del Festival. Le chiediamo, ed attraverso Lei chiediamo a tutti i componenti la Fondazione, di non stravolgere la naturale vocazione della Fondazione,

mario arcangeli 11.12.07 07:18| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe
sfrutto questo tuo blog per avvertire tutti coloro che fanno acquisti dentro internet di fare attenzione ad alcuni siti che promettono prezzi ottimi poi non spediscono niente.
io personalmente ho avuto a che fare con www.ourbestselling.com ma cercando in rete ho saputo che ci sono altri siti simili, ecco una lista
www.shopeby.com
www.abroadtraffic.com
www.usguo999.com
www.mallelec.com
www.topspc.com
www.ebaycn5888.com
www.ourbestselling.com
www.elcw.com
www.waredeal.com
www.pcecsky.com
www.wz369.com
www.ny566.com
www.itcn88.com
www.ebycctv.com
www.season-five.com
www.bieiec.com

Dopo un po' di ricerca ho letto che si tratta di truffa e che dei nostri "connazionali" se ne approfittano dicendo che funzionano e invece, sòla!

ciao marco

Marco Marongiu 27.10.07 08:00| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe
volevo segnalare a tutta la rete che fa acquisti di fare attenzione ad alcuni siti che sembrano apposto e offrono notebook a 210 euro e dopo aver perso i miei soldi non vorrei che altri ci caschino.
Vi segnalo che ci sono su ebay in vendita dei link con dei siti dovesi può comprare un apple mac book pro a 450 euro.

Vi allego una breve lista:

www.shopeby.com

www.abroadtraffic.com
www.usguo999.com
www.mallelec.com
www.topspc.com
www.ebaycn5888.com

www.ourbestselling.com (questo e' il sito dove ho acquistato)

www.elcw.com
www.waredeal.com
www.pcecsky.com
www.wz369.com
www.ny566.com
www.itcn88.com
www.ebycctv.com
www.season-five.com
www.bieiec.com


State attenti
ciao

Marco Marongiu 26.10.07 16:45| 
 |
Rispondi al commento

salve a tutti. vorrei attirare l attenzione di tutti quelli che sono interessati al futuro della rete . attenzione ..parlo di rete fisica . cioe:lato verticale ,permutatori, montanti ,livelli e tutto quello che serve per far si che gli utenti si mettano in comunicazione tra loro.lavoro x una piccola societa sottoappalto di sirti.in breve.. faccio parlare la gente(riparo le linee telefoniche).prima di tutto voglio chiedere scusa a tutte le utenze per il servizio che non siamo in grado di offrire.ma qui siamo davvero nella m.. .ci pagano a percentuale anche il mio capo e pagato a percentuale e ogni mattina quando entro in una delle nostre centrali mi sento avvilito.risolvere un guasto, nella mia citta, e davvero impresa dura.telecom ci chiede numerosi controlli prima che il guasto venga chiuso per limitare il numero di guasti chiusi in un giorno.come si dice pochi ma buoni .al mio capo della qualita non tanto gli importa.lui punta ,soprattutto ,a chiudere il maggior numero di guasti possibile in un giorno x guadagnare di piu.ultimamente,pero,qualcosa e cambiato.tutto a causa di un super mega cazziatone arrivato direttamente da sirti.la qualita del nostro lavoro e scadente.dobbiamo stare piu attenti.il capo ha girato subito la bacchettata accusando noi operai
di essere distratti.vi informo che un singolista dovrebbe risolvere in media 5 guasti al giorno per chiuderli a regola d arte. guadagnando circa 25 euro,dai quali vengono sottratte le spese x il carburante.con 20euro al giorno non si fa un gran che.per metter su uno stipendio adeguato bisogna fare almeno il doppio.ma quale qualita?qui sembra che abbiamo il pepe al cu.. quando siamo x strada .bisogna muoversi o si rischia,alla sera, di non poter mettere il piatto a tavola sottolineo che lavoriamo sprovvisti di attrezzature adeguate per le misurazioni .senza le quali risolvere un quasto e ancora piu difficile.che fine faranno queste imperese di sottoappalto ?

lugi morra 24.09.07 22:35| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe , non so se questo è lo spazio giusto ma ho da porre una domanda al direttore dell’ amministrazione abbonati della Rai .
Questa mattina ho ricevuto una comunicazione dall’ agenzia delle entrate di Torino , sportello abbonamenti alla televisione, che mi intima di versare immediatamente la somma di euro 104,00 riferita al pagamento del canone Rai . La cosa così come è stata esposta sembra quasi una minaccia , oltre al fatto che non ritengo di dover pagare il canone rai in quanto la ricezione televisiva nella zona dove risiedo non è ottimale e per tanto usufruisco di un ricevitore satellitare dove le reti rai molto spesso oscurano il segnale , senza prendere in considerazione il fatto che dal punto di vista delle programmazioni televisive , per quelli che sono i miei interessi , la Rai non soddisfa le mie esigenze , considerando il fatto che pur avendo diritto , da costituzione , ad un posto di lavoro che non ho pur essendo invalido civile da 20 anni ,oltre che papà di due bambini di cui uno affetto da sindrome di down , e tenuto conto che le reti private non sentono l’esigenza di chiedere il pagamento del canone per sostenersi ; la domanda che volevo fare è : per pagare questo maledetto canone devo andare a rubare ? O altra ipotesi , posso denunciare la rai per istigazione a delinquere ?
Io una proposta l’avrei , dato che ci stanno spremendo già per benino almeno sto stramaledetto canone rai possono abolirlo , una cosa è certa io il canone non lo pago , a male estremo deciderà un giudice , e se va male chiederò di scomputare le eventuali multe in giorni di galera .
Sara gradita risposta da un dirigente rai .
Grazie e buona giornata a tutti.

Tommaso fabbrizio 17.09.07 18:52| 
 |
Rispondi al commento

Ho sentito parlare al TG1 di "Skebby", un programma che si scarica sul cellulare e fà pagare gli sms solo 1, 5 o 8 centesimi.
Ha avuto un boom di richieste ed è di uno studente universitario di Milano.
Voi che ne pensate?

DIEGO BELVEDERE Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 21.08.07 23:35| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti,
Mi sembrava il luogo più adatto (questa discussione) per porre all'attenzione un fatto:
Conoscete tutti il sistema di condivisione video You Tube? Si tratta di uno spazio internet in cui è possibile inserire dei video, lasciandoli a disposizione degli utenti. Bene, mi sono imbattuto, da poco, in un utente bannato (escluso per decisioni dall'alto) dal sito. Trattasi dell'utente TOYO111. Quando accade ciò anche i filmati che hai inserito non sono più fruibili. Per curiosità sono andato a vedere quali filmati aveva inseritotale utente (potete farlo anche voi andando su www.youtube.com e digitando nella casella search - ricerca - TOYO111) e ho scoperto che si trattava di filmati di una certa importanza: la chiesa e la pedofilia, un servizio delle iene mai andato in onda, il discorso di beppe grillo del '97 sulla telecom; e tanto altro ancora. Volevo domandare direttamente ai gestori di youtube come mai avessero fatto ciò, ma non ho trovato il modo per contattarli. Mi interrogo su come mai sia stata applicata questo tipo di censura, quando altri filmati ben più compromettenti per altre persone non potenti (vedasi la professoressa che si fa toccare dagli alunni a scuola) girano tranquillamente.
Grazie e scusatemi se questo non era lo spazio giusto in cui scrivere questa notizia, sono nuovo del blog. Continuerò a seguirvi.
Saluti a tutti,

Alessandro M. Commentatore certificato 25.05.07 19:51| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe...tu non mi hai sicuramente vista, ma sono venuta a trovarti Lunedì 14 Maggio al tuo spettacolo a Mestre...dire che sei stato fantastico è dir poco, credimi...quindi finalmente dopo anni che ti seguo ho deciso di iscrivermi al tuo blog...era ginta l'ora!
Diciamo solo che ogni volta che ascolto un tuo spettacolo rimango per una settimana con il mal di stomaco...è davvero una VERGOGNA tutta questa Italia...sono davvero senza parole. Diciamo che alcune cose le sappiamo anche noi (sottolineo alcune cose), ma sono assolutamente consapevole che non sono neanche una briciola di tutto quello che ci tengono nascosto...
Bè per farla breve ho deciso di rendervi partecipi alla mia richiesta d'aiuto...io abito in un piccolo paese del nor-est veneto (Torre di Mosto VE) dove non è ancora arrivata la linea ADSL...cosa devo fareeeeee????????????
Qualche lettera minatoria la mio comune????
Vi prego ditemi cosa fare..non ne posso più.
Tutti dicono che dobbiamo portare pazienza e che prima o poi arriverà.....ma io non vedo nulla!!!!

Ciao Beppe!!

ELENA L. Commentatore certificato 16.05.07 11:45| 
 |
Rispondi al commento

Caro Bebbe, come mai la parola Skipe è sparita dal tuo motote di ricerca? Eppure nei tuoi spettacoli ti sei fatto paladino di questa nuova tecnologia, invogliando addirittura le persone a venire sul tuo blog per spiegarne il funzionamento. Cosa sarà mai successo? Sarei davvero curioso di sapere visto che non riesco ad avere notizie da nessuna parte?

Gian Paolo Marraffa 24.03.07 08:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Intanto cominciamo a fare un unico documento che sia carta d'identità, CF, carta di credito, carta del medico, bancomat, abilitabile come "chiave per la macchina" ecc.
Un unico chip che possa identificarci e allo stesso tempo essere ricaricato.

adriano perrone Commentatore in marcia al V2day 16.03.07 21:47| 
 |
Rispondi al commento

Tor è un progetto molto affermato che cerca di migliorare l'anonimatò in rete, garantendo un alto livello di anonimato, non solo come cliente del web ma anche per chi vuole offrire un servizio, ad esempio creare un sito rendendone nascosta l'orgine, è un progetto che ha bisogno di fondi, pensateci prima o poi non avere tale servizio potrebbe fare la differenza. ;) http://tor.eff.org/index.html.it

phoby phoby 16.03.07 16:17| 
 |
Rispondi al commento

Finchè la rete dipenderà dalle linee telefoniche dei nostri ISP non potremmo dire di avere un mezzo nostro e sicuro! Netsukuku è un progetto molto importante, leggete e diffondere la notizia,dalla wiki: Netsukuku è il nome di un sistema di routing sperimentale di tipo peer-to-peer, sviluppato dal laboratorio FreakNet, nato per costruire una rete distribuita, anonima e anarchica, non necessariamente separata da Internet, senza il supporto di alcun server, ISP e di alcuna autorità centrale. Applicazioni

L'obiettivo della rete Netsukuku è la realizzazione di un infrastruttura che non dovendo basarsi sulle usuali infrastrutture internet risulti più economica e indipendente dell'attuale internet in modo da consentire l'accesso alla rete anche agli utenti non in grado di pagare un regolare canone agli ISP. I progettisti della rete pensano di poter realizzare questa rete parallela basandosi pesantemente sulle future generazioni di reti senza fili che avendo una portata di diversi chilometri permetterebbero la realizzazione di una diffusa rete Netsukuku. Nella fase iniziale comunque gli sviluppatori intendono basarsi sulle attuali infrastrutture internet per il testing della rete.

Un altro possibile utilizzo della rete Netsukuku sarebbe la realizzazione di reti cellulari senza l'apporto di gestori telefonici. Questa applicazione parte dalla considerazione che gli algoritmi della rete richiedono ridotte risorse e quindi possono agevolmente girare sugli attuali cellulari, anche se per reali applicazioni in tal senso sono allo stato attuale solo teoriche.
DITELO A TUTTI!!!

phoby phoby 16.03.07 16:09| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe,dove trovo le informazioni che ho appreso dal tuo dvd incantesimi,riguardanti le aziende che ti permettono un risparmio energetico molto interessante.spero che leggendo questa mia tu non pensi "MA QUESTO CHE CAZZO A CAPITO DEL MIO DVD?"

raffaele speranza 18.02.07 12:27| 
 |
Rispondi al commento

Oggi ho ricevuto dalla GE.RI. S.r.l. società di recupero cerditi l'intimazione di pagamento di due fatt. tele2 maggiorate di interessi di mora e via dicendo. Queste fatture a me non sono mai arrivate e da tele2 ha disattivato il mio servizio in agosto dell'anno scprso su mia richiesta.Allora avevo chiesto se ci fossero pendenze e gli operatori mi dissero che non risultavo neanche fra l'elenco degli utenti.sempre oggi ho chiamato l'operatore tele2 per saperne di più e mi ha detto che di fatture da pagare sono sei e tutto il pagamento lo devo fare solo attraverso la GE.RI. caro Beppe pensa che io dal 7 agosto del 2006 mi sono staccata anche dalla telecom.ora ho mandato una raccomanadata raccomandata a.r. perchè mi mandino tutte le fatture che io non ho ricevuto in modo che io possa controllare la documentazione e verificare il loro credito.loro mi hanno risposto che la corrispondenza la affidano alla POSTEL e sono sicuri che la POstel non fallisce.sono preoccupata non ho mai avuto debiti con nessuno . la TEL2 mi ha invastrato facendomi fare un contrato per telefono er mi sono ritrovata a fare le telefonata con un codice messo da loro in modo che tutte le telefonate andassero a loro. caro Beppe io non ho mai firmato nulla e le uneche due fatture che ho ricevuto l'anno scorso prima di agosto le ho pagate poi più nulla scusa il mio disordine nello scriverti ma sono molto arrabiata e ho paura perche mi troveò sicuramente a dover pagare anche gli oneri e interessi di mora come già mi ha chiesto la GERI. grazie per avermi ascoltao scusami e se mi puoi tranquillizare dammi un consiglio io ho 65 anni e non voglio rogne che non ho mai avuto.

rosalba montesu (rosalba) Commentatore certificato 16.02.07 15:44| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Grillo sei un grande, ho visto i tuoi filmati e leggo il tuo blog da quando ho visto lo spettacolo della televisione svizzera, continua così perchè sei il migliore e devi continuare a lottare per noi che vogliamo vivere in un paese democratico.....

Andrea Grea 10.02.07 12:14| 
 |
Rispondi al commento

non riesco a trovare la lista in italiano dei farmaci pericolosi puoi inviarmeli grazie GRILLO SINDACO DI GENOVA

timone luca 05.02.07 23:18| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
A proposito di Telecom, ti ivito a leggere, se ti è sfuggito, l'articolo "Feroci critiche all'IPTV made in Telecom" al link:
http://webnews.html.it/news/leggi/5362/feroci-critiche-alliptv-made-in-telecom/

Saluti a tutti i lettori del blob.
Antonino Tutolo

Antonino Tutolo Commentatore certificato 01.02.07 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Su puntoinformatico.it: Vista include anche "un sistema di digital rights management secondo le specifiche TCG (Trusted Computing Group), che consentirà di proteggere file multimediali e applicazioni coperte da copyright che sfruttano tale tecnologia. Questo schema di protezione, sostiene Microsoft, impedirà la registrazione di contenuti protetti trasmessi via etere."...L'impressione è che la tecnologia di trusted computing implementata in Vista sia ancora in gran parte latente, ed il timore di molti è che Microsoft ""possa attivarne all'occorrenza le parti oggi dormienti.""state attenti a vista!!!

Giovanni Noli 30.01.07 02:16| 
 |
Rispondi al commento

La rete è l'unica via di scampo!

Massimo Lotto 27.01.07 17:46| 
 |
Rispondi al commento

Lottiamo in rete, cerchiamo di far sentire la nostra voce, credo che l'ultima spiaggia per comunicare sia la rete, ma già stanno provando a mettere le mani sull'ultima possibilità di esprimere liberamente il nostro pensiero.

Giovanni Grasso 26.01.07 20:27| 
 |
Rispondi al commento

Capisco che la problematica che sto per esporre non è tra le più significative, e che il nostro paese ha ben altre urgenze;
ma sono molto curioso di sapere se altri si trovano nella mia situazione.
L'argomento è l'ADSL di Alice.
Ho attivato il servizio già da tempo, e ho aderito alle proposte di incremento della banda, fino all'ultima , relativa ai "favolosi" 20 mega, a fine novembre.
Preso da tante cose non ho mai verificato le prestazioni , fino a quando ho scoperto che la mia connessione ricade nel campo base (640 k).
Ho inviato e-mail a Telecom, telefonato a tutti i numeri di assistenza che ho trovato, con risultati nulli, ma tante promesse di interessamento.
Non è ancora stata emessa la bolletta con l'adeguamento ai 20 mega, ma ovviamente non ho alcuna intenzione di pagarla.

Come siamo messi in Italia su questo tema ?

Grazie per lo spazio e buone cose

Michelangiolo Bartolozzi 18.01.07 11:15| 
 |
Rispondi al commento

Ora non è tanto per dire.....ma

mi arrivano ogni tanto, come capiterà anche a voi, e-mail pubblicitarie riguardanti diversi settori merceologici ( libri...riviste....prodotti vari...etc) cosa più allucinante è se ti arriva una e-mail con un'offerta speciale riferita alla sezione "ANIMALI DOMESTICI"...prima di scorrere la mail mi dico "bè potrei trovare qualcosa per il mio ice, il mio cane....magari prodotti antiparassitari o che dir si voglia"....scorro la mail e cosa trovo?!!!!!!

Guardate voi stessi...non ci sono parole....

MSN Offerte Speciali: Animali domestici

Mercoledì, 17 Gennaio 2007

Nel sud del mondo troppi bambini sono
ancora condannati a un'esistenza buia,
fatta di povertà, emarginazione, violenza,
sfruttamento, analfabetismo.

Puoi tenere gli occhi chiusi e fare finta di niente.
Oppure puoi tenere gli occhi aperti e vedere quanto puoi
fare con ActionAid International.

Comincia subito chiarendoti le idee sull'adozione a distanza.

www.actionaidinternational.it/adozioni

Non potendo allegare anche la foto del bambino dai grandi occhi neri probabilmente non rendo abbastanza l'idea dello sdegno e della mia sorpresa.....
Che dire?

Valentina

Valentina Cardone 17.01.07 16:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, ti invio questa notizia pubblicata sull'ansa della mia regione poiché, data la mia ignoranza in materia su questioni di "banda larga", "gap","digital divide", (mentre ricordo che nei tuoi spettacoli ne parli volentieri...)vorrei che tu fossi così gentile e paziente da spiegarmi in parole povere e nel concreto cosa significa questa notizia. Grazie infinite.
Cati Nigrisoli.

13:27 TELECOM: INTESA CON REGIONE, VAL D'AOSTA PRIMA ALL DIGITAL

(ANSA) - AOSTA, 11 GEN - La Valle d'Aosta sarà la prima regione 'all digital', ovvero interamente coperta dalla banda larga. E' il risultato di un protocollo di intesa siglato oggi, ad Aosta, tra l'amministrazione regionale valdostana e Telecom Italia.

L'accordo - di durata triennale e corredato da tre allegati

- prevede, nell'arco di due anni, l'estensione della copertura
della rete a banda larga sul 100% dei comuni valdostani, raggiungendo il 96% delle linee telefoniche fisse. Inoltre, le due parti avvieranno una collaborazione per "lo sviluppo di nuovi servizi di pubblica utilità - come si legge in una nota a firma congiunta - e di e-governement basati sulla rete a banda larga, in particolare nel settore sanitario e socio-assistenziale, nei trasporti, nella logistica, nella sicurezza delle persone e del territorio, nella formazione".

"La Valle d'Aosta - ha dichiarato Riccardo Ruggiero, ad di Telecom Italia - sarà la prima regione 'all digital'ed è il primo passo perché lo diventi tutta Italia. Nei prossimi due anni, con un importante programma di investimenti, colmeremo il gap ed elimineremo il 'digital divide' nella regione alpina". Per Luciano Caveri, presidente della Regione, "con quest' intesa si vuole rispondere all'esigenza di una maggiore accessibilità alle reti tecnologiche e di un miglioramento dell'assetto infrastrutturale, nell'ottica di ridurre i divari che ancora esistono tra le diverse zone della regione".(ANSA).



Cati Nigrisoli 12.01.07 08:21| 
 |
Rispondi al commento

E' di questi giorni il ricevimento dell'avviso di pagamento del canone RAI, si presume che ci dia la possibilità di poter vedere tutti i programmi Rai, quanto ho potuto contastare si puo accedere solo ad un pacchetto di programmi Rai gli altri restanti li devo ulteriormente pagare a SKAY perche criptati. A me pare la bella fregatura all'italiana ad altri sembra una cosa del tutto normale. Bo chi ci capisce

Alberto E. Commentatore certificato 09.01.07 17:32| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe vivo in un paese di cirac 1200 abitanti. E' da parecchio tempo che attendiamo le linee ADSL ma telecom non ci cosidera.Ieri ho ricevuto la visita di un tecnico telecom per un piccolo disguido sulle linee e parlando con lui ho saputo che nei piccolissimi paesini con poche utenze la linea ADSL viene montata e così ho capito, i centri un po più grandi non vengono serviti perchè senò le entrate di telecom diminuirebbero essendo ADSL meno costosa.
Grazie per lo spazio e mi raccomando continua così a presto.

Roberto G. Commentatore certificato 09.01.07 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe!
Vorrei chiederti cosa ne pensi a proposito del nuovo sistema operativo Windows Vista che uscirà a fine mese,(30 gennaio). Un nuovo sistema che permetterà alla Microsoft di spiare comodamente tutto quello che l'utenza starà facendo in ogni momento!
Il funzionamento dello stesso prevede una connessione alla rete, oltre a computer più potenti, in questo modo la società si prefigge di "salvaguardare" i PC, pubblici o privati che siano, da qualsiasi attacco esterno, infatti il software interviene prontamente a impedire che qualche "hacker" ti possa rubare dati preziosi!!
I veri Hacker sono loro, a cominciare da Gates stesso, hanno prodotto questa "meraviglia" d'accordo con le varie case cinematografiche- discografiche per impedire-bloccare il peer to peer che non permette di ingrassare il culo alle multinazionali, cominciando con la Microsoft!!
La soluzione a questo è BOICOTTARE WINDOWS VISTA!!!
Se hai voglia tempo di scrivere un articolo su questo, ti prego di farlo. E' giusto che la gente sappia come viene costantemente manipolata, costretta a comprare quello che vogliono loro!
Ci manca solo che adesso ci tengano costantemente sotto controllo, anche se già saranno in grado di farlo!

antonio garrone 08.01.07 11:53| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei sapere perchè il nuovo governo non riporta ai tempi precedenti l'avvento del Ministro Urbani, paladino del "profitto", la legislazione sulla piarateria informatica.
Se un individuo scarica dalla rete un filmato, che potrebbe essere su siti di paesi esteri, più "liberi" mediante programmi che si possono liberamente scaricare dalla rete, e del filmato fa uso personale e non di lucro, perchè deve essere punito, come chi fa commercio di Films o CD musicali "taroccati"?
Per chi scarica in modalità peer to peer, oggi sono previste sanzioni pecuniarie pesanti, sequestro delle attrezzaure informatiche e pene detentive.
Mi pare che nel nostro paese si cerchi di colpire sempre nel mucchio, perchè è più facile inseririrsi sulla rete e violare legalmente la privacy di ciascuno di noi, anzichè cercare di incastrare e punire i grandi evasori fiscali, i grandi ladri che senza muovere un dito vengono chiamati manager, ma che al bene delle aziende da loro "amministrate" non pensano minimamente, e hanno ridotto sul lastrico un intero paese.
Quegli onorevoli che per loro stessa confessione, pur mantenendo l'anonimato, hanno ammesso di scaricare abusivamente dalla rete, filmati e brani musicali, non pensano che sarebbe più civile rivedere la legge Urbani?
In Italia abbiamo un Signor Cimoli che da solo guadagna in un anno lo stesso importo di tutti gli stipendi dei dipendenti Alitalia, azienda da lui amministrata, e sull'orlo del fallimento, e invece di fucilare chi gli dà questa possibilità, diamo la caccia a persone comuni che si scaricano magari "Giovannona coscialunga" dalla rete?
Stiamo diventando un paese incivile, dove vince solo il profitto e ha ragione chi ha i mezzi finanziari, o altro per farsi le leggi ad personam.
Vogliamo svegliarci?

Franco Negroni 06.01.07 15:55| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe sono Vladi.
Volevo dirti che la legge Urbani ha dell'incredibile:
ti dice che puoi farti una copia personale del tuo CD ma
che non puoi fartela fare da terzi senza spiegare il perchè. Ma se uno non possiede il computer
allora è un ignorante? Non può rivolgersi ad un professionista.
Ti dice che è illegale sproteggere il CD originale: e come la faccio
la copia se il cd è protetto?
Ma?!

Saverio C. Commentatore certificato 02.01.07 13:30| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe,
guardando i tuoi spettacoli e in particolare le arringhe contro la truffaldina legge contro la pirateria propongo una possibile soluzione almeno in linea teorica: durante il tuo prossimo tour ad ogni tappa all'uscita dallo spettacolo raccogli le firme degli spettatori per indire un referendum di modifica alla suddetta legge.
Contando la massiccia affluenza, più che giustificata, ai tuoi spettacoli arrivare a 500 mila firme non è impresa impossibile.
Possiamo farcela a cambiare le cose!!!
Grande Beppe, non mollare mai e non cadere nelle tentazioni che potrebbero presentarti..rimani così come sei e vedrai che saremo sempre di più con te..
ciao

Andrea Buffon 19.12.06 02:13| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe, sono un ragazzo di venti anni e vivo a Fumone, un piccolo paese in provincia di Frosinone. Voglio solo comunicarti che dalle mie parti, anche nei paesi vicini, non abbiamo accesso alla tanto osannata linea ADSL, ne tantomeno a una rete wireless e ci dobbiamo accontentare della connessione normale col telefono di casa, o per andare un po piu veloci, con il telefonino, che tuttavia utilizza il vecchio sistema GPRS.
Voglio farti una sola domanda che magari ti puo suscitare interesse: ma è possibile che nessuno degli organi preposti si preoccupi di queste situazioni, o sono io in errore quando penso che sia una questione di democrazia?
Spero che tu legga il mio caso, continua cosi che sei un grande!

giorgio rossi 17.12.06 04:58| 
 |
Rispondi al commento

Ma ogni tanto Beppe Grillo si degna di scrivere o rispondere a qualcuno di noi? mi sa tanto che scriviamo a vanvera...

Andrea Caricasole 11.12.06 21:56| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe....in questi anni nessun mezzo di informazione ne tè avete parlato della porcheria che stanno facendo Bill Gates & co. sulla questione sicurezza...il progetto PALLADIUM!..questo progetto mira certamente a dare sicurezza ma a discapito della democrazia....con questo progetto ci diranno loro cosa usare, tutto dovrà essere certificato da Bill Gates & co..e inoltre controlleranno qualsiasi
utilizzo che fai con il tuo pc...arrivando, nel caso ci fosse il bisogno, a bloccarti un programma o anche un sito web!!...questo significa addio democrazia e libertà...NESSUNO NE PARLA!..invito a tutti a leggere il sito www.no1984.org...ciao...

Giovanni Noli 11.12.06 15:14| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe volevo solo sottolinearti la mia soddisfazione nell'essere riuscito ad avere la sola linea adsl a casa facendo lavorare i tecnici Telecom ma chiedendo il servizio ad una nuova compagnia telefonica. E ancor più bello è stato che acquistando un cordless (produttore tedesco) che funziona sia con la normale rete telefonica sia come Voip ora posso anche telefonare sempre senza versare alcun canone al "tronchetto"...
Costriuire qeusto sistema telefonico è stato più semplice ed economico del previstoA disposizione per chiunque avesse bisogno di informazioni in proposito.
Non mollare Beppe!

Gabriele Zucchetta 09.12.06 19:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao beppe...vorrei sapere cosa ne pensi dell'azienda Fastweb?

matteo sansone 15.11.06 01:06| 
 |
Rispondi al commento

Rete amica
Ma perchè in Italia il telelavoro non decolla? Un lavoro da casa è utile soprattutto a chi ha famiglia e necessità di entrate
extra, ai giovani che oltretutto col computer ci sguazzano, ai portatori di handicapp motorio,etc.
Questo migliorerebbe la vita nelle nostre città con i vantaggi che una casa diventa un piccolo ufficio, e servirebbero meno edifici per il

terziario etc. Forse tutto questo andrebbe contro al criterio della "mobilità per la mobilità" un tema tanto caro al nostro Beppe, e che
rappresenta il vero cancro della nostra società, non solo inquinamento, ma anche guerre.
L'idea sarebbe creare un punto di contatto su questo forum per passarci informazioni a riguardo, sfruttando le enormi potenzialità
della rete, evitando l'intercessione di terzi. Le informazioni che si trovano su internet, almeno in Italia, sono spesso

proposte-fregatura.
Forse in realtà non sarebbe giusto invadere lo spazio di Beppe con una cosa di questo genere (nonostante la sua ospitalità e

generosità-un grosso abbraccio Beppe!) che potrebbe a volte assumere carattere personale.
Quindi creare un contatto diretto fra di noi, tipo passa parola trovo che sarebbe utile e interessante, e so che molte persone
che partecipano al forum di Beppe hanno in comune molte cose che ho esposto!!

Claudia Anzisi 10.11.06 16:36| 
 |
Rispondi al commento

mi è arrivata questa mail, mi potete confermare che è vera?

"Dal blog di Beppe Grillo: Un cittadino italiano ha finalmente deciso che gli fa troppo male Pagare la Tassa di ricarica sui cellulari e ha chiesto alla Commissione Europea L'abolizione dei costi di ricarica che esiste""" solo""" in Italia. Una di tante innovazioni che ci rende (inconsapevolmente) poveri.
Lo hanno preso sul serio e la Commissione Europea ha contattato L'Authority,
Bastano 800.000 firme per toglierci dai piedi la tassa sulla ricarica.
Firmate la petizione! Cogliamo questa opportunità! Facciamone un'arma, anche per altre Piccole Battaglie.
Io l'ho già fatto (sono il 639675).
Ce ne sono già più di 647299!!

http://www.petitiononline.com/costidir/petition-sign.html

PS: per favore, fatela girare, questa e' seria... (non inoltrate semplicemente o vengono tutti quegli odiosi segnetti, Copiate Il testo e incollatelo in un NUOVO MESSAGGIO (anche personalizzato)!!! Fatelo!
Ci vogliono tre secondi! E magari raggiungiamo quota 800.000!!!"


Grazie

Giuseppe Papa 08.11.06 23:39| 
 |
Rispondi al commento

Innanzitutto mi scuso con Paolo: erroneamente ho inviato una risposta a lui. La mia intenzione era invece quella di esprimere a tutti il mio risentimento per la situazione in cui sia lui, sia io ci troviamo. La mia situazione è anche più beffarda se vogliamo. Abito nel comune di Volpago del Montello e, non solo non sono servito dalla linea dati veloce, ma devo anche subire la beffa di coloro che, pur abitando nel mio stesso comune, ma serviti da una numerazione differente, usufruiscono alla grande oramai da circa tre anni di ADSL. La zona in cui abito, è la zona collinare nord del Montello che risulta "agganciata", come numerazione, alla zona di Crocetta del Montello. Ora, immagino che alle menti ( e che popò di menti... ) di Telecom, poco importi di servire poche utenze private. Il rischio è che le loro "vacche grasse" non ingrassino ( di soldi ) tanto quanto vorrebbero. Tuttavia una cosa è da dire: il fisso lo pago tanto quanto color che ADSL ce l'hanno... perchè??? Vorrei far presente che qui ci sono anche aziende ed attività varie. Ve la immaginate una attività commerciale moderna che si connette al mondo ancora con i modems ( alla faccia dello scambio dati veloce )? Un'ultimo sfogo lo rivolgo a LIBERO ( Infostrada ): stranamente, da quando è iniziata la comparsa di ADSL nelle zone limitrofe, la mia connessione "lumaca" tramite modem a 56K è andata "deperendo" ( oramai è ridotta a minimi termini di circa 19Kb/s ). Non è che stanno tagliando la banda ai modem per coprire ADSL? Mah... so solo che alle mie continue richieste di chiarimenti via telefono e mail, quelle poche volte che hanno risposto hanno detto: "Siamo a conoscenza del problema e lo stiamo risolvendo". Forse i tecnici sono anche interventui, ma la mia velocità di navigazione è scesa costantemente ed inesorabilmente. Conosco un detto: "Maria! Sta ferma che te fa peso!"; traduco:"Maria! Fermati che stai solo peggiornado la situazione!"

Patrich Gobbo 07.11.06 20:23| 
 |
Rispondi al commento

Vergogna..
Chi vi scrive è un ragazzo dalla provincia di Treviso, precisamente da un paesino chiamato Segusino. Vi scrivo perchè in questo blog finalmente molte verità sono dette come realmente stanno.
Io pago alla telecom 200 euro ogni due mesi per usufruire d'internet, sono programmatore e gestore di un gioco di ruolo online, quindi mi vedo costretto a passar almeno 4 ore al giorno online a sistemare bug e problemi vari degli utenti ( che sono circa 350, con una media di 20 collegati online ).
I paesi limitrofi hanno tutti la linea veloce, quindi pagano 20 euro al mese, con la possibilita' d'usufruire del servizio internet per quante ore desiderano durante il giorno.
"00 uero ogni due mesi sono 1200 euro che io verso alal telecom ogni anno.
Dico solo vergognatevi, ogni anno avete il coraggio di dire che il prossimo la linea veloce sara' fatta!
Vergognatevi.

Chiedo algi utenti del blog, a quelli che se intendono di connessioni ed internet, se ci sono sistemi per pagare meno, dato che se domandi alla telecom ti dicono di no.

Grazie

Paolo


Signor Beppe Grillo, ho 25 anni o dopo un periodo lungo di disoccupazione ho finalmente trovato un lavoro che mi permette di esprimere la mia grande voglia di lavorare.
Lavoro per un'associazione medica che tra le tante cose gestisce siti medici e io per ora mi occupo del loro aggiornamento ed eventuali modifiche.

La cosa bella è che lavoro a casa, telelavoro,
la cosa brutta è che dove abito io non c'è l'adsl e le connessioni ai server sono un pò lente e penso che finito il periodo di prova, per facilitar eil tutto mi faranno andare a lavorare in ufficio che dista 40 km da casa mia.

Il punto è questo:
In un comune qui vicino, nonostante sia abbastanza industrializzato, manca l'adsl.

Vengo a conoscenza del fatto che nello stesso comune, risiedono alcune persone che usufruiscono del collegamento adsl grazie a conoscenze..

Mi informo è scopro che il collegamento, si può fare , basta fare una " modifica " nel proprio distretto.

Ora mi chiedo ma se è così semplice, perchè il collegamento non viene fatto a tutti ?

Sarebbe molto più facile, lavorare in questo modo e le distanze verrebbero accorciate!

perchè ogni volta devono succedere degli scandali per far uscire le cose?

Grazie per la gentile attenzione.


rosalberta Cannas 12.10.06 14:37| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti è la prima volta che scrivo su questo Blog, mi ha spinto una riflessione personale su internet, premetto che amo le tecnologie e i sistemi di comunicazione e non sono di certo una persona che vede nel progresso il demonio, penso solo che non dobbiam essere sicuri della vera libertà di questa tecnologia. Mi sono diplomato portando una tesina che parlava della nascita di internet quindi di Arpanet, come molti gia sanno internet è nato come sistema militare di difesa che in caso di attacco di una base non mandasse in Tilt le comunicazioni tra le altre negli Stati Uniti. Ecco una grandissima invenzione pero mi porgo una domanda... perchè gli americani hanno sputtanato questa grande invenzione militare mettendola a disposizione di tutti liberamente?? Non avranno calcolato che in pochi anni sarebbe diventato il mezzo di comunicazione piu importante cosi da controllare tutto quello che succede nel mondo?? Anni di studi militari per poi renderlo pubblico e non ricavarne niente?? Avete qualche risposta o ho suscitato in voi qualche dubbio... spero di si

Andrea Caricasole 03.10.06 22:51| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei porre alla vostra attenzione, i concorsi universitari per professori ordinari e associati. Sono quelle figure che alla fine condizionano lo sviluppo scientifico e culturale di un paese. Ho potuto appurare che in molti casi le persone che hanno un curriculum apparentemente migliore vengono scartate a favore del candidato interno. Perchè non fate un'inchiesta a tal proposito? Perchè non verificate quanti figli di professori diventano poi professori senza muoversi dalla loro sede. Crescendo sotto l'ala protettrice di qualcuno.

La cosa la reputo di cruciale importanza per il peso che queste persone poi hanno sulla società. Se la cultura non si sviluppa in maniera esemplare a quali modelli si dovranno ispirare le generazioni future? Alle veline? Gia' stiamo in queste condizioni mi sembra. Sarebbe ora di cambiare.

Cordiali saluti
Luciano Dimastrogiovanni

Luciano Dimastrogiovanni 28.09.06 14:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei segnalare a Beppe e a tutti gli altri uno strano avviso tramite SMS:

"Ci sono messaggi per te! Chiama da telefono fisso 89-904-02-39 e segui la voce guida. Info e costi di iscrizione www.messaggi-online.biz"

Credo siamo al limite della truffa: infatti sembra una normale segreteria, ed in piu' il numero 899 e' camuffato da un piu' rassicurante 89-9xxx.

Attenzione.

Corrado Salemi 25.09.06 16:32| 
 |
Rispondi al commento

ATTENZIONE ALLE TRUFFE ON-LINE
Questa mattina ho ricevuto una mail da Poste Italiane (leggetela in basso). Chiamando il call-center ho saputo che si trattava di una truffa...

_________________________________________

Oggetto: Comunicazione nr. 91219 del 22 Settembre 2006 - Leggere con attenzione


Gentile Cliente,

nell'ambito di un progetto di verifica dei dati anagrafici forniti durante la sottoscrizione dei servizi di Posteitaliane è stata riscontrata una incongruenza relativa ai dati anagrafici in oggetto, da Lei forniti al momento della sottoscrizione contrattuale.

L'inserimento di dati alterati o comunque non completamente attinenti alla relatà può costituire motivo di interruzione del servizio secondo gli artt. 135 e 137/c da Lei accettati al momento della sottoscrizione, oltre a costituire reato penalmente perseguibile secondo il C.P.P. art. 415/a del 2001 relativo alla legge contro il riciclaggio e la trasparenza dei dati forniti in auto certificazione.

Per ovviare al problema è necessaria la verifica e l'aggiornamento dei dati relativi all'anagrafica dell'Intestatario dei servizi Postali entro 4 (quattro) giorni dalla ricezione della presente.Scaduto tale termine, in caso di mancato aggiornamento dei dati anagrafici, i servizi erogati da Posteitaliane saranno interrotti fino a nuove disposizioni.

E' possibile effettuare l'aggiornamento dei dati seguendo le istruzioni riportate al seguente link:

http://www.ssl-posteitaliane.net/anagrafica-SSL-bplo-34664245110120204939684.htm

Cordiali Saluti.

________________________________________

Mi raccomando: NON RISPONDETE A QUESTA E-MAIL, E NON INSERITE NESSUN DATO!!!

Gabriele Cataldi 22.09.06 12:30| 
 |
Rispondi al commento

come ti imbroglio il navigatore.
nel maggio 2004 ho sottoscritto un contratto con TIN.IT per un abbonamento FREE a due €/ora.
le condizioni prevedevano, tra l'altro, il comodato gratuito del MODEM a fronte di un contributo una tantum di 50 €. Tutto regolarmente sottoscrittto.
Nel febbraio 2006 chiedo di modificare il contratto da FREE a FLAT con un canone di € 19.95 IVA inclusa. Il tutto avviene telefonicamente e via e-mail. Non sottoscrivo altri contratti e nessuno mi dice nulla di più di quanto pubblicizzato.
Arrivano le prime fatture e, sorpresa, oltre alle 19.95 € mensili trovo bel 3.00 € in più dicui non riesco a dare spiegazione. Alla terza fattura dello stesso importo chiamo il numero verde e la gentile signorina del Call Center mi dice candidamente che il contratto prevede il nolo del MODEM e nulla vale il fatto che io e TIN.IT abbiamo sottoscritto un contratto con comodato gratuito (50 € una tantum, io il modem l'ho pagato!!!!!) e che se voglio posso scrivere e protestare con l'ufficio legale.
Parlare con qualcuno e chiedere ragione di tutto ciò non è possibile.
Ora 3.00 € al mese non saranno una grossa somma, forse glia altri gestori fanno di peggio, ma farsi prenderi in giro così da proprio fastidio.
PS
se vuoi copia del contratto e delle fatture, FREE e FAT, sono a tua disposizione.

giuseppe luciani 20.09.06 08:34| 
 |
Rispondi al commento

Palladium e pensionamenti.
Il nuovo supporto Palladium (con tutti i blocchi possibili e immaginabili in fatto di open source) tarda ad arrivare. Si tratta, lo ricordo, di un sistema completo, in grado di dialogare solo con componenti della sua generazione, che inviano a microsoft (e non solo, anche a varie agenzie governative americane) tutte le informazioni contenute nel vostro pc. Sono quasi due anni che è stato presentato e ancora non c'è che un solo esemplare in vendita, il "videogioco" X-box.
Perchè è ovvio, le associazioni consumatori americane spellerebbero vivo il povero Bill...
A questo punto vorrei fare un paragone.
H.G.Land fondatore della Polaroid e grande magnate dell'industria anni '70 qundo vide le prime macchine fotografiche digitali decise di ritirarsi dagli affari e feìce bene: la Polariod inc. nel tempo di pochi anni crollò ai minimi storici, la fotografia istantanea soppiantata da quella digitale...
Altrettanto adesso gira notizia che Bill si voglia ritirare dalla Microsoft: cosa lo avrà spaventato?

nicola manzani 17.08.06 09:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

anch'io sono per la tecnologia invisibil e,semplice ecc ecc,ma purtroppo adesso c dobbiamo accontentare ancora di quella visibile!il mio pc!?beh è straordinario e quasi come una tecnologia invisibile,fa di tutto.l unico neo è che quando mi arriva la bolletta per il pagamento della connessione usa una tecnologia fin troppo visibile!!! quasi accecante

livello cosimo 15.08.06 00:44| 
 |
Rispondi al commento

--continua ...... solo se sarò estratto potrò dare la risposta in diretta e vincere la TV .
Se lo dicevano prima non telefonavo e non mi spillavano 15 euro perchè ovviamente non mi hanno estratto !
SE UN AVVOCATO MI AIUTA IO VORREI I MIEI 15 EURO CHE MI HANNO ESTORTO CON INGANNO !

Luca Del Negro 05.08.06 17:52| 
 |
Rispondi al commento

MI HANNO TRUFFATO !

Sono appena stato truffato e nel modo piu' semplice del mondo : ho acceso la TV e facendo zapping ho visto un quiz in diretta che diceva . Indovina chi canta cuore matto . Vinci una TV al plasma da 42 pollici . Quattro bei numari 899 stampati sullo schermo . Sapevo chi la cantava , Little Tony . Mi soffermo un po e indovinano . Poi continuano, indovina chi canta il ballo del mattone , azz.... lo so Rita Pavone .Leggo bene la scritte sul fondo della TV e costa 15 euro a chiamata . 15 euro per una TV al plasma non è male no ? Bene io chiamo e .... mi avvisano che partecipo a estrazione alla vincita di 15 suonerie per telefonino e SE

Luca Del Negro 05.08.06 17:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si parla tanto di adsl , alice e ecc. ecc .
Ma nel mio paesello ancora no si puo' avere .
(CROCETTA DEL MONTELLO TV )
E' una vergogna !!!
Se chiedi alla telecom dicono sempre che al piu presto la faranno ma date certe da un anno a questa parte ancora niente .
--------- AIUTATEMI --------------

Luca Del Negro 02.08.06 00:26| 
 |
Rispondi al commento

Si parla tanto di adsl , alice e ecc. ecc .
Ma nel mio paesello ancora no si puo' avere .
E' una vergogna !!!
Se chiedi alla telecom dicono sempre che al piu presto la faranno ma date certe da un anno a questa parte ancora niente .
--------- AIUTATEMI --------------

Luca Del Negro 02.08.06 00:23| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe. Girovagando per la rete mi sono imbattuto sul sito di Altro Consumo(http://www.altroconsumo.it) per via di alcune ricerche di natura economica. Tra i vari articoli presenti, mi sono soffermato su quello dal titolo più scontato(!), ma che allo stesso tempo mi ha fatto riflettere di più: 'Costi di ricarica da abolire'. Si parla ovviamente dei costi di ricarica dei telefoni cellulari. Ebbene, io non sapevo che l'Italia è in pratica l'unico Paese in Europa che prevede un costo per il cliente quando viene effettuata la ricarica del cellulare! (http://www.altroconsumo.it/map/show/12740/src/108572.htm). C'era sì d'aspettarselo; figuriamoci se nel Belpaese abbiamo qualche prezzo 'almeno' competitivo in qualche settore. Siamo messi male. Parafrasando 'Topo Galileo' dopo la scarica di corrente presa dalla pizza('Ma che mozzarella ci avete messo?'), dico: 'Ma che razza di mondo ci stanno imponendo?'. Con questo mio intervento colgo l'occasione per congratularmi per il tuo lavoro; e non mi riferisco solo a quello di comico. Simone

Simone Santagada 31.07.06 21:24| 
 |
Rispondi al commento

E' una storia nota, ma ci sono delle novità:
Oohhh, allora,che il Videotelefono sia un pacco, si sa, che abbiano truffato mia Mamma bella mamma ottantenne lo so io.Ora, se usi il videpaccofono di Telecom accade che non appena appendi (...),esso squilla, a nome sconosciuto, una o due volte:perchè? Perchè così Mamma chiama il servizio chiamate perse,altro pacco, che costa, e lo fa inutilmente,perchè non ha chiamato nessuno, in realtà.
Il mio compiuteraio è un drago, ha osservato, esaminato,la telefonata-sola è un programma: è ufficioso, è un programma.
Non si vede una beneamata mazza, non serve a niente per cui sia stato progettato(...), e sola la gente.
Giorni fa mi chiama una povera crista da un pollaio, perchè così stanno, come i polli in batteria,poveri cococò e tatatà or whatever you wanna call it e mi chiede, in sostanza:" Dato che si sa che è un pacco e che attraverso il doppino 15 fps non ci passeranno mai,Lei (io) sarebbe contento se lo giungessimo con dello sparatrap ad una linea veloce che abbiamo ma non diciamo per andare a costosissimi soldi con l'UMTS?".
Io le ho risposto, anteponendo il canonico "niente di personale", di dire a BroncoTronco di andare "In Cubiculuum Suum".
Rrrriiiiiing....

Tanino Valiùmm

Marco Pappalardo Commentatore in marcia al V2day 30.07.06 18:47| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe ,
sono molto contento ke tu abbia capito la potenzialità di internet,ormai l'unico mezzo per trovare un po di verità e di sana opposizione MA...seguimi un istante
Internet è stato creato dal dipartimento della difesa americano negli anni 60...nn sono stupidi,mai e poi mai avrebbero creato un qualcosa ke avrebbe poi potuto diventare un boomerang; infatti la tabella di marcia della dittatura planetaria continua e ora anke internet ha le ore contate.
Visto ke internet come principio nn è gestibile l'unico modo per controllarlo è mettere le mani sui singoli pc ke formano la comunità...
in due sole parole : TRUSTED COMPUTING

il processo di trasformazione è già iniziato, nn so se sia ancora possibile fermarlo ma se c'e' una battaglia da fare ora prima ke sia troppo tardi,prima ke ci tolgano anke l'ultima spiaggia, è proprio questa
http://www.no1984.org/

Alessandro Matonti 25.07.06 16:14| 
 |
Rispondi al commento

Chi ci guadagna?!!

Non voglio usare il Blog per pubblicizzare una mia idea, ma soltanto per provare a comprendere, ancora una volta, gli artificiosi e complessi meccanismi che muovono il mondo!
Si parla tanto di frode in campo "carte di credito e bancomat", frodi che penalizzano le società di servizi interbancari di milioni e milioni di euro ogni anno. Casualmente ho ideato un sistema per renderle impossibili anche in caso di clonazione o furto della propria carta di credito o del bancomat. Il sistema è sicuro, garantito al 100% e ciò è facilmente dimostrabile; una sorta di uovo di Colombo. Si tratta di un piccolo stratagemma in campo informatico; nulla di eclatante, ma semplicemente un'idea di sinergia tra dispositivi gia' esistenti. Il costo è relativamente poco esoso e comunque, poichè renderebbe vani tutti i tentativi di frode, sarebbe comunque ripagato in brevissimo tempo. La mia domanda è: perchè quando parlo del mio sistema alle società che gestiscono i circuiti interbancari, mi trattano come fossi il diavolo in persona? Perchè quando capiscono la reale applicabilità ed efficacia del sistema mi chiudono le porte in faccia? La risposta è una sola... qualcuno guadagna dalle frodi e dalle clonazioni delle carte di credito e dei Bancomat! Ci sono interessi che, evidentemente, nemmeno posso immaginare. Qualcuno puo' spiegarmi chi ci guadagna? Grazie!

ferruccio parrinello 20.07.06 09:40| 
 |
Rispondi al commento

Chi ci guadagna?!!

Non voglio usare il Blog per pubblicizzare una mia idea, ma soltanto per provare a comprendere, ancora una volta, gli artificiosi e complessi meccanismi che muovono il mondo!
Si parla tanto di frode in campo "carte di credito e bancomat", frodi che penalizzano le società di servizi interbancari di milioni e milioni di euro ogni anno. Casualmente ho ideato un sistema per renderle impossibili anche in caso di clonazione o furto della propria carta di credito o del bancomat. Il sistema è sicuro, garantito al 100% e ciò è facilmente dimostrabile; una sorta di uovo di Colombo. Si tratta di un piccolo stratagemma in campo informatico; nulla di eclatante, ma semplicemente un'idea di sinergia tra dispositivi gia' esistenti. Il costo è relativamente poco esoso e comunque, poichè renderebbe vani tutti i tentativi di frode, sarebbe comunque ripagato in brevissimo tempo. La mia domanda è: perchè quando parlo del mio sistema alle società che gestiscono i circuiti interbancari, mi trattano come fossi il diavolo in persona? Perchè quando capiscono la reale applicabilità ed efficacia del sistema mi chiudono le porte in faccia? La risposta è una sola... qualcuno guadagna dalle frodi e dalle clonazioni delle carte di credito e dei Bancomat! Ci sono interessi che, evidentemente, nemmeno posso immaginare. Qualcuno puo' spiegarmi chi ci guadagna? Grazie!

ferruccio parrinello 20.07.06 09:38| 
 |
Rispondi al commento

Così la censura dei siti dopo la Cina è iniziata piano, piano anche in Italia. Il primo passo riguarda chi gioca d'azzardo online. I siti relativi a questo argomento sono stati inseriti in una blacklist e sono irraggiungibili. A parte che a questo punto dovrebbero impedire alla gente anche di andare al casinò oppure nelle slot machine in tabaccheria. Ma il mio timore è un altro, oggi i casinò on line e domani cosa censureranno per il mio bene ? Perchè la censura dell'azzardo viene fatta proprio sulla rete ?
Facciamo attenzione domani potrebbero censurare questo blog per il nostro bene.
Maggiori info su :
http://www.bicocca.net/web/index.php?name=News&file=article&sid=443

Antonio Catellani 05.03.06 09:49| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe, non mi censurare, vorrei che mi rispondessi al quesito:
è vero che usando Spyke in Italia verso i cellulari costa di più di Telecom o Fastweb?
(E 0.287 x 1 min vs E 0.8599 x 3 min di Fastweb per non parlare di notturno e festivi)?
grazie. Un supporter in ansia. Paolo C.

paolo contadini 03.03.06 21:20| 
 |
Rispondi al commento

CIAO CARISSIMO BEPPE SIAMO IVAN E VALENTINA, VOLEVAMO FARTI I COMPLIMENTI PER LO SPETTACOLO STUPENDO CHE HAI FATTO AL FORUM DOMENICA SCORSA , ABBIAMO VISTO ANCHE IL TUO DVD; ILLUMINANTE , VOGLIAMO DIRTI GRAZIE PER AVER PORTATO INFORMAZIONE , PER AVERCI AGGIORNATO SONO BASTATE 3 ORE DI SHOW PER RECUPERARE TANTI ANNI DI INFORMAZIONE PERDUTA. SONO UN APPASSIONATO DI TECNOLOGIE E GRAZIE ALLE TUE DRITTE SULLA COMUNICAZIONE, ATTRAVERSO SKYPE, PENSO DI POTER RISPARMIARE PARECCHIO, E COME DICI TU MANDARE A CASA QUELLI DELLE BOLLETTE SALATE!! I TEMI CHE OGGI MI STANNO A CUORE SONO IL SOLARE FOTOVOLTAICO E LE MACCHINE IBRIDE ELETTRICHE ; HO CONTATTATO ENEL PER UN PREVENTIVO E ANCHE LA ISOFOTON DEVO DIRE CHE NON MI ASPETTAVO CIFRE COSI' ALTE PER L' INSTALLAZIONE , ANCHE SE ALLA FINE A CONTI FATTI UN BUON MARGINE DI GUADAGNO ESISTE ; CHE TU SAPPIA ESISTONO AZIENDE CHE " IN COMODATO D'USO " FACCIANO LO STESSO SERVIZIO ? CREDO CHE SIA QUESTA LA STRADA PER PORTARE IN TUTTE LE CASE E ALLA PORTATA DI TUTTI QUESTO GENERE DI PROGRESSO. CAMBIANDO DISCORSO LE IBRIDE ELETTRICHE MI INTERESSANO MOLTO , LA COSA BUFFA E' CHE UNA VOLTA DOCUMENTATO SULL ARGOMENTO MI SONO RECATO DA UN CONCESSIONARIO E LA COSA BUFFA E' CHE NE SAPEVO PIU' IO DI LORO !! SONO PROSSIMO A CAMBIARE AUTO E DALLE SOLITE FIAT ALLE QUALI ERO AFFEZIONATO PASSERO' ALLA TOYOTA SPERO DI SENTIRTI PRESTO TI SALUTO E TI LASCIO CON UNA DOMANDA COSA NE PENSI DEL MOBBING ? CIAO IVAN E VALE

IVAN BELLOMI 02.03.06 20:43| 
 |
Rispondi al commento

CIAO CARISSIMO BEPPE SIAMO IVAN E VALENTINA, VOLEVAMO FARTI I COMPLIMENTI PER LO SPETTACOLO STUPENDO CHE HAI FATTO AL FORUM DOMENICA SCORSA , ABBIAMO VISTO ANCHE IL TUO DVD; ILLUMINANTE , VOGLIAMO DIRTI GRAZIE PER AVER PORTATO INFORMAZIONE , PER AVERCI AGGIORNATO SONO BASTATE 3 ORE DI SHOW PER RECUPERARE TANTI ANNI DI INFORMAZIONE PERDUTA. SONO UN APPASSIONATO DI TECNOLOGIE E GRAZIE ALLE TUE DRITTE SULLA COMUNICAZIONE, ATTRAVERSO SKYPE, PENSO DI POTER RISPARMIARE PARECCHIO, E COME DICI TU MANDARE A CASA QUELLI DELLE BOLLETTE SALATE!! I TEMI CHE OGGI MI STANNO A CUORE SONO IL SOLARE FOTOVOLTAICO E LE MACCHINE IBRIDE ELETTRICHE ; HO CONTATTATO ENEL PER UN PREVENTIVO E ANCHE LA ISOFOTON DEVO DIRE CHE NON MI ASPETTAVO CIFRE COSI' ALTE PER L' INSTALLAZIONE , ANCHE SE ALLA FINE A CONTI FATTI UN BUON MARGINE DI GUADAGNO ESISTE ; CHE TU SAPPIA ESISTONO AZIENDE CHE " IN COMODATO D'USO " FACCIANO LO STESSO SERVIZIO ? CREDO CHE SIA QUESTA LA STRADA PER PORTARE IN TUTTE LE CASE E ALLA PORTATA DI TUTTI QUESTO GENERE DI PROGRESSO

IVAN BELLOMI 02.03.06 20:36| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, sono pienamente daccordo con te sull'utilizzo della network per avere delle informazioni più dettagliate e reali, il problema principale è legato sempre ai costi... e l'autority che fa? Prova a visitare http://www.aliceadsl.fr vedrai che sorpresa... Sì, è proprio la TELECOM che vende in Francia un'offerta comprendente ADSL 20 Mb telefono e tv al prezzo di 29,95 € in Italia la 4 Mb di telecom senza telefono e tv costa 39 € . A nessuno dei nostri politici a quanto pare interessa.

Paolo Del Vecchio 28.02.06 08:39| 
 |
Rispondi al commento

ciao, volevo chiederti se ti è giunta all'orecchio la notizia di palladium, a me si, del resto aveva fatto scandalo anche anni fa. Molti mi dicono che nn accadrà mai, altri che è una bufala... ma prova a digitare "palladium" o "Trusted compiuting" x vedere e magari verificare l'autenticità delle notizie..
sarebbe una forma di castrazione x evitare problemi di sicurezza (hacker, virus spyware a detta loro) proteggerebbe, ma vieterebbe qualsiasi cosa non autorizzata come cd copiati, siti che nn sono ben visti, insomma, si cercherebbe di controllare l'informazione e gli utenti(molto più di quanto non sia già), oltre ad eliminare completamente il p2p.
grazie x la chiarezza in anticipo, ciao

vicentini guido 25.02.06 20:15| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
ho visto recentemente il tuo spettacolo a Roma (domenica scorsa) e lo trovato fantastico soprattutto per la varietà di temi e l'intensità che hai dato a tutto ciò che hai trattato.
Volevo segnalarti (ma magari i tuoi collaboratori già ne sono a conoscenza) di un tentativo di estendere l'ADSL in modo capillare facendo condividere il proprio accesso anche ad altri. In buona sostanza funziona così: chiunque abbia un accesso ADSL flat, utilizzando un particolare router (WI-FI) può permettere ad altri (vicini di casa) di utilizzare lo stesso accesso per connettersi ad Internet. In modo da evitare che si abbiano N accessi in uno stesso stabile quando magari ne basta uno solo. Questo caratterizza 3 tipologie di utenti: LINUS sono coloro che condividono liberamente il proprio accesso e per questo possono utilizzare liberamente altri accessi condivisi da altri utenti LINUS; BILL sono coloro che condividono la propria banda in cambio di un contratto di 5 euro/mese per chi la utilizza e di conseguenza anche loro fanno altrettanto quando utilizzano bande di altri. ALIEN sono coloro che non condividono nulla e pagano un BILL qualora volessero accedere ad Internet. Trovi comunque tutto su http://en.fon.com/. Mi sembrava un modo per estendere la rete a tutti e più velocemente tagliando fuori quanto possibile i provider (Telecom) poi ho saputo che il progetto è finanziato da Google.....Che ne pensi ??
Carlo

Carlo Cafforio 22.02.06 15:38| 
 |
Rispondi al commento

Leggete queste poche righe sul "Trusted computing", poi approfondite l'argomento su "www.no1984.org" e www.complessita.it".
C'è da preoccuparsi moltissimo per la libertà della Rete e di noi utenti Liberi Pensatori.

"Il Trusted Computing, o più brevemente TC, (informatica fidata) è un insieme di componenti hardware-software e di specifiche che dovrebbero rendere i computer di prossima generazione più 'sicuri'. Il TC è promosso dal consorzio TCG ([WWW] Trusted Computing Group), composto dalle principali compagnie informatiche internazionali. In sostanza, grazie a questo sistema, i computer potrebbero consentire soltanto l'accesso o l'esecuzione di software specificamente autorizzato. Secondo [WWW] Richard Stallman, informatico di fama mondiale, «In passato si sono avuti problemi isolati per via di queste caratteristiche. Il trusted computing renderà tali fenomeni pervasivi. Un nome più appropriato potrebbe essere treacherous computing (informatica infìda), proprio perché il progetto è quello di far sì che i computer disattendano sistematicamente le istruzioni del proprietario»".

Giancarlo Ventura 20.02.06 10:43| 
 |
Rispondi al commento

CIAO A TUTTI

IL NUOVO VIETATOENTRARE.IT E' FINALMENTE IN RETE

CLIKKKATE...

WWW.VIETATOENTRARE.IT

Raffaele Mastrogiovanni 18.02.06 22:17| 
 |
Rispondi al commento

mi chiedo da anni,e dopo la mia specializzazione in conunicazione aziendale, se tutte le pibblicità delle compagnie telefoniche non possano essere bloccate facendo ricorso agli organi di vigilanza sulla pubblicità ingannevole che se la mia mente non mi inganna dovrebbero esssere un paio, purtoppo ora non ricordo quali, ma sò che esistono e hanno procedure e poteri ben definiti per evitare che aziende imgannino i consumatori con le loro conunicazioni.
In effetti la questioe è questa : usando il grimaldello della ricarica 5 euro o diverso, che siamo obbligati a pagare tutti,non si possono far piovere una valanga di ricorsi a queste autorità per pubblicità ingannevole.....dato che il costo reale di qualsiasi offerta telefonica/tariffa non tiene conto del costo della ricaricarica e che questo non è altro che un costo fisso da ripartire su ogni singola chiamata che effettuiamo,costo che oltretutto è obbligatorio e non si può in nessun modo evitare di pagare???
Forse sono stato un pò prolisso ma spero di aver posto decentemente la questione, possibile che siano autorizzate a farlo???
Negli ultimi mesi poi, subdolamente, hanno abbassato gli scaglioni di ricarica, prima pagavo 55 e ricaricavo netti 50 ora pago 50 e ricarico netto 45, inquanto gli scaglioni sono stati abbassati di 5 euro, aumentando di fatto ancora di più il costo fisso di una singola chiamata.
Grazie a tutti

alessio maccaroni 17.02.06 17:28| 
 |
Rispondi al commento

Curioso, ma forse, sotto una determinata prospettiva, quella sensazione di libertà meravigliosa e qualche volta commovente - chi non l'ha mai provata quand'era bambino? - di cui la maggior parte di noi ha quasi completamente perso la memoria, possiamo ancora avvertirla grazie alla rete. Sì, la rete ci da ancora il brivido della libertà. Non so se questo tema è già stato affrontato da questo blog, ma, per chi non lo sapesse ancora, c'è un imprenditore/sognatore e anche abbastanza furbo, che ha dato vita a quel nuovo fenomeno chiamato FON, che consiste, in poche parole, nel creare una comunità di persone che mettono a disposizione di chiunque l'accesso alla rete WIFI in modo gratuito. L'ho riassunto in poche parole, ma chi volesse approfondire l'argomento può visitare il sito www.fon.com. Pensate... Una ragnatela di foneros permetterà in tutto il mondo l'accesso ad internet da un punto qualsiasi della città... è davvero un progetto destinato a far parlare di sé, se Google e Skype hanno deciso di finanziarlo per 18 milioni di Euro. I primi foneros sono già in Italia. Ora tocca a noi. Ad ognuno di noi... Lunga vita alla rete. Grazie a coloro che hanno letto questo post.

Raul Sapora 16.02.06 18:42| 
 |
Rispondi al commento

Boicottare Google?
Google è una delle potenze mondiali più forti, e lo diventerà sempre di più. Per quanto mi riguarda questo è solo l'inizio.. Considerate anche che Google vi mette sul computer un cookie che dura fino al 2038, e poi vende le vostre informazioni alle aziende. Google regala la connessione a Internet a Los Angeles (un privato che regala la connessione!) così come Bill Gates regala campi da pallacanestro in giro per i ghetti americani (fatevi da voi due conti)..
Ma non c'è scelta, io non posso fare a meno di Google (be'. almeno togliere il cookie), ma forse c'è speranza. E' però vero che PRIMA bisogna vincere i diritti di comunicazione in politica, POI preoccuparsi della rete (se il governo decide che basta con internet, si mette d'accordo coi providers e IN 5 MINUTI chiude tutte le porte, senza problemi)

Luca Bessero 09.02.06 04:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Boicottare Google?
Google è una delle potenze mondiali più forti, e lo diventerà sempre di più. Per quanto mi riguarda questo è solo l'inizio.. Considerate anche che Google vi mette sul computer un cookie che dura fino al 2038, e poi vende le vostre informazioni alle aziende. Google regala la connessione a Internet a Los Angeles (un privato che regala la connessione!) così come Bill Gates regala campi da pallacanestro in giro per i ghetti americani (fatevi da voi due conti)..
Ma non c'è scelta, io non posso fare a meno di Google (be'. almeno togliere il cookie), ma forse c'è speranza. E' però vero che PRIMA bisogna vincere i diritti di comunicazione in politica, POI preoccuparsi della rete (se il governo decide che basta con internet, si mette d'accordo coi providers e IN 5 MINUTI chiude tutte le porte, senza problemi)

Luca Bessero 09.02.06 03:40| 
 |
Rispondi al commento

The Cluetrain Manifesto

Se quest’anno avete tempo anche per una sola idea, questa è la sola da non perdere. Non siamo spettatori, né occhi, né utenti finali, né consumatori. Siamo esseri umani e la nostra influenza va al di là della vostra capacità di presa cercate di capirlo


Mercati online...

I mercati online cominciano a organizzarsi da soli molto più rapidamente delle aziende che tradizionalmente li rifornivano. Grazie alla rete, i mercati diventano più informati, più intelligenti e più esigenti rispetto alle qualità che invece mancano nella maggior parte delle aziende.

...gente della terra

Il cielo è aperto verso le stelle. Le nuvole ci passano sopra notte e giorno. Gli oceani si alzano e ricadono. Qualsiasi cosa possiate aver sentito, questo è il nostro mondo, il posto in cui dobbiamo stare. Qualsiasi cosa vi abbiano detto, le nostre bandiere sventolano libere. Il nostro cuore va avanti per sempre. Gente della Terra, ricordate.

I mercati sono conversazioni.

I mercati sono fatti di esseri umani, non di segmenti demografici.

Le conversazioni tra esseri umani suonano umane. E si svolgono con voce umana.

Sia che fornisca informazioni, opinioni, scenari, argomenti contro o divertenti
digressioni, la voce umana è sostanzialmente aperta, naturale, non artificiosa.

Le persone si riconoscono l’un l’altra come tali dal suono di questa voce.

Internet permette delle conversazioni tra esseri umani che erano semplicemente
impossibili nell’era dei mass media.

Gli iperlink sovvertono la gerarchia.

Sia nei mercati interconnessi che tra i dipendenti delle aziende intraconnessi,
le persone si parlano in un nuovo modo. Molto più efficace.

Queste conversazioni in rete stanno facendo nascere nuove forme di organizzazione
sociale e un nuovo scambio della conoscenza....

..........

giuseppe bodrito 07.02.06 18:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si parla tanto di libera concorrenza,bisogna farsi la concorrenza ecc...e poi,siamo il paese che ha le piu' alte tariffe ADSL e per di piu' con il vincolo di rimanere con il proprio operatore per 1 anno intero? E se non mi piace il servizio oppure esce la concorrenza con delle tariffe migliori....se voglio disdire il contratto devo pagare delle penali?Ma questo e' schiavismo specie in un mercato sempre in fermento e in continuo cambiamento qual'e' quello dell'informatica,della rete....
TROVO QUESTA UNA COSA VERGOGNOSA...dovrei essere LIBERO di scegliere il mio abbonamento ADSL e,altrettanto LIBERO di andarmene quando voglio semplicemente comunicandone disdetta con raccomandata E BASTA non che DEVO avere il vincolo di 1 anno di abbonamento con loro e pagare penali se voglio andarmene via da loro prima della scadenza del contratto....SAPETE quante cose cambiano in 1 anno?
Io adesso pago un abbonamento con Libero al prezzo di 29.95 navigando (dicono loro) a 4 Mb....mai visti.....e adesso se voglio fare disdetta perche' sono uscite tariffe piu' agevolate della concorrenza,devo pagare una penale che e' proporzionale al tempo che manca alla fine del contratto...e per me che e' ricominciatop da 1 mese il secondo anno di contratto DEVO pagare 200euro per uscirne fuori?Questa e' GALERA altro che libera concorrenza :-(
Cosa ne pensate Voi?

Alessandro Commisso 07.02.06 12:17| 
 |
Rispondi al commento

a proposito di portatore nano di digitale terrestre, come mai la rai ancora non trasmette su digitale mentre mediaset lo fa gia' da un anno abbondante? voi mi direte che lo fanno anche la 7 ed altri, ma tutti insieme fanno 1 quarto dello share di mediaset.

meditiamo gente meditiamo

renato de angelis 06.02.06 01:45| 
 |
Rispondi al commento

Da qualche tempo Libero utilizza una nuova tecnologia che limita pesantemente il traffico p2p sulla sua rete. In pratica succede che chi ha un cliente p2p in esecuzione non riesce più a navigare a velocità accettabili o addirittura non riesce a navigare affatto. La tecnologia utilizzata da Libero distingue il traffico p2p dagli altri tipi di traffico e ciò provoca innanzitutto grossi problemi di privacy. Ma, al di là di tali problemi, l'utente di Libero ha acquistato un certo numero di mega, senza limitazioni di sorta, e quindi sta subendo quella che possiamo senza mezzi termini definire una truffa. Ecco un link interessante: http://www.newspoint.it/tlc_telefonia_adsl/20060118/1472293.htm
Spero che Beppe faccia sentire la sua voce in proposito. Forse ci potrebbe essere utile.

Fulvio Carobene 05.02.06 20:34| 
 |
Rispondi al commento

vi è arrivato l'inutile opuscolo sulla digitalizzazione del portatore nano di digitale terrestre?tra l'altro corredato della solita lettera in cui sostiene che l'italia sta vivendo una nuova alfabetizzazione: forse dico io sarebbe meglio completare prima quella vecchia, visto che in italia l'analfabetismo non è stato ancora sconfitto! inoltre, invece di creare idiozie come la possibilità di prenotare visite mediche tramite il digitale terrestre, perchè non si svegliano e mettono tutto direttamente su internet? ma per quanto ancora ci prenderanno in giro? e quanto saranno costati quegli inutili opuscoli che le famiglie butteranno nella carta straccia? si perchè, anche se qualcuno fosse veramente interessato ad alfabetizzarsi digitalmente, la fiducia nel governo è ormai talmente bassa, che qualunque cosa porti la dicitura "consiglio dei ministri" viene evitata con ogni mezzo. ormai l'italiano ha il terrore, ogni volta che il governo si ricorda di lui, che sia solo per spillargli altri soldi di tasse!inoltre il caro silvio ci ricorda che siamo il primo paese europeo per diffusione di telefonini: per forza!ormai il cellulare lo compriamo anche ai bambini di 10 anni, che si rincretiniscono coi messaggini gli squilli e i giochini, e si fanno fregare i soldi dai numeri che inviano suonerie, al modico prezzo di almeno 2 euro al minuto, se non di più! altra considerazione va fatta per la diffusione della "larga banda", come la chiama Lui, e dei punti di accesso pubblico alla rete: 'dovrebbero' essere 500, in molte biblioteche sono già presenti. qualcuno mi può spiegare a che c...o servono 500 miseri punti di accesso???in estonia, paese che 20 anni fa neanche esisteva, oggi i punti di accesso wi-fi sono addirittura nelle piazze!beh mi fermo qui, anche se ci sarebbe da ridere e da piangere per altre mille cose...grazie silvio, continua a raccontare baggianate, a fare stop delle auto invece di investire sul fotovoltaico, a pensare al ponte sullo stretto!

lorenzo perego 04.02.06 12:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sospetta frode telecom
25 Nov. 2005. Accetto la proposta di Alice Free ADSL, con consumo gratuito fino a febbraio.
Periodo tra dicembre e gennaio. Faccio molti tentativi al 187 per avere chiarimenti sul motivo del ritardo della consegna e ricevo le risposte più disparate.
02 feb.2006. Un ragazzo del 187 mi dice che il kit di installazione è stato inviato tramite Poste Italiane, mi da un numero di identificazione del kit inviato ed il numero di telefono 199442266 che, a suo dire, serve per rintracciare la spedizione.
03 feb 2006. Provo a chiamare il numero 199442266, una segreteria telef. mi risponde non presentandosi ma dicendo cosa mi costa la telefonata e poi mi trasmette alternativamente linea libera, musica di attesa, per circa 5 min. fino ad interrompere la chiamata.
Provo a richiamare il 187 e una ragazza mi riconferma il numero 199442266 però dicendomi che è della TNT.
In sintesi, non credo che il mio danno economico sia rilevante (quello mentale, forse si!!!), ma stimo che sia proprio su questo che puntano: rubare poco a tanti per non essere scoperti?
Chi ha avuto un destino simile mi contatti.
Un saluto,
Marco

marco schembari 03.02.06 18:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a proposito di rete e di tecnologia, ho scaricato skype e sto cercando di farlo funzionare con il dual fone, senza riuscircci perchè appena chiamo cade la linea. qualcuno sa dirmi se le chiamate verso cellulari italia costano 35 centesimi al minuto? che non è proprio pochino?

silvano paniccia 30.01.06 22:56| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono nazioni alla ricerca di uno sbocco verso le nuove tecnologie, ma hanno realtà molto differenti da quelle alle quali siamo abituati in occidente e nelle nazioni cosiddette più evolute. Il potere economico di ogni singolo individuo è infatti estremamente ridotto, come si può facilmente comprendere, e la penetrazione nel mercato di computer molto ridotta rispetto alla popolazione complessiva. Negli ultimi anni si sono operati sforzi nella direzione di un abbattimento del costo dei PC, quale barriera al loro utilizzo per la stragrande maggioranza della popolazione.
Inoltre, l'adozione di sistemi a basso consumo energetico permetterebbe di ridurre sensibilmente i costi di alimentazione, con volumi variabili a seconda dei costi per singole nazioni...

Per approfondimenti:
http://www.hwupgrade.it/articoli/sistemi/1421/index.html

Giuseppe Perez 30.01.06 20:20| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,anche Google ha accettato la censura imposta dal governo di Pechino, sostenendo che una pseudo informazione è meglio di nessuna informazione, ma viene il sopetto che il vero motivo di questa scelta,sia la paura di perdere un'importante fetta di mercato.Possiamo fare qualcosa per boicottare Google e gli altri motori di ricerca che si sono piegati alle restrizioni cinesi?Puniamoli, perchè gettando la spugna hanno impedito alla Cina di usare la rete per salvarsi e hanno tradito tutto ciò di cui la rete dovrebbe essere portatrice:progresso,libera circolazione di idee e conoscenza in tempo reale,confronto,abbattimento delle barriere geografiche...Hai qualche suggerimento?
Grazie!

Manuela Cadeddu 26.01.06 16:54| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe!sono uno studente di ingegneria biomedica al' università di bologna.ho cercato sul dizionario la parola 'tecnologia' ecco il risultato:"studio dell' uso e dell' applicazione di strumenti tecnici destinati a migliorare procedure e strategie di lavoro".insomma in soldoni è qualcosa che dovrebbe renderci più facile i compiti,AIUTARCI!!!!non dannarci!!!!ma per la miseria,l' uso che si fa di questa parola la fatta diventare più povera di quanto siano i corsi universitari.siamo entrati nell' era tecnologica,ci dicono.ma dove!!!!a me sembra di essere il protagonista in prima persona del ciclo della fondazione di asimov!!e che devo fare aspettare che qualcuno 'progetti un nuovo mondo'dalle ceneri del vecchio?più andiamo avanti e più mi sembra di andare indietro mondo ladro!!!e se non andiamo indietro ristagnamo.Ma quale tecnologia!!!!secondo loro io dovrei studiare per progettare cose vecchie.ma dove stà allora l' "ingegno"?si devono studiare cose nuove,o magari migliorare quelle vecchie,ma non rimanere sui disegni di un altro per cambiarne solo il colore o le forme(vedi fiat).che senso ha?cosa aspettiamo?l'eta della pietra per scoprire il fuoco e inventere le ruota?

ciao ciao

antonio capone 25.01.06 16:09| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe... leggendo un commento di un altro tuo fan circa un programma simil-skype, ritengo utile confermare il suo commento e proporti di parlarne nel tuo blog. Molto meno versatile di skype ed esteticamente inferiore (ma che ce ne frega) tale programma ha le stesse funzioni.... con la differenza di REGALARTI le chiamate verso i tel fissi (cosa che skype non fa). Questo programmino, se ne venisse diffusa l'esistenza, sicuramente potrebbe fungere da insetticida, per disinfestare l'Italia dalle ICNE UMONE da te citate nei tuoi spettacoli. Essendo il mio inglese non perfettamente ad hoc, controlla prima che quello che ti scrivo (ovviamente in buona fede) sia veritiero e non nasconda insidie.
il sito è in inglese ed è: WWW.VOIPSTUNT.COM.
Ciao e grazie dello spazio dedicatomi.... con affetto un tuo fan!
lorenzo

lorenzo bruno 24.01.06 20:42| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe
Vorrei far notare se gia lo avete fatto presente porgo le mie scuse in anticipo ,allora dicevo vorrei far notare che i distributori vodafone ,tim , wind su alcuni cellulari o su tutti questo non lo so mette dei blocchi sul cellulare per obbligare l'utente a usufruire di pacchetti da loro ,se il cellulare e mio perche devono mettere dei blocchi ?non si chiama abuso questo?
Ti ringrazio in anticipo e un salutone continua cosi che sei grande !

francesco patrizi 23.01.06 21:25| 
 |
Rispondi al commento

NO AL TCPA, Stà per arrivare un software "Windows Vista" e un Hardware "Pentim D" con sistemi "TCPA & DRM" che uccideranno il mondo di intenet come lo abbiamo conosciuto sino ad oggi. Non si protranno piu usare copie illegali di programmi, ma neanche quelle del vostro amico altrimenti,multa! Perche e un sistema delle case produttrici,che Controlla da Remoto.Saremo tutti spiati.TCPA - è l'abbreviazione di Trusted Computing Platform Alliance Sistema basati su un chip, di nome "Fritz" (nome di un deputato Repubblicano U.s.a che ha avuto l'idea)sarà messo prima sulla scheda madre, poi all'interno del processore. La funzione principale di questo sistema è di fornire una piattaforma informatica che permetta ai produttori software il controllo di quel che facciamo con i nostri pc.In breve.Microsoft,intel,amd e altre 100 aziende hanno aderito al progetto che partira gia dal 2006.Ampliatosi, chi e in questo sistema potra solo usare software TCPA,visitare SOLO siti TCPA. Chi non e nel sistema TCPA, l'esatto contrario. Il modello TC arriverà (e un po ce gia!) negli elettrodomestici di casa, tv, digitale terrestre cellulari ecc.Queste case prodruttrici, contano proprio sul fatto che gli acqiurenti NON DEBBANO SAPERE.Una cosa è sicura, Internet non sarà più così come l'abbiamo conosciuto,per un bel pezzo. si parla sopratutto di libertà personale. Questi 3 sistemi sono fatti apposta per dare delle costrizioni. Costringere l'utente a comprare solo un determinato tipo di software, E IL LIBERO MERCATO? Ma la cosa e ancora più grave. Usando quel sistema, non potremmo mai piu usare programmi peer to peer, non potremmo visitare siti non Certificati - Trusted.Tutto ciò che non è certificato, Fritz lo blocca irrevocabilmente, una CENSURA perfetta. Ovviamente, i programmi per Vista andranno solo su esso,come Vista anche Apple a aderito.Gia da ora bisogna evitare gli upgrade di WinXP.Altrimenti anchesso diventa PALLADIUM, cioè"SOTTO CONTROLLO". Come alternativa,Linux.
Grazie.

Roberto Roy 23.01.06 20:07| 
 |
Rispondi al commento

NO AL TCPA, Stà per arrivare un software "Windows Vista" e un Hardware "Pentim D" con sistemi "TCPA & DRM" che uccideranno il mondo di intenet come lo abbiamo conosciuto sino ad oggi. Non si protranno piu usare copie illegali di programmi, ma neanche quelle del vostro amico altrimenti,multa! Perche e un sistema delle case produttrici,che Controlla da Remoto.Saremo tutti spiati.TCPA - è l'abbreviazione di Trusted Computing Platform Alliance Sistema basati su un chip, di nome "Fritz" (nome di un deputato Repubblicano U.s.a che ha avuto l'idea)sarà messo prima sulla scheda madre, poi all'interno del processore. La funzione principale di questo sistema è di fornire una piattaforma informatica che permetta ai produttori software il controllo di quel che facciamo con i nostri pc.In breve.Microsoft,intel,amd e altre 100 aziende hanno aderito al progetto che partira gia dal 2006.Ampliatosi, chi e in questo sistema potra solo usare software TCPA,visitare SOLO siti TCPA. Chi non e nel sistema TCPA, l'esatto contrario. Il modello TC arriverà (e un po ce gia!) negli elettrodomestici di casa, tv, digitale terrestre cellulari ecc.Queste case prodruttrici, contano proprio sul fatto che gli acqiurenti NON DEBBANO SAPERE.Una cosa è sicura, Internet non sarà più così come l'abbiamo conosciuto,per un bel pezzo. si parla sopratutto di libertà personale. Questi 3 sistemi sono fatti apposta per dare delle costrizioni. Costringere l'utente a comprare solo un determinato tipo di software, E IL LIBERO MERCATO? Ma la cosa e ancora più grave. Usando quel sistema, non potremmo mai piu usare programmi peer to peer, non potremmo visitare siti non Certificati - Trusted.Tutto ciò che non è certificato, Fritz lo blocca irrevocabilmente, una CENSURA perfetta. Ovviamente, i programmi per Windows Vista andranno solo su esso,come Vista anche Apple a aderito.Gia da ora bisogna evitare gli upgrade di WinXP.Altrimenti anchesso diventa PALLADIUM, cioè"SOTTO CONTROLLO". Come alternativa,Linux.
Grazie.

Roberto Roy 23.01.06 20:03| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe,
lavoro nel pubblico impiego ma sono anche un informatico, e nel pubblico impiego faccio anche l'informatico.
L'argomento è il TELELAVORO.
C'è una legge, ma non si attua. Ogni giorno migliaia di lavoratori vanno in un posto a lavorare e altrettanti migliaia da quello stesso posto vanno nel posto da dove sono partiti quelli di prima, per lavorare. Risultato: gente esaurita, stanca, strade intasate, ambiente inquinato, costi enormi da sostenere, e così via.
Oggi il web consente lavorazioni non ubicate sui propri luoghi di lavoro, ma anche a casa propria.
Molti uffici della Pubblica Amministrazione, sono in grado di lavorare sulla propria rete Intranet pratiche poste in uffici a centinaia di chilometri di distanza, esempio da Milano si possono lavorare pratiche giacenti a Reggio Calabria. E la parola "giacenza" capirai che è ormai legata al solo pacco cartaceo.
Perchè non ne parli in un tuo prossimo spettacolo ?
Un abbraccio, e vai avanti così, sei forte.
Umberto.

Umberto Spurio 17.01.06 12:30| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
vorrei segnalarti uno spunto per il tuo blog (magari l'hai già fatto e io me lo sono perso...in questo caso scusa). Vorrei attivare una connessione Internet veloce da casa mia (Asti - Piemonte) ma Telecom non può fornire il servizio ADSL e nemmeno permettere ad altri gestori (ad esempio Fastweb ) di farlo, in quanto la mia abitazione e' collegata ad un concentratore e non ad una centralina (?).A questo punto la domanda sorge spontanea : perchè devo pagare il canone come gli altri utenti che invece possono godere di servizi avanzati ? Come posso protestare per questa "ingiusta" situazione ? Perchè nessuno può obbligare Telecom a togliere queste apparecchiature vetuste e fornire a tutti i cittadini italiani la possibilità di fruire dei benefici della Grande Rete _(che come dici tu ci salverà) ? Io abito ad Asti (a 6km del centro città) non sono un eremita (tra le altre cose si potrebbe usare la rete elettrica per portare Internet in tutto il paese se solo l'ENEL e il governo si svegliassero un pochino) e davvero risparmierei un sacco di soldini e la qualità della mia vita migliorebbe enormemente avendo un collegamento Internet veloce (lavoro a 60Km da casa...per una multinazionale americana). Grazie dell'attenzione e scusa per lo sfogo ma davvero NON e'giusto.Cordiali saluti, Paolo Masera

Paolo Masera 17.01.06 10:58| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici del blog e caro Bebbe...
non so se l'argomento sfugge oppure se è troppo bollente per avviare campagne anti...
Comunque al di la della premessa banale un accenno agli ormai mitici...892 --892 ---- con tanto di ritornello tv e non solo
12-54...canta che ti passa
Avete provato cari amici ad effettuare le ricerche da web su quelli che prima erano i numeri forniti dai vari www.info412.it oppure il comunissimo www.paginebianche.it. ???? Ecco che come per magia dei maledetti profitti a scapito di noi tutti cominciano (dietro l'inganno della legge sulla privacy) a sparire i nomi ed i cognomi degli intestatari dell'utenza telefonica...
se tentate di fare alcune ricerche per trovare un telefono avendo a disposizone un nome e cognome la cosa qualche volta funziona ma altrettanto spesso se digitate il numero di telefono trovato per effettuare una ricerca e qui vedere a chi appartiene un numero di telefono... quel numero non da risultanze.
Beppe lo chiamerebbe QUEL MAGICO ALGORITMO che come per magia...porta il navigatore a leggere sotto alla ricerca fallita un chiaro messaggio CHIAMI IL NUMERO E CHIEDA ALL'OPERATORE (PAGANDO QUELLO CHE SAPPIAMO)
Ora senza dilungarmi io mi domando, ma ci hanno proprio preso per dei cogli.ni oppure sono loro che piano piano ci fanno cadere sempre piu in basso ???
Un abbraccio a tutti e speriamo che qualche "alta mente" che inventa queste zozzate si ravveda velocemente.
danilo c.

danilo c 16.01.06 19:48| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,

ho appena visto il tuo dvd di Roma. Sono un Ingegnere informatico è ho uno studio che sviluppa soluzioni web / Software e da sempre ho come filosofia quella di adottare tecnologie "open source" per lo sviluppo dei miei applicativi. Sicuramente saprai cosa significa "open source" nell'ambito del software ad ogni modo potrebbe essere interessante secondo me parlare del fatto che le tecnologie Microsoft impongono il pagamento di licenze mentre l'open source permette a tutti di collaborare per ottenere servizi migliori. Grazie per fare sapere le cose alla gente! Non so se sarai tu a leggere questo messaggio ma sappi che se hai bisogno di qualsiasi appoggio informatico (ammesso che tu non lo abbia già chiaramente!) su di me puoi contare!

Ciao e buon lavoro!

Alessandro


Ciao Beppe,

ho appena visto il tuo dvd di Roma. Sono un Ingegnere informatico è ho uno studio che sviluppa soluzioni web / Software e da sempre ho come filosofia quella di adottare tecnologie "open source" per lo sviluppo dei miei applicativi. Sicuramente saprai cosa significa "open source" nell'ambito del software ad ogni modo potrebbe essere interessante secondo me parlare del fatto che le tecnologie Microsoft impongono il pagamento di licenze mentre l'open source permette a tutti di collaborare per ottenere servizi migliori. Grazie per fare sapere le cose alla gente! Non so se sarai tu a leggere questo messaggio ma sappi che se hai bisogno di qualsiasi appoggio informatico (ammesso che tu non lo abbia già chiaramente!) su di me puoi contare!

Ciao e buon lavoro!

Alessandro

Alessandro Casalini 16.01.06 14:05| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe
spinto anche dalle tue idee sulla democrazia diretta e sulle potenzialità della rete ho finalmente deciso di dotarmi di una linea veloce di comunicazione ed ho sottoscritto un abbonamento flat con Alice.
Effetto collaterale : il gestore attraverso i suoi operatori , a distanza di poche settimane ha tentato di farmi sottoscrivere proditoriamente un secondo abbonamento su un' altra linea a me intestata da me non voluto e mai richiesto.
A questo punto mi chiedo se non valga la pena di rimanere " invisibili " ai potenti che comunque sono in grado di violare anche il minimo livello di rispetto della privacy e che , se solo sposti le spalle dal muro tentano di approfittarne.
grazie per l' attenzione e buon lavoro
Marino

Marino Corio 15.01.06 12:19| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
Apprezzo moltissimo il lavoro di informazione che stai portando avanti. In particolare tutto quello legato alla liberizzazione dell'informazione su internet, libertà si pensiero e coscienza politica.
In particolare mi infastidisce lo strapotere dettato dai grossi gruppi. Parlo in questo caso della Microsoft. Leggendo qua e la in rete si sentono voci che i progetti dello zio Bill per il futuro degli utenti internet lasciano poco spazio alla libertà di scelta...
Sensibile a questa cosa desidero segnalare che esistono molte alternative poco pubblicizzate. Di solito si citano linux e unix, ma in questo caso vorrei far notare che esiste un'alternativa gratutita (si, gatuita) al tanto utile Microsoft Office. Questo pacchetto sviluppato da programmatori indipendenti si chiama open office ed è reperibilissimo su internet. Forse è un po' più spartano, ma dal canto suo ha che è liberamente utilizzabile, non richiede licenze e possiamo copiarlo all'infinito. Contiene un programma di video scrittura, un foglio di calcolo, un creatore di presentazioni, un database e altre funzioni usate meno dall'utente medio. Inoltre la tecnologia con cui è sviluppata per alcuni versi è molto più evoluta del pacchetto microsoft, utilizzando meno spazio e formati aperti a tutti i programmi.
Capisco che cambiare sia difficile però chiedo a chi è sensibile al problema di dare una chance a questo programma, e se si ritiene soddisfatto di farlo conoscere anche algi altri.
Grazie per lo spazio Concessomi.

Paolo.

Paolo Morello 14.01.06 15:53| 
 |
Rispondi al commento

Desidero capire meglio il tuo riferimento alla coop parlando del branzino nel tuo ultimo spettacolo.
Saluti

Attilio Mario Casu 13.01.06 13:14| 
 |
Rispondi al commento

Ho appena scaricato skype dal sito di Beppe...però non ho capito dove si ordina il cell. necessario per usarlo...ho anche letto alcuni dei commenti quì sopra negativi al riguardo. Volevo provare...dove lo trovo 'sto cellulare??? Grazie.
Ah, io questa primavera ci vado a vedere la casa a idrogeno...se qualcuno vuole venire é il benvenuto...restiamo uniti se no ci fottono, come al solito...Ciao!!!

Daniela Manenti 08.01.06 10:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Altro link per chi ne vuole sapere di più:

http://www.complessita.it/tcpa/tcpa-faq-1.0-it.html

Salvatore Lo Porto 08.01.06 00:38| 
 |
Rispondi al commento

Palladium (Trusted Computing) :)

Un sito per la resistenza:

http://www.no1984.org/

Salvatore Lo Porto 08.01.06 00:29| 
 |
Rispondi al commento

Riguardo a palladium e il trusted computing, da questo link potrete scaricare un video che illustra in maniera chiara e semplice il concetto di trusting computing.
Il rapporto di fiducia che ci sarà tra aziende multimediali e noi, cosumatori.
http://www.p2pforum.it/counter/click.php?id=22

ciao

Luca Padlina 07.01.06 23:18| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe questo mi sembra il posto piu' giusto per inserire qualche dato sul futuro sistema Windows Vista che incorpora il famigerato sistema "Grande Fratello" denominato Palladium.
Credo sia bene che tutti sappiamo cosa i grandi gruppi delle multinazionali, dalla Microsoft alla Intel per arrivare ai grandi produttori di Pc e tecnologia multimediale, stanno preparando.
Alla faccia del software libero e della libertà di scelta individuale.

Questo articolo l'ho trovato in rete ma digitando Palladium su un motore di ricerca non sarà difficile trovare di tutto.

Ne posto il link invitando le persone a leggerlo per sapere cosa si nasconderà nel futuro, se i consumatori non faranno cambiare loro idea, nei loro pc e non solo.

http://www.zeusnews.it/news.php?cod=4509

http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=4528&numero=999

ciao

andrea stelli 05.01.06 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe questo mi sembra il posto piu' giusto per inserire qualche dato sul futuro sistema Windows Vista che incorpora il famigerato sistema "Grande Fratello" denominato Palladium.
Credo sia bene che tutti sappiamo cosa i grandi gruppi delle multinazionali, dalla Microsoft alla Intel per arrivare ai grandi produttori di Pc e tecnologia multimediale, stanno preparando.
Alla faccia del software libero e della libertà di scelta individuale.

Questo articolo l'ho trovato in rete ma digitando Palladium su un motore di ricerca non sarà difficile trovare di tutto.

Ne posto il link invitando le persone a leggerlo per sapere cosa si nasconderà nel futuro, se i consumatori non faranno cambiare loro idea, nei loro pc e non solo.

http://www.zeusnews.it/news.php?cod=4509

http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=4528&numero=999

ciao

andrea stelli 05.01.06 18:08| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,

ti sembra normale che per arrivare a casa tua, di nuova costruzione si, ma inserita all'interno di un centro residenziale già ben servito, la TELECOM si prenda tempi inaccetabili. E' già da due mesi che sono trasferito e da 1 mese la richiesta è stata inoltrata, ma tutto tace.....

Il tecnico della ditta incaricata all'installazione ha fatto il sopralluogo dicendo che telecom deve passare prima i fili, il tecnico Telecom dice che non è compito loro, la Sirti dice che non è compito loro....

Mi sono fatto a questo punto una domanda....
Non è che per caso i fili me li devo passare da solo......??? A questo punto provvederò ad incassare io stesso il canone???

Ovviamente ogni chiamata al 187 è del tutto inutile, perchè giustamente le persone del call center non sono in grado di risolvere il problema e chi sta in alto, i soliti intoccabili perchè "INVISIBILI" (parole tue) non sono raggiungibili in nessun modo.

Dato che io con il telefono ci lavoro... che cosa mi consigli???


Grazie e continua così.....

Li seppelliremo!!!

Da Catania con affetto,
Fabio

Fabio Coppone 04.01.06 13:18| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,

ti sembra normale che per arrivare a casa tua, di nuova costruzione si, ma inserita all'interno di un centro residenziale già ben servito, la TELECOM si prenda tempi inaccetabili. E' già da due mesi che sono trasferito e da 1 mese la richiesta è stata inoltrata, ma tutto tace.....

Il tecnico della ditta incaricata all'installazione ha fatto il sopralluogo dicendo che telecom deve passare prima i fili, il tecnico Telecom dice che non è compito loro, la Sirti dice che non è compito loro....

Mi sono fatto a questo punto una domanda....
Non è che per caso i fili me li devo passare da solo......??? A questo punto provvederò ad incassare io stesso il canone???

Ovviamente ogni chiamata al 187 è del tutto inutile, perchè giustamente le persone del call center non sono in grado di risolvere il problema e chi sta in alto, i soliti intoccabili perchè "INVISIBILI" (parole tue) non sono raggiungibili in nessun modo.

Dato che io con il telefono ci lavoro... che cosa mi consigli???


Grazie e continua così.....

Li seppelliremo!!!

Da Catania con affetto,
Fabio

fabioc70 04.01.06 13:17| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,mi è capitato recentemente di beccarmi in rete un odiosissimo dialer, quel programma che subdolamente ti si connette dall altra parte del mondo e ti fa spendere una follia in pochi secondi (12.5 euro 10 secondi...).
La mia domanda é: esiste una qualche azione legale per denunciare questo fatto e quindi non dover pagare alla telecom l'importo per tale ladrata?
Notare che se avessi avuto l' ADSL tutto cio' non sarebbe successo, ma nel paese dove vivo ( Medesano ,Parma) non sono ancora riusciti a farla arrivare...Internet per tutti!...Col cavolo!!

lorenzo faroldi 04.01.06 00:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
avevo già installato Skype prima ancora di vedere il tuo spettacolo a Milano (io sono di Genova, anzi, di Bogliasco, scendi la crosa da Sant'Ilario e abito in fondo). Ovvio che nel caso in cui si abbia necessità di parlare con altre persone che usano skype il tutto è vantaggioso e anche le tariffe su telefono fisso e mobile non si paragonano neanche a quelle imposte dall'"icme humonae" (è così che si scrive???) o "tronchetto dell'infelicità". Ma per usare skype bisogna connettersi ad internet e per connettersi ad internet serve alice (o comunque i cavi sono della telecom). Arrivo alla domanda: non c'è secondo te il rischio che, qualora la gente si riversasse in massa all'utilizzo di questa tecnologia (skype, appunto), il nostro recordman possa decidere di dare una impennata alle tariffe di "ALICE" per connettersi alla rete, visto che siamo forse l'unico paese al mondo che paga fior di quattrini per navigare in internet????

Grazie

Marco De Leo 03.01.06 15:15| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe grillo,
avevo già da un pò di tempo skype installato sul mio computer e lo usavo per effettuare chiamate tra pc gratis, dopo aver visto il Suo dvd dello spettacolo a Roma di aprile, mi sono convinta ad utilizzarlo per chiamare anche i telefoni tradizionali con skype out bene con 43 minuti di telefonate ho speso 7,98 euro, non mi sembra di aver risparmiato nulla, anzi facendo un rapido calcolo ho speso 0,23 euro al minuto rispetto ai 0,017 euro che avrei dovuto pagare secondo la tariffa skype...Mi chiedevo perchè pubblicizzare un prodotto del genere, come un servizio per risparmiare sulle chiamate?

frederique peutz 01.01.06 17:01| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo grossi problemi con Telecom riguardo al funzionamento della linea telefonica fissa. Abbiamo in dotazione un apparecchio chiamato MT4 che ogni tanto va in tilt e bisogna resettarlo per avere la linea telefonica. Quando non basta bisogna sostituirlo ma a dire di un tecnico di una soc. appaltatrice la TELECOM non fornisce più le schede MT4 per il ripristino della linea. Vogliamo una nuova cabina ma la Telecom non ne ha nessuna intenzione di metterla a spese sue, ma noi siamo UTENTI E PAGHIAMO IL CANONE.
La mia domanda è questa: posso utilizzare il telefono tramite SKYPE senza avere la linea ADSL (in quanto la nostra zona non è coperta da questo servizio di ADSL) oppure utilizzare un telefonino UMTS e collegarmi a SKYPE e disdire la Telecom, visto che non ho la linea telefonica e nessuno ha intenzione di metterla a posto. Le domandiamo questo perchè sappiamo di ottenere una risposta certa e reale. Grazie

giovanni ferrigno 30.12.05 17:48| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe

ho letto molti tuoi post e ho comprato il tuo dvd mi è piaciuto molto ,mi sono stracciato dalle risate.sono un principiante in fatto di rete e volevo chiederti come fai ha trovare così tanti svincoli alla nostra età consumista e conformista che sembra incanalarci tutti verso l'unico punto la rovina dei valori di giustizia e democrazia attraverso un unico oggetto il computer che rappresenta di più la nostra complicata e costosa terza generazione.non saprei trovare il modo di parlarne così in pubblico.

riccardo gamberini 28.12.05 17:17| 
 |
Rispondi al commento

La rete ci sta avvolgendo sempre di più....leggete questo sito www.no1984.org e.....addio libertà !

alessio grespan 27.12.05 00:21| 
 |
Rispondi al commento

Sono tra noi i computer spioni: leggete tutti, vi prego.
Spero che questo messaggio attiri l'attenzione del numero maggiore possibile di persone, sono in commercio i primi computer TCPA, i quali hanno un chip per comunicare con la casa madre produttrice del computer stesso. Vi lascio immaginare gli effetti nefasti che questo avrebbe sulla privacy
A questo link (proveniente da punto informatico) trovate l'articolo di cui vi sto parlando.
http://punto-informatico.it/p.asp?i=56994&r=PI
Vi prego, diffondete questo link a quante più persone conoscete: bisogna fare in modo che nessuno compri questo tipo di macchine.

Enrico Rampazzo 25.12.05 00:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao,
ho letto come ormai faccio ogni giorno questa notizia incredibile che purtroppo ci costringe ad avere un monopolista come il tronchetto dell'infelicità (TELECOM) per quanto riguarda la diffusione e la pluralità di Internet service Provider in Italia.
E i Nostri dipendenti? cosa faranno?
Ciao Beppe continua così sei il migliore!!
Invio relativo link http://punto-informatico.it/p.asp?i=56954&r=PI

stefano Baldetti 20.12.05 19:34| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe
io sono un semplice studente utente di internet e credo nella rete libera senza censure e limitazioni.
Vorrei sottopporti dei casi. 1:il diritto d'autore e la propietà intellettuale sono di chi inventa, allora perchè i soldi vanno alle compagnie? 2:Uscirà tra poco tempo un software di nome "palladium" naturalmente microsoft e intell che sorveglia costantemente lo stato del sistema e ne controlla il funzionamento una scatola chiusa nella quale non può entrare nessuno, neppure l'utente(cioè il propietario del computer).3:Ma perchè devo pagare il doppino del telefono della telecom se voglio un altro operatore?é a casa mia propietà privata è mio cavolo nn della telecom.4:Ma perchè posso registrare dalla tv un film col vhs e nn da internet nn è sempre copyright?La casalinga che registra beautiful nn viene neanche presa in considerazione,però pago la tassa siae sia quando aquisto originale sia quando aquisto un cd vergine per fare una copia del mio cd regolarmente acquistato e pagato salato e quindi magari nn voglio portarlo in giro per paura di rovinarlo o perderlo(doppia tassa).
Purtroppo l'utente finale,il cittadino è un nemico
e va tenuto sottocontrollo da persone che leggiferano senza sapere nn nei dettagli ma nemmeno alla buona di cosa si stia parlando.
Mi sembra un insulto che leggi su nuove tecnologie (ma direi su molti altri argomenti scuola sanità agricolturaecc.)debbano essere fatte da uomini che nn hanno coscienza del tempo e del luogo in cui vivono.Io nn faccio vacanze lavoro ,studio e pago le tasse ma nn sto vivendo sopravvivo e come me milioni di italiani e loro "le menti" mi trattano come il nemico numero uno perchè nn ho soldi per comprare un libro e lo scarico dalla rete(rischiando anni di galera perchè ho sete di conoscenza).
Comunque prego tutti di informarsi sul software "palladium" un pericolo reale anche per la libertà web poichè avrebbe la possibilità di cancellare dalla rete qualsiasi pagina nn desiderata senza lasciare tracce.Saluti

marco bongiovanni 19.12.05 02:08| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, sono la madre di un tuo iscritto al blog,ho 65 anni e non è molto tempo che uso un computer, vorrei capire i motivi per i quali i vari programmi, che puoi scaricare liberamente oppure a pagamento, sono quasi tutti in inglese. La stessa cosa accade se vai a comprare apparecchi elettronici, i quali, per la maggior parte delle volte non hanno delle spiegazioni in italiano, se non in maniera molto approssimativa e suprficiale. Vorrei solo capire perchè una lingua così Nobile, quale è la Nostra, viene ingiustamente maltrattata. Tu, nel tuo spettacolo dici che la rete e il computer ci possono aiutare a capire molte cose ed ampiare i nostri orizzonti, ma non sò quante persone, dellla mia età, si possano avvicinare a tale mondo, considerando che i siti in linqua italiana, se non sbaglio, sono molto pochi. Per finire, mi chiedo e ti chiedo, si può fare qualcosa o dobbiamo imparare per forza tutti l'inglese? Grazie per l'opportunità che mi hai dato, con il blog, di fare questa mia piccola protesta. Saluti Carmela La Rosa. (Aosta)

Fabio La Rosa 16.12.05 01:30| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, complimenti per lo spettacolo, fa ridere assai ma fa anche rifflettere. Dice il proverbio; Il cane mascchio lo inculi una volta sola. Quindi mi viene da pensare; dopo aver letto tanti commenti su Skype e anche alternative e confronti di prezzi (vantaggiosi solo in alcuni casi e in altri antieconomici) visto come pompi Skype la domanda viene spontanea: il nostro Beppe Grillo è sul libro paga della Skype?. La considerazione è naturale visto che una persona cosi informata sulle potenzialità della rete non cita altre soluzioni esistenti oltre quelle che ,,promuovi'' per la Skype. Attendo una risposta sul blog sperando che anche un combattente come te non sia alla fine solamente un bluf.
Cordiali saluti, Jan.

Jan Podesva 14.12.05 17:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
sono il sindaco di Valfabbrica (PG), un paese di 3500 abitanti, non ancora servito come tanti altri nella nostra zona dalla Telecom della linea veloce (ADSL).
Ho scritto alla Telecom per sollecitare il collegamento, stiamo tentando con la Comunità montana di realizzare una rete WI-FI per coprire il nostro territorio e portare la banda larga.
Ti chiedo di sostenere e promuovere una campagna per le aree montane, che già sono disagiate e marginali per la viabilità, rischiano di essere tagliate fuori dai servizi offerti dalla rete internet.
Potremo realizzare insieme delle iniziative per portare la banda larga in tutto il territorio nazionale, in particolare sostenendo quelle zone più marginali montane che sono una risorsa dell'Italia.
Ti ringrazio per l'attività di vera informazione che da sempre svolgi, oggi ancora più efficace con l'aiuto della rete, per questo vogliamo che tutti ma proprio tutti i cittadini italiani abbiano la possibilità di utilizzare la banda larga e non il digitale terrestre!!!

Cordiali saluti

Ottavio Anastasi

Ottavio Anastasi 12.12.05 13:01| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
sono il sindaco di Valfabbrica (PG), un paese di 3500 abitanti, non ancora servito come tanti altri nella nostra zona dalla Telecom della linea veloce (ADSL).
Ho scritto alla Telecom per solecitare il collegamento, stiamo tentando con la Comunità montana di realizzare una rete WI-FI per coprire il nostro territorio e portare la banda larga.
Ti chiedo di sostenere e promuovere una campagna per le aree montane, che già sono di per se disagiate e marginali per la viabilità, rischiano di essere tagliate fuori dai servizi offerti dalla rete internet.
Potremo realizzare insieme delle iniziartive per portare la banda larga in tutto il territorio nazionale, in particolare sostenendo quelle zone più nmarginali montane che sono una risorsa dell'Italia.
Ti ringrazio per l'attività di vera informazione che da sempre svolgi, oggi ancora più efficace con l'aiuto della rete, per questo vogliamo che tutti ma proprio tutti i cittadini italiani abbiano la possibilità di utilizzare la banda larga.

Cordiali saluti

Ottavio Anastasi

Ottavio Anastasi 12.12.05 12:51| 
 |
Rispondi al commento

Ma Come?!??! Da qualche mese non mi funziona più il beneamato numero di tin.it per avere internet free col modem analogico dial-up (si chiamava clubnet, free o qualcosa di simile)...cerco di connettermi ma ottengo solo schermate bianche e numerosi scatti alla risposta che rimpinguano la mia bolletta...Mi arriva la fattura e nelle news scopro che Telecom intende offrire il servizio dietro pagamentto di un canone di 15 euro al mese...ma siamo pazzi?!?! Poco male, ripristino la mia vecchia connessione con Tiscali e va tutto a meaviglia ma dopo mezz'ora di connessione cade la linea...e certo, ecco perchè usavo TIN e non Tiscali!!! Vado er riconnettermi e...sorpresa! In ACCESSO REMOTO la connessione creata con Tiscali è scomparsa, cancellata...ripeto l'esperimento diverse volte ed è proprio così, ad ogni disconnessione la TISCALI scompare a vista dal pannello di accesso remoto..e per di più se tento di inviare posta da TIN mail sul web la connessione cade appena schiaccio "invia"....insomma ne hanno trovata un'altra per obbligare quelli come me a passare all'ADSL. Peccato, perchè il solo effetto che riusciranno a sortire su di me è quello di rescindere ogni mio rapporto in essere con Telecom. Mi hanno davvero scocciato, stavolta. Che ne pensate?

Ciao

DANIELE

Daniele Balsamo 11.12.05 00:21| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, si è vero la rete ci salverà, se tutti noi comprendiamo dove la rete sta andando...
La Microsoft sta attuando la rivoluzione informatica dei ricchi, il progetto "palladium" avvero PC capaci di monitorare il significato delle informazioni che stiamo frendo. Il proprio computer sarà manipolabile a distanza dalla stessa microsoft e altri decideranno per te ciò che puoi usare e vedere con il tuo pc. Se questa tecnologia prenderà piede, la liberta di espressione che oggi è possibile diventerà controllabile e quindi oscurabile se considerata pericolosa.
Addio OpenSource, addio Web libero sia come mezzo di informazione che tecnologico, addio l'uso personale del PC ecc....
Ripeto la rete ci salverà se in qualche modo si boicotta questa imminente evoluzione informatica.


test

riga1
riga2

riga3

scusate il test ragazzi..

test test 08.12.05 11:15| 
 |
Rispondi al commento

Does PRIVACY has any value in this world ? Or we can allow anyone to:
- listen ours conversations to ours girlfriends ?
- see every messages you write: those with your friends and those against your government ?
- see every single bit you send on the network?

FREEDOM to write any opinion !!!

THIS is important, and this is what internet (now) ALLOWS!!!


TRADUZIONE:
come potrete mai essere sicuri che non vi censurino i vostri messaggi ? (certo, non conterranno mai discorsi contro il governo o le istituzioni pubbliche...)

W la libertà! Nessun governo può decidere che i nostri messaggi sono adatti a tutti o meno (e in questo caso censurarceli) !!!

vi rendete conto del pericolo ?? O siete cechi come quello che ha scritto che non ha nulla da nascondere?

Sono uno studente d'ingegneria informatica a Firenze: ho appena letto questo articolo
http://punto-informatico.it/p.asp?i=56668
e mi sono venuti i BRIVIDI ! voglio far conoscere a tutto il mondo di cosa è capace il Paese delle Libertà, che nel 1776 ha dichiarato (Dichiarazione d'indipendenza) guerra ad ogni governo che non gli riconosceva i propri diritti: leggete voi stessi
http://www.astrologiadinamica.it/politica/2001/Dich1776.html


Estratto:
Noi riteniamo che sono per se stesse evidenti queste verità: che tutti gli uomini sono creati eguali; che essi sono dal Creatore dotati di certi inalienabili diritti, che tra questi diritti sono la Vita, la Libertà, e la ricerca della Felicità; che per garantire questi diritti sono istituiti tra gli uomini governi che derivano i loro giusti poteri dal consenso dei governati; che ogni qualvolta una qualsiasi forma di governo tende a negare questi fini, il popolo ha diritto di mutarla o abolirla e di istituire un nuovo governo fondato su tali principi e di organizzarne i poteri nella forma che sembri al popolo meglio atta a procurare la sua Sicurezza e la sua Felicità.

Lorenzo Iacopetti 07.12.05 00:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe e ciao a tutti gli italiani che frequentano il blog vi scrivo perchè..
Ci stanno negando la possibilità di utilizzare la rete!Perchè le nostre linee ADSL ultimamente sono INSTABILI e SCADENTI!E coloro che ci fanno pagare canoni mensili altissimi per una linea a 4mbit che non raggiungerà mai i 4 megabit e che da un mese a questa parte è piena di errori e si disconnette sempre,il segnale si perde,quando telefoni al 187 ti dicono che è tutto a posto e che tutto funziona correttamente quando nella diagnostica del tuo modem ti ritrovi 5900ms di errore!!Poi ti mandano il tecnico a casa!che non sà risolvere il problema!!son già due i tecnici che sono venuti a casa mia e non hanno risolto un tubo!!Mi hanno fatto cambiare il cavetto!!Io sono un tecnico informatico e sò benissimo che il problema non risiede in un cavetto a casa dell'utente!Ma nel loro metodo di distribuzione della banda larga!Molti miei amici in tutta italia che rimangono in contatto con me via MSN mi segnalano dello stesso problema!Non sò più dove sbattere la testa!Internet è una fonte illimitata di informazioni e di opportunità che uso quotidianamente!VORREI TANTO CHE QUA IN ITALIA, DATO CHE SIAMO PIU'INDIETRO DI TUTTA EUROPA CON LA BANDA LARGA ALMENO LA NOSTRA C***O DI 4 MEGABIT FUNZIONASSE DECENTEMENTE!
Detto qeusto!
Saluto tutti e vi ringrazio!
Attendo vostre notizie amici per sapere se non siamo gli unici ad avere questi tipi di problemi!
Saluti
Marco

Marco Ferretti 06.12.05 22:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei sapere perchè ogni volta che accedo al sito www.tgcom.it e www.motorbox.com il mio antivirus trova costantemente lo spyware PREMETER.

Di solito accediamo ai siti di new per leggerle informazioni, non per darle !

Ciao.

ROBERTO SANDRINI 06.12.05 17:46| 
 |
Rispondi al commento

Questa non puoi perdertela! mi sono fatto fregare come un pollo da Libero con la connessione ADSL 4 Mb a 19.90 euro al mese,da quando ce l'ho,(2 mesi circa) navigo come se avessi un modem analogico. Faccio lo speed test e mando il risultato via mail al servizio assistenza che risponde così:
Da: Servizio Clienti Libero
Inviato: martedì 29 novembre 2005 17.02
Oggetto: Assistenza Tecnica
Gentile Cliente,abbiamo ricevuto la tua richiesta.Ti informiamo che le velocità citate nelle offerte ADSL di Libero, così come di altri Internet Service Provider,sono da considerarsi massime.L'ADSL è infatti una tecnologia basata sulla condivisione delle risorse.La velocità realmente fruibile dal cliente, dipende da una serie di variabili quali per esempio:-configurazione e qualità dell' impianto telefonico di casa -qualità e lunghezza del doppino telefonico (tra casa e centrale telefonica Telecom)-perdita di pacchetti -congestione della rete-carico dei server-configurazione del computer del cliente ed eventuale presenza di virus o spyware.Se la risposta non ha chiarito il tuo problema, ricontatta l'assistenza.
Siccome la risposta fa schifo rifaccio il test e rimando la mail con questo commento:essendo un esperto informatico, specialista in reti, ritengo di conoscere perfettamente la materia e posso assicurarvi che il mio pc funziona egregiamente ed è privo di qualsiasi spyware e consimile, non ho mai avuto problemi di banda con Telecom soprattutto perchè ho la fortuna di abitare a 50 metri dalla centrale, il mio apparato è perfetto e il doppino di ultima generazione.Ritengo che sia il Vs. servizio meno che penoso tant'è che ad un nuovo test di banda che vi allego non supero in dw 66,77 Kb e in up i 73.75 Kbps.
Mi hanno rimandato la stessa mail!!! ne mando una terza riempiendoli di pesanti insulti... mi hanno rimandato la stessa mail!!! è una mail bot altro che servizio assistenza!!! non leggono nemmeno quello che scrivi. Alla faccia del servizio.
Walter Cavanna

Walter Cavanna 06.12.05 16:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questa non puoi perdertela! mi sono fatto fregare come un pollo da Libero con la connessione ADSL 4 Mb a 19.90 euro al mese,da quando ce l'ho,(2 mesi circa) navigo come se avessi un modem analogico. Faccio lo speed test e mando il risultato via mail al servizio assistenza che risponde così:
Da: Servizio Clienti Libero
Inviato: martedì 29 novembre 2005 17.02
Oggetto: Assistenza Tecnica
Gentile Cliente,abbiamo ricevuto la tua richiesta.Ti informiamo che le velocità citate nelle offerte ADSL di Libero, così come di altri Internet Service Provider,sono da considerarsi massime.L'ADSL è infatti una tecnologia basata sulla condivisione delle risorse.La velocità realmente fruibile dal cliente, dipende da una serie di variabili quali per esempio:-configurazione e qualità dell' impianto telefonico di casa -qualità e lunghezza del doppino telefonico (tra casa e centrale telefonica Telecom)-perdita di pacchetti -congestione della rete-carico dei server-configurazione del computer del cliente ed eventuale presenza di virus o spyware.Se la risposta non ha chiarito il tuo problema, ricontatta l'assistenza.
Siccome la risposta fa schifo rifaccio il test e rimando la mail con questo commento:essendo un esperto informatico, specialista in reti, ritengo di conoscere perfettamente la materia e posso assicurarvi che il mio pc funziona egregiamente ed è privo di qualsiasi spyware e consimile, non ho mai avuto problemi di banda con Telecom soprattutto perchè ho la fortuna di abitare a 50 metri dalla centrale, il mio apparato è perfetto e il doppino di ultima generazione.Ritengo che sia il Vs. servizio meno che penoso tant'è che ad un nuovo test di banda che vi allego non supero in dw 66,77 Kb e in up i 73.75 Kbps.
Mi hanno rimandato la stessa mail!!! ne mando una terza riempiendoli di pesanti insulti... mi hanno rimandato la stessa mail!!! è una mail bot altro che servizio assistenza!!! non leggono nemmeno quello che scrivi. Alla faccia del servizio.
Walter Cavanna

Walter Cavanna 06.12.05 16:17| 
 |
Rispondi al commento

RISPARMIARE SU INTERNET E TELEFONO SI PUO’ ! ! !

Ovviamente è un’azienda francese, si chiama Parla.it, e ha da poco iniziato ad operare in Italia; fa parte del gruppo France Telecom.

Utilizza il sistema VOIP, quello usato anche da Skype.

Tramite un router fornito da loro cui si attacca un normale telefono e il pc è possibile navigare e telefonare a prezzi bassissimi.

Ci si può staccare da Telecom, non pagando più il “dazio” del canone oppure si possono tenere due linee quella Telecom e quella nuova, con un secondo numero.

ALCUNE OFFERTE

Linea Unica (staccandosi da Telecom): telefonate nazionali + internet = 29 euro

Linea Aggiuntiva (restando con Telecom): telefonate nazionali + internet = 39 euro

Con 10 euro in più si può telefonare gratis in tutta Europa !!!!

PARLA.IT

http://www.parla.it/corsaire/html/it/home.htm

Cesare Piri 04.12.05 23:58| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE,TANTI SONO GLI ANNI CHE TI SEGUO,ANCHE SE NON ATTRAVERSO LA TELEVISIONE ITALIANA,E SAPPIAMO BENE IL PERCHE'.IO APPARTENGO A QUELLA SCHIERA DI ITALIANI MEDI CHE INCAZZATI NON HANNO PIU' FIDUCIA DI NESSUNO A LIVELLO POLITICO,PER CUI NON VANNO PIU' A VOTARE.
NON MI SENTO QUALUNQUISTA (SI SCRIVE COSI?) PERCHE' MI RICONOSCO PER I PIU'DEBOLI I SOFFERENTI GLI OPPRESSI ECC.ECC.,E QUINDI IDEOLOGICAMENTE DI SINISTRA:MA QUALE?????
CAZZO NON C'E' PIU'LA SINISTRA NELLA QUALE IO MI RICONOSCEVO,NON HO PIU' VOGLIA DI VOTARE PER QUESTA SINISTRA DIVISA !!!!!!!
MA PERO' MI SORGE ANCHE IL PENSIERO CHE NON VOTANDO FAVORISCO IL NANO E TUTTO IL SUO CUCUZZARO COMPRESI QUEGLI SBANDATI DEI LEGHISTI,E QUELLO DEI TORTELLEIN : FINI.
SONO DI MILANO E SPERO NELLA CANDIDATURA DI DARIO A TUTTI GLI EFFETTI (FO), ANCHE SE NON E' PIU'UN RAGAZZINO,RESTA COMUNQUE UNO DI NOI!!!
BEPPE NON HAI MAI PENSATO A FONDARE UN PARTITO?
CAZZO SE LO FAI TI FACCIO DA AUTISTA!! magari su una macchina A IDROGENO!!!!!
A PARTE GLI SCHERZI DOVRESTI PENSARCI!!!
UNA SINISTRA NOSTRA,UN'OPPOSIZIONE VERA CHE SAPPIA COMPRENDERE IN QUALE MONDO DI MERDA STIAMO PROIETTANDO I NS.FIGLI.UN MONDO CHE TU BENE SAI,MA SPECIALMENTE UN'ITALIA LA NOSTRA TERRA UN MERAVIGLIOSA DONNA CHE ORA E' OFFUSCATA DA TROPPE NEBBIE,CI VUOLE UN BEL COLPO DI VENTO E CHISSA' CHE NON POSSA TORNARE IL SOLE.
FONDA UN PARTITO BEPPE,TI PREGO,SONO SICURO CHE ARRIVEREMMO AL POTERE,POTERE ESPRIMERE IN LIBERTA'TUTTO CIO CHE POSSA SERVIRE A VIVERE MEGLIO!!!!!!!!!! ARIA PULITA.

MASSIMO NANNI

PS=CIAO BEPPONE

MASSIMO NANNI 04.12.05 21:14| 
 |
Rispondi al commento

all'attenzione di BEPPE GRILLO
il primo gennaio del 2006 entrerà in vigore il nuovo CODICE dell'AMMINISTRAZIONE DIGITALE che regolamenta Posta Elettronica Certificata Firma Digitale, e l'attribuzione ai documenti digitali (documenti elettronici) valore di legge e probatorio in tema di controversie giudiziarie - è un argomento degno di riflessione - alla base di ogni documento elettronico che viene considerato dal codice come unico documento originale al posto del cartaceo che diventa mera copia del documento digitale, alla base, dicevo, c'e' l'autenticazione del soggetto che scrive (identità) e la certificazione della firma (appartenenza del documento al soggetto) , per fare questo sono previsti dei cosidetti enti certificatori, cioè depositari delle identità e delle autenticità e appartenenza dei documenti digitali (depositari delle chiavi pubbliche e private di riconoscimento), fra questi enti certificatori vi sono anche TELECOM, BANCA INTESA, che hanno a loro volta possibilità di accreditare altri soggetti come enti certificatori... non vi dice niente questo?... andate a vedere il nuovo CDA e cominciamo a rifletterci sopra

alvaro picinetti 02.12.05 09:12| 
 |
Rispondi al commento

187: una presa in giro sin dalle prime note...


Avrete sicuramente sentito il messaggio che per lunghi minuti si è costretti ad ascoltare se ci si rivolge al 187, prima di poter comunicare con un adetto al call center in qualche parte di Italia (almeno credo di Italia), che tanto riesce solo ad augurarti buona serata senza risolvere nulla di ciò per cui hai chiamato.
Così recita:
"La preghiamo di attendere. Effettivamente c’è molto traffico e gli operatori sono impegnati. Abbiamo ragione di ritenere che il primo operatore libero risponderà."
ma che messaggio è? ma come, nell'era della comunicazione, in un call center della prima azienda telefonica in italia! solo ad ascoltare questo si rimane sconcertati.
La voce ti dice, come sorpresa, che "effettivamente" - guarda bene, non è un'impressione tua, che aspetti da un quarto d'ora che venga il tuo momento fortunato e qualcuno ti risponda- ma proprio EFFETTIVAMENTE c'è molto traffico, ma "HANNO RAGIONE DI RITENERE" che il primo operatore libero ti risponderà. Chissà in base a quali oscuri criteri "hanno ragione di ritenere" che il primo operatore libero mi risponderà...forse il primo operatore libero potrebbe alzarsi ed andare a fare una passeggiata, per cui non è automatico che mi risponda. Per cui loro hanno, in qualche modo, ragione di ritenerlo.
Quando si dice che il buongiorno comincia dal mattino........

elena collina 01.12.05 17:05| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, un piccolo commento sulle bollette Telecom gonfiate da telefonate internazionali o 0878. Sarà un caso ma nel mio palazzo ben tre persone non hanno ricevuto le ultime due bollette, pagate con addebito in conto, e arricchite da telefonate a costi esorbitanti conseguenti da connessioni internet. E poi al 187 dicono che non è una loro responsabilità??? E per chiedere la disabilitazione dobbiamo pure pagare un canone mensile, a me qusto sa tanto di pizzo telematico. Come ci difendiamo da questi ....
Ciao

paolo ribello 30.11.05 22:07| 
 |
Rispondi al commento

LE CONDIZIONI CONTRATTUALI CAPESTRO DELLA ADSL DI TELE 2

“il Cliente avrà la facoltà di recedere in ogni momento con preavviso di 30 giorni da comunicare a TELE2”

però......

1) Se recedi prima della scadenza naturale del contratto ti devi pagare lo stesso tutti i 12 mesi del canone della ADSL: - “tutti i corrispettivi di cui all’art. 15 (ivi inclusi gli eventuali canoni per il noleggio del modem) dovuti fino alla scadenza della Durata prevista e/o prescelta dal Cliente”

2)Ti devi pagare pure il canone di noleggio del modem, anche se nel frattempo si rompe !!

3) Devi rendergli a spese tue il modem che avevi a noleggio (corriere espresso 60 euro) e se non glielo mandi ti addebitano la bellezza di 69 euro: - “la cessazione, per qualsiasi motivo, delle presenti condizioni generali determina l’obbligo del Cliente di restituire a TELE2, entro 30 giorni dal momento in cui la cessazione divenga efficace, il dispositivo e gli eventuali accessori a proprie spese. In caso di mancata restituzione, trascorsi 90 giorni dalla cessazione delle presenti condizioni generali, nonché in caso di restituzione di dispositivi danneggiati, il Cliente dovrà corrispondere a TELE2 una penale pari a € 69”.


“Alla scadenza della Durata prescelta dal Cliente, le presenti condizioni generali si intenderanno tacitamente rinnovate alle medesime condizioni per periodi, di volta in volta, di durata pari ad un anno, salvo che una delle parti non comunichi all’altra la propria disdetta almeno 60 giorni prima della scadenza”.


TRADUZIONE: PUOI RECEDERE QUANDO VUOI CON 30 GIORNI DI PREAVVISO, MA TI PAGHI TUTTE LE SPESE DI UN ANNO DI CONTRATO oppure DEVI DARE DISDETTA 60 GIORNI PRIMA DELLA SCADENZA ANNUALE, ALTRIMENTI IL CONTRATO SI RINNOVA AUTOMATICAMENTE DI UN ALTRO ANNO ALLE MEDESIME CONDIZIONI ! !!!

cESARE pIRI 29.11.05 16:01| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe .Volevo segnalarti quella che per me è pubblicità ingannevole.Sono stato contattato da personale Telecom per sottoscrivere L'offerta TELECONOMY NO PROBLEM: 15 euro mensili per tutte le telefonate verso fisso in tutta Italia senza limiti di tempo .Cosi' mi era stato detto telefonicamente.Dopo L'arrivo del contratto un amico mi faceva notare che in realtà le telefonate gratuite sono solo verso telefoni fissi telecom e non di altri gestori.
Questo non mi era stato assolutamente detto telefonicamente, ed inoltre è poco chiaro nel testo del contratto che ti viene inviato dopo l'adesione telefonica.Penso che un pò di correttezza nei confronti del cliente sia il minimo dovuto tu cosa ne pensi ?

gabriele montemezzi 28.11.05 23:29| 
 |
Rispondi al commento

Io ho chiesto l'installazione della linea adsl da parte di tele2 avendo già un contratto con un altro operatore mi è stato detto di scaricare un modulo sul sito di tele2 ed inviarlo a loro tramite fax fatto questo ho aspettato 20 girni poi ho telefonato per avere notizie e con 10 persone che ho parlato mi sono state date 10 risposte diverse la più divertente è che un fax impiega 18 girni per arrivare siamo nel 2005 e capisco il motivo per cui in italia lo sviluppo della rete è così arretrato.....
Grazie a Tutti

Giovanni Ghigliazza 28.11.05 09:53| 
 |
Rispondi al commento

Per Matteo Falezza.
La risposta al tuo quesito non è molto difficile.
Linux è un sistema UNIX e come sai è un sistema molto professionale ed affidabile, ma purtroppo non esiste un vero centro di assistenza, ci sono organizzazioni e gruppi e qualche società che lo diffonde e lo segue ma niente di sostanzioso.
Per gli UNIX di società come SUN, IBM, HP e DIGITAL (quest'ultima assorbita da Compaq) l'assistenza e fondamentale, quindi se si decide di passare su server con piattaforma UNIX si deve andare solo su aziende serie altrimenti al primo problema ci si trova in un mare di guai.
Personalmente installo LINUX solo per fare server di posta e web, perchè sono il massimo!
Come vedi il perchè della strapotenza di Windows è molto evidente anche perchè ho parlato solo di Server ma mai di semplici PC anche perchè sarebbero veramente pochi gli utenti in grado poter usare un pc con Linux e poi per farci che cosa???!?!?!?!
Fai configurare un modem o una stampante con Linux ad un utente normale!!!
Mmmmm.... Linux è un ottimo sistema, ma non sempre la teoria di essere totalmente free e positiva per la massa!
Linux è il TOP ma è solo per pochi!
Bye Bye

Giancarlo Monastero 26.11.05 16:44| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno, in merito al decreto urbani, io ho cercato di informarmi un pò, per capire se potessi finire in galera o pagare una multa salatissima, e cercando ho letto che c'è un regolamento della comunità europea che chi scarica per fini personali non può essere nemmeno multato. Il regolamento europeo non dovrebbe prevalere sulla legge italiana?
Grazie.

Sei grande e complimenti.

mario rossignoli 26.11.05 08:51| 
 |
Rispondi al commento

Salve mi presnto Mi chiamo Matteo Falezza, e sono un appassionato di Informatica,..... diciamo così..., volevo fare una domanda e spero che non cada nel vuoto. Domani 26/11/2005 (ormai oggi dovrei dire visto l'ora) in tutta Italia o quasi si terranno i LinuxDay,dei simposi, parolona grossa, su un sistema oprativo alternativo a MS.Windows. Tutti questi incontri divulgativi seguiranno un andamento dettato dall' ILS (Italian Linux Society) organismo affiliato al FSF (free software Foundation). Ora volevo sapere perchè la cosa passa ogni anno sotto silenzio (stampa)? Io mi domando visto che come sistema operativo è molto meglio di Winzoz e che è gratuito o quasi? come mai gli organi di informazione non intervengono in massa a questo evento che ormai si protrae da anni? un' ultima domanda e poi giuro che smetto ... :) Come mai le aziende pubbliche e private per in 90% spende soldi sulla sicurezza con Winzoz quando con Gnu/Linux il problema sarebbe risolto?

Matteo Falezza 26.11.05 01:26| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei, caro Beppe, che in uno dei tuoi post, parlassi di phishing, che non è una parolaccia, ma il furbo tentativo di adescare dati da navigatori sprovveduti.
A tal proposito ho subito due attacchi stamani e vi segnalo i siti di questi deliquenti (come ho già fatto a Poste.it)
http://bancopostaonline-it.com:8081/bpol/bancoposta/formslogin.asp/secure/index.htm
http://femimusic.co.kr/bbs/osikoro.php
il primo indirizzo è quasi perfetto mentre l'altro è palesemente falso ma quello che compare nella mail è completamente differente.
Naturalmente le mail sono arrivate ad un indirizzo non collegato al conto Bancoposta.
Grazie per l'interesse

Marcello Larosa 25.11.05 09:42| 
 |
Rispondi al commento

Nella mia azienda circa 5 anni fa sono stati acquistati 1 server e 4 pc, comprensivo di software specifico per trasporti. Sistema operativo su server windows 2000 e sui pc in rete windows 98.Il prezzo 40.000.000 delle vecchie lire. Gia da tre ani ho gravi difficolta di comunicazione con altri pc moderni ( incompatibilità di programi)Ho chiamato la SPACE COMPUTER che mi ha venduto il tutto, spiegandogli il problema. Mi ha spiegato che visto il vecchio sistema operativo da loro fornito, impossibile fornire aggiornamenti. La memoria è troppo piccola. Ho speso migliaia di euro per ampliare la memoria, il risultato è stato che con tutti questi falsi programatori ho 1 pc danneggiato. I virus inoltre non fanno altro che crearmi problemi di ogni tipo ....anche gli antivirus sono troppo moderni per i miei pc. Insomma dopo circa due anni di tentativi alternativi di risoluzione, riparto all'attacco nei confronti della ditta che 5 anni fa mi ha fatto pagare tutti quei soldi per un piano di lavoro ad oggi inutilizzabile. Chiedo un trattamento umano, visto il precedente rapporto e mi sparano un preventivo di circa 13.000,00 euro. 1 server e 3 client in rete,( per risparmiare )la nuova versione del software 1.500,00, antivirus, firewall e una assistenza annuale del costo di 1.300,00 obbligaoria, on line. In sede interventi di 160,00 orari più diritto di chiamata. Pauroso. Chiedo garanzie, qualcosa che mi garantisca che fra tre anni non debba ritrovarmi allo stesso modo. Rifiutate.
Quando ho detto che non volevo pagare l'assistenza almeno per il primo anno, dall'acquisto, mi hanno rifiutato, loro, il preventivo. Cercando presso altre aziende....stessa identica cosa...niente di meglio e prezzi addirittura superiori. Sono arrivati a 17.000,00. Non riesco a credere che per lavorare o rimanere aggiornati si debba sostenere tali truffe. Davvero troppo..non credete???
Sono ancora in cerca soluzione....misono incazzata, ho tentato di far valere i miei diritti..ma oggi non ne abbiamo...

ANNA DI STEFANO 24.11.05 22:53| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,sono un ragazzo di 20 anni e seguo i tuoi spettacoli da ormai un po di anni...Sono rimasto sorpreso nel tuo ultimo spettacolo della potenzialità di skype.E' un programma che gia ho installato sul pc ma vorrei,se possibile,alcune informazioni piu dettagliate sul suo utilizzo come apparecchio telefonico vero e proprio.Grazie comunque di tutto...a presto

Francesco Calabrò 24.11.05 21:14| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe, sono ormai 2 anni che attendo il dolce girno che la telecom sparisca, tu credo da molto di più, perche vorrei attaccare internet a casa ma devo e mi chiedono solo per avere il numero quindi la linea 150€, 75€ subito e 7.5€*10.
dopo però non è mia la linea ma rimane della telecom!!!!!! ma io che cosa pago il servizio??no pqeche poi pago il canone e allora come sono giustificate queste 150€??
ciao

ALBERTO D'OBICI 24.11.05 13:26| 
 |
Rispondi al commento

Per Alberto,
A) Per Palladium, stesso il nome fa capire tutto.
Microsoft lo ha gia testato sulle sue console, doveva ancora uscire e già era pieno un vagone di Modchip pronti per essere installati nelle favolose XBOX!
Quindi anche se tutto il mondo dell'hardware e del software decidesse di aderire al progetto ci sarà un sistema HARDWARE e SOFTWARE che li fregherà....
Naturalmente è chiarissimo che andrà così e lo vediamo da come vanno alcune cosucce come per i Virus e gli Antivirus e tanto altro ancora.
Ma vi siete mai chiesti chi ci guadagna di più tra chi fa un Virus o un Antivirus?
Secondo me, chi fa l'antivirus ne ricava molto profitto e forse ne crea anche tanti di virus per poter guadagnare!
B) Quando questa CPU sarà venduta in larga scala ne parleremo!
C) Windows Vista, sigh..... una nuova revisione di NT!
Sempre più pompata graficamente con sempre più inglobati miliardi di software! ... lol!
Ma Microsoft non capisce che non è questa la strada da prendere!!! Alla fine gli utenti si installano i software che amano e che ritengono veramente validi.
Un esempio veloce è quello del Movie Maker che è pre-installato in XP ma viene usato da pochi.
Ma... comunque vada ci sarà sempre un rimedio a tutto!
Bye Bye

Giancarlo Monastero 23.11.05 19:52| 
 |
Rispondi al commento

cosa ne pensate del palladium....
pentium d e windows vista???

alberto d'obici 23.11.05 13:27| 
 |
Rispondi al commento

Ho acquistato un Alice Mia pack lo scroso 25/7/05 pensa che da allora nonostante abbia già pagato 119 € telecom non mi ha mai attivato Alice Mia perchè mi dice che ha lanciao un prodotto che non funziona!!!!!!!!!! Ho chiesto il rimborso dei soldi e nessuno mi ha neanche risposto. Mi pongo perciò due domande:
a) come mai continua a pubblicizzare questo prodotto se non funziona?
b) quanto sono stati fregati come me?

claudio malavasi 22.11.05 20:29| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe e ciao a tutti.
È la prima volta che scrivo ad un blog, ma dopo aver letto quasi tutti i messaggi ed in particolare quello di Giancarlo Monastero che parla di Eutelia non posso trattenermi. Anch'io ho sottoscritto lo stesso contratto Euteli@vola a giugno di quest'anno e ad oggi non sono ancora riuscito né a navigare né a telefonare, fatta eccezione per tre-quattro giorni dal 25 al 28 ottobre. Un mese (fine luglio) per avere i tecnici (telecom) a casa e attivarmi la linea, un mese (fine agosto) per avere il kit (router adsl+voip) e quasi due (come detto 25 ottobre) per fare la prima telefonata e le prime navigazioni. Poi il nulla. Confermo quello che dice Giancarlo sul call-center, generalmente rispondono operatori dal chiaro accento dell'est europeo (non ho pregiudizi di sorta) che aumentano le difficoltà nel comunicare il disservizio. Per direttive aziendali non è possibile parlare con nessun'altro che loro, e le segnalazioni dell'utente vengono poi inoltrate ai tecnici. Non ho mai ricevuto un solo segnale dell'esistenza di questi tecnici, una mail, una telefonata.
Io, nel frattempo, ho inviato mail, fax, lettere alla direzione generale e sto telefonando a giorni alternati ai numeri del servizio clienti (a pagamento) e del centro segnalazioni guasti (numero verde) ottenendo sempre la stessa risposta, nell'imbarazzo evidente dell'operatore, "inoltriamo subito un sollecito all'ufficio tecnico". Come diceva Totò,"voglio vedere sti stupidi dove vogliono arrivare", quindi insisto. Credo, comunque, che la sua parte di responsabilità ce l'abbia anche Telecom che probabilmente (è solo una sensazione, non ho prove certe) boicotta gli utenti che si dirigono altrove, alla faccia del libero mercato!

P.S. Ho visto il dvd dello spettacolo a Roma e ho capito qual'è la strada da seguire. Grazie!

Gennaro Galdi 22.11.05 12:45| 
 |
Rispondi al commento

volevo informare tutti che chi possiede una linea adsl può vedere gratis senza spendere una lira le partite di calcio bascket tennis ect ect. Tutto gratis e senza tessere o abbonamenti vari. Andare al sito www.calciolibero.it oppure sul sito www.coolstreaming.it si istallano un paio di programmini (tranquilli è nulla che ti collega a chissà dopo...) e ti vedi partite A B champions che vuoi gratis. Unica cosa è che si deve possedere un collegamento adsl per ricevere le immagini normalmente. Provate anche voi e poi sapetemi dire. Si risparmia un pò dai!! Stream e il terribile digitale terrestre non servono più
X BEPPE: pubblicizza in home page i siti o fallo conoscere come hai fatto con skype. Penso sia importante far conoscere a tutti che si può vedere senza pagare ed è legalissimo infatto sono canali stranieri che le trasmettono in chiaro e noi le guardiamo allora da loro ste partite e non da chi ci vuole fare pagare 5 euro per una partita

roberto piacentini 20.11.05 17:22| 
 |
Rispondi al commento

volevo informare tutti che chi possiede una linea adsl può vedere gratis senza spendere una lira le partite di calcio bascket tennis ect ect. Tutto gratis e senza tessere o abbonamenti vari. Andare al sito www.calciolibero.it oppure sul sito www.coolstreaming.it si istallano un paio di programmini (tranquilli è nulla che ti collega a chissà dopo...) e ti vedi partite A B champions che vuoi gratis. Unica cosa è che si deve possedere un collegamento adsl per ricevere le immagini normalmente. Provate anche voi e poi sapetemi dire. Si risparmia un pò dai!! Stream e il terribile digitale terrestre non servono più
X BEPPE: pubblicizza in home page i siti o fallo conoscere come hai fatto con skype. Penso sia importante far conoscere a tutti che si può vedere senza pagare ed è legalissimo infatto sono canali stranieri che le trasmettono in chiaro e noi le guardiamo alora da loro ste partite e non da chi ci vuole fare pagare 5 euro per una partita

roberto piacentini 20.11.05 17:21| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Rocco D'Alò, vorrei farti capire che non sempre tutto quello che gira su internet e reale, le notizie sono sempre da prendere con le pinze! Se rifletti un attimo la rete oggi è già di proprietà di chi fa passare i dati, i veri proprietari sono i gestori mondiali dei mezzi di comunicazione dati...
Tu oggi paghi gia internet ai vari gestori come Alice, Libero, Tiscali e ecc...
Poi in Italia tutti i Provider che ti hanno venduto l'accesso ad internet pagano la Telecom che gestisce realmente tutte le dorsali!!!
Solo FastWEB si è riuscita a creare una piccolissima infrastruttura ma alla fine anche lei deve sottostare alle regole dettate dalla Telecom! Un esempio semplice e quello del Mare che non ha un padrone ma per navigarlo occorre avere un'imbarcazione di nome Telecom....
Bye Bye

Giancarlo Monastero 17.11.05 15:15| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe
l'altra sera ho sentito questa notizia in TV: A una certa società americana (non ricordo il nome) "SENZA SCOPO DI LUCRO" che ha registrato il brevetto di INTERNET circa dieci anni fa, quello che usiamo attualmente, sta scadendo il brevetto e che le più grosse multinazionali dell'informazione si sono già accaparrati diritti vari sull'utilizzo futuro di internet. Se questo è vero secondo te potremo cercare ancora in rete quelle verità che tu grazie a Dio ci hai invitato a cercare? O la manipolazione delle stesse sarà più feroce?
Gradirei un tuo commento grazie.
Rocco D'Alò

rocco.d 17.11.05 14:28| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe
l'altra sera ho sentito questa notizia in TV: A una certa società americana (non ricordo il nome) "SENZA SCOPO DI LUCRO" che ha registrato il brevetto di INTERNET circa dieci anni fa, quello che usiamo attualmente, sta scadendo il brevetto e che le più grosse multinazionali dell'informazione si sono già accaparrati diritti vari sull'utilizzo futuro di internet. Se questo è vero secondo te potremo cercare ancora in rete quelle verità che tu grazie a Dio ci hai invitato a cercare? O la manipolazione delle stesse sarà più feroce?
Gradirei un tuo commento grazie.
Rocco D'Alò

Rocco D'Alò 17.11.05 14:25| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, sei fantastico!
Vado diretto al problema, ultimamente sono diventato un utente di EUTELIA e ho stipulato un contratto (EuteliaVol@) che prevedeva la linea ADSL e 14 ore di telefonate al mese gratis su VOIP e l'eliminazione totale di TELECOM....
Quando ho fatto il contratto credevo di aver vinto un Bingo!
Be, mi sbagliavo perchè sto passando da 4 mesi l'inferno, sono rimasto senza linea telefonica un mese intero e adesso ancora non funziona bene (cade sempre la linea VOIP). La linea ADSL non supera i 64 Kb mentre da contratto avrebbe dovuto raggiungere i 4 Mb. Insomma il servizio è un vero schifo! Il call-center è formato solo da extracomunitari che ti prendono in giro e non ti passano mai un vero competente che sia in grado di dare delle risposte concrete. Non ne parliamo del loro sistema di assistenza via WEB... una tragedia!!!! (tutto documentato)
Insomma sono passato dalla padella alla brace!
Dico ai signori di EUTELIA: ma è possibile che Voi sputiate nel piatto in cui mangiate!!!
Noi utenti siamo la vostra fonte di guadagno, almeno una mail di risposta la potreste mandare a chi ha dei problemi! Il disservizio nei confronti dei clienti è indubbio, a mio parere.
Sarei curioso di sapere se il mio è solo un caso isolato oppure se riguarda anche gli altri loro clienti. Vuoi vedere che sono l'unico sfigato e gli altri non hanno i miei stessi problemi?
La mia riflessione comunque caro Beppe è questa: come possiamo far decollare in Italia la rete se ci sono in giro queste situazioni che ci castrano in partenza?
Mmm... me ne andrei da questo paese se avessi le possibilità economiche.
Bye Bye

Giancarlo Monastero 16.11.05 20:41| 
 |
Rispondi al commento

E' la mia prima volta sul blog. Vorrei attirare l'attenzione sul tema Palladium, progetto comune di alcuni tra i più grandi produttori di hardware e software, i quali tramite il suddetto progetto metteranno a rischio la libertà di scelta per quanto riguarda l'uso di hardware e software "non certificati". Io stesso sto approfondendo questo argomento, facile da trovare in internet....finchè internet sarà liberamente navigabile.
Invito tutti ad approfondire il tema in questione, non mi voglio dilungare troppo.
ciao.

Fabio Mori 15.11.05 12:21| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe scusami sono ancora mimmo vorrei sapere come e dove comprare anche il cellulare.

Ciao
mimmo ferraro

domenico ferraro 15.11.05 00:55| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe il mio più che un commento vorrei delle informazioni riguardante SKYPE.
Ho scaricato il programma e dovrei comprare la ricarica ma a causa di ladri telematici di numero di conto corrente o paura di comprare via email.
Vorrei sapere da te se c'è un'altro sistema di comprare la ricarica e dove la trovo.
Caro beppe sei geniale ho assistito al tuo spettacolo a Napoli nella notte bianca è stato lo spettacolo più bello degli ultimi 10 anni, per cui ti sarò debitore per sempre per quella nottata stupenda.
Ti saluto e ti ringrazio anticipatamente il tuo ammiratore
mimmo ferraro

domenico ferraro 15.11.05 00:51| 
 |
Rispondi al commento

volevo segnalare il seguente articolo che riporta delle tabelle sintetiche di tutti gli operatori VoIP attualemente presenti sul mercato italiano.

http://www.repubblica.it/2005/k/sezioni/scienza_e_tecnologia/voip/voip/voip.html

Giuseppe Villanova 14.11.05 17:05| 
 |
Rispondi al commento

salve a tutti
è la prima volta che invio un post....non so se qualcuno ha già dato questa info. Ieri ho comprato un telefonino USB da usare con Skipe a 22 euro.........CHE FIGATA. Per anni la mia famiglia si è fatta spennare dalla telecom per chiamare i nostri cari in Australia e mo tiè.
Grazie


Dopo il lavaggio del cervello che TU Beppe Grillo mi stai facendo a favore della Rete, ho deciso di usare PER LA PRIMA VOLTA un computer regalatomi due anni fa.
Vorrei essere consigliata in merito a cosa scegliere per navigare su Internet, ovvero la via più economica per non farmi spolpare dalla Telecom and company ogni qualvolta mi collego.
Sto muovendo i primi passi...
Grazie 1.000
ale

m.alessandra caccavale 14.11.05 14:04| 
 |
Rispondi al commento

Salve Grillo,

dopo un tuo spettacolo ad eboli ho installato SKYPE. Inutile fare ulteriori commenti sulla grandezza del piccolo software...
Ma volevo capire una cosa, ma talmente stupida che ho anche vergogna a chiederla: Perchè con Skype posso verificare ALL'ISTANTE il costo, la durata, il prezzo unitario, il numero chiamato, i secondi ecc ecc, della chiamata MENTRE INVECE CON LA TELECOM NON RIESCO NEANCHE A SAPERE QUANTO tempo ho effettivamente parlato?
Ho provato a chiedere l'estratto conto online del mio numero cellulare (non prepagato ma contratto) e mi hanno dato risposte del tipo: non si può fare ancora, il sistema non permette... Ma come, usiamo la rete per parlare (vedi skype) e questi non hanno ancora l'accesso ai loro database? nel 2005? Secondo me gatta ci cova. Tra l'altro io sono un informatico, quindi conosco "giusto un po'" i sistemi Dati Telecom e ti garantisco che sono all'avanguardia. Secondo me vogliono tenerci nell'ignoranza. Ma cambierà spero, anche grazie al tuo servizio...
Grazie
Paolo


Sig.Grillo,mi faccia la cortesia spenda 1000€ ca ed acquisti un computer Apple. 1)il suo sistema operativo è basato su unix quindi max stabilità...non le andrà mai in crash 2)non prende virus(infatti non legge i files .exe,quelli attraverso i quali i virus arrivano per email) e poi gli hacker non rompono le scatole al 4% del mondo che usa macintosh! 3)è il più bel computer del mondo...senza discussione! :-) 4)La farà innamorare e lei lo consiglierà e lo farà acquistare a tutti quelli a cui vuol bene(giuro andrà cosi!) 5)nei suoi spettacoli potrà dire che il mondo deve smetterla di farsi prendere per il culo dalla microsoft e dalle ditte che producono gli antivirus(secondo me sono le stesse che pagano hacker per scrivere i virus!)
ha giustamente e meritatamente portato a conoscenza di tanti che non lo sapevano cos'è skype. mi creda,mi dia retta faccia la prova con Apple e si ricorderà di me. cosa le costa? niente? ...no no le costa una pizza che mi offrirà se fra sei mesi "quel" computer le avrà migliorato la vita! le prometto che non passerà più il suo tempo a perderlo(come tutti quelli che usano windows!) per farlo funzionare,x ripararlo,resettarlo ecc... ma passerà il suo tempo ad usarlo divertendosi! tra l'altro è il computer più facile da usare al mondo! a genova troverà di sicuro un rivenditore Apple che la saprà consigliare(veda l'indirizzo su www.apple.it) se mi darà retta mi ringrazierà del..."segreto" che le ho rivelato! e poi il motto storico di Apple è sempre stato "THINK DIFFERENT" ...quindi nessuno è indicato come Lei! cordialmente. Alessio Benzi

Alessio Benzi 13.11.05 23:05| 
 |
Rispondi al commento

ATTENZIONE. Visto che quì si parla di tecnologie ect volevo invitare tutti ad andare a leggere il mio intervento nello spazio blog (muro del pianto) che ho scritto oggi e ieri. Invito in particolare ad andare a leggere il mio intervento chi è interessato di digitale terrestre, partite calcio e sport. Non pagate schede schedine pay tv ect. Potete vedere tutto gratis, cavolo!!!!! Si vede e non si paga. Ho scritto nel muro del pianto ma potevo forse scrivere quì visto il tema, ho messo i link. fatemi sapere poi. Invito Beppe a fare un link nella home page con questi siti che ho scritto!! Ciao mitico

Roberto Piacentini 10.11.05 17:11| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
Ti segnalo laseguente cosa.
Quando uno compra un computer 99% dei casi gli viene schiaffato windows come sistema operativo. Ho provato negli anni a comprare computer senza sistema operativo (e quindi non pagarlo) ma sembra che computer senza Micorosoft non possano essere venduti! Se non lo sai esistono alternative GRATIS (vedi Linux, FreeBSD, OpenBSD... ) liberamente scaricabili da internet e che uso regolarmente per fare tutto, molto efficienti (ci fanno i server!) via che per colpa del monopolio Microsoft sono poco supportati dai venditori di Hardware.

http://www.linux.it/

Piero Censi 09.11.05 21:55| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei rispondere al messaggio:
Postato da: marco vianello il 02.11.05 10:22

HP è uno dei marchi (come anche Acer) che già in passato hanno limitato la compatibilità hardware sui propri prodotti. Vale a dire che le schede madri dei loro preassemblati supportavano le periferiche presenti nei vari modelli, ma le schede "fuori catalogo" erano spesso incompatibili per ragioni misteriose.

Microsoft e Intel, ok... è una loro idea.
AMD e Cyrix devono stare al gioco.
La Sony ha il suo sicuro interesse, sia come etichetta multimediale che videoludica.
Quello che non capisco è la SUN Microsystem che distribuisce gratuitamente SUN Solaris, ovvero UNIX, cioè la base di Linux.
I processori Alpha sono quasi sicuro che siano quelli montati sui computer della SUN.
Il Palladium era l'idea iniziale di Microsoft, ora il progetto si chiama TC, come scritto nel link che hai riportato, e comprende numerosi pezzi da 90 dell'informatica. Ma qui il boicottaggio non può farci molto se tutto parte dalle radici, ma la legge potrebbe. Come può un software decidere cosa è legale e cosa non lo è? Non è solo una questione di proteggere dalla pirateria... Una canzone che posso ascoltare solo il giorno del mio compleanno???? Ma che idea del belino è?

Luca Polpettini 09.11.05 19:01| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei rispondere al messaggio:
Postato da: marco vianello il 02.11.05 10:22

HP è uno dei marchi (come anche Acer) che già in passato hanno limitato la compatibilità hardware sui propri prodotti. Vale a dire che le schede madri dei loro preassemblati supportavano le periferiche presenti nei vari modelli, ma le schede "fuori catalogo" erano spesso incompatibili per ragioni misteriose.

Microsoft e Intel, ok... è una loro idea.
AMD e Cyrix devono stare al gioco.
La Sony ha il suo sicuro interesse, sia come etichetta multimediale che videoludica.
Quello che non capisco è la SUN Microsystem che distribuisce gratuitamente SUN Solaris, ovvero UNIX, cioè la base di Linux.
I processori Alpha sono quasi sicuro che siano quelli montati sui computer della SUN.
Il Palladium era l'idea iniziale di Microsoft, ora il progetto si chiama TC, come scritto nel link che hai riportato, e comprende numerosi pezzi da 90 dell'informatica. Ma qui il boicottaggio non può farci molto se tutto parte dalle radici, ma la legge potrebbe. Come può un software decidere cosa è legale e cosa non lo è? Non è solo una questione di proteggere dalla pirateria... Una canzone che posso ascoltare solo il giorno del mio compleanno???? Ma che idea del belino è?

Luca Polpettini 09.11.05 19:00| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei rispondere al messaggio:
Postato da: marco vianello il 02.11.05 10:22

HP è uno dei marchi (come anche Acer) che già in passato hanno limitato la compatibilità hardware sui propri prodotti. Vale a dire che le schede madri dei loro preassemblati supportavano le periferiche presenti nei vari modelli, ma le schede "fuori catalogo" erano spesso incompatibili per ragioni misteriose.

Microsoft e Intel, ok... è una loro idea.
AMD e Cyrix devono stare al gioco.
La Sony ha il suo sicuro interesse, sia come etichetta multimediale che videoludica.
Quello che non capisco è la SUN Microsystem che distribuisce gratuitamente SUN Solaris, ovvero UNIX, cioè la base di Linux.
I processori Alpha sono quasi sicuro che siano quelli montati sui computer della SUN.
Il Palladium era l'idea iniziale di Microsoft, ora il progetto si chiama TC, come scritto nel link che hai riportato, e comprende numerosi pezzi da 90 dell'informatica. Ma qui il boicottaggio non può farci molto se tutto parte dalle radici, ma la legge potrebbe. Come può un software decidere cosa è legale e cosa non lo è? Non è solo una questione di proteggere dalla pirateria... Una canzone che posso ascoltare solo il giorno del mio compleanno???? Ma che idea del belino è?

Luca Polpettini 09.11.05 19:00| 
 |
Rispondi al commento

Il digitale terrestre... Potrebbe essere in un certo senso comodo. Pensate: partita-scudetto Juve-Milan, milioni di decoder su quel canale e... PUF! a metà del primo tempo una trasmissione pirata interrompe il match con un filmato di Beppe Grillo preso da un suo show dove parla del DTT!
Impossibile? Non con una tecnologia basata sul digitale: non arriva un segnale analogico da varie postazioni, ma uno stream video come quelli su internet, vale a dire pacchetti di dati. Questi dati arrivano da un server, che li ha ricevuti da un altro server, che via via andando a ritroso partono da un unico computer, connesso a una rete aziendale, connessa a internet. Un hacker molto abile potrebbe riuscire ad intercettare il flusso principale, magari con un "appoggio tecnico" all'interno dell'azienda emittente. Per chi non avesse mai visto un "CED" (ovvero il cuore delle reti dove sono fisicamente i server e la varie interconnessioni) rendo noto che sono sale piene di "armadi" chiamati rack che contengono (come nel caso di una stazione televisiva) decine di pannelli con centinaia di connessioni. Una rete considerata piccola (fino a 50 client) può avere anche 1500 connettori solo nel CED (acronimo di Centro Elaborazione Dati).
Due di quei connettori sono quelli attaccati al cavo dove passerà lo stream, ovvero la partita.
Con un semplice access point Wi-Fi e un portatile ecco fatta la trasmissione pirata.
Non sarebbe facile, io NON SONO IN GRADO di farlo MA LO FAREI VOLENTIERI per molte volte, con dolo e la più pura bastrdaggine di uno che s'è rotto l'anima di farsi prendere per la barba.
Non sarebbe facile, ma possibile. Se qualcuno è in grado LO FACCIA! Io vi ho dato l'idea, realizzatela. Il filmato è a vostra discrezione ma io nel mio delirio l'ho immaginato così...
Gli dò anche il nome per facilitare la vita a Emilio Fede: Terrorismo Digitale Terrestre (TDT)

Luca Polpettini 09.11.05 18:09| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo
Odio i gestori telefonici che fanno cartello e ci spremono come limoni.
Sono gli unici che tutti i giorni a tutte le ore su tutti i canali televisivi mandano in onda spot pubblicitari.
Queste pubblicità fatte a tappeto devono costare ai gestori una cifra esorbitante.
Penso che una azienda debba investire in pubblicità una quota limitata al solo fine di farsi conoscere sul mercato e consentirle di agganciare clientela, poi però la clientela va tenuta con prezzi bassi e servizi ben funzionanti.
Invece i gestori investono una fortuna e la fanno rientrare con canoni altissimi, prezzi di utilizzo esorbitanti e servizi inesistenti.
Ma perché non esiste una legge che limita la quota di fatturato o utile che una società può investire in pubblicità ?
Ciao Grillo
sei fortissimo.

Ivan Carissimi 09.11.05 00:45| 
 |
Rispondi al commento

E' vero che con Skype si spendono 50 centesimi al minuto chiamando i cellulari, come le altre compagnie telefoniche ?
Saluti

tonino aceti 07.11.05 09:33| 
 |
Rispondi al commento

C'è una grossa catena di negozi di elettrodomestici/elettroncica, la Media World, che in questi giorni ha in promozione dei telefoni che supportano la tecnologia Skype a prezzi molto bassi!
Approfittiamone.

Silvia Stefani 05.11.05 13:31| 
 |
Rispondi al commento

Da quando leggo questo blog mi chiedo se vivo qui sulla terra o se vengo da un altro pianeta.
Grazie per il contributo che ci date.

Cinzia

p.s. sono senza parole ed altro... per il servizio gratuito di ricerca numeri telefonici a partire dal numero che non esiste più!!!

cinzia menegatto 02.11.05 12:39| 
 |
Rispondi al commento

A proposito del fatto che la rete è una via di scampo e relativamente al commento fatto durante lo spettacolo di aprile a roma sul fatto che per comprare 3 canzoni di merda in un negozio di cd si lasciano 25 euro alla cassa: siti come www.allofmp3.com permettono legalmente il download di interi album a prezzi irrisori, che si attestano sulla media dei 2 dollari. pagamenti visa e mastercard accettati, download senza file di utenti e legale!!!
w la rete.

marco vianello 02.11.05 10:22| 
 |
Rispondi al commento

Non solo, se avete un Computer composto da Hardware Palladium, non sognateVi nemmeno di poterci installare Linux, sara` impossibile, Linux non riuscira` a funzionare su Hardware Palladium perche`i processore si rifiutera` di farlo girare e la Scheda Video non fara` apparire nulla sullo schermo, e` terribile, ma il futuro parla chiaro: o hai Hardware e Software Palladium al 100% oppure ti impegni e sacrifichi a non comperare certi prodotti e comperi tutto l'Hardware ed il Software NON Palladium.
L'unica cosa che possiamo fare, e che dobbiamo fare, e` boicottare Palladium... come?
Semplice, possiamo decidere di comperare Hardware & Software non approvato dal TCPA, oppure, tenerci i Computer che abbiamo adesso con Windows Xp per qualche anno.
Questa e` la lista delle promotrici di Palladium, noi dobbiamo impegnarci a BOICOTTARE assolutamente i loro prodotti:
" AMD "
" Hewlett-Packard "
" IBM "
" Intel Corporation "
" Microsoft "
" Sony Corporation "
" Sun Microsystems, Inc. "
Comunque sia, la lista e` ancora lunga, se clikkate su questo Link torverete tutte le marche delle aziende da BOICOTTARE per stare lontani da Palladium:
" https://www.trustedcomputinggroup.org/about/members/members "
Non dimentichiamoci che non esistonosolo i Processori X86 come Intel, AMD e Citrix, esistono anche i PowerPC, i MIPS, i RISC, gli Alpha e tanti tanti altri, non dobbiamo fare altro che scegliere, poi, su di essi, non potremi installare Windows ovviamente, e tanto meno non potremo installarci Mac OS, ma abbiamo la carta magica di Linux, questo potra` essere il nostro futuro libero.
Secondome, l'abbinamento migliore e` Power PC & Linux e possibilmente trovando una scheda madre ASUS che lo supporti... l'importante e` che non arrivino soldi a queste aziende che fanno parte del TCPA cosi` non potranno piu` finanziare questo progetto disintegratore di liberta`
DISTINTI SALUTI


ALTRI LINK IN CUI SI PARLA DI PALLADIUM:

" http://www.complessita.it/tcpa / "

Antonio De Angelis 01.11.05 23:37| 
 |
Rispondi al commento

BOICOTTIAMO tutto cio` che e` PALLADIUM:
finalmente, dopo tanto tempo, ecco che finalmente viene resa pubblica e ufficiale l'esistenza di Palladium.
Cme dico da tempo, il vero problema di Palladium non e` che impedisce di fare cose illegali come copiare CD o scaricare Mp3, perche` capirete che in se questo e` giusto, ma quando ci impediscono di installare determinati programmi perche` non sono approvati dal TCPA... allora li` non va piu` bene.
Toh, facciamo un esempio, ho un Computer ilcui tutto l'Hardware e` Palladium e come Sistema Operativo ho Windows Vista... ora mi collego ad Internet e mi vado a scaricare dal sito della NullSoft il WinAmp... pensate che potrete installarlo? "Il programma che si sta cercando di installare non ha passato il Windows logo test, non puo` quindi essere installato perche` potrebbe causare problemi al funzionamento del Computer"
Voglio installarmi Open Office perche` non ho soldi per comperarmi Microsoft Office ed ho assoluto bisogno di installarmi un Software di scrittura... pensate forse che Open Office sia autorizzato dal TCPA?
No per dire, ma per ottenere l'autorizzazione all'installazione di un Software bisogna pagare TCPA, quindi i Programmi gratuiti non esisteranno piu`.
Real Player... tutta la guerra che ha fatto per togliere il Media Player da Windows e` stata inutile,pensate di poterlo installare in Vista? Sognate, forse la Real ha fatto pure richiesta di entrare nel TCPA, ma non e` stata accettata... chi ci puo` garantire che questo non sia gia` avvenuto?
Vi sentite forse insicuri a navigare con Internet Explorer e volete installarVi un Browser diverso come Mozzilla o Firefox?
Impossibile, non sono programmi approvati dal TCPA quindi non potrete installarli.
Lo stesso vale per gli Hardware, non temete, pensate di poter ancora comperare una Scheda Madre ASUS e metterci su un processore Pentium o AMD?
Scordatevelo, la ASUS non ha aderito al TCPA quindi, non potra` funzionare con processori Palladium.

Antonio De Angelis 01.11.05 23:34| 
 |
Rispondi al commento

La rete ci salverà... Ma chi salverà la rete?
Internet senza che ce ne accorgiamo viene sempre limitata in qualcosa, servizi utili, innovativi e gratuiti vengono di volta in volta limitati per le richieste della grande multinazionale di turno. Un giorno probablilmente Internet non diventerà altro che il canale per accedere ai servizi a pagamento delle multinazionali che sostituiranno tutto quello che ora offrono usando i loro canali convenzionali con qualche optional in più (sempre a pagamento) usando Internet, il sogno di giovani ricercatori che si trasforma nella panacea delle grandi multinazionali. Se non saremo certificati (e controllati) da qualche istituzione(pagando) non potremo neppure pubblicare un pensiero.
Le grandi multinazionali vogliono che restiamo i loro consumatori (bello il loro spot sulle marche in televisione, ci ricordano che contano su di noi e che noi dobbiamo seguirli, sempre), dovremo sempre più dipendere dai loro prodotti e non dobbiamo mai cercare meccanismi alternativi che non sfruttino i loro servizi per ottenere ciò che desideriamo. Anche perché è il loro marketing che ci dice sempre quel che dobbiamo desiderare.
La rete potrà salvarci? E per quanto tempo? Qui se loro non ci guadagnano non va bene.
Che cosa possiamo fare, noi persone comuni, per ottenere l'indipendenza senza isolarci?
Questo sistema non ci offre tante scelte. Apparentemente crediamo di poter decidere sempre ma alla fine dobbiamo solo consumare... il più possibile.
Se credete che sia stato fulminato, perche non provate a pensare alle nostre libertà che vengono sempre più limitate, per far spazio alle multinazionali.
Chi siamo oggi senza il telefonino, il computer, il TV, il satellite ecc...
Possiamo scegliere?
Si ...possiamo scegliere il fornitore dei servizi che consumiamo, ma non possiamo scegliere l'isolamento.

Alessandro Rossi 01.11.05 19:42| 
 |
Rispondi al commento

Un calcio alla libertà e all'ultimo baluardo dell'informazione libera... Ecco come saranno i sistemi informatici nell'immediato futuro:

http://www.againsttcpa.com/tcpa-faq-it.html

(Non ho postato il testo per lasciare la fonte originale)

Andrea Garbato 01.11.05 03:01| 
 |
Rispondi al commento

Salve
Vorrei raccontarvi brevemente le mie vicissitudini che ho avuto con Fastweb.
Circa 3 anni fà telefonai a fastweb per poter passare a una connessione internet più veloce,alle mie domande le risposte furono tutte positive:accettai per avere tutto illimitato telef/internet(10 Mgb) ad un costo di euro 85 mensili.Dopo un po mi veniva comunicato che per colpa dei doppini Telecom la mia zona non poteva usufruire della fibra per la connessione internet ma solo del 2 Mgb,ma che sarebbe stato nel loro interesse portare quanto prima la connessione a un livello superiore.Ad oggi non ho avuto assolutamente niente,avrò scritto e telefonato non meno di 30 volte non ricevendo mai risposta.Non ci crederete volevo cambiare operatore:NON POSSO FARLO,per poterlo fare devo essere utente telecom, e da li posso poi decidere di passare ad altri.Ho ricontattato Telecom (più per ripicca)e ho ristipulato un contratto con loro,solo adesso fastweb mi ha risposto(un mail spedita il giorno 11/10/2005)Vi invio mail di fastweb(Gentile Sig. Campisi

In risposta alla Sua e-mail del 11/10/2005
Le comunico quanto segue:
La nuova offerta FW base + Italia Senza limiti
+ internet giorno e notte , che copre le stesse esigenze che
Lei soddisfa con il suo vecchio piano Tutto Senza Limiti,
ha un costo di 79 euro mensili IVA inclusa(19 euro fw base,
20 euro Italia Senza Limiti, 40 euro internet Giorno e notte).
Questo costo e' minore quindi di quello che Lei paga
attualmente per usufruire degli stessi servizi (il Suo piano
ha un costo di 85 euro mensili IVA inclua) ed in piu' usufruirebbe
del servizio di segreteria telefonica gratuito.

Il costo (una tantum) per il passaggio alla nuova offerta
e' di 35 euro, e potra' effettuare la variazione direttamente dalla Sua
My Fast Page oppure contattarci al numero 192193.
Rimanendo a disposizione per ulteriori chiarimenti al numero
192193, colgo l'occasione per porgerLe i miei cordiali saluti.
Customer Care Fastweb)
Visto che risparmio?

Francesco campisi 31.10.05 22:41| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe & Co.,
mi piacerebbe poter come voi parlare di tecnologie così avanzate, ma dovete sapere che in paesi come quello in cui vivo non arriva nemmeno l'ADSL.
Non abito nè sperduto tra le montagne, nè su qualche isola lontana...scrivo da un paesino dell'umbria, un piccolo centro di 3000 abitanti che non è coperto dal servizio, mentre lo sono la maggior parte dei paesi limitrofi che di certo non superano il mio per dimensioni...
Ora,io mi chiedo...ma la bolletta la pago in lire? Capisco che non arrivino subito le ultime tecnologie, riservate dapprima a centri più grandi, ma vi pare giusto che al massimo possa usufruire della connessione satellitare, per niente a buon mercato, senza possibilità di averla senza tempo e che mi costringe ad avere due linee perchè usa il modem telefonico per l'upload...che pago a tempo naturalmente....il tutto per una resa di poco superiore ad un vecchio e obsoleto modem da 56k???!!!
Qualcuno mi spieghi com'è possibile...
Grazie,
ciao,
Matteo.

matteo magrini 30.10.05 19:37| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, esiste un sito dove ci sia una faq in italiano che parla solo di Skype? Se si lo puoi indicare a noi piccoli smanettatori così almeno riduciamo qualche Euro ai vari gestori?
Grazie a tutti e a te in particolare
Mario

Mario Casetti 30.10.05 05:52| 
 |
Rispondi al commento

Mi sono iscritto a skype, ho caricato un credito di 10 €uro
la pubblicità di ce che paghi sempre 0,017 al minuto sia se chiami ai telefoni fissi sia ai cellulari sia in australia,

io ho chiamato ad un cellulare e ho pagato 0,25 €uro al minuto!!!
più di telecom!!!
a che gioco giochiamo?

rocco colicchio 28.10.05 13:21| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
invidio il tuo entusiasmo fanciullesco che dimostri nell'aver scoperto un nuovo giocattolo, la RETE. Sono convinto che può e deve essere un modo di comunicare alternativo, ma ho seri dubbi che non sia controllato o controllabile. Ti sei mai iscritto a qualche portale interessante per i tuoi gusti? Poco dopo, montagne di spam infestano la tua e-mail. Inoltre, sei davvero convinto che le informazioni che vengono pubblicate siano sempre corrispondenti a verità? Non credi che si finisca tutti per credere che la rete sia una sorta di enciclopedia universale equivocando la conoscenza fatta da approfondimento ed applicazione?

caio britannico 27.10.05 18:00| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
invidio il tuo entusiasmo fanciullesco che dimostri nell'aver scoperto un nuovo giocattolo, la RETE. Sono convinto che può e deve essere un modo di comunicare alternativo, ma ho seri dubbi che non sia controllato o controllabile. Ti sei mai iscritto a qualche portale interessante per i tuoi gusti? Poco dopo, montagne di spam infestano la tua e-mail. Inoltre, sei davvero convinto che le informazioni che vengono pubblicate siano sempre corrispondenti a verità? Non credi che si finisca tutti per credere che la rete sia una sorta di enciclopedia universale equivocando la conoscenza fatta da approfondimento ed applicazione?

caio britannico 27.10.05 17:59| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
invidio il tuo entusiasmo fanciullesco che dimostri nell'aver scoperto un nuovo giocattolo, la RETE. Sono convinto che può e deve essere un modo di comunicare alternativo, ma ho seri dubbi che non sia controllato o controllabile. Ti sei mai iscritto a qualche portale interessante per i tuoi gusti? Poco dopo, montagne di spam infestano la tua e-mail. Inoltre, sei davvero convinto che le informazioni che vengono pubblicate siano sempre corrispondenti a verità? Non credi che si finisca tutti per credere che la rete sia una sorta di enciclopedia universale equivocando la conoscenza fatta da approfondimento ed applicazione? Insomma, una strada alternativa, ma prima sarà necessario imparare a pararsi le chiappe ancora più velocemente di come si fa nelle strade ordinarie. Insisti, magari con un pelo in più di malizia, la stessa che usi alla grande su argomenti sui quali sembri più informato.

caio britannico 27.10.05 17:58| 
 |
Rispondi al commento

Ho ricevuto il cd dello spetacolo di Roma, tu parlavi della telecom (sti c.... di ladri)perchè li chiamo cosi??Perche io pago 35€ al mese per adsl alice flat cioè 24H su 24H, ora cè l'offerta
sempre per alice 24H a 19,90€ per i nuovi iscritti, e dice espressamente che non è valida questa offerta per chi gia ha alice flat con vecchio contratto, hai proprio ragione tu sono dei F.d.P., poi in merito all'automobile che va ad idrogeno l'avevo visto a Torino nello spettacolo nell'allora PalaStampa, vorrei dirti che non fanno partire il progetto dell'idrogeno non perchè costa caro l'idrogeno, ma siccome l'idrogeno e difficile da contenere ci vorrebbero dei serbatoi troppo costosi e a loro per ora non conviene,comunque sei forte e il cd e bellissimo,spero che tu possa andare in TV al piu' presto, e come mai Celentano ti ha invitato a te Luttazzi e Biagi, e si è presentato solo Santoro?????????????Voglio dirti che anche io ho un'avversione profonda per il NANO esportatore di democrazia, loro rubano e io che sono disabile non riesco nemmeno a trovare i soldi per stare a questo sporco mondo in modo decoroso mica voglio essere ricco ma insomma se io rubassi una mela sai che culo che mi fanno??Ma almeno con la rete masterizzando come un porco mi sento meno preso per il culo,Ti saluto e spero di vederti presto a Torino per un tuo spettaccolo; e come vedi dai contatti internet non sarai mai solo el pueblo unido...........CIaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaoooooooooooooooooooo Bello Grillo.....

Valerio Guerzoni 27.10.05 06:33| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
mi è successa una cosa strana, forse già sentita e sorpassata, ma per me rimane una sorpresa...
Sull'ultima bolletta Telecom mi sono trovato un numero internet chiamato XXX che mi è costato circa 30 euro per 6 minuti di collegamento. Ma come?
Dopo aver chiesto informazioni all'assistenza Telecom mi sento dire che loro non mi possono dare ulteriori informazioni inerenti a quel numero e che devo pagare la somma indicata.
Con un fondoschiena palesemente allargato decido di pagare.
Sicuro di non aver visitato nessun sito a pagamento, dopo un rapido controllo alle mie connessioni Internet noto che si è autoinstallata una connessione sconosciuta.
Quello che mi fa pensare è che io sono sicurissimo di non essere entrato in nessunissimo sito a pagamento, nè aver avuto l'opportunità di scegliere, da una qualsiasi ipotetica finestra, se scaricare un Dialer o meno...il Pc lo uso soltanto io e pensavo di essere molto attento in merito a possibli trasversali "inchiappettate internettiane"
Un'altra cosa che mi fa pensare..., ma Telecom non è a conoscenza del numero telefonico che mi ha spennato senza preavviso 30 Euro?
Io non ci credo. E un po' mi incazzo. Leverei un po'.
Se è cosi facile creare una società, o comunque avere la possibilità di spennare in tal modo la gente, rimanendo totalemnte anonimi, io ci farei un pensierino. Peccato che non sono nato ladro a questo punto.

Saluti

Ps. Sei il solito, fenomenale, unico, personaggio che sogno al governo.
Paolo

Paolo Baras 24.10.05 23:06| 
 |
Rispondi al commento

Buon giorno, Beppe Grillo,
per prima cosa vorrei degli aggiornamenti su quella famosa macchina ibrida, della fiat, che non ha ancora prodotto è messa in commercio, "E poi si domandono perchè vanno in fallimento". Bo!!!!
Mentre, vorrei fare una affermazione che oggi con questa tecnologia: internet, macchine a controllo numerico ecc;
ma soffermiamoci a internet una tecnologia avanzatissima e che avanzerà sempre più, è una tecnologia molto usata dai giovani, sopp. per atti di pirateria, ma non e colpa loro visto che il prezzo dei dvd o cd e troppo alto , e cmq con questo strumento se si può chiamare cosi, si possono fare cose che moltissime persone non sono alccorrente io spingerei nelle scuole questa tecnologia e la approffondirei 10 volte + di quanto la spieghino in questi anni. un saluto al migliore Beppe Grillo.

Francesco Doro 23.10.05 13:29| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
volevo segnalarti un problema riscontrato con Skype ,la tecnologia telefonica via rete da te citata nei tuoi più recenti spettacoli. Vengo subito al dunque esponendoti il problema con cui mi sono imbattuto utilizzando questa, comunque, spettacolare alternativa alla linea telefonica tradizionale. Quando effettuo chiamate o le ricevo, c'è un ritardo di circa 1 e 1/2 nel percepimento del messaggio tra un interlocutore e l'altro; in poche parole, credo non ci sia una perfetta tempistica di ricezione delle parole durante le conversazioni e questo provoca qualche disagio..
Mi chiedevo se anche tu hai riscontrato questo tipo di problema e se sai da cosa possa dipendere e come intervenire.
Premetto che ho acquistato via web l'apparecchio "dualmode", ovvero quello che funziona sia con la linea tradizionale che per mezzo di connessione internet a banda larga.
Al di la di questo, tengo a sottolineare che l'apparecchio e la tecnologia su cui gira è a dir poco fantastico! e ringrazio te per primo che me ne hai messo a conoscenza.
Seguo sempre volentieri i tuoi spettacoli; uno perchè da sempre ti ritengo uno schietto, che non ha peli sulla lingua quando parla delle problematiche che affliggono il nostro paese che, ahimè, sta pian piano finendo allo sfascio totale, senza che i famigerati "potenti" facciano qualche cosa di buono per cercare di risanarlo, e due perchè in televisione ormai, gira solo "immondizia mediatica" con lo scopo d'inquinare più che istruire! e, onestamente, d'inquinamento devo già subirmi quello eco-ambientale, non ne ho bisogno di ulteriori.. sarebbe davvero troppo non credi?

Grazie per tutto e continua così,
sei una luce.

Moreno M.

Moreno Murru 21.10.05 05:43| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe sentivo in tv che una grande multinazionale americana sta' facendo in modo di bloccare l'uso di skype.....ne sai niente?? tienici informati

angela cristofari 20.10.05 18:42| 
 |
Rispondi al commento

In questi giorni, in alcune città della Sardegna (prima regione a partite con il digitale terrestre, nel 2006, insieme alla Valle d'Aosta), si è scatenata la caccia al decoder. Pochi sanno, perché male o per niente informati, che il decoder non sarà sufficiente: sembra che molte antenne non siano tecnologicamente in grado di ricevere il segnale, così bisognerà spendere altri soldi per assistere ai consueti programmi. Penso a chi fatica a sopravvivere con la pensione minima e ora potrebbe non avere la possibilità di godere di un po' di compagnia, soprattutto nelle ore serali. Penso ai tanti anziani, ma anche a malati e disabili, che soffrono di solitudine e cercano un minimo svago nella povertà intellettuale della nostra televisione: già, molti di loro non possono permettersi una parabola e l'abbonamento per vedere i canali satellitari. Si dirà: finalmente ci si potrà liberare dal giogo della tivù. La verità è un'altra: molti italiani non hanno la possibilità di concedersi altri svaghi, per problemi economici, di età o di salute.
Un'ultima considerazione: molta gente, sino ad oggi, si era disinteressata del problema perché credeva che il digitale sarebbe stata soltanto un'alternativa all'analogico, con possibilità di scelta da parte degli utenti. Così non sarà: entro luglio 2006, Sardegna e Valle d'Aosta saranno oscurate (il temuto "switch off"), soltanto chi avrà il decoder potrà guardare i programmi delle emittenti nazionali e regionali. Dal 2007 toccherà al resto d'Italia. I maliziosi si chiedono: come mai non hanno cominciato da regioni più popolate, come Lombardia e Sicilia?
Grazie dell'attenzione.
Luigi

Luigi Alfonso 20.10.05 11:12| 
 |
Rispondi al commento

Caro signor Grillo (ho 20 anni, non me la sento di darle del tu!) e tutti i partecipanti al blog, vorrei raccontarvi una storiella che dimostra di come noi siamo al servizio della tecnologia, e non viceversa... Quando uscirono le prime macchine da scrivere, queste avevano sulla tastiera le lettere disposte nel modo più logico: l'ordine alfabetico! Ma le prime macchine erano ancora imperfette, e se i tasti venivano battuti troppo velocemnte, il meccanismo si inceppava. Allora i produttori hanno ben pensato di "mischiare a casaccio" tutte le lettere, in modo tale da diminuire la velocità di scrittura e di conseguenza preservare le macchine. Così naque la tastira QZERTY (se memoria non mi inganna...); il nome non è altro che le prime lettere della tastiera in alto a sinistra. In Europa divvenne (non so perchè si dovette ulteriormente cambiare) QWERT. Sta di fatto che la tecnologia avanzò, e i difetti delle prime macchine da scrivere vennero risolti... per non parlare del computer, praticamente impossibile da far "inceppare" per l'eccessiva velocità di scrittura!!! Ma l'ordine delle lettere della tastiera è rimasto lo stesso... Prima di sapere questa storiella (che purtroppo non ho modo di verificare) mi sono sempre chiesto il perchè di quest'ordine, e gli "esperti" di informatica a cui ho rivolto la mia domanda mi hanno sempre risposto:"perche si sono messe le lettere più usate in corrispondenza delle dita più agili" ... Per chi non lo sapesse, sulla lettera F e J della tastiera c'è una piccola tacchetta: serve per capire, anche solo con il tatto, dove si trova il centro della tastiera, e posizionarci gli indici per una più rapida scrittura... io non so se tra voi ci siano molte persone che usano spesso la "J" (magariu uno che si chiama Jack...), dato che le lettere più usate sarebbero in corrispondenza delle dita più agili... a fianco alla "J" troviamo la "H" e la "K"... La "A" è in corrispondenza del mignolo sinistro, dito non agilissimo...
Notte.

Luca Deriu 20.10.05 00:17| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti,
vorrei rispondere al commento di Giorgio Fiandrino, che auspicava internet come sede della democrazia, e dove si possa addirittura votare. Io credo che ciò sia bellissimo, ma anche molto rischioso... un buon haker (si scrive così?) è in grado di intrufolarsi in una banca e di girare forti somme di denaro... cosa vuoi che sia qualche migliaio di voti? poi se i sistemi di sicurezza fossero dello stato, avrei proprio da preoccuparmi! e ancor di più se i sistemi di sicurezza fossero appaltati a privati!!! Per cui viva internet come scambio di idee e opinioni, ma ricordiamoci che ogni cosa che noi facciamo con il nostro computer è rintracciabile... Internet non è ancora completamente libero e sicuro.

Luca Deriu 19.10.05 23:58| 
 |
Rispondi al commento

Negli ultimi giorni ho visto e sentito la pubblicità del nuovo processore "pentium D" di intel e del nuovo S.O. microsoft "windows vista". In una mail inviatami da amici l'unione di questi due elementi sarebbe alla base di una strategia per il controllo delle risorse tecnologiche e per limitare le libertà di utilizzare free-software.
Sarei interessato ad avere ulteriori informazioni da chi sicuramente è più informato di me.

stefano brandini 19.10.05 19:15| 
 |
Rispondi al commento

L'idea di una cittadinaza di internet credo sia geniale, tanto per iniziare non potremmo iniziare a studiare nei dettagli l'idea per capire come potrebbe funzionare?
Credo sia arrivato quasi il tempo di iniziare a votare trammite internet, sarebbe un grande risparmio per tutti (carta cioe alberi, petrolio ecc...) e poi tutti i partiti avrebbero il loro sito dove fanno la loro propaganda...più parcondicio di così! Poi avrebbero l'opportunità di sapere in poco tempo come la pensano i cittadini sulle loro proposte, insomma potrebbero veramente cambiare il rapporto con il cittadino e renderlo informato.
questa è solo una delle decine di idee che mi frullano per la testa ma che dimentico di scrivere da qualche parte così puntualmente non me le ricordo mai.
Vorrei lanciare un'insultino ad alcuni politici: Ignureeeeeent !!!

Giorgio Fiandrino 17.10.05 17:43| 
 |
Rispondi al commento

Come è possibile usufruire della potenzialità di internet con una connessione a 56K (ipotetici!) ?
D'altra parte la possibilità di avere una connessione ADSL è, secondo Telecom, possibile per quelle zone dove c'è un numero sufficiente di richieste.
Primo quanto è grande questo numero?
Secondo è forse il canone telefonico delle zone "a bassa richiesta" di ADSL meno oneroso di quello di altre zone dove l'ADSL è una realtà già da tempo?
Direi proprio di no!
Ma cosa possiamo fare per avere "uguali diritti in fatto di rete"?

Massimo 17.10.05 17:05| 
 |
Rispondi al commento

perdonate se torno su un argomento non nuovo, e con un personale problema, ma io anzichè nonpoter usufruire, ad esempio, dell'ADSL, non riesco neanche a fare normali telefonate. Da quando ho una linea nuova Telecom (1998) perdiodicamente riamngo isolato, da due a 28 giorni di seguito! Quest'ultimo lungo lasso di tempo senza telefono l'ho sperimentato tra luglio ed agosto di quest'anno, con risultanze al limite del ridicolo. Infatti un coinquilino del mio palazzo con l'analogo problema si è visto riallacciare la mia linea per 15 giorni... In quel periodo ho fatto più di 10 telefonate al 187 e ho scritto 7 email di segnalazione guasti e protesta. D'altronde non essendo un'azienda non pago più del dovuto per assistenza, solo il solito canone pur utilizzando Tele2 come operatore, quindi, perchè lamentarmi? Perchè ti prendono in giro, e ci vanno di mezzo anche i rari dipendenti volenterosi ed intelligenti, frustrati dall'atteggiamento dell'azienda, e che sanno bene che l'utenza deve appoggiarsi su una rete colabrodo. Gli altri operatori, la maggior parte, sono addirittura capaci di consigliare, al mio coinquilino allacciato erroneamente al mio numero di telefono: "ma lei intanto può telefonare, al massimo paga il suo vicino..." Ma io che faccio anche fatica ad utilizzare il cellulare da casa, con i relativi costi, con dei genitori anziani che non possono far altro che fare affidamenteo sul telefono per trovarmi in caso di emergenza, con una moglie medico con analoga dipendenza dal primo mezzo di telecomunicazione - comunicazione a distanza - che dovremmo avere a disposizione, anche se mi rifondessero il danno, cosa me ne faccio dei rimborsi? Io voglio poter comunicare dato che sono obbligato a pagare! Qualche consiglio? Vorrei proprio potermi occupare di tante cose vere ed urgenti che richiedono un'attenzione costante per la propria esistenza e quella dei propri figli, ma sicuramente spenderò un po' del mio tempo per affossare anche questi farabutti!Grazie di tutto Beppe

Diego Macciardi 17.10.05 13:11| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera a tutti.. perdonatemi se scrivo qua, mi rivolgo a tutti coloro che leggono e non solo a te Caro e stimato Beppe, ma il muro del pianto non è ora accessibile, quindi provo qua... mi sapete spiegare come mai il caro Rubbia...lo scenziato, non che per me bella persona che ho conosciuto un po' ... se ne è andato ed ha litigato con l'ENEA ed i soci di stato, ed attualmente collabora con spagnoli per la realizzazione di energia fotovoltaica... noi siamo i più furbi??? ovvero chi sono i nostri stipendiati per permettersi di allontanare un Rubbia senza nemmeno farcelo sapere???... Io non ho risposte...attendo le vostre...
Oltretutto sai Beppe ed anche tutti Voi come possiamo lottare con le lobbi per incrementare e lanciare l'uso delle energie rinnovabili..sole vento, maree, pompe di calore, biomasse, combustibili dall'agricoltura ecc... un sorriso a Voi...Silvano... da Luino lago maggiore

Silvano Tomasetto 15.10.05 21:16| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe grillo
vorrei avere un informazione, ma perche devo pagare il canone telecom per avere un abbonamento Adsl,che cosa significa "liberalizzazione dell'ultimo miglio" ,perche quando a hanno venduto nostra Sip(pagata con le nostre tasse,senza neanche chiderci un parere) lo stato non si e tenuto l'ultimo miglio per poterlo noleggiare anche ad altre aziende concorrenti

leonardo scaramucci 14.10.05 21:46| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, ti seguo dai tempi del "te lo do io" e utilizzo il computer da quando si usavano le cassette al posto del cd...in rete scarico di tutto, musica, film, e quant'altro mi possa servire. Un giorno capitando per caso nel tuo blog mi sono sentito in dovere di acquistare il tuo dvd...Ovviamente l'ho consigliato agli amici, spiegando che l'avrei benissimo potuto dare in copia ma non sarebbe stato corretto nei confronti di uno che da anni ci fa capire le cose... Alcuni amici l'hanno acquistato direttamente, uno di questi me lo ha pagato ed io ho provveduto ad acquistarne un altro sul tuo sito. E'l'unico modo che ho per poterti dimostrare il rispetto e la stima che ho di te..
Continua così...con amicizia. Paolo

Paolo Lovreglio 14.10.05 15:10| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe.... Vivo a Norcia (PG) (città natale del Patrono d'Europa - San Benedetto) purtroppo sono diversi anni che io, come tanti cittadini Nursini attendiamo la sospirata BANDA LARGA ...ADSL che non arriva... pur avendo sensibilizzato il sindaco ... per la Telecom rimaniamo un paese del terzo mondo... ma certamente non lo è Cascia (PG) (città natale di Santa Rita) che si trova A 18 km da Norcia, infatti sono almeno 3 anni che hanno cablato quella cittadina, con un bacino di utenze molto inferiore a Norcia.... Posso pensare tante cose... ma una la devo dire ... penso che San Benedetto conta molto meno di Santa Rita ?
SPERO CHE TANTI CITTADINI NURSINI SI ASSOCINO AL MIO COMMENTO DI PROTESTA.

Beppe Continua Così che vai forte ... !!!!

Paolo Luzi 12.10.05 21:02| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
Vorrei ti esprimessi sul proliferare dei nuovi numeri di telefono tipo 892-892 o 1254, o 1288. Una volta c'era il 12 che era gratis, ora ti fanno un c...o così! Che vergogna! Tra l'altro dietro queste numerazioni non credo ci sia la telecom ma qualche altro truffaldino. ne sai qualcosa di più? io ovviamente sti numeri mi guardo bene dall'usarli, basta andare su www.info412.it !!

andrea trebiani 11.10.05 18:21| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
Vorrei ti esprimessi sul proliferare dei nuovi numeri di telefono tipo 892-892 o 1254, o 1288. Una volta c'era il 12 che era gratis, ora ti fanno un c...o così! Che vergogna! Tra l'altro dietro queste numerazioni non credo ci sia la telecom ma qualche altro truffaldino. ne sai qualcosa di più? io ovviamente sti numeri mi guardo bene dall'usarli, basta andare su www.info412.it !!

andrea trebiani 11.10.05 18:21| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
Vorrei ti esprimessi sul proliferare dei nuovi numeri di telefono tipo 892-892 o 1254, o 1288. Una volta c'era il 12 che era gratis, ora ti fanno un c...o così! Che vergogna! Tra l'altro dietro queste numerazioni non credo ci sia la telecom ma qualche altro truffaldino. ne sai qualcosa di più? io ovviamente sti numeri mi guardo bene dall'usarli, basta andare su www.info412.it !!

andrea trebiani 11.10.05 18:20| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
Vorrei ti esprimessi sul proliferare dei nuovi numeri di telefono tipo 892-892 o 1254, o 1288. Una volta c'era il 12 che era gratis, ora ti fanno un c...o così! Che vergogna! Tra l'altro dietro queste numerazioni non credo ci sia la telecom ma qualche altro truffaldino. ne sai qualcosa di più? io ovviamente sti numeri mi guardo bene dall'usarli, basta andare su www.info412.it !!

andrea trebiani 11.10.05 18:20| 
 |
Rispondi al commento

Davvero sconcertante la notizia che in Venezuela un totale di ben 15 imprese, tutte multinazionali ed occidentali, tra cui Microsoft, non avrebbero mai pagato l'imposta sul valore aggiunto. Ma Microsoft non è quella che vuol combattere la pirateria, le copie illegali, i virus e lo spyware ? Perchè non comincia col pagare le tasse ?? Predica bene e razzola molto molto molto male...

Sirio_il_Dragone 11.10.05 12:04| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
ho seguito il tuo spettacolo di Pegli: sei stato fenomenale!!(solo gli interventi degli ospiti lasciavano un pò a desiderare!)Comunque scrivo perchè durante lo spettacolo hai detto che in alcuni paesi (mi sembra Korea ed altri) esiste la connessione gratis ad internet veloce. Se è vero dobbiamo far vedere a chi tiene le redini di questa situazione che noi usiamo la rete, ci serve, ottimizza il nostro tempo e ci permette di fare di + in - tempo. Forse così facendo e portandoli a conoscenza delle iniziative estere riusciranno ad agevolarci un pò, senza tante balle come FASTWEB,ALICE,TISCALI,TELE2 e chi più ne ha più ne metta.
Secondo me sarebbe una cosa utilissima, metterebbe anche in mano a persone che nn possono permettersi un contratto costoso,l'informazione che la rete può regalare.

Finisco segnalando un sito da cui si può scaricare un programmino gratis che a sua volta permette di scaricare gratuitamente praticamente qualsiasi cosa.Il sito è http://www.bearshare.com/it/

VISITATELO E NON RIMARRETE DELUSI.

Ciao Beppe sei grande.
Un saluto a tutti i frequentatori di questo bel blog

FRANCESCO GENNARO (20 anni) GENOVA

francesco gennaro 11.10.05 06:07| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei intervenire sull'argomento "tecnologia e rete". Io vivo in provincia di Biella, una delle aree fino a un po' di tempo fa più ricche ed avanzate del paese... ora non più ma questo è un altro discorso. Qui da noi l'ADSL ha raggiunto soltanto la citttà e pochi altri grossi centri, il resto del territorio ne è sprovvisto e noi poveri diavoli ci colleghiamo con modem a 56K sopportando costi astronomici se vogliamo usufruire della rete. Vi siete mai chiesti come può Tronchetti Provera mantenere quel tenore di vita? Perchè lo mantengo IO, ecco perchè! Comunque con una buona dose di ingenuità un gruppo di cittadini si organizza e qualche mese fa promuove una bella petizione alla TELECOM per dire press'a poco questo: cara TELECOM, porta qui l'ADSL, in fin dei conti sei solo a otto chilometri e ci dicono che gli impianti sono già predisposti, tutti noi non aspettiamo altro. Grazie e arrivederci. Seguono 150 firme di utenti desiderosi di fare contratti alice o similari.
Sono passati mesi e non abbiamo avuto nessuna risposta, nemmeno un crepa o un calcio in cu.lo, niente di niente.
Ora sto incominciando a perdere la pazienza. Cosa abbiamo di diverso dagli altri utenti? Perchè dobbiamo spendere cifre astronomiche per una cosa che dovrebbe essere alla portata di tutti?
Per vie traverse abbiamo saputo che la Telecom non giudica economicamente conveniente un intervento nella nostra zona. Bene, secondo me bisognerebbe obbligarla. Qual'è la tua ragione sociale? Vendere servizi telefonici: bene, allora vendili, caz.zo, oppure vai a fare altro!
Ora abbiamo pensato di fare intervenire le istituzioni, chiedendo l'intervento del presidente della provincia, che è una brava persona a quanto ne sappiamo. Pensi lui a esigere questo servizio per i suoi amministrati. Voi che ne pensate? Avete qualche buon consiglio da darci?
Grazie per l'accoglienza e un abbraccio. Beppe, ti ho visto a Biella questa primavera, sei in gamba. Ciao.

Donata Cerruti 10.10.05 18:18| 
 |
Rispondi al commento

oggetto: il futuro, forse, è più vicino.

Scrivo per indicare un sito,http://www.writely.com/Default.aspx, in cui è possibile scrivere documenti, condividerli con terzi, senza la necessità di avere alcun programma di editazione, leggi microsoft office,istallato sul proprio p.c.

Cosa implica tutto questo?
A mio avviso una piccola rivoluzione!!

Pensate ad un pc con un'unica funzionalità, collegarsi alla rete.
Tutto il resto, software, programmi, "virtual" disk (hard disk virtuale) completamente gratuiti.
Allora si che si potrà avere un pc in ogni casa a costo pressocchè nullo.

un saluto e complimenti per l'iniziativa

Francesco di Zinno 10.10.05 14:00| 
 |
Rispondi al commento

Vi invio questo link:
http://www.italiamac.it/forum/viewtopic.php?t=67360&lighter=palladium

è uno dei tanti post su un forum che parla di tecnologia, in questo caso legata al mondo Apple.
Se entrerà in vigore, questo Palladium ci farà dire addio anche alla poca libertà di parola e stampa che ancora su poteva trovare in rete.

Provate a scrivere in un qualsiasi motore di ricerca "Palladium" e vedete cosa esce fuori.

Ciao a tutti!

Fulvio

Fulvio Varone 10.10.05 10:25| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe sono Daniele, 22 anni, complimenti per lo show sei molto acuto e hai la dote di ascoltare quindi capire a fondo il viaggio che si fa in questo mondo.
Volevo parlarti di una cosa riguardo la rete che ci unirà tutti perche' come dici te se avessimo un computer collegato 24 ore su 24 nelle nostre case avremmo una visuale maggiore di cio che ci circonda e hai ragione.
Quello che volevo dirti io e' che non solo in Italia la gente ancora sta arretrata riguardo la conoscenza dei computer oltretutto i nostri e cari gestori di rete ossia la maledetta TELECOM ITALIA, che fosse per me potrebbe anche esplodere,non da la possibilita a noi comuni mortali di conoscere l ADSL e sai perchè? perchè nel 2005 c'è gente ,come me,che ha la centralina non ancora aggiornata e sono 5 anni che mi stanno dicendo:La aggiorneremo entro dicembre 2000:poi uguale 2001 e uguale nei successivi anni!.è successo che avevo fatto il contratto con libero dicendo che ero coperto ma dopo un giorno ........il contratto e' stato annullato perche' la mia centrale situata in via di tor pagnotta a Roma zona laurentina Cecchignola,e stata aggiornata l ultima volta negli anni 80 ben 25 anni fa!!!!!!Ho denunciato la telecom poiche' la linea a banda larga è ormai un diritto di tutti,ma non ho ottenuto niente.
Molto probabilmente dovro' mettere una bomba nella sede e fare esplodere tutto forse mi ascolterebbero e non direbbero piu' :aggiorneremo dicenbre 2006.Sono costretto ora ad avere la satellitare con telecom altra fregatura e non posso nenche disdire poichè pagherei la rimenza dell abbonamento tanto vale usarla ormai .
Ti dico le tariffe:39 euro a l mese + un centesimo al minuto in upload ossia ci sono 2 modem uno sat e uno normale da 56 kb che in download vai a 640 kbps e in upload arrivi a 33.2 pensa che Ca....a e che stupido io ...ma non avevevano detto cosi quando l ho fatto e furbi.Grazie di avermi dato lapossibilità di parlare con te Ciao Da Daniele Giampa

Daniele Giampa 10.10.05 00:15| 
 |
Rispondi al commento

Oltre al commento, che credo risulti superfluo, una richiesta d'aiuto!

Vivo a soli 2,7 chilometri di distanza da una media città italiana (Ravenna) e non ho la possibilità di accedere ad internet tramite un normale collegamento ADSL ma devo accontentarmi del collegamento ISDN e 64Kbps, pagando pesanti bollette telefoniche; a quanto mi risulta, Telecom non ha intenzione di installare l'apparecchiatura necessaria nella mia zona (per altro non certo disabitata ma molto popolata) per questioni economiche.
Ogni consiglio, suggerimento e/o aiuto è gradito.

P.S.Non posso rinunciare alla linea fissa per ragioni familiari

Luciano Salbaroli 07.10.05 23:07| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo, scusa la confidenza, ho intenzione di installare Skype in ufficio e togliere o limitare il collegamento telecom (ladri), mi piacerebbe sapere se esistono telefoni , non solo il cordles, che usano la tecnologia skype.
Voglio dare un mio piccolo contributo debellando un pochino di ruberia generale che la telecom attua nei confronti degli italiani.
Grazie , sei troppo forte.

Gabriele Carini 07.10.05 16:31| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe
mi dispiace ma mi sa che stai prendendo una cantonata le cose semplici non sono solitamente le migliori e sopratutto non sono le più economiche. A esempio sicuramente in 99% delle persone che scrive in questo blog utilizzano come sistema operativo un prodotto Microsoft e utilizzano altri programmi tipo word excel tutti coperti da diritti d'autore e per i quali devi pagare una licenza ( e leggi la licenta !!!! il software non è tuo hai solo il diritto di usarlo ma ti può essere revocato in qualsiasi momento ) . si ci sono i furboni che utilizzano le copie pirata non sono cosi furbi se vuoi ti spiego il perchè ma non ora. Volevo farvi conoscere l'esistenza di softwer alternativo o per meglio dire l'oren source per il quale non esistono diritti d'autore non devi pagarlo non devi registrarti da nessuna parte ( cosi non ti arrivano tonnellate di publicità) è del softwer sviluppato dalla comunità e funziona benissimo, si e sicuri di quello che fa ( comprase softwer closed source stile "Microsoft" e come acquistare una macchina con in cofano saldato che tu non puoi aprire o far aprire dal tuo meccanico per controllare cosa c'e dentro) . Un mio consiglio per i più audaci installate come sistema operativo Linux ( una qualsiasi distribuzione acquistabile allegata a riviste che parlano di Linux appunto) e provatelo in alternativa a Winzozz ( ops Windows) per chi non vuole fare un cambio sosi radicale invece consiglio Open office al posto di Microsoft Office Firefox come browser al posto di Explorer e Thunderbird al postoo di outlook expres e Gimp al posto di pothoshop questi sono solo alcuni esempi di programmi che funzionano meglio degli originali sono più sicure e sono GRATIS in più trovi una pacca di documentazione a riguardo, tutti questi programmi non vanno in conflitto e si puo avere installato sia explorer che firefox senza problemi . Si lo so non e facile cambiare le abitudini ma provateci finiamola di arrichire le grandi industre informat

Stefano Bruttomesso 07.10.05 10:36| 
 |
Rispondi al commento

Diecimila addetti delle forze dell'ordine si spostano il Sabato e la Domenica per l'Italia per presenziare le partite di calcio, lasciando le strade, limitando il loro controllo a poche unita' proprio nel momento di maggior bisogno. ,I ricercati e i latitanti, se non vanno allo stadio si spostano per andare a farsi curare.Un paese con 7500 morti annui ,18000 feriti non se lo puo permettere, il costo umano sociale economico e' troppo alto, caro Beppe ascolta le associazioni delle vittime della strada loro ti diranno cosa si puo' proporre .una mia proposta e'che le squadre si paghino loro il servizio d'ordine .Lo facciano fare assumendo gli ulras, riducendo il compenzo lauto dei giocatori restituendo le forze dell' ordine ai loro compiti.Si creerebbero nuovi posti di lavoro, i preposti non sarebbero piu' sottoposti a violenze ci sarebbe piu' prevenzione sulle strade meno morti fra i ragazzi ,meno orfani, meno costo sociale, cercano le risorse per le finanziarie, quante risorse si possono recuperare soltando mettendo sulle strade piu' sorveglianza non solo per reprimere ma per prevenire, anche soltando per dirti che stai sbagliando comportamento, questo 'fai da te' che si sta sempre di piu ' affermando confidando soltanto sulla patente a punti non serve a molto mi pare, occorre qualcosa di piu' serio. Grazie per quello che fai tutti i gior per noi.

marcello volpi 05.10.05 20:02| 
 |
Rispondi al commento

Si. Proprio. Domani che la rete ci salverà.
Avevamo paura tutti di essere spiati e ci siamo messi in casa delle enormi e costose "cimici" . Li nutriamo giornalmente amorevolmete.
E loro che fanno. Ci sputtanano come il miglior amico farebbe.
Microfono aperto tutto il giorno sul tuo piccolo mondo, nella magior parte dei casi, un on/off ad intermittenza per i neo-internauti ancora poco disponibili.
Aggiungi una webcam, ed eccolo il miracolo "Ci Vede" "Si Vede" "Ci Vedono"
E si perchè tutto ciò che puoi fare, lo possono fare benissimo anche gli altri, e forse meglio.
Ad ogni collegamento eccoci prontiprotagonisti di un nuovo programma "Il Reality è pronto ".

Eleonor Danken 05.10.05 03:28| 
 |
Rispondi al commento

Salve signor Beppe,

Ho acquistato, in un centro assistenza TIM, la scatola per la configurazione del servizio "Alice Mia" (quella pubblicizzata da Valentino Rossi e Fernanda Lessa!) della famigerata TELECOM; il servizio prevedeva la possibilità di connettere tramite internet diverse postazioni pc CONTEMPORANEAMENTE.
Le giuro, saranno venuti a casa mia dieci scienziati del servizio tecnico della ditta ad improvvisare un'istallazione guidata...
che pena...alcuni non sapevano neanche qual'era il computer; andavano davanti al televisore, prendevano il videoregistratore e dicevano: "questo è il modem?"
altri si sono fatti fare il panino con la mortadella da mia madre, sapendo che avrebbero messo radici per due giorni...
insomma..
nessuno ci capiva una mazza;
sono rimasto con quella bellissima scatola colorata sotto il letto, inutilizzata...
In conclusione la Telecom propone complicatissime tecnologie, gestite da tecnici rimasti all'era del telegrafo...Cribbio, almeno funzionassero...invece no, neanche la soddisfazione di pagare "amaramente" un servizio che funzioni.
So che lei è schierato da tempo in prima linea
in questioni simili, le sarei grato se potesse sollevare la questione relativa alla semitruffa della scatola di alicemia in qualche suo spettacolo...io depongo le armi, mi hanno stancato, non posso più sentire parlare di alice, mi vengono i conati solo al pensiero di un tecnico telecom al citofono...
grazie
Fabio

fabio 04.10.05 16:18| 
 |
Rispondi al commento

Sui4 mb dell'adsl posso dire che: prima cosa non arrivano ovunque e sono di punta massima! non c'è salvo eccezioni banda garantita! in sostanza per un pò di tempo potreste anche a causa della congestione andare a zero bit ! Tempo fa c'è stato l'upgrade a 4 mb! bhè io me ne sono accorto eccome! Ho diffidato la compagnia a farmi l'upgrade avvertendo che in caso contrario avrei chiuso a scadenza contrattuale ogni rapporto con la compagnia che mi forniva il servizio! Morale della favola! La compagnia mi ha risposto che non poteva non procedere all' upgrade e che non era possibile per una singola persona mantenere la banda precedente ( 1,2 mb) a mio avviso non posso contestare questa cosa perchè non sono un esperto di linee adsl anche se mi chiedo come fanno ora a dare ad alcuni i 4mb e ad altri i 640 kb mah! Oltre ciò! mi chiedo anche come mai sia partita solo ora l'offerta a 640 kb e non prima! Man mano che procedevano con gli aumenti di banda potevano anche fare contratti a 640 kb per i nuovi entranti non vi pare? Invece hanno aspettato che tutti arrivassero a 4 mb per poi fare una offerata a 640 kb con prezzi a circa 20 euro mese! Per quanto mi riguarda i prezzi sono abbastanza altini considerando che al doppio o anche meno! uno riesce ad avere una linea a 4 mb
Però la cosa + importante è che la compagnia se fosse stata costretta da qualche norma ad offrire ( non ho controllato sinceramente se c'era ) un servizio di quantità inferiore a prezzo inferiore , nel caso di non voluto upgrade avrebbe dovuto prevedere una nuova tariffa per tutti quelli che fossero rimasti a 1,2 mb! Immaginate il casino che sarebbe successo? Rinegoziare tutti i contratti per evitare le disdette da parte dei clienti che si sarebbero trovati a pagare una cifra assurda per un contratto a 1,2 mb quando gli utenti a 4 mb avrebbero pagato la loro stessa cifra! Per evitare tutto questo la "mia" compagnia si è semplicata la vita non consentendo il cosidetto non upgrade!
Che la rete ci salvi!!

fredi ricchioni 04.10.05 16:17| 
 |
Rispondi al commento


Caro Beppe, un paio di settimane fa mi sono recato in biblioteca per controllare la mia e-mail come ogni settimana. Ma..sorpresa..non potevo..perchè?? Secondo una legge sul terrorismo di luglio/agosto solo 3 dei 10 computer messi a disposizione potevano essere utilizzati per la navigazione, previo collegamento fatto DI PERSONA da un responsabile. Mi domando:
1- perchè bloccare 7 computer e lasciarne disponibili 3? Se si sta parlando di terrorismo.. o tutti o niente.. e allora penso..
2- se i computer sono solo tre, è ovvio che in questa maniera si può controllare ciò che uno scrive o vede su internet, + facilmente se gli utenti sono pochi (tre contro dieci!!). Ma c***o, se bisognava togliere le intercettazioni perchè violavano la privacy, non ci troviamo di fronte a un paradosso? Alternativa (ma qua esagero): semplicemente si cerca di bloccare l'informazione che non passa per la televisione!!
Robe all'italiana

gianluca micheli 04.10.05 16:05| 
 |
Rispondi al commento

Salve...
A proposito di rete volevo chiederti cosa ne pensi di Palladium (ho trovato questo articolo che ne parla http://www.apogeonline.com/webzine/2002/07/02/01/200207020102 )
Sembra che nei computer del prossimo futuro potrà girare soltanto software autorizzato (indovinate da chi), in modo da offrire finalmente diritti digitali realmente protetti all'industria del software, del cinema e del disco. I primi prototipi sono già in vendita. Effetti collaterali trascurabili: l'eliminazione definitiva di Linux e delle libertà degli utenti.

Questo articolo è del 2002, sembra che sia rimandato al 2007. Non so se prendere sul serio questo articolo , ma la cosa fa paura...
Ho trovato diversi riscontri sul web.
Cosa ne pensi?

Giulia Torre 03.10.05 15:03| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, mi chiamo Filippo e sono un tuo grande ammiratore ho quasi seguito tutti i tuoi spettacoli, pero' vorrei farti una domanda? come mai hai cambiato idea su internet? Mi sembre che fino al 2001 criticavi la rete e chi avesse un sito internet, mi ricordoo che nel tuo spettacolo del 2001 non facevi altro che criticare il www etc etc., cambiare idea e' leggittimo pero' credo che sia giusto che lo spiegassi publicamente durante i tuoi spettacoli la mia non vuole essere una critica ma un volerci capire. Ringraziandoti anticipatamente in bocca al lupo per tutto

filippo maniscalco 02.10.05 16:04| 
 |
Rispondi al commento

da oggi sabato 1 ottobre 2005 hanno cambiato il servizio telefonico per sapere i dati di un abbonato telefonico, quello per sapere a chi è intestato un numero o sapere che numero ha una persona interessata, e ai telegiornali hanno detto che in alternativa si può avere lo stesso servizio gratis su internet, a parte che non è gratis la connessione, poi i due siti che conoscevo per quel servizio erano www.pronto.it e qui i gestori dal mese di agosto hanno messo il servizio a pagamento, e su www.paginebianche.it lo hanno levato, inoltre ad alzare i prezzi, i telegiornali prendono in giro o conoscete qualche altro sito?

Adriano Santato 01.10.05 13:33| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, ho acquistato il dvd dello spettacolo di Roma e ne sono rimasto esterrefatto.
Preso dall'entusiasmo ho partecipato allo spettacolo di Grillo del 21 settembre a Codroipo...UNICO
Ma quanta feccia abbiamo attorno...
Chiedo un consiglio:
ho un abbonamento del telefono con Telecom Italia, ma da piu' di due anni le telefonate le effettuo con Tele2, presto con Skype.
Solo per sapere se c'e' un'alternativa nel risparmiare su questi costi:
totale fattura dal 01/07 al 31/08 € 48,00
costo telefonate € 0,52 + iva
linea telefonica privati ott.nov. € 24,28 + iva
servizio chi e' ott.nov € 2,58 + iva
servizio hello sempre lug.ago € 9,30 + iva
noleggio accessori ott.nov. € 1,24 + iva
noleggio apparecchi telefonici ott.nov € 1,66 + iva
contributo spese di spediz. € 0,31 + iva
Cosa posso fare per risparmiare qualcosa?
Grazie fin da ora.

Marco Delle Vedove 29.09.05 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Beh volevo confermare quanto detto da Beppe nei suoi spettacoli! E' veramente straordinario come la rete scovi e smentisca tutto quello che le Tv ci fanno vedere...un esempio è stato il recente "scandalo" (per modo di dire) delle IENE trasmissione di Italia Uno andata in onda Domenica sera(credo)...in particolare c'era un servizio sul tritto e ritritto argomento dei piaceri sessuali dati in cambio di prospettive nel mondo dello spettacolo da parte di sedicenti ragazzine senza talento ma con grosse pere e bei sederi che prima tirano il sasso eppoi nascondono la mano gridando al lupo al lupo (non c'entra niente ma forse rende l'idea)....beh a tal proposito è stato stupefacente come il personaggio nascosto da un alone grigio e con la voce tarroccata , praticamente in contemporanea alla trasmissione è stato sgammato dalla rete con una registrazione della voce e con la pulizia della stessa oltre a piccoli indizi avuti dal video...non era neanche finita la trasmissione che in rete si trovava già il nome di AMEDEO GORIA quale artefice della richiesta scandalosa...ma soprattutto si trovava anche in rete la ragazzina MICHELA tanto buona e offesa dal comportamento di Amedeo che in realtà non era che una aspirante PORNOSTAR con tanto di sito (opportunamente oscurato in questi giorni) www.coseose.com ove si trovavano le sue foto nude ( non c'è che dire ha veramente un bel paio di T...E comprendo Amedeo nella sua voglia di...) e udite il numero di cellulare...da qui il nostro caro giornalista ha atinto per il primo contatto che lei ovviamente non ha rifiutato...visto che il numero era inserito per essere "contattata" esplicitamente! Come dici tu Beppe..."è una cosa pazzesca" ...eheheh Onore al mondo di internet e a tutti noi internauti! Andiamo avanti così ragazzi che non ci prende nessuno per il c.... ehm fondoschiena! :-))))BEPPE posso chiederti una cosa?Ho scaricato SKYPE ma mi sembra identico a MSN microsoft che uso da anni,fa le stesse cose anzi con MSN anche VIDEOCHIAMI

Gianpiero Del Zotto 27.09.05 16:33| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo, ti pregherei di chiamare una volta il 187 della Telecome,durante la lunga attesa,ascoltare gli incredibili commenti preregistrati, tipo "ABBIAMO RAGIONE DI RITENERE che il primo operatore libero le risponderà", senza peraltro dire entro quanto! Oppure "gli operatori sono EFFETTIVAMENTE (!) occupati...
Mi piacerebbe che tu commentassi quanto sopra in uno dei tuoi spettacoli...

maurizio cacciatore 26.09.05 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo, ti pregherei di chiamare una volta il 187 della Telecome,durante la lunga attesa,ascoltare gli incredibili commenti preregistrati, tipo "ABBIAMO RAGIONE DI RITENERE che il primo operatore libero le risponderà", senza peraltro dire entro quanto! Oppure "gli operatori sono EFFETTIVAMENTE (!) occupati...
Mi piacerebbe che tu commentassi quanto sopra in uno dei tuoi spettacoli...

maurizio cacciatore 26.09.05 12:11| 
 |
Rispondi al commento

SIG. Grillo per fortuna c'è lei!!! I suoi spettacoli sono delle illuminazioni che danno fastidio a troppi per quello non ti mandano in tele... continui così! A proposito di pirateria, masterizzare cd,la rete, internet, scaricare e quant'altro... per cui la S.I.A.E rompe tanto i C......I, lo sapeva che tutte le volte che un qualunque cittadino compra un cd-rom o un dvd-rom vergine la Siae ricava il 50% del prezzo... l'ho scoperto comprando dei normali cd in un negozio di Hi-fi e nello scontrino vi era una distinzione di prezzo dello stesso prodotto. Prima il prezzo del prodotto, sotto il prezzo della tassa da versare alla SIAE (SIAE ART. 39 D.L. 68 9/4 / 0) sommando i due valori ti dava il prezzo dell'articolo al pubblico... Forse le dirò una cosa scontata, ma per me è una cosa nuova e allucinanate, da usurai!!!!! PORCA P.....!!!! Comunque vada la SIAE ci guadagna sempre per cui perchè rompere le palle tanto il loro sedere è sempre parato!! Non so se è stato chiaro il mio quesito, ma è l'ennesima truffa a scapito dei cittadini! Se è possibile esprima una sua opinione.
Grazie mille per l'attenzione
Continui così saluti

Giulio Chicella

PS: non voglio farle perdere tempo se non ci crede vada a Milano all'Union foto Market (o altro negozio che venda prodotti specializzati o all'ingrosso) in via Certosa 33 e copri dei cd, vedrà alla cassa cosa le stamperanno... altrimenti le posso allegare la mia copia quando sono andato lì a fare spese.
PRoposta per risolvere il problema: canone fisso per tutti e navigazione per tutti 24 su 24 come se fosse il canone della RAI così nessuno poi rompe le scatole!!!!!!!!!!!

Giulio Cichella 22.09.05 14:55| 
 |
Rispondi al commento

Sig. Grillo buon giorno, mi chiamo Reto e scrivo dalla svizzera, sono da poco tempo un suo lettore e proprio oggi ho ricevuto via mail un racconto sulle nuove tecnologie. Se è vera tutta questa storia siamo r-o-v-i-n-a-t-i!!!

... si prenda 15 minuti e legga quanto riportato sotto, ne vale la pena!

cosa sa dirmi in merito? è vero?

aspetto una sua gradita risposta! grazie

cari saluti

Reto Kohler
PS N.B.IL TESTO ORIGINALE PER INTERO LO TRASMESSO PURE ALLA SUA EMAIL segnalazioni@beppegrillo.it

INCOMING!!!


QUESTO TESTO E` ABBASTANZA LUNGO, MA SE AVRAI PAZIENZA DI LEGGERLO TUTTO AVRAI MODO DI ESSERE PIU` INFORMATO SULL'IMMINENTE CATASTROFE INFORMATICA CHE E` DESTINATA AD AVVENIRE... IO PERSONALMENTE MI STO IMPEGNANDO IL PIU` POSSIBILE PER FAR GIRARE QUESTO MESSAGGIO E FARLO ARRIVARE A TUTTI, SPERO CHE VOI FACCIATE LO STESSO

FORSE tu che stai leggendo non sei un esperto dell'Informatica, ma quello che sta per succedere a questo Mondo, cambiera` profondamente anche la vita di coloro che di Computer proprio non se ne interessano, ed a questo punto, pensiamo che abbiate gia` capito di cosa stiamo parlando, perche` bene o male, a tutti e` giunto all'orecchio questo nome: Palladium, e bene o male, molti degli utenti, anche quelli meno esperti, hanno letto qualcosa relativo a questo progetto.

Per chi non lo sapesse, Palladium sara` la costrizione, si, proprio cosi`, costringere gli Utenti ad acquistare determinati prodotti, senza lasciare loro scelta, ma dato che a questo Mondo siamo normalmente liberi di scegliere, ma si e` ormai capito che scelte ne avremo 2 soltanto, e quella piu` logica e` anche la piu` difficile: starne fuori, ma per fortuna c'e` piu` di un modo di starne fuori, ma e` difficile: o si rimane con Windows XP, o si passa a "Linux" perche` anche "Machintosh" e` entrato a far parte del TCPA e quindi e` diventato Palladium, quello pero` di cui ci dovremo dimenticare e` "Windows".

reto kohler 20.09.05 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Sig. Grillo buon giorno, mi chiamo Reto e scrivo dalla svizzera, sono da poco tempo un suo lettore e proprio oggi ho ricevuto via mail un racconto sulle nuove tecnologie. Se è vera tutta questa storia siamo r-o-v-i-n-a-t-i!!!

... si prenda 15 minuti e legga quanto riportato sotto, ne vale la pena!

cosa sa dirmi in merito? è vero?

aspetto una sua gradita risposta! grazie

cari saluti

Reto Kohler
PS N.B.IL TESTO ORIGINALE PER INTERO LO TRASMESSO PURE ALLA SUA EMAIL segnalazioni@beppegrillo.it

INCOMING!!!


QUESTO TESTO E` ABBASTANZA LUNGO, MA SE AVRAI PAZIENZA DI LEGGERLO TUTTO AVRAI MODO DI ESSERE PIU` INFORMATO SULL'IMMINENTE CATASTROFE INFORMATICA CHE E` DESTINATA AD AVVENIRE... IO PERSONALMENTE MI STO IMPEGNANDO IL PIU` POSSIBILE PER FAR GIRARE QUESTO MESSAGGIO E FARLO ARRIVARE A TUTTI, SPERO CHE VOI FACCIATE LO STESSO

FORSE tu che stai leggendo non sei un esperto dell'Informatica, ma quello che sta per succedere a questo Mondo, cambiera` profondamente anche la vita di coloro che di Computer proprio non se ne interessano, ed a questo punto, pensiamo che abbiate gia` capito di cosa stiamo parlando, perche` bene o male, a tutti e` giunto all'orecchio questo nome: Palladium, e bene o male, molti degli utenti, anche quelli meno esperti, hanno letto qualcosa relativo a questo progetto.

Per chi non lo sapesse, Palladium sara` la costrizione, si, proprio cosi`, costringere gli Utenti ad acquistare determinati prodotti, senza lasciare loro scelta, ma dato che a questo Mondo siamo normalmente liberi di scegliere, ma si e` ormai capito che scelte ne avremo 2 soltanto, e quella piu` logica e` anche la piu` difficile: starne fuori, ma per fortuna c'e` piu` di un modo di starne fuori, ma e` difficile: o si rimane con Windows XP, o si passa a "Linux" perche` anche "Machintosh" e` entrato a far parte del TCPA e quindi e` diventato Palladium, quello pero` di cui ci dovremo dimenticare e` "Windows".

reto kohler 20.09.05 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Yahoo in Cina, dopo denuncia di "Reporters Sans Frontieres" ha ammesso di aver fornito dati su Shi Tao, caporedattore di un giornale economico, al governo locale. Il giornalista è stato condannato a dieci anni di prigione per aver inviato via e-mail ad un amico negli Usa il comunicato che le autorità cinesi ogni anno mandano ai media per vietare le rievocazioni della strage di Tienanmen. Yahoo non sarà mai più la mia pagina iniziale e tra poco non utilizzerò più il servizio di posta. Spero in un passaparola e conseguente boicottaggio globale. Quando si è trattato di aprire ai genitori la posta del marine morto in Iraq invece...

Salvatore Spinò 19.09.05 20:52| 
 |
Rispondi al commento

Mi sono iscritto a Skipe ed ho comprato 10 euro per provare. Tutto funziona bene. L'unica sorpresa riguarda il fatto che le telefonate ai cellulari (ho provato solo in Italia) si pagano dal momento in cui il telefono comincia a squillare. Per cui se stai 1' ed 1" ad ascolatare il segnale di libero spendi euro 0,5. Sicuramente non sara' una furbata di Skipe, ma non mi pare che la cosa sia trascurabile, e mi sembra invece che non le sia stato dato nessun risalto.

Andrea Pacini 18.09.05 19:45| 
 |
Rispondi al commento

Amici di Beppe, abbiamo tutti la possibilità di avere un blog, di scrivere, informare e comunicare!! Il mio è un invito a tutti voi ad utilizzare questo mezzo per poter fare un passaparola di tutti gli argomenti trattati da Beppe. Dobbiamo CONOSCERE, PARLARCI, SCAMBIARE IDEE. Solo così ci salveremo da questa tristezza di paese!
Dani

Daniele Contestabile 17.09.05 00:45| 
 |
Rispondi al commento

La rete è importante, la banda larga è importante ma sembra che per averla (strapagandola) nella futuristica Lombardia (che strafinanzia) occorra abitare solo in certe zone, magari di montagna o sperdute nella pianura. Ad oggi se abiti a Imbersago a 30 km da Milano è impossibile averla (se non via sat )! Anche oggi ho chiamato Telecom per sapere se è prevista ( sarebbe bello se fosse QUANDO prevista !!) la diffusione dell'ADSL a Imbersago ..... NON è prevista! Sight !!
La cosa buffa è che in questo paesino si trova una casa della Famiglia Moratti, si si, IL Moratti amicone di Tronchetti Provera di Telecom.

Il comune ha anche raccolto le firme... se son bit ... arriveranno ?

http://www.regione.lombardia.it/rlcontent/linker/divine/divine?pagename=PortaleLombardia/News/PL_singola_news,c=News,cid=1110341464601
Leggi questo articolo: http://www.regione.lombardia.it/rlcontent/linker/divine/divine?pagename=PortaleLombardia/News/PL_singola_news,c=News,cid=1100166074953

massimo zoia 16.09.05 12:27| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, mi sai dire come fare ad attivare un servizio di raccolta fondi via SMS.
Non voglio fare il furbo ma vorrei fare nel mio piccolo quello che hai fatto tu (vedi Repubblica e Fazio).
Ciao e Grazie

Germano Bianconi 14.09.05 14:37| 
 |
Rispondi al commento

Ebay compra Skype
Il colosso dell aste on line si porta a casa la società specializzata nel VoIp al prezzo di 4,1 miliardi di dollari.


12 Settembre 2005

Anticipata qualche giorno fa dal Wall street journal la notizia ora è ufficiale. Ebay, il colosso delle aste on line, ha acquisito Skype la società delle "telefonate via Internet" che vanta 54 milioni di utenti nel mondo. Prezzo dell'acquisto 4,1 miliardi dollari dei quali 1,3 saranno pagati in contanti, 1,3 in azioni della società e il resto entro il 2008 o 2009. Dopo le voci che indicavano nel tycoon Rupert Murdoch uno dei possibili acquirenti della società specializzata nel Voip è arrivata Ebay che, a sorpresa, è riuscita a portare a casa, anche se a caro prezzo, la società che opera in un settore ad altissima crescita come il Voip. Skype prevede 60 milioni di ricavi nel 2005 e 200 milioni nel 2006


http://www.01net.it/01NET/HP/0,1254,0_ART_63743,00.html

Emanuele Romanelli 13.09.05 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Ho degli sconti sulla nettezza urbana visto che i cassonetti sono a più di un chilometro dall’abitazione.
Perché devo pagare alla Telecom, lo stesso servizio di un utente che abita in una qualsiasi città, quattro volte tanto?
E’ possibile avere delle risposte sensate in un regime dove la privatizzazione di alcune aziende, una a caso Telecom,
invece di dare dei concreti vantaggi agli utenti crea soltanto confusione e disfunzioni?
Basta fare il numero 186 (assistenza) per ascoltare il coro unanime
di tutti i dipendenti che si lamentano delle loro condizioni di lavoro."

paolo pelliccia 13.09.05 10:13| 
 |
Rispondi al commento

Altro fatto da sottolineare è l’atteggiamento punitivo nei confronti di quelle persone che osano cambiare il loro fornitore di telefonia fissa:
ero stato messo in guardia che questo potesse avvenire perché era già capitato a moltissime persone.
A distanza di pochi mesi il fenomeno si è chiaramente dimostrato in tutta la sua fondatezza:
avevo scelto TELE2 per risparmiare e invece, i costi da versare comunque a Telecom,
sono aumentati in modo esponenziale, e dubito che il fenomeno avvenga senza una precisa pianificazione e
premeditazione: non credo nella buona fede di Telecom.
Ennesima questione che risulta incomprensibile sono i criteri con cui vengono stabiliti i costi telefonici,
intesi globalmente, servizi voce + connessione Intenet.
Non credo che sia lecito, in termini contrattuali, utilizzare due pesi e due misure.
Se sono raggiunto dalla larga banda e posso usufruire di una connessione dati veloce (adsl),
posso usufruire di una serie di vantaggi e offerte che mi fanno risparmiare fino a un quarto di quello che normalmente pago
per l’attuale servizio scadente.
Se non sono raggiunto da tale linea, devo pagare un canone a Telecom Italia senza ricevere nessun servizio,
devo pagare una connessione internet a 56kbs (che nella realtà non supera mai i 40 kbs), devo pagare un
abbonamento con Tele2 per abbattere sensibilmente i costi.
In sostanza, sono servito malissimo, da due aziende contemporaneamente, Telecom Italia e Tele2,
sborsando una media di 250 Euro a bimestre, quando con l’adsl potrei pagarne 30 o 40 mensili e usufruire
di una serie di servizi che comprenderebbero tutte le mie esigenze.
Perché chi più è disagiato più paga?

paolo pelliccia 13.09.05 10:11| 
 |
Rispondi al commento

" Siamo alle solite: Telecom Italia dà in concessione numeri che corrispondono a società che truffano i clienti…e poi si spartiscono il bottino. Inutile dire che le motivazioni assunte dalla società, ancora detentrice del monopolio telefonico italiano, poco convincono:
rispondono che la Telecom incassa i proventi di tali servizi soltanto perché è l’azienda più grande in Italia (questa è la risposta ufficiale che viene fornita se si chiedono chiarimenti). Come funziona? La Telecom Italia è complice di aziende prive di ogni scrupolo? E’ l’esattore di aziende che truffano? …ergo anche la Telecom truffa!
Mi riferisco ai numeri 899 che dovrebbero essere dei servizi forniti ai consumatori. Nella fattispecie la Telecom, o chi per lei, senza il consenso dei propri clienti, non propone a chi ne è interessato i suoi fantastici servizi (oroscopo, ricette di cucina, ecc.), bensì li appioppa senza nessuna approvazione. Il tutto, con molta probabilità, avviene attraverso i trasparenti mezzi della frode informatica: a tal proposito sottolineo, che quando vengono inoculati quelli che si chiamano virus informatici (leggi redialer), e forse mi viene qualche dubbio sulla legalità di tali azioni e da chi vengono realmente intraprese, vengono a cessare tutti i presupposti affinché questo possa essere definito un servizio. Credo proprio che la Telecom Italia non possa, in termini legali, esimersi dall’assumersi la responsabilità per queste frodi/truffe, anche se operate da aziende diverse da essa; credo anche che la Telecom dovrebbe sovrintendere all’operato delle aziende a cui
vende i propri numeri telefonici, sapendo perfettamente, visto che sono decenni che si perpetua questo scempio (144,166,ecc.),
che saranno utilizzati, solo ed esclusivamente, per estorcere denaro a clienti ignari. In termini di credibilità, un’azienda che pubblicizza servizi ad alto livello, non può avere atteggiamenti schizofrenici nei confronti delle decine di milioni di utenzeche, volente o nolente, son

paolo pelliccia 13.09.05 10:08| 
 |
Rispondi al commento

UN SUGGERIMENTO AI CURATORI DEL BLOG...
nella colonna di destra si da la possibilità di scaricare il vedeo di Beppe quando parla di fininvest...il video in questione viene veicolato con il protocollo mms (microsoft media server) che è proprietario microsoft. penso che sarebbe più coerente usare altri protocolli (http,ftp) non proprietari e soprattutto che creano meno problemi a chi non ha windows, ma sistemi operativi liberi (ad esempio linux che non si paga ma si può scaricare e modificare) come il sottoscritto.
Lo stesso vale durante gli spettacoli (sono stato ieri a viterbo, complimenti Beppe) durante i quali ho notato che usate windows per mostrare foto e video...

Antonio Cozzolino 12.09.05 13:55| 
 |
Rispondi al commento

a proposito di sicurezza informatica, vai un po' a leggerti queste "sciocchezzuole"...
http://punto-informatico.it/p.asp?i=54872&r=PI

marco rufinelli 12.09.05 10:40| 
 |
Rispondi al commento

Sono sconcertato, i BANCOMAT CLONATI da pirati spietati, che ti rapinano con una TELECAMERA ed un LETTORE di BANDE MAGNETICHE al posto della PISTOLA , sono sempre di più, e le banche che DEVONO garantire la sicurezza dei propri sportelli se ne sbattono e non rimborsano mai i malcapitati (ma non erano assicurate?).....è uno schifo !
QUANDO DIGITATE IL PIN DEL VS: BANCOMAT fatelo NASCONDENDO il più possibile con l'atra mano LA TASTIERA ..CON LE VIDEOCAMERE VI FILMANO e poi con tutta calma vi alleggeriscono un po' il conto in banca . FIDARSI MAI è MEGLIO

alessandro anzaldi Commentatore in marcia al V2day 11.09.05 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe
mi piacerebbe che ti occupassi del concerto di Ligabue che avrebbe dovuto andare in diretta on line il 10 settembre 2005 su rossoalice ma che in tanti o forse tutti, pur avendo seguito l'iter tecnologico per accedere "gratuitamente" alla visione, non hanno potuto vedere per l'ennesimo disservizio (tra l'altro giustificato da certi operatori 187 in maniera pietosa od addirittura arrogante) o presa per il c..o! Non è importante come tutti i temi affrontati sul tuo blog ma è l'ulteriore dimostrazione, come se non bastassero le altre, per smascherare i signori delle reti on line. Scusate so che è una stupidaggine ma per alcuni giovani che non hanno potuto recarsi al concerto è un cattivo esempio dell'uso della comunicazione.

Elisabetta Fonnesu 10.09.05 22:37| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe
mi piacerebbe che ti occupassi del concerto di Ligabue che avrebbe dovuto andare on line il 10 settembre 2005 su rossoalice ma che in tanti o forse tutti, pur avendo seguito l'iter tecnologico per accedere "gratuitamente" alla visione, non hanno potuto vedere per l'ennesimo disservizio (tra l'altro giustificato da certi operatori 187 in maniera pietosa od addirittura arrogante) o presa per il c..o! Non è importante come tutti i temi affrontati sul tuo blog ma è l'ulteriore dimostrazione, come se non bastassero le altre, per smascherare i signori delle reti on line. Scusate so che è una stupidaggine ma per alcuni giovani che non hanno potuto recarsi al concerto è un cattivo esempio dell'uso della comunicazione.

Paolo Ferrario 10.09.05 22:32| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe ti ringrazio pubblicamente,per aver dato la possibilità di conoscere il sistema Skype per dialogare con persone dall'altra parte del mondo spendendo una miseria.Se prende piede come penso,poveri gestori telefonici(devono morire)!

alessandro didoni 09.09.05 13:04| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe ti ringrazio pubblicamente,per aver dato la possibilità di conoscere il sistema Skype per dialogare con persone dall'altra parte del mondo spendendo una miseria.Se prende piede come penso,poveri gestori telefonici(devono morire)!

alessandro didoni 09.09.05 13:03| 
 |
Rispondi al commento

Progetto Palladium un pericolo per la democrazia digitale: http://jack.logicalsystems.it/homepage/techinfo/Palladium.asp

Andrea Gardini 09.09.05 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Ciao ragazzi, qualcuno sa dirmi qualcosa sulla storia di Telecom che vuole bloccare l'adsl senza linea voce, non inoltrando le richieste di attivazione o togliendo l'adsl a chi già ce l'ha e vuole rinunciare alla linea voce stessa?
La notizia risale ad inizio anno ma per esigenze mi sto informando solo ora.

Ciao Beppe, sei un grande.

Andrea.

andrea gavazzi 08.09.05 16:35| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, sono di Albenga e lavoro ad Alassio, io e la ditta in cui lavoro siamo molto attenti ai problemi della comunicazione e specialmente alla comunicazione di dati molto importanti che riguardano la sicurezza delle persone e dell'ambiente. Visto che in Liguria molti sono i problemi che deve affrontare la protezione civile in presenza di forti piogge o incendi o chiusura di autostrade ecc.,abbiamo studiato e realizzato un sistema semplicissimo di allarme che funziona automaticamente facendo uso della Rete Internet integrata con la rete GSM. Siamo collegati con il data base del sito internet della Protezione Civile e, in caso di allerta meteo, possiamo trasmettere in automatico ed in tempo reale h24 a tutti i telefonini GSM e/o a pannelli elettronici a messagio variabile inseriti in un DB, uno o più messaggi preimpostati. In questo modo tutti possono essere informati in anticipo degli eventi previsti e possono attuare le misure di sicurezza previste dalle autorità della zona! Tutto ciò è già funzionante nel comune di Noli, che ha anche elaborato un piano di emergenza che viene messo in opera in caso di Allerta 1 o 2. Praticamente, facendo uso di sofisticati software da noi elaborati e messi a punto, possiamo comunicare in tempo reale qualunque messaggio a enne numeri di telefono sulla base di un "input". Tutti i software sono in un server collegato alla rete. Questa tecnologia avrebbe potuto evitare per esempio gran parte delle vittime dello tsunami e può salvarne tante in futuro. Può essere usata sia per gli allerta idrogeolocici che per la viabilità. Siamo gli unici in Europa a possederla e pensa che abbiamo mandato lettere di presentazione a prefetti, presidenti di province e persino a Bertolaso. Non ci hanno neanche risposto. Si vede che hanno a disposizione sistemi migliori...!?!? Da notare che per metterla in funzione in una provincia o regione il costo è veramente irrisorio, poche migliaia di Euro, a seconda del n degli utenti inseriti. Ciao

Giorgio Pierdominici 08.09.05 10:32| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe
hai letto del progetto Palladium ?
http://www.apogeonline.com/webzine/2002/07/02/01/200207020102
.. della serie no money, no party !!!
nei confronti di questi metodi mi sento in "leggera
controtendenza" e voglio sperare che continui ad
esistere la libertà di scelta.
Non sarebbe male come argomento x i tuoi spettacoli
ciao

mauro fusari 07.09.05 23:43| 
 |
Rispondi al commento

Mi è arrivata questa informazione che vorrei inoltrarti:

"Ci sono in giro due personaggi, magri, ambigui, in tutine attillate rosso fiamma, un incrocio tra la Carrà e Japino, che fanno la pubblicità a un numero magico: l'892892. E' un servizio che replica il vecchio numero 12 della Telecom Italia (rappresentato da un pensionato in panchina), per le informazioni sugli elenchi telefonici. Per conoscere un numero telefonico quindi dovremmo chiamare l'892892 (www.892892.it) e...pagare. Ma sapete quanto si paga?

Nel caso migliore, dal telefono di casa, 0,12 Euro di scatto alla risposta e 0,03 Euro al secondo. Vale a dire che per un minuto e mezzo di telefonata (tempo ottimisticamente necessario per avere l'informazione richiesta) all'892892 spendereste 2,82 Euro, e che quindi il costo orario risulterebbe pari alla folle cifra di 108 Euro !!!: praticamente un'estorsione legalizzata.

Ma chi ha autorizzato queste tariffe? In Italia chiunque può fare i prezzi che vuole?

E poi, quale società fornisce questo servizio? Tutti, dopo aver visto i due deficienti in rosso e le bande rosse orizzontali sul sito, saremmo portati a rispondere: Telecom Italia. Invece no! Sbagliato!

Il proprietario è la società internazionale "InfoNXX", e il dominio www.892892.it è intestato a: "Il Numero Italia srl (società a responsabilità limitata)".

Quindi, se avete bisogno di fare delel ricerche su numeri telefonici, non telefonate, ma usate i siti gratuiti in Rete. "

http://www.info412.it/
http://www.paginegialle.it/index.html
http://www.paginebianche.it/index.html

Barbara Botter 07.09.05 11:03| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo, mi aiuti la prego! Vorrei porLE una domanda: Devo mettere l'ADSL e tra tutte queste offerte non so proprio dove girare la testa..... Sopratutto volevo chiederle: Perchè sono obbligata ad utilizzare la connessione veloce e spendere una paccata di soldi quando a me bastava quella a 56kb? Sono una casalinga simil lavoratrice informatizzata e penso che sia un sopruso bello e buono quello di dover pagare per forza un qualcosa che non utilizzo frequentemente! Mi può illuminare? Grazie...

PIERANNA PALA 06.09.05 13:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ho seguito piacevolmente il tuo spettacolo a Viareggio e sono anch'io dell'idea che l'utilizzo della rete possa essere una eccellente escamotage per ricercare la verità che ci viene sempre filtrata dai media attuali. Il problema però sembra essere la nuova tecnologia TCA/Palladium.
Indico a tutti un indirizzo dove reperire le informazioni per saperne di più su questa novità che si appresta ad essere immessa sul mercato nel prossimo 2006:
http://www.apogeonline.com/webzine/2002/07/02/01/200207020102 . All'interno di questo riferimento, che invito caldamente a leggere, estraggo solo poche righe: " due comandi su di un terminale (remoto) e il gioco è fatto. Gli utenti Palladium non si accorgeranno neppure della censura. Non sapranno mai che è avvenuta."
C'è da rabbrividire....riusciranno ad oscurare anche questo blog ?
Ciao a tutti, sr

stefano romani 05.09.05 22:52| 
 |
Rispondi al commento

Ti voglio bene!!
Secondo me il suono digitale (cd's; per non parlare poi dei pianoforti digitali:spettro di armonici insufficiente e sempre uguali nel decadimento-coda-del suono:innaturale,inumano che anche un tasto abbia sempre lo stesso tutto a quel modo..)...si insomma,torniamo ai CD's.la stupida mente che lo ha pensato non ha tenuto conto che il suono analogico del Vinile aveva uno spettro di frequenze avvertibili dai vari chakra del corpo,es.dallo stomaco,ed ha progettato il digitale,i cd's,tenendo conto delle sole vibrazioni recepibili (razionalmente)dall'orecchio umano.Ecco perche' certi cd danno proprio fastidio:ok,li comperiamo avendo amato il vinile corrispondente,ma poi alla fin fine non li ascoltiamo.sono pesanti per la testa.tipo vivere sotto una lamina di piombo.alle volte ,a basso volume,oltre che essere carta velina,non si capisce o riconosce che pezzo sia.questa sorta di suono,il digitale ,a me sembra,oltre che povero e mancante di groove((what a groove avevano i piatti tipo Rotel a cinghia,con-in piu'al suono Analogico-anche quell'"ovale",quell'onda che chiamo ovale data dall'inerzia/elasticita'del cinghiolo del movimento piatto)),che LA MENTE UMANA DEBBA TRADURRE QUELLE SCARICHE IN MUSICA.UNA MUSICA CHE ,DIFATTI,DA CD SENTIAMO SOLO A LIVELLO DI ORECCHIE.provate,difatti,in prima serata ad ascoltare due cd allo stereo(fra l'altro ne ho appena ascoltati 2 belli:chico Buarque e Joni Mitchell) e vedrete quale pesantezza alle orecchie!!! secondo me anche quest

tullio giusi (batterista) 03.09.05 22:50| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti, questo + che un commento è un piccolo sfogo che riguarda la gestione dei call center e dell'assiatenza adsl di Infostrada.Stò aspettando dal 12 agosto che mi sia ridata la linea adsl, in questi ultimi giorni mi sono arrivati 2 sms da parte del 155 dove mi diceva che avevano risolto il problema, ma andando a controllare, il problema persiste, inoltre teniamo conto dei tempi di attesa... che non ci sono, non ci sono perchè ti dicono subito che non ti possono passare nessuno, solo questo pomeriggio chiamando il 155 (e non l'area assistenza adsl) dopo una grossa incazz...ra con una poverella del call center, sono riuscito a parlare con il centro assistenza adsl(da ricordare che sono stato 2 giorni al telefono a provare), e per farmi dire cosa? "Va bene signore, manderemo una nuova segnalazione"... lì sono diventato blu... di segnalazione ne hanno mandate a decine ma fatto sta che ancora non posso connettermi ad internet. E sinceramente non so + cosa fare, vorrei un consiglio da voi, possibile che solo per vie legali potrò risolvere questo problema?

Saluti

Walter Pace 03.09.05 18:39| 
 |
Rispondi al commento

a proposito di digitale terrestre:
ci hanno fracassato i "cosi" facendoci capire che prima o poi dobbiamo comprare il decoder maledetto. hanno erogato un finanziamento di 70 € per l'acquisto ...morale: corsa all'accaparramento dei decoder a basso costo con risse e interventi della forza pubblica di fronte alle coop da una parte, apparecchi a basso costo "imboscati" per vendere i più costosi dall'altra.fino a ieri c'erano (fonte ministero comunicazioni) più di 200.000 contributi erogabili: decido ..lo compro pure io.
Come d'incanto il modello a basso costo è sparito dal listino di Mediaworld, contemporaneamente con un colpo di mano i fondi residui sono stati assegnati alla regione sardegna e alla Valle d'aosta..(poverini) e per noi sfigati "normali" niente.ULTIMA BEFFA oggi a contributo svanito riappare sul listino di mediaworld il modello a basso costo (con il contributo 24 € ) WINBOX DTT300 sparito fino a ieri.....miracolo mediatico o ennesima fregatura?? piuttosto che comprarlo adesso me lo costruisco da solo. Un caro saluto
Massimo

massimo lombardo 02.09.05 17:39| 
 |
Rispondi al commento

Lo sapete perchè la telecom italia sta obbligando la maggior parte dei suoi clienti ad utilizzare il router smartgate ?

1. Prodotto da pirelli (in famiglia) questo router è in grado di impedire, tramite avanzati sistemi di sicurezza quali smartcard criptate, l'uso di protocolli specifici quali il VoIP (skype per esempio) o il P2P ... e magari in futuro qualche altra tecnologia internet che infastidirà telecom dal punto di vista economico.

2. Qesto router NON PUO ESSERE SOSTITUITO CON UNO DI PROPRIETA ( Antitrust ? non sarebbe da intervenire )

3. Dal momento che, sotto minacce di avvocati e adiconsum, viene accettata la richiesta della variazione da Smartgate a NAKED (adsl pura senza costrizioni e limiti tecnici) passano oltre 45 giorni per ottenere la variazione ed altrettanti per ottere i dati per la cofigurazione; una sorta di punizione per quei clienti cattivi che hanno scelto la Libertà dal disco rosso.

In pratica telecom sta affermando: "I nostri clienti ADSL non avranno la possibilità di usare il VoIP e quindi di risparimiare sul traffico telefonico."

Non mi sembra una gran mossa... voi che ne pensate ?

Sara Mancini 02.09.05 10:14| 
 |
Rispondi al commento

volevo fare i miei complimenti alla vodafone per la serieta dei propri operatori, ieri sera alle 23:40 ho chiamato il 190 per farmi dare i parametri per settare outlook ,cosi da scaricare la mia posta utilizzando un collegamento internet via gprs,alla domanda :""vorrei sapere quali smtp e pop 3 devo inserire per poter utilizzare l'outlook,mi sono sentito rispodere:"attenda in linea le passo un collega addetto a queste cose" ho aspettato più di 40 minuti e poi ho riagganciato,vi sembra professionale questa cosa?

gino mastromarino 02.09.05 00:55| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe e ciao a tutti gli amici del blog.
Vorrei fare una piccola precisazione, forse sarà gia stata fatta e mi scuso se mi ripeto.
In tuo spettacolo, fai vedere la differenza di spesa tra una telefonata fatta con skype e una fatta con un telefono normale.
Indubbiamente la differenza è enorme, ma tieni presente che qualsiasi connessione a internet deve passare da telecom.
Pertanto non so come si potrà, come dici tu far "morire"! definitivamente il monopolio.
Saluti.

Marco Fiesoli 01.09.05 17:59| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, ho stipulato da poco un contratto ADSL denominato "Economy" dalla Tin, Telecom, Tin.it, Tim, non ho ben capito.
Il contratto prevedeva il modem ADSL in comodato d'uso, con consegna ed installazione gratuita dello stesso.
Non ho mai ricevuto nulla!!!
Mi sono comperato il modem alla modica somma di 99 Euro, scelta dovuta alla premura di inizio attività, tentato successivamente di scalare dal canone bimestrale la somma relativa al comodato del modem.
Loperatore (mai lo stesso), tutte le volte che mi sono messo in contatto con TIN, mi ha sempre fatto chiamare un numero differente da quello verde che viene segnalato sul sito Tin.it,
numero ovviamente a pagamento (1,50) euro al minuto + scatto alla risposta.
Domanda: perché mi fa chiamare questo numero di assistenza a pagamento se anche lei può inoltrare richiesta di modifica abbonamento???
Risposta: perche il suo è un contratto "Economy!"
Sfiancato dai nervi, e dai costi delle chiamate attualmente sto donando alla TELECOM un canone di locazione non dovuto!
Paradossale il consiglio di un operatore di inviare raccomandata
con ricevuta all'ufficio amministrativo della TIN, dico paradossale perché io lavoro in ambito web, faccio comunicazione!!! perché non riesco a comunicare con quelli che hanno fatto parlare ghandi con il mondo intero???
Ma soprattutto perché devo ricorrere alle Poste Italiane per dire delle cose alla Telecom???

Ciao Beppe

Raffaele Cimmarotta 01.09.05 17:57| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,tralascio i complimenti,cosa ne pensi dei call center ? Dei cellulari ovviamente ! E delle bollette con scadenza 14 o 16 Agosto ? Anche AEM si comporta cosi'! Che sia un mezzo per aumentare gli utili con more per ritardato pagamento? Ed il distacco di un cellulare nel mese di agosto per una bolletta non pervenuta ? Se tale cellulare fosse in dotazione ad un portatore di handicap?

gianni benaz 29.08.05 09:06| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe e tutti gli amici del blog.
Ho fatto una ricerca prima di postare il mio argomento,non ho trovato nada e spero di aver cercato bene e di non ripetere l'argomento.
Anche se vi sono tanti altri problemi volevo segnalare che il 6 luglio 2005 è stata una data storica!
Per la prima volta da quando è stato costituito il parlamento europeo ha forse fatto una votazione giusta.
è stata rigettata la direttiva sui brevetti software,con una votazione che ha del clamoroso...648 voti contrari,14 favorevoli e 18 astenuti.
Questa votazione pone fine ai tentativi,iniziati nel 2002,di dichiarare brevettabile il software.
Lo dico perchè da circa 2 anni ho conosciuto il fantastio mondo di Linux e del software libero.
E sicuramente come hai detto nel tuo dvd,carissimo Beppe,questa è una notizia che sicuramente è stata nascosta o tanto peggio ignorata dai media nostrani.Forse in qualche quotidiano di sinistra è apparso qualcosa....
è stata una grandissima vittoria di democrazia!!!Perchè bisogna sapere che che il computer non è solo e per forza(come qualcuno vorrebbe importi!!)microsoft e software proprietari.
Se qualcuno volesse approfondire l'argomento:
http://swapt.ffii.org
www.softwarelibero.it
www.linux.it/GNU/nemici/brevetti.shtml
www.italy.fseurope.org
Eventualmente sono a vostra completa disposizione.
Ciao a tutti

Nicola Cantelli 28.08.05 00:38| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, spero tu ti possa occupare, della straordinaria rivoluzione che sta avvenendo in internet e nel mondo dell’informatica con il sempre crescente utilizzo dei prodotti open source e di Linux.
Questi prodotti software, completamente gratuiti stanno rivoluzionando il concetto di libertà di rete e di informazione meccanizzata a costo zero.
Nel tuo spettacolo di Roma hai presentato ( sul video ) un esempio fatto con un prodotto software della Microsoft, che è quasi in regime di monopolio. Quindi un paradosso, se si parla di libertà di informazione in internet.
Ti consiglierei di usare linux, molto più vicino alle tue posizioni di libero pensiero. Grazie per la possibilità che mi hai dato. Un ciao simpatico a tutti!!!

Mauro Moscatelli 27.08.05 17:54| 
 |
Rispondi al commento

In tema di nuove tecnologie vorrei segnalare le mie disavventure con il cellulare e ancora di piu con il Gestore di telefonia TIM (di cui sto cercando di non essere più cliente). A parte vari disservizi commerciali, pubblicizzavano una cosa e ne facevano altra, oppure spesso e volentieri sottraevano vari Euro dal mio prepagato affermando che avrei acquistato qualcosa dal loro sito via wap (cosa non vera e oggetto di denuncia alla magistratura). Ma la cosa più assurda (tutta documentata e confermata dalla TIM) io ho potuto vedere con il mio cellulare sempre tramite navigazione wap (e una volta anche via internet con mio computer) gli mms privati di clienti TIM a me sconosciuti (in un anno è capitato 4 volte). Ero entrato in maniera inconsapevole ( e dalle risposte nemmeno la tim poi lo sa) nell'archivio conservato dalla Tim sul loro server e vedevo le foto che si scambiavano (alcune anche scabrose) i volti di persone, i loro nomi o numeri telefonici e testi di messaggi. Ho denunciato da piu di un anno tutto questo al garante della privacy che a suo dire sta conducendo un'inchiesta ma fino ad adesso nessuno mai mi ha dato risposte concrete in merito, quasi affermando che è normale ogni tanto violare la privacy di altri cittadini se te lo permette la TIM. Non è lecito se lo fai di tua iniziativa. Quindi attenti che gli MMS che inviamo non sono proprio nostri. E' capitato ad altri tutti questi disservizi)

Vincenzo Cobio 27.08.05 17:41| 
 |
Rispondi al commento

Grazie per questo spazio...
Ci sono arrivato ricercando "boicottaggio di google", sembra che non ne parli nessuno e siano tutti contenti di questo monopolio che si è creato.
perchè alzi la mano chi usa ad esempio www.msn.it (molto più agggiornato), yahoo.it altavista, excite, ecc.
Purtroppo per nostra pigrizia abiamo regalato a google una posizione dominante e loro cominciano ad approfittarne. Chi ha in mano, consapevolmente, il più consultato database della rete, dovrebbe però almeno, per decenza, comportarsi correttamente.
Ho letto il post dell' amico che si è trovato il sito cancellato, chissà quanti ce ne sono,
purtroppo un gravissimo danno l' ho avuto anche io. Per passione ho creato da anni Vespaforever, ma siccome è un sito scomodo perchè mette a luce anche alcune verità.. è stato più volte attaccato dagli hacker, arrivando a rubarmi il vecchio dominio, poi quando finalmente col nuovo www.vespaforever.net ero riuscito a risalire e arrivare primo in tutti i motori, compreso google ( 4° risultato ricercando "vespa" ) improvvisamente il 23 luglio scorso è sparito indietreggiando sempre più. Sapevo di non avere fatto niente di scorretto, ma ho voluto ugualmente contatare google ( che mi ha mandato un paio di risposte automatiche) e ottimizzarlo secondo i loro dictat. Risultato? Ancora più penalizzato. Si arriva al mio sito per disperazione, attraverso i tanti altri che lo citano, se lo si cerca con google.
Nessuno ha saputo o voluto darmi una risposta,
forse l' azione scorretta di un sito concorrente che da tempo mi minacciava con email?
E come è riuscito a suggerire a google di boicottarmi? Forse una spinta maggiore da parte della Piaggio perchè "oso" criticare il suo operato e raccolgo le opinioni dei veri appassionati? Sono ipotesi alle quali credo poco anche io, ma allora perchè questo accanimento e cattiveria verso vespaforer? Ci pago le tasse e adesso che le visite sono decimate non ho più gli inroiti sui quali contavo non certo per arricchirmi, ma per mettere da parte qualcosa che aiuti il mio difficile bilancio familiare di piccolissimo artigiano ripara tv, che oggi più nessuno ripara, grazie alla devastante guerra che ci fa la "grande distribuzione" con prodotti civetta fatti in turchia.. Sono molto amareggiato e deluso da tutto, spero almeno in una risposta, perchè ci fosse un motivo valido, potrei mettermi l' anima in pace..
Scusate lo sfogo e usiamo gli altri motori, non dobbiamo essere pecoroni, facendo il gioco di poi non esita a calpestarci.
Gianluca

Gianluca Mari 27.08.05 10:11| 
 |
Rispondi al commento

Seguo, quando mi e' possibile, gli spettacoli divertentissimi (anche se paradossalmente dovrebbero farci piangere tutti !) di Beppe Grillo.
Condividendo l'opinione che la conoscenza e' la nostra unica arma contro il "sistema", vorrei suggerire a Grillo un ulteriore passo verso la liberta' e la diffusione della conoscenza in ambito informatico.
Ho notato che nei suoi spettacoli Grillo spesso inquadra il suo computer per inviare e-mail o mostrare altre cose: ogni volta spero di vedere un qualcosa di diverso su quel monitor.
Vedo con mio dispiacere che il sistema operativo ed i programmi usati sono il classico Windows e programmi come outlook ed altri.
Questo sitema operativo e la maggior parte dei programmi che vi girano sono proprietari: in generale bisogna spendere dei soldi per comperarli
e si usano come scatole nere. Faccio notare che esiste in rete una nuova filosofia che e' quella dell' Open Source.
Esiste un sistema operativo che si chiama Linux e ci sono distribuzioni di questo sistema totalmente libere. Inoltre esistono migliaia di programmi che girano su Linux totalmente liberi e sopratutto Open Source (Es: il corrispondente della suite a pagamento Office in Linux e' OpenOffice).
Open Source significa sorgente aperto.
In pratica dei programmi che uso io posso vedere i sorgenti (cioe' le righe di codice di alto livello ). Per esempio se un programma e' stato scritto con il linguaggio C++, io posso vedere esattamente quello che fa guardando il suo codice sorgente: nulla puo' essere nascosto e la conoscenza raggiunge il suo massimo grado di diffusione.
I programmi proprietari di Windows invece sono disponibili come eseguibili: io non posso vedere come sono scritti, posso solo usarli (pgando ovviamente nella maggior parte dei casi).
Ora il discorso Open Source, software libero etc.., e' molto vasto: la mia intenzione e' solo quella di mettere una pulce nell'orecchio di Grillo: e' vero che il computer deve semplificarci la vita, ma e' anche vero che ognuno deve avere la possibilita' di vedere cosa c'e' dentro al software che usa (quante volte ci sara' venuto il dubbio che i virus siano nascosti nei programmi innocenti che usiamo tutti i giorni ?!!).

Ciao a tutti !

Giuseppe Boscarato 25.08.05 12:57| 
 |
Rispondi al commento

Vi voglio raccontare una vicenda strana:
Ho un cellulare con scheda tim. Tre giorni fa mi telefona un amico, io trovo la chiamata persa mentre lui mi dice che ha parlato con un'altra persona che chiaramente gli ha detto "hai sbagliato numero". Il mio amico mi dice di aver preso il numero dalla rubrica. La seconda chiamata (fatta confermando l'ultimo numero chiamato) va in porto e rispondo io.
Dopo due giorni capita la stessa cosa alla mia ragazza: identiche modalità.
Ieri in ufficio vedo il mio tel squillare con nome e foto di mio fratello: lo prendo e non risponde nessuno. Dopo poco mi chiama mio fratello in ufficio dicendomi: "ti ho chiamato al cellulare e mi ha risposto un altro". Io mi stupisco.
Chiamo il 119 spiego il tutto e mi prendono per matto dicendomi "Lei si sbaglia, le linee telefoniche non possono essere clonate".
Io li credo ma mi chiedo e chiedo a tutti Voi: "COSA DEVO FARE????", "A CHI MI DEVO RIVOLGERE?". Grazie a tutti.

Antonio Farruggio 24.08.05 16:43| 
 |
Rispondi al commento

Si è vero la rete ci salverà però, nel frattempo, chi colmerà la lacuna lasciata dalle autority per il controllo dei siti web aperti? proprio in questi giorni, io ed altri internauti un pò faciloni, siamo incappati in una truffa internazionale. Mi permetto di postare il link alsito in questione www.ekloef.com, sito di e-commerce completamente fasullo. Interpellato il provider che ha registrato il dominio manco si è degnato di una sterile risposta. Ti chiedo, se ti è possibile, di far divulgare la notizia in modo che non vi cadano altri utenti che, attirati dai prezzi veramente concorrenziali, possono incappare in questa truffa visto che il sito è ancora attivo nonostante le varie querele inoltrate alla polizia telematica. Ancora una volta succede che in questo paese si chiede aiuto ad un comico...
Grazie Beppe sei grande

Riccardo Castelli 19.08.05 17:20| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
In un momento in cui c'e' da vergognarsi di essere Italiani, ti ringrazio per rendermi fiero di esser di Zena. A parte i convenevoli e a proposito di tecnologie:
Vorrei portare all'attenzione di tutti gli amici del blog questa ingiustizia pazzesca che stanno mettendo in atto la Lobbie trasversale dell'Ordine Ingegneri (Castelli in testa) e il MIUR (Moratti e Siliquini)
ITALIA Ultima Frontiera delle Alte Tecnologie-Quello che i Giornali non dicono:

Gli ordini professionali dovrebbero servire a garantire al cittadino che chi svolge una certa professione, sia esso Medico, Avvocato, Informatico, abbia le competenze per farlo.

Sapevamo tutti che questo in Italia sarebbe stato "Interpretato" con fantasia.

La fantasia ha sorpassato i limiti e prevede che un cittadino con 2 Lauree in Informatica non possa accedere all'albo che regolamenterà l'informatica nei prossimi anni. Mentre un ingegnere Edile o Meccanico potrà firmare una progetto Informatico di diritto senza dimostrare a nessuno le proprie competenze nel settore.

Questo è quello che la Senatrice Siliquini (An - Sottosegretario del Ministero dell'Università e della Ricerca) sta cercando di far passare in cambio dei voti della Lobbie dell'Ordine degli Ingegneri.

LA proposta di modifica all'attuale legge è volta ad escludere con trucchetti da azzeccagarbugli i laureati in informatica dal III settore e sta passando come tutte le leggi ingiuste nel periodo delle ferie.

In futuro non potrete lamentarvi se il sistema informativo del vostro ospedale o della vostra banca non funzionera', se volerete su aerei italiani e il sw si piantera'etc. etc.

Perchè i progetti possono essere firmati da qualsiasi ingegnere anziano che non ha mai visto un computer, ma non da un plurilaureato in informatica.

Saluti,
Franco.

Franco Tallero 18.08.05 15:00| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe,
il mio fidanzato ha ricevuto una telefonata da parte della Tim in cui gli veniva detto che il suo cellulare (siemens c25) da dicembre 2005 non potrà più eseguire o ricevere telefonate!Allora a questo punto,ti sembra giusto che la Tim obblighi le persone a cambiare telefonino solo perchè non è un gprs?grazie per quello che fai sei un grande!!!Barbara

barbara cravero 17.08.05 22:10| 
 |
Rispondi al commento

Ciao caro Beppe,
sono Giuseppe Buscemi, un giovane laureato in Scienze Ambientali.
Ti avevo già mandato un’email a proposito di un grave caso di impatto ambientale nel comprensorio dello Stagnone di Marsala (TP), a seguito dei preparativi per una serie di regate, ma, anche se non ho ottenuto risposta (me l’aspettavo poichè affermi che, data la mole di email, non è prevista una risposta, ma non ti nego che ci speravo), son sicuro che l’avrai letta.
Ma non è per questo che ti scrivo.
Volevo chiederti dei suggerimenti per creare un blog, vorrei infatti realizzare un portale ambientale con informazioni varie, documenti divulgativi, presentazioni didattiche, contenuto multimediale e provocazioni atte a stimolare, sensibilizzando, l’opinione pubblica. Sto da poco muovendo i primi passi nell’HTML ma mi dicono sia già superato dal PHP e altri linguaggi. Help! I blog già pronti non offrono soluzioni per il mio obiettivo (dove c’è un tool ne manca un altro ed è difficile trovare il buon compromesso, fatto salvo che non potrei permettermi un blog a pagamento ma solo uno spazio web al più, cosa che comunque mi peserebbe perché non lavoro).
Se tu mi potessi suggerire qualche sito dove reperire delle guide ai nuovi linguaggi scritte in un “linguaggio accessibile” anche ai non addetti ai lavori (per esempio i non sviluppatori), te ne sarei riconoscente a vita.
Bella la dichiarazione pubblica di amicizia con cui ringrazi pubblicamente il grande Stefano Benni.
Abbiamo bisogno di segnali positivi

Giuseppe Buscemi

http://buscemi.splinder.com
http://ambienteescienza.blogspot.com
mailto:buscemi_giuseppe@hotmail.com

Via Brindisi 21 – 93012 – Gela (CL)
Via Nairobi 39 – 90145 – Palermo (PA)

Giuseppe Buscemi 11.08.05 11:27| 
 |
Rispondi al commento

PROBLEMI CON GOOGLE:

Dopo aver inserito la mia richiesta di aiuto (vedi Il mio Sito Cancellato da Google)

sto monitorando quotidianamente il Gruppo di Discussione di Google

http://groups-beta.google.com/group/google.public.support.general

se desiderate farci un salto vedrete quante persone nel mondo stanno chiedendo

spiegazioni ?!?!?

Claudio Ancillotti 05.08.05 09:47| 
 |
Rispondi al commento

andate a vedere questo ( è un forum per utenti linux) paralno di telecom e delle offereteper internet e del monopolio che detetiene telecom in'italia http://www.aliceadsl.fr/alice/ep/programView.do?channelId=-536881518&programId=536891470

domenico milone 04.08.05 19:51| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe, per ora il mio messaggio è solo un saluto-ma non buonista- per te, poichè imprimi tanta forza e voglia di cambiare le cose; seppure ti sembra patetico e fuori tema, da parte mia un sentito ringraziamento per le battaglie (guerre) sociali che porti avanti, perch' io possa in fondo ancora provare fiducia..

Stefano Rea 03.08.05 18:10| 
 |
Rispondi al commento

SITO CANCELLATO DA GOOGLE

Ciao Beppe

mi sento spinto a scriverti perchè quando vedo cose storte mi si rizzano i capelli (ormai me ne sono rimasti pochi)
e amo sapere che esiste un amico disposto ad ascoltarti, con il quale ci si possa sfogare ...

ecco il post che ho inserito nel GRUPPO DI DISCUSSIONE:
google.public.support.general

------------

Dopo anni di corretta indicizzazione Google ha cancellato dal suo
Indice il mio sito: http://www.webconsultingsmp.it

[1] Ho letto più volte le