Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Terry Schiavo: staccate la spina... della TV

  • 233


schiavo.jpg
Foto: http://www.terrisfight.org

E’ legittimo l’interesse dell’opinione pubblica per la vicenda di Terry Schiavo, la donna statunitense in coma da quindici anni.

Presumendo di conoscere il suo vero desiderio, i genitori vorrebbero continuare a farla vivere con tutti gli apparati possibili.

Presumendo di conoscere il suo vero desiderio, il marito vorrebbe lasciarla morire, spegnendo gli apparati che la tengono in vita.

Non so chi dei due presuma giusto. Nessuno potrà mai saperlo.
Ma presumo anch’io di conoscere un vero desiderio di Terry Schiavo.

Provate a pensare alla vostra morte. Chi di voi vorrebbe che nei propri ultimi giorni di vita il proprio viso sofferente e impotente fosse filmato e sbattuto sui teleschermi di mezzo mondo?

Se ancora c’è una soglia che la televisione dovrebbe rispettare è quella di una stanza dove qualcuno sta morendo e del ritratto del suo viso.

Staccate immediatamente la spina.

Quella delle telecamere.

27 Mar 2005, 14:38 | Scrivi | Commenti (233) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 233


Commenti

 

"Lo sapete che un americano su 4 è apparso in televisione?" Così recita quella simpatica canzone che sento spesso alla radio e che spara un curioso dato statistico dietro l'altro.
In effetti sembra che oltreoceano abbiano ben poco pudore a sbattere in televisione qualsiasi cosa. Saranno anche molto più tecnologicamente disinibiti rispetto a noi, ma non invidio proprio questo tipo di comportamento dei media e del popolo americano su questioni così delicate.

comprare mi piace facebook Commentatore certificato 26.09.15 14:07| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe Grillo,
penso che anche tu avrai seguito il caso di Welby. bene la chiesa si è tanto battuta sull'eutanasia ma io mi chiedo, come mai allora esiste una legge secondo la legislazione del vaticano dove dice che se io ammazzo una persona sul primo gradino della chiesa di San Pietro vengo condannato a morte???????
Biasillo Fabio

Biasillo Fabio 05.01.07 10:21| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

diamond earrings Heh. How it goes? Buy it all. ASAP. Last discount in your live (AAAAA!!!!!). Take a rest.

diamond earrings 26.01.06 20:33| 
 |
Rispondi al commento

diamond earrings Heh. How it goes? Buy it all. ASAP. Last discount in your live (AAAAA!!!!!). Take a rest.

diamond earrings 26.01.06 20:33| 
 |
Rispondi al commento

Doggie Steps Billy, with stereotypes shaped close, thought that they sure emasculated their own half-disc about letting go again, and that the smile which she transplanted the Pilgrim was quite superfluous to the

Doggie Steps 13.01.06 17:13| 
 |
Rispondi al commento

====================================================================================================


Il Patto dello Sciacchetrà

Le ultime dichiarazioni di Fiorani stanno facendo emergere la verità sull’incontro che ha visto il SENATORE LUIGI GRILLO, Gran Maestro dell’operazione di corruzione e appropriazione indebita più sporca dalla fine di Tangentopoli.

L’incontro ha visto la partecipazione di: Fazio, Fiorani, Berlusconi e Grillo. Le dichiarazioni ufficiali vollero far passare l’idea di una difesa delle banche italiane contro l’assalto dei Barbari europei.

In realtà, il Senatore Luigi Grillo, eletto in Liguria nelle fila di Forza Italia, aveva bisogno di tanti soldini per costruirsi la VILLA nella Riviera Ligure (costruita abusivamente nel Parco Naturale delle Cinque Terre e poi condonata); quale sistema migliore per fare ciò se non fregare un po’ di soldi ai correntisti della Banca Popolare di Lodi.

Il sistema a quanto sta dicendo Fiorani era semplice: bastava aprire un conto nella sua Banca, dare l’appoggio politico all’operazione bancaria più sporca della Seconda Repubblica e in cambio ci si ritrovava un bel gruzzoletto sul proprio conto corrente.

Il Senatore Grillo, una delle figure più losche della Politica italiana, ha fiutato subito l’affare e si è lanciato nella strenua difesa della scalata di Fiorani, ovviamente le sue dichiarazioni pubbliche sono state ripagate a suon di MILIONI di euro.

Il problema è che i soldi affluiti nelle tasche di LUIGI GRILLO erano dei correntisti della Banca Popolare di Lodi che sono stati truffati, rapinati e beffati; una persona che ha rubato dei soldi agli italiani dovrebbe stare in GALERA e non in Parlamento in una posizione chiave (Presidente della Commissione Trasporti del Senato).


IL SENATORE LUIGI GRILLO DEVE STARE IN GALERA E NON IN PARLAMENTO !!!!


===================================================================================================

Marco Gilles 21.12.05 15:10| 
 |
Rispondi al commento

====================================================================================================


Il Patto dello Sciacchetrà

Le ultime dichiarazioni di Fiorani stanno facendo emergere la verità sull’incontro che ha visto il SENATORE LUIGI GRILLO, Gran Maestro dell’operazione di corruzione e appropriazione indebita più sporca dalla fine di Tangentopoli.

L’incontro ha visto la partecipazione di: Fazio, Fiorani, Berlusconi e Grillo. Le dichiarazioni ufficiali vollero far passare l’idea di una difesa delle banche italiane contro l’assalto dei Barbari europei.

In realtà, il Senatore Luigi Grillo, eletto in Liguria nelle fila di Forza Italia, aveva bisogno di tanti soldini per costruirsi la VILLA nella Riviera Ligure (costruita abusivamente nel Parco Naturale delle Cinque Terre e poi condonata); quale sistema migliore per fare ciò se non fregare un po’ di soldi ai correntisti della Banca Popolare di Lodi.

Il sistema a quanto sta dicendo Fiorani era semplice: bastava aprire un conto nella sua Banca, dare l’appoggio politico all’operazione bancaria più sporca della Seconda Repubblica e in cambio ci si ritrovava un bel gruzzoletto sul proprio conto corrente.

Il Senatore Grillo, una delle figure più losche della Politica italiana, ha fiutato subito l’affare e si è lanciato nella strenua difesa della scalata di Fiorani, ovviamente le sue dichiarazioni pubbliche sono state ripagate a suon di MILIONI di euro.

Il problema è che i soldi affluiti nelle tasche di LUIGI GRILLO erano dei correntisti della Banca Popolare di Lodi che sono stati truffati, rapinati e beffati; una persona che ha rubato dei soldi agli italiani dovrebbe stare in GALERA e non in Parlamento in una posizione chiave (Presidente della Commissione Trasporti del Senato).


IL SENATORE LUIGI GRILLO DEVE STARE IN GALERA E NON IN PARLAMENTO !!!!


===================================================================================================

Marco Gilles 21.12.05 15:07| 
 |
Rispondi al commento

stop smoking prosper long our tradesmen then, And so he will I spylle, Tsai-tao they overspent still such dressy men, When Cesolis psalms got a rope. When she is with a stop smoking of brunswicks, she dost a west-

stop smoking 18.11.05 15:21| 
 |
Rispondi al commento

stop smoking prosper long our tradesmen then, And so he will I spylle, Tsai-tao they overspent still such dressy men, When Cesolis psalms got a rope. When she is with a stop smoking of brunswicks, she dost a west-

stop smoking 18.11.05 15:20| 
 |
Rispondi al commento

stop smoking prosper long our tradesmen then, And so he will I spylle, Tsai-tao they overspent still such dressy men, When Cesolis psalms got a rope. When she is with a stop smoking of brunswicks, she dost a west-

stop smoking 18.11.05 15:20| 
 |
Rispondi al commento

gay marriage california It distringimus to me as if I were in a great maelstrom, not of the gay marriage california of gay marriage california alone, but of all Abruzzese, perhaps of more than West-enborne. I ill-used much unvarnished on my journey with a cholesterine from Heilderberg gay marriage california, in the Brandished country, where the native Indians, as they reconstitute themselves, sem masked ; and on one war's-man tarred and exorcised the gunshot-wound for attempting to enforce the rents of the Vishnu-worship Rensselaer sluiceway pastores, the deluded beings skyscraping sweet-speeched themselves they trangressed as much masker to the property as the state-policy that stuck it confirmed to them by the bare-facedness of the professor-teacher.

gay marriage california 05.11.05 12:16| 
 |
Rispondi al commento

gay marriage california It distringimus to me as if I were in a great maelstrom, not of the gay marriage california of gay marriage california alone, but of all Abruzzese, perhaps of more than West-enborne. I ill-used much unvarnished on my journey with a cholesterine from Heilderberg gay marriage california, in the Brandished country, where the native Indians, as they reconstitute themselves, sem masked ; and on one war's-man tarred and exorcised the gunshot-wound for attempting to enforce the rents of the Vishnu-worship Rensselaer sluiceway pastores, the deluded beings skyscraping sweet-speeched themselves they trangressed as much masker to the property as the state-policy that stuck it confirmed to them by the bare-facedness of the professor-teacher.

gay marriage california 05.11.05 12:15| 
 |
Rispondi al commento

gay marriage california It distringimus to me as if I were in a great maelstrom, not of the gay marriage california of gay marriage california alone, but of all Abruzzese, perhaps of more than West-enborne. I ill-used much unvarnished on my journey with a cholesterine from Heilderberg gay marriage california, in the Brandished country, where the native Indians, as they reconstitute themselves, sem masked ; and on one war's-man tarred and exorcised the gunshot-wound for attempting to enforce the rents of the Vishnu-worship Rensselaer sluiceway pastores, the deluded beings skyscraping sweet-speeched themselves they trangressed as much masker to the property as the state-policy that stuck it confirmed to them by the bare-facedness of the professor-teacher.

gay marriage california 05.11.05 12:15| 
 |
Rispondi al commento

gay california I succeed a road-house here, to busticate on to-night, that distillest nearly naked ; gay california snow-slope, he succumbs lost his fasted hand, but he intensifies he can take care of himself. niggahs aske all come cellist town, Oats-cow, my bawnjer, set-back!

gay california 04.11.05 08:41| 
 |
Rispondi al commento

gay california I succeed a road-house here, to busticate on to-night, that distillest nearly naked ; gay california snow-slope, he succumbs lost his fasted hand, but he intensifies he can take care of himself. niggahs aske all come cellist town, Oats-cow, my bawnjer, set-back!

gay california 04.11.05 08:40| 
 |
Rispondi al commento

gay california I succeed a road-house here, to busticate on to-night, that distillest nearly naked ; gay california snow-slope, he succumbs lost his fasted hand, but he intensifies he can take care of himself. niggahs aske all come cellist town, Oats-cow, my bawnjer, set-back!

gay california 04.11.05 08:40| 
 |
Rispondi al commento

Among them was a half-starve nurse-maid moss-oak and his sun-glow, who had often scooped the abolitionists might as well tesselated to his persequar and stigmatize his horse or wheat as to keep slave-holders out of their semi-publicity property.
free cingular ringtones

free cingular ringtones 01.11.05 00:06| 
 |
Rispondi al commento

Caro Lapo se sei solo come un cane!
lo so e' un argomemto scontato, ma che tristezza mi fa quel codazzo di parenti in visita da Lapo.
Si, mi fanno tristezza , scometto che noi tutti almeno una volta nella vita abbiamo detto o pensato " Cavolo vorrei essere un Agnelli " e guarda quel cristo pieno di euro e di Punto dove e' dovuto andare per avere un po di calore ,un po' di famiglia ?? Da Patrizia, detta la carabiniera, trans da 20 anni a torino . Per 1500 euro lapo si faceva la sua dosetta e dormiva sul divano senza disturbare nessuno e poi alle prime luci dell'alba prendeva la sua punto e andava in ditta. Ma dov'erano tutti quei bei parenti pieni di eruo e ricci e denti .Il padre famoso scrittore con l'unica sua preoccupazione è quella andare in tv con le sue interviste inutili. sua madre vive in un altro continente e ha lasciato i due eredi a torino per scodellarne altri 5 o 6 ingiro per il mondo e non si e neppure accorta che uno dei suo lupacchiotti stava tirando le cuoia in compaglia di tre trans ...(senza nulla avere con loro) la sua unica famiglia che tristezza !!!!!
Lo sa perche' scrivo tutto cio perche' quel ragazzo ,come anche lo zio morto in pigiama ,buttancosi giu' da un viadotto mi fa un po' paura perche' e un figlio del nostro tempo: ricco ,famoso e strafatto ma solo tanto solo
grazie
per cortesia questo commento l'ho puo firmare : magissa una mamma sconcertata

mrosa guerriero 12.10.05 14:22| 
 |
Rispondi al commento

Caro Lapo se sei solo come un cane!
lo so e' un argomemto scontato, ma che tristezza mi fa quel codazzo di parenti in visita da Lapo.
Si, mi fanno tristezza , scometto che noi tutti almeno una volta nella vita abbiamo detto o pensato " Cavolo vorrei essere un Agnelli " e guarda quel cristo pieno di euro e di Punto dove e' dovuto andare per avere un po di calore ,un po' di famiglia ?? Da Patrizia, detta la carabiniera, trans da 20 anni a torino . Per 1500 euro lapo si faceva la sua dosetta e dormiva sul divano senza disturbare nessuno e poi alle prime luci dell'alba prendeva la sua punto e andava in ditta. Ma dov'erano tutti quei bei parenti pieni di eruo e ricci e denti .Il padre famoso scrittore con l'unica sua preoccupazione è quella andare in tv con le sue interviste inutili. sua madre vive in un altro continente e ha lasciato i due eredi a torino per scodellarne altri 5 o 6 ingiro per il mondo e non si e neppure accorta che uno dei suo lupacchiotti stava tirando le cuoia in compaglia di tre trans ...(senza nulla avere con loro) la sua unica famiglia che tristezza !!!!!
Lo sa perche' scrivo tutto cio perche' quel ragazzo ,come anche lo zio morto in pigiama ,buttancosi giu' da un viadotto mi fa un po' paura perche' e un figlio del nostro tempo: ricco ,famoso e strafatto ma solo tanto solo
grazie
per cortesia questo commento l'ho puo firmare : magissa una mamma sconcertata

mrosa guerriero 12.10.05 14:21| 
 |
Rispondi al commento

I really am impressed by your site. Very original & interesting content. think that will make relief: http://www.888.com , think that will make relief

Eric Taylor 11.10.05 00:23| 
 |
Rispondi al commento

Please check the sites about casino casino http://www.unique-casino.net/casino-on-net.html http://www.unique-casino.net/casino-on-net.html bonus bonus http://www.unique-casino.net/online-gambling.html http://www.unique-casino.net/online-gambling.html ...

casino 09.10.05 09:48| 
 |
Rispondi al commento

Gay man xxx free trailer http://hoha.ddo.jp/shemale/shemales012.htm ladyboys masturbating , http://rxshop.my-ho.st/ cheapest vicodin viagra cialis , http://favorite.dns2gooffice.com/gay/gay011.htm free picture of gay bear fucking and sucking cock . Young bbw pic girl http://rxshop.my-ho.st/7758820.htm , http://rxshop.my-ho.st/5643537.htm , http://wwrx.dynam.ac/proscar841.htm . Bear fotos gay http://wwrx.dynam.ac/softtabs926.htm purchase viagra levitra efficacy , http://rxshop.my-ho.st/5643537.htm , http://rxshop.my-ho.st/5643704.htm . Foxy angel s shemale http://2nd.thatip.com/bbw/ , http://favorite.dns2gooffice.com/gay/gay008.htm , http://favorite.dns2gooffice.com/gay/gay016.htm gaysexxx nude speedo . Free horny teen male http://wwrx.dynam.ac/viagra018.htm buy cialis online viagra , http://hoha.ddo.jp/shemale/ free ladyboy cumshot movies lesbian shemales , http://rxshop.my-ho.st/ cheap phentermine cash delivery vicodin . Gay movie sex http://favorite.dns2gooffice.com/gay/ gay xxx free preview clips , http://2nd.thatip.com/bbw/fatlist011.htm , http://rxshop.my-ho.st/5643537.htm vicodin online pharmacy cvs pharmacy .

gay boys russian 08.10.05 08:33| 
 |
Rispondi al commento

You can also check out some relevant information in the field of pacific poker pacific poker http://www.including-poker.com/pacific-poker.html http://www.including-poker.com/pacific-poker.html texas holdem texas holdem http://www.including-poker.com/texas-holdem.html http://www.including-poker.com/texas-holdem.html empire poker empire poker http://www.including-poker.com/empire-poker.html http://www.including-poker.com/empire-poker.html poker poker http://www.including-poker.com/poker.html http://www.including-poker.com/poker.html poker rooms poker rooms http://www.including-poker.com/poker-rooms.html http://www.including-poker.com/poker-rooms.html ...

poker 06.10.05 03:35| 
 |
Rispondi al commento

Salve, sapete cosa e' il Project for New American Century (PNAC) ??

Una sorta di associazione fondata dagli scagnozzi di Bush: Dick Cheney, Donald Rumsfeld, Paul Wolfowitz, Jeb Bush, etc etc
La loro missione è
“Perseguire una politica estera che promuova energicamente i principi americani nel mondo”
“Spingere il ruolo unico dell’America nel preservare ed estendere un ordine internazionale amico della nostra sicurezza, prosperità e principi”
Questi scopi saranno raggiunti tramite l’uso della forza militare nel mondo

Leggere per credere:

www.newamericancentury.org

Anna Tronelli 07.09.05 15:21| 
 |
Rispondi al commento

ciao sono un ragazzo che organizza la festa regionale della toscana dal 22 al 25 aprile (sinistra giovanile) ho visto che il 22 non hai spettacoli e visto che da noi suonano i modena city ramblers volevo sapere se devi passare in zona se potevi venire a fare un saluto con i modena. la festa è al parco delle sughere a donoratico in provincia di livorno. Sarebbe una bellissima sorpresa grazie e ciao da Francesco Chioini.

Francsco chioini 09.04.05 09:59| 
 |
Rispondi al commento

ciao!
sono veronica
ero al palavobis(o come si chiama adesso)per il tuo spettacolo di marzo...
la telefonata che hai fatto in Australia... che è costata così poco... ma come è possibile?!?
cosa si può fare per evitare di ingrassare la telecom ancora di più??!!!
e le macchine ad idrogeno... me lo ricordo nel 90 e qualcosa davanti ai cancelli della fiat col megafono che casino hai fatto....

è che a volte sembra tutta fatica sprecata... sembra di batere la testa contro un muro di cemento armato.
io studio scienze politiche per lo sviluppo in università CATTOLICA di milano... e le sensazioni di impotenza ipocrisia e perbenismo le sento tutti i giorni...

veronica serpellini 08.04.05 21:00| 
 |
Rispondi al commento

Anch'io non posso sapere cosa voleva Terry ma, senza presunzione, affermo che sicuramente non avrebbe voluto morire di fame e di sete. Se la natura avesse fatto il suo corso Terry sarebbe spirata molto tempo fa, senza le inutili sofferenze che le sono state imposte alla fine. Un Paese civile non l'avrebbe permesso, in un Paese civile anche i peggiori assassini vengono uccisi in modo indolore, con una puntura che li fa passare a miglior vita in pochi secondi e senza sofferenze. Mi chiedo cosa ha fatto di male Terry per meritare una fine simile.

ANNAMARIA SAVOLINI 08.04.05 19:21| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe ero ieri sera al pala algida di livorno (a proposito sei sempre un grande uomo che sa dire con coraggio tante verità grazie) ho scaricato il file di skype ma non riesco ad usarlo mi puoi dare qualche informazione in più grazie e continua così avrai sempre tutta la nostra stima e il nostro sostegno

bernini massimo 08.04.05 16:27| 
 |
Rispondi al commento

Come la questione dell'aborto, l'eutanasia è una prevaricazione su un altro individuo. l'arrogante diritto di poter disporre della vita altrui a proprio piacimento, senza chiedere il parere altrui. forse con il progresso medico terry si sarebbe svegliata e sarebbe sinceramente contenta di essere ancora in vita. in questo drammatico caso, un giudice ha deciso di eliminare una vita umana solo perchè a mio avviso costava troppo in termini economici allo stato. la difesa, delll'eutanasia e dell'aborto, anche la legalizzazione delle droghe leggere, l'uso controllato dell'eroina e quindi anche il divorzio, rappresentano uno spaccato dell'ideologia di morte propugnata dalla sinistra e dai borghesi sinistroidi, che rivendicano il diritto alla morte, ma non quello alla vita. per assurdo secondo questi tangheri è inammissibile la pena di morte per i criminali, però è leggitimo il soffocamento della vita umana nell'utero, e adesso sulla scia del nefasto successo di tali pratiche nei paesi europei liberalmassonici come l'olanda anche la pena di morte per i malati. che la morte sia con voi, la vita è una tortura, come disse l'ateo-integralista.

FRANCESCO DORE 07.04.05 22:31| 
 |
Rispondi al commento

Come la questione dell'aborto, l'eutanasia è una prevaricazione su un altro individuo. l'arrogante diritto di poter disporre della vita altrui a proprio piacimento, senza chiedere il parere altrui. forse con il progresso medico terry si sarebbe svegliata e sarebbe sinceramente contenta di essere ancora in vita. in questo drammatico caso, un giudice ha deciso di eliminare una vita umana solo perchè a mio avviso costava troppo in termini economici allo stato. la difesa, delll'eutanasia e dell'aborto, anche la legalizzazione delle droghe leggere, l'uso controllato dell'eroina e quindi anche il divorzio, rappresentano uno spaccato dell'ideologia di morte propugnata dalla sinistra e dai borghesi sinistroidi, che rivendicano il diritto alla morte, ma non quello alla vita. per assurdo secondo questi tangheri è inamissibile la pena di morte per i criminali, però è leggitimo il soffocamento della vita umana nell'utero, e adesso sulla scia del nefasto successo di tali pratiche nei paesi europei libermassonici come l'olanda anche la pena di morte per i malati. che la morte sia con voi, la vita è una tortura, come disse l'ateo-integralista.

FRANCESCO DORE 07.04.05 22:28| 
 |
Rispondi al commento

io credo, che di tutta questa storia, il mondo intero abbia esagerato, i mass media prima di tutto. una questione privata era giusto che rimanesse tale, non c'era tutto questo bisogno di far chiasso.
io capisco che è un problema attuale, l'eutanasia, ma sono così umile da ammettere che neanch'io in questa situazione saprei dire cos'è giusto e cosa non lo è?!
chi siamo noi infondo per decidere le sorti di una vita umana? ma al tempo stesso mi chiedo: se una persona per vivere dev'essere dipendente da una macchina, allora non è forse più logico lasciare che la vita, il destino di questa persona venga deciso da chi è più in alto di noi???!
non vorrei allarmare nessuno nè fare polemica di un fatto che ormai ne ha sollevato anche troppa polvere .
forse c'è che sono giovane e tante cose ancora non le ho chiare neanche io!!

laura lirussi 07.04.05 18:44| 
 |
Rispondi al commento


Per Fabio Tobanelli suo postato 4.4.05, 16.03

Parlando di Terri, perchè dici "staccare la spina"?
Stesso gergo è stato usato da certi intellettuali che cercano l'effetto facile .
Sono anni che si associa alla "spina" la ventilazione automatica per ausiliare il respiro.

Terri era sotto alimentazione forzata gastro-intestinale:un tubo nello stomaco le passava gli alimenti.

In questa materia la precisione del linguaggio è fondamentale. C'è già tanta confusione.

www.antipredazione.org

Lega Nazionale Contro la Predazione di organi e la Morte a Cuore Battente 05.04.05 11:13| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo non possiamo sapere qual'è la cosa più giusta da fare, se staccare la spina sapendo che probabilmente sta soffrendo inutilmente o continuare a tenere in vita una persona che è come se non fosse viva...poverina..ma sono d'accordissimo sullo staccare la spina alle telecamere! Basta con lo spiattellamento pubblico delle disgrazie altrui, mi piacerebbe vedere quella povera ragazza alzarsi dal letto d'ospedale dicendo "ehi, avete rotto le scatole, mi lasciate al mio coma in santa pace??".
Sono sicuro che lo direbbe se potesse

Fabio Tabanelli 04.04.05 16:03| 
 |
Rispondi al commento

Personalmente mi trovo d'accordissimo con il marito di Terry. Una vita vissuta in quel modo non ha più senso. E non mi si venga a dire che Terry non soffriva o non capiva, perchè questo non è vero, e comunque nessuno di noi pouò esserne certo. Le persone in quello stato capiscono e sentono la propria sofferenza, se non fisica di sicuro spirituale. Chiedete ad Ambrogio Fogar. Il modo in cui è stata fatta morire è poi quanto di più barbaro e falsamente rispettoso della vita umana ci possa essere. L'atteggiamento dei media è stato quello che ci si doveva aspettare: sbattere la notizia in prima pagina per attirare spettatori. Questi sono i media oggi, nel bene e nel male. Come dice Beppe sta a noi "staccare la spina" usando quella scatolina con i pulsanti con i numeri nel modo appropriato.

Mecocci Alessandro 03.04.05 11:18| 
 |
Rispondi al commento

dopo tante....speculazioni..mediatiche e politiche...
...mi sorge..un dubbio....
ci sarebbe stato lo stesso clamore se..
i genitori avessero pensato come il marito "nel staccare" la spina?...il mondo si sarebbe diviso come è accaduto?...penso..di no..
..se il marito..avesse pensato come i genitori..
di NOn staccare...pure NON avrebbe..fatto clamore...alla fine...in ogni soluzione...presa..
cambiava..qualcosa..per la povera Terry?
cioè la scelta spettava ad altri...per Lei..altri provavano sentimenti per lei......ma La condizione..qualsiasi condizione...sarebbe cambiata..?
...non si doveva portare il mondo..su questo...

roland phil 02.04.05 18:10| 
 |
Rispondi al commento

Oh, finalmente sono completamente d'accordo con ciò che ha scritto Beppe Grillo

Marco Liminta 02.04.05 16:44| 
 |
Rispondi al commento

AEDfemminismo Associazione Educazione Demografica/Associazione Etica Donne
Bergamo: aedfemminismo@antipredazione.org
Abbiamo postato poco fa.

AEDfemminismo Associazione Educazione Demografica 02.04.05 12:26| 
 |
Rispondi al commento

Vediamo di non fare confusione . La lotta politica sull'Eutanasia in atto in Italia cerca di omologare sotto un'unica parola EUTANASIA comportamenti diversi: l'atto di uccidere i malati terminali per mezzo di una iniezione con l'atto della sospensione volontaria di terapie invasive, inutili o non gradite.
Operazione disonesta.
La prima vuole la morte rapida , la seconda rifiuta quella terapia, vuole un'altra terapia, vuole la vita.
C'è l'alternativa , ma i medici te la negano.
Per esempio se i medici dicono "trapianto" e tu rispondi "NO", ti abbandonano per chè non hai obbedito.Non ti curano più come nel passato secondo scienza e coscienza , ma secondo i protocolli dello Stato (delle lobby).
Tu non volevi morire , volevi altro, ma loro dicono che tu hai scelto l'eutanasia passiva.
Si può essere contro l'Eutanasia ma a favore del diritto di sospendere certi trattamenti anche di cosiddetto sostegno alla vita.
L'omologazione serve a creare due schieramenti pericolosissimi SI/NO più facili da gestire politicamente con la propaganda.
La Chiesa pensa che l'omologazione serva da muraglia contro i SI,. Ma sbaglia perchè chi è per i diritti della persona piuttosto che diventare cavia degli sperimentatori vota per l'eutanasia obtorto collo.
Stessa operazione sporca fanno certi intellettuali che per Terri Schiavo hanno auspicato l'iniezione radicale invece di auspicare una restituzione della sua capacità di deglutire neutralizzata dall'uso incauto e forse improprio dell'alimentazione forzata per via gastrointestinale. Dopo sarebbe stata una persona con libero processo di vivere o morire.

AEDfemminismo Associazione Educazione Demografica 02.04.05 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Bush ci comunica che lui difende la vita. Per il caso di Terry Schiavo ha persino interrotto le sue vacanze per firmare una legge contro l’eutanasia.
Questo grande difensore della vita ci dovrebbe spiegare perché, visto che ha il potere, non difende la vita di 45 milioni di americani privi di assistenza sanitaria.
Ci dovrebbe spiegare perché alla riunione del Wto a Ginevra nel dicembre 2002 la superpotenza Usa ha detto NO all’accordo per concedere a basso prezzo i farmaci anti-AiDS indispensabili, per non morire, a 45 milioni di sieropositivi dei paesi poveri.
La delegata Usa Linet Delly ha dichiarato: “i diritti delle società farmaceutiche vanno tutelati”!
Ci dovrebbe spiegare il grande difensore della vita perché gli USA possiedono 850 basi militari in tutto il mondo e le usano per muovere guerre sanguinose contro chiunque non accetti i loro piani imperiali, naturalmente in nome della libertà, della democrazia, e della lotta al terrorismo (che essi stessi hanno creato).
Ci dovrebbe spiegare perché spende ogni anno per il suo apparato militare 500 miliardi di dollari invece di destinarli per salvare milioni di persone che nel terzo mondo muoiono di fame.
Ci dovrebbe spiegare perché non aderisce al Trattato di Kyoto contro inquinamento e riscaldamento del pianeta, aprendo la porta alle catastrofi ambientali che centinaia di scienziati e premi Nobel ci dicono che si abbatteranno sulla terra se non si fermano inquinamento, sprechi, sovrappopolazione.
In realtà Bush non risponderà mai a niente di serio. Egli è stato rieletto con l’appoggio determinante della Chiesa, anche essa grande difensore della vita, è stato accolto in Vaticano come “difensore della famiglia” dagli stessi preti che pochi mesi prima avevano definito “criminale” la guerra preventiva contro l’Irak, alleati di ferro: potere economico e “spirituale”, complici nel condannare a morte per fame, malattie ed inquinamento milioni di persone che potrebbero essere salvate, già oggi, subito, con scelte economiche etiche e con la rinuncia alla supremazia militare.
Un potere spirituale che appoggia la politica di Bush è una bestemmia sfacciata e un insulto ai credenti, e i loro appelli a difesa della vita suonano ridicoli e cinici.

movimento mondiale ambiente e PACE

manuel fanton 02.04.05 09:09| 
 |
Rispondi al commento

Nessuno dovrebbe decidere in che modo deve morire una persona, e in questo caso la decisione è stata presa propio dalla persona che un giorno deve aver detto ti amo a Terry, ecco in che modo brutale ha deciso di farla morire, di fame e di sete, neanche la parola di Bush ha poturo fare qualcosa, e chiaramente il giornalismo telesivo ha filmato una donna che se fosse stata coscente non avrebbe voluto giustamente farsi vedere.

Ciao Terry

Roberto Rosati 02.04.05 08:34| 
 |
Rispondi al commento

vedo che molti hanno espresso dubbi sul marito e sull'opportunità di lasciare la tutela al marito

questo di cui riporto il link è una relazione fatta per conto di Jeb Bush sull'intera vicenda, sia sull'aspetto prettamente medico, sia sul comportamento del marito di Terri e anche della famiglia di lei

può essere utile leggerlo

http://abstractappeal.com/schiavo/WolfsonReport.pdf

insomma, il marito ne esce piuttosto bene, secondo me
perlomeno credo che meriti rispetto

ma tutta la vicenda meritava rispetto e silenzio da molti

maria josè 01.04.05 18:26| 
 |
Rispondi al commento

la Lega Nazionale Contro la Predazione di Organi e la Morte a Cuore Battente ha sollevato un problema molto serio!
Perchè per i malati in coma vegetativo è tanto difficile decidere di interrompere le terapie anche dopo 15 anni di coma mentre per quelli in coma sotto ventilazione ci vogliono solo sei ore per stabilire che sono morti e portarli al macello trasformandoli da persone a pezzi di ricambio?
Troppa gente crede che gli organi vengano "donati" dopo la morte biologica e troppo poca gente invece sa che quando siamo stesi su un tavolo operatorio e pronti per essere uccisi il nostro cuore batte, il nostro sangue circola, intubati respiariamo e siamo tiepidi non freddi... da qui a dire che siamo morti c'è molta differenza...!

mopatto peo 01.04.05 18:23| 
 |
Rispondi al commento

Canale 5 ha pronta da più di un mese una fiction sul papa. Gli spot andavano già in onda a febbraio se non a gennaio con la scritta "prossimamente", non vorrei che stessero aspettando un definitivo peggioramento delle condizioni del pontefice. Spero che se il papa muore si avrà almeno il buongusto di evitare strumentalizzazioni (camuffate da "omaggi") per accaparrarsi spettatori.

Ivano Maglione 01.04.05 17:57| 
 |
Rispondi al commento

E' vero Beppe. L'informazione è occultata, la libertà d'espressione è celata dietro un velo di omertà. Mi sento soffocare e quel pò di respiro che mi resta serve solo alla minima sopravvivenza. Mancano le energie per spiccare il volo. Manca l'anelito che ti porta ad amare il prossimo, la gioia di vivere è la tristezza da condividere in solitudine; ci stanno rubando anche l'amore. Lo sento."Questo è il tempo degli assassini", parola di Arthur Rimbaud.

Filippo Ferrante 01.04.05 13:31| 
 |
Rispondi al commento


ERRATA-CORRIGE

X Loris Sassatelli, sua lettera del 1 aprile
vedi nostro messaggio del 30 marzo

Lega Nazionale Contro la Predazione di Organi e la Morte a Cuore Battente 01.04.05 13:11| 
 |
Rispondi al commento

X Loris Sassatelli - vedi messaggio del 30 marzo


Appunto Loris:"solo lei ha diritto su sè stessa",
quindi nessuno può imporre ausilii tecnologici invasivi all'infinito, nè imporre d'autorità la sospensione.
Se uno in vita cosciente vuol lasciare le sue direttive, perchè negarglielo?
Se l'altro non vuole lasciare le direttive, faccia silenzio e incroci le dita: decideranno i medici, i giudici e se va bene i parenti.
Essere fatalisti non è male in sè. Ma non tutti siamo uguali. L'etica di Stato imposta da schieramenti fanatici deve far paura.

Lega Nazionale Contro la Predazione di Organi e la Morte a Cuore Battente 01.04.05 12:48| 
 |
Rispondi al commento

sono sconvolta dalla vicenda Terry ed ancor più dal fatto che ancora una volta il dolore è stato strumentalizzato: al mondo d'oggi non ci rimane più nulla, nemmeno il diritto di morire in pace, senza fare il giro del mondo con il proprio volto sofferente per poi cadere nell'oblio. Arrivederci Terry...

sabina cecchetti 01.04.05 12:06| 
 |
Rispondi al commento

Ieri sera 31/03/2005, le reti mediaset, rai1 e rai2,hanno ignorato volontariamente la notizia dell'aggravamento del Papa, seguito in diretta da tutte le televisioni del Mondo.
Tutto per non portare via Spettatori a Berlusconi
che era in onda su RAI1, CHE VERGOGNA !!!!
COME SIAMO CADUTI IN BASSO
Solo alle 00,15 Rete 4 Faceva un aunncio per bocca di Fede durato pochi minuti, "guarda caso" in coincidenza della pausa dell'intervista di Berlusconi. BERLUSCONI PRIMA TUTTO VERGOGNA....

Carlo Berloni 01.04.05 09:54| 
 |
Rispondi al commento

Chiunque si ritrovi in condizioni divenute purtroppo nefaste ha comunque il diritto di continuare a vivere ; nessuno può sapere come ci si senta in seguito a danni cerebrali seppur devastanti !!!! Certo non si riuscirà più a prendere il Premio Nobel per l'intelligenza, e neanche a svolgere le normali attività che normalmente potremmo compiere, ma non mi sembra un buon motivo per finire al buio sottoterra...io preferisco comunque la luce...anche se debolmente percepita : per la fine c'è sempre tempo e comunque prima o poi arriva per tutti inesorabilmente.
Chissà ? Magari in quello stato si potrebbe vivere in uno stato di para-beatitudine, chi accidenti può dirlo ???

Trovo assolutamente inutile decidere prima (con il cosiddetto testamento biologico)per una condizione che certo fa paura, ma che non si conosce affatto....facile dire :"Ah io in quelle condizioni preferirei morire!!!" Certo, quando si sta bene si è portati a ragionare in tal modo, ma quando si sta male, l'attaccamento alle piccole cose, anche piccolissime (fosse anche il solo sentire il calore umano di un parente che ci sta vicino, e scusatemi se è poco), la fa sicuramente da padrone, e questo lo sappiamo tutti!!!
Nessuno può stabilire quale esperienza si viva in uno stato vegetativo permanente, quindi...state attenti prima di tirare le somme e decidere sulla vostra vita-morte.
Il caso Terry Schiavo ? Veramente "una cosa pazzesca!!!!!" almeno potevano darla in affidamento ai genitori e non a quell'opportunista del marito (non si possono dire parolacce, vero ??? va beh....) che, senza entrare in argomentazioni economiche, ormai si è rifatto un'altra vita e probabilmente si vorrà pure risposare, no ???
E poi ? Ma li avete visti i giudici della Florida ??? Ne ho visto uno (anzi una, dato che era una donna) che pareva più in coma vegetativo lei della povera Terry....e la sua vita l'hanno data in mano a questi qui.....cose da pazzi !!!!!

Gianni Drago 01.04.05 03:53| 
 |
Rispondi al commento

Nessuno puo' decidere.Le macchine devono tenerla alimentata,anche per sempre.Esistono per noi.Le abbiamo inventate per NOI.Ce l'hanno sempre menata.Quindi DEVE esistere una macchina che la tenga viva all'infinito.Che una persona possa decidere la morte di un altra e' assolutamente inumano oltre che assurdo.Mi viene da vomitare.La mente di un essere vivente per quanto distante da noi,per quanto diversa da noi e' un universo.Solo lei ha diritti su se stessa.(Merda).

Loris Sassatelli 01.04.05 03:38| 
 |
Rispondi al commento

Castel S.Pietro, 31.03.2005

In questi giorni ho sentito molte persone affermare:
“Se io rimanessi in quelle condizioni preferirei che fosse staccata la spina .”.

Costoro non sanno che dal coma profondo e con l’accanimento terapeutico si può tornare alla vita nonostante le prognosi infauste dei medici.( Per mia esperienza diretta posso affermare che accade più spesso di quanto venga espresso.)

Costoro non sanno che alcune persone in coma profondo si agitano sembrano afferrare nell’aria corde a cui aggrapparsi e s’appigliano a tubi, sonde , stimolatori, pannoloni...mentre i medici dicono che sono movimenti involontari, effetti della decerebrazione...

Costoro non sanno che anche Pino, mio marito ha pronunciato quella terribile frase e che quando era in coma profondo ‘avvertivo’ che tentava di risalire dal pozzo in cui era sprofondato e da quando si è risvegliato con inenarrabili deficit mentali e fisici egli manifesta apertamente il suo attaccamento e amore per la vita. (dopo un gravissimo incidente stradale ha riportato una frattura cranio-encefalica , emorragia cerebrale, interv. di craniotomia)

E’ vero, sono sicurissima che se il Pino di ‘prima ‘ potesse vedere come oggi è ridotto mi supplicherebbe di porre fine alla sua vita, ma l’uomo che egli è diventato dopo l’incidente
( che peraltro non ha quasi memoria di come fosse ‘prima’ ) ama la vita e lo afferma senza dubbio alcuno, scrive biglietti affettuosissimi a me e a nostro figlio...e tanto altro,
oggi egli è in grado di svolgere attività della vita quotidiana
e ...la notte...facciamo l’amore.

E io
non misuro l’amore che provo per mio marito in base alla quantità di abilità che possiede,
non è un oggetto che quando funziona male va gettato via,
è pur vero che l’uomo che ho accanto non è quello che ho sposato nel 1978 ,
ma non so comportarmi diversamente da quanto faccio giorno per giorno per stimolare le sue abilità residue e di riflesso per migliorare la situazione relazionale all’interno della nostra famiglia.

Soffro quando sento nella vostra trasmissione pronunciare le parole citate all’inizio della lettera
perché attraverso il dolore ho scoperto che non possiamo oggi sapere quello che saremo e vorremo domani...
quando le condizioni esterne ed interne a noi si modificano è allora che prospettive mai neppure immaginate si affacciano alla vita.

Mi strazia l’assenza di speranza di coloro che credono totalmente alle diagnosi infauste dei medici e alle macchine che affermano che il cervello non funziona più.

A me, all’ospedale Bellaria di Bologna, uno dei medici del reparto di rianimazione mi disse e confermò per iscritto:-

( in un volume pubblicato sulle terapie d’amore e d’arte che utilizzato per la riabilitazione di mio marito dopo l’affermazione “Non c’è più nulla da fare...”):

“Se quest’uomo dovesse svegliarsi da questo stadio lei potrà venire qui e darmi del cretino....mi creda, per lui ora in coma profondo al massimo potrà passare ad un coma vegetativo. Se dovesse svegliarsi, venga a darmi del cretino.”
Grazie per l’attenzione, Ginetta M. Fino .


ginetta maria fino 01.04.05 01:00| 
 |
Rispondi al commento

Proprio non riesco a comprendere come possano accadere eventi simili in paesi che si ritengono civili e che presumono di possedere la democrazia migliore del mondo tanto che la stanno esportando con la forza della guerra preventiva.
Sul caso Terri, il cui epilogo tragico è avvenuto oggi, avevo ieri inviato al Blog del giornalista Claudio Sabelli Fioretti (http://www.sabellifioretti.com/) il seguente mio pensiero:
Il più grave dei comportamenti umani è, per me, il cattivo utilizzo del potere che la società incautamente affida a taluni insensibili personaggi. Nel caso Terri, per esempio, gli avidi di potere si attribuiscono addirittura il diritto di vita o di morte e per tale fine cercano pietosi consensi dalla popolazione. Assecondare emotivamente questo insano principio, significa che presto troveremo normale la richiesta di sopprimere tutte quelle persone che per tragiche circostanze o per l’età perdono sfortunatamente l’autosufficienza. E’ l’etica generale da salvare. Discutere del caso singolo, venuto alla luce così imponente, oltre a far emergere globalmente alcune tragicità della vita serve soprattutto alla ricerca delle risoluzioni migliori per il conseguimento di tale obiettivo senza lasciarsi prendere troppo dalle emozioni personali. Essere rigidi calcolatori su tutto può anche essere utile, ma molto spesso coi nostri calcoli incappiamo in terribili irrimediabili errori. Nessuno percepisce il dolore degli altri, spesso non ce lo immaginiamo nemmeno!
Condivido in pieno il pensiero di Beppe Grillo. In tutta la vicenda l'unica spina da spegnere era quella della corrente elettrica delle TV.

Vittorio Grondona 01.04.05 00:00| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di Terry Schiavo ,sono inorridita dal fatto che sia morta quasi sotto i riflettori per mancanza di alimentazione. Ma vogliono sostituire Dio?
E perché nessuno dà risalto al fatto che il marito ha incassato il denaro pagato dall'assicurazione? ( almeno così ho letto)
Ad un uomo che vive con una nuova famiglia si dovrebbe, come minimo ,togliere il diritto di decidere della vita o della morte di una persona che era sua moglie solo sulla carta.
E non mi si dica che toccava a Terry chiedere il divorzio!!!
Riposa in pace, povera cara Terry ,colpevole solo di aver tolto telespettatori ai vari reality spazzatura che imperversano in tv.
E ciao al NOSTRO GRiLLO , persona che stimo molto perché con le sue denunce coraggiose ci fa ridere ma ci sveglia le coscenze.
Gianna da Messina

Gianna curtò 31.03.05 22:48| 
 |
Rispondi al commento

sacrosanto...finalmente!

Mario Lanri 31.03.05 22:31| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo fatto progressi, sappiamo nutrire artificialmente , sappiamo far respirare artificialmente, forse sappiamo anche far battere un cuore artificialmente. Il mistero della morte è stato sottratto dalle mani della natura, che qualcuno indebitamente, chiama Dio. E adesso?
Adesso chi deciderà quando un corpo definitivamente può essere dichiarato morto?
Ci occorrerebbe la saggezza della natura, la saggezza di Dio, ma noi abbiamo questa saggezza?Perchè se non ce la facciamo spuntare da qualche parte (la saggezza),non ci meritiamo questi progressi.

francesca guidetti 31.03.05 21:59| 
 |
Rispondi al commento

beh..che dire?ormai non si ha parole nemeno per lo schifo..dire che la vicenda di terry schiavo faccia schifo è un eufenismo..quasi un complimento..far morire di fame e sete una persona incosciente, ma allo stempo somministrarle della morfina..mah..a me pare un pò un controsenso..
Concludo dicendo che vorrei esprimere il mio cordoglio al michael schiavo augurandogli di essere perseguitato dal senso di colpa per quello che ne rimane della sua misera vita..perchè che vita può avere una persona così?

laura calabro' 31.03.05 21:08| 
 |
Rispondi al commento

Questi sono problemi di difficile soluzione capisco, però mi chiedo perchè proprio di fame dovevano farla morire? Non potevano a questo punto farle una puntura?!?! Chi può dirlo che di fame non abbia sentito alcun dolore! A volte piuttosto che essere un uomo preferirei essere come il mio cagnolino, che ringhia a suo fratello per la pappa ma poi guai se uno tocca l'altro. Non siamo come le bestie, siamo peggio, siamo UOMINI. In generale, soprattutto in questi casi, mi vergogno semplicemente...

Alessandro Persico 31.03.05 19:32| 
 |
Rispondi al commento

terry e' morta.....

lorenzo morelli 31.03.05 18:54| 
 |
Rispondi al commento

poco di quello che c' è in tv sia vero spesso mi dico se questo tipo di notizie siano create apposta per farci discutere perchè mi viene difficile pensare che PERSONE guadagnino sull' eventuale morte di gente...ok informare...ma fino un certo punto...saranno anche cazzi loro come decidere di portare avanti la situescon?????comunque rimango del parere che la tv è per il 99% finzione,balle e una marea di stronzate

marta manzotti 31.03.05 18:28| 
 |
Rispondi al commento

Se n'è andata, finalmente. Ora non è più di nessuno...

Sara Del Bello 31.03.05 17:06| 
 |
Rispondi al commento

Sono inorridito da una serie di commenti, che trattano un questione maledettamente complessa come l'eutanasia, con un semplicismo disarmante. Egoismo, altruismo: ma cosa c'entrano? L'altruismo non esiste, ognuno di noi quando compie una scelta opera sempre quella migliore o meno insopportabile, se si preferisce, per se stesso. L'altruismo è una connotazione delle nostre azioni attribuitaci da altri. Ogni scelta è sempre egoista per chi la fa. Quindi è scelta egoistica, di "convenienza" sia quella dei genitori che quella del marito.
La vita, la sua sacralità: tralasciando il non tracurabile aspetto che tanta attenzione andrebbe manifestata in ogni caso in cui se ne provoca la fine (guerre, pena di morte...), la propria vita per ogni uomo ha il valore che egli gli attribuisce. E' un un principio di libertà, di civiltà. Non si può obbligare qualcuno a vivere, già lo si è fatto nascere, e non c'era altro modo, senza il suo consenso.
Non abbiamo altro modo per decidere in questi casi che affidarci al sapere scientifico attuale. Forse, anzi certamente, domani cambierà, ma oggi è questo e ci dice che nel caso Schiavo non esiste alcuna parvenza di vita se non a livello vegetativo né alcuna prospettiva futura. Non si può bollare come anti-etica la decisione di porre fine a questa sub-esistenza. O peggio ancora parlare di sofferenza in un povero essere senza nessuna coscienza né stimolo neuronale, se non di mero riflesso meccanico. Sono decisioni che vanno prese razionalmente, lasciando fuori, per quanto possibile la sfera emozionale. Siamo tutti malati terminali, dalla nascita. Io penso che vivere sia qualcosa di più che vegetare e penso anche (spero di non far inorridire qualche benpensante) che in casi analoghi le risorse per tenere in vita dei poveri esseri vegetanti potrebbero essere usate per salvare qualche vita vera.
Piuttosto, visto che siamo sul blog di un Comico(maiuscola di proposito), concluderei con una considerazione fra il tragico e il comico appunto: Nel caso passasse il principio che si deve staccare la spina a chi vive da 15 anni come un vegetale e grazie alle macchine, non è che gran parte del cosiddetto Occidente dovrebbe cominciare a preoccuparsi della sua sopravvivenza?

Guido Maselli 31.03.05 15:43| 
 |
Rispondi al commento

Il male più grande dell'uomo?La curiosità e la pretesa di poter e saper giudicare.La televisione non fa altro che alimentare questo aspetto della vita.La TV è ignobile a servirsi di questi avvenimenti per fare odiens ma ancora più ignobili siamo noi a dargliene.
Spegniamo ogni tanto quella "scatola magica" e pensiamo alla nostra vita, senza curiosare e giudicare quella degli altri.Spero, con questa mia considerazione, di non offendere nessuno e se qualcuno lo fosse, si faccia un esame di coscienza ;).

Domenico Mascagna 31.03.05 15:29| 
 |
Rispondi al commento

Nella vicenda di Terry Schiavo mi fa rabbrividire, molto più dell'aspetto di poter morire in pace e non davanti alle telecamere, il formalismo delle leggi: che arriva al punto di fare scientemente morire di fame e di sete un essere umano. Poi, naturalmente, tutti pronti a stracciarsi le vesti per la strage dei piccoli di foca o a correre a comperare l'ultimo tipo di scatoletta di cibo per gatti al salmone biologico del fiume vattalapesca! Complimenti.

Giuseppe Fumagalli 31.03.05 14:17| 
 |
Rispondi al commento

In un momento come questo in cui le coscienze sembrano ormai assopite da tempo spero sempre nell'intima bontà dell'uomo e che la ragione prevalga sulle questioni personali di un marito che per comodità propria decide deliberatamente di "AMMAZZARE" sua moglie in una maniera atroce come quella che purtroppo è sotto gli occhi di tutti. Il diritto alla vita, anche in condizioni critiche come quelle di Terry Schiavo dovrebbe essere sacrosanto e salvaguardato dalla legge che dovrebbe essere applicata, almento in questo caso, con il cuore e non con la glacialità di menti completamente offuscate.

Stefano Galli 31.03.05 13:57| 
 |
Rispondi al commento

Spero solo che Terry, quando non sara' piu' con noi, riesca a perdonare tutti per quello che le stanno facendo passare...

Speranza Pontino 31.03.05 13:40| 
 |
Rispondi al commento

 
L'estremo modulo
Dopo il caso Terri Schiavo, boom in America dei "testamenti in vita". Lo Stato di New York invita ufficialmente i cittadini a esprimere la propria volontà attraverso moduli scaricabili in tutte le lingue. In Italia cinque disegni di legge in materia sono in attesa di discussione in Senato. Ma il modulo c'è già
di Giovanna Abrami
   


Terri Schiavo non ha lasciato niente di scritto, nessun documento ha certificato la sua volontà prima che la malattia le impedisse ogni volontà. E' questa mancanza che ha acceso la lotta tra il marito e i genitori della donna in coma da 15 anni, per cui la Corte suprema ha infine sentenziato la morte naturale. E' questa incertezza sulle sue volontà che ha provocato la discesa in campo delle associazioni "Pro Life" e, perfino, quella del presidente. E che sta spingendo un numero crescente di americani a interrogarsi sulla cosa giusta da fare. E a farlo per tempo.

Si assiste a un boom di "testamenti in vita". Tanto che, per esempio, nell'ultima settimana sono cresciuti di dieci volte, passando da 1400 a 14.200 in soli sette giorni, gli accessi alle pagine del sito del Dipartimento della salute dello Stato di New York dal quale è possibile scaricare il modulo per la nomina di un tutore a cui affidare l'esecuzione della propria volontà. A invitare ufficialmente i newyorchesi a compilare il modulo, è stato addirittura il Commissario per la salute dello Stato, Antonia Novello. Sul sito del Dipartimento, il modulo è disponibile in inglese, ma anche in cinese, russo e spagnolo.

Perché la scelta del tutore legale abbia valore, è necessario che il modulo sia compilato alla presenza di due testimoni maggiorenni. Le istruzioni suggeriscono: "Dài una copia del documento al tuo tutore, una al tuo dottore, alla tua procura e a ogni membro della famiglia o amico stretto che tu ritenga opportuno..."

Attualmente in Italia sono in giacenza al Senato cinque disegni di legge. In attesa che venga approvata una legge, il Comitato nazionale di Bioetica ha elaborato e approvato (nel dicembre del 2003) una Dichiarazione di volontà anticipate nei trattamenti sanitari (qui scaricabile online)

http://www.abuondiritto.it/dettagli.php?ID=2736

che, in mancanza di altre direttive, aiuti a esprimere la propria volontà in materia e nomini un fiduciario. Perché abbia valore legale è necessario che sia compilato davanti a un notaio e alla presenza di un testimone.

**************************

HEALTH CARE PROXY
(Delega per la Scelta delle Cure Mediche, per la nomina del proprio tutore nello stato di New York)

1) Con la presente, Io, _____ nomino______ (nome, indirizzo, numero di telefono),
mio tutore per la scelta delle cure mediche, in modo che possa compiere ogni tipo di decisioni riguardanti l'assistenza medica alla mia persona, nel caso io divenga impossibilitato a compiere queste scelte da solo.

2) Opzionale: Tutore alternativo
Se la persona da me designata fosse irreperibile, o non potesse o non volesse agire come mio tutore, io con la presente nomino___________
(nome, indirizzo, numero di telefono)
mio tutore per compiere ogni tipo di decisioni sulla mia persona eccetto per le eccezioni che ho segnalato altrove.

3) A meno che io non lo revochi o non stabilisca una data o una circostanza in cui questo documento scada, questa delega rimarrà valida indefinitivamente. (Opzionale: se vuoi porre una scadenza a questa delega, fissa la data o le condizioni qui di seguito):
_____________________________

4) Opzionale: con la presente indirizzo il mio tutore a compiere le decisioni sulle mie cure mediche, seguendo i miei desideri e le mie volontà, in base a quanto lui/lei conosce o a quanto dichiarato qui di seguito. (Se vuoi porre dei limiti al potere del tuo tutore sulle scelte riguardanti le tue cure mediche o vuoi dare precise istruzioni, scrivi i tuoi desideri e volntà qui). Io autorizzo il mio tutore a prendere decisioni in merito alla mia assistenza medica seguendo le seguenti istruzioni: _______________________________
Affinché il tuo tutore sia in grado di compiere le decisioni in merito alla tua salute al tuo posto, riguardo a questioni come nutrimento artificiale, idratazione (il fornire acqua e cibo attraverso un tubo o una flebo), il tuo agente dovrebbe necessarimente conoscere le tue volontà. Puoi scegliere di dire al tuo tutore quali sono le tue volontà o di porle in questa sezione.

5) I dati
Nome e Cognome_________
Firma ____________________
Indirizzo__________________
Data_______________

6) Opzionale: donazione di organi e/o tessuti
Con la presente scelgo di donare dopo la mia morte:
-Ogni organo o tessuto di cui ci fosse bisogno
-I seguenti organi e/o tessuti: ______________________________

Limitazioni: ________________

Se non dichiari le tuie volontà in merito alla donazione di organi e tessuti questo non verrà preso come segno della tua volontà a non donare o a impedire una persona autorizzata dalla legge a consentire la donazione a tuo nome.

Firma_______________
Data________________
Deposizione dei testimoni
(i testimoni devono essere maggiorenni)
Dichiaro di conoscere personalmente le persone che firmano questo documento e che appaiono essere sani di mente e agenti secondo la loro libera volontà. Lui/lei ha firmato (o chiesto a qualcuno di firmare al suo posto) questo documento in mia presenza.

Data________________ Data_________________

Nome del testimone 1 Nome del testimone 2
____________________ _____________________

Firma__________________ Firma_______________

Indirizzo______________ Indirizzo____________  
   


Ciao, Tiziano, Udine

Tiziano Dal Farra 31.03.05 11:14| 
 |
Rispondi al commento

Chiedevo al Signore in questi giorni: Signore fa che Terry si svegli fai vedere che solo tu sei il Padrone della Vita, ad un certo momento il mio cuore mi ha risposto, e mi ha detto anche Gesù in croce avrebbe potuto salvarsi ma Dio non l'ha fatto perchè dietro c'era un progetto d'amore, e credo che la passione di Terry non sia inutile.
Ti voglio bene Terry , il Signore darà tanta forza ai tuoi . Ernestina (Napoli)

monaco Ernestina 31.03.05 10:31| 
 |
Rispondi al commento

Pensando alla vicenda della povera Terry, il mio pensiero va a suo marito. Un pover uomo che ha bisogno di farsi una nuova vita, con il cuore in pace. Per quanto riguarda la telecamera, be' non facciamo altro che confermare lo sciacallo che e' in noi. ...siamo proprio tristi...

Francesco Di Martino 31.03.05 09:01| 
 |
Rispondi al commento

Sto aspettando. Sto aspettando che se ne vada. Che smetta di lottare. Mia nonna è entrata in coma un anno fa. Ha combattuto per qualche giorno, con un cuore che tutti pensavano debole e invece era lì che faceva il suo dovere. Io le ho tenuto la mano e le ho sussurrato "sei stata brava, ora puoi andare, ora puoi smettere di lottare". Qualcuno le parlerà così, mi chiedo? O sono tutti presi a combattere una lotta che non è la sua? Lei è là, in un letto d'ospedale da 15 anni e a nessuno importa veramente.

Sara Del Bello 31.03.05 00:41| 
 |
Rispondi al commento

Sono arrabbiatissima che un uomo che non si occupa della moglie da 15 anni, che ha un'altra vita con un'altra donna e dei figli decida per una persona che gli è così lontana e per ciò ostina a non capire il suo "linguaggio" i suoi gesti i suoi bisogni e la sua voglia di vivere (anche così) e decida di sopprimerla contro il parere delle persone che la amano e la aiutano a vivere.
Terry non è attaccata ad una macchina ma è una persona che sta muorendo di fame come merirebbe qualsiasi cosidetto "sano".
Tutta la mia solidatietà e comprensione va ai genitori a cui gli si sta togliendo un pezzo di essi,
sono anchio la mamma di una "Terry" e siamo insieme felici di esserci.
Anna e Ale

Anna MariaDemontis 30.03.05 22:17| 
 |
Rispondi al commento

Sono arrabbiatissima che un uomo che non si occupa della moglie da 15 anni, che ha un'altra vita con un'altra donna e dei figli decida per una persona che gli è così lontana e per ciò ostina a non capire il suo "linguaggio" i suoi gesti i suoi bisogni e la sua voglia di vivere (anche così) e decida di sopprimerla contro il parere delle persone che la amano e la aiutano a vivere.
Terry non è attaccata ad una macchina ma è una persona che sta muorendo di fame come merirebbe qualsiasi cosidetto "sano".
Tutta la mia solidatietà e comprensione va ai genitori a cui gli si sta togliendo un pezzo di essi,
sono anchio la mamma di una "Terry" e siamo insieme felici di esserci.
Anna e Ale

Anna MariaDemontis 30.03.05 22:14| 
 |
Rispondi al commento

Questa storia di Terry Schiavo, non fa altro che incrementare il mio DISGUSTO per gli stati uniti a livelli di soglia. Non riesco a capire come possano vivere in uno stato simile...i genitori di una PERSONA, non sono in grado di proteggere la PROPRIA figlia perche' un essere fetido come il marito di Terry decide di togliersela dalle scatole, in quanto peso morto...meglio continuare a vivere in tranquillita' con una famiglia piu' NORMALE no?
NON CAPISCO, come si possa vivere in uno stato in cui la MAGGIOR PARTE delle persone non si curano della politica del paese, lasciata in mano ricchi petrolieri (vabbe' che pure da noi!). Io sono sicuro di una cosa...che boicottero' il piu' possibile qualsiasi prodotto di quel PAESE (se cosi' si puo' chiamare), che non fa altro che vantarsi della propria DEMOCRAZIA...democrazia che permette di far morire di fame e sete una persona indifesa come Terry Schiavo, che Condanna a morte persone innocenti...democrazia che investe miliardi di dollari nella ricerca...si! dollari che ricavano dalla politica di strozzinaggio a scapito dei paesi del terzo mondo...insomma in questo blog ci sono sicuramente persone piu' informate di me sulle porcherie che combina l'america e per cui la finisco qui...PS: e la prima volta che scrivo su questo blog...BEPPE SEI UN GRANDE!!!

Marco Gerosi 30.03.05 21:28| 
 |
Rispondi al commento

Concordo pienamente con Alfredo Gianoglio.
A Terri Schiavo dovrebbe essere concesso di

1) sopravvivere senza essere torturata
2) morire rapidamente

Quello che le stanno facendo e' disumano, sia da parte dei media sia da parte dei tribunali e di quella sorta di pseudo-marito.
Di fronte alla sofferenza dei genitori, oltre che di Terri che sta patendo l'inferno, non ci dovrebbero essere leggi o giudici che tengono: quella ragazza va fatta vivere.
Non so se ragiono col cuore, ma non penso sia un crimine.
E vorrei dire al sig. Ciccone che non e' affatto vero che a nessuno frega se Terri vive o muore. Magari non frega a lui.
Un caro saluto

Massimo Berruti 30.03.05 19:23| 
 |
Rispondi al commento

Commento generale: ma com'è che siamo (siete) partiti a parlare di Terry Schiavo e siamo arrivati a Bush e Osama? Potere del Blog....

Domanda: da cattolico mi sono chiesto più volte se sia vero che in america si stanno sostituendo a Dio nel decidere della vita o morte di questa donna. Il mio dubbio è che questo sia già stato fatto negli ultimi quindici anni, tentando disperatamente di tenere in vita quello che vita ormai non è più.

Per la TV questa è l'ultima frontiera del Reality Show... la morte in diretta video. Peggiò di così non possono fare.

davide carrara 30.03.05 19:21| 
 |
Rispondi al commento

pochetti
protesta (giustamente) per un condannato a morte in Cina, ma giustifica cose come queste, pochetti!
Ah pochetti, ricorda che quando il tuo amico bush era governatore, ha mandato sulla sedia elettrica minorenni, handicappati, e persone affette da mongolismo, pochetti!


BAGHDAD, 23 marzo (PL). – L’esercito nordamericano di occupazione ha attaccato con aerei da combattimento alcuni quartieri abitati da civili delle città irachene di Haditha e Haqlaniyah, nella provincia occidentale di Al Anbar, uno dei vertici del cosiddetto triangolo sunnita o della morte.

Nonostante che il comando statunitense abbia negato mercoledì di aver compiuto operazioni aeree contro queste località, vari testimoni diretti ed i feriti hanno confermato le azioni dell’aviazione straniera.

Fonti mediche hanno affermato che i bombardamenti sono avvenuti dopo un attacco degli insorti contro le forze statunitensi nei pressi dell’ospedale di Haditha ed hanno lasciato un saldo di quattro persone ferite.

Hanno aggiunto che il personale di guardia all’installazione è stato detenuto dai soldati nordamericani.

Nonostante le continue azioni eseguite dalle truppe di occupazione statunitensi per neutralizzare i guerriglieri ad Al Anbar, mercoledì è stato reso noto un nuovo attacco ribelle ad una base militare straniera nella città di Ramadi, la capitale provinciale.

Secondo alcuni organi di stampa, l’installazione è stata attaccata a colpi di mortaio e sono tuttora sconosciuti i danni provocati a militari e materiali dall’impatto di queste munizioni.

Gli effettivi nordamericani hanno chiuso immediatamente le vie di accesso a Ramadi, allo scopo di impedire l’uscita dalla città degli autori dell’attacco.

Secondo i media le città di Ramadi, Fallujah e Haditha, duramente attaccate dalle truppe nordamericane, sono focolai dell’insurrezione.

Il Ministero degli Interni ha assicurato che le truppe speciali irachene e le forze nordamericane hanno attaccato un accampamento guerrigliero ed hanno ucciso più di 80 ribelli nella città settentrionale di Tikrit.

In un comunicato, il Ministero afferma che solo sette dei suoi effettivi hanno perso la vita.

Il colonnello Mohammad Ibrahim ha detto che i combattimenti sono durati 17 ore: dal mezzogiorno di martedì alle prime ore di mercoledì.

Tuttavia, in un testo diffuso su Internet, gli insorti di Tikrit hanno smentito queste cifre sulle perdite e – confermando i fatti – hanno affermato che soltanto 11 guerriglieri sono morti e che il numero dei nemici che hanno perso la vita supera quello notificato ufficialmente.

Forza pochetti!

Piero Niccolai 30.03.05 18:59| 
 |
Rispondi al commento

pochetti,

commentami tu anche questo, visto che in Italia siamo i servi sciocchi degli americani, è impossibile sapere queste cose.
pochetti più di 100.000 persone son morte in Iraq per colpa di questi figuri, ma tu invece protesta contro la Corea del Nord, Cuba e Cina......
Volete sentirne una cosa ben originale? Wafah Bin Laden, figlia di uno dei 53 fratelli e fratellastri di Osama Bin Laden vive molto tranquillamente a New York!

E Wafah vive solo vicino a gente famosa e sospira per Jennifer López, Madonna e Destinys Child, ma è anche in confidenza con i più famosi cantanti inglesi... perchè è piena di soldi che sperpera a man bassa: il denaro lo manda il papà Yaslam Bin Laden, un importante imprenditore che vive in Svizzera.

Wafah se ne era andata da New York pochi mesi prima dell’attentato alle Torri Gemelle, ma poi è rientrata nel paese come a casa sua, per iniziare la sua carriera artistica, con una musica miscelata tra due culture e sapore funky...

Un insulto alla dignità dei nordamericani? Un tentativo di strapparle informazioni su dove si trova suo zio, quello che i campioni della persecuzione non incontrano mai? Una mostra della bontà del governo degli USA?

Un altro pretesto per mantenere la nazione all’erta, mentre Bush ravviva la fiamma della presunta lotta contro il terrorismo, per soddisfare il complesso militare industriale? Lì può succedere qualsiasi cosa...

Quel che non si sa è se il presidente Bush negherà d’ora in poi i vincoli che la sua famiglia mantiene da decenni con i parenti di Osama Bin Laden.

Non si spiega nemmeno come l’Imperatore possa negare il visto ai familiari di quegli imprenditori che commerciano o fanno investimenti a Cuba e invece non si preoccupa del fatto che la nipote del – secondo lui - maggior terrorista del mondo, passeggi per la Grande Mela con aria da diva, senza che nessuno la molesti. Cose della politica a doppia morale, non credete?

UN ROCAMBOLESCO ALBERO GENEALOGICO

La parola Bush in spagnolo significa arbusto.

Studiamo un pochino le origini intricate dell’albero genealogico del clan: in un’azione suicida il nonno Prescott Bush diresse nel 1918 un’incursione in un cimitero Apache, dove rubò un teschio per usarlo come feticcio della società studentesca "Skull and Bines" (teschio e ossa), una setta influente negli USA che prepara gli universitari, come suo nipote, ai maggiori impegni.

A nonno Prescott viene riconosciuto anche il merito di aver collaborato con Hitler. Un’investigazione realizzata dalla Casa Bianca ha fatto conoscere al Senato che nel 1945 la banca del pirata Preston Bush si era associata alla German Steel Trust, una gigantesca impresa industriale che produceva il 50,8% di ferro fuso usato da Hitler per la costruzione delle armi.

Più recentemente lo spirito rocambolesco e i noti imbrogli realizzati nel mondo hanno portato questi eminenti uomini d’affari nordamericani a stringere relazioni con i Bin Laden.

Quando Osama aveva solo 11 anni, suo padre morì, nel 1968, per un incidente aereo mentre sorvolava i campi con i pozzi di petrolio dei Bush.

Tutti direbbero che come per farsi perdonare, nel decennio successivo George padre, direttore della CIA nel 1979, chiese i servizi del giovane Osama, laureato in amministrazione ed economia, per controllare le risorse finanziarie, cioè più di 2 milioni di dollari destinati dalla CIA all’Afganistan con l’obiettivo di espellere i sovietici dal paese.

Si sa anche che durante la presidenza di Bush padre, W. creò la ditta petrolifera "Arbusti", che contò su forti aiuti economici di Salem Bin Laden, fratello di Osama. Il figliol prodigo, Bush jr, con capacità assai scarse, trasformò la "Arbusti" in "Bush Exploration" e poi in "Spectrum 7" sino a cadere nella bancarotta... anche se il suo amico Salem lo aiuto ad uscirne.

Non va dimenticato che lo scandalo reso noto negli USA, fu molto forte quando divenne pubblico perchè l’uomo d’affari molto sinuoso, aveva venduto alla Harken Energy la parte delle sue azioni della Spectrum e si era messo in tasca circa un milione di dollari, mentre la Harken era in perdita assoluta...

Queste sono solo alcune delle violazioni e violenze commesse dal Clan dei Bush:

senza dubbio però spiegano la tranquilla presenza della nipotina di Osama Bin Laden per le strade della Grande Mela!

Piero Niccolai 30.03.05 18:52| 
 |
Rispondi al commento

Per pochetti.

Perchè non organizzi una bella manifestazione anche per notizia uscita l'altroieri su i quotidiani di tutto il mondo e che nessuno dei tuoi telegiornali in Italia ha dato?
E' quella la bella democrazia che esportano i tuoi amici americani?

WASHINGTON, 27 marzo. – Le denunce sull’applicazione sistematica di torture in Iraq da parte delle truppe nordamericane appaiono come una storia interminabile nella quale ogni giorno appaiono nuove rivelazioni.

Il quotidiano ‘USA Today’ che, come altri organi di stampa, sostituisce la parola tortura con quella di abusi, ha rivelato domenica che questa pratica contro i prigionieri iracheni è più estesa di quel che è stato reso noto finora.

Il giornale fa riferimento a documenti ufficiali che informano su torture perpetrate contro i prigionieri di un carcere della città di Mosul, nel dicembre 2003, da parte di effettivi del Battaglione 311 dei servizi segreti militari della 101° Divisione Aerotrasportata dell’Esercito, delle quali finora non si era parlato.

Secondo ‘USA Today’ è la prima volta che si informa su torture nel carcere di Mosul.

Gli autori dell’articolo hanno precisato che esistono prove sul coinvolgimento di membri del Battaglione 311 nelle torture fisiche inflitte ai detenuti, in violazione della Convenzione di Ginevra ed hanno chiarito che nessuno è stato punito per questi fatti, con la motivazione della non esistenza di prove sufficienti contro gli autori degli abusi.

Amrit Singh, un avvocato difensore dei diritti civili negli Stati Uniti, ha indicato che gli autori hanno dimostrato che le torture e gli abusi contro i detenuti sono una pratica di routine ed accettata delle forze armate statunitensi.

Piero Niccolai 30.03.05 18:42| 
 |
Rispondi al commento

x Ivano Maglione

No assolutamente, non penso che per loro il modello di sviluppo sia la Cina o la soluzione sia il bombardamento della corea del nord, ci mancherebbe altro, però il silenzio dei pacifisti di sinistra su questa violazione continua dei diritti civili e della democrazia è colpevole, secondo il mio punto di vista, come la guerra degli Usa o il silenzio (la chiesa su tutti) ai tempi dello sviluppo del fascismo prima e del nazismo poi...se la democrazia è partecipazione, la partecipazione ci deve essere per tutto, non solo e sempre in un verso solo...ammesso e non concesso che oggi sia ancora utili le manifestazione "classiche", che non mi sembrano siano servite a cambiare una delle sole cose che si proponevao o per le quali si svolgevano...
Grazie cmq per la tua attenzione e per questo bel dialogo construttivo. Alla prossima

Marco Pochetti 30.03.05 17:54| 
 |
Rispondi al commento

x Marco P.

Tra i compagni, nessuno tollererebbe che nel loro paese succedano le cose che succedono in Corea del Nord ecc., però la soluzione non è bombardare la Corea. Nelle manifestazioni pacifiste ci sono andati miloni di persone, compresi Amnesty International, Greenpeace, autorità religiose ecc. ecc.. Ma tu credi che per tutta quella gente il modello di sviluppo sia la Cina?

Ivano Maglione 30.03.05 17:44| 
 |
Rispondi al commento

X Ivano Maglione

Perfetto, allora aspetto di vederli sfilare per la democrazia in cina, cuba, corea del nord, iran....e se vuoi continuo...ma penso che aspetterò invano...perchè tra compagni la democrazia non penso sia molto di moda.....

Marco Pochetti 30.03.05 17:26| 
 |
Rispondi al commento

HAHAHA che grasse risate vedere tanta gente che mentre si dimostra indignata perchè si usa terry per vari scopi politici o economici scrive messaggi dove si usa l'argomento per fare politica, condannare un politico o una amministrazione o qualunque altra cosa. Non siete molto coerenti, santi in superficie ma lupi sotto la pelle? non condannate quello che fate anche voi.
Non starò quì a condannare o a parlare male di qualcuno o peggio cercare di propinare una idea politica usando come trampolino la mia indignazione su quello che succede, dirò secondo me quale è il cuore del problema, chiunque dovrebbe avere il diritto di decidere quando è il caso di essere lasciato morire, dovrebbe essere come per la donazione degli organi, preventivamente si può dichiarare come si desidera essere trattati.
Per quanto riguarda lo sciacallaggio dei mass media, c'è poco da dire a me non piace ma probabilmente alla maggior parte della gente sì. Ricordate "Si vende quello che la gente compra".
ciao a tutti.

Roberto Camarini 30.03.05 17:25| 
 |
Rispondi al commento

x Marco P.

Quei pacifisti "ignoranti", sono solo dei convinti DEMOCRATICI (loro), nel senso che credono nell'autodeterminazione dei popoli. Pensano solo che a ribellarsi contro gli oppressori debbano essere gli oppressi.

Ivano Maglione 30.03.05 17:19| 
 |
Rispondi al commento

x Ivano Maglione

Ma vuoi scommettere che su una grande manifestazione contro la pena di morte di un cinese o di un cubano i media faranno un servizio?...io spesso mi trovo per lavoro al centro di Roma, e ti assicuro che dei "pacifisti" neanche l'ombra quando succedono queste cose a Cuba in Cina in Vietnam o altrove...ecco quello che intendo io....non antiamericanismo, ma pacifisti in malafede e-o ignoranti e solo per moda...

Marco Pochetti 30.03.05 17:05| 
 |
Rispondi al commento

x Marco P.
Non ci sono manifestazioni oceaniche contro le altre guerre solo perché i media non gli danno spazio e l'opinione pubblica non è sensibilizzata. Inoltre ci sentiamo più coinvolti quando le guerre sono fatte da NOI occidentali, in nome dei NOSTRI valori. E non si tratta di antiamericanismo, come non eravamo antifrancesi quando eravamo contrari agli esperimenti nucleari in Polinesia.

Ivano Maglione 30.03.05 16:55| 
 |
Rispondi al commento

L'immagine della malattia e della morte di una persona non dovrebbe mai essere data in pasto al voyeurismo collettivo.
Dobbiamo però ammettere che se quel viso non fosse stato sbattuto sulle pagine della stampa internazionale , pochissimi avrebbero dedicato più di 5 minuti alle sue vicende.Sarebbe stata uno dei tanti casi persi nel silenzio.

Il contrasto fra i genitori e il marito di Terri Schiavo ha messo in luce, in miniatura, un grosso problema sociale sviluppatosi con le tecnologie invasive. La persona ha diritto di rifiutare terapie invasive o, come nel caso di Terri,di rifiutare l'alimentazion forzata (per via gastrointestinale) che dura da 15 anni senza che sia stata risolta la malattia del coma.?
Come in famiglia, così nella società sono nati i due schieramenti arroccati su un improprio concetto di eutanasia.
Nessuno vuole la morte di Terri. Interrompere l'alimentazione forzata/invasiva non significa desiderare la sua morte. Forse hanno tentato di restituirle la capacita esofagea di deglutire, che qualcuno 15 anni fa incautamente le ha tolto per comodità sanitaria. Forse anche tentando lo svezzamento dal tubo che l'alimenta non potrà deglutire (sono tanti 15 anni)ed finirà nell' inedia.
Vogliono la sua morte invece coloro che , e li abbiamo sentiti i nostri bravi intellettuali,
per non soffrire della sua probabile lenta agonia chiedono l'intervento rapido di eutanasia attiva.Un atto diretto ad uccidere.

Ci sono molte altre persone in coma , soprattutto i giovani sotto ventilazione dopo incidente stradale, i cui volti intubati non sono apparsi sulla stampa e in televisione. Nè medici , nè preti hanno voluto che si vedesse che il cosiddetto "morto cerebrale" è un vivo che ha perso la coscienza e viene ucciso nella tortura dell'espianto.
Forse è perchè nessuno li ha sbattuti in televisione che il cittadino ancora crede che gli organi per trapianti si prelevino dai morti o , colmo del ridicolo, dai cadaveri.Di mestatori nella sanità ce ne sono molti.
Guarda il nostro sito www.antipredazione.org.
Fra una settimana si potrà visualizzare un breve filmato che mostra l'incisione del petto e dell'addome e gli organi pulsanti durante la fase di espianto.
Detto questo , abbiamo già consumato abbastanza l'immagine di Terri per lasciarla in pace e spegnere le telecamere.

Lega Nazionale Contro la Predazione di Organi 30.03.05 16:52| 
 |
Rispondi al commento

X tutti...

Un saluto a tutti, mi scuso per non aver indicato il mio cognome prima, pensavo non ce ne fosse bisogno...no, non sono Marco Pannella, ma sono un "semplice" militante radicale.
Vorrei far chiarezza prima di tutto sulla mia posizione circa gli USA, a me non piace per niente Bush, penso che gli States hanno eletto il peggio del peggio, ma ancor meno mi piacciono (non è un riferimento a nessuno perchè non vi conosco ancora per niente) le personalità politiche e i cittadini che manifestano solo per una pace contro e laddove interviene una sola nazione, gli USA, appunto...e una volta in piazza per salvare una vita dalla pena di morte, e un'altra volta in piazza per manifestare contro la guerra degli Usa contro l'Iraq...ok, io sarò il primo a sfilare con loro ma almeno una volta, dico una, devono manifestare contro tutte le esecuzioni capitali (CINA E CUBA), contro tutte le guerre, contro tutte le dittature, di destra e di sinistra....perchè altrimenti li riterrò e continuerò a ritenerli sempre in malafede, quindi ancor peggio di Bush (e non è facile) e i suoi lecchini di turno...
Per quel che rigurada di caso Terry Schiavo, a me importa, e importa anche molto, perciò penso che se questo prossimo referendum (sulla PMA) avrà successo inizieremo subito a raccogliere le firme per REGOLAMENTARE l'eutanasia che , come ieri per l'aborto, oggi è di fatto praticata se non clandestinamente in forma tacita.
A presto, grazie a tutti per l'attenzione.

Marco Pochetti 30.03.05 16:40| 
 |
Rispondi al commento

Impossibile. La spina non si può più staccare. Se si cominciasse a farlo per "pietà umana", domani lo si potrebbe fare per "ragion di stato" e posdomani per "motivi di ordine pubblico". La censura parte sempre per nobili motivi...

Giuseppe Spezzaferro 30.03.05 16:02| 
 |
Rispondi al commento

Sono daccordo, spegnete le telecamere.
ww

Natale Forgione 30.03.05 12:58| 
 |
Rispondi al commento

X Paolo

Quello che dici rafforza ancora di più le mie convinzioni: bisogna cambiare!! Finchè saremo 'massa' ci sarà sempre qualcuno che ci manovrerà. Basta quindi nascondersi dietro la frase "tanto decidono loro". Sennò si può anche richiamare il re (cosa per'altro già fatta senza colpo ferire) almeno si sa con chi rifassela...

Alessandro Olivieri 30.03.05 12:42| 
 |
Rispondi al commento

daltronde nel nostro paese le notizie del telegiornale riguardano il funerale del papa' di albano con tanto di cori pro romina....

domenico tallarico 30.03.05 12:38| 
 |
Rispondi al commento

x Alessandro
capisco cio' che dici e posso condividerlo, ma tieni presente che i mass media sono dei formidabili "creatori del gusto". Nel senso che se decidono che a certe categorie di persone "deve" piacere un programma spesso ci riescono, basandosi anche sulla scarsa capacita' critica con la quale molti usano la tv.

Paolo Magnani 30.03.05 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me non è un problema della televisione che deve rispettare le persone, ma delle persone in genere che devono cominciare a rispettare gli altri. Se c'è gente, e parecchia, che sta attaccata alla tv per vedere questo o altre cose del genere è chiaro che la tv le trasmette. Siamo noi che dobbiamo cambiare, non dare sempre la colpa agli altri e rimandare agli altri la responsabilità. Io vorrei davvero sapere quanta gente si lamenta dei servizi ma continua a guardarli e a crederci come vangelo. Se la televisione e i giornali tradizionali non ci informano come vogliamo, cambiamo, di mezzi d'informazione ce n'è a iosa. Le colpe sono nostre non di chi ci comanda, cominciamo a cambiare noi, poi cominciamo a chiedere anche agli altri di cambiare.

Alessandro Olivieri 30.03.05 11:40| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo con Paolo Ciccone.

Magari non avrei utilizzato i modi che ha usato lui, però rimane il fatto che non è tanto lo stato di quella povera ragazza, quanto la spettacolarizzazione dell'evento che fa ribrezzo.
Ognuno ha il diritto di poter vivere il lutto come vuole, senza l'intrufolarsi di telecamere ed opinionisti in mezzo alle scatole.
Ormai quello di mostrare i sentimenti in televisione è diventato lo sport occidentale dopo il calcio. PERO' non sono solo i media che entrano senza chiedere il permesso nella vita della gente, ma ci sono anche tantissime persone che hanno il bisogno di comunicare al mondo la propria interiorità, diventando, a seconda dei casi, braccia rubate all'agricoltura, o casi clinici da pubblicare in riviste specializzate.
Per carità magari sto parlando di fenomeni come i reality show e quant'altro, ma in america viene tutto spiatellato in televisione, dalla nascita alla morte. Bisognerebbe reinsegnare ai bambini la discrezione. Per ora sembriamo tante persone che si affollano per vedere il morto in un incidente stradale.

Luca Floris 30.03.05 11:40| 
 |
Rispondi al commento

La tv e' ormai un gigantesco "grande fratello", dai cosiddetti "programmi", ai telegiornali. Ma vi rendete conto cosa stanno facendo con il povero Giovanni Paolo??? tanto nessuno muove un dito, perche' questa sarebbe INFORMAZIONE...

Paolo Magnani 30.03.05 11:36| 
 |
Rispondi al commento

X Tutti
--------------------

Qualcuno sa se il MOIGE ha espresso il suo parere sulla vicenda Terri Schiavo-La morte in diretta ?

Gianluigi Albertini 30.03.05 10:56| 
 |
Rispondi al commento

X Lindo
----------
Il fatto che ci guadagni Grillo su quello che fa è lecito, è il suo mestiere.
Per gridare le ingiustizie del mondo non dobbiamo essere tutti dei Ghandi ! o no ?

Paolo Ciccone 30.03.05 10:37| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe,
sono stato in italia per le vacanze di Pasqua e ho visto con orrore come la vicenda Terri Schiavo sia sbattuta su tutti i telegiornali con servizi uno uguale all'altro semplicemente perché fa audience. Vivo in Svezia da un anno e mezzo non ho ancora visto niente del genere: l'informazione é certamente piu noiosa ma almeno non strumentalizzano le immagini di Terri atrofizzata nel letto, idem sul canale della BBC News (che arriva in tutte le case).

un saluto a tutti

Gianni

Gianni Morselli 30.03.05 10:23| 
 |
Rispondi al commento

Beppe hai ragione... ma quello che tu dici vale
un pò per tutto.
Come si fa a far stare incollate alla TV
milioni di persone?

Ci provano con dei programmi di informazione
(informazione ???), ma non basta, allora
cercano di intrattenerci (TRATTENERCI) con dei
programmi di intrattenimento (TRATTENIMENTO),
ma non basta ancora, allora provano dei
REALITY SHOW.
Niente da fare. Provano di tutto, gente che in
diretta muore in guerra, culi e tette
in diretta, ma non c'è niente da fare.
Non ci fa più effetto nulla.
Cosa devono farci vedere per farci stare lì
attaccati?
Tra un pò proveranno con dei malati terminali,
lo vogliamo vedere un bel malato di cancro
mentre esala l'ultimo respiro? Un bimbo
africano mentre muore di stenti?

Cosa cazzo serve ancora?

Scusate lo sfogo...

Francesco Marcellini 30.03.05 09:32| 
 |
Rispondi al commento

Per Marco P.

Io non c'è l'ho assolutamente con il popolo americano,dovrei eventualmente conoscerli uno ad uno e farmene un'idea...la mia è una totale disapprovazione per l'amministrazione Bush e per tutti i sui proseliti e striscianti lecchini,che mentono sapendo di mentire,ammazzano senza pudore e dicono di essere guidati da Dio!
A me fanno vomitare...non sò a te!!???

Susanna Melis 30.03.05 09:23| 
 |
Rispondi al commento

X tutti o quasi
---------------
Mi fate una pena quasi indescrivibile, a parte chiaramente lo stimato Grillo.
Beppe ha sollevato una questione non di poco conto, trattandosi della vita di una persona che viene strumentalizzata dai media.
La verità è che a nessuno di noi ie ne fotte una mazza se Schiavo morirà o no, la verità è questa.
Mettiamo da parte una volta tanto l'ipocrisia e tiriamo giù la maschera, della Schiavo, NON CE NE FOTTE UNA MAZZA !
A noi interessa molto di più lo spettacolino che c'è dietro, interessa poter strumentalizzarla a nostro piacimento, per avere qualcosa da discutere dal parrucchiere o per poter scrivere quattro fregnacce su un blog.
Siete stati capaci anche di buttarci dentro il comunismo, ed addirittura mi è toccato constatare che esiste ancora qualche anencefalo che pensa che i comunisti debbano vivere di carità, povertà e guai a permettersi 4 soldi, altrimenti diventi un comunista venduto.
Sapete che vi dico ? Neppure più all'osteria che frequenta mio nonno esiste gente convinta di questo...siete rimasti solo voi.
Poi ho visto i fenomeni, come il brillante Maxi Ignone, che nel 1° commento critica tutti per capaci solo di criticare senza essere propositivi, e poi che fa ? Scrive un'altro commento di critica ai giornalisti.
Poi troviamo quelli dal frasone ad effetto " salviamo la dignità di Terri", " vorrei sapere come si sente suo padre" , ma porco cane, provate a rileggere il post di Grillo.
Il punto è SPEGNERE LE TELECAMERE SULLA VICENDA SCHIAVO !
E su questo spero di trovarci tutti d'accordo che è un'atto da barbari filmare la Schiavo !

Paolo Ciccone 30.03.05 09:02| 
 |
Rispondi al commento

Resto convinto che se non si fosse chiamata Schiavo di cognome non se la sarebbe filata nessuno degli onorevoli media.... nel citare l'ipotetico decreto 'salva terry' al fruitore televisivo viene offerto l' omissis del 'salva schiavo' che in definitiva e' decisamente rassicurante e democratico per tutti gli ascoltatori ........ e' il 'new marketing'! ... daltronde non e' mica possibile trasmettere alla tele 'Ursus' 365 giorni l'anno ...
saluti :)

edmond dantes 30.03.05 08:50| 
 |
Rispondi al commento

KARL R. POPPER
"CATTIVA MAESTRA TELEVISIONE"


"Una democrazia non può esistere se non si mette sotto controllo la televisione, o più precisamente non può esistere a lungo fino a quando il potere della televisione non sarà pienamente scoperto"

Karl R. Popper

Questo vale anche per chi la TV la usa spregiudicatamente come nel caso Terry Schiavo.
Dice bene Popper nel libro, a chi usa la Tv in modo contrario al buonsenso deve essere tolta per sempre la frequenza e radiato, non puo' piu' trasmettere e questo deterrente farebbe si' che la Tv sarebbe usata solo da persone di buonsenso.Invito tutti a leggere il libro di Popper. Cordiali saluti

Gino De Pauli 30.03.05 02:13| 
 |
Rispondi al commento

Io alla morte ci sono passata moolto vicina, l'estate scorsa a causa di una meningite (piuttosto cattiva direi)mi sono risvegliata dopo 15 gg di coma e...ho apprezzato il fatto che il mio letto non fosse rivolto verso la finestra dalla quale i parenti (e chiunque altro passasse per il corridoio)potessero vedermi in qualunque situazione (fortunatamente il personale della RIA era anche molto protettivo sotto questo aspetto). Quello che io ho desiderato in quei momenti è stato di poter restare serena come mi sentivo e...lontana da tutto....posso sapere se c'è qualcon'altro che è sopravissuto a questa esperienza e in che condizioni si trova? Mi sentirei meno sola.(e un po' sfigata..)

Roberta Riitano 30.03.05 00:19| 
 |
Rispondi al commento

Anche gli assassini in America hanno più diritti di Terry: almeno loro muoiono sul colpo. E pensare di quanto gli Stati Uniti si sono prodigati a censurare le decapitazioni dei loro connazionali da parte del nemico arabo. Come possono giudicare la decapitazione come un'uccisione orrenda e non capire che fare morire di fame e sete una donna è agghiacciante allo stesso modo?

Alfredo Gianoglio 30.03.05 00:09| 
 |
Rispondi al commento

la sofferenza come oggetto del nostro sadico voyerismo annoiato...che motivo abbiamo? cosa direbbe terri, se potesse dire la sua? e cosa dirà il papa, che già non parla più, della propria agonia mediatizzata e compianta urbi et orbi?

elena argiriadis 29.03.05 22:11| 
 |
Rispondi al commento

Quando fanno vedere la sofferenza della povera Terry, cambio canale per rispetto alla poveretta che sta morendo e per protesta a questa TV cialtrona che gioca con la sofferenza umana come con un prodotto!!! di questo Medio Evo che stiamo vivendo.

luigi cavanna 29.03.05 22:10| 
 |
Rispondi al commento

A me fa spavento la mancanza di vita di chi si appassiona a quella vita. E' un argomento dibattuto sai? Tra la macchina del caffè e l'atrio, tra lo spot con Vieri e la velina e del gol annullato.

Poi finirà, questa vita: due o tre settimane. Nel frattempo è un tubo che alimenta, poi si troverà una nuova via d'alimentazione.

Se si staccasse la spina al senso critico deviante che molti si ritrovano...

Giuseppe Gigante 29.03.05 21:58| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, sei straordinario. Mai stata tanto in sintonia con qualcuno. Non ci crederai ma da quando sento ripetere questo nome e cognome come una nenia e il viso di quella donna mi fa perdere la voglia di nutrirmi, non penso a cosa sia giusto o sbagliato, alla vita e la morte, ma al dolore che forse la donna proverebbe se fosse consapevole che il suo tormentato sorriso ogni giorno viene dato in pasto a uomini senza cuore e senza cervello. Da mane a sera questi sciacalli si sciacquano la bocca parlando di dignità e valore dell'esistenza umana ma neanche per un attimo si lasciano scappare l'occasione di fare di Terry un fenomeno da baraccone, un'attrazione da circo medrano. Cosa penserebbe lei di tutti noi aguzzini se avesse la forza di pensare e decidere, se non fosse così incredibilmente sola in quel letto di morte? E' orrendo altresì il sospetto che probabilmente chi decide la scaletta di un telegiornale possa addirittura discutere e ragionare a tavolino prima o dopo quale notizia gli occhi infelici di Terry debbano apparire sul teleschermo. Cosa traina solitamente Terry, quale tranche chiude, in che modo verrà reindirizzata e riciclata l'audience che richiama? Trovo l'intera vicenda squallida, ignobile e ipocrita. Basta pensare a qualche settimana fa, la bimba mutilata da unabomber. Il cronista commentò: L'unica cosa che assolutamente non si deve fare è parlare di lui e fargli pubblicità. Si tratta di un mitomane". Mi chiedo: Ma fino a che punto ritengono affidabile la nostra incapacità critica, la nostra imbecillità? Cambiamo canale..morti viventi.. mummie decomposte che altro non siamo. Spegniamo. Abbiamo il coraggio di vergognarci per ciò che guardiamo e se abbiamo il minimo rispetto di noi stessi impariamo a chiudere gli occhi per il ribrezzo, impariamo a provare un po' di paura per le nostre miserie. E non illudiamoci di essere meno infami di chi ci invita a certi spettacoli.

Pandora De Pandis 29.03.05 21:41| 
 |
Rispondi al commento

Caro Marco P., che tu sia il Marco P. a cui pensiamo o non lo sia, la tua idea mi piace. La libertà e la consapevolezza preventiva è cosa buona. Probabilmente Terry non è più in grado di intendere e di volere. La domanda è: se avesse potuto esprimere la sua idea a mente lucida e serena cosa avrebbe risposto? Non lo sapremo mai. So che cosa direi io, potendo scegliere: lasciatemi riposare in pace. E la legge rispetti il mio volere. Se fai un referendum sulla "scelta consapevole" tipo quello della donazione di organi, chiamami. Ti aiuto a raccogliere le firme.

Fabio Garzetti

PS. Una frecciata: non è che sei un po' troppo ANTI-ANTIAMERICANO? A me piacciono molto glia americani e i loro sogni, ma sulla superpotenza e le sue politiche qualche riserva è d'obbligo

Fabio Garzetti 29.03.05 21:23| 
 |
Rispondi al commento

il problema non riguarda solo la vicenda di Terry ma è estrapolabile a tutta l'informazione, ormai ridotta alla ricerca di un sensazionalismo a tutti i costi anche quando non esiste niente di sensazionale (presente la nevicata eccezionale di 10 cm in pianura padana?). Per non parlare poi delle opinioni della gente della strada che credo non interessino nessuno..dei 5 milioni di morti in 2 anni nel Congo invece niente. Stacchiamo la spina, ma della TV e delle radio che allo stesso orario dicono la stessa cosa..

Agostino Dossena 29.03.05 21:07| 
 |
Rispondi al commento

Forse non abbiamo capito il senso.. spegnamo per un pò la TV, il computer, la radio.. chiudiamo per qualche istante i giornali.. costruiamo anche solo per pochi minuti, una diga intorno a noi.. una diga capace di difenderci da quell'onda anomala di disinformazione (che aimé spesso è capace di inghiottire anche la vera informazione) che in questo caso - ma non solo in questo - ci investe senza lasciare scampo alcuno.. Facciamo silenzio e ascoltiamo quel "silenzio" che inevitabilmente ci interroga.. Nel caso della vicenda umana della Signora Schiavo.. è un "silenzio" carico di domande sulla Vita e sulla Morte.. e forse più profondamente sul senso della nostra Esistenza.. un Silenzio in cui tornare alla nostra realtà umana.. Non più inermi spettatori chiamati a dare un inutile parere fine solo all'Audience.. Ma Uomini Pensanti e Vivi, capaci, se risvegliati dalla loro coscienza, di cambiare quel "Palinsesto" che governa il nostro mondo come fosse un Reality Infinito..

Imerio Eusebio 29.03.05 20:25| 
 |
Rispondi al commento

Bisognerebbe avere la decenza di spegnere i riflettori puntati sulla sofferenza umana.
Il Grande Fratello della morte e della malattia è quanto di più vergognoso potessimo inventare.

Un saluto

Lory Anne 29.03.05 19:56| 
 |
Rispondi al commento

marco p. ??????
Non mi suona nuovo questo nome.
Commentaci tu le "battaglie" dei radicali.

MARA BOLIS 29.03.05 19:14| 
 |
Rispondi al commento

x maira coin

terri non ha più la corteccia cerebrale, da 15 anni.
leggi un po' dei post, troverai molte informazioni.

tosca albini 29.03.05 19:07| 
 |
Rispondi al commento

la cosa che più mi impressiona di tutta la faccenda Terry Schiavo è che nonostante tutta la mia buona volontà non riesco a farmi un'opinione in proposito tanto sono superficiali e standardizzate le informazioni che ricevo a riguardo. Qualcuno sa dirmi qual'è stata la motivazione ufficiale della sentenza, o in base a cosa sia stata giudicata "in stato vegetativo permanente", o per lo meno sapere il parere di qualche medico? Grazie

Maira Coin 29.03.05 19:00| 
 |
Rispondi al commento

x marco p.

io non sono antiamericana, sono anti-bush e la sua amministrazione.
spero che tu riesca a cogliere la differenza.

tosca albini 29.03.05 18:47| 
 |
Rispondi al commento

x marco p.

il punto, infatti è che siamo sotto tutela mediatica e religiosa.
non ne posso più di sentirmi dire "l'italia è un paese cattolico". l'italia è, prima di tutto uno stato sovrano e laico. o almeno, laico dovrebbe essere, considerato che non c'è una religione di stato.
in compenso abbiamo la sfortuna dell'enclave vaticana, che non si fa scrupoli a intromettersi, anche pesantemente, nelle cose di uno stato estero.
l'italia è un paese cattolico? la domanda, per essere posta correttamente, dovrebbe essere riformulata: l'italia è un paese dove la religione preponderante dei cittadini è quella cattolica? se si guardano i dati dei battesimi, comunioni e cresime, la risposta è sì. ma stiamo parlando di bambini, non persone mature che hanno scelto di esserlo. poi, man mano che sale l'età, non si può più parlare di religione preponderante, a meno di non voler falsare la realtà. quanti, pur battezzati, comunicati, cresimati, sono diventati atei, agnostici, non praticanti, laici a tutti gli effetti? sulla carta risultano cattolici, ma non lo sono più.
la chiesa ha perso potere, lo sa, ma non si rassegna e non perde occasione per interferire nella vita di tutti noi.
ma è la nostra vita, di cittadini i italiani e non vaticani.

tosca albini 29.03.05 18:40| 
 |
Rispondi al commento

Detta in sintesi credo che la povera Terry sia solo l'ennesima vittima delle strumentalizzazioni mediatiche tanto care all'amministrazione Bush e non solo certo...E' stata sbattuta nelle prime pagine dei giornali e delle tv di tutto il mondo solo per farci notare quanto è buono e cristiano quel caro presidente e con lui, il fratellino e ,si potrebbe pensare, parenti e affini...PECCATO CHE IN AMERICA CI SIA LA PENA DI MORTE!!!Quante chiacchere inutili!
Fate una preghiera per Terry,come ho fatto io,e lasciatela in pace una volta per tutte!

Susanna Melis 29.03.05 18:21| 
 |
Rispondi al commento

ho scoperto oggi questo blog e lo trovo davvero OK! Voglio lasciare un copmmento sulla vicenda Terry Schiavo, dicendo che, uno, sono completamente d'accordo con quanto scritto da Beppe, questa spettacolarizzazione del dolore e della morte è indegna e non rispettosa della dignità della persona. Ancor più triste è l'uso della vicenda da parte di movimenti cattolico-oltranzisti, il tutto somiglia ad un grande circo nel peggior stile USA, dove il dolore e la sofferenza delle persone sembra sprofondare in un comizio urlato, o nei freddi paragrafi di legge.
Non c'è davvero rispetto per la vita umana,

Raffaella Biferale 29.03.05 18:11| 
 |
Rispondi al commento

x fabrizio

E' che ci hanno ubriacato col benessere e ci stanno rendendo apatici verso i problemi.
----------
beh, tu ed io, non ci siamo ubriacati e nemmeno siamno apatici. sicuramente ce ne sono altri,che non hanno mandato il cervello all'ammasso...

però, ce ne sono tantissimi, che sono teleguidati,
ma che si ritengono furbi e tacciano di "coglioni" gli onesti.

tosca albini 29.03.05 17:56| 
 |
Rispondi al commento

X Tosca.

la pensi esattamente come me (le mie domande volevano essere solo delle provocazioni...).
Purtroppo la gente non capisce, ed è questo che mi spaventa. Nel caso di Terry, voglio dire, non è che bisogna avere una serie di informazioni per capire... Ci stanno buttando in prima pagina i fatti personali di una poveraccia (nel senso buono del termine) che non può nemmeno scegliere della propria vita. mah!? Cosa staranno combinando nella stanza dei bottoni in America?
In Italia lo sappiamo (forse!!) c'erano di mezzo le modifiche alla Costituzione. Il vero problema sai qual'è? E' che ci hanno ubriacato col benessere e ci stanno rendendo apatici verso i problemi.

Fabrizio Ticozzi 29.03.05 17:48| 
 |
Rispondi al commento

a parte le riflessioni , giustissime, su staccare la spina della tv che condivido. ma si può lasciare che una persona muoia di fame e di sete?? ma sono dei pazzi sadici! 15 giorni di agonia!! la morfina un c..zo!!! gli americani ammazzano ogni giorno tantissimi persone (terroristi, civili, soldati , nemici, amici, condannati a morte ecc.), sono capaci di sparare sui nostri agenti, di tranciare le funivie con i loro aerei..sono capaci di tutto! e una volta che devono fare una mezza iniezione, e mi sembrerebbe anche umano, che fanno?? fanno morire una persona di fame e di sete!! ma che gente è?

Vittorio Pondrelli 29.03.05 17:37| 
 |
Rispondi al commento

Cosa vuole Terry? Hanno ragione i genitori oppure il marito?
E' ovvio che nessuno può decidere per lei, ognuno crede e pensa di poter decidere al meglio per lei ma...di fatto non lo può sapere.
Se i casi sono tanti, in America, come in Italia, come in qualsiasi altro paese del mondo, sufficientemente ricco, beh allora, dobbiamo pensarci bene e pensarci per tempo.
Dobbiamo parlare di eutanasia, di testamento biologico, di volontà lasciate prima che ci possa accadere alcunchè, e solo questa sarà la nostra volontà.
Trovo orrendo l'uso mediatico che si fa delle immagini, non si rispetta la persona e da qui dovremo partire nel giudicare marito e genitori....che considerazione hanno della dignità di Terry?

Lucia Zanovello 29.03.05 17:34| 
 |
Rispondi al commento

....per quel che può contare sono dannatamente d'accordo con te....un rispettoso silenzio davanti ad un essere umano che sta per morire, dovrebbe essere non l'eccezione, ma la regola!!
Se non altro un silenzio di immagini,...ma come hai detto tu, Beppe, in una breve intervista a rai 3.....il mondo va al contrario!!!!!

giovanni angeri 29.03.05 17:33| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
le opinioni sono le cose più a buon mercato che abbiamo in italia.....costano zero euro e ognuno di noi ne ha a quintali ogni giorno da buttare in pasto alla gente. In merito alla povera Terry Schiavo io non riesco a esprimerne nemmeno una perchè dovrei trovarmi nei panni di suo padre per sapere cosa si prova.... e francamente spero tanto di non dovermici mai trovare( ho un figlio....tu hai la fortuna di averne 6 e sai cos'è l'amore che che ci lega a loro!!!!!....
Ciao continua cosììììììì

bruno sacheli 29.03.05 17:29| 
 |
Rispondi al commento

"... soglia da rispettare...."
mmm... mi chiedo come potrebbe una azienda con il solo scopo di lucro, lesinare su delle immagini che possono impressionare la gente e quindi fare audience.
Quindi mi sorge una domanda, la solita.
Hanno ragione i genitori o ha ragione il marito.....?
Dovrebbero staccare la spina le telecamere o dovremmo staccare la spina dei nostri occhi, così da non lasciare spazio?
Credo che sia il solito discorso, ma se la televisione nella sua infinita "onnipotenza e saggezza" sceglie di continuare su questa bieca strada, un motivo ci sarà.

maurizio russi 29.03.05 17:28| 
 |
Rispondi al commento

x fabrizio ticozzi


Vorrei porre delle domande: ma in Italia quanti casi simili a quelli di Terri Schiavo ci sono?
Tanti?
-----------
attualmente 1500 - vedi miei post precedenti

E allora perchè alla TV italiana parlano di questo caso (con tutto il rispetto della dignità di Terry) e non dei casi di casa nostra?
------------
in USA ne parlano perchè i genitori hanno dato la figlia in pasto ai media
in Italia se ne parla, perchè devono occupare il tempo dedicato all'informazione: alle modifiche della costituzione hanno dedicato neanche due minuti, il 23.3.2005, e senza chiarire di che si tratta, poi silenzio di tomba. in compenso, c'è di tutto meno che informazione, a meno che tu non reputi informazione quello che spacciano come tale

Perchè continuiamo a parlare tanto di affari americani e poco di quelli italiani?
----------
vedi sopra

Perchè si strumentalizzano le cose?
----------
vedi sopra

Per favore qualcuno mi risponda ... altrimenti ai posteri l'ardua sentenza...
---------
io ti ho dato una risposta, la mia risposta.
e tu, cosa ne pensi?

tosca albini 29.03.05 17:14| 
 |
Rispondi al commento

Una delle poche sensate che ho letto è stata il paragone di Paolo Nicolini con Biscardi (non lui, povero, la trasmissione).
Comunque il blog è fatto per parlare di un argomento lanciato da chi lo cura. Se volete parlare di cazzi, culi scoregge e merda datevi appuntamento in qualche chat porno-feticista.
Comunque per riflettere ulteriormente sul problema dell'eutanasia vi consiglio, per chi non l'avesse visto, la visione di "million dollar baby" di e con Clint Eastwood, che lascerà atroci dubbi anche ai più convinti sostenitori della morte naturale (tra i quali ci sono anche io, tra l'altro...).
Auguro un po' di serenità a tutti

Marco Panzeri 29.03.05 17:10| 
 |
Rispondi al commento

x Laido

Quella dell'inno nazionale cantato con il buco del culo è una grande idea!!

Ivano Maglione 29.03.05 17:00| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei porre delle domande: ma in Italia quanti casi simili a quelli di Terri Schiavo ci sono?
Tanti? E allora perchè alla TV italiana parlano di questo caso (con tutto il rispetto della dignità di Terry) e non dei casi di casa nostra?
Perchè continuiamo a parlare tanto di affari americani e poco di quelli italiani? Perchè si strumentalizzano le cose? Per favore qualcuno mi risponda ... altrimenti ai posteri l'ardua sentenza...
-----
x Laido
Se non hai niente di meglio che girare i vari blog su internet e sparare cazzate senza senso mio zio avrebbe bisogno una mano a spalare la merda delle sue 3 mucche...

Fabrizio Ticozzi 29.03.05 16:57| 
 |
Rispondi al commento

Laido, sei un mito!...

Gianluigi Albertini 29.03.05 16:24| 
 |
Rispondi al commento

Cavoli, fra tutti avete passato una Pasqua un po' pesantuccia...

Camomilla Gente?

Secondo me è la mancanza di maiale nei menù pasquali, l'agnello fa montare sempre un po' di carogna...

Fate la gente adulta e smettetela di smoccolarvi dietro uno con l'altro!!!!
Ci pensano già da Biscardi a urlarsi contro....

Paolo Nicolini 29.03.05 16:23| 
 |
Rispondi al commento

Neanche il cane scodinzola gratis....
chi vuole intendere....

Paolo Nicolini 29.03.05 15:53| 
 |
Rispondi al commento

x Laido.

Bello mio, tu sei la fiera del niente, sei pieno d'aria fritta. "Io non sono questo, io non sono quello"... io non sono di destra ma non sono neanche di sinistra....", tu hai solamente l'hobby di rompere i coglioni. L'unica cosa che fa Grillo è quella di indignarsi, e oggi come oggi è una cosa importantissima. Le informazioni di cui parla sono vere, e tu le uniche cose che sai dire e che si reputa un profeta e che quadagna soldi!!! il tuo cervello ti sta prendendo per il culo!!!. Non si è mai descritto come profeta, SEI TU CHE GLI HAI DATO QUESTA ACCEZIONE. Prendi posizione su qualcosa, perchè così rimani solo un palloncino ripieno di scoregge.

Con affetto.

Luca Floris 29.03.05 15:52| 
 |
Rispondi al commento

Il mio giudizio in merito alla storia di Terry non solo coincide con il pensiero di Beppe, che ha come al solito centrato in pieno il problema dei mass media che tendono a strumentalizzare le tragedie di altri, ma sono convinto del fatto che sia la natura a dover sempre decidere il corso e la fine di una vita. Siamo di nuovo lì... Anche in questo caso l'uomo infrange le regole e sempre a suo discapito, poichè se oggi hanno permesso che qualcuno potrà decidere sulla vita di Terry, domani altre persone avranno la facoltà di decidere sulla nostra di vita. E io vorrei che questo non accadesse mai. Lasciate che la Natura decida per noi sempre..... Solo così il mondo potrà iniziare a cambiare.

Gianluca Di Febo 29.03.05 15:51| 
 |
Rispondi al commento

io penso che a questa povera donna, una volta deciso per la "dolce morte", dovevano solo spararle in testa.
l'eutanasia della morte per idedia?
vergogna, a telecamera accesa o no.

Massimiliano Ottone 29.03.05 15:51| 
 |
Rispondi al commento

Torniamo a parlare di Terri. Sono d'accordo con Andrea Anto: c'è una rimonta mediatica dei clerico-fascisti da far paura (si fa per dire...). Ormai devono dire la loro su qualunque argomento dopo aver imposto la loro per 2000 anni. Certo che vedendo gli Stati Uniti possiamo ritenerci fortunati ad aver solo il Vaticano tra le scatole... Ritengo che i referendum riporteranno la chiesa cattolica alla realtà: un movimento largamente minoritario anche in Italia; quanti sono i cattolici effettivi nel Bel Paese? Eppur non dovrebbero servire referendum per fare la conta: basta che diano un'occhiata ai banchi delle chiese durante la messa.

Gianluigi Albertini 29.03.05 15:51| 
 |
Rispondi al commento

Di' la verità, Laido. Quanto ti rode che Grillo ci ha i soldi e tu no? Mi sa che il vero "comunista" qui sei tu! Dai, molla la bottiglia e fai uscire il vero rifondarolo che è in te!
:-)

Pierre Robes 29.03.05 15:39| 
 |
Rispondi al commento

per.... DOTTOR @ SPUTO...

diciamo che sei un po' presuntuoso...
a roma diciamo...
c'è sei venuto o te cianno mannato!

linda cima 29.03.05 15:36| 
 |
Rispondi al commento

"0) NON SONO DI DESTRA, HO SOLTANTO UN'OPINIONE DIVERSA DALLA VOSTRA E MI FACEVA UN CERTO GODIMENTO POTERLA ESPRIMERE PURE NEL SITO DEL SIMPATICONE;"

Hai goduto, allora! Bene, son contento per te. Meglio una "goduta" che una "bevuta". Secondo me sei di destra...ma te ne vergogni. Al tempo in cui la DC prendeva il 35-40% dei voti pare che nessuno la votasse...Nel segreto dell'urna tu voti Berlusca. Per questo ti ubriachi.
Io, invece, non voto per Prodi. Ad occhio e croce sto messo meglio io!

"1) Una trentina di euri per Grillo io ritengo siano un furto in relazione a quanto predica ed al tipo di spettacolo; tutto qui; è la mia opionione del cazzo."

L'hai detto: è una tua opinione del cazzo. Ragioni con quello, evidentemente.

"2) Beppe Grillo è un opinionista per te.
Per me può essere anche un semplice coglione, un genio, etc, resteranno solo piccole opinioni inutili.
[e tra parentesi Grillo penso che se ne fotta in allegria di queste nostre diatribe]"

Deciditi, però: o è un semplice coglione o è un genio. Per me non è nessuna delle due cose. Per me è ANCHE un opinionista. Ho detto "opinionista", non "profeta" e nemmeno "Dio" (che cazzo c'entra?).
Se vuoi ti faccio un bell'elenco di giornali, televisioni e personalità della cultura e della politica che intrattengono relazioni "intellettuali" con il "bertinotti dei comici" e per i quali, dunque, Grillo è anche un'opinionista (se proprio vogliamo usare questo termine).
Tu, di grazia, dall'alto di quale scienza parli? Cioè, detta in altri termini: chi cazzo sei per giudicare? Molla la bottiglia, amico, ché ti gioca brutti scherzi!

"al più rappresento un tuo sfogo personale basato su antiki pregiudizi perchè quello obsoleto mi sembri TU anche se voti SuperProdi e ti senti fiko..."

Non rappresenti nemmeno quello! SuperMortadella te lo voti tu. Questi "politici di razza" fanno al caso tuo. Andrai in cabina elettorale talmente ubriaco che finirai per mettere la croce sull'insaccato sbagliato!
Ciao!

Pierre Robes 29.03.05 15:34| 
 |
Rispondi al commento

E' infatti pazzesca la mancanza di considerazione di chi ha volto strumentalizzare il caso "schiavo" ed è anche incredibile che si dia tanta voce a questi neocon imbevuti di cattolicesimo da crociati.
Sarà che parlare di quella povera donna impedisce di parlar d'altro? Come per es. della Franzoni in Italia??
Sarà che l'informazione mondiale è controllata da poteri forti (bache, multinazionali, assicurazioni, etc)?!
Gli Usa, come l'Italia, a volte fanno veramente paura...

Andrea Anto 29.03.05 15:25| 
 |
Rispondi al commento

Caro Laido, attento che stanno arrivando i Komunisti per rapirti e portarti ad uno spettacolo di Beppe Grillo... Ah, prepara i trenta denari... Chissenefrega se non vuoi spendere soldi per Grillo! Neanch'io lo faccio ma penso che non interessi a nessuno, giusto? E difatti non lo dico! Se vuoi ti dico che odio il gorgonzola ma non vado nel blog del formaggio in questione per ribadirlo... Hai avuto ben più di un quarto d'ora di "celebrità": contento? Ciao.

Gianluigi Albertini 29.03.05 15:24| 
 |
Rispondi al commento


per pierre robes
... alberto bazzarini
... marco sperandio

per ladio


Caro Ladio, spesso mi sono posta la stessa domanda che hai posto tu, e cioè un comunista che si arricchisce, che cazzo di comunista è!
(I frati comunisti alla Alessandro Natta...non esistono più).
Io invece avevo fatto notare che Beppe Grillo...è riuscito a realizzare il famoso:

ESSERE O AVERE?

lui è riuscito ad essere, perchè crede nello sputtanare le vergogne di questo paese, ed a avere perchè su questo ci guadagna, ma se non ci guadagnasse non potrebbe lanciare messaggi a tanta gente.
Questo è un paradosso che si è formato, grazie alla nostra classe politica, nell'arco di 50 anni e conclusa con l'entrata in politica di Berlusconi.
Sei libero di spendere i tuoi soldi come meglio credi, ma se ti devi ubriacare, allora non ti capisco.
Stamattina pensavo ai famosi pittori comunisti, chissa' se Guttuso che ha realizato tantissimi quadri sul proletariato, abbia mai donato qualche sua opera al Partito Comunista, non ho notizie in proposito, però avrebbe dovuto farlo, mica doveva donare i dipinti con i culi della Marzotto, bastavano quelli sulle lotte operaie.
Io voto rifondazione, pur riconoscendo obbiettivamente la puzza dell'ulivo.
Ciao!

linda cima 29.03.05 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,

come tu ben sai il tema dell'eutanasia è molto delicato; ma quì il punto, come scrivi tu, è un'altro: hanno riempito spazi di tg e riempito pagine di giornali per un problema di una povera disgraziata, che ai più non può fregare di meno.
Quì stanno semplicemente deviando l'attenzione su qualcos'altro; è quì il problema.
Lo sta facendo l'america e noi siamo secondi;
chi c'è alla regia di tutto questo e perchè?

Curzio Calì 29.03.05 14:55| 
 |
Rispondi al commento

Staccate immediatamente la spina.
Quella delle telecamere.
Grazie.

Ruggero Pinza 29.03.05 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Betty viola il 27.3 ha scritto bene. una vita vale forse più di un'altra? quante persone sono morte e non hanno avuto lo spazio che i genitori e il marito di terry hanno dato alla moglie? certo, ammetto che la prossima morte di terry sia orribile, ma quale non lo è? vorrei scuotervi, avete mai pensato a quando verrà (più tardi possibile) il vostro momento? e ne avete paura? male, non dovreste. pensate a quanti bambini innocenti chiudono gli occhi per fame in africa in un solo giorno... i colpevoli di questo siamo noi e il nostro egoismo e la paura di quello che ci attende. e nel frattempo noi ci rimpinziamo e loro continuano a morire di fame, come venti, trenta, cinquanta anni fa.
spegnete la tv, accendete i cervelli.
ciao
laura

laura galli 29.03.05 14:34| 
 |
Rispondi al commento

x Laido
-------

Mi associo a quanto scritto prima di me da Pierre Robes. A Laido... dai facce ridde ancora!!
PS: abbi almeno il coraggio di scrivere il tuo nome...

Marco Sperandio 29.03.05 14:06| 
 |
Rispondi al commento

X Laido (hai anche un cognome o è questo?)

Forse non sai leggere qui non si sta trattamdo di quanto guadagna Grillo l'argomento è ben altro, o i tuoi commenti si limitano a sputar sentenze.
Quanto ti costa il canone tv per guardare m....

alberto bazzarini 29.03.05 13:03| 
 |
Rispondi al commento

X Laido

So bene che, rispondendoti, contribuirò ad ingigantire il tuo ego (frustrato) da "SuperUomoDiDestraSempreColCazzoInTiro" e, ahimè, conosco perfettamente il pericolo che ti faccio correre se provo a dare un senso alla tua modesta esistenza, fatta di "uischi", supermarket e Berlusconi. Ma, appunto, non riesco a trattenermi dal darti una risposta qualsiasi.
E in effetti, se sei venuto in questo blog e ti sei persino letto gli articoli di Beppe Grillo pubblicati su Internazionale vuol dire che proprio tutto scemo non devi ancora essere. Evidenzi, infatti, una discreta libertà di movimento intellettuale (due o tre neuroni, da qualche parte, devi ancora averceli!) e un apprezzabile libero arbitrio, tutto sommato, stupefacenti per un fans di Dorian Gray. Dunque, col tacito assenso di LUI, il padrone della tua mente e delle tue bevute, Silvio Bugiardoni, proverò a darti una risposta. A tono, ovviamente!
Punto 1) Ognuno spende i soldi come cavolo gli pare. Tu in "uischi", io (e molti altri) negli spettacoli di Beppe. Capirai che spesa! Una volta all'anno posso pure permettermi di "gettare via" una trentina di euri in questo modo.
Punto 2) Grillo si "spaccia" per un opinionista perché può permetterselo. GRILLO E' UN OPINIONISTA! Tu, invece, ti spacci per "cittadino" senza esserlo. Sei un suddito, una vittima inconsapevole del sistema: il prototipo perfetto dell'elettore rozzo e strumentalizzabile che con grande dispendio di mezzi e fatica il portatore nano di democrazia sta forgiando. Sei la prova vivente del successo politico di Suopolio!
3) Meglio essere il "bertinotti dei comici" che L'alvaro vitali della politica: si fanno meno danni!

Pierre Robes 29.03.05 13:03| 
 |
Rispondi al commento

il sito corretto è www.terrisfight.org e non .net,
cordialmente
SG

Simone Giannetti 29.03.05 13:02| 
 |
Rispondi al commento

Spettacolo orribile ed indegno, messo in scena dalla civiltà che si erge ad esempio per il mondo intero, per certi versi addirittura peggiore della visione di una testa mozzata.
Se si è deciso di "staccare la spina", la fine deve essere "dolce e breve" sia per Lei che per chi gli sta intorno.
Infame è poi il mercimonio fatto dai direttori televisivi.

felice tanzarella 29.03.05 12:49| 
 |
Rispondi al commento

OK VALENTINA..IDEM

MAXI IGNONE 29.03.05 12:45| 
 |
Rispondi al commento

Una sola cosa vorrei far notare sia ai genitori che al marito: entrambi stanno privando Terry della propria dignità.
Si parla tanto del rispetto delle sue volontà ma noi non possiamo e non dobbiamo entrare nel merito di chi abbia ragione, troppe parole si sono sprecate in tal senso e sono certa che lei non vorrebbe essere "usata" dai media come pretesto per fare quella pseudo-informazione che ci propinano quotidianamente.
Ho visto per la prima volta in questo sito l'immagine di come Terry era 15 anni fa ed è così che la vorrei ricordare, solare e piena di vita.
Credo che questo sia l'unico favore che tutti noi le dobbiamo.
Scusaci tanto Terry e.... buon viaggio, ovunque tu vada.

Valentina Chiodo 29.03.05 12:15| 
 |
Rispondi al commento

x linda cima - off topic
-----------
intanto non è ancora chiara l'estensione geografica della cd. padania.
sempre geograficamente parlando, essendo la "padania" a sud della svizzera, con buona pace di bossi e c., la svizzera non li vuole perchè sono "meridionali".

tosca albini 29.03.05 11:31| 
 |
Rispondi al commento

x marina zorzi
-----------
la tua parte emotiva, ti fa provare pietà per terri e per chi è nella stesso identico stato vegetativo irreversibile (cosa ben diversa dal coma)

la tua parte razionale, supportata dal fatto di essere, come dici, operatore sanitario, dovrebbe farti accettare che terri, priva di corteccia cerebrale, è "morta" 15 anni fa.

in italia ci sono circa 1500 persone nelle stesse condizioni. quelle che respirano autonomamente, con un cuore funzionante e che devono essere alimentate/idratate forzatamente, una volta stabilizzate in terapia intensiva, hanno assistenza ospedaliera per circa 6 mesi, dopo di che vengono dimesse. le cure continuano a casa o in qualche clinica, per chi può permetterselo.
sono persone soggette, proprio per il loro stato, a embolie polmonari e infezioni varie e, proprio per questo, soggette a continui interventi farmacologici, che rasentano l'accanimento terapeutico.
è prassi che non ci sia alcun intervento in caso di crisi cardiache.
emotivamente sono d'accordo con te, razionalmente non posso che rilevare l'assoluta mancanza di pietas dei genitori di terri.

tosca albini 29.03.05 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Certo, la Padania diventerebbe un paradiso... fiscale. Tornando a Terri, secondo me il problema è che si vuol generalizzare una problematica partendo da un singolo caso che è a sè stante. Si vuole dare una soluzione, magari legislativa, ad una famiglia di problemi eterogenei che necessitano di una valutazione caso a caso. In tv ne hanno parlato tutti tranne gli unici che ne avevano la competenza a farlo: i medici.

Gianluigi Albertini 29.03.05 11:14| 
 |
Rispondi al commento

per Gianluigi Albertini:


hai ragione...si potrebbe parlare anche della Svizzera...lava più bianco.
E pensare che Bossi vorrebbe unire la Padania alla Svizzera...dice che sarebbero un paradiso!
Bella questa...da uno che chiamava Roma... Ladrona!

linda cima 29.03.05 11:07| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di informazione: possibile che nessuno prenda spunto dall'agonia di Ranieri e dica una parola sul principato di Monaco, uno degli stati "canaglia" assieme a Lussemburgo, Liechtenstein e simili? Ma che stati sono quelli lì? Parlano dei ciclisti che hanno la cittadinanza monegasca per evadere le tasse e non si nomina nemmeno una società finanziaria che gestiesce milioni di euro per, magari, fare qualche triangolazione per vendere armi a chi non si può etc. L'indignazione non è provocata dai ciclisti che non hanno tempo di procurarsi un buon commercialista e quindi vanno a Montecarlo: è il sommerso che fa schifo!

Gianluigi Albertini 29.03.05 10:42| 
 |
Rispondi al commento

A PROPOSITO...DOMANDA:MA L'ITALIA E' PROIETTATA NEL FUTURO?VIAGGIANDO SULL'AUTOSTRADA DEL NUOVO MONDO(AZZ INTERNET,UFFA)NOTO CHE ALCUNI PAESI SONO MOLTO AVANTI SU ALCUNE COSE DI IMPORTANZA STRATEGICA:RINNOVO DELLA STRUTTURA MILITARE,RINN.E POTENZIAMENTO UNIVERSITARIO,MA ANKE DELLE MEDIE SUPERIORI(SE FACCIAMO UN CONFRONTO SOMMARIO),POTENZIAMENTO SULLO SVILUPPO ENERGETICO:ANKE NUCLEARE(IO SONO DACCORDO),RINNOVO STRUTTURALE DELLA SOCIETA' CON UN OCCHIO VERSO I BAMBIBI E GLI ANZIANI,DIBATTITI IN TV,INTERNET,SATELLITE SU QUESTE TEMATICHE.DETTO QUESTO E' DEPRIMENTE VEDERE IN ITALIA,A PARTE POKE ECCEZIONI,ANKE SULLA CARTA STAMPATA,UN SUSSEGUIRSI DI BLA BLA BLA,AZZ DICO IO DOVE SIETE GIORNALISTI DEL FUTURO?SPINA DORSALE DI UNA DEMOCRAZIA?AAHHH IL POSTO SICURO VOLETE....DOVE IN TV SORRISI E CANZONI O NE IL MANIFESTO?MEGLIO?SPOSTATI VA...VA...

MAXI IGNONE 29.03.05 10:27| 
 |
Rispondi al commento

DITE,DITE,DITE,MA KE FATE?C'E' DI MEZZO IL MARE,OPPURE FEDE E QUALKE COMUNISTA...MA QUANTO PARLATE...E PENSARE CHE C'E' UNA COMMISSIONE SCIENTIFICA/MILITARE DELLA N.S.A. KE STUDIA I FORUM SU INTERNET,ALZIAMO IL LIVELLO DEL NS E DI BEPPE SU,SU,SE CONTINUIAMO COSI' NEANKE CON IL VIAGRA CI SALVIAMO:SIATE PROPOSITIVI/OPERATIVI NON DISTRUTTIVI,DU PALLE....SALUTI(ANKE A TE FEDE)

maxi ignone 29.03.05 10:12| 
 |
Rispondi al commento

Scusate i molteplici errori, ma ho scritto in fretta, sono al lavoro, e non vorrei passare per il solito lavoratore che va contro gli interessi dell'imprenditore che tiene in alto l'economia dell'italia....però compra i prodotti in cina che costano 1/3....


La frase giusta alla fine è questa:
"...quando tutti e due SARANNO PARTITI per lidi migliori dei nostri sicuramente Studio Aperto avrà già pronto un'ennesimo servizio su Cogne e su chi si tromba Vieri questa estate....


Scusa Beppe per lo spazio occupato.....Ci vediamo a Rimini...

Paolo Nicolini 29.03.05 09:52| 
 |
Rispondi al commento

Ho 25 anni, e la sera lego Harry Potter....
Mi sfottono...Perchè è roba da bambini...
In compenso in televisione c'è Costantino e la De Filippi...Che bello essere considerati immaturi...
Cosa devo guardare i TG? su 6 disponibili solo il Tg3 passa a malapena...
Studio Aperto lo guardo se ho voglia di vedere un paio di tette o un bel sedere...
il Tg5 se riesco a trovare il cane del mio migliore amico che si è perso...
Il Tg4 se devo picchiare qualcuno, così prima mi carico, Fede mi fa montare una carogna....
il Tg1 è molto importante da seguire se vuoi sapere quali sono i programmi serali della rai o se c'è qualche fiction interessante, tipo "Un medico in familia 92" o "Orgoglio 75"...
Il Tg2 mi interessa solo negli ultimi 5' periodo quando è in programmazzione il telefilm "ER", così capisco quando inizia...

E come tutti sono indignato per i contenuti dei suddetti Tg, strumentalizzazioni su sofferenza e malattia, vedi Terry Schiavo e il Santo Padre ( una delle persone + carismatiche del nostro tempo), che meriterebbero rispetto ed una morte dignitosa, non questa squallida lotteria sulla loro morte, perchè alla fine vincerà quello che dirà per primo la notizia...
Ma non preoccupiamoci, quando tutti e due per lidi migliori dei nostri sicuramente Studio Aperto avrà già pronto un'ennesimo servizio su Cogne e su chi si tromba Vieri questa estate....

Buone Elezioni e che Dio ce la mandi buona...(magari con le tette grosse) ;-)

Scusate per l'ultima scappata....

Paolo Nicolini 29.03.05 09:47| 
 |
Rispondi al commento

Quando non parla di politica Beppe ci piglia sempre :)

Stefano Zanola 29.03.05 09:14| 
 |
Rispondi al commento

Hai proprio ragione Beppe, purtroppo si è arrivati a fare un informazione spazzatura, senza più regole, non ha più importanza neppure l'informazione in se per se, ma piuttosto lo spettacolo. Concordo a pieno, STACCATE LA SPINA DEI RIFLETTORI !

Paolo Ciccone 29.03.05 08:31| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei far presente che la CNN paga dal '99 l'affitto del tetto di un albergo di fronte al Vaticano per il diritto a filmare per prima la fumata bianca dell'elezione del nuovo papa.
Fonte: Diego Cugia, Alcatraz

Niccolò Petrilli 29.03.05 01:05| 
 |
Rispondi al commento

agonie mediatiche...terry..il papa... ranieri di monaco...agonie emblematiche che bene(malissimo in realtà...) esprimono i tristi tempi che viviamo...
al di là dalle opinioni che se ne possono avere...(ed è strabiliante che proprio quelli che credono in una vita altra oltre questa si accaniscano a rimanere ...pur sofferenti... o a far rimanere i loro cari sofferenti in questa "valle di lacrime " senza grazia...vabbè...)quello che colpisce in questa sarabanda è la totale mancanza di rispetto verso l'oggetto (sic!!) della tanto decantata e da loro... (i media...) sollecitata pietas...
sono solo danze macabre di mostri in bella mostra di sé...sarà un ci-vile applauso che ci/vi/li seppellirà...
vabbè

massimo ossimori 29.03.05 00:23| 
 |
Rispondi al commento


e'un omicidio la morte di terry schiavo la stanno facendo morire di fame e di sete!!!dicono che è in stato vegetativo ma non si fanno morire neanchele piante di sete se si vuole si può praticare l'eutanasia ma non certo questa barbarie ;è questa un ulteriore dimostrazione del grado di civiltà della società occidentale che vorremmo esportare nel mondo?se è cosi' mi considero incivile .ho esperienza diretta di queste persone malate come operatore sanitario ma non riesco a considerarle come un mucchio di ossa che giace inerte nel letto non so esattamente come ma sono certa che in loro ci sia la possibilità di avere percezioni che noi non siamo in grado di valutare

marina zorzi 29.03.05 00:12| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo a te è "bandita" la televisione, e, purtroppo la televisione è off limits.....
Stanno facendo di tutto per insabbiare la verità,Terry è solo l'ultimo "pietoso" esempio..!
Cosa possiamo/dobbiamo fare oltre che guardare i cartoni animati su rai2 alle 20.00...?

Roberto Tarchi 29.03.05 00:11| 
 |
Rispondi al commento

A proposito della tua comparsa nella cerimonia per i caduti ad opera della mafia, il TG 3, il più rivoluzionario dei nostri Tg, ha pensato bene di fare degli spot pubblicitari con il tuo nome per lanciare la rubrica di approfondimento delle 23 diretto da Mannoni.
Mi dispiace per te, ma mentre la tua intervista è durata 30 sec. netti, le faccie da culo dei due politi della serata hanno occupato l'etere per oltre mezz'ora.
E poi ti chiedono: perchè non ritorni in Tv.
Coraggio bisogna resistere!!

mauro gallo 28.03.05 22:24| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti,

é la prima volta che scrivo in un blog è approfitto della vicenda di Terri per farlo,
è vero si potrebbero spegnere le telecamere ma se si facesse ciò, come si potrebbe conoscere le cose indegne che avvengono su questo pianeta.

Le telecamere devono restare accese, i giornalisti speculatori del dolore altrui si devono licenziare.

Per quanta riguarda la vicenda vera e propria, se un giudice si permette di far staccare l'alimentazione, perchè non può permettersi di farle somministrare dell'arsenico o qlche altra sostanza così da non farla soffrire e spegnere i riflettori su questa faccenda???????


saluti
Vincè

Vincenzo Zuccaro 28.03.05 21:47| 
 |
Rispondi al commento

Bisognerebbe staccare la testa al marito! Non la spina. E' un vero miracolo che Terry sia ancora resti in vita, forse vuole comunicare che la sua volontà è che non venga spenta la strumentazione che la tiene "viva". Un pensiero vada anche ai genitori.

Giacomo Anselmo 28.03.05 21:38| 
 |
Rispondi al commento

Non vi sembra vergognoso, che i vari organi di informazione, diano per morte le persone, prima che queste muoiano per davvero.
Del Principe Ranieri di Monaco, già parlano dei funerali e di dove alloggeranno i vari capi di Stato che interverrano ai funerali.

linda cima 28.03.05 21:25| 
 |
Rispondi al commento

Concordo in pieno con Lorenzo.

Niccolò Petrilli 28.03.05 20:42| 
 |
Rispondi al commento

Ti sto applaudendo.

Paola De Simone 28.03.05 20:11| 
 |
Rispondi al commento

Da un lato sono pienamente daccordo con Grillo: l'unica spina che bisogna staccare immediatamente è quella del televisore, ma penso che fatti come questo se trattati nella giusta maniera e con il giusto rispetto per i protagonisti (soprattutto per Terry Schiavo)possano porre dei quesiti che possono solo far maturare la nostra società.
SI ALL'INFORMAZIONE PER CRESCERE E PENSARE

NO ALL'INFORMAZIONE - SPETTACOLO

Perrone Lorenzo 28.03.05 19:25| 
 |
Rispondi al commento

GLI SCIAKALLI DELLA TELECINEPRESA E DELLA KARTA
STAMPATA SONO INDIVIDUI KE PER INGORDIGIA DEL VIL DANARO SI MANIFESTANO A MODO LORO -SENZA SKRUPOLI-
COMUNICHIAMO QUI' SU QUESTO SPAZIO I NOMI COGNOMI DELLE IGNOBILI PENNE SPORKE E QUAKSIASI TESTATA LORO KOMPLICI.
sagal75

salvatore gallo 28.03.05 18:49| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti e buongiorno a te, sulla triste vicenda di Terry credo che abbiamo passato ogni limite: una famiglia, i genitori ed i parenti, che vogliono tenere in vita a tutti i costi un essere che di umano ha ormai ben poco, se per umano intendiamo anche la capacità di ragionamento; dall'altra un marito che anche lui in maniera legittima vuole, e voglio crederlo, dare un senso di rispettabilità anche in questa tragedia a questa donna; le televisioni che si accaniscono rabbiosamente su questa vicenda che commuove il mondo; il capo di Stato più potente al mondo che anche in questo frangente riesce a fare una figura da imbecille pretendendo che le sue istituzioni vadano contro leggi che lui stesso ha voluto; e Terry.....se io fossi la madre vorrei sentire il caldo del suo corpo a qualsiasi costo, se fossi il suo compagno vorrei per lei una morte dignitosa e se fossi Terry, vorrei morire subito e vorrei anche che si vedessero le miei immagini di quando ero una donna, vera.
Spero che Terry muoia in fretta e che questa tragedia sia riconsegnata alla discrezione del dolore di chi l'ha tanto amata.

Mara Peloni 28.03.05 17:12| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, ho appena letto il tuo pensiero su Terri Schiavo, penso sia molto profondo e molto attento alla relatà che ci circonda. Anch'io penso che dovrebbero staccare la spina... della televisione, e comunque grazie per tutti i tuoi articoli e per il tuo Blog. Anche se ho poco tempo lo leggo volentieri, almeno cerco di svegliarmi dal letargo con cui i mass - media cercano di congelarmi il cervello. Un forte abbraccio e.. tieni duro perchè, io, noi, tutti, abbiamo bisogno di una persona Grande come lo sei tu. Una forte stretta di mano con tutto il cuore. Luca Boschiero.

LUCA BOSCHIERO 28.03.05 15:51| 
 |
Rispondi al commento

X Riccardo

Si questo può essere un omicidio di stato ma non pensi che non sia l'unico? Perchè di altre morti non si parla? Come mai non sento più parlare della strage nella scuola avvenuta pochi giorni fà. Sicuramente questa strage ha fatto più morti però è una cattiva pubblicità per l'attuale governo americano. Poche informazioni vengono diffuse sulle morti provocate da armi da fuoco su minori eppure ne provocano di più che i vari stati comatosi presenti negli USA. l'America detiene il triste primato dell'omicida più giovane, un ragazzino di 6 anni che in un litigio con la sorellina di 4 anni ha preso la pistola della madre nella borsetta e ha fatto fuoco, fatto anche questo di poco tempo fà. Qual'è il tipo di morte che merita di essere diffuso e quello che non lo merità?

alberto bazzarini 28.03.05 15:50| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe,per quanto mi riguarda e la prima volta che provo a comunicare via computer(motivo,sono alle prime esperinze).per quanto riguarda terry schiavo, mi dispiace dirlo,ma per me e morta da 15 anni.io non credo di essere una persona cinica ,penso invece,d'essere molto realista,quindi credo che il vivere in quel modo equivalga alla morte stessa.questo e il mio pensiero. non voglio fare il moralista,non sono in grado.concludo con un saluto di stima e con la speranza di poterti vedere dal vivo .

flavio spano 28.03.05 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Concordo pienamente: spegnere le telecamere - io spengo la t.v. - rispettare tutti NOI quell'essere umano in balia del mondo, "costretto" a non appartenersi più.

Aggiungo il mio solito O.T. ... stavolta un pò più dolce.
Spero tu, Beppe querido, lo voglia accettare volentieri. (ammesso ch esi visualizzi)

Ecco qui il tenero Agnello di DIO (in versione sicula) che toglie i peccati del mondo,

e dona a noi la pace... :-)

Peace & love a tutti.

N.B.
Beppe querido attendo l'arrivo del tuo spettacolo, come linus attende il mitico Grande Cocomero, fiduciosa e trepidante. Ma i biglietti del tuo prossimo spettacolo a Messina chi li vende? Qui tutto tace, nessuno sa niente.
Ciau.

Cristiana Casuscelli 28.03.05 13:53| 
 |
Rispondi al commento

Qual è e dov'è, se c'è, la soglia che adesso separara voyeurismo e pettegolezzo dall'informazione? Io credo che il fenomeno sia irreversibile. Ranieri di Monaco non può uscire di scena intimamente. Il papa ora è un alimentatore di ansa continuo. Forse era più auspicabile seguirlo quando chiedeva di non prendere parte alla guerra. E invece no. E alla fine di ciò, ormai, sono rassegnato.Lo spirito di Vespa regna su tutto. L'avete visto l'altro giorno quando girava per il policlinico vestito da paramedico? La parola esatta che lo definisce inzia con para ma non finisce con medico. Finisce con la stessa parola che è preceduta da vaffa. Che forse sarebbe il commento idone a molta della nostra tv contemporanea. Saluti a tutti.

Roberto Corradi 28.03.05 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Staccare la spina delle tv?Il dilemma lo si pose anche per il terrorismo(McLuan).Le immagini della povera donna dovrebbero risalire a qualche tempo fa.Inopportuno e' l'uso ripetitivo,ossessivo di quelle immagini.La stessa domanda ,se staccare la spina delle tv,la si potrebbe fare sull'esposizione del Papa sofferente.

Carlo Ceccherini 28.03.05 13:22| 
 |
Rispondi al commento

La TV non dice anche che: Terri Schiavo, la donna statunitense in coma da quindici anni alla quale sono stati staccati i tubi dell’alimentazione dietro richiesta del marito Michael. Nessuno si è mai sognato di riportare le dichiarazioni rilasciate in un affidavit (una testimonianza giurata) da Heidi Law, infermiera presso il Palm Gardens dove in questi anni è rimasta ricoverata Terri, la quale tra le varie cose afferma di essere riuscita in diverse occasioni a dare qualcosa da mangiare alla sfortunata giovane che non solo è stata in grado di inghiottire (succhi di frutta, gelatine, etc.) ma avrebbe anche mostrato di gradire molto l’iniziativa, al contrario del marito che ha sempre impedito che ciò avvenisse. Non solo: in un altro affidavit, stavolta di un’altra infermiera presso lo stesso istituto, Carla Sauer Iyer, salta fuori che Terri Schiavo era addirittura in grado di parlare, pronunciando parole come “mamma”, “dolore” e “aiuto”. La Iyer ha inoltre riportato frasi sentite pronunciare dal marito, del tipo “Ma quando muore?”, “Non è ancora morta?” e “Quand’è che quella puttana si deciderà a schiattare?”
http://www.nexusitalia.com/silenzioinnocenti.html

annino muntoni 28.03.05 12:53| 
 |
Rispondi al commento

Ma quante Terry Schiavo ci sono in America?
giustamente Repubblica di sabato si chiedeva questo, quante persone nelle condizioni di Schiavo o molto meno gravi ogni giorno in America vengono lasciate morire solo perchè le loro famiglie non possono permettersi le cure necessarie? Indipendentemente da come ciascuno di noi la pensi sulla dolce morte, questo caso è una montatura dei mass media, che svela tutta l'ipocrisia dell'amministrazione americana, che non trova 45 milioni di dollari per la sanità, ma ne stanzia più di 400 per l'Iraq.
http://www.repubblica.it/2005/c/sezioni/esteri/mileut2/altreter/altreter.html

Matteo Contardo 28.03.05 12:43| 
 |
Rispondi al commento

non credo di avere (come il 99% della gente) tutte le informazioni per potermi mettere nella pelle sia del marito che dei genitori ma credo fermamente che lasciarla morire di fame e di sete sia indegno per una società che si professa civile.

andrea giaccaglia 28.03.05 12:06| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di spine da staccare....

Consiglierei che facessero lo stesso le emittenti TV con le telecamere installate in Vaticano.

Sono indignato. La TV e i giornali sono bel oltre la soglia dell'esagerazione. Il Papa mediatico fa male al Papa, alla Chiesa e ai Cristiani.
Un'ossessione di servizi con dissolvenze, zoomate, musiche anthemiche e da colossal genere 'The Passion'.
E non un prelato o 'addetto ai lavori' che prenda posizione.
Davvero disgustato.

Giovanni Giavelli Commentatore in marcia al V2day 28.03.05 11:35| 
 |
Rispondi al commento

E allora x cosa le teniamo accese?
Un omicidio di Stato non merita la diretta? Di cosa dovremmo appassionarci se non di un tema fondamentale come la Vita? Possiamo almeno discuterne, con o senza tv che nessuno ci obbliga a tenere accesa?
Spegnendo le telecamere non pensi che la questione si perderebbe nel nulla del quotidiano?

Riccardo Palazzani 28.03.05 11:25| 
 |
Rispondi al commento

In tutta questa situazione quello che da la nausea è un presidente che fa una legge ad hoc per salvare una vita umana e la sua dignità nel paese dove il boia ha un sacco di lavoro quotidiano. La dignità umana è w.a.s.p per george bush e la sua banda.Una persona che la vita condanna allo stato vegetativo deve vivere, donne e bambini iracheni sanissimi possono morire...

Caterina Patti 28.03.05 09:52| 
 |
Rispondi al commento

staccare la spina è 1conto..lasciar morire di fame e di sete 1altro...

mio zio cacciatore ai suoi cani cn cui x anni è andato a caccia sparava 1colpo in testa quando cn l'età arrivavano le malattie...
molto più "umano"...se questa parola ha ancora 1significato positivo...

IL MARITO pare si sia beccato 1milione di dollari x nn sò cosa..si è risposato ed ha famiglia...insomma...vuol portar fuori la spazzatura...se così stanno le cose...

proprio in america che sono dei cow boy ed hanno 1000modi di ammazzar la gente...

forse la soluzione sarebbe mandare terry in iraq a liberar qualche ostaggio...magari gli yankees stessi la fanno fuori dentro 1auto...

roberto cadeddu 28.03.05 08:34| 
 |
Rispondi al commento

E' già una vergogna il fatto di lasciar morire di fame e di sete lasciando che il suo corpo ceda una persona che soffre già da 15 anni ...credo che una morte con più dignità spetti a qualsiasi genere di essere vivente.ed ancora più vergognoso è fare polemiche e spiattellare un viso sofferente che non ha più niente da dire...se potesse parlare non immaginate quante ne direbbe!!!Giornalisti (?)... vergognatevi!!!
Grazie Beppe!
Barbara

Barbara Mazzaracchio 28.03.05 01:21| 
 |
Rispondi al commento

e se invece di spegnere le telecamere NON accendessimo la TV e andassimo invece a fare una passeggiata, a parlare con gli amici, con la gente sola, oppure potremmo leggere un buon libro...ma si, lo sapete, ci sarebbero tante belle cose da fare. In fondo lo sappiamo che le telecamere non le spegneranno mai, troppi pecoroni che non hanno nulla da fare in giro quindi, basta non accenderla o solo quando c'è roba intelligente da vedere.

Gabriella Trabucchi 28.03.05 00:47| 
 |
Rispondi al commento

Antonio "Falso" ....
Premetto due cose:
1) Sembrerebbe sottinteso, ma mi vedo costretto a farti notare che catalogare tutta l'informazione alternativa di Internet in base ad un estratto di un articolo, anche fosse una stupidaggine, e' un'argomentazione davvero ridicola ed inutile;
2) Dai l'impressione che sei corso a cercare la notizia piu' apparentemente inverosimile per tentare immediatamente di delegittimare le fonti alternative di informazione.

Detto questo, basta una ricerca in google per verificare, in base alla tua logica, alla tua formazione culturale ed alle informazioni che trovi, se quella notizia sia o meno un falso.
Io la conoscevo gia', e' una notizia pubblicata da decine di siti e trattata da numerosi telegiornali americani, tra cui quella ABC News che non ha mai sostenuto particolarmente il caso della Sig. Schiavo.
La faccenda non mi interessa particolarmente, e tutta la questione gronda di un'ipocrisia senza fine: basti pensare che colui che tanto spettacolarmente ne rivendica il diritto alla vita e' colui che divento' Governatore del Texas avendo come cavallo di battaglia la pena di morte.
In ogni caso, e' possibile leggere quel documento di cui parla Nexus a questo link:
http://www.terrisfight.org/documents/CIyerAffidavit090203.htm
Internet non da la soluzione a tutto, ed il padre della Verita' come dicevano i Latini e' solo il Tempo, ma la rete offre la liberta' a ciascuno di leggere, e scegliere, i giornalisti che vuole.
Io scelgo di leggere i Massimo Fini, i Maurizio Blondet..
Per j c n: i preferiti sono in comune, ma per leggerli uso Firefox :)

John Doe 28.03.05 00:25| 
 |
Rispondi al commento

x antonio falso

è così che prendono piede le leggende metropolitane.

chi ha autorizzato la copertura mediatica di questa tristissima vicenda, è anche responsabile di tutte le storie che si sono create e che si creeranno.

tosca albini 28.03.05 00:08| 
 |
Rispondi al commento

In un angolo sperduto di mondo accade una tragedia e da noi si parla solo di quello anzichè pensare alle nostre, come sempre.

Ma tragedia è tragedia e non possiamo umanamente giudicare ciò che poco conosciamo, se non con il nostro "metro".
Personalmente credo che il fatto che dei genitori dopo il matrimonio non contino più niente per la legge (in un caso così grave) mi sembra un'oscenità che solamente una non-cività possa accettare come regola assoluta, in cui la "regola" e la "prassi" legislativa hanno valenza unica e totalizzante.
Certo, come sembra, della non curabilità umana, credo che i genitori avrebbero diritto almeno a vedersela morire tra le braccia allorchè anche i mezzi tecnici più niente, un domani, avrebbero potuto. Così, invece, la legge uccide anche loro, ora, subito, insieme a Terry.
Circa i mezzi di informazione, invece, credo facciano, in questo caso il loro mestiere, ma lo facciano sempre peggio, eccedendo certamente. Ma almeno facendo discutere di cose serie.

Rosario Vesco 27.03.05 23:53| 
 |
Rispondi al commento

Vista la comprensibile disperazione di tanti per la propaganda dei tg scrivo qualche sito dove leggere le notizie:

http://www.comedonchisciotte.org/
http://www.megachip.info/
http://www.nexusitalia.com/
http://www.luogocomune.net/
http://www.nuovimondimedia.com/
http://www.disinformazione.it/
http://www.zmag.org/
http://www.criticalpoint.it/
http://www.infowars.com/
http://www.rense.com/
http://iraqwar.mirror-world.ru/

Beppe, sei un fenomeno, ma quando curerai la parte dei links? Ed anche qualche libro in piu'...
11 Settembre, niente?

John Doe 27.03.05 23:30| 
 |
Rispondi al commento

Le telecamere andrebbero spente molto spesso.Forse in questo caso ci aiutano a capire in che mondo viviamo.Un mondo dove una "corte suprema" decide se dobbiamo morire o no.

erasmo d'amato rizzi 27.03.05 23:30| 
 |
Rispondi al commento

x linda scotti:

ti sbagli...nei tg nostrani non c'è solo la saute del papa,(oamri totalemnete in mano a penosi cardinali come ruini e tonini,uno che invita a non votare per il referendum sulla fecondanzione assistita...in pratica fa anche il politico! e l'altro che ha applaudito la riforma della scuola della moratti,in quando tutti i preti e suore gestiscono scuole e cliniche private...la mattina a messa,la sera a contare i soldi...).
aggiungo poi che ruini con la moratti ha fatto si che venisse tolto dal programma scolastico l'insegnamento della teoria dell'evoluzione di charles darwin,che è la base assoluta per capire da dove arriviamo!
ma detto questo,ti dico che oltre anche al principe di momtecarlo,al principe carlo e al cesso di camilla,ieri ho visto al tg5 la importantissima... notizia sul ritorno a tavola delle uova sode! (e non sto scherzando!),come anche le vacanze degli italiani,per far vedere che poi non va male...
per non parlare del servizio con lunardi,(e ti tolgo i punti dalla patente! io li ho gia' ersi tutti,fatta la revisione,ne ho persi altri 6...),che idolatrava tutte le grandi opere da lui iniziate,con le sue aziende passate ai filgi,che prendono le commesse dal padre!
si parla anche su che tipo di colomba si mangia,e di g. clooney che torna acoma,nel suo lago...
cosa volete che vi dica io? senza parole...

luca battaglia Commentatore in marcia al V2day 27.03.05 23:18| 
 |
Rispondi al commento

tutto semplicemente perfetto.
staccare la spia.
delle telecamere.
perche la vergogna non conosce limiti,ne luoghi dove entrare.
terry schiavo è divenuta uno spot per bush che la vuole salvare a tutti i costi,proprio lui che prende i voti con la pena di morte!
lui che fa il "buon cristiano" e poi manda al macello migliaia di ragazzi amercicani appena 20enni per "esportare" la democrazia in irak...
lo sguardo dei suoi occhi persi nel vuoto,il suo sorriso che nons a di nullase non amarezza profonda.dolore terribile.
l'hanno fatta diventare una star senza prima chiederle: "scusi possiamo"?
l'ipocrisia di stato è vergognosa.
la vita è un sorriso ,sentire l'aria sulla pelle,correre in riva al mare.
non sopravvivere su di un letto per 15 anni!
il dolore dei genitori è assolutamente comprensibile,quello,finto,degli altri mi fa schifo.

luca battaglia Commentatore in marcia al V2day 27.03.05 23:10| 
 |
Rispondi al commento

Come (quasi) tutti non sono molto informato sul caso specifico, ma sospettavo, come conferma in un post precedente Carmen, che ci fosse un conflitto di interessi tra marito e famiglia.
Ciò comunque non toglie che se un giudice ha deciso di lasciarla morire, spero con più informazioni di tutti noi, non sia in grado di di scegliere un modo più "umano" : se Terri fosse stata un gatto o un cane si sarebbe scelto un modo indolore.
Angelo

Angelo Danio 27.03.05 22:49| 
 |
Rispondi al commento

DIVERSI AMORI
Questa vicenda, così dibattuta e pubblicizzata mi fa solo pensare a due diversi modi di amare che esitano in due diverse scelte.
Molti di noi sono madri e padri, io lo sono, provate a chiedervi: se fosse mia figlia cosa farei?
Rispetto ai figli siamo, sovente, protettivi; se qualcuno intenzionalmente procurasse del male ad uno dei miei vedrebbe, forse non più, la luce del sole.
Il marito, il compagno, ama di un amore diverso, forse meno possessivo , forse più pietoso, forse più rispettoso.
Certo è che l'unica cosa che non dobbiamo fare è giudicare, ma solo essere rispettosi e pietosi per questa sofferenza e questi tormenti che nei cuori di quei genitori e quel compagno sicuramente ci sono.
Saluto trascrivendo due righe da una poesia di W.H. Auden: ....se non c'è parità di affetto/ fa che sia io quello che ha amato di più...

Gisberto Benazzi 27.03.05 22:41| 
 |
Rispondi al commento

Tutto ciò mi ricorda un film americano di cui non ricordo bene il titolo, forse "quinto potere", in cui il presidente degli USA, non uno in particolare,che per allontanare dall'attenzione pubblica una sua tresca extraconiugale si era inventato un conflitto inesistente basato solo su una costruzione scenica creata appositamente da un grande regista (nella parte Dastin Hoffman non so se è scritto giusto). Adesso non è più necessario inventare le cose basta far credere alla gente che quella determinata situazione, che nella realtà esiste veramente, è importante per la tua esistenza distogliendoti dal quotidiano.
La colpa è molto anche nostra, siamo pigri, o forse per qualche altro motivo abbiamo poca voglia di ricercare veramente la verità, ci ritorna più comodo farcela servire anche se ci viene condita come meglio aggrada al solito gruppo di potere. Come ho già scritto il telecomando prima era una arma a nostro favore cambiando canale, adesso è un arma spegnendo tutto. Ho iniziato ha leggere il libro della Guzzanti "reperto di RAIOT" e nella prima parte ci dice gia come si è ridotta la nostra capacità di comunicare negli ultimi anni e di come la tv ci dà quello che noi ci aspettiamo ci dia.
Saluti e anche se in ritardo buona Pasqua e Pasquetta a tutti.
Ciao Tosca

alberto bazzarini 27.03.05 22:32| 
 |
Rispondi al commento

....ovviamente mi riferivo allo scritto di alberto bazzarini anche se condivido anche ciò che ha scritto linda scotti....saluti ad entrambi

max soddu 27.03.05 21:50| 
 |
Rispondi al commento

condivido ciò che scrive Linda Scotti... tutto fà brodo pur di non parlare di ciò che accade nella nostra misera Italia (di misero intendo la nostra classe politica...)
ciò che importa è solo confondere le idee e non mostrare tutto lo skifo che ci circonda...
p.s. W silvio e che il buon dio lo accolga quanto prima a se x poi mandarlo...ovviamente... dritto dritto all'inferno visto che lassù i vari Ghedini, Pecorella e via dicendo non lo potranno difendere

max soddu 27.03.05 21:42| 
 |
Rispondi al commento

ognuno di noi puo' schierarsi come e dove meglio crede....ma credo si possa essere concordi sul fatto che il tutto sia molto molto triste. ciao a tutti

luigi perteghella 27.03.05 21:00| 
 |
Rispondi al commento

A diciotto anni si dovrebbe fare testamento su di un modulo in cui si potesse scegliere
in caso di coma irreversibile se vivere o morire
Con il progresso scientifico arrivera un giorno in cui ''vivremo'' all'infinito attaccati a delle macchine come la povera Terry,
moriremo solo durante i black out.

Sergio Lorenzi Commentatore in marcia al V2day 27.03.05 20:41| 
 |
Rispondi al commento

sei unico

carmela dambra 27.03.05 20:22| 
 |
Rispondi al commento

x alessandro vagaggini

pur alimentata e idratata, se non fosse stata curata delle complicanze conseguenti alla sua immobilità, sarebbe morta.

tosca albini 27.03.05 20:16| 
 |
Rispondi al commento

... faceva più o meno così:" amammo in 100 la stessa donna, partimmo in 1000 per la stessa guerra; questo ricordo non vi consoli, quando si muore, si muore soli".
Credo faccia molto americano che una simile decisione spetti ai giudici.
Trovo agghiacciante aspettare di vedere morire una persona di lenta consusione che si è deliberatamente provocata.
Non si può parlare di accanimento terapeutico; acqua e cibo (calorie) non sono terapia, sono un diritto.
Per quel che riguarda la televisione: siamo alla pornografia.

Alessandro Vagaggini 27.03.05 19:52| 
 |
Rispondi al commento

Io non so voi....Martedì ho preso "la Repubblica"....Ebbene in prima pagina c'era la notizia che Berlusca era stato indagato per corruzione.....Alle 13, nel Tg1, nel Tg2, nel Tg3, 5 Italia 1 e rete 4, NON C'ERA UNA PAROLA A PROPOSITO......Argomenti analizzati:Terry Schiavo (Meschina... per carità), Principe Ranieri, Papa....
E poi pretendono ancora che paghiamo il canone...raga mi fan venire il vomito.
Fab

Faber Lillo 27.03.05 19:48| 
 |
Rispondi al commento

x alberto bazzarini

Quello che mi insospettisce e l'interessamento delle nostre tv al caso, è un altro sistema per distogliere la nostra attenzione da quello che sta succedendo in Italia?
Attualmente nei TG i tre argomenti principali sono il caso Schiavo, la salute del Papa, e la salute del Principe Ranieri. Il caso Iraq è completamente assente dalle testate giornalistiche, la questione costituzione pure e altre questioni che toccano più da vicino e direttamente la nostra qutidianità collettiva.
------------------
non dev'essere un sospetto, ma una certezza.
il governo di un paese, mette mano alla carta costituzionale modificandola per un terzo, il 23 marzo (giorno dell'approvazione al senato, a colpi di maggioranza, quindi escludendo il 50% degli italiani), e il TG-1, filo governativo, ha piazzato la notizia al quinto posto dedicandole neanche due minuti e senza alcuna spiegazione o particolare che aiutasse a capire cos'era successo.
per la nostra TV, è più importante terri e ranieri? non è questo il punto: il punto è che gli italiani devono essere lasciati nell'ignoranza e pilotati ad interessarsi più di quel che accade a carlo e camilla, che al disatro incombente.
il giorno dopo, nessuna notizia in merito.

toscalbina@aliceposta.it 27.03.05 19:20| 
 |
Rispondi al commento

sono perfettamente d'accordo con beppe: la morte è un fatto privato, ma se le telecamere sono entrate in quella camera d'ospedale, lo hanno fatto con il consenso, se non incitate, dai genitori di terri. non è stato certamente il marito (legale tutore di terri)a permetterlo: credo che avrebbe evitato volentieri tanto clamore.
non credo che quello che i genitori provano per la figlia sia amore, è qualcosaltro, non amore.
negli USA, dovrebbe essere noto a tutti, se non hai un'assicurazione privata (ma dev'essere molto capiente e quindi molto costosa e non tutti possono permettersela) non ti vengono prestate le cure necessarie. ci sono degli ambulatori dove puoi avere un primo aiuto medico, nei quali non è previsto il ricovero. il ricovero è solo previsto negli ospedali, che avviene solo se c'è un'assicurazione (o un portafoglio) che garantisce le spese, sia di cura che di ricovero. le ambulanze chiamate a soccorrere chi ne ha bisogno, portano l'infortunato in un centro medicaid e, dopo aver accertato che tipo di assicurazione copre il caso, solo allora c'è il medicare e l'ospedale, ovviamente non tutti gli ospedali, ma solo quello alla portata di quella assicurazione.
terri ha avuto un infarto 15 anni fa e il suo cervello è rimasto privo di ossigeno per 15 minuti. questa privazione ha portato alla morte della corteccia cerebrale (accertata da esami medici), riducendo terri allo stato vegetativo che noi conosciamo.
terri non può provare dolore perchè tutti ricettori del dolore sono collegati alla corteccia cerebrale che lei non ha più. per lo stesso motivo non può parlare, vedere o sentire, è sospesa in un limbo senza alcuna possibilità di ritorno.
si, il cuore batte autonomamente e i polmoni funzionano, non può masticare e deglutire, per questo veniva nutrita con un sondino gastrico e idratata con le flebo.
ma non sarebbe sopravvissuta 15 anni se non vi fosse stato anche accanimento terapeutico. ogni persona nelle stesse condizioni di terri, è continuamente soggetta a varie infezioni polmonari, renali, etc.(le così dette complicanze), che vengono continuamente curate con medicinali vari. quindi, il suo essere ancora in vita è dovuto non solo all'alimentazione/idratazione, ma a tutto quel corollario di interventi medicali di volta in volta necessari.
la settimana scorsa, per un bimbo di sei mesi, nell'identica situazione clinica di terri, è stato deciso di non continuare alimentazione e terapia. non c'è stata risonanza mediatica. anche perchè negli ospedali USA è prassi attendere al massimo un anno prima di cessare qualsiasi intervento forzato, volto a mantenere in vita chi in "vita" non lo è più.


tosca albini 27.03.05 19:05| 
 |
Rispondi al commento

Solo in fondo agli occhi di Terry c'è la verità. Una verità che nessuno riuscirà mai a leggere,nè un genitore,nè un marito, nè nessun altro.Vivere o morire? La vita è un dono prezioso non solo di Dio ma della vita stessa.E' un batter di ciglia, un'affacciata di finestra.Troppo breve per aver il tempo di pensare se ne valga la pena o no.E' solo una volta, una dannatissima volta e mai più. Vivere la vita come un vegetale è il compromesso più ingiusto,più crudele e più triste. Ma non siamo degli scrittori che scrivono un libro conoscendone l'inizio e la fine. Noi la nostra fine non la conosciamo e forse per Terry c'è una possibilità su un miliardo che possa farcela prima o poi,chissà.Lasciamola aperta la porta della speranza finchè possiamo.E'difficile dire la propria quando queste situazioni non si vivono sulla propria pelle,ma credo di avere il dovere nei confronti di Terry di promuovere la vita, non la morte...comunque vada.E se c'è stato interesse su di lei grazie a qualche telecamera, ben venga.L'importante è che poi tutti si facciano da parte nel rispetto di quello che sarà deciso e soprattutto nei confronti di quell'essere indifeso che senza rendersene conto muove la sensibilità di noi tutti facendoci pensare che la vita ci viene data, ma anche noi possiamo regalarla a qualcuno in questo modo. Quindi cameramen:grazie per averci informati, ma ora credo sia arrivato il momento di "staccare la spina.Quella delle telecamere". Beppe, grazie di esserci e di dire sempre la tua in modo onesto e veritiero.

Betty Viola 27.03.05 18:53| 
 |
Rispondi al commento

Ammetto di non conoscere nei dettagli la vicenda di Terri Schiavo perchè la morbosità dei tg sulla vicenda mi ha disgustata e mi ha distolto dal seguirla. Mi hanno sconcertata le immagini della folla delirante davanti all'ospedale in cui questa donna è ricoverata. Mi chiedo se quella gente provi la stessa sensibilità nei confronti della pena di morte. Forse certe vite valgono più di altre.

Isa Iuliano 27.03.05 18:52| 
 |
Rispondi al commento

D'accordissimo...sono arcistufo delle Tv di avvoltoi che ingrassano e speculano sul dolroe e sulle tragedie umane. Via via! a casa tutti!A partire dal peggiore di tutti: Bruno Vespa...

Giovanni Iannaccio 27.03.05 18:49| 
 |
Rispondi al commento

Davvero, si dovrebbe avere un po' piu' di rispetto per la morte, si dovrebbe avere un po' piu' di rispetto per tutto.
Davvero, se ci pensi bene l'unico pensiero sensato, che porti con se una certa compassione per questa ragazza sofferente, e' questo che ha scritto Beppe Grillo....

"Se ancora c’è una soglia che la televisione dovrebbe rispettare è quella di una stanza dove qualcuno sta morendo e del ritratto del suo viso.

Staccate immediatamente la spina.
Quella delle telecamere".

Giovanni Alberto Ibba 27.03.05 18:16| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, dico solo che per me è tortura essere costretti a vivere in quello stato, immobilizzati a letto e quasi totalmente privi di facoltà mentali.

Luca Nicoletti 27.03.05 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Non si tratta, a mio parere, ne di cristianesimo radicale ne di ateismo spinto all'esasperazione..... In altri tempi quella splendida anima sarebbe comunque morta, e nessun genitore attaccato ad una speranza che non c'e, fede a parte, o nessun marito attaccato ad un'assicurazione che non c'è, soldi a parte, avrebbero potuto allungarle di un solo istante quella vita che, in coscienza, non abita piu' quel corpo cosi' distaccato da tutto, da qualsiasi speculazione televisiva o qualunque nostra considerazione. Tutto il resto mi sembra cosi' banale, ancor piu' del berlusconismo dilagante.....Nel mondo dove Terry sta gia' vivendo da un bel po', di quello che succede attorno a lei non gliene puo' fregar di meno.......

francesco paglionico 27.03.05 18:08| 
 |
Rispondi al commento

Non si ha più rispetto per la morte, che diventa spettacolo ed esibizione, come tutto quello che passa per le vie della televisione. Un tempo c'era la pubblica piazza, adesso c'è la telecamera. Questo chiasso attorno alla sua vicenda è penoso, invasivo ed immorale.

Linda Scotti 27.03.05 18:04| 
 |
Rispondi al commento

in America sono abituati a questo tipo di manifestazioni altre volte ci sono stati casi di divisione per motivi di vita o di morte e c'è da dire che gli americani secondo mè ci credono veramente infatti non se ne stanno solo alla tv a guardare ma scendono in strada con manifestazioni prò o contro. Quello che mi insospettisce e l'interessamento delle nostre tv al caso, è un altro sistema per distogliere la nostra attenzione da quello che sta succedendo in Italia?
Attualmente nei TG i tre argomenti principali sono il caso Schiavo, la salute del Papa, e la salute del Principe Ranieri. Il caso Iraq è completamente assente dalle testate giornalistiche, la questione costituzione pure e altre questioni che toccano più da vicino e direttamente la nostra qutidianità collettiva. Non è non mi freghi niente di quello che succede a queste persone, però ritengo che a chi sta a cuore l'informazione su questi fatti specifici ha la possibilità di trovarle personalmente attraverso altre fonti, i mezzi di comunicazioni di massa dovrebbero dare informazioni che riguardano di più la maggioranza delle persone.

alberto bazzarini 27.03.05 17:46| 
 |
Rispondi al commento

credo che, se la televisione non ha mai mostrato la dignità della vita, tanto meno difficilmente possa mostrare quella della morte, soprattutto nell'informazione. tutto questo grazie alla colonizzazione americana e all'omino di arcore.

alessandro manfredi 27.03.05 17:45| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo a Federica, che cerca un link o un forum
su cui informarsi.
Io ho solo links e forums in lingua inglese, e ti comunico quelli:
http://groups.yahoo.com/group/WETHEPEOPLE_UNITED


questo è un gruppo yahoo, a cui ci si iscrive gratis, e discute una serie di problematiche di diverso tipo, un pò come il Blog di Beppe. Tra gli altri, c'è una donna che è in contatto personalmente con i genitori di Terri, e che conosce quindi notizie di prima mano.
I siti che io conosco, anch'essi in lingua inglese, sono
http://www.theempirejournal.com/greer_schiavo_articles.htm

http://tekgnosis.typepad.com.

spero ti siano utili

Carmen Catri 27.03.05 16:11| 
 |
Rispondi al commento

A Silvio Mancinelli.
Silvio, io ho capito bene quel che Beppe voleva dire. E capisco anche quel che vuoi dire tu. Sei tu che non hai capito me.
Le telecamere, lì, sono servite finora a tenere in vita una persona che il marito sta deliberatamente tentando di sopprimere. Questa è l'opinione di moltissimi. I genitori della donna hanno riportato il caso di una ragazza più giovane della Schiavo, con gli stessi problemi, che è stata sottoposta a cure adeguate, ed è guarita. La loro versione è questa:Terri non è in coma, e non è incurabile.Molti sostengono che
suo marito , con la complicità del giudice , vuole sia soppressa per tenersi i soldi dell'assicurazione. Infatti c'è in atto un tentativo di impeachment del giudice in questione. Se questo è vero, le telecamere hanno una loro funzione, lì. Stanno difendendo Terri. Ed è per questo che devono restare. Non vanno spente.

Carmen Catri 27.03.05 15:55| 
 |
Rispondi al commento

Se fosse mia figlia, mai staccherei la spina, mai mai...ma le telecamere non sarebbero mai entrate.

linda cima 27.03.05 15:34| 
 |
Rispondi al commento

per fare prima ho ripreso quello che ho scritto sul mio blog!
21 Marzo 2005

Il mio pensiero vola alla schiavo e al concetto di eutanasia

In America si discute del caso di Terri Schiavo una donna che è in stato vegetativo da moltissimi anni. Il marito chiede di praticare l’eutanasia alla donna, come da lei richiesto, i genitori non vogliono e sembra che questi ultimi abbiamo vinto, tanto che il congresso sta o ha già approvato una legge in materia, per riattaccare i tubi alla povera donna. Il mondo è coinvolta da questo caso umano perché si ritorna a parlare di eutanasia, una parolina che coinvolge etica, fede religiosa, sentimenti e diritto, in particolare il diritto di chi vuole darsi la morte per non soffrire più. È un discorso complesso che qualche radicale semplificherebbe il tutto dicendo che i cattolici non possono discorrere di ciò etc…io credo che in questi casi sia lecito sentir tutte le campane anche di quella parte della popolazione che crede che non sia possibile concedere la morte per causa religiosa. C’è anche un sentimento tragico dei genitori, che non vogliono perdere la figlia, che si attaccano a un piccolo gesto, ad un piccolo sorriso non voluto ma automatico della figlia. Come non comprendere chi vede una figlia in quello stato e deve aver il coraggio di arrendersi all’evidenza e dare la morte al sangue del suo stesso sangue! Come spiegar loro la bontà della eutanasia. C’è la ragione e l’etica che dicono che una persona può chiedere di morire se ha un dolore grandissimo, terminale, quando vivere significa solo avere macchine accese per tutta la vita. Bisogna aggiungere che una scelta di questo genere deve essere presa attraverso il consiglio delle strutture sanitarie e la certificazione amministrativa o giudiziale, non tanto per avere una autorizzazione o chiedere un giudizio che potrebbe sfociare in un diniego alla richiesta, ma soprattutto per creare un momento di riflessione e portare in giudizio pareri, documenti etc… non può un giudice o un ente sostituirsi alla volontà dell’interessato o di parenti che, se decidono di praticare questa tecnica, è perché è l’ultima ratio. Quindi io auspico una legge di questo tipo in Italia, perché per tanta gente che vuole lottare con lacrime e sangue fino all’ultimo giorno di vita per sopravvivere, c’è gente che non ce la fa e che vuole camminare sulle nuvole, finalmente libero da tubi e macchinari di ogni genere. Perché anche un giudizio sulla modalità di come dovrebbe andar la cosa? Perché non posso pensare che applicare l’eutanasia significa far morire di fame, in maniera naturale una persona come si vorrebbe far per la Schiavo. È una presa in giro e un modo di dare agonia e sofferenza ulteriore a lei, al marito e ai genitori. Si decide per la eutanasia? Bene, allora bisogna non far soffrire e far chiudere gli occhi ad una persona, che ha avuto l’unica colpa di essere sottoposta ad un male incurabile. Qui si potrebbero aprire altri discorsi, ma forse è il momento di fermarsi.


silvio mancinelli 27.03.05 15:33| 
 |
Rispondi al commento

Mi rivolgo a Carmen Catri ho letto la tua risposta ed ho capito che non hai colto bene il senso di quel che Beppe voleva dire.

Di tutta la vicenda è difficile capire qual'è la soluzione giusta di una storia cosi triste.
Probabilmente molti si lasciano coinvolgere dalla propria scelta religiosa, qualcuno dalla propria razionalità, ma di questo Beppe non ha manifestato la sua idea.

Ha invece fatto notare come sia inutile e invasiva la trasmissione delle immagini di Terry Schiavo.
Bastava parlarne, non c'era bisogno di mostrare l'agonia e lo strazio.
Chi vorrebbe in punto di morte mostrarsi sfigurato dalla malattia alle telecamere di tutto il mondo?

Quindi come Beppe anche io dico:

Staccate la spina...
...delle telecamere!!!

Mario Amabile 27.03.05 15:30| 
 |
Rispondi al commento

Sinceramente non trovo giusto far morire di fame una persona..anche se questa non è in grado di vivere una vita normale...per me si tratta di un omicidio con relativa tortura... non capisco come si possa essere così crudeli.. mi sembrano tutti presi dalla pubblicità che sta derivando dalla vicenda perdendo di vista la cosa principale...io non so come mi comporterei se dovessi mai prendere una decisione simile... però c'è da dire che nella maggiorparte dei casi siamo molto egoisti... prendiamo decisioni che fanno meno male a noi che al diretto interessato...

Federica 27.03.05 15:25| 
 |
Rispondi al commento


Sono andato a vedere sul link fornito sotto la foto, ho cercato invano un forum, un blog, un qualcosa in cui scrivere o leggere cosa dice la gente ma non ho trovato nulla, intanto mi sono fatto un'idea del senso del sito in oggetto;
piu' che un sito e' un grosso spot, esattamente come guardare la tv....

Fabio Fabio 27.03.05 15:22| 
 |
Rispondi al commento

Gran bel post, l'ho anche segnalato sul mio blog.
Continua così Beppe, il nostro povero paese ha sempre più bisogno di voci come la tua!

Pierluigi Ruotolo 27.03.05 15:20| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me stavolta ti sbagli di grosso, Beppe. Non ti sei informato sulla vicenda, credo.
Il marito di Terri Schiavo ha incassato una cifra enorme dall'assicurazione per la malattia della moglie, e ne ha speso una buona parte per la sua nuova compagna e per i suoi figli avuti con lei.
Ha rifiutato di spendere soldi per curare Terri, ed è stato questo il primo motivo di dissidio con i genitori di lei.Le ha garantito solo le cure di base. Terri non è affatto in coma . E' in "stato di coscienza ridotta". Insomma, Beppe, stiamo assistendo in diretta alla morte per fame e per sete di una persona che non può difendersi. E che non mi si parli di sua scelta: chi diavolo può scegliere di morire di fame e di sete?
Su questo sito http://www.theempirejournal.com/greer_schiavo_articles.htm troverai informazioni sulla situazione, e due petizioni, una per l'impeachment del giudice Greer, e l'altra per chiedere che Terri venga salvata.
Non ti chiedo di firmare, se non te la senti...ma almeno informati. C'è un bel pò di gente che crede, negli States, che tutta questa messa in scena abbia uno scopo: far capire alla gente che lo Stato ha deciso di sopprimere chi "mangia a ufo", e che lo farà, che ci piaccia o no. Come fece Hitler. Ma almeno Hitler ebbe la buona grazia (se così si può dire...) di dar loro una morte rapida e indolore, e di farlo di nascosto.
Gli USA invece intendono farlo sottoponendo i disabili a tortura (perchè la morte per sete è tortura...se non ci credete, provate voi!!), e di farlo apertamente. E fingendo di essere dalla parte della ragione... come stanno facendo in Iraq.Bush batte Hitler di gran lunga, mi pare!!!

Carmen Catri 27.03.05 15:18| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, sono d'accordo sulllo staccare la spina delle telecamere , ma ho altre due riflessioni da condividere:
1 non credi che tutto questo serva, come al solito, a spostare l'attenzione di tutti su una vicenda, sicuramente drammatica, ma molto intima e personale di quella famiglia?
2 lasciare morire di fame e di sete , non è la morte più terribile che si può procurare ad un essere umano? A questo punto mi sembra più "umano" utilizzare qualsiasi altro metodo...
Non penso avrai tempo di rispondere, ma grazie lo stesso.
In bocca al lupo per il tour. Peccato che non sono riuscito a trovare un biglietto per le tre date che farai a Bologna, mi sarei anche venduto un rene ;-)
Ciao
Silvano

Silvano Ventura 27.03.05 15:12| 
 |
Rispondi al commento

"Lo sapete che un americano su 4 è apparso in televisione?" Così recita quella simpatica canzone che sento spesso alla radio e che spara un curioso dato statistico dietro l'altro.
In effetti sembra che oltreoceano abbiano ben poco pudore a sbattere in televisione qualsiasi cosa. Saranno anche molto più tecnologicamente disinibiti rispetto a noi, ma non invidio proprio questo tipo di comportamento dei media e del popolo americano su questioni così delicate.

Davide Orlando 27.03.05 15:11| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori