Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Buone notizie dalla Farnesina

  • 170


farnesina.jpg
Fonte: http://www.storiaeconservazione.unirc.it/

La buona notizia:

La Farnesina collegherà i suoi 340 uffici sparsi per il mondo con tecnologia VOIP (telefonia via Internet che consentirà a tutti i suoi impiegati di telefonare senza costi (ammesso che abbiano già un pc e siano collegati in Rete).

La cattiva notizia:

Per farlo ci impiegherà almeno cinque anni secondo il CNIPA (Centro Nazionale per l'Informatica nella Pubblica Amministrazione).

Tra CINQUE anni?

La Bank of America ha fatto prima, ha ordinato nell'ottobre del 2004 180.000 telefoni VOIP collegabili ai pc e li ha dati a tutti i suoi dipendenti.

Ora non paga più nulla per le telefonate tra tutte le sue sedi nel mondo.

I conti pubblici potrebbero avere da subito un beneficio enorme dall'adozione del VOIP, annullando i costi delle telefonate all’interno e tra Ministeri, Regioni e Comuni.

Ma forse è meglio aspettare i comodi dei monopoli telefonici.

23 Mar 2005, 17:43 | Scrivi | Commenti (170) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 170


Commenti

 

la stessa idea del VOIP potrebbe (anzi dovrebbe) essere usata tra gli istituti di ricerca e ele università... sia italiani che esteri

comprare mi piace facebook Commentatore certificato 26.09.15 14:07| 
 |
Rispondi al commento

Guardate qui http://www.brokerperlatelefonia.it possibilità finalmente di avere le idee chiare e sapere che la bolletta sarà quella che ci è stata promessa

Matteo Calloni (broker per la telefonia), Fucecchio Commentatore certificato 24.03.12 09:43| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Sig. Grillo,
vorrei denunciare l'ennesima truffa ,questa volta ad opera dei venditori ambulanti di telefonia mobile di TRE H3G spa siti settimanalmente negli autogrill,la loro opera è semplice : ti raggirano offrendoti mille servizi falsi a detta poi della società mandante,e in buona fede firmi un contratto ambiguo e non trasparente ma dopo poco tempo quando l'incazzatura fuoriesce da tutti i pori della pelle recedi dal contratto e per contro ti ritrovi la bella supposta di dover pagare loro anche il recesso anticipato per i disservizi offerti.
Ma non è ora di finirla con queste truffe legalizzate ( contratti stilati da ingnobili avvocati ,che pur essendo truffe, seguono l'ordinamento legislativo e quindi quasi inappellabili).
Ti prego tu che ai i c...ni sotto fagli il culo a sta gente così meschina
cordiali saluti
daniele ledda

daniele ledda 25.03.07 09:47| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Monopoli Telefonici... questo è il vero problema dell'Italia...

Massimo Lotto 27.01.07 17:57| 
 |
Rispondi al commento

chiedo aiuto tecnico . Nel paese dove abito , non passa l'adsl , che vergogna.... m a ho sentito dire a beppe che tramite un'aantenna , potrei passare il segnale dalla mia ditta che dista qualche km ,a casa mia , come posso fare ?
ve ne sarei eternamente grato.

nereo pollesel 15.09.06 11:46| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

se avete telecomitalia fisso c'è un modo per risparmiare qualcosina!
http://www.telesconto.it

bruno bassi 16.03.06 06:51| 
 |
Rispondi al commento

diamond ring Heh. How it goes? Buy it all. ASAP. Last discount in your live (AAAAA!!!!!). Take a rest.

diamond ring 10.02.06 00:53| 
 |
Rispondi al commento

RISPARMIARE SU INTERNET E TELEFONO SI PUO’ ! ! !

Ovviamente è un’azienda francese, si chiama Parla.it, e ha da poco iniziato ad operare in Italia; fa parte del gruppo France Telecom.

Utilizza il sistema VOIP, quello usato anche da Skype.

Tramite un router fornito da loro cui si attacca un normale telefono e il pc è possibile navigare e telefonare a prezzi bassissimi.

Ci si può staccare da Telecom, non pagando più il “dazio” del canone oppure si possono tenere due linee quella Telecom e quella nuova, con un secondo numero.

ALCUNE OFFERTE

Linea Unica (staccandosi da Telecom): telefonate nazionali + internet = 29 euro

Linea Aggiuntiva (restando con Telecom): telefonate nazionali + internet = 39 euro

Con 10 euro in più si può telefonare gratis in tutta Europa !!!!

PARLA.IT

http://www.parla.it/corsaire/html/it/home.htm

Cesar pirri 04.12.05 23:59| 
 |
Rispondi al commento

LE CONDIZIONI CONTRATTUALI CAPESTRO DELLA ADSL DI TELE 2

“il Cliente avrà la facoltà di recedere in ogni momento con preavviso di 30 giorni da comunicare a TELE2”

però......

1) Se recedi prima della scadenza naturale del contratto ti devi pagare lo stesso tutti i 12 mesi del canone della ADSL: - “tutti i corrispettivi di cui all’art. 15 (ivi inclusi gli eventuali canoni per il noleggio del modem) dovuti fino alla scadenza della Durata prevista e/o prescelta dal Cliente”

2)Ti devi pagare pure il canone di noleggio del modem, anche se nel frattempo si rompe !!

3) Devi rendergli a spese tue il modem che avevi a noleggio (corriere espresso 60 euro) e se non glielo mandi ti addebitano la bellezza di 69 euro: - “la cessazione, per qualsiasi motivo, delle presenti condizioni generali determina l’obbligo del Cliente di restituire a TELE2, entro 30 giorni dal momento in cui la cessazione divenga efficace, il dispositivo e gli eventuali accessori a proprie spese. In caso di mancata restituzione, trascorsi 90 giorni dalla cessazione delle presenti condizioni generali, nonché in caso di restituzione di dispositivi danneggiati, il Cliente dovrà corrispondere a TELE2 una penale pari a € 69”.


“Alla scadenza della Durata prescelta dal Cliente, le presenti condizioni generali si intenderanno tacitamente rinnovate alle medesime condizioni per periodi, di volta in volta, di durata pari ad un anno, salvo che una delle parti non comunichi all’altra la propria disdetta almeno 60 giorni prima della scadenza”.


TRADUZIONE: PUOI RECEDERE QUANDO VUOI CON 30 GIORNI DI PREAVVISO, MA TI PAGHI TUTTE LE SPESE DI UN ANNO DI CONTRATO oppure DEVI DARE DISDETTA 60 GIORNI PRIMA DELLA SCADENZA ANNUALE, ALTRIMENTI IL CONTRATO SI RINNOVA AUTOMATICAMENTE DI UN ALTRO ANNO ALLE MEDESIME CONDIZIONI ! !!!

cESARE pIRI 29.11.05 16:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per (mi pare) Linda, che scrive di tossicodipendenza.
Dici che i SerT distribuiscono metadone, cioè eroina sintetica. Niente di più falso: il metadone è un farmaco per controllare i sintomi della dipednenza, in primo luogo, l'incapacità di controllare la voglia di eroina. Non esiste ad oggi il fenomeno della tossicodipendenza da metadone. E se qualcuno a questo punto dice che anche il metadone dà dipendenza e astinenza, vuol dire che forse è meglio che studi un pò meglio cos'è la tossicodipendenza, che con l'astinenza ha poco a che fare.
Chi prende metadone spesso prende anche eroina. Vero. Sapere perché ? I medici non danno dosaggi adeguati. Danno "un pò" di metadone e poi riducono la dose gradualmente. Niente di più insensato. Di metadone ne va dato all'inizio quanto basta per non star male, poi gradualmente di più, fino a che la persona non smette (detto in due parole) e poi la dose va mantenuta. Questa è la pratica corretta. Ancora ci sono molti medici che pensano che ci siano varie scuole. Ce ne sono due: una è quella che pensa a come curare, l'altra è quella che pensa che ci siano modi giusti (nel senso morale) e ordinati di curare, anche se le persone stanno male e muoiono lo stesso.
Poi farsi eroina e metadone insieme non è affatto rischioso, perché chi prende molto metadone abitualmente è protetto dall'overdose. Per dire certe cose ci vorrebbero un minimo di conoscenze farmacologiche, se si pensa che chi si fa d'eroina sopra il metadone sia a rischio maggiore si prende un granchio colossale.

Matteo Pacini 20.11.05 16:34| 
 |
Rispondi al commento

In your free time, visit some information about party poker tips party poker tips http://www.base-poker.com/party-poker.html http://www.base-poker.com/party-poker.html ...

louisiana video poker tax credit 13.10.05 09:21| 
 |
Rispondi al commento

I like your blog. It is a very interesting one. which differ from the prejudices: http://www.quotationspage.com/quotes/Albert_Einstein , Be at war with your vices

Cody Ballard 11.10.05 17:00| 
 |
Rispondi al commento

Take your time to take a look at some helpful info in the field of online free mac roulette game download ... Thanks!!!

game 09.10.05 19:08| 
 |
Rispondi al commento

Il VOIP è stato implementato nell'azienda presso la quale lavoro nell'arco di qualche mese, permettendo di comunicare da una sede all'altra della Sicilia facendo una semplice "CITOFONATA".Se ci metteranno 5 anni, per l'implementazione,quando inizieranno ad usarlo il VOIP probabilmente sarà superato da altre novità tecnologiche più convenienti.

massimiliano gallo 07.10.05 09:11| 
 |
Rispondi al commento

In your free time, visit some information in the field of pacific poker pacific poker http://www.including-poker.com/pacific-poker.html http://www.including-poker.com/pacific-poker.html texas holdem texas holdem http://www.including-poker.com/texas-holdem.html http://www.including-poker.com/texas-holdem.html empire poker empire poker http://www.including-poker.com/empire-poker.html http://www.including-poker.com/empire-poker.html poker poker http://www.including-poker.com/poker.html http://www.including-poker.com/poker.html poker rooms poker rooms http://www.including-poker.com/poker-rooms.html http://www.including-poker.com/poker-rooms.html ... Thanks!!!

texas hold em 06.10.05 05:03| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, non so perchè. ma è la terza volta che appare questo post !!

marco ancinelli 12.09.05 09:00| 
 |
Rispondi al commento

Si certo il Voip è uno strumento che rivoluzionerà e che sta rivoluzionando la telefonia.
Ma che dire di una Telecom che non sviluppa la banda larga a tutto il paese?
Io abito in un piccolo paese del veneto e non sono raggiunto dall'adsl....che dire...nulla.

Johnny Bazzani 08.09.05 16:42| 
 |
Rispondi al commento

In your free time, check out the sites dedicated to poker online cheets for pookershootout.com poker online cheets for pookershootout.com http://www.artisticlandscapes.net/poker-online.html http://www.artisticlandscapes.net/poker-online.html ... Thanks!!!

poker online 31.08.05 15:11| 
 |
Rispondi al commento

In your free time, visit some information in the field of texas holdem online poker texas holdem online poker http://www.antiquemarketplace.net/texas-holdem.html http://www.antiquemarketplace.net/texas-holdem.html ... Thanks!!!

Play texas holdem online play money 30.08.05 20:22| 
 |
Rispondi al commento

In your free time, visit some information in the field of texas holdem online poker texas holdem online poker http://www.antiquemarketplace.net/texas-holdem.html http://www.antiquemarketplace.net/texas-holdem.html ... Thanks!!!

Play texas holdem online play money 30.08.05 20:22| 
 |
Rispondi al commento

Take your time to check out some relevant pages dedicated to mac poker free download mac poker free download http://www.ablejobs.com/free-poker-download.html http://www.ablejobs.com/free-poker-download.html .

free virtual strip poker game 28.08.05 13:00| 
 |
Rispondi al commento

ciao si parla tanto di voip ma quali sono le compagnie (se esistono) in Italia che ti offrono un servizio voip senza essere abbonato a telecom quindi non pagare canone ecc ecc

pasquale de virgilis 12.08.05 12:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le voci corrono... su Internet
Cresce la voglia di VoIP degli italiani, ma sarà vera gloria?

Pubblicato: maggio 2005
Da Andrea Rigon

Si diffonde sempre più, anche in Italia, l'interesse per la tecnologia VoIP, Voice Over IP, che consente di realizzare una piena integrazione tra voce e dati, utilizzando la banda larga per effettuare e ricevere normali chiamate telefoniche.
Grazie al VoIP, è possibile telefonare e navigare in Internet utilizzando la medesima linea e unificando così canone e bolletta, ma senza abbandonare il proprio numero di telefono.

I numeri parlano chiaro: quest'anno nel mondo sono state installate 22,3 milioni di linee telefoniche "tradizionali" e 24,6 milioni di linee telefoniche basate su tecnologia VoIP. (Fonte: @lfa 17/03/2005)
La cosiddetta telefonia su Internet (anche se la definizione è impropria, sarebbe meglio dire telefonia su banda larga, vera e propria convergenza tra voce e dati), che si può riassumere nell'acronimo VoIP, Voice Over Internet Protocol, fa sempre più "tendenza" e promette un risparmio tangibile sulla bolletta.
La tecnologia VoIP consente di effettuare e ricevere normali chiamate telefoniche utilizzando la banda larga (invece della linea telefonica tradizionale) per veicolare la voce. E' importante sottolineare che il VoIP rivoluziona solamente la tecnica di trasporto della voce, senza andare a modificare le abitudini consolidate delle persone. Non è necessario cambiare apparecchio o numero telefonico, installare software sul PC oppure comporre numeri particolari. Tutto quello che serve è un telefono e una connessione Internet a banda larga.
Gli sviluppi tecnologici e il successo dell’IP come protocollo di trasporto “universale” hanno dato il via a una progressiva convergenza di voce e dati all’interno di un’unica infrastruttura di rete. I più entusiasti affermano che entro dieci anni tutte le chiamate in voce sono destinate a viaggiare attraverso reti basate su protocollo IP. E che il modello di business degli operatori telefonici passerà dalla gestione del traffico delle chiamate all'offerta di servizi di comunicazione sempre più evoluti e concorrenziali.
Senza lasciarci prendere dall'entusiasmo, vediamo più da vicino se il VoIP è in grado di mantenere le promesse.
La tecnologia VoIP permette a chi è dotato di un accesso Internet a banda larga di effettuare e ricevere chiamate telefoniche attraverso la realizzazione di una linea telefonica virtuale in Voice Over IP. In questo modo, oltre a utilizzare l'ADSL per navigare, è possibile farci viaggiare anche la voce, semplificando la gestione delle proprie spese telefoniche (un'unica bolletta e un unico canone sia per la voce che per i dati), ma senza cambiare il proprio numero di telefono.
Come funziona?
All'utente viene consegnato un dispositivo hardware che dovrà semplicemente collegare al modem (o al router ADSL) e al normale telefono analogico, senza cambiare in alcun modo il suo attuale utilizzo del telefono. Il tutto in autonomia dal PC, che può essere spento o addirittura non esserci neppure.
Con il VoIP la voce, proveniente dal normale telefono, viene convertita dal sopracitato dispositivo in pacchetti di segnali IP (in pratica scritti nella stessa "lingua" di Internet) e può quindi transitare attraverso Internet e giungere ad altri utenti VoIP. In alternativa la voce può transitare attraverso la rete telefonica pubblica, giungendo a un qualsiasi abbonato telefonico oppure, attraverso la rete cellulare, a un utente mobile.
Inoltre sarà presto possibile per gli utenti VoIP avere una segreteria telefonica remota, la possibilità di portarsi un telefono particolare in giro per il mondo ed essere sempre raggiungibili in wireless allo stesso numero... al momento l'unico limite sembra essere l'immaginazione.
Inizio pagina
Alcuni vantaggi
I principali benefici derivanti dall'adozione della tecnologia VoIP possono essere così riassunti:

riduzione dei costi in ambito sia privato che aziendale, specialmente per quanto riguarda le spese di comunicazione inter-aziendali e tra sedi diverse

possibilità di utilizzare una sola rete integrata per voce e dati, che garantisce una riduzione dei bisogni totali di infrastruttura e, in ambito aziendale, uno scambio agevolato delle informazioni

telefonando con il VoIP è possibile ottimizzare e semplificare la gestione del traffico telefonico e della bolletta, senza rinunciare al proprio numero di telefono grazie alla Number Portability

i benefici di lungo periodo del VoIP includono inoltre il sostegno che la tecnologia può dare alla multimedialità e alle applicazioni multi-servizio, campi in cui la linea telefonica tradizionale non può competere
Inizio pagina
E gli svantaggi?
Come per tutte le innovazioni tecnologiche, dopo i "pro", non mancano i "contro". Utilizzando la stessa linea per trasmettere sia voce che dati, in caso di download "pesanti" sul fronte dati, la qualità della voce durante una telefonata potrebbe risentirne. Inoltre, in caso di mancanza di corrente, e quindi di alimentazione agli adattatori VoIP collegati alla linea ADSL e al telefono, non è possibile telefonare.
L’ultima parola spetta come sempre al decisore finale, al cliente, cui non resta che soppesare i pro e i contro di questa nuova tecnologia, anche in base alle offerte dei diversi operatori che si stanno "buttando" sul mercato della telefonia su banda larga.
Una cosa però è sicura, di VoIP sentiremo parlare ancora a lungo.
Inizio pagina
Glossario
Per concludere, un mini glossario dei termini più "alla moda" nel campo delle TLC:
Voice over IP (VoIP)
l'insieme di tecnologie utilizzate per trasportare le telefonate in voce attraverso Internet e reti a banda larga basate sul protocollo IP
Peer network
rete "tra pari", tra erogatori della stessa tipologia di servizio. Consentono di creare servizi interoperabili senza bisogno di un gestore centralizzato
Gateway
il "cancello", il server che gestisce il collegamento tra due reti diverse. Nella telefonia VoIP, rappresenta il punto di connessione tra la rete convenzionale e Internet
A cura di: TWT - Trans World Telecommunications

nico bini 09.08.05 14:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il VOIP ha portato un'inizio di terremoto tra le compagnie telefoniche classiche (ma pare che nei prossimi anni non debbano perdere poi tanti clienti perche in alcuni casi offrono alternative molto competitive).
Esempio in Francia FRANCE TELECOM offre un contratto da 79 euro al mese iva compresa che include chiamate illimitate 24 ore su 24 verso rete fissa e cellulare di tutta Europa e tutta la Francia (vi rendete conto del risparmio?)...... Certo io uso skype con gli amici che mi chiamano anch'essi con Skype (lo uso dagli esordi anche per le chiamate ai numeri di rete fissa che costano solo le vecchie 37 lire al minuto verso tutto il mondo).
Secondo me le vecchie compagnie inizieranno a inventarsi qualche cosa.Una soluzione per risparmiare con il telefoni tradizionale e' quello di cercare inoltre compagnie telefoniche che non facciano pagare lo scatto alla risposta (che a volte incide del 50% sulla bollettale),
Ho amici che usano per telefonate tradizionali a prezzo basso di questa compagnia tedesca presente in molti paesi tra cui l'Italia (si chiama 3U TELECOM).Di cui allego gli indirizzi...(le chiamate al minuto costano molto meno degli alti pseudo operatori alternativi come TELE2, TISCALI e via dicendo ch eall fine se chiami spesso ti sparano una cifra per lo scatto alla risposta e per le chiamate ai cellulari)---------------------------------

DAL SITO www.3utelecom.com OPPURE http://www.3utelecom.it------------------------------------------------------

ITALY
3U TELECOM S.R.L.
Largo Richini, 6
20122 Milano
Italy
http://www.3utelecom.it


AUSTRIA
3U TELECOM GmbH
Mariahilfer Str. 123/3
1060 Wien
Austria
http://www.3utelecom.at
  BELGIUM
3U TELECOM SPRL
Rond Point Shuman 6, Box 5
1040 Bruxelles
Belgium
http://www.3utelecom.be

FRANCE
3U TELECOM SARL
12, Avenue de l'Arche
92419 Courbevoie Cedex
France
http://www.3utelecom.fr
  GERMANY
3U TELECOM AG
Neue Kasseler Strasse 62 F
35039 Marburg
Germany
http://www.3utelecom.de


  LUXEMBURG
3U TELECOM S.A.R.L.
26, Boulevard Royal
2449 Luxembourg
Luxemburg
http://www.3utelecom.lu

SWITZERLAND
3U TELECOM AG
Dreikoenigstrasse 31a
8002 Zurich
Switzerland
http://www.3utelecom.ch
  THE NETHERLANDS
3U TELECOM B.V.
Arena Business Park
Olympia 1A/1B
1213 NS Hilversum
The Netherlands
http://www.3utelecom.nl

UNITED KINGDOM
3U TELECOM Ltd.
Crown House
72 Hammersmith Road
London W14 8TH
United Kingdom
http://www.3utelecom.co.uk
   

nico bini 19.07.05 09:53| 
 |
Rispondi al commento

DIMENTICAVO DI AGGIUNGERE CHE IL CONTRATTO QUI SOTTO SEGNALATO E' DI RETE FISSA PER CASA ----------------79 EURO E CHIAMI CELLULARI E FISSI IN EUROPA E USA-----------------------------------------Speriamo che arrivi presto anche in Italia.
Un mio conoscente mi ha mostrato il suo nuovo contratto fatto da pochi giorni con FRANCE TELECOM in Francia (parla.it e' di FRANCE TELECOM e offre VOIP per l'Italia ).

Il contratto FRANCE TELECOM FRANCESE si chiama "ILLIIMITE' 100%- 24/24H" costa 79 euro al mese e gli permette 24 su 24 e 7 gg su 7 di chiamare senza limite di durata tutti i cellulari e numeri rete fissa in Europa, Francia e USA .Inoltre puo' chiamare qualunque gestore dei cellulari ....

Pazzesco
E da noi cosa fanno?


Questo contratto batte anche Skype e le sue telefonate a pagamento (prezzo ottimo quando chiami rete fissa e ma supercaro per telefonate se chiami un cellulare)..

Speriamo che questa offerta frances arrivi presto anche da noi .Infatti sono le chiamate ai cellulari che ammazzano il portafogli.

nico bini 01.07.05 23:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

79 E CHIAMI CELLULARI E FISSI IN EUROPA E USA----------------Speriamo che arrivi presto anche in Italia.
Un mio conoscente mi ha mostrato il suo nuovo contratto fatto da pochi giorni con FRANCE TELECOM in Francia (parla.it e' di FRANCE TELECOM e offre VOIP per l'Italia ).

Il contratto FRANCE TELECOM FRANCESE si chiama "ILLIIMITE' 100%- 24/24H" costa 79 euro al mese e gli permette 24 su 24 e 7 gg su 7 di chiamare senza limite di durata tutti i cellulari e numeri rete fissa in Europa, Francia e USA .Inoltre puo' chiamare qualunque gestore dei cellulari ....

Pazzesco
E da noi cosa fanno?


Questo contratto batte anche Skype e le sue telefonate a pagamento (prezzo ottimo quando chiami rete fissa e ma supercaro per telefonate se chiami un cellulare)..

Speriamo che questa offerta frances arrivi presto anche da noi .Infatti sono le chiamate ai cellulari che ammazzano il portafogli.

nico bini 01.07.05 23:46| 
 |
Rispondi al commento

Beppe ma questo post, mi sa di già visto!!!

marco ancinelli 01.07.05 20:38| 
 |
Rispondi al commento

Per Jelmoni.
Qui nel frame di destra c'è il link a Skype, ci vai, scarichi il programma e lo installi. Fatto? ora puoi parlare gratis con chiunque abbia lo stesso programmino sul suo pc, basta un microfono. Per parlare con chi non cel'ha devi munirti di un credito prepagato che trovi nel sito. Buona chiacchierata.

marco ancinelli 01.07.05 20:31| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, vorrei sapere cosa occorre fare e di cosa ooccorre dotarsi per poter chiamare in qualsiasi parte del mondo spendendo cifre irrisorie, visto che a breve dovro` contattare mia figlia che sara` a Pechino per studio. So che in un tuo spettacolo recente, tenuto in Calabria, hai dato la possibilità di chiamare in America per 5 minuti, spendendo una cifra inferiore all'euro, alcune persone del pubblico.

Sono in possesso di PC e accesso internet (ADSL),
di cos'altro dovrei dotarmi?

Ringraziando anticipatamente porgo distinti saluti.

M.Jelmoni

marco jelmoni 22.06.05 13:35| 
 |
Rispondi al commento

L'apprezzo moltissimo per il modo ironico con cui parla di argomenti a volte scabrosi e aggiungo indecenti. La esorto a perseverare.
Francesco Nalli

Francesco Nalli 20.06.05 13:07| 
 |
Rispondi al commento

A PROPOSITO DEL VOIP (VOICE OVER IP)
HO LETTO DI UNA ALTERNATIVA A SKYPE CHE PERMETTE DI CHIAMARE NUMERI FISSI E CELLULARI CON COMUNICAZIONI DI 2 MINUTI PER VOLTA
(PER COMUNICAZIONI +LUNGHE SI PAGA COME PER SKYPE)
QUESTO SOFTWARE SI CHIAMA VOIP BUSTER E L'INDIRIZZO INTERNET è:
http://www.voipbuster.com

Andrea Cattaneo 20.06.05 09:49| 
 |
Rispondi al commento

sono interessato ad avere informazioni sulla possibilita' di collegamenti telefonici via internet.
distinti saluti

vitteritti ivan 28.05.05 10:11| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, complimenti per essere rimasto a tutt'oggi una voce fuoiri dal coro...giusta, sbagliata ma capace di far riflettere.
Volevo precisare che la tecnologia VOIP o Voice Over IP, la telefonata tramite internet ad oggi non è ancora abbastanza sviluppata qui da noi...1-perchè in paesi come USA, CANADA la rete informatica uniformalmente utilizzata è T1/T2 più o meno la nostra ADSL, mentre da noi sappiamo benissimo quanto tempo ci impieghiamo di solito (siamo partiti dal modem 56k!!). 2-perchè è ancora instabile ovvero troppe distorsioni, interferenze e cadute di linea per essere già impiegata in reti aziendali o più complesse.

marco santuari 22.05.05 19:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

venerdì 27 aprile sono venuta a vedere il tuo spettacolo a roma al plalottomatica e sei stato superlativo. non commenti da fare ma semplicemente una richiesta: vorrei tanto avere un elenco delle aziende che si occupano in italia del ritiro dei computer dismessi. ho grandi difficoltà a trovare queste aziende ma soprattutto che siamo serie nel trattare questo genere di rifiuti. se tu potessi darmi una mano te ne sarei veramente grata. e mi raccomando non cambiare mai sei unico! grazie

antonella goracci 03.05.05 10:18| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei farvi presente che la foto che ritrae la Farnesina è errata: Quella, è si la Farnesina, ma Villa Farnesina una villa suburbana del '700 costruita proprio sulla riva opposta del tevere rispetto a palazzo Farnese (l'attuale sede dell'ambasciata di Francia) che nulla ha a che fare con l'edificio che ospita il ministero degli esteri. E' anzi il primo esempio di un certo rilievo architettonico per la tipologia della ville di campagna.

Gabriele Piacenti 02.05.05 15:59| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,mi ha detto un mio amico che ha assistito al tuo spettacolo di recente tenuto in Calabria che sarebbe possibile telefonare in qualsiasi parte del mondo a tariffe stracciate.Avresti chiamato persone dalla platea e dato loro la possibilità di chiamare in America per 5 minuti al costo di circa 0,90 euro.Veramente impressionante!!!Penso che tutto ciò sarebbe possibile ricorrendo ad internet,ma come?Chiamo ogni settimana a Cuba con una scheda di 5 euro per parlare 5 minuti esatti,un vero e proprio furto.Ti sarei eternamente grato se mi dicessi come poter chiamare senza dover versare tutti questi soldi a Telecom o alle altre compagnie telefoniche.

Giuseppe Pennisi 30.04.05 18:50| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe!!Ho sentito dire ke sei disponibile e rispondi a tutti...!!per questo ho deciso di scriverti,ma nn so se è il posto giusto,in ogni caso spero tu risponda presto!!Sono una ragazza di 15 anni ke per il compleanno ha ricevuto un mp3, ma ho dei problemi col scaricare le canzoni...dal mio pc non riesco a scaricare alcun programma(winmx,emule,...).....,e mi chiedevo se per caso tu nn sapessi aiutarmi.....è urgente...per favore rispondimi....saluti Giada

Giada Bosia 24.04.05 20:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao grillo... io forse ho fatto ancora meglio della Bank of America, con un click posso telefonare in tutto il mondo GRATIS semplicemente con una cuffia da walkman ed un misero microfonino collegato al pc...

Sul sito www.skype.com, si puo' scaricare un programmino gratuito che appunto si chiama "SKIPE", e si puo' telefonare via pc, sfruttando persino un modem 36K...Gratuitamente,
subito e in tutto il mondo, spendendo solo il canone fisso mensile Telecom o Teledue ed un abbonamento anche a tempo ad internet!!!
Ovviamente il servizio è limitato agli utenti che hanno installato il programmino nel PC, ma confronto a 180.000 telefoni VOIP...

Lo so, il canone lo paghi comunque, ed anche un piccolo abbonamento internet... ma puoi stare al "Telefono" fino al sopraggiungere della mummificazione del timpano...(eh eh)
Il Programmino una volta installato, ricerca automaticamente i contatti in outlook,eudora, messenger ed affini, cercando automaticamente gli uteti che hanno SKIPE installato...c'e pure la segreteria...(che dice giustamente che non ci sei...ah ah ah )

P.S.
Mi sto informando, ed è ancora un argomento poco trattato finora, ma so che e' possibile acquistare una poccola scheda PCI da inserire nel PC per poter collegarsi ad internet tramite parabola, sia in ricezione che in trasmissione...
Anche la nostra Telecom lo fa, ma per poterti collegare ad internet tramite parabola, devi comunque avere una liea telefonica perchè i dati in uscita passano da li...(STUPORE)
Comunque ci sto lavorando... ti tengo aggiornato!!

Un Abbraccio, Emanuele!!

Landini Emanuele 17.04.05 01:11| 
 |
Rispondi al commento

Il Manifesto - 08 Aprile 2005


Gasparri blocca l'arrivo del WiMax
Elserino Piol, leggendario manager della vecchia Olivetti e attualmente dinamico Venture Capitalist con il fondo Kiwi, che opera soprattutto nelle telecomunicazioni con la società Elitel, ha alzato dalle pagine de il Sole24ore un serio anche se interessato allarme: c'è una tecnologia di comunicazione che sta diventando matura e che già potrebbe essere sperimentata (creando ricerca e mercato), ma che è tenuta ferma dal ministro Gasparri e da quello della Difesa. La tecnologia si chiama WiMax e permette collegamenti senza fili a banda larga fino a 50 chilometri di distanza. Oltre a tutto è ottima per portare la banda larga in quelle aree, del sud Italia ma non solo, dove l'ADSL non c'è e dove un cablaggio in fibra ottica sarebbe troppo costoso rispetto al numero di clienti possibili. Il governo Berlusconi vede al riguardo due ministeri in concorrenza: quello della Comunicazioni e quello dell'Innovazione, che entrambi hanno fatto delle società per cablare il mezzogiorno. In ogni caso il WiMax inItalia è fermo, ufficialmente perché le frequenze su cui opera sono assegnate ai militari che non le usano ma nello stesso tempo le liberano.

Ma certamente non sono soltanto gli uomini in stellette afrenare: poiché WiMax permette di raggiungere case e uffici senza fili né cavi, sarebbe la tecnologia più adatta per innescare la concorrenza anche nelle reti fisiche degli operatori telefonici ex monopolisti, in tutto il mondo, coprendo a basso costo il famoso «ultimo miglio»: perciò viene da loro considerata una minaccia grave, anche di più de lfratellino minore il WiFi che ha un raggio di azione limitato a poche decine di metri.

Dunque è uno di quei casi in cui il non intervento degli stati non è una scelta di liberalizzazione, ma un favore ai monopoli, che nel linguaggio «modernista» vengono definiti operatori «incumbent». (f. c.).

Ugo Rizza 13.04.05 10:36| 
 |
Rispondi al commento

Riguardo alla Tecnologia Voip dove posso informarmi per capire come funziona e come si fa ad attivarla?
Ho visto lo spettacolo a Bologna e mi è piaciuto molto anche se spesso ho riso amaro. Bravo

sandra degiuli 04.04.05 00:37| 
 |
Rispondi al commento

Volevo rispondere a:
"Postato da: Leonardo Bagnoli il 25.03.05 00:07"

Hai perfettamente ragione il discorso che è stato costretto a fare Murdoc è questo: prima aveva seca, si è reso conto che era troppo bucabile dagli hacker e ha fatto seca2 a questo punto qualcuno è riuscito a trovare delle piccole scappatoie per vedere qualcosa senza pagare o quantomeno con un abbonamento minimo. Lui ha chiesto di passare ad NDS e non glil'hanno permesso perchè non poteva dimostrare che le perdite della sua azienda erano considerevoli, così ha buttato su internet alcune dritte per riuscire a taroccare le schede, la gente c'è riuscita e lui ha dimostrato che il suo sistema era insicuro ed è passato ad NDS che è un sistema addirittura militare!!! Figurati cosa potrebbe pensare mio nonno, che si vuole guardare un film porno su hotclub, se sapesse che la gnocca che vede è criptata con sistemi militari. Il mio consiglio è: disdici l'abbonamento e con 30€ (o non so quanto paghi) al mese vai a mangiarti una pizza con la tua ragazza (la sorprenderai sicuramente più di quanto Sky possa sorprendere te in positivo).

Alessandro Persico 31.03.05 19:56| 
 |
Rispondi al commento

oggi su repubblica.it
Adsl, Telecom denunciata
alla Commissione europea
ROMA - Dopo aver fatto discutere in Italia, i prezzi dell'Adsl Telecom Italia sono ora oggetto di una denuncia in sede europea. L'ex monopolista di telefonia è stato denunciato all'Antitrust di Bruxelles con l'accusa di praticare prezzi più svantaggiosi in Italia rispetto a Francia e Germania e di non garantire la copertura della banda larga in molte zone del paese, specie quelle meridionali.

a conferma di quanto dicevo nel mio precedente ...
riflettiamo ....

massimo calò 30.03.05 10:10| 
 |
Rispondi al commento

COLLEGAMENTO PER INTERNET E TELEFONO
PER OVVIARE ALLA TELECOM, COSA DEVO DARE PER OTTENERE IL COLLEGAMENTO ALLA RETE.
ORA NON HO NULLA NEANCHE LA PRESA TELEFONICA.

GRAZIE DELL’AIUTO!!


fabio gerosa 29.03.05 19:23| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe

pino carozzi 27.03.05 19:55| 
 |
Rispondi al commento

Questo governo sta svuotando la nostra Costituzione dei suoi principi fondamentali, togliendo la possibilità ai diversi poteri dello Stato di controllarsi a vicenda e dando al titolare dell'esecutivo la possibilità di instaurare una dittatura!
Siamo INDIGNATI e seriamente angosciati: facciamo qualcosa, organizziamo una protesta di piazza! E' inaccettabile questo assopimento delle coscienze...
Aurora e Alessandro

Alessandro e Aurora Zavaritt 27.03.05 12:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anzitutto per telefonare con la tecnologia Voip non serve necessariamente un PC,ma un centralino telefonico o un'interfaccia che lo permetta di fare da applicare all'attuale centrale e si telefona normalmente, poi se lo implementano tra 5 anni tale sistema sarà obsoleto in quanto ci sarà già il protocollo SIP (che non centra nulla con la vecchia telecom) o qualcos'altro e la teconologia odierna non sarà compatibile se non con macchine della stessa specie.A breve non si farà solamente Voip ma anche Toip (telephon over ip) e soprattutto Moip (multimedia over ip con video,foto ed altro).La farnesina, come tutto il governo dovrebbe (uso il condizionale) avere tutte macchine Ericsson mod. MD110 costosissime e peraltro non compatibili con il Voip se non interfacciandole ad altre macchine, ma con questa scusa son CERTO che cambieranno interamente il sistema telefonico senza aggiornare l'esistente,ma buttandolo via. Così con la scusa del risparmio delle telefonate incrementeranno le vendite di una o dell'altra casa produttrice....anche perchè ve lo vedete voi un impiegato della farnesina con cuffie e microfono che usa spyke?? Mi vien già da ridere... Infine la copertura della banda larga per permettere il Voip...nelle zone dove non c'è copertura ADSL a basso costo come faranno? Risposta: con le vecchie CDN alla modica cirfa di 15-50.000€ anno in base alla velocità...alla faccia del risparmio!

Dario Scalfi 26.03.05 18:53| 
 |
Rispondi al commento

riflettendo sulle realtà politiche nel globo mi rendo conto che quasi tutto il mondo è gestito da massoneria, piccoli o grandi gruppi segreti che tirano le fila di tutte le comunità. In Italia,per esempio, vedo attuati progetti, molti progetti che si trovavano nel testo del"Piano di rinascita democratica"sequestrato trent'anni fà a Licio Gelli.Se vogliamo possiamo studiare e intuire la verità.Forse è troppo tardi, mi guardo intorno e vedo zombi intelletuali che provano a spiegare la realtà senza valutare, perchè per valutare bisogna essere onesti e disintossicati da tutta la superficialità di cui tutti devono nutrirsi per far andare avanti questo sistema di cacca. Io mi chiedo in continuazione "il criterio" con cui un piccolo gruppo di persone gestisce le masse popolari,cioè dov'è che si vuole arrivare? Hanno valutato tutte le conseguenze? Se l'Uomo è una freccia nell'universo loro sono la punta avvelenata?Perchè l'uomo dopo tutti questi milioni di anni nella sua evoluzione a scelto proprio loro?Di fatto sono i nostri rappresentanti a livello evolutivo:
-modificano la terra
-costruiscono mentalità
-danno i parametri della vita.
Perche'si và sempre dalla parte opposta di quella logica e riflessiva. E' possibile che l' uomo è destinato a essere un coglione?Vedo tanti gruppi antipotere ma se guardo meglio mi rendo conto che anche quelli sono inquinati da regole costruite dal solito "gruppetto".Sono le regole del capitalismo, a prima vista sembra facile schivarle,ma fanno parte della nostra educazione.

franco sciassani 26.03.05 10:34| 
 |
Rispondi al commento

cia a tutti

franco sciassani 26.03.05 08:36| 
 |
Rispondi al commento

Noto tanta confusione e utopia,molte belle parole,ma alla fine ki mette i soldi per le infrastrutture,per la ricerca e lo sviluppo,ki si e' fatto il mazzo nei decenni scorsi per avere il telefono a casa e in ufficio,poi arrivano i signorotti e con una scrivania,una segretaria(bona non fa male)e si sentono imprenditori,e vai contro la telecom,contro l'enel,contro tutti,facciamo tutti un passo indietro:la concorrenza ci vuole,seria e alla luce del sole,ma che tutti la possono fare,io vedo in giro sempre le stesse persone da trent'anni:prima con i dinosauri,poi con i camaleonti che sembrano sprizzare concorrenza da tutti i pori,mah,c'e' poca gente con le palle in giro ke veramente fa' concorrenza o cerca di farla,il sistema tutto e' un dinosauro,ma nel mondo intero:la concorrenza e' apparenza,il consumatore e' realeeeee,questo importa alle nazioni....saluti

max ignone 26.03.05 02:48| 
 |
Rispondi al commento

X
franco sciassani
>domanda: "come si fa'a crdere che il mondo andrà dove vogliamo noi?".
Il mio "mondo" , ovvero una società dove lo sfruttamento dell'uomo da parte dell'uomo sarà abolito ,dove sulle ceneri degli "edifici" che oggi rappresentano a vari titoli il sistema del produci-consuma-crepa, verrà costruito un nuovo consorzio umano della solidarietà volontaria e dall'egoismo, dove la libertà individuale non sarà più metafisica ma reale , personalmente cerco di costruirmelo giorno per giorno senza aspettare/preoccuparmi che qualcuno mi indichi la "strada" o che altri mi seguano!
Non si tratta ( almeno io non me ne preoccupo!) di creare, domani, o fra 10, 100, 1000 anni questa aspirazione , ma di contribuire qui e oggi alla sua costruzione ognuno seguendo il prorio temperamento e la propria indole!
Vedi Franco ciò in cui "credi", o non credi , non deve per forza coincidere con le mie aspirazioni e viceversa!

>Se ci rifletto ed analizzo tuuti i dati che
> è possibile conoscere.Non ha logica quello
>che vogliamo: l'ambiente,la politica,la coscienza..
Probabilmente le "masse" alcuni secoli fà giungevano alla tua stessa conclusione , quando era prassi darsi al cannibalismo, quando si metteva in dubbio il potere temporale del papa, oppure vendere-comprare esseri umani per schiavizzarli e magari più recentemente dare del folle a chi auspicava la republlica come sistema politico antagonista della monarchia!
Sempre, nella storia dell'uomo una minoranza si è posta fuori dalle leggi e dalle regole cercando "l'impossibile" a dispetto dei detrattori di ogni periodo storico , di coloro che consapevolmente o incosciamente ostacolavano i sogni dei singoli individui.

>L'esempio che mi viene in mente è quello
> di uomo comune che si alza la mattina
>e comincia a comportarsi in una maniera
> completamente diversa dal giorno prima
>:pensa diversamente,si contestuslizza
>diversamente,vive con altri criteri.
>Mi dispiace tantissimo ma non credo possa mai accadere.

Errico Malatesta soleva dire:
" Ciò che più importa è che il popolo gli uomini tutti, perdano gli istinti e le abitudini pecorili che la millenaria schiavitù ha loro ispirato ed apprendano a pensare ed agire liberamente !"
In fondo il tuo atteggiamento "pessimista" , consentimi , risente della "millenaria" schiavitù di cui parla il buon Malatesta.
Entrambi siamo il prodotto di questa società , esserne consapevole è un piccolisimmo passo in avanti . Senza farmi prendere da facili entusiasmi so che il "potere" teme più di ogni altra cosa che l'individuo si ponga e ponga dei dubbi sull'attuale organizzazzione sociale, dunque pur non sapendo se ho imboccato la strada "giusta" per il cambiamento ho individuato ciò che può far "male" all'attuale sistema che sacrifica tutto in nome del profitto!

>dovremmo ripartire da zero come gli anish...
E' esattamente ciò che temo di più se non si pone un freno al tipo di sviluppo e consumo imposto dal sitema capitalistico. Il profitto come unico criterio delle scelte economiche vigente è molto probabile che distrugga la natura e ci riporti a vivere nelle caverne!
Cosa possiamo fare per impedire tutto cio?

Ciao

daniele draperis 25.03.05 18:02| 
 |
Rispondi al commento

dovremmo ripartire da zero come gli anish...

franco sciassani 25.03.05 12:19| 
 |
Rispondi al commento

per draperis
domanda: "come si fa'a crdere che il mondo andrà dove vogliamo noi?".Se ci rifletto ed analizzo tuuti i dati che è possibile conoscere.Non ha logica quello che vogliamo: l'ambiente,la politica,la coscienza..L'esempio che mi viene in mente è quello di uomo comune che si alza la mattina e comincia a comportarsi in una maniera completamente diversa dal giorno prima:pensa diversamente,si contestuslizza diversamente,vive con altri criteri.Mi dispiace tantissimo ma non credo possa mai accadere.

franco sciassani 25.03.05 12:07| 
 |
Rispondi al commento

secondo me la lente con cui si guarda la realtà è troppo piccola.Facciamo parte di un contesto piu'generale l'Italia è solo una marionetta nelle mani di chi vede il mondo con una lente molto più grande

franco sciassani 25.03.05 11:55| 
 |
Rispondi al commento

> Ebbene per fare una prova oggi mi sono collegata
> ed il sistema non mi ha fatto registrare dicendo
> che tutti gli ID (ne avrò inseriti almeno 30,
> fantasiosissimi vi assicuro), compresi quelli che
> mi suggeriva lo stesso sistema, erano già in uso.

Non ti preoccupare, non si tratta di una bufala. Immagino si tratti piu' di un problema tecnico. Hai provato a effettuare nuovamente la registrazione? Ad ogni modo se dovessi avere ancora problemi ti consiglio di rivolgerti al loro supporto. Si prevede che il fenomeno del VoIP vada espandendosi esponenzialmente nei prossimi anni, tant'è vero che poco alla volta stanno spuntando vari emuli di skype che propongono le loro offerte (lo slogan utilizzato è: "Liberiamoci del canone TELECOM".. vedi squillo.it). L'idea è quantomeno allettante.

Valerio Donati 25.03.05 11:54| 
 |
Rispondi al commento

caro grillo,
hanno visto anche loro il tuo spettacolo ? complimenti per l'apparizione in tv su primo piano, mercoledì sera

federico lousi 25.03.05 11:40| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti.
La mia prima volta su un blog.
Trovo molto bella questa possibilità di discutere con delle persone, come succedeva una volta (mi dicono) nelle piazze delle città e delle sedi di partito.
Leggo i post di Grillo, leggo i vostri commenti e penso, come mi è successo qualche settimana fa a Milano, durante e dopo lo spettacolo al Filaforum.
"Ma sarà tutto vero?", mi chiedo? "Ma davvero siamo così tanto nella melma o c'è magari un po' di teatro in tutto questo? Un po' di iperbole artistica?"

Alcune delle cose che ho sentito durante lo spettacolo mi hanno lasciata allibita, tipo la possibilità di telefonare con Skype a costi praticamente nulli.
Ebbene per fare una prova oggi mi sono collegata ed il sistema non mi ha fatto registrare dicendo che tutti gli ID (ne avrò inseriti almeno 30, fantasiosissimi vi assicuro), compresi quelli che mi suggeriva lo stesso sistema, erano già in uso.

Problema tecnico o bufala di Grillo?


Mariangela Marseglia 25.03.05 11:40| 
 |
Rispondi al commento

> La tecnologia che sappiamo matura per poter
> effettuare delle 'telefonate' usando internet da
> casa nostra o ufficio, non e' necessariamente
> applicabile nello stesso modo a contesti dove la
> possibile intercettazione di un ragazzino sulla
> rete possa far imbarazzare un governo.

Non sono d'accordo: la tecnologia VoIP con protocollo di criptazione dati unito (solo per fare un esempio) all'utilizzo di una VPN (Virtual Private Network - Rete Privata che sfrutta Internet come collegamento) rendono di gran lunga piu' sicure le comunicazioni. E non mi stupirebbe che sia proprio questo il motivo per cui la Farnesina abbia deciso di adottarla.

Valerio Donati 25.03.05 09:00| 
 |
Rispondi al commento

Le sedi diplomatiche _non_ possono essere trattate come qualsiasi altra realta'. Per le sedi diplomatiche la sicurezza delle comunicazioni risulta essere fondamentale.
La tecnologia che sappiamo matura per poter effettuare delle 'telefonate' usando internet da casa nostra o ufficio, non e' necessariamente applicabile nello stesso modo a contesti dove la possibile intercettazione di un ragazzino sulla rete possa far imbarazzare un governo.
Quanto sopra non giustifica i 5 anni; ma sicuramente anche la semplificazione adottata nell' "articolo" non rispecchia la realta' di riferimento.

Vincenzo Adone 25.03.05 08:34| 
 |
Rispondi al commento

Intervista a John Zerzan tratta dal film Surplus
( INTERVISTA COMPLETA http://www.network54.com/Forum/thread?forumid=137514&messageid=1111701534&lp=1111701534 )


Surplus: terrorized into being consumers

Trovo strano e curioso che mi si accusi di essere l’ideologo delle tattiche del danno alla proprietà e dei metodi Black Block. Ciò non è sicuramente vero.
Vedo dappertutto sempre più segnali che la vita del consumismo non è una vita del tutto appagante.
La voglia di consumare ti terrorizza. Siamo terrorizzati ad essere consumatori. Godiamo della libertà di scegliere tra le marche A, B e C… e qui finisce la libertà.
Sì, penso che ci siano troppe cose. Lavorare costantemente e consumare costantemente è una follia. Sta distruggendo tutto e dev’essere fermato. Trovo che poco valga la pena di essere salvato. Vedo pochi benefici nel perseverare con questo sistema. Possedere tutte queste cose comporta poi una coercizione. Siamo costretti a stare in miniera e alla catena di montaggio. Altrimenti non avremmo tutte queste cose. Un mondo di cose che dobbiamo rincorrere per tutta la vita. Credo che nessuno davvero ci creda ma per inerzia tutto va avanti. Dev’essere fermato. Dev’essere distrutto.
Alla gente si insegna che un futuro tecnologico darà loro più potere, li farà sentire meno soli, gli darà una vita più varia. Anni fa ci dicevano che la tecnologia ci avrebbe liberato dal lavoro e che non avremmo dovuto lavorare così tanto. Viaggiando, sento spesso i discorsi della gente: “Ho il mio beeper, il mio cellulare, il mio… Non riesco mai a staccare dal lavoro. Vivo con un guinzaglio elettronico.
Con tutti questi strumenti la gente è sempre più legata al lavoro e alla tecnologia.
La tecnologia moderna favorisce la distanza più che la vicinanza, l’efficienza più che il gioco.
Vorrei vedere un gran progetto di smantellamento. Di eliminazione di tutte le cose. Di sradicamento delle autostrade. Eliminazione di tutte queste cose che comportano la distruzione del pianeta che ci separano dalla natura, che ci costringono nell’ingranaggio. A lavorare costantemente e consumare costantemente. È follia. Sta distruggendo tutto e dobbiamo liberarcene.
Penso che tutti nel mondo avvertano, sentano il potere di queste multinazionali. Molte di queste società sono più potenti dei governi.
Il primo mondo, noi siamo il 20% degli abitanti del mondo eppure consumiamo l’80% delle risorse mondiali. Questo livello di consumo è semplicemente insostenibile. Se continuiamo a consumare a questo ritmo prima o poi toccheremo il fondo. Se siamo così stupidi da non ascoltare i segnali che ci manda il pianeta verrà un’era terribile, ci vorranno secoli prima che il pianeta guarisca. Ci sarà un collasso economico globale.
Una vita comoda, una carriera, tutte le promesse del bene materiale son tutte promesse vuote. Alcune persone avvertono il vuoto. Così come il limite nel conseguimento della libertà. Altrimenti non farebbero così; direbbero semplicemente: “Mi trovo un bel lavoro e poi sarò felice”. Ma chi è felice?
Cerchiamo solo di incoraggiare la messa in discussione. Come mai la gente cerca di protestare, di fare qualcosa? Non si tratta di violenza insensata. L’insensatezza è starsene seduti a farsi canne guardando MTV per poi trovarsi un lavoro… fare i pecoroni. Quella è violenza per me.(...)

Daniele Draperis 25.03.05 08:32| 
 |
Rispondi al commento

riflettendo sulle realtà politiche nel globo mi rendo conto che quasi tutto il mondo è gestito da massoneria, piccoli o grandi gruppi segreti che tirano le fila di tutte le comunità. In Italia,per esempio, vedo attuati progetti, molti progetti che si trovavano nel testo del"Piano di rinascita democratica"sequestrato trent'anni fà a Licio Gelli.Se vogliamo possiamo studiare e intuire la verità.Forse è troppo tardi, mi guardo intorno e vedo zombi intelletuali che provano a spiegare la realtà senza valutare, perchè per valutare bisogna essere onesti e disintossicati da tutta la superficialità di cui tutti devono nutrirsi per far andare avanti questo sistema di cacca. Io mi chiedo in continuazione "il criterio" con cui un piccolo gruppo di persone gestisce le masse popolari,cioè dov'è che si vuole arrivare? Hanno valutato tutte le conseguenze? Se l'Uomo è una freccia nell'universo loro sono la punta avvelenata?Perchè l'uomo dopo tutti questi milioni di anni nella sua evoluzione a scelto proprio loro?Di fatto sono i nostri rappresentanti a livello evolutivo:
-modificano la terra
-costruiscono mentalità
-danno i parametri della vita.
Perche'si và sempre dalla parte opposta di quella logica e riflessiva. E' possibile che l' uomo è destinato a essere un coglione?Vedo tanti gruppi antipotere ma se guardo meglio mi rendo conto che anche quelli sono inquinati da regole costruite dal solito "gruppetto".Sono le regole del capitalismo, a prima vista sembra facile schivarle,ma fanno parte della nostra educazione.


franco sciassani 25.03.05 08:02| 
 |
Rispondi al commento

X Pellegrini

1) impara a scrivere i cognomi su... non fare il troll

2) un briciolo di malafede in meno ti renderebbe più simpatico. Non avevo veramente capito.

Riccardo Palazzani 25.03.05 00:13| 
 |
Rispondi al commento

Sono un cliente SKY. Sono in possesso di due decoder GOLDBOX (di proprietà) che usavo su due diversi televisori, ma con la stessa SMART CARD (che spostavo da un decoder all'altro) e un solo abbonamento. Con il passaggio alla fantomatica tecnologia NDS, che sostituisce la SECA, per la quale il GOLD-BOX andava benissimo, mi è stato spedito il decoder in comodato d'uso gratuito e devo dire che funziona perfettamente. Però è uno solo. Io ne avevo due, miei, cioè PAGATI - DI - TASCA - MIA. Siccome quando qualche anno fa acquistai il 2° decoder (SKY ITALIA non c'era ancora) nessuno mi ha informato circa prossimi cambiamenti di tecnologia ecc. e quindi ho effettuato l'acquisto sicuro di non rischiare nulla, ora esigerei quantomeno la possibilità di continuare ad usare uno dei miei vecchi decoder (sono Philips diffusissimi) adeguatamente aggiornato. Tuttavia ciò non è possibile per tutti i decoder e gratuitamente credo per nessuno. Ho tentato l'aggiornamento seguendo le istruzioni con la nuova scheda e non ha funzionato. E' ragionevole SI o NO pretendere un altro decoder in comodato d'uso gratuito? Ci ho pensato: SKY mi potrebbe dire che non è colpa sua se i miei decoder sono obsoleti per l'attuale tecnologia, però io potrei dire che sono quindici anni che non si producono più le automobili non catalizzate, e non gli si è ancora impedito di circolare, e, comunque, non nel giro di qualche mese e senza incentivi, come invece ha fatto SKY nei miei confronti. Se ho un computer obsoleto per i programmi più recenti, nessuno mi può vietare di usarlo per quelli vecchi visto che per quelli funziona. Se l'NDS mi dà qualcosa in più, come dice SKY, bisogna che sia io a sceglierlo. SKY non può darmi gratis qualcosa che non ho chiesto e togliermi ciò che ho già. La SECA è obsoleta per SKY, non per me. Perchè i principi che si applicano alle automobili e ai computer non si applicano ai decoder? Non credo neanche che sia giuridicamente a posto una cosa del genere. Ho paura che sotto ci siano le solite magagne monopolistiche di Murdoch. Il discorso si può estendere senza grossi sforzi a qualunque proprietario di decoder, non vale solo per chi ne ha due o più. Infatti comunque ti viene impedito di usare qualcosa di TUO, se non altro questo vuol dire applicare una differenza di trattamento rispetto appunto ai computer e alle automobili. Dal punto di vista ecologico/morale, poi, per far fare economie a Murdoch mi tocca mettere in un cassetto due apparecchi che funzionano DA DIO...

La pubblicità di SKY dice: "SKY TI SORPRENDE SEMPRE". Come dargli torto?

Ho "SENTITO DIRE" e so che questo fatto per Grillo è già una cosa positiva (a lui piace il "sentito dire", lo scambio sincero di informazioni tra le persone gratuito e SENZA PUBBLICITA') che questi decoder che Murdoch ci manda gli costano niente, mentre la distribuzione dei segnali NDS gli fa risparmiare centinaia di milioni di €. Approfitto della presenza di Grillo per ringraziarlo per quello che fa e fargli i complimenti per la grande originalità di quello che propone, in virtù della quale possiamo anche perdonargli gli eccessi semplificativi che ogni tanto lo caratterizzano. Inoltre vorrei proporgli una sinistra somiglianza tra questa faccenda e la storia dell'144 di una decina d'anni fa che certamente Grillo si ricorda (gli è costata il posto in RAI).

Leonardo Bagnoli 25.03.05 00:07| 
 |
Rispondi al commento

> Ma in questo frattempo è necessaria una fase di transizione e in questa fase il potere non può che essere nelle mani di una classe libera dall’idea dello sfruttamento, il proletariato, appunto.

Ma cosa stai dicendo?

Yang Chenping 24.03.05 20:56| 
 |
Rispondi al commento

> Continua a masturbarti...! Ora capisco perchè sei cieco!!!!!!

E se questo è il "riformismo rivoluzionario" direi che siamo a posto anche per oggi.

Yang Chenping 24.03.05 20:53| 
 |
Rispondi al commento

Se posso emettere la moneta di un paese non mi importa chi fa le sue leggi - Nathan Rotschild

Non voglio possedere niente, voglio controllare tutto. La competizione è un peccato - Rockefeller

Il mondo si divide in tre categorie di persone: un piccolissimo gruppo che determina gli avvenimenti; un gruppo un pò più consistenete che vigila sulla loro esecuzione e assiste al loro compimento, e infine una vasta maggioranza che non saprà mai cosa è accaduto in realtà. - Nicholas Murray Butler, membro del Council on Foreign Relation

Da questi personaggi probabilmente è iniziata la manipolazione globale, ovvero gli avvenimenti della storia così come li conosciamo.

marco ancinelli 24.03.05 20:30| 
 |
Rispondi al commento

Ma perchè ho sempre l'impressione che quando parlano di ricerca, di ultima generazione,ci stiano prendendo sonoramente per il c.....BIP!!
Ci propongono le cose quando ormai sono a dir poco obsolete, che non convengono mai a noi ma sempre a qualcun altro....Che schifo santo cielo, la ricerca serve al 90% a creare nuove fonti di guadagno per chi già le ha! Ma è mai possibile che tutto gira intorno a 'sti diavolo di soldi?
Se ce li hai sei considerato addirittura furbo e intelligente, mentre la maggior parte dei milionari sono tali perchè hanno rubato, ma dar loro dei ladri non è chic!!! Passiamo 3/4 della nostra vita al lavoro per 'sti diavolo di soldi, chi ne ha ne vuole sempre di più.... Ragazzi! Poi tanto da morto mica te li porti dietro!
La prossima volta che c'è da andare a votare please, prendiamo un po' di lassativi e caghiamo tutti sulla scheda e nella cabina elettorale, tanto è quello che loro fanno in senso figurato (per ora) tutti i giorno su di noi, i nostri figli, la nostra casa, la nostra dignità! E ridiamogliela tutta questa m.....!!!!

Simona Frontini 24.03.05 19:43| 
 |
Rispondi al commento

Oddio Pallanzani.
Non sono le distinzioni semantiche che cambiano il senso delle frasi.
Forse mi stai prendendo per il culo ed io ci voglio cascare, quando dico che non frequento i siti della destra significa che non ci scrivo, non m'interessa di andare a rompere loro i coglioni come fai tu qui.
Per cui il tuo raginamento basato sulla tesi che io conoscessi le idee della destra soltanto basandomi su notizie di parte e il successivo sproloquio sull'Inter cadono miseramente.
Rimane invece il tuo tentativo di travisare le mie parole e vista la scuola da cui provieni è comprensibile, ma questo dimostra soltanto la tua malafede.
A te delle mie idee non te ne importa una sega, il tuo obiettivo è solo quello di confutarle, a prescindere.
Il mio obiettivo è quello di ragionare e dimostrarti che sbagli, ma di accettare le argomentazioni che mi possono convincere del contrario.
Se ci riesco ho ragiunto il mio obiettivo, però, in questo caso, se tu sei intelligente hai solo due alternative o devi riconoscere umilmente di aver sbagliato oppure, se hai un briciolo di dignità, te ne vai a fare in culo da un'altra parte.
Cerca di ragionare ho detto "se io ti dimostro che tu hai sbagliato".
Se rimani invece dimostri che io ho ragione e che sei un disonesto.

giovanni pellegrini 24.03.05 19:34| 
 |
Rispondi al commento

http://internet.ngi.it/f5/caratteristiche.asp

vi posto questo link...che ne pensate?

Pierluigi Anasparri 24.03.05 18:58| 
 |
Rispondi al commento

CREDEVO CI FOSSERO IN iTALIA URGENZE PIU' IMPORTANTI DA DISCUTERE INVECE DI MODIFICARE LA "NOSTRA COSTITUZIONE"......GIA'..... MA L'ITALIA E' UNA REBUBBLICA FONDATA SUL LAVORO! SOLO PER QUELLI CHE NON LAVORANO SU UNA POLTRONA DEL GOVERNO!!!!
BUONA PASQUA A TUTTI.

MARA BOLIS 24.03.05 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Questa si che è una notizia, le aziende telefoniche italiane avranno il VOIP tra cinque anni.
(un sorriso strappato a chi la capisce...)

Francesco "Dr.Tarr" Contini 24.03.05 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Voglio aggiungere al messaggio di Marco Ancinelli : da Luigi Einaudi (Prediche inutili, Torino modalità numerica 1962, p. 413) "il dogma della sovranità popolare non ha alcuna virtù assiomatica, non poggia sull'evidenza della sua verità, non è suffragato da alcuna dimostrazione razionale. È un mito, il quale non ha in sé alcuna virtù maggiore di quelli che in passato furono i suoi concorrenti: la grazia di Dio, il privilegio della nascita, il diritto di conquista, il plebiscito ed altri che al loro tempo servirono abbastanza bene alla bisogna ed ebbero il consenso dei popoli. Il dogma della sovranità popolare ha sostituito gli altri, perché nessuno può dimostrare che, venuto meno il consenso ad altri dogmi, ad esso sia possibile sostituir dogma migliore. Quando apparve chiaro che il metodo di rompere le teste o di ridurle al silenzio con l'olio di ricino o con la tortura ed il carcere o la morte non è accettabile, il consenso generale si fece pro’ del metodo di far votare le teste invece di spaccarle".
In sostanza, anche se votiamo, le cose non sono cambiate rispetto ai tempi passati, ora siamo sottomessi alla Partitocrazia, ma sempre di sottomissione si tratta…quando saremo liberi?

Ernesto D'Eustachio 24.03.05 18:22| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe... prendo spunto dal tuo commento relativo al decollo del VoIp, ovvero della possibilità di comunicare al telefono utilizzando il protocollo Ip, quello del web.

Vorrei solo segnalarti un altro piccolo software che potrebbe far franare maggiormente l'ADSL Telecom e la PPV di Sky: COOLSTREAMING..! (www.coolstreaming.org)

Tramite questo programmino ideato dai cinesi (pensa un pò!) è possibile, spendendo 10 minuti di pazienza affinchè tutto si possa caricare, connettersi a molte tv estere e poter usufruire di tutto ciò che in Italia è a pagamento o criptato.

Chissà se sarà possibile vederti un giorno in tv proprio grazie a questo programma?... che, tra l'altro va ricordato, è assolutamente legale in quanto permette la visione degli eventi sulle televisioni estere (per lo più orientali).

Sei stato fantastico come sempre durante gli show di Milano, dei quali conservo anche un ricordino migliore visto che alla prima serata mi hai scrollato in platea con la tua esuberanza.

BALTO MILANO 24.03.05 17:42| 
 |
Rispondi al commento

x Giovanni
secondo me non avevi sbagliato...
comunque ok per oggi la chiudiamo quì
ti sento stanco hehe.

Gilberto Righi 24.03.05 17:29| 
 |
Rispondi al commento

Da “ Hitler ha vinto la guerra “ di Walter Graziano..

È stato un fatto ordinario, casuale e quotidiano come andare al cinema a suggerirmi quest'idea. Il film in questione non era altro che A Beautifùl Mind, interpretato da Russell Crowe e vincitore del premio Oscar nel 2002 come migliore opera cinematografica. LOscar rappresentava in realtà un doppio riconoscimento, dato che il film narra la vita del matematico John Nash, al quale nel 1994 è stato assegnato il premio Nobel per l'economia grazie alle sue scoperte intorno alla cosiddetta "Teoria dei giochi".
Il film possedeva certo una coinvolgente carica emotiva dovuta alla combinazione di realtà e fantasia con cui la sceneggiatura affrontava la vita di Nash, e tuttavia un particolare non poteva passare inosservato a chi come me è un economista di professione. Si tratta solo di un particolare della scena in cui il protagonista afferma di avere scoperto l'erroneità della tesi principale, che il padre dell' economia, Adam Smith, formulò nel 177 6 nell' opera La ricchezza delle nazioni: secondo questa tesi, che rappresenta il fondamento stesso dell'intera teoria economica moderna, il massimo livello di benessere sociale si ottiene quando ciascun individuo persegue egoisticamente il proprio singolo interesse. Nella scena successiva del film, il decano dell'Università di Princeton, Mr Herlinger, assiste sbalordito alle dimostrazioni matematiche attraverso cui Nash espone il proprio ragionamento su Adam Smith, dichiarando che con esse più di un secolo e mezzo di teoria economica viene vanificato.
In qualità di economista, era necessario che mi ponessi una domanda: quella scena rispondeva effettivamente al vero o era soltanto una bizzarra trovata dello sceneggiatore del film? Cominciai a documentarmi e caso volle che. .. rispondesse al vero. A colpire maggiormente è il fatto che queste affermazioni trasposte in un contesto cinematografico siano passate inosservate agli occhi di migliaia di economisti. Lo spettatore comune, digiuno di studi economici approfonditi, può non sorprendersi sentendo affermare che Adam Smith era in errore nel teorizzare l'individualismo come panacea di ogni forma di società. Ma a un economista che che si ponga in un’ottica rigorosamente scientifica non possono sfuggire la portata e le effettive conseguenze della confutazione dell’individualismo e della libera competizione come fondamento della teoria economica
Nash, scopre che il massimo livello di benessere per una società quando ciascuno degli individui che la compongono agisce in vista del proprio interesse senza però perdere di vista quello degli altri membri del gruppo. Egli dimostra come un comportamento mosso dal mero individualismo possa generare all’interno della società in questione una sorta di legge della giungla, la quale fa sì che che tutti i suoi membri finiscano per godere di un benessere inferiore alle loro potenzialità.
Quale atteggiamento ci potremmo augurare assumessero le menti più brillanti [nella versione spagnola il film A Beautifùl Mind è tradotto Una mente brillante, N.d.T.] di una determinata scienza se all'improvviso qualcuno dimostrasse matematicamente che lo stesso fondamento di questa scienza è inesatto? Si sarebbe portati a supporre che in questo caso tutti sospenderebbero le indagini che stanno svolgendo, nonché le idee che stanno sviluppando, per ripensare i fondamenti della teoria, ammettendo che in realtà si sapeva molto meno di quanto si ritenesse fino a quel momento. Si inizierebbe così a lavorare per dotare di nuove basi la scienza il cui presupposto fondamentale è sfumato. Sarebbe questa la soluzione più logica, a maggior ragione se si tiene conto del fatto che in campo economico le conseguenze di una data teoria, le strategie che ne possono derivare e le misure prese dai governi e dalle aziende, tutto ciò di fatto influisce sulla ricchezza, sul lavoro e sulla vita quotidiana di milioni di persone. Gli effetti dell' economia sul!' umanità intera possono risultare più rilevanti di quelli di altre scienze. Quando si elaborano strategie economiche si ha a che fare, direttamente o indirettamente, con il destino di milioni di persone, cosa che dovrebbe imporre un'attenzione e una prudenza estreme non solo a chi pianifica le politiche economiche, ma anche a chi, rappresentando un' autorità in materia, dispensa consigli e pareri.
La scoperta di Nash sulla falsità della teoria di Adam Smith avrebbe quindi dovuto allarmare la comunità degli economisti sparsi per tutto il pianeta. Ciò ovviamente non è accaduto, in buona parte perché solo uno sparuto nucleo di professionisti del settore è venuto a conoscenza, all'inizio degli anni Cinquanta, della reale portata delle sue scoperte.
Un atteggiamento scientifico rigoroso di fronte al!' accaduro dovrebbe, a rigor di termini, indurre a esercitare una salutare forma di revisionismo. Ciò nonostante, in economia non è avvenuto né avviene nulla di tutto ciò. …….
……… Potrebbe suonare strano, ma non lo è affatto: una scoperta fondamentale, che avrebbe potuto cambiare la storia della teoria economica e addirittura impedire il processo di globalizzazione, non ha avuto altra diffusione se non all'interno di un ristretto gruppo di economisti dell'ambiente accademico statunitense. Questo ha fatto sì che, nell' elaborare i loro piani economici, moltissimi paesi contribuissero ad attuare, in molti casi senza neppure saperlo, una falsa ideologia. Mentre queste teorie continuavano a non suscitare l'attenzione dovuta tra i professionisti dell'economia e della politica, e in generale tra i cittadini, in quello stesso momento, a partire dagli anni Cinquanta e Sessanta, iniziavano ad avere enorme diffusione sui media le teorie sviluppate all'Università di Chicago. Lo stesso ateneo che aveva ospitato l'italiano Enrico Fermi affinché ideasse la bomba atomica finanziò Mihon Friedman, premio Nobel per l'economia, che proprio negli anni Cinquanta iniziava a gettare le fondamenta di quella che sarebbe stata la "scuola monetaristà'. Dopo un decennio e passa di ricerche, Friedman e i suoi seguaci giungevano alla conclusione che l'attività dello Stato in materia economica dovrebbe limitarsi a un unico, basilare intervento: emettere denaro in maniera proporzionale al tasso di sviluppo dell' economia. Secondo Friedman, dunque, la Banca Centrale di un paese con un tasso di crescita pari al 5 per cento annuo dovrebbe emettere una pari quantità di valuta. Se invece la crescita annua è limitata all'l per cento, la quantità di valuta emessa dovràcoprire solo l' 1 per cento annuo. La logica insita in questo ragionamento è che il denaro funziona un po' come un "lubrificante" dell' economia reale. Un paese con una crescita spontanea molto rapida avrà quindi bisogno di una maggiore emissione di carta moneta da parte della propria Banca Centrale rispetto a un paese caratterizzato da un' economia stagnante. …..
……..Il fatto che nei paesi sviluppati i governi si guardassero bene dall’aplicare le teorie di Friedman, per quanto le classi dirigenti ne tessessero le lodi, non ha comunque impedito ai più potenti uomini d’affari di fare pressione sui capi di stato dei paesi subalterni affinché le mettessero in atto.”

I nostri politici non sono affatto stupidi o imbecilli come dite ma ci pigliano egregiamente per il culo. Innanzitutto ( dividi e conquista) con i partiti ci hanno diviso, come hanno diviso il mondo con le religioni, poi ci hanno fatto credere che il voto serve a qualcosa, infine ci hanno distratto con la droga,( perche gli americani sono in Afganistan, non c’è ne petrolio ne metano, ma Oppio tanto) il Dvd il telefonino, e adesso che non hanno più freni ne inibizioni di sorta si stanno divertendo e ingrassando alla grande. E’ una farsa, un teatro messo in opera per noi poveri idioti.

marco ancinelli 24.03.05 17:25| 
 |
Rispondi al commento

ho sbagliato era x riccardo
vado a giocare ciao

giovanni pellegrini 24.03.05 17:21| 
 |
Rispondi al commento

anora x gilberto poi basta

Pensavo che non ci fosse bisogno di spiegazione, evidentemente ho sopravvalutato la tua intelligenza e devo dubitare della tua buona fede se insinui che cattiva possa essere la mia.
Il pregiudizio è proprio questo, giudicare in base a quello che si pensa di un altro invece che in base a quello che pensa.
La società comunista realizzata è quella futura e forse non si realizzerà mai perché sarà sempre perfettibile. Non lo so perché probabilmente io non ci sarò, ma so che solo una società dove non c’è lo sfruttamento, di qualsiasi genere, economico, intellettuale o sessuale può essere una società giusta.
Il rivoluzionario è uno che semina, non raccoglie.
Quanto all’educazione ho scritto: "l’uomo è un animale e va educato per questo occorre passare per una fase in cui questo possa essere fatto."se diamo ad ogni individuo la possibilità di sviluppare pienamente la propria personalità, perché è libero dal bisogno di mangiare, perché può liberamente istruirsi, curarsi e divertirsi, cosa pensi che faccia dopo? Ma in questo frattempo è necessaria una fase di transizione e in questa fase il potere non può che essere nelle mani di una classe libera dall’idea dello sfruttamento, il proletariato, appunto.
Non sarà facile, qualcuno ha detto, non ti dico chi, sennò mi chiami comunista, che ogni rivoluzione diventa conservazione di se stessa.

giovanni pellegrini 24.03.05 17:20| 
 |
Rispondi al commento

X Pellegrini

Ragionamento che parte da presupposti sbagliati. Io non ho detto che non leggo giornali o siti di destra, ho detto che non li frequento, dunque cadendo la premessa il seguito risulta falso e pretestuoso.
-----------------

Per favore ci spieghi la differenza. Se li legge li "frequenta" i siti, a mio parere. Mi sfugge proprio, abbia pazienza, sono tardo, questa, presumo sottile, differenza, tra "frequentare" e "leggere", soprattutto riferita ad una fonte d'informazione od opinione, che sia digitale o cartacea. A me riesce difficile non sovrapporre i due concetti. Grazie.

Riccardo Palazzani 24.03.05 17:03| 
 |
Rispondi al commento

Apprezzo tutte le questioni che poni.
Considera cmq. che se Telecom italia non fosse, di fatto, un monopolio in Italia ma fosse una società che compete con altre dovrebbe ridurre di ca. 3/4 i propri dipendenti.
Da ca. 80-90 mila a non più di 20-25 mila.
E' la stessa logica della RAI. Lo stesso servizio che offrono i dipendenti RAI lo offre Mediaset con 1/3 dei dipendenti.
Cosa ne penserebbero i sindacati, i politici e sopratutto le famiglie dei dipendenti che verrebbero licenziati in tronco??

Questo non toglie che determinato "soggetti" traggano beneficio da questa situazione...
Ci vediamo a fine mese

jack Giannotti Commentatore in marcia al V2day 24.03.05 17:02| 
 |
Rispondi al commento

X Giovanni
innanzitutto ti ringrazio del linguaggio e del modo garbato con cui controbatti le mie affermazioni.
Sono convinto che in fondo in fondo abbiamo cose in comune.. forse e dico forse tu sei (spero tanto in buona fede) un inguaribile sognatore..

"Infatti la società comunista realizzata è una società anarchica perché non ci sarà più bisogno di nessuno stato essendo l’individuo realizzato pienamente in grado di governare se stesso."

La società comunista realizzata????
realizzata dove???
Tutte o quasi le ideologie se prescindessero dalla natura umana che le deve realizzare sarebbero perfette, buone e giuste e così le religioni.

Poi bisogna scendere dal pero e accettare compromessi con il demonio che si nasconde dentro di noi (chi + chi -).

In fondo sono convinto che tutti tendiamo allo stesso risultato ma ogniuno di noi sceglie strade diverse... la strada è lunga, lunghissima....

"l’uomo è un animale e va educato per questo occorre passare per una fase in cui questo possa essere fatto."

Uno stato che rieduca il cittadino... mi tremano i polsi, mi cadono le braccia... dimmi che ho capito male!!

Gilberto Righi 24.03.05 16:48| 
 |
Rispondi al commento

x Yan Chiappin

Continua a masturbarti...!

Ora capisco perchè sei cieco!!!!!!

giovanni pellegrini 24.03.05 16:35| 
 |
Rispondi al commento

x riccardo palazzani

Ragionamento che parte da presupposti sbagliati. Io non ho detto che non leggo giornali o siti di destra, ho detto che non li frequento, dunque cadendo la premessa il seguito risulta falso e pretestuoso.
Questo mi fa pensare che credi di sapere a priori quello che gli altri pensano prima che abbiano espresso il loro pensiero. E’ un atteggiamento presuntuoso.
Il fatto che non m’interessi parlare con quegli individui è una questione di piacere non vedo perché dovrei prendermi a martellate sui coglioni.
Generalmente frequento persone piacevoli che amano parlare e discutere per arrivare a qualche conclusione.
Io non ho la verità, ma non ce l’hai neanche tu.
Se procediamo col metodo dialettico alla fine la sintesi fra la mia tesi e la tua antitesi non può essere né l’una né l’altra, ma una cosa completamente diversa che le contiene entrambe. Questo è il bello della discussione, sentirsi tutti egualmente soddisfatti.
Tu vuoi solo convincermi e dunque il tuo ragionamento è già viziato fin dall’origine.
Che vuoi che ti dica?
Per reazione posso solo cercare di convincerti a mai volta.

giovanni pellegrini 24.03.05 16:31| 
 |
Rispondi al commento

X Gilberto

Quelle che fai sono affermazioni generiche e vaghe e il tuo ragionamento è viziato nella forma e nella sostanza. Non è polemica e cerco di argomentare.

Affermazione generica e vaga: “le teorie collettiviste rischiano di degenerare in tragedia”. Ritengo che con l’aggettivo collettivista tu alluda al comunismo. Che significa? Tutte le teorie possono degenerare in tragedia compresa la democrazia ti ricordo che la rivoluzione francese è finita nel Terrore, ma è stato l’inizio di tutte le moderne democrazie occidentali. Le teorie sono neutre, sennò non sarebbero teorie, sono gli uomini che le mettono in pratica che possono diventare despoti e carnefici, a questo servono le regole e la divisione dei poteri, a impedire che un uomo solo senza controlli e contropoteri diventi un aguzzino. Per non parlare della religione dell’amore che praticava sistematicamente la tortura e l’eliminazione fisica di quelli che non la sostenevano.

Il ragionamento è viziato nella forma e nella sostanza perché mentre mi accusi di avere dei pregiudizi, tu non riconosci che anche io possa avere un cervello che ragiona, ma che sia al rimorchio delle idee di Bertinotti e di D’Alema, probabilmente perché tu fai così: dipendi dalle idee di qualc’un altro.
Le mie idee me le sono formate in anni di lotte e di sofferenza e di lavoro su me stesso, per liberarmi dai condizionamenti. Questo mi ha portato a concludere che il capitalismo può portare a delle aberrazioni: se tutto è trasformato in merce tutto può essere venduto, il turismo sessuale, la vendita degli organi, il commercio dei bambini, sono fenomeni della società opulenta capitalista e questo mi fa affermare che se una società non si da dei principi giuridici non può essere giusta ed è destinata all’autodistruzione. Gramsci diceva che anche i principi giuridici della società borghese, libertà, uguaglianza, fraternità, sono principi universali, ma quelli che per la società borghese sono principi massimi, per la società comunista sono principi minimi dai quali partire per realizzare la massima giuridica del comunismo: possibilità dello sviluppo della personalità individuale concessa ad ogni cittadino. Come vedi dal punto di vista teorico è lo stesso di quello che dici tu per cui “”è il singolo che va messo al centro, responsabilizzato ma gratificato al tempo stesso””. Infatti la società comunista realizzata è una società anarchica perché non ci sarà più bisogno di nessuno stato essendo l’individuo realizzato pienamente in grado di governare se stesso. Purtroppo, come dici tu, l’uomo è un animale e va educato per questo occorre passare per una fase in cui questo possa essere fatto.

giovanni pellegrini 24.03.05 16:16| 
 |
Rispondi al commento

Vai pallanzani sei sempre il miglior commentatore....

selava e sestira 24.03.05 16:15| 
 |
Rispondi al commento

> Oggi mi diverto di più perchè sono in ferie, peccato che tu sia così noioso.

Se vuoi ti posso scrivere una paginetta dove inneggio all'ONU e alla tassa mondiale sul petrolio "contro la povertà", magari ti piace di più.

> ridicolizzare e di calunniare chi esprime idee non dico rivoluzionarie, ma vagamente riformiste,

Visto che ci sei, abbi la cortesia di spiegare quali sono queste "idee riformiste e rivoluzionarie", perché sinceramente ancora non si è capito. Probabilmente dopo questa rivelazione se ne potrà parlare più proficuamente.

> Questi parlano come se la verità fosse una sola e naturalmente non verificabile, superficiale, ovvia.

Scusa tanto, ma se ti metto le mani in tasca e prendo 50 euro non vedo come si possa parlare di verità superficiale ed ovvia: ti ho rubato soldi o no?

> Ho il sospetto che siano pagati perché il web è rimasto l’unico posto dove si possa sparlare di Berlusconi e questo LUI non lo sopporta.

Ma è chiaro: sono tutti pagati da Berlusconi. Fammi indovinare: invece in Ucraina ci sono state le libere elezioni. Ho indovinato?

> Non sono in molti, secondo me, e cambiano continuamente nick così il tenero Giacomo potrebbe essere benissimo yan chiappin, usano le stesse argomentazioni.

Tu non devi avere le idee molto chiare.

> mentre loro hanno un sacco di tempo da perdere, per questo dico che sono pagati.

Pensavo che lo dicessi perché non avevi nulla di più sensato da dire. Magari pensi anche di aver capito chi sono i miei "avversari politici", e tutto ciò è un monumento alla fantasia e alla creatività.

Si potrebbe osservare che, non potendo giustificare il continuo furto da parte dello Stato per regalare a Mediaset l'infrastruttura per la pay tv, ti sei inventato qualche insulto personale pur di scrivere qualcosa.

> Abbiamo un mafioso, corruttore di giudici, ladro, sfruttatore, che dice di essere innocente, anche il mostro di londra lo era e loro sorvolano.

Sorvolano?

> No bello mio, non sono tutti uguali, qualcuno dopo un’indagine giudiziaria si è dimesso e non è perché gli italiani ti hanno votato che tu diventi un uomo onesto, ladro sei e ladro rimani.

Allora vogliamo parlare della denuncia di Ciampi da parte di Auriti, magari qualcuno si è dimenticato di dimettersi? Cos'è, dopo un certo livello le denunce non valgono più?

> Ma i giudici sono corrotti, dice, questo lo sai per certo perché li hai corrotti tu. Poi qualcuno lo assolve perché il fatto è caduto in prescrizione e quello è un giudice onesto.

In pratica sei talmente accecato dall'odio per Berlusconi (condivisibile e giustificato) da non capire più quello che leggi, e lasciare che il primo di passaggio te lo metta in quel posto. Complimenti.

Ora, se hai finito di berciare, scrivimi il nome del "politico onesto" che si è recato in televisione, sfruttando gli spazi gratuiti offerti per la campagna elettorale, a spiegare l'origine del debito pubblico.

Allora, questo nome? Stiamo aspettando.

Yang Chenping 24.03.05 16:08| 
 |
Rispondi al commento


CHI VOTA FORZA ITALIA DANNEGGIA ANCHE TE, DIGLI DI SMETTERE, SI FA ANCHE MENO FATICA DI SMETTERE DI FUMARE....

Stefano

Stefano Crema 24.03.05 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Cari lettori,
l'argomento Telecom mi sta oltremodo a cuore, considerando che in questi tempi non abbiamo grandi armi di opposizione ai monopoli se non ribellarci con la denuncia e la contoinformazione, come il Grillo ci esorta a fare.
Ho già pubblicato in qs blog la mia clamorosa vittoria vs il corpo dei vigili urbani di Pesaro per una multa abusiva da me contestata, nella speranza che altri seguano l'esempio.
Ora vorrei render nota la mia contestazione contro l'azienda monopolizzatrice delle telecomunicazioni, affidata ad una associazione consumatori, e la relativa risposta.
L'ho inserita nel "muro del pianto" alla voce "altro", garantendo che da parte mia non finisce qui.
Sono interessata a conoscere, anche privatamente, al mio indirizzo e-mail, se altri hanno in corso simili contestazioni e come procedono.
Carlotta

Carlotta Fulvi 24.03.05 15:36| 
 |
Rispondi al commento

x Pellegrini

Io non frequento siti di destra, non m’interessa parlare con Dio.
Questi parlano come se la verità fosse una sola e naturalmente non verificabile, superficiale, ovvia.
-----------------

Guarda che la stessa situazione identica si ritrova anche a sinistra. E una delle cause è proprio il fatto, come tu stesso affermi, che non ti preoccupi minimamente di andare a vedere, conoscere, comprendere chi non la pensa come te. E' come un Interista che si leggesse sempre e solo "Forza Inter". Secondo te può dirsi che abbia una quadro completo sulla sua squadra?
Altrimenti ci si chiude in un guscio alla ricerca di approvazione per sentirsi forse più sicuri, per illudersi che "il Mondo" la pensa come te. Per poter affermare di non essere d'accordo, qualunque sia l'argomento bisogna conoscere le ragioni dell'altro o no? Altrimenti ci si aggrappa ai pregiudizi, alle verità preconfezionate, agli slogan, si urla, ci si indigna ma si è sostanzialmente ciechi e facilmente manipolabili.

Riccardo Palazzani 24.03.05 15:31| 
 |
Rispondi al commento

Per Giovanni,

"le persone che hanno veramente il desiderio di confrontarsi, di capire e di discutere"

"L’unica spiegazione che io mi do è che sono uguali al loro capo, malfattori, corrotti e mafiosi."

bhe sinceramente per essere uno che vuole capire e discutere mi sembra che tu sia un po sbrigativo nelle tue conclusioni...

allora vorrei dirti che secondo me la differenza fra liberali/liberisti (non parlo del Berlusca) e i girotondini come te è che i primi hanno preso coscienza che la natura umana è fondamentalmente e perversamente una miscela di buoni sentimenti ed istinti animali, di solidarietà e ferocia e che se un uomo singolo può sembrare una brava persona in branco può diventare una belva. Ne deriva a mio parere che tutte le ideologie collettiviste rischiano di degenerare in tragedie, per cui è il singolo che va messo al centro, responsabilizzato ma gratificato al tempo stesso. Berlusca è uno non potrà mai fare seri danni senza una massa esaltata che lo sorregga... o anche tu pensi che se veramente B. mettesse in piedi una dittatura, chi lo ha votato continuerebbe ad appoggiarlo? Non capisci che ti stanno prendendo per il culo?
Bertinotti, Dalema il sindacato ti raccontano di una società che mai nessuno nel mondo è riuscito a realizzare... il capitalismo non è certo la migliore delle società possibili me lo è sicuramente fra quelle esistenti... o mi sfugge qualcosa???

Gilberto Righi 24.03.05 15:12| 
 |
Rispondi al commento

> Non e' che le telefonate via internet siano
> proprio gratis. I computer devono essere comunque
> interconnessi tramite qualche rete, di proprieta'
> dello stato o di privati. E questa rete deve
> anche subire un po' di manutenzione

Forse non mi sono espresso bene: per uso gratuito s'intendeva l'abbattimento dei costi delle telefonate. Si suppone che gli enti o i privati che vogliano trarre beneficio dal VoIP siano già dotati di PC con connessione ad Internet. Ciò che dici poi non è corretto: il VoIP funziona tramite l'Internet (Voice-over-Internet Protocol) e ovviamente puo' anche essere utilizzato all'interno di una LAN (Rete locale). Cosa intendi poi per "subire un po' di manutenzione" ?

Valerio Donati 24.03.05 15:06| 
 |
Rispondi al commento

Visto che secondo te le tasse vengono usate per aiutare i poveri e i bisognosi, forse dovresti riflettere un attimo prima di fare lo spiritoso.

Io non faccio lo spiritoso, mi diverto sempre, anche parlando con te.
Oggi mi diverto di più perchè sono in ferie, peccato che tu sia così noioso.

giovanni pellegrini 24.03.05 14:56| 
 |
Rispondi al commento

Permettetemi una riflessione o uno sfogo vedete voi.
Frequento spesso vari forum, blog, news letters e non so per quale motivo va sempre a finire che quasi come per incanto si materializzano degli individui il cui unico scopo è quello di provocare, di ridicolizzare e di calunniare chi esprime idee non dico rivoluzionarie, ma vagamente riformiste, con la conseguenza che a poco, a poco le persone che hanno veramente il desiderio di confrontarsi, di capire e di discutere si stancano e se la battono.
Io non frequento siti di destra, non m’interessa parlare con Dio.
Questi parlano come se la verità fosse una sola e naturalmente non verificabile, superficiale, ovvia.
Ho il sospetto che siano pagati perché il web è rimasto l’unico posto dove si possa sparlare di Berlusconi e questo LUI non lo sopporta.
Non sono in molti, secondo me, e cambiano continuamente nick così il tenero Giacomo potrebbe essere benissimo yan chiappin, usano le stesse argomentazioni.
Se si limitassero a dire: Sei uno stronzo, poco male, se non lo sono mi fanno un baffo, ma il problema è quando proclamano qualche presunto malaffare sui loro avversari politici, per la nostra manichea abitudine di avere conferma, prima di rispondere ci documentiamo, studiamo, e perdiamo tempo, mentre loro hanno un sacco di tempo da perdere, per questo dico che sono pagati.
Abbiamo un mafioso, corruttore di giudici, ladro, sfruttatore, che dice di essere innocente, anche il mostro di londra lo era e loro sorvolano. Parlamentari condannati in primo e secondo grado che siedono in parlamento insieme a un esercito di avvocati e qual è l’argomento? Sono tutti uguali.
No bello mio, non sono tutti uguali, qualcuno dopo un’indagine giudiziaria si è dimesso e non è perché gli italiani ti hanno votato che tu diventi un uomo onesto, ladro sei e ladro rimani.
Ma i giudici sono corrotti, dice, questo lo sai per certo perché li hai corrotti tu.
Poi qualcuno lo assolve perché il fatto è caduto in prescrizione e quello è un giudice onesto. Hanno la morale elastica come la pelle dell’uccello, la tirano dove più fa loro comodo.
Poi ditemi se io non posso chiamare imbecilli quelli che lo votano. Chi fuma danneggia anche te, chi vota forza italia ci rovina tutti.
L’unica spiegazione che io mi do è che sono uguali al loro capo, malfattori, corrotti e mafiosi.
Non vedo via di scampo.
Forse ha ragione chi dice di ignorarli, ma la differenza fra noi e loro è proprio li, noi vorremmo capirli, loro hanno come unico scopo quello di rompere i coglioni.

giovanni pellegrini 24.03.05 14:43| 
 |
Rispondi al commento

Hei Yang stai forse inneggiando all'anarchia??
Tanto per capirci...

Gilberto Righi 24.03.05 14:37| 
 |
Rispondi al commento

> Concetti alquanto arzigogolati, inesatti, buttati là senza sapere di quello che si dice, tipici della propaganda della banda di malfattori che attualmente ci governa e che si guarda bene dal dire che un’eventuale riduzione delle tasse favorirà soltanto i redditi dei più ricchi, siano essi capitalisti che grandi managers e cioè loro medesimi, lasciando praticamente invariata quella dei redditi medio bassi.

E questo chi l'ha deciso, la fatina buona del frigo? Oppure te lo sei sognato di notte? Secondo te l'impiegato e l'operaio non avrebbero nient'altro di meglio da fare con il "27%" che per tua stessa ammissione lo Stato si mette in tasca, per far volare un Mangusta in Iraq a 900 euro l'ora?

> Infatti lo stato fa esattamente quello che tu dici dovrebbe fare, fissa delle aliquote fiscali in modo progressivo che complessivamente e in media sono intorno al 40%.

Aliquote progressive? E dove l'ha letto, sul manifesto di Marx? Non mi pare di aver mai suggerito allo Stato di fare una cosa del genere.

> Che lo stato ruba la metà dello stipendio in tasse è falso, basterebbe avere una busta paga: mediamente il 10% è destinato alla previdenza, dunque a pagare la pensione, mentre il carico medio fiscale per un impiegato come me, è uguale al 27%. Il che mi fa pensare che tu campi a sbafo di qualcuno.

Se il delinquente ti scippa 10 euro, oppure 100, sempre di scippo si tratta. Ti sei dimenticato di dire che la "pensione" pagata non è la tua, ma quella di qualcun altro, essendo il "contributo" nient'altro che una tassa. Ti sei anche dimenticato di dire che lo Stato non è obbligato per contratto a fornirti alcuna pensione, quindi domani potrebbe dire "scusate abbiamo scherzato" e voglio vedere che fine fa il 10% che gli hai regalato. Se poi ti sembra normale regalare il 27% del tuo lavoro a Berlusconi, Prodi o affini non so cosa farci. Ovviamente nella tua testa io devo necessariamente "campare a sbafo di qualcuno", peccato che a me lo Stato non abbia mai regalato soldi, si è semplicemente limitato a rubarli. A questo punto potrei farmi altre due risate chiedendoti a sbafo di chi sto vivendo.

> Probabilmente non ne hai bisogno perché ce l’hai nella testa.

Probabilmente hai bisogno di andare su goooogle e capire che fine fanno i soldi che regali allo Stato.

> Ti diverti con poco e ora capisco anche perché frequenti il blog per rompere i coglioni invece che per ridere. Anche tu ti senti in missione contro i cattivi comunisti.

Oh, mi dispiace di averti rotto i coglioni. Speriamo che l'Europa scriva un'altra legge speciale per impedire alle persone cattive ed insensibili di offendere i tuoi attributi, tanto ormai in Europa manca solo quella.

Non mi risulta che in Iraq ci siano andati "i comunisti". Quelli sono andati in Kosovo a liberare altri poveretti a forza di uranio. Se poi a te pare normale farti mettere le mani in tasca per finanziare qualunque boiata del governo questo è affar tuo: eventuali socialisti, comunisti, globalisti, collettivisti di varia natura sono comunque pregati di tenere le loro mani lontane dal mio portafogli (avrei una famiglia da mantenere).

> Che dio ci salvi dai santi, dai poeti e dai navigatori, nonché dai babbei che credono a quelli che li imbrogliano! Amen!

Visto che secondo te le tasse vengono usate per aiutare i poveri e i bisognosi, forse dovresti riflettere un attimo prima di fare lo spiritoso.

Yang Chenping 24.03.05 14:23| 
 |
Rispondi al commento

Riporto una lettera al Presidente della Repubblica Italiana Carlo Azeglio Ciampi, ex governatore della Banca Centrale D'Italia, che di nazionale ha ben poco, essendo per il 95% di banche private, inviata il novembre scorso per chiedere spiegazioni riguardo il signoraggio.

Tratto da http://saba.fateback.com/articoli/altotradimento02.html


Da una cittadina italiana, Barbara Sacchiero
(inviata come Raccomandata A.R. il 2 novembre 2004)

Egregio Presidente,

Le scrivo perché, sia come cittadina italiana che come cittadina europea, mi sento tradita dall'attuale non redistribuzione del signoraggio sull'emissione di banconote e sulle aperture di credito. Ho cioè l'impressione che l'euro non sia la moneta degli europei ma bensì la moneta di alcuni furbacchioni parassiti che profittano dell'ignoranza della popolazione. Sarebbe bello e probabilmente nel Suo caso reppresenta anche un vero e proprio debito morale, se Lei apparisse in televisione a reti congiunte e ci spiegasse perché mai un popolo Sovrano debba pagare a dei privati per poter usare la sua moneta.

Ci spieghi dove vanno a finire quei due miliardi di euro al giorno di signoraggio sulle emissioni della BCE.

Ci spieghi perché alcuni italiani più furbi, i soci delle società socie della Banca d'Italia, possano imporre al resto della popolazione questa tassa privata.

Ci illustri, La prego, il meccanismo di funzionamento della riserva frazionaria, dove la moneta cartacea viene moltiplicata per cinquanta a beneficio dei soci di certe banche, sottraendo anche in questo caso il signoraggio al popolo Sovrano. E' una lezione civica che spetta a Lei tenere se non come presidente almeno per la carica di governatore onorario di quella fortunata "Banca d'Italia" che - diciamocelo - proprio dell'Italia non è.

Se Lei ci farà questa lezione, dissolverà un grande clima di sospetto iniziato con la denuncia effettuata dal Professor Giacinto Auriti.

E' nostro diritto, di italiani, sapere se siamo in una situazione di alto tradimento o se possiamo continuare a fidarci ciecamente delle istituzioni.

La ringrazio per l'attenzione ed in attesa di una Sua presa di posizione in merito, Le porgo cordiali saluti.

Con perfetta osservanza,

Barbara Sacchiero
cittadina italiana impoverita

Nico Trivella 24.03.05 14:10| 
 |
Rispondi al commento

****A casa mia lo Stato ti dice quanti soldi gli devi dare, e tu glieli devi dare punto e basta. Non vedo cosa ci sia di difficile o straordinario in questa semplice constatazione. Forse a te lo Stato chiede il permesso prima di rubarti metà dello stipendio? Così, tanto per sapere.

Concetti alquanto arzigogolati, inesatti, buttati là senza sapere di quello che si dice, tipici della propaganda della banda di malfattori che attualmente ci governa e che si guarda bene dal dire che un’eventuale riduzione delle tasse favorirà soltanto i redditi dei più ricchi, siano essi capitalisti che grandi managers e cioè loro medesimi, lasciando praticamente invariata quella dei redditi medio bassi.
Infatti lo stato fa esattamente quello che tu dici dovrebbe fare, fissa delle aliquote fiscali in modo progressivo che complessivamente e in media sono intorno al 40%.
Che lo stato ruba la metà dello stipendio in tasse è falso, basterebbe avere una busta paga: mediamente il 10% è destinato alla previdenza, dunque a pagare la pensione, mentre il carico medio fiscale per un impiegato come me, è uguale al 27%. Il che mi fa pensare che tu campi a sbafo di qualcuno.

****Purtroppo non ho mai avuto il "privilegio" di guardare tale trasmissione, ma ne posso facilmente immaginare il contenuto.
Probabilmente non ne hai bisogno perché ce l’hai nella testa.

****Ora prova a spiegare con parole tue per quale motivo il denaro "pubblico" viene usato per andare ad "esportare la democrazia agli arabi cattivi" invece di migliorare la "sanità pubblica", così mi faccio due risate.
Ti diverti con poco e ora capisco anche perché frequenti il blog per rompere i coglioni invece che per ridere. Anche tu ti senti in missione contro i cattivi comunisti.
Che dio ci salvi dai santi, dai poeti e dai navigatori, nonché dai babbei che credono a quelli che li imbrogliano!
Amen!

giovanni pellegrini 24.03.05 14:09| 
 |
Rispondi al commento

hehehe Alfredo..
che Beppe intervenga e giuri di non aver mai fatto quello che tu dici.

Gilberto Righi 24.03.05 13:56| 
 |
Rispondi al commento

> eri ho passato un paio d'ore a cercare di capire qualcosa di più sul "SIGNORAGGIO", è una cosa sconvolgente...

Ma no, basta votare democraticamente tutti insieme e il problema è subito risolto...

http://tinyurl.com/4uy59

Yang Chenping 24.03.05 13:46| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti,
ieri ho passato un paio d'ore a cercare di capire qualcosa di più sul "SIGNORAGGIO", è una cosa sconvolgente...il signoraggio stesso, e l'omerta che lo sostiene...omertà da parte di tutti i mezzi di informazione, schierati politicamente e non...cose da pazzi!

Mirko Marchesi 24.03.05 13:44| 
 |
Rispondi al commento

Potremmo fondare una riserva come gli indiani d'america, con la scritta all'entrata:

I SENZA SPERANZA - attenzione - vietato l'ingresso agli estranei - ci sono soggetti rabbiosi - mordono - sputano - posseggono fionde pericolose.

Se amate il rischio, potete entrare previo pagamento di un biglietto di 50 euro.


Ci sarebbe la folla...che ne dite?

linda cima 24.03.05 13:41| 
 |
Rispondi al commento

Con un nome così pensavo potessi esprimere concetti più articolati!

Gilberto Righi 24.03.05 13:30| 
 |
Rispondi al commento

é una vergogna

michelangelo d'argento 24.03.05 13:28| 
 |
Rispondi al commento

Se non si era capito parlavo di Pannella.

Gilberto Righi 24.03.05 13:19| 
 |
Rispondi al commento

E allora??? Cosa pensi che per cambiare/migliorare il mondo basti una bandiera colorata? Spaccare qualche vetrina nascosti dietro un passamontagna?...
la storia che racconti anche se fosse vera (sono sicuro che sulla rete troverei versioni contrastanti, ma non mi interessa nemmeno). La rivoluzione non è un passatempo per figli di papà come è sempre stato in Italia devi sapere che se vuoi cambiare tanto devi rischiare tanto.. i poteri forti non li abbiamo inventati noi in Italia ci sono sempre stati e probabilmente ci saranno sempre.. (a destra e a SINISTRA ricordalo) tutto quello che possiamo fare è fare in modo che debbano rimanere occulti che non possano nemmeno pensare di piegare completamente la società DEMOCRATICA ai propri interessi. La politica dovrebbe essere la più alta e nobile delle ambizioni umane, se è quello che è la colpa è tanto mia quanto tua quanto di Craxi, quanto di Andreotti e quanto di Beppe!!!

Fatti non pugnette!!!

Invece di sfottere imparate dall'unico uomo in Italia che nonostante da una vita si batta da politico per una democrazia trasparente e i diritti civili di tutti, un uomo del quale nessuno che vanti uno straccio di credibilità intellettuale oserebbe mai mettere in dubbio l'onestà e l'enorme coltura politica e questo sapendo benissimo che il suo movimento non supererà mai il 3% che più o meno sono gli italiani che ancora credono alle battaglie ideali e non sono disposti a vendere la propria dignità all'ideologia o al mercato!

Gilberto Righi 24.03.05 13:18| 
 |
Rispondi al commento

> i soldi delle tasse ce li teniamo qua e lasciamo il berlusca e i fascisti a governare centro e sud,
in fondo è proprio quello che vogliono tutti quanti.

Ti devo ricordare che lo Stato attinge a piene mani anche al Sud, o ci arrivi da solo?

> Dopodichè mandiamo il senatur al confino e viviamo felici e contenti.

Ci si potrebbero mandare anche Berlusconi, Prodi, la Mussolini e tutti gli altri divertenti personaggi che fanno finta di non sapere da dove nasce il debito pubblico.

Yang Chenping 24.03.05 13:17| 
 |
Rispondi al commento

Ma vuoi vedere che Bossi ha ragione ?
Una repubblica federale, sotto il Po si costruisce un bel muro come quello che hanno costruito gli israeliani intorno al loro paese,
i soldi delle tasse ce li teniamo qua e lasciamo il berlusca e i fascisti a governare centro e sud,
in fondo è proprio quello che vogliono tutti quanti.
Dopodichè mandiamo il senatur al confino e viviamo felici e contenti.

-------------------------------------------------

Nel XXI secolo una nazione che non possegga industria manifatturiera rischia di diventare una sorta di colonia, subordinata alle esigenze economiche, sociali e politiche di altri paesi che tale industria posseggono, ad esempio nei settori dell’informatica, dell’elettromeccanica, della chimica, dell’auto, dell’aeronautica. Anche nel caso in cui in determinate imprese operino unità produttive controllate da industrie straniere, capaci di assicurare localmente occupazione e reddito, tutte le decisioni in merito ai livelli di occupazione, alle condizioni di lavoro, alle retribuzioni, a che cosa si produce, saranno prese altrove, mentre i costi economici, sociali e umani ricadranno sulla nazione ospitante. Rischio che sta pericolosamente correndo l’Italia, che ha perduto drasticamente la propria capacità in settori quali l’informatica, la chimica, la farmaceutica ed è uscita quasi completamente dall’elettronica di consumo; le cose non vanno meglio nell’aeronautica civile, nell’elettromeccanica e nell’automobilistica. La perdita del primato italiano in questi settori si deve a vari motivi:
a) aver profuso capitali immensi in progetti industriali dissennati o in salvataggi di privati ad opera dello Stato;
b) privatizzazioni di settori come le imprese elettromeccaniche ad alta tecnologia (es. Nuovo Pignone);
c) top manager che si sono distinti per la pervicacia nel cimentarsi in settori produttivi nei quali non possedevano né preparazione né esperienze adeguate e che hanno considerato l’industria solo un’appendice fantasiosa della finanza;
d) la mancata partecipazione al consorzio Airbus (il maggior successo tecnologico dell’Europa contemporanea) e l’inclinazione italiana ad adottare modelli organizzativi capaci di ottenere tassi di produttività molto elevati da forze lavoro con livelli di istruzione molto bassi (taylorismo), anziché investire in ricerca, sviluppo e formazione.

Secondo l’autorevole rivista “Fortune”, nell’elenco delle prime 1500 società del mondo, per grandezza di fatturato (e non di capitalizzazioni di borsa) nel 2002 vi era solo la FIAT (passata dal 33° al 49° posto), nonostante l’Italia venisse considerata la settima nazione per importanza economica nel mondo (superata comunque dalla Cina). Chi contesta queste preoccupazioni fa notare che il presente e il futuro vedranno il dominio dei servizi e del post-industriale, che l’Italia ha un numero elevatissimo di piccole e medie imprese, che siamo comunque il primo o il secondo produttore mondiale di marmo, minerali abrasivi, olio d’oliva, filati di lana e vino, ed è quindi sufficiente che gli stranieri tengano le imprese da loro acquistate ubicate nel nostro paese. In realtà, nell’elenco 2002, si nota che tra le prime 10 corporations 5 sono industrie manifatturiere: General Motors, Ford, Daimler-Chrysler, General Electric e Toyota, nel 1999 esse erano solo 2, quindi la loro importanza è in aumento. Ogni azienda manifatturiera genera infatti attorno a sé una quantità di posti di lavoro assai più elevata delle aziende del terziario, così come un’autentica innovazione produttiva richiede grandi investimenti (che non possono essere effettuati da piccole e medie imprese) e mette parzialmente al riparo dai rischi della delocalizzazione.

Nei sei capitoli che compongono il libro (" La scomparsa dell'Italia Industriale" Einaudi editore 2003)del Prof. LUciano Gallino , docente di sociologia all’Università di Torino, vengono così analizzati la perdita del primato italiano nei campi dell’informatica (dopo la felice parentesi di Adriano Olivetti), dell’Aeronautica civile (6523 apparecchi e 14280 motori nel 1918, 20 fusoliere, 15 velivoli e 40 arerei di addestramento per piloti da caccia nel 2002 …), della chimica (crisi irreversibile della Montedison), dell’elettronica di consumo (il mercato di CD, DVD … è occupato al 90-95% da marchi stranieri), dello smembramento e delle cessioni di imprese ad alta tecnologia (clamoroso il caso dell’Avio SPA, il cui capitale nel 2003 è detenuto al 70% dal Carlyle Group, un fondo d’investimento comune alla famiglia Bush e a quella Bin Laden), dell’auto (a causa dell’espansione della Fiat in settori che nulla avevano a che fare con l’auto e per la finanziarizzazione della propria attività produttiva). Viene allora calcolato nel 2001 che il 42,1% del capitale azionario industriale dell’Italia (quota in crescita) si trova nelle mani di imprese straniere e non convincono certo gli argomenti favorevoli alla globalizzazione, secondo i quali medesima opportunità si aprirebbe alle industrie italiane che volessero acquisire all’estero. Tra il 1983 e il 1998 i capitali stranieri hanno fatto registrare in Italia 2774 acquisizioni industriali, contro le 875 acquisizioni italiane all’estero. A cosa potranno servire, allora, le riforme neoliberali richieste a gran voce dai potentati economico-finanziari, quali la riduzione della pressione fiscale, l’introduzione di nuove tipologie contrattuali basate sulla flessibilità, la ristrutturazione del sistema previdenziale, l’aziendalizzazione della Pubblica Amministrazione o la promozione del “Made in Italy”? Se si volessero effettivamente affrontare i problemi della competitività e dello sviluppo dell’industria italiana, bisognerebbe elaborare una nuova politica industriale basata ad esempio su leggi quadro quali la 675 del 1977, molto avanzata ma applicata malissimo (essa prevedeva un controllo dello Stato sull’indirizzo della produzione economica).


Nemmeno si può sperare nelle leggi del mercato, i cui più vistosi successi (ad es. Internet) hanno dietro la mano pubblica, anche in previsione dell’importanza centrale che l’industria manifatturiera continuerà a conservare nei prossimi decenni. Ciò che bisognerebbe ottenere dalle imprese italiane è l’impegno a produrre più tecnologia, magari con la creazione di brevetti industriali, attività ad alta intensità di lavoro e conoscenza, la quale consente anche di ricevere retribuzioni migliori e allargare disponibilità lavorative in altri settori. Il problema consiste nel fatto che è forse troppo tardi per agire e l’Italia appare oggi condannata all’inevitabile ruolo di colonia industriale.

Stefano Vernole
Fonte: www.eurasia-rivista.org/

Stefano Crema 24.03.05 13:14| 
 |
Rispondi al commento

> il problema del VOIP è quello che, al contrario
> della trasmissione dati pura, i pacchetti devono
> arrivare a destinazione correttamente ed in un
> tempo molto più ragionevole

Il problema mi è chiaro, ed è quello che (soprattutto in passato) influiva sulla qualità (eco, comunicazioni a singhiozzo, ritardi e non ultime improvvise "cadute di linea"). Oggi il VOIP è una tecnologia ancora in evoluzione e decisamente piu' affidabile rispetto al passato. Altri due punti a suo favore: azzeramento dei costi e facilità di implementazione: negli uffici, tutti i PC sono oramai dotati di una connessione alla rete. Per cui basterebbe l'installazione di un software e l'installazione di un telefono USB (ampiamento supportato). Oltretutto, in virtu' della sua natura gratuita, potrebbe essere utilizzato parallelamente alla tradizionale linea telefonica in modo da permettere un adeguato periodo di transizione senza compromettere il servizio.

Cosa ne pensate?

Valerio Donati 24.03.05 13:07| 
 |
Rispondi al commento

> Complimenti per le belle pensate, come vedi non uso termini più scurrili, secondo te "lo stato può attingere a piene mani nelle tasche dei cittadini"? Mi potresti indicare il testo dove l'hai letto?

A casa mia lo Stato ti dice quanti soldi gli devi dare, e tu glieli devi dare punto e basta. Non vedo cosa ci sia di difficile o straordinario in questa semplice constatazione. Forse a te lo Stato chiede il permesso prima di rubarti metà dello stipendio? Così, tanto per sapere.

> O devo pensare ancora che l'unica trasmissione che guardi è Tele Radio Padania, con quell'ineffabile giornalista che si fa il segno della croce prima di cominciare per farsi perdonare la cazzte che poi dirà?

Purtroppo non ho mai avuto il "privilegio" di guardare tale trasmissione, ma ne posso facilmente immaginare il contenuto.

Ora prova a spiegare con parole tue per quale motivo il denaro "pubblico" viene usato per andare ad "esportare la democrazia agli arabi cattivi" invece di migliorare la "sanità pubblica", così mi faccio due risate. Forse tu hai il controllo sulla destinazione del denaro che ti viene "chiesto" dallo Stato? Siamo testimoni di un miracolo?

> così ti accorgerai a cosa serve la sanità pubblica.

Fammi indovinare: a finanziare campagne antifumo per far vendere i prodotti delle società farmaceutiche partner dell'OMS?

Yang Chenping 24.03.05 13:02| 
 |
Rispondi al commento

Il problema è che lo Stato non ha alcun motivo impellente per "risparmiare" oppure "offrire un servizio migliore", dato che in ogni caso può attingere a piene mani dalle tasche dei cittadini. Al contrario di una qualsiasi società privata, che se continua a sbattere via soldi finisce in bancarotta.

Complimenti per le belle pensate, come vedi non uso termini più scurrili, secondo te "lo stato può attingere a piene mani nelle tasche dei cittadini"?
Mi potresti indicare il testo dove l'hai letto?
O devo pensare ancora che l'unica trasmissione che guardi è Tele Radio Padania, con quell'ineffabile giornalista che si fa il segno della croce prima di cominciare per farsi perdonare la cazzte che poi dirà?


(poi magari viene salvata dallo Stato sempre con gli stessi soldi di prima, ma questo è un altro problema...)

Credo, spero, mi auspico che tu possa permetterti l'assicurazione sanitaria privata che ti venderà Mediolanum quando dovrai andare all'ospedale, così ti accorgerai a cosa serve la sanità pubblica.

giovanni pellegrini 24.03.05 12:56| 
 |
Rispondi al commento

Gilberto Righi

Grazie per averci illuminato, tu si che sei un comnicatore!!
Ma tu che cazzo fai per cambiare il mondo??
Se avessi i soldi di grillo te ne staresti chiuso in casa a non fare un cazzo con una put**** a fianco, come fanno quasi tutte le persone "benestanti"... vedi di non fare troppo il rivoluzionario nei "rivoluzionari"

(bella risposta quella di Ivano!!)

Alfredo Serafini 24.03.05 12:56| 
 |
Rispondi al commento

A Gilberto Righi

Ci sono persone che, spinte da manie di protagonismo, devono aprire la bocca anche quando non hanno niente da dire.
Grillo ha rischiato e rischia tuttora in proprio. I risultati si possono vedere senza il bisogno di utilizzare gli occhiali: è stato cacciato dalla RAI ed ha una bella collezione di processi sul groppone.

Quanto al mettersi in politica, non farmi ridere. Qui, in Francia abbiamo avuto un caso analogo, quello del comico «Coluche». Ti direi d'informarti sulla rete, visto che sei così bravo, ma ti faccio comunque un riassunto.
Il comico francese, una sorta di Grillo d'oltralpe, aveva deciso di entrare in politica, di candidarsi alle elezioni presidenziali. Quanto a corruzione e parassitismo, la Francia non sta molto meglio dell'Italia. Dopo un sondaggio che attribuiva a Coluche il 16% dei voti, cominciavano le noie per il comico francese: i programmi nei quali doveva apparire venivano annullati e il suo nome diventava tabù in tutte le televisioni.
Il suo amministratore veniva trovato morto, con due pallottole piantate nella nuca – il tutto accompagnato da un bel po' di minacce, con degli accenni quali «la tua passione per la moto potrebbe esserti fatale» e «si può scivolare anche su una strada asciutta».
Coluche non ha la vocazione suicida e si ritira dalla corsa all'Eliseo (1981). Le minacce dovevano essere profetiche: nel 1986, il comico francese morirà in un incidente, investito da un camion... Andava a 55 km/h... Qualche mese prima aveva battuto il record di velocità sul chilometro lanciato...

Spero di non averti scioccato... vatti a leggere Biancaneve per consolarti...

Ivano Belvisi 24.03.05 12:52| 
 |
Rispondi al commento

Hei Poldo (neanche il coraggio del nome e cognome?)
se pensi di avermi spaventato... bhe ci sei riuscito!!!
Ho paura di chi si riunisce nelle cantine a maledire il mondo, la società, Dio che li ha fatti così brutti e sfigati a discutere solo con chi la pensa allo stesso modo, a caricarsi l'un l'altro per convincersi che un giorno loro, gli eletti potranno finalmente uscire alla luce del sole e una spada di fuoco farà giustizia di chi gli ha costretti per anni al buio delle tenebre... heeh ti piace come storia???.. io sono disposto a cambiare le mie idee se qualcuno mi porta argomentazioni razionali ed intellettualmente dignitose, se tu e i tuoi amici ve la volete raccontare fra di voi fate pure...hai ragione di blog ce ne sono tanti.. peccato che la stragrande maggioranza sia come questo!!

Gilberto Righi 24.03.05 12:43| 
 |
Rispondi al commento

> Il problema è che lo Stato non ha alcun motivo
> impellente per "risparmiare" oppure "offrire un
> servizio migliore", dato che in ogni caso può
> attingere a piene mani dalle tasche dei cittadini.

Sono d'accordo con te.

A questo punto non so bene se ridere o piangere.. (Un po' quello che mi succede quando vedo gli spettacoli di Beppe Grillo)

Valerio Donati 24.03.05 12:40| 
 |
Rispondi al commento

> Personalmente credo che il vero problema (che non è affatto "tecnico") stia nella chiusura e incompetenza nei confronti delle attuali tecnologie

Il problema è che lo Stato non ha alcun motivo impellente per "risparmiare" oppure "offrire un servizio migliore", dato che in ogni caso può attingere a piene mani dalle tasche dei cittadini. Al contrario di una qualsiasi società privata, che se continua a sbattere via soldi finisce in bancarotta.

(poi magari viene salvata dallo Stato sempre con gli stessi soldi di prima, ma questo è un altro problema...)

Yang Chenping 24.03.05 12:34| 
 |
Rispondi al commento

VOIP:

La tecnologia VOIP è innovativa poichè mette in comunicazione diretta chiunque abbia a disposizione una connessione ad internet. Ovvero: se l'ambasciata italiana in Cina riesce a mettersi in contatto con l'ambasciata italiana negli USA via mail, allora puo' farlo benissimo via VOIP (previa opportuna configurazione di eventuali Firewall o Proxy). Io ho testato personalmente SW che usano questa tecnologia sia con connessione veloci (ADSL e Fibra ottica) che con connessioni analogiche e digitali lente (56k e ISDN), effettuando connessioni VOIP con uffici dell'azienda per cui lavoro in Italia e all'estero (Giappone). I risultati (soprattutto per quanto riguarda le connessioni lente) sono stati stupefacenti e sottolineano un nettissimo passo in avanti rispetto alle prestazioni offerte qualche anno fa (un provider italiano offriva un servizio gratuito di telefonia online ma la qualità delle conversazioni era decisamente scadente). Nei post precedenti si parlava di "problemi tecnici" per l'implementazione di tale tecnologia su larga scala. Alla luce di quanto ho detto vorrei sentire i vostri pareri ed essere eventualmente smentito, magari con prove e spiegazioni esaurienti (non basta parlare in modo generale di "problemi tecnici", se qualcuno ha conoscenze specifiche in materia perfavore le condivida). Personalmente credo che il vero problema (che non è affatto "tecnico") stia nella chiusura e incompetenza nei confronti delle attuali tecnologie e di una incomprensibile cecità verso i reali problemi del paese e dei suoi cittatdini da parte degli esponenti di questo e dei passati governi.

Valerio Donati 24.03.05 12:28| 
 |
Rispondi al commento

msg per mingozzi
ci sei?????
"
Berlusconi non è certo un Sant'uomo come non lo era Craxi o Andreotti. Ma se l'alternativa è Prodi o Dalema o Bertinotti...no grazie preferisco vivere!"

Beh se era una battuta sto ridendo....
Cmq l' autocritica fa sempre bene.
Hai ragione a dire che di alternativa non ce n'è molta.
Ci presentiamo con Prodi.
La volete sapere una chicca su Prodi.

Caro beppe me la sono sempre riservata per me.
Forse è giunto il tempo di dire qualcosina su il salumiere di Bologna, scusate il professore.

Il signor Romano Prodi per un certo periodo è stato a capo dell' Iri Ital Stat SPA.
Beh in quel periodo mio padere lavorava nelle
Condotte Spa (ferrocemento SPA)
nella divisione amministrativa bustepaga etc.
Beh L'iri un colosso industriale capace di costrure in tutto il modo pozzi per l'estrazione d'acqua , ponti autostrade (Leggete sotto il cavalcavia dall'Appia Antica(G.R.A) c'è la loro sigla),etc.
Dopo questa premesa vengo al dunque.
In quel periodo prima di tangentopoli, mio padre era costretto dai suoi dirigenti a presentare 3 bilanci di fine anno.
Uno clamorosamente falso, uno che ometteva le cose e un terzo ammorbidito ma quasi veritiero.
Quando è successo il crak sono spariti molti documenti in merito e 250.000 lavoratori ivi compreso mio padre sono finiti per strada.
Ora chi c'era ad aiutarli????
Nessuno l'allora vecchia CGL disse per mano dei suoi addetti, dopo stettimane di sit in davanti a montecitorio e al ministero del lavoro, testuali parole "ABBIAMO RAGGIUNTO UN ACCORDO con l'azienda"
Risultato
Stanno ancora impiegati solamente i dipendenti facenti parte del comitato del sindacato(paraculi) e 200.000 circa a spasso per tanto tempo.
Mio padre dopo vertenze,vecchiaia precoce e vi lascio immaginare quant'altro può succedere ad un uomo di 50 anni trovatosi immprovvisamente senza lavoro, è riuscito a fare 1 anno di socialmente inutile e ora pagando ben 370 eur allo stato per estinguere il debito con l'INPS e percependo uno pensione di 600 eur , sta aspettando Settembre di quest'anno per ricevere finalmente una pensione dignitosa.
Domanda ma PRODI e il suo subalterno MUSSI che sapeva tutto degli affari loschi ha mai spiegato a quei 250.000 disgraziati che fine hanno fatto i fondi dell'IRI???

Premetto una cosa non sono per questo governo troppo liberista ma se l'aternativa è andare con chi mi ha fatto vivere di stenti, beh vendo tutto e me ne vado ad affittare cammelli nel sahara.
Almeno li è "DARE MONETA VEDERE CAMMELLO"

vincenzo cupido 24.03.05 12:26| 
 |
Rispondi al commento

Cazzatine un corno...
era il '94 internet non era esteso ancora.. per favore non dire tu cazzate se non sai le cose!!!!!

Alfredo Serafini 24.03.05 12:25| 
 |
Rispondi al commento

Peccato che quando ha iniziato a stampare dollari d'argento l'hanno accoppato senza tanti complimenti. Questo però vi scordate sempre di dirlo, chissà perché.

Veramente non l’anno accoppato perché stampava dollari d’argento, ma perché era un mafioso, discendente di mafiosi, amico di mafiosi. Se conosci il tuo lavoro come conosci la storia, devo pensare che sei un disoccupato, o un figlio di papà, o che sarai presto messo in cassa integrazione.
**************************************************************
Perché comunque vada governano i banchieri a forza di stampare soldi di carta?

Stampare soldi di carta non è un reato. Stamparne troppi produce l’inflazione. Scrivere cazzate invece a lungo andare fa male al cervello.
**************************************************************
Certo, e buonanotte al secchio.
Ecco questa è un’argomentazione sensata e conforme alla tua capacità di giudizio.
*******************************************************************
Cosa ne dici del socialismo globale e dell'umanesimo secolare? E' un'idea migliore? Hai una vaga idea di quello che stai dicendo?

Meglio una trombata!!!!!! A meno che tu non abbia bisogno del viagra.
**********************************************************************
E questi secondo te sono i "capitalisti?"

No? Sono i comunisti? Hai una vaga idea di quello che stai dicendo?
***********************************************************************
Purtroppo ti devo ricordare che i "neocons" non hanno nulla a che fare con il "capitalismo", basta osservare iniziative come il "no child left behind." Per dirne una, da nessuna parte nel "capitalismo" sta scritto che dobbiamo andare ogni cinque minuti a fare una guerra per conto di Israele e soci (visto che le armi di Saddam non esistevano, per dirne una...)

Ho l’impressione che te però indietro ti ci hanno lasciato. Vai con l’elemosina!!!! Probabilmente perché essendo un bambino poco amato non sai cosa sia la dignità.
*************************************************************************
Il socialismo e la barbarie sono la stessa cosa.

Udite! Udite! Accurrite! Accurrite! Yan Ciapp…in esprime un giudizio che ha appreso dal TG di Emilio Fede.
**************************************************************************************
E' incredibile: siamo nel 2005 e stiamo ancora a parlare di socialismo. La gente fatica a tirare alla fine del mese e continua a ritenere opportuno consegnare allo Stato metà del proprio reddito, anzi farselo rubare ancora prima che arrivi sul conto. Ringraziamo la scuola pubblica che ha addomesticato tanti servi dello Stato (e consumatori di cellulari e affini.)

Vedo che ti sei ingollato anche il tappo della bottiglia che ti ha venduto Berlusconi. Complimenti! Non ti rimane che attendere la prossima riduzione delle tasse. Purtroppo finché esisteranno individui come te l’umanità potrà solo che peggiorare. Si vede che quello che ti fa Berlusconi ti sta bene, ma in fondo non ti sei scelto in nome di Ciapp…in?

giovanni pellegrini 24.03.05 12:24| 
 |
Rispondi al commento

Eih beppe ci siamo un po' rammolliti ? Ho visto un paio di tuoi spettacoli dove eri molto più graffiante con tematiche che scottavano di brutto, adesso detto tra me, te e i visitatori di questo blog...ma chi se ne fotte dei telefoni della farnesina ? Del Darfur non ne parla nessuno ? Cazzo questo sarebbe già un qualcosa di più stimolante. Con stima ti saluto

Paolo Ciccone 24.03.05 12:18| 
 |
Rispondi al commento

cosa possiamo fare Beppe, mi trovi sempre d' accordo e sono anni che dico le stesse cose che dici tu ma la gente, gli amici concordano ma non si comportano di conseguenza e continuano ad alimentare il bussines dei furbastri che sembrano proprio una categoria superiore, imbattibile. Solo unendoci riusciremo a contrastarli, solo personaggi come te possono tenerci uniti ma dacci una dritta cosa possiamo fare di concreto? che so, magari potremmo disdire il contratto Telecom in tanti nello stesso tempo, facciamo qualche cosa contro lo strapotere del denaro che senza la gente che ci stà dietro non è nulla. Abbasso la telecom e i suoi trucchi nonchè i sopprusi ai danni di chi ha pagato tutti gi impianti e le linee che possiede, cioè i contribuenti che hanno costruito tutto quando la telefonia era di stato; come se fosse cambiato qualcosa.
Non abbassatevi lottiamo ma sul serio facciamo qualche cosa, il blog di Beppe é uno strumento per esempio.

roby boss 24.03.05 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Aspettate aspettate perchè data la vicinanza delle elezioni è anche possibile che qualcuno ascolti le esigenze dell'opinione pubblica ... è l'unico momento in cui contiamo qualcosa. Dovrebbero esserci le elezioni ogni anno così le promesse non avrebbero più il tempo di essere dimenticate o messe nei cassetti !

Simone Caneppele 24.03.05 12:04| 
 |
Rispondi al commento

Io sarò disinformato.. ma tu mi sembri un po ingenuo , io quando parlo di uno che si propone come giustiziere della notte il minimo che possa fare è rischiare in proprio.. è troppo facile mettere le pulci nelle orecchie!!! Anche io lo farei se avessi il tempo le risorse e le conoscenze di Beppe, lo faresti tu e probanilmente centinaia di migliaia di altri... quelle che che tu indichi sono cazzatine tanto per fare "spettacolo", le denunce alle multinazionali nell'era di internet si fanno con un copia/incolla basta farsi prendere per il culo da chi si spaccia da padre eterno e ci ha fatto pure un (brutto) film. Beppe come comico è imbattibile ma come tanti altri non capisce che senza un buon copione scritto da altri (sicuramente "anche" da altri) si rischia di far piangere più che ridere, si concentri sul suo lavoro, o se ne ha le palle si metta in politica veramente! o è troppo snob per buttarsi nella mischia?

Gilberto Righi 24.03.05 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo, aspetto con ansia un suo commento sull'intelligente reazione del nostro "premier" alle nuove accuse mossegli dalla magistratura.
fedelmente suo,
Un Omosessuale Comunista Santificato ad Arcore

Piero Bellotto 24.03.05 11:53| 
 |
Rispondi al commento

Gil anch'io sarò felicissimo quando tutti saranno passati al DDT, così si fanno l'erosol e sirchia e veronesi son contenti, e magari il canone rai lo paga chi vuole vedere i programmi rai e così la smettono di rompere i coglioni a mezzo mondo e io mi potrò vedere qualche programma da satellite
senza buttare soldi per il canone rai.

Stefano

Stefano Crema 24.03.05 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Gilberto Righi
E' evidente che non sei bene informato...

1) la truffa di telecom (sip) con l'144, la campagna parti' da Grillo in persona al suo rientro in Rai subito dopo i 5 anni d'esilio.
Purtroppo dopo è stato reinserito questo pseudoservizio con un altro prefisso, adesso credo sia 166!

2) La truffa di Omnitel nel 2000, con la famosa storia del "disallineamento", cioè sul tuo display risultava una cifra, a loro un'altra, da li comincio la storia del famoso "riallineamento"... Scommetto che anche tul'hai fatto il riallineamento con il tuo cellulare.

3)In tutti i suoi spettacoli Grillo da informazioni su auto a idrogeno, auto elettriche, pannelli solari e fotovoltaici da istalare in casa per autoprodurre corrente!

4)Le varie "magagne" delle grandi multinazionali, un esempio la Ne****, che nel '93 convinse le mamme, nel terzo mondo, a non allattare piu per poter vendere il proprio latte in polvere, che diluito però con acqua inquinata, ha causato milioni di bambini morti, oppure nel 96 sempre questa famosa azienda, importò nello sri-lanka una partita di latte radioattivo.... e noi ci preoccupiamo degli zunami!!!!!!

Fidati, qualche cosa la fa, lui cerca di metterci la pulce nell'orecchio, poi sta a noi svegliarci dal coma!!
PRIMA DI PARLARE A VANVERA INFORMATI!!!!!!

Alfredo Serafini 24.03.05 11:24| 
 |
Rispondi al commento

Visto che ancora nessuno mi ha ritenuto "degno" di offese (nel caso avrei immediatamente tolto il disturbo) continuo nelle mie considerazioni "fuoriluogo". Criticare un ministro che promette quello che ha promesso in 5 anni in uno stato dove da sempre i tempi di risposta della gerontoburocrazia si misurano in decenni mi sembra un po "sempliciotto" vero Beppe? Io sarei felicissimo e meravigliato se ciò accadesse veramente, come sarò felicissimo quando tutti voi passerete al DDT e quando viaggerete ad Alta Velocità ecc... denigrare qualcosa solo perchè non l'abbiamo fatta noi o i nostri amici non proprio segno di intelligenza!

Berlusconi non è certo un Sant'uomo come non lo era Craxi o Andreotti. Ma se l'alternativa è Prodi o Dalema o Bertinotti...no grazie preferisco vivere!

W Pannella

Gilberto Righi 24.03.05 11:22| 
 |
Rispondi al commento

non è un commento ad una notizia che basta a sè stessa, ma un invito a visitare il sito www.carabinieri.tv ben diverso da quello ufficiale e che rivela fatti, casi e realtà su cui meditare.
purtroppo, altro non servirà che a dare conferme... ma è comunque bello sentirsi diversi, no?
saluti a tutti

alessandro manfredi 24.03.05 11:16| 
 |
Rispondi al commento


>perchè fuggire dalla nostra bella Italia senza cercare di cambiare lo stato delle cose ?

perchè gli unici che vorrebbero cambiarle siamo tu e io gli altri al massimo si lamentano ma non fanno un cazzo.

>Perchè non partecipare alla gestione della "cosa pubblica" ?

partecipare alla gestione della cosa pubblica, sarebbe bello, magari potrei anche fare qualcosa di buono come attore, come spettatore posso solo assistere allo sfascio e questo mi fa solo girare vorticosamente i gioielli di famiglia.

Perchè non votare per l'alternanza ?
qui si alterna lo schifo al meno schifo, abbiamo un branco di politici di professione incollati al cadreghino che fanno salti mortali con triplo avvitamento carpiato per restare a roma nell'olimpo dei potenti, inetti e incapaci o meglio capacissimi a intascare e a portare a casa per loro e per amici e parenti, come il senatur che al parlamento europeo si è preso il nipote coglione come portaborse.
Ma ti rendi conto di chi abbiamo messo a governarci abbiamo un parlamento che sembra la sezione staccata di San Vittore ormai se non hai almeno una condanna passata in giudicato non puoi entrare in politica, ma solo per certi reati,
evasione fiscale, truffa, corruzzione, concussione.
Un paese governato da pregiudicati, sti cazzi,
manco con la peggiore delle allucinazioni indotte da lsd ci si sarebbe potuti immaginare di finire così.

Stefano

stefano crema 24.03.05 11:11| 
 |
Rispondi al commento

> Una cosa buona il governo Berlusconi l'ha fatta : la legge per la TUTELA DEI NON FUMATORI. L'unica cosa buona direi.

Rifletti: secondo te al governo Berlusconi (o a qualsiasi altro governo) interessa qualcosa della tua salute? Non sarà che con questa storiella del fumo passivo cercano di giustificare il cancro rampante? Non sarà che, quando tira il vento, insieme alla sabbia del deserto torna indietro anche l'uranio impoverito che abbiamo scaricato in medio oriente per "liberare gli arabi cattivi?"

Yang Chenping 24.03.05 11:06| 
 |
Rispondi al commento

PER DANTE D'ADDA

Per entrare nella Pubblica Amministrazione ci sono sempre volute le raccomandazioni politiche, o il pagamento di qualche portaborse, capisco che per la pagnotta sicura la gente si sia prostituita, ma i posti sono stati dati senza mai rispettare una graduatoria, i bisogni di tanta gente iscritta per anni a un ufficio di collocamento, una vergogna perpretata in anni e anni, ma perchè non lo diciamo? è stato fatto in piccolo quello che i politici hanno fatto in alto.
E a me che hanno sempre fatto schifo queste cose ed ho rispettao le file, mi devo subire ancora il ricatto e le richieste di un impiegato pubblico che fa scioperando, e mai vedere rispettato un mio bisogno, è giustizia questa? ma per piacere, loro stanno ben chiusi nei loro previleggi!

linda cima 24.03.05 11:05| 
 |
Rispondi al commento

Come tutti sappiamo, per fare telefonate gratuite o quasi tramite VOIP (Voice Over Internet Protocol) bisogna avere una connessione con ADSL.

Due problemi:

1. In Italia si sta diffondendo la connessione ADSL con pagamento a tempo. Più tempo resti collegato più paghi. La bolletta, che viene cacciata dalla porta, rientra dalla finestra!

2. Telecomm ha apertamente dichiarato di non avere convenienza a fornire la connessione ADSL in alcune aree marginali. Es: Alcuni paesi intorno al lago di Como.

Così si rallenta la diffusione della telefonia gratuita (o a basso costo) e si priva una parte della popolazione del diritto all'informazione.

Dove sono gli organi di stampa, le organizzazioni che tutelano i diritti dei lavoratori, quelli che gridano allo scandalo contro gli odiosi monopoli nel campo delle TV pubbliche e private?

I personaggi come Grillo (ce ne sono pochi) hanno successo perchè rompono la cortina di silenzio imposta dal dilagante conformismo del nostro sistema di informazione.

Antoinio Portaluri 24.03.05 11:03| 
 |
Rispondi al commento

> In un paese molto più civile del nostro chiamato STATI UNITI D'AMERICA qualcuno un giorno ha detto "non chiederti cosa può fare il tuo paese per te ma cosa puoi fare tu per il tuo paese"

Peccato che quando ha iniziato a stampare dollari d'argento l'hanno accoppato senza tanti complimenti. Questo però vi scordate sempre di dirlo, chissà perché.

> Perchè non partecipare alla gestione della "cosa pubblica" ? Perchè non votare per l'alternanza ?

Perché comunque vada governano i banchieri a forza di stampare soldi di carta?

> Il capitalismo è una iattura per il benessere dell’umanità, intanto perché è basato sugli istinti peggiori dell’uomo quali l’egoismo.

Certo, e buonanotte al secchio.

> è innegabile che quello è il percorso che porterà lo sviluppo della società futura, non certo il capitalismo.

Cosa ne dici del socialismo globale e dell'umanesimo secolare? E' un'idea migliore? Hai una vaga idea di quello che stai dicendo?

> Siccome questo lo hanno capito per primi i capitalisti, si stanno preparando a fondare delle società elitarie dove i privilegi saranno riservati a pochi individui difesi da un corpo poliziesco per contenere la ferocia di quanti precipiteranno nella miseria.

E questi secondo te sono i "capitalisti?"

> Questo è il tanto decantato capitalismo, cari signori, che lo vogliate o no, e non vi auguro di scendere i gradini sociali, perché, per chi non è abituato, la povertà è una condanna a morte.

Purtroppo ti devo ricordare che i "neocons" non hanno nulla a che fare con il "capitalismo", basta osservare iniziative come il "no child left behind." Per dirne una, da nessuna parte nel "capitalismo" sta scritto che dobbiamo andare ogni cinque minuti a fare una guerra per conto di Israele e soci (visto che le armi di Saddam non esistevano, per dirne una...)

> O socialismo o barbarie.

Il socialismo e la barbarie sono la stessa cosa.

E' incredibile: siamo nel 2005 e stiamo ancora a parlare di socialismo. La gente fatica a tirare alla fine del mese e continua a ritenere opportuno consegnare allo Stato metà del proprio reddito, anzi farselo rubare ancora prima che arrivi sul conto. Ringraziamo la scuola pubblica che ha addomesticato tanti servi dello Stato (e consumatori di cellulari e affini.)

Yang Chenping 24.03.05 11:03| 
 |
Rispondi al commento

Una cosa buona il governo Berlusconi l'ha fatta : la legge per la TUTELA DEI NON FUMATORI. L'unica cosa buona direi. Ma, fatta questa , se ne può anche andare a casa, così Berlusca emigrerà e ci togliamo il fastidio !!!!!
Mi accontenterei anche se tornasse a fare solo il Presidente del Milan a tempo pieno. Ed è un interista che parla !!


Giovanni Francesco Barraco 24.03.05 10:49| 
 |
Rispondi al commento

A me sembrate la solita banda di pazzi che vivono di utopia farneticando di un mondo che non esiste e di uno che non verrà mai!!
I soliti ipocriti pronti a criticare, a pretendere che gli altri diano servizi gratis risolvano problemi gratis..ecc. In un paese molto più civile del nostro chiamato STATI UNITI D'AMERICA qualcuno un giorno ha detto "non chiederti cosa può fare il tuo paese per te ma cosa puoi fare tu per il tuo paese" il problema è che in ITALIA un discorso del genere sarebbe altamente impopolare, ma si sa che ogni popolo ha i governanti che si merita. L'italiano medio è "ladro" (voi direste furbo), non ha il minimo senso civico, è vigliacco e voltagabbana ha fatto dell'ipocrisia una maestra di vita. L'operaio ruba la pasta lavamani in fabbrica per usarla a casa in garage quando pulisce la moto o l'auto, il maresciallo dell'esercito la domenica entra in caserma con la suo auto a fare il pieno alla pompa che sarebbe per i mezzi militari ecc... e potrei continuare all'infinito. Ogniuno ruba "quello che può" è l'unica verità in questo paese.. poi voi potete continuare a cantarvela e suonarvela fra di voi, giocare a fare i resistenti partigiani senza macchia impegnati a liberare il paese dalla tirannia... mi fate pena.. voi e il sig. Grillo che di questo vive e a 20 euro alla volta non se la passa certo male (giustamente dico io).
Un vero giusto va infondo alle cose e ne subisce le conseguenze (anche quei simpaticoni di Striscia o Le Iene hanno determinato svolte giudiziarie anche clamorose), non mi risulta che una sola ingiustizia di questo paese si sia risolta per un'iniziativa partita dal sig Grillo.. e allora smettiamola di prenderci per il culo in questo paese di COMUNISTI miliardari!!!

Adesso potete anche bannarmi!

Gilberto Righi 24.03.05 10:44| 
 |
Rispondi al commento

Lungi da me difendere quei fanfaroni ma per lavoro mi occupo di VoIP e di per certo sò che ci sono dei requisiti fondamentali per ottenere tali connessioni e ottenere che siano stabili.
Tutti gli operatori pubblicizzano il VoIP come la panacea, la risoluzione a tutti i problemi economici di comunicazione. Allo stato attuale della tecnologia in italia e soprattutto in paesi meno sviluppati non è così, esistono reali difficoltà tecniche. Chiaramente in USA hanno una rete di trasmissione dati efficentissima che permette efficenti collegamenti.Un conto è collegare il Maine con l' Ontario e un conto è collegare un ufficio della farnesina a Roma con uno in cina.

Leonardo Lavorini 24.03.05 10:30| 
 |
Rispondi al commento

Caro Stefano "Crema",

pur comprendendo la tua voglia di "tibet", che nasce dal senso di impotenza associato al discusto che "certa" classe politica dirigente ci suscita, mi chiedo perchè fuggire dalla nostra bella Italia senza cercare di cambiare lo stato delle cose ? Perchè non partecipare alla gestione della "cosa pubblica" ? Perchè non votare per l'alternanza ?
Chi male gestisce se ne deve andare a casa, senza appello e per sempre !
Inoltre non dimentichiamoci che in Italia ci sono migliaia di associazioni di volontari che si impegnano nel sociale; nella pubblica amministrazione lavora una grande quantità di "brave persone" che vorrebero fare meglio e di più con il loro lavoro, e che solo il bavaglio della "pubblica ottusità" non permette di loro esprimersi.

Non abbandoniamo l'Italia ! Partecipiamo tutti di più.

Dante D'Adda 24.03.05 10:25| 
 |
Rispondi al commento


Questo non è il capitalismo.
Le tariffe non saranno mai abbattute e noi pagheremo sempre di più.
Il capitalismo è nato dal libero mercato, ma si è ben presto trasformato, come disse saggiamente Marx, nei grandi monopoli e oligopoli oggi rappresentati dalle multinazionali che, come ricordo da vecchie reminiscenze scolastiche di economia politica, fissano in piena autonomia il prezzo più conveniente che non è necessariamente il più alto possibile, è un po’ più basso del più alto possibile, mentre in regime di libera concorrenza perfetta il prezzo è fissato dalla domanda e dall’offerta per cui più offerta c’è e più il prezzo decresce. Ma il regime di libera concorrenza perfetta è, come il comunismo, una beata utopia, non esiste.
Se il mercato libero non ha le regole che impediscono queste concentrazioni avverrà sempre che un più forte si papperà un più debole e a poco a poco, agirà in regime di monopolio.
Il capitalismo è una iattura per il benessere dell’umanità, intanto perché è basato sugli istinti peggiori dell’uomo quali l’egoismo. E’ un sistema realistico perché è vero che l’uomo è egoista, ma non è il sistema migliore perché, lo dicono da centinaia di anni i filosofi, i mistici, gli psicologi la felicità non sta nel benessere, ma nell’essere felici di quello che si ha. Purtroppo per arrivare a queste conclusioni occorre sviluppare un percorso interiore che pochi oggi sono disposti a fare, ma è innegabile che quello è il percorso che porterà lo sviluppo della società futura, non certo il capitalismo.
Siccome questo lo hanno capito per primi i capitalisti, si stanno preparando a fondare delle società elitarie dove i privilegi saranno riservati a pochi individui difesi da un corpo poliziesco per contenere la ferocia di quanti precipiteranno nella miseria.
Queste cose non me le invento io, sono ben spiegate anche in un film americano, mi pare si chiamasse 2010 fuga da New York.
Neocons vuol dire questo, affermare il diritto di chi è più forte, più preparato, più nobile di dominare sulla massa ignorante e miserabile. In Italia sta andando avanti questo progetto, vedere la scuola e la sanità, fra poco saranno concesse soltanto a chi potrà permettersele. Non sarà più possibile per un figlio di un operaio diventare dottore, scordatevelo.
Questo è il tanto decantato capitalismo, cari signori, che lo vogliate o no, e non vi auguro di scendere i gradini sociali, perché, per chi non è abituato, la povertà è una condanna a morte.
O socialismo o barbarie.

giovanni pellegrini 24.03.05 10:17| 
 |
Rispondi al commento

A me invece nel dormiveglia mi sembra di aver visto D'Alema da Vespa? che avrà detto? mhà!

linda cima 24.03.05 10:02| 
 |
Rispondi al commento

Scusate se intervengo con un OT, ma ieri sera mi è sembrato di vedere il Beppuzzo nazionale per circa 1 minuto su RAI3 !!!!! Colpa del cotechino pesante, della parabola che si è spostata e in realtà mi fa vedere la CNN oppure è tutto vero e questa mattina qualcuno perderà il posto di lavoro??

ivan vida 24.03.05 09:41| 
 |
Rispondi al commento

Commenti
CARI LEGHISTI


STATE ATTENTI AL SCIUR PASQUINO...CHE ACCUSA BOSSI DI AVERE SUCCHIATO A ROMA TUTTO IL POSSIBILE:


CAR UL ME BOSSI...TESE SCANDALIZZET PIU'?
GIA' A ROMA TE SCIUSCIA' FIN CHE TE PUDU'.
MO' T'INCUMINCIET IN EUROPA A TETTA.-
PERO' HIN SEMPER I ALT CHE GHE TRA' A RUBA'.


UN PROVERBIO DICE:
chi troppo vuole nulla stringe!

A SOREDA!

Postato da: linda cima il 24.03.05 08:37

E VOGLIAMO PARLARE DI DROGA?

nessuno ne parla più.

I Sert distribuiscono fiumi di metadone,(eroina sintetita) ai ragazzi tossicodipendenti, con il rischio di overdose, perchè alternano eroina e metadone, in pratica li amazzano lentamente, cosi non rompono più i coglioni.


Se un ragazzo ne vuole uscire, lo aspetta minimo un mese di burocrazia, e come se tu ti devi arrampicare su una parete dritta e liscia.


QUESTA E' UNA VERGOGNA CHE NESSUNO DENUNCIA!

Le comunità di recupero private, costano un anno di stipendio di una persona normale al MESE, pero' ti dicono che te lo vengono a prendere il giorno stesso che tu chiami, quindi hai la possibilità di salvarlo, ma è concesso solo ai TOSSICI figli di RICCHI.

Migliaia di famiglie vengono distrutte, spesso senza ne colpa e ne peccato.

NON SE NE PARLA PIU'...VERGOGNA!

Postato da: linda cima il 24.03.05 08:26

PER RICCARDO PALAZZANI

COSTITUZIONE ITALIANA
RAPPORTI ECONOMICI

41. L'iniziativa privata e libera.
Non può svolgersi in contrasto con l'utilità sociale o in modo da recare danno alla sicurezza alla libertà alla *dignità umana*.

La legge determina i programi e i controlli opportuni perchè l'attività economica pubblica e privata possa essere indirizzata e coordinata a fini sociali.

------------------------------------------------

Credi che io linda cima, avrei mai potuto fare o avere i favori che sono stati concessi a Berlusconi? lui violava le leggi con le sue tre reti, te lo ricordi? e i decreti legge ad hoc creati dal suo amico e compare Craxi te li ricordi?
La tessera della P2 n° 1815 te la ricordi?
E la legge Mammi te la ricordi?
Se avessi rubato una mela, e mi avessero condannato, potrei sedere in parlamento?

Lui è stato cosi bravo, che è riuscito a sedere e far sedere in Parlamento tanti suoi amici che avevano violato la legge.
Alfredo Biondi a cui tutti vogliono bene destra e sinistra, tutti si dichiarano suoi amici, è un evasore fiscale condannato, ma io me lo devo vedere in parlamento, credo sia il più ingenuo, non elenco gli altri.
---------------------------------------------------

E queste mammolette, insieme ad una destra ex *fascista*, e una lega formata da *Barbari* si permettono di mettere mano alla COSTITUZIONE...
che se fosse stata applicata in tutti i suoi articoli, saremmo un PAESE CIVILE..............

QUESTA E' GENTE CHE NON SA COSA E':

LA DIGNITA' UMANA!

Postato da: linda cima il 24.03.05 08:04

linda cima 24.03.05 09:40| 
 |
Rispondi al commento

Maremmma ma... davide mi hai fatto venire in mente quella canzone tristissima : La festa appena cominciata è già finita, per questo adesso canto e canto te, la solitudine che tu mi hai regalato io la coltivo come un fior.....

Stefano

vi do un indirizzo interessante già citato:htpp//www.macitynet.it/macity/aA20905/index.shtml

Postato da: davide bertuzzi il 23.03.05 19:46

Stefano Crema 24.03.05 09:39| 
 |
Rispondi al commento

MA LO SAI CHE NON CI AVEVO PENSATO!!Da qualche mese comunico via SKYPE (internet telephony) con un paio di colleghi anche loro albergatori e siamo un po' quelli strani , quelli che usano computer MAC ,semplicemente perchè non prendono Virus .Si parla/ascolta con una cuffia/mic tipo quelle delle carissime telefoniste ,dei professionalissimi Call Center Telecom che saluto:grazie per i casini che ci fate fare!!!Si sente benissimo si puo parlare a diritto per delle ore ovviamente avendo una connessione adsl, e scambiarsi nel contempo file e messaggi scritti.Per lavorare è il massimo percheè e come essere nella stessa stanza anche se sei in città diverse!!INCREDIBILE E' GRATIS!Pare impossibile.Se fosse usato negli uffici pubblici e non , chissa' quanti miliardi si risparmierebbero.Lo stesso coi pannelli solari- coi semafori e illumazione pubblica usando i led invece che le comuni lampade.Abbiamo adesso a Firenze e siamo fieri un inceneritore che MIRACOLO brucia rifiuti e produce elettricita e non inquina!!!MIRACOLO.
BERLUSCONI CI HA COMUNQUE INSEGNATO UNA COSA:SE UNO è CAPO DEL GOVERNO E DECIDE DI FARE UNA COSA LA FA!!!!!Peccato che lui pensa solo ai cazzi suoi.

Federico Bianchini 24.03.05 09:30| 
 |
Rispondi al commento

Ha ragione Speranza, adesso basta trovare Fede e Carità e poi abbiamo fatto tris.
Pensate solo a quanto costa un concerto degli U2
ammesso e concesso che beppe si sposta da solo e che con un microfono e un po di luce è apposto invece gli U2 devono girare con un paesino che gli prepara lo spettacolo.
Quello che esce da questo blog è indubbio, siamo governati da un branco di deficenti incapaci inetti mafiosi e tonti, come Buttiglione che quando lo vedi ti viene voglia di fargli l'elemosina per quanto sta messo male.
Ad ogni cosa che dicono ormai perdono solo una buona occasione per starsene zitti, nel 68 si acclamava la fantasia al potere, questi sono andati oltre, al potere adesso c'e' la follia allo stato puro, l'idiozia, daltronde basta pensare al senatur e a calderoli per aver chiara la situazione di quanto siamo caduti in basso.
Quando paghiamo le tasse abbiamo già la certezza che i nostri soldi, fatti salvi gli stipendi degli statali, saranno sperperati fino all'ultimo centesimo. Io ho sempre più voglia di lasciare questo paese a politici ed immigrati e svignarmela in Tibet.

Stefano

Stefano Crema 24.03.05 09:29| 
 |
Rispondi al commento

Altro che Spagna, come pure Grillo ha ricordato su questo blog, se solo avessimo un po' di dignità in più dovremmo fare come hanno fatto gli spagnoli dopo l'11 marzo che hanno mandato a casa un governo bugiardo; e per scendere in piazza è stato sufficiente far circolare un sms. Oggi dopo lo scempio della Costituzione appena sfornato mi chiedo quando riusciranno gli italiani ad usare i milioni di telefonini che esibiscono con orgoglio anche per sollevare la testa?

Paola MArcorini 24.03.05 09:21| 
 |
Rispondi al commento

Altro che 5 anni, per aggiornare la Farnesina, se siamo fortunati con 15 ce la caviamo.
Non dimentichiamoci che il Presidente Cantante, Operaio, ecc. ecc. parla e canta da vera star, ma quanto a fare... se non serve a lui, cosa si muove a fare?
Scommmetto però che se Piersilvio domani mettesse in piedi una aziendina di software.....


Per mantenere attive le linee Telecom sono sicuramente sufficienti i soldi del canone, tanto i costi del personale il Tronchetti li stà già riducendo non assumendo più nessuno.

La rivoluzione in Italia?
non scherziamo, siamo il paese dell'armiamoci e partite, e ancora non abbiamo sopportato abbastanza, l'ultima volta ci abbiamo messo 21 anni e c'è voluta una guerra di mezzo, altrimenti facevamo la fine della Spagna, che si è tenuta il fascimo per più di 40 anni.

Beppe aspetto di vederti a Genova in Maggio.

Un saluto.

Gianni

Gianni Pastorino 24.03.05 09:07| 
 |
Rispondi al commento

Ehi ragazzi state calmini, ho letto alcuni messaggi e mi sembra che siamo tutti un po'stressatini..non credo che si stia cercando di mitizzare Beppe, e poi anche fosse che male fa? ci sono tanti stupidi (miti) in giro?! Lui invece mi sembra che sa quello che dice!!Questo sito non è un luogo dove sputare sentenze, ma un opportunità per scambiarsi idee (sperando che siano costruttive). Chiunque potrebbe essere come Beppe,voi non avete mai parlato con i vostri amici di questi problemi? Beh io si e quindi considero Beppe come uno dei miei tanti amici con cui parlare di politica, economia, lavoro etc...
Apriamo un pò di più le nostre menti, altrimenti...
Per quanto riguarda gli spettacoli, io non credo che siano poi così cari,ci sono cose che costano molto di più. Io per andare al Forum di Assago ho messo via i soldi un mese prima, e NE E' VALSA LA PENA FINO ALL'ULTIMO CENTESIMO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Baci a tutti
e fate l'amore non la guerra......

Speranza Pontino 24.03.05 08:44| 
 |
Rispondi al commento

Per fare un passaggio di gestore (da TIM a 3) mi ci sono voluti 6 mesi, ogni 20 giorni la tim trovava una scusa per non farmi passare a 3...non è monopolio è REGIME!

Fabrizio Angelelli 24.03.05 07:58| 
 |
Rispondi al commento

forse nn c siamo capiti...io vorrei ke beppe ci rispondesse ogni tanto ai commenti, xkè giustamente nn tutti possiamo permetterci d andarlo a trovare a teatro...io mi sn bruciato la paghetta d due settimane x mandare i miei a livorno x il compleanno d babbo...t pare troppo se kiedo d rispondere sul blog?!?!?
e poi cerchiamo d rispettare le idee d tutti, anke del Palazzani ke a volte ha delle sortite un po'..."astratte" x nn dire volgarità!!!
e soprattutto nn cerchiamo d mitizzare Grillo...è un uomo come noi, ha fatto successo nello spettacolo, è un grande comunicatore e ora fa quello ke dovrebbero fare (e nn fanno mai) i veri uomini cn un capitale alle spalle...

Paolo Candela 24.03.05 07:02| 
 |
Rispondi al commento

boh...a certa gente dovrebbero fare un clistere...
ma x spurgare il cervello!
siete liberi di pagare il biglietto dello spettacolo o meno...
ovviamente se non pagate non entrate...
se Beppe aveva le televisioni private,poteva farvi entrare gratis agli spettacoli!
ne spendete tanti di euri in cazzate varie,potete spenderne un pò x un'APERTURA MENTALE...
poi fate come vi pare...ciao!

Riccardo Galatolo 23.03.05 23:58| 
 |
Rispondi al commento

mi sono scordato una cosa!

questo è il capitalismo, c'è la concorrenza, si abbattono i monopoli, i prezzi tendono a scendere e i servizi ad aumentare, il tutto a "favore" del consumatore.
Se telecom le poste, alitalia enel ecc. ecc. sono state privatizzate, adesso ne paganno le conseguene!!!
Da noi il sistema è anche troppo buono.. in inghilterra o america, il capitalismo è veramente spietato, se l'azienda priavta è in crisi sono cazzi suoi, (piu o meno), sempre con qualche eccezione, e dei dipendenti non se ne sbatte nessuno!!

Alfredo Serafini 23.03.05 22:40| 
 |
Rispondi al commento

ragazzi quelle che dite sono cazzate!!

"o i dipendenti telecom li sfamerai tutti tu? perchè ti fai pagare agli spettacoli? Il messia predicava gratis!"

"già ma tanto i BEPPEGRILLI vanno in teatro e fanno il loro show !!!! a chi il teatro e a chi il blog :OGNUNO IL SUO PALCOSCENICO!!!!!!!!!!!!!!!"


"nn possiamo tutti venire a teatro, pagare 20 euro, per vederti e kiederti le cose..."

Ma vi rendete conto di quello che dite???
Prima di parlare riflettete...

1) E' gia tanto che ci sia un grillo che ogni tanto ci da qualche informazione "segreta", e gente cosi dovremmo tenercela stretta

2)secondo voi se Grillo non avesse una lira, potrebbe permettersi di dire crte cose? Sai quanti processi ha ogni anno????????????? Se non avesse una lira come farebbe a pagare i vari avvocati ecc.?

3)Questo è il suo lavoro, lo fa con onestà, e riesce a viverci, perchè non dovrebbe farsi pagare?? se non ti sta bene non andare ai suoi spettacoli...

4) Se il blog non vi piace perchè vi ostinate a commentare i post di Grilo?? Lui ci da informazioni importanti, che dovrebbero darci i nostri tg invece di pensare alle sfilatedi moda e a Manuela Arcuri che si fidanza, e a voi non vi sta neanche bene....... Cambiate sito!

Alfredo Serafini 23.03.05 22:26| 
 |
Rispondi al commento

> Ma se tutti telefonassero gratis chi manuterebbe le linee?

Forse non telefonano "gratis", telefonano utilizzando la connessione ad Internet che già pagano profumatamente.

> caro Beppe non basta comprare un azione telecom per capirne di telecomunicazioni.

Non bisogna certo essere un pavone reale dell'economia globale per capire che il canone Telecom è ridicolo. D'altra parte, finché lo Stato garantisce il monopolio inventando regole, regolette e "concessioni", non possiamo aspettarci nulla di meglio. E da quando lo "Stato" è proprietario delle frequenze? Si è mai sentita una follia del genere? Suvvia.

> Dimentichi che le procedure rispetto al privato sono diverse? Dimentichi le gare d'appalto? Lo Stato ha altri tempi tecnici, ci sono regole comunitarie da rispettare ecc. ecc.

Regole comunitarie? Siamo forse in Cina o in Russia? La fatina buona del frigo ha portato il socialismo e il politburo di Bruxelles senza uno straccio di referendum?

Peccato che i soldi siano sempre quelli del privato, ovviamente dopo essere stati sottratti (leggi: rubati) a forza di tasse.

> Ci vuole la rivoluzione. E ci vuole subito !

Con cosa, con la rivoluzione arancione e i soldi di Soros? Con le bandiere della pace tutte colorate che sembrano uscite dal Gay Pride del mese prima? Rifiutandosi di pagare le tasse che comunque vengono trattenute in busta appunto per evitare eventuali "rivolte fiscali?"

> Dichiariamo il 23 marzo lutto nazionale per assassinio della costituzione.

E il Presidente della Repubblica resta un uomo di Bankitalia. Non è che prima la Costituzione godesse di chissà quali garanzie, basta fare due conti...

Yang Chenping 23.03.05 22:20| 
 |
Rispondi al commento

beppe, capisco ke tu credi in quello ke dici (nn lo scriveresti altrimenti...) però x quanto il blog nn sia un forum dove discutere, visto ke sei quello ke propone gli argomenti dacci qualche risposta ogni tanto...nn possiamo tutti venire a teatro, pagare 20 euro, per vederti e kiederti le cose...

Paolo Candela 23.03.05 21:58| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo a marciasini mirco
Risposta : passandp a WIND
Purtoppo al momento e' l'unica a non far pagare il canone.
Per fare l'allacciamento bisogna per forza passare da Telecom. Sigh.

Emiliano Rizzo 23.03.05 21:19| 
 |
Rispondi al commento

qualcuno può dirmi come posso staccarmi dal telefono fisso di TELECOM ? C'è qualche compagnia che attulamente possa far risparmiare quel furto del canone fisso?

Saluti
Mirco

marciasini mirco 23.03.05 21:08| 
 |
Rispondi al commento

Esatto, solo che ritengo sia più corretto adoperare l'espressione "regime telefonico" al posto di "monopolio"

Enzo Femia 23.03.05 19:57| 
 |
Rispondi al commento

vi do un indirizzo interessante già citato:htpp//www.macitynet.it/macity/aA20905/index.shtml

davide bertuzzi 23.03.05 19:46| 
 |
Rispondi al commento

Dimentichi che le procedure rispetto al privato sono diverse? Dimentichi le gare d'appalto? Lo Stato ha altri tempi tecnici, ci sono regole comunitarie da rispettare ecc. ecc. Sempre che non gli manchino i finanziamenti a metà strada.
Suvvia sii meno caustico.

Riccardo Palazzani 23.03.05 19:40| 
 |
Rispondi al commento

è come dire:fare le nozze con i fichi o vorrei ma non posso!!

Marina Boccatonda 23.03.05 19:01| 
 |
Rispondi al commento

Come la Farnesina ci mette 5 anni ???!!!
Ma se appena ne ho avuto notizia ( e non sono una navigatrice "estrema" ) io mi sono attivata per ridurre le spese telefoniche! E l'ho fatto in 5 minuti !!!
Certo,certo, tanto i telefoni del nostro governo li paghiamo noi. Come tutto il resto !!!
Ci vuole la rivoluzione. E ci vuole subito !
Ed è già troppo tardi.
Anna

anna bellini 23.03.05 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Dichiariamo il 23 marzo lutto nazionale per assassinio della costituzione.

Stefano

Stefano Crema 23.03.05 18:14| 
 |
Rispondi al commento

Beppe ma che ti aspetti da una pubblica amministrazione che se la tira con le 3 I, informatica, impresa e imbecillità che da ai suoi dipendenti computer così vecchi e scalerci che un giudice per poter lavorare in modo decente il computer se l'e' dovuto comprare coi propri soldi.
Cosa ti puoi aspettare da una amministrazione pubblica che ti mette tanti di quei bastoni tra le ruote che fa rinunciare persino le aziende che cambiano in blocco tutti i loro PC, dal REGALARLI alle scuole, perchè avrebbero una mole tale di schifezze burocratiche da superare che i PC che dismettono preferiscono buttarli in discarica, gli costa di meno.

Siamo conciati come un paese del terzo mondo, anzi peggio, perchè in un paese del terzo mondo ci scommetterei le palle, un PC finisce in discarica solo se è fuso.
Poi si legge che si stanno sperimentando gli ebook per i bambini, buffoni!!!!

Stefano

Stefano Crema 23.03.05 18:12| 
 |
Rispondi al commento

la stessa idea del VOIP potrebbe (anzi dovrebbe) essere usata tra gli istituti di ricerca e ele università... sia italiani che esteri

matteo bosi 23.03.05 18:02| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori