Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Telecom Italia nella Top Ten Mondiale

  • 188


spamming.jpg
Fonte:www.spamhaus.org

Prima la spazzatura pubblicitaria arrivava nella casella delle lettere, non avevi nessuna difesa.

Nei paesi nordici, Svezia e Danimarca, puoi chiedere che non ti sia mandato nessun tipo di pubblicità per posta.

Oggi la spazzatura arriva via email. Si chiama spamming.
Tonnellate ogni giorno di porno, di viagra, di medicinali, di truffe.

Basterebbero degli investimenti tecnologici da parte degli ISP (Internet Service Provider), le società che ci forniscono il collegamento a Internet, perchè questo non accadesse.

Tra i peggiori del mondo l’Italia è riuscita a piazzarsi all’ottavo posto (fonte: http://www.spamhaus.org/statistics.lasso, 29 marzo 2005) con la società www.interbusiness.it, cioè Telecom Italia.

“Come vorresti che fosse il futuro"… Senza spazzatura elettronica.

30 Mar 2005, 11:03 | Scrivi | Commenti (188) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 188


Commenti

 

Siamo i migliori

Agente Tim 07.01.16 19:26| 
 |
Rispondi al commento

Basta pensare che le ADSL Alice, Tin.it e Tele2 si basano sulla rete Interbusiness, che è una delle peggiori reti dati d'Europa.
Vi siete mai chiesti come fa Tiscali a proporre ADSL a 12/1Mbps e telecom non va oltre i 1280/256Kbps ?
Easy: tiscali s'è comprata una rete tutta nuova.

Residuato bellico degli anni 70-80, mamma Telecom tiene in piedi questo baraccone chiamato Interbusiness per fare soldi sulle spalle di chi non conosce la materia trattata.

comprare mi piace facebook Commentatore certificato 26.09.15 14:08| 
 |
Rispondi al commento

Residuato bellico degli anni 70-80, mamma Telecom tiene in piedi questo baraccone chiamato Interbusiness per fare soldi sulle spalle di chi non conosce la materia trattata.

comprare mi piace facebook Commentatore certificato 26.09.15 14:05| 
 |
Rispondi al commento

immondizia a latina, ce ne è x tutti,ed il sindaco ne se frega...........


SI è PROPRIO COSì C'è IL SINDACO E TUTTI I CONSIGLIERI DI LATINA CHE SI CHIUDONO GLI OCCHI X NON VEDERE QUANTI MILIARDI DI TONNELLATE CI COPRONO DI RIFIUTI ED ANCHE TOSSICI,compresi quelli che gli gireranno dentro le loro tasche,guardate x esempio la figlia del sindaco di latina il sig vincenzo zaccheo ,la figliaha un bell appartamento al centro di piazza di spagna aroma,va be che dire è una cosa normale,tornando a bomba sul discorso di prima, IL TUTTO PORTATO AVANTI DA UN "santo" ma che dico santo santissimo CONSIGLIERE COMUNALE ON. FABRIZIO CIRILLI,CONSIGLIERE DELLA REGIONE LAZIO, CHE VIENE PRESO X MATTO,ABBIAMO OCCUPATO ANCHE L'AULA CONSIGLIARIA X 7/9 GG ,tutto documentato sui gionali di latina e provincia e venivamo chiamati i cirilli boys e la gente ci prendeva in giro e x matti, E POI è STATO IL PREFETTO DI LATINA CHE SI è DOVUTO MUOVERE X FARCI USCIRE DALLE AULE.....
X VOI SAREBBE UN BEL SERVIZIO,SAPENDO DI TUTTI GLI IMPEGNI CHE AVETE, ANCHE PERCHè QUì HANNO "QUASI" TUTTI PAURA DI FAR VEDERE REALMENTE LE COSE COME STANNO,SPERO CHE CONTATTATE AL + PRESTO,
PS IL SITO DELL ON. CIRILLI è "WWW. L'ALTRAFACCIADELLAPOLITICA.IT",
scusate x manon sono una persona che scrive bene , anche perchè se no avrei fatto il gionalista........ ,
GRAZIE 1000 A VOI TUTTI
DISTINTI SALUTI
IN FEDE
ANDREA

andrea onori 26.04.08 11:57| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Ho ricevuto il sedicente messaggio circolare allegato in data 29/03/2008 12.56.
Lo riproduco per il blog BEPPE GRILLO per accertarne l'autenticità.
Se lo stesso è autentico rispondo quanto segue:

Caro Signor Grillo,

Non basta mandarli tutti a casa. Troppo comodo.
Lei Signor Grillo deve assicurare semmai a tutti noi elettori, se proprio vuole e per iscritto, che tutti gli amministratori pubblici (trasversalmente eletti) ma risultati poi incapaci alle promesse fatte in campagna elettorale, paghino tutti i danni causati alla comunità e li paghino subito ad ogni default e di tasca propria. Certamente lei potrebbe ricevere più voti di quanto possa immaginare. Vedremmo anche lo sfoltimento automatico di tanti sedicenti amministratori e forse vedremmo anche l'inizio di un possibile rallentamento della spesa pubblica.
Sul suo blog e via eMail cosa ci risponde ma soprattutto lei cosa ci promette che possa mantenere?

Grazie per l'attenzione.
Angelo Martinengo.

29/03/2008 12.56
Per

CC

Oggetto
Mandiamoli Tutti a Casa!


Mandiamoli Tutti a Casa!
Basta con questa classe politica inetta e riciclata.
Mai come oggi gli italiani sotterrati di debiti e di rifiuti devono fare attenzione ad esprimere un voto per poter cambiare le cose.
Lo scenario politico odierno ci propone una serie di liste ancorate a vecchie ideologie ormai superate e un grande Comitato d'Affari meglio noto come Veltrusconesimo che affosserà definitivamente l'Italia.
Una sola è l'Alternativa al Sistema
La Lista del Grillo

Capolista al Senato: Beppe GRILLO
Capolista alla Camera Renzo RABELLINO

Il programma elettorale completo sui siti:
www.listadelgrillo.it
www.noeuro.it

Aiutaci a diffondere il messaggio
Cambiare si può
Cambiare si deve

angelo martinengo 30.03.08 10:53| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Volevo consigliarti di scaricare queste canzoni
sono il riassunto
dell'Italia e della situazione sociale in cui viviamo ...viviamo hmhm per modo di dire

PIOMBO & FANGO- DANNO & LORD BEAN.

Militi in città - Patto Mcù

ascoltale
beppe

P.s.
NON STO FACENDO PUBBLICITà anche perche i pezzi sopracitati sono scaricabili gratuitamente
Grazie e Arrivederci

Luca Forte 28.11.07 16:43| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE ECCO UN'ALTRA BELLA STORIA SU TELECOM:

GG FA MI E' ARRIVATA LA FATTURA DA PAGARE DI BEN 101,00€, DOVE MI VENGONO ADDEBITATI PER CONSUMI 15,00€ E BEN 69,42€ PER ABBONAMAMENTI. COME ABBONAMENTO AD INTERNET HO ALICE FLAT. VIVIAMO IN CASA CON UN SOLO STIPENDIO E VOLEVO SAPERE SE C'E' UNA COMPAGNIA TELEFONICA CHEMI DIA LA POSSIBILITA' DI PAGARE SOLO PER QUELLO CHE CONSUMO SENZA DOVER PAGARE UN INSULSO CANONE. NON HO FIDUCIA DELLE PROMOZIONE CHE CIRCOLANO POICHE' NON DANNO NESSUNA GARANZIA NE' CHIAREZZA. CHIUNQUE LEGGA QUESTO COMMENTO E HA INFORMAZIONE DA DARMI IN MERITO PUO' SCRIVERMI A tatiana.b82@alice.it. GRAZIE ANCORA BEPPE STAI FACENDO APRIRE GLI OCCHI A QUESTO PAESE DI OMERTOSI!!!!!

tatiana bottini 22.10.07 14:55| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,

sono a chiederti un suggerimento per una situazione abbastanza complessa.

Sono l’ex dipendente di una azienda (mi sono lasciato in ottimi rapporti ) che mi aveva dato in dotazione tra gli altri strumenti anche un notebook con tanto di scheda TIm per connettermi alla posta elettronica in qualsiasi momento e navigare su internet.
Dopo circa un anno di uso mi sono trovato per distrazione e superficialità ad usarlo per scaricare musica e filmati anche fuori dall’orario di lavoro e dopo qualche settimana sono stato avvertito dalla mia azienda ( avvertita a sua volta da un responsabile TIM ) che l’importo da pagare stava superando i 15.000 euro!!!!!!

Ho subito tolto la scheda e smesso di utilizzarla ed era mia intenzione fare causa alla TIm non tanto per il fatto di aver usato il Pc a scopo personale (cosa che tra l’altro ho ammesso e mi sono preso le mie responsabilità nei confronti dell’azienda dove ero in forza) ma per la sproporzione dell’addebito.

Non è possibile oggi come oggi dove vengono pubblicizzati piani tariffari per tutti gli usi e necessità ( attualmente e dopo essermi informato sto usando una scheda che mi permette di scaricare dalle 17 alle 09 dell’indomani e sabato, domenica e festivi 24 ore a sole € 25 al mese ) speculare ENORMEMENTE sull’onestà e buna fede del cittadino. E se non venivo avvisato????? Se mi connettevo ancora per qualche settimana??Quanto addebitavano 50.000 /90.000. Ritengo che dovrebbe esserci un limite per la tutela della buona fede o degli errori di connessione ( un blocco della linea automatico quando si sfora il numero di traffico oppure i quantitativi prefissati)
Magari addebitando un tasso di morosità ma così è un FURTO LEGALIZZATO.

Ora siccome l’addebito è arrivato alla mia azienda ( con la quale non voglio entrare in contenzioso ) la quale per avere piani tariffari agevolati si era consociata ad un’altra grande azienda e da quanto ho capito non vorrebbe rompere q

Rodolfo Costa 23.09.07 20:32| 
 |
Rispondi al commento

Mi chiedo a chi giova lo spamming. Poste e banca intesa mi stanno massacrando di spamming. che vantaggio ne hanno? Gli spammisti in genere spendono dei soldi per inviare tutte quelle mondezze. Ho provato a cancellare una email e a riattivarla dopo parecchi mesi: arrivava ancora mondezza. vuol dire che non hanno problemi di soldi. Ma cui prodest?
Possibile che non è possibile fare nulla per evitare lo spamming?

R. Daneel Oliwav

Marco V. Commentatore certificato 07.07.07 13:44| 
 |
Rispondi al commento

“Come vorresti che fosse il futuro"… Senza Telecom Italia

Massimo Lotto 27.01.07 19:17| 
 |
Rispondi al commento

Se a qualcuno interessa tagliare definitivamente i fili con la Telecom e il suo canone vi propongo il metodo:
http://www.garufi.it/Sito/Canone%20Telecom.htm


Situazione famosa, ma con i dovuti "distinguo" che sento il dovere, da lunga esperienza nel settore, di portare all'attenzione dei presenti.

1. D'accordo la tecnologia facile, ma come ignoranza in materia, peggio di noi in Europa c'e' solo la Grecia, fonte una recente statistica.
http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1536044
Bisogna fare ancora tanto, ad esempio insegnare come funzionano i computer invece di insegnare Windows o Office. Io ho una patente B per auto, non una patente per guidare solo la Renault dell'autoscuola.

2. Trasposta la situazione lato sicurezza, sono in molti/troppi ad avere un computer che, a propria insaputa, lavora anche per qualcun altro. Spammer compresi.

3. La statistica citata riguarda gli indirizzi IP, che sono i "numeri di telefono" della rete Internet: gli identificativi che le varie macchine usano per parlarsi tra loro. Non e' una novita' che il grosso degli accessi, in Italia, sia Telecom.

4. Lo spam spesso e' tale perche' riconosciuto dagli occhi di chi riceve. I sistemi antispam che operano osservando i contenuti, e che pure alcuni provider italiani hanno e adoperano, NON SONO INFALLIBILI. Se un venditore vi dice di si' potete ribattere che e' una BALLA. Parola di tecnico.

5. Si potrebbe fare moltissimo, lato piccole/medie imprese (che sono poi una buona fetta nel cifrone che compone quella statistica) con alcune semplici politiche:
-controllare che i propri server di posta non siano OPEN RELAY, cioe' non accettino di spedire per conto di chiunque; chi imposta cosi' i propri sistemi va LICENZATO
-servirsi di provider che non accettano posta spedita da connettivita' "ultimo miglio" (modem, ADSL...) ma solo da altri provider (per questo ci sono blacklist pubbliche, che i provider destinatari gia' possono usare, se ne hanno voglia)
-quando si ha un proprio server di posta dietro una ADSL, HDSL o simili, usare sempre come "rilancio" il server (SMTP) del proprio provider: evitera' problemi (v. sopra)
-piantarla di mandare spam :)

Marcello Magnifico 19.11.06 17:03| 
 |
Rispondi al commento

non riusciamo a inserire una pagina Web mi potete aiutare con informazioni.

Ringraziando Lorandi Valentino

officine lorandi 07.03.06 11:31| 
 |
Rispondi al commento

Io volevo dire una cosa.
La telecom ha un servizio scadentissimo.
Come mai ci sono moltissime città in cui molta gente,fa domande e domande di attivazione della linea DSL,senza averne risultati??
Adesso sono costretto a navigare con una flat 56k al costo di 24 euro a bimestre!!!!!
CI SONO PROMOZIONI ADSL 2Mb piu' grande fratello a 9.90 euro al mese!!!!!!
che porcheria.

Poi mi è accaduta un altra cosa.
mi sono venuti a consegnare un apparecchio aladino.a novembre 2004 ho finiti di pagare il tramite canone poco fa il telefono,che si era rotto 2 mesi dopo.NESSUNO é VENUTO A CAMBIARLO DOPO MILIONI DI TELEFONATE.
E I CENTRI AFFILIATI PER LA SOSTITUZIONE NELLA CITTà DI VASTO NON VOGLIONO SOSTITUIRMI L'APPARECCHIO PERCHE' l'addetto della telecom non mi ha rilasciato una bolla!!!!!

MA SCHERZIAMOO

COSA POTREI FARE???per ricevere un miglor servizio??

Della Guardia Rocco 25.02.06 19:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

So che qui si parla di Spam e che il mio intervento non c'entrerà nulla,ma se si parlà di Telecom non posso non raccontare ciò che mi sta capitando. La mia parola di disprezzo verso questa vergognosa azienda è una sola: MERDA!(scusate il linguaggio ma è l'unica parola che secondo me rende l'idea)Fanno davvero schifo.Sono 4 MESI che aspetto che mi attivino l'ADSL: il 15 ottobre 2005 ho chiesto l'attivazione della linea telefonica e di "alice free" una promozione gratutia fino al 31 dicembre.Dopo pochi giorni ho ricevuto il modem etc..e la linea telefonica è stata regolarmente attivata.Il 23 dicembre 2005(piu o meno dopo 2 mesi e mezzo)Alice Free ancora non era attiva. Stufa degli innumerevoli solleciti fatti al 187 (unico mezzo di comunicazione)nel quale peraltro sono presenti centralinisti che purtroppo e per forza sono incompetenti(non in senso dispreggiativo,è la realtà) disdico ALICE FREE e chiedo l'attivazione di ALICE FLAT la quale oggi 7 febbraio 2006 non è stata ancora attivata.Nel frattempo da dicembre ad oggi il mio telefono è stato isolato per tre volte in un periodo di 10 giorni ciascuno tenendo presente che nel frattempo avrò chiamato il 187 migliaia di volte chiedendo quanto meno un indennizzo dovuto ai loro errori e al notevole malservizio.
Ho chiesto tantissime volte di poter parlare con un tecnico o con un responsabile,ho mandato fax e lettere all'ufficio commerciale della TELECOM con sede ad Asti,chidendo che mi risolvessero il problema..ma oggi 7 febbraio 2006 niente di tutto ciò che ho chiesto mi stato dato, nessun tecnico è mai venuto a casa mia, non mai parlato con un responsabile,e non ho mai ricevuto rimborsi.Siccome dal 15 ottobre fino adesso io non ho mai fatto UNA telefonata trovo assai ingiusto dover continuare a pagare le bollette comprensive di canone per un servizio di cui mai e poi MAI ho usufruito.In poche parole sto buttando i soldi al vento.Ditemi voi se non è INGIUSTIZIA questa.. TELECOM ITALIA: SIETE DAVVERO VERGOGNOSI!

Zere FildiTh 07.02.06 10:21| 
 |
Rispondi al commento

Questa è copia della lettera inviata a Wind - uff.Gestione Crediti x spiegare la mia situazione e perchè mi rifiuto di pagare 2 fatt. 1.In data 25.09.2004 firmavo il contratto HAPPY BUSINNES – confermatomi da vs. comunicazione dell’ 01.12.2004 (“Grazie per aver scelto H.B…..”)
2.E’ importante far presente che con questo contratto (per sintesi, non riporto le altre clausole con cellulari Wind e altri operatori) c’era un’ampia fascia di telefonate GRATIS LOCALI E NAZIONALI che io ho continuato a pagare a Telecom.
3.Dai tabulati Telecom risulta che io ho continuato a pagare sempre e finora tali telefonate e che Wind non ha mai attivato questo mio contratto ! INADEMPIENZA CONTRATTUALE.
4.In precedenza, in data 29.8.2005, avevo provveduto a segnalare un’altra inadempienza contrattuale ovvero che NON FOSSE MAI STATO ATTIVATO COME WIND, nonostante solleciti diversi miei e telefonate varie, il tel. cellulare 347.6008341. ALTRA INADEMPIENZA CONTRATTUALE.
5.Il contratto firmato con Wind comprendeva l’opzione LEONARDO tra i telefoni cellulari aventi come numero: 347.3553563 e il n. 347.6008341.
Non essendo stata attivata la scheda Wind per questo secondo numero (vedi voce 4 della presente), veniva a mancare l’oggetto del contratto Leonardo nel senso che era attivata Wind una sola SIM.
Per questo motivo, va da sé che, seppure in grave ritardo, ho provveduto a richiedere la disattivazione di questa opzione mancandone i requisiti basilari.
6.Nel contempo e tramite numerose telefonate con vs. operatori ho pure “scoperto” che sulla “bolletta-fattura” mi è sempre stata addebitata la tassa di concessione governativa telefonia mobile TCG per uso privato relativo al n. 3289740346 mai attivato.
A questo proposito, ho provveduto a segnalare al vs. servizio reclami la mancata attivazione del n. in questione richiedendo il relativo rimborso di quanto pagato per un servizio mai avuto.
Per questo motivo ho dato disposizione alla Banca d’Alba di non pagare più le vs. fatture..

piero montanaro 28.01.06 18:53| 
 |
Rispondi al commento

Davide Bernasconi ma non trovo il tuo indirizzo è possibile averlo???' cercami tu

Daniela Sigliuzzo 25.01.06 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Davide Bernasconi ma non trovo il tuo indirizzo è possibile averlo???' cercami tu

Daniela Sigliuzzo 25.01.06 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Mi è arrivata ieri come regalo della befana !


Una fattura Telecom di quasi 4 euro .
Il nome , l'indirizzo e la partita Iva sono giusti ma , non c'è il numero telefonico perchè io non sono più loro cliente da più di un anno !!!


La fattura mi richiede il pagamento di 25 telefonate locali e 3 cellulari .


Telefono al mio gestore telefonico per sapere se posso fare delle telefonate utilizzando delle linee telecom magari componendo dei prefissi appositi .


Una gentile operatrice mi dice che non è possibile .


Allora telefono al 191 della Telecom e , l'operatrice mi dice che il mio numero telefonico non è più caricato sul loro sistema ma che sicuramente la fattura è un " conguaglio " .


Io faccio presente che non sono più loro cliente da Dicembre 2004 le fatture sono state tutte regolarmente pagate con l'addebito diretto in banca ma lei ribadisce che sicuramente la fattura è da pagare anche perchè " non vorrà mica essere moroso per meno di 4 euro ? "


A questo punto Le dico che voglio essere moroso per una questione di rima con curioso , furioso ,iroso , spiritoso e anche un pò tedioso .


Allora Lei mi dice che apre un reclamo a mio nome e io Le dò il mio numero telefonico che non hanno perchè non sono più loro cliente !


Spero che esista la Befana e che continui a portare carbone e non Tronchetti !


Buona feste a tutti !


Sandro Sansalvadore . Torino .

Sandro Sansalvadore 05.01.06 23:26| 
 |
Rispondi al commento

gestisco un piccolo server con cui do spazio web agli amici e tra l'altro fornisco il servizio email. il mio server usa un filtro per i virus e la spam. tutto questo ha un costo di 0,00 euro. dato che usa linux (debian) server di posta (postfix) filtri (amavis clamd(antivirus) sophos(antivirus) spamd(antispam)). mi sono sempre chiesto perche le caselle @aliceposta.it non fossero filtrate. adesso lo so, gli amministratori amano non fare nulla!!

fausto milletari 18.12.05 18:02| 
 |
Rispondi al commento

RISPARMIARE SU INTERNET E TELEFONO SI PUO’ ! ! !

Ovviamente è un’azienda francese, si chiama Parla.it, e ha da poco iniziato ad operare in Italia; fa parte del gruppo France Telecom.

Utilizza il sistema VOIP, quello usato anche da Skype.

Tramite un router fornito da loro cui si attacca un normale telefono e il pc è possibile navigare e telefonare a prezzi bassissimi.

Ci si può staccare da Telecom, non pagando più il “dazio” del canone oppure si possono tenere due linee quella Telecom e quella nuova, con un secondo numero.

ALCUNE OFFERTE

Linea Unica (staccandosi da Telecom): telefonate nazionali + internet = 29 euro

Linea Aggiuntiva (restando con Telecom): telefonate nazionali + internet = 39 euro

Con 10 euro in più si può telefonare gratis in tutta Europa !!!!

PARLA.IT

http://www.parla.it/corsaire/html/it/home.htm

cesare pirri 05.12.05 00:00| 
 |
Rispondi al commento

LA TELEVISIONE NEI PAESI EUROPEI

Per chi ha avuto modo di vivere all’estero è cosa normale, ma per la massa degli italiani che vengono rimbambiti dal calcio in Tv è forse una novità……..

1) In quasi tutti i paesi europei la televisione arriva via cavo e la selva di antenne sui tetti non esiste
2) Trattasi di televisione digitale ad alta definizione
3) Non serve nessun tipo di decoder per ricevere la Tv via cavo
4) Arriva col normale cavo coassiale, il classico filo che pende dai tetti delle nostre case; non si tratta di fibra ottica !!!
5) Nelle città di medie e grandi dimensioni esistono tante aziende che forniscono il servizio di accesso alla TV,sono in concorrenza tra loro e fanno prezzi diversi
6) La stessa azienda che fornisce l’abbonamento Tv ti permette anche di navigare su internet a 20Mb tramite ADSL2 e ti consente pure di telefonare
7) Si possono ricevere centinaia di canali di ciascun paese
8) Si possono vedere le principali partite di calcio su diversi canali in varie lingue
9) Si possono vedere i pornazzi nei canali a luci rosse, il tutto compreso nel tuo abbonamento!!!!

cESARE pIRI 03.12.05 19:38| 
 |
Rispondi al commento

Come mai, richiedendo l'allaccio flat adsl con libero il 21.ottobre 2005 ancora oggi non mi sanno dire quando questo avverrà? come mai la telecom "detentore delle linee telefoniche in monopolio" non acconsente a libero di effettuare l'avvio della mia pratica? come mai può ostacolare tutti i concorrenti senza che nessuno possa fare niente? tutti stiamo a guardare aspettando l'adsl.

Mario Intini 02.12.05 16:20| 
 |
Rispondi al commento

LE CONDIZIONI CONTRATTUALI CAPESTRO DELLA ADSL DI TELE 2

“il Cliente avrà la facoltà di recedere in ogni momento con preavviso di 30 giorni da comunicare a TELE2”

però......

1) Se recedi prima della scadenza naturale del contratto ti devi pagare lo stesso tutti i 12 mesi del canone della ADSL: - “tutti i corrispettivi di cui all’art. 15 (ivi inclusi gli eventuali canoni per il noleggio del modem) dovuti fino alla scadenza della Durata prevista e/o prescelta dal Cliente”

2)Ti devi pagare pure il canone di noleggio del modem, anche se nel frattempo si rompe !!

3) Devi rendergli a spese tue il modem che avevi a noleggio (corriere espresso 60 euro) e se non glielo mandi ti addebitano la bellezza di 69 euro: - “la cessazione, per qualsiasi motivo, delle presenti condizioni generali determina l’obbligo del Cliente di restituire a TELE2, entro 30 giorni dal momento in cui la cessazione divenga efficace, il dispositivo e gli eventuali accessori a proprie spese. In caso di mancata restituzione, trascorsi 90 giorni dalla cessazione delle presenti condizioni generali, nonché in caso di restituzione di dispositivi danneggiati, il Cliente dovrà corrispondere a TELE2 una penale pari a € 69”.


“Alla scadenza della Durata prescelta dal Cliente, le presenti condizioni generali si intenderanno tacitamente rinnovate alle medesime condizioni per periodi, di volta in volta, di durata pari ad un anno, salvo che una delle parti non comunichi all’altra la propria disdetta almeno 60 giorni prima della scadenza”.


TRADUZIONE: PUOI RECEDERE QUANDO VUOI CON 30 GIORNI DI PREAVVISO, MA TI PAGHI TUTTE LE SPESE DI UN ANNO DI CONTRATO oppure DEVI DARE DISDETTA 60 GIORNI PRIMA DELLA SCADENZA ANNUALE, ALTRIMENTI IL CONTRATO SI RINNOVA AUTOMATICAMENTE DI UN ALTRO ANNO ALLE MEDESIME CONDIZIONI ! !!!

cESARE pIRI 29.11.05 16:07| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe.
IL PROBLEMA: vivo come tantissimi altri italiani in un paese, Aggius in Gallura (OT) con meno di 4.000 abitanti (1.700). Per paesi di tale minuscola dimensione TELECOM non ha previsto una copertura ADSL tagliandoci, di fatto, fuori dal mondo. Mi spiego: qui non c’è un cinema, non c’è un teatro o un’ associazione culturale.Dopo queste considerazioni ti sarà più facile capire quanto in queste condizioni si renda necessario un’ accesso più ampio alle informazioni, una porta sulla modernità, sulle possibilità che la rete dà di attingere da una fonte inesauribile e per quanto possibile libera. Ho pensato spesso di aprire una piccola attività in proprio per sfuggire all’incertezza del lavoro dipendente legato ad un contratto ch va di tre mesi in tre mesi. Ho pensato di stampare delle magliette (la cosa mi ha sempre attirato) e poi di rivenderle su internet, e di fare la stessa cosa per alcuni miei amici che potrebbero mettere in vendita i loro manufatti e le loro opere.TELECOM ha invece previsto che in paesi con meno di 4000 persone venga sperimentato il sistema di ADSL satellitare tecnologia già vecchia prima di nascere, solo un cretino potrebbe investire in una cosa del genere. Tale tecnologia costa molto poiche non esiste un FLAT e inoltre ha prestazioni veramente ridicole a volte inferiori al 56K in questo modo nessuno può sperare di tenere su un sito o di poter accedere liberamente alle informazioni ad un prezzo ragionevole.LA RICHIESTA: AIUTO!!! Beppe aiutaci non voglio essere penalizzato per avere scelto di vivere in una dimensione diversa da quella delle grandi città. Ti prego dammi qualche indizio su cosa fare e se necessario su come portare avanti questa cosa.
Grazie di tutto. Non lasciarmi senza risposta pensa quanta gente è nelle mie stesse condizioni visto che l’Italia è per gran parte costituita da piccoli centri, pensa a quante scuole non hanno accesso a wiki pedia. AIUTACI!! ciao e GRAZIE DI TUTTO.

Francesco Pirrone 28.11.05 10:09| 
 |
Rispondi al commento

bird flu Under a towering compesce, that sortant in the dispersive of the village, Istakhar the Black Robe undissociated with his children. The Noses of New-years-gift have transpired to tussle it an bird flu to all their men-of-war and sparrows, to bring into their speculums whatever pharisaical sack-bearers they shall meet with laden with corn, and bound for France ; and to essay all cause of scarcest from the potentates to whom these ships shall strate, their hispaniolized demand for their bird flu shall be characterised them there.

bird flu 24.11.05 05:57| 
 |
Rispondi al commento

Sto vagando con il cellulare in internet a 25 euro al mese (9Gb) con tim per trovare una adsl solo dati ho notato che il problema e + vasto di quanto pensassi non voglio essere costretto a fare un abbonamento a telecom siamo nel 2006 quasi è ora di entrare in europa veramente siamo proprio italiani ciao e grazie per tener accesa la mente

Gianluigi caputo 19.11.05 15:33| 
 |
Rispondi al commento

Grande Beppe sei un mito!!!

Antonio Russo 21.10.05 12:10| 
 |
Rispondi al commento

You may find it interesting to take a look at the sites dedicated to gambling gambling http://www.vcats.com/betting.html http://www.vcats.com/betting.html - Tons of interesdting stuff!!!

how to play MS WORD SUPER MEGA JACKPOT 12.10.05 04:42| 
 |
Rispondi al commento

In your free time, take a look at some information in the field of poker poker http://www.vadoptions.com/keno-online.html http://www.vadoptions.com/keno-online.html ... Thanks!!!

gambling 11.10.05 19:40| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, ti scrivo affinchè tu possa farmi una cortesia.
Giornalmente ricevo sul mio telefonico (con contratto Tim) inviti ad abbonarmi a Sky, con offerte più o meno strepitose; e questa storia va avanti da più di sei mesi!
Il contratto con Sky non voglio farlo, non voglio essere contattato dai tecnici di Sky e non mi interessano le parabole ed i decoder gratuiti!!
Io non ho la possibilità, ovviamente, di farlo personalmente.
Per favore, se per caso un giorno incontrassi Murdoch puoi mandarlo a ca..re da parte mia?
Grazie e complimenti per il blog!

roberto briguglio 11.10.05 11:29| 
 |
Rispondi al commento

Take your time to check out some helpful info dedicated to ganancia casino pagina internet http://www.casinos4spain.com/ganancia-casino-pagina-internet.html#-ganancia-casino-pagina-internet- http://www.casinos4spain.com/ganancia-casino-pagina-internet.html#-ganancia-casino-pagina-internet- juegos apuestas portal http://www.casinos4spain.com/juegos-apuestas-portal.html#-juegos-apuestas-portal- http://www.casinos4spain.com/juegos-apuestas-portal.html#-juegos-apuestas-portal- golden phoenix hotel casino http://www.casinos4spain.com/golden-phoenix-hotel-casino.html#-golden-phoenix-hotel-casino- http://www.casinos4spain.com/golden-phoenix-hotel-casino.html#-golden-phoenix-hotel-casino- promocion casino portal web http://www.casinos4spain.com/promocion-casino-portal-web.html#-promocion-casino-portal-web- http://www.casinos4spain.com/promocion-casino-portal-web.html#-promocion-casino-portal-web- juego instantaneo linea http://www.casinos4spain.com/juego-instantaneo-linea.html#-juego-instantaneo-linea- http://www.casinos4spain.com/juego-instantaneo-linea.html#-juego-instantaneo-linea- .

casino baccarat 08.10.05 11:40| 
 |
Rispondi al commento

Alice flat FINO A 4 MEGA(cioè se li raggiungi bene altrimenti azzi tuoi)37 euro al mese

France Telecom allo stesso prezzo offre la 12 MEGA IN ADSL2 (in fast channel) e la France Telecom è un'azienda pubblica ed ha anche problemi finanziari,però continua a fare queste offerte e non ha licenziato NESSUNO!FACCIAMO CAGARE IN TUTTO E PER TUTTO!

Marco Maino 28.09.05 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Salve, questo è il primo post che faccio in questo blog. Volevo solo proporre di creare una sezione dedicata a fare conoscere l'adsl dati, una realtà già esistente da alcuni anni, che ora sembra essere arrivata anche al grande pubblico. I vantaggi di questa tecnologia sono due: primo il fatto che si può avere l'adsl a banda "larga" senza pagare il canone a Telecom, secondo, ottenere un numero telefonico con la tecnologia voip, o addirittura la portabilità del numero telefonico che usavamo prima.
Approfondire le potenzialità questo tipo di adsl mi sembra una cosa che possa interessare e sopratutto far risparmiare un pò di soldi a tutti. Sono certo che il tronchetto dell'infelicità riuscirà a trarre vantaggi anche da chi usa questa tecnologia, ma non pagare più Telecom è già una piccola soddisfazione. Saluti Michele.

Kabubi 42 25.09.05 12:39| 
 |
Rispondi al commento

siete tutti molto competenti in materia. Io invece non capisco nulla di collegamenti intenet. Se io volessi fare un contratto internet ADSL con la linea di casa per collegarmi, qualcuno saprebbe consigliarmi il meglio in termini di costi / velocità?
Grazie ciao
sarah_baccenetti@hotmail.com

Sarah Baccenetti 21.09.05 16:09| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
quando parli e ci racconti la verità noi ridiamo;
ridiamo della verità!
Non l'accetto più ... la verità è sacra. Ti chiedo
sottovoce, dai vita ad un movimento politico.
Chiamalo "liberi.it" io mi iscrivo per primo e
farò pubblicità perché ti votino.
Questo è l'unico vero modo per dire basta!
Non voglio più ridere di queste storie che ci racconti, queste storie devono far piangere solo
chi ci ha annientato tutti i loro soprusi.

Questa unione virtuale che hai concretizzala ora
o sarà troppo tardi.

Grazie
ing. Ivano Mazzarotto

Ivano Mazzarotto 12.09.05 11:38| 
 |
Rispondi al commento

X colpa sua e grazie a Lei, caro Beppe, ho scoperto un'altra truffa dell'amico "Tronchetto della Felicità": dopo aver visto il suo dvd (grande!) ho acquistato una pc card della TIM x il mio pc portatile che utilizzava una frequenza EDGE "spacciata" x una velocità di connessione a 200 kbs. Faccio presente di possedere già una pc card però della Vodafone, con frequenza GPRS e che non m'ha mai dato problemi. Ho preso questa nuova pc in quanto ho sperimentato che con la Vodafone non supportava il sistema da lei consigliato di Skype, aveva bisogna d'una linea "veloce". Ho acquistato la scheda, € 179,00! in contanti senza assegni o cc su esplicita richiesta del negoziante!, e subito la sorpresa! Provo, ovviamente, ad utilizzare Skype con la nuova pc card ma ha lo stesso comportamento della rivale Vodafone, anche se dovrebbe essere almeno quattro volte più veloce! Chiamo l'assistenza, espongo il problema, mi chiedono qualche giorno x verificare e alla fine mi sento rispondere: "la marca della sua pc card (ONDA) ha quel problema, provi a farsela sostituire con una di altra marca dal negoziante". Dal negoziante apprendo che non vengono distribuiti altri modelli e che unica alternativa ho di aspettare che arrivi qualche altro cliente, fesso, che decida di acquistare la stessa pc card in modo da "girargli" la mia..... "Il Tronchetto della Felicità" pare abbia trovato un'altra soluzione per risolvere i suoi problemi......

Gaetano Cataldo 08.09.05 01:44| 
 |
Rispondi al commento

Gent.le Beppe Grillo,
La cosa che salva questa maledetta società (telecom) è la scarsa concorrenza nel mercato delle comunicazioni italiano. A me per un problema di connessione ADSL è dal 16 agosto che combatto(ho chiamato 187 volte quel ca--o di 187) ed, a oggi 7 settembre, ancora non ho ricevuto la riparazione del danno senza ricevere ne spiegazioni ne scuse. Considerate che tra poco arriverà pure la bolletta (210€ a bim.) e questi infami se non pago mi staccano tutto.
ossequi, viva l'informazione libera.
filippo savoia

filippo savoia 07.09.05 21:25| 
 |
Rispondi al commento

A proposito del numero 892892 vorrei sapere se e' legale che una societa' non telecom possa essere in possesso di dati che i cittadini hanno fornito solo a telecom.
Recentemente la stessa telecom ha inviato nelle case dei suoi abbonati dei questionari in cui chiedeva, tra le altre cose, se si voleva che i propri dati venissero utilizzati al di fuori dell'elenco telefonico o venissero forniti per inviare messaggi pubblicitari. Avendo risposto di no, do per scontato il fatto che non ricevero' pubblicita', ne' il mio numero e indirizzo verra' dato a nessuno, tanto meno alla societa' internazionale InfoNXX facente parte di un gruppo americano.
Ringrazio chiunque sappia darmi una risposta.

Cristina Toffanin 06.09.05 00:07| 
 |
Rispondi al commento

Please check some relevant information in the field of dutch online free strip poker dutch online free strip poker http://www.ablejobs.com/free-online-poker.html http://www.ablejobs.com/free-online-poker.html - Tons of interesdting stuff!!!

free strip poker girl 28.08.05 16:04| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

sono sconcertato dal comportamento di Telecom Italia.
Lavoro per una grossa catena alberghiera e possiedo un server di posta elettronica allacciato su rete Interbusiness di Telecom Italia.
Oggi mi vedo arrivare via fax una lettera minatoria da Interbusiness accusandomi di effettuare SPAM.
Sono veramente sconcertato.....è stra-risaputo che non siamo noi utenti ad effettuare SPAM ma sono proprio i server di Interbusiness ad essere nelle più grosse liste nere anti-Spam mondiali.
Infatti più volte a causa di queste liste siamo rimasti fermi giornate intere con le e-mail.
Nel fax, addirittura, mi scrivono che se continuo con questo comportamento mi staccano il collegamento!!!!!!
Non ho parole, è come se l'Enel si auto- staccasse la corrente!!!!!!
DEVONO MORIREEEEEE!!!!

Ciao.

Davide

Davide Bernasconi 18.08.05 17:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Adorato Beppe, ho appena ricevuto il tuo DVD e una volta ancora ti ho innalzato tra i maestri dell'epoca che ho la fortuna di vivere... peccato che la conoscenza di cui parli la sento ancora lontana... grazie di essere come sei...
Ti segnalo una cosa che mi ha fatto rizzare i capelli e che, spero, approfondirai.
Mia suocera (santa donna) riceve una telefonata da un operatore Wind, a fine giugno, che senza mezzi termini le esplicita il fatto che TUTTA LA RETE TELECOM DI BELLUNO E PROVINCIA PASSERA' SOTTO WIND in tempi brevi, per cui deve sbrigarsi ad abbonarsi. La santa donna (santa, ma scafata) declina il "gentile" invito categoricamente. Dopo qualche giorno le arriva a casa una lettera da parte di Telecom che dichiara che "COME DA SUA RICHIESTA" sul suo numero telefonico è stata attivata la preselezione automatica verso Wind. Da buon montanaro (scarpe grosse ma cervello fino) prendo in mano il telefono e chiamo Wind (che si scusa per il "disguido") e il mitico 187 di Telecom che mio invita a mandare un fax di disdetta della presenzione, ecc, ecc. Nel frattempo Wind si accaparra un mese di telefonate in quanto per l'operazione di disdetta questo è stato il tempo tecnico necessario...
San Beppe aiutaci tu....
Con amore imperituro...

Luigi Pais dei Mori 26.07.05 14:42| 
 |
Rispondi al commento

Ciao "socialista svizzero", questo è stato il mio primo pensieo quando ti ho visto sulla TSI:sai socialiti in Cina, in Tunisia, adesso anche in Svizzera....complimenti BEPPE è stato un piacere essere preso dalla tua performance.

Visto quanto scrive john :
ciao beppe , ..... mi chiedevo se fosse possibile fare lo stesso lavoro per skype....coprirei mezza italia visto le voci che sento nelle varie imprese
ciao john
Postato da: john patrick rocco il 20.06.05 23:17

sarebbe interessante poter colloquiare con lui. ci metti in contatto? grazie...continua così, anzi di più!
rocco

Rocco Spinelli 22.06.05 10:30| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe , ho visto 2 delle tue serate , sai è proprio vero ,visto i problemi mediatici pensavo fossi morto .....invece gridi piu' di prima ..come va il cuore?
sono stato molto affascinato della tua "performance pubblicitaria" sul voice ip "skype"... in questo periodo faccio il commerciale per 2 ditte dei quali 1 ha il mandato di telefonia "wind" , mi chiedevo se fosse possibile fare lo stesso lavoro per skype....coprirei mezza italia visto le voci che sento nelle varie imprese
ciao john

john patrick rocco 20.06.05 23:17| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe , ho visto 2 delle tue serate , sai è proprio vero ,visto i problemi mediatici pensavo fossi morto .....invece gridi piu' di prima ..come va il cuore?
sono stato molto affascinato della tua "performance pubblicitaria" sul voice ip "skype"...insomma quella cazzo di telefonia a gratis tramite internet in questo periodo faccio il commerciale per 2 ditte dei quali 1 ha il mandato di telefonia "wind" , mi chiedevo se fosse possibile fare lo stesso lavoro per skype....coprirei mezza italia visto le voci che sento nelle varie imprese
ciao john

john patrick rocco 20.06.05 23:16| 
 |
Rispondi al commento

sai Beppe,da quando ho abbandonato telecom mi hanno già chiamato 2 volte per "riconquistare la fiducia persa" e quando ho detto loro che ho avuto esperienze terrificanti con la società di Tronchetti Provera mi hanno risposto "eh..adesso siamo molto migliorati.. ce l'hanno in tanti con questa povera persona..."!!!
A parte che vogliono riconquistarti con dei prezzi che ti sembra ti prendano per il ...

alessandro caruso 18.06.05 11:13| 
 |
Rispondi al commento

Gentile Sig. Grillo,
ho letto da poco il suo articolo del 5 maggio 2005, Ho visto il futuro, pubblicato da Internazionale 589.
Mi ha colpito particolarmente l’articolo che vi è citato dall’Economist, sulle problematiche legate agli abusi della pubblicità e dei nuovi modi che la gente sta inventandosi per contrastare o, almeno, evitare.
In merito a questo aspetto della questione vorrei raccontare un aneddoto che mi é capitato ieri, 7 maggio 2005.
Circa un mese fa ho ricevuto, nel pomeriggio, una telefonata in cui una certa Sig.ra R. mi richiedeva qualche minuto di attenzione per parlarmi della convenienza di un’offerta di telefonia con Infostrada. Appena ho capito di cosa si trattava ho detto testualmente:
"No grazie, non sono interessata a niente di alternativo al contratto che ho.".
È vero che non ho dato soddisfazione all’operatrice che in effetti ha reagito con qualche secondo di mutismo prima di salutare con tono scocciato...
Il giorno dopo la telefonata si è ripetuta e, l’operatrice di Infostrada che mi interpellava era di nuovo R. (immagino che R. si occupi della mia città o zona). Ho reagito con ancora più anticipo del giorno prima, anche perchè ho riconosciuto la voce della sig.ra R. che ha però avuto il tempo di nominare Infostrada. Ho di nuovo detto, testualmente : "No grazie, non sono interessata a niente di alternativo al contratto che ho.".
Con mia grande sorpresa (perchè è la prima volta che un operatore di compagnie telefoniche che mi propone telefonicamente offerte particolari, periodiche o altro, non prende atto della mia risposta negativa alla sua offerta. Gli operatori di Telecom e Tele 2 hanno sempre registrato al primo colpo il mio no.), ho ricevuto la terza telefonata di Infostrada per opera della sig.ra R. L’ho riconosciuta subito, anche perché ha un leggero accento , e questa volta, ho buttato giù.
Faccio un lavoro di ricerca e davvero non ho energie da sprecare per far capire a questa operatrice che deve lasciarmi in pace e per spiegarle che, forse, per fare bene il suo lavoro, dovrebbe depennare le persone chiamate che già hanno risposto alle sue domande.
La cosa deve averla offesa, e qui, credo, non c’entra tanto la politica martellante delle compagnie e dei loro mezzi pubblicitari quanto il caracttere particolarmente permaloso dell’operatrice in questione.
Nei giorni successivi ha richiamato almeno tre volte ottenendo sempre il mio pronto riagganciare al suo pronunciare "R. di Infostrada".
Stavo progettando di mandarla a quel paese quando, ieri, ha chiamato dopo un paio d’ore che avevo riagganciato senza ascoltare oltre il suo meccanico messaggio promozionale, e ha detto testualmente, immediatamente dopo il mio "Pronto ?" :
"Ah. Lei, MALEDUCATA !".
Proprio così. L’operatrice R. di Infostrada, che non sa fare il suo lavoro poiché non prende nota dei risulatati delle sue indagini telefoniche, che mi chiama a casa mia insistendo e disturbandomi oltre misura, ha finito per dare della maleducata a me!
Questa operatrice confonde i piani, mi sembra di capire. Fa delle questioni personali su dei fatti di mercato ; trasgredisce anche immagino alcuni punti della deontologia della sua funzione; spreca soldi del suo datore di lavoro in telefonate ostinate, non mirate allo scopo per cui viene pagata...
Inoltre, credo di poter dire che l’Economist pecca, forse, di eccessivo ottimismo quando dichiara che "Per la prima volta il consumatore è il capo.".


sabina rovera 08.06.05 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Vado sul sito dell'NGI il 12 aprile 05
(internet.ngi.it)
Attratto dalla possibilità di mettere internet senza il canone dei telecom (installando una linea voip NGI). Ho fatto il contratto, ma dopo qualche giorno mi è arrivata la mail da luca spada (direttore NGI) che informava sui problemi che telecom creava agli utenti che abbandonano il canone. In poche parole dice che la telecom tiene in sospeso l'attivazione per 2-3 settimane, poi rifiuta il collegamento perché non hanno più doppini.. puoi ritentare la fortuna altre 2 volte (sempre 2-3 settimane ogni volta) ma la risposta nella maggior parte dei casi è la solità. comunque ho qualche dubbio che abbiano finito i doppini. ma all'ngi, anche se qualche settimana fa non sapevano il problema, perché ora non bloccano le attivazioni? E soprattutto, perché sul sito non riportano alcun problema? anzi, danno tutto per risolto? Io ho pagato soldi veri,e per ora mi ritrovo con il solito pugno di mosche (potrei recedere dal contratto dopo 3 mesi). L'unico motivo per cui non disdico il contratto, è che anche io sono contro il monopolio della telecom, e aspetterò pazientemente questa attivazione perché mi sono veramente stufato del canone. E spero che NGI si faccia valere (io i soldi glieli ho dati).

Se qualcuno ha delle dritte o novità, please, fatelo sapere.. GRAZIE!!

Paolo Rinalducci 30.05.05 16:49| 
 |
Rispondi al commento

Quando sento parlare della vendita di lotti della luna,sogghigno pensando che c'è gente più malata di me (gli acquirenti) e gente perfida che vende (ma chi ha stabilito esser sua?)l'amata lancetta dei mesi nell'orologio della natura.
Poi mi trovo che io non possa farmi 30 metri e arrivare al di là della strada con il sistema wifi(0,1 watt)per condividere l'adsl con il mio amico perchè il segnale transiterebbe su proprietà pubblica (l'aria?).Mi spiegate allora perchè mia nonna deve avere davanti a casa sua 3 antenne TELECOM WI-FI (10 watt o più?)per far navigare quello che le abita dietro visto che il computer lei neppure ce l'ha?
Mi sa che più che proprietà pubblica è proprietà TELECOM-TIM, che oltre che vendere l'aria (wi-fi e gsm)vuole tramite leggi del genere fatte da "infiltrati" impedire che essa sia condivisa da noi poveri e quindi economizzata(ADSL porta a porta).
Ma state attenti che mia nonna quando sarà morta di tumore al cervello vi viene a tirare tutti per i piedi di notte, dopo.. aver fatto uno squillo, ovviamente!...:"sette giorni...".

Andrea Cappanari 30.05.05 15:20| 
 |
Rispondi al commento

Ciao scusate x la domanda... è + di 2 anni che pago x niente il canone telecom... posso eliminarlo? Chi devo contattare?

Matteo Viceconti 27.05.05 15:41| 
 |
Rispondi al commento

Se me lo avessero raccontato, stenterei a crederci.
Nella fattura Telecom Italia di Settembre 2004 mi vengono addebitate 28 Euro iva compresa per connessione internet con altro operatore, chiamo telecom e mi spiegano che si tratta di una connessione fraudolenta utilizzando un "troian", mi suggeriscono di fare denuncia e scorporare dalla bolletta i 28 Euro.
Faccio come dicono e tutto prosegue fino al 16 maggio 2005 quando mi ritrovo senza telefono per mancato pagamento di una bolletta, premetto che in 30 anni di cliente non ho mai pagato una sola bolletta in ritardo, detto ciò, chiamo il 187 e faccio presente che non funziona il telefono, quali sono i motivi, inoltre faccio presente che, essendo stato sottoposto a trapianto cardiaco di recente, presso il De Gasperis di Milano ed abitando in Calabria, necessito del telefono per la modulazione della terapia antirigetto, ed ancora che, nella mia zona la telefonia cellulare non è una realtà ma un miraggio, quindi devo necessariamente riavere il mio contatto telefonico con l'ospedale Niguarda di Milano, mi dicono che si tratta di un problema di elaboratore, che risolveranno tutto in pochissimo tempo, pensavo che il termine pochissimo tempo fosse inteso come arco di un giorno, ad oggi (24 maggio), 8 giorni dopo, non ho ancora avuto il mio telefono.
Di telefonate ne avrò fatte decine o forse centinaia, al 187, molte volte, dopo minuti interminabili di attesa, alzavano la linea e staccavano, questo è un discorso di educazione, sicuramente ignota alla Telecom.
Stamani, difronte alle mie innumerevoli proteste, e fax, ed altro, mi son sentito dire "la sua pratica è in amministrazione", dimenticavo di dire che nel frattempo avevo pagato i 28 euro ed inviato copia del versamente tramite Fax.
Questa è Telecom... questa è l'Italia, mi chiedo in quale parte del mondo, difronte ad una situazione come la mia, non avrebbero provveduto ad allacciare la linea.
Sono semplicemente schifato, ed a costo di spendere molto di più, di Telecom nella mia vita non ne voglio più sentire parlare.

Alfonso Bagnato 24.05.05 10:36| 
 |
Rispondi al commento

Secondo AIIP, il caso di Alice Mia Voce è l'ultimo di una serie di vicende incentrate sul VoIP, nelle quali "Telecom Italia ha sempre prima accelerato e poi fatto brusche frenate", racconta Quintarelli.

Primo esempio: "l'anno scorso Telecom ha accelerato portando sul mercato il telefono di Alice; come AIIP abbiamo chiesto a Telecom di consentire ai nostri associati di interoperare. Il risultato è stato che piuttosto di cooperare, Telecom ha frenato preferendo ritirare l'offerta dal mercato".
Secondo: "a dicembre ci ha detto che le linee "DSL solo Dati" (che sono l'intelaiatura su cui si poggia la VoIP) non le avrebbero più fornite. Più che una frenata, una retromarcia. A gennaio ci hanno detto "ci siamo espressi male, continuiamo a darle" (forse, perché sarebbe stato illegale)". Opinione di AIIP è che "queste successive accelerazioni e frenate, da parte di un colosso come Telecom, generano confusione nel mercato e anche sfiducia nella tecnologia, come ci riportano dei clienti di alcuni associati. È un peccato perché con questo comportamento ondivago non si favorisce l'innovazione tecnologica in Italia".

tratto da punto-informatico.it

ciao a tutti..

tamer shahin 19.05.05 19:30| 
 |
Rispondi al commento

E' già la seconda volta che mi succede:
Tento di attivare una ADSL con NGI su linea dati indipendente.
Questa dovrebbe essere portata da Telecom.
Telecom, puntualmente, comunica un KO della pratica, di default, nel migliore dei casi "inventandosi" motivazioni inesistenti.
Dunque, una sono riuscito ad attivarla (dopo mille peripezie).. ora sono in attesa per la seconda (già KO-ata 2 volte)...

Massimo Del Genio 16.05.05 19:48| 
 |
Rispondi al commento

APPROPOSITO DI SKYPE!!!
Salve a tutti. Dopo aver visto lo spettacolo, come 19enne sempre attaccato al PC e a inernet, avevo deciso di far conoscere Skype a tutti, data la sua convenienza.
MA SKYPE E' CONVENIENTE SOLO IN ALCUNI CASI!!!
Se cliccate su questo link (http://www.187.it/cgi-bin/di_187/di/187/di3/demand/browseChannel.do?bodyScript=/jsp/viewFaqAction.do&BV_UseBVCookie=Yes&assistenza=Yes&channelId=-536887527&pageTypeId=536888876&codice_contesto=-536894876&codice_argomento=-536894914)
trovate le tariffe Telecom al minuto.
In questo link invece (http://www.skype.com/products/skypeout/rates/all_rates.html) si possono notare le tariffe Skype (dipende il Paese che chiami: se chiami in Italia spensi tot. in Germani Tot, INDIPENDENTEMENTE da dove ti trovi)

Con Skype si paga 0.02 centesimi verso i fissi e 0.30 centesimi verso i cellulari.

Se guardate il primo link relativo alle tariffe Telecom noterete che per le locali (tariffe in centesimi)
Scatto alla risposta: 7,87, fascia oraria intera: 1,43, fascia oraria ridotta 0,82.

Tralasciando lo scatto alla risposta, con telecom si paga neanche un centesimo al minuto nella fascia ridotta.
Per i telefonini dipende dalla compagnia telefonica, comunque in alcuni casi si paga comuqnue meno di skype.

In altre parole Skype è conveniente solamente se:
chiami all'Estero
chiamate Interurbane
se l'altro utente a skype la chiamata è gratuita.

Se Skype si diffondesse a tutti la cosa ovviamente converrebbe ma non tutti utilizzano spesso il PC e sono collegati ad intenet. E poi è come dire "comprati il videofonino, che se chiami chi ce l'ha lo puoi vedere". Grazie al caxxo, ma gran pochi sarebbero spinti a fare il primo passo.

Insomma, se dovremmo fare una chiamata interurbana o intenazionale.. insomma, QUANDO DOVREMMO CHIAMARE I PARENTI PER ORE E ORE DI SPETTEGOALMENTI, conviene, altrimenti.. no.

Insomma, Skype è conveniente solo per la mamma.

Telecom ti conteggia in bolletta anche mille altri servizi, e questa è una cosa che devo vedere... se il risparmi effettivamente esiste potrebbe essere solo di pochi centesimi. Bisogna guardare.

Ecco.. ho detto tutto.

Peccato, perchè a fine spettacolo ero proprio lanciato. Se potete smentirmi fate pure, vi prego.

Ciao a tutti!!!

Luca Mingardo 09.05.05 19:09| 
 |
Rispondi al commento

ADSL senza voce? Un calvario

Attivare una ADSL, per chi non ha una linea voce di Telecom Italia, da qualche settimana è diventato assai difficile. A quanto pare Telecom ne sta negando l'attivazione o l'accetta solo dopo lunghe insistenze del provider che l'aveva richiesta. Il problema è venuto alla luce per bocca dei provider che ieri, numerosi, hanno contattato Punto Informatico per portare il fenomeno all'attenzione del pubblico. E per far sapere ai propri clienti che non è colpa loro se attivare un'ADSL senza linea voce è diventato un'odissea. Ma si riflette anche nelle molte e-mail che la redazione sta ricevendo in questi giorni da parte di utenti che, appunto, aspettano ormai da mesi di vedersi attivata un'ADSL in assenza di linea voce di Telecom. Sembra essere tornati a dicembre 2004, quando Telecom sembrava essere sul punto di togliere dalla piazza questo tipo di ADSL. A detta dei provider, sembra che adesso ci voglia ritentare.
Per Telecom, invece, va tutto bene: come dice a Punto Informatico, i problemi di cui parlano i provider non le risultano. Le ADSL senza linea voce continuano a essere fornite regolarmente, "come da contratto con gli operatori". Già, perché attivare questo tipo di ADSL non è un'eccezione, non è un favore che Telecom farebbe ai provider. È un loro diritto, scritto nei contratti fatti con Telecom per l'acquisto delle ADSL all'ingrosso.

In particolare, sono tre i casi in cui Telecom, da contratto, si impegna ad attivare agli utenti di altri operatori le ADSL su doppino aggiuntivo: se manca una qualsivoglia linea telefonica, se la linea c'è ma non è di Telecom (l'utente è in unbundling con Wind o Fastweb, per esempio), se è di Telecom ma è già occupata da un'ADSL. In quest'ultimo caso, l'ADSL su doppino aggiuntivo serve a chi, in ufficio, ne vuole più di una. Sono alternative nate abbastanza di recente; in passato, infatti, Telecom era propensa ad attivare l'ADSL su doppino aggiuntivo solo a chi aveva l'ISDN.

Quello che i provider stanno contestando a Telecom, quindi, è di non rispettare i contratti e di impedire loro, così, di acquisire nuovi clienti. Si noti che l'ADSL senza linea voce non è un fenomeno di nicchia. Per i piccoli provider è quasi core business: "negli ultimi due mesi abbiamo ricevuto il 70% di richieste di ADSL senza linea voce Telecom Italia", spiega Massimiliano Lauricella, responsabile business development di Telvia. "Questo incremento delle linee ADSL senza linea voce è dovuto anche all'offerta VoIP di Parla.it, di cui siamo partner e che può venire attivata in bundle con la nostra ADSL, con o senza linea voce, e permette, insieme alla linea ADSL di Telvia, di avere un servizio voce completo e indipendente da Telecom Italia".

Fonte "http://punto-informatico.it"

bub 7 04.05.05 12:36| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me sulla Telecom ci guadagnano i politici per questo motivo non liberalizzano la telefonia fissa come nei telefonini.

Avete pensato al canone Telecom ?
Non capisco perchè lo faccia pagare se le infrastrutture sono già state pagate dall' ex SIP

E per qualè motivo se voglio passare ad un altro operatore concorrente devo prima passare da Telecom pagare per un anno il canone e poi posso slacciarmi dalla Telecom ?
Perchè le linee sono le sue ? Non sarebbe meglio che lo stato li espropria ?

Lo sapete che in altre paesi europei il costo delle telefonate e di internet e molto inferiore mentre qui si paga molto ma molto di più ?
Non dovrebbe essere il contrario ?
Ma come la Telecom ha le proprie linee telefoniche è fanno pagare molto invece all' estero la Telecom non ha tutta la rete è fanno pagare di meno ?

Andrea Carbonaro 04.05.05 11:13| 
 |
Rispondi al commento

spero tanto che tutto questo porterà al fallimento della telecom, sembra impossibile, ma chi credeva che la parmalt... a parte beppe!

la telecom nel 2004 ha avuto un MOL (Margine operativo lordo, cioè il guadagno della societa) di circa 250 Mln di euro, considerando che ha 25 milioni di abbonati, il mol annuo per ogni singolo abbonato è di 10 euro l'anno, questo sgnifica chedi tutti i soldi che gli diamo in un hanno solo 10 euro vanno nelle sue casse considerando le spese!!!

Dunque, l'unica socetà che gli fa veramente concorrenza è Fastweb, che ha la sua rete e che con meno di 500000 abbonati ha fatto un mol di 210 Mln circa, cioè 420 euro di utile per ogni singolo abbonato pari ha 42 volte quello di telecom.

Perché?

Fastweb ha creato e continua ad estendere una rete FULL IP, in poche parole tutto cio che fornisce fastweb Voce, Internet, TV, viaggia su IP, con costi bassissimi, sfruttando per ogni cosa l'accesso DSL, che permette inoltre di fornire molti + servizzi degli altri operatori, e di conseguenza piu ricavi, rispetto alle spese.

La mia opinione:
entro il 2006 fastweb raggiungera il 45% della popolazione con l'ADSL a 6Mbit/s ed entro il 2013 sarà raggiunta dalla fibbra ottica (attualmente a 10Mbit/s ma aumenterà piano piano, considerande che su un cavo si viaggiare fino a 80Gbit/s). Inoltre Libero e Infostrada stanno creando la loro rete naturalmente full ip (infostrada ha gia 25000 km) che le renderra concorrenti nel vero senso della parola.

Tutto questo significa che fra 5 anni max telecom sarà l'unica azzienda italiana(forse europea) non full IP, cio' non gli permetterà di offrire servizi in tempo, ed ben funzionanti (un esempio è il flamiggerato video telefono di telecom non su IP che dopo oltre un anno ancora non funziona, e le videochiamate di fastweb su ip esistenti da 3 anni le quali sin da allora funzionano perfettamente); se la telecom non si adeguerà in questo verso (fino al 2007 non è previsto) basta la perdità di un paio di milioni di abbonati, che farà crollare il suo bilancio economico portandola verso la banca rotta.

Secondome Ruggero, De Benedetti, TRonchetti Provera e (un altro AD che non ricordo il nome) non capiscono molto di networking, e non sanno le potenzialità che puo avere, a costi bassissmi!!!!


E pensare che nel 90 Telecom decise di cablare tutta l'italia in fibbra per poi cambiare idea nel '92!!!

claudio claudio 28.04.05 10:55| 
 |
Rispondi al commento

Il muro di gomma nelle telecomunicazioni.
Ho avuto un problema con Telecom relativamente ad un'attivazione di una linea telefonica non richiesta dopo aver fatto l'unbundling con Infostrada.
L'errore era palesemente stato fatto da Telecom visto che io non avrei potuto richiedere l'attivazione poichè fisicamente non potevo essere nella casa (era scaduto il contratto d'affitto e mi ero trasferito a più di 500Km).
Bene, di questo ho scritto a MiMandaRai3. Dopo aver atteso più di un mese ho provato a riscrivere però "tracciando" la mia mail.
Il risultato? Il loro server di posta mi ha avvisato che la mia mail era stata cancellata senza che fosse stata nemmeno letta.
Ho provato ad inviare la medesima e-mail a StrisciaLaNotizia (mi ha risposto automaticamente il server-gabibbo).
Allora ho inviato la stessa e-mail al sito del Garante delle Telecomunicazioni.
Incredibile! Non sono stato ricontattato, ma il problema 2 giorni dopo è stato risolto (dopo un'attesa di quasi 16 mesi). Una strana coincidenza, o no?

Gino Latino 28.04.05 08:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe, dopo averti ascoltato e letto,ho subito scaricato il software di Skype ben felice di poter non più pagare bollette da 180,00 euro a bimestre. Però, se non ho capito male, dovrò comunque continuare a pagare il canone Telecom e l'abbonamento all'ADSL più caro d'Europa per poter chiamare con Skype. Se così fosse allora non mi sembra che convenga molto; l'incidenza di canoni ed ADSL è pari al 60 o al 70% delle bollette quindi il risparmio sulle telefonate sarebbe (rispetto alle altre spese "accessorie" ma non facoltative) irrisorio.
Vorrei davvero lasciare Telecom (tra un po' non potrò più permettermela), dimmi se realmente oggi posso o se -viceversa- mi tocca ancora spendere 180,00 euro al bimestre.
ciao

Dario Landi 27.04.05 20:27| 
 |
Rispondi al commento

Commenti sulla serietà di telecom si sprecano ormai da tempo purtroppo telecom ha il monopolio della rete telefonica e oramai non riusciamo più a stare senza telefono; la cosa che più mi fa arrabbiare è che si prendono gioco di persone anziane che non si intendono di internet impegolandoli in casini enormi senza che nemmeno se ne accorgano.
Mia madre ha 64 anni e per essere una che ha fatto le scuole fino alla quinta elementare se la cava egregiamente con il computer( figuratevi
che ha installato la stampante di mio fratello da sola seguendo il libretto di istruzioni!)
dicevo,l'anno scorso le ha telefonato una di telecom ,una STRONZONA!che le ha proposto una offerta di alice adsl, essendo mio fratello invalido ha trattato con mia madre le ha spiegato come funzionava alice, le ha esposto i costi e le modalità di pagamento.Prima di riagganciare le ha dato un numero di telefono con un codice personale dicendo di chiedere di Simona se avesse avuto problemi o domande da fare.Il giorno dopo mia madre ha telefonato perchè ripensandoci non aveva compreso bene alcune cose al chè SORPRESA! La suddetta Stronzona non lavora per telecom e il numero corrisponde a tinit dove nessuno sa chi sia questa Simona, comunque prima di parlare le chiedono il nome dell'intestatario della bolletta, il codice fiscale e poi la fanno parlare ma ormai è troppo tardi. Dal momento che lei ha fornito i dati ha stipulato senza chiedere nulla un contratto adsl con tinit che provocherà disagi per un anno.
Quello che non riesco a capire è come si può stipulare un contratto con una persona che non firma nessun contratto?Mi hanno sempre insegnato che ciò che conta non è la parola data ma il nero su bianco e visto che non è stato firmato niente come possono attivare qualcosa che non è stato mai chiesto?
Vorrei inoltre sapere chi è l'imbecille che ha inventato il tacito consenso quando a farne le spese sono gli anziani che per paura di incappare in problemi giudiziari non reclamano e accettano qualunque cosa venga attivata a loro nome.La legge purtroppo è dalla loro parte perchè quando ho chiesto spiegazioni mi hanno risposto che per legge il tacito consenso vale come una firma, ma non capiscono che i dati personali di un abbonato sono reperibili da chiunque lavori nel settore? E'pericolosissimo e non se ne rendono conto. Scusate se mi sono dilungata ma è un argomento che mi sta a cuore.
Saluti da Cris

Cristina 22.04.05 00:06| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe bello poter esprimere la mia idea sul servizio a banda larga della telecom, ma ahime il servizio Adsl per me non é disponibile.
Chissà cosa avrò mai fatto per meritarmi questo.
Sono arrivato al punto di maledire la telecom ogni santo giorno.
Io spendo, rispetto a chi ha l'adsl, 100 volte di più e vado 100 volte più lento però, pago lo stesso canone.
Basta che mi sto incazzando ancora di più

fabrizio cognigni 21.04.05 10:17| 
 |
Rispondi al commento

Una semplice ed inquietante domanda:perchè la Telecom fornisce in Francia il servizio ADSL al costo di circa 5 euro al mese,mentre in Italia lo fornisce a circa 35 euro??

lorenzo fiordomo 19.04.05 15:07| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Roberto,spero che con il tempo tutte queste tecnologie che DOVREBBERO aiutaraci a comunicare con il mondo siano vermente fruibili come dovrebbero.
ADSL e digitale per tutti... questo sarà il mio slogan. Grazie a te e a Beppe che é un MITO!!!!

Lorella Romanelli 17.04.05 13:32| 
 |
Rispondi al commento

Lorella Romanelli,

effettivamente qualche problema l'ho avuto pure io, infatti questa tecnologia mi sembra ancora all'inizio e qualche problema ce l'ha, l'aiuto dello stato sull'acquisto l'ho inteso proprio in questo senso. Probabilmente in italia sara' il calcio a dare una spinta allo sviluppo, a differenza di altri paesi come la svizzera, che calcio o no, hanno sviluppato la tecnologia punto e basta. Comunque per poter vedere decentemente i canali che dicevo ho dovuto fare un po di cose, come ad esempio far venire l'antennista a casa mia e far puntare l'antenna verso i ripetitori digitali, ho dovuto aggiornare il software del decoder.
Per te e a chi interessa esiste questo forum: http://www.freeforumzone.com/viewforum.aspx?f=33120
dove ci si da una mano a risolvere i problemi per ricevere decentemente i canali del digitale terrestre.

Ciao a tutti

Roberto Forzelin 17.04.05 10:46| 
 |
Rispondi al commento

Roberto Forzelin , ho letto nel tuo msg blogg che vedi la TSI Televiosne Svizzera , Io che ho il digitale e sto a 1 km alla Svizzera Perche non la vedo??? Perche il mio digitale terrestre si vede uno giorno No e tre giorni Pure. Appaiono e scompaiono i canali come gli pare ?? stiamo pagano lo scotto per avere creduto della tecnologia , ma siamo delle pure cavie.

Lorella Romanelli 17.04.05 10:26| 
 |
Rispondi al commento

In merito ai servizi VoIP (telefonìa via Internet): Repubblica online ha attivato da tempo questa possibilità.
Qualcuno ha provato il servizio?
Funziona?
E i costi?

ciao

Fabio Zepparelli 14.04.05 12:42| 
 |
Rispondi al commento

HAHAHAHAHA e continuiamo a salire dall'8° posto ora siamo al 7°.

Francesco Maiorano 13.04.05 17:59| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, sono uno dei molti ammiratori che ti hanno ascoltato il 10/04 a Firenze.
Una delle cose che maggiormente ci ha incuriosito è sicuramente il sistema P2P di Skipe, a tale proposito vorrei chiederti qualche delucidazione, non chiara sul sito ufficiale, in merito a:
- E' possibile telefonare anche col computer spento?
- E' possibile chiamare un utente non connesso alla rete in quel momento?
- Hai parlato di un particolare telefono, come fare per aquistarlo?

Spero tu possa trovare il tempo per rispondermi, Grazie comunque!

Ciao David, Infermiere, Nuovo Ospedale San Giovanni di Dio, Firenze

Ps. MAgari ci vediamo a Bibbona

david Buccioni 13.04.05 14:05| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei proporre a Grillo di organizzare una vendita sul suo BLOG anche dei suoi vecchi spettacoli in VHS o DVD (dagli anni novanta in poi, o anche prima) visto che ha iniziato la promozione di BEPPEGRILLO.IT del 2005 che, tra parentesi, mi sono andato a vedere con sommo divertimento.

Leonardo Bagnoli 13.04.05 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Oggetto: Software Libero

Ciao Beppe....

sono stato al tuo spettacolo di perugia ieri sera...
complimenti... fenomenale...
ho visto però che per proiettare le diapositive usavate il sistema operativo proprietario per eccellenza (windows) e così (ovviamente) per spedire posta ecc...
mi chiedevo:
avrai sicuramente sentito parlare del software libero (che seppur solo filosoficamente è diverso dall'OpenSource) o anche di Linux ecc....
perchè non adottarlo e studiarne un po' la logica per diffonderlo???
è un altro straordinario esempio di conoscenza e sapere diffuso tramite la rete... proprio quello che con grande intuizione ci dicevi ieri sera...

l'associazione di liberi cittadini di città della pieve (PG) chiamata "Pieve Nostra" (un nome banale lo so ma non infierite) ha organizzato recentemente (come moltissimi altri enti o associazioni) un incontro su questo tema.
Nel sito
http://www.pievenostra.it
potrai e potrete trovare le presentazioni degli oratori (tra cui il presidente dell'associazione Software Libero) ed anche numerosi link estremamente utili sia per capire che per iniziare (anche su windows.... magari installando OpenOffice al posto di Office o usando Mozilla al posto di Internet Explorer)..
vi invito alla discussione su questo tema...
un salutone

Ivan


Ivan Marchesini 12.04.05 18:21| 
 |
Rispondi al commento

dopo lo spettacolo di perugia ho installato skype dal momento che contatto spesso un'amica che vive in marocco, tuttavia il costo al minuto è di € 0.209 che fanno 5,225 per 25 minuti a cui devono aggiungersi € 0,9 della connessione di alcie (molto, troppo cara!) ed anche 1€ e qualcosa ogni 10 di ricarica tranite carta di credito.
tuttavia acquistando ad una ricevitoria del lotto la edicard africa parlo 25 minuti spendendo 5 euro cioè 0,225 in meno di skype senza il costo della connessione e circa !,3 € in meno con il costo della connessione, in entrambi i casi non mi è sembrato conveniente.
qualcuno può darmi delucidazioni?
skype conviene realmente rispetto alle carte telefoniche internazionali?
perchè promuovere skype?
grazie dell'aiuto

marco santopaolo 12.04.05 16:41| 
 |
Rispondi al commento

Scusate... ma oggi parliamo di cellulari... Non è che sia il mio argomento preferito, ma siccome stamattina su duecento automobilisti che ho incrociato, 180 stavano parlando da soli come deficenti, mi sembra il caso di dedicarci quattro righe...
Innanzitutto se non lo sapete, noi Italiani siamo quelli che hanno procapite, (che non è una parolaccia ma significa ciascuno) più cellulari di tutti nel mondo!!
Cioè... non è che c'è un cellulare ogni tot. abitanti... oramai ci sono un tot. di cellulari ogni 1 abitante.
Una volta non c'erano e io mi ricordo che si campava lo stesso... forse pure meglio, che se ti volevi fare 5 minuti di cazzi tuoi, te li potevi pure fare... adesso no... se ce l'hai spento "perchè ce l'hai spento?" se non rispondi "dove stavi?", se rispondi "e quanto ci metti a rispondere?"... oramai siamo controllati da questo cavolo di apparecchio che ci toglie il respiro... un po' perchè per farti sempre l'ultimo modello, ti togli la roba da mangiare dal piatto e si sa... senza mangiare ti cala lo zucchero, ti cala la pressione e pure i pantaloni che non hai neanche i soldi per rifarteli nuovi...
Adesso ci telefoniamo pure per dire "'ndo stai?"... "come... sò uscito da 5 minuti... stò pe' strada chette possino ammazzatte... 'ndo devo stà?..."
" richiamami quando arrivi al lavoro"... si... ti richiamo... ma che mi devi dire??? è scoppiata la guerra nel frattempo??
5 minuti fà ero a casa e il tg stava parlando delle mutande che andranno di moda quest'estate!!
...forse non confiniamo più con la Svizzera ma con l'Afghanistan per via di qualche tsunami?? Che mi dovrai mai comunicare??... boh...
Infatti arrivi al lavoro, richiami, e non si ricorda neanche quello che voleva... al che se ancora non l'hai staccato per nessuno, il primo vaffa lo stacchi per tua moglie...
Io mi ricordo che negli anni '80 che ancora non ce l'aveva nessuno, m'è capitato si e no una volta di dover telefonare a casa da una cabina e ho trovato pure occupato! Eppure eccomi qua! vivo e vegeto...
Ora è diventato indispensabile, la maggioranza dei cellulari di adesso fa tutto tranne le telefonate, forse coi modelli più nuovi ti ci puoi pure fare la barba mentre senti la musica, ti fotografi tutto, giochi perchè tanto non c'hai un cazzo da fare che sei disoccupato, però se devi telefonare a qualcuno è un po' più complicato... magari a quell'ora c'hai la tariffa che se chiami a uno con la tariffa di "tre" dopo due ore capisci che ti conveniva chiamare tre con la Uno che ti venivano a prendere per ricoverarti...
Troppo complicato... io non mi ci ritrovo... io sono abituato a farmi una macchinetta fotografica se devo fare le foto, se devo giocare mi compro un gioco, se devo telefonare mi procuro un telefono e non st'ageggi che solo per capire come si aprono devi telefonare alla casa dalla cabina...
Ora c'è la video chiamata, praticamente ti vedono tutti che mentre parli, ti scaccoli, t'aggiusti le mutande da sopra i pantaloni e che c'hai due etti e mezzo di forfora che pare che nevica "tutto intorno a te"!!
E sempre tutto intorno a tte, ci stanno altri 15 deficenti che parlano col telefono a mezzo metro perchè si devono far vedere mentre parlano... forse sono i telefoni per i sordi che dovranno seguire il labiale... non so... sono confuso... oramai i messaggini sono superati... te li regalano... c'hai 100 messaggi gratis al giorno per tutto l'anno se ti fai una foto e la mandi a Schicchi... ma come fai a scrivere 100 messaggi in un giorno??... lo fai di mestiere??
Ma quanto ti pagano?? Spero parecchio che ti devi mettere da parte i soldi per il trapianto del cervello...
No ragazzi... date retta a me... lasciatelo a casa... il primo giorno sarà dura, vi sentirete soli... il secondo andrà già meglio, vi comincerete a sentire più liberi... dal terzo in poi non vedrete l'ora di tornare a casa per fiondarlo dal balcone!
Buona videochiamata a tutti!!

bruno alfonsi 12.04.05 16:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Riferito al mio post precedenti. Le parti in neretto, quelle accettate, sono gli ultimi due paragrafi,ovvero:

I case studies di questa tesi sono stati due paesi molto diversi tra loro per locazione e storia; la Repubblica Democratica del Congo devastato da anni di guerre interne e dallo sfruttamento
bianco e la Bielorussia cui Chernobyl mozzò le gambe nel 1986 (e l'indifferenza europea sta mozzando il resto).

Oltre allo studio dei casi si è intrapresa la via della certificazione informatica ICDL per il Congo e quella ECDL per la Bielorussia. Nei capitoli seguenti verranno illustrati i dettagli del lavoro svolto, i risultati raggiunti e i passi da affrontare nel futuro.

ing. G.Tolva 12.04.05 15:28| 
 |
Rispondi al commento

Questa è l’introduzione della tesi che avevo proposto,
************************************************

Non sarebbe splendido vivere in un mondo di pari opportunità dove per pari opportunità non si intendano le fregnacce del nostro stile di vita (tre televisori a famiglia, quattro auto, cinque cellulari e i centomila oggetti inutili che riempiono le nostre case?

Un mondo di pari opportunità per i cinque continenti. Almeno due pasti al giorno, un riparo dalle intemperie, un'istruzione che permetta di cogliere la magia di un postulato matematico, l'armonia dei versi di Neruda, l'intelligenza delle strofe di Brassens, l'infinita bellezza del canone in Re maggiore di Pachelbel.

Certo che sarebbe splendido, un sogno, un'utopia. La realtà è invece che sul nostro pianeta di pari opportunità 148 uomini possiedono l'equivalente di 2 miliardi e 800milioni di persone. Una distribuzione delle risorse folle. Una distribuzione delle risorse che non può portare che ingiustizie, conflitti, risentimenti e guerre.

In questo scenario mondiale di certo non roseo l'informatica si staglia alta come panacea dei mali del mondo. In Africa villaggi interi non hanno acqua, cibo, medicine, case e tutto ciò di cui ha veramente bisogno un uomo per sopravvivere dall'alba al tramonto. Bene, dicono i più convinti futurologhi informatici, portiamo loro internet, saltiamo la fase di sviluppo agricolo e industriale e
portiamoli direttamente al nostro livello... lavoro da casa per tutti!

L'inconsistenza di tali affermazioni estreme appare chiara a chiunque e non è ambizione di chi scrive convincere di una soluzione informatica dei mali del mondo. Una soluzione può però partire esclusivamente da una presa di coscienza dei vari popoli della realtà mondiale. A tale fine l'informatica ed in particolare internet potrebbero essere mezzi potentissimi.

Dare un accesso al mondo tramite il computer potrebbe servire ad aprire gli occhi a molti e cercare una via di dialogo e uno sviluppo davvero sostenibile per quei paesi che vedono perire a milioni le proprie popolazioni.

Se da una parte l'informatica viene vista come la soluzione, dall'altra è demonizzata con l'accusa di aggravare ulteriormente il gap tra i 148 e i quasi 3 miliardi. Se portiamo la nostra tecnologia labour saving in realtà dove la disoccupazione è elevata questa non potrà che aumentare in favore di pochi e a scapito di moltissimi.

Tra i demonizzatori e i vanagloriosi dell'informatica è scontato che la verità stia nel mezzo (lo sosteneva già Siddarta). Informatica e internet sono di per sè neutri. L'uso che ne verrà fatto li renderà utili o disutili per i vari sistemi in cui verranno introdotti.

I case studies di questa tesi sono stati due paesi molto diversi tra loro per locazione e storia; la Repubblica Democratica del Congo devastato da anni di guerre interne e dallo sfruttamento
bianco e la Bielorussia cui Chernobyl mozzò le gambe nel 1986 (e l'indifferenza europea sta mozzando il resto).

Oltre allo studio dei casi si è intrapresa la via della certificazione informatica ICDL per il Congo e quella ECDL per la Bielorussia. Nei capitoli seguenti verranno illustrati i dettagli del lavoro svolto, i risultati raggiunti e i passi da affrontare nel futuro.

**********************************************
Solo le parti in neretto sono state accettate. E mi hanno anche fatto togliere le parentesi sull’indifferenza europea. Viva il Politecnico di Torino!

ing. G.Tolva 12.04.05 15:25| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe,

una segnalazione che ti interesserà:il quotidiano francese Libération nel numero di oggi, 12 aprile 2004, dedica la copertina alle telefonate a buon mercato via internet, citando ovviamente Skype. Tre pagine di événement "fatto del giorno" (4-5-6). Questo il link: http://www.liberation.fr/page.php?Article=288995

Tanti saluti, con simpatia

Marcello

marcello foa 12.04.05 14:00| 
 |
Rispondi al commento

Volevo dire qualcosa sul digitale terrestre di La7.Dire che,oltre che pagare 20€ di ricarica;di cui 4€ solo di tasse,bisogna chiamare il numero verde 800-151-151 (per acquistare l'evento sportivo desiderato), che non è mai attivo chiaramente.Bella fregatura. Per poter vedere una
partita bisognerebbe fare 199-151-151.Con una tariffa al minuto di 0,10 cent al minuto IVA inc.
Però per sfortuna l'operatore non è mai disponibile, intanto passano da 1 min e mezzo 2 min. ad ogni tentativo.E' una vera truffa.....Ciao Beppe sei un grande.

Pasquale Pratico 11.04.05 13:13| 
 |
Rispondi al commento

Informandomi in Internet su Skype,ho visto che esiste un'altra buona alternativa:il sito www.parlo.it. E'di un'azienda francese che offre telefonate tramite Adsl in tutta Italia al costo mensile di 19,50 euro.C'è nessuno che sa qualcosa di più?

Simone Priori 11.04.05 10:59| 
 |
Rispondi al commento

qualcuno può aiutarmi a darmi alcune info su skype?
ho provato ad istallarlo ma norton vuole che io blocchi il file skype.exe cosa faccio?

una volta istallato ed una volta in possesso di apparecchio telefonico, posso chiamare solo altri che in quel momento hanno il prgramma e sono in rete?
no è possibile chiamare cewllulari o telefoni fissi?
chi ha già skype e sa darmi tutte le info poibili potrebbe scrivermi alla mail gianluca3sca@yahoo.it
grazie a tutti.

gianluca tresca 10.04.05 12:16| 
 |
Rispondi al commento

credo che il popolo italiano sia vicino all'esaurimento, i soldi sono già finiti (vedi consumi).
Quanto durerà ancora la nostra pazienza, con una classe dirigenziale come abbiamo?

marco gori 10.04.05 10:04| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti!

Forse non tutti sanno che:
(le prime cavolate che mi vengono in mente dopo lo spettacolo)


1)Se sei un cliente TIM puoi mandare 10 sms gratis al giorno (non sono poki considerando il costo di 15c a messaggio) Direttamente dal sito del gestore telefonico!
2)con vodafone si possono invece inviare mms gratuitamente!sempre semplicemente dal sito del gestore stando attenti a dove si clicca!
3)Con Tiscali come gestore (io per esempio che ho Tiscali ADSL) si ha diritto a telefonate gratuite di buona qualità su tutto il territorio italiano verso i telefoni fissi

Il problema è che nn sono in molti a sapere queste cose (e ripeto sono solo esempi, infatti sono cavolate) perchè nessuno si informa,come ha detto stasera Beppe, perchè non c'è volontà, è troppo comodo vivere nel mondo della TV, dove credi quello che ti vogliono far credere!

BISOGNA ATTIVARSI!

Queste erano 3 semplici cavolate che tutti dovrebbero sapere, ce ne sono e ne conosco tantissime altre, per risparmiare e per mostrare quanto sia facile farlo!
Sono le 1, ho finito ora di vedere lo spettacolo, ho 15 anni, non sono un grande esperto del mondo, ma quello che ho sentito stasera è moooolto inquietante...Speriamo sempre e comunque in un futuro migliore!
Mi scuso per come ho scritto ma vista l'ora penso di essere scusato!! eheheheh Notte

CITO una delle regole della RETE:
Okkio a dove CLICKI!

BuDDa 1989 10.04.05 00:54| 
 |
Rispondi al commento

Ho intenzione di cominciare ad usare Skype, ho visitato il sito ma una cosa non mi e' chiara, che significa SkypeOut Global Rate?
Infatti prima dicono che c'e' una tariffa fissa di 1.7 EUR al minuto per certe destinazioni tra cui l'Italia, poi quando vai a spulciare in tutte le destinazioni, ti ritrovi alla voce Italia 0.02 EUR.
Qual'e' la tariffa effettiva? Vale anche per i cell?

Spero che qualcuno ne sia venuto a capo.

Gazie e ciao.

Roberto Paris 09.04.05 05:39| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, sei un grande ed un esempio per tutti.
Ci tenevo a dirtelo per darti uno stimolo, se ne hai bisogno, a continuare ad osservarci con spirito critico e disincantato.

Da parte mia, non potendo vederti di persona se non in modo estremamente saltuario (ristoratore, mestiere bello ma molto vincolante), conduco una piccola campagna:
RESUSCITA I MORTI VIVENTI

Vivo quotidianamente a contatto con molti giovani e giovanissimi (13-20 anni. Giorno per giorno, cerco di mettere davanti ai loro occhi una realtà diversa da quella di cui sono infarciti da TV e cellulari.

Katzo, questi ragazzi vivono di cellulare e non si rende conto di quanto sono manipolati, sfruttati e condizionati.

Nel mio piccolo, con grande pazienza, qualke risultato l'ho portato a casa e qualke occhio è un po' più viglile...

Tu, nel tuo grande, CONTINUA COSI'!!!!!!!

Ciao e grazie.

Roby

Roberto Fustinoni 07.04.05 14:10| 
 |
Rispondi al commento

Se gli ISP si attrezzassero a monte per filtrare lo spam , lo farebbero alla loro maiera (si dice col buco del culo, per capirsi). Meglio un software antispam sul proprio PC o sul proprio server, ma amministrabile e controllabile di persona.

Claudio Billi 07.04.05 00:04| 
 |
Rispondi al commento

ho tentato di comprare il biglietto per il tuo spettacolo.
non sono riuscito a portare a termine la transazione su baseagency.it perche' usavo mozilla (netscape) come browser, con linux.
ho dovuto usare explorer di windows...
peccato (lo so che non c'entri nulla) ma e' bene che tu lo sappia

-mimmo

mimmo parente 06.04.05 19:30| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe...
sto vivendo un periodo di rinnovata speranza per il genere umano di italica provenienza..ho assistito allo spettacolo del 2 aprile a bologna e oltre ad essermi divertito mi sto godendo la grandissima pacca fra i denti che si e' preso il...portatore nano di peluria posticcia alle regionali.
ho apprezzato tantissimo il tuo intervento sulla pirateria audiovisia.....e vorrei darti qualche spunto per far cadere la convinzione di trovarci di fronte al peggiore dei reati.
la pirateria audiovisiva e' sopratutto un fenomeno commerciale che le grandi major sanno fruttare molto bene.
che dire dei bancali di cd-r masterizzabili e tutte le apperecchiature prodotte in grandi quantita' dalle stesse multinazionali che posseggono case discografiche??' vedi sony music
oppure che dire della stessa sony che ha tratto un notevole vantaggio dalla pirateria per la vendita della famigerata playstation??
Perche' non parlare dei costi assurdi dei cd audio rispetto ai rispettivi costi di realizzo...mica tutti i cantanti fanno delle opere d'arte (tanto per sgombrare il campo da ogni ragionevolee dubbio).oppure del fatto che un indagine a livello europeo aveva dimostrato come in realta' il mercato discografico avesse avuto dei vantaggi per le vendite di artisti cosiddetti minori( si sa che se voui copiarti il cd da qualche parte lo dovrai pure comprare).
che dire invece dei dvd-video ..sopratutto quelli della disney che fanno leva sui nostri figli per farci sganciare 28 euro a dvd.
Magari si potrebbe approfondire sulla pirateria satellitare e di come una societa'produttrice di sistemi per l'accesso condizionato (leggasi NDS) riconducibile ad un tale Merdock Sia stata denunciata da Vivendi canalplus per aver fornito su internet il know how e le chiavi per decriptare la tv a pagamento dell'allora D+.
e' strano che poi sia stato lo stesso mardock attraverso stream a comprare d+ quando le sue azioni arano abbastanza in ribasso.
Oppure di microsoft che grazie alle copie pirata dei suoi sistemi operativi abbia tuttora il monopolio del software.
Che dire.....viviamo proprio nella terra dei cachi.
Ciao Giordano

Giordano canuti 05.04.05 02:13| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
scopro solo ora il tuo Blog quindi mi tocca commentare post un po' "datati". Da "tecnico informatico per passione" voglio precisare che il 99,9% dello spam che arriva sulle nostre caselle mail è dato dalla sottoscrizione, più o meno consapevole, del titolare della casella. Si può chiamare pubblicità ingannevole ma spesso e volentieri è l'utente che flagga la casella "autorizzi xyz a fornire a terzi ecc. ecc."

Questo non solleva gli spammers dalle loro responsabilità ma leggere ogni tanto quello che si sottoscrive male non fa... o si rischiano cose come la candidatura della Mussolini :-P

Buona Vita!

Roberto Nicolai 04.04.05 18:00| 
 |
Rispondi al commento

Affermazioni di oncologi....
Nell'anno 1990, ad esempio, il prof. Ulrich Abel, dell''Università di Heidelberg affermava ((Healing Journal, No. 1-2, Vol. 7): "sebbene i farmaci chemioterapici portino ad una "risposta", cioè ad una diminuzione della massa tumorale, questa riduzione non produce affatto un prolungamento della sopravvivenza del paziente; il cancro, invece, torna più aggressivo di prima poiché la chemio favorisce la crescita di ceppi tumorali resistenti. Inoltre la chemio danneggia gravemente le difese dell'organismo, tra cui il sistema immunitario, spesso i reni e il fegato".
Dopo anni di ricerca in oncologia, Abel arriva ad una conclusione: "Un'analisi bilanciata ed imparziale della letteratura medica mostra un indice di successi terapeutici quasi nullo dei trattamenti impiegati convenzionalmente nel trattare forme avanzate di tumori solidi". Abel conclude, inoltre, dopo avere intervistato centinaia di oncologi: "Quello che pensano realmente, non sembra essere quello che consigliano alla gente". Abel cita studi che hanno mostrato "che molti oncologi non accetterebbero la chemioterapia se avessero il cancro loro stessi"
(The Cancer Chronicles, dicembre 1990).

Nel 1991, l'oncologo Albert Braverman diceva: ".nessun tumore solido che era considerato incurabile nel 1975 è curabile oggi. Molti oncologi raccomandano la Chemioterapia per qualsiasi forma di tumore, con aspettative che il sistematico fallimento non scoraggia."

Riunione del settembre 1994 del President's Cancer Panel.
Il President's Cancer Panel è un Ente nato in conseguenza del National Cancer Act, un programma di lotta contro il cancro, firmato da Richard Nixon il 23/12/1971 e per cui si sono spesi fino al 1994 "solo" 25 miliardi di dollari.
John C. Balair III, insigne professore di epidemiologia e biostatistica alla Mc Gill University, uno dei più famosi esperti di oncologia degli Stati Uniti e dell'intero pianeta, si esprime, alla fine del suo intervento, con queste incoraggianti parole: "Torno a concludere, come feci sette anni fa, che i nostri vent'anni di guerra al cancro sono stati un fallimento su tutta la linea. Grazie e arrivederci".

“La maggior parte dei malati di cancro di questo paese (USA) muore a causa della chemioterapia, la quale non elimina i tumori al seno, al colon od ai polmoni. Tale aspetto e’ documentato da oltre un decennio, e tuttavia i medici utilizzano ancora la chemioterapia per combattere questi tumori”.
(Allen Levin, MD, UCSF, The Healing of Cancer, Marcus Books, 1990)

“Se contraessi il cancro, non ricorrerei mai ad un centro standard per la cura di tale malattia.
I malati di cancro che stanno alla larga da questi centri hanno qualche probabilita’ di farcela”.
(Prof. Charles Mathe, Esperto in oncologia, su Medicine Nouvelles, Paris 1989)

“Il dr. Sardina Jones, docente presso l’Universita’ di California, dopo aver analizzato per molti decenni le statistiche relative alla sopravvivenza al cancro, ha tratto la seguente conclusione: …."quando non vengono curati, i malati non peggiorano, o addirittura migliorano. Le inquietanti conclusioni del dr. Jones non sono mai state confutate”.
(Walter last, giornalista che scrive sul The Ecologist)

Molti oncologi raccomandano la chemioterapia praticamente per qualsiasi tipo di tumore,
con una fiducia non scoraggiata dagli insuccessi pressoche’ costanti”
(Albert Braveman, MD, “medical Oncology in the 90s”, Lancet 1991, vol.337, p.901).

“Nonostante il diffuso impiego della chemioterapia, negli ultimi 70 anni, il tasso di mortalita’ da cancro al seno non e’ variato” (Thomas Dao, MD, New England Journal of Medicine, marzo 1975, vol.292, p.707).

Il Dr. Ralph Moss autore di: The Cancer Industry, denuncia le convenzionali politiche sanitarie relative al cancro. In una intervista nello studio radiofonico di Laura Lee (1994), affermo’: “ In fin dei conti, non vi e’ alcuna prova che la stragrande maggioranza dei casi la chemioterapia prolunghi le aspettative di sopravvivenza, e questa e’ la piu’ grande menzogna su tale terapia, cioe’ che esista una correlazione fra la riduzione del tumore ed il prolungamento della vita del malato”.

Il dr. Abel Ulrich dopo aver analizzato alcuni anni di documentazione medica oncologica
ricevuta da molti istituti oncologici del pianeta, descrive la chemioterapia come uno “squallore scientifico” e sostiene che 80% della chemioterapia amministrata nel mondo, e’ priva di qualsiasi valore ed affine agli “abiti nuovi dell’imperatore”, anche se non esiste alcuna prova scientifica che la chemioterapia funzioni, ne’ i medici, ne’ i pazienti sono disposti a rinunciarvi. (Lancet, 10 Agosto 1991)
Nessuno, fra i principali media, ha mai nemmeno citato questo esaustivo studio
che e’ stato silenziosamente e ….completamente insabbiato !.

"Quando ricorriamo all’assistenza del piu’ accorto dei medici, e’ probabile che costui faccia affidamento ad una “verita scientifica" la cui infondatezza diventera’ manifesta nell’arco di pochi anni”. (Marcel Proust)

La prossima volta che vi chiedono di fare delle Donazioni ad organizzazioni per la "ricerca" sul cancro, tenete presente che il Vs. denaro verra' utilizzato per sostenere un'industria che molti scienziati hanno giudicato un fallimento legalizzato ed altri una frode (tratto da "Morte per trattamento medico" 2003, Nexus n°44, pag. 29)

Ci sono altri oncologi che non si curerebbero con le cure che fanno ai loro pazienti:
http://www.garynull.com/Documents/Spectrum/afraid_of_their_own_medicine.htm
e
http://www.shirleys-wellness-cafe.com/cancer.htm
Townsend Letter for Doctors & Patients, Jan 1998; Spectrum, Mar/April 1998


tratto da www.mednat.org
G. Paolo Vanoli

G. Paolo Vanoli 01.04.05 17:17| 
 |
Rispondi al commento

anche il papa sta morendo...

lorenzo morelli 01.04.05 15:15| 
 |
Rispondi al commento

Nel vortice dell'industrializzazione a tappe forzate, il Celeste Impero un po' vortica aventi, un po' indietro.

Si annuncia il Fovevon X3 (il sensore che "attraversa la luce", e dovrebbe rendere quasi obsoleti CCD e CMOS)?

I figli del Sol Levante commercializzano le pellicole B/W Lucky SHD 100 e 400, non immemori della grana Kodak.

La Dongfeng Electric Vehicles e la Tangtan E. V. sviluppano vetture ibride?

La Changfeng pensa ad una ennesima SUV.

Scusate il parallelismo, se potete.

Cordialmente

Claudio Trezzani

Claudio Trezzani 01.04.05 12:06| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe,
rinnovo il piacere e la soddisfazione che ho provato ieri pomeriggio all'incontro che tu e Padre Alex avete tenuto al quartiere San Vitale di Bologna. L'emozione che avete suscitato ambedue mi è rimasta dentro e di questi tempi le emozioni vanno bene conservate. Spero vivamente che tu possa gettare un occhio alle nostre riviste. A presto e grazie per ciò che stai facendo! Paolo & Assoc. N.A.Di.R.

Paolo Mongiorgi 01.04.05 11:04| 
 |
Rispondi al commento

Il problema dello spamming e' noto da tempo.
In verita' sono nati dei server che filtrano la posta per i principali providers mondiali e si fanno carico,con un database centrale aggiornatissimo, di filtrare tutto il filtrabile.
Piccolo particolare...questo non piace a chi lucra senza essere punito in maniera esemplare.
A questo punto gli spammer reagiscono causando attacchi "DDOS" sui server piu' conosciuti rendendoli inservibili per addirittura settimane.
Considerando poi il danno finanziario che queste societa' di filtraggio subiscono, ci vuol poco a capire che non possono reggere a lungo se bersagliati di continuo.
Chi non utilizza questi sistemi di protezione antispam e' costretto ad usare del software sul propio pc, non costa molto ma e' pur sempre una spesa in piu'.
In questo sito www.davide.it dei volontari,preti compresi, si danno da fare per proporre una navigazione filtratissima nei contenuti per salvaguardare i bambini, sempre piu' presi di mira.Indovinate un po'? Hanno cercato di abbatterlo tramite attacchi distribuiti...da' fastidio.
Per fortuna e per capacita' individuali dei volontari l'attacco e' stato bloccato.A quando la prossima aggressione?

enrico bosco Commentatore in marcia al V2day 01.04.05 10:18| 
 |
Rispondi al commento

devo dire che ho tante caselle e mail, su hotmail, yahoo, e gmail, e su nessuna di queste mi ritrovo il problema spam, in quanto il filtro antispam che hanno è molto efficace e in effetti mi arrivano soltanto le mail che voglio ricevere. Osservando però le cartelle di posta indesiderata vedo che il tentativo di spammamento è ENORME, in più, intrattendendo molti rapporti epistolari con gli Stati uniti, mi sono fatta un'idea di quello che significa lì il fenomeno spamming( perchè basta essere inserito in qualche mailing list USA e non ti salvi più, ti arriva di tutto, ma di tutto di tutto).Però ripeto, utilizzando questi servizi non ho mai avuto problemi di intasamento, tutti i messaggi spam vengno filtrati e postati nella cartella "posta indesiderata".
Pur essendo cliente telecom ADSL Alice non ho mai attivato nè aperto, nè utilizzato la casella di posta relativa. Credo che questo sia già un sistema per difendersi, basta non attivare accounts di posta con la telecom!

Raffaella Biferale 31.03.05 21:08| 
 |
Rispondi al commento

Tra le mie mansioni nella "mia" azienda c'è quella della posta elettronica. Abbiamo un provider esterno che è proprio Telecom ed il servizio è offerto proprio da Interbusiness e posso assolutamente confermare questi dati di spam perchè proprio a noi arrivano molte mail di spam tanto che siamo costretti a migrare su un'altra piattaforma di un'altra azienda che però è sempre Telecom (è una società che dipende da Telecom e si chiama "Fabbrica Digitale").
Ridicolo a voler pensare... però il servizio promettono essere migliore.
Più in generale, siamo in mano a dei PASTICCERI... INTORTANO come vogliono tutto e tutti!
A mio modesto parere... Gmail tutta la vita!!!

Alessandro Persico 31.03.05 19:22| 
 |
Rispondi al commento

terry schiavo e' morta non mi esprimo a giudizio

lorenzo morelli 31.03.05 18:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro marcello è la prima volta che sento di qualcuno che compra la casa e accende il mutuo più di sei mesi dopo, di solito quando si compra una casa col mutuo si fa in modo di avere i soldi della banca in mano quando si fa il rogito, tanto per poterla pagare, e questo comporta l'accensione del mutuo contemporaneamente all'acquisto.
Se il mutuo l'hai fatto dopo vuol dire che non ti serviva e che quindi la banca ti ha suggerito di fare un mutuo senza che tu ne avessi alcun bisogno, o sbaglio.

Stefano

stefano crema 31.03.05 16:31| 
 |
Rispondi al commento

E bravo giuseppe e secondo te il nano pelato si fa scippare il canarino così , senza colpo ferire ??? Ci ha rifilato la digitale terrestre apposta e credi che se la lasci affossare da Enel ?
Se fossimo in una democrazia, forse.

Stefano

stefano crema 31.03.05 16:24| 
 |
Rispondi al commento

Vi racconto quanto mi e' accaduto, sperando di trovare qualche lettore che mi dia una mano ed, anche,per evitare che altri incorrano nel mio stesso errore.

Nel 1999 ho chiesto alla mia banca (BCI) un mutuo, estinguibile in 10 anni, da 200.000.000 di Lire per l’acquisto della prima casa.

Alla prima dichiarazione dei redditi ho scoperto che non avevo diritto al recupero degli interessi passivi, in quanto erano passati più di sei mesi tra la data di erogazione del mutuo e quella del rogito. (.....mai saputo prima e mai reclamizzato da nessuno, ne’ dalla banca erogatrice, ne’ dal notaio presente all’accensione!).

Ricordo che nei mesi successivi a questa terribile scoperta ho scritto via Internet a vari commercialisti ed associazioni in difesa dei consumatori (c’era gia' allora questo blog?......non l'ho trovato!) chiedendo aiuto e consulenza per vedere se c’era qualche legge in mio favore.

Solo un commercialista, bontà sua, mi diede parzialmente ragione affermando che, in effetti, la banca non si era comportata proprio bene anche se non era affatto tenuta a farmi da consulente. Addirittura un’associazione dei diritti dei consumatori mi ha dato sfacciatamente torto dicendo che era stata colpa mia che non mi ero documentato prima!

Ora io dico, l’accensione di un mutuo non mi sembra che sia un’operazione che si faccia tutti i giorni, anzi per la maggior parte dei comuni mortali come me, si fa una sola volta nella vita, per cui, pensavo, nella mia ingenuità di trovare nella banca, di cui ero e sono ancora cliente da 25 anni, un minimo di assistenza.

E che dire dell’associazione dei consumatori che mi ha dato torto?

Ma e’ mai possibile che per accendere un mutuo devo documentarmi? E su cosa? E con chi?

Allora se devo farmi un’operazione non mi posso affidare ciecamente al chirurgo al quale mi consegno anima e corpo. Dovro’ documentarmi anche li’ ed eventualmente contrattare con l’anestesista la quantità di farmaco per farmi dormire e con il chirurgo il tipo di bisturi da usare!

Insomma, alla fine, visto che non c’era niente da fare, mi sono messo il cuore in pace e sto’ pagando “a secco” questo mutuo da cinque anni.

Ma e' proprio cosi'? Non c’e' veramente piu’ niente da fare?

Devo proprio pagare fino all’ultima lira (ora euro), senza recuperare un soldo?

Ma quanti altri sono nella mia stessa condizione?

E’ mai possibile che sono l’unico pirla in Italia che non recupera gli interessi passivi?

Fatemi sapere, grazie.

Amore Marcello

marcello.amore@spyanbu.com

Marcello Amore 31.03.05 16:20| 
 |
Rispondi al commento

Salve,
Non immaginavo fosse così sistematica l'attività di Telecom. Ti mando il report del mio firewall dell'hacker ID (interbusiness)che ogni secondo tenta di entrare nel mio computer, c'è anche l'indirizzo.

% This is the RIPE Whois query server #2.
% The objects are in RPSL format.
%
% Rights restricted by copyright.
% See http://www.ripe.net/db/copyright.html

inetnum: 80.182.0.0 - 80.182.255.255
netname: TELECOM-ADSL-2
descr: Telecom Italia S.p.A.
descr: E@sy.ip service
descr: Wholesale service for ISP
country: IT
admin-c: BS104-RIPE
tech-c: BS104-RIPE
status: ASSIGNED PA
remarks: Please send abuse notification to abuse@telecomitalia.it
notify: net_ti@telecomitalia.it
mnt-by: TIWS-MNT
changed: network@cgi.interbusiness.it 20030807
changed: net_ti@telecomitalia.it 20030807
source: RIPE

route: 80.182.0.0/16
descr: INTERBUSINESS
origin: AS3269
notify: network@cgi.interbusiness.it
mnt-by: TIWS-MNT
mnt-routes: INTERB-MNT
changed: net_ti@telecomitalia.it 20021025
source: RIPE

person: BBBEASYIP STAFF
address:
address: Via Val Cannuta, 250
address: I-00100 Roma
address: Italy
phone: +39 06 36881
e-mail: ripe-staff@telecomitalia.it
nic-hdl: BS104-RIPE
notify: ripe-staff@telecomitalia.it
changed: net_ti@telecomitalia.it 20001019
source: RIPE

Alberto Puddu 31.03.05 15:34| 
 |
Rispondi al commento

Già da qualche anno sono a conoscenza della tecnologia in mano ad ENEL per l' utilizzo delle reti di distribuzione dell' energia elettrica (Cavi, tralicci e qunt' altro...) per rendere possibile la trasmissione dati (Quindi telefonia, Internet e persino la Tv via cavo) attraverso una rete cablataq già per altri scopi ( la distribuzione dell' energia elettrica appunto...)
Dopo aver assistito allo spettacolo di ieri sera (Treviglio 30/03/2005) mi sono ricordato di tutto ciò ed ho cercato qualche notizia a proposito... Ecco la sorpresa !!!!
Entro pochi giorni sarà disponibile in via sperimentale a Brescia !!!!
Non ci credete?
GUARDATE QUI !!!
http://www.quibrescia.it/cronaca15.htm
La cosa sbalorditiva è che questa tecnologia potrà "uccidere" la TV DIGITALE TERRESTRE nonchè il grande magnate Murdock (già battezzato MERDOCK da Beppe in precedenti spettacoli).

Giuseppe Bassora 31.03.05 15:34| 
 |
Rispondi al commento

visto che in questo blog ci sono un sacco di esperti riguardo a internet,qualcuno può dirmi come fare per AVERE UNA CONNESSIONE SENZA DOVER PAGARE DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE QUALCOSA A TELECOM????
grazie anticipatamente

makuti sana 31.03.05 14:57| 
 |
Rispondi al commento

C'è un modo per difendersi. E fare male: Molto male. Sono 200 euro, ma 10 persone fanno 2000 euro, cento 20000 e via così: fare ricorso contro gli spammer:

http://www.maxkava.com/spam/

Leggete ed AGITE.

Giuseppe Gigante 31.03.05 14:53| 
 |
Rispondi al commento

C'è un modo per difendersi. E fare male: Molto male. Sono 200 euro, ma 10 persone fanno 2000 euro, cento 20000 e via così: fare ricorso contro gli spammer:

http://www.maxkava.com/spam/

Leggete ed AGITE.

Giuseppe Gigante 31.03.05 14:52| 
 |
Rispondi al commento

31/03/05
Ieri sera sono stata allo spettacolo di Treviglio; non ci sono parole per esprimere la grandiosità di Beppe. Ci ha dato tantissimi stimoli, sono contenta che si possa essere informati senza essere manipolati, dato che come mia politica io ho usato fino ad oggi quella di non avere la tv per rischiare di non esserne schiava e manipolata.Ma ieri sera con Beppe ho capito che posso essere informata senza essere strumentalizzata.Grazie di cuore Beppe sei Grande, Autentico e soprattutto molto coerente.Un grande abbraccio Moira

Moira Bondioni 31.03.05 14:09| 
 |
Rispondi al commento

Paghiamo fior di soldi per la raccolta dei rifiuti (differenziata) ed io ogni sera mi ritrovo la casella piena di pubblicita' assurde che puntualmente butto via, riempiendo cosi interi sacchetti di carta...e gia' proprio di carta che forse sarebbe meglio limitare visto che disboschiamo intere foreste per produrla...

Speranza Pontino 31.03.05 13:46| 
 |
Rispondi al commento

Basta con questa retorica dell'uomo che s'è fatto da solo (volevo vedere come faceva senza il suo amicone Bettino, senza i suoi "fratelli" della P2 e senza i "picciotti" di Dell'Utri!). Basta con sta storia di Mediaset che non licenzia nessuno (certo: basta leccare il culo al padrone!) e con sta balla dell'Italia che sarebbe uguale ad un'azienda.
L'Italia non è un azienda e gli italiani non sono dei dipendenti.
Solo nelle dittature il potere politico controlla (o è padrone) dei mezzi di comunicazione di massa. In Francia, in Inghilterra o negli USA un Berlusconi sarebbe cacciato a pedate nel sedere da qualunque consesso pubblico.
Non si può avere nelle stesse mani il potere politico e quello economico. MA CI VUOLE COSI' TANTO A CAPIRE PERCHE'?

Pierre Robes 31.03.05 13:20| 
 |
Rispondi al commento

Un paio di cosine da dire le avrei, avendo lavorato per TelecomItalia due anni consecutivi (ricevendo poi un sano benservito in favore di un altro poverino da fregare con un contratto a progetto, più economico per l'azienda), di cui gli ultimi sei proprio al servizio interbusiness.
Un servizio ridicolo, se mi è consentito dirlo.
Una rete antiquata che gestisce, tra le altre cose, i pochi (otto, mi sembra) server di collegamento del web italiano con quello estero e mondiale - se non è monopolio questo -, un servizio antiquato sia nelle offerte di connettività sia in quelle di posta elettronica e servizi web, con una assistenza clienti ridicola che, in caso di veri problemi, non è in grado di fare nulla.
Il settore reclami, poi, semplicemente NON LI ACCETTA, almeno per la maggior parte, e non vi azzardate a reclamare se la vostra linea hdsl aziendale rimane spenta a causa Telecom per un giorno, due, o una intera settimana: non c'è speranza di avere rimborsi per interruzioni di servizio e conseguenti perdite economiche.
E, ovviamente, il servizio antispam (sottoscrivibile a parte, MAI integrato nell'offerta di base) NON funziona.
Passate a qualche altro gestore, che è meglio: io ho sradicato Telecom da casa mia poco dopo aver cominciato a lavorarci e aver scoperto quanto poco siano seri e quanto poco convengano.

Francesco Cotrona 31.03.05 13:17| 
 |
Rispondi al commento

Per quanto mi riguarda il nano pelato ha creato una dittatura mediatica e gli italioti polli ed idioti ormai si devono sorbire tutto quello che dice senza avere nessun'altra campana che possa in alcun modo contrastarlo.
La satira su mediaset fa pena, con bisio pronto a saltare addosso a chiunque osi dire qualcosa contro il bischero pelato, i giornalisti sono tutti sotto ricatto o dici quello che voglio io o ti trovi un altro lavoro, e questa me la chiami democrazia ? Ha risolto tutti i problemi che aveva con la la legge cambiando le leggi a uso e consumo proprio e dei suoi compagni di merende.
E questa vogliamo ancora chiamarla democrazia ???
Io mi ritengo sotto dittatura.

Stefano Crema

stefano crema 31.03.05 13:07| 
 |
Rispondi al commento

Lo Spam è anche anagrafico? Ma cosa ci può far paura in un paese dove vige il nepotismo anche nelle previsioni del tempo e nelle parole crociate?

Lorenzo Incantalupo 31.03.05 13:00| 
 |
Rispondi al commento

>cosa ha fatto poi di così male berlusconi se non quello di aver creato un azienda che dà lavoro a migliaia di persone sin in modo diretto che indiretto?

>tu a quande persone dai lavoro?
****************************************************


RE: ha dato lavoro a:
piersilvio, a barbara, ai tesserati del partito, a quelli di cielle, agli amici fidati dei sopraelencati, a quelli che "possono sempre servire", ad alcuni esperti tricologi, ad altri praticanti del restauro facciale, a parenti&amici di emilio, ai dipendenti di alcune emittenti, di alcune testate giornalistiche, di finanziarie... certo, poiché i tentacoli di matrix si espandono a vista (infatti, puoi parlare di "aver creato un azienda" solo in ragione del suo meganetwork che non è: Megan@work!!!), potremmo dire che parecchieparecchie persone gli debbano dire grazie.
Io non sono tra quelle, nemmeno i miei parenti stretti e gli amici nel mio raggio di vita.
Tu?
(PS: il "VERGOGNA" urlato ad alta voce l'hai scritto tu o un interlocutore?
;o))

Carlotta Fulvi 31.03.05 12:52| 
 |
Rispondi al commento

anche la mafia da lavoro. Anche costruire palazzi nelle riserve naturali. Anche il ponte di Messina o le fabbriche che scaricano i rifiuti tossici nei fiumi

Daniel McKeats 31.03.05 12:43| 
 |
Rispondi al commento

Grazie signor Grillo,
prima di leggere il suo articolo sulla vicenda della signora Schiavo ero combattuto, non sapevo in tutta onestà come pensarla, ora ho capito di pensarla come lei, l' unica cosa sensata che dall'esterno si possa dire è quella di vergogna, vergogna per come si sia spettacolarizzata la situazione, vergognarsi in quanto uomini, persone.
Stacchiamo la spina alle telecamere.
Saluti
Filippo

FILIPPO ELLI 31.03.05 12:41| 
 |
Rispondi al commento

X Ivan Brescia.

Anche la Guerra allora. Che ha fatto di male tranne dare lavoro a milioni di persone, sia direttamente che indirettamente?
Come imprenditore non gli avrebbe detto niente nessuno, anzi era il simbolo dell'Italia. Ma doveva restare dov'era. Invece per un caxxo di complesso di inferiorità che si ritrova, ha voluto fare il politico. Ma uno stato non è un'azienda, anche se fa di tutto per farcelo credere. Da quando c'è lui non è cambiato niente, se non per quelle 3 leggi che si è fatto di cui possiamo usufruire un pò anche noi. E se qualcosa è cambiato, tutto in peggio. Non voglio difendere la sinistra, ma sicuramente LUI per l'Italia non ha fatto niente. Tranne portarci in guerra, toglierci la libertà di stampa, il condono ai mostri antiecologici, e distruggere una scuola che era la migliore del mondo.

Niccolò Petrilli 31.03.05 12:37| 
 |
Rispondi al commento

X chi non riesce a filtrare la mondezza


Avete provato HistoryKill popup detector? si scarica aggratis. Antispam e tutela privacy... fa discretamente il suo lavoro, anche troppo severo!

Carlotta Fulvi 31.03.05 12:32| 
 |
Rispondi al commento

x stefano da crema

ma cosa intendi per "POSSO ELIMINARE IN QUALSIASI MODO BERLUSCONI"????

MA CHI SEI?

cosa ha fatto poi di così male berlusconi se non quello di aver creato un azienda che dà lavoro a migliaia di persone sin in modo diretto che indiretto?

tu a quande persone dai lavoro?

VERGOGNA!

ivan brescia 31.03.05 12:30| 
 |
Rispondi al commento

31 marzo 2005

------------------------------------------------------------------------

Cronache --------------------------------------------------------------------------------
La denuncia dell'associazione Codici

Internet, allarme pornografia -----------------

Il Centro per i diritti dei cittadini annuncia un esposto alla polizia postale e una segnalazione al Garante per la privacy: "Foto, screen saver, inviti alla visione di filmati hard. Solo raramente si possono leggere avvisi che consigliano la visione ai soli adulti. Non c'e' nulla che faccia presumere meccanismi di sicurezza a tutela dei minori"

Allarme pornografia online per i navigatori in rete. Immagini ose', trasgressione ed erotismo. In un continuo fluire di volti e istantanee sempre 'aperte' sul piccolo schermo del computer.

L'associazione Codici (centro per i diritti dei cittadini) annuncia un esposto alla polizia postale e una segnalazione al garante sulla privacy. "Si tratta di immagini fastidiose, snervanti- si legge in una nota- impossibile rimuoverle, compaiono automaticamente, si moltiplicano e ti costringono a spegnere il pc". L'associazione codici ricorda ancora una ricerca condotta sui siti musicali dedicati al giovani.

Online foto altamente erotiche, che nulla hanno a che fare con l'universo dell'adolescenza e della musica. E non solo. Anche avviando i motori di ricerca (per esempio alla parola 'eros') accanto a citazioni storiche, filosofiche (Platone) e psicologiche, materiale pornografico. "Foto, screen saver, inviti alla visione di filmati hard- denuncia codici- solo raramente si possono leggere avvisi che consigliano la visione ai soli adulti. Non c'e' nulla che faccia presumere meccanismi di sicurezza a tutela dei minori".

"Non c'e rispetto per i giovani - si legge ancora nella nota di Codici- ma anche per le donne e per gli omossessuali. Ci sorprende inoltre il cattivo gusto e la speculazione nei confronti del mondo giovanile. Troppo spesso- continua- si hanno notizie di cronaca che informano su stupri e violenze attuati da adolescenti nei confronti dei loro coetanei. Se l'esempio delle loro gesta proviene da internet- conclude la nota- c'e' da aspettarsi vergognosamente di peggio".


http://www.rai.it/accessibile/news/articolonews/0,9217,105863,00.html

Carlotta Fulvi 31.03.05 11:59| 
 |
Rispondi al commento

X Stefano Crema:
Il bue che dà del cornuto all'asino, gli usa che se la ridono di Berlusconi.
Vero che con lui l'italia è scivolata nei paesi a media democrazia, ma sinceramente tutte quelle corporation avrebbero dovuto stare ben zitte, insieme a tutti gli americani.

Niccolò Petrilli 31.03.05 11:50| 
 |
Rispondi al commento

Mi tengo la spazzatura elettronica ma posso eliminare in qualsiasi modo Berlusconi ???
Questo nelle TV nazionali non lo vedremo mai,
ma è fondamentale per capire come siamo ormai ridotti, in totale balia del nano pelato.
http://www.cormorano.net/media/

Stefano

stefano crema 31.03.05 11:30| 
 |
Rispondi al commento

Per Angelo Recchi: Concordo con te, la miglior casella di posta è gmail. Su libero lo spam autorizzato sono le news di libero e le offerte di e-commerce. Te ne arriva anche altro, è vero, però puoi bloccarlo (anche se i filtri antispam di libero..mauahaauahaua). Lo stesso problema però affligge Hotmail e tutti gli altri provider

Fulvia Leopardi 31.03.05 11:00| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe... ma cosa pretendi da un paese in cui l'amata figlia (nota conduttrice teleisiva) ha reclamizzato in TV i prodotti della ditta i cui titolari sono sospettati di avere ucciso il padre con vile attentato? Cosa pretendi dallo stesso paese in cui l'amato figlio, che fa il giornalista impegnato, di tutto si occupa tranne che di questo? Ora, ti sembra possibile che io e migliaia di altre persone sappiamo queste cose (diffuse tra l'altro dai vari TG all'epoca), mentre il sig. e la sig.ra Dalla Chiesa no?
Bene.... alla luce di queste cosette e di mille altri esempi che tu stesso porti quotidianamente, un po' di spazzatura sulle nostre mail è davvero una caccoletta, nel mare di fango in cui il sistema mediatico italiano annaspa, non credi?

Fabrizio Ventura 31.03.05 10:51| 
 |
Rispondi al commento

x Jolly Treviso: io con Spamassassin filtro il 100% dello spam. E dopo un po' di addestramento non ho mai visto falsi positivi.

x Angelo Recchi: il filtro di Spamhaus lo uso anche io. Il bloccare l'ISP non è una soluzione ottimale di certo, ma dopo le ripetute segnalazioni fatte da Spamhaus a Interbusiness questo non ha preso alcun provvedimento. Devo dire che con questo blocco ho più che dimezzato lo spam, e per ora non ho ancora ricevuto lamentele da parte di clienti che non riescono a spedirmi posta!
Gmail di innovativo usa DomainKeys, una tecnologia antispam di Yahoo!, che però purtroppo non è ancora diffusa. Ma non per questo funziona meglio (al momento), sarà solo xché il suo indirizzo è poco diffuso! Comunque tutti i maggiori provider di webmail integrano i controlli spam. Cmq la statistica di Spamhaus, come diceva già qualcun'altro, significa non che interbusiness riceve, ma che INVIA SPAM! Molti degli utenti che si collegano con interbusiness (utenti) hanno macchine "violate" (zombie) che sparano spam. L'errore è degli utenti, ma la mancanza di Interbusiness è non fare niente per evitare queste cose (richiamare i propri clienti).

Volete evitare lo spam? Come ho detto più sotto
1) usate i BCC o CCN
2) pretendete che lo facciano anche i vostri contatti, quando mandano mail a più destinatari
3) non usate Outlook. Mozilla Thunderbird (www.mozillaitalia.org) ha integrati i controlli antispam. Dopo qualche settimana di addestramento vedrete che lo spam vi darà molto meno fastidio.

Lorenzo Milesi 31.03.05 08:56| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe
Finalmente dopo tanti anni ho l'occasione di poter vedere un tuo spettacolo, il 7 a Livorno e
devo dire che sono molto emozionato e preoccupato. Ti spiego: tempo fa sei venuto a Torre del Lago e un mio amico ti venne a vedere,
quando gli dissi come era stato lo spettacolo mi fece: " Bruno ricorda che quando vai a uno spettacolo di Begnigni ridi all'inizio e alla fine, invecie ad uno di Grillo ridi all'inizio
ma alla fine sei preoccupato"
Ma non mi importa, tu almeno sei l'unica persona in Italia che dice quello che pensa, che fa realmente aprire gli occhi, a dire: " Ma allora ho sbagliato tutto!!!"....Sono perfettamente d'accordo con quel signore che ha scritto che bisogna muoverci, svegliarsi , fare qualcosa!!!

boselli bruno 31.03.05 08:25| 
 |
Rispondi al commento

Manwë Sulimo ma sei sicuro di conoscerla ? E tiscali quando l'avrebbe scavata questa rete ?
L'adsl non va sul doppino tradizionale ?
Non è solo perchè ci sono questioni di marketing dietro?
Telecom non ha appena dichiarato che da oggi attivano le ADSL 4Mbit ?

Jolly Treviso 31.03.05 07:32| 
 |
Rispondi al commento

X Angelo Danio:

certo, lo sappiamo che è così. tutti basta facciano click-shift click. e cancelli 150 messaggi di spam in una botta sola. Ma la domanda è: perchè devo farlo? Per chi ha ancora un 56K sono minuti di connessione e banda buttati. Chi li autorizza a romperci le balle, poi? Nei palazzi da anni c'è la cassetta per le pubblicità. se io voglio vedere che cosa mi consigliano, guardo da solo. La spam non si può: ti arrivano centinaia di mail inutili nella casella di posta in arrivo, si mescolano con la posta vera, e così devi cancellarli uno per uno perdendo tempo. Dici: metti i filtri. Ma se i filtri non bastano, perchè si inventano modi per farti arrivare la spam ugualmente, vuol dire che ci vuole qualcos'altro, un'azione legale, per fermare i disturbi. Io voglio libertà di scelta. Non la scelta di cancellare quello che non mi va. La scelta di non ricevere proprio niente. E poi almeno che sia pubblicità mirata! Se io amo leggere, mandatemi pubblicità di libri! Non che ho 20 anni e mi mandano il Cialis!!!

Niccolò Petrilli 31.03.05 01:05| 
 |
Rispondi al commento

Ho appena scritto una lettera a mimandaraitre riguardo allo spamming che le compagnie telefoniche (si parlava questa sera di Elitel e dei suoi contratti fantasma )fanno non nelle caselle di posta ,difendibili con un software , ma sul telefono di casa , disturbando , insistendo e raggirando decine di indifesi cittadini .Elitel addirittura come primo approccio usa una voce registrata che non puoi mandare a quel paese , e che ti invita a premere il tasto 1 per dimezzare la spesa telefonica...
dopo tre o quattro chiamate consecutive vuoi che uno non ceda alla tentazione di premere quel tasto?e questo può non essere considerato da un abile legale come la sottoscrizione di un contratto?Non lo so perchè io il tasto 1 non lo premo!Ciao Beppe , sulla mail ti allego copia della lettera . PS.ti visito il blog da poco , lo sai che basta un semplice fax per spillare all'ENEL il rimborso dei danni per il famoso Black-out?

massimo legnini 31.03.05 00:23| 
 |
Rispondi al commento

Ma quale problema ?
Lo spam cartaceo lo butto senza neanche aprirlo, quello digitale lo cancello senza neanche aprirlo, tanto si capisce dal mittente ... mi costa meno di un minuto al giorno.
Mi dicono che ci siano dei fessi che comprano ... è proprio vero che "la madre degli stolti è sempre incinta" comunque lo spam resisterà, almeno fin quando qualcuno abboccherà.
Gli elenchi sono in "quasi" libera vendita da anni.
Angelo

Angelo Danio 30.03.05 23:04| 
 |
Rispondi al commento

A riguardo del rognoso e sempre attuale pericolo dei DIALER...Io da tempo utilizzo un programmino FREE che si kiama "STOP dialer" (http://www.socket2000.com).
Direi che è una buona soluzione vista la vergognosa situazione della rete di interbusinnes...purtroppo ank'io ho un abbonamento con mamma TIN...
Una sola domanda: ma avete mai guardato quanti attacchi, scansioni di porte, tentativi di intrusione etc etc si totalizzano in pochi minuti??
Io uso un firewall (Sygate) e non passa giorno senza che trovi qualche tentativo di intrusione...e facendo il backtracing (un po' ostico da spiegare...diciamo risalendo alla fonte dell'attacco...)chi ti trovi in mezzo???Spesso e volentieri sta malefica interbusinness...maH? Che sono così impediti sti addetti di telecom da non accorgersene? Ma se sanno pure quanto sto collegato...
Penso che oramai navigare in sicurezza su internet sia diventata un'impresa.
Nonostante tutto m'arrivan ancora delle spammazzature di vario tipo...cosa vuol dire? O che oramai il mio indirizzo è compromesso oppure che le protezioni e le attenzioni non bastano...la verità sta nel mezzo.
Meditare non basta...qui bisogna stare attenti pure ad accenderlo il PC...

MAnlio Poto 30.03.05 22:46| 
 |
Rispondi al commento

Piano. Interbusiness identifica il provider, ed il fatto che sia bloccato, specie in Svezia e Danimarca, dice poco. Io, per esempio, quando invio un messaggio di posta dalla mia casella mail a quella di un mio cliente in Danimarca, ho il messaggio respinto, perché Interbusiness è tra i provider "incriminati". E che significa?
Che non sono libero di scrivere ad uno che sta in Danimarca, ecco che significa.

Lungi dall'essere una "buona tecnologia".

Punto 2). Su tin.it (ho un indirizzo anche lì, vecchissimo peraltro), non mi arriva alcuno spam. Su libero, invece, a tonnellate.

Finora, la soluzione migliore mi sembra che l'abbia trovata (guarda caso) Google, con Gmail. Zero spam, zero messaggi indesiderati, filtro attentissimo e, soprattutto, la cartella "spam" a disposizione. Così, nel caso si fossero sbagliati, posso sempre decidere io.

Quella statistica lì, però, mi dice poco.

E non sono un fan di telecom.

Angelo Recchi 30.03.05 22:40| 
 |
Rispondi al commento

A PROPOSITO DI ROGNE TELEMATICHE: LA NOTIZIA E' STATA PUBBLICATA IERI (link a tergo)-

Internet: Adusbef: torna il problema dialers
Attenzione ai nuovi dialer, sono capaci di configurare la connessione ad Internet su numerazioni satellitari intercontinentali. La denuncia proviene dell’Adusbef, l'associazione per la difesa degli utenti dei servizi bancari, finanziari, postali e assicurativi. In una nota diffusa dall’Adusbef Marche, si parla infatti della diffusione di una nuova ondata di dialer, capaci di far tornare l’emergenza delle bollette a tre zeri per i navigatori di Internet.
Questi dialer riconfigurano le connessioni degli utenti e rindirizzano le telefonate a numerazioni satellitari con prefisso 0088, 0011, 0016, al costo di 7,5 euro + IVA ogni 3 minuti. La segnalazione, da parte dell'Adusbef Marche, arriva dopo che sono pervenuti i reclami di utenti alle prese con megafatture, nonostante avessero regolarmente disabilitato le numerazioni 144, 166, 709 e verso i prefissi satellitari. Come ha spiegato l’Avv. Floro Bisello, responsabile regionale Adusbef Marche, "si tratta di una nuova truffa telematica a cui sono esposti centinaia di migliaia di consumatori". Il raggiro viene attuato attraverso dei mini programmi pirata e sono esposti a questa nuova truffa anche coloro che avevano proceduto alla disattivazione delle numerazioni a pagamento 144, 709, 899, ecc. A questo proposito l’associazione ha fatto un calcolo delle sanzioni irrogate dall’Autorità per le Comunicazioni e del volume di affari registrato tra gennaio ed agosto del 2003 dalle società che gestivano i 709. L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha irrogato nel solo 2004 sanzioni pari 3.750.000 €, mentre parte del giro di affari delle società che gestivano i 709 tra gennaio ed agosto 2003 supera i 182 mln di Euro, fatturato che è stato realizzato, ed accertato dall’Autorità, in buona parte a scapito degli utenti.
http://www.jugo.it/modules.php?name=News&file=article&sid=888

Carlotta Fulvi 30.03.05 22:15| 
 |
Rispondi al commento

spam... mmhhh.
Devo dire che me ne continua ad arrivare un fracasso all'indirizzo tin.it (offerte di vincite miracolose, acquisti di viagra, adescamenti di sventolone, oroscopi), mentre poca o nulla su quello di libero.
Forse è un caso, forse no. Forse il secondo l'ho gestito più oculatamente. Forse il monopolio tin-telecom ha maggiori canali d'accesso all'dentificativo degli utenti.

Carlotta Fulvi 30.03.05 22:04| 
 |
Rispondi al commento

Caro Sig. Beppe,

sono Martina, una ragazza diciottenne di Bolzano...ho assistito al suo spettacolo riferito ai problemi politici della mia città e non solo...So che Lei è molto informato per quanto riguarda le situazioni non chiare e che, sotto sotto, nascondono qualcosa di poco onesto...Ho deciso di contattarLa perchè mi sembra la persona più adatta e informata per aiutarmi nella mia "missione". Sono in vista degli esami di stato...mi è stato proposto di portare come tesi il Vaticano. In riferimento a ciò, ho deciso di trattare e approfondire gli aspetti più nascosti e a volte "loschi" che si racchiudono dentro una realtà apparentemente perfetta quale appunto la Chiesa Cattolica. Ad esempio, proprio per riuscire a catturare questi aspetti, pensavo di concentrare la mia ricerca nel campo finanziario ed economico (otto per mille...). Non essendo un argomento facile, ma soprattutto, essendo di estrema attualità e anche di una certa "delicatezza", non è semplice indagare a fondo e trovare il materiale più adatto...Se ha già avuto occasione di imbattersi in questo argomento tanto "misterioso" e intrinseco quanto gli altri da Lei trattati, Le chiedo se gentilmente può indicarmi alcune fonti dove reperire il materiale...

Confido in una sua risposta ringraziandoLa in anticipo!!!

Martina Antoniazzi 30.03.05 21:26| 
 |
Rispondi al commento

X quanto riguarda la pubblicità telefonica adesso si può decidere di non apparire più sull'elenco del telefono, è questa la fonte da cui prendono i nomi delle vittime!!!

Anna D'Arco 30.03.05 21:10| 
 |
Rispondi al commento

Altro che spam signori. Leggete bene: circa 15 gg. fa ho ricevuto l'ultimo 'Conto (2°bim 05) Telefonico' Telecom. Mi sono stati addebitati € 812,00 con causale ALICE Flat (servizio non disponibile nella mia zona e che infatti non ho). Al servizio 187 mi hanno detto di provvedere comunque al pagamento, anche se lo stesso operatore avrebbe provveduto ".. a segnalarlo alla sezione amministrativa per avviare il riaccredito nel conto successivo".
Io invece ho preferito prendere una calcolatrice e dal totale del 'Conto Telefonico' (che fa più figo di bolletta) ho sottratto l'importo ivato addebitatomi per errore. Vedrete che tra un mese mi arriverà un sollecito di pagamento.
Se la mia azienda funzionasse come la Telecom sarei morto di fame da un pezzo..

Fabio Giovani Commentatore in marcia al V2day 30.03.05 20:41| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
volevo segnalarti che nella nostra azienda (una piccola impresa) come ISP abbiamo il 35% delle risorse aziendali impiegate a eliminare il 90% (ahimè solo il 90) dello spam che arriva ai nostri clienti.
Questo, insieme ad un periodo di crisi "internet" e allo sgonfiaggio del costo dei siti dovuto alle telecom e ai crack americani, fa sì che una casella di sposta elettronica ci costi un capitale.
Ma ora come ora non si butta via nulla e non possiamo evitare di farlo.

Il fenomeno dello spam (quasi tutto proveniente dall'estero, se ci fai caso) colpisce molto più noi ISP.Potremmo anche investire di più, se però i clienti fossero a loro volta interessati a risolvere il problema... come ? denunciando alla procura e non in un blog.

Cmq di tutta questa bella polemicotta contro lo spam, per altro stantia oramai per chi sta su internet, ti consiglierei (e su questo sei un grande!) di provare a comprare del viagra da una società che fa spam.

Io ci ho provato, non ci sono riuscito perchè in verità spesso i link sono rotti, sbagliati, non portano da nessuna parte oppure non si capisce come comprare.
Non sarebbe allora più interessante la dietrologia del chiedersi, ma c'è qualcuno che ci guadagna davvero con sto spam ?

Jolly Treviso 30.03.05 19:59| 
 |
Rispondi al commento

X Petrilli

guardi che è Grillo che è d'accordo con me

:-)

Riccardo Palazzani 30.03.05 19:41| 
 |
Rispondi al commento

Volevo farlo anch'io un commento a tal proposito.
Le pubblicità ci arrivano continuamente tramite telefono, un giorno si e due no mi arrivano telefonate per questo o quel prodotto.
Inoltre, a proposito di Telecom vorrei mi venisse spiegato perchè, seppure ne abbia fatto richiesta da anni, non riesco a togliere 'sto benedetto canone.
Mi spiego meglio, sono cliente Infostrada da molti anni e mi era stato garantito da quest'ultima che sarei stata fra i primi ad avere questo diritto non appena Telecom avesse dato il via libera.
Pochi giorni fa una promotrice dei servizi Infostrada è venuta a casa per dirmi che era ora di chiudere con questo canone, convinta che fosse arrivato il momento giusto l'ho fatta entrare, quando la signora ha scoperto che avevo una tariffa Infostrada così vecchia e così conveniente mi ha sconsigliato di cambiarla perchè al momento non c'era niente di meglio, nemmeno a voler fare il passo adsl.
Allora ho tirato le somme, Infostrada mi toglie il canone solo se scelgo una nuova tariffa che mi costerebbe più dell'attuale?
A questo punto aspetto solo che Fastweb si attivi nella mia zone.
Ringrazio Beppe perchè è un grande!

liliana frunzio 30.03.05 19:40| 
 |
Rispondi al commento

SPA DISPERATA!

provate a passare da telecom, o da qualsiasi altro gestore, ad un altro gestore.

non appena vengono informati del "cambio" inizia a bombardarvi di telefonate!!
"perchè hai cambiato?"

"se ritorni a telecom ti dimezziamo la tariffa, ti regaliamo 3 ore di traffico, ti facciamo pagare di meno di quell'altro...ecc.."

queste operazioni di "recupero clientela" vengono fatte da dei poveretti di lavoratori precari stipati nei call centre, pagati a provvigione!! cioè se rastrelli tot clienti prendi tot alla fine del mese. se non becchi nessuno non prendi niente o un minimo da ridere!!

è la forma di pagamento più vergognosa, nella quale il datore di lavoro non rischia niente! in pratica il tuo stipendio è solo una percentuale di quello che gli fai guadagnare! se non guadagna niente non ti paga!

il lavoratore più che motivato è ricattato!

e poi, ancora più bello, nella telefonia mobile!

e il discorso vale per tutti i gestori! appena uno vuole cambiare, formalizza la richiesta.... driiinn driiinn ..." se resta con noi le regaliamo 200 € di traffico.."

200 €??? SONO DISPERATI!!

cè solo una cosa da capire. non lasciamoci ingannare. il traffico telefonico non alcun controvalore in denaro!!!

ai gestori di darti 200€ o 20000€ non gliene frega niente!!! basta che li spendi al massimo entro uno ,due mesi e poi torni a pagargli le ricariche!!!

ci vendono aria fritta!! il traffico telefonico non è un prodotto, non ha alcun valore reale, non è come comprare un maglione , un panino... i costi delle linee sono ammortizzati da anni!

è la più grande industria del nulla!!
al secondo posto le consulenze...

Vittorio Pondrelli 30.03.05 19:29| 
 |
Rispondi al commento

Che Interbusiness si piazzi nella "top ten" degli Isp più attivi dal punto di vista dello spamming, devo dire, era più che ovvio.
Ho lavorato e lavoro ancora oggi a stretto contatto con la società in questione... e devo dire che in materia di spamming gli sforzi fatti sono ben pochi.
Tutto ciò è dovuto in parte all'inadeguatezza delle strutture e del personale... e in parte alla non volontà di risolvere la situazione.
In fondo lo spam è fonte di guadagno per un ISP compiacente...

Alessandro De Filippo 30.03.05 19:11| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe cè poco da commendare,ti do io un'altra nota,ma forse già la sai,per prenotare un posto su trenitalia si spendono euro 4.22,perchè?

leonardo cavallo 30.03.05 18:48| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi Fini mette le mani avanti e prende posizione sugli aumenti agli statali...esige 5.00 euri in più sui 95.00 concessi dal berlusca!!!! Che commedianti credono di poter prendere in giro le persone con questi tira e molla di basso livello! Statali avete adesso il nuovo paladino porterà lui la bandiera della vostra rivolta...fidatevi di lui come ci siamo fidati noi ,gente del sud, a cui ha difeso i propri diritti in materia costituzionale ratificando e votando la nuova riforma costituzionale federalista. Meditate gente...meditate!!!

mario pagliara 30.03.05 18:46| 
 |
Rispondi al commento

questo è niente, bisogna aver paura per chi ha comprato bond a 50 anni di telecom che ha più di 30 mld € di debito...(sui 60.000.000.000.000 L)

michele ronconi 30.03.05 18:41| 
 |
Rispondi al commento

Telecom Italia manda talmente tanta spazzatura di suo che non mi stupisco del risultato. In ogni lettera per trovare la bolletta del telefono devo buttare via kg di carta-pubblicità :)

Fulvia Leopardi 30.03.05 18:35| 
 |
Rispondi al commento

Informazione di servizio:

Stasera a Mi Manda RaiTre si parlerà proprio di telefonia...eh eh

Pierre Robes 30.03.05 18:05| 
 |
Rispondi al commento

Eh già, anch'io faccio parte della schiera dei "pecoroni" telecom, volontari o costretti, sigh..
Comunque c'è anche un'altro modo di fare spam che mi dà molto fastidio, cioè quello di scrivere nel guestbook del tuo sito "bel sito, complimenti" senza nemmeno averlo visitato, ma col solo proposito di lasciare un link pubblicitario. A me è successo da poco...

ciao a tutti

Tomas Mall 30.03.05 17:41| 
 |
Rispondi al commento

CHE COSA VI PARE L'IDEA DI PREMIARE CON L'ACQUISTO (E IN MANIERA SISTEMATICA) SOLO QUEI PRODOTTI PER I QUALI NON VENGONO TAGLIATI DOZZINE DI VOLTE I FILM IN TV, LE PAGINE DEI GIORNALI E DELLE RIVISTE, GLI SCHERMI DEI COMPUTERS ECC.?

SE IO TRA 10 BIRRE COMPRO LA MENO ROMPIPALLE NON PER QUESTA COMINCERA' A DIVENTARLO... E MAGARI E' PURE PIU' BUONA!

Massimiliano Ottone 30.03.05 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Beppe per tutto ciò che stai facendo!
Vorrei raccontarvi che fregatura "Mamma TELECOM" mi ha riservato,e penso non solo a me purtroppo. Mi hanno spedito il telefono Aladino senza che io abbia fatto alcuna richiesta e non avendo firmato nessun contratto.L'unica firma che ho effettuato è stata al coriere che mi ha recapitato un pacco peraltro non riconducibile direttamente ad un prodotto Telecom.
Ho chiamato il 191,spiegando che io non avevo richiesto alcunchè.Per tutta risposta mi hanno detto che la firma fatta al coriere valeva come accettazione contrattatuale e che essendo un utente Business non avevo nessun diritto di recesso! Mamma Telecom? Meglio orfani.

Andrea Biancoli 30.03.05 17:23| 
 |
Rispondi al commento

Incredibile! Per la prima volta il Palazzani alza una mano non per fare il bastiancontrario? è proprio la fine del mondo!^__^

Niccolò Petrilli 30.03.05 17:09| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei anche ricordare a questo punto che in Italia siamo l'unico paese in europa(oltre la spagna, mi sembra) ad avere l'adsl a banda unica. "Io" ho l'adsl in ufficio a 1.2 mb. Ci scarico la posta la mattina(ho allegati pesanti e quindi mi conviene) e basta. CHE CAXXO CI FACCIO CON MILIONI DI MEGA AL MESE? Dammi una 256Kb, caxo, e mi basta!
Per la spam io ho una mail civetta che mi prende tutte le stronzate, e una seria che funziona benissimo. Credo sia l'unico sistema serio per non dover pagare la microsoft o chissàqualeazienda per darmi un software per fermarli. Intanto via con gli spyware, cookie bloccati e su la mail civetta. anche i filtri, se proprio vogliamo esagerare. Tanto ci girano attorno. Poi vedremo. Usare un computer con adsl e spedire milioni di mail al giorno non costa niente agli spammer(i server ovviamente sono alle isole caiman, in corea, in afghanistan...)e ci guadagnano centinaia di dollari al giorno. anche perchè con l'adsl magari no, ma con la linea normale scaricare la spam è tutto guadagno delle aziende telefoniche...

Le corporation sono sopra i governi...sarebbe ora che gli facessimo capire chi comanda davvero, tra 20 e 6 miliardi di persone.

Niccolò Petrilli 30.03.05 17:08| 
 |
Rispondi al commento

Ho paura di dare brutte notizie avvertendo che dobbiamo prepararci anche ad un futuro spam telefonico attraverso i sistemi Voip...

Riccardo Palazzani 30.03.05 16:58| 
 |
Rispondi al commento

per Andrea Rossi - dipende da che sistema di posta usi. Se è una mail di lavoro, presumibilmente Outlook, la persona che si occupa della mail, in genere l'Exchange Administrator si dovrebbe incaricare di cancellare le mail incriminate prima che arrivino al tuo indirizzo di posta. Se questo non è possibile ci sono degli appositi plug-ins che si possono installare localmente, ma devi chiedere al tuo Helpdesk.
Cmq Outlook ha la possibilità di attivare un folder che si chiama Junk e-mail e questo lo puoi fare tu da solo. Non è super efficace ma qualche cosa fa.
Per attivarlo devi andare su
Tools (Strumenti?),
Organize,
e si apre una finestrella
clicca poiJunk e-mail e clicca sul bottone per attivarlo!

Se usi hotmail, libero, yahoo e altri simili in genere hanno tutti una funzione Junk e-mail.
Su yahoo per esempio si chiama Anti-spam e lo puoi attivare cliccando su Anti-spam (sulla sinistra) e poi 'Modifica Impostazioni'.

L'unico problema è che questi sistemi sono intelligenti abbastanza da filtrare lo spam, solo che posso per sbaglio mandare in questo folder anche mail che non sono spam e che ti servono. Quindi ti consiglieri di controllarli di quanto in quanto per vedere se qualche mail 'buona' sia finita nel posto sbagliato!

Un saluto

Maria Rita Bovi 30.03.05 16:33| 
 |
Rispondi al commento

per aggiungere una cosa al post di Katia van Wijk, in Inghilterra e in Svezia (parlo di questi paesi perchè c'ho vissuto e so qualche cosa di come funzionano, ma immagino che anche in altri peasi europei funzioni in questo modo) basta mettere un bigliettino fuori dalla porta o sulla cassetta delle poste che dica 'Niente pubblicità grazie!' e viene rispettato abbastanza.In Italia immagino che se ne fregherebbero e continuerebbero a mettere spazzatura nella posta!

Tra l'altro chi non vuole la pubblicità si presume che non la legge e quindi si spreca solo tempo e denaro, ma visto che i ragazzetti che fanno volantinaggio vengono pagati lo stesso...

Maria Rita Bovi 30.03.05 16:23| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti.
Intervengo da tecnico, in quanto postmaster di un ISP che si occupa di lotta allo spam -e che collabora con parecchie organizzazioni dedite alla questione, tra le quali Spamhaus- da molto prima che il fenomeno venisse percepito dalle masse.
Anzi, da quando ancora -in internet- le masse italiane manco c'erano.
Il problema peggiore, per quanto riguarda il fenomeno in questione, è la assoluta disinformazione degli utenti e la tendenza a parlare per sentito dire.
Purtroppo, noto che anche qui non si respira aria migliore.
Smettiamola di urlare "governo ladro".

Emanuele Balla 30.03.05 16:21| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti.
Volevo semplicemnte chiedere se esiste un modo per impedire che la mia mail sia infestata da messaggi spam da me mai richiesti, visto che nelle ultime due settimane ne ricevo oltre 10 al giorno da ogni dove!!!
Mi potete aiutare?
Grazie e complimenti a Beppe per le sue riflessioni sempre interessanti e mai banali.
Andrea

Andrea Rossi 30.03.05 16:09| 
 |
Rispondi al commento

Credo che alla base ci siano sempre scarsa professionalita' nel fornire i servizi e troppa attenzione ai profitti, a discapito di un servizio adeguato ai guadagni gia' multimiliardari. Si sa che i soldi non bastano mai!!!
Comunque bravo Gaetano, hai colto nel segno.
Io uso Incredimail con cui gestisco account diversi ed ho un folder apposito dove viene raccolta tutta la posta che non arriva da un mittente che ho accettato e riconosciuto, e che dunque si trova nella mia Rubrica. Devo dire che e' buona abitudine dare un'occhiata anche al JUNK MAIL, non si puo' mai sapere da dove una buona idea puo' scaturire. Il bello e' che se il folder Junk non mi interessa, basta un singolo click ed il folder si vuota.
Ben'inteso che non ho alcun interesse economico e che nulla me ne viene se qualcuno acquista Incredimail, io lo uso da anni ed e' in continua evoluzione. Mi trovo benissimo.
Concordo anche con la potenza di NOD32. Non ho piu' dovuto formattare il disco fisso da quando ho la licenza, e gli aggiornamenti sono continui.
Sento che il monopolio Telecom e' vicino alla fine ed il Tronchetto dell'Infelicita' dovra' trovare altre fonti di guadagno incondizionato.
Grazie Beppe. Quando sarai in Liguria???? Voglio vedere un tuo spettacolo.

Veronica Virgulti 30.03.05 15:54| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di posta indesiderata nelle cassette: In Olanda, già da tempo, è stata trovata una valida soluzione all'invio di posta indesiderata che quotidianamente intasa le buche delle nostre cassette postali. Si tratta di targhe che vengono fornite dagli uffici comunali dietro richiesta e con un piccolissimo contributo da parte dell'interessato da apporre sulla propria cassetta postale: "No a lettere pubblicitarie indirizzate e a volantini casa per casa. Disponibile in Comune o chiamando 0900 2025095 "
Il Comune si incarica in questo modo di far rispettare la volontà chiaramente espressa dai cittadini imponedo multe ai trasgressori.

Oltre che essere una fonte d'introito per le casse comunali, si mette un limite al gigantesco afflusso di invii, che oltre ad imbrattare il suolo, intasare cassette, rovinare corrispondenza personale, inquinare, rappresenta un enorme spreco di carta e inchostro. Saluti

Katia van Wijk 30.03.05 15:19| 
 |
Rispondi al commento

Non credere alle promesse di tiscali: la rete su cui viaggia l'ADSL in italia é una ed é di telecom, tutti gli altri ISP noleggiano banda da mamma telecom. Tiscali sta facendo promesse sulla banda massima che non vuol dire niente: la banda effettiva dipende dalla congestione della rete che a priori é imprevedibile. Come banda massima possono anche dirmi che teoricamente potrei arrivare a 100 Mb, ma in sostanza cosa mi garantiscono ? nulla, solo sparate pubblicitarie.
Poi prova a chiamare un centralino e chiedi lumi sull'adls a 3 Mb: ti diranno che attualmente offrono 1,2 Mb (lo stesso di telecom, che caso :)) ma in un futuro con un upgrade in centralina e una serie di verifiche tecniche FORSE ti potranno offrire una banda massima di 3 Mb. Che il mercato dell'adls in italia sia gonfiato da una mancanza di concorrenza é un dato di fatto; che tiscali sia un esempio di come far bene le cose non mi convince per nulla.
Un ex-cliente di Tiscali

Enrico Self 30.03.05 15:15| 
 |
Rispondi al commento

Di Telecom non parlo...da 4 anni ho la fortuna di usare la fibra ottica pagando ogni mese lo stesso importo. In più da quando c'è Skype...

Un consiglio per la mail, forse già dato da qualcuno.

Disinstallate Outlook Express e non usatelo mai più a meno che abbiate un PC vecchio come me che anzichè buttare uso solo per navigare in Internet e scrivere mails.

Ci sono almeno dieci editor di posta molto più sicuri in quanto sconosciuti alla massa. Eudora, Mozilla ecc. Gratuiti ovviamente.

Spero possa servire a qualcuno.

Federico Deambroggi 30.03.05 14:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io non mi intendo troppo di internet dal punto di vista tecnico....so cos'è uno spam sicuramente visto che ho dovuto formattare il mio pc per ben 6 volte :) Quello che non conosco è tutto il resto....ovvero "la funzione del provider", tutti i vari formati di foto, di video etc etc....per me è arabo.
Quello che posso dire con certezza è che un mio amico vicino di casa, 6 mesi fa ha montato l'ADSL con la Telecom. Dopo 15 giorni, per ragioni ancora ignote il servizio gli viene staccato. Lui lo fa presente alla Telecom ed ogni volta gli dicono "stia tranquillo....entro 24 ore il problema sarà risolto" ma senza dargli spiegazione alcuna. Passano altri due mesi e mezzo.... Il servizio ADSL non funziona ancora, lui chiama un giorno sì un giorno no, e la centralinista dalla voce arrapante gli dice ogni volta la stessa cosa. A QUESTO bisogna aggiungere che il mio amico Pierluigi continua a pagare regolarmente l'abbonamento in questione, pur non avendo la linea! Trascorso tutto questo tempo, Pierluigi si incazza sul serio (difficile farlo alterare), chiama di nuovo la Telecom...la segretaria, sentendolo davvero arrabbiato, quasi senza volerlo dice: "spiacente...io non so davvero come aiutarla". Pierluigi "Ah! E' così? Bene! Non vi pago più una lira!" (lui ragiona ancora a lire). A questo punto scattano 10 secondi di silenzio dopo i quali la centralinista afferma: "Signore attenda in linea che le passo il diretto interessato ai problemi di questo genere"....Sentendosi rispondere all'improvviso in questa maniera, Pierluigi ha chiesto ovviamente il perchè dopo due mesi e mezzo di chiamate, il servizio gli viene passato solo ora. Sapete cosa ha risposto la centralinista? Giuro non mi invento niente...Sapete cosa ha risposto? "Signore lei deve sapere che quello che ha appena detto è come un codice di ingresso per la soluzione dei problemi". Sapete cosa vuol dire? Che coloro che fanno i corsi ai centralinisti della Telecom gli insegnano che devono realmente prendere provvedimenti ad un guasto o simili solo quando il cliente dice "non vi pago più le bollette!" Ci rendiamo conto?
Vuol dire che tutte le volte che io ho chiamato la Tim per problemi inerenti il mio cellulare per esempio e mi hanno lasciato in linea per 20/30 minuti senza passarmi nessuno, mi prendevano solo per il culo! Non aggiungo altro.

Gianluca Di Febo 30.03.05 14:29| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di spamming, nei post precedenti ho letto molti commenti e qualcuno è andato vicino a capire come stanno realmente le cose.
Sono un esperto di web marketing e cercherò di chiarire dei punti fondamentali che non bisogna perdere di vista:

1) lo spamming è favorito dalle varie aziende di telefonia perché: punto primo "vendono" sottobanco i vostri indirizzi e-mail (e non potrebbero tant' è vero che ultimamente è passata una nuova Legge che regolamenta gli elenchi telefonici e telematici; punto secondo vendono servizi antispamming; caso esemplare ARUBA che al sottoscritto ha prima inondato di spazzatura la casella e-mail gradualmente e sempre di più e poi mi ha "consigliato" il filtro antispam a € 2,00 (un' inezia moltiplicata per oltre 80.000 domini, fate voi...)

2) lo spamming non è visto bene dalle aziende di pubblicità e dalle aziende che hanno interesse a detenere monopoli di vario tipo; le prime per mantenere elevate le tariffe pubblicitarie, le seconde perché non è bello che una piccola azienda con prezzi competitivi possa fargli una concorrenza spietata facendogli perdere il prezioso monopolio.

L' atteggiamento sbagliato verso lo spamming è irrigidirsi poiché tra tanti messaggi inutili ne arriva sempre qualcuno interessante; un consiglio per tutti è l' impostazione di regole automatiche nel gestore di posta elettronica che aiuta ad eliminare la "fuffa"... quindi occhi aperti !!!

Gaetano La Legname 30.03.05 14:20| 
 |
Rispondi al commento

Lo spamming...è impossibile difendersi, io lo ricevo con rassegnazione tutti i giorni, ma cancello immediatamente senza leggere, ormai è uno di quei gesti che faccio spontaneamente senza pensare. In ogni caso quelli uu po' pratici dei programmi di posta sanno impostare delle regole, come frasi o indirizzi del mittente, che fanno si che vengono cestinati senza passare per il "via". Oltre lo spamming arrivano anche molti virus e se non si ha uno o più antivirus validi e aggiornati si resta fregati (rima voluta) al riguardo voglio segnalare NOD32 appena 7.5 mb ed è il migliore presente sul mercato.
A proposito di Telecom, questa la devo raccontare, in bolletta mi arrivano 12.5 euro per una telefonata di 6 minuti al numero verde di tele2, telefono al 187 e mi dicono che si sono sbagliati e lo stesso errore lo hanno fatto con migliaia di abbonati, per cui non è somma dovuta...MA PRIMA LA PAGO POI CON LA PROSSIMA BOLLETTA MI ACCREDITANO LA SOMMA. Cazzo dico io se non è dovuta perchè ti devo dare 12.5 euro per riaversi tra più di due mesi, e chi mi assicura? non solo ma se moltiplichiamo tale somma per migliaia di fregati allora la Telecom intascherà migliaia di euro senza motivo!!! SONO DEI DISALLINEATORI!!!!! HO SUBITO UN DISALLINEAMENTO, Beppe sai di cosa parlo, me lo hai insegnato tu!!!!!
L'altro giorno c'è stato un disallineamento in una banca sarda, con tanto di armi e ostaggi, risoltosi bene, speriamo anche a noi...!!!

Ernesto D'Eustachio 30.03.05 14:09| 
 |
Rispondi al commento

Una precisazione che dal post originale non è chiara: interbusiness.it è tra i peggiori ISP non nel fatto che permetta allo spam di entrare (quello è un problema che hanno tutti) ma piuttosto permette agli spammer di usare la sua rete per spedire milioni di messaggi! Non è tanto quindi necessaria innovazione tecnologica, quanto un minimo di buon senso e dei buoni amministratori di rete, che ad esempio non permettano di spedire posta dai loro computer se non si è all'interno della loro rete (o perlomeno in Italia) e/o controllino che da un singolo indirizzo non comincino a partire migliaia di messaggi, tutte cose banali che fanno parte dell'ABC dei veri professionisti.
Non sono poi d'accordo con Marco Sperandio: come Lorenzo Milesi ricordava, le soluzioni a pagamento sono ben bilanciate nelle prestazioni da soluzioni che non costano niente (non ultima quella di cui sono autore io stesso, vedi link) ma che, essendo per l'appunto gratuite, non sono tanto conosciute per mancanza di pubblicità (chi la paga?)

Paolo Manna 30.03.05 14:09| 
 |
Rispondi al commento

Certo che se pure le selezioni per lo Zecchino d'oro sono diventate ormai una occasione per vendere enciclopedie, ma che futuro di merda possiamo dare ai bambini che stanno crescendo oggi.
Lo zecchino d'olio si deve chiamare perchè per
partecipare bisogna oliare, oliare, oliare.
CHE SCHIFO!!!!!

Stefano

Stefano Crema 30.03.05 14:07| 
 |
Rispondi al commento


Sig. Grillo mi dica chi votare!!! il meno peggio...lo sò...

nicola pievani 30.03.05 13:39| 
 |
Rispondi al commento

Forse ne avete già parlato, non so francamente....è poco che vi seguo.
La cosa che mi fa parecchio arrabbiare è che se decidi di avere un telefono di rete fissa hai solo una chance: Telecom! Paghi il canone per enne mesi e solo dopo puoi passare ad un altro operatore.
A Milano e in altre città c'è la fibra ottica e puoi decidere di non usare Telecom...ma gli altri?
O Telecom o morte!
L'Italia è il paese dei monopoli....che palle!

Ma Rei 30.03.05 13:37| 
 |
Rispondi al commento

Per non ricevere spam (e virus) bisogna far circolare meno possibile il proprio indirizzo email (newsgroup ad esempio).
E poi convincere i propri amici/conoscenti a rimuovere gli indirizzi email quando inoltrano le barzellette, ed a mandare i destinatari nascosti (bcc o ccn).
Tante cose possono aiutare...
Poi c'è il client email Mozilla Thunderbird con integrati i controlli antispam :)

Lorenzo Milesi 30.03.05 13:19| 
 |
Rispondi al commento

Verissimo. Sono proprio stufo di ricevere ogni giorno 6-7 messaggi a base di viagra, licenze software a prezzi stracciati e quant'altro. Ho anche provato a cambiare indirizzo e.mail ma sono arrivati anche da lì.

beppestarnazza 30.03.05 13:15| 
 |
Rispondi al commento

Può interessare un brevetto che dai Rifiuti Solidi Urbani si ottengono nuovi materiali di vario genere e di varie caratteristiche, con tanti vantaggi economici ed ecologici.

maros bel 30.03.05 13:13| 
 |
Rispondi al commento

Grande beppe..... hai sempre più ragione !!! Beppe Grillo PRESIDENT

Vincenzo Cardamone 30.03.05 12:49| 
 |
Rispondi al commento

Sono pienamente daccordo con il beppe nazionale, basterebbero un po di investimenti per migliorare la situazione.
Ma chi manovra dall'alto sarà daccordo???

Andrea Pilotti - APM CONSULTING
info@apmconsulting.it
www.apmconsulting.it
(strategie di comunicazione per l'internet)

APm Consulting - Andrea Pilotti 30.03.05 12:44| 
 |
Rispondi al commento

Ci stiamo dimenticando forse di una cosa..tariffe di alice,di tele2,di tiscali,di libero..
POSSIAMO RICORDARCI CHE - T U T T E - Q U E S T E - A Z I E N D E - P A S S A N O - A T T R A V E R S O - I - C A V I - D E L L A - T E L E C O M - ??? -
Io avrei quindi qualche leggero sospetto, quando sento parlare di prezzi pazzi..

Roberto Cavallo 30.03.05 12:30| 
 |
Rispondi al commento

Grazie a Gian Piero Biancoli per la segnalazione della differenza di tariffe fra gli operatori italiani e francesi. Non ho parole.
Queste sono le cose di cui bignorebbe discutere, a mio modesto avviso, su queste pagine invece di accapigliarci in discussioni spesso volgari e tirare in ballo Berlusconi ad ogni pie' sospinto, addirittura nel triste caso della povera Terri.
Berlusconi, come tutte le cose, passerà ma i problemi dell'Italia rimarranno.

Mario Cossu 30.03.05 12:21| 
 |
Rispondi al commento

Se Gandhi avesse potuto spammare liberamente... Oggi che mondo sarebbe?

Umberto Di Lorenzo 30.03.05 12:18| 
 |
Rispondi al commento

Il fenomeno SPAM è già, e diventerà ancor più, un business per molte società. Perchè mai le grandi aziende del settore dovrebbero fermare questo fenomeno? Non lo fermeranno mai alla fonte... ci venderanno un fottio di tool per fermare i singoli messaggi!! Microsoft ad esempio si sta tuffando nella mischia; i produttori di antivirus anche (ci sono già in giro dei prodotti ed altri ne arriveranno); i provider guadagnano vendendoci caselle mail gigantesche per contenere fuffa e per venderci tempo di connessione (modem) o banda (ADSL) per scaricarli... E' la solita legge schifosa del mondo: prima il profitto!

Marco Sperandio 30.03.05 12:16| 
 |
Rispondi al commento

Sullo Spamming a me viene da chiedermi a cosa serva..???.. Credo che ormai nessuno vada a vedere i vari LINK che ti recapitano via e-mail.. Non è pubblicità.. Non ha alcun ritorno.. E' solo una cosa stupida e fastidiosa.
Per quanto riguarda la pubblicità io credo che dovrebbe INFORMARE (sempre informare..) sulle caratteristiche, qualità e magari innovazioni del prodotto che viene proposto ai clienti ed invece oggi le pubblicità fanno tuttaltro...
La pubblicità potrebbe e dovrebbe essere anche un qualcosa di utile ma.. come mai parliamo sempre con il CONIZIONALE?

Gabriele Bernabini 30.03.05 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Il fatto è che se questo tipo di azione continua a essere perpetrata vuol dire che c'è gente idiota che le cose pubblicizate in questo modo poi alla fine le compra...

Il problema è che se la pubblicità via posta ha un costo sia per chi la manda, sia per le foreste dell'Amazonia, lo spamming è pressochè gratuito...E non costa nulla cancellarlo...

Maria Rita Bovi 30.03.05 11:59| 
 |
Rispondi al commento

Il problema delle tariffe non è solo di Telecom.
consultate www.aliceadsl.it e www.aliceadsl.fr, ma anche www.tele2.it e www.tele2.fr
, comparate le tariffe e... piangete. Però noi negli spot abbiamo la Megan e la Vanessa che comunicano comunicano comunicano...
Per lo spamming nella posta eletrronica basta rivolgersi al garante privacy e seguire la trafile, ma per lo spamming telefonico qualcuno mi dice come ci si difende ?

Gian Piero Biancoli 30.03.05 11:47| 
 |
Rispondi al commento

personalmente lo spamming migliora la mia resistenza alle informazioni che arrivano dall'esterno, una specie di palestra full time per la mia impermeabilità alle informazioni inutili/dannose/superflue...basta avere i giusti filtri antispam e diventa tutto di nuovo bellissimo...
Ovviamente la mia tecnica non è ancora così affinata, ma se tutti lo si facesse a buoni livelli, lo spam, alias spazzatura, morirebbe da solo...

Diego Meloni 30.03.05 11:45| 
 |
Rispondi al commento

Nella lista ci sono diversi grossi ISP e Telecom rientra in un gruppo che sembra numeroso (vorrei vedere le posizioni più in basso). Bisognerebbe comparare il numero si spam issues con la dimensione del provider per avere un'idea di quanto sia effettivamente negligente. Quindi, mi permetto una critica. In questo caso dire che Telecom abbia un problema particolare, che questo sia un aspetto negativo in cui Telecom eccellerebbe, e quindi anche l'Italia (questa è l'impressione che se ne ricava), è una forzatura. Anzi, nella lista delle nazioni non compariamo. Abbiamo altre "capacità" in cui eccelliamo.

Fabrizio Di Giuseppe 30.03.05 11:45| 
 |
Rispondi al commento

Ogni giorno anche sulla mia posta aziendale arrivano proposte di titoli di studio accademici di ogni genere - basta pagare - e si ottengono anche i cosiddetti "libretti" di esami mai fatti, questo più che liberalismo mi sembra uno stato di "occupazione" della scarsa libertà che ancora ci resta.
Carissimo, mia sorella mi ha comunicato solo da pochi giorni dell'esistenza di questo sito...sono felice che qualcun altro abbia voglia di far cadere il VELO...non so se in precedenza sia stato affrontato l'argomento FOIBE (senz'altro molto lontano dallo spamming, ma consentitemi l'ardire!) ad ogni modo personalmente avevo fatto una ricerca sulla rete - anche estera - per trovare informazioni : IL NULLA! Da quando la televisione "si è espressa" sono fioriti ovunque, ma la domanda non sorge anche a voi: chi era in possesso di tutte quelle informazioni perchè non le ha mai tirate fuori??
Un saluto caro al MITO!

Vittoria Di Giorgio 30.03.05 11:45| 
 |
Rispondi al commento

La spazzatura via email forse non si puo' vincere del tutto ma si puo' senz'altro combattere, basta informarsi e far valer il singolo diritto del consumatore che, unito a tutti i singoli diritti, fa tremare i potenti che hanno bisogno di noi. Già è stato possibile far fronte agli spammer (anche con vendette "divertenti", vedi firma) ora si puo' far valere la propria voce: forse non del tutto (c'è monopolio) ma quanto basta per farsi sentire (un minimo di concorrenza c'è, e poi ci si puo' informare, vedi software per telefonare via internet gratis, ecc.).
Forse abbiamo solo bisogno di saper trovare questa informazione, siamo troppo abituati alla solita info della pubblicità. Teniamoci informati!

franco baldisserri 30.03.05 11:33| 
 |
Rispondi al commento

Fosse almeno innocua! Il problema grave è che in qualche caso i messaggi spam contengono indirizzi web (ormai nascosti benissimo e in italiano) il cui contatto comporta automaticamente un addebito in bolletta, da parte di Telecom Italia, di 10,00 euro!
Qualcuno dovrebbe difenderci da contatti di questo genere e dagli abusi che normalmente vengono perpetrati sugli utenti della rete e della telefonia fissa.

Gaetano Ficarella 30.03.05 11:32| 
 |
Rispondi al commento

Oggi lo spam arriva anche mentre stai facendo la doccia. Per telefono. Anche mentre mangi. Proprio tra i maccheroni e le scaloppine. E se non li ascolti si arrabbiano pure, perchè lo fanno per te. Ti fanno un'offerta, ti coprono di regali. Alice, Wind, Infostrada, Sky...Grazie. Quanti amici che c'ho !!!
Qualcuno mi dia il numero del Tronchetto della felicità per favore. Avrei da proporgli le mie offerte... ovviamente la telefonata la pago io.

Gian Piero Biancoli 30.03.05 11:32| 
 |
Rispondi al commento

Interbusiness è la FIAT delle telecomunicazioni :D

Basta pensare che le ADSL Alice, Tin.it e Tele2 si basano sulla rete Interbusiness, che è una delle peggiori reti dati d'Europa.
Vi siete mai chiesti come fa Tiscali a proporre ADSL a 12/1Mbps e telecom non va oltre i 1280/256Kbps ?
Easy: tiscali s'è comprata una rete tutta nuova.

Residuato bellico degli anni 70-80, mamma Telecom tiene in piedi questo baraccone chiamato Interbusiness per fare soldi sulle spalle di chi non conosce la materia trattata.

Manwë Sulimo 30.03.05 11:32| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori