Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il "Tremonto" della fiducia nell'Italia


tremonti.jpg

Negli USA si discusse molto se la libertà di espressione dovesse includere anche la libertà di bruciare la bandiera nazionale.

Decisero che i bruciatori di bandiera non dovessero andare in galera.
Però nemmeno li mandarono al governo.

Da oggi invece noi ne abbiamo confermati al governo cinque: il più pericoloso di loro è addirittura vice primo ministro. Il secondo non ha formalmente ministeri, ma ha in pugno tutto il governo, perché lo ha già mandato a casa una volta.

Mettetevi nei panni di uno straniero che si chiede se mettere qualche soldo in aziende, titoli, buoni del tesoro o prodotti italiani.
Perché dovrebbe farlo?

Mettiamo a vicecapo del governo il fiscalista di uno dei più corrotti, monopolisti e statalisti tra i gruppi industriali italiani.

Ad assicurare il prelievo fiscale e la solvibilità dello Stato mettiamo un “esperto di paradisi fiscali”, come lo definisce il governatore della Banca d’Italia.
Uno che ha passato la vita a insegnare ai più ricchi come evitare di pagare le tasse.

A risanare lo Stato mettiamo chi ha aperto una voragine nei suoi conti, portando il deficit oltre il 4% del PIL e svendendo il suo patrimonio immobiliare.

A garantire onestà e trasparenza mettiamo chi ha legalizzato la falsificazione dei bilanci.

A infondere fiducia nell’industria italiana mettiamo ministri, capi e vicecapi di governo che si fanno riprendere in tv sempre su auto tedesche, pagate con i soldi dei contribuenti italiani.
Ve lo vedete Bush su una Toyota di Stato? O Chirac su una BMW di Stato?

A risollevare le sorti del prestigio italiano mettiamo un superministro che in Italia dice e dirige “Forza Italia”. Poi va all’estero a Lugano (vedi il mio post del 7 marzo), ad organizzare insieme ad altri quattro ministri italiani una piazzata in cui si canta “Abbiamo un sogno nel cuore, bruciare il Tricolore”.

Se fiducia e rispetto per l’Italia non li hanno i suoi governanti, perché dovrebbero averla gli stranieri?

24 Apr 2005, 16:41 | Scrivi | Commenti (406) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Recentemente ho visto lo spot tv del ministero infrastrutture sulle grandi opere (lavoriamo per voi...e per i vostri figli). Secondo voi chi ha pagato quello spot? Se come penso il cittadino (cioé noi) non si può che confermare che il berlusca è veramente un gran dritto e ci sta pigliando per il c.... tutti e per l'ennesima volta.

leonardo mascarin 23.01.06 22:43| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non potremmo manifestare il nostro dissenso rispetto al diritto sancito da una legge dello Stato Italiano (Einaudi?), che prevede venga corrisposto "a vita" lo stipendio al Governatore della Banca d'Italia, anche dopo la fine del suo mandato?
L'intento era di evitare all'ex-Governatore di impegnarsi in affari dopo il mandato, ma lo stesso Carli ha ridicolizzato questo obiettivo.
No comment per l'ultimo ex-Governatore...

A.Parrino

Andrea Parrino 05.01.06 20:54| 
 |
Rispondi al commento

====================================================================================================


Il Patto dello Sciacchetrà

Le ultime dichiarazioni di Fiorani stanno facendo emergere la verità sull’incontro che ha visto il SENATORE LUIGI GRILLO, Gran Maestro dell’operazione di corruzione e appropriazione indebita più sporca dalla fine di Tangentopoli.

L’incontro ha visto la partecipazione di: Fazio, Fiorani, Berlusconi e Grillo. Le dichiarazioni ufficiali vollero far passare l’idea di una difesa delle banche italiane contro l’assalto dei Barbari europei.

In realtà, il Senatore Luigi Grillo, eletto in Liguria nelle fila di Forza Italia, aveva bisogno di tanti soldini per costruirsi la VILLA nella Riviera Ligure (costruita abusivamente nel Parco Naturale delle Cinque Terre e poi condonata); quale sistema migliore per fare ciò se non fregare un po’ di soldi ai correntisti della Banca Popolare di Lodi.

Il sistema a quanto sta dicendo Fiorani era semplice: bastava aprire un conto nella sua Banca, dare l’appoggio politico all’operazione bancaria più sporca della Seconda Repubblica e in cambio ci si ritrovava un bel gruzzoletto sul proprio conto corrente.

Il Senatore Grillo, una delle figure più losche della Politica italiana, ha fiutato subito l’affare e si è lanciato nella strenua difesa della scalata di Fiorani, ovviamente le sue dichiarazioni pubbliche sono state ripagate a suon di MILIONI di euro.

Il problema è che i soldi affluiti nelle tasche di LUIGI GRILLO erano dei correntisti della Banca Popolare di Lodi che sono stati truffati, rapinati e beffati; una persona che ha rubato dei soldi agli italiani dovrebbe stare in GALERA e non in Parlamento in una posizione chiave (Presidente della Commissione Trasporti del Senato).


IL SENATORE LUIGI GRILLO DEVE STARE IN GALERA E NON IN PARLAMENTO !!!!


===================================================================================================

Marco Gilles 21.12.05 13:05| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Hola Peppe sono un tuo amiratore, mi diverte tanto vedere i tuoi spettacoli.Senti io un po il mondo l'ho girato, e mi sono accorto che la politica, la industria e la societa in generale non e' negativa.Quello che non va bene e' l'uomo.Questo benedetto essere soffre molto e vuole auto distruggersi.E' perche con il tempo ha perso la capacita di vedere la magia della vita.Perche se tu vivi sotto a una magnifica cascata, non vai in cima a fare la popo.L'uomo sta perdendo la ragione e il senso comune.Io so che ci rimane poco tempo, perche non vogliamo cambiare.E come tu io lo dico alla gente, che deve cambiare dentro per rispettare il mondo che sta fuori.Pero mi dicono che sono matto, usano parole come utopista , o sognatore...pero peppe a me la vita piace tanto e in verita e' bella.Stiamo in un puntino nel universo, ci vuole molta nobilta per viaggiare fuori.E la terra come gli infiniti universi , sono un miracolo incompreso.Ciao Peppe continua cosi.PIK


romeo michel 20.12.05 17:53| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di finanziaria, l'altro giorno sul corriere del veneto c'era un articolo sui problemi della Fenice, il teatro veneziano, ma nessuno diceva che prima della prima il 9 pv ci sara' la presentazione della stagione con 400 invitati (tutti biglietti gratuiti) che poi parteciperanno tutti e 400 ad una bella cena di gala, il direttore della Fenice si lamenta dei tagli ma pare che a questo tipo di iniziative non ci vogliano proprio rinunciare.
Poi ci sara' la prima e giu' un altro sacco di soldi, vorrei saqpere quanti sono quei biglietti che vengono regalati durante la stagione.

viva l,italia

tIZIANO tRICHES 05.11.05 23:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho visto come tutti credo, il telegiornale negli ultimi giorni e devo dire di "essermi commosso" nel vedere che il nostro presidente del consiglio è pronto a sacrificarsi per noi ( io non gli ho chiesto nulla comunque......) , ha detto che è faticossissimo e duro ricandidarsi per fare il premier. A me sembra una bella presa in giro per chi veramente fà dei sacrifici per andare avanti nella vita. Trovare i soldi per pagare l'affitto la luce il gas il telefono etc etc ( non basterebbe un libro per dire tutto quello che dobbiamo pagare). Si credo che abbia ragione, è stressante prendere l'aereo ( privato ) tutti i giorni per immergersi nel caos di Roma lasciando la amatissima sardegna. E' un sacrificio che credo tutti noi italiani non riusciremmo a sopportare, per non parlare di tutti gli altri duri sacrifici che deve fare. Ma possiile che non abbia un pò di dignità , si prenda tutto quello che ha guadagnato ( .................................. ) e si vada a godere la vita e lasci fare il politico a chi sa fare il politico, e smetta di sacrificarsi nessuno glielo ha chiesto.

Grazie Beppe per darmi questa possibilità di sfogarmi

Franco

Franco Belardinelli 01.09.05 11:00| 
 |
Rispondi al commento

VIVA L'ILLUMINAZIONE DI QUESTO SITO
Grazie di avermi fatto imbattere per la prima volta, e finalmente in questo sito VERAMENTE UTILE e costruttivo.
Fratello Beppe, grazie per questo tuo magnifico risultato, i tuoi sforzi siano BENEDETTI.
Grazie a tutti coloro che hanno scritto contro
i politici corrotti, venduti e persistenti nonostante la loro condanna definitiva.
Grazie a colei che ha notato che in Italia,
paese ecologico, non si puo produrre energia ad alta tecnologia (all'estero si. cosi i capitali vanno la')
Grazie a colui che ha notato che, il referendum è stato deplorato perche' questo è un paese cattolico e sacro e gli esperimenti non si possono fare (all'estero si, cosi i capitali del megabusiness delle filiazioni assistite all'estero si. cosi i capitali vanno la')
Grazie a coloro che hanno notato che da anni
le aziende Italiane stanno chiudendo, e i prodotti che acquistiamo sono fatti all'estero, e pure le stesse fabbriche in suolo italiano vengono acquistate da operatori esteri
(METRO, NESTLE, RDB, DEUTSHE BANK, andate avanti voi...) (cosi i capitali vanno all'estero e il nostro territorio diventa di proprietà degli stranieri)
Grazie ai mille altri esempi di blocco
dell'economia italiana studiati ed operati a tavolino da chissa quale pool di strateghi ESTERI
che stanno PAGANDO i nostri politici VENDUTI
per far passare di mano L'ITALIA INTERA senza che ce ne ACCORGIAMO!!!
Per conquistare una nazione, un territorio, un'economia, ci sono vari metodi:
- assedi il paese con la scusa di dare la caccia ai terroristi
- per risparmiare i costi di guerra chiedi l'intervento di paesi alleati che fungono da "SOCI DI AVVENTURA"
- conquisti il paese e gli fai il conto del debito di guerra che dividerai con gli alleati, rinpinguando la tua economia per un bel po' i anni, sino all'operazione successiva....Un altro paese da prendere di mira...Un altra dittatura abominevole da bloccare....

OPPURE METODO DEI METODI.
- convinci (attraverso i tuoi emissari diplomatici disseminati in belgio e in lussemburgo) gli alleati Europei a "FONDERSI" in un "grande progetto europeo" cosi si fortificano economicamente e il potere di acquisto della loro moneta unica sale, facendo diminuire le eloro esportazioni.
- aumenti le tue esportazioni con il tuo dollaro "debole" e quindi mandi in crisi le loro economie export
- gli fai acquistare per un quinquennio la benzina che si paga in petroldollari, dopo aver fatto salire il prezzo del greggio da 35 a 55 dollari il barile!
- ora nel 2005, dopo che Francesi e Olandesi hanno votato no alla Costituzione Europea, perchè l'economia della gente in cinque anni è stata distrutta drammaticamente, dal DIMEZZAMENTO REALE del valore dei soldi depositati in banca o in titoli, e dal dimezzamento del valore degli stipendi e del potere di acquisto della moneta, assisti divertito al crollo dell'euro e intanto:
- ti riappropri di ben 5 punti percentuali del DOLLARO rispetto l'EURO in soli tre mesi da marzo a giugno 2005
- realizzi utili finanziari da capogiro con il nuovo cambio favorevole che depaupera TUTTE LE BORSE MERCANTILI EUROPEE che avevano prenotato contratti di merci e prodotti, prima convenienti, ma da pagarsi ORA in dollari
- COMPLIMENTI AI KEYNESIANI STRATEGHI CHE HANNO ARCHITETTATO TUTTO QUESTO!
MA VENIAMO AI NOSTRI POLITICI
che interesse avrebbero a favorire tutto questo?
MA A CREARSI UN INNOCENTE GRUZZOLO MONETARIO ALL'ESTERO CON TASSAZIONE IRRISORIA, EVADENDO IL FISCO ITALIANO TANTO CRUDELE E SALATO.
mi fermo qui.
ITALIANI, SE VOGLIAMO POSSIAMO:
- riprenderci l'Italia
- Bloccare le atività che fanno volare i capitali all'estero
- Attivare le attività che portano capitali in Italia
- Rilanciare l'economia portando l'iva al 10% per tutto e tutti.
- Bloccare il potere dei politici, ragionieri, bancari, giudici che DOPO TUTTI devono fare semplicemente gli AMMINISTRATORI del nostro grande condominio e non i PADRONI
- Attivare una costituzione che dia potere ai
produttori di lavoro, economia, servizio necessario utile e indispensabile, bilanciando le risorse per SVILUPPARE IL LAVORI CHE PORTANO ALTA REDDITIVITA E VALORE AGGIUNTO AL PAESE e riducendo drasticamente e tutte le associazioni di categoria, di beneficianza, di ordine, di fondazioni, di onlus, di SANGUISUGHE di soldi nostri, ALTAMENTE INUTILI, IMPRODUTTIVE E DISPENDIOSE PER LA NOSTRA ECONOMIA.
le banche? BASTA BANCHE MA UN'UNICA BANCA NAZIONALE GESTITA DA NOI TUTTI E DI NOSTRA PRORIETA, CHE FONDA ANCHE LA GESTIONE INPS.

per oggi non vado oltre...

Ciao a tutti e fatemi sapere che ne pensate...

Sono motlo contento di aver potuto parlare.. grazie a tutti voi del Blog e Grazie ancora a Beppe...


Erminio Fazio 14.06.05 23:33| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, (vorrei esprimerti la mia ammirazione, ne ricevi tantissime, nn ti interesserà)
quindi-
Su Gasparri: vorrei chiederti se la commissione italiana(nata sotto il ministero di Gasparri) che stabilisce i parametri di nocività delle onde elettromagnetiche sulla salute, è composta da persone coinvolte in qualche modo con aziende telefoniche o nel mercato della telefonia(come apparso su un programma stupendo, "REPORTAGE", che per qualche ignioto motivo lasciavano in seconda serata e che è passato in prima per un pò, ma con argomenti molto + morbidi e meno interessanti, (domanda nella domanda:possibile che la Tv, che dovrebbe rappresentare in qualche modo la curiosità delle persone, si concentri su argomenti così frivoli?).
Possibile che nel giorno di arresto delle brigate rosse, si svolgesse lo sciopero generale come non avveniva da tanto tempo?Possibile che Berlusconi, abile stratega abbia arrestato le brigate rosse in un momento prestabilito, che togliesse visibilità alla prima notizia fastidiosa? Possibile che lo stalliere di villa Arcore sia un boss mafioso? Che è stato anche in galera durante il servizio nella villa? (potrebbe nn essere vero, ma se lo è, l'ha potuto fare per 3 motivi: 1-è mafioso 2-scende a compromessi 3- vuole tutelare la sua famiglia, data l'enorme ricchezza, assicurandosi amicizie che ne tengano lontane delle altre).
Scusi se sono prolisso, ammiro il suo lavoro, non ne condivido tutte le sfumature, ad esempio sul calcio, ma lei è: uno splendido oratore, un comico arguto con un'intelligenza straordinaria, spero che la notorietà ed il successo, non spenga la sua anima anticomformista e non dia spago alla sua vanità; E' bello poter ragionare con la propria testa, sarebbe bello avvicinare i giovani alla politica, ma io che sono un prossimo laureato in informatica(23anni), non posso ragiuonare con la mia testa(o meglio allenarla a fare ciò) se mi continuamo a propilare delle stupidaggini, se non fanno circolare liberamente le opinioni.
Io credo, e qui non invento nulla, che la verità abbia un linguaggio semplice, ma se ciò è vero, perchè il momento in cui i discorsi tenuti dai politici sono comprensibili(attenzione, non dico + comprensibili, ma comprensibili) è quello pre-elettorale? Io, fra poco laureato, dovrei possedere un'intelligenza media, se non comprendo io, una percentuale significativa non comprenderà. Perchè la pubblicità progresso non pubblicizza anche un sito Internet, dove vengono tradotte in un linguaggio comprensibile, per la media della popolazione, le varie proposte di legge e leggi, modelli per semplificare la burocrazia, che possano aiutare i giovani(che dovrebbero essere i motori della società, fissati ad adeguati pilastri, modelli come lei( così rare oggi giorno persone che abbiamo un loro modo di pensare con propri ideali, che non si identifichino nelle figure politiche o negli scheramenti, che indossino un indumento se piace ed è comodo, non se pubblicizzato))
Buona giornata Signor Grillo,
spero che non soffochino la sua voce, come successo in Italia a vari personaggi.
Altra avvenimento che mi è parso strano è:
lessi che l'Istat aveva fornito dati falsi sulla percentuale di inflazione italiana. Non ci vuole un genio per capire che fossero falsi, io studente fuori sede, ho notato quotidianamente l'aumento del costo della vita, capendo quanto fossero inadeguati i dati dell'istituto nazionale, almeno per la mia posizione e astrazione sociale. Comunque non ho udito molte notizie su un'indagine interna a verificare la situazione, quali risvolti ha portato, quali colpevoli o innocenti sono stati individuati. Però stranamente mi si è detto tutto sul crocifisso nelle scuole, non mi pare ciò sia bello.
Ultimo pensiero:
-capisco se il suo odio per il calcio sia determinato dall'esito del mondiale coreano-giapponese. Anche li non si ha avuto notizia, di un'indagine che chiarisse la posizione del presidente coreano e delle sue presunte influenze sulla classe arbitrale, o addirittura amicizie interne all'UEFA. Avrei troppe cose da dirle, ma la annoierei.. Buona lavoro.

Marcello Mariano 01.06.05 21:57| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe purtroppo in alternativa a questa maggioranza attuale cosa si sostituira'una ipotetica sinistra divisa fra tanti partitini e bertinotti che con il suo vecchio pensiero comunista dispensa ipotetici risoluzioni poco efficienti e alle volte molto qualunquiste di cui credo che neanche lui sia piu convinto. Purtroppo il guaio peggiore e che tutti i
vari politici di cui parliamo pensano soprattutto alla loro pagnotta sempre piu farcita e sempre meno ad una politica fatta di poche cose ma concrete ed efficaci per tutti e di riflesso anche per loro pero penso che sia un sogno da cui ci si risveglia sempre con un altro incubo tutte le sere in cui ci si mette davanti allo schermo per vedere i dibattiti politici sempre uguali e ipocriti a cui si assiste e che mi fanno sprofondare in una tristezza infinita dalla quale e difficile uscirne. grazie da CISTERNINO1 a presto

giovanni cisternino 17.05.05 16:57| 
 |
Rispondi al commento

Provo con Lei, perchè non ne posso più di chiedere a tutti:
"Perchè Letizia Moratti non si presenta con il suo vero cognome??Nessuno dice nulla, ma se fosse un'altro cognome allora sarebbe contestata, ma questa suorina mancata, usa in modo scorretto il cognome di suo marito, ma come si chiama?? Forse il suo vero cognome è pericoloso?? O così buffo che potrebbe perdere credibilità?? Politicamente non la penso come lei, ma meglio una Mussolini che usa il suo vero cognome e non si nasconde dietro quello del matito. Ho reso l'idea di cosa, fra tante ingustizie vorrei togliermi una curiosità. Grazie per eventale risposta. Un cordiale saluti da Clara Carati

Clara Carati 17.05.05 12:19| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
ieri sera sono venuto al tuo spettacolo di Rieti, pur abitando a Roma, ed erano in tantissimi come me ed il mio amico a venire da Roma. Non eravamo riusciti ad avere il biglietto di una delle 4 serate di Roma per questo ti prego di replicare a Roma altre serate. Torniamo a noi , anzi a Te... Parli con il cuore e le tue denuncie aprono gli occhi ai molti che non vedono o non vogliono vedere ciò che ci circonda o non hanno la scaltrezza o la cultura per poter vedere, penso agli anziani ai bambini a tutti quelli cui l'informazione, già manipolata di per se, non arriva perchè difficile da comprendere.
Come tu stesso dici, allo stato attuale non v'è alternativa! Il centro destra attua politiche di governo davvero inaudite degne di una Stato proiettato a complicare la vita del cittadino e non di agevolarne lo sviluppo. L'alternativa la, sinistra, come tu dici non propone , ribatte come una isterica alle iniziative dell'attuale governo, non propone alternative valide e credibili, propone faccioni visti e rivisti nei più grandi disastri italiani (Privatizzazioni, riforme previdenziali, gestione di istituti pubblici...)
CHE FUTURO DIAMO AI NOSTRI FIGLI, QUALE FUTURO GLI STIAMO COSTRUENDO! Scrivo in grassetto perchè nel linguaggio di internet vuol dire gridare e grido questo dolore che credo sia condiviso da tutti quelli che amano il proprio Paese che amano i loro figli che amano uno sviluppo sostenibile della propria vita e quella dei propri figli. Sono indignato a sentire Ministri di questo governo inneggiare alla violenza avendo un sogno nel loro cuore : Bruciare il Tricolore! Sono indegnato e non mi sento rappresentato quando nello stesso momento migliaia di persone si asciugavano le lacrime con le bandierine che si erano portati da casa, magari cucite in occasioni di grandi eventi sportivi in cui ci sentiamo più Italiani del solito, al passaggio del feretro, avvolto nel Tricolore, di un uomo semplice, non chiamatelo eroe, nemmeno lui lo vorrebbe, che donava la propria vita ad un ideale di libertà, di servizio, di lealtà, di onestà, di fratellanza e di uguaglianza.
Non ci sono alternative, ma non possiamo pensare di arrivare alle prossime elezioni nazionali con la speranza di votare il "meno peggio"!!
Ti chiedo di considerare seriamente magari con la tua comicità che non può che aiutare un paese che da qui a poco piangerà davvero, la tua scesa in prima linea come canditato di una lista civica, con le tue idee, la nostra collaborazione a cambiare il modo di vivere, i tuoi collaboratori ad aiutarti in questo enorme impegno che ti chiedo di affrontare. La tua, per me, oggi, è l'unica alternativa, l'unica speranza di quel "Risorgimento" che hai auspicato a tutti noi mentre ieri sera ci congedavi.
Ti auguro tutto il bene del mondo e ti ringrazio per il tuo impegno.

Marcello Perotta

Marcello Perotta 17.05.05 10:16| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
ieri sera sono venuto al tuo spettacolo di Rieti, pur abitando a Roma, ed erano in tantissimi come me ed il mio amico a venire da Roma. Non eravamo riusciti ad avere il biglietto di una delle 4 serate di Roma per questo ti prego di replicare a Roma altre serate. Torniamo a noi , anzi a Te... Parli con il cuore e le tue denuncie aprono gli occhi ai molti che non vedono o non vogliono vedere ciò che ci circonda o non hanno la scaltrezza o la cultura per poter vedere, penso agli anziani ai bambini a tutti quelli cui l'informazione, già manipolata di per se, non arriva perchè difficile da comprendere.
Come tu stesso dici, allo stato attuale non v'è alternativa! Il centro destra attua politiche di governo davvero inaudite degne di una Stato proiettato a complicare la vita del cittadino e non di agevolarne lo sviluppo. L'alternativa la, sinistra, come tu dici non propone , ribatte come una isterica alle iniziative dell'attuale governo, non propone alternative valide e credibili, propone faccioni visti e rivisti nei più grandi disastri italiani (Privatizzazioni, riforme previdenziali, gestione di istituti pubblici...)
CHE FUTURO DIAMO AI NOSTRI FIGLI, QUALE FUTURO GLI STIAMO COSTRUENDO! Scrivo in grassetto perchè nel linguaggio di internet vuol dire gridare e grido questo dolore che credo sia condiviso da tutti quelli che amano il proprio Paese che amano i loro figli che amano uno sviluppo sostenibile della propria vita e quella dei propri figli. Sono indignato a sentire Ministri di questo governo inneggiare alla violenza avendo un sogno nel loro cuore : Bruciare il Tricolore! Sono indegnato e non mi sento rappresentato quando nello stesso momento migliaia di persone si asciugavano le lacrime con le bandierine che si erano portati da casa, magari cucite in occasioni di grandi eventi sportivi in cui ci sentiamo più Italiani del solito, al passaggio del feretro, avvolto nel Tricolore, di un uomo semplice, non chiamatelo eroe, nemmeno lui lo vorrebbe, che donava la propria vita ad un ideale di libertà, di servizio, di lealtà, di onestà, di fratellanza e di uguaglianza.
Non ci sono alternative, ma non possiamo pensare di arrivare alle prossime elezioni nazionali con la speranza di votare il "meno peggio"!!
Ti chiedo di considerare seriamente magari con la tua comicità che non può che aiutare un paese che da qui a poco piangerà davvero, la tua scesa in prima linea come canditato di una lista civica, con le tue idee, la nostra collaborazione a cambiare il modo di vivere, i tuoi collaboratori ad aiutarti in questo enorme impegno che ti chiedo di affrontare. La tua, per me, oggi, è l'unica alternativa, l'unica speranza di quel "Risorgimento" che hai auspicato a tutti noi mentre ieri sera ci congedavi.
Ti auguro tutto il bene del mondo e ti ringrazio per il tuo impegno.

Marcello Perotta

Marcello Perotta 17.05.05 10:15| 
 |
Rispondi al commento

A chi ancora pensa alle colpe dell'euro voluto da Prodi. Per fortuna abbiamo l'euro, con la lira, in una situazione economica disastrosa come la nostra, a quest'ora saremmo stati in piazza a sbattere i coperchi delle pentole.

antonello barchiesi 16.05.05 13:52| 
 |
Rispondi al commento

Cosa ne pensi Beppe di questo riciclato Prodi ,sostenitore dell'euro?????

baiocco feliciano 15.05.05 14:09| 
 |
Rispondi al commento

PADANIA INDIPENDENTE è LA CONSEGNA!
HASTA LA VICTORIA SIEMPRE!

Ernesto Guevara De Cologn 14.05.05 15:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un'iniziativa concreta che accenda un cono di luce su ogni persona con carica pubblica o posizione economica rilevante : attivare un database consultabile online con il curriculum di queste "belle persone" che ci "guidano" dall'alto della loro posizione. Solo fatti riscontrati ma che di solito bastano e avanzano per capire qualcosa di chi ci comanda. Avere un sito unico per tante facce aiuterà a rendere consapevole anche il pigrissimo e disinteressato popolo italiano. E' fattibile? O il marcio che nascondono questi personaggi richiede troppo tempo per essere messo insieme o troppa memoria di computer? Possiamo mandare i profili a Wikipedia?

Paolo Tintori 14.05.05 10:15| 
 |
Rispondi al commento

Per il signor Mario Gottardi:
...spenga il tg4, per piacere :) Ormai siamo un po' tutti stufi della pappetta "comunista" a chi non la pensa come qualcuno che non si fa processare. Se lei conoscesse bene la storia, come penso, saprebbe che qui il comunismo non è praticamente mai esistito...se la rivoluzione non è stata fatta nel biennio rosso del 20-21 (con serrata delle fabbriche), mi dica dove ha mai visto il "pericolo rosso"...non mi dica dopo la seconda guerra mondiale, perché altrimenti non ci capiamo. Si chiama scusa bella e buona. Premetto anche che NON sono comunista, e che ogni politico rappresenta per primo i SUOI interessi, come farei io, lei...per questo che non si candidano tutti forse? La classe politica italiana fa schifo, si sa, si sente dire: per non parlare degli scempi per la poltrona che ha mostrato questo governo...(vedi Fini, Bossi...)
E mi riconduco al discorso del signor Bernabini: una persona con 6 tv (la gente in Italia fa quello che dice la tv, abbiamo le prove ogni giorno), una persona che per rispettare la legge la cambia(questo è l'esempio)...e che soprattutto era socialista (oggi sono persino a destra). E poi parla di libertà? Quando si violano non so quanti principi del pluralismo??? Democrazia? Ma dov'è? Democrazia vuol dire governo di TUTTI, rappresentati in modo appropriato. Qui c'è uno che comanda e fa il fatto suo (non è sceso in campo per noi!). Per curiosità, mi citi qualche pensatore di destra della storia, che non siano i soliti 2-3; ho sempre saputo che i più grandi teorici e pensatori non erano di destra, e soprattutto non sono stati pochi: allora, o sono stati tutti dei dementi, oppure...!!!
E si ricordi, la libertà non si chiude in UNA CASA!

Alessandro Sironi 14.05.05 01:00| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti.

(Commento retorico) Se queste "persone per bene" si trovano al governo é da supporre che il popolo, cioè voi (perché io non solo me ne sono astenuto ma sono espatriato e ogni volta che mi viene la voglia di ritornare in Italia mi chiedo quanto ne perderei in salute dei miei nervi, quindi...), li abbiate votati, ed anche in maggioranza, quindi mi risulta difficile comprendere che c...o abbiate da lamentarvi, o mi sbaglio??

capa rezza 13.05.05 13:40| 
 |
Rispondi al commento

Perchè in Italia bisogna sempre essere dalla parte giusta? Se vincono i "compagni" fanno le leggi per loro... gli altri neanche le vengono a sapere. Se vince il "Berlusca" si fa le leggi per evitare che i magistrati gli facciano il culo. Macchè magistratura indipendente. Voglio una magistratura eletta da mè, dal popolo. Voglio leggi che siano per tutti e che vengano applicate a tutti. Non voglio essere amico di nessuno... ma che amico del c...o. ma lo sai quanti soldi vanno agli amici (sovvenzioni, favori, inciuci...)! altro che PIL! Mi faccio una mandola così tutti i giorni e se prendo uno di questi amici... lo concio!

Filippo Trascinelli 13.05.05 06:32| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di Argentina e di capacità di persuasione:Adiconsum.."come hanno votato i Deputati sul DDl risparmio".prima dovrebbe convincere le sue pecore.

giorgio pini 11.05.05 17:11| 
 |
Rispondi al commento

Ho sentito (Radio Capital) che il ministro Buttiglione ha dichiarato che i cattolici che andranno a votare per il referendum sono dei vigliacchi e non ricordo cos'altro. Ora, io sono cattolico, andrò a votare e non ritengo di essere un vile. Forse neanche lui lo è pur se partecipa ad un governo ed è membro di un parlamento pieno di cattolici divorziati (Berlusconi, Casini etc.). Vorrei perciò fargli saper che il vile è lui che può fare queste affermazioni solo perché sa che no gli possiamo rispondere tutti con un clamoroso pernacchio anche se quello che gli ha fatto l'Europa deve rintronargli anora nelle orecchie.
Non so come fare arrivare questo breve pensiero, ma se siete in grado di farglielo saper mi fareste cosa gradita.
Grazie.
Rosario caracciolo

Rosario Caracciolo 11.05.05 12:39| 
 |
Rispondi al commento

Sig. Gottardi non mi sono mai permesso di difendere i regimi comunisti totalitari e questo è un fatto. Tuttavia non penso proprio che questo possa essere argomento di discussione oggi in Italia. Se in Italia c'è oggi un qualche problema di democrazia non è sicuramente causa dei COMUNISTI.
Sulla differenza fra bandiere rosse e bandiere nere la invito a leggere la COSTITUZIONE nella quale è espressamente vietata l'aopologia del fascismo mentre non mi pare sia vietata l'apologia del comunismo.. Se vuole le spiego anche il motivo per il quale la COSTITUZIONE censura il fascismo e non censura il comunismo.
Per quanto concerene poi la sua affermazione che VALGONO SOLO I FATTI E NON LE PAROLE.. Non solo dissento perchè le parole hanno valore e come! Ma se anche volesse analizzare solo i fatti la invito ad analizzare cosa ha FATTO questo Governo.
Se in Emilia Romagna qualche persona celebra i funerali con le bandiere rosse non è cosa che mi inquieta affatto, piuttosto mi inquieta vedere che in "padania" qualcuno fa i battesimi con le bandiere verdi.

Gabriele Bernabini 10.05.05 11:00| 
 |
Rispondi al commento

ragazzi....avete sentito oggi alla radio???
il nostro Unto del Signore che faceva da mediatore tra Bush e Putin?
grande, un ex di sinistra che è andato a dx che media tra dx e sinistra...
è veramente un capolavoro......
micidiale....
saluti a tutti
Samanta

samanta tettamanti 09.05.05 21:38| 
 |
Rispondi al commento

CARO SIG. BERNABINI

Prima di tutto io rispetto le idee di chi non la pensa come me,perche' sarebbe molto pericoloso pensarla tutti allo stesso modo,mi permetta pero' di riporta cio che accade in Emilia.
Io non so dove Lei abiti,in Emilia ancora si respira quell'aria....In Emilia i comunisti hanno le bandiere rosse con falce e martello pronte e gelosamente custodite da persone che non vedono l'ora di sostituirle alle bandiere multicolor con scritto pace (che poi hanno lo stesso significato)
In Emilia si fanno ancora i funerali civili (nulla di strano) con le bandiere rosse al seguito,tutto normale.
Mi piacerebbe vedere cosa succederebbe se qualcuno facesse a sventolare in un funerale civile le bandiere nere,sarebbe un disastro e quante e quali rimostranze ci sarebbero.
Badi bene ,io non sono fascista e non ci penso nemmeno.Lei che ha gli occhi aperti al contrario di me ,mi puo cortesemente spiegare questo fatto.
Mi illumini.........!!!! La prego......
Vorrei solamente farle presente che da imprenditore ,contano i fatti,le parole se non scritte si dimenticano.
All' estero dove io vado spesso,stanno ancora ridendo dello sciopero fatto dai sindacati contro la riduzione delle tasse.

Mi ripeto !!!!guardo i fatti ,e non dimentico la storia che ci puo insegnare molto.Spero caro Sig.Bernabini che Lei conosca la storia recente,veda quanti uomini e donne hanno sacrificato la loro vita per ideali altissimi.ideali altissimi di democrazia e tolleranza,che molti sinistrorsi non hanno.Non sara' dovuta a un po di ignoranza........provi a tirare un cavalletto in testa a Prodi e vediamo cosa succede!!!!!!

Cordialmente
Mario Gottardi


Mario Gottardi 09.05.05 17:58| 
 |
Rispondi al commento

Anche tu hai avuto un assaggio della mobilità a Roma visto che hai apprezzato la nosta pazienza. Ebbene,l'assessore alla mobilità che non dormiva la notte per inventarsi soste a pagamento differenziato è soprattutto il genio che ha risolto la nostra mobilità come hai potuto constatare di persona, talmente geniale che ora ci delizierà dalla Regione. Gira voce che ambiente ed energia essendo giustamente incompatibili verrebbero divise come competenze, per fare spazio ai candidati che si affollano alle poltrone. Abbiamo passato un momentaccio allorchè si è profilata la candidatura del di cui sopra. Ma sarà permesso criticare chi ci fa aspettare un autobus 45 minuti, chi ha tollerato senza rispondere ai reclami dei cittadini che i bus fossero fermi 20 minuti al capolinea mentre i passeggeri attendevano alle varie fermate? Per non parlare della STA, dei motorini elettrici ecc. ecc. Spero che vada a riposarsi in una beauty farm per i prossimi anni, contento della promozione.


roberta ratti 09.05.05 17:06| 
 |
Rispondi al commento

Mario Gottardi scrive:
"CARI AMICI DI SINISTRA O PSEUDO TALI.

AVETE MAI VISITATO GLI EX PAESI DELL' EST??????"

Ma che palle con sti discorsi banali e noiosissimi.
Ma secondo Lei veramente qualcuno in Italia oggi si ispira al modello dei vecchi Paesi dell'Est?
Secondo Lei esiste ancora una qualche persona che in Italia dovrebbe scegliere per chi votare valutando come stavano in Polonia 10 anni fa?
Ma per cortesia!!
Provi a fare un passo in avanti e valuti il PRESENTE e soprattutto il suo PAESE.
Meno demagogia inutile per favore perchè con la demagogia andiamo poco avanti..
La demagogia per fortuna fa presa su un numero di persone sempre minore e Lei Signor Gottardi farebbe bene ad aprire un pò gli occhi..
In Italia il comunismo come lo intende lei non c'è mai stato e PER FORTUNA!
Se però analizza le cose come stanno messe adesso e non legge solo le parole (FORZA ITALIA, CASA DELLE LIBERTA', VIVA LA GNOCCA e comapgnia bella) allora vedrà che c'è più BOLSCEVISMO adesso diq ualche anno fa! C'è la televisione del partito (come in URSS), c'è la squadra di calcio del partito (come era la Dinamo Mosca), c'è la censura come c'era in URSS, c'è un Parlamento dove ci sono quasi il 100% di pessimi rappresentanti ma di quel 100% la metà non sono neanche politici!! Lo ZAR ci ha infilato dentro suoi avvocati, suoi manager, eppoi apparte qualche rincoglionito ha condito il tutto con Cantanti, Attori, Buffoni e Veline..
Ma per piacere!!!

Gabriele Bernabini 09.05.05 14:52| 
 |
Rispondi al commento

Oggi sulla Repubblica
Berlusconi esulta: "Su Yalta
ho fatto fare pace a Bush e Putin"

Pace pace pace di gesù non ci scompagnamo piu.....

nunzio bruno 09.05.05 14:02| 
 |
Rispondi al commento

CARI AMICI DI SINISTRA O PSEUDO TALI.

AVETE MAI VISITATO GLI EX PAESI DELL' EST??????

ANCHE DOPO 10 ANNI E' POSSIBILE VEDERE I DISASTRI CAUSATI DAI VOSTRI NONNI O ZII.

E' MOLTO COMODO FARE I COMUNISTI IN ITALIA.

PROVATE ,PERCHE SIETE ANCORA IN TEMPO ,A FARE I COMUNISTI COME VOI SIETE ABITUATI ,IN CINA ,SI LA ATTUALE CINA.!!!!!!! VI DIVERTIRESTE ,IL PROBLEMA E CHE NON POTRESTE NEMMENO LAMENTARVI.

LA DEMOCRAZIA E' UNA GRAN COSA,MA CREDO CHE VOI NON ABBIATE IMPARATO AD USARLA.
I VOSTRI RAPPRESENTATI,CHE NON HANNO MAI LAVORATO VERAMENTE,AL CONTRARIO DI VOI CHE VI FATE IL C..... TUTTI I GIORNI VI PRENDONO IN GIRO CON PAROLE E CON FACCE DI MORTADELLA.

SVEGLIATEVI!!!!!!!!!!!

UN SALUTO

VI SONO VICINO.

MARIO GOTTARDI

Mario Gottardi 09.05.05 13:01| 
 |
Rispondi al commento

Io vi inviterei a riflettere sulle affermazioni fatte ieri dal VOSTRO (non mio) premier: "Incalzato sull'aumento del costo della vita, Berlusconi ha detto: «Il governo non può controllare i prezzi, i prezzi li controllano i cittadini quando dicono no a quelli eccessivi ed è questo che li invito a fare»." (Fonte Corriere.it: http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2005/05_Maggio/07/berlusconi.shtml)
Cioé se ci sono i prezzi alti...sono io che devo cambiare negozio...e trovare altri prezzi alti. (Esempio: 1.TUTTI fanno prezzi altissimi 2.Inutile che cambio negozio.. 3.Io non mangio!) E il governo non può calmierare i prezzi! E negli altri paesi?
Ma tutto passa, nessuno dice niente. Ma non so se lo sai, non abbiamo tutti il tuo portafoglio...

Alessandro Sironi 09.05.05 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Se io potessi portare in detrazione tutto ciò che spendo, dalle spese per le vacanze al pane quotidiano, dal cappotto per l'inverno alla riparazione del rubinetto fatta dall'amico idraulico, in primo luogo pagherei subito allo stato il 20% di Iva ma sopratutto metterò in condizione di far pagare le tasse a tutti in quanto se non farò emettere la fattura all'amico idraulico o all'amico fornaio, le tasse che dovrà pagare lui le pagherò immancabilmente io...... Resta inteso che l'aliquota da calcolare su ciò che a fine anno mi resterà in tasca, portato in detrazione tutto quanto avrò speso per vivere, non dovrà essere inferiore al 70%!! E per questo più avanzerò e più farò girare l'economia in quanto più sarò invogliato a spendere con regolare fattura ovviamente, ma così tutti pagherebbero le tasse!!!!!! Non mi sembra così difficile!!!!!

Gian Paolo Tressoldi 08.05.05 15:52| 
 |
Rispondi al commento

Io sono di Parma e quanto tu dici era di dominio pubblico. Sono daccordo anche su molte critiche all' attuale governo, ma ti ricordi chi c'è dall' altra parte? Vai a vedere in quali consigli d' amministrazione è presente quel professore che quando parla sembra il re degli ebeti. Quale intreccio tra massoneria, politica e imprenditoria, banche, università e cooperative rappresenta? Non cascarci!
Ciao

Filippo Trascinelli 08.05.05 12:59| 
 |
Rispondi al commento


Ieri il Premier a Catania:"Combattete i prezzi troppo alti!É questo che invito a fare i cittadini.Il governo non puó farlo!". Giá, mo che ci siamo, combattiamo pure l'inflazione, ci facciamo noi stessi i contratti di categoria, e risolviamo pure l'enigma di Cogne!E questo perché?Per permettere al nano portatore sano, a capo ella Casa della libertá(condizionata), di farsi i cazzi suoi!
Salute e frasca

Gino Pasquino 08.05.05 11:06| 
 |
Rispondi al commento


"La lega spinge per il partito Unico. Mi appoggerá dall'esterno!"-"AN é d'accordo per il partito unico. Mi appoggerá dall'esterno!"-"L'UDC é per un partito tipo quello Popolare, come il partito Unico. Mi appoggerá dall'esterno!"- Sará solo lui l'Unico del partito(nel senso che se n'é ito!)
Salute e Frasca

Gino Pasquino 08.05.05 10:54| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera signor Beppe,la ammiro molto perchè lei sa far ridere dicendo cose serie,pultroppo gli italiani ridono si lamentano che le cose non vanno bene ma poi si adeguano e nessuno fa niente.
Sa che ho messo mie riflessioni su di un sito di annunci ( netgaphono,può immaginare di che annunci si tratta ma è gratuito è c'è molta visibiltà e alcuni lo hanno letto trovandosi daccordo con me ) sulla vergogna dello stato e della giustizia italiana su piazza fontana,dopo aver perso i cari devono pure pagarsi le spese processuli,sul caso iezzo e sul caso calipari ed è stato cancellato,non c'è neanche nella mia posta, ( altri annunci che avevo messo ci sono tutti )me l'hanno tolto,evidentemente dava fastidio,io ho visto 2 messaggi e 1 era daccordo con me,altri non ne ho visti anche perchè è sparito tutto.
Se questa è liberta di parola e di pensiero.......
I miei ideali sono giustizia,libertà,onestà,uguaglianza ma evidentemente sono diversi da chi ci comanda...
Con affetto,Antonio Marchiori,Asti.

antonio marchiori 07.05.05 17:49| 
 |
Rispondi al commento

..ieri sera al palasport è stato fantastico..ironicamente parlando, perchè pensandoci bene la situazione è ben lungi dall' essere motivo di sorrisi. io, come credo molti miei coetanei, vorrei solo essere vicino abbastanza al nano portatore, ed avere un cavalletto fotigrafico in mano..altre soluzioni non ne esistono, fanno tutti i loro interessi, forse ci vorrebbe davvero quello che avevano i nostri nonni, nulla da perdere e valori morali.
Signor Grillo, Lei vale più che un premio Nobel. Grazie di tutto.

Marco Paganini 07.05.05 14:18| 
 |
Rispondi al commento

Parliamo di brigate rosse,o meglio nuove brigate rosse.

I magistrati hanno identificato i componenti del gruppo e gli esecutori dei vari delitti,ma si sono chiesti,chi siano i mandanti????????

Staranno indagando su questo??????

SECONDO VOI POPOLO DEL BLOG COME E' LA QUESTIONE!!!!!!

Mario Gottardi

Mario Gottardi 07.05.05 12:48| 
 |
Rispondi al commento

Max Stirner,
però forse si può evitare anche il meno peggio del meno peggio (DiPietro che tanto meno peggio non è, poi ti dico il perchè)..
E se noi non votassimo nessuno dei 2 (cdl/unione) e li mandassimo a casa? Potremmo ad es. votare Pannella che non ha mai governato (credo) che forse è l'unico che può pronunciare la frase "per il bene del paese" senza farci venire i conati...
Pensate che bello: Pannella al governo e la maggior parte degli attuali parlamentari a casa e i sopravvissuti in minoranza!
Non sono Pannelliano ma una o più possibilità di governare gli altri l'hanno avuta e ci hanno deluso, perchè non far provare anche lui?
A suo favore depone anche il fatto che gli altri schieramenti non lo vogliono...forse vuol dire che non è come loro...

A proposito di Dipietro, ho avuto modo di coscere ed avere a che fare con un paio dei suoi, non gli lascerei il portafoglio neanche con 1 euro dentro...L'italia dei valori...ma per favore...

Auguri

ugo venturino 07.05.05 12:39| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe in questo momento pieno di ipocrisia e menzogne che è l'italia Politica e non, gente come te, trombata in TV perchè troppo sincera, ci aiuta nello sperare che si possa fare qualcosa per ridarci dignità come persone e come Italiani.
Questi pensano proprio che Cristo è morto di freddo, che la gente viene dalla montagna del sapone, ecco perchè personalmente sono contento di poterti esprimenre il mio personale ringraziamento per ciò che dici e per il modo di rappresentare tutto nei tuoi esileranti spettacoli.
p.s. Ho fatto parte anchio del mondo del lavoro proposto da Berlusconi..bla..bla...bla.., e creato da Santo Biagi, che pace all'anima sua poteva anche pensarlo meglio il mondo del lavoro. Ho fatto la fame per 3 anni 1998-2001, con sanguisughe che intascavano fior di soldi alle mie spalle sul mio lavoro di consulenza. Poi solo per fortuna e amicizia ho trovato un contratto di lavoro, dopo aver sputato sangue. Ora dopo 7 anni ho visto tantissimi ragazzi con contratti a tempo determinato, a consulenza, interinali, a proggetto, sottopagati e pronti a essere sostituiti se mostravano insofferenza(anche se pagati con ritardi fino a due mesi!!!), che a fine mese chiedevano i soldi a casa per andare avanti, poi quando finiva il tempo anche se bravi, un bel calcio al culo e ciao, sono spariti, e l'epurazione continua ogni anno. Dove sono i posti di lavoro??????????
Fuori i podestà e gli sfruttatori di risorse umane, smascheriamo questi meschini che non danno futuro per i ragazzi e guardano solo i cavoli loro, via la destra dal governo.

Ciao, grazie dello spazio.
Grazieeeeeeeeeeeeeee

Massimo Maiani 07.05.05 03:05| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe altro che chiacchiere, chiediamo conto a questo governo dei soldi che stanno spendendo in Iraq con la presenza delle truppe, chiediamo conto dello discredito INTERNAZIONALE che l'atteggiamento servile ha gettato sull'Italia, chiediamo conto della ROTTURA dell'Unità Europea, chiediamo conto della balle sui presunti ricavi derivanti dalla cosiddetta ricostruzione dell'Iraq, chiadiamo conto del tradimento della Patria Italia ed Europa (Art.11) ....

Beppe fatti sentire

Alfonso Leone 07.05.05 02:18| 
 |
Rispondi al commento

Franco da Jesi, nella mia ignoranza ti dico che per la tua preparazione alquanto approssimativa e surreale mi sa che appartieni a quella classe di avvocati, onorevoli, deputati, PLURIPREGIUDICATI che governa il paese, informati meglio. Ti consiglio l'ultimo libro di S.Lodato e M.Travaglio INTOCCABILI, e se non appartieni a quella manica di gran cogli... capirai.

Giorgio Frasca 06.05.05 22:00| 
 |
Rispondi al commento

Per Max Stirner
La penso esattamente come Lei; io ho solo 21 anni e mi domando ma tutta questa gente che ancora crede nell'utopia berlusconiana dove vive,in che paese dei sogni, non si può criticare Prodi per gli errori passati quando a governare è un MAFIOSO corrotto, non si può dire che Berlusconi ha fatto un buon lavoro dopo le varie Cirami, falso in bilancio, immunità per le 5 cariche più importanti (incostituzionale), tutte le leggi interpretate ad hoc e via dicendo. Dipietro è una persona competente che conosce, sicuramente meglio di chiunque altro, la VERA situazione politica (se così si può definire) italiana e chi meglio di lui può aiutare l'Italia ad uscire da questo vortice d'illegalità. Se fosse per me farei Dipietro persidente del consiglio e pure della Repubblica.
Un'altra cosa, a tutti quelli che si sono fatti incastrare dalla Casa delle Semilibertà consiglio di leggere qualche libro di Marco Travaglio o quanto meno di informarsi più attentamente se non si vuole continuare a regredire. Il fascismo è stato un male atroce, ma occhio il Berlusca non scherza, anzi. Un saluto

Giorgio Frasca 06.05.05 21:45| 
 |
Rispondi al commento

Chiedo scusa a Roberto, la risposta era per Max Stirner, mi scuso anche con te...

ugo venturino 06.05.05 19:40| 
 |
Rispondi al commento

grazie per l'attenzione, Roberto Valentini,

non credo di aver parlato di "cacciata dei dipendenti pubblici" (anche se sono certo che ognuno di noi che ci ha avuto a che fare a volte un pensierino l'ha avuto:-)
Solamente l'articolo che ho postato voleva essere uno spunto (magari per Beppe) ad affrontare un argomento scomodo.

Quanto alla seconda parte della tua risposta, non credi che ci meritiamo qualcosa di meglio del "meno peggio"?

ugo venturino 06.05.05 19:38| 
 |
Rispondi al commento

credo che abbia letto le ultime idee del vulcanico Tremonti,vendiamo le coste alla follia di questo personaggi non faro' mai l'abitudine,ora caro Grillo avrei delle proposte per far soldi,1)cosa ne pensa- una paninoteca alla Scala,bei mercatini all'Arena di Verona,condomini al Colosseo,una bella discarica nella Valle dei Templi innaugurata da silvio e cutrufo,centri commerciali a Paestum,spianare gli appennini poi via ha tante punta Perrotti,cementare la laguna diVenezia,ilPo,Tevere,l'Arno altro si trovera,ora mi chiedo questi personaggi la sera dormono?????

valentini roberto 06.05.05 19:12| 
 |
Rispondi al commento

a franco di Jesi:

penso che gli elementi come te siano in via di estinzione...
Ma lo sai che la Germania e’ in questa fase di recessione (cmq i conti tedeschi stanno meglio che i conti Italiani, fidati!!) xche’ si e’ dovuta accollare gli enormi costi dell’unificazione con la Germania dell’est???
Ma lo sai che in Cina ci sono miliardi di persone??
Caso parmalat?? E’ di ieri la legge che scappare con la cassa (bancarotta), secondo il governo di vento nei capelli, non e’ piu’ un reato punibile con 10 anni di galera ed inoltre va’ in prescrizione dopo 6 anni!!!! Nemmeno il tempo di accorgersi!!!!!
Falso in bilancio??? Ricordi???
Secondo te con queste leggi si rilancia l’economia in un paese??? O sono fatte per salvare vento nei capelli ed amici ladroni???

Un consiglio: x te c’e’ www.wberlusconi.it ti piacera’...

Meditate gente meditate...

P.S.: Non ho capito, cosa intendevi a proposito delle vacanze?? Parli al plurale (noi chi??).... Sei allucinato???

Alessio Derivati 06.05.05 16:48| 
 |
Rispondi al commento

Da quando il centro-sinistra ha vinto le regionali i telegiornali trattano per il 98 % del tempo di delitti castighi, stuperi, violenze varie negli stadi, e per il resto di irak e una bombardata da 50 morti in 10 secondi.
E qui ci vorrebbe la voce di Luttazzi<<<<<<<.cATTIVONI!!!!!!!!!
VISTO, AVETE VOTATO MALE E QUESTO SUCCEDE, come se su sessanta milioni di abitanti non possano esserci tutti i giorni due fuori di testa completi.

Luigi Damiani 06.05.05 15:46| 
 |
Rispondi al commento

Un paese alla deriva; è l'unico commento che si possa fare rileggendo le dichiarazioni dei nostri politici. Eduardo diceva a noi napoletani "fuitevenn" ovvero scappatevene via (dalla città). Ma Napoli non è altro che una cassa di risonanza in grande dei "tumori" del nostro paese e della nostra civiltà. Mi piacerebbe pensare all'Australia ma ho figli....figli di quest'egoismo, dell'indifferenza.....quale futuro per loro......occorre battersi Beppe....come fai tu....

Aurelio Cioccolanti 06.05.05 15:38| 
 |
Rispondi al commento

IL COSTO DELLA VITA......
Il governo ha trovato l'accordo politico in base al quale andare al tavolo della trattativa per chiudere il contratto degli statali. Da una parte si incarica il ministro della Funzione pubblica Mario Baccini di chiudere in fretta la trattativa, dall'altra ci si dispone ad andare oltre quel limite di 95 euro in più al mese sul quale il confronto si era incagliato. Infatti i responsabili dei vari dicasteri dicono all'unisono: "Il Consiglio dei ministri ha dato mandato al ministro della Funzione Pubblica Mario Baccini e al collega dell'Economia Domenico Siniscalco per portare avanti la trattativa".
Bene, sono contento x loro, ma io sono un metalmeccanico (settore dell’industria notoriamente meno considerato di tutti) e per il nostro rinnovo del contratto la controproposta della confindustria alla nostra richiesta di 130 euro è di 65 euro.
Ora mi domando una cosa: ma il costo della vita non è uguale x tutti?
Oppure tengono alla nostra ”linea” e ci vogliono mettere a dieta…..
Montezemolo VERGOGNATI!!! Una maglietta della Ferrari costa più dell’aumento che ci vuoi dare…. Ho reso l’idea?

Bruno Zebri 06.05.05 15:02| 
 |
Rispondi al commento

Neppure io sono a favore di questo governo, ma il CV di Prodi non mi ispira proprio... non si puo' mettere la testa sotto la sabbia e far finta che vada tutto bene... ma perche' non hanno chiesto a Veltroni di guidare l'Unione? Anche per un ricambio generazionale... non se ne puo' piu' di 'sta gente ammuffita e incartapecorita!

Lori Müller 06.05.05 14:58| 
 |
Rispondi al commento

X ME NN è COSI BERLUSCONI HA FATTO UN OTTIMO LAVORO E STA CONTINUANDO A FARLO. CIAO DA SERGIO CAMPI GENOVA

campi 06.05.05 14:07| 
 |
Rispondi al commento

Beh io questo governo non lo difendo, però le cxxxate che ha fatto prodi (sotto citate) sono vere...e chissa quante altre che non sappiamo...possibile che ci debba ripigliare uno così?

ugo venturino 06.05.05 13:14| 
 |
Rispondi al commento

Franco lascia perdere... Non parlare di politici ma di politica..
Lascia perdere veramente...
Eppoi uno che vota Berlusconi non può davvero permettersi di criticare nessun altro!
Prodi non piace quasi a nessuno ma è sempre meno nauseante del Cavaliere.
Prodi ora come ora è il menopeggio.. Ed è il menopeggio solo perchè dall'altra parte c'è il PEGGIO DEL PEGGIO.
Questa storia del comunismo è stata sbandierata solo per far presa su una certa categoria di persone (alla quale tu evidentemente appartieni).
Il comunismo per come lo intendono le persone come te non c'è più da anni ed in Italia non c'è mai (DICO MAI) stato.
Invece di denigrare l'avversario politico con baggianate cerca di trovare argomentazioni utili a difendere questo Governo (se ce ne sono..)

Gabriele Bernabini 06.05.05 11:38| 
 |
Rispondi al commento

ciao franco di Jesi
sei abbonato a topolino o al giornalino di forza italia?

marco giuliani 06.05.05 11:29| 
 |
Rispondi al commento

"Romano Prodi, il comunista italiano che ci ha rovinato la Germania"
Romano Prodi è il leader del centro sinistra italiano (neo comunisti,
verdi, comunisti moderati, comunisti progressisti ed una parte di
socialisti), candidato premier alle prossime politiche del 2005. [... vita,
carriera, famiglia, presentazione in generale] Durante la sua carriera
ha saputo fare del suo meglio per rovinare tutto cià che toccava. Come
Zio Paperone era impegnato in un'infinità di attivita: il problema è che
mentre il personaggio dei fumetti di Walt Disney sapeva trasformare in
monetine d'oro tutto ciò che toccava, Romano Prodi ha saputo rovinare
tutto ciò di cui si è occupato. Ne riassumiamo brevemente qualcuna
ripescando delle notizie pubbliche riferite al suo passato. (Ci sono le date
ed i periodi - riassumo) Sappiamo che un passo fondamentale della sua
sfolgorante carriera disfattista è stato come amministratore delegato
della Cirio (la popolare industria di cibi in scatola) e l'ha condotta ad
un tracollo finanziario senza precedenti, è riuscito a passare
dall'altra parte della barricata andando ad amministrare una società a
partecipazione statale, la IRI Italsat. La società in perfetta salute, reduce
da un quinquennio di utili considerevoli ha invertito la rotta ed è
sprofondata nel periodo più difficile della sua storia, fino
all'allontanamento di Romano Prodi.
Gli Italiani lo hanno voluto per amministrare il loro paese ed in pochi
anni di malgoverno ha portato i conti pubblici dell'Italia (già in una
situazione poco felice) in una situazione di difficile ritorno. Ha
saputo perdere 2 milioni di posti di lavoro, ha introdotto nuove tasse,
l'inflazione è salita vertiginosamente, l'amministrazione pubblica
dell'Italia non è mai stata così disatrata. Quando era al Governo ha saputo
coprire con incredibile falsità il tracollo e la truffa Parmalat che è
costata a migliaia di cittadini italiani una fortuna, ha saputo investire
denaro pubblico italiano in un affare che ha permesso a Milosevic di
reperire i fondi per la guerra nella ex Yugoslavia. Gli Italiani hanno
pensato bene di cacciarlo prima che facesse fallire l'Italia e lui è
riuscito a diventare presidente della commissione europea. Ha introdotto
l'Euro nel modo più sbagliato senza una vera campagna informativa,
battendosi per evitare la doppia circolazione delle monete per abituare gli
Europeri alla nuova valuta per scongiurare speculazioni ed i prezzi sono
saliti vertiginosamente. Per 1 Euro erano necessari circa 2 Deutsche
Mark (aggiungo per farvi capire che 1 Mark valeva circa 1000 Lire) ed
oggi i prezzi sono raddoppiati, oggi 1 Marco è equiparato a 1 Euro quindi
ogni cittadino si è visto dimezzare la propria diponibilità finaziaria
in pochissimo tempo, la disoccupazione in Germania è al tracollo, le
persone non hanno più soldi, le fabbriche chiudono la disoccupazione è
alle stelle, l'inflazione non è mai stata così alta.
Romano Prodi va fiero del'ultima perla portata a compimento prima della
scadenza del suo mandato di comissario europeo: l'apertura del mercato
alla concorrenza asiatica in particolare a quella cinese.
Bild: non le sembra che l'apertura indiscriminata e senza regole alla
Cina stia provocando seri problemi all'economia europea?
Prodi: la Cina è un grande paese e può essere uno dei maggiori mercati
per le aziende europee
Bild: si, questo in futuro, ma al momento hanno invaso l'Europa di
prodotti contraffatti e sottocosto
Prodi: la Cina si sta evolvendo noi dobbiamo organizzarci per andare a
vendere sul mercato cinese
Bild: ma cosa si può vendere se in Cina hanno già tutto e costa 1/10 di
quello che costa qui?
Prodi: in Cina vanno pazzi per le auto tedesce e per l'abbigliamento
made in Italy. I Cinesi vogliono il lusso e vogliono il meglio
Bild: ma come vanno a volere il lusso se il 90% della popolazione non
ha nemmeno la televisione, non ha energia elettrica, vive in immense
distese coltivate, lavora 16 ore al giorno e percepisce stipendi da fame
senza regolamentazioni, senza previdenza sociale, senza tutele...
Prodi: la Cina è un bel paese che ci darà tante soddisfazioni!
La coalizione guidata da Romano Prodi sta recuperando punti ed al
momento è favorita per la vittoria alle prossime elezioni del 2006.
L'attuale governo ha ridotto le tasse, ha creato 1 milione di posti di lavoro,
ha ridotto i deficit, sta cercando di risolvere i grossi problemi
legati alle importazioni dalla Cina di prosotti contraffatti e sottocosto,
ma gli Italiani sembrano orientati a rieleggere Romano Prodi.
Cari Italiani tenetvi ben stretto Romano Prodi, tenetelo impegnato a
fare danni nel vostro paese, noi le vacanze possiamo andare a farle anche
in altre nazioni...

Franco Di Jesi 06.05.05 11:16| 
 |
Rispondi al commento

izzo imperterrito scorazza
le vittime di brescia indebitate

per riequilibrare la bilancia della giustizia
teniamo in galera

sofri

TRAB UTTONE 06.05.05 10:55| 
 |
Rispondi al commento

tremonti
sono molto depresso

marco giuliani 06.05.05 10:51| 
 |
Rispondi al commento

-UN TUO AIUTO PER TUTTE LE DONNE-
Caro Beppe,vedi quanti nuovi spunti di diamo???
Non ti ho ancora sentito parlare del vergognoso stato dei servizi pubblici e degli sprechi indegni che vengono fatti(parliamo anche dell'esubero di personale e della scarsa efficenza)spero che colmerai presto la lacuna,oppure non te la senti di affronatare un tema scomodo?!
In ogni caso avrei un altra bella gatta da pelare da sottoporti (scusa il giro di parole): LA CONDIZIONE DELLA DONNA IN ITALIA.
Tratto da un articolo di Gerhard Mumelter (è il corrispondente dall’Italia del quotidiano austriaco Der Standard):
"Dal 1994 il numero delle donne in parlamento è calato del sei per cento – mentre nella vicina Austria, che ha un governo ultraconservatore, arriva al 34 per cento, in Italia non supera il 10, e in senato sfiora il sette per cento. Un record negativo. Nessun paese importante dell’Unione europea ha un numero così basso di donne in posizioni che contano. Mentre nei governi dell’Ue i ministri rosa arrivano in media al 23 per cento, in Italia non sfiorano neanche il 10 e nel nuovo governo Berlusconi la percentuale è scesa al 7,6 per cento. Nelle amministrazioni regionali e comunali la situazione non è migliore. Alle recenti elezioni regionali su 28 candidati dei due poli solo due erano donne e neanche una nel centrodestra. Si agita Isabella Bertolini, lady di ferro di Forza Italia, che del modo maschile di fare politica si intende più di altre: “Il mio partito è molto maschilista”. Non solo il suo.

Se nei governi di centrodestra la piccola pattuglia femminile arriva a due ministre, nei governi ulivisti erano quattro o cinque – compreso quel dicastero simbolico delle pari opportunità, che non dà nessun potere decisionale. Tra i sindaci le donne si fermano al 7 per cento. E mentre in Norvegia il governo punisce le imprese che al vertice hanno presenze femminili sotto il 40 per cento, in Italia le donne nel consiglio d’amministrazione delle 279 società quotate in borsa arrivano al 3,5 per cento. Il deserto. Non c’è da stupirsi se il ministro Prestigiacomo commenti la nomina delle prime due donne ad “ambasciatore di grado” dicendo: “Un altro soffitto di cristallo è stato infranto”. In un campo di gioco dominato da maschi ci si accontenta di poco. Nella graduatoria delle donne in parlamento l’Italia occupa il settantottesimo posto, dopo paesi come Ruanda, Mongolia e Zimbabwe. Ma perché con tutta la voglia di cambiare l’Italia che tutti i giorni professa, Prodi non osa pensare a un governo paritario alla Zapatero?"
Potresti almeno tu "accendere una luce" al riguardo?
Sarebbe già qualcosa....

Silvia Carnio 06.05.05 09:54| 
 |
Rispondi al commento

Per Max Stirner: si, forse ti sfugge lo spirito dell'articolo, non si parla tanto del discorso Matera/Vicenza riguardo al costo della vita ma in generale (quello era solo un esempio) del costo dei dipendenti pubblici e di come gravino in modo diverso (a seconda della zona) sulle tasche di noi (tutti) cittadini.
Silvia Carnio forse ha colto meglio il senso del post, come mai non si parla di questioni scomode per tutti i politicanti (non uso la parola politici per rispetto ai politici) che abbiamo a Roma?
Giulio Dottorini: questo è secondo me il problema, da una parte pluripregiudicati e dall'altra pluriincapaci sulla cui onestà comunque ci sarebbe anche da discutere (magari non li hanno solamente beccati con le mani nel sacco).
Io vivo in piemonte e ti assicuro che la sinistra (che governa torino da sempre) ha letteralmente occupato ogni cosa, dalle portinerie alle presidenze di tutto quello che c'è...Il problema italiano è che forse non abbiamo alternative (dalla padella alla brace e viceversa)...
Dovremmo trovare il sitema di mandarli tutti a casa...

ugo venturino 06.05.05 08:11| 
 |
Rispondi al commento

Ciao ho 21 anni e studio Scienze Politiche a Milano, mi interesso della politica italiana da qualche anno e a mio avviso, e forse per la stramaggioranza degli italiani, il problema piu' grande della vita politica italiana e' Berlusconi,il piazzista di Arcore,lo statista di Milanello,il macigno che paralizza la politica italiana (cit.Indro Montanelli), non solo perche' da quando e' al governo non ha piu' debiti anzi e' la persona piu' ricca d'Italia, ma perche' e' inammissibile che un cosiddetto "presidente del consiglio" e i suoi collaboratori siano dei pluripregiudicati (Marcello Dell'utri, condannato a 9 anni; Previti, 5 anni....) che fanno di tutto per distruggere l'assoluta autonomia della Giustizia dalla politica, la Democrazia, lo Stato di diritto, l'Economia...e che invece di spiegare il funzionamento delle 32 Holding che gli servirono per riciclare il denaro sporco e diedero vita alla Fininvest, attacca la Giustizia "comunista", la Costituzione "giacobina", chiunque gli parli dei suoi processi; e pensare che lo stesso Paolo Borsellino parlava di indagini della Procura di Palermo su Berlusconi, Dell'utri e Mangano, boss mafioso della famiglia di Porta Nuova (quella di Tommaso Buscetta) condannato all'ergastolo per ass. mafiosa, traffico di droga e armi, omicidio, grande amico di Silvio tanto che, su consiglio di Dell'Utri, venne ingaggiato nel 1975 come "stalliere" nella villa di Arcore. In parole povere "chi più ne ha più ne metta", e si potrebbe parlare per giorni sani. Comunque se volete farvi una cultura sui processi, se così si possono definire, del Berlusca e dei suoi cari amici vi consiglio L'odore dei soldi, Il manuale del perfetto impunito, Regime, Bananas, tutti di Marco Travaglio (un GRANDE, come del resto lo e' anche Beppe Grillo). Un saluto a tutti.

Giorgio Frasca 06.05.05 00:33| 
 |
Rispondi al commento

La cosa più triste è che se togliamo questi che ci sono adesso chi mettiamo? Rutelli che parla parla ma non dice mai nulla? Oppure Prodi con le sue "cure da cavallo" tipo eurotax? O meglio ancora Bertinotti che dice di essere comunista ma vive come un riccone? O meglio un mafioso a capo del Governo?
La politica italiana è piena di non-politici o di fessi come il vice-premier che vuole svendere le spiagge del meridione.
Ma secondo voi di questo passo facciamo la fine dell'Argtentina o no?
Un'altra domanda: ma Italia si scrive ancora con la I maiuscola?

Giulio Dottorini 05.05.05 22:36| 
 |
Rispondi al commento

mi chiamo roberto sono di monza ed ho 25 anni,da poco mi sto interessando di politica e mi sono reso subito conto che è una grande presa per il culo. Ma la colpa è di tutti noi, che lasciamo fare ai politici tutto quello che vogliono; senza manifestare i nostri disappunti.RIVOLUZIONE!!!!!!!!!!!!!

ROBERTO rosselli 05.05.05 21:25| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente qualcuno che parla anche di "questioni scomode"..sia a destra che a sinistra!!!!!
Che facciamo con questi benedetti dipendenti pubblici?

Silvia Carnio 05.05.05 17:49| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei portarvi a conoscenza di questo interessante articolo:


Finanza Elettorale
di
Francesco Giavazzi


Negli ultimi quattro anni il costo dei dipendenti pubblici è cresciuto, rispettivamente, del 6,4% nel 2001, 4,2% nel 2002, 5,6% nel 2003, 3,2% nel 2004. Ogni anno più del tasso d’inflazione, che in questo periodo è sempre rimasto inferiore al 3%. Una parte di questa crescita è dovuta all’aumento nel numero dei dipendenti pubblici, ma anche i contratti sono cresciuti più dell’inflazione: l’ultimo, negoziato da Fini nel febbraio 2002, fece crescere gli stipendi del 5,5%.

I dipendenti delle amministrazioni pubbliche sono oltre 3 milioni, una popolazione troppo numerosa per capire qualcosa dai dati aggregati. L’Istat ha appena pubblicato i bilanci consuntivi delle amministrazioni provinciali per il 2003. I dipendenti delle Province costano 25 euro l’anno per abitante (della Provincia stessa) in Veneto e Lombardia, esattamente il doppio in Umbria, 61 euro l’anno per abitante in Basilicata. provinciali di Udine, Trieste e Gorizia riescono a far fronte ai loro impegni destinando in stipendi il 14% delle loro risorse finanziarie.

In Calabria gli stipendi assorbono il 35% del bilancio, in Abruzzo il 28. Meno una Provincia dipende da risorse finanziarie proprie, più paga i propri dipendenti. In Lombardia e in Veneto, dove le province dipendono da trasferimenti statali e regionali solo per il 40% del loro bilancio, i dipendenti costano, come abbiamo visto, 25 euro per abitante. Nelle province della Basilicata i trasferimenti rappresentano l’80% del bilancio e il costo è 61 euro per dipendente. Il governo sta negoziando il nuovo contratto dei dipendenti pubblici.

I sindacati chiedono aumenti pari all’8% su due anni, il doppio del famoso 2% che fu il cardine della legge Finanziaria. Alleanza nazionale e Udc premono per chiudere non lontano dalla richiesta sindacale: non è un caso che l’Udc abbia insistito per conservare il ministero della Funzione pubblica e Alleanza nazionale abbia messo in campo il viceministro dell’Economia, Mario Baldassarri. Dopo quattro anni in cui il monte-stipendi è cresciuto, anno dopo anno, 2 punti più dell’inflazione, concedere aumenti di queste dimensioni e uguali per tutti è una follia.

Davvero i servizi che forniscono i dipendenti della Provincia di Matera valgono oltre il doppio di quelli forniti a Vicenza? Che senso ha premiare entrambi nella stessa misura, senza considerare peraltro che il potere d’acquisto di un euro a Matera è molto più alto che a Vicenza. Il ministro dell’Economia resiste, ma non sembra allarmarsi a sufficienza. Questo contratto comunque non entrerà in vigore prima dell’anno prossimo. Sarà il suo successore a doversene preoccupare. È per questo che la finanza pubblica in un anno elettorale è tanto pericolosa.

Nei mesi che precedettero le ultime elezioni nazionali, la spesa accelerò da un tasso di crescita inferiore al 2% nel 2000 al 6% nei primi mesi del 2001.

ugo venturino 05.05.05 17:22| 
 |
Rispondi al commento

Se vince le elezioni l’Unione sarà un governo debole con un potere forte, un governo diviso sui programmi ma non nella volontà di dominare con il suo personale politico l’amministrazione, la cultura, la società

Luca Morini 05.05.05 16:31| 
 |
Rispondi al commento

http://www.wberlusconi.com/b_guestbook.asp

Cari tutti,
per quanto mi piaccia davvero tanto questo sito, penso che in generale il blog tanto elogiato da Beppe ha anche un suo svantaggio: quello di far suonare sempre e solo la stessa campana (tranne rarissime eccezioni). Non stimola un vero e proprio contraddittorio. E' vero che è aperto a tutti, ma é altrettanto vero che -nei fatti- é raro trovare un berlusconiano da queste parti. NEANCHE QUI C'E' PLURALISMO.

Così -un po' annoiato- sono andato a far una visita ai berlusconiani genuflessi in adorazione, ve lo consiglio perché é un vero sballo ---> http://www.wberlusconi.com/b_guestbook.asp
ho tentato di instaurare un civilissimo contraddittorio, badando bene di non offendere nessuno, ma parlando solo con i fatti. Cosa ho ottenuto? indovinate un po'?! CENSURA! Hanno tenuto i messaggi di insulti verbali di qualche fuoridizzucca, ma hanno censurato tutte le mie osservazioni -una per una- per nulla offensive ma certo scomode.

Ogni tanto andate a trovare il vicino, e provate a parlargli. Per lo meno da monitor non morde.
M - FUORIDISCIMMIA -

maurizio scalzi 05.05.05 14:19| 
 |
Rispondi al commento


********************************************************************************
Pensate che il sistema di conteggio dei voti usato per le consultazioni elettorali ,di ogni tipo, nel nostro paese sia veramente affidabile? Leggete e riflettete su ciò che ho scoperto, considerando che potrebbe essere solo la punta di un iceberg grande più di 1.000.000 un milione di voti.Questo enorme pezzo di ghiaccio burocratico ; composto da una confluenza media di almeno 20 venti schede “mal calcolate” più o meno volutamente,in ognuna delle circa 50.000 cinquantamila sezioni elettorali della Repubblica ; fluttua pericolosamente nel “ mare elettorale italiano” e forse si è già infranto contro le deboli protezioni della nostra democrazia che ; da qui alle prossime elezioni,se non troveremo qualche efficace rimedio (come la numerazione ed il conteggio automatico delle schede con scansione e catalogazione immediata in archivi informatici , immediatamente consultabili da ogni cittadino che voglia controllare di persona la regolarità dell’esito elettorale) potrebbe colare a picco perché in Italia la democrazia “ naviga a vista” e non può più tutelarsi da un pericolo di cui esistono ormai le prove oggettive e che sta diventando sempre più grave e diffuso.
Inoltre vorrei aggiungere che il diritto alla segretezza del voto dovrebbe valere solo per chi lo pretende altrimenti non sarebbe un diritto ma un obbligo. Io non desidero che il mio voto sia segreto e chi mi obbliga a votare segretamente va contro la mia libertà.Non ho nulla in contrario verso chi vuole votare in segretezza ma la libertà di costoro non può andare contro la mia.Io ho il diritto di verificare il mio voto e di esprimerlo palesemente e nessuno dovrebbe permettersi d’impedirmelo senza essere accusato di violare la mia libertà.

Non è il voto che fa la democrazia, ma il conteggio dei voti. Tom Stoppard
Chi vota non decide nulla, decide tutto chi conta i voti. Stalin (attribuito)
********************************************************************************

Al Presidente del Consiglio dei Ministri
Alla Procura della Repubblica di Perugia.
Al Prefetto di Perugia
Al Ministro degli Interni


Oggetto: Denuncia per irregolarità delle operazioni elettorali(argomenti integrativii sul calcolo del quorum di maggioranza---considerazioni--punto 1).

Presentata da :Dott.Angelo Gaudenzi.

Si invia per correttezza a tutti i soggetti interessati,affinchè possano tutelarsi in tempo da eventuali conseguenze giuridiche derivanti da fattispecie con formazione successiva alla conoscenza della natura giuridica di determinati atti.

FATTO

In relazione alle operazioni elettorali del Comune di Gualdo Tadino,per il rinnovo degli organi amministrativi,svoltesi il 12 e 13 Giugno 2004 .
In base ai dati ufficiali del primo turno elettorale(votanti:10566;schede scrutinate:10545) risultanti dai verbali depositati presso il Comune di Gualdo Tadino,la Prefettura di Perugia e riportati anche nel sito web dell’UTG: http://elezioni2004.umbria.net/ ,mancano almeno 21(ventuno) schede elettorali.

IPOTESI

1) Le schede potrebbero essere state accidentalmente o dolosamente distrutte.
2) Le schede potrebbero per errore o dolo non essere state conteggiate.
3) Le schede pur se conteggiate potrebbero non essere state rappresentate nei verbali per errore o dolo.

CONSIDERAZIONI

1)La mancanza delle schede ha prodotto una falsa rappresentazione della volontà elettorale dato che con 21 schede in più il quorum si sarebbe innalzato ed una parte politica non avrebbe ottenuto la maggioranza dei voti al primo turno;non potendo tra l’altro avvantaggiarsi dell’argomento(comunque illegalmente pubblicizzato) dell’inibitoria del premio di maggioranza ascrivibile al gruppo oppositore in caso di vittoria del secondo turno(ferma restando l’insanabile nullità del primo data la sua grave ed essenziale irregolarità).Art.7 comma 6 cpv.ed art 29 comma 6,Legge 25-3-1993 n.81.
Ovviamente il predetto comma 6 art.7 L.25-3-1993 potrebbe(ed a mio modesto parere dovrebbe)essere interpretato non in chiave riduttiva per quanto riguarda la determinazione del quorum di maggioranza nell’ipotesi di valutazione dell’inibitoria summenzionata dato che la disposizione recita testualmente:”Qualora un candidato alla carica di sindaco sia proclamato eletto al secondo turno,alla lista o al gruppo di liste ad esso collegate che non abbia già conseguito ai sensi del comma 4,almeno il 60 per cento dei seggi del consiglio,viene assegnato il 60 per cento dei seggi,semprechè nessun’altra lista o gruppo di liste collegate abbia già superato nel primo turno il 50 per cento dei voti validi.”Si parla dunque di “voti validi”,lasciando intendere inequivocabilmente che detti voti sono quelli espressi dai votanti effettivi ad eccezione di quelli nulli e contestati.Quindi nel caso in esame il quorum per calcolare la maggioranza costituente la possibile inibitoria per il candidato dell’opposizione dovrebbe essere di 10566(votanti)-500(nulle +bianche)-12(schede contestate)=10054/2=5027+1=5028(questo perché nei voti validi andrebbero inclusi anche i voti ai candidati senza alcuna preferenza di lista dato che la legge non lo esclude espressamente poiché se detti voti venissero esclusi sarebbero implicitamente considerati nulli.
Dato che nessuna delle liste o dei collegamenti al primo turno ha raggiunto o superato i 5028 voti di preferenza e dato che è stata fatta una pubblicità falsa ed insidiosa(sia tramite stampa che nel dibattito televisivo di chiusura della campagna elettorale per il ballottaggio) sul fantomatico conseguimento della maggioranza dei voti validi ad opera di un collegamento di liste;la magistratura dovrebbe intervenire tempestivamente per impedire che tale falsità produca conseguenze ulteriori sancendo la nullità di quanto si è verificato fin’ora a causa della divulgazione ufficiale di notizie false propalate da soggetti pubblici che in ragione del loro ufficio godono di una maggiore credibilità.Una credibilità usata in questo caso per fuorviare la libera determinazione volitiva del corpo elettorale (data l’evidente complessità della materia in esame il cittadino medio non poteva e non può a ragione trarre le esatte conclusioni per la manifestazione del proprio voto se da pubblici impiegati e funzionari sono state espresse con ostentata sicurezza frasi che hanno data per certa l’assegnazione alla coalizione di centro sinistra della maggioranza dei seggi in consiglio comunale anche in caso di vittoria al ballottaggio del candidato di centro destra Roberto Morroni(per non parlare dell’incitazione a non recarsi a votare avvenuta a mezzo stampa).

Tornando comunque all’ipotesi minimale(per la quale ovviamento si richiede lo stesso tempestivo intervento):
A mio avviso sarebbe solo un paralogismo asserire che le schede mancanti avrebbero potuto essere tutte bianche o comunque nulle dato che lo sbilanciamento ha determinato uno stato di forte incertezza sia nel corpo elettorale che nei candidati della coalizione più svantaggiata da un tale stato di cose.
2)L’ufficio elettorale di Gualdo Tadino adeguatamente e palesemente informatizzato(ed informato) non può non aver rilevato un così clamoroso sbilanciamento tra votanti e schede scrutinate(anche perché i programmi computerizzati usati per rappresentare i dati elettorali in caso di mancato equilibrio tra votanti e schede segnalano errori che impediscono di proseguire nella compilazione).
3)Dunque il non aver tempestivamente segnalato o il” non essersi accorti “delle schede mancanti costituirebbe una grave violazione che avrebbe prodotto dei danni allo stato dei fatti difficilmente reversibili.Dato che nessuno può ipotizzare cosa sarebbe accaduto se le operazioni elettorali fossero state sospese con provvedimento giudiziario o governativo d’urgenza .
4)Indubbiamente la situazione d’illegalità permane con rischio d’inquinamento delle prove(dato che i documenti errati o falsi convivono con chi non ha interesse a farne emergere l’illegalità).
5)Rappresenta altresì un paralogismo asserire che ormai dato lo svolgimento del ballottaggio il tutto si sarebbe regolarizzato(sarebbe un po’ come affermare che costruendo un edificio ed avendo sbagliato i calcoli d’armatura nella preparazione delle fondamenta; ormai avendo già edificato il primo piano tutto risulterebbe sanato.
6)In realtà ogni momento che trascorre contribuisce ad aumentare lo stato d’illegalità dell’attuale compagine consiliare ed esecutiva del Comune di Gualdo Tadino,con grave nocumento alla volontà del corpo elettorale che non può e non deve apparire come giustamente rappresentata in un simile stato di cose.
7)L’uso d’atto falso è la fattispecie concreta che si sta dunque profilando e consolidando, risultando ormai indiscutibile che dei verbali attestano che da 10566 elettori votanti provengono soltanto 10545 schede votate .E questo fatto o è falso o rappresenta un’altra verità e dunque un’altra ipotesi di reato non meno grave,quella cioè della soppressione di ben 21 schede essenziali(ferma restando l’ipotesi ordinaria di cui al punto 1 per il calcolo del quorum) per portare il quorum di maggioranza,se si dovesse trattare di tutte schede validamente votate da 4606(date le 9209 preferenze complessive ai candidati consiglieri) a 4615.Un quorum che il collegamento proclamato vincente non avrebbe superato con i 4610 voti attualmente e dichiaratamente conseguiti.
A nulla servirebbe invocare l’errore di conteggio poiché data la sua palese inescusabilità(considerato il rigore normativo vigente per gli operatori elettorali) ci ricondurrebbe all’ipotesi di falso ideologico precedentemente descritta.
8)Comunque è del tutto inutile se non dal punto di vista astrattamente speculativo formulare ipotesi sulle schede scomparse perché o si dichiarano distrutte o soppresse o si trovano e si esaminano(anche se non ci sarebbe giustificazione per i responsabili del mancato conteggio o dello smarrimento data la rigidità delle vigenti regole di analisi e di custodia delle schede) senza ottenere la sanatoria dei verbali composti su base erroneamente o dolosamente falsa o si considerano direttamente ed ideologicamente falsi i verbali medesimi.
9)Inoltre esistono fortissime differenze numeriche tra le schede nulle relative alle elezioni amministrative di Gualdo Tadino e le nulle dei dati provinciali ed europei per la stessa città.(1200 nulle per le europee che scendono a 982 per le provinciali fino a ridursi ad appena 500 per le comunali.Come non trovare quantomeno singolare una differenza di 700 schede nulle tra europee e comunali !?)
Questo rappresenta un motivo in più per disporre un’attento riconteggio delle schede elettorali di Gualdo Tadino(e forse ,per l’analisi che seguirà,anche di tutta la Provincia).
10)Le forti differenza sopra citate esistono anche per molti altri comuni umbri e sorprendentemente si notano di più(come per il caso limite di Gualdo Tadino) proprio dove la differenza di voti tra gli schieramenti non è fortissima come per es. a Scheggia,Sigillo,Cascia e Preci.Inoltre non possono passare inosservate le ben 1864 schede di differenza di Spoleto corrispondenti al terzo partito in ordine d’importanza(o le 1700 di Foligno o le 2119 di Perugia.Questo non può non farci riflettere su un altro fatto molto significativo:la somma delle differenze tra schede nulle delle europee e delle comunali di Perugia Foligno e Spoleto che è di 5683 schede supera di gran lunga la differenza globale tra nulle europee per tutta la Provincia =34947 e nulle per le provinciali =31872 per la Provincia medesima.Questa differenza è di 3075 schede cioè di ben 2608 schede in meno su tutta la Provincia rispetto ai dati delle tre sole città più importanti e sale ad addirittura 12108 schede nulle in meno per tutti i comuni della provincia che hanno votato sia per le europee che per le comunali rispetto alle schede nulle del solo voto europeo!)A confronto la differenza seppur significativa tra schede nulle per le provinciali riferite a tutta la provincia e le nulle europee per la provincia medesima sembra quasi passare in secondo piano pur con il dato veramente forte di ben 3075 schede in meno per le provinciali rispetto alle europee.Dove invece sono state conseguite maggioranze eclatanti in certi casi la differenza s’inverte e le nulle delle comunali(o provinciali;vedi lo stesso capoluogo con 495 schede nulle in più per le provinciali rispetto alle europee) addirittura superano quelle europee come per es. a Città della Pieve o a Paciano.

CONCLUSIONI

In ordine alle prove inconfutabili presentate per le elezioni amministrative di Gualdo Tadino chiedo l’annullamento delle medesime(considerando valido il calcolo del quorum con il metodo espresso al punto 1 in ottemperanza dell’art.7 comma 6 cpv.ed art 29 comma 6,Legge 25-3-1993 n.81)ed(in caso del prevalere dell’ipotesi interpretativa minimale della disposizione medesima) un rigoroso controllo di tutte le schede elettorali(compresa la regolare sequenza dei numeri impressi sulle stesse,dell’omogeneità dello stato d’usura naturale delle schede,dell’altro materiale cartaceo,dell’inchiostro di stampa,dei contrassegni manuali e dell’integrità di tutti i sigilli) dei verbali(con particolareggiato riscontro dei dati dei verbali di sezione con quelli riepilogativi riportanti le cifre totali) e della documentazione correlata.
Chiedo inoltre,dato il grave stato d’irregolarità,il commissariamento del Comune di Gualdo Tadino ,per evitare il rischio d’inquinamento delle prove presenti presso il comune medesimo e soprattutto per sottrarre i cittadini(sottoscritto incluso) ad un potere illegittimo e potenzialmente ricattatorio .
Inoltre chiedo alle interpellate Autorità di considerare cautelativamente come indiziarie le considerazioni precedentemente svolte sull’esorbitante differenza tra schede nulle dei vari livelli di consultazione elettorale disponendo per sicurezza un controllo di tutte le schede votate nella provincia di Perugia.
Chiedo al Sig.Ministro dell’Interno di considerare come orientamento statistico le considerazioni precedentemente svolte per la provincia di Perugia disponendo urgentemente il controllo di tutte le schede votate sul territorio nazionale data la possibilità d’irregolarità simili a quelle riscontrate nel Comune di Gualdo Tadino.
Chiedo anche la predisposizione di adeguati sistemi di verifica sia diretta che telematica,attivabili da qualunque cittadino al fine di evitare,già dalle prossime consultazioni elettorali ogni tipo d’irregolarità sia d’origine colposa che dolosa.
Tali sistemi dovranno assicurare una forma di contraddittorio incrociato tra Pubblica Amministrazione e cittadini di qualunque orientamento politico per assicurare la certezza dei dati elettorali unitamente alla loro rapidità di diffusione verso tutto il Corpo Elettorale.Infine chiedo ,ai sensi dell’art.22 della legge n.241/90.(e della Sent. Tar per la Lombardia-Milano (Sez.II°) N. 5846 pubblicata il 15.12.2003 ),in qualità di elettore danneggiato,di partecipare ad eventuali operazioni di controllo delle schede elettorali,miranti a chiarire l’irregolarità denunciata ed altre emergenti e correlate irregolarità.

Dott.Angelo Gaudenzi.

Riferimenti Normativi.

Codice Penale:

479 Falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici
Il pubblico ufficiale, che, ricevendo o formando un atto nell`esercizio delle sue funzioni, attesta falsamente che un fatto è stato da lui compiuto o è avvenuto alla sua presenza, o attesta come da lui ricevute dichiarazioni a lui non rese, ovvero omette o altera dichiarazioni da lui ricevute, o comunque attesta falsamente fatti dei quali l`atto è destinato a provare la verità, soggiace alle pene stabilite nell`art. 476 (c.p.493).

483 Falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico
Chiunque attesta falsamente al pubblico ufficiale, in un atto pubblico (2699 c.c.), fatti dei quali l`atto è destinato a provare la verità, è punito con la reclusione fino a due anni.
Se si tratta di false attestazioni in atti dello stato civile, la reclusione non può essere inferiore a tre mesi (c.p.495).

489 Uso di atto falso
Chiunque, senza essere concorso nella falsità, fa uso di un atto falso soggiace alle pene stabilite negli articoli precedenti, ridotte di un terzo.
Qualora si tratti di scritture private, chi commette il fatto è punibile soltanto se ha agito al fine di procurare a sé o ad altri un vantaggio o di recare ad altri un danno (c.p. 476, 485, 491, 492, 493, 493-bis).

493 Falsità commesse da pubblici impiegati incaricati di un servizio pubblico
Le disposizioni degli articoli precedenti sulle falsità commesse da pubblici ufficiali si applicano altresì agli impiegati dello Stato, o di un altro ente pubblico, incaricati di un pubblico servizio (c.p.358), relativamente agli atti che essi redigono nell`esercizio delle loro attribuzioni.

323 Abuso d`ufficio
Così sostituito dalla L 16/07/1997 Num. 234
Salvo che il fatto non costituisca un più grave reato, il pubblico ufficiale o l'incaricato di pubblico servizio che, nello svolgimento delle funzioni o del servizio, in violazione di norme di legge o di regolamento, ovvero omettendo di astenersi in presenza di un interesse proprio o di un prossimo congiunto o negli altri casi prescritti, intenzionalmente procura a sè o ad altri un ingiusto vantaggio patrimoniale ovvero arreca ad altri un danno ingiusto è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni. La pena è aumentata nei casi in cui il vantaggio o il danno hanno un carattere di rilevante gravità


328 Rifiuto di atti d`ufficio. Omissione
Il pubblico ufficiale o l`incaricato di un pubblico servizio , che indebitamente rifiuta (c.p.366, 3885) un atto del suo ufficio che, per ragioni di giustizia o di sicurezza pubblica, o di ordine pubblico o di igiene e sanità, deve essere compiuto senza ritardo, è punito con la reclusione da sei mesi a due anni.
Fuori dei casi previsti dal primo comma il pubblico ufficiale o l`incaricato di un pubblico servizio, che entro trenta giorni dalla richiesta di chi vi abbia interesse non compie l`atto del suo ufficio e non risponde per esporre le ragioni del ritardo, è punito con la reclusione fino ad un anno o con la multa fino a lire 2 milioni. Tale richiesta deve essere redatta in forma scritta ed il termine di trenta giorni decorre dalla ricezione della richiesta stessa.

490 Soppressione, distruzione e occultamento di atti veri
Chiunque, in tutto o in parte, distrugge, sopprime od occulta un atto pubblico o una scrittura privata veri soggiace rispettivamente alle pene stabilite negli artt. 476, 477, 482 e 485, secondo le distinzioni in essi contenute (c.p.491, 493 bis).
Si applica la disposizione del capoverso dell`articolo precedente.
Legge 25-3-1993 n.81 (Pubblicata nella Gazz.Uff.27 marzo 1993,n.72,S.O)
LEGGE 2 marzo 2004, n.61
Norme in materia di reati elettorali.
Pubblicato su: GU n.59 del 11.03.2004
Fonte: Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato
urn:nir:stato:legge:2004-03-02;61
La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno
approvato;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Promulga
la seguente legge:
1. Al testo unico delle leggi recanti norme per la elezione della
Camera dei deputati, di cui al decreto del Presidente della

Repubblica 30 marzo 1957, n. 361, e successive modificazioni, sono
apportate le seguenti modificazioni:
a) all'articolo 100, il secondo e il terzo comma sono sostituiti dai
seguenti:
"Chiunque forma falsamente, in tutto o in parte, le schede o altri
atti dal presente testo unico destinati alle operazioni elettorali o
altera uno di tali atti veri, o sostituisce, sopprime o distrugge in
tutto o in parte uno degli atti medesimi e' punito con la reclusione
da uno a sei anni. E' punito con la stessa pena chiunque fa
scientemente uso degli atti falsificati, alterati o sostituiti, anche
se non ha concorso alla consumazione del fatto. Se il fatto e'
commesso da chi appartiene all'ufficio elettorale, la pena e' della
reclusione da due a otto anni e della multa da 1.000 euro a 2.000
euro.
Chiunque commette uno dei reati previsti dai Capi III e IV del Titolo
VII del Libro secondo del codice penale aventi ad oggetto
l'autenticazione delle sottoscrizioni di liste di elettori o di
candidati ovvero forma falsamente, in tutto o in parte, liste di
elettori o di candidati, e' punito con la pena dell'ammenda da 500
euro a 2.000 euro";
b) all'articolo 106, le parole: "con la reclusione sino a tre mesi o
con la multa sino a lire 2.000.000" sono sostituite dalle seguenti:
"con la pena dell'ammenda da 200 euro a 1.000 euro".
2. Al testo unico delle leggi per la composizione e la elezione degli
organi delle Amministrazioni comunali, di cui al decreto del
Presidente della Repubblica 16 maggio 1960, n. 570, e successive
modificazioni, sono apportate le seguenti modificazioni:
a) all'articolo 90:
1) il secondo e il terzo comma sono sostituiti dai seguenti:
"Chiunque forma falsamente, in tutto o in parte, le schede o altri
atti dal presente testo unico destinati alle operazioni elettorali o
altera uno di tali atti veri, o sostituisce, sopprime o distrugge in
tutto o in parte uno degli atti medesimi e' punito con la reclusione
da uno a sei anni. E' punito con la stessa pena chiunque fa
scientemente uso degli atti falsificati, alterati o sostituiti, anche
se non ha concorso alla consumazione del fatto. Se il fatto e'
commesso da chi appartiene all'ufficio elettorale, la pena e' della
reclusione da due a otto anni e della multa da 1.000 euro a 2.000
euro.
Chiunque commette uno dei reati previsti dai Capi III e IV del Titolo
VII del Libro secondo del codice penale aventi ad oggetto
l'autenticazione delle sottoscrizioni di liste di elettori o di
candidati ovvero forma falsamente, in tutto o in parte, liste di
elettori o di candidati, e' punito con la pena dell'ammenda da 500
euro a 2.000 euro";
2) il quarto comma e' abrogato;
b) all'articolo 93:
1) le parole: ", ovvero chi sottoscrive piu' di una dichiarazione di
presentazione di candidatura" sono soppresse;
2) e' aggiunto, in fine, il seguente comma:
"Chiunque sottoscrive piu' di una dichiarazione di presentazione di
candidatura e' punito con la pena dell'ammenda da 200 euro a 1.000
euro".
La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sara' inserita
nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica
italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla
osservare come legge dello Stato.

Data a Roma, addi' 2 marzo 2004

CIAMPI

Berlusconi, Presidente del Consiglio
dei Ministri

Visto, il Guardasigilli: Castelli

Angelo Gaudenzi 05.05.05 14:04| 
 |
Rispondi al commento

Anche io ho riflettuto più di una volta sul valore identico che ha ogni voto espresso.
In teoria ci si può chiedere se sia giusto che ad esempio il voto espresso da Giovanni Sartori valga quanto quello di Flavia Vento.. Questo argomento è tuttaltro che stupido; tuttavia non esistendo un sistema di voto perfetto occorre sicuramente salvaguardare la democrazia (nel vero senso della parola) ed evitare situazioni rischiose. Perchè sarebbe effettivamente rischioso passare ad un sistema nel quale il voto può essere espresso da alcuni e non da altri. Chi sceglierebbe coloro che possono e coloro che non possono votare? Chi controllerebbe? Quali sarebbere i criteri OGGETTIVI?.
Io penso che una futura evoluzione della società possa anche portare a sistemi di voto nei quali il peso specifico di un voto (che è poi un parere) possa essere differente a seconda di chi è colui che lo esprime, tuttavia i tempi non sono maturi ed anzi, considerata la classe politica dei giorni nostri, potrebbe essere assai rischioso.

Gabriele Bernabini 05.05.05 09:13| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo, mi ricordo una frase riportata su un quotidiano qualche anno fa, nel periodo in cui il Pacciani era sotto processo con l'accusa di essere il "mostro di Firenze", la pronunciò un avvocato famoso: "perché il mio voto alle elezioni deve valere quanto quello del Pacciani?".
Da allora la questione è diventata un po' il mio pallino.
Premettendo che, qualsiasi sia il sistema elettorale, la politica è fatta dagli uomini, se questi sono disonesti nessun sistema per eleggere i nostri "rappresentanti" sarà mai valido, sono comunque contro il suffragio universale, cioè contro la possibilità data a qualunque maggiorenne di esprimere la propria preferenza.
La politica è una cosa seria ed io vedo tanti demagogi in giro, che promettono mari e monti pur di farsi eleggere.
Quel che è peggio è che vedo che tanta gente li vota, ci cascano come pere cotte.
Vorrei che solo chi fosse competente in materia avesse la possibilità di esprimere un giudizio e quindi di votare.
Vorrei che fosse istituito una "patente" per poter votare.
D'altra parte non c'è la patente per poter guidare la macchina?
Oppure l'esame di stato per poter esercitare la professione di geometra (come me)?
La politica non è altrettanto pericolosa quanto un'auto nelle mani di un incapace? O di un impreparato tecnico che può far crollare un edificio?
Vorrei un tuo parere.
So che il mondo è nelle mani dei capitani d'azienda (vedi Rockfeller) e non dei politici, ma tu scrivimi lo stesso.
So che nessun politico, senza istinto suicida, potrebbe mai essere d'accordo con me, ma tu scrivimi lo stesso.
Ciao.

enrico anichini 05.05.05 01:07| 
 |
Rispondi al commento

Credo che il caso di Nicola Calipari stia sdegnando moltissima gente!
Ce la stanno smenando nei vari TG con la storiella dell' inchiesta congiunta USA/Italia, che tra infiniti ping-pong di versioni e controversioni andrà a finire nelle nebbie del solito nulla di fatto.
Ma come fà il nostro caro ex vicepremier Fini ad andare a trovare il segretario di stato USA e con un bel sorrisino prendere atto della loro versione dei fatti?
Come si fà a dare, da un lato, la Medaglia d'Oro al Valor Militare a chi ha pagato con la sua vita, e dall'altra continuare a tenersi a braccino con chi è responsabile della sua morte !!!!!

E per quanto tempo dovvremmo ancora tenerci in casa le basi militari USA ??

Non vi siete mai chiesti perchè LORO hanno basi militari in casa nostra e noi invece da loro non ne abbiamo nemmeno una ?
Gli USA piazzano le basi in zone per LORO strategiche, e adesso con la scusa del terrorismo ne combineranno di tutti i colori. Con la tecnologia impiantata nelle loro basi militari europee possono "orecchiare" su tutti i nostri sistemi di telecomunicazioni (vedi progetto ECHELON www.cli.di.unipi.it/~guidi/echelon/tesi.html ).
Ma chi permette agli USA di fare i cavoli loro in casa nostra ? Sono i nostri governi che se li tengono a braccino !!

Questi sparano ai nostri agenti (caso Calipari), fanno cadere funivie (caso Cermis) e poi se la cavano SEMPRE con una bella pacca sulle spalle.

VERGOGNA !

Credo che è ora di cacciarli da casa nostra, LORO e le LORO basi militari .

Martin Pernter 04.05.05 20:23| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe siamo in mano a delle persone che pensano solo hai soldi e non hai cittadini che grazie hai loro sforzi gli fanno fare la bella vita ............... povera italia e poveri italiani ciao ciao sei mitico

simone cialdi 04.05.05 20:03| 
 |
Rispondi al commento

caro signor Grillo, visto che siamo in leggera controtendenza, ecco qua la riduzione delle pene per la bancarotta fraudolenta... ma in Macedonia come sono messi per questo reato?
e poi dici che non ti ascolta nessuno: così la prossima volta a denunciare il Tanzi di turno come minimo becchi l'ergastolo te... qui andiamo al contrario!!!
che disperazione
G&M

giacomo e marina de benedetti 04.05.05 18:18| 
 |
Rispondi al commento

UNA SOLO COSA ..........GRAZIE D'ESISTERE. :-)

mazzocchi massimiliano 04.05.05 16:23| 
 |
Rispondi al commento


Non per difendere Berlusconi ( che non stimo, per usare un eufemismo ).
Ma dall` altra " parte " chi abbiamo ??

Rifondazione Comunista.
quanti morti ha fatto il Comunismo in questo secolo ??
20 milioni o giu` di li` ??

Tra parentesi.
Perche` deve essere illegale la costituzione di un partito fascista e non quella di un partito neo-comunista visto che nella storia dell` ultimo secolo ENTRAMBI sono stati ideologie criminali ??

La scelta non e` tra bene e male, ma tra male e meno-male.

E tra un lad*o ( spero che non censurino il mio post per questa parola ) e un fanatico ci una ideologia che ha fatto quello che ha fatto, tutto sommato preferisco il primo

matteo martini 04.05.05 14:44| 
 |
Rispondi al commento

"FAMIGLIE VITTIME 11/9", SPESSO NON VERITA' DA GOVERNO. LA FONDATRICE 'PEACEFUL TOMORROWS', PORRE FINE OCCUPAZIONE IRAQ

"Molte volte riceviamo rapporti e informazioni dal governo Usa che poi non sono veri, come è successo per l'11 settembre": è il commento della fondatrice dell'associazione "Peaceful Tomorrows" dei familiari delle vittime dell'11 settembre, Kelly Campbell, alla vicenda delle indagini sulla morte di Nicola Calipari. "E' comunque chiaro - ha aggiunto - che dobbiamo mettere fine all'occupazione dell'Iraq".

Kelly Campbell ha partecipato stamani, a Perugia, ad una conferenza stampa per presentare la prossima marcia per la pace Perugia-Assisi.
Rispondendo alle domande dei giornalisti, dopo avere specificato che in questi giorni, in Italia, non ha molto seguito la vicenda Calipari, ha detto che "purtroppo" capita spesso di ricevere "rapporti e informazioni" dal governo che poi si rivelano non veri, come è accaduto sulla strage dell'11 settembre. "E' invece molto chiaro - ha aggiunto - che dobbiamo mettere fine all'occupazione dell'Iraq e tornare a casa. E se faremo questo eviteremo altre tragedie".

Dario Di Gennaro
fonte ag.Ansa

Dario Di Gennaro 04.05.05 13:42| 
 |
Rispondi al commento

A risollevare le sorti del prestigio italiano mettiamo un vicepremier che in Italia dirige Poi va all’estero a Lugano (vedi il mio post del 7 marzo), ad organizzare insieme ad altri quattro ministri italiani una piazzata in cui si canta “Abbiamo un sogno nel cuore, bruciare il Tricolore”.

Oggi sul sito di Alleanza Nazionale alleati di governo della Lega c'è il rapporto al caso Calipari nel quale si dice ebbene: "Quest'uomo si chiamava Nicola Calipari e alla sua memoria e alla sua eroica attività è stata giustamente conferita dal Presidente della Repubblica la Medaglia d'Oro al Valor Militare. Il nostro animo è rattristato dalla sua tragica morte e il nostro pensiero affettuoso e riconoscente va alla sua famiglia. Sia l'Italia che gli Stati Uniti d'America gli devono profonda e eterna riconoscenza."

Che ne pensate di queste due forze di governo che fanno parte della stessa maggioranza? Penso proprio che gli Stati Uniti abbiano avuto un enorme riconoscenza cercando di nascondere le prove e depistare le indagini.

nunzio bruno 04.05.05 10:19| 
 |
Rispondi al commento

Cosa ne pensate della svizzera?

Torresi Andrea 04.05.05 09:59| 
 |
Rispondi al commento

http://www.wberlusconi.com/b_guestbook.asp

E' un sito ridicolo o tragico?

Gabriele Bernabini 04.05.05 09:28| 
 |
Rispondi al commento

Volelo soltanto dirti BUONGIORNO!
Farah Fehri (sono una ragazza)

Farah Fehri 04.05.05 09:20| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, bisogna fare i Complimenti al Sig. Tremonti...........leggete attentamente qui di seguito cio' che ho trovato nella RETE.

Cari amici,

durante la trasmissione radio i mercoledì 4 maggio su FM 94.00 di radio gamma 5 ( Veneto ) leggerò questo breve commento.

Che sia di monito a tutti i cittadini.

Silvano Giometto

Un milioncino (lordo) di vecchie lire al mese, più o meno come i titolari di pensione minima.

Che fanno 6.219 euro all'anno.

Sarebbe questo il reddito percepito nel 2002 dall'on. Pierantonio Zanettin (FI) che di professione fa l'avvocato e consigliere comunale.

È il sorprendente risultato dell'analisi delle denunce dei redditi presentate dai parlamentari italiani l'anno passato.

Un risultato che conferisce all'azzurro vicentino il non si sa quanto ambito primato di parlamentare più povero d'Italia.

Il "francescano" Zanettin spiega questa anomalia chiamando in causa l'amico Giulio Tremonti, ministro dell'Economia. «Io non sono povero - ammette il parlamentare vicentino - e il fatto che il reddito imponibile sia così basso è dovuto al fatto che, avendo acquistato lo studio in cui esercito la professione legale (in corso Padova) ho utilizzato la legge Tremonti-bis che permette di detassare gli investimenti.

Il mio reddito effettivo sarebbe di 138.900 euro dall'esercizio della professione più 147.000 per l'attività di parlamentare».
Sandro Battisti, senatore della Margherita, ha ironizzato: «La legge che doveva rilanciare il nostro sistema fiscale ha permesso invece solo ad uno stimato professionista come Pierantonio Zanettin di essere il parlamentare con il più basso reddito imponibile del 2002. Lo slogan di Berlusconi doveva essere: "Meno tasse per tutti... i nostri parlamentari"...».

Gino De Pauli 04.05.05 01:08| 
 |
Rispondi al commento

Volevo segnalare che ci sono altri programmi che ci permettono di chiamare da computer a computer sicuramente quello più utilizzato nel mondo dei videogames(i vari gamers DEVONO comunicare in tempo reale tra di loro!!!)si chiama Teamspeak
scaricatelo da qua: http://www.goteamspeak.com/news.php
(il link è in alto a sinistra)
Basta semplicemente trovare un server di Teamspeak, io uso questo: 80.241.171.191:8767
creare un canale se volete con password per evitare che vi entri la gente che non conoscete e potete parlare con tutte le persone che volete(fino a 1024 contemporaneamente)senza pagare una li...ehm..un euro. Funziona sempre e comunque e non siete vincolati ad usare il server che vi ho dato io, se magari se non funziona fate una ricerca in internet e ne trovate un'altro.
Io sono di cagliari e mi sono trasferito a Pisa per studi ma posso sentire i miei amici quando e quanto voglio(tutti insieme)e nel mentre fare i miei cavoli al computer.
Tra l'altro avendo una service provider che mi permette di avere un adsl senza linea telefonica(non scrivo il nome perchè sono anche promoter e sembra che stia facendo pubblicità)non ho nemmeno i costi del canone della telecom.

Ps: dovete comprarvi un buon microfono(circa 7 euro)e ovviamente devono averlo anche i vostri amici/parenti

Walter Spanu 04.05.05 00:30| 
 |
Rispondi al commento

hai perfettamente ragione Beppe.
io intervengo per informare tutti i visitatori del sito(se non lo sanno ancora) che al supermercato si trovano dei libri scritti dal sig. Marco Travaglio sul nostro amico-pres.cons.-plur.ind.corr.fino al mid.uno di questi, che sto leggendo ora, si intitola BANANAS.
leggetelo.
tutti.
fa ridere...per non piangere....comunque fa pensare....
saluti....
Samanta

samanta tettamanti 03.05.05 22:42| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti coloro che non si lasciano incantare dal ceraulo di turno.

Renzo Conpia 03.05.05 15:07| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe siamo due ragazzi a cui piace leggere e cercare di tenersi informati, e vorremmo chiaramente farti i complimenti per il tuo impegno notevole in questo campo, visto che l'informazione (quella vera)ormai sembra non interessi più a nessuno.
preambolo a parte vorremmo o per lo meno ci piacerebbe avere un tuo parere su un COMUNICATO A PAGAMENTO apparso oggi sul Corriere della Sera a pagina 14, dove si denuncia quello che potrebbe accadere tra breve in materia di giustizia.
ovviamente (dirà qualcuno) i sottoscrittori sono tutte persone che dell'argomento non capiscono un c... (c'è pure un Ispettore Capo del ministero di Giustizia... pensa te) e quindi un tuo ILLUMINATO parere fugherebbe in noi ogni dubbio.
tra l'altro ci piacerebbe sapere in quanti lo hanno se non letto almeno visto...BHO???
grazie per lo spazio e l'eventuale tempo che vorrai dedicarci.
TIZIANO CAGIONI
MASSIMO BELLINELLI

TIZIANO CAGIONI MASSIMO BELLINELLI 03.05.05 15:03| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ti ho visto e sentito mercoledi scorso al Palalottomatica: bravo, ti prego di non mollare perchè la tua è una battaglia di civiltà.

Franca Bonavena 03.05.05 13:36| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ti ho visto e sentito mercoledi scorso al Palalottomatica: bravo, ti prego di non mollare perchè la tua è una battaglia di civiltà.

Franca Bonavena 03.05.05 13:35| 
 |
Rispondi al commento

Leggete qui e poi ditemi cosa ne pensate.

www.aerrepici.org/rathinterit.htm

Sandro Gozzi 02.05.05 23:00| 
 |
Rispondi al commento

Ma come si può fermare questo sfacelo se chi dovrebbe contrastare questi personaggi non lo fa?anzi spesso li aiuta?

vincenzo lullo 02.05.05 17:50| 
 |
Rispondi al commento

mi rendo conto che sono passati svariati mesi dalle elezioni negli stati uniti, ma visto che allo spettacolo di scorso sabato all'Eur (RM) si parlava di menzognie provenienti dall'alto e di noi popolino che per pigrizia mentale o per comodità abbocchiamo, il mio sfogo sull'ipocrisia resta attuale (spero.
Complimenti Sig. Grillo, lei pur essendo critico è non distruttivo bensì propositivo. è una vera fonte energetica alternativa inesauribile.
Con i migliori saluti
Beatrice

Allegato: lettera aperta sul bush rieletto ...


"Moral values alla USA"
di Beatrice Bonell

Gli Stati Uniti d'America lo hanno rieletto, hanno riconfermato il Repubblicano Gorge W. Bush come loro Presidente lasciandolo sul trono delle Casa Bianca con scettro e corona di spine sulla testa. I Repubblicani sono i vincitori assoluti di queste elezioni, visto che hanno la maggioranza sia al Senato sia alla Camera. Hanno stravinto, c'è poco da fare. Che delusione, però. È deludente la consapevolezza che la maggioranza degli elettori statunitensi rivuole un Presidente che li ha riempiti di menzogne, che li ha portati in guerra e che li ha messi e li continua a mettere sotto una cattiva luce, almeno per quanto mi riguarda. D'altronde però, perché essere delusi? Qui si parla di un risultato elettorale, della volontà di un paese che ha eletto in modo democratico il suo presidente e la sua amministrazione. La delusione e l'amaro in bocca semmai è concessa solo ed esclusivamente a chi si è illuso che il popolo americano fosse ormai contro la politica di Bush e che il suo essere contro lo avrebbe dimostrato a tutto il mondo votando Kerry, o qualsiasi altro candidato che non fosse "Bush junior". Invece il no alla dottrina politica di un imperialista, fanatico religioso e petroliere texano non è arrivato, anzi. Visto il risultato elettorale del 2000, il "si-no, sni" di allora si è tramutato in un "yes, Bush is our man".
Se ripenso alla mia breve vacanza californiana nel '98, mi viene in mente subito il caso Lewinsky. Quotidianamente i media riportavano notizie sul presidente democratico in carica, Bill Clinton. La politica interna o estera del Presidente a quei tempi non interessava nessuno, il suo operato un dettaglio al margine. Tutti i riflettori erano puntati su cose ben più importanti. Quali? Ovviamente sul fatidico -scusate la schiettezza- pompino. Quel pompino, pardon coito orale, che Clinton si era fatto fare dalla chiatta, ma sensuale Monica, sua collaboratrice alla Casa Bianca. Eh già, qui si parla di cose serie e non di bruscolini. Un coito orale è pur sempre un coito orale. E se c'è qualcosa che agli americani fa salire il sangue al cervello (non al pisello, perché GUAI se sale questo peccaminoso organo genitale) sono proprio i peccati d'etichetta! Per non parlare poi del comportamento vigliacco di Clinton. Il maiale, dopo essere stato sgamato, lo ha pure rinnegato, quel famoso fellatio. Bugiardo! Hai mentito al tuo paese. E non voglio sentir dire che anche Bush ha mentito al suo paese. La menzogna delle armi di distruzione di massa, una delle primarie giustificazioni per l'intervento militare in Iraq, non è paragonabile al rinnego di un peccato di "gola"... blähhh se solo ci penso mi vengono i brividi. La guerra in Iraq ha causato innumerevoli morti, ma anche quel coito orale...innumerevoli spermatozoi si sono sacrificati per la libido di Clinton. Per fortuna ora l'America ha ritrovato un presidente di sani e forti principi, che sa quali sono i veri valori, sa che cosa il suo paese tollera o meno. Sa che un coito orale è moralmente illecito, l'invasione di uno stato sovrano addirittura legittimo se si ha un motivo più che valido. Forse è proprio per questo motivo che lo hanno rieletto.

Beatrice Bonell 02.05.05 16:54| 
 |
Rispondi al commento

a proposito dello sdegno che puo e deve creare il rientro di uno come tremonti, non in questo, ma in un governo occidentale, vorrei dire una cosina:
sabato scorso sono venuto a vedere lo spettacolo al palalottomatica di roma. tra un applauso e l'altro, stavo cominciando a contabilizzare le presenze, per calcolare quanta gente ragiona in un certo modo "diciamo come me" visto che se non sei scemo, quello che scegli di vedere, riflette quello che sei, che pensi... ad un certo punto grande intuizione di beppe grillo, esplode in un boato l'intero palalottomatica, mi giro per godermi la panoramica, e chi vedo tra gli spalti a battere le mani!?! il peggiore dei miei colleghi quello sempre pronto a fare inchini al direttore, con il pugnale sempre pronto a trafiggere la schiena di un collega per un ora di recupero o poco piu, un uomo capace di dire che se berlusconi fosse stato un massone ed un amico dei mafiosi non avrebbe mai potuto governare in un paese democratico come l'italia. batteva le mani e rideva, sembrava un comunista...si parlava appunto del colpo di scena provocato dal rientro di tremonti nella compagine di questo governo. cosa mi ha scandalizzato? che grazie a questi mostri, ai loro schifosi giri di parole, ogni cosa, anche la piu pulita diventa merda!!!

giorgio grasselli 02.05.05 10:14| 
 |
Rispondi al commento

28.04.05

Ratzinger e le inchieste sulla pedofilia
Dagospia è l'unico mezzo di informazione in Italia a riprendere le notizie che già da alcuni giorni i media inglesi stanno scovando per parlare non solo della luci, ma anche delle ombre che si profilano sul nuovo papato di Joseph Ratzinger. Non sono i soliti tabloid a strillare allo scandalo ma a scendere in campo sono gli autorevoli Observer (Guardian) e Indipendent. Questa la notizia: si accusa l'ex Cardinale Joseph Ratzinger, per anni alla guida della Congregazione per la Dottrina della Fede di aver garantito la protezione al padre Marcial Maciel Degollado, fondatore dei Legionari di Cristo, accusato di molestie sessuali e pedofilia nei confronti di ex appartenenti all'ordine. Della questione si parla in una lettera di Ratzinger inviata a tutti i vescovi cattolici nel maggio del 2001, che Dagospia riporta e che vi riproponiamo. Tra le altre cose, nella missiva, il cardinale Ratzinger, dava ordine che la Chiesa investigasse in segreto sulle accuse di abusi sessuali su minori, tenendo i risultati delle inchieste segreti per dieci anni dopo il compimento della maggiore età da parte della vittima. Le accuse, secondo quanto riferiscono i giornali inglesi, sono a tutt'oggi portate avanti da tre professori, un insegnante, un avvocato, un ingegnere, e un prete. Tutti ex appartenenti all'ordine fondato da Marcial Maciel Degollado, i quali accusano il religioso di molestie avvenute negli anni '40, '50, '60. Da una lettera di uno di loro, padre Juan Vaca, allo stesso Maciel Degollado inviata al Vaticano nel 1997 è iniziata l'inchiesta. Un'inchiesta che però è rimasta al palo. "La lettera di padre Vaca - scrive Dagospia - giunse nella mani di Ratzinger dal vescovo di New York, John R. McCann, e il suo contenuto - alcuni stralci del quale sono stati pubblicati dall'"Independent" - lascia pochi dubbi: «Tutto quello che ha fatto contraddice la Chiesa e l'ordine. Quante innumerevoli volte mi ha svegliato nel cuore della notte, abusando della mia innocenza. Notti di paura, così tante notti di assoluto terrore: tante notti di sonno perduto, che la mia stessa salute psicologica è stata messa in pericolo..."»

Quattro anni dopo la denuncia del 1997 arriva la lettera di Ratzinger di cui abbiamo detto. Essa, oltre alla firma dell'attuale Papa, porta anche quella dell'arcivescovo Tarcisio Bertone, che in un'intervista di due anni fa riportata dall'"Observer" diceva: «Secondo la mia opinione, la richiesta che un vescovo sia obbligato a contattare la polizia per denunciare un prete che commette atti di pedofilia non è fondata...». La lettera fa ora parte dei documenti in possesso di una corte texana dove l'avvocato di due presunte vittime di abusi da parte di un prete, ha depositato le accuse contro una chiesa del luogo e lo stesso Ratzinger, sostenendo la tesi che l'allora cardinale si sia reso colpevole di ostruzione alla giustizia. «L'avvocato è Daniel Shea, noto alle cronache - aggiunge Dagospia - per aver scoperto negli archivi vaticani, due anni fa (in pieno scandalo preti pedofili in America), un documento in latino risalente al 1962, con tanto di sigillo di Papa Giovanni XXIII, che fu spedito a tutti i vescovi del mondo per istruirli a tenere ben nascosti i casi di violenza sessuale all'interno della Chiesa». Della questione riportata a galla in questi giorni dai giornali inglesi se ne è occupato approfonditamente anche Sandro Magister qualche anno fa in un articolo molto documentato


TUTTE LE FONTI:
RADIO RADICALE:
http://blog.radioradicale.it/blog/data/anticlericalismo/

OBSERVER GUARDIAN: (IL PROCESSO A RATZINGER)
http://observer.guardian.co.uk/international/story/0,6903,1469005,00.html

INDIPENDENT: (ANCORA SULLO SCANDALO RATZINGER-PEDOFILIA)
http://news.independent.co.uk/europe/story.jsp?story=632210

LA LETTERA DI RATZINGER INVIATA A TUTTI I VESCOVI DEL MONDO:
http://www.radioradicale.it/docs/lettera_ratzinger.pdf

DOCUMENTO "TOP SECRET" IN LATINO (e inglese) DI GIOVANNI XXIII PER NASCONDERE I CASI DI PEDOFILIA:
http://www.maurizioturco.it/vaticano/doc_1962/doc_1962.htm

MEZZO SECOLO DI ABUSI SESSUALI DELLA CHIESA:
http://www.chiesa.espressonline.it/dettaglio.jsp?id=7545

Michele Lembo 02.05.05 00:06| 
 |
Rispondi al commento

è in progetto di far pagare i posteggi in centro città anche ai residenti, (fortuna che è una giunta rossa, compagni)anche in abbonamento annuale.
se vuoi andare a trovare tua madre devi prender il bus, può essere anche giusto, ma perchè vi sono parcheggi immensi (piazzale kennedy)deserti, con i cancelli sbarrati ed aperti soltanto in occasione di fiere? ovvio per prelevare soldi, ed i resienti????????.
la nostra amt è perennemente in defict, allora perchè non si fà viaggiare gratis la gente?????
si invoglierebbe le persone ad usare il bus, non si intaserebbe la città di auto, meno smog, al punto che: occorrerebbe soltanto l'autista, il meccanico, la pulizia, e l'uomo delle paghe.
si eviterebbe la costante manutenzione alle obliteratrici, lo stipendio ai svariati controllori, potrebbe essere un soluzione per sanare il bilancio, insomma come fidel castro dice: il personale è più utile nelle piantagioni di cotone che sui bus.

andrea carbone 01.05.05 21:01| 
 |
Rispondi al commento

Caro Peppe sei forte! Ieri sera sono venuta a vedere il tuo spettacolo!!! Certo, tu sì che hai capito tutto! Riuscire a guadagnare 25 milioni di Euro (il conto l'ho fatto con dati da te forniti: il biglietto io l'ho pagato 25euro e tu hai detto che a fine tournee avremo mandato un milione di firme al presidente Ciampi) con una tournee non è da tutti, soprattutto se calcoliamo l'allestimento spartano e il fatto che lo spettacolo sei tu!! Spero che pagherai le tasse e che parte dei tuoi introiti andranno ad Alex Zanotelli, a Don Ciotti, non come elemosina ma come investimento per far cominciare ad organizzare, con esperienze significative, quelle persone che secondo i burattinai odierni dovrebbero far parte di categorie ben precise: quella degli "schiavi" o della "carne da macello", magari cambiando le denominazioni che così formulate sono un po' inquietanti. Veniamo a noi, molti dei contenuti dello spettacolo io li conosco, sono una frequentatrice della rete, da anni sono lettrice del giornale dove ora scrivi anche tu e di molte pubblicazioni dell'editoria chiamiamola "sotterranea" quindi diciamo che cerco di capire, approfondire e posso affermare che se tutti, negli acquisti, nello stile di vita, si comportassero come me, sarebbero già fallite la cocacola, macdonald, dolcegabbana, rana, la barilla, la nike, la lavazza, la fila, tutti i bond in circolazione e la maggior parte delle case farmaceutiche (ma questo, forse, non è tutto merito mio). Sicuramente si può e si deve fare di più e meglio,ma, per esempio, mi riesce difficile liberarmi dei cavi della sirti, visto che abito in un condominio di 96 famiglie e, anche in presenza di alternativa, valli a mettere tutti d'accordo; non la vedo facile.
Quindi non è per i contenuti che sono venuta a vederti, e poi, fosse stato solo per quello, c'è il blog e avrei risparmiato 25 euro; penso che in questa storia il cervello, sano o malato che sia (inteso come raziocinio) c'entra poco, e c'entra molto quella parte insopprimibile dell'essere umano che è quella delle emozioni, molte delle quali sono tali e piacevoli se condivise con altri esseri umani. L'hai detto tu ed è vero, noi per il carterpillar mediatico non esistiamo e questo, tutto sommato potrebbere essere un bene, ma abbiamo bisogno di ritrovarci ogni tanto e anche di contarci, noi siamo dei "resistenti" e facciamo "un c... così" per resistere. Ridere o ironizzare delle disgrazie (della m....) in cui siamo immersi può servire a metterle maggiormente a fuoco e in questo tu sei maestro, del resto io appartengo a quella generazione che fra tante stronzate diceva pure "una risata vi sommergerà". Daltronde se non ci fosse un fondo di verità in ciò, perche ti becchi una denuncia un giorno sì e l'altro.. pure? Il problema caso mai è un'altro, manco più le risate sono a gratis!!!! Ma fanno bene, migliorano la circolazione, calmano l'ulcera. Tu, però che ti incazzi dietro compenso mica stai tanto meglio di noi!!! Potrebbe essere lo spunto per una bella ricerca "le risate a pagamento sono efficaci come quelle naturali? E le incazzate dietro compenso sono anch'esse nocive per l'apparato circolatorio e gastrico o la salute della saccoccia migliora tutto?" Ora però voglio parlarti di due cose 1) il papa 2)la scuola (sono maestra elementare). Per il primo punto ti dico che (fatta salva l'umana compassione per la vicenda umana che ha contraddistinto gli ultimi anni del pontificato di Papa Wojtila) il banchiere aveva un legame con lui, eccome, in quanto sapevi che il papa è l'unico azionista dello IOR? Ecco non sono disposta in cambio della posizione pacifista del fu papa a dimenticare che in 27 anni quasi di pontificato non ha avuto il tempo, o la forza, o la volontà di occuparsi di questo obbrobio. Se vuoi maggiori dettagliate e documente informazioni, leggiti il capitolo a riguardo su "TUTTO QUELLO CHE SAI E' FALSO" edito da Nuovimondimedia o vai su www.vaticanbankclaims.com ti dico subito che l'unico che ha tentato di porci rimedio è stato, indovina un po'? Papa Luciani!!! Come la vedi? Adesso mi dici che il nuovo papa ha venduto la Golf e potrebbe riservarci delle sorprese. L'unica cosa che potrebbe sorprendermi e cominciare a farmi considerare che la carica papale potrebbe avere anche una valenza etico-spirituale sarebbe quella di abolire lo IOR e affidare la gestione delle pur necessarie finanze del vaticano a... che ne so, Banca Etica per esempio e, soprattutto, riuscire a sopravvivere alla decisione.
Secondo punto: te la sei letta la proposta di decreto attuativo relativo della scuola superiore? Le parti della riforma che hai letto ieri sera, a confronto, sono semplici amenità. Il grosso della castrazione delle generazioni future è lì concentrato. Se leggi con attenzione ti accorgerai che la "mission" del decreto non ha nulla da spartire con il mondo scolastico o educativo bensì in esso è contenuta la summa dell'ultima creativa megatruffa architettata dalla nostra merdosa categoria imprenditoriale. Qui si compie un salto di qualità incredibile: dal lavoro iperflessibile e malpagato si passa direttamente a quello a gratis, minorile, naturalmente; allora sì che saremo competitivi con la Cina! Leggi e fatti i conti: su cinque anni di scuola superiore un ragazzo/a potrebbe trascorrerne sui banchi di scuola si e no uno, in quanto il sistema è basato "sui crediti" che indifferentemente puoi accumulare a scuola o al lavoro. Hai presente il miracolo del Nord Est? Con gli industrialotti che non mandavano i figli a scuola per fargli fare la scuola di vita in "fabrichetta"? Adesso che la Cina l'ha svegliati dal miracolo si ritrovano sul groppone i figli ignoranti, inservibili che forse loro potranno mantenere a vita con le tasse evase nei tempi di vacche grasse. Tutto il paese può permettersi di fare lo stesso? No! Anche perchè il 50% le tasse le paga. Ma sai qual'è il paradosso? Molti genitori stanchi (a ragione) della verbosità e vetustà del nostro sistema scolastico potrebbero, anzi, sicuramente saranno indotti a credere che la pratica assicurerà ai figli di inserirsi subito nel mondo del lavoro. Urlaglielo, nei tuoi spettacoli che non è così!! Che le tecnologie invecchiano a velocità stratosferiche e che una volta finiti gli studi (si fa per dire) quello che avranno imparato non servirà a nulla. Ora più che mai, quello che serve è lo sviluppo di abilità e capacità mentali in grado di comprendere, governare o anticipare gli enormi e repentini cambiamenti invece che subirli, dobbiamo equipaggiarli di chiavi di lettura le più varie e profonde possibili, dobbiamo insegnargli a sviluppare e comprendere le proprie capacità per saperle mettere in rete con quelle degli altri senza barriere di sorta. Per fare questo ci vuole una scuola con i "controcazzi" il parrucchiere (quello della Moratti) non basta e nemmeno le stronzate dei "riformisti". Basta sennò mi incazzo e a me, per questo, non mi paga nessuno! Un abbraccio Cristina e famiglia.
P.S. Mio marito mi suggerisce " n'sacco de sordi li spenne pe' l'avvocati!!"

cristina fazzi 01.05.05 19:11| 
 |
Rispondi al commento

www.viralvideo.it

---ragazzi, a voi tutti che avete a cuore le sorti del nostro Bel Paese fatevi un giro su questo sito dove autorevoli politici, giornalisti e "soci" scrivono a proposito di colui il quale, ahimè, oggi continua a rappresentarci coprendoci di ridicolo. anche se a prima vista incredibile, il tutto sembra verissimo, specialmente a giudicare dall'autorevolezza delle fonti. e diamoci una svegliata. viva l'Italia!---

www.viralvideo.it

Luca Pignati 01.05.05 09:54| 
 |
Rispondi al commento

Ma io mi chiedo...
Queste pericolosissime nuove brigate rosse, che si accaniscono contro i tecnici ( Biagi, D'Antona.. ) come mai non pensano alla testa del governo?
E non ditemi che non hanno la capacità di agire...
riflettiamoci un po' sopra, poi magari qualcuno potrebbe pensare cattiverie come quella che i tecnici servono solo per scopi precisi e immediati, ma poi prima che si facciano un'idea precisa del disegno che la mente vuol completare vanno "rimandati a casa".
Se le ragioni sono altre...qualcuno me le spieghi!

andrea pellicioli 30.04.05 19:36| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei chiedervi se conoscete il Partito Umanista, e che cosa ne pensate!
Un abbraccione a tutti

fabrizio chelli 30.04.05 18:27| 
 |
Rispondi al commento

E' un articoletto che avevo scritto di getto e che intendevo inviare a qualche quotidiano locale come delegato di un associazione di consumatori ma il Tremonti e' stato spernacchiato da tutti e cosi' l'articolo ha perso la sua utilità... inoltre il presidente dell'associazione lo ha ritenuto troppo politico(?) e non in linea con la posizione dell'associazione. E allora chiedi asilo qui da Voi.

"NUOVO GOVERNO ALL’ULTIMA SPIAGGIA??
La prima iniziativa di questo nuovo governo crea sconcerto persino tra gli esponenti della maggioranza e si presta a facili battute e ossimori. L’obiettivo di riconquistare, entro le politiche del 2006, la fiducia degli italiani, apparsi ultimamente poco permeabili agli slogan presidenziali, e la prospettiva di ottenere entrate pari a circa l’1% del p.i.l., ha portato il vice-premier Tremonti a rinchiudersi nel proprio ufficio durante l’ultimo ponte del 25 aprile per elaborare un progettino di “sviluppo” per noi meridionali che, se posto in essere, risolverebbe senz’altro ogni problema turistico nel meridione per i prossimi cento anni: vendere le spiagge del Sud Italia e, con il ricavato, investire nel turismo. E’ sconcertante constatare per l'ennesima volta la totale mancanza di cultura ambientale del governo, che ritiene irrilevanti gli enormi sacrifici ambientali che subirebbero tante coste meridionali, spesso assolutamente incompatibili con progetti da riviera romagnola e, allo stesso modo, sono irrilevanti i disagi che la stragrande maggioranza delle famiglie, per qualche generazione, dovrebbe patire non potendo di certo permettersi l’accesso a spiagge a pagamento.
Impostare un siffatto delirante progetto in termini di sviluppo turistico è una vero e proprio schiaffo al buon senso.
Nel nostro caso, le infinite possibilità di scelta che offre il litorale pugliese (sabbia, scogli, insenature, grotte..) rappresentano un valore aggiunto per il turista, di certo non sacrificabile sull’altare di un pretestuoso sviluppo del turismo. Sarebbe più onesto evitare di celare, dietro inverosimili intenti evolutivi, la necessità sempre più stringente di “far cassa” per fronteggiare una profonda crisi di bilancio.
Sic stantibus non ci dovremo sorprendere se, al ritorno dal prossimo ponte(per fortuna, il 1° maggio viene di domenica), sentiremo ancora qualche esponente di governo preannunziare vendite di boschi, opere d'arte, pianeti, galassie e quant'altro. Dopo aver fornito idonee spiegazioni sul perché improvvisamente ha tanto a cuore le sorti del turismo del Sud (ignorate per quattro anni), il Tremonti dovrebbe altresì spiegare perché neppure per un attimo ha ipotizzato di investire nello sviluppo del turismo meridionale il ricavato delle vendite di ville e giardini del nord. A tal proposito, segnalerei un idoneo fabbricato in Arcore... "

stefano gallotta 30.04.05 17:08| 
 |
Rispondi al commento

Sinceramente non ho mai dato il voto a gente di tele fatta, ma, pare, a metà della popolazione di questo paese questo genere di individui piacca. Perchè devi farmi venire un fegato grosso così ?
Ti voglio bene sig. Grillo

mario mandolesi ferrini 30.04.05 14:56| 
 |
Rispondi al commento

Ma sopratutto è chiaro che il nostro presidente del consiglio sotto inchiesta in un tot di procedimenti ne verrà sempre fuori assolto, (falso in bilancio - corruzione - ecc...) e lui e tutto i suo entourage sarà sempre più ricco e potente.
Io invece quest'anno molto probabilmente non riuscirò nemmeno a coprire i costi della mia attività perchè io le tasse le pago e anche i miei fornitori.
Ed è per questo che ho deciso di chiudere la mia attività altrimenti dovrò dichiarare fallimento.
Poi avrò un'altro problema come ricollocarmi e quale lavoro potrò trovare a 40 anni ???

Non è meraviglioso il futuro ????

Con affetto da Cinzia Conforti.

Cinzia Conforti 30.04.05 13:15| 
 |
Rispondi al commento

Rivoluzione noi farem !…. Rivoluzione !

La storia è vecchia, le classi sociali che vedono diminuire la loro funzionalità nella società contemporanea cercano di mantenere ed anzi accrescere oltre ogni logica i privilegi che si sono attribuiti nel tempo, privilegi che non trovando più nella vita sociale alcuna rispondenza funzionale appaiono sempre più ingiusti e vessatori nei confronti di chi a quelle categorie non appartiene.

La giustificazione su basi storiche di privilegi non in sintonia con il momento contingente è sempre stato un freno all’evolversi della società ed una giustificazione di atti rivoluzionari che pur costando molto in sofferenze e lotte diventano a consuntivo necessari allo sviluppo sociale.

Con queste affermazioni non credo di aver espresso un pensiero originale, sono comunque in buona compagnia: ragionamenti analoghi sono stati fatti in epoche diverse: dai pensatori illuminati del settecento, dai romantici nazionalisti ottocenteschi, dai rivoluzionari socialisti del primo novecento ed in tempi più recenti sono state il fondamento della teoria maoista della “rivoluzione permanente”. Il fatto che i privilegi debbano trovare una rispondenza nell’importanza funzionale di coloro che ne fruiscono è comunque considerato da tutti, da destra a sinistra, sinonimo di giustizia sociale. Tutti pensano che il confine fra giusto privilegio e sopraffazione risieda nella effettiva funzionalità dell’individuo o della categoria.

Quello che non mi pare che nessuno dica è che con le cosiddette conquiste sociali, almeno nel mondo occidentale, il numero dei privilegiati è cresciuto a dismisura ed ora chi cerca di mantenere diritti non in linea con il momento attuale appartiene a categorie molto rappresentate nella società contemporanea.

Oggi la funzionalità della classe operaia occidentale è messa in discussione da automazione, globalizzazione, quella degli impiegati dall’informatizzazione generalizzata delle procedure burocratiche e dalla possibilità di delocalizzazione nella fornitura di servizi garantita dal net-work telematico. Sempre più inattuali appaiono soprattutto le gerarchie burocratiche degli stati ed i privilegi che militari, funzionari ed impiegati degli enti pubblici vogliono garantirsi non trovano più alcuna rispondenza nel modello di amministrazione statale cui tendono i cittadini e tantomeno trovano adeguato riscontro nella qualità dei servizi offerta agli amministrati.

L’affermarsi delle idee marxiste, la facilità di informazione e la diffusione della cultura hanno generato nelle masse una visione materialistica della vita ed anche il clero stenta a giustificare e mantenere nella società contemporanea la sua egemonia ed i suoi storici privilegi.

Ordini professionali, sindacati, corporazioni, ed altre lobbies cercano disperatamente di diffondere l’idea che le lotte dei loro associati per mantenere od ottenere tangibili benefici abbiano un fondamento di giustizia a prescindere dalle funzioni che la categoria svolge nella società attuale e dalla marginalità del sistema produttivo in cui opera. Anche chi si è ritirato dalla vita produttiva fa la voce grossa incurante del fatto, ben noto, che i capitali che lui ha affidato alla gestione pubblica (nel caso lo abbia fatto) siano stati dissipati nel tempo da inefficienze, malversazioni, leggi populistiche e pessima gestione.

Tutti vorrebbero che le “conquiste” pregresse avessero valore di legge eterna, tutti cercano di difendere i propri privilegi a scapito dei diritti degli altri. Quando i privilegi ingiusti riguardavano regnanti, nobili, alto clero, nazioni occupanti, gerarchie di partito i nostri cuori erano per gli oppressi, ora che gli oppressori siamo noi contro chi c..zo faremo la rivoluzione?...?

Silvio Mortara 30.04.05 12:52| 
 |
Rispondi al commento

sono pienamente d'accordo con Giuseppe Certosino nel mandare una valanga di e-mail ai politici. io l'ho gia fatto,andate sul sito www.camera.it sulla sinistra della home trovate l'icona deputati cliccate e troverete tutti rappresentanti in ordine alfabetico con a fianco il loro indirizzo e-mail.se veramente abbiamo intenzione di fare qualcosa iniziamo cosi',facciamo sentire la nostra protesta in maniera civile e pacifica,poniamogli le domande che frequentemente inviamo in questo blog ma sopratutto chiediamogli di rispondere altrimenti le invieremo ad oltranza,pero' dobbiamo partecipare tutti.Facciamogli vedere che siamo tanti percio'passate parola a tutti i vostri amici.cominciando cosi'ma in tanti,sarebbe gia' un buon inizio.grazie a tutti

luigi fioravanti 30.04.05 10:52| 
 |
Rispondi al commento

Trovo pazzesco che in Italia abbiamo dei ministri che hanno un sogno indicibile.
Dobbiamo fare in modo di toglierli da quegl'incarichi, magari con una montagna di e-mail....

Giuseppe Certosino 30.04.05 08:15| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, è bello sapere che ci sono tante persone che si preoccupano di queste cose. Un salutone a grillo perchè è sempre il migliore.
La cosa bella è non sentirsi soli, quella brutta è quella di non sapere cosa fare,sarebbe bello trovare un metodo concreto per poter fare qualcosa.Io penso che la politica sia una cosa bellissima...pensate al giorno in cui si abolirà l' uso del petrolio come combustibile...queste sono soddisfazioni.Dovremmo solo trovare il modo per accelerare i tempi senza piu dover dipendere da loro, che pensano soltanto ai loro comodi.

Stefano Nastri 30.04.05 05:03| 
 |
Rispondi al commento

x marco castrofilippo

Hai detto che "le persone serie non fanno politica"
Devo contraddirti: se le persone serie facessero politica, le cose andrebbero molto meglio.
Se ti interessa vieni a discuterne sul mio sito. Attenzione però, è solo per persone serie.

Peppe DAntini 30.04.05 01:14| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, mi diverte sentirti parlare dei politici, ma ti apprezzo molto di più quando ci tuteli come consumatori di tutte le "merci"...(dagli alimenti all'elettricità, dall'adsl all'informazione). E poi mi piace quando promuovi cose positive (in ogni campo, energia compresa), perchè mi dai una boccata d'ossigeno. ORMAI MI MANCA ANCHE L'ARIA!
Quando verrai in Puglia?

MariaCristina Rinaldi 29.04.05 21:50| 
 |
Rispondi al commento

Oltre agli stranieri non dovrebbero avere rispetto per l'Italia neanche la maggioranza degli italiani che li hanno eletti. E lo sapevano che erano così. Si, si, siamo messi bene.

Mura Giuseppe 29.04.05 20:14| 
 |
Rispondi al commento

In tema di economia creativa, vorrei suggerire a Tremonti di mettere in vendita la sua parte posteriore. Io, malgrado i miei gusti sessuali, mi metterei in fila e come me penso una buona parte dei maschi italiani. Hai visto mai che si riuscisse a risanare il debito pubblico italiano

Roberto Dottarelli 29.04.05 18:48| 
 |
Rispondi al commento

Un governo reimpastato, è chiaro. Ma come dice Beppe, non vedo persone competenti purtroppo, ne di qui ne di li. E c'è da piangere.

Messaggio per il sardo: sono stato pochissimo in Sardegna ma ho apprezzato la vostra ospitalità, la vostra serenità e il vostro amore per la terra. E ho apprezzato Cossiga (che è sardo). Sardi al potere? Magari !!!

Fabio Ranghiero 29.04.05 16:55| 
 |
Rispondi al commento

Messaggio x tutti quelli che invitano Beppe Grillo ad entrare in politica:
le persone serie non fanno politica...

marco castrofilippo Commentatore in marcia al V2day 29.04.05 14:45| 
 |
Rispondi al commento

X il Signor Bernabini

La Sardegna e coloro che ci abitano sono sempre stati trattati come pezze da piedi. I politici di tutte le correnti, compresi quelli sardi di destra e di sinistra, hanno sempre trattato la Sardegna come un posto da utilizzare senza tenere conto delle conseguenze e senza chiedere il permesso. Vedi le immense foreste rase a zero per creare le ferrovie in Italia, o vedi le servitù militari o le scorie radioattive che hanno lasciato nel Sassarese. I sardi storicamente sono sempre stati conquistati (ma mai domati….) da qualcuno. Dai fenici ai romani agli spagnoli ecc. ecc. Purtroppo nel tempo hanno sviluppato il brutto vizio di non fidarsi di nessuno e non mettersi d’accordo su niente. I pastori sardi anziché unire le greggi e creare un azienda zootecnica con un minimo di credibilità contrattuale badano unicamente alle proprie 23 pecore con cui campano da fame (ma con ancestrale dignità… scherzo chiaramente). Anche nelle cose spicciole a volte danno prova di possedere una dabbenaggine al di fuori da ogni parametro standard, come i pastori che chiedono risarcimenti per la crisi dell’industria casearia sarda e poi si comprano il fuoristrada da 40.000 € (non l’hanno fatto tutti, ma qualcuno si) o quei coglioni che danno fuoco ai boschi…. (per i piromani, se esiste una giustizia, possiate essere colti da malattie veneree incurabili e a lento decorso…maledetti bastardi)

Ma le assicuro, signor Bernabini, che non si può dire che la MAGGIOR PARTE dei sardi non sia legata alla propria terra. Ogni sardo ama profondamente l’isola anche se si lamenta sempre della piccola realtà in cui vive. Per quanto mi riguarda, altro che vendere e comprare parti della Sardegna…. Penso che bisognerebbe ridare ai sardi la Maddalena, la zona di Teulada, la zona di Perdasdefogu.
Meglio gli agriturismo e la pastorizia che le pallottole all’uranio impoverito o le supposte nucleari americane. I soldi spesi per fare le grandi manovre dovrebbero essere reinvestiti in servizi.
Ma siamo pochi e non ci caga nessuno.
Se Lei sapesse le speculazioni in costa smeralda.

Comunque la saluto e mi fa piacere che Lei abbia preso le difese di una parte d’Italia che le appartiene. A molte persone purtroppo non frega assolutamente niente.

Però tipico del sardo è anche il brutto carattere quando si sente preso per il culo…..

Cordialissimi saluti.

Luca Floris 29.04.05 13:16| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
ho assistito al tuo spettacolo di ieri sera (28 aprile a Roma).

Perchè non fondi un partito? o meglio perchè non ti occupi di politica in modo più aperto e pieno?

Fai molto meglio tu politica, nel significato più ampio e completo della parola, da comico che gli altri (di tutte e due le parti) che lo sono di "professione".

E' vero anche "loro" ci fanno ridere ma delle loro incapacità.....

C'è bisogno di qualcuno che abbia il coraggio disinteressatamente di dire ma anche di portare avanti, appena sarà possibile, qualcosa di nuovo e nell'interesse di tutti noi italiani.

Per me, e forse per molti altri, questa persona potresti essere tu.

Cosa ne pensi?

Antonella Tancredi 29.04.05 12:26| 
 |
Rispondi al commento

Chiedo scusa per il fraintendimento..
Il fatto è che a volte si leggono commenti SERI che sembrano IRONICI e viceversa.
Mi scuso di nuovo

Gabriele Bernabini 29.04.05 12:14| 
 |
Rispondi al commento

x Bernabini

Se hai già letto qualche mio post sai cosa penso di queste cose.
Probabilmente sono stato un pò troppo ironico.
Chiedo venia.

Io sono sardo. La Sardegna per quanto mi riguarda non è in vendita, ergo nessuno la può comprare.
Questo discorso è applicabile per qualunque altra parte d'Italia.

Calandi smanusu da sa Terra Sarda ca no es in bendida, affora sa Nato.

Forza Paris


Luca Floris 29.04.05 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Luca Floris.. Ma quando scrivi le cose le scrivi provocatoriamente o sei sincero?
Io ho una mia teoria..
Credo che Luca Floris sia in verità un esponente del centrosinistra mascherato perchè effettivamente scrivendo le cose che scrive non fa altro che invogliare ancora di più le persone a non ascoltare il centrodestra..
Matteoli ha comprato un'isola? E chi l'ha messa in vendita? E.. Se l'ha comprata come Privato non ha salvato un bel niente anzi ora Budelli appartiene ad un PRIVATO.. Se l'ha comprata il MINISTERO (cosa che però non ha senso) allora non l'ha comprata lui ma l'ha comprata lo Stato..
MBOH.. La CULTURA ed IL SENSO DELLE PAROLE sono una gran bella cosa caro Floris

Gabriele Bernabini 29.04.05 11:22| 
 |
Rispondi al commento

Matteoli ha comprato l'isola di Budelli salvandola dai privati. A cesare quel che è di cesare, Grazie ministro.


Luca Floris 29.04.05 10:47| 
 |
Rispondi al commento

C HAI POPO RAGIONEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE.... ;-(
; ; ME VIE DA PIAGNE..
A BEPPE SE ENTRI IN POLITICA CE FAI UN FAVORE.. OPPURE POTRESTI FE NA SCUOLA PER TUTTI COLORO CHE STUDIANO SCIENZE POLITICHE COSI VERRANNO FUORI DEI BUONI POLITICI NO?

RICCARDO POGGI 29.04.05 10:18| 
 |
Rispondi al commento

Concordo con le critiche che rivolgi a questo governo. Io però vorrei alzare il tiro: queste critiche andrebbero estese a tutta la classe politica italiana, in quanto, purtroppo, la sinistra italiana non è meglio di questa destra.
E' veramente sconfortante. Per chi voteremo alle prossime elezioni?

Paolo De Filippis 29.04.05 09:31| 
 |
Rispondi al commento

...VORREI "SOLO" FARE UNA PROPOSTA...
UNA RACCOLTA DI E-MAIL PER.....GRILLO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA...

riccardo digaetano 29.04.05 09:13| 
 |
Rispondi al commento

Roma, 29/04/2005 ore 08.37
Ciao Beppe,
ieri sera ero al Palalottomatica a vedere il tuo spettacolo.... mitico come sempre!!!
Vorrei dare il mio piccolo contributo, sono un commercialista e quindi ti parlo di un argomento a me familiare: le TASSE.

Apri bene le orecchie:
dal 01/01/97 è stato abrogato, ma fino al 1996 era in vigore una normativa che esonerava il Presidente della Repubblica dal pagare le tasse!
E chi l'aveva emanata??? Ma lui stesso!!!!!
Il riferimento normativo è il seguente:
D.P.R. n.601 del 29/09/1973 art.1
" L'assegno del Presidente della Repubblica è esente dall'imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef) e dall'imposta locale sui redditi (Ilor).
P.S.
D.P.R. stà per Decreto del Presidente della Repubblica, quindi sarebbe a dire che il Presidente con un SUO decreto ha stabilito che LUI non deve pagare le TASSE.

Non mi dilungo oltre, a te un tuo personalissimo commento.
Ciao

marco castrofilippo Commentatore in marcia al V2day 29.04.05 08:41| 
 |
Rispondi al commento

Le future generazioni, messe di fronte alle immagini del puffo paranoico, reagiranno come reagiamo oggi noi alle immagini di quell’altra macchietta tragica che fu Mussolini, alle sue smorfie sul balcone. E ancora si diranno sconcertati:
“Ma come hanno fatto?...”.
E non mi si dica che questo è il destino di ogni personalità politica: di fronte a figure come De Gasperi ancora ci si inchina rispettosi e si dice:
“Magari! Ne avessimo ancora...”.

Gregor Samsa 29.04.05 06:01| 
 |
Rispondi al commento

Siamo alle solite. Tremonti dice "Vendiamo le spiagge per avere soldi da investire nello sviluppo" e subito scoppia il putiferio; mai che si possa discutere seriamente di una proposta per quello che è. Se è valida si valuta in che modo realizzarla, altrimenti si lascia perdere e non se ne parla più.
E' troppo difficile? C'è bisogno sempre di fare polemiche inutili? Bah...!
Il guaio è che anche l'interessato ci ha messo del suo; già, perchè se avesse un briciolo di buon senso e di dignità, avrebbe risposto più o meno quello che ho scritto sopra, e con un'alzata di spalle avrebbe potuto, e con ragione, mandare tutti al diavolo.
Invece no, ha dovuto ritrattare: non intendeva vendere ma prolungare le concessioni, e poi era solo una provocazione. E ovviamente si è lamentato che, come al solito, i giornalisti hanno capito male, che è stato frainteso, che ce l'hanno tutti con lui, che il regime... che i comunisti...
Com'è che quando parlano i rappresentanti di questo governo, i giornalisti non capiscono mai? Mi sorge un dubbio. O in Italia la categoria dei giornalisti è composta interamente da idioti incapaci di intendere e di volere, o i politici non sono capaci di mettere due parole di senso compiuto una dietro l'altra; oppure il tutto viene fatto ad arte, preparato con cura e gestito come una bomba ad orologeria.
Anche se le categorie dei giornalisti e dei politici sono sicuramente farcite di incapaci (in quale gruppo umano non ce ne sono?), non credo che questo possa giustificare un giudizio di massa come quello che ho appena ipotizzato. Rimane quindi la terza ipotesi, che meriterebbe ben altri approfondimenti per i danni cha sta facendo al nostro paese, e che è giustificata da due motivi principali: pubblicità e confusione.
Si sfrutta la confusione quando la polemica viene montata per distogliere l'attenzione da cose che non si vuole far conoscere; negli ultimi anni purtroppo questo stratagemma è stato sfruttato ampiamente per tenerci all'oscuro di molti fatti importanti.
In questo caso invece, ritengo che il motivo essenziale di questa ennesima diatriba si l'altro: per far parlare di sé e trovarsi al centro dell'attenzione, non c'è pubblicità più efficace di un po' di polemica di cui l'interessato risulti essere la vittima. Lo sa bene Berlusconi che, da buon pubblicitario, su questa strategia ha costruito la sua politica.
Entrando invece nel merito della questione, c'è da dire che l'idea lanciata da Tremonti non è affatto una stupidaggine, come da più parti si è detto. E' un crimine.
E' un crimine nei confronti delle future generazioni, perchè prolungando le concessioni non si fa altro che ottenere un'anticipazione di cassa; ci ritroviamo con più soldi da spendere oggi, e contemporaneamente togliamo le risorse che sarebbero derivate, negli anni a venire, dal rinnovo di quelle concessioni.
E' come se io spendessi oggi i soldi che mio figlio guadagnerà fra venti anni; così, prima di potersi comprare una casa, costruire una famiglia, farsi una vita sua, dovrà pagare i debiti che io gli ho lasciato. Se non sbaglio le leggi italiane usano spesso l'espressione "... del buon padre di famiglia..." per indicare un comportamento corretto e responsabile.
Signor Tremonti, lei si sente un buon padre di famiglia?
Concludo con un appunto che dà la misura di quanto questa gente non sappia (o non voglia) governare. La provocazione è uno stimolo, e quindi una cosa utile, ma qui c'è un problema di ruoli: il signor Tremonti non sta al governo per provocare, ma per fare. Compito dei ministri è di progettare e realizzare, magari raccogliendo le provocazioni che gli arrivano; siamo noi, privati cittadini, ognuno nel modo che ritiene possibile e opportuno, che abbiamo il compito di provocare.
Bisognerebbe scrivere un mansionario per il governo; nelle pubbliche amministrazioni c'è già.

(pubblicato su www.pleonastico.it)

Peppe DAntini 29.04.05 00:33| 
 |
Rispondi al commento

Signor Beppe Grillo, ma visto che al governo sono presenti gli individui più improbabili del nostro paese con una storia non proprio candida e pulita e visto che lei ha molte denunce sulle spalle, perchè non prova a candidarsi anche lei?? sono certo che finalmente avremmo un capo del governo come si deve :D

Giovanni Torretta 28.04.05 23:38| 
 |
Rispondi al commento

Prendo alcune affermazioni di zio Berluscone da repubblica.it:

"Sono deluso dal fatto che sul mio taccuino non ho potuto segnare nessun suggerimento costruttivo - ha esordito - perché dall'opposizione sono venute solo critiche, critiche, critiche".

Hanno bisogno di idee serie, evidentemente.... e possibilmente a gratis (ovvero senza pagare la politica esercitata finora). Ma non hanno già il geniale Tremonti? Che bisogno hanno di suggerimenti dall’opposizione? A quando la cartolarizzazione dei marciapedi? O delle strisce pedonali (accidenti che affare, se vuoi attraversare sulle strisce, devi pagare! Altrimenti sono cavoli tuoi, a tuo rischio e pericolo).... ma sto fornendo una serie di idee straordinarie per il governo di zio berluscone bis! E gratis!

"Ci sono partiti che rappresentano il 6-7 per cento della coalizione, c'è un loro veto - ha spiegato il premier - e non si può andare avanti. Quindi il 94% della coalizione si arrende al 6 per cento o poco più della coalizione, i cui voti tuttavia in Parlamento sono necessari per avere una maggioranza capace di approvare quel disegno di legge".

A parte il fatto che il numero altisonante del 94% della coalizione non rappresenta più neanache il 50% del parere degli elettori italiani, così vanno le cose in democrazia, questa sconosciuta da zio Berluscone. Molti governi sono caduti per molto meno, e non basta raccattare G. La Malfa per fare numero... anzi.

"Mi piacerebbe - aggiunge il premier - potere concludere la mia avventura nella storia politica di questo paese con un sistema fatto da due forze: la casa dei moderati e la casa della sinistra".

Interessante il fatto che lo stesso zio Berluscone definisca il suo incarico di governo “un’avventura”..... Poco intelligente mi sembra la semplificazione del sistema politico italiano, così ricco di sfumature....

E in questo contesto zio Berluscone colloca il disegno di riforma della Costituzionale della maggioranza, che, ha spiegato, non rappresenta "nessun pericolo", ma si prefigge semplicemente l'obiettivo di arrivare a "un governo che sia più efficace". E comunque, ha assicurato, "siamo favorevoli al referendum, lo vogliamo anche noi".

Nessun pericolo! Figuriamoci... demolire gli articoli fondamentali della costituzione non “rappresenterebbe un pericolo”. Zio Berlucone vuol far credere questo a un popolo italiano (ancora una maggioranza, per fortuna), che il 25 aprile gli ha mostrato una seria preoccupazione e una certa capacità di ... reagire ....

"L'Italia non va poi così male - ha affermato - siamo primi nel numero di auto per abitante, nel numero di telefoni cellulari, non ci sono miracoli da fare ma solo difendere il potere di acquisto delle famiglie. Cosa che il governo ha cominciato a fare". A parte il fatto che auto e cellulari non bastano a fare grande un popolo (tra l’altro guidare e usare il cellulare non è consentito, qualche ministro confermi o smentisca se sbaglio), da questo punto di vista suggerisco di collegarsi, tra le tante fonti di informazione che facilmente smentirebbero tale affermazione (fonti di istituzioni sovranazionali e internazionali, quindi disinteressate), al sito www.beppegrillo.it, che contiene una discreta mole di elementi tali da mettere in dubbio la suddetta eronea affermazione (tra le fonti, molti di noi italiani, prefericono questa, anche per la capacità di sintesi). Elementi, incredibilemente (per l’attuale gestione governativa)... oggettivi. Se non altro, per comprendere che non si possono più raccontare balle. A meno che non si pensi che tutto il mondo complotti contro zio Berluscone. Il mondo ci ha altro da fare... (lo zio Berluscone ce lo dobbiamo sorbire noi).

"Continuiamo a lavorare" da oggi "a fine legislatura" nella "direzione della diminuzione delle tasse", ha spiegato. "Intendiamo continuare, come annunciato, andando a diminuire l'Irap sul lavoro in 3 anni e alleviando il peso fiscale delle famiglie meno abbienti".

Abbiamo già visto. Abbiamo già assaporato la riduzione delle tasse: riduci molto al ricco, riduci poco, quasi nulla al povero. Già sentita la “strategia”. Per quanto mi riguarda, ho già terminato le risorse per il cappuccino. Interessante, comunque, il riferimento alla “fine legislatura”.

Io, molti altri come me, non ne possiamo più (vorrei parlare con la Moratti, in particolare, faccia a faccia: gli direi: “facciamo a cambio: per un anno suo figlio faccia il mio lavoro di professore a contratto, e io vengo a casa sua a fare suo figlio”, poi vediamo com’è andata – già più di un film americano si era occupato di uno scenario del genere ... quindi possiamo provarci).

Le estrapolazioni sono tratte da:
http://www.repubblica.it/2005/d/sezioni/politica/nuovogoverno2/nuovogoverno2/nuovogoverno2.html

Giovanni Galanti

Giovanni Galanti 28.04.05 22:29| 
 |
Rispondi al commento

belin Beppe sei veramente forte. Ne hai sempre una nuova su tutti, proprio tutti. Anzi no, per essere precisi, non ti ho mai sentito dire una parola sul "Mostro di Firenze". 37 anni di indagini. Un poliziotto che indaga per perseguire i colpevoli... anzi no, per scriverne libri. C'è chi si fa eleggere in Parlamento con i suoi Avvocati fidati per promulgare leggi che lo tutelino (Berlusconi) e altri che telefonano direttamente al compagno Procuratore della Repubblica di Firenze (?). Ultimamente parli sempre di Internet, cibo per il ns cervello. Dimentichi solo che la censura arriva ovunque. Chi ha tentato di dare un nome al mio punto interrogativo, si è visto oscurare il sito dagli stessi compagni. Pensa che forte, posso dire quello che voglio del nostro presidente del consiglio Berlusconi (sport nazionale) ma non ho nemmeno il coraggio di nominare l'altro. Ricordo solo che dopo il cambio e la nomina del nuovo direttore del TG5 (ROSSELLA) il primo scoop fu l'intervista allo Scrittore Commissario Ferrara, che con il suo fare sornione, comunicava che il ns mister "?" era indagato per favoreggiamento (caso Narducci). Ricatti solo ricatti. Perchè non parli anche di queste cose? Semplice. Il giorno dopo non avresti più un teatro, un palazzeto, una piazza dove fare il tuo spettacolo e tu sei di Genova la città dove i vecchi saggi dicono: "se è morto avrà avuto la sua convenienza".

Soto Mercedes 28.04.05 20:58| 
 |
Rispondi al commento

Prima di tutto Beppe ti faccio i complimenti per aver finalmente scoperto internet.... In secondo luogo, leggendo il tuo blog ho l'impressione che si limiti a essere strumentale ad una parte politica anzichè essere sfruttato come dovrebbe come punto di partenza per organizzare un nuovo soggetto politico, sganciato dai partiti e veicolato tramite internet, capace di rappresentare l'interesse dei cittadini, contrapponendolo a quello delle lobby e delle multinazionali che purtroppo trovano sponde sia nei partiti di destra che di sinistra...
Se Berlusconi in 3 mesi è riuscito dal nulla a creare forza-italia non immagino quello che potrai fare tu adesso che sei diventato un mago del web :)

roberto luciani 28.04.05 19:48| 
 |
Rispondi al commento

prima di tutto voglio salutarla e ringraziarla per la possibilità che da a tutti di dire la propria opinione.Come nel film "a volte ritornano"anche il governo ci ha dato il suo BIS. come sempre tutto cambia per non cambiare nulla si và di male in peggio ,il signor Berlusconi andrà in tv a dire che tutto va bene che saremo tutti più ricchi la sanità funziona a meraviglia e i posti di lavoro aumentano MA DI QUALE STATO STA PARLANDO? La nostra rabbia cresce sempre di più i nostri figli che futuro avranno?sempre il lavoro precario e non avranno mai la certezza di un domani ,le famiglie faticano sempre più ad arrivare a fine mese forse è questo il paese che il presidente dovrebbe conoscere.

francesco salvini 28.04.05 19:08| 
 |
Rispondi al commento

prima di tutto voglio salutarla e ringraziarla per la possibilità che da a tutti di dire la propria opinione.Come nel film "a volte ritornano"anche il governo ci ha dato il suo BIS. come sempre tutto cambia per non cambiare nulla si và di male in peggio ,il signor Berlusconi andrà in tv a dire che tutto va bene che saremo tutti più ricchi la sanità funziona a meraviglia e i posti di lavoro aumentano MA DI QUALE STATO STA PARLANDO? La nostra rabbia cresce sempre di più i nostri figli che futuro avranno?sempre il lavoro precario e non avranno mai la certezza di un domani ,le famiglie faticano sempre più ad arrivare a fine mese forse è questo il paese che il presidente dovrebbe conoscere.

francesco salvini 28.04.05 19:08| 
 |
Rispondi al commento

"Con la mafia occorre convivere!", e loro hanno bruciato la fabbrichetta di quattro ragazzi calabresi.

Gregor Samsa 28.04.05 15:26| 
 |
Rispondi al commento

@Fabio Leggeri
precisiamo: 2 regioni + il Vaticano! :)

ha ha ha!
che risate questo blog!

Leonardo Vinci 28.04.05 14:50| 
 |
Rispondi al commento

Ancora una volta il governo punta tutto su "se si dicono quelle cose in tv sarà pur vera una minima parte". Così il Sig. Tremonti continua le ospitate dal Sig. Vespa dicendo che l'opposizione dice delle falsità e i conti pubblici sono in regola. L'italiano medio, ovvero colui che si gode la vista dei tg nazionali, probabilmente non riesce a capire dove stà la verità, infatti continua a domandarsi come mai opposizione e maggioranza possano essere di opinione diversa sui conti pubblici: ma i conti non sono forse matematica? e se sono matematica non si è sempre detto che la matematica non è un'opinione? in regime di "semilibertà" il paese sarà sempre più all'oscuro di tutto. Speriaamo ci sia una via di uscita a tutto questo, e un giorno i comici possano tornare a fare i comici. GRANDE BEPPE.

paolo carafa 28.04.05 14:05| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, come al solito io e mia moglie non manchiamo mai a una tu rappresentazione in Roma.Ieri 27apr. eravamo tra i )9.100 che hanno mandato la e-mail al Presidente dalla Rep.Ho notato,se ben ricordo, rispetto alle precedenti tue esebizioni,un cambiamento totale su l'utilità di "internet", oggi ne sei...quasi un promotore, in realtà mi trovi d'accordo.Per me sei un "valore aggiunto" alla trasparenza.Non mollare anche se devi farti capire da un popolo come il nostro.....Pensa è così duro di "capoccia" che ci ha impiegato un pò di tempo oltre 50 anni per passare da "baffone a buffone".Un abbraccio affettuoso...............Remolo

Giuseppe Altavilla 28.04.05 14:04| 
 |
Rispondi al commento

Maria Teresa hai ragione al 100% ma è evidente che in Italia viviamo un periodo strano..
Sarei curioso di leggere i libri di Storia che circoleranno nelle scuole italiane fra 100 anni (anche se i libri magari non esisteranno più).
Chissà cosa penseranno le future generazioni di questi nostri politici?..

Io volevo sottolineare una cosa che forse è sfuggita a qualcuno in merito al discorso fatto dal PRESIDENTE DEL CONSIGLIO SILVIO BERLUSCONI.

Sembrava che il programma di "riparazione" (aiuti alle imprese,famiglie,sud) fosse un programma alternativo a quello MITICO e MITOLOGICO firmato in diretta tv da Vespa nel 2001....
INVECE NO!!!
Ieri ha affermato che tale programma sarà aggiuntivo e che quindi completerà esattamente anche tutto il precedente...
NON VORREI OFFENDERE NESSUNO MA SE QUALCUNO CONTINUA A CREDERGLI DEVE REALMENTE PENSARE ANCHE A SCRIVERE LE LETTERINE A BABBO NATALE

Gabriele Bernabini 28.04.05 13:03| 
 |
Rispondi al commento

Una domanda:
E' POSSIBILE DENUNCIARE LE PERSONE CHE A CASTAGNOLA HANNO CANTATO "BRUCIARE IL TRICOLORE"?
Io credo di sì, il reato di vilipendio alla bandiera esiste ancora ed è considerato un'aggravante il fatto di consumarlo all'estero. M'indigna che tra queste persone ci fossero dei ministri della Repubblica. Chi la pensa come me?

Maria Teresa Del Fabbro 28.04.05 11:06| 
 |
Rispondi al commento

Quante volte mi sono posto questa domanda:ma questo Governo attuale no dovrebbe avere insito in sé, per sua stessa natura politica, il concetto vero di Nazionalismo? A me NON pare: i progetti per la "devolution" e la continua critica alle realtà centro-meridionali del Paese, fatti continuamente dalla Lega e consentiti supinamente da Forza Italia e da Alleanza Nazionale,ne stanno a riprova: e poi Berlusconi ancora crede di essere la persona giusta a guidare un Paese come il nostro e di rappresentare l'Italiano medio, appartenente a tutte le regioni e le sue culture. E questo poi, dinanzi alle pretese leghiste e "nordiste", oltre che inaccettabile, è chiaramente impossibile ad attuarsi.Mi domando quale cultura particolare abbia ereditato dal mondo e dalla tradizione della Destra Internazionale, a cui ogni volta lui e Fini tendono a richiamare e a farne principio base della loro filosofia politica. qUESTA E UNA DOMANDA A CUI, SPERO, TU bEPPE POTRAI RISPONDERE, RIUSCENDO COSì A DELUCIDARMI SU QUESTO ARGOMENTO. UN GRAZIE DI CUORE, UN SALUTO mauro

Mauro Cola 28.04.05 11:01| 
 |
Rispondi al commento

Maestro Grillo, ti mando un articolo che ho scritto qualche giorno fa, dopo il discorso di ''dimissioni'' di Berlusconi al Senato (discorso che mi ha alquanto sconcertato...); sperando non sia noioso, mi piacerebbe ricevere una risposta sul perche' una persona come ''il portatore nano di democrazia'' puo' permettersi di dire e fare certe cose. Un saluto ''cattivo'', Salvatore.....

E’ un momento strano, questo, storicamente parlando: il Papa morto da poco, osannato e gia’ santo per buona parte dei Cattolici, mentre quello nuovo si e’ immediatamente guadagnato l’appellativo di ‘’rottwailer di Dio’’, e ha iniziato un Pontificato nelle polemiche per via della sua forte ortodossia e per alcuni scomodi particolari sul suo passato. Non basta, questo: e’ anche un periodo di tensione e di spranghe in testa, negli stadi (i motorini pare siano fuori moda, ormai…); e giu’ a dire che e’ una vergogna, che si dovrebbero giocare le partite a porte chiuse, e amenita’ simili.
Fra le altre cose, e’ anche un periodo di crisi politica, tanto per parlare di qualcosa di nuovo, con un governo che si dimette, ma lo fa in una maniera abbastanza curiosa e amara, per i suoi detrattori, giusto per dare coerenza alla linea che ci ha portati al punto attuale.
Non si puo’, infatti, non rimanere con un leggero sapore amaro in bocca, quando si va sul sito di Repubblica e si guarda il discorso di ‘’dimissioni’’ di Silvio Berlusconi dalla carica di Presidente del Consiglio dei Ministri; metto fra virgolette la parola ‘’dimissioni’’ in quanto non e’ che si possa proprio parlare di rinuncia alla prosecuzione di un incarico. Basta ascoltare: sembra di star di fronte ad un discorso di campagna politica (e neanche dei piu’ originali, fra l’altro). L’esordio e’ gia’ tutto un programma: >. Come, ‘’chiarimento politico’’? Cosa c’e’ da chiarire politicamente, quando si perdono le elezioni regionali (e lo si fa a livello nazionale…) e si attraversa una evidente crisi di Governo, tutto allo stesso tempo?
Sempre per la sezione ‘’fantascienza al Senato’’, portiamo l’attenzione su altre espressioni dell’ex premier che sta di nuovo pensando a come fare il premier (nel pomeriggio comunichera’ la lista del nuovo ‘’dreamteam’’ dei ministri, al Quirinale), per chiudere in bellezza il mandato istituzionale: il fatto che e’ stato il Paese a scegliere la coalizione salita al governo, nel 2001, viene ribadito almeno tre volte, assieme alla parola ‘’difficolta’’’, che sistematicamente sembra mascherarne un’altra, piu’ reale e, per questo, impronunciabile (sarebbe come ammettere che, se ci sono difficolta’, e’ per colpa di chi governa, e non di altri fattori…), la parola ‘’crisi’’ ( che viene pronunciata, a mezza voce, solo una volta’’).
Si parla, addirittura, di ‘’impresa straordinaria’’, quella di un Governo che, fra mille difficolta’ e debiti, ha saputo portare innovazione e prospettive per il futuro (domanda: quali prospettive e quale futuro?) attraverso un nuovo modo di fare politica e di affrontare le sfide.
C’e’ anche una nota alle ‘’ piu’ avanzate democrazie - occidentali - ’’ (ancora con questa parola?), che permettono al capo del Governo di adeguare la squadra dei ministri, quando se ne presenti la necessita’ (ma lo deve decidere lui o il popolo?), eliminando >; il tutto suona come una promessa, con ineffabile retrogusto di minaccia..
Quattro minuti di elogio sfrenato alla sua opera e a quella dei suoi, e nessuna (sottolineo: nessuna) nota sul perche’ della crisi, sulla situazione attuale e sulle reali prospettive future.
Perche’ succede questo? E’ davvero una questione di orgoglio? Una stupida e inutile, specie quando si governa un paese, questione di mancanza di umilta’, necessaria, quest’ultima, per ammettere una volta tanto che si e’ sbagliato?
Adesso parte, quindi, il conto alla rovescia per il nuovo Governo; fra un ‘’Berlusconi due’’ ed un altrettanto preoccupante (almeno per chi sperava in un Woytyla redivivo…) Benedetto sedici, con una maggioranza che temporeggia e aspetta le nomine, ed una Chiesa che comincia gia’ a dividersi in ‘’pro Ratzi’’ e ‘’anti Ratzi’’; si restera’ a vedere, come sempre…

Salvatore Zuccarello

Salvatore Zuccarello 28.04.05 10:09| 
 |
Rispondi al commento

x Mosè Piscitello

Ieri sono andato a vedere la composizione e, soprattuto il numero, dei sottsegretari e viceministri del governo Prodi....Interessante che all'epoca erano quanti questi, ma nessuno ha proferito commento.....Mah!

Marco Campagnaro 28.04.05 08:47| 
 |
Rispondi al commento

Lo spettacolo del puffo paranoico in Parlamento: grandiosa sintesi di comicità surreale e tragedia.

Gregor Samsa 28.04.05 06:13| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, signor Grillo,
dopo che hanno fatto il Berlusconi "bis" o meglio "Tris" ho alcune domande. Voglio chiederti per quale motivo in Italia si cambia un governo per poi ripresentare un governo simile al precedente a partire dal presidente del consiglio? A chi giova questo cambiamento e che interessi ci sono?
Io mi sono dato una risposta, forse per attuare la promessa di aumentare i posti di lavoro, e in questo Berlusconi "c'è riuscito", dando un posto ai "disoccupati" Tremonti e Storace, e a tutta quella compagnia di viciministri, segretari e sotto segretari (e poi per pagarli vendiamo le spiagge...?!), spero solo che ci sia posto anche per altri, perché fatto 30 sipupo fare 31? o no! Questa è la mia risposta e ora attendo la tua che sicuramente sarà più approfondita. Ti ringazio e tisaluto, Ciao.

Mosè Piscitiello 28.04.05 00:56| 
 |
Rispondi al commento

Al giuramento dei governo, pare sia arrivato trafelato Tremonti: gli avevano detto che era l'ultima spiaggia!
Salute e frasca

Gino Pasquino 27.04.05 23:56| 
 |
Rispondi al commento

Pensiero di un pessimista:
nessuno mi convincerà mai a pensare che ci possa essere un futuro fatto di gente seria. Tutti pensano al potere e all'arricchimento personale. Non c'è speranza, l'obiettivo di queste persone, che si definiscono politici, è solo quello di pensare a se stessi e ai loro seguaci. Oggi viviamo una realtà penosa, non voglio commentare, sono solo sconcertato!!

gaetano buscarino 27.04.05 23:37| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti.
Spero con questo mio piccolo sfogo di non offendere nessun sostenitore di maggioranza o opposizione.
Sono molto giovane, il mio primo voto l'ho dato alle ultime amministrative nel 2001. Da lì ho iniziato ad ascoltare le questioni sulla politica e mi è venuto, comme se dixe a Zena, o magun. La maggioranza che gioca a monopoli, l'opposizione che dice NO a prescindere senza fare proposte alternative, gli italiani che non ci capiscono più niente; è possibile che dalla caduta del pentapartito non ci siano stati due mandati consecutivi gestiti dalla stessa fazione? Prima berlusconi, poi Prodi, poi di nuovo Berlusconi, probabilmente tra un anno di nuovo Prodi. Non si rendono conto che le loro elezioni sono dovute ai tentativi (inutili) degli Italiani di trovare un governo serio? A quanto pare gli basta avere il seggiolino su cui poggiare le membra stanche e dal quale ciucciare le migliaia di euro che si retribuiscono.

Emanuele Marchisio 27.04.05 23:19| 
 |
Rispondi al commento

Secondo indiscrezioni, il nostro illuminato neo-ministro che io chiamerei neocon (lascio al libero arbitrio l'interpretazione di questo neologismo), sta pensando, nella sua fervente immaginazione, dopo avere pensato di lottizzare il patrimonio costiero italiano, una lottizzazione ben più profonda.
Pare che dopo le coste venderemo, tramiti appositi bandi d'asta, anche il c**o.

Si prevedono a breve estrazioni dei cittadini che doneranno, per dovere civico e per solidarietà con le italiche genti, questa loro nobile (?) parte anatomica.

La trasmissione sostituirà l'estrazione del lotto, certo, magari si rischia qualcosa in prima persona, ma volete mettere il guadagno di pathos?

Pierpaolo Pileri 27.04.05 20:58| 
 |
Rispondi al commento

vorrei rinnovare l'invito fatto gia in precedenza a tutti coloro che sono veramente stufi di continuare a subire le menzogne dei nostri governanti,per cui questo messaggio è rivolto a chi non ha ancora gettato la spugna e CREDE ancora che si possa fare qualcosa.leggo spesso nei commenti la sfiducia che ha molta gente nella possibilita' che le cose possano cambiare e posso capirli.colgo l'occasione per ringraziare BEPPE GRILLO delle informazioni che ci da'puntualmente ma non dobbiamo e non possiamo aspettarci per forza che lui ci rappresenti a tutti i costi,altrimenti rischiamo di arrivare al punto che sia troppo tardi.GRILLO ci da l'informazione ma poi sta a noi concretizzare.sarebbe gia un piccolo passo avanti quello di mandare una e-mail a tutti i deputati chiedendogli per esempio:caro deputato in quanto rappresentante del popolo italiano le vorrei rivolgere una domanda alla quale lei ha il dovere di rispondermi:che cosa è il SIGNORAGGIO? chissa se ci risponderanno e cosa ci diranno,sicuramente se le mandassimo in massa saranno costretti a rispondere.naturalmente inviate anche altre problematiche.insieme e uniti potremmo ottenere piu di quanto possiamo aspettarci.grazie a tutti

luigi fioravanti 27.04.05 20:38| 
 |
Rispondi al commento

Perchè 3Monti oltre a vendere le spiagge non propone di vendere anche le montagne, in fondo se il destino è nel nome forse lui se ne potrebbe acquistare tre.
Peccato che le alpi Giulie siano già con il nome, ma se ponesse la prelazione potrebbe acquistare le montagne vicino.....
Mi sbaglio o qualcuno per fare cassa raccolse l'oro per la patria, dobbiamo aspettarci forse questo?
RESITERE, RESISTERE, RESISTERE !

Bruno Stefanini 27.04.05 18:57| 
 |
Rispondi al commento

Grillooooo!
Lo so che non è molto elegante e che mi cancellerai, ma ci tengo a far sapere ai quattro venti cosa non mi piace della sinistra prossima ventura.

E' vero che vuoi far crollare le azioni mediaset, per poi comprartele?

----

Sinistro è l'aggettivo della paura, c'è gente che non riesce nemmeno a dire
vado a ''sinistra'', dice semplicemente vado da ''quell'altra parte''...e si
tocca.

Il problema è che ormai non riescono ad andare a sinistra nemmeno quelli di
sinistra.

La crisi degli ultimi tempi ci ricorda quanto siano paurosi e codardi quelli
di ''quell'altra parte'', sempre più preoccupati di non apparire troppo di
sinistra, sempre alla ricerca delle parole più adatte per rassicurare il
popolo che sono di centro-sinistra.

Il centro, culo profondo e nero d'Italia a volte leggermente arrossato, ma
sempre cloaca nauseante degli interessi meno nobili delle tribù italiote;
grande buco caldo e rassicurante dove tutti noi vorremmo rifugiarci per non
vedere il mondo di fuori.

Buco oscuro dove ci ricaccerà il Papa qualora osassimo mettere in dubbio la
sua parola, per ricordarci sempre che siamo il Paese più talebano d'Europa.

Quale oscuro disegno avrà mai concepito il prudente Prodi, per non spingere
alle giuste conseguenze la crisi di governo, se non la paura di dover
scrivere un programma veramente alternativo.

Evidentemente si troverà più a suo agio quando avrà traghettato di un palmo
più a sinistra Follini, Tabacci e De Michelis.

Certo non me l'immagino la ditta Prodi & C., vincere le elezioni a giugno, far
rientrare i militari dall'Iraq a luglio, mandare a monte la riforma
costituzionale, rimettere a posto la giustizia e la Rai, e risolvere il
conflitto di interessi.

Meglio aspettare che la riforma passi, e che i militari li riporti a casa
Berlusconi con il beneplacito di Bush, non siamo mica tutti zapateri!

Calderoli ha detto che l'unico riformista in Italia è stato lui con Bossi, la
cosa tragicomica e sconcertante è che è proprio vero.

Come sia stato possibile che due montanari alcolizzati col misero 5% di
suffragi elettorali abbiano potuto fare un tale sconquasso è un mistero che
si aggiunge a piazza Fontana, Italicus e Ustica; la sinistra non ha tempo per
occuparsene, impegnata com'è ad organizzare il concerto del 1° maggio.

Poi tre mesi di vacanza estiva, l'autunno caldo, Natale, campagna elettorale e
se il culo (pardon il centro) li assiste di nuovo al governo, poi con calma,
senza fretta, un colpo al cerchio e uno alla botte, si tirerà a campare
confidando nella nostra buona stella.

Per uscire dalle nostre tragiche condizioni, bisogna solo credere nella
fortuna, credere fa rima con clero e fortuna con fondoschiena ed entrambi
stanno al centro, questo spiega anche perché siamo la gente più superstiziosa
del mondo, tanto che la sovvenzioniamo con l' 8 per mille delle tasse.

Viva l'Italia terra di papi, maghi e fattucchiere.

Angelo Morittu 27.04.05 18:18| 
 |
Rispondi al commento

cosa dire ormai, siamo fatti o meglio ci stanno facendo. Nuovo governo, Storace alla sanità che come primo messaggio pensa ai fumatori...il valtellinese Tremorti, che gli piace prendere in giro inventando l'ennesima bufala. Son convinto che per distogliere la gente questi uomini di destra..inventano ogni settimana la cretinata tanto per far parlare, e sotto fan i loro fatti. Certamente i Rutelli di turno abboccano come citrulli. Hano tolto il leccaculo di Gasparri..e han messo Landolfi..capirai han solo spostato l'asse di AN. Vorrei continuare ma sarebbe lunga e noiosa. Mi dispiace ammeterlo, ma sono del parere che non c'è niente da fare. Addirittura rischiamo che vinceranno nel 2006. E' solo questione della testa della gente..e quì si apre un velo molto pietoso...RESISTERE...RESISTERE aimè!!

enzo cappilati 27.04.05 16:25| 
 |
Rispondi al commento

approvo tutto ciò che dice e l'apprezzo per la sua schiettezza. Ma noi che possiamo fare?

LAURA DAVICO 27.04.05 15:52| 
 |
Rispondi al commento

l'america voleva la patagonia dal' argentina come rimborso per i debiti
tremonti invece vuol vendere le spiagge...
scusa beppe, ho perso il filo, il commento doveva essere sul argenteria o sul argentina?

fabio vola 27.04.05 15:50| 
 |
Rispondi al commento

Non sono d'accordo che il miglior leader per il centrosinistra sia Prodi. "...se vincerá il centrosinistra non ci sará una democrazia piena, perché avete in mano i media...", uno con una faccia tosta del genere, non puó non avere piu'efficacia di un qualsiasi leader dell'opposizione, nel portare consensi da quella parte!!
Cordiali saluti

Gino Pasquino 27.04.05 15:44| 
 |
Rispondi al commento

Il Berlusca prepara il presepe a casa. Ma deve essere un presepe speciale, lui mica é uno qualunque! E cosí, prende Gasparri e lo mette a fare il Re maggio, insieme a Fini e Casini. Costruisce la grotta mettendoci alle spalle Tremonti(che non vuole fare la "spiaggia", mica é scemo!), per asinello chiama Bossi(é sempre andato malino a scuola), che ha la bava lunga, e per mucca gli affianca Ferrara(che a dir la veritá voleva fare il „Re Mangio”), all’Avv. Pecorella lo mette a pascolare insieme a Taormina, ad Emilio Fede fa fare la Sacra Fede, a Madonna le fa fare ovviamente la Madonna.Allora Schifani si ribella:"E io??"."Tu sarai lo sterco dell'Asino e della mucca!","non so perché, ma c'é dell'attinenza!", risponte l'Unto(che nel frattempo si era azzardato a dare una pacca sulle spalle allo Schifani). E il bambin Gesú?Subito un gran da fare a cercare una foto da ingrandire del Presidente da neonato. Bossi, che é un realista, suggerisce un piccolo "trucco" al Berlusca:”Non bisogna ingannare il popolo, Silvio, dagli l’originale…!”.Cosí, va dal truccatore(lo stesso della calza a rete), cosí, dopo diverse ore di lavoro, esce che é un Bambinello perfetto, perfino con un ciuffo alla litle tony sulla nuca!!!!!
Ecco, ogni tanto il Nostro si sveglia e capisce che questa é stata la pena comminatagli dall'Eterno per i suoi peccati terreni, per aver sempre ingannato tutti: una vita da passare con Gasparri, Fini e Casini come Re Magi(gente che non regala neanche uno spillo!!), Tremonti alle spalle(non lo si augura al peggior nemico!!), Pecorella e Taormina che lo allietano con la loro fine sagacia, Emilio Fede in cui credere(chi crede ad una parola di quel che dice??), Madonna come Mamma(chiamala vergine!!), e soprattutto sentirsi il fiato di Bossi e Ferrara in faccia!!!

Gino Pasquino 27.04.05 15:25| 
 |
Rispondi al commento

in politica il più pulito ha la rogna, tremonti non è un simpatico, ma senz'altro ha qualità tecniche e la necessaria asprezza di carattere per dirigere il dicastero dell'economia, al quale non può andare un direttore amministrativo che fa tutto quello che il presidente del cda, ovvero del governo vuole.
Per tornare alla mia prima affermazione, vorrei solo mettere in evidenza che il ricorso in commissione ue contro l'irap è partito dallo studio fantozzi, altro fiscalista che è stato Ministro delle Finanze e congiuntamente presidente della commissione di studio che ha partorito l'irap, poi varata dal successivo governo sempre di csx con ministro Visco, debbo dire che i precedenti di tremonti come esperto di paradisi fiscali mi sembrano questioni irrilevanti
cordialmente
max

massimo mingozzi 27.04.05 15:20| 
 |
Rispondi al commento

ll presidente di senatori di Forza Italia, Renato Schifani, andando alle consultazioni di oggi dal capo dello Stato, Azeglio Ciampi, si é tradito: sulla parte centrale della testa gli erano spuntati dei capelli!

gino Pasquino 27.04.05 15:09| 
 |
Rispondi al commento

Bambole, non c'é una (l)ira! Questa é l'ereditá lasciata dall'"Era Berlusconi", che ha tentato di togliere l'Irpef, prova ad eliminare l'Irap dopo aver speso tutto per l'Iran!

Gino Pasquino 27.04.05 15:06| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori