Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Lettera a Ciampi di Stefano Benni


Stefano Benni.jpg

Ricevo e pubblico con piacere questa lettera aperta dell'amico Stefano Benni.

"Caro nonno Azeglio, da qualche anno, nel cortile italiano, è arrivato un bimbo piccolo ma prepotente.

All'inizio aveva più figurine di tutti, insomma aveva la maggioranza e ha fatto un sacco di belle promesse di democrazia e ricchezza e lavoro, ma poi non le ha mantenute e per quattro volte ha preso delle gran bastonate elettorali.

Ora, caro nonno Azeglio, è chiaro che le angherie del bambino tantissimi non le sopportano più, ma lui continua a fare l'arrogante, a rompere la costituzione e a seminar zizzania..

Anche nei cortili di tutta Europa lo conoscono e si chiedono perchè.

Caro nonno Azeglio, una volta ci hanno raccontato una favola: che la democrazia è il rispetto delle minoranze. Che dire di uno che disprezza addirittura la maggioranza dei suoi concittadini?

Perciò ti chiediamo un regalino.
Il massimo sarebbe se tu mandassi via questo bambino prepotente, perchè non è capace di governare il nostro cortile in modo sereno e democratico.
Potrebbe andarsene in vacanza, magari in una bella isola fatata tipo Cayman dove tiene il suo salvadanaio, insieme ai suoi amici condannati.

Oppure potresti dirgli: la prima volta che non tieni conto del volere degli altri, e col quindici per cento dei voti fai il prepotente e rompi le regole, stracci la costituzione e ti fai le leggi ad personam, io ti mando via.

Non farti fregare nonno Azeglio, questo bambino fa la vittima, ma in questi anni ha triplicato il suo patrimonio ed è scappato ad ogni castigo.

E stai molto attento: se non mandi in pensione lui, lui manderà in pensione te.

E poi spiegaci: cosa può fare un popolo, per farsi ascoltare, più che votare democraticamente quattro volte contro un governo che non gli piace?
Non sei tu forse il garante di queste cose? O dobbiamo pensare che votare non serve più?

Stagli un po' addosso a questo bambino prepotente, e abbi il coraggio di sgridarlo (ma non tirarlo per i capelli).

Questo non in nome dell'ideologia, ma dell'elementare dignità della democrazia.

Sveglia nonno Azeglio, perchè noi cominciamo a svegliarci.

E sempre forza Livorno".

Stefano Benni

8 Apr 2005, 15:25 | Scrivi | Commenti (293) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Ok, ormai siamo al limite della speculazione energetica: oltre 70 dollari al barile il greggio, 1.36 euro/litro la benzina....e si continua a viaggiare con auto che sembran idrovore!!!
Qualcuno sa dirmi che fine ha fatto "Eolo"?
La voglio comperare, magari rimodellando la carrozzeria a mo' di Alfa Brera!!!
Ciao

Paolo Fogal 22.04.06 11:21| 
 |
Rispondi al commento

Elezioni politiche italiane del 1994 (Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.)

Nel 1993 a seguito di un referendum fu abrogata la legge proporzionale vigente sin dal 1946, e si passò a un sistema maggioritario, con la legge Mattarella.
Le principali formazioni politiche che si presentarono alle elezioni furono:

Il Patto per l'Italia, formato dall'alleanza composta dal Partito Popolare Italiano di Mino Martinazzoli e il Patto Segni di Mario Segni.
A sinistra si propose la coalizione dei Progressisti, formata dal Partito Democratico della Sinistra, il Partito Socialista Italiano, Rifondazione Comunista, i Verdi, il Movimento per la Democrazia - La Rete di Leoluca Orlando, Alleanza Democratica, i Cristiano Sociali.
A destra, si propose il Polo delle Libertà e il Polo del Buon Governo (rispettivamente al nord e al sud del Paese), coalizioni guidate da Silvio Berlusconi e dal suo movimento Forza Italia, con un accordo al nord d'Italia con la Lega Nord di Umberto Bossi, al sud con Alleanza Nazionale, il partito guidato da Gianfranco Fini. Facevano parte della coalizione anche il Centro Cristiano Democratico di Clemente Mastella e Pierferdinando Casini ed altre formazioni minori.

L'esito del voto
Il nuovo sistema elettorale portò ad una maggioranza netta alla Camera che, con la trasformazione da accordo elettorale in accordo di governo, consentì la formazione del primo governo Berlusconi, nonostante il numero di voti della coalizione totale Polo delle Libertà e Polo del Buon Governo sia stato del 42,84% di diversi punti percentuali inferiore alla somma delle altre due (Patto per l’Italia e Progressisti superavano il 50%). Al Senato nessuna delle tre coalizioni riesce ad avere la maggioranza dei seggi. Solo col passaggio al Polo delle Libertà del senatore Grillo e al voto di alcuni senatori a vita si riuscì a votare la fiducia al governo.
QUINDI PERCHé DIAVOLO ADESSO CI ROMMPONO I COMUNISTI?

stefano martini 14.04.06 23:03| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

EOLO è una macchina che al di fuori sembra una delle tante monovolume che girano nelle nostre città, ma all'interno nasconde una grande innovazione.
L'automobile cammina grazie a delle bombole di aria compressa che alimentano un motore MDi ( Motor Development International ) di 567cc da 25 CV.

Il motore non funziona a combustione ma semplicemente grazie alla espansione dell'aria compressa.

La ricarica dell'aria avviene in 4 ore tramite un compressore elettrico montato a bordo del veicolo; la stessa operazione potrà eseguirsi in stazioni di servizio dove avverrà in soli 3 minuti. L'unico consumo sarà quello di energia elettrica (corrente a 220 V).

Il costo del pieno si aggirerà intorno alle 3000 lire.


La velocità massima è di 110 km/h più che sufficiente per il circuito urbano.
L'autonomia è di circa 200 km o 10 ore di funzionamento ininterrotto.


Le dimensioni della vettura sono :
- lunghezza : 3,84 m;
- larghezza : 1,72 m;
- altezza : 1,75 m.
Molti saranno i modelli e tutti avranno l'aria condizionata di serie sfruttando quella che fuoriuscirà dal tubo di scappamento a -30°. L'unica emissione allo scarico sarà infatti aria.

La vettura entrerà in produzione verso la fine del 2001 inizi 2002 presso lo stabilimento francese di Nizza.


In Italia dovrebbe essere realizzata una fabbrica nella provincia di Rieti.
La commercializzazione inizierà nel giugno 2002 con prezzi dai 18 ai 20 milioni e con probabili incentivi, se i test ambientali daranno esito positivo, da parte dei governi europei.
Non avendo provato la vettura non possiamo essere sicuri del suo perfetto funzionamento e della sua affidabilità nel tempo. Aspettiamo che la vettura entri finalmente in produzione, sia testata anche a "fatica" e sia commercializzata per dare un giudizio definitivo.
------------------------
ED EOLO SI TINGE DI GIALLO: CHE FINE HA FATTO?
Non si hanno più notizie dal 2003 se qualcuno sa qualcosa batta un colpo..

Matteo Vedovati 10.04.06 19:11| 
 |
Rispondi al commento

====================================================================================================


Il Patto dello Sciacchetrà

Le ultime dichiarazioni di Fiorani stanno facendo emergere la verità sull’incontro che ha visto il SENATORE LUIGI GRILLO, Gran Maestro dell’operazione di corruzione e appropriazione indebita più sporca dalla fine di Tangentopoli.

L’incontro ha visto la partecipazione di: Fazio, Fiorani, Berlusconi e Grillo. Le dichiarazioni ufficiali vollero far passare l’idea di una difesa delle banche italiane contro l’assalto dei Barbari europei.

In realtà, il Senatore Luigi Grillo, eletto in Liguria nelle fila di Forza Italia, aveva bisogno di tanti soldini per costruirsi la VILLA nella Riviera Ligure (costruita abusivamente nel Parco Naturale delle Cinque Terre e poi condonata); quale sistema migliore per fare ciò se non fregare un po’ di soldi ai correntisti della Banca Popolare di Lodi.

Il sistema a quanto sta dicendo Fiorani era semplice: bastava aprire un conto nella sua Banca, dare l’appoggio politico all’operazione bancaria più sporca della Seconda Repubblica e in cambio ci si ritrovava un bel gruzzoletto sul proprio conto corrente.

Il Senatore Grillo, una delle figure più losche della Politica italiana, ha fiutato subito l’affare e si è lanciato nella strenua difesa della scalata di Fiorani, ovviamente le sue dichiarazioni pubbliche sono state ripagate a suon di MILIONI di euro.

Il problema è che i soldi affluiti nelle tasche di LUIGI GRILLO erano dei correntisti della Banca Popolare di Lodi che sono stati truffati, rapinati e beffati; una persona che ha rubato dei soldi agli italiani dovrebbe stare in GALERA e non in Parlamento in una posizione chiave (Presidente della Commissione Trasporti del Senato).


IL SENATORE LUIGI GRILLO DEVE STARE IN GALERA E NON IN PARLAMENTO !!!!


===================================================================================================

Marco Gilles 21.12.05 13:07| 
 |
Rispondi al commento

Riprendiamo da votare non serve più, da li ma da molto tempo ho deciso di non votare mai più finchè non ci siano persone oneste e che facciano il bene della nostra Nazione,non perchè mi sono stufato di essere preso x il c..o da questi signori, non hanno maoralità non hanno nulla pensano solo al potere e ai loro soldi a noi chi mai ci pensa?ci possiamo solo pensare noi,non presentiamoci alle urne non facciamo sempre i PECORONI pronti a pronarsi oggi a questo domani all'altro facciamo in modo che questi 54 indagati vadano non in galera ma lontano dalla nostra Nazione...possibilmente in Greolandia, ma sono sicuro che farebbero danni anche da quelle parti.Essere preso in giro dal nano pelato mi da fastidio e molto non vorrei vederlo più con quel sorriso del cavolo lui ha paura dei comunisti mail suo amico caro e fraterno se non sbaglio è comunista o no?Noi siamo un popolo straordinario ma ci manca quello che hanno i francesi l'Unità la voglia di essere e avere i nostri diritti se cercheremo di essere uniti allora si che potremmo cacciarli tutti come dice beppe grillo a calci in culo!!!!!!!! un saluto walter giannini.

walter giannini 19.12.05 19:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Please check the pages about free texas hold em poker tournament free texas hold em poker tournament http://www.base-poker.com/texas-hold-em-poker.html http://www.base-poker.com/texas-hold-em-poker.html - Tons of interesdting stuff!!!

how to play video poker 13.10.05 06:43| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,ne approfitto per fare un saluto anche al mio amico Benni.
Dunque sul mandar via il piccolo bambino prepotente credo che ormai non ci siano più dubbi!Anzi proprio ieri sul blog di Beppe Grillo (e da tempo invece nel mio spettacolo che trova d'accordo anche le comunità italiane all'estero)sto anche preavvisando con cautela quali potrebbero essere i futuri "discepoli" Montezemolo,etc..
Il motivo del mio intervento oggi,questa Bestia nel Cuore che mi porto dentro da mesi e che non riesce a salire sul Camion di Prodi,è esattamente l'impossibilità di avere fiducia nella c o a l i z i o n e (scrivere staccato,rende più l'idea)
Il discorso del"professore" in Piazza del Popolo ieri mi ha confermato quello che già conoscevo.Un governo che ci manca di rispetto,che non meritiamo,che ci indigna,questa destra così,colà.
Quello che non ho ancora sentito e con me credo migliaia di cittadini è:
"UN PROGRAMMA!"
E' mai possibile che la sinistra parla male della destra e basta?Con tutto il lavoro che c'è da fare?Grillo,Benigni,Luttazzi,Dandini,Guzzanti,e anche quelli che non facevano i comici (forse come il sottoscritto) con questo governo,hanno scritto un proprio spettacolo che avrebbe fatto invidia a MEl Brooks!!
La sinistra (offensivo attribuirle questi personaggi) di vero dice una cosa:
"Il paese è ingovernabile!"
Il mio istinto mi fà gelare,pensa subito:
Ma vuoi vedere che si stanno morendo dalla paura?
Che non sanno cosa fare una volta saliti li?
La destra il programma ce l'aveva!
"Triplicare il patrimonio del suo leader!"
E questi,ce l'hanno?o devo comprare Vanity Fair per sapere come la pensano?
IL 15 ottobre sarà il mio compleanno,ne compio 31 e mi piacerebbe come regalo se questo blog pubblicasse un programma politico da suggerire alla sinistra!Un decalogo di manzioni.
cominciando dalla cultura e da quei diritti che Cesare Beccaria scrisse da una "prigione".Su l'elezione di Kerry in usa eravamo tutti d'accordo..nominiamo lui?

yari gugliucci 10.10.05 14:58| 
 |
Rispondi al commento

Gays girls fucking http://hoha.ddo.jp/shemale/shemales008.htm , http://2nd.thatip.com/bbw/fatlist000.htm fat girl anal , http://2nd.thatip.com/bbw/fatlist002.htm bbw movie galleries thumbs huge floppy tits . Free gay site - uncensored sexy boys pictures http://hoha.ddo.jp/shemale/ ladyboys brasil , http://wwrx.dynam.ac/proscar194.htm , http://hoha.ddo.jp/shemale/ shemale asia gallery top 100 . Fatass girl nude http://hoha.ddo.jp/shemale/shemales012.htm shemales video samples , http://hoha.ddo.jp/shemale/ , http://hoha.ddo.jp/shemale/shemales004.htm videos of shemales fucking shemales . Man sex with boys http://hoha.ddo.jp/shemale/shemales002.htm ladyboy pictures shemale sex mpeg , http://favorite.dns2gooffice.com/gay/gay016.htm young gays with little cocks , http://hoha.ddo.jp/shemale/shemales005.htm . Free pono trailer http://hoha.ddo.jp/shemale/shemales012.htm , http://2nd.thatip.com/bbw/fatlist014.htm , http://rxshop.my-ho.st/ cialis snorting vicodin . Photo gay teen boys http://2nd.thatip.com/bbw/fatlist000.htm , http://favorite.dns2gooffice.com/gay/gay011.htm free gay sex downloads free gay male masterbation , http://favorite.dns2gooffice.com/gay/gay008.htm .

shemale assfucking 08.10.05 08:25| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe!sei grande, un suggerimento per gli italiani,andare si tutti a votare (perchè è un nostro diritto) ma scrivere sulla scheda tutti i ministri a casa!!!!!perchè stanno mandando alla deriva tutto,questo per quanto riguarda la maggioranza,mentre l'opposizione è come al solito un branco di broccoli lessi!!!

anna antonelli 23.09.05 14:25| 
 |
Rispondi al commento

Take your time to check the sites in the field of play free poker online play free poker online http://www.finestrealty.net/ http://www.finestrealty.net/ free online poker game free online poker game http://www.finestrealty.net/online-poker-game.html http://www.finestrealty.net/online-poker-game.html poker online Room poker online Room http://www.finestrealty.net/poker-online.html http://www.finestrealty.net/poker-online.html buy online chip poker buy online chip poker http://www.finestrealty.net/poker-online.html http://www.finestrealty.net/poker-online.html Online Free Poker forum Online Free Poker forum http://www.finestrealty.net/online-poker.html http://www.finestrealty.net/online-poker.html - Tons of interesdting stuff!!!

online poker hack 07.09.05 06:53| 
 |
Rispondi al commento

Take your time to take a look at the sites on world series of poker 2005 world series of poker 2005 http://www.cafexml.com/world-series-of-poker.html http://www.cafexml.com/world-series-of-poker.html ... Thanks!!!

poker star 03.09.05 05:16| 
 |
Rispondi al commento

Internet, Democrazia Diretta tramite internet, guardatelo è interessante. www.internetcrazia.com
Cosa ne pensate ?

iacopo Sannazzaro 26.08.05 15:00| 
 |
Rispondi al commento

vorrei porgere 2 domande,chi sa mi risponda.
1 e vero che oggi di tutte le democrazie occidentali l'italia e la meno liberale dinanzi ai diritti civili del singolo individuo (procreazione assistita,eterologa,eutanasia,uso della mariuana per motivi medici,studio scientifico sulle staminali,unioni di fatto di persone dello stesso sesso,liberalizzazione delle droghe leggere)?
2 e vero che l'italia, oggi di tutti i paesi occidentail e il meno laico (l'unico con simboli religiosi appesi negli uffici pubblici)?

DANIELE PALERMO 19.06.05 19:11| 
 |
Rispondi al commento

caro nonno Azeglio,
che delusione, ogni volta che pensavo al mio nonnino, partigiano ed antifascista, pensavo a te, ed ogni preghiera che facevo al nonnino la facevo anche a te, ma ora le cose sono cambiate mi hai deluso, non prendi posizioni non sei chiaro e come se non vedessi tutto quello che sta succedendo intorno a te, c'e' della brutta gente che vuol far fallire l'Italia per poi comprarla a prezzi di saldo e tu non fai niente ti fai mettere i piedi in testa addirittura da un alcolizzato come il ministro Castelli, che pena che mi fai, dici ai giornalisti di non piegare la schiena e TU ?????

sergio aglio 17.06.05 13:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Comunque sia, se si va ancora un più alle cozze il Presidente della Repubblica invece che essere chiamato Nonno Azeglio si beccherà il nomignolo di CozzAzeglio. Adesso cerca di smedagliare Benigni, ma poco tempo fa il discorso in memoria dei bambini di San Giuliano pareva una cosa che in confronto Teresa di Lisieux avrebbe intrattenuto parentele con Don Giovanni.
Al di là della retorica, qualcuno che pensi sul serio a noi cittadini e che non si chiami Beppe Grillo, Adriano Celentano, Enzo Biagi o ancora tutti i vari Santi e santini nominati molto invano esiste ancora?
Carolina

Carolina Figini 08.06.05 14:31| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi Carlo Magno? Mah...al massimo Pipino il Breve...

nicola de paola 07.06.05 23:58| 
 |
Rispondi al commento

Gentilissimo Beppe,
se lo conosci, perché non chiedi a Roberto Benigni di rifiutare il titolo di Commendatore/Cavaliere offertogli da Ciampi?
Che cos'è, panem et circenses?
La satira la fanno i comici, non i Presidenti!
Ciampi le dica in faccia a Berlusconi le cose che non vanno bene!
Carolina

Carolina Figini 06.06.05 10:12| 
 |
Rispondi al commento

"L uomo e' talmente intelligente da mantenere funzionanti le sue facolta intellettive anche dopo vent anni di scuola"

Marco Capellini 24.05.05 15:06| 
 |
Rispondi al commento

Complimentandomi con Grillo per la sua ricerca della verità mi si permetta di rettificare umilmente un giudizio su un personaggio che fu un Grande ricercatore di verità come Carlo Cattaneo erroneamente definito "massone" in uno spettacolo. Cattaneo fu un acerrimo nemico dei Savoia,di Cavour e della massoneria inglese che furono gli artefici di un'unità d'Italia raggiunta con violenza, fucilate e plebisciti ridicoli. Il metodo per "Unire" l'Italia sembra lo stesso usato per l'Europa con le banche e i finanzieri al posto della massoneria inglese, la Francia e la Germania al posto dei Savoia e,paragone non molto felice, Prodi a scimmiottare Cavour. Saluti da un italiano forzato

ivano ferrero 22.05.05 18:06| 
 |
Rispondi al commento

“Perle di democrazia”

Berlusconi al convegno di Liberal, giovedì 19 maggio 2005

“Sono pronto a pagare la campagna elettorale per tutti i partiti della coalizione, e per tutti i candidati, collegio per collegio.”

Corriere della Sera 20 maggio 2005, articolo di Francesco Verderame

Delirio di onnipotenza capitalista!
Quando Berlusca parla ossessivamente di libertà, in realtà sta parlando della sua libertà che gli consente di concepire e realizzare qualunque operazione economica e mediatica per poter vincere le elezioni.
Quale è la “libertà” di un candidato, ad esempio il sottoscritto, che vuole sfidarlo, non possedendo denaro per essere visibile e far conoscere il proprio punto di vista?
Evidentemente questa “libertà” non esiste.
Esattamente come negli Usa, il potere economico fornisce il denaro decisivo per far vincere le elezioni ai candidati di suo gradimento.
Noi non viviamo in un regime democratico, ma sotto la dittatura delle forze economiche e questo regime durerà sino a quando non si farà una legge elettorale seria.
Qualche regoletta facile, facile, che non costa niente, ma che ci fa incamminare verso una democrazia per tutti, la possiamo proporre e in seguito parlarne in modo più compiuto.
- Va abolito il finanziamento pubblico dei partiti. Questo denaro serve alle segreterie per far emergere personaggi a loro graditi e ostacola l’affermazione di coloro che si distinguono per l’impegno nel sociale.
- Va stabilita la regola inflessibile che dichiara ineleggibile chiunque abbia avuto il mandato parlamentare per due legislature, qualunque incarico abbia svolto. Praticamente la stessa regola dei Presidenti americani che dopo due mandati tornano a casa per sempre.
- La campagna elettorale deve essere condotta nel proprio collegio, con i soli mezzi dei comizi e della diffusione del proprio programma elettorale, porta a porta. Gigantografie 6 x 3, spot televisivi, manifesti, favoriscono solo i ricchi, badano solo all’immagine e non spiegano il proprio programma elettorale, e questa regola non rappresenta una limitazione di libertà visto che varrebbe per tutti.
- A qualunque deputato deve essere impedito, durante la legislatura, di passare da uno schieramento all’altro. Se non è più d’accordo con il suo gruppo di riferimento deve dimettersi e lasciare il posto al primo dei non eletti.
- Si deve tornare al proporzionale puro con sbarramento al 5% e dopo 15 giorni dalle elezioni si torna a votare il Governo di coalizione che deve dichiarare il nome del primo ministro ed il suo programma scritto.
E’ bene riflettere su queste regolette e discuterci sopra, la parola “democrazia” significa “potere del popolo”, è un concetto molto bello, ma mai come oggi siamo lontani dal vivere il suo significato.

Paolo De Gregorio

paolo de gregorio 21.05.05 18:34| 
 |
Rispondi al commento

è normale che non funzioni la mail del Presidente?

Impossibile inviare il messaggio. Uno dei destinatari non è stato accettato dal server. L'indirizzo di posta elettronica non accettato è "presidenza.repubblica@quirinale.it". Oggetto 'Ritiriamo le truppe dall'Iraq', Account: 'relay.poste.it', Server: 'relay.poste.it', Protocollo: SMTP, Risposta del server: '550 RCPT TO: Relaying not allowed - please use SMTP AUTH', Porta: 25, Protezione (SSL): No, Errore del server: 550, Numero di errore: 0x800CCC79

mmmmma :P

maurizio rigotto 14.05.05 20:14| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia ha bisogno di tornare a quando avevo 15 anni.
Negli anni 1970-1975 esistevano i ciabattini o gli stagnini; c'erano pochi soldi nelle tasche di tutti ma c'era grande coscienza sociale (che era anche rispetto per gli anziani) e civile.
C'era si la DC ma lo spessore politico di quegli uomini era ben superiore a quanto si può trovare in giro oggi sui banchi della maggioranza.
Poi è arrivato Craxi e poi abbiamo votato per l'eliminazione della scala mobile (che cretinata !!) e poi c'è stato finalmente mani pulite.
Il problema è che lo scarso spessore dei politici di sinistra ha permesso agli industriali di chiudere le fabbriche in Italia per aprirle all'estero vendendo qui da noi i prodotti che facevano guadagnare soldi in paesi lontani.
Ci siamo progressivamente impoveriti.
Ora credo che, se non ci autoproteggiamo dall'importazione di prodotti esteri (ma senza far uso di leggi ufficiali - così come succede negli USA - che ci esporrebbero a critiche e contromisure ) non abbiamo alcuna speranza di resistere allo Tsunami cinese.
I nostri industrialI sono a mio parere i meno intelligenti tra quanti imprenditori esistano al mondo o, se non altro, i più egoisti.
Che speranza abbiamo ?
Emigrare tutti ?
Dove ? in asia ? o dobbiamo andare a far visita ai nostri "cuginastri" americani che sono più furbi di noi ?
Sei un grande uomo, continua con le tue battaglie, ne abbiamo bisogno.
In ultima analisi potrei anche chiederti di metterti in politica ma ti farebero fuori in pochi mesi così come, forse, faranno con Vendola qui in Puglia
ciao e grazie di esserci e di darci la carica
Guido, Sara, Carlo e Roberto

Guido Angelici 13.05.05 18:50| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti,
questa è la mia "prima volta" nel blog di Beppe che ringrazio perchè finalmente trovo informazione interessante nella quale riconoscermi,pulita,spontanea ed introvabile, o comunque molto ben nascosta, altrove.

Da troppo tempo non mi sento piu' rappresentato ne da partiti politici,ne da uomini politici,di qualunque colore,corrente,o pensiero.Sempre che si possa affermare che ancora "pensino".Sono tutti troppo occupati a farsi i fattacci loro,invece di occuparsi di noi,poveri, insignificanti,inutili cittadini.Perchè cosi'mi sento,cosi' ci sentiamo almeno in 4/5 oggi in Italia.

Hanno dimenticato che dovrebbero lavorare per noi,dovrebbero essere al nostro servizio,e dovrebbero lavorare per deliberare leggi chiare e trasparenti atte a migliorare e facilitare la nostra breve esistenza su questo povero pianeta,o cio' che ancora ne rimane.

NESSUNO sta rispondendo alle mie aspettative di Cittadino in materia di lotta alla mafia,di ecologia,giustizia,economia etc.

Ho provato a chiedere,ma non ho trovato nessuno che ascoltasse o che si dimostrasse disposto a rispondere ad un insignificante privato Cittadino,a parte le solite vaghe e sempre disattese promesse durante le campagne elettorali.

Da troppi anni sto votando per quello che reputo il meno peggio.Ma mi sono stufato del meno peggio.Voglio di piu', voglio del buono,della sostanza,ma in giro io non ne trovo.Segnalateme vi prego se ne conoscete.

Cosa succederebbe se, alle prossime elezioni politiche, il cittadino Feraboli e tutti gli altri come lui,e sono tanti,stufi di non essere rappresentati neanche dal meno peggio,votasse scheda bianca causa mancanza di veri candidati? Manipolerebbero i risultati?
Sarebbe meglio proprio non andare a votare? Se nessuno li vota dovranno ben andarsene!!(e sono ben coscente che si porrebbe la questione del chi metterci al loro posto,anche se penso che con tante persone oneste dotate di buon senso troveremmo una soluzione.)La mia non vuole essere una semplice provocazione,mi piacerebbe davvero sapere cosa succederebbe se,in un mondo migliore esistente solo nei miei sogni , la maggioranza degli Italiani,il 50%piu'1,decidesse di sanzionare cosi' gravemente la nostra classe politica.

Non so piu'dove sbattere la testa,e per quanto stupido puo' sembrare questo interrogativo,per me è importante.

Ciao
Luigi

luigi feraboli 09.05.05 13:46| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna fondare un partito per difenderci.....
Con l'appoggio di molti colleghi medici e altre categorie professionali che si sentono svuotate da questo potere che prima svuota le professionalità siano esse professionali, artigiane o produttive, e poi svuota gli stati per ridurli in schiavitu'.... abbiamo fondato un partito moderato nei toni ma integralista nei contenuti....siamo i moderni schiavi dei moderni faraoni a cui costruiamo le moderne piramidi.. difendiamoci.. www.politicanuova.net

tiziano gastaldi 09.05.05 07:34| 
 |
Rispondi al commento

Argomento spinoso... vediamo un po'...

1) Berlusconi e il suo governo non hanno più la maggioranza, e questo è un dato di fatto.
2) Berlusconi può legittimamente continuare a governare, perchè questo è quanto sancito dalla costituzione, e anche questo è un dato di fatto.
3) Berlusconi potrebbe aver rispetto dei principi base della democrazia, prendere atto della situazione politica attuale, e, anche senza doversi per forza dimettere, cercare di governare avendo ben chiaro il concetto che l'Italia che l'ha votato nel 2001 ora non c'è più. Ma se ne frega, e anche questo è un dato di fatto.
4) Prima delle elezioni tutto andava benissimo... economia, imprese, famiglie, potere d'acquisto. Dopo le elezioni, il governo dichiara che serve più attenzione per sud, imprese, ceto medio. Di colpo la situazione è cambiata, un tracollo peggiore di quello di wall street del '29. Ci vogliamo credere? bene, anche questo è un dato di fatto.
5) Berlusconi ha fatto un sacco di leggi adpersonam, che gli hanno fatto guadagnare un sacco di soldi. Le nuove leggi, la depenalizzazione del falso in bilancio, la legge Cirielli. E' stato riconosciuto colpevole per corruzione ma non può essere condannato perchè il tutto è caduto in prescrizione. Il suo caro amico Dell'Utri era il collegamento tra mafia e politica. L'altro amico Previti, beh, giudicate voi, basta guardarlo in faccia. in tv non si sente più parlare di mafia, o quantomeno molto meno di prima. Come mai?
6) Le tasse abbassate sono il più grande spot elettorale e il più grande spreco di denaro pubblico degli ultimi anni. Di cui nessuno ha beneficiato. Il lavoro in nero intanto prosegue e i controlli diminuiscono. Nelle scuole orami si fa economia anche sulla carta, fare una fotocopia richiede permessi e marche da bollo. Le imposte sono cresciute. Per fare la spesa si spende il doppio di prima. Dov'è questa miracolosa riduzione delle tasse?
8) Tanti bei personaggi della Prima Repubblica di cui faremmo volentieri a meno sono riciclati in questa maggioranza. Questo è un dato di fatto, giudicate voi stessi. Altro che spirito di libertà e di cambiamento.
8) Potrei andare avanti per ore, ma qui chiudo... se giustamente pensate che tutta la politica sia in fondo corrotta, pensate a questo. D'Alema, Prodi, Rutelli e compagnia bella sarebbero soddisfatti se si intascassero 1 milione di € (e potrebbero anche averlo fatto, sia chiaro). Berlusconi per quella somma nemmeno si smuove. Per lui c'è bisogno di far girare l'economia nazionale a suo piacimento, di cambiare la costituzione, di creare leggi. Berlusconi è in politica per suo interesse, e questo è un dato di fatto. E' sempre stato così, più hai, più vuoi. Almeno pensateci, prima di votare

Michele Gritti 04.05.05 13:32| 
 |
Rispondi al commento

Carissimi , caro Beppe, considerati i riscontri si potrebbe pensare di organizzare un'entrata in politica, del resto se non c'è un'alternativa proponiamola.

Alle prossime elezioni presentiamo la "lista cinica" ispirata ai cinici greci.
Sono Ferdinando vigile del fuoco.
Sono uno che non ci sta e del resto ho fatto parecchio rumore. Da questo interpellanze parlamentari a raffica.
Inutile dire che hanno provato in ogni modo a cacciarmi.

"Nell'era dell'inganno universale dire la verità è un atto rivoluzionario"
G. Orwell

Ciao a tutti

Ferdinando Mattei 03.05.05 20:28| 
 |
Rispondi al commento

Carissimi , caro Beppe, considerati i riscontri si potrebbe pensare di organizzare un'entrata in politica, del resto se non c'è un'alternativa proponiamola.

Alle prossime elezioni presentiamo la "lista cinica" ispirata ai cinici greci.
Sono Ferdinando vigile del fuoco.
Sono uno che non ci sta e del resto ho fatto parecchio rumore. Da questo interpellanze parlamentari a raffica.
Inutile dire che hanno provato in ogni modo a cacciarmi.

"Nell'era dell'inganno universale dire la verità è un atto rivoluzionario"
G. Orwell

Ciao a tutti

Ferdinando Mattei 03.05.05 20:26| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
dalla città del made in Cina fattp on casa, voglio solo dirti grazie per quest'ennesima grande iniziativa adattata ai tempi. P.S Ne è passato di tempo da quando venivi nella nostra città e vedevi S.Gennaro in un angolo palleggiare con un pallone ed una parrucca riccia....
Nulla da aggiungere alle parole dell'oracolo Stafano Benni, solo MANDIAMOLO A CASA!!!!!!

Alfredo Tarantino 02.05.05 21:07| 
 |
Rispondi al commento

bello li....sara' che sono stt influenzata dalla "trilogia" della Fallaci, ma mi sa che la minoranza siamo noi poveri italiani.....perche' il bambino non lo lasciamo ancora un po' a governare il cortile? la minoranza e' stata data dai signori che hanno governato sino ad ora e lui cerca solo di rimettere i pezzetti a posto! Presuntuoso si l'e' vero, ma non proprio cosi' male...o non peggio di altri!

Consuelo Bernasconi 30.04.05 19:15| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe (tratto da Lupo Alberto...)
io e Luisa, la mia fedele compagna, ti diamo uno spunto per una battuta.
Nel recente discorso al Senato, il Portatore Nano di balle ha affermato che si capisce come l'Italia NON versi in cattive condizioni da una serie di indicatori fra i quali il fatto che e' il paese col piu' alto numero di cellulari pro capite.
Quindi due si possono telefonare e fare una conversazione del tipo:
"Ciao come stai..."
"...Tutto bene, ti chiamo con il mio nuovo telefonino... pero' adesso ti devo lasciare perche' mi stanno portando via i mobili di casa".
----------
Tu saprai dirla meglio.
Complimenti per la tua "missione" pero' un consiglio: FATTI DUE MESI DI FERIE ALLE TUAMOTU ALTRIMENTI TI PARTE LA POMPA!!!
Alessandro & Luisa

Alessandro Stecchi 30.04.05 16:01| 
 |
Rispondi al commento

A Messina sta succedendo un putiferio, la regione Sicilia con AN in testa ha affossato un emendamento di un amico loro (UDC)che avrebbe fatto votare i cittadini di Messina in autunno.
Siamo la città più commissariata d'Italia. I nostri rappresentanti pensano soltanto ai gettoni di presenza. Perchè il DARTH VADER(*) di Barcellona pozzo di Gotto ME) non ci fà andare alle urne? Forse perchè se vince il centro sinistra salta il magna-magna sul ponte dello stretto? Per favore caro Grillo, porta tutto ciò all'attenzione nazionale. grazie in anticipo.
(*) Senatore Domenico(purtroppo)Nania

domenico puleo 29.04.05 19:09| 
 |
Rispondi al commento

IN RISPOSTA A SIMONE TUROZZI - 19.04.2005
Caro Simone Turozzi,
Benito Berlusconi ha preso milioni di voti nel 2001, credo circa il 51/52%; purtuttavia, l'inc..lata l'hanno presa TUTTI, anche quelli che non l'hanno votato, ne' mai lo voteranno. Purtroppo, ed in questo Mr. B. è un maestro, i sostenitori di una certa coalizione politica restano convinti che "economia di libero mercato" significhi che chi è più ricco e potente può fare quello che gli pare (come nell'Argentina di Menem o nel Cile di Pinochet, tanto per capirci); dunque, si resta convinti che sia giusto permettere a Berlusconi di fare ciò che vuole; anzi, chi non è d'accordo è sostenitore della FIGC - Federazione Italiana Giudici Comunisti...
Continuiamo così, facciamoci del male!

Giampiero Porrini 27.04.05 13:26| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe, ti scrivo da salerno, l'ultima di tremonti, vendiamo le spiagge e facciamo gli aeroporti....
propongo tagliamo l' italia in due e facciamo un canale.....ci sarà lavoro per le società di traghetti...
caio alessio

alessio cusati 26.04.05 10:44| 
 |
Rispondi al commento

Gentile signor Airoldi,
in risposta a quanto da lei scritto in merito alla "satira" di Benni (scrittore del resto capace, brillante ed intelligente), le suggerisco di riflettere su questo piccolo brano di Luca Sofri, a mio avviso (questo sì) realmente satirico e rivlatore:

"Ah, quanto ha ragione Michele Serra! Ce lo avevo in testa da mesi, ma lui invece lo ha scritto, e bene, su Repubblica. Quindi aderisco riconoscente al suo appello per "abolire la parola trash": "diventata adesso una specie di passepartout di qualunque nefandezza o boiata o violazione del buon gusto, usata da critici e giornalisti come pigra formuletta". Sono d'accordissimo: "Spettacoli penosi che una volta sarebbero stati definiti spettacoli penosi e basta, e sommersi dalle pernacchie, e subito dimenticati, oggi possono accedere al dibattito grazie al trucchetto del trash, come se fosse una denominazione di origine controllata". Ditemi dove bisogna firmare, che anch'io non ne posso più del conformismo dell'anticonformismo per cui se a uno piace una roba orrenda invece di vergognarsi si spaccia per originale cultore del “trash”. Quindi rilancio e propongo a Serra anche - con calma, che non bisogna disperdere gli sforzi e le battaglie - di proseguire compatti e abolire per le stesse ragioni la parola satira: diventata adesso una specie di passepartout di qualunque nefandezza o boiata o violazione del buon gusto, usata da critici e giornalisti come pigra formuletta. Serra sarà senz'altro d'accordo che spettacoli penosi che una volta sarebbero stati definiti spettacoli penosi e basta, e sommersi dalle pernacchie, e subito dimenticati, oggi possono accedere al dibattito grazie al trucchetto della satira, come se fosse una denominazione di origine controllata."
Luca Sofri

Stefano Piri 25.04.05 01:46| 
 |
Rispondi al commento

Caro sig.Ciampi,sono un cittadino di questo meraviglioso paese che si sta lentamente sfasciando e dirigendo verso l'inevitabile catastrofe.
Caro sig.Ciampi,volevo confermare che c'è tanta gente stufa di essere sfruttata e schiavizzata da leggi assurde,tasse e tassetine che portano alla conseguenza di una vita angosciante edifficile da vivere.
Ora è il momento di dire basta,tutti abbiamo il diritto di essere felici e vivere una vita senza angosce,cosa che negli ultimi anni personalmente mi riesce malissimo e garantisco che come me ce ne sono a migliaia, di questo si deve ringraziare il nostro favoloso e corrotto sistema fatto di politici che prima pensano a come riempire le loro tasche e quelle dei loro parenti fino a farle traboccare e poi a come continuare a fregare e spolpare,tutto il popolo Italiano,ormai lobotomizzato dalla scatola magica che è il televisore,mezzo molto usato dal potere per non far pensare il popolo.
Caro sig.Ciampi,ciò che Beppe Grillo dice da anni è condiviso anche da moltissimi di noi poveri essere umani manipolati e sottomessi da un potere politico egoista e menefreghista.
Caro sig.Ciampi,noi gridiamo a tutti quei parlamentari che che scaldano le sedie e si prendono TUTTI i nostri soldi come stipendio, a questa gente gridiamo,BASTA!
Io personalmente griderei dell'altro ma il consigli di questo blog è di non esprimersi con parole offensive,ma che parole si possono usare contro chi lentamente ti sta uccidendo togliendoti ogni diritto e terrorizzandoti con un continuo ingresso di extracomunitari che minano il tuo posto di lavoro?
Caro sig.Ciampi.personalmente, manderei tutti questi signori a spaccare pietre a mani nude in qualche sperduta pietraia di questo mondo,meglio se è un posto dove fa molto freddo.
ITALIA SVEGLIATI!!!.Aldo Giuttari

aldo giuttari 24.04.05 12:08| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE GRILLO,
HO APPENA ASCOLTATO LA LISTA DEI MINISTRI LETTA DA BERLUSCONI E SONO STATA ASSALITA DAL VOLTASTOMACO !! TUTTI I MINISTRI LEGHISTI SONO RIMASTI SULLA LORO POLTRONA:CALDEROLI ALLE RIFORME COSI' POTRA' PORTARE AVANTI LA DEVOLUTION, CASTELLI ALLA GIUSTIZIA COSI'BERLUSCONI POTRA' CONTINUARE A FARSI LE LEGGI SU MISURA PER LUI E I SUOI AMICI,INFINE MARONI ALLO STESSO MINISTERO DEL WELFARE PER AUMENTARE LA DISOCCUPAZIONE ATTUALE!!!!
MA COSA PENSA BERLUSCONI CHE GLI ITALIANI SONO UNA MASSA DI DEFICIENTI? MA E' POSSIBILE CHE DOBBIAMO ACCETTARE TUTTO QUESTO SENZA REAGIRE E MOSTRARE PUBBLICAMENTE IL NOSTRO SDEGNO ??

loredana palumbo 23.04.05 13:27| 
 |
Rispondi al commento

Ciao beppe, ti ho visto a firenze, sei statoun grande!
In merito alle affermazioni di selva sulla guerra in Iraq, vorrei presentae una mozione in consiglio comunale a Palaia perchè anche i piccoli Comuni possano far pressione sul Presidente Ciampi perchè ritiri le truppe dall'Iraq. Avrei bisogno, quindi, di una copia dell'articolo di Libero. Se ce la fai puoi inviarmela via e-mail. Ciao e grazie

Michele TAddei 23.04.05 12:06| 
 |
Rispondi al commento

Sinceramente la prospettiva di un governo di centrosinistra non è che mi faccia impazzire,vista la cronica tendenza alle guerre intestine dei vari partiti componenti questa pseudo-coalizione,e visto anche quello che non sono stati capaci di fare questi signori nelle precedenti legislature.
Certo,non amo Bertinotti e la sua intransigenza politica;non amo Fassino; detesto il professor Prodi e la sua boriosità,ma...
..che dire di uno che con un sorriso più falso dei soldi del monopoli si presenta in tv e ti viene a raccontare che siamo tutti più ricchi,quando non arrivo più nemmeno a 3/4 del mese...
..che dire di uno che ti viene a propinare la favola che c'è più lavoro per tutti,quando da 3 mesi sono in regime di cassa integrazione e devo ritenermi fortunato perchè mio cognato il lavoro lo ha perso,in nome della flessibilità..
...che dire di uno che mi viene a dire "ho abbassato le tasse" nel momento stesso in cui aumentano all'unisono
RCauto,gas,luce,telefono,trasporti,parcheggi e carburanti, per non parlare degli abusi consentiti a commercianti e aziende in nome dell'euro..
Come posso sperare che il PROPRIETARIO di banche sparse in tutto il paese venga a tutelare me, piccolo correntista;che metta un freno allo strozzinaggio autorizzato degli istituti di credito.O che sempre lo stesso PROPRIETARIO delle assicurazioni faccia scudo contro il caro RCauto,quando è lui stesso a beneficiare dei salassi a danno dei poveri automobilisti.
Non sono di sinistra,ma non sono neanche stupido e so che peggio sto io e meglio sta il signor Berlusconi.E' questo il vero conflitto d'interessi, ed è un'equazione invariabile.
Insomma,per farla breve: ho una dignità e non posso continuare a farmi prendere per i fondelli da uno che accusa di demagogia gli altri e poi chiama il suo partito Forza Italia.E' un pò come se facessi politica a Bergamo e chiamassi il mio partito Forza Atalanta.Ma andiamo..

Bruno Damiani 19.04.05 17:12| 
 |
Rispondi al commento

Sinceramente la prospettiva di un governo di centrosinistra non è che mi faccia impazzire,vista la cronica tendenza alle guerre intestine dei vari partiti componenti questa pseudo-coalizione,e visto anche quello che non sono stati capaci di fare questi signori nelle precedenti legislature.
Certo,non amo Bertinotti e la sua intransigenza politica;non amo Fassino; detesto il professor Prodi e la sua boriosità,ma...
..che dire di uno che con un sorriso più falso dei soldi del monopoli si presenta in tv e ti viene a raccontare che siamo tutti più ricchi,quando non arrivo più nemmeno a 3/4 del mese...
..che dire di uno che ti viene a propinare la favola che c'è più lavoro per tutti,quando da 3 mesi sono in regime di cassa integrazione e devo ritenermi fortunato perchè mio cognato il lavoro lo ha perso,in nome della flessibilità..
...che dire di uno che mi viene a dire "ho abbassato le tasse" nel momento stesso in cui aumentano all'unisono
RCauto,gas,luce,telefono,trasporti,parcheggi e carburanti, per non parlare degli abusi consentiti a commercianti e aziende in nome dell'euro..
Come posso sperare che il PROPRIETARIO di banche sparse in tutto il paese venga a tutelare me, piccolo correntista;che metta un freno allo strozzinaggio autorizzato degli istituti di credito.O che sempre lo stesso PROPRIETARIO delle assicurazioni faccia scudo contro il caro RCauto,quando è lui stesso a beneficiare dei salassi a danno dei poveri automobilisti.
Non sono di sinistra,ma non sono neanche stupido e so che peggio sto io e meglio sta il signor Berlusconi.E' questo il vero conflitto d'interessi, ed è un'equazione invariabile.
Insomma,per farla breve: ho una dignità e non posso continuare a farmi prendere per i fondelli da uno che accusa di demagogia gli altri e poi chiama il suo partito Forza Italia.E' un pò come se facessi politica a Bergamo e chiamassi il mio partito Forza Atalanta.Ma andiamo..

Bruno Damiani 19.04.05 17:10| 
 |
Rispondi al commento

Caro Stefano Benni,
il bambino prepotente come lo chiami tu, ha avuto dagli italiani milioni di voti, tu che vorresti mandare via questo bambino arrogante, dovresti presentarti alle prossime elezioni, prendere i voti che ha preso questo bambino arrogante e poi fai una legge o quello che a te sembra necessario per allontanare il bambino arrogante.
saluti simone turozzi

simone turozzi 19.04.05 15:45| 
 |
Rispondi al commento

Una serie di riflessioni a casaccio:
1. Berlusconi non si e' dimesso... Craxi e c. a confronto erano dei frikkettoni idealisti. Mi domando se quest'uomo sa che cosa significhi essere uomo.
2. ieri l'ENEL ha detto a mia moglie che se attacca il ferro da stiro in ore di punta salta il contatore; 5 anni fa durante le ore di punta e dalle 18.00 in poi nel mio paesello le luci domestiche si affievolivano ed iniziavano a tremolare per tutta la notte... risposta: quando la ditta tal dei tali avvia gli impianti c'e' un forte assorbimento di corrente a scapito dei cittadini ma lei (io) la corrente comunque ce l'ha, vero? (saltavano i contatori anche tre volte al giorno); pero' la bolletta aumenta, nelle mie zone continuano a costruire inutili dighe che creano sconvolgimenti climatici e ambientali da paura, mettono i contatori digitali che hanno una funzione basilare: quella di non far capire all'utente quanto consuma... chi li ferma questi criminali?
3. Il prezzo del petrolio e' crollato ma i prezzi dei carburanti italiani rimangono fermi ai massimi storici. Berlusconi dov'e'? chi deve intervenire in una situazione come questa se non il governo? invece di abbassare le tasse ai ricchi e togliere ai poveri (da tre mesi ho avuto una riduzione di stipendio: da 960 a 930 € mese), e dire che da' potere di acquisto alle classi meno abbienti, farebbe meglio a controllare gli abusi delle grandi compagnie industriali.

Per concludere, e' da un po' di tempo che quando vedo Berlusconi mi viene alla mente lo sceriffo di Nottingham... sara' un caso? e Robin dov'e'?
AIUTO non arrivo piu' neppure alla meta' del mese con lo stipendio e ogni mese la situazione peggiora, c'ho due bimbi da mantenere. Cosa devo fare?

Paolo

Paolo Manfrin 19.04.05 13:16| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Grillo, Lei dovrebbe organizzare più tour e a prezzi più accessibili; voglio capire se la sua volontà di informare davvero il cittadino arriverebbe a fare più date nelle città e a "concedersi" a prezzi più modici... Non vorrei (e non voglio pensarlo) che è solo spettacolo a scapito della mia ingenua - e quella di tanti altri - voglia di fare ed essere come Lei.

Giovanni Mastropasqua 19.04.05 12:42| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Grillo, Lei dovrebbe organizzare più tour e a prezzi più accessibili; voglio capire se la sua volontà di informare davvero il cittadino arriverebbe a fare più date nelle città e a "concedersi" a prezzi più modici... Non vorrei (e non voglio pensarlo) che è solo spettacolo a scapito della mia ingenua - e quella di tanti altri - voglia di fare ed essere come Lei.

Giovanni Mastropasqua 19.04.05 12:40| 
 |
Rispondi al commento

il Cavalier Burlesconi va da Ciampi e gli dice:-)
-Non mi dimetto,lo sai che c'ho ventimila miliardi.Avro' ben q.lche diritto,non sono nemmeno comunista! -
Il nonnino,ex Boss della Lavanderia Bankitalia,lo rimanda al Gabinetto...
SURREALE

Palla Pinkus

palla pinkus 19.04.05 07:49| 
 |
Rispondi al commento

VEDREMO

Le elezioni, non c'e' dubbio, sono stato una "avviso" elettorale per il centrodestra.
Il centrosinistra ha vinto in quanto più radicato sul territorio, potendo far leva anche su "organismi paralleli".
Per far capire ai cittadini italiani che hanno consegnato le Regioni italiane in mano ad un "manipolo di sbandati" - come li chiama Feltri - c'e' un anno di tempo.
Vedremo quanto tempo non riusciranno a litigare Bertinotti e Mastella e vedremo quanto, l'area moderata del centrosinistra, non dovrà cedere al ricatto delle posizioni più "estreme". Di contro un Berlusconi che ha a che fare con "diversi problemi", da ultimo le elezioni anticipate e paventate da An, UDC e Lega.
Sarà un duello, metaforicamente parlando da "resa dei conti", da film alla Sergio Leone dove il buono vince sempre sul cattivo.
La famosa vittoria di manzoniana memoria, ma a me sovviene più la parola trionfo, ma è presto per dirlo, vedremo.

18/04/2005

Ghigno di Tacco

Ghigno di Tacco 19.04.05 04:46| 
 |
Rispondi al commento

De Andre con Bocca Di Rosa parla di Sant Illario
ma dove si trova ? mi piacerebbe visitarrlo,esiste ancora la stazione ferroviaria?

Enrico Toffoli via Primo Maggio n.17 Baranzate Milano 19.04.05 00:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' assolutamente ridicolo che certe persone cerchino di contestare Benni sul piano giuridico e legale, paventando una sua presunta ignoranza in merito.
Benni scrive satira (meglio di chiunque altro in Italia oggi, a mio parere). La satira si distingue dall'attacco politico "serio", oltre ovviamente per il tono umoristico e bonario, anche perché non deve sottostare alle normali restrizioni, come per esempio l'oggettività giuridica, richieste al normale dibattito politico.
Esagera, volutamente. E quello che conta è il messaggio finale (che, rispetto a un "normale" attacco politico viene recepito e compreso da molte più persone) che Benni vuole dare, e uno (tra i tanti) è che Ciampi è diventato ormai una figura politica debole, patetica e da molti tristemente disprezzata.
E' assurdo dover spiegare il concetto di satira a certe persone, che pare si sentano più sicure a rifugiarsi nelle loro "precisazioni giuridiche", senza tenere conto del messaggio d'insieme.

Comunque l'articolo non rimane un granché, Benni, puoi fare molto di meglio.

Manuele Airoldi 19.04.05 00:35| 
 |
Rispondi al commento

sono disoccupato da 2 anni ed ho 54 anni con 30anni di esperienza nel TESSILE,cosa devo fare per lavorare ancora??????visto che andrò in pensione a 65 anni?????Qui si parla solo di lavoro temporaneo ma le rate del mio mutuo non sono "temporanee"!!!!!nemmeno le bollette del gas,della luce,del condominio,dell'auto,
claudio cedri

cedri claudio 18.04.05 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Certo si potrebbe dire che la lettera di Benni è reale, ben scritta ed efficace nel contenuto, ma è pura retorica, perchè oggi la si scrive per Berlusconi, ma domani la si potrebbe scrivere per qualsiasi altro perchè purtroppo il nostro panorama politico non offre assolutamente un'offerta migliore.

Pensate forse che cambierebbe qualcosa se al governo ci andasse un Fassino o un Bertinotti o magari preferite ancora Prodi o ci vedete meglio Rutelli?!

Ma fatemi il piacere!
Anche perchè il tempo a disposizione lo userebbero per cambiare tutto quello che la Destra ha fatto, di bello e di brutto.
Intanto gli altri paesi crescono e noi rimaniamo fermi al palo!
Deve esserci una nostra immediata presa di coscienza, del nostro essere e delle nostre potenzialità, ma non per andare a ballare dalla De Filippi o a mungere le mucche alla Fattoria, ma per responsabilizzarci e prendere in mano la nostra vita.
Ricordiamoci(+/-) ciò che dice Grillo nel suo spettacolo: "conoscere per non morire come asini", informiamoci, andiamo oltre l'apparenza e sforziamoci di credere che è possibile migliorare la nostra vita ed il nostro Paese.

Antonella Colombo 18.04.05 11:27| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tuttii proletari. secondo me il guaio di oggi è , che destra e sinistra si battano tanto per poi suonare la stessa musica,in finale chi è che ha icominciato le privatizzazioni è stato il governo precedente (CARO DALEMA specialmente tu che sei andato contro tutti i principi dal partito che sei ucito PCI ,PRODI ecc)il caro amatissimo DON PIERSILVIO PIO TUTTO sta solo aprofittando del momento per continuare l'opera sfacciatamente. Ora per la mia ignoranza,che sono solo un semplice macellaio proletario della CARREFOUR,questo fatto di aver privatizzatoe continuare a privatizzare ci portera' solo che alla rovina (come stiamo vedendo e se uno piu' una fa 2 ancora deve venire il peggio)avendo le casse dello stato in deficit noi dovremmo pagare sempre di piu', di certo non e' che loro si abbassano gli stipendi, chi deve tirare la cinta siamo sempre noi proletari.noi viviamo in una societa' capitalistica (capitalismo non sta per singolo cittadino che ha una casa ma e' un sistema )che sta arrivando sempre di piu' al collaso e chi ci rimette siamo sempre noi proletari perche' :oggi come oggi serve sempre di piu'mano d'opera a bassocosto e cio come si ottiene con contratti part-time / cooperative ecc. forse dico sempre per me , servirebbe fare piu' lavoro sociale che privato in modo che non si arricchisca solo una persona (capitalista) ma uno stato intero,forse sbaglio pero' penso che invece di arricchire solo determinati bimbi (capitalisti) si ridara' forza al popolo.caro CARO BEPPE E CARO STEFANO NON CI SCORDIAMO DI RICORDARE OGNI TANTO CHE SI STA AVVICINANDO IL 25 APRILE DI RINGRAZIARE LE PARTIGIANE E I PARTIGIANI CHEHANNO SPESO LE LORO VITE PER USCIRE DA UNA DITTATURA , COSA CHE C'E' QUALCUNO CHE HA ANCHE LA FACCIA TOSTA DI INFANGARE QUESTA GENTE , VERO CARISSIMO SILVIO BERLUSCONI E COMPANY .CIAO A TUTTI pisapiastefano@libero.it

stefano pisapia 17.04.05 19:11| 
 |
Rispondi al commento

Volevo commentare la decisione di tutte le reti televisive che hanno deciso di modificare la loro programmazzione in rapporto alle gravi condizioni di salute e in seguito alla morte del Papa. Italia 1 ha rinunciato a Zelig, Rai 2 a Music Farm ecc.. Benissimo, un segno di rispetto ma la pubblicità?? Zelig no e i Giamaicani che guidano ridendo sulla loro Panda si? Della serie rispetto si a patto che nessuno ci debba smenare 1 centesimo.
Saluti
Gabriele

Gabriele Putzu 17.04.05 01:03| 
 |
Rispondi al commento

sui commenti delle regionali 2000, non vedo quale sia il problema.La richiesta di dimissioni del governo d'alema e nuove elezioni era più che legittima visto che d'alema era andato a palazzo chigi con un ribaltone visto che gli italiani ci avevano mandato prodi, adesso c'è in carica un governo che piaccia o no ha legittimazione popolare e costituzionale anche se probabilmente è minoranza nel paese.ciao a tutti

davide ponta 16.04.05 19:14| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
in questi giorni, di fervore pre elettorale, a Catania sta nascendo quasi a livello inconscio, tra le persone più genuine e forse più sagge, un movimento. Che io ho battezzato il Partito dei PIRATI.
Infatti, in strada, sull’autobus, al bar, al supermercato e in molti altri luoghi non si sente altro che:
(evito la versione originale in siciliano e traduco direttamente per i non residenti)
“Ci vogliono i PIRATI!”
“Questa volta Scapagnini deve prendere una PIRATA nel culo per ogni voto che ha preso la volta scorsa”
“Questo sindaco sene deve andare a PIRATI nel culo”
(sempre per i non residenti PIRATI= calci)
Sono convinto che i PIRATI saranno protagonisti di questa campagna elettorale.
D'altronde per uno che è diventato sindaco distribuendo promesse da marinaio, penso che i PIRATI siano la giusta punizione.

Cordiali saluti
Michele

P.S. Se qualcuno vuole aderire, si faccia avanti, dica la sua e mi raccomando bandana e scarponi di cuoio duro.

Michele Moschetto 16.04.05 10:43| 
 |
Rispondi al commento

Ho 40 anni e certe volte mi chiedo se la gente ha la memoria corta, intellettuali che ci riempiono la testa di idee anti Berlusconi, gli stessi che prima ci riempivano la testa di idee anti qualcun altro...si riempiamo la bocca di tante belle parole, di critiche, in 40 anni sono cresciuta ascoltando, le assicuro sempre le solite cose, (ma prima non c'era Berlusconi)la inviterei ad ascoltare e leggere vecchi giornali, vecchi telegiornali, e vi accorgereste che in italia le parole, i concetti, le proteste sono sempre le stesse, una volta però esisteva almeno la vergogna, l'onore, ora non più. Falsi intellettuali che sanno solo sputare sentenze con ammiccanti parole, non hanno fatto altro che permettere tutto ciò che oggi criticano poiche' dalle loro comode scrivanie (messe a disposizione chissà da chi?)non hanno alzato un dito per cambiare. Ma perchè cambiare...cosa poi potrebbero criticare??? Del resto anche la critica è un lavoro...facciamo un esame di coscienza ma i veri responsabili di ciò che accade, siamo solo noi, non ci sono scusanti come l'ignoranza di una volta (beata ignoranza) poichè oggi la scuola è a portata di tutti, l'informazione è a portata di tutti, forse ciò che abbiamo non è altro che ciò che vogliamo, e allora che paura ci puo' fare Berlusconi? Passerà, come ne sono passati tanti altri e tutte le volte avremo sempre e solo da criticare a parole...parole...parole...(ma dove sono finiti i fatti?)Io voglio credere che malgrado questa massa di aggettivi, avverbi, luoghi comuni, qualcuno da qualche parte con una sua testa, un suo pensiero, stia facendo qualcosa di grande senza le luci di riflettori, poichè malgrado i Berlusconiani, i Prodiani, i Fassiniani, il mondo e l'Italia andrà avanti come sempre ha fatto grazie alle persone comuni, che del loro cervello hanno il pieno controllo intellettuale e che in tutto questo marasma senza sprecare parole stanno creando qualcosa di grande, senza perdere tempo in critiche.... Scusatemi lo sfogo, ma come tanti sono stufa di ascoltare persone che hanno fatto delle parole il loro mondo, io preferisco le persone che hanno fatto il nosto mondo con i fatti!

Anna R. Pagani 16.04.05 09:49| 
 |
Rispondi al commento

...a berlusconi han fatto mangiare LA LUISONA hehehe: ci si sta strozzando :D

Leo Cruciani 16.04.05 03:59| 
 |
Rispondi al commento

In merito all'interessante scambio di opinioni tra il sig.Albano e il sig.Lizza:

Pur facendo parte di quella percentuale (maggioranza?) di italiani che saluterebbe con indubbio sollievo un'eventuale dipartita di questo esecutivo, non posso che manifestare il mio più completo accordo con il sig.Lizza sul punto a): le precisazioni in campo costituzionale sono sacrosante, ed anche volendo leggere la lettera di Benni con la bonarietà che in Italia pare dovuta a tutto ciò che ricade sotto il nome di satira, rimane l'impressione di un pastrocchio concettualmente debole e zoppicante nei contenuti. Mi sembra si ricada nel tic, tipico di una certa sinistra, di voler risolvere a livello istituzionale conflitti di carattere puramente politico, finendo per fornire la sgradevole sensazione di un tentativo di delegittimare l'avversario senza entrare nel merito delle questioni. Senza contare che nel momento in cui Ciampi, come suggerito da Benni, decidesse di stare "un po' addosso" a Berlusconi, attuando una marcatura particolarmente stretta, verrebbe meno alla funzione di arbitro imparziale che gli è inequivocabilmente attribuita dallo stesso testo Costituzionale.

Trovo invece sia eccessivamente giuridico, e forse un po' rigido, il punto di vista del sig.Lizza di cui al punto b): formalmente impeccabile, il sig.Lizza attribuisce al termine "ROTTURA" un significato eccessivamente letterale. Sarebbe quantomeno inesatto parlare di "rottura" della Costituzione a livello formale e procedurale. E' invece a mio avviso corretto (anche se un po' enfatico) parlare in questo caso di rottura CONCETTUALE della Costituzione: la riforma Costituzionale in questione stravolge in effetti in maniera sostanziale numerosi meccanismi finora previsti dall'ordinamento italiano, fino al punto di "rompere" recisamente con il testo attuale.
Cordiali saluti

Stefano Piri 15.04.05 21:11| 
 |
Rispondi al commento

Dovreste vergognarvi la Costituzione è presa a calci da Scalfaro con il ribaltone altro che balle !
Fate schifo !

Libero Milone 15.04.05 17:57| 
 |
Rispondi al commento

Buon dì :-)

Giusto una domandina sulla politica del centro-destra:

Ma perché il Centro... non ufficializza e concretizza quello che oramai è sotto gli occhi di molti (qualcuno con "le fette si salame sugli occhi" esisterà sempre), cioè ricreare una nuova Democrazia Cristiana?


Eros Carrara 15.04.05 12:31| 
 |
Rispondi al commento

Follini ha dichiarato che verranno ritirati i Ministri dell'UDC dal governo (fra i quali lui stesso) e che darà comunque (o soltanto.. dipende dai punti di vista) un appoggio esterno al governo.
Il governo mi pare molto indebolito.
Vedremo adesso per quanto tempo Berlusconi riuscirà a stare aggrappato a quella poltrona.
Credo sia sotto gli occhi di tutti (destra e sinistra) che la sfiducia adesso non è tanto sulla maggioranza e sui partiti che la pongono ma sulla persona di Silvio Berlusconi.
Un centrodestra che fosse in grado di proporre una figura autorevole al posto dell'attuale Primo Ministro sarebbe ancora in tempo per vincere le prossime elezioni, fintanto che continuano a proporre lui andranno poco lontano.
Eppoi una cosa va sottolineata.. E' vero che la sinistra ha tanti (ma tanti!) difetti, tuttavia negli anni ha alternato Occhetto, Prodi, D'Alema, Rutelli.. la destra Berlusconi, Berlusconi, Berlusconi e (forse) riproporrà Berlusconi. Tutti hanno capito che va cambiato ma Follini è l'unico che ha fatto un passo in quella direzione.

Gabriele Bernabini 15.04.05 11:34| 
 |
Rispondi al commento

Senza dimenticare però che i loro, di stipendi,SONO STATI SUBITO ADEGUATI!!!!!!!!

Silvia Carnio 15.04.05 11:09| 
 |
Rispondi al commento

L'UE ha pregi e difetti.. In linea di massima si può però affermare che è sicuramente un bene che ci sia nel momento in cui uno Stato come il nostro viene governato da un governo come il nostro.
L'Euro ha portato problematiche? Sicuramente qualcuna ma di certo le maggiori problematiche le ha portate il non adeguato aumento degli stipendi.
Il problema non è l'inflazione che ha portato l'EURO ma l'inflazione ufficiale che questo GOVERNO e l'ISTAT hanno certificato!!!
Vi rendete conto che l'inflazione programmata in finanziaria negli anni 2002, 2003 e 2004 è sempre stata al di sotto del 2%!!
Questo è il vero scandalo!
L'Euro ha fatto aumentare i prezzi ma questa cosa il GOVERNO con i fatti l'ha negata!

Gabriele Bernabini Commentatore in marcia al V2day 15.04.05 11:04| 
 |
Rispondi al commento

Il problema è che il nanetto schifoso è stato DEMOCRATICAMENTE votato nel 2001. Non sono d'accordo con Benni quando dice "E poi spiegaci: cosa può fare un popolo, per farsi ascoltare, più che votare democraticamente quattro volte contro un governo che non gli piace?"
Però il governo a qualcuno nel 2001 piaceva, dato che Berlusca non è andato al governo per un colpo di stato, ma per i pistola che lo hanno votato...
Per questo mi da fastidio chi vorrebbe far cadere il governo un giorno sì e l'altro sì perchè non governi più Berlusconi (perchè poi la sinistra è davvero un'alternativa migliore???). Ormai ce lo teniamo e sono cazzi nostri, ci penserà meglio la gente la prossima volta quando dovrà votare il prossimo governo, che certamente sarà di sinistra, visto che il popolo italiano, stanco della destra, da loro la sua fiducia. Dopodichè prevedo che dopo 5 anni di sinistra (e magari 3 o 4 governi diversi) la gente si stuferà nuovamente della sinistra e voterà ancora Berlusconi o chi sarà al suo posto...
Che schifo...
Impariamo a votare, invece di provare a far cadere il governo...

Elwood Blues 15.04.05 09:50| 
 |
Rispondi al commento

Caro Stefano, pare che il bambino cattivo sia riuscito alfine a cacciarsi da solo, o meglio, a farsi cacciare, come per un'implosione. Intendiamoci: lui continua a essere riottoso, a pestare i piedi, a proclamarsi innocente, simile a quel ladro che non si pente di aver rubato, ma cui dispiace tanto finire in galera.

Però, però, ci sono tanti altri bambini, se possibile ancor più cattivi di lui. Perché, nella sua prepotenza, il piccoletto era almeno chiaro; i suoi compagni di marachelle, invece, tramavano nell'ombra per fare un domani le scarpe al bambino cattivo e prenderne il posto. Questi "compagni" (pensa quanto è involontariamente ironica, a volte, la lingua italiana...), questi compagni, dicevo, erano piccoli anch'essi, ma scaltri, tremendamente scaltri come una volpe vecchia.

Poi ci sono altri bambini cattivi, o stupidi, o entrambe le cose; "piccoli uomini feroci", li avrebbe definiti Pirandello. Il monellaccio infatti non era solo; oltre alla sua "teppa" poteva contare sull'appoggio di milioni di comparse, le quali, non di rado, arrivavano a provare per lui un'ammirazione molto simile all'idolatria. Come quei caporione dalle maniere spicce, ma con quel certo fascino infingardo, che attraevano e intimorivano insieme il fragile e rancoroso popolino.

Quel popolino che finalmente, grazie al suo Clyde dei Navigli, poteva scatenare tutta la sua intolleranza, meschinità borghese, soprattutto incapacità di assumersi responsabilità personali e che volentieri ha delegato il potere al bambino cattivo, vedendo in lui una sorta di Angelo Vendicatore e di Mercante di Sogni.

Caro Stefano, se non lo fa da solo, Ciampi ha tutto il mio plauso se ci libera dal bambino cattivo. Ma che dire di quegli altri bambini cattivi e carogna che gli hanno permesso di fare le marachelle per anni e che oggi, come ai tempi di un altri bambino malvagio di nome Bettino (e, prima di lui, Benitino), svaniscono come neve al sole, "io non c'ero e se c'ero dormivo", e magari cominceranno a bisbigliare che, in fondo, se c'è stato il bambino cattivo era colpa dei "comunisti"?

No perché, continuando così, un altro bambino cattivo si sta già fregando le mani alla faccia nostra.

Daniela Tuscano 15.04.05 07:24| 
 |
Rispondi al commento

..a proposito della morte del Papa
Al di là di tutte le enfasi che sono state usate in questi giorni per descrivere la persona di Papa Wojtila e cioè santo, santo subito,ha fatto cose eccezzionali ecc., io penso questo:
il Papa ha fatto cose NORMALI, ha pensato come una persona NORMALE, ha agito di conseguenza come una persona NORMALE,con la naturalezza di chi è NORMALE.
Non sarà mica che essere normali sta diventando una rarità tanto da farti santo?

Franco Fornara 14.04.05 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Al Presidente
Del Consiglio dei Ministri


Egregio Presidente Silvio Berlusconi,


già una volta ebbi a ricevere una Sua non gradita lettera e, pure allora, alla vigilia di una campagna elettorale che, alla fine, nonostante il Suo impegno, non Le arrise. Ebbene, questo mi fa ben sperare!
Lei, opportunamente, si preoccupa di salvaguardare la salute dei Suoi “cari amici” (anche di tutti i “comunisti” in quanto - benedetto il suo ottimismo! – c’è sempre la speranza di una conversine fulminante come quella esemplare del Suo portavoce on. Bondi.), formulando loro suggerimenti per un “uso intelligente” dei farmaci, spiegando che “altrimenti possono risultare addirittura dannosi”e invitandoli a non farne scorte inutili che “sarete poi costretti a gettare via facendo aumentare la spesa sanitaria” (considerando il famoso prontuario, questo sì era da inviare, e i relativi farmaci “non dispensati”, faccio fatica a capire a quale spesa sanitaria Lei si riferisca: se a quella immediatamente sborsata in farmacia dalle famiglie o a quella trattenuta in busta paga? Infatti, tra le due c’è una sostanziale differenza che Lei ben conosce).
Mi permetta farLe notare che lo spreco dei medicinali non è imputabile al cittadino-ammalato o….paziente (fin troppo), ma alle case farmaceutiche che continuano a commercializzare confezioni il cui contenuto supera la terapia prescritta dal medico. Quindi, finita la cura, rimane il residuo che fa aumentare sia le deprecabili scorte, inutili in quanto il medico nella successiva ricetta prescriverà un altro farmaco, sia la incontrollabile spesa sanitaria che le già citate case farmaceutiche incasseranno.
Sarebbe buona cosa evitare lo spreco a monte, attraverso la commercializzazione di confezioni adeguate alle terapie e non sovrabbondanti e, se permette, comparare i prezzi praticati in Italia con il resto dei Paesi dell’UE e provvedere, se ciò non comporta un impoverimento di dette aziende, ad un corretto riequilibrio prezzo-valore del prodotto.
Concludo la presente, ricordandoLe che non ho gradito la Sua, specie quando sostiene che “ho l’orgoglio di presiedere il primo Governo che ha incominciato a ridurre le imposte”.
Innanzitutto, perché ciò rappresenta propaganda politica e, con le elezioni regionali alle porte, propaganda elettorale, e poi perché sono convinto che solo i ricchi hanno ricevuto e riceveranno giovamento dal suo “orgoglio”.
La ringrazio dell’attenzione e spero che questa mia possa esserLe utile.

Il cittadino Giuseppe Governanti

Cologno M.se 24,02,05

P.S.
Mi permetta la seguente domanda:
Quanto è costata nel suo complesso (studio, grafica, stampa pubblicità e spedizione) la pubblicazione al contribuente; sarà riuscito a pagarla con gli sgravi fiscali appena ricevuti prima che l’aumento delle tante imposte indirette e dei servizi li faccia svanire, come magia, dalle sue tasche?
Comunque, devo dire che la scelta di Forattini è stata azzeccata.

Giuseppe Governanti 14.04.05 16:25| 
 |
Rispondi al commento

x Ciccio

Fatti anche tu una risata.
Ciccio questi si sono inventati una nazione, una razza, un dio, una moneta, i giochi olimpionici padani con il salto del nano padano ed il lancio del tronco padano... ma figurati... ci mancava solo l'aviazione padana. Sono solo dei poveri illusi.
Ci penserà il referendum, poi vedrai che incominciano a volare basso...

Luca Floris 14.04.05 16:03| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ti sottopongo alcune interessanti dichiarazioni fatte da noti esponenti del
centro destra.
Anche se la lettura ti annoia prova ad arrivare fino in fondo...

--- ciao, Fabrizio -------------


BERLUSCONI: " Ci sono state due elezioni consecutive, europee prima e
regionali poi, che hanno ratificato questa realtà: la maggioranza in
Parlamento è minoranza nel Paese.
Le Camere sono delegittimate. Il premier non può fare lo struzzo e
nascondere la testa sottro la sabbia! Bisogna restituire al popolo la
sua sovranità come prevede l'art. 1 della Costituzione.
Ci vogliono elezioni anticipate, sono la cosa più urgente da fare.
Nuove elezioni sono l'unico modo per ristabilire il circuito virtuoso
tra paese reale e Paese legale.
Ci si riempie la bocca di maggioritario: bene, ora esistono le
condizioni per tornare alle urne.
Quando un Paese democratico sfiducia un governo, si vota!"

LA LOGGIA: "Inutile dissertare se siano politiche o regionali: gli
elettori hanno detto dove sta la maggioranza del Paese".

PISANU: "L'unica anomalìa è questo governo!"

GASPARRI: "Il governo esce nettamente minoritario, deve trarne le
conseguenze. Ogni soluzione diversa dalle urne è un attentato alla
democrazia!"

FINI: "Molto meglio andare alle elezioni per eleggere un nuovo governo
legittimato piuttosto che continuare con questo accanimento
terapeutico.
La legislatura è finita con le Regionali. Questo governo minoritario
nel Paese è ormai un'offesa alla sovranità popolare, il premier è un
abusivo a Palazzo Chigi!"

CASINI: " C'è un solo responso possibile: quelo che deve emettere il
popolo. le Regionali hanno cambiato l'equilibrio politico nazionale,
l'unica soluzione solo le elezioni."

CASTELLI: " La gente ha scelto. Non vuole più questo governo!

STORACE: "Il governo ha sbagliato schedina, ora si deve dimettere!"

------------------------------------------------------------------------

AVVERTENZA: queste dichiarazioni riguardano il governo D'Alema dopo
che le Regionali erano finite 8 a 6 per la Casa delle Libertà.

Fabrizio Luglio 14.04.05 13:21| 
 |
Rispondi al commento

Il punto è che le 4 volte non erano per decidere un nuovo governo... speriamo nel 2006 (o prima...)

Ivo Santoni 14.04.05 11:48| 
 |
Rispondi al commento

COME MAI BRUNO VESPA A PORTA A PORTA NON HA PIU' FATTO UNA SERATA CON POLITICI DA LUNEDI' 4 APRILE (giorno delle elezioni)? Non credo sia mai successo prima che si privava di politici per così tante serate. Vedrete che staserà torneranno e saranno politici della maggioranza che ci racconteranno del vertice di oggi che sicuramente si cocluderà a tarallucci e vino.

Gabriele Bernabini 14.04.05 08:54| 
 |
Rispondi al commento

Violenza negli stadi. Quale rimedio?
Da quando il calcio non è più uno Sport, ma uno spettacolo gestito dai massimi rappresentanti della classe capitalistica, esso ha acquisito le principali caratteristiche del processo produttivo imprenditoriale, dove prevale il mercato e quindi chi dispone di più denaro mette le mani sui giocatori migliori, ormai su scala planetaria e globalizzata, li spreme al massimo incoraggiando l'uso di sostanze che ne ottimizzano il rendimento o il veloce recupero in caso di infortunio, si gestiscono i diritti televisivi che ormai rappresentano la parte maggiore dei profitti, si fa uso politico della enorme visibilità che viene dall'essere presidenti di una società calcistica.
Quotidiani sportivi e trasmissioni Tv specializzate, pompano ogni giorno una quantità enorme di supposizioni, presunte irregolarità, voci di arbitri venduti, di partite truccate, trame dei massimi dirigenti federali e quant'altro possa creare tensioni, aspettative, odio, frustrazioni, adatte a coinvolgere il pubblico.
La realtà è questa e nessuno degli attori principali, padroni e tifosi, vuole cambiare nulla.
In questi ultimi tempi la immensa visibilità del calcio ha prodotto anche una propaganda di tipo politico che vede contrapposte svastiche a bandiere rosse, utili ad alimentare contrapposizioni e scontri, che aggreghino al fenomeno calcistico altre forze e altre contraddizioni, seminando così nel tessuto sociale la cultura violenta dei vincitori e dei vinti.
Ma la cosa peggiore da digerire e che procura ulcere e mal di fegato, è dover ascoltare dichiarazioni "durissime" dei rappresentanti del teatrino della politica, che minacciano misure terribili ed estreme contro la violenza, ma che sotto sotto sono felicissimi di come vanno le cose, senza parlare mai di una regoletta facile, facile, applicabile subito, a costo zero, che vieti la vendita di biglietti di ingresso agli stadi ai non residenti, e che renda necessario esibire all'ingresso biglietto e carta di identità.
E ciò per tutte le partite nazionali ed internazionali, con l'eccezione dei rari derby che potrebbero essere giocati a porte chiuse fino a nuovo ordine.
Ma la politica da lungo tempo è subalterna ai potentati economici e una misura semplice, risolutiva ed educativa come questa non verrà mai presa.
Un' ultima riflessione: se gruppi di giovani di destra e di sinistra usano gli stadi per avere visibilità, è certissimo che la politica si è chiusa nei palazzi del potere, non dialoga con i giovani, occupa con le solite facce tutte le occasioni televisive, e il principio teorico che la democrazia è partecipazione e libertà risulta nei fatti una odiosa presa in giro.

paolo de gregorio

paolo de gregorio 13.04.05 19:11| 
 |
Rispondi al commento

Rispetto delle minoranze? L'alternativa a questo bambino e chi ha modificato la costituzione con un paio di voti più del quorum minimo. Ci sarebbe altro da dire ma penso che questo fatto sia più il più esplicativo di chi, davvero, non ha alcun rispetto delle minoranza

Federico Tomassetti 13.04.05 18:09| 
 |
Rispondi al commento

Signor Lizza,
se capisco bene quello che vuole dire, visto che ha un modo di scrivere particolarmente complesso per le mie capacità intellettuali, oserei affermare di essere d'accordo con lei.

Sono convinto che non sia Ciampi a dover interpretare il voto regionale e quindi sciogliere le camere (come lei ha ricordato, del resto, il presidente della repubblica non ha questo potere qualora non ci siano determinate condizioni)

Affermare che non sia possibile analizzare il senso politico di queste elezioni mi sembra una forzatura (forse lo è la mia interpretazione delle sue parole mi auguro) e che il GOVERNO possa sentirsi delegittimato (non dico illegale ma con minore leggittimità di 4 anni fa sicuramente) e trarre conclusioni che possano salvaguardare l'Italia da un anno intero di campagna elettorale finalizzata a modificare, a questo punto radicalmente, l'opinione degli elettori potrebbe essere visto come un segnale di buona volontà.
Saluti

Gabriele Albano 13.04.05 15:17| 
 |
Rispondi al commento

Ringrazio il sig.Albano per il sollecito chiarimento.
Al di la del bene e del male, e di quanto detto dal sig.Benni vorrei concentrare ancora per una volta l'attenzione sui recenti risultati elettorali.
Nessuno intende negare il risultato pesantemente sfavorevole alla attuale maggioranza. Questo risultato implica necessariamente una presa di coscienza e una riconsiderazione di alcune posizioni da parte della stessa. Questo è fuori discussione.
Il punto su cui volevo porre l'attenzione è tuttavia un'altro: la volontà popolare.
Sotto l'aspetto temporale essa non è un continuum, ma ha vita intermittente, in quanto legata inevitabilmente alla cronologia delle consultazioni elettorali e, eventualmente, dei referendum.
Sotto l'aspetto spaziale, essa si atteggia a seconda degli ambiti su cui è chiamata a decidere, di volta in volta: Camere (livello nazionale), Consigli Regionali e Presidenti (livello regionale), Parlamento europeo ( di nuovo livello nazionale, proiettato questa volta all'esterno), et cetera.
Essa dunque non ha corpo, è puro concetto. E' una astrazione. Un calcolo se vogliamo. Pensare ad un approccio organicistico, sfruttando la sua apparente elasticità può essere molto pericoloso e giustificare interventi dall'altro volti ad interpretare la stessa. L'appello al sano sentimento popolare è stato l'anticamera di esperienze che non devo neppure ricordarvi.
Pertanto la mia critica era incentrata sul fatto che il Presidente della Repubblica non può, in quanto non previsto (aggiungo fortuntamente) in Costituzione, farsi interprete della sovranità popolare in ambiti in cui questa non si è ancora espressa ( ma presto si esprimerà).
Con questo non è mia intenzione, lo ripeto per l'ultima volta, operare una apologia di questa maggioranza e di questo governo. Il fatto è che l'interpretazione dei risultati e gli eventuali e auspicabili cambi di rotta, sono, autoreferenzialmente, di competenza di questi ultimi.

Cordiali saluti.

Franco Lizza 13.04.05 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Io mantengo sostanzialmente la posizione descritta nel mio commento precedente. Credo che analizzare letteralmente il contenuto dello scritto di Benni sia fuorviante. Forse formalmente il signor Lizza può avere anche ragione ma, a mio parere sostanzialmente meno. Per quanto riguarda il risultato delle regionali limitare il discorso ad un aspetto amministrativo mi sembra alquanto miope. Tanto grande e` stata la sconfitta che nemmeno il soggetto piu` interessato a celare il significato politico del voto ha tentato di rappresentare i risultati in maniera diversa. Ovviamente da un punto di vista teorico anche se proponessi la mia candidatura potrei diventare leader di maggioranza e quindi presidente del consiglio. Credo che il voto ravvicinato e l'identità sostanziale tra l'elettorato delle regionali e quello delle politiche (ok dobbiamo aggiungere le regioni a statuto speciale molise e basilicata) potrebbero lasciare pensare che un voto politico porterebbe una nuova maggioranza. Non si spiegherebbero le manovre che stanno succedendo nell'area governativa se non ci fosse questo nesso.
Per quanto riguarda i due destinatari forse me la potevo evitare.

Saluti

Gabriele Albano 13.04.05 11:39| 
 |
Rispondi al commento

La maggioranza ha perso voti nel Mezzogiorno e nelle grandi città (da notare che pur vincendo in Lombardia è proprio a Milano che ha perso il maggior numero di voti).
Ebbene sembra che il Governo si prepari a varare due nuovi Ministeri, uno per il Mezzogiorno ed uno per aree urbane.
Mi pare che la cosa si commenti da sola... ..
Chissà..
Speriamo che non si convincano di aver perso voti fra coloro che sono stitici altrimenti potrebbero fare un Ministero per la Merda..

Gabriele Bernabini 13.04.05 10:47| 
 |
Rispondi al commento

Che gran bella letterina, perfino surreale, anche se a pensarci bene c' è da aver paura perchè ci riporta ad una realtà che purtroppo non riesce ad aprire gli occhi visto che l' INFORMAZIONE è controllata ad hoc. In questa maniera vengono nascoste delle immense menzogne che riguardano non solo i problemi giudiziari dei singoli politici ma anche quelli connessi al loro operato e cioè al nostro bel paese.

marco zanardini 12.04.05 23:27| 
 |
Rispondi al commento

Cari lettori, come si può arrestare la crisi economica di un paese cercando cervellotiche soluzioni di politica interna quando il problema viene dall'esterno?
A cosa serve fare lotte sindacali per i salari, portare avanti agguerrite campagne elettorali sull'abbassamento di tasse che nessuno più ha soldi per poter pagare, creando solo disservizi e nausee elettorali che nulla possono contro una disoccupazione crescente?
Le risposte sono sempli :"non si può" e "non serve a niente".

Allora un paio d domande sorgono spontanee:"Perché importare in europa merce proveniente da paesi extra UE come avorio, pelliccie di animali rari o protetti di incerta provenienza è illegale, mentre resta nella piena legalità e soprattutto esentasse importare nel nostro grande paese prodotti a bassissimo costo che distruggono la concorrenza del mercato interno?
Perchè chiudere gli occhi e distribuire nel nostro paese tranquillamente merci prodotte da persone che non hanno diritto ad un salario minimo garantito, ad un orario di lavoro massimo giornaliero non superabile, ed ogni altro diritto relativo allo prestazione ed alla sicurezza del lavoro di cui sarebbe superfluo parlare perché, va da sè che se è compresso fino a sparire il diritto al salario minimo che è fondamentale per poter parlare di una società democratica e civile, figuriamoci come sono oppressi oltre che compressi gli altrri diritti?!
Credo che tutti oramai avranno capito che si sta parlando di paesi come la Cina, tanto lodati dagli spettrali investitori delle multinazionali e tanto ignorati dalla nostra bella e soleggiata Europa che è ancora convinta che i dazi non servano aniente.
Tuttavia, l'Europa, nelle sue convinzioni ha pienamente ragione, perché non servono i dazi per arrestare le potenze irrispettose dei diritti civili dei propri cittadini ed in particolare della propria classe lavoratrice, serve invece il blocco totale delle importazioni, per ottenere i due risultati che a tutti interessano: 1) la moralizzazione del paese in questione, quindi la salvezza, anzi, la nascita di tutti i diritti di libertà e della democrazia vera e 2) la salvezza del mercato interno europeo e dei posti di lavoro di milioni di cittadini comunitari che ritroverebbero l'amicizia di quei simpatici imprenditori che mandano ironiche cartoline dal medio e lungo oriente.
Allora, Signor Presidente della Repubblica non diciamo che la Cina è una realtà economica a cui bisogna fare attenzione ed a cui bisogna avvicinarsi, diciamo che è ora di finirla di vendere in Europa e soprattutto in Italia palloni da calcio fatti da bambini o da adulti costretti a lavorare per 10 Dollari al mese e per 14/16 ore al giorno. Dicciamo che il nostro Paese non solo non vuole avvicinarsi all'economia Cinese , ma vuole contrastare questo modo di governare, se poi è il termine giusto, un popolo che non sa neanche cosa significa libertà di professare la religione cristiana o qualunque altra si voglia prendere ad esempio.
Io non ci sto!!!
Voglio i dazi, voglio il blocco delle importazioni.
Una volta c'era chi diceva:"vogliamo il pane ma anche le rose". Oggi io dico:" non voglio l'avorio e neanche tutto il resto", almeno fin quando tutto il resto non divenga il frutto di uomini liberi e non sia più una minaccia per la nostra economia e di conseguenza per la nostra libertà.
Scusate se mi sono permesso di esternare così di getto queste idee che mi sono venute in mente ma volevo solo rendere qualcuno partecipe del mio pensiero che voleva essere una semplice critica umana senza offesa per nessuno.

gennaro eufemia 12.04.05 22:44| 
 |
Rispondi al commento

In riferimento a quanto scritto dal signor Gabriele Albano.
La lettera inviata dal signor Benni, pur nel suo aspetto ironicamente beffardo, muove su punti di forza delineati e inequivocabili. Quindi non allegorici. Metaforico e burlesco è lo sfondo, non lo stretto contenuto.
Non condivido pertanto l'ermeneutica gentilmente offertaci dal sig.Albano, primariamente perchè viziata da una sottile contraddizione.
Egli afferma che il senso della lettera non riguarderebbe un eventuale licenziamento del Presidente del Consiglio. Sostiene invece che il contenuto sarebbe individuabile in un appello al Presidente della Repubblica affinchè vegli sul governo. Se così fosse la lettera del sig.Benni sarebbe insignificante: è un'ovvietà che il Presidente della Repubblica vegli sul governo e sul Parlamento, e che eserciti continuativamente queste prerogative, esplicandole ad esempio nel potere di rinvio o nel potere di messaggio. Poteri che nei fatti questo Presidente ha già esercitato. Dunque delle due l'una: o la lettera di Benni è insignificante ovvero il suo significato non è quello intravisto dal signor Albano.
Ma andiamo oltre. Il voto recentemente espresso, il cui risultato è indubbiamente in sfavore del Polo, tuttavia non significa che eventuali elezioni per il rinnovo del Parlamento abbiano identico risultato. Resto comunque in attesa di dimostrazioni teoriche contrarie.
Infine non appare sensata la distinzione dei destinatari. E' tautologico affermare che il destinatario del messaggio è il lettore e che il contenuto a lui rivolto è il medesimo. D'altro canto è una lettera aperta, aperta a chi se non a tutti?
Saluti.

Franco Lizza 12.04.05 19:31| 
 |
Rispondi al commento

Come sempre Stefano Benni se rivela un GRANDE. Bravissimo più che votare contro, in democrazia, il popolo non può fare. Rivoteremo e lo manderemo a casa. PER SEMPRE!!!!!!!!!!!!!!

Rodolfo Lago 12.04.05 18:58| 
 |
Rispondi al commento

ho assisitito allo spettacolo di ieri a perugia e mi e' venuto il dubbio sentendoti parlare che tu non sia bene informato su quello che fanno i nostri soldati quando sono inviati in missione di pace; io lo so, perche' ho partecipato come ufficiale del battaglione san marco a varie missioni (somalia, albania, bosnia) e ho molti colleghi in iraq che si fanno un ... cosi' tutti i giorni per aiutare gli abitanti di nassiria in tutti i modi possibili; non credo proprio che tutto questo possa essere definito guerra e a me e a quelli che fanno quello che facevo anche io non piace proprio perche sono delle grosse falsita' ciao marco

marco ciofetta 12.04.05 18:54| 
 |
Rispondi al commento

Credo che lo scritto di Benni sia una favola che cerca di utilizzare la metafora per mandare un messaggio di tipo politico. Certo leggendo la letterina un costituzionalista, miope mi permetterei di dire, potrebbe fare delle rimostranze come più di qualcuno ha fatto. Il senso di tutto non è però, credo, la richiesta a Ciampi di "licenziare" Berlusconi. Il messaggio che io condivido, ha due destinatari: il primo è Ciampi a cui viene chiesto sostanzialmente di stare attento e di non accettare i pasticci vari che si prospettano, visto che questo governo legalmente in carica da un certo punto di vista, il punto di vista politico, non è più leggittimato dal voto popolare che ha dimostrato con particolare intensità la sua contrarietà all'operato del governo. Questo governo e questa maggioranza pur avendo rispettato formalmente la carta costituzionale non hanno rispettato la volontà popolare.
Il secondo destinatario è il lettore e le finalità sono le medesime delle prime.

Gabriele Albano 12.04.05 18:46| 
 |
Rispondi al commento

Ho appena finito di leggere un'articolo su Repubblica.it dove si parla di quanto guadagni un politico e ho trovato la cosa (come già tante altre volte) davvero scandalosa. Non credete che guadagnino troppo senza realmente meritare tale stipendio? non credete che abbiano troppi privilegi?
non credete che un'adeguamento a livelli "umani" dei loro stipendi e dei loro sprechi potrebbe portare un'aiuto concreto al deficit del paese? perchè di questa cosa non ne parla mai nessuno come se fosse un tabù su cui nessuno può mai permettersi di mettere bocca? Io trovo la cosa assai scandalosa in un paese che di scandaloso a fin troppo.

Carmine Stanco 12.04.05 17:13| 
 |
Rispondi al commento

E che Buon Santo invochi: ma Ciampi non è quello che ha firmato la Cirami (chiaramente incostituzionale) e la legge salva Rete4 (negando le frequenze a chi ne aveva diritto da anni), per tacere del resto?

Antonio Madeddu 12.04.05 16:23| 
 |
Rispondi al commento

In merito alla lettera aperta firmata Stefano Benni.
Il signor Stefano Benni, autore letterario di indubbia caratura, invita il nostro Presidente della Repubblica a prendere provvedimenti nei confronti del Presidente del Consiglio accusato di voler "rompere la Costituzione" (ed altre amenità che qui non affronteremo in quanto non attinenti).
Invito dunque l'autore a voler prendere in considerazione la nostra Costituzione. Procediamo ad una brevissima disamina dei punti rilevanti ai fini di un esaustivo commento dell'affresco offertoci dal signor Benni:

a)Ordinamento della Repubblica.

b)Revisione della Costituzione.

a)Non pare ,nella ATTUALE Costituzione, esistere un potere di "licenziamento" del governo da parte del Presidente della Repubblica. Esiste tuttavia un potere di nomina, esercitato ad inizio legislatura (ovvero in seguito a dimissioni del governo) interpretando la volontà popolare così come filtrata dal voto relativo all'elezione di Camera e Senato. Esiste, invece, un potere di scioglimento delle Camere, previo parere dei Presidenti delle stesse (art.88). Forse a questo si riferisce il signor Benni quando parla di: mandare via il governo (non è per caso che il sig. Benni ha in mente un sistema costituzionale presidenziale o di premierato, che poi implicitamente critica quando accusa il Pres.Cons. di "stracciare la Costituzione" e di voler "madare in pensione" il Presidente della Repubblica? Per la serie: paradossi e diallele). In ogni caso è bene ricordare che il suddetto potere di scioglimento è esercitao laddove Il Parlamento non sia in grado di esprimere una maggioranza stabile e continuativa. Si tratta dunque di un vizio che va ricercato all'interno della dialettica Parlamentare non all'esterno, nel corpo elettorale. D'altro canto le tornate elettorali cui fa riferimento il signor Benni sono si indicative di un orientamento politico, ma di un orientamento che riflette gli ambiti a cui quelle consultazioni si riferiscono (Regioni, enti locali in genere et cetera). Nulla vieta di pensare che alle elezioni per il rinnovo del Parlamento gli equilibri possano differire e anche di molto. Si potrebbe obiettare che la scorsa legislatura è stata caratterizzata da questo stesso fenomeno (ossia: elezioni regionali e affini sfavorevoli alla maggioranza parlamentare e successive elezioni "politiche" di egual segno - peraltro non pare che allora sull'opportunità di mandar via quel governo il signor Benni abbia proferito parola). Contro questo tipo di obiezioni e contro qualunque tipo di argomentazione del tipo: "la storia, gli eventi passati dimostrano, insegnano che.." si veda Popper: Miseria dello storicismo e La società aperta e i suoi nemici.
Per chiudere sul punto a) ricordiamo l'art.1 non a caso posto in testa, a presidio dell'intero dettato costituzionale: "La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle FORME e nei LIMITI della Costituzione". In Costituzione la democrazia nella sua formailità architetturale prevede che le Camere siano elette per cinque anni, che i suoi membri non abbiano vincoli di mandato ed un insieme di regole per delineare una democrazia parlamentare, che al fine della presente analisi sono non rilevanti. Altra cosa è la democrazia sostanziale, così denominata in riferimento ad una volontà generale di matrice roussoviana, essa significa ammiccare ad un approccio populistico e fare delle parti il tutto, in spregio ad ogni forma e ad ogni principio, in spregio ,soprattutto, alla certezza del diritto. Per cui, una eventuale tesi, che ritenesse il Presidente della Repubblica interprete (quasi aruspice) della volontà popolare IN QUANTO TALE, sarebbe non solo contraria agli enunciati della Costituzione, ma addirittura richiamerebbe nefasti echi Hegeliani, che, a mio modesto avviso, con la democrazia hanno poco a che fare.

b)Ritorniamo sul tema ROTTURA della Costituzione e così facendo completiamo il quadro.
La riforma costituzionale di cui si tratta in questi giorni (definita devolution e premierato, per intenderdeci) si inquadra callidamente nel procedimento di revisione previsto dall'articolo 138cost. (che per esigenze di concisione non citiamo integralmente). L'articolo prevede la possibilità di una riforma sebbene passante per procedure aggravate: doppia deliberazione a distanza non inferiore ai 3 mesi, approvate a maggioranza assoluta dei membri di ciascuna Camera, nella seconda deliberazione. Successivo- entro 3 mesi- ed eventuale ricorso a referendum su richiesta di 1\5 dei membri di una Camera, 500000 elettori o 5 consigli regionali. Ipotesi quest'ultima che non si applica quando a favore della riforma si siano espressi i 2\3 dei componenti di ciascuna Camera in seconda votazione. Allo stato attuale siamo ancora in corso di approvazione parlamentare e non sembra che il meccanismo, il cd. iter di revisione costituzionale ( nè nella realtà nè nelle intenzioni) sia in alcun modo violato. Insomma si può criticare nel merito una riforma, questo è indubbio , ma non bisogna permettersi di etichettare una riforma per quanto lonatana dalle nostre idee ROTTURA della Costituzione. Atti come questi sembrano deliberatamente idotti a ingenerare l'idea che qualcuno stia alterando le regole della convivenza senza averne il potere, quando ciò in realtà non accade. Ciò non significa, mi piace ripeterlo, che nel merito questa riforma sia encomiabile, chi scrive ad esempio non lo ritiene affatto, così come non ritiene che molti provvedimenti di questo governo siano stati opportuni. Questo però, ai fini di una analisi dei problemi seria è ininfluente. L'importante è rammentare che il nostro punto di riferimento, la nostra stella polare è e deve essere la legalità. Solo in caso di un difetto di procedimento e ,dunque di legalità, si potrebbe gridare alla ROTTURA. Ciò nondimeno non si vuole affermare che la Costituzione sia un testo prescrittivo solo di FORME e non di SOSTANZA. La legalità inerisce anche la sostanza e la sostanza c'è, ed è contenuta in massima parte nella PARTE PRIMA del testo costituzionale. Rispetto alle riforme costituzionali un limite espresso c'è: art.138: la forma repubblicana, a cui si aggiungono altri limiti enucleati dalla Corte Costituzionle e che attengono ai principi fondamentali (eguaglianza, diritti inviolabili et cetera). Nella fattispecie in esame, tuttavia, questi limiti non rilevano.
La censura ,che parrebbe proporre il signor Benni, appare dunque, sotto questo profilo, priva di fondamento.

Ora la dignità dell democrazia, così sventolata ed anelata dal signor Benni, presuppone come pricipio e come fine dell'agire istituzionale e politico una costituzione. Essa va rispettata da chi è istituzione e da chi non lo è. Cioè a dire anche da chi vota e si esprime in pena libertà. Gridare a rotture, colpi di stato e affini, non fa che distogliere, quando è così disinvolta e sfacciata (in quanto prescindente una accurata lettura degli enunciati costituzionali), dalla valutazione del merito e dalla critica- positiva o negativa -dell'agire dei governanti e delle istituzioni in genere.
Ringraziando per lo spazio offertomi, distintamente saluto.

Franco Lizza 12.04.05 16:19| 
 |
Rispondi al commento

Tranquilla Giulia Gorgazzi, se avessi voluto attaccare gli intellettuali DI SINISTRA avrei citato quelli che difendono i terroristi come Battisti.
Sarà anche un riportare una voce, ma la validità della frase resta (o mi stai dando del pallista?), poi tu interpretala come vuoi.
Grazie per il qualunquista, però mi sembra che tu abbia un po' la coda di paglia: io ho voluto e inteso parlare degli intellettuali in GENERALE.
Ma come sempre in Italia se non sei schierato ti schierano per forza.

Francesco Lucini 12.04.05 15:24| 
 |
Rispondi al commento

Silvia Mini 12.04.05 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei fare una piccola postilla sul commento di Francesco Lucini. A parte riportare un fatto di seconda voce, mi pare che tu abbia un po' travisato un semplice commento sull'abitudine di taluni di abusare dell'automobile. La presunta frase: "Io questi Italiani che fanno la coda ogni mattina in tangenziale come pecoroni non li capisco proprio!" non contiene un rimbrotto verso chi E' COSTRETTO a raggiungere il posto di lavoro in macchina (anche in una città come Milano esistono zone carenti di mazzi pubblici, lo sappiamo tutti), ma verso coloro che, nonostante abbiano il tram sotto casa, prendono sempre e comunque l'auto. Insomma quella frase, detta per giunta in un paese famoso per le piste ciclabili, non mi pare tanto forte da contenere un messaggio irrispettoso per tutti coloro che si fanno il mazzo. Mi sembra invece il solito modo qualunquista di attaccare un intellettuale di sinistra.

Giulia Gorgazzi 12.04.05 12:19| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, guardati dagli amici.
Esagero ovviamente, ma vorrei raccontare un aneddoto che riguarda lo stimatissimo ed intellettualissimo Stefano Benni, raccontatomi da un amico.
Premetto, per evitare incomprensioni, che non sono nè di sinistra nè di destra, che cerco di esaminare ogni cosa secondo la realtà e non l'ideologia o la volontà di parte.

Tempo fa (mesi... un anno....) il mio suddetto amico si trovava ad abitare ad Amsterdam per lavoro.
Un giorno viene a sapere che in un circolo culturale italiano (se non ricordo male) è invitato come ospite il tanto osannato Stefano Benni.
Convinto di trovarsi di fronte un personaggio speciale, va all'incontro. E il tipetto con che frasi ti salta fuori? Con frasi tipo "Io questi Italiani che fanno la coda ogni mattina in tangenziale come pecoroni non li capisco proprio!"
Eh già! Com'è facile fare gli intellettualoidi, costruendosi una carriera ed una fama con la propria abilità di scrittori! Provasse a lavorare un giorno, una settimana, un mese, magari OBBLIGATO a farsi la tangenziale alle 7 di mattina per lo stipendio (e per nient'altro, non certo per spirito missionario o per masochismo)!
Perchè scrivere un articolo, un libro, un racconto, scritti BENE non è cosa da tutti e va riconosciuto. Però lavorare, senza offesa, è un'altra cosa e ci vuole RISPETTO per chi lo fa e si fa un mazzo tanto per arrivare alla fine del mese sgobbando come un PECORONE.
Questo per dire che certi intellettuali, rappresentanti di non so bene quale democrazia, di quale esempio di tolleranza o umiltà, non hanno secondo me la coerenza nei fatti di ciò che prima scrivono. Possiamo farne volentieri a meno.
Provasse a lavorare......

Francesco Lucini 12.04.05 11:24| 
 |
Rispondi al commento

Ieri sera, io e il mio "partner" (non mi sembra il caso di usare il termine "compagno") abbiamo partecipato allo spettacolo di Perugia. Grande! Io e Lui, fedi politiche opposte, ridavamo insieme... non da da pensare questo?
Io ho una figlia di quasi 20 anni, da piccola guardava "le avventure di Bianca e Bernie" da qualche anno ascolta la musica di Marilyn Manson... già! Devo dire però che nonostante ciò è una ragazza piuttosto equilibrata! Io ho fatto del mio meglio per farla crescere non con una fede politica, non con una fede religiosa, ma secondo democrazia, rispetto, libertà e uguaglianza, per prepararla a vivere in questo mondo a stare con gli altri ma senza farsi mettere i piedi in testa. Ogni genitore spera il meglio per i propri figli ma soprattutto un mondo migliore. E' arrivata così alla sua seconda chiamata al voto, le ultime elezioni regionali e provinciali, l'ho sentita per telefono quella domenica e le ho chiesto: ... sei andata a votare? La sua risposta è stata: Mamma,... ma chi cavolo devo votare? Tutti sono buoni di parlare come loro, anche io! ...Il Tizio ha 10 lauree, ha lavorato per il ministero x, l'altro ne ha 5 di lauree però è stato a fianco per dieci anni all'on. XY... ma di concreto queste persone cosa hanno fatto?... mamma, piuttosto che buttare via il mio voto, io non voto!!! Come darle torto?

Anna Maria Campagna 12.04.05 10:39| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti,
Forse approfitto di un posto che non è quello giusto.
Ma ieri ho riapprofondito in TV il caso Moby Prince 1991 e a proposito di rispetto delle minoranze, di dignità della democrazia credo proprio che di fronte a casi come questo si veda lo stato della Nostra democrazia. Priva di rispetto per il suo popolo per la sua gente, priva della sua Sovranità, che l'Italia non dispone, questo mi intristisce e non riesco nemmeno ad arrabbiarmi per il dolore che provo davvero. Si parla adesso vicini al 25 aprile come al solito di riconciliazione ma riconciliarsi con cosa ? Con chi ? Si vanno a cercare i terroristi gli autori di delitti degli anni "70-80, ed è giusto, ma le stragi di Milano, Brescia, Italicus, Bologna, Ustica, Moby Price: gli autori, i mandanti dove sono ? Chi li cerca ?
Il 25 aprile anniversario di una liberazione che oggi ancora oggi paghiamo.
Come riappropriarci della dignità della democrazia manifestando questo sgomento credo sia difficile.
Così ho scritto di getto, per sfogo o non sò, e la prima volta che lo faccio e Vi ringrazio tutti.
Ciao

Mimmo Salvatore 12.04.05 09:37| 
 |
Rispondi al commento

mmm, proprio le Cayman?

perché sporcare un posto così bello?

a chi è di destra, ovviamente, questa bacchettata a Berlusconi e Ciampi non può piacere. Ma per fortuna c'è chi riesce a scrivere ancora parole chiare, sarcastiche e realistiche...
certo qualcuno deve pur fare parte di quel 15%... spero che il prossimo governo terrà conto di questa minoranza...

Federica Castaldi 12.04.05 08:28| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Stefano, vorrei sapere di quale costituzione tu sta parlando se credi che un Presidente della Repubblica debba "licenziare" un Presidente del Consiglio dopo le elezioni amministrative.
Ma onde evitare di addentrarci nella selva costituzionale che tu dimostri di non conoscere affatto, vorrei sapere quale sia il concetto di democrazia cui tu fai riferimento. Democrazia vuol dire governo rappresentativo della MAGGIORANZA o prostrarsi alle richieste delle MINORANZE per non essere tacciati di INTOLLERANZA? Se fosse così allora rispettiamo quella MINORANZA di cittadini che vorrebbe il compimento della legislatura, secondo le regole costituzionali disegnate da uomini d'indubbia statura politica. Il bambino che tu ritieni sia conosciuto anche in europa non fa ne più ne meno quello che i suoi amichetti Shroeder e Chirac fanno, continuando a Governare in paesi con profonde contraddizioni al loro interno tra amm. locali e potere centrale. Quale presunzione di superiorità intellettuale ti fa sostenere che il giudizio dato da certi intellettuali Europei, su Berlusconi, sia giusto? Per quanto mi riguarda ci sono paesi che con l'attuale governo intrattengono ottimi rapporti e ne condividono la linea politica, magari per questioni di mera opportunità; questo se permetti mi fa venire il dubbio che "l'opportunità" muova anche chi invece, con questo governo non ha un rapporto così idilliaco.

Simone Gastaldo 11.04.05 23:12| 
 |
Rispondi al commento

Condivido la lettera di Stefano Benni (che oltretutto leggo) quello che continua a perseguitarmi e a non farmi dormire è cercare di capire come abbia fatto Re Media a farsi eleggere dagli italiani che fino a poco prima inveivano contro i politici corrotti e corruttori. Perchè, siamo diventati tutti falsificatori di bilanci criminali con reati da prescrivere, esportatori all'estero di capitali e dove sono finiti i comunisti che per anni hanno tiranneggiato in Italia e hanno chiuso in un gulag Pietro Taricone? un'altra cosa, mi potete confermare che sulla scheda elettorale delle precedenti elezioni c'erano effettivamente i nomi di Berlusconi e Rutelli? no perchè qui a forza di ripetere fregnacce mi risulta che viviamo in un paese dove gli italiani votavano direttamente sulla scheda il nome che abbiamo il bipolarismo, che siamo tutti piu' ricchi, che se acquistiamo l'economia gira con noi, sarà forse per questo che sono aumentati i prezzi? magari la gente ha dato retta allo spot e così aumentando la domanda sono aumentati i prezzi?mah....

Stefano Rossini 11.04.05 18:28| 
 |
Rispondi al commento

Benni dimentica che Ciampi in qualità di presidente della Repubblica ha promulgato l'orrenda legge che introduce il prelievo di parte di fegato da viventi sani (L.483/99) producendo menomazioni e qualche volta morte dei sani e favorendo il mercato della compravendita sotterranea, già in atto in Italia.
Da sempre armonizzato con la centrale del potere trapiantistico, quando era presidente del Consiglio dei ministri ('93-'94) , firmò insieme al presidente Scalfaro la legge che impone il concetto e la dichiarazione di”morte cerebrale” sui vivi in coma (578/93) e firmò anche la legge del prelievo delle cornee a domicilio dopo 20 minuti di arresto cardiaco (L.301/93), come avviene nei Paesi del terzo mondo.
Non ha evitato neppure il ridicolo! “nonno Azeglio” ha consegnato 6 medaglie d'oro al valore all'equipe (7.4.2004) che in elicottero si schiantò contro una montagna in Sardegna mentre trasportava il cuore strappato ad una donna a Roma per portarlo a Cagliari. Li ha definiti “ eroi che hanno dato la loro vita.” Per noi erano solo dei chirurghi, pagati, che facevano il loro brutto mestiere.
A quella donna vivisezionata, a cui hanno strappato il cuore mentre pulsava, la medaglia al valore, Ciampi, non l'ha data.
Può “nonno Azeglio” giudicare qualcun altro?

Nerina Negrello
www.antipredazione.org

Lega Nazionale Contro la Predazione di organi e la Morte a Cuore Battente 11.04.05 17:31| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Stefano, condivido pienamente il contenuto della tua lettera...siamo stanchi di questo "signorotto" e dei suoi affari privati.
Vogliamo vivere in un Paese normale, dove non regni la Mafia e una politica serva di pochi...gli italiani ne hanno le scatole piene.
Forse l'altra parte politica, tranne alcuni, non offrirà di meglio agli italiani, ma a questo punto è meglio togliere di mezzo questa maggioranza (lo è ancora???) inconcludente e distruttrice.
A presto

Paolo De Chiara - Giornalista - ISERNIA 11.04.05 17:26| 
 |
Rispondi al commento

Caro sig.Benni,
vorrei solo puntualizzare che il nonno Azeglio ...arriva dalla Banca d'Italia, associazione PRIVATA che presta soldi che non ha, rubandoli direttamente alla fonte dalle tasche degli Italiani :
trovo quindi perfettamente pregnante l'aggettivo CARO !!!

In buona sostanza, per non farci fregare a 360 gradi, non esistono alternative che mandare a "quel paese" tutti quanti !!!

ME COMPRESO

Antonio Vanoli 11.04.05 16:00| 
 |
Rispondi al commento

Per Stefano de luca: ma perchè i sostenitori del berlusca riescono sempre e solo a rispondere alle accuse dicendo che la sinistra al massimo ha fatto solo peggio? Perchè non riescono a dire mai quello che effettivamente di buono ha fatto la destra, se c'è davvero qualcosa di buono? (A parte l'occupazione per favore, con la favola che è aumentata, solo grazie ai lavori temporanei senza futuro...)

scott sweigert 11.04.05 15:56| 
 |
Rispondi al commento

Sfogo: non so voi ma mi sento sempre più triste, nel constatare l'inesistente spessore umano dell'attuale classe politica, a destra come a sinistra. E mi sento tristissimo nel vedere la lega al governo - il giorno prima sguazzano tra slogan antiitaliani concepiti da quozienti intellettivi da dodicenni, il giorno dopo entrano in Parlamento - emilio fede in tv, berlusconi col lifting ed i capelli nuovi, i discorsi trionfalistici su quanto stiamo bene e la perdita di contatto con la realtà del quotidiano.
Mi sento nel periodo più buio della nostra democrazia, sono stupito anche dalla stessa destra, che a mio giudizio vanta uno spessore un attimino superiore a quello di un partito che Beppe a suo tempo definì il Club di Topolino...
Come fa un partito come Alleanza Nazionale a trovare punti di contatto (morali attenzione, non politici) con forza italia...?
Come fa a non fare schifo anche a loro, tanta è l'evidenza dello schifo?
Sembrerà un po' strano ma tra i politici attivi in questo momento (escludendo quindi i senatori a vita) io vedo solo due nomi che possano dirsi "politici": Bertinotti e Fini.
Tutto il resto è tempo perso per loro e per noi.
E' uno sfogo, prendetelo in quanto tale.

scott sweigert 11.04.05 15:44| 
 |
Rispondi al commento

Premetto che le tasse per me sono solo aumentate, trovandomi al margine della fascia che si è spostata.
Si è spostata lei, non il mio reddito che con l'euro vale la metà, e trovandomi al margine inferiore della fascia superiore, mi ritrovo peggio di prima, e non arrivo più alla fine del mese.
Non lo chiedo per le tasse che pago, ma per tutto lo schifoso resto delle cose che sappiamo e che scrivi: Beppe forse i tempi sono maturi, perchè non ti affacci?

scott sweigert 11.04.05 15:31| 
 |
Rispondi al commento

Credo che questa lettera sia disdicevole ma visto che rispetto il pensiero altrui mi limiterò solo a commentarla. Se non sbaglio ci siamo recati a votare alle amministrative regionali e non alle politiche, poi non è detto che il voto delle amministrative rispecchierà alla fine il voto delle politiche! Qualcuno canta vittoria troppo presto si limiti alla vittoria del momento e non faccia inutile demagogia. Per quanto concerne il Cavalier Berlusconi c'è gente all'opposizione che non è neppur degna di allacciargli le scarpe e tanto meno chi fa scioperi della fame prendendo per il .... chi la fame la soffre non per scelta.

INTRA NATASCIA 11.04.05 15:25| 
 |
Rispondi al commento

Magari!!!
Magari fosse così semplice liberarsi del bambino e delle sue maledette figurine!!!
Era bello l'album al principio, quanti ci avevano creduto e lo avevano seguito: una specie di pifferaio magico. Ecco come era apparso.
Ma nonno Azeglio non può purtroppo cacciarlo dal cortile. No, non ne ha il potere. Lui la costituzione la deve rispettare, se no che custode ne sarebbe???
Allora tocca a noi: tanti di quei segnali dobbiamo mandare che alla fine dovrà pure capirlo una volta per tutte che il suono del piffero non lo sentiamo proprio più.
Ma temo che ci risponderà che siamo diventati sordi, ecco perchè non lo sentiamo!!!

Nicola Maresca 11.04.05 14:01| 
 |
Rispondi al commento

Brava Raffaella!!! Tu si che hai gli occhi bene aperti e, soprattutto le orecchie!!! Un saluto.

Laura Violante 11.04.05 12:07| 
 |
Rispondi al commento

sono d'accordo pienamente con quello che ha appena detto il sig. Carlo. E' vero, non cè distinzione tra Polo e Unione, entrambi fanno gli interessi dei "grassi" (dopotutto loro sono così.....a parte Fassino ovviamente). Le poche cose x i "magri" le fanno sempre sotto elezioni da bravi ruffiani, come togliere il ticket delle medicine ecc. ecc. Quanto è squallida la politica italiana! Che pochezza!Una politica fatta da televisione, Bruno Vespa, Emilio Fede, i comici, insomma da tutti meno che da veri politici.Perchè in questo paese non ne abbiamo e i pochi che ci sono o non contano nulla o non si vogliono giustamente immischiare con queste patetiche liti da condominio.Io non me la sono sentita di votare x queste regionali perchè non condivido nulla nè col Polo nè Con l'Unione. Perchè la mia vita non è mai cambiata in meglio grazie a loro ma grazie a me o a qualcun altro.I 2 schieramenti in Italia vincono, non x loro meriti reali, ma o x chè hanno un sacco di soldi x la campagna elettorale e promettono sfacciatamente cose mirabolanti,o x voti di protesta, mai x un reale senso, da parte degli elettori, di valore civico e democratico, di voglia di migliorare la vita propria e della collettività. Logico, con la scelta che hanno !!!

Laura Violante 11.04.05 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Caro Liminta,
premetto dicendo che non sono né di destra né di sinistra, ma sono una persona normale, con un'intelligenza normale (ma a quanto pare oggi come oggi è difficile trovare questa "specie" di essere umano!) che ha gli occhi e le orecchie abbastanza funzionanti da INORRIDIRE di fronte agli show quasi quotidiani del nostro (cito) "portatore nano di democrazia" (grande Beppe!!).
Io non voglio dire che tutti i mali dell'Italia siano dovuti al Berlusca, né voglio dire che "Monsignor Mortadella" sia un grande statista e politico, ma..SANTO CIELO! Il governo non esiste, esiste solo il Nano e il suo spropositato EGO, te ne rendi conto?? Lo sai che i "piccoletti" hanno il complesso della statura e, inversamente proporzionale, le manìe di grandezza?? Guarda, ti cito a mo' d'esempio solamente Napoleone, tanto per dirne uno... Siamo completamente in balìa del suo ego, lo vediamo dappertutto con il suo bel sorrisone a 104 denti, falso come i soldi del Monopoli, LIFTATO (!!!), "trapiantato" (purtroppo solo i bulbi piliferi, un pochino di cervello già che c'erano??), apri gli occhi, aprite gli occhi o voi che lo avete votato anni or sono! Ma ti rendi conto che siamo in mano a una persona che ha il monopolio dell'informazione, della TELEVISIONE (!!) che è la cosa più grave, perché oggi la gente non legge più, guarda solo la TV (anche qui ci sarebbe da aprire una bella parentesi su tutta la spazzatura che ci propinano, ma se no mi dilungo troppo!) e crede a tutto quello che vede e sente in TV (anch'io mi sento molto come in "1984")!
Non basterebbe tutto questo spazio per elencare tutte le capperate che in questi anni il Nano ha detto in pubblico, e io COME ESSERE UMANO PENSANTE MI SENTO OFFESA NELLA MIA DIGNITA' E INTELLIGENZA VA BENE? Ma possibile che io mi debba VERGOGNARE di essere italiana perché abbiamo un pagliaccio che fa ridere tutta Europa con le sue "barzellette"?? Ma ti rendi conto, racconta le BARZELLETTE!! E tu hai il coraggio di dire che quelli come me ABBOCCANO subito appena un comico li fa ridere?? RIDIAMO PER NON SPARARCI UN COLPO IN TESTA!! SIETE VOI CHE AVETE ABBOCCATO E CHE ANCORA ABBOCCATE! Ma guarda tu, il mondo si è proprio capovolto, e,in questo hai ragione, la gente è ignorante, e non se ne accorge, ma non la gente che va ad applaudire Grillo che è l'UNICO che ci dice come stanno le cose, ma quelli che NON ci vanno, pensando nella loro ignoranza e ottusità che racconti palle e barzellette..!
Un'ultima cosa: la lettera di Benni è stupenda, la metafora non poteva calzare meglio, lo ammiravo già come narratore, e riconfermo la mia ammirazione, grandissimo Benni! E grandissimo Beppe per tutto quello che ci dai con le tue parole e il tuo impegno e, perché no?(alla faccia di Liminta!), con le tue battute al vetriolo che ci fanno tanto ridere! E grazie per questi spazi, questi sfiatatoi per scaricarci un po' dai gas asfissianti che ci circondano!
Lo so, ho divagato, l'ultimo pezzo non è per Liminta, lui non può apprezzare.... (scusa sai, non ce l'ho con te personalmente, ma con te in quanto rappresentante di una categoria folta che so che esiste, purtroppo anche nella mia famiglia.... E CHE CI VUOI FA'..!)

raffaella sapia 11.04.05 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Per coloro che pensano che il governo di centro sinistra significhi in un certo senso il comunismo, voglio dire che possano stare tranquilli in quanto non saranno mai prese posizioni estreme come quelle dell'abolizione della proprietà privata. Al riguardo voglio citare una mia esperienza: sono stato ad uno di quegli incontri elettorali di un candidato dell'Unione, ebbene guardandomi intorno, ho riconosciuto nei sostenitori ed attivisti, molta gente benestante, facoltosa, addirittura ricchi imprenditori edili, allora mi sono chiesto se fossero li per ideali o per puro opportunismo, in quanto avendo intuito la vittoria dell'Unione, la possibilità di ottenere qualche piccolo favore nel futuro. Vorrei proprio vedere questa gente che si privi e collettivizzi i propri beni...magari. Non esiste centro-destra e centro-sinistra, ma altri due schieramenti: quello dei grassi (ricchi) e quello dei magri(poveri) che stranamente sono mischiati nei due raggruppamenti politici del nostro paese.
Ma i grassi difenderanno sempre le loro posizioni economiche sociali, ed i magri rimarranno sempre tali.

Carlo Piano 11.04.05 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Stefano Zanola:
Ma non hai niente di meglio da fare che stare sul blog tutto il giorno a fare il pettegolo isterico, che sa tutto lui! Ma se sei così furbo e saccente mettiti tu in politica e dacci una valida soluzione anzichè punzecchiare tutti con la tua "intelligenza", che francamente mi sembra sprecata, visto che utilizzata solo per inveire in un blog, contro chi non la pensa come te!

Simona Ferreri 11.04.05 10:58| 
 |
Rispondi al commento

tacquino:
elenco nomi in acqua lete (cfr.DeVotoOli)

:))

edmond dantes 11.04.05 07:41| 
 |
Rispondi al commento

Caro Benni,
ti prego non mi dare piu' gli incubi.
Stanotte mi sono tornate in sogno le ultime elezioni provinciali di Livorno dove il centrosinisra presento' il Sig. Cutufa' che oggi vi presiede per il fund (da fund-picking).
Il sig Cutufa' a Livorno non lo conosceva nessuno ma l'hanno votato tutti per spirito di fiducia e servilismo democratico. Evidentemente ve l'ha mandato Picone. Se ben ricordo nel celebra film Cutufafa' era il cavallo vincente da puntare all'ippodromo, come tacquino riscossioni e tributi locali di Picone prevedeva, l'ippodromo luogo in cui fino agli anni settanta si diceva dovessero recarsi i meno capaci per le proprie prestazioni sportive (e non solo). Chissa' se questo e' il caso. Certamente bisognera' scegliere prima o poi fra 'fronti lignee' connesse alla centrale ordini attraverso porta seriale ( ormai quasi in disuso), e le cose da fare per gli abitanti di una citta'o provincia, senza calare dal cielo o dal tacquino/rubrica.

totus tuus
edmond :))

edmond dantes 11.04.05 07:36| 
 |
Rispondi al commento

grande Benni

Stefano "akiro" Meraviglia 11.04.05 00:38| 
 |
Rispondi al commento

Io ho scritto a Ciampi per veder rispettato il diritto allo studio,visto che si vanta in TV di essere il garante della Costituzione,ma la Sua segreteria mi ha risposto che non è competenza del Presidente e che demandava il tutto al Ministero della Pubblica Istruzione.
Quindi quando mi mancherà la carta igenica,saprò
cosa usare!La Costituzione è solo un proclama di intenti ma nessuno l'applica e la vogliono pure modificare!!!!!

Marina Boccatonda 10.04.05 21:18| 
 |
Rispondi al commento

PER FABIO GREGGIO

mi è piaciuto molto il tuo contributo,avessi io questa capacità di sintesi..

GIORGIO VALGOLIO 10.04.05 17:35| 
 |
Rispondi al commento

Carisssimo Stefano, sono una bambina del tuo stesso cortile e, dopo essere stata per qualche tempo parte di una minoranza non avendo personalmente scelto ma subito quel bambino di cui parli, mi trovo improvvisamente e felicemente a scoprire che moltissimi altri bambini, anche quelli che prima non erano d'accordo e cedevano le loro figurine migliori in cambio degli scarti, adesso la pensano come me!! Così volevo unirmi al tuo appello a nonno Azeglio affinchè impedisca a quel tizio di cui sai di demolire le leggi democratiche più di quanto non abbia già fatto appellandosi al famoso contratto che io però, come ti ho detto, non ho mai firmato!! A tal proposito mi hanno spiegato in verità che questa carta, recapitatami se non ricordo male a casa a mie spese e che ho provveduto velocemente a cestinare senza neppure chiedere il rimborso del costo di spedizione, è un pò come un contratto ENEL: in una famiglia lo firma uno solo ma i relativi costi ricadono su tutti i componenti e questo anche in caso di disservizi o corto circuiti o prestazioni non richieste e, pensa, anche nel caso io preferisca stare al buio!! Chiusa detta parentesi, come tu ben sai, i bambini arroganti e capricciosi ci provano quasi più gusto a spadroneggiare e ad imporsi a tutti i costi quando gli altri non li vogliono di quando vengono richiesti a gran voce. Di conseguenza l'intervento di nonno Azeglio mi sembra quanto mai opportuno, per non dire indispensabile, affinchè quel bambino borioso sia finalmente costretto a capire una volta per tutte che il tempo delle vacche grasse è finito, come diceva sempre il mio professore di greco e latino prima dei compiti in classe. Con affetto e simpatia per te e il Livorno (anche se la mia fede è bianconera). Bianca

bianca del ninno 10.04.05 17:06| 
 |
Rispondi al commento

ammetto che non c'entra nulla ma dopo aver visto l' ultimo giro del moto gp di jerez mi vien da dire che sè ci fosse una persona la quale integrità fosse soltanto un decimo del coraggio di valentino rossi sarei disposto a reintruderre la monarchia ed incoronarla, altro che senatore a vita alla pari di andreotti...

robbin von gole 10.04.05 16:00| 
 |
Rispondi al commento

Se lo meriterebbe davvero il posto di senatore a vita, altro che balle...dire il contrario significa aver paura di chi dice la verità senza scioglierla in una damigiana di melassa buonista..

A parte questo, se quel posto l'ha avuto Andreotti ci può sperare chiunque, anche Alvaro Vitali, per me...

Marco Liminta 10.04.05 15:48| 
 |
Rispondi al commento

insomma mi pare che siamo più o meno tutti del parere che chiedere a ciampi di buttare il moccioso fuori cosi non sia un procedimento democratico.

ho sentito che Feltri voule che si proponga ad oriana fallaci il posto di senatore a vita, cosa ne pensate? certo che se poi ogni tanto prende l' aereo da new york per prendere la parola sene potrebbero sentire delle belle, magari lo trasmetterebbero anche in tv

http://www.myspace.com/thedeliciousdeadlyoctopus

robbin von gole 10.04.05 12:46| 
 |
Rispondi al commento

Mi rendo conto che non e' facile parlare di politica senza tirare di mezzo il tifo (qui detto con rif. al tifo da stadio). L'unico che vi riesce in modo perfettamente lineare e inquadrato rimane emilio fede, il quale daltronde di impegnativo ha per cosi' dire anche un cognome.
Assistiamo in politica alla gara per il 'Re del Marchetting' per il quale abbiamo oggi anche un capannone denominato Fabbrica delle Cassate, un programmone industriale (piu direi una butanade!)anche nell'ottimistica ipotesi che si tratti di calorie (gia' bruciate! ben prima di arrivare al dettagliante! e quindi non si sa di che parlare! tutti coperti, come vi fosse da coprire qualcosa!).

Prodi sa benissimo che Forza Italia alle prossime elezioni recuperera' un mare di voti per tante ragioni e in Fabbrica non ha un cannolo in canna. La sola cosa che sa fare e' aspettare, come sempre, daltronde desidera che il petardo grosso scoppi nelle mani di berlusconi, ma non tiene conto che nell'attesa dalema cerchera' di impallinarlo, e stavolta per sempre (a partire dalla richiesta di elezioni anticipate). L'unica vittoria di Prodi e' stata quella di poter rimediare (sempre in ritardo) alla grossa 'strunzata' delle primarie autoproclamandosi premier in cammino ..... (per la sua Fabbrica).

tutta roba da farci solo una mediocre sit-com :)
pensate che su odeon potrebbe persino pagare colaninno e dirigere santoro, sempre che la pubblicita' valga ancora qualcosa..... :)

edmond dantes 10.04.05 09:09| 
 |
Rispondi al commento

Mi sa che la lettera ha sbagliato indirizzo.
Mi spiego meglio lei chiede nella sua lettera al presidente della repubblica di mandare a casa il governo eletto dal popolo 5 anni fa, bhe me lo lasci dire ha scritto una boiata.Vede il presidente della repubblica non ha questo potere ovvero non può mandare a casa il governo al massimo scioglie le camere dopo consulto col presidente del consiglio ed in seguito indice le elezioni oppure nomina un altro presidente del consiglio che nomina un altro governo.
Questo suo scritto in cui si chiede a uno di sopprimere la volontà di molti espressa con il voto 5 anni or sono e segno che in cuor suo lei spera che in italia venga una dittatura in quanto e noto che quando una persona impone il suo pensiero ed il suo volere bypassando la volontà della sua nazione si ottiene il dispotismo come risultato.
vorrei poi ricordare a lei ed agli altri lettori che la sinistra non ha ancora pubblicato un programma in caso di vittoria elettorale, se come da qualcuno auspicato si andassea votare ad ottobre dubito molto che il voto possa essere ritenuto segno di considerazione in base ai programmi presentati ma in realtà risultato di una situazione emotiva.

Boano Igor 10.04.05 08:41| 
 |
Rispondi al commento

DAI BEPPE ENTRA IN POLITICA CHE TI PROMETTIAMO UN MILIONE DI VOTI.
DAMMI LA FELICITA' DI VEDERTI IN PARLAMENTO E LA MOTIVAZIONE PER RIAPPASSIONARMI A QUESTA POLITICA MORENTE

GIUSEPPE BONAZZI 10.04.05 08:00| 
 |
Rispondi al commento

Ciao zione Stefano,
ma tu hai visto quanti commenti ha "innescato" il
nostro Beppe nel pubblicare la tua lettera?

Ed a pensare che a prendersela con Ciampi è come sparare sulla Croce Rossa. Si, perchè da quando è il nostro Presidente e ci fa venire certi luciconi con l'Inno d'Italia, come fai a prendertela con lui?

Ma dai, dai che lo sai e lo sa anche Beppe e lo sanno tutti che il vero obiettivo era, è, e sarà sempre lui: il Berlusca. Il nostro amato e odiato, disprezzato e osannato Berlusca.

E pensare che c'è un sacco di gente che a parlare ed a far parlare di lui, si fa il pane, il conpanatico e tante altre cose. Sono i famosi intellettuali di sinistra; artisti, scrittori, giornalisti, comici, registi ecc.ecc. Qualcuno si è preso addirittura il Nobel. A proposito tu come sei messo?

Guarda che non ce l'ho nè con te nè con Beppe. E' che, porca miseria, io non sono intellettuale, ed ogni mattina mi devo alzare alle 6 per andare a lavorare. E lo dovrò fare anche se cambierà il governo. Anche tu, vero?

Dai ti lascio. A dir la verità, mi sono un pò rotto di parlare sempre delle stesse cose. Vedo che tanto c'è un sacco di gente disposta a farlo.

Un altro abbraccio.

norberto casini 10.04.05 07:31| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi è imprenditore. Il 90 per cento dei politici è formato da imprenditori (sono tutti ricchi e - mica scemi, loro - investono). Berlusconi difende gli interessi degli imprenditori (di destra e di sinistra poichè "pecunia non olet") quindi Prodi mica lo può ostacolare fino in fondo, no? Ricordatevi che fu Bertinotti (fautore dell' "aboliamo la proprietà privata" - ok Fausto, dammi una delle tue tenute in campagna che per fare un mutuo io tra poco mi dovrò rivolgerere alla banca etica) a spaccare in due la sinistra e di fatto a consegnare l'Italia nelle mani del Cavaliere.
Elezioni anticipate ora? Naaaa! Sennò il Banana come fa a continuare a fare i loro interessi?
Occhio al Berlusconi Bis, ragazzi...

Alfio Brambilla 10.04.05 03:39| 
 |
Rispondi al commento

visti dall'estero (nel mio caso dal Brasile) i fatti della vita pubblica italiana assomigliano molto alle manovre che alcune decadi orsono appartenevano alle dittature militari sudamericane. sembra pure che la societá civile abbia in serbo capacitá impensabili di dirigere con una certa autonomia il proprio presente e il proprio futuro. continuiamo a suonare la sveglia perché la coscienza di tutti non si lasci riaddormentare nel torpore mediatico di false promesse.

damiano fortin 10.04.05 02:15| 
 |
Rispondi al commento

perfetta descrizione della situazione da parte di Fabio Greggio nel suo commento sottostante.

mi rendo conto di eccedere con i miei contributi rozzi, ed alcuni avranno difficoltà a perdonarmeli ma ho appena visto il mortadella intervistato nella sua fabbrica da un accondiscendente Lerner, stile vespino. Intervista registrata il pomeriggio e messa in onda in prime time secondo lo schema "vai col vento".

certo che però c'è una bella differenza tra lui ed il suo avversario lampadato con la sua autoironia tesa a ridicolizzare l' opponente.
Anche se la faccia di Prodi stà palesemente cadendo a pezzi, le cose che ha detto però mi sono parse sensate e riferite in modo pacato ed onesto, comprensibili persino da un pubblico di fede, emiliana per cosi dire. Sinceramente non vedo come si possa proporre un confronto diretto tra i due, mi pare quasi sleale.
Insomma, pur essendo vegetariano questa mortadella non mi pare del tutto malvagia, certo non fino al punto da mettermela sul piatto...

robbin von gole 10.04.05 01:37| 
 |
Rispondi al commento

VORREI SAPERE COME MAI NON TI CANDIDI ALLE ELEZIONI, VISTO CHE PRENDERESTI MILIONI DI VOTI?

ANCHE SE NON FACESSI POLITICA A 360°, POTRESTI
AIUTARE I NOSTRI FIGLI.

GRAZIE. UN PADRE FELICE MA MI DISPIACE.....

marco gamerucci 10.04.05 01:06| 
 |
Rispondi al commento

Il Buco con il Polo attorno
di Fabio Greggio

da: www.politikon.it


E così l’Italia ha detto no a Berlusconi.
Ci sono voluti quattro anni di Governo perché il Paese capisse.
E ha capito.
Ora nel Centrodestra analizzano le cause.
Le cause sono molto semplici. Più di quanto si pensi.
Eccole.
Il Paese ha creduto a Berlusconi, alle sue promesse, alla sua persona.
Il Polo non è una coalizione. E un uomo con dei partiti attorno.

Che Berlusconi avrebbe pensato molto a se si sapeva. Lo sapeva anche chi lo ha votato.
Ma la speranza che un grande uomo d’affari potesse arricchire anche una parte del paese era grande.
Meno tasse, più lavoro.
Lo spettacolo di un lungo periodo dedicato alla giustizia è stato il primo segnale.
Riforme e leggi nuove. Non per snellire la giustizia. Anzi. Per eliminare i problemi di Silvio.

Poi l’euro.
Il Governo non è stato capace di pilotare la nuova moneta. I prezzi sono lievitati.
L’Istat dice poco.
La sciùra Pina di Abietegrasso dice quasi il doppio. Lo vede con la spesa.
Lievitano i prezzi, a dismisura e mentre nel dicembre 2003 le zucchine schizzano a 10mila lire il Kg, il Premier sparisce per un mese.
Va a farsi un lifting.
Il Paese promette le prime purghe alle prossime elezioni.

Una parte del Paese, in tutto questo movimento, si arricchisce: commercianti, ma soprattutto
Grandi distributori e Grande distribuzione.
Silvio ha mani in pasta….
I consumi crollano e con loro la produzione relativa.
E’ crisi. L’Inflazione è al 15%. Per l’Istat mai stata così bassa.
E’ sciopero generale. Milioni per il Sindacato. Poche migliaia per il Viminale.
Berlusconi non ha più il polso del Paese. Gli passano dati fasulli. I suoi lacchè gridano al miracolo
Di un paese mai stato così bene: disoccupazione ai minimi storici, inflazione ridotta, debito pubblico in calo, stipendi che aumentano più dell’inflazione.
Alla sciùra Pina "non ci risulta"….continua

Cinque telegiornali su sette evocano il miracolo.
Berlusconi pensa ad un’Italia ancora con lui, credulona, malleabile.

Infine la ciliegina: la diminuzione delle tasse.

Un meccanismo che consente ad un avvocato di risparmiare 30 milioni di lire l’anno su un reddito di due miliardi.
Ma la sciùra Pina ha un reddito di 1000 euro il mese. Come moltissimi in Italia. E avrà una detrazione dai 15 ai 30 euro.
Una ricarica del cellulare. Il mese.

Brunetta in TV da Masotti afferma che 30 milioni al suo avvocato non gli cambiano la vita.
Li ho capito che il Polo non c’è più. Che la decenza era ai limiti. Che Silvio, per questo, avrebbe perso.

La sciùra Pina ha ascoltato. A lei 30 milioni avrebbero cambiato invece la vita.
Cambierà coalizione.
Ora c’è un buco enorme. Forza Italia perde qualcosa tra l’otto e il 10%. AN, UDC e Lega no. Anzi aumentano un po’.

Nel Polo si stanno facendo domandone grandi.
Dati, statistiche, incontri.
E pensare che basterebbe telefonare ai 13 milioni di sciùre Pina di Abietegrasso per avere la stessa risposta.
Niente miracolo? Si va a casa.

L’Italiano è un tipo pratico. Il suo termometro è il portafoglio.

Per un po’ di tempo si è creduto che l’Italia è fatta quasi solo ormai da Imprenditori, Liberi Professionisti, Notai, Avvocati, Baroni della Medicina.
Tutti candidati in Forza Italia.
Tutti tornati a casa.
Contrordine.
L’Italia è ancora il paese delle sciùre Pina.

Ora nel Centrodestra c’è un buco dicevo.
Un buco con il Polo attorno.
Sembra la vecchia pubblicità di una caramella alla menta.

Ma il dolce per Silvio è molto amaro.
E non è nemmeno molto bravo in TV.
A Ballarò D’Alema lo ha divorato elegantemente.
L’inizio della fine bel buco.

Fabio Greggio

Fabio Greggio 09.04.05 23:58| 
 |
Rispondi al commento

Illudersi non costa nulla; persino credere che il nonno possa sculacciare il nipotino (si, avete capito bene: nipotino, o vorreste forse negare che Ciampi non sapesse quel che combinava il ducetto di arcore quando comandava solo le sue industrie e lui teneva i cordoni delle borse delle banche che gli prestavano i soldi?)
La verità è che nessuno ci assicura che cacciato il discolo dal cortile, quelli che restino siano meglio di lui... In fin dei conti non erano loro che lo avevano invitato a rifare l'Italia in quel buco nero che era la bicamerale, ben sapendo d'avere a che fare con un plurinqusito? Come fare una legge sulla prostituzione chiamando a legiferare in materia Jack lo squartatore...
Spazzarli via tutti sarebbe meglio, perchè come ebbe a dire Nanni Moretti con questi dirigenti non si va da nessuna parte.
Sarà meglio prepararsi al dopo: un day after da lacrime e sangue con Prodi e i suoi impegnati nel da farsi per rimettere insieme i cocci dei disastri del nanetto...
Tempi grami, ma meglio del regime...

mario uccella 09.04.05 22:50| 
 |
Rispondi al commento

Io credo che il bambino prepotente sia una vergogna per questo paese... io non condanno chi vota a destra o sinistra condanno chi fa in modo che quell'essere prenda in giro tutta l'italia con la sua arroganza... direi che ora di darci un taglio.... italiani che ancora non avete aperto gli occhietti......apriteli!!!! che ormai e' giorno.......!!!

Alberto Giuliani 09.04.05 21:08| 
 |
Rispondi al commento

sottoscrivo in pieno quanto detto da Oriano Spazzoli qui sotto... perfetto

robbin von gole 09.04.05 20:53| 
 |
Rispondi al commento

Affondare Berlusconi non basta; bisognerà fare in modo che sparisca dalla scena politica e anche questo non è sufficiente.
Occorre che a nessuno che si trovi nelle stesse condizioni, e cioè con interessi finanziari fortemente ramificati e affondati in ogni settore del paese e quindi perfettamente in grado di pilotare il mercato (altro che libero mercato), incapace di rendere conto degli enormi introiti che gli hanno permesso di aumentare la portata dei suoi affari, introiti coincisi con le sue frequentazioni più o meno dirette con i boss della nuova mafia, e per di più con in mano una larga fetta dei mezzi di informazione venga più in mente di mettersi in politica.
Bisognerà che in futuro simili soggetti non si spaccino più neanche come imprenditori.
L'impresa in realtà si deve fondare su idee e lavoro compatibili con lo sviluppo di una società sana (onesta).

Oriano Spazzoli 09.04.05 20:46| 
 |
Rispondi al commento

X Pierre Robes:
hai scritto:

Si tratta, semmai, di nazionalizzare i mezzi di produzione o di creare società miste capitale-lavoro. Si tratta di allargare la sfera d'influenza dello stato nel walfare. Allargare i diritti del Lavoro rispetto alle pretese del Capitale. Non di impedire la proprietà della casa o di un'automobile.
Quanto sia strumentale e speciosa la critica anticomunista è evidenziato da un fatto: nell'Europa degli anni trenta l'Italia Fascista era, per grado di statalizzazione dell'economia, seconda solo all'URSS di Stalin! Cioè, la destra (sociale) era quasi più "comunista" della Russia Marxista! Non dimentichiamoci che dopo il crollo di Wall Street il Duce salvò l'economia e l'industria italiana attraverso la creazione dell'I.R.I. Lo Stato Italiano, come accadeva nella Russia Comunista, divenne cioè imprenditore e banchiere.

:-)

Dissento totalmente, il progresso non può tornare indietro. Questo dovrebbe essere lo sbocco del comunismo? il Comunismo dal volto buono? Il problema sta qua, ancora a rincorrere il comunismo a nazionalizzare, ad accentrare. Ma allora come puoi parlare di anarchia come sbocco finale del comunismo ipotizzato da Marx? Non si riesce a capire che nazionalizzare ed accentrare vuol dire limitare i diritti di un individuo sottoponendo la sua libertà al bene Nazionale? Il vero problema è lo Stato e la sua NOMENKLATURA e le grandi concentrazioni di potere. E la concentrazione del potere è male. Allora che si fotta lo Stato e diventiamo anarco-capitalisti.
E smettiamola di nazionalizzare e accentrare: per esempio il mercato dell'energia. Accentrato. Grandi centrali e rete di distribuzione. Con i pannelli solari l'energia alternativa rinnovabile e le fuel cell, con la tecnologia di adesso, ci potremmo permettere di redistribuire la struttura della rete elettrica abattendo anche qualche traliccio. Le telecomunicazioni. Accentrate pure quelle: è evidente il monopolio telecom, retaggio del monopolio dello Stato. L'istruzione: sembra proprio che solo quella dello Stato sia la corretta istruzione. Ma non è così. Per non parlare delle banche. Grazie per l'attenzione.

lupo de lupis 09.04.05 19:52| 
 |
Rispondi al commento

x anna d' arcore
-
-

possibile che il tuo ragionamento si limiti a tracciare un nastro di moebius sul fatto che una pseudo-sinistra abbia "governato" per 4 anni l' Italia? -------


x Pierre Robes
grazie per aver completato il mio post di prima.


visto che già ci sono spreco ancora un po di tempo a scrivere...
a mio avviso il problema dell' Iatlia è la mancanza di una "cultura della legalità" e di un partito di destra serio che non sia afflitto dalla eredità
democristiana di clientalismo, demagogia filopapale e corruzione, o che debba combattere con un passato perso a seguire padri accecati da sogni di imperi
fascisti, leggi razziali e supremazia di una utopica razza italica para romana. Giusto per eliminare ogni dubbio, una razza italiana non e mai esistita
come non esitette mai una razza ariana, l' Iatalia è sempre stata un posto dove genti e culture di ogni provenienza si sono mescolate e gli italiani di
oggi geneticamente hanno in comune con i vecchi romani poco più di quanto ne abbia un cowboy texano con un alcolizzato apache. Beh, mi sa che sono andato
un pò fuori strada, comuque quello che volevo dire è che se ci fosse un partito di destra o conservatore serio e non un associazione di tifosi di un pubblicitario corrotto e populista senza ne prodotti ne idee,
potrebbe anche darsi che si formi un partito di sinistra o progressista che produca dei programmi attuabili per utilizzare le risorse e le menti di questo paese.

Inoltre bisognerebbe trovare il sistema per liberarsi di tutti quei partitini ridondanti che hanno l' unica ragion d' essere nel assicurare la poltrona a persone di dubbia coerenza.
Un modo per ovviare a questo problema che mi viene in mente scrivendo queste cavolate potrebbe essere quello di creare uno stato federale simile a quello tedesco e lasciarli governare nelle 7 o 8 regioni che verrebbero a formarsi.
Così potrebbero finalmente mettere in prova quel che sanno fare e di conseguenza grazie alla loro richiesta di prepensionamento potremmo liberarcene ben presto e magari anche innescare un processo di
formazione di personaltià con capacità di guida. Forse così il problema del sud si risolverebbe anche da sè nel giro di un paio di decenni.
Comunque il problema maggiore resta sempra la mancanza di una "cultura della legalità". Qui tutti cercano di fregare il prossimo e quindi alla fine anche o sopratutto lo stato, visto che non viene inteso come la comunità di noi cittadini per creare delle infrastrutture e impedire che i più furbi sene approfittino, ma come un organo di coloro che ci governano dedito a rubare dalle tasce dei loro sudditi . Di conseguenza bisogna creare un sistema proibizionistico che mangia mucchi di soldi per essere controllato e dove gli organi che controllano gli organi di controllo che controllano gli organi che controllano gli organi di controllo ne inghiottano ancora di più. Non per niente abbiamo di gran lunga il maggior numero di polizziotti e leggi e leggine al mondo, almeno in europa.

robbin von gole 09.04.05 18:09| 
 |
Rispondi al commento

Caro Liminta, meglio se il prossimo governo disferà tutto quello cha ha fatto questo. Parli tanto del resto d'Europa ma non leggi quello che i giornali di tutta Europa scrivono di noi e del nostro governo (a cominciare dalle "corna" del Berlusca nella foto di gruppo dei ministri degli esteri e dai suoi insulti gratuiti ai socialdemocratici tedeschi a Bruxelles, con Fini disperato che non sapeva più da che parte girarsi). Nemmeno io dico che quello di colui che tu chiami "Don Mortadella" è il migliore dei governi possibili...semplicemente non mi pare (ancora) una persona i cui interessi personali siano antitetici a quelli del paese.

Marco Bazzini 09.04.05 17:58| 
 |
Rispondi al commento

il presidente CIAPPI è lì per assicurarsi che nessuno metta mano al potere bancario..per il resto si può far quel che si vuole dell'italia...sx,dx..nn importa ..l'importante è che nessuno metta in discussione il sistema che vede a capo di tutto le banche,in italia come in europa come nel resto del mondo!

VOGLIAMO IL SIMEC!

roby cadeddu 09.04.05 17:51| 
 |
Rispondi al commento

sbrigati, nonno, che il tempo stringe. se proprio non ti va, almeno fallo mettere in castigo dalla signora Franca.

burma shave 09.04.05 17:27| 
 |
Rispondi al commento

X ANNA D'ARCO
Posso sapere qual'è il programma di Forza Italia?
continui a chiedere quello delle sinistre ma non mi chiarisci quale sia quello del Piccolo Uomo, dimmi quanti punti del famoso contratto con gli italiani a portato a termine, dimmi come mai ogni giorno sui suoi canali televisivi e cartacei afferma un concetto , il giorno dopo lo contraddice, il giorno ancora dopo lo riabbraccia cambiandolo e così via.
A me sembra di essere il protagonista di "1984" comunque se vuoi illuminarmi sul programma, non quello giornaliero mi raccomando!!, ne sarei felice e magari mi convinci che può essere definito almeno politichino; perchè il problema è proprio questo, non si tratta di dx o sx si tratta di un concetto politicamente astratto di nome Berlusconi che non ha a che vedere nulla con la politica ma veramente nulla!!
Sono anche convinto che i suoi alleati fatta eccezzione dei leghisti che a quanto pare comandano la maggioranza siano in totale imbarazzo sulle esternazioni dell'ometto io credo che Fini si trovi davanti a un dilemma amletico, lo immagino nella sua cameretta che pensa cosa sia meglio: far cadere il governo così da riguadagnare la faccia o continuare visto che senza l'idiota non riuscirà più ad andare al governo.
Fammi sapere sono molto curioso!!

massimo succi 09.04.05 17:07| 
 |
Rispondi al commento

Già, Bernabini, coraggio, ancora un altro anno...e poi finalmente con Don Mortadella potremo saltare definitivamente nel pozzo e riposare in pace...

Marco Liminta 09.04.05 17:04| 
 |
Rispondi al commento

Te lo spiego io perché...perché siamo in Italia...
Il paese del centrismo a oltranza, dove non puoi cambiare niente, perché la gente si lamenta di tutto, ma poi non vuole assolutamente essere toccata, figuriamoci privata di qualcosa...
Il paese del "Ma sì, prendila così, tanto campiamo anche oggi..."
Il paese del magna magna, dove ognuno fa solo il proprio interesse
Il paese senza amor di Patria...
Il paese dei fannulloni...lo dobbiamo ammettere, gli italiani lo sono geneticamente...perché l'efficienza dei servizi da noi fa letterlamente schifo? Perché per mettere in pratica ogni progetto ci vogliono anni? Perché conviviamo da decenni sempre con gli stessi problemi? Perché qua alla gente piace litigare, ma al solo sentire la parola lavoro gli si accappona la pelle... In paesi come la Svezia, la Germania, o nel paese che è campione mondiale dell'efficienza, il Giappone, le cose funzionano perché la gente lavora sodo, primo, e perché è cosciente di lavorare per l'interesse dell'intera nazione, e non solo per il proprio tornaconto personale...
E tutto ciò, purtroppo, non è colpa della destra o della sinistra, è colpa degli italiani...
Ma finché ce ne stiamo spaparanzati a suonare il mandolino, non possiamo lamentarci se gli altri paesi ci trattano come l'ultima ruota del carro...

Marco Liminta 09.04.05 17:01| 
 |
Rispondi al commento

Coraggio.. al massimo dobbiamo sopportare un altro anno.. E se è vero che in un anno ne può ancora combinare di grosse è anche vero che adesso anche nella sua maggioranza stanno ben attenti.. Un anno... Forse è meglio se la finisce questa legislatura così poi non potrà nenache fare la vittima (cose che gli è sempre riuscita tanto bene).
La cosa positiva è che è politicamente finito, indipendentemente dal fatto che le dimissioni siano date domani, fra un mese o un anno.

Gabriele Bernabini Commentatore in marcia al V2day 09.04.05 16:56| 
 |
Rispondi al commento

E soprattutto, che il nonno lo faccia fino a che ne ha il potere, ché se la riforma va in porto il prossimo Nonno della Repubblica avrà lo stesso potere della (povera e ipotetica) Regina Madre, tanta scena e nulla più.

Barbara Vasi 09.04.05 16:38| 
 |
Rispondi al commento

Sono un amico di livorno compaesano del Ciampi e giusto che stia attento perchè il signor x il pidduista con i suoi sta preprandosi ad occupare lo stato per i suoi interessi

gabriele monti 09.04.05 16:32| 
 |
Rispondi al commento

X ANNA D'ARCO
grazie del complimento...
ma penso che come me ce ne siano tanti in giro...
io sono classe '76..ovvero quelli della via di mezzo...
quelli che da bambini hanno conosciuto il ben'essere delle famiglie medie italiane e che può fare i confronti...mio padre e mia madre da dipendenti e poco + che 20enni han tirato su me e si autosostentavano..
ora io ne ho 29..e continuano a mantenermi perchè nessuno assume..perchè il lavoro della gente non ha valore..
ed allora io mi sono informato come mai che ci sia sx,dx,etc.. la situazione è sempre questa...
ho trovato informazioni sul SIGNORAGGIO.. e da lì è partito tutto..
cos'è la COMUNITA EUROPEA?da cosa è nata?
perchè la banca europea è privata ed è gestita da banche anch'esse private?
perchè in svezia stanno benissimo anche se sono a poco + di 3ore di aereo da qui?

io le domande me le faccio ed ogni tanto vedo le risposte nell'odierno...
il segreto penso sia tutto lì!

vogliamo cambiare la costituzione?benissimo..ma come?
vogliamo fare nuove leggi?benissimo ...ma come?

possiamo fare e non fare ..dipende sempre dal come e dal perchè...

poi dx,sx me ne frego...me ne frego pure della storia politica italiana...
io sò che non lavoro...e quando lavoro non riesco a campare...
sò che in germania stanno usando i pannelli solari...xchè siamo il paese del sole e qui no ed andiamo a petrolio e carnbone?
xchè nel resto d'europa l'adsl costa meno ed in svezia è diritto di cittandinanza averla?xchè qui no?

io voterò chi oggettivamente mi dimostrerà che può risolvere i problemi e stop!

roby cadeddu 09.04.05 15:42| 
 |
Rispondi al commento

non si può incancrenirsi ancora su destra e sinistra,Berlusconi và ben oltre; qui c'è di mezzo l'intelligenza umana,la dignità che lui calpesta quotidianamente;il governo di centro sinistra ha fatto ben poco(ora si lamentano della par condicio coglioni!!)ma di fronte a questa masnada bisogna fare quadrato ora,nel caso di elezioni anticipate,o alla fine di questo sciagurato quinquennio,cosa che mi preoccupa perchè un berlusconi cosi ferito mi fa molta paura

giorgio valgolio 09.04.05 15:31| 
 |
Rispondi al commento

caro Liminta che si lamenta...Benni tornerà a raccontare barzellette quando non avrà più la concorrenza del Nano che, tanto di cappello, a barzellette non la batte nessuno

Daniela Corradini 09.04.05 15:27| 
 |
Rispondi al commento

Ma si, dai, diamo la colpa di tutti i mali d'Italia all'Orco Berlusca, che tanto la gente è ignorante e applaude al primo scemo che la fa ridere! Voi sinistri non avete senso della realtà, è questa la verità, però sapete come giostrarvi l'opinione pubblica, travestendovi da comici e parlando da profeti di sventura! E il peggio è che la gente abbocca subito, perché questo è il paese del "Piove, governo ladro!"...
Si, demonizziamo il Dittatore Nano, in un paese in cui non puoi neanche cambiarti le mutande senza destare un vespaio di polemiche e grida all' "anticostituzionale!"
Voi bramate il momento in cui finalmente riavrete il vostro adorato Monsignor Mortadella al governo, che altro non farà se non perdere tempo a disfare tutto quello che ha fatto il governo precedente (questa è la norma in Italia...)...dopodiché vedremo quanto starà in piedi...non vi siete dimenticati la straordinaria longevità dei governi di sinistra pre-Berlusconi, vero?
Per quello che riguarda Benni, poi, mi auguro che torni a scrivere barzellette e la pianti con la presa in giro gratuita, facilona e assolutamente inutile...

Marco Liminta 09.04.05 15:15| 
 |
Rispondi al commento

X Robbin von gole

Il tuo intervento è PERFETTO.
Aggiungerei soltanto che sbocco finale del "socialismo rivoluzionario" era, nelle intenzioni e nelle previsioni di Marx, L'ANARCHIA, non certo il "socialismo reale" (e, dunque, anche lo Statalismo e il dirigismo dei piani quinquennali) che abbiamo conosciuto in U.R.S.S.
Marx scrisse "Il Capitale" prevedendo imminenti sviluppi rivoluzionari nelle società a grande sviluppo industriale dell'Europa Occidentale, segnatamente parlando di Inghilterra e Germania.
Invece, il Comunismo si è realizzato laddove non aveva senso realizzarlo: nella società più contadina e industrialmente arretrata dell'intera EurAsia, la Russia degli Zar. Un autentico controsenso: la dittatura del proletariato, di pochissimi operai...sui milioni e milioni di contadini! In realtà, tutto questo fu una grossa balla. Si trattava, infatti, di NOMENKLATURA. Dittatura della nomenklatura comunista SU TUTTE LE RUSSIE!

Più esattamente, potremmo dire che la Rivoluzione d'Ottobre fu la reazione alla tremenda crisi economica e morale del Paese seguita alla scellerata decisione dello ZAR di entrare in guerra: da una parte, milioni e milioni di giovani morti nelle trincee, e dall'altra un intero popolo affamato.

Il comunismo di cui oggi si parla non ha nulla a che vedere con LA DITTATURA DEL PARTITO COMUNISTA. Il regime democratico è oramai patrimonio consolidato di tutti. Si tratta di scegliere tra diverse ricette economiche. Non è in discussione la "proprietà privata". Si tratta, semmai, di ridistribuire il reddito con più equità attraverso l'unico strumento legale: la tabella percentuale delle imposte annuali. Si tratta, semmai, di nazionalizzare i mezzi di produzione o di creare società miste capitale-lavoro. Si tratta di allargare la sfera d'influenza dello stato nel walfare. Allargare i diritti del Lavoro rispetto alle pretese del Capitale. Non di impedire la proprietà della casa o di un'automobile.
Quanto sia strumentale e speciosa la critica anticomunista è evidenziato da un fatto: nell'Europa degli anni trenta l'Italia Fascista era, per grado di statalizzazione dell'economia, seconda solo all'URSS di Stalin! Cioè, la destra (sociale) era quasi più "comunista" della Russia Marxista! Non dimentichiamoci che dopo il crollo di Wall Street il Duce salvò l'economia e l'industria italiana attraverso la creazione dell'I.R.I. Lo Stato Italiano, come accadeva nella Russia Comunista, divenne cioè imprenditore e banchiere.

:-)

Pierre Robes 09.04.05 15:05| 
 |
Rispondi al commento

cara Monica Gobbato, visto che non hai lasciato nessun indirizzo per risponderti abuserò un pò di questo forum, al rischio di infastidire qualcuno.
Premetto che non sono comunista ne mi stanno simpatici quelli che si mettono in dipendenza da un idea di riforma vecchia più di un secolo, ne penso di aver capito tutto, anzi. Comunque ti consiglio di informarti almeno un pò meglio prima di sentenziare, mi riferisco alla tua esternazione:

comunista, concetto di per se aberrante, visto che è fondato sulla NonProprietà e lo Statalismo.

il comunismo è fondato sulla proprieta in comune dei mezzi di produzione di massa, tipo fabbriche, miniere, aziende agricole e cosi via. Non certo sull' abolizione della proprietà privata come la consideriamo generalmente, auto, appartamento, mutanda... il problema è che una strategia simile funziona solo se applicata globalmente e con il conseso di tutti, e non in concorrenza con un sistema basato sullo sfruttamento di 5/6 della popolazione mondiale basato sull benessere di 1/6 della popolazione globale.
Il comunismo non è fondato sullo stalinismo, se mai è l' inverso, per prendere un paragone drastico lo è come il colonialismo, l' inquisizione, le crociate, l' antigiudaismo-antisemitismo e chi più ne ha più ne metta sono fondati sull' cristianesimo. Ciò non significa che le parole attribuite ad un certo Jeshua di Nazareth un paio di decenni dopo la sua crocifissione richiedano quanto elencato prima, anzi. Ora Marx avrà pure teorizzato una rivoluzione eseguita con la forza ma come provato dalla storia non è quella una soluzione applicabile. Una parte non lo ha capito ancora oggi, ma la maggiorparte di coloro che si autodefiniscono comunisti mi pare che si basino sulla nonviolenza, almeno la maggiorparte di quelli in Italia, altrimenti 60 anni fà saremmo finiti in guerra civile come in Grecia.
In fin dei conti ciò che stà alla base del comunismo e del cristianesimo si assomiglia alquanto, ma il cristianesimo riceve l' autorità dalla parola di dio (o di suo figlio se preferisci) mentre le fondamenta del pensiero di ugualianza e pari opportunità che stanno alla base del "comunismo" sono dettate da riflessioni razionli della mente umana, riproducibili da ciascuno di noi. Per certi versi l' avversione della chiesa nei confronti del comunismo è comprensibile, inquanto per il clero deve apparire come un eresia che frena la loro macchina di denaro mafiosa. Poi alla fine si sono decisi di predicare anche loro la teoria della liberazione anche se sotto altre forme e mascherata bene, visto che in certe parti del mondo li viene comodoa.
Quando gli "apparatchik" comunisti qui in italia parlano di abolizione della proprietà privata si riferiscono al lontano futuro, che so io il 2300 non certo al prossimo governo, almeno lo spero. E alla fine non ci sarà altro modo di convivere, visto che nel 2050 già saremo quasi 10 miliardi (una situazione molto più simile ad un formicaio che a milano 2), e il sistema attuale non sarà più praticabile, come 100 anni fà il colonialismo era alla frutta.

Invece di predicare l' anticomunismo sarebbe meglio mettersi a cercare un sistema fondato sulla solidarietà, convivenza, pace e la ragione.

Detto questo hai ragione mi pare che le elezioni politiche siano tra un anno, ammeno che ai furbi che stanno al governo non convenga farle prima.

robbin von gole 09.04.05 14:27| 
 |
Rispondi al commento

D'accordissimo,la nostra non è una vera patria e non la sentiamo come tale(TRANNE QUANDO GIOCA LA NAZIONALE,SEMPRE CHE VINCA!!)...e questo vale per tutti:nord,centro e sud. Ognuno pensa al suo campanile e al proprio orticello,finchè non viene toccato quello nessuno si muove. Al massimo litighiamo tra noi ma finita lì. Parole,parole,parole..
In quanto al prossimo governo vorrei una cosa: PIU' GIOVANI E PIU' DONNE!!!A CASA TUTTI QUELLI CHE CI SONO ADESSO!!!!!!

Silvia Carnio 09.04.05 14:22| 
 |
Rispondi al commento

Non esiste patriottismo senza una patria da poter amare. E noi non abbiamo
una patria. Siamo, dopo i tempi di Mazzini, e molto prima dell'avvento del
fenomeno informatico, il primo, e forse l'unico popolo di uno stato
"virtuale". Un popolo dove una scrittrice di indubbio talento come la
Fallaci, ha dovuto farsi venire un tumore, prima di cominciare a
narrare la vera e nuda realtà, fanculo le storie d'amore e le limonate
epistolari. Lei oggi ci racconta della falsa sensazione di libertà degli
italiani, del nostro stato di polizia, della educazione civica punitiva che
abbiamo ricevuto, da sempre, dalle istituzioni. Ma anche lei, fintantochè
aveva qualcosa da perdere, dove cazzo è mai stata? Son tutti finocchi col
culo degli altri, è vero. Ma è anche vero che è facile diventare finocchi,
quando un culo da difendere non ce l'hai più.

Dan

Dan Collins 09.04.05 13:57| 
 |
Rispondi al commento

Ora siamo tutti contenti ehehehe x le sconfitte del premier si si ridete siate felici tanto a lui che gli frega ormai i C.z.i suoi li ha fatti e glieli abbiamo fatti fare e nn diciamo che nn si poteva evitare ora se perderà dopo tutto quello che ha combinato e combina rimarrà cmq sempre impunito e farà sono convinto la "fine" di Andreotti ospite d'onore nelle trasmissioni televisive che Vergogna quest'italietta e come diceva il grande Carmelo Bene 65 milioni di Italiani da imbecilli cioè italiani votano questo stato che il loro stato di cose è quello che è stato è stato e quindi nn è stato mai!!!! Ti ricordi caro Beppe quando nel 93 dicesti che dovevamo andare tutti un po in galera bhè sono passati 12 anni ma la storia nn sembra cambiare in questa democrazia basata su una libertà senza nessuna disciplina!!!!!

Salvio Imparato 09.04.05 13:49| 
 |
Rispondi al commento

x carlo piano

bell'analisi. grazie

grazie anche per la citazione di einaudi.

tosca albini 09.04.05 13:41| 
 |
Rispondi al commento

Il nano.... ci sono persone di bassa statura molto valide e positive che non hanno nulla a che fare con Berlusconi, così associerete la bassa statura al berlusconismo, conosco persone altissime che sono dei veri cretini, se poi per nano ci riferiamo alla statura morale, intellettiva, politica e così via, allora va bene... Le discriminazioni basate sull'aspetto fisico sono odiose, razziste e... indemocratiche.

Golia Golini 09.04.05 13:13| 
 |
Rispondi al commento

ESTE TIO ESTA LOCO, NO SE CANSA DE DECIR CABRONADAS, PREPONTENTE, MENTIROSO, MENTIROSO Y MAFIOSO, EY EL ENANO SE LLAMA BERLUSQUINO!
DESPIRTA ITALIA DESPIERTA MA NO CON LA TV

Herman Lopez 09.04.05 13:04| 
 |
Rispondi al commento

Napoleone e Berlusconi, due nani assetati di potere. L'Arco di Trionfo e il tronfio di Arcore.
Cayman come Sant'Elena? Me lo auguro di cuore, per tutti noi.

Gimmy Pegoraro 09.04.05 13:02| 
 |
Rispondi al commento

Un tombino occluso, un cassonetto ammaccato, un buco sul marciapiede. Basta è troppo: il mondo va in malora.
Tutti occlusori, tutti ammaccatori, tutti bucatori di marciapiedi: canaglie tutti, senza eccezioni!...? Eccetto me, qui alla finestra che scruto il cortile, si intende.
"Mi conscenta, signore .... grandi ventose per stappare tombini, cassonetti in acciaio temperato antiproiettile, marciapiedi in granito antisfondamento .... prendi tre e paghi una croce sul simbolo di Forza Cortile, il nuovo partito-non partito anti occlusori, anti ammaccatori e anti bucatori che senza inutili passaggi demoplutocratici dilaga direttamente in casa vostra".
Cazzo! Lo compro .... cioè lo voto.

Trapezio Ciufolotti 09.04.05 12:59| 
 |
Rispondi al commento

volevo un'informazione ho scaricato skype, ma ho norton che rompe un pò le palle, mi dice che skype.exe ta cercando di entrare in un servere dsn, che devo fare conento o blocco le connessioni u tutte le porte così come norton mi consiglia?

gianluca tresca 09.04.05 12:55| 
 |
Rispondi al commento

Art. 1 della Costituzione: L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.
La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.
Mai come ora questa norma e stata così disattesa, infatti la riscriverei: L’Italia è una Repubblica partitocratica fondata sul lavoro flessibile. La sovranità appartiene al popolo che la esercita in forma molto limitata dalla Costituzione e dalle leggi ordinarie.
Facciamo un po’ di storia, la Costituzione nasce nel 1948, nell’intento di dare una nuova forma di Stato e di governo, per l’appunto parlamentare, sostituendo un regime giuridico dittatoriale mostratosi fallimentare che ha avuto l’apice del suo insuccesso con l’entrata e la sconfitta nella seconda guerra mondiale. Ma nonostante le nobili intenzioni dei costituenti questa nuova organizzazione ha generato negli anni i suoi difetti culminati nella sacrosanta “rivoluzione dei magistrati” chiamata “mani pulite” che ha segnato la fine di un periodo storico-giuridico chiamato “prima repubblica”. Bene i difetti di questo sistema erano l’eccessiva predominanza di associazioni chiamate partiti politici che esercitavano di fatto un controllo totale su tutti gli aspetti del vivere ma particolarmente su quello economico, determinando quindi un limite all’effettiva libertà individuale.
Per cui il potere, appartenente al popolo, realmente era di una ristretta cerchia di politici e di influenti lobbi economiche-massoniche. Infatti il diritto di voto che è il perno della democrazia veniva dato da un elettore “lobotomizzato” dal panorama internazionale di guerra fredda che aveva creato un nemico “che mangiava bambini” da combattere, e dalle indicazioni della Chiesa, che aveva riposto in un partito che di cristiano aveva solo il nome, la sua fiducia. In questo contesto, dove il potere politico è appartenuto per 40 anni agli stessi schieramenti e agli stessi uomini, si è generato un malcostume fatto di corruzione, favoritismi, clientelismi elettorali, prepotenze, prevaricazioni, culminati in episodi estremamente grotteschi, riportati della stampa dell’epoca. Dal punto di vista economico tale partitocrazia aveva generato alta pressione fiscale a fronte di enormi sprechi pubblici, illusorio benessere che ha creato un indebitamento dello Stato assolutamente enorme, preoccupante e inarrestabile. Con l’entrata dell’Italia nella moneta c’è l’obbligo di rispettare dei parametri che dovrebbero porre al sicuro da mal gestioni finanziarie statali. Resta di fatto che l’enorme debito pubblico e crisi economica è ricaduto interamente sulle spalle delle nuove generazioni che incontrano una precarietà economica lavorativa sconosciuta negli anni precedenti, creando conseguentemente, delicati problemi sociali, come quello delle nascite. Purtroppo la “seconda repubblica” tende a far propri tutti gli errori della prima, forse per via di una cultura fortemente radica nel tessuto politico italiano. Nella speranza di trovare un’alternativa allo strapotere dei partiti politici, vedo nell’alternanza al potere di uomini, idee e schieramenti una possibilità di riparo verso il regime dei partiti.
Per concludere voglio menzionare una frase di un grande politico ed economista italiano:
Luigi Einaudi:
“(Prediche inutili, Torino 1962, p. 413) “il dogma della sovranità popolare non ha alcuna virtù assiomatica, non poggia sull’evidenza della sua verità, non è suffragato da alcuna dimostrazione razionale. È un mito, il quale non ha in sé alcuna virtù maggiore di quelli che in passato furono i suoi concorrenti: la grazia di Dio, il privilegio della nascita, il diritto di conquista, il plebiscito ed altri che al loro tempo servirono abbastanza bene alla bisogna ed ebbero il consenso dei popoli. Il dogma della sovranità popolare ha sostituito gli altri, perché nessuno può dimostrare che, venuto meno il consenso ad altri dogmi, ad esso sia possibile sostituir dogma migliore. Quando apparve chiaro che il metodo di rompere le teste o di ridurle al silenzio con l’olio di ricino o con la tortura ed il carcere o la morte non è accettabile, il consenso generale si fece pro’ del metodo di far votare le teste invece di spaccarle”.

Carlo Piano 09.04.05 12:53| 
 |
Rispondi al commento

tutta propaganda

ciro 09.04.05 12:29| 
 |
Rispondi al commento

Care Beppe Grillo,
Mi dispiace informarla che lei rischia di rimanere disoccupato perchè c'è un nuovo comico emergente. Questo comico milanese di "statura internazionale" organizza degli spettacoli che lei non riuscirebbe a concepire nemmeno in mille anni, pensi riesce a dire frasi del tipo :"La sinistra ha in mano tutti i giornali, e tutte le televisioni ad eccezione di San Emilio Fede...". Be mi dispiace ma secondo me non le riamane che mettersi in politica tanto se gente come Calderoli e Castelli fanno i ministri della Repubblica c'è speranza di lavoro per tutti.

P.S. Sei un grande non mollare mai

Andrea Proietti 09.04.05 12:24| 
 |
Rispondi al commento

In questi giorni tristissimi per la scomparsa del nostro Santo Padre , stiamo assistendo alla ennesima commedia all'italiana in cui una serie di individui , che ci dovrebbero rappresentare ,siano essi della maggioranza o dell'opposizione , parlano , simulano litigate , e dibattono su problemi che ben poco hanno a che fare con i problemi del paese.Parliamo di economia:
da una parte gli Stati Uniti con una bilancia commerciale resa sempre più disastrosa dal costo del petrolio ma un dollaro molto debole che permette alla grande industria di continuare la produzione a ritmi sostenuti, dall'altra la Cina e i paesi dell'est europeo con manodopera a basso costo e ritmi di crescita molto sostenuti,in mezzo l'Europa fatta dell'Italia, la Germania (con il più alto numero di disoccupati della sua storia),la Francia ecc. la cui produzione industriale è ferma da tempo.A cosa porterà una situazione del genere nel lungo periodo? Basta pensare a una macchina in mezzo a una pressa , e questo sarà il futuro dell'Europa se non ci si sveglia.
Ma parliamo dell'Italia , un paese che storicamente basa la sua ricchezza su agricoltura, e trasformazione di materie prime in prodotto finito. Ora , se l'imprenditore le materie prime , le importa i Cina o in Romania e apre li i suoi stabilimenti (come sta succedendo), è logico che quelli in Italia vengano chiusi.Allora bisogna cambiarlo questo paese no? bisogna sviluppare nuove forme di lavoro , nuove figure professionali no? Puntare su infrastrutture e turismo , ma con i condoni non si salvaguardia il territorio! Bisogna puntare sulla conoscenza, sulla tecnologia ma non so se ormai siamo in tempo per queste cose , non abbiamo molto investito nella ricerca e nell'alfabetizzazione informatica. Io 10 anni fa mandavo il curriculum vitae "All'attenzione dell'ufficio del personale" quindi persone.Oggi lo mando "All'attenzione dell'ufficio risorse umane" quindi non più persone ma risorse , siamo delle risorse come l'acqua, come il petrolio. Non più persone ma cose.Questa è la grande imprenditoria italiana.
Sono gli stessi che aumentano le tasse sulla benzina per "ringiovanire il parco macchine dei mezzi pubblici" e nel frattempo spendono 150 euro prima e 70 adesso per il "digitale terrestre" che quando l'hai comprato dici "bè ma adesso cosa me ne faccio i canali sono sempre quelli " e allora vai a comperarti la carta di una società di un uomo solo che a quel punto incamera soldi.
Ma parliamo di cifre:150 euro per un milione di decoder =150.000.000 di euro più un altro milione con il contributo di 70 euro fa 70.000.000 di euro , totale 220.000.000 di euro. Ci si rifaceva tutti i mezzi pubblici tranquillamente e invece chi ci ha guadagnato?

andrea ripamonti 09.04.05 12:20| 
 |
Rispondi al commento

per sapere cosa racconta in giro questo bimbo prepotente: http://silviob.splinder.com

silvio b 09.04.05 12:07| 
 |
Rispondi al commento

Vero...potrebbe rifugiarsi in un'isola alle cayman...ma per curiosità domando: è vero che in liguria non ha vinto Burlando...già condannato per le colombiadi...e indagato nel caso Parmalat???...se non è vero vi prego rispondetemi perchè ho perso qualche treno...grazie!!

Paolo Romano 09.04.05 11:50| 
 |
Rispondi al commento

ciao morris

lo spunto è solo provocatorio, ma "a fin di bene", perchè la costituzione impedisce al PdR di intervenire in qualsiasi diatriba tra partiti e coalizioni: è super partes.
qualsiasi cosa diciamo sull'argomento, serve solo per confrontarci fra noi. potremmo anche seppellire il quirinale sotto una valanga di lettere, ma non servirebbe a niente, ma non perchè ciampi non vuole, molto semplicemente non può intervenire, non rientra tra le (poche, infatti siamo una repubblica parlamentare e non presidenziale) prerogative a sua disposizione.

tosca albini 09.04.05 11:47| 
 |
Rispondi al commento

Caro bambino Stefano,
grazie per avermi scritto, hai fatto proprio bene; se non ci si rivolge al nonno in questi momenti...
Davvero il bambino prepotente ha più di figurine di tutti? Sei sicuro? Secondo me ti sbagli, io sono stato responsabile alla stamperia delle figurine per anni, me ne sarei accorto senz’altro.
Tu, Stefanino, che sei un bimbo giudizioso, cerca però di capirlo. Lo sai come sono i bambini prepotenti, sotto sotto hanno un gran bisogno di essere amati, forse più degli altri. Perché non provi a portargli un po’ di affetto? Lo so che i suoi amici vengono regolarmente messi in castigo, ma tanto dietro la lavagna non ci vanno mai, perché secondo la pedagogia moderna poi si traumatizzano e chissà che combinano da grandi.
E poi, mi ci vedi a scendere in cortile con la vestaglia, le babbucce di panno e il giornale arrotolato, a sbraitare come un pensionato qualunque? Che poi tanto non mi ascoltano nemmeno, anzi, mi fanno pure le linguacce.
Insomma, porta pazienza perché io non posso farci proprio nulla. Me ne starò qui tranquillo a tifare Livorno (ho pure le figurine) e a guardarvi giocare, come fanno tutti i nonni. O quasi tutti (ti ricordi che sagoma il bisnonno Sandro?).
Ciao e riguardati, un abbraccio dal nonno.

Davide Piretti 09.04.05 11:46| 
 |
Rispondi al commento

...qnannu passa garibaldi...

mara tirone 09.04.05 11:43| 
 |
Rispondi al commento

curriti picciotti!!!

emilio cucchiara 09.04.05 11:28| 
 |
Rispondi al commento

COMPAGNI
leggete il post del Sig.ROBY CADEDDU e meditate.
Ci sono persone come voi e persone riflessive come lui!
Imparate almeno un pò di umiltà, se proprio non riuscite ad esser seri e propositivi!
Buon finesettimana...e che il tempo vi porti consiglio!
:O)

Anna D'Arco 09.04.05 11:26| 
 |
Rispondi al commento

Ma le politiche non sono più avanti?
La democrazia è cambiare parlamento e governo quando ci sono le elezioni (politiche).

guido bernardi 09.04.05 11:21| 
 |
Rispondi al commento

anna d'arco ma dove vivi ???
nel capanno di arcore ??
hai preso il posto degli amici mafiosi del nano ??
forse al mattino dovresti lavarti la faccia con l'acqua fredda perchè sembra che tu viva in un sogno
se avessi amici all'estero dovresti sentire che belle cose pensano sul "nostro" governo
siamo la barzelletta d'europa
via il puffo rizzollato
ma non alle isole cayman
ma in galera dove dovrebbe stare da tanti anni !!!

michele giordano 09.04.05 11:16| 
 |
Rispondi al commento

Ciampi come Mago merlino????

Caro Benni, sei veramente convinto che rimuovendo il bambino prepotente risolviamo i problemi di questo Paese?
Provocatoria e arguta la tua lettera aperta, ma vista la tua autorevolezza, potresti inviarne qualcuna anche dalla nostra parte.
Il bipolarismo dovrebbe garantire la rappresentatività democratica anche per i partiti più piccoli e questo accade, certo. Il problema é che nel nostro Centro-Sinistra abbiamo un leader democristiano mascherato al momento da progressista, una Margherita che raccatta il peggiodell'ex DC rappresentata mediaticamente da un pupazzone idiota che é un vero cancro politico e che si chiama Francesco Rutelli, un D'Alema che dopo tutte le cazzate che ha fatto in passato dovrebbe avere il senso civico e sentire il dovere morale di sparire dalla scena politica, invece non si schioda, un'ampia panoramica di figure politiche mediocri e ingrigite come il cielo di oggi e una compagine sconfinata di acchiappapoltrone.
Non abbiamo vinto niente e sono i nostri avversari della maggioranza che hanno perso!
A noi mancano i politici con le palle, i presupposti ideologici in cui la gente si possa identificare con estrema facilità, programmi e gente che sappia fare la campagna politica, con la cognizione precisa di come ci si deve muovere nell'era della comunicazione in cui stiamo vivendo.
Cominciassimo a mettere in ordine casa nostra, a mio avviso, non sarebbe affatto male. O gli aspiranti acchiappapoltrone della nostra parte mettono da parte lo spirito di cura del proprio orticello e si annullano in un vero progetto politico alternativo, con senso di responsabilità e competenza, tappando la bocca a chi come Angius e va a Porta a Porta a parlare politichese come se stesse a colloquio privato con Fini, ignorando che si sta rivolgendo a milioni di persone, oppure aspettiamoci il colpo di coda del centro-destra. A pochi mesi dalle politiche tireranno fuori uno scandalo ad hoc, punteranno il dito sulla politica del piagnisteo della sinistra, si trasformeranno in martiri mediatici e noi....rischieremo di subire l'ennesima disfatta a causa di un branco di bambini cretini, boriosi e impreparati.
Ci sono molti asili infantili in cui sarebbe necessario mettere le mani, caro Benni. Cominciamo ad essere realisti nei confronti del nostro!

Tiziana D'Amico 09.04.05 11:15| 
 |
Rispondi al commento

x Tosca

Ciao! Mi sono riletto i post di Anna d'Arco, e anche quelli di (quasi) tutti gli altri: in effetti se non erro l'articolo che da' lo spunto a questa discussione è: "Lettera a Ciampi"... OK che va a parare sul futuro papa "pio tutto io", ma penso che
Stefano Benni volesse proprio parlare di COSA FARE E DIRE al nostro presidente della Repubblica.

O forse non ho capito niente... :-(

Non sarà che forse qualche magagna da tenere nascosta ce l'ha anche lui? (ex governatore della banca d'Italia...)

Ciao, Morris. morris@charliecinelli.com

Morris Sigurtà 09.04.05 11:05| 
 |
Rispondi al commento

proposta ai bloggers

perchè non smettiamo di rispondere a persone come anna d'arco e similia, che insultano la propria intelligenza (e non me ne può fregare di meno, è la sua) e la nostra (e me ne importa tantissimo, è la mia)?

noi che partecipiamo al blog, siamo tutti persone normali, nessun genio o esperto dei massimi sistemi, abbiamo fornito informazioni a iosa, ma a quanto pare le persone come anna d'arco non le recepiscono, perchè qualsiasi risposta, motivazione, informazione o altro, a loro non interessa.

tosca albini 09.04.05 10:46| 
 |
Rispondi al commento

sempre votato a sx...
tuttavia io aspetto il programma..xchè oggettivamente questo governo qualcosa di buono l'ha fatto...
sono + le cose cattive..ma ha fatto anche cosettine buone che però han necessariamente bisogno d'esser riviste...

se cmq questa volta la sx non ha 1programma reale,fatto per migliorare le cose e non per "controllare" e basta,per la prima volta,dò il voto a questo governo,turandomi il naso...dopo tutto è 10anni che mi turo il naso ed a stò punto si vota il meno peggio...

e dato che chi lascia la strada vecchia per quella nuova sà quello che lascia ma non sà quello che trova...ormai ho fatto il callo a questi quà...che mi si proponga qualcosa di valido altrimenti si continua su questo andazzo!!!

p.s. sono contro le elezioni anticipate...1anno è sufficiente per preparare 1programma come si deve...
lasciamoli finire il mandato e poi valuteremo tutto!

roby cadeddu 09.04.05 10:43| 
 |
Rispondi al commento

X CARLO CAMAROTTO
Caro Carlo, grazie di avermi dato una piccola indicazione.
e complimenti per la tua risposta seria e sensata.
SEI LA PRIMA PERSONA!
forse l'eccezione che conferma la regola.

Anna D'Arco 09.04.05 10:38| 
 |
Rispondi al commento

Il vero problema che affligge l'Italia e quella parte di italiani onesti è solo il seguente:

L'ITALIA è UN PAESE FONDATO SULLA TRUFFA, L'INGANNO E LE POSTILLE.

TUTTO IL RESTO SONO SOLTANTO PAROLE NEL VENTO.

DEDICATO A CHI CREDE ANCORA AI MAGHI, AGLI IMBONITORI E AI CONTRATTI PRESENTATI IN TRASMISSIONI TELEVISIVE (TELEVENDITE).

claudio suerta 09.04.05 10:30| 
 |
Rispondi al commento

Cara Anna,
hai mai visitato il sito dei DS?? Forse lì puoi trovare le risposte alle tue domande. Se le cerchi nelle televisione o nei giornali, sarà un po' difficile che la tua ricerca vada a buon fine.
Per tutti gli altri, il Governo Berlusconi è legittimanto a governare, l'importante è che lo faccia veramente badando agli interessi veri del Paese e non faccia un anno di governo-propaganda, assolutamente nefasto per le nostri sorti. Non avendo nessuna fiducia in quell'uomo, le votazioni anticipate sarebbero un buon motivo per sorridere

Carlo Camarotto 09.04.05 10:26| 
 |
Rispondi al commento

Mi fa piacere...ancora nessuno che mi sbatte in faccia il PROGRAMMA delle sinistre x risanare il paese....solo bla bla bla e ri-blablabla UFF come siete noiosi e privi di dignità!
++++solo sterili MONOLOGHI! risposte mai!

Anna D'Arco 09.04.05 09:46| 
 |
Rispondi al commento

Ma secondo me tra dx e sx al potere non c'è nessuna differenza: se le sono divise equamente la vecchia e cara Democrazia Cristiana che tanto volle bene al bel paese ed ancora si preoccupa per lei....

mascia pini 09.04.05 09:45| 
 |
Rispondi al commento

Pur essendo antiberlusconiano da sempre non condivido la richiesta di Benni perché il Cavaliere è stato eletto democraticamente e quando è stato eletto tutti sapevamo che avremmo dovuto "tenercelo" per 5 anni. L'errore fondamentale è originario: la sinistra, che pure voto, a suo tempo non ebbe il coraggio di non concedere l'elettorato passivo a chi, residente ad Arcore, padre di cinque figli, possedesse sei ville in Sardegna, vendesse più del 50% della pubblicità televisiva in Italia, possedese tre televisioni, fosse proprietario di banche ed assicurazioni e giornali, per cui adesso dobbiamo tenercelo finché regge, continuando a SGOVERNARE.
Se poi si aggiunge che il nostro buon Presidente Ciampi accettò dalle mani di Berlusconi una lista dei ministri tra i quali ve ne era uno condannato per oltraggio alla Costituzione la lettera di Benni appare anche male indirizzata.

Carmine Vergara 09.04.05 09:31| 
 |
Rispondi al commento

La metafora o satira che dir si voglia usata da Benni mi sembra abbastanza azzeccata.

Se estendiamo il concetto ad un panorama un po piu allargato, ci accorgiamo che non esiste solo un nonno rincoglionito e un bambino prepotente, assieme a loro ci sono tutti gli altri bambini della maggioranza e tutti i bambini dell'opposizione.

Fanno un gioco......lo fanno da anni, ed è chiassoso ed inconcludente; i genitori (che forse siamo noi) ogni tanto li sgridiamo con il nostro rimprovero (voto), ma poi siccome siamo in altre faccende affacendati................

Forse è arrivato il momento di far sentire la voce del genitore.

L'unico strumento che abbiamo e il BLOG, possiamo riflettere su come farlo diventare uno strumento ancora più potente e concreto?

fabio polvara 09.04.05 09:26| 
 |
Rispondi al commento

questo "nano" oggi è Presidente del Consiglio perchè
nel 2001 milioni di italiani lo votarono,perciò
l'unico responsabile di questa sua ascesa è e rimane
il popolo italiano.In un paese normale certi politici vengono cacciati via a calci nel sedere ma
malgrado tutto quello che ha combinato tuttora esistono milioni di persone che lo seguono dimostran
do l'inaffidabilità di noi italiani.

max sacchi 09.04.05 09:25| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei sapere la procedura esatta per telefonare ai cellulari attraverso internet

Grazie

Complimenti per lo spettacolo di Firenze

gianni masi 09.04.05 09:14| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe,
qualcosa mi dice che questo sito è stato pubblicizzato tanto da far arrivare gente che non fa interventi INTELLIGENTI, ma fa pratica oratoria come la maggiorparte dei politici, che non fanno altro che attaccarsi uno sui difetti dell altro.

Roberto Cavallo 09.04.05 02:11| 
 |
Rispondi al commento

C'è qualche buona anima capace di far capire alla Signora Anna D'Arco che se smettesse di parlare usando le frasi/slogan dei suoi governanti magari ci guadagna in dignità e potrebbe mostrare di avere un cervello al posto di una massa di purè?
Grazie.

Maurizio Gatti 09.04.05 00:33| 
 |
Rispondi al commento

La destra... la sinistra... ma siete proprio sicuri che la sinistra pensi al popolo e non al proprio portafoglio gonfio? Io sinceramente non mi sento di dare il voto a nessuno dei due schieramenti. Non mi sento rappresentato da nessuno in questa classe politica... Berlusconi fa gli interessi dell'Italia? Non sapevo che la Fininvest avesse cambiato nome... E la sinistra ha dei leader credibili? Scusate tanto la mia profondissima ignoranza politica. Potreste darmi notizie positive o negative di questo o quel politico e io me le berrei come acqua fresca, dato che nemmeno li conosco per nome... Quello però che non riuscirete a darmi a bere è che ci siano politici che oggi siano al potere PER IL BENE DI NOI ITALIANI come attività primaria.
Forse qualcuno lo sarà anche... ma penso che lo faccia per hobby, come passatempo, fra una "suonata" da pianista alle votazioni, una cena di "lavoro", una dormitina ai discorsi politici (per lo più incomprensibili) di qualche collega onorevole...
Lo so benissimo che sono in minoranza, ma alle prossime elezioni se non cambia qualcosa (e la vedo dura davvero) io voterò annullando la scheda. Mi spiace ma il mio voto a questi politici non lo do, ma nemmeno darò la soddisfazione di non andare a esprimere il mio dissenso totale.

Un saluto cordiale a tutti.

Alberto

Alberto Sati 09.04.05 00:31| 
 |
Rispondi al commento

x beppe grello

Vincerà la sinistra e dirà che la destra ha lasciato tanti danni che sarà dura rimettere in ordine...
---------
purtroppo per l'Italia, il disastro economico/finanziario c'è. se hai voglia leggi i miei precedenti post.

Peccato, proprio ora che il deficit stava andando sotto il 100% del PIL
----------
informarsi, prego. il debito è al 105,5 del PIL, quest'anno sforeremo il trattato di maastricht e anche il 3,5 ottenuto in sede ECOFIN anche da germania e francia (che però hanno un debito al 60% sul PIL e una crescita maggiore della nostra)andando al 3,6 e l'anno prossimo al 4,6 (dati UE). la crescita dell'Italia non sarà l'ottimistico(?) 2% ma solo 1,2% (peggio della grecia).

detto a ballarò:

berlusconi: per l'anno prossimo faremo scendere il rapporto debito/PIL scenderà al 100%.

d'alema: ma sono 5.5 punti!! come farete se in 4 anni l'avete ridotto solo di un punto a botte di condoni?

d'Alema: ma vi rendete conto che si tratta di 75 milioni di euro? dove li prendete?

berlusconi: si possono eliminare degli enti inutili, per ridurre le spese

d'alema: quali? ne dica uno

berlusconi: adesso non lo posso dire, non voglio mettere in allarme i dipendenti

rutelli: per farlo, dovete metterlo nel DPEF e nel bilancio di quest'anno

berlusconi: non ho detto che che lo facciamo

d'alema: ma se ha appena detto "l'anno prossimo faremo scendere..."

berlusconi: no, non ho detto niente del genere

d'alema (rivolgendosi a floris): c'è la registrazione

(l'ho registrata anch'io)

ma questo è quanto hanno detto quelli della sinistra l'ultima volta...
---------
sono stufa di scrivere le stesse cose: leggiti i miei post.

se hai qualcosa da confutare, sei pregato di farl con dati, riportando anche la fonte degli stessi.

sono quelli come te che stanno dando una mano a berlusconi ad affossare l'Italia e tutti noi.

e non mi pare che tu viva in un'altra nazione.

tosca albini 09.04.05 00:24| 
 |
Rispondi al commento

Normalmente gli appelli si inoltrano a persona notoriamente super partes. Stefano Benni invece scrive a “nonno Carlo Azeglio Ciampi” facendoci credere che sia fuori dalla mischia, solo perchè è presidente della repubblica, e quindi possa giudicare qualcun altro.
Benni dimentica che Ciampi in qualità di presidente della Repubblica ha promulgato l'orrenda legge che introduce il prelievo di parte di fegato da viventi sani (L.483/99) producendo menomazioni e qualche volta morte dei sani e favorendo il mercato della compravendita sotterranea, già in atto in Italia.
Da sempre armonizzato con la centrale del potere trapiantistico, quando era presidente del Consiglio dei ministri ('93-'94) , firmò insieme al presidente Scalfaro la legge che impone il concetto e la dichiarazione di”morte cerebrale” sui vivi in coma (578/93) e firmò anche la legge del prelievo delle cornee a domicilio dopo 20 minuti di arresto cardiaco (L.301/93), come avviene nei Paesi del terzo mondo.
E diamogli anche un tocco di ridicolo! “nonno Azeglio” ha consegnato 6 medaglie d'oro al valore all'equipe (6 persone- 7.4.2004) che in elicottero si schiantò contro una montagna in Sardegna mentre trasportava il cuore strappato ad una donna a Roma per portarlo a Cagliari. Li ha definiti “ eroi che hanno dato la loro vita.” Per noi erano solo dei chirurghi, pagati, che facevano il loro brutto mestiere.
A quella donna a cui hanno strappato il cuore mentre pulsava, la medaglia al valore, Ciampi, non l'ha data. Né la dà a noi la medaglia al valore se crepiamo facendo il nostro mestiere.

Benni, mi dica, può “nonno Areglio” giudicare qualcun altro?

Nerina Negrello
www.antipredazione.org

Lega Nazionale Contro la Predazione di organi e la Morte a Cuore Battente 08.04.05 23:37| 
 |
Rispondi al commento

E' ora di finirla con questa farsa della "democrazia" e di Ciampi e delle povere minoranze oppresse: qualcuno parli apertamente e con chiarezza della faccenda Auriti/Ciampi, altrimenti potremmo pensare che tutto questo gran baccano serva solo a coprire e insabbiare quello che davvero non deve saltar fuori, non le favolette sulle tariffe telecom e sul tronchetto dell'infelicità. Dobbiamo aspettare ancora molto, o dobbiamo forse provvedere da soli?

Yang Chenping 08.04.05 23:32| 
 |
Rispondi al commento

Ciao zione (sempre Stefano Benni)

Abbi pazienza se ti scrivo per la seconda volta. Ma sai com'è prima d'andare a letto volevo vedere quanti commenti aveva "innescato" la tua lettera a nonno Ciampi.

Caspita! Ma hai visto quanti metri sono?
Si,dico metri perchè a contarli a quest'ora non mi ci metto. Come così pure non voglio entrare nel merito, perchè è giusto che ognuno dica la sua. E va bene così.

Pensa, o ci hai già pensato, che se ci fai un libro (Beppe permettendo) raggranelli un po di euro. Però stampali tutti, perchè se metti solo la parte che sai, ci esce un libretto piccolo piccolo.

Pensa, o ci hai già pensato,che se avessi scritto di Prodi o Fassino o di chi sai tu, scegliendo il migliore (boo!), quanti centimetri ne potresti stampare?

Dai, dimmelo in confidenza, che se non c'era "il Berlusca" bisognava inventarlo.

Uè, non è che sotto sotto voti per lui?
Ma forse no. Perchè anche all'opposizione potresti scrivere solo di lui.

Un abbraccio zione.

norberto casini 08.04.05 22:48| 
 |
Rispondi al commento

Non male la lettera di Benni,un po' banalotta, si sa' che puo' fare di meglio.Avete visto che il silvio anche martedi'ne e' uscito bene sara' per merito suo o delle due mummie che stavano li a fare i sopramobili,perche' con gente come lui non si puo' essere moderati bisogna aggredire mordere metterlo davanti a fatti iconfutabili argomentare con un po' di arguzia, e di argomenti ce ne sono eccome.

Fabio Cappellari 08.04.05 22:36| 
 |
Rispondi al commento

non è che mi interessi molto di politica, guardo di più alle cose che mi succedono intorno quotidianamente. Alle regionali ho votato per la coalizione di sinistra non per fede estrema ma per meno peggio. Si i signori della sinistra non sono certo degli stinchi di santo però se c'è qualcuno che mi descrive una qualsiasi cosa che l'attuale governo ha fatto per la comunità gli sarei grato. Per chi considera il premier un grande imprenditore mi spieghi come mai è stato quasi contestato dagli industriali stessi. Per quanto riguarda le grandi opere, di cui si sente tanto orgoglioso, siamo sicuri se serviranno veramente al benessere del paese. Forse sarebbe stato meglio risanare le stutture già esistenti che mi sembra stiano cadendo a pezzi, tipo strade, ferrovie, edifici scolastici. Tutte queste incombenze d'ora in avanti andranno a pesare sui bilanci delle comunità minori con un conseguente aggravio degli oneri per i cittadini. Si sà che con le grandi opere la mafia ha sempre avuto degli introiti e il nostro caro premier, questo risulta da vari documenti processuali a suo carico, non è che ne sia proprio estraneo. Perciò penso che fra degli inetti o dei malavitosi forse sono meglio i primi. Comunque al 2006 manca ancora abbastanza tempo e la sinistra troverà sicuramente il modo di regalare un altra vittoria (e probabilmente quella definitiva) all'attuale Disgrazia che ci governa. Si sà che essere all'opposizione è molto più semplice e impopolare.

alberto bazzarini 08.04.05 22:26| 
 |
Rispondi al commento

Non sono credente in uno o piu' dei
ma Grillo e Benni sono miei...miti!
Leggendoli mi chiedevo se si conoscessero:
ciascuno ha la sua bella testa
(in tutti i sensi, pure di criniera),
sai che accoppiata??

Concludo con un Silver/Lupo Albert-esco
EHILA', BEPPE!

:)

Nicoletta Bernardi 08.04.05 21:54| 
 |
Rispondi al commento

Ma...ma ....le sinistre hanno governato?
sììì...davvero!!!
e quando?....ma va....e son state brave a governare?...sììì...ma guarda!
E ALLORA PERCHE' DOPO SOLO 4 ANNI gli elettori LE HANNO MANDATE A CASA?
colpa di Silvio?! e perchè?....ahh aveva i soldi e le tv x la campagna elettorale?...eh già....ma perchè le sinistre in quei 4 anni, non son state capaci nemmeno di fare la legge sullaPAR-CONDICIO?...vedremo io attendo ancora i programmi....e TANTI MIRACOLI!

Anna D'Arco 08.04.05 21:30| 
 |
Rispondi al commento

Caro Stefano non so proprio che dirti: BRAVO!!!!

francesco mangione 08.04.05 21:26| 
 |
Rispondi al commento

Questa lettera è un concentrato di stupidaggini (eufemismo).
Non ho proprio nient'altro da aggiungere.
P.S. Impieghi meglio il suo tempo e non scriva piu'cose del genere ( ed io il mio a leggerle)
A mai piu' leggerla

Antonio Denti 08.04.05 21:08| 
 |
Rispondi al commento

x federico villa

nel 1992 i sinistri hanno abbattuto la DC.....
-------------
ma va? davvero?

a me risulta che si siano estinti perchè corrotti e corruttori. anzi, ho davanti agli occhi un filmato di forlani, interrogato in tribunale, con la bava alla bocca, lo sguardo assente.....

e che eredità, ci hanno lasciato, assieme ai loro amichetti socialisti, tutti riuniti nel CAF: il raddoppio del debito pubblico.

cerchiamo di non sparare cazzate, per favore.

tosca albini 08.04.05 20:38| 
 |
Rispondi al commento

Lettera al Corriere della Sera

Salve
mi sorge un grave dubbio sul se l'Unione Europea e quindi tutti i suoi governi, faccia/no leggi ad hoc per le corporations. E' risaputo oramai che una grande multinazionale si è accaparrata diverse acque minerali Italiane a noi notissime e questa nuova direttiva europea e applicazione Italiana (gazzetta ufficiale N. 78 del 05 aprile 2005) sul divieto di somministrare acqua "sfusa" al bar penso favorirà solo chi sappiamo noi. Vi cito il vs articolo http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2005/04_Aprile/08/acqua.shtml

Sono di Catania, dove esistono ancora centinaia di chioschetti che d'estate somministrano antiche bevande gassate con succo fresco di limone e sale (bevanda forse di origine araba per calmare l'arsura dei 45°/50°C)..dovremo lentamente assistere ad un decadimento delle nostre tradizioni nel falso nome della motivazione "igienica". Pensavo che il Ministro Marzano di questo decadente Governo Berlusconi dovesse favorire le attività produttive e non eliminarle.

grazie
Rosario Lambiase

CC: Carlo Azeglio Ciampi

Rosario Lambiase 08.04.05 20:36| 
 |
Rispondi al commento

Destra o Sinistra....cosa cambia, tanto all'Americana, anche in Italia le Corporation dell'Acqua e quant'altro piano piano si stanno accaparrando una fetta del mercato dei consumi, dei nostri consumi. Chissà chi beneficierà di questa trovata della purtroppo corrotta UE e del governo Berlusconi. Mi sa che la lobby delle Corporations è già arrivata anche in Europa pronta a tutelare i loro interessi e non i nostri.Vedi la Nestlè che si è accaparrata le seguenti acque: VERA, San Pellegrino, LEVISSIMA e ACQUA PANNA. Vedremo dunque piccolo confezioni di acqua da 125ml a quale costo per l'utente....

Gazzetta Ufficiale N. 78 del 5 Aprile 2005
http://gazzette.comune.jesi.an.it/2005/78/6.htm

Rosario Lambiase 08.04.05 20:11| 
 |
Rispondi al commento

Normalmente gli appelli si inoltrano a persona notoriamente super partes. Stefano Benni invece scrive a “nonno Carlo Azeglio Ciampi” facendoci credere che sia fuori dalla mischia, solo perchè è presidente della repubblica, e quindi possa giudicare qualcun altro.
Benni dimentica che Ciampi in qualità di presidente della Repubblica ha promulgato l'orrenda legge che introduce il prelievo di parte di fegato da viventi sani (L.483/99), producendo menomazioni e qualche volta morte dei sani e favorendo il mercato della compravendita sotterranea, già in atto in Italia.
Da sempre armonizzato con la centrale del potere trapiantistico, quando era presidente del Consiglio dei ministri ('93-'94) , firmò insieme al presidente Scalfaro la legge che impone il concetto e la dichiarazione di”morte cerebrale” sui vivi in coma (578/93) e firmò anche la legge del prelievo delle cornee a domicilio dopo 20 minuti di arresto cardiaco (L.301/93), come avviene nei Paesi del terzo mondo.
E diamogli anche un tocco di ridicolo! “nonno Azeglio” ha consegnato 6 medaglie d'oro al valore all'equipe (6 persone- 7.4.2004) che in elicottero si schiantò contro una montagna in Sardegna mentre trasportava il cuore strappato ad una donna a Roma per portarlo a Cagliari. Li ha definiti “ eroi che hanno dato la loro vita.” Per noi erano solo dei chirurghi, pagati, che facevano il loro brutto mestiere.
A quella donna a cui hanno strappato il cuore mentre pulsava, la medaglia al valore, Ciampi, non l'ha data. Né la dà a noi la medaglia al valore se crepiamo facendo il nostro mestiere.

Benni, mi dica, può “nonno Areglio” giudicare qualcun altro?

Nerina Negrello

Lega Nazionale Contro la Predazione di organi e la Morte a Cuore Battente 08.04.05 20:04| 
 |
Rispondi al commento

Lasciate perdere il Papa, la Chiesa, Ciampi e pensate a quello che ci tange di più.. l'ACQUA!!

Leggete quest'ultima MALEFATTA del governo BERLUSCONI.

Bicchiere addio, nei bar l'acqua sarà sigillata Dal 19 luglio in tutti i locali pubblici la minerale dovrà essere servita ai clienti in bottigliette monodose

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2005/04_Aprile/08/acqua.shtml

Rosario Lambiase 08.04.05 20:00| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti, non sono un elettore di sinistra e devo dire che quando voto a destra è solo perchè mi sembra il male minore, ma spero che alle prossime politiche vinca Mortadella & c. Non per vedere quello che faranno (visto che già gli ultimi loro governi sembravano mummie imbalsamate per la paura che sbagliando a fare qualcosa potessero perdere il loro "seggiolone"), ma per almeno smetterla di vedere folle in piazza per qualsiasi motivo, e scioperi fatti magari da coloro i quali trovi dietro qualche banco per servizio ai clienti e che (non tutti) non riescono a far altro che ad odiarti e trattarti a pesci in faccia solo perchè sei lì a farli lavorare, dopodichè si lamentano perchè l'azienda sta fallendo, e come sempre l'italico governo che fa? "Paga = noi paghiamo"


Sì, quando Mortadella & c. sarà (così candido e puro) al comando di questa bella Nave, finalmente vedremo il dinamismo e le decisioni giuste per il bene del nostro Paese, senza che nessuno faccia sciopero (o forse qualche anno fa proprio il governo di sinistra precettò e ordinò "l'accompagnamento coatto" ai ferrovieri che avevano osato proclamare sciopero, l'avesse fatto questo governo, sarei scappato dall'Italia...)


Certo, in casi di emergenza si può sempre ricorrere agli scaricatori di porto di Livorno, i quali sono lì proprio per la sicurezza pubblica, come dimostrò il corteo no-global di Firenze, mica qualche scagnozzo noglobal poteva permettersi di fiatare, c'era la poliz pardon gli scaricatori di porto di Livorno a controllare...


A proposito di Livorno, e lasciate vivere con più tranquillità il simpatico Azeglio che non ha più l'età per essere troppo preoccupato, poi, si dovrà pur godere quella pensionuccia da qualche centinaio di migliaia di euro l'anno oltre a stipendio e qualche migliaio di benefit, e che diavolo!!!


Mi viene in mente, e chiedo sinceramente se qualcuno può saperlo, ma è vero che una volta finito di imbiancare le facciate del Quirinale, visto che al caro Nonno non piaceva il colore, l'ha fatte imbiancare di nuovo? Me lo ha detto un taxista romano, ma si sà quelli lì a volte si divertono a spararne di grosse...


Comunque chiedo scusa se non sono un grande scrittore,

Saluti sinceri a tutti.

Daniele Pasquali 08.04.05 19:59| 
 |
Rispondi al commento

La satira di Stefano Benni è sempre graffiante e incalzante, ma non ha mai avuto la pretesa di assurgere ad illuminato parere di cattedratico esperto in materia giuridico-costituzionale.
Sbaglia in malafede chi tenta di mescolare la satira politica con le problematiche giuridiche istituzionali per snaturare la vera natura dello scritto o dell'invettiva satirica di Stefano Benni: lui non fà nient'altro che riportare su un livello appunto di arte satirica quello che è in buona sostanza il comune sentire della maggioranza degli italiani, di quelli che non si sono ancora bevuti tutto quanto il cervello o che non sono stati colpiti da perniciosa amnesia retrograda.
Certo che il problema, da molti sollevato, sulle reali capacità attidudinali a ben governare da parte dei rappresentanti di spicco dell'Unione non è certo poca cosa. Resta comunque la ferma convinzione di tutti ( vedi il risultato 11-3 )che alla situazione attuale ed agli attuali governanti sia preferibile qualsiasi altra cosa, e che l'importante sia arrivare ad un definitivo giro di boa. Mi auguro che gli italiani non firmino più cambiali in bianco al primo imbonitore da fiera, e che riacquistino quella capacità di partecipazione ( vedi Gaber quando dice la libertà è partecipazione ) e di mobilitazione generale di fronte al soppruso ed all'ingiustizia sociale che tante speranze aveva generato tra gli anni 60 e 70, prima di venir sepolta dalla doppia controreazione del potere che conta e del terrorismo fatto in casa ( ma in casa di chi?) ma non per questo meno pericoloso e sanguinario. A proposito di partecipazione vorrei capire veramente come si possa criticare la classe politica attualmente all'opposizione, quando non si ha il coraggio di partecipare attivamente alla vita politica del paese iscrivendosi ad un partito che sentiamo vicino, o andando a manifestazioni di piazza, o creando associazioni e movimenti finalizzati alla diffusione di idee e proposte democratiche, o sviluppare concrete alternative al tipo di società in cui stiamo vivendo. Ma anche nel mondo del lavoro la situazione non è migliore: di fronte alla legge 30 (impropriamente chiamata BIAGI), al tentativo di scippo dell'art.18 dallo Statuto dei Lavoratori, la mobilitazione dei Sindacati è stata imponente, ma le iscrizioni dei giovani lavoratori al Sindacato sono ancora esigue, nonostante tutti indistintamente si aspettino grandi cose dal Sindacato, pronti all'immediata critica e derisione se il Sindacato non porta a casa tutte quante le richieste fatte alla controparte datoriale, pronti a restituire la tessera se si ritengono personalmente insoddisfatti, pronti a trattare da soli con il datore di lavoro nella stolta convinzione di poter godere di un trattamento privilegiato, che il più delle volte si traduce in un'amara e cocente delusione portandoli a ricercare il contatto e la protezione del Sindacato.
Resta comunque consolante ricordare la grande manifestazione del Circo Massimo, i vari Girotondi, le marce per la pace ad Assisi, le manifestazioni mondiali dei "no global" ( ma non condividendo gli atti di teppismo e di violenza gratuita)e per ultimo la strabiliante vittoria della "COPPA DEMOCRAZIA ITALIA" ULIVUNION - BERLUSCOM 11-2!!!
Avanti così! Abbiamo bisogno di un nuovo progetto per edificare la nuova società del 2000, una svolta epocale che spedisca definitivamente al macero l'"ancient regime" con tutti i suoi inutili
orpelli produttivo-consumistici di status simbol, e ponga al centro di ogni problema l'attenzione per l'"UOMO" non per il profitto.
Scusatemi, se potete, per la prolissità!

ZENARI FLAVIO Commentatore in marcia al V2day 08.04.05 19:55| 
 |
Rispondi al commento

salve a tutti.vorrei soltanto commentare il momento che stiamo vivendo da quando si è aggravato il papa e la conseguente morte.vivo a roma da sempre e non ho mai visto tanta gente unita scendere per strada a manifestare il proprio dolore per la scomparsa del papa.con tutto il rispetto nei suoi confronti vorrei dire a tutte le persone che hanno invaso la capitale e non, se fossero disposte o quantomeno se hanno mai pensato di unirsi come è successo in questi giorni per protestare contro il governo e tutta la classe politica.siamo tanti e si è visto e uniti possiamo cambiare tante cose basta volerlo. grazie

luigi fioravanti 08.04.05 19:52| 
 |
Rispondi al commento

a me piace leggere nei vostri post il fatto che c'è ancora qualcuno che dice di credere a berlusca...minuscolo non è un caso!!!
per due mandati ha continuato a dire che riduceva le tasse..e ogni volta rimandava!!volete vedere che farà una legge con la quale dirà di aver ridotto le tasse di 1 triliardo di trillioni di miliardi di € giusto quando sarà a fine mandato e poco prima delle elezioni???e gli italiani gli crederanno e lo voteranno!!!!e gia...l'ha fatto per noi lui...si è messo in politica per noi e per il bene del paese!!!ma fatemi il piacere!!!Invito tutti a guardare la vostra paga e vedere "quell'aumento" sotto forma di riduzione delle tasse che a me personalmente ha portato 20 € al mese solo perche ho uno stipendio lordo di 1600€(non mi lamento,c'è chi prende molto meno e immagino quello che avranno guadagnato con la finanziari del nano!!!).intanto regala 70€ a chi decide di acquistare un decoder digitale terrestre,prodotto per lo piu dalle sue aziende,per poter guardare la sua televisione!!!
per non parlare dello stretto di messina che lui vuole fare per forza...e gia solo lui lo vuole!!!
secondo me è proprio il caso di dire...W l'Italia

IGOR D 08.04.05 19:46| 
 |
Rispondi al commento

C'e' una cosa tra le tante (per quanto strano possa sembrare) che Berlusconi non ha mai fatto.
Foraggiare un dittatore assassino come Milosevic con i nostri soldi, e per giunta guadagnandoci (come hanno fatto i signori della sinistra tempo fa).
Ogni popolo ha il governo che si merita, ed i suoi esponenti sono figli dell'ambiente che li ha generati. Una domanda su tutte, rifacendomi a quello che disse Beppe in un suo show: Esiste oggi una destra o una sinistra? Ed ancora: Ha senso auspicare la vittoria di una fazione politica piuttosto che un'altra?

Benni fa pena perchè come sempre ricalca il solito clichè dell'opinionista/VIP/attore di sinistra fricchettone radical-chic-figliodipapà, rivoluzionario che trovi ai girotondi con il cashmere (si scrive cosi?) e la BMW.

QUESTA E' LA POLITICA: UN TEATRINO. Gli attori sono tutti pessimi e nessuno si merita il voto.
Abbiamo un'anno di campagna elettorale davanti? E allora qualcuno (DI QUALSIASI PARTE POLITICAAAA!!!!!) rompa le scatole agli americani che mi hanno parcheggiato le bombe nucleari a 80 Km da casa mia!

Carlo Gigantini 08.04.05 19:45| 
 |
Rispondi al commento

"nel 1992 i sinistri hanno abbattuto la DC"

LA DC SI E' ABBATTUTA DA SOLA CAUSA TANGENTI E MAFIA.

"Ma ecco che compare il Salvature che in quattro e quattrotto mette in piedi un partito che vince le elezioni"

IN QUATTRO E QUATTRO OTTO...CERTO: CON L'AIUTO DI TRE TELEVISIONI, UNA MAREA DI SPOT, UNA QUARANTINA DI MILIARDI INVESTITI IN PUBBLICITA' ELETTORALE, DUE O TRE CASSETTE MANDATE A RETI UNIFICATE...DEVO CONTINUARE?

"questo non è stato digerito dai bambini sinistri"

QUESTO NON E' ACCETTATO IN NESSUNA DEMOCRAZIA OCCIDENTALE. NON ESISTE UNA SOLA DEMOCRAZIA LIBERALE DOVE L'UOMO PIU' RICCO DEL PAESE, NONCHE' PROPRIETARIO DI ALMENO META' DELL'INTERO SETTORE TELEVISIVO NAZIONALE, SIA ANCHE IL TITOLARE DEL POTERE ESECUTIVO.

"Quei bambini sinistri oggi sono ancora qui, mascherati da bambini buoni"

HAI DIMENTICATO DI AGGIUNGERE CHE I BAMBINI SINISTRI MANGIANO I BAMBINI DESTRI.

Pierre Robes 08.04.05 19:44| 
 |
Rispondi al commento

caro Benni,
forse non hai capito bene la favoletta,
nel 1992 i sinistri hanno abbattuto la DC rimanendo miracolosamente in vita ,si stavano presentando soli alle elezioni. Ma ecco che compare il Salvature che in quattro e quattrotto mette in piedi un partito che vince le elezioni. questo non è stato digerito dai bambini sinistri i quali vedono sfumare il loro ambizioso progetto di potere assoluto. Quei bambini sinistri oggi sono ancora qui, mascherati da bambini buoni , e con ogni trabocchetto cercano di circuire tutti gli altri bambini ingenui, e divulgano che il Salvature è la causa di tutti i loro mali e che loro possono guarire ogni cosa . Speriamo che falliscano !

FEDERICO VILLA 08.04.05 19:33| 
 |
Rispondi al commento

Ma dai su, ma come non rivoltarlo...ha detto che ha bisogno di un altro anno per risistemare l'Italia...poi prima di un anno non riuscirebbe a finire i lavori a Villa Certosa. Pensa che disastro se cadesse il governo e non potesse più tenerci il segreto di stato. Non siate ingiusti su su... E poi su, casomai se proprio deve andarsene che sia fatto presidente della repubblica, così finalmente potrà dare la grazia ai suoi amichetti perseguitati... Vorremo tutti negare questo ad un uomo che ha fatto così tanto per il nostro paese?

Tessa L. 08.04.05 19:32| 
 |
Rispondi al commento

Ma, cari concittadini, è normale che solo qui e in USA ci siano al governo persone anti statalisti?? rifletteteci bene, il vuoto della DC ha dato man forte ai mafiosi e padani.
Il messaggio che è uscito da queste urne e contro berlusconi e chi oggi governa, ma attenzione nn date per scontato che la sinistra abbia vinto!! C'è da lavorare eccome, e anzi consiglio per il programma del futuro governo dell'UNIONE (si spera) di prendere spunti dal programma redatto da carta ed alcatraz che è un OTTIMO punto di partenza.

Carlo Bollino 08.04.05 19:31| 
 |
Rispondi al commento

x giovanni battista

Ma smettiamola di giudicare gli altri quando noi stessi non saremmo in grado di gestire una politica come quella italiana.
---------
ma noi non siamo politici, vero? è per questo che votiamo qualcuno che ci rappresenti e il bene della nazione, quindi il nostro, dipende da chi votiamo.

Lasciamo stare, se alcuni elettori tratti in inganno da persone solo capaci di dire menzogne hanno votato la sinistra.
-----------
alcuni elettori? la maggioranza, mio caro. magari ti brucia, ma è la maggioranza.

Quei politici di sinistra che sono stati solo capaci di arricchirsi alle spalle dei lavoratori,
---------
niente slogan. dati, prego

in cinque anni hanno devastato l'economia italiana
---------
si da il caso che l'economia sia stata risanata ed era sulla via del miglioramento. hai dimenticato chi era il ministro del tesoro? ciampi, che ha abbassato di 18 punti il debito pubblico. il tuo amato silvio, oltre ad aver incoraggiato l'illegalità con i condoni, dando implicitamente dei fessi agli onesti, ha abbassato, in 4 anni, il debito solo di un punto, azzerando pure tutto l'avanzo primario che gli era stato lasciato dal csx.
te lo ricordi, il tuo berlusca, alla festa della guardia di finanza (della guardia di finanza, non della malavita), con il suo discorso, davanti ai finanzieri schierati, quando ha detto che evadere le tasse è legittimo?

e adesso ci accorgiamo che Silvio non fà i miracoli, MA SMETTIAMOLA e lasciamo governare chi sa fare l'imprenditore.
---------
mai creduto a improbabili miracoli di silviolo. tu sì? ti ricordo che, se non entrava in politica, era finito in quanto sull'orlo della bancrotta e sulla porta del carcere.
non ho voglia di ripetermi. leggi il post che ho inviato a ferreri.
posso fornire ampia documentazione.
documentazione che chiunque voglia informarsi può trovare e leggere.
non so cosa tu faccia della tua intelligenza, io la mia la uso.

tosca albini 08.04.05 19:29| 
 |
Rispondi al commento

IO penso solo ad una cosa, che comunque se cambia di nuovo il governo, in questa Italia non si và sicuramente avanti, una fa e l'altro disfa, e così via...... Anche se questo Governo e sicuramente discutibile, le cose che ha fatto di buono (se ce ne sono) per vedere dei risultati ci vuole comunque del tempo...tanto tempo...
Speriamo bene, ciao a tutti Nadia

Nadia Crepladi 08.04.05 19:25| 
 |
Rispondi al commento

Io sono convinta che Berlusconi sapeva benissimo che sarebbe finita cosi ,non poteva dire tante stronzate e sperare di andare avanti ancora per molto ,ma in fondo le sue cose le ha sistemate ormai ,si e' fatto delle leggi a misura ,non rischiera' piu' di finire in galera, il suo impero e' sempre piu' grande e fiorente ,cosa puo' volere di piu'?Il suo gioco e' finito ,ma perche' non ha piu' bisogno di giocare.

Debora Polese 08.04.05 19:25| 
 |
Rispondi al commento

X la "simpatica" Anna D'Arco(re)

Punto 1.
Io e quanti hanno votato per il centrosinistra NON CI SIAMO PENTITI DI AVER CONTRIBUITO ALLA SCONFITTA DI BERLUSKAZZO.
Punto 2.
Il Programma dell'Unione lo PRETENDIAMO noi per primi. Abbiamo già assistito al disastro del '96 e stai tranquilla che, stavolta, I PATTI VERRANNO STIPULATI PRIMA. Quando verrà il turno delle elezioni politiche avremo il programma politico. Ogni cosa al suo tempo. Intanto, siamo CONTENTISSIMI di aver buttato fuori dai governi di 6 regioni la Casa Della Liberta. Noi siamo contenti...e tu, invece, ROSICHI!
Punto 3.
Ecco, l'hai detto: Silvio non fa il miracolo. Il guaio, per lui, è che invece l'aveva promesso: "Un Nuovo Miracolo Italiano".
Punto 4.
La gente ha preso il portafogli in mano, ha visto che è vuoto e HA VOTATO DI CONSEGUENZA. E vota in questo modo, cioè contro Berlusconi, già dal 2002. Prendine atto...e rassegnati!

:-)

Pierre Robes 08.04.05 19:22| 
 |
Rispondi al commento

Caro Benni,
che analisi superficiale e ripetitiva. La storiellina (ironica?????)....spediscila alla Moratti così cresceremo una nuova classe politica/dirigente che gioca a far dell'Italia il palco per politici litigiosi e pressapochisti . Occuparti di bar e sport, mangiati una Luisona e forza Atalanta!!!

MARA B 08.04.05 19:16| 
 |
Rispondi al commento

AIUTO temo che ci sia qualcuno che già si è pentito di averli fatti vincere...eh sì...ora son cacchi amari: tutti si aspettano che le sinistre facciano i MIRACOLI che non è riuscito a fare SILVIO!
************************************************
e se così non sarà, dopo tutti queste invettive contro il Berlusconi, allora sì che riderò....voi un pò meno ..hehehehehe
a proposito..IL PROGRAMMA DELLE SINISTRE? WANTED

Anna D'Arco 08.04.05 19:05| 
 |
Rispondi al commento

x ferreri

qui non si tratta di chi fa promesse e non le mantiene, stiamo parlando di uno che ha fatto un'unica promessa: salvarsi dal disastro economico (era pieno di debiti e aveva le banche alla gola) e mettersi al sicuro dalla giustizia (che gli sta alle costole dal 1984).
a lui non interessava governare l'Italia, interessava piegare l'Italia al suo governo.
economicamente lo stato è sull'orlo della bancarotta: quest'anno sforeremo del 3,6% sul PIL e l'anno prossimo il 4,6. a questo ci ha portato la finanza creativa e la mancanza di senso dello stato.
in compenso, ha pagato i suoi debiti ed è divenuto l'uomo più ricco d'italia, è stato condannato una volta (in giudicato) e sei volte è riuscito ad arrivare coi suoi avvocati (che un giorno sono in tribunale a difenderlo e il giorno dopo sono in parlamento ad approvare le leggi per salvarlo) alla prescrizione, che - ribadisco - non è assoluzione.
se penso che c'è ancora chi crede sia un perseguitato e una vittima.
sveglia Italia, le vittime siamo noi, come saremo noi a pagare questi anni di s-governo.

tosca albini 08.04.05 19:02| 
 |
Rispondi al commento

SEMPRE FORZA LIVORNO!!!

Non un passo indietro!

Federico Balestri 08.04.05 19:01| 
 |
Rispondi al commento

Ricordo a tutti i simpatizzanti del nano che D'alema proprio su suo invito ebbe la dignita' di dimmettersi, anche se e' pur vero che fece un errore per me politicamente imperdonabile nel farsi "proclamare" presidente del consiglio senza passare per la "cassa"(manovra impopolare ma altresi legale), ma ne pago' giustamente le conseguenze!
Ora la situazione e'diversa: infatti Prodi il bolscevico non gli ha chiesto lo stesso atto, ma solo di non violentare la costuzione e di non modificare al volo la legge elettorale, sempre a colpi di maggioranza...ma dov'e' la maggioranza oggi?
Purtoppo assisteremo in questi giorni al peggio del peggio, ovviamente a spese della disillusa Italia e della situazione economica sempre piu' grave.
Spero almeno che i "cervelloni" del centro sinistra nel frattempo si rabbocchino seriamente le maniche per costruire un vero programma politico da presentare con tranquillita' nel 2006: chiedere elezioni anticipate per me sarebbe un altro errore imperdonabile!

Saluti

giuseppe calisti 08.04.05 18:50| 
 |
Rispondi al commento

Povero Ciampi...non dobbiamo tormentarlo cosi in fin dei conti lui cosa puo fare?inviare una bella letterina al nostro"amatissimo"Silvio Berlusconi e poi?siamo noi a dover farci sentire e finalmente in questi ultimi tempi il popolo italiano si sta svegliando...purtroppo pero anche se il nostro premier se ne andasse finalmente in vacanza non credo la situazione cambierebbe,tutti i politici, chi piu chi meno arrivati al potere fanno sempre cio che vogliono senza stare tanto a guardare la gente!!!!tutti fanno promesse in campagne elettorali ma credo che sia solo carta sprecata!!tutto fumo e niente arrosto!!!

Ferreri Alessandra 08.04.05 18:35| 
 |
Rispondi al commento

Caro Sig.Fabbri,lei non sa neppure di che sta parlando, e non glielo dice certo una comunista. 1) Nè nel partito di Schroeder ,nè nell'ulivo c'erano così tanti pregiudicati e indagati , x reati tutt'altro che trascurabili. 2) 4 elezioni perse di fila mi sembrano un pò troppe x legittimare ancora questo governo. 3)Mai un premier ci aveva così svergognato e umiliato davanti al mondo,commettendo imperdonabili gaffe (quella del kapò a Schulz è da manuale!! Persino Fini avrebbe voluto essere morto in quel momento). La saluto e le consiglio di schiarirsi le idee e smetterla di mitizzare il "cavaliere" e dica piuttosto una preghiera x un grande uomo,il Papa, che è sempre stato fermamente ostile a tutto ciò che il suo caro Silvio rappresenta.

Laura Violante 08.04.05 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Mi sorprende davvero chi ancora oggi cerca distinzioni nette(!) fra imprenditoria e politica. Entrambe richiederebbero (come minimo!) un IDEA, una programmazione, un supporto (in senso lato), e una responsabilita'! Non Parlo di responsabilita' sociale perche' come tutte le cose ceertificabili e' una balla new marketing colossale ad alto costo e valore disgiunto (dal cliente!). Nel 94 non ancora laureato, dopo anni di processi in TV, ebbi una folgorazione mentre imprecavo per un fangosissimo disservizio :) semipubblico "Qui finisce che rimpiangeremo Andreotti". E per carita' da me lungi dal fare il turborevisionista, che poi certi spagnoli potrebbero anteporre il 'mas' come fa la TIM, quella nota societa' che non ha competitor seri al mondo fra i produttori di pompe idrovore (giusto per introdurre un paio di elementi di erotismo al consumo, che fa sempre bene vero Beppe?) Andiamo avanti! In tanti anni, da vero 'esigente' (e rido!) li ho votati quasi tutti. Certo oggi e' difficile votare DS in logica Violante, Burlanda etc etc ..... (si diverta pure su nomi e topa-no-mastica il noto nobel)

Sincera simpatia per il taglio da contrabbasso letto di sotto.

edmond dantes 08.04.05 18:25| 
 |
Rispondi al commento

Mi correggo e chiedo scusa.

Nel 2000 non c'era piu' Scalfaro. C'era gia' Ciampi.

A maggior ragione....

Giovanni Fabbri 08.04.05 18:19| 
 |
Rispondi al commento

Caro Marco's,
leggi il mio commento delle 17,54 e vedi se ti ritrovi da qualche parte..

Non tutto è permesso in imprenditoria.
Io sono un pessimo calciatore, ma se corrompo l'arbitro divento uno che sa giocare?

Marco Padovani 08.04.05 18:19| 
 |
Rispondi al commento

Non mi risulta che Stefano Benni abbia scritto a Scalfaro queste stesse parole dopo la sconfitta del centrosinistra nelle regionali del 2000. La legislatura arrivò fino alla fine.

E non credo che abbia detto nulla quando Schroder in Germania perse tutte le elezioni intermedie, rimanendo in carica fino alla fine (per poi vincere le politiche).

Si chiamano REGOLE. A tempo perso, andrebbero anche rispettate.

La dignità della democrazia di Stefano Benni, invece, mi pare un po' strabica....

Giovanni Fabbri 08.04.05 18:16| 
 |
Rispondi al commento

perchè cosa ha fatto Silvio di diverso a parte arricchirsi moooolto di più dei predecessori mettendo in ginocchio il paese?
cmq di sicuro l'imprenditore lo sa fare...


Postato da: giovanni battista il 08.04.05 17:51

Quei politici di sinistra che sono stati solo capaci di arricchirsi alle spalle dei lavoratori, in cinque anni hanno devastato l'economia italiana e adesso ci accorgiamo che Silvio non fà i miracoli, MA SMETTIAMOLA e lasciamo governare chi sa fare l'imprenditore.

marco's 08.04.05 18:13| 
 |
Rispondi al commento

Meglio non chiedersi neppure come l'imprenditore abbia tirato su il suo impero.
"Silvio, se non fondi subito un partito, finisce che ti mettono in galera.."

Chissà perché Silvio vuole ripristinare l'immunità parlamentare...
Per il bene del cittadino, ovvio..

Marco Padovani 08.04.05 18:05| 
 |
Rispondi al commento

Riguardo al bambino prepotente sono d'accordo con le considerazioni fatte da Stefano Benni, ma se parliamo di democrazia dobbiamo ricordarci che non può cadere un governo dopo aver perso alle regionali e alle europee: purtroppo deve finire il mandato (anche questa è democrazia, per quanto la prospettiva di sopportarlo ancora sia pesante).
Altro appunto: si è rivolto a "nonno Azeglio", un uomo che sembra non riesca a pensare da solo, che ha sempre bisogno dei suoi "foglietti", che chiaramente non farebbe mai nulla per inimicarsi questa o quell'altra fazione politica... anche lui come presidente della nostra repubblica è un'amara delusione.

Magda Cacciatore 08.04.05 18:03| 
 |
Rispondi al commento

E' sempre confortante e bello vedere il tono pacato e tranquillo di alcuni simpatizzanti del nostro presidente del consiglio.
E la cosa piu' devastante e' vedere come ci sia sempre un capro espiatorio per tutto.
Ma tant'e'...

Luca Curatola 08.04.05 18:02| 
 |
Rispondi al commento

Ma smettiamola di giudicare gli altri quando noi stessi non saremmo in grado di gestire una politica come quella italiana.
Lasciamo stare, se alcuni elettori tratti in inganno da persone solo capaci di dire menzogne hanno votato la sinistra.
Quei politici di sinistra che sono stati solo capaci di arricchirsi alle spalle dei lavoratori, in cinque anni hanno devastato l'economia italiana e adesso ci accorgiamo che Silvio non fà i miracoli, MA SMETTIAMOLA e lasciamo governare chi sa fare l'imprenditore.

Postato da: giovanni battista il 08.04.05 17:51

volevo chiedere se il sign. giovanni battista se fà colazione con la wodka

capodivallo 08.04.05 18:00| 
 |
Rispondi al commento

di solito gli imprenditori pensano solo ai propri interessi ed ai propri soldi, i politici, quelli veri, dovrebbero agire nell'interesse di milioni di cittadini.
Caro sig. giovanni battista la conosce la differenza fra imprenditore e politico?

raffaella marini 08.04.05 17:58| 
 |
Rispondi al commento

Forse è meglio non guardarlo, come ha fatto l'imprenditore....

Silvia Carnio 08.04.05 17:55| 
 |
Rispondi al commento

La mia opinione è che sia tipica dell'italiano medio quella candida tendenza a lasciar correre, a non dare peso alle cose, o peggio, a dimenticarsene. Soprattutto per quanto riguardi la politica.
Tanto i politici sono tutti ladri, tutti menzogneri, e "destra o sinistra per me pari sono"..
Poi c'è una buona fetta di hooligans (di qua e di là) che supportano il partito del cuore e denigrano con ogni mezzo l'avversario. Senza curarsi delle effettive implicazioni pratiche delle proprie affermazioni.
Altri ancora (e io mi annovero masochisticamente in questa percentuale) si informano, si illudono, scelgono (credendo magari che basti una crocetta per cambiare le cose), ma poi non hanno mai le palle per impegnarsi attivamente. Che siano questi i peggiori di tutti?
Personalmente, non ammiro i leader del centrosinistra (proprio no). Il barchettino di D'Alema, il chierichettismo di Rutelli, l'insopportabile spocchia di Fassino.., tutte cose estremamente stucchevoli.
Ma, se permettete, Berlusconi è troppo!
Senza voler stare ad indagare il suo vergognoso passato, la sua inspiegabile ascesa, i suoi rapporti con la mafia eccetera, va detto che una tale spudoratezza e vanagloria sono un vero insulto all'intelligenza del cittadino.
Ci vorrebbe un'inversione di tendenza. La politica è stretto appannaggio di chi riesce ad accumulare denaro bastante per fondare un partito nonché amicizie sufficienti a stabilire in sua vece il programma di governo.
Oggi si assiste allo scempio della cultura, si celebra la disonestà, si tratta il popolo come fosse uno scemo bambino.
Che questo non sia una novità (la storia è piena di storie del genere) dovrebbe far riflettere.
Un grazie a tutti coloro che sapranno screditarmi.

Vai Benni!
"Con il suono delle dita si combatte una battaglia". Io più che musicare la mia rabbia non sono capace.
La tua penna è comunque più tagliente del mio contrabbasso.

Marco Padovani 08.04.05 17:54| 
 |
Rispondi al commento

Ma smettiamola di giudicare gli altri quando noi stessi non saremmo in grado di gestire una politica come quella italiana.
Lasciamo stare, se alcuni elettori tratti in inganno da persone solo capaci di dire menzogne hanno votato la sinistra.
Quei politici di sinistra che sono stati solo capaci di arricchirsi alle spalle dei lavoratori, in cinque anni hanno devastato l'economia italiana e adesso ci accorgiamo che Silvio non fà i miracoli, MA SMETTIAMOLA e lasciamo governare chi sa fare l'imprenditore.

giovanni battista 08.04.05 17:51| 
 |
Rispondi al commento

Scusate l'intrusione...
premetto che le mie considerazioni personali sono e restano tali; fare politica è una cosa che lascio agli addetti.
Sinceramente allo stato attuale non trovo uno schieramento politico che rappresenti l'ideale di paese funzionante. Destra? Sinistra? Centro?
per me è la stessa pietanza...
Secondo me il parlamento ora come ora ha la stessa utilità di una sala Bingo, con la differenza che i numeri estratti devono essere approvati dal senato!
Forse per ignoranza mia in materia, ma non ho ancora sentito nessuno della classe politica fare discorsi sul come risolvere i problemi che affliggono il Paese.
Alla gente comune non interessa la bicamerale come non è interessata il 60 % delle leggi in discussione attualmente che portano comunque a fregarci.
La gente comune usa la benzina, il quale costo continua a crescere; la gente continua a pagare il bollo auto, tassa assurda e iniqua; la gente continua a pagare una televisione che non vuole vedere; la gente continua a circolare su strade fatiscenti e pericolose, anche se ogni 6 mesi rifanno il manto stradale a nostre spese; la gente continua ad ammalarsi a causa di smog e inquinamento, anche se sappiamo tutti che esistono fonti alternative non sperimentali fruibili da subito; le idee della gente continuanoa ad essere bloccate da leggi o dalla burocrazia, anche se al giorno d'oggi con l'ausilio della tecnologia tutto potrebbe essere più semplice veloce e profiquo.
Non so perchè ma se non c'è qualcuno che inizia a parlare di queste cose, non credo sia possibile per nessuno schieramento risollevare L'Italia.

Samuele Fassi 08.04.05 17:48| 
 |
Rispondi al commento

Dunque nel 1996 Prodi ha vinto le elezioni ed il centrosinistra ha governato fino al 2001 (anche con il mio voto). Poi, dopo 4 governi che non han combinato niente, anzi ci hanno portato in Europa con una tassa fatta appositamente e si son tenuti il 40%, ci sono state le elezioni del 2001 in cui vinse il centrodestra (anche qui con il mio voto dopo le prese per il culo di Prodi). E' ancora il governo del 2001 (incredibile ma vero). Perchè dovrebbe dimettersi? L'anno prossimo meriterà di tornare all'opposizione e così noi italiani potremo avere tanti presidenti in 5 anni e tornare ai vecchi tempi. Ma che bella prospettiva!
Se solo ci fosse il coraggio di lasciare per strada i Bertinotti vari....
buona domenica a tutti

Maurizio Maglio 08.04.05 17:45| 
 |
Rispondi al commento

ancora al lasciatelo lavorare
A regina coeli ci sono un sacco di attività

ettore ciro 08.04.05 17:37| 
 |
Rispondi al commento

per me renato colonna è lo pseudonimo di gianni pilo poveretto

ettore ciro 08.04.05 17:35| 
 |
Rispondi al commento

x marco ferrari
concordo che non sia la prova più alta di ispirazione letteraria; per il resto come si diceva ne "il cacciatore": D'ACCORDISSIMO

ettore ciro 08.04.05 17:34| 
 |
Rispondi al commento

quando si cambia la costituzione a colpi di maggioranza si perde qualsiasi diritto di fare qualsiasi commento se quelli che democraticamente eletti dopo di te lo fanno anche loro.

quando si promette di abbassare le tasse e non lo si fa, si perde qualsiasi credibilità nel criticare chi lo fa davvero, indipendentemente dalla perdita del potere di acquisto dovuto ad altri fattori, creati guarda caso da chi critica.

quando si corteggia una donna, non si può dargli della pocodibuono se quella sceglie un altro uomo (lega)

chi inaugura opere che nel passato nessuno ha pensato nenache di iniziare merita almeno il rispetto dovuto a chi lavora. che può sbagliare, ma almeno lavora.

Renato Colonna 08.04.05 17:31| 
 |
Rispondi al commento

L'impressione è invece che, sondaggi alla mano, la Casa della Libertà abbia molta meno paura di arrivare alle elezioni anticipate che non l'Unione. Ora, a parte che questo risveglia in me l'incubo interiore con cui da undici anni ormai convivo - titolo: "essi vivono", sottotitolo: "ma cosa cazzo d'altro devono fare questi figuri per mostrarsi indegni a governare?" -, significherebbe che ci si ritroverà, nei prossimi giorni, ad assistere allibiti a un gioco del cerino all'incontrario: il centrosinistra che dice "noi non chiediamo le vostre dimissioni" e il centrodestra che annuncia "noi ci dimetteremmo anche...". Dunque:

- posto che con tutta evidenza qualsiasi presa di posizione netta dell'Unione non sposterebbe comunque di un millimetro le pedine della partita che si gioca nella maggioranza;
- posto anche che Ciampi non ha nessuno strumento giuridico per intervenire sulla sopravvivenza di questo governo, tranne forse una sorta di inedito "ostruzionismo presidenziale", un ripetuto rinvio delle leggi berlusconiane alle camere;
- posto che, in una costituzione che era studiata per un sistema parlamentare equilibrato ed eletto col proporzionale - e quindi impreparata a forzature à la Berlusconì - non esistono norme di tutela delle minoranze,
l'unica cosa che ci può aspettare dall'opposizione è una seria, veemente battaglia per le elezioni anticipate. Perché l'alternativa al rischio elettorale è ancora più pesante: è un ulteriore sconvolgimento delle istituzioni democratiche, è un cambiare tutte le regole del gioco poco prima di cominciare a giocare, è ritrovarsi in un campo di macerie costituzionali che sarà difficile ricomporre se non con altre future forzature degli equilibri della nostra intisichita democrazia.

Serve un programma, subito, ora, anche prima: il centrosinistra deve dimostrare di essere pronto a governare DA DOMANI a mezzogiorno al più tardi, ed essere poi conseguente alla svolta che spera.

Paolo Piras 08.04.05 17:23| 
 |
Rispondi al commento

sig.benni premesso che ho letto alcuni suoi libri e sono molto divertenti mi permetto di dirle che non conosce le leggi italiane. se si vincono le politiche si governa per 5 anni (non se perdi europee e regionali il governo cade)continui a scrivere libri se vuole scrivere di politica si informi.nella speranza di vedere al più presto il livorno in serie b porgo i miei saluti

marco nirchi 08.04.05 17:21| 
 |
Rispondi al commento

Pero'sarebbe bello vedere il nano con i tacchi dietro alle sbarre anche solo x 1giorno!!!!!!!!!

Franco De Martino 08.04.05 17:17| 
 |
Rispondi al commento

Democrazia?
1) Da anni e anni un signore, Bruno Vespa, imperversa sulle TV, parla di papi, sorelle Lecciso, bambini massacrati, pippi baudi, reality shows, 11 settembri. E' lì, sempre lì, sulla rete per cui pago il canone, e ha tutta l'aria di voler restarci ancora a lungo. E' democrazia questa?
2)In Lombardia, la regione più popolosa e avanzata d'Italia dal punto di vista economico, universitario, etc. viene rieletto un signore che l'ha già governata per 10 anni fallendo come minimo su trasporti e inquinamento (come minimo): ce lo sorbiremo per altri 5 anni. E' democrazia questa?
3) Al governo viene eletto un signore che a tutt'oggi è il 25mo uomo più ricco del pianeta.
E' democrazia questa?
Ma , scusate, voi credete ancora alla favoletta della democrazia?

william vallone 08.04.05 17:16| 
 |
Rispondi al commento

Ricordiamoci anche che l'idea di sirchia di dare il vaccino antinfluenzale gratis a tutti gli italiani e' stata cosi' comunista da fare arrabbiare persino i Masochisti Italiani (nobile target cossuttiano) e l'Italia dei Malori (schieramento di colui al quale prima o poi avrebbero chiesto come si finanziava fra i DS qualora non si fosse fondato un altro partito. E chiamiamola esternalizzazione dei costi!). Il piccolo Prodino ha fatto e fara' di peggio. Insiste sull'avere le carte in regola, ma lo sanno tutti che e' un discereto baro al tavolo. Le magagne sono note a tutti e insieme devono tacere le piu grosse, magari. Solo che qualcuno e' convinto che piu' poveri ci sono in Italia piu' voti la sinisra avra' e lavora per vincere. Quando saremo tutti per strada a livello LULA (e manca poco), ci faremo tutti un bel ponce ala vela, vero Benni? Ma che 'bei' industriali comunisti che abbiamo, e che bella pensata sindacale quella interinale. Si chieda perche' a Londra chi lavora di meno ha un salario orario maggiore di chi lavora a contratti lunghi e in italia chi lavora meno viene bastonato di piu'..... anche a Livorno!! Che sia una fidelity card CIGL?

salute! :)))

edmond dantes 08.04.05 17:14| 
 |
Rispondi al commento

ma dai.
Ammettete che non vi sembra vero a tutti di poter disquisire saccentemente sulle parole di uno scrittore coi controcazzi, che porcatroia rimane tale anche se l'ispirazione talvolta esce dalle budella e non passa prima dall'ufficio legale del politicamente corretto!
e allora forza BENNI e guarda un po' io aggiungo FORZA HELLAS a dispetto delle tendenze politiche della tifoseria delle quali i tuttologi del blog sapranno sicuramente ogni sfumatura

ettore ciro 08.04.05 17:14| 
 |
Rispondi al commento

Il portatore nano di scarpe coi tacchi è, politicamente parlando, un bollito. Se lo cucineranno a fuoco lento i vari Fini, Follini, Bossi e De Michelis.
Compito di Ciampi è far rispettare la Costituzione, non mandare a casa politici sgraditi. E il "nonno", per quanto è stato possibile fare, questo ha cercato sempre di garantire.
Compito della sinistra non è sperare nelle elezioni anticipate. COMPITO DELLA SINISTRA E' PREPARARE UN PROGRAMMA DI GOVERNO CREDIBILE e presentare una squadra degna di questo nome. Per adesso, la sinistra è ancora una somma di partiti, poco più che un cartello elettorale.
Non mi interessa una sinistra "democristiana" o "comunista". IO VOGLIO UNA VERA SINISTRA LIBERALE E LIBERTARIA.
La prima prova l'avremo coi referendum del 12 giugno.
Da una parte avremo tutta la destra clerico-conservatrice schierata con la Chiesa contro i referendum o per l'astenzione.
Dall'altra? Cosa avremo dall'altra?
A parte Di Pietro, Pecoraro Scanio, Bertinotti e, un giorno sì e l'altro nì, i DS...chi si sta schierando coi radicali? Dov'è l'anelito libertario? Se la sinistra non è decisamente libertaria e liberalsocialista E' UNA SINISTRA PERDENTE. E comunque, per parte mia, non è una sinistra in cui sperare. Ci ritroveremo, come ai tempi del governo Prodi, a fare le leggi sulla rottamazione per fare guadagnare gli Agnelli!

Pierre Robes 08.04.05 17:10| 
 |
Rispondi al commento

Devo ammettere che effettivamente la lettera di Benni fa leggermente cagare . L' italia non si è svegliata , come dice qualcuno nel blog , ma ha semplicemente scelto il meno peggio . Siete tutti entusiasti di rivedere Prodi al governo ? Io no , ma piuttosto che affogare nella merda , preferisco almeno avere la testa fuori per respirare . Questo è ciò che ci rimane , perchè purtroppo una scelta vera non ce l' abbiamo . Vedrete che andremo avanti così , cinque anni a destra e cinque a sinistra , sempre con la speranza di poter cambiare ... speriamo ... speriamo ...

marco ferrari 08.04.05 17:10| 
 |
Rispondi al commento

e la seconda è che la sinistra cambiò 4 articoli di una parte sicuramente importante ma non così fondamentale come quella su cui la destra sta mettendo le mani cambiando 50 (cinquanta. un terzo della costituzione contro 4 articoli) articoli... c'è un pò di differenza, no?

Roberto Corinaldesi 08.04.05 17:09| 
 |
Rispondi al commento

Caro nonno Azeglio. Taglia tutti gli stipendi superiori a 6.000 euro, politici e calciatori in testa. Come dici? Il tuo no?

Stefano Zanola 08.04.05 17:09| 
 |
Rispondi al commento

forse giova ricordare a chi parla di ciò che la sinistra fece con il titolo V della Costituzione, un paio di cose (e sono dati, basta verificare, cioè informarsi, cosa che "Raiset" sta insegnandoci a disimparare)...

la prima è che la sinistra -sbagliando- approvo quello che approvò dopo aver cercato a tutti i costi un accordo con Berlusconi e i suoi sottoposti( qualcuno ricorda la bicamerale?) e votandola poi -ripeto, sbagliando- da soli...

Roberto Corinaldesi 08.04.05 17:07| 
 |
Rispondi al commento

Il clima sembra da grande party. Berlusconi, almeno quello politico, è in sala di rianimazione: encefalogramma piatto. Bene, mi dico. Ho pregato perchè fosse così. Ma il pensiero corre automaticamente al post-nanismo. Chi ripulirà il locale in cui adesso stiamo festeggiando? Perchè è di questo che abbiamo bisogno. Quale forma di vita politica (bando ai colori vi prego, abbiamo spero capito che da soli, e senza idee, non contano niente)? Chi? Forse Prodi, con la sua catarsi cronica, la palpebra in part-time e la mascella sotto contratto a progetto? L'unico uomo al mondo che, intervistato in diretta, riesce a fartela sembrare una pessima registrazione, tanto è imbarazzante il bradipico ritardo tra il suo labiale e la voce? Chi, ragazzi, vi chiedo chi potrà mai ereditare l'indegna cloaca lasciata e cercar di trasformarla davvero in un paese civile?
Di una cosa son contento: stanno staccando la spina, la sala trapassi tra poco sarà di nuovo sgombra. Di un'altra ho puro terrore: sento che quella sala sarà destinata a restar vuota per poco. Cambierà il nome del paziente, non la diagnosi: encefalogramma piatto. Per lui, per noi, per il paese. D'altra parte, la Lazio si è salvata, e non si può pretendere tutto, dalla vita.

Dan Collins 08.04.05 17:07| 
 |
Rispondi al commento

che noia - sembra di essere all'asilo. Si fanno notare delle ovvietà (che evidentemente tali non sono) e parte il disco 'trasferitevi in cina, i comunisti hanno sterminato un popolo, mangiano i bambini, ecc ecc'. Criticare berlusconi non vuol dire elogiarne gli avversari - in italia siamo ridotti a sciegliere il meno peggio. Berlusconi non ha alcun diritto di continuare a governare, se fosse seriamente interessato al bene del paese rispetterebbe il volere del paese. E' la gente a dicedere ciò che è giusto e ora il popolo ha il sacrosanto diritto di vedere il suo massimo rappresentate cambiato. Aspetto con ansia i vostri -maestra maestra, d'alema ha fatto lo stesso, maestra maestra, i comunisti cercano di mangiarmi...

Alessio Ronchi 08.04.05 17:06| 
 |
Rispondi al commento


Caro zione(Stefano Benni),forse nonno Azeglio ha visto bene di che pasta sono fatti gli altri nipotini e ha scelto di tenere il male minore, anche perchè con tutti i Lupi che ci sono in giro prima o poi qualcuno arriverà a sbranarlo

Ma poi, chi ci protteggerà da loro?

Non vedo l'ora che questo accada, così il detto "se lo conosci lo eviti" avrà la sua conferma.

Ma poi chi ce le racconterà le nuove storielle?

Non certo i Fedro di oggi.

Ciao zione,ti voglio bene.


norberto casini 08.04.05 17:06| 
 |
Rispondi al commento

x Sandra Tugnoli
arrghhh ! abbiamo dimenticato la banda bassotti...
W il blog

Daniela Dell'Era 08.04.05 17:05| 
 |
Rispondi al commento


Caro zione(Stefano Benni),forse nonno Azeglio ha visto bene di che pasta sono fatti gli altri nipotini e ha scelto di tenere il male minore, anche perchè con tutti i Lupi che ci sono in giro prima o poi qualcuno arriverà a sbranarlo

Ma poi, chi ci protteggerà da loro?

Non vedo l'ora che questo accada, così il detto "se lo conosci lo eviti" avrà la sua conferma.

Ma poi chi ce le racconterà le nuove storielle?

Non certo i Fedro di oggi.

Ciao zione,ti voglio bene.


norberto casini 08.04.05 17:03| 
 |
Rispondi al commento

forse volevi dire Lombardia e Veneto.
Sei i soldi di cui parli sono stati dati veramente, tanto meglio. Comunque il tuo messaggio non mi è del tutto chiaro.

raffaella marini 08.04.05 17:02| 
 |
Rispondi al commento

Tutti han sempre saputo che era ed è un buffone, che non avrebbe mai potuto mantenere le promesse fatte e non bisogna essere laureati in economia e commercio.Ha sempre fatto il buono ed il cattivo tempo, alla faccia di noi cittadini onesti:ha approvato un sacco di condoni per tutti coloro che non hanno pagato le tasse, ha eliminato il falso in bilancio (chissà perchè!!!), ha tolto l'imposta di successione (ma noi poveri morti di fame eravamo già esenti da questa imposta).
Ha lavorato per aumentare il suo patrimonio e non sicuramente per far star meglio noi.
Ha diminuito le tasse? Ma secondo voi quello che le Regioni non riceveranno dal governo centrale da dove lo prenderanno?!
Mi raccomando alle prossime amministrative votatelo di nuovo così non basteranno più i barattoli di vasellina ne dovremo comprare barili interi (ammesso che ci lascino ancora qualche soldo!!!!)

Paola AMATO 08.04.05 17:01| 
 |
Rispondi al commento

Se anche i leaders del centro sinistra avessero voluto le elezioni anticipate (cosa che tra l'altro hanno appena fatto Fini e Follini), non avrebbero certo ottenuto risultati diversi o migliori: Il premier ha intenzione di portare a termine le sue riforme (in particolar modo far approvare gli emendamenti relativi all'esecutivo)in modo tale da continuare ad arricchirsi e soddisfare ancor di più la sua bramosia di denaro e potere. Abbiamo provato a farglielo capire con le buone, in occasione delle europee e in occasione delle regionali; abbiamo fatto avanzare la lega ma fucilato i forzisti: cos'altro possiamo fare? Credo che Berlusconi sarebbe disposto anche ad accettare con tranquillità le dimissioni dei suoi vice-presidenti (e credo gli farebbero anche un favore): cosa possiamo fare? Non ha senso neppure scrivere a Nonno Azeglio che in quattro anni ha visto ridotto il suo potere e non ha fiatato; ha visto seviziata la sua costituzione e non ha fiatato. Cos'altro possiamo fare?

Luca Volpe 08.04.05 17:00| 
 |
Rispondi al commento

Nonna Papera come presidente del Consiglio.
Pico de Paperis per l'istruzione.
Paperina per la sanità.
Paperon de Paperoni per gli affari.
Paperino e Gastone fanno la dx e la sx.
Qui, Quo, Qua per l'ambiente.
Topolino per la giustizia.
... credo si starebbe meglio ...

Sandra Tugnoli 08.04.05 16:57| 
 |
Rispondi al commento

d'accordo, ma chiedo a benni: se uno è sveglio già da 12 anni e continua a votare senza cambiare nulla, può svegliarsi di più? e se si sveglia di più che fa? e se tutti si svegliano di più che fanno? stanno a guardare con gli occhi sbarrati aspettando le prossime elezioni? o...? ai bambini prepotenti in cortile si dava un calcio in culo, benni cosa propone?

Giuseppe Di Saverio 08.04.05 16:55| 
 |
Rispondi al commento

Sarà per quello, Raffaella, che il polo ha vinto in Lombardia e Piemonte? Sicuramente sono più istruite le 15.000 guardie forestali calabresi che nonostante i 280.000 euro pagati da AN per loro, hanno comunque votato l'ulivo...

Stefano Zanola 08.04.05 16:54| 
 |
Rispondi al commento

Il cavaliere è deleterio per tutti tranne che per se stesso.
Un altro anno di questo governo e vedo il nostro paese sprofondare negli abissi.
Le cose più importanti da salvaguardare?
L'istruzione e la sanità.
Un popolo istruito difficilmente si fa infinocchiare, l'istruzione è la base di ogni democrazia.
La riforma universitaria è un caos, per non parlare dei finanziamenti pubblici alle scuole private.....l'ignoranza del nostro presidente del consiglio e del suo ministro anzi della sua "ministra" non aiuta a migliorare.
Auspico una politica seria e di sinistra che ci aiuti a recuperare i danni ormai fatti dal cav.

raffaella marini 08.04.05 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Al contrario del governo Prodi, D'Alema o Amato
qualcuno arriva a fine mandato.
Gelosi?

Stefano Zanola 08.04.05 16:50| 
 |
Rispondi al commento

Ahahah bella riccardo scotto, ti quoto tutto quello che hai scritto ;)

Capitan C4o$ Commentatore in marcia al V2day 08.04.05 16:49| 
 |
Rispondi al commento

A mio parere questo governo sta amministrando questo paese malissimo. Si lavora tanto sui servizi e poco sulla produzione che è fondamentale, un ingegnere all'estero guadagna il doppio.
Sicuramente un governo di centrosinistra non farebbe miracoli, qualche schifezza uscirebbe comunque ma mi rifiuto categoricamente di avere come presidente del consiglio il peggior delinquente d'italia accusato di corruzione, associazione mafiosa, falso in bilancio ecc. ecc. e non venite a tirare fuori la storia che i giudici che accusano Belusconi sono tutti comunisti perchè sarebbe fantapolitica.

Angelo Ferrante 08.04.05 16:49| 
 |
Rispondi al commento

Io per il nano non ho MAI VOTATO,
credo però sia corretto che arrivi fino a fine mandato magari modificando la sua politica e dicendo cose più furbe.

VOLEVO ANCHE COMPLIMENTARMI CON CHI FINALMENTE HA APERTO GLI OCCHI NEI CONFRONTI DEL NANO NELLE ULTIME VOTAZIONI.

CIAO CIAO ROBERTO

roberto Zollino 08.04.05 16:44| 
 |
Rispondi al commento

Il problema non è nonno Azeglio, ma il duo Prodi-D'Alema che si ostinano a non volere le elezioni anticipate. Non riesco a capire cosa aspettano a far casino e mandare a casa questo governo. Già nel 2001 fecero vincere Berlusconi ora voglian dare una altra chance al cavaliere ? Se vogliamo continuare a tirarci le martellate sugli zibidei prepariamoci ai seguenti scenari futuri riguardo al cavaliere:
1) Sentendosi abbandonato e in declinio potrebbe essere pericoloso un altro anno di suo governo per il futuro nostro e dell'Italia.
2) Potrebbe avere il tempo di riorganizzarzi e riconquistare il terreno perso.
Non so quale delle due ipotesi temo di più.

Moreno Giusti 08.04.05 16:42| 
 |
Rispondi al commento

Beppe scusami ma non trovo più la splendida lettera che Benni ti scrisse cinque anni fa quando Baffetto D'Alema (che le elezioni non le aveva neanche vinte) dopo un rovescio elettorale tirò avanti come nulla fosse ivi compreso il Titolo V della Costituzione (che allora era meno sacra, pare), potresti mica postarla? Se poi scollegassi il neurone della faziosità ottusa dal resto della massa cerebrale anche il blog ne guadagnerebbe. Con affetto, nonostante tutto.

Riccardo Scotto 08.04.05 16:41| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
non si può fare con la lettera di Benni quello che si è già fatto con "via dall'Iraq" e inviare tutti insieme qualche tonnellata di mail al Presidente?
Facci sapere col blog.
W il blog.

Sandro.

Sandro Gastinelli 08.04.05 16:38| 
 |
Rispondi al commento

CARO LUIGI DT, nessuno la obbliga a consultare il blog di Beppe Grillo. Fazioso e imbecille sarà lei. E almeno abbia il coraggio di mettere nome e cognome.

Roberto Conte 08.04.05 16:37| 
 |
Rispondi al commento

....allora sono anche io felicemente ancorata ad un passato di fantasie non realizzate, sperando che queste un giorno possano diventare realtà!
L'importante è crederci fino alla fine e fare di tutto affinchè si realizzino.
Io ci credo ancora beppe e tu?

raffaella marini 08.04.05 16:36| 
 |
Rispondi al commento

x Monica Gobbato

Il fatto che la maggioranza della sinistra sia comunista è una cosa nella quale credete solo tu e il cavaliere.
Per il resto anch'io mi auguro un nuovo partito liberale che prenda l'1 o 2 per cento alle elezioni (come accadeva nella prima repubblica).
Poi mi auguro la fondazione di un vero partito socialista o socialdemocratico come in tutto il resto d'Europa (non Boselli, qualcuno di sinistra), magari fatto dalla minoranza dei DS che potrebbe scindersi dai "riformisti".

Ivano Maglione 08.04.05 16:35| 
 |
Rispondi al commento

....Caro nonno Azeglio, liberaci da quel bambino, ma non ti dimenticare anche degli altri bambini che ci hanno portato dei giochi stupidi(irap), e che ci vogliono portare altri giochi come la"patrimoniale" o l'abolizione della proprietà privata,e perchè no....magari anche il famoso prelievo notturno del 6 per mille dai nostri conti correnti.
caro nonno Azeglio ricordati di controllare che questi bambini non giochino con i soldi degli italiani(Telekom Serbia) buttando via(siamo sicuri??)tanti tanti tanti soldi pubblici, forse è meglio regalarli a chi non tira a fine mese e ce ne sono tanti.

fabio rigamonti 08.04.05 16:34| 
 |
Rispondi al commento

forza livorno. me lo vedo allo stadio il sig. Benni col pugno chiuso. che tristezza. con lui, aimè, condivido la passione per il calcio. per quanto riguarda la politica è meglio che ritorni a parlare di calcio che forse è meglio. Se Berlusca si dovesse trasferire su delle isole incantate perchè anche voi tutti, democratici, ma rossi dentro, non vi trasferite in cina. sono sicuro che lì troverete quello che andate cercando. Cuori a sinistra ma portafogli a destra.
complimenti. Capirai cosa ha fatto la sinistra quando era al potere. Si ricordi sig.Benni che di potere stiamo parlando e alla fine sono tutti uguali cambiano solo di colore..... non per questo potrò mai tenere per il livorno.
Forza Milan.
Stefano

stefano de luca 08.04.05 16:33| 
 |
Rispondi al commento

E LASCIATECI ALMENO LA PROPAGANDA SUL WEB!
VISTO CHE CI HANNO TOLTO PERSINO LA SATIRA DALLE TV.
E POI BASTA COL DIFENDERE IL NANO!!!

Roberto Conte 08.04.05 16:32| 
 |
Rispondi al commento

"Caro nonno Azeglio, da qualche anno, nel cortile italiano, è arrivato un bimbo piccolo ma prepotente. Vuole a tutti i costi fare il capo senza aspettare il suo turno l'anno prossimo. E pensare che lo era anche prima!

Ora, caro nonno Azeglio, è chiaro che se ci sono delle regole vanno rispettate. Personalmente visto come tutti i bimbi delle stesse squadre litigano quotidianamente, potrebbero benissimo smettere di giocare insieme. Saresti così gentile da rifare le squadre mettendo tutti gli stronzi dalla stessa parte? ... Come dici? Ci sarebbe una squadra sola!? Oh, vabbè, tanto di questo passo tra un pò la scuola chiude...

Stefano Zanola 08.04.05 16:31| 
 |
Rispondi al commento

Il fatto che le elezioni politiche ci siano nel 2006 dipende dalla prossima riforma della costituzione...non si sa mai, potrebbero cambiare la durata dei governi perchè in 5 anni è impossibile programmare decentemente la riorganizzazione di una repubblica in uno stato feudale...;-))
Comunque le scadenze previste non cancellano il fatto che la gente va a votare ed esprime nell'unico modo possibile in una Repubblica Democratica (ma lo saremo ancora?) un messaggio non giudicabile di parte, fazioso, organizzato etc. etc.
Sentire il BambinoCheRideSempre parlare di strapotere della sinistra in televisione mi ha veramente gettato nel più profondo sconforto...le risate le ho esaurite molto tempo fa.
E sentirlo dire che "non è contrario" alle elezioni ad Ottobre è sinceramente al limite della stupidità: ANCHE NOI NON SIAMO CONTRARI ALLE SUE DIMISSIONI...e allora che se ne vada!! Che vuol dire che non è contrario alle elezioni anticipate? Non è chiaro il messaggio che gli Italiani gli hanno mandato?
Ci viene a raccontare la favola dell'Europa in crisi e che la gente quando c'è crisi cambia carro e si dimentica di dire che dove il centrosinistra governava le posizioni si sono rafforzate: non sarà allora mica anche un voto contro il governo centrale? E cosa dovrebbe fare la gente se non approfittare delle elezioni "intermedie" per esprimere un parere: la rivoluzione?

Marco Silveri 08.04.05 16:30| 
 |
Rispondi al commento

Mamma che palle tutta sta propaganda lagnosa di serie B. Un messaggio si ed uno no è propaganda.
Mancano ancora 10 mesi alla campagna elettorale Beppe. Sii meno supino, non farti attanagliare dall'odio e dalla frustrazione, ti rovini il fegato per niente. Dai, fra 12 mesi esatti sarà tutto finito. Dai stringi i denti... su, fa il bravo.
Domanda:
ma fra un anno di cazzo parli sul blog? Se cambia governo non hai quasi più nulla da piagnucolare :-)))))


Riccardo Palazzani 08.04.05 16:27| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi ha sempre sostenuto di governare perchè la maggioranza degli italiani glielo chiede (a prescindere dal fatto che chi ha votato per lui nel 2001 è il 29% degli aventi diritto).
Bene, però mi sono sempre domandato se il nostro presidente abbia mai considerato la minoranza degli italiani che non lo vogliono.
Comunque sia, ora mi sembra chiaro che (col crollo al 18% dei consensi a Forza Italia) sia doveroso un cambio al vertice.
Io auspico un bel governo tecnico di transizione in attesa di elezioni anticipate (o sto cazzo di governo è l'unico nella storia della nostra democrazia ad essere sordo verso il voto della gente???)
E smettiamola di difendere questo buffone.

Roberto Conte 08.04.05 16:26| 
 |
Rispondi al commento

molto bella la lettera di Benni...Comunque sono anche io del parere..BASTA ANCHE CON CIAMPI...perchè...forse lui non c'entra nulla?
non era forse governatore della Banca d'Italia?(BANCA PRIVATA!!!!)

io penso che ci siano dentro tutti fino al collo..

O si ricomincia da capo...o non cambia nulla...ci sono troppi interessi...troppi nani...troppi tronchetti...troppi cagnotti...(ops...cRagnotti)

Marco Iannantuoni 08.04.05 16:23| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Stefano,così mi piaci!Sempre nel tuo stile irriverente,comico e serio nello stesso contempo!

Davide Mari 08.04.05 16:22| 
 |
Rispondi al commento

Sono responsabile di un sito di satira veneta che si chiama Satyriconweb.it. Concordo in pieno con il grandissimo Stefano Benni. Credo che anche gli alleati AN e UDC salutino la crisi di Forza Italia con favore. Tornando all'opposizione potranno rompere l'asse con la Lega, che è forse la cosa che più da fastidio a Fini e Follini.
Ma il problema in futuro sarà: ammesso che il centro sinistra vinca le elezioni (anticipate o no che siano), secondo voi, le leggi Ad personam saranno cancellate? Guardo D'Alema, ripenso alla bicamerale, e un brivido mi percorre la schiena. E a voi?

Ilie Rizzato 08.04.05 16:09| 
 |
Rispondi al commento

Ma le elezioni anticipate non si usano più?almeno finchè si può...
Spero di poter essere anch'io così ottimista da pensare che mandandolo a casa le cose si sistemeranno!!Purtroppo le cose in Italia vanno male da parecchio tempo,lo vediamo solo adesso perchè a causa di Berlusconi sono pericolosamente peggiorate.
MA SIAMO SICURI CHE CON LA CLASSE POLITICA ATTUALE (METTIAMOCI DENTRO TUTTI,DESTRA E SINISTRA)SI POSSANO RISOLVERE I PROBLEMI DI UNO STATO ULTRA-CENTRALIZZATO E BUROCRATIZZATO CHE SOFFOCA LA CRESCITA DEL PAESE E I CITTADINI PER IL PERPETUARSI DEL POTERE IN MANO AI SOLITI CEFFI,che produce quotidianamente spreco e ingiustizie, disfunzioni, corruzione e criminalità??
Speriamo,gente, speriamo..

Silvia Carnio 08.04.05 16:06| 
 |
Rispondi al commento

Grande Benni...grandissimo come sempre....
Speriamo che la tua lettera non venga cestinata come spesso oggi accade....

Gianluca Di Febo 08.04.05 16:06| 
 |
Rispondi al commento

per quanto sia vero che indubbiamente Berlusconi non ha più il consenso popolare, è suo diritto continuare la legislatura, se la maggioranza regge.
Effettivamente il continuare a far cadere governi prima del termine della legislatura non è un bene per lo stato e noi Italiani siamo maestri nel fare elezioni con una frequenza preoccupante.
Certo direi che magari vista la situazione, potrebbe non essere il caso di fare modifiche alla costituzione, ma per il resto che vada pure avnti.

P.S. Non sono un Berlusconiano, questo lo scrivo per evitare facili insulti che normalmente seguono alcune mie visioni imparziali legate a Berlusconi.
Per quanto potrei anche volere un'altro governo, devo piegarmi alla legge e alla costituzione che sanciscono il diritto di Berlusconi a governare. Chi si reputa un difensore di queste regole, non può dire che il governo Berlusconi è illegittimo.

Roberto Camarini 08.04.05 16:06| 
 |
Rispondi al commento

Le politiche ci saranno appunto nel 2006. Trattasi di regionali. Non ho una passione straripante per il Berlusca ma per l'opposizione non ne ho per niente. Tra loro peraltro di gente straricca ce n'è pure parecchia. Non mi sembrano abbiano governato meglio. Parlano troppo e a sproposito e la maggioranza della sinistra si professa ancora comunista, concetto di per se aberrante, visto che è fondato sulla NonProprietà e lo Statalismo. Manca un partito liberale serio che non vada a braccetto con la sinistra. Ma più che al Presidente lo chiederei come regalo di Natale (manca ancora qualche mese, possiamo farcela) a chi è in grado di fondare un partito e soprattutto a chi ha idee in proposito.
Saluti a Stefano Benni, sempre stimato e saluti a Beppe, incontrato due volte e visto a qualche splendido suo spettacolo.
Monica

Monica Gobbato 08.04.05 16:03| 
 |
Rispondi al commento

mah... Benni è uno scrittore di rara bravura e grande umorismo, però mi sembra drammaticamente ignorante in materia giuridica, oltre a lanciare accuse che sono perlomeno allargabili non solo agli amici del piccolo bimbetto o nanerottolo che dir si voglia, ma anche ad altrettanti suoi nemici. Nei paesi liberi spesso il primo ministro non ha la maggioranza ddirittura in parlamento a causa di elezioni successive, nè tantomeno nelle circoscrizioni amministrative.
Credo che sia abbastanza ridicolo chiedere al nanetto di dimettersi ora, dopo le porcate costituzionali che i suoi nemici di merende hanno fatto nella precedente legislatura dal dopo Prodi in poi, pur di salvare il cadreghino ancora un po'.
Francamente mi sembra un Benni un po' appannato rispetto a quello del fenomenale Bar Sport.

Fabrizio Ventura 08.04.05 16:02| 
 |
Rispondi al commento

Benni è un grande!!!
Perchè non possiamo avere persone così in gamba nel nostro governo??

Dario Garavini 08.04.05 16:02| 
 |
Rispondi al commento

Non ci posso credere. L'Italia si sta svegliando davvero....Speriamo che non sia un fuoco di paglia. Che non sia il classico modo di una parte di italiani di votare una volta a destra e una volta a sinistra a seconda di come gira la luna.
E' impressionante come siamo stati capaci per anni e anni di farci abbindolare (personalmente no, ma sto usando un plurale "nazionale") dalle parole sconclusionate, dai ragionamenti totalmente irrazionali e dalle continue lamentele dei "bambino cattivo" (o portatore nano di democrazia...). Anche se devo dire che lamentarsi è ormai costume di tutti noi: chi non sbraita ha torto. Chi non si lamenta, ha torto. I comunisti mangiano i bambini... I giudici sono tutti comunisti.... Roba da matti! Vedremo adesso se finalmente si potrà rovesciare (democraticamente, con le elezioni) questo governo. Se si potrà andare a votare per riportare gente un pò più competente al timone della nave e non questo emerito incapace liberista, buono solo x salvare il suo "dorato posteriore" e quello dei suoi compàri. Spero solo che come spesso accade, il centro sinistra non si tiri la zappa sui piedi da solo. Basta stare zitti x vincere le prox elezioni...il resto lo sta facendo tutto il Nano...

Riccardo Lanotte 08.04.05 16:00| 
 |
Rispondi al commento

le elezioni sono nel 2006 ma la decenza e il rispetto possono anche partire da subito!

Roberto Corinaldesi 08.04.05 15:58| 
 |
Rispondi al commento

Se non sbaglio le elezioni POLITICHE ci saranno nel 2006...

Camillo Michielini 08.04.05 15:53| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori