Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Cagliari

  • 556


Clicca su meetup.gif il gruppo degli amici di Beppe Grillo di Cagliari

img.jpg


La vita è diventata uno spettacolo dove noi siamo gli spettatori
e dobbiamo anche pagare il biglietto.

Fate sentire la vostra voce su Cagliari cliccando su Commenti!

Beppe Grillo.

1 Mag 2005, 16:17 | Scrivi | Commenti (556) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 556


Commenti

 

Caro Grillo,
la cosa più bella era vederti in giro per tutto il teatro a cercare con fatica di "svegliare" ogniuno di noi - che ti è capitato a tiro - a suon di cazzotti e/o carezze....spettacolo ottimo, voto 10.

comprare mi piace facebook Commentatore certificato 28.09.15 14:59| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi bisogna riunire le forze e tirar su un bel blog che parli della nostra citta chi sta con me?

creazione siti web cagliari 08.02.12 15:15| 
 |
Rispondi al commento


venite a Cagliari!

case cagliari 29.04.09 22:22| 
 |
Rispondi al commento

Questa delle scie di aerei è una bufala, da tempo smentita. Un aereo normale lascia scie, sempre e comunque. Il propellente usato crea un calore altissimo e mischiato al GELO delle alte quote genera quelle scie che non sono altro che abbozzi di nuvole causate dal vapore acqueo stesso (materiale di cui le nuvole sono fatte) è fisica elementare. un esperimento simile si può fare per creare una nuvola in bottiglia.
Occorre
Una candela o un fiammifero
Una bottiglia di vetro da due
litri con il collo stretto

Svolgimento:
1. Gira la bottiglia a testa in giù e infila la candela accesa nel collo della bottiglia per 5 secondi.
2. Aspetta fino a quando il vetro si è raffreddato, poi soffia forte perché nella bottiglia entri l'aria.
3. Metti la bottiglia in frigorifero e poi guarda cosa succede.

Cagliaritano DOC 12.09.08 19:44| 
 |
Rispondi al commento

Lettera alla RAI. Ci stanno irrorando da anni e censurando ovunque. Chiedo aiuto per i nostri bambini!!! Anche oggi Cagliari è irrorata da decine e decine di aerei tankers che lasciano nel cielo (e poi si spandono a dismisura) sostanze velenose a insaputa di noi cittadini inermi. Basta alzare gli occhi al cielo e informarsi per sapere che non sono normali scarichi di aerei civili. A tal uopo linko un importante sito di sardi preoccupatissimi.
www.sciesardegna.it

Vi scrivo per chiedere la riattivazione su youtube dell'account nicsnics, disattivato su vostra richiesta a causa di uno spezzone di filmato tratto dalla trasmissione chetempochefa dove Piero Pelù chiede a Fazio di parlare di scie chimiche. Il video è disponibile da altre fonti e non viola il copyright in quanto di brevissima durata, anzi, dovrebbe essere un motivo in più di visibilità RAI. Abbiamo bisogno di sapere la verità che si nasconde dietro alle irrorazioni criminali con prodotti chimici, batteriologici, elettromagnetici pericolosi per la nostra salute e quella dei nostri figli. Con questa censura assurda vi sate rendendo complici verso tutti quei loschi figuri che da anni remano contro tutte quelle persone oneste che hanno a cuore il destino della vita propria e di quella degli altri. Nessuno dei media ci da voce e provvederemo immediatamente a denunciare alla Procura della Repubblica qualsiasi altra iniziativa volta a censurare l'account nicsnics appartenente a una persona che sta cercando di rendere pubblico l'avvelenamento costante che sta avvenendo a insaputa dei cittadini inermi. Non siamo pochi, siamo un sacco di persone con famiglia, pronte ad azioni clamorose non violente per svegliare una volta per tutte l'opinione pubblica vessata, disinformata e bombardata quotidianamente con menzogne, volgarità e inesattezze volte a confondere il pubblico dalla realtà. Siamo stufi e stufe e salvaguarderemo la nostra vita e quella dei nostri FIGLI a qualsiasi costo. Grazie

mike sterling 14.05.08 16:26| 
 |
Rispondi al commento

Bravo, vai Grillooo

a cagliari 10.05.08 22:24| 
 |
Rispondi al commento

Quante belle parole... Bombe niente? peccato, alle elezioni Nazionali votate? oppure vi astenete e darete più importanza a chi vota PD, PDL = P2Quadro!
Appunto l'evoluzione della P2 di licio gelli!
Adabadai...

nico me (4mori) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.04.08 23:58| 
 |
Rispondi al commento

IL V-DAY SARDO
DOMENICA 02 MARZO 2008 DAVANTI AL PALAZZO REGIONALE IN VIALE TRENTO A CAGLIARI
MANIFESTAZIONE POPOLARE Dalle 8,30 Alle 13,00
PER DENUNCIARE IL MALESSERE SOCIALE e DIRE BASTA con questo BARBARO SISTEMA
UNITI e COESI PERilBENEdiTUTTI SARDINSIEME e F.L.A.I.C.A.- C.U.B. ASPETTIAMO anche a TE!
GRIDANDO UNITI e COESI INSIEME SI VINCE
DIMOSTRIAMO il nostro DISSENSO POPOLARE
ONESTI CITTADINI, IMPRENDITORI, LAVORATORI, COMMERCIANTI ARTIGIANI, PESCATORI, PENSIONATI, INTELLETTUALI, OPERAI, PASTORI, CONTADINI, STUDENTI e GIOVANI talenti UNIAMOCI per salvare L’ITALIA, VI ASPETTIAMO DAVANTI AL PALAZZO REGIONALE IN VIALE TRENTO A CAGLIARI


IL V-DAY SARDO, NOI LO FAREMO A CAGLIARI OGNI DOMENICA DALLE ORE 9 ALLE 13,30
DI FRONTE ALLA SEDE DELLA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA IN VIALE TRENTO.
I DANNI CHE ABBIAMO SUBITO E CHE STIAMO SUBENDO DALLA PARTITOCRAZIA SONO INCALCOLABILI.
STIAMO VIVENDO, PER COLPA DEI SUOI POLITICANTI INADEGUATI E SENZA SCRUPOLI, UNA GRAVISSIMA EMERGENZA SOCIALE ED ECONOMICA SENZA PRECEDENTI.
NON POSSIAMO PIU' STARE A GUARDARE.
INVITIAMO TUTTI A PARTECIPARE, PER MANDARE A QUEL PAESE I MESTIERANTI POLITICANTI PARTITOCRATICI E PER DECIDERE COME
NEUTRALIZZARLI DEFINITIVAMENTE.
PER COSTRUIRE INSIEME E RENDERE OPERATIVO AL PIU' PRESTO L'AUTOGOVERNO PERilBENEdiTUTTI i CITTADINI SARDI.

www.sardinsieme.com
http://sardinsieme.blogspot.com/
sardinsieme@gmail.com

MARIO FLORE Commentatore certificato 28.02.08 23:53| 
 |
Rispondi al commento

Complimenti in primo luogo a Beppe Grillo per il suo importante lavoro, inoltre porgo un vivo saluto a tutto il gruppo di Cagliari, vorrei entrare in contatto con voi, se entrate in tiscali ho scritto dei commenti sulla attuale situazione politica italiana con nekname Amsicora.Ritengo che tutti noi dobbiamo darci da fare a cambiare le regole della politica. In primo luogo occorre porre un tetto massimo a chi deve operare in politica max 60 anni, poi a casa, per la carica di 1° Ministro max 55 anni, per il presidente della reppubblica max 60 anni, entrambe le cariche non devono essere rinovate, così per i Comuni e Provincie. Qualunque persona che voglia scendere in politica deve aver fatto gavetta nel volontariato, in modo che sappia veramente cosa vuol dire essere al servizio della propria comunità, deve essere onesto, moralmente integro, giovame, aperto ai problemi dei giovani. Ogni giovane deve trovare lavoro, avere la possibilità di crearsi un futuro. Basta con la politica della corruzione, scambio di voto, truffe e sanatorie per chi delinqua, per chi ruba, per chi imbroglia, rivalutiamo il servizio che lo stato deve dare in primis per le persone oneste che rispettano i valori, la costituzione, e tutto quello che l'uomo ha saputo costruire con la propria intelligenza. Spero che possiate chiamarmi vorrei partecipare alle vostre riunioni. A presto.

Pietro Corona 23.01.08 15:21| 
 |
Rispondi al commento

Assemblea permanente e occupazione della fabbrica.Questa è la drastica decisione assunta in data odierna dall'assemblea dei lavoratori dellostabilimento UNILEVER di V.le Marconi a Cagliari.La chiusura della, fabbrica, prevista per la fine di Dicembre è alle porte e il timore è che non cisiano soluzioni alternative per il proseguo dell'attività produttiva. Cresce l'angoscia tra ilavoratori che intravedono solo un imminente futuro da disoccupati.La comunicazione con la quale Unilever ha notificato il provvedimento di licenziamento collettivo èl'ultimo ed ennesimo atto di arroganza nei confronti dei lavoratori, delle organizzazioni sindacaliche li rappresentano, e di tutto il popolo sardo.I lavoratori, con questa decisione, hanno deciso di inasprire la lotta e non escludono ulteriori epiù incisive iniziative. Da questa notte oltre cinquanta lavoratrici e lavoratori sono asserragliatidentro la fabbrica e non hanno ness:una intenzione di uscire senza garanzie per il futuro produttivo,per il loro lavoro e il sostentamento delle loro famiglie. 'Ci rivolgiamo a'tutti coloro che sono sensibili alle problematiche del lavoro nella nostra regione.Non bastano le parole di solidarietà, anche se queste aiutano la lotta, ma occorrono atti concretisoprattutto da parte di chi governa;'La Regione con il suo silenzio in"questa vicenda,'ancora unavolta ha dimostrato la propria impotenza contro l'arroganza di una multinazionale che fa quello vuolesulla pelle dei sardi.E' necessario un appoggio concreto da parte delle istituzioni a sostegno della vertenza deilavoratori Unilever di Cagliari, sono necessarie e indispensabili iniziative istituzionali checonducano ad un esito positivo in tempi brevi.L'appello che lanciamo attraverso questo comunicato ci auguriamo che venga ascoltato e recepito datutti coloro che hanno a cuore il lavoro ed il futuro dello sviluppo economico e sociale della nostra regione.

Shar Dan 08.12.07 16:44| 
 |
Rispondi al commento

S.S. 195 cagliari-pula!La regione spende i nostri soldi per peggiorare la viabilità (forse per boicottare il turismo su altre mete)?costruisce rotonde su rotonde (sbagliando pure dimensioni e distanze dagli incroci dove è previsto un afflusso di mezzi pesanti visto che ci si trova vicino ad una grossa raffineria)?in ogni rotonda ci sta una rosa dei venti(alcune installate non correttamente il sud indica il nord, ci sarà stata l'offerta prendi 6 paghi 2)?mette delle ringhiere al posto dei guard-rail su una S.S. al rischio e pericolo per tutti i motociclisti?espropria terreni per peggiorare il tutto?ebbene amici è proprio così una delle strade più pericolose dell'hinterland cagliaritano è resa sempre più pericolosa, non era più semplice allargare la strada mettendo corsie di accellerazione facendo una sola rotonda o soppraelevata al semaforo di capoterra per far defluire il traffico al posto di fare 6 rotonde sui retilinei?

luca pollo 17.06.07 13:23| 
 |
Rispondi al commento

Un Buongiorno a tutti,

Vi invito a visitare il nuovo sito che ho creato utilizzando meetup l'area di riferimento è la sardegna e per l'esattezza olbia anche se per regioni di lavoro il cordinamento avviene da milano.
Invito tutti a dare una sbirciata e aggiungere qualche cosa di proprio per alimentare i temi trattati con propri commenti e vuove proposte.

Andrea Verardi

Andrea Verardi 13.06.07 16:00| 
 |
Rispondi al commento

Un Buongiorno a tutti,

Vi invito a visitare il nuovo sito che ho creato utilizzando meetup l'area di riferimento è la sardegna e per l'esattezza olbia anche se per regioni di lavoro il cordinamento avviene da milano.
Invito tutti a dare una sbirciata e aggiungere qualche cosa di proprio per alimentare i temi trattati con propri commenti e vuove proposte.

Andrea Verardi

Andrea Verardi 13.06.07 15:59| 
 |
Rispondi al commento

Dal PARADISO all’ INFERNO … passando per il PURGATORIO (breve viaggio)

Vogliamo denunciare lo stato di abbandono in cui versano i lavoratori ALGIDA-UNILEVER
di CAGLIARI da parte , non solo dell’ azienda , ma ancor peggio da parte dei sindacati
territoriali e nazionali (FLAI-CGIL, FAI-CISL, UILA-UIL) e dalle istituzioni regionali e nazionali che dopo l’incontro del 4 aprile 2007 tenutosi a ROMA , presso la sede del ministero dello sviluppo
economico , tra i sopra citati e il sottosegretario ON. ALFONSO GIANNI si sono dati per “latitanti”. Unico riscontro che allora ci apparve positivo fu l’impegno successivo assunto con il
governatore della regione Sarda il DOTT. SORU. Ad oggi tale incontro non solo non è avvenuto
ma non c’è una data certa perché ciò avvenga .
Come da comunicato pubblicato in bacheca aziendale , nell’incontro informativo riguardante gli stabilimenti di Caivano (NA) , Cisterna (LT) e CAGLIARI tenutosi presso l’ Associazione degli Industriali di Roma , il Dott. GALEAZZI, per CAGLIARI e Caivano ha evidenziato alcuni dati che ci fanno ancora una volta I MIGLIORI !!!

CAGLIARI : incremento del rendimento produttivo dal 87,4% nel 2001 al 91,80% nel 2006
Il 99% di pallets/venduti
Il miglior premio per obbiettivi raggiunto

CAIVANO : la produzione passa da circa 130 milioni di litri nel 2005 a circa 127 mlioni di
litri nel 2006

CAGLIARI : l’assenteismo è confermato sotto il 3%, esattamente il 2,6%

CAIVANO : l’assenteismo passa dal 5,1% nel 2003 al 7,6% nel 2006 con un incremento del
49%
8 eventi dichiarati come infortuni e non riconosciuti dall’ INAIL
in compenso hanno 5 milioni di euro da investire

CAGLIARI : confermati almeno 13,7 milioni di litri di produzione per il 2007, che nel 2008
andranno a Caivano

Ricardo Massa (rikmax) Commentatore certificato 31.05.07 13:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LE MULTINAZIONALI SOTTOCASA: BOICOTTA UNILEVER:Conosciamo tutti la diffusa e triste pratica delle multinazionali di
delocalizzare i propri stabilimenti con lo scopo di massimizzare i propri
utili: vengono chiusi gli impianti produttivi per essere poi riaperti in
località in cui vi è un regime fiscale più conveniente, la manodopera è meno
retribuita, i diritti dei lavoratori sono meno tutelati ( con meno spese e
più guadagni per l'azienda). In questo modo crescono sacche di povertà e
disagio in occidente e si distruggono le economie locali nei paesi in via di
sviluppo.


Questo sta ora succedendo a Cagliari dove la multinazionale UNILEVER sta
chiudendo un impianto produttivo ( i questo caso specializzato nel settore
gelati-surgelati) lasciando in mezzo alla strada centinaia di lavoratori,
alcuni dei quali da decenni al servizio presso questo stabilimento. Lo
stabilimento in questione si trova IN ATTIVO sotto il punto di vista
finanziario, ironicamente sulla pagina "i nostri valori" del sito unilever
possiamo trovare scritto: "Siamo impegnati a gestire in modo responsabile il
nostro impatto nella società e sull'ambiente."…. mentre non è possibile
trovare un contatto email.


A poco varranno le proteste che i lavoratori stanno ora portando avanti, le
corporations hanno un solo valore e un solo fine: il profitto.


Ed è a questo che occorre mirare.

SHAR DAN 31.03.07 23:01| 
 |
Rispondi al commento

La sorte di queste persone potrebbe essere simile alla nostra o a quella di
un nostro familiare invitiamo TUTTI pertanto a boicottare tutti i prodotti
che recano il marchio UNILEVER affinché questa azienda si impegni veramente
a gestire in modo responsabile il proprio impatto nella società e
nell'ambiente. I marchi da boicottare sono vari e li trovate direttamente
sul sito unilever o sugli scaffali dei supermercati; sono prodotti del
settore alimentare, della cura della persona e per la pulizia, forse sono
prodotti che acquistate per cui controllate le etichette.


È inoltre molto utile che inviate alla unilever una semplice cartolina con
su scritto:


Il sottoscritto……………….. ha deciso di esimersi dall'acquisto dei vostri
prodotti nonché sconsigliarne l'acquisto a tutti i suoi conoscenti fino a
che la vostra azienda non si impegnerà concretamente a gestire in modo
responsabile il proprio impatto sulla società, cosa che non avviene in
relazione alla chiusura del vs stabilimento in Cagliari - divisione Ice
Cream & Frozen Food.


Firmato


Il cittadino e consumatore


____________________


l'indirizzo a cui spedire la cartolina è:


*Unilever Italia Srl - Ufficio Relazioni Esterne - Via N. Bonnet, 10 - 20154
Milano*


FAI *GIRARE* QUESTA EMAIL: DAI IL TUO CONTRIBUTO!!!

SHAR DAN 31.03.07 23:00| 
 |
Rispondi al commento

Vogliono andare via dalla Sardegna?Facciamoli andare via del tutto!Boicottiamo i prodotti della Unilever,non comprate queste marche:Carte D'or,Algida,Lipton,Té Ati,Bertolli,Olio Dante,Friol,Hellmann's,Calvé,Gradina,Santa Rosa,Knorr,Findus,Igloo,Genepesca,Slim Fast,Milkana,Cif,Omo,Coccolino,Ava,Bio Presto,Vim,Lysoform,Svelto,Axe,Rexona,Impulse,Dove,Lux,Clear,Denim,Atkinson,Mentadent,Benefit,Gibbs,Sunsilk,Leocrema
--
Solidarietà ai Lavoratori Unilever Cagliari

SHAR DAN 31.03.07 22:55| 
 |
Rispondi al commento

CAGLIARI. I piani aziendali dicono che lo stabilimento Unilever di viale Marconi dove si producono i gelati Algida deve chiudere il 31 dicembre di quest’anno. Dieci mesi di sicura passione attendono i 180 lavoratori che ogni giorno sfornano “ice cream” destinati a bar e supermercati di tutta Europa. L’imperativo sindacale è solo uno: salvare il posto di lavoro.Cgil, Cisl e Uil allargheranno la cerchia degli interlocutori. Una delegazione sindacale si presenterà davanti al palazzo della Regione, in viale Trento, per avere un incontro con la giunta. Niente di clamoroso, s’intende: «Solo un modo per coinvolgere le istituzioni nella nostra lotta le segreterie territoriali di categoria - spiegano ancora - Flai-Cgil, Fai-Cisl e Uila-Uil in un documento hanno già chiesto ai presidenti della Regione e del Consiglio, al sindaco Emilio Floris, al presidente della Provincia e all’assessore regionale dell’Industria, nonché ai capigruppo dei partiti, di fare fronte comune per costringere l’Unilever a rivedere le proprie decisioni».
E’ ben strano il destino di questo stabilimento che dà lavoro a quasi 180 lavoratori - 80 a tempo indeterminato, 26 par time, 70 stagionali - gira a pieno regime (tre turni giornalieri), l’anno scorso ha prodotto ben 133 milioni di pezzi, otto milioni in più di quanto previsto dal piano aziendale, ha vinto un premio internazionale per la qualità totale e la cultura del miglioramento continuo, ma deve chiudere a fine anno. Misteri legati alle strategie aziendali: «La scelta della multinazionale anglo-olandese Unilever - dice Francesco Piras, segretario territoriale della Fai-Cisl - più che da cause economiche dipende da fattori geopolitici.L’azienda stessa, dati alla mano, ha sempre affermato che Cagliari si è saputa ritagliare un ruolo da protagonista nel difficile mercato dei gelati. Ancora nel luglio dell’anno scorso i dirigenti ci hanno detto che tutto andava bene. Viale Marconi dunque non chiude perché è in passivo o non è competitivo!

rik max 19.02.07 23:16| 
 |
Rispondi al commento

La storica fabbrica dei gelati di Cagliari,ex-Toseroni,è in chiusura;
La Unilever,multinazionale anglo-olandese sua attuale proprietaria,per la quale fabbrica da decenni sotto i marchi Algida,Sorbetteria di Ranieri,Carte D'Or ecc ecc,ha deciso che non serve piu'.
E' mai possibile che non servano gelati nella terra delle vacanze?
Non è una azienda in perdita,si è calata nella "flessibilita'"piu' assurda,ha sposato i metodi di lavoro congeniali alla filosofia aziendale,non da' problemi sindacali....e allora?
Nessuno ci aiutera' a mantenere il nostro posto di lavoro...e noi andavamo fieri di lavorare per loro.

Da oggi nella terra delle vacanze solo gelati d'importazione

rik max 17.12.06 09:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe

Domanda: ma non eri tu quello che sino a qualche hanno fa criticava internet? Ricordo qualche tuo spettacolo in cui criticavi l'avvento di internet... ma... forse non avendo più spazio nella televisione italiana hai cambiato idea? Un ultima cosa... nel tuo ultimo spettacolo hai fatto riferimento al classico video che mandano in onda nei cinema... quello sulla pirateria... hai concluso dicendo.... ..."invece pagare 27 euro un cd.....non è un furto?" .... hem .. il prezzo del biglietto del tuo spettacolo quanto è costato? Se non sbaglio sui 30 Euro... Come puoi dire che il tuo non sia un furto?

Luciano Soddu 15.02.06 16:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe

Domanda: ma non eri tu quello che sino a qualche hanno fa criticava internet? Ricordo qualche tuo spettacolo in cui criticavi l'avvento di internet... ma... forse non avendo più spazio nella televisione italiana hai cambiato idea? Un ultima cosa... nel tuo ultimo spettacolo hai fatto riferimento al classico video che mandano in onda nei cinema... quello sulla pirateria... hai concluso dicendo.... ..."invece pagare 27 euro un cd.....non è un furto?" .... hem .. il prezzo del biglietto del tuo spettacolo quanto è costato? Se non sbaglio sui 30 Euro... Come puoi dire che il tuo non sia un furto?

Luciano Soddu 15.02.06 16:05| 
 |
Rispondi al commento

Io penso che il Ns presidente Soru potrebbe fare qualcosa per abbare il costo del gas Gpl sia per uso cucina sia per il riscaldamento.
Ricordo che in continente il costo del metano a parita' di calore prdotto costa mediamente molto meno della meta'.
Quindi proporrei di invitare i ns politici (nell'ambito dell'autonomia) a provvedere in tal senso abbattendo le tasse sul Gpl per uso domestico come avviene per quello da autotrazione.
Facciamo sapere questa ns richiesta al presidente Soru e se si dovesse disinteressare non votiamolo piu'
Andrea

Andrea Puddu 13.02.06 19:36| 
 |
Rispondi al commento

Il ministro Baccini ha aperto un blog per la sua candidatura a sindaco di Roma. Nel blog si parla però principalmente dello sblocco delle assunzioni per il 2005, che migliaia di italiani stanno aspettando. Poichè Baccini, in qualità di Ministro della F(i)nzione Pubblica, è il responsabile dell'iter per lo sblocco, vorrei pregare tutti i lettori di andare sul blog di Baccini per far sentire la propria voce, in modo che forse il ministro si da una mossa, ponendo fine all'agonia di migliaia di precari e disoccupati in attesa di assunzione.
Questo è il blog: http://www.romacomelavorrei.it/dblog/articolo.asp?articolo=12#commenti

Date anche un'occhiata qua: web.tiscali.it/assunzioni2005

P.s. scrivo in tutti i post, non perchè sono uno spammer, ma perchè stiamo parlando di un problema che riguarda tutta l'Italia, quindi deve avere la massima divulgazione.
Ciao

Boor bon 13.02.06 11:39| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe io e mio cugino siamo in un internet point a 2,60 e l'ora, mi spieghi perchè dobbiamo pagare per un servizio che ovunque (tranne qui) è gratuito??????????????

fla 11.02.06 13:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...continuo...Non posso neppure accedere a un master and back perché alla laurea ho preso 101/110 e per la partecipazione è richiesto come voto minimo 105! E qui ci sarebbe tutto un discorso da fare relativo al fatto che chi si laurea con un voto minimo è spesso residente o domiciliato fuori sede e non ha la possibilità di pagarsi un affitto in città etc etc…
Per quanto ancora noi laureati dovremo sopportare situazioni di questo genere???

roberta angius 10.02.06 14:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe
Anzittutto complimenti perché sei una delle poche persone che ci illumini.io mi sono laureata in scienze politiche ad aprile scorso, ho fatto un tirocinio gratuito, senza neppure un piccolo rimborso spese, in una pubblica amministrazione ed ora sono alla ricerca disperata di un lavoro che mi permetta almeno di pagarmi l’affitto e le varie spese a Cagliari…ciò almeno per evitare di rientrare nel mio paese dove di lavoro non vi è neppure l’ombra. Subito dopo la laurea avrei voluto fare un master bandito dall’università ma era previsto un pagamento immediato senza alcuna possibilità di rateizzazione.Ho fatto vari colloqui e le uniche possibilità di lavoro sono quelle offerte dai call center e dalle varie società di marketing!Nei primi ho fatto tanti colloqui,la maggior parte di questi non garantisce un fisso ma si guadagna sulla base di provvigioni! Mi sono poi imbattuta in una società di marketing e appena ho saputo che non operavano attraverso un call center mi sono rallegrata…purtroppo però le sorprese non sono mancate! Ho fatto il colloquio e secondo gli accordi stabiliti avrei dovuto lavorare in amministrazione dalle 8.30 fino alle 19.00 (!) con una piccola pausa pranzo. Il giorno dopo invece vengo fatta salire in macchina e finisco in giro a Macomer a vendere telefonini!
Mi sono poi orientata verso un PIP (piano di inserimento professionale). All’Agenzia regionale del lavoro mi hanno dato l’elenco delle associazioni di categoria che dovrebbero contattare le aziende che offrono i PIP, ma alle associazioni di categoria non sanno quali loro aziende fanno i PIP e peggio ancora non rilasciano l’elenco delle aziende associate per motivi di privacy!!! E che dire poi dei tirocini SPOT dell’Agenzia regionale del lavoro….l’Agenzia dovrebbe promuovere tali tirocini per tutti i sardi, invece sono riservati ai soli residenti a Cagliari! Non posso neppure accedere a un maste

roberta angius 10.02.06 14:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Com'è possibile che da noi in Sardegna per acquistare una bombola di gas da 15 Kg si debba spendere in media 35 € mentre in Sicilia e in Puglia bastano 15 o 18 €.
Come dobbiamo comportarci e a chi dobbiamo chiedere per verificare la legittimità di questi prezzi?

Nicola A. 10.02.06 10:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cagliariblog...bella idea, peccato che non ci sia nessuno...
REVERENDOJONES
http://www.freeforumzone.com/viewForum.aspx?f=65232

Stefano Deiana 05.02.06 21:15| 
 |
Rispondi al commento

Cagliariblog...bella idea peccato che non ci sia un cane...
REVERENDOJONES
http://www.freeforumzone.com/viewForum.aspx?f=65232

Stefano Deiana 05.02.06 21:10| 
 |
Rispondi al commento

Puoi copiare e incollare sul motore di ricerca la parola

CAGLIARIBLOG

Troverai un sacco di persone come te, finora senza voce, che vogliono migliorare la Cagliari in cui anche TU vivi.

Finalmente puoi conoscere altri punti di vista, far sentire anche la tua voce e partecipare.

Puoi non lasciare che gli altri decidano le cose davvero importanti per TE.

Prova.

Se ti piace e vuoi passare parola:
copia e incolla sulle tue email e gira.

Ciao

aldo vacquer 04.02.06 13:04| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

1) Forse si potrebbe cercare di individuare forme di sotegno e non sostegno se rispettano e non rispettano di alcuni standard di civiltà.

E' risaputo che c'è corruzione, è risaputo che molte aziende anche italiane spostano lì capitali e altre risorse, è risaputo che queste stesse fanno concorrenza molto forte (forse sleale?) a chi qui vorrebbe lavorare con rispetto delle persone.

Frse è possibile legiferare anche dei vincoli all'attività di italiani e comuinitari al loro comprotamento instati esteri con forti deterrenti qui in europa per i loro interessi.

Perciò forse gli strumenti di stimolo ad una civiltà globale potrebbero non mancare per contrastare o limitare gli stimoli che anche da parte di forze occidinentali sostengono in qualche modo i governi lì esitenti che si comortano come vediamo.

2) Proprio perchè ho apprezzato quel poco che conosco delle azioni di Stefano Deliperi e del gruppo di intervento giuridico, avrei il piacere di riuscire a leggere i commenti nel sito di intervento giuridico, che invece risultano in un carattere piccolissimo (per lo meno al mio pc). Scritte ben leggibili di alcuni e meno leggibili di altre persone mi evocano i contratti di assicurazione, in cui proprio quello che si scrive in piccolo molte volte è determinante.

Aldo Vacquer 04.02.06 10:53| 
 |
Rispondi al commento

Vi prego di guardare questo link, ha una foto piuttosto cruda, ma è bene sapere.

http://gruppodinterventogiuridico.blog.tiscali.it/zw2408095/

Antonello Brughitta 04.02.06 03:10| 
 |
Rispondi al commento

Vi prego di guardare questo link, ha una foto piuttosto cruda, ma è bene sapere.

http://gruppodinterventogiuridico.blog.tiscali.it/zw2408095/

Antonello Brughitta 04.02.06 03:09| 
 |
Rispondi al commento

Forse la gente si "abuligia" solo perchè non conosce la potenzialità della propria azione di impulso sulle candidature, sui programmi e sulle azioni di coloro che avranno CONDIZIONATAMENTE il nostro voto. Facciamo sentire la nostra voce sui diversi siti, iternet o non internet, sui blog ed ovunque. (ad esempio c'è un blog molto attivo dell'associazione Ferrara, il candidato alle primarie).
Una volta Ghandi ha iniziato un'operazione di sensibilizzione con 13 donne, man mano che camminavano sono diventate 3000 persone. Certo è costato fatica, ma la gente se lo ricorda ancora, altro che palle! Diamo consenso, ma siamo anche capaci di toglierlo, ai candidati in funzione strettametne dipendente alle cose che fanno prima delle elezioni, che poi inseriscono sui programmi, che poi realizzano e che non realizzano. Stiamogli addosso e faciamo conoscere alla gente. Sono molto più sensibili al consenso deglielettori, anceh in periodo di non elezioni, di quanto molti pensano, perchè da quello dipendono le loro sorti.
Ed ora ci sono le elezioni. Quale miglior momento per farsi sentire se non ora?

ok?

aldo vacquer 03.02.06 23:09| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe quando torni a cagliari? ho visto lo spettacolo al teatro comunale due anni fa circa, e devo dire che mi hai fatto veramente ridere....ma allo stesso tempo intristire...davvero, quando sono uscita dal teatro non avevo parole se non... ma ti rendi conto in che mani siamo ?!? si tu si che ti rendi conto, per questo ci metti anima e cuore nelle tue esternazioni, si capisce!
non che io non sia consapevole di chi siano e cosa combinino chi ci governa ,in primis il "CAVALIERE" con i suoi compagni di merenda!!! gia questo sorriso falso stampato in faccia, che pare dica si si adesso si che vi fotto io!!! Non mi rappresenta proprio!!! io voglio gridarlo ad alta voce non voglio essere rappresentata da persone del genere, come può un presidente del consiglio con tutte quelle pendenze penali candidarsi ancora per le elezioni ma dove vuole arrivare? non li basta il suo immenso patrimonio (accumulato poi sappiamo come)??? devo dire che comunque ormai anche la sinistra non fa altro che sprecare energie per rispondere agli attacchi della destra , insomma fa il suo gioco!quindi sono parecchio scoraggiata! qua in sardegna la situazione è pessima sotto tutti i punti di vista a cominciare dallo sviluppo e dall'occupazione, un vero disastro, il nostro presidente della regione "sorride poco" e bada ai fatti ma la gente ha bisogno di essere abbindolata da spot chiacchiere e sorrisi, sardi svegliatevi!!!! al signor berlusconi la sardegna interessa solo per le SUE vacanze nella SUA immensa villa, costruita non a un kilometro dal mare ma fin dentro il mare nella NOSTRA TERRA!!! perche il tuo intento e far "aprire gli occhi alla gente" ma la gente non ha voglia di impegnarsi in discorsi troppo impegnativi, preferisce ammorbarsi davanti alla tv. con programmi demenziali, vedi reality show e le defilippiche trasmissioni che raggiungono anzi toccano il fondo. posso dire "fermate il mondo voglio scendere"?

Catia Cara 03.02.06 09:52| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe quando torni a cagliari? ho visto lo spettacolo al teatro comunale due anni fa circa, e devo dire che mi hai fatto veramente ridere....ma allo stesso tempo intristire...davvero, quando sono uscita dal teatro non avevo parole se non... ma ti rendi conto in che mani siamo ?!? si tu si che ti rendi conto, per questo ci metti anima e cuore nelle tue esternazioni, si capisce!
non che io non mi sia consapevole di chi siano e cosa combinino chi ci governa ,in primis il "CAVALIERE" con i suoi compagni di merenda!!! gia questo sorriso falso stampato in faccia, che pare dica si si adesso si che vi fotto io!!! Non mi rappresenta proprio!!! io voglio gridarlo ad alta voce non voglio essere rappresentata da persone del genere, come può un presidente del consiglio con tutte quelle pendenze penali candidarsi ancora per le elezioni ma dove vuole arrivare? non li basta il suo immenso patrimonio (accumulato poi sappiamo come)??? devo dire che comunque ormai anche la sinistra non fa altro che sprecare energie per rispondere agli attacchi della destra , insomma fa il suo gioco!quindi sono parecchi scoraggiata! qua in sardegna la situazione è pessima sotto tutti i punti di vista a cominciare dallo sviluppo e dall'occupazione, un vero disastro, il nostro presidente della regione "sorride poco" e bada hai fatti ma la gente ha bisogno di essere abbindolata da spot chiacchiere e sorrisi, sardi svegliatevi!!!! al signor berlusconi la sardegna interessa solo per le SUE vacanze nella SUA immensa villa, costruita non a un kilometro dal mare ma fin dentro il mare nella NOSTRA TERRA!!! perche il tuo intento e far "aprire gli occhi alla gente" ma la gente non ha voglia di impegnarsi in discorsi troppo impegnativi, preferisce ammorbarsi davanti alla tv. con programmi demenziali, vedi reality show e le defilippiche trasmissioni che raggiungono anzi toccano il fondo.

Catia Cara 03.02.06 09:47| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti, ho letto alcuni dei post e devo dire che mi fa piacere che i miei concittadini, almeno alcuni, si stiano risvegliando dal torpore che li contraddistingue. Tuttavia sono profondamente deluso dalla situazione. A luglio sono tornato da Londra dopo un'assenza di quattro anni. La Gran Bretagna non è certo il massimo...ma contrariamente a quanto mi aspettavo mi è mancata. Mi è mancata la libertà di espressione, che nel nostro paese è imbavagliata da falsi moralismi, strapoteri (ma avete visto chi sapete voi a Porta a Porta?????) e in generale una paura diffusa ad esprimere la propria opinione -non si sa mai che qualcuno più potente di noi si possa sentire offeso-. Mi manca la meritocrazia. Mi manca la libertà di credo, quella vera, perchè non sono solo le leggi scritte a limitare la libertà, ma anche le consuetudini sociali. Mi manca l'integrazione razziale, non quella perbenista e falsa che ci curiamo bene di mostrare agli altri con i sorrisi e le battute scambiate con il ragazzo extracomunitario di turno. Mi manca il pluralismo e la correttezza nell'informazione. Mi manca la spregiudicatezza dei giornalisti...quando inizieranno a fare domande serie e a pubblicarle? Mi manca la gente che fa la fila. Mi manca la gente che si rifiuta di essere raccomandata. Mi manca la professionalità. Sempre più mi rendo conto di quanto l'opportunismo e l'arrivismo siano profondamente radicata nella nostra società. Siamo forti coi deboli e deboli coi forti. Ma siamo anche un popolo di persone generose (con chi ci piace) e creative, solari e intelligenti. Forse è ora che noi giovani ci svegliamo dall'ipnosi mediatica nella quale siamo caduti e ci diamo una mossa, altrimenti altro che Grande Fratello, George Orwell non sapeva quanto la tecnologia avrebbe progredito...

Michele Tuveri 02.02.06 00:54| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti, ho letto alcuni dei post e devo dire che mi fa piacere che i miei concittadini, almeno alcuni, si stiano risvegliando dal torpore che li contraddistingue. Tuttavia sono profondamente deluso dalla situazione.
A luglio sono tornato da Londra dopo un'assenza di quattro anni.
La Gran Bretagna non è certo il massimo...ma contrariamente a quanto mi aspettavo mi è mancata.
Mi è mancata la libertà di espressione, che nel nostro paese è imbavagliata da falsi moralismi, strapoteri (ma avete visto chi sapete voi a Porta a Porta?????) e in generale una paura diffusa ad esprimere la propria opinione -non si sa mai che qualcuno più potente di noi si possa sentire offeso-.
Mi manca la meritocrazia.
Mi manca la libertà di credo, quella vera, perchè non sono solo le leggi scritte a limitare la libertà, ma anche le consuetudini sociali.
Mi manca l'integrazione razziale, non quella perbenista e falsa che ci curiamo bene di mostrare agli altri con i sorrisi e le battute scambiate con il ragazzo extracomunitario di turno.
Mi manca il pluralismo e la correttezza nell'informazione.
Mi manca la spregiudicatezza dei giornalisti...quando inizieranno a fare domande serie e a pubblicarle?
Mi manca la gente che fa la fila.
Mi manca la gente che si rifiuta di essere raccomandata.
Mi manca la professionalità.
Sempre più mi rendo conto di quanto l'opportunismo e l'arrivismo siano profondamente radicata nella nostra società. Siamo forti coi deboli e deboli coi forti.
Ma siamo anche un popolo di persone generose (con chi ci piace) e creative, solari e intelligenti.
Forse è ora che noi giovani ci svegliamo dall'ipnosi mediatica nella quale siamo caduti e ci diamo una mossa, altrimenti altro che Grande Fratello, George Orwell non sapeva quanto la tecnologia avrebbe progredito...

Michele Tuveri 02.02.06 00:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Tv analogica continuerà a funzionare fino a fine 2008, e non fino alla fine del 2006, come inizialmente stabilito. In questo modo, come era logico aspettarsi, l’Italia si allinea alle decisioni dell'Unione europea.

Ma il grande paradosso è che, al momento, rimane invece confermato il programma sperimentale per Sardegna e Val d'Aosta, per le quali l'addio all'analogico resta previsto per il 31 luglio 2006. Più di due anni prima rispetto al resto d'Italia.

La cosa che fa più riflettere è che l’'Unione europea aprirà una procedura d'infrazione contro l'Italia per i finanziamenti pubblici destinati all'acquisto di decoder per il digitale terrestre. Gli aiuti di Stato ai consumatori dovrebbero infatti essere destinati a decoder tecnologicamente neutrali.

Ci chiediamo. Perchè incentivare il digitale terrestre e non anche il digitale satellitare? Perchè si sono voluti anticipare in questo modo i tempi, quando pure negli Stati Uniti partiranno col digitale soltanto dal 2009? Perchè non aspettare l’evolversi della tecnologia digitale (gli apparecchi attuali potrebbero essere tra poco superati da nuovi modelli) e non puntare a rafforzare l’Adsl, dove siamo parecchio indietro?

Da quanto avvenuto, ne sono rimaste scottate due Regioni. Pensano forse che possano propinarci tutto, sacrificando la gente alle logiche affaristiche e clientelari di chi decide? Meno male che tra poco arrivano le elezioni...

Roberto Dessy - Tom Shopper 29.01.06 15:08| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo con il 99,99% di tutto quello che ha scritto. Anche il vaffanculo penso non guastasse assolutamente.

Piuttosto "piove governo ladro" l'ho sentito dire in TV di recente, in quanto luogo comune con il quale si imputa al governo ogni sorta di ingiustizia, finanche il maltempo, che notoriamente non dipende dal tempo.

Anche nel suo interesse signore, si documenti su tutte le fonti di informazione che lei ha a disposizione, specie quelle che appartengono a diversi centri di potere. Così avrà modo di avere un'idea pià precisa di chi sono le persone potenti che più rovistano nelle sue tasche, magari facendole un sorriso mentre le danno la mancia.


Buona sera

aldo

aldo vacquer 28.01.06 23:25| 
 |
Rispondi al commento


Piove governo ladro, ultimamente un pò tutti ci lamentiamo degli sprechi di denaro pubblico effettuato dai nostri cari politici, ma per una volta gli spreconi siamo noi, i carissimi dipendenti regionali che si sono permessi di fare un eccesssivo uso del cellulare dato in dotazione dalla regione.Forse questi signori non sanno che c'è gente che non ha una casa, c'è gente che muore di stenti, c'è gente che riceve i sussidi pubblici che viene messa alla gogna pubblicamente e che non possono acquistare un semplice detersivo per la lavatrice perchè è un lusso, cosi come è un lusso poter dare ai propri figli un pezzo di pane con nutella.Questi loschi figuri si vergognino e se qualcuno può faccia qualcosa perchè quì si può parlare anche di truffa ai danni dello stato.Da me vi giunga un grosso vaffanculo e ciò che voi avete mensilmente rubato il signore possa toglierlo alle vostre persone più care...bastardi...!!!

Stefano Deiana 28.01.06 21:09| 
 |
Rispondi al commento

Cara signora che viene in Sardegna in vacanza, provo a stimolarla. Magari riesce pure a costruire.
Allora, immagini che lei verrà a fare le ferie nuovamente qui, e che noi nel frattempo abbiamo adottato le sue proposte.
Possiamo proporle di fare le prossime ferie in un terreno dove attorno avrà trecento bei gran ventilatori , o le girerebbero le pale?
Mi permetto i consigliarle ironicamente una prima risposta (così mi potrà ribattere più facilmente con un copia incolla): “li potete mettere ovunque, non al mare”
Grazie, signora della risposta. Per fortuna avevo già pronta la ribattuta: “si signora, stavamo proprio pensando di metterli ovunque nel suo balcone di casa sua, perché in quello degli altri nessuno li vuole, sa come sono questi sardi, preferiscono i fiori in balcone”
Signora, scusi se sono stato un ironico e forse antipatico, ma volevo solo la sua intelligenza. Posso essere d'accordo con lei su alcune cose. Ma usare imperativi categorici sembra che quasi gli altri fossero fessi a non averci pensato. Bisogna trovare il modo di mettere tanti d'accordo. Sa, da queste parti alcuni, anche continentali, che volevano decidere sulla testa e tasche degli altri non è che ci siano andati tanto tanto bene.
Quanto alla ipotetica "fesseria" di Bertinotti sui rigassificatori, anche qui la invito a essere meno precipitosa nei giudizi. Infatti la proposta di Bertinotti NON era volta ad aumentare le quantità di infiammabili bruciate, bensì 1) a sostituire il petrolio e 2) a differenziare i fornitori, dato che sono ben pochi. Come se accanto a lei ci fossero solo due latterie, che magari le vendono il latte prodotto nel medesimo allevamento. Signora, mi permetta di scherzare: se la mucca di quell'allevamento litiga col bue accanto e fa la cacca nel suo latte, non cerca altri fornitori ?
La voglio solo invitare ad essere un pò più moderata nei giudizi affrettati, cosicchè i suoi prossimi consigli vengano ben recepiti. La saluto.

aldo vacquer 28.01.06 07:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi spiace signora, ma quel che ho scritto tra le virgolette è stato inghiotito dal sistema. Forse era troppo buono.

Buona giornata.

aldo vacquer 27.01.06 22:16| 
 |
Rispondi al commento

Il sistema ha tagliato un pezzo. Eccolo. se lo inserisc dove c'è lo spazio bianco forse si capisce.

Mi permetto i consigliarle ironicamente una prima risposta, così mi potrà ribattere più facilmente con un copia incolla:

Grazie, signora della risposta, per fortuna avevo già pronta la ribattuta:

aldo vacquer 27.01.06 22:12| 
 |
Rispondi al commento

Cara signora che viene in Sardegna in vacanza, provo a stimolarla. Magari lei che è più intelligente, oltre a criticare riesce pure a costruire.
Allora, immagini che lei verrà a fare le ferie nuovamente qui, e che noi nel frattempo abbiamo adottato le sue proposte.
Possiamo proporle di fare le prossime ferie in un terreno dove attorno avrà trecento bei gran ventilatori , o le girerebbero le pale?

Mi permetto i consigliarle ironicamente una prima risposta (così mi potrà ribattere più facilmente con un copia incolla): .

Grazie, signora della risposta. Per fortuna avevo già pronta la ribattuta:

Signora, scusi se sono stato un ironico e forse antipatico, ma volevo solo farle notare che posso essere d'accordo con lei su alcune cose. Ma,prima di usare imperativi categorici quasi che gli altri fossero fessi a non averci pensato, bisogna trovare il modo di mettere tanti d'accordo. Sa, da queste parti alcuni continantali che volevano decidere sulla testa degli altri non è che ci siano andati tanto bene.

Quanto alla ipotetica fesseria di Bertinotti sui rigassificatori, anche qui la invito a essere meno precipitosa nei giudizi. Infatti la proposta di Bertinotti non era volta ad aumentare le quantità di infiammabili bruciate, bensì 1) a sostituire il petrolio e 2) a differenziare i fornitori, dato che sono ben pochi. Come se accanto a lei ci fossero solo due latterie, che magari le vendono il latte prodotto nel medesimo allevamento. Signora, mi permetta di scherzare un poco: se la mucca di quell'allevamento litiga col bue accanto e fa la cacca nel latte, se non abbiamo altri fornitori siamo nella emme :o)

Non se la prenda. In fondo scherzo. La voglio solo invitare ad essere un pò più moderata nei giudizi affrettati. Tanti sono i punti di vista. Uniamoli. Anche lei solleva obiezioni interessanti, ma né i verdi né Bertinotti né noi sardi siano tanto meno geni di lei. Ok?

aldo vacquer 27.01.06 22:07| 
 |
Rispondi al commento

Allora: vado in Sardegna da tanti di quegli anni - e la amo talmente tanto - da considerarmi un po' sarda d'adozione; ebbene, nel corso degli anni mi è capitato di vedere spuntare qua e là nel paesaggio le pale per l'energia eolica. Ma MAI una volta che le abbia viste in funzione... Voi sardi potete darmi qualce informazione in proposito?
Comunque: niente eolico e niente solare, in compenso il nostro "caaaro" governo ci viene a ripropinare la storia delle centrali nucleari - sicurissime, per carità! Chernobyl l'ha dimostrato chiaramente... - e RIAPRE le centrali ad olio combustibile (salvo poi frantumarci i maroni se la domenica vogliamo andare in giro in auto o se ci azzardiamo a mettere il termostato di casa sui 20°, che poi inquiniamo!)...
MA PER LA MISERIA, VOGLIAMO O NO DECIDERCI A INVESTIRE SU EOLICO E SOLARE?!? Cosa aspettiamo?!? E pure Bertinotti, tanto bravino e tanto carino, che a Ballarò mi fà l'elogio di Beppe, mi salta fuori a dire che CI VOGLIONO i rigassificatori. Ma siamo fuori di testa davvero, allora!!!
P.S.: Se è vero, come ho sentito dire, che i Verdi si oppongono all'eolico perchè le pale deturpano l'ambiente è DAVVERO ora che qualcuno deturpi il cervello di 'sti dipendenti del cavolo! E se è vero che in Spagna i verdi si sono opposti all'eolico perchè contrastava le rotte migratorie di alcuni uccelli, VIA! I verdi fuori dal geverno! Meglio creare scocciature alle migrazioni dei volatili o crepare tutti d'inquinamento (da gas, da polveri sottili, da uranio...), umani ed uccelli insieme?
Cari sardi, avete una grande possibilità: andate a votare!!!

Elena Bianchi 27.01.06 10:26| 
 |
Rispondi al commento

meglio sabiu con lui ci sarà un vero cambiamento per cagliari

giulio arti 26.01.06 22:39| 
 |
Rispondi al commento

Ora però è venuto il momento di cambiare.

Le primarie servono a questo.

Meritiamo di più e domenica 29 andiamo scegliamo alle primarie.


E ricordiamo che, se non scegliamo noi, gli altri selgono per noi e ci mangiamo la loro minestra.

O meglio: gli eventuali avanzi.

Aldo vacquer 24.01.06 20:47| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo devo confermarti che quel che hai notato tu l'ho notato anche io al mio rientro dopo 10 anni di "continente".

E purtroppo non è episodico ma sistematico.

Mi sono dato un perchè.

Altrove si ha maggiormente la possibilità di ribellarsi e di farsi rispettare perchè, se litighi con qualcuno, quel qualcuno non è quasi nessuno. Non può infastidirti più di tanto. Può essere anche potente , ma non dipendi di certo da lui dato che ci sono tante aziende.

Qui è diverso. C'è un'oligarchia.

Allora, o hai le palle o hai le spalle coperte allora combatti per i tuoi diritti.

O sei una persona semicacasotto o precario e soccombi, o addirittura porti acqua al mulino del più forte perchè ti tenga in considerazione.

Le PRIMARIE servono anche a questo: a liberarci dalle oligarchie e a dare potere a persone che meritino di più.

LIBERIAMOCI DAGLI OLIGARCHI

aldo vacquer 24.01.06 20:34| 
 |
Rispondi al commento

Dopo circa otto anni sono riuscito a tornare a Cagliari per le vacanze di Natale ospite di amici.
Ho trovato una citta’ sempre bellissima, con un clima temperato e un gran movimento di gente.
Devo pero’ denunciare delle situazioni poco piacevoli.
I cassonetti traboccano di carta, cartone e spazzatura varia, compresi frigoriferi e altri oggetti.
Sono voluto tornare al mercato di S. Benedetto. Per me rimane un’attrazione sempre unica.
Ho acquistato in circa dieci box della frutta, della verdura, del formaggio, del pesce e della carne.
Ho notato pero’ che pochi avevano la “carta d’identita” del prodotto che esponevano e che solo due box mi hanno rilasciato lo scontrino fiscale. Ho seri dubbi che sia fiscale lo scontrino rilasciato dalla bilancia.
Stupito di questo ho parlato con altri clienti del mercato e mi hanno fatto capire che questo comportamento e’ la regola.
Ma scusate i vigili che ci stanno a fare ? Non avete un direttore del mercato ?
Sabato sera ci rechiamo con i miei amici in una pizzeria davanti a un teatro in via della Pineta, al momento del conto ci presentano una ricevuta. Mi reco a pagare e mi restituisce la stessa ricevuta con il resto. Noto pero’ sul bancone un blocchetto di ricevute in bianco diverse da quella nella mia mano. Chiedo se la mia ricevuta e’ fiscale e mi sento ripondere: “se le serve le faccio la ricevuta fiscale”. Da quando in qua la ricevuta fiscale si rilascia solo “se serve”?
Un altro giorno presso un noto ristorante, oltre a non avere il menu' esposto fuori, alla richiesta del menu’ mi sento rispondere: “Non abbiamo menu’, lo diciamo a voce perche’ le specialita’ della casa cambiano ogni giorno “ solo che a voce non diceva i prezzi. Stanchi di essere presi in giro con gli amici ci siamo alzati e siamo andati via.
Nella mia città conosco dei sardi sono delle persone serie e stimate. Sono sicuro che questi sono casi isolati. Pero’ la sensazione di essere stato preso in giro mi e’ rimasta.

Claudio Molinari
Bergamo

Claudio Molinari 24.01.06 16:39| 
 |
Rispondi al commento

Gas di città: allacci fuori norma e
materiali insicuri dentro le case.

Ho letto questo in un articolo a tutta pagina sul Giornale di Sardegna del 23/01/06.


Non si possono fare affari mettendo a repentaglio la vita dei cittadini !!

E' un appalto che deve essere controllato dal Comune prima di essere affidato, realizzato e pagato?

Invito tutti i consiglieri comunali a presentare interrogazioni urgenti ed a riferire alla popolazione.

Invito tutti i giornalisti con la schiena dritta a far chiarezza su questa vicenda inquietante.

Dobbiamo chiedere l'intervento della magistratura?

aldo vacquer 24.01.06 06:18| 
 |
Rispondi al commento

Cari Cagliaritani, voglio dirvi due cose:

Innanzitutto testimonio che in altre città ho conosciuto politici più rispettosi dei diritti dei propri cittadini.

La seconda cosa che voglio dirvi è che sebbene quanto sopra, posso testimoniare che
anche a Cagliari ho visto alcune persone, la maggior parte, lavorare con estremo rispetto per i cittadini, anche per quelli che non sono nessuno.

Questo è estremamente importante, perchè se questa notiza non passa, ossia finchè passa solo la notizia che a Cagliari c'è solo intrallazzo, anche coloro che vogliono operare in modo rispettoso degli altri saranno convinti che l'unico modo per fare qualcosa sia quello di votare un intrallazzone che gli consenta di fare gli intrallazzi.
Signori, sarebbe la fine, perchè in tal modo ci diamo la zappa addosso, così saremo artefici della rovina della civiltà nella nostra città.

Se votiamo un politico perchè nostro "amico potente" nella speranza che possa fare intrallazzi a noi convenienti, è fare un danno a noi stessi: perchè proprio chi fa intrallazzi alle spalle ce ne fa di tutti i colori, con i soldi destinati alla nostra città, cioè con in nostri soldi destianti a noi.


Non voglio fare nomi su chi sia intrallazzone, perchè non voglo essere querelato (anche la prova se ci fosse non esimerebbe dalla querela), ma posso dire chi intrallazzone non è, ma è rispettoso dei diritti dei cittadini.
Per questi motivi riconosco quanto già fatto ed ho fiducia in un sindaco come Gianni Loy.

Saluti e auguri alla nostra città che ne ha bisogno.
Aldo

.


aldo vacquer 22.01.06 21:11| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei spendere 2 parole ancora sul servizio pubblico di trasporti del CTM anche xche leggo che qualcuno su questo sito a avuto modo di lamentarsi, e come dargli torto? purtroppo ce tanta gente come lui che ne ha le tasche piene x non dir altro di come viene gestito il tutto,essendo all interno di questa azienda devo solo ringraziarla il 27 x il resto non posso che essere impotente a quello che subiscono i passeggeri (tra questi anche miei familiari) e sopratutto noi dipendenti che spesso scaricchiamo i nostri disaggi interni con chi come diceva qualcuno ci dà da vivere.volevo solo concludere che la cosa peggiore è vedere i nostri o parte dei nostri sindacati che........

alessandro cocco 22.01.06 17:20| 
 |
Rispondi al commento

Sono un dipendente dell" azienda trasporti di Cagliari x l esattezza il ctm ho modo di lavorare a tutte le ore dall alba alla notte e in qualsiasi orario in questi ultimi anni vedo Cagliari che peggiora sotto tutti i punti di vista che ormai tutti sappiamo,essendo una città stupenda pregherei il sindaco di ritornare a quello che sà fare e lasciare il posto ad uno che ami questa città x chiudere a nome mio e di tutti i colleghi chiediamo scusa ai cittadini x aver contribuito a renderla ancora più invivibile con un trasporto pubblico a dir poco squallido non ribbellandoci duramente al nostro amato direttore CASTAGNA ed ai suoi DISCEPOLI il giorno che questo averrà Cagliari sara più pulita.sperando di non aver mancato di rispetto a nessuno.

alessandro cocco 22.01.06 16:44| 
 |
Rispondi al commento

Egregio Sig. Marco Lai se si fosse fatto di più, e si poteva fare di più, non sarebbe stato meglio?

Stefano Deiana 21.01.06 18:21| 
 |
Rispondi al commento

Da vecchio cagliaritano,amante sincero della mia città,scrivo perchè qualche giovane possa avere
un opzione nella valanga di inesattezze che leggo
sulla mia città.Cagliari è diventata una bella città,rifatta e riorganizzata da capo ai piedi.record di spendita di fondi europei,occulati
finanziamenti e sopratutto un favore diffuso da parte dei cittadini.I due sindaci che si sono succeduti verranno ricordati per tutto quello che
lasceranno.Teatri,piazze,monumenti,castello,marina,stampace
porto,viabilità e un bel numero di manifestazioni che si ripetono ormai come tradizioni.E' tutta un altra città.Basta guardarsi intorno per capire il passo rispetto alle cittadine che gli stanno intorno.Quartu (terza città della
sardegna) ha concentrato tutto sull'edilizia privata senza criterio e l'opera più importante degli ultimi 20 anni è stata la riorganizzazione
dell'assetto viario del poetto con annessi lavori per i servizi (realizzato da una disastrata giunta di CDX).I più giovani non si rendono (giustamente)conto e non possono fare valutazioni
di confronto sul lavoro svolto nella nostra città.
Pensate a S.Elia (lazzareto,quartiere e viabilità),Marina (quartiere,porto,casa studenti,piazza yenne ecc.)Stampace (area ospedale e collegamenti con castello,ghetto e spazi annessi )Castello (completamente rifatto).E un infinità di opere che se ci penso.... Quartu e Cagliari è un ottimo paragone.Meditate gente meditate.Forza Beppe sei grande.

marco lai 20.01.06 12:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, sono un metalmeccanico di Cagliari!
Ho letto il tuo commento sul rinnovo del contratto e vedo con piacere che non sono l'unico a non gioire troppo. Ho solo 34 anni e non ho vissuto in prima persona le lotte sindacali degli anni '70-'80 che i miei colleghi più anziani ancora raccontano, ma che hanno permesso di ottenere notevoli vantaggi economici. Ora tutto questo non esiste più e io, così come molti altri, mi ritrovo una busta paga che dice ben poco! Così lottiamo per poche manciate di euro, e vedo tanti esultare per così poco, anche se ottenuto con tanta sofferenza. Con tutte le spese che dobbiamo affrontare per vivere, e con i continui rincari (carburante e non solo) questo "aumento" non lo vedremo nemmeno. Tuttavia la federmeccanica furbescamente preme sulla flessibilità e su altri punti normativi che, se accettati (un domani molto vicino), ci ridurranno a vivere sul posto di lavoro con una paga misera, sempre a disposizione di chi i soldi li guadagna per davvero. Ti saluto e saluto tutti i lavoratori che mandano avanti il nostro paese.

Stefano Vacca 19.01.06 19:26| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, sono un metalmeccanico di Cagliari!
Ho letto il tuo commento sul rinnovo del contratto e vedo con piacere che non sono l'unico a non gioire troppo. Ho solo 34 anni e non ho vissuto in prima persona le lotte sindacali degli anni '70-'80 che i miei colleghi più anziani ancora raccontano, ma che hanno permesso di ottenere notevoli vantaggi economici. Ora tutto questo non esiste più e io, così come molti altri, mi ritrovo una busta paga che dice ben poco! Così lottiamo per poche manciate di euro, e vedo tanti esultare per così poco, anche se ottenuto con tanta sofferenza. Con tutte le spese che dobbiamo affrontare per vivere, e con i continui rincari (carburante e non solo) questo "aumento" non lo vedremo nemmeno. Tuttavia la Federmeccanica furbescamente preme sulla flessibilità e su altri punti normativi che, se accettati (un domani molto vicino), ci ridurranno a vivere sul posto di lavoro con una paga misera, sempre a disposizione di chi i soldi li guadagna per davvero. ti saluto e saluto tutti i lavoratori che mandano avanti il nostro paese.

Stefano 19.01.06 19:24| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti, carissimi colleghi.
Sono l'esimio Professor Pieroni Piero, della facoltà di Medicina dell'illustre Università "La Sapienza" in Roma.
Volevo risollevare la questione sottocitata, in quanto, a mio modesto parere, trovo che le divergenze sociali e culturali delle aggregazioni pedagogistiche siano una sorta di inoppugnabile sbalzo della realtà fantomatica e qualunquista della nostrà società attuale. Inoltre, tendo a precisare che le funzioni rappresentative e ministeriali del "platoniano sub-urbe" siano sistematicamente legate all'io interiore del medesimo, e quindi drasticamente sottolineate dal continuo redarguire dell'antropomorfismo da me riscontrato. Per chi volesse continuare questa discussione, liberi commenti. Grazie.

Pieroni Piero

Piero Pieroni 18.01.06 15:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi chiedevo se ci fosse qualche d'uno che volesse comunicarmi fatti riguardanti gli spettacoli di Grillo?

pierugolgo isosino detto moario 18.01.06 15:19| 
 |
Rispondi al commento

Buon giorno a tutti ed a te Carlo Puddu.

Cagliari fortunatamente è fatta anche da persone per bene.

Non esistono solo i nomi che Carlo ha fatto.

Per quello che so Gianni Loy merita fiducia, se non altro perchè ha sempre rispettato i diritti altrui.
Che con i tempi che corrono non è poco.

A chi da questo orecchio ci sentisse poco, vorrei dire una cosa all'altro orecchio, nei termini esclusivamenete egoistici di chi vuole tutto e subito, a prescindere dall'orientamento politico:

L'elettore che vota un sindaco intrallazzone deve sapere che paga di tasca propria le schifezze che il sindacdo intrallazzone fa alle sue spalle.
Mi spiego:
considerate un cittadino che vota un sindaco per chiedergli i favoretti. Ma se quel sindaco fa intrallazzi con lui, non pensate che non li faccia anche con altri? Beati fessi!!
Chi è intrallazzone è intrallazzone con tutti, e appena l'"amico" (fesso) esce dalla porta subito chi è sindaco intrallazzone fa di tutto alle sue spalle, con i suoi soldi e i suoi diritti.

Cagliaritani, proprio perchè vivete a Cagliari, a tutti noi e voi conviene rifiutare di alimentare queste logiche clientelari perverse dannose per noi.

Certo, con i mezzi di cui uno dispone se non ruba non è tanto facile farsi conoscere.

Forse Gianni Loy lo conosci poco proprio per questo motivo.

Ecco perchè io, come cittadino interessato al bene della proria città, te lo segnalo.

Puoi anche vedere il suo sito www.gianniloysindaco.org

Ma soprattutto puoi chidere chi non ha fatto gli intrallazzi con i gettoni di presenza/le indennità di funzione ed altre porcate anche alle tue spalle.

Se me lo chiedi io ti rispondo: Gianni Loy.

Certo, non bisogna solo non rubare, ma anche fare, e far bene:

Già, infatti rispettare i diritti degli altri vuol dire anche non fare favoritismi ma consentire ai più bravi di emergere senza costringerli a scappare altrove o a prostituire il proprio lavoro come complici. E la tua città ne gode.

Auguri a tutti
Aldo

Aldo Vacquer 15.01.06 11:38| 
 |
Rispondi al commento

Sul Sindaco d Cagliari.

Il Floris, ahimè e ahinoi, fa il suo mestiere.
Palazzi, business, campi sintetici pri i campetti e campi di calcio dei migliori amici a uffa;
nettezza urbana su livelli analogi a quelli partenopei durante lo sciopero; piazze chiuse da 2 anni, perchè c'era da realizzare la pavimentazione... in gress porcellanato; parcheggi a pagamento;
Sbancamento del Colle di Bonaria perchè sicuramente c'è da costruire qualcosa;
Hotel nel centro cittadino, quasi, dove per fare posto al parcheggio per gli ospiti verrà cancellato e distrutto l'unico residuo spazio par potersi allenare e correre in città( ma il Sindaco ha una certa età e quindi il problema sicuramente non se lo è posto;
Analisi e progetto e visione delle necessità e delle esigenze della città, sono quelle di un tranquillo signore, appartanente alla...migliore società ( e famiglia) cagliaritana.

Il guaio è che la cosiddetta sinistra, o meglio la società civile e democratica cagliaritana, esprime qaule nome nuovo per un progetto diverso,( ottimo slogan questo) , nell'ordine:

Antonello Cabras, già e più volte Consigliere Regionale, Pres. Giunta Regionale, ex PSI etc...;

On. G. M Selis, già e più volte Cons. Regionale ( silurato, trombato e comunque non ricanditatosi alle ultime elezioni)ed ex Pres,. Giunta Regionale, cosiddetta di sinistra, non da ricordare quale fulgido esempio di governo, se non con un confronto con le Giunte Pili, Anedda o Palomba, e per la famosa tentata leggina pensionistica ;
Non possiamo poi dimenticare che i candidati della sinistra delle precedenti elezioni comunali, concorrente dello schieramento avverso sono stati il Magnifico Rettore,Mistretta; e una senz'altro apprezzabile quanto a rigore moprale, Giudice di Pace, ma evidentemente votata al sacrificio avendo giocato una partita già persa.

Il capoluogo di Regione meriterebbe di più e meglio, ma non si vede nessuno all'orizzonte.

Auguri a tutti noi.
mdaviscp@libero.it

carlo puddu 15.01.06 10:07| 
 |
Rispondi al commento

FINALMENTE VOLTIAMO PAGINA!!!

Storiacce di gettoni di presenza, storiacce di incarichi in carrozzoni di lecchini prestanome, storiacce di affidamenti clientelari sono nella cronaca quotidiana ed una grande tentazione per super prepotenti.
Per questi "signori" l'unica prezzo che vale la pena di pagare è quello di una super-car, anche se con i soldi della propria complicità (tant’è che le super-car stanno diventando status symbol di arroganza e prepotenza).
Queste schifezze le paghiamo NOI cittadini (compreso tu che leggi).


Fortunatamente non siamo tutti uguali.
C'è infatti chi ha dimostrato di non scendere a compromessi
che ledono la propria buona educazione, la propria dignità, i diritti dei cittadini e la civiltà.
Questo comportamento onorevole (questo si, degno di onore)
ha un prezzo ben diverso che per questi ben diversi signori (questi si)
vale la pena di pagare:
non è il prezzo di una super-car,
ma è lo stare fuori da giochi sporchi di potere.

Per questo ho fiducia nel candidato Gianni Loy che

1) non CI ruba il diritto alle PARI OPPORTUNITA',

2) non CI ruba la MERITOCRAZIA.

3) non CI ruba l'INFORMAZIONE.

Dalla buona educazione,
dal rispetto ossia dei DIRITTI alle pari opportunità, ed alla meritocrazia,
discende la NOSTRA possibilità di difenderCI dagli abusi e di partecipare attivamente a migliorare la Nostra città.

Dal rispetto del NOSTRO DIRITTO ad essere informati (e non truffati)
discende
la nostra coscienza su chi e cosa sia meglio e peggio per NOI
affinché possiamo dare liberamente e coscientemente consenso, sostegno e forza ulteriore a migliorare la NOSTRA città.

Basta con i porci comodi dei prepotenti.
Voltiamo pagina e votiamo una persona rispettosa!

Grazie e auguri a Lei ed a tutti noi.

Aldo

aldo vacquer 14.01.06 23:38| 
 |
Rispondi al commento

come si fa a perdere le elezioni a sindaco di Cagliari in anticipo di 6 mesi?
semplice non candidando il "cavallo vincente" Antonello Cabras
il masochismo non ha mai fine!!!

massimiliano manno 10.01.06 16:14| 
 |
Rispondi al commento

A proposito dello scandalo invalidopoli,
che qualcuno ha avuto la faccia tosta di defire "equo indennizzo":
Secondo voi tra tutte le persone che sono da indennizzare, quelle più sfigate sono i consiglieri regionali?

Ma voi fareste gestire la vostra città al capocondomino che si frega i soldi delle bollette del condomimio?

Ben vengano altri nuovi....

aldo vacquer 08.01.06 22:25| 
 |
Rispondi al commento

Scusate ho sbagliato il link:

Senza parole...
«Quella storia si è chiusa da tempo, con le scuse di chi mi aveva attaccato ingiustamente e i complimenti dei tanti che hanno trovato bella e corretta la mia rinuncia - volontaria e non dovuta - a quel denaro» (Gianmario Selis)

http://www.chiccoporcu.it/CPWeb.nsf/webRassegna?ReadForm&o=5F580B3ACC8C7139C12570D9004BC052

Antonello Dessi 07.01.06 23:42| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei iniziare con un "ciao" caro Beppe, ma sè "mi consente" mi sento piu a mio aggio se comincio con un "buona sera"....
Ho 25 anni e mi piace informarmi su tutto quello che sucede e sta sucedendo in italia.credo che il problema di fondo non sia il governo ,i politici ,le grandi aziende italiane a rendere questo paese
"invivibile".Ma credo che siamo noi Italiani ad avere per indole questo menefreghismo.
Me compreso!!
Ci vorrebe un Beppe Grillo in ogni famiglia italiana.........ce toppa ignoranza
Ciao , andrea


andrea zedda Commentatore in marcia al V2day 07.01.06 01:53| 
 |
Rispondi al commento

Senza parole...
«Quella storia si è chiusa da tempo, con le scuse di chi mi aveva attaccato ingiustamente e i complimenti dei tanti che hanno trovato bella e corretta la mia rinuncia - volontaria e non dovuta - a quel denaro» (Gianmario Selis)

http://www.chiccoporcu.it/CPWeb.nsf/webRassegna?ReadForm&o=1A9854202E54CE47C12570BA00544BEC

Antonello Dessi 07.01.06 00:02| 
 |
Rispondi al commento

Ricordavo bene su Selis...

Ma come stabilire la cifra da dare agli «invalidi da politica» che già si erano premurati di farsi fare la visita medica al vicino ospedale militare (Serrenti, l’aennino Italo Masala, l’ulivista Gian Mario Selis), mettendosi in coda per l’incasso?

http://italy.indymedia.org/news/2003/09/385057.php

Antonello Dessi 06.01.06 23:38| 
 |
Rispondi al commento

Oggi nel 2006 rispetto a qualche decennio fà le cose non sono cambiate, gli imprenditori sardi accumulano ricchezze sfruttando gli operai, nel loro essere signori con l’auto super accessoriata , ostentando il telefono in del momento, navigatori satellitari e portatili super high tech, non si accorgono di quanto in realtà siano degli esseri bastardi, vili e meschini, e che noi tutti ossequiamo giornalmente, cerchiamo una volta per sempre a distinguere la feccia, noi siamo le vere persone superiori, detto in sardo queste persone sono solo priogus sculaus e torraus a fai, che possono agire a loro piacimento perché nessuno controlla, nessuno si ribella.Purtroppo ci ritroviamo in questa situazione perché a qualunque livello politico, esso sia Comune, Provincia o Regione siamo governati da una ciurma di nani e ballerini che pensano solo a prendere mazzette da pseudo immobiliaristi e palazzinari, che pensano solo agli agi che la carica che ricoprono gli consente, a tutti questi politicanti dei nostri stivali e nostri dipendenti a cui non riusciamo di chiedere conto diciamogli un grande e grosso VAFFANCULO.
Alle migliaia di disoccupati che vivacchiano, che sperano sempre in un qualsiasi occupazione, perché magari sognano da tempo l’autosufficenza economica che ognuno di noi si merita per coronare i propri sogni e realizzare i progetti di vita dico, andate fuori dalla Sardegna, vi sembrerà di rinascere, troverete la vita che avete sempre sognato, troverete un lavoro che vi soddisferà, troverete delle aziende che apprezzeranno il vostro lavoro, perché fuori dai confini della nostra regione siamo considerati della persone valide su cui investire, mentre in Sardegna ogni lavoratore è semplicemente un povero pezzo di merda, senza diritti e senza doveri perché dietro di lui ci sono altre mille persone da mettere al suo posto.SVEGLIAMOCI perché al momento la Sardegna ci stà chiedendo ormai da tempo di levarci dai coglioni, e ogni giorno che passa sempre più a gran voce.

Stefano Deiana 06.01.06 17:00| 
 |
Rispondi al commento

Scusate ho appena appreso la notizia della candidatura di GMario Selis per sindaco di Cagliari. Sbaglio o era lui cha aveva proposto la pensione di invalidita' per i consiglieri regionali o qualcosa del genere ? Aiutatemi a fare memoria!
Grazie
Antonello

Antonello Dessi 05.01.06 14:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

alla sardegna devono un pochino di soldi, diciamo un pochino.si spera che il nostro facoltoso governo si sforzi a restituire quello che è nostro (ma anche suo) a una regiona condannata all'esilio FISCALE ( un pò medievale come concezione, ti spediamo in sardegna eh!). se ne parla, solo nei tg e e nei quotidiani regionali, questo è vero, ma anche nella nostra rappresentanza mediatica si parla di questo DEFICIT imbarazzante di miliardi con una grottesca tela di chimere. la mia insignificante facoltà di raziocinio, quella tipica di un giovanotto che un minimo si preoccupa dell'andatura barcollante della VITA sarda e italiana ( imbarazzante suddividere le cose ), ha poca importanza e poca sapienza, ma se ci sono arrivato io in questo blog d lamentele e grida (ormai l'unico posto, spero, dove si possa parlare liberamente perchè un pò si ha paura...sai com'è) allora la situazione è critica. un ragazzino dai, se me ne rendo conto io un operaio di carbonia o peggio ancora un disoccupato cosa ha per la testa, voglia di uccidersi?!io me ne rendo conto che non stiamo bene. la sardegna non c'è solo d'estate, non è solo costa smeralda e billionaire, la sardegna è in crisi, servono soldi, servono soldi ovunque!! ma i soldi da dove arrivano? dai sotterfugi delle banche? allora l'unica nostra occupazione è sperare, sperare, sperare...il brutto che questo sogno pensate che con l'avvento della sinistra si realizzi? assolutamente no, perchè ormai i valori per cui nasce uno stato unitario sono svaniti almeno 30 anni fa e per risanare tutto forse altri 30 non bastano.

gabriele orru 03.01.06 19:14| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo a Daniela in merito alla legge sull'affitto di casa.
Quando dici che dopo 4 anni hai richiesto gentilmente e verbalmente la tua casa al tuo inquilino, forse non stai chiedendo al tuo inquilino di cambiare la sua vita sebbene lui ti pagasse il dovuto e sebbene il tempo perchè tu potessi dare disdetta fosse già scaduto?
Tale legge è una conquista nei confronti dei padroni di casa arroganti che pretendono che l'inquilino, seppure paghi regolarmente , cambi vita e cerchi casa in fretta e furia prendendosi un pacco senza avere il tempo per cercare casa conveniente, assumendosi tutti i fastidi del traslocco.
Questa legge forse non è una conquista sociale da parte dei più deboli in difesa delle arroganze dei prepotenti?
Altra cosa: sei sicura che mettendo sul sito il nome di tale persona, a causa di tutto quello che stai dicendo su di lei, non commetteresti diffamazione?
Se vuoi sapare il mio parere, la gente va in affitto perchè le case per abitarci costano tanto, dato che chi ha i soldi tira su i prezzi per investire in case anzichè in altro. Se sugli affitti e sugli acquisti a qualunque titolo di seconde case ci fossero tasse elevate e gli stessi soldi lo stato li utilizzasse a garanzia dei mutui per chi vuole comprare un tetto senza una busta paga, tu ed il tuo inquilino non avresti alcun problema. Il tuo problema sarebbe solo quello di investire in borsa e magari prima di votare uno che depenalizza il falso in bilancio ci penseresti bene.
O no?
Aldo


li investe

aldo vacquer 01.01.06 11:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Penso che l'ultima trovata del nostro primo ministro sia stata tra le più comiche di tutte.
Una comicità involontaria e non voluta.
Quando ho visto "Stalin è morto" scritto a lettere cubitali, non riuscivo a capire dove volesse arrivare.
Stalin è morto nel 1953, sono più di 50 anni.
Le idee, le convinzioni e le aspirazioni della gente comune di cinquanta e passa anni fa, sono ben diverse da quelle odierne.
Nel 53, la guerra era appena finita, c'era una situazione politica ed anche economica non paragonabile a quella odierna.
Non sono mai stato comunista, ritengo, però, che tirare in ballo un giornale di 50 e passa anni fa, sia una cosa veramente ridicola.
Chi crede od ha creduto che una destra politica, potesse veramente cambiare le cose, non può non rimanere senza parole davanti a delle stupidagini del genere.
Sarebbero questi gli uomini politici che si interessano della nostra sorte?
E' rispolverando personaggi morti e sepolti, che si pensa di risolvere i gravi problemi di tutti i giorni e di tutti gli italiani?
Visto che era tanto in vena di tagliar tasse, perchè, il nostro presidente, non ha tolto il canone Rai? le marche da bollo? il bollo dell'auto? perchè non si è veramente impegnato a risolvere i tanti problemi della povera gente?
Lasci i vecchi giornali e si impegni a risolvere i tanti problemi che affligono la povera gente.

Casula Massimiliano 30.12.05 16:09| 
 |
Rispondi al commento

ciao elena credo in una sardegna dei sardi ed e per questo che mi batto e mi batterò sempre .
FUORI QUESTE C...O DI BASI DALLA MIA TERRA .
Per il sindaco che ti posso dire questi politici di merda ormai non vedono che il money e della società no frega niente a nessuno .
Mi vorrei candidare per cambiare le cose ma secondo me finirei ammazzato da qualcuno,
tipo mafia o politici che vogliono rubare e a cui darei fastidiooppure dalle multinazionali e sempre cosi. Se uno si sofferma a pensare a tutti gli uomini che hanno voluto cambiare le cose, si accorgerebbe che sono tutti morti e la loro morte e un po misteriosa .....chi sa perchè .
Be sai che c'è vorrei che anche la mia sia una morte misteriosa .
PS IL 26 DICEMBRE HI AMA GLI ANIMALI E LI RISPETTA VENITE A PROTESTARE CONTRO IL CIRCO VICINO A SANTA GILLA .
TUUTI ABBIAMO DIRITTO ALLA LIBERTA

Carlo pala 20.12.05 20:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

... perchè non sei sceso dalla scaletta Novecento ...?
che cosa hai visto ... che cosa ti ha spaventato ...?

"non è quello che ho visto ... è ciò che non ho visto ..."

gigi serra 20.12.05 13:59| 
 |
Rispondi al commento

Sono una ragazza di 17 anni e vivo in una piccola cittadina vicino Pescara.
Ultimamente si parla spessissimo di declino culturale, di giovani sempre meno preparati, di bagagli culturali quasi inesistenti, ecc.. Parliamo dell'avvento dei reality show, dove spesso i protagonisti dei suddetti vengono considerati 'modelli di riferimento' dai giovani.
Qualche esempio? Il fastidiosissimo Costantino (che nesssun merito ha se non quello di aver sprecato molte ore della sua vita in palestra ed essersi costruito dunque un fisico che gli dona il tanto ambito titolo di 'muscoloso-macho-palestrato') e la Lecciso (con i suoi ridicoli balletti sgangherati e le vicende private con Albano, crede di poter ottenere l'Oscar come miglior attrice protagonista -della tv spazzatura-). Ovviamente la lista è lunga. Basti pensare agli "eroi" provenienti dai vari "l'isola dei famosi","la talpa",il "Grande Bordello" (ops,pardon, Grande Fratello) e compagni!
Ora, cosa trasmettono costoro?
Inanzitutto, fanno apparire l'andare in televisione a sculettare come la massima aspirazione che si possa avere nella vita. Due, è sottointeso il messaggio "tutto è facile, basta aver tanti soldi e un fisico perfetto per sentirsi realizzati". Dove sono finiti i valori? Possibile che si esalta solo gente con fisici perfetti ma con teste contenenti scarsa materia grigia?
Un inno al "Viva l'apparire, non l'essere", dunque. La Tv trasmette il culto dell'edonismo e del materialismo, in una spirale di consumismo senza freni. Poi ci si sorprende se molti giovani non sono motivati a studiare e via discorrendo. In un paese dove la Finanziara taglia fondi alla cultura e all'arte, dove la massima aspirazione per una ragazza è fare la Velina...
Io non m'adeguo alla massa. Amo leggere e scrivere, non peso 35 kg come le modelle. Ma ho un ragazzo che mi ama, e che ha dei valori come me. Crediamo nell'Amore Vero, sognamo un futuro insieme e vogliamo studiare per costruircelo day by day. Ma questa è un'altra storia.

Chiara Light 19.12.05 00:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per Elena Bianchi, Diego e tutti voi:
Carissimo Fratello,
in relazione al tuo disappunto e alla tesi del colpo di stato, devo dire che condivido in parte.
La tua energia nell'esporre le malandate questioni del nostro paese è legittima, come è legittimo il dover ribellarci.
La ribellione o disobbedienza che io intendo non riguarda le tasse, bensì l'ideologia, l'etica e la morale dello Stato. La mia teoria rivoluzionaria è assolutamente "legale e non violenta" e mira a destabilizzare l'attuale sistema ideologico con uno totalmento nuovo.
Nuovo fin dalle basi. Intendo dire che è necessario ricominciare da zero ma con metodi totalmente differenti.
Un punto di partenza potrebbe essere porre come priorità per lo sviluppo umano l'assoluta sostenibilità con l'ambiente intesa come progettazione e previsione dei rischi nell'attuazione di "qualsiasi" politica pubblica.
Un secondo punto di partenza potrebbe essere porre come priorità dello sviluppo umano l'assoluta priorità degli essere umani in quanto tali; niente può essere fatto se danneggia qualcuno portatore di diritti.
Sono due punti di partenza essenziali, attualmente inesistenti in quanto per il primo la priorità è assolutamente ed esclusivamente il profitto esasperato e per il secondo la priorità è legata agli interessi di "particolari" se non "esclusivi" gruppi sociali a danno di tutti gli altri.
Dunque si alla rivoluzione ideologica, delle coscienze. Il modo per scendere in campo con tali pretese è quello di entrare in politica con queste nuove basi e combattere finchè non si è in tanti a difendere tali nuovi principi. Tutto ciò è possibile, è necessario un cambiamento delle coscienze che può avvenire solo intimamente e senza imposizioni.
Chi è pronto si faccia avanti...io ci sarò!
Antonsergio Belfiori

ANTONSERGIO BELFIORI 16.12.05 18:03| 
 |
Rispondi al commento

Intervenco doverosamente ad alcuni annunci interessanti in riguardo la disobbedienza che il mio caro fratello ha dichiarato. Sarebbe una bugia dire di essere contrario, e quindi con tutta onestà vi dico che sono daccordo alla disobbedienza. E' vero, bisogna agire e fare qualcosa contro questa dittatura. Una dittatura che si nota con l'approvazione di alcune leggi come quella elettorale, dove il cittadino non potrà eleggere chi vorrà, ma sarano i partiti ad eleggerli. Bella democrazia!! Che dire poi del digitale terrestre? Con l'incredibile conflitto di interessi che ne è in discussione?Circa il produttore dei medesimi decoder, del fratello del Premier Berlusconi? Fate voi e giudicate da soli! Ritorno sulla disobbedienza: vogliamo davvero eliminare questi furfanti??Beh, incominciamo a non pagare più un centesimo di tassa.Dal furto del canone rai all'inutile tassa del bollo auto e tante altre ancora. Incominciamo a farlo tutti, dico tutti, senza timore degli ufficiali giudiziari, e vedrete che la rivoluzione sarà automatica. Un colpo di stato?Io ci credo anche se praticamente impossibile.Intanto lo stato da parte mia non riceverà nemmeno un centesimo, quindi, pensateci. Poi se ci sarà un governo degno della nostra fiducia(non impossibile ma difficile)che cerchi di fare gli interessi dell'italia e non dell'america e delle loro tasche e imprese economiche commerciali, allora il discorso cambia.Quindi come dice il mio caro fratello, rimpbocchiamo le maniche e agiamo, buttiamo fuori questi furfanti politicanti e mafiosi! Ma siamo sicuri che sia facile? proviamoci ovviamnete, però l'unica cosa che possa cambiare le cose in italia è la rivoluzione concentrata all'eliminazione(non fisica ovviamente) di un certo governo, e agire a favore del popolo impoverito, con adeguate percentuali di tasse per chi ha più soldi!Meno spreco del denaro pubblico ecc. ecc. IO ci sono e ci credo,voi?? Non facciamo utopia e demagogia, bisogna fare fare fare e fare per davvero senza paura di nessuno!Pazzo?E se i pazzi fossero loro????

Diego Belfiori 15.12.05 12:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,

Lunedì scorso mi sono recato da Carbonia a Dolianova in prov. di Cagliari per far visita ad un cliente. Ho concluso la trattativa e mi sono incamminato con l'auto per uscire da Dolianova.
Ho scordato di mettere la cintura ed accendere le luci ad un passo dall'uscita sono stato fermato dai carabinieri era una multa sicura e punti in meno dalla patente. Il carabiniere però vista la mia provenienza mi ha chiesto se a Carbonia c'era ancora la crisi economica dei primi anni '90 quando lui prestava servizio in quella zona ed in più mi dice fino a che la mentalità della gente non cambierà la situazione non migliorerà, mi rende i documenti e mi fa cenno di andare pure senza multa ne annotazioni.

Credimi mi sono sentito sollevato per avere evitato la multa, comunque sono rimasto basito perchè mi ha liquidato quasi fossimo terremotati nel sulcis, e forse aveva ragione.

Alessandro

Alessandro Garau 15.12.05 11:26| 
 |
Rispondi al commento

Per Carlo Palla ed Ignazio Pinna - Vi ringrazio per i commenti e la cittadinanza onoraria, che davvero mi onora. Però siete voi, voi sardi, che potete e dovete fare qualcosa per riappropriarvi della vostra terra. Sono i vostri sindaci che devono sapersi imporre. Siete voi che dovete far capire che i militari in Sardegna non servono a nulla, perchè i comunisti mangia bambini non ci sono più (se mai ci fossero stati) e gli unici islamici che si vedono in giro sono quelli sui mega yacht in Costa Smeralda... che non credo programmino attacchi suicidi all'attracco di Porto Cervo... Oppure, se mi sbaglio, sappiano le forze armate DIMOSTRARE la loro utilità sul suolo sardo. Se non sono lì in vacanza permanente, che lo dimostrino.
Un grosso saluto
Elena

Elena Bianchi 13.12.05 08:36| 
 |
Rispondi al commento

Carissimi Amici del Blog, chi vi scrive è uno che è stanco come voi di questo paese.
La voglia di andarsene è tanta ma noi non possiamo farlo!La nostra voce, la voce contraria a questo sistema deve rimanere e si deve fare assordante!Dobbiamo lottare per migliorare questo schifo, mandiamoli a casa tutti. Entriamo noi in politica, facciamo vedere cosa sappiamo fare, prendiamo noi lo scettro in mano.
Utopia, signori!
Quanti di voi dopo aver spento il pc si rimette a fare la vita di sempre? Quanti di voi continua ad accendere la scatola maledetta(tv)? Quanti di noi vivono nella codardia e nell'ipocrisia, capaci solo di lamentarsi e mai di essere propositivi!!La nostra sinistra è lo specchio delle nostre anime!!Siamo noi che dobbiamo cambiare, non loro!!!Loro siamo noi!!!!
Coraggio dunque, su le maniche e diamo inizio alla disobbedienza!!Che farebbe lo Stato davanti ad un fenomeno tale!!!
Siamo noi la vera forza del mondo, noi, la moltitudine. L'unico nostro strumento è la "conoscenza" e le nostre armi sono la "virtù" ed il "coraggio".
Se siamo capaci entriamo noi in politica e sgominiamo la banda bassotti.
E' lecito lamentarsi ma è doveroso agire!!Ognuno di noi nel proprio piccolo....bisogna disobbedire!!
W la LIBERTA'.....quella vera!!


ANTONSERGIO BELFIORI Cagliari

ANTONSERGIO BELFIORI 10.12.05 16:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao.ti sei scocciato dell'università e delle sue ingiustizie? allora BENVENUTO NELL'AFFOLLATISSIMO CLUB!
Pensa che io vorrei dare 1 esame e non ci riesco non perchè non abbia studiato ma perchè il prof ha deciso di adottare 1 sua personalissima modalità di selezione per poter accedere a tale esame.
Pensa che accetta massimo 10 iscrizioni e di quelle dieci solo i primi 3 avranno l'onore e il privilegio di sostenere l'orale,gli altri dovranno provare al prossimo appello.
Io x essere sicura di rientrare ADDIRITTURA nei primi 3 ho provato a collegarmi al suo sito (ci si scrive on line nel portale della facoltà) alla mezzanotte spaccata del giorno in cui si aprivano le iscrizioni.
" Azz!" ho pensato,"cosi' sarò la prima di sicuro!".
Ma sorpresa!!! c'erano già 6 iscritti!!!
Ma come caspita hanno fatto!!!!
L'unica spiegazione che abbia 1 senso è che bisogna essere raccomandati non solo per superare gli esami, ma anche per iscriversi soltanto!!
Roba da matti

sara filia 10.12.05 16:30| 
 |
Rispondi al commento

vorrei raccontarvi brevemente come vanno le cose in quest'Italia di m...a per quanto riguarda gli affitti e gli inquilini.
La mia storia comincia nel 1987 quando mio marito (allora solo fidanzato) decide di dare in affitto una casa (L'UNICO BENE CHE POSSIEDE!!!!)ad una sua parente stretta. contratto d'affitto equo canone, ovvero praticamente "vivi e usufruisci di casa mia gratis.."
Dopo 4 anni, chiediamo gentilmente e verbalmente, in nome del grado di parentela che ci lega con l'inquilina, se può liberare la casa poichè ci serve per andarci a vivere poichè c'è il desiderio di sposarci. Lei tentenna... noi in buona fede le lasciamo il tempo per sistemarsi. MA SORPRESA!!! Il contratto si rinnova per altri 4 anni...e noi siamo FREGATI!!!! Per 4 anni NON SI PUO' FARE ASSOLUTAMENTE NULLA!!! L'inquilina è cosciente che una villetta indipendente come quella in cui vive non la troverà in tutta italia per soli 400 euri al mese... quindi di andarsene manco a pagarla...
Rassegnati e inkazzati come jene aspettiamo i 4 anni... Intanto ci muniamo di valido avvocato che fà tutto quello che si deve fare per SFRATTARE l'inquilina... che tra tutto...NON PAGA!!!! Piccolissimo particolare che la legge IGNORA COMPLETAMENTE!!! NOn credete quando vi dicono che un inquilino moroso lo sfrattano subito..NON E' VERO!!!
Insomma...ora il contratto è scaduto dal 30 settembre 2005, me lei continua a vivere nella NOSTRA CASA...l'ha ridotta una capanna.. non ci paga da 4 mesi l'affitto, e io e mio marito aspettiamo ancora di poter andare a vivere in casa nostra.
Il 4 gennaio ci sarà lo sfratto con le forze dell'ordine....Ma io ancora temo che le sia data ulteriore proroga!!!
NON AFFITTATE CASE A PARENTI!!! SE VOLETE IL NOME DI QUESTA MIA INQUILINA VE LO FORNISCO.. in maniera che nessuno di voi possa darle casa per poi non pagarvi e distruggervi la vostra casa!!!

Daniela Marcialis 09.12.05 09:48| 
 |
Rispondi al commento

Sono di Milano ma vado nel cagliaritano da talmente tanti anni che mi sento sarda d'adozione. Amo quest'isola e chi la abita. Facciamo festa, che nel nord dell'isola pare si sia riusciti a cacciare via finalmente i militari! Ma mi domando: quando se ne andranno via anche i militari di Capo Teulada? Che con la scusa di difenderci dai russi mangia-preti-e-bambini prima e dagli estremisti islamici adesso sono di fatto in vacanza permanente (e ben retribuita!) in uno dei posti più belli del mondo... Cosa ci fanno VERAMENTE tutti questi militari in Sardegna? E' giusto che nei fondali di luoghi bellissimi come Cala Zafferana ci siano RESIDUI DI ESERCITAZIONI MILITARI? E' giusto non poter andare alle Dune di Porto Pino perchè ci fanno ESERCITAZIONI COI CARRI ARMATI? Voglio che la Sardegna sia dei sardi!!! Se poi loro vorranno ospitare me ed altri turisti, ne sarò solo felice, come lo sono stata sino ad oggi, tenendo presente di essere ospite in casa d'altri.

Elena Bianchi 07.12.05 15:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro beppe, ti scrivo perchè vorrei fare un pò di quella informazione che spesso i telegiornali statali non fanno.
il giorno 1 dicembre 2005 cinquemila ( vorrei sottolineare il numero 5000) sardi sono andati a sfilare a Roma, sotto la pioggia, per rivendicare un loro diritto, che è quello che lo stato paghi gli oneri fiscali che per legge spettano alla regione Sardegna.
5000 persone, fra cui sindaci, rappresentanti delle istituzioni, rappresentanti sindacali e il PRESIDENTE DELLA REGIONE hanno sfilato a Roma, e nessuno dice nulla...
nessun telegiornale nazionale ha anche solo accennato che per una volta i sardi hanno deciso di dire basta ai soprusi dello Stato e hanno rivendicato i loro diritti...
purtroppo generazioni di governi della nostra regione hanno portato la credibilità della Sardegna a meno di zero, ma è possibile che contiamo davvero così poco????
quando si deve venire in vacanza da noi, la Sardegna è bella,i sardi sono Belli,tutto è bello...
ma quando i Sardi rivendicano ciò che è loro, allora non va più bene...
non possiamo mica pestare i piedi anche noi, altrimenti poi lo Stato è costretto a ricordarsi che le regioni in italia sono 20, e non 4 o 5...
noi vogliamo solo quello che ci spetta...ma questo non fa notizia...
spero almeno faccia notizia in questo blog...

Marzia Mastino 05.12.05 12:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao valeria ho da poco visto il dvd del mitico beppe .....cavolo ti apre gli occhi anzi ti sveglia da una situazione di rassegnazione i cui ero visto la m...a , scusa la parola ma quando è m ...a bisogna dirlo . Adesso sono inc...ato e nel mio picolo a fare qualcosa per pulire questa societa .Devo dire che ho dto il voto a Soru e sto vedendo che sta operando bene nonstante quel che si dice spero però che non salti fuori la solitita notizia tipicamente della politica di questo paese che mi faccia rigredere di tutto .
Ma per ora andiamo avanti cosi mi va bene e spero che continui
ciao

Carlo Palla 02.12.05 19:29| 
 |
Rispondi al commento

ciao . Sono uno studente che si e rotto le scattole delle ingiustizie viste agli esami universitari non ne posso piu' . Prima davo la colpa dalla la colpa alla sfiga ma poi dopo tanti anni dici ..E NO QUESTA NON PUOI CHIAMARLA SFIGA ! . Ho visto persone passare esami come diritto regionale che alla domanda ... MI PARLI DELLA LEGGE BASSANINI.... NON SAPEVANO UN C...O e prendere 27; e io.....per non aver saputo ART 75 dello statuto del trentino essere bocciato solo per quello (con tutto il rispetto per il trentino) ma mi sembra eccessivo. Cmq mi sono detto perhè non fare in modo che ci sia un equo giudizo cavolo siamo nel 2006 , allora ho pensato perchè non fare in modo che attraverso un programma nel quale inserire tuutte le possibili domande dividendole tra domande fondamentali per superare l esame e altre piu' dettagliate per la definizione del voto .
Basta essere giudicati da persone che ti giudicano dall' impresione cosi detta "a pelle"
VOGLIO GIUSTIZIA

Carlo Palla 02.12.05 19:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono stato nuovamente nell’ internet point di via Timavo , trav. via Is Mirrionis, pazzesco chiunque può fare quello che vuole!
Se volete scaricare con emule o inviare e-mail anonime o minatorie al vostro capo ufficio, andate pure!
Io continuo a pensare che sia assurdo che non ci siano controlli!.......


Aldo Perra 29.11.05 18:37| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe sono beppe anch'io Come posso avere la cassetta o il dvd del tuo spettacolo di Cagliari del settembre 2005 A si Biri !!! grazie Beppe Floris

giuseppe floris 29.11.05 09:34| 
 |
Rispondi al commento

E'sparito il computer a mio fratello... in una caserma della MARINA MILITARE ITALIANA... caserma con 30 ragazzi... 4 appartenenti al gruppo sportivo... tutti gli altri vfa, vfb ... ecc ecc
ma vi pare???
ma nelle mani d chi siamooo???
La MARINA MILITARE ITALIANA lo ritroverà???
Troverà il ladruncolo???
UAAAAAAAAAAaaaaaaaaaaaauuuuuuuuuuuuuuuuuaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh
silenzio

sono sempre più convinta che le forze armate siano una gran bipppppppppppppppppppppp

ciao ciao a tutti...

sabrina loddo 28.11.05 01:58| 
 |
Rispondi al commento

Caro Pietro Sigura, sei arrivato oggi o segui quello che Beppe dice? E' forse il primo che dice che la destra e la sinistra sono uguali!!

Matteo Massa 27.11.05 14:25| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe grillo.

condivido quasi tutte le cose che dici, anche se mi permetto una piccola osservazione e con essa una semplice domanda: MA SE IL BENE STA A SINISTRA E IL MALE A DESTRA, COME MAI VA COSI MALE? NON è CHE DESTRA E SINISTRA SI ASSOMIGLIANO TANTO?

CIAO.

pietro sigura 26.11.05 11:04| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe grillo.

condivido quasi tutte le cose che dici, anche se mi permetto una piccola osservazione e con essa una semplice domanda: MA SE IL BENE STA A SINISTRA E IL MALE A DESTRA, COME MAI VA COSI MALE? NON è CHE DESTRA E SINISTRA SI ASSOMIGLIANO TANTO?

CIAO.

pietro sigura 26.11.05 11:04| 
 |
Rispondi al commento

Cara ragazza scusa se mi permetto! Ma credo tu sia un po’ sciocchina!
Il decreto Pisanu non impedisce assolutamente niente, ha come unico scopo quello di tutelare noi cittadini ed in particolare i minori, sai quanti pedofili usano gli internet point per scambiare files restando anonimi, o come sia facile per un potenziale terrorista entrare in contatto con la sua rete tramite un’ internet point o ancora rivendicare un’ attentato senza lasciare tracce? Se una persona non ha niente da nascondere non vedo che male ci sia se prima di utilizzare una postazione multimediale si identifichi con un documento di identità.
Il decreto non impedisce affatto l’ apertura di un’ internet point gratuito , se tu hai i soldini per aprirlo e poi non far pagare niente sei libera di farlo! Diciamo che penso sia difficile trovare un’ imprenditore “ Francescano! “ che lo faccia per te! Per quanto riguarda i controlli delle forze dell’ ordine , quelli sono “ fisiologici “ ogni attività è soggetta a controlli, e questo succede IN TUTTO IL MONDO!
Per quanto riguarda linux  mi sembra che tu faccia un po’ di confusione, linux è un sistema operativo open source “ a mio aviso fantastico “ però non credo che sia colpa del povero Pisanu se tu non puoi seguire un corso gratuito dello stesso.
Sputi sentenze e apostrofi le persone in modo scurrile senza nemmeno sapere quello che dici, mi spiace per te. Spero che con la maggiore età , le cose per te vadano meglio, credimi il mondo non
c’ è l’ ha con te!

aldo perra 25.11.05 21:38| 
 |
Rispondi al commento

Per Grazia
Quando lo stato rende illegale cio' che è legale, la vera legalita' e' stare nell'illegalita'

Walter Puxeddu 25.11.05 16:28| 
 |
Rispondi al commento

Aldo Perra:
Già non condivido molto il fatto di dover mettere per forza il mio nome e cognome veri,e infatti mi scazza, sul blog di beppe. ma giusto perchè è lui!!
Tu appoggi una decreto anti-democratico ed anti- libertà? Il decreto pisanu? Un sardo che coi sardi continua a comportarsi malissimo!!
Il decreto è una cazzata immensa, fatta per reprimere i neonati gruppi informatici di movimento che a cagliari alzan la testa!
Che per colpa delle teste di m****a come te, vengon bollati come terroristi solo perchè tentano di esportare in tutta la Sardegna ciò che Grillo in questo blog tenta di fare: libera informazione e comunicazione dal basso!
Libero accesso ad Internet!
Lo sai, caro Aldo, che non si può più fare un internet point gratuito aduso e consumo di tutti, perchè la questura viene e ti fa il cazziettone (nel senso ti scheda, ti fa chiudere tutto? Niente più corsi gratuiti di linux o simili! Perchè non tutti hanno i soldi per potersi permettere un computer o delle lezioni a pagamaento!)
Pensa prima di parlare!
Un bacio,

Grazia.

Graziella Salis 24.11.05 23:04| 
 |
Rispondi al commento

salve cerco solo genitori sardi contrari alle vaccinazioni infantili... o che almeno abbiano qualche dubbio su tale obbligo che esiste solo in Italia e Francia.
grazie beppe per questo spazio.
alida.serra@tiscali.it

Alida Serra 19.11.05 12:00| 
 |
Rispondi al commento

io non ci credo...
adesso hai gli occhi closed... aprili

Gianluigi Nisita 18.11.05 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Ma non è passata una legge ( Decreto Pisanu – norme antiterrorismo ) per evitare l’ anonimato degli utenti negli internet point ?
Bè, ieri sono stato in un Internet point situato in una traversa di via Is Mirrionis ed ho navigato e mandato mail , in tutto anonimato.
Ma la polizia postale che fa, dorme?

aldo Perra 17.11.05 13:22| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei porre alla tua attenzione la vicenda incresciosa, ben descritta nelle diverse interrogazioni parlamentari che magari invio con una mail, riguardante 500 dipendenti con famiglie al seguito, dislocati in tutto il territorio nazionale e comprendenti l'Unità di Cagliari e Sassari, della "Intesa Gestione Crediti S.p.A." (I.G.C.), società che si occupa dal 1998 del recupero crediti in sofferenza delle banche del "Gruppo Intesa", il cui capitale sociale è interamente detenuto da Banca Intesa.

In pratica le tutele contrattuali ed occupazionali per il personale, previste da due accordi del 16/3 e 13/4/2001, sono state recentemente distette unilateralmente da Banca Intesa, comunicando la vendita alla società Fortress e Merryll Lynch di sofferenze per un valore lordo di 9 mld di € al prezzodi 2,045 mld, nonchè il conferimento di ramo d'azienda (81%), costituito dalle attività di gestione delle sofferenze, da I.G.C. a Castello Gestione Crediti srl, di cui B.Intesa detiene transitoriamente (fino a dic.05) l'intero pacchetto azionario; essa inoltre ha prospettato il passaggio, in un momento distinto e successivo, del pacchetto di controllo della conferitaria (81% del cap.soc.) a società terza, partecipata da Fortress e Merryll Lynch, mantenendone il 19%. L'obiettivo dell'operazione è stato presentato come quello di "migliorare la qualità dell'attivo, di ridurre il rischio eliminando l'eventuale impatto di sempre possibili perdite future sui crediti oggetto di cessione".

Secondo me ed i miei colleghi, oltre che essere un modo per escludere 500 dipendenti dal contratto del credito, è un serio tentativo di mascherare un corposo licenziamento, così come avvenuto in altre grandi aziende (tagli dei costi = esternalizzazioni, passaggi da una srl all'altra per poi finire licenziati), nonostante le continue dichiarazioni sulla crescita degli utili da parte di B.Intesa, le ultime sui giornali di sabato 12 novembre 2005.

Tiziana Desogus

Tiziana Desogus 16.11.05 13:58| 
 |
Rispondi al commento

Cagliari attraversa oggi due realtà contrapposte:
1) sono state rifatte la maggior parte delle piazze, senza entrare nel merito del gusto, es. piazza del Carmine si può tranquillamente rinominare piazza delle palle, per via dei lampioni sferici che hanno sostituito i lampioni originali certamente esteticamente più compatibili con gli edifici circostanti, ovviamente tutto questo è avvenuto con il benestare di tutte le sovrintendenze disponibili sul "mercato".
2) In seguito al rifacimento delle condotte per la raccolta delle acque bianche, sono spariti tutta una serie di grate, che alle prime timide piogge fanno sentire la loro mancanza con negozi allagati marciapiedi irrangiungibili ecc. le storiche pietre di una parte della via Roma strada principale di Cagliari sono state sostituite con un "elegante" tappeto di asfalto, sempre con il benestare di tutte le sovrintendenze del mercato.
3) Il poetto ormai è un ricordo, l'inizio del suo degrado ha origine grazie alla spinta ambientalista, che voleva l'eliminazione dei caratteristici e storici "casotti del poetto" sostituiti con chioschetti in legno chiamati "baretti" che nel corso del tempo sono diventati più grandi più solidi più cementati più pianellati tutto sempre con il benestare di tutte le sovrintendenze del mercato.
Mi chiedo, ma tutte queste insane scelte che vanno contro tutte le leggi del buon senso e dell'intelligenza umana e no, perchè le devono pagare i cittadini, e non chi le ha fatte "personalmente"? Non attraverso "assicurazioni agli amministratori e dirigenti" che tutelano in questo modo la loro incopetenza, consentendogli di fare tutte le ca....e" a spese dei cittadini. In tutte le categorie di lavoratori "compresa la tua Beppe" chi fa una scelta ne paga personalmente le conseguenze, in politica questo non vale. Concludendo è meglio non fare niente piuttosto che mostrare a tutti la propria incapacità.
Un saluto da Gian Franco Dominiyanni

Gian Franco Dominiyanni 16.11.05 08:54| 
 |
Rispondi al commento

Sei GRANDE BEPPE!!!

Ti rivogliamo in TV!!!...altro che Celentano!!

Consiglio a tutti di guardare il film "W ZAPATERO". Parla della censura in Italia. Il paese più "SEMI-LIBERO" al mondo!!

Tornaci a trovare!!!

Marco Salomone 12.11.05 12:49| 
 |
Rispondi al commento

Egr. Sig. Grillo
invito lei e i lettori del suo blog, a collegarsi sul sito www.rainews.24.it, nella sezione reportage
Iraq. Rainews24: l'esercito degli Stati Uniti ha usato fosforo bianco a Fallujah nel 2004.
E' inutile sottolinearle lo sgomento,la vergona e l'indignazione che provo. un Primo interrogativo: Ma i giornalisti italiani dove sono? il Vespone di porta porta, invece di leccare il c...lo a tutti!!dove c....zo sta?
Ma quanti civili costa un lt. di petrolio?
Provo rabbia sono incazzato! Hanno vergognosamente Ucciso dei Bambini, Quelli erano tutti miei e vostri Figli. Hanno trucidato donne Madri, quelle erano tutte mie e Vostre Mogli!tutti quegli uomini Bruciati, Erano tutti miei e Vostri Fratelli!!!
Basta!basta! Chiunque decide di Tacere o nascondere la testa sotto la sabbia. Lo CONSIDERO COMPLICE DI QUESTI ASSASINI!
per favore, facciamoli smettere!!
Scriverò al presidente Ciampi: MI VERGOGNO DI ESSERE CITTADINO ITALIANO ED EUROPEO!
IVANO DE CICCO
NAPOLI

Ivano De Cicco 10.11.05 14:40| 
 |
Rispondi al commento

Ora svegliati madre distratta
non senti i tuoi figli che ti chiamano?
Il canto dei tuoi poeti amari
è speranza di naufraghi indomabili
in allarme le anime guerriere
anime provate dal tuo essere puttana
essi ti amano per quello che sarai
nasci dal mistero della tua saggezza
non aspettare la mia morte
fa che non mi spenga come un orfano che t’ama


Bibi Tolu

Massimiliano Hellies 09.11.05 19:02| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,

vorrei solo segnalare che le cabine telefoniche situate nei pressi dell'edicola alla fine di V.Le Sant'Avendrace NON FUNZIONANO CON LE MONETE, ovvero voi infilate i soldi e li perdete.

Grazie mille alla Telecom anche per questa ennesima chicca.

Massimo Usai 09.11.05 06:47| 
 |
Rispondi al commento

Cara Cinzia Puglisi,
io Soru non l'ho votato, ma visto che va di traverso, oltre che alla destra, anche alla sua stessa coalizione, incomincia a piacermi.

anna maria corona 08.11.05 18:20| 
 |
Rispondi al commento

se può interessarvi da

www.edscuola.it/archivio/interlinea/ponte3.htm

Sono innumerevoli le storie di mazzette e appalti truccati delle società di cui il professore-ministro Pietro Lunardi si onora essere stato consulente-contrattista. Romagnoli, Tettamanti, Lodigiani e Grassetto sono le imprese che in consorzio hanno realizzato parte della linea 3 della metropolitana di Milano e il passante ferroviario del capoluogo lombardo, ungendo di miliardi, oltre dodici, il gotha politico-istituzionale dell’Italia di fine prima repubblica. I Ferruzzi sono tra i protagonisti dello scandalo Enimont, la “madre di tutte le tangenti” e con la controllata Calcestruzzi (oggi passata alla famiglia Pesenti) sono finiti sotto inchiesta per gli appalti per la desolforazione delle centrali ENEL e come abbiamo visto, per la gestione delle cave in Sicilia nelle mani dei boss di Cosa Nostra. Il costruttore Paolo Pizzarotti ha dovuto ammettere di aver versato a Severino Citaristi, il cassiere della DC, 500 milioni per potersi aggiudicare alcuni appalti per la realizzazione dell’aeroporto Malpensa di Milano, mentre sarebbe necessario un intero volume per raccontare le malefatte della ex Cogefar-Impresit oggi Impregilo, dalle tangenti per i lavori alla metropolitana e al passante di Milano, a quelle per la costruzione del policlinico di Pavia, dalla cogestione del sistema spartitorio per i grandi appalti dell’ANAS e della Società Autostrade ai tempi del ministro Gianni Prandini, all’immane scandalo dell’Alta Velocità e dei trafori ferroviari dell’appennino tosco-emiliano.


L'INTERA PAGINA WEB È LUNGHISSIMA, SI CHIAMA LA MAFIA DEL PONTE, PERÒ SPIEGA TANTE COSE ED È ZEPPA DI NOMI DI POLITICI, IMPRENDITORI, MAFIOSI E MASSONI TUTTI BASTARDAMENTE SENZA SCRUPOLO ALCUNO

Cinzia Puglisi 07.11.05 09:06| 
 |
Rispondi al commento

se può interessarvi da

www.edscuola.it/archivio/interlinea/ponte3.htm

Sono innumerevoli le storie di mazzette e appalti truccati delle società di cui il professore-ministro Pietro Lunardi si onora essere stato consulente-contrattista. Romagnoli, Tettamanti, Lodigiani e Grassetto sono le imprese che in consorzio hanno realizzato parte della linea 3 della metropolitana di Milano e il passante ferroviario del capoluogo lombardo, ungendo di miliardi, oltre dodici, il gotha politico-istituzionale dell’Italia di fine prima repubblica. I Ferruzzi sono tra i protagonisti dello scandalo Enimont, la “madre di tutte le tangenti” e con la controllata Calcestruzzi (oggi passata alla famiglia Pesenti) sono finiti sotto inchiesta per gli appalti per la desolforazione delle centrali ENEL e come abbiamo visto, per la gestione delle cave in Sicilia nelle mani dei boss di Cosa Nostra. Il costruttore Paolo Pizzarotti ha dovuto ammettere di aver versato a Severino Citaristi, il cassiere della DC, 500 milioni per potersi aggiudicare alcuni appalti per la realizzazione dell’aeroporto Malpensa di Milano, mentre sarebbe necessario un intero volume per raccontare le malefatte della ex Cogefar-Impresit oggi Impregilo, dalle tangenti per i lavori alla metropolitana e al passante di Milano, a quelle per la costruzione del policlinico di Pavia, dalla cogestione del sistema spartitorio per i grandi appalti dell’ANAS e della Società Autostrade ai tempi del ministro Gianni Prandini, all’immane scandalo dell’Alta Velocità e dei trafori ferroviari dell’appennino tosco-emiliano.


L'INTERA PAGINA WEB È LUNGHISSIMA, SI CHIAMA LA MAFIA DEL PONTE, PERÒ SPIEGA TANTE COSE ED È ZEPPA DI NOMI DI POLITICI, IMPRENDITORI, MAFIOSI E MASSONI TUTTI BASTARDAMENTE SENZA SCRUPOLO ALCUNO

Cinzia Puglisi 07.11.05 08:56| 
 |
Rispondi al commento

le strade di cagliari fanno pena!vorrei sapere chi si intasca i soldi per rifare gli asfalti!sicuramnte qualcuno che ha a disposiione un auto blu e che dunque non deve pagare i vari cambi gomme,ammortizzatori etc.....

infine un grazie al nostro presidente renato soru.... la sardegne ai sardi diceva nei suoi spot elettorali...presidente... ma vaff.......

andrea pisano 05.11.05 15:09| 
 |
Rispondi al commento

cerchiamo disperatamente aiuto per una persona affetta da GOTTA che risulta allergica ai farmaci in commercio del tipo "Alluric o Zilloric" e che tra notevoli sofferenze sta progressivamente perdendo l'uso delle articolazioni motorie (Mani, piedi e ginocchia). La persona è affetta contemporaneamente anche da insufficienza renale, controllata e stabilizzata comunque da tempo e che non necessita di dialisi.
Chiediamo a chiunque sia in grado di avere informazioni utili su medicinali, cure, o altre soluzioni, di informarci. Siamo disponibili a spostarci in qualunque luogo.

Grazie

Famiglia MORELLI WALTER - 47814 Bellaria (RN) - Italia
tel. 348 2502473 - e-mail annacerini@libero.it

Emanuele Morelli 04.11.05 22:37| 
 |
Rispondi al commento

In questi giorni sul sito www.malaiustitiacaralitana.org è stato publicato un blog su come vanno le cose nella realtà locale.
"le vicissitudini di un imprenditore scomodo" è una storiella alquanto significativa.
Il sito è molto bello e interessante riporta peraltro il blog di beppe grillo e pino scaccia
Anna Maria

anna maria corona 04.11.05 05:21| 
 |
Rispondi al commento

x E.Sanna e tutti

Per completezza di informazione, in attesa di smentite e/o chiarificazioni da parte del Ministero delle Comunicazione e dell'Autorita' garante, ecco il documento ufficiale (protocollo d'intesa) firmato da Gasparri (allora ministro) e Soru.

http://www.dgtvi.it/stat/Allegati/Protocollo%20d'Intesa%20Regione%20Sardegna.pdf

Inoltre dal sito istituzionale della RAS il discorso completo di Soru i cui stralci sono stati riportati dal Corriere della Sera

http://www.regione.sardegna.it/j/v/25?s=10072&v=2&c=18&t=1

E infine il resoconto della Conferenza stampa finale del 16 Aprile 2005 (giorno della firma del protocollo d'intesa) tenuta a chiosa della Conferenza nazionale sulla tv digitale terrestre svoltasi a S. Margherita di Pula

http://www.regione.sardegna.it/j/v/30?s=6260&v=2&c=1396&t=1

Massimo Carboni 01.11.05 20:02| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente è uscito il nuovo libro di Marco Travaglio:

BERLUSCOMICHE
Bananas 2 la vendetta: le nuove avventure del cavalier Bellachioma dal kapò al kappaò.

ATTENZIONE AVVISO IMPORTANTE:
MARCO TRAVAGLIO SARA' OSPITE DOMANI MERCOLEDI' 2 NOVEMBRE ALLE 21:30 DE "L'INFEDELE" DI GAD LERNER SU "LA7".

Antonio Del Vecchio 01.11.05 17:26| 
 |
Rispondi al commento

URGENTE onde evitare malintesi sulla posizione della Sardegna sul DT.


http://www.corriere.it/Primo_Piano/Scienze_e_Tecnologie/2005/
11_Novembre/01/soru.shtml

E.Sanna 01.11.05 16:56| 
 |
Rispondi al commento

URGENTE onde evitare malintesi sulla posizione della Sardegna sul DT.

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Scienze_e_Tecnologie/2005/11_Novembre/01/soru.shtml

E. Sanna 01.11.05 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, sai che non mi piace molto l'idea che i politici siano nostri dipendenti.

Non resisterei alla tentazione di mobbizzarli

Massimiliano Hellies 31.10.05 01:26| 
 |
Rispondi al commento

Cagliari ha cittadini da serie BI, una giunta da serie ZETA, uno stadio da serie A e una squadra da serie CI

Pino Corona 30.10.05 20:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

No, non è per niente libero.

SOPRATUTTO SE PARLI MALE DELLA MORTADELLA.

Votate Gavino Sale!!!

Marco Sitzia 30.10.05 15:51| 
 |
Rispondi al commento

Posso sapere perchè sono stati cancellati tutti i miei post in cui proponevo di inviare una mail di protesta, non offensiva, alla Santanchè? Beppe ma questo blog non era libero? Che delusione..

Matteo Massa 30.10.05 14:49| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe!! Ti scrivo da quella piccola Isola chiamata Sardegna! Ho visto il tuo spettacolo dal vivo a Cagliari! Sono rimasto a bocca aperta per tutto ciò che hai detto e ho ancora i dolori alle mascelle! Battute a parte, ti reputo per certi versi "IL MESSIA", colui che porta il messaggio!? Ma dei tuoi messaggi e di quelli che ci da anche la NATURA, noi esseri umani, dobbiamo prendere delle Vere e proprie Iniziative, per migliorare la situazione sotto ogni punto di vista!! Senza aspettare i capi di governo, politici e potenti! ...

Maurizio Pitzalis 28.10.05 14:28| 
 |
Rispondi al commento

Oltre ad altri infiniti privilegi adesso gli istituti ecclesiastici sono esentati anche dal pagamento dell'ICI...non ho veramente parole...Hanno esonerato perfino gli istituti scolastici religiosi!!!! Oltre alla beffa degli assegni per le scuole private ora anche questo!!! ARRRRRGG...CHE RABBIA FEROCE!!! E TUTTO PER ACCAPPARRARSI I VOTI DEL CLEROOOOO
In una pensione gestita da suore uno studente arriva a pagare anche 900 euro al mese!!!!
E' UNA VERA VERGOGNA.

Roberta Masala Commentatore in marcia al V2day 27.10.05 21:07| 
 |
Rispondi al commento

Andremo alla manifestazione di sabato 29.10 a Palau - La Maddalena
contro l'OCCUPAZIONE MILITARE IN SARDINNYA

stiamo organizzando un pullman per raggiungere Palau
partenza ore 6 del mattino da P.tza Giovanni XXIII - Casteddu, rientro in serata

prenotazioni al circolo La Tana del Luppolo in via San giovanni 251 a
Casteddu la sera dopo le 22 - quota individuale 5 euro

per finanziare il pullman organizziamo una cena sociale venerdì 28 in via
Montesanto 28 a Casteddu, zona San Michele, alle ore 21 (massima
puntualità, nel palazzo non gradiscono chiasso in ore tarde)

Ale Pux 27.10.05 15:50| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, sei troppo forte. Mi piacerebbe ti interessassi all'evolversi del "problema Poetto". Si tratta di un grandissimo scempio ambientale che ha privato i cagliaritani e non solo di una delle più belle spiagge del mediterraneo.

Nicola Ambrosini 26.10.05 12:39| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Gfloris ci sei ...

Nicola Ambro 26.10.05 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
il tuo spettacolo a Cagliari e' stato illuminante, esilarante....deprimente. E quest'ultimo commento non si riferisce certo a te, al tuo staff e al contenuto dello spettacolo ma alla reazione emotiva che la conoscenza genera nella mia mente. Sapevo gia' che siamo messi male, ma non immaginavo tanto!!!!!!!
Detto questo vorrei quindi per prima cosa ringraziarti e, se hai voglia, leggi il seguito.
La prima cosa che mi ha sorpreso e' il tuo commento sul nostro presidente della regione Soru "il primo politico che vuole portare avanti il suo programma elettorale", già, ma come può farlo se quello che fa viene contrastato dal portatore nano? Sapevi che e' stato approvato un decreto detto "salva coste" che vorrebbe la salvaguardia ambientale delle coste Sarde? Indovina? Il Consiglio dei Ministri (il portatore nano di sacrifici!) ha deciso di impugnare davanti alla Corte Costituzionale la legge "salvacoste" per bloccarla. Ti chiedi il perchè? Perchè blocca tutte le costruzioni sulla costa fra cui anche il Master Plan "Costa Turchese": 525.000 metri cubi di cemento su 450 ettari, 385 ville, due alberghi da 400 posti letto, 995 appartamenti in residence, 120 in multiproprietà, 30 negozi, 1 centro commerciale, 1 campo da golf e 400 posti barca.
Non ho parole!!! Speravo che in virtu' della nostra insularita' potessimo scampare....
Parliamo invece delle basi militari NATO in Sardegna? Del fatto che gli "affitti" dei territori non vanno alle casse della regione ma a quelle dello stato? Che con quei soldi ci pagano i soldati in IRAQ? Parliamo dei soldati morti di leucemia? Dei risultati sull'inchiesta sull'impiego dell'uranio impoverito?
Sono disgustata. Il futuro e' tutto così incerto, così nebbioso, e ho paura di perdere la speranza. A 24 anni compiuti, sono felice di aver speso 25 euro per sentire verità, e sono felice di non essere capitata in tribuna (mi avresti fatto la doccia!!!). 25 euro di investimento per un po' di conoscenza e di coscenza! GRAZIE!

Valeria Corda 24.10.05 23:58| 
 |
Rispondi al commento

In effetti è vero, i politici sono nostri dipendenti perchè li paghiamo noi, con le svariate tasse, tra bolli auto, assicurazioni, bolli per le carte d'identità, ici, canone rai(per poi vedere dei coglioni in un'isola a nostre spese) ecc. ecc. Allora io mi chiedo se è ancora il caso di continuare a pagare tasse inutiti ad un governo totalitario e golpista...in realtà bisogna incominciare a smettere di pagare, tutti insieme...chissà magari qualcosa cambierà???Spero di si, la rivoluzione si può fare anche in questo modo, con questo tipo di presa di posizione e non con la violenza!!Da parte mia ho già incominciato a non pagare qualcosina...un giorno mi arriverà il conto ma tanto, non sono ne ricco e ne benestante, tutto quello che possono prendermi non esiste perchè on ho nulla di valore se non i miei libri(che non si possono pignorare) e tutte quello che possono prendere da me è un bel CALCIO NEL CULO (e mi dispiace per quei poveracci di esattori) ma l'unica cosa è fare così, muro contro muro, tu non mi dai e io non ti do, io ti pago e tu non fai una cipolla, e allora non ti pago più!! CHE NE DITE??? A presto

Diego Belfiori 24.10.05 10:38| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe
con piacere prendo spunto dalla tua giusta considerazione ,e cioè che i politici sono NOSTRI DIPENDENTI e come tale devono rispondere alle nostre esigenze.qui a cagliari da 2 giorni ci sono migliaia di sindaci da tutta italia per un incontro, hanno occupato tutti gli alberghi della città e questo per noi è un bene ,ma ovviamente se uno entra in un ristorante può vedere i nostri dipendenti che invece di lavoare al meeting stanno bene seduti al tavolo mangiando aragosta ,pesce e buonissimo vino ,insomma a nostre spese loro si sbaffano,quando ho visto questo mi è venuta voglia di dire a quelli che si trovavano li di alzarsi e andare subito al convegno ,insomma darli le direttive visto che io lo sto pagando per cercare di risolvere i problemi e non stare 3 ore a mangiare,io quando devo fare una riunione i miei capi mi fanno mangiare un panino e subito al lavoro,dobbiamo veramente entrare nell'idea che possiamo dare ordini ai politici visto che sono pagati da noi.
ciao carlo manca e-mail manca63@tiscali.it 335 8134206

carlo manca 22.10.05 21:21| 
 |
Rispondi al commento

oggi apprendo che i 950 milioni di € promessi alla Sicilia( sono il primo frutto della Devolution.
Ovvio che non è cosi', dato che la legge non è operativa....se così si puo dire... invece penso che sia operativa l'attivita di libero scambio nel nostro Parlamento... come in un suk ..si quei mercati arabi dove il prezzo della merce è gonfiato ma alla fine ci si mette d'accordo.
bene la Devolution è stata la merce di scambio con i parlamentari SICILIANI che hanno minacciato di non votarla se non gli avessero restituito qei 950 milioni di euro che pare gli spettassero per legge.( Art 34 della costituzione regionale sicialiana)
PROMEMORIA Per I parlamentari Sardi:
Rimane ancora(prima che Berlusconi sbaracchi) sulla Bancarella del Suk la Legge"EX CIRIELLI" mi sembra che Berlusconi la voglia vendere a qualunque prezzo...Diamoci da fare ..PECUNIA NON OLET

giampiero putzu 22.10.05 11:35| 
 |
Rispondi al commento

Allora forse anch'io ci ho azzeccato su Andreotti.. :D

Matteo Massa 21.10.05 18:28| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti.
Non ho ancora letto alcun commento o confutazione a quello che ho scritto il 19 Ottobre u.s.
Per stimolarVi nella discussione Vi informo che i sistemi di rilevamento automatico degli incendi installati in Sardegna sono costati alla collettività, dal 1986 ad oggi, oltre Eur.25.000.000,00 e che l'attuale giunta regionale, come le precedenti, stà ignorando l'argomento sollevato anche recentemente in aula da consiglieri del proprio schieramento.

COSA C'E' SOTTO?

Diceva bene Andreotti: "a pensare male si fà peccato ma spesso ci si azzecca!".


Giuseppe Cocco 21.10.05 12:27| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici,

Poche settimane fa ho visto "Viva Zapatero" di Sabrina Guzzanti, da qualche mese seguo quasi quotidianamente il tuo blog e da ormai un anno vivo meravigliosamente senza la tv!
dopo il film di Sabrina sono uscita dal cinema arrabbiatissima, come credo tutti quanti, e ho pensato che si rende assolutamente necessario un gesto di protesta pubblico da tutti noi che ci sentiamo privati della nostra dignità da questo governo e dai nostri dipendenti...Gaber diceva:" un'idea un concetto un'idea finchè resta un'idea è soltanto un'astrazione, se potessi mangiare un'idea avrei fatto la mia rivoluzione..."...e per questo è bene agire nel proprio piccolo, cambiare le proprie abitudini di consumatore e i propri stili di vita....ma Gaber diceva anche:"La libertà è partecipazione!!!!" quindi è necessario un passo in più un atto pubblico...finchè non è troppo tardi...
la proposta è: scegliamo un giorno per spegnere insieme la televisione...visto che per molti siamo telespettatori e non persone...dimostriamo il contrario...e magari organizziamo proposte alternative nelle nostre città...io sono di Modena e lì ho un'associazione quindi posso tentare di organizzare la cosa lì e forse con l'aiuto di altri anche a Venezia perchè ci vivo...altri che leggono questo blog abitano in altre città d'Italia...ognuno potrebbe prendersi la responsabilità della propria città e tentare...e magari, Beppe Sabrina e altri potrebbero aiutarci.
Mi rendo conto che è un'impresa ardita ma, come fa Beppe, se chi dovrebbe tutelare la democrazia e la libertà, di espressione e informazione in primis, (opposizione, giornalisti ecc.)non lo fa...bisogna che noi ce ne assumiamo la responsabilità!
da soli sembra impossibile...ma insieme...
grazie beppe
silvia

Silvia Boschi 19.10.05 19:36| 
 |
Rispondi al commento

In merito all'argomento che ho postato vorrei solo aggiungere che probabilmente non si ritiene di utilizzare queste tecnologie perchè il business degli incendi garantisce:

- voti (le vedette votano le apparecchiature NO!)
- lavoro stagionale (altri voti - d'estate personale per spegnere i fuochi e d'inverno personale i rimboschimenti)
- appalti per fornitura di attrezzature da destinare a volontari e personale vario (NON VOGLIO COMMENTARE)
- gite in elicottero (se avete notato, a parte i Camilla ed i LAMA, sono quasi tutti elicotteri executive con una cisterna agganciata).
Per quanto mi riguarda conosco molto bene queste tecnologie e Vi posso assicurare che con meno del 5% di quello che si spende ogni anno per mettere in piedi per quattro mesi l'apparato antincendi si pagherebbero i costi di gestione e di aggiornamento tecnologico per tutto l'anno ottenendo inoltre una drastica riduzione delle ore di volo dei velivoli (sempre a noleggio) per spegnimento incendi dovuta alla tempestività e sicurezza nella rilevazione degli incendi.

Meditate, colleghi di blog, meditate.

Giuseppe Cocco 19.10.05 09:18| 
 |
Rispondi al commento

Cari colleghi di blog Vi ripropongo un argomento di cui NESSUNO parla.
"Dal 1985 la regione Sardegna ha investito miliardi di vecchie lire per realizzare
una evoluta rete di rilevamento automatico di incendi boschivi. Questa rete, da oltre dieci anni, è stata abbandonata a sè stessa ed ora
decine di postazioni di rilevamento, realizzate a suo tempo con le più moderne ed efficaci tecnologie, sono abbandonate nelle montagne sarde alla mercè dei vandali e destinate a diventare in brevissimo tempo dei rottami.
La tecnologia con la quale sono stati realizzati i sistemi di telerilevamento di cui è costituita questa rete, sviluppata interamente in Sardegna, è da ormai lungo tempo affidabile e sicura tanto è vero che è stata impiegata oltrechè in altre regioni italiane anche per sistemi operativi nel resto d'Europa. Sono inoltre disponibili, archiviate presso l'Assessorato Ambiente della
Regione Sardegna, pagine e pagine di documentazione sviluppata durante le
operazioni di collaudo nella quale sono stati verbalizzati, perlomeno per i sistemi prodotti dalla Teletron di Cagliari e che sono oltre il 50% di quelli installati, sempre risultati positivi dalle commissioni di collaudo
ufficiali via via succedutesi. Questi sistemi sono stati installati in Sardegna a presidio della maggior parte delle zone che sono state interessate da incendi durante questa stagione
ma non mi risulta che siano stati attivati operativamente perchè, sembrerebbe, il Corpo di Vigilanza Ambientale della Regione Sardegna non vuole assolutamente prenderli in carico.
Credo sia opportuno parlare dell'argomento perchè il nostro ambiente, unica vera risorsa naturale, e quei miliardi spesi gridano vendetta!".
Nello spirito di denuncia di questo blog Vi informo che la Corte dei Conti è stata interessata nelle giuste sedi alla vicenda ed ha già richiamato, con atti formali, la Regione Sarda alle sue responsabilità.
NESSUNO PERO' NE PARLA COMPRESA LA STAMPA LOCALE DI DESTRA E DI SINISTRA!!!!!

Giuseppe Cocco 19.10.05 09:04| 
 |
Rispondi al commento

CARI GIUSEPPE E DIEGO, non continuate a lamentarvi per le cose che si scrivono qui, daltronde questo è un blog dove la gente incazzata scrive un sacco di cose, dubbi perplesità sfoghi ecc. ecc. Quindi io capisco tutti e due. La gente è incazzata e c'è l'ha con i politici italiani e provinciali, e quindi gli sfoghi e i dubbi sono legittimi. Daltronde qui si leggono un sacco di cose, dicerie varie, ma è ovvio che non sono altro che il frutto dell'incazzo della gente!Quindi capita di sentire un sacco di cose, accuse varie, ma non possono certamente trovare fondamento se non quello del pensiero proprio!!! Grazie, a presto.

Francesco Puxeddu 17.10.05 11:14| 
 |
Rispondi al commento

Caro Giuseppe, giriamo sempre intorno allo stesso problema, capisco bene quello che dici ma ti ho già spiegato che le cose che si fanno in politica possono lasciare dei dubbi legittimi a tutti i cittàdini, e a me da cittàdino mi viene sempre il dubbio. Daltronde non possiamo pensare che con Tangentopoli l'era maledetta sia finita, io credo che ci sia ancora, ed è il mio pensiero e questo va rispettato in quanto tale. Se petrmetti lo sfogo è legittimo, e non sempre gli sfoghi possono essere razionali, quindi con tutta onestà mi sento libero di dire quello che penso, tanto tra un pò finiremo in galera tutti, perchè ormai il colpo di stato è fatto e tra poco ci proibiranno di esprimere il nostro più puro pensiero...non credi? So bene che esistono gli uffici dove tutti gli atti sono pubblici...cosa vuoi che ti dica, io penso che certi atti non sono pubblici e non avvengono in luoghi pubblici, quindi è inutile continuare a girare intorno a questi pensieri! Siamo più o meno della stessa idea, e stai tranquillo che se avessi avuto documenti e prove certe non avrei esitato un attimo ad andare da un magistrato...!!!Quindi accetta il mio pensiero e cerca di capire che certe cose nascono spontanee come nascono i dubbi, e i dubbi non hanno prove...purtroppo!!! Ciao Giuseppe, ti faccio sempre i miei migliori auguri per la tua eventuale partena all'estero!!

Diego Belfiori 17.10.05 11:04| 
 |
Rispondi al commento

X luigi lorrai.

magari far notare gli errori senza urlare e' sintomo di buona educazione. O magari ti si e' incastrato il ditino sul tasto delle maiuscole, toglilo.
Cmq mi scuso con gli interessati. Ed in ogni caso non mi pare di aver accusato nessuno.

Bai in bonora :D

Massimo Carboni 15.10.05 11:19| 
 |
Rispondi al commento

Risposta per MASSIMO CARBONI:
MI DISPIACE PER L'ERRORE MA IL QUESTORE DI CAGLIARI NON è PITTEA MA UN CERTO COSSU....
INFORMATI PRIMA DI SCRIVERE, VISTO CHE IL TUO PITTEA(CHE POTREBBE ESSERE ANCHE....UNA BRAVA PERSONA!!!!!) è PREFETTO DI NUORO.

luigi lorrai 15.10.05 10:36| 
 |
Rispondi al commento

Io cerco un lavoro...se io offrissi 1500 euro chi tra le tante persone che animano questo blog farebbe il possibile per accapparrarsi questa somma, non avendo agganci politici, mi affido al dio denaro.Forse è una provocazione, o forse no...!!!

Stefano Deiana 14.10.05 22:59| 
 |
Rispondi al commento

Caro Diego, ti sei mai chiesto come mai in Sardegna l'unica impresa che è stata colpita pesantemente nell'era gloriosa di tangentopoli è stata quella della famiglia Pireddu?
La magistratura ha bisogno di qualcuno che denunci i fatti di cui è a conoscenza fornendo prove e testimonianze: purtroppo noi sardi siamo molto più bravi a "tirare le pietre e nascondere le mani".
Ci sono molti modi per aiutare la magistratura non ultimo quello di chiedere al procuratore della repubblica un colloquio riservato durante il quale fornirgli gli elementi (non le chiacchere che conosciamo tutti) che lo possano aiutare a compiere la sua missione.
Stai pur certo che ci sono i modi per proteggere le fonti e loro li conoscono bene.
Dobbiamo smetterla con l'omertà ed agire combattendoli con le leggi che ancora non hanno fatto in tempo a modificare (ti assicuro che sono tante).
La cosa che a loro farà tanto male saranno i siluri che prenderanno alle prossime elezioni. Ricordati quel che dice Grillo riguardo al centrosinistra: "dovete smetterla di rispondergli colpo su colpo, andare in una beauty farm per tutto il periodo precedente alle elezioni e vedrete che vincerete con il 90% per cento dei consensi".
Un'ultima cosa: il comune ha un ufficio che si chiama URP (ufficio relazioni con il pubblico) tramite il quale, su richiesta, DEVE fornire copia degli atti pubblici che vengono prodotti. Potrebbe essere interessante verificare le modalità di assegnazione delle autorizzazioni di cui parli e farle pervenire in copia alla magistratura: l'azione penale non è facoltativa nei casi di evidenti falsi in atto pubblico!
Vedrai che nessuno costruttori e politici avranno più un buco in cui nascondersi.
Aiutiamo la magistratura a pulire la nostra Italia.
Giuseppe

Giuseppe Cocco 14.10.05 20:42| 
 |
Rispondi al commento

un augurio a tutte le matricole di psicologia...si,perchè ciò che attende loro sono professori assenteisti e maleducati che non si degnano nemmeno di apporre 1 avviso cartaceo quando steccano gli appelli, professoresse frustrate che sfogano le loro pulsioni sessuali represse sul primo studente che capita a suon di battutine ironiche buone solo a farti girare le scatole,segreteria studenti assolutamente inutile,bidelleria con personale ALTAMENTE QUALIFICATO!!!allora:felice anno accademico!vi consiglio di chiedere al medico 1 rimedio per l ulcera che sicuramente vi verrà....credetemi...a cagliari le cose non vanno male per la riforma Moratti ma in particolare per la maleducazione e l incompetenza di certi elementi che farebbero un favore al mondo accademico se se ne stessero a casa!

sara filia 14.10.05 19:04| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe
non so sei hai saputo che da lunedì gli atenei cagliaritani hanno deciso la sospensione dell'attività didattica fino a sabato. Voglio, da stedentessa (delusa e demoralizzata) esprimere solidarietà nei confronti dei ricercatori che in questi giorni manifetsano e protestano contro il maxi-emendamento alla riforma moratti, e sostenere tutti i docenti che senza indugi si sono resi disponibili in questi giorni nei confronti dei colleghi ricercatori e dell'università tutta!
fede

Federica Melis 14.10.05 12:23| 
 |
Rispondi al commento

CARO GIUSEPPE COCCO, ti ringrazio per la solidarietà. Hai ragione quando dici che se posso, manda in galera quella gente. In realtà la magistratura ha già condannato qualcuno del consiglio comunale per evasione fiscale...la stessa sta indagando sui centinaia di viaggi fatti in questi quattro anni e mezzo di dittatura dai consiglieri comunali, quasi tutti.
Poi ho detto che lascio a voi pensare in che modo il Zuncheddu abbia ottenuto la concessione edilizia a Santa Gilla, considerato che quella nel PUC era una zona servizi, ora sarà zona palazzi!! Lascio a voi pensare in che modo i Cualbu abbiano ottenuto l'ok per costruire sopra un patrimonio immenso come quello di Tuvixeddu...beh come puoi ben capire le cose stanno alla luce del sole, e poi ognuno di noi è libero di pensare quello che vuole, infatti io penso che qualcosa di strano c'è stato, tu che ne dici??? Ieri in via Manzoni il sindaco ha dato ordine, tramite prefetto e questore, di caricare a manganellate i vecchietti che occupavano la piazza, allora io mi sento libero di dire che Floris è un delinquente dittatore, persona pericolosa sotto tutti i punti di vista, come si è permesso e come ha potuto? Io avrei preso a lui a manganellate, non i vecchietti, per quello che sta facendo a Cagliari, ossia la sta rovinando, merita l'esilio a vita in Africa, in una di quelle tribù dove se osi dire qualcosa mentre invocano i loro avi, ti fioccinano all'istante. Insomma noi siamo governati da dittatori, e per lo più incopetenti, Lorrai il bugiardo, Collu, Onorato, Angius e tutta quella banda incopetente governa Cagliari??? Allora non abbiamo più futuro con questa gentaglia arrogante e incapace.Quindi caro Giuseppe, la magistratura fa i sui passi da sola piano piano, magari è anche stufa di stare dietro a questi energumeni, tanto le leggi gli assolvono, e la magistratura che ci può fare??? Capisci quel che vogliuo dire?? Ti faccio gli auguri, spero che all'estero tu possa trovare più serenità rispetto all'Italia ladrona!

Diego Belfiori 14.10.05 08:07| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, meno male che i soldi degli italiani non sono tanti. Pensa che disastri se ne avessimo avuto di più. Che ne so...avremo magari pensato di costruire un ponte che arriva fino a Cagliari.. no?

christian bruder 14.10.05 02:18| 
 |
Rispondi al commento

Il questore e' di Cagliari e' Antonio Pitea.
Non lo si puo' mandare via. Solo stigmatizzare i suoi atti.
Il sindaco di Cagliari e' Emilio Floris.
LO possiamo mandare via. Lui e i suoi sodali, Lorrai in primis.
Ricordiamocene. Tutti.

Massimo Carboni 13.10.05 18:54| 
 |
Rispondi al commento

In questo cavolo di Paese non si può più manifestare il proprio dissenso senza trovarsi davanti la cara polizia di stato in tenuta anti-sommossa?
Sono scandalizzata dall'episodio di ieri mattina..chi è il questore che permette le manganellate e i trascinamenti per strada di pensionati e cittadini onesti che fanno valere le loro posizioni?
In questo Paese diventerà reato anche pensare in libertà?

Carla Toni 13.10.05 17:46| 
 |
Rispondi al commento

Caro Diego Belfiori, ho letto il post urlato sul multipiano di Via Manzoni.
Approvo la posizione della popolazione del quartiere che ritiene inutile un ulteriore parcheggio multipiano in una zona nella quale ne è stato realizzato recentemente un altro che vedo sempre, compreso il sabato, sottoutilizzato.
Se hai le prove di quello che dici devi andare immediatamente dalle autorità e denunciare le cose: sfogarsi urlando su un blog non serve assolutamente a niente.
Stai pur certo che i cittadini di Cagliari non hanno l'anello al naso e presenteranno il conto a questa giunta alle prossime elezioni: tu, però, se hai le prove di quello che dici puoi fare un favore immenso alla cittadinanza mandandoli non solo a casa ma in galera.
Queste cose te le scrive una persona che sicuramente non è di centro sinistra ma che è talmente schifata da quello che ha visto in Italia da almeno venti anni (con tutti i governi!) che stà seriamente meditando di trasferirsi all'estero e precisamente nel Nord Europa.
Questo non perchè sia benestante ma perchè ormai ho compiuto quarantanni, dei quali ventuno di lavoro, e non intendo arrivare ai sessanta in uno stato che non mi dà alcuna speranza di futuro sereno sia professionale che di qualità della vita.
Lancio un appello ai tanti italiani che lavorano all'estero: non tornate in Italia se non volete essere annientati.

Giuseppe Cocco 12.10.05 21:05| 
 |
Rispondi al commento

SUL PROBLEMA DEL PARCHEGGIO DI VIA MANZONI SONO TOTALMENTE AMAREGGIATO. IL SINDACO ORMAI DI FATTO E' IL PADRONE DELLA CITTA' E INSIEME A LUI GLI IMPRENDITORI CEMENTIFICATORI DI NOME CUALBU CHE COSTRUIRANNO SU UNA PARTE DELLE TOMBE DI TUVIXEDDU, POI I ZUNCHEDDU, PADRONI ELLA STAMPA DI PARTE CON L'UNIONE SARDA, E POI DICONO CHE NON E' DI PARTE...POI CI SONO TANTI ALTRI PICCOLI IMPRENDITORI CHE CON CHISSA' QUALI METODI, LASCIO A VOI PENSARLI, RIESCONO AD AVERE CONCESSIONI EDILIZIE IN VARIE ZONE DELLA CITTA'!
ANCORA PIU' GRAVE E' IL FATTO CHE ANCHE SU VIA MANZONI IL SINDACO E L'ASSESSORE LORRAI DETTO IL BUGIARDO, CONTINUABNO A TUTTI I COSTI NELLA VILONTA' DI INIZIARE I LAVORI CON FINTE ORDINANZE DI DIVIETI DI SOSTA E CON L'APERTURA DEL CANTIERE DURANTE LA NOTTE, COME FANNO QUANDO INSTALLANO LE ANTENNE, IN MODO CHE COSI' LA GENTE NON SI ACCORGA DI NULLA...
MA LA POPOLAZIONE STA CAMBIANDO, NON CREDE PIU' I8N QUEI DELINQUENTI, CEMENTIFICATORI, FASCISTI, BUGIARDI E MASSONI, IPOCRITI CATTOLICI E SUPER AZIONISTI DI DIVERSE SOCIETA'...DOVREI PARLARNE PER UN'ORA INTERA PER FAR CAPIRE MEGLIO. NON SOLO, ALCUNI ELEMENTI DEL CONSIGLIO COMUNALE APPROVANO LA LORO POLITICA, FORSE GLI ACCONTENTANO IN QUALCOSA...DOVREBBERO PENSARE AD AMMINISTRARE LA CITTA' ONESTAMENTE, NON EVADENDO LE TASSE CON I PESCI ECC. ECC.COME POSSIAMO FIDARCI DI QUESTA GENTAGLIA CHE DI FATTO HA PRESO POTERE E PODERI NELLA CITTA'??? NON FIDIAMOCI DI LORO, IGNORIAMOLI PERCHE' ORMAI NON CI RAPPRESENTANO PIU' E NON TUTELANO PIU' I NOSTRI DIRITTI DI CITTADINI.
ANDIAMOTUTTI A PROTESTARE PER VIA MANZONI, ANCHE SE NON ABITIAMO IN ZONA, E' ORA DI FAR CAPIRE A QUEI DELINQUENTI CEMENTIFICATORI CHE LA GUERRA CONTRO I SOPPRUSI E CONTRO LA DITTATURA E' INIZIATA, ARMIAMOCI DI INTELLIGENZA E COLPIAMOLI, ANCHE SE LORO USERANNO I MANGANELLI, POVERI IDIOTI...NOI USEREMO LA MENTE, COSA CHE LORO, IN QUANTO DEI MINORATI MENTALI, NON RIESCONO AD UTTILIZZARE.
GRAZIE A TUTTI, E NON ABBIATE PAURA DI QUEGLI ENERGUMENI POST PALEOLITICI.

Diego Belfiori 12.10.05 14:41| 
 |
Rispondi al commento

Prendo spunto da quanto ha scritto Michele, per invitare tutti a presidiare il parcheggio di Via Manzoni, che a questo punto è voluto solo dal comune e dall'impresa che lo costruirà e lo gestirà. Ricordo a tutti che a 100 mentri da lì, in via Santa Alenixedda, esiste un parcheggio che è stato realizzato da poco e che spesso rimane semi vuoto, perchè chiaramente tutti gli automobilisti, coi tempi che corrono, non vogliono pagare per parcheggiare. Per avere il consenso dei commercianti si è fatto credere loro che il nuovo parcheggio sarebbe stato gratis, mentre è emerso che (e non poteva essere altrimenti) sarà a pagamento. I parcheggi in centro attirano sempre di più il traffico privato, creando inquinamento e caos. Io credo che il comune dovrebbe spendere i soldi per sviluppare il trasporto pubblico, perchè è l'unico modo per far crescere il benessere dei cittadini.

arturo becciu 11.10.05 09:30| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

visto che nei tuoi spettacoli qui a Cagliari hai fatto un accenno alla questione multipiano, mi permetto di mandarti un aggiornamento.

Il Comune di Cagliari ha colpito in via Manzoni.

Si è mosso di sabato sera, all'ora della partita dell'Italia, quando tutti erano distratti o a cena fuori o davanti alla tv. Una squadra di operai è arrivata alla chetichella e ha iniziato a recintare il piazzale. Qualcuno ha cronometrato: in sei minuti e mezzo hanno transennato il lato chiuso della piazza, con barriere di metallo stile "gabbia degli animali".

I residenti si sono lanciati giù e sono riusciti ad impedire che gli operai finissero il lavoro. Con scuse pretestuose, innalzando cartelli di divieto di accesso e sosta senza alcun preavviso, davanti a uno schieramento di forze dell'ordine degno di miglior causa, Comune e impresa che dovrà eseguire i lavori hanno tentato il colpo di mano per mettere i cittadini di fronte al fatto compiuto.

Oltre alla palese irregolarità amministrativa (hanno esposto cartelli che facevano riferimento a ordinanze che nulla avevano a che fare con la questione), il funzionario del Comune ha minacciato "manganelli", multe alle auto posteggiate in divieto (un divieto improvviso), ha detto che delegherà alle forze dell'ordine in assetto antisommossa lo sgombero dell'area.
Insomma, un campionario di cretinate, minacce e spacconate intese per spaventare persone anziane, donne incinta, famiglie che si oppongono a un progetto assurdo e dannoso.

I cittadini di via Manzoni presidiano stabilmente la piazza da sabato scorso, a tutte le ore del giorno e della notte. Martedì dovrebbe essere messo in essere definitivamente il quartiere.

Tutti i cittadini di Cagliari che si oppongono alla maniera arrogante con cui il sindaco gestisce la città vengano in via Manzoni. C'è bisogno di tutti per vincere una battaglia disperata.

Michele Fioraso 10.10.05 16:27| 
 |
Rispondi al commento

MI RIFERISCO A STEFANO DEIANA, vorrei darti un consiglio, non avere paura di fare nomi e cognomi di politicanti fannulloni che promettono lavoro, io ho capito di chi stai parlando, se vuoi il nome lo faccio io??? che ne dici?? Ti prego vivamente di non temere quei delinquenti padroni della città...ma spero per poco, che come dici tu "curre curre che te devi cercà un lavoro"!!!Allora magari potremo stimare determinate persona ma non ora!! NON TEMERE QUEI DELINQUENTI, ANCHE SE LO STATO E E LEGGI GLI PROTEGGONO OK????? A PRESTO

Diego Belfiori 10.10.05 10:38| 
 |
Rispondi al commento

Scrivo innanzittutto per farle i complimenti,bisogna ammettere che i suoi spettacoli lasciano a bocca aperta!Però dal mio piccolo mi permetto di darle un consiglio riguardo ai suoi spettaccoli:
-quando parla di auto ibride, faccia una panoramica completa su tutte le aziende principali che le producono, e non solo la toyota (la fiat ad esempio lo ha fatto con la multipla);
-riguardo a skype è "più trasparente" precisare che la convenienza esiste solo per le chiamate internazionali;
-lei dice che per risolvere la spietata concorrenza del mercato cinese bisogna esportare i nostri diritti umani nella loro repubblica popolare con WTO e FMI..giustissimo...purtroppo questi organismi internazionali sono in mano alle stesse cerchie di persone oggetto delle sue giuste critiche, e si occupano solo del loro profitto calpestando l'ambiente e i diritti umani (vedi sud America)

adesso non ricordo altro..scrivo questo solo perché condivido tutto (o quasi) di ciò che dice, e quindi per far crescere l'informazione bisogna essere molto precisi per non dar modo a chi gestisce il sistema dell'informazione (il portatore nano di democrazia!) di infangare il suo operato...Sabina Guzzanti, che io stimo tantissimo,è un pratico esempio, in televisione -dopo la censura del suo bellissimo programma Raiot- aveva fatto una pessima figura davanti a Giuliano Ferrara (ex collaboratore della CIA): il risultato pratico è che chi guardava la tv ha visto Ferrara come il "buono" e la Guzzanti la classica piantagrane di sinistra che sputa,sputa e sputa su ciò che fa la destra...

chiudo augurandole un in bocca al lupo per tutte le sue battaglie...prima o poi nonostante l'informazione di regime, la gente comune aprirà gli occhi, spero che ciò non avvenga quando saremo in pieno collasso economico stile '29.

Maurizio Siddi - Serrenti (Cagliari)

Maurizio Siddi 09.10.05 16:54| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ho assistito al tuo spettacolo a Cagliari, è devo dire che sono rimasto scioccato da quello che succede oggi giorno in "ITALIA". Mi ha colpito in particolar modo la parte in cui hai parlato del commercio. Devi sapere che ormai quì non c'è più nemmeno da piangere,si può solo ridere, infatti è di prossima apertura nell'hinterland cagliaritano un centro commerciale di 61 mila mq, senza contare che cagliari è una delle città italiane con il maggior numero di centri commerciali in rapporto alla popolazione. Tu hai visto la nostra bella città, e di conseguenza puoi anche dedurne che aprendo una struttura del genere la città morirebbe definitivamente. Quindi mi chiedo che senso ha tutto questo, forse qualcuno vorrà il fallimento di Cagliari ah ah ha... continua così sei un grande

Marco Murgia 08.10.05 20:45| 
 |
Rispondi al commento

Caro Stefano, hai imparato (purtroppo e mi spiace) sulla tua pelle che le promesse di certi dipendenti che si fanno chiamare onorevoli hanno vita breve.
Da adesso in poi controllerai meglio i dipendenti che assumerai, quello che hai assunto alle precedenti tornato l'hai gia' licenziato :-D
E chiaramente, ti do un piccolo consiglio: fai anche nomi e cognomi, se tale persona non ha fatto bene il proprio lavoro e' bene che la comunita' sappia.
Ma certamente e' bene che quello che affermi sia oggettivamente dimostrabile, senno' non diventi credibile.
Noi qua non ci spaventiamo, non siamo agitatori di forche caudine, ma ci siamo ben rotti le scatole di questi dipendenti che predicano bene e razzolano male. Vogliamo solo quelli che predicano bene e razzolano meglio.
E quando passeremo, xche' ci arriveremo, alla democrazia diretta, il problema sara' risolto.

Quindi documenta oggettivamente e raccontaci se vuoi :-D

Massimo Carboni 08.10.05 19:05| 
 |
Rispondi al commento

Ho notato che su questo blog dove da tutta italia e forse non solo, c'è tanta gente incazzata che legge e posta le proprie opinioni. E anche i nostri politici lo consultano e poi hanno anche il coraggio di dissentire su ciò che ha detto Beppe Grillo nel suo spettacolo di Cagliari...da quale pulpito...io ho fatto l'errore per ben due volte di votare prima per le comunali e poi per le regionali un giovane politico di destra che per ringraziare i suoi elettori và promettendo un lavoro a destra e a manca a chi gli chiede un aiuto...ma sa prossima borta...curre curre...ca gi di passada...

Stefano Deiana 07.10.05 21:46| 
 |
Rispondi al commento

Valentina, allo stato delle cose c'e' solo il boicottaggio, quindi io personalmente ti consiglio di non volare + Airone come faccio io (se posso) quando devo andare a Milano ;-)

Ad ogni modo, concordo con te, e' un abuso (di un qualche cosa), ma se anche le istituzioni, parlo della Regione per voce del suo assessore ai trasporti, non sono riusciti ad evitarlo come si fa ?

In Italia non c'e' ancora la possibilita' di fare class-action come negli USA, dove una cosa del genere sarebbe stata impossibile.

Se e' per questo ci sarebbe poi da protestare anche per la fuel-surcharge o per la securitynonmiricordocomesichiama :-).
Non so che dire, se non che si puo' cercare di far rumore, molto rumore ...sperando che nn sia per nulla ....

PS Come sai il mio nick ? :-D Meetup ?

Massimo Carboni 07.10.05 17:09| 
 |
Rispondi al commento

@MaxVax


Al di là delle scandalose tariffe di viaggio di regime (fa paura la libera concorrenza, eh, care compagnie? Sia mai che Ryan o chi per lei dimostri che state spennando per bene noi pollame...), in realtà il post era nato per l'ulteriore beffa del supplemento call center.
Quello è a carico di tutti, residenti o meno.
E che trovo vergognoso, a voler essere magnanimi.

Quello che intendevo lanciare è un altro tipo di messaggio: siamo d'accordo sul fatto che sia un abuso?

Bene.

E ora che siamo d'accordo cosa facciamo, ce lo teniamo zitti e buoni come ormai si usa fare in questo paese di sconfortati e lamentosi fine a sè stessi...

...o iniziamo a rompere le scatole finchè non lo tolgono?

Un provvedimento del genere non è inamovibile.
Ed è penoso che solo rompendo le scatole si rischi di ottenere giustizia.
Sono pronta ad accogliere eventuali soluzioni più consone.
Per il momento sono talmente offesa che più che mandare la comunicazione alla stampa e alle associazioni dei consmatori non son riuscita ad organizzare.
Ma per ora son sola.


[l'unione fa la forza. ognuno porti il coraggio]

Valentina Chirico 07.10.05 16:54| 
 |
Rispondi al commento

Cara Valentina, sfondi non una porta ma un portone stra-aperto da anni.
Queste sono le storture di una scelta, quella della continuita' territoriale, che se da un lato deve necessariamente favorire i residenti in Sardegna, in quanto piu' svantaggiati (almeno geograficamente parlando) rispetto agli altri cittadini italiani nel raggiungere le varie destinazioni, dall'altro sfavorisce, e nettamente, chi residente non e'.
Purtroppo siamo in oligopolio, non monopolio (c'eravamo fino a pochi mesi fa), dato che su Milano, cosi come su Roma puoi scegliere di acquistare il biglietto anche da altre (due sigh !!!) compagnie (a costi pressoche' uguali, almeno per i residenti).
Purtroppo non vedo molte soluzioni all'orizzonte, leggasi immediate, se non quelle di ripensare pesantemente (non so dirti in che modo) al sistema dei trasporti (non solo aerei in ogni caso, lo stesso problema lo hai anche per le navi) da/verso la Sardegna a tariffe agevoli PER TUTTI, un po' come si fa per la Sicilia tanto per intenderci, o come il link Milano-Roma.
Forse aprire alle compagnie aeree low-cost puo' essere una soluzione, ma chissa quanto ci vorra.

Massimo Carboni 07.10.05 15:54| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe! Ti scrivo dalla provincia di Cagliari, sono uno studente di 23 anni. Ho assistito al tuo spettacolo del 16 settembre all'Anfiteatro e non posso dire altro che: SEI UN GRANDISSIMO! Spettacolo veramente eccezionale, l'unico problema è la rabbia che, da giovane e un filino idealista cittadino di questo Paese, sorge dalla riflessione sulle vergogne che tu e pochi altri avete il coraggio di denunciare. La "comicità intelligente" purtroppo non può andare in tv e questo è indegno per un Paese che si presume democratico. Il duce Berlusconi si arroga il diritto di scegliere cosa i telespettatori possono o non possono vedere e lo fa non solo sulle sue tv (sarebbe lecito dato che ne è l'editore), ma anche su quella pubblica, e questo è intollerabile. Non che i governi di sinistra gradissero la tua presenza... Mi consolo al pensiero che se migliaia di persone in tutta Italia affollano i teatri per i tuoi spettacoli, il libero pensiero non è morto. Aspetto un tuo ritorno nell'isola e ogni qualvolta ci sarà un tuo spettacolo verrò a vederti. Il tuo lavoro è prezioso per la democrazia.
Grazie Beppe e ancora complimenti

Daniele Cardu 07.10.05 14:49| 
 |
Rispondi al commento

[segue]


Perciò non stupitevi se uno di questi giorni, mentre fate la spesa, arriverete in cassa con tutte le vostre belle cose e vi vedrete aggiungere 10 euro al totale. Servono per pagare la cassiera, che vi rende il servizio di poter spendere i vostri soldi in quell'esercizio.

Ah.
Dite che il supermercato, se rende questo servizio fetente e pretende pure di pigliarvi per il culo, potete mollarlo e sceglierne un altro?
Oh.
E quanta scelta avete per volare tra Milano e Cagliari?
Eeeeh purtroppo!

Valentina Chirico 07.10.05 11:55| 
 |
Rispondi al commento

Certo che i gestori degli esercizi commerciali son proprio polli.
Si lamentano di fare pochi affari.
Di rischiare di non arrivare a coprire le spese.
Logico.
Non prendono esempio dalle compagnie aeree.

Prendiamo Air One, per esempio.
Provi ad acquistare un biglietto via call center.
Un'operazione facile.
Ti girano solo un po' le palle, perchè stai già pagando per il biglietto, e nemmeno poco: un volo di sola andata, Linate-Cagliari, per un non residente costa 155,95 euro.
Centicinquantacinque euro e novantacinque centesimi.
301.961 lire.
Solo andata.
Mica tutti son residenti, ma magari hanno ugualmente un motivo valido per venire in Sardegna, e mica tutti sono su rimborso spese di una multinazionale. O dello stato.
Dovrebbero trattarti come un pascià, a bordo, per quello che paghi, invece quando ti va bene ti offrono un bicchier d'acqua.
Naturale.
Le bolle, se vuoi, le paghi a parte.

Ti girano le palle perchè il call center è a pagamento, ovvero paghi per pagare, per acquistare il maledetto biglietto.

Affronti stoico l'operazione, e vai avanti finchè l'operatrice ti conferma il prezzo.
E scopri che è di 10 euro superiore a quello che ti risultava.
Una svista, pensi. Può succedere.
Glielo fai notare, ma lei te lo conferma.
Tu non sei convinto, e chiedi, nella tua migliore interpretazione di una domanda retorica, da quando vige quel supplemento.
Da qualche settimana, risponde lei.
La tua faccia allibita, a forma di punto interrogativo, evidentemente traspare dalla cornetta del telefono, perchè lei prova a darti una motivazione inconsistente.
La verità è che quei 10 euro servono a pagare il suo stipendio.
Stai pagando (lei) per poter pagare (la telefonata) per poter pagare - caro - un biglietto dell'aereo.

[segue]

Valentina Chirico 07.10.05 11:52| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe,
ieri sera ho visto il bel film-documentario della Guzzanti "w Zapatero", sapevo quanto fosse diffusa la miseria morale nel nostro (sic) beneamato paese, quanto profondo sia il vulnus creato dal berlusconismo rampante.Questa orrenda ferita stà degenerando in cancro, tacere in questa situazione d'emergenza significa fare il gioco sporco dei nostri politicanti dei nostri miseri arrivisti finanziari industrialotti immobiliaristi, la deriva istituzionale e civile può essere frenata con l'aiuto di tutti i cittadini. Voglio ricordare che non esiste solo il popolo bove, ma anche quello che stufo di questo schifo è in grado di trasformarsi in terribile toro. Grazie beppe "Memento audere semper"

MILENA TOCCO 06.10.05 16:25| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe,
ieri sera ho visto il bel film-documentario della Guzzanti "w Zapatero", sapevo quanto fosse diffusa la miseria morale nel nostro (sic) beneamato paese, quanto profondo sia il vulnus creato dal berlusconismo rampante.Questa orrenda ferita stà degenerando in cancro, tacere in questa situazione d'emergenza significa fare il gioco sporco dei nostri politicanti dei nostri miseri arrivisti finanziari industrialotti immobiliaristi, la deriva istituzionale e civile può essere frenata con l'aiuto di tutti i cittadini. Voglio ricordare che non esiste solo il popolo bove, ma anche quello che stufo di questo schifo è in grado di trasformarsi in terribile toro. Grazie beppe "Memento audere semper"

Franco Tocco 06.10.05 16:24| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe...finalmente mi prendo un po di tempo, e mi lancio sul tuo esilarante e travolgente blog...ho avuto la fortuna di "leggerti" di persona a Cagliari, non il giorno della replica!!!....semplicemente fantastico...e leggendo il giornale di ieri, non potevo esimermi dal farti i miei complimentoni per la menzione del time...e mi raccomando NON SCHERMIRTI!!!...praticamente non guardo piu tv, se non film, ma molti di piu in dvd..ma spero davvero che il caro Pippo, mantenga la promessa e faccia il miracolo...l'APPARIZIONE DI GRILLO IN RAI...evento unico del nuovo millennio!!!
Maurizio Loni Cagliari

Maurizio Loni 06.10.05 15:28| 
 |
Rispondi al commento

Chiedo scusa se in quello che avete appena letto ho fatto alcuni errori di scrittura, ma la fretta non mi ha fatto ragionare bene...beh l'incazzo contro le banche USURAIE è troppo, cercate di capire
GRAZIE ANCORA
Diego Belfiori

Diego Belfiori 06.10.05 11:19| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, continuo assiduamente a leggere tutte le novità della tua attività di difesa ai consumatori e contro lo Stato Ladro. Tra qualche mese aprirò un sito per i consumatori di Cagliari, in loro difesa contro le banche ladre e i politici imbroglioni. Farò nomi e cognomi, spuutanerò le banche e quella gente di Merda che ci ruba i soldi ogni mese. Al momento opportuno metterò un annuncio nel tuo blog e sarei lieto che tu lo visitassi. Mi rivolgo a tutti i consumatori di cagliari: se avete visto il dvd di Grillo ascoltatelo molte volte, non solo quello però, poi ragionateci, andate in banca e mandate a fre in culo i consulenti finanziari, come ivio atzena della banca 121 che mi ha fregato, e non solo a me! Ma gli hanno arrestati tutti ma anche assolti, come a Fazio.....che dire, aspettate il mio sito e vedrete che vi aiuerò a capire meglio, chissà la rivoluzione è vicina????? Grazie Grillo e grazie a tutti.
Diego Belfiori

Diego Belfiori 06.10.05 11:14| 
 |
Rispondi al commento

Sono stata a vedere il tuo spettacolo a Cagliari il 16.09.2005....sei un miracolo per noi che siamo stanchi di sentire e vedere persone che non hanno più il coraggio di dire la verità....tu sei la persona che urla ad alta voce la nostra rabbia....ho acquistato il dvd per regalarlo a mio fratello di 42 anni ammalato da 7 anni di sclerosi laterale amiotrofica, paralizzato a letto da da due, a cui hai dato la possibiità di ridere veramente di cuore con le lacrime agli occhi, sopratutto per le grandi verità che urli in modo da farci veramente sentire bene ,quasi come se le avessimo urlate noi ...ti ringraziamo e sopratutto mio fratello ti abbraccia con il desiderio che un giorno tu possa fare uno spettacolo in un luogo dove anche lui possa stare con il suo respiratore attaccato....ciao e tanti auguroni per tutto ....

CLAUDIA SERRA 05.10.05 18:31| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, con rammarico ti dico che ho dovuto scegliere tra il biglietto dello spettacolo per me e mio marito e un spesa settimanale al discount. Ha vinto il discount! E ancora una volta ho avuto l'amara sensazione di vivere una vita da schifo, solo lavoro (in nero e mal pagato)bollette e mutuo da pagare, ma in compenso il giorno dopo lo spettacolo un amico mi ha prestato la registrazione di un tuo spettacolo alla tv svizzera. Ti ringrazio per aiutarci a superare con l'ilarità, le brutture della nostra Italia. In confidenza ti dico, vorrei vendermi casa e macchina, restituire il mutuo e il finanziamento auto e con il residuo partire per il messico ad intrecciare cappelli di paglia, vivendo con poco ma serena. Non ne posso più!!!! Ciao Simona

Simona Era 05.10.05 16:24| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe ho visto il tuo spettacolo qui a cagliari e nn finiro' mai di stupirmi.....tutto quello che ci hai fatto notare divertendoci è incredibilmente reale e per certi versi drammatico....ma dopo le risate e i 5 minuti di riflessione..............riusciremo a cambiare qualcosa???? boh non sono molto ottimista.....samo davvero un popolo in grado di reagire???sono il primo a mettermi in discussione...sto provando dalle piccole cose...nella mia piccolissima azienda sto attivando il voip,eliminero' il monopolio della voce....lo so è poco ma da qualche parte dovevo pur cominciare!!!grazie per tutto!!nn mollare mai!!!

saluti
fabrizio

fabrizio cadeddu 03.10.05 15:49| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, condivido in pieno le cose scritte e dette dal Dr. Mancuso, come ho condiviso le tue riflessioni, durante la tournée sarda, sull'immoralità che ormai pervade tutti i settori della vita pubblica del nostro paese.
Io credo che la maggioranza del popolo italiano si sia assuefatta a vivere attorniata da Imbroglioni o "Mariuoli". Infatti, in questi nostri concittadini è venuta a mancare, o non l'hanno mai avuta, la capacità di INDIGNARSI, altrimenti non si spiegherebbe come certi personaggi, ai vertici della politica italiana, vengano eletti a furor di popolo.
Molti degli spettatori presenti ai tuoi spettacoli, ne sono convinto, non sono immuni da
responsabilità se "questi personaggi" siedono in parlamento.
Per le cose dette da Mancuso, per le cose dette da te e, soprattutto, per le cose che stanno cercando di far passare, come la nuova legge elettorale, io Domenica manifesterò a Roma.
Il mio sogno sarebbe poter sfilare sotto braccio con te, in modo autonomo, dietro allo striscione del popolo dei BLOG.
COSA NE PENSI????
Sandro Capriola

sandro capriola 03.10.05 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Caro amico,
non ho trovato biglietti per il tuo spettacolo a Cagliari, però mi è stato riferito che sul tuo sito (del quale ignoravo l'esistenza)si poteva acquistare il DVD, l'ho fatto, l'ho visto per tre giorni di seguito, ne ho parlato con i colleghi di lavoro con gli amici e parenti, inutile aggiungere il mio entusiasmo senza cadere nella banalità grandissimo Grillo!
So cosa regalerò per Natale alle persone più care
grazie per il lavoro che fai in modo così veritiero e divertente ti mando tanti di quei baci!!!!!!!!!!!!! a presto Lidia

LIDIA PILI 03.10.05 12:34| 
 |
Rispondi al commento

...ciao Grillo ho saputo che dopo lo spettaccolo sei andato alla festa di SABIU ad Assemini.Volevo informarti che quella era una festa pre-elettorale di un candidato di AN!!!

Anto Orru 02.10.05 16:16| 
 |
Rispondi al commento

durante lo spettacolo grillo a più volte detto che era possibile scaricarsi gratis dal suo sito lo spettacolo tenutosi a cagliari,qualcuno mi sa dire come si fa? Grazie

paola mulas 02.10.05 16:10| 
 |
Rispondi al commento

http://real.xobix.ch/ramgen/tsi/vod_2005/TSI1/falo/oltreIlGiardino_hs.rm

Stefano Deiana 01.10.05 17:26| 
 |
Rispondi al commento

http://www.caninet.org/aps/dload/la7.wmv

Stefano Deiana 01.10.05 17:23| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
mi chiamo Marta,ho 26 anni e studio Farmacia all'Università.
Perdonami se oso darti del "tu",ma è inevitabile:hai la grinta di un ragazzetto!Ho appena terminato di vedere il tuo DVD e non immagini quanto mi sto mordendo le mani per non essere potuta venire allo spettacolo di Cagliari!
Mi auguro in futuro di poter assistere di persona e magari,chissà,nella mia cittadina:Iglesias!La mia mamma ne sarebbe felicissima!
Un bacione e complimenti!Sei davvero un grande!

Marta Cruccas 30.09.05 21:18| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe
ho assistito al tuo spettacolo che è stato come ogni anno meraviglioso.Mentre peregrinavi tra il pubblico ed ero costretta a vederti sullo schermo, mi è ventua in mente la tua battuta" Questi in platea hannpo pagato per vedermi dal vivo e invece mi guardano in tv". un bacio
Milly

MILENA TOCCO 30.09.05 16:44| 
 |
Rispondi al commento

Alla luce delle notizie pubblicate questi giorni riguardanti i drastici tagli allo sport e alla cultura ,ci siamo sentiti in dovere di far sentire la nostra voce con la lettera seguente , che faremo pubblicare questi giorni su uno dei quotidiani regionali piu' seguiti:


"Nelle settimane scorse i mezzi di informazione hanno riportato delle perentorie
affermazioni, attribuite all'assessore al turismo dott.ssa Luisanna Depau,
la quale, in buona sostanza, avrebbe affermato che "i rally nuociono irreparabilmente
all'ambiente e non hanno alcun ritorno economico",
seguite da un'altrettanto forte presa di posizione di un dirigente nazionale
del WWF che ribadiva come sia "risaputo" che "i rally arrecano disturbo e
danno all'ambiente".

Da appassionati sportivi pluridecennali quali siamo,
nonchè da convinti sostenitori dello sviluppo turistico dell'intera Sardegna
e quindi della necessità di una adeguata e decisa tutela ambientale,
siamo rimasti sconvolti nel leggere le precedenti affermazioni.

Le nostre esperienze, maturate tanto quì in Sardegna quanto all'estero,
nonchè le tante informazioni raccolte negli anni, ci portano infatti a considerazioni
ben diverse su cui vorremmo invitare tutti a riflettere serenamente,
nell'ambito di un confronto (d'opinioni) aperto e sincero.

Innanzitutto va precisato che le auto da rally,
per le loro stesse caratteristiche tecniche,
rigidamente imposte dai regolamenti e verificate con precisione prima di
ogni gara,
inquinano meno di una qualsiasi auto di uso comune,
avendo emissioni di gas incombusti inferiori ad esse.

Lo stesso inquinamento acustico è ridotto al minimo,
ancora una volta dai severi regolamenti rallystici che impongono una soglia
massima di 98db (ovvero lo stesso valore di rumore emesso dai alcuni mezzi
della forestale)
oltre la quale scatterebbe la squalifica.

(Segue)

Davide Melca 29.09.05 17:40| 
 |
Rispondi al commento

(Segue)


E diversamente non potrebbe essere visto che nazioni all'avanguardia nel
mondo per la tutela ambientale rivolgono al rally un'attenzione particolare.

Si pensi alla Finlandia e alla Svezia, caratterizzate da un ambiente incontaminato
ma che hanno proprio nel rally il loro sport nazionale,
si pensi quindi al Galles, fortemente interessato a tutelare le sue bellissime
ed inestimabili foreste
ma che giusto la settimana scorsa ha rinnovato l'accordo con le Federazione
Internazionale dell'Automobilismo
per ospitare il Campionato Mondiale Rally fino al 2011
impegnandosi in una sponsorizzazione di circa 40 milioni di sterline, cioè
oltre 60 milioni di euro,
si pensi anche alla vicina Corsica, dove oltre la metà del territorio è
sottoposto
a vincoli ambientali ma dove l'ente locale "Territorialitè de Corse" oltre
a sponsorizzare il rally
incentiva la partecipazione al rally di equipaggi locali mettendo in palio
per loro dei cospiqui premi,
si pensi ancora alla Norvegia e all'Irlanda, che hanno fatto del loro ambiente
incontaminato un punto di forza e di orgoglio ma che fremono per entrare
a far parte del Campionato del Mondo Rally,
si pensi infine all'Australia, che apre le sue foreste protette, al pari
del precedentemente citato Galles, per offrirle al rally e al suo ordinato
pubblico.

Un'altro aspetto cruciale del rally è appunto quello del pubblico,
che è molto eterogeneo, comprendendo pressochè tutte le fasce d'età e,
nel caso di un campionato mondiale o europeo, persone di diversa nazionalità,
le quali, a differenza di quanto accade in altri sport, come il blasonato calcio,
convivino l'uno accanto all'altro in maniera del tutto gioiosa nonostante
tengano per diversi piloti, senza quindi creare problemi di ordine pubblico,
tra i cui effetti vi è soprattutto il grande dispendio di risorse pubbliche
per ovviare ad essi.

(Segue)

Davide Melca 29.09.05 17:39| 
 |
Rispondi al commento

(Segue)

E' fortemente impressa nelle nostre menti l'immagine magnifica della prima
edizione del Campionato Mondiale Rally in Sardegna, quando ai test pre-gara
nelle vicinanze di Olbia ci siamo ritrovati ad essere gli unici sardi presenti
in quel punto.
Eravamo pacificamente accerchiati da tifosi finlandesi, francesi, cechi,
slovacchi, ungheresi, spagnoli e belgi, in un tripudio di bandiere che sventolavano
leggere al soffiare di una lieve vento di ponente.

Ci pare superfluo sottolineare che tutte quelle persone pernottavano nelle
strutture ricettive delle zone interessate dal rally, fornendo un'ulteriore
guadagno a località lontane dai soliti circuiti turistici (vedi Buddusò,
Monti, Oschiri, Pattada, Alà dei Sardi, Padru e Berchidda giusto per citarne
alcuni)
e per di più in un periodo di bassissima stagione in cui il turismo sarebbe
stato altrimenti assente.

Ma non finisce quì. Il rally ha mostrato tanto a loro quanto ai tifosi sardi
provenienti da altre zone dell'isola, dei luoghi meravigliosi che in assenza
del rally
e della sua forza promozionale sarebbero rimasti sconosciuti, luoghi in
cui
tanti, tra cui molti di noi, si sono recati autonomente nel dopo gara per
trascorrere qualche giorno a contatto con la natura.

E come se questo non bastasse, si consideri inoltre che "quei pochi minuti
di immagini",
così come sono state polemicamente definite le riprese effettuate in occasione
del mondiale,
vengono diffuse in ben 189 paesi (che hanno acquistato i diritti televisivi
del Campionato Mondiale Rally), con un risultato straordinario:
quello di mostrare e promuovere ampiamente proprio le zone interne dell'isola,
quelle che più faticano a farsi conoscere.

(Segue)

Davide Melca 29.09.05 17:39| 
 |
Rispondi al commento

(Segue)

E per dare ai lettori un quadro completo della ritorno dei rally, in senso
più ampio,
teniamo a sottolineare come anche un rally minore quale un Nazionale abbia
un impatto economico diretto,
grazie alle tante persone che movimenta (staff organizzativo, commissari
di percorso, cronometristi, meccanici e quanti altri sono coinvolti),
e uno indiretto, poichè viene comunque ampiamente citato nella stampa sportiva
che così funge da mezzo di promozione turistica dei luoghi interessati.

Vorremo quindi far notare come ogni rally necessiti di mesi di organizzazione,
tanto per l'organizzazione quanto per i concorrenti
(i primi sono impegnati nella selezione del percorso di gara e nella sua
messa in sicurezza, ampiamente e severamente controllata, i secondi alle
prese con la messa a punto delle auto),
per cui si configurano come un importante fonte di interesse e impegno per
tanti,
tra cui molti giovani di paesi che offrono poco quanto a vita socio-culturale,
tenendoli così lontani da passatempi molto meno "puliti".


Capiamo perfettamente la crisi finanziaria che affligge le casse della Regione
Sardegna
e il progetto dell'attuale Giunta di decentrare agli Enti Locali la gestione
delle sovvenzioni allo sport e alla cultura,
ma speriamo vivamente si possa aprire un serio e franco confronto, lontano
da qualsiasi preconcetto, che,
sulla base anche delle osservazioni da noi riportate in questa lettera aperta,
porti a riconsiderare con maggiore serenità quanto finora affermato.

Nell'augurio che questo possa avvenire al più presto, inviamo un caro
saluto
a quanti hanno avuto la pazienza di leggere le nostre considerazioni.

Un gruppo di giovani sardi"

Seguono nominativi.

Davide Melca 29.09.05 17:37| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei fare un appello al prossimo Presidente del Consiglio, mi e' giunta oggi una cartella esattoriale dall' Agenzia delle Entrate di un bollo auto non pagato del 2002, percio', se e' possibile, nel programma del prossimo governo, si potrebbe aggiungere un leggina "ad personam", per me, che contenga l' annullamento di tutti i bolli non pagati in passato? Dai, per favore, che vi costa? non dovro' candidarmi io in prima persona per adempiere a cio'? E con tutti i sacrifici che tutto questo mi comporterebbe.............

Alessandro Marcialis 29.09.05 15:55| 
 |
Rispondi al commento

Vi giro questa e-mail che mi è arrivata ieri


Consci dell'enorme sacrificio che la ricandidatura del Premier alle politiche 2006 rappresenterà, considerando il profondo dolore che a Lui hanno causato le varie Cirami, Cirielli, Legge sul rientro dei Capitali dall'estero, riforma della Costituzione, cancellazione della tassa di successione sui capitali faraonici, il tentativo di cancellare l'articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori, la riforma pensionistica, la riforma della Rai che con somma pena del Premier per la prima volta dopo 45 anni perde i diritti sul calcio a favore di Mediaset e termina "90° Minuto"; consapevoli dell'immensa sofferenza che al Premier hanno causato gli allontanamenti dalla Rai di Santoro, Biagi e Luttazzi e dei fratelli Guzzanti; partecipi del patimento a Lui provocato dal quintuplicarsi del suo capitale in quattro anni e mezzo di sacrifici come Premier; sapendo quanto Egli soffra per il conflitto di interessi che ancora dopo quattro anni come unica soluzione ha trovato la proibizione per l'amministratore delegato, e non il proprietario, di imprese mega galattiche nel campo della comunicazione etc. di diventare membro del Governo; sapendo quanto ha pianto il Suo cuore per le dimissioni da Presidente del Milan, carica incompatibile con il premierato... partecipi dell'inumano supplizio che tutto ciò ha comportato, rivolgiamo un commosso appello a SILVIO BERLUSCONI e lo imploriamo di NON SACRIFICARSI PIU' per noi che siamo già conciati di nostro dopo cinque anni di governo del Centrodestra!

Nasce pertanto un Comitato di Salute Pubblica che ha fondato l'associazione S.n.S pf "SILVIO NON SACRIFICARTI per favore". L'associazione è gratuita e senza fine di lucro. Si può aderire al Comitato attraverso il sito www.labarriera.it e scaricare la tessera, personalizzata e numerata. La tessera speciale numero ONE BISC verrà inviata direttamente al Premier sofferente.

Sara Zuddas 28.09.05 13:12| 
 |
Rispondi al commento

Dopo Grillo andate a vedere VIVA ZAPATERO allo SPAZIO ODISSEA in Viale Trieste

Antonello Dessi 26.09.05 23:34| 
 |
Rispondi al commento

Posso solo dire che il tuo spettacolo mi ha aperto ancora di più gli occhi sulla situazione in cui il nostro paese sta andando a versare...sono ancora un ventenne e riesco a scorgere solo la superficie dei problemi in cui oggigiorno noi tutti(italiani)sguazziamo senza quasi nemmeno rendercene conto.So già che più avanti negli anni anch'io avrò modo di sbatterci la faccia a mio malgrado.Anche se sembra retorico non manco di farti i miei migliori complimenti.ps se magari lo spettacolo fosse stato più lungo...ma va bene lo stesso. Ciao

Sergio Fara 26.09.05 13:06| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo, complimenti per lo spettacolo del 16 a Cagliari! Condivido con te una visione critica su temi come la comunicazione e la diffusione dell’informazione e della conoscenza. Ma devo farti un appunto: sei troppo ottimista riguardo la rivoluzione tecnologica ancora in atto. Anche in questo frangente la lotta è aperta, e ben lungi dall'essere vinta. Siamo arrivati ad un punto critico! Un forte liberalismo, nel mondo dell’IT, è scaturito da tempo nel movimento Open Source, che a colpi di “free”, di gratuito ma soprattutto di libero dalle morse del copyright, cerca di contrastare lo strapotere delle grandi aziende informatiche, che, guarda caso, mirano solo al potere economico ed al controllo. Personaggi del calibro di Linus Torvalds per un verso, o Richard Stallman per un altro, hanno contribuito fortemente coi fatti e con convincenti argomentazioni, ad affermare la libertà intrinseca del progresso, svincolandolo dalle logiche del capitalismo che considera solo ciò che ha una valutazione economica, un mercato. Ecco che muovere verso il software libero, potrebbe non solo affrancarci dal pericolo di una dittatura dell’informazione digitale, ma contribuire a contrastare il digital divide, effetto collaterale del progresso tecnologico. La via per il monopolio assoluto è contrastata da pochi che credono nella libertà dell’informazione e della conoscenza. Anche se il round dei brevetti sui software è andato a favore della libertà, il match è ancora da combattere. Ne hai preso coscienza? E’ lo stesso discorso dei cavi dell’energia elettrica, che oramai non sono più nostri. Quasi dimenticavo: guarda che siamo in tanti che non ce la facciamo più … siamo in tanti a non capire più l’ordine delle cose … ma cosa ci vuoi fare ? Teniamo duro e non stanchiamoci mai di parlarne. Continua così. Sei grande.

Antonio Scanu 26.09.05 08:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe
ho visto il tuo spettacolo del 16, semplicemente favoloso.
Ho lette molti dei commenti su Cagliari e devo dirti che siamo circondanti da persone oneste volenterose e dalle mille idee. Possibile che chi ci governa ( la famosa banda bassotti) è caduta così in basso e ci ignora bellamente non preoccupandosi della giustizia, della sanità, della scuola, della famiglia, del lavoro da dare ai ns giovani che sono la ns ricchezza. Sono stato un sessantottino , avendo già una certa età, ma possibile che le nuove leve non siano in grado di far rispettare i propri diritti. l lavoro innanzitutto con la nuova finanziaria ho sentito che vogliono anticipare di un anno la riforma delle pensioni, io vorrei lavorare sino a settant'anni ma ritengo giusto lasciare il mio posto a un giovane e questo non lo potrò fare. Ragazzi coalizzatevi, il lavoro oltre che ad essere un vs diritto rappresenta la vera ricchezza della ns patria, quindi mandate a c...re chi ci governa e lottate per i vs diritti anche i più stupidi. Mettetevi in politica e sostituiti questi imbelli.
Beppe scusa questo mio sfogo, continua a illuminarci e dacci il coraggio di reagire.
un saluto Enrico

Burlon Enrico 25.09.05 22:21| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe...
Quest'anno ho visto te..l'anno scorso la Guzzanti..2 anni fa Luttazzi.Ogni giorno leggo l'Unità e/o la Repubblica..ogni tanto leggo Travaglio..P.Rossi..Fo ecc ecc.
Leggo,m'informo,studio,osservo..
M'incazzo,m'indignio..mi reprimo e vado avanti.
E' da quando scappai di casa a 12 anni che cerco e ricerco un posto dove vivere,una società alternativa dove "acquietarmi",una diversa mentalità...so che esiste ma di certo mi è ancora lontana.
Ma veniamo al dunque..spiace dirlo ma sono pessimista-scazzato,come C.Bukowski sto alla finestra e osservo passivamente il mondo andare a farsi fottere.
Domanda per te(non retorica):
Se il petrolio sta finendo ed ormai è troppo tardi per attuare un valida alternativa ad esso,il nostro futuro (che tu descrivi tecno-dipende e salva-chiappe)sei sicuro d'immaginarlo bene e di non sopravalutarlo?
Aldilà della casta (delle B..bush,berlusca, blair,bin laden)che regna sul mondo sei sicuro che questa società sia in grado di risollevarsi e cambiare rotta?Bush ha vinto!Bin laden ha vinto,Berlusconi ha vinto(anche se perde le elezioni...HA VINTO!)...la sinistra non esiste ma questo è il minimo perchè ciò che si contrappone a loro non è la "sinistra" o il "comunismo"ciò che si contrappone a sti...è:
onestà,capacità,altruismo...GIUSTIZIA.
Per me c'hanno già inculati(o ci siamo fatti inculare!)comunque...
avrei due aziende da segnalarti su cui ci potresti ricavare qualcosa d'interessante ma essendo la prima volta che scrivo sul blog sono un pò diffidente.
P.s.
1)da napoletano posso confermarti che Napoli è sotto una spessa coltre di "uallera cronica"
2)da disoccupato ho deciso io di rifiutare questa società prima che lei rifiutasse me.
3)Anche se non commenti la mia "lunga litania di stronzate"il 3 ott.la mia ragazza fa 35 anni gli scriveresti "Auguri Barbara"il 16 non ha potuto vederti per problemi di saluti e si sta ancora mangiando le mani!
Ciao e in ogni caso grazie.
Se poi vuoi sapere di quelle 2 aziende...

Luca Scuderi 25.09.05 12:33| 
 |
Rispondi al commento

A tutti coloro che hanno espresso il loro entusiasmo per lo spettacolo di beppe all anfiteatro: nel leggere queste lettere mi sono resa conto ancora una volta che in fondo non siamo poi pochissimi a pensarla allo stesso modo e che non sono poi così stupida x aver provato quell'entusiasmo. Forse abbiamo bisogno solo di qualcuno che si faccia nostro portavoce, x il resto cioè pensare con la nostra testa, siamo a buon punto... Ben vengano Grillo, S. guzzanti, P. rossi, D. Luttazzi e altri come loro che incazzandosi e facendoci incazzare ulteriormente rompono i coglioni pubblicamente a chi ci vuole irregimentare . Beppe continua così sei un grande §§§

m. gabriella ferru 23.09.05 22:57| 
 |
Rispondi al commento

Dal post dell’ On. Sanjust :“Che poi ultimamente ci siano stati dei licenziamenti a Tiscali è cosa nota, ma anche qui il problema è un'altro, e riguarda i contratti di lavoro che, in quella azienda come in tante altre, vengono offerti ai giovani; contratti a tempo determinato o a progetto che altro non vogliono dire che precariato.”
Parole sante caro Sanjust, peccato che questa tipologia di contratti sia frutto della riforma del lavoro voluta dal portatore nano di sacrifici, nonche’ suo capo di, ehm, partito, e cioe’ meno diritti ai lavoratori e piu’ soldi e incentivi alle aziende, ricordo che qualcuno avrebbe persino voluto l’ abolizione dell’ articolo 18 dello statuto dei lavoratori, percio’ evitiamo di tirare in ballo Tiscali e parliamo un po’ magari del digitale terrestre, con tutte le sue sfaccettature……..Gasparri compreso.
Caro Sanjust, credo che la maggioranza degli italiani si sia finalmente levato il prosciutto dagli occhi, grazie anche ai vari Grillo ecc., e alle prossime elezioni, con qualsiasi sistema elettorale, ve ne accorgerete.
Detto questo, aggiungo che, per quel poco che la conosco, la stimo e le auguro di intraprendere, in futuro, iniziative in favore dei lavoratori e all’ ambiente.

Alessandro Marcialis 23.09.05 22:39| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
ti ho conosciuto quando da ragazzino guardavo la tv con mio padre. Eri uno spettacolo nello spettacolo. Ti ho rivisto dopo tanto tempo a Cagliari il 16.09, mio padre ora non c'è più eppure la tua voglia di lottare e inccazzarsi, per due ore, lo ha riportato in vita.
Mio padre era un onesto uomo del movimento sociale, sempre arrabiato per le ingiustizie e sopprusi....
Penso che tutti gli uomini di buona volontà a prescindere dal partito di appartenenza potranno sostenerti nella battaglia per le verità purtroppo nascoste.
Sono con te, forza!

luca mameli 23.09.05 18:38| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe.. purtroppo x motivi ditempo non ho potuto vedere il tuo spettacolo che mi hanno detto è stato veramente formidabile!! E' vergognoso invece che nessun quotidiano regionale abbia dedicato un minimo di spazio a quest'evento importantissimo.. sono molto delusa..ma si sa.. anzi.. non si sa dove andremo a finire!! AIUTO!

valentina fadda 23.09.05 17:33| 
 |
Rispondi al commento

Sig. Sanjust, non e' x amore di polemica che Le rispondo ora.
Innanzitutto la ringrazio della risposta, che non mi soddisfa quasi per nulla, ma rispetto. E' inutile che giriamo intorno al punto, alla fine non otterro' mai quel che chiedo, ovvero dati documentati su quali posso eventualmente basare la mia difformita' di giudizio. Ma tant'e' ...
Replico dalla fine, ovvero dal suo invito a fare della politica attiva come fa Lei. Lungi da me, ed e' presto detto (a parte che anche il dibattere qua dentro e' mera politica, soprattutto nella fattispecie che intercorre tra me, Lei e pochi altri, poche volte si ha la possibilita' di parlare apertamente con i rappresentanti pubblici)
Ad ogni modo non ritengo di poter far parte di un mondo fatto di compromessi e tacite o meno tacite concessioni, un mondo quale, suo malgrado, deve Lei attenersi (e la prego di non prenderla come offesa personale, qui sto volutamente generalizzando). Non fa per me, non almeno in quel senso, e non almeno fino a quando il sistema sara' cosi' configurato. Volo basso, molto basso. E la sedia nel caso la scaldo a casa mia :-D
Ad ogni modo, se ne ha la possibilita', e senza faziosismi di sorta, la invito per un'ultima volta a documentare le sue affermazioni pubblicamente, con dati risocntrabili. Mi interessa poco quello che dicono i quotidiani o la TV, e facendo mio il paradigma Grillo, mi porti la prova provata di quel che dice, dai licenziamenti Tiscali dove lei afferma che sono sulla bocca di tutti fino alle speculazioni in borsa (che magari ci saranno pure state ma nel rispetto delle leggi).
Dopodiche io come tanti altri banalmente analizzeremo e trarremo le nostre conclusioni. Le pare che sia una richiesta troppo pretestuosa ? A me non pare.

Vediamo se stavolta ottengo di meglio :-D

Hasta la proxima :-D

Massimo Carboni 23.09.05 17:31| 
 |
Rispondi al commento

Assessore Sanjust la smetta di parlare a spoposito di Tiscali, non c'e' stato nessun licenziamento e come tutte le altre societa' utilizza gli strumenti che la legge gli consente per regolare i propri rapporti di lavoro, tra cui anche contratti a progetto che sono si precari ma in ogni caso remunerati. A proposito delle speculazioni, ha fatto male a non credere in Tiscali, io con vecchie 150.000 lire investite nei suoi titoli son diventato ricco, cosi' come tantissime altre persone, lei pero' non si proccupi, con quello che prende come consigliere puo' vivere felice lo stesso. Le rinnovo l'invito, pensi ad altro e lasci perdere Sa Illetta e cio' che rappresenta per Cagliari, la Sardegna e gli utenti internet di mezzo mondo, anche perche', da buon uomo di chiesa, dopo aver detto le bugie dovrebbe andare a confessarsi.

antonello lai 23.09.05 17:22| 
 |
Rispondi al commento

x il consigliere Sanjust:
come mai spara a zero su Tiscali e il dott. Soru e si dimentica di dire che il suo centro giovani ha avuto come sponsor Tiscali che gli ha fornito l'adsl e le dotazioni hardware per farlo funzionare?

antonello lai 23.09.05 17:01| 
 |
Rispondi al commento

Il problema, caro Sig. Massimo Carboni, non è l'aver costruito o meno il campus a Sa Illetta, ma il non dare la possibilità a chi oggi voglia fare lo stesso, di poterlo fare liberamente. L'autorizzazione è stata concessa come ben lei afferma dall'attuale Sindaco di Cagliari, che bene ha fatto a concederla.
Che poi ultimamente ci siano stati dei licenziamenti a Tiscali è cosa nota, ma anche qui il problema è un'altro, e riguarda i contratti di lavoro che, in quella azienda come in tante altre, vengono offerti ai giovani; contratti a tempo determinato o a progetto che altro non vogliono dire che precariato.
Sulla new-economy e sulle operazioni in borsa del gruppo Tiscali, Le dico che per fortuna mia non ho mai giocato in borsa mentre su eventuali manovre di speculazione, Cirio, Parmalat e lo stesso Grillo insegnano che se qualcosa di irregolare c'è lo si viene a scoprire con grave ritardo per gli investitori e per l'intera economia del nostro paese; ma anche su questo argomento il mio intervento aveva un altra finalità e cioè il voler evidenziare come Grillo pur avendo allertato gli spettatori sul pericolo imminente e futuro di operazioni in borsa mirate a titoli telematici non abbia speso neanche una parola su uno dei maggiori gestori del settore.Per quanto infine attiene la questione Villassimius, spero che Lei abbia notato la mia totale assenza sulle polemiche politiche che a mio parere ingiustamente si sono scatenate, questo perchè non ritengo opportuno entrare nella vita personale di ognuno di noi. Faccio solo notare che per la ristrutturazione della V.le Merello e della P.zza Giovanni a Cagliari, lo spostamento di alcuni alberi da parte della amministrazione comunale ha dato adito a insensate e speculative azioni di protesta.
Nella speranza di aver esaudito i suoi desideri di risposta, la invito ad avvicinarsi attivamente alla politica per poter scaldare anche Lei quella stessa sedia che mi accusa di occupare. Carlo Sanjust

carlo sanjust 23.09.05 16:56| 
 |
Rispondi al commento

Un mio post di ieri e' sparito, penso (spero) per i problemi tecnici che ci sono stati sul sito.
Ad ogni modo, ho notato con "piacere" che le mie domande sono rimaste pressoche' senza risposta.
Non posso compilmentarmi con chi fa delle illazioni, lancia il sasso e nasconde la mano. E soprattutto delega a terzi le sue responsabilita' di rappresentante politico, visto che come tale si e' annunciato in questo spazio. Non posso accettarlo.
Dott. Sanjust (mi scusi ma non riesco ad usare la parola onorevole, mi provoca fastidio a livello epidermico, x chiunque la usi beninteso e senza nessuna illazione), dato che la reputo persona intelligente e colta, se Lei e il suo club ritenete che ci siano gli estremi per denunciare alle autorita' competenti eventuali soprusi, fatelo. Ma con cognizione di causa e non per partito preso, per favore.
Noi cittadini valuteremo come sempre.
E per cortesia risponda ai miei quesiti in maniera argomentata e riscontrabile oggettivamente, cosi come le ho un po' provocatoriamente richiesto.


Massimo Carboni 23.09.05 09:39| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe... anche se con un pò di ritardo, ci tengo veramente tanto a farti i complimenti per il meraviglioso spettacolo a cui ho potuto assistere nel nostro meraviglioso anfiteatro di Cagliari.
Sei un mito... la voce della verità e di chi ha il coraggio di ripetere e far conoscere a tutti quelli che hanno voglia di ascoltari, che cosa accade intorno a noi.
Ciao e alla prossima...

Simona

Simona Cossu 22.09.05 23:12| 
 |
Rispondi al commento

Da sostenitore di ideali di sinistra, ma non certo dei partiti che oggi dovrebbero rappresentarli in parlamento o in altre sedi istituzionali, colgo questa occasione per porgere i miei complimenti all’ On. Carlo Sanjust, il quale, da persona seria e corretta quale e’, non si e’ sottratto alle critiche mosse da alcuni partecipanti a questo blog, come avrebbero fatto sicuramente altri suoi colleghi.
L’imparzialita’ che pero’ va cercando in uno spettacolo pseudo-teatrale finanziato dal suo stesso pubblico, le chiedo come mai non la troviamo nella tv pubblica e privata? Perche’ non solleva questo problema all’interno del suo, ehm, partito, per far tornare in tv i vari Grillo, Guzzanti (i figli naturalmente), Luttazzi, Santoro e Biagi? E tutto questo in nome della liberta’ di pensiero e di parola che in Italia latita da qualche tempo……..
Ci pensi, e il teatrino della politica a cui stiamo assistendo questi giorni e’ assolutamente vergognoso e per fortuna esistono personaggi come il nostro caro Beppe, il quale ci da’ quelle informazioni che i media, oramai in mano ad una sola persona, oscurano……..

Alessandro Marcialis 22.09.05 21:04| 
 |
Rispondi al commento

devo doverosamente scusarmi con il Sig.Renato Puggelli per averlo chiamato in causa ingiustamente. Mentre pur non volendomi ripetere, invito la Prof.ssa Emanuela Borgna a leggere quanto dedicatole. Ringrazio inoltre la Sig.ra Laura Sitzia per avermi rivolto una lettera cordiale ed educata oltre che per essersi accorta Lei, e non La Prof.ssa Borgna ,dell'errore ( questa volta creato appositamente per vedere l'ulteriore reazione ). Riprendendo il discorso di Laura penso sia noto ai più il mio comportamento riguardo fatti e questioni della vita personale di ognuno di noi che poco hanno a che fare con la politica. In questo senso non ho mai voluto accusare chi attualmente governa la Regione per fatti o azioni che riguardano la sua sfera personale ( casa di Villassimius ) o affari personali ( tiscali ). Nel mio primo intervento in questo "blog" ho voluto semplicemente far notare che da una persona che stimo tantissimo professionalmente come Grillo mi attendevo un po di imparzialità in più. E non negatemi che se l'attuale Presidente fosse stato di centro destra le attenzioni rivoltegli sarebbe state ben diverse. Ribadisco che concordo su tanti argomenti trattati da Grillo, primo fra tutti quello relativo la retribuzione da conferire a chi come me si occupa di politica e che sarei daccordo venisse accordata in base ai risultati ottenuti. Carlo Sanjust

carlo sanjust 22.09.05 16:38| 
 |
Rispondi al commento

Caro Carlo Sanjust,
i blog bisogna anche saperli leggere...
non sarà contento il "prof" Renato Puggelli (perché scrive il suo nome con le lettere maiuscole? non sa che questo equivale a urlare???) dal momento che non è stato lui a fare le precisazioni grammaticali di cui Lei parla nel suo ultimo post...
Comunque non sono queste le questioni importanti. Risponda al post di Massimo Carboni, ma lo faccia adducendo prove, dati di fatto, nomi e documenti. Non faccia come Forrest Gump! Spenga il disco (quello che ha trovato nella valigetta quando si è iscritto al club, accanto alle mentine...) e ragioni con la sua testa! So per certo che è in grado di farlo. Altrimenti taccia, siamo stufi di sentire quel fastidioso rumore di unghie sugli specchi.
P.S. Se ha lo Zingarelli sulla scrivania... provi a cercare la parola "dibattiti".
Scherzo... so benissimo che la fretta e la tastiera del pc sono traditrici...
E comunque volevo dirLe che sono contenta di saperLa tra i visitatori di questo sito. Può farLe solo bene :)

laura sitzia 22.09.05 15:44| 
 |
Rispondi al commento

Caro Dott. Sanjust,
faccio una doverosa premessa
Chi le rispone e' un semplice cittadino, SUO datore di lavoro che rispetta comunque le altrui opinioni, tranne quendo queste sono faziose.
Detto questo, vado al nocciolo delle questioni da lei sollevate nel suo primo messaggio.
Dott. Sanjust, potrebbe gentilmente dirmi chi ha autorizzato la costruzione del sito a Sa Illetta ? Lei dove era in quel momento ? Ricordo male o fu il suo "capo" in quel momento, parlo dell'attuale sindaco di Cagliari, a concedere il nullaosta per l'insediamento della societa' Tiscali nel sito in questione ? Non risulta forse vero che il Dott. Soru chiese in prima istanza di poter costruire il campus Tiscali in zona Villaggio Pescatori, nella zona della ex-Remosa ?

Inoltre, di quali speculazioni in borsa lei parla ? Lei forse conosce qualche attivita' illecita che noi poveri cittadini ignoriamo ?
O semplicemente lei e' come molte persone che sono arrivate in ritardo sulla ormai famosa "bolla speculativa" della new economy e quindi ci ha rimesso ?
Non ritiene che se le autorità di garanzia avessero riscontrato delle irregolarità ci sarebbero state indagini ?

Poi, di quale licenziamenti parla ? Forse anche qui e' a conoscenza di manovre oscure che i cittadini ignorano ?

L'ormai annosa questione della villa del Dott. Soru a Villasimius sta anche diventando comica, ogni volta voi rappresentanti di FI la tirate fuori ad ogni anelito, c'e' da dire che siete ostinati :-D
Piu' volte e' stato dimostrato che l'unico abuso che c'e' stato e' relativo all'abbattimento di alcuni alberi, tra l'altro sostituiti con specialita' autoctone in luogo di eucaliptus che proprio autoctoni non sono, e che hanno comportato una multa salata (22000 euro circa ?) pagata.

Ci renda tutti edotti edotti.

E per favore argomenti con dati riscontrabili oggettivamente, sono pronto a scusarmi pubblicamente in questa sede se necessario

Un suo datore di lavoro

Massimo Carboni 22.09.05 13:59| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace dover utilizzare questo "blog" per rispondere ad un commento precedente anche perchè il senso di queste iniziative dovrebbe essere la partecipazione ad un dibattito costruttivo che invita alla riflessione di ognuno di noi. Con questo spirito alcuni giorni fa ho partecipato al "blog", dicendo la mia su argomenti che in buona parte condividevo ma che, per alcuni aspetti, mi avevano lasciato perplesso. Il "prof" RENATO PUGGELLI ha trovato invece più opportuno soffermarsi su quello che a suo dire era un errore grammaticale del mio scritto invece che confrontarsi sui contenuti dello stesso. Per carità ognuno in questo paese è giustamente libero di dire e fare ( nel lecito ) tutto ciò che ritiene, ma l'invito che rivolgo all'illustre italianista è quello di rivedersi il vocabolario Zingarelli o qualunque altro a sua disposizione per rendersi conto che ogni tanto sarebbe meglio non partecipare ai dibbatiti ma limitarsi ad ascoltare o a leggere. Cordialmente, Carlo Sanjust

carlo sanjust 22.09.05 11:35| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe. Ieri ho assistito all'illuminante documentario di Sabrina Guzzanti "Viva Zapatero!" al cinema Odissea di Cagliari, che è gestito in maniera indipendente e può permettersi di proiettare i film che preferisce. Meno male che ancora qualcuno lo fa, ma non puoi immaginare quanta gente è rimasta fuori dalla sala perchè non è riuscita a trovare un posto. Certo non spero di vedere una pellicola simile al "Warner Village", ma esorto tutti i responsabili delle programmazioni delle sale indipendenti a proporlo ancora...tanta gente ha voglia di sapere e purtroppo ieri è stata l'ultima proiezione! Grazie

maria elena lilliu 21.09.05 18:59| 
 |
Rispondi al commento

Questa notizia è stata pubblicata questa mattina sul sito internet del Corriere della sera.
Ho seguito il telegiornale regionale di Rai 3 alle 14 e poi quello di Sardegna 1 delle 14:30...indovinate un po': nemmeno un accenno alla notizia :-(

http://www.corriere.it/ultima_ora/agrnews.jsp?id={EF97415D-17B1-4E71-AACE-B451427DA7E3}

Cronache
21 set 10:26
Cagliari: devastazione spiaggia Poetto, 13 rinvii a giudizio
CAGLIARI - Tredici rinvii a giudizio per i danni provocati alla spiaggia cagliaritana del Poetto con il ripascimento realizzato nella primavera 2002. Li ha chiesti la procura della Repubblica di Cagliari per l'ex presidente della Provincia Sandro Balletto (Forza Italia) e per l'assessore ai lavori pubblici Renzo Zirone (Forza Italia). Gli altri undici indagati sono tecnici e funzionari ritenuti responsabili della disastrosa ricostituzione della spiaggia. (Agr)

Manuela Cadeddu 21.09.05 16:02| 
 |
Rispondi al commento

Grillo perchè non produci il dvx di ogni tappa acquistabile alla fine dello spettacolo come fanno Elio e le storie tese?
Così la gente può possedere la propria esperienza con i tuoi commenti e battute tipiche della performance(non credo tu faccia battute in sardo a Milano!).
Spettacolo meraviglioso,grazie.

Carlo Rosas 21.09.05 15:38| 
 |
Rispondi al commento

bravissimo caro beppe continua così!!!
ti aspettiamo a nuoro per il prossimo anno

irene ladu 20.09.05 21:49| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei ribadire il mio grazie a Beppe per essere una delle poche voci libere e fuori dal coro che sono rimaste in italia, anche se trovo che alcune "licenze poetiche", come il trattare il disturbo della depressione al pari di una non malattia, debbano essere evitate o comunque certi argomenti andrebbero trattati con più attenzione: ne và proprio della Tua grande credibilità. Ho trovato molto bello il filmato riguardante lo spot sul debito pubblico: si potrebbe avere in qualche maniera, che so, magari con il link se si può trovare in rete?
Anzi chiedo a chiunque mi sappia dire qualcosa di scrivere come fare per otttenerlo.
Ciao, continua così!!!

stefano collu 20.09.05 19:02| 
 |
Rispondi al commento

Sono rimasto positivamente colpito dal tuo spettacolo, che a dire il vero oltre ad essere comico porta a riflettere su determinati argomenti più o meno importanti, pertanto ti invito a continuare cercando però di fornire a tutti gli spettatori dati esatti su cui ragionare, perchè a dire il vero alcuni non erano proprio corretti

Stefano Agus 20.09.05 16:49| 
 |
Rispondi al commento

Complimenti per lo spettacolo, sei stato in grado di farmi trascorrere qualche ora in allegria ed inoltre riflettere su tante cose

Stefano Agus 20.09.05 16:48| 
 |
Rispondi al commento

Sono rimasto positivamente colpito dal tuo spettacolo, che a dire il vero oltre ad essere comico porta a riflettere su determinati argomenti più o meno importanti, pertanto ti invito a continuare cercando però di fornire a tutti gli spettatori dati esatti su cui ragionare, perchè a dire il vero alcuni non erano proprio corretti

Stefano Agus 20.09.05 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, bisognerebbe anche poter mettere in pratica quello che si dice, ci sono delle cose che non si risolvono da sole, come puoi dire che non abbiamo bisogno dei politici?
Certo dovremmo essere più concretti tutti e fare delle azioni di lotta per rimettere le cose a posto.
C'è qualcosa che si può fare?

bianca monni 20.09.05 09:42| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe penso che dopo 2 ore di spettacolo eccezionale i complimenti siano d'obbligo. Ma i politici non vanno a vedere il tuo spettacolo? Bè perchè sennò non mi spiego come mai tu li faccia ancora. Sei un grande! Comunque devo dire che sono andata via con il magone, tutte quelle verità tutte insieme e così vere!! e il brutto è che non possiamo far niente o quasi per cambiare la realtà!!..ma ci impegneremo! Spero che tornerai l'anno prossimo come promesso e in attesa ti seguirò sul blog. Vedrò di documentarmi un pò di più...magari in rete! Un abbraccio a presto

rachele varotto 20.09.05 09:35| 
 |
Rispondi al commento

ue beppe sei matto... quanto me', al limite del codice penale.... ma i matti siamo noi?.... forse si..... raccontare la realta e' diventato comicita'... qualcosa nob torna!

roberto de vita 20.09.05 00:24| 
 |
Rispondi al commento

Sono riuscita a vederti, il 16.
Che dire?
Sto scavando!!! Insieme a tutti gli altri!
Speriamo che in Nuova Zelanda si stia meglio!
Grazie

Anna Cornacchia 19.09.05 23:58| 
 |
Rispondi al commento

Salve Beppe Grillo, il 16.09.05 è stato un gran giorno...ho finalmente avuto il piacere di conoscerti...mi sento un po in colpa perche fino a quella data non pensavo che tu fossi cosi semplicemente speciale e ricco di grande significato...la cosa che alla fine mi fa tremendamente arrabbiare e che cio che dici è vero ci fa ridere tanto....ma è la VERITA'...e tutto cio è triste...

daniela ghiani 19.09.05 18:27| 
 |
Rispondi al commento

Salve Beppe Grillo, il 16.09.05 è stato un gran giorno...ho finalmente avuto il piacere di conoscerti...mi sento un po in colpa perche fino a quella data non pensavo che tu fossi cosi semplicemente speciale e ricco di grande significato...la cosa che alla fine mi fa tremendamente arrabbiare e che cio che dici è vero ci fa ridere tanto....ma è la VERITA'...e tutto cio è triste e non capisco perche noi italiani popolo di grandi lamentoni stiamo fermi a guardare senza muovere neanche un ciglio....

daniela ghiani 19.09.05 18:26| 
 |
Rispondi al commento

Salve Beppe Grillo, il 16.09.05 è stato un gran giorno...ho finalmente avuto il piacere di conoscerti...mi sento un po in colpa perche fino a quella data non pensavo che tu fossi cosi semplicemente speciale e ricco di grande significato...la cosa che alla fine mi fa tremendamente arrabbiare e che cio che dici è vero ci fa ridere tanto....ma è la VERITA'...e tutto cio è triste e non capisco perche noi italiani popolo di grandi lamentoni stiamo fermi a guardare senza muovere neanche un ciglio....

daniela ghiani 19.09.05 18:26| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
Sono Fabrizio e sono un giornalista, tuo sfegatato fan dai lontani tempi di Luna Park e Te lo do io....(America e Brasile)..sebbene abbia 'solo' 33 anni.
Volevo farti i complimenti per i 2 meravigliosi spettacoli del 15 e del 16 settembre, li ho visti entrambi, il primo con accredito-stampa, visto che ero lì per lavoro...ma il piacere di vederti è ancora più forte, e il secondo giorno l'ho comprato in platea...
Sai, oltre alla tua bravura però ti devo 'tirare le orecchie'...Già, perché ho chiesto al tuo staff la possibilità di effettuare un'intervista con te, per chiacchierare su temi in maniera diretta e, perché no, conscerti di persona, per me che 6 un mito!
Ebbene, niente da fare, nonostante fossi in Sardegna per ben 4 giorni!
Credo, paradossalmente, di poterti incontrare di persona a Genova, magari nel tuo ristorante...Che ne dici?
Se è vero che sei dall aparte della gente, perché non hai voluto parlare con un 'semplice' giornalista-fan?
Firmato: ragazzo un poco deluso...

Fabrizio Serra 19.09.05 17:55| 
 |
Rispondi al commento

Ho visto lo spettacolo giovedi 16 e già o dato il mio parere estremamente positivo.
Uscendo dall'anfiteatro sentivo qualcuno (non molti) dire è ripetitivo ed ancora oggi commentando qua e là con chi lo spettacolo lo ha visto venerdi idem.
Io rispondo che certe cose devono essere ripetute ripetute ripetute. Continua a farmi riflettere ridendo

Francesco Cordella 19.09.05 16:46| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe qual'è il link che permette di vedere il tuo spettacolo in streaming come avevi detto durante il tuo spettacolo? versus_21_it@yahoo.it

mario rossi 19.09.05 16:31| 
 |
Rispondi al commento

Bisognerebbe portare ai tuoi spettacoli i ragazzi delle scuole, per cercare di svegliare un minimo le loro coscenze obnubilate. Ma anche le nostre.
Io, dopo aver visto in un paio di giorni il tuo spettacolo e il film-documentario di Sabina Guzzanti (Viva Zapatero!) ho voglia di emigrare.
Ma dove ?

Buon lavoro.

Giuliana Perrotti 19.09.05 16:03| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe il tuo spettaccolo di venerdì 16 all' anfiteatro romano è stato fantastico, spero di rivederti presto, continua così e facci sapere, tramite il blog, se hai bisogno di aiuto per qualunque iniziativa ti venga in mente per fermare questo decadimento sociale che abbiamo permesso inermi ormai per troppo tempo.

pietro murru Commentatore in marcia al V2day 19.09.05 15:44| 
 |
Rispondi al commento

Personalmente non ho visto il tuo spettacolo, a dire il vero non ne ho visti 'quasi' mai, sempre spezzoni della Tv o sul computer!
Comunque penso che il tuo mestiere OVVERO il tuo impegno sia una cosa che dovrebbero insegnare all'asilo, e renderlo obbligatorio fino all'ultimo anno di studi (secondo la legge Moratti), dato che l'Università purtroppo non è alla portata di tutti, anche se siamo nel XXI secolo!!!
Ciao e KEEP GOING!!!


Paolo Fabbri 19.09.05 13:35| 
 |
Rispondi al commento

ma in nessun tg regionale, vi prego correggetemi se sbaglio, è stato fatto alcun commento sullo spettacolo fantastico, grandioso, in grado di riunire migliaia di persone a cagliari????????????????????????

loredana onidi 19.09.05 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti !
Mi pare ridondante dire "BEPPE sei un grande" ma lo dico comunque!!!! Uno dei pochi che sa farci ridere sulle nostre disgrazie! Continua così.
Finalmente sono riuscito a vedere un tuo spettacolo dal vivo. IMPRESSIONANTE la tua volonta' di far aprire gli occhi alla gente comune! Ancora piu' impressionante la risposta della gente....
Il mio rammarico è che ,(visti i contenuti i tuoi testi dovrebbero essere obbligatori nelle scuole!!!), il tuo spettacolo e il tuo blog sia stato visto da un numero troppo limitato di persone. Dovresti essere in tv in prima serata al posto di altri che non si capisce bene cosa sappiano fare ma che sono lì .... !!! Almeno con te la tv avrebbe ancora senso di esistere visto che oramai ci propinano il NULLA ASSOLUTO ! E questo purtroppo contribuisce a diffondere la mediocrita' che ahimè dilaga tra gli italiani, ex popolo di artisti, di poeti, di navigatori .........


Ciao

Davide Melca 19.09.05 11:04| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti !
Mi pare ridondante dire "BEPPE sei un grande" ma lo dico comunque!!!! Uno dei pochi che sa farci ridere sulle nostre disgrazie! Continua così.
Finalmente sono riuscito a vedere un tuo spettacolo dal vivo. IMPRESSIONANTE la tua volonta' di far aprire gli occhi alla gente comune! Ancora piu' impressionante la risposta della gente....
Il mio rammarico è che ,(visti i contenuti i tuoi testi dovrebbero essere obbligatori nelle scuole!!!), il tuo spettacolo e il tuo blog sia stato visto da un numero troppo limitato di persone. Dovresti essere in tv in prima serata al posto di altri che non si capisce bene cosa sappiano fare ma che sono lì .... !!! Almeno con te la tv avrebbe ancora senso di esistere visto che oramai ci propinano il NULLA ASSOLUTO ! E questo purtroppo contribuisce a diffondere la mediocrita' che ahimè dilaga tra gli italiani, ex popolo di artisti, di poeti, di navigatori .........


Ciao

Davide Melca 19.09.05 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Beppe GRAZIE. Beppe non lo dovevi fare. E' così ipocritamente comodo rimanere nell'oscurità imposta dai media e dal sistema,il sistema "coccola" la nostra ignoranza e cerca di alimentarla.Siamo protetti dal non pensiero, sempre più diffuso...e arrivi tu a infilarci a suon di sonore risate impaurite in una realtà che ci imbriglia! E' vero che l'unico strumento a disposizione è il pensiero Attivo e l'unico campo di battaglia in cui possiamo esercitarlo è la Rete..Insieme.
Grazie Beppe, continua a regalarci dubbi!

Antonio Pili 19.09.05 09:44| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo, sono un giovane neo-dottore in Scienze Giuridiche di Cagliari e vorrei scriverle due commenti sulla sua proposta.

La possibilità di non rendere candidabili certi soggetti a ricoprire cariche elettive è già presente nel nostro ordinamento, la si definisce "non candidabilità".

Essa si riferisce a reati particolarmente gravi:quelli connessi al fenomento mafioso, quelli relativi al traffico di droga o armi, o inerenti a reati con abuso di potere ed altri ancora.

Siamo veramente sicuri che in un ordinamento come quello italiano "La sovranità appartiene al popolo" (Art 1 Co.) sia opportuno comprimere una libertà popolare (quella di eleggere chi si desidera) di rango costituzionale per ogni tipo di condanna in via definitiva ( anche una per un reato a limitato impatto sociale, per esempio l'ubriachezza?) o non sarebbe invece semplicemente richiedere un ampliamento delle fattispecie correlate ad un istituto che invece è già esistente ed operante??

Attendo risposte da parte di chiunque voglia

Stefano Deplano 19.09.05 02:12| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe SEI FORTE!! mi hai fatto pisciare dalle risate!...Anche se c'è da piangere per quel che ci hai raccontato.Io non posso neanche lamentarmi del costo del biglietto perchè non l'ho pagato ma ne pagherei 1000 se fosse possibile rissentirti ancora a Cagliari...UN ABBRACCIO...
Diego

diego bellisai 18.09.05 21:49| 
 |
Rispondi al commento

Ti ringraziamo per le due ore di fantastico spettacolo del 16 c.m.
Condividiamo le tue idee e così oggi ci siamo iscritti al tuo blog per partecipare alle tue iniziative...
Cogliamo l'occasione per manifestare per l'ennesima volta l'insoddisfazione per l'organizzazione degli spettacoli all'anfiteatro.....
Grazie d'esistere!!!
Saluti
Nicoletta e Maurizio

Nicoletta Frau 18.09.05 21:34| 
 |
Rispondi al commento

salve beppe dopo aver visto un tuo spettacolo per la quarta volta,(naturalmente straordinario come sempre)penso che nonostante tutta la disonesta' l'ingiustizia e il marcio che traspare oggi,due ore di sane risate non possono che essere salutari,ma c...o pensare di avere certe persone sedute in un certo palazzo a roma a rappresentarci, con una sentenza definitiva di colpevolezza sulle spalle e veramente inaudito e inaccettabile! questo si, che comporta due ore di malsano pianto e aggiungo con conseguente NAUSEA. Una critica agli organizzatori degli spettacoli nell'anfiteatro di cagliari,sarei curioso di sapere con quale criterio vengono conteggiati i numeri della capienza dell'anfiteatro visto che ogni volta nei settori non numerati si sta come sardine in scatola anche nei passaggi gradinati,non e' che per caso ma dico per caso e!! si voglia vendere qualche biglietto in piu? Comunque grazie per lo spettacolo era divertentissimo anche da sardina in scatola.

pisci andrea 18.09.05 20:04| 
 |
Rispondi al commento

Caro Bepppe, ho apprezzato moltissimo il tuo spettacolo a Cagliari. Ieri ho visto Viva Zapatero della Guzzanti. Davvero la satira italiana sta dando un grosso contributo alla lotta contro il regime bestiale in cui siamo finiti. Non sto a nominare Paolo Rossi, Luzzati e quanti altri stanno attraversando milioni di seccature per dire e far dire basta. Anche per te gli attacchi deveno essere infiniti, oltre alle denunce che ti hanno accollato. Leggo con tristezza nel tuo blog la tua dichiarazione "sono stanco di dovermi giustificare" in cui dici alcune cose di te stesso. Tieni presente che malgrado gli attacchi meschini che sei costretto a subire, un grandissimo numero di persone ti segue con molta attenzione (e ti vuole pure bene). Continuiamo a lottare ! En passant, hai visto che la Moratti è tornata un tantino indietro rispetto alla sua sciagurata riforma delle scuole superiori ? Come insegnante mi concedo un attimo di esultanza.
Ciao e torna presto

Mariella Setzu 18.09.05 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
finalmente sono riuscito a vedere un tuo spettacolo e debbo dire che me lo immaginavo esattamente come l'ho visto. Erano anni che speravo di vederti e grazie ad alcuni amici che sono stati tanto gentili a regalarmi un biglietto sono riuscito nell'intento(dato che non sono mai riuscito a fare in tempo ad acqiustarne uno, causa i miei impegni lavorativi, e per il fatto che li vendevano molto velocemente, ringrazio tanto i miei amici per questa possibilità). Non voglio commentare il prezzo del biglietto dato che per vederti e sentire il tuo monologo li vale tutti.
Sei grande, e questo è assodato, il tuo spattacolo ha risposto pienamente alle mie e alle aspettative di tanta gente, anche di quella che all'inizio era un po scettica.
Molta gente vorrebbe che ti candidassi tu alle politiche, tu hai detto che se lo facessi vinceresti e allora fallo, la risposta a tutto sta nelle migliaia di e-mail che ricevi ogni giorno, chi meglio della gente che legge il tuo blog può meglio appoggiarti nel caso in cui tu decidessi di farlo, anzi a tal proposito farei un'appello a tutti coloro che sono iscritti per indire un referendum popolare a favore di una tua seria, e dico, seria candidatura. Prenderesti seriamente in considerazione la possibilità di dare voce in parlamento alla gente che ti segue e che ti ama per quello che sei e che fai?
Se tutti noi firmassimo una tua possibile candidatura ti faresti avanti? Tu dici di dare voce al popolo, e come abbiamo dimostrato al tuo spettacolo a Cagliari voce ne abbiamo da vendere.
Toglici dalle pa..e tutti questi caz...ni che tendono solamente a derubarci dei nostri diritti di avere una vita dignitosa e meritevole di essere vissuta, ci prendono continuamente per il c..lo facendoci credere che sono dalla nostra parte ma la vita che ci si presenta davanti e le condizioni a cui siamo soggetti parlano da sole. BASTA con le prese per i fondelli vogliamo VERITA' e FATTI CONCRETI. Allora dico solo una cosa:GRILLO IN PARLAMENTO CIAO

Carlo Abbondanza 18.09.05 18:28| 
 |
Rispondi al commento

Ciao,sono stata allo spettacolo del 15/9/05, non ho dubbi nel sostenere che lei sia stato un ottimo intrattenitore,non è semplice "riempiere" 2 ore di spettacolo con argomenti interessanti! Mi complimento con lei in maniera particolare perchè a differenza di altri suoi colleghi che criticano a destra e a sinistra,lei porta le prove di ciò che dice,si documenta,si interessa e non attende che qualcuno le scriva il compitino. Per quanto riguarda il prezzo del biglietto,era sinceramente caro,parlo esclusivamente del mio che era del 3° anello,ho passato quasi 2 ore con la testa inclinata perchè non solo non la vedevo dal vivo,ma nemmeno dai 3 schermi(che posto sfigato che mi è capitato!!!). Se il terzo anello non si può eliminare almeno la prossima volta ....
1) Stia un pò di più sul palco.
2) Faccia lo spettacolo al S. Elia!!!

Comunque grazie per la serata,e spero di rivederla l'anno prossimo.

paola mulas 18.09.05 17:04| 
 |
Rispondi al commento

Se vi è piaciuto, come alla sottoscritta, lo spettacolo all' Anfiteatro di Cagliari, non perdetevi "Viva Zapatero" della Guzzanti, in programmazione alla sala Odissea. C' è anche un' intervista al nostro amico Beppe.

Rosa Marcella Congia 18.09.05 11:53| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Grillo,
NON TI DICO che sei grande, non ti dico che conosco le tue battute a memoria,
non ti dico che nonostante abbia visto e registrato il tuo spettacolo mandato in onda su Ts1
(tv Svizzera)tre mesi fa e riguardato almeno 5 volte, sono venuto a vederti il 16 a Cagliari
e come sempre a ridere delle nostre disgrazie.
ma mi capita una cosa strana:
un giorno ho detto basta! basta pagare la corrente all'Enel che, come tu sai,
quando lei non è in grado di ottemperare le richieste mi fornisce la corrente
comprata dalla Francia prodotta dalle centrali NUCLEARI!

Mi voglio fare un impiando fotovoltaico a casa mia. Ho chiesto un preventivo a varie ditte
e sai quanto mi costerebbe x tre Kw?? 22.000 euro!
vediamo: io spendo 40 euro mensili di media Enel che diviso il costo dei pannelli
fa 45.83 anni di equivalenti bollette !!!
Ma ammortizzare il costo non vuole dire che sarò morto quando avro' visto i benefici!

Anche se oggi vale il conto energetico comunque bisogna tirare
di tasca una discreta somma che non consente a tutti di dare una sterzata decisiva
alla produzione di energia pulita.

perche' tutto questo? percheeeeeee'!!!???

i pannelli di celle fotovoltaiche costa una cifra spropositata(cinesi e giapponesi-sigh!)

e soprattutto I venditori ci vogliono guadagnare un pacco di soldi!!
troviamo una soluzione.
aiutatemi non so che fare..

Roberto Podda 18.09.05 11:26| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe,
finalmente sn riuscito a vedere un tuo spettacolo!è stato molto interessante,grandi risate ma tanta tanta tristezza perchè mi chiedo come abbiamo fatto a cadere cosi in basso...ora come dici tu invece di risalire si sta scavando!!!è tutto molto triste,ma sn felice che ci siano persone libere come te che vanno a dire le cose che dovrebbero dire i giornalisti..purtroppo in italia non si puo' fare informazione,e siete voi artisti(sabina guzzanti,luttazzi ecc....)che dovete informare e stimolare le persone a farsi tante domande su cio' che ci accade attorno...a proposito di sabina guzzanti,andate in viale trieste 84,all'odissea a vedervi "viva zapatero"..è in programma fino a martedi...

andrea spettu 18.09.05 10:48| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, anticipo che sono anni che seguo tutti i tuoi spettacoli in Sardegna per quelle due ore di spensieratezza che ci fai passare, ma all'ultimo spettacolo che hai fatto a Cagliari il 16 settembre non ero daccordo con te a proposito della pirateria musicale e cinematografica. Ho 2 videoteche a Cagliari da 12 anni e il costo dei film sta diventando insostenibile proprio a causa della pirateria: la maggior parte dei DVD versione noleggio a noi costa 79 euro + iva ( togliamo anche gli sconti che le case cinematografiche ci applicano che portano il film al costo di 60 euro + iva 20%! ), ma noi siamo indifesi dalla pirateria e dai film che vengono scaricati via internet. Certo che se si trovano in rete prima dell'uscita al cinema qualcuno li metterà: ma chi li può avere prima del cinema? Penso che li possano avere solo le case stesse!! Mettiamo anche in conto che la maggior parte dei film vengono scaricati per essere venduti dagli ambulanti o i ragazzi stessi che li vendono ai propri amici, ma a noi chi ci difende? Quando vengono a farci dei controlli sull'autenticità dei dvd ce li spulciano uno per uno, mentre vediamo in giro sempre gli ambulanti che continuano a vendere senza nessun controllo. Con tutta questa situazione ( aggiungiamo digitale terrestre, decoder vari, ecc... ) il videonoleggio è destinato a morire, ma perchè dobbiamo chiudere i battenti noi che lavoriamo onestamente e paghiamo diritti, tasse...?
Spero che la prossima volta che verrai a Cagliari, ti documenterai su questo argomento e ci dica qualche parola per ritirarci su.....
Ciao Giancarlo

Giancarlo Marchi - Videoteca Valentina 18.09.05 09:44| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, ho visto lo spettacolo di venerdì 16 settembre, e nonostante abbia riso a crepapelle, mi è rimasta una certa angoscia dentro... Siamo talmente occupati e distratti dalla nostra vita quotidiana che non ci rendiamo conto dei disastri che stanno accadendo intorno a noi... Molte delle cose che hai denunciato le ho lette su FOCUS, e devo dire che una di quelle che mi preoccupa di più in questo momento è il rischio di pandemia d'influenza aviaria... La Sardegna è una delle tappe degli uccelli migratori che sembrerebbero essere gli untori della malattia. Se dovesse scatenarsi questo male, l'Italia non sarebbe pronta ad affrontarlo, figuriamoci la Sardegna! L'unico modo x difendersi è l'utilizzo di antivirali che saranno in vendita da fine ottobre e costeranno la bellezza di 30 euro a confezione.
Hai parlato della tua Toyota ibrida, ma non hai detto quanto costa... Sono sicura che le persone "normali" non possono permettersela... Poi hai detto che devono togliere le rotonde, con che cosa le sostituiranno? Grazie della bella serata, Federica Oppo

Federica Oppo 18.09.05 09:40| 
 |
Rispondi al commento

ciao sono contento di averti conosciuto sono contento di aver preso parte al tuo spettacolo ho saputo cose che prima ignoravo grazie di darci queste dritte,habbiamo senzaltro bisogno di gente che come te ci apra gli occhi,in questo mondo di pirati ed predatori,come e andata ad Alghero.spero bene.

angelo mulas 18.09.05 08:49| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe
ieri ti ho scritto una lettera pensando di poter dire la mia insieme ha milioni di sardi,ma oggi rivedendo il tutto mi sono accorto di non essere più nella lista insieme ad altri che ti anno scritto i loro averti gradito nel stare insieme a noi mi spiace non ho scritto nulla di offensivo o di violazione con le leggi italiane,comunque grazie perche forse oggi so qualcosa in più.ciao come è andata ad Alghero.

angelo mulas 18.09.05 08:42| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe
ieri ti ho scritto una lettera pensando di poter dire la mia insieme ha milioni di sardi,ma oggi rivedendo il tutto mi sono accorto di non essere più nella lista insieme ad altri che ti anno scritto i loro averti gradito nel stare insieme a noi mi spiace non ho scritto nulla di offensivo o di violazione con le leggi italiane,comunque grazie perche forse oggi so qualcosa in più.ciao come è andata ad Alghero.

angelo mulas 18.09.05 08:41| 
 |
Rispondi al commento

Se quella del 16 era una "Replica", viva le repliche! Ma quelle giuste, quelle che ci aiutano a togliere il para occhi. Il mondo è bello con tutti i nostri problemi, ma che i problemi siano proprio i nostri... Non di qualcuno che ce li scarica perchè troppo ignorante. E poi hai ragione ci vuole poco per risolvereli... bisogna fare piccoli passi ma decisivi.
Io sono con te, disposto a promuovere le tue iniziative.
Considerami uno in più!
In bocca al lupo per il "nostro" futuro!!!!

paba marco 18.09.05 00:12| 
 |
Rispondi al commento


Certo, bene fa Soru a incalzare e a proseguire nelle sue iniziative contro le basi italiane e americane, ma sappiamo quanto l’autonomia gli leghi le mani. Siamo perfino un po’ preoccupati: non esageri troppo, altrimenti l’Italia finirà con l’usare l’articolo 50 dello Statuto di Autonomia e lo rimuoverà dal suo incarico. Quindi, constatato che i governanti sardi più di tanto non possono spingersi, iRS lancia un appello alla Nazione sarda, a tutte le donne e gli uomini di Sardegna, perché si mobilitino a difesa della nostra terra. E allerta tutti i militanti perché si preparino per questa nuova battaglia che iRS come sempre porterà avanti in modo radicale e non-violento attraverso l’azione politica e pratica: con tutto il coraggio e l’intelligenza necessari a bloccare questo ultimo oltraggio alla nostra libertà.


Gavino Sale e Franciscu Sedda
a nome dell’Assemblea Nazionale di iRS - Indipendèntzia Repùbrica de Sardigna

Stefano Deiana 18.09.05 00:03| 
 |
Rispondi al commento

Comunicato di G. Sale e F. Sedda: le servitù militari e il conflitto Sardegna-Italia Post #1 di 2

I.R.S. Indipendèntzia Repùbrica de Sardigna

Comuncato Stampa: sul conflitto Sardegna-Italia e le servitù militari


Gli indiani d’America furono distrutti dalla ferocia dell’esercito statunitense e dalla complicità infame di alcuni di loro, che divennero i più fedeli servitori dell’oppressore: si chiamavano e si chiamano tutt’ora “guide indiane”. Tutto questo rispecchia fedelmente la situazione della Sardegna di oggi. Ma i protagonisti sono italiani e sardi: Martino succube dell’impero americano e Cicu (nato casualmente in Sardegna) fedele servitore dello Stato italiano.
Grazie a queste figure la Sardegna sta subendo il più feroce e pericoloso attacco degli ultimi decenni. Basta avere capacità di guardare all’insieme: lo Stato italiano che si vende la Maddalena agli USA, che vuole costruire il più grande aeroporto e vuole sperimentare l’uranio su di noi a Quirra, che riprende esercitazioni di guerra contro la volontà dei sardi a Teulada, a Capo Frasca e in un po’ tutta l’isola, che rinnova l’utilizzo di depositi di munizioni che da precedenti accordi dovevano essere dismessi a Siliqua. In contraddizione con tutti gli accordi stipulati a Roma, a dimostrazione della falsità di tutte le parole date dal governo italiano, siamo davanti ad una vera e propria escalation militare. Come si fa a non vedere? Come si fa ad avere ancora fiducia nei governi italiani? Come si fa a credere ancora nell’Autonomia? Questa è l’autonomia: una resa incondizionata, una morte silenziosa.
Il punto è che se qui non ci si decide ad essere indipendenti si rischia di divenire un popolo di guide indiane, complici della nostra stessa estinzione. Perché è chiaro, tutto questo non succederebbe se fossimo una Repubblica indipendente, se fossimo una nazione unita che crede in se stessa, che ha un po’ di amor proprio, che difende la sua esistenza e la sua dignità.
Certo, bene fa Soru a inc

Stefano Deiana 18.09.05 00:00| 
 |
Rispondi al commento

Ieri sera sei stato brillante,pungente e fantastico come sempre,non hai deluso le nostre
aspettative,spero farai presto un'altra tappa a
Cagliari.Siamo rientrati a casa veramente più
sereni:grazie a DIO non siamo soli,le disgrazie
e le ingiustizie sociali e politiche del nostro
Bel Paese ci accomunano.
GRAZIE ANCORA A PRESTO.

ROBERTA DESSI' 17.09.05 23:53| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE GRILLO SONO MARCO DI CAGLIARI
COMPLIMENTI PER LO SPETTACOLO DI VENERDI 16/09
VORREI SAPERE SE SI PUO' ACQUISTARE IL,DVD
DELLO SPETTACOLO DI CAGLIARI DEL 16/09,
SEI LA PERSONA IDEALE PER PRESENTARE STRISCIA
LA NOTIZIA ,COSA ASPETTA RICCI?

Marco Ricevuto 17.09.05 23:15| 
 |
Rispondi al commento

Bello spettacolo.
Grazie di tutto, grazie soprattutto per i bei giri che fai tra la gente permettendo a tutti di vederti da vicino... anche se mi è sembrato che avevi uno sgardo un po strano... è giusto che ci si svegli ma troppa rabbia finisce col far star male... e le merdate che ci circondano secondo me non valgono un solo briciolo della nostra salute !

Piuttosto volevo dire: ogni volta che guardo uno spettacolo all'anfiteatro romano, ringrazio dio che non sia successo niente... come sempre si vendono molti più biglietti dei posti disponibili con il risultato di intasare tutte le uscite di sicurezza, se fosse stato necessario uno sfollamento chissa in che guaio ci saremmmo trovati! è mai possibile che l'organizzazione degli artisti che si esibiscono non controllino mai queste cose ? Va beh che siamo noi a darti da vivere, però non si deve esagerare... meglio non ricordare quante tragedie sono capitate per avidità ! non mi piace far polemica, ma questo è cio che penso.
Sei sempre grande ! Torna presto

Cristiana Zuddas 17.09.05 21:16| 
 |
Rispondi al commento

... Non avevo dubbi sul fatto che lo spettacolo sarebbe stato all'altezza delle aspettative ma devo ammettere che sei andato anche oltre le più rosee. Ti ringrazio di cuore e spero di partecipare come elemento attivo per spalare almeno qualche pezzetto di M...a che con prepotenza e ostinazione continuano a far piovere copiosamente.
Io ci sono! Grazie
Marco

Marco Pinna 17.09.05 20:27| 
 |
Rispondi al commento

Come sempre sei stato fantastico!...sono ormai che non perdo uno spettacolo...secondo me ce lafaremo a cacciarli via tutti

Stefano 17.09.05 19:21| 
 |
Rispondi al commento

ho 24 anni e di certe cose non m sono mai interessata,per questo t ringrazio per aver aperto i miei ingenui occhietti ad agghiaccianti aspetti,per fortuna o per sfortuna, pretamente italiani...sei stato meglio di 100 professori...t devo dire la verita:lo spettacolo d ieri l'avevo gia visto scaricato da internet,non dirlo a nessuno altrimenti finisco in manette...GRAZIE e TORNA PRESTO

marica murru 17.09.05 19:02| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe e.. grazie per ieri sera!!
sono andata via dall'anfiteatro felice, ma allo stesso tempo arrabbiata, arrabbiatissima perchè non posso concepire il fatto che tutte le verità che hai detto non possano essere liberamente espresse CON QUALUNQUE MEZZO DI DIFFUSIONE..
Se penso che accendendo la tv, sono investita da valanghe di idiozie tese ad atrofizzare ulteriormente il cervello delle persone, mi deprimo (nel senso che divento triste.. senza cercare di guarire con le famose "medicine"!).
Io ho 35 anni ed ho avuto la fortuna di vivere, anche se per poco quella che poteva essera la televisione anni fa.. oggi non è rimasto più niente, se non le immagini di repertorio che qualche volta raitre ha la decenza di mandare in onda.
come sopravvivo? cercando il più possibile di rimanere "incontaminata" dal tubo catodico.
meno male che esistono siti come questo e radio ancora sane, sia dal pdv musicale, sia da quello dell'informazione!!

raffaella loi 17.09.05 18:44| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
Ieri c'ero anche io, di straforo perchè non ho trovato biglietti in prevendita, figuriamoci poi se ne avevano al botteghino!
Ero su, lungo la recinzione e non mi sento in colpa per questo perchè anche se non ho pagato il biglietto (che avrei pagato volentieri e lo avessi trovato) almeno ho potuto godere di un pò di verità!
Quelle verità che non ci volgiono dire, che omettono volontariamente proprio i colpevoli di misfatti che poi sono gli stessi che ci vendono l'informazione distorta e preconfezionata atta a farci restare buon i!
Continua così, ti darò tutti i 2€ che chiedi per permetterti di raggiungere altri che non sonos tati toccati da vicino dal tuo tour, per svegliare un pò questi zombie di italiani che si bevono il tg4 come fosse la bibbia e che continuano a sperare nelle prossime elezioni.
Come hai ben fatto presente ieri la sinistra comunque non ci salverà, non ha idee, si limita a criticare quelle altrui e a mettere i bastoni tra le ruote alla destra (unica cosa buona, ci fosse riuscita una sola volta!).
Riusciremo a tagliare qualche tentacolo a queste piovre enormi di aziende concatenate che rendono pochi uomini molto molto potenti?
L'inizio della risalita, quel famoso colpo di reni, consiste nel sapere quantomeno in che situazione siamo realmente e tu ci stai regalando questa conoscenza, poi starà a noi, spero, iniziare a remare cotrocorrente.
Ma noi italiani siamo terribilmente pigri, terribilmente passivi rispetto alla classe politica, siamo capaci (come la sinistra) di criticare in continuazione ma non ci decidiamo mai ad agire!
Non voglio essere pessimista ma conosco imiei concittadini...
Sei un grande!
Un abbracico
Erika

Erika Sanna 17.09.05 18:28| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,grazie per la bella serata di ieri e soprattutto per la lucida visione su fatti e misfatti che noi umani difficilmente immmaginiamo.
Che paese incredibile il nostro! nani,tronchetti e moratti,fazi vari,poveri e ricucci...c'è da ridere per non piangere.
Teniamoci il web e gli spazi come questo,
per un dissenso libero,civile e senza padroni.
Saluti da un neo iscritto,
Ciao e non mollare.

Nicola Spiga 17.09.05 18:25| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe ieri sera ero tra quei cinquemila....ero molto curiosa di sentirti, e oltre ad avermi fatto morire dalle risate, in macchina con gli amici abbiamo poi riflettuto sule cose che ci sfuggono...presi come siamo dalla nostra vita, dalla nostra voglia di avere solo i nostri quattro soldi, senza doverci fare troppe domande su dove finiscono i nostri soldi o se le cose che facciamo o compriamo sono giuste....grazie per l'opportunità che mi hai concesso d fare una riflessione....ridendo...

eleonora loi 17.09.05 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Ah, scusa Beppe dimenticavo di dirti che :
SEI GRANDE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

andrea mereu 17.09.05 18:09| 
 |
Rispondi al commento

Il messaggio di ieri sostanzialmente era questo:"DI LORO (POLITICI, BANCHIERI E FACCENDIERI VARI) NON NE ABBIAMO BIGOGNO.....POSSIAMO BYPASSARLI....!! E POSSIAMO FARE QUESTO ATTRAVERSO I METODI DELLA DEMOCRAZIA PARTECIPATA, AIUTATI DALLE NUOVE TECNOLOGIE".
Ok Beppe, possiamo creare un'onda sociale sempre più grande,grandissima, creare una p3 internazionalizzata, ma fino a quando nelle stanze dei bottoni ci saranno sempre i soliti, sarà dura. Non vorrei essere troppo pessimista, ma secondo me se vogliamo che cambi davvero qualcosa, l'onda deve essere necessariamente accompagnata da un ricambio totale di classe dirigente, CHE MODIFICHI VERAMENTE QUESTO STATO DI COSE, perchè altrimenti alla fine saranno sempre loro(I TRONCHETTI DELL'INFELICITA') che decideranno per tutti noi...

andrea mereu 17.09.05 18:06| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, pur se rintanato nel terzo anello ho seguito il tuo spettacolo. L'uso della comicità per sollecitare la coscienza civile è uno dei modi migliori per dinsicrostare le cellule grigie atrofizzate dai messaggi che arrivano dal tubo catodico o dalle pagine sporche dei giornali. Seguo da mesi il tuo blog, ricevo quotidianamente gli aggiornamenti e devo dirti grazie per avere voluto questo strumento di contro informazione. C'è un però: è davvero triste che sia un "comico" (anche se la categoria per te credo sia un po' restrittiva) a doverci aprire gli occhi sulla realtà di un paese che come hai detto tu "è andato". Il desiderio di emigrare è forte ma probabilmete è necessario rimanere per mandare a casa questi "imbrugiuin" come si dice dalle mie parti, Carloforte. Stamme ben se vedemmu n'atra annu.

Roberto Comparetti 17.09.05 18:01| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe ho assistito ieri al tuo spettacolo e, come al solito prima rido e poi mi deprimo, è interessante sapere da te che il debito della azienda in cui lavoro aumenta di anno in anno , ed è interesante vedere come le persone pur di risparmiare un pò di euro per le telecomunicazioni è disposta ad usare dispositivi wireless che sparano frequenze di circa 2Ghz(il cordless che hai usato per chiamare in Argentina) sinceramente non è questa la telecomunicazione che può abattere i costi(di bolletta si, ma non della salute) o mi vorrai dire che tu utilizzi la tecnologia wi.fi in casa dove vive anche la tua figlia di tre anni?....
Per abbattere i costi dovrebbe esserci l' acesso garantito dallo stato a tutti i gestori di telecomunicazioni in modo tale che le aziende possano concorrere, con uguali possibilità,mettendo in campo una sana tecnologia. Ma purtroppo lo stato la rete l'ha venduta con la privatizzazione di Telecom durante il governo Prodi (soldi serviti per appianare i debiti e farci entrare in Europa). E allora qual'è la soluzione? Danneggiare a + non posso Telecom che in caso di crac manda a casa 70.000 persone per non parlare delle aziende satelliti come da te rappresentate nel grafico, mentre il tronchetto dell'infelicità continua a scoparsi Afef e a girare in barca a vela alla faccia mia e tua! Comunque Grazie per la magnifica serata spero di poterti rivedere anche l'anno prox.
Alex.

Alessandro Randaccio 17.09.05 17:39| 
 |
Rispondi al commento

Grazie x la botta allo stomaco di ieri all' anfiteatro...le risate non hanno alleggerito il carico di informazioni sul nostro Bel Paese,ma era necessario.Stasera continuerò a farmi del "male" all'Odissea con Viva Zapatero della Guzzanti...concittadini,andateci subito perchè non so quanto lo terranno nelle sale!(dopo il caso raiot nn si sa mai)

Giorgia Saba 17.09.05 17:28| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
la cosa più bella era vederti in giro per tutto il teatro a cercare con fatica di "svegliare" ogniuno di noi - che ti è capitato a tiro - a suon di cazzotti e/o carezze....spettacolo ottimo, voto 10.

carlo lecca 17.09.05 17:01| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori