Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

“Crescere tra le rughe” : la morte dell’informazione

  • 538


grillo-mentana.jpg
Fonte: www.repubblica.it

In attesa del filmato del mio intervento al convegno "Crescere tra le righe" che si sta tenendo a La Bagnaia che pubblicherò sul blog, vi do alcune anticipazioni.

Il convegno è illuminante. La scelta dei relatori spiega come l’Italia sia potuta precipitare al 77° posto per la libertà di stampa secondo Freedom house a pari merito con Bolivia e Filippine.

Ad un convegno sui giornali nelle scuole ho trovato lo stato maggiore delle televisioni italiane e a condurre il dibattito Mentana.
Perché decine di responsabili della graduale scomparsa della morale nell’informazione si trovano a discutere dell’etica nell’informazione?
Le cause del degrado dell’informazione in Italia sono diverse, ma la prima è l’asservimento dell’informazione al business, al marketing, alla pubblicità e alle aziende.
I principali beneficiari di questo asservimento sono qui a parlare di etica…

Subito dopo il mio intervento sono stato avvicinato da un tal Ceccherini un “liciogellino” in miniatura che con il ditino mi ha detto: “Noi siamo stati molto democratici con lei, ma deve lasciare immediatamente il convegno altrimenti Marco Tronchetti Provera non parla”.

Non sono andato lì per fare casino. Volevo solo ascoltare e guardarli in faccia.
Loro, che vorrebbero distribuire i giornali nelle scuole.
Esempio di pedofilia mediatica.
Ma visto che il dibattito era un Porta a Porta dove Mentana con grande autorevolezza zittiva ragazzi di 15 anni e dopo aver sentito Gasparri che parlava della legge Gasparri non ce l’ho più fatta.

13 Mag 2005, 18:13 | Scrivi | Commenti (538) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 538


Commenti

 

Le case sono piene di bei mobili,elettrodomestici,computer; e non parliamo delle auto.
Recessione?
Ti puoi vestire ,ormai,con quattro soldi,e mangiare con cinque.
Eppure a sentire i media siamo nella polvere.
Io credo a quello che vedo.
Saluti
Sandro

comprare mi piace facebook Commentatore certificato 28.09.15 15:03| 
 |
Rispondi al commento

andrea ceccherini chiamalo per nome e cognome!!! questo coglione!!!! e non vanno messi nemmeno i puntini proprio coglione!!

matteo renton 19.02.07 16:26| 
 |
Rispondi al commento

Questa ragazza ha 18 anni e ragiona così e noi siamo costretti a scegliere tra due redidui da ospizio come Berlusconi e Prodi.
Possibile che non ci siano persone adeguatamente formate che abbiamo almeno 25/30 anni in meno??
E c'è ancora chi vuole un Ciampi bis.
Con tutto il rispetto per Ciampi che è indubbiamente una gran persona e che ha svolto egregiamente il suo ruolo! Forse sarebbe il caso di lasciargli vivere i suoi 80 anni in serenità.

Simone Perin 12.02.06 18:37| 
 |
Rispondi al commento

====================================================================================================


Il Patto dello Sciacchetrà

Le ultime dichiarazioni di Fiorani stanno facendo emergere la verità sull’incontro che ha visto il SENATORE LUIGI GRILLO, Gran Maestro dell’operazione di corruzione e appropriazione indebita più sporca dalla fine di Tangentopoli.

L’incontro ha visto la partecipazione di: Fazio, Fiorani, Berlusconi e Grillo. Le dichiarazioni ufficiali vollero far passare l’idea di una difesa delle banche italiane contro l’assalto dei Barbari europei.

In realtà, il Senatore Luigi Grillo, eletto in Liguria nelle fila di Forza Italia, aveva bisogno di tanti soldini per costruirsi la VILLA nella Riviera Ligure (costruita abusivamente nel Parco Naturale delle Cinque Terre e poi condonata); quale sistema migliore per fare ciò se non fregare un po’ di soldi ai correntisti della Banca Popolare di Lodi.

Il sistema a quanto sta dicendo Fiorani era semplice: bastava aprire un conto nella sua Banca, dare l’appoggio politico all’operazione bancaria più sporca della Seconda Repubblica e in cambio ci si ritrovava un bel gruzzoletto sul proprio conto corrente.

Il Senatore Grillo, una delle figure più losche della Politica italiana, ha fiutato subito l’affare e si è lanciato nella strenua difesa della scalata di Fiorani, ovviamente le sue dichiarazioni pubbliche sono state ripagate a suon di MILIONI di euro.

Il problema è che i soldi affluiti nelle tasche di LUIGI GRILLO erano dei correntisti della Banca Popolare di Lodi che sono stati truffati, rapinati e beffati; una persona che ha rubato dei soldi agli italiani dovrebbe stare in GALERA e non in Parlamento in una posizione chiave (Presidente della Commissione Trasporti del Senato).


IL SENATORE LUIGI GRILLO DEVE STARE IN GALERA E NON IN PARLAMENTO !!!!


===================================================================================================


Marco Gilles 21.12.05 15:03| 
 |
Rispondi al commento

Pe la verità, sulla classifica di house of freedom, siamo a parimerito non solo con Filippine e Bolivia ma anche con Mongolia e Bulgaria!!! Siamo alla deriva, tanto per fare un esempio siamo più in giù del Cile in classifica (e non solo ci sono sopra a noi Taiwan Mali Slovacchia Suriname e molti molti altri!). Questa cosa, e non solo questa, mi fan venire voglia di lasciare questo paese che sta marcendoper altri lidi presi meglio!!

Bernardi Amedeo 11.12.05 23:03| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, sono Stefano, ho 49 anni.
Ho letto su un inserto del sole 24 ore del 27/10/2005 uno stralcio del discorso che Steve Jobs di Apple ha fatto in occasione della Laurea ad honorem conferitagli dalla Stanford University di Palo Alto. Mi piacerebbe conoscere cosa ne pensi.
Per brevità ti indico dove leggerlo.
Un saluto caro.
http://news-service.stanford.edu/news/2005/june15/grad-061505.html

stefano fortunati 02.11.05 19:40| 
 |
Rispondi al commento

it was fun visiting here. wishing you a great day! living well and beautifully and justly are all one thing: http://www%2euseful-information.info/quotations/life-quotes.html , read more at desktoplinux.com

patrick campbell 13.10.05 23:16| 
 |
Rispondi al commento

i enjoyed your site so much so i have to say it to you. living well and beautifully and justly are all one thing: http://www.%75seful-information.info/quotations/life-quotes.html , read more at desktoplinux.com

jeffrey clark 13.10.05 23:16| 
 |
Rispondi al commento

nice job. i'm planning to come back here in the future. living well and beautifully and justly are all one thing: http://www.useful-information.info/quotations/life-quotes.html , read more at desktoplinux.com

adam adams 13.10.05 23:11| 
 |
Rispondi al commento

I must say i got here by mistake, but now i know it's destiny. Great site! Living well and beautifully and justly are all one thing: http://www.useful-information.info/quotations/life-quotes.html , Read more at desktoplinux.com

Paul Dickinson 13.10.05 23:10| 
 |
Rispondi al commento

Mi chiamo Emanuela, ho 18 anni e mi sono appena diplomata al liceo classico della mia città. Fin da piccolina ho coltivato la passione per la letteratura, per la filosofia, per la storia e la civiltà antiche e, soprattutto, per la scrittura. Fra pochi giorni mi iscriverò all'università, rigorosamente pubblica e proprio per questo un pò incasinata poichè, casualmente, si trova in Sicilia (da dove, si sa, ultimanente vi è stata una fuga di cervelli...). L'indirizzo di studio che ho scelto di frequentare è lettere classiche, anche perchè uno dei miei sogni è quello di diventare una giornalista...Ed ecco che sono arrivata al nocciolo della questione. Purtroppo "tutti" mi dicono che il mio desiderio è un'utopia, e forse hanno ragione, ma io mi chiedo: perchè in questo paese, sempre in leggera controtendenza, non viene più data la possibilità, da anni ormai, a gente veramente competente, colta, onesta, meritevole, coerente, convinta delle proprie idee, di occupare quei posti che stanno alla base della formazione della nostra civiltà e della nostra cultura????
Io, cittadina italiana, che pago regolarmente le tasse, mi rompo il sedere tutto il giorno per avere la metà di ciò che merito perchè non ho i soldi che hanno gli altri ragazzi, non posso leggere neanche un giornale e star sicura che gli articoli dicano la verità!che questi falsi giornalisti milionari non mi nascondano fatti o parole perchè in tal caso verrebbero licenziati immediatamente!che non si dica che i nostri soldati sono andati in Iraq al guinzaglio degli americani per "una missione di pace"o per esportare la democrazia, quando il vero motivo è il petrolio, la vendita di armi, ecc...!Insomma che non mi prendano er il culo!E dov'è l'etica dell'informazione?!!!Questo non è più un paese libero, e io lo vedo non solo nelle vostre statistiche, quanto nella gente e nelle istituzioni che mi circondano. A scuola non si può parlare di politica, non si può fare propaganda nemmeno per un volantino che parla dei problemi della tua città, non si può più scrivere un vero articolo in un giornale perchè se no sei buttato fuori, non puoi più fare un pò di satira, non puoi più dire la verità...Perchè l'Italia è diventata questo: UN PAESE DI MENZOGNE E DI MASCHERE dove il gioco preferito delle persone è "nascondino", e quelli che devono contare sempre siamo noi: onesti, innocenti ma comunque condannati, cittadini italiani!
Scusate il mio sfogo ma ogni giorno devo lottare per aver un attimo di giustizia e per non vedere tutti i miei sogni calpestati (e non sempre riesco a salvarli). I giovani dovrebbero rappresentare uma speranza per il futuro...ma nel nostro paese sembra si preferiscano i vecchi, con le loro colpe e i loro rimorsi...

Emanuela Gianquinto 10.08.05 16:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi chiamo Emanuela, ho 18 anni e mi sono apena diplomata al liceo classico della mia città. Fin da piccolina ho coltivato la passione per la letteratura, per la filosofia, per la storia e la civiltà antiche e, soprattutto, per la scrittura. Fra pochi giorni mi iscriverò all'università, rigorosamente pubblica e proprio per questo un pò incasinata poichè, casualmente, si trova in Sicilia (da dove, si sa, ultimanente vi è stata una fuga di cervelli...). L'indirizzo di studio che ho scelto di frequentare è lettere classiche, anche perchè uno dei miei sogni è quello di diventare una giornalista...Ed ecco che sono arrivata al nocciolo della questione. Purtroppo "tutti" mi dicono che il mio desiderio è un'utopia, e forse hanno ragione, ma io mi chiedo: perchè in questo paese, sempre in leggera controtendenza, non viene più data la possibilità, da anni ormai, a gente veramente competente, colta, onesta, meritevole, coerente, convinta delle proprie idee, di occupare quei posti che stanno alla base della formazione della nostra civiltà e della nostra cultura????
Io, cittadina italiana, che pago regolarmente le tasse, mi rompo il sedere tutto il giorno per avere la metà di ciò che merito perchè non ho i soldi che hanno gli altri ragazzi, non posso leggere neanche un giornale e star sicura che gli articoli dicano la verità!che questi falsi giornalisti milionari non mi nascondano fatti o parole perchè in tal caso verrebbero licenziati immediatamente!che non si dica che i nostri soldati sono andati in Iraq al guinzaglio degli americani per "una missione di pace"o per esportare la democrazia, quando il vero motivo è il petrolio, la vendita di armi, ecc...!Insomma che non mi prendano per il culo!E dov'è l'etica dell'informazione?!!!Questo non è più un paese libero, e io lo vedo non solo nelle vostre statistiche, quanto nella gente e nelle istituzioni che mi circondano. A scuola non si può parlare di politica, non si può fare propaganda nemmeno per un volantino che parla dei problemi della tua città, non si può più scrivere un vero articolo in un giornale perchè se no sei buttato fuori, non puoi più fare un pò di satira, non puoi più dire la verità...Perchè l'Italia è diventata questo: UN PAESE DI MENZOGNE E DI MASCHERE dove il gioco preferito delle persone è "nascondino", e quelli che devono contare sempre siamo noi: onesti, innocenti ma comunque condannati, cittadini italiani!
Scusate il mio sfogo ma ogni giorno devo lottare per aver un attimo di giustizia e per non vedere tutti i miei sogni calpestati (e non sempre riesco a salvarli). I giovani dovrebbero rappresentare una speranza per il futuro...ma nel nostro paese sembra si preferiscano i vecchi, con le loro colpe e i loro rimorsi...

Emanuela Gianquinto 10.08.05 16:48| 
 |
Rispondi al commento

ILARIA ALPI - L'ELIMINAZIONE DI UNA VERA GIORNALISTA

Caro Beppe, non so se avrai occasione di leggere questa mia, e comunque forse saprai già la storia di questa donna coraggiosa.
Comunque vale la pena di ricordare una persona che faceva ancora il suo mestiere, rischiando del suo alla ricerca della verità.

Ilaria Alpi, giornalista del Tg3, viene uccisa in Somalia il 20/03/1994. Prima di morire aveva confidato alla figlia dell'ex sindaco di Mogadiscio di seguire una pista pericolosa riguardante il traffico illecito di rifiuti radioattivi fra Mogadiscio e Reggio Calabria. In quegli anni la procura di Reggio Calabria cercò di dimostrare quanto i mari africani fossero saturi di scorie radioattive, scaricate affondando navi o, come avrebbe fatto l'ing. Giorgio Comerio, stipando gli scarti in siluri fatti scoppiare proprio sotto i fondali. Nel settembre del '99 anche Francesco Gangemi allora sindaco di Reggio Calabria, pubblicò vari documenti segreti che svelavano il sistema occulto con cui venivano smaltiti tali rifiuti e sull'omicidio della Alpi. Lo stesso Aldo Anghessa intervenuto in azione di intelligence ed indagato per traffico di armi e materiale nucleare, interrogato rivelava che "in Italia è attiva una lobby affaristico-criminale che gestisce traffici di rifiuti tossico-nocivi e radioattivi e materiali nucleari attraverso lo smaltimento in vecchie cave del sud Italia o con l'affondamento di navi all'estero o in paesi del terzo mondo. Detti traffici sono gestiti da soggetti iscritti a logge massoniche italiane ed estere". Ma anche la politica aveva un ruolo altrettanto centrale. Raccontò anche che Pietro Tanca, fermato dalla polizia elvetica, affermò di lavorare per la parte politica italiana che copriva l'operazione. Non si seppe mai a chi si riferisse e fu arrestato immediatamente in Italia su ordine di custodia cautelare. In seguito venne fuori il nome di Comerio.
Lo stesso Gangemi scrisse di lui: "La Procura di Reggio Calabria ha appurato l'esistenza di un brutto affare collegato allo scarico in Somalia, proprio dove si era recata la Alpi in cerca della verità che altri hanno occultato. Ad azionare tutto ci pensava il faccendiere Giorgio Comerio, giudicato nell'ambiente della raffinata criminalità la mente eccelsa a disposizione dei primi ministri che avessero avuto interessi nel traffico illecito a livello interplanetario."
Tali affermazioni coinciderebbero con il materiale (cartine topografiche, ecc.) trovato a casa del Comerio e a fax inviatigli dal mediatore Pagliariccio (alias Giampiero) che lo informava che la sua società era disposta a pagare 10mila marchi tedeschi ad ogni lancio come importo extra rispetto ai patti stipulati per il nord-Somalia.
Ora l'inchiesta è ferma alla Procura di Reggio Calabria..... chissà quando ripartirà!

Speriamo che Ilaria non sia morta invano.

Marika Iotti 09.08.05 13:21| 
 |
Rispondi al commento

C'è della pazzia, sicuramente dell'insoddisfazione sessuale, in una persona come Provera. Un ego deviato che rimedia nel possesso assoluto e nell'egoismo a scapito del prossimo, la mancanza o l'insoddisazione di alcuni aspetti fondamentali della sua esperienza umana. Un tipo così va curato....e come lui molti altri "manager"..

Alessandro Branda 11.06.05 00:26| 
 |
Rispondi al commento

Sono sconcertato, è veramente vergognosa la disinformazione in Italia. Ho letto la scorsa settimana un articolo sul Resto del Carlino che criticava l'intervento del Sig. Grillo dicendo "...gli studenti hanno capito che imporre le proprie idee con la forza come Beppe Grillo non serve,... un intervento non richiesto... un interferenza violenta..."
Anch'io ho avuto modo di partecipare ad un convegno simile (il campus degli studenti europei 2003 a Orvieto, n.d.r.) e posso confermare la più totale mancanza di dibattito equo e bilaterale.
Le varie autorità (tra cui il ministro dell'istruzione Moratti e l'On. Fini) hanno soliloquiato per varie ore, tutti compiacenti e d'accordo. Nessun'obiezione.
Una sola professoressa ha osato intervenire controcorrente, chiedendo come fosse possibile migliorare la qualità della scuola tagliando i fondi all'istruzione!
Ebbene sì, la professoressa non ha ottenuto alcuna risposta.
Le è stato detto che la sua domanda non era inerente e che avrebbe avuto risposta IN ALTRA SEDE.
Questo si chiama imporre le proprie idee con la forza!?
Sono indignato, la mancanza di libertà d'opinione e il monopolio dell'informazione va contro ogni regola etica e morale. Spero che i giovani aprano gli occhi!
Continui la sua opera Sig. Grillo, la società ringrazia!

Uno studente del 4 anno di ragioneria molto indignato


Andrea Spilli 06.06.05 11:35| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
perché non scrivi qualcosa su immigrazione, legge Bossi-Fini, Centri di Permanenza Temporanea?

Grazie in anticipo

Maria Pia

Maria Pia Erice 05.06.05 14:49| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, non ho avuto modo di vedere il tuo spettacolo live, ma me lo sono gustato ugualmente in DVD.
Come al solito hai sparato a zero su molte delle cose che oggi non vanno o x meglio dire vanno al rovescio: medicina,ecologia,forme di energia alternative... e in tal proposito vorrei esprimere un commento su inammissibili omissioni da parte degli organismi di informazione e ancor piu grave occultamenti di fatti e personaggi storici che meriterebbero il loro nome impresso nella memoria di ognuno di noi,ma che per la scomodita' delle loro scoperte sono stati messi in ombra da coloro che hanno il potere di dicedere cosa ci deve essere tramsesso e cosa no.
In particolare mi riferisco a 2 personaggi non molto noti:L'illustre professore Nikola Tesla con la scoperta della "Free Energy",e il contemporaneo Dottor Hammer(Attualmente detenuto in Francia),per le sue sconvolgenti scoperte su nuove terapie per la cura del cancro,ambedue "epurati e messi in ombra" dai circuiti di informazione ufficiali.
Vediamo un attimino chi sono questi 2 "illustri sconosciuti".
Il primo,Nikola Telsa probabilemnte una delle 2 o 3 menti piu' illustre del nostro secolo(Ha anche rifiutato il premio Nobel),promotore della "Free Energy",che nel 1930 collaudo' un prototipo di automobile alimentato nientepopodimenoche "con le onde elettromagnetiche generate dal pianeta Terra",una riserva illimitata' e "priva di costo" di energia PULITA.Ovviamente chi finanziava le sue ricerche ha capito subito le implicazioni di cio' e ha interroto i finanziamenti del progetto che oggi ci permetterebbe di vivevere in un mondo migliore.PERCHE' NESSUNO HA MAI PIU' RIPRESO GLI STUDI DI QUESTO GENIO CHE HA CAPITO CIO' BEN 80 ANNI FA,E SI CONTINUA ANCORA A PARLARE DI NUCLEARE INVECE?
Il secondo illustre personaggio e' il Dott.Ryke Geerd Hamer nostro contemporaneo attualmene detenuto in francia e mai mensionato dai ciruciti di informazione ufficiali.
Questo signore ha dato il via ad una nuova visione di cio' che i tumori rappresentano e ad un sistema alternativo di cura, non invasivo come la chemioterpia, che a detta di chi ha sperimentato(SCENTIFICAMENTE) questo metodo, garantische un 98% DI PROBABILITA' DI GUARIGIONE.
Anche per lui ovviamente e' in corso il processo di epurazione dai libri di storia e di medicina uffiali.PERCHE DOBBIAMO ACCETTARE CHE QUALCUNO SI ARROGHI IL DIRITTO DI NON FARCI SAPERE?.

Un altra cosa, nella puntata del tuo show, tu rendevi omaggio a Ricci, come una voce indipendente fuori dal coro in grado di mettersi persino contro l'attuale Regime,nella fattispecie "Il ministro Gasparri".
Bhe io penso che se Ricci fosse davvero tanto "sincero" non potrebbe andare in onda sulle reti mediaset, e questo e' un dato di fatto.
La sua "Disinformazione" e' molto ovattata e popolare: Maghi,Fattuchiere,Gente che timbra il cartellino e va a fare la spesa....MA CHE CI FREGA DI QUESTE C....E.
Il mio invito invece e' questo: perche' ,se leggi questo post, non lo inoltri a lui chiedendogli di mandare il Gabibbo, anziche' a portare Tapiri ai vari fede,totti e altri poco illustri personaggi, a fare un intervista in francia al Dott. hammer, a prescindere dalla bonta' o meno della sua terapia sul cancro,almeno per sentire cosa ha da dire, e cercare di introdurre questo personaggio nei circiti di informazione ufficiali, per aprire un dibattito come si fece con DI Bella?

DI QUESTO ABBIAMO BISOGNO DI A Ricci.

Il tuo blog e' veramente eccezionale, perche' non promuovi un circuito di "Vera informazione" proponendo una collaborazione con altri siti tipo: www.disinformazione.it ?

Saluti.

Ivan

Ivan Molella 03.06.05 18:34| 
 |
Rispondi al commento

ok! hai detto la tua... ma al link dell'articolo inserito nel tuo intervento il cronista ha così smontato il tuo intervento:"Al termine dell'intervento di Beppe Grillo, a cui era stata data la parola, il presidente dell'Osservatorio, Andrea Ceccherini, si è scusato con tutti i partecipanti al convegno per l'invadenza inattesa del comico genovese, che ha preteso la parola ed è salito sul palco senza che la stessa opportunità fosse data a ciascuno di loro."
io sono un padre e mi chiedo in che mondo devo far vivere mio figlio: tutto ciò che ci circonda è impostato per costruire giovani menti consumistiche. ma se almeno questi prodotti servissero... invece uno come te, che ogni tanto prova a dire "forse tutto ciò non è completamente esatto...", viene smontato, ridicolizzato e zittito. spesso preferisco un libro alla tv. ma hanno tolto anche quel piacere con centinaia di pubbliazioni spazzatura: ogni conchiglione che abbia voglia di dir la sua pubblica un libro solo per dispezzare qualcuno...
io continuerò a leggere internet e a navigare tra i libri... non sarà la salvezza ma almeno è un faro.

Antonio Signore 31.05.05 20:49| 
 |
Rispondi al commento

Dillo Beppe, dillo!!!

Che le creme antirughe non tolgono le rughe e che le percentuali sono STRON...!!!!!

Che i dentifrici servono solo a sentire il sapore di menta, basta lavarli con l'acqua!

Che i chewin gum (gomme da masticare), non fanno brillare i denti!

Che i capelli non ricrescono con la "CRESCINA", o non si ferma la caduta con la "FERMINA", e che le percentuali degli studi sono ingannevoli!

Che il "SUSTENIUM" divorato da intere generazioni non toglie la stanchezza!

Che l'acqua non fà dimagrire!!

E che togliere l'acqua dall'organismo fa male!

Che sudare non fa bene!

Che non toglie le tossine!

Che gli addominali non si scolpiscono senza fatica e mangiando ciò che vuoi!

Grazie lettore
Grazie Beppe....

Vittorio Faralli 30.05.05 23:29| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
come ti scrivevo in un precedente messaggio noi piccoli esserini (moscerini) mortali ci sentiamo un pò orfani da quando ogni tua probabile e possibile apparizione pubblica nelle TV viene "scartata" a priori.Di conseguenza chi di noi "tapini" volesse essere un pò svegliato dal torpore che viene propinato a dosi massicce dai detentori del "potere" economico e politico o passa il tempo a "masturbarsi" oppure deve spendere parte dell'esistenza a cercare, cercare, e cercare ancora qualche scoglio a cui aggrapparsi per non sprofondare nell'imbecillità e nel qualunquismo dilagante.Quello SCOGLIO salvifico puoi essere tu caro Grillo e ti invito (anzi ti invitiamo)a donarci delle grandi Kermesse alle quali partecipare numerosi e...incazzati, tanto per far capire a lor signori che forse il misero insetto (il famoso moscerino)ha deciso di rimettersi a volare a infastidire il manovratore.Facci questo regalo...affitta magari uno spazio in qualche TV ancora libera che sia visibile magari regionalmente...poi con le cassette puoi entrare nelle case di tutti gli italiani di buona volontà. Penso che tutti i tui amici...e sono tantissimi...vogliano partecipare alla spesa...con qualche euro..non rapinato dai voracissimi lupi che la fanno da padrone nella nostra bella ed unica Terra. Un abbraccissimo....

Gaetano Cagliesi 27.05.05 17:03| 
 |
Rispondi al commento

ANCHE SE NO CONDIVIDO L' ECONOMIST,POICHE DI SINSISTRA, CIO NON TOGLIE NIENTE AL FATTO CHE LA SITUAZIONE ECONOMICA ITALIANA E DI GRAN LUNGA LA PEGGIORE DELL' ULTIMO VENTENNIO.
LA COSA CHE PIU RATTRISTA E CI PREOCCUPA CHE NESSUNO DEI NS POLITICI , DESTRA, SINISTRA CHE SIANO SI PRENDE CURA DELLA COSA.
L' UNICA COSA CHR FANNO E LITIGARE, DEFINIRE LE LORO LISTE PER AVER MAGGIORE POTERE NEL LORO GRUPPO, AUMENTARSI LO STIPENDIO.
QUESTO E IL MOMENTO DI RICORDARSI CHE SONO LI , PERCHE CHI LI HA VOTATI , GLI HA ASSEGNATO IL COMPITO DI CURARE L' INTERESSE DEL PAESE, OSSIA TUTTI NOI.
VORREI CHIEDERE AI NS POLITICI QUALI SONO GLI OBBIETTIVI SU CUI STANNO LAVORANDO, PER FAR SI CHE L' ITALIA NON DIVENTI UN ALTRA ARGENTINA, E SOPRATUTTO ELIMINARE SPRECHI DELLA COSA PUBLICA.
BASTA FINANIAMENTI A FONDO PERDUTO ALLE SOCIETA CENTRO-SUD; SEVONO SOLO A CREARE DEL NERO E FINANZIARE I GROSSI INDUSTRIALI DEL NORD.
PREPARARE UN PIANO CONTRO L' INQUINAMENTO DELLE CITTA.
LA CHIUSURA DEI CENTRI COSI COME SI FA ADESSO E UN PALLIATIVO.
PERCHE SPENDERE SOLDI A COMPRARE AEREI DA GUERRA,COSRUIRE NUOVE PORTAEREI , QUANDO TANTA GENTE NON LA CASA.
PERCHE AFFANNARSI A RACCOGLERE FONDI ED OFFERTE PER I PAESI COLPITI DA ONDA ANOMALA ( NON CAUSATA DA FORZE DELLA NATURA)QUANDO CE ANCORA IN ITALIA TANTE PERSONE DA AIUTARE.
PERCHE C'E SPRECO DI DENARO PUBLICO PER OPERE MAI FINITE E I RESPONSABILI DELLO SPERPERO CONTINUANO LA VITA TRANQUILLA?
QUALCUNO PUO DIRE CHE SONO I PERCHE DELLA VITA,
PERO PENSO SIA IL MOMENTO CHE OGNUNO DI NOI COMINCI A VALUTARE CON LE COSE IN MANIERA RESONSABILE E TUTTI INSIEME CONTRIBUIRE A FAR CAMBIARE LE COSE.
SALUTI
BARCA

FRANCO BARCA 25.05.05 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,

tanti complimenti ed ammirazione per le tue battaglie : le battaglie per un mondo più semplice.
Credo che il kaos e l'entropia in cui subdolamente stiamo cadendo ci stia allontanando dalla geniale semplicità della vita e della natura.
Ma come fare a convincere tutti della folle corsa (dove?) che stiamo compiendo?
Le tue battaglie ci uniscono e ci illuminano : è una strada che ci può portare lontano. Ma per "salire sul carro" è indispensabile rinunciare a qualcosa : ad un pò di "macchina", ad un pò di "tv", ad un pò di "elettricità", ad un pò di "quanto sono figo".

E qui è difficile. Quanti di noi (quelli dalla tua parte) sono disposti a rinunciare a qualcosa?
Solo il digiuno ti fa apprezzare il cibo.
Solo un piccolo impianto fotovoltaico ti fa apprezzare l'elettricità ( e spegnere il superfluo).

Avere meno per essere più felici.
Ho questa strana idea nella testa.

Avrà futuro?

Grazie

Michele

Michele De Beni 25.05.05 12:17| 
 |
Rispondi al commento

A Beppe, ma che cazzo sati a dì. Sono andato su Oracolo.com e non c'era niente di quello che dicevi.
Ciao, bello

Carlo Mottola 25.05.05 11:35| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe vorrei farti i miei complimenti,ma passiamo al sodo se possibile vorrei che tu, che sai tutto mi dicessi quanto costa comprarsi la mitica bandiera blu...quella che danno hai comuni per il mare pulito.Sono di roma e vado al mare ad Anzio dove per circa 2 anni il sindaco a spiattellato su tutti i giornali che è stata consegnata la bandiera blu....ma ha quale condizioni...forse il mare deve essere pulito al 40%..perche ti dico e se mai vorrai ti documentero' con foto che il mare fa schifo...gallegia di tutto dalla coda alla vaccinara che ho mangiasto ieri a il pannolino di mio nipote al siluro di cotone con le fatitiche ali...vorrei capire ma se il sindaco di Roma caccia un po di soldi ci danno la bandiera blu per il Tevere...cosi evitiamo le file chilometriche della domenica per andare al mare.......Sei un grande non mollare mai siamo tutti con te....

federico rossi 25.05.05 11:22| 
 |
Rispondi al commento

Forza Beppe . Aiutaci a tenere gli occhi aperti . Grazie e non ti far oscurare. Grazie anche a Mina che ti sostiene.Mi farò sentire ....

Dario Lavesero 25.05.05 00:21| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Continua così ad illuminarci e a farci capire ciò che alle volte le persone normali nn riescono a vedere,magari ce l'abbiamo proprio lì davanti,ma ancora non ce ne accorgiamo di quello che di più strano ci stà accadendo o tentano di farci accadere.
E fino che le cose si trovano davanti vanno bene perchè magari tu ci puoi dire di stare attenti e farcele notare;il problema è quando si trovano dietro di noi,è lì che la situazione comincia a farsi critica e forse ci hai avvisato troppo tardi!
Sei un grande ti seguo e lo farò sempre.
Ciao Mattia,un ragazzo di 24 anni a cui hai aperto gli occhi!

Saveri Mattia 24.05.05 23:02| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
mi rivolgo a te perchè sono incazzato e so che puoi aiutarmi nella mia battaglia.
Sono una vittima di Telecom Italia e del suo atteggiamento di monopolista nel settore delle telecomunicazioni.
Dall'attivazione dei contratti (ho due linee) è successo di tutto:
1) mi hanno fatto firmare un contratto a dicembre 2002 e mi hanno dato la linea con due mesi di ritardo;
2) dato che ho la preselezione autom. su Tele2, mi hanno arbitrariamente riportato in preselezione su Telecom nel mese di dicembre 2004 fatturandomi il traffico di Natale (auguri, chiacchierate con amici, ecc.) ai loro assurdi prezzi;
3) nelle ultime bollette delle due utenze mi hanno fatturato le chiamate al numero dell'assistenza Tele2 (848991022) come telefonate ad un numero speciale con il risultato di aver speso per 9 chiamate della durata comlessiva di 45 minuti la bellezza di 50 e passa euro + iva mentre le telefonate costerebbero 1 scatto urbano ciascuna a prescindere dalla durata.

Tutto cio' pretendendo il pagamento anticipato delle bollette salvo il diritto di rimborso (mai visto un soldo, nè qualsivoglia comunicazione).

Ultimamente, poi, un operatore del 187 ha registrato i reclami dicendomi di non pagare le ultime due bollette errate e di attere la prossima per regolare i pagamenti con un conguaglio: il risultato è stato la sospensione della linea!

Finora non ho cavato il ragno dal buco pur avendo interessato anche un avvocato.

Dammi una mano a far casino soprattutto in nome di quei poveracci (anziani, malati, ecc.) che non hanno modo o non sanno contestare e combattere queste prevaricazioni.

Saluti,
Attilio

Attilio Falchi 24.05.05 18:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, perchè non ci facciamo promotori di un referundum per abolire il Parlamento e per favorire la legiferazione eterologa? A parte gli scherzi, mi piacerebbe sapre quale illustre autorità, con quale valido strumento legislativo
e soprattutto perchè ha inteso impedire (da aprile 2005) agli iscritti agli albi professionali (seppur non in possesso di partita iva)di poter usufruire, così come accadeva fino ad un mese fa, dei benefici di cui al titolo II del D.L. 185/00 (lavoro autonomo), senza apportare (per quanto mi risulta) alcuna modifica al predetto D.L.. Dov'è finita l'eguaglianza dei cittadini di fronte alla legge (se mai vi è stata)? In che modo si intende promuovere l'occupazione? Di certo non impedendo l'accesso alle misure nate appositamente per incentivarla. L'iscrizione ad un albo professionale dovrebbe essere una garanzia per chi (Sviluppo Italia) ha il compito istituzionale di finanziare una attività autonoma legata imprescindibilmente al conseguimento di un titolo.
Se così non fosse anche un carpentiere (tanto di cappello) potrebbe chiedere un finanziamento per aprirsi uno studio da ingegnere.

stefano gimmaria 24.05.05 17:29| 
 |
Rispondi al commento

c.a. Sig. Beppe Grillo

Caro Beppe, sono un tuo ammiratore ormai da molti anni e sarei felice se visitassi il mio nuovo sito ufficiale www.beppegranieri.com .

Mi chiamo Beppe Granieri e sono un cantante interprete pugliese, iscritto all’ Enpals dal 1993, con quasi 2000 impegni all’attivo tra serate in piazza e cerimonie di gala, sia in Italia che all’estero, soprattutto negli USA.

Nel nuovo sito si possono leggere biografie e testi quali news o articoli, visionare la photo gallery, ascoltare canzoni (sia nella sezione JUKE BOX che tramite il SOUND SELECTOR posto in alto a destra dello screenshot) ed altro ancora…

Augurandomi di ricevere al più presto un tuo gentile riscontro, ti porgo distinti saluti.

Beppe Granieri

Beppe Granieri
Vico Duca degli Abruzzi, 3
70032 Bitonto (BA) – Italy
Tel. +39 0803739951
Fax +93 0809903863
Cell. +39 3357032347
e mail: agency@beppegranieri.com
sito web : www.beppegranieri.com

Beppe Granieri 24.05.05 17:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma allora come si fa ad essere informati se è vero quello che scrivi ?

pietro candelori 24.05.05 17:09| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
se c'è una cosa che conferma la giustezza del declassamento dell'Italia al 77esimo posto nella classifica sulla libertà di stampa di Freedom House, è proprio il fatto che in Italia gli organi di informazione, le televisioni soprattutto, abbiano elegantemente glissato sulla notizia.

I media italiani possono continuare a dirci solo quello che gli fa comodo, perché l'italiano medio purtroppo ha poca dimestichezza con le lingue, e con l'inglese in particolare, per cui se una cosa non gliela dicono la televisione e i giornali nostrani, semplicemente non sa che esiste.

Trovando molto ingiusto questo modo di approfittare del proprio monopolio sull'informazione da parte dei media italiani, mi sono preso la briga, nel mio piccolo, di tradurre in italiano, quando posso, vari documenti in inglese che si trovano in rete; documenti che spesso parlano di noi, dell'Italia, in termini per nulla lusinghieri, e dicono cose che non trovano alcuno spazio nei nostri telegiornali.

Stimolato dal tuo accenno alla classifica di Freedom House, ne ho tradotto in italiano le parti che trattano del nostro paese. Ne è uscito fuori un quadro tutt'altro che confortante:
http://pesanervi.diodati.org/pn/index.asp?a=64

Buon lavoro!
Michele Diodati

Michele Diodati 22.05.05 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti. E' la prima volta che scrivo a questo blog.
In riferimento all'argomento "informazione senza filtro" dei giornali, allego il link dov'è contenuto un filmatino segnalatomi da un amico.
Si tratta di un finto documentario,
(purtroppo solo in lingua inglese) immaginariamente girato nel 2014 a cura
del Museum of Media History, in cui partendo dagli anni '90 (quindi con fatti reali) si giunge sino al futuro prossimo venturo del 2014, delinendo gli eventi tecnologici e culturali che secondo la fantasia dell'autore interverranno di qui a breve.
Ovviamente si tratta solo di uno scenario di fantasia, ma decisamente plausibile, che può suscitare qualche pensiero in merito.

Un saluto a tutti.

http://www.lightover.com/epic/

Aldo Vico 21.05.05 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

Ritengo che l'asservimento politico sia ancora peggiore dell'asservimento dei giornali alle aziende, anche se spesso i due si mescolano in perverse alleanze.
Quello che trovo sconcertante in Italia rispetto ad altri paesi e' l'ormai assoluta mancanza di fatti nei giornali, chiedere uno stile da giornalismo americano sarebbe troppo in Italia, tuttavia il prevalere delle analisi ideologiche sulla narrazione dei fatti sta assumendo dimensioni preoccupanti, ultimamente non compro giornali per evitare di buttare soldi in proclami politici stantii e irrazionali.
Non sono informato sulle condizioni finanziarie dei giornali italiani, tutavia mi chiedo se fino ad alcuni anni fa dovevano imbottire la confezione di gadgets per vendere più copie; ora che le edicole si sono alleggerite un poco come fanno a campare col prodotto che vendono.
Alcune idee da dove i finanziamenti possano venire mi passano per la testa, tuttavia sarebbe interessante e forse su questo puoi dare una mano dopo le società di calcio investigare sullo stato economico dei giornali italiani, scommetto che se ne scoprirebbero delle belle, politici permettendo.

Saluti

Donato

Donato Scarano 21.05.05 04:53| 
 |
Rispondi al commento

Sono un padre di una bambina di 9 anni e sono d'accordissimo che rischiamo con la pubblicita' dei giornali nelle scuole di fare della pedofilia mediatica, visto che al giorno d'oggi la morale e' stata trasformata in etica al servizio dello business e in quanto direttore di banca mi sforzo ogni giorno per applicarmi nel rispettare la coscienza degli altri senza imporre un eticita' dettata soprattutto dal business che dalla legge naturale al quale ogni uomo credente o no debba ricorrervi. Ma davanti alla purezza dei bambini divento intransigente ed anche estremista come lei carissimo beppe Grillo. Cordialmente.

ROBERTO DI STEFANO 20.05.05 17:50| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe, stasera vedrò il tuo nuovo spettacolo (non ne ho perso uno a torino) sicuramente darà riflessione come sempre... ho quasi 60 anni e opero nel campo della pubblicità. So perfettamente i danni che provoca se utilizzata un maniera subdola. Non mi sono mai arricchito perchè ho rifiutato di truffare nella vita e nelle idee.
In gioventù pensavo che la pubblicità non fosse altro che un modo di informare sulle caratteristiche e le qualità di un prodotto... ma poi venne il marketing...le strategie...i messaggi profondi... è diventato un mezzo per truffare... tanto più nella comunicazione.
Ho avuto un periodo nel quale ho esercitato la professione del piccolo editore, ho avuto contatti col mondo giornalistico... e mi sono ritirato schifato. La verità sui mezzi d'informazione è manipolata in funzione degli interessi di chi la fà.
Ho sempre sognato un'informazione libera da interessi commerciali, ma come si fa? il pubblico compra giornali a costo zero perchè paga la pubblicità.
Forse hai ragione...internet può aiutare...
Forza!
Auguri a tutti.

Bruno

Bruno Farina 20.05.05 13:47| 
 |
Rispondi al commento

Ho assistito al tuo spettacolo a Pavia, e sono rimasta scandalizzata dalle cose che ci hai"rivelato", soprattutto sulla libertà di stampa. Delle vere e proprie rivelazioni per me! nel senso che già sapevo di vivere in un paese con i suoi bei problemini, ma confidavo in una informazione degna di questo nome. Invece, quante cose non sappiamo e mai sapremo? Quante e quali informazioni c avranno propinato spacciandole per reali, quando magari sono state modificate per i più disparati interessi? mi è venuta la pelle d'oca! Se ognuno facesse sentire la propria voce, dici che cambierebbbe qualcosa? Di noi italiani si è sempre detto "Francia o Spagna..." e forse non hanno tutti i torti.. se dopo la mia laurea avevo deciso di andare all'estero, ora ne sono proprio convinta!!! Ps: grande spettacolo, complimenti

Giulia Amodeo 20.05.05 11:34| 
 |
Rispondi al commento

Per Daniele Cortese
-------------------

bene, meno male che c'è qualcun'altro che oltre ad essere stanco, è disposto veramente a fare qualcosa per questo stato di cose davvero degradanti.. e non parla soltanto.

Anche io con Luca Frangella ed altre persone siamo stanchi di tutto ciò e ci stiamo unendo insieme in un progetto per cercare in qualche modo di opporci... a questi sistemi "semi dittatoriali" di controllo e di business da parte di certi altri signori che sono al di sopra di noi, o pensano di esserlo... quando ancora non capiscono che il potere viene sempre dal basso cioè dal popolo che siamo noi...

scrivi un post quando puoi diretto a Luca Frangella e se vuoi lasciaci la mail, ne stiamo raccogliendo altre per diventare un gruppo comune negli intenti..

a presto
Rosario

Rosario Pisano' 20.05.05 01:12| 
 |
Rispondi al commento

Sono stanco.Ho 25 anni e sono stanco.Questo non lo accetto nemmeno io, mi hanno rotto i c......i tutti questi INCOMPETENTI che si spacciano per grandi manager, giornalisti ,"comunicatori".Ma ancora di più me li ha rotti la gente che gli sta appresso,che non ha voglia di svegliarsi,vittime consapevoli di una realtà comoda solo nell'immediato.Voglio cambiare il mondo e voglio farlo con quello che penso mi riesca meglio:il teatro.Scambiamoci idee,informiamoci a vicenda, parliamo,litighiamo.Come dice Beppe MANDIAMOLI A CASAAAAAAAA!!!! possiamo farlo e lo faremo.

Con tutto il rispetto, la stima,l'affetto e la voglia di cambiare che ho.DANIELE CORTESE

daniele cortese 20.05.05 00:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io sono stanco di tutte queste facce di palta che promettono tutto e poi si fanno solo i cazzi loro,ho deciso di passare al contrattacco,non pago più le tasse e butto tutto nel cesso,pan per focaccia i miei soldi ai ladri non li passo,
ciao beppe sei grande

emilio marini 19.05.05 23:55| 
 |
Rispondi al commento

Beppe sei un grande!!!Siamo Alessandra e Daniele. Due giovani studenti universitari che già da tempo hanno preso coscienza della tristissima, nonchè preoccupante situazione in cui ristagna lo stivale e il mondo intero. E' un sollievo e allo stesso tempo una "speranza" sapere che non si è soli e che esiste gente che come te che difende ad ogni costo la libertà di opinione e di informazione. C'è tuttavia un piccolo appunto che vorremmo farti. Riguarda il commento che fai su Veltroni, anzi su chi si impegna per il terzo mondo, anzi..su chi cerca di creare un' alternativa allo sfruttamento dell' uomo e dell' ambiente ad opera di quelle società non solo estere..ma anche italiane (alcune di queste le conosci bene..)!! Non siamo assolutamente sostenitori di Veltroni e il nostro discorso non verte di certo su questo...!!Solo ci è sembrato un po' indelicato parlare così di una questione parecchio spinosa supportata da tanta gente, tra mille sforzi e sacrifici. Non è giusto scindere la situazione del terzo mondo dalla realtà italiana...anche perchè non solo gli sfruttatori li abbiamo in casa nostra( vedi NESTLé con la metro di roma e BENETTON con le autostrade, come tu stesso fai notare) ma anche perchè lo sfruttamento e il mercato IMBASTARDITO e SELVAGGIO non deve esistere..nè in Italia nè DA NESSUNA PARTE DEL MONDO...anche parchè la presa per il culo da cui tu ci metti tanto in guardia fa anche parte di questo settore e di quei prodotti che compriamo senza sapere cosa c'è dietro. La nostra riflessione è che se si ritiene leggittimo sfruttare un bambino del terzo mondo (e ti assicuro che le condizioni in cui questi lavorano fanno piangere, ma forse lo sai meglio di noi) allora non ci si può lamentare se viene sfruttato un padre di famiglia italiano. Finchè tutto questo non diviene concezione comune l' Italia potrà risollevarsi (ammesso che esistano i miracoli) solo "esteticamente" ma non moralmente, ovvero la gente sarà sempre la stessa ipocrita e non curante. Forse tra i mille buchi neri una delle cose buone che sta facendo Veltroni è proprio questa battaglia che migliora, lo ripetiamo, non solo il terzo mondo ma l' Italia. Migliora l' Italia perchè in molti asili e scuole romane già si mangia biologico, in molti uffici ci sono distributori di prodotti equo e solidali e perchè si sta tentando di non pubblicizzare a Roma prodotti come Nestlè e Coca Cola, che troppo hanno fatto per abbasasre la dignità dell' umanità. Anche nella nostra università ci stiamo battendo per questo, coscienti che il consumo critico sia un' alternativa valida per questo mondo e per questa Italia.
Detto ciò ben venga un sindaco attento a questioni del genere che ci toccano così tanto da vicino che neanche ce ne accorgiamo!
C' erano tanti punti su cui potevi ironozzare riguardo l'operato di Veltroni e forse sei andato a beccare la cosa migliore...!!
Grezie comunque per tutto quello che fai..davvero..!!Le cose che dici sono sempre spunto di riflessione. E questa email ne è un esempio.
Con affetto e simpatia Daniele Silipo e Alessandra Sciamanna.

Alessandra Sciamanna 19.05.05 16:17| 
 |
Rispondi al commento

caro Grillo è da tempo che sostengo che la televisione è merda , ho visto il tuo spettacolo e devo dire che sono molto in sintonia con te io per non farmi prendere per il culo ho fatto una cosa che penso sia fuori dalle righe ,è tre mesi che non vedo di televisione l'ho svuotata e dentro ho inserito un acquario .
Quindi l'unica mia informazione viene un pò dalla radio e un pò da internet.
Resistere.

roberto bellozzi 18.05.05 23:56| 
 |
Rispondi al commento

Ciao "Profeta". x marcos libero e compani
Piantatela di mettere nomi falsi o nik non siamo in chat parlate di unirci e vi nascondete dietro un dito se volete aiutare qualcuno incominciate con voi stessi uno si chiama marcus ma chiamati Gandi ci sarebbe + onore da parte tua .

alessio bado 18.05.05 17:29| 
 |
Rispondi al commento

Grazie davvero Beppe per quello che fai. Il minimo che possiamo fare noi invece è divulgare e ripetere costantemente queste notizie.
Continua, non ti lasceremo mai solo.

alberto maiale 18.05.05 12:09| 
 |
Rispondi al commento

Grande Beppe sei mitico!!!!
Non ci sono davvero parole per descrivere quanto di ammirevole tu stia facendo. Un grazie sincero per tutte le informazioni e i consigli che quotidianamente ci fornisci, mi fai sentire orgoglioso di essere italiano.
Se non esistessi bisognerebbe inventarti...

Alberto Ferrari 17.05.05 18:58| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ti sarà costato, ma con il vestito nuovo hai fatto un figurone.
Si aspettavano di vederti con una maglia nera, sformata, zuppa di sudore e invece eri vestito come un broker della city (senza cravatta).

VAI FORTE BG!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
SEI TUTTI NOI

Giorgio

Giorgio Gabel 17.05.05 15:15| 
 |
Rispondi al commento

Un saluto a tutti gli ospiti del BLOG.
Carissimi e caro Beppe vorrei inviare al BLOG alcuni FILMATI DEL CONVEGNO DELLA BAGNAIA,abbastanza completi ed esaurienti nonostante i poveri mezzi.
Chiedo al webmaster ,se interessa,di informarmi in che modo.E' chiaro che non posso mandarli a tutti quelli che eventualmente li richiederanno,una volta presenti sul BLOG saranno a disposizione di TUTTI.

saluti e cordialità

Andrea

Andrea Colla 17.05.05 13:57| 
 |
Rispondi al commento

...e oggi tanto per cambiare giornali e Tg non fanno altro che parlare della vittoria del candidato sindaco della cdl a catania come se avessero vinto le politiche con il 70% dei consensi.

da non credere......

Stefano Bellino 17.05.05 13:22| 
 |
Rispondi al commento

So che intervengo con argomenti relativamente coerenti ma questo è un blog importante per cui notizie importanti devono avere l'eco che meritano. Mi sono reso conto che pochissime persone conoscono la grande scoperta effettuata nella villa dei Quintili sull'Appia a Roma. Tante volte ci infoiamo per scoperte egizie alle quali viene dato risalto internazionale, ma non sappiamo far risaltare le nostre. Il fatto è che stavolta si tratta proprio di una scoperta archeologica eccezionale appunto nella villa dei Quintili, la lussuosa dimora di due consoli trucidati dall’imperatore Commodo, sul fronte del parco che costeggia la via Appia antica. Durante uno scavo di sistemazione sul retro del Ninfeo è riemersa una grande statua romana, in buono stato di conservazione. E’ una figura femminile scolpita nel secondo secolo d.C. Priva di testa, probabilmente sottratta nel corso di uno dei tanti saccheggi avvenuti nella tenuta quando l’area venne abbandonata e trasformata in pascolo, e con le braccia amputate. (se vi interessa il resto segue su http://www.galluzzo.it)

Andrea Claudio Galluzzo 17.05.05 11:53| 
 |
Rispondi al commento

So che intervengo con argomenti relativamente coerenti ma questo è un blog importante per cui notizie importanti devono avere l'eco che meritano. Mi sono reso conto che pochissime persone conoscono la grande scoperta effettuata nella villa dei Quintili sull'Appia a Roma. Tante volte ci infoiamo per scoperte egizie alle quali viene dato risalto internazionale, ma non sappiamo far risaltare le nostre. Il fatto è che stavolta si tratta proprio di una scoperta archeologica eccezionale appunto nella villa dei Quintili, la lussuosa dimora di due consoli trucidati dall’imperatore Commodo, sul fronte del parco che costeggia la via Appia antica. Durante uno scavo di sistemazione sul retro del Ninfeo è riemersa una grande statua romana, in buono stato di conservazione. E’ una figura femminile scolpita nel secondo secolo d.C. Priva di testa, probabilmente sottratta nel corso di uno dei tanti saccheggi avvenuti nella tenuta quando l’area venne abbandonata e trasformata in pascolo, e con le braccia amputate. (se vi interessa il resto segue su http://www.galluzzo.it)

Andrea Claudio Galluzzo 17.05.05 11:52| 
 |
Rispondi al commento

Graaaande!!! (2)

http://media.dagospia.com/public_html/articolo_index_18026.html

Que viva siempre Grillo!!!

Luke Pine 17.05.05 11:52| 
 |
Rispondi al commento

caro Nello Fusaro, il nostro non è un Grande Paese abitato da un Grande Popolo, ma un piccolo Paese dove ci sono anche delle Grandi persone. Ma sono poche.
Lo ripeto in ogni post che invio: le cose si cambiano in grande se riusciamo a cambiare nel nostro piccolo. Deve essere un cambiamento culturale, che deve germogliare e crescere. Più apertura alle idee, più rispetto per gli altri e meno prevaricazione. Tanti piccoli cambiamenti fanno un grande cambiamento. Se fai una statistica delle qualità e dei difetti di chi ci governa e di chi ha in mano le redini del nostro futuro troverai che sono gli stessi che trovi nella maggior parte degli Italiani. E' naturale che sia così.
Non abbiamo quello che meritiamo; è peggio: abbiamo ciò che meglio ci rappresenta...

Lucio Gobbetti 17.05.05 10:53| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti!
Su questo sito, come non apprezzare l'onestà, la puntualità e lo spirito con cui viene esposto ogni argomento? Denominatore comune del tutto sembra inequivocabilmente legato al concetto di anticonformismo. Anticonformismo nell'analizzare l'informazione con cui veniamo in contatto perchè invariabilmente contaminata da mille forme di interessi economici e politici, anticonformismo nel valutare ed esaminare ciò che acquistiamo l'ambiente in cui viviamo e lavoriamo, anticonformismo con cui rimanere fedeli a se stessi senza cadere negli stereotipi più diffusi come la magrezza, la bellezza esteriore,la determinazione, l'aggressività,l'insofferenza verso il prossimo ecc.Accendere la coscienza e spegnere il televisore!! Allora niente calcio per far tacere il nostro istinto, niente tv per addormentare il nostro spirito critico, e sopratutto non facciamoci convincere che nulla si può fare per migliorare questa Italia.Un saluto a tutti!!

Maurizio Pezzopane 17.05.05 10:48| 
 |
Rispondi al commento

Ciao,
ieri sera ho assistito al suo spettacolo a Rieti e sono uscita felice per aver ben speso 22€ ma anche depressa per un futuro inesistente.
Io ho 30 anni e sono laureata da cinque in informatica. Sono stata assunta immediatamente presso una grossa multinazionale americana (allora, ora in parte acquisita dai cinesi) ma sono scappata immediatamente per il modo disumano di gestire le risorse e per il chiaro intento di voler comprare (anche se ad un ottimo prezzo)non la mia professionalità ma la mia personalità. Ora lavoro presso una piccola sw house italiana ovviamente con uno stipendio da fame. Il mio fidanzato è laureato da 3 anni in scienze ambientali ma si immagini se riesce a trovare lavoro in uno stato che vuole tornare al carbone!!così siamo in attesa di tempi migliori per formarci una famiglia!!!
Mi scusi per il mio sfogo cmq volevo ringraziarla per l'informazione che da a dispetto di tutto e di tutti e soprattutto per l'elogio della rete e della tecnologia in genere.
Sono, inoltre, ben lieta di aver contribuito anche se in minima parte a pagare gli onorari dei suoi avvocati
Grazie e buon lavoro
Maria Giovanna D'Addario

Maria Giovanna D'Addario 17.05.05 10:23| 
 |
Rispondi al commento

Salve
Sei grandissime Beppe.
Sono daccordo con te sul tuo intervento.E la prova che tu Hai ragione è che non c'è stato nessun servizio a riguardo nei telegiornali e sui giornali, se non come notizzina secondaria.
Invece penso che bisognerebbe discuterne seriamente con persone che non siano servi dei
"consigni per gli acquisti".
Bravo Beppe

Domenico Alfano 17.05.05 10:05| 
 |
Rispondi al commento

la cosa brutta è che in Italia la libertà di stampa e d'informazione non va difesa ma DIFFUSA.
soprattutto nella consapevolezza della gente.....

CONTINUA COSìììììììì!

marika di cesare 16.05.05 23:46| 
 |
Rispondi al commento

Il Dio denaro comanda.Conta solo quello.Dai Beppe più dai fastidio meglio è.I bambini e ragazzi di oggi sono il futuro di domani,bisogna evitare che vengano alienati da tutti questi personaggi che si vedono in tv che hanno la faccia tosta di insegnare l'etica.....

Riccardo Boccato 16.05.05 21:40| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
a me sembri troppo sveglio per voler apparire a tutto i costi come un marziano. Infatti però non lo sei. Ti batti per una informazione libera e non asservita a pubblicità, marketing ecc. Vorrei ricordarti cose c'era scritto su una parete di una soffitta dove ci ritrovavamo da ragazzi:"La madre dei fessi è sempre incinta...". Beh, è sempre stato un bel motto di spirito. Non solo però. Andare al congresso dei servi o come meglio dici tu dei pedofili mediatici è anch'esso un modo di fare pubblicità se vogliamo. Il fatto poi che l'italia sia scesa al 77° posto di non so bene quale classifica mi pare normale. Sono convinto che tu sappia infatti a chi appartenesse il piano della Rosa dei Venti Prima, di Gladio poi e della P2 in ultimo. Non ci vuole molto per comprendere che la matrice, i mandanti di certe stragi, ed il fine ultimo erano lo stesso. Quando si cercano a sinistra mandanti e colpevoli li si trova con grandissima professionalità ma a destra lo stato si perde, non trova le strade, i mandanti e quant'altro. E tu ti stupisci ancora perchè fanno un convegno in cui si parla di comunicazione, di etica ecc. E' molto semplice. In questo paese, purtroppo, è bene che tutto vada così. Infatti, il rischio è che gli italiani non giochino più al superenalotto o che disertino Dinasty. La madre dei fessi, appunto, è sempre incinta.
Il nostro è un grande paese popolato da un grande popolo. Tuttavia, ha ciò che si merita. In Sicilia non ti sembra strano che tutti i seggi siano andati alla stessa coalizione?
Percarità, non tutti lapensano nello stesso modo, ma quando lo stato fa finta di non volersi preoccupare delle endemiche malattie che lo affliggono, c'è poco da fare. Sentir dire che la mafia non esiste da autorevoli personaggi, che la colpa del caro vita dipendende dall'ottusità nell'acquistare delle massaie e nessuno sente il dovere di ribattere più di tanto, allora è giusto così. Mala Tempora Currunt...
Tronchetti Provera non avrebbe parlato? Alleluya avrei esordito, tanto per quello che aveva da dire la nostra fantasia avrebbe fatto meglio... Alcuni giorni fa ho proposto ad un autorevole quotidiano di Ripubblicare gli atti della commissione parlamentare d'inchiesta sulla P2. Non lo farà mai, eppure è quanto di più attuale stiamo vivendo.
Ciao Nello


Nello Fusaro 16.05.05 18:42| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti e soprattutto un caloroso saluto al Mitico...
Volevo dire solo una cosa:
Ma in questo Paese, riusciremo mai ad avere una terza alternativa politica.....
E' mai possibile che dobbiamo ridurci a votare sempre (come dice Beppe) tra il peggio e il meno peggio...
Dai Grillo fatti avanti che qui siamo in tanti..

Paolo Cristofoli 16.05.05 18:08| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE,
DOPO AVER AVUTO L'ENNESIMA PROVA DELLA LIBERTA' DI STAMPA ED INFORMAZIONE CHE VIGE IN ITALIA (... A PROPOSITO ... GRAZIE BEPPE PER AVER "BLOGGATO" IL TUO INTERVENTO ... ERO PROPRIO CURIOSO DI SENTIRE CIO' CHE LE RETI TELEVISIVE HANNO CENSURATO... Es: PARMALAT E TELECOM .... ), DOPO AVERE CAPITO CHE QUI L'UNICA COSA CHE IMPERA E' L'UTILE A TUTTI COSTI,ALLA FACCIA DI TUTTO E DI TUTTI .... DOPO AVER ASCOLTATO TUTTE LE DENUNCE IN TUTTI I SETTORI..... VORREI SAPERE DA TE: CI ENTRI O NO IN POLITICA ? NE HAI VOGLIA O NO ? DOBBIAMO INIZIARE A DIFENDERCI E TU POTRESTI COAGULARE (COME GIA' FAI ATTRAVERSO QUESTO BLOG )TUTTE LE PERSONE CHE , AL DI LA' DELLA DESTRA E DELLA SINISTRA, SOGNANO, O MEGLIO , SPERANO NELLA POSSIBILITA' DI VIVERE IN UN PAESE MIGLIORE ... DOVE L'UNICO VERO PRINCIPIO A DOMINARE E' IL BENE COMUNE E NON L'INTERESSE DEI POCHI....
RIPETO LA DOMANDA ( PERCHE' ATTUALMENTE NON VEDO NESSUN ALTRO ALL'ALTEZZA DELLA SITUAZIONE ): CI ENTRI IN POLITICA ?... MI PIACEREBBE DAVVERO SAPERE COSA NE PENSI A RIGUARDO........
GRAZIE PER TUTTO QUELLO CHE FAI.... E UN GRAZIE ANCHE A TUTTI I "BLOGGERS" PER LA PASSIONE CHE DIMOSTRANO SEMPRE....

DAVIDE DEL NINNO 16.05.05 17:41| 
 |
Rispondi al commento

Un messaggio a Vasco da Rimini...
Mi ha fatto piacere conoscerti!

Marco Pantini 16.05.05 17:28| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe. Indovina un po' chi sono?
C'ero anch'io a Bagnaia, e mi sono ritrovato spesso
tra te e i fotografi, quella massa strana
che mi opprimeva ad ogni dove. Anzi, per dirti di piu' ti
ho detto anche una cosa quando sei salito suk
palco. Ti ho detto "Beppe, Beppe, stai calmino che questi qui son permalosi! E avevo una felpa rossa. Comunque, ti
do' il resoconto della giornata successiva.
L'esile Amato ha dato a tutti lezioni di grammatica, spiegando che la frase "di questo non me ne importa niente" e' un orrore grammaticale, come pure usare il verbo auspicare come
transitivo. Ricevuto un applauso abbastanza lungo, io ho chiesto
alla professoressa che mi ha accompagnato: "'a professore', ma a lei glie l'hanno mai fatto un applauso cosi'?"
A quanto pare no. Poi il resto non lo ricordo, perche' sono
stato fuori con alcune ragazze studentesse come me.
E penso di aver fatto la cosa migliore!
Spero in una tua risposta Beppe, chiedimi cio' che vuoi
e saro' ben felice di risponderti! Marco

Marco Pantini 16.05.05 17:23| 
 |
Rispondi al commento

GRANDE BEPPE! Hai fatto bene ad intervenire, tanto se non lo facevi tu non c'era nessuno in grado di farlo. La cosa più triste è questa: che nessuno possa contraddirli....

VOGLIAMO GRILLO PRESIDENTE DELLA RAI!!!

Ciao
Leonardo

Leonardo Paolini 16.05.05 15:23| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,

volevo semplicemente dire SEI UN GRANDE !
Ho girato per caso su tg5 e ti ho visto li..
avrei voluto solo esserci ... anzi ..la prossima volta.. potresti avvisarci tutti prima.. sai che bello tutti li ??
Una cosa mi e' sfuggita nel servizio del tg5.. Cosa hai detto??? Non mi e' sembrato che abbiano trasmesso cio' che hai detto ..anzi sai che ho avuto l'impressione che il taglio giornalistico fosse "un comico censurato che cerca di farsi pubblicita' visto che e' da un po' fuori dalla televisione"?? Nel servizio la Cesara Bonamici non faceva altro che ridere... ma quello che hai detto era cosi' comico ??
Pensavo che a Striscia trasmettessero qualcosa.. ma evidentemente anche loro oramai hanno il bavaglio...

valeria mennella 16.05.05 13:58| 
 |
Rispondi al commento

Hai tutta la mia stima...ogni commento sarebbe superfluo.
P.S. Travaglio ha evitato di presentarsi perchè sa che non si sarebbe controllato...tu avevi detto che ci saresti andato perchè ti sai controllare. Un po li hai mentito eh .... ;D
GRANDE!

Michele Casolaro 16.05.05 13:50| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,Davide ha battuto solo una volta Golia.
Cosa speravi di ottenere presentandoti da solo a quel convegno sui giornali nelle scuole?
La fama non ti serve a fronteggiare certi personaggi politici od economici.
Se vuoi predicare i tuoi ideali,esci dall'ambito della rete e mettiti a capo di quella gigantesca massa di persone scontente.
Allora sì che troveresti spazio in un sistema radiotelevisivo forse per allora più pluralista.
Chi potrebbe intimarti di lasciare una trasmissione? Nessuno!

Paolo Baldassarre 16.05.05 12:22| 
 |
Rispondi al commento

che schifo, beppe, che schifo.Perché i politici (specie quelli di sinistra, o che dicono di essere di sinistra) non si battono per l'abrogazione della Legge (pro nano) sull'emittenza televisiva? Mi ricordo che quando iniziai a bazzicare il mondo dell'informazione (purtroppo sono un piccolo precario del giornalismo siciliano) solo nella mia città esistevano ben 5 emittenti televisive e 10 RADIO. Oggi di tv ne è rimasta una sola (di proprietà del senatore forzista Antonio D'Alì, sottosegretario agli interni) e di radio non networkizzate altrettante. Perché i politici che dicono di essere di sinistra non si battono per la liberalizzazione delle emittenti televisive??? PERCHE'???

nicola baldarotta 16.05.05 11:33| 
 |
Rispondi al commento

Bello il tuo intervento, ho ascoltato gli interventi audio alla conferenza sull'informazione.Perchè insieme con la signora Crespi non scriviamo anche noi alla presidente della Regione Piemonte Mercedes Bresso contro il progetto Mediapolis.Abito nel salernitano,il canavese è lontano, ma vorrei fare lo stesso qualcosa.

Raffaella Del Plato 16.05.05 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Perche' caro Riccardo le rotonde sono la piu' grossa castroneria che si possa inventare,ma come, si ha problemi di inquinamento e che fanno? invece di far scorrere il traffico piu' velocemente lo frenano!?! Cosi' si inquina meglio no? Prova a vedere che sta succedendo in una citta' come Firenze con le rotonde poi lo capisci da te xche' stanno sulle palle a tutti!
Vanno bene dove le strade son strade (Francia ,Germania etc.)e dove la gente si ubriaca la sera e corre con la macchina,ma qua in Italia con le nostre "autostradine",le nostre "macchinine" le nostre "stradine" etc....son denaro pubblico gettato al vento.
Ciao

matteo salvia 16.05.05 09:14| 
 |
Rispondi al commento

Perche' caro Riccardo le rotonde sono la piu' grossa castroneria che si possa inventare,mna come si ha problemi di inquinamento e che fanno? invece di far scorrere il traffico piu' velocemente lo frenano!! Cosi' si inquina meglio no? prova a vedere ceh sta succedndo in una citta' come Firenze con le rotonde poi lo capisci da te xche' stanno sulle palle a tutti!
Vanno bene dove le strade son strade (Francia ,Germania etc.)e dove la gente si ubriaca la sera e corre con la macchina,ma qua in Italia con le nostre "autostradine",le nostre "macchinine" le nostre "stradine" etc....son denaro pubblico gettato al vento.
Ciao

matteo salvia 16.05.05 09:12| 
 |
Rispondi al commento

Esilarante e drammatico.

Francesca Magli 16.05.05 08:39| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe

ho visto il tuo spettacolo a Jesolo (VE) e ti faccio i miei più sinceri complimenti: sei una voce nell'apatia del nulla italiano.

Ho una piccola curiosità: perché aborri così tanto le rotonde?

Non mollare!!

Riccardo

Riccardo Speranza 16.05.05 08:20| 
 |
Rispondi al commento

A proposito d'informazione.
Si parla poco del referendum sulla procreazione medicalmente assistita e la libertà di ricerca. Manca meno di un mese da un appuntamento importante e molta gente non ne sa ancora nulla. Sembra che il fronte degli astensionisti sia molto influente nei confronti dei media di massa.
L'istituzione referendaria è probabilmente lo strumento democratico più potente che abbiamo. Credo che sia importante tenerla viva.

Antonio Colla 15.05.05 23:03| 
 |
Rispondi al commento

A tutti l lombardi,è stata recapitata la"CARTA REGIONALE DEI SERVIZI".Con la relativa richiestadel codice PIN.vorrei chiedere a Formigoni,quando potro usare questo codice?QUESTA E STATA UNA PUBBLICITA ELETTORALE?a mio avviso SI.

salvini francesco 15.05.05 22:28| 
 |
Rispondi al commento

a proposito di informazione e televisione cosa ne pensi Beppe del tonfo Rai sui Mondiali dell' anno prossimo??e poi quell' altro uomo trasforma ancora tutto quello che tocca in m...a?? speriamo non i mondiali.. ho sentito adesso gli audio da scaricare e in uno dici "bisognerebbe incominciare a odiare il calcio" ma fidati che pian piano riusciremo a fare anche questo, riusciremo ad odiare uno sport che dovrebbe dare soltanto emozioni e gioie..un grande aiuto lo stanno dando i giocatori per dire come Totti, che per solo 10 miliardi a stagione si permettono di sputare, insultare, pestare, mettere la mani in faccia e poi farsi deridere dai propri tifosi.. e questa gente è considerata come dei simboli???????? a lavorare 8 ore in fabbrica li manderei io altro che 10-11-12 miliardi l'anno!!!! Un altro è Bobo Vieri 12 miliardi uno al mese dico uno al mese.. la sbattesse dentro almeno in nazionale...invece no niente sempre peggio...saluti a tutti e grande Beppe ci vediamo mercoledì a Pavia e mi sembra che tu sia in forma davvero smagliante...

Davide Manghi 15.05.05 22:20| 
 |
Rispondi al commento

tutti al mare oggi e?
alla faccia dei problemi settimanali....
che popolo di villeggianti.

Marcus Libero 15.05.05 20:36| 
 |
Rispondi al commento

per silvia colamarino
sulla sinistra del blog di Grillo c'è il link Tango argentiono che aiuta ottenere i rimborsi per i bond argentini

andrea erba 15.05.05 19:48| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,ti ho visto ieri sera ad Ancona,
devo ammettere che mi ha lasciato stupefatta, mi
sono resa conto di essere molto ingnorante e di essere manipolata dall'informazione.
I miei genitori anziani sono purtroppo vittime
dei Bond argentini, vorrei aiutarli se puoi dammi
una dritta in più.

Ti saluto con affetto.

silvia colamarino 15.05.05 18:01| 
 |
Rispondi al commento

Amo Beppe per il coraggio che lo distingue nel promuovere le sue idee, i suoi interventi per delle cause giuste. Credo che intervenire su disqisizioni come la convencion di mentana sii d'obbligo per una questione di libertà intellettuale. Loro ci vogliono tutti dei deficienti o cadaveri che assorbono passivamente le loro lercie opinioni. Il grande Pasolini da anni diceva che la televisione è un informazione passiva, in cui l'ascoltatore non ha possibilità di replica, quindi antidemocratico. E' ovvio che la lobby di potere non ha nessun interesse a tutelare la coscienza libera dell'individuo, e per questo bisogna sgomitare per averla sempre presente. Grande Beppe Grillo. Io appoggio sempre i suoi interventi, perchè è un uomo libero.

Gino Verrelli Commentatore in marcia al V2day 15.05.05 15:22| 
 |
Rispondi al commento

tieni duro !
non potranno dittirci tutti!

roberta giuliano 15.05.05 14:21| 
 |
Rispondi al commento

sei un grande

daniele santo ciavolino 15.05.05 13:54| 
 |
Rispondi al commento

Gentile Beppe Grillo, considerata la quantità di post presenti sull'argomento non so se avrà il tempo di leggere anche questo. Comunque vorrei portare la sua attenzione su una realtà imprenditoriale di Messina (città notoriamente povera di impresa) che si intreccia suo malgrado con l'attività dell'osseratorio giovani-editori, organizzatore del convegno di cui sopra. La società di cui parlo si occupa di pubblicare un settimanale per conto del maggior quotidiano locale. La caratteristica del settimanale è che la quasi totalità dello spazio disponibile è riservata a contenuti provenienti da studenti di ogni ordine e grado della città, della provincia, della Calabria e di Ragusa e Siracusa. I contenuti vengon organizzati, ordinati, presentati con una veste grafica, mai censurati, modificati solo nella forma, se necessario. Il giornale è privo di pubblicità per una scelta editoriale. I costi della pubblicazione quindi devono essere sostenuti dai ragazzi stessi, nel senso che devono comprare il giornale. Adesso il settimanale si trova a subire la concorrenza dell'osservatorio, che invia gratuitamente nelle scuole i quotidiani nazionali, scoraggiando di fatto gli insegnanti a spingere gli studenti verso il settimanale di produzione locale. Si dà il caso però che i quotidiani nazionali rimangano abbondantemente non letti, in quanto non c'è una programmazione che colleghi la presenza del giornale ad un utilizzo del giornale. Nello stesso tempo però lo strumento del settimanale, che presenta delle caratteristiche diverse, perché non c'è pubblicità, perché è realizzato con i contributi degli studenti stessi, subisce il calo d'interesse dovuto alla "distrazione" dei quotidiani nazionali. Cosa ne pensa di questo esempio di impresa? Mi riferisco all'osservatorio giovani - editori, che ingolfa di giornali le scuole superiori, comportando per gli studenti nessun giovamento, per i giornali un grande vantaggio, visto che possono giustificare tirature assolutamente superiori all'effettivo venduto, con quel che ciò comporta in fase di reperimento di pubblicità. Concludo che quanto ho scritto corrisponde ad una mia personale opinione, di cui mi assumo ogni responsabilità. Cordiali saluti.

fabio ruggiano 15.05.05 12:32| 
 |
Rispondi al commento

sei sempre un grande...beppe ti ascolto da quando avevo 6 anni anche se non capivo niente di quello che dicevi...
in questo caso però mi è sembrato che ti hanno fatto passare per un lunatico. Perchè è questo che succede non a chi esprime un proprio pensiero ma solo a chi dice la verità....

cmq continua così

sergio pacifico 15.05.05 12:30| 
 |
Rispondi al commento

Complimenti. Una delle poche persone con le palle e la forza di dire come stanno le cose.

Antonio Cappa 15.05.05 11:43| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe non mollare perché ci stanno rovinando su tutti i fronti.Bisogna battere il ferro quando é caldo.Ciao da Biella

Danilo Basso 15.05.05 11:41| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,ho iniziato un'attività in proprio,e mi rendo conto delle difficoltà,non poche,partendo dalle banche,che se non hai dei milioni,o delle garanzie,non ti danno alcun credito,allora mi domando perchè in italia esiste questo monopolio?cosa che all'estero è molto più semplice.Siamo nelle mani di persone che non hanno l'interesse della nazione,ma l'interesse di triplicare il proprio capitale a spese di uomini,persone,che con sudore,con la propria forza di volontà si trovano quotidianamente a mantenere persone viscide e insignificanti.Ma io non mi arrendo. ciao

maurizio momentè 15.05.05 11:26| 
 |
Rispondi al commento

... PS..

Forse a Beppe (se leggerà) verrà da ridere nel sentirsi definire una "Autorevole forma di informazione" o verrà preso dalla disperazione, chissà... la gente ha bisogno di qualcuno onesto, a cui aggrapparsi, i radicali lo sono, ma siccome sono in gran parte boicottati dall'informazione e non fanno ridere, perchè scomodarsi per ascoltarli????? Grillo (mi ripeto) dice le stesse cose, ma fa anche ridere... e allora certo che ci si scomoda per vederlo, ascoltarlo... ed amarlo, io da buon radicale quale sono lo ascolto e lo apprezzo. Insomma, Beppe c'è e so che ci sono molti altri come lui, questo mi dà fiducia e mi riconcilia un po' con l'Italia....
bye a tutti e buona domenica

Marco Lorenzini 15.05.05 10:38| 
 |
Rispondi al commento

Sono disponibile a sovvenzionare con il mio contributo alla "costruzione"di un canale televisivo,radio o altro nella speranza che diventi un vero e propio movimento,anche di piazza se necessario.Dopo anni di silenzi e cattiva informazione penso sia ora di agire.Io sono pronto Beppe.

giuseppe scurto 15.05.05 10:30| 
 |
Rispondi al commento

Grazie!!
ogni tanto bisogna che mi renda conto che siamo il 77.mo paese in ordine di libertà di stampa...!
uot e tristezz...

matteo moggia 15.05.05 10:27| 
 |
Rispondi al commento

C'è UN ALTRA AUTOREVOLE FORMA DI INFORMAZIONE che molti ignorano, ciò che dice BEPPE GRILLO è ciò che si può sentire da RADIO RADICALE, dove si parla di energia alternativa, di comunicazione, di internet, di ciò che accade nel mondo e molto di più... e sembra che anche Grillo (apparentemente) ignori questo... proprio ieri grazie a RADIO RADICALE ho potuto ascoltare l'intervento di Grillo a "Crescere tra le righe".
Chissà, forse Beppe è conscio del fatto che i radicali e radio radicale sono molto di ciò che lui cerca nei politici, forse è proprio per questo che non li nomina mai e non li attacca.

Marco Lorenzini 15.05.05 09:49| 
 |
Rispondi al commento

GIA' IL GASPARRI:

LUI NON HA TELEFONATO A RICCI
COSI'
COME NON HA TELEFONATO A CIAMPI
(VI RICORDATE?)

MAVAAAAAAAABUFFONI

SONO NA MASSA DI BUFFONI
A VEDERE LA LISTA DEI PARTECIPANTI VIEN DA VOMITARE, SE QUELLI PARLANO DI ETICA E LIBERTA
DI STAMPA

gualtiero pernice 15.05.05 08:38| 
 |
Rispondi al commento

grande
una sola parola per definire l'unico baluardo in difesa della liberta e della democrazia.
ammiroil fatto che non sei sceso come molti furbacchioni in politicae questo ti fa grande onore, ma credo sia il momento c'e bisogno di liberta e democrazia e sono convinti che sarebbero in molti a seguirti,stai facendo molto per tutti noi, hai sacrificato la tua carriera e sono felice perche cosi sei vero, cioe non reciti ma esprimi liberamente il tuo pensiero e denunci quello che dovremmo fare in molti, ora penso che la tua voce di denuncia verso le cose non giuste sia ora farle con l'appoggio di molti di noi
che sicuramente ti appoggeranno me compreso.
entra in politica sicuramente farai molto meglio di tanti altri .
ad oggi ed ho 46 anni non ho mai sentito sia dal governo che dall'opposizione parlare della gente del sociale ma solo pensare a prendere il posto di chi governa , c'e bisogno di persone che pensi alla gente , e tu sei la persona giusta
non essere il grillo che stride, oggi la tua voce di liberta e giustizia puo' essere forte e aiutare molte piu' persone
con cordialita
giorgio

la torre giorgio 15.05.05 06:44| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Profeta
se non l'hai ancora fatto prova a chiamare i n. grauiti 800900800 e 803500 del servizio segnalazione guasti enel... Io non ci sono riuscita, il numerino di rimando al servizio (sai quello che bisogna schiacciare quando il disco dice "per il servizio guasti schiacci l'1, per il servizio clienti schiacci il 2.. ecc) è finto.
E' lì che la voce metallica suggerisce "provi a dirlo". Io l'ho gridarlo nella cornetta, ma niente. A quel punto la voce metallica - che nel mio caso si era stufata, già vedevo il disco che mi voleva strozzare - suggerisce di dirlo e digitarlo insieme.
Io l'ho rigridato e ridigitato, ma niente.
Alla fine la voce robotica stufa ma proprio stufa dice "riprovi un'altra volta".
Era sabato mattina e ho provato farlo 4 volte, sai ho pensato che chi la dura la vince, ma niente.
Magari se provi tu il disco si accorge chi sei e si dà una regolata.
Sei un grande, sei il mio profeta, ti voglio bene.
A proposito, digito da Genova.

Patrizia Salsedo 15.05.05 02:40| 
 |
Rispondi al commento

Egregio sig. Beppe Grillo, le scrivo per farle una confessione:
sono 15 anni che faccio il DJ in una radio di San Benedetto del Tronto, ma da qualche anno facendo un programma mattutino, davo notizie che, anche se dette in tono scherzoso, comunque erano innanzitutto notizie vere, serie e sulle quali poter riflettere. ovvio, gli argomenti trattati erano la politica, piuttosto che il caro benzina oppure alcune regole stradali, ecologia, e via discorrendo.....

Da qualche tempo a questa parte però, la proprietaria della radio mi ha invitato a non fare commenti o cenni sulla politica, non trattare argomenti troppo seri alle 8,00 di mattina perchè la "gente" non ha bisogo di sentire tali cose appena mettono in bocca un croissant precotto (e peraltro schifoso).

Attualmente con molta delicatezza mi hanno proposto di condurre il programma a settimane alterne (temo che tra qualche mese mi diranno di non fare + il programma...), ovvio che Io conituo con lo stesso interesse a fare un tipo di programma prendendo spunto non soltanto dal tuo Blog ma anche da Alcatraz.it etc...

Scusami la premessa molto lunga ma è possibile che, chi investe del danaro per fare pubblicità possa influire su come bisogna fare un programma?
MI spiego meglio: è possibile che IO debba fare un programma secondo le volontà di questi inserzionisti (Un centinaio) piuttosto che 20.000 ascoltatori ( peralto poco inclini a recepire certi messaggi e di conseguenza a reagire direttamente) con i quali faccio fatica ad incitarli ad esprimere un proprio parere.

Forse capisco perchè Freedom House ci ha piazzato al 77° posto.

Per il momento ti Ringrazio immensamente della tua attenzione e sappi che continuerò a far tenere gli occhi bene aperti ai miei ascoltatori ..... (quelli + intelligenti.......... credo siano pochi).
GRAZIE ANCORA.............BREMO

Bremo Menzietti 15.05.05 00:46| 
 |
Rispondi al commento

SEI UN GRANDE!!!!!!!!!

NON SMETTERE MAI!!!!!!!!!

SEI LA NOSTRA ULTIMA AUTOREVOLE FONTE DI INFORMAZIONE!!!

GRAZIE DI CUORE!!

Con affetto

Fabio

Leila

Maria

Aldo

Giulio

Angela


Fabio Berra 15.05.05 00:01| 
 |
Rispondi al commento

dire che comprendo ?!. . . che fare ?!. . . visto che posso esprimermi liberamente non credo che farei un'azzardo se l'opportunità del prossimo anno non andasse sprecata inserendo una persona a furor di popolo nel governo per il Paese. Che ne dite? Preferisco un "Comico" che fa il Politico al Politico che è comico. Ma forse Ti preferisco così "rubandoTi" dall'ospitale RTSI e leggendo nel sito anche i pareri favorevoli e la fiducia che Ti viene espressa. Mi trovo bene con Te e con Voi.
Mi fa sentire un meno solo.
Grazie

Raimondo Milia 14.05.05 23:22| 
 |
Rispondi al commento

fanno tanti convegni sull'informazione ma l'informazione non esiste tanti bla bla inutili !!bravo Beppe siamo tutti con te è ora di uscire dal torpore in cui vorrebbero tenerci continua cosi siamo tutti con te vai avanti bravoooooooo!!!!!!!!!!

panizza laura 14.05.05 22:40| 
 |
Rispondi al commento

C'ero, uscendo rivolto ai giornalisti e fotografi che lo assediavano ha detto: Ho detto delle cazzate? Ho detto delle cazzate?...Tranquillo Beppe non hai detto delle cazzate...il peccato è che le dici di rado...l'amico cubano, Guerra Vasco, Ghetto Turco, Rimini...dietro il 105

Vasco Guerra 14.05.05 21:30| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

La prossima volta che vai da qualche parte, vengo
anch'io volentieri.... Cosi' ci saro' io dalla tua parte.
Volevo dirti che la registrazione di radio radicale ha un'audio migliore dei file audio di questo sito. Anche se non sono state estrapolate le parti in cui
ci sei tu che parli, l'audio e' ottimo, inoltre
si sentono anche meglio le voci di sottofondo, per
es. le cazzate che dice Mentana.
Ho sentito che parlavi di una registrazione, cioe'
quella della telefonata di Gasparri a Ricci e a te, se non ho capito male. Non so se hai sentito
ma Gasparri, subito dopo che hai parlato di lui, ha detto che i bugiardi sono sempre bugiardi anche
se comici.Poi ha detto
che cio' che ha detto lo aveva fatto in un conetesto scherzoso ed era stato Ricci a telefonare a lui...dicendogli: -
Ma non e' che abbiamo esagerato???
Secondo te noi crediamo a te o a lui? In ogni caso
per mettergliela nel culo, metti pure sul sito
l'audio della sua telefonata, cosi' sbugiardiamo
questo corvo!!!


Francesco Volturo 14.05.05 21:12| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

La prossima volta che vai da qualche parte, vengo
anch'io volentieri.... Cosi' ci saro' io dalla tua parte.
Volevo dirti che la registrazione di radio radicale ha un'audio migliore dei file audio di questo sito. Anche se non sono state estrapolate le parti in cui
ci sei tu che parli, l'audio e' ottimo, inoltre
si sentono anche meglio le voci di sottofondo, per
es. le cazzate che dice Mentana.
Ho sentito che parlavi di una registrazione, cioe'
quella della telefonata di Gasparri a Ricci e a te, se non ho capito male. Non so se hai sentito
ma Gasparri, subito dopo che hai parlato di lui, ha detto che i bugiardi sono sempre bugiardi anche
se comici.Poi ha detto
che cio' che ha detto lo aveva fatto in un conetesto scherzoso ed era stato Ricci a telefonare a lui...dicendogli
ma non e' che abbiamo esagerato???
Secondo te noi crediamo a te o a lui? In ogni caso
per mettergliela nel culo, metti pure sul sito
l'audio della sua telefonata, cosi' sbugiardiamo
questo corvo!!!


Francesco Volturo 14.05.05 21:10| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ho visto il tuo spettacolo (beppegrillo.it)e l'ho trovato fantastico.
Mi ha fatto tornare la voglia di lottare,da anni contesto l'operato della nostra classe dirigente, di destra e talvolta di sinistra.
Ultimamente mi ero addormentato, non riuscivo più a vedere un futuro div erso, per me e per le mie figlie;vedevo affievolirsi la volonta di reagire nelle persone che mi stavano intorno e di conseguenza le nostre flebili libertà, dissorversi. Adesso non ci sto più mi sono rotto, nel mio piccolo seguo il tuo esempio.
Ti ringrazio molto per tutto quello che stai facendo; non ti esporre troppo.
Questa gentaglia se si sente in pericolo, diventa pericolosa.
ti saluto con affetto

Mauro De Santi 14.05.05 20:37| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe sei un grande purtroppo persone come te ce ne sono poche ma la tu voce a volte vale molto di piu di tanti pezzi di mer.a ciao da lillo

calogero costanzo 14.05.05 19:40| 
 |
Rispondi al commento

vorrei ricordare che quando si stava peggio, la politica era al servizio dell'economia, si faceva politica favorendo l'industria, e si lavorava tutti anche se si guadaganva in misura diversa.... Adesso è l'ndustria che comanda e dice ai politici quali leggere fare per se.. non si lavora tutti si guadagna in pochi..non c'è limite al peggio.... sento anch'io i coperchi non più argentini ma quelli italiani.....terrj

mariateresa colombo 14.05.05 19:37| 
 |
Rispondi al commento

sono quello di primo, il link all'articolo vero è questo
http://ilmessaggero.caltanet.it/view.php?data=20050514&ediz=01_NAZIONALE&npag=5&file=G.xml&type=STANDARD

floriano calcagnile 14.05.05 18:49| 
 |
Rispondi al commento

non tutti i giornali ti hanno censurato; sul messaggero di oggi parlano di te.
Il Messaggero 14/5, primo piano, pag5,
http://ilmessaggero.caltanet.it/index.php?data=20050514&pag=3&ediz=01_NAZIONALE&grpag=pagine/PRIMOPIANO&vis=G&ps=0&tt=

floriano calcagnile 14.05.05 18:47| 
 |
Rispondi al commento

Forse non ho cercato bene nel sito ma non ho trovato il tuo intervento perché non ce lo fai leggere?
Grazie per le tue salutari bordate.

Stefano Valori 14.05.05 18:28| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, ho visto (per modo di dire) il tuo intervento alla conferenza...ovvero quello che hanno passato questa mattina al tg2...intervistato tale Susanna che mostra la solita copertina tettuta di un settimanale, che non era l'espresso...ma l'altro... poi in un rapido flash fanno vedere un tizio barbuto e riccioluto (tu..) che si alza e parla, ma non c'è il sonoro...pochi secondi, ma abbastanza per essere impressionato sulla retina...ah ah che bella censura eh? naturalmente nessun cenno alla tua presenza...intanto scorreva la notizia importantissima di una gallina che ha fatto un uovo da 185 grammi (o era ieri sera al tg delle 20.30? mah...

Bruno Meneghello 14.05.05 18:26| 
 |
Rispondi al commento

Silvio Berlusconi ha un nuovo asso nella manica per le elezioni prossime future:si chiama Francesco Rutelli. Il pavone romano è infatti l'anello di congiunzione delle ambizioni del premier per il suo ventennio militare e la drammatica partita che si gioca all'interno della coalizione di sinistra,una sorta di molotov imbevuta di benzina e pronta ad implodere.L'arguzia divina di cui Francesco è dotato non lascia trasparire alcun dubbio nelle menti imbarbarite dei suoi partner politici che seguono la sua digestione pre-elettorale come un abbaglio personale e non come una supposta avvelenata preparata dalle mani sapienti del Premier.

L'avidità politica e la bramosia di potere hanno dunque un unico soggetto in italia che ha la Sfera Calva di Berlusconi e la mente arguta del suo alter ego politico,il leader della Margherita,un uomo che ha saputo trasformare la sua indole pacifista e abortista,in una esempio di fede planetaria,ortodossa,che vede la moglie Dentina la Lepre al secolo Barbara Palombelli ,icona incontrastata dei sentimenti buonisti nel salotto di Porta a Porta.

Francesco Rutelli ha dunque già tradito le anime pie e rumorose dei radicali,agganciato il treno di un partito nato per caso e adesso si lancia nell'agone della sua ultima partita,quella che lo dovrà vedere vincente nei confronti dell'odiatissimo Romano Prodi,anchesso infetto dal canino leprino .Il Professore è assediato dai suoi alleati,vive sperduto in una gabbia da dove il Lombrico lo guarda in silenzio,pronto a fare di lui un solo boccone.

La Santa Alleanza tra Francesco Rutelli e Silvio Berlusconi è una realtà politica equidistante ma convergente,una rasoiata alla gola dei compassati nemici che si agitano come pennuti in un pollaio.

La scimmia Umberto Bossi e l'Orango Roberto Maroni giungono oggi a proposito per agitare l'agone politico tra i marsupiali della coalizione,il Puffo Storace,il Tortellino Fini e i Formigoni degli scimpanzè dei Dongo Dongo,gli ex infetti parlamentari della dc che a ogni ora provano a cantare la messa a morto al Premier ridondante.

Francesco Rutelli ha dunque saggiato il gusto amarognolo del tradimento e spera presto di imbattersi nel Sacro Sepolcro,da dove anche le carni del suo amico nemico possano volatilizzarsi per sempre.Un miracolo berlusconiano,un genere leggendario geneticamente infuso dalle grandi famiglie di ciarlatani e saltimbanco con cui hanno razziato in lungo e in largo l'Italia.Passeggiatori pacifisti e menestrelli di bordello si ammiccano come al ballo del Qua Qua.Il pubblico coglione applaude alla sagra della salsiccia che odora forte di inculata.

Funesta dunque ci appare la marmellata dell'agone politico,il minestrone delle regionali,dove i Mastella ciurlano il manico e i Fassino escono di scena scalzi e inopportuni.

Anche Fausto Bertinotti appare ingiallito con il suo applomb da Maggiordomo di Corte,il suo fiuto infallibile non sa dove collocarlo,perchè ad ogni messa in scena della sinistra,appare famelico il lupo della contraddizione.

Cari lettori e concittadini,prepariamoci dunque a un carnevale delizioso,e organizziamoci andando a comprare le uova da scagliare contro questo teatrino puzzolente e penoso.

Ah,ricordatevi di tenere le mani in tasca perchè i soliti furfanti coglieranno anche questa volta l'occasione di far man bassa dei nostri quattrini.


A.Cormoni


umberto rossi 14.05.05 18:22| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,sei un grande,ti chiedo solo un favore:continua così,se ti fermi tu siamo spacciati,i "potenti" ci mangeranno più di come fanno adesso.
Ti voglio bene,ma stai sempre con noi,almeno il tronchetto avrà i suoi incubi notturni :-)

Fabrizio Di Donato 14.05.05 18:05| 
 |
Rispondi al commento

Il vero titolo scelto da Ceccherini era "crescere tra le fighe" ma chi ha scritto il cartellone era lo stesso linotipista abituato a censurare giornali articoli etc.. ed ha ovviamente messo "r" al posto di "f".
Come abbia fatto ad avere tanti Soloni della comuicazione non si sa.. certo è, che ai ragazzi delle superiori, dopo aver cucito addosso una "squola" che fa cagare, ora son stati mandati ad un convegno che in quanto ad etica era appunto vietato ai minori dei 18 anni.
Forza gente,anche se ci stanno definitivamente rompendo i coglioni, mi fa piacere constatare che ci sono parecchi connazionali che hanno voglia di reagire: vabbè finire nella merda, ma senza far nulla non è proprio il caso!
Quand'è che ci si vede?

sergio provasi 14.05.05 17:46| 
 |
Rispondi al commento

per favore, qualcuno sa indicarmi uno, un solo uomo politico a cui dare il voto, che possa rappresentare valori di equità, di giustizia, di senso morale, di amore per questo nostra povera Nazione "umiliata e oppressa"?
io non ho una risposta... e doversi sentire in colpa perché non vale neanche più la pena di andare a votare è ancora peggio...

corticelli denise 14.05.05 17:35| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo,
da quando ho scorperto il tuo blog lo seguo tutti i giorni.
Il titolo del convegno l'ho trovato molto ironico: crescere tra le righe. Io l'ho interpretato: capire cosa non c'è scritto.
Ma allo stesso tempo molto triste, perchè mi trasmette che lo spazio che questi signori danno per crescere uno se lo deve inventare. Complimenti al art-director se questo era il suo intento. ;-)
Beppe, hai tutto il mio appoggio, simpatia, stima e affetto.
Luca

Luca Pilolli Commentatore in marcia al V2day 14.05.05 17:33| 
 |
Rispondi al commento

questa povera italia dove va a finire?purtroppo di questo passo é destinata molto male.italiani svegliamoci!!!!!mandiamo al governo persone serie che credano ai valori e alle regole del buon padre di famiglia,amate e rispettate la natura.Che bello se tu BEPPE fossi il padre di tutti gli italiani!!! n.b. ma quali sono le persone serie????? ciao giuseppe

giuseppe meroni 14.05.05 17:25| 
 |
Rispondi al commento

In italia c'è la SEMILIBERTA'...penso mentre mi gusto un SEMIFREDDO.!!!
CHI GOVERNA NN è STATO VOTATO IN ELEZIONI POLITICHE...
Li dobbiamo far MORIRE!

Massimiliano Caboni 14.05.05 17:22| 
 |
Rispondi al commento

Devo dire che il flop di Tronchetti Provera verso le persone intelligenti è paragonabile a quello di Ridley Scott verso gli amanti del suo cinema dopo aver visto le Crociate... Ma speghiamoci: non fosse per null'altro, i cultori di cinema saranno in eterno grati a Ridley Scott per lo splendido Blade Runner del 1982, dove già si affrontava, del resto, il tema del Medioevo: sia pure non di quello passato bensì di quello "prossimo venturo", fin troppo liberamente ispirato al romanzo Il cacciatore di androidi di Philip K. Dick. È regista colto, Scott, che ama misurarsi con la letteratura, la storia e il difficile campo del remaking. In quest'ultimo àmbito, tutti ricorderanno ohimè la cupa - in tutti i sensi - performance de Il gladiatore del 2000, ispirato fin troppo fedelmente a La caduta dell'impero romano del 1964. (il resto ve lo leggete su http://www.galluzzo.it)

Franco Cardini 14.05.05 17:11| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei segnalare un caso di mobbing sociale che si stà perpetuando nei miei confronti ;sono diversi mesi che non trovo lavoro(come magazziniere e operaio generico)nella zona della bassa reggiana. Ci sono molte persone coinvolte nella cosa e chiedo aiuto. Scusate se non sono in argomento, ma ho bisogno di aiuto. ricontattatemi all' indirizzo ibgu@libero.it

Masi Stefana 14.05.05 16:55| 
 |
Rispondi al commento

Scusa la tastiera non funziona bene.
x Marcus Libero toglimi una curiosità è il tuo nome vero?

alessio bado 14.05.05 16:53| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo, mi rivolgo a te come un figlio fà con il propio padre per chiederti:"l'ottimismo è l'unica cosa che ci rimane?".Leggo il tuo blog tuuti i giorni, mi accorgo che l'ignoranza e la superficialità in cui sono cresciuto, e non sono l'unico, è preoccupante. Credo che questa situazione sia il vero Matrix di noi tutti. Non mollare, ho una figlia di otto anni da crescere, e sei l'unico che ci fà vedere le cose con i nostri occhi. Ciao ti voglio bene

Enzo

Vincenzo Vassallo 14.05.05 16:52| 
 |
Rispondi al commento

So che c'entra poco...ma che dire della famosa ADSL ...FINO A 4 MEGA della Telecom!

Finalmente è mia!! dopo 5 settimane...

La prima cosa che ho fatto è misurare la velocità effettiva della connessione, quindi sono andato a questo indirizzo suggeritomi dagli stessi tecnici della Telecom

http://www.helpadsl.it/modules.php?name=speedtest

ebbene, i circa 100 test effettuati durante le diverse ore del giorno e in più giorni, con mio sommo disappunto, mi hanno calcolato una velocità media di 1440 kbps con una banda a 174

Che delusione, direte Voi...MAGARI!!

La curiosità mi ha spinto a cercare altre siti dove poter confrontare i dati, e ho scoperto che uno dei TEST più affidabili è (guarda il caso) presso un sito SVIZZERO (qui sotto l'indirizzo)

http://internet.sunrise.ch/it/adsl/ads_ser_speed.asp

Allora, la velocità media è di 540 kbps con cadute fino a 280!!!

Quindi riepilogando, dal prossimo bimestre mi trovo in bolletta i 4 MEGA (scusate "fino a 4 mega"), che in realtà sono quesi 10 volte meno!!!

EVVIVA LA TELECOM

BENE..BENE

angelo antonioli 14.05.05 16:50| 
 |
Rispondi al commento

Non finiro' mai di dirti che sei un grande quando farai un'altra azione del genere diccelo prima cosi' verremo a incitarti.......

Cesare Armenti 14.05.05 16:48| 
 |
Rispondi al commento

x Macus Libero toglimi una curiosità è il tuo nome vero?

alessio bado 14.05.05 16:46| 
 |
Rispondi al commento

Una cosa indegna, non si sentivano all'altezza di rispondere a Beppe...che sa come funzionano i loro affari!!!
gente capace solo di parlare con chi gli da ragione!

Leonardo Marai 14.05.05 16:40| 
 |
Rispondi al commento

Mi è stato chiesto da Valentino Longhitano di inserire il link dove ho letto ciò che è stato definito lo "tsunami" di Beppe Grillo... Eccolo qua...

http://www.repubblica.it/2005/d/sezioni/scienza_e_tecnologia/greenchimica/grillodigitale/grillodigitale.html

Non l'avevo postato nel mio intervento perchè l'avevo letto tra queste pagine e credevo non fosse importante...

Saluti da BOLOGNA!

Antonio Laccetti 14.05.05 16:38| 
 |
Rispondi al commento

Per fortuna che esistono ancora persone che pensano con la propria testa e hanno sviluppato un proprio senso critico che le aiuta ad essere indipendenti nel cervello. Non preoccuparti se sei indesiderato da qualche parte,come vedi non sei solo...e qualcuno comincia ad accorgersene,o meglio,comincia a temerti.Non sono d'accordo sul fatto di metterti in politica,a me piaci così; ma sono d'accordo con un raduno nazionale dei tuoi sostenitori o qualcosa di simile.Il tempo ti darà ragione,o forse lo sta già facendo.Grazie per esserci,tvb.
Domani sera ti vedo a Chieti!
Ciao

Betty Viola 14.05.05 16:37| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di etica nell'informazione e non solo
che dire poi del "nepotismo mediatico" ?

"...il nipote dell’avvocato Agnelli, John Elkann
il figlio di Roberto Colaninno, Matteo, presidente Giovani Industriali
l’erede dell’impero Trussardi, Beatrice
il Consigliere di amministrazione Mondadori, l’incantevole Martina Mondadori
i figli di Maurizio e nipoti di Cesarone, Paolo e Giacomo Romiti
la Presidente Premafin Giulia Ligresti, figlia di Salvatore
la figlia dell’editore del quotidiano Il Tempo Federica Bonifaci...."

Lea Peyrano 14.05.05 16:23| 
 |
Rispondi al commento

GRILLO IRROMPE AL CONVEGNO DI CECCHERINI E SCOPPIA IL FINIMONDO
“IL DIGITALE E’ UNA MERDA” - CONFALONIERI: "ZITTO, NON CAPISCI UN CAZZO"
TRONCHETTI “BLOCCATO” IN ALBERGO PER LO TSUNAMI DEL COMICO FURIOSO

Quel bellimbusto da tabarin di Joaquìn Navarro-Valls è arrivato “uno” al Borgo la Bagnaia, tagliando il traguardo ieri pomeriggio alle ore 18.00. E’ il primo ospite di Andrea Ceccherini ed è con lui che si apparta ed intrattiene a lungo in privato al bar della voliera della Bagnaia, ridente localita’ situata nella campagna senese dei Riffeser dove si svolge il quarto Convegno “Crescere tra le righe”.

Presenza status quella del direttore della sala stampa della Santa Sede e esponente di primo grado dell’Opus Dei che oggi pomeriggio alle 17.00 apre un dibattito sull’Etica dell’informazione a cui partecipano: il sempiterno Andreotti, il cartopecorito presidente Fieg Boris Biancheri, il nasuto presidente de Il Sole 24 Ore Innocenzo Cipolletta, il pizzuto presidente Acri Giuseppe Guzzetti, il placido presidente Rcs Piergaetano Marchetti e Sua Telefonia Marco Tronchetti Provera.

Il vispo Ceccherini e’ riuscito nel miracolo di coinvolgere il Gotha del Potere mediatico a Bagnaia (a parte Carlo Rossella che per il dispiacere è partito questa mattina in esilio a Miami), cosa che ha fatto accorrere nientemeno che Beppe Grillo. Da un lancio Apcom: "Sono qui - annuncia lo showman - in rappresentanza di Bruno Vespa. Vespa non l'avete invitato perché è troppo etico e quindi sono venuto io. Lui c'è rimasto male". Ma Grillo non è arrivato a Bagnaia solo per sostituire Vespa... "Sono qui - dice - anche in rappresentanza di Fede che si sta buttando dalla finestra perché non l'avete invitato. Cos'è - si domanda ironico - l'etica senza Fede e Vespa?".

Ma i bersagli di Grillo – aggiunge Apcom - non sono solo Vespa e Fede, la sua ironia tagliente si rivolge infatti anche a Marco Tronchetti Provera, presidente di Telecom Italia, e al senatore Giulio Andreotti. "E poi c'è anche 'Tronchetti-Tronchetto' - dice Grillo - ed è anni che aspettavo questo momento. Voglio vedere, voglio sedermi a guardarlo". E, poi, "c'è Andreotti alle 15. Andreotti che parla di etica?".

Ancora Apcom. “Entrando nella sala del convegno Grillo si rivolge ai giovani presenti numerosi nella sala e dice: "Questa idea del giornale nelle scuole è straordinaria, poi vi spiego cosa vi sta per capitare addosso. Adesso intanto vi do una notizia: due giorni fa la Freedom House, la casa delle libertà americana, ci ha declassato al 77mo posto per libertà di stampa, insieme alla Bolivia e alle Filippine. Io sono venuto qui a vedere questi che hanno fatto sì che avessimo questa graduatoria e voi giovani continuate a leggere queste cose in classe?".

Alle 15 e qualcosa, durante un dibattito sulla tv coordinato da Kikko Mentana, lungo il palco Confalonieri, Gasparri, Mockridge, Kit Cat e Bassanini, l’ex capataz del Tg5 ha chiesto alla platea dei ragazzi: chi di voi ha la tv digitale terrestre? Anziché qualche testolina crew-cut, si sono alzati i boccoli sale e pepe dello “scomico” genovese ed è successo di tutto.

Beppe Grillo è salito sul palco ed ha urlato: "Io lo possiedo. Il digitale terrestre è una merda e fa cagare". Al che Confalonieri si è girato e gli ha risposto "Stai zitto tu, che non capisci un cazzo", allora sembra che Grillo abbia dato dei piduisti ai personaggi presenti sul palco. A questo punto Mentana ha risposto: "Che cosa c'entro io?" e a quel punto Grillo ha risposto: "Hai ragione, del resto ti hanno persino tolto la poltrona da sotto il culo". I giovani di Bagnaia hanno preso nota…

Grillo è tornato nuovamente sul palco (sono scesi Mockridge e compagnia bella) e si è lanciato in un'altra filippica. Dice agli studenti che sono stati invitati qui a Bagnaia per parlare di comunicazione e invece sono caduti in una trappola: parlate infatti di Grande Fratello, reality e programmi televisivi. L'Italia è l'unico paese in cui non esiste una tv veramente alternativa a quella commerciale: in tutti gli altri paesi del mondo c'è (Germania, Francia, Usa e Giappone) ma in Italia no. Non vi fate ingannare.

Questi signori non sono fautori di comunicazione, bensì venditori di comunicazione. Del resto non c'è da stupirsi: anche LUI (si suppone alludesse a Silvio) non è vero, ma credibile! Poi ha ripreso a parlare del caso Parmalat e di come avesse già due anni fa profetizzato ciò che poi è accaduto perché i giornali all'epoca non riportarono nulla. Poi Ceccherini, dato che dovrebbero salire Tremonti, Andreotti, Navarro Valls, Cipolletta, lo ha invitato ad andarsene dicendogli che proprio perché in realtà c'è la libertà di stampa lui ha avuto modo di esprimersi anche se non espressamente invitato.

Mentana si è arrabbiato molto. Sembra che abbia avuto una crisi nervosa e che abbia detto a Grillo di scendere dal palco, gli ha detto che non era degno di stare lì; qualcuno ha tentato di calmarlo, ma lui ha continuato a urlare contro Grillo dicendogli che doveva sloggiare dal palco ed ha avuto una vera e propria crisi di nervi.

Ecco come riporta l’accaduto l’Ansa - E alla fine Beppe Grillo salì sul palco e prese la parola, ma il suo intervento si è concluso con le scuse del presidente dell'Osservatorio permanente giovani-editori Andrea Ceccherini. ''In Italia ci sono 740 tv che vendono qualcosa'', spiega Grillo all'uditorio un po' contento e un po' annoiato.

''La tv è finita - spiega il comico - il digitale terrestre è morto, serve solo per vedere il calcio che invece va cominciato ad odiare''.

Bordate contro Tronchetti, bordate contro Gasparri che a suo avviso era ''una fattucchiera con l'esaurimento nervoso'', ricordando l'episodio della sua presenza a 'Striscia la notizia' e la successiva polemica con l'allora Ministro delle comunicazioni.



''Ci sono 500 ospiti in sala - ha detto Ceccherini - se tutti volessero salire sul palco come Grillo e con la stessa prepotenza...''. Alla fine il giovane presidente tra i giovani si scusa con il pubblico e Grillo se ne va con il bicchiere in mano, vagando sul piazzale dove continua lo show: ''E dire che non solo mi sono invitato ma mi sono anche comprato il vestito per venire qui, mi sto rovinando con le mie mani". Dice così Beppe Grillo ai fotografi e ai curiosi.

“Rendetevi conto che questi - ha aggiunto - sono i vertici della nostra comunicazione. Siamo veramente in un momento incredibile: e devo venire, che mi sono comprato anche il vestito?”, e passando accanto a Flavio Cattaneo, direttore generale della Rai, in quel momento intervistato da alcuni giornalisti, gli ha fatto "mi sono comprato il vestito nuovo per venire qua, ridatemi i soldi".

Intanto, per il Convegno sono arrivati il nipote dell’avvocato Agnelli, John Elkann, il figlio di Roberto Colaninno, Matteo, presidente Giovani Industriali, l’erede dell’impero Trussardi, Beatrice, il Consigliere di amministrazione Mondadori, l’incantevole Martina Mondadori, i figli di Maurizio e nipoti di Cesarone, Paolo e Giacomo Romiti, la Presidente Premafin Giulia Ligresti, figlia di Salvatore, la figlia dell’editore del quotidiano Il Tempo Federica Bonifaci, il neo papa’ e Vice Presidente Api, Ugo Brachetti Peretti. Il più contento dei giornalisti è Marcellino Sorgi, gode del fatto che il suo rivale alla presidenza Rai Piero Gnudi sia rimasto alla presidenza dell’Enel.

Ma è lo tsunami Grillo a imperversare a Bagnaia. E per evitare guai al povero Tronchetti – vero obiettivo del Beppe incazzato – il presidente Telecom è stato “bloccato” nel suo albergo onde evitare l’onda anomala. Fa ridere ma è così…




(Adnkronos) ''Beppe Grillo ha fatto una prepotenza, ma noi l'abbiamo fatto parlare ugualmente, a dimostrazione che al nostro incontro vige la più piena liberta' di parola''. Lo ha detto Andrea Ceccherini, presidente dell'Osservatorio permanente giovani editori, salendo sul palco del convegno di Bagnaia per interrompere lo show del comico genovese. ''Ringraziamo Beppe Grillo e ora che ha avuto la possibilità di dire quello che ha voluto, lo salutiamo'', ha aggiunto Ceccherini congedando l'ospite inatteso















linda cima 14.05.05 16:18| 
 |
Rispondi al commento

Ho visto il filmatino sul tuo sito quello dove sei in tribunale, e dici di non sentirti piu solo, fai bene a crederlo perchè noi siamo qui presenti piu che mai, approposito di denunce io ho denunciato l'ospedale Maria Vittoria di Torino perchè su tre operazioni ho preso tre infezioni ospedaliere diverse, fanno schifo gli ospedali, e ne so qualcosa nel mio piccolo a mettersi contro i piu forti e potenti di noi; ma io combattero' fino alla fine affinche' questi str...i la finiranno di cambiare il tempo.
Poi un giorno sono andato a striscia la notizia come pubblico(non sono entrato) il tipo che accoglieva la gente mi ha minacciato che se facevo ancora battute mi avrebbe cacciato, io l'ho mandato a fare nel c..o e me ne sono andato; ma quale trasmissione libera e tutta una facciata anche li se la fanno sotto, hanno paura di "lui".
Ciao a presto e coraggio hai un piccolo esercito dalla tua, una minoranza silenziosa che se parla guaiiiiiiiiiiiiiiiiiii.

Valerio Torino.

Guerzoni Valerio 14.05.05 16:17| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, io sono stat tra i pochi fortunati che hanno vinto il biglietto a radio siena per poter partecipare alla tua serata ad Asciano, mi chiamo Barbara ed bito a colle val d'elsa, ma sono cresciuta in un paesino vicino ad Asciano cioè Buonconvento, sono d'accordo con te su tutto quello che hai detto, sono rimasta colpita dal tua comportamento, ci hai trattato tutti come fossimo tuoi amici,ti mando un grosso saluto da SIENA e un grosso bacio.....

barbara

barbara rosini 14.05.05 16:15| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe noi sappiamo cos'è l'informazione. E cosa la disinformazione. La prima è quella che fai tu da anni e che dobbiamo cercare noi su internet o nei palasport(a prezzi a volte per molti proibitivo). La seconda è quella di studio aperto & affini che mandano in onda servizi che rasentano il grottesco ed opprimono le connessioni neurali dei malcapitati, passivi, ascoltatori e spettatori. Ieri sullo speciale del TG5 si parlava della storia dei milanesi che hanno restituito il bottino di una rapina alla banca come di una struggente (nei toni del professionista di turno) storia di solidarietà. L'oggetto di tanta solidarietà? Una banca! La frutta è in tavola.

P.S. Due giorni fa c'è stata una sentenza storica per le telestreet, televisioni di quartiere che trasmettono sfruttando i coni d'ombra dei segnali televisivi. Perchè non creare, con quattro soldi, un grande network e tentare, dal basso, di tagliare la testa al biscione?

giovanni perrino 14.05.05 16:13| 
 |
Rispondi al commento

Beppe ti ho appena ascoltato su radioradicale!!!

"Il piu vivo è Andreotti" è stata una frase spettacolare!!!! HAI LE PALLE QUADRATE!!

Vuoi un consiglio???
si sentiva la voce di un milanese (credo un certo amico stretto del nano) che TI diceva: "stai zitto nn capisci un cazzo"; poi ha detto "ma si fatelo salire e dategli un microfono tanto una cavolata in piu..."; e continuava durante il tuo intervento, allora fai una bella cosa, prendi quel signore e DENUCIALO!! Di che ti senti offeso, e che lui ti ha diffamato, e che nn possono dargli diffamazione "semplice", perchè tu nn eri già diffamato prima per i cazzi tuoi!! DENUNCIALO.. magari gli acchiappi anche qualche soldino.... sai che sfizio!!!!!!!

Bella poi la democrazia di Mentana, che continuava ad occultare la tua voce grazie al microfono
E poi..... Ma i ragazzi che erano li, oltre a battere le mani a Gasparri, nn hanno detto niente quando non ti hanno fatto salire?? Nessuno gli ha lanciato un VAFFANCULO O UN CAVALLETTO????????????
Non c'è stato nessuno che ha avuto le palle di dire: "Caro Mentana e compagnia, IO VORREI ASCOLTARE QUELLO CHE HA DA DIRE BEPPE GRILLO!"

Bisognerebbe spiegare a questi signori che democrazia significa anche confonto direto, e che tronchetto se nn è un vigliacco si dovrebbe assumere la responsabilità di quello che fa, in un confronto faccia a faccia, invece di scappare e chiudersi in hotel finchè tu nn vai via!!!

SONO VERAMENTE SCHIFATO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Alfredo Serafini 14.05.05 16:12| 
 |
Rispondi al commento

Volevo porre alcune domande, alle quali ho avuto risposte discordanti:
vista la sua interattività, in digitale terrestre, può funzionare come il Meter dell'Auditel?
Può rilevare gli ascolti in tempo reale?
Può rilevare il mio ascolto?
Grazie a tutti e complimenti a Beppe.
Giovanni Ricci

Giovanni Ricci 14.05.05 16:11| 
 |
Rispondi al commento

@Vincenzo Ciancia

Ho linux e vedo regolarmente file in formato realmedia e windows media

carlo grande 14.05.05 16:11| 
 |
Rispondi al commento

Mi sono dimenticato di aggiungere che la cosa incredibile e' che si sono spacciati per dei democratici solo perche' ti hanno fatto salire sul
palco a parlare. Innanzitutto nessuno che parla a
una conferenza di solito viene offeso come hanno
fatto con te. Secondo non erano affatto contenti
della tua presenza sul palco. Terzo se ti hanno
invitato loro alla conferenza, questa mi pare sia stato un tentativo coopotazione mal riuscito.
Altra cosa, nessun partecipante a una conferenza di solito viene invitato ad andarsene quando non e' daccordo con le idee esposte in questa.
In ogni caso la liberta' di parola e quindi anche
la democrazia di un paese non si misura dalla quantita' di tempo che ti lasciano
parlare ad una conferenza. Ma soprattutto possibilita' di chiunque di poter utilizzare mass-media. Se veramente questi si sentono democratici, perche' non ti lasciano fare uno
spettacolo sulle loro reti, magari anche attraverso il digitale terrestre!
Tronchetti Provera potrebbe farti fare lavorare
su LA7? Fare spettacoli su La7, dato che e' cosi'
democratico...
E comunque ci sono un sacco di altre persone che non hanno la possibilita' di parlare liberamente
in TV grazie a questi dittatori mediatici!!
Credo che questi siano molto simili a certi "esportatori di democrazia", altro che democratici!!!!


Volturo Francesco 14.05.05 16:06| 
 |
Rispondi al commento

PICCOLE AZIONI QUOTIDIANE:
in questo link trovate un'elenco delle multinazionali più infami che andrebbero boicottate
il consumo critico è un buon punto di partenza e un'azione essenziale se vogliamo cambiar qualcosa

http://it.transnationale.org/

x paolo michelotto: ottima proposta, dobbiamo scendere in piazza

bello che ci sia tanta gente che ci crede come ci credo anch'io

con tutto l'affetto che posso dare vi dico: ALZIAMO IL CULO DAL DIVANO E INIZIAMO A FARE CIO' CHE DESIDERIAMO
liberiamoci dai limiti che noi stessi ci imponiamo
diamo per scontato l'impossibilità di molte cose, questo è dovuto all'avvilimento in cui buona parte della nostra vita ci trascina; RISULTATO: si entra in un circolo vizioso di frustrazione infinita e senza speranza

veramente, siete dei grandi, ci credete e il fatto che partecipate a questo blog ne è la prova

siamo un'onda anomala gigantesca, siamo lo tsunami che spazzerà via l'angoscia e il malessere, ripuliremo questo mondo, la nostra vita

credere, partecipare, agire

andrea capano 14.05.05 16:06| 
 |
Rispondi al commento

Oggi, al tg1, che ha mandato in onda un servizio sul convegno di Bagnaia, non hanno fatto nessun cenno al tuo intervento. E' evidente quanto sia stato poco gradito!!!! Grazie di tutto, caro Beppe, tu sì che ci rappresenti con grinta e determinazione, meglio di chi dovrebbe farlo per nostra delega.

Rosanna Galvani 14.05.05 16:04| 
 |
Rispondi al commento

MI RACCOMANDO IL FORMATO DEL FILMATO!

Mi scuso se rompo e stresso, ma... CI TENGO A VEDERE QUESTO FILMATO quindi per favore per favore assolutamente NO formati proprietari e difficilmente fruibili per il video!!! MPEG oppure XVid, oppure al limite divx che comunque è ben supportato dappertutto. Non mettetelo in un formato tipo "windows media" o "real media" altrimenti al 90% non potrò vederlo da linux e siccome non ho windows dovrei perderlo!

Non ci vuole niente, basta convertirlo in un formato piuttosto che in un altro, con gli stessi programmi di sempre.

Spero che questa "supplica" venga accolta...

Comunque finisca in ogni caso ripeto e ribadisco il mio immenso GRAZIE A BEPPE GRILLO per quello che ha fatto e sta facendo.

Vincenzo Ciancia 14.05.05 16:02| 
 |
Rispondi al commento

Volevo far notare che ad un convegno dove credo si parli di etica e pluralismo sull'informazione , ebbene se si va sul sito si "crescere tra le righe" non si trova niente che riguardi l'intervento di Beppe Grillo.
Già così si puo' trarre certe conclusioni:
saluti

raffaele antonetti 14.05.05 15:51| 
 |
Rispondi al commento

Forse la mia è una provocazione oramai tardiva e non so se già qualcun altro ha fatto questa ipotesi.
Abbiamo una sinistra che ribadisce che l'ingrsso nell'euro è stato un fatto assolutamente dovuto e una destra che invece ne evidenzia e amplifica tutti gli svantaggi.
Da tempo siamo richiamati per rimanere entro il 3%.
I risultati sono quelli che sono sotto gli occhi di tutti ovvero deficit pubblico in costante ascesa, investimenti inesistenti, PIL negativo, azienda Italia che non va....ecc.
Non è che per caso, o mi sbaglio, questo governo vuole che usciamo dalla UE o quanto meno non mi sembra faccia molto per rimanerci?!?
GB

Giuseppe Bucchieri 14.05.05 15:46| 
 |
Rispondi al commento

Grande Beppe, ieri quando ti ho visto su Canale 5,
sono trasalito, gia' sapevo della tua presenza
a quella conferenza dal blog, ma non pensavo avrebbero fatto un servizio al Tg5!!!
La cosa divertente e' che la Cesara ha annunciato
il servizio dicendo che Mentana ti avrebbe tenuto
testa, cosa che non avrei creduto neanche vedendolo,
infatti poi si e' visto come lo ha fatto!
I commenti al servizio... - Mentana non e' riuscito a "contenere" il comico!
Come se tu fossi da "contenere"! Sono loro che
sono delle mummie!!!
Alla prossima conferenza mi auto-invito anch'io,
cosi' vengo a rovinargli le feste con te...
Mi raccomando continua cosi'! Spaccagli il culo!!
Te lo scrivo senza asterischi!

P.S. Non capisco perche' prima ti lamenti che la gente scrive c***o e poi qui come regolamento del
blog dice che i commenti non debbono contenere turpiloquio..cosa vuoi che siano qualche c***o
in + o on meno...
ciao


Francesco Volturo 14.05.05 15:44| 
 |
Rispondi al commento

Ma è lo tsunami Grillo a imperversare a Bagnaia. E per evitare guai al povero Tronchetti – vero obiettivo del Beppe incazzato – il presidente Telecom è stato “bloccato” nel suo albergo onde evitare l’onda anomala. Fa ridere ma è così…

-------------------------------------------------HAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHHAHHAHAHHAHAHAHAHAHH!

HAI BLOCCATO IL TRONCHETTI...HO CHE FELICITA'...
COME TI INVIDIO BEPPONE...VOLEVO ESSERCI, MI SAREI SBELLICATA DALLE RISATE!
FANCULO TRONCHETTI...FANCULO ANDREOTTI...FANCULO A TUTTI QUESTI FALSI, IPOCRITI, CATTIVI MAESTRI!


linda cima 14.05.05 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Sono andato sul sito di radioradicale da dove è possibile scaricare il file audio del convegno di ieri ceh è andato in onda alla radio... solo che non so quale codec usare... nn riesco ad aprirlo_!!!!!!

aiutatemi pls!!!!

Alfredo Serafini 14.05.05 15:31| 
 |
Rispondi al commento

FORZA BEPPE!!!RICONQUISTA IL POSTO NELLE TV ITALIANE!

Vittorio Iannone 14.05.05 15:28| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo beppe, solo ora sono riuscito ad iscrivermi al tuo blog, non per ignoranza ma diciamo per impegno(iihihihih). Volevo comunicarti a proposito di informazione, e ricordo una tua battuta in merito ove dicevi "dobbiamo cercarcela l'informazione, se stiamo seduti sulla sedia è finita!". Bene io sono da 12-13 anni che conosco internet, nel vero senso della parola, bene come al solito, noi italiani siamo super. Infatti, anche su internet, e dico solo per quanto riguarda internet, siamo "pilotati". Già. Infatti nei migliori motori di ricerca , non ne cito per non far pubblicità, ogni volta che devo cercare qualcosa mi compaiono ai primi 3 posti siti "amici" del motore di ricerca. a volte anche i primi 10. Bene dico, ma l'informazione è libera oggi? Oppure come al solito l'italia è ancora al '700? Spero che questo cambi. Dato che oramai abbiamo perso le speranze. Saluti e i migliori complimenti per il sito, per il tuo lavoro, e per le tue performance. P.s. Un saluto dalla Calafrica, ops Calabria scusa!!! Dato che noi non esistiamo!!!!

Francesco Criniti 14.05.05 15:26| 
 |
Rispondi al commento

Mi spaventa davvero che i responsabili del decadimento progressivo della morale pubblica si trovino a parlare di etica dell'informazione...una banda bassotti che fa un convegno sui sistemi di sicurezza delle banche.
Come qualcuno ha scritto sotto....

QUESTO PAESE FA VERAMENTE PAURA!!!!!!!!!!!!!!!!!

PABLO

PABLO GUEVARA 14.05.05 15:25| 
 |
Rispondi al commento

x Morris Sigurtà

aiuto!!
nn riesco ad aprire il file di radio radicale, che codec devo usare?????
qualcuno mi aiuti vi prego!!:(((
sono disperato!!!

Alfredo Serafini 14.05.05 15:23| 
 |
Rispondi al commento

Questi giornalisti di

rai 1
rai 2
rai 3

contro il sistama economico politico mafioso,da soli non possono farcela.

Giornalisti tornate a fare i media.

vito liberto Commentatore in marcia al V2day 14.05.05 15:21| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
Per quanto le stia scrivendo in via assolutamente personale, faccio parte del Direttivo dell'Associazione letteraria più antica d'Italia (nasce nel 1922) e l'unica che sia anche umanitaria, avendo il compito di tutelare la libertà di espressione in ogni angolo di mondo e di proteggere i gornalisti e gli scrittori perseguitati per reati d'opinione. Si tratta del Centro Italiano dell'International P.E.N. Club, sede londinese e 136 distaccamenti nel mondo.
Eppure, malgrado nei Paesi soprattutto anglofoni il P.E.N. sia una potenza pari ad un Amnesty International riservato agli scrittori professionisti,la stragrande maggioranza degli italiani neppure sa che un P.E.N. italiano esiste.
Perché non ci muoviamo? Perché non siamo in grado di assolvere al nostro compito? No, caro Grillo; in tutta coscienza posso dirle che siamo operativi, ed anche molto. Il problema è che la maggior parte della stampa nostrana, volutamente ci ignora privandoci così della possibilità di portare alla ribalta i veri problemi su cui, a casa nostra, occorrerebbe aprire una seria discussione: ma non certo nei convegni come "Crescere tra le righe", dove il sistema vigente non fa che celebrare se stesso stornado l'attenzione del pubblico su fittizie questioncelle amplificate poi, sempre dagli stessi, a dismisura.
Ragion per cui? Continueremo a fare il nostro lavoro, seppur parlando senza la selva di microfoni presenti a Bagnaia per dare più voce agli unici che, una voce arrogante e lobbistica, ce l'hanno da sempre. Lei è stato buttato fuori dal convegno? Lo cosideri un privilegio: noi, ufficialmente, non siamo neppure riusciti a entrare.
Anna Antolisei

Anna Antolisei 14.05.05 15:20| 
 |
Rispondi al commento

non so se questo e' lo spazio giusto per questa rimostranza ma tant'e'... io ho usufruito di un finanziamento u.e. elargito dalla regione veneto come incentivo acquisto prima casa. il finanziamento prevede che venga registrato alla cancelleria del tribunale di venezia un impegno formale,preso da un notaio,a non vendere in sostanza la casa nei prossimi 5 anni.Non e' che trovo sbagliata la clausola,bensi' il fatto che il tutto mi costa la bellezza di 1000EURO.Moltlipichiamo questa cifra per,credo, 1800 aventi diritto al finanziamento e otteniamo quanto ai notai e alla cancelleria del tribunale di venezia la u.e. ha praticamente regalato.La mia domanda e':NON BASTAVA UNA AUTOCERTIFICAZIONE dov io mi impegnavo a non vendere la casa evitando questa burocrazia a mio avviso inutile? P.S. grillo a te e ai tuoi collaboratori il massimo del sostegno possibile,Trochin Andrea.

andrea tronchin 14.05.05 15:16| 
 |
Rispondi al commento

Se volete ascoltare il convegno lo trovate qui:
http://servizi.radioradicale.it/ondemand/
Selezionate 13-05 dalle ore 15 (inizia circa alle 15.15
ciao
Andrea

Postato da: Andrea Rossato il 14.05.05 14:41
----------
il convegno inizia alle 15:18... e il "succo" alle 15:21!!!

GRANDE BEPPEEEEEEEEEEEEE!!!!!

Mentana: le questioni di principio...

Morris Sigurtà 14.05.05 15:14| 
 |
Rispondi al commento

vorrei anche vedere.....

daniele fianchini 14.05.05 15:08| 
 |
Rispondi al commento

sono contento di apprendere che anche i nostri potenti sono DEMOCRATICI e se presi a sorpresa ci lasciano parlare. Pobabilmente credono in una bolla di sapone, ma ho l'impressione che questa volta cominciamo a essere in tanti e con le idee molto chiare e poco DEMOCRATICHE verso di loro!

Emilio Piccoli 14.05.05 14:56| 
 |
Rispondi al commento

allora stò video? dai, siamo impazienti...
certo, ti potevi portare una copia della sentenza andreotti... te la facevi autografare!

elena landi 14.05.05 14:56| 
 |
Rispondi al commento

WWW.CENTOMOVIMENTI.COM - 13 MAGGIO 2005
Show di Beppe Grillo al convegno sull'etica dell'informazione
REDAZIONE
"Sono venuto anche in rappresentanza di Emilio Fede e di Bruno Vespa, che non stati invitati: sono venuto al posto di Vespa perché lui è troppo etico nell’informazione e c’è rimasto male".
Beppe Grillo ha giustificato in questo modo la sua presenza al convegno sull'Etica dell'Informazione organizzato oggi a Borgo La Bagnaia (Siena) dall'Osservatorio permanente Giovani Editori in occasione della quarta edizione di "Crescere tra le righe".
Il comico non ha rinunciato ad interrompere i relatori, tra i quali c'erano Flavio Cattaneo, Fedele Confalonieri e Maurizio Gasparri, per mettere in scena un vero e proprio show.
"Adesso ve la do io una notizia - ha affermato - due giorni fa la Freedom House, la casa della libertà americana, ci ha declassato al 77esimo posto come libertà di stampa, insieme alla Bolivia e alle Filippine. Io sono venuto qui a vedere questi che hanno fatto sì che avessimo questa graduatoria".
Grillo ha poi bocciato il decoder del digitale terrestre, definito "una falsa tecnologia". "Su Internet - ha spiegato - c'è qualunque cosa gratuita".

umberto rossi 14.05.05 14:49| 
 |
Rispondi al commento

Dato che si parla di libertà, pongo a TUTTI una questione importante su cui si sta discutendo in questi giorni: opporsi alla proposta di introdurre i brevetti software in Europa (negli U.S.A già esistono) che limiterebbe molto la libertà di uso e sviluppo dei sofwares.

Il 17 ci sarà una giornata di mobilitazione nazionale.
Sotto c'è il link dove se ne parla in maniera più approfondita e dove c'è la lettera inviata da Richard Stallmann (fondatore della Free Software Foundation) al Parlamento Italiano.

http://punto-informatico.it/p.asp?i=52786&p=1

Per firmare la petizione:

http://petition.eurolinux.org/index_html

P.S.
Sistema operativo da me utilizzato:GNU Linux
Browser:Mozilla Firefox


Antonio Stefanelli 14.05.05 14:48| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, fai detonare il filmato! Dai anche il FTP in modo che possiamo inserirlo nei nostri siti! Facciamo saltare questa cosa, seppelliamo nelle loro righe! Muoviti però!

Niccolò Petrilli 14.05.05 14:45| 
 |
Rispondi al commento

--------------------------------------------------------------------------------
Main page content:
Italy casts cloud over eurozone
By Ralph Atkins and George Parker in Brussels
Published: May 13 2005 03:00 | Last updated: May 13 2005 03:00

Italy plunged into recession at the start of 2005, figures showed yesterday , casting a fresh shadow over the eurozone's economic outlook and taking the gloss off an unexpectedly strong performance by Germany.


Italian gross domestic product fell by 0.5 per cent in the first quarter, after a 0.4 per cent drop in the previous three months. A recession is usually defined as two successive negative quarters. The abrupt decline is a significant setback for Silvio Berlusconi, Italy's prime minister, and his chances of winning re-election in the national poll due by May 2006.

Italy's recession is one of the deepest witnessed by a member of the eurozone since the launch of the euro in 1999. It comes amid fears that the region as a whole is slowing further in the second quarter, hit by high oil prices and the euro's appreciation late last year.

Joaquín Almunia, the European monetary affairs commissioner, told the Financial Times that he was "moderately optimistic" about the outlook for the eurozone economy for the rest of 2005, especially if oil prices remained at current levels. But he admitted: "We have a problem of confidence."

Italy's data came as the European Central Bank sounded a warning about persistent differences in economic growth across the eurozone, although its monthly bulletin put the emphasis on structural reform by national governments to smooth out variations. Overall eurozone GDP rose by 0.5 per cent in the first quarter, after just 0.2 per cent in the previous three months. The Netherlands also fell into recession in the first quarter while France, which releases GDP figures next week, is thought to have seen a substantial slowdown.

By contrast, Spain is thought to have grown by as much as 0.8 per cent.

Germany saw an unexpectedly strong rise of 1.0 per cent - its fastest quarterly rise for four years.

Although Germany seemed to have passed the "sick man of Europe" title to Italy, economists warned its growth rate was almost certainly a blip, after a particularly weak previous quarter.

Mr Almunia will exacerbate Mr Berlusconi's political problems by demanding that he takes action to bring down the country's rising budget deficit. The commissioner believes Italy broke the stability and growth pact's 3 per cent of GDP deficit ceiling in 2004 and will do so again in 2005, leaving him no alternative but to launch proceedings against Rome.

Mr Almunia said such action would be "an opportunity to show that the stability and growth pact still exists" after its rules were made more flexible in March. He said he hoped EU member states would back the Commission's demand that Mr Berlusconi should cut the deficit

umberto rossi 14.05.05 14:44| 
 |
Rispondi al commento

Caro B.Grillo

Ormai e abbastanza chiaro a tutti che;

parlamento nazionale

parlamento regionale

parlamento provinciale

industriali

banchieri

giornalisti

informazione

economia

finanza

politica

sindacati

e una vera associazione criminale mafiosa

allora per colpire questa gentaglia e fermarli 2 sono le possibilita(riduzione stipendio e sequestro dei beni in caso di corruzione accertata,e dargli avvocato di ufficio.

vito liberto Commentatore in marcia al V2day 14.05.05 14:43| 
 |
Rispondi al commento

Scusa se ti do del tu ma son di san fruttuoso vicino piazza martinez quindi siamo almeno concittadini, sei stato grande e vai sempre avanti così. mi è dispiaciuto non aver assistito e magari partecipato al convegno, ne avrei avuta anche io qualcuna da dire. l'informazione fa parte della coscienza di un essere umano, chi la manovra o la monopolizza non ha coscienza, non fa parte del nostro tempo, è un avanzo del medioevo. la nostra generazione è la prima che può veramente opporsi con mezzi efficaci contro la non informazione che regna sovrana da un secolo a questa parte. ciao e avanti così. Emanuele

emanuele varone 14.05.05 14:43| 
 |
Rispondi al commento

Se volete ascoltare il convegno lo trovate qui:
http://servizi.radioradicale.it/ondemand/
Selezionate 13-05 dalle ore 15 (inizia circa alle 15.15).
ciao
andrea

Andrea Rossato 14.05.05 14:41| 
 |
Rispondi al commento

Onorevole, non è banale saltare sul carro del vincitore?
«Non ci sono due carri. Ce n’è uno solo. Il centrodestra sarà spazzato via. I rapporti di forza nel prossimo Parlamento saranno 500 a 130».
E il suo collegio?
«Non ci sono più collegi. Nessun collegio è sicuro. Neppure quello di Bossi».
Così si butta a sinistra?
«Con la Sbarbati. Ho esplorato tre possibilità. La prima: Mastella».
Un uomo votato all'ideale.
«Con il maggioritario ognuno sta dove gli conviene. Ha senso che Ugo Palmiro Intini stia a sinistra e Bobo Craxi a destra? Il sistema è talmente corrotto che tanto vale trarne vantaggio. L'alleanza Mastella-Sgarbi ha avuto la benedizione di Cossiga e di D'Alema, ma alla fine non si è fatta: lui non aveva garanzie dalla sinistra, e io non le avevo da lui. Sono passato alla seconda possibilità: la Margherita. Ne ho parlato con Marini, De Mita, Franceschini, Maccanico. Alla fine ho deciso di puntare sulla Sbarbati, che è stata la mia vice quando nel '94 presiedevo la commissione Cultura. Bravissima, ma inchiodata allo 0,2%. Con me può salire all'uno e pesare di più. Guardi La Malfa, che grazie ai miei voti e a quelli dei repubblicani romagnoli di sinistra è diventato ministro della destra. E dire che per le europee aveva speso 15 mila euro. Io, un milione». LEGGI SU... CORRIERE.IT

umberto rossi 14.05.05 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Ecco il resoconto degli avvenimenti secondo Dagoscopia (il TG5 caro Beppe ha riferito che Mentana ti ha tenuto testa :-) ... secondo questa fonte non sembrerebbe così vero. Ciao. Sei un grande.

GRILLO IRROMPE AL CONVEGNO DI CECCHERINI E SCOPPIA IL FINIMONDO
“IL DIGITALE E’ UNA MERDA” - CONFALONIERI: "ZITTO, NON CAPISCI UN CAZZO"
TRONCHETTI “BLOCCATO” IN ALBERGO PER LO TSUNAMI DEL COMICO FURIOSO

Quel bellimbusto da tabarin di Joaquìn Navarro-Valls è arrivato “uno” al Borgo la Bagnaia, tagliando il traguardo ieri pomeriggio alle ore 18.00. E’ il primo ospite di Andrea Ceccherini ed è con lui che si apparta ed intrattiene a lungo in privato al bar della voliera della Bagnaia, ridente localita’ situata nella campagna senese dei Riffeser dove si svolge il quarto Convegno “Crescere tra le righe”.

Presenza status quella del direttore della sala stampa della Santa Sede e esponente di primo grado dell’Opus Dei che oggi pomeriggio alle 17.00 apre un dibattito sull’Etica dell’informazione a cui partecipano: il sempiterno Andreotti, il cartopecorito presidente Fieg Boris Biancheri, il nasuto presidente de Il Sole 24 Ore Innocenzo Cipolletta, il pizzuto presidente Acri Giuseppe Guzzetti, il placido presidente Rcs Piergaetano Marchetti e Sua Telefonia Marco Tronchetti Provera.

Il vispo Ceccherini e’ riuscito nel miracolo di coinvolgere il Gotha del Potere mediatico a Bagnaia (a parte Carlo Rossella che per il dispiacere è partito questa mattina in esilio a Miami), cosa che ha fatto accorrere nientemeno che Beppe Grillo. Da un lancio Apcom: "Sono qui - annuncia lo showman - in rappresentanza di Bruno Vespa. Vespa non l'avete invitato perché è troppo etico e quindi sono venuto io. Lui c'è rimasto male". Ma Grillo non è arrivato a Bagnaia solo per sostituire Vespa... "Sono qui - dice - anche in rappresentanza di Fede che si sta buttando dalla finestra perché non l'avete invitato. Cos'è - si domanda ironico - l'etica senza Fede e Vespa?".

Ma i bersagli di Grillo – aggiunge Apcom - non sono solo Vespa e Fede, la sua ironia tagliente si rivolge infatti anche a Marco Tronchetti Provera, presidente di Telecom Italia, e al senatore Giulio Andreotti. "E poi c'è anche 'Tronchetti-Tronchetto' - dice Grillo - ed è anni che aspettavo questo momento. Voglio vedere, voglio sedermi a guardarlo". E, poi, "c'è Andreotti alle 15. Andreotti che parla di etica?".

Ancora Apcom. “Entrando nella sala del convegno Grillo si rivolge ai giovani presenti numerosi nella sala e dice: "Questa idea del giornale nelle scuole è straordinaria, poi vi spiego cosa vi sta per capitare addosso. Adesso intanto vi do una notizia: due giorni fa la Freedom House, la casa delle libertà americana, ci ha declassato al 77mo posto per libertà di stampa, insieme alla Bolivia e alle Filippine. Io sono venuto qui a vedere questi che hanno fatto sì che avessimo questa graduatoria e voi giovani continuate a leggere queste cose in classe?".

Alle 15 e qualcosa, durante un dibattito sulla tv coordinato da Kikko Mentana, lungo il palco Confalonieri, Gasparri, Mockridge, Kit Cat e Bassanini, l’ex capataz del Tg5 ha chiesto alla platea dei ragazzi: chi di voi ha la tv digitale terrestre? Anziché qualche testolina crew-cut, si sono alzati i boccoli sale e pepe dello “scomico” genovese ed è successo di tutto.

Beppe Grillo è salito sul palco ed ha urlato: "Io lo possiedo. Il digitale terrestre è una merda e fa cagare". Al che Confalonieri si è girato e gli ha risposto "Stai zitto tu, che non capisci un cazzo", allora sembra che Grillo abbia dato dei piduisti ai personaggi presenti sul palco. A questo punto Mentana ha risposto: "Che cosa c'entro io?" e a quel punto Grillo ha risposto: "Hai ragione, del resto ti hanno persino tolto la poltrona da sotto il culo". I giovani di Bagnaia hanno preso nota…

Grillo è tornato nuovamente sul palco (sono scesi Mockridge e compagnia bella) e si è lanciato in un'altra filippica. Dice agli studenti che sono stati invitati qui a Bagnaia per parlare di comunicazione e invece sono caduti in una trappola: parlate infatti di Grande Fratello, reality e programmi televisivi. L'Italia è l'unico paese in cui non esiste una tv veramente alternativa a quella commerciale: in tutti gli altri paesi del mondo c'è (Germania, Francia, Usa e Giappone) ma in Italia no. Non vi fate ingannare.

Questi signori non sono fautori di comunicazione, bensì venditori di comunicazione. Del resto non c'è da stupirsi: anche LUI (si suppone alludesse a Silvio) non è vero, ma credibile! Poi ha ripreso a parlare del caso Parmalat e di come avesse già due anni fa profetizzato ciò che poi è accaduto perché i giornali all'epoca non riportarono nulla. Poi Ceccherini, dato che dovrebbero salire Tremonti, Andreotti, Navarro Valls, Cipolletta, lo ha invitato ad andarsene dicendogli che proprio perché in realtà c'è la libertà di stampa lui ha avuto modo di esprimersi anche se non espressamente invitato.

Mentana si è arrabbiato molto. Sembra che abbia avuto una crisi nervosa e che abbia detto a Grillo di scendere dal palco, gli ha detto che non era degno di stare lì; qualcuno ha tentato di calmarlo, ma lui ha continuato a urlare contro Grillo dicendogli che doveva sloggiare dal palco ed ha avuto una vera e propria crisi di nervi.

Ecco come riporta l’accaduto l’Ansa - E alla fine Beppe Grillo salì sul palco e prese la parola, ma il suo intervento si è concluso con le scuse del presidente dell'Osservatorio permanente giovani-editori Andrea Ceccherini. ''In Italia ci sono 740 tv che vendono qualcosa'', spiega Grillo all'uditorio un po' contento e un po' annoiato.

''La tv è finita - spiega il comico - il digitale terrestre è morto, serve solo per vedere il calcio che invece va cominciato ad odiare''.

Bordate contro Tronchetti, bordate contro Gasparri che a suo avviso era ''una fattucchiera con l'esaurimento nervoso'', ricordando l'episodio della sua presenza a 'Striscia la notizia' e la successiva polemica con l'allora Ministro delle comunicazioni.

''Ci sono 500 ospiti in sala - ha detto Ceccherini - se tutti volessero salire sul palco come Grillo e con la stessa prepotenza...''. Alla fine il giovane presidente tra i giovani si scusa con il pubblico e Grillo se ne va con il bicchiere in mano, vagando sul piazzale dove continua lo show: ''E dire che non solo mi sono invitato ma mi sono anche comprato il vestito per venire qui, mi sto rovinando con le mie mani". Dice così Beppe Grillo ai fotografi e ai curiosi.

“Rendetevi conto che questi - ha aggiunto - sono i vertici della nostra comunicazione. Siamo veramente in un momento incredibile: e devo venire, che mi sono comprato anche il vestito?”, e passando accanto a Flavio Cattaneo, direttore generale della Rai, in quel momento intervistato da alcuni giornalisti, gli ha fatto "mi sono comprato il vestito nuovo per venire qua, ridatemi i soldi".

Intanto, per il Convegno sono arrivati il nipote dell’avvocato Agnelli, John Elkann, il figlio di Roberto Colaninno, Matteo, presidente Giovani Industriali, l’erede dell’impero Trussardi, Beatrice, il Consigliere di amministrazione Mondadori, l’incantevole Martina Mondadori, i figli di Maurizio e nipoti di Cesarone, Paolo e Giacomo Romiti, la Presidente Premafin Giulia Ligresti, figlia di Salvatore, la figlia dell’editore del quotidiano Il Tempo Federica Bonifaci, il neo papa’ e Vice Presidente Api, Ugo Brachetti Peretti. Il più contento dei giornalisti è Marcellino Sorgi, gode del fatto che il suo rivale alla presidenza Rai Piero Gnudi sia rimasto alla presidenza dell’Enel.

Ma è lo tsunami Grillo a imperversare a Bagnaia. E per evitare guai al povero Tronchetti – vero obiettivo del Beppe incazzato – il presidente Telecom è stato “bloccato” nel suo albergo onde evitare l’onda anomala. Fa ridere ma è così…

(Adnkronos) ''Beppe Grillo ha fatto una prepotenza, ma noi l'abbiamo fatto parlare ugualmente, a dimostrazione che al nostro incontro vige la più piena liberta' di parola''. Lo ha detto Andrea Ceccherini, presidente dell'Osservatorio permanente giovani editori, salendo sul palco del convegno di Bagnaia per interrompere lo show del comico genovese. ''Ringraziamo Beppe Grillo e ora che ha avuto la possibilità di dire quello che ha voluto, lo salutiamo'', ha aggiunto Ceccherini congedando l'ospite inatteso

Dagospia 13 Maggio 2005

Gianluca Ferri 14.05.05 14:36| 
 |
Rispondi al commento

E' stato il commissario Bruto della polizia giudiziaria della Questura di Roma a risolvere il giallo della sparizione della splendida DINO Ferrari del 1967 a cui il Premier è talmente affezionato da averla parcheggiata nel cortile di Palazzo Chigi. Ieri mattina l'aria nel palazzo più famoso d'Italia era un inferno, non soltanto per le esalazioni tossiche provenienti dalle recenti analisi dei conti pubblici e dalle critiche piovute da mezza europa per gli artifizi impiegati per correggere le mancanze ,ma anche e sopratutto perchè proprio alle prime luci dell'alba qualcuno aveva fatto scivolare fuori dai cancelli la splendida Ferrari del Cavaliere. Gianni Letta aveva convocato una riunione speciale con i dirigenti del Sismi e della Polizia per affrontare il caso, un giallo dalle tinte ombreggiate, era una azione di qualche terrorista che voleva dimostrare di poter violare indisturbato i confini di Palazzo Chigi oppure le gesta di un volgare ladro? Il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio riflessivo per natura e taciturno di carattere aveva riflettuto a lungo cercando di capire quali potessero essere i responsabili dell'efferato "delitto", il brizzolato ex-direttore del Tempo sa benissimo che Palazzo Chigi è un porto di mare e magari qualche pagliuzza si potrebbe infilare tra le grate delle cancellate e far sparire qualche vettovagliamento. Di indagini tra Palazzo Chigi e il Quirinale ce ne sono sempre state parecchie, la sparizione di oggetti è all'ordine del giorno, e alle volte gli ambienti sono funestati da episodi al cui confronto il lido aereoportuale di Malpensa sembra il Monopoli per ragazzini. Gianni Letta è un acuto osservatore, puntiglioso, preciso, difficile dunque che qualcosa possa graffiare i suoi programmi e la meticolosa preparazione delle sue attività. Non è un caso infatti che avendo molto tempo addietro avuto modo di conoscere durante una funzione religiosa presso la Chiesa di Santa Chiara che frequenta in compagnia del Governatore Antonio Fazio, il commissario Bruto ed essere stato favorevolmente impressionato da alcuni documenti riguardanti le sue fulminanti indagini, lo stesso sottosegretario alla Presidenza abbia consigliato al Questore di Roma Filippo Mastracci di chiamare Bruto per risolvere il giallo della sparizione della Ferrari. Le indagini hanno avuto un inizio subitaneo e tutti gli inservienti del Palazzo sono stati messi sotto torchio dalle autorità giudiziarie, gli stessi commessi nella garritta di sorveglianza sono stati richiamati in servizio per ricostuire minunto per minuto cosa fosse successo. Le agende che vistano gli ospiti in entrata e uscita sono state spulciate pagina per pagina con diversi confronti per verificare l'esattezza delle identità dichiarate dai visitatori. Il commissario Bruto dopo essere sopraggiunto a Palazzo e aver stretto la mano a Gianni Letta ha immediatamente iniziato le sue indagini ma dopo pochi minuti pare che abbia salutato in fretta e furia il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dicendogli: "Il caso non si risolve qui dentro,devo andare a Ostia." Chi ha assistito alla scena ha riferito che Gianni Letta sia sbiancato alla sfacciataggine del Commissario Bruto e a quella che appariva come una resa incondizionata per un dilemma irrisolvibile. Chiunque fosse stato a far sparire la Dino del Presidente non avrebbe mai avuto un volto e comunque fossero andate le cose, anche fosse stato individuato, chi avrebbe mai avuto il coraggio di prendere provvedimenti e rischiare di far esplodere un caso politico, tanto grave magari da permettere al Presidente della Repubblica di aprire una crisi ufficiale? Meglio dunque seguire il consiglio del Commissario Bruto e andarsene tutti al mare. Nelle ore successive, il chiasso delle indagini interne fu dunque messo immediatamente a tacere, meglio non dare nell'occhio, "chi se ne frega della Ferrari del Presidente" pare abbia proferito qualcuno, "Mica sarà l'unica che possiede." L'idea formidabile è stata forse quella di Enrico Bondi che ha immediatamente suggerito di chiamare Arcore e far arrivare al più presto la Ferrari Gemella identica che il Premier custodisce in giardino sotto un tendone, per ammirarla quando la mattina circondato da uno stuolo di camerieri consuma la sua profumata prima colazione al sono flautato della orchestra da buffet.

"Gli ignari spettatori ne vedranno subito un'altra e allora lo scandalo della sparizione sarà immeditamente sopito". Ha pensato l'astuto portavoce enrico Bondi che stretto a braccetto con Schifani se la rideva da gran lupacchiotto.

Mentre gli organizzatori del rocambolesco piano di riparazioine mettevano a punto il programma, il Commissario Bruto giungeva a Ostia dove in un men che non si dica individuava l'On. Giulio Tremonti che insieme a una pletora di suoi consiglieri era intento a calcolare i confini delle spiagge demaniali dovendo iniziare al più presto le vendite delle stesse con la prossima finanziaria. Poco più avanti il commissario Bruto notava che dentro una scintillante Dino Ferrari del 1967 sedeva il Ministro Domenico Siniscalco che godeva del panorama circondato da una folta schiera di giornalisti italiani e stranieri incuriositi dlala formidabile idea di regalare una Ferrari a tutti coloro che acquisteranno una fetta delle nostre coste italiche. "Un incentivo a spendere, spendere per il bene dei conti pubbloici italiani". Il caso sembrava già risolto. Il Vice Presidente del Consiglio Giulio Tremonti il fautore della finanza creativa, infatti confessava subito al commissario Bruto che era lui il mandante della sparizione della Ferrari del Premier e che aveva inviato il ministro Domenico Siniscalco di giungere alla presentazione del progetto "Vendiamo le Spiagge d'Italia " con la Dino del Presidente. Un invcentivo, un semplice incentivo,caro commissario Bruto. Uno stratagemma intelliggente per vendere le spiagge."

Il commissari Bruto rientrava dunque a Palazzo chigi a bordo della scintillante Dino Ferarri del 1967 accolto da un tremebondo Gianni Letta che si complimentava del suo infallible fiuto."Carissimo Commissario lei ci ha tolto una bella gatta da pelare questa mattina."

"Lei crede?" pare abbia risposto il Commissario Bruto.

umberto rossi 14.05.05 14:35| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
ho appena visto la notizia al tg1 dell'evento che c'è stato. Hanno fatto vedere le varie faccie da cavolo in tv ma di te non ne hanno parlato proprio.
Che merda sta tv!!!

x LORENZO BUOSO:
su internet non si scrive in maiuscolo perchè è sinonimo di gridare.

Ciao

Gabriele Carabella 14.05.05 14:32| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE SEI STATO GRANDE A JESOLO L'ALTRA SERA. SCUSA SE TI DO DEL TU MA TI SENTO UNA PERSONA MOLTO MOLTO VICINA , NON SOLO A ME MA A TUTTI NOI ITALIANI E NON ITALIANI. SENTIRTI PARLARE E' DIVERTIMENTO NATURALMENTE, VISTO CHE E' IL TUO LAVORO, PERO'POI FA PENSARE AL GIORNO CHE SEGUIRA'. QUANDO SI ESCE DALLA SALA DOVE TI SEI ESIBITO, CI SI FERMA A PENSARE MA PERCHE' PAGO LE TASSE? PERCHE' RISPETTO'LE LEGGI? ECC ECC CON MILLE PERCHE'...... SE POI CHI CI GOVERNA FA TUTTO IL CONTRARIO E VIVE SICURAMENTE MEGLIO DI NOI? SPERO TANTO CHE QUALCOSA CAMBIERA' MAGARI CON IL TUO AIUTO, VUOL DIRE CHE AVRAI SEMINATO BENE. UNA BATTUTA... CERTO CHE I GRILLI QUANDO PARLANO ROMPONO SEMPRE LE SCATOLE A QUALCUNO.CIAO E GRAZIE ANCORA. LORENZO

LORENZO BUOSO 14.05.05 14:23| 
 |
Rispondi al commento

PROPOSTA CONCRETA:

Lo so che sei un comico e che spesso è pericoloso mischiare i ruoli, ma visto che siamo in Italia dove tutto va a rovescio, perchè non proponi di organizzare una

MANIFESTAZIONE NAZIONALE CONTRO LA CENSURA?

Mica che devi fare tutto da solo. Insieme al plotone sterminato di tuoi colleghi censurati (Travaglio, Luttazzi, Paolo Rossi, Biagi, Guzzanti, Santoro, Giulietto Chiesa...). Sarebbe fare politica nel senso buono della parola, senza aver a che fare con i partiti. Tu/voi potreste essere ciascuno in una città, e contemporaneamente collegati in tante città italiane con una diretta nazionale con schermi giganti. Sarebbe la prima manifestazione nazionale contemporanea nelle piazze di tutta Italia. La prima forse nel mondo. Un fatto di cui potremmo diventare orgogliosi nel futuro... Per dire che c'eravamo, ai nostri figli... Un ORA BASTA! diffuso in tutto il paese.
Secondo me troveresti volontari (io per primo) e associazioni e gruppi che ti aiuterebbero in ogni città. Come aveva fatto Nanni Moretti a Piazza S. Giovanni. O tanti volontari prima dell'attacco in Iraq. Ma moltiplicato per 100 -1000 città italiane. Così anche se ci censurano in TV, tutti seguiamo in diretta l'avvenimento nella nostra città. Ora rispetto al 2003 ci sono i videotelefonini che possono diventare dei surrogati accettabili di telecamere per riprendere, internet mobile per diffondere i video, videoproiettori nelle piazze per proiettare.Tutta attrezzatura molto diffusa e poco costosa. A volte i cambiamenti epocali iniziano per opera di chi meno se l'aspetta... Tu hai sicuramente il modo per contattare gli altri censurati e chiedere la loro partecipazione a questa pazza proposta. Se tu lanci l'idea, crei un forum telematico di coordinamento, che raccolga le idee e permetta la loro votazione, magari in questo stesso sito, e poi permetti a tutti noi di dare una mano con metodo nell'organizzazione dell'evento, in tanti, ciascuno con le sue competenze ed energie, possiamo davvero dare una svolta all'Italia... E voi lettori di questo blog cosa ne pensate?

paolo michelotto 14.05.05 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
spero di poter leggere il tuo intervento al benemerito convegno. Ma oso dirti che, nelle tue libertà personali e di cittadino impegnato, dovresti stare comunque attento al fatto che alcune persone ti percepiscono come uno zorro, robin hood (ecc...); hanno con ciò che dici e fai un approccio populistico, dove alla fine dei tempi c'è il deus ex machina che appare (al convegno dei potenti) e ribalta il mercato del tempio: tutte cose che anche qualcun altro vorrebbe (ahinoi) fare da presidente del Consiglio: allora perché non ti metti in politica e partecipi alla democrazia "sporcandoti" le mani? Purtroppo l'aggressività appaga soltano i repressi e gli aggressivi, che si incazzano solo nel tinello di casa, ma poi sanno solo dire sì. Ciao Denis, Vicenza

Denis Lotti 14.05.05 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Video Subito! Video Subito!

Giancarlo Abruzzese 14.05.05 14:10| 
 |
Rispondi al commento

Per Sandro:
se la metti sul piano "empirico" ovviamente non posso controbattere molto..in fondo è la tua realtà, e la conosci molto bene. Ma allora ti parlo della mia: vivo in una città di 20000 abitanti con due ipermercati che, dopo un primo periodo, hanno alzato i prezzi in un modo incredibile (come ho già ricordato su questo blog), tanto che spesso torno con il sacchetto quasi vuoti e i soldi andati. Negli ipermercati in questione la gente è più o meno la stessa, a prima vista. Ma non è tanto la quantità, quanto la qualità. Quello che comprano è diminuito, ma l'indicatore più efficace rimangono le offerte dell'ipermercato. Scaffali semivuoti e, dove un tempo erano esposti beni "di lusso" ora si trova l'olio d'oliva (!). Certo che, grosso modo, non cambia molto rispetto a prima. Ma è con le piccole cose che ci si accorge di tutto. Non so, vado in birreria di sera: birra (piccola) a tre euro, grande a sei. Quello che una volta era caro e costava 6, 8000 lire ora varia dai 6 ai 10 euro. Se vado al cinema e prendo un pacchetto di caramelle arrivo a spendere 10 euro. Pizza e cinema vuol dire 20 euro, quasi 40000 lire. Una volta ti ci compravi, ad esempio, una o due magliette. Ora una maglietta, t-shirt normalissima, costa (scontata) sui 30 euro minimo (meno male che non compro nei negozi, ma me le dipingo io). Andare al ristorante costa minimo minimo 30 euro, ma tra una cosa e l'altra superi sempre. Ecco perchè non vado mai al ristorante, la pizza la mangio poco e al cinema vado una volta o due all'anno (anche perchè i film decenti rimangono nelle sale circa 2 giorni). Le cose un tempo normali sono quasi un lusso. Qualche anno fa pizza, cinema e pub costavano sulle 15/20 mila lire. Oggi sui 25 euro. Sembrano esempi cretini, e lo sono, ma danno l'idea.
Se poi parli di occupazione ti dico che è un pregiudizio dire "quelli che non lavorano è perchè non ne hanno voglia". Al momento attuale, per un giovane, ci sono poche alternative. Come impiegato devi essere ragioniere, come operaio devi avere la qualifica (si cercano operai specializzati con esperienza). Con un diploma di liceo puoi solo iscriverti all'università, fare una laurea triennale che non varrà nemmeno la carta su cui è stampata, ed eventualmente la "specialistica", che a livello di nozioni non è all'altezza della "vecchia" laurea. E, dopo, le prospettive sono piuttosto tetre (o hai già un posto sicuro oppure ci vorranno anni prima di trovare un lavoro nel tuo campo, a meno di non esserti laurato brillantemente in medicina o un'ingegneria poco sfruttata o alcune lauree dove il numero degli iscritti è così basso che l'assunzione è molto più probabile). Parlando con una mia amica che si laureerà a breve, lei mi dice: "Si, mi laureo, ma potrò giusto andare a fare la cassiera". Molti che conosco, laureati e tutto, lavorano come commessi o addirittura scaricano cassette al mercato (!!). Alcuni lavorano nei call-center. Quasi tutti hanno un contratto a termine o come tirocinanti. Questa è la situazione. E il fatto è che non c'è prospettiva. Si è arrivati a un punto dove il futuro, se non sei un figlio di papà, è incertissimo, quasi inimmaginabile. Parlando con i miei coetanei sento che VORREBBERO fare, ma non hanno i soldi. Non possono permettersi di pagare un affitto o un mutuo o le bollette o l'assicurazione della macchina o le tasse universitarie. Si parla tanto dei venticinquenni o dei trentenni che vivono coi genitori, ma molto spesso è una scelta obbligata. Un mio amico lavora dal lunedì al sabato dalle 8 del mattino alle 7:30 di sera. La domenica guarda la partita e vive con i suoi. E' un esempio, ma la situazione è questa.
Non siamo dei pelandroni buoni a nulla, ma non nuotiamo nelle alternative.
Tutto qui..

Umberto Mas 14.05.05 14:08| 
 |
Rispondi al commento

Il tuo intervento a "Crescere tra le Righe" sarà stato come mi immagino e vederti a cospetto di quella gentaglia sarebbe stato magnifico... invece un telegiornale che HA IL DOVERE di INFORMARE e anche secondo me trasmettere qualcosa (vorrei tanto un conduttore di tg tipo Quinto Potere) dedica un mini servizietto su questo convegno e passa il tuo intervento in 10 secondi mentre quando si tratta di parlare di Pil, Enel, Calcio e altre Berlusconate che la maggiorparte dei giovani e della popolazione ascoltano solo meccanicamente si dilungano x interi minuti.... questa è la morte dell'informazione

salvio imparato 14.05.05 13:57| 
 |
Rispondi al commento

Su Google News si puo` vedere una selezione (automatica) di articoli su questo intervento.

http://news.google.co.uk/news?num=30&hl=it&ned=it&ie=utf-8&q=Beppe-Grillo

Francesco Bello 14.05.05 13:52| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo, mi sono appena iscritto al blog e voglio contribuire fin da subito. Possiedo un file video che spiega perfettamente il perché siamo cascati assieme ai Filippini e ai Boliviani, con tutto il rispetto per queste persone, al 77° posto della classifica sopracitata. Penso tu lo conosca già, si chiama "Citizen Berlusconi", con chiaro riferimento al vecchio film "Citizen Kane" del '41. Esso è un documento del 2003, summa fatta dalla tv PBS sul nostro caro Berlusconi e sul suo rapporto con la stampa e l'informazione. Se lo conosci sarebbe, a parer mio, utile che tu lo condivida affinché si estenda la conoscenza di certe cose anche a chi non le sa. O a chi le ha dimenticate. Rispondimi se puoi, per metterci daccordo sul possibile invio del file, un abbraccio.

Salvatore Lopes 14.05.05 13:32| 
 |
Rispondi al commento

Mi voglio rivolgere a tutti quei "seriosi" personaggi che affollano i media italiani, ma anche a quelli che vorrebbero emulare i "loro" paladini dell'informazione e che in punta d'orgoglio stanno facendo capoccella in questo blog, parrucconi, professorini, pseudogiornalisti di parrocchia, che hanno attaccato Beppe per l'incursione di ieri: smettetela di criticarlo solo perchè vi (o preferite una V maiuscola?)... sbatte in faccia una realtà diversa da quella che trovate sui libri e sui giornali autoreferenziali di questo stramaledetto Belpaese!

Grande Beppe continua così!!! Mi auguro solo che internet possa continuare ad essere, ancora a lungo, un luogo pubblico (l'unico...sob) dove poter esprimere liberamente la propria idea.

Marco - Roma - studente a vita

Ps: volevo segnalare a tutti(compreso te, Beppe) un sito di informazione economico/politica a mio avviso piuttosto obiettiva: http://www.lavoce.info/

Il sito è finanziato coi contributi di centinaia e centinaia di persone (anche se fra loro c'è più di qualche falco...ehheeh)

Marco Di Lullo 14.05.05 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Condivido il post di Ivana Iorio e aggiunco che capi, capetti,giornalisti,politici e,tanti altri capoccioni buoni a nulla.

Bisogna mettere per legge che lo stipendio dei buoni a nulla non deve essere piu del doppio dello stipendio medio nazionale.

vito liberto Commentatore in marcia al V2day 14.05.05 13:25| 
 |
Rispondi al commento

radio radicale ha trasmesso parte dei lavori del convegno. purtroppo non sono riuscito a sentire l'intervento di beppe (e non so neppure se l'hanno trasmesso). comunque, sono assolutamente ridicoli. cito un solo caso. un ragazzo ha detto che "i grandi" la devono finire di appioppare delle etichette ai giovani. mentana invece che riprendere la giusta osservazione, l'ha preso per il culo...

emanuele bardone 14.05.05 13:24| 
 |
Rispondi al commento

buongiorno ,
sono molto curioso di vedere il filmato di Bagnaia , anche se temo , cosi' a occhio , che ti devi proprio esser sentito solo in quella sala piena di belle parole vuote e fini a se stesse .
Certo , l'energia non ti manca e il coraggio lo potresti insegnare a scuola ma quelli sono davvero dei sacchi di merda !! scusate il preziosismo dialettico !!
una straordinaria giornata a tutti

meloni enrico 14.05.05 13:21| 
 |
Rispondi al commento

Credo che Ivana Iorio abbia colto nel segno.
Il problema è che una volta formulati certi pensieri interviene la politica. Mi spiego: nn ricordo chi inneggiava al '68 ed ad un'altra edizione, tipo "2008" ,ma nn capiscono che prima e dopo fu sempre la stessa solfa: dc ,socialisti,comunisti, missini ecc. che cacchio è successo dopo? nn è mica stata la rivoluzione francese? qualche anno di tregua e poi è cominciato il magna magna che ha allargato le tegole che si abbattono sull'italia: il debito,la tolleranza mafiosa.(tranne che per alcunimartiri) ,l'arraffonismo finchè è possibile ecc. A questo punto mi ricollego con l'intervento di Ivana Iorio, ciampi ha ricevuto nn so quanti miliardi di liquidazione dalla banca d'italia,se uno è già miliardario perchè dargli ancora vagonati di miliardi?Bò....è pure il garante della costituzione!dove c'è scritto che lo stato deve rimuovere gli ostacoli sociali ed economici che rendono diseguali i cittadini!!!!!

Giulio Alison 14.05.05 13:19| 
 |
Rispondi al commento

VAI BEPPE CHE SEI TUTTI NOI.

Non vedo l'ora di vedere il filmato :D

Giuseppe Virzi 14.05.05 13:18| 
 |
Rispondi al commento

Gentile Umberto mas,
ti ringrazio per la risposta.Ma non sono convinto.Non lo sono perchè conosco tanta gente,e,come dire,ho il polso della situazione.
Nella mia cittadina i poveri sono sempre gli stessi:è fisiologico in qualsiasi società.
Via,non sono uno spovveduto e nemmeno un qualunquista.
In poche parole le persone s'arrangiano...e s'arrangiano bene:solo gli "incapaci" non lo fanno,o i lavativi."Famo a capisse" dicono a Roma.
E questo andazzo permette a molti di non pagare le tasse e di rubare;proprio come fanno tutti nella scala piramidale.
Il governo è sempre ladro,proprio come i cittadini.
E le soluzioni ci sono;ti parlo del mio campo:la medicina.Dimezzare la spesa è un'operazione che richiederebbe solo alcune ore:il tempo di spedire un fax a tutti i medici.
E tutti i medici conoscono questa soluzione.Ma chi ha il coraggio di dire ai cittadini che devono giustificare la richiesta di cambiare il proprio medico di base?
Saluti
Sandro

Sandro zonfrilli 14.05.05 12:59| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe
ti ho sentito alla radio, in diretta ieri. ce l'hai fatta, complimenti. peccato che non ti abbiano trattenuto per tutta la riunione... avresti avuto qualcosa da dire in più.
ma dove andremo a finire? dovremo forse riprendere a urlare nelle piazza come nel 1968? dicono che allora abbiamo sbagliato e abbiamo peggiorato le cose. ma ora ben venga, tanto... peggio di così!

laura galli 14.05.05 12:51| 
 |
Rispondi al commento

pochi applausi e tanti fischi per grillo, poi il desiderio del pubblico di continuare "seriamente" il dibattito...

Marco Monari 14.05.05 12:47| 
 |
Rispondi al commento

Il commento del giornalista Lorenzo Sani de "La Nazione" sull'intervento di Beppe Grillo: "Studenti protagonisti a pieno titolo, nonostante la scomposta irruzione di Beppe Grillo, intervenuto a sorpresa durante i lavori. Dalla sua estemporanea performance, che ha interrotto il dibattito moderato da Enrico Mentana sulla televisione (....), i ragazzi hanno capito che imporre le proprie opinioni con la prepotenza e la voce alta, non è sintomo di forza vera. Ma caso mai divide le generazioni, lasciandole in ostaggio dei rispettivi, ottusi, pregiudizi".
E' quasi superfluo far notare che La Nazione è il quotidiano in prima linea nell'iniziativa "Quotidiano in classe" nonchè il trampolino di lancio di quel tal Ceccherini sul quale preferisco sorvolare (anche se a Firenze ne avremmo molte da raccontare sul soggetto....).
Ecco comunque il modo di parlare pacato e rispettoso dell'informazione "ufficiale" italiana......

Massimiliano Bartolozzi 14.05.05 12:43| 
 |
Rispondi al commento

Grande Beppe! Come ho visto l'elenco dei "professoroni" che affollavano questo convegno ho sentito i brividi salirmi lungo la schiena...

non vedo l'ora di poter vedere il filmato del tuo intervento, fosse anche solo per vedere (di lato) la faccia di Mentana... e che espressioni fa!!!!

Continua così
Paolo

Paolo Delogu 14.05.05 12:43| 
 |
Rispondi al commento

La TV Spazzatura dove ci porterà ????
La società come potrà proseguire su questi falsi miti che circondano i nostri schermi e ci trasmettono solo univocamente sublimi messaggi che mirano a solleverci da terra e porteranno a disastri economici e culturali inauditi ????
Un ringraziamento a tutti coloro che hanno creato questo sistema e coloro che lo alimentano ...

Luca Mori Ubaldini 14.05.05 12:40| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe. Io, toscano, non sapevo che c'era questo convegno. Se l'avessi saputo prima avrei partecipato anche io e, come me, sono convinto che tante altre persone lo avrebbero fatto. Questo per dirti che sarebbe utile organizzare un esercito "buono" di persone come me, te e tanti altri, ed andare a partecipare in massa a questi convegni e/o dibattiti. Organizziamoci con il blog e partiamo, in massa, per attaccare il sistema quando questo si fa propaganda.
Un bacio e a presto.
P.S. Ragazzi datemi una mano con i messaggi e vediamo se riusciamo ad organizzare davvero qualche spedizione "punitiva" !!!!!

Giacomo Gori 14.05.05 12:36| 
 |
Rispondi al commento

sono un operaio di 43 anni ,ho la licenza media inferiore e ho tentato di proseguire gli studi ma non ho potuto perchè la mia famiglia aveva bisogno del mio contributo economico,comunque mi son tolto la mia sete di sapere autofinanziandomi in acquisti di buoni libri.oggi grazie a dio me la cavo economicamente,ma sono come lei disperato a vedermi circondato da burattini e burattinai è una sofferenza rendersi conto che ci trattano da imbecilli (chiunque) i nostri politici,giornalisti e i cosidetti intelettuali (dove sono finiti?).
Lei Sig.Beppe Grillo per me è un raggio di luce e quando lei parla è come se desse per un attimo voce anche a me,per questo la ringrazio e la incito ad andare avanti,Grande Beppe GRAZIE!!!
matteo ricci

matteo ricci 14.05.05 12:32| 
 |
Rispondi al commento

PER ANTONIO LACCETTI:
Vedi se riesci ad avere un link o un minimo di notizia ufficiale xche´se no si rischia la divulgazione diffamatoria e cio`non costruisce bensi`
ritarda cmq. il tuo post e veramente straordinario.
spero Beppe che sappia non infangarti di politica nonostante te ne occupi costantemente.Auguri per il tuo Blog e saluti da Monaco di Baviera

Valentino Longhitano 14.05.05 12:28| 
 |
Rispondi al commento

Che in Italia non ci sia un'informazione libera non mi sembra una grande novità, non è mai stata libera, ma quella attuale fa quasi rimpiangere l'antica, almeno quella si sapeva che non lo era e non faceva neppure niente per celare questo fatto, adesso, oltre a non essere libera, vorrebbe in tutti i modi farci credere che lo è, Mentana mi è anche sempre parso uno dei più grandi campioni di questa operazione-immagine, col suo dichiararsi libero ed imparziale senza esserlo...che sia stato silurato perchè era troppo libero, certamente no? Questo siluramento da un lato fa anche piacere, perchè dovrebbe far comprendere ai servi che sono sempre nelle mani dei padroni che in ogni momento possono tagliare il filo della loro marionetta...ma cosa c'è da stupirsi di questa realtà, quando i mezzi di informazioni sono nelle mani di potentati economici e politici, mi sembra una conseguenza logica, forse non è altrettanto logico che certe strutture di manipolazione trovino sempre e senza difficoltà una schiera di mercenari pronti a servirle, per solleticare i loro arrivismi ed ambizioni, perdendo ogni dignità ed ogni senso etico, "altro che etica dell'informazione"...io che trovo veramente antidemocratico e liberticida, più che non la presenza di questa realtà, è l'esistenza di regole tali da rendere onerosa e cavillosa e spesso impraticabile la libera informazione e mi riferisco in particolare all'esistenza degli "albi dei giornalisti", a tanti reati di opinione, a tutti i limiti che, seppure non conosca bene le cose, certamente esistono per la gestione di radio e TV non allineate...non vedo perchè uno quando è maggiorenne non dovrebbe poter scrivere e stampare tutto quello che vuole, col solo rispetto della verità (probabilmente l'unica cosa che invece non si vuol rispettata)e senza di dover dipendere da concessioni e patenti...
regole che fuori di certe protezioni impediscono il sorgere e lo sviluppo di qualsiasi informazione "altra"...per me è questo scandaloso e che rende la nostra informazione unilaterale, con qualche sfumatura, tanto perchè qualcuno, mentre legge un giornale, creda che sia diverso da un altro...sono convinto che internet è un mezzo per fare libera informazione, soltanto che il suo spazio è così enorme e le informazioni che contiene così tante, che tutto diventa dispersivo e per questo impossibilitato all'incisività, ma in effetti un blog come questo potrebbe anche essere l'eccezione, perchè l'effetto Grillo, un certo parlarne che ne è seguito, hanno fatto da catalizzatori di tante energie altrimenti sparpagliate dappertutto ed è un'eccezione che potrebbe anche dare i suoi frutti...anche se ho il timore che, nel momento in cui questa iniziativa venisse sentita pericolosa e destabilizzante, non impiegherebbero molto tempo per trovare il modo per anestetizzarla...

Sergio Canel 14.05.05 12:26| 
 |
Rispondi al commento

CHE TRISTEZZA….TRA POCO SAREMO TUTTI ROVINATI( ALMENO CHI GUADAGNA POCO…MA A RUOTA SEGUIRANNO ALTRI) , PENSO CHE NESSUN POLITICO SAPPIA DARE UNA CHIARA IDEA DI COSA FARE PER SOLLEVERCI E NON ESISTE NESSUNA MEDICINA…UN LENTO DECLINIO CI PORTERA’ A LIVELLO DEI PAESI DELL’EST…SOLO CHE IL LAVORO E’ E RIMARRA NEI PAESI DELL’EST O IN CINA O TURCHIA.. CHE MERAVIGLIOSA FINE CHE STIAMO FACENDO…TRA POCO CI SARANNO ANCHE PARLAMENTARI TURCHI CHE DOVRANNO DIRE A NOI COSA DOBBIAMO FARE…….QUALCUNO HA PENSATO DI TAGLIARCI…DIRITTI E QUEL PO DI BENESSERE GUADAGNATO COL SUDORE….E METTERCI TUTTI A PARI CONDIZIONI…SOLO CHE NEI PAESI POVERI UN EURO IN PIU’ E’ GIOIA MENTRE QUI LA DISCESA COMPORTA GROSSI DOLORI….A PROPOSITO MI SEMBRA …PENSO…DI AVER VISTO VISTO IN TV UNA TELEVENDITA ITALIANA FATTA DA GENTE CINESE…TR POCO DOVREMMO TOGLIERCI IL CAPPELLO DAVANTI A LORO

IO UNA PICCOLA MEDICINA L’AVREI : IL SIG. CIAMPI GUADAGNA L’IRA DI DIO PER NON FARE NULLA: TOGLIERCI IL 90 % DI QUELLO CHE INCASSA NON SAREBBE PECCATO E VIVREBBE ANCORA DA NABABBO ….POTREBBERO STAR MEGLIO 500 PERSONE ….LO SI PUO’ FARE ANCHE CON FAZIO, CON I MINISTRI, BANCHIERI, MEGA DIRETTORI, COSI POTREBBER RIDURSI LA RICHIESTA DI TASSE DA PARTE DELLO STATO E IMPRESE E CITTADINI AVVANTAGGIARSI ….FAR TORNARE SOTTO LO STATO LA TELEFONIA, ENERGIA, TANTO QUELLI CHE LE HANNO COMPRATE COME PRIVATI A PREZZI STRACCIATI HANNO GIA’ AVUTO UTILI ABBASTANZA … SI POTREBBE METTERE IN GALERA I VARI CAPI DELL’UNIVERSITA CHE VENDONO DIPLOMI, SI POTREBBE RINUNCIARE ALL’ALTA VELOCITA E IL PONTE DI MESSINA ….SI POTREBBE NON PAGARE IL CANONE E LA TV POTREBBE NON DARE MILIARDI A BONOLIS , PIPPO BAUDO E COMPANY, RUOTE DELLA FORTUNA, ECC ECC ….FORSE POTREBBE SPENDERE MENO PER QUELLE PUTTANATE DI SPETTACOLI CHE CI VUOLE RIFILARE, ….
PURTROPPO NON SARA’ MAI POSSIBILE: INIZIAMO A PREPARARCI AL DISATRO !!!
CHE TRISTEZZA SENTIRE NELL’ARIA CHE LA COLPA ADESSO E’ NOSTRA PERCHE NON ABBIAMO VOGLIA DI LAVORARE, CHE ABBIAMO UN GIORNO IN PIU’ DI FERIE RISPETTO AGLI EUROPEI, CHE DOBBIAMO LAVORARE DI PIU’, CHE ABBIAMO VISSUTO CON UN TENORE DI VITA TROPPO ALTO… …………. TRISTEZZA: COL GOVERNO BELUSCONI BIS HANNO CREATO UNA NOVANTINA DI SOTTOMINISTRI DA MANTENERE , OVVIAMENTE CON MACCHINE, TELEFONIA, UFFICIO, BENEFITS…O ACCETTIAMO TUTTO QUESTO O DOBBIAMO FAR QUALCOSA ...............……

IVANA IORIO 14.05.05 12:06| 
 |
Rispondi al commento

ho visto lo stralcio di pochi secondi come ordine dei censori ai dei direttori zerbini del suo intervento sul convegno dell'informazione e della truffa legalizzata del digitale il problema e' che poi dei personaggi hanno dichiarato a differenza vostra per parecchio tempo che dicevate falsita' e sappiamo che al popolino che una stupidaggine detta in continuazione diventa verita', ma torniamo a noi l'ho trovato fantastico ho notato le facce scure e paonazze di galliani,mentana,il trombato gasparri,per quando sia importante anche senza i media il suo messaggio vale piu'dei parrucconi politici,preti,opinionisti,la ringrazio di ESISTERE

valentini roberto 14.05.05 12:05| 
 |
Rispondi al commento

per Bartolomeo e a chiunque interessasse, ci sono due interessanti documentari (stranieri ovviamente) al riguardo:

"Citizien Berlucsoni" e "Sua maestà Ilvio Berlucsoni"

si possono trovare in file sharing...io li ho messi a disposizione in modalità "release"(cioè con la massima priorità di upload,dovrebbero farlo tutti!) su Emule, server Razorback2, ma si trova in quasi tutti i principali programmi P2P immagino!


p.s. ovviamente è vietato scaricare canzoni e film...a ma racmand! :)

Gabriele Monti 14.05.05 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Voglio il video ! mettetelo online please....

Beppe sei Grande.

Dave Zagaglia 14.05.05 11:59| 
 |
Rispondi al commento

Bologna 10/05/2005
Carmela Riccardi Architetto - 333/4021340

Il Principe Balinese e la birra
Racconti Blevi 1

Rinascita o rianimazione di una città?
Ed i cittadini come sono messi con il morale?
I Cittadini hanno un pò tutti problemi con le loro libertà individuali ed i diritti degli altri, non riescono ad essere buoni d'animo, c'è chi frequenta poco piazze e strade e fatica a non guardare prevenuto gli sconosciuti, e c'è chi sembra frequentare troppo sia la piazza che le strade e le immagina come delle grandi case delle libertà.
Ma qualcuno in democrazia non dovrebbe forse aiutare i cittadini ad essere migliori?
Il Sindaco-Il Principe Balinese come aiuta i suoi cittadini ad essere più buoni, a gestire i conflitti ed a convivere nel rispetto dell'Altro, ad essere consapevoli dei problemi, a partecipare alla vita pubblica della città con spirito propositivo e creativo?
Un tempo, il Buon Governante della Città con le sue virtù rendeva buoni e felici i suoi governati.

Oggi, nelle moderne democrazie, le virtù dei governanti di un tempo dovrebbero essersi già trasformate in diritti, diritto alla giustizia, alla concordia ed alla pace, ed aiutare i principi moderni a rendere buoni e felici i propri cittadini.
Una cosa è certa, la vita in città è cambiata! Scordiamoci le immagini degli Effetti del Buon Governo di Ambrogio Lorenzetti, una città in cui convivevano tutti nella stessa città lavorando, commerciando, studiando e passeggiando……….Oggi la città ha mangiato così tanto sviluppo e cemento che è esplosa in tante città, dove l'unico ordine pensato da urbanisti e politici è dato dall'uso e dagli stili di vita: la città Museo, la città per comprare, la città per gli affari ed i servizi, la città per produrre e cento città per dormire, ognuna con confort e costi differenti. Vengono raggruppate funzioni e stili di vita ed i conflitti insanabili scoppiano quando in una di queste città qualcuno si permette di mischiare le cose. Esempio un po' di residenti con tanti city users e molti studenti.

Ed è successo così a Bologna. Un po' di Cittadini Residenti pretendevano di restare in città e furono ricevuti dal Consulente del Principe, l'Esperto Pavarini, che “ha aiutato tutti a dare ordine alla confusa esternazione del disagio.”
I cittadini residenti esasperati, dopo l'ascolto, si misero ad aspettare di essere meno confusi ed a trovare il SONNO. Ma il SONNO non veniva ed il Popolo della Notte esprimeva i propri bisogni sui portoni, per le strade e per le piazze.
Nel frattempo i giornali mostravano questi Residenti intolleranti, razzisti, ed anche proibizionisti, e in fondo poco inclini alle gioie della vita.

Il Principe è ottimista e di sinistra, tenta di stemperare gli animi dicendo che differenti stili di vita devono convivere, prende una decisione ed emette un'Ordinanza: dopo le 21,00 di sera non si dovrà più bere in strada BIRRA et similia. Ma il del SONNO non arriva e i RUMORI ed ODORI imperversano.
La situazione sembra proprio delicata e come se non bastassero gli equivoci e le insoddisfazioni, la compagnia dei CIN CIN invitava tutti a decidersi se brindare ad una città aperta o chiusa.
Il Principe non ha ancora trovato la strada giusta ed è meglio aspettare un po' prima di fare CIN CIN. La bleve storia non finisce qui! MA Vi lascio con una domanda: non sarà il caso di pianificare anche i piccoli usi commerciali? Magari fare un BEL PIANO COMUNALE PER IL COMMERCIO?

Carmela Riccardi 14.05.05 11:58| 
 |
Rispondi al commento

Disfarsi del "contraffatto" per misusare il proprio livello di schiavismo verso i grandi produttori.

Se riuscite lo stesso a vivere bene senza i prodotti piratati dei grandi gruppi commerciali, siete sulla buona strada per la libertà.

carlo grande 14.05.05 11:57| 
 |
Rispondi al commento

@Niccolò Petrilli

Ma quale il prblema?
Si parlava di cominciare a fare qualcosa, non di convertire il mondo in un minuto.

Io rimango convinto che per comincaire da subito a fare qualcosa ci si dovrebbe disfare fisicamente di tutto ciò che di "piratato" abbiamo in casa. DA SUBITO.

A quel punto 2 opzioni:

O si comora originale o si cercano le alternative.

Questa secondo me è l'unica via per cominciare a fare qualcosa.

Il resto sono chiacchiere.

carlo grande 14.05.05 11:55| 
 |
Rispondi al commento

Ho appreso la notizia che sky trasmetterà la maggior parte delle partite dei mondiali 2006. Siamo molto amareggiati io e mio figlio per non poter seguire le partite comodamente a casa. Non riesco a capire, con il canone che paghiamo, dobbiamo supportare tutte quei programmi che non hanno senso tipo i realty. Spero che la RAI faccia uno sforzo per far vedere tutto il mondiale. Saluti Davide Cesena

davide capelli 14.05.05 11:47| 
 |
Rispondi al commento

Salve Signor Grillo.

Sono un ragazzo (nato nel 1985) che da alcuni mesi a questa parte legge il tuo blog quotidianamente.
Ti ho conosciuto grazie a delle repliche di Drive-In quando ero ancora un bambino, e crescendo mi sono interessato sempre di più ai tuoi spettacoli e a quello che dicevi.
Sono capitato su questo blog per sbaglio, cercavo informazioni sulle tue date(visto che vederti in TV è impossibile) e ho provato a digitare www.beppegrillo.it ... Mi trovo di fronte ad un blog, ben realizzato... Con i contenuti che mi aspettavo, quel pizzico di ironia in ogni frase mischiato alla rabbia nei confronti degli individui che ci governano e che gestiscono l'economia del nostro paese.

Anch'io come te (così ho capito) non mi sento rappresentato da nessuna forza politica, da nessuna coalizione o partito... E in quanto studente della facoltà di Scienza Di Internet (Bologna) posso sicuramente confermare che internet può cambiare qualcosa in Italia... Ma purtroppo meno del 25% degli italiani lo usa... E questo anche grazie a tariffe tra le più alte d'Europa...
Secondo me "la rete" spaventa troppo i nostri politici e addetti alle nuove tecnologie, perchè mette in contatto e permette lo scambio di idee e pensieri tra persone da ogni parte del mondo, quando loro non riescono neanche a comunicare civilmente in Parlamento... Quelle poche volte che ci vanno...

Il mio era solo un piccolo sfogo, ora torno a preparare l'esame di "Economia dell'Informazione e di Internet (appunto) ...

Sono xstra-curioso di vedere il video del tuo intervento a La Bagnaia, ho letto che ad una domanda rivolta al pubblico di Mentana ti sei alzato in piedi e hai iniziato il "comizio" ... Grande, non ci sono altre parole...

Ti saluto, come un figlio saluta un padre(senza nulla togliere al mio vero che è una sottospecie di Beppe Grillo, e tralaltro si chiama come te) vedendo in lui chi gli sta insegnando a riconoscere le persone da cui stare lontano in questa vita infida...

... Anche se in fondo c'è chi sta peggio...

... Ma non è detto che non si faccia quella fine...

... Ciao ...

*** Mi farebbe piacere ricevere una tua risposta via mail, ma so anche che se dovessi rispondere a tutti quelli che scrivono qui, non avresti più il tempo per passare da un tribunale all'altro... :D ***

Antonio Laccetti 14.05.05 11:43| 
 |
Rispondi al commento

Infatti! dopo tanti anni Grillo torna sulla Rai, ma l'obiettivo dei giornalisti era di renderlo ridicolo. Il giornalismo italiano, soprattutto quello televisivo, sta diventando di regime...e il caso di Giorgino lo dimostra. Mi vergogno del mio paese.
http://katapekkia.alterista.org

Andrea Muscaria 14.05.05 11:38| 
 |
Rispondi al commento

in realtà non scrivo per aggiungere commenti, ma per una pura curiosità.
ho visto il suo spettacolo a Rovereto e l'intervento fatto durante Gold Age a Riva del Garda.
sono convinta che lei sia una delle persone con più cervello in Italia!
...per l'amor di Dio non entri in politica! (anche se a pensarci bene potrebbe essere d'aiuto a quella banda di sconvolti scaldapoltrona)...
...cose che noto con liacere le confermano in molti...

io vorrei chiederle cosa pensa del VOTO POLITICO che le sinistre e anche quell'ibrido che sta diventando Fini (leggi: camicia nera con la khefia..., alquanto originale!) vorrebbero concedere, otre ad altre agevolazioni- peraltro conflittuali con la legge italiana (che a quanto pare non é uguale per tutti)- alle comunità musilmane d'Italia...
e poi a chi altri daranno concessioni, pur di rastrellare voti...?
io sono sinceramente preoccupata: i testimoni di Geova potrebbero chiedere di smettere di fare trasfusioni...
...poi magari torniamo indietro di 100 anni con l'uguaglianza tanto sostenuta fra donne e uomini sulla libertà di lavoro..etc etc...
scusi, sto scrivendo di getto e magari faccio un po' di confusione...
però lei che opinione ha?

con affetto
Laura

Laura Montagni 14.05.05 11:37| 
 |
Rispondi al commento

Fai come B........i, scendi in campo, fonda un partito. Sarebbe una bella scommessa. Sei un comico? Ne ho bisogno, sono stanco di piangere e lamentarmi di questa classe politica.

Ciao

stefano midena 14.05.05 11:35| 
 |
Rispondi al commento

La cosa che mi ha fatto più "ridere" è stata che il tg1 delle 20 (tv pubblica...) si è limitato a dire che "ha fatto irruzione Beppe Grillo con la sua solita verve polemica"... il tg2 (sempre tv pubblica) non ha proprio parlato del convegno... non ho visto il tg3 ma quello che ne ha parlato in maniera più "approfondita" è stato il tg5. La cosa ha dell'incredibile! Il giornalista ha anche sottolineato il fatto che non è solo il Nostro che ce l'ha con la tv, ma che è anche la tv che ce l'ha con lui. Per poi aggiungere che "l'ultimo suo show, CENSURATO (ha detto proprio così!), risale, pensate a 12 anni fa"...giusto Beppe, il mondo va alla rovescia... ha ragione la torre di Pisa...

Matteo Ortenzi 14.05.05 11:33| 
 |
Rispondi al commento

@Carlo Grande
<I musicisti dovrebbero vivere di concerti...in <ogni caso fai un giro su www.magnatune.com

Conoscevo Magnatune...ma anche la grande diffusione, che io non chiamo pirata perchè quello che vogliono è proprio instillarci un senso di colpa, ha dei grossi vantaggi per la pubblicità di musicisti minori. Ho conosciuto alcuni gruppi che proprio grazie a quella sono stati conosciuti. Io stesso sto pubblicando un libro che appena uscirà(luglio-ottobre, visitate il link) metterò in e-book gratis.
Per il fatto che debbano vivere di concerti sono anni che lo dico...però posso farti l'esempio di Bertoli, che se avesse dovuto campare di concerti sarebbe morto anche prima.

<Si,ce l'ho!E per scaricare contunuti LIBERI.
<Se dici così è perchè tu stesso non sei a <canascenza dell'enormità di contenuti liberi <che circolano in rete.

Internet è pressochè tutto ciò che cerchi, e lo sappiamo tutti. Navigo da quando avevo 12 anni e ora ne ho quasi 21.
Però parliamo di te e di altri. Ma vallo a dire a chi si scarica "Troppo Belli"
Stessa cosa comunque per le auto: se metti il limite a 130, non mi fare un'auto che fa 250. E se non vuoi che scarichi film, cosa caxxo mi vendi lettori Divx da TV? sempre il sistema...

<Tu comincia a non comprare pirata...poi vediamo

Io non -compro- pirata. I cd pirata sono di qualità infima. Io turista fai da te!
Flessione del mercato musicale-cinematografico dovuto allo scaricamento selvaggio: 4% mondiale.
Comunque è un'altra pecca italiana: nel resto d'europa la gente si va iscrivendo a siti di download legale. Ma la nostra democrazia sta ancora nel che e nel duce che si litigano gli spazi in salotto...confondiamo diritto con dovere.

Che i film bisogna guardarne di meno...dai, su: soluzione non credibile

Niccolò Petrilli 14.05.05 11:32| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno ha visto il servizio del tg1 di ieri all'ora di pranzo in proposito?
Beppe Grillo si è visto ben 2 secondi! Sbracciava come un pazzo e, naturamente, quello che stava dicendo era coperto dal giornalista che diceva una casa del tipo: "... il solito intervento polemico di Beppe Grillo..". Naturalmente sull'argomento del suo intervento "polemico" neanche una parola.
W la libera infomazione!

Matteo Battistelli 14.05.05 11:29| 
 |
Rispondi al commento

Per musica libera:

WWW.MAGNATUNE.COM


carlo grande 14.05.05 11:20| 
 |
Rispondi al commento

Ma la statua del duce com'è, appesa per i piedi a testa in giù o normale?

Marco Spagnoli 14.05.05 11:16| 
 |
Rispondi al commento

@ Marcus

No e qui chiudo.

mirko mariotti 14.05.05 11:13| 
 |
Rispondi al commento

@niccolo petrilli

>>a parte i soliti big, sono pochi i musicisti che >>vendono molti cd o dvd...e se nessuno compra i >>loro cd o dvd, viene preso solo come un >>fallimento musicale, non un rifiuto economico.

I musicisti dovrebbero vivere di concerti...in ognic aso fai un giro su www.magnatune.com

>>tu terresti l'adsl a 5milioni di mega al >>secondo(è una cosa ironica, ovviamente) se non >>potessi scaricare?

Si,ce l'ho!E per scaricare contunuti LIBERI.
Se dici così è perchè tu stesso non sei a canascenza dell'enormità di contenuti liberi che circolano in rete.

>>secondo te cosa farebbero per farci comprare >>musica e film? Metterebbero per legge di dover >>possedere l'ultimo cd di britneispiars, se >>necessario!

Tu comincia a non comprare pirata...poi vediamo

>>Poi i film non possiamo averli non-piratati, >>purtroppo

Basta guardarne di meno...

carlo grande 14.05.05 11:12| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

come al solito per poter dire le loro porcate non hanno alternativa se non "chiederti gentilmente" di allotanarti.. probabilmente oltre alla libertà di stampa manca anche la libertà di parola o di pensiero (di gente che comunque non fa il giornalista). Nei tuoi spettacoli parli del fatto che è necessario che tu stia in prima linea visto che hai una famiglia numerosa e questo ti fa onore e suscita in me ( e come vedo, non solo in me) una grande ammmirazione e rispetto. Ho paura che tu sia troppo solo in prima linea, che tu sia visto come un personaggio scomodo, soprattutto per chi ha bisogno della tua assenza in questi convegni di "veri comici"... Rimango senza parole e pur con un po' di ottimismo (che è il profumo della vita! ^_^) credo che continueranno a prenderci per il c**o. Quindi, dal profondo del cuore, grazie Beppe.

Con ammirazione.

Lorenzo

Lorenzo Franchi 14.05.05 11:12| 
 |
Rispondi al commento

ma s eparlo di francia e germania..secondo te..non puo' essere che li conosca" molto " bene!!

Marcus Libero 14.05.05 11:11| 
 |
Rispondi al commento

tu hai il Che...io ho la statua del duce..e ai miei figli gli ho detto che è il nOnno!!
ehehehhehehhehehhe

Marcus Libero 14.05.05 11:09| 
 |
Rispondi al commento

Ehi davvero sarebbe possibile una televisione via web? Io purtroppo non sono esperta in materia ma se fosse pssibile sarebbe grandioso...vi immaginate che spettacolo? Finalmente una tv libera dalle ca....!!!

Camilla Bartolin 14.05.05 11:09| 
 |
Rispondi al commento

Siamo con te. Spazio all'indignazione. "forza" beppe

nicola carrara 14.05.05 11:09| 
 |
Rispondi al commento

@ Marcus

Fatti un giro e vedrai chi si lamenta e chi no

mirko mariotti 14.05.05 11:08| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, sono un 40enne con 1 figlio di 6, come tutti i bimbi curioso, mi sommerge di domande. Le mie risposte possono essere giuste o sbagliate e spesso evasive o di parte (ho il "Che" appeso in salotto) ma spero di riuscire a creargli un modo di pensare libero e fare in modo che questa sua curiosità lo continui a seguire per tutto il suo cammino. Ma poi accende la TV e.....

toniutti paolo 14.05.05 11:08| 
 |
Rispondi al commento

Perchè nessun telegiornale ha riportato cosa ha detto Beppe Grillo???
Perchè abbiamo sentito tutti l'intervento di Confalonieri, del Direttore della Rai, di Troncetti Provera, ecc...e non il suo??
Ma.....
Speriamo che le padelle arrivino a chi devono arrivare.... Perchè stiamo ancora a guardare??

Matteo Gusberti 14.05.05 11:06| 
 |
Rispondi al commento

...ma si è LINUX volevo solo ridere....

Marcus Libero 14.05.05 11:06| 
 |
Rispondi al commento

Se comincia già scrivendolo nel modo sbagliato, non ti metti sulla buona strada...

carlo grande 14.05.05 11:05| 
 |
Rispondi al commento

@Carlo Grande(e tutti, sono cose che capitano):
l'autore è quello scritto sotto il post, non sopra^__^

Comunque posso essere anche d'accordo con te...però devi considerare molti fattori, purtroppo: a parte i soliti big, sono pochi i musicisti che vendono molti cd o dvd...e se nessuno compra i loro cd o dvd, viene preso solo come un fallimento musicale, non un rifiuto economico. Inoltre dei balzelli possiamo non curarcene per una cosa di fondo: tu terresti l'adsl a 5milioni di mega al secondo(è una cosa ironica, ovviamente) se non potessi scaricare? Torneremmo tutti al 56 k...con buona pace di tronchetti vari. Inoltre ti faccio l'esempio del turismo di Marina di Grosseto.
Non ci viene più nessuno al mare qui, perchè
un panino 6 euro
una lattina di coca 3
Una sdraio con lettino per un giorno 30 euro.
Io sono sempre andato a spiaggia libera e sempre lo farò(se non la vendono...per me sono TUTTE spiagge libere, non si concede una cosa che non ha confini), ma i proprietari in crisi di bagnetti e discoteche che fanno? Invece di abbassare i prezzi(discoteca a Castiglione della Pescaia ingresso 30 euro) spingono per impedire le feste private sulle spiagge(e quest'anno ce l'hanno fatta, ma noi le faremo ugualmente), danno fuoco alle auto posteggiate nei locali gratuiti, danno fuoco direttamente ai locali...
secondo te cosa farebbero per farci comprare musica e film? Metterebbero per legge di dover possedere l'ultimo cd di britneispiars, se necessario!
Non ho vestiti griffati, ho praticamente chiuso con la coca e con il Mac, compro i generi di prima necessità al mercato equo e solidale, vado in auto solo fuori città o se devo portare qualcosa o qualcuno con me per le vie cittadine.
Ma non basta. Il sistema sta sopra e ci guadagna sempre
Poi i film non possiamo averli non-piratati, purtroppo

Niccolò Petrilli 14.05.05 11:05| 
 |
Rispondi al commento

ahhhh se intendi che devo usare LINUS...ci sto provando, solo che è un gran casino...credimi.

Marcus Libero 14.05.05 11:03| 
 |
Rispondi al commento

Beppe tifo per te. Visto che però sei un opinion leader dacci anche delle alternative, vedrai come si smuoveranno le folle. Non esiste un TG valido suggeriscine uno oppure facciamo un web TG.
I giornali sono tutti falsi? E' vero ma qualcosa da comprare in edicola ci dovrà pur essere? O rimane solo la gazzetta dello sport?

roberto bartolini 14.05.05 11:02| 
 |
Rispondi al commento

Opera non è un sistema operativo....

carlo grande 14.05.05 11:00| 
 |
Rispondi al commento

OPERA......OPERA .....

Marcus Libero 14.05.05 11:00| 
 |
Rispondi al commento

@ Marcus Libero

La prima proposta la faccio io a te.

Con quale sistema operativo e quale browser hai sritto il tuo post?

Appunto..........

carlo grande 14.05.05 10:58| 
 |
Rispondi al commento

Il problema di fondo è lo stesso per qualsiasi fatto o argomento.

Su questo blog noto una certa uniformità (non in senso dispregiativo)di opinioni che condivido.

Non so cosa facciate voi, ma dalle mie parti sono poche le persone che alle parole fanno seguire fatti.
Tutti si lamentano e sanno cosa si dovrebbe fare, ma tutti aspettano che siano gli altri a muoversi o che arrivi una legge dal Parlamento (al momento attuale mi sembra paradossale che ciò accada).

Non dico di fare tristi rivoluzioni, ma saziarsi della giustizia al di là del nostro tornaconto (non sempre la giustizia ed il nostro tornaconto vanno a braccetto ed anche in questo blog, a volte, il tornaconto personale contraddice l'ideale professato).

La giustizia deve essere il nostro tornaconto!

Esistono già movimenti ed associazioni che mettono in pratica nuove modalità del vivere: Consumo critico, Bilanci di Giustizia, GAS .....

Invito tutti a conoscre la campagna "Bilanci di giustizia" (www.bilancidigiustizia.it).

Penso che dovremmo tornare a vivere più a misura d'uomo, acquistare prodotti locali e da persone di fiducia, eliminare drasticamente il superfluo (che in parte lo si può definire oggettivamente), riscoprire le relazioni personali invece che seguire mode e tendenze, necessariamente personaliste (o individualiste).

I personaggi a noi noti non sono altro che giganti dai piedi d'argilla che si beano di fronte a tutti di passare per democratici (come hanno detto a Grillo), ma non tocchiamo il loro portafoglio!

Noi allora, andiamo a toccare proprio quello, togliamo loro quel consenso fatto di acquisti di ogni genere.

Prendiamo esempio da altre persone (esistono!) e non da loro, perché criticandoli e basta continuiamo a fare il loro gioco.

Non sto criticando nessun intervento, al contrario (vista la maggioranza dei commenti), è un invito, per chi fa fatica (perché forse ritiene inevitabile questo sistema, perché non si ritiene pronto...), a trasformare in fatti le idee ed opinioni, perché in realtà non si è soli.

Sono piccoli passi che uno dopo l'altro producono grandi cambiamenti, soprattutto quando si sommano ai passi degli altri.

Non crediamo che così facendo si torni alle palafitte e alla pellagra.
Non è vero! Esistono numerose persone che lo possono testimoniare.

Aumentiamo il numero di queste esperienze, diamo concreta speranza a coloro che verranno dopo di noi.

Saluti a tutti.


mostra come sia possibile cambiare il nostro comportamento (acquisti di beni di prima necessità, cultura, svago ....) senza tornare alle palafitte.

Giovanni Marucci Commentatore in marcia al V2day 14.05.05 10:58| 
 |
Rispondi al commento

mirko mariotti...
io lavoro già gratis piu' di un giorno alla settimana.
e chi si lamentava e proponeva luoghi comuni sei tu...
in germania e francia la qualità della vita e nettamente meglio, infatti loro non si lamentano come noi.
infatti a loro l'euro li ha arricchiti, giusto quando vengono in ferie da noi se ne accorgono....
che si siano creati in italia la colonia europea per le vacanze?
forse si! perchè il loro potere d'acqusito è superiore al nostro del 30%....o no?

Marcus Libero 14.05.05 10:58| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Beppe. Così mi piace.

Fabio Polga 14.05.05 10:55| 
 |
Rispondi al commento

Dittatura capitalistica.... Tu paghi...io ricco!

Alienazione del popolo.... fin da piccoli.

Gaetano Giuffrida 14.05.05 10:55| 
 |
Rispondi al commento

BASTA LAMENTARSI....
è troppo comodo dire a grillo che ha ragione.

PROPOSTA OPERATIVA.

facciamo delle proposte piccole giornaliere e cerchiamo di attuarle...anche etiche nei consumi, rivolte ad aziende che ci "disturbano".
questo è il piu' grande aiuto che possiamo dare anoi stessi e a grillo

Marcus Libero 14.05.05 10:54| 
 |
Rispondi al commento

per Marcus

A parte che non mi devo giustificare per una mia opinione espressa, trovo emblematica la tua risposta alle mie considerazioni, tipica di chi dice una frase fatta. Io ci lavoro all'estero e credimi che un operaio tedesco è costretto a lavorare un giorno al mese gratis perchè la sua azienda possa risollevarsi, e questa è una legge e dico legge regionale. Tu saresti disposto a lavorare un giorno gratis? E vai che l'Italia la risollevano quelli che si lamentano come te.

mirko mariotti 14.05.05 10:54| 
 |
Rispondi al commento

@ davide capalbo

Si, intendo software piratato ma non solo.
Film, musica, libri, abbigliamento, etc...

Se un bene non possiamo permettercelo, non lo compriamo.Punto. Non dobbiamo cercarlo "piratato".

Così ci redniamo schiavi dei prodotti di lorsignori e basta.

L'ultimo album del cantante preferito costa 25 euro e secondo noi è troppo?Bene, abbiamo 2 scelte:

1) lasciarlo dov'è
2) cercarlo pirata

Se tutti quelli per i quali 25 euro sono troppi scelgono 1), vedrai che lorsignori cambiano politica commerciale alla svelta
Se invece lo cerchiamo pirata, questi foraggiano il governo per introdurre nuovi crimini e pene, balzelli fiscali e tasse, perchè hanno la prova che il LORO mercato è danneggiato dal crimine.

Ovviamente c'è la 3) opzione:

3) cercare le alternative: software libero, musica rilasciata tramite licenza creative common, abbigliamento NON griffato, etc...

carlo grande 14.05.05 10:53| 
 |
Rispondi al commento

al solito schiavi e schiavizzati.... ma la cosa peggiore è che nessuno dice nulla e nessuno si accorge di nulla..
Come è possibile?
Si parla di democrazia... di etica... di libertà... per dirla alla thomas milliam "nun se parla de n'c..... capito????
Aiutaci dacci una mano

pier francesco pacini 14.05.05 10:46| 
 |
Rispondi al commento

Marco Travaglio ha detto:"Soprattutto perchè, non essendo dotato di un grande autocontrollo, non risponderei delle mie azioni e delle mie parole dinanzi a eventi come il dibattito del 13 maggio sull’ "Etica dell’informazione", che prevede fra gli altri gli interventi di Giulio Andreotti e di Marco Tronchetti Provera".
Essendo invece io dotato di un grande senso di autocontrollo, mi sono fatto invitare alla sessione: "L’etica dell’informazione e le ragioni del mercato" del giorno 13 maggio, alla quale interverranno Giulio Andreotti e Marco Tronchetti Provera.
Per ascoltare ed eventualmente dire loro cosa penso.
Grande Beppe,ieri ho seguito i vari telegiornali e mi sei piaciuto tantissimo,peccato che non nessuno abbia fatto sentire la tua voce....a proposito sempre di Etica dell'informazione.
Sono contento che almeno abbiano parlato del tuo blog,non vedo l'ora di ascoltare i tuoi interventi censurati,continua così....ciao

Marco Tidona 14.05.05 10:44| 
 |
Rispondi al commento

@Marcus:
Avevo capito la risposta...solo che il tono era molto affine al Grillo...anche se leggermente capitalista(comunque sui lavoratori statali ti do purtroppo ragione)^__^
Buona giornata, allora. Abbi fede nei metalmeccanici, ho fatto il saldatore per 3 estati e ho conosciuto gente che lavorava sodo.

Niccolò Petrilli 14.05.05 10:43| 
 |
Rispondi al commento

L'informazione purtroppo in Italia in questo momento è ridotta a zero. Quando guardo il TG5 o il TG1(non commento Studio Aperto e il TG4) mi vengono i brividi. L'unico mezzo di informazione ancora veramente libero è internet, spero che questo tuo blog viva per sempre...sei grande Beppe!!!!

Gianluca Vigano' 14.05.05 10:41| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia va'a' rotoli e Beppe Grillo urla al posto nostro mentre noi lo aduliamo e ci grattiam...le balle e ci lamentiamo dalle nostre poltrone senza alzare il c... grande beppe ma forse non hai capito che noi Italiani siamo lagnosi e poco Produttivi..se prendessimo esempio da te se invece di lamentarci da casa cominciassimo a andare per le strade a fare casino forse questi quattro politici di merda farebbero qualcosa..comunque sei e rimarrai sempre il mio mito.Ciao

Maurizio Benefazio 14.05.05 10:40| 
 |
Rispondi al commento

@Marcus Libero: oddio che è successo? Ti sei svegliato bene stamattina?^__^

Postato da: Niccolò Petrilli il 14.05.05 10:36

------------------------------------------------
buongiorno Niccolo'...mi sono svegliato male, ieri avevo un meeting lavorativo con 4 aziende metalmeccaniche...da brivido!!!!!!!!!
qui siamo alla frutta..e qualcuno dice che la germania e la francia stanno male....rispondevo ad uno li sotto...

Marcus Libero 14.05.05 10:39| 
 |
Rispondi al commento

non vedo l'ora di vedere o sentire o leggere il tuo intervento...

davide capalbo 14.05.05 10:37| 
 |
Rispondi al commento

@Carlo Grande:

cosa intendi per prodotti piratati? Software?

@Marcus Libero: oddio che è successo? Ti sei svegliato bene stamattina?^__^

Niccolò Petrilli 14.05.05 10:36| 
 |
Rispondi al commento

Gentilissimi amici,
ma non vi sembra il caso di spiegare al gentilissimo Dot. Ceccarini che tutti hanno perlomano il diritto a partecipare ad un dibattito!
Direi propio che è un convegno farsa.
E che se sono "questi" che devono difendere e diffondere l'informazione in italia siamo messi non male ma malissimo.
Saluti
Undelusissimo italiano

Giovanni Ossani 14.05.05 10:35| 
 |
Rispondi al commento

Ciao "Profeta"
tutti i telegiornali se si possono definire tali ti hanno censurato uniamoci x fare sentire la tua voce la nostra voce tempestate di email i tg x protesta .
"Profeta" perchè non facciamo noi una televisione via web un telegiornale basta poco serve solo una tua parola un tuo piccolo aiuto.

alessio bado 14.05.05 10:34| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno ha citato de andrè...mi viene in mente una canzoncina molto graziosa...
anche se il nostro maggio ha fatto a meno del vostro coraggio...
la cantiamo tutti e torniamo a rompergli...stavolta non la testa, che non serve, ma le balle?
Lo sanno che a tenere Grillo e chi è come lui fuori di TV non può raggiungere il pubblico di massa. Anche sul blog siamo pochi, decine di miei amici coetanei non sanno neanche usare il pc!
Intanto nel 2006 li mandiamo un pò a casa. Però io farei una bella elezione nulla: TUTTI a votare per schede nulle, e se vogliono venirci a far pagare le loro tasse, sovrattasse, ipertasse del cavolo: tutti i politici a casa, e chi ha veramente voglia di far democrazia al loro posto.
Ma che parlo a fare?

Niccolò Petrilli 14.05.05 10:34| 
 |
Rispondi al commento

i bilanci dello stato sono una serie di alchimie contabili, senza vera sostnza.
la francia e la gemrnaia stanno meglio di noi!
e smettiamola di raccontare puttanante per sentito dire.
L'unico paese scassato è l'Italia, per via della mole di debuito che ha, della classe dirigente, del vaticano, e di tutto il resto...
un paese che ha il doppio dei dipendenti statali degli USA..come vuoi che sta???
Un operaio o impiegato franco-tedeco, guadagnano 2200 -26000 euro mese di media, qualcosa di strano deve esserci qui da noi?
O vogliamo credere all epanzane a vita?

Marcus Libero 14.05.05 10:31| 
 |
Rispondi al commento

Io insisto...magari qualcuno lo convinco. Smettete di:

1) Usare prodotti piratati o controffatti: fate solo pubblicità gratuita a che non se la merita e ne allargate il bacino di utenza

2) Usate prodotti LIBERI (linux/solaris/freebsd, ad esempio)

3) Se quelli di cui sopra vi sembrano ostici, COMPRATE REGOLARMENTE i prodotti originali.

Per far male aquesti tiranni assetati di soldi, l'UNICO modo è IGNORARE IN TOTO i loro prodotti!
Questi si fanno forti perchè la gente usa prodotti piratati, e loro sono convinti che la gente non ne può fare a meno!

Dategli una bella mazzata!Non usateli, piratati o meno, usate/comprate i prodotti alternativi e, se possibile, liberi!

Di lamentarsi sono capaci tutti, fategli vedere che la vostra vita non dipende dai loro prodotti!

carlo grande 14.05.05 10:29| 
 |
Rispondi al commento

La cosa terribile è che vogliono farci credere che con la politica non si risolva più nulla perchè è un'arma che non taglia più e mai più si potrà riaffilare. Fateci caso, ogni giorno c'è un comunicato del consiglio dei ministri che parla in questo modo: "Abbiamo perso le elezioni perchè l'economia va male....." o "Gli italiani non possono lamentarsi dei prezzi alti perchè il governo non può farci niente...." o in mille altri modi. Sembra che il governo non possa agire, come inerme davanti al massacro economico che avvolge l'Italia. SIGNORI, NON E' COSI'!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Io posso capire il discorso "La crisi è mondiale non è italiana" perchè è vero, ma mi fa ancora più incazzare il fatto che nulla si faccia per arginarla in qualche modo. Non so se la sinistra farà qualcosa in più se vincerà, ma i primi a dovere svegliarsi siamo noi giovani ( ho 23 anni). Sono iscritto ad un movimento che si propone come fine l'unità dei comunisti e vi assicuro che è difficile fare politica quando a Bologna e provincia ti trovi ai direttivi con 10 persone. E' difficile e disarmante, ma non mollo. Non mollo perchè ciò di cui l'informazione non parla (giovani che si aggregano, movimenti nuovi che nascono ogni giorno,...) è ciò che ci salverà. Quindi cerchiamo le informazioni e non aspettiamole davanti alla tv perchè non arriveranno. Aggreghiamoci e così li sconfiggeremo. Come dice Grillo: "Sono sempre quelli....."

Enrico Raspadori 14.05.05 10:27| 
 |
Rispondi al commento

Grillo tu sei Gesu'!

leonard chao 14.05.05 10:26| 
 |
Rispondi al commento

Trovo sempre originale (oltre che simpatico) ogni intervento pubblico di Beppe Grillo, grande opinionista riconosciuto. Devo dire che non sempre tutto quello che dice è esattamente vero, o almeno lo è a grandi linee. E' vero che siamo un paese allo sbando ma non così totale, basta pensare alla Francia o alla Germania per farci venire un po' di buon umore. Il mio intervento è solo per porre un quesito: ogni società per azioni pubblica il bilancio che diventa mercè di chiunque lo volesse consultare; ora supponiamo che lo Stato sia una SpA e pubblichi il bilancio affinchè ognuno ne possa trarre le proprie indicazioni. Pensate che non sarebbe una buona scelta per far capire alla gente quanto e per cosa vengono spesi i soldi? E sopratutto quanti soldi entrano ogni anno nelle casse dello Stato?
Tutti credo si siano posti questa domanda almeno una volta. Credo sarebbe ora di iniziare a capirne qualcosa.

mirko mariotti 14.05.05 10:23| 
 |
Rispondi al commento

non avete anche voi l'impressione che questi ragazzi abituati a questa televisione battano un po' le mani a tutti senza distinguere il buono dal marcio...
credo che prima di applaudire il mitico beppe grillo avessero altrettanto osannato gli altri intervenuti

franco borgarello 14.05.05 10:14| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo, proprio perchè sei uno delle poche persine limpide che sono rimaste e proprio perchè quello che stai facendo è utile per tutti, cerca di mantenere una misura che ti permetta di continuare a farlo.
Con affetto Dona

donatella tagliata 14.05.05 10:12| 
 |
Rispondi al commento

beppe , credimi non si puo piu andare avanti cosi bisogna mettersi le mani non al portafoglio che ormai per noi lavoratori sono vuoti anzi non lo porto piu, ma sulla COSCIENZA ,SPERANDO CHE SAPPIANO COSA SIA , TU MI REGALI SEMPRE MOMENTI DI GRANDE INTERESSE QUANDO TI ASCOLTO , MA NON E STRANO IO ASCOLTO TUTTI I GIORNI I VARI TG SEGUO LA POLITICA MA NON MI DA QUESTO INTERESSE ,FORSE HO CAPITO SIAMO STATI FREGATI , MA DA CHI???? SIII LO SO COMINCIA CON LA B NON VOGLIO FARE HO SCRIVERE IL SUO NOME NON MERITA TUTTA QUESTA IMPORTANZA ,ANZI MENO MENO MENO MENO MENO DEL MIO POSACENERE E IO CONTINUO HA FUMARE , ANCORA PER QUANDO NON LO SO ,,,,???? DIPENDE DAL MIO PORTAFOGLIO E I NON SONO STUPIDO IO POSSO FUMARE E NESSUNO OGGI ME LO PUO VIETARE HA CASA MIA DOVE VIVO SOLO GIUSTO ALMENO QUESTO FOSSO FARLO LIBERAMENTE CIAO

roberto papagni 14.05.05 10:11| 
 |
Rispondi al commento

Il fatto è che in un Paese normale i politici dovrebbero far politica (invece che affari) e i comici dovrebbero fare i comici. Invece siamo arrivati a un punto dove i comici si vedono solo al teatro (e quindi il loro messaggio è alla portata di una minuscola fetta di popolazione) e non possono esprimersi liberamente se non davanti a 100 o 300 o 1000 persone (questo blog è una grande idea). E noi chiediamo loro di fare i politici! Un comico può denunciare, non governare. I politici dovrebbero essere I PRIMI a capire i problemi ea risolverli (penso, ad esempio, a Lula in Brasile).
Mi ricordo uno spettacolo di Beppe dove diceva che la gente gli chiedeva risposte, voleva sapere la verità, e "mi date una responsabilità enorme". Aggiungeva che lui era un comico e faceva il suo mestiere, e che spesso non capiva nemmeno lui in che mondo viviamo.
Quindi non diamogli troppe responsabilità, muoviamoci noi, parliamo, pensiamo. In un paese "dove i giornalisti fanno domande da comici e un comico domande da giornalista" (era riferito a Luttazzi, però) rischiamo di caricarli di aspettative, pressioni etc. E in quanto al blog, quando si chiede a Grillo di intervenire...si, avete ragione, sarebbe bello e incoraggiante vedere altri suoi commenti dopo aver lanciato il sasso, ma probabilmente non ha il TEMPO per stare tutto il giorno sul blog, tra una tournée e una visita al tribunale di Roma e a un "convegno" in Toscana e tutto il resto..

Umberto Mas 14.05.05 10:06| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Beppe.
Quando passi per la campania facci sapere che volentieri ti sosterremo.
Una parola sulla legge-sola Gasparri:
Vergogna.

Una parola sull'impegno dell'attuale governo al sud:Zero.
Qualche soldo forse ma zero strategia:l'avrebbe fatto meglio mia
madre che non so fino a quando mi potrà mantenere gli studi.
Evidentemente il cavaliere utilizzando una tecnica detta scelta della combinazione del malgoverno minore è impegnato nella scelta ottimale al riciclaggio:Dalle mie parti si dice "scarta frusc' ca ven' prmera"

Giuseppe Pepe 14.05.05 10:05| 
 |
Rispondi al commento

Un' ultima cosa, e spero che il signor Ceccherini faccia una visita a questo spazio (avrebbe molto da imparare!) ...ma qualcuno gli ha spiegato il significato della parola "Democrazia"? A me sembra un tantinello vergognosa in bocca ad una persona del genere. Ma, io mi chiedo...questa gente è andata a scuola?...ma questa gente ha studiato? Legge? O pensa solo ai c....suoi o al massimo a guardare quegli altrettanti schifosissimi e vergognosi "reality" che sembrano l'unica risorsa della TV? Culi e tette, calcio e reality. Quando trovi per caso una trasmissione seria e costrutiva te la devi videoregistrare perchè chissà se la rivedrai! Questo è il cibo dell'Italia. Sono delusa.

Camilla Bartolin 14.05.05 10:00| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
Volevo segnalarti che la Telecom il giorno 12 maggio mi ha inserito la segreteria telefonica sul mio numero di tel. dell'ufficio senza avvisarmi, e chiaramente a pagamento. Quando mi sono accorto del problema ho chiamato l'operatore del 191 che gentilmente mi ha risposto che non ci sarebbero stati problemi e che in 48 ore mi avrebbero disattivato il servizio.Ti faccio notare, che il mio telefono Sirio 187 di Telecom ha il blocco per sentire i messaggi.
…a Voi ogni commento...

lorenzo rocchi 14.05.05 09:59| 
 |
Rispondi al commento

per paolo astolfi>

Hai ragione al 100%, ma siamo cosi' mediocri che mi viene il dubbio di poter attuare quello che dici! :(

Alfonso Loro 14.05.05 09:58| 
 |
Rispondi al commento

Tu che NON CE L'HAI PIU' FATTA?
Allora siamo veramente alla frutta!
Grande come sempre Beppe

Gianluca Gendusa 14.05.05 09:55| 
 |
Rispondi al commento

Beppe che ne pensi di uno stato che raschia miliardi per funzionare, offrendo in cambio sicurezza, giustizia, istruzione, ai suoi cittadini ma a pagamento?
...
In quei giorni, la saggezza era dato solo a studenti selezionati, non era venduta per denaro e non c’era alcuna istituzione di istruzione commerciale come le abbiamo ora. Non si facevano pubblici appelli quale richiamo affinché l’istruzione venisse acquistata. Le gente aveva sviluppato metodi migliori per la sopravvivenza che non per l’istruzione. L’istruzione era qualcosa di molto devozionale e gli insegnanti non erano disponibili a dare istruzione a coloro che volevano commercializzarla. Era così in particolar modo per tre materie: la Medicina , La Legge e la Scienza di Dio o Teologia.
Queste tre materie erano custodite con grande gelosia lontane dalla gente che non credeva che dovessero esser date senza alcuno costo. Per esempio, la Medicina veniva data a quanti fossero disponibili a dare un servizio gratuito. Il governo era solito pagare i dottori, e i dottori dovevano andare in giro per città e villaggi a guarire. Anche dagli avvocati ci si aspettava che aiutassero la gente con gli argomenti legali e il governo li pagava. Gli avvocati avevano piccole tasche sul retro delle loro toghe così che quando qualcuno era soddisfatto, poteva mettere del denaro nella tasca di dietro.
Anche oggi, le toghe degli avvocati hanno quelle tasche. Sebbene i dottori e gli avvocati prendano denaro direttamente, la tasca simbolica sul retro rimane ancora come una derisione dell’odierna umanità. (…)

Luca Arnese 14.05.05 09:54| 
 |
Rispondi al commento

Beppe sei un grande, ma sei solo e non puoi fare tutto da solo o continueranno a definirti un Masaniello o un Donchisciotte, due idealisti che hanno fatto parlare di loro anche dopo morti ma che non sono riusciti a cambiare il mondo.
Ed è il mondo che invece bisogna cambiare. Ma non si può farlo da soli.
Questo mio intervento è per chiederti di lavorare insieme a noi, di non lasciarci come semplici spettatori, di costruire insieme un progetto per il nostro Paese (che ancora mi ostino a scrivere con la "P" maiuscola), di pensare ad un nuovo e rivoluzionario modo di fare politica.
Il blog, questo blog, è certamente un mezzo; ma è un punto di partenza e bisogna camminare velocemente verso una direzione. Tutti insieme. Perchè questo piccolo uomo scenda dai tacchi e tutti i suoi compagni di merende vadano a raccontare le loro mezze verità da un'altra parte.
Un abbraccio.

sergio fiorentini 14.05.05 09:45| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo Beppe Grillo, gia bravo al tempo del Ciak, mi fa molto piacere della Vostra Discussione sul Giornale in classe, la mia classe liceale 36 anni fa, su suggerimento del prof. Pieluigi Chierici ed mio, già appassionato lettore di diverse testate, organizzò un gruppo di studio su i giornali di partito ed indipendenti...eravamo pochetti...ma fu un bellissimo ed istruttivo seminario. Pierluigi Chierici, Pierre per gli amici, era un pubblicista liberale pur nelle sue ferme convinzioni ed io ricordo, ancora con piacere, le comunicazioni di direttori e giornalisti che aprivano nuovi mondi a noi giovani curiosi... qualche anno dopo lanciammo una delle prime radio libere di Bologna...avviando altri al successo commerciale.
Certo il Corrierone era immenso, Baldassare Malossi aveva un gioiello nella Gazzetta di Parma, il Piccolo era grande, Sorrisi e Canzoni non era poi così becero, Vittorio Buttafava ad OGGI aveva una equipe formidabile.
Il Candido ed il Manifesto di Metz e Rossanda-Pintor erano strepitosi contraltari, prima il Ricciardetto poi Fortebraccio hanno segnato un EPOCA. Lo stesso modesto STADIO di Luigi Chierici, aveva Severo Boschi, Remo Roveri, Alfeo Biagi, G. Turrini, Oddone Nordio...ricordo ancora la loro perfezione stilistica.
Su tutti per me troneggiavano, Arrigo Benedetti, Indro Montanelli e Gianni Brera a parte i soliti Prezzolini, Piovene, Pasolini, Moravia...che bello...
Sono vecchio o diventato più esperto? adesso mi sento poco coinvolto e spesso mi annoio, sono pochi i veri Giornalisti come Ostellino che mi arricchiscomo...perchè quelli che scrivono sul Domenicale del Sole24ore sono altro.

Cordialmente, Buon Lavoro Giuseppe Parisi

Giuseppe Parisi 14.05.05 09:40| 
 |
Rispondi al commento

Grande Beppe!...mi ha fatto ridere l'immagine del Tronchetto blindato in albergo per evitare il ciclone Grillo...comunque la cosa più preoccupante è che ormai in tv l'encefalogramma è piatto e la proposta è nulla....credo che i signori tra un po' ci faranno pagare anche per vedere i tg...

luca balestrieri 14.05.05 09:39| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe ti seguo ormai quotidianamente dopo il tuo spettacolo di Perugia.
è un vero peccato che tutti noi travolti dai nostri quotidiani impegni, non dedichiamo qualche momento della nostra frenetica giornata x guardarci intorno, e riflettere su dove ci stanno/hanno portato i signori che noi stessi mettiamo a governarci.
io ogni tanto lo faccio e vorrei andarmene, ma ho una famiglia e due figli da crescere....altrimenti....tu continua sulla tua strada che è quella giusta
siamo ancora molto pochi a seguirti...
un grazie di cuore marco

marco toni 14.05.05 09:35| 
 |
Rispondi al commento

in attesa del video mandiamo un po di pubblicita'

".. 4 catinelle...4 rugherelle ..su 4 ditarelle....quadruplica la tua voglia di chattare con tim ...e sei 4 volte matto.."

...e se ci fate caso le dita di adriana sono davvero da muratore ;)

edmond dantes 14.05.05 09:31| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, inutile dire che sei un grande... io ti dico non candidarti RESTA QUEL CHE SEI...che è meglio. L'immenso Faber De Andre' appena trent'anni fa cantava "...però bisogna farne altrettanta (...di strada n.d.r.) per diventare così coglioni, da non riuscire più a capire che non ci sono poteri buoni..." Sarà l'aria di Genova che vi fa unici?

Antonio Annunziata 14.05.05 09:24| 
 |
Rispondi al commento

Concordo con il si. Carlo Raggi. Ero rientrato in Italia, ma credo che andrò via da questo paese bananoso. A proposito di canone rai, chiedo a tutti, cosa si può fare, se a mia moglie arriva da pagare la tangente Rai, prelevando ILLECITAMENTE l'indirizzo dall'elenco telefonico, essendo lei titolare di numero fisso (privacy). Nella missiva vi è scritto che si andrà incontro all' Autorità Finanziaria con conseguenze varie. Poi alla fine come per magia, c'è scritto: dopo il pagamento si avrà diritto allo sconto di 70 euro sull'acquisto dell'aggeggio che sta arricchendo a più non posso il nostro bravo presidente del consiglio-rappresentante di tutti noi.
Ecco perché andrò via da questa merda di nazione asservitrice di berluschi, costantini e veline tutti pieni di merda ovviamente. Scusate lo sfogo.
C'è qualcuno che ha capitato la stessa cosa? Come vi comportate?
Un saluto a tutti.

Francesco Formoso 14.05.05 09:24| 
 |
Rispondi al commento

RICORDIAMOCI DI FARE LA NOSTRA PARTE !!
Beppe è grande ! apre la mente, informa tanta gente del grande degrado presente oggi nel nostro paese.
Ricordiamoci che ognuno di noi può fare la sua piccola/grande parte nelle vita quotidiana, non è solo demagogia ma si può !!
Rivediamo la nostra vita, le nostre certezze !
Piccole cose ma che fanno rivoluzioni !
insegnamo ai nostri figli a essere onesti e non furbi;
cerchiamo di vivere il più coscientemente, il più naturalmente possibile, vivere in maniera semplice, mangiando poco e pulito, respirando bene, riducendo i propri bisogni (spesso solo creati da altri), limitando al massimo i consumi, controllando i propri desideri e allargando così i margini della propria libertà.
Fermiamoci a riflettere ogni tanto !
Se ci pensiamo in ognuno di noi c'è una parte di Berlusconi, Tronchetti Provera, Vespa,......in ognuno di noi c'è un il furbo, il disonesto, il l'avido, l'arrogante.
"Se uno non ha niente dentro, non troverà ma niente fuori. È inutile andare a cercare nel mondo quel che non si riesce a trovare dentro di sé".

paolo astolfi 14.05.05 09:22| 
 |
Rispondi al commento

Beppe mi auguro davvero che tu non abbia abbandonato il convegno e per far parlare quel VILE di Tronchetti. Dio dovresti seguirlo sempre così forse la smetterebbe per sempre di aprire la bocca! Sapete che vi dico ragazzi? Saremmo dovuti andare là tutti insieme a fare un gran casino se avessero intimato a Beppe di abbandonare il dibattito per far parlare quello schifo d'uomo. E avremmo dovuto fare un gran casino. Si devono vergognare. Forse oggi la "Resistenza" dovremmo farla così. Mi vergogno un po' di essere italiana sapete? Armiamoci di cultura e conoscenza gente e andiamo a fargli vedere chi siamo. Bisogna umiliarli, fargli abbassare la testa e non fargliela alzare mai più. Beppe è riuscito a far abbassare la testa al Tronchetto che non ha il coraggio di parlare se Beppe è presente, facciamo in modo che questi uomini di m.... ignoranti e incapaci di gestire un paese come il nostro tacciano per sempre, muoviamoci anche noi , in massa, organizziamoci e facciamoli vergognare, andiamoci con regstratori e telecamere e sputtaniamoli ovunque...forse è davvero il caso di muoversi! Beppe non vedo l'ora di vedere il filmato!!! Spero sia in versione integrale, perche' sono certa che meriti!!! Non sei solo Beppe!! Ci siamo anche noi...

Camilla Bartolin 14.05.05 09:20| 
 |
Rispondi al commento

Ho casualmente ascoltato, la trasmissione radiofonica a RADIORADICALE, relativa al dibattito "Crescere tra le righe" tra giovanissimi, politici e manager di mezzi d'informazione televisiva. A parte che alcuni giovani li hanno fatti neri anche se i vissuti facevano finta di non capire...(Ma son sicuro avranno da rimugginare...), ma vorrei consigliarLe, con molto rispetto, se le Sue fonti sono autorevoli, non deve temere alcuna rivalsa, magari, anzichè porre le "questioni", dinnanzi ai nostri governatori, come denuncia, provare a porle in maniera interrogativa, sperando che la parte migliore delle persone, che son sicuro esiste, possa venir fuori e porsi lo scrupolo di verificare... Ti ammiro tantissimo, una stretta di mano affettuosa, ti aspetto a Cagliari... Davide...

Davide Soggiu 14.05.05 09:18| 
 |
Rispondi al commento

Sono pienamente d'accordo con te.
Comunque sul tg3 di ieri sera è stato fatto "vedere" il tuo intervento (5 secondi).
Ma guarda a caso sul Tg2, stesso servizio, tu non c'eri (un taglietto preciso preciso)!!! Alla faccia del pluralismo dell'informazione....

Giovanni Birone 14.05.05 09:16| 
 |
Rispondi al commento

Se il Beppe si candidasse alle elezioni, e lo potrebbe fare tranquillamente...anzi lo farebbe meglio delle bestie che governano attualmente, io lo voterei subito..e penso che lo voterebbe anche il resto dell'Italia!!!
Pensate Beppe Grillo capo del Governo....dai Beppe fallo...cosi almeno puoi tornare in tv a dire tutto cio' che ti pare e sei immune da denunce e querele.
Sei un mito;-))

stefano bruzzone 14.05.05 09:12| 
 |
Rispondi al commento

sottoscrivo in pieno, specie la parte della pedofilia.
il cliente secondo timitalia e' e deve essere (altrimenti tronchetti ti toglie il saluto e la paternita'): quattro quarti di paperelle , quattro parti di stelline, quattro parti di tartarughine, un diego e un sedicesimo di adriana. (fa piu' di uno, come l'economia!). Poi il capo butta giu' 'alla goccia', come dicono gli esperti del drink&piss e alice :)

Nelle sale di attesa di certi ambulatori di ospedale hanno fatto il loro ingresso le pulpito-TV. Volume basso quanto basta ad obbligare chi attende vicino a Te a stare zitto per non impedire che il vicino ascolti la telepredica su come devi essere (4 paperelle...etc).... forse l'ho gia' scritto ma la cosa credetemi fa un certo effetto (nessuno chiede mai di spegnere la tv per fare 2 chiacchiere!).

edmond dantes 14.05.05 09:05| 
 |
Rispondi al commento

PER CARLO RAGGI....QUELLO CHE HAI DETTO E' VERISSIMO...DISPIACE PERO' LASCIARE QUESTA BELLA ITALIA IN MANO A CINESI ED ESXTRACOMUNITARI...ABBIAMO DATO MOLTO PER COSTRUIRCELA E ADESSO ? PIUTTOSTO RIPRENDIAMONE POSSESSO

IVANA IORIO 14.05.05 08:56| 
 |
Rispondi al commento

X Beppe.

Perchè non lo segui anche nei consigli d'amministrazione il "tronchetto", così non parla più!

Mario Tardelli 14.05.05 08:56| 
 |
Rispondi al commento

questa estate mi comprerò due magliette su una ci scriverò sopra www.beppegrillo.it e sull'altra odio berelusconi.

gianni fed 14.05.05 08:53| 
 |
Rispondi al commento

Il digitale terrestre è una cosa vergognosa. E' passaggio di denaro dallo Stato a mediaset, ma istituzionalizzato. Il governo paga con i soldi dei cittadini i cittadini stessi perchè comprino un box con lo sconto, e con questo possano vedere le partite pagando ogni volta 3 euro a mediaset.
Milioni di italiani che ogni settimana danno 3 euro a mediaset è ben più di un canone rai.
E il bello è che questo è stato fatto in un momento di crisi. Al posto di aumentare le pensioni o aiutare VERAMENTE i disoccupati o migliorare i servizi hanno scelto di regalarsi un po' dei nostri soldi.
Pensateci!

vi posto qui un indirizzo dove se ne parla:
www.geocities.com/cartabianca_nz/prima.html

Umberto Mas 14.05.05 08:50| 
 |
Rispondi al commento

Girovagando x la rete ho trovato questo spot:

http://www.utenti.lycos.it/altrarepubblica/TV.jpg

Per me si sono dimenticati un pezzo di slogan:

...e te la riempie di merda.

W il WWW!!

Ciao Morris.

Morris Sigurtà 14.05.05 08:46| 
 |
Rispondi al commento

LA GUERRA civile non è pensabile.
bisogna far implodere il sistema....
noi siamo delle vacche da mingere e spremere, basta non farsi spremere piu'...e questo sistema muore da solo.
Solo che non si è ancora arrivati al punto massimo di saturazione, perchè il sistema non ti strangola del tutto..lo fa poco per volta, con calma, giorno per giorno.
Quando ci accorgeremo di non resistere piu' sarà tardi, saremo tutti in uno stato catatonico.
Sono i nuovi sistemi di dittatura anni 2000.
tutti schivi, giorno per giorno.
Bisogna attuare dei comportamenti di resistenza sociale, quello che fa grillo è solo la centesima parte di quello che si puo' fare, ma è un inizio.

Marcus Libero 14.05.05 08:42| 
 |
Rispondi al commento

faranno 1legge che mi obbliga a comprare il digitale terrestre o sky?

a me nn interessa...poteva servirmi 10anni fà...a questo livello...
a me piacciono i documentari..avrei visto molto volemntieri i canali di quel tema...

ora mi connetto direttamente ai siti delle università o mi faccio 1ricerca su internet e trovo tutto...ci sono 1sacco di amatori o semi-amatori che filmano le loro"vacanze educative"...certo non è la stessa cosa di piero angela...
xò tra poco avrò il brevetto di sub..la videocamera la ho..mi compro la custodia e me ne vado io in fondo al mare...:-D


concordo con chi dice che la guerra civile e inevitabile se si continua così!

roby cadeddu 14.05.05 08:32| 
 |
Rispondi al commento

Internet era nato come strumento di guerra per una superpotenza come l'america.
per uno strano scherzo del destino è diventato il "nostro strumento" di resistenza, contro questo regime mediatico e delle multinazionali.

RESISTERE...RESISTERE...RESISTERE.

Marcus Libero 14.05.05 08:30| 
 |
Rispondi al commento

Trovo semplicemente vergognoso e da additare a tutti l'ultima "notizia" che ci ha propinato la TV di stato.
Il telegiornale ha citato il ministro Pisanu che ha detto "l'incidenza dei reati attributi a immigrati clandestini supera il 50% dei reati scoperti".
Fermo restando che, con un minimo di giro su internet si scopre che il ministro ha anche detto "su circa 611 mila persone complessivamente arrestate o denunciate nel 2004, ben 171.811 erano cittadini extracomunitari", che non è il 50%, notizia che non e' stata fornita al TG, mi sembra che questa notizia sia volutamente fuorviante. In primo luogo perchè attribuire un reato a qualcuno non significa che quel qualcuno sia stato giudicato colpevole e condannato per il reato, ma soprattutto perchè la frase "il 50% dei reati scoperti " include tutti i reati, compresi ovviamente il furto di mele al supermercato o i furti nelle case e l'evasione fiscale, reato per il quale credo che gli immigrati clandestini non siano al top della classifica.
Queste notizie lanciate dalla televisione servono solo ad alimentare l'odio razziale.

Eugenio Marinaro 14.05.05 08:09| 
 |
Rispondi al commento

Caro Sandro,
il fatto che l'informazione non sia mai stata completamente libera non è un motivo sufficiente per tollerare e implicitamente appoggiare la situazione attuale. Quando si capisce che le cose non vanno benissimo? Quando un autorevole quotidiano straniero, non certo comunista, fa i complimenti al tg di Stato definendolo "degno di Breznev" (episodio in questione: taglio dell'audio di una delle eurogaffes del nostro "presidente", ma ce ne sarebbero molti altri). E' come dire: l'inquinamento c'è da secoli, e allora perchè preoccuparsi?
E, riguardo al secondo punto (bar pieni, ristoranti pieni, negozi, supermercati etc), è la stessa cosa che diceva qualche giorno fa un "nostro" ministro (credo Tremonti). Il problema non è: il bar è pieno, quindi non c'è recessione. Non bisogna guardare chi va al bar, ma tutti quelli CHE NON CI VANNO. Quelli che NON vanno al ristorante, quelli che NON si fanno la vacanza all'estero e così via. Quelli che spendono 50 euro al ristorante se lo possono permettere; "recessione" non significa "tutti poveri" o "tutti più poveri", ma "molti poveri" e "alcuni anche più ricchi", perchè indubbiamente qualcuno che s'avvantaggia c'è sempre. Certe volte sento delle testimonianze, che ne so?, della seconda guerra, e scopro che la gente (anche se sembra incredibile) continuava, chi più chi meno, la sua vita. Che i ristoranti non avevano chiuso i battenti. Ma ovviamente non andava tutto bene.
Anche ora non va tutto bene.
Quanto ai supermercati, ultimamente hanno prezzi altissimi. O meglio, apparentemente sono bassi (ormai per noi è la normalità pagare un barattolo di sugo 2-3 euro), ma alla fine, quando si guarda dentro il sacchetto, ci si accorge che i soldi sono andati via e non si ha quasi nulla in mano.
Esempio: l'altra settimana sono passato in un ipermercato. Ho comprato lamette per il rasoio, pomodori, due pagnotte di pane. Totale: 12 euro! Qualche anno fa con più di ventimila lire il sacchetto pesava immensamente di più.
E non diamo sempre la colpa all'euro, perchè sta diventando una scusa. Intanto se non ce l'avessimo altro che recessione, con la nostra liretta saremmo come in Argentina (svalutazione enorme, prezzi altissimi, economia allo sfascio), e poi la colpa non è della moneta in sé, ma di come è stata gestita.
Ma è francamente imbarazzante sentire il "nostro" "premier" dire che l'attuale recessione (ma in realtà, ci insegna, è solo "una leggera flessione") è dovuta all'euro. Da quanto c'è l'euro? 5 anni. Siamo i soli ad avere l'euro? No, è quasi un intero continente. Una recessione dovuta all'euro si poteva capire nei primi mesi, nel primo anno (per una serie di motivi). Ma adesso dire che la recessione è dovuta a un qualcosa introdotto 5 anni fa (e non a una finanza "creativa", ai condoni e a una politica condotta per interessi personali, anche se le conseguenze ricadono su un intero Paese----esempi: quanti nuovi casi parmalat avremo, con la depenalizzazione del falso in bilancio e con la tentata-quasi-depenalizzazione della bancarotta fraudolenta/ qualche settimana fa due mafiosi camorristi, alla vigilia della lettura della condanna, hanno utilizzato la legge Cirami sul "legittimo sospetto" e hanno ottenuto che il processo fosse avviato da zero e in un'altra sede: è forse giusto?/ etc etc) è un qualcosa di tragicomico, se non proprio di terribile.

Detto questo, saluti a tutti

Umberto Mas 14.05.05 07:55| 
 |
Rispondi al commento

Vi consiglio di leggere il libro "Cattive notizie. La retorica senza lumi dei mass media italiani" di Michele Loporcaro.

Qui potete trovare una sua intervista: http://www.feltrinelli.it/foreign_rights/storia/SchedaTesti?id_testo=1592&id_int=1443

josef sudek 14.05.05 07:43| 
 |
Rispondi al commento

Mi permetto di dare un consiglio apssionato a tutti: CHI HA UN DIPLOMA O UNA LAUREA, CHI HA ESPERIENZEIN LAVORI MANUALI, CHI E' GIOVANE, FACCIA LE VALIGIE E SE NE VADA IN AUSTRALIA, CANADA, STATI UNITI, NUOVA ZELANDA, BRASILE.....L'ITAGLIA E' FINITA !!
GUERRA CIVILE DIETRO L'ANGOLO !!
PURTROPPO !!!!

NON SIETE STATI CAPACI DI CAVARVI DALLE BALLE I VAMPIRI ALLA TRONCHETTI, GLI PSICOPATICI COME SILVIO, LE BANCHE USURAIE E LADRONE, I MEDIA VERGOGNOSI, INVECE CONTINUATE ANDARE ALLO STADIO A MENARVI TRA DI VOI, POVERACCI !!

Carlo Raggi 14.05.05 07:42| 
 |
Rispondi al commento

Facciamo molta attenzione Beppe che questi miserabili fetenti ci faranno impazzire tutti.
Siamo ancora pochi

Emilio Iannone 14.05.05 07:24| 
 |
Rispondi al commento

Egregio Beppe Grillo,
non riesco a seguirti.
L'etica dell'informazione non è mai esistita,e l'Italia potrebbe essere al primo posto o all'ultimo indifferentemente.
In tempi passati,quando non c'era il satellite,mi servivo delle telescriventi per avere notizie dal mondo--oggi lo si può fare con internet--e le cose sono rimaste speculari.
Qualsiasi informazione è manipolabile,e solo se si è esperti del campo si può intravvedere la verità.
Ma si può guardare nel piccolo per avere un'idea del quadro generale.Prendiamo l'economia.
Nella mia piccola cittadina vedo sempre supermercati pieni,bar affollati,ristoranti e pizzerie frequentate,fior di milioni depositati nelle poste,costruzioni sempre nuove--o miglioramenti--che comportano una ricerca affannosa per avere un muratore a disposizione.Le case sono piene di bei mobili,elettrodomestici,computer; e non parliamo delle auto.
Recessione?
Ti puoi vestire ,ormai,con quattro soldi,e mangiare con cinque.
Eppure a sentire i media siamo nella polvere.
Io credo a quello che vedo.
Saluti
Sandro

Sandro zonfrilli 14.05.05 06:17| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori