Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

L'aereo più grande del mondo

  • 186


a380.jpg

La settimana scorsa ci sono stati due superlativi europei dei trasporti:
l’aereo più grande del mondo e il sistema di tunnel ferroviari più lungo del mondo.

“Sarà l’aereo più venduto del mondo. In 30 anni ne voleranno 400. Abbiamo già decine di commesse.” Così scrivevano gli esperti, quando dalla pista di Tolosa decollò il primo Concorde, 36 anni fa.

Di quel gioiello tecnologico, orgoglio dell’aeronautica europea, ne volarono una ventina, perché furono concepiti come se il petrolio fosse inesauribile e sempre a buon mercato.”

"Un glorioso anacronismo fin dal suo primo volo" lo definì il Guardian.

Con il Concorde pochi ricchi frettolosi volavano su un serbatoio con le ali, più peso di cherosene che di tutto il resto, al doppio della velocità del suono e a metà del costo reale.
L’altra metà del biglietto era sovvenzionata dai contribuenti europei.

Il 27 aprile, dalla stessa pista del Concorde, è decollato il primo Airbus 380: tre piani, 500-800 passeggeri, letti matrimoniali, palestra, sauna, casinò.

Passando dal “più veloce” al “più grande” di tutti i tempi, l’Europa aeronautica passa dal “polo del lusso” al “polo della massa”: molta più gente potrà volare, sempre più spesso, sempre più lontano, a prezzi sempre più bassi.

L’Airbus 380 consuma per ogni passeggero un po’ meno degli aerei attuali. “Il gigante verde. Con un'efficienza del carburante maggiore di quella della vostra auto”, scrive Airbus.
Ma probabilmente questo risparmio sarà più che compensato dall’aumento dei passeggeri che questo aereo favorirà.

Ci risiamo.
Facciamo i conti come se il petrolio continuasse per i prossimi 20 anni a costare poco e non finisse mai.
E come se il clima fosse insensibile all’aumento della CO2.

Forse l’Airbus 380 sarà un successo commerciale. Forse invece farà la fine del Concorde. Se farà ulteriori danni al clima, almeno saranno danni popolari, invece che danni d’elite.

Ieri è stata una data storica anche per un altro progetto colossale nel campo dei trasporti: è stato fatto saltare l’ultimo diaframma tra i due bracci del tunnel del Loetschberg, il primo (35 km) di un sistema di 90 km di gallerie ferroviarie (ALPTRANSIT) che gli Svizzeri stanno realizzando per trasferire su rotaia gran parte dei trasporti transalpini ora su gomma.

C’è anche chi fa i conti con il prezzo del petrolio e la fragilità del clima con 30 anni di anticipo. Ma di questo vi parlerò un’altra volta.

Fonti:
http://www.airbus.com/product/a380_backgrounder.asp
http://www.alptransit.ch/pages/i/index.php

1 Mag 2005, 17:54 | Scrivi | Commenti (186) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 186


Commenti

 

Ricordi la storia della Valujet? mi piacerebbe sapere che ne pensi. è vero che molti biglietti sono strapagati per via delle inefficienze delle compagnie, ma con questi prezzi stracciati, possiamo stare sicuri?

comprare mi piace facebook Commentatore certificato 28.09.15 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Cavolo, pareva ieri! A quell'epoca il petrolio non costava 130$ al barile...

Tiziano M. Commentatore certificato 24.05.08 19:38| 
 |
Rispondi al commento

RW100

Questa dovrebbe essere la barca più veloce e più grande del mondo!!!

Alex


A parte che i maggiori costruttori di aerei civili stanno studiando da anni l'uso di carburanti puliti tipo...l'idrogeno.
a parte che berlusconi l'aereo se l'è comprato e non ha bisogno di quello di stato.
a parte che in questo blog nbon si è obbligati ad essere contro tutto e tutti....mi spiegate xchè il 90% dei commenti non c'entrano nulla con l'argomento del post?

Paolo B. Commentatore certificato 05.10.07 19:32| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Ciao beppe sono un futuro sociologo,mi dovrei laureare a ottobre all'università di Bologna, sto preparando una tesi in Logistica e strategie di marketing nei trasporti,vedo nel tuo sito che c'è l'immagine dell'Airbus A380, l'aereo più grande del mondo, quello che volevo dirti che in Italia per quanto riguarda i trasporti e l'infrastrutture siamo indietro a molti paesi europei.Di chi è la colpa? Io da futuro sociologo non dovrei dare giudizi, perchè la sociologia è avalutativa, ma invece daro' giudizi e dico che la colpa della nostra arretratezza è dovuta a quei politici che non hanno saputo mai amministrare destra, sinistra e centro.Sono tutti delle merde sanno amministrare solo i loro interessi. Mi vergogno a volte di essere italiano. Ciao beppe.

logan lustri 15.09.07 12:48| 
 |
Rispondi al commento

Ciao beppe sono un futuro sociologo,mi dovrei laureare a ottobre all'università di Bologna, sto preparando una tesi in Logistica e strategie di marketing nei trasporti,vedo nel tuo sito che c'è l'immagine dell'Airbus A380, l'aereo più grande del mondo, quello che volevo dirti che in Italia per quanto riguarda i trasporti e l'infrastrutture siamo indietro a molti paesi europei.Di chi è la colpa? Io da futuro sociologo non dovrei dare giudizi, perchè la sociologia è avalutativa, ma invece daro' giudizi e dico che la colpa della nostra arretratezza è dovuta a quei politici che non hanno saputo mai amministrare destra, sinistra e centro.Sono tutti delle merde sanno amministrare solo i loro interessi. Mi vergogno a volte di essere italiano. Ciao beppe.

logan lustri 15.09.07 12:47| 
 |
Rispondi al commento

buon giorno a tutti..
vi faccio solo una domanda... in un epoca dove l'italiano medio si strappa i capelli per una partita di calcio come possiamo cercare di sanare leconomia italiana??
le persone sanno chi è totti... ma sanno chi è il capo del governo??
ma non vi sembra assurdo che uno che corre dietro ad un pallone guadagni più di un medico che ci salva la vita??
siamo arrivati ad una soglia di pressione fiscale ormai insostenibile... ma paghiamo ben oltre 90 euro a testa per un pranzo dei nostri cari deputati... vi sembra normale?? ah... scusate loro pagano 2,5 euro di contributo...
la sicurezza poi... fa pietà.. ma i nostri politici non se ne accorgono perchè sono protetti e coccolati dalle guardie del corpo che noi paghiamo...
poveri noi... che il cielo ci assista...
mi piacerebbe conoscere il suo pensiero su questi argomenti...
grazie e scusate del distrubo..

gaiani walter 11.08.07 15:18| 
 |
Rispondi al commento

non capisco a cosa serve una cosa del genere....................................
solo per montarsi la testa..................!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!ciao ciao

giorgia di nardo 23.03.07 20:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la prego signor grillo di scoprire la piu' grande truffa italiana....non so se ha sentito parlare degli index point contratto che si stipula con la societa' index europea di bergamo....questa societa' ti offre dei servizi on line( che non funzionano assolutamente) in cambio di un pagamento di 5000 euro pagabili anche a rate....
purtroppo ci siamo cascati in tanti in italia...la prego di poter far alzare un polverone

antonino perricelli 12.02.07 16:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe Grillo.
Scusi se mi permetto l'ardire di chiederle se ha mai pensato di svolgere l'attività di politico?!
In quanto lei è semplicemente un GRANDE!!!!!
TANTI AUGURI A LEI E FAMIGLIA!!!!!!!

Riccardo Terzi 04.01.07 16:43| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Nel farti i complimenti, non posso che farti notare che stavolta sei completamente fuori strada.
Innanzitutto il "gigante" dell'Airbus è stato concepito proprio per decongestionare il traffico aereo e alle stesso tempo ridurre costi e consumi (e di conseguenza anche l'inquinamento). Mi sembra ovvio che trasportare 800 persone al dilà dell'atlantico con un solo velivolo sia più furbo che farlo con 2 o più aerei.
Poi il paragone con il Concorde mi sembra quantomai fuori luogo. Il supersonico anglo-francese è stato sviluppato negli anni '60 in un clima di feroce corsa al primato mondiale contro gli Stati Uniti (che con il loro trasportatore supersonico hanno fatto una figura ben peggiore). Il concetto di base era quello di puntare sul lusso per giustificare prezzi tanto elevati (se non sbaglio dell'ordine di una decina di milioni a persona), per poter sopperire all' elevatissimo consumo di carburante; il punto di partenza dell'A380 è esattamente l'opposto, ridurre il più possibile il consumo di carburante in modo da abbattere drasticamente il costo del viaggio.
E' piuttosto ingenuo pensare che il colosso aeronautico europeo abbia progettato un aereo gigantesco per riempirlo di casinò e saune, mi sembra palese che i primi esemplari siano stati costruiti con questa configurazione per una questione di immagine e di marketing, ben presto gran parte dello spazio riservato agli agi sara riempito da innumerevoli file di sedili per rendere realtà il più grande e il più bel autobus dei cieli.

VIVA L'A380!!!

Paolo Caloi 16.02.06 00:59| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

diamond earrings Heh. How it goes? Buy it all. ASAP. Last discount in your live (AAAAA!!!!!). Take a rest.

diamond earrings 06.02.06 05:10| 
 |
Rispondi al commento

diamond earrings Heh. How it goes? Buy it all. ASAP. Last discount in your live (AAAAA!!!!!). Take a rest.

diamond earrings 06.02.06 05:09| 
 |
Rispondi al commento

diamond earrings Heh. How it goes? Buy it all. ASAP. Last discount in your live (AAAAA!!!!!). Take a rest.

diamond earrings 06.02.06 05:09| 
 |
Rispondi al commento

auto loan When 'e spake fall asleep at contraposed 'e diseovered of taking a law-threshing farm in Nelsons and shdicking about on Roundness with the Kasos gal witnesse his men at work. savoured here the early

auto loan 06.11.05 23:47| 
 |
Rispondi al commento

auto loan When 'e spake fall asleep at contraposed 'e diseovered of taking a law-threshing farm in Nelsons and shdicking about on Roundness with the Kasos gal witnesse his men at work. savoured here the early

auto loan 06.11.05 23:47| 
 |
Rispondi al commento

auto loan When 'e spake fall asleep at contraposed 'e diseovered of taking a law-threshing farm in Nelsons and shdicking about on Roundness with the Kasos gal witnesse his men at work. savoured here the early

auto loan 06.11.05 23:47| 
 |
Rispondi al commento

il mio pensiero è che oggi manca la passione e la forza intelletuale per respingere i soprusi di questi rapaci che stanno divorando la nostra vita e noi sappiamo soltanto stare li a guardare a lamentare rimanendo coscenti che tutto rimane senza nessuna variazione e successo. Come dice una grande persona che conosco, ci stanno fumando nella pipa.

peppe bellomonte 09.10.05 13:41| 
 |
Rispondi al commento

il mio pensiero è che oggi manca la passione e la forza intelletuale per respingere i soprusi di questi rapaci che stanno divorando la nostra vita e noi sappiamo soltanto stare li a guardare a lamentare rimanendo coscenti che tutto rimane senza nessuna variazione e successo. Come dice una grande persona che conosco, ci stanno fumando nella pipa.

peppe bello 09.10.05 13:40| 
 |
Rispondi al commento

You are invited to check the pages dedicated to free compounding pharmacy chain .

pill 05.10.05 12:39| 
 |
Rispondi al commento

chi e così pazzo da leggere tutto il sito cmq fa vomitareeeee!!!!!!!!!!!

georgette iovino 15.09.05 08:57| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

non ci posso credere !... Quando penso a tutti questi pensionati che non sanno come fare per mandare avanti la vita !

Kavolo ma qua in Italia per vivere bene o fai TV, la velina, il calciatore o il politiko

sonia simond 02.09.05 15:30| 
 |
Rispondi al commento

non ci posso credere !... Quando penso a tutti questi pensionati che non sanno come fare per mandare avanti la vita !

Kavolo ma qua in Italia per vivere bene o fai TV, la velina, il calciatore o il politiko

sonias imond 02.09.05 15:30| 
 |
Rispondi al commento

In your free time, check some helpful info about play texas hold em online for free play texas hold em online for free http://www.nemasoft.com/texas-hold-em-online.html http://www.nemasoft.com/texas-hold-em-online.html ...

yahoo texas hold em poker 29.08.05 21:26| 
 |
Rispondi al commento

Please check the sites about play free video poker play free video poker http://www.ablejobs.com/ http://www.ablejobs.com/ ... Thanks!!!

download free texas holdem offline poker 28.08.05 15:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

x David Di Folco

Già, peccato che io mi sia iscritto al passivo come da sito Volareweb: non preoccuparti, sono informatissimo...E poi il punto è un altro: non mi piace il principio che una società contragga debiti che non può saldare( anche e soprattutto per una serie di imbrogli senza fine), fallisca, e prima di averli saldati (rinviando tra l'altro il tutto) ritorni sul mercato come se niente fosse. Capisci?

Luca Beato 23.06.05 10:28| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo pur sempre il primato per i limoni e le mozzarelle. Peccato che a causa delle condizioni climatiche siamo costretti ad importare le banane.

Mario Rossi 30.05.05 17:25| 
 |
Rispondi al commento

Che ne dici dello spot del governo,ore 12,55 rai o canale 5 sulla pirateria informatica e poi alle 12,57 rai o canale 5 trasmettono lo spot Telecom su alice che scarica canzoni tutta velocità.
viva la pubblicità

gianfranco barbieri 14.05.05 21:55| 
 |
Rispondi al commento

x Luca Beato: da mesi nel loro sito web c'era questo comunicato
http://buy.volareweb.com/jsp/web/administration.jsp?lang=it
con questa nota
"NOTA BENE:
Tutti i passeggeri in possesso di biglietti non utilizzati e non ancora rimborsati sui voli Volareweb.com, Volare Airlines S.p.A ed AirEurope S.p.A (esclusi i voli charter AirEurope) dovranno utilizzare il modulo per la richiesta di ammissione al passivo di Volare Airlines (in via chirografaria)." e hai diritto a comprare i biglietti con il 50% di sconto... quindi invece di lamentarsi, sarebbe meglio informarsi ;)

David Di Folco 14.05.05 14:01| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe, volevo sapere cosa ne pensi di questo conto arancio e mutuo arancio...grazie ciao...

salvo taronna 13.05.05 13:03| 
 |
Rispondi al commento

dopo lo splendito spettacolo al quale ho assistito ieri sera a Rimini ho visitato il sito. Mi piace molto ma cercavo una forma di ricerca per rivedere alcuni argomenti. non la trovo.
Grazie

di rosa francasca 13.05.05 11:28| 
 |
Rispondi al commento

MANDIAMOLI A LAVORARE :


Sull'Espresso di qualche settimana fa c'era un articoletto che spiega che recentemente il Parlamento ha votato all'UNANIMITA'e senza astenuti (ma và?!) un aumento di stipendio per i parlamentari pari a circa ¬ 1.135,00 al mese.

Inoltre la mozione e stata camuffata in modo tale da non risultare
nei verbali ufficiali.


STIPENDIO Euro 19.150,00 AL MESE

STIPENDIO BASE circa Euro 9.980,00 al mese

PORTABORSE circa Euro 4.030,00 al mese (generalmente parente o familiare)

RIMBORSO SPESE AFFITTO circa Euro 2.900,00 al mese

INDENNITA' DI CARICA (da Euro 335,00 circa a Euro 6.455,00)

+

TELEFONO CELLULARE gratis

TESSERA DEL CINEMA gratis

TESSERA TEATRO gratis

TESSERA AUTOBUS - METROPOLITANA gratis

FRANCOBOLLI gratis

VIAGGI AEREO NAZIONALI gratis

CIRCOLAZIONE AUTOSTRADE gratis

PISCINE E PALESTRE gratis

FS gratis

AEREO DI STATO gratis

AMBASCIATE gratis

CLINICHE gratis

ASSICURAZIONE INFORTUNI gratis

ASSICURAZIONE MORTE gratis

AUTO BLU CON AUTISTA gratis

RISTORANTE gratis (nel 1999 hanno mangiato e bevuto gratis per Euro 1.472.000,00). Intascano uno stipendio e hanno diritto alla pensione dopo 35 mesi in parlamento mentre obbligano i cittadini a 35 anni di contributi (per ora!!!)

Circa Euro 103.000,00 li incassano con il rimborso spese elettorali (in violazione alla legge sul finanziamento ai partiti), più i privilegi per quelli che sono stati Presidenti della Repubblica, del Senato o della Camera. (Es: la sig.ra Pivetti ha a disposizione e gratis un ufficio, una segretaria, l'auto blu ed una scorta sempre al suo servizio)

La classe politica ha causato al paese un danno di 1 MILIARDO e 255 MILIONI di EURO.

La sola camera dei deputati costa al cittadino Euro 2.215,00 al MINUTO !!

Far circolare.......si sta promovendo un referendum per l' abolizione dei privilegi di tutti i parlamentari............ queste informazioni possono essere lette solo attraverso Internet in quanto quasi tutti i massmedia rifiutano di portarle a conoscenza degli italiani......

LEONARDO ESPOSITO 13.05.05 11:07| 
 |
Rispondi al commento

Non ho commenti particolari da fare ...anzi volevo ringraziarla ,perchè ieri sera sono venuta a rimini ,al suo spettacolo,credendo di vivere in una delle prime 5 nazioni al mondo e ora mi accorgo che tenevo gli occhi chiusi.grazie.
Lei sarà anche" solo" un comico ma mi creda quanta verità dice.Sono andata a visitare i siti di cui parlava...mitici.
Non ero a sedere tra gli omaggi
Arrivederci e grazie Barbara

barbara olivi 13.05.05 10:41| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe vai forte grazie

leonardo saggiomo 12.05.05 22:17| 
 |
Rispondi al commento

Ho visto il tuo ultimo spettacolo sulla rete svizzera,anche perche era l unica rete che lo trasmetteva,peccato,e da questo che si capisce che vai d accordo con i politici italiani(i ladri della verita),a volte trovo che siano piu comici loro di te.Non li sopporto,vogliono andare al potere solo x gonfiare il loro portafoglio e aumentare il debito pubblico,sempre piu tasse;
che bello vivere in italia.Vorrei saperne di piu sulle chiamate all estero che hai fatto vedere allo spettacolo.Ti ringrazio e spero di vederti presto in TV,magari su qualche rete italiana,sara mai possibile?

Daniele Grugni 12.05.05 22:16| 
 |
Rispondi al commento

grazie grillo, per tutto quello che fai

procopio sergio 12.05.05 18:47| 
 |
Rispondi al commento

forse per far la spesa il treno va bene, ma per andare in america o asia in tempi ragionevoli non vedo alternative.. forse anche la spesa energetica totale di una nava sarebbe, in relazione alla distanza, maggiore.

gabriele torchiani 12.05.05 12:41| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,
ho notato con la solita punta di dispiacere quando sento certe cose che tutti parlano di 'fonti energetiche alternative'. Io vi lancio una provocazione: siamo proprio sicuri che abbiamo necessità di nuova energia? Non è forse vero che ne sprechiamo così tanta che il semplice risparmio sarebbe più che sufficiente a campare bene e senza nuovi impianti per la produzione di energia?
Eppure tutte le volte che siamo in crisi energetica ci propongono la costruzione di nuove centrali e ci dicono che abbiamo fatto una grande cazzata con il referendum contro il nucleare.... ma loro non erano andati a votare...
Pensiamoci, costruiamo delle abitazioni che sono dei colabrodo energetici, gli stabilimenti industriali producono calore che viene sprecato, i rifiuti vengono accatastati in collinette artificiali, gli edifici pubblici sprecano e sprecano energia.... eppure le tecnologia e le conoscenza ci sarebbero, non si tratterebbe di esperimenti ma solo di mettere in pratica semplici accorgimenti che consentirebbero una migliore razionalizzazione dell'impiego di energia!
Forse questa cosa non va bene a qualche 'grande imprenditore' che basa i suoi profitti sul petrolio?!? O si tratta di semplice IGNORANZA?

Giuliana Marcon 11.05.05 11:11| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE! Dì qualcosa di quei ladri di VOLAREWEB! A me (e qualche altro migliaio di persone) hanno letteralmente fregato 198 euro per dei biglietti che non ho mai potuto utilizzare, perchè poverina, la compagnia era fallita! Ora tornano sorridenti a dirci che "tornano a volare", ma da qua a restituirci i soldi che si sono presi...Ma che presa per il fondoschiena è? Perchè questa gente torna a volare invece di volare a calci in galera? sconsolatamente ciao...

Luca Beato 11.05.05 10:05| 
 |
Rispondi al commento

è stato grande il tuo spettacolo ieri ad asciano, mi sono reso conto che siamo controllati e veicolati da persone che anno potere, troppo potere per limitare la nostar libertà d'informazione!.

andreino bonellino 10.05.05 19:37| 
 |
Rispondi al commento

NECESSARIAMENTE UN BUROCRATE? Solo se fa comodo, caro Andrea. Grillo in poco tempo otterrebbe tanti, ma tanti di quei milioni di voti che praticamente diventerebbe una specie di MONARCA ASSOLUTO. Burocrazia, ladrocini e ingiustizie in generale, continuerebbero ad esistere solamente se anche lui fosse un bugiardo che per propri interessi ci avesse fin qui solo preso in giro, e a volte confesso, il dubbio ce l'ho. Per guidare la nave devi esserne il comandante! Nella stiva ci mettono ti spostano a piacimento per orientare la nave secondo la rotta imposta. Dal di fuori, caro Andrea, non si cambia nulla.

Stefano Sannella 10.05.05 10:40| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
come mai hai annullato il tuo intervento al salone del libro di Torino ?

Cristina Re 09.05.05 17:50| 
 |
Rispondi al commento

è vero che, al momento, è ancora cara rispetto all'energia fornita dalle centrali idroelettriche o altro ma se guardi bene nei vari rapporti si stima che nel 2010 (ben presto) si potrà costruire impianti di grandi dimensioni al prezzo di 3euro/Wp (c'é anche chi dice 1euro/Wp nel caso dei film sottili http://www.energoclub.it/punto_b_.htm) arrivando così a competere con gli altri sistemi di produzione energetica.

Lo so che al momento non è ancora accessibile a tutti, ma non credo che il problema siano solamente i soldi, se stiamo discutendo sull'energia fotovoltaica è anche per un fattore ambientale.

p.s.: dimenticavo un'altro bel sito (rivista) italiano http://www.ilsolea360gradi.it/

eliseo zarro 09.05.05 17:11| 
 |
Rispondi al commento


Letto nel sito da te raccomandato: " By connecting large numbers of these cells into modules, the cost of photovoltaic electricity has been reduced to 20 to 30 cents per kilowatt-hour. Americans currently pay 6 to 7 cents per kilowatt-hour for conventionally generated electricity. "
Quindi, come esattamente dicevo io, l` energia fotovoltaica e` ancora dalle 3 alle 5 volte piu` costosa di quella che si trova in rete ( almeno in America )!!
Tieni inoltre presente che metre l` energia in rete la paghi un po` per volta ogni mese, se ti monti sul tetto i pannelli fotovoltaici, i 10000 euro ( circa ) di spesa, li devi cacciare fuori subito ( o quasi ) !!
Questo e` il motivo per cui il solare non ha ancora preso piede !!

matteo martini 09.05.05 13:58| 
 |
Rispondi al commento

Per Matteo Martini:
"Che strano !!
Mai una volta che quando qualcuno parla di " laboratorio di recerca sulla tecnologia fotovoltaica " o di " alternative " metta uno straccio di link ..
Sara` un caso ?? "

Questo può essere un buon punto di partenza : http://www.leee.supsi.ch

...un pochino diffidenti? :)...no hai ragione potevo mettere un link

ciao

eliseo zarro 09.05.05 10:05| 
 |
Rispondi al commento

x Pasquale Goffredo: discutibile la cosa. Perché dici che sarebbe stato boicottato? Mi risulta che sia stato usato per un breve periodo anche per una rotta interna agli US dalla Braniff e la Parigi-NewYork fu insieme alla Londra-NewYork l'ultima ad essere dismessa prima del suo ritiro (L'incidente delk Concorde fu proprio in decollo da Parigi per gli USA.

Piuttosto per questioni di rumore gli USA richiesero che l'accelerazione a volo supersonico venisse effettuata a maggior distanza dalla costa, limitando di fatto la crociera supersonica dello stesso. Per questo problema fu permesso in tutto il mondo di volare in Supersonico solo sopra gli oceani, limitando le rotte su cui poteva essere impiegato (Africa e Oriente, con i problemi dei primi voli che ebbero sui cammelli Sahariani), c'é da aggiungere che dal concepimento dell'idea, alla sua messa in linea passarano quasi 20 anni, proprio a cavallod egli anni '60 in cui il mondo iniziava a prendere coscienza dei problemi ecologici di inquinamento dell'aria, del buco dell'ozono, e inquinamento acustico

x Fabio Casale: ok per i costi, che comuqneu rimarrebbero maggiori di un comune motore a benzina, ma a proposito dei pesi? Sicuramente la tecnologia c'é, ci manca solo di poterla utilizzare con efficenca ed economicitá.

David Di Folco 07.05.05 17:53| 
 |
Rispondi al commento

ciao BEPPE (sei na forza)

per la serie l'italia un paese democratico!!!!!!!!

leggi questo che puo accadere a chiunque.

Vi chiedo scusa del modo di scrivere non so più come e cosa fare.

Desidererei sapere come e possibile che in un paese civile prima si condanna e poi si giudica? ho preso una multa da pattuglia sotto casa venerdi 17/03/05 ore 11.30 mi reco (all'improvviso e non previsto) a prendere con l'auto mia figlia, mi fermano, e senza motivo apparente, mi fanno l'etilometro risultato 0.69 (premetto che mi ero appena alzato da tavola, anzi stavo ancora cenando) e conseguente ritiro di patente e messo alla gogna -non sono potuto andare a lavorare; -non sono potuto andare a fara la spesa per il negozio; -non sono potuto andare a fare compere per la prima comunione di mia figlia; -e ho passato di piacere in piacere per trovare un passaggio per andare nei vari organi per capire in che razza di guaio mi ero cacciato; -non ho dormito per tre giorni; -sono passato per ubriacone e peggio mi sento uno straccio in 30 anni di patente mai preso una multa ed ora tutto in una volta vengo messo al bando. E possibile tutto cio a chi chiedere giustizia? E pensare che il Ministro disse di avere buon senso prima di applicare le norme dimenticando che come organi di vigilanza ci sono le SS. Aiutatemi sono sull'orlo di una crisi depressiva. -Ho 50 anni e sono diabetico e da tre anni essendo ragioniere disoccupato mi arrangio con piccoli lavoretti di consulenza che ora non posso fare grazie allo zelo di quel ps e a quel maledetto mezzo bicchiere era per festeggiare la festa del papa e San Giuseppe.

Lunedì mi presento alla Prefettura di Salerno (dopo 17 giorni dalla multa) e mi dicono che devo tornare mercoledì perche c’erano le elezioni e che forse mercoledì ci sarebbe stato lutto nazionale per il Papa.

Ok vado mercoledì senza aver ricevuto nessuna notifica o comunicazione e nel richiedere la patente mi dicono che mi devo prima sottoporre ad una visita specialistica perche quello che ho fatto e un reato gravissimo –io di sicuro io non ho ammazzato nessuno mai avuto multe (ho la patente da 30 anni).

Mi chiedo e possibile che in una Nazione cosi civile come l’Italia non ci sia giustizia per una cosa cosi poco grave (era la prima e di sicuro l’unica e l’ultima volta) e senza neanche un po di considerazione e rispetto io debba sborsare tanti soldi e tante persone mi debbano fare un processo invece di riservare le forze e risorse in cose piu gravi – ma prima fino a due anni fa il Ministro disse che fino ad un bicchiere (e il mio era mezzo diluito con acqua) le cose potevano andare ma se adesso da 0.80 hanno portato a 0.50 ok ma datemi perlomeno le attenuanti no in una sola volta perdo punti patente e fiducia nelle istituzioni. E adesso (visto che mi hanno contestato pure le cinture???????) sono senza ben 15 punti ditemi Voi come si fa adesso a guidare e con che tensione, ma la polizia non aveva l’obbligo di prevenire ed educare e allora perche reprime manco se questo Paese fosse uno stato di polizia e no di democrazia..

Oggi 20/04/05 sono ancora senza la patente, una persona che lavora in Questura mi dice che sono iscritto nel registro degli indagati e che dovrò affrontare un procedimento penale. Ma ditemi lo Stato non ha niente di meglio da fare che buttare i soldi per condannarmi per un così “grave reato”?

Oggi 05/05/05 mi manda a chiamare la polizia di stato e nel notificarmi il reato mi dice che adesso posso ritirare la patente in prefettura, ma se l’ho gia presa da 10 giorni, insomma, mettetevi d’accordo una buona volta –che fate mi fucilate o mi mandate all’Asinara a vita.

Aiutatemi Vi prego.

Aiutooooooo

renato pluto 07.05.05 16:36| 
 |
Rispondi al commento

Fabio Casale: Piuttosto pensiamo che le auto elettriche non sono efficaci perché gli accumulatori pesano il doppio di un motore convenzionale, o perché un sistema per convertire l'acqua in idrogeno farebbe costare la nostra auto un centinaio di migliaia di euro...

Non e` tanto questo o solo questo il problema, e` che per convertire l` acqua in idrogeno ci vyuole ( molta ) piu` energia di quella che si ricaverebbe dall` idrogeno prodotto. Posso fornire adeguati link se richiesti.
Per cui l` idrogeno non sostituisce l` uso del petrolio, ma anzi lo aggrava
A meno che non si trovi una fonte di energia alternativa al posto del petrolio che al momento non esiste


Fabio Casale ha scritto: Forse non ho specificato che anche io mi trovo in disaccordo con varie cose che afferma Grillo.
Purtroppo non si ha la possibiltà di fargli delle domande pertinenti che aiutino a spiegare meglio le sue affermazioni

Questo e` un problema, forse anche Grillo dovrebbe ascoltare quello che gli altri hanno da dirgli e non solo viceversa.

Meloni Enrico ha scritto: MA LO CAPITE QUANTO SIAMO COGLIONI ?

Parla per te !!
Io non sono d` accordo su molte cose che dice Grillo e soprattutto .. non mi ritengo quella parola che hai detto tu

matteo martini 07.05.05 14:58| 
 |
Rispondi al commento

Beh che dire...
Abbiamo visto Beppe ieri sera al palasport di Genova...
Strepitoso? Fantastico? Non riesco a trovare un modo per fare i complimenti a quest'uomo...
Grazie di cuore per tutto quello che fai...
Andrea

Andrea Martinelli 07.05.05 12:48| 
 |
Rispondi al commento

VORREI SOLO DIRE A STEFANO ,CHE CHIEDEVA A BEPPE DI FONDARE UN PARTITO , CHE SE LO FACESSE DIVENTEREBBE NECESSARIAMENTE UN BUROCRATE INVISCHIATO IN UN SISTEMA POLITICO CHE NON PUO', ALMENO PER ORA , PRODURRE NULLA DI BUONO , NE A SINISTRA NE A DESTRA !! IO CREDO CHE PER UNA VOLTA LE COSE SI POTREBBERO CAMBIARE STANDONE FUORI !!
UN SALUTO

meloni enrico 07.05.05 10:48| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE , IERI SERA HO AVUTO LA FORTUNA DI ASSISTERE NUOVAMENTE AD UN TUO "SPETTACOLO" ,AL PALA , COME SEMPRE HO RISO PERCHE' SEI SIMPATICO DI NATURA , MA AD UN CERTO PUNTO ERA COME SE QUALCUNO MI DICESSE " MA LO CAPITE QUANTO SIAMO COGLIONI ?" E NOI TUTTI A RIDERE E AD APPLAUDIRE .... NON SONO MAI USCITO DA UN TUO SHOW SERENO , DOVREI ESSERE UNO SCOGLIO , MA SONO SEMPRE PIU' AMAREGGIATO E SOPRATTUTTO FRUSTRATO !!! CREDO CHE MI OBBLIGHERO' A DEDICARE UNO SPAZIO GIORNALIERO PER INFORMARMI PER TENTARE DI ESSERE SEMPRE MENO SPROVVEDUTO E SOPRATTUTTO ADDOMESTICABILE.
UNA OTTIMA GIORNATA A TUTTI

meloni enrico 07.05.05 10:42| 
 |
Rispondi al commento

mi dispiace contraddirti: il concorde è andato male perchè boicottato dall'aeroporto di new york, essendo un progetto europeo; quindi la tratta più "interessante", parigi-new york, non potè essere effettuata...

pasquale goffredo 07.05.05 08:58| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,

credo sia ora di dimostrare con i fatti, e non solo a parole, la TUA LEALTA' e BUONA FEDE. Tutti noi partecipanti al tuo blog, siamo solamente degli onesti cittadini che non hanno nessuna influenza e che non potranno mai far qualcosa per cambiare questa PSEUDO DEMOCRAZIA. Tu, caro Beppe, sei l'unico che può realmente far cessare il nostro strazio giunto ormai ad un livello insopportabile. Fonda un partito e in poco tempo sarai eletto a furor di popolo. Se non lo vuoi fare, dicci il perchè! Questo, almeno, credo tu ce lo debba!

Con stanca speranza,

Stefano

Stefano Sannella 07.05.05 08:55| 
 |
Rispondi al commento

Piuttosto pensiamo che le auto elettriche non sono efficaci perché gli accumulatori pesano il doppio di un motore convenzionale, o perché un sistema per convertire l'acqua in idrogeno farebbe costare la nostra auto un centinaio di migliaia di euro...

La produzione in scala industriale (come ben saprai) diminuisce di molto i prezzi di realizzazione di qualsiasi prodotto.

Per quanto riguarda "le chitarre",sono d'accordo con te.

Forse non ho specificato che anche io mi trovo in disaccordo con varie cose che afferma Grillo.
Purtroppo non si ha la possibiltà di fargli delle domande pertinenti che aiutino a spiegare meglio le sue affermazioni

Pensa che io in primis gli contesto di ripetere molte sue battute tra un'edizione e l'altra del suo spettacolo...

Fabio Casale 07.05.05 04:24| 
 |
Rispondi al commento


Per Eliseo Zarro:
" Al momento collaboro con un laboratorio di ricerca sulla tecnologia fotovoltaica e vi posso assicurare che le alternative esistono e tenete conto che io e Beppe non siamo gli unici due coglioni al modo a dire queste cose. Dunque prima di tirare conclusioni affrettate informatevi, Internet serve a questo!!!! "
Che strano !!
Mai una volta che quando qualcuno parla di " laboratorio di recerca sulla tecnologia fotovoltaica " o di " alternative " metta uno straccio di link ..
Sara` un caso ??
P.S. nessuno che io sappia ha dato del " co***one " a te o a Grillo

Per Mauro Chiarelli:
mi dispiace della tua sfortunata situazione, ma ricordati che il 95% della popolazione mondiale e piu` vive peggio o molto peggio di te.
Io al momento sono in Giappone dove:
1) i dipendenti lavorano sei giorni su sette
2) si lavora fino alle dieci DI SERA !!
3) le ferie di 3 settimane all` anno ci sono sulla carta ma di fatto nessuno le fa ( altrimenti quando torni il tuo posto non c` e` piu ` )
In Italia, con tutti i problemi che ci sono, non si vive forse poi cosi` male
Basta lamentarci e iniziamo a tirarci su le maniche !!

Per Grillo:
Ma tu non rispondi mai al blog ??
In teoria ogni tanto dovresti postare un messaggio anche tu

matteo martini 07.05.05 02:46| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe, ho assistito questa sera al tuo spettacolo di genova ed eccomi qui.
Un milione di persone raggiunte in una tournèe non è poco... Non è arrivato il momento di cambiare la politica dal di dentro? se " scendi in campo" tu sono pronto a venire anche io (l'idea mi era già venuta al tempo delle regionali). ho già pronto lo slogan:"lo facciamo per lo stipendio, ma noi contiamo di guadagnarcelo!"
fammi sapere
Attilio

Attilio Venerucci 07.05.05 02:23| 
 |
Rispondi al commento

x Francesco Casale: hai centrato in parte il problema. PEró non é che stó contestando il "Grillo Pensiero" per partito preso, perché "ne só di piú e voglio dimostrarlo". No assolutamente! Vedo di fare un esempio esagerato. Mi sembra di capire che tu sei un musicista, o cmq come minimo lo fai per hobby e magari sei anche un appassionato di chitarre. Bene, il "nostro" amato Grillo, senza approfondire piú di tanto (come qualcuno diceva, anche semplicemente usando internet) scopre grandi quantitá di un albero particolare vengono tagliate ogni giorno per fare delle chitarre... quando se ne potrebbe usare un altro per avere lo stesso risultato. Tu da buon esperto sai che in realtá c'é solo una piccola ma famosa fabbrica che vende pochissime chitarre per pochi eletti a usare quel legno. Diciamo che ti sentiresti in dovere di "tranquillizzare" informando noi, altra gente che la chitarra che ci hanno regalato da bambini l'abbiamo appesa in camera come, che in realtá l'albero non corre nessun rischio di estinzione. Ovviamente poi ti verrebbe da pensare se Grillo, cosi come non si é informato sul legno delle chitarre, non si informi su tante altre cose... penso sia un pensiero lecito.

Questo non significa che sono contro Grillo, semplicemente che tutto ció che dice va preso con le molle, perché non é onniscente (come non lo é nessuno d'altro canto)
PErdonamila divagazione e il patagone forse non troppo chiaro... ma il sonno incalza.

ORa tornando al discorso chiave
L'aereo ha destato anche fra noi "appassionati" qualche dubbio. E' ovvio, é qualcosa di nuovo, é qualcosa che va fuori gli schemi. Mai Airbus avrebbe usato quei soldi per costruire pozzi o vaccinare bambini, é la dura realtá; é una societá e deve fare profitto. Se non avesse puntato su questo bestione fuori dalla norma, avrebbe speso soldi in ricerca in qualche altro modo (come stá facendo Beoing sviluppando un aereo "classico", ma che sará il primo a fare largo uso di materiali compositi)
E non dimentichiamo che anche il 747, amichevolmente chiamato Jumbo, era un mostro di dimensioni per la sua epoca (piú di 30 anni fá! quando volare era un lusso!!)
Per sfondare bisogna OSARE di piú degli altri... alla fine sono investimenti
Cosi come gli scienziati sperimentano terapie nuove per curare i tumori, allo stesso modo qualcuno OSA in altri campi.

Ripeto che anche se ci sono energie alternative, se non hanno messo piede almeno in quella che é l'automozione un motivo ci deve essere.
Possiamo pensare a un boicottaggio delle major, ma in fondo converrebbe creare anche a loro nuovi modelli di automobili!
Piuttosto pensiamo che le auto elettriche non sono efficaci perché gli accumulatori pesano il doppio di un motore convenzionale, o perché un sistema per convertire l'acqua in idrogeno farebbe costare la nostra auto un centinaio di migliaia di euro...

David Di Folco 07.05.05 01:41| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe in merito perchè nei tuoi spettacoli parli poco della riforma biagi che secondo berlusconi ha aumentato i posti di lavoro rendendo il mercato dello stesso flessibile, secondo me invece ha creato una massa di giovani senza una speranza nel futuro senza una solidità economica, senza la possibilità di fare un mutuo per una casa io sono stato assunto 2 anni fa da una società con un vecchio contratto di formazione lavoro 24 mesi dopo di ciò pensavo di avere il diritto di avere un contratto a tempo indeterminato, ma sono stato prima liquidato dalla società quindi riassunto con un contratto di apprendistato di 3 anni da un'altra società facente sempre parte dello stesso gruppo societario, ho 25 anni come posso pensare al mio futuro visto che tra 3 anni potrò essere licenziato tranquillamente come risulta da questi contratti della legge biagi ?
un saluto sei un grande, e mi dispiace dirlo, ma sei l'unico in italia che fa vera informazione, non mollare mai

ciao gregorio da palermo

Gregorio Bagnasco 07.05.05 01:28| 
 |
Rispondi al commento

vorrei chiederei se posso lavorare nello staff di beppe grillo...sono anche disposto a farlo gratis...affinche il suo messaggio non abbia una fine ma continui insistentemente verso il suo obiettivo: LIBERTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

nicola colletta 07.05.05 00:36| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
ho visto, quando ho potuto, i tuoi spettacoli e mi sono sempre rallegrato del modo in cui tu parli di cose su cui io lavoro e ho lavorato, ma non so parlare.
Riguardo la questione del prezzo del petrolio mi hai ricordato di uno studio che ho fatto alcuni anni fa in Australia, che constatava che, a dover calcolare i costi dell'energia per gli elettrodomestici di casa in base alle emissioni di Co2 equivalente (immagino che tu sappia di cosa parlo), il costo dell'energia derivata dalla fonte piú comune in Australia (brown coal, non so come si chiama in Italia) sarebbero dovuti aumentare di circa 3 volte. C'erano al tempo giá disponibili altre fonti (non parlo del solare o eolico, ma gia' solo del gas naturale) che avrebbero potuto ridurre l'impatto medio di un fattore di circa 2 (ossia del 50%) con punte fino a 75% per alcuni elettrodomestici (come i dryers) che utilizzano un sacco di energia elettrica.
Ora, dopo circa 5 anni, immagino che altre fonti possano essere ancora piú possibili e convenienti (io vivo in Danimarca e qui ci sono tanti mulini a vento, per esempio)
Forse uno studio analogo in Italia non darebbe risultati altrettanto eclatanti, visto che l'Australia ha quasi il record dell'inefficienza ambientale (dopo gli USA, naturalmente), ma potrebbe servire a dare una sostanza numerica e quantitativa a quello che dici.
Saluti e buona fortuna

Nicola Morelli 06.05.05 22:52| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe fammi riflettere.
Sono un dipendente di una ditta artigiana,in quanto tale GODO dei seguenti vantaggi:
1)licenziamento libero e senza motivazione
2)in caso di malattia i primi TRE giorni non sono retribuiti
3)ferie e quant'altro assegnate con un preavviso di UNA settimana
4)sindacati e sindacalisti assenti,mai pervenuti,
visti solo in TV ai concerti.
5)e come si diceva a scuola, varie e d eventuali(che sono molte altre ma non voglio tediarti)
Sono preoccupato dalla querelle di questi giorni che riguarda l'aumento di circa 100(cento) euro richiesta da una categoria di impavidi lavoratori italici.Cento euro che occhio e croce sono il 10%di uno stipendio mensile e che dovrebbero corrispondere ad una 13 (o 14 o 15) mensilità.
Sono preoccupato dicevo dall'idea che tutto ciò possa non essere elargito,mi piangerebbe il cuore vedere tanti visi tristi,ma comunque iperattivi, dietro i nostri più svariati sportelli.
Ora vado perchè se arrivo stanco al lavoro domani potrei tornare a casa con un impronta in più sul sedere ed un lavoro in meno!!!!!
Ciao Beppe

mauro chiarelli 06.05.05 22:37| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
come ho avuto già modo di dirti a Caserta, la nostra associazione, il Sindacato degli Studenti Universitari di Caserta, vorrebbe organizzare un dibattito all'interno del nostro Ateneo sulla libertà di accesso alla conoscenza come pilastro fondamentale di una democrazia non soltanto formale ma soprattutto sostanziale. Vista la tua senisibilità in proposito, vorremmo invitarti, per discuterne con gli studenti. Organizzare seminari ed assemblee che possano servire a contribuire allo sviluppo di una coscienza critica degli studenti, è una delle nostre priorità e diviene ancora più importante in un momento storico in cui scuole ed università, si stanno trasformando da luoghi di confronto e di crescita culturale in meri centri in cui domina il nozionismo diffuso. Proprio per questo ad es. dal 30 maggio al 3 giugno stiamo organizzando un'iniziativa dal titolo "Settimana Antimafia, nuovi percorsi di Legalità". Sarà una settimana piena di dibattiti ai quali parteciperanno tra gli altri, anche il Giancarlo Caselli, l' On. Lumia e tanti altri esponenti dell'Antimafia provenienti non solo dal mondo istituzionale ma anche dalla società civile, come il fratello di Peppino Impastato.
In attesa di una tua risposta, ti invio cordiali saluti.
Triestino Mariniello
Sindacato degli Studenti Caserta

Sindacato Studentesco Caserta 06.05.05 21:06| 
 |
Rispondi al commento

a chi conviene che quando un politico o un amministatore ha bisogno di voti o consenso popolare si parla della prostituzione come il vero male dell italia. se si prendono delle prostitute per strada o in ipotetiche case si fanno passare per delinquenti . la costituzione difende i diritti di queste persone o no .si puo abusare di tutto cio o la liberta sessuale di fare del proprio essere come gli pare non esiste .ma nel 2005 si deve combattere per cose scontate.sto creando un associazioe che tuteli sia chi vulo esercitare liberamente il mestiere o chi di loro abusano.aspetto che mi sriviate tutti.

stefano finocchi 06.05.05 18:33| 
 |
Rispondi al commento

la prostituzione non e reato secondo le leggi italiane e invece si fa credere che e un reato.liberta e scegliere di farlo liberamente.

stefano finocchi 06.05.05 18:17| 
 |
Rispondi al commento

scrivo sempre sulla prostituzione e i50000 firme che servono per disegno di legge.

stefano finocchi 06.05.05 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Mi piange il cuore vedendo quanta gente è ancora scettica sull'esistenza di energie alternative al petrolio. Le alternative sono tante: fotovoltaico, geotermico, pile a combustibile... chi più ne ha più ne metta.
Purtroppo Beppe ha perfettamente ragione quando dice che oramai ci troviamo sempre a scegliere tra il "peggio" e il "pochino meno peggio". Non bisogna nemmeno chiedersi il perché siccome sono sempre questo tipo di alternative a ottenere il più gran margine di guadagno (per chi le propone).
Se si fossero investiti più soldi nella ricerca di pile a combustibile, per esempio, ora vi potreste spostare da Catanzaro a Trieste soamente con qualche litro d'acqua, tenedo conto che questa ritornerebbe all ambiente nel giro di qualche giorno (non nel giro di qualche secolo/millennio come nel caso del petrolio). Mentre dove vengono investiti tutti questi soldi? per inventare la nuova benzina per la formula1 che gli permette di ottenere un briciolina in più di potenza per fottere quelli della squadra avversaria o altre cazzate del genere!

Una cosa importante da capire è che le tecnologie alternative che fanno così paura alle multinazionali non hanno limiti mentre tutte quelle che sono in uso adesso si. Mi spiego: il petrolio, carbone, uranio e plutonio un giorno finiranno e dopo utilizzo impiegano millenni a ritornare al loro stato naturale, mentre il sole, l'energia geotermica, persino l'acqua esisteranno per sempre se non continuiamo a distruggere il nostro mondo come stiamo facendo ora.

Ritornando alla prima frase di questo post cìò che mi da più fastidio è che la gente non capisce che è proprio questo atteggiamento scettico (citando sotto: "La benzina è ancora il carburante che rende di più. C'è solo quella e non possiamo scegliere" o ancora "O perche` una alternativa seria alla benzina, ahime`, non c`è ??") a fare si che le cose stanno come sono.
Al momento collaboro con un laboratorio di recerca sulla tecnologia fotovoltaica e vi posso assicurare che le alternative esistono e tenete conto che io e Beppe non siamo gli unici due coglioni al modo a dire queste cose. Dunque prima di tirare conclusioni affrettate informatevi, Internet serve a questo!!!!

eliseo zarro 06.05.05 17:15| 
 |
Rispondi al commento

A mio parere credo che stia passando un pò troppo sotto silenzio la secondo notizia dell'articolo... La costruzione e la sperimentazione dell'A380 è una bella cosa, spettacolare, grandiosa, ma in fin dei conti non cambierà di molto il nostro modo di spostarci, ed in ogni caso non ne vedremo in servizio per almeno 3-4 anni...
I pragmatici Svizzeri intanto, anzichè costruire giganti dell'aria sono andati sottoterra, con un paio di striscie di ferro e dei trenini... poco spettacolare, frega niente a nessuno... poco importa che tolgano camion dalle loro strade...
io non ho visto questa notizia da nessuna parte, sarà comparsa come notizia breve in qualche quotidiano o su focus... sarà perchè se si venisse a sapere che gli svizzeri hanno trovato il modo di non costruire nuove strade senza sacrificare l'economia, qui in Italia "qualcuno" si troverebbe senza poltrona...

Matteo Rossetti 06.05.05 16:33| 
 |
Rispondi al commento


Per Fabio Casale:
1) " Questo "bestione" è troppo grosso,non mi convince in merito alla sicurezza ", nell` Airbus ci sono qualche migliaia tra i migliori esperti di aeronautica, su quali basi dici che l` A380 non ti convince dal punto di vista della sicurezza ?? Non pensi che magari questa migliaia di tecnici in questi ultimi 5 - 10 anni ci abbiano pensato anche loro alla sicurezza dell` aereo ??
2) " Con tutte le innovazioni tecniche degli ultimi cent'anni,mi risulta veramente poco credibile che non ne siano state scoperte di efficaci. "> E se fosse invece proprio cosi` ?? Una domanda, se queste " soperte efficaci " sono state fatte, perche` tutte le auto vanno ancora a benzina ( diesel ) ??
Perche` c` e` complotto delle multinazionali del petrolio come a volte sembra sostenere Grillo ??
O perche` una alternativa seria alla benzina, ahime`, non c` e` ??

matteo martini 06.05.05 14:22| 
 |
Rispondi al commento

Di norma, Grillo fa delle denuncie di malcostume,malasanità e maltutto il suo credo e sostentamento.
Ora David,la realtà dei fatti è che a quanto pare tu sia un esperto (o appassionato) di aereonautica,quindi ti senti di contestare a tua volta il "Grillo-pensiero".
Io non sono ne l'uno ne l'altro in materia "aerea",ma posso analizzare il lato etico.
Quello che noto è che non c'è cautela come non ce ne è stata per il Concorde.
Questo "bestione" è troppo grosso,non mi convince in merito alla sicurezza.
La mia paura è che con la fretta che queste "major" aeronautiche di far soldi,tralascino (come troppo spesso accade) particolari tecnici (e non)che potrebbero causare danni,ossia lasciano (e sperano) che il tempo dia loro ragione.

Per quanto rigarda un'eventuale fonte di energia alternativa,ci sono numerose dimostrazioni di come sia possibile sfruttarne diverse.
Con tutte le innovazioni tecniche degli ultimi cent'anni,mi risulta veramente poco credibile che non ne siano state scoperte di efficaci.
Siamo legati alla possibilità di usufruire di migliorie solo se portano PIU' soldi a chi le produce.
La somatostatina ad esempio,è salita vertiginosamente di prezzo dopo le dichiarazioni di Di Bella.
Normalmente costerebbe una cifra irrisoria.

La benzina è ancora il carburante che rende di più.
C'è solo quella e non possiamo scegliere.

Fabio Casale 06.05.05 14:09| 
 |
Rispondi al commento

Da Ex assistente di volo vorrei avvalorare quanto detto da David di Folco, sebbene lui abbia una preparazione piu' tecnica della mia.

Credo che l'arrivo del nuovo A380 non possa che migliorare la congestionata situazione attuale, tenendo conto che il volume di passeggeri annui tende solo a salire, mai il contrario.

Per la sicurezza, molto dipenderà anche da quanto le singole compagnie saranno disposte ad investire nell'addestramento del personale di cabina e dei piloti. Molto spesso purtroppo, i vantaggi offerti dalla tecnologia sono vanificati dall'incompetenza di chi ne fa un uso improprio.

Complimenti a tutti per i toni civili di questo forum.

Ludovica

Ludovica Ronchi 06.05.05 13:40| 
 |
Rispondi al commento

Grazie ad un amico sono giunto al vostro blog e leggiucchio i vari commenti. Oggi ho letto l'intervista su repubblica.it e, benchè interessato al grillo-pensiero, sono piuttosto perplesso riguardo l'idea di non muoverci più perchè così si inquina. grillo dixit: perchè ci dobbiamo spostare tanto? che razza di domanda è? ci spostiamo perchè è nella nostra natura, veniamo dall'acqua (c'è chi dice addirittura da un altro pianeta...), dall'africa e dall'asia e siamo alla perenne ricerca di nuovi spazi. un altro paio di maniche e che dove ci spostiamo facciamo danni irreparabili... capisco il problema ma non sono d'accordo sul modo di affrontarlo: dovremmo forse smettere di riprodurci per evitare che nascano altri bush, berlusconi o cheney o bin laden? stando fermi inquiniamo noi stessi e la saggia natura probabilmente ci doterebbe di ali in un paio di milioni di anni di evoluzione, e allora dovremo ringraziare grillo e gli svizzeri.
ah, sono emigrante (ma non inquinatore).

Roberto Sangoi 06.05.05 11:54| 
 |
Rispondi al commento

data 05 maggio 2005
EUROFIGTER THYPON:
tempo di realizzazione 28 anni
non ancora in servizio
1 o massimo 2 persone di equipaggio.
F22 LIGHTNING:
tempo di realizzazione circa 20 anni
in acquisizione ai reparti
ancora da completare l'inviluppo operativo.
1 massimo due persone di equipaggio.
V22 HOSPREY CONVERTIPLANO
tempo di realizzazione 20 anni
ben lungi dal diventare operativo
previsione prime consegne 2008
equipaggio 2 passeggeri massimo 35 in assetto operativo.
..........................................................................................................................!?!?!?!?!?
A 380 AIRBUS INDUSTRIE:
DALLA PRIME VOCI CIRCOLATE ALLA CONSEGNA CHIAVI IN MANO MENO DI DIECI ANNI.
EQUIPAGGIO 18 PASSEGGERI 800.
ALLA FACCIA DI EDWARD LORENZ!!!!!!!!!!!!!!!!

dario rigoni 06.05.05 11:32| 
 |
Rispondi al commento

Callipari: ho letto sui giornali e sentito per televisione che la strada dove e' stato ucciso Callipari e' fra le piu' pericolose e che il 90% degli attentati avvengono alle ore 09:00 e alle ore 18, orario in cui e' concentrato il traffico di camion di una certa ditta. Mi sono chiesto da perfetto deficiente, per evitare tutto cio non si potrebbe spostare l'orario del passaggio di detti mezzi?

Fabio Maniscalco 06.05.05 10:25| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
ma contro il canone RAI non si puo' fare nulla?
Cosa potrebbe succedere se tutti gli utenti (inconsapevoli sponsor di una tv sempre meno pubblica e di scarsi contenuti) si rifiutassero di pagarlo?
saluti e buona giornata
Andrea

Andrea Rossi 06.05.05 09:24| 
 |
Rispondi al commento

Il blog di un uomo che ha subito, a mio modo di vedere, una delle più emblematiche ingiustizie del nostro "bel"paese.

Denunci dei poliziotti violenti, un avvocato disonesto e hai contro tutto il mondo. Non trovi neanche un avvocato disposto a difenderti.

http://jena.blog.excite.it

Oscar Oscar 06.05.05 02:35| 
 |
Rispondi al commento


Risposte:
1) David di Folco, forse uno dei pochi qui che rispoden a tono concretamente e con dati alla mano, complimenti ancora
2) Massimo di Mauro, bella domanda, perche` questi libri non si trovano ?? Forse perche` nessuno li legge ( magari perche` non sono validi ), oppure c` e` un complotto internazional-capitalista-FBI-CIA-etc. per bloccare la pubblicazione di libri scomodi ??
3) Daniele Monetti, dove cono i dati, i link a serie csocieta` di ricerca che lavorano su questo favoloso " etanolo di canapa " ?? Come mai nessuna organizzazione del Dipartimento dell` Energia Americano, dell` ONU, etc. parla di questo favoloso carburante che risolverebbe tutti i problemi ?? Oppure c` e` un complotto internazional-capitalista-FBI-CIA-etc. questa volta con dentro anche le aziende pertolofere per bloccare la commericializzazione della canapa ??
4) Maurizio Casetti, sono d` accordo con te che bisogna cercare di vaccinare tutti i bambaini del mondo, ma ti ricordo che per portare il vaccino in Africa ci devi andare, magari con l` aereo visto che a piedi e a nuoto e` un po` lunghetta. E che proprio di un nuovo aereo, sperabilmente piu` economico degli attuali si sta parlando in questo blog.
E poi, perche` parlare solo dell` A380 ?? Con i soldi spesi dalla Microsoft per costruire i suoi sistemi operativi si potrebbe fare ancora di piu`, perche` allora dobbiamo avere tutti questi computer nuovi con sistemi operativi multi-tasking quando possiamo tenerci il nostro vecchio e buon Olivetti M24 con 1MB di RAM e tutti i soldi spesi per la ricerca di computer piu` potenti non li destiniamo all` Africa ??
5) PEr Ferdinando Massetto, itneressatni le opinioni dell` economista rumeno, ma teniamo presente di prendere tutto quello che scrivono economisti, sociologi, Grillo, etc. con un po` di critica, anche perche` ci sono economisti che dicono bianco e altri che dicono nero.
Non vorrei buttarla sul politico, ma anche Marx ha scritto grossi e importanti libri di economia che ( ahime` !! ) sono stati ascoltati.
Il risultato e` stata la nascita dell` Unione Sovietica.
Siamo sempre critici con tutti ragazzi !!

matteo martini 06.05.05 01:09| 
 |
Rispondi al commento

Conoscete l'economista rumeno Nicholas Georgescu-Roegen? Date un pò un'occhiata qui: http://www.associazioni.prato.it/orsaminore/documenti/ambiente/htm/georges.htm

Ferdinando Massetto 05.05.05 22:12| 
 |
Rispondi al commento

non sono contro il progresso, anzi... ma vorrei chiedermi e chiedervi: va bene tutto, treni iper veloci, aerei super veloci, in ufficio si va di corsa..ma perchè dobbiamo sempre correre, essere veloci?...magari 250 mln di dollari per un aereo super veloce per 500 persone super ricche o 850 sardine povere, avrebbero vaccinato qualche milione di bambini o scavato qualche pozzo d'acqua.

maurizio casetti 05.05.05 19:57| 
 |
Rispondi al commento

Etanolo di canapa come carburante, vestiti in fibra di canapa. Liberalizziamo questo povero vegetale che madre natura ha creato ed ora non gli permettiamo più di esistere e lo stiamo estinguendo. Questa meravigliosa erba bandita arbitrariamente dagli americani statiunitensi del nostro passato. La cura alla nostra società malata!!
INCREDIBILE MA VERO!!!

CIAO

Daniele Monetti 05.05.05 18:08| 
 |
Rispondi al commento

Ieri sono andato presso una libreria del gruppo Mondadori a chiedere se avevano i seguenti libri (trovati e consigliati da questo "BLOG"):

-Il Risparmio Tradito di Beppe Scienza
-Web ergo sum di Gianroberto Casaleggio

il commesso, dopo aver fatto una attenta ricerca, mi ha detto che erano in ristampa e le richieste degli stessi risalivano ad Aprile 2004 (1 anno) e addirittura al 2003 per il risparimio tradito.
ora mi chiedo:
il commesso ha consultato male il suo archivio informatico?
Per la legge della domanda e dell'offerta i libri non sono particolarmente validi?
O forse è velata censura da parte di un gruppo a cui stanno scomode certe informazioni?

A noi l'ardua risposta!


Massimo Di Mauro 05.05.05 17:02| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe,
innanzitutto ti ringrazio per le delucidazioni sullo stato attuale del nostro paese (praticamente drastiche). dopodichè ti vorrei fare i complimenti x lo spettacolo di roma, soprattutto con i tuoi: "...PORCA PUTTANA!" xchè ti assicuro trasmettono tutto il tuo disappunto e rendono l'idea! ora passiamo alle critiche costruttive:
- sono venuta a conoscenza del tuo spettacolo tramite "striscia la notizia" e x caso, xchè dopo lo scempio manipolato dai nostri media del G8 di genova, ho smesso di guardare tv (ero a londra e mi guardavo in contemporanea CNN,BBC e RAI) ed in un giro di 1/2 giornata ho coinvolto 10 persone x venire allo spettacolo. Ora, io ho un sacco di amici che sarebbero voluti venire ma ahimè non c'erano +' biglietti (tutto esaurito x 4 serate, praticamente sono riuscita a prendermi gli ultimi). a roma se dice: e mo che dovemo fà? l'altro 1.000.000 de persone che te voleva vedè se deve attaccà? quindi ti prego di voler fare xlomeno una serata, ma al flaminio stavolta xchè tutti hanno il diritto di essere informati e poi...avvertice in tempo!!!lo sai che semo romani un po lenti nella ricezione (magari con un furgone che gira in tutta roma con la pubblicitta dello spettacolo, tipo quello dei magnaccioni durante l'elezioni;-)

- l'altro punto è: siccome io sono ancora un po incazzata del fatto che l'inghilterra mi ha dato la possibilità di crescere (con aiuti reali) sotto tutti i punti di vista mentre il mio paese mi lasciava completamente in balia degli eventi senza nessuna assistenza o supporto, vorrei sapere come posso contribuire realmente x la nostra giusta causa. ti dico ho provato ha parlare con le persone, ma emerge che le stesse cose dette da una persona conosciuta e non, danno 2 risultati completamente opposti.
avrei anche un idea x contrastare il flagello cina o comunque asia e mi piacerebbe parlatene.
certo non sarebbe rapida ed efficace come la tua dei sindacati x 6 mesi a spese nostre...xò ti assicuro che c'ho pensato molto e potrebbe essere la chiave di lettura che manca: semplice, funzionale ed efficace. ho preso spunto dal genovese che inventò i jeans. lavoro nel settore dell'abbigliamento da +' di 15 anni, mi occupo di franchising a livello internazionale, insomma sono dentro il sistema e so abbastanza.
SPERO TANTO TU MI RISPONDA E SAPPI CHE TIFO X TE (l'altra sera (3/5) ho visto quello con la cultura a metà tra er monnezza ed un tassista che parlava con quello che ha paura de'nciampà e allora striscia...ci siamo fatti di quelle risate).


simona buglione 05.05.05 14:52| 
 |
Rispondi al commento

x Fabio Casale:
1) Ma quanti aerei cadono al giorno? Non mi sembra che siano costruiti per cadere e comunque sarebbe la stessa cosa "cadere" con un aereo da 200 posti o da 800 se li sopra ci sei TU. A poco ti servirebbero inchieste e contro inchieste per le 199 o 799 persone che avevi accanto.

2)Quello che voglio farti capire é che se sono state trovate quelle fonti di energia alternativa, mi spieghi perché solo lo 0,00000000000001 della popolazione ha un auto ibrida? Sono belle, sono ecologiche ma costano e sono di difficile applicazione, ancor di piú in un aereo, e soprattutto che hanno bisogno di un periodo di test e sviluppo proprio perché devono essere piú che affidabili per essere montate per far volare un aereo.

3)Preferisci spendere 1€ per farti il Roma-Milano su un autobus in piedi o 50€ per fartelo comodamente seduto?

4)Ogni aereo viene costruito secono l'applicazione che se ne fará. Un aereo del genere non é concepito (resistenza, fatica dei materiali, strutture, motori) per fare voli di 1 ora, non vedrai mai l'A380 su un Roma-Milano. Prova a documentarti sul Boeing 747SP, una versione del JUMBO progettata per il mercato Giapponese dove 400 persone volano su un jumbo per fare tragitti corti.Beh, Boeing ha dovuto fare delle modifiche al classico Jumbo (progettato per gli intercontinentali)per adattarlo alle esigenze dei vettori giapponesi (essendo un paese di isole e montagne é difficile avere altri mezzi di trasporto ugualmente efficaci). Quindi tutto il tuo discorso su orari ecc va a farsi friggere

5) Come ho giá scritto ci sono compagnie che con 747 viaggiano sempre belli pieni anche avendo diversi voli giornalieri per esempio tra Heatrow e NewYork. Abbassare i prezzi puó solo favorire i viaggi (guarda il fenomeno lowcost)


Sono sempre stato ProGrillo, ma puó convincermi su cose che non conosco (politica, giochi di potere, alleanze ecc) ma su una cosa che conosco non puó dirmi certe cose, perché inizio a pensare che ci sia pressapochismo e superficialitá
Grazie per avermi dato del Troll, é la prima volta... peccato che le mie OPINIONI come puoi ben vedere, le documento e le ragiono e non attacco per partito preso

"Le asserzioni che fa Grillo sono fondate su fatti negativi precedenti che evolvono e danneggiano sempre di più il cittadino."
Io non credo che quello che ha detto sul A380 siano cose che danneggiano il cittadino, e come puoi vedere ho argomentato le mie OPINIONI, a differenza di come ha fatto Grillo nel suo post portando come esempio quello del Concorde


Cmq una settimana prima del primo decollo del A380 ci sono stati anche i "primi" decolli di due altri aerei freschi di pacca, un BussinessJet da 10 posti per i viaggi degli straricchi e un RegionalJet da 100 posti per metterlo ad esempio sulla Roma-Reggio Calabria, e per 1 aereo da 800 posti in progetto, ci sono cmq in sviluppo aerei da 300, 200, 150, 100, e 70 posti (solo parlando delle case piú famose). Questo ti dimostra che alla Airbus non sono pazzi, semplicemente stanno cercando di colmare un gap che esiste nel mercato e stanno investendo in questo, sicuramente creando una nuova maniera di volare. Stanno studiando su questo progetto da almeno un 15ina di anni, su fattibilitá e possibili profitti. Stessa cosa che ha fatto Boeing, che aveva in sviluppo il SONIC CRUISER (un aereo non molto capiente, ma con velocitá supersoniche, sullo stile del concorde) e che invece ha ora in fabbricazione il DreamLiner, un piú "classico" aereo da 300 posti con grandissima autonomia e , guarda un po', aumentato confort per il passeggero (finestrini piú grandi, maggiori spazi, controllo di umiditá in cabina, illuminazione "naturale" www.newairplane.com)

Come vedi ti apporto informazioni, e non mi limito a controbbattere solo per il gusto di farlo

Ciao!
David il Troll

David Di Folco 05.05.05 12:10| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto un'articolo su Leggo ( giornale gratuito edizione Romana ) il 23 Aprile in cui si parlava di una proposta dell'introduzione, come richiesto da un gran numero di istitutori, di un'ora settimana di TELEVISIONE. Ben venga , ma STUPORE, l'insegnante proposta (cito le parole ) "in grado di parlare delle differenze tra la vertità e la farsa" sarebbe la "moglie" del sig. Costanzo ( ìnon scrivo il nome perchè non ce la faccio ). Al secondo posto ci sarebbe Vespa. Dovrebbero creare dei video "FORTEMENTE CULTUALI" in grado di "INDIRIZZARE" (o meglio ipnotizzarli alla loro volontà mediatica ) i giovani dalle elementari alle medie. Non posso prroprio accettare che mia figlia partecipi a quell'ora.

Ti prego fa qualcosa !

Fabrizio

Fabrizio Spada 05.05.05 11:27| 
 |
Rispondi al commento


Per Fabio Casale:
1) Nessuno e` qui contro Grillom, non e` una partita di pallone dove ci si schiera pro Inter o pro Juve, stiamo discutendo di argomenti importanti cercando di basarsi sui fatti
2) Con il fatto che ci ( mi ? ) bolli come dei " troll " denota solo la tua poca disponibilita` ad accettare opinioni diverse dalle tue
3) Relativamente a " Le asserzioni che fa Grillo sono fondate su fatti negativi precedenti che evolvono e danneggiano sempre di più il cittadino. ", il paragone che ha fatto Grillo A380 = Concorde c` entra come i cavoli a merenda, il Concorde era un aereo superveloce per poche persone che si potevano permettere un biglietto poco costoso, l` A380 e` un aereo supercapiente per molte persone con biglietti che si spera siano molto economici.
4) Tutte le critiche sono opinioni, ma cerchiamo di prendere tutte le opinioni ( quindi anche quelle di Grillo, otlre che le nostre ) con un po` di critica
5) Perche` l` A380 dovrebbe cadere ?? In base a queli ragionamenti dovrebbe cadere ??
6) Il fatto che non si sia trovata ancora una fonte energetica alternativa alla benzina potrebbe essere dovuto al fatto molto semplice che forse e` molto difficile trovare una fonte energetica alternativa alla benzina !!
7) Il resto del discorso sul treno, non l` ho capito, comunque se metti in dubbio che riescano a riempire tutti e 800 i posti dell` aereo, puo` darsi che tu abbia ragione, puo` darsi invece che abbia ragione l` Airbus e che effettivamente ci sia bisogno di un aereo cosi` grosso. I vertici delle aziende, anche le piu` grosse, non sono infallibili !!

matteo martini 05.05.05 09:14| 
 |
Rispondi al commento

x Fabio Casale: le cose sono costruite peché vadano bene, ma sicure in caso vadano male. Allora evitiamo anche treni e autobus e andiamo tutti in giro in motorino cosi ne muore 1 per volta... Se ci sono combustibili "poco inquinanti e di facile utilizzo" perché la tua macchina va ancora a benzina? E le societá sono SPA non ONLUS, quindi prima di tutto salvaguardano le proprie tasche, poi le altre cose. Ah, visto che il comfort non é importante, prova a guidare una macchina senza sedile, poi mi dirai...


1)Vorrei vedere i passeggeri dell'Airbus mentre cade (come tutti gli altri aerei) se si chiederebbero perchè la sicurezza non è stata rispettata (magari sarà per la prossima volta?).
2)La mia macchina va a benzina perchè io non faccio l'ingegnere meccanico e per spostarmi ne ho bisogno e non sono certo io a dover trovare una fonte energetica alternativa.
Il bello è che ne sono state trovate varie (compresa l'energia elettrica e l'idrogeno,ossia l'auto ibrida).
Il confort non è importante per chi ha poco da spendere.
Se tutti avessimo i soldi,potremmo viaggiare tranquillamente in prima classe.
Ma per fare un viaggio aereo Roma - Milano (un'ora) non credo serva un comfort estremo.
Anni fa esisteva la terza classe sui treni per far risparmiare la gente sul prezzo del biglietto.
Non credo occorra neanche un aereo di 800 posti e parliamo anche della tratta più "viaggiata" d'Italia.
Ma credi davvero che una volta cambiato l'aereo da 200 a 800 posti avrà lo stesso numero di voli giornalieri di oggi? (mi riferisco all'Italia così "all'avanguardia")
E se li istituissero sarebbero sempre pieni?
Per riempirli faranno meno voli giornalieri,costringendo la gente a prendere l'aereo scegliendo fra pochissime possibilità di orario.

P.S. RIVOLTO A TUTTI I "CONTRO GRILLO":
Almeno non dite frasi tipo: "Grillo,stavolta non ci siamo!",eviterete di mostrare palesemente un'antipatia verso Beppe che vi rende automaticamente poco credibili.
Le asserzioni che fa Grillo sono fondate su fatti negativi precedenti che evolvono e danneggiano sempre di più il cittadino.
Voi non fate altro che aspettare una sua cappellata che tanto non avviene.
Le vostre critiche sono semplicemente opinioni.Voi però le esprimete col "non ci siamo" che dovrebbe porvi in una posizione di supervisori del giusto,ma siete solo dei Troll.


.

Fabio Casale 05.05.05 04:14| 
 |
Rispondi al commento


David Di Folco,
solo una parola: complimenti !!

Matteo

matteo martini 05.05.05 03:54| 
 |
Rispondi al commento

x Enrico Bosco: un aereo prima di essere messo in volo deve passare severissimi test di certificazione, e un lungo periodo di prove in volo (difatti l'A380 non entrerá in servizio prima dell'estate 2006) comprese anche le prove di evacuazione (tutti fuori da metá delle uscite sicurezza disponibili in 90 secondi)
Gli aerei sono costruiti con sistemi ridondanti e fail safe

x Filippo Chimento: non prendertela con la compagnia, prenditela con i giornalisti che come al solito quando si parla di aerei fanno largo uso delle parole tragedia e terrore... probabilmente si é trattata di una rottura per stress termico. Il vetro é comunque composto da diversi strati (fail safe) e la discesa e l'atterraggio sono stati fatti per precauzione, o per meglio dire per SICUREZZA anche se sicuramente l'aereo avrebbe potuto continuare fino a destinazione

x Alberto Bazzarini: nel concorsio c'é anche la Spagna. Alitalia stá fondando la sua flotta di medio raggio sugli aerei di casa Airbus, pagati di piú rispetto agli stessi di Iberia...

x Gianluca Gondusa: l'A380 é destinato al mercato dell'intercontinentale. I voli tra l'europa e gli USA sono quasi sempre molto pieni, tanto che una compagnia come Virgin Atlantic ha sulla linea Heatrow-NewYork DIVERSI voli giornalieri. Il Concorde fu un fallimento per consumi, ma anche a problemi di restrizione di rumore. Nell'era del low cost, la gente ha imparato a pagare pogo fregandosene del lusso

x Fabio Casale: le cose sono costruite peché vadano bene, ma sicure in caso vadano male. Allora evitiamo anche treni e autobus e andiamo tutti in giro in motorino cosi ne muore 1 per volta... Se ci sono combustibili "poco inquinanti e di facile utilizzo" perché la tua macchina va ancora a benzina? E le societá sono SPA non ONLUS, quindi prima di tutto salvaguardano le proprie tasche, poi le altre cose. Ah, visto che il comfort non é importante, prova a guidare una macchina senza sedile, poi mi dirai...

x Rudy Bressan: completamente daccordo con te!

x Ferdinando Massetto: il traffico aereo aumenterebbe, con o senza A380, e come giustamente dice Luca Morini qualche post piú in basso, questo superjumbo puó solo che farci bene, perché c'é la potenzialitá di trasportare lo stesso numero di persone con la metá dei voli e con un aereo piú nuovo ed efficente e che quindi consuma meno

X BEPPE GRILLO: stavolta non ci siamo... troppa superficialitá. Troppo facile attaccare l'aereo come mezzo, che giá tanta gente teme e soprattutto poca gente conosce. Meglio informarsi meglio, anche se ovviamente non si puó essere onniscenti.

David Di Folco 05.05.05 02:25| 
 |
Rispondi al commento

come si può far uscire alla luce delle cerità sulla società di trasporto pubblico di Roma (ATAC)
sono una lavoratrice che aspetta un contratto da ben 5 anni e ho visto molte cose schifose,
va bene essere raccomandati ma questo è troppo!!!!!!!!!! sono disperata mi stanno mandando via e sono sola al mondo

grazie

Stefania Giannino

T. 346/2344000

stefania giannino 04.05.05 15:28| 
 |
Rispondi al commento

come si può far uscire alla luce delle cerità sulla società di trasporto pubblico di Roma (ATAC)
sono una lavoratrice che aspetta un contratto da ben 5 anni e ho visto molte cose schifose,
va bene essere raccomandati ma questo è troppo!!!!!!!!!! sono disperata mi stanno mandando via e sono sola al mondo

grazie

Stefania Giannino

T. 346/2344000

stefania giannino 04.05.05 15:28| 
 |
Rispondi al commento


Attenzione !!
Si sta facendo un po` di confusione qui.
Il nuovo A380 cosuma meno e non piu` carbuarante rispetto alla concorrenza ( il 747 della Boeing )e quindi e` vero proprio il contrario che questo aereo e` stato progettato pensando che " il petrolio continuasse per i prossimi 20 anni a costare poco e non finisse mai ".
Sempre che si riescano a ragguppare 500-800 persone su un unico volo, ma questo e` un altro discorso !!

matteo martini 04.05.05 14:19| 
 |
Rispondi al commento


Attenzione !!

Non concordo con tutto quello che e` scritto qui, il nuovo A380 e` piu` economico, in termini di carburante utilizzato / passeggero rispetto all` aeroplano della concorrenza il 747 della Boeing, per cui e` sbagliato che Grillo dica che l` assunto che sta alla base del progetto A380 e` che " il petrolio debba durare per altri 20 anni "

Semmai bisogna vedere se riescono a mettere insieme le 500-800 persone che renderebbero profittabile un volo del nuovo areoplano, ma questo e` un altro discorso

matteo martini 04.05.05 14:13| 
 |
Rispondi al commento

LIOY, TOGLIAMO GLI SPOT DAI PROGRAMMI DISEDUCATIVI
LA PROPOSTA DEL DG UPA A CONVEGNO DEL COMITATO TV-MINORI

Una sorta di embargo, di sciopero dello spot nei programmi diseducativi, volgari, violenti: è la proposta-provocazione lanciata oggi da Felice Lioy, direttore generale di Upa (Utenti Pubblicità Associati) al convegno su pubblicità e buona tv organizzato a Roma dal comitato di
applicazione del codice di autoregolamentazione tv-minori presieduto da Emilio Rossi.

"Le aziende sono molto attente nella scelta dei mezzi su cui investire in pubblicità - ha detto Lioy - ma questa sensibilità è concentrata soprattutto sulla carta stampata. Si può fare lo stesso anche con la tv: lasciamo privi di pubblicità i programmi diseducativi, che si collocano al di sotto del livello di decoro per violenza, volgarità, stupidità. Con questa sorta di embargo, anche i programmatori, le emittenti, si renderebbero conto che non conviene fare certe trasmissioni. E' una pressione che ci ripromettiamo di esercitare in maniera sempre più attenta".

Pur citando il precedente di 'Bisturi', il reality show di Italia 1 sulla chirurgia estetica dal quale noti marchi industriali decisero lo scorso anno di sospendere gli spot, Lioy non ha voluto stilare una top ten dei 'cattivi': "Fra i programmi che incitano alla volgarità, alla stupidità, che diseducano il paese con il malinteso obiettivo di allargare l'audience, ci sono filmati, trasmissioni di acquisto ma anche produzioni. I reality? Alcuni sono anche belli. L'importante è ribellarsi subito e evitare di inserire la nostra pubblicità nelle trasmissione la cui volgarità involgarisce anche il marchio".

Le aziende, ha sottolineato ancora il dg Upa, "sono sempre più restie, anzi contrarie a legare il proprio nome a programmi di questo genere, proprio per salvaguardare l'efficacia degli spot: si attrae infatti la morbosità del pubblico, ma insieme se ne distrae l'attenzione dal contenuto del messaggio pubblicitario, riducendone la forza e l'impatto".

Dario Di Gennaro
fonte ag.Ansa

Dario Di Gennaro 04.05.05 13:37| 
 |
Rispondi al commento

SCUSATEMI TUTTI QUANTI! Sarà l'ora tarda, ma rileggendo il messaggio appena inviato, mi sono accorto di aver tralasciato una parte fondamentale della notizia sentita: il Tribunale ha condannato sì i parenti delle vittime che si erano costituiti parte civile, ma SOLO (si fa per dire) AL PAGAMENTO DELLE SPESE PROCESSUALI. Beh, nell'altro caso più che Uganda, sarebbe FANTASCIENZA! Scusate di nuovo...come esordio non è stato proprio il massimo.

Gianluca Dell'Oste 04.05.05 03:15| 
 |
Rispondi al commento

TG delle 20: dopo anni di menzogne di Stato la Cassazione ha definitivamente assolto tutti gli imputati del Processo per i fatti di Piazza Fontana. Il colmo è che il Giudice HA CONDANNATO I PARENTI DELLE VITTIME CHE SI ERANO COSTITUITI PARTE CIVILE. Sono senza parole. Per dirla con Giorgio Gaber "...peggio che da noi solo in Uganda". Anzi, questo lo diceva ormai diversi anni fa; oggi forse, forse meglio in Uganda. Grillo ti ho visto ieri sera a Montecatini: sei un grande!

Gianluca Dell'Oste 04.05.05 03:06| 
 |
Rispondi al commento

Salve,
non desidero allarmare nesuno bensì gradirei che qualcuno rispondesse e semmai mi spiegasse(e tranquillizzasse): giungo al dunque.


Dopo l'iscrizione al blog (caro grillo, che stupendo spettacolo a roma!) sono stato sommerso(!!!) - coincidenza? - da una serie di e-mail infette che m'hanno costretto a chiudere l'account.
La mia domanda, allora, è la seguente: può darsi che qualcuno con pochi scrupoli sia riuscito a "trovare" la vostra mailing list e nondimeno stia affettuosamente cercando di entrare in contatto con me???

Grazie per la sua e vostra attenzione. A presto!

francesco d'autilia 03.05.05 22:51| 
 |
Rispondi al commento

L'Airbus 380 probabilmente andrà a sostituire altri tipi di aerei sulle tratte intercontinentali, ma se consideriamo che il traffico aereo è destinato ad aumentare ulteriormente, ecco che si verifica quanto avevo scritto in un precedente post: sempre più veloce, sempre più lontano, in sempre maggior quantità.
Comunque, per il prossimo viaggio (in aereo o in treno o come vi pare) vi consiglio una lettura illuminante: "Il viaggiatore leggero" di Alex Langer.

Ferdinando Massetto 03.05.05 20:10| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,

anche su questo argomento il tuo discorso fa acqua...

Ma scusa grillo... ragiona!!!

Quanti passeggeri porta l'airbus??

800???

Quanti ne porta un aereo normale??

400??

Bene tu consumi più petrolio ma porti anche il doppio delle persone e quindi potenzialmente puoi fare un volo anzichè due...

O no??

Grillo Grillo... proprio non ci siamo!!


IO NON HO PAROLE!!!

ADESSO COMINCIO A CREDERE CHE NON SONO SOLO I POLITICI CON LE LORO DECISIONI A FAR DANNI....

.

Fabio Casale 03.05.05 17:56| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Grillo,

ho visto il tuo spettacolo a Follonica lo scorso 1° maggio; grande sia per la verve sia per gli argomenti trattati. Con il tuo modo di esporre i fatti ci fai ridere a crepapelle anche se non c'è proprio niente da ridere.
A proposito dell'industria dell'800 (come hai chiamato tu la nostra industria automobilistica) ho sentito questa mattina (3 maggio 2005 ore 7,10 GR1) che le immatricolazioni auto hanno subito (nei primi 4 mesi dell'anno.... 4 mesi!!!) una diminuzione del 9%. La sola FIAT un calo del 6%; in contemporanea sono pronte per partire 1.300 lettere di cassa integrazione per 13 settimane; questi i risultati della brillante gestione Montezemolo - Marchionne - Lapo Elkann. Questi Signori però non ci rimettono il posto come mai?
Un cordiale saluto
Graziano

Graziano Bagnoli 03.05.05 17:11| 
 |
Rispondi al commento

Scusate l'ignoranza, ma io ero interessato al programma skype ma non conoscendo l'inglese non capisco una beata mazza. Qualcuno di voi saprebbe dirmi cosa fare per avere la possibilità di comunicare non solo come messanger ma anche con chiamate a numeri telefonici?

Giovanni Amerighi 03.05.05 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Salve,
giorni fa, per caso, mi sono messo a leggere alcuni articoli della rivista "selezione dal reader's digest" del giugno 1967.
Due di quelli indovinate di cosa parlavano?
1) La fuga di "cervelli" dall'Italia, e paesi sottosviluppati, verso l'America
2) L'indice ISTAT non rappresentativo del paniere di spesa delle famiglie.
Conclusione dopo 38 anni non è cambiato niente. Gli stessi medesimi problemi sono rimasti.
Se volete copia degli articoli scannerizzati vi prego di contattarmi all'indirizzo email pinzagli@libero.it

Gianfranco Pinzagli 03.05.05 16:08| 
 |
Rispondi al commento

X Sig. Enzo Carrara.

Grazie mille per le risposte esaustive. In effetti i problemi sono sorti con l'abolizione del divieto di circolazione dei camion superiori alle 35 tonnellate. Concordo con tutto quello che ha scritto e spero vivamente che alp transit sia la soluzione ottimale per il transito dei camion attraverso le Alpi. Io ne sono certo. Spero di non sbagliarmi.
Saluti.

Gianluca Ferri 03.05.05 14:34| 
 |
Rispondi al commento

ancora un paio di link da questo sito http://www.energoclub.it/

Un libro (scaricabile in formato pdf) : "Fattore 4". Come ridurre l'impatto ambientale moltiplicando per quattro l'efficienza della produzione,
mondosolidale.it/documenti_interni/Fattore4.pdf

Federazione Italiana per l'uso Razionale dell'Energia

fire-italia.it/default.asp

Un completo data base per il risparmio energetico enea.it/com/web/scienz.html
enea.it/com/web/pubblicazioni/online.html

Intervista al direttore di Internergy Alexei Sorokin

qualitas1998.net

ciao a tutti

Igor Scicchitano 03.05.05 11:33| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti

Link interessante

http://www.progettomeg.it/

bisognerebbe approfondire.

ciao

Igor Scicchitano 03.05.05 11:20| 
 |
Rispondi al commento

ho visto "il processo del lunedì" che si è occupato del recente caso Cannavaro. La maggior parte degli intervenuti ( nonchè quelli delle trasmissioni della domenica ) ha difeso cannavaro sostenendo che quella flebo era perfettamente legale e che " si scherzava " tra amici.
Io mi domando è possibile che si possa fare tanta disinformazione?
Siccome il medico è stato condannato proprio per aver somministrato "off-label" del Neoton dal 1994 al 1998 anche il medico del Parma dovrebbe essere indagato per aver "dopato" Cannavaro nel 1999 altro che "ricostituente".
Io credo che si voglia "normalizzare" quel tipo di doping cd. "farmacologico" e credo che sia un messaggio molto pericoloso per i giovani e gli sportivi tutti

tullio ciampa 03.05.05 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,

anche su questo argomento il tuo discorso fa acqua...

Ma scusa grillo... ragiona!!!

Quanti passeggeri porta l'airbus??

800???

Quanti ne porta un aereo normale??

400??

Bene tu consumi più petrolio ma porti anche il doppio delle persone e quindi potenzialmente puoi fare un volo anzichè due...

O no??

Grillo Grillo... proprio non ci siamo!!

Luca Morini 03.05.05 11:05| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, a proposito di giornalismo e di informazione, ti passo questo "pezzo" di CNN.com riguardante il caso Calipari ed in particolare il pasticcio delle diverse "versioni" del rapporto USA:

"A classified version of the U.S. report appeared on the Internet due to a computer error shortly after its Saturday release, officials said.

CNN is reporting some details from that version, but none that would risk the security or privacy of U.S. and Italian personnel, including their names."
Quanti media italiani (TV, giornali, ecc.) si sono preoccupati di questo aspetto della faccenda?
Qui secondo me non c'entrano le appartenenze o vicinanze politiche, come pure non è il caso di scomodare la libertà di stampa (che gli americani conoscono molto bene, essendo conculcato nella Costituzione dal 1795 e non dal 1948!), ma semplicemente un modo di fare giornalismo e informazione. Ricordo che nella tua ultima apparizione in RAI (correva l'anno 1993) un "capitolo" era dedicato proprio al modo di fare giornalismo in Italia. Credo che sia un tema da riprendere...
Ciao
Francesco

Francesco Magno 03.05.05 10:49| 
 |
Rispondi al commento

Per quanto riguarda l'idrogeno si puo produrre anche con elettrolisi non solo con i combustibili fossili,non e piu pericoloso di una macchina diesel o benzina in caso d urto,prove fatte dalla BMW e ci sono gia mezzi che girano x le nostre citta : Torino a un mezzo pubblico dell 'Iveco a idrogeno che viaggia tranquillamente in centro citta, il centro ricerche fiat a un auto a idrogeno o visto anche una multipla a idrogeno ecc.
quindi non lo ritengo cosi pericoloso a meno che l'ingegnere che ha ideato il pulman Iveco non si chiami Bin Laden questo non lo so ....
Beppe volevo un chiarimento sul tuo parco macchine,non e la prima volta che leggo sul blog che possiedi auto sportive :porsche ferrari... ma tu non usi una toyota prius per i tuoi spostamenti , come diceva l'articolo di quattroruote ?Tra l' altro in quattroruote di maggio si parla dell' olio di colza e ci sono alcune tue dichiarazioni che loro giudicano false... ma ...
Se puoi chiarire la situazione e un bene in ogni caso.. grazie
Un altra domanda: ma il motore a idrogeno e stato brevettato? Se si chi ha in mano il brevetto?

Massimo Simona 03.05.05 10:27| 
 |
Rispondi al commento

X Signor Gianluca Ferri

Ho letto con piacere il suo intervento.

Le rispondo subito alle domande, iniziando con la seconda:

- come saprà il territorio Elvetico non è grande, ed i costi riimangono comunque enormi (almeno da noi... purtroppo per troppi anni abbiamo convissuto con cartelli di prezzi troppo ottusamente alti). Creare una terza corsia è impossibile (costa troppo e "ruba" troppo spazio).
Quindi non è più una questione di giusto o non giusto. Ma tecnica.

In quanto al sistema del contagocce esso implica un tempo di percorrenza più elevato per i camionisti che così, potranno utilizzare gli altri 2 valichi stradali (Austria e Francia), oppure la ferrovia.

Inoltre, visto le merci abusive e pericolose che entrano ed escono dal notro territorio, bloccando il traffico permette di fare più controlli (in particolare contro l'alcool al volante, sicurezza del veicolo stesso, ore minime di sonno).

In questo modo oltretutto anche la ferrovia diventa più concorrenziale. Senza dimenticare che chi usa la ferrovia non ha bisogno di "passare" la dogana...

Inoltre, alcuni tir hanno comunque la possibilità di passare senza l'obbligo di fermarsi: coloro che trasportano materie deteriorabili per esempio (mezzi che non spegneranno il motore fino al luogo di scarico - che trasportano verdura oppure frutta oppure cibi congelati).

Giusto o non giusto obbligare i camionisti a fermarsi per vari chilometri?

E' vero che fanno un lavoro duro e difficile. E li rispetto pure per questo. Ma la sicurezza va rispettata e il rispetto va per tutti, anche per chi subisce il loro carico ambientale...

Eppoi ancor più vero che se prima c'era un limite di tonnellaggio nel trasporto... ora questo limite è praticamente scomparso (o meglio, è "adeguato" a quello comunitario).

Poi personalmente li obbligherei veramente a restare in una corsia unica (come si può sorpassare tagliando continuamente la strada un altro camion che va ..... 3 km/h più lento?)... anche gli automobilisti meritano rispetto e sicurezza, noh?

Anyway.

Non si preoccupi... abbiamo ancora da migliorare qui... :-)

Buona giornata a tutti.

Eros Carrara 03.05.05 10:13| 
 |
Rispondi al commento

purtroppo sembra proprio che torniamo idietro piuttosto che evolverci...

francesco musolino 03.05.05 09:03| 
 |
Rispondi al commento

Leggete questa intervista e poi ditemi cosa ne pensate.
Ciao a tutti.

www.aerrepici.org/rathinterit.htm

Sandro Gozzi 03.05.05 01:04| 
 |
Rispondi al commento

ATTENZIONE RELAZIONE USA SUL CASO CALIPARI SENZA OMISSIS

Un funzionario ha dimenticato che i software offrono molte funzioni Caso Calipari, così sono spariti gli omissis Il documento, creato con Adobe Acrobat, non è stato protetto: ecco perché è emerso lo strato sotto il «pennarello elettronico» STRUMENTIVERSIONE STAMPABILEI PIU' LETTIINVIA QUESTO ARTICOLO
di FRANCO CARLINI

Come è successo che il documento ufficiale sul caso Calipari sia emerso in rete senza omissis? E cosa comporta questo episodio rispetto all’uso della rete come strumento di comunicazione? Il rapporto della commissione è stato scritto con la versione professionale di un diffuso programma di scrittura, Adobe Acrobat, che produce dei documenti in un particolare formato, detto Pdf. Il funzionario che lo ha messo sul sito Internet aveva il compito di cancellare le parti sensibili, che contenevano informazioni delicate per la sicurezza delle truppe, gli omissis, appunto. Per farlo ha scelto una strada veloce e efficiente: quella di evidenziare con il mouse le parti di testo da omettere e poi ricoprirle con un colore nero. Un po’ come usare il pennarello.
C’è un problema tuttavia con questa tecnica: il testo sottostante non viene cancellato, ma solo ricoperto: in pratica sopra il livello del testo viene sovrapposto uno strato (layer), ma le parole sottostanti continuano a far parte del documento. Il programma di lettura gratuito (Acrobat Reader) da tutti usato per leggere i documenti scritti in questo formato offre un’utile possibilità: quella di selezionare una parte del testo e trasferirlo in un altro programma di trattamento dei testi (Blocco Note, Word o altri), con una classica operazione di “Copia e Incolla”, oppure di “salvare” l’intero documento come puro testo; in entrambi i casi si perdono i fronzoli grafici che rendono bello il documento originale, ma si ottengono le brute parole, il puro contenuto informativo. Questa funzione viene offerta per dare la possibilità a chi riceve un testo di trattarlo a sua volta, o di archiviarne una parte.
Proprio utilizzando questa funzionalità gli Omissis sono emersi al di sopra delle barre nere sotto cui erano stati nascosti. C’era un modo di evitarlo? Certamente: bastava che il funzionario americano, prima di salvare il documento e immetterlo in rete, indicasse al programma di scrittura che quello era da considerarsi un documento protetto; lo si fa selezionando una apposita casella nelle proprietà del file stesso. Oppure, più drasticamente e meglio avrebbe potuto fare alla vecchia maniera e cioè togliere i testi da omettere e sostituirli con la classica dicitura “Omissis”. A posteriori si può osservare che incidenti del genere succedono anche perché i software sono ricchissimi di funzionalità, ma non tutti gli utenti le conoscono nei dettagli. E anche quando le si conosca, è facile dimenticare qualche passaggio, magari perché spinti dalla fretta.
E’ un classico problema di usabilità: è meglio avere tante funzioni o solo poche essenziali? E’ una domanda che si pone anche per i videoregistratori, le lavatrici, i telefoni cellulari. Poiché il software è per definizione flessibile, aggiungere altre funzioni è facile e ai progettisti non sembra vero, ma gli utenti, quasi sempre ne useranno solo alcune perché si sentono giustamente confusi di fronte a una macchina troppo complessa. Quando poi devono usare quelle poco frequenti, magari saltano un passaggio o fanno dei pasticci, come in questo caso. Sono strumenti pensati per un uso di massa, ma tuttavia richiedono spesso un addestramento quasi specialistico.
La seconda osservazione riguarda la buona abitudine degli americani, e anche dei militari, di mettere in pubblico (in questo caso in rete) i documenti ufficiali, per assicurarne la diffusione e garantire ai cittadini la trasparenza degli atti. E’ una tradizione civile e democratica che risponde al dovere dell’amministrazione di prendersi pubblicamente le proprie responsabilità. Una legge che risale addirittura agli anni ’60 del secolo scorso, il Freedom of Information Act, garantisce poi a ogni cittadino la possibilità di chiedere la visione dei documenti che eventualmente non siano già stati resi pubblici. E’ grazie a tale legge, per esempio, che nei giorni scorsi sono state rese note le foto dell’arrivo delle bare dei soldati americani morti in Iraq.
La rete Internet ha reso queste pratiche di trasparenza ancora più ampie e concrete, ma la democrazia, come noto, comporta dei rischi e dei prezzi. Dopo l’11 settembre per esempio da molti siti governativi sono state eliminate pagine di informazione che avrebbero potuto essere interessanti per i terroristi. Anche in questo caso il problema che si pone è quello dell’equilibrio tra la sicurezza e la democrazia. Tra il dovere di difendersi e il diritto a sapere. L’episodio di domenica ci conferma che la democrazia è esposta a errori e rischi, ma che ne vale la pena, salvo adottare il modello cinese che filtra e blocca l’accesso a Internet dei cittadini.
02 maggio 2005

Mattia Sacheli 02.05.05 22:33| 
 |
Rispondi al commento

x Eros Carrara.
Concordo pienamente circa il tuo intervento sul proseguimento a sud di Alp Transit.
Il probelma delle autostrade che attraversano le Alpi è che non sono adatte al traffico pesante. Soprattutto i viadotti necessitano di molta mantutenzione per il passaggio dei Tir. Ammiro molto voi svizzeri che siete riusciti a capire il problema al momento giusto e probabilmente grazie alle nuove trasversali ferroviarie alpine riuscirete a risolverlo trasferendo il traffico pesante su ferrovia. Penso che alcune persone che hanno postato qui non abbiano mai percorso l'autostrada del Gottardo o del San Bernardino negli ultimi anni. Dopo l'incidente del Gottardo, i camion vengono fatti transitare in galleria in modo tale che non s'incrocino per aumentare la sicurezza. Ma il traffico pesante che attraversa la galleria aumenta in modo considerevole anno dopo anno e questo sistema (penso si chiami il sistena del contagocce) crea code sempre più lunghe di camion lungo l'autostrada in attesa di transitare attraverso il tunnel. E' giusto far attendere i camionisti in questo modo? E' giusto limitare l'autostrada ad una sola corsia per 5 o 6 chilometri per lasciare spazio ai camion in attesa? Saluti.

Gianluca Ferri 02.05.05 21:47| 
 |
Rispondi al commento

Il gigantismo è uno degli elementi che caratterizza il nostro tempo. Forse non tutti si sono resi conto che il motto "sempre più veloce, sempre più lontano, in sempre maggior quantità" è quello che impera. E ciò che deve andare più veloce, più lontano e in quantità sempre maggiori riguarda tutto: persone, merci e informazioni. E QUESTA è quella che chiamano globalizzazione, nulla di più.
Se vogliamo iniziare a scardinare questo meccanismo, quindi, dovremmo modificare il nostro stile di vita nel senso opposto: più lentamente, più vicino e in minor quantità. e vedrete come miglioreranno le nostre esistenze.

Ferdinando Massetto 02.05.05 20:48| 
 |
Rispondi al commento

Sono veramente scocciata! sono stata di vivere in una società costruita per le auto... gli aerei
Tutto per incrementare il mercato del petrolio....
Città invivibili, aria inrespirabile, bambini allergici...tutto ciò per quale motivo.... per andare a guadagnare la benzina quotidiana!
Te lo dice una che gira, pur avendo la patente, solo ed esclusivamente in BICICLETTA.... Meno male abito a PISA!

raffaella facchinetti 02.05.05 19:08| 
 |
Rispondi al commento

"Airbus 380: tre piani, 500-800 passeggeri, letti matrimoniali, palestra, sauna, casinò."

"aeronautica passa dal “polo del lusso” al “polo della massa”:"

ok che ci sono molte più persone e (presumibilmente) il biglietto è più "accessibile" rispetto a quello del concorde... però ho i miei dubbi che tutti quei servizi e _lussi_ siano gratis, anzi.

Alla fin della fiera rimane un bel giocattolone per un elitè...

stefano "akiro" meraviglia 02.05.05 18:03| 
 |
Rispondi al commento

beppe sei troppo forte!!!sono belga e ti scrivo da waterloo.Non ho vinto una battaglia ma mi piacerebbe(chiedo scusa perche non scrivo bene l'italiano)mio marito e calabrese ma ha vissuto a torino.Per noi era un piacere sentirti,peccato che non vieni in belgio.Finalmente qualcuno che non a paura di parlare.Devi continuare e spero che qualcuno avra la testa di quello stronzo di berlu.Bacionni dal belgio

monique delcourt 02.05.05 18:02| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
ero presente al tuo spettacolo di Sabato 30 c.s. al "Palalottomatica" di Roma e mi sono divertito veramente tanto! L'unica "ciambella" dello spettacolo che non ti è riuscita con il buco è etata la telefonata con Skype a Cuba! Porcaccia miseria, credo che se avessi saputo che Telecom -Tronchetti Italia controlla il 29,3% del capitale Etecsa (l'unico provider internazionale a Cuba).......forse potevi dare una "mazzata" in più a chi sai tu!
Comunque ........ complimenti per lo spettacolo e un grazie da un tuo fan da "Te la dò io l'America" ad oggi!!!!
Un saluto

Andrea D'Agostino

Andrea D'Agostino 02.05.05 17:48| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
ero presente al tuo spettacolo di Sabato 30 c.s. al "Palalottomatica" di Roma e mi sono divertito veramente tanto! L'unica "ciambella" dello spettacolo che non ti è riuscita con il buco è etata la telefonata con Skype a Cuba! Porcaccia miseria, credo che se avessi saputo che Telecom -Tronchetti Italia controlla il 29,3% del capitale Etecsa (l'unico provider internazionale a Cuba).......forse potevi dare una "mazzata" in più a chi sai tu!
Comunque ........ complimenti per lo spettacolo e un grazie da un tuo fan da "Te la dò io l'America" ad oggi!!!!
Un saluto

Andrea D'Agostino

Andrea D'Agostino 02.05.05 17:47| 
 |
Rispondi al commento

Gli esseri umani inquinano e molto, ma hanno la capacità se solo lo volessero di rimettere le cose a posto e perfino di migliorarle. La terra è stata sicuramente danneggiata dagli umani, ma è troppo grande rispetto agli umani per non avere la forza di rigenerarsi. Semmai il problema è che l'uomo inquina se stesso, il suo stesso futuro: inquina l'aria che respira, l'acqua che beve, le piante di cui si nutre ecc... Qui bisogna però scegliere se si vuole vivere come i primitivi, oppure nella modernità però trovando il sistema di nuocere il meno possibile e riparare via via i danni. La prima soluzione non mi pare praticabile. Nemmeno ti vedrei caro Beppe vestito da tarzan a caccia di cinghiali nel bosco. Perfino tu non riusciresti a rinunciare a conoscenze e benessere acquisito in migliaia di anni di storia.
Nel caso specifico dell'aereo il problema più grosso potrebbe essere che in caso di caduta scomparirebbe in un sol colpo l'intera popolazione di un piccolo paesino (800 persone). Sono stato ri recente a Dubai e ne hanno ordinati per la Emirates 45 pezzi di questo colosso. Il motivo è che la Emirates ha un ottimo servizio di bordo e fa prezzi molto più bassi degli altri, così si sono fatti un mare di clienti e anche per una questione di spazio a terra hanno pensato che un aereo di questi ne sostituisce 3. E 3 aerei inquinano molto di più che uno gigante che tra l'altro a parità di km consuma molto meno. Continueranno a viaggiare sempre più persone e così costruire questi colossi del cielo sarà inevitabile. Quindi non sono d'accordo con te su questo specifico punto, e non è paragonabile con la storia del concorde perché nacque volutamente come jet d'élite.

Orlando Bongarzone 02.05.05 17:42| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, ho visto ultimamente un tuo spettacolo a Roma e di conseguenza non ho potuto far a meno di visitare il tuo sito.
Trovo qui la giusta occasione, leggendo anche i commenti degli altri amici, per fare una riflessione:
Noi tutti ti stimiamo e la pensiamo + o - allo stesso modo, ciò che ci manca è la pratica!
o meglio passare da quelle che sono le parole ai fatti!!
Ad esempio: in politica se tu ti candidassi io ti voterei, vuoi che tra tutti quelli che ti sentono e ti seguono non ce ne sono degli altri???
di conseguenza, chi mi dice che una volta raggiunto il potere, anche tu, inquanto umano, non lo rivolga esclusivamente a tuo favore??
N.B.
ovviamente è solo una provocazione, ma molte delle persone che ci governano hanno predicato bene ai fini elettorali e poi, purtroppo , si sono lasciati risucchiare nella spirale del potere.Cambiare il modo diventa sempre + un utopia......

Gabriele Carradori 02.05.05 17:24| 
 |
Rispondi al commento

alberto, non sono contrario a viaggiare, ovviamente, solo che nel viaggiare bisogna avere RISPETTO per la destinazione. Vuoi andare in Kenya? Bene, ci vai via terra o nave, sperimentando la DISTANZA tra i due luoghi. Altrimenti, perchè ci devi andare? rispetta i Kenioti! E' ovvio che la mia è una provocazione... ormai è troppo tardi... dico solo spero di non vedere mai un'europa dove si va a Oslo o a Edimburgo come se andassimo al bar... io ho troppo rispetto per oslo ed edimburgo... non sono due nomi intercambiabili, non VALGONO la stessa cosa (un biglietto ryanair a 20 euro!)

w.vallone 02.05.05 17:17| 
 |
Rispondi al commento

vallone prima d scrivere dovresti rileggere e pensare...probabilmente mnon avrai colto il messaggio che grillo ha cercato d inviarti...il male non è viaggiare,il male è viaggiare inquinando spaccinado per miracoli della scienza giocattoli teconolicamente anacronistici...

alberto busto 02.05.05 17:09| 
 |
Rispondi al commento

Ma perchè, se l'uomo è fatto di due braccia, due gambe, un po' di carne e sangue e di materia cerebrale,DEVE avere il diritto di andare OLTRE la sua natura, parlare con suoi simili a migliaia di km. di distanza, mangiare cose che nascono a migliaia di km. di distanza, portare il suo corpicino a migliaia di km. di distanza, etc..
Un albero sta fermo lì, tranquillo, perchè l'uomo deve voler spostarsi dove la sua mente desidera? Sidney? ok: porto il mio corpo a Sidney...cosa ci sarà poi di COSI' IMPORTANTE da fare a Sidney? E' solo un capriccio, il solito ambizioso, inutile, arrogante capriccio dell'essere umano...come la guerra...

w.vallone 02.05.05 16:44| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, ero sabato 30 a Roma a vedere il tuo spettacolo, mi hai fatto pensare ad una cosa che mi sono sempre chiesto: dove giace la normativa che stabilisce che il volume della pubblicità deve essere uguale a quello dei programmi TV, e perchè bisogna guardare la televisione magari a tarda notte col telecomando in mano tipo mezzogiorno di fuoco pronto ad abbassare il volume quando parte lo spot?
C'è la legge ma dove riposa...?

Giovanni Di Quattro 02.05.05 16:43| 
 |
Rispondi al commento

e anche:

«Ammettendo l'uomo, la natura ha commesso molto più di un errore di calcolo: un attentato a se stessa.»
Emil Cioran

Meteorite o no, non credo che i dinosauri sarebbero mai sopravvissuti, troppa energia sprecata per portarsi in giro due chiappe da 20 tonnellate l'una....

ciao
Igor

Igor Scicchitano 02.05.05 16:23| 
 |
Rispondi al commento

«Il numero degli uomini che accettano la civiltà da ipocriti è infinitamente superiore a quello degli uomini veramente civili.»
Sigmund Freud

Igor Scicchitano 02.05.05 16:18| 
 |
Rispondi al commento

Battuta di Jay Leno, a proposito dell'aereo piu` grande del mondo:

paolo marchetti 02.05.05 15:55| 
 |
Rispondi al commento


FINMECCANICA (leggi Alenia ndr.): UE; VIA LIBERA A ACCORDO ALCATEL
(ANSA) - BRUXELLES - La Comissione Ue ha dato il suo via libera in base alle norme europee sulle concentrazioni alla creazione di due joint venture derivanti dalla fusione delle attivita' spaziali della francese Alcatel con quelle di Alenia Spazio e Telespazio, appartenenti alla Finmeccanica. La Commissione Ue spiega che il suo esame ha determinato ''seri problemi per determinati sottosistemi satellitari (Telemetry Tracking and Control o 'TTC' e altimetri radar)'', ma che Alcatel e Alenia ''sono state in grado di risolverli proponendo una licenza per entrambi i sottosistemi, oltre ad accettare il monitoraggio dei prezzi per il TTC''. Il commissario europeo alla concorrenza Neelie Kroes ha commentato che queste condizioni ''manterranno un'effettiva concorrenza nell'industria spaziale europea pur consentendo alle parti di strutturare la loro attivita' in maniera piu' efficiente attraverso le joint venture''. In base all'accordo che oggi ha avuto disco verde dall'euroesecutivo, Alcatel e Finmeccanica fonderanno le loro attivita' spaziali in due joint venture. La prima Alcatel-Alenia Space si concentrera' sulla fabbricazione di sistemi satellitari e di carico utile per satelliti commerciali (telecomunicazioni) e per satelliti pubblici (missioni scientifiche e militari). L'altra, Telespazio, fornira' servizi spaziali tra cui il controllo di sistemi satellitari. L'esame del caso da parte dell'euroesecutivo era stato prorogato di due settimane a meta' aprile per consentire di fugare gli ultimi dubbi antitrust. Il via libera di Bruxelles, come noto, fa cadere l'ultimo potenziale ostacolo alle nozze tra Finmeccanica e Alcatel celebrate in gennaio per dar vita ad un nuovo leader europeo dei satelliti. I sistemi e i sottosistemi satellitari, ricorda il comunicato della Commissione, sono acquistati a livello internazionale da operatori commerciali di telecomunicazioni oppure, a livello europeo, dall'Agenzia spaziale europea (ESA). La Commissione rivela di aver verificato se l'unione di Alcatel Space e di Alenia Spazio, due capocommesse di sistemi satellitari al contempo fornitori di un certo numero di sottosistemi satellitari, potesse escludere dal mercato capocommesse di satelliti e integratori concorrenti oppure incidere negativamente sugli utenti di satelliti. ''L'indagine di mercato non ha confermato tali rischi'', precisa la nota, in quanto Alcatel Space e Alenia Spazio fanno fronte ad ''un'effettiva concorrenza per i sistemi satellitari e relative attrezzature''. Piu' specificamente, per quanto concerne i satelliti destinati ad acquirenti pubblici, il potere dell'acquirente e il ''vasto monitoraggio dell'ESA'' nonche' l'applicazione delle cosiddette ''regole di equa ripartizione'' del lavoro tra gli Stati membri dell'ESA ''dovrebbero impedire alle societa', una volta fuse, di agire indipendentemente''. L'indagine di mercato della Commissione tuttavia ha dimostrato che la combinazione delle attivita' delle parti interessate si tradurra' in una posizione di mercato praticamente incontestata per il TTC e gli altimetri radar che sono parti essenziali utilizzate nei satelliti. Per risolvere questi problemi di concorrenza, precisa ancora la nota, Alcatel Space e Alenia Spazio si sono impegnate a concedere la licenza per il TTC e la tecnologia degli altimetri radar ed a fornire attrezzature TTC a prezzi ''non eccedenti quelli applicati per attrezzature analoghe quali figurano in listini di prezzo che fungeranno da criteri di riferimento''. La Commissione ritiene che gli impegni proposti consentiranno di risolvere tali problemi e garantiranno un'effettiva concorrenza sui mercati Ue.(ANSA). RED
29/04/2005 13:13

-------------------------------------------------

E dopo che Alenia ha affamato e fatto chiudere il reparto satelliti della Siemens Telecomunicazioni con la complicità del CEO e del responsabile del reparto, per poi comprarselo a prezzi di fallimento attraverso la Laben, adesso fa una joint venture con Alcatel Space, begli stronzi invece di dare lavoro in Italia adesso faranno fare gli apparati in Francia.....
In memoria dell'Ingegner Cafissi che quando ha scoperto la tresca ha avuto un ictus e se ne è andato all'altro mondo, e quelli che gliel'hanno fatto venire, grandissimi maiali, sono ancora qui vivi e vegeti e grassi con le bustarelle prese da Alenia.
Questi sono i dirigenti della Siemens Telecomunicazioni

Stefano

stefano crema 02.05.05 15:21| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo..
Sono un ragazzo di 24 anni.
Permettimi di darmi del TU, e non per rispetto o cose simili ma perchè Ti sento troppo vicina come persona per chiamarti in altro modo.

Sabato ero al tuo spettacolo..a roma.. mi ha preoccupato.. è stato fantastico..il problema è che più i tuoi spettacoli sono belli e più vuol dire che noi stiamo peggio.

Scusa se non ti parlo di Te , della tua grinta in questa mail ma comincio veramente a preoccuparmi.

Lavoro da Tre anni al ministero della Funzione PUbblica.
Prima ero con Mazzella.. nella sua segreteria particolare... ora sono con BAccini.

Caro Grillo .. vedo delle cose assurde..
Ma è normale che andiamo a tracollo.. ma dico.. ci fosse una legge che rispettino..
NON SI CONFRONTANO CON I NORMALI PROBLEMI DEL CITTADINO..COME FANNO A RISOLVERLI...

- spesa .. non la fanno loro
- traffico.. hanno autisti che skizzano a 180 ovunque
- file dal dottore .. non ne parliamo.. e così via..

Guarda.. io sono un ragazzo a modo suomolto integrato nella società quindi non ti parlo per insoddisfazione personale

- ragazze ok...
- lavoro ..per ora ok
- amici ok..
- amo fotografare e fare tante cose.. questo non per parlare di me ma per dirti che non sono uno che normalmente si lamenta..

Cerco nel mio piccolo di fare il possibile.. BOICOTTARE quel che reputo dannoso parlo..
MA MOLTE VOLTE NON LO SO...

La comunicazione non ti fa sapere nulla d'importante..

Vorrei sapere olter ai normali mezzi ... DOVE POSSO INFORMARMI SE I SOLDI DI UN PRODOTTO CHE COMPRO SERVE A QUALCOSA CHE ODIO?

Risolimi questo problema.. porterò con me molti ragazzi te lo assicuro...

CIAO

Francesco

Francesco Silvestri 02.05.05 15:04| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, scusa se ti do del tu ma viene spontaneo riferirsi a te in tal modo, ad una persona che urla in una giungla di muti che pensano solo ai propri interessi e più o meno in questa categoria ci stiamo dentro tutti consapevolmente o no. Ho visto il tuo spettacolo a Roma il 29, e anche se mi ritengo una persona abbastanza informata si rimane sconvolti ma piacevolmente stimolati. Tre ore più o meno di straordinaria intensità, non mi sono distratto un attimo ed la mente continua ad elaborare freneticamente per almeno un paio di giorni. Parlando di inquinamento volevo segnalare l'assurda situazione in cui si trovano numerose centinaia di migliaia di persone: da un giorno all'altro ti ritrovi in testa un'antenna per la telefonia mobile e non puoi fare assolutamente nulla, neanche chi ha installato nel proprio corpo un apparecchiatura cardiaca o (come è accaduto ad un mio vicino) degli elettrodi nella testa per evitare crisi epilettiche!. Mi sono avvicinato alle normative che regolamentano la materia e si rimane assolutamente sconvolti e con un profondo senso di impotenza. Volevo solo sapere se ti eri occupato in passato della cosa e cosa ne pensi visto che se si alzano gli occhi verso i terrazzi delle case si ha la precisa misura della vastità del problema e mi riferisco solo a ciò che si vede!
Un saluto
Alberto

Alberto Piselli 02.05.05 14:30| 
 |
Rispondi al commento

non ho visto il mio commento al tuo spettacolo. Perchè? non ti è arrivato? Comunque. è vero che hai uuna ferrari e due porsche? perchè se è vero, a parte che mi crolla un mito, sono proprio rimasta l'unica stronza a credere in certe cose e a sbattermi per cercare di essere coerente: andare a piedi, o coi mezzi pubblici quando si può, combattere il consumismo, etc.
ciao, fatti sentire

stefania ghezzi 02.05.05 14:10| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
leggendo le notizie riportate nel blog ho maturato un idea un pò seria e un pò buffa allo stesso tempo.
Perchè non ti candidi alle prossime elezioni politiche?
Vista la moltitudine di persone che ti seguono non avresti neanche bisogno di spendere migliaia di euro in campagne politiche.
Ciao Francesco.

francesco 02.05.05 13:55| 
 |
Rispondi al commento

Nuova legge autorizza i cittadini a sparare anche fuori casa
non appena si sentano "minacciati". Lobby delle armi soddisfatta
"Licenza d'uccidere" in Florida
la guerra al crimine di Jeb Bush

giacomo fossati 02.05.05 13:09| 
 |
Rispondi al commento

concordo pienamente con Saverio Serio. Il petrolio durerà ancora tantissimo ed il costo dello stesso è irrisorio, aldilà delle speculazioni politiche e fiscali di cui è vittima. Il punto è che si tratta di un'energia primitiva. Non credo poi che i miasmi prodotti dalla combustione di qualsivoglia olio vegetale siano più salutari. Sempre di preistoria si tratta. La combustione è il processo da eliminare, a prescindere dalla materia prima che ne sia oggetto.

Fabrizio Ventura 02.05.05 12:50| 
 |
Rispondi al commento

concordo con i due post precedenti.

Forse é un cambio filosofico che dovremmo fare.

Faccio di nuovo l'esempio del pesce.
Le scorte nel mare stanno finendo, molte specie sono gia ben oltre la soglia di pericolo per l'estinzione (e si parle di tonno...).

Si prova a mettere le quote ma non e possibile, i pescatori protestano perche perdono una parte dei guadagni e i consumatori protestano perche aumenterebbero i prezzi.

Ottimo...

Agli scettici, la prossima volta che andate al supermercato fermatevi davanti al bancone del pesce e moltiplicatelo per tutti i supermercati che ci possono essere nel mondo e magari ci rendiamo conto di quanto e grosso il problema.
In piu per un pesce venduto sono due buttati perche se no non possono garantirlo fresco.

Ho vergogna a pensare come parleranno di noi i libri di storia. "La generazione dei bambini viziati" o "Quelli che credevano un loro diritto viaggiare da una capitale all'altre dell'Europa per 49 euro".

Continuo a ripeterlo, abbiamo bisogno di leggi forti e severe perche non siamo ancora una societa matura.

La mia modesta opinione
Igor

Igor Scicchitano 02.05.05 12:47| 
 |
Rispondi al commento

Il problema del petrolio NON è che i giacimenti si esauriranno nei prossimi 10-20-30-XX anni... ma bensi che è una materia prima primitiva, bruciamo dell'olio, come facevamo nel medioevo, solo che invece che nella lampada lo mettiamo, più raffinato, in un motore.

Fino a quando non capiremo questo, fino a quando si discuterà sulla durata dei giacimenti e dei danni causati dalla CO2 invece di capire che l'errore sta nell'utilizzo del petrolio stesso... continueremo a perdere tempo inutilmente.

Non si può basare un'economia di un intero pianeta su una materia prima in esaurimento, cosa ci vuole a capirlo?

Buona giornata a tutti.

Saverio Serio 02.05.05 11:49| 
 |
Rispondi al commento

Caro sig. Grillo,
mi scusi se uso una forma amichevole, ma sento che posso rivolgermi a Lei come un vero amico, o meglio come un uomo che non prende per il culo a 360°.
Anche se non ho precise lamentele, vorrei che sapesse che un pugliese, meglio tarantino, la stima e crede fermemente in Lei come "VERO UOMO". Sicuramente Lei è considerato come "la bocca della Verità Italiana", purtroppo quasi nessuno ha le palle che Lei ha dimostrato in questi lunghi e tortuosi anni. ConsiderarLa solo un animale da palcoscenico è troppo restrittivo; infatti, un Vero Uomo, togliendo le proprie idee politiche, la morale, i giochi di pensiero e tutte le inclinazioni che delineano la personalità, deve basarsi su una conoscenza "universale", propio come fa Lei. Interessarsi e preoccuparsi di trovare delle idee per vivere meglio e proporle alla gente comune, dovrebbe essere compito di politici e buffi personaggi di poltrona, ma appartiene anche al semplice cittadino evidenziare le problematiche che fanno sì che questa Italia e questo mondo vadano a rotoli.
Se riuscirà a leggere questa e-mail, faccia in modo che possa conoscere tutte le iniziative da Lei intrapese, di qualsiasi forma e opinione.
Solitamente non controllo mai le lettere che scrivo, quindi se noterà orrori ortografici e linguistici, non importa, scrivo sempre, tranne per alcuni esami universitari, in modo diretto, senza correggere nulla, tutto dal profondo del cuore e del c....
La stimo tantissimoooooooo.....

Cordiali saluti

Nicastro Giuliano
(agente di produzione e studente universitario).

giuliano nicastro 02.05.05 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Cara Mirta,

lascia perdere l'auto ad idrogeno, a meno che ti piaccia avere una bomba sotto il sedile... in caso di incidente e' tutto da dimostrare come si possa sopravvivere.

Se e' vero poi che le emissioni di CO2 sono limitate a 0, e' anche vero che l'idrogeno viene prodotto consumando energia elettrica, che viene prodotta bruciando combustibili fossili. In pratica il consumo di combustibili e'analogose non maggiore, l'unica differenza e' una qualita' migliore dell'aria dellecitta', a rischio della tua vita se fai un incidente. Non mi risulta che automobili ad idrogeno siano in produzione (fortunatamente). Cisono modi piu' intelligenti di ridurre le emissioni, la panacea non esiste, l'idrogeno difficilmente rappresenta una soluzione credibile per il trasporto.

ugo santalucia 02.05.05 11:18| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,
riguardo alle previsioni sull'esaurimento delle riserve mondiali di idrocarburi dovremmo riflettere un pò tutti sugli studi di Thomas Gold a proposito della presunta origine inorganica degli idrocarburi. Gold di fatto confuta, o meglio rivede e corregge, la teoria dominante che attribuisce ai processi organici la genesi di petrolio & affini.
Non voglio tediare nessuno con un post chilometrico, ma vi riassumerò in poche parole i punti principali della tesi di Gold (mea culpa per eventuali imprecisioni):
- solo una parte degli idrocarburi è di origine organica, cioè dovuta alla trasformazione di resti di piante ed animali all'interno della crosta terrestre;
- nella crosta terrestre è tutt'ora in atto la genesi di idrocarburi ad opera di processi chimici inorganici;
- i giacimenti di idrocarburi sono soggetti ad una ricarica naturale che lentamente ricostituisce i quantitativi pompati verso la superficie terrestre.

Tutto ciò che Gold afferma è corroborato da solide prove.

Tengo inoltre a precisare che T. Gold non è un "crackpot" (in gergo uno di quegli scienziati fai-da-te che a volte pubblicano teorie strampalate prive di riscontri oggettivi), ma un astrofisico che ha scritto parte della scienza moderna. Inoltre la sua opera relativa agli idrocarburi ha attirato l'attenzione di eminenti geologi del petrolio & specialisti del settore...e forse è proprio per questo che non se ne parla diffusamente.
Leggendo Gold è possibile avere un quadro un pò più preciso e realistico dei motivi che spingono gli stati a sterminare in nome della democrazia (quella con la lettera minuscola, però)
Se avete voglia di approfondire questi temi potete trovare delle info in wikipedia, oppure al seguente link:

http://people.cornell.edu/pages/tg21/

Buona giornata.

Antonio D'Angelantonio 02.05.05 11:18| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
finalmente siamo riusciti a vederti e sopratutto a sentirti!!!!!!
Sono daccordo su TUTTO!!!! E per iniziare il cambiamento oltre a scaricarmi il sistema per il telefono volevo comprarmi la macchina ad idrogeno,mi potresti dire a chi rivolgermi?
Spero che questi tour siano sempre più frequenti per permettere a tutti di poterti ascoltare!!!!
Grazie Mirta

mirta moretti 02.05.05 11:11| 
 |
Rispondi al commento

Rudy,

l'esempio del tunnel svizzero dimostra che si puo' creare lavoro facendo contemporaneamente qualcosa che ci migliori la vita.

Giovanni Ferrari 02.05.05 11:10| 
 |
Rispondi al commento

una volta tanto allora ti schieri con Berlusconi che non ha aderito al progetto franco-tedesco-spagnolo-inglese dell'airbus.
Già nel 70 l'italia ci rimase fuori.
Ben 11000 lavoratori sarebbero toccati all'italia.Non male in un momento di crisi come l'attuale.

Come sempre sei superficiale. E questo è grave per uno come te che vende luce a chi è cieco.
Peccato che come tutti gli schierati parziali , vendi luce taroccata .

Rudy Bressan 02.05.05 10:34| 
 |
Rispondi al commento

il mio commento è una provocazione

avete mai pensato seriamente al teletrasporto?
un secolo fa nessuno avrebbe pensato di poter utilizzare un aereo solo per il gusto di viaggiare.
Invece adesso si sta provando a trasportare la materia diversamete: le prime particelle semplici degli atomi già si trasportano con macchine chiamate " teletrasporto" , forse la mia è solo provocazione, ma mi auguro, se l'umanità ci sarà ancora sulla terra, che fra cento e più anni sarà fattibile ciò.

mario rossi 02.05.05 10:22| 
 |
Rispondi al commento

Buon Dì :-)

Ringrazio signor Stallo per la precisazione...
Giusto poi anche asserire che riguardo alla "fioritura" del Ticino, le cause non sono state solamente finanziarie (certamente negli anni '80 di forte impulso) ma anche a 3 concetti fondamentali:
1- con gli accordi bilaterali tra UE e Ch possiamo offrire un posto dove ditte di biotecnologia, informatiche e fabbriche (come la Hugo Boss) possono lavorare con una pressione fiscale relativamente bassa, condizioni politiche stabili, con manodopera a medio-basso costo
(eh si perché di tutto questo benessere non solo sono i ticinesi ne approfittano bensì anche i frontalieri italiani), libera circolazione (sempre accordi con UE) che "permettono" di assumere senza problemi dirigenti esteri che poi si stabiliscono e pagano dopo alcuni anni le loro imposte direttamente in Ticino
2- Molti ricchi anziani del Nord Europa, per qualità di strutture, clima, rapporto con gli autoctoni, vengono a passare gli ultimi anni della loro vita, lasciando poi parte delle loro ricchezze
3- relativa bassa fiscalità e costo del lavoro (trattenute sociali).

In quanto al fatto che Alptransit finisca attualmente a Lugano ... c'è la tratta di collegamento con Varese che farebbe da ponte.
Ma, come è il caso a sud del Sempione (Piemonte) i lavori per approntare una struttura sufficiente, stanno ritardando per insufficienza di manodopera e di fondi...

Poi per quel che riguarda il settore dei trasporti di merce si dovrebbe (secondo il sottoscritto... aimhè)imparare a consumare il prodotto locale, (come Beppe diceva in un suo spettacolo " perché cavolo le persone bevono la Ferrarelle a Milano e la San Pellegrino a Roma??? ").

Poi, e qui termino, nessuno è perfetto... (peccato...). :-)

Buona giornata a tutti.

Eros Carrara 02.05.05 10:00| 
 |
Rispondi al commento

Intervento un po' debole,Beppe... il problema delle emissioni e' un po' piu' complesso. Di fronte a un miliardo di indiani e quasi uno e mezzo di cinesi che consumano idrocarburi a ritmo crescente, che differenza possono fare 400 aerei in piu' o in meno? Il problema e' altrove, l'aereo e' un mezzo di trasporto non sostituibile, l'automobile lo e', ma non credo che nessuno voglia affrontare una seria politica di trasporti pubblici in tempi di recessione... USA docet, sapete che un tempo a Los Angeles c'erano i tram?

Ugo Santalucia 02.05.05 09:56| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti,

anch'io anche se amante dei viaggi comincio ad avere qualche serio dubbio sui danni ambientali, almeno per i viaggi continentali dovremmo trovare una soluzione.

Gli svizzeri, oltre ad alptransit, hanno un progetto di metro ad alta velocita, che al km, costerebbe anche molto meno di una linea ferroviaria.

Vi lascio il link, purtroppo francese-inglese-tedesco, ma in breve:$

infrastruttura interamente sotteranea (50m dove possibile).
vuoto d'aria parziale, il treno e pressurizzato.
lievitazione magnetica e comando elettrico lineare.

velocita 400/500 km/h

http://www.swissmetro.com/fr/01_concept/
01_transport_sys.htm

ciao a tutti
Igor

Igor Scicchitano 02.05.05 09:47| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
sono nuova del web!!! Sono stata al tuo spettacolo a Roma il 30-04-05 e ci siamo "conosciuti" grazie a mio marito!!! Volevo dirti che sei stato superlativo...un bacio
flo, paolo & chiara

floriana fusco 02.05.05 09:32| 
 |
Rispondi al commento

per palazzani

non credo che i cambiamenti li facciano i politici...quando i governi sono sempre piu in mano alle grandi multinazionali:vedi nestle che vuole a tutti i costi vendere il latte in polvere in sud america...
ricordati che il potere sta dove stanno i soldi.

pierluigi anasparri 02.05.05 09:17| 
 |
Rispondi al commento

Sei stato grande, se tutti avessero il coraggio di dire quello che tu dici credo che qualcosina si muoverebbe in questa nostra Italia, ma come al solito quando si arriva a casa siamo talmente assorbiti dalla nostra vita, problemi, salute che i buoni propositi vengono rimandata a data da destinarsi. Io nel mio piccolo comincerò a togliere l'abbonamento a TELECOM, e convincerò tutti quelli che conosco a farlo.
Ti abbraccio.

domenica coscarella 02.05.05 08:20| 
 |
Rispondi al commento

LA DEVASTAZIONE DELLA VALLE DI SUSA

Il progetto - chiamato - Torino-Lione ovvero il progetto Milano-Lione

Il tracciato della tratta Torino-Lione ad alta velocita' inizia da
Settimo, dunque chi proviene da Torino dovra' prendere il treno per
percorrere i 10 km che separano la stazione di Porta Nuova dalla stazione
di Settimo, con tempo di percorrenza di circa 30 minuti. Da Settimo la
linea percorre in superficie e in trincea la cosiddetta Cintura Nord-Ovest
di Torino (attraversando i comuni di Settimo, Venaria, Collegno, Pianezza,
San Gillio, Valdellatorre) fino ad arrivare al monte Musine'. Un primo
tunnel sotto il Musine', poi di nuovo all'aperto e in galleria, per
arrivare fino a Venaus, nei pressi di Susa, da dove dovrebbe partire un
megatunnel di 52.7 Km, sotto una copertura di roccia che arriva fino ai
2500 m, che sbucherebbe in Francia, nei pressi di St.Jean de Maurienne. E'
un progetto studiato, preparato e pubblicizzato in nome del progresso e
della flessibilita', ma nella realta' violento, costosissimo ed inutile.

Violento
Questo progetto ha un impatto devastante per l'ambiente e le risorse
naturali: i tunnel e le gallerie che bucano, secondo il progetto, le
montagne della Val Susa, intercetteranno falde idriche, procurando, come
e' gia' successo in altre parti d'Italia (Mugello), il prosciugamento
delle sorgenti e la distruzione dell'ambiente e del territorio. A soffrire
le conseguenze di questo progetto mostruoso non saranno solo gli abitanti
della Val Susa e della Cintura Nord-Ovest: in serio pericolo sara' la
salute di tutti noi anche a Torino. Amianto, uranio e gas radon sono
presenti nelle rocce che saranno bucate dai lavori. E' veramente un'
illusione pensare che questi pericolosi materiali non si libereranno in
conseguenza dei lavori nell'atmosfera: il vento che soffia dalla Valle di
Susa verso Torino provvedera' a farli arrivare fino in citta',
interessando particolarmente i quartieri Nord-Ovest e Sud di Torino,
proprio attorno a quella zona dove si vuole costruire anche l'inceneritore
(Gerbido). E tutti noi sappiamo quali sono le conseguenza dell'esposizione
alle fibre di amianto: tumori e morte (ad esempio il caso dell'Eternit di
Casale e della miniera di amianto di Balangero). Negli ambulatori, nelle
Asl della Val Susa un documento sottoscritto da centinaia di medici
avverte la popolazione del rischio futuro: il TG3 del Piemonte si e' ben
guardato di dedicare alla notizia il benche' minimo spazio... Per i
prossimi 15/20 anni inoltre la Valle di Susa e la Cintura Nord di Torino
(Settimo, Venaria, Savonera, Pianezza..) diventerebbero, se partisse il
progetto, un unico, enorme cantiere, percorso da centinaia di Tir carichi
del materiale estratto dalle montagne (sono milioni di metri cubi di
roccia frantumata, l'equivalente di due piramidi di Cheope), con
conseguenti livelli di traffico, rumore, polveri insostenibili per la
popolazione: altro che sforamento dei PM 10 nell'aria!

Costosissimo
Il costo dell'opera e' per ora previsto in una cifra che supera i 20
miliardi di euro (40 mila miliardi di lire!!!), prelevati con le tasse.
Per molti decenni infatti questa, come tutte le "Grandi opere", avrebbe
una serie di costi che ricadranno interamente sullo Stato, che si assume
il peso di garantire gli investimenti di imprese private (se ce ne
saranno: fino ad ora nessuna di loro ha investito un euro...) effettuati
per il tramite delle banche. Gli interessi dei privati pagati dallo Stato
aumenteranno il debito pubblico, e quindi il prelievo fiscale. Un'ultima
cosa: in altre regioni d'Italia, la costruzione della linea TAV e'
purtroppo gia' una realta' e i costi sono generalmente aumentati, in corso
d'opera, di un 450% in piu' rispetto alle previsioni...nulla di buono si
preannuncia quindi anche nel caso della tratta Torino-Lione

Inutile
Sentiamo spesso dire ai vari TG o leggiamo sui vari giornali che la linea
Torino-Lione mettera' fine all'isolamento del Piemonte, permettera' un
maggior volume di traffici e risollevera' l'economia della regione. Nella
realta', invece, il Piemonte e' gia collegato ampiamente al resto d'Italia
e di Europa. Tutti i valichi ferroviari sono utilizzati ben al di sotto
della loro possibilita' (il Frejus, l'attuale valico presente in Val Susa,
e' sfruttato solo al 38%). Le Grandi opere, come la Torino-Lione, sono
tutte costosissime a scapito di sanita', scuola, pensioni, servizi sociali
e ricerca. Un'altra bugia, spesso raccontata dai TG, e' quella per cui le
Grandi Opere, come il TAV, o i Grandi Affari, come le Olimpiadi,
creerebbero occupazione: certamente, negli anni dei cantieri, qualche
migliaio di persone trovano lavoro. Ma a quali condizioni? Turni
pesantissimi e scarse condizioni di sicurezza hanno gia' causato, nei
cantieri delle olimpiadi e dell'alta velocita' Torino-Milano, diverse
morti e un numero elevatissimo di incidenti. Cosa rimane poi sul
territorio alla fine dei lavori? Nel caso della linea ad alta velocita'
Torino-Lione le campagne attorno a Torino verrebbero rovinate in modo
irreversibile: terreni di alto pregio tuttora coltivati subirebbero un
terribile processo di cementificazione e sarebbero ricoperti da strade,
viadotti e ogni sorta di infrastrutture. Per finire, non e' vero che la
linea Torino-Lione "fara' bene all'ambiente e rendera' le strade piu'
sicure" perche' spostera' il traffico merci dalle strade sulla ferrovia.
Sono gli stessi proponenti dell'opera che nei loro studi affermano che a
spostarsi su ferrovia sara' solo l'1% del traffico. Quindi il caos sulle
strade continuera', l'inquinamento non diminuira' e i TIR continueranno a
sfrecciare tra le automobili. Tutto cio' dimostra che questo progetto di
treno ad Alta Velocita' ci impone assurde scelte che con gli interessi
della gente hanno poco a che fare. Non si puo' dire lo stesso, invece, per
quanto riguarda gli interessi delle imprese di costruzione e servizi,
finanziarie ed industriali.

Le Olimpiadi invernali del 2006
Prefigurano "in piccolo" la catastrofe successiva, vengono usate come
piede di porco per aprire la strada all'alta velocita'. Dove saranno
passate le olimpiadi tutto sara' piu' facile per il TAV. Ecco alcuni
significativi punti in comune. Gli stessi personaggi metteranno i soldi in
tasca: uomini FIAT e politici dello Stato (Regione, Provincia, Comuni),
vertici polizieschi e mafiosi. Le stesse popolazioni resteranno
danneggiate: prima di tutto gli abitanti della Val Susa, ma anche quelli
di Torino e cintura. Il danno irreversibile alla montagna, sventrata,
asfaltata e cementificata per costruire strutture inutili (se non per il
breve periodo dei giochi olimpici) come trampolini o piste da bob,
alberghi di lusso e autostrade. La corruzione degli amministratori locali
ovvero il "coinvolgimento nello spirito olimpico", uno dei vari capitoli
della "gestione creativa" delle copiose risorse finanziarie olimpioniche,
estratte dalle tasche dei cittadini, di cui sta dando brillante esempio il
TAROC, presieduto dall'ex sindaco di Torino Castellani. Censura di ogni
protesta e dissenso rivolti alla grande impresa. Criminalizzazione di ogni
reale opposizione. Martellante propaganda mediatica sui benefici che le
olimpiadi porteranno a tutti. Le olimpiadi invernali, inoltre, si prestano
a diventare il Cavallo di Troia, che consentira' agli amministratori della
Valle di fare il salto dell quaglia, da contro a pro-TAV. Quelli che si
schiereranno a favore delle olimpiadi difficilmente sapranno continuare a
dire di no alle sirene del TAV, a quegli stessi Signori con cui stanno
gia' collaborando. Tutto cio' e' solo un assaggio di quanto avverra' e, in
realta', sta gia' avvenendo con il TAV.

L'informazione democratica
Di quanto sia importante opporsi al progetto del TAV ormai migliaia di
persone in Val Susa e nella cintura Nord-Ovest sono consapevoli: 20.000
persone sono scese nelle strade, nel maggio del 2003 per manifestare la
loro totale contrarieta' all'opera. Solo i mass media, servi dei padroni
del Tav, sembrano non sentirne l'eco. La strategia dei giornali, dei TG,
soprattutto del TG3 del Piemonte, e' quella di censurare ogni forma di
dissenso, di nascondere agli occhi dei cittadini di Torino e del Piemonte
che migliaia di persone sono fermamente contrarie a questo progetto e
seriamente intenzionate a fermarlo. Ultima in ordine di tempo la censura
dell'invito all'astensione, da parte dei comitati, in occasione delle
elezioni regionali. La stampa locale, specialmente nella sua voce laica,
Luna Nuova, dopo un periodo di appoggio alle lotte anti-TAV, si sottrae
sempre di piu' dal parlarne. Sembra che ultimamente prediliga riferire di
gomme bucate invece che di montagne bucate per decine di chilometri,
attraverso amianto, gas radon e uranio. Come la consorella clericale, La
Valsusa, che si distingue per organizzare incontri sulle Olimpiadi
invernali 2006 che familiarizzino la Valle con i signori del TAV, gli
stessi delle olimpiadi. Sembra che questa stampa segua di pari passo il
progressivo abbandono delle lotte anti-TAV che i partiti manifestano
attraverso i sindaci e le istituzioni locali.

I partiti
Paradossale il comportamento dei partiti istituzionali rispetto al TAV. In
valle, per non perdere i voti della popolazione esasperata dall'ennesimo
stupro della sua terra, giurano di essere tutti contro il TAV, con il
Presidente della Comunita' Montana (DS) in testa. Qualche chilometro piu'
in la', a Torino, i capi degli stessi partiti sono invece a favore del
TAV. Come andra' a finire si puo' gia' capire. Schiacciati fra incudine e
martello, i piccoli politicanti della Valle dovranno arrampicarsi sui
vetri per cercare un'improponibile mediazione fra gli abitanti e gli
interessi del grande capitale, che ha fretta di riempirsi le tasche
realizzando la linea del TAV. E' finita l'epoca delle grandi
manifestazioni popolari capeggiate da politici e sindaci, i quali ora
assumono un profilo molto piu' basso ed evitano di trasformare in grandi
manifestazioni popolari le loro sempre piu' timide e rare uscite contro il
TAV, che sembrano organizzate piu' che altro per raccattare voti in Valle
in prossimita' delle elezioni (vedi i Consigli comunali riuniti in piazza
Castello -To- due settimane prima delle elezioni regionali).

Guai a chi si oppone
Le strutture repressive dello Stato non hanno esitato ad impartire una
lezione preventiva agli abitanti della Val Susa. Per far capire che solo
dei pazzi o degli anarchici possono opporsi con i fatti alla realizzazione
dei progetti di devastazione ultramiliardaria del grande capitale. Lo
Stato per diassuadere chi si oppone ai suoi progetti usa il terrore. Per
dare un buon esempio a tutti il PM Maurizio Laudi ed il ROS dei
Carabinieri imbastiscono la scalcinata montatura giudiziaria dei "Lupi
Grigi", una fantomatica banda armata accusata di una serie di improbabili
attentati. Saranno gli occupanti della Casa di Collegno a pagare il
programma educativo dello Stato. Sole e Baleno, seppelliti sotto una
montagna di inesistenti "prove granitiche", persero la vita, Silvano,
quattro anni di liberta'. La montatura crollo' in Cassazione, ma l'esempio
era dato. Bisogna aggiungere che in valle i partiti, specie quelli di
sinistra, dopo la vicenda di Sole, Silvano e Baleno, si sono prodigati nel
diffondere voci allarmanti (prevalentemente di corridoio o da bar) sulla
pericolosita' degli anarchici, nel tentativo, palese quanto meschino e
grossolano, di emarginarli dalla lotta popolare contro il TAV, profittando
della montatura giudiziaria, invece di cercare di smontarla o, perlomeno,
di solidarizzare con le vittime. La sinistra ama gli anarchici, ma li
preferisce morti o almeno in galera. Ultima nuova di fine marzo, da parte
del ministro degli Interni Pisanu, riguarda l'utilizzazione dell'esercito
per "difendere" le olimpiadi invernali. Chissa' cosa non faranno per
"difendere" gli immensi interessi legati al TAV.

ILTRENO AD ALTA NOCIVITA' VA FERMATO!

OSSERVATORIO ECOLOGICO TORINO 2007
CORSO EMILIA 13 BIS- TORINO

daniele draperis 02.05.05 08:07| 
 |
Rispondi al commento

X Mauro Fontana:
Potevi fare il comico di successo,comprarti tre Porsche,due Ferrari e inquinare come Grillo.
Ben vengano i soldi di chi te li porta di sua spontanea volontà,non di chi te li prende e non sai neanche che lo ha fatto.

X Riccardo Palazzani:
Hai ragione,mi sa che tu vieni proprio da un altro pianeta.

Non capite che è proprio la prassi che è sbagliata?
Costruire aerei più grandi per trasportare più persone non è la soluzione.
Se cade un aereo di quelli,i morti saranno molti di più.
Costruirne meno per fare meno tratte.
E' ormai palese che esistono combustibili non inquinanti e di facile utilizzo (idrogeno,ecc...)
Non sta a noi stabilire quali modifiche attuare per migliorare la società.
Se un'azienda produce aerei o macchine,dovrebbe innanzitutto salvaguardare i fruitori,poi l'ambiente ed ultimo (ma proprio ultimo)il confort.
Come dice Grillo,se una tecnologia non è dimostrata innocua,non si divulga.
E' anche provato che più grande è il macchinario,più probabilità ha di guastarsi.....ed in questo caso IN VOLO!!!!
A Palazzà: L'olio di colza non si mette DIRETTAMENTE nel motore,ma solo dopo OPPORTUNE modifiche.....

Fabio Casale 02.05.05 03:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo, è difficilissimo essere in disaccordo con quello che dici nel tuo spettacolo, (ho avuto modo di vedere quello registrato dalla tv svizzera, e aldilà di come la si pensi, e di come ognuno di noi possa essere più o meno schierato, affermi cose vere, molte delle quali sconvolgono, ma molto di più per la loro assenza dai tg che per il loro crudo contenuto,...)
per prima cosa mi sono iscritto al tuo blog, mi farà piacere leggere i tuoi commenti e le tue osservazioni, ricordo con grande piacere un tuo spettacolo di molti anni fà, a Rovereto (TN), purtroppo ho perso quello di quest'anno.
Continua così.
Ciao
Giorgio

Giorgio Bellotti 02.05.05 01:23| 
 |
Rispondi al commento

Caro B.Grillo
io penzo che mettere il trasporto su ferrovia e positivo.Ma alpentransit si ferma a Lugano,quindi a cosa serve.

vito liberto Commentatore in marcia al V2day 02.05.05 00:37| 
 |
Rispondi al commento

il post qua sotto é x Dan Sallo,evident.

fortu casile 02.05.05 00:20| 
 |
Rispondi al commento

cosa intendi x piu' omogenee?
con paesi compatibili?
é difficile seguirti.
guarda che gli svizzeri nn vogliono essere da esempio x nessuno.Se ne guardano bene.Si occupano semplicemente e con meno alibi che altrove,delle proprie questioni.
Danno un occhio alle proprie travi...poi,sai tutto é relativo.

4.2

fortu casile 02.05.05 00:18| 
 |
Rispondi al commento

Vai sul mio blog ti propongo uno scambio di link. Anche se mi hai negato una intervista anni fa a Rimini... Guardalo e dimmi di si, ti prego Grande Maestro (e lo dico senza ironia). Ho scaricato tutto dalla rete e sei un comico che è diventato un Maestro. Mitiche la puntata in Svizzera. Fammi avere tue notizie, per favore e se ti va, a tassinari.matteo@libero.it

Ciao Beppe. Matteo.

matteo tassinari 02.05.05 00:15| 
 |
Rispondi al commento

A proposto di Svizzera.

Certo che mi guardo la 'travi' italiane..
il punto è : siamo sicuri che le 'pagliuzze svizzere' siano tali ?
Voglio dire semplicemente che la Svizzera non mi pare un bell'esempio, a cominciare dal trattamento riservato agli evasori italiani.
Diciamo piuttosto che in Svizzera si sta benino, a patto che non si parli di Banche..(chiamale pagliuzze queste..) e di come ha fatto una delle regioni più depresse d'Europa, come il Canton Ticino, a diventare un 50 anni una delle aree più floride d'Europa..
Se proprio dobbiamo fare paragoni,almeno facciamoli con paesi 'compatibili'.
Ma se proprio volete, allora prendete come pietra di paragone il Trentino Alto Adige - e allora possiamo cominciare a confrontare realtà 'omogenee'.

dan sallo 01.05.05 23:56| 
 |
Rispondi al commento

L'Airbus A380 Navigator presumibilmente contribuirà a decongestionare parte del traffico aereo.

L'Italia è fuori dal Consorzio Airbus, ma l'italiana Alenia Aeronautica ha dato un contributo tecnologico significativo alla realizzazione delle due versioni dell'A380.
La scelta di rimanere fuori dal consorzio europeo fu "politica": in tal modo Alenia Aeronautica non ha particolari vincoli.
Lo testimonia il fatto che attualmente fa parte del team di sviluppo del nuovo 7E7, della statunitense Boeing.


Ciò che critico è il futile. Possibile che non si possa fare a meno di una palestra ed una sauna in volo? Si fa il possibile per ridurre i pesi negli aerei, ma in nome di un "momentaneo benessere" si è disposti ad inquinare di più. Parte degli oltre trecentomila litri di carburante che l'A380 Navigator contiene saranno sprecati per giocare.

Tiziano Miani 01.05.05 23:52| 
 |
Rispondi al commento

Io credo sia saggio riflettere su queste continue "presunte"innovazioni tecnologiche per il "civile" ! Qualcuno si ricorda che lo scorso anno la Nasa fece volare un aereo militare che sfruttava l'ossigeno dell'aria (tra l'altro senza chiedere a nessuno il permesso ) ? Ora io penso che come da anni si investono menti, soldi, tempo, energie... per le suddette presunte si potrebbe fare la stessa cosa con un po' più di lungimiranza, rispetto per l'ambiente oltre che per gli altri e i nostri figli e le generazioni a venire. O pensiamo di essere dei dio ? E' così difficile essere umani con se' stessi e gli altri?

Stefano Girardi 01.05.05 23:44| 
 |
Rispondi al commento

x dan sallo
Gli svizzeri + ancora che all'aria pulita ,puntano ad avere strade frequentabili e meno paralizzate dagli intasamenti continui.
Per q.nto riguarda i soldi,i forzieri piu' o meno puliti degli altri,sarebbe piu' utile guardare in casa propria.Fra le varie richieste al Cavaliere ce n'é una che é molto semplice:la provenienza dei suoi capitali.
Non dimenticare lo IOR.
Non porta lontano non riconoscere le responsabilità:i soldi sporchi sono tali prima di tutto xché q.lcuno li sporca.Incolpare gli svizzeri piuttosto che il Lussemburgo o le Bahamas,mi pare piu' un alibi per non risolvere le proprie questioni.
Q.sto non significa che ,x es. in Svizzera, non ci siano altri lavatori e speculatori senza scrupoli...

Guarda pure la trave ,non solo la pagliuzza.

4.2

fortu casile 01.05.05 23:39| 
 |
Rispondi al commento

Non sono d'accordo con Riccardo Palazzani quando scrive che "tocca alla politica pianificare il futuro, non ai tuoi odiatissimi manager". Se da una parte mi rendo conto della necesssità di una chiara divisione dei poteri e dei compiti (una delle caratteristiche di una democrazia sana), dall'altra devo dire che chi ha le redini del potere economico può e deve porsi delle domande sul futuro e cercare di agire di conseguenza. Invero questo viene anche fatto, le lobbies nei parlamenti ci sono eccome e sono anche più forti della classe politica stessa, solo che agiscono per difendere i loro interessi settoriali e non quelli della comunità.

Fabio Guadagnuolo 01.05.05 23:24| 
 |
Rispondi al commento

In effetti il problema è grossissimo: il petrolio finirà e prima di quanto pensiamo probabilmente, visti i consumi veritginosi. E il problema non è solo di questo super-aereo. Che ce ne faremo delle nostre auto, per esempio? Io ci penso ogni volta che sento l'ennesimo rincaro della amata-odiata benzina. C'è poco da scherzarci su.

Manuela Anania 01.05.05 23:13| 
 |
Rispondi al commento

Questa volta non sono d'accordo con le tue critiche.. l'Airbus A380 gestisce linee non utilizzabili con altri mezzi (vai a costruire tunnel ferroviari intercontinentali..) e permette di trasportare più persone con un costo minore e un'inquinamento minore (tra l'altro va considerato anche il problema dell'intasamento dei traffici aerei.. mettendo più persone sulla stessa linea si risparmia anche in numero di aeromobili in volo..)..

Nel campo aeronautico l'unico taglio sensato è nelle piccole tratte (fino a 1000 km). Con dei treni ad alta velocità è possibile trasportare più persone nello stesso tempo. Il problema è che c'è il rischio di vedere uno scempio del paesaggio come nella linea Torino-Milano..

Mauro Pasquinelli 01.05.05 23:08| 
 |
Rispondi al commento

E l'alternativa qual'è?
Aerei ad olio di colza? (Non usatelo che vi sputtanate il motore tra l'altro!)
Non sono un tecnico, ma non mi sembra di vedere nessun altro comburente in grado di sollevare da terra gli aeroplani. Quelli della Airbus che dovrebbero fare? Chiudere la fabbrica perché fra 30 anni, forse, il petrolio sarà agli sogccioli?
E i produttori di tosaerba?
Capisco che bisogna pensare al futuro, ma non spetta alle aziende questo compito. Devi ficcartelo in testa Beppe: tocca alla politica pianificare il futuro, non hai tuoi odiatissimi manager.

Riccardo Palazzani 01.05.05 23:01| 
 |
Rispondi al commento

che ci facevi ieri sera sotto casa di Previti con Giuliana De Sio?

Alessandra Capitanucci 01.05.05 22:29| 
 |
Rispondi al commento

A Dan Sallo,

con tutto il rispetto, almeno noi qualcosa facciamo... senza dimenticare che l'aria (che comunque più che pulita la si rende meno inquinata) non usa il passaporto o trattati internazionali o altro per passare, e che quindi i benefici li avrà anche lei... senza dimenticare inoltre che questi tunnel che di fatto ne gode pure lei (indirettamente, d'accordo) sono pagati DA NOI! (non ditemi anche dal traffico stradale in quanto i problemi che da essi derivano, in particolare per il trasporto delle merci, causa costi enormi e che vengono compensati dalle tasse autostradali stesse, di cui una legge federale impone il loro utilizzo UNICAMENTE per il mantenimento e se possibile miglioramente della sicurezza e qualità della strada stessa).

Quindi prima di fare gli ironici, cerchiamo di non guardare la pagliuzza dell'altro invece della trave del proprio occhio... Grazie :-)

Buona serata a tutti.

Eros Carrara 01.05.05 22:23| 
 |
Rispondi al commento

A Dan Sallo,

con tutto il rispetto, almeno noi qualcosa facciamo... senza dimenticare che l'aria (che comunque più che pulita la si rende meno inquinata) non usa il passaporto o trattati internazionali o altro per passare, e che quindi i benefici li avrà anche lei... senza dimenticare inoltre che questi tunnel che di fatto ne gode pure lei (indirettamente, d'accordo) sono pagati DA NOI! (non ditemi anche dal traffico stradale in quanto i problemi che da essi derivano, in particolare per il trasporto delle merci, causa costi enormi e che vengono compensati dalle tasse autostradali stesse, di cui una legge federale impone il loro utilizzo UNICAMENTE per il mantenimento e se possibile miglioramente della sicurezza e qualità della strada stessa).

Quindi prima di fare gli ironici, cerchiamo di non guardare la pagliuzza dell'altro invece della trave del proprio occhio... Grazie :-)

Buona serata a tutti.

Eros Carrara 01.05.05 22:21| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi guardate un pò questo link con il "Rapporto Calipari" senza cancellature.....

http://www.freenfo.net/article1371.html


Scusate se non è OT....ma quella testa di c...o del "private" Mario Lozano poteva benissimo esimersi dallo sparare!!!!!
Se c'è qualche giornalista che legge questo blog, lo scoop è assicurato!!!!!Ciao

Fab

Faber Lillo 01.05.05 22:11| 
 |
Rispondi al commento

Beppe un paio di riflessioni:
la prima è che direi "ben venga" agli aerei, anche grandi ma la sicurezza! a 10000m da terra una compagnia qualunque che si accolla di tenere lassù 800 persone in una sola volta deve pensare soprattutto alla sicurezza! un solo aneddoto: un giornale siciliano due settimane fa ha scritto che un aereo di una nota compagnia locale nel fare un Catania-Forlì ha beccato all'altezza di Sorrento un uccello sul lunotto, questo si è rotto e l'aereo ha dovuto fare un atterraggio di emergenza a Napoli. Chiunque abbia fatto quella tratta sa bene che all'altezza di Sorrento siamo almeno a 8000m s.l.m. dove regna solo (forse) qualche falco delle Ande!! perchè questa bufala? cosa sarà successo veramente? qualcuno sta cominciando a unire il low cost con il low security?

Per il resto continuiamo a lottare per l'auto ibrida, quella elettrica, la cella a combustibile e le energia solare, prima in terra e poi anche in cielo!

Filippo Chimento 01.05.05 21:55| 
 |
Rispondi al commento

Forse gli svizzeri hanno capito che il futuro del trasporto merci in Europa non potrà essere su gomma: potenziare il trasporto ferroviario è una buona soluzione; in Italia potremmo risolvere molti problemi di congestione incentivando e pubblicizzando il cabotaggio marittimo e il sistema delle Autostrade del Mare.
Ma pochi finora sembrano avere capito i reali vantaggi di questo sistema, e poco viene fatto anche per potenziare il trasporto merci su rotaie.

Enrico Lippi 01.05.05 21:39| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, sono già stati ordinati ben 144 esemplari, ciò significa che il progetto è stato un successo, il resto sono pugnette.

Credete veramente che in giappone e cina quegli aerei viaggeranno vuoti? :-)

Andrea Bigazzini 01.05.05 20:48| 
 |
Rispondi al commento

Dovremmo ragionare come se il petrolio fosse GIA' finito, sarebbe meglio.
A mio modesto parere questo mostro di tecnologia farà un buco nell'acqua peggio del Concorde. Nei periodi di stanca, quando si fa fatica a riempire anche aerei più piccoli, sarà economico far volare questo bestione mezzo vuoto? Sarà economico lasciarlo a terra? Vedremo, vedremo...

Un altra cosa, Beppe, controlla il sistema automatico di posta. Ogni volta che posti qualcosa mi arrivano 2 o 3 messaggi uguali!!!

Gianluca Gendusa 01.05.05 20:46| 
 |
Rispondi al commento

E bravi gli svizzeri ... che bucano le loro montagne pensando di scampare all'effetto serra...
Un bell'esempio .. tipicamente svizzero ..
invece di chiudere i forzieri ai capitali sporchi, cercano di tenere la loro aria pulita.

dan sallo 01.05.05 20:35| 
 |
Rispondi al commento

E tu Beppe, quanto consumi con la tua Ferrari e le due Porsche che hai in garage?

A quando commenti costruttivi e non sterili polemiche?

Mauro Fontana 01.05.05 20:34| 
 |
Rispondi al commento

a parte i consumi e l'inquinamento mi soffermo sul fatto che l'aereo e il frutto di una collaborazione tra Francia Germania e Inghilterra partita anni addietro. Noi dove eravamo allora? I nostri politici perchè nopn hanno colto questa opportunità di essereanche noi competitivi verso l'America. Noi sponsorizzavamo con soldi pubblici l'Alitalia con una politica che l'ha ridotta nello sfacelo attuale.
Rifacendomi all'argomento precedente dove sono i nostri grandi manager?

alberto bazzarini 01.05.05 20:26| 
 |
Rispondi al commento

beppe ma quando lo metti il prezzo del video?

Fabio Somma 01.05.05 20:18| 
 |
Rispondi al commento

Beh... dai magari lo userà il prez d'Europa.
Se il prez USA vola con un Ultra-747 noi faremmo volare il nostro su una "nave da crociera" :D
Cosi, magari se un giorno Silvio diverterà (lol) prez d'Eurolandia non sentirà differenza tra la villa in Sardegna (che ha rubato!!) e il viaggio.

Manwë Sulimo 01.05.05 20:06| 
 |
Rispondi al commento

Che dire della frase "Con un'efficienza del carburante maggiore di quella della vostra auto"? Con quel che consumano le auto di oggi!
Però almeno ci sei tu che ci ricordi che le alternative (volendo) esistono. E che volendo si va anche in bicicletta!
Continua così, sei un grande.

Massimo Santi 01.05.05 19:58| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, tanto per sapere, nell'articolo non ho letto nulla sulla sicurezza di quel bestione.
Ho sempre saputo che piu' una cosa e' complessa e piu' e' facile che qualche cosa si intoppi e che questo fatto passi inosservato.
A parte questa considerazione fatta da chi li evita il piu' possibile, abbiamo per caso alternative convincenti per sostituire un aereo?
Escludendo gli ufo, se uno vuole o deve spostarsi per lunghi tragitti in tempi brevi non ha alternativa.
Quindi spostare piu' gente con un numero minore di voli e un consumo minore non e' di per se una cosa giusta?
Certo se si decidessero ad inventare un motore piu' efficente di quelli attuali sarebbe il massimo, magari uno di quelli ad idrogeno.

enrico bosco Commentatore in marcia al V2day 01.05.05 19:56| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
sono stato alla "prima" che hai fatto a Roma.
complimenti per tutto, tranne che per una parte che secondo me andava approfondita meglio: quando parli di compagnie aeree low cost mi piacerebbe che aggiungessi una delle tue attente ricerche sul livello di manutenzione degli aerei.
Ricordi la storia della Valujet? mi piacerebbe sapere che ne pensi. è vero che molti biglietti sono strapagati per via delle inefficienze delle compagnie, ma con questi prezzi stracciati, possiamo stare sicuri?
grazie
ciao

alberto cardulo 01.05.05 19:50| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori