Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Quattro chiacchere con la prostata


prostata.jpg

Nonostante tutto, anche a dispetto delle mancanze di fondi e della disorganizzazione strutturale, che ci rendera' schiavi nel giro di un decennio o poco piu' dei brevetti depositati in altri paesi, qualche volta il genio italico produce cose straordinarie.

In questi giorni si sta diffondendo un nuovo metodo diagnostico (per ora certificato solo per indagini a prostata e vescica, anche se sembra dare risultati molto promettenti anche su altri organi), che permette di rivelare tumori e stati patologici anche nei primissimi stadi della malattia, e con una insuperata affidabilita' (responso corretto in piu' del 95% dei casi).

Si tratta di un trasmettitore, il trimprob realizzato dalla Galileo Avionica, che utilizza frequenze simili a quelle dei dei cellulari, ma con una potenza 100 volte inferiore (10 mW).

In sostanza il debolissimo segnale emesso dal sensore, e' una informazione (ben lontana dal provocare effetti termici) che raggiunge l'organo in esame (la prostata, per esempio), e ne provoca una risposta, che viene visualizzata al medico.

E' un po' come se il corpo umano parlasse, infatti le informazioni che si possono ricavare da questo sensore sono molto varie (presenza di tumore, infiammazione, dislocazione ecc.),

Ho sperimentato direttamente il funzionamento di questo strumento in quanto gli ideatori sono venuti a casa mia per… conoscere la mia prostata.

A differenza degli esami attualmente in uso, non è invasivo, ed una specie di “manganello” che viene passato ad un centimetro dal corpo… non è necessario nemmeno spogliarsi completamente.

I costi di un esame di questo tipo sarebbero irrisori. Sarà questo il motivo per cui questo sistema fatica a diffondersi negli ospedali?

A questo punto pero' una domanda e' inevitabile : come si fa a dire che l’esposizione ai campi elettromagnetici (telefonini, antenne, parabole, ecc) non ha effetti sulle persone, quando con radiazioni molto inferiori ad un telefonino si può interagire con il corpo umano e addirittura “parlare” con la prostata?

Fonti:
http://www.galileoavionica.it/trim_dx.htm

2 Mag 2005, 18:06 | Scrivi | Commenti (260) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Interessante strumento. Ho visitato il link relativo alla fonte però e il sito non sembra esistere più. Avete notizie recenti a riguardo? Ci sono altre novità tecnologiche in campo medico scientifico che possono essere molto utili per la diagnosi di malattie legate alla prostata, ma la ricerca scientifica statale stenta a destinare fondi in proposito. Dobbiamo muoverci autonomamente se vogliamo cambire qualcosa!

Marco Benedettini 10.08.13 14:38| 
 |
Rispondi al commento

Salve, "purtroppo" esistono soluzioni non invasive scartate perché non potrebbero generare profitti, troppo semplici! Questo apparecchietto della Galileo sfrutta molto probabilmente quello che si sa da almeno una decina di anni scoperto da una squadra di 4 ricercatori tra i quali un certo Walter Kunnen che ha decifrato il magnetismo cellulare. Da questa squadra di è scoperto che la prostata emette alla fréquenza di 1,792MHz. L'antenna con i fili di Lecher permette di ricevere e valutare il segnale su una scala. E' semplicissimo effettuare queste misure perché si conoscono le frequenze di oltre 300 organi. Tanto per dirlo a chi non lo sa, Lecher è il fisico che ha dimostrato che le onde elettromagnetiche viaggiano nel vuoto alla velocità prossima a quella della luce. Dal suo sistema è, tra l'altro, sorto lo strumento di ricezione che porta il suo nome. Le applicazioni sono moltissime e in continuo aumento. Per controllare un'organo ou un sistema, l'immunitario ad esempio, ai medici basterebbero meno di 30 secondi. Purtroppo, diversi medici che lo hanno fatto hanno avuto rogne con il loro ordine. E proprio un bel guaio perché non c'è collaborazione e tanta gente soffre e muore perché l'industria farmaceutica viva e proliferi. La morte di Pietro Mennea, di questa persona eccezzionale, per un cancro del colone scoperto tardi è una sberla alla medicina e ai medici. E' assurdo rifiutare di incrociare le soluzioni. L'antenna Lecher non è altro che UNA delle possibilità di scandaglio che si possono effettuare anche a distanza (non cambia niente) per poi essere verificate con apposite indagini mediche. Con la scusa che ci sono tanti ciarlatani, si alimina anche quelli che non lo sono e le soluzioni che propongono.

Amstran Lecher 13.05.13 00:12| 
 |
Rispondi al commento

Salve, vorrei sapere che responso da questo esame.. mi spiego: dice per esempio se il tumore è operabile, se è maligno o benigno (non credo) e soprattutto vorrei sapere dove è possibile farlo.
GRAZIE per la risposta.
RC

Raffaele RAFF 14.10.11 13:57| 
 |
Rispondi al commento

Sono un ragazzo di Roma e purtroppo mio padre si e ammalato di tumore alla vescica.
Scoperto tardi e stato operato con la ricostruzione della vescica ma dopo due mesi sono incominciati i dolori alla schiena.
Nuovo ricovero e risposta di tre anni al massimo.
Tornato a casa si e sentito male per una intossicazione da medicinale e ulteriore ricovero con relativa chemio per due volte con responso questa volta di meno di un anno.
Allora mi chiedo ma che cazzo studiano a fare se non ci capiscono ancora un bel niente ma lo sanno cosa significa vedere un padre che ti guarda cercando aiuto ma che tu non puoi darglielo be e uno strazio e un colpo al cuore.
Mi dico che se clonano gli animali e non solo loro che mandiamo i robot su Marte e non sappiamo allo stato attuale capire il meccanismo di questa malattia infame e vergognoso ed e vergognoso farli morire in questo modo violento allora penso e spero che i ricercatori siano incapaci perche se poi si venisse a sapere che la cura cera e non e stato fatto niente solo per motivi economici be allora preghero che questo male colpisca i loro familiari per fargli capire il dolore di una famiglia nel vedere scomparire in modo cosi doloroso il proprio famigliare e non poter far niente.
Questa e una lettera di un figlio che soffre e che non trovera pace capire come si puo far morire una persona in quel modo e poi dico ma a noi esseri umani ma che cazzo ci frega di Marte se non riusciamo a sopravvivere neanche sulla Terra.

Francesco Pierdomenico Commentatore certificato 23.07.10 15:27| 
 |
Rispondi al commento

Aiutatemi a tenere aggiornata questa pagina su facebook,
http://www.facebook.com/topic.php?topic=13294&post=66861&uid=376180226645#!/group.php?gid=376180226645

Pino Cucci 27.03.10 11:48| 
 |
Rispondi al commento

a proposito di prostata:

dal 2001 soffro di un disturbo ccncentrato nella parte inguinale, vado da un urologo vado dal medico di base il quale mi manda dal chirurgo e tutti guardano la risposta dell'urologo: devo operarmi di ernia, ok lo faccio il 4/9/07 ma dopo 3 giorni mi ricompare lo stesso dolore di prima, anche più forte, parlo con il chirurgo che mi ha operato e mi dice: sa quando la ho aperta mi sono detto che non era da operare ma ormai....

ne parlo quindi con il medico mio di bASE emi dice ma ormai....

però mi manda a fare una visita da un urologo ( premetto che nella mia regione non abbiamo centri accreditati) le chiedo di indicarmi un centro quotato e mi dice vai al ssn.

non contento vado privatamente a bologna racconto tutto al dottore e dopo una accurata visita mi dice : caro signore il suo problema è una infezione batterica e se mi passa il termine l'operazione che ha fatto non serviva una mazza.

lo pago , lo ringrazio e torno a casa ... ormai...


ma io dico c'è la possibilità di dar radiare tutti sti pseudo psico medici??????

patrizio basso 21.09.07 15:37| 
 |
Rispondi al commento

IMPORTANTE! --- IMPORTANTE!

È un dato di fatto scientifico che tutti i tumori si propagano in base allo stesso meccanismo, l'uso di enzimi che assimilano il collagene (collagenasi, metalloproteinasi). L'uso terapeutico dell'aminoacido naturale lisina, specialmente insieme ad altri micronutrienti non brevettabili, può bloccare questi enzimi e quindi inibire la diffusione di cellule cancerogene. Tutti i tipi di cancro studiati finora rispondono a quest'approccio terapeutico: cancro al seno, alla prostata, ai polmoni, alla pelle, fibroblastoma, cancro sinoviale e qualsiasi altra forma di tumore.
Il solo motivo per cui questa grande scoperta medica non è stata approfondita e applicata alla cura dei pazienti di cancro in tutto il mondo è il fatto che queste sostanze non sono brevettabili e perciò hanno bassi margini di profitto. Inoltre, cosa più importante, ogni trattamento efficace di una malattia porta infine al suo sradicamento e all'eliminazione di un mercato di farmaci di molti miliardi di dollari.
La vendita di prodotti farmaceutici per pazienti affetti da tumore è stata particolarmente fraudolenta e dolosa. Con il pretesto di curare il cancro utilizzando il termine di copertura "chemioterapia", vengono somministrate al paziente sostanze tossiche che includono anche derivati del gas iprite. Il fatto che queste sostanze tossiche distruggano anche milioni di cellule sane è volutamente calcolato.
Sapendo ciò, sono state deliberatamente previste le seguenti conseguenze: primo, il cancro si sarebbe diffuso come epidemia globale, fornendo le basi economiche per un duraturo business multimiliardario su questa malattia; secondo, l'applicazione sistematica di agenti tossici in forma di chemioterapia causa la diffusione di nuove malattie nei pazienti afflitti da tumore che ricevono queste sostanze tossiche.

Medicina Cellulare del Dr. Matthias Rath

continua sul mio sito (senza www):

http://brudicchio.funpic.de/rath


Prove dei crimini commessi contro l'umanità

Le prove delle accuse contenute in La presente citazione in giudizio riguardano due principali ambiti penali:
Prove del genocidio e di altri crimini contro l'umanità commessi in connessione con il business farmaceutico della malattia.
Prove dei crimini di guerra e di aggressione e di altri crimini contro l'umanità commessi in connessione con la guerra contro l'Iraq e l'intensificarsi della crisi internazionale verso una guerra mondiale.

1. Prove del genocidio e di altri crimini contro l'umanità commessi connessione con il "business farmaceutico della malattia".

Vengono presentate prove specifiche del fatto che gli accusati sono responsabili di aver deliberatamente provocato il perdurare e diffondersi delle malattie, causandone volontariamente di nuove ed espandendo l'uso di medicinali brevettati per una sola malattia al maggior numero di malattie possibili.
Per realizzare questi obiettivi, gli imputati hanno strategicamente progettato, implementato, condotto e organizzato un piano di frode commerciale su scala globale che per la sua vastità economica non ha precedenti nella storia umana.

1.1. La deliberata diffusione delle malattie
Vengono fornite le seguenti prove specifiche del fatto che le più diffuse malattie di oggi vengono deliberatamente mantenute e diffuse dagli accusati, nonostante possano essere efficacemente prevenute e ampiamente sradicate, salvando milioni di vite umane.

--------

Seguono succulente notizie in questa pagina internet del mio sito (senza www) che riguarda la Medicina Cellulare del Dr. Matthias Rath:

http://brudicchio.funpic.de/rath/crimini4.html

lorenzo brudicchio Commentatore in marcia al V2day 10.11.06 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Il Cartello della IG Farben

Il più potente impero industriale tedesco della prima metà del secolo scorso era la IG Farben, abbreviazione per Interessengemeinschaft Farben. "Interessengemeinschaft" significa associazione per interessi comuni ed era un potente cartello comprendente BASF, Bayer, Hoechst e altre società chimiche e farmaceutiche tedesche. La IG Farben fu l'unico grande finanziatore della campagna per l'elezione di Adolf Hitler. Un anno prima che Hitler prendesse il potere nel 1933, la IG Farben donò 400.000 marchi a lui e al suo partito nazista. Di conseguenza, quando il partito nazista andò al potere, la IG Farben fu l'unica a trarre profitti dalla Seconda Guerra Mondiale e dal saccheggio dell'Europa da parte dei nazisti. Il cento per cento di tutti gli esplosivi e della benzina sintetica proveniva dalle fabbriche della IG Farben. Quando la Wehrmacht tedesca conquistava un altro paese, i direttivi di Bayer, Hoechst e BASF rilevavano sistematicamente le industrie di quei paesi. Grazie alla stretta collaborazione con la Wehrmacht di Hitler, la IG Farben partecipò al saccheggio dell'Austria, della Cecoslovacchia, della Polonia, della Norvegia, dell'Olanda, del Belgio, della Francia e di tutti gli altri paesi occupati dai nazisti.
Nel 1946, le indagini del governo americano giunsero alla conclusione che senza la IG Farben, la seconda guerra mondiale non sarebbe stata possibile. Dobbiamo renderci conto che non fu uno psicopatico di nome Adolf Hitler né l'innato carattere del popolo tedesco a causare la seconda guerra mondiale. L'avidità economica di compagnie come Bayer, BASF e Hoechst fu il fattore determinante dell'Olocausto.

Medicina Cellulare del Dr. Matthias Rath

Continua sul mio sito (senza www):

http://brudicchio.funpic.de/rath/chemnitz8.html

lorenzo brudicchio Commentatore in marcia al V2day 10.11.06 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Perché non abbiamo sentito parlare in precedenza di queste scoperte?
.....
All'inizio del XX secolo il gruppo Rockefeller controllava già la maggior parte del business del petrolio negli Stati Uniti e in molti altri paesi. Basandosi su ricavi per miliardi di dollari, questo gruppo d'investimento ha definito un nuovo mercato: il corpo umano. I profitti o utili sul capitale investito dipendevano dalla brevettabilità dei farmaci inventati. I miliardi di dollari di profitti di questa nuova industria per investimenti furono utilizzati per convertire sistematicamente la medicina in un affare di investimenti manovrato a livello farmaceutico. Nel giro di poche decine di anni, la medicina fu controllata da questi gruppi d'interesse attraverso la loro influenza nelle scuole mediche, nei mass media e nella politica.
Uno dei principali problemi affrontati da quest'industria è stata la concorrenza con i prodotti sanitari naturali. Fra il 1920 e il 1935 furono scoperte la maggior parte delle vitamine e nutrienti naturali necessari per un metabolismo cellulare ottimale. Al mondo scientifico apparve chiaro che senza queste molecole essenziali per il metabolismo cellulare, le cellule non avrebbero funzionato adeguatamente, dando origine a malattie.
Gli strateghi degli investimenti farmaceutici se ne sono resi conto e si sono lanciati in una campagna globale per impedire che queste informazioni salvavita divenissero disponibili per le persone di tutto il mondo. Ma il mettere sotto silenzio queste informazioni è stato solo il primo passo. Fra le misure strategiche adottate per la costruzione di questo piano affaristico farmaceutico truffaldino c'è stato il gettare discredito sulle informazioni sanitarie riguardo a queste terapie naturali, non brevettabili e infine la messa al bando di qualsiasi iniziativa preventiva e terapeutica relativa alle terapie naturali.

Medicina Cellulare del Dr. Matthias Rath

Continua sul mio sito (senza www):

http://brudicchio.funpic.de/rath

lorenzo brudicchio Commentatore in marcia al V2day 10.11.06 14:44| 
 |
Rispondi al commento

Se volete dare il vostro sostegno alla citazione in
giudizio presentata dal Dr. Rath e altri al
Tribunale Penale Internazionale leggete il FAX Tradotto e poi compilate e spedite il FAX Ufficiale in lingua inglese.
FAX tradotto:
http://brudicchio.funpic.de/rath/materiale/FAX%20tradotto.pdf
FAX Ufficiale:
http://brudicchio.funpic.de/rath/materiale/FAX%20ufficiale.pdf

lorenzo brudicchio Commentatore in marcia al V2day 10.11.06 14:44| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto per la prima volta queste pagine.Sono rimasto notevolmente impressionato dal contenuto ringrazio il sig. Beppe Grillo per quanto sta facendo. Sarei particolarmente grato se poteste darmi l'indirizzo del dott Lemme
P.S. sono diabetico da 5 anni e sto facendo notevolissimi sacrifici a discapito della qualita' della vita. Nonostante tutto a volte (sgarro) con il cibo e mi ritrovo con una glicemia alta, ho 49 anni e non vorrei assolutamente arrivare all'insulina

GRAZIE per la risposta.

Gennaro Arena 21.09.06 17:53| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Salve
Mio padre nel 2001 e stato operato per un tumore alla prostata... dagnosticato purtroppo tardi anche se era in cura da uno specialista da anni il quale diceva che i disturbi erano dovuti a delle iniammazioni alla prostata e gli dava regolarmente da prendere dei farmaci che ripulivano la vescica....
Mio padre aveva avuto nel 1998 un ictus dal quale si era ripreso abbastanza bene diciamo al 65%...
dopo l'intervento invece di essere messo per due o tre giorni in cura intensiva per farlo riprendere dall'operazione e stato riportato in reparto... li è peggiorato ha avuto un problema di circolazione e quando ha perso i sensi ed è andato in precoma e stato portato in rianimazione li dopo più di un mese purtroppo e morto....
perche questa storia... perche le terapie esistono... le diagnosi precoci esistono.... gli esemi specialistici esistono... ma I MEDICI COSCIENZIOSI E BRAVI NON CI SONO...
Hanno ucciso mio Padre e chissa quante altre persone non fidatevi dei medici specialmente di quelli "bravi" sono tutti ladri come i nostri dipendenti.. anche loro lo sono... li paghiamo noi no!
denuncio questo fatto perche ho perso mio padre per colpa dell'incompetenza di diversi medici...
e adesso chi me lo ridà?

michele cipriani 17.02.06 09:26| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente libero!!
Il Dr.Hamer è stato liberato ieri 16/2/2006.
O perlomeno così si dice sul web.
Speriamo gli lascino dimostrare la
verità sulle sue teorie.

Claudio Carreti 17.02.06 09:25| 
 |
Rispondi al commento


Chissà come mai, Beppe Grillo, non parli più della Terapia Di Bella...

Non va più di moda come un pò di anni fa?

L'argomento "non tira" più?

O ti sei semplicemente stufato?


Francesco Marcellini

Francesco Marcellini 31.01.06 08:47| 
 
  • Currently 2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Vorrei segnalare la "generosità" di una multinazionale farmaceutica. La GlaxoSmithKline
offre la scatola da 15 flaconcini da 5ml di "Libenar" a soli Euro 5,95 anzichè 7,25. Essendo un docente di chimica, ho l'abitudine di
guardare la composizione dei farmaci e ho trovato che il "Libenar" è una soluzione con circa 1% di sodio cloruro (il comune sale da cucina) in acqua "purificata" (distillata, sterilizzata, o cosa?): valore della materia prima inferiore a 0,1 Euro. Con la scusa di fornire una soluzione sterile viene usata una confezione molto costosa, non solo in termini di soldi, ma soprattutto in termini di danno ambientale e spreco di risorse non rinnovabili.

P.S. - Ieri in farmacia ho visto uno scaffale pieno di scatole con soluzioni per pulire il nasino dei neonati, simili a Libenar, prodotte da altre ditte (per fortuna il sale non è ancora stato brevettato!).

Davide Viterbo 28.12.05 15:17| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di presidi medico-terapici non invasivi ed estremamente poco pubblicizzati, ho scoperto in rete ( per caso, cercando notizie sull'efficacia dei guanciali ortopedici) il Detenser, una specie di "tessuto" in rame che, posto tra guanciale e federa o tra materassoe lenzuolo sarebbe capace di ridurre le tensioni muscolari responsabili di caefalee, cervicali, lombalgia e compagnia bella.
Qualcuno ne ha diretta esperienza o ne sa qualcosa? Se si, oltre a rispondere in pubblico sul blog, mi potrebbe mettere in copia anche sulla mia mail privata, grazie!

Simona Liberti 27.12.05 15:40| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo,
intanto trovo che questa finestra in rete sia utile e curiosa per le notizie che si possono trovare.
In particolare, scrivo perchè sono un'infermiera professionale e sono rimasta colpita e incuriosita dal sensore per evidenziare il cancro alla prostata. Vorrei saperne di più. In Italia, ed in particolare a Roma, da chi viene utilizzato per la diagnosi? Inoltre può essere esteso come mezzo diagnostico anche ad altri organi? (Utero, colon...) Sarebbe veramente eccezionale, visto che una colonscopia o gastroscopia è tutt'altro che NON invasiva.
Vorrei saperne di più. Potete mandarmi indirizzi dove leggere qualcosa di più ? Grazie
Francesca

Franca Cocozzello 28.11.05 22:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
nella mia vita nn mai avuto modo di seguirti (sarà che quando nn eri censurato ero troppo piccolo x capirti), ma adesso ho avuto modo di vedere il tuo DVD, e hai detto una che io definirei "str***ata! La diagnosi precoce x la prostata nn serve a niente, e anche se hai il tumore alla prostata non muori xè in Svizzera etc etc.....ma se posso ti dico una cosa: "Purtroppo Zappa è stato stroncato da un cancro alla prostata agli inizi degli anni '90." (http://it.wikipedia.org/wiki/Frank_Zappa) Peccato fosse nato nel 1940 e i 90 anni li vedrà da morto!

Davide Ramunni 14.11.05 13:32| 
 |
Rispondi al commento

texas holdem Free texas holdem. Best ever texas holdem poker room.

texas holdem 09.11.05 20:30| 
 |
Rispondi al commento

texas holdem Free texas holdem. Best ever texas holdem poker room.

texas holdem 09.11.05 20:29| 
 |
Rispondi al commento

texas holdem Free texas holdem. Best ever texas holdem poker room.

texas holdem 09.11.05 20:29| 
 |
Rispondi al commento

In uno dei suoi spettacoli, Beppe citava la scoperta fatta (mi sembra di ricordare in Giappone) secondo la quale il cancro alla prostata avrebbe una incidenza minore nelle persone che praticano una masturbazione frequente e regolare.
La sua battuta, se ben ricordo, era che mentre da piccoli ci si diceva "se lo fai diventi cieco" ora invece, dopo questa scoperta, si incoraggerà i ragazzi a farsi una bella "s..." .
Scherzi a parte, in tutto ciò c'è una motivazione scientifica, scoperta dal Dott. Hamer anni fa.
Il nostro cervello, non è in grado di distinguere il reale dal virtuale, e la pratica della masturbazione sia maschile che femminile nè è una dimostrazione, in quanto con questa è possibile raggiungere l'orgasmo pur senza compiere realmente l'atto sessuale con un partner, ingannando il cervello con immagini, fantasia, immaginazione, manipolazioni etc.

Ora, poichè il Dott. Hamer ha scoperto che il tumore alla prostata è dovuto ad un conflitto di tipo sessuale (per non aver potuto possedere una donna, per essere stati lasciati da una compagna, perchè è morta la compagna del cuore e così via, con tutte le sfaccettature e variabili psicologiche. N.B.: fortunatamente non tutte le persone che hanno avuto questi eventi necessariamente entrano in conflitto e fanno il tumore), risulta facile comprendere come il praticare la masturbazione possa ingannare il cervello tanto da fargli apparire come presente una partner che non c'è o non c'è più, e quindi impedire l'insorgere del conflitto o risolverlo se questo si era già instaurato.

Per chi volesse saperne di più suggerisco la lettura del libro del Dott. Hamer "Testamento per una nuova Medicina", con centinaia di casi clinici completi di TAC.

Le leggi del dott. Hamer sono ormai dimostrate da parecchie decine di migliaia di casi clinici documentati.

Roberto Robba 12.10.05 16:55| 
 |
Rispondi al commento

In uno dei suoi spettacoli, Beppe citava la scoperta fatta (mi sembra di ricordare in Giappone) secondo la quale il cancro alla prostata avrebbe una incidenza minore nelle persone che praticano una masturbazione frequente e regolare.
La sua battuta, se ben ricordo, era che mentre da piccoli ci si diceva "se lo fai diventi cieco" ora invece, dopo questa scoperta, si incoraggerà i ragazzi a farsi una bella "s..." .
Scherzi a parte, in tutto ciò c'è una motivazione scientifica, scoperta dal Dott. Hamer anni fa.
Il nostro cervello, non è in grado di distinguere il reale dal virtuale, e la pratica della masturbazione sia maschile che femminile nè è una dimostrazione, in quanto con questa è possibile raggiungere l'orgasmo pur senza compiere realmente l'atto sessuale con un partner, ingannando il cervello con immagini, fantasia, immaginazione, manipolazioni etc.

Ora, poichè il Dott. Hamer ha scoperto che il tumore alla prostata è dovuto ad un conflitto di tipo sessuale (per non aver potuto possedere una donna, per essere stati lasciati da una compagna, perchè è morta la compagna del cuore e così via, con tutte le sfaccettature e variabili psicologiche. N.B.: fortunatamente non tutte le persone che hanno avuto questi eventi necessariamente entrano in conflitto e fanno il tumore), risulta facile comprendere come il praticare la masturbazione possa ingannare il cervello tanto da fargli apparire come presente una partner che non c'è o non c'è più, e quindi impedire l'insorgere del conflitto o risolverlo se questo si era già instaurato.

Per chi volesse saperne di più suggerisco la lettura del libro del Dott. Hamer "Testamento per una nuova Medicina", con centinaia di casi clinici completi di TAC.

Le leggi del dott. Hamer sono ormai dimostrate da parecchie decine di migliaia di casi clinici documentati.

Roberto Robba 12.10.05 16:50| 
 |
Rispondi al commento

In uno dei suoi spettacoli, Beppe citava la scoperta fatta (mi sembra di ricordare in Giappone) secondo la quale il cancro alla prostata avrebbe una incidenza minore nelle persone che praticano una masturbazione frequente e regolare.
La sua battuta, se ben ricordo, era che mentre da piccoli ci si diceva "se lo fai diventi cieco" ora invece, dopo questa scoperta, si incoraggerà i ragazzi a farsi una bella "s..." .
Scherzi a parte, in tutto ciò c'è una motivazione scientifica, scoperta dal Dott. Hamer anni fa.
Il nostro cervello, non è in grado di distinguere il reale dal virtuale, e la pratica della masturbazione sia maschile che femminile nè è una dimostrazione, in quanto con questa è possibile raggiungere l'orgasmo pur senza compiere realmente l'atto sessuale con un partner, ingannando il cervello con immagini, fantasia, immaginazione, manipolazioni etc.

Ora, poichè il Dott. Hamer ha scoperto che il tumore alla prostata è dovuto ad un conflitto di tipo sessuale (per non aver potuto possedere una donna, per essere stati lasciati da una compagna, perchè è morta la compagna del cuore e così via, con tutte le sfaccettature e variabili psicologiche. N.B.: fortunatamente non tutte le persone che hanno avuto questi eventi necessariamente entrano in conflitto e fanno il tumore), risulta facile comprendere come il praticare la masturbazione possa ingannare il cervello tanto da fargli apparire come presente una partner che non c'è o non c'è più, e quindi impedire l'insorgere del conflitto o risolverlo se questo si era già instaurato.

Per chi volesse saperne di più suggerisco la lettura del libro del Dott. Hamer "Testamento per una nuova Medicina", con centinaia di casi clinici completi di TAC.

Le leggi del dott. Hamer sono ormai dimostrate da parecchie decine di migliaia di casi clinici documentati.

Roberto Robba 12.10.05 16:43| 
 |
Rispondi al commento

You may find it interesting to check the pages in the field of juego al instante portal web juegos portal internet juegos azar online video poker software juego seguro online ... Thanks!!!

programa poker 07.10.05 23:18| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei sapere se c'è un limite all'ingordigia dei medici: anno dopo anno, per una visita specialistica, chiedono sempre di più, come se, per loro, ormai il valore del denaro fosse solo una semplice disquisizione teorica.
Trovo ridicolo che questo manipolo di ladri continui imperterrito a "mettere sotto i piedi" il giuramento di Ippocrate senza che nessuno ponga rimedio a tanto strapotere.

PASQUALE IZZO 06.10.05 12:20| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Take your time to take a look at some relevant pages dedicated to texas hold em texas hold em http://www.including-poker.com/texas-hold-em.html http://www.including-poker.com/texas-hold-em.html texas holdem texas holdem http://www.including-poker.com/texas-holdem.html http://www.including-poker.com/texas-holdem.html online poker online poker http://www.including-poker.com/ http://www.including-poker.com/ party poker party poker http://www.including-poker.com/party-poker.html http://www.including-poker.com/party-poker.html poker rooms poker rooms http://www.including-poker.com/poker-rooms.html http://www.including-poker.com/poker-rooms.html - Tons of interesdting stuff!!!

online poker 06.10.05 06:56| 
 |
Rispondi al commento

You are invited to check some relevant information dedicated to click here ... Thanks!!!

price 05.10.05 13:18| 
 |
Rispondi al commento

You are invited to check some relevant information dedicated to click here ... Thanks!!!

price 05.10.05 13:17| 
 |
Rispondi al commento

Beppe il corsera si è accorto della trimprob
(è tra le news di questa mattina)
gli sono serviti solo 4 mesi e mezzo...

ciao

alberto cardulo 15.09.05 08:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In your free time, visit the sites about top hands to play texas holdem top hands to play texas holdem http://www.bayfronthomes.net/play-texas-holdem.html http://www.bayfronthomes.net/play-texas-holdem.html .

pocket pc texas holdem 01.09.05 13:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Take your time to visit some information in the field of poker chips online poker chips online http://www.artisticlandscapes.net/online-poker.html http://www.artisticlandscapes.net/online-poker.html ... Thanks!!!

live online poker 31.08.05 16:52| 
 |
Rispondi al commento

You are invited to check out the sites in the field of three card poker play free online three card poker play free online http://www.ablejobs.com/online-poker-free.html http://www.ablejobs.com/online-poker-free.html - Tons of interesdting stuff!!!

free poker e-books 28.08.05 15:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao desidero segnalare con urgenza a Beppe e a tutti voi il dr Hamer,rinchiuso in carcere duro in Francia,colpevole di aver scoperto le Leggi Ferree del Cancro (ma anche per altre denunce da lui fatte...) che renderanno inutili le attuali terapie.... Ci sono in progetto iniziative ovviamente pacifiste per attirare l'attenzione pubblica sull'argomento. Dopo aver letto ed eventualmente approvato l'iniziativa PARTECIPATE NUMEROSI. Dettagli su www.nuovamedicina.com Grazie per questo meraviglioso blog.

Lidia Poggiali 14.07.05 08:52| 
 |
Rispondi al commento

Ciao desidero segnalare con urgenza a Beppe e a tutti voi il dr Hamer,rinchiuso in carcere duro in Francia,colpevole di aver scoperto le Leggi Ferree del Cancro (ma anche per altre denunce da lui fatte...) che renderanno inutili le attuali terapie.... Ci sono in progetto iniziative ovviamente pacifiste per attirare l'attenzione pubblica sull'argomento. Dopo aver letto ed eventualmente approvato l'iniziativa PARTECIPATE NUMEROSI. Dettagli su www.nuovamedicina.com Grazie per questo meraviglioso blog.

Lidia Poggiali 14.07.05 08:52| 
 |
Rispondi al commento

per chi volesse sapere dove si esegue il trimprob
può rivolgersi al seguente indirizzo e-mail
www.poliambulatoriosanpietro.it

che poi è un ospedale di milano
saluti a tutti

caterina michelis 30.06.05 16:20| 
 |
Rispondi al commento

Cari Lettori,
invito tutti a rispondere all'appello che Beppe Grillo ha lanciato nel suo ultimo spettacolo: dobbiamo conoscere. Leggere, informarsi, cercare le notizie nel mare di pessima informazione nel quale, ad alcuni, conviene che si viva immersi.
Per questo però è necessaria una certa serietà e, soprattutto l'applicazione di quel metodo scientifico insegnatoci da Galileo che così spesso e a sproposito in questo blog viene ricordato. Di Bella? Hamer? Ascorbato di Potassio? Qualcuno di coloro i quali sostengono queste cause ha un'idea, per quanto vaga, di quali siano i principi più elementari di una sperimentazione clinica? Di quali siano i passaggi fondamentali perchè un trattamento, un esame di screening, un particolare tipo di intervento chirurgico, un qualunque presidio terapeutico possa essere dimostrato di reale efficacia? Sorrido per non piangere leggendo che 3 Professori universitari sostengono le teorie di Hamer sulla base del riesame di 7 casi clinici quando il più delle volte non basta a fornire alcuna dimostrazione l'osservazione prospettica e randomizzata (andatevi a cercare il significato di questi termini) di migliaia di pazienti rigorosamente selezionati, resi omogenei per gruppi sulla base delle più intime caratteristiche della loro patologia e seguiti per molti anni (alle volte decine!!)con i più raffinati, tra quelli disponibili che non sono certo infallibili, esami di follow-up (cercate anche questi termini!). E quanto ancora si potrebbe dire scadendo inevitabilmente oltre il tempo di attenzione che potreste dedicare a queste righe. Vi rendete conto delle infauste conseguenze che scaturiscono - per fortuna non così frequentemente - dalla creazione di false speranze ed illusioni in persone destinate a morire per mali ad oggi incurabili ma che sfiduciate e negativamente sospettose nei confronti delle cure tradizionali vi si sottraggono perdendo anche quei pochi vantaggi che la scienza oggi può offrire? Che dire allora di chi potrebbe morire anzichè guarire per lasciarsi guidare da questi miti della non-scienza. Il Dott. Hamer ha avuto, leggo nel blog, un tumore al testicolo. Ne esistono di "tipi" diversi e molto diverse possono essere le cure in rapporto al tipo stesso della malattia ma anche e soprattutto in funzione dello "stadio" della malattia, ovvero della sua estensione/diffusione. In alcuni casi, ad esempio, il tumore al testicolo (ribadisco, dizione generica e scientificamente approssimativa) viene curato - e deve esserlo - con la chemioterapia. Parola quest'ultima carica di un significato sociale oltre che scientifico che meriterebbe una trattazione a parte ma si dice che a buoni intenditori bastino poche parole. La fascia di età più colpita è quella dei cosiddetti giovani adulti: persone di età tra i 20 e i 35 anni, per essere chiari. Chi di voi disinformati sostenitori di curiosi personaggi che ben poco hanno a che vedere con la conoscenza alzerà la mano quando una madre chiederà chi scriveva le fesserie sull'ascorbato di potassio a cui suo figlio ha creduto tanto prima di morire di un tumore curabile?
Aspetto con ansia il giorno in cui Storace berrà un bel bicchiere di ascorbato di potassio e somatostatina...

Fotios Loupakis 29.06.05 22:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari Lettori,
invito tutti a rispondere all'appello che Beppe Grillo ha lanciato nel suo ultimo spettacolo: dobbiamo conoscere. Leggere, informarsi, cercare le notizie nel mare di pessima informazione nel quale, ad alcuni, conviene che si viva immersi.
Per questo però è necessaria una certa serietà e, soprattutto l'applicazione di quel metodo scientifico insegnatoci da Galileo che così spesso e a sproposito in questo blog viene ricordato. Di Bella? Hamer? Ascorbato di Potassio? Qualcuno di coloro i quali sostengono queste cause ha un'idea, per quanto vaga, di quali siano i principi più elementari di una sperimentazione clinica? Di quali siano i passaggi fondamentali perchè un trattamento, un esame di screening, un particolare tipo di intervento chirurgico, un qualunque presidio terapeutico possa essere dimostrato di reale efficacia? Sorrido per non piangere leggendo che 3 Professori universitari sostengono le teorie di Hamer sulla base del riesame di 7 casi clinici quando il più delle volte non basta a fornire alcuna dimostrazione l'osservazione prospettica e randomizzata (andatevi a cercare il significato di questi termini) di migliaia di pazienti rigorosamente selezionati, resi omogenei per gruppi sulla base delle più intime caratteristiche della loro patologia e seguiti per molti anni (alle volte decine!!)con i più raffinati, tra quelli disponibili che non sono certo infallibili, esami di follow-up (cercate anche questi termini!). E quanto ancora si potrebbe dire scadendo inevitabilmente oltre il tempo di attenzione che potreste dedicare a queste righe. Vi rendete conto delle infauste conseguenze che scaturiscono - per fortuna non così frequentemente - dalla creazione di false speranze ed illusioni in persone destinate a morire per mali ad oggi incurabili ma che sfiduciate e negativamente sospettose nei confronti delle cure tradizionali vi si sottraggono perdendo anche quei pochi vantaggi che la scienza oggi può offrire? Che dire allora di chi potrebbe morire anzichè guarire per lasciarsi guidare da questi miti della non-scienza. Il Dott. Hamer ha avuto, leggo nel blog, un tumore al testicolo. Ne esistono di "tipi" diversi e molto diverse possono essere le cure in rapporto al tipo stesso della malattia ma anche e soprattutto in funzione dello "stadio" della malattia, ovvero della sua estensione/diffusione. In alcuni casi, ad esempio, il tumore al testicolo (ribadisco, dizione generica e scientificamente approssimativa) viene curato - e deve esserlo - con la chemioterapia. Parola quest'ultima carica di un significato sociale oltre che scientifico che meriterebbe una trattazione a parte ma si dice che a buoni intenditori bastino poche parole. La fascia di età più colpita è quella dei cosiddetti giovani adulti: persone di età tra i 20 e i 35 anni, per essere chiari. Chi di voi disinformati sostenitori di curiosi personaggi che ben poco hanno a che vedere con la conoscenza alzerà la mano quando una madre chiederà chi scriveva le fesserie sull'ascorbato di potassio a cui suo figlio ha creduto tanto prima di morire di un tumore curabile?
Aspetto con ansia il giorno in cui Storace berrà un bel bicchiere di ascorbato di potassio e somatostatina...

Fotios Loupakis 29.06.05 22:58| 
 |
Rispondi al commento

Egregio Beppe,

ancora una volta ci hai azzeccato con la tua domanda: - come si fa a dire che l’esposizione ai campi elettromagnetici (telefonini, antenne, parabole, ecc) non ha effetti sulle persone, quando con radiazioni molto inferiori ad un telefonino si può interagire con il corpo umano e addirittura “parlare” con la prostata? -

Se con bassi livelli di radiazioni si può comunicare con la prostata ed addirittura col cervello, con livelli elevati si può anche commettere un delitto quasi perfetto, tanto che si sono realizzate vere e proprie armi anticonvenzionali, capaci di colpire la vittima senza che possa difendersi perchè le radiazioni oltrepassano i muri e, il massimo della beffa, senza che la vittima possa rivolgersi agli inquirenti, perché se le va bene passerà per visionaria mentre se le va male la internerano in ospedale per malattie mentali.

A questo proposito ecco una pagina seria ed indicativa del problema
http://www.mikrowellenterror.de/english/mw-weapon.htm

Se un modesto tecnico elettronico può realizzare un'arma micidiale utilizzando un forno a microonde in offerta a 49,50€ al supermercato ed un po' di lamierino di ottone, arma capace di far fuori il vicino o comunque menomarlo in qualche ora, armi professionali più sofisticate possono creare notevoli disturbi alla vittima operando con potenze basse modulate con impulsi che condizionano il cervello.

Queste armi professionali operano con frequenze molto elevate, fino a 100GHz, tanto elevate che la vittima non riesce a dimostrare né la presenza nè la provenienza delle radiazioni da esse emesse: nessuna prova significa nessuna possibilità di difendersi con la Giustizia.

La normativa europea sull'elettrosmog definisce i limiti di esposizione ai campi elettromagnetici fino i 300GHz, quindi le ARPA dovrebbero essere dotate di strumenti di misura adeguati ma non se ne sono dotate, per cui alle vittime viene meno l'unica possibilità di dimostrare che sono irradiate!
Informati e vedrai che è vero!

Come faranno a far rispettare la normativa non lo so e poco mi interessa, come vittima mi frega molto il fatto che il loro risparmio mi impedisce di usufruire dell'unico modo immediato che avrei per dimostrare che la radiazione esiste e non è solo il mio cervello, la mia prostata, le mie difese immunitarie, il mio intestino etc. a sentirle.

La mia azienda è destinata al fallimento perché dal 19 febbraio c.a. non è più possibile lavorarvi pena subire più o meno gravi problematiche fisiologiche, in funzione della sensibilità individuale e del tempo di permanenza.

L'ipotesi che si tratti di tali armi è stata stilata da un noto ricercatore del CNR che durante le rilevazioni che l'hanno portato a scartare tutte le altre ipotesi ha subito egli stesso gli effetti delle irradiazioni; anche lui non sa come trovare la strumentazione adeguata a dimostrare l'ipotesi!
E' lui che mi ha dato l'indirizzo del sito su menzionato.
Nel sito si parla di strumento che permette di vedere oltre i muri, confermo con le mie esperienze personali che riescono ad individuare la vittima designata entro le poche altre presenti nel locale ed anche irradiare solo lei.

Confermo anche le armi portatili su veicoli o su furgoni.
Se nella pagina indicata si parla di attacchi delle vittime addirittura durante i loro ricoveri in ospedale, io posso confermare di avvenuti attacchi in albergo.

La criminalità più tecnologicamente preparata si sta indirizzarando su tali armi proprio per il fatto che non sono rilevabili e per il fatto che le forze di polizia prendono per visionari le vittime che denunciano questo tipo di aggressioni.

In caso di armi di elevata potenza, se non vi sono bruciature esterne per il fatto che le microonde cuociono dall'interno (vedi il libretto di istruzione dei forni a microonde) solo l'autopsia al cervello può verificare che la morte è stata causata da cottura. In mancanza di morte le autopsie non si fanno per cui nessuno potrà mai rilevare che la vittima è rimasta menomanta da un attacco di radiazioni elettromagnetiche di alta potenza (si può avere infarto, trombo, cecità, demenza e qualunque altra menomazione dovuta alla mancata funzionalità della parte del cervello che si è cotta!).

Notare che il fatto che vi siano dei problemi fisiologici non smuove la magistratura, occorre dimostrare che vi siano le radiazioni, che siano dolose e chi le emette!

BEPPE, vedi di parlare di queste armi perché:
- tutti ne siano al corrente, così può darsi che anche le forze dell'ordine siano meno scettiche in futuro;
- le ARPA siano costrette a dotarsi della strumentazione che dovrebbero possedere istituzionalmente per far rispettare la normativa su tutto lo spettro regolamentato, così che possano essere anche di aiuto alle vittime di tali armi.

Da parte mia ti offro tutte le conoscenze che ho già acquisito durante la triste o meglio terrificante esperienza che sto vivendo assieme a mia moglie.

Vorrei anche riunire altre vittime in un'assoziazione, così come quella che in Germania riunisce già 40 vittime ancora vive di tali armi.

Se non ne parli tu chi ne parlerà?

I giornalisti attendono che la magistratura incrimini il colpevole.
La magistratura attende le prove da me.
Per avere le prove io attendo di trovare le apparecchiature.
Le ARPA non intendono dotarsi delle apparecchiature perché già la sola taratura costerebbe troppo.

Solo dopo 6 mesi la morte di Marco Biagi la magistratura ha scoperto che non era un bugiardo.
Il suo cadavere era la prova tangibile che il reato di minacce di morte era vero e così si sono messi ad ingagare ed hanno verificatore che, così come lui asseriva da vivo, gli arrivavano minacce di morte via e-mail.

Io e mia moglie non vorremmo fare la fine di Biagi prima di essere creduti!!!


Vai Grillo, parla almeno tu!

Maurizio Bartolini 27.06.05 18:04| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di prostata ,
nel Giugno del 2003 , dopo una serie di esami ( psa, psa free , ecografie ecc. )
il mio medico amico mi disse che al 75% avevo la possibilità di avere un tumore alla prostata e ,spaventandomi non poco , mi prescrisse tutta una serie di esami piu' invasivi .
Mi sono informato se c'era qualcosa di alternativo e ho incontrato la Nuova medicina del Dott. Hamer (attualmente in prigione a PArigi ... che vergogna ) che da piu' di 20 anni ha dimostrato con le sue 5 leggi biologiche l'origine dei tumori .
Ebbene , ho studiato a fondo la questione ( potrei scivere un manuale ) e dopo aver compreso e risolto la questione che aveva generato il mio "problema" , NON HO FATTO PIU' NIENTE ,e non sono andato nemmeno piu' a trovare il mio amico medico .
Oggi sto bene , grazie a me e al Dott. Hamer (Comunque dopo un anno sono andato a fare degli accertamenti per togliermi il dubbio , gli esami erano tutti a posto).

Ciao a tutti
Manuele Baciarelli

MANUELE BACIARELLI 15.06.05 17:01| 
 |
Rispondi al commento

E per parlare di cose concrete, dove si può
fare un esame alla prostata con questa tecnica?
Giosuele Volante

giosuele volante 09.06.05 20:13| 
 |
Rispondi al commento

Più che un commento, il mio è una richiesta. Ho letto con interesse la lettera della Sig.ra Laura Bazzaro in data 29.05.05 in merito alla cura dimagrante ideata da un farmacista di Desio (MI). Potrei avere cortesemente le coordinate per poter rintracciare il farmacista o la Signora Laura Bazzaro . Grazie Silvano

Silvano Celotti 06.06.05 16:46| 
 |
Rispondi al commento

Più che un commento, il mio è una richiesta. Ho letto con interesse la lettera della Sig.ra Laura Bazzaro in data 29.05.05 in merito alla cura dimagrante ideata da un farmacista di Desio (MI). Potrei avere cortesemente le coordinate per poter rintracciare il farmacista o la Signora Laura Bazzaro . Grazie Silvano

Silvano Celotti 06.06.05 16:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao beppe, ogni volta che ti penso mi viene la forza di lottare, ogni volta per un obbiettivo diverso, poi mi rendo conto che è difficile, ci vuole tanta energia. la parola lottare non è neanche giusta perchè il principale problema non è scagliarsi contro chi ci prende per i fondelli ma è trovare collaboratori che non corrano dietro ai tanti "specchietti per le allodole" che ci presentano ogni giorno i "grandi manovratori". spero di avere sempre più forza per non aggiungermi come un vegetale a quelle persone.
BISOGNA SVEGLIARSIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!
ok dopo questo sfogo ti ringrazio ancora di cuore! l'impresa del momento è personale: del mio quartiere. C'è un progetto,in scadenza alla fine dell'anno 2005 (riproposto dopo che era già scaduto alla fine del 2002), per uno svincolo all'entrata della dogana della Repubblica di San Marino che dovrebbe migliorare la circolazione in entrata e uscita, e quella per i paesini circostanti. Se non iniziano i lavori entro la fine dell'anno non solo abbiamo speso fior di quattrini per il progetto ma deve poi essere riproposto per la terza volta e ovviamente RIPAGATO! Come posso iniziare a muovermi? Siamo tutti d'accordo, sia il quartiere che i residenti in prossimità della dogana, ma da dove si parte? Ci sentiamo abbandonati dal comune anche perchè allle nostre ripetute richieste di rallentatori (di qualsiasi tipo) ci è stato risposto: "la colpa è vostra siete stati voi a costruire troppo vicino la strada" la nostra risposta: "quando la casa è stata costruita ci passavano i carretti con i buoi non le macchine!". che dici?
Grazie
Francesca

di rosa francasca 05.06.05 19:46| 
 |
Rispondi al commento

Vergogna!! Il Dott. Hamer resta in carcere.
La "Cour de Cassation", il 31/05/05 ha deciso di non accogliere il ricorso nonostante la palese malafede di chi lo ha incarcerato. Lo scopo è distruggere la "Nuova Medicina" e il suo inventore. Un uomo che meriterebbe il Nobel per le sue scoperte sui tumori e le malattie.
Questa è la giustizia che punisce chi scopre verità che vanno controcorrente!

Roberto Robba 04.06.05 17:23| 
 |
Rispondi al commento

Parlando con un collega urologo ospedaliero a proposito del tumore alla prostata, questi mi diceva che è una patologia in forte aumento in questi ultimi tempi. Gli chiedo se avesse qualche spiegazione per questo, e lui mi risponde che tra gli operatori del campo c'è il sospetto che dipenda dal notevole miglioramento nelle tecniche diagnostiche, che permettono di scoprirlo anche in situazioni molto iniziali. C'è il forte dubbio però che molti di questi adenocarcinomi, se non fossero stati diagnosticati, sarebbero guariti da soli senza alcun intervento. A questo proposito mi ha fatto sapere che esiste un lavoro scientifico che mette parecchi dubbi nella testa di chi vuole metterseli: durante la guerra in Bosnia sono morti parecchi ragazzi giovanissimi durante i combattimenti. A molti di questi ragazzi sono state fatte delle autopsie. Ora bisogna sapere che a parte le eccezioni che confermano la regola, l'adenocarcinoma prostatico è un tumore che colpisce più frequentemente la seconda fascia di età, tant'è che i controlli vengono consigliati dai quarant'anni in poi. Il fatto sconvolgente è che nelle prostate di questi ragazzi sono sono stati trovati un numero di tumori altissimo in percentuale, fatto apparentemente inspiegabile. La spiegazione è che normalmente nessuno va a fare indagini sui tumori alla prostata nei ragazzi ventenni. Viene il sospetto quindi che più li cerchi i tumori, e più li trovi. Ma anche che molti tumori, se non li cerchi e non li trovi, se ne vanno come sono venuti. E' dura da digerire per chi ha avuto una formazione medica "classica", ma sembrerebbe una ipotesi tutt'altro che inconsistente. Saluti

Roberto Robba 02.06.05 11:20| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo,

mi piacerebbe sapere perché oggi, quando ti esprimi su argomenti che riguardano la SALUTE, capita di ascoltare frasi del tipo "essere sani significa convivere con qualche acciacco" oppure "... di qualcosa bisogna pure morire".

Anni fa parlavi di Di Bella, del Protocollo, del Prof. Pantellini che curava il cancro con l'ascorbato di potassio, ti ricordi?

Ora sembra che tu ne sia fatta una ragione, che tu abbia capito improvvisamente che tutti dobbiamo morire, presto o tardi.

Ti ringrazio di renderci così partecipi di questa tua sorprendente scoperta; vorrei solamente capire come mai, quando un argomento non è più "di moda" non ti attrae più così tanto.

Cosa c'è? Dove sono finiti quei ricercatori che nominavi qualche anno fa?

Caro Beppe Grillo, ti ringrazio anche che parli dei Bond Argentini, del Calcio e di come risparmiare al telefono, argomenti, naturalmente, molto più importanti delle terapie alternative contro il cancro.

In fondo, caro Beppe Grillo, muore di cancro solo circa il 35% della popolazione, ma questi sono dettagli, cosa vuoi che sia una malattia che colpisce circa venti milioni di persone in Italia? Un dettaglio.

Scusa, Beppe Grillo, quando anni fa parlavi di queste cose, pensavo affrontassi questo dettaglio con sincerità, con la sincerità ed il desiderio di Verità che attraversa o dovrebbe attraversare ogni uomo.

Per un attimo ho perfino pensato che saresti andato a fondo in questa tua ricerca; sentendoti nominare Di Bella, Pantellini, Giuseppe Zora ho creduto VERO questo tuo impegno a portare alla luce questo mondo sommerso.

Ma le cose cambiano, e le chiacchiere anche, quando sono chiacchiere.

A distanza di anni, ripensando ai discorsi che facevi, mi passa un brivido lungo la schiena.

Il parlare di argomenti come questo non è cosa da dimenticare o da archiviare come "argomento non più di moda".

Mi piacerebbe, al di là di tutte le polemiche, che tu facessi capire un pò come la pensi ora.

Francesco Marcellini 31.05.05 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Gentilissimo sig. beppe(amichevolmente grillo)ho letto con grande piacere quasi tutti i commenti di questo sito(e sono molti)io vorrei attirare la sua attenzione su un argomento chiaccherato,a cui forse non è stato dato la giusta importanza. poichè si tratta della salute di molti di noi....
Parlo della trasmissione di Vespa.porta a porta, dove sono intervenuti alcuni illustri "dietologi" ed un ricercatore,farmacista
di Desio, questo signore ha brevemente illustrato
anni di ricerche personali, su come si puo' perdere peso ma sopratutto guarire da diverse patologie alimentari.Gli illustri medici presenti, di cui non faccio nomi solo per parcondicio(non saprei a chi assegnare la palma della cafoneria)non solo non lo hanno lasciato parlare, ma hanno fatto in modo che nemmeno noi, utenti potessimo ascoltare le sue verita'.Perchè, di questo si tratta, ebbene io ho seguito questo sua filosofia alimentare e....risultato, perdita di peso 11 kg. in due mesi, esami del sangue perfetti,
ma il fatto piu' eclatante e che mio marito è diabetico, e da anni in cura con le pastigliette per i diabetici(insulina)ebbene in tutti questi anni, nessun medico diabetologo, nessuno le ha mai detto quali alimenti poteva o non poteva assumere per controllare il diabete!Risultato dopo 4 giorni dicasi 4 giorni mio marito non ha piu' preso la pastiglietta ed i valori glicemici si sono stabilizzati in valori normali, mangiando a sazietà, anche diversi etti di pasta al giorno.Ha felicemente perso 17 kg. Si è liberato da una schiavitù da farmaci, ma sopratutto dallo spauracchio diabete!Ora mi chiedo, ma come è possibile che non sia possibile informare la folla , di questo!E vada per la ciccia, ma per il benessere delle persone no! il diabete è un " killer":Ma come abbiamo un personaggio che da anni si sbatte per trovare un rimedio, lo trova , va ad una trasmissione dove finalmente puo' farsi ascoltare e trova due"signori" che non lo fanno manco parlare....No.Sig,Grillo lei deve assolutamente, aiutarci, tra l'altro insomma, magri, e meglio no....
Proviiiiii, e poi mi dirà.A il doc, Lemme è a Desio.Provincia di Milano.con grande stima
laura Bazzaro

laura bazzaro 29.05.05 22:31| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Bebbe nn so se sarai tu a leggere questa missiva,o chi per te ma vi ringrazio anticipatamente.
Inoltre volevo segnalarvi l'esistenza di un macchinario il cui nome e TECAR (nn e pubblicita)http://www.unibell.it/tecarterapia/index.php
Cosa serve questo macchianrio???
A tantissime cose da come potrete leggere,nel sito stesso,ma potrebbe scrivo potrebbe essere usato anche per curare persone che soffrono di tumori,ma nn viene fatto....E sapete perche? perche nn servono medicine,no chemio,no farmaci no indotto...il meccanismo lo conosci.
Nn sto scherzando ci sono report clinici di studi fatti su malati terminali che tu stesso potrai leggere,ma che nn troverai sul sito.
Quale principio usa questo macchina?
In breve ti dico che una cellula tumorale posside un terzo del reticolo vestibolare che possiede una cellula sana.
La cellula malata nn puo sopportare temperature alte poiche il reticolo vestibolare nn puo smaltire il calore quanto quella sana! Risultato le cellule tumorali muoiono quelle sane no,il tumore si isola creando un corpo calloso tra se e la parte sana e puo essere estratto con meno rischi per il paziente.
Ma la medicina ufficiale,al soldo delle industrie farmaceutiche nn vuole questa tecnologia.
Ho chiesto nel mio piccolo con dottori,la risposta e sempre la stessa pochissimi hanno avuto il coraggio di ammettere che cio che nn arriva dalle industrie farmaceutiche nn e gradito...nn e gradito ma se e' piu' efficace o potrebbe esserlo?
Ovviamente nessuna risposta....
I costi per curare i pazienti sarebbero nettamente inferiori per gli ospedali,la sanita il cittanino....ma niente,questa musica gia la conosci,ma se tutti ascoltiamo passivamente avranno sempre ragione loro...
Ora lascio a te l'iniziativa tra le innumerevoli che porti gia avanti,restando sempre a disposizione per chiarimenti in merito......
Ah il macchinario c'e e' a genova come in molte altre citta' e grande quanto lo chassie di un pc ma e stato indirizzato verso canali differenti,bellezza dimagrimento e via dicendo...
Nn che sia un errore dimagrire o farsi piu belli,il vero orrore e nn dare una possibilita in piu a chi si trova veramente nella bratta!!!
Ciao e buon lavoro
La mia e-mail è alevissa@hotmail.com
cell 3886668999

Alex Fiorini 28.05.05 19:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Riparte la sperimentazione Di Bella. si comincia con leucemie, linfomi e sarcomi. Letto su www.atsat.it
Era ora!!!!!! Andate pure su www.vincenzobrancatisano.it per le ultime sul caso.

Vittorio Signori 26.05.05 22:09| 
 |
Rispondi al commento

ciao, volevo esporre un mio pensiero su quanto successo a mio papà, visto che grazie alla sanità ora si trova con il braccio dx paralizzato e non ha la parola.

il 12/01/05 mio papà ha avuto un malore consistente in: blocco totale della parola e bocca che girava verso dx per circa 15 minuti,questo malore gli è preso per strada,chi l'ha visto, ha chiamato un'ambulanza e ovviamente portato al PS.

Dopo i vari controlli (ben pochi) è stato dimesso PER UN COLPO DI FREDDO. In serata dopo cena gli capita lo stesso episodio, con spavento della mamma che mi riferisce che sembrava uno spastico.

Altra trafila, ambulanza P.S, dai loro controlli non hanno riscontrato nessuna anomalia (e anche qui fatti ben pochi,e poi vi spiego il perchè) verso mezzanotte ora della dimissione, al papà gli succede nuovamente un attacco, lui ha avuto la prontezza di andare dall'infermiera per farsi vedere. Risultato, lo trattengono la notte per accertamenti.

Al mattino gli fanno finalmente la TAC (esame che,io profana, avrebbero dovuto già fare dalla mattina del primo attacco)dove da questo esame riscontrano una malformazione di una vena forse dalla nascita, e per questa cosa viene ricoverato per altri accertamenti.Gli attacchi ci riferisce il medico erano di EPILESSIA.

Durante la settimana gli fanno altri esami tra cui la Risonanza Magnetica, dove riscontrano questa malformazione e il medico decide per un altro esame "ANGIOGRAFIA con contrasto" (esame che per farlo necessita ricoverrarsi 2 giorni) verrà eseguito il lunedì 17/01/05.

Il lunedì il papà chiama dicendo che questo esame non è stato fatto ma di andare dal medico curante per prescrivere la ricetta per L'ANGIOGRAFIA e che dovrà andare con i mezzi propri il mercoledì 19, perchè il giorno 18 di martedì veniva dimesso.

Gli venivano per la cura somministrati dei farmaci che a lui però davano molti scompensi cardiaci......ALLA FACCIA DEL COLPO DI FREDDO DELLA PRIMA VOLTA AL P.S

Il merc. 19 ci presentiamo all'ora della preNOTazione c/o l'ospedale dove effettuava questo esame, il quale operatore ci dice che non era possibile effettuarlo in quanto doveva essere ricoverato e non c'era posto ma che l'avrebbero richiamato tra una 15na di giorni......

ovviamente i quindici giorni sono passati, un mese due mesi e così via, pur andando e telefonando, ma ci dicevano di non preoccuparci che avrebbero chiamato loro.......

L'8 aprile il papà ha avuto un'altro attacco,lo portai al primo ospedale dove era stato ricoverato, il mio pensiero fu....magari questa volta gli faranno quel benedetto esame che da tempo stiamo aspettando, il medico del P.S., mi chiedo se era tale o non era un infiltrato cioccolataio.....gli fece gli esami, sangue ed elettrocardiogramma......allora io dico, visto che il problema era alla testa (tutti i documenti in ns. possesso gli erano stati dati) per quale c.....di motivo gli fai l'elettrocardiogramma e non una TAC per vedere a che punto e la vena??????

Lo dimettono....

La domenica 10 aprile mio papà ha un altro attacco ed è quello definitivo, perchè la vena si rompe e l'ematoma paralizza la parte destra e il labiale.....

Ora io mi chiedo, cosè tutta la pubblicità sulla PREVENZIONE, non basta un campanello d'allarme, ce ne vogliono 2 e poi ancora te ne infischi....

RISULTATO....oltre a ritrovarmi il papà in quelle condizioni, è stato ed è attualmente un costo per la sanità perchè è stato 3 settimane in ospedale ed ora lo è da 3 in un centro per il recupero più tutto il tempo che stiamo perdendo, la benzina per andare su e giù il parcheggio e quant'altro......e a chi dobbiamo dire grazie AL CIOCCOLATAIO.........

questa storia non la voglio sicuramente fare finire qui, perchè comunque AL CIOCCOLATAIO gli voglio dire che è UN CIOCCOLATAIO, devo solo capire come, perchè i soldi per intentare una causa di questo genere non ce li ho e so già in partenza che la cosa se finirà ci vorranno almeno 10 anni........

Una figlia molto sconsolata

danielapanier 25.05.05 13:50| 
 |
Rispondi al commento

Dott. Hamer. Chi e' costui?
E perche' se ne sa cosi' poco.
Il Di Bella tedesco alle prese con l'inquisizione medica del nuovo millennio.
Ma le sue teorie rivoluzionarie sono libere ed accessibili a tutti. A buon intenditor...

http://www.nuovamedicina.com/

Dott. Hamer, ultime novità dalla Francia
Tratto da http://www.scienzaeconoscenza.it/articolo.php?id=83

Leoneo Moldavio 25.05.05 06:01| 
 |
Rispondi al commento

Sono venuto a conoscenza tramite il tuo spettacolo del sito che trovo molto interessante.
Vorrei saper qualcosa in più sul Trasmettitore Trimprob del 2/05 /05. Dove posso fare l'esame? Con chi mi devo mettere in contatto?
Saluti.

angelo galoppi 24.05.05 13:06| 
 |
Rispondi al commento

continuo per un errore fatto i precedenza, sul fatto che gli OGM non siano sicuri o lo SIANO RIBADISCO IL CONCETTO CHE A SECONDA DI CHI STIA DIETRO A SPINGERE VENGA DIVULGATA PRIMA UNA TESI A FAVORE O CONTRO PER QUESTO CI VUOLE UNA STAMPA INDIPENDENTE " ULTIMO ESEMPIO IL QUOTIDIANO INGLESE THE INDIPENDENT" CHE HA DIVULGATO IL RAPPORTO COMPLETO SULLA PERICOLOSITA DEL MAIS TRANSGENICO CHE LA MONSANTO " CHE PROPRIO SANTA NON E'" AVEVA NASCOSTO SUL FATTO CHE TOPI NUTRITI CON QUESTO MAIS HANNO EVIDENZIATO PROBLEMI AI RENI E PATOLOGIE A CARICO DEL SISTEMA LINFATICO.
Per questo dico VIGILATE SEMPRE E TUTTO CIO' CHE SI LEGGE O VIENE DIVULGATO CON FACILONERIA DAI MEDIA DA PERSONE FORSE, LO SPERO PER LORO IN BUONA FEDE.

claudio catenazzi 23.05.05 18:56| 
 |
Rispondi al commento

il mio commento è che attualmente siamo invasi da notizie positive o negative a secondo della megaditta (corporetion) che ha interesse a spingere

claudio catenazzi 23.05.05 18:46| 
 |
Rispondi al commento

sconto sui farmaci di fascia c senza l'obbligo di ricetta medica.
sconto libero, cioè farmaci come aspirina, tachipirina e rinazina etc etc, li avremo a prezzi diversi e variabili da luogo a luogo.
si rischia di scatenare una babele dei prezzi applicando la legge della concorrenza che non deve essere applicata nel campo della salute.
Premetto sono una farmacista e con i malati vorrei parlare di indicazioni, patologie, conntroindicazioni e dosaggi, non vorrei parlare di prezzi.
perchè non si è pensato a delle norme che equiparassero i prezzi dei nostri farmaci ai prezzi di quelli europei, piuttosto che metterli in saldo senza norma. senza contare che i produttori potranno aumentare il prezzo dei farmaci liberamente e senza limiti. E' qui che bisogna intervenire. Perchè il gentalyn pomata costa in grecia 2.90 euro e in italia 13.55, dico 13.55 euro e questo non è uno i quei farmaci che beneficerà del decreto di Storacee che noi italiani dobbiamo comperarci con i nostri soldi.
alcuni colleghi, davvero non possono permetterselo questo sconto.
esistono farmacie troppo piccole che non riusciranno a resistere al libero mercato.

federica bordi 22.05.05 15:09| 
 |
Rispondi al commento

sono ormai quasi quarantànni he vivo nella svizzera pulita ma amo ed odio nello stesso tempo l`italia e e noi itliani.esperienza vissuta .porto il mio genitore alla struttura della mutua a ferrara alcuni anni fa dopo la visita del dottore che mi indica di far fare altre analisi all`ospedale sant`anna con tempi di attesa lunghi mi viene indicata una struttura privata dallo stesso dottore. passano gli anni quest`estate seduto nella sala d`attesa del dottore di famiglia sento che tutti quanti si trovano in questa situazione fai la visita ti viene consigliato una t.a.c risonanza magnetica od altro nel momento che ti viene detta la data sempre qualche mese dopo (prevenzione se hai il conto che ti puo`permettere cio`)si puo`anche arrivare tardi ai risultati.pero`sempre la segretaria o il dottor ti indirizzano verso le strutture private gestite da chi? chi deve pagare su questo disservizio? visto che costruttori abusivi imprenditori disonesti vengono liberati e fanno causa allo stato che paga con i soldi dei contribuenti, perche`non si chiedono irisarcimenti per quei poveri diavoli che non anno soldi per pagarsi cio`
auguri mi faro`sentire ancora
atos

atos merighi 20.05.05 21:49| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, innanzitutto grazie di esistere!!!! Poi volevo sollecitare chiunque legga questo mio messaggio a riflettere ed approfondire l'argomento relativo ad un ritrovato totalmente naturale che può tranquillamente sostituire il 95% dei farmaci attualmente in uso.
Ritengo che oggi più che mai si debba fare qualcosa per ridurre lo strapotere delle multinazionali del farmaco. Ai "galantuomini" che stanno dietro queste "associazioni" nulla importa della salute di noi poveri mortali, anzi, più la malattia si protrae in una lenta agonia più i loro guadagni aumentano. Per questo motivo ho deciso di postare questo messaggio, il ritrovato di cui parlo è l'ESTRATTO DI SEMI DI POMPELMO (si trova tranquillamente in tutte le erboristerie), lo uso oramai da 5 anni(lo usano anche tutti i miei familiari e conoscenti) ed ho avuto dei risultati "miracolosi" per problemi di allergie (scomparse) e di diverse altre patologie minori(malattie da raffreddamento, infezioni batteriche ecc..).Invito caldamente il popolo del web ad informarsi in rete (molti studi sono stati condotti su tale estratto anche da istituti importanti come il PASTEUR). Nel mio armadietto dei medicinali, c'è solo qualche boccetta di tale estratto e sinceramente Beppe, non sai la soddisfazione che mi procura non dover comprare neanche più un'aspirina.
Ciao a tutti e a presto.
Coraggio Beppe.....sono sicuro che riusciremo a cambiare le cose!!!!!!!

Paolo Oggiano 20.05.05 10:35| 
 |
Rispondi al commento

(Dal mio sito “stampe-racconti.it” qualche personale considerazione in versi)
MALASANITA’
Dati
Ormai la cosa è chiara e risaputa.
Quando si parla della sanità
C’è chi si tocca e pure chi ci sputa,
Chi fa le corna e, per la verità,
Non manca chi si squaglia all’insaputa
Del personale che là dentro sta.
Trecentoventimila casi l’anno
E’ il dato su chi ne riceve danno.

A chi si trova dentro una corsia
Voglio dare un consiglio spassionato:
Prendi i vestiti e scappatene via
Prima di trasformarti in trapassato.
Lo sai che, solo nell’oncologia,
Oltre il dieci per cento han rovinato?
Dicono che l’"errare umanum est"
Ma questa situazione è da Far West.

Il settanta per cento degli errori
Riguarda la struttura operativa;
Il resto sono cazzi dei dottori
Che, avendo in cura gente ancora viva,
Quantunque siano insigni professori,
Operando in maniera sbrigativa
Prescrivono dei farmaci sbagliati
Dai quali molti non si son salvati.

Conseguenze
Un movimento falso, stamattina,
E’ quello che m’ha steso lungo a terra.
C’è della gente che mi s’avvicina
E non manca qualcuno che m’afferra.
Intanto un tizio che di là cammina
S’insinua nel gruppetto che mi serra.
Commenta "Questo qui sta proprio male,
Presto! Telefoniamo all’ospedale!"

Di botto mi raddrizzo e, preoccupato
Dal timore che arrivi l’ambulanza,
Mi rivolgo al bel tipo che ha parlato
Di certo spinto da lontana usanza.
Ciò che gli dico è come un ululato
Privo di cortesia e buona creanza:
"Ricoverato? Questa sì che è bella!
All’ospedale mandaci tua sorella!"

robero torre zingaropoli 19.05.05 10:24| 
 |
Rispondi al commento

rispondo brevemente ad alcuni interventi precedenti:

certo, l'impact factor e' importante, e difatti prima delle mie consideraszioni su Marconi ho messo un autoironico "mi consenta" : per capire quello che volevo dire forse non ci si sarebbe dovuti fermare alla singola affermazione, ma leggere il mio intervento fino in fondo.
Certo pero' che il feticcio delle pubblicazioni ad alto impact factor qualche volta mi sembra ostacoli un po' le argomentazioni (fermo restando che le prove documentali e oggettive sono , per me, l'unico modo per verificare l'efficacia di un metodo).

Il trimprob ha una enorme casistica (migliaia di test eseguiti in doppio cieco in numerosi ospedali in tutta Italia) che attesta l'efficacia nella rivelazione delle patologie prostatiche superiore al 95 % , come specificita' e come falsi positivi (e quindi di gran lunga migliore di qualunque tecnica nota).

I risultati di queste prove li potete richiedere direttamente alla ditta, o, se volete un sottoinsieme di informazioni, quelcosa posso fornire anche io (studio.poggi@tiscali.it).

Le pubblicazioni sono in corso, e non potrebbere essere altrimenti, dato che tutto l'iter della macchina, dal suo concepimento alla realizzazione industriale e alle prove cliniche e' stato condotto in tre anni!

In ogni caso, come tutte le tecniche nuove, io lo affiancherei a metodi tradizionali, per il momento (e credo che cosi' venga fatto, in effetti).


saluti
claudio poggi

Claudio Poggi 19.05.05 02:49| 
 |
Rispondi al commento

ciao grillo,
la rosy bindi anni fa aveva proposto, numero più numero meno, di abbassare a circa 500 i pazienti che avrebbe dovuto gestire ogni singolo medico della mutua, invece dei 1500 consentiti tutt'oggi, fato salvo un giusto stipendio.
Il vantaggio è ovvio era quello di garantire al paziente un trattamento più umano e non vederlo passare come in un super mercato.
Io che ne vengo dalla Clinica Chirurgica del Prof. Virgilio Bachi, da Lui sono stato addestrato a curare il paziente e non scrivergli solo tante medicine.
Chissà se cambierà qualcosa o i medici potranno sempre avere un tetto massimo di 1500 pazienti, senza secondo me potergli regalare nulla di buono?
Naturalmente per correttezza sappi che io ho circa 230 pazienti della mutua e non me ne frega niente di aumentarli, sono abbastanza benestante e non sono più così giovane ho 56 anni ed intendo godermi la mia famiglia.
apprezzandoti sempre moltissimo, ho asssistito al tuo ultimo spettacolo al palasport e mi hai dato spunto per questa riflessione, forse del cazzo.
Saluti Loconte

Costantino Loconte 18.05.05 19:04| 
 |
Rispondi al commento

Caro Dott. Russo,
vorrei correggere almeno una delle tue affermazioni, in quanto da te sostenuta con apparente sicurezza. Nel corso del convegno Auro dell'ottobre 2004 il Dott. Carlo Bellorofonte, nella relazione in seduta plenaria, ha sostenuto esattamente in contrario di quanto tu hai capito, ovvero ha detto che il TRIMprob è in grado di distinguere facilmente neoformazioni maligne da calcificazioni. Che è peraltro quanto emerge dalla comune esperienza di chi già sta usando lo strumento.

Cordialmente,

Dott. Filippo Cicogna

Filippo Cicogna 18.05.05 18:46| 
 |
Rispondi al commento

CHE DIRTI, GRAZIE CARO BEPPE, PERMETTIMI DI CHIAMARTI COSI', GRAZIE E POI ANCORA GRAZIE CHE CI TIENI INFORMATI. E' COME DICI TU LA "RETE" SE USATA CON INTELLIGENZA CI AIUTA, FORSE E' DAVVERO "L'ULTIMA SPIAGGIA".
CON AFFETTO,
IVANO.

IVANO ROVOLON 13.05.05 17:58| 
 |
Rispondi al commento

...ieri sera nella puntata di "Porta a porta" si è avuta l'ennesima dimostrazione dell'ostracismo stupido e netto nei confronti del MDB..nonostante che.................al posto dei puntini si potrebbero elencare decine, centinaia di ragioni che portano a dimostrare che la terapia Di Bella pur non essendo la panacea di tutti i mali è senza dubbio una cura antitumorale di estrema importanza..e se fosse applicata nei primi stadi della malattia dimostrerebbe appieno il suo enorme potenziale curativo...alcuni lo hanno fatto..lo hanno denunciato ma.....si tappa la bocca a chi non ha dietro il potere delle case farmaceutiche....chi non è nell'olimpo degli infallibili....peccato che solo in Italia questi infallibili ogni anno "perdono"160.000 povere anime..senza poi contare che i giochi statistici ne escludano altre decine di migliaia...MI RIPETO:la sperimentazione è stata un evidente bluff, le prove ce ne sono a decine e gravissime...CHI HA PAURA DI UNO STUDIO SERIO....RISTRETTO.....EFFETTUATO CON LA VERA MDB????
Io lo immagino...poveri noi..povero mondo....

fabio borzi 12.05.05 23:15| 
 |
Rispondi al commento

PER FAVORE LASCIATE IL MESSAGGIO. E' LA 3a volta che lo inserisco. E' firmato e sottoscritto, non contiene ingiurie e nemmeno cose non vere vi prego di Lasciarlo visibile e di eliminare gli eventuali problemi tecnici

La rete.. LA RETE dice Beppe Grillo.


Quanto è importante la rete!
10.000 lettere al Presidente della repubblica! 10.000?
No centinaia di migliaia.

La rete per far sentire la propria voce, per raggiungere tutti e per non sentirsi soli di fronte a problemi grandi.

Con questo insegnamento come fare a non cadere nella tentazione di raggiungere centinaia di migliaia di persone (i lettori di queste pagine) proponendo su ogni pagina di questo sito un problema che è di portata europea?

Di cosa stiamo parlando?
Della questione ambientale a Taranto, dell’inquinamento industriale, del diritto alla salute violato, di una situazione ambientale fortemente compromessa a dire della OMS, dei dati epidemiologici locali e dei dati epidemiologici aggregati a livello europeo che vedono Taranto come capace di incidere in Europa del 10% nelle emissioni di monossido di carbonio, del 9% di Piombo, del 9% di Diossina dell’8% di IPA., situazione imputabile in prevalenza assoluta al mostro di acciaio.
E’ giusto che si sappia questo o no?
A Taranto si cerca di coniare una nuova definizione di inquinamento: “L’INQUINAMENTO EQUO” e cioè tale da garantire un certo livello di occupazione ed un numero accettabile di morti. QUESTO E’ INACCETTABILE.

A Taranto l’industria entra nella città, le polveri nei nostri polmoni.

A Taranto ci dicono che tutto va bene e che il processo di adeguamento è iniziato ma intanto non coprono i parchi minerali che sono a pochi metri dalle case e che producono morte.... costa troppo.
Eppure le perizie effettuate nel corso dei processi penali dicono che li non possono starci.

A Taranto per fermare le polveri sottili si pianta qualche albero, si deportano 400 famiglie che abitano a 50 metri dall’azienda per lasciarne lì qualche migliaio che hanno la “fortuna” di abitare a 100 metri, il pressappochismo nella soluzione dei problemi regna sovrano a Taranto


A Taranto basta che l’industria dichiari dopo decenni di voler fare qualcosa per far cadere ogni dubbio e per trasformare il primo presunto responsabile di un decennio di inquinamento ad interlocutore affidabile; le Amministrazioni rinunciano alla costituzione in parte civile nel processo penale.

A Taranto succede che si legga sui principali giornali locali che l’azienda abbia dato un contributo al Comune affinché lo girasse alla squadra di calcio.


A Taranto si fa finta di nulla perché c’è paura, paura di perdere il lavoro, paura di non avere alternative, a Taranto ci si è abituati..... “l’abitudine, la più infame delle malattie, ti fa accettare qualsiasi disgrazia, qualsiasi dolore, qualsiasi morte..... si impara a portar le catene, a subire ingiustizie, a soffrire, ci si rassegna al dolore, alla solitudine a tutto...l’abitudine entrata in noi lentamente, silenziosamente; è cresciuta a poco a poco nutrendosi della nostra inconsapevolezza”

A Taranto serve l’intervento del governo centrale che dovrebbe, li dove le Istituzioni locali hanno dimostrato di non farcela, ripristinare e garantire la godibilità di un diritto naturale quale quello alla vita ed alla salute.

A TARANTO NON E’ POSSIBILE CONTINUARE COSI, NON E’ POSSIBILE FARE FINTA DI NIENTE, NON SI RAGIONA SOLO SU INTERESSI ECONOMICI MA SU INTERESSI MOLTO PIU’ GRANDI, QUELLO ALLA SALUTE, ALLA VITA.

Taranto è una città magica, bellissima, Venite a visitarla, rimarrete affascinati dalla sua storia e dal suo mare; Orazio disse di Taranto:

“Quell’angolo di mondo a me più di ogni altro sorride”

Questa città merita di più......
Aiutateci a tenere viva l’attenzione

ORA, BEPPE, tu hai parlato di sito iterativo, ci hai detto che qui non ci sentiremo soli, io leggo, leggo e rileggo ogni giorno ma tu dove sei? Le pagine si aggiornano all’indomani del tuo spettacolo poi il silenzio. Dove sei Beppe?
Ti aspetto Beppe

Saluti,
Gianluca Scafa


Si, Beppe...
Siamo stufi di continuare a fare la conta dei morti. Le cifre sono
impressionanti. Vai a dare un'occhiata...
So che per te non sarà difficile,grazie alla libera informazione
telematica, entrare in possesso di dati che fanno rizzare i capelli.
Quei dati sanitari sono dei semplici numeri, in neretto...ogni numero
rappresenta un uomo...un uomo con tanti sogni, tante speranze. Un uomo
nato e vissuto in un posto dove il sacrosanto diritto alla salute è calpestato e oltraggiato.
Taranto, la culla della Magna Grecia, un luogo d'arte, patrimonio
dell'umanità. I suoi due mari la incorniciano rendendola preziosa. Un
ponte girevole che apre le sue braccia vecchie e cigolanti alle navi
italiane e straniere, ai mercanti e agli imprenditori che qui hanno
costruito la loro fortuna.
Sulla nostra pelle.
Non chiediamo la chiusura dell'azienda che inquina, desideriamo che
vengano rispettate le più elementari norme in materia ambientale.
Chiediamo rispetto...per i nostri concittadini e per quei numeri in
neretto che meritano un nome, una medaglia al valor civile...vittime di
un bombardamento continuo di gas, polveri ed agenti inquinanti.

Connie

Luca&Connie 11.05.05 21:09| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe; mi chiamo Riccardo e sono un urologo, lavoro presso un'ospedale della Lombardia. Ho pensato a lungo se scriverti a riguardo del Trimprob....ed alla fine ho deciso di farlo perchè ritengo giusto chiarire alcuni aspetti riguardanti questo "miracolo" del genio italico.
Avrai pazienza se ridimensionerò qualcuna delle tue affermazioni. Ecco le informazioni che posseggo.
Primo punto: non è vero che la macchina in questione viene abitualmente utilizzata per la diagnosi di patologie della prostata e della vescica. E' infatti impiegata solo in via sperimentale. Proprio per questo, non ci sono assolutamente dati scientifici che dimostrino che la diagnosi è affidabile nel 95% dei casi.
Secondo punto; posso aggiungere il Trimprob è stata impiegato anche in altre branche specialistiche. E voci che girano nell'ambiente, lo considerano inaffidabile; almeno per ora.
Terzo punto;in urologia, mia specialità, ti posso dire che lo stesso Dott. C. Bellorofonte, nel corso di una presentazione durante il congresso AURO (Associazione Urologi Italiani), tenutosi a Lecce nell'ottobre 2004, ha dichiarato di fronte a qualche centinaio di specialisti tra cui il sottoscritto, che la macchina attualmente non è in grado di distinguere tra il segnale rilasciato dal riscontro di una calcificazione prostatica e una lesione neoplastica. E la differenza non è di poco conto....
Quarto punto; un importante centro urologico universitario (tra quelli citati in questo dibattito, tra l'altro!) sta eseguendo degli studi sulla diagnosi del cancro prostatico, sottoponendo i pazienti sia a Trimprob che alla classica biopsia prostatica ecoguidata (metodica a tutt'oggi gold standard) e mettendo successivamente a confronto i dati ottenuti. Anche qui non ci sono ancora dati definitivi ma...i parziali non sono incoraggianti per il Trimprob.
Un'ultima considerazione si può fare partendo dal costo di un'analisi con il Trimprob. A Milano fanno pagare 30 euro un esame di questo tipo; la cifra non è elevata la possono sborsare molte persone, e il ticket per un'ecografia trans-rettale (esame iconografico di riferimento per le patologie prostatiche) è di 46 euro...Peccato che il Trimprob non sia assolutamente in grado di assicurare - ribadisco, per il momento - le stesse informazioni che oggi posso ottenere da un'ecografia trans-rettale.
Questi i dati oggettivi, all'oggi; malgrado i scarsi risultati in termini di positività che abbiamo oggi a disposizione, mi auguro che la macchina possa migliorare nell'attendibilità dei suoi esiti, permettendoci di fare diagnosi senza bisogno di sottoporre in futuro i pazienti a metodiche invasive. Ma affermare fin da oggi che il Trimprob è già in grado di ottenere risultati certamente affidabili è dare alla gente false speranze.
Come dici tu "solo la conoscenza ci salverà" e, per me , conoscere significa anche fare avere le poche vere informazioni che abbiamo.
Poi se qualcuno vuole credere alle favole...

Riccardo Russo 11.05.05 19:22| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti
visto che è stata gia sollevata la richiesta mi interesserebbe iniziare sentir parlare di fecondazione assisitita visto che tra qualche giorno (11 Maggio) noi Italiani siamo chiamati a dare il nostro parere su una questione abbastanza spinosa come la vita!
Io vorrei approfittare di questo interessantissimo blog per iniziare a parlare di questo argomento. Ci sono tantissime organizzazioni e associazioni che sono nate apposta per sollecitare gli elettori secondo il SI o NO. L'imoportante secondo me è avere le idee chiare perchè non serve a niente andare a votare senza avere le ideee chiare. Anzi si potrebbe creare una situazione paradossale di modificare una legge senza sapere cosa c'è scritto al suo interno.
Informiamoci e poi votiamo

Ciao A tutti

Francesco Di Meo 11.05.05 19:13| 
 |
Rispondi al commento

Ho visto funzionare il trimprob al Malpighi di Bologna.

Il metodo fornisce indicazioni solo sulla possibile presenza di una patologia maligna, senza indicare le sue dimensioni e fornendo una indicazione approssimativa della sua localizzazione.

Quindi il metodo può solo affiancare le attuali tecniche diagnostiche come l'ecografia e la biopsia.

Comunque, se il trimprob riuscisse veramente a individuare la presenza di tumori alla prostata anche in uno stadio precoce, sarebbe un ottimo risultato.

Fabio Di Lorenzo 11.05.05 18:01| 
 |
Rispondi al commento

Mi si è cancellato un pezzo di commento. Volevo dire che il cocktail di farmaci per la cura dell'AIDS è stato scientificamente considerato efficace senza il passaggio attraverso tutte le fasi della sperimentazione. Già alla prima fase si era dimostrato altamente efficace.

Così, giusto per dare un argomento di riflessione.

matteo pesenti 11.05.05 17:56| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei rispondere alla domanda sull'importanza dell'impact factor. Spesso si tende a prendere casi limite (Marconi, nell'esempio del sig. Poggi)per giustificare le proprie teorie ma il quotidiano non è fatto di casi limite. Non voglio assolutamente negare che su riviste "poco serie" possano essere pubblicati articoli di grande valore scientifico. Ma come posso io riconoscere tali perle di saggezza in mezzo ad articoli che parlano di cura del cancro mediante tecniche di meditazione o di aumento della potenza sessuale mediante ripetute tecniche di automasturbazione? Mi spiego. Spero nel funzionamento del trimprob ma non vedo perchè dovrebbe essere adottato da tutti gli ospedali in assenza di una valida documentazione scientifica. Lo stesso si dica sul metodo Di Bella. Mi pare che la gente continui a dimenticare un concetto fondamentale. Lo stato italiano non ha mai proibito l'uso della somatostatina. Semplicemente non era compito dello stato pagare una cura della quale non era scientificamente provata l'utilità (qualche regione l'ha anche pagata, la somatostatina, ma in questo caso si parla di pura propaganda). Ma vogliamo scherzare?!? Allora dovrei pagare a chi lo richiede qualunque tipo di cura? Non voglio negare il potere delle grandi ditte farmaceutiche ma a qualcuno non è venuto in mente che, forse, il MDB ha fallito semplicemente perchè non funzionava (o almeno funzionava solo per una ristretta cerchia di tumori, come spiega magistralmente Guido Pantè nel suo commento). E' questa la cosa che mi ha dato più noia. Descrivere il MDB come la panacea di tutti i mali. Forse un approccio più moderato sarebbe stato più apprezzato.

Oggi Marconi non è su tutti i libri? Se funzionerà anche il trimprob sarà su tutte le riviste (oppure vogliamo rixominciare con la teoria del complotto su tutto e tutti?). Il resto è solo propaganda.


Cocktail di farmaci per la cura dell'AIDS

Matteo Pesenti 11.05.05 17:51| 
 |
Rispondi al commento

Dal 1° Maggio nella mia A.S.L. Napoli 4, campania, credo anche nelle altre, è stato ri-introdotto il pagamento del tiket. Esenzione possibile per coloro che possono beneficiare per reddito.
Prima vergogna, la mia A.S.L. Napoli4 non ha attualmente un sito internet attivo. Le altre, ASL, non parlano di detta esenzione. Come si faceva molti anni orsono bisogna armarsi di TANTA PAZIENZA ed andare a fare una fila per ritirare il modulo, (Un PDF in internet era sufficiente), compilarlo e riconsegnarlo con relativa fila. Chiedo, gli anziani ultra 65enni, non beneficiano neppure loro più di detta esenzione, come fa un anziano di 93 a fare le file se invalido e senza parenti? ? ? ? ? Tutto questo accade nel 2005 era telematica, dove, al nord, si fa la telemedicina, visite ed elettrocardiogrammi per telefono, qui al sud_icio non si distribuiscono nemmeno moduli in PDF. Si poteva compilare e rispedire o via Fax, o con compilazione via internet. Credo di essere stato chiaro, a differenza della mia ASL 4.
Fiorenzo de Marinis

Fiorenzo de marinis 11.05.05 13:39| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppone.
Ho assistito al tuo spettacolo e mi sento in dovere di chiarirti una cosa riguardo alla "convenzione" della OMS di reputare deceduto un paziente in seguito ad un EEG (elettroencefalogramma) piatto. Nello spettacolo tu "contestavi" questa abitudine dicendo "...se il paziente respira e ha il cuore che batte, ma l'EEG piatto si è deciso che è morto"; mio padre lavora in un reparto di rianimazione come anestesista, quindi è lui che deve firmare i certificati di morte e decidere quando staccare i macchinari per avvenuto decesso. Si è "scelto" l'EEG piatto per 2 motivi: 1- se l'EEG è piatto il paziente non è più in grado di respirare autonomamente (e comunque la respirazione autonoma nei comatosi cessa sempre prima dell'attività cerebrale); 2- il cuore batte da solo, il cervello non ne comanda il battito ma la frequenza, perchè l'impulso che genera il battito nasce da cellule specializzate del cuore stesso (difatti se si espianta un cuore, questo batte autonomamente per diversi minuti, cessa solo quando non riceve più sangue ossigenato dalle coronarie). L'esperienza ci insegna poi che un arresto cardiaco è recuperabile, l'arresto dell'attività elettrica del cervello no. Quindi un comatoso può continuare ad avere un cuore battente anche per decine di minuti, in quanto il suo cuore non è stato espiantato e, se il respiratore è ancora attaccato, continua a ricevere sangue ossigenato; l'unico metro di giudizio resta quindi l'attività elettrica del cervello, non sostituibile da macchinari; comunque per confermare l'avvenuto decesso si attende un'ora dal rilevamento dell'ultimo EEG.
Ti ho scritto soltanto perchè sei una delle persone più informate a questo mondo e mi dispiace quando ti vedo cadere su dei luoghi comuni (come succede a tutti, tra l'altro). Per finire, fossi in te me la prenderei di più con tutte quelle ditte che producono macchinari per la "tenuta in vita" di pazienti che per legge di natura dovrebbero decedere (perchè troppo vecchi o irrimediabilmente compromessi) provocando tutte le polemiche che conosciamo sulla eutanasia. Con i mezzi che abbiamo la medicina di oggi dovrebbe essere più precoce che di recupero.
Scusa la prolissia e ciao.

Emanuele Marchisio 11.05.05 12:09| 
 |
Rispondi al commento

Beppe tu che ne pensi della fecondazione assistita? Cosa farai al referendum?
Grazie se potrai e vorrai rispondermi. :)

Stefania Di Stefano 11.05.05 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Nulla a che fare con la prostata, ma avevo voglia di sfogarmi per l'ultimo torto subito.
Ho chiesto una visita da un endocrinologo all'ASL 9; risposta: "A novembre la chiameremo noi per fissare un appuntamento, oppure se vuole andare a pagamento, già da domani con cento euri sull'unghia".
Ca........z....o!!!!! Non ce la faccio più!!
In tutti i presidi ospedalieri dello stesso distretto la risposta è uguale. Quello che cambia è l'importo: a Treviso 100 €, a Montebelluna 85 €, a Castelfranco V.to 70 €. C'è qualcuno che offre meno? Almeno gli ambulanti nelle spiaggie si rifiutano di venderti la merce oltre una certa cifra.
Mi spiace per i medici onesti (e ce ne sono parecchi), ma vengono oscurati da queste bastarde sanguisughe che non vedono l'ora di vederti agonizzante per proporti una visita specialistica (ovviamente in privato, ovvero presso il "loro studio" all'interno della struttura pubblica) a 500 €!!!!
Altro che Euro o commercianti! Questi schifosi avvoltoi contribuiscono a creare i nuovi poveri.
Mi sto convertendo in tutte le religioni pur di trovare un Dio disposto a farmi star bene, per riuscire a far vivere la mia famiglia dignitosamente.
Tra i medici che hanno scritto in questo blog, ce n'è qualcuno che ha il coraggio di dirci i propri introiti delle visite "private" (sinonimo di NERO)?
Scusatemi lo sfogo, ma questa è stata l'ennesima volta che mi ritrovo a dover contrattare un prezzo per la salute della mia famiglia.
Mi farebbe molto piacere che il Buon Beppe potesse approfondire un argomento simile.
Buon Blog a tutti.

Mauro Nordio 11.05.05 09:43| 
 |
Rispondi al commento

per il Sig. Egidio:

mi permetto di rispondere io alla sua domanda, prima pero' "mi consenta" una , sia pur criticabile, me ne rendo conto, riflessione: ma perche' si insiste tanto sull'impact factor delle riviste? quante volte e' successo che cose validissime siano state prima provate dai fatti e solo dopo abbiano avuto il consenso dei referee e quindi la pubblicazione?
se Marconi avesse dato retta all'equivalente dei referee dell'epoca non avrebbe provato a trasmettere oltre l'Atlantico, dato che come tutti sanno la terra e' rotonda e le onde em si propagano in linea retta. ma lui ci ha provato lo stesso, e dopo qualche tempo un referee ha sicuramente dato l'assenso alla pubblicazione su qualche prestigiosa rivista della scoperta della ionisfera....

comunque, qui piu' che di teoria si tratta di pratica, e quindi le diro' che c'e' una vastissima documentazione sperimentale accumulata in anni di test presso vari ospedali.
per ottenere maggiori info si rivolga alla ditta costruttrice, oppure, per quello che posso fare, anche a me studio.poggi@tiscali.it

saluti
claudio poggi

Claudio Poggi 11.05.05 01:17| 
 |
Rispondi al commento

La prospettiva di un apparecchiatura DIAGNOSTICA come quella presentata sul blog, relativamente a diagnosi di tumore (prostata e altri), ma forse aprirebbe la strada ad altre vie diagnostiche, dovrebbe essere suffragta da eviddenze scientifiche pubblicate su riviste ad elevato impact factor.Altrimenti si corre il rischio di nnescare polemiche e sprechi come , appunto, per la terapia ribelle.
Vuole essere così gentile da evidenziare le fonti scientifiche quando parla di evidenze di oltre il 95%? Cordiali Saluti egidio sproviero

egidio sproviero 10.05.05 18:28| 
 |
Rispondi al commento


Mmh...

mi sa che su "Porta a porta" di stasera mi hanno detto una cazzata...

Francesco Marcellini 10.05.05 16:57| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe se ognuno di noi cominciasse ad attuare quel processo di autoguarigione che e in noi non esisterebbero piu le medicine o almeno se ne farebbe un uso piu appropriato cosa che non succede ora.IO DIREI CHE CI SONO DELLE PAURE CHE CI BLOCCANO E NON CI FANNO VEDERE NOI STESSI.

marco barbieri 10.05.05 14:30| 
 |
Rispondi al commento


A proposito.

Volevo comunicare a tutti gli interessati (magari anche a Beppe Grillo, chissà...) che stasera (10 maggio 2005) la trasmissione di Bruno Vespa si occuperà della Terapia Di Bella.

Francesco Marcellini 10.05.05 13:22| 
 |
Rispondi al commento


Sembra che, dopo il casino suscitato dalla multiterapia Di Bella qualche anno fa, Beppe Grillo abbia abbandonato l'argomento "Cancro e ricercatori alternativi" per interessarsi, invece, all'argomento "Bond e finanza spregiudicata".

Mi pare che non gli freghi più molto, né di Di Bella, né delle teorie di Hamer, né di quelle di nessun altro.

Giorgio Gaber, tanti anni fa, cantava "Quando è moda, è moda...". Come dargli torto?

Sempre pronto a ricredermi, naturalmente.

Francesco Marcellini 10.05.05 10:57| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe grillo, ti scrivo per raccontarti la mia storia medica, sperando di incuriosirti al fine che tu, abile scovatore di imbrogli legali, parli un giorno della nuova medicina.
due riche per raccontarti che ho sofferto di emicrania cronica fin dalla nascita, e che come ogni bravo paziente mi sono prodigata alla ricerca dei migliori specialisti del settore. sono sempre stata un caso medico limite, nel senso che per alcuni anni della mia vita (ho 32 anni, sono laureata esvolgo la professione di architetto)non ero più in grado di lavorare e tanto meno di avere una vita normale proprio a causa dell'entità dei miei mal di testa. naturalmente mi sono rivolta a più specialisti, tra cui l'ultimo un luminare a livello internazionale; per farla breve, perchè nn è il mio scopo essere pedessequia sulle mie vicissitudini, la medicina ufficiale mi aveva ridotto in uno stato, permettimi la parola, di rincoglionimento perenne perchè mi dava miscugli di medicine tali da rendere un vegetale anche la persona più tenace, peraltro senza mai ottenere neanche l'attenuazione dei miei mal di testa. un giorno al limite fisico di tale situazione decido di interrompere tutto e nello stesso periodo entro a conoscenza dell'esistenza del dott. Hamer e della nuova medicina. ti posso dire che in un anno e senza prendere neanche un farmaco sono guarita con mio enorme stupore, perchè vengo da una cultura scientifica e nn credevo in niente che non fosse "chimico" e prodotto da case farmaceutiche!
tanto per darti due notizie:
- il dott. hamer è il padre del ragazzo che fu ucciso all'isola di cavallo da emanuele di savoia;
- il dott. hamer ha 4 lauree;
- il dott. Hamer è attualmente in carcere in francia con l'accusa di esercizio illecito della medicina,la realtà è che è l'unico mezzo che il potere ha trovato per fermare una rivoluzione medica che porterebbe all'estinzione delle case farmaceutiche e di tutto il potere che c'è dietro;
-molte malattie che noi crediamo inguaribili in realtà o nn esisteono o sono guaribili;
-il dott. hamer, se riesce per tempo ad uscire dal carcere, dovrebbe essere candidato al premio nobel;
....se sono quanto meno riuscita ad incuriosirti il sito italiano ufficiale della nuova medicina è: wwwnuovamedicina.com, oppure se ti va di scrivermi il mio indirizzo è sdellira@yahoo.it
confido nella tua curiosità intellettuale, e spero nella tua forza divulgativa per aiutare un uomo, che ad oggi è trattato come un criminale e che forse un giorno il mondo gli rendererà merito.
ti abbraccio e ti faccio i complementi per gli spettacoli che negli ultimi anni hai tenuto a livorno!
susanna

susanna dell'ira 10.05.05 10:00| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, vorrei lanciare un'idea per contrastare lo strapotere dell'industria farmaceutica e favorire un ritorno ai metodi naturali (ovviamente nei casi di patologie minori); credo che sarebbe una bella idea co-creare una lista di "rimedi della nonna" a cui poter ricorrere alternativamente alla farmacologia industriale. Per dare un piccolo contributo, vorrei segnalare due rimedi che ho testato personalmente e che mi sento di definire "efficaci"; per il raffreddore: anziché inalarsi quei terribili spray al napalm, un quarto d'ora di fumenti con bicabornato sciolto in acqua calda; per il mal di denti: foglia di lattuga bollita sul dente dolorante.
Grazie per l'attenzione

ROBERTO VIGANO' 10.05.05 09:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Se la cura Di Bella funzionava, allora vogliamo dire che funzionava anche l'ascorbato di potassio con cui il Prof. Pantellini curava i malati di cancro?

Guardate che il Prof Pantellini non era mica uno stupidotto qalsiasi...

Lo sapete che lo raccontava Beppe Grillo qualche annetto fa?

Come mai non se ne sa più nulla?

Ci siamo rotti le palle di parlare di certe cose?

Preferiamo parlare dei "bond" dell'Argentina?

Francesco Marcellini 09.05.05 22:20| 
 |
Rispondi al commento

....ancora persone che credono alla farsa della sperimentazione sul MDB???Ma perchè non tacete invece di sentenziare che il mondo scientifico abbia dimostrato...seeeeeeeee... che la cura Di Bella sia inutile???
Eppure se una persona si fosse interessata realmente ala sperimentzione, alla reale potenzialità del MDB, allo strano aumento esponenziale sugli studi riguardanti le sostanze del MDB, alle centinaia di perizie giurate che hanno "costretto" le ASL a pagare parte della cura visti i risultati positivi effettivi, alle denunce dei NAS sulle manipolazioni nella sperimentazione, ecc.ecc...sicuramente non avrebbe criticato l'opera di riesame del nuovo ministro della salute Storace...lontano anni luce politicamente da me...vicino e molto per come so abbia trattato tale problema...e già ha toccato con mano nel Lazio la realtà della cura del compianto , stimato grandissimo scienziato Prof. Di Bella....
p.s.:ricordo che molti "cervelloni" nel 98 spernacchiavano la cura e lo sostanze che la compongono....LORO stessi oggi le usano e se ne fanno vanto...parlo dei Retinoidi....della Somatostatina (usata sotto mentite spoglie x non rimangiarsi le parole)....della melatonina..allora definita integratore alimentare..Sigh!!!e non finisce qui...poveri noi....

fabio borzi 09.05.05 21:02| 
 |
Rispondi al commento


Ciao Stefano Maini,

Vedi, Beppe Grillo anni fa raccontava testualmente: "Ma vi rendete conto! Sono 30 anni che Di Bella cura la gente e noi l'abbiamo saputo solo ora..." oppure urlava: "Centinaia di persone che avevano inventato cure che non costavano niente sono scomparsi!".

Se gli chiedi adesso cosa pensa dei ricercatori ai quali faceva riferimento anni fa, probabilmente se andrà via fischiettando ed ostentando indifferenza.

L'argomento "Cura Del Cancro" non affascina più così tanto Beppe Grillo. E poi, forse, non è nemmeno più di moda, Di Bella non c'è più e a Beppe Grillo non frega più nulla.

E poi non è semplice parlare di cancro.

Specularci sopra quando va di moda è un pò più semplice.

Coraggio.

Francesco Marcellini 09.05.05 14:49| 
 |
Rispondi al commento

Il liberismo ha permesso ad ogni operatore telefonico di avere la propria rete GSM come ad ad ogni società elettrica di costruire le proprie centrali e così via.
Ora abbiamo 3 o più ripetitori sulla testa!
Speriamo di non triplicare le centrali elettriche!
Per la nostra salute ci pensano le "aziende" ospedaliere o meglio quelle farmaceutiche.
Abbiamo SVENDUTO la nostra salute

Marco Perrone 08.05.05 20:10| 
 |
Rispondi al commento

Ciao sono un nuovo entrato,sono ormai 6 anni che lotto contro un tumore al rinofaringe(kemioterapia radioterapia interventi chirurgici e anche un viccino sperimentale)ma sono solo (per modo di dire) riuscito a rallentare l'avanzare della patologia che adesso mi ha preso i polmoni solo che ora non c'è più nessuna cura efficace e io dovrei praticamente aspettare che arrivino i disturbi e arginarli alla bene meglio insomma sono quasi malato terminale,mi chiedevo:ma il Nuovo Ministro della Sanita invece di rispolverare la cura Di Bella (Bocciata a livello mondiale come cura da i più quotati Oncologi)non accellera nellaricerca sulla Ipertermia o su quella macchina nucleare che à a Torino Da un anno e non si sa più niente:si è vero senzaltro è un opinione interessata però penso di avere delle attenuanti.

Stefano Maini 08.05.05 16:37| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti.
Ciao Beppe.
Da qualche tempo,nel tentativo di emanciparmi da abiti con marchi e marche ben in vista (Che non fanno sconti per portare a spasso la loro pubblicità anzi...) Ero alla ricerca di un paio di pantaloni ANONIMI, di tessuto pressochè indistruttibile, con qualchehe tasca multiuso ma soprattutto freschi, comodi e con ancora una qualche percentuale di fibre NATURALI al loro interno visto che stiamo andando in contro al caldo.
Alchè mi sono venuti inmente quelli dei guardia caccia o dei guardia boschi, così mi sono messo a cercare per negozi del centro.
Pantaloni con tali caratteristiche esistono ma non privi di scritte, lochi e marchi BEN IN VISTA e sopratutto sotto i 100 Euro il paio.
Così trovandomi poco distante da un armeria mi è venuto il colpo di genio e sono entrato.
Ne ho trovati di tutte le fogge e i colori, freschissimi, indistruttibili, pieni di tasche, con cuciture a prova di strappo e in 100% COTONE, dote sempre più rara nell'era dell'oro nero!
Così ne prendo un paio verdi tinta unita, vado alla cassa e signori miei, mi presentano uno scontrino di 37 Euro, incredulo chiedo conferma e mi ribadiscono che si, sono proprio 37 Euro.
Esaltato da tale scoperta mi riprometto di tornare per rifarmi il guardaroba estivo.
Arrivato a casa ancora euforico,li tiro fuori dal sacchetto e li ispeziono in ogni minimo particolare, alchè mi si gela il sangue nelle vene nell'amara scoperta che provengono direttamente dall'esercito americano e più nello specifico dal corpo dei marines.
Inutile dirvi che ora non so che fare, mi sento unpo'una merda, perchè di questi tempi, un conto è essere indecisi se mangiare o meno al mc donald o se bere qualche lattina di coca cola in meno,nel tentativo di non finanziare un sistema con cui non si è daccordo, ma quei 37 Euro se pur pochi, almeno la metà sono andati in mano a gente che sarà presa dall' indecisione di se comprarci una mina anti uomo, quattro scatole di proiettili o chissà che altro aborto concepito dalle più terribili menti umane della storia.
E'mai possibile che i migliori materiali e tecnologie vengano concepiti e prodotti in ambito militare, vedi internet e le telecomunicazioni!
Possibile che sto CAZZO di made in italy che tutto il mondo ci invidia non sia capace di produrre un paio di pantaloni tinta unita, 100% cotone con tasche sulle gambe e con una vestibilità che neanche un abito fatto su misura da un sarto!!!
Neanche sui banchi del mercato se ne trovano di brage del genere per 37 Euro in ITALIA!
Scusatemi losfogo, ma solo chi non vede al dilà del proprio naso può rimanere indifferente in un sistema del genere.
Ciao a tutti e buona giornata... Nella misura in cui lo può ancora essere dopo aver letto una roba del gnere!
Andrea.

Andrea Sperelli 08.05.05 15:53| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe
soffro perchénon posso far conoscerti ai miei amici che non sono di lingua italiana!!!!!
A quando tuoi cammenti in lingua tedesca, spagnola, inglese, eccc............
forza!!!
francesco

francesco cosentino 08.05.05 14:23| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
il mio parere, che muoverà risate e rabbia… In genere accade questo.
Interessi economici a parte, che si possono negare quanto l’esistenza del sole, conosco l’ambiente della ricerca.
La scienza non può, SEMPRE, studiare ciò che non conosce grazie a leggi e strumenti noti.
Non posso pesare una malattia con la bilancia, oppure valutare la pazzia con un metro.
La discussione sui cellulari non avrà mai fine, perché pochi – oggigiorno – hanno i mezzi e la conoscenza per indagare le energie sottili (rigorosamente elettromagnetismo, ma molto debole).
Chi può farlo sta facendo scienza, ma al di fuori di essa.
Le leggi e gli strumenti non sono considerati validi dal mondo scientifico, che si fa due grasse risate e non disdegna il disprezzo, continuando a rifiutarsi di studiare il fenomeno.
Niente finanziamenti, umiliazione pubblica e ostracismo.
Quindi, caro Beppe, il problema non è solo nella politica in putrefazione, oppure nelle multinazionali cattivone. Il problema è nella forma mentis di tutti noi.
Mi si può anche ricoprire d’insulti (non mi riguarda), ma non faccio nomi: chi ha capito il problema dei cellulari (e di vibrazioni dello stesso tipo) ha scoperto anche una verità più preoccupante di quella proposta anche dai detrattori ufficiali del telefonino.
Non faccio nomi, perché se la scienza (l’industria) dovesse mettere le grinfie su certe conoscenze, lo farebbe soltanto per guadagno, distruggendo ed occultando la verità scomoda come spesso accade.
Verranno giorni migliori.
Grazie di tutto.

Carlo

carlo tosetti 08.05.05 11:54| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe ti stimo, ti ringrazio per lo spazio che mi dai. Tengo a precisare che cio' che aggiungo al Blog non e' una mia scoperta, ma semplicemente cio' che leggo dalla rete dai vari link da me preferiti. Ho deciso di aiutare la tua, la nostra causa aggiungendo di volta in volta informazioni qui da te. Sperando di fornire uno spunto di discussione ecco il mio primo Blog:

***
Il cardiologo statunitense Thomas Levy ha ripreso il lavoro di Klenner in un libro, “Vitamin C, Infectious Diseases & Toxins: Curing the Incurable” (Vitamina C, malattie infettive e tossine: curare l'incurabile). Levy afferma che la medicina ha regolarmente ignorato le ricerche che dimostrano come elevate dosi di vitamina C possano combattere batteri, tossine e serie infezioni virali, quali influenza aviaria, SARS, epatite e herpes. “Non si tratta della convinzione di una manciata di appassionati”, afferma Lavy. “La vitamina C è la sostanza su cui si sono fatte più ricerche al mondo. Nonostante ciò sono tutte state scartate.” Levy sostiene che addirittura l'AIDS potrebbe essere controllata se si somministrasse una dose abbastanza elevata di vitamina C. Approfondimento: http://news.independent.co.uk/

***

pasgal

Pasquale Galasso 08.05.05 11:43| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe, mi chiamo Davide,
anzi tutto complimenti per lo spettacolo,lo ho visto il 6 maggio a Genova,sono un tuo concittadino, nonchè grande fan (forse è il 10 o 11 spettacolo al quale vengo)...sono felice di questa tua scelta di aprire un blog..uno spazio dove si può dire la propria...in un momento dove sembra essere tornati alla censura cristiana e medioevale dove il vecchio speaker's corner sembra essere sparito ...dove la libertà di pensiero di espressione, di commento, non di giudizio, pare essere un reato...mi piacerebbe esprimere la mia su 1000 argomenti ma non voglio assillarti alla prima mia e mail... solo una riflessione...
L'altro giorno, prendendo l'autobus, (fortunatamente non sono solito usarlo utilizzando mezzi propri), dopo mesi che non lo facevo, in piedi ed appoggiato al finestrino guardavo fuori...gente ..auto ...cartelloni...cose...con la mente libera da pensieri particolari o abitudinari di tutti i giorni, ...giornata serena, anche se un pò velata,...ebbene..(arriva al dunque dirai)... in piedi e più alto rispetto a tutto ciò che avevo intorno ...mi sono reso conto della diversa prospettiva che può esistere intorno a me ...a noi...un diverso angolo di visuale... un diverso punto di vista !! ...dall'alto riesci ad individuare più aspetti... a cogliere particolari diversi ed inusuali...quasi a conoscere in anticipo le mosse... i movimenti di chi o cosa osservi dall'alto...ne osservi i movimenti in maniera più evidente...forse più nitida... più estesa...allora ho pensato...dall'alto domini...dall'alto scruti...dall'alto anticipi...dall'alto puoi ordinare e "disordinare"...dall'alto puoi comandare ...dall'alto puoi dirigere...(ogni riferimento è puramente casuale!!!)...ma dall'alto puoi anche prevenire...dall'alto puoi anche proteggere...dall'alto puoi imparare ...dall'alto puoi aiutare ed insegnare(il riferimento quì è più "celestiale" ^_^)... e allora...all'altezza in cui siamo tutti i giorni possiamo "sopravvivere"... vivere con dignità...abbiamo una visione più lineare e probabilmente troppo standard, con poche, lievi ed impercettibili variazioni...allora mi chiedo se l'angolo di visuale lo spostiamo in basso...dal basso!!... che prospettiva ne uscirebbe fuori...?! forse si osserverebbero e si noterebbero meglio le storture...le brutture...forse sarebbe più difficile ordinare...prevenire...aiutare...al contrario di come avviene sopra...sicuramente si vedrebbero meglio le gomme e lo sporco sotto le scarpe della gente...non lo so...
la mia, forse, è solo una visionaria e sognante visione di un attimo di vita, una specie di miraggio vissuto a bordo di un autobus della mia città...:-)
con simpatia...Davide
...spero tu possa..con tuuuutta calma rispondermi.. a presto...

davide serraino 08.05.05 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Gent.mo sig. Grillo,
dopo aver ripetutamente potuto apprezzare i suoi spettacoli negli scorsi anni fino all'ultimo tenuto qui a Udine, grazie alle IENE ho appreso della possibilità di accedere al suo sito ( ho poca dimestichezza con Internet, ma mi sto applicando!). Ho trovato estremamente interessante quanto da lei divulgato in merito al problema della prostata e ne farò tesoro dato che ho un papà di 83 anni terrorizzato da questo pensiero ed un figlio di 18 anni che prima o dopo potrà essere interessato alla cosa. Tuttavia la contatto per un quesito da porle: qual è il suo pensiero in merito alla vicenda del dr. HAMER? E' in carcere in Francia e fra qualche giorno compirà 70 anni;non ha ucciso nessuno, anzi se andiamo a vedere è a lui che hanno ucciso un figlio; ha sviluppato un concetto di Nuova Medicina che potrebbe essere una nuova finestra nel campo medico: perchè lo si osteggia così fortemente? La ringrazio anticipatamente per la disponibilità accordatami e confido in un suo possibile commento.
Distinti saluti
Licia Pirlo
Viale Volontari della Libertà 36/2
33100 Udine

P.S.:Vivo a Udine, ma non sono friulana, sono meridionale e ne sono orgogliosa!

Licia Pirlo 08.05.05 11:13| 
 |
Rispondi al commento

cara Liliana Amadò

. .. Metti il naso anche dove non dovresti e sobilli gli animi in continuazione.Questo non é bello!!!!!!!
Perché non rispondi mai ai postati. Dovresti ......scegliere un argomento ricevuto e una volta al giorno rispondere. Datti una mossa, altrimenti diventi "stufoso".
Saluti
Postato da: Liliana Amadò il 08.05.01:29

guarda l'ora del tuo post !

o il tuo compi é fuso , altrimenti nn mi pare serio.
propendo x la 1a ipotesi,xcio' ti rispondo.

dici che siete in migliaia? Pensa che solo in Italia ci sono 60 milioni di individui/cittadini....
sono sincero : o sei molto benestante,oppure
non esagerare le tue pur legittime ansie.Niente panico!
Tu una casa ce l'hai. Goditela!
Approfittane x stare di più con te stessa e con i tuoi cari.
felice giornata a te ed ai tuoi prossimi.

4.2 Mc PS de la Sihl

fortu casile 08.05.05 10:39| 
 |
Rispondi al commento

A proposito del trimprob realizzato dalla Galileo Avionica, propongo una iniziativa anche se non conoscendo i costi del "manganello" (così come tu lo definisci) potrebbe essere una bufala.
Se l'utilizzo dello stesso potesse evitare esami molto più costosi per il sistema sanitario e molto più invasivi per il paziente, non sarebbe il caso di obbligare i medici di base ad averlo?
In questo modo, i medici di base farebbero finalmente un "c...o" ed i pazienti eviterebbero di portare soldi raramente fatturati ai professoroni del "c...o". Storace ed il servizio sanitario risparmierebbero molti soldi per ecografie, tac, scientigrafie, ecc.... e la povera gente risparmierebbe di spendere soldi in ticket o in parcelle mediche...
E' vero, in questo modo il Pil non salirebbe ma per lo meno per qualche volta eviteremmo di farci infilare qualcosa da dietro!

carmine pacchiano 08.05.05 09:59| 
 |
Rispondi al commento

Ma Beppe stai impazzendo???? Raddoppiare il prezzo del carburante??? Ma dico stai impazzendo, poi vengo da te a farmi rimborsare la differenza. Io ho, come migliaia di altri, bisogno l'auto per andare a lavorare visto che non ci sono mezzi pubblici, (per gli orari che faccio) e già mi mangio una parte di stipendio. Ho una casa che mi costa fatica a mantenerla, se mi aumenta del doppio il gasolio cosa faccio. Non riscaldo più in inverno??
Ma fammi il piacere, fa il COMICO e lascia stare il resto. Mi eri simpatico ma a poco a poco mi accorgo che per te fare il comico è un po' come fare il politico. Metti il naso anche dove non dovresti e sobilli gli animi in continuazione. Questo non é bello!!!!!!!
Perché non rispondi mai ai postati. Dovresti scegliere un argomento ricevuto e una volta al giorno rispondere. Datti una mossa, altrimenti diventi "stufoso".
Saluti
Liliana

Liliana Amadò 08.05.05 01:29| 
 |
Rispondi al commento

Solo poche parole per esprimere rispetto e pieno appoggio ad uno dei comici più geniali e sinceri che il Bel Paese abbia mai visto.Sembrerà inutile e scontato dire queste parole annegando nella mediocrità dei soliti commenti, ma una delle tante cose che dal comico e uomo Beppe Grillo forse ho imparato a fare, è che se qualcosa di sensato e a cui credo con passione mi passa per la testa, preferisco dirla piuttosto che lasciarla morire senza respiro.
Grazie!!

Licio Trapasso 08.05.05 00:16| 
 |
Rispondi al commento

Non so perché ti scrivo.

Te lo dirò la prossima volta.

Forse.

Giuseppe Massimo Verderame 07.05.05 23:19| 
 |
Rispondi al commento

Grande Beppe,
intanto la mia solidarietà per le ore in tribunale che stai affrontando e hai affrontato per la libertà della verità.
Una domanda su due servizi ai tg rai sulla cura Di Bella (e il suo inventore etichettato come venditore di illusioni) dopo l'intenzione del nuovo ministro dalla salute di rendere mutuabile la somatostatina.
Ricordo qualche anno fa ad un tuo spettacolo che affrontasti il tema in maniera approfondita.
Hai qualche news in merito?
A presto
Manu

emanuela camurani 07.05.05 18:22| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe in questo commento sarò molto breve.
Come posso avere fiducia nella ricerca e nella medicina ed ora anche nella politica, se per fare una fecondazione assistita devo indebitarmi, e in più sperare sulle prossime elezioni del 12 giugno.
perchè anche sulla fecondazione assistita in italia si deve speculare?

luigi Benedetti 07.05.05 18:10| 
 |
Rispondi al commento

mia nonna è stata operata ad un seno perchè aveva un tumore... quindi gli è stato levato un seno. tutto questo 15 anni fa... il medico gli ha prescritto un farmaco che le ha procurato un tumore all'utero. il medico le ha prescrittto il farmaco per 15 anni mentre la casa farmaceutica che lo produce lo consiglia per un massimo di 5 anni e sempre sotto controllo. cosa posso fare per impedire che questo medico nuocia ad altre persone... non credo più alla sanita. Cilitti Omar

OMAR CILITTI 07.05.05 17:32| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
quando vado dal medico di base(per la cui scelta ho già fatto una coda estenuante alla sede della ASL2 Savonese)devo sempre fare una lunghissima coda, oltre alle solite vecchiette e alcuni meno vecchietti, ci sono poi gli informatori scientifici, le telefonate, ecc...

Perchè non adottiamo la soluzione indiretta? si va dal medico si paga la consultazione e si viene rimborsati direttamente sul conto corrente nel giro di una/due settimane.
Tanto le vecchiette che vanno a misurarsi la pressione un giono si e un giorno no, non ci andrebbero più così sovente, e anche tanti altri pazienti andrebbero solo quando veramente ne sentissero il bisogno. Il medico avrebbe più cura del paziente/cliente, perchè se non mi sento trattato con la cura adeguata me ne posso andare da un altro.
Idem per gli esami.
Dico tutto questo perchè quando vivevo in Francia, questo era il sistema, lo è tutt'ora!!

La prova che della sanità non importa ai nostri governanti è il nuovo ministro "Storace", che ci fà al ministero della sanità?
Ciao
Annibale

ANNIBALE PONCHIELLI 07.05.05 12:45| 
 |
Rispondi al commento

ciao sono Stefania vorrei sapere cosa ne pensi della cura Di Bella?
Ciao Stefania

Stefania Ambruosi 07.05.05 11:36| 
 |
Rispondi al commento

per il Dott. Carlo Minardi:
e' dal 2003 che articoli si susseguono continuamente. Tutte le maggiori testate giornalistiche hanno pubblicato terze pagine dedicate al trimprobe . Lo stesso dicasi per i tg di tutte le reti.

Per quanto riguarda le pubblicazioni scientifiche e non divulgative, invece , la doc. citata e' effettivamente una delle poche , se non l'unica .

Probabilmente il divulgazione su mass media e' avvenuto con un certo anticipo sulla dispon. del prodotto, e questo puo'avere avuto un effetto negativo.

Personalmente non credo all'ipotesi del complotto.

cordiali saluti

claudio poggi

Claudio Poggi 07.05.05 09:17| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, sono anni che ti vorrei chiedere una cosa, forse mi è sfuggita una cosa o forse con l'età i ricordi si perdono, comunque è questa:
una sera partecipavo ad un tuo spettacolo a Correggio di Reggio Emilia ad un certo punto sei venuto fuori con questa frase (correggimi se sbaglio) QUELLA PUTTANONA DELLA MONTALCINI ecc...ecc..
Ricordo che ci fu un attimo di smarrimento in platea nel più totale silenzio, ma poi non ricordo il perchè o forse ragionando a freddo sulla frase mi sono perso la spiegazione. Potresti darmela?
Con immenso affetto e rispetto Roberto

roberto righi 06.05.05 20:10| 
 |
Rispondi al commento

-Ho letto un'indagine sui pannelli solari svolta dalla rivista Altroconsumo.
Pare non siano molto convenienti per lo più al nord. Cosa ne pensi?
- Cosa ne pensi dell'iniziativa life gate?

Sei GRANDE!!!!
Spero di rivedere il tuo show istruttivo nei prox mesi se sarai in zona verona, modena mantova, ferrara, rovigo.
Grazie.
Ciao.
Alberto

alberto rossi 06.05.05 18:43| 
 |
Rispondi al commento

...Se così fosse spero non mi capiti mai di chiamare mamma e per un problema di linea ritrovarmi a parlare col testicolo destro di Berlusconi...cioè Schifani!! (per la precisazione il testicolo sinistro è Vito!!)

Marco Pellegrini 06.05.05 18:32| 
 |
Rispondi al commento

io operaio, mia moglie operaia.
praticamente un CUD da privilegiati .

un'ecodopler per me 43 euro.
stessa settimana, visita alle anche alla NEONATA ,32 euro.

si è discusso molto sul fatto di far pagare la sanita' in busta oppure fuori busta, lasciando la liberta' di aprirsi un'assicurazione a livello individuale.

questo governo ha risolto il problema togliendo ogni spazio al dubbio : me la fa pagare in busta e anche fuori.

ma è legale far pagare una neonata ?
io per fortuna ci arrivo ancora.
ma chi non puo' ???

guido franchi 06.05.05 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Grazie di esistere Beppe!
Solo tu, che sei un comico, ci puoi aiutare a sopportare le continue assurdità che politici di turno ci propinano tutti i santi giorni senza alcuna preoccupazione e coscienza del proprio negletto operare!
Mi rivolgo a te, soprattutto, dopo aver assistito al tuo ultimo spettacolo, un continuo "bombardamento" intellettuale che ha ulterirmente contribuito a fami credere quanta poca cosiderazione hanno codesti politici incapaci della nostra vita civile, dei nostri elementari diritti, della nostra salute e del nostro bene.
Mi riferisco a quell'inutile opuscolo sul corretto uso dei farmaci recapitatoci dal ministero della salute per iniziativa dell'ex ministro Sirchia che affidava alla comunità una serie di notizie inutili, molte delle quali di dominio pubblico ormai, e inesatte sul presunto miglioramento dell'aspettativa di vita media dovuto ad un uso giudizievole dei farmaci.
La regione dalla quale scrivo ha fatto un pò meglio, ha deciso che quell'opuscolo, cioè quello del ministero, non avesse adempiuto a spiegare tutte le regole che vanno osservate per fare un uso appropriato di medicinali.
La regione Basilicata ha inviato a tutte(?) le famiglie della basilicata una aggiunta di consigli "per vivere meglio e più a lungo", così dicono, che ha per titolo "fai la mossa vincente!usa i farmaci correttamente".
Sotto il patrocinio della regione basilicata, dell'ordine medici di basilicata e dei farmacisti di basilicata ci sono arrivati una serie di avvertimenti superflui quanto falsamente allarmanti tipo "avverti il tuo medico o farmacista di eventuali effetti collaterali"...ma và! Cioè se avessi preso un farmaco (si presume prescritto da un medico per curare una vera malattia) e riscontrato di avere degli effetti collaterali dovrei avvertire un medico? Ovvio, mica me lo tengo per me!
O come ancora "tieni i farmaci lontano dalla portata dei bambini", é tra le prime cose che sa anche un bambino, di dover stare alla larga da quei flaconi!! E così per altri dieci avvertenze del genere. Dico grazie a questi politici che ancora una volta hanno speso male i nostri soldi e ancora una volta hanno indirizzato risorse in qualcosa che non migliora di certo l'aspettativa (cos'è qusto termine?!) di vita non inteso come longevità ma come qualità di vita e dei servizi che normo-capaci amministratori locali dovrebbero tendere a migliorare sempre più.
Ritengo sia opportuno denunciare gli sprechi e gli imbrogli, soprattutto quì da noi nel mezzoggiorno che è diventato da circa 80 anni, se non più, tra i primi punti da affrontare nei programmi del governo di turno, quando si parla di questione meridionale mai superata e così via.
Ma stiamo sconfinando e questo è un altro argomento che meriterebbe una lunga riflessione.
Chiedo ai politici di parlare meno del mezzoggiorno, anzi di smetterla di considerare il sud come il problema irrisolto della nazione.
Gli uomini fanno la storia...quelli del sud la sopportano ancora!

pasquale brindisi 06.05.05 17:44| 
 |
Rispondi al commento

"Sarà questo il motivo per cui questo sistema fatica a diffondersi negli ospedali?"

Caro il mio Beppe, tempo al tempo. L'UNICO articolo su questo sistema in tutto il mondo è datato gennaio 2005. Immagino ci vorranno ancora sperimentazioni su lunghi follow-up e trials clinici per valutarne la reale efficacia, similmente alla fase IV dei farmaci. E poi, ovviamente, dovrà entrare nelle Linee Guida. Spesso sembra solo burocrazia, ma ti assicuro che nella stragrande maggioranza dei casi serve solo ad ottimizzare la sensibilità e la specificità di un trattamento o di un test diagnostico (i famosi falsi pos e veri negativi).

Speriamo che sia davvero un buon metodo (addio caro vecchio PSA delle balle).

saluti
(riporto l'abstract del lavoro)

Eur Urol. 2005 Jan;47(1):29-37; discussion 37. Related Articles, Links


Non-invasive detection of prostate cancer by electromagnetic interaction.

Bellorofonte C, Vedruccio C, Tombolini P, Ruoppolo M, Tubaro A.

Department of Urology, S. Carlo Borromeo Hospital, Milan, Italy. carlo.bellorofonte@fastwebnet.it

OBJECTIVES: Malignant and normal tissues are known to have different electromagnetic properties, and various attempts have been made to use these information for diagnostic purposes. A nonlinear tuneable oscillator (Trimprob) generating extremely low energy multiple electromagnetic fields has been developed for non-invasive analysis of electromagnetic anisotropy in humans. Objective of this study was to evaluate the feasibility of prostate cancer detection using the TRIMprob and to evaluate its diagnostic accuracy. METHODS: 757 men were evaluated with the TRIMprob between July 2002 and May 2003 in a prostate unit. The TRIMprob was moved over the surface of the patient's perineum while standing, normally dressed, in front of the system receiver. A single operator, blinded to the patient status, conducted the tests. Nonlinear resonance was analysed at 465, 930 and 1395 MHz. RESULTS: Analysis of resonance values at 465 MHz showed a significant difference between controls, patients with benign prostatic hyperplasia and patients with prostate cancer. In our study population, a sensitivity of 95.5% and specificity of 42.7% for the diagnosis of prostate cancer with a positive and negative predictive value of 63.6% and 89.8% was found. CONCLUSIONS: The results of this study confirm the possibility of electromagnetic detection of cancer. An extracorporeal scan by the TRIMprob can identify patients at risk for prostate cancer, and recognise those in whom the risk is extremely low. The results of the present study represent a proof-of-concept, which may open a new field of medicine.

PMID: 15582246 [PubMed - in process]

Carlo Minardi 06.05.05 17:20| 
 |
Rispondi al commento

Susate io sono confuso, ma ho scarricato skype ho conprato 10 euro di credito ma non funziona. Ho provato riprovato ma niente mi dice che non é attivo poi in basso c'é scritto "cancelled" in pratica mi hanno fregato 20 euro esiste qualcuno di buona volontá che potrebbe contattarmi magari in privato é darmi una mano!!! Grazie

Pietro Damaso 06.05.05 15:47| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe!

Il ministro (...) Storace riapre il caso Di Bella...
Tu, che sei un comico, cosa ne pensi?

:-)

roberto rossi 06.05.05 14:55| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE VOLEVO SAPERE SE TU PUOI SPIEGARMI COME MAI LO STATO CHE E' COSI' ATTENTO ALLA MIA SALUTE CHE MI OBBLIGA A METTERE LE CINTURE ED IL CASCO PER TUTELARE LA MIA PERSONA SI PERMETTA DI VENDERE LE SIGARETTE SU CUI E' SCRITTO CHE E' UN PRODOTTO CHE UCCIDE. ADDIRITTURA SU QUESTO ARTICOLO CHE UCCIDE LO STATO GUADAGNA PARECCHI SOLDI E NON HA LA MINIMA INTENZIONE DI RINUNCIARCI(30.000 MALATI DI MALATTIE POLMONARI ALL'ANNO QUANTO COSTANO?). FORSE DA ORA IN POI TUTTI POSSONO VENDERE PRODOTTI CHE UCCIDONO O SOLO LO STATO ???
POTREBBE ESSERE UN BUONO SPUNTO PER UN BREVE ESCURSUS DEL TUO SPETTACOLO E SMUOVERE L'OPINIONE PUBBLICA (COMPLIMENTI L'HO VISTO IERI SERA... VERAMENTE ECCEZIONALE)

Paolo Cappa 06.05.05 14:04| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo con Beppe. Tra l'altro sono attualmente vittima di un'installazione selvaggia di una radio stazione mobile sul tetto del mio palazzo che, secondo la Legge regionale n. 11 del 2001 non potrebbe neanche essere installata perchè...c'è un asilo ai piedi del mio palazzo!!! ma..il gestore si è messo d'accordo con il proprietario del palazzo e ora...gli inquilini subiscono la presenza del mostro e come al solito..a spese nostre...dovremo richiedere al Comune, all'Arpa e chissà a chi altro di verificare se quel mostro lì ci può stare o meno!!! Tanto..ora che i bambini crescono e scoprono di avere qualche danno...facciamo tempo a morire tutti!!!

silvia p. 06.05.05 13:50| 
 |
Rispondi al commento

Ho scritto alla società costruttrice per avere ulteriori informazioni su quest'esame alla prostata, ma, oltre al fatto che quasi tutto il sito non funziona, la mail che ho inviato mi è tornata indietro: ----- The following addresses had permanent fatal errors -----

(reason: 550 5.1.1 ... User unknown)
E' stato boicottato o semplicemente è l'ennesima trovata pubblicitaria tutta italiana??? Boh

Alessandro Cifariello 06.05.05 12:33| 
 |
Rispondi al commento

Ciao,
sono una radicale e lavoro al partito. Ti ho sempre stimato tantissimo ed ho pure assistito ad un paio di tuoi spettacoli, ora vengo a sapere che sei contrario al referendum del 12 e 13 giugno contro la legge 40 sulla fecondazione assistita!e che addirittura inviti all'astensione! Possibile? Mi suona così strano... mi puoi spiegare per favore? spero siano solo dicerie...
salut

Francesca D'Esposito 06.05.05 10:41| 
 |
Rispondi al commento

Oggi mi sono accorto del Suo sito, così ho approfittato dell'occasione per commentare un paio di articoli, questo tema della sanità per cause di lavoro è quello con cui mi confronto spesso, gli articoli sulla Galileoavionica , i cellulari, il dr. Veronesi e le case farmaceutiche fanno parte di uno stesso cerchio.Questa è la mia ipotesi ; alle persone viene proposto l'utilizzo della tecnologia, ma non quella per verificare in maniera non invasiva il proprio stato di salute e scegliere di correggere abitudini alimentari non salubri e mantenere uno stato di salute buono, piuttosto quella dei cellulari che migliorano la comunicazione a distanza che però hanno anche qualche ragionevole dubbio sulla loro innocuità. L'alimentazione dei nostri antenati ci ha permesso di essere quì, oggi, soprattutto perchè priva di OGM, sebbene le condizioni di vita dei secoli scorsi non fossero così comode come quelle attuali.Qualche tempo fa ho visto, a tarda notte, su "Report" un servizio sull'utilizzo del riso OGM in India e della pressione di alcune multinazionali per soppiantare il loro riso tradizionale, questo riso ha una particolarità che non può essere utilizzato per la semina, quindi si deve riacquistare ogni volta creando un cliente della multinazionale. Spesso la stessa multinazionale produce anche i farmaci, l'uomo occidentale attuale poco sopporta la malattia lieve o grave che sia e vuole una soluzione immediata a problemi che si è creato con sue scelte alimentari e comportamentali, quindi il farmaco è la soluzione purtroppo per le leggi di mercato anche nei farmaci ci vuole il prodotto "nuovo", che non è sempre meglio del "vecchio" sia per efficacia o per sicurezza. Quindi per vendere un prodotto farmaceutico, come per ogni prodotto occorre fare la pubblicità, che ci assicura che il farmaco ci curerà, ho scritto curerà non guarirà, così ci togliamo l'onere di occuparci Noi stessi della Nostra Salute, e poichè nel mercato si sceglie l'oggetto che vende meglio ecco spiegato il non utilizzo dell'apparecchio Galileo Avionica e l'immissione nel mercato di farmaci dalla pericolosità "scientificamente provata". A volte le ipotesi fondate su dati oggettivi, sembrano surreali per questo sono una specie di ironia che scatena il riso di molti.

Giancarlo Persia 06.05.05 09:54| 
 |
Rispondi al commento

Cosa devo dire io che ci lavoro otto ore al di' co sti' "cavolo" di telefonini....per 900 eur al mese. Come dici tu Beppe mi spuntera' un cactus dall'orecchio eheheheh..Sono con te'

mario bortoluzzi 05.05.05 16:53| 
 |
Rispondi al commento

Scusate il mio intervento ma sembra che molti parlino di cura del cancro come se ne esistesse una, come se ce ne fosse una e qualcuno la tenesse nascosta per interessi di vario genere. Dato che sono un biologo molecolare, e faccio ricerca da circa 10 anni in vari istituti Italiani ed Europei (ora sono al Max Planck di Monaco di Baviera) mi sono sentito alquanto toccato.

Poco so della clinica della cura del cancro, ma mi direi alquanto documentato sull'aspetto molecolare dell'insorgenza dei tumori e dei cancri.
Un certo dott. Vogelstein b. (lo scienziato piu' citato del mondo) ha scoperto (e ci sono centinaia di articoli in merito che vanno tutti nella stessa direzione) che il cancro non e' un fenomeno dato dal malfunzionamento di una proteina/gene ma dall'accumularsi di una serie di mutazioni, malfunzionamenti di varie proteine/geni. Alcune di queste insorgono nelle fasi precoci, altre nelle fasi tardive. Le cellule che sono vettori di queste mutazioni sopravvivono meglio proliferano meglio e sono in grado di trovarsi nuovi tessuti da colonizzare. Queste cellule vengono selezionate nel corso del tempo, come gli organismi migliori sono stati selezionati nel corso dell'evoluzione. Alla fine sopravvivono le cellule piu' tumorigeniche che hanno accumulato centinaia di mutazioni e malfunzionamenti nelle loro proteine/geni. La cosa che rende il tutto piu' complicato non e' il fatto che le cause dell'insorgenza del cancro siano molteplici, ma il fatto che tutte queste cause o malfunzionamenti siano diverse, sia da individuo ad individuo all'interno dello stesso tipo di cancro sia tra cancri diversi. Pochissimi e rari sono i geni/proteine che se mutati di per se danno cancro, sicuramente non la maggioranza. In un caso una cura puo' dare benefici notevoli e portare alla regressione ma in un altro no perche' le cause molecolari sono profondamente diverse. Per questo NON ESISTE una cura eguale per tutti i tipi di cancri. Per questo anche se con lo stesso tipo di cancro due pazienti possono essere affidati a cure DIVERSE. Se in un caso la Somatostatina e' efficace nella cura in un altro NON LO E'. La somatostatina non e' una pozione miracolosa che tutti tengono nascosta.
Cosi' come non lo e' IRESSA per il cancro al seno.
Per questo esistono i protocolli di ricerca. Se ti ammali di cancro e ti iscrivi ad un protocollo di ricerca provano ad identificare il "profilo" del tuo cancro, cioe' il profilo PERSONALE, in termini molecolari, che giace alla base dell'insorgenza e del mantenimento del tuo specifico cancro. Se non lo fai verrai messo su un protocollo "standard" uguale per tutti i tipi del cancro specifico, la differenza sta nell'80% di sopravvivenza.

Il tutto solo per precisare che le pozioni miracolose tipo "somatostatina e stai da Dio" sono buffonate. Sempre a mio modesto parere.

Beppe: bello il tuo spettacolo di Roma. A parte tutte le considerazioni sui particolari delle cose che hai detto, una cosa me l'hai trasmessa: non ti arrendere MAI! E' davvero commovente la tua voglia di fare e di non darti mai pace.
Forte!

Guido


Guido Pante' 05.05.05 14:22| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, di tutte le notizie e scoperte che hai fatto, questa credo che sia l'unica (del rivelatore di tumori) dove se si batte la strada del sondaggio popolare, potresti realmente cambiare le cose e fornire alle aziende ospedaliere uno strumento supervalido. Il resto delle tue battaglie è storia antica quanto il mondo, fa piacere che qualcuno si impegni, ma le cose prima di cambiare e cambiarle. Su di una cosa sono d'accordo: ber abbattere una cosa non bisogna usarla.

Max Miniati 05.05.05 12:10| 
 |
Rispondi al commento

"Io che al pari di Dio e dell'umanità sono il nulla di ogni altro, io che sono il mio tutto,io che sono l'unico!"

Spero vivamente che nessun medico usi mai lo pseudonimo di Max Stirner. Per il resto sono d'accordo su molte delle cose da lei dette. Oggi stesso andrò a comprare "Il dottor Semmelweis" di Céline (ammetto di non averne mai sentito parlare).

Matteo Pesenti 05.05.05 11:42| 
 |
Rispondi al commento

Sì, nessuno più parla della potenziale pericolosità dei cellulari. Come quando si raccomandava avessero almeno l'antenna fuori durante la conversazione... oggi ne sono del tutto privi!! Come la mettiamo? Il business ha davvero la prevalenza su tutto, non ci si scappa...!

Ottone Taddei 04.05.05 23:04| 
 |
Rispondi al commento

E' un po' come dire che la colonscopia dimostra che i vibratori si possono vendere anche agli uomini senza rischi per la loro salute.

Riccardo Palazzani 04.05.05 22:57| 
 |
Rispondi al commento

continuate cosi

gabriella pintacuda 04.05.05 17:08| 
 |
Rispondi al commento

Non per essere critici ma l'aspirina che ha fatto la fortuna della Bayer non e stata scoperta in laboratori con acceleratori di particelle sotto il gran sasso da un manipolo di scienziati, ma hanno seguito un gruppo di animali che mangiando del salice piangente stavano meglio, hanno poi provato, hanno selezionato, hanno estratto L'ACIDO ACETILSALICILICO.Il 100% dei farmaci che ingurgitiamo sono il frutto di scoperte casuali provate su animali da laboratorio e poi sull'animale uomo e nessuno può dire con certezza come funzionano e che effetti collaterali hanno.Ma gli avete visti i medici sono degli spacciatori di prodotti farmaceutici non ti visitano neanche, in base ai sintomi ecco il prodotto io becco la stecca e siamo apppposto così.Sono un pò come i carrozzieri, hai un incidente, porti la macchina a riparare, poi la vai a prendere e tutta bella lucida, pensi che bravo ma non sai che la vita della tua macchina e irrimediabilmente compromessa ruggine cigolii parti mancanti difetti di verniciatura viti mancanti eccc ecc.Quindi i medici come i carrozzieri sono assolutamente da evitare e se capita auguriamoci che ci vada di culo.

Dario Piccolo 04.05.05 16:17| 
 |
Rispondi al commento

Non entro nel merito dello strumento descritto se non per fare una precisazione. Quando nell'articolo si parla di "responso corretto in piu' del 95% dei casi", questo dato si riferisce alla sensibilità dell'esame
(ciò sapere se c'è o meno qualcosa) e non alla sua specificità (sapere cioè cos'è
quel qualcosa)che è solo del 42,7%. Non è una critica. Spero vivamente che il trimprob risulti efficace ma penso sia anche l'ora di finirla di osannare acriticamente tutto ciò che c'è di alternativo alle attuali metodiche mediche. Mi ha stufato questo atteggiamento di "critica a tutti i costi". So che l'informazione è libera ma stiamo attenti prima di dare informazioni pericolose; per esempio prima di dire che la chemioterapia non funziona. Sono un medico e lavoro spesso con oncologi che ogni anno salvano decine di pazienti grazie alla chemio e alla radioterapia. Alcune di loro probabilmente non sarebbero ancora tra noi se avessero letto il commento di Igor Scicchitano di ieri. Forse sarebbero a fare cure con il bicarbonato!! Una cosa non capisco: ci considerate veramente dei mostri capaci di utilizzare terapie che già sappiamo essere inutili?

Matteo Pesenti 04.05.05 15:50| 
 |
Rispondi al commento

Voglio intervenire senza terrorizzare nessuno (è una parola!) ma solo per testimoniare una mia esperienza.
Un mio collega utilizzava frequentemente il telefonino al punto che gli si diceva la solita battuta che stavano inventando per lui una SIM "sotto pelle", così che premendo la guancia poteva rispondere direttamente ecc.
Ebbene, è morto di un tumore al cervello. NON E' ASSOLUTAMENTE PROVATA LA CONNESSIONE DIRETTA CON L'USO INTENSIVO DEL TELEFONO, ma neldubbio usiamolo poco e se proprio indispensabile SEMPRE con viva voce (in auto) o auricolare.

Riccardo Piloni 04.05.05 15:02| 
 |
Rispondi al commento

Soldi soldi sempre soldi beato chi cià i soldi trallalero la la. Si sa che noi italiani siamo pieni di idee e genio, ma come al solito se non cè il grano il business non si fa .
Il buon Clarbruno Vedruccio probabilmente a spese sue ha sviluppato una geniale idea e quando sono arrivati i primi risultati ecco piombare come dei falchi Finmeccanica e tutto il suo carrozzone Galileo Alenia ecc ecc.
Cazzo vuoi mettere Galileo Avionica o Alenia Aereospazio con il povero Clarbruno Vedruccio, strano che appaia ancora.
Presto lo toglieranno di mezzo con un contentino e il magico piffero elettronico sarà una creazione della rinomata Galileo Avionica che lo venterà profumatamente a spese del contribuente.

Dario Piccolo 04.05.05 14:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

UNICEF ITALIA: ANCHE A ROMA UN "OSPEDALE AMICO DEI BAMBINI"

L'Unicef Italia ha annunciato oggi che la Casa di Cura Santa Famiglia di Roma ha raggiunto gli standard validi per il riconoscimento internazionale - promosso dalla stessa Unicef e dall'Organizzazione Mondiale della Sanità - di "Ospedale Amico dei Bambini". L'iniziativa "Ospedale Amico dei Bambini" è stata lanciata nel 1992 per assicurare che tutti gli ospedali accolgano nel migliore modo possibile i neonati e che divengano centri di sostegno per l'allattamento al seno. Dal lancio dell'iniziativa a oggi sono più di 19.000 ospedali in 140 paesi in via di sviluppo ed industrializzati hanno ottenuto il riconoscimento di "Ospedale Amico dei Bambini". Nei paesi dove gli ospedali sono stati riconosciuti è aumentato il numero di donne che allattano al seno ed è migliorato lo stato di salute dell'infanzia. La Casa di Cura Santa Famiglia è il primo "Ospedale Amico dei Bambini" del Lazio, nonché il nono tra gli ospedali italiani riconosciuti, dopo Bassano del Grappa, Soave, Merano, Montepulciano [Ospedali riuniti di Valdichiana], Casa di Cura La Madonnina di Bari, Bressanone, Vipiteno e Pordenone. Per diventare "Ospedale Amico dei Bambini", un ospedale deve applicare le dieci norme specifiche Inicef-Oms in favore dell'allattamento al seno, che prevedono, fra l'altro, di non accettare campioni gratuiti o a buon mercato di surrogati al latte materno, non usare biberon o tettarelle, promuovere la formazione di tutto il personale, il rooming-in [sistemazione del bambino nella stessa stanza della madre 24 ore su 24] e una informazione corretta alle madri per incoraggiarle ad allattare esclusivamente al seno almeno per i primi sei mesi di vita del neonato.

Dario Di Gennaro
fonte ag. Astro9colonne

Dario Di Gennaro 04.05.05 12:06| 
 |
Rispondi al commento

Volevo segnalare una cosa incresciosa che mi è accaduta non molto tempo fa all'ospedale Le Scotte di Siena. È più di un anno che io e mia moglie cerchiamo di avere un figlio. Non avendo ottenuto risultati ci siamo rivolti al centro per l’infertilità del suddetto ospedale. Ci consigliano di fare degli esami sia a me che a mia moglie. Per quello che riguarda me, dovevo fare tra l’altro lo spermiogramma. La dottoressa mi da il flacone, mi dice che dopo aver eiaculato ci dovevo scrivere il nome e cognome e lo dovevo lasciare su una mensola. Dopo, la dottoressa sarebbe andata a prelevarlo e ad analizzarlo. Sappiate che lo sperma deve essere analizzato entro mezz’ora e nel frattempo deve essere conservato alla temperatura di 36 – 37 gradi centigradi. Ebbene su quella mensola c’erano i flaconi contenenti lo sperma di quattro persone, con tanto di nome e cognome e data di nascita. Uno di questi conteneva sperma prodotto ben due ore prima. Naturalmente ho lasciato perdere e me ne sono andato. Si badi bene che in quel laboratorio non si effettua spermio coltura, la quale può essere effettuata senza dover seguire le prescrizioni di cui sopra, a Siena quel tipo di analisi si effettua all’ospedale Sclavo. A mia moglie invece è capitato, mentre eravamo in attesa di essere ricevuti, di ascoltare le conversazioni del primario con il suo staff. Più o meno si dicevano che se non aumentavano il numero dei clienti, si chiudeva. Il colloquio che abbiamo avuto con il prof. Xx Xxx e il suo staff è stato a dir poco sconvolgente. Senza cercare di trovare una soluzione al problema, ha intrapreso subito l’iter per la fecondazione assistita, prescrivendoci gli esami preparatori. Naturalmente ci siamo rivolti ad un altro istituto. Il risultato è stato che la causa dell’infertilità era una infiammazione delle vie urinarie associata ad una alta densita dello sperma che impediva agli spermatozooi di muoversi adeguatamente. Durata della cura 15 gg. e problema risolto. Mi domando: quanti non hanno avuto la fortuna di origliare e si sono sottoposti alla fecondazione assistita pur non avendone bisogno? A quanti è stata diagnosticata l’infertilità a causa del ritardo dell’analisi dello sperma?

Luigi Natolidoni 04.05.05 11:55| 
 |
Rispondi al commento

Se Beppe dice qualche inesattezza, ben venga la rettifica: il senso ultimo del comunicare è proprio questo ed è irrinunciabile all'evoluzione sociale e personale. L'informazione dovrebbe passarci le notizie senza altro filtro che la ricerca della verità, cosìcché noi potremmo commentarle e discutere liberamente. Veniamo al mio contributo.
Ti ometto la mia vicenda di malasanità (intendo che non dovrei denunciare qualche medico soltanto, bensì una mentalità antisociale diffusa nella classe medica della mia Catania) che dopo anni di sofferenza (evitabilissima) mi ha ridotto invalido. Debbo indossare i gambaletti per contenere una patologia circolatoria: i miei gambaletti sono a tutti gli effetti PROTESI. Purtroppo si chiamano anche CALZE, e qui cade l'asino: evidentemente tale termine è talmente fuorviante da fare considerare le mie protesi come indumenti(preciso che nell'ospedale di Bologna dove finalmente diagnosticarono la mia malattia non mi facevano andare a pisciare se non li indossavo)a chi si occupa di sanità; considera che i gambaletti sono costosi e si dovrebbero cambiare spesso perchè perdono elasticità. Eppure debbo anticipare la spesa e attendere un anno per un rimborso parziale. Mi risulta invece che per altre protesi il trattamento è diverso: certo qualcosa sarà cambiato in vent'anni, ma ricordo che mio padre aveva un cambio di plantari ogni anno (oggetti più costosi dei miei) per una patologia meno invalidante. Certamente il nome di Officine Ortopediche Rizzoli è legato alla memoria storica di due guerre ed al fenomeno sociale dei mutilati; non credo però che il mio trattamento discenda tanto da favoritismi, quanto piuttosto dall'ottusa protervia dei nostri uomini politici. Se facessimo un libro nero delle leggi sbagliate (spesso con esiti grotteschi e talvolta esilaranti) che si sono proposte fino ad oggi otterremmo un tomo molto ingombrande; l'altra cosa che mi preme comunicare è che per anni ho fatto il discorso seguente ai miei compagni della Sinistra: in Italia ci sono migliaia di disgraziati nelle mie condizioni, vogliamo rendere loro giustizia aiutandoli a sopportare la loro infermità? Considera che il dover ricorrere alla tasca propria induce ad un aggravamento sociale della malattia, stante che si rappezza indossandolo un gambaletto quando ha perduto la sua efficacia.
Purtroppo nessun rivoluzionario si è abbassato tanto da raccogliere questa volgare questione e portarla in Parlamento. Quest'anno contatterò una associazione competente, facendomi attore.

sergio pensato 04.05.05 10:33| 
 |
Rispondi al commento

Il trimprob è già disponibile in due ospedali convenzionati e c'è già in alcune cliniche in regime privatistico. La visita costa un centinaio di euro e, come evidenziato, è assolutamente non invasiva e ha dei risultati altamente superiori agli srtumenti diagnostici tradizionali.
In ogni caso il trimprob non evidenzia la dimensione del tumore.. per sucessive indagini in casi positivi bisognerà ricorrere agli strumenti soliti.

"Il vantaggio rispetto alle altre metodiche è notevole: sommando le capacità diagnostiche di esplorazione rettale, Psa ed ecografia si raggiunge circa il 70 per cento di attendibilità nei casi in cui siano presenti innalzamenti del valore dell'antigene prostatico e una sintomatologia; nei casi senza sintomi e Psa basso, i tre esami insieme raggiungono circa il 35 per cento di attendibilità. «Considerando che in un 20 per cento dei tumori prostatici non si ha un aumento del Psa e che l'ecografia "manca" il 50 per cento delle lesioni neoplastiche», ricorda Edoardo Austoni, direttore della Clinica urologica dell'ospedale S.Giuseppe e presidente della Società italiana di andrologia, «appare chiaro come questa macchina apra una prospettiva di screening per la diagnosi precoce del tumore prostatico che prima non potevamo nemmeno immaginare». Anche perché i costi, aspetto certamente non secondario in un progetto di indagine di massa, sono davvero contenuti."


http://www.trimprob-diag.com

Alessandro Rossi 04.05.05 10:32| 
 |
Rispondi al commento

solo per far sapere che allo spettacolo del 5 ci saranno, me compreso, molti endocrinologi giunti in città per il congresso della SIE (società italiana di endocrinologia). considerato che allo spettacolo dell'anno scorso (cagliari) si era parlato di cancro della tiroide se si vuole fare un appuntino...
probabilmente ci saranno grossi nomi come mariotti, pinchera, martino...
a domani

enzo tuveri 04.05.05 09:44| 
 |
Rispondi al commento

Ho trovato questo articolo su www.disinformazione.it e credo sia utile diffonderlo:

L’aspartame fa davvero dimagrire
Maurizio Blondet – www.effedieffe.com

I milioni di obesi con senso di colpa, dopo aver divorato maccheroni, supplì e cannoli, dolcificano il caffè con l’aspartame. Ma che tale dolcificante faccia dimagrire non è un’illusione. Anzi, è certo. Vi farà dimagrire fino all’osso.
La FDA (Food and Drug Administration) ha infatti stabilito che l’aspartame “è collegato” con l’insorgenza di tumori al cervello (1)
Non solo: ha accertato che la sostanza sintetica ha una comprovata neurotossicità ed è la causa di “92 sintomi” allarmanti, come “cecità, problemi neurologici e vascolari, paralisi”.

La cosa è seria, perché anche chi non vuol dimagrire ingerisce aspartame senza saperlo: esso si trova ormai in 7 mila prodotti alimentari, bevande e medicine comunemente consumati in USA ed Europa.
Il vero mistero è perché il FDA abbia allora autorizzato, nell’ormai lontano 1981, la pericolosa sostanza. Un gruppo di consumatori chiamato “Mission Possible” ha scoperto che un medico-inquirente della FDA, Jerome Bressler, aveva stilato nel ’77 un rapporto assolutamente contrario alla commercializzazione della sostanza.
Bressler aveva scoperto che la ditta che aveva sintetizzato l’aspartame, e si aspettava di guadagnare miliardi di dollari dal suo spaccio come dolcificante-dimagrante, aveva “rimosso i tumori cerebrali indotti nel ratto” dalla sostanza, prima di presentare le cavie all’indagine.

La ditta in questione era la famosa farmaceutica Searle.
La quale assunse allora, come presidente e amministratore delegato…Donald Rumsfleld, oggi capo del Pentagono, ma già allora rinomato lobbista presso l’amministrazione a nome e per conto del “big business”.
Mesi dopo, la Searle ricevette dall’FDA l’autorizzazione a commerciare il suo veleno. Il FDA tolse dal rapporto finale d’approvazione il 20% del testo, ossia tutte le parti che denunciavano la neurotossicità del composto chimico.

Note
1) “FDA studies show Aspartame link to brain tumors”, PrWeb, 12 aprile 2005

Katia Giuliano 03.05.05 19:22| 
 |
Rispondi al commento

non c'entra con questo argomento, ma parla di un argomento di cui abbiamo spesso parlato ovvero multinazionali, telecom ecc
leggete qui http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2005/05_Maggio/03/topmodel.shtml
come al solito queste donnine che stanno a fianco dei potenti svelano i loro sporchi trucchi solo dopo.
sembrano tanto carine, stupide... invece non lo sono per niente!
e noi paghiamo.

michela marino 03.05.05 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe. Ho potuto assistere al tuo spettacolo di Bolzano e, mi sei piaciuto come sempre e ho rafforzato la mia convinzione in merito alla tua serietà e alla tua capacità di saper comunicare con assoluta schiettezza e sincerità concetti che sonno ovvi ma che nessuno ha il coraggio di sputare in faccia.
Ti scrivo per una cosa che so assurda ma che io porto avanti e al limite mi porterà a essere preso per il culo in una delle tue prossime esibizioni.
Qui a Bolzano siamo sotto elezioni. Questa domenica si elegge il nuovo sindaco ecc. ecc.
Oggi, alle 20,30 la lista con cui mi presento gestisce un'incontro informativo in merito alla prossima costruzione di un Megainceneritore che, non solo è assolutamente inutile, ma sarà anche causa della rovina del clima e della splendida aria della nostra valle. L'inceneritore attualmente esistente è usato male e, se gestito in modo serio e secondo le sue potenzialità e appoggiato da una seria e costante raccolta differenziata potrebbe coprire il fabbisogno relativo a 1.300.000 abitanti. Quindi Trentino Alto Adige e parte del Veneto. Quindi perchè costruirne uno che potrà coprire il fabbisogno di tutta l'italia del Nord. Ovviamente interessi e guadagni che muovono i monti e quei 4 maiali che si ingrasseranno a discapito della nostra salute.
Ti so sensibile a questo tipo di problematica. Ti so ammirato dall'energia pulita, dalle macchine non inquinanti e di tutto ciò che è rispetto della natura e della vita. Lo so che è ormai tadi, ma perchè non ti fai un giro dalle mie parti questo venerdì e organizzi un discorsetto al volo in piazza vittoria o in piazza Walter e ci dai una mano ad evitare la costruzione di questo schifo. Lo so che così faresti campagna elettorale per la nostra lista di centro sinistra, ma siamo una lista civica, nulla ci collega ai partiti politici tradizionali. Gli altri hanno invitato Tremonti,Prodi,Rutelli, arriverà domani Diliberto e poi, in fine Berlusca.
Fai qualcosa di assolutamente assurdo e inaspettato! Parti e vieni qui al volo. Non ti posso e non ti possimao pagare il casche(non so se si scrive così) tuo solito, ma ti invito a stare da me, ti riempio di pasti favolosi cucinati da me e mia moglie, fai questa sortita venerdì, scateni il casino che tanto so che ti piace e te ne torni a Genova sabato mattina. Cosa ne dici? Hai tempo per rispondermi o almeno per 2 righe di e-mail.
Marco Gandini mavada2000@yahoo.it il mio cellulare è 347/8674157. Se ti riesce mi daresti e ci daresti una grande mano. In caso contrario spero di non averti fatto troppo scompisciare con questa mia lettera.

Ciao

Marco

Marco Gandini 03.05.05 17:28| 
 |
Rispondi al commento

per marcellini...

con Di Bella per fortuna è finita bene... nel senso che ci si può ancora curare con il suo metodo anche se le medicine sono un pò costose (dipende dalle tasche... per le mie lo sono)... il fatto che non se ne parli più è sicuramente un fatto positivo... tanto la libertà di cura non c'è.... ed ognuno deve arrangiarsi come può e quello è comunque un buon metodo....

Se grillo non ne parla... chissenefrega.... lui non dice verità assolute.... fa informazione a modo suo... può essere giusto o sbagliato.... sta alle persone come noi leggere, pensare, commentare e approfondire se riteniamo la cosa interessante.... venerarlo o attaccarlo non serve a nulla... questo è un sito come tanti dove si possono leggere tante informazioni e prendere per buone o cattive le notizie lette.... tutto qui....

Per enrico bosco.... di fumo passivo non è mai morto nessuno o almeno mai nessuno ha mai dimostrato che qualcun'altro sia mai morto per fumo passivo... però se tu riesci a portare un caso.... ripeto un solo caso... saresti il primo a riuscirci.... e ti sarei veramente grato almeno riuscirei a pensare che la legge sirchia sia una buona legge....

saluti

paolo principe 03.05.05 17:27| 
 |
Rispondi al commento

X fabio polga
ci fai o ci sei ?
Io parlo di togliere dal piedistallo il dio denaro col suo gran sacerdote "massimo profitto" e tu mi paragoni a Benito ?
Ma allora sei scemo.
Io parlo di rimettere al centro l'uomo e il rispetto per i suoi bisogni , parlo di ridimensionare il dio denaro al suo ruolo di mezzo e non di fine ultimo come gli è stato dato da questa società e tu mi paragoni a un fascista ?
Di quali psicofarmaci andati a male ti stai facendo ????


Stefano

stefano crema 03.05.05 17:19| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe: hai mai pensato di fare una ricerca sui ricarichi che praticano le aziende fornitrici delle aziende sanitarie? Non le ditte farmaceutiche che tutti conoscono... bensì le ditte che forniscono apparecchiature o ricambi... vedrai che scopri cose molto interessanti... ci sono anche ricarichi che superano il 1000%!!!

Luca Bizzarri 03.05.05 16:40| 
 |
Rispondi al commento


Quando Grillo parlava di tumore, qualche anno fa, e di terapie alternative, faceva "AUDIENCE" e POPOLARITA', non informazione.

Gli argomenti erano importantissimi, a un certo punto smise di parlarne, perché l'argomento non "tirava" più come prima.

Complimenti vivissimi, del resto Lui può dire
ciò che vuole, anche a proposito di cancro, tanto è un comico.

Com'è finita col Prof. Di Bella?

Non ne parla più Beppe Grillo?


Francesco Marcellini 03.05.05 16:32| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me Grillo fa informazione,
Non sono d'accordo con alcune accuse che sono state fatte qui.

Approfondire spetta a chi è interessato all' argomento.


sara mia 03.05.05 16:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Trimprob, la sonda cerca-tumori è diventata accessibile ai pazienti, in due ospedali, per lo screening del tumore della prostata.

Corriere Salute 09.11.2003

La mia perplessità dopo aver letto molto di quello che ho trovato, sono le date.

sara mia 03.05.05 16:13| 
 |
Rispondi al commento

ho fatto un po' di ricerca sono molti gli ospedali che stanno facendo la sperimentazione, a milano ad esempio l'ospedale san giuseppe se non sbaglio, é un apparecchio nuovo, che sta ottenendo ovunque risultati ottimi.
Forse ci sono buone speranze.
ci vorra comunque almeno un anno.

sara mia 03.05.05 16:10| 
 |
Rispondi al commento

La nuova speranza di diagnosticare precocemente e magari, un giorno, senza più sottoporsi a fastidiose biopsie e sgradevoli indagini corporali, il più frequente tumore maschile che, in Italia, colpisce oltre 1 uomo su 10, si chiama "Trimprob". Nato da un'idea derivata dalla tecnologia militare dall'ingegner Carlbruno Vedruccio, in collaborazione con altri fisici della Galileo Avionica, è stato realizzato dall'azienda del gruppo Finmeccanica e sperimentato presso l'Unità Operativa Urologia dell'ospedale S. Carlo Borromeo, di Milano, diretta dal professor Pietro Tombolini.
Lo strumento emette delle onde elettromagnetiche che raggiungono l'organo da esaminare e poi rimandano ad un apparecchio ricevente segnali diversi, secondo le alterazioni cellulari riscontrate.
Secondo le variazioni di ampiezza delle linee spettrali disegnate sul monitor ed elaborate da un computer, si hanno 4 tipi di diagnosi: semplice infiammazione, ipertrofia prostatica benigna, calcificazione o tumore prostatico. Il tutto in un tempo che può andare da 1 a 2 minuti al massimo e con una precisione che arriva al 93% nella diagnosi tumorale e all'82 in caso di test negativo.

La nuova diagnostica è stata provata su 1022 pazienti: 283 con sospetto tumore prostatico, 100 con ipertrofia prostatica benigna e PSA aumentato (è la proteina che si altera nelle affezioni prostatiche), 290 con ipertrofia prostatica benigna e PSA nella norma e 204 senza patologia. Gli altri erano ammalati già trattati. "L'efficacia della nuova metodica - spiega il dottor Carlo Bellorofonte, che ha coordinato la sperimentazione - è stata verificata effettuando su tutti i pazienti gli esami tradizionali".

Riscontrata la sovrapponibilità della nuova diagnostica con quelle classiche, al S. Carlo Borromeo hanno scoperto altri vantaggi: "Abbiamo incominciato anche a ridurre il numero di prelievi necessari per le biopsie prostatiche grazie alla localizzazione del tessuto fornitaci dalla sonda, inoltre la usiamo per monitorare l'efficacia delle cure" , dice Bellorofonte. Oltre che sulla prostata, l'apparecchio è stato sperimentato anche sul tumore del seno (66% di sensibilità nel tumore mammario più frequente) e dello stomaco-duodeno. Entro l'anno arriverà la certificazione per l'utilizzo di "Trimprob" nella diagnosi dei tumori di prostata e mammella. Successivamente per quelli di fegato e polmoni.

sara mia 03.05.05 16:07| 
 |
Rispondi al commento

per Maria : BUUUUM ! dunque se il riscaldamento non dipende dalla potenza allora per scaldare la pappa anziche' usare il forno a microonde (potenza da 700 W in su) potrei usare per esempio il transponder televisivo che ho in casa (pochi mW).
se non fosse che hai concluso il tuo intervento dicendo che "volevi fare un po' di chiarezza", te l'avrei lasciata passare.
simpaticamente, non avercela con me, ti prego, penso che tu sia un risultato delle RIFORMA MORATTI.

Per il Sig. Bizzarri : ti assicuro, per avere visto entrambe le macchine, che le macchine Kirlian sono una cosa lontana mille anni luce dal Trimprob. e' diverso il principio di funzionamento , la frequenza (kirlian utilizza decine di KHz, Trimprob centinaia di MHz), il tipo di campo applicato (l'una utilizza un fortissimo campo elettrostatico,l'altra un campo elettromagnetico) ed un altro mezzo milione di cose. Intorbidare le acque non capisco a cosa serva.

Claudio Poggi 03.05.05 16:06| 
 |
Rispondi al commento

ebbene si. tremonti venderebbe le spiaggie del sud. e come dire che mio padre ha risparmiato tutta la vita per farsi la casa, poi la deve vendere per campare la famiglia. un paradosso. caro tremonti, vorrei incontrarti sulle spiagge della mia isola (la sardegna), o a largo a bordo tua imbarcazione. in spiaggia ti farei le sabbiature a largo , ti affogo.
caro berlusconi, tu hai la villa in sardegna. mi dispiace per quella roccia che tiene la tua casa, ma mi auguro che cada al più presto. naturalmente con te dentro e quelli che ti porti appresso.
P.S. Fossi una tua guardia del corpo, in questo momento, ti darei in pasto agli italiani.
ciao beppe

davide nigro 03.05.05 16:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Vuoi stare a destra o a sinistra?

Francesco Marcellini 03.05.05 16:01| 
 |
Rispondi al commento

x marcellini:
una passeggiata?? facciamola...

alessio derivati 03.05.05 15:52| 
 |
Rispondi al commento


Per alessio derivati :

Se sono un coglione (come dici tu) devo per forza andare in
coppia con qualcuno. E' per questo che sono qua... ci facciamo una passeggiata?

Francesco Marcellini 03.05.05 15:46| 
 |
Rispondi al commento

A chi dice che l'ecografia è economica: un ecografo può costare più di 200.000,00 euro.

A Beppe: secondo me stai facendo pubblicità, perché questi signori erano a casa tua? Perché non dici quanto costa?

A chi dice che l'apparecchio non viene comprato: le gare per gli acquisti nelle aziende sanitarie possono durare anche 1 anno. L'apparecchio viene commercializzato dal 2004 e quindi si fa presto a fare i conti.

Ho visto un apparecchio simile a questo sul sito di un'azienda russa che commercializza apparecchi per immagini kirlian ovvero quelli che servono ai pranoterapeuti per dimostrare di possedere l'"aura"... (chi ha orecchie per intendere intenda).

Luca Bizzarri 03.05.05 15:40| 
 |
Rispondi al commento

Altrimenti facciamo papa marcellini cosi va a fare il coglione altrove

alessio derivati 03.05.05 15:34| 
 |
Rispondi al commento


Facciamolo papa, no?

Almeno ci va un pò Lui a coltivare la vigna del
Signore...

Francesco Marcellini 03.05.05 15:18| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe

a proposito del nuovo metodo per diagnosticare i tumori volevo farti notare che l'energia associata alla radiazione dipende dalla frequenza, e poichè le radiazioni emesse da questo apparecchio hanno frequenza simile a quelle dei cellulari l'energia non sarà poi tanto diversa; e poi ti ricordo che qualsiasi radiazione provoca riscaldamento e che questo dipende dalla frequenza e non dall'intensità.
Io non difendo questo o quello, voglio solo portare un pò di chiarezza.
E poi come dice il mio prof di "campi elettromaghetici" parlando dei cellulari: l'unico metodo per non avere problemi è non usarli!!!!

Sei grande, ciao.

Maria 03.05.05 15:16| 
 |
Rispondi al commento

Beppe non è il messia... siamo esseri umani... e come tali anche con le nostre debolezze. Beppe denuncia semplicemente dei fatti... diciamo che più che denunciare fa informazione... un'informazione che magari non sarà sempre corretta e perfetta... ma si tratta pur sempre di informazione alternativa... che nessuno ci riporta.
Beppe gira con una primus e non con un porsche... ma anche se girasse con un porsche... una debolezza è sempre concessa... in fondo chi è senza peccato scagli la prima pietra.

vota beppe grillo... meglio un grillo che un biscio

Dario Del Giudice (darionet) 03.05.05 15:13| 
 |
Rispondi al commento

Cito dai post precedenti:

....Beppe qui possiamo continuare a discutere per millenni ma alla fine il problema è uno solo,
bisogna demolire le leggi della finanza che oggi mirano solo al massimo profitto e rimettere al centro l'essere umano, tutto il resto diventa una logica conseguenza.

Stefano

-------------------------------------------------
da Google:

.....annientare le plutocrazie parassitarie e fare del lavoro, finalmente, il soggetto dell'economia e la base infrangibile dello Stato.

Benito M. dal discorso da Monaco 18-09-1943


Che confusione a destra come a sinistra!
Stiamo creando i preliminari o il preambolo a qualcosa che non mi piace.......
Scusate l'OT.

Fabio Polga 03.05.05 15:04| 
 |
Rispondi al commento


Quale Porsche, Lui usa la Toyota Prius, Lui...

Francesco Marcellini 03.05.05 14:55| 
 |
Rispondi al commento

Grillo,
mi sembra che ti sei un pò fatto prendere dalla sindrome del messia... Ma il messia predicava e razzolava bene.
Fatti fare una macchina ad idrogeno dal tuo amico falegname svizzero... o la porche è più comoda?
P.s. Io sono dei tuoi... non mi fraintendere... L' 80 % di cio' che dici lo condivido ma secondo me ti devi ridimensionare un po'... di messia ne abbiamo già uno... a capo del governo...

Emanuele Lombardo 03.05.05 14:49| 
 |
Rispondi al commento

Parole sante,parole sante!
Purtroppo ce ne accorgeremo tra 20 anni quanto faranno male i cellulari!!
Forza beppe!

NIcola Nettomane 03.05.05 14:40| 
 |
Rispondi al commento


Volevo anche dire al signor Igor Scicchitano,
che NON E' DIMOSTRATO che la Vitamina C curi
il cancro.

Una opinione qualsiasi, anche di un premio Nobel della Chimica (come Linus Pauling oppure il già citato Kary Mullis), non dimostra di per sé proprio nulla.

Quanto al Dottor Matthias Rath, che ha accusato di genocidio tutte le case farmaceutiche ed i capi di stato più importanti del mondo, vende i suoi prodottini vitaminici su Internet.

Quindi non è che sia proprio il massimo dell'affidabilità.

( http://www.drrathvitamins.com/ )

Francesco Marcellini 03.05.05 14:40| 
 |
Rispondi al commento


Per stefano crema:

Perché non provi a discutere argomentando?
Non te la senti?

Preferisci applaudire "bovinamente" anche tu
a Sua Maestà?

Francesco Marcellini 03.05.05 14:31| 
 |
Rispondi al commento

Non riesco a capire i detrattori di Beppe Grillo. Ma scusate, se continuava a fare il comico "omologato" oggi starebbe su Canale 5, e guadagnerebbe il centuplo di oggi. Non mi pare che quella che si è scelto sia proprio la strada più facile per fare soldi, anche tenuto conto delle decine di cause nelle quali è coinvolto (molte delle quali non vinte, STRA-VINTE).

Ma siamo onesti con noi stessi: noi, già al successo, ci metteremmo mai a lottare contro il sistema? Ma che cacchio ce ne fregherebbe, basta che mi pagano, e pure bene!

Non dico che tutto quello che dice sia oro colato, errare è umano, ma mi fido 100 volte più di lui di chi dovrebbe tutelare i nostri interessi e invece tutela solo i propri!

E poi, scusate, meglio arricchire lui che JERRY SCOTTI (tanto x dirne uno!)

GRANDE BEPPE, CONTINUA COSI'!

Saluti

Patrick De Angelis 03.05.05 14:29| 
 |
Rispondi al commento

WRESTLING: ESPOSTO CODACONS, CHIESTO IL SEQUESTRO DEI GADGET
E PER GLI SPETTACOLI IL DIVIETO AI MINORI DI 14 ANNI

Dopo aver chiesto lo stop ai programmi tv dedicati al Wrestling, il Codacons torna oggi alla carica avviando un'iniziativa legale, con un esposto alle varie procure italiane, affinché vengano sequestrati su tutto il territorio gadgets legati allo sport-spettacolo americano.

Nella lista sono compresi figurine, dvd, magliette, pupazzi, videogiochi e altra oggettistica tutta incentrata su scene di violenza. "Anche se si tratta di uno spettacolo, e i lottatori sul ring sono degli abilissimi attori - afferma il presidente Codacons Carlo Rienzi - la violenza che emerge da tale sport e dai gadgets che vi girano attorno influisce sui minori e genera troppi casi di emulazione, palesemente diseducativi".

L'associazione infine, per lo stesso motivo, chiede che gli spettacoli di Wrestling che si svolgeranno prossimamente nei palazzetti dello sport in varie zone d'Italia, vengano vietati ai soggetti di età inferiore ai 14 anni.

Dario Di Gennaro

Dario Di Gennaro 03.05.05 14:28| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti
una storia interessante:

Sidney Winawer è un oncologo direttore del Laboratorio di Ricerca per il Cancro al Memorial Sloan-Kettering Cancer Center di New York, uno dei centri più importanti del mondo. Per capirne l'importanza, pensate che è stato l'ospedale a cui si è rivolto Giovannino Agnelli.

Per decenni ha praticato la chemioterapia a tutti i pazienti, metà dei quali sono deceduti. Ma un giorno la diagnosi è toccata a sua moglie...
Alcuni di voi probabilmente (spero non proprio tutti) si aspetterebbero di sentire che il dottor Sidney Winawer abbia sottoposto la moglie alle stesse cure che per decenni ha dato, con tanta convinzione, a tutti i malati.

Ebbene no.

Ben consapevole dei danni catastrofici e dell'inutilità assoluta di quel tipo di cura (come ammetterà più tardi nel suo libro "Dolce è la tua voce", Positive Press, 1998) NON la sottopone a nessuna chemioterapia o radioterapia, ma si affida alla... somatostatina (quella di Luigi Di Bella) !
E la moglie guarisce !

Spero che dopo aver conosciuto questa storia (verificabile quanto si vuole, basta leggere il libro) molti possano riflettere sui danni e l'inefficacia delle terapie tradizionali.
Considerate che non è affatto un caso isolato, anche alcuni primari in Italia (di cui non posso citare i nomi per evitare querele) curano con la chemioterapia i pazienti, ma curano se stessi o i familiari con l'aloe !
Praticamente abbiamo visto che quando la malattia colpisce loro (considerate che era uno dei maggiori esperti al mondo !!), sono i primi a NON credere alle cure che propinano.
A un certo punto si scopre che sono consapevoli dell'inutilità e della dannosità dei prodotti delle case farmaceutiche e si affidano alle cure alternative.
Dopo aver avuto la conferma di uno dei più grandi esperti mondiali sul cancro sul fatto che la chemioterapia NON funziona, credete ancora ai ricercatori pagati dalle case farmaceutiche, il cui interesse è quello di vendere i loro farmaci che costano centinaia di milioni ? "

da
http://www.mednat.org/cancro/medici_noncredono.htm">http://www.mednat.org/cancro/medici_noncredono.htm
http://www.mednat.org

Igor Scicchitano 03.05.05 14:28| 
 |
Rispondi al commento


Per Omar Antuzzi:

intanto c'è da dire che NON sono un sapientone.
Per lo meno non quanto qualcun'altro qua in mezzo...

Per quanto riguarda la Novartis e le altre è
evidente che i farmaci costituiscano un business.

Da qui a parlare di complotti per far ammalare
sempre di più e peggio la gente ce ne passa.

Qualcuno ha parlato di "far cronicizzare" le malattie.

Qualcun'altro sostiene che la cura del cancro esiste, ma si tiene nascosta perché porterebbe a
minori entrate per le case farmaceutiche.

Ti sembra una cosa plausibile?

Sono tutti daccordo? Medici, ricercatori, uomini di affari, tutti contro di noi?

E poi anche loro si ammalano di cancro...

I siti che proponi non mi sembrano proprio dei
siti equilibrati.

Francesco Marcellini 03.05.05 14:27| 
 |
Rispondi al commento

x marcellini

una critica ai tuoi ultimi due post.

Non e questione di parlare di questo o quel medico, il problema e che c'e tutto un gruppo di medici, scienziati che dicono per curare il cancro bisogna usare le vitamine, soprattutto la C.

Cito dal dal sito http://www.newmediaexplorer.org/ivaningrilli
"Le compagnie farmaceutiche, aiutate e sostenute dai media che non si dedicano alla ricerca, tengono il mondo all'oscuro, tanto che nessuno conosce gli studi e i lavori sull'attivita' anti virale e anti batterica della vitamina C effettuati da Frederick Klenner (MD), Linus Pauling (PhD), Archie Kalakerinos (MD) e Robert Cathcart (MD). Questi medici e scienziati, pionieri delle ricerche sulla vitamina C, hanno avvertito il mondo intero su quanto la nostra salute dipenda da questo nutriente essenziale.

1200 articoli pubblicati su riviste scientifiche e giornali medici di tutto il mondo hanno dimostrato chiaramente che molte malattie virali come la polio, l'epatite, le encefaliti sono state uniformemente curate con successo con alti dosaggi di vitamina C intravenosa. Assumendo bassi dosaggi di vitamina C per via orale si possono avere pochi o addirittura nessun effetto, mentre alti dosaggi somministrati direttamente nel sangue possono dimostrare effetti clinici che rasentano l'incredibile. Alti dosaggi orali di vitamina C possono prevenire molte infezioni, ma un dosaggio intranvenoso e' spesso richiesto per curare le infezioni gia' contratte."

Gli scienziati diciamo cosi "ufficiali" dicono di mangiare frutta e verdura (fresca e cruda) casualmente contengono vitamine.

Il mio spirito critico diffida da chi ti dice di mangiare frutta e verdura e poi che le vitamine non hanno una funzione determinante sul cancro.

Il mio spirito critico diffida dalle ditte farmaceutiche, dov'é il loro business? nella nostra malattia, non puntano la ricerca verso la prevenzione in particolare se la prevenzione non puo essere sfruttato come business, a meno che non produci dentifrici....

Facci notare che tra un frutto bio e uno non c'é un calo vitaminico del 30%, roba gia pronta da riscaldare ho i miei dubbi che contenga molti nutrienti.

Ma le case farmaceutiche cosa fanno... vogliono impedire l'accesso agli integratori vitaminici, fra un po ci vorra la ricetta....

Aggiungo, come diceva Grillo nel suo spettacolo la febbre serve a avviare la risposta immunitaria del corpo, e cosi tante malattie servono al nostro corpo a creare anti-corpi se si abusa di medicinali non si fa che un danno al sistema immunitario.

Ma non te lo diranno mai le case farmaceutiche.

Hai detto una cosa giusta qualche post fa, bisogna andare e informarsi...

ciao igor

GOOGLE AUDE

se interessati cercate con con google

antoine bechamp
linus pouling
ascorbato di potassio
dr. rath
medicina cellulare
vitamina C +cancro

Igor Scicchitano 03.05.05 14:23| 
 |
Rispondi al commento

Francesco ma allora perchè non ti fai una bella chemio preventiva,
cosi ti togli dai coglioni ????


Stefano

stefano crema 03.05.05 14:20| 
 |
Rispondi al commento

Ciao,
se tutti quanti facessero come Grillo, che le notizie se le trovano e le valutano da soli, faremmo tutti una buona cosa.

E fra l'altro non credo staremmo sempre a leggerci la stessa notizia.

Dino Lupo 03.05.05 14:17| 
 |
Rispondi al commento

Allora parlo di qualcosa che mi riguarda personalmente, per la riduzione dei turbinati che sono quelle escrescenze nel naso che dovrebbe servire a scaldare e umidificare l'aria che entra ma che se si ingrossano troppo possono dare problemi di respirazione, apnea e russamento, in francia si usa il laser a diodi, 10 minuti di intervento anestesia locale e finito il tutto te ne torni a casa, bassissima percentuale di ricadute e pochissimo fastidio post operatorio.
In Italia se vuoi fare un'intervento di riduzione dei turbinati ti devi sparare due giorni di ricovero anestesia totale, tenerti due tamponi nel naso per chissa dio quanto con possibilità di ricaduta.
Porca di quella troia, se vuoi fare questa operazione in Italia col laser a diodi la puoi fare solo da privato oppure ti devi mettere a girare tutti i reparti di otorinolaringoiatria.
Ma và a fan culo, una macchina così quanto cazzo vuoi che costi, quanti soldi potrebbe far risparmiare di degenze, anestesie giorni di lavoro persi etc. etc.

Stefano

stefano crema 03.05.05 14:17| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
sabato sono stata al tuo spettacolo e quello che dici lo approvo totalmente, molte cose accertate dai tuoi studi rendono reali le mie sensazioni e la mia sfiducia vero l'essere umano. Vorrei che iniziassero ad esserci delle soluzioni che io so non verranno dall'alto ma bensì dal ogni piccolo individuo, dai piccoli gesti. Tu parli di ecologia e visto che sei così ascoltato ti prego di fare una sorta di propaganda per far si:
- di non sprecare acqua quando ci si lava i denti, o si usa il rubinetto senza motivo (vedi Bar)
- buttare le cicche in appositi posaceneri, considerando che ci mettono 25 anni per biodegratarsi. Assolutamente fare caso alle spiagge dove tutti buttano le cicche e le nascondono...per non parlare della mondezza che lasciano dopo il grande picnic o la birra fresca.
io soffro molto a vedere la negligenza della gente nelle cose più semplici, forse non si potrà risolvere il problema del petrolio in tempi brevi ma le cose più banali dovremmo cercare già di farle.
Spero che tu abbia più successo di me e che in qualche modo convinca più gente possibile...le grandi cose nascono dalle piccole.
Grazie per l'attenzione e complimenti per lo spettacolo.

maria cristina faustelli 03.05.05 14:17| 
 |
Rispondi al commento

X Francesco Marcellini

visto che sei un sapientone, secondo te, alla NOVARTIS o simili, conviene di più che una persona guarisca o che rimanga malata più a lungo possibile?

Prova ad andare su questo link: http://www.laleva.cc/alimenti/graviola.html
o su questo: http://www.disinformazione.it/legge%20ferrea.htm


Condivido la tua opinione sull'idrogeno, ma il suo problema non è come produrlo, perchè basterebbe sfruttare (al meglio) le fonti rinnovabili e l'idrogeno si fa, ma piuttosto interessa perchè è monopolizzabile e quindi controllabile come è appunto il petrolio!

Saluti

Omar

Omar Antuzzi 03.05.05 14:16| 
 |
Rispondi al commento


E ora chi glielo racconta, a quelli che con la
chemio sono guariti, che Kary Mullis è contrario
a quella forma di terapia?

Guarda che non sono pochini eh...

Prova, poi mi racconti della reazione...

Francesco Marcellini 03.05.05 14:14| 
 |
Rispondi al commento

A rimaremma maiala, il dottore che andava da costanzo ad insultare tutti quelli che proponevano terapie alternative, risulta da intercettazioni telefoniche, sul libro paga delle aziende farmaceutiche.
E lo ridico il premio nobel Kary Mullis è stato pagato da una azienda farmaceutica 6000 dollari per starsene a casa e per non partecipare ad una conferenza internazionale sulla cura dei tumori perchè nel suo intervento avrebbe detto quello che pensava sulla chemioterapia, cioè che l'unica possibilità che hai di guarire con la chemio è che riesca a far fuori il tumore prima di far fuori te.

Stefano

stefano crema 03.05.05 14:09| 
 |
Rispondi al commento


Perché? Secondo te Lui non ce l'ha un tornaconto? Lo fa per il bene nostro?

Scendi giù, dai.

Francesco Marcellini 03.05.05 14:06| 
 |
Rispondi al commento

Maremma maiala io non capisco perchè per ogni cosa che dice Beppe ci si strazia le chiappe con la dietrologia per capire se ha un tornaconto a dire certe cose e invece ci si sgargarozza tutta la merda che ci propina la TV senza batter ciglio, signori miei, la notizia è passata come al solito sotto silenzio ma al buon Delorenzo hanno restituito il suo tesoro, ma allora ridiamo indietro i soldi o forse li hanno già ridati anche a Poggiolini e allora mettiamo anche le palle sull'incudine e diamo un martello al nostro peggior nemico così quando non ci piglia godiamo.


Stefano

stefano crema 03.05.05 14:02| 
 |
Rispondi al commento


E poi basta con questo COMPLOTTO-PLUTO-GIUDAICO-MASSONICO delle multinazionali farmaceutiche...

Curiamoci il cancro con la cicoria visto che nei campi è gratis e che lì queste cattivone di multinazionali farmaceutiche non ci guadagnano.

Non ho capito perché non ci dovrebbero guadagnare, visto che qui c'è chi guadagna facendo battutine spiritose su questioni vitali.

Francesco Marcellini 03.05.05 13:58| 
 |
Rispondi al commento

A me più che l'ultima domanda interessa quella precedente:

I costi di un esame di questo tipo sarebbero irrisori.
Sarà questo il motivo per cui questo sistema fatica a diffondersi negli ospedali?

Secondo me il motivo è proprio questo, è molto meglio un esame costoso che dia risultati incerti
fa guadagnare di più, pensate anche alle multinazionali farmaceutiche che non sanno proprio più cosa fare per far aumentare i loro clienti, secondo voi gli conviene far guarire la gente ? Gli fanno molto più comodo gli ammalati cronici, costretti a continuare ad acquistare farmaci è ovvio.
Beppe qui possiamo continuare a discutere per millenni ma alla fine il problema è uno solo,
bisogna demolire le leggi della finanza che oggi mirano solo al massimo profitto e rimettere al centro l'essere umano, tutto il resto diventa una logica conseguenza.

Stefano

stefano crema 03.05.05 13:50| 
 |
Rispondi al commento

Tanto ho brigato, che sono riuscito ad andare in TV e porre la questione ad un esponente del Governo. Se volevo una risposta definitiva, ebbene l’ho avuta, e adesso chi si occupa di questioni sociali o di politiche del lavoro ha qualcosa di chiaro su cui dibattere. Tutto registrato su dvd, naturalmente.

Testo del quesito posto all’on. Saponara, sottosegretario al Ministero dell’Interno, andata in onda lunedì 2 maggio 2005, ore 12,25, RAITRE nazionale, nel corso di “SHUKRAN”, trasmissione settimanale dedicata ai problemi degli immigrati.

Conduttrice “Altro problema che desidero affrontare, sottosegretario. Con i recenti decreti attuativi della Bossi-Fini, i datori di lavoro, tutti i datori di lavoro, devono farsi garanti dell’idoneità dell’alloggio dell’immigrato. Abbiamo un ascoltatore in linea da Reggio Emilia”

Il sottoscritto “Sottosegretario, buongiorno. Non è chiaro quali obblighi si accolla il datore di lavoro a fornire questa garanzia, e finché non sarà chiaro, nessuno vuol saperne di assumere uno straniero. Ora lei mi dirà che non è certo il datore di lavoro che deve trovar casa al dipendente. Bene, allora l’onere passa sul dipendente, che si dovrà attivare a trovare un alloggio idoneo. Se non fosse in grado, oppure se ne perdesse la disponibilità, la ditta cosa fa ? Non lo può assumere, e se fosse già in forza, lo deve licenziare ?”

On. Saponara “Noi, secondo l’attuazione della Bossi-Fini vogliamo garantire agli immigrati un tenore di vita che sia decoroso e che sia dignitoso e quindi abbiamo posto a carico del datore di lavoro, il quale chiede. Noi abbiamo molte richieste, ovviamente, che si aumentino i flussi d’ingresso, perché hanno bisogno, i datori di lavoro di certe regioni, di nuovi immigrati perché possano lavorare per le loro Aziende. Quindi è anche giusto ed anche inevitabile che questi datori di lavoro si assumano l’onere di provvedere all’alloggio e quindi di garantire un tenore di vita civile. Così come dovrebbe essere garantito peraltro a tutti gli altri cittadini, anche a quelli italiani, che lavorano”
Adesso che è chiaro che gli dovranno trovar casa, sai che corsa ci sarà ad assumere l'extracomunitario !

Giulio Bulgarelli 03.05.05 13:38| 
 |
Rispondi al commento


Un'unica precisazione a Claudio Poggi:

quando si parla di cancro non si può schierarsi
di qua o di là con troppa leggerezza.

Propagandare ciò che dice un Professore
perché è la moda del momento non mi sembra molto etico, ma molto proficuo...

Francesco Marcellini 03.05.05 13:36| 
 |
Rispondi al commento


Per l'appunto, e io che dicevo?

Francesco Marcellini 03.05.05 13:32| 
 |
Rispondi al commento

Come in tutti i progetti industriali e nella maggior parte delle cose , non va sempre come si vorrebbe...
in effetti il trimprob e' disponibile da 2003, come dice il sito, ma in realta' , tra prove di certificazione , prove in ospedale , permessi ecc. mi risulta che abbia impiegato un bel po' di tempo in piu'.

Questo vuol dire che anche se e' stato ANNUNCIATO due anni fa, comunque ORA e' all'inizio della distribuzione.

Conclusione: hanno ragione tutti , quelli che dicono che e' una cosa vecchia, come quelli che dicono che e' una novita'.

Auto all'idrogeno : dal punto di vista dell'inquinamento globale e' una bufala: l'idrogeno deve essere ottenuto o con metodi termici (e cioe' bruciando idrocarburi)o con reforming sempre da un idrocarburo.
Questo non vuol dire che l'auto all'idrogeno sarebbe il toccasana per i nostri centri storici.

Grillo non e' un oracolo, ma solo un uomo, e quindi ha le sue inclinazioni, e puo' fare i suoi sbagli.

Ma l'errore piu' grosso lo fa chi pretende da lui sempre verita' eclatanti.

Grillo serve solo per "catalizzare" quello a cui non siamo piu' abituati : il pensiero.

Tra Megan Gale , che mi dice di non pensare e di annegarmi in un mare di consumismo e di idiozie che servono solo ad altri, e Grillo (anche se non e' il mio tipo), preferisco quest'ultimo.

saluti a tutti

claudio

Claudio Poggi 03.05.05 13:29| 
 |
Rispondi al commento


Per alessandra manci:

No. Il mio problema non è la prostata.

Il problema è che il Grillo di turno (come lo chiami tu) non fa solo informazione, a volte fa
anche mezza-informazione, a volte dice delle
grandissime frescacce, a volte tace su altre solo perché "non fanno più audience".

Lui scrive sul Blog e io commento ciò che lui scrive sul Blog, e, come vedi, anche quello che scrivi tu.

Qual'è il problema?

Ripeto: ti sembra di poco conto che qualche anno fa si sbracciava e sbraitava parlando di "ricercatori eretici" che si occupavano di oncologia ed oggi se ne dimentica bellamente?

Non va più di moda? Ti sembra un argomento poco attuale?

Se preferisci, comunque, mi lamento solo a nome mio.

Francesco Marcellini 03.05.05 13:18| 
 |
Rispondi al commento

x Palazzani
Tu forse parli di dissenso e confronto...
il dissenso e' personale e Marcellini parla al plurale (noi noi noi.. uff..)
il dissenso sarebbe argomentare per esempio la notizia come
errata/sbagliata/inesatta/strampalata
ma denigrare solo perche ***chi la critica NON la trova fresca..***.
ma su dai...

alessandra manci 03.05.05 13:14| 
 |
Rispondi al commento

X Marcellini

sicuramente lo avrà notato da solo, ma qui, il dissenso, non è consentito, pena la messa alla pubblica gogna.

Riccardo Palazzani 03.05.05 13:02| 
 |
Rispondi al commento

mi hanno appena messo una antenna sul tetto.
L'amministratore ha intascato la mazzetta e mo' i campi ce li becchiamo noi.
Nun e' che quelli del trimprob possono farci qualcosa?

FRANCO ROSSI 03.05.05 13:01| 
 |
Rispondi al commento

per Francesco Marcellini

Non so come mai ti abbia toccato tanto il post di oggi di Beppe
ma quale e' il tuo problema? Questo e' un blog (sssveeeeglia!!!!)
dove per prima cosa vengono scritti i pensieri, le parole, le notizie,
che il proprietario del blog vuole ***condividere*** e il massimo del tuo commento
e' sindacare che la notizia di oggi fosse prima del 2003? e allora? e chi lo sapeva?
Se lo sapevi te buon per te altrimenti che e' 'sta stizza?
Abbiamo qualcuno (il Grillo di turno per fortuna) che sta facendo un po' di informazione
in un clima di disinformazione totale e trovo sterile e gratuito questo sarcarmo solo per screditare
-in questo caso- la forma a scapito della sostanza. Ti lamenti tra l'altro a nome di tutti "noi siamo qua"
"noi attendiamo notizie fresche la" ma parla per te! Per me la notizia era completamente N-u-O-v-A.
peace&love

alessandra manci 03.05.05 13:00| 
 |
Rispondi al commento


Su, piantiamola con questa acclamazione
popolare.

Ci ricordiamo di quando Beppe Grillo pubblicizzava l'auto ad idrogeno?

Lo sappiamo sì o no che l'idrogeno viene ottenuto a partire da fonti di energia fossili
(cioè metano o derivati del petrolio)?

L'auto a idrogeno serve unicamente a spostare l'inquinamento dalle città alle centrali di produzione dell'idrogeno.

L'avresti mai detto?

Eppure sembrava così convinto, però tutti dietro, a cantare "Bravo Beppe...", "Daje giù Beppe!", "Beppe for president".

Su, facciamola finita che è maglio.

E comunque chiediamoglielo perché non parla più del Prof. Di Bella, del Prof. Pantellini e di altri, tanto non ci risponde.

Francesco Marcellini 03.05.05 12:51| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti

a titolo divulgativo vi lascio qualche link sul prof . Pantellini e l'ascorbato di potassio.

http://www.disinformazione.it/pantellini.htm

http://www.newmediaexplorer.org/
ivaningrilli/2003/06/19/
silvio_garattini_e_la_vitamina_c.htm

la medicina (volevo scrivere alternativa ma poi pensate a quella cinese)
http://www.newmediaexplorer.org/ivaningrilli/
http://www.laleva.cc/indexital.html

Trovo un po sterile la critica verso Grillo che comunque si batte per l'informazione, che non puo parlare tutta la vita dello stesso soggetto e che si batte x far capire alla gente che deve imparare a cercarsi le informazioni.

Il motto degli illuministi era Sapere Aude, oggi lo trasformerei in un Google Aude.

ciao a tutti


Igor Scicchitano 03.05.05 12:44| 
 |
Rispondi al commento

...sempre al Marcellini,

...tutti ci documentiamo ma non possiamo documentarci su tutto e tutti...di sicuro Beppuccio lo farà con l'ausilio di altre persone.
Personalmente non ho mai visto nessuno dei suoi spettacoli...quindi mi sento fuori della tua critichina relativa al mondo ovino....
Visto che sei così documentato....PROVA A COLLABORARE CON LUI, UNISCI LE TUE INFORMAZIONI....IL MONDO HA BISOGNO CHE SI FACCIA UN ALTRO TIPO DI INFORMAZIONE....E BASTA CON LE POLEMICHE...DIVENTIAMO COME I NOSTRI "POLITICANTI" CHE TANTO PARLANO....E GUADAGNANO....
Have a good day|!!

FORZA BEEEPPPEEE!!

Glielo vogliamo chiedere perché non parla più del Prof. Di Bella, del Prof. Pantellini e di altri o no?

Frega niente?

Roberta Sorace 03.05.05 12:35| 
 |
Rispondi al commento


Per Roberta Sorace:

Vuoi sapere perché ero a conoscenza di questa
tecnica? Perché mi documento, come fa Beppe Grillo.
A differenza di Lui non mi arricchisco con gli
spettacoli, a differenza di Lui non sopporto
le persone che come un gregge umano gli si affollano dietro, a Lui come a chiunque altro,
a differenza di Lui non credo al culto della persona (Lui stesso).

Glielo vogliamo chiedere perché non parla più del Prof. Di Bella, del Prof. Pantellini e di altri o no?

Frega niente?



Francesco Marcellini 03.05.05 12:26| 
 |
Rispondi al commento

RISPOSTA AL MARCELLINI,

...FORSE TUTTI QUEGLI APPLAUSI LI AVRESTI VOLUTI TUTTI PER TE!! COME MAI TU E POCHI ELETTI DEL POPOLINO ITALIANO ERI A CONOSCENZA DI QUESTA TECNICA INNOVATIVA E IL RESTO D'ITALIA NO??....FORSE AVRESTI DOVUTO DIVULGARLA TU LA BELLA NOVELLA....MAGARI TUTTI QUEGLI APPLAUSI TI AVREBBERO AMMORBIDITO UN PO'....SPERIAMO NELLA DIVINA PROVVIDENZA....
GRAZIE BEPPE DI FARE LO SPORCO LAVORO CHE FAI....SPERIAMO CHE A TE NON TAPPINO LA BOCCA DEFINITIVAMENTE COME SI è SOLITO FARE IN ITALIA!
ROBERTA

Roberta Sorace 03.05.05 12:18| 
 |
Rispondi al commento


Per Michele Volpato:

Non si parla del Trimprob grazie a Beppe Grillo, se ne parla in Internet da quasi 3 anni.

Oggi Beppe Grillo si sveglia e propaga il suo
"UDITE UDITE..." come se fosse la novità dell'ultima ora.

Dimenticando, fra l'altro, argomenti importantissimi sulle terapie oncologiche complementari di cui il grande Beppe Grillo fece il suo cavallo di battaglia anni fa ed ora rimosse dal suo cervello, chissà perché, forse perché non c'è più un Di Bella da difendere a furor di popolo.

Beppe Grillo prende ciò che la gente pensa, giusto o ingiusto, prende un megafono ed un
Palasport e racconta, migliorate, ma non troppo, le cose che la gente pensa già, vere o meno.

Perché veniva a raccontarci che c'era un Professore, un certo Prof. Pantellini, che curava il cancro con l'Ascorbato di potassio?

Forse perché era il periodo di Di Bella?

Come mai di Pantellini non parla più?

Forse perché non frega niente a nessuno?

Forse perché la gente oggi preferisce si parli di Parmalat e Argentina?

Ma crediamo ancora alle favole?


Francesco Marcellini 03.05.05 12:17| 
 |
Rispondi al commento

il 30/7/04 mio marito si è sottoposto a questa tecnica innovativa all'Ospedale Sant'Andrea di Roma a seguito prenotazione per campagna di prevenzione prostata del 01/04 venuta a conoscenza per passa parola. C'è da dire che prima viene effettuata regolare visita con ispezione recto e poi con strumentazione.Anni fà avevo sentito dire che poteva avere applicazioni anche per diagnosi tumorali per tutto il corpo,ma al momento non se ne sà nulla!

Marina Boccatonda 03.05.05 12:05| 
 |
Rispondi al commento

vorrei conoscere il prezzo e l'ora degli spettacoli che si terranno giovedì 19 e 20/05/p.v. presso il Mazdapalace di Torino

SASSANO DOMENICO 03.05.05 12:02| 
 |
Rispondi al commento

per il sig. Marcellini Francesco,
Mi scusi ma se qui c'è qualcuno che dorme questo è proprio lei. Il fatto che la nascita di questo apparecchio risalga a prima del 2003 è grave. come mai se ne sente parlare solo ora e grazie sempre e comunque a Beppe Grillo? notizie fresche? Il tuo post è stato scritto alle ore 11.45... e ancora dormivi? Francamente non capisco queste critiche prive di senso e fini a se stesse. Ciao Beppe

michele volpato 03.05.05 11:59| 
 |
Rispondi al commento

Riccardo : tot capita tot sententiae

la sua analisi mi sembra molto interessante...

Claudio Poggi 03.05.05 11:49| 
 |
Rispondi al commento


Caro Beppe Grillo.

Ma dormi o è l'età ed il tanto successo che ti
rincoglionisce un pò?

Faccio presente che sul sito che tu citi come
tua fonte ( http://www.galileoavionica.it/trim_dx.htm )
in fondo c'è scritto: "Marketing of the prostate TRIMprob, is expected for the summer of 2003".

Il che significa che il TRIMprob risale ad ancora prima del 2003.

Buongiorno, Beppe Grillo, noi siamo qua che attendiamo qualche notizia un pò più fresca.

A proposito di tumori: com'è finita con la cura Di Bella, col Prof. Pantellini e la sua cura all'ascorbato di potassio di cui parlavi (e sparlavi) qualche annetto fa?

Hai buttato tutto nel cesso per passare ad argomenti più nuovi e che tirano di più?

Aggiornaci che siamo tutt'orecchi...
... e svegliati, possibile che con tutti questi
applausi ancora dormi?

Francesco Marcellini 03.05.05 11:45| 
 |
Rispondi al commento

"... come si fa a dire che l’esposizione ai campi elettromagnetici (telefonini, antenne, parabole, ecc) non..."

Questa frase non esprime un dubbio, ma è una domanda retorica che ha quindi una risposta implicita.
Risposta che, grazie allartifizio retorico, diventa autorevole, assoluta e senza bisogno di dimostrazione.

Io non sono d'accordo con questa sicurezza. Grillo avrebbe fatto meglio a parlare dei fatti di cui era a conoscenza e astenersi dall'ultimo paragrafo.
L'intero post sembra progettato non per parlare di un possibile macchinario "rivoluzionario", ma solo per la stoccata finale.

Riccardo Accossato 03.05.05 11:44| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
sono stato domenica a Follonica a vedere il tuo spettacolo per la prima volta nella mia vita, dopo averne tanto sentito parlare...Sei veramente un mito, scrivo questo messaggio dopo due giorni, perchè sicuramente il mio subconscio, ha dovuto elaborare per due notti consecutive tutti i dati che mi hai trasmesso. Tu stai facendo qualcosa che dà una direzione e fa aprire gli occhi alle persone. Io ho la fortuna di parlare non come te a così tante persone,ma occupandomi di comunicazione facendo il docente in alcuni corsi sulla comunicazione aziendale e la motivazione di team sportivi, ti chiedo il permesso di poter utilizzare alcuni spunti del tuo spettacolo che mi hanno colpito nell'animo, in particolare, tutti gli argomenti legati all'istruzione dei bambini, sai ho 33 anni, prima o poi dovrò diventare papà e sinceramente che trasferiscano tante cazzate ai miei bambini, mi darebbe parecchio fastidio! Sono rimasto molto impressionato da come ogni istante del tuo show permanga nella mente di un uomo attento, e come poi in realtà sia facile reperire tutte le informazioni che tu dai semplicemente usando il tuo blog. Che cazzo te ne frega di andare in televisione, oramai non la guarda più nessuno, se non le menti che continuano a dormire, o meglio, purtroppo forse quelle che sono già morte!!!
Aspetto il tuo permesso, per utilizzare il tuo orientamento all'interno dei miei piccoli corsi...
un abbraccio e ci vediamo al prossimo spettacolo dove sicuramente io e la mia fidanzata non mancheremo, e chi può dirlo, magari anche qualcuno che partecipa ai miei corsettini, ti verrà a trovare...

Francesco Dettori

FRANCESCO DETTORI 03.05.05 11:42| 
 |
Rispondi al commento

Sig. Riccardo, abbia pazienza se insisto, ma a questo punto la mia e' una curiosita' intellettuale: l'articolo si compone di una serie di affermazioni ciascuna delle quali e' inconfutabile, e di una domanda finale. Si potranno dare risposte diverse alla domanda, ma vivaddio, e' lecito porla!

Dove, esattamente, l'articolo le e' sembrato superficiale?

Eppoi, come fa ad essere sicuro che Grillo abbia detto tutto quello che sa ?

ri-saluti
claudio

Claudio Poggi 03.05.05 11:39| 
 |
Rispondi al commento

Signor Poggi, la mia critica era rivolta non a lei, ma al sig Grillo la cui superficialità dell'ultima analisi è evidente e non contribuisce al progresso scientifico.

In particolare, sulla pericolosità del telefonino sono d'accordo con lei, è ancora prematuro avere alcuna certezza, sia in un senso, che nell'altro.

Riccardo Accossato 03.05.05 11:16| 
 |
Rispondi al commento

Per attila pluchinotta e il suo Post ....

L'ANSA ha battuto il 2 maggio questa notizia
http://www.ansa.it/main/notizie/awnplus/scienza/news/2005-05-02_185365.html
e nessun giornale la riporta?

NON TI FARE influenzare dai Media e dalla loro smania di controllare le masse con la terapia della PAURA. - Vedi riferimenti nel film farenight 9/11 * PAURA PAURA PAURA...vogliono fare sprofondare le masse nella paura di tutto, degli acari, del polline, delle malattie. Si vogliono curare gli effetti e non le cause. Se si scatena un'influenza e perchè la vogliono fare scatenare e chissà chi ci guadagnerà. A proposito del polline:

Vi invito ad informarvi e diffondere un cattiva informazione che fanno i media, i medici e le case farmaceutiche. Vi dicono che la maggior parte delle allergie di questo periodo sono dovute al polline. Al polline si,ma perchè il polline ? Il POLLINE è un accumulatore di residui atmosferici,quindi un naturale indicatori di purezza dell'aria, quindi più l'aria è inquinata più il polline è inquinato. Il polline inquinato viaggia con tutto il suo deposito di sostanze inquinanti fino ad entrare in contatto con persone già sensibili a sostanza inquinanti perchè magari gia sensibili agl'inquinanti presenti negli alimenti e nelle acque. Informatevi ed informate !!

Rosario Lambiase 03.05.05 11:10| 
 |
Rispondi al commento

Per il Sig. Riccardo: anche io ho faticato molto sulle equazioni (ma siccome forse ero un po' piu' asino di lei, ho impiegato piu' di 5 anni).

Non si deve ricercare nessuna dimostrazione per analogia, per carita' !.

Il discorso e' piuttosto : esistono effetti (in questo caso positivi, per fortuna) a livelli molto piu' bassi di quelli stabiliti come limiti di sicurezza per le esposizioni a campi elettromagnetici.

E allora come la mettiamo? Perche' continuano a dirci che i limiti di legge sono assolutamente cautelativi?

Ci cautelano , si, ma solo dagli EFFETTI TERMICI.

Degli EFFETTI A LUNGO TERMINE non si sa nulla (anche perche', come brillantemente aveva intuito un operatore di radar militari che ha postato giorni fa, probabilmente gli effetti a lungo termine sono molto soggettivi, e variando da persona a persona sono difficilmente evidenziabili con le tecniche epidemiologice ora in uso).

Come vede, nessuna superficialita', ma solo LEGITTIMA SUSPICIONE

saluti

claudio

Claudio Poggi 03.05.05 11:09| 
 |
Rispondi al commento

Mi chiedo quanti farmaci rivoluzionari siano nascosti negli archivi delle multinazionali farmaceutiche,in attesa che siano esaurite le scorte dei farmaci immessi sul mercato? Il cancro è ancora il male del secolo,o rimarrà tale finchè le stesse scorte dei farmaci chemioterapici non saranno esaurite? E per quante altre malattie più o meno letali vale lo stesso principio?
Quanto valgono la qualità della vita e la stessa vita della gente di fronte alla logica del profitto di chi produce farmaci? Niente, se non producono ritorno economico.
La logica del profitto docet...


Paolo Baldassarre 03.05.05 11:05| 
 |
Rispondi al commento

Forse (probabilmente) i ripetitori di tv/telefonini fanno male. Forse anche il singolo telefonino.

Ma dimostrarlo "per metafora ed analogia" è ridicolo, non fa onore alla tua intelligenza ed è (eventualmente) deleterio alla causa.
Con simili metodi di indagine Aristotele dimostrava che la "forza" è proporzionale alla "velocità" e che "NATURA ABHORRET A VACUO".

Scemo io che ho sputato sangue per 5 anni su equazioni.

Saluti.

Riccardo Accossato 03.05.05 10:48| 
 |
Rispondi al commento

L'ANSA ha battuto il 2 maggio questa notizia
http://www.ansa.it/main/notizie/awnplus/scienza/news/2005-05-02_185365.html
e nessun giornale la riporta?
si parla di probabile pandemia, di milioni di probabili morti e l'ho sentita solo alla radio su rai2!

attila pluchinotta 03.05.05 10:43| 
 |
Rispondi al commento

Volevo semplicemente ringraziarti delle informazioni che penso anche con fatica cerchi di divulgare, informazioni spesso criptate alla maggior parte delle persone che per ingenuità, per indolenza o per ignoranza utilizzano solamente i canali tradizionali messi in bella mostra e chiaramente avvelenati con omissioni, imprecisioni e falsità intenzionali.
Ti mando un abbraccio e complimenti per lo spettacolo del 30/05 a Roma, anche se contribuisci all'ulteriore infiammazione dei una eventuale ulcera.
A proposito tu come fai?
Saluti
Roberto Scacchi

roberto scacchi 03.05.05 10:38| 
 |
Rispondi al commento

Non bisogna preoccuparsi solo della pericolosità del cellullare ma anche e soprattutto dei ripetitori installati pressocchè ovunque per farli funzionare. La tecnologia del cellulare è una tecnologia militare introdotta per uso civile senza preoccuparsi se crea problemi o meno alla salute della gente. E’ ovvio che quando ci sono di mezzo le multinazionali la disinformazione viene perpetrata sistematicamente solo ed esclusivamente per confondere le persone. Anche se basterebbe applicare la semplice regola del buon senso e cioè fino a quando non viene dimostrato che un prodotto non ha nessun tipo di nocività sulla salute umana, allora non potrà essere messo in commercio. Ma questo avverrebbe in una società civile ed evoluta. Qui in Italia invece è stato emanato il famoso Decreto Gasparri, giudicato poi incostituzionale. Ma prima di ciò molti comuni italiani, guarda caso, hanno fatto la corsa ad installare le antenne dove faceva comodo ai gestori. Uno di questi comuni è quello dove vivo io e da oltre due anni stiamo lottando con l’amministrazione comunale che prima promette di salvaguardare la nostra salute, in campagna elettorale, e poi si comporta al contrario favorendo solo ed esclusivamente i gestori. Ma noi dei comitati cittadini abbiamo il motto “più antenne per noi meno voti per voi”. Infatti sia alle elezioni dello scorso anno che a quelle recentissime, i partiti che governano la città dove vivo, hanno preso una gran bella batosta. Addirittura l’assessore all’ambiente ha rilasciato un’intervista il giorno prima delle elezioni per “rassicurare” la gente, ben sapendo che avrebbero perso un bel po’ di voti proprio come è accaduto.
Io ho visto due convegni sull’argomento elettrosmog (dovuto anche agli elettrodotti) molto interessanti. Ci sono prove scientifiche documentate e provate. Molte di queste prove sono state raccolte da uno scienziato italiano che ha partecipato ai due convegni in cui c’ero anch’io. Io consiglio a tutti, per una corretta informazione, di guardare il documento “effetti biologici e sanitari RF” (che parla anche di studi fatti sui cellulari) sul sito www.applelettrosmog.it nella sezione documenti. Tale documento è stato scritto da questo scienziato italiano già membro permanente della Commissione Tossicologica Nazionale presso l'Istituto Superiore di Sanità di Roma e già Ordinario di Mutagenesi Ambientale presso l'Università degli Studi di Padova. Consulente dell'Organizzazione Mondiale della Sanità presso l'Agenzia Internazionale per le Ricerche sul Cancro (I.A.R.C.) di Lione (Francia). Membro fondatore della International Commission for Electro-Magnetic Safety (ICEMS).
Un Comune Italiano può emanare un Regolamento Comunale con il piano delle antenne in maniera tale da individuare le aree dove far installare le antenne. In questo modo gran parte del territorio comunale sarebbe tutelato. Tale Regolamento insieme al piano delle antenne permette di minimizzare l'esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici attraverso l'installazione di un numero di antenne sufficiente a garantire il servizio di telefonia mobile.
I Comuni che hanno e stanno facendo ciò aumenta continuamente e nei casi in cui i gestori hanno fatto ricorso, hanno sempre perso in quanto il Consiglio di Stato ha sempre dato ragione ai Comuni che coscienziosamente vogliono tutelare la salute dei cittadini.
Per una informazione la più completa possibile:

http://www.repubblica.it/2004/l/sezioni/scienza_e_tecnologia/celludna/celludna/celludna.html

http://www.verum-foundation.de/www2004/html/pdf/euprojekte01/REFLEX_ProgressSummary_231104.pdf

http://punto-informatico.it/p.asp?i=48782

In alcuni paesi europei hanno bloccato le installazioni delle antenne relative a UMTS. Indovinate il perchè:

http://ospiti.peacelink.it/qualevita/html/umts.html

Un bel motivo per cui esistono i videofonini si chiama pornografia:

http://www.repubblica.it/2005/c/sezioni/scienza_e_tecnologia/celero/celero/celero.html

e non meravigliatevi perché già in passato era stata cestinata una tecnologia migliore e cioè il BETAMAX per una che permettesse di vedere i films porno e cioè il VHS, cosa che il BETAMAX non permetteva.
Ma il benessere è aumentato da quando esiste il cellulare? I problemi che ha “risolto” il cellulare, siete sicuri che non possano essere risolti da alternative che non lasciano dubbi sulla non nocività sulla nostra salute? Io non ho il cellulare e continuo a vivere benissimo, facendo tutto quello che fanno quelli che lo posseggono e che non riescono a staccarsene dato che lo tengono continuamente in mano e si preoccupano ogni nanosecondo se hanno ricevuto un messaggio o se il cellulare che squilla è il loro. Quante volte viene usato per motivi giustificabili? Secondo me una percentuale bassissima. E non mi venite a dire che al lavoro non se ne può fare a meno, perché si lavorava bene anche prima dell’avvento del cellulare.
E’ incredibile la continua campagna pubblicitaria esplicita e implicita (come nei films, telefilm, etc…) che viene fatta per far credere alla gente che senza cellulare non si può vivere, anzi, il mondo e la vita sono più belli con il cellulare. E in Italia ci sono riusciti benissimo dato che siamo il terzo o il quarto paese al mondo per numero di cellulare per abitante. Ma non c’è da meravigliarsi, visto gli italiani non reagiscono a tutto quello che succede e che viene ritenuto ingiusto: un unico gestore della telefonia fissa che si permette di far pagare il canone; tecnologia non efficiente per consumare meno e quindi inquinare meno a casa, nei trasporti; un capo del governo che possiede non so quanti mezzi di informazione; imprenditori (e banchieri?) che si prodigano per prendere per i fondelli i risparmiatori e poi la fanno franca o quasi; etc…
Noi preferiamo farci prendere per i fondelli con il digitale terrestre, con le partite di calcio e relative trasmissioni che ce le fanno vedere fino alla nausea, tanto per distrarci dai problemi veri. E ci riescono benissimo. Ma secondo voi, basta un sms per aiutare le popolazioni vittime dello tsunami? Ma vi siete mai informati su come potete aiutare veramente la gente del terzo e quarto mondo? Con strumenti come il microcredito (www.finanza-etica.org) si fa molto ma molto di più di un banale sms che serve solo a mettere a tacere la coscienza in un batter d’occhio che quasi quasi poi uno non si ricorda più se l’ha mandato o meno. Ma serve anche ai gestori che incassano sempre più...

I cellulari funzionano con valori di campo pari a 0,01 V/m e la Legge Italiana (il Codice delle Comunicazioni se non ricordo male) impone come limite superiore il valore di 6 V/m e cioè 600 volte il valore necessario per far funzionare i cellulari! Esistono Leggi Italiane (36/2001 e 381/1998) che parlano di Principio di Precauzione e minimizzazione all’esposizione dai campi elettromagnetici, ed esiste anche una sentenza del Tribunale Civile di Milano (sentenza del 10 ottobre 2003), collegio presieduto dal dottor Marco Manunta, Causa n. 43678/02, dove il valore 0.5 V/m è indicato come valore di cautela e da non superare. A tale sentenza si è arrivati grazie alla consulenza dello scienziato italiano di cui ho parlato prima. Se ci sono altre sentenze non lo so.
E’ strano vedere come spesso accade che un prodotto viene prima commercializzato e poi la ricerca “ufficiale” (bisogna vedere chi è che finanzia questa ricerca) fa i dovuti accertamenti sulla nocività o meno del prodotto già messo in commercio. A dimostrazione di come sia più tutelato il diritto (che poi non è un diritto) delle aziende di mettere in commercio qualunque prodotto, rispetto al Diritto alla Salute sancito dalla Costituzione Italiana (art. 32) e dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo.
Se non ci fossero tutti questi problemi di salute creati dalla tecnologia del cellulare (cellulare e antenne relative), perché i gestori si affannano così tanto a finanziare studi per dimostrare la “non nocività”?
Io consiglio di leggere, per una informazione corretta, il documento “effetti biologici e sanitari” presente nel sito www.applelettrosmog.it nella sezione documenti. Lì c’è anche scritto un evento accaduto all’interno del Parlamento Italiano a dimostrazione di come i nostri parlamentari si preoccupano molto della loro salute. Infatti hanno imposto all’interno del Parlamento Italiano come valore massimo di campo, il valore 0,1 V/m. Come mai per noi non può essere lo stesso? Sarà perché c’è qualcosa di cui preoccuparsi e a noi comuni cittadini non è dato sapere?????
Il progresso è sinonimo di miglioramento, così come è scritto in qualsiasi vocabolario della lingua italiana. Quale miglioramento ha apportato questa tecnologia alla nostra vita? Secondo me si confonde la parola progresso con ciò che ci permetta di scaricare le nostre nevrosi quotidiane. Basta comprare qualcosa di nuovo o di divertente per stare meglio e il “benessere aumenta”.
Il Principio di Precauzione serve solo a dare un limite per tutelare la salute, pur permettendo ai gestori la fornitura del servizio di telefonia mobile. E non si capisce perché mai non si debba rispettare tale principio.
Concludo dicendo che una delle ultime furbizie dei gestori, comune a tutte le multinazionali, è quella di far parlare qualche eminente scienziato per “tranquillizzare” i cittadini sui possibili rischi di una qualche tecnologia. Un’esempio è l’opinione sugli OGM di un noto oncologo italiano, che diceva solo una mezza verità quando diceva che la polenta è più cancerogena dei gas di scarico delle auto. Guarda caso chi finanzia l’istituto dove lavora lui? Una casa automobilista e un’azienda petrolifera.
Da notare che questo stesso oncologo ha cercato di “tranquillizzare” anche sulla tecnologia dei cellulari (telefonino e antenne). Chissà perché…

Saluti

Domenico Barranca (domenico.barranca@tiscali.it)

Domenico Barranca 03.05.05 10:32| 
 |
Rispondi al commento

BUONGIORNO BEPPE, PIU' CHE UN COMMENTO VORREI METTERTI A CONOSCENZA DI UNA BELLISSIMA COSA;
LO SAI CHE AD ARDEA (RM), NON CI SONO I VACCINI DI RICHIAMO PER I BAMBINI?
NONOSTANTE TUTTO CI FANNO FARE LA FILA LO STESSO, PER POI DIRCI CHE NON SONO DISPONIBILI.
MIA FIGLIA HA 11 MESI, MA IN FILA C'ERANO MAMME CON BIMBI DI 5 O 6 MESI.
BELLA COSA E'?
DOVE POSSO RIVOLGERMI PER FARE CASINO?
BACI ROBY

Roberto Petrone 03.05.05 10:28| 
 |
Rispondi al commento

per l'amico che lo chiedeva: le ASL che adottano questo apparecchio sono
ASL ospedale Versiglia a lido di camaiore
ASL di San Severo a Foggia

altre non so...

Carla Parodi 03.05.05 10:04| 
 |
Rispondi al commento

Bene, speriamo che si continui con la ricerca e lo sviluppo, non c'è altra strada per noi europei.

Cesare Campra 03.05.05 09:47| 
 |
Rispondi al commento

di nuovo venerdi sera quelli di striscia sono andati a rompere le palle a gilmar(il guaritore brasiliano).
secondo mio parere non si trata affatto di un impostore.basta guardare i filmati nel suo sito
www.progettogilmar.org oppure la rassegna stampa la presente.io anni fa ho visto su rai3 a notte fonda un reportage svizzero su dottor fritz.
molto realistico, le immagini non lasciavono dubbi sui loro potteri. non era gilmar in quel filmato probabilmente si tratava di arrigo il medium precendete a lui che si fa usare da dottor fritz. poverini quelli di striscia, secondo loro in italia ce solo uno unto del signore...

fabio vola 03.05.05 09:28| 
 |
Rispondi al commento

sono contenta e spero che venga presto diffuso.

viviana della seta 03.05.05 09:22| 
 |
Rispondi al commento

Comunque le cose stanno gia' cambiando.... pensate alla Puglia con Svendola per esempio (e non parliamo di spiagge) ... pare (dicitur) che dalla regione abbia detto ai pugliesi.... 'ora fate voi: io dj!'
:)

edmond dantes 03.05.05 08:57| 
 |
Rispondi al commento

Alla prostata

Non ho molta fiducia d'incontrarti
nella vita eterna.
Era già problematico parlarti
nella terrena.
La colpa è nel sistema
delle comunicazioni.
Se ne scoprono molte ma non quella
che farebbe ridicole nonché inutili
le altre.

Buona giornata a tutti, speriamo che anche Montale si faccia un sorrisino :-)
Valeria Meroni

valeria meroni 03.05.05 08:37| 
 |
Rispondi al commento

Caro sig.Panetta,

e` abbastanza che vai su un motore di ricerca e scrivi "trimprob + esami" e trovi quello che vuoi, senza fare sterile polemica nei confronti di una persona (Beppe Grillo) che non fa altro che mettere alla conoscenza di molti quello che per nostra pigrizia o mancanza di tempo non siamo in grado di scoprire da soli.
Grazie Beppe!!

Andrea Parmeggiani 03.05.05 07:39| 
 |
Rispondi al commento

Io credo che come al solito quello che manca e' una giusta dose di "misura" come la ama definire mia nonna. Io nn credo che i cellulari di per se diventeranno il secondo killer piu' temuto dopo la malaria o l'AIDS. Credo pero' che l'uso spropositato che attualmente si sta avendo di tali apparecchi possa portare a dei possibili effetti indesiderati, anche gravi. Credo che bisognerebbe applicare il concetto che tutte le cose debbano essere utilizzate con una giusta moderazione e cognizione di causa. E' veramente necessario usare il cellulare 24/7 anche quando nei paraggi ci sono telefoni fissi utilizzabili, cabine telefoniche o, nei casi piu' assurdi, quando si tratterebbe di aspettare 10 minuti e parlarsi a voce????

Beppe mi spiace tantissimo tu vada via da torino cosi' presto....non riesco a venire al tuo spettacolo.......quando sara' in vendita il dvd del tour???

Giorgia Maiolo 03.05.05 03:52| 
 |
Rispondi al commento

Prima di parlare bisognerebbe andare a vedere. La gente ormai si affida a Grillo perchè diffonde notizie che altrimenti verrebbero passate sotto silenzio. E non ho mai sentito una notizia portata da Beppe che non fosse più che documentata e sicura. I link ci sono: andate a vedere. E non vi offendete con frasi retoriche. Ci pensano già i politici.
Tra parentesi: le foto sono orrende...sperando che i mutandoni non siano di Beppe, ci sarebbe da fare una denuncia come quella alla disney per il simbolismo fallico delle foto.^__^

Niccolò Petrilli 03.05.05 01:33| 
 |
Rispondi al commento

Hei Beppe..l'hai provato anche tu?
Certo che se sei tu quello delle foto...cambiate quei mutandoni..mamma mia!! ciao

marco dal bello 03.05.05 00:55| 
 |
Rispondi al commento

Sig. Panetta:
so per certo che
- Grillo non e' solito vendere , e tantomeno aria (omnia munda mundis ?)
- le affermazioni contenute sono vere e documentate da esaustive prove cliniche

Le consiglio comunque di chiedere lumi alla fonte citata

saluti
claudio poggi studio.poggi@tiscali.it

Claudio Poggi 03.05.05 00:17| 
 |
Rispondi al commento

Grillo,

Tutto quello che vedo e' il sito di una ditta che si occupa di difesa e di elettronica. Hai altre fonti per le affermazioni contenute nel tuo messaggio o si tratta della solita aria fritta?

Bruno Panetta
Londra
bpanetta@gmail.com

Bruno Panetta 03.05.05 00:05| 
 |
Rispondi al commento

Signori...vorrei far notare come anche con le sigarette abbiamo avuto le stesse problematiche.
Tutti a fumare, tutti a reclamizzare e a renderle quasi necessarie se volevi apparire come vincente.
Ed eccoci qui, finalmente con la prova inconfutabile che di fumo ci si ammala gravemente e si muore.Chi fuma e anche chi si becca il passivo.
Con i cellulari e anche con altre cose e' lo stesso principio, vendere il piu' possibile fregandosene altamente della salute altrui e sperare , insabbiando il piu' possibile, che la verita' salti fuori moooolto piu' in la' e magari crearsi un alibi per pararsi il culo.
E noi sempre in mezzo...immersi nella nostra infinita ignoranza in materia.
Qualcuno si domandera' se esiste un ente appositamente creato per salvaguardare la nostra salute con ricerche serie e fondi.
Ci facciamo 2 risate?

enrico bosco Commentatore in marcia al V2day 02.05.05 22:50| 
 |
Rispondi al commento

Questo ingegnere, in realtá ha fatto questa scoperta "per caso" mentre studiavano metodo militari di ricerca di mine esplosive; poi hanno perfezionato i circuiti ed hanno fatto questa grande scoperta che puó essere di aiuto a molti di noi! venvenga allora! avanti con la ricerca anche se incomincia dal campo militare!

Jose Luis felitti 02.05.05 22:50| 
 |
Rispondi al commento

Leggete questo articolo e poi ditemi cosa ne pensate!!
Ciao a tutti

www.aerrepici.org/rathinterit.htm

Sandro Gozzi 02.05.05 22:38| 
 |
Rispondi al commento

gli eroi non esistono.

sara mia 02.05.05 22:27| 
 |
Rispondi al commento

Michele Vallario: da quale infinito baratro di ignoranza e presunzione ti arriva la convinzione che sia una misura di conducibilita'?
Hai un'idea di come si possa misurare la conducibilita' di un tessuto sepolto sotto altri tessuti con microonde? Io no.
Parla di quello che sai , probabilmente solo di argomenti da bar.

Carla Parodi 02.05.05 22:26| 
 |
Rispondi al commento

Non ci resta che aspettare, non penso che abbiamo molta possibilità di scelta alla fine.

sara mia 02.05.05 22:23| 
 |
Rispondi al commento

In questo periodo stiamo vedendo avverarsi, con una naturalezza terrificante, le trame dei peggiori film thriller-politici di cassetta di serie z: Quello che una volta erano gli "affari privati" di pochi e temuti potenti, mafiosi, politici (o a volte tutte e tre le cose insieme, in una trinità sovrannaturale quasi)in una determinata regione dell'italia, o localizzate nelle grandi città italiane degli affari come Roma, Torino, Milano, adesso seguendo in pieno la direttiva della globalizzazione, diventano affari su vasta scala, dove chi ruba o imbroglia per un solo milione di euro, diventa un patetico e pezzente rubagalline, quasi tenero! Falsi in bilancio di una intera nazione, furto legalizzato dei risparmi di MILIONI di persone, assoluta incuranza nell'uso di agenti chimici (economici per i produttori) in beni di largo consumo, scavalcamento di direttive europee e diritti costituzionali fatti con assoluta nonchalanche! Non si preoccupano più nemmeno di nasconderlo!! Non si truffano o sfruttano più solo caste, famiglie o elementi dipendenti di un gruppo: veniamo spremuti nell'ordine di interi popoli. I must economici di qualsiasi grande azienda ormai vanno nell'ordine della conquista di nazioni, che sia con la fornitura clandestina di armi (mica tanto clandestina alla fine) alla droga o al denaro ad usura...ma stanno giocando a risiko?? Purtroppo quelli che conducono il gioco, sono anche quelli che formano o DEformano l'intera struttura culturale e scolastica, anche per loro i giovani e i bambini sono il futuro: Massa di nuove, fresche pecore che compreranno i loro prodotti, andranno al cepu, avranno i loro 8 telefonini (con riciclo ogni 6 mesi)pagheranno il "servizio a valore aggiunto" della telecom per telefonare a Madame Stella che gli darà i numeri del lotto, perchè dopo aver ricomprato i cellulari nuovi non sapranno come dare da mangiare ai loro figli (che però hanno per fortuna tutti il Panasunic g4000 che ti fa anche le previsioni meteo e la mattina ti prepara il caffè se in casa ne è rimasto, anche il bimbo di 3 mesi, che altrimenti si sente sminuito rispetto ai fratelli). Una massa nuova, novità del nostro secolo, in cui i nuovi obblighi, rispetto al totalitarismo precedente aggiunge nuova direttiva: CREDERE, OBBEDIRE, COM...PRARE.
Io, come molti altri, vedete, mi rendo conto dei problemi, ma sono smarrito, perso, non ho ancora 25 anni e già vorrei che la mia vita fosse al termine per non vedere altro, quanto sarebbe bello, come nelle favole, che nei momenti più bui come questo, dal nulla emergesse un leader, capace di guidare e trasformare la massa di pecore in leoni, ma se nemmeno Beppe Grillo, che da decenni grida "VERGOGNA" per quello che ci stanno facendo, universalmente, ha voluto l'onere di tentare di mettersi alla guida di questo treno deragliato, chi potrà mai? Qua vedo centinaia di Sceriffi di Nottingham, di Principi Giovanni, di Mordred e di Iago, vedo tutti gli antagonisti letterari ben vivi e pasciuti, ma dove sono finiti gli eroi?

Gabriele Marsiglia 02.05.05 22:19| 
 |
Rispondi al commento

che c'azzeccano gli innocui telefonini con un apparecchio che misura le variazioni di conduttività dei tessuti? è ora di finirla con la fisica da bar!

Michele Vallario 02.05.05 22:09| 
 |
Rispondi al commento

Sig. Grillo, non sara' che ce l'ha tanto con i telefonini perche' non le fanno fare la pubblicita'?

Carla Parodi 02.05.05 22:03| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE TU CHE IDENTIFICHI CON CREATIVITA' E SIMPATIA LA VOCE DEL POPOLO,SUCCUBE DI UNA "QUASI DITTATURA",PREMESSO CHE IL GOVERNO E LO STATO DI CUI FACCIAMO PARTE SONO LA TESTA DELLA PIOVRA,COME POSSIAMO RIBBELLARCI AI NOSTRI SUPERIORI DI QUALSIASI RANGO,ED ESSERE LIBERI NELLA LIBERTA' DEL NOSTRO PAESE?

ALFIO MARTIRE 02.05.05 21:49| 
 |
Rispondi al commento

volevo fare i complmenti a grillo per la sua tenacia ed intelligenza .
Sei la nostra voce, la voce della gente che si e rotta le scatole di essere manipolata la gente che vuole sapere, conoscere la verità sul momdo in cui viviamo.se una speranza non arrenderti ti prego grazie grillo .

letizia di franco 02.05.05 21:37| 
 |
Rispondi al commento

Per la Signora Lucia : e' un sistema completamente nuovo e diverso dalla ecografia.

E' complementare a questa, tranne che per un punto importante che lo distingue sia dall'ecografia che dagli esami radiologici: riesce infatti a fare indagini molto precoci, e a stabilire l'esistenza di neoplasie quando queste sono ancora invisibili ad un normale esame radiografico.

saluti

claudio poggi

Claudio Poggi 02.05.05 21:19| 
 |
Rispondi al commento

e ora chi glielo va a dire al Ministro <gasparri, che diceva che al di sotto i limiti di esposizione stabiliti dalla legislazione Italiana non ci possono essere effetti?

Franco Rossi 02.05.05 21:14| 
 |
Rispondi al commento

Attualmente questo tipo di esame è in uso presso qualche ASL ? Se si quali?

Andrea Vignaroli 02.05.05 21:10| 
 |
Rispondi al commento

Il sistema sembra molto simile all'ecografia, mi sembra che non abbia vantaggi particolari o una visione migliore, anche l'ecografia ha costi irrisori, ed è già diffusa in tutti gli ospedali.

Beppe vieni a fare un giro nel mondo degli infermieri? eddai vieni che troverai qualche sorpresina :-)

Lucia Zanovello 02.05.05 20:55| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE GRILLO FONDA UN PARTITO PER FAVORE CI SIAMO ROTTI I COGLIONI DI QUESTI STRONZI.IO NON VOTO PIù FINO A CHE NON FONDERAI UN PARTITO, TANTO NON CI RIMETTI NIENTE E DI SICURO FAI PIù RIDERE DI BERLUSCONI

FAUSTO GAMBA 02.05.05 20:51| 
 |
Rispondi al commento

I costi di un esame di questo tipo sarebbero irrisori, scrivi.
Temo che questo sia un problema per la diffusione del metodo, visto che i malati contano meno delle case farmaceutiche, o no?
Ma spero di sbagliare.
Ciao
Francesco

francesco masala 02.05.05 20:44| 
 |
Rispondi al commento

per Osvaldo: ma cosa dici.
Pensaci un po' : qualunque cosa fa male, anche l'ossigeno. Basta assumerlo in modo improprio.
L'acqua in cui tuo cugino affoga e' naturale, e' sempre esistita, e non e' stata creata da una qualche multinazionale per ricavarci quattrini.

La tecnologia dei cellulari invece e' stata diffusa sull'errata assunzione che l'unico effetto sia quello termico.
Invece no, ce ne sono altri. E questo apparecchio mi sembra (mi informero' meglio) che lo dimostri.

Franco Cozzi 02.05.05 20:40| 
 |
Rispondi al commento

E' già un po' che esiste.
Ma temo che come dici tu faccia molta fatica a diffondersi.
E pensare che è stato inventato da un ingegnere italiano!!!

Alberto Mancini 02.05.05 20:34| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,sono Mara.Ho visto il tuo spettacolo venerdi 29 aprile e ti devo ringraziare.Ho passato 2 ore stupende dove si ride ma soprattutto si pensa e si riflette,cosa che non capita spesso.Continuqa cosi'.

mara montesi 02.05.05 20:08| 
 |
Rispondi al commento

Una volta la TIM regalava un manuale "scientifico" che dimostrava come le radiazioni non ionizzanti non potevano avere effetto negativo sull'uomo.. così c'era scritto.. che disinformazione!! Le microonde sono onde non ionizzanti, ma vallo a spiegare al cane di quella tizia americana che l'ha messo nel microonde che non fanno male!!!!

E i cellulari (e i cordless, come quello che hai pubblicizzato per Skype) trasmettono nelle microonde, in grado di eccitare le vibrazioni dei dipoli di acqua e quindi di causare un aumento di temperatura...

Qualcuno ci deve dire (con una ricerca seria, credo che sia possibile..) quali sono gli effetti di una esposizione continua ai campi elettromagnetici di cellulari, cordless, wi-fi, etc.. da quanto ho studiato io i campi si sommano, sono proprio curioso di sapere quanto ci stiamo cuocendo :p

Mauro Pasquinelli 02.05.05 19:48| 
 |
Rispondi al commento

"A questo punto pero' una domanda e' inevitabile : come si fa a dire che l’esposizione ai campi elettromagnetici (telefonini, antenne, parabole, ecc) non ha effetti sulle persone, quando con radiazioni molto inferiori ad un telefonino si può interagire con il corpo umano e addirittura “parlare” con la prostata?"

quando mi metto nella vasca da bagno l'acqua interagisce col mio corpo eppure l'acqua non è dannosa.
Quando bevo un bichier d'acqua interagisco con l'acqua eppure l'acqua non è di per sé dannosa.
Se io entro nell'acqua perchè ci cado, non affogo, perchè so nuotare e anche fare il morto, grazie all'aiuto di Archimede che mi tiene da sotto.

Se ci cade mio cugino annega anche se sono 30 centimetri.

Quindi dobbiamo affermare che l'acqua è dannosa.

Giusto?

Osvaldo Fisterla 02.05.05 19:46| 
 |
Rispondi al commento

Sono contento che strumenti come questi,siano a basso costo e alla portata di tutti i pazienti.perchè credo che la salute sia il bene più prezioso che abbiamo e non dovrebbe ,secondo me,esistere la "sanità privata".

E penso sia anche il momento di iniziarci a preoccupare e difenderci dalle onde trasmesse dai cellulare.
nb:grande Beppe,ti ho visto Roma,continua cosi.io ti sostengo!

Gil.

gilberto ceccarinr 02.05.05 19:46| 
 |
Rispondi al commento

per Nicolas :
il principio su cui si basa e' molto diverso dalla semplice attenuazione/rifrazione. non e' un radar.
comunque ti posso dire, per averci lavorato, che esiste una casistica infinita ottenuta con studi epidemiologici molto estesi in alcuni dei maggiori ospedali italiani.
per maggiori info rivolgiti direttamente a l sito: sono tra l'altro talmente ogogliosi di quello che hanno realizzato che ti risponderanno certamente.
ciao
claudio

Claudio Poggi 02.05.05 19:45| 
 |
Rispondi al commento

Verrebbe la facile battuta che alcuni con la prostata ci ragionano ma lasciamo perdere.

Sarei sopresa di vedere questo metodo di analisi inserito negli ospedali pubblici, che vivono di conti gonfiati e valvole mitraliche spanate (come a Torino).

Conosco persone che da quando hanno il telefonino accusano vuoti di memoria ed altri effetti sul cervello che prima non accusavano, quindi che il telefonino non faccia male è sicuramente una balla.

Un saluto da una tua affezionata lettrice e blogger a sua volta.
D.

Diana Nuzzo 02.05.05 19:23| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori