Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Venerdì 13: requiem per l’informazione

  • 721


Beppe-grillo-editori.jpg

Presenti al convegno sull’informazione "Crescere tra le righe" a La Bagnaia.

Fedele Confalonieri, presidente Mediaset
Enrico Mentana, direttore editoriale Mediaset, conduce i lavori
Flavio Cattaneo, direttore generale RAI
Tom Mockridge, amministratore delegato Sky Italia
Marco Tronchetti Provera, presidente Telecom Italia (TV La 7)
Maurizio Gasparri, ex ministro delle comunicazioni
Mario Landolfi, ministro delle comunicazioni
Giulio Tremonti, vicepresidente del Consiglio dei ministri
Giulio Andreotti, senatore a vita
Franco Frattini, vicepresidente Commissione europea
Pier Ferdinando Casini, presidente Camera dei deputati
Cesare Romiti, presidente onorario RCS Mediagroup
Giuseppe Cerbone, amministratore delegato Il sole 24 ore
Innocenzo Cipoletta, presidente Il sole 24 ore
Ferruccio De Bortoli, direttore Il sole 24 ore
Vittorio Feltri, direttore Libero
Gianfranco Mazzuca, direttore Quotidiano nazionale
Pietro Calabrese, direttore Panorama
Marcello Sorgi, direttore La Stampa
Maurizo Costa, amministratore delegato Mondadori
Vittorio Colao, amministratore delegato RCS Mediagroup
Piergaetano Marchetti, presidente RCS Quotidiani
Paolo Panerai, Direttore ed Editore di Class Editori


La voce dell’opposizione:

Franco Bassanini, senatore
Giuliano Amato, senatore
Walter Veltroni, sindaco di Roma


Questi sono i desolanti termini del dibattito di ieri.

23 contro 3... questi ultimi completamente inesistenti, mi chiedo cosa ci siano andati a fare.

Perchè si prestano a queste cose se non hanno niente da dire?

Un dibattito senza contraddittorio è una presa per il c..o per i giovani presenti.

Il contraddittorio sarebbe Bassanini che tiene un fascicolo in mano che è sempre lo stesso da anni?
O Veltroni che pensa al terzo mondo, mentre in Italia siamo già al quarto?
O Amato, il "dottor Sottile", oggi sarà stato meno sottile dei suoi due colleghi?

Il tutto mantecato dal viscido Mentana.
Sempre più spietato verso i giovani, ha zittito così uno studente che stava facendo alcune osservazioni: "...qui non siamo a Giocagiò...".

L'opposizione ho cercato di farla un po' io, anche in difesa dei ragazzi e dei loro professori umiliati da quell'incontro.

Pubblico tre audio (il video non aveva una qualità sufficiente) di alcuni momenti; con Confalonieri che ha detto: "...questo non capisce un c..o" e un livido Gasparri che dalla sala ha abbozzato un timido"..no..no.." negando di aver telefonato minaccioso ad Antonio Ricci dopo una mia breve apparizione a "Striscia".


Gli audio:

Il più vivo è Andreotti

I venditori della comunicazione

La fattucchiera con l’esaurimento nervoso

14 Mag 2005, 18:00 | Scrivi | Commenti (721) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 721


Commenti

 

Di pietro è decotto, e i voti col cacchio che li piglia, ppoi a sinistra ci saranno le candidaure bloccate..non tutti contro tutti.
lasciamo perdere, di pietro faceva molti piu' danni al sistema se stava furi dalla politica, da quando è entrato se lo sono magnato.
la stessa cosa che proponete a grillo, entrare in politica vuole dire sparire nel buco nero.
max....di pietro.....

comprare mi piace facebook Commentatore certificato 28.09.15 15:03| 
 |
Rispondi al commento

Ma con che coraggio organizzano queste conferenze? Se la cantano e contano fra di loro? Quando ho letto i nomi mi son venuti i brividi ed ho pensato che erano li per mostrare quanto han rincitrullito la massa con la loro finta concorrenza.
Siccome erano presenti giovani il nostro Beppe ha fatto bene a presentarsi e a difenderli sputtanando questi potenti da 4 soldi!

Danx C. 01.02.09 18:20| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo sono una 48enne che ti segue sempre con attenzione, anche perchè ormai di persone che divertono facendo riflettere penso che in Italia non ce ne sia più. Ti chiedo però cosa ne pensi del tuo amico fraterno tale Ricci Antonio che penso possa essere tranquillamente annoverato tra i Mentana vari (e mi riferisco a ciò che tu dici nel tuo spettacolo) che travestiti da persone libere ci propinano un continuo strisciante martellamento pro-nano sopratutto da quando il centro-sinistra è al governo. Non che quest'ultimo sia esente da critiche,ma mentre la satira nei confronti del nano è sempre molto bonaria, quella per la maggioranza denota che l'occhio del padrone è sempre in agguato. Astuto ma triste per uno che dice di avere un quadro con la faccia di Gramsci dietro la scrivania. E' poi come mai si denunciano sempre cose che non coinvolgono i nostri ex govermanti. Strano visto le numerose implicazioni del nostro ex Presidente del Consiglio. A proposito perchè non diciamo che per fare una TAC con bollino verde e quindi con una massima attesa di 72 ore a Milano attualmente e parlo in tempo reale visto che ho provato stamattina bisogna aspettare 10 giorni al Centro Diagnostico Italiano e 20 All'Istituto Auxologico. Perchè il Sig. Ricci non va dal governatore Formigoni invece di parlare solo di Napoli? I problemi esistono anche quando c'e una regione di centro???destra. Grazie Baci Claudia

nicoli claudia 29.09.06 14:07| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe..
che soddisfazione che ti sei preso a quel convegno per l'informazione e ce l'hai fatta vivere un po anche a noi, ma adesso l'importante è che ci fai vedere al cassetta..
Faccela vedere gratis o faccela pagare ma faccela vedere cazzo.
Le facce di Gasparri, Mentana and company non posso perdermele, lo capisci vero?
Ciao

Federico Bonadiman 17.02.06 21:55| 
 |
Rispondi al commento

Riporto un articolo dell'osservatorio permanente sul convegno in questione, dal sito: http://www.osservatorionline.it/index.php?s=4&p=0.


"La seconda sessione: venerdì pomeriggio
Tavola rotonda: I giovani italiani: telespettatori o teleprotagonisti?
Se al mattino sono stati protagonisti i giornali ed il loro rapporto con i giovani, questa sessione si è aperta con uno sguardo al mondo della comunicazione televisiva.

Protagonisti del dibattito i massimi esponenti delle principali aziende del settore, Flavio Cattaneo, Direttore Generale della Rai, Fedele Confalonieri, Presidente di Mediaset, e Tom Mockridge, Amministratore Delegato di Sky Italia, affiancati da due uomini politici dei due diversi schieramenti molto attivi sul tema della comunicazione, il Senatore Franco Bassanini ed il Deputato Maurizio Gasparri.

Non sono mancate scintille tra i relatori, soprattutto quando a scaldare gli animi ha pensato un inatteso intervento di Beppe Grillo, che con i suoi modi dissacratori ha voluto lanciare ripetute provocazioni nel corso della discussione.

Al termine dell'intervento di Beppe Grillo, a cui era stata data la parola, il presidente dell'Osservatorio, Andrea Ceccherini, si è scusato con tutti i partecipanti al convegno per l'invadenza inattesa del comico genovese, che ha preteso la parola ed è salito sul palco senza che la stessa opportunità fosse data a ciascuno di loro.

Il tema della libertà di stampa, in Italia e nel mondo, del difficile equilibrio tra le esigenze di audience e l'opportunità di proporre produzioni di qualità, sono stati per 90 minuti protagonisti della scena".

Caro Beppe,
fa piacere che ci sia ancora qualcuno che avanza la pretesa di esprimersi e sale su un palco senza autorizzazione...

Buona Giornata

Davide Nali 15.02.06 10:18| 
 |
Rispondi al commento

Condivido a pieno le tue idee riguardo lo SCHIFO che ogni giorno compare nella politica italiana, (che ormai è sempre più una economia-politica inseparabile) e proporrei te come candidato per le prossime politiche italiane nel 2006! Continua così BEPPE sei un mito. Fantastico il tuo DVD con lo spettacolor di Roma.

Saluti

Matteo

Matteo Origlia 14.01.06 16:46| 
 |
Rispondi al commento

COMUNICAZIONE!!PERCHE' NON RISPONDERE CON GLI STESSI MEZZI,VISTI GLI ESCLUSI DALLA TV(GRILLO,LUTTAZZI,BIAGGI,SANTORO ECC.ECC.)CON LA COLLABORAZIONI DI ASSOCIAZIONI NO PROFIT E PERSONAGGI DELLO SPETTACOLO IMPEGNATI IN OPERE DI BENEFICENZA.CREANDO UNA TV ETICA SENZA SPONSOR MAGARI TRAMITE UN CONTRIBUTO VOLONTARIO DEI CITTADINI DANDO LA POSSIBILITA'DI CONFRONTARSI LIBERAMENTE SENZA FILTRI ESPRIMENDO IL GRADIMENTO DEI PROGRAMMI TRAMITE LE NUOVE TECNOLOGIE.DARE MAGARI UNA LEZIONE A MAMMA RAI DI VERA DEMOCRAZIA.OPPURE SE DOBBIAMO CONTINUARE A PAGARE UN CANONE ELIMINARE COMPLETAMENTE SPONSOR E PUBLICITA'E OBLIGARE L'EMMITENTI COMMERCIALI CHE UNA PERCENTUALE DEGLI INTROITI PUBLICITARI 30/40 O 50% DOVREBBERO FINANZIARE L'EMITTENTE PUBLICA DI STATO.QUESTO FORSE POTREBBE(A MIO MODESTISSIMO E UMILE PARERE)MIGLIORARE LA FAZIOSITA'DELLA COMUNICAZIONE RAI IN ITALIA GARATENDO PLURALITA'E PROGRAMMI QUALITATIVAMENTE PIU ELEVATI SENZA L'INFLUENZA DEI DATI AUDITEL.BASTI PENSARE A COME POTREBBE UN PROGRAMMA DENUNCIARE UN DISSERVIZIO DI UN'AZIENDA QUALUNQUE,QUANDO VIENE FINANZIATA TRAMITE LA PUBLICITA'DALLA STESSA.

PIERLUIGI CIANCIOTTA 10.01.06 10:18| 
 |
Rispondi al commento

Un saluto a Beppe da parte mia, desidero ringraziare i tuoi genitori per averti creato... mi dai carica, speranza e la forza di andare avanti...sei unico e non raro!!!Desidero solo dirti che il 3° audio del tuo intervento "fattucchiera con esaurimento nervoso", va a velocità più che doppia, quindi si sente una voce incomprensibile, peccato perchè stavo godendo nell'ascoltarti, così come faccio da quando esisti. Grazie per l'attenzione e per la gioia che mi dai ascoltandoti o vedendoti nei tuoi spettacoli e non.
Con immenso riconoscimento,Beppe Cillaroto

Beppe Cillaroto 09.01.06 15:29| 
 |
Rispondi al commento

3 anni fa fui invitato,come studente liceale,a partecipare al secondo(se non sbaglio) convegno di "Crescere tra le righe".
Entusiasmo iniziale,e un pò di orgoglio per essere stato scelto,nonostante la mia avversione per "Il resto del Carlino"(semplicemente disastroso),sono stato prontamente deluso dai toni di un convegno che di tavola rotonda non aveva proprio nulla...un continuo ed univoco sbrodolarsi addosso da parte di editori vari,mezzi politici,giornalisti.
Noi giovani facevamo da paesaggio,con cervelli di nature morte addormentati da sofismi da bagaglino.
Tutti i discorsi vertevano su un unico punto (tralasciando la millantata libertà di stampa in Italia,e ne parlava pure quel cogl***e di Murdoch:da piangere.): bisognava apportare una semplificazione nel linguaggio giornalistico,altrimenti i ragazzi spaventati dall'eccessiva complessità degli articoli non avrebbero mai COMPRATO(dicevano più spesso "comprare" piuttosto che "leggere") i quotidiani!
E via col renderli più accattivanti con pagine colorate e più ricche di foto,oppure con inserti mirati ad un target più giovane...
Ho fatto un intervento:
-" I vostri discorsi sono indirizzati verso una precisa considerazione di noi ragazzi: ignoranti o minorati. Credo che stiate confondendo la parola GIOVANE con IDIOTA. Il problema non sta nel linguaggio troppo tecnico per essere compreso da un 16enne,visti anche i frequenti errori grammaticali della maggioranza dei giornalisti,MA STA NELLA MANCANZA DI CONTENUTI!"
Poi mi hanno tolto il microfono!! Almeno gli studenti ed i professori hanno applaudito...Cesara Buonamici(la moderatrice...) ha tranquillamente glissato e si è prontamente tornati all'argomento principale: quanto siano stupidi i giovani,quindi meno sostanza e più apparenza,l'importante è farli comprare e NON informarli,no?
Ed il premio(più falso del mondo) a Mentana per la sua carriera giornalistica??? Meno male che ho preso appunti...

Jonathan Sanfilippo 07.01.06 21:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

====================================================================================================


Il Patto dello Sciacchetrà

Le ultime dichiarazioni di Fiorani stanno facendo emergere la verità sull’incontro che ha visto il SENATORE LUIGI GRILLO, Gran Maestro dell’operazione di corruzione e appropriazione indebita più sporca dalla fine di Tangentopoli.

L’incontro ha visto la partecipazione di: Fazio, Fiorani, Berlusconi e Grillo. Le dichiarazioni ufficiali vollero far passare l’idea di una difesa delle banche italiane contro l’assalto dei Barbari europei.

In realtà, il Senatore Luigi Grillo, eletto in Liguria nelle fila di Forza Italia, aveva bisogno di tanti soldini per costruirsi la VILLA nella Riviera Ligure (costruita abusivamente nel Parco Naturale delle Cinque Terre e poi condonata); quale sistema migliore per fare ciò se non fregare un po’ di soldi ai correntisti della Banca Popolare di Lodi.

Il sistema a quanto sta dicendo Fiorani era semplice: bastava aprire un conto nella sua Banca, dare l’appoggio politico all’operazione bancaria più sporca della Seconda Repubblica e in cambio ci si ritrovava un bel gruzzoletto sul proprio conto corrente.

Il Senatore Grillo, una delle figure più losche della Politica italiana, ha fiutato subito l’affare e si è lanciato nella strenua difesa della scalata di Fiorani, ovviamente le sue dichiarazioni pubbliche sono state ripagate a suon di MILIONI di euro.

Il problema è che i soldi affluiti nelle tasche di LUIGI GRILLO erano dei correntisti della Banca Popolare di Lodi che sono stati truffati, rapinati e beffati; una persona che ha rubato dei soldi agli italiani dovrebbe stare in GALERA e non in Parlamento in una posizione chiave (Presidente della Commissione Trasporti del Senato).


IL SENATORE LUIGI GRILLO DEVE STARE IN GALERA E NON IN PARLAMENTO !!!!


===================================================================================================

Marco Gilles 21.12.05 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, ho appena ascoltato i file audio..che dire se non..perchè non ti candidi per le elezioni del 2006?? Io propongo una raccolta di firme per chi vuole Beppe candidato come prossimo premier..continua così sei unico

Matteo Espis 05.12.05 15:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ho ascoltato i file audio , stavolta sono pienamente d'accordo , si tratta di argomenti che interessano tutti , insisti fino a raggiungere il grande pubblico , se dovesse uscire una raccolta di firme o qualcosa di simile per fartiottenere un programma televisivo avresti il mio sostegno.

Antonello Carta 04.12.05 16:35| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

Sono ormai anni che ti seguo (a quando la setta?) e vedere e percepire come noi giovani veniamo trattati da questo stato ormai moribondo (da più punti di vista) mi fa particolarmente male ...

Sono un "dottore" in Fisica, anche se ormai la parola "dottore" è priva di significato: la riforma Moratti ha palesemente riordinato i cicli universitari per alzare gli indici di neolaureati ma io stesso ammetto che questo titolo è privo di utilità. Di fatto, sto frequendando il cosiddetto corso "Magistrale" (ex Specialistica) necessario per assicurarmi un mio posticino di ricercatore ... assicurarmi ... parola grossa ma a questo ci pensiamo dopo.

In questi ultimi anni le facoltà di Fisica e Matematica stanno avendo un'enorme crisi: pochissimi iscritti (ma questo è inevitabile fino a quando ci saranno docenti che diranno a dei ragazzini delle medie "L'area del cerchio non è importante e quindi non la studiamo.". Ma cosa ca..o vuol dire!! Giotto per dimostrare la sua capacità artistica disegno un cerchio perfetto, i greci studiavano i cerchi ... il cerchio è la figura più semplice e naturale che esista!!! Allora è evidente che nessuno mai potrà apprezzare la matematica fino a quando esisterà gente del genere!!) ma soprattutto pochissimi laureati all'anno. Perché questo? Perché le prospettive italiane per un laureato in Fisica o in Matematica sono pessime! Chi si iscriverebbe in una facoltà dove le probabilità di laurearsi e di trovare lavoro nel TUO PAESE sono infime!! E come tirarsi una martellata sui maroni!! Eppure io, come del resto altri, abbiamo deciso di proseguire per questa via e a malincuore stiamo già progettando di andare all'estero ... e sì Beppe, di andare all'ESTERO. In paesi come la Svizzera non ti assumono perché passo uno stupido concorso ... lì ti assumono perché IL TUO CAMPO DI RICERCA E' IL LORO!! Tu fai una tesi, se a loro piace ti assumono!! Un ricercatore all'estero prende quasi il doppio!!

Salvatore Mandrà 04.12.05 00:53| 
 |
Rispondi al commento

ciao...beppe...ho sentito gli audio dell'inciontro " crescere tra le righe "
forse quei porci che c'erano a parlare volevano fare " crescere le righe....."
ciao.....

ivano cipollina Commentatore in marcia al V2day 03.12.05 15:45| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe
grazie a te risparmio sui biglietti del treno e sulle telefonate: studio 3-4 ore al giorno in teleconferenza con skype con i miei compagni di università da casa.
Quando ho finito, con il tempo del viaggio risparmiato, vado a fare una corsetta per Imola.
Saluti a tutto il Blog

Mattia Accorsi 03.12.05 01:16| 
 |
Rispondi al commento

Su meetup ho messo anche l'intervista rilasciata al Tg3 un paio di settimane fa http://crazymike.altervista.org/AmiciDiBeppeMilano/
Tieni duro Beppe!

Giovanni Paolucci 02.12.05 18:38| 
 |
Rispondi al commento

eh caro Beppe che dire.....
è un'altra delle vergogne dell'Italia , un paese pieno di controsensi. Un paese che è tra i sette paesi più industrializzati del mondo e compra tutto, dalle materie prime all'energia e i suoi governanti pretendono che sia competitivo......
Invece di pensare al ponte sullo stretto ( e io non sono di sx )che potrebbe essere fatto di immondizie se continuiamo cosi , sarebbe il caso di pensare alle cose più importatnti ed urgenti, vedi la sanità , lo smaltimento dei rifiuti , la produzione di energia con le fonti alternative e rinnovabili. Invece di pensare alla TAV (un progetto assurdo ), sarebbe meglio pensare a renderci indipendenti dal petrolio, visto che non ne abbiamo e che le tecnologie per svincolarsi ci sono. Mah... un'altro dei controsensi di questo paese è che nonostante non siamo degli idioti( come ha detto uno del forum ) non esitiamo a farci comandare comunque da degli idioti..... ai quali non interessa niente delle sorti del paese ma interessa esclusivamente del loro interesse.
Ciao Beppe ......

sante franco 02.12.05 12:48| 
 |
Rispondi al commento

Grande Beppe, ti seguo da sempre...
vorrei portare all'attenzione il problema del ponte sullo stretto... sai sono di MESSINA ed in più sono un ingegnere civile: ci sono sotto tanti di quegli imbrogli e irregolarità da riempire un'enciclopedia, ma purtroppo c'è anche tanta ignoranza che apre facilmente la strada!
Vorrei che tra i tanti temi di cui tu ti occupi portassi alla ribalta anche questo.
Continua così... con tutta la mia stima

Salvatore Condurso 02.12.05 12:24| 
 |
Rispondi al commento

DTT, accuse di pastetta sui decoder
Secondo alcuni senatori della Repubblica molti dei decoder finanziati dallo Stato sono prodotti da una società controllata da Paolo Berlusconi. L'accusa è violazione delle norme sul conflitto di interessi


Roma - Piove a dirotto sulla televisione digitale terrestre (DTT) all'italiana: questa volta a criticare l'operazione con cui il Governo negli ultimi anni ha finanziato l'acquisto di decoder è un gruppo di senatori dell'opposizione che accusano una violazione della normativa sul conflitto di interessi. A loro dire, infatti, molti dei decoder finanziati sono prodotti da una società controllata da Paolo Berlusconi, fratello del premier Silvio Berlusconi.

Secondo Luigi Zanda, senatore della Margherita che ha firmato una interrogazione rivolta al ministro delle Comunicazioni insieme ad alcuni colleghi (Caddeo, Murineddu e Nieddu dei DS e Dettori della Margherita), "l'effetto non trascurabile di questa benedetta transizione al digitale terrestre è stato quello di aumentare il patrimonio della società Solari.com controllata, attraverso la finanziaria Pbf srl, dal signor Paolo Berlusconi".

L'interrogazione presentata in Senato ricostruisce la vicenda dei contributi, sostenendo che oggi si è di fronte ad una "mera operazione commerciale" e - si legge nel documento - "guarda caso, il principale distributore in Italia dei decoder digitali Amstrad del tipo Mhp è la Solari.com, controllata al 51% da Paolo e Alessia Berlusconi attraverso la società finanziaria Pbf srl da loro posseduta". "È curioso notare - accusa il testo - che la società controllata da Paolo Berlusconi ha cominciato a commercializzare i decoder per la nuova tecnologia a gennaio 2005, proprio quando è stato lanciato il servizio pay per view Mediaset Premuim e, da gennaio a luglio 2005, il fatturato della Solari.com è raddoppiato fino a raggiungere 141 milioni di euro".
tutti i conflitti d'interesse di berlusconi:
---> http://guerrillaradio.iobloggo.com/

alessandra arrigoni 02.12.05 01:32| 
 |
Rispondi al commento

Grande Beppe!!!
Sei nei nostri cuori!!!

Luca Cabri 01.12.05 23:56| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE!
COME DICIAMO A nAPOLI!
DEVI CAMPA' CIENT' ANNI!

P.S.
IL FORM PER POSTARE I MESSAGGI METTILO SOPRA ALLA PAGINA PERO'!

Sergio De Rosa 01.12.05 22:35| 
 |
Rispondi al commento

Grande beppe,
ho saputo solo ultimamente visionando il tuo dvd di questo tuo intervento: ti sei tolto una grandissima soddisfazione a rendere piccina piccina quella gentaglia che ci crede dei poveri idioti,è una soddisfazione immensa che io e sicuramente molti altri avremmo voluto toglierci!Mi dispiace solo non potere vedere le loro facce!E poi dai file audio ho sentito le risposte che ti davano:sembravano bambini viziati che fanno i capricci...e questa gente comanda le nostre telecomunicazioni e il nostro sviluppo tecnologico!Per dirtene una qualche mese fa è venuto a parlare da noi all'università di modena l'ingegner Dumas dell'università di Limoges(Francia),uno dei migliori professori in materia di tecnologie per le telecomunicazioni:si parlava di internet ed è rimasto molto sorpreso nell'apprendere che la maggior parte di noi utilizzava internet a 640Kbit sec...lui ci ha risposto che in Francia, ad un prezzo minore,già da un anno, hanno la linea ad 8mega bit sec!!!!Chissà se ne era a conoscenza di ciò?O magari aveva letto l'articolo sul Corriere della Sera sui "grandi risultati e progressi" della Telecom.Inoltre sono già a buon punto nello studio in trasmissioni a banda larga in fibra ottica(banda che può arrivare a 100Mega bit sec)!!!Mi sono reso conto che mentre il mondo avanza, i giovani del resto del mondo avanzano, noi stiamo camminando, anzi,correndo all'indietro!!Ciao Beppe stai facendo un ottimo lavoro con questo blog!Ti vogliamo bene!

giacomo manni 29.11.05 21:41| 
 |
Rispondi al commento

Grande beppe,
ho saputo solo ultimamente visionando il tuo dvd di questo tuo intervento: ti sei tolto una grandissima soddisfazione a rendere piccina piccina quella gentaglia che ci crede dei poveri idioti,è una soddisfazione immensa che io e sicuramente molti altri avremmo voluto toglierci!Mi dispiace solo non potere vedere le loro facce!E poi dai file audio ho sentito le risposte che ti davano:sembravano bambini viziati che fanno i capricci...e questa gente comanda le nostre telecomunicazioni e il nostro sviluppo tecnologico!Per dirtene una qualche mese fa è venuto a parlare da noi all'università di modena l'ingegner Dumas dell'università di Limoges(Francia),uno dei migliori professori in materia di tecnologie per le telecomunicazioni:si parlava di internet ed è rimasto molto sorpreso nell'apprendere che la maggior parte di noi utilizzava internet a 640Kbit sec...lui ci ha risposto che in Francia, ad un prezzo minore,già da un anno, hanno la linea ad 8mega bit sec!!!!Chissà se ne era a conoscenza di ciò?O magari aveva letto l'articolo sul Corriere della Sera sui "grandi risultati e progressi" della Telecom.Inoltre sono già a buon punto nello studio in trasmissioni a banda larga in fibra ottica(banda che può arrivare a 100Mega bit sec)!!!Mi sono reso conto che mentre il mondo avanza, i giovani del resto del mondo avanzano, noi stiamo camminando, anzi,correndo all'indietro!!Ciao Beppe stai facendo un ottimo lavoro con questo blog!Ti vogliamo bene!

giacomo manni 29.11.05 21:40| 
 |
Rispondi al commento

grande beppe
l'ho imparato solo ora questo

fabio casadei 20.11.05 21:47| 
 |
Rispondi al commento

grande beppe, a bagnaia c'ero anc'io seduta proprio sotto il palco degli orrori ad ascoltare per 8 ore (con il mal di schiena.. ovviamente senza sedia) qugli umilianti dibattiti e mi chiedevo? ma che ci faccio qui! quando sei salito c'era addirittura chi fischiava! ma come santo dio si fa ad scoltare 4 imbecilli che per 2 ore hanno litigato degli affari propri??????'
inoltre quando sei salito sul palco, dopo l'iniziale movimento è caduto un sorrisiono ebete ed imbarazzato sui volti di quei 4 pirli... come dice mia mamma un sorrisino da puttana venduta!! paura eh?
sperava fosse un momento in cui poter parlare di problemi del mondo ma è stato vedere come gasparri è un perfetto idiota, confalonieri un bifolco disceso dalle malghe, ed andreotti era davvero il più vivo...
Io amo l'italia come posso amarla se gestita da 4 buzzurri isterici dal sorrisino arcaico???
ps. io il digitale terrestre non lo prenderò maiiiiiiii!!!!!!!!!!!!!!!!
grazie beppe, ma perchè il tuo tour non passa anche dal trentino? in queste valli chiuse servirebbe un po di scompiglio almeno per dar speranza a chi vuole sapere..... forse ci sarà il denaro qui ma manca l'informazione...

marilena betta 02.11.05 15:20| 
 |
Rispondi al commento

I enjoyed your site so much so i have to say it to you. Coin World magazine: http://juliaainsworthnotes.blogspot.com/2005/10/opus-land.html , quilt Your fabric yoyo

Bryan Bartrim 07.10.05 13:15| 
 |
Rispondi al commento

Grandi. Leggete Johann Caspar Schmidt.

Lorenzo Tiberi 04.10.05 13:29| 
 |
Rispondi al commento

..è un periodo deprimente per chi come me ha la cattiva abitudine di riflettere sulle cose che ti propinano i media. Beppe hai naturalmente ragione da vendere e questo mi deprime anche di più.
"Bisogna cominciare ad odiare il calcio" hai detto.. io ho cominciato a farlo da quando lavoro in una radio commerciale ad "indirizzo" sportivo (in realtà si parla solo della squadra di calcio cittadina) ed ho iniziato a confrontarmi con gli "ascoltatori" (hai notato che se ascolti la radio o vai in macchina o compi un gesto qualsiasi oggi smetti di essere una PERSONA e diventi una categoria: ascoltatore, utente, tifoso, automobilista) ed il loro scarso interesse x la loro vita e lo smisurato interesse x la vita di un ragazzetto miliardario che gioca a pallone... che sia una mutazione genetica?..
Ho un bar di fronte casa popolato da questa nuova razza mutante ed ho pensato di chiamare Piero Angela x chiedergli di fare una puntata che li studi e li descriva...
non voglio fare l'arrogante e sentirmi superiore a queste persone.. anzi si lo faccio! IO SONO SUPERIORE!!.. e la mia vita è una merda perchè non riesco a smettere di guardarli e forse ad invidiarli x come sono semplici..
Ho una bimba piccola e con lei dovrò lavorare sodo x non lasciarla cadere nel limbo della nullità culturale. Non voglio che diventi un genio, voglio solo che le cose che dirà da grande non siano state pensate da qualcun'altro x lei... Intanto la TV a casa mia serve solo per farle vedere il video di Robin Hood della Disney... e come dice la volpe:" ..tornerà la felicità a Nottingham... vedrete.." ciao

Andrea Verna 21.09.05 12:58| 
 |
Rispondi al commento

SENZA PAROLE
GRANDE BEPPE
TI VOLGIAMO BENE
VORREMMO SENTIRTI PIU' VICINO
CIAO

Enzo M. 05.09.05 14:21| 
 |
Rispondi al commento

beppe,il tuo intervento è stato azzeccato e strepitoso. è sconcertante vedere come i nostri simpaticissimi "baronetti" dell'informazione nostrana siano solo delle stupide macchiette... gli italiani, ma soprattutto i ragazzi, hanno bisogno di una scossa reale,definitiva,che li svegli del tutto da questo cazzo di torpore ...il 13 maggio 2005 è una data che mi ha fatto urlare di gioia...se questa che stiamo vivendo adesso è l'Età del Rincoglionimento Totale, allora noi tutti dobbiamo farci coraggio ed essere diversi in questa bolgia di trogloditi. beppe,fai ciò che ti senti di fare!sempre!!! continua così,ti prego non mollare
...
detto da una persona che ti stima col cuore!

se amate davvero l'Italia, urlate insieme a me :
ARMATE DEL GRILLO... ALL'ATTACCO!!!

Valerio Cosi 04.08.05 01:11| 
 |
Rispondi al commento

C E N S O R E D !

accuse da Oslo: "L'Italia censura Citizen Berlusconi"


Dalla Norvegia un'accusa di censura contro l'ambasciata italiana a Oslo: i nostri diplomatici avrebbero fatto pressioni sugli organizzatori dell'European Documentary Festival per far ritirare il documentario Citizen Berlusconi dalla programmazione della manifestazione cinefila, chiedendo che la motivazione ufficiale parlasse di "problemi tecnici". La notizia, ripresa dalla tv norvegese NRK, è confermata anche dai produttori italiani della pellicola. Stefano Tealdi della Stefilm di Torino ha così ricostruito la vicenda: "Siamo stati informati da Jan Langlo del Norwegian Film Insitute che dopo la conferenza stampa di presentazione del festival gli organizzatori sono stati invitati dalla nostra ambasciata a escludere Citizen Berlusconi dalla scaletta. Inoltre agli esterrefatti norvegesi è stato anche chiesto di non rendere pubblica questa richiesta ma di addurre motivazioni tecniche per l'improvviso cambio di programma. L'Nfi ha cambiato la scaletta ma ha deciso di rendere nota la pressione italiana".

Il documentario, diretto da Susan Gray e trasmesso anche dalla tv pubblica americana Pbs, affronta la spinosa questione del rapporto tra il presidente del Consiglio italiano e i media e avrebbe dovuto essere proiettato lunedì 29 marzo.
Stefano Eco, co-produttore dell'edizione italiana di Citizen Berlusconi, ha dichiarato che "le ambasciate e gli istituti di cultura stranieri figurano tra gli sponsor del festival ma non hanno voce in capitolo sulla selezione delle opere. Normalmente gli organizzatori contraccambiano scegliendo un documentario per ogni Paese". Nel caso di Citizen Berlusconi invece la nostra rappresentanza diplomatica avrebbe avanzato una richiesta di senso contrario, escludendo così dalla manifestazione l'unico concorrente italiano.

fonte: Virgilio - www.nrk.no/nyheter/kultur/3651496.html


CITIZEN BERLUSCONI -
documentario/dossier che nessuna TV italiana ha mai voluto trasmettere
[Video] (per visualizzarlo occorre avere il real player, si scarica gratuiramente da http://italy.real.com/)


replica 23/09/2003
L’Europarlamento applica l’articolo 7 del Trattato di Nizza: è la prima volta nella storia della Ue.

Unione Europea, Italia sotto inchiesta
"Libertà d’informazione a rischio"
La procedura punta a verificare il rispetto dei diritti democratici fondamentali
di ANDREA BONANNI

STRASBURGO - Il Parlamento europeo, nel corso di una seduta a porte chiuse dei coordinatori della Commissione Libertà pubbliche, ha deciso ieri sera di avviare un’inchiesta sui "rischi di gravi violazioni dei diritti fondamentali di libertà, di espressione e di informazione in Italia". Si tratta di un passo senza precedenti nella storia comunitaria. Per la prima volta viene avviata la procedura prevista dall’articolo 7 del Trattato dell’Unione europea che potrebbe portare ad una serie di sanzioni contro il Paese il cui governo si fosse reso responsabile di violazioni dei principi democratici fondamentali su cui si basa l’Ue. Le sanzioni possono arrivare fino alla sospensione del diritto di voto del Paese incriminato.

La decisione, già di per sé clamorosa, è resa ancora più bruciante dal fatto che proprio il governo italiano messo sotto inchiesta esercita in questo semestre la presidenza di turno dell’Unione europea. L’articolo 7, approvato dal Trattato di Nizza in seguito al caso Haider, attribuisce il diritto di far partire la procedura di messa in mora di un Paese per comportamento antidemocratico sia al Parlamento europeo, sia alla Commissione, sia ad un terzo degli stati membri. Già in passato il Parlamento aveva ripetutamente criticato l’Italia per l’eccessiva concentrazione dei media nelle mani del capo del governo e per la mancata risoluzione del conflitto di interessi. Ma è la prima volta che, dalla condanna politica, si passa ad una indagine formale.

Dall’avvio della procedura deciso ieri ad una eventuale conclusione di sanzioni sulla base dell’articolo 7 dei Trattati, la strada è però molto lunga e, per fortuna, difficilmente si arriverà ad una vera e propria condanna dell’Italia. La decisione dei coordinatori della Commissione sarà ora notificata alla riunione dei capi dei gruppi parlamentari. Quindi si procederà alla nomina di un relatore (si pensa ad una personalità al di sopra delle parti) che dovrà preparare il proprio rapporto. Se il rapporto dovesse confermare l’esistenza di un "rischio di gravi violazioni delle libertà fondamentali in Italia" , verrà sottoposto al voto dell’assemblea plenaria che, con una maggioranza di due terzi, potrà chiedere l’avvio della procedura al Consiglio dei ministri, che può chiedere a sua volta ad una personalità indipendente di condurre un’inchiesta sulle presunte violazioni.
Quindi, con una maggioranza di quattro quinti (il paese incriminato non può votare), può convocare il governo responsabile delle violazioni, impartirgli una serie di disposizioni per sanare la situazione e comminare con un voto a maggioranza qualificata una serie di sanzioni compresa la sospensione del diritto di voto.

La procedura avviata ieri parte dalla constatazione di una possibile violazione in Italia dell’articolo 6 del Trattato dell’Unione che dice: "L’Unione è fondata sui principi di libertà, democrazia, rispetto dei diritti umani, delle libertà fondamentali e dello stato di diritto che sono comuni agli Stati membri".

Il 4 settembre, per la seconda volta il Parlamento europeo aveva approvato il rapporto annuale sulla situazione dei diritti fondamentali nell’Unione per il 2002 muovendo gravi accuse all’Italia. In particolare aveva dichiarato di deplorare "che in Italia rimanga una situazione di concentrazione mediatica nelle mani del Presidente del Consiglio senza che venga adottata una normativa sul conflitto di interessi".

L’anno scorso rilievi analoghi erano stati mossi all’Italia nella relazione sui diritti fondamentali per il 2001. E’ stato in seguito a queste prese di posizione che un nutrito gruppo di deputati socialisti, dell’estrema sinistra, verdi e liberali avevano chiesto l’avvio della procedura prevista dall’articolo 7. La richiesta è stata trasmessa alla Commissione Libertà pubbliche i cui coordinatori ieri hanno scelto di far propria l’iniziativa.

La decisione è stata adottata con il solo voto contrario del rappresentante del Ppe, l’austriaco Pirker, spalleggiato dal vicepresidente Santini, di Forza Italia. A favore si sono pronunciati l’italiano Di Lello, sinistra unitaria, la socialista Teron, il radicale Turco, la liberale Boogerd e la verde Sorensen.

http://www.repubblica.it/2003/i/sezioni/politica/inchiestaue/inchiestaue/inchiestaue.html

Davide Diotti Commentatore in marcia al V2day 22.06.05 15:06| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,mi chiamo Gianpaolo sono un tuo fan sfegatato..continua a dire la verita!

Gianpaolo Faelli 21.06.05 17:35| 
 |
Rispondi al commento

Ora ci mancava la "fiction" sui pompieri.
Vediamo: Carabinieri, polizia, Guardia di Finanza, Veterinari, Dottori.
Non si deve essere profeti per capire che tra un po tocca alla Protezione Civile, poi ai Vigili Urbani alle Guardie forestali..............
Mania di protagonismo.
Autori televisivi fatevi avanti.
Quando si fara una fiction di un operaio che si fa un QULO (scritto con la Q si può) cosi dalla mattina alla sera in fabbrica.
Dimenticavo gli operai non sono e non saranno mai "protagonisti"
Silberio

Antonio Silberio CHITI 17.06.05 16:27| 
 |
Rispondi al commento

AIUTO!!!!

Sono un montatore (che detto così fa brutto) televisivo sopraffatto dal deserto creativo e professionale!
La televisione è morta perchè non hanno più idee e le comprano all'estero,come la moda dei reality,da cui nessun canale è più esente
E' morta perchè ogni quarto d'ora ci sono 5 minuti di pubblicità, (di tutti i lavori che mi capitano,la gran parte sono telepromozioni)
E'morta perchè non è interessante, non informa e non comunica.
Le notizie sono GOSSIP, i TG -per carità diffidatene- annoverano tra i servizi particolari delle elucubrazioni del grande fratello.
E le idee cosa sono? uomini e donne? vero amore? o gli svariati programmi che vanno avanti con il riciclo degli anni precedenti?
Il digitale terrestre è una bufala, un modo per sciacallare con una tecnologia già morta che tra qualche anno verrà chiusa (lo pensano gli stessi dipendenti Mediaset).
Il documentario è morto, i programmi fatti bene non pagano e del cinema non parliamo neanche.
Per i professinisti il lavoro scarseggia, le tariffe si sono dimezzate perchè le reti appaltano lavori imponendo costi sempre più bassi e la concorrenza di "stagisti" sfruttati per 800 euro al mese o poco più si è fatta spietata -non per colpa loro oviamente,da qualche parte si deve pur cominciare- quindi viene da chiedersi: ma il futuro?
Del futuro non frega niente a nessuno.
La televisione dovrebbe portare in casa della gente cose che difficilmente potrebbe vedere, cose che non conosce, approfondimenti, teatro, insomma CULTURA.
Ieri sulla TSI davano un programma sull'impiego dell'energia solare, e si interrogavano sul perchè il canton Ticino non sia avanti come gli altri cantoni svizzeri...alle 20, quando la gente mangia e magari certe cose le può vedere.
Questo dovrebbe essere fare televisione.
E'del tutto inutile che questi MORTI si trovino per discutere di etica...non sanno neppure cosa sia.
La cosa più intelligente che ha un televisore oggi è il tasto OFF...leggete un buon libro, io andrò ad aprirmi un chiosco sulla spiaggia.

Andrea Levorato 17.06.05 12:31| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra il posto giusto per segnalare una lodevole iniziativa presente su:

http://www.projectcensored.org/ , forse la conoscete già;
si tratta di un programmma d'una università americana che si occupa delle notizie che non fanno (più) notizia...molto interessante e ben fatto, secondo me.
Credo sarebbe bene fare la stessa cosa a livello europeo, magari in più lingue.
Enjoy.

Davide Wilhelm 09.06.05 17:03| 
 |
Rispondi al commento

Aggiornamento:

http://www.macitynet.it/macity/aA21643/index.shtml

Riccardo Trost 08.06.05 23:15| 
 |
Rispondi al commento

A 17 ani sono già stanco di questa democrazia totalitaria, sono stanco di questi politici che tutto fanno tranne che rappresentare i cittadini come è loro compito, sono stanco di questa ipocrisia, della gente alla quale non interessa di essere schiavizzata e manipolata ma alla quale basta avere da mangiare tutti i giorni e poi chissenefrega, sono stanco di chi si abitua a vivere e che prende per scontato e dovuto tutto cio' che ha...
mi sono fondamentalmente stancato di avere di fronte a me la pospettiva di una società vuota e conformista, falsa e cortese, fatta di sorrisi plasticosi e di sudaticce strette di mano che stringono nuove e pompose alleanze...
concludo con una citazione del grande de andrè:
"prima pagina venti notizie, ventuno ingiustizie e lo Stato che fa?
si costerna si indigna, si impegna poi getta la spugno con gra dignita'..." [Don Raffaè]
basta...

scusate la logorrea e forse l' O.T...
GRANDE BEPPE!
a presto

Mattia Baldoni 06.06.05 11:38| 
 |
Rispondi al commento

delitto perfetto
Il testo di Jean Baudrillard "Il delitto perfetto. La televisione ha ucciso la realtà?" ha influenzato non poco il mio modo di interpretare il mondo da alcuni anni a questa parte. Perchè? E soprattutto di cosa tratta questo libro? La recensione dice: "Scrittura, calcolo, immagine, informazione: la storia della rappresentazione del mondo sembra arrivata al suo compimento e il mondo sta scomparendo, inghiottito dalla sua immagine riprodotta, come fosse un buco nero. E' questo il "delitto perfetto" di cui parla il testo, la "risoluzione anticipata" del mondo per clonazione della realtà e sterminio del reale da parte del suo doppio. Che fare dunque? Bruciare la televisione o sparare a delle immagini virtuali, come fa lo sfortunato eroe di Videodrome di Cronenberg? Per fortuna, come insegna Sherlock Holmes, il delitto perfetto non esiste: in ogni crimine c'è un dettaglio che stona".
Sembra un testo scritto per gli addetti ai lavori ma vi assicuro che non è così. Non è così perchè parla di una cosa cui tutti noi abbiamo a che fare tutti i santi giorni: la realtà (vera o virtuale che sia) e il modo di rapportarci ad essa. Una facezia. Squinquillacchere direbbe il grande Totò...
Forse (dico forse) sarebbe anche così se non avessimo una struttura mentale che ci rompe i coglioni da millenni, e che ci fa soffrire non poco. La memoria. A questo punto qualcuno di voi si chiederà cosa cazzo c'entra la memoria con il delitto perfetto, lo sterminio del reale e tutto il resto. C'entra eccome! Se non avessimo la memoria potremmo vedere nostra suocera o il nostro capo con occhi diversi e nuovi ogni volta che li incontriamo. Senza "ricordarci" quanto sono stronzi (non tutti per la verità, quasi tutti) ogni volta che ci criticano e ci attaccano e quanto ci stanno sui coglioni. Loro farebbero altrettanto e ci sarebbero meno omicidi nel nostro bel mondo... Attenzione però, con questo non voglio assolutamente dire che la memoria sia negativa, anzi, se usata normalmente ci permette di ricordarci che al segnale di stop è meglio farmarsi per evitare di raccontare al padreterno quanto siamo stati stupidi. E in tantissimi altri casi fondamentali nella vita. Vi immaginate cosa potrebbe succedere se un mattino non vi ricordaste come si fa il caffè con la moka? Andrebbe in fumo tutta una giornata per quanto sareste molto più tranquilli...

Alberto Zanfino 05.06.05 21:33| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti ..volevo solo ringraziarvi per l informazione che date a tutti quelli,che come me fino a pochi mesi fa erano all oscuro di tutto.

adinolfi massimo 04.06.05 13:41| 
 |
Rispondi al commento

ho letto di offerte di Eutelia.
Eutelia è una azienda di truffatori che hanno ramazzato soldi con dialer e bollette gonfiate
se parliamo di consumom consapevole non parlerei neppure delle loro offerte commerciali.
sarebbe come parlare di ricettatori in caso di furto

laura landi 03.06.05 15:16| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, ciao a tutti,

questo mio messaggio è solo per aggiungere una piccola goccia nel mare dell'informazione...
Vi ricordate cos'è successo l'11/09/2001? Tutti associamo quella data alle torri gemelle... In realtà è successo anche qualcos'altro... Sotto riporto il link con alcune immagini... probabilmente alcuni di voi già le conosceranno... Secondo me sono interessanti, però non voglio fare commenti, dico solo di dargli un'occhiata...

http://www.pentagonstrike.co.uk/pentagon_it.htm#Main

luca gori 31.05.05 13:15| 
 |
Rispondi al commento

LIBERTA’ “CONDIZIONATA”?

E’ di venerdì 20 Maggio la notizia che Mario Cardinali, direttore del mensile livornese ‘IL VERNACOLIERE’, può tirare un sospiro di sollievo visto che il PM Massimo Mannucci ha deciso l’archiviazione del procedimento che chiedeva il sequestro del numero di Maggio del medesimo giornale sul quale erano comparse vignette ed articoli giudicati offensivi (da coloro che avevano formulato l’esposto) nei confronti del nuovo Papa. Va sottolineato il fatto che il giornale di cui si sta parlando non è una pubblicazione di informazione nella quale compaiono articoli ‘normali’ ma un giornale di satira scritto in italiano e in ‘livornese’ in cui spesso da argomenti di attualità si passa alla fantasia ed alla re-interpretazione della realtà secondo l’ottica relativa dell’autore della storia o del racconto. Vero è anche che spesso la morale che affiora da queste storie ha a che fare con una colorita ed accanita critica della realtà che ci circonda, delle manie, delle brutte abitudini, della mancanza di conoscenza e di informazione della gente nei nostri tempi. Altra cosa è invece l’associazione surreale e prettamente SATIRICA che fa, ad esempio, interrogare il direttore sul fatto che, una volta visto il nuovo Papa tedesco dall’immagine seria e rigorosa, forse era meglio un Papa pisano perché, specie se si fosse chiamato ‘Gosto Primo’, sarebbe stato tale da far morire dalle risate… mi sembra che la cosa abbia poco da offendere il lettore, chiunque esso sia (e lo dico io che sono della provincia di Pisa) ma una cosa mi preoccupa: che si possa pensare di chiedere all’autorità giudiziaria di ritirare dal mercato una rivista di satira perché ciò che dentro la medesima sta scritto ci sembra personalmente offensivo o non conveniente da divulgare. Gioco inutile e pericoloso che alla lunga potrebbe minare alla base, in un gioco di veti incrociati, la libera circolazione delle idee e la possibilità di confrontarsi con gli altri e con il loro pensiero… in questo caso invece avrebbe soltanto impedito di ridere agli abituali lettori della rivista. Da qui in poi, in una visione matura del mondo, sarebbe invece importante capire che nella vita di tutti i giorni dobbiamo imparare a confrontarci seriamente su tutto ciò che ci circonda senza segreti e censure in maniera da tirare in ballo il maggior numero di idee, pensieri, opinioni per poter osservare la realtà al meglio con il contributo di tutti ed alla fine riuscire così a scegliere meglio le soluzioni ai problemi quotidiani e collettivi in maniera plurale, libera, trasparente.

Donato Bartoli 31.05.05 01:06| 
 |
Rispondi al commento

''Il Nostro paese non solo e' bello per i suoi beni artistici, culturali e ambientali, ma ha anche le regioni piu' ricche d'Europa. La ricchezza delle famiglie supera di otto volte il pil annuo, abbiamo una percentuale altissima di telefonini, auto e di case di proprieta'''.

- Come puo' un pregiudicato come Berlusconi parlare per tutti gli italiani e raccontare quello di cui sopra riflette la mera certezza che solo un malato di mente , a questo punto , potrebbe dire in una conferenza stampa congiunta con Tony Blair ,
che di certo avra' letto The Economist sorseggiando una spremuta d' arancia ieri mattina .

Come puo' un pregiudicato come Berlusconi parlare ?

Ah , perche' non ha parlato pure dell' alta percentuale di reality shows e di falsi in bilancio?

Nexus23.net -italian division 27.05.05 18:28| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia sta vivendo una crisi di mediocrità e un paese mediocre non può far altro che esprimere una classe politica e dirigente mediocre e la cultura, il cinema e la televisione risentono di questa mediocrità imperante. La mediocrità non può fare cultura ne' arte, al massimo può comprare tutti i mezzi d'informazione disponibili e dirci che va tutto bene. Ma non credete a chi è pagato per mentire, al soldo di incapaci, ex-piduisti o mafiosi. Io la verità ve la dico gratis.

C'è libertà di informazione in Italia?

No, e la cosa paradossale è che a lamentarsene sono proprio coloro che l'informazione la controllano.

Esempio significativo di quello che voglio dire è quello che è successo con i funerali del papa. Per quanto si trattasse della morte di un uomo importante, capisco che si possano sospendere attività e manifestazioni, ma la televisione di stato, in quanto servizio pubblico, non può oscurare e non trasmettere gli eventi (sportivi e non) che avvengono nonostante la morte del papa. Il diritto di ognuno di noi di essere ateo, informato e di vedere un gran premio di formula uno è stato calpestato. Nessuno ha protestato. Se qualcuno ha protestato è stato zittito.

Qualcuno ha pure cercato di chiudere il sito INDYMEDIA perché si era permesso di scherzare sul nuovo papa in uniforme nazista. A parte il fatto che il cattivo gusto non è reato, non vengono mica chiusi i giornali che raccontano notizie false.

Evidentemente non sono bastati cinquant'anni di censura democristiana, ne vogliamo ancora e ce li meritiamo. Forse siamo davvero pronti per una nuova dittatura.

daniele malavolta 26.05.05 17:14| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia - Il grande malato

Mi rifaccio alla copertina dell'ultima edizione dell'Economist. Ero in una libreria-giornalaio a Cork e la figura dello stivale mi e' balzata agli occhi. Vivo da qualche tempo in Irlanda ma non mi sento e mai mi sentiro' un emigrante....come pensano ancora molti italiani di coloro che vivono all'estero. Anzi, credo che sia dovere di chiunque scoprire il mondo che esiste fuori dall'Italia (e non intendo le classiche e confusionarie 3 settimane di vacanza in agosto) per poi tornare e migliorarla con un'iniezione di vitalita', dinamismo e mentalita' competitiva.
L'Italia (anzi l'Italietta) e' malata a livello generale ma perche' non portare il tutto nel particolare? In generale, l'economia italiana non e' piu' competitiva e quindi il PIL non cresce, i consumi ristagnano, gli investimenti non vengono fatti. Nel particolare, il singolo individuo si sveglia la mattina con l'unica preoccupazione di mantenere il proprio status....cio' significa immobilismo, mancanza di iniziativa, essere parte di un ambiente quasi cristallizzato.
Conclusione: torniamo ad essere degli "emigranti" per imparare e perdiamo la presunzione di dire sempre e comunque che in Italia "si sta bene"...ma in vacanza.

Walter Bernini 26.05.05 11:26| 
 |
Rispondi al commento




Com' è possibile che nel vostro sito non si parli di MAJDA MOSTAFA MAHIR, che sarà giustiziata domani in Arabia Saudita? Accusata d' aver ucciso il marito, non ha avuto possibilità di difendersi e fare ricorsi in quanto donna! Mobilitatevi perchè i minuti corrono!!!
Stefano Benetti




Stefano Benetti 26.05.05 10:00| 
 |
Rispondi al commento

Ho partecipato al tuo spettacolo ad Asciano ed ho letto con interesse i tuoi commenti al convegno tenutosi a La Bagnaia e ieri sera ho assistito all'ennesimo pietoso spettacolo dell'informazione "PUBBLICA ITALIANA".
Trasmissione PORTA A PORTA
Tema REFERENDUM LEGGE 40 PROCREAZIONE ASSISTITA
Dopo un'ora di trasmissione il professionista che si pregia di condurre lo "SPETTACOLO" si accorge che i suoi illustri ospiti litigano su un termine della legge: "impianto obbligatorio di 3 embrioni" oppure "impianto di un massimo di tre embrioni", l'illustre conduttore dichiara candidamente che "tra pochi minuti vi diremo i termini della legge". Dopo un'ora di trasmissione scopro che il conduttore non sà di cosa si sta parlando!!!!!! Complimenti all'innominato. Un saluto.

Giovanni Catini 26.05.05 00:07| 
 |
Rispondi al commento

Signor Grillo, sono un suo fan dai tempi dello spettacolo in rai fatto da le nel 1994, le scrivo per dirle di continuare così, lei dovrebbe essere presidente del consiglio e della repubblica, la prego continui ad aprire gli occhi a tutti noi che siamo stufi di essere presi per i fondelli dal primo che si sveglia. Grazie di esistere.

Pasqualino Iachini 25.05.05 18:20| 
 |
Rispondi al commento

Grande Beppe!

Per Sergio endrich:
dici "dietro una tastiera posso scrivere quel che mi pare senza che questo possa avere una parvenza di realtà."
A me pare che non sia una prerogativa dei blog.
C'è una categoria di lavoratori che fa ciò che dici da anni: i giornalisti!

Giovanni Cavalliere 25.05.05 10:17| 
 |
Rispondi al commento

L'ironia è una cosa seria ed a pochi è concesso di capirla!
Parlare, utilizzando battute, non è ironia, è comicità, forse proprio l'indigestione di falsa comicità, noiosa ed ignorante perchè fatta da gente noiosa ed ignorante, non permette a molti di vedere aldilà del motteggio e della battuta di spirito ed impedisce di discernere tra clown e censore!
Che la storia smentisca le nostre premonizioni è nelle cose, il signor Beppe Grillo, non vuole essere certo una moderna Cassandra, ma penso che, volente o nolente, somigli tanto a quel Catone che voleva distruggere Cartagine e che morì senza vedere il suo sogno realizzato, quel sogno, però, si realizzò ugualmente.

roberta baldari 25.05.05 09:12| 
 |
Rispondi al commento

Caro grillo
mi sei simpatico e ascolto, quando posso, le tue performances. Per tutti voglio dire che sono opinioni, e non é tutto oro colato. Il pretesto della battuta ti fa uscire talvolta dal seminato.
TI ho sentito tante volte sostenere con violenza cazzate telmente grosse che sono state smentite dai fatti in tempi brevissimi.
Sulla comunicazione poi credo che tu non abbia ragione completamente.
Il Digitale terrestre ha la sua funzione, così come ancora dura l'egemonia delle televisioni sull'informazione.
Se fosse tutta archeologia tecnologica non sarebbe il caso di prendersela più di tanto, non credi?
Certo Internet prenderà sempre maggiori spazi.
E' certo, però, come si è profetizzato da tempo, che quando tutti saranno in rete poco resterà di gratuito veramente.
L'informazione organizzata si fara pagare cosi come lo sport.
Se poi l'informazione sono i BLOG allora si salvi chi può, anche perchè dietro una tastiera posso scrivere quel che mi pare senza che questo possa avere una parvenza di realtà.
Per il resto mi e' sempre stato chiaro che l'egemonia dell'informazione e' di sinistra. E lo sarà ancora di più se la scalata al Corriere avrà successo. Che ne sarà delle opinioni contrarie?
Chi desidera far tacere il quotidiano di Feltri con minacce (su internet , appunto) più o meno velate è di sinistra.
Senza contare l'ultima affermazione di uno dei paladini dell'ortodossia di sinistra (almeno lui crede d'essere di sinistra) Diliberto, già ministro della giustizia (ainoi!) il quale ha sostenuto (riferndosi a Cuba) che la libertà l'infomazione è un diritto secondario.
Se dovesse vincere il centrosinistra non sarai felice ugualmente se credi veramente nei diritti.

Stefano Endrich 24.05.05 13:25| 
 |
Rispondi al commento

Messaggio per Vincenzo Di Dino: il sito è SKYPE.com e non skipm.com, ok!!!!!!!!
Comunque se ti vuoi scaricare il software il sito è quello, se vuoi altre informazioni vai su un motore di ricerca digitando la parola VOIP.
Ciao!!

giorgio grilli 24.05.05 10:42| 
 |
Rispondi al commento

ho sentito i tre pezzi audio e mi sono collegato al sito skipm.com come suggerito dal grande Beppe nazionale per avere informazioni per le telefonate gratis: il mio stupore è stato grande quando ho scoperto che era un sito porno. Perché?
Enzo

Vincenzo Di Dino 23.05.05 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Ho ascoltato i file audio, e mi sono divertito moltissimo, ci vorrebbero 100, 1000, 10000 Beppe Grillo che vanno a rompere le uova nel paniere a questi quà. Caro Sig. Grillo perchè non dai un pò del tuo DNA e li modifichiamo geneticamente a questi quà. Sabato 30 aprile, sono venuto a vederti al palalottomatica, sei stato fortissimo, come sempre. Tu e pochi altri siete quel piccolo spiraglio di luce che ci fa sperare in un futuro migliore.

giorgio grilli 23.05.05 14:26| 
 |
Rispondi al commento

Nel terzo file allegato ho trovato troppa soddisfazione nella storica figura di m...a che ha fatto Gasparri, cercando persino tristemente di negare...GRANDE!!!!!

Davide Picistrelli 23.05.05 00:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi piacerebbe vedere un incontro di calcio con i spalti inbandierati di cartelli con su scritto WWW.BEPPEGRILLO.IT

pensate alla censura rai-mediaset sarebbe straordinario MI-TO-NA-FI-ROMA ecc.

vito liberto Commentatore in marcia al V2day 22.05.05 18:02| 
 |
Rispondi al commento

Domenica 22 maggio ore 11.10 circa, Canale 5 "La domenica del Villaggio". Davide Mengacci si avvicina ad un bambino di un anno, e dopo aver ironizzato sul fatto che ha i capelli biondi mentre il padre li ha scuri dice: "Il bambino va educato alla televisione... Il giovane spettatore va educato... Così si educa un giovane spettatore... (si avvicina ancora di più al bambino e dice) adesso guardiamo insieme la pubblicità". Seguono risate generali del pubblico. Se fosse stato mio figlio, gli avrei sfasciato la carrozzina in testa. Che atteggiamento squallido viscido e vergognoso! Mengacci... vergognati!

Luca Mazzara 22.05.05 11:24| 
 |
Rispondi al commento

la verità. se proprio vogliamo parlare di "cercare" la verità, bisogna anche quardare anche dentro se stessi e la coerenza dei comportamenti con quanto si dice.
tutti contro le multinazionali e la globalizzazione: ci si lamenta dei prezzi troppo alti di vari prodotti;
sei per la democrazia? e si sbeffeggiano tutte le opinioni che sono divergenti dalle proprie;
sei contro la guerra per il petrolio? e cosa ci vai a fare al distributore di carburante?
sei per l'informazione libera? semmai manca l'informazione che "impone" all'utente incosapevole determinate questioni o personaggi che all'attualità sono penalizzati (vedi Bebbe Grillo). Chi ha la volontà di conoscere ha tutti i mezzi per poterlo fare.
e così via
grazie comunque per lo spazio che date per esprimere le proprie opinioni (anche se quello che uno rimane uno)

Salvatore Fois 22.05.05 09:26| 
 |
Rispondi al commento

Siamo talmente integrati con la matrix/televisione che se ci sconnettiamo ci sentiamo male..

Io sono per l'idea di sconnetterci lo stesso..
in questo modo non sottostaremo all'informazione di merda dell'attuale sistema, e scopriremo che si vive anche meglio.. i nostri nonni vivevano con la televisione?

Anche il ministro Sirchia ha detto che questo strumento fa male soprattutto ai bambini provocando la sindrome di Deficit di attenzione detta anche ADHD.. stiamo molto attenti a questa
"compagna" quotidiana..

http://www.pierobosio.info/pensieri_e_idee/la_televisione_fa_male_al_cervello.php

Sono queste le notizie che si devono diffondere ma che continuano ad essere nascoste..

Grazie a tutti e al mitico Beppe anche..

rosario pisanò 21.05.05 22:26| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, il giorno dopo i tuoi due spettacoli di fine tour al palamazda di torino scopro una cosa curiosa.
Sfogliando Torinosette ( l'allegato informativo della stampa sugli spettacoli pubblicato ogni venerdi),nello spazio della rubrica informativa agenda spettacoli noto che non esiste l'informazione del giorno 20 maggio del tuo show al palamazda. Il giorno 24 maggio al palamazda ci sono i subsonica lo hanno scritto per primo. Non vedo nemmeno uno straccio di articolo sul tuo show, una menzione o una piccola riga.
Viviamo in un paese di regime.
Chiedo formalmente a tutti quelli che leggono questo post di scrivere una mail a TORINOSETTE@LASTAMPA.IT e di sputtanarli alla grande, io lo faccio per primo, eccome se lo faccio.
Facciamoci sentire gente...
Quello che suona il basso e che ha baciato la palla eheheheh.
Max Laredo

massimo mazzoni 21.05.05 18:54| 
 |
Rispondi al commento

*****Chiedo scusa allo staff se il post non è inerente, ma, VI SCONGIURO, NON BANNATELO. è per una buona causa*****

ho spedito circa 200 (DUECENTO!!!) e passa e-mail con il seguente testo:
----------
andate sul sito sottostante e firmate, se lo riterrete opportuno, la petizione a favore dell'energia solare. da essa può dipendere il futuro denergetico del nostro paese. un futuro più pulito e libero dall'egidia delle grandi compagnie petrolifere e dalle bollette ENEL!!!

http://www.nimer.it/nimer.asp?ar=320

e passate parola
---------


fate anche voi lo stesso!! spedite quante più mail possibile!! voglio misurare la forza di questo blog!!! al momento hanno firmato 5125 persone!!! vediamo che riusciamo a fare.

certo se ci fossero i FORUM.... (adesso lo staff mi banna...!!!!!) :-)
scusate il doppio post!

luca frangella 21.05.05 17:31| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, ciao a tutti.
Credo che il "salame sugli occhi", patologia di cui siamo affetti per volontà nostra, sia diventata ormai cancrena.
Sotto gli occhi di tutti le favolette che ci raccontano, e a cui noi dobbiamo credere, altrimenti siamo bambini cattivi (magari fossimo nel mondo di giocaGiò, forse staremmo meglio). La cosa peggiore di tutti è che noi "vogliamo" credere a quello che ci dicono, perchè è diventato troppo faticoso pensare, allontanarsi dal gruppo, fare la pecora nera di un branco di pecoroni. Rincuora vedere che c'è ancora qualcuno che cerca di non allinearsi per mera comodità. Purtroppo il panorama è desolante.
Cercherò di essere quanto più fastidiosa possibile col pecorame che incontro, come si addice ad una pecora nera.

Laura

Laura Guarnieri 21.05.05 15:06| 
 |
Rispondi al commento

Io e mio marito siamo venuti al tuo spettacolo di ieri sera a Torino, e volevamo solo dirti che sei GRANDE, con la tua simpatia riesci a far riflettere su problemi seri e con i quali siamo talmente abituati a convivere che non ci facciamo più caso. Grazie

Reana BOSCARO 21.05.05 15:05| 
 |
Rispondi al commento

Grandissimo Beppe -capitano mio capitano- continua cosi'!!! C'e' un incommensurabile esercito di cellule dormienti la' fuori, che aspetta solo un cenno per essere destato.
Non mollare mai.

Ze Sandro 21.05.05 04:37| 
 |
Rispondi al commento

il nostro matrix è la televisione:
finche non ci sconnetteremo faremo parte di quel sistema e di chi lo governa...

La televisione, questo "compagna misteriosa":

non dimentichiamo i principi che sono alla base dei mass media.. e della potenza mediatica che ha lo strumento "televisione"..

http://www.hackerart.org/corsi/aba99/tvarelar.htm

Rosario Pisano' 21.05.05 04:35| 
 |
Rispondi al commento

grazie Karl

luca frangella 20.05.05 17:40| 
 |
Rispondi al commento

Commento e teoria di Bellia assai interessanti.

Senza addentrarmi nell'analisi economica troppo ardua per le mie riminiscenze mi limito solo a collegare pensieri razzolanti, ripescando un'altra pagina che avevo archiviata nella memoria.

Lascio fare a voi 2 + 2.


"I proprietari della Banca d'Italia.(di Beppe Scienza www.beppescienza.it)

Alquanto stranamente la Banca d'Italia è una società per azioni che appartiene a banche italiane e, in misura minora, a compagnie d'assicurazione. E alquanto sorprendentemente l'elenco dei suoi azionisti è tenuto riservato. Per fortuna ci ha pensato però Ricerche & Studi di Mediobanca, diretta da Fulvio Coltorti, a scoprire quasi tutti i proprietari della Banca d'Italia. Spulciando i bilanci di banche, assicurazioni ecc. ha infatti preso nota ogni volta che risultavano proprietarie di quote della Banca d'Italia e così è riuscito a ricostruirne gran parte dell'azionariato.

Notare che tre banche da sole "controllano" la Banca d'Italia.

Da R & S (Ricerche & Studi) di Mediobanca, 2003, p. 1149

Azionisti della Banca d'Italia

Gruppo Intesa (27,2%)
Gruppo San Paolo IMI (17,23%)
Gruppo Capitalia (11,15%)
Gruppo Unicredito (10,97%)
Gruppo Assicurazioni Generali (6,33%)
INPS (5%)
Banca Carige (3,96%)
Banca Nazionale del Lavoro (2,83%)
Banca Monte dei Paschi di Siena (2,50%)
Gruppo Premafin-La Fondiaria (2,00%)
Cassa di Risparmio di Firenze (1,85%)
RAS-Riunione Adriatica di Sicurtà (1,33%) "

A voi il piacere di commentare e appiccicare i nomi di quelli che contano accanto ai blasoni bancari. A proposito. Dov'è Bersluconi in questa geografia?

Fabio Masetti Commentatore in marcia al V2day 20.05.05 14:28| 
 |
Rispondi al commento

Cosa ti aspettavi da quei tromboni della conferenza.. Siamo salvi perchè non ci aspettiamo nulla da loro, loro non hanno responsabilità per noi, loro non hanno rispetto da parte nostra, loro non contano nulla, sono delle nullità, non sanno nulla di comunicazione, non sanno nemmeno comunicare coi giovani.... mentana è il peggiore, superparaculo. Tu invece hai molti giovani dalla tua parte, ti rispettiamo; quello che dici tu non è vangelo però è velato da un vento di libertà che mi piace troppo.

Tommaso Scarcia 20.05.05 09:29| 
 |
Rispondi al commento

Pascucci ma falla finita..sembri una zitella inacidita..

Marcus Libero 20.05.05 07:29| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe
il presidente del consiglio dei ministri
Silvio Berlusconi a varato la cosidetta
legge Gasparri sulla televisione digitale terrestre e a messo in commercio i conseguenti
decoder usando soldi pubblici ( le tasse , penso che il digitale sia un impegno molto costoso )
e adesso la sua Italia 1 vende le partite
- Diretta Premium - a 3 € cadauna .
Non è questo un conflitto di interessi !!??
Mi piacerebbe avere un tuo commento in proposito .
Grazie mille .

Corrado Caenaro 19.05.05 23:52| 
 |
Rispondi al commento

pensate, ci vengono a visitare anche dall'estero ..
grazie karl Koch e metti pure i file di grillo sul tuo sito, cosi gli stranieri capiranno quanto davvvero l'italia sia nella m... tanto lo sanno già..

Per Frangella:
Non disperare, io non ci credo tanto più nelle istituzioni, tanto alla fine fanno quello che vogliono, l'unica cosa che possiamo fare è quella di far sentire la nostra voce: unendoci, ribadisco di nuovo.. Questo blog non servirà a niente se lo usiamo solo per postare.. o comunque ci servirà solo a riflettere, che naturalmente non è poco..
Comunque vedo che in altri argomenti del blog si sta creando una vera e propri lista di persone che vogliono andare al di là questo blog e fondarne un altro, ma non lo possiamo fare su questo di beppe grillo perchè è suo.. lo dobbiamo fondare altrove.. e non ci vuole neanche tanto a farlo.

Pascucci e Marcus dai per favore non litigate..
Non dimentichiamoci l'intento comune per il quale siamo qui.. che è quello di opporci con tutte le nostre forze a questo degradante stato di cose.. o almeno per me è cosi..
Ok, Pascucci ha inviato la sua mail, se la leggerà il presidente della republica è bene altrimenti comunque noi andremo avanti lo stesso.. non ci dobbiamo fermare nella nostra lotta ..
Diffondiamo il blog di beppe, la libera informazione, (io da qualche giorno a sta parte faccio litigare anche i miei colleghi essendo io il primo a sollevare problemi di economia, politica ecc.. gli ho parlato anche di questo blog.. e ad uno ho mandato anche i file.. ) dicevo che dobbiamo diffondere questo blog, i siti di libera e controinformazione, e raccogliere l'appoggio di altri utenti con la loro mail.. quando arriveremo ad un cospiquo numero allora si che si potrà fare qualcosa..
La prima volta che ascoltai i file di beppe li allegai inoltre in un file e li mandai ad una mailin list di una 30ina di persone che conoscevo suggerendo anche di far girare..

Teniamo poi traccia delle mail di chi si unisce a noi..

un saluto
Rosario

forza e coraggio

Rosario Pisano' 19.05.05 21:42| 
 |
Rispondi al commento

X PASCUCCI

da quel poco che ho capito lo stato italiano da ai banchieri dei soldi (inutilmente e molti) tramite il signoraggio. penso che nessuno regali niente per nulla. quindi deduco che ci sia un ritorno (o è un debito occulto?), solo che noi che diamo i soldi siamo all'oscuro degli affari che ci sono dietro.
e penso anche esclusi dai benefici che derivano da questo scambio. l'ennesima beffa ai danni del cittadino. con la scusa del signoraggio le risorse pubbliche vengono dirette a favore di interessi privati.
non può che essere così, altrimenti tutto ciò non ha senso.
che senso avrebbe questo scambio se ci fosse un ritorno a favore della res pubblica? tanto vale che ce le stampiamo da noi le banconote!
che ci vuole a stampare banconote?
e poi se così fosse qualche politico ci spiegherebbe senza misteri a cosa serve sto signoraggio; e invece fanno gli omertosi... e non c'è trasparenza..
povera democrazia....

:-(

luca frangella 19.05.05 20:31| 
 |
Rispondi al commento

Well ,
in a country that barely got a light over this new technology named Internet ,
seeing how the life of citizens is treated by all the lies held in high % of newspapers and big tv channels ,which revealed by Beppe Grillo ,
we couldn't support a better movement of a believable great renewal of a slavized society .
Soon our italian division will post over http://nexus23.net the Grillo files ;-) ,
a sort of X-Files for a reality like that italian ,
where lies are sold out as a pieces of cake by Berlusconi&Friends .
Anyhow Grillo ,
we came we saw we won .

Good Luck
(Soros is with us)

Karl Koch 19.05.05 20:18| 
 |
Rispondi al commento

Che dirti, mitico Beppe, ho appena finito di sentire gli audio, sei mitico, è una soddisfazione che da un senso di rivincita pazzesca. Tu col tuo grande carisma e nient'altro che la conoscenza (la cosa più importante che abbiamo) hai zittito l'arroganza di quei simpatici personaggi e hai dimostrato come rimangano facilmente senza argomenti di fronte a una discussione vera, ma soprattutto dai contenuti veri, lontano da salotti tv con conduttori compiacenti (o addirittura striscianti), domande preparate, e dialettica all'acqua di rosa in cui la fa da padrona l'eufemismo che però finisce sempre con l'occultare la realtà dei fatti!!!
Io qual'è la situazione in Italia lo so e tutte le cose che hai detto già le so, ma devo dire che sentirle e vederle spiattellate in faccia a quei semiuomini senza mezzi termini lo sognavo da tanto tempo. Quanto darei per vedere in prima serata in tv un "meeting" o sarebbe meglio dire "match" del genere! So che è altamente improbabile se non al limite dell'impossibile, ma la speranza è l'ultima a morire!!! Sarebbe una magra consolazione vedere platealmente sputtanata gente che sono trent'anni che ci trama alle spalla e che ci rovina con le sue tv spazzatura, ma quello che in un paese normale sarebbe ordinario da noi è come minimo eccezionale. Speriamo che cambi qualcosa perchè la situazione è disperata e l'Argentina si fa sempre più vicina, ma il problema ha radici troppo profonde e lontane nel tempo, e comincio a pensare che sia veramente troppo tardi, soprattutto con una classe dirigente che è smpre la stessa da trent'anni e non si riesce a levarsela dai cosiddetti.
Continua così Beppe e grazie per l'enorme esempio di coerenza che ci regali ormai da tanti anni!!!

Luca Canavese 19.05.05 19:38| 
 |
Rispondi al commento

A TUTTI GLI UTENTI DEL BLOG

la seguente è una richiesta formale a beppe grillo e al suo staff di istituire uno spazio dedicato ai forum e una mailing list.
il fine è quello di rendere tale sito sempre più funzionale all'impegno civile e sociale e al libero scambio di idee e informazioni.
se siete daccordo con quanto scritto non dovete fare altro che copiare l'intero contenuto di questo post, incollarlo in un nuovo post ed aggiungere il vostro nominativo sotto la scritta "Gli utenti del blog". COPIATE SEMPRE L?ULTIMO POST IN ORDINE CRONOLOGICO.
se raggiungeremo un buon numero di sottoscrizioni potremo inviare la richiesta via mail.
se qualcuno ha idee migliori in proposito, o vuole modificare qualcosa, lo esprima chiaramente prima di mettere mano alla richiesta.

RICHIESTA:

Al mitico Beppe Grillo e allo spettabile Staff del blog

Noi utenti del blog vogliamo innanzitutto ringraziarvi per il vostro prezioso lavoro, che rappresenta un grande esempio di impegno civile e sociale.
Grazie per la possibilità che ci date ogni giorno di ricevere e fornire libera informazione, di scambiarci e proporre idee per la costruzione di un mondo migliore.

Pensiamo che questo sito, per il numero di utenti che raccoglie e grazie al carisma di Beppe Grillo, possa essere al centro di una sorta di "rivoluzione" mediatica, così tanto sospirata dai sostenitori di Internet e da Beppe stesso.

A tal fine riteniamo che sia utile per tutti istituire uno spazio dedicato ai FORUM, in cui ogni utente possa partecipare più attivamente e creativamente e in cui soprattutto si sviluppi una comunicazione più funzionale,ordinata e coordinata.
Anche la creazione di una mailing list favorirebbe il libero scambio di informazione e la formazione di una fitta rete di comunicazione fra i singoli utenti e le altre realtà alternative già presenti sul web.

Le nostre richieste non sono mosse da fini personali bensì dalla convinzione che il piccolo apporto e intervento che ognuno di noi può dare non può che favorire il lavoro di Beppe e farlo sentire meno solo nella sua lotta civile e democratica.

Nella speranza che questo sia il principio di una proficua, duratura e solidale collaborazione e non si risolva in una cocente delusione, vi ringraziamo anticipatamente per l'attenzione e vi porgiamo i più sinceri saluti.

Gli utenti del blog:
Luca Frangella
Elisa Laudi
Silvia Mantovani

luca frangella 19.05.05 16:20| 
 |
Rispondi al commento

Beppe sei un grande!!!Siamo Alessandra e Daniele. Due giovani studenti universitari che già da tempo hanno preso coscienza della tristissima, nonchè preoccupante situazione in cui ristagna lo stivale e il mondo intero. E' un sollievo e allo stesso tempo una "speranza" sapere che non si è soli e che esiste gente che come te che difende ad ogni costo la libertà di opinione e di informazione. C'è tuttavia un piccolo appunto che vorremmo farti. Riguarda il commento che fai su Veltroni, anzi su chi si impegna per il terzo mondo, anzi..su chi cerca di creare un' alternativa allo sfruttamento dell' uomo e dell' ambiente ad opera di quelle società non solo estere..ma anche italiane (alcune di queste le conosci bene..)!! Non siamo assolutamente sostenitori di Veltroni e il nostro discorso non verte di certo su questo...!!Solo ci è sembrato un po' indelicato parlare così di una questione parecchio spinosa supportata da tanta gente, tra mille sforzi e sacrifici. Non è giusto scindere la situazione del terzo mondo dalla realtà italiana...anche perchè non solo gli sfruttatori li abbiamo in casa nostra( vedi NESTLé con la metro di roma e BENETTON con le autostrade, come tu stesso fai notare) ma anche perchè lo sfruttamento e il mercato IMBASTARDITO e SELVAGGIO non deve esistere..nè in Italia nè DA NESSUNA PARTE DEL MONDO...anche parchè la presa per il culo da cui tu ci metti tanto in guardia fa anche parte di questo settore e di quei prodotti che compriamo senza sapere cosa c'è dietro. La nostra riflessione è che se si ritiene leggittimo sfruttare un bambino del terzo mondo (e ti assicuro che le condizioni in cui questi lavorano fanno piangere, ma forse lo sai meglio di noi) allora non ci si può lamentare se viene sfruttato un padre di famiglia italiano. Finchè tutto questo non diviene concezione comune l' Italia potrà risollevarsi (ammesso che esistano i miracoli) solo "esteticamente" ma non moralmente, ovvero la gente sarà sempre la stessa ipocrita e non curante. Forse tra i mille buchi neri una delle cose buone che sta facendo Veltroni è proprio questa battaglia che migliora, lo ripetiamo, non solo il terzo mondo ma l' Italia. Migliora l' Italia perchè in molti asili e scuole romane già si mangia biologico, in molti uffici ci sono distributori di prodotti equo e solidali e perchè si sta tentando di non pubblicizzare a Roma prodotti come Nestlè e Coca Cola, che troppo hanno fatto per abbasasre la dignità dell' umanità. Anche nella nostra università ci stiamo battendo per questo, coscienti che il consumo critico sia un' alternativa valida per questo mondo e per questa Italia.
Detto ciò ben venga un sindaco attento a questioni del genere che ci toccano così tanto da vicino che neanche ce ne accorgiamo!
C' erano tanti punti su cui potevi ironozzare riguardo l'operato di Veltroni e forse sei andato a beccare la cosa migliore...!!
Grezie comunque per tutto quello che fai..davvero..!!Le cose che dici sono sempre spunto di riflessione. E questa email ne è un esempio.
Con affetto e simpatia Daniele e Alessandra.

Alessandra Sciamanna 19.05.05 15:53| 
 |
Rispondi al commento

nessuna diatriba...è solo che lui ,il Pascucci, non si redne conto che la carta si deteriora, e ristamparla continuamente costa.....pensa un po tutti i giri che fanno sti soldi, sarebbe interessante vedere quanta carta va al macero.
Il signoraggio è noto e stranoto, ben per chi non sapeva , ma non si puo' modificare lo status quo.
Per tanto.......
la ricevuta ndi ritorno di Ciampi, è una risposta automatica...di questo tipo:

Il messaggio inoltrato all'indirizzo di posta elettronica della Presidenza della Repubblica deve:

- indicare chiaramente il nome, cognome e indirizzo postale tradizionale del mittente;
- non superare la lunghezza di 50 Kb (10 pagine circa);
- non contenere allegati.

Questo messaggio viene prodotto automaticamente dal sistema per consentire ai mittenti la verifica del rispetto di tali requisiti e, solo in caso di difformita', una nuova riformulazione del messaggio.

Marcus Libero 19.05.05 15:39| 
 |
Rispondi al commento

caro grillo,mi ricordo di te tanti anni fa , sono ligure di albenga.vabbe' era solo un ricordo...due giorni fa sentivo fassino a ballaro'. che tristezza.possibile che anche lui per risollevare l'economia consideri come unica ipotesi quella di consumare di piu'.? non ci credo. ditemi che ci sono altre strade .io non ne posso di piu', di comprare , di accumulare, dei souvenir,dei sacchetti di plastica che ti danno anche per un pacchetto di caramelle, degli scontrini , dei rifiuti troppi dappertutto. ma quale aumento di consumi.ma fassino lo sa che esiste una professione oggi pagatissima che consiste nello svuotare gli armadi,pulire i cassetti, eliminare quello che compriamo ogni giorno inutilmente.io gioisco quando sento che il mercato dell'auto e' in caduta libera (troppo facile dire che la fiat se puntasse su l'auto ibrida si risolleverebbe ?),quando sento che i marchi di moda non sono piu' di moda e poi altre cose ,ma sarebbe troppo lungo... un saluto eugenia nante

eugenia nante 19.05.05 15:05| 
 |
Rispondi al commento

ma tu l'hai mandata? perchè non la mandi anche tu, così siamo in tre? (la prima è stata Barbara, dove l'ho copiata)
come? ah.. 'non serve a niente'... capisco...
ma perchè non ti cambi "cognome"?
Marcus Imprigiunatus mi sembra più adeguato.


Postato da: sandro pascucci il 19.05.05 13:40

------------------------------------------------

a Ciampi non serve mandare lettere...le cancellano, mancano gli arrivano.
o forse pensi che legga tutte le stronzate che 56 milioni di cittadini mndano?

Marcus Libero 19.05.05 13:44| 
 |
Rispondi al commento

Presentazione

Risparmiare fa bene alle tue tasche e all'ambiente.
L'unico pianeta che abbiamo e' questo. L'olio di colza non e' l'unico modo col quale puoi spendere meno. Questo libro ti racconta come risparmiare piu'' di di uno
stipendio all'anno. Lo sapevi che a Bolzano ci sono appartamenti di 80 metri quadrati che costano in energia elettrica e riscaldamento 100 euro per 12 mesi?
Tu quanto spendi?
Puoi risparmiare fino al 10% del carburante semplicemente modificando il modo di passare da una marcia all'altra mentre guidi. E in nove casi su dieci puoi diminuire
drasticamente la quantita'' di detersivi. Puoi smettere di comprare acqua minerale
in bottiglia e dimezzare l'acqua che usi facendoti la doccia e azionando lo sciacquone
del wc. E puoi avere aria pura in casa circondandoti di alcune piante selezionate appositamente dalla Nasa.
Tutto questo e molto altro sul libro "Olio di colza e altri 30 modi per risparmiare,
proteggere l'ambiente e salvare l'economia italiana" di Jacopo Fo, con contributi di Dario Fo, Franca Rame, Simone Canova, Maurizio Fauri, Maurizio Pallante,
Maria Cristina Dalbosco.
In vendita in edicola con l'Unita' a euro 5,90.

Un manuale pratico pieno di dati, informazioni e consigli pratici su come una famiglia, un condominio, un'azienda o un'amministrazione pubblica possono tagliare da subito i costi energetici. Ad esempio, secondo una ricerca del Politecnico di Milano, una famiglia che abita in Lombardia negli ultimi 30 anni ha buttato via
in calore e energia l'equivalente del valore della propria casa. Questo perche'
le nostre abitazioni sono isolate poco o niente, utilizziamo prevalentemente impianti di riscaldamento e refrigerazione individuali e inefficienti, non razionalizziamo il consumo di acqua e di elettricita'.
In Italia si arriva a consumare 3 volte il massimo stabilito dalla legge in paesi freddi come la Germania. Siamo seduti su un'enorme ricchezza: i soldi che buttiamo via. Forse e' arrivato il momento di spenderli per qualche cosa di utile.
Smettere di inquinare risparmiando e' piacevole.

Ecco un capitolo del libro

Tutta la verita' sull'olio di colza

Una bella mattina milioni di italiani, guardando la televisione, hanno scoperto l'impensabile: il loro diesel poteva essere alimentato anche con olio di colza.
E, aspetto ancor piu' stupefacente della questione, quest'olio vegetale veniva venduto in alcuni supermercati a 0,65 euro al litro. Poco piu' della meta' del diesel normale.
Il giorno dopo l'olio di colza spariva da tutti i supermercati del Nord Italia e passeggiando per le strade si sentiva uno strano odore di pop-corn. Ma per capire cosa sia successo e perche', dobbiamo fare un passo indietro, a quando inizio' tutta questa storia, piu' di cinque anni fa.
Un giorno mia madre, Franca, parlando con un gruppo di socie della Puliscoop di Forli', scopri' che queste donne avevano avuto un'idea geniale. Il loro lavoro consisteva nella manutenzione dei giardini pubblici e con i loro mezzi agricoli si trovavano a lavorare in mezzo ai bambini che giocavano e si erano accorte che li asfis-siavano
con i gas di scarico. E questo sembrava loro insensato (cuori di mamme). "Possibile che non ci sia qualche cosa di meno puzzolente e velenoso per far andare un trattore o un camion?"
Si erano informate e avevano trovato la soluzione sostituendo il diesel con biodiesel, una miscela formata dal 90% di olio di semi (generalmente colza, ma tutti gli olii vegetali vanno bene, e' solo una questione di prezzo) e 10% di alcool. Cosi' non gasavano piu' i bambini. A mia madre sembro' una cosa incredibile.
"I diesel vanno a olio? Tutti?" esclamo' sbalordita e inizio' a informarsi.
Il Comitato "Un Nobel per i Disabili" aveva ricevuto una generosa sponsorizzazione da Autogerma (Volkswagen). Quindi Franca telefono' chiedendo di poter parlare con i loro tecnici. Fu stupefatta nello scoprire che tutte le auto del gruppo Volkswagen erano omologate per essere alimentate a biodiesel. Non solo, si trattava di un carburante talmente migliore del gasolio che la squadra di rally della Volkswagen aveva scelto di alimentare le auto durante le gare, vincendo i campionati mondiali di quell'anno (1999). E cosi' scoprimmo che molti motori diesel (tedeschi, francesi, svedesi) erano gia' omologati per funzionare con il biodiesel visto che lo si utilizzava da tempo nel resto d'Europa. Scoprimmo anche che le altre auto, nell'usare il biodiesel, avevano solo problemi provocati da tubi e guarnizioni che si scioglievano a contatto con l'olio di semi.
Ma alcuni meccanici avevano iniziato da tempo a eseguire modifiche per ovviare a questo inconveniente con una spesa intorno ai centodieci euro. Nessuno di noi aveva mai sentito parlare di questo biodiesel e ben presto ci rendemmo conto che era una possibilita' per ridurre l'inquinamento quasi sconosciuta in Italia, almeno dal grande
pubblico. Quando se ne parlava la gente ti guardava spesso come se fossi un marziano ubriaco: "Olio nel motore?!?"
Allora per dimostrare che il biodiesel funzionava mia madre si fece dare da Volkswagen un'auto omologata per questo carburante, installo' un serbatoio di biodiesel in giardino e inizio' a spargere odore di pop-corn in tutta la riviera romagnola.
Inizio' cosi' una campagna d'informazione portata avanti tramite Cacao, il quotidiano delle buone notizie, assemblee e manifestazioni. Mio padre incontro' personalmente una decina di sindaci della Romagna cercando di convincerli ad adottare questo carburante meno inquinante. Molte persone si interessarono al problema e sostennero questa campagna. Il biodiesel inquina di meno, e' ottimo per il motore, non aggiunge anidride carbonica nell'atmosfera, ha un rendimento superiore del 3% rispetto al gasolio, e' piu' pulito
e percio' non intasa i filtri e non lascia residui e incrostazioni. Inoltre si incendia difficilmente, non e' tossico e se per un incidente si disperde nell'ambiente non crea disastri perche' e' completamente biodegradabile.
Una nave cisterna di questo olio vegetale, se si rovescia in mare, non inquina centinaia di chilometri di spiaggia. Ingrassa solo i pesci.

Inoltre la colza e' una pianta molto fruttifera e facile da coltivare.
Si possono ottenere due raccolti all'anno e sarebbe ottima per mettere a frutto i terreni che per accordi con l'Unione Europea siamo obbligati a non coltivare con piante alimentari (in Europa si produce troppo cibo). Invece di finanziare i contadini per non coltivare la terra potremmo produrre colza come si faceva un secolo fa, quando le lampade a olio, in tutta Europa, erano alimentate con l'olio ottenuto da questa pianta.
Ma ci sarebbero altri vantaggi: l'Italia spende ogni anno grandi cifre di denaro per finanziare un inefficiente servizio di smaltimento degli olii usati da privati e ristoranti per friggere. Una quantita' di decine di migliaia di tonnellate di olio saturo che potrebbe essere filtrato e utilizzato per produrre biodiesel invece di finire nelle fogne e nei mangimi del bestiame.
Oltre all'uso del biodiesel come propellente non inquinante, nel resto d'Europa si iniziavano a vedere raccoglitori di olio fritto nei quali le massaie versavano la loro frittura ottenendo in cambio un buono per acquistare biodiesel alla pompa di carburante. Era il 2000. Si sarebbe potuto realizzare la stessa innovazione anche in
Italia. Invece ancora si sprecano soldi per "smaltire" questa ricchezza: buttarla via e' un costo per le casse dello stato.
Chiaramente il biodiesel da solo non e' in grado di risolvere tutti i problemi dell'inquinamento, ma mentre aspettiamo l'auto elettrica, a idrogeno o ad aria
compressa, nonche' trasporti pubblici efficienti, puo' aiutarci a diminuire il disastroso impatto dei combustibili fossili.

Istruzioni per sostenitori da edicola
Sono state stampate 30mila copie del libro, il che vuol dire che non si trova in tutte le edicole e quelle che lo ricevono non ne hanno piu' di due o tre copie.
Quindi presentanti alla tua edicola di fiducia e chiedi il libro. Se non c'e' buttati per terra e mettiti a piangere. Quindi usando qualunque mezzo a tua disposizione convinci l'edicolante a ordinarne una copia, quindi torna all'edicola ogni due ore chiedendo se e' arrivata, affinche' l'edicolante sia veramente costretto a ordinarla.


Per commentare o leggere i commenti a questa news http://www.alcatraz.it/redazione/news/show_news_p.php3?NewsID=2403

Marcus Libero 19.05.05 13:40| 
 |
Rispondi al commento

Ecco un esempio per tutti di "libera informazione":

Guardate per cosa sono morti i nostri poveri soldati a Nassirya, altro che operazione umanitaria....

http://www.disinformazione.it/guerraeni.htm

Mi rivolgo al governo americano e a tutti gli altri governi:
LASCIAMO STARE GLI IRACHENI E AL DIAVOLO IL PETROLIO!! TROVIAMOCI LE FONTI ALTERNATIVE!!

Rosario Pisano' 19.05.05 12:27| 
 |
Rispondi al commento

...infatti Ciampi è già li a reti unificate...

Marcus Libero 19.05.05 12:25| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe ieri sera ho assistito al tuo spettacolo a Pavia, sono un imprenditore che non si identifica più in questo sistema corrotto e schifoso, ma fortunatamente ho un mio credo piuttosto di scendere a compromessi con le varie classi mi taglio i c..... col c..... li taglerei volentieri ai vari Mastella e c. e ti dico Mastella perchè un anno ho avuto la sfiga di capitare in vacanza in un villaggio dove soggiornava il buon Clemente con al seguito la sua scorta e altri, ci credi che sono dovuto scappare via, purtroppo ero giovane e ho pagato il conto capitasse adesso ti chiamerei per farci quattro risate.Intanto conto piu conto meno almeno ne beneficio io una volta ciao e sei grande avanti cosi, dateci un grillo per la testa e cambieremo il mondo anzi l'Italia speriamo

Stefano Casorati 19.05.05 09:44| 
 |
Rispondi al commento

Per i sig.ri Frangella, Nordio e Pascucci

intanto faccio i complimenti a tutti voi! Sono contento di vedere come , nonostante il martellamento incessante dei media, dei giornali e quant'altro, esiste ancora qualcuno che cerca e riesce a far funzionare il proprio cervello in autonomia (non su comando) ed applicarlo in maniera viva e propositiva!
Io su gli argomenti che avete trattato (web, provider, rooter ecc...)non ne sò molto anche perchè mi considero un semplice utente della rete. Comunque se e qualora potesse essere utile alla causa vi informo che mi occupo (in qualità di dirigente di minitero della P.A.)di cooperazioni industriali con particolare riguardo al settore degli offset e sviluppo delle industrie italiane all'estero . No so se queste mie competenze possano servire alla causa, ma cmq le metto a vs disposizione. La mia e-mail: fmk60@hotmail.com

Filippo Greg 19.05.05 09:40| 
 |
Rispondi al commento

Temo che dovremo continuare ad ingrassare il Tronchetto della Infelicità ancora per un po'. Tutte le linee appartengono a Telecom, anche se date in affitto. Alcune informazioni utili potrete reperirle a questi indirizzi:

http://www.equiliber.org/content/attach/72/adsl.pdf
http://www.tutorialpc.it/artflat.asp

Più tardi invierò un messaggio uguale in alcuni post di Beppe per deviare (una volta esaurita la discussione) le persone interessate a fare qualcosa di costruttivo, in questo post, in modo tale da non disperdere troppe informazioni e risorse, anche se ci dovremo sopportare i vari Troll & contestatori.

X BEPPE ED IL SUO STAFF:
E' POSSIBILE PER VOI INSERIRE IN MANIERA FISSA (NELLA COLONNA AFFIANCO)UN ELENCO DI AZIENDE (NESTLE', PHILIPS MORRIS, NIKE, ECC.) CON IL LORO COMPLETO ASSETTO SOCIETARIO? Così potremo scoprire che Barilla è in società con un costruttore d'armi tedesco (come diceva tempo fa Beppe), piuttosto che Ferrero in società con il cognato del cugino di Bin Laden (questo me lo sono inventato).

X PASCUCCI ed i loro sostenitori (ai quali mi aggiungo):

Beppe ci ha dato l'indirizzo e-mail del Presidente Ciampi (vedasi Bandiera dell'Iraq). Può essere una buona idea preparare un msg di protesta per poi mandarlo tutti al Nonno d'Italia? Vista la tua competenza in materia (scusami il "tu", ma con un po' di confidenza a mio avviso si lavora meglio), avresti la possibilità di fare un sunto del discorso da inviare (poche righe, tipo proclama)?

Buon lavoro a tutti!

Mauro Nordio 19.05.05 08:12| 
 |
Rispondi al commento

adesso sto spostando la mia attenzione anche ai commenti sull'ultimo articolo di grillo sul WTO.
anche lì ho trovato utenti disposti a coordinarsi assieme a noi. si parla anche di democrazia reale ed internet. con belle rassicuranti notizie. esistono casi in cui si sono sperimentate (più o meno) le idee da noi proposte. leggete i post di RICCI SERRA E PINNOT... oltre ai miei naturalmente!!! usate la funzione "trova" (find).

c'è anche quel che sembra un'interessante iniziativa in materia ambientale. ancora non ho approfondito. lo farò domani.fatelo anche voi se avete tempo. poi ne discutiamo tutti assieme. cercate il sito http://www.ecoage.com.

non smettiamo di sollecitare e sensibilizzare.

riproponete le vostre idee arricchite di volta in volta dagli interventi degli utenti.
scambiamoci le e-mail.
segnalate siti di interesse.
contattate tali siti se lo riterrete utile.
elaborate ancora di più le idee.
non le abbandonate. perchè abbandonare il signoraggio? è sempre una info utile!

a breve vedrò di stilare una richiesta formale allo staff di questo blog per dare più spazio a noi utenti e creare forum più ordinati e funzionali.
spero di avere il tempo di scrivere articoli più formali e specifici da porre alla vostra attenzione.

facciamo arrivare le nostre idee anche a chi ha competenze per proggettarne la messa in opera.

vi ricordo sempre che come consumatori abbiamo un grosso potere sul mercato e come cittadini diritti di trasparenza e informazione.
vi ricordo che come lavoratori abbiamo una grande responsabilità sociale.
vi ricordo che cambiare le nostre abitudini di vita e di pensiero è possibile, lentamente, senza obblighi da parte di nessuno e per nessuno, ognuno ragioni con la sua testa coordinandosi e confrontandosi con gli altri.
il tutto democraticamente.
che bella parola!!!
D-E-M-O-C-R-A-Z-I-A
che simpatici i greci!!
:-)

luca frangella 19.05.05 03:06| 
 |
Rispondi al commento

Bene bene, vedo che la pietra lanciata nello stagno sta propagando le sue onde..
Sono molto contento perchè finamente si inizia davvero a fare qualcosa. E NON SI PARLA SOLTANTO. Rinnovo i complimenti al signor Luca Frangella per il tempo che ha dedicato questa sera per coordinare la discussione sulle varie iniziative che si possono intraprendere per poter davvero cambiare qualcosa... per prima cosa punterei sempre il dito sulla schifosa informazione italiana e poi a tutto l'altro resto..

Ringrazio anche i signori Lazzaretti e Nordio perchè si stanno unendo a noi a allo sviluppo di nuove idee d'azione ..
E un grazie dovuto anche da parte mia per il signor Pascucci per aver segnalato il suo sito sul signoraggio..

L'ideale ribadisco è quello di creare una bella mailing list di utenti di internet, prima cosa per unirci, essere compatti e creare massa (intelligente e diversificata, il contrario che vogliono fare di noi i mass media..) però pur sempre compatta nelle idee.. secondo per diffondere sempre di più, tramite chi ci sta attorno, la libera informazione che deve rinascere alla grande, sempre naturalmente grazie ad internet, infine per effettuare in futuro delle vere e proprie azioni di boicottaggio per chi se le merita, primo fra tutti verso i prodotti delle società del nostro "caro" governo .. secondo verso le multinazionali , ad esempio per togliere il monopolio dell'acqua e far commercializzare sempre più ad esempio i depuratori casalinghi abbassandone il prezzo.. (un esempio come tanti altri) oppure verso le marche di benzina..

Come affermava prima il signor Frangella, in questo blog l'attenzione si è soffermata su diversi problemi/argomenti da affrontare.. ad esempio il già citato signoraggio.. che a mio avviso per ora dovremo lasciar da parte per un secondo momento.. anche perchè non è materia di facile approccio per la maggior parte.. oppure si può aprire un blog in proposito per chi si vuole occupare di questo problema..
Invece io suggerirei di muoverci in questa maniera: fare per primo una lista di argomenti che ci stanno più a cuore o comunque per i quali abbiamo maggior interesse, mettere al primo posto quelli che che saranno considerati più urgenti o più importanti come ad esempio la libertà d'informazione e poi concentrarsi su di uno alla volta.. ricordiamoci di rimanere anche uniti nei progetti e di non disperdere le nostre forse..

Ringrazio ancora Grillo che ci permette di fare tutte queste discussioni..

a presto
Rosario
e... restiamo uniti!

date un occhiata al mio sito se volete:
www.geocities.com/whatthehellsgoinon - quello che i telegiornali non dicono

Rosario Pisano' 19.05.05 00:02| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe, ho asxoltato i tuoi interventi.
grazie per essere sempre dalla parte dei giovani...
continua così
Samanta

samanta tettamanti 18.05.05 20:42| 
 |
Rispondi al commento

X PASCUCCI

caspita, bel sito il suo.
ora finalmente capirò qualcosa su questo problema.

luca frangella 18.05.05 20:28| 
 |
Rispondi al commento

x mauro Nordio

mi sa che scelgo yahoo.
sono diffidente verso le aziende che si inseriscono sul mercato tradizionale anche se innovative
meglio un'azienda web.

grazie per le notizie. se ne racimolerò altre non mancherò di postarle.

rimane il problema del collegamento ADSL a monte.
io ho ALICE. ma non so se si può fare una scelta migliore. sicuramente non LIBERO (dalla padella alla brace) che pare abbia qualche problema (esperienza di amici). chissà TISCALI. ma forse il servizio dipende da zona a zona.
qualcuno mi sa dire come è organizzata la rete ADSL. c'è sempre una linea principale che fa capo a TELECOM come per la telefonia fissa?
da cosa dipende la funzionalità di un collegamento? come posso sapere se il servizio mi garantisce realmente la banda promessa, se è stabile etc. etc.?

luca frangella 18.05.05 20:22| 
 |
Rispondi al commento

Pascucci, grazie continua pure con il signoraggio, io negli anni ho fatto molto, ma molto di piu', arrivando a fare anche rischieste specifiche ai politici.
Poi è arrivato l'euro lo stesso.
Comunque è lodevole il tuo lavoro, e se posso ti aiutero' postando il problema nei vari forum di politica..essendo un buon frequentatore.

Poi se qualcuno si vuole iscrivere alla tua miling list del tuo sito, iscrivilo e basta...senza stressare con troppe domande.

Marcus Libero 18.05.05 20:20| 
 |
Rispondi al commento

x Cardassi

non mi stupisco per niente. è una questione di logica. già l'11 settembre mi ero fatto un'idea in proposito.

l'attacco terroristico agli USA si è verificato durante il mandato di Bush. Casualità?
no, come minimo è indice della politica integralista e colonialista di Bush che ha infiammato gli animi dei terroristi. ma secondo me la verità è un'altra. ma è solo l'istinto che mi guida in questa ipotesi. non ho prove, come nessuno penso.

c'è stata una tacita volontà affinche ci fosse qualche attentato terroristico. per poi fare la guerra ovvio no?!
è facile capire come accadono certe cose. si abbassano le difese (servizi segreti, militari, etc), si lasciano correre alcune voci, si fanno piccole e mirate azioni di politica ed economia estera di per sè innocue ma che nell'insieme preparano il campo....
poi sapete com'è. nessuno dice niente o fa qualcosa di preciso, ma lascia che le cose vadano in un certo modo. è il potere militare e burocratico. kafka docet....
spero che siate abbastanza grandi e vaccinati da capire come vadano le cose.

non penso però che si aspettassero un atto terroristico così forte. dificile a dirsi. oppure non si aspettavano il crollo delle torri... bah! non saprei fin dove si sono spinti e cosa sapessero...dall'altra parte ne hanno pure approfittato e ci sono andati pesanti bisogna dire...

a questo punto se il pentagono sia o non sia stato attaccato da un boeing è l'ultimo pensiero.
però che strano: l'istituzione più ricca e potente del mondo, centro nevralgico e simbolo del potere militare USA, così facilmente attaccabile?
ma per favore, non sono così scemo.....
secondo me neanche un moscerino ci si può avvicinare se non desiderato!!!!

e Bush? dov'era? in aereo... mah!!!
e i servizi segreti? bah!!!
e bin laden? pare che fosse in affari con gli USA fino a poco tempo prima...

non so come siano andate le cose.
ma solo il sorgere del dubbio che possa essere andata così è indice di una situazione di alta gravità.

che mondo gente!!!

luca frangella 18.05.05 20:07| 
 |
Rispondi al commento

Di Yahoo ho trovato questo:

"I fondatori, David Filo e Jerry Yang, studenti e dottorandi di ingegneria elettronica all'Università di Stanford, hanno iniziato la loro guida al Web nell'aprile 1994. All'epoca si trattava ancora di uno strumento utile ma riservato al loro uso personale, che consentiva di trovare sul Net le fonti delle informazioni di loro interesse. In breve tempo, si resero conto che i loro elenchi stavano diventando sempre più importanti e difficili da gestire.
Il nome Yahoo! dovrebbe significare "Yet Another Hierarchical Officious Oracle" - cioè "Ancora un oracolo ufficioso strutturato gerarchicamente" -, ma Filo et Yang insistono sul fatto che hanno scelto questo nome perché si definiscono anche loro dei Yahoo.
All' inizio del 1995, Marc Andreessen, cofondatore di Netscape Communications (con sede a Mountain View, in California), propose a Filo e Yang di trasferire i loro file sui potenti server di Netscape. Improvvisamente, la rete di Stanford ritornò a un traffico normale, con grande soddisfazione generale. Oggi, Yahoo! organizza e recensisce gerarchicamente le informazioni del Web per decine di milioni di computer collegati al Web. Il San Jose Mercury News notava recentemente che "Yahoo! è molto vicino allo spirito dell'opera di Linneo, il botanico del XVIII secolo il cui sistema di classificazione pretendeva di organizzare la natura".

Ci sarebbe anche Tiscali:
"Tiscali S.p.A. was founded by Renato Soru, Chairman, in January 1998 following the deregulation of the Italian telecommunications market.
Based in Cagliari, the company takes its name from a 2,000-year-old nuragic village hidden in the centre of Sardinia. For centuries, the village was the shelter to the Sardinian population from invaders' attacks, a shelter whose main protection was silence. Communication was born from the silence, and communication supersedes isolation. From the land of silence and isolation, from a small island in the Mediterranean Sea, Tiscali broke the rules of monopoly, and the name of the silent village became the name of a project that has developed into a pan-European company.
Initially established as a regional telephone operator and Internet Service Provider (ISP), Tiscali rapidly expanded its operations throughout Italy, differentiating itself from its competitors with innovative services and marketing strategies.
In March 1999 Tiscali launched the first free Internet access service, giving a new and significant boost to the growth of the whole market and establishing itself as an undisputed prime mover. Through its innovative proposals, and by making use of the flexibility of its organisation and the reliability of its network, Tiscali has succeeded in overcoming the existing monopolies, thereby revolutionising the rules of the market.
In October 1999, the company was floated on the Italian Nuovo Mercato, raising the capital needed to finance its project to become a pan-European player. Thanks to the IPO (Initial Public Offering) Tiscali embarked on an expansion plan through a series of mergers and acquisitions of major existing Internet companies. During 2000 and 2001, the Group began its pan-European consolidation of the major independent European ISPs, including World Online International, the Dutch ISP with a very large footprint in Europe, and Liberty Surf, the ISP leader in France. This, in combination with the merger of more than twenty companies, brought Tiscali to a consolidation of its position in 15 European countries and South Africa.
A quick decision-making process and the development of a fully-integrated business model of access, media and B2B services have established Tiscali as the leading independent European Internet Company. Today, Tiscali is an important industrial reality that has based its expansion on a solid business model, a well-balanced economic and financial structure, and a wealth of top-level infrastructure and know-how.
Faithful to a democratic vision of the Internet, Tiscali has suggested to its users new and alternative ways to approach the medium, offering them not just access but a complete range of original, innovative services, from the legal downloading of music to video messaging and much more.
Today Europe is overcoming borders and striving to establish a new equilibrium, which takes its strength from both our differences and our common values. Tiscali is rooted in this new multicultural, multiethnic Europe and South Africa through its introduction of new ways of acting, planning, communicating, and doing business"

.... Ringrazio chi avesse altre notizie o altri domini.
A proposito, non datemi del "lei", anagraficamente ho 38 anni, ma solo anagraficamente.

Mauro Nordio 18.05.05 19:28| 
 |
Rispondi al commento

ho visitato il sito di un utente, il signor PISANO' e l'ho trovato molto interessante. sia per l'alto contenuto di idee e valori e sia per i numerosi link a siti di informazione libera ed alternativa, compreso questo blog.
l'indirizzo è il seguente http://www.geocities.com/whatthehellsgoinon/.

dai con il tam tam. sosteniamoci a vicenda.

luca frangella 18.05.05 19:28| 
 |
Rispondi al commento

http://www.pentagonstrike.co.uk/pentagon_it.htm#Main

guardate...

Ivano Cardassi 18.05.05 19:08| 
 |
Rispondi al commento

http://www.pentagonstrike.co.uk/pentagon_it.htm#Main

Per chi crede ancora all'aereo caduto sul pentagono...

Ivano Cardassi 18.05.05 19:07| 
 |
Rispondi al commento

per il signor PASCUCCI.

lei è quello del signoraggio vero?
chi la critica ha torto.
io nelle mia ignoranza non sapevo di questo problema. ora grazie alla sua voce sono cosciente.
e continuerò ad informarmi e a divulgare.

ottima anche la proposta di interagire con lo staff di questo blog. in effetti, come diceva il signor NORDIO, bisogna partire in prima e non in quarta. sono questi i primi passi da fare.
rendiamo più agibile e più funzionale questo spazio.

ha già un idea di come si potrebbe migliorare?
cosa intende per blog fissi?
non sarebbe bene isituire anche dei forum più ordinati?

mettiamo insieme un pò di suggerimenti, poi li elenchiamo in un post e lo firmiamo tutti quelli che siamo daccordo. ognuno che vorrà aggiungere una firma basta che ricopi il post mettendo la firma alla fine. poi penso che potremo anche mandare il documento via e-mail, vista la sua importanza. in ogni caso non potranno non notarlo.

qualcuno che abbia le idee chiare in tema di siti si faccia avanti.

io propongo di affiancare a commenti di articoli anche dei forum di discussione a disposizione degli utenti, che potranno decidere quale argomento trattare.
sarebbe interessante anche poter proporre dei veri e propri articoli informativi come quelli di grillo.
certamente questo presuppone un lavoro di supervisione e selezione da parte dello staff.
chissà se si può fare? penso di si perchè anche i vari commenti necessitano una vigilanza dello staff.

si, non mi piacciono le censure, a meno che non si contravvenga alle regole di rispetto e convivenza civile. c'è stato un utente nazistoide abbastanza offensivo che a mio parere hanno fatto bene a bannare. dava dello stupido (ma con parole peggiori) ad altri utenti.

luca frangella 18.05.05 18:03| 
 |
Rispondi al commento

pascucci io non ho nessun sito, ti sto addosso perchè ci fi spam contiuna con i tuoi argomenti.
Non mi sei antipatico, ma ti chiedo un uso diverso e se vuoi etico del blog..altriemnti si corre il rischio di stufare la gente, che dice si..il blog di grillo ..quello dove quel tizio di nome Pascucci posta continuamente le storie sul signoraggio.

Marcus Libero 18.05.05 16:05| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, e' la prima volta che posto. Leggendo questa digressione sull'informazione e dopo essermi scaricato alla faccia di Urbani e , se permetti, anche alla faccia tua, scherzo, alcune tue performance di anni scorsi e periodi recenti, mi sono deciso, anche se non e' molto inerente l'argomento, a scrivere due righe per RINGRAZIARTI per lo sforzo. Mi scuso con gli altri utenti del blog che troveranno inutile il mio intervento, ma e' una cosa che sentivo di fare e ho approfittato del blog, anche perche' non so dove scrivergli, tipo una mail!!
Comunque, CLONATE GRILLO!!!!

Giorgio Volpini 18.05.05 15:42| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe,
registro che il TG1 economia ha appena "informato" tutti gli abbonati in prima fila circa Skype e l'abbattimento dei costi dei costi con la telefonia su internet.
Chiaro che adesso si sentono costretti a parlarne dopo che tu lo hai reso noto al grande pubblico con quel grande colpo di mano che ti invito a moltiplicare ad ogni occasione, foss'anco la sagra della melanzana (fatti clonare!).
Alla fine in questo paese non c'è altra strada o strategia per poter far arrivare alla gente un'informazione il più possibile completa e non distorta in base a logiche, convenienze e interessi di potere.
Ed a questo punto dovrò inventarmi qualcosa anch'io per far arrivare un progetto che porto avanti da cinque anni e che continuo a segnalare ai media (tutti) con risposta le più subdole della censure, silenzio e indifferenza. Magari mi fosse arrivato qualcosa del tipo "Il suo progetto fa cagare e non merita la nostra attenzione! Non ci scriva più!".
Permettimi quindi di scrivere quattro righe a riguardo in modo che almeno chi passa di qui possa dare un'occhiata al work in progress e sapere che esiste, dal momento che si tratta di un'opera unica nel suo genere per estetica ed intenti (probabile che sia questo a spaventare gli editori di casa nostra), e raccoglie i primi consensi in Francia, Germania e Olanda dove, evidentemente, amano Bruno e apprezzano la libertà di pensiero, più che da noi.
Trattasi di un progetto a fumetti su Giordano Bruno, basato sull'immagine di Gian Maria Volontè. Due acerrimi nemici del potere che ho messso insieme per complicarmi l'esistenza, a quanto pare. Due personalità forti che hanno denunciato e combattuto con fermezza ogni censura, ignoranza e abusi in tempi, e con modalità, molto diversi. Il primo con i libri, per poi finire bruciato vivo nel 1600, il secondo con il cinema per poi essere osteggiato e insabbiato a dovere nel secolo scorso fino ai giorni nostri, quelli in cui la cultura e l'informazione cinematografica è fatta roteare fra le dita di Marzullo (ho detto tutto!).
Che tristezza constatare che tantissimi non conoscano l'opera di Volontè, e quanto sarebbe opportuno che si vedessero e ri-vedessero i suoi film di denuncia per poter far crescere in Italia un senso civico ed un'etica di comportamento reali e non solo di facciata. Il servizio pubblico però di Volontè manda in onda sempre e soltanto i due western di Sergio Leone che "non disturbano" e quando lo scorso dicembre ha l'occasione di trasmetterne uno speciale a dieci anni dalla scomparsa, ci ripensa e lo cancella dal palinsesto all'ultimo minuto. E non oso accennare a Bruno, che nonostante 405 anni di lontananza tormenta ancora le cattive coscienze, ma soprattutto non abuso oltre di questo spazio così ben ossigenato di libertà e lascio a tutti il link dell'opera da andare a vedere (www.thenolan.it)
Grazie a tutti coloro che vorranno sostenere l'impresa e a te, mi raccomando resta sempre fedele al battesimo di Collodi.


Maurizio Di Bona 18.05.05 15:24| 
 |
Rispondi al commento

Pascucci.....hai già il tuo sito internet.
basta con sta storia...
E' due anni che ce' una commissione finanze apposita, non scopriranno mai nulla, e saremo tutti felici e contenti.

Marcus Libero 18.05.05 15:01| 
 |
Rispondi al commento

SCUSATE QUALCUNO SA DIRMI CHI HA COMPRATO il 16% DI MEDIASET? CHI E' L?ACQUIRENTE? Grazie

gianluca santoro 18.05.05 14:54| 
 |
Rispondi al commento

per il signor GREG
benissimo. al momento direi di continuare ad appoggiarci al blog di grillo come suggerisce il signor NORDIO. continui a postare e a stimolare la discussione. se può proponga idee o ci tenga al corrente di eventuali info e conoscenze in suo possesso altrimenti intervenga e commenti gli altri post o gli articoli di grillo. cerchi di coinvolgere e di appellarsi sempre a qualche utente.
se può ci indichi siti di controinfo o di approfondimento dei temi trattati. se vuole lasci un e-mail. io mi sto segnando tutti i nick e le e-mail e i siti consigliati.
dai che funziona!!! e non costa molto in tempo lavoro e soldi!!
potenza di internet!!!

per il signor NORDIO
si qualcosa si muove, qualcosa di indefinito ma decisamente di nuovo si muove. stiamo cavalcando il futuro?? non molliamo.
si è vero partiamo con la prima...
cambiare e-mail? ci penso da un annetto...
forse yahoo? qualcuno sa chi gestisce yahoo?
comunque abbandonare di punto in bianco un indirizzo non si può. prima bisogna dirottare i propri corrispondenti sul nuovo indirizzo.

per il signor LOVERGINE
1984 di Orwell ha influenzato tantissimo la mia visione della realtà.
con questo libro nella mia adolescenza ho capito il valore della democrazia. ora è il momento di difenderla e di farla crescere.
lei parla di GRANDE FRATELLO.
e se capovolgessimo il discorso?

si immagini una rete informatica in cui istantaneamente vengano inseriti e possano essere visionati tempestivamente da tutti i cittadini tutti gli atti di legge, tutti i discorsi e le proposte parlamentari, tutte le azioni amministrative, le trattazioni economiche, etc. etc. parlo sia a livello locale che nazionale.
si immagini di poter seguire passo per passo l'azione politica dei nostri rappresentanti.
come spendono i nostri soldi? quante auto blu? quanti privilegi sfruttano e come? rispettano il nostro voto con la loro azione?
tutto questo sarebbe possibile con un click di mouse grazie ad internet; e non costerebbe nulla, soprattutto al confronto dell'immane spreco di risorse che attualmente si perpetra.
questa è trasparenza, è democrazia. internet come strumento di democrazia, anzi come passo in avanti nella conquista della democrazia reale. un modo per riconciliare società civile e stato. un modo per rendere più partecipi i cittadini. un nostro diritto sacrosanto. ecco che l'idea di villaggio globale diventa concreta.
com'è che a noi lavoratori (soprattutto dipendenti) ci controllano e se sgarriamo ci tartassano, mentre i nostri rappresentanti si fanno gli affari loro (e delle multinazionali)? ma lo stato siamo noi, i soldi sono nostri. sono loro al limite che devono stare sotto scacco e fare il loro dovere garantendo la funzionalità delle istituzioni nel rispetto della costituzione.

ho scritto diversi post in proposito in questa pagina e nella pagina tecnologia/rete (veda i commenti all'articolo di grillo sul giornale "internazionale"). se mi volesse dare un suo parere gliene sarei grato. basta che vada nelle pagine citate, usi la funzione "trova"(find) e scriva il mio nome e le appariranno i miei post.

per il signor VIGNOLI
anche a lei voglio dire che sono contrario all'utilizzo dei tradizionali mezzi di protesta.
siamo nella post modernità ormai. pensiamo al nuovo. che il vecchio se buono rimanga, ma affianchiamogli nuovi strumenti.
creiamo una comunità virtuale di singole individualità coordinate.
secondo me non sono più tempi questi per credere nelle organizzazioni ed associazioni tradizionali che infatti hanno quasi sempre fallito cedendo alla corruzione o all'adeguamento o venendo facilmente vanificate dall'informazione ufficiale(si veda i no global).
invece si deve fare leva sulle individualità.
sulla coscenza di ognuno di noi.
villaggio globale capite?
un unica comunità di singolarità coordinate basata sul libero scambio di idee e sulla libera azione.
daltronde grillo che fa? un'azione individuale!
non costituisce organizzazioni; certo si fa aiutare, avrà i suoi collaboratori di fiducia, ma la sua rimane un'azione personale a cui noi tutti dobbiamo associarci con altre azioni personali e coerenti con la sua.
ad esempio il nostro lavoro può essere un momento di impegno sociale(come dovrebbe essere) e non di egoismo sociale.
sinceramente non ho nessuna voglia di fondare associazioni partiti sindacati o organizzazioni,
nominare capi. penso che ognuno può camminare con i propri piedi e pensare con la propria testa; purchè si sintonizzi e si coordini con gli altri.ho da sempre un rifiuto istintivo per queste cose pur rispettandole e apprezzandole quando è necessario.
sono un post moderno che ci volete fare!!!

luca frangella 18.05.05 13:51| 
 |
Rispondi al commento

Siamo veramente tutti stretti nella morsa dell'"informazione" (pubblicitaria).ormai davvero non si è più sicuri di nessuna notizia.......e se è così oggi,che siamo nell'era delle tecnologie avanzate,figuriamoci nel corso dei millenni cosa potra' mai essere successo e non è mai arrivato fino a noi!!!!chissà quanti berlusconi sono esistiti,che hanno fatto bruciare e torturare gli eretici. Magari il nostro Beppe,lo si può considerare un novello Giordano Bruno, e quindi ora sta anche a noi non lasciarlo bruciare nel fuoco della nuova"inquisizione mediatica",che filtra a noi comuni esseri mortali,solo ciò che più fa comodo!Dobbiamo trovare un modo per attivarci e cercare di aprire più menti possibili. quì ormai non è più neanche questione di ideologia politica.....quì ormai è sopravvivenza intellettuale.bisognerebbe istituire,non un partito politico,ma magari un Sindacato,che tuteli,tutti noi ed i nostri diritti fondamentali!!!il sindacato parte dal basso e getta la voce in alto,in lungo e in largo e magari come rappresentanza di un pubblico vasto puo' arrivare dove nessuno da solo potrebbe....che ne dite gente,ce la diamo una mossa???? che ne pensi Beppe,potresti essere tu il nostro rappresentante sindacale???? MArco

marco vignoli 18.05.05 12:19| 
 |
Rispondi al commento

George Orwell ci ha visto benissimo...


Da quando mi sono sposato nel 2001 con mia moglie abbiamo deciso di comune accordo di tenere il televisore (e l'orrenda televisone italiana commerciale e non - che sempre commerciale e') fuori della nostra casa. Eppure sembra che nessuno di noi sia libero di fare una scelta di questo tipo. Da 4 anni subiamo lo stillicidio delle lettere e 'ispettori' che insistono a pretendere da noi il pagamento di un canone, per quanto io abbia comunicato a chiare lettere, via raccomandata, che non possediamo un televisore e non ci frega niente di possederlo. Sembra quasi che sia obbligatorio possedere un televisore.
Ma chi non ha un televisore e' forse un criminale? O peggio una minaccia?
In "1984" il Grande Fratello costringeva ad avere accesso 24 ore su 24 il monitor in ogni stanza della casa e guai a cercare di sfuggire a quest'obbligo...

Francesco Lovergine 18.05.05 12:10| 
 |
Rispondi al commento

ho dato un'occhiata alle così dette scuole di giornalismo, e ho notato un paio di cose che dovrebbero farci pensare...

per esempio il corso della IFG "Carlo de Martino" di Milano, ma anche quello di altri istituti, è a numero chiuso: 40 persone. Il corso dell’Ifg, di livello universitario, è stato promosso dall'Ordine dei giornalisti della Lombardia con delibera del 27/11/1974. quindi sono collegati.

occorre presentare il curriculum di studio, se possibile articoli scritti di proprio pugno, eventuali stage, tirocini etc...
per essere scelti occorre spedire il tutto, insieme ad una ricevuta di c/c di 150 euro per spese di segreteria alla scuola non rimborsabili: se non ti prendono le hai perse. e va beh fa niente. se passi c'è un secondo muro, la convocazione per una prova d'esame: versi 200 euro, lo fai, se passi sei dentro se no pazienza.

L'ammissione sarà deliberata da un'apposita Commissione di selezione presieduta da un giornalista professionista e nominata dal Consiglio dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia.

La Commissione di Selezione, il cui giudizio è insindacabile, effettua la verifica dei titoli e dei requisiti soggettivi, quali risultano dal Modulo d’iscrizione e dai documenti presentati e convoca per iscritto i candidati ammessi.

uno è libero di pensare che quesa sia una scuola non toccata da quel vizio italianissimo che imperversa in ogni ambito della nostra vita, anzi direi proprio della nostra cultura: la raccomandazione. ma forse dovrei essere meno pessimista... o forse no.

ad ogni modo la parte più divertente è questa, copiata pari pari dal sito:
"Le sanzioni disciplinari, proporzionate alla gravità e alla ripetizione dei fatti per i quali vengono esaminate, sono le seguenti:
· ammonizione verbale
· allontanamento dalle lezioni
· censura scritta
· sospensione temporanea dai corsi
· sospensione per l'anno corrente
· espulsione dal biennio.

L'ammonizione verbale, la censura scritta, l'allontanamento dalla lezione, la sospensione temporanea vengono decisi dal direttore.
La sospensione per l'anno accademico e l'espulsione sono decisi dal Consiglio di presidenza dell'Afg. (L'Associazione "Walter Tobagi" per la formazione al giornalismo Afg gestisce l'Istituto "Carlo De Martino" per la formazione al giornalismo Ifg.).
Più sospensioni si cumulano. In casi gravi e urgenti, il direttore può adottare il provvedimento della sospensione cautelativa in attesa che si pronunci il Consiglio di Presidenza."
forse si riferiscono ad atti tipo scassare i PC o far casino a lezione o bere whisky sui gradini dell'entrata rompendo le bottiglie contro il portone. però è a mio parere strano che vengano segnalate in questo modo, forse i FATTI di cui si fa menzione sono altri... forse. ma lo dico perchè guardo sempre il lato negativo. forse.

potete leggere il resto direttamente sul sito,http://www.ifg.mi.it/.

secondo me è divertente.

Enrico Siringo 18.05.05 11:54| 
 |
Rispondi al commento

Che bello! Da questo post si sta muovendo qualcosa di interessante.
Prima di partire in quarta, però, proporrei di inserire la prima. Molti di noi si sono appoggiati ad un dominio (spero di aver azzeccato vocabolo) per la nostra casella di posta elettronica. A chi appartiene? Esempio: @libero.it = Enel = Scaroni & C.
@tin.it = Telecom = Tronchetti Provera & C.
@kataweb.com (il mio) = l'espresso = De Benedetti & Ripa di Meana & C.

Voi che da più tempo di me navigate e bloggate, c'è un dominio meno inquinato? Se me lo consigliate cambio subito.
Cominciamo dalle piccole cose. Poi chi ha un sito, può aggiungere una pagina per poter fare un quotidiano dove i giornalisti siamo noi? Non importa se scriviamo ECCEZZIONALE o SQUOLA, l'importante è riportare notizie in maniera obiettiva, senza alcuna influenza politica, e quindi senza alcun commento, ma solo il resoconto nudo e crudo.
Se già riusciamo a metterci d'accordo così, potremo poi parlare di argomenti un pò più importanti. E forse è meglio, invece di scambiarci i nostri indirizzi, di sfruttare Beppone e il suo Blog, finchè ce lo permetterà, non per nasconderci (il mio è macilito@katamail.com), ma semplicemente per rendere pubblica ogni idea, ogni informazione, ogni suggerimento.
Grazie.

Mauro Nordio 18.05.05 11:43| 
 |
Rispondi al commento

per i Sig.ri Frangella e Lazzaretti

benissimo. Sono d'accordo con voi. Forse ancor più con il sig.Frangella in merito all'utilizzo della tecnologia internet, più moderna e meno controllabile della televisione , oramai preistorica e difficilmente sostenibile. Sono disponibile a collaborare con chiunque abbia intenzione di creare uno spazio, anche virtuale, dove si possanno finalmente far circolare idee e libere opinioni. Mi rendo conto che è difficile, ma penso che non si possa pretendere sempre di aspettare che qualcuno cambi il mondo per noi, senza fare mai nulla. Almeno proviamoci

Filippo Greg 18.05.05 11:22| 
 |
Rispondi al commento

creiamo una comunità virtuale coordinata.
siamo 500mila?
bene. se ce ne sarà l'occasione, potremo esprimere la nostra voce al governo o ai potenti di turno in 500mila firmando tutti un eventuale documento.
quasi un referendum!!!
questo è un banale e primitivo esempio di azione che potremmo intraprendere. so bene che non è granchè, ma è già qualcosa.

l'importante è pian piano entrare in questo ordine di idee e mettere la propria sete di democrazia e le proprie capacità e idee al servizio di questo blog e della rete in generale.

proponiamo, ragioniamo, discutiamo, informiamo, pianifichiamo, diffondiamo, prendiamo contatto,agiamo.
dai che non è un utopia.
con internet il villaggio globale è una realtà.
la massa non è più un limite della nostra società ma un vantaggio.
prendiamone coscienza.

avete siti? e-mail?
dai col tam tam. facciamoci sentire.
altro che 500mila.
diventiamo un milione.

però fuori le idee, le conoscenze e le alternative.

ecco alcuni temi scottanti emersi dal blog:

internet e democrazia
signoraggio
PIL ed economia
informazione libera
fonti di energia alternativa
etc.

almeno commentiamo gli articoli di grillo.
basta preghiere e magnificat!

luca frangella 18.05.05 11:14| 
 |
Rispondi al commento

sono d'accordo (e sono già stato promotore in parecchi post) di non confluire in nessun partito politico.
Bisogna cercare comportamenti comuni e attuarli.

Marcus Libero 18.05.05 11:12| 
 |
Rispondi al commento

per il signor lazzaretti

ammiro la sua caparbietà, ma un canale tv non lo ritengo adeguato. e nemmeno un'associazione tradizionale. non sono tempi questi... roba vecchia. io sono ormai mio malgrado post moderno... a malincuore ho messo in unn cantuccio gli ideali degli anni 60 e 70 (ma ho solo trent'anni)!!!! sfruttiamo internet creando una rete di libere individualità coordinate. senza regole e doveri se non quelli dettati dalla nostra sete di democrazia.
i metodi tradizionali l'abbiamo visto che fine hanno fatto: corruzione e asservimento al potere.
quando va bene vengono distorti dall'informazione ufficiale(vedi no global).

vede, pian pianino da questo blog sta uscendo qualcosina. ci vuole pazienza. ora mi segno la sua mail. e continuiamo a discutere e proporre.

luca frangella 18.05.05 10:55| 
 |
Rispondi al commento

io sono sempre di più convinto che si deve cominciare ad agire.

Perchè non ci uniamo insieme. Tutti associati in una società alla pari senza scopo di lucro. formiamo una rete digitale ed analogica (informiamoci come) e cominciamo una programmazione a tutto tondo per svegliare quelli che ancora dormono in MATRIX??

con un piccolo contributo di ognuno di noi potremo farcela. Esempio. 10 euro a testa di tutte le persone che hanno partecipato allo spettacolo di Beppe potremmo arrivare (se gli attenders erano 500.000 di persone) a circa 5.000.000 di euro per aprire questo canale televisino in chiaro da mostrare a tutti e metterci dentro tutto quello che serve.
Per mantenerlo con le pubblicità?? Solo se sono prodotti che non ledono la salute non sono coinvolte in zozzerie e poi possiamo sempre ogni anno partecipare con la 10 euro di donazione per mantenerla.

Io ci sto

Patrizio Lazzaretti
lazzaretti.p@pg.com

patrizio lazzaretti 18.05.05 10:29| 
 |
Rispondi al commento

.........una cosa vi posso dire.
mai come in questo periodo storico sono diminuite le libertà individuali, mai come in questo periodo il cittadino vive una sorta di oppressione giornaliera, non ostante si sbandieri una libertà democratica da parte dei partiti.
Non so se avete mai letto lo statuto di un partito politico?
Se lo leggete vi accorgete che i partiti sono creati per avere sempre piu' potere al loro interno, e sono accentratori di potere, non delegano verso il basso, e non mettono mai nello statuto al primo posto i diritti dei cittadini che devono rappresentare.
Un altra "stranezza" di questi ultimi 15 anni è, che non si capisce bene come mai , ma chi arriva al potere, sembra dimenticarsi i problemi che sono stati i cavalli di battaglia che li hanno portati al potere.
Sembra che piu' ti avvicini al potere e piu' ti allontani dai bisogni della gente.
Qualcosa in questo sistema purtroppo non funziona piu', c'e' da far rilevare che non esiste una classe dirigente consapevole, e che con il Berlusconismo, si è coniato l'ingresso in politica di una classe dirigente aliena e raffazzonata, giovane, senza esperienza, composta solo da approfittatori e maneggioni di ogni tipo.
Potrei citare Cartesio (uno dei mie preferiti), o potrei citare Kant, quando parla di Morale e Etica nella politica, che già mancava 300 anni fa.
Non c'e' democrazia, non illudiamoci, almeno non in Italia, e non mi crea una sorta di pace interna sapere che anche altri stati non l'hanno.
Noi viviamo intrisi dal perdonismo cattolico, dove tu puoi sempre pentirti dopo aver massacro il tuo vicino.
Gli altri paesi, di religione protestante (nord europa) non hanno questa stortura, e hanno una visione piu' etica e morale della politica.
penso che ci serva un risveglio culturale, questo senz'altro.
poi per andare nello specifico, ci vorrebbe una classe politica responsabile, che prendesse la guida, ammettendo in prima battuta che lo stato Italiano è FALLITO.
e DA LI si ricomincierebbe a ricostruire moralmente e economicamente il paese.
Ma questo nessuno lo vuole fare, perchè ce' una corsa spaspomodica a garantirsi il proprio tornaconto, in un tutti contro tutti (parlo di classi sociali), chi va la governo per garantire che nessuno si sfili da questo perverso sistema, LIMITA LE LIBERTA' INDIVIDUALI CON CURA, dando la parvenza di democrazia al paese, ma nella sostanza togliendone sempre di piu' ogni 5 anni.
10 anni fa eravamo piu' liberi? SI.
BISOGNA INCOMINCIARE A CHIEDERE LIBERTA'.....la democrazia sarebbe una conseguenza.
Coraggio, prendiamone atto.


Marcus Libero 18.05.05 10:13| 
 |
Rispondi al commento

Neanche da parte sua, sig. Mario 75 ..... 75, che cognome strano!

Mauro Nordio 18.05.05 08:03| 
 |
Rispondi al commento

per rosario pisanò

sono daccordo con lei. uniamoci per scambiare e proporre idee e capire come si può agire.

innanzitutto è bene informarci a vicenda.
ora grazie al post di un utente sono venuto a conoscenza del problema del signoraggio.
adesso mi erudirò in materia e dopodichè diffondero notizie in merito ai quattro venti. invito anche gli altri a fare così. e che ne sa qualcosa di più continui a scriverne e ad informare gli altri.

se qualche esperto volesse intervenire a proposito del binomio internet-democrazia, gli sarei grato.
in breve se e come è possibile tramite la rete fare un passo in avanti nella democrazia reale e creare nuovi mezzi e canali di intervento e partecipazione dei cittadini alla gestione della res pubblica; parlo di strumenti più diretti e immediati da affiancare a quelli tradizionali(voto elettorale, referendum, scioperi, e poc'altro).
ho scritto altri post in proposito nella sezione tecnologia/rete. se qualcuno è interessato li posso riproporre.

un altro modo di agire è quello suggeritoci da grillo: boicottare taluni prodotti, frenare il nostro consumismo, cambiare qualche abitudine (usare sempre meno l'auto, guardare meno la tv e prendere coscenza di internet e difendenderne la libertà con la nostra vigilanza)

una delle azioni più efficaci è quella di rendere il proprio lavoro un momento di impegno sociale, proprio come grillo.
io insegno (da pochissimo) nelle superiori e faccio del mio lavoro un azione sociale coinvolgendo i miei alunni, non rubo uno stipendo nè scaldo una poltrona. e chi vi iscrive odia la parola "lavoro" per lo schifo che è diventato perdendo il suo senso che è appunto di natura sociale.

lei parla di PIL. dietro questa parola si cela una grande baggianata, come dimostra di aver capito.
da fisico le dico, come ho detto ai miei alunni, che l'economia attuale non tiene conto di uno dei principi empirici della fisica, ovvero il secondo principio della termodinamica (quello dell'entropia, e da qui nasce il problema dell'inquinamento) e forse nemmeno del primo principio, quello della conservazione dell'energia.
un sistema economico decente dovrebbe basarsi sulla gestione e il risparmio delle risorse in termini energetici. l'energia è misurabile e dunque quantificabile senza ambiguità. ma quale c..o di PIL...

da anni si propongono modelli economici costruiti su modelli fisici e matematici basati sull'impronta ecologica, sul consumo e le trasformazioni delle risorse naturali.
e non sono fantasticherie ma cose pratiche, realizzabili e sperimentabili; daltronde parliamo di scienza. solo che agli stronzi che comandano la scienza gli fa comodo solo quando deve distruggere per far alzare il PIL (ovvero aumentare i loro profitti...)

l'economia attuale è solo una presa in giro, ereditata acriticamente dal passato e priva di ogni logica che non sia quella del potere.
non capisco come si possano coniare parole come "scienze" economiche... un controsenso!!!
e mi chiedo con che spirito gli studenti studino una tale materia.. domanda e offerta, plusvalore, marketing, PIL... quante baggianate!
spero con lo spirito di farsi 4 risate e voltare pagina!!!

lei parla anche di fusione fredda.
mi spiace deluderla ma la maggiorparte dei miei colleghi fisici non ci crede... la fusione "non fredda" (quella delle stelle per capirci )è più gettonata. chissà...

le ricerche da incentivare sono quelle relative alle fonti alternative che sfruttano l'energia del sole(anche l'en. eolica alla fine proviene dal sole) e l'energia legata alla gravità (geotermica e maree).
ma soprattutto vanno finanziate le ricerche sulla ricerca (!) di nuove fonti di energia o nuovi modi di produrre e sfruttare l'energia. si ricordi che tutto è energia e che nulla si crea e nulla si distrugge ma tutto si trasforma. ma attenzione alle trasformazioni: l'entropia è spietata!!!ma gli economisti se ne fregano!!! ed ecco il "disordine" ambientale ovvero l'inquinamento...

il nucleare, checchè ne dicano alcuni sparuti colleghi e "interessati" colleghi, è da evitare. se le dicessi come funziona la gestione di una centrale nucleare le si accapponerebbe la pelle.
e poi le scorie....
oggi i nuclearisti si riciclano con la medicina a base di radionuclidi.
mi chiedo se siano maggiori i benefici delle terapie o i danni prodotti dalle scorie... mi sa che anche qui il bilancio è in rosso....

apprezzo la sua iniziativa legata al sito. non mancherò di visitarlo come si deve.
anche io a breve aprirò un sito dedicato all'arte (musica, fumetti, poesia, etc) attraverso cui parlare dei valori, delle idee e dei sentimenti umani.

lascio la mia mail a chiunque volesse contattarmi
lucafg@libero.it

e non dimenticate la democrazia: una delle più grandi conquiste della storia; non lasciamola appassire davanti a i nostri occhi: coltiviamola e concimiamola. tutti insieme.
aspetto i vostri interventi. fatemi ricco!!!

luca frangella 18.05.05 03:58| 
 |
Rispondi al commento

Non sopporto i cori russi,
la new wave italiana,
il free jazz punk inglese,
...neanche la ner'africana!

a vivaldi preferisco l'uva passa
che mi da più calorie

spero che ritorni presto
l'era del cinghiale bianco!

lallalllaa con franco battiato

4.2 McPS de la Sihl

fortucasile

fortunato casile 18.05.05 03:35| 
 |
Rispondi al commento

Ciao! Desidero incollare qui uno scritto di Beppe Grillo che ritengo giusto divulgare. Tratto da Beppe Grillo: "RIPRENDIAMOCI QUELLE PAROLE"
"La Repubblica" 20 giugno 2004, visto su www.megachip.info

Vorrei aderire alla Casa della liberta, ma a quella vera, vorrei intitolare "forza Italia" il mio prossimo spettacolo, ma forza Italia davvero. L'Italia ha bisogno di piu liberta e di una riscossa! Altro che pulirsi il sedere con il tricolore, come grido uno dei leader di questo governo. Altro che "chi non salta, italiano e!", come strillo per strada un suo ministro, dopo aver mandato tremila italiani a rischiare la pelle a Nassiriya. Cosa penseranno di questi ministri della vergogna quei soldati che con il tricolore rischiano si di saltare, ma sulle bombe irakene? Nel mio spettacolo chiedo: "Casa delle Liberta"? Ma vogliamo scherzare? Siamo all'appropriazione indebita, all'"economia della truffa", come scrive l'economista statunitense J. K. Galbraith. Secondo un altro economista statunitense, J. Stiglitz, domina l'"asimmetria dell'informazione" (la teoria per cui prese il Nobel): e l'approfittamento - non il profitto - di chi sa a danno di chi non sa: per esempio quello dei top manager che sempre piu spesso saccheggiano azionisti, consumatori e Stato. Secondo Stiglitz dai "ruggenti '90" rubano di piu molti top manager - per esempio con le famigerate stock option - di quanto mai possano sognar di rubare i peggiori politici (http://www-1.gsb.columbia.edu/faculty/jstiglitz/). E in Italia come reagiamo? Fuori i politici delle "convergenze parallele", dentro i pubblicitari, i top manager e gli avvocati della "Milano da bere"! Dentro -
purtroppo - non in adatti edifici sorvegliati; dentro nel parlamento, nel governo, nella RAI.

Attenzione, non parlo solo del furto dei soldi, ma di uno peggiore, il furto delle parole. Mettiamo, per ipotesi, che costoro non abbiano mai rubato, evaso le tasse, corrotto un finanziere o un giudice, maneggiato fondi neri, societa offshore, P2, tangenti, condoni. Ma le parole? Come la mettiamo con il furto con destrezza delle parole? La lingua e il principale bene di un popolo. Rubargliela e un delitto. Condoniamogli i delitti finanziari, ma non perdoniamogli l'appropriazione indebita delle parole! La vera "Casa della liberta" (Freedom House) esiste da sessant'anni, non da tre. Fu fondata da Eleanor Roosvelt e da altre personalita statunitensi per promuovere la democrazia nel mondo. Il suo rapporto annuale sulla liberta di stampa classifica le nazioni in libere, semilibere, non libere. Nel 2004 l'Italia e passata da paese libero a semilibero, scendendo al 74? posto, dietro a Benin e Botswana (http://www.freedomhouse.org/research/pressurvey.htm). In Europa, Turchia e Italia sono le uniche pecore nere, i due Paesi semiliberi. Come puo un Paese semilibero pretendere di insegnare la liberta agli altri come vuol fare l'Italia in Irak?

Come casi di "Deterioramento globale della liberta di stampa" la "Casa della liberta" cita Bulgaria, Italia e Russia, degradate quest'anno di una categoria. Per illustrare il degrado della liberta, la direttrice del rapporto statunitense, signora K. D. Karlekar, cita per nome e cognome il primo ministro italiano e il suo "enorme impero mediatico". Chi sono allora i cialtroni della liberta, quelli della Casa statunitense o quelli della Casa italiana? Del resto la Casa italiana e nata sulle tradizioni e con gli uomini di due aberrazioni della liberta: il fascismo - insieme al comunismo reale tra le maggiori negazioni della liberta in questo secolo - e la propaganda commerciale invasiva e obbligatoria.Per mascherare con la "Liberta" una compagnia di squali della pubblicita, piduisti, mussoline e mussoliniani, fascisti di tutti i tipi (post, ex, neo, ultra), xenofobi mangia bingo-bongo e pochi clericali, non basta la faccia di bronzo, ci vuole un lifting al titanio. Denunciando le truffe della pubblicita dicevo nel 1993: "Attenti! Mastrolindo e piu pericoloso di Craxi". Oggi Mastrolindo e i suoi creativi si son presi il governo, il parlamento, la RAI. I governanti di prima arraffavano soldi per fare il partito. I governanti di adesso fanno il partito per difendere i soldi arraffati. Cosa dira Mastrolindo del rapporto
2004 della vera "Casa della liberta"? "Spazzatura!" dira? Come disse dell'Economist che gli dedico in due anni tre copertine - un record in 160 anni di pubblicazioni. Minaccera querele anche agli eredi della signora Roosvelt come fece vanamente con l'Economist?

Se la sua fede a stelle e strisce fosse vera, il portatore sano di democrazia ribattezzerebbe la sua compagnia "Casa delle semiliberta" e cercherebbe di riportare l'Italia al rating statunitense di paese libero. Sapete che Cina, Russia, Italia, Cuba, Vietnam e Nord Corea sono tra i pochi paesi dove il governo o il suo capo pagano ogni mese lo stipendio a piu di un migliaio di giornalisti? Ovviamente per garantire la loro liberta.E poi, perche "Casa delle Liberta"? Perche la liberta da garantire non e una sola, quella di Mastrolindo. Sono molte! Quella di Previti, di Dell'Utri, di Borghezio e della cinquantina di inquisiti o processati o
patteggiati o o prescritti o condannati che la CdL ha messo al sicuro in parlamento. C'e un'altra "truffa innocente": Forza Italia. Da piu di un secolo era l'incitamento degli italiani per i nostri atleti nel mondo. Prima era di tutti, ora e stato sequestrato. Non possiamo piu usarlo, a meno di fare propaganda gratuita al partito di Dell'Utri, Previti e Mastrolindo. "Forza Italia" non lo hanno semplicemente privatizzato, ce lo hanno proprio rubato. Nelle privatizzazioni di un bene pubblico, si paga un indennizzo. Dorian Gray invece si e preso il malloppo e non ci ha pagato niente. Anzi, gia che c'era, si e preso anche il nostro colore - l'azzurro - e visto che un colore non gli bastava, s'e acchiappato anche il tricolore. Lui sa bene che nomi, marchi e logo di successo - es. "Marlboro" o "Nike" - valgono decine di miliardi di euro. Lui invece "Forza Italia", il nostro azzurro e il nostro tricolore se li e acchiappati gratis. Calcolando poco, diciamo mille euro a testa, Dorian Gray deve agli italiani almeno 57 miliardi di euro, dieci volte piu del suo patrimonio. Ha fatto un colpo grosso, eh?Dovremmo battezzare "forza Italia" pizze, gelati, cocktail, barche, navi, spiagge, sentieri alpini, gatti, cani, cavalli, circoli culturali, romanzi, bande, feste. Riprendiamoci il nostro "forza Italia"! Questo bisogno mi e venuto con il mio spettacolo "Blackout", mentre spiegavo quanto l'Italia sia scesa in basso. Una ventina dei principali indicatori internazionali di
sviluppo ci danno in media al 35? posto nel mondo. Altro che "nuovo miracolo italiano"!

Siamo tra il 20? e il 25? posto per indice di sviluppo umano, reddito pro capite, indice di capacita tecnologica, aiuti allo sviluppo, libri venduti; tra il 30? e il 35? posto per mortalita infantile, indice di corruzione, computer e giornali pro capite; 40? per indice di uguaglianza, 51? per indice di competitivita, 74? per indice di liberta di stampa, 83? per indice di sostenibilita ambientale. Sintomatico e il nostro indice di competitivita: 32?, 33? e 34? posto nel 2000, 2001, 2002, 41? nel 2003, 51? nel 2004. Il lento smottamento ora e frana. Altro che miracoli! Le cause di questo crepuscolo hanno radici nei decenni passati. Una delle
cause importanti pero e il degrado intellettuale e morale provocato dalla televisione commerciale, sia privata sia statale. Vent'anni di questa intossicazione finiscono per convincere che benessere e felicita non dipendono dall'ingegno, dal lavoro e dall'onesta, ma dalla seduzione, dall'imbonimento e dalla furbizia. Economia allora non vuol piu dire studiare, ricercare, inventare, produrre, ma ridere, ingannare e vendere. Conducendo gli affari di Stato come quelli pubblicitari e televisivi, i nostri mastrolindi sono riusciti in pochi anni a indebolire l'Italia piu di quanto avessero fatto in decenni i loro protettori socialisti e democristiani. Adeguando diversi ministri e parlamentari alla volgarita e al turpiloquio delle loro televisioni, hanno ribaltato il significato della parola "volgare". Oggi sono le elite a involgarire il volgo. La volgarita non viene piu dal basso, ma dall'alto, dagli uomini piu ricchi e piu potenti del paese, dalle tecnologie e dalle istituzioni che controllano. Non e grottesco che proprio chi per vent'anni ha corrotto la forza, l'intelligenza e la reputazione di questo Paese prenda ancora in giro gli italiani al grido di "Forza Italia"? Proprio loro, che da vent'anni sono i becchini dell'Italia, non possono ora far finta di volerla rianimare

DIFFONDETE A CHIUNQUE(STOP ALLA DISINFORMAZIONE)

se volete saperne di più scaricate(diamo una risposta all'informazione parziale dei giornali):Berlusconi - Documentario Wide Angle - Who is Silvio Berusconi - Censurato in Italia - by Gabbyano_.avi

Luciana Cecchi 18.05.05 00:11| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, ho notato che i TG non hanno fatto sentire neanche un minuto degli interventi da te effettuati. Ti hanno fatto passare per un guastatore che e' intervenuto solamente a dare fastidio. Spero di poter vedere e sentire il tuo intervento sul tuo blog.
Ciao Alessandro

alessandro elwert 17.05.05 22:54| 
 |
Rispondi al commento

Per Luca Frangella e per tutti i lettori e non, del blog.

Caro Luca Frangella,
se hai bisogno di qualcuno io sono qui, non basta parlare, lo sappiamo fare tutti, bisogna
fare davvero qualcosa.
Ho letto diversi articoli nell'archivio del sito www.disinformazione.it, al quale invito tutti i lettori di questo blog a dare un'occhiata, e se questi articoli sono veri,
c'è veramente da farsi venire i brividi per gli sconvolgimenti e le assurdità che stanno accadendo non solo in italia ma anche nel mondo.. tante merci ormai sono monopolizzate dai governi degli stati; il petrolio in tutto il mondo, l'informazione in italia, l'acqua sta per essere monopolizzata (l'elemento primario per la vita di tutte le persone del pianteta), fanno esperimenti segreti sugli uomini, di tutti i tipi, per il controllo della mente.. fanno esperimenti per il controllo del clima, con le famose scie chimiche nel cielo, (e i governi non ci informano di tutto questo),
Internet (l'ultimo mezzo apparentemente libero che ci è rimasto) anche lui sembra essere controllato (vedere caso echelon...) da domani ci controlleranno quanti millilitri di pipì andremo a fare al mattino quando ci svegliamo...

Allora io mi chiedo: che cazzo sta succedendo? quindi ho fatto il mio sito personale www.geocities.com/whatthehellsgoinon per alzare almeno una bandierina in tutto questo caos/disordine di strapoteri che cercano di schiavizzarci in tutti i modi..
Forse mi arrabbio troppo io, ma la situazione, gia del presente non la vedo affatto rosea, figuriamoci quella del futuro ... Quando poi io dico, se almeno ci interessassimo un pò di più di quello che succede attorno e non pensiamo sempre ai benemeriti fattacci nostri.. forse forse inizieremo a lamentarci un pò di meno per il fatto che: l'italia è sempre all'ultimo posto in europa e sta scendenso a livelli del terzo mondo.., per il fatto che la benzina aumenta sempre più (è questa sarà la sua tendenza per sempre), per la mancanza di pluralismo di informazione, per il fatto che per bere dell'acqua potabile dobbiamo andare ogni settimana al supermercato a caricarci le nostre auto di litri e litri di acqua, regalando ancora altri soldi alle multinazionali che ne gestiscono il mercato.. quando poi non si fa una politica di diffusione e di abbassamento dei prezzi dei depuratori casalinghi per il gratuito e libero consumo di questo bene preziosissimo, che tra l'altro è un bene di tutti e non delle multinazionali..

I prezzi al consumo, dal 2001 ad oggi, sono triplicati (come afferma il giornale di ieri "city" di milano) mentre gli stipendi sono sempre gli stessi "dal 1950" ... colpa anche delle banche centrali, e non, che con i loro prestiti (cioè sempre soldi di noi risparmiatori) immettono sul mercato denaro inesistente.. non parliamo poi del signoraggio..
L'altro giorno col calcolo del PIL l'italia è stata dichiarata "in recessione"... e recederemo sempre più se non ci svegliamo davvero.. "Qualcuno" dice che è colpa delle vacanze di Pasqua quando abbiamo lavorato di meno.. ma per favore.. ma ci prendono davvero per il culo o cosa? Il PIL è gia calcolato tenendo conto dei periodi di ferie e degli altri parametri correlati!!...

Esistono le famose energie alternative: Per un certo periodo si parlava della eolo-car, l'auto che doveva alimentarsi ad aria compressa che non avrebbe più inquinato, e che per la quale non si sarebbe più dovuto spendere quelle assurde 30,40,50 e forse più euro a settimana che spendiamo adesso per "dar da mangiare" alle nostre auto a benzina o gasolio, che io personalmente le vedo sempre più un bene di "lusso" chè un bene di utilità..
Poi mettono pure la tassa sull'olio di colza...
Della eolo-car si stavano costruendo gli stabilimenti in italia... e poi? non si è saputo più niente naturalmente.. tutto occultato..

Si dice che la fusione fredda funzioni davvero, che renda il 1000%, cioè energia gratuita per tutti.. Perchè non si portano avanti le ricerche per quest'altra fonte di energia che ci renderà davvero liberi dal petrolio? i motivi li possiamo ben intendere..

Quindi, in conlusione del discorso, io dico che è giunto il momento di fare davvero qualcosa.
Prima cosa come hai detto te Luca Frangella, dobbiamo unirci... cioè il contrario di quello che facciamo oggi..
La nostra società è divisa, proprio quello che piace ai nostri politici, ai nostri finanzieri, e alle "nostre" multinazionali, per poterci governare meglio.. Quindi chi si vuole unire a me, su yahoo ho fatto un gruppo che si chiama
"popolo sovrano" .. nel gruppo non solo si discuterà naturalmente di tutto questo, ma si cercherà con scambi di idee e quant'altro di organizzarsi e di opporsi a questo stato di cose veramente degradanti che segnano i giorni nostri..
Ci si potrà opporre ad esempio col boicottaggio delle marche della benzina, e dei prodotti delle multinazionali.. però ci dobbiamo unire prima.. poi si devono lanciare le idee.. e poi si deve agire.. chi si vuole iscrivere è il benvenuto.. in più si è, e meglio è come si suol dire.. se si raggiunge una mailing list di almeno 500.000 persone o magari un milione, un boicottaggio di queste moli sicuramente avrà la sua incidenza.. questo è poco ma è sicuro.. solo cosi potremo far sentire la nostra voce..
Basta parlare, bisogna agire!!

Vi aspetto
Rosario Pisanò

Rosario Pisano' 17.05.05 22:25| 
 |
Rispondi al commento

beppe, questo blog è stato preso come luogo di preghiera...

diglielo tu che non vuoi fare il santo, ma hai fatto il blog per permettere alla gente di accedere all'informazione libera. diglielo che ci terresti che si discutessero le idee contenute negli articoli da te postati.
diglielo che vorresti che ognuno ragionasse con la propria testa e non si rimettessero invece alla tua, che ha già altri grattacapi....
diglielo che ti piacerebbe se ci coordinassimo per proporre e svilluppare idee....

scusa se mi sono preso la briga di dire cosa devi dire!!!! è solo un modo di dire!!!

luca frangella 17.05.05 21:06| 
 |
Rispondi al commento

inizio ad essere un pò diffidente sull'utilità di questo blog.

la stragrande maggioranza dei post contiene richieste di miracoli a grillo, confessioni a grillo, incesamenti a grillo; pochissimi elaborano le idee presenti negli articoli di grillo e ancor di meno ne propongono di nuove.

ho postato in diverse sezioni con la speranza di discutere ed elaborare alcune idee (vaghe ma vorrei svilupparle appunto) sulla possibilità di usare la rete come mezzo pratico e concreto di democrazia (in questa sezione e in quella tecnologia/rete).
feedback nullo: su migliaia di utenti solo due interventi costruttivi e poi la cosa è caduta!!

leggo ora in questa sezione del problema del signoraggio.
un paio di interventi e la cosa è caduta, dimenticata!

immagini quante altre iniziative si siano perse, complice anche la cattiva impostazione e gestione di questo blog.

invece penso che dovremmo elaborare e discutere delle idee prendendo spunto dai discorsi di grillo oppure proporne delle nuove, e poi trovare il modo di metterle in pratica.

per esempio sulla possibilità di favorire l'intervento del cittadino nella vita politica economica ed amministrativa del proprio paese tramite l'utilizzo di tecnologie informatiche e internet: ci sono esperti in materia giuridica, economica, amministrativa, burocratica, informatica?
ci sono associazioni a cui appellarsi e che possano interessarsi della cosa, svilupparla e portarla agli occhi della nazione?

oppure semplicemente sviluppiamo l'idea facendola circolare il più possibile su altri siti o blog. ognuno darà un contributo. prima o poi vedrà la luce! è la logica del tam tam. molte delle idee proposte da grillo sono nate così. non penserete che le abbia inventate tutte lui?

il signoraggio: vogliamo chiedere informazioni ad esperti, o a chi ci governa? vogliamo capire se e come si può intervenire?

l'unione fa la forza, mettiamoci daccordo, coordiniamoci. siamo costruttivi. concentriamoci sulle idee. non disperdiamo le nostre forze.

luca frangella 17.05.05 20:57| 
 |
Rispondi al commento

Complimenti,
mi sento di esprimere una profonda ammirazione verso di Lei sig.Grillo..complimenti ancora
Francesco da Gallipoli

Francesco Piro 17.05.05 20:12| 
 |
Rispondi al commento

X il Sig. Benito Le Rose

Sig.Benito io ho già scaricato l'ultimo spettacolo di Beppe, lo può fare con dei programmi come Emule, Win mx, abbiamo questa fortuna, forse l'unica in quanto "quasi" gratuita, di scambiarci tutto via internet.
Sì magari Beppe potrebbe farcelo scaricare ma anche a lui servono i suoi soldi, nessuno regala più nulla se lo ricordi.
Chi da prima o poi riceve,
Beppe ci da ogni giorno delle informazioni che definirei "rare" contraccambiamolo espandendole al popolo.

GRAZIE X TUTTO CIO' CHE FAI BEPPE,
ti giuro che sono veramente preoccupato x il nostro futuro, quando non ci sarai tu chi c...o ci informa come si deve...

Enrico de Donatis 17.05.05 19:24| 
 |
Rispondi al commento

Grande Beppe sei mitico!!!!
Non ci sono davvero parole per descrivere quanto di ammirevole tu stia facendo. Un grazie sincero per tutte le informazioni e i consigli che quotidianamente ci fornisci, mi fai sentire orgoglioso di essere italiano.
Se non esistessi bisognerebbe inventarti...

Alberto Ferrari 17.05.05 19:05| 
 |
Rispondi al commento

Da un giovane, amante dell'informazione vera...


Semplicemente Galattico, Colossale, Immenso.

Un intervento da Oscar.

Poi la frase "La Gasparri spiegata da Gasparri è troppo" onestamente merita una citazione in qualche libro di aforismi.

Grandioso.

Dario Valocchi 17.05.05 18:13| 
 |
Rispondi al commento

sei semplicemente un grande!
sei stato l' unico a difendere quei ragazzi da quelle megere.
Penso anche che per fare ciò ci voglia un certo coraggio che tu hai avuto e son certo che una parte l' hai trasmessa a quei ragazzi e a tutti quelli che ti hanno ascoltato, o l' hai risvegliato a quelli che non sanno più di avercelo.
Grazie di cuore!

emanuele patrone 17.05.05 18:02| 
 |
Rispondi al commento

Max t-seiner.....ci seiiii?
dove sei andato in sezione da di pietro a contare i voti di bianco?

a proposito.....la sicilia con le liste autonomiste ha preso il 20% dei voti...vorranno la secessione anche loro?
Che dici Max Steiner.....che fai?
Max...catania, una città europeista (dice uno di AN), è bastata l visita del cavaliere e il gioco è stato facile.
Potenza della democrazia e della comunicazione.
Steiner..illuminaci tu..come si spegne sta "lampadina berlusconiana-siculiana"?
Con deferente devozione la saluto.

Marcus Libero 17.05.05 17:23| 
 |
Rispondi al commento

X alex delp,
scusami se ti ho tirato in mezzo, e` che il tuo nome sembrava finto almeno quanto altri, che con la scusa sono stati censurati, purtroppo e` proprio vero che "l'importante qui è quello che uno scrive non quale firma si può inventare".

Ciao,
Gianni

Gianni Raco 17.05.05 17:15| 
 |
Rispondi al commento

letterina mandata a dagospia:

http://213.215.144.81/public_html/articolo_index_18069.html

Lettera 12
Caro Dago, letto sul blog di Beppe Grillo (www.beppegrillo.it). Durante l'ormai famoso convegno a Bagnaia, l'ineffabile Ceccherini (definito un "liciogellino" in miniatura) avrebbe invitato Grillo a "lasciare immediatamente il convegno altrimenti Marco Tronchetti Provera non parla". La ragione di questo elegante comportamento del Tronchetti sta forse nel fatto che Grillo fa una pubblicità spietata a Skype, ovvero la telefonia via internet che è infinitamente più conveniente della telefonia tradizionale?
E questi sarebbero i capitani coraggiosi dell'industria italiana? Caro Tronchetti, ha mai sentito nominare questo strano concetto: "concorrenza"?
David Panizzi

vai Beppe, sii il nuovo Ernesto Rossi!!!!


david panizzi 17.05.05 16:11| 
 |
Rispondi al commento

steiner....e basta su....caffeino?

Marcus Libero 17.05.05 16:06| 
 |
Rispondi al commento

una tv di me..a fatta da una palla d'uomo inseme al suo marito, di calciatori mezzi f***i di cazzate volte a ricoglionire la gente. sono proprio stufo! se mi ariva il canone rai da pagare butto il televisore dalla finestra (anzi lo faccio subito) tanto non serve ad un ca..o andate a..anc.lo. ci state rovinando!!! grazie beppe!

stefano forgione 17.05.05 15:38| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Angelo Indelicato il 17.05.05 13:25
----------------
Carissimo Signor Grillo
la seguo ormai da tantissimo tempo anche se purtroppo non più in televisione, ma quando posso vengo a vedere i Suoi spettacoli a Palermo (io sono di Trapani, a proposito a quando un Suo spettacolo nella mia città?). penso che Lei sia una persona eccezionale ed è un vero peccato che gente come Lei in Italia siano così poche. Mi sento dire spesso che noi siciliani abbiamo la cultura omertosa impressa nel dna, ma da quanto si sente e si vede in giro, non credo che siamo più noi siciliani i campioni di "mafiosità"!!!
Sono un ragazzo di destra e in quanto tale mi sento profondamente tradito nei miei ideali sapendo e scoprendo cosa la destra ha veramente fatto per l'Italia, Berlusconi in testa.
Non hanno fatto altro che prenderci per il c..o (mi scusi per la volgarità ma è l'unico modo per farLe capire quanto io sia deluso e adirato),ma la cosa più tragica è che continuano con le menzogne e con le falsità fcendo credere chissà csa alle persone che molto spesso ci credono perchè prese un pò dallo sconforto di questi tempi bastardi, come dice un Suo collega comico. Mi scusi lo sfogo, ma ormai sono al limite della sopportazione e vorrei fare qualcosa per cambiare le cose, per svegliare le coscenze, per far sentire la mia voce, ma io sono un signor nessuno e quindi affido a Lei i miei pensieri perchè è l'unica persona pubblica del quale io mi fidi ciecamente. La prego non mi deluda anche Lei altrimenti non so più in cosa credere, e La prego altresì di continuare per le migliaia di persone che come credono in Lei e nella sua opera. Le chiedo un'altra cortesia, se è possibile mi piacerebbe che Lei mi rispondesse anche solo con uno ciao così saprò che ha letto il mio messaggio.
grazie di tutto Angelo
-------------------------

Ho ripetuto queste parole perchè condivido in pieno questi pensieri, con un distinguo, che ovviamente ormai definirsi di destra o di sinistra si fa solo il gioco dei politici. Per me è una questione di "principi" non di politica perchè facendoci caso quanti sono i principi "condivisi" dalle svariate "correnti" politiche anche di segno opposto???
Ho 44 anni ed oramai "l'utopia" della politica fatta da uomini integerrimi si è prima sbriciolata poi dissolta nelle tenebre già dai tempi delle scuole ed ho paura che, come i siciliani che si sono rifiutati di sottostare ai voleri della mafia sono dovuti "emigrare", anche noi (io e la mia famiglia) sentiamo sempre più forte il desiderio di "fuggire" da questo paese dove libero arbitrio, sicurezza ed informazione libera probabilmente non sono morti... perchè mai nati....

Davide Dalfiume 17.05.05 15:25| 
 |
Rispondi al commento

Ciao beppe io sono un ragazzo di 24 anni dalla provincia di Venezia.
Ti devo confessare che sono veramente preoccupato,non solo per come si stanno mettendo male le cose in italia e per il gigantesco punto di domanda che vedo al mio orrizzonte.Sono veramente seriamente preoccupato per la mia generazione e per quelle a venire.Ho riscontrato una mediocrità una pochezza mentale e culturale veramente allarmante,nonche una spece di trans catodica in continua evoluzione,bombardati in continuazione da programmi spazzatura che secondo la mia opinione mirano a globalizzare il pensiero dei giovani mettendo in coda la cosa più,secondo me,importante ed essenziale per lo sviluppo di un essere umano,la conoscenza e sopratutto il desiderio di essa.Ma nn è solamente tra i giovani che riscontro questo ipnotismo catodico,sopratutto tra la società e persone molto più "mature"si è radicata quella massa di pensieri di opinioni che la tv ha inculcato nelle loro menti storpiando i fatti e gli avvenimenti a favore di chi comanda il gioco.Ho riscintrato una strumentalizzazione sulla violenza negli stadi,fenomeno certo presente ma nn così grave e cronico come descrivono,e chiaro che si tende a distruggere sia giuridicamente che mediaticamente il movimento ultras ,movimento sovversivo ma sopratutto che gode di enorme visibilità quindi scomodo ho frequentato gli stadi di A per anni ho visto con i miei occhi quale repressione sia in atto e nn sono mai stato vittima di incidenti.
potrei parlare di altre decine di argomenti ma finirei verso sera quindi ti saluto e mi complimento con te per le barriere che hai abbatutto nella tua mente per raggiungere un obbiettività così lucida.


Cettineo Gianluca 17.05.05 15:16| 
 |
Rispondi al commento

Beppe.. Non candidarti così la conservi la maggioranza schiacciante!..
No davvero..
Io capisco e condivido la stima ed il pensiero di tante persone che anche qui sul Blog invitano Grillo a candidarsi ma non credo sia la cosa più saggia da fare.
Beppe Grillo politico non ce le vedo e soprattutto se facesse il politico non farebbe più quello che sta facendo adesso e sarebbe davvero un peccato.
Eppoi Grillo è gia un politico adesso. E' uno dei pochi che fa veramente politica e non serve candidarsi ed appartenere ad un partito.
Grande Grillo vai avanti così che finchè potrai farlo avrai sempre tantissime persone che ti stimeranno!

Gabriele Bernabini 17.05.05 14:36| 
 |
Rispondi al commento

Beppe perchè non ti candidi? Avresti una maggioranza schiacciante....

Roberto Achenza 17.05.05 13:52| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Signor Grillo
la seguo ormai da tantissimo tempo anche se purtroppo non più in televisione, ma quando posso vengo a vedere i Suoi spettacoli a Palermo (io sono di Trapani, a proposito a quando un Suo spettacolo nella mia città?). penso che Lei sia una persona eccezionale ed è un vero peccato che gente come Lei in Italia siano così poche. Mi sento dire spesso che noi siciliani abbiamo la cultura omertosa impressa nel dna, ma da quanto si sente e si vede in giro, non credo che siamo più noi siciliani i campioni di "mafiosità"!!!
Sono un ragazzo di destra e in quanto tale mi sento profondamente tradito nei miei ideali sapendo e scoprendo cosa la destra ha veramente fatto per l'Italia, Berlusconi in testa.
Non hanno fatto altro che prenderci per il c..o (mi scusi per la volgarità ma è l'unico modo per farLe capire quanto io sia deluso e adirato),ma la cosa più tragica è che continuano con le menzogne e con le falsità fcendo credere chissà csa alle persone che molto spesso ci credono perchè prese un pò dallo sconforto di questi tempi bastardi, come dice un Suo collega comico. Mi scusi lo sfogo, ma ormai sono al limite della sopportazione e vorrei fare qualcosa per cambiare le cose, per svegliare le coscenze, per far sentire la mia voce, ma io sono un signor nessuno e quindi affido a Lei i miei pensieri perchè è l'unica persona pubblica del quale io mi fidi ciecamente. La prego non mi deluda anche Lei altrimenti non so più in cosa credere, e La prego altresì di continuare per le migliaia di persone che come credono in Lei e nella sua opera. Le chiedo un'altra cortesia, se è possibile mi piacerebbe che Lei mi rispondesse anche solo con uno ciao così saprò che ha letto il mio messaggio.
grazie di tutto Angelo

Angelo Indelicato 17.05.05 13:25| 
 |
Rispondi al commento

Vai Beppe sei un grande, c'è ne vorrebbero 10, 100, 1000 come Te in mezzo a questo mondo di eunichi e approfittaori.
Tieni duro sei una delle nostre poche speranze.
Ciao

Enrico Sertafin 17.05.05 13:23| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto su un giornale locale, credo il Tirreno, un trafiletto dove ti hanno dato del "prepotente" per il fatto che ti sei impossessato del microfono... Mah... Senti da che pulpito...
Se tu sei prepotente, viva questo tipo di prepotenza! Ciao a tutti!

Cristiana Battista 17.05.05 13:08| 
 |
Rispondi al commento

GRAZIE, SOLO QUESTO, GRAZIE TANTO PER QUELLO CHE FAI! SOLO UN PAIO DI DOMANDE : NON TEMI PER LA TUA VITA? HAI MAI RICEVUTO MINACCE ESPLICITE E SE SI DA CHI?

bonalumi gregory 17.05.05 13:01| 
 |
Rispondi al commento

...ma si sono d'accordo.
max steienr prima dice di non valer la pena di votare nessuno....se lo dico io non le va bene.
poi mi chiede di avere idee...e credimi in tanti nni di idee ne ho avute e provate mille...ma siamo sempre al punto di partenza.
allora ho capito: "non cambia mai nulla perchè viviamo in un regime..ecco la risposta!!!!"
Da 60 anni, senza contare i 22 anni prima...
Avanti questo è un laboratorio di idee, avanti c'e' posto per tutti , per tutti quelli che giustamente si vlgiono lamentare, perchè di cambiamento non se ne vede all'orizzonte!!!
Grillo? ben venga Grillo, Jacopo Fo? ben venga Iacopo FO, Paolo Rossi?..ben venga Paolo Rossi....guarda caso chi alza la testa viene messo fuori gioco.
L'unico modo per vincere inq uesto sistema e togliere al potere la forza, mai e poi mai farsi intruppare in un partito, che puo' essere controllato e tirato per la giacchetta, perdendo la purezza iniziale del pensiero.
Bisogna rimanere come la "guerriglia" uniti ma divisi, e poco per volta svuotare di contenuti i contenitori prefissati da questo mondo poltico-affarsitico-totalitario.
Grazie..

Marcus Libero 17.05.05 12:55| 
 |
Rispondi al commento

Ho già il nome del partito: Casa del Sorriso, il nostro leader indiscusso saresti ovviamente te, Beppe! Dimagrisci qualche chilo e ti rifai il giardino in testa come quellolà e siamo a posto!
I miei più grossi complimenti ad una persona che nn guarda in faccia nessuno e dice loro quello che pensa che è quello che pensiamo tutti, il problema serio che esiste ancora una percentuale di italiani che si fa manovrare come i burattini. Tieni duro!!
Buoan giornata
Simone

Simone Privitera 17.05.05 12:31| 
 |
Rispondi al commento

Per Marcus Libero:
Ti riporto uno stralcio di un messaggio di Max Stirner:

"Ricordatevi che non basta una strategia per combattere una guerra, e il popolo italiano è in guerra non solo contro governo, ma con questa idea di gestire la politica, di destra e di sinistra. Occorre anche una tattica e questa va adattata ai mezzi a disposizione, non ai sogni ideali.
I mezzi di cui disponiamo sono:

1) La rete per lo scambio d'informazione
2) Il boicottaggio feroce di tutti i mezzi di finta informazione che servono solo a produrre reddito ai farabutti. NON COMPERATE PIU' GIORNALI
3) Il voto!. Valutate attentamente i programmi dei vari partiti! Uscite dalle ideologie, considerate le persone adatte a realizzare la strategia che vi siete prefissi: liberarvi dai farabutti."

Intendevo questa obiettività. Il fatto che lui indichi Di Pietro come una possibilità di riscatto politico indirizzato alla magistratura, beh ... sinceramente io non voterei nemmeno lui. Da qualche anno mi ritrovo a votare partiti che si presentano soli, unicamente per protesta (purchè non siano degli estremisti). Prima Pannella, poi (alle regionali del Veneto) Panto.
Se utilizziamo il Blog anche per indirizzare il nostro voto di protesta, magari potremo mandare al governo anche Topo Gigio, tanto peggio di così ....
Vi siete resi conto che tra Proporzionale e questo Maggioritario non è cambiato quasi nulla? Accozzaglia prima e accozzaglia adesso. L'unica differenza sostanziale è che prima si associavano alla DC con il proprio nome di partito, adesso si vendono ai due Miscugli (uno di destra e uno di sinistra) con il nome proprio [Anche Rauti (noto estremista di destra)si è venduto alla Casa delle Multilibertà].
Una volta salito al potere Topo Gigio, si faranno strada anche il Gatto Silvestro ed altri, e magari nuovamente Ilona Staller (sinceramente la preferisco a Mortadella e al Cavaliere dell'Apocalisse).
Per questo condivido molti pensieri di Max Stirner, ma anche tuoi, anche di Serra ecc. ecc.
Quello che non sopporto sono gli estremismi.
Utilizziamo il Blog in maniera intelligente, e, se vogliamo, ignoriamo gli estremismi. Chissà che prima o poi anche i vari "Omnicontestatori" si accorgano che è meglio agire che offendere o lanciare proclami.

Spero tu condivida la mia opinione.
Ciao

Mauro Nordio 17.05.05 12:09| 
 |
Rispondi al commento

Dal sito del "Guardian" di oggi 17/05/2005, tanto per dimostrare che Beppe ha ragione quando dice che il digitale terrestre è una tecnologia già obsoleta.

BBC invests in a world of endless repeats.

Corporation begins trial of programme download technology that could revolutionise the way we watch TV

Owen Gibson, media correspondent
Tuesday May 17, 2005
The Guardian

Five thousand households are to become willing guinea pigs for a new experiment that the BBC expects to revolutionise the way we watch television.
Randomly drawn from applicants around the country, with the only stipulation being that they have high-speed internet access, they will be the first to experience the BBC's so-called interactive Media Player, or iMP.

The corporation will move a step closer to delivering what it calls "iTunes for the broadcast industry" later this year, launching a public trial of iMP, which allows viewers to download any show from the previous week that they may have missed.

Yesterday's announcement by the BBC comes at a time when broadcasters, telecom companies and hardware manufacturers are pouring hundreds of millions of pounds into defining the way we will watch television in the next decade.
While live sporting events, popular reality shows and soaps are still liable to attract big audiences, broadcasters expect viewers to "time shift" more and more programmes and watch them "on demand".

The media industry has been talking about convergence - the idea that all entertainment, from television to music to movies, will be delivered to a single box in the living room and relayed around the house - since the dotcom boom of the late 1990s.

But several factors have recently coalesced to make the vision a more likely reality. There are now over seven million UK households connected to high-speed broadband lines, while companies such as Microsoft are having some success with new devices that merge the home computer with plasma screen TVs.

Telecom giants such as BT and France Telecom will also later this year launch new initiatives to link the internet to the TV through a set-top box. A company called HomeChoice already offers a similar service in the London area.

Meanwhile, the success of digital music players such as the iPod, the continuing evolution of the mobile phone and the likely success of handheld devices such as Sony's new PSP have convinced broadcasters that viewers in the future will also download TV shows to portable players to watch on the move.

The BBC has invested heavily in developing content and services that will appeal to online viewers in an effort to be ahead of the game. Executives reason that whether they view content on their computer screen, web-connected TV or a portable device, they'll want to access BBC shows "any time, any place, anywhere".

And as competition has increased, from multichannel TV and now the web, the corporation recognises the need to widen the distribution of its content in order to make a convincing argument for the licence fee.

The BBC said that it would use the iMP trial to assess the demand for different types of programmes, with soaps such as EastEnders, dramas such as Hustle and Spooks and comedies such as Little Britain expected to be among the most popular.

The phenomenon of illegally downloading programmes over the internet hit the headlines earlier this year when a leaked copy of the return of Doctor Who was made available using BitTorrent technology.

For some time, the BBC has been investigating ways of legally delivering programmes online but has faced significant problems in clearing the idea with rights holders such as Hollywood studios, acting unions and independent production companies.

The pilot scheme, initially limited to 5,000 people and running from September to December, will look to iron out any outstanding rights issues and resolve teething difficulties with the technology ahead of a full launch next year.

Using the iMP, households involved in the trial from around the UK will be able to search through more than 190 hours of TV shows, 310 radio programmes, regional programming and some feature films. After seven days, the content will be automatically deleted from their computer.

The BBC hopes that iMP will become the standard way of downloading television programmes over the internet in the same way as Apple's iTunes has become the favoured means of downloading music for iPod owners.

Unlike personal video recorders such as Sky Plus, viewers will not have to signal their chosen programmes in advance, allowing critically acclaimed shows to benefit retrospectively from a favourable review or word of mouth.

Already the BBC's interactive radio player, which uses similar technology to that proposed for iMP, adds millions to the radio division's listening figures. Some shows, such as Radio 1's Essential Selection, have as many "catch up" listeners online as they do when broadcast live.

Ashley Highfield, the BBC's director of new media and technology, said: "iMP could just be the iTunes for the broadcast industry, enabling our audience to access our TV and radio programmes on their terms, any time, any place, any how - Martini media.

"We'll see what sort of programmes appeal in this new world and how people search, sort, snack and savour our content in the broadband world."

The BBC - which is developing iMP alongside another major project known as the Creative Archive, which aims to offer a huge library of classic shows for download - will try to keep costs down by using "peer-to-peer" technology to distribute the programmes.

Instead of storing the material itself, those who sign up to use the service will share the weight of the downloads among themselves. Inbuilt digital rights management software is designed to ensure that users cannot keep the programmes for longer than seven days, transfer them to disk or send them to friends.

Initially, the service will feature programmes from all the BBC's television and radio services but it is also in talks with other broadcasters about making the iMP a gateway to other channels.

Channel 4, which recently launched a broadband-only documentary channel and a new music website, is understood to be particularly interested in taking part.

Search engines such as Google and Yahoo! are also investing millions in developing "video search" tools that allow web users to trawl through and download all the audio-visual content on the internet.

Commercial rivals have already voiced fears that the BBC's substantial investment in iMP and the Creative Archive could damage their chances of making money from the concept.

The corporation said that the trial would also look at the possible commercial impact of the services, enabling the BBC governors to decide whether it should be given a full launch.


Paolo Benetti 17.05.05 11:46| 
 |
Rispondi al commento

diciamoci la verità, se Beppe entrasse in politica chi non lo voterebbe? anche chi adesso gli dice di rimanere solo un comico, alla fine sarebbe "costretto" a votarlo in mancanza di alternative! d'altronde è sempre meglio un politico comico che quella banda di ladri senza scrupoli che abbiamo adesso!

Danut Decaroli 17.05.05 11:43| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, inerentemente all'argomento informazione, vi invito a dare un'occhiata al libro di Peter Gomez e Marco Travaglio (con postfazione di Beppe Grillo) intitolato Regime , che tenta di spiegare quello che in oggi è la nostra informazione. Vergogna... vergogna ... vergogna.. ciao

Federico Bruzzone 17.05.05 11:36| 
 |
Rispondi al commento

..scusa ma quale obiettività?
è di parte.
max steiner (dipietrista)

Marcus Libero 17.05.05 11:32| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti da Stefano Serra

X valerio:
anche se ti frega zero di ciò che pensano gli altri (da quello che scrivi emerge ciò) trovo giusta la tua critica verso quelli che si limitano a scrivere elogi o semplicemente improperi verso qualche politico. Anch’io più volte ho invitato tutti a cercare di sfruttare meglio l’opportunità di un blog come questo, fornire elementi più utili al dibattito (se poi di dibattito si possa parlare, visto che ho la sensazione che la maggior parte non legga quello che scrivono gli altri,o addirittura prenda in considerazione solo certi blogger), ma sai meglio di me come sia difficile comunicare, ancor di più se attraverso la scrittura pseudodemocratica in un blog.io comunque me ne sbatto e mi sforzo di legger tutto…….ogni tanto qualcosa di utile emerge dal marasma

x tutti:

a proposito di libera circolazione delle idee,e quindi di democratizzazione maggiore del pensare: mi chiedevo, e sarei grato a chiunque mi rispondesse al riguardo, che fine avesse fatto il progetto “democrazia reale”, del quale avevo sentito parlare anni fa:

l’idea ,nata mi sembra in cile negli anni settanta ma poi diffusasi in molti movimenti umanisti del mondo, era quella di far partecipare,semplicemente muniti del proprio documento d’identità, più attivamente i cittadini nelle scelte delle amministrazioni locali (anche a livello circoscrizionale) su tutto ciò che riguardasse l’amministrazione e la gestione del territorio, invitando periodicamente i suddetti a votare ,in certe scelte semplicemente a favore o contro, in altre attraverso percorsi più articolati di proposte. Premesso che le proposte, per logica, in gran parte venivano stabilite da comitati di quartiere, generalmente spontanei; per fare sì che tale progetto si realizzasse, occorreva attrezzare tutte le strutture di quartiere degli opportuni strumenti (schede prestampate per votare, computer per contare più rapidamente i voti), per rendere il tutto economicamente più accettabile per l’amministrazione fu proposto di realizzare semplicemente una serie di postazioni pseudo elettorali con ciascuna un computer( ciascuna isolata per garantire la riservatezza del voto),in modo da render meno complicata la raccolta delle preferenze (dover stampare tante schede per votare ogni volta comporta sicuramente più tempo e denaro).
Tale progetto,all’inizio, non ebbe facile applicazione soprattutto per ragioni pratiche ( in cile come nella stragrande maggioranza dei paesi i computer erano poco diffusi e l’acquisto spesso proibitivo per i costi necessari) ma negli anni successivi evidentemente l’idea piacque, e fu sperimentato in quartieri campione ,in alcune città ,anche qui in italia (nella mia città,Torino,in alcune circoscrizioni fu ad esempio chiesto ,attraverso questo sistema, di votare riguardo all’intenzione di bonificare un tratto del fiume Dora, notoriamente inquinato nonché puzzolente e diventato luogo di discarica di rifiuti e quant’altro), ma ebbe un relativo insuccesso (a mio avviso per scarsa informazione e poca pubblicizzazione nei confronti dei più), e venne accantonato, adducendo come scusa (almeno per quel che riguardava l’italia) l’ancor scarsa diffusione capillare di tecnologia informatica (si parla dei primi anni novanta! All’epoca non è che avessimo tutti un computer in casa, ma praticamente tutti i comuni di città, anagrafi ecc. ne possedevano già parecchi e la loro diffusione aumentava) e dell’eccessiva burocratizzazione che tale progetto comportava, tutte scuse infondate a mio giudizio.
Oggi abbiamo praticamente tutti un computer ,e gran parte una connessione a internet, tuttavia di tale progetto, almeno per quel che ne so io, non se n’è più parlato. Se mi salta il boccino si fare acquisti, richiedere attivazioni di servizi on-line ecc., i miei dati personali (codice fiscale, numero di carta di credito,numero di telefono ecc.) vengono considerati generalmente sufficienti ,come garanzia di autenticità dell’ordine fatto, verso il fornitore del servizio, ma quando parliamo di votare democraticamente riguardo a delle scelte (dell’amministrazione comunale o regionale ad esempio) che spesso c’interessano molto più direttamente perché legate al nostro immediati territorio, allora di colpo tutto diventa difficile da realizzare, apponendo come scusante ,oltre alle banalità sopraccitate, la scarsa disponibilità di risorse per attuare un progetto simile. Per il digitale- fregatura terrestre (col quale , l’ha detto anche Beppe durante il suo intervento-lampo a bagniago, possiamo fare acquisti e spender soldi) è stato possibile, ma per un progetto che possa render più attiva la partecipazione di tutti noi cittadini nelle scelte più o meno importanti,operate dai nostri comuni di appartenenza (e questo stà anche a noi stabilirlo) ……………NOOO!

----------------------------
Per carità, i referendum abrogativi sono sicuramente importanti per il nostro paese, ma se non cerchiamo di riavvicinare il singolo alla propria realtà più immediata e vicina, non possiam credere di riuscire a migliorare la qualità del nostro bene collettivo,dei nostri servizi , del nostro pensare civile.
Rivolgendomi a tutti,compreso te ,Beppe, e i tuoi collaboratori più diretti, vorrei sapere il più possibile riguardo alla possibilità di riproporre tale metodo alle istituzioni, partendo anche dai nostri comuni di residenza e giornali locali.
Invece di pensar a fondare un altro partito(ormai i manifesti nonché le schede elettorali assomigliano ad album di figurine!), ti suggerirei di lottare su temmi sempre nuovi ,ma attuali e utili, come da molti anni stai facendo.
Nell’ attesa di qualche risposta in merito all’idea , vi lascio il mio indirizzo, così chi ne sa qualcosa
può scrivermi a riguardo , grazie


Baci e abbracci a tutti!

Stefano Serra

Stefano Serra 17.05.05 11:04| 
 |
Rispondi al commento

ECCO LA FOTO DI SCAPAGNINI CHE BACIA LA MANO A SILVIO:

http://www.politikon.it/images/library/berlusconiscapagnini.jpg

SCAPAGNINI BACIA LE MANI, VELTRONI E' SUL TIME
di Fabio Greggio

da : http://www.politikon.it/modules/news/article.php?storyid=491

Non ho capito perchè il Polo ha deciso che Catania debba rappresentare il test del nuovo trend elettorale.
" Se vinceremo a Catania, significa che il paese ci segue".
Giuro non l'ho capita.

Mi sono sforzato, perchè Catania?
Perchè una città agli antipodi del Paese debba rappresentare nella sua espressione elettorale la rivalsa sulle ultime debacles elettorali di Silvio e il suo circo.

Quale arcano nasconde il ragionamento.
Poi ho capito.
Silvio aveva in mano i sondaggi: Vittoria netta.
Da qui l'affermazione: " Catania è il paese".
Infatti Scapagnini, sindaco uscente del Polo vince.
Che birbe.
Adesso passa la tesi che siccome a Catania vince il Polo, il Polo è in rimonta.
Ragionamento semplicistico, vero, ma non troppo semplicistico per un paese lobotomizzato dall'informazione come l'Italia.
E' di questi giorni che il livello di informazione del nostro paese è al 77 esimo posto mondiale.
Fanno meglio Bolivia e Burkina Faso.

Silvio è andato personalmente a sostenere Scapagnini.
Esiste una foto di questi giorni in cui Scapagnini bacia la mano di Silvio.
Non conosco i costumi del Sud, sono di Milano.
A me fa specie baciare la mano anche a una bella figliola.
Mi vien da ridere.
Figuriamoci ad un "masculo".

Silvio dirà che dove va lui a sostenere si vince.
Anzi l'ha già detto.
Non è vero.
Storace se lo è coccolato molto.
Ed è andato a casa nonostante la più comica conferenza stampa dell'anno.
Ricordate?
Indisse una conferenza improvvisa per comunicazioni importantissime di una gravità eccezzionale.
Una volta riuniti i giornalisti, esordì con " hanno parlato male di mio papà".
Una rissa condominiale.
E noi che credavamo in una dichiarazione di guerra, chessò, contro la perfida Albione.

Scapagnini è un medico che cura anche Berlusconi.
Si occupa di invecchiamento.
Fece scalpore una serie di affermazioni di questo medico sulla condizione fisica del Cavaliere dopo una sua visita.
" E' un genio e fisicamente ha un'età biologica di 40 anni. Raramente ho visto un insieme così geneticamente avanzato".
Vado a memoria, ma il succo del discorso, molto più colorito a dire il vero, era questo, pubblicato sul Corriere.
Che sia pelato, che abbia combattuto un tumore, che soffra di dissenteria ai congressi, che sia così intelligente da fare le corna nelle foto ufficiali, da sparare cazzate su Mussolini, che offenda in Europarlamento, non è dato di tenerne conto.
Geneticamente perfetto.
Però mi dispiacerebbe se mio figlio avesse la sua struttura fisica.
Senza offese...continua

Cosa spinge un uomo di scenza ad abbassarsi a tali affermazioni fino a superare la soglia del ridicolo?
A baciare la mano ad un altro suo simile?
A ridursi a livelli di piaggeria infami fino ad annullarsi?
Non mi è dato a sapere.

Poco importa al Polo e ai TG nazionali che la vicina Enna sia caduta col 55% dei consensi in mano all'Unione.
Che molte altre cittadine siciliane siano passate al Centrosinistra.
Che Pantelleria sia diventata Unionista.
Catania è il logos da gettare in pasto ai boccaloni italiani.

Poco conta anche il fatto che la Trinacria fu in mano al Polo con un plebiscito curioso: tutti, ma proprio tutti i collegi, finirono nelle mani del Polo.
Non è normale.
Che il Presidente della Regione Cuffaro è implicato di affari con la mafia e anche questo non è normale.
Che in alcuni collegi vinsero i rappresentanti della Lega non solo non è normale, ma è decisamente anormale.

Ma a Catania vince il Polo.
Con un Sindaco che bacia le mani e ammette la superiorità genetica del Capo.
Chiassà se questo è normale?
Ma Catania non fa Primavera.
Catania non nasconde che 12 regioni si 14 siano del centrosinistra.
Che le Comunali siano state vinte dal Centrosinistra.
Che le Europee siano state vinte dal Centrosinistra.

Che il sindaco della capitale Veltroni sia stato definito dal Time uno dei 4 migliori sindaci d'Europa ed è sulla copertina in giro per il mondo.

Veltroni non bacia le mani.
Le sporcherebbe di Nutella.

Fabio Greggio

Fabio Greggio 17.05.05 11:03| 
 |
Rispondi al commento

Siamo tanti, diamo a Beppe la delega per andare alle Assemblee delle Corporation (chi di Voi non possiede qualche azione FIAT, GENERALI, TIM, TELECOM, PIRELLI ecc.? ): Diamo l'incarico a Beppe di parlare ed esprimere le nostre idee nei tempi della Finanza.
Portiamo la nostra scomoda verità nella casa dell'establishment economico. SENZA VIOLENZA SENZA ARROGANZA.
BEPPE GRILLO Rappresentante degli Azionisti del BLOG.
GG

Giorgio Gabel 17.05.05 10:19| 
 |
Rispondi al commento

Requiem per la Sicilia.

Ancora una volta abbiamo dimostrato che di cambiare non ce ne frega niente. E non è solo colpa dell'informazione, della corruzione e della mafia: la colpa è di noi siciliani, che abbiamo venduto il nostro passato, il nostro presente e il nostro futuro dannazione!!!

Cristina Mori 17.05.05 10:06| 
 |
Rispondi al commento

ciao
per Gianni Raco

mi dici cosa ti cambia se firmo come
alex delp
o
alessandro del prete

è solo un'abbrevizione per velocizzare; ma cosa cambia, l'importante qui è quello che uno scrive non quale firma si può inventare no?
i blog funzionano così, vuoi sapere anche il mio indirizzo, numero di telefono e codice fisale???

alex delp 17.05.05 09:46| 
 |
Rispondi al commento

17/05/2005 Vorrei commentare la trasmissione Porta a Porta di ieri sera 16/05,trovo che sia vergognoso per una TV pubblica(?)che un conduttore nonchè autore di una trasmissione vista da molta gente sbandieri il dato delle amministrative di Catania come una grande vittoria per la CDL,quando è stato zitto zitto su i dati precedenti(vedi elezioni in Sardegna ed altro).Ma non sarebbe l'ora che la gente faccia veramente sentire la propria voce riguardo ad un'informazione di parte che vediamo tutti i giorni su dei canali che noi altri finanziamo pagando il canone?

Dini Dino 17.05.05 09:34| 
 |
Rispondi al commento

Ilenia ha scritto:
" Grillo non deve candidarsi... non glielo farebbero fare purtroppo... credo che debba continuare a fare l'informatore per tutti coloro che come me vogliono sapere la verità, per tutti coloro che vogliono un mondo migliore...
Beppe sei stato troppo grande a partecipare ad un evento simile.. Cavolo ma mica ci vai da solo in questi posti... se hai bisogno chiama!!!
Continua cosi'... "
Perche` no ?
Siamo in una democrazia, puo` candidarsi e se non trova un partito che lo appoggia puo` fondarne uno lui.
Il problema e` che poi non potrebbe piu` piangere sui problemi dell` Italia ma dovrebbe risolverli lui, si vedrebbe se ne e` capace, oltre a criticare tanto
Gia` un altro ( il Berlusca ) si lamentava di come va male l` Italia ma adesso che e` al governo lui le cose forse non vanno tanto meglio ..
Meditate gente, criticare e` facile, risolvere i problemi un po` piu` difficile ..

matteo martini 17.05.05 08:42| 
 |
Rispondi al commento

antonio tufarolo ha scritto:
" scusate ma se Beppe dice cazzate perchè guadagna miliardi.Allora Berlusconi come ci è arrivato al governo...Ma si può giudicare una persona dal reddito che ha????
In ogni caso pago volentieri il biglietto per lo spettacolo di Grillo...Questa è di sicuro una mia libera scelta...Si Beppe vogliamo ricoprirti d'oro.... "
Nessuno sta criticando Grillo per i soldi che ha, ma perche` quello che dice alle volte non e` vero ( vedi la macchina ad idrogeno )
Nessuno critica la tua libera scelta, puoi anche vendere la tua casa e dare il ricavato a Grillo direttamente.
Una sola cosa mi preme dire, siate critici con quello che si dice anche con quello che dice Grillo !!

matteo martini 17.05.05 08:38| 
 |
Rispondi al commento

Carlo Raggi ha scritto:
" .....Hey !!! ci sono alcuni post che criticano Grillo perche' guadagna milioni a fare quello che fa, quindi sarebbe, che tutto quello che fa e dice sono cacchiate.....la piccineria di queste testoline, per cui se uno guadagna, fa soldi, lavorando come Grillo, e' immorale !!!
ma crescete cacchio!!!! "

Primo, non tutto quello che dice Grillo sono cacchiate, molte cose pero` si`
Secondo, non e` immorale fare il lavoro di Grillo, ma bisogna essere critici su quello che dice, non accettarlo come oro colato ogni volta che apre la bocca
Terzo, non so quanti anni hai ma.. non e` tempo di imparare un po` di educazione e rispetto per chi non la pensa come te ??

matteo martini 17.05.05 08:34| 
 |
Rispondi al commento

" PUO ESSERE CHE GRILLO SI FA DARE DEL BUGIARDO DA GASPARRI!!!!!!INCREDIBILE!!!
L'IGNORANZA DI CERTI MINISTRI MI FA VENIRE LA NAUSEA!!
CONTINUA COSI BEPPE! "

E se l` ignorante fosse stato Grillo e Gasparri aveva ragione ?
Sei andato a controllare chi aveva ragione e chi torto ?
O dai sempre ragione a Grillo perche` e` uno che se la prende con chi governa ( vecchio sport italico - " piove governo ladro " )?
Premetto che Gasparri mi e` antipatico e non voterei mai per lui

matteo martini 17.05.05 08:31| 
 |
Rispondi al commento

max steiner...

zittisciti e ascolta...fa bene alla conversazione.
se ti parli addosso non funziona bene.
e poi non puoi nememno fare il moderatore..ci sono gia!

Marcus Libero 17.05.05 08:03| 
 |
Rispondi al commento

Ma e' proprio vero tutto quello
che ho letto? E' vero che questo
incontro era coordinato da Mentana
e che i partecipanti erano quelli
da te citati Beppe?
Mio dio, ma era una pantomima!
Ma chi e' quell' imbecille che
ha autorizzato questo incontro?
Topo gigio o il mago zurli'?
Non ho parole, e' come parlare di
mafia con nell'ordine
1)andreotti (lui c'e' sempre)
2)toto riina (una, due o 1000 i?)
3)i corleonesi
4)buscetta come coordinatore
Ma un minimo di vergogna riescone
a provarla oppure la loro coscenza
l'hanno gia' venduta al miglior
offerente? Queste persone sono
assolutamente la feccia del genere
umano. Ancora una volta, se dio
esiste, faccia qualcosa o taccia
per sempre.
Cordiali saluti
marco

marco ghiotti 17.05.05 06:23| 
 |
Rispondi al commento

è FACILEEEEEE !!!!! porca miseria !!! è facile....
cominciamo a:

boicottare TELECOM ITALIA e tutte le sue aziende controllate, anke a costo di pagare un pò di + per gli stessi servizi.
boicottare MEDIASET, poki ascolti = poki introiti pubblicitari = meno programmi concorrenziali =meno pubblico potenzialmente influenzabile !!
boicottare LE PRINCIPALI e + GROSSE COMPAGNIE PETROLIFERE... non serve dire altro...

io la vedo così... e nel mio piccolo lo faccio... perkè sono convinto ke agendo così il POTERE lo abbiamo in mano NOI !!!!!!

dino forte 17.05.05 04:30| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
ho ascoltato i tre brani de "La Bagnaia" e complimenti! Mia nonna avrebbe detto che "li hai fatti nzogna e pummarola!".

Un'informazione di servizio però: vorrei sapere chi erano quelli che cercavano di zittirti e ti urlavano di andartene... così, per futuri acquisti.

Un abbraccio sudato.

Luca Vivese 16.05.05 23:48| 
 |
Rispondi al commento

L'apparizione di Grillo al convegno è, a mio avviso, quantomai discutibile e nasconde una serie di altri motivi che nulla hanno a che vedere con la frase: "L'opposizione ho cercato di farla un po' io, anche in difesa dei ragazzi e dei loro professori umiliati da quell'incontro".
La vera opposizione ad uno spettacolo indecente come quella conferenza, sempre a mio avviso, la si sarebbe fatta non presentandosi affatto, ed in mille altri modi. Invece Grillo c'è andato, e ha persino abbracciato Confalonieri! La cosa ovviamente ha fatto notizia, e sul TG5 l'impressione che ho avuto, correggetemi se sbaglio, è che sia tutto finito a tarallucci e vino!
Per concludere, avete visitato il link: http://www.osservatorionline.it/index.php?s=4&p=1&q=1
In fondo al documento c'è l'elenco dei sostenitori e degli sponsor della conferenza: non notate una strana concentrazione di banche?
Ma che c'entrano loro con l'informazione, con i giovani editori, con il quotidiano in classe e via dicendo? Vergogna.

Saluti a tutti, e buonanotte
Pablo

Paolo Campanelli Commentatore in marcia al V2day 16.05.05 23:42| 
 |
Rispondi al commento

Visti i servizi sui TG dell'intervento di Grillo?
CENSURA


A chi vuole cambiar questo Mondo e pensa con la propria testa, a tutti coloro che criticano senza paura.

Ma noi ci raffiniamo nella paura della punizione è questo il consiglio di Beppe!

Il bello di questo blog è che il pensiero non è più ingabbiato nella nostra apatia ed indifferenza, nella nostra abitudine.
MALEDETTA ABITUDINE


Qui può uscire e prendere respiro il nostro pensiero


Forse c'è un limite però. Riuscire a concretizzare. In televisione ci sparano tonnellate di M...a qui tonnellate di idee, di progetti, di emozioni, di tutto.
Come catalizzare il meglio? E' sufficiente che cresca solo la conoscenza? Può esserlo ma non è questo il valore aggiunto che questa realtà dovrebbe portare. Ci vuole di più ed un po' di idee le avrei ma magari ne parliamo un'altra volta.


Gianluca Scafa 16.05.05 23:14| 
 |
Rispondi al commento

Grillo mi sei piaciuto!
Ho ascoltato l'audio del tuo intervento al forum,e la cosa mi ha galvanizzato.
Io ti scrivo dal Brasile dove sto risiedendo,ma non manco di seguire tutti i giorni il tuo blog.
Spero che tu possa continuare e soprattutto che ti lascino continuare,perche' le voci discordanti dal coro sono sempre fastidiose.
Continua cosi',e se ti candidi,anche se io per principio non ho mai abbracciato un partito,rientro in Italia e ti voto!

Alessandro Sbrighi 16.05.05 23:06| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,ho appena finito di sentire i tuoi interventi audio, ti ringrazio per tutto quello che dici e fai, per il fatto che ti esponga così in prima persona con quel coraggio che a noi "popolo bue" manca. A risentirci. Ciao.

Valter Sottile 16.05.05 23:05| 
 |
Rispondi al commento

scusate se non centra esattamente con questo post, però son cose che in passato ha detto anche beppe e che le persone per colpa di una disinformazione allucinante e della delicatezza del tema fanno fatica a capire
sto parlando di aids
per cercare di capire:

http://www.newmediaexplorer.org/ivaningrilli/dietro_aids_e_sars.htm

http://www.oikos.org/aids/it/default.htm

l'aids è un argomento altamente invasivo, riguardando la nostra sessualità, e penso che rendersi conto di quanto di "sospetto" (a dir poco) ci sta dietro la teoria hiv/aids interessi tutti noi

buon viaggio..

andrea capano 16.05.05 22:52| 
 |
Rispondi al commento

Non ci credo! Beppe vorrei che tu fossi mio padre, cavolo so che avrei tanto da imparare da te. Gasparri è una merdaccia e questo si sapeva già, basta vedere che quando c'era la sinistra al governo e non aveva un posto di "rilevanza",faceva il simpaticone con le iene per mettersi un po' in mostra. Appena è stato fatto ministro sembrava un'altra persona. Confalonieri, un vecchio decrepito che sta finendo di fare casini. Mentana un po' alla volta l'hanno sistemato loro togliendoci "la faica"! Tutti gli altri sono solo peti all'aria.
Mi sarebbe piaciuto se ci fosse stato il signor Tronchetti "gran buffon" provera! Orrendo il tg4 che ne ha parlato mandando in onda immagini agitate senza l'audio dalle quali ai profani sicuramente sarai sembrato solo uno scalmanato.
Però sei un grandissimo,continua a darci le linee direttrici vedrai che prima o poi inizieremo da soli a far sentire la nostra voce.

Simone Severini 16.05.05 22:50| 
 |
Rispondi al commento

Mi aggiungo a coloro che vogliono portare il dibattito verso azioni concrete, come Max Stirner e altri.
Dunque, immagino che molti come me, lavorino, e non abbiano certo il tempo e i soldi per mettere in piedi un movimento, un sito, per scendere in piazza a protestare.
Di democrazia in Italia ce n'e' poca; gli anarchici dicono che siamo dei pupazzi imbavagliati e legati, ogni cinque anni ci slegano, ci fanno mettere una crocetta e ci immobilizzano di nuovo; non e' cosi' ma ci poco ci manca.
Io ripropongo cose semplici, gia' dette, che sintetizzo in pochi punti essenziali:
1- Non comperare nessun prodotto reclamizzato in TV, non importa di chi sia la proprieta' del marchio, visto che se li passano da uno all'altro; e' il metodo che e' sbagliato a priori, un gigantismo dell'economia che schiaccia le formiche consumatrici come noi.
2- Usare la cultura, la fantasia, nello spendere i nostri soldi. Informiamoci, e cerchiamo di essere autonomi, anticonformisti; per esempio
a qualcuno che dispone di qualche euro, puo' davvero servire andarsi a cercare dei prodotti bancarii, assicurativi, degli investimenti? Ma a che cavolo servono? Non sapete come spendere i Vostri soldi?
Giudichiamo queste cose con un po' di filosofia.
3- Rivolgiamoci a chi ci deve proteggere. Chi ci deve proteggere? Esiste da tremila anni un'istituzione apposita: la magistratura.
La magistratura pero' ha bisogno di un appoggio politico per poter agire con forza, e l'appoggio dobbiamo darlo noi, col voto.
La Legge sarebbe fatta per proteggere noi, non i potenti, ma se il popolo vota per i potenti, per ignoranza o servilismo, e' ovvio che i potenti
useranno la legge contro di essi.
Il Potere in Italia ha cercato furbamente di corrompere tutta la nazione, costringendo quasi tutti i cittadini a diventare dei piccoli disonesti, per fregare il fisco o commettere impuniti piccole infrazioni, in modo
che ognuno fosse connivente, e sentendosi la coscienza sporca, giustificasse ben altre ruberie e sentisse il timore e l'astio verso i giudici; il resto del lavoro e' stato fatto bloccando la Giustizia, di modo che non ci sia italiano che quando si tratta di rivolgervisi, non sfoderi un sorrisetto di maliziosa rassegnazione.
Io non mi rassegno, il potere Legislativo l'abbiamo delegato noi ai ladri, e se facciamo una battaglia di controinformazione, possiamo
toglierglielo; il potere giudiziario si puo' rimettere in moto, solo le toghe possono punire chi delinque in alto e in basso; che pensate di fare, senno': pensate forse di potervi fare giustizia da soli? O che dal cielo scendano
gli angeli a vendicarvi? O volete continuare cosi', a farvi i fatterelli vostri, come diceva Edoardo: "...tu arruobbi?! E arruobbe pur'ie!"
Avete dell'orgoglio in corpo? Della rabbia, per come vanno le cose?
So che in Italia non puo' avvenire una rivoluzione come quella Francese, ma voglio che nascano nuove inchieste come quella di Tangentopoli, e che stavolta la cosa non si insabbi come allora.
Voglio godere ancora.

E. Belcampo
paganesimo@libero.it

E. Belcampo 16.05.05 22:41| 
 |
Rispondi al commento

X signor pascucci..

Pef favore, io personalmente mi trovo quì per confrontarmi e soprattutto per avere informazioni o indicazioni (meglio) di come poterle cercare..

Bene, il blog dove si parla di signoraggio (e non dove Beppe parla di signoraggio, pensavo il mio post fosse chiaro) è questo e lo ha fatto anche lei.
Quindi grazie a questo blog (per me) e anche a lei, io mi sono informato. Questo è già molto. Per me almeno.

Poi, uno non è "figo"solo per una bolletta; non riempirebbe gli stadi solo con quelle. Il fatto però è che qualcuno lotta in prima persona e rischia. lei, a parte i post quì, fa altrettanto? Io onestamente no, lo ammetto, ma ammiro chi ha le palle (e le ha davvero, se ascolti o ri-ascolti gli mp3..) di farlo, anche se magari poi non condivido tutte le sue idee..

Spero di essere stato più chiaro ora.

marco paganella 16.05.05 22:36| 
 |
Rispondi al commento

x saper qualcosa sul signoraggio andate su:

www.disinformazione.it

c'è anche un file audio, con intervista a marco saba; guardate un pò il sito perchè promette bene

a sandro pascucci vorrei comunque far presente che anche se grillo non mette nulla sul signoraggio nel sito (non giurerei invece che non ne abbia mai parlato in passato) comunque abbiamo la possibilità di sfruttare il blog messoci da lui a disposizione per far circolare la nostra informazione

cazzo, chi ha qualcosa da dire la dica!

andrea capano 16.05.05 21:53| 
 |
Rispondi al commento

Siamo tanti, diamo a Beppe la delega per andare alle Assemblee delle Corporation (chi di Voi non possiede qualche azione FIAT, GENERALI, TIM, TELECOM, PIRELLI ecc.? ): Diamo l'incarico a Beppe di parlare ed esprimere le nostre idee nei tempi della Finanza.
Portiamo la nostra scomoda verità nella casa dell'establishment economico. SENZA VIOLENZA SENZA ARROGANZA.
BEPPE GRILLO Rappresentante degli Azionisti del BLOG.
GG

Giorgio Gabel 16.05.05 21:22| 
 |
Rispondi al commento

Mi sforzo di essere realista e riconosco che nell'attuale cultura dell'immagine il problema dell'informazione è, a monte, nella rappresentazione che i massmedia fanno del mondo. Se posso definire tattico il modo di censurare le notizie, l'azione di influenzare drasticamente la comune visione del mondo diventa stragegica: chi controlla l'informazione agisce in entrambi i livelli per ottenere e scambiare consenso. Ancora prima che il resoconto delle notizie, è essenziale quindi che sia veritiero il pattern culturale sul quale si intrecciano quegli avvenimenti, altrimenti poveri di significato. Degli episodi trascorsi del miglior giornalismo è celebrata giustamente la capacità del giornalismo di fondare atraverso la ricerca della verità un ordine morale e di tradurre tale patrimonio comune in progresso; trascendendo così di parecchie grandezze il ruolo del semplice trasporto di notizie.
Amavo la Fantascienza e dai suoi scenari ho assunto questo semplice test, che propongo ai lettori del blog. Immaginiamo di essere alieni nascosti sulla Terra dentro la nostra astronave e di voler studiare la società umana, prima di rivelarci: allora intercettiamo tutte le trasmissioni televisive. Ecco: mettiamoci nei loro panni, dimentichiamo quello che sappiamo sulla nostra sporca vita e sforziamoci di farci un'idea di questo mondo. Dove sono finiti i disoccupati? E la recessione, la pessima qualità della vita... la gente che per un motivo o per l'altro si trova in condizione di disagio? Una news professionale indirizzata a mia moglie medico diffondeva il preallarme in Italia per la depressione, considerata a ragione dagli organi competenti malattia sociale... Peccato che finisse lì, perchè ho una grande curiosità di conoscere il trattamento proposto per curare la malattia:useremo la farmacologia contro il mal di vivere?
Penso che l'ambiente televisivo costituisca la nuova Babilonia e continuerò a diffidare dei giornalisti fino a quando le loro rivendicazioni saranno volte a parcellizzare la realtà in spazi obbligati e ristretti. Per quanto mi riguarda, ho staccato l'antenna.

sergio pensato 16.05.05 20:53| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Beppe,
la tua rabbia è la mia rabbia...
e a tutti quelli che dicono "ma che fare?"... possiamo fare molto, ogni giorno, cose piccole e apparentemente non influenti. Possiamo "essere" noi stessi, sfrontati e caparbi, per scoprire quanta forza nascosta c'è in ogni individuo che decida di giocarsi la vita senza inutili tentennamenti. Senza le paure indotte con insistenza martellante dal mondo dei "vecchi", a cominciare dalla scuola.
Non è vero che siamo chiusi in gabbia, la gabbia è solo mentale e i muri sono di cartone.

fabio

Fabio Amoretti 16.05.05 20:51| 
 |
Rispondi al commento

max steiner.....

Non dico per chi votare, perchè non ce nessuno da votare.
certo, anche di pietro fa parte di quei nessuno.

Marcus Libero 16.05.05 20:31| 
 |
Rispondi al commento

Certo che quello che e' passato in televisione e': e' arrivato il rompicoglioni, Mentana l'ha tenuto a bada e l'ha redento, tanto che alla fine ha fatto anche le foto ricordo con Confalonieri...
Una tristezza...........
Tieni duro, sei la nostra voce.

Beppe Vicenza

Giuseppe Brunelli 16.05.05 20:06| 
 |
Rispondi al commento

RICAMBIO I SALUTI DI SALVINI E SPERO CHE A SINISTRA SI FACCIA VERAMENTE QUALCOSA DI POSITIVO E LIBERALE E INNOVATIVO SENZA DARE RETTA A NOSTALGICI, BERTINOTTI RIZZO COSSUTTA ETC ETC ,HO A FINTI SINDACATI ORMAI COTTI E STRACOTTI CHE VIVONO ORMAI CON TESSERE DI GENTE IN PENSIONE E CHE ALZANO O ABBASSANO LA TESTA A SECONDA DI CHI CI GOVERNA UN'ULTIMA COSA MI SONO VERGOGNATO DI AVER VOTATO IN PASSATO P.C.I.QUANDO MORTADELLA HA ESORDITO AL CONGRESSO CON LA PAROLA "COMPAGNI E COMPAGNE" MAMMA MIA PROPRIO LUI EX DEMITIANO E SVENDITORE DELLO STATO I.R.I.

persano gianluca 16.05.05 19:42| 
 |
Rispondi al commento

Grillo non deve candidarsi... non glielo farebbero fare purtroppo... credo che debba continuare a fare l'informatore per tutti coloro che come me vogliono sapere la verità, per tutti coloro che vogliono un mondo migliore...
Beppe sei stato troppo grande a partecipare ad un evento simile.. Cavolo ma mica ci vai da solo in questi posti... se hai bisogno chiama!!!
Continua cosi'...

ilenia marino 16.05.05 19:31| 
 |
Rispondi al commento

x persano gianluca,adesso si,la capisco e condivido il suo pensiero.anchio a volte rifiuto l'operato del partito che sostengo.la saluto...alla prossima.

francesco salvini 16.05.05 19:23| 
 |
Rispondi al commento

per Max Stirner
ricambio il saluto e grazie a te e a tutti quelli che non postano solo per fare casino o perché non hanno niente da fare

alex delp 16.05.05 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Chi dice che Beppe Grillo dovrebbe entrare in politica? A parte che se candidano la Gardini, Bud Spencer e Flavia Vento (c'è da schiantare dal ridere...) Beppe minimo dovrebbe essere ministro, ma come ho avuto modo di sentire a Montecatini dal vivo e poi in tv (spazio dedicatogli dal tg1 incommentabile) il problema centrale è l'informazione: e poichè noi viviamo in uno stato dove è la politica a controllare l'informazione (e dovrebbe essere il contrario) cadiamo sempre, pur dichiarandoci apolitici, in conflitti di radice ideologica...La tv deve tornare a essere quel libro aperto rimasto fino al '93...e il futuro è la rete...Vai Grillo Parlante!!!!!

Guido Darii 16.05.05 19:13| 
 |
Rispondi al commento

mi devo sfogare,ha proposito di ticket.regione LOMBARDIA.sono un pensionato non mi lamento ma voglio solo protestare.per una visita ortopedica ho pagato €16,53.per artocentrosi€27,89-per esami€26,86 farmacia€4,00.TOTALE€75,28.tutto questo oggi 16 maggio.domani anche la moglie si deve sottoporre ad una visita altro ticket.non piango,per rispetto a chi sta peggio di mé.MA VORREI MALLEDIRE QUALCUNO!!!!!

francesco salvini 16.05.05 19:05| 
 |
Rispondi al commento

PER G,LUCA PERICOLI CARO GIA IL COMUNE DI GENOVA A FATTO LA STESSA COSA HA CREATO UNA PROPRIA SOCIETà IMMOBILIARE , A CUI HA CEDUTO IL PROPRIO PATRIMONIO IMMOBILIARE ,TONO DUE,, POI CHIAMATA SPIM ,IN MODO CHE QUESTA VENDESSE IMMOBILI E ATTIVITà COMMERCIALI A PREZZO DI MERCATO SENZA TENER CONTO DELLE PERSONE AFFITTUARIE E CON IVA AL 20% MINACCIANDO DI METTERLE ALL'ASTA ENTRO BREVE TEMPO VEDI GIANLUCA LA DISONESTà TRUFFALDINA NON HA COLORE COMUNE DI GENOVA GIUNTA DI SINISTRA

persano gianluca 16.05.05 19:04| 
 |
Rispondi al commento

..semplicemente grande..sei un grande..peccato che sei anche raro..

Dario Romano 16.05.05 19:01| 
 |
Rispondi al commento

RISPONDO A FRANCESCO SALVINI IO VOLEVO SEMPLICEMENTE DIRE CHE A SECONDA DI CHI è AL GOVERNO O CHI ESERCITA IL POTERE FA DELL'INFORMAZIONE UN PROPRIO MEZZO DI POTERE CHE SIA LA DESTRA CHE LA SINISTRA ,VERO EX PRESIDENTE RAI ZACCARIA,INOLTRE I SINISTROSI DOVREBBERO SMETTERLA CON QUESTA LAGNA E PENSARE A QUALCOSA DI VINCENTE PER BATTERE IL PORTATORE NANO DI DEMOCRAZIA MA NON CON MORTADELLA VECCHIO RECICLO DEMOCRISTIANO.SONO STATI AL GOVERNO E NON HANNO FATTO NULLA PER LIMITARNE IL POTERE ANZI LO HANNOFATTO RIELEGGERE E PRETENDONO CHE LUI FACCIA LE LEGGI SUL CONFLITTO D'INTERESSE ,QUELLE CHE DOVEVANO FARE LORO.

persano gianluca 16.05.05 18:55| 
 |
Rispondi al commento

Sei un grande e hai coraggio.

Enrico Talpo 16.05.05 18:38| 
 |
Rispondi al commento

Noto con poco piacere che ciò che
avevo scritto sembra aver preso il volo. Perchè?

Marco Pantini 16.05.05 18:37| 
 |
Rispondi al commento

Noto con poco piacere che ciò che
avevo scritto sembra aver preso il volo. Perchè?

Marco Pantini 16.05.05 18:37| 
 |
Rispondi al commento

come al solito in Italia anzichè dare voce ai giovani (il domani del Paese)li zittiscono, facendo parlare dei mentecatti leccac..o azzerando il dibattito!! W la Casa delle Libertà(negate)....

chiara cucurnia 16.05.05 18:32| 
 |
Rispondi al commento

l'informazione: che cos'è?
molti credono di saperlo, grazie a tutti i telegiornali, radiogiornali, notizie flash ovunque, qualcuno addirittura LEGGE i giornali, ma pensiamo noi che nessuno si domandi davvero CHI ti fornisce questa moltitudine d'informazione.
ovviamente non vogliamo asserire che dietro a tutto c'è solo LUI..., e pensiamo che si sia capito chi è LUI, ma la riflessione a cui noi vorremmo arrivare è questa:
come facciamo noi a capire qual'è la BUONA informazione e qual'è invece quella CATTIVA?
nessuno potrà mai rispondere a questa domanda, anche perchè nessuno ha la verità in tasca, ma crediamo fermamente che il lavoro che svolge il buon Beppe contribuisca quanto meno a farsi un'idea di come stanno andando le cose in Italia(il fatto che siamo intorno al 70° posto in fatto di libertà di stampa non lo ha inventato Grillo!!), e consigliamo a tutte le persone che seguono il blog di pensare attentamente a quanto scritto nell'articolo, perchè come qualcuno ha già scritto non ne parlano in TV, e questo è molto grave perchè la maggior parte delle persone si informa attraverso di essa, per pigrizia aggiungiamo.
questo blog è interessantissimo, perchè ALZA il nostro livello d'informazione e speriamo che contribuisca ad aprire qualche occhio in più... ne avremmo bisogno.

TIZIANO CAGIONI MASSIMO BELLINELLI 16.05.05 18:28| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, non mollarci mai! Sei una voce libera! Grazie di esserci.

Stefano Ratto 16.05.05 18:16| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, ho ascoltato i contributi audio che il tuo staff ha messo sul blog... SENSAZIONALI!!! Ti ho duramente criticato qualche tempo fa per le tue prese di posizione anticattoliche; questa volta invece devo veramente ringraziarti!! Ascoltando questi clip audio ho avuto la sensazione che finalmente è arrivata LA NOSTRA VOCE!! E' arrivato che dà voce a quello che vorremmo dire noi a tutti che grandissimi papaveri!!! GRAZIE E CONTUNUA COSI' !!!!

Marco Sperandio 16.05.05 18:11| 
 |
Rispondi al commento

Grandissimo Beppe!!!!!
non voglio aggiungere ulteriori elogi a quelli che hai già ricevuto, sarei ripetitivo...
Spero che tutti questi attestati di fiducia e stima possano aiutarti a trovare la forza di continuare a lottare e ad andare avanti....tutti noi siamo con te e prima o poi "li seppelliremo" ma non con la violenza; bensì con un pernacchione!!!!come ci hai insegnato TU!!!

CIAO GRANDE!!!

Fabrizio Delfino 16.05.05 17:30| 
 |
Rispondi al commento

Ma e` vero ?
E` vero che sono stati censurati i post di Carlo Martello ???
Ma non era questo un blog dove tutti potevano esprimere liberamente le loro opinioni ?
Beppe, cosi` ti ritrovi a livello di Prodi, Berlusconi e compagnia.
Sarebbe stato censurato perche`: "Carlo Martello e` chiaramente uno pseudonimo", e da cosa lo si deduce ? Se uno si chiama veramente cosi` non piu` partecipare ad un blog ?
Perche` non sono stati censurati gli interventi di altri con nomi 'sospetti' ?

Gianni Raco 16.05.05 17:27| 
 |
Rispondi al commento

rispondo a persano gianluca:non ho capito il suo commento cé molta confusione .w la liberta di parola.

francesco salvini 16.05.05 17:26| 
 |
Rispondi al commento

grillo, io per lei
divento gay.

grazie.

angelo romano 16.05.05 17:25| 
 |
Rispondi al commento


si per navigare qualcuno devi sempre pagare...

puoi non necessariamente pagare la telecom, ma per quello che so qualcuno devi sempre pagare

alex delp 16.05.05 17:14| 
 |
Rispondi al commento

A PROPOSITO DI TRONCHETTI PROVERA, COME MAI LO STATO ITALIANO HA PERMESSO LA CARTOLARIZZAZIONE DI DIVERSI CONDOMINI APPARTENENUTI AD ENTI, SENZA PRIMA ASCOLTARE GLI OCCUPANTI CHE MAGARI ERANO IN QUELL'APPARTAMENTO DA 20 ANNI, PAGANDO L'AFFITTO E ASPETTAVANO UNA POSSIBILE VENDITA?
NESSUNO MI HA SAPUTO RISPONDERE.

CIAO

PERICOLI GIAN LUCA 16.05.05 17:06| 
 |
Rispondi al commento

E CI RISIAMO CAZZ.... OPS SCU SA ... PER ANNI ABBIAMO DOVUTO SOPPORTARE SANTORO E I SUOI COMPARI DI MERENDE GENTE CHE VA A BAGDAD PENSANDO DI ANDARE A MILANO MODA ,GIORNALISTI COME IL NOSTRO PRODE SUDDETTO O COME LA STRARIF
ATTA LILLI O COME IL GIUSTIZIERE MARRAZZO CHE GRIDAVANO ALLA INDIPENDENZA DELL'ORDINE E POI SI SONO CANDIDATI A SINISTRA DOVE ESISTE L'ITELLIGHENTIA (NON USANO I CONGIUNTIVI DA ANNI)CHE LA Fà DA PADRONA.MA TUTTI STì FENOMENI UNICI TENUTARI DELLA DEMOCRAZIA -SANTORO DEMOCRATICO MAH-DOVE ERANO QUANDO I LORO COMPAGNI IN RAI SILURAVANO GENTE COME MINOLI ZAVOLI TORTORA ETC ETC.PROPRIO VERO LA GENTE ALLA MEMORIA CORTA

persano gianluca 16.05.05 17:04| 
 |
Rispondi al commento

Questo è quello che ho trovato sul sito dell'"Osservatorio giovani-editori"..

L'Osservatorio Permanente Giovani - Editori ha sede a Firenze, in Viale Guidoni 95 (tel. 055.417373; fax 055.4222334; e-mail segreteria@osservatorionline.it.

Per informazioni sull'iniziativa battezzata "Il Quotidiano in Classe" rivolgersi tutte le mattine dalle ore 8,30 alle ore 13,30 al numero 055.411918; e-mail adesioni@osservatorionline.it

Presidente: Andrea Ceccherini.

Ufficio di Presidenza: Andrea Ceccherini, Innocenzo Cipolletta, Piergaetano Marchetti, Andrea Riffeser Monti, Cesare Romiti.

Consiglio di Amministrazione: Alessandro Bompieri, Andrea Ceccherini, Franco Cisco, Aligi Cioni, Alessandro Ferrari, Giuseppe Fontani, Marco Marchiani.

Hmmm notareche c' anche Cesare Romiti(mah..)
Comunque c'è anche l'e-mail, cosicchè se qualcunovolesse mandargli un pensierino riguardo quello che abbiamo sentito sugli mp3 di Beppe...

n cordiale saluto a tutti.

Marco Paganella

marco paganella 16.05.05 16:55| 
 |
Rispondi al commento

per alex delp:
sul sito che mi hai indicato dicono che per funzionare ho bisogno di:
un abbonam. adsl flat illimitato
un telefono
!!!!!!!
....quindi?...siamo daccapo?
scusa ma io di queste cose non capisco nulla.
la mia domanda rimane:
come posso usare internet e navigare senza dover PAGARE qualcuno???

marco magistrelli 16.05.05 16:54| 
 |
Rispondi al commento

Questo è quello che ho trovato sul sito dell'"Osservatorio giovani-editori"..

L'Osservatorio Permanente Giovani - Editori ha sede a Firenze, in Viale Guidoni 95 (tel. 055.417373; fax 055.4222334; e-mail segreteria@osservatorionline.it.

Per informazioni sull'iniziativa battezzata "Il Quotidiano in Classe" rivolgersi tutte le mattine dalle ore 8,30 alle ore 13,30 al numero 055.411918; e-mail adesioni@osservatorionline.it

Presidente: Andrea Ceccherini.

Ufficio di Presidenza: Andrea Ceccherini, Innocenzo Cipolletta, Piergaetano Marchetti, Andrea Riffeser Monti, Cesare Romiti.

Consiglio di Amministrazione: Alessandro Bompieri, Andrea Ceccherini, Franco Cisco, Aligi Cioni, Alessandro Ferrari, Giuseppe Fontani, Marco Marchiani.

Hmmm notareche c' anche Cesare Romiti(mah..)
Comunque c'è anche l'e-mail, cosicchè se qualcunovolesse mandargli un pensierino riguardo quello che abbiamo sentito sugli mp3 di Beppe...

n cordiale saluto a tutti.

Marco Paganella

marco paganella 16.05.05 16:54| 
 |
Rispondi al commento

Sono perfettamente conscio del problema e abbastanza sveglio per potere pensare, voleva solo essre uno spunto per riflettere e fare riflettere da antifascista su cosa succede quando si vota solo per sport e non con cognizione di causa.
Mi farebbe molto piacere vedere ribaltate certe brutture che viviamo, governativamente parlando, speriamo di farcela alle prossime politiche.
Magari così potremo ritornare aad una informazione più obiettiva.

Massimo Invernizzi 16.05.05 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Nei Decoder del digitale terrestre l'interattività è "garantita" da un modem a 56K. Ma scherziamo ?

Fabio Capomazza 16.05.05 16:50| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, ho sentito gli audio del tuo intervento al convegno "crescere tra le righe"; è possibile poter vedere un video del tuo intervento?

P.S.: ti ho visto ad Ancona, sei stato eccezzionale, continua così !!!

Fabio Cassettari 16.05.05 16:40| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE, TOGLI DAL TUO MONOLOGO LA BATTUTA SUL PROF DI STATISTICA CHE SALE SULL'AEREO CON UNA BOMBA. E' UNA BATTUTA DI LUTTAZZI DEL 1994!!!

alessandro molinari 16.05.05 16:15| 
 |
Rispondi al commento

Ho scaricato i tre audio files, e cercherò di pubblicizzarli il più possibile tra i vari bloggers della rete.


Ciao

Alessandro A. 16.05.05 16:09| 
 |
Rispondi al commento

X QUELLI CHE CRITICANO GRILLO PER I SUOI GUADAGNI

Io non lo so quanto guadagna Beppe né me ne frega, so solo che è una persona ONESTA E INTELLIGENTE, che si fà un mazzo tanto per risvegliare le coscienze (e non è per niente facile vista l' ottusità della maggioranza della popolazione!) e che almeno ha il coraggio di ALZARE LA VOCE!! Pensate che sia facile? Andate voi a fare il casino che fà lui e bene come lo fà lui!
E allora quello che guadagna se lo merita, eccome!!! Almeno lui si espone in prima persona!
Certo poi che trovare le soluzioni non è facile, non pretendiamo troppo, ma già aiutare la gente a capire le cose è un bel passo avanti!

E invece tutte quelle teste di minchia di imprenditori e politici che ci comandano QUANTO GUADAGNANO?????????? E COSA CAZZO FANNO DI UTILE PER LA SOCIETA' SE NON I LORO SPORCHI INTERESSI????

Pensate prima di parlare, pensate.........


raffaella sapia 16.05.05 15:58| 
 |
Rispondi al commento

Beppe per favore mandali tutti a CASA!!!!!!!! Tu sei un GRANDE!!!!!!!

Piero Masi 16.05.05 15:52| 
 |
Rispondi al commento

Per Andrea Fazzino che voleva qualche info in +....
www.calciolibero.it
www.coolstreaming.it
Ciao

Giovanni Aloisio 16.05.05 15:10| 
 |
Rispondi al commento

x Gianni Castellaro

Per la precisione, Beppe Grillo ha toccato il problema dell'emissione delle banconote in Italia nello spettacolo del 1998 trasmesso da Tele+ (si trova in rete).

Antonio Stefanelli 16.05.05 15:01| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe ho sentito (tra gli mp3 che hai messo nel tuo blog) una cosa che mi interessa tantissimo, in parole povere hai detto che il digitale terrestre è morto e che sia le partite di calcio che i film si possono vedere gratis tramite la rete. Dimmi per favore come fare cosi almeno cominciamo a fottere la gente che ci sta facendo odiare il calcio. Ti ringrazio anticipatamente Andrea.

Andrea Fazzino 16.05.05 14:49| 
 |
Rispondi al commento

... A Bagnaia non c'ero ma a leggere questo articolo (http://www.repubblica.it/2005/d/sezioni/scienza_e_tecnologia/greenchimica/grillodigitale/grillodigitale.html) di Repubblica sembra che sia successo il finimondo.
Perchè pensi che il digitale terrestre sia morto?
Viva il digitale terrestre!
Internet non arriverà in tutte le case prima di una generazione (o forse due ...). La televisione c'è già e - temo - ci rimarrà per molto tempo, anche se somiglierà sempre meno a quella che conosciamo oggi.

Roberto Ciacci 16.05.05 14:49| 
 |
Rispondi al commento

per:
marco magistrelli

ci sono operatori alternativi e puoi navigare senza avere il cavo telecom a casa, molti sono locali cioè per regione.

questo è uno che mi sembra ottimo: www.vira.it/adsl.asp

ho preso il link da un post precedente, non li consco

alex delp 16.05.05 14:47| 
 |
Rispondi al commento

una domanda per Lei, signor Grillo e per tutti gli altri che mi sapranno rispondere:
internet mezzo potente e di libertà, ma per accedervi necessita di una linea telefonica. Si è costretti a rivolgersi al tronchettiprovera di turno o ci sono modi per aggirare i capitalisti senza capitale?
un grazie a che vorrà rispondermi

marco magistrelli 16.05.05 14:40| 
 |
Rispondi al commento

Speriamo solo che i ragazzi presenti abbiano fatto tesoro di quello che diceva il Beppe. In teoria saranno i dirigenti di domani.
Chiara

Chiara Fedele 16.05.05 14:33| 
 |
Rispondi al commento

Mi unisco a Stefano Serra nel ringraziare tutti coloro che stanno pubblicando informazioni utilissime su questo Blog. E' chiaro che Beppe da' lo spunto, ma il resto lo fanno gli utenti e credo sia proprio questa la sua funzione principale. Continuate così!!

Lorenza Pirovano 16.05.05 14:25| 
 |
Rispondi al commento

QUESTA è "INFORMAZIONE"!!?
Ogni tanto ho bisogno di punirmi perchè non mi sento soddisfatto di quello che faccio. In questi momenti, per fortuna rari, preso dallo sconforto più totale guardo una puntata di studio aperto.per me guardare la tv è già uno sforzo, lo considero un insulto al genere umano!il nostro pregio maggiore è quello di possedere un cervello che potenzialmente può arrivare anche a RAGIONARE.la tv italiana d'oggi giorno non ci aiuta ad usare il cervello, e per quella poca attività che svolge la speca per cose inutili. cmq ritornando a studio aperto, tra una notizia del tempo è una su un vip, ho avuto l'onore di vedere il servizio sul convegno sull'informazione. il servizio, di pochi secondi, da la notizia che questo convegno è stato rovinato dalla presenza di una persona NON DESIDERATA:??????si, proprio lui!BEPPE GRILLO!!a conferma di quello che ci dice la voce di fondo, trasmettono le immagini del convegno dove si vede un mentana quasi minaccioso e grillo che parla mentre dal pubblico arriva qualche fischio.ero contento, avevo appena visto un montaggio straorniario, tagliato alla perfezione, con protagonista una delle poche persone che stimo. Oggi, dopo aver ascoltato le registrazioni del blog, ammiro ancora di più Beppe. Tu si che sei una persona che ha coraggio. Sia perchè sei andato nella tana del lupo sia perchè è da anni che ti ostini a cercar di stimolare il cervello delle persone su argomenti utili. Un complimento a studio aperto, perchè riuscire a presentare un servizio del genere, quando tutto il tuo materiale a disposizione è composto da dichiarazioni sgradite con un sottofondo di applausi eccitati, non è da tutti riuscire nell'impresa.

samuele squarcina 16.05.05 14:16| 
 |
Rispondi al commento

PUO ESSERE CHE GRILLO SI FA DARE DEL BUGIARDO DA GASPARRI!!!!!!INCREDIBILE!!!
L'IGNORANZA DI CERTI MINISTRI MI FA VENIRE LA NAUSEA!!
CONTINUA COSI BEPPE!

Carlo Figus 16.05.05 14:16| 
 |
Rispondi al commento

max ....steiner....

Di pietro è decotto, e i voti col cacchio che li piglia, ppoi a sinistra ci saranno le candidaure bloccate..non tutti contro tutti.
lasciamo perdere, di pietro faceva molti piu' danni al sistema se stava furi dalla politica, da quando è entrato se lo sono magnato.
la stessa cosa che proponete a grillo, entrare in politica vuole dire sparire nel buco nero.
max....di pietro.....

Marcus Libero 16.05.05 14:14| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori