Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il paese di Bengodi

  • 831


roller.jpg


La società D&B ha pubblicato un Rapporto sull’economia italiana ed europea insieme al Sole 24 Ore che conferma il declino del nostro Paese, già riportato in queste settimane dai pericolosi comunisti americani del Wall Street Journal, dal settimanale anglo/sovietico The Economist e da David Hale, economista americano (di formazione marxista?) di fama mondiale.
Sono tutti d’accordo: L’Italia va a picco.
Per i prossimi 10 anni si può sperare in una crescita dell’1,5% annua, se va bene, se il debito pubblico non crescerà, se rimarremo dentro ai parametri europei (ma già adesso siamo fuori), se l’inflazione rimarrà stabile, se, se…
Il resto del mondo cresce al ritmo del 3-15%, ogni anno perdiamo terreno e tra cinque anni i rumeni saranno più ricchi di noi, come lo sono ora gli spagnoli e tutta l’Europa occidentale.
Se nulla cambierà ci aspetta un futuro di nuova povertà.
Secondo l’economista Hale, presente la scorsa settimana a Venezia all’incontro per le relazioni tra Italia e Stati Uniti, in Italia non aumenta la produttività, l’export è calato del 25% in due anni e il costo del lavoro è in aumento.
Per Hale “L’Argentina è l’esempio più calzante di quello che l’Italia sta diventando”.
Come cambiare questa tendenza, ammesso che sia ancora possibile?
Denunciandola, guardandola in faccia, prendendo misure efficaci, subito, anche se dure e impopolari.

Ma non preoccupatevi, questa è solo propaganda anti governativa.
Secondo le fonti informative nazionali, infatti, siamo tutti occupati, abbiamo un rapporto auto pro capite molto alto e più telefonini di tutti in Europa.

24 Giu 2005, 13:26 | Scrivi | Commenti (831) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 831


Commenti

 

detto da te sandro è una presa per il culo, almeno per quanto riguarda l'umiltà....l'onestà non lo so...

comprare mi piace facebook Commentatore certificato 28.09.15 15:47| 
 |
Rispondi al commento

Di questi politici non se ne salva uno... e dico UNO!!! Hanno rovinato l'italia e tutti gli italiani!!! Io sono uno di quelli che alle prossime elezioni NON ANDRA' A VOTARE!!!! Tanto, vota uno o vota l'altro, c'inculano tutti mentre loro sguazzano nei privilegi!!!

Luca Girotto 02.12.07 11:14| 
 |
Rispondi al commento

ALLORA CAZZO FACCIAMO QUALKOSA TUTTI!!! PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI!!!! X I GIOVANI CM ME NN CE FUTURO!!! RICORDIAMOCI COSA CI DICONO GLI ARTICOLI DELLA COSTITUZIONE...E LA FORBICE SI ALLARGA SEMPRE D +......SEMPRE + POVERI ....

MANDATELA E FATEMI SAPERE SE SIETE DISPOSTI A FARE QUALCOSA DI CONCRETO X CAMBIARE!!

BASTA FURTI...BASTA INFLAZIONE..BASTA INGIUSTIZIE....RIGORE E RISPETTO..NN SE NE PO PIU!!

davide assi 07.12.05 14:21| 
 |
Rispondi al commento

ALLORA CAZZO FACCIAMO QUALKOSA TUTTI!!! PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI!!!! X I GIOVANI CM ME NN CE FUTURO!!! RICORDIAMOCI COSA CI DICONO GLI ARTICOLI DELLA COSTITUZIONE...E LA FORBICE SI ALLARGA SEMPRE D +......SEMPRE + POVERI ....

MANDATELA E FATEMI SAPERE SE SIETE DISPOSTI A FARE QUALCOSA DI CONCRETO X CAMBIARE!!

BASTA FURTI...BASTA INFLAZIONE..BASTA INGIUSTIZIE....RIGORE E RISPETTO..NN SE NE PO PIU!!

davide assi 07.12.05 14:20| 
 |
Rispondi al commento

ALLORA CAZZO FACCIAMO QUALKOSA TUTTI!!! PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI!!!! X I GIOVANI CM ME NN CE FUTURO!!! RICORDIAMOCI COSA CI DICONO GLI ARTICOLI DELLA COSTITUZIONE...E LA FORBICE SI ALLARGA SEMPRE D +......SEMPRE + POVERI ....

MANDATELA E FATEMI SAPERE SE SIETE DISPOSTI A FARE QUALCOSA DI CONCRETO X CAMBIARE!!

BASTA FURTI...BASTA INFLAZIONE..BASTA INGIUSTIZIE....RIGORE E RISPETTO..NN SE NE PO PIU!!

davide assi 07.12.05 14:19| 
 |
Rispondi al commento

Eh, e guarda caso non so se avete notato che nell'ultimo anno gli uffici di finanziarie hanno avuto un boom fenomenale, a giudicare almeno da quanti spot passano su tv e giornali.

"Realizza i tuoi sogni"... ma secondo me molta gente si indebita per mantenere un tenore di vita normale...

L'italia di 50 anni fa era un paese dove lavorava una persona sola in famiglia, il denaro girava poco ma un onesto impiegato poteva permettersi di fare una vita decente, e mettere pure da parte qualcosa.

Oggi se non lavorano in due si fa la fame, i risparmi sono un sogno lontano e ci si indebita addirittura per acquistare qualcosa...
Non so se avete notato, ma questi simpaticoni ci stanno pian piano facendo assomigliare tutti alla telecom!

Antonello Belgrano 31.10.05 17:01| 
 |
Rispondi al commento

Madonna santa!!
Ho 25anni, tra i miei amici ogni tanto si discute in quale livello di M...a stiamo qui in Italia e dove andremo a finire(noi di 25anni!!!).
Io in queste discussioni sono sempre il più pessimista.
Da anni sostengo (forse anche perchè ho avuto la possibilità di girare abbastanza all'estero) che sarà solo peggio QUI nei prossimi anni, i miei amici iniziano solo ora a rendersi conto della situazione.
Da anni dico che volgio andarmene all'estero al più presto (6mesi al termine tesi di laurea!).

Ma gente!!!una cosa vi voglio dire, leggendo per la prima volta oggi questo sito ho avuto i brividi lungo la schiena!!!!
Ogni tanto ai miei amici: "usiamo l'ultima cosa che ci può dare questo paese, un passaporto con scirtto COMUNITA EUROPEA".
Grazie e tutti e buona fortuna!!

Luca spreafico 19.10.05 01:01| 
 |
Rispondi al commento

A sentire tutta la gente che si lamenta,mi verrebbe da pensare che finalmente anche molti degli italiani che vedevano in Berlusconi il salvatore della patria,si siano ravveduti e che alle prossime elezioni esprimano il loro dissenso votando diversamente.Ma chi? Questo è un paese in cui i politici di sinistra si devono preoccupare
di cercare degli alleati moderati che diano credibilità al fatto che in italia non c'è piu' il pericolo comunista, piuttosto che occuparsi di fare una sana opposizione! Nel frattempo Berlusconi intrattiene cordialissimi rapporti con Putin (ex capo del KGB), senza che nessuno dei suoi numerosi elettori,cosi' spaventati dal pensiero che gli "ex comunisti" italiani possano governare il nostro paese,possa cogliere nel comportamento del loro adorato leader un filo di incoerenza! A me,onestamente,fa venire molti piu' brividi Putin che Fassino!Speriamo che la miopia italiana possa essere corretta perchè,altrimenti ,se continuiamo a sbagliare le nostre scelte l'Argentina sarà davvero sempre piu' vicina a noi.

silvana giandomenico 01.09.05 16:55| 
 |
Rispondi al commento

Pare che alla fine i problemi strutturali, anzi storici, dell'Italia, generati da 25 anni di disastrose politiche economiche, stiano venedo al pettine.

E' chiaro e naturale che, dal momento in cui il Trattato di Maastricht e l'euro ci hanno imposto il rigore e le regole (fiscali, monetarie, competitive, di finanza pubblica) che un grande paese sviluppato dovrebbe avere, la nostra economia nazionale basata sull'inflazione, sul debito pubblico e su produzioni a basso valore aggiunto, sia alla canna del gas.

Abbiamo sempre avuto una classe politica misera, di cui il governo Berlusconi pare ormai la peggior degenerazione, che ha basato la crescita di questo paese sui deficit di bilancio e sulla svalutazione della moneta, sulle bancarotte di stato (Fiat e Alitalia sono solo gli ultimi esempi), che ha tollerato e persino incentivato lo sfascio clientelare della amministrazione pubblica. Tutto col generoso silenzio del parassitismo sindacale.

A costoro si aggiungano degli imprenditori incapaci ed affamati di denaro pubblico e di monopoli, con bassissima propensione al mercato, al rischio e all'investimento.

Da ultimo un sistema bancario iperprotetto, con una struttura di costi mastodontica, senza eguali in Europa, ed una università più simile ad una baronìa medievale che agli standard europei.

Con un settore manifatturiero specializzato nel tessile, in scarpe e maniglie, ed una spesa in ricerca e sviluppo - tra pubblico e privato - sul PIL all'1%, la nostra classe dirigente è davvero convinta che potremo reggere le sfide del futuro, chiamate Cina ed India?

Abbiamo una sola prospettiva realistica come sistema-paese Italia : il fallimento.

Un consiglio per i lettori del forum : portate per tempo i vostri risparmi oltre confine, prima che il paese imploda in stile Argentina.

Ciao Beppe e grazie

Marco Iazzini 03.08.05 18:06| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, sai qual'è la cosa peggiore? E' che alla gente pare che non gliene freghi niente che il nostro Paese sta colando a picco sotto la mannaia dei politici e degli imprenditori italiani. La gente tratta l'idea della recessione come l'idea della morte! Fa semplicemente finta che non esiste e non perchè è menefreghista ma perchè ha paura di affrontarla in quanto ritiene di essere impotente davanti ad essa. Così magari si lamenta col vicino, con il collega d'ufficio, con gli amici al Bar, ma poi mentre torna a casa chiama la moglie sul cellulare e gli dice: Bice butta la pasta che arrivo", poi si siede davanti allo schermo LCD da 32 pollici e guarda le belle pubblicità che lo rincoglioniscono, chiama a tavola il figlio di 13 anni segaiolo che ha fatto le foto digitali alla rivista porno, mentre la moglie cucina col micronde ultimo tipo. La cosa più nera è che tutti questi aggeggi li ha comprati a rate senza interessi (che cazzata!) e comincerà a pagarli nel 2006 quando il suo potere di acquisto si sarà abbassato di un altro 5%. Quando io parlo di prossima catastrofe economica alle persone che conosco mi danno dello iettatore. Quasi quasi mi vesto di nero, occhiali compresi, e vado davanti alla Camera a fare una iettatura in toto...chissà che lassù in Cielo qualcuno non abbia cinque minuti per starmi a sentire e provveda di conseguenza. Ti saluto con un abbraccio di ammirazione per quello che hai il coraggio di dire in pubblico a differenza di chi dovrebbe avere il coraggio di farlo e invece, pensando ai suoi porci interessi, lo nega anche davanti allo specchio guardando quella faccia di m....a che ci si riflette! Viva la Verità...

oliva michele 01.08.05 12:48| 
 |
Rispondi al commento

Grazie a questo splendido paese ho perso la mia ragazza. Che non vuole più starci perchè scoraggiata dalle frustranti prospettive per avere un lavoro e conservare la dignità. Perchè se non sei figlio del tale o parente di tizio, o non conosci caio, è assai improbabile che tu abbia un lavoro dignitoso, che ti permetta di affrontare il futuro serenamente. Auspico ogni male possibile per questo paese e per chi giorno dopo giorno lo affossa. Auspico l'inauspicabile. K.

Francesco Cocco 26.07.05 11:19| 
 |
Rispondi al commento

Leggete questo, è incredibile:

http://www.repubblica.it/2005/g/sezioni/economia/benescuola/benescuola/benescuola.html

Lui ha mai provato a cavarsela con € 1000 al mese?

Meditate Gemte, Meditate....

Giuseppe Scalzo 14.07.05 19:07| 
 |
Rispondi al commento

"L'Italia vive nel benessere tra auto di lusso e ristoranti pieni" Sig. Silvio Berlusconi DixIt

ROMA - Vede un'Italia dominata dal benessere. Un paese dove gli imprenditori "fanno utili", dove "autostrade e ristoranti sono pieni", dove circolano "auto di lusso". E dove, assicura Silvio Berlusconi: "In
classe di mio figlio i ragazzi hanno due telefonini a testa". E' per questo che "bisogna essere ottimisti",perchè l'Italia è un paese "che vive nel benessere". Il premier si congeda così dalla parti sociali al termine delle due ore di confronto a palazzo Chigi sul Dpef. Un problema, però, c'è. L'evasione fiscale che registra "una escalation preoccupante". Tanto che Berlusconi annuncia che l'esecutivo considererà "una priorità la lotta all'evasione". Toni diversi rispetto a quelli di un anno fa, quando il premier considerava moralmente giusto non pagare le tasse "quando queste sono eccessive".

Una riunione, quella sul Dpef, chiusa con un appello all'ottimismo. Ma che lascia freddi i sindacati. "Non sono soddisfatto perché non mi sono chiare le indicazioni con concrete con cui volete sostenere la crescita" dice il segretario della Uil Luigi Angeletti. "Nel Dpef ci sono solo i titoli, ma manca la declinazione dei singoli punti" taglia corta il segretario della Uil, Savino Pezzotta. E il presidente di Confcommercio Sergio Billè lancia un appello: "la situazione è grave, il governo rinunci alle vacanze e passi l'estate al lavoro".

http://www.repubblica.it/2005/g/sezioni/economia/benescuola/benescuola/benescuola.html

Fonte La Repubblica Online del 14 luglio 2005

Ma questa persona, in che paese vive?

Giuseppe Scalzo 14.07.05 19:03| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe passa in rassegna stampa "Il Sole 24 Ore" di oggi 13 luglio. A pag.11 (segue dalla prima) un bell'intervento di Tommaso Padoa Schioppa su Etica & Finanza. Fondamentale il paragrafo "il punto debole dell'Italia" su come in Italia il cosiddetto controllo sociale sui cittadini disonesti sia particolarmente carente.
D'accordissimo e colpevole anch'io.
Ciao Beppe.

Fabio Monteverde 13.07.05 08:29| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe,
sento che dovrei a tutti i costi fare una piccola cosa
per non permettere che anche le economie emergenti,pur avendo anche loro il diritto allo
sviluppo industriale che abbiamo avuto noi a suo tempo,
diano il loro contributo alla distruzione del pianeta assieme ai paesi ricchi. non voglio essere catastrofista, ma mi sembra ovvio che se non si fa nulla, poi ci vorranno molti anni per riparare,
e forse potremmo non averne piu' abbastanza a disposizione. so che molte multinazionali sono quasi pronte per fare il grande passo della conversione dell'energia al petrolio verso l'energia piu' pulita all'idrogeno, ma temo che incontreranno grandi resistenze da parte di coloro per i quali il petrolio rappresenta una fonte enorme di ricchezza.
ora secondo te se volessimo fare qualcosa di piu' concreto per accellerare questo cambiamento (naturalmente nel nostro piccolo), cosa si potrebbe fare ? c'e' estremo bisogno di far sentire la nostra voce. ma come ? e' una domanda che sta diventando angosciante.
la mia non vuole essere solo una considerazione ambientalista, ma anche pratica, economica. infatti sai bene che il prezzo del petrolio sta aumentando e continuera' ad aumentare per la richiesta sempre crescente delle nuove grandi economie. dove andremo a finire avanti di questo passo ?
ti ringrazia molto per l'attenzione un ammiratore.
gianni da re

GIANNI DA RE 06.07.05 14:17| 
 |
Rispondi al commento

Ciaoo Beppe, a casa di un amico
mi sono gustato il tuo spettacolo
che hai fatto in svizzera.
E' stato qualcosa di sublime, sei
straordinario!!
Ho memorizzato il tuo spazio web ed ora
non mancherò di sbirciarlo almeno una
volta al giorno.

Savino
Un poliziotto da Imperia.

Ciaoo caro amico

Savino Pepe 06.07.05 13:29| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno Beppe, hai qualche notizia dei problemi che gli americani hanno creato coi loro sommergibili nell'arcipelago della Maddalena?Grazie.
Saluti, Walter.

walter saletti 06.07.05 10:28| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe sono un tuo grande fan fin da quei tempi diciamo meno peggiori di questo di quando ti vedevo in Tv ("Te la dò io l'America", abito a Rende (Cosenza) vicino l'Universita' della Calabria, VORREI CHIEDERTI: Farai qualche spettacolo nella mia citta' ? - La lista delle citta' dei tuoi tour dice di no. E' una tua scelta casuale oppure pensi (e non hai tutti i torti)che la causa è che in calabria non siamo abbastanza pronti (la media) culturalmente per uno dei tuoi spettacoli ?
Ciao e grazie. (Sante)
-TUO FANS AFFEZIONATO DA SEMPRE-

Sante Pizzini 06.07.05 04:52| 
 |
Rispondi al commento

beppe sei un grande!!!!!
dopo aver visto solo la metà del tuo spettacolo a milano del 2005 mi sono incazzato come una iena,anche se alcune cose già le sapevo.
oltre a quello che hai detto già aggiungo la quotidiana arroganza di queste ignobili persone,purtroppo lavoro al centro di roma vicino al parlamento,e sono costretto mio malgrado a sopportare ministri e menestrelli di turno nelle loro effusioni giornaliere al bar che condividiamo.mi sono reso conto che loro non vivono assolutamente nella realtà!!!!
non hanno idea di quello che significa lavorare e non sono in grado di portare rispetto a nessuno!!!
continua così!!!e se ti serve qualcosa basta chiedere ed io e i miei saremo lieti di aiutarti!!!!!!
con rispetto. andrea

andrea tavoletta 06.07.05 02:13| 
 |
Rispondi al commento

Mettendo il naso, per puro caso, in una bolletta Telecom scopro che da alcuni mesi sono un fruitore del servizio "Alice contenuti sport". In parole povere un tizio che usa ADSL per guardare il calcio (che a quanto pare dovrebbe essere il sinonimo dello Sport, così come gli statunitensi, chiamandosi americani, dovrebbero equivalere all'America tutta).
La scoperta mi ha davvero colpito. in primis perchè da 15 anni circa mi sono autoprivato della tv incluso quindi il calcio teletrasmesso e in secondo luogo perchè in casa ho solamente computers mac che non hanno la possibilità di funzionare con i protocolli di tale sistema. Quest'ultimo dettaglio ho dovuto scoprirlo dalla stampa perchè la solerte funzionaria telecom diversi mesi fa, promuovendo la cosa, non aveva certo accennato a questo limite. Ma non è questo il punto. Volendo essere comprensivo posso anche ammettere che per errore la solerte funzionaria abbia inteso il mio fermo rifiuto come accettazione del servizio. Il quesito, che più mi turba è infatti un altro. Come può nostra santa Telecom addebitarmi ogni bimestre cifre differenti per un servizio che tecnicamente io non posso sfruttare in nessun modo? Al 187 mi confermano che la differenza di importi deriva da consumi diversi nei differenti mesi. Cosa impossibile, poichè nel mio caso è sempre uguale, cioè zero. Certo gli importi sono poca cosa: 6 euro quì, 10 euro là, ma il mistero rimane. C'è qualcuno che potrebbere spiegarmelo con parole semplici senza ricorrere a volgarità tipo: truffa nei confronti di ignari cittadini?

giuseppe ridolfi 06.07.05 00:01| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
vivo e lavoro in Irlanda da un po' di tempo e concordo pienamente con te sull'infimo livello raggiunto, con rarissime eccezioni, dall'informazione italiana.
Potrei citare un numero pressoche' infinito di casi di distorsione o omissione di fatti perpetrati, quasi quotidianamente, dai "servizi" di informazione italiani, ma ne scelgo uno piuttosto recente, vale a dire l'offerta al pubblico di azioni Enel (cd. ENEL 4).
Cito solo alcuni stralci dei quotidiani italiani, compresi quelli considerato (a torto) tra i piu' prestigiosi :

IL SOLE 24 ORE (29.6.2005) : "La quarta tranche Enel procede a passo spedito anche nel secondo giorno dell'Opv. La richiesta dei risparmiatori ieri è più che raddoppiata rispetto al primo giorno, quando le prenotazioni avevano superato i 100 milioni di titoli stabiliti come quantitativo minimo da offrire alla clientela retail. Anche gli investitori istituzionali si preparano a veder soddisfatte solo parzialmente le loro richieste, che a fine periodo di adesione saranno ben superiori ai quantitativi riservati a questa categoria di sottoscrittori. Ieri sono tornati gli acquisti sulle azioni Enel, nonostante continui l'impennata del prezzo del petrolio, visto che il titolo ha chiuso in rialzo dell'1,33 per cento. Ed è molto probabile che molti fondi abbiano deciso di approvvigionarsi anche sul mercato per evitare di restare scoperti sui titoli del gruppo elettrico.".
CORRIERE DELLA SERA (3.7.2005) - "Enel 4 chiude con prenotazioni record e, per accontentare i risparmiatori, scatta il sorteggio per assegnare i titoli. Il Tesoro ha deciso di mettere sul piatto 150 milioni di titoli in più per il mercato retail, ampliando dal 20 al 50% la quota offerta. Ma questo non basterà ad accontentare tutti i 657 mila risparmiatori che hanno dato la «caccia» al titolo. «Si dovrà tirare a sorte.L'Enel investe 4 miliardi l'anno e «vuole crescere ancora con importanti progetti di sviluppo futuri» ha aggiunto Conti, visibilmente soddisfatto. L'Enel è stato «la principale fonte di introiti per lo stato, 30,5 miliardi in questi anni, superando le cinque tranches dell'Eni. Con questa operazione - ha rimarcato da parte sua Grilli - il Tesoro ha raggiunto tutti i suoi obiettivi: riduzione del debito, prosecuzione della politica di liberalizzazioni, riduzione della presenza dello Stato nelle grandi società, attenzione al pubblico dei risparmiatori e conferma della leadership del nostro paese nelle privatizzazioni che dall'inizio degli anni '90 hanno fruttato oltre 120 miliardi»".
Dichiarazione del Ministro Siniscalco : "Grazie al collocamento della quarta tranche il debito pubblico verrá ridotto".
Ebbene, l'informazione completa e corretta, come al solito, l'ha data il Financial Times che cosi', piu' o meno, commenta in data odierna :
"Benche' gia' paghino una fortuna per l'elettricita', i consumatori italiani stanno altresi' rincorrendosi per acquistare le azioni dell'ultima offerta del Governo sull'Enel. La posta e' il dividendo : a piu' del 5 % previsto per i prossimi anni, ENEL batte agevolmente tutti i suoi pari. Mantenere quel dividendo dipendera' da quanto non competitivo rimarra' il mercato italiano. I principali tre generatori (di energia) controllano tre quarti del mercato, contro il 40 % in Grand Bretagna.".
Quasi a denti stretti, IL SOLE 24 ORE riferisce solo oggi il contenuto di tale articolo.
Gli organi di controllo dell'Informazionedevono continuare a fare credere agli italiani che l'Italia e' un mercato libero e competitivo.
Chiaramente, l'obiettivo e' difendere i tanti che dall'assenza di un vero libero mercato ricavano, ingiustamente, fortune immense.

Mario Caporali 05.07.05 20:32| 
 |
Rispondi al commento

Italiani, finchè siamo in tempo, scappiamo...il paese è in rovina in pianta stabile, e il grande creatore dello sfascio si ricandida, ed è pure convinto perso di vincere...credo proprio che vincerà, in quanto non ci sono vie alternative a lui e ai suoi compari...prima che i conquistadores di ogni parte del mondo comprino anche voi e le vostre case, scappate dal paese dei balocchi, pigliatevi quello che vi è rimasto, prima che se lo portino via.
Non ci sto a vivere in un paese preso bellamente per il culo anche dalla stampa del Burkina-Faso (non sto scherzando, è tutto vero, anche la stampa di uno dei paesi più poveri al mondo ci piglia per un manipolo di idioti).
Aveva ragione Pasolini: fuggite, perchè i cretini controlleranno anche voi e le vostre vite.

Gaetano Saraniti 04.07.05 16:47| 
 |
Rispondi al commento

OPLA' CARO BEPPE COME OGNI ANNO SI SCOPRONO NUOVE TRAME PSEUDO O GOLPISTE PERSONE CHE SCOMPAIONO E RISUSCITANO ALL'ESTERO ,POSSIBILE CHE AL MINISTERO DEGLI INTERNI DIGOS,SISMI,SISDE SEMPRE SOLERTI ALLARME VERSO I ROSSI, SONO SEMPRE DEI POVERI CORNUTI COGLIONI SEMPRE ALL'OSCURO DI TUTTO, VISTO CHE SONO SEMPRE I STESSI STRACCIONI, CARABINIERI,POLIZIOTTI,POLITICI DESTROSI,MASSONI ETC ETC

valentini roberto 03.07.05 11:42| 
 |
Rispondi al commento

IL T.F.R ...SVEGLIA IGNOBILE BLEBAGLIA (MANDATE AFF.....O CALCIO E CALCIATORI) QUESTI GANGSTER AL GOVERNO DAL 1 GENNAIO CERCHERANNO DI FREGARVI CON IL SILENZIO ASSENZO LA LIQUIDAZIONE CON BANCHE E ASSICURAZIONI GIA' INFORMATE DAI SOPRA INDICATI SU COME INGRASSARE I LORO CONTI CIFRATI ALL'ESTERO E LASCIARVI CON LE PEZZE AL C..O (CIRIO,PARMALAT,BANCA121, I BOND ARGENTINI,LE DECINE DI FINANZIARIE E COMPAGNIE ASSICURATIVE FALLITE FANNO STORIA),INFORMATEVI FATEVI DARE I SOLDI E INVESTITELI IN BOT O CCT PERCHE' ANCHE SE LO STATO FALLISCE POSSIAMO SEMPRE UNITI RIVOLGERCI ALLA GIUSTIZIA E FAR PIGNORARE QUALCHE PALAZZO GOVERNATIVO (GIA' SUCCESSO PIU' DI QUALCHE VOLTA) E I POLITICANTI HANNO DOVUTO RISARCIRE I TRUFFATI........

valentini roberto 02.07.05 11:39| 
 |
Rispondi al commento

E’ sempre più chiaro a tutti che se andiamo avanti in questo modo non avremo un grande futuro. Stiamo parlando di futuro ma per non essere ridicoli si dovrebbe parlare anche della distribuzione di ricchezza tra i cittadini. Il fatto che ci venga propinato che siamo il paese con più cellulari o auto pro-capite non può e non deve convincerci che la nostra economia va bene. Lo dico anche alla luce di tanti commenti in questo senso che ho letto. Un conto è la ricchezza che abbiamo finora accumulato nelle nostre tasche, banche, in immobili ecc. ecc., un conto è il fatto che ricorriamo ad acquistare sempre più prodotti dagli altri Stati (sono prodotti più competitivi ovvero costano meno e la loro scelta durante la spesa è quasi automatica) con il risultato che la nostra bilancia commerciale ne risente pesantemente; il futuro si vede da ciò che stiamo facendo oggi e noi non investiamo in ricerca (se non in maniera irrisoria rispetto agli altri Stati più industrializzati) per produrre prodotti “più tecnologici” che altri non sono capaci di realizzare ed abbiamo un costo troppo elevato del lavoro che non ci permette di essere competitivi sul mercato mondiale per le produzioni a basso contenuto tecnologico tanto care alla Cina. Trovo inutile dire che va tutto bene; sarebbe più sensato rimboccarsi le maniche e darsi da fare. Trovo poi ridicolo affermare che l’Italia è un paese opulento, ricco (il che è vero) senza però specificare che la popolazione è suddivisa grossomodo in due parti: una che ha e tende ad avere sempre più, l’altra che ha poco e tende ad avere sempre meno (soprattutto a causa del costo della vita che galoppa).

Donato Bartoli 01.07.05 19:07| 
 |
Rispondi al commento

ho saputo che la banca di scozia sta comprando dallo stato italiano beni per milioni di euro, secondo gli investitori è un affare d'oro

luca dominici 01.07.05 05:10| 
 |
Rispondi al commento

c'e' quasi da non crederci superati dalla romania!
ma se continua cosi finiremo come l'Argentina!
speriamo di no...
vorrei porre un altro interrogativo si puo indire una raccolta di firme o un Referendum...per RIDURRE drasticamente gli STIPENDI ai PARLAMENTARI !??
cosi si che si ridurrebbero il deficit e le super manovre che sappiamo tutti in che posto vanno a finire a tutti gli italiani!! (dove brucia di piu!!^_^)

samuel spinosa 30.06.05 22:12| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo con Luigi. Troppe statistiche, ma sinceramente tra le tante persone che conosco, tra amici, conoscenti e parenti, non conosco nessuno che stia "seriamente" male. Tutti si lamentano, però tutti e dico tutti, hanno una casa propria o in via di acquisto più o meno grande, una o due macchine (di cui una rigorosamente di grossa cilindrata), parrucchiere ed estetista tutte le settimane, scooter e telefonini per i figli, campeggi, attività sportive, soprattutto vacanze (e quando dico vacanze non intendo al mare dalla nonna, mal che va si va sul mar Nero), pizzeria e ristorante, matrimani da capogiro. Addirittura chi si "può permettere" di dire "non ho voglia di lavorare come dipendente o in proprio perchè ci sono troppe respondabilità, allora preferisco lavorare in nero occasionalmente". Non è che in Italia siamo tanto bravia lamentarci e basta? Se tutti si lamentano perchè non si riesce a trovare un modo insieme per cambiare le cose? Berlusconi è uno s......? Sarà anche vero (anche se io questo governo l'ho votato), ma cosa fanno i lor signori quali Prodi, D'alema, Fassino, Rutelli e compagnia cantante? Tra una lamentela e l'altra vanno a farsi le loro belle vacanze (non certo all'insegna del risparmio visto che l'Italia sprofonda nella povertà) e quando tornano continuano a buttare merda a destra e a sinistra (più a destra che a sinistra) senza effettivamente proporre nulla di costruttivo. Allora mi chiedo stiamo proprio così male? O gli americani che sparano tanti bei giudizi e hanno sempre la soluzione pronta stanno peggio di noi?

Patrizia Garufi 30.06.05 13:13| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
Dobbiamo stare tutti tranquilli! perchè allarmarci di questa nefanda situazione? dopotutto Il Sig. Silvio Berlusconi si ricandida nel 2006 e questa notizia ci deve rendere felici e fiduciosi!!.
Evito i commenti sennò mi arrestano ,Ciao Beppe!!

Agnelli Baldassarre 30.06.05 11:26| 
 |
Rispondi al commento

x RAFFAELE
scusa se t rispondo con qlk giorno d ritardo ma ho letto il tuo post solo ora!!T do pienamente ragione x quanto riguarda la sinistra italiana.Ank'io da sempre (21 anni) convinta sinistoide, oggi come oggi mi sento un pò svilita votando gente come Rutelli...non c'è un' opposizione valida, non c'è gente che realmente voglia fare qualcosa per noi in parlamento(a parte qlk rara eccezione 2 o 3 al max).C vorrebbe uno con la determinazione di Bertinotti ma con delle idee un pò meno radicali su alcuni aspetti.BEPPE CANDIDATI!!!A parte gli skerzi, non possono dire che stanno facendo una gran bella figura nemmeno loro, del resto che opposizione si può fare quando in parlamento si votano leggi importantissime e una buona parte di loro scompare dalla camera?Purtoppo pnso che di idealisti in politica ne siano rimasti davvero pochi,ed è questo il risultato:gente che sale al governo con processi in corso,fa i cavoli suoi,glielo si permette,finanziarie allucinanti che sottovalutano nettamente i problemi dell'Italia e nessuno che si impone xkè si effettuino modifiche.Siamo allo sfascio di ogni categoria politica,speriamo che qualcuno se ne accorga e che si ponga rimedio...anche se alla fine credo che dovremmo fare qualcosa noi, ma siamo tutti troppo pigri per porre rimedio e tanto per cambiare ci trremo tutto così.tanti saluti aspetto una tua risposta.

Raffaela Roggio 30.06.05 09:25| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti,
per ragioni di studio e personali ho vissuto in tre diversi stati europei e ho potuto fare dei confronti con la situazione italiana partendo dagli stili di vita dei miei coetanei (ho 25 anni).
Beh, c'è chi sta oggettivamente meglio (Spagna e Germania) e chi ancora non ci ha superati a causa di qualche "intoppo" politico di una certa rilevanza (Repubblica Ceka) ma che, secondo me, non tarderà a mettere la freccia...
In Italia mancano tante cose e tutti quelli che hanno postato sinora lo hanno rilevato piuttosto bene e non ho nulla da aggiungere: se si sommano le segnalazioni si ha un'immagine attendibile (SIGH) di ciò che il nostro paese è diventato...

Ho solo una cosa da segnalare e che, stando all'estero, ho potuto rilevare: l'Italia è un paese prigioniero di sondaggi e statistiche! In base ad esse si prendono decisioni importanti, sfiorando il ridicolo in alcuni casi.
Voglio dire: se da noi c'è un tasso di disoccupazione allarmante e a dircelo sono le statistiche si dovrebbe fare qualcosa per cercare di "creare" questo maledetto lavoro; e invece no, si fanno i COCOCO (bellissima la definizione di "contratti gallina"!) gli LSU che non hanno altro effetto che far abbassare il dato dei disoccupati ma che, diciamolo chiaramente, non risolvono i problemi di chi ha una famiglia sulle spalle.
Il tasso di disoccupazione è semplicemente un dato, una statistica appunto: se si opera (come purtroppo si sta facendo!) semplicemente per ridurre tale indicatore e non per risolvere il problema di cui tale dato è (drammatica)espressione, allora ci si sta prendendo in giro!

Per quanto riguarda il "sommerso" e i soldi in nero credo che i dati diffusi siano attendibili: il problema è che il denaro nero non porta beneficio e ricchezza a tutti, ma solo a chi lo gestisce e lo fa girare.
Morale della favola: i ricchi sono sempre più ricchi e la povera gente si sente presa in giro da fiumi di dati spesso senza senso...

Un saluto a tutti

Ciao Beppe
Luigi

Luigi Perri 29.06.05 17:31| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo,
mi pare evidente che siamo rovinati, o quasi.
Eppure sorge spontanea una domanda: dove finiscono tutti i soldi (e sono tanti!) delle nostre tasse?
Ovunque leggo che non abbiamo strutture, che non abbiamo strade, che non abbiamo energia elettrica.
Eppure i soldi allo Stato noi li versiamo, puntualmente ed in dosi sempre più sconfortanti.

Forse sarebbe il caso di prendere finalmente un'iniziativa popolare seria contro i privilegi riservati ai politici.
Mi sembra incredibile che gli Italiani, pronti a scioperare per qualsiasi ragione, trascurino di muoversi per chiedere finalmente la riduzione degli odiosi privilegi economici dei politici, che svenano questo Paese derubandolo delle sue risorse.

Cosa aspettiamo?

Grillo, aiutaci!!

Guglielmo Angioni - Milano

Guglielmo Angioni 29.06.05 15:29| 
 |
Rispondi al commento

Mi intrometto per dare una risposta su questa questione.

> x Pascucci
>
> Ho letto un po' di cose sul tuo sito a proposito del signoraggio e in
> particolare il documento sulla finanziaria.
>
> Premetto che di economia non ci capisco granché, ma ti chiedo che
> credito potrebbe avere uno stato che si stampa le banconote da sé.
>
> Tanto per cominciare, per abolire la banca centrale e stamparsi le
> proprie banconote, l'Italia dovrebbe uscire dall'Euro (o se non altro ne
> verrebbe buttata fuori).
>
> Non credo che la Francia, per es. sarebbe contenta di venderci l'energia
> elettrica in cambio di banconote stampate sul momento.
>
> La lira, stampata dallo stato, inoltre non verrebbe accettata all'estero
> (se non a cambi pazzeschi) perché non ci sarebbe nessuna garanzia che il
> suo valore non dimezzasse da un giorno all'altro.
>
> Così per acquistare petrolio, energie elettrica e materie prime dovremmo
> usare euro o dollari presi in prestito da banche estere (magari con
> tassi di interesse maggiori della BCE).
>
> Insomma, con tutto il rispetto, mi sembra inutile discutere di un idea
> del genere.

Il prof. Auriti ha dimostrato con un esperimento pratico come la moneta non ha bisogno di un qualcosa che le dia valore ma solo dell'accettazione di chi la usa. Dunque per gli italiani ok ma per gli altri (citavi i francesi) perché dovrevvero preferire la nostra moneta all'euro? E' necessario trovare un qualche motivo.

A questo punto è doveroso ricordare le riserve in metallo prezioso al mondo: primi USA, seconda Germania, terza Italia.

E' anche da ricordare che da quando nel 1971 Nixon ha sancito la fine degli accordi di Bretton Woods nessuna moneta del pianeta è convertibile in qualche metallo.

Si conclude che se la lira venisse garantita dal metallo prezioso che appartiene a tutti gli italiani, sarebbe MEGLIO del dollaro e dell'euro (almeno finché altri non faranno lo stesso).

Federico Munerotto Commentatore in marcia al V2day 29.06.05 14:55| 
 |
Rispondi al commento

se beppe va al governo il mio voto e quello della mia famiglia sono suoi.

Peccato che non credo che questo avverrà.

Come dice lui, poi, i politici sono meno pericolosi dei vari megadirettori delle mega aziende come telecom, enel etc..

Sarebbe bello:

1) Prodursi l'energia (o una parte) per conto proprio.
2) Avere una rete telefonica gestita totalmente via ADSL
3) Per un anno non comprare auto (magari poi te le regalano)
4) Evitare di far benzina attraverso i distributori di due delle maggiori compagnie petrolifere

e cose simili.

So che tante di queste proposte sono già state fatte attraverso la rete, ma io lo scrivo ugualmente.

Ciao a tutti. W la rete

3)

Luigi Moro 29.06.05 12:05| 
 |
Rispondi al commento

ultime dalla finanza...ma non siamo in recessione

Fitch declassa l'Italia, l'outlook diventa "negativo"

ROMA - L'agenzia internazionale Fitch ha abbassato la valutazione dell'outlook Italia da "Stabile" a "Negativo" mentre ha lasciato invariato il rating a "AA" quello a lungo termine e a "F1" quello a breve termine. In una nota l'agenzia di rating spiega che la valutazione riflette "il marcato deterioramento delle prospettive di crescita e dei conti pubblici dell'italia, caratterizzati da crescenti deficit di bilancio e dall'atteso aumento del debito pubblico".

Secondo l'agenzia di rating il deficit nel 2005 potrebbe superare il 4% del pil e con la fine delle misure una tantum potrebbe avvicinarsi al 5% nel 2006. Senza operazioni di privatizzazioni consistenti il peso del debito potrebbe salire nei prossimi 18 mesi raggiungendo il 109% del pil a fine 2006.

Fitch afferma che non sarà facile invertire questo trend, specialmente con le elezioni politiche alle porte e con la necessità di sostituire l'Irap. Inoltre ogni aumento dei tassi nei prossimi 12-18 mesi renderà ancor più problematico il riequilibrio dei conti. Il governo, continua l'agenzia di rating, ha varato una serie di interventi per sostituire l'effetto delle una tantum ma il loro impatto è ancora insufficiente e potrebbe essere ancor più modesto con un quadro economico deteriorato.

Tuttavia Fitch sottolinea che "se l'italia sarà capace di generare una ripresa economica consistente, un periodo limitato di tempo con deficit e debito in crescita non provocherà una downgrade dei rating. Sfortunatamente le prospettive di medio termine non sembrano molto incoraggianti e la crescita richiederà tenpo alla luce dei problemi strutturali dell'economia italiana".

ok per l'8 per mille nella ricerca, ma è inutile chiudere la stalla quando i buoi sono fuggiti... più che fuga di cervelli ci vuole una fuga di massa dal nuovo terzo mondo!

saluti a tutti

ivan biagiotti 29.06.05 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Alcuni giorni fa mentre guardavo la tv mi sono inbattuto in un programma su rai tre.
Del semplice e chiaro giornalismo, D'acona questo è il nome del giornalista che ha realizzato e raccolto informazioni su come si fa ricerca in Italia come funzionano le assunzioni dei nostri cervelli,che fuggono in massa dal nostro paese senza futuro e tra poco senza presente. sono rimasto allibito anche se gia conoscevo la situazione.
Sensa ricerca non andiamo da nessuna parte.
Togliamo l'8 per mille alla chiesa e investiamolo in ricerca.

Paolo Manenti Commentatore in marcia al V2day 28.06.05 23:23| 
 |
Rispondi al commento

E' vero che siamo apparentemente ricchi per le auto, i telefonini i viaggi etc, ma spesso la gente per poterseli permettere prende il mutuo; prima i debiti li facevano solo x la casa o cose importanti, non per le ferie o il cellulare...
Fanno le ferie e le pagano un tanto al mese per anni, NON E' RICCHEZZA, MA SOLO APPARENZA!
Perlomeno chi ha un solo stipendi da operaio in famiglia può permettersi solo questo.(e sono tanti)
Ma perchè per prima cosa non si diminuiscono gli stipendi stellari dei nostri europarlamentari? 12.000 € al mese(un pari ruolo polacco ne prende 700!)per imporre leggi del cavolo (come quelle che mettono un limite alla produzine di prodotti come latte e aranci per cui l'eccesso si butta solo perchè l'Italia DEVE comprare questi prodotti dalla CE! ti pare giusto? Ma se li abbiamo da buttare via perchè dobbiamo essere obbligati a comprarne fuori Italia?...) e poi gli passiamo pure l'auto gratis, con 12.000 al mese sai quante macchine si possono comprare? Anche la batmobile se vogliono...

Genny Bettazzi 28.06.05 17:28| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti è la prima volta che entro nel blog, e volevo solo dire che, è vero che sono aumentati i posti di lavoro, ma quasi tutti sono lavoratori gallina come dico io, ovvero i famosi CO CO CO ( O meglio ora sono detti collaboratori a progetto).
Comunque si vogliano chiamare restiamo(perchè purtroppo anche io sono una di loro)solo dei lavoratori presi per il culo, senza ferie pagate, spesso sottopagati rispetto a quanto prenderemmo con un contratto di assunzione regolare, che in teoria dovrebbero prendere una specie di fisso mensile indipendentemente da quante ore lavori ma poi non è così e se provi ad ammalarti riscuoti persino meno visto che la malattia non è pagata.
Perlomeno la mia situazione è questa, sono solo io in questa situazione?
Inoltre non provarti a chiedere un mutuo in banca per comprare casa o anche solo se vuoi affittarne una, perchè con 'sto ca..o di contratto ti ridono in faccia perchè per loro non dà alcuna garanzia,... e poi al tg dicono che noi giovani siamo mammoni... per forza, che dobbiamo fare occupare abusivamente le case sfitte?
Io ho la fortuna di avere una casa grande(anche se da ristrutturare) di proprietà dei miei genitori e dovrei solamente dividerla e rimettere a posto la mia parte,ma anche qui non è affatto semplice: innanzitutto se mio padre mi fa la donazione non mi danno il mutuo per ristrutturarla perciò devo per forza fare la compravendita, inoltre per ristrutturarla devo condonare una parte di casa che attualmente al catasto risulta come stalla pagando "solo" 85€ al mq(e sono circa 60 mq!), poi fare tutti i permessi(che sono carissimi), la divisone dal notaio, i progetti dall'architetto... tutto questo per dire che solo per cominciare i lavori di ristrutturazione devo pagare almeno 10.000,00 €...
... Viviamo proprio in un paese del ca..o, con leggi di merda che invece di facilitare i giovani ad uscire da casa dei genitori e crearsi una famiglia(che per lo stato sarebbero anche entrate in più: più ici, più enel, più tasse...)fa di tutto ostacolarli.
Ciao a tutti Genny

Genny Bettazzi 28.06.05 17:00| 
 |
Rispondi al commento

Forse mi sfogherò a tutto tondo, e dirò anche cose banali, però...mi voglio liberare di questo peso sullo stomaco.
L'avvento dell'Euro ha dimezzato il potere di acquisto degli italiani, è vero, non parliamo di inflazione ma di un impoverimento reale del 50%!
Le affermazioni del Presidente del Consiglio sulla concorrenza e la libertà dei consumatori di spendere dove risparmiano, sono assurde e prive di fondamento economico:
tutti hanno "eurizzato i prezzi in lire" come in un mercato oligopolitstico...e quindi addio "concorrenza perfetta"!
Le categorie che logicamente soffrono sono quelle a reddito fisso, vedi dipendenti...
il ridotto potere di acquisto influisce sui volumi...ad esempio, un ricco non compra 20 punto, compra 1 suv!
non è che non spendiamo, ma il reddito viene consumato per la casa, e la sopravvivenza...

Uno stato come il nostro stra-indebitato non può attuare misure di sostegno sufficienti.
Non facciamo paragoni "assurdi" con francia e germania che hanno sforato il 3% come noi, il loro debito pubblico è intorno al 60% del PIL e non al 110% e quindi hanno più libertà di manovra!
Quando ministri della lega e non, fanno tali paragoni mi vengono i brividi: chi ci governa è analfabeta o in malafede e dice solo quello che i "suoi" elettori vogliono sentire??

I prezzi raddoppiano, "pochi" si arricchiscono, ma logicamente iva e altre imposte riscosse dallo stato non sono raddoppiate...tutto a NERO!!!
e la guardia di finanza scopre 7 milioni di evasione e se ne vanta!!! se consideriamo quanti sono i dipendenti della gdf ci accorgiamo forse non cercano...in fondo al nostro Stato basta che qualcuno sottoscriva un po' di bot...

Stiamo raccogliendo 30 anni di sciagurate politiche economiche, sociali, fiscali, e poi, noi ci dovremmo inc.. parecchio per quel patto tra le generazioni:
- non l'ho sottoscritto ma devo pagare, pensioni al 80%, pensioni baby e debito pubblico
non me l'hanno chiesto ma devo pagare...
- sono nato con 50milioni di debiti sulle spalle e questa cifra pro-capite è cresciuta
- gli economisti affermano che non esiste il pasto gratis, non hanno studiato il paese italia...dove si va al ristorante, si vive al di sopra dei propri mezzi, e si lascia il conto da pagare a quelli dopo...
tutto viene giustificato con i diritti acquisiti, già ma gli stessi sono quelli che per acquisire un diritto negano i nostri: E' UN SOPPRUSO, UNA FURBERIA!!!!
io non cerco lo scontro cerco il dialogo, ma quando dico queste cose i miei coetanei mi ridono in faccia e quelli più anziani mi guardano, mi dicono che ai loro tempi si stava meglio, che gli dispiace per noi, ma poi non fanno niente!!!!
intanto mica possiamo rifiutarci di pagare!!!

un saluto a tutti
ps mi raccomando non parlate di recessione, è solo uno spauracchio comunista...

ivan biagiotti 28.06.05 12:23| 
 |
Rispondi al commento

Scusate ma i redditi sommersi entrano nel calcolo della ricchezza del paese?? Per intenderci, il reddito in nero di un mio amico che ha il banco sotto casa mia, che dichiara 10.000 euro l'anno e gira com mercedes e bmw, entra nel calcolo del Pil?? Perchè se l'evasione non entra nel Pil, forse noi siamo un pò più ricchi di quel che dicono certi indicatori, visto che non facciamo altro che comprare macchine e telefonini!!

Gianni Nacca 28.06.05 11:42| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, cosa ne pensi della proposta bossiana inerente alla doppia circolazione lira - euro? Non ti dice nulla? Chissà con chi si sarà "agganciato", recentemente, Bossi?
Per tutti gli altri che si lamentano per via che gli italiani non si muovono per modificare questo stato di cose sull'orlo del tracollo:
spargete la voce che politici, banchieri, petrolieri ed industriali, vogliono abolire il calcio! Vedrete che ci sarà una rivoluzione nel giro di poche ore! Impiccheranno tutti gli appartenenti alle sopracitate categorie e ... festa finita! Si ricomincia da capo!

Fabio Schiavoni 28.06.05 01:32| 
 |
Rispondi al commento

Comitati Regionali Pro Beppe Grillo?? Ma magariiiii
eccomi ...
ragazzi uniamoci ....

x Giosuele Volante 27.06.05 22:21| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe Grillo.
Nel presente blog hai scritto:
SE NULLA CAMBIERA'.eccccccccc.

Non capisco proprio come possa cambiare.

Tu sei l'unico uomo famoso della scena pubblica italiana (un comico, per giunta) che contesta
e denuncia il sistema attuale.

Hai anche creato il presente blog e sito:
una lavagna virtuale seguita da migliaia di
persone.

Agli inizi ero contento; poi arrivato alla considerazione che tutti, o quasi lo usano in modo passivo, e cioè solo per lamentarsi,
ho proposto per diversi mesi di creare i
CLUB REGIONALI DI BEPPE GRILLO - TORINO,
PER TROVARCI, CONTARCI, CREARE TAVOLE ROTONDE,
ECC.

RISULTATI:0000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000.

Nessun navigatore di torino o italiano interessato.
Forse sti caxxo di italiani sperano che la guerra la fai tu da solo Grillo.

Io in effetti non ci ho capito più nulla.

Ciao Beppe, mi raccomando, vai al governo,
spacca tutto e salva gli italiani, che loro
hanno altro da fare.

Giosuele Volante

giosuele volante 27.06.05 21:41| 
 |
Rispondi al commento

IL GROSSISSIMO GUAIO DEL TUTTO ITALIANO E' CHE CI SI RIBELLA SOLO CONTRO LE COSE GIUSTE. FACCIAMO ALMENO UN SOLO TENTATIVO PER USCIRE DAL BUIO E CAPIRE CHE COSA BISOGNA FARE.

Stefano Di Pasquale 27.06.05 21:22| 
 |
Rispondi al commento

X IVAN VERDI e MAPORCA PUTT
Figurati è stato un piacere. Partito di Grillo! Ecco, quell'alterativo di cui parlavo.Magari!

P.s.Maporca putt
il tuo post (anche nella sua "drammaticità" è uno sbrago.

Saluti a tutti Luca

Luca Tittoni 27.06.05 19:38| 
 |
Rispondi al commento

x Raffaele P.
Ciao Raffaele è bello ke ogni tanto qlkn m risponda.hai ragione ho sbagliato il nome, ma sarai contento di sapere ke dopo lunghe ricerche fra i miei libri universitari ho visto ke il nome era un ibrido tra quello ke avevo detto io e quello ke avevi detto tu:mankiw.Hai sicuramente ragione,l'economia nn è cosa semplice e nn si può risolvere dando unicamente la colpa ad un solo individuo.ci sn vari fattori,la conversione in euro,il fallimento dell'economia mondiale dopo la distruzione delle torri gemelle etc.nn è certo 1periodo facile, ma penso ke cmq si debba fare qlks in merito.Penso ke il governo potesse fare d più xkè era nelle sue potenzialità.Forse parlo così perchè vedo tanto disinteresse da parte di ki ci governa nei confronti dei problemi quotidiani ke la gente affronta.vedo molto qualunquismo quando un premier afferma ke se non si vive più senza spendere cifre esorbitanti è "perchè le casalinghe nn sanno più fare la spesa!".C deve insegnare anke questo?Lo so probabilmente sto divagando,ma l'argomento è troppo ampio e io avrei da dire tante cose...Una cosa è certa,io sn d sinistra,lo sono sempre stata,sn pronta a riconoscere ke i casini s fanno da entrambe le parti ma Silvio,nn sta facendo nulla per risollevare le sorti del nostro paese e francamente penso ke da parte sua nn ci sai nemmeno l'intenzione di farlo...

Postato da: Raffaela Roggio il 27.06.05 08:54,

x raffaela,
quando un post mi colpisce io rispondo, il nome dell'economista da te menzionato mi ha fatto ricordare i tempi (piuttosto vicini per la verità), dell'esame di micro¯o... che mattoni!Ora ho capito che a qualcosa son serviti...:>!kmq il governo ha sbagliato principalmente in 2 cose: la prima è stata quella di fare "sedere" sulla poltrona più importante quella sottospecie di economista come Tremonti, la seconda è stata che il governo ha sottovalutato la recessione che ha colpito l'intero globo e solo ora sta correndo ai ripari con delle manovre correttive, anche se troppo leggere. Bisogna dare una svolta all'intera economia con manovre anche impopolari, ma che siano d'impatto e che diano una scossone bello forte!Kma sai cosa mi fa arrabbiare della sinistra?fanno opposizione solo sul nome di Berlusconi senza mai somministrare alla maggiornaza un proprio programma. Purtroppo la sinistra è governata da degli incapaci e di questo me ne dispiace perchè con un poco di volontà potrebbe governare per secoli consecutivi...!Aspetto una tua rsp...il discorso mi sta cominciando a piacere e si fa interessante...!

raffaele p. 27.06.05 17:09| 
 |
Rispondi al commento

Per Andrea Potere:
In Spagna sono diventati più ricchi di noi grazie a:
libertà di licenziamento;
-detta così, non vuol dire assolutamente nulla

abolizione del salario minimo garantito;
- da noi non esiste

abolizione del TFR.
- anche questo vuol dire poco...

Ma qui, ovviamente, la colpa è di Berlusconi
- Beh, cazzo, noi avremmo voluto Aznar, ma era già impegnato...

Daniele Bernardis 27.06.05 17:07| 
 |
Rispondi al commento

è proprio vero, se in Italia non si prenderanno drastiche misure ci troveremo nelle condizioni dell'Argentina .... e per fortuna che c'è l'euro!!
Ho sentito spesso e volentieri nei vari telegiornali notizie che riportano che gli italiani hanno voglia di vacanza e che affollano le spiaggie nonostante ci sia qualche scellerato che si ostina a dire che le cose vanno male. (vedi TG4).
Non ho mai sentito nessuno parlare al TG 4 della crisi che sta vivendo l'IBM Italia con il taglio di sedi in tutta Italia e con l'inserimento in mobilità di centinalia di dipendenti ... sto parlando di IBM e non dell'ultimo pinco pallino.

Alberto Signorini 27.06.05 16:45| 
 |
Rispondi al commento

Al tavolo delle trattative a sinistra dell'estrema sinistra siede l'estrema destra.

Filippo Natale 27.06.05 16:11| 
 |
Rispondi al commento

Caro Luca Tittoni, quello che mi chiedi non è facile!!

Io ho le idee abbastanza confuse sul voto. Ad istinto, poiché sono convinto che attualmente siamo in mano ai ladroni (di tutti i settori dell'arco costituzionale!!), io voterei.....Beppe Grillo (a scatola chiusa).

Anche io sono schifato ed ogni volta sono in bilico nel non andare al seggio elettorale. Ma riconosco che la mia è una posizione troppo pretenziosa. Tanto vale, mi dico alla fine, cercare di "favorire" qualcuno. Perché qualcuno il Paese lo deve mandare avnti.

In altri settori del blog avevo già fatto dei nomi. Ne aggiungo un altro: DI PIETRO. A me uno che dice di avere superato indenne 27 processi architettati su misura per lui, che viene accusato di avere usato la mano dura per costringere a "cantare" i grandi concussori/corruttori della prima repubblica, che si è dimesso da una carica pbblica per sottoporsi ai 27 processi con fiducia nella sua innocenza, ottenendo piena soddisfazione. Beh uno così qualche garanzia credo la possa dare. Poi ci sono 900 tra deputati e senatori, a livello locale ce ne potrebbe essere qualcuno onesto?

Comunque quella del voto è una scelta troppo personale e ognuno farà ciò che reputa più giusto.

Ciao e grazie del dibattito, pacato, che abbiamo sostenuto.

ivan verdi 27.06.05 15:57| 
 |
Rispondi al commento

X IVAN VERDI.

Esercizio del voto in maniera maggiormente concreta e decisa/voto di protesta.
Accetto indicazioni, ma a questo punto Ivan, offrimene qualcuna…

Dunque Ivan…
Continuo a dire che il mio voto di protesta, semmai dovesse esserci (e continuando di questo passo ci sarà senz’altro) è un voto che incarna esasperazione. Io di questo orrendo immobile teatrino, fatto di comparse tutte d’accordo, ne sono esausto. Vorrei che Fini smettesse di fare il democristiano e dicesse qualcosa di destra, così come vorrei che D’Alema dicesse qualcosa di sinistra e agisse da sinistra.
Ora… esercitiamo (come hai detto te) il voto in modo maggiormente concreto(o giù di li, post iniziale), deciso. Dimmi come devo procedere considerando comuni le seguenti limitazioni:
1) Mussolini o estrema destra in generale. Ok, non mi pare il caso (anche se è pura protesta, perché la Mussolini resta abbastanza incapace)
2) Berlusconi, governo uscente. Non mi pare il caso anche qui. Ok?!
3) disertare le urne o scheda bianca. Molti sul disertare le urne non sono d’accordo e tu non sei favorevole alla scheda bianca (se non ricordo male).
A questo punto, sono io a porti una limitazione… in virtù di ciò che resta.
Non dirmi che esercitare il voto in modo maggiormente deciso sia votare per l’Unione con a capo il candidato Romano Prodi. Non lo accetto.
1) Perché non è un voto di protesta, ma un semplice voto di natura faziosa che rappresenta la prorpria ideologia o la propria contingente condizione politica.
2) Perché non voto chi non sa fare nemmeno opposizione.
3) Perché al governo ci sono stati, il voto gliel’ho dato, ed in cambio ho avuto 4 governi in 5 anni con un mare di vergogna e di incoerenza.

Sei tu sei tra coloro che per esercitare il voto in modo maggiomente concreto (più indirizzato e oculato), mi consigliano (indirettamente) di votare per l’unica parte rimasta, escludendo quelle sopra menzionate (perché si commentano da sole), ti dico di no. Senza problemi, con il massimo rispetto…
Ritengo che a questa gente, IL PAESE ABBIA GIA’ DATO… e non saranno loro a risolvere buona parte dei nostri problemi.
Io non voglio smentire nessuno, saranno loro stessi a smentirti quando andranno al governo e faranno danni a bizzeffe. A quel punto però, bisognerà essere coerenti, non faziosi… e bisognerà riconoscere che oltre il fallimento questa gente non sa andare.
Per quanto mi riguarda siamo sempre al punto di partenza. Non c’è un’alternativa reale che sappia condurre il paese fuori dalle ideologie arroccate. Occorrerebbe, ma questa è solo la mia opinione, una compagine che oltre le proprie credenze politiche, effettuasse una serie di scelte concrete, bi partisan, in grado di risollevare le sorti di questo paese.
Ma questo non è possibile, se c’è gente che parla ancora di socialismo, trovando scuse al fatto che ha fallito con disastri in mezzo mondo ( e questo non sei assolutamente tu)… come è possibile?
Siamo nello sterco e continuiamo a tenerci le nostre ideologie, le nostre convinzioni che spesso si sono rivelate nulle. La realtà (sembra) è che teniamo più alle nostre convinzioni che a questo paese… e la quotidianità in cui siamo, dovrebbe consigliarci l’opposto.
Grazie a te per l’attenzione, cordiali saluti e buona giornata.

P.s. sui vari appoggi politio/criminali preferisco non pronunciarimi oltre, perché verrei censurato.
Cmq non avevo scopi polemici.


Luca Tittoni 27.06.05 15:12| 
 |
Rispondi al commento

Ciao !!
Cosa possiamo fare??
Il popolo Italiano ha sempre vissuto con l'arte dell'arrangiarsi...ma chi la prende in quel posto è sempre la povera gente...che sono gli stessi che vanno a votare solo se non hanno previsto una gita fuori porta...
Mi alzo al mattino con mal di stomaco...lavoro in una multinazionale che ci sta portando via tutto tecnologia, macchine (comprate con i nostri soldi),posti di lavoro...costruiscono in Cina dove la monodopera costa di meno ma le attrezzature che sono costati miliardi li portano via dall'Italia.
Però non portano via tutto,NO!!Quello che server per il trattamento delle acque sporche o per i gas inquinanti quelli non li trasporteranno...lì ,hanno detto,non servono...
Ma la terra non è unica?!?

La parola multinazionale è sinonimo di Distruzione.

Aiosa Calogero 27.06.05 14:48| 
 |
Rispondi al commento

X Alessandro Onesti

Sui costi per la produzione di idrogeno ci sarebbe molto da dire. In California, ad esempio, un esperimento denominato "Air Clear Now" (o qualcosa di simile), ha mandato avanti un esperimento per la locomozione di TIR. E pare che, a parte i costi iniziali, già dopo alcuni anni la produzione avrebbe costo quasi zero!

Infatti una volta messe in piedi, le strutture necessitano solo di una adeguata manutenzione, per il resto sono autonome.

Inoltre tieni sempre conto che si tratta di una tecnologia nuova, e come ogni nuova tecnologia all'inizio è mooolto dispendiosa (pensa ai prezzi dei primi lettori DVD), poi man mano che si ottimizzano i processi (anche in relazione alla crescente richiesta) i prezzi scendono clamorosamente.

Probabilmente 100 anni fa un litro di benzina costava un occhio!

L'idrogeno, però, a differenza della benzina, si trova DAPPERTUTTO, quindi si può produrre là dove serve, senza costi di trasporto e monopoli di qualche nazione.

Insomma da qualsiasi lato la si veda, l'idrogeno ha solo effetti benefici, e non è un caso che l'Islanda sta puntando proprio su questo elemento per liberarsi dal petrolio.

Buona giornata! :-)

Patrick

Patrick De Angelis 27.06.05 14:10| 
 |
Rispondi al commento

Il "Finanz und Wirtschaft", il piu' noto ed autorevole giornale (settimanale) di finanza svizzero, settimana scorsa titolava in prima pagina "Italien wie Argentinien" (Italia come l'Argentina).

Occhio che non è fantascienza...

Fabio Meri 27.06.05 13:56| 
 |
Rispondi al commento

x Mirco Baiocco:

bravo la verità sta nelle cose semplici!! economia, congiunture, concorrenza..... tuute palle per intontire la gente!!

Se prima sopravvivevo con 50.000 lire ed ora con 100 euro ci faccio poche ore, nella più ottimistica delle previsioni, l'inflazione è del 100%!!

X Paolino Paperino:

d'accordissimo. Peccato che gli altri se ne siano accorti e ora mettono seriamente in discussione UE ed Euro.

Ciao

ivan verdi 27.06.05 12:52| 
 |
Rispondi al commento

Siamo un paese che vive al di sopra delle proprie possibilita', questo e' fuor di dubbio.
La differenza tra Italia ed Argentina si chiama Euro e questo grazie al governo Prodi, il quale per fortuna ha pensato all'interesse del paese invece che al proprio (alla faccia di chi dice che una volta al potere poi sono tutti uguali)
Senza Euro oggi saremo inguiati come gli amici argentini dei quali condividiamo lo stile di vita "allegro", per usare un eufemismo.
Non e' un caso che il ritorno alla Lira sia invocato dal partito che rappresenta l'evasore di tasse per eccellenza.

Paolino Paperino 27.06.05 12:36| 
 |
Rispondi al commento

Hola!

La settimana scorsa ho partecipato ad un seminario organizzato da un noto istituto di credito.

L'oratore chiedeva da dove nascesse la voce della RECESSIONE...lui sosteneva che fosse solo una MODA...e questo perchè durante il ponte del 2 giugno milioni di italiani affollavano le autostrade e per andare in vacanza e che c'era molto traffico perchè giravano molti camion...che non sono vuoti, ma portano merci...e se portano merci qualcuno dovrà venderle e qualcun'altro acquistarle...quindi siamo solo un branco di lamentosi.

Stai poi a spiegargli che quelli che hanno fatto il ponte del 2 giungo non faranno altre vacanze per i prossimi 6 mesi...

Oppure come fai a spiegare a quelli che sostengono che il calo della produttività dell'ultimo trimestre è dovuto alle numerose ore di sciopero che lo sciopero non viene fatto per permettere la pulizia dei pavimenti dell'azienda?!

Caro Beppe, come ho letto in un precedente post, nonostante la situazione economica e politica (soprattutto!) sia veramente insostenibile ed insopportabile, nessuno protesta perchè c'è un senso di immutabilità delle istituzioni che è troppo forte e la gente si accontenta di sapere che la sera potrà vedere il programma preferito nella propria casetta...come diceva Guzzanti: qui ci sono due fili...se taglio quello giallo esplode tutto...se taglio quello bianco non succede niente...io taglio quello che giallo...perchè mi sono scocciato!!!

Saluti...

Matteo Stronati 27.06.05 12:35| 
 |
Rispondi al commento

BOLLETTA ENEL DI QUESTO MESE:

-attività nucleari residue
-COSTRUZIONE IMPIANTI FONTI RINNOVABILI (5 EURI!!!!!)
-contributi sostitutivi impianti speciali.
--ATTIVITà DI RICERCA!!!! (0.21 EURI)
-reintegrazione costi di transizione (che cosa???)
-copertura degli squilibri del sistema di perequazione e dei costi d'acquisto (Ah, beh, allora..)
-copertura degli squilibri dei sistemi di perequazione e dei meccanismi di integrazione (ma sti cazzi..)
-integrazioni tariffarie
-copertura degli squilibri tra perdite standard e perdite effettive (cioè?)
-copertura dei costi derivanti da recuperi di qualità del servizio (aaahhhh. soldi spesi bene: se accendo lavatrice e pc salta il contatore....)
-copertura degli oneri derivanti dalle misure di compensazione territoriale.
totale: nove euri su 100 euri di consumi.
più 10% di iva. più 18 cents per 3 giorni di ritado della bolletta (strozzini!!!!) precedente,
più imposte erariali (tre euri...)
questa la mia bolletta ENEL. in più mi avevano comunicato che avrebbero fatto la telelettura, e invece mi trovo la bellezza di 350 kw in più, come previsione dei consumi!!! Basta!!!!!!!!!

paese di bengodi un paio di palle. ho venti euri in tasca, e devo arrivare al 3 luglio. fanculo a tutti quelli che dicono che siamo ricchi perchè abbiamo il telefonino. sono laureato, lavoro gratis (siii!!! gratis!!! sono in "prova" da solo tre mesi....)nove ore al giorno sei gg su sette, e a 27 anni chiedo ancora la paghetta ai miei!
beh, però ho il telefonino... scarico.

Non ne posso più!!

maporca putt 27.06.05 11:59| 
 |
Rispondi al commento

Beppe c'è qualcosa che non và,
L'Italia è il primo paese al mondo per acquisto di una famosa auto dal modico costo di 98.000,00 euro, e secondo solo agli USA per barche iscritte alla ben nota gara internazionale di vela allora se i ricchi sono diventati ancora più ricchi i poveri dovrebbero essere diventati più poveri, hai visto scontri in piazza, gente che attacca i politici in modo concreto(non posso scrivere di più) manifestazioni che nutrono una rivoluzione o altro di simile.No caro Beppe non vedi nulla di tutto questo perchè qui nessuno muore di fame, il 75% delle famiglie italiane (19 milioni) posseggono una casa. Siamo ancora lontani da vedere il fondo se ci sarà un fondo o forse non lo vedremo mai chi lo sà, sicuramente non lo sanno gli economisti che sbagliano peggio dei metereologi.Buone cose a tutti.

Fiorenzo Chillon 27.06.05 11:38| 
 |
Rispondi al commento

Io vorrei che qualcuno fra i i sostenitori del paese che va bene mi spiegasse 2 cose :

1.Se questi (crisi,carovita alle stelle,crescita zero) sono problemi strutturali legati agli ultimi 50 anni di storia economia e sociale del nostro paese, il fatto che siano esplosi tutti insieme e tutti negli ultimi 5 anni è sfiga?

2.Come mai di fronte a problemi che in tutta onestà obbiettivamente esistono e stanno cambiando (in peggio) la vita di milioni di italiani, non esistono spazi seri di discussione sul cosa fare e come per cercare una via di uscita, anzi i principali telegiornali nazionali sono ormai alla stregua di studio aperto (2% informazione, 98% tette & cayenne possibilmente turbo) ?

3.E infine :
Siamo abituati a politici che rubano, ballano nei locali alla moda, straparlano e non sanno nemmeno come inizia la costituzione, ma a nessuno più da fastidio nemmeno l'arroganza di questi cafoni?

Ale Cata 27.06.05 11:22| 
 |
Rispondi al commento

luglio 1968
nel "68 mio padre prendeva 36milalire di stipendio e la casa dove abitavamo costava 3milionidilire (appartamentino di 70 metriquadrati in un bel quartiere)

luglio 2005
mi è capitato di passare dove abitavamo e ho visto che la stessa casa è in vendita, ho chiesto il prezzo... 220milaeuro...
facendo una semplice equazione (questo sta a questo come quello sta a quellaltro) ho scoperto che se lavorasse ancora dovrebbe/potrebbe percepirebbe uno stipendio di 2640euro ( il triplo di cosa prendo io !!)

...chissa' come mai la sua pensione è di 650euro?

saluti ai bloggers ciao beppe!!

mirco baiocco 27.06.05 11:01| 
 |
Rispondi al commento

Caro Luca Tittoni, condivido parte delle cose che dici. Ad esempio quella di volare basso ed essere concreti nel trovare soluzioni per i problemi di vita quotidiana della gente comune.

Per quanto riguarda il modo di esercitare la protesta, la scheda bianca è poco, pochissimo efficace. Iniziative provocatorie, secondo me producono effetti poco....civili (ricordi l'episodio radicali-cicciolina?).

Infine, premesso che anche io sono convinto che nell'arco parlamentare forze oneste ce ne sono davvero poche, sulla mussolini ti dico questo.

Io in TV guardo poche cose, tra quelle ci sono quasi tutte le puntate della grande storia (rai3). Per essere diretti ti dico che con tutto quello che 'sta gente ha combinato, solo a sentirne il nome provo un grande fastidio. Quindi per me il discorso mussolini, dovrebbe essere chiuso e basta. E non voglio approfondire il discorso delle firme taroccate, raccolte per presentare la lista.

Se poi dobbiamo per forza provocare, allora da domani me ne vado in giro a dire che lo zio Totò Riina, almeno lui faceva circolare i fiumi di denaro e sopperiva là dove lo Stato si dimostrava assente.

No, non mi pare un buon modo di ragionare.

Ciao e grazie per l'attenzione.

ivan verdi 27.06.05 10:35| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me tutti sono convinti che ci siano problemi nel paese e vorrebbero che i politici li risolvessero con la bacchetta... ma poi i politico sono "tutti ladri buffoni".
I problemi ci sono... i politici sono spesso corrotti, ma a maggior ragione gli italiani non dovrebbero discutere su cosa votare (scheda bianca o meno) piuttosto su come cambiare il proprio tenore di vita per risollevare il paese!
Se il politico non ci salva le chiappe salviamocele da soli!!!
In fondo il capitalismo sfrenato si regge su di noi che compriamo.
Ragà! diamoci da fare a sprecare meno.. e usare i soldi in maniera più intelligente!
Iniziamo con l'attenzione all'acqua.. che mi sembra stia arrivando un'estate bollente e mooolto asciutta!!!
:)))
Ciao
Mike

Michelangelo Sanguineti 27.06.05 10:08| 
 |
Rispondi al commento

Mi piace la proposta leghista con una piccola variante: torniamo all'ira.

Filippo Natale 27.06.05 09:08| 
 |
Rispondi al commento

x Raffaele P.
Ciao Raffaele è bello ke ogni tanto qlkn m risponda.hai ragione ho sbagliato il nome, ma sarai contento di sapere ke dopo lunghe ricerche fra i miei libri universitari ho visto ke il nome era un ibrido tra quello ke avevo detto io e quello ke avevi detto tu:mankiw.Hai sicuramente ragione,l'economia nn è cosa semplice e nn si può risolvere dando unicamente la colpa ad un solo individuo.ci sn vari fattori,la conversione in euro,il fallimento dell'economia mondiale dopo la distruzione delle torri gemelle etc.nn è certo 1periodo facile, ma penso ke cmq si debba fare qlks in merito.Penso ke il governo potesse fare d più xkè era nelle sue potenzialità.Forse parlo così perchè vedo tanto disinteresse da parte di ki ci governa nei confronti dei problemi quotidiani ke la gente affronta.vedo molto qualunquismo quando un premier afferma ke se non si vive più senza spendere cifre esorbitanti è "perchè le casalinghe nn sanno più fare la spesa!".C deve insegnare anke questo?Lo so probabilmente sto divagando,ma l'argomento è troppo ampio e io avrei da dire tante cose...Una cosa è certa,io sn d sinistra,lo sono sempre stata,sn pronta a riconoscere ke i casini s fanno da entrambe le parti ma Silvio,nn sta facendo nulla per risollevare le sorti del nostro paese e francamente penso ke da parte sua nn ci sai nemmeno l'intenzione di farlo...

Raffaela Roggio 27.06.05 08:54| 
 |
Rispondi al commento

vorrei rispondere au tutti quelli che ti hanno scritto incolpando la tua e quindi la mia generazione, dello sfacelo che oggi andiamo incontro. A voi cari giovani, manca la spina dorsale, l'unica cosa che siete capaci di fare è scendere in piazza a sentire urlare sul palco lo scemo o la scema di turno. La musica è vita, ma non fatevi rincoglionire. Negli anni passati avevamo solo lo spinello, oggi siete pieni di droghe fino agli occhi. orse non ve ne siete accorti, ma voi siete già morti.

Antonio Piccapane 27.06.05 08:42| 
 |
Rispondi al commento

perchè preoccuparci, in fondo? potremo sempre emigrare e, grazie alle nostre indubbie e riconosciute capacità di scafati playboy, sedurre attempate ministre dei paesi che ci ospitano, tanto un piatto di renna affumicata non lo si nega a nessuno...
QUESTO E' IL PAESE DI BENGODI, PERCHE' LAMENTARSI?
C'E' IL 40% DI SOMMERSO, ABBIAMO LA PIU' ALTA PERCENTUALE DI TELEFONINI PROCAPITE, EVADERE LE TASSE E' LECITO, IL NOSTRO PREMIER CE LO HA INSEGNATO E DEPENALIZZATO, SIAMO I MIGLIORI LATIN LOVER DEL CONTINENTE E NON CI SARA' BISOGNO DI NESSUNA MANOVRA DA LACRIME E SANGUE AGGIUNTIVA PERCHE' TANTO I RICHIAMI DELLA COMUNITA' EUROPEA SERVONO SOLO A RICORDARCI I NOSTRI SUCCESSI E LE GRANDI OPERE CHE ABBIAMO INIZIATO...

p.s.non è bello votare scheda bianca: si fa comunque il gioco di lorsignori. Se proprio non volete votare a destra o a sinistra, che ne direste dei pensionati? Se si aumentassero la minima non avrei nulla da ridire...

mario uccella 27.06.05 03:53| 
 |
Rispondi al commento

X GIAN MARIA FREDDI.

DATTI/DACCI DELLE RISPOSTE DA QUEL TUO MONDO (CMQ RISPETTABILISSMO)IDEALE, POI NE RIPARLIAMO...
INTANTO NOI SITUATI QUAGGIU',MISERI REALISTI QUOTIDIANI, CERCHIAMO DI CORREGGERE IL CAPITALISMO SELVAGGIO TRASFORMANDOLO IN CAPITALISMO.

PERFETTAMENTE D'ACCORDO CON MARCO STAFFOLI.

Gian Maria, rispetto la tua opinione sul socialismo ed i tuoi punti di vista…
Semplicemente non li condivido.
Ho un modo nettamente diverso di osservare ed analizzare le cose, l’economia soprattutto, fermo restando la matrice comune dell’obiettivo… e cioè elaborare un’opinione, un’idea, un giudizio, affinché questo paese possa essere migliorato. Paese? Il mondo…ok, su questo siamo concordi.
Con ciò non dico che il mio modo sia giusto ed il tuo sbagliato. Dico semplicemente che fermo restando lo scopo finale, i mezzi e gli strumenti per arrivarci sono differenti.
A me non risulta che quanto da te detto, corrisponda realmente a verità. Ho i miei dubbi. Ma non perché non ti credo o perché non credo ai link che consigli di visitare; semplicemente perché sono metodiche che si scontrano con una dura realtà, che è la realtà quotidiana capitalistica ed è stata anche la realtà quotidiana socialista/comunista (ma putroppo dittatoriale, a tuo modo di vedere).
Putroppo il socialismo come lo intendi tu, e cioè il socialismo puro, non c’è mai stato (parole tue, non proprio così, ma parole tue) e questo mi preoccupa doppiamente. A rigor di logica tutto ciò, un dubbio dovrebbe instillarlo anche a te che lo propugni… e cioè: O E’UN’UTOPIA, cosa che io credo (Scusa, ma Marx non mi sembra immune da errori…basti pensare all’elaborazione della teoria della stagnazione del saggio di profitto, il famoso r= S/C+V s=S/V c=C/V e cioè il crollo del capitalismo secondo Marx… non mi sembra che ci sia mai stato in quei termini come lui stesso affermava. Quando Marx parlava di crollo, sai bene che non citava le semplici fluttuazioni economiche da espansione, stagnazione e recessione…ma di una vera e propria implosione del sistema arrivando al punto di adottare il tuo socialismo…ebbene c’è stata questo crollo, questa implosione?), o quando si è trattato di applicare il sistema socialista, si sono sempre messi in moto una marea di stronzi/,incapaci (possibilmente dittatori), tali da far diventare tale sistema, un qualcosa che non lo era.
Se partissimo dal presupposto che il vero socialismo non c’è mai stato (e questo è quanto hai detto te, e alla luce dei fatti, non posso che confermare anche io)… forse bisognerebbe domandarsi anche il perché, non credi? Io credo di si!
Il socialismo come lo descrivi tu, come l’ho studiato io, come lo leggo sui link che mandi…se fosse realmente esistito o potesse realmente esistere, sarebbe perfetto!
Io per primo aderirei a tale sistema. Non credo però che possa mai accadere, e la realtà è sotto gli occhi di tutti. Soprattutto torno a ripetere… mi spaventa il fatto che chi fosse preposto a ciò (cioè ad applicarlo in quegli stati socialisti), non l’abbia fatto. Vuoi perché avevano interessi diversi, vuoi perché erano dittatori, vuoi perché erano incapaci, vuoi perché non ce l’hanno fatta…vuoi per mille motivi. Dimmi tu…
A tutte queste domande dovresti darti una risposta, e chiederti il perché cio non è stato possibile.
Se non fai ciò… continui a dire una cosa ignorandone i suoi aspetti lacunosi. Invece se vuoi applicare il socialismo che tanto sbandieri, dovresti partire da essi e indicarne i possibili rimedi.
Se non fai ciò, mostri solo una grandissima capacità analitica, tecnica e di ragionamento, ma pur sempre confinata nella faziosità o in assurdi convincimenti privi delle basi dimostrative. Sinceramente è un peccato.
Io ripeto, per me, sarebbe un sistema perfetto, ma resta un Utopia, con la U maiuscola.
In attesa di vedere all’opera il tuo socialismo, mi tengo il sistema capitalistico cercando di non farmi travolgere dalla corrente harvardiana e cercando di trovare dei correttivi ad esso. Se permetti combatto la realtà che è un problema di oggi, piuttosto che combattere le utopie..problema di mai.
Un cordiale saluto a te.

Luca Tittoni 27.06.05 02:35| 
 |
Rispondi al commento

Marco Staffoli ha scritto:

> Visto che i politici sono al 99% dei ladri/buffoni
> che fanno carte false per restare attaccati alla
> loro poltrona, li si che un comune cittadino non
> capisce "cosa sta andando a votare" quindi coerentemente
> suggerirei "non andiamo a votare".

Secondo me è molto meglio fare scheda nulla, magari scrivendo quello che si pensa di loro (p.e. BASTARDI!) oppure il reale cambiamento che si vuole (p.e. SOCIALISMO).

--
Gian Maria Freddi
Capitalismo? No grazie! Condizioni d'uso inaccettabili. Autorizzazione non valida. Data di scadenza imminente.
Da ognuno secondo le proprie capacità, a ognuno secondo i propri bisogni. Socialismo è ...Libero Accesso... è il Mondo per i Lavoratori.
http://www.worldsocialism.org - http://worldsocialism.blog.excite.it

Gian Maria Freddi 26.06.05 23:22| 
 |
Rispondi al commento

Non è propaganda antigovernativa, è la realtà della nostra impresa. Sono appena tornato da oltreoceano, ho visto la gente che muove il culo e guadagna. Sono tornato in Italia e ho trovato isoradio che segnalava 4 cantieri che non c'erano.In 10 ore sono passato dalla fiducia allo sconforto. Il governo può fare ben poco se non ripartire da zero.

Filippo Trascinelli 26.06.05 23:19| 
 |
Rispondi al commento

Poche settimane fa si trattava di andare a votare per il referendum.
In molti ci hanno detto che "gli argomenti erano troppo difficili da capire per un comune cittadino" quindi alcuni ci anno detto "se non capisci cosa stai andando a votare non andare a votare".

Quando invece si tratta di votare dei partiti o dei politici siamo tutti esperti?

Visto che i politici sono al 99% dei ladri/buffoni che fanno carte false per restare attaccati alla loro poltrona, li si che un comune cittadino non capisce "cosa sta andando a votare" quindi coerentemente suggerirei "non andiamo a votare"

Diamo un segnale alla classe politica non andando a votare.
Diciamo a tutti sti imbecilli che ci siamo rotti le palle delle loro menzogne.
SVEGLIAAAAAAAAAAAAAAAAAA
Destra e sinistra non esistono!!!!!!
ESISTONO SOLDI E POTERE!! è a quello che puntano tutti i politici!!!

Marco Staffoli Commentatore in marcia al V2day 26.06.05 23:09| 
 |
Rispondi al commento

Basterebbe che chi governa il Paese trovasse il coraggio di ammettere la povertà degli Italiani...così facendo non si continuerebbe a dipingere una situazione drammatica (la nostra) come un caso roseo per dare crediti al governo e sperare di venir rieletto alla prossima candidatura...per iniziare una cura bisogna prima riconoscere la malattia...

Claudio Recchia 26.06.05 22:02| 
 |
Rispondi al commento

Luca Tittoni ha scritto:

> SOCIALISMO?
> PER CORTESIA PARLIAMO DI COSE SERIE…

Per me è una cosa seria. Non ho molta voglia di scherzare vista la situazione in cui si trova il mondo.

> NON FACCIAMO GLI INTELLETTUALI DI FRONTE AI REALI PROBLEMI DEL PAESE!!!

Ah no, allora è meglio fare gli idioti? Non fraintendermi, non ti sto dando dell'idiota.

> Scusa una cosa: innanzitutto mi chiamo Luca Tittoni
> e non Luca Fittoni.

Ti chiedo scusa, è stato un errore di battitura.

> Io non approvo quel sistema che tu chiami VERO SOCIALISMO.
> Innanzitutto perchè troppe volte ci è stato descritto come
> il paradiso terrestre e troppe volte si è dimostrato cosa
> ben diversa. Attento…

Lo so, purtroppo è nato anche un filone ideologico (leninismo/avanguardismo) che è anche il più conosciuto (e detestato per i risultati).

> Ora ti dico: se applicassimo il tuo sistema di “amore”,

Amore? Non ho mai parlato di amore. O_o

> uguaglianza, mancato sfruttamento, assenza di privilegi,
> ecc ecc scaviamo la fossa a questo paese in 24 ore.

Vero, il socialismo non può essere istituito in un solo paese. Il sistema capitalistico è globale e per tanto lo dovrà essere anche il sistema socialista.

> Questa è la mia opinione… al perché il vero socialismo
> non funzionerebbe.
> Il vero socialismo è un fallimento. Non c’è bisogno che
> sia provato o meno, è un sistema che va contro la vera
> natura dell’uomo. L’uomo ha una sua caratterizzazione
> ben precisa, dei connotati. Possiamo discutere se sono
> elementi buoni o no (anche perché non sono buoni) ,ma
> questo è l’uomo.

Ti assicuro che il socialismo non è contro la natura umana e che quest'ultima non è proprio come tu sostieni: http://worldsocialism.blog.excite.it/permalink/309401

> Se ancora non fossi convinto… leggi i classici.
> Ti invito a darti una ripassatina (sempre in tono
> più che amichevole) agli economisti classici e
> soprattutto ad uno che sarà sicuramente tuo
> ispiratore: Carl Marx.
> Leggi Marx, ma non leggerlo su testi faziosi,
> leggilo su testi tecnici e vedrai cosa dicono
> del plusvalore. Leggi la critica pura, non la
> critica socialista da intellettuali centro di
> interesse.

Tra le altre cose ho letto anche "Il Capitale - Libro primo" di Karl Marx, che consiglio a tutti, soprattutto ai lavoratori salariati/stipendiati.

> Lo stesso Marx dopo avere elaborato quella legge
> (legge matematica…e con questo ho risposto anche
> e nuovamente ad Ivan Verdi), capì che tale sistema
> dal punto di vista economico e sociale, non poteva
> funzionare. Era un’UTOPIA!

Marx fu un socialista scientifico e prese nettamente le distanze dagli altri tipi di socialismo, tra cui quello utopistico!

Saluti socialisti,

--
Gian Maria Freddi
Capitalismo? No grazie! Condizioni d'uso inaccettabili. Autorizzazione non valida. Data di scadenza imminente.
Da ognuno secondo le proprie capacità, a ognuno secondo i propri bisogni. Socialismo è ...Libero Accesso... è il Mondo per i Lavoratori.
http://www.worldsocialism.org - http://worldsocialism.blog.excite.it

Gian Maria Freddi 26.06.05 21:43| 
 |
Rispondi al commento

signor Grillo, si interessi all'Open Source. E' un movimento nato in informatica ma sta dando coraggio ai Governi di ribellarsi alle Multinazionali.
Saluti

Alessandro Mordente 26.06.05 20:37| 
 |
Rispondi al commento

X GIAN MARIA FREDDI da Luca Tittoni.

SOCIALISMO?
PER CORTESIA PARLIAMO DI COSE SERIE…
NON FACCIAMO GLI INTELLETTUALI DI FRONTE AI REALI PROBLEMI DEL PAESE!!!

Scusa una cosa: innanzitutto mi chiamo Luca Tittoni e non Luca Fittoni.

Se devi citarmi per presentare una tua critica (più che legittima, essendo in un blog) ad una mia frase…citami con il nome giusto.
Dovere, non stizza…sai che presa per il c… se anche gli altri “criticandomi” scrivessero: Luca Fittoni ha scritto:….

Caro Gian Maria (scusa, mi permetto di darti del tu), credo che qui si stia scivolando dal tecnico al filosofico, dal pratico al dottrinale. Un conto sono i reali problemi del paese, un conto è discutere di economia classica.
Io non approvo quel sistema che tu chiami VERO SOCIALISMO. Innanzitutto perchè troppe volte ci è stato descritto come il paradiso terrestre e troppe volte si è dimostrato cosa ben diversa. Attento…
Ammetto che la mia critica può essere lacunosa, dato che tu affermi: il vero socialismo non è stato provato ecc ecc.
Ok, (non sono proprio d’accordo),ma su questo posso anche passarci.
Ora ti dico: se applicassimo il tuo sistema di “amore”, uguaglianza, mancato sfruttamento, assenza di privilegi, ecc ecc scaviamo la fossa a questo paese in 24 ore.
Non so, ironicamente forse penserai: “dato che un piede nella fossa gia ce lo abbiamo, sbrighiamoci a completare l’opera?”. Non penso…
Avendomi citato…e criticato…io mi permetto di muoverti una critica.

Questa è la mia opinione… al perché il vero socialismo non funzionerebbe.
Il vero socialismo è un fallimento. Non c’è bisogno che sia provato o meno, è un sistema che va contro la vera natura dell’uomo. L’uomo ha una sua caratterizzazione ben precisa, dei connotati. Possiamo discutere se sono elementi buoni o no (anche perché non sono buoni) ,ma questo è l’uomo. Applicare un sistema che va totalmente contro questi elementi, implica una reattività rivoluzionaria. Il sistema imploderebbe. Possiamo solo impegnarci affinché questi elementi siano ridotti al minimo,al “fisiologico”, ma c’erano,ci sono e sempre ci saranno. E’ la storia e la vita dell’uomo, non i testi di socialismo a dirci queste cose!
Detto questo, non ti dico che il capitalismo di harvard sia il sistema migliore…me ne guarderei. Forse il sistema migliore per produrre ricchezza ce l’avevamo noi…ma lo stiamo snaturando, un po’ per esigenze finanziarie, un po’ per la globalizzazione.

Se ancora non fossi convinto… leggi i classici.
Ti invito a darti una ripassatina (sempre in tono più che amichevole) agli economisti classici e soprattutto ad uno che sarà sicuramente tuo ispiratore: Carl Marx.
Leggi Marx, ma non leggerlo su testi faziosi, leggilo su testi tecnici e vedrai cosa dicono del plusvalore. Leggi la critica pura, non la critica socialista da intellettuali centro di interesse.
Lo stesso Marx dopo avere elaborato quella legge (legge matematica…e con questo ho risposto anche e nuovamente ad Ivan Verdi), capì che tale sistema dal punto di vista economico e sociale, non poteva funzionare.
Era un’UTOPIA!
Ecco, il tuo forse è un sistema utopico che può andare bene in assenza di problemi,ma una volta che i problemi ci sono… è un fallimento.

Se studi economia o te ne appassioni, studiala su testi tecnici, non farti paladino di faziosità fallite.


Luca Tittoni 26.06.05 19:47| 
 |
Rispondi al commento

Il socialismo (o comunismo) non è certamente ancora stato provato. Quello che è stato provato e che è fallito in Russia e nell’Europa dell’est non era socialismo, ma capitalismo di stato sotto dittatura di un singolo partito politico. Quello che è successo in questi paesi dimostra, non che il socialismo non può funzionare, ma che neanche la peggiore e più spietata dittatura può far funzionare il capitalismo nell’interesse della maggioranza – poiché il sistema economico in Russia era sempre basato sui principi capitalistici: i beni e i servizi venivano prodotti per la vendita e la gente doveva vendere le proprie capacità lavorative per una retribuzione allo scopo di ricevere denaro per comprare le cose necessarie per vivere. È vero che c’era essenzialmente solamente un grande datore di lavoro, lo Stato, ma, così come i datori di lavoro privati dell’occidente, l’intenzione era di fare un profitto, con il quale il gruppo padronale privilegiato che controllava lo stato manteneva sé stesso.
Il vero socialismo è assolutamente del tutto differente. È un mondo senza frontiere, senza stati armati, senza privilegi di classi, dove le risorse della Terra sono un patrimonio comune di tutte le persone del mondo e sono usate per il reciproco beneficio di tutti. Questa è l’unica struttura con la quale i problemi che affliggono l’umanità in generale e quelli che lavorano per salari in particolare – stress al lavoro, pubblici servizi inadeguati, guerra e minaccia di guerra, distruzioni ecologiche, fame nel mondo, e tutto il resto – possono essere risolti. Ecco perché operare a favore di questo scopo è in definitiva l’unica attività politica costruttiva e proficua.

--
Gian Maria Freddi
Capitalismo? No grazie! Condizioni d'uso inaccettabili. Autorizzazione non valida. Data di scadenza imminente.
Da ognuno secondo le proprie capacità, a ognuno secondo i propri bisogni. Socialismo è ...Libero Accesso... è il Mondo per i Lavoratori.
http://www.worldsocialism.org - http://worldsocialism.blog.excite.it

Gian Maria Freddi 26.06.05 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me finche continuiamo a mettere difronte capitalismo e comunismo non andremo lontano. Esse infatti sono due teorie economiche opposte ma sempre riconducibili al tema della produzione industriale. Il comunismo applicato in URSS ha fallito perchè i suoi dirigenti una volta arrivati al potere si sono preoccupati solo di non perderlo comportandosi quindi come i despoti che avevano cacciato con la rivoluzione perdendo quindi ogni contatto con i problemi della gente comune, il capitalismo invece agisce in maniera più sottile: esso infatti si basa sull'illusione che anche i più poveri un giorno potranno diventare come i ricchi tralasciando il piccolo particolare che per ogni nuovo ricco si creano migliaia di nuovi poveri. Per questo motivo il sistema capitalista è più longevo. Ora però esso si sente minacciato dalle economie asiatiche che, provenendo da uno stato di sottosviluppo, hanno estremizzato le sue teorie: tantissimi lavoratori con paghe bassissime e prodotti a prezzi stracciati.
In occidente i nostri sedicenti economisti per risolvere il problema della concorrenza non fanno altro che ripetere le stesse cose: crescita, Pil, ricerca, innovazione con l'unico scopo di creare ricchezza attraverso la produzione di nuovi beni senza però dire che in pochi poi saranno in grado di acquistarli a causa degli stipendi bassi dei lavoratori e della saturazione del mercato !
Abbiamo tutto di tutto!
In Cina per forza che l'economia cresce , fino a pochi anni fa non avevano niente in confronto a noi !
Ciò di cui gli economisti moderni dovrebbero occuparsi, se ne sono in grado, è di formulare un nuova teoria economica che ci svincoli dalla produzione per garantire una dignitosa sussistenza globale.
L'economia di mercato è vecchia, superata, non possiamo tornare indietro come è ora la Cina, noi da quel livello siamo gia passati ma nessuno lo dice.
Dobbiamo guardare oltre il mercato !

Luca C. 26.06.05 18:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

No però certe cose non si possono dire
la matematica non è un opinione
Innanzi tutto non deovete venire qui a fare i fan di beppe grillo e dirmi che i cinesi stanno meglio di noi.
I cinesi stanno ampliamente peggio degli schiavi romani e di chi ha costruito le piramidi, e la cosa è ampiamente diostrabile.
Secondo i rumen non sono piu' ricchi di noi
e non lo saranno mai.Perchè se diventeranno piu' ricchi di noi le fabbriche partite dall'italia e andate in romania semplicemte torneranno in italia
Terzo la maggior parte della gente che scrive insulta fino alla morte i giovani ma non li conosce provate ad andare in una qualsiasi università statale e ditemi quanti giovani lavorano e studiano con un livello di interesse eccellente, ne rimarreste strasorpresi.Se l'italia è in declino non è certo per colpa dei giovani.
Credete che siano loro a guardare tutto il giorno maira de filippi?
non prendiamoci in giro.
La televisione i giovani la guardano davvero poco, a aprte lo sport.

ALessandro Sbarufatti 26.06.05 17:59| 
 |
Rispondi al commento

Luca Fittoni ha scritto:

> Per me l’economia è solo un mezzo per garantire alla comunità, una interrelazione di elementi
> e garantire uno sviluppo sostenibile, il più possibile equo ed ecocompatibile.

Il sistema economico è la base di qualsiasi società ed è il modo in cui i suoi membri sono organizzati per la produzione e la distribuzione della ricchezza.
Oggi la causa della stragrande maggioranza dei problemi economici, sociali e ambientali è proprio il sistema economico (capitalismo).
Cosa c’è di sbagliato nel capitalismo? Quello che è sbagliato nel capitalismo è che è basato sul privilegio di classe e sullo sfruttamento. I mezzi per produrre la ricchezza – i mezzi con i quali la società sopravvive – sono monopolizzati da una piccolissima minoranza della popolazione, o in modo personale o indirettamente attraverso lo stato, col risultato che tutti gli altri devono vendere le proprie capacità lavorative a quella minoranza per una retribuzione, per un salario che non può mai essere equo rispetto al valore di quello che produciamo – in altre circostanze non ci sarebbe alcun profitto. Ed è il profitto che procura a quella minoranza il suo reddito privilegiato e che è lo scopo incurante della produzione sotto il capitalismo.
Quello che è sbagliato nel capitalismo è che la sua lotta di competizione per i profitti porta ad aumentare i ritmi di produzione, stress e insicurezza al lavoro, a danneggiare l’ambiente, a guerre e spreco per preparativi di guerra che le spese per armi rappresentano.
Il capitalismo può operare solo nel modo in cui opera – come un sistema di produzione di profitto mettendo i profitti prima di qualsiasi altra cosa – e non può essere riformato per agire in qualsiasi altra maniera. Questo è il motivo per cui quando cambiano i governi non cambia niente. I governi, qualunque siano i loro colori politici, non possono modificare le leggi economiche del capitalismo. Proprio l’opposto di fatto. Loro devono applicare queste leggi, così come abbiamo visto tante volte, quando i nuovi governi che hanno promesso di riformare il capitalismo per farlo operare nell’interesse di tutti finiscono col ridurre i salari (reali), i benefici e i servizi pubblici allo scopo di proteggere i profitti. Senza dubbio in qualche caso i membri di questi governi erano assolutamente sinceri. Ma questo non è il punto. Non è in discussione cosa vogliono fare, ma cosa possono fare – o piuttosto non possono fare – all’interno della struttura del sistema del profitto. Il capitalismo semplicemente non può essere riformato per operare nell’interesse della maggioranza della popolazione e chi continua a votare per un qualsiasi politico, di destra, di sinistra o di centro (??!) che promette di amministrarlo meglio degli altri, di fatto continua a sostenere questo sistema profondamente iniquo che ci sta portando verso l’autodistruzione.

Ciao,

--
Gian Maria Freddi
Capitalismo? No grazie! Condizioni d'uso inaccettabili. Autorizzazione non valida. Data di scadenza imminente.
Da ognuno secondo le proprie capacità, a ognuno secondo i propri bisogni. Socialismo è ...Libero Accesso... è il Mondo per i Lavoratori.
http://www.worldsocialism.org - http://worldsocialism.blog.excite.it

Gian Maria Freddi 26.06.05 17:56| 
 |
Rispondi al commento

X IVAN VERDI
from: Luca Tittoni
Alessandra Mussolini? No grazie! Ma…

Caro Ivan.
Ho letto con vivo interesse quanto hai scritto e le critiche da te mosse, a quelle mie idee decisamente provocatorie.

Innanzitutto, vorrei precisare una cosa:
non mi sembra di avere assolutamente paragonato (o citato anche indirettamente) l’Economia a nessuna disciplina, in primis matematica, biologia, fisica ecc ecc.
Scusa Ivan, ma non vedo la necessità di paragonare l’economia a tali discipline. Se discutiamo di economia parlando delle ideologie in ambito dottrinale è una cosa, allora benvenga il termine disciplina; ma se parliamo di un mezzo pratico per regolare lo sviluppo socio economico di una comunità, allora il termine disciplina lasciamolo ai filosofi dell’economia.
Io non mi colloco ad un livello così alto. La dottrina economica non era lo scopo del mio dire.
Per me l’economia è solo un mezzo per garantire alla comunità, una interrelazione di elementi e garantire uno sviluppo sostenibile, il più possibile equo ed ecocompatibile.
Il modello in grado di far ciò, visto che hai introdotto il termine disciplina, lo lascio stabilire alle scienze sensate come la matematica, visto che quest’ultima è parte integrante dell’economia stessa.
Oddio, possiamo sempre dire che una disciplina sensata come la matematica si presta a determinare una disciplina (che forse non è neppure una disciplina,secondo quanto dici te) insensata come l’economia. Per me è un mezzo paradosso, ma è anche possibile, non dico di no.
Ripeto, queste cose le lascio alla dottrina, “io volavo più basso”.
Per ciò che riguarda l’esercizio del suffragio in modo maggiormente deciso, chiarisco la mia posizione. Votare per Alessandra Mussolini ( ribadisco che io non mi identifico assolutamente nella Mussolini o in quella ideologia caratterizzante) è una provocazione politica. Per me la Mussolini è solo uno strumento che permette di esprimere elettoralmente, il mio dissenso verso questi ladri camaleontici dai comuni scopi ed ormai dalle comuni ideologie.
A me, se te voterai per la Mussolini o per Bertinotti non interessa. Interessa l’ input che mandi.
Penso che in tutto questo una cosa debba essere chiara: vogliamo cambiare questo paese? Bene! Allora dobbiamo mandare un segnale. Che il segnale sia di disappunto, di protesta, di ribellione, perché proseguire con questa immobilità politica – tecnica – culturale - istituzionale ecc ecc è un cappio al paese.
La protesta elettorale si esercita o disperdendo il proprio suffragio ai partiti minori (coloro i quali non andranno mai al potere) o disertando le urne. Il modo e (eventualmente) per chi, sceglilo te.. siamo in democrazia…l’importante è che qualcosa venga fatto.
Forse io e te vogliamo le stesse identiche cose (e mi permetto di togliere il forse), ma alla base abbiamo un’asimmetria di giudizio. Forse tu sei tra coloro che credono al fatto che votando per l’Ulivo, l’Unione ecc ecc cambieranno le cose. Io non sono tra questi.
Penso che la coalizione che sosterrà il candidato Romano Prodi non è una coalizione capace neppure di fare opposizione, onde per cui al governo non li mando. O meglio il mio suffragio non sarà per loro. Ovvio che non voterò per Berlusconi visti gli eventi direttamente imputabili a lui (perché bisogna anche ammettere che sui temi economici, il governo di destra è stato ANCHE prigioniero della congiuntura internazionale). Ecco che mancando una valida alternativa e date le condizioni in cui versa questo paese, o diserterò le urne per protesta, o voterò protestando.
Quanto ai danni, non preoccuparti, ho gia votato così… e l‘ effetto che ho ottenuto, è stato quello di essere tra quel 2/3% che ha impedito a Storace di restare alla Regione Lazio. Non credo di avere fatto tutto questo danno ?!(che poi Berlusconi lo ha mandato alla sanità per alleanze politiche e giochi di potere… è cosa ben diversa).
Per quanto riguardano le compagnie inerenti la Mussolini, cioè i vari Tilgher ecc ecc sono pienamente a conoscenza di ciò. Credo però, che tu non sia a conoscenza di una cosa: la Mussolini si accompagna con questa gente, con terroristi ecc ecc, insomma con gente non raccomandabile. Ora ti chiedo. Ma Berlusconi? Ma De Mita? Ma Cirino Pomicino? Ma De Michelis? Ma Bossi e Maroni? Ma Andreotti? Ma D’Alema?Ma Bertinotti? Ma Cossutta amico di Milosevic? Vedi Ivan… chi è pulito scagli la prima pietra…e tra questi(QUASI) nessuno è pulito. Se ti leggi un po’ di storia della mafia italiana od un po’ di storia del terrorismo di destra e di sinistra ( e ti assicuro che su questi temi non mi trovi impreparato), vedrai che tra i tanti moderati (o pseudo tali) che milioni di persone votano, nessuno di questi è pulito. Collusioni totali con ambienti poco raccomandabili ecc ecc Vedrai allora che i tanti moderati sono “compagni” (passami il termine, non mi riferisco in nessun modo offensivo ai tanti di sinsitra, che esercitano onestamente la loro ideologia politica) di criminali, che di omicidi ne hanno commessi in modo triplo e quadruplo rispetto a quel pazzo criminale di Izzo.
Che dire???
Un saluto a te ed a tutti.
Luca Tittoni.

Luca Tittoni 26.06.05 17:09| 
 |
Rispondi al commento

Sono convinto che l'Italia sia ancora un paese molto ricco,xkè se siamo qui a lamentarci sempre,vuol dire che siamo abituati bene no?
Il Nostro problema è la mentalità credo. Non sono un economista, ma ho le mie idee.
Vivo a Torino,1 volta città piena di lavoro (anche oggi non fà poi skifo!). Vedo solo nascere centri commerciali ad insegna francese o tedesca, con il loro bel Mc Monnezza a fianco x andare a mangiare a 5 Euro. Forse in questo modo si creeranno posti di lavoro, ma quale paese si arricchisce? Non credo il Nostro!
Inoltre Noi Italiani non compriamo i Nostri prodotti,x carità,fanno schifo!Come le automobili ad esempio.Però i catorci fatti all'estero compriamoli xkè fà figo!
Forse il mio non è 1 pensiero molto aperto alla globalizzazione,ma io vivo e mangio in Italia e se affonda lei affondo pure io.

andrea ricci 26.06.05 16:30| 
 |
Rispondi al commento

Ivan Verdi ha scritto:

> Caro GM Freddi, qualunque elaborazione (politica monetaria,
> politica economica ecc.) che parta dal dato che l'attuale
> inflazione è del 2% annuale....parte dal nulla ed arriva al
> nulla!!

Sì, ma allora non sono studi scientifici.

> Le panzane dell'economia non fanno paura alle classi
> privilegiate.....le fanno le classi privilegiate!!

Verissimo, infatti è l'analisi scientifica dell'economia, la realtà, che fa paura alle classi privilegiate, per questo motivo la tengono ben nascosta con varie ideologie costruite ad hoc (dall’istruzione ai mass media).

Ciao,

--
Gian Maria Freddi
Capitalismo? No grazie! Condizioni d'uso inaccettabili. Autorizzazione non valida. Data di scadenza imminente.
Da ognuno secondo le proprie capacità, a ognuno secondo i propri bisogni. Socialismo è ...Libero Accesso... è il Mondo per i Lavoratori.
http://www.worldsocialism.org - http://worldsocialism.blog.excite.it

Gian Maria Freddi 26.06.05 16:30| 
 |
Rispondi al commento

@Postato da: ivan verdi il 26.06.05 15:23

E S A T T O

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 26.06.05 15:48| 
 |
Rispondi al commento

Caro GM Freddi, qualunque elaborazione (politica monetaria, politica economica ecc.) che parta dal dato che l'attuale inflazione è del 2% annuale....parte dal nulla ed arriva al nulla!!

Le panzane dell'economia non fanno paura alle classi privilegiate.....le fanno le classi privilegiate!!

Ciao

ivan verdi 26.06.05 15:23| 
 |
Rispondi al commento

Scusate ma a leggere queste panzane mi viene solo da ridere.Caro predicatore Grillo,o ai girato poco o informati meglio.Ti posso garantire che paesi tipo la Romania sono almeno 40 anni indietro rispetto all'Italia.Mi stupisce,tu col Porsche in autostrada non vedi quante macchine da 40000 € almeno che circolano?Telefonini ultima generazione da 600 € che ti lavano anche i piatti coi loro relativi consumi?Vacanze a iosa?(Quando c'è stato lo tsunami c'erano quasi 5000!!! italiani da quelle parti).In Italia ci sono circa 5 milioni di poveri,1 milione e mezzo di persone che superano il miliardo(tra cui tu),50 milioni di autoveicoli,20 milioni di motorini,non so quanti televisori al plasma ecc ecc...Ti assicuro che la Romania o anche solo la Polonia che è messa molto meglio questo benessere se lo sogna,e per molto tempo ancora.Abbiamo 7000 tipi di problemi e tutto quello che vuoi,ma finchè ci sono persone che manifestano per il calcio invece che per una nuova tassa e 300 km di code ogni w-end stai tranquillo che significa che così a picco non stiamo andando.Gira prima di parlare!Basta fare i predicatori e i finti annunciatori della verità assoluta.Sei un comico eccellente,i tuoi spettacoli sono fantastici,non hai bisogno di fare il predicatore per riempire i teatri,ci riusciresti cmq,e sarei il primo a venirti vedere.Regards

Luca Ponzini 26.06.05 14:59| 
 |
Rispondi al commento

Ivan Verdi ha scritto:

> l'economia è una disciplina insensata, niente a che fare con Fisica, Matematica, Biologia ecc. ecc.

Non è assolutamente vero. Esistono validi e relativamente recenti studi scientifici a riguardo. Evidentemente sono studi che infastidiscono non poco le classi dominanti/privilegiate...

--
Gian Maria Freddi
Capitalismo? No grazie! Condizioni d'uso inaccettabili. Autorizzazione non valida. Data di scadenza imminente.
Da ognuno secondo le proprie capacità, a ognuno secondo i propri bisogni. Socialismo è ...Libero Accesso... è il Mondo per i Lavoratori.
http://www.worldsocialism.org - http://worldsocialism.blog.excite.it

Gian Maria Freddi 26.06.05 14:32| 
 |
Rispondi al commento

x FANTUZZI

Quindi non capisco il tuo postato a me indirizzato.

Questo:

Postato da: Mario Fantuzzi il 26.06.05 12:33

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 26.06.05 14:30| 
 |
Rispondi al commento

x MARIO FANTUZZI

Io rispondevo a questo tuo post:

Ho la sensazione che la responsabilità di questa situazione sia di tutti noi,ogni buon padre di famiglia è consapevole che non può spendere più di quanto guadagna, lo Stato sostiene dei costi esagerati a partire dal sistema politico a terminare con l'ultimo degli usceri.

(evidenzio)_____

__Noi italiani siamo abituati ad andare al supermercato e se un promoter offre un omaggio noi facciamo la fila 2 volte e magari anche se la terza non sapremmo cosa farne dell'omaggio lo prendiamo per un cugino, siamo degli insaziabili spreconi e pensiamo sempre di essere i più furbi._________

Alla base non c'è nessun politico che abbia il coraggio di dire "IO TAGLIO" perchè non realizzerebbe un voto, allora ci vorrebbe un candidato premier coscezioso che governi un popolo saggio.
Postato da Mario Fantuzzi il 25.06.05 17:25

QUINDI TI HO RISPOSTO:

Io sono una buonissima madre di famiglia che guadagna MENO di quanto DEVE...DEVE...DEVE...spendere per realizzare una VITA DIGNITOSA!! !|!
E c'è chi non guadagna AFFATTO!
C'è chi IL GUADAGNO è stato tolto....ecc.ecc.
Certo ci sono anche gli SPRECONI, li vedo, li conosco.
Ci sono delle mie conoscenti che addirittura "segnano" nelle boutique pur di apparire...ridicole due volte!
Ti prego, non sentenziare senza analizzare tutti i fattori!
Grazie.
Postato da Elisabetta Carosi il 25.06.05 18:12

AHO, tutti con la memoria corta qui!

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 26.06.05 14:28| 
 |
Rispondi al commento

(scherzo!)

D&B?? che è Dolce&Bomboloni?premiata pasticceria?
no no,non vi preoccupate!
Grillo è un simpaticone scherza..è tutto falso!!
Wall Street Journal?? un giornale di muratori comunisti!!
tranquilli abbiamo una crescita superiore alla Cina...gli altri stati dell'Unione Europea sono invidiosi e dicono che tutto va male..lo fanno apposta!!ce l'hanno con l'Italia...
solo la Finlandia ci ama pazzamente...
tutti ricchi!!
tranquilli!! Hale? un birraio??

Francesco Spina Commentatore in marcia al V2day 26.06.05 13:54| 
 |
Rispondi al commento

D'accordo!! E' chiaro che la parola terrorismo non si deve neppure considerare!!

La cosa fondamentale è che la "VICINANZA" di elementi quali mussolini e forza nuova ad ambienti di estrema destra, molto pericolosi, è molto maggiore di quella di Rizzo (??), Bertinotti (???), i Verdi (????) al terrorismo rosso.

Arriverei a dire che mussolini e forza nuova sono l'estrema destra. Comunisti italiani, Rifondaz. comunista, i Verdi poi, mi sembrano un po' meno estremi.

Ciao.

ivan verdi 26.06.05 13:29| 
 |
Rispondi al commento

Caro Luca Tittoni, ho letto il tuo post "lungo".

Anche il sottoscritto nei giorni precedenti ha scorrazzato per il blog. E' chiaro che non ti invito a legere quanto ho scritto, perché sarebbe impossibile da fare. In un messaggio invitavo ad andare avanti concretamente, esercitando al meglio il diritto di voto (è possibile? Mah!).

Due cose però voglio dirle:

- l'economia è una disciplina insensata, niente a che fare con Fisica, Matematica, Biologia ecc. ecc.

- votare per "la Mussolini"??

Ascolta caro Luca Tittoni, io non voglio fare il maestro nè di vita nè di politica. Mi limito a riportare alcune considerazioni in ordine sparso, sperando come sempre che servano a riflettere:

"la Mussolini" si accompagna a personaggi tipo Tilgher, forza nuova e compagnia cantante; espressione di ideologie violente, razziste, xenofobe, con atteggiamenti e comportamenti che spesso sono sfociati in gravissime violazioni del codice penale;

avrai seguito nei mesi scorsi la terribile vicenda del mostro del Circeo, Izzo; ti faccio osservare che questo personaggio ha rivelato una serie impressionante di delitti, risalenti agli anni del terrorismo "nero", confessando i suoi agganci con esponenti dell'estrema destra!!

Quindi caro Luca, io sono il primo a dire di votare, di esercitare democraticamente questo nostro importante diritto, di proporre il partito di Grillo ecc. ecc.

Ma per favore stiamo attenti a quello che facciamo. Pensiamoci bene prima di scrivere certe sparate. Gia siamo nella mm....da fino al collo, se poi dobbiamo tirare la catenella con le nostre stesse mani!!

Ciao e rifletti bene prima di fare danni!!

Postato da: ivan verdi il 26.06.05 12:44

caro ivan, il tuo pensiero non è sbagliato ma incompleto....se come dici tu non bisogna votare la Mussolini per le sue tendenze estremiste,e perchè quel pazzo di Izzo è di tendenza "nera", allora non bisogna votare nemmeno i comunisti di Rizzo o Bertinotti e i Verdi di Pecoraro Scanio in quanto sono estremisti violenti dell'estrema sinistra perchè appoggiano o hanno appoggiato le varie BR e compagnia cantando negli anni di piombo e tutt'ora appoggiano i vari Caruso e "fumati" che hanno l'unico intento di mangiare,spaccare vetrine e banche e vedere film al cinema a sbafo e si divertono a far licenziare camerieri per non aver pagato il conto (che bel proletariato del cavolo)...!Quindi,prima di parlare pensa anche alle BR di oggi che hanno ammazzato il prof. Biagi,l'agente della polfer Emanuele Preti, e l'altro (che stava nello staff dell'ex ministro del lavoro Bassolino),che in questo momento non ricordo come si chiama!.

raffaele p. 26.06.05 13:00| 
 |
Rispondi al commento

Caro Luca Tittoni, ho letto il tuo post "lungo".

Anche il sottoscritto nei giorni precedenti ha scorrazzato per il blog. E' chiaro che non ti invito a legere quanto ho scritto, perché sarebbe impossibile da fare. In un messaggio invitavo ad andare avanti concretamente, esercitando al meglio il diritto di voto (è possibile? Mah!).

Due cose però voglio dirle:

- l'economia è una disciplina insensata, niente a che fare con Fisica, Matematica, Biologia ecc. ecc.

- votare per "la Mussolini"??

Ascolta caro Luca Tittoni, io non voglio fare il maestro nè di vita nè di politica. Mi limito a riportare alcune considerazioni in ordine sparso, sperando come sempre che servano a riflettere:

"la Mussolini" si accompagna a personaggi tipo Tilgher, forza nuova e compagnia cantante; espressione di ideologie violente, razziste, xenofobe, con atteggiamenti e comportamenti che spesso sono sfociati in gravissime violazioni del codice penale;

avrai seguito nei mesi scorsi la terribile vicenda del mostro del Circeo, Izzo; ti faccio osservare che questo personaggio ha rivelato una serie impressionante di delitti, risalenti agli anni del terrorismo "nero", confessando i suoi agganci con esponenti dell'estrema destra!!

Quindi caro Luca, io sono il primo a dire di votare, di esercitare democraticamente questo nostro importante diritto, di proporre il partito di Grillo ecc. ecc.

Ma per favore stiamo attenti a quello che facciamo. Pensiamoci bene prima di scrivere certe sparate. Gia siamo nella mm....da fino al collo, se poi dobbiamo tirare la catenella con le nostre stesse mani!!

Ciao e rifletti bene prima di fare danni!!

ivan verdi 26.06.05 12:44| 
 |
Rispondi al commento

X ELISABETTA CAROSI:
Forse ho espresso in maniera confusa il mio concetto, ma io non intendevo sentenziare contro chi ha problemi a tirare a fine mese, io punto il dito sugli sprechi sotenuti dalle amministrazioni: facendo attenzione agli accessi del Palazzo Civico (N°3) ci rendiamo contro che circa dieci persone tra Vigli e commessi fanno presidio, e questo se non si chiama spreco come lo vogliamo definire? Se chiunque come me ha l'occasione di accedere all'interno delle sedi della pubblica amministrazione, sanità e via dicendo si renderà conto che tante sono le persone dedite al lavoro ma tante altre non sanno per quale motivo si alzano la mattina. Allora smettiamola di sentirci dei Buoni Sammaritani facciamo lavorare chi ha voglia e se lo merita e smettiamola di buttare i soldi dalla finestra.

Mario Fantuzzi 26.06.05 12:35| 
 |
Rispondi al commento

X ELISABETTA CAROSI:
Forse ho espresso in maniera confusa il mio concetto, ma io non intendevo sentenziare contro chi ha problemi a tirare a fine mese, io punto il dito sugli sprechi sotenuti dalle amministrazioni: facendo attenzione agli accessi del Palazzo Civico (N°3) ci rendiamo contro che circa dieci persone tra Vigli e commessi fanno presidio, e questo se non si chiama spreco come lo vogliamo definire? Se chiunque come me ha l'occasione di accedere all'interno delle sedi della pubblica amministrazione, sanità e via dicendo si renderà conto che tante sono le persone dedite al lavoro ma tante altre non sanno per quale motivo si alzano la mattina. Allora smettiamola di sentirci dei Buoni Sammaritani facciamo lavorare chi ha voglia e se lo merita e smettiamola di buttare i soldi dalla finestra.

Mario Fantuzzi 26.06.05 12:33| 
 |
Rispondi al commento

Tutti i politici che sono in parlamento hanno perfettamente ragione: rappresentano veramente il Paese. Infatti, rappresentano l’incapacità di moltissimi italiani di farsi rispettare e la capacità di farsi truffare. Giustamente, se qualsiasi chiromante può con enorme facilità truffare milioni di italiani, tantissimi politici si sentono in dovere di fare almeno altrettanto, dato che sono più colti di un semplice indovino. Poi, di che cosa ci lamentiamo se nella nostra falsa e nauseabonda società, dove l’onesto viene disprezzato, quasi tutti seguono la moda di truffare il prossimo? I politici rispecchiano il volto di quasi tutti gli italiani. E lo specchio Eduardo lo chiamava 'o scostumato, 'o parlanfaccia: l'unica cosa di questo mondo che quando parla dice la verità. Poi, aggiungeva: “Ah, no, no, no. No, mi sbaglio, c'è un'altra cosa che non dice bugie: 'a morte.” E in che cosa si può ancora sperare quando troppe persone combattono come kamikaze, facendoci sprecare ricchezze immense solo per distruggere la vita e poi sono indifferenti nei confronti dei valori che possono rendere la convivenza civile e umana? Il grossissimo guaio caratteristico dell'Italia è che quando ci si ribella lo si fa solo contro le cose giuste. E c’è chi disprezza il Medioevo come un’era lontana da noi. Infatti, siamo ancora nell’età della pietra. E se avessimo pietre non inquinate, non staremmo neanche troppo male. Che cosa pensate che ci rende progrediti, il Notebook? il Fotofonino? i Mega Pixel? i Giga Hertz? i 16x…? Solo sudiciume, se non si acquista la capacità di rispettarsi reciprocamente. Solo così si può essere rispettati anche dai politici, cioè costruire un Paese realmente progredito.

Stefano Di Pasquale 26.06.05 12:30| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE CON L'ULTIMA LEGGE DEL NANO E AMICI HO AVUTO UN CALO DELLE TASSE UDITE UDITE UNA IMMANE E STRATOSFERICA QUANTITA' DI€ CIRCA... 2.5€... MENSILI, ORA UN CONSIGLIO HA QUALE DEI SEGUENTI GENI DOVREI RIVOLGERMI PER FAR FRUTTARE I SOLDI A SINISCALCO,TANZI,TREMONTI,VISCO,CRAGNOTTI,FAZIO,O MEGLIO COMPRARE UN PANFILO,UNA VILLA CON ANFITEATRO,UNA BANCA O UNA SQUADRA DI CALCIO,E CON IL RESTO FARE IL GIRO DEL MONDO

valentini roberto 26.06.05 12:16| 
 |
Rispondi al commento

CI DECIDIAMO O NO A RIBELLARCI!!!!!!!!!!!!!!!

Al mio post delle 1:29 del 26/6 (post lunghetto direi) pensavo non avrebbe risposto nessuno. Invece ho visto che qualcuno ha capito il mess.che volevo mandare. Un messaggio di amore per il nostro paese e per il nostro futuro. Italiano, non farti usare, non farti prendere per il naso!Usa il tuo potere, usa il tuo diritto di voto, e mandiamo un segnale forte.Perche questi politici si coprono dietro simboli diversi, ma nel mandare a rotoli questo Stato, sono tutti uniti. Nessuno escluso! Io non ci sto! Io Prodi a capo del governo, che verrà silurato dopo un anno non ce lo voglio, e Berlusconi idem!
So che non c'è una forza alternativa in cui credere, e ribadisco che io non mi identifico ne nei comunisti, ne nei fascisti. Se solo ci fosse un qualcuno in cui credere...lo voterei subito!
Intanto però, voto facendo protesta!Come i francesi con Le Pen...sotto questo aspetto noi italiani abbiamo sempre da imparare!
ITALIANO RIBELLATI, NON DORMIRE,NON ACCONSENTIRE A QUESTI LADRONI,NON FARTI USARE...IL TUO PRESENTE NON SARA' UGUALE AL FUTURO DEI TUOI FIGLI!

Luca Tittoni 26.06.05 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Claudio Carli ha scritto:

> l'ha capita fin troppo bene yang la parola socialismo

Sicuramente non ha capito che Socialismo (quello vero) e Stato sono incompatibili. Proprietà statale non è proprietà comune (o sociale).

--
Gian Maria Freddi
Capitalismo? No grazie! Condizioni d'uso inaccettabili. Autorizzazione non valida. Data di scadenza imminente.
Da ognuno secondo le proprie capacità, a ognuno secondo i propri bisogni. Socialismo è ...Libero Accesso... è il Mondo per i Lavoratori.
http://www.worldsocialism.org - http://worldsocialism.blog.excite.it

Gian Maria Freddi 26.06.05 11:46| 
 |
Rispondi al commento

l'ha capita fin troppo bene yang la parola socialismo

claudio carli 26.06.05 11:12| 
 |
Rispondi al commento

Resistiamo, ancora qualcuno c'è:

Solidarietà 2010. Il futuro della Corporate Social Responsibility e il ruolo del Nonprofit.
01-07-2005
Conferenza stampa di presentazione del convegno che si terrà a Milano il prossimo 7 novembre.

Venerdì 1 luglio alle ore 11 a Milano, presso la Sala Falck di Assolombarda (via Chiaravalle 8) si terrà la conferenza stampa di presentazione del convegno “Solidarietà 2010”. Il futuro della Corporate Social Responsibility e il ruolo del Nonprofit, fissato per il prossimo 7 novembre nel capoluogo milanese......

http://www.sodalitas.it/news.php?ID=105

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 26.06.05 10:32| 
 |
Rispondi al commento

Ferdinando Massetto ha scritto:

> x yangcheping
>
> Le tue proposte mi sembrano oltremodo anarchiche, dato che interpreti
> l'esistenza di uno stato come una struttura repressiva e vessatoria.

Beh, su quello ha perfettamente ragione, anche se dimostra come molti di non conoscere il vero significato di "Socialismo".

--
Gian Maria Freddi
Capitalismo? No grazie! Condizioni d'uso inaccettabili. Autorizzazione non valida. Data di scadenza imminente.
Da ognuno secondo le proprie capacità, a ognuno secondo i propri bisogni. Socialismo è ...Libero Accesso... è il Mondo per i Lavoratori.
http://www.worldsocialism.org - http://worldsocialism.blog.excite.it

Gian Maria Freddi 26.06.05 10:29| 
 |
Rispondi al commento

A proposito del paese di bengodi...

http://www.ilmanifesto.it/Quotidiano-archivio/25-Giugno-2005/art15.html

qualcuni può spiegarmi a cosa serve la "C<ORTE DEI CONTI".

Se non l'ascoltano, chiudiamola. Risparmiamo sui loro stipendi!
Un costo in meno.

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 26.06.05 10:12| 
 |
Rispondi al commento

X Lucrezia:

Se vuoi vederti altri video interessanti, vai sul sito di marco travaglio e scaricati i filmati da la...

(trova un digestivo prima)

cia.

stefano cima 26.06.05 09:19| 
 |
Rispondi al commento

L'abbiamo detto in molti: il nostro Paese va male perchè chi è andato al governo ha fatto in modo di curare innanzitutto i propri interessi e di "preparare" lo Stato, stravolgendone le strutture (o cercando di farlo) perchè in esso potesse mantenere il potere a lungo.
Le scelte sono sempre state dettate da due fattori: interesse personale e opinione pubblica. L'interesse personale ha portato al varo di nuove leggi e alla modifica degli equilibri in seno allo Stato (leggi: più potere all'esecutivo, indebolimento del legislativo e del giudiziario); in quest'ottica si è anche lavorato "istituzionalmente" per la conservazione del potere politico e, a più lungo termine, economico.
La ricerca del consenso popolare è invece totalmente legata a tale conservazione; inoltre la distrazione mediatica serve a impedire la consapevolezza (certe leggi vergognosissime sono state approvate nel silenzio generale; studio aperto ha parlato per 5 minuti di una festa di briatore e poi di moda, meteo, un cane abbandonato e soccorso, una foca che aveva imparato a riconoscere i guardiani).

Nella stessa ottica si basa la nuova idea del "partito unico". Berlusconi è alle strette. E' sempre più ricco ma sa benissimo che una sua sconfitta porterebbe a due cose: a)limitazione dei profitti (non potrebbe più arricchirsi come quando governa: in due anni il suo patrimonio è aumentato da 5,9 miliardi di dollari a circa 12) e b)PROCESSI. Sarebbe rovinato. Ecco che tenta la carta del partito unico. Se vince le prossime elezioni non lo si ferma più. Se le perde è rovinato. E' una roulette.
L'importante è PRENDERE VOTI NEL 2006. Il dopo non è molto importante, crede di poter barcamenarsi come in questi 4 anni tra crisi e defezioni. Forse sottovaluta gli alleati.
Dietro la strategia del partito unico con tutti i simboli c'è in realtà una grande Fi che fagocita tutti gli altri. Quindi un partito-baraccone dove il padrone è uno solo e prende ogni decisione. Chi si illude sappia da ora che il leader sarà sicuramente Berlusconi. Cosa ancora più probabile se non passa la riforma costituzionale. Con la riforma infatti il presidente del consiglio può sciogliere il parlamento, ha poteri di nomina sui ministri, ha ampi poteri decisionali sulla Corte Costituzionale. Se invece non passa la riforma, potrebbe ambire al Quirinale lasciando un uomo fidato alla guida di Fi; questo per due motivi: a)potrebbe approvarsi da solo ogni legge b)sommerebbe ai membri della Corte Costituzionale eletti dal Parlamento quelli nominati dal Presidente della Repubblica (e quindi potrebbe mettere uomini fidati che non pongano veti alle sue leggi) c)potrebbe sciogliere le Camere. Poteri enormi e terribili.
In ogni caso spinge sul partito unico, che dovrebbe essere (cito) "d'ispirazione cristiana, liberale, laica, repubblicana e socialista"(!!!!). Cristiani con laici e socialisti (con allargamento anche a radicali e fascisti). Ecco che CONTA SOLO RIMANERE AL POTERE.
ECCO PERCHè QUESTO PAESE è ALLO SBANDO.

Umberto Mas 26.06.05 08:55| 
 |
Rispondi al commento

http://www.miralux.ch/index.html

manuale delle giovani marmotte per iniziare la carriera finanziaria : tutto il necessario dalla A alla Z

ivana iorio 26.06.05 06:56| 
 |
Rispondi al commento

fortunato te che ti lamenti perche ti hanno tolto gli sfizi

claudio carli 26.06.05 06:05| 
 |
Rispondi al commento

C'è poco da dire di questa economia che và in pezzi, secondo i nostri maghi della politica italiana non si è in recessione, ci sono posti di lavoro, ci sono stati aumenti in busta paga, Biagi stava facendo opere pie per noi(bei contratti del c.... Ho 37 anni non ho mai visto regali per nessuno solo sole. Il deficit è una farsa, non è così grave, le tasse non sono aumentate....non vi ci mando per iscritto perchè non serve a nulla, ma tra me e me si, con tutto l'odio per le falsità, l'ipocrisia con il quale dobbiamo convivere tutti i giorni che apriamo la televisione, o sentiamo le finte liti tra partiti(poi tutti a cena da checco allo scapicollo). Vorrei solo che ci fermassimo in tanti milioni di persone per un giorno, mandando un chiaro segno di sdegno a questa maggioranza di indagati, che meriterebbe gli anni di protesta che furono dei gruppi più estremi nel 68 in Italia, ora ormai echeggiano solo pochi che fanno dei falsi ideali fascisti o comunisti, pretesti per esternare, poco di politico, ma tanto della loro ignoranza e delinquenza insita in loro. Se proprio gli ideali esistessero, allora si che questi governi dovrebbero avere paura delle decisioni prese, invece di prendersi gioco di noi.
Sono anni che lavoro con mia moglie, ci siamo creati qualcosa, eppure ora fatico per togliermi pochi sfizi con due stipendi; ma gli altri che futuro avranno??? Che andranno dal Berlusca o dal Prodi di turno per potersi creare un pezzo di qualcosa dignitosa per vivere bene. MALEDETTI CI AVETE ROVINATO. Grazie sempre dello spazio al nostro Beppe Grillo, pensaci tu ad organizzare una megamanifestazione di protesta per tutte le cose ingiuste che ci sono.
Ciao Massimo Maiani

Massimo Maiani 26.06.05 04:57| 
 |
Rispondi al commento

LETTERA DI AMORE ALL’ITALIA… CONVINTO CHE…
L’IMPOPOLARITA’ SALVERA’ QUESTO PAESE!
p.s. Beppe scusa per le critiche…non me ne volere, ma a volte non vedo coerenza.


Amo questo paese.
Amo i suoi colori.
Amo le sue tradizioni.
Amo le sue terre.
Di vero c’è una cosa: questo paese è malato.
E’malato in modo grave e fautori di ciò, siamo tutti noi, nessuno escluso. Da futuro economista (con la massima umiltà, ci mancherebbe), il sistema Italia, mi preoccupa meno della società italiana. Ci lamentiamo, facciamo i pessimisti, diventiamo autolesionisti, ma siamo tutti fautori di una spirale che sta fagocitando questo paese. E’la nostra società a rovinare questo paese. La società italiana è una società orientata verso il basso. Annoveriamo al nostro interno oceani di ignoranza, crediamo che l’utilitarismo sfrenato ci dia progresso, invece ci offre regresso. Abbiamo da anni estremizzato in peggio, la nostra cultura del compromesso e questo, tutto questo, sta demolendo questo paese. Ognuno di noi è fautore del sistema, questo lo diceva Giovanni Falcone in riferimento all’omertà mafiosa. Dov’è la lotta alla mafia? dov’è l’omertà e dov’è Giovanni Falcone? Un oceano di fango, con poche goccie di acqua pura.
Chi non era d’accordo si ribellava! Qui chi è che si ribella? Nessuno o pochi.
Attenzione, la ribellione può e deve essere intesa in senso lato, non in senso stretto… a volte (in ambito politico istituzionale) si può fare moltissimo anche con il silenzio. La ribellione ragazzi! Ora vi do un esempio. Io, Beppe, noi, voi, abbiamo un grande potere…un potere enorme che è quello del voto. Chi di voi vota protestando???
Io ho una mentalità abbastanza aperta, con dei valori e con delle prerogative. Non mi identifico in kossutta e non mi identifico in Rauti., ma attenzione, non mi identifico nemmeno in Rutelli o Follini. Detto questo, quando voto, esercito il suffragio sulla base di un programma, di un candidato e di alcuni principi base. Ora, se dovessi pensare al suffragio da esercitare nel 2006, per chi voterei?
Voterò per Alessandra Mussolini!
Si, voterò per una lobotomica derivante da una costola ormai crinata di An, che probabilmente non capisce molto di politica. Non mi identifico nella Mussolini, ma Prodi, Berlusconi & C…. io non li voto! Io mi ribello!
Questo è un gioco al massacro e con ciò stiamo massacrando il nostro paese.
Mi prendo le mie responsabilità e con l’amore che voglio al mio paese io questi politici all-round non li voto! Beppe, mi sorprendo di te! Hai un’ideologia, hai dei convincimenti, bene! Nel pieno dei principi che mi animano, posso dirti che rispetto tutti e al massimo non condivido, ma al tempo stesso mi chiedo: “come può un paladino, un partigiano dell’informazione come te… scagliarsi contro Berlusconi e ignorare gente di sinstra che ha fatto anche più danni di Berlusconi?” Qui non è faziosità, qui è coerenza con ciò che si posta ogni giorno. Non perché tu non sia coerente, ma perché tu ti ergi a “paladino” di argomenti spesso ostici e delicati.
Io caro Beppe, cari tutti, non ci penso proprio a votare il democristiano Fini ed a votare il massone Berlusconi. Ma non voto neppure Prodi, colui che si ricandida con coloro che lo hanno precedentemente silurato. Oppure dovrei votare lo skipper di Gallipoli? Colui che mentre a Montecitorio si votano le leggi, si reca a Valencia per la Louis Vuitton Cup, a fare interviste per la 7. Nel 2006, quando si voterà che nessuno, dimentichi ciò che ha fatto Berlusconi, e che tutti si ricordassero ciò che ha fatto la precedente sinistra (volete un esempio? Bene: parliamo del kosovo. Perché i nostri tornado bombardavano senza il voto parlamentare? Perché Amato e D’Alema facevano gli ipocriti sulla concessione delle basi agli americani, quando i primi a bombardare eravamo noi?Non era un falso problema?). Quando rifletterete e penserete alla variante di valico(disastro ambientale promosso e sollecitato nella scorsa legislatura dalla sinistra, con all’interno la componente verde), al kosovo, al debito pubblico che cresce perché crescono gli interessi sul debito, all’inflazione reale (non quella fasulla dell’Istat) al pubblico impiego, alla bomba ad orologeria della previdenza, alle leggi sulla famiglia, all’integrazione degli italiani e degli immigrati, ai referendum farsa come quello del 12/13 giugno, al 41 bis, ecc ecc… allora se vorrete bene a questo paese, non voterete per questi papponi, ma eserciterete la protesta. Io fermo non ci sto e nessuno di voi dovrebbe starci. Magari voto un incapace, ma preferisco far sentire il mio disappunto che mandare al governo Dini o Mastella. Bisogna crescere mentalmente. Questo popolo deve capire che non è salvaguardando il proprio orticello che si salvaguarda il proprio futuro. Così facendo, si procrastinano le soluzioni, si ha una visione a raggio limitato. Te caro Beppe, confidi nella rete per l’avvento di un nuovo Rinascimento (c’ero anch’io al Palalottomatica di Roma )… io invece confido nell’impopolarità. Solo l’impopolarità salverà questo paese e tra D’Alema e Berlusconi di politici impopolari non ne vedo. Vedo solo poltrone con alla base profonde radici, tutte dal grosso diametro, tali da fare pensare a delle vere e proprie ancore. Dal punto di vista economico, l’Italia sconta ciò che governi come Carxi ed Andreotti hanno lasciato in fardello. Problemi come stock di debito pubblico, deficit di bilancio, sono aggregati macroeconomici che trasferiscono alle generazioni future il loro riassorbimento. Di sicuro c’è una cosa: la mia generazione sarà più povera della tua. Detto questo, non mi fiderei di broker che prevedono il toro dal 2001 ed ancora non sanno dove sia. Sono abituato a vedere le cose con più tecnicità, perché a quei livelli si è “collusi” pardon mischiati con giochi di potere troppo gradni. L’Italia può farcela…attraversa solo una fase di transizione, ed in economia tutte le fasi di transizione sono delicate. Il nostro sistema sta affrontando una dura torsione che completerà tra circa quindici anni, se il processo non avrà intoppi. Al termine di ciò potremo tirare le somme e giudicare. Al momento siamo oberati di problemi pregressi, lasciatici da politici che hanno saputo governare malgovernando. Sul debito pubblico, sul deficit, sui dati aggregati di tale genere, non sarei così catastrofico. La cosa che sta realmente strozzando questo paese è l’inflazione. Io, non per peccare di presunzione, ma facendo lezioni sul debito pubblico a degli alunni di 5a superiore…dissi due anni fa:” siamo in stagnazione con tendenza alla piena recessione”. Ma cazzo, Beppe, il genio non sono io! Basta andare da una famiglia di Termini Imerese e farsi due conti! Il professore mi fermò, dicendo che stavo spargendo delle inesattezze. Ora, dopo che l’Istat con due anni di ritardo, ha denunciato la vera recessione (proprio perché non potevano più nasconderla) il coglione si sarà ricreduto!?!. L’inflazione ragazzi, questo è ciò che sta divorando il paese dal punto di vista economico. E per giunta abbiamo inflazione (cosa che si ha con crescita economica) senza crescita economica, ma addirittura in recessione… questo mi preoccupa. L’mpoverimento del ceto medio e medio basso, cioè coloro che trainano il paese è una variabile da non percorrere, pena il collasso. Purtroppo, ironia della sorte, sembra che a pagare siano sempre i poveri.
Benvengano critiche al mio post…rispetto tutti/e al massimo non condivido ma cmq rispondo con piacere.
Un saluto a tutti/e e scusate la lunghezza.

Luca Tittoni 26.06.05 01:29| 
 |
Rispondi al commento

"Per Riccardo simiele...
Guarda,secondo me sarebbe già importante votare il partito dove non ci sono stati politici condannati,basta guardare il bel blog di beppe...poi questi 4 anni sono stati devastanti,non facciamo di tutta un'erba un fascio,e' questo governo che si e' dimostrato incapace x la società e capace solo ad evidenziare conflitti di interesse ovunque.....bisogna pensare positivo anche andando a votare oltre a cercare di crescere in una società civile piu' onesta,che guardi alla collettività,rispetti l'ambiente e non delinqua..la cultura e' il primo passo fondamentale!"

Postato da: fabio devia il 25.06.05 21:26

Visto che il bipolarismo è fallito, facciamo una piccola lista secondo la tua logica:
I radicali si sono auto-esclusi per anni! Dopo la batosta del referendum stanno pensando finalmente di rientrare nella politica attiva istituzionale. Opzioni alternative: Rifondazione - Fiamma Tricolore - Di Pietro (cultura...?) - Verdi
Prepariamo le mollette per turarci il naso! A buon intenditor...

Riccardo Simiele 26.06.05 00:30| 
 |
Rispondi al commento

Pubblico in questo forum la risposta (http://web.fiorellocortiana.it/html/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=5193&forum=4&post_id=58530) comparsa sul sito web.fiorellocortiana.it da parte di un frequentatore di questo forum, o di qualcuno dello staff. Mi piacerebbe che vi fosse una risposta, o al mio indirizzo email o all'indirizzo specificato da parte di qualcuno dello staff.
Grazie.
---

Da un po' di settimane c'è un fan del nostro miglior comico che ci notifica di ogni post pubblicato sul blog del suo beniamino (anche se sospetto che sia qualcuno del suo staff incaricato di diffondere il verbo del nostro profeta-comico).

Ritengo Grillo una tra le menti più lucida in Italia e condivido gran parte delle sue encomiabili battaglie. Ma da un po' di tempo credo sia in preda ad una sorta di delirio che può degenerare facilmente.

A titolo di esempio, vi riporto un estratto dal suo sito, che compare se provaste ad inviare un commento ad un suo post:
"Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi inviati privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (quindi privi di nome e cognome reali)
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
- messaggi non inerenti al post"

Non sono consentiti messaggi privi di indirizzo email: e perchè? non lascio il mio indirizzo email, dato dichiarato "sensibile" dalla legge sulla privacy, al primo blog in giro.

Non sono consentiti messaggi anonimi? E perchè? La rete è piena di nickname e l'anonimato uno dei miei diritti. Perchè il profeta al pesto, sempre pronto a scagliarsi contro i soprusi altrui, non guarda qualche volta ad un palmo dal suo naso?

Non sono consentiti messaggi offensivi? Ah bene, il 90% dei suoi post dovrebbero essere cancellati.

Non sono consentiti messaggi con turpiloquio? Ma Grillo avrà mai visto uno spettacolo di Grillo?

Non sono consentiti messaggi che violano la legge italiana? Ma scherza? Perchè non si chiede com'è possibile che banali commenti su di un forum possano violare la legge italiana? Ma sopratutto, perchè deve essere lui a stabilire se un messaggio viola o no la legge italiana? Non ci sono i giudici per questo? Grillo, ti voglio bene, ma mi sa che ti stai bevendo il cervello.

Non sono consentiti messaggi non inerenti al post. Questo, in apparenza il più sensato, in realtà è il più delirante. Perchè? Perchè è impossibile mettersi in contatto con il comico vate se non inviando commenti ad un post. E ciò a dispetto di un suo celebre pezzo di un suo recente show in cui prendeva per il culo un, a suo dire, impacciato Bertinotti che avrebbe dovuto passare l'indirizzo email di Grillo a Jeremy Rifkin. Beh, cosa avrebbe dovuto fare Rifkin per mettersi in contatto con il nostro Maestro, inviare un commento ad un suo post che sarebbe stato cancellato perchè off-topic?

Se tu che diffondi a tempo pieno il verbo del comico profeta appartieni al suo staff leggi questo intervento (cosa di cui dubito in quanto forse non previsto nelle tue mansioni), segnala questo post al tuo capufficio e sollecita una risposta.

Anzi, di' al simpatico Grillo parlante, di dare uno sguardo a questo sito: http://www.individual-i.org/ il cui bel simbolo è questo:

Cosa rapprenta? Una appassionata difesa dei diritti individuali, quelli sacri indissolubilmente legati alla dignità di ogni individuo, e di' di dare uno sguardo ai diritti elencati:
- Freedom from surveiilance
- Personal privacy
- Anonymity
e così via sino a finire con:
- The right to dissent.

Suggerisci di farci su uno spettacolo su tale insieme di diritti, e sono sicuro che sarebbe eccellente, come quasi sempre sono i suoi. O almeno che ci faccia su un post, con adeguata autocritica.

Vengo a visitare il sito di Grillo tra qualche giorno, ma vorrei vedere sulla destra il precedente simbolo per la campagna di promozione dei diritti individuali.

S.Tommaso

Santo Tommaso 26.06.05 00:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao a tutti,
ho appena visto il videoclip Citizen su berlusconi, sono rimasta basita, dura circa 1 ora ma per chi ha voglia e tempo ne vale la pena. Penso che dovrebbero trasmetterlo a "reti unificate", (ma mi accontenterei anche di una TV qualsiasi) anche da noi, solo in questo modo forse tutti quelli che ancora non hanno capito che rischio stiamo correndo con la democrazia potrebbero svegliarsi dal torpore in cui si trovano.
un saluto
Lucrezia

Lucrezia 26.06.05 00:13| 
 |
Rispondi al commento

Moratti: "Assunti 40mila precari"
"Governo stabilizza personale scuola"
"Il Consiglio dei ministri ha deciso di assumere e rendere stabili 40mila tra personale docente e personale tecnico-amministrativo della scuola tra il 2005 e il 2006". Lo ha annunciato il ministro dell'Istruzione Letizia Moratti in una conferenza stampa congiunta con il premier Silvio Berlusconi al termine del Consiglio dei ministri.


Secondo il ministro dell'Istruzione, non si tratta solo di un riconoscimento a chi lavora da nni nella scuola, ma anche un'opportunità per avviare la riforma della scuola" in un clima più sereno". Un'iniziativa che, insieme all'assunzione di 15mila persone lo scorso anno è -per il ministro- la più importante mai presa da un governo per risolvere il problema delle supplenze annuali".

Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha poi precisato che "è una decisione che non comporta aggravi per lo Stato perchè non prevede cambiamenti a livello retributivo".

Molto soddisfatto anche il ministro della Funzione pubblica Mario Baccini, secondo cui si risolve finalmente una situazione "annosa" e "nevralgica" per i docenti e il personale tecnico amministrativo. Baccini ha poi sottolineato che nei giorni scorsi si era impegnato personalmente a individuare soluzioni utili per risolvere in maniera definitiva il nodo del precariato nella pubblica amministrazione "stabilizzando cosi' le situazioni esistenti senza incidere sul bilancio dello Stato".

Per Beppe......come mai stiamo tutti a parlare sempre male di questo governo e queste cose che riguardano l'istruzione non le dite ????? 40000 assunzioni di PRECARI sono una cosa notevole....o no????

Giuseppe Pennillo 25.06.05 22:37| 
 |
Rispondi al commento

sempre x yangcheping: se ti va di leggere qualche risposta alle tue domande, a http://www.nimbus.it/effettoserra/2004/040608SuVTav_01.htm
trovi "TRA SUV E TAV CI PERDIAMO IL SOL
Riflessioni sul rapace uso del suolo e dell’energia e le conseguenze irreversibili sul clima e sul territorio"
Luca Mercalli, SMI redazione Nimbus - 8 giugno 2004

Ferdinando Massetto 25.06.05 21:29| 
 |
Rispondi al commento

Per Riccardo simiele...
Guarda,secondo me sarebbe già importante votare il partito dove non ci sono stati politici condannati,basta guardare il bel blog di beppe...poi questi 4 anni sono stati devastanti,non facciamo di tutta un'erba un fascio,e' questo governo che si e' dimostrato incapace x la società e capace solo ad evidenziare conflitti di interesse ovunque.....bisogna pensare positivo anche andando a votare oltre a cercare di crescere in una società civile piu' onesta,che guardi alla collettività,rispetti l'ambiente e non delinqua..la cultura e' il primo passo fondamentale!

fabio devia 25.06.05 21:26| 
 |
Rispondi al commento

x yangcheping

Le tue proposte mi sembrano oltremodo anarchiche, dato che interpreti l'esistenza di uno stato come una struttura repressiva e vessatoria. Ti consiglio caldamente un anno di trasferta in qualche posto dove lo stato esiste ai minimi termini (diciamo la Somalia) e poi riparliamone.

Sul discorso effetto serra e peak oil, che dire? Cercati il sito dell'IPCC e leggi un pò cosa scrivono. Se poi ritieni che siano un'accozzaglia di rincoglioniti o di prezzolati dagli ambientalisti, allora pazienza, non posso fare molto altro per te.

Alla fin dei conti, sarà però la storia a dare le risposte a tutti i dilemmi economico-ambientali. E non resta che sperare che quegli idioti degli scienziati ambientalisti si sbagliano...altrimenti le maledizioni dei nostri nipoti e pronipoti ci faranno rivoltare nelle tombe per l'eternità.....

Ferdinando Massetto 25.06.05 21:26| 
 |
Rispondi al commento

Voi pensate che questa piccola pallina blu che ruota attorno al sole da quattromila milioni di anni abbia dei problemi solo perchè una delle tante razze di sua creazione da appena qualche decina di anni sta facendo delle "puzzette" appena un po' più rumorose del solito ?
Chi se ne frega se tra cinque anni saremo più poveri dei Rumeni (Organizzeranno dei Viaggi "Vacanze sessuali" nel nostro paese, interi pulmann di nerchiuti minatori, stupri di massa di dimensiani asinine, propongo di iniziare da Pontida).
Buon per loro.
Io sono per aiutare l'entropia, solo i propri interessi nel breve periodo, e a f.....o gli altri sopratutto i bambini.
E se fossimo stati creati dalla terra per produrre plastica, per un suo futuro progetto tra tre quattrocento milioni di anni circa.
Quando ne avremo prodotta abbastanza zack virussino ad hoc e sterminati nel giro di qualche mese.
Ne sono quasi certo.

G. Bartoletti 25.06.05 21:23| 
 |
Rispondi al commento

Quando si fa una politica fiscale per pochi privilegiati, quando si tutelano i propri interessi sapendo che se no si fallirebbe(MEDIASET, LEGGI PERSONALI, ECC) , quando si mente al Paese, quando si detengono tutti i mezzi televisivi, quando si da la colpa ai governi precedenti (CRAXI DI CHI ERA AMICO? Non si acquisiscono 3 reti televisive senza la politica) dimenticando che i democristiani hanno governato il Paese e la maggiore concentrazione di essi e' nell'UDC, quando si da la colpa sempre agli altri (Sindacati,Unione Europea,extracomunitari,islamici,industriali ecc)senza prendersi le proprie responsabilità, QUANDO SI FA UNA POLITICA DI CONDONI ABBASSANDO NOTEVOLMENTE IL SENSO DELLO STATO, quando negli ultimi 4 anni diminuiscono drasticamente i beni confiscati alla mafia, quando si fa i duri con i deboli ma gli agnellini con i duri, quando ci si dichiara amici di tutti poi si fanno terribili gaffes a livello internazionale, quando si vuole stravolgere la Costituzione , quando si favorisce il privato senza coinvolgere il pubblico I RISULTATI SONO QUESTI! DENUNCIARE E GUARDARE IN FACCIA ALLA REALTA' E' UN PRIMO PASSO SIGNIFICATIVO, DA UN'ALTRA PROSPETTIVA E SI GETTANO LE BASI PER UN'ALTRA POLITICA..SI SPERA CON UN GOVERNO DIVERSO DA QUESTO!

fabio devia 25.06.05 21:19| 
 |
Rispondi al commento

Nel Paese in cui è nato Pinocchio mi sembra normale che ci sia il Paese dei Balocchi.


P.S.
Ogni singolo italiano deve crescere, affinché non ci sia recessione.

Stefano Di Pasquale 25.06.05 20:54| 
 |
Rispondi al commento

State rovinando il blog con i vostri commenti sul signoraggio. Spero che Beppe scriva qualcosa a proposito così la finite.

Basta!

Lorenzo Razzino 25.06.05 20:47| 
 |
Rispondi al commento

X ISIDORO

scusate, ma che vuol dire il blocco dell'IP??

Postato da: Isidoro F. il 25.06.05 18:36

Antonio Stefanelli puoi aiutarlo?

VAI nell'ultimo post di beppe,Parmalat, ho appena mandato questo post.

C'è un esperto.

Ciao

Elisabetta Carosi 25.06.05 19:04| 
 |
Rispondi al commento

appurato oramai in mille e mille modi che l'Italia è in declino, mi sembra necessario proporre la stesura inziale di un documento, una sorta di dichiarazione di intenti.
insomma, una lista delle cose da fare per cambiare le nostre sorti. potremmo poi tentare di scrivere una sorta di programma politico.siamo in tanti, e mi sembra che ritornare alla democrazia "dal basso"sia l'unica soluzione...

La base siamo noi.
comincio con un'idea. a voi il piacere di proseguire.( copiate ed incollate, poi rispedite con la vostra idea).


1) attuazione di una seria campagna volta all'utilizzo di fonti energetiche rinnovabili: agevolazioni finanziarie per l'installazione di apparecchi eolici, solari fotovoltaici, a celle di combustibile, ecc. ecc. sblocco del monopolio Enel.

2)......

roberto ferrara 25.06.05 18:49| 
 |
Rispondi al commento

scusate, ma che vuol dire il blocco dell'IP??

Isidoro F. 25.06.05 18:36| 
 |
Rispondi al commento

X FANTUZZI
POSTI:
Ho la sensazione che la responsabilità di questa situazione sia di tutti noi,ogni buon padre di famiglia è consapevole che non può spendere più di quanto guadagna....
Postato da: Mario Fantuzzi il 25.06.05 17:25

Io sono una buonissima madre di famiglia che guadagna MENO di quanto DEVE...DEVE...DEVE...spendere per realizzare una VITA DIGNITOSA!! !|!

E c'è chi non guadagna AFFATTO!

C'è chi IL GUADAGNO è stato tolto....ecc.ecc.

Certo ci sono anche gli SPRECONI, li vedo, li conosco.

Ci sono delle mie conoscenti che addirittura "segnano" nelle boutique pur di apparire...ridicole due volte!


Ti prego, non sentenziare senza analizzare tutti i fattori!

Grazie.

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 25.06.05 18:12| 
 |
Rispondi al commento

@Postato da: ivan verdi il 25.06.05 17:03

Milano?

Io sono nella lista di Roma.

Ho letto il Pisanò che invitava il 28 giugno...per me è impossibile essere a Milano.

Potrei ma non voglio.

Mi piacerebbe rivedere Milano e alcuni milanesi...ma gli altri?

ECCOLI!


LISTA BREVE:
Eravamo 84, con le 36 ore che ci sono state concesse...

^__^ ^__^ ^__^ ^__^ ^__^ ^__^

ARONA: Simona Pianosi,Giorgio Ferrè;BARI:Alfonso Balducci,Pier Marco Clemente,Helena Kaloper,Rosa Lorusso;BELLINZONA(Svizzera):Ivan Vanolli;BENEVENTO:Aessandro Gabbia;BERGAMO:Francesca Scarlatti;BOLOGNA:Picard Lore;BRESCIA:Alessandro Gabbia;BOLZANO:Patrizia Garufi;CAGLIARI:Rosella Zoccheddu;CAMPI SALENTINA(LECCE):Ivan Padula;CASALE MONFERRATO:Massimo Barrera,
CATANIA:Salvatore Marco Ciulla (detto Salvo),Ivan Verdi,Sergio Pensato;CESENA(FC):Roberto Fabbri;CHIASSO:Francesco Romano;COMO:Davide Bernasconi,Fabrizio Sgheiz,Davide Diotti,Laura Galli;FAENZA(RA):Lara Lasi;FIRENZE:Mario Scafroglia,David Baccellini,Sascha Iacopini;GENOVA:Franca Centonze,Davide Ricci;GROSSETO:Antonino Anile;LEVERANO(Lecce):Francesco Taurino;LOS ANGELES:Annalisa Frattarelli;
MILANO:Rosario Pisanò,Michele Martini,Simona Stagni,Stefano Crema,Claudio Carli,Monica Corinti,Valentina Rho,Alexandra Mc Millan,Loris Pea,Marco A. Bartolucci,Sacheli Mattia,Sacheli Bruno;NAPOLI:Paolo Russo,Fulvio Sommella,Paola Vaccaro,Salvio Imparato,Simona Vitale;NOVI LIGURE:Antonino Anile;PALERMO:Leoluca de Gennaro,Biagio Semilia;PARMA:Paolo Accolli;PESCARA:Gisella Orsini;PRATO:Serena Roccabianca;REGGIO EMILIA:
Matia Salsi;RIMINI:Yuri Rossini,Stefano Salvi,Chiara Frisoni,Fabio D'achille;ROMA:Linda Cima,Elisabetta Carosi,Lidia Tirina,Marco Raffo,Tittoni Luca,Cardulo Alberto,Riccardo Simiele,Marcello Trave,Cardulo Alberto,Donato Corvaglia,Roberto Berera (il guerriero poeta),Giorgia della Seta;SASSARI:Antonio Anfossi;TARANTO:Matia Salsi;TORINO:Stefano Serra,Andreis Alberto;TREVISO:Luca Montagner,Cristian Sottana;
VERBANIA:Boniforti Flavio;VERONA:Gabriele Boscolo;VITTORIO VENETO(TV):Sansoni Claudio.
di Stefano Vitta, e Marco Casamassima non ne sappiamo la città,i post-lista cominciavano a sparire!

^__^ ^__^ ^__^ ^__^ ^__^ ^__^


Non dimenticare che il Pisanò è stato l'artefice del fallimento di questa lista!

Baci.

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 25.06.05 18:04| 
 |
Rispondi al commento

All'amico Ivan Verdi,..sono quasi d'accordo..
si e' vero che i nostri parlamentari sono piu' o meno quello che dici: questo tipo di valutazioni riguardo ai nostri parlamentari vengono fatte dagli anni della prima guerra mondiale da tante parti. I parlamentari, pero' non sono altro che lo specchio del nostro paese. Per gli inglesi ed altri...
ci pensi se fosse stato uno dei nostri (ma non e' stato Blair??..) a dire che in Iraq c'erano armi di distruzioni di massa? Se si fosse suicidato da noi un esperto di armi? Apriti cielo....mafia!!camorra!!!i soliti italiani..ecc. e molti dei bloggers che postano qui si sarebbero accodati come sempre...
Non ho niente contro gli inglesi o gli americani (lavoro in una loro company) pero' la testa per pensare un po' voglio continuarla ad usare senza farmi abbacinare dalle loro belle (balle) società. In reltà nascere dalla parte dei masters è comodo; diventarci (mi sa) e' molto difficile (se uno ha una coscienza vera).

Luigi Carloni 25.06.05 17:56| 
 |
Rispondi al commento

Il popolo Italiano è composto dalla maggioranza di pesone che non hanno una buona cultura, a 180° intendo, tutto ciò quindi si ripercuote sulla capacità di giudizio delle azioni politiche. Da quello che vedo in giro di giudizio ce n'è poco!

Salvatore Fatigati 25.06.05 17:38| 
 |
Rispondi al commento

Ho la sensazione che la responsabilità di questa situazione sia di tutti noi,ogni buon padre di famiglia è consapevole che non può spendere più di quanto guadagna, lo Stato sostiene dei costi esagerati a partire dal sistema politico a terminare con l'ultimo degli usceri.
Noi italiani siamo abituati ad andare al supermercato e se un promoter offre un omaggio noi facciamo la fila 2 volte e magari anche se la terza non sapremmo cosa farne dell'omaggio lo prendiamo per un cugino, siamo degli insaziabili spreconi e pensiamo sempre di essere i più furbi.Alla base non c'è nessun politico che abbia il coraggio di dire "IO TAGLIO" perchè non realizzerebbe un voto, allora ci vorrebbe un candidato premier coscezioso che governi un popolo saggio.

Mario Fantuzzi 25.06.05 17:25| 
 |
Rispondi al commento

@Postato da: stefano cardeti il 25.06.05 10:37

Ottimo!!!! Realizzalo.

Grazie in anticipo.

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 25.06.05 17:21| 
 |
Rispondi al commento

Concordo tanto tanto con Raffaella De Rossi, ore 17:13!!

ciao

ivan verdi 25.06.05 17:18| 
 |
Rispondi al commento

All'amico Luigi Carloni.

E vabbé, lasciami almeno Wimboldon per vedere un po' di gente seria che si sta dando da fare. Mi devo mettere per forza a sniffare colla dai sacchetti di plastica?

E poi dammi retta, nella nostra società capitalistica gli inglesi sono loro i masters!!

Noi con il nostro parlamentino di corrotti/concussi/immuni/assenteisti/pianisti.

Noi con il nostro governo dove Bossi fa il ministro per le riforme (!!), sostituito da Calderoli, con il nostro ingegnere ministro di grazie giustizia (!!), con la ministra Prestigiacomo (alias il disco rotto!!), possiamo solo fare ridere!!

Gli inglesi ed il resto...

Ciao ciao.

ivan verdi 25.06.05 17:14| 
 |
Rispondi al commento

x Fabrizio Tamari
Guarda lavoro nel commercio da pochi anni e ti garantisco (l'ho provato sulla mia pelle) che ti fanno ancora la radiografia per darti i prestiti e se non hai qualche minimo di garanzia (minimo la casa tua) non ti danno una lira...
Fidati!
Raffaella

raffaella de rossi 25.06.05 17:13| 
 |
Rispondi al commento

Ahò Elisabetta, ma allora ad Alcatraz ci sei stata? E' così bello come sembra sul loro sito web?

E che mi dici dell'incontro dei bloggers di Milano??

Ciao ciao.

ivan verdi 25.06.05 17:03| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe mi permetto un suggerimento:
tutto quello che dici è vero il paese sta naufragando e ormai sembra condannato ad un declino o, meglio, ad un'estinzione inesorabile.
E' vero il paese non riesce a produrre una classe dirigente all'altezza della situazione.
Ma è altrettanto vero - ma questo tu nei tuoi spettacoli non lo puoi dire - che il popolo italiano è in larga parte colpa dei suoi mali.
E' innegabile, per esempio (qualcuno comincia anche a dirlo) che troppa gente è abituata in Italia a vivere al di sopra delle sue possibilità. E per farlo è disposta a tutto o quasi.
Nei tuoi bellissimi spettacoli comincia a tirare anche un poco le orecchie agli italiani o, pur facendoli ridere, a richiamarli al senso di responsabilità. La fine di questo tunnel è l'Argentina e l'umiliazione costante da parte delle altre nazioni.
Nessuno si senta al sicuro nella nicchia che crede di essersi scavato.

Capuano Riccardo 25.06.05 17:00| 
 |
Rispondi al commento

Confermo che è esgerato lamentarsi troppo del quotidiano quando tutti abbiamo il cellulare e la macchina se non più di una.
Il problema è che l'uomo è insaziabile!

Salvatore Fatigati 25.06.05 16:41| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia di oggi è il risultato di vent'anni di ignoranza al potere. Negli annni '80 quando lo Stato, con la "S" maiuscola, contava a qualcosa piuttosto di indirizzare lo sviluppo delle nostre industrie sulla strada tecnologica, hanno pensato solo a rubare e a svalutare la lira. Risultato, un paese che produceva beni di merda ma che all'estero costavano poco e le tasche dei politici della DC e del PSI con le tasche piene. Non è giusto dire che erano tutti ladri, stiamo attenti, ma è bene dire che quella classe politica ci ha scavato la fossa. Certo, solo scavata. A buttarci dentro ci hanno pensato i governi dei primi anni novanta quando prima di Maastricht hanno continuato a sperperare le nostre risorse.
Secondo me il governo attuale non potrà cambiare niente e nemmeno quello che lo seguirà perchè ci vorranno più anni e tanti sacrifici per risollevarci. Questo però la popolazione lo deve capire e non stare a sentire il primo fesso che in campagna elettorale gli dice che in cinque anni cambierà le cose.
Ciao a tutti!

Salvatore Fatigati 25.06.05 16:37| 
 |
Rispondi al commento

Comunque volevo aggiungere che dobbiamo anche stare attenti a quello che si dice.
Vi faccio un esempio: stiamo parlando di questa grande crisi ma dovremmo ben valutare a che cosa stiamo "rinunciando" per la mancanza di soldi...
Perchè non c'e più il senso della misura: qui si tratta a volte di dover magari rinunciare a due settimane di ferie e farne solo una... magari non hai tropici ma al mare locale...
si tratta di non andare al cinema ma prendere un dvd a noleggio... si tratta di dover scegliere se andare al ristorante o a mangiare la pizza che costa meno...
Non si stà parlando di rinunciare a mangiare... Perchè se leggessero questi commenti gli abitanti di qualche paese dove i genitori devono scegliere magari quale figlio sfamare un giorno e quale l'altro forse la misura sembrerebbe spropositata...

raffaella de rossi 25.06.05 16:35| 
 |
Rispondi al commento

x SASCHA

POSTI:

Domanda OT x tutti i bloggers:
----------------------------------
tutta questa gente che scrive "ho" (indicativo presente, prima persona del verbo avere) senza H
e "o" (congiunzione) con la H, è perchè scrive troppo in fretta e non rilegge o perchè è così ignorante da non conoscere neppure la grammatica italiana (quella che si insegna alla scuole elementari...) ?
Postato da: sascha iacopini il 25.06.05 10:26

Capisci ugualmente il senso di quello che vogliono ESPRIMERE?
Allora che te ne f...a!
Mi fai il razzista?
Viaggiando imparerai ad esprimere i tuoi sentimenti, avendo davanti interlocutori di varie lingue-madri, COMPONENDO UNA FRASE, dico UNA, mischiando varie lingue, storpiando parole, ma riuscendo UGUALMENTE ad esprimerti E A FARTI CAPIRE, C O M U N I C A R E...questo è ciò che conta!

CIAO Nì!

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 25.06.05 16:11| 
 |
Rispondi al commento

CLAUDIO CARLI

ci si spiega con un film, e' successo perche' lo dice la tele, e' vero perche' lo dice l'economist. mah

Postato da: claudio carli il 25.06.05 10:16

Quando ti hanno lobotomizzato?

Possiamo fare qualcosa per aiutarti?

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 25.06.05 16:02| 
 |
Rispondi al commento

@Postato da: salvo ciulla il 25.06.05 10:14

Ciao GRANDE!

Salutami tua moglie.

Appena vinco al SUPERENALOTTO, ultima mia spiaggia se le cose non cambiano x tutti, v'ivito ad ALCATRAZ!

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 25.06.05 15:56| 
 |
Rispondi al commento

Ma chi parla???? Signori e signore, questa e' l'ITALIA!! ci sono oltre 750 interventi riguardanti la situazione attuale Italiana..chi, e' molto giovane e senza un quattrino,chi vuole fuggire dal paese,chi lo disprezza in maniera sconsiderata e tanti pseudo economisti affacciati al proprio pc impegnati a raccontare a tutti quanto sia facile prendere in giro a chi non ne capisce nulla....BENE!!! Voglio solo dire a tutti i cinquantenni collegati al blog che e' solo colpa vostra!!! Avete fatto crescere Voi questa classe dirigente! Non avete mai avuto fiducia nei giovani che negli anni 90' sono stati depredati della loro intelligenza... E ora cosa fate?! Tutto va storto e prendete come appiglio il blog di Grillo(un eroe)per sfogarvi e pensare di aver fatto il vostro dovere??!!! Siete stati inutili e ora volete salvare il mondo da cio' che avete coltivato....Ottimi per un servizio su quark, cavernicoli!!!

maurizio marioni 25.06.05 15:53| 
 |
Rispondi al commento

x Robert Alk


http://www.peoplehavethepower.net/PBS.Citizen.Berlusconi_2003.wmv


Postato da: Robert Alk il 25.06.05 09:21

Grazie,
non avevo ancora avuto modo di vederlo.
Ora è in pausa, proseguirò dopo...i primi 5 minuti di visione mi hanno fatto già venire una nausea insopportabile!

Un popolo di lobotomizzati!

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 25.06.05 15:45| 
 |
Rispondi al commento

Dicevo "senza polemica" nel senso che non mi interessano gli interventi che attaccano gli altri senza aggiungere niente alla discussione. Io dico che il sistema anglosassone regge perchè il sistema finanziario/produttivo (banche, istituzioni finanziarie) è concentrato in quei paesi. Questo sistema genera sfrutta in modo assolutamente immorale i paesi poveri o in via di sviluppo decidendo dove vanno fatte le produzioni, chi finanziare e chi no, quali paesi e quali elezioni sono democratiche e quali no.
La politica di privatizzazione non ha generato qualche stortura ma molte storture (a meno che non guardiate solo Londra)...ma dimenticavo voi guardate a Wimbledon....non a Manchester..non a Liverpool...non a Glasgow...

Luigi Carloni 25.06.05 15:30| 
 |
Rispondi al commento

@Postato da: Piero Scarato il 25.06.05 08:22

Un'altra pessimista ti conforta...pack, pack sulla spalla,,,hai ragione, ci vedi bene!

Senza soluzioni.

Elisabetta Carosi 25.06.05 15:15| 
 |
Rispondi al commento

Per l'amico Luigi Carloni, con un po' di sana polemica.

L'Inghilterra rappresenta l'esempio univoco di come le istituzioni e gli amministratori pubblici si mettono al totale servizio del cittadino. Chiunque vi sia stato queste cose le ha viste di presenza.

La privatizzazione spinta, in qualche settore porta grosse distorsioni e malfunzionamenti, anche da loro.

Penso che se gli inglesi, per tappare le falle del loro sistema sanitario chiamino medici spagnoli, sicuramente li richiederanno preparati. Altrimenti i poveri malati morirebbero come le mosche. Cosa che quegli amministratori di certo non vogliono.

In Italia come rispondono le istituzioni a malfunzionamenti e distorsioni nelle strutture pubbliche? Meglio stendere un pietoso velo.

Ciao

ivan verdi 25.06.05 15:06| 
 |
Rispondi al commento

Caro Claudio Carli, ti rimando.....al mio post(!!) delle 14:12.

Nel senso che se uno ha le ossa rotte si rende meglio conto dei problemi, della sanità italica in questo caso.

Bene ora ti saluto e ti dico:

A) vai all'incontro dei bloggers di Milano e fatevi valere; attendo info....

B) io me ne andrei in England dove è in corso Wimbledon!! Guarda caso gli italiani ormai sono tutti fuori, come sempre nei tornei grande slam (sia uomini che donne -1);

Ma non è che anche nel banale tennis il fatto che non ci siano giocatori nostrani di alto livello è sintomatico? Si tratta di uno sport che richiede serietà e grande spirito di sacrificio; girare il mondo sin dalla tenera età ed allenarsi ore ed ore sotto il sole, tutti i giorni.

Spagnoli, francesi, tedeschi, svedesi sono OK. Gli italiani un po' meno.

Cià a tutti.

ivan verdi 25.06.05 14:58| 
 |
Rispondi al commento

x IVAN VERDI:
"Senza polemica"
Si in Inghilterra dove sono costretti a chiamare nei loro paesini medici spagnoli ed a fare file chilometriche per essere visitati....
Informatevi su come funziona "bene" la loro sanità pubblica....e privata.

Luigi Carloni 25.06.05 14:54| 
 |
Rispondi al commento

>>claudio carli
io NON mi vergogno di Borsellino e Falcone, ci mancherebbe. mi vergogno del fatto che lo STATO NON TUTELO' questi grandi uomini in modo EFFICACE consegnandoli così alla morte...mi vergogno di questo, come del fatto che oggi coloro che le buone anime Di Falcone e Borsellino combattevano sono in Parlamento (sia a destra che a sinistra).
Di quegli uomini vado FIERO, ma come hai detto appartengono anche loro al passato e ora uomini capaci di mettersi in prima fila non ce ne sono.
mi vergogno di questo

daniele piredda 25.06.05 14:50| 
 |
Rispondi al commento

mettila cosi' allora....Falcone e Borsellino erano Italiani...ti vergogni di loro? Non sono andato molto lontano nel tempo..ci sono persone capaci e che combattono ogni giorno in questo Paese, e che ci rimettono la vita pure, solo che non te li fanno vedere mai, io non mi rassegno.

claudio carli 25.06.05 14:41| 
 |
Rispondi al commento

@ivan

ti rimando ai post sotto di Maestrutti e di Pascucci. :-)

claudio carli 25.06.05 14:34| 
 |
Rispondi al commento

>>claudio carli
purtroppo noi italiani non siamo in grado di cooperare per il bene comune,
ma sinceramente non mi sembra fuori dal normale che arrivati a questo punto uno si vergogni di essere Italiano...Adore pensare al bel tempo che fu, ma viviamo nel presente e il presente non è un granchè...anzi.

daniele piredda 25.06.05 14:32| 
 |
Rispondi al commento

Direi meglio:

W L'ITALIA degli onesti, se riuscisse ad esprimere nelle sedi istituzionali rappresentanti degni di questi valori.

Abbasso questa italietta....... dei nani e delle ballerine (qualcuno a suo tempo usò questa azzeccata espressione).

Cià!!

ivan verdi 25.06.05 14:31| 
 |
Rispondi al commento

questo Paese ne ha passate di cotte e di crude, abbiamo perso rovinosamente la II guerra mondiale, siamo tenuti al guinzaglio da sempre, ma ci siamo sempre con tutti i nostri problemi e magagne. Difendiamoci invece di inginocchiarci ancora. Mi piace il W l'Italia.

claudio carli 25.06.05 14:25| 
 |
Rispondi al commento

Caro Claudio Carli, tu inviti troppo apertamente tutti a lasciare il Belpaese!

Mi sorge il dubbio che tu sia dalla parte degli "amici", di quelli che hanno il sedere all'asciutto.

E' ormai chiaro, per chi comanda la baracca, che la roba sta per finire e quindi....avanti col saccheggio finale!! Chi non è d'accordo è pregato di accomodarsi alla porta, smpre aperta come dici tu.

Salumi e caci
(come diceva un simpaticone sempre qui sul blog)

ivan verdi 25.06.05 14:20| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe

Credo che da il piccolo si possa capire e prevedere il macro:

Ieri, festa patronale di Genova, ho profittato per fare un giro nei garndi discount dell'elettronica, ho visto una famiglia che impostatva un pagamento a rate per un valore di 59,00 € con pagamento inizio 2006. TERRORE !!!

A me, per comprare una "baracca" sul Monte Moro mi hanno dato 30 anni di lavori forzati senza codizionale e ad oggi pago la mia rata mensile a stento, cosa succederà quando i tassi d'interesse si alzeranno ?

Prevedo che quando gli americani avranno finito di pagare la guerra (dei grassi contro i magri)con i nostri soldi, il dollaro si rafforzerà, i tassi saliranno in breve tempo di almeno due punti e allora sarà m..da nei panetti !!

Stiamo attenti nel coprare tutto a rate e rifiutiamo sempre i mutui a tasso variabile se non ci garantiscono un tetto massimo di rata che sia ampiamente nelle nostre possibilità.

Ivaldi Morgan.

morgan ivaldi 25.06.05 14:18| 
 |
Rispondi al commento

Ho notato, leggendo l'articoletto di apertura e velocemente i commenti, una "lieve" tendenza ad identificare la crisi economica STRUTTURALE che ci attanaglia con valutazioni di natura meramente politica. Ora, lontane reminiscenze univarsitarie macroeconomiche mi suggeriscono che la crescita, la stagnazione o la recessione sono "moti" difficilmente modificabili dalla politica economica di un governo (dx o sn non fa differenza) che al massimo puo' solo marginalmente influire sul corso economico. Certo il governo puo' fare molto meglio ma, se si riflette un attimo, qualsiasi cosa faccia UN governo, in situazioni di crisi economica, si è portati a pensare che lo stesso governo possa sempre fare infinitamente meglio.
Speculazioni politiche in situazioni di crisi sono il passatempo dei politici più navigati per portare acqua al proprio mulino sulle spalle di coloro che vivono concretamente la crisi... i più deboli... che si ritroveranno a esercitare il proprio diritto alle prossime elezioni con speranze, per i motivi anzidetti, necessariamente farlocche. Non mi interessa fare un discorso di "destra o sinistra" (Gaber insegna) bensi' cercare di porre le basi per una discussione più costruttiva sugli attuali problemi economici.

Ultima riflessione in merito alla situazione reale del nostro paese... ritengo intellettualmente scorretto citare i ricavi "neri" quando si parla di lotta all'evasione e ignorarli quando si vuole dipingere con tinte il più fosco possibile la situazione economica dell'italiano. Il pessimismo non aiuta l'entusiasmo di voler cambiare le cose, e ancora meno quando "qualcuno" vuole indurci a essere a tutti i costi esageratamente pessimisti... per potere finalmente sedersi sulla poltrona tanto desiderata!!! Scusate gli errori ma non ho molto tempo per la cura anche stilistica dal momento che sono sul posto di lavoro e ho approfittato di una breve pausa.
Buona discussione

Paolo Maestrutti 25.06.05 14:15| 
 |
Rispondi al commento

PRIMO: ho 21 anni e non ho un Euro...e non è una frase detta per dire...
SECONDO: mi spieghi perchè dovrei abbandonare un Paese che amo soltanto perchè chi dovrebbe guidarci non è in grado di darci credibilità?
Io amo l'Italia, è un pò come una mamma e questi idioti me la stanno violentando ogni giorno che passa...

daniele piredda 25.06.05 14:12| 
 |
Rispondi al commento

Io quando vado in ospedale e vedo 50 persone con le ossa rotte, attendere ore sulle stampelle per essere visitate in ambulatorio.....

e vedo gli "amici" e "conoscenti" dei dottori infilarsi dalla porticina segreta saltando la fila e senza rispettare gli altri pazienti........

mi vergogno di essere italiano!!

Come mi vergogno per le tante altre innumerevoli scene di ordinaria follia, alle quali deve sottostare il cittadino onesto e senza "amici" quando si deve confrontare con la pubblica amministazione. A tutti i livelli (tasse, sanità, ausl, inps, pensioni di invalidità ecc ecc).

In England facevano la fila anche per salire sul bus e nessuno sgabellava di 1 mm. Che faccio me ne vado in England?

W L'ITALIA.

Saluti

ivan verdi 25.06.05 14:12| 
 |
Rispondi al commento

che bell'esempio Bush e gli Stati Uniti.

invece di guardare chi fa meglio di noi e prenderlo per esempio abbiamo tendenza a guardare chi é peggio e usarlo come giustificazione.

e in piu a chi critica l'amministrazione bush gli dicono che sono contro la nazione e a favore del terrorismo.

cerchiamo di usare la critica come spunto per crescere e non per offenderci che non serve a niente.


ciao

Igor Scicchitano 25.06.05 14:08| 
 |
Rispondi al commento

allora se hai piu' rispetto dei finlandesi che degli italiani te l'ho detto le frontiere sono aperte...chi te lo fa fare a stare qui se ti vergogni di quello che sei.

claudio carli 25.06.05 14:04| 
 |
Rispondi al commento

Se gli americani non si verognano di Bush è affar loro...
certo, mi dispiace vergognarmi di essere Italiano, ma non posso nemmeno chiudere gli occhi e le orecchie e far finta di nulla...
La diplomazia e i rapporti con gli altri sono snodi fondamentali per un Paese e non mi consola sapere che ci sono presidenti peggiori...

daniele piredda 25.06.05 14:01| 
 |
Rispondi al commento

io non contesto la gaffe, fossero solo le gaffe i problemi.....ma il complesso di inferiorita' e il dar ragione a qualsiasi personaggio che ci insulta.
Il re planetario delle gaffe mondiale e' a stelle e strisce e li le reazioni sono molto diverse. Ci si vergogna di essere italiani, c'e' chi dice che finalmente ci governeranno i politacanti europei...ci stanno gia' curando e senza possibilita' di ribattere niente, visto come siamo divisi in casa nostra.

claudio carli 25.06.05 13:56| 
 |
Rispondi al commento

si, ma una battuta da bar...
comunque a quanto si dice il Primo Ministro Finlandese ha un buon senso dell'unorismo, se voleva fare il simpatico poteva fare la stessa battuta in sede non ufficiale, avrebbe fatto la figura del simpatico e contemporaneamente avrebbe dimostrato un pò di diplomazia in campo estero, facendoci dimenticare le Corna nelle foto, le battute sui Kapo etc etc... :-(
Da un uomo così in alto ci si aspetta un pò più di rigore morale...

daniele piredda 25.06.05 13:38| 
 |
Rispondi al commento

Infatti ci stanno curando non lo capisco.

Comunque alle cure ci si sottopone il paziente stesso, con la fiducia nei medici!

In senso "figurato" io farei un copio-incollo del sistema democratico in vigore in questi paesi scndinavi, formalmente = al nostro:

- che sistema di contabilità pubblica adottano?
- quanti parlamentari hanno?
- se da loro un parlamentare viene condannato per associazione a delinquere si dimette o mantiene la carica, ridendoci sopra (On. Sen. M. Dell'Utri)?
- i loro ospedali sono dei lazzaretti?
- il loro ordinamento giuridico di quante leggi consiste?
- i loro sondaggi e la loro ISTAT sono taroccati come i nostri?

Certo che se questi hanno 45% di debito pubblico qualcosa di buono nell'amministrare la cosa pubblica ad oggi lo avranno fatto.

E se hanno un deficit di "+"4,7% vuol dire che dalle casse dello stato esce meno di quanto entra. E quello che esce sembra destinato ad un buon uso.

Mi piacerebbe davvero sapere queste "cosette".

Ciao

ivan verdi 25.06.05 13:35| 
 |
Rispondi al commento

daniele piredda

diciamo che la battuta sul playboy potrebbe passare per una (delle tante) battute sfortunate, che un ministro dovrebbe evitare perché a conoscenza delle altre culture e sensibilità, ma puo comunque passare per una battuta.


ciao

Igor Scicchitano 25.06.05 13:35| 
 |
Rispondi al commento

Igor Scicchitano
non puoi dire l'agenzia alimentare la facciamo in Italia perché noi cuciniamo bene e voi fate la renna a forno

Come se non bastasse ha detto di aver convinto il Primo Ministro grazie al suo fare da Playboy...
Come potremmo mai avere un Primi Ministro donna se da perfetti maschilisti le vediamo come oggetto sessuale e basta...Guardate cosa ha fatto quella donna alla Finlandia!Stanno risorgendo

daniele piredda 25.06.05 13:29| 
 |
Rispondi al commento

allora leggiti cosa hanno detto loro dei nostri cibi, ....

Postato da: claudio carli il 25.06.05 13:09

non é colpa dei fillandesi, gli hanno fatto provare la minestra di trippa...:-)

poi a parte scherzi, abbiamo cominciato noi, non puoi dire l'agenzia alimentare la facciamo in Italia perché noi cuciniamo bene e voi fate la renna a forno...


ciao

Igor Scicchitano 25.06.05 13:24| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, o sto avendo uno sdoppiamento di personalità, o hai postato con il mio nome per sbaglio, parlando di me stesso. Sennò mi scambiano x mitomane...

Riccardo Simiele 25.06.05 13:22| 
 |
Rispondi al commento

X RICCARDO SIMIELE
ho letto il tuo messaggio e mi hai fatto morire dal ridere...a quando la seconda puntata della spesa alternativa?

Postato da: riccardo simiele il 25.06.05 13:19
______________

sogno o son desto? riccardo simiele posta un messaggio per riccardo simiele???
:-)

daniele piredda 25.06.05 13:22| 
 |
Rispondi al commento

infatti ci stanno curando

claudio carli 25.06.05 13:21| 
 |
Rispondi al commento

"Vedo Lerner e capisco Hitler". Questo è uno dei tanti infelici slogan targati Padania, nella fattispecie pronunciato dal "mitico" Borghezio (chissà se si scrive così, mah) ad una delle tante riunioni dove si proclama la superiorità della razza ariana,pardon, della razza "Po".


Vedo (ciò che scrive) il sig.Colzani e capisco come mai son così mal messi i nostri deretani...

Probabilmente l'esser passati da paese libero a paese semilibero (ho studiato, Beppe) o aver creato situazioni legislativamente favorenti il ripetersi di situazioni simil Parmalat (la prossima sarà FIAT?) é dipeso da ciò che é stato deciso nel 1946...
Vabè si potrebbe andare avanti circa 72 ore filate a fare polemica elencando le porcherie del governo attualmente vigente (e ahimè possessore del record di longevità) ma non credo serva a molto... Ciò che ha scritto il sig. Colzani fa però capire che nonostante tutto quello che è successo e che ancora succederà (AIUTO!) evidentemente non scuote gli animi dell'elettorato... Del resto cosa aspettarsi dalla mandria di PECORONI che hanno disertato l'ultimo referendum dando ascolto ai vari porporati e colleghi?
Signori cari, è vero che le decisioni le prende il Governo, ma il Governo come lo prende il potere? Se in primis si disertano le urne o si vota a caso (conosco persone che lo fanno) o peggio ancora si comprano i voti (come ho visto in un servizio di Striscia) poi non ci può lamentare additando la classe politica come ladri ecc ecc...Se poi ci aggiungiamo il fatto che chi ha sulle proprie spalle una condanna può tranquillamente sedere, pardon, fare assenteismo/pianismo in Parlamento...

Italiani "brava gente" e dal prosciutto negli occhi e nelle orecchie, dato quello che sta succedendo...
L'unica speranza é che accada quello che é successo in Argentina, almeno lì con l'acqua alla gola son scesi in piazza armati di pentole per far sentire la propria voce, ma tanto se succederà qui, chi vorrà dire la propria finirà come Beppe (cioè su un blog) e la "rimanenza" verrà rabbonita con una bella campagna di Marketing sulla TV digitale, la Ferrari e le partite di calcio prepagate, condita perchè no, da una bella ospitata di Costantino & Figli.

Spero che i nostri post servano almeno a te, Beppe.

Come sempre un saluto a tutti

Compare Turiddu 25.06.05 13:20| 
 |
Rispondi al commento

@Luca Rinaldini
No, mi sono espresso male. Io sono d'accordo con quello che dici. E anche col tono "alto" che utilizzi. Era solo per fare una battuta comica su un comico!!

Tra l'altro io sono il primo a battermi per la discesa in campo di Beppe Grillo. Se c'è chi lo ha fatto per evitare le sbarre, perché non lo può fare lui?

@Claudio Carli
Ribadisco che se uno è malato va dal medico, soprattutto se questo ha dimostrato di saperci fare.
Se il malato economico (solamente?) è l'Italia il medico può essere la Finlandia? Io credo di sì.

Ciao

Ciao.

ivan verdi 25.06.05 13:19| 
 |
Rispondi al commento

Quando le cose sono così difficili non si può certo sperare di trovare i rimedi in modo rapido..
Allora cosa fare?
UNA COSA PER VOLTA partendo dalle priorità

La priorità prima per l'Italia adesso è togliersi di torno Berlusconi.
Non ha tutte le colpe ma ne ha molto e soprattutto non ha alcun merito NON HA FATTO NIENTE per evitare che la situazione precipatasse..
Prodi è adesso l'unica possibile alternativa e purtroppo non ci sono alternative.. quindi turarsi il naso ed eseguire questa priorità..
Anche perchè purtroppo i cittadini non hanno molte armi per FARE QUALCOSA.. Il voto è una ed allora usiamola nel MENO PEGGIO dei modi..

Berlusconi ha dimostrato in modo inequivocabile di essere inadeguato, incompetente e bugiardo.
Ce ne sono molti altri in Italia che sono fatti con la stessa pasta ma purtroppo non si può VOTARE per scegliere gli imprenditori, gli indistriali ed altre categorie..

P.S. in questi ultimi anni qualcuno mi ha COSTRETTO A VERGOGNARMI DEL FATTO DI ESSERE ITALINO

Gabriele Bernabini Commentatore in marcia al V2day 25.06.05 13:19| 
 |
Rispondi al commento

X RICCARDO SIMIELE
ho letto il tuo messaggio e mi hai fatto morire dal ridere...a quando la seconda puntata della spesa alternativa?

riccardo simiele 25.06.05 13:19| 
 |
Rispondi al commento

Il mio compagno(...di vita, ma se gli date del comunista non si offende!)ha buttato la macchina e chiuso il conto corrente. Vive a Roma, è giovane e forte(per muoversi sempre i mezzi a Roma bisogna esserlo!)ed ha abbastanza tempo per pagare bollette direttamente agli enti che le emettono ecc. ecc. Io non posso seguirlo in queste scelte, vivo in un piccolo centro. In base al contesto in cui vivo faccio comunque delle scelte di vita analoghe alle sue. Quello che voglio dire è che abbiamo un enorme potere solamente dobbiamo mettere da parte la pigrizia e non dare sempre le cose per scontato...parlare, comunicare con i nostri simili esprimendo anche quel nostro pensiero che esce dagli schemi della classica conversazione da società consumistica.

Rita Guerrini 25.06.05 13:12| 
 |
Rispondi al commento

carissimo beppe grillo, la ringrazio per questo spazio e per tutto quello che sta facendo. seguo il suo blog da circa un mese (ma ho letto quasi tutti i suoi post). mi sono deciso a scriverle per sottolineare (a mio modesto parere) che gli attacchi alla sua persona letti su questo blog stanno a significare (ma naturalmente lei lo saprà già) che ancora una volta lei ha colpito nel segno (forse tramite internet sta/stiamo facendo veramente paura a qualcuno) e quindi le "risposte" e le "controffensive" non si sono fatte attendere... la invito dunque a tenere duro, la prego lo faccia anche per quelli come me che in questo paese non hanno nessuna voce in capitolo, ma soprattutto per le persone brave e oneste che le vogliono bene (e mi creda sono tantissime) alle quali questo blog offre delle possibilità per capire meglio come vanno e come stanno le cose nel mondo.
caro beppe, lei ha tutto il mio sostegno (e della mia famiglia) la prego continui così.
un saluto a tutte le persone che leggono il blog e che non sono mai intervenute (vi prego non siate timidi,fatelo.anche solo per salutare e/o sostenere la "causa")
p.s.
trovo ottima l'idea di creare un quotidiano/cooperativa con beppe grillo editore...conta sul nostro aiuto
con sincera stima e affetto
giuseppe ubaldi, marina ubaldi e famiglia

giuseppe ubaldi 25.06.05 13:11| 
 |
Rispondi al commento

@ IVAN VERDI
Guarda Ivan che anche per me Beppe è stato il più grande comico italiano da Walter Chiari in poi. Ricordo con le lacrime agli occhi dalla nostalgia e dalle risate "Te la do io l'America" e "Te lo do io il Brasile". Già quando guardava la telecamera con la mano in un gesto di OK che non c'entrava niente, e aspettava con sapienza che il pubblico applaudisse per urlare "Fermi!!!" era uno spettacolo. Ma è un caso che... Grillo... Paolo Rossi... Guzzanti... Luttazzi.... questa strana e paradossale società costringa i comici a dire delle grandi verità mentre chi dovrebbe occuparsi della cosa pubblica, come dice Paolo Rossi "gli ha rubato il lavoro"? certo, rispetto ai toni preoccupati del mio post mi va bene che ci siano anche tanti come te che amano il Grillo-uomo e non gli chiedono nulla di più.
E comunque grazie per la sollecitazione all'atterragio visto che io di solito gravito tra il Settimo Cielo e l'Empireo.
Abbracci.

Luca Rinaldoni 25.06.05 13:11| 
 |
Rispondi al commento

allora leggiti cosa hanno detto loro dei nostri cibi, di chi ci rappresenta (che puo' essere il peggio del peggio ma e' sempre chi ci rappresenta) leggi delle mail di scuse mandate dagli italiani a quella gente che continua a insultarci....e continua a insultarci pure tu e a dire a me che sono poco costruttivo. Invece c'e' molta costruzione nel piangersi addosso e dare ragione a tutti quelli che da ogni dove ci danno addosso per puro interesse personale.

claudio carli 25.06.05 13:09| 
 |
Rispondi al commento

resta solo da sperare che l'unione europea diventi politica e che qualcuno tolga gli ultimi timoni dalle mani di politici come i nostri cosi' come hanno fatto per la politica monetaria

Francesco Romano 25.06.05 13:08| 
 |
Rispondi al commento

IN ESILIO?

E alla mia famiglia ci badi tu?

Terrò presente!!

Ciao a tutti tutti

ivan verdi 25.06.05 13:06| 
 |
Rispondi al commento

>>vai in finlandia allora e non spacciarti per italiano

Non è un'atteggiamento molto costruttivo...
qui si sta "solo" esigendo più serietà da parte di chi ci deve rappresentare, è un sacrosanto diritto dei finlandesi e del loro primo ministro incavolarsi...ma stiamo scherzando? fare battute da BAR su un Primo Ministro e denigrare la cultura gastronomica di un paese amico???
E' una quetione di educazione e mi farebbe piacere che qualcuno dissociasse quello che ha detto il Premier Italiano da ciò che pensano GLI ITALIANI...mi pare legittimo

daniele piredda 25.06.05 13:04| 
 |
Rispondi al commento

Faccio un commento un po' terra terra a quello che ha scritto l'amico Rinaldoni su Beppe Grillo. Si tratta di uno scmabio di battute tra me e mia madre + mia sorella (beata ingenuità!!).

Mia sorella guardando il sito del blog mi chiedeva: ma cosa se ne fa Beppe Grillo di tutto quello che gli scrivono? Lo usa per i suoi spettacoli? (potrebbe essere...)

Mia madre guardando le foto di Beppe Grillo sul sito-blog: madonna santa, ma quello è Beppe Grillo? Come è diventato, prima sembrava un figurino (quanti anni che non lo vede in TV)!!

Concludo dicendo che in famiglia da noi Beppe Grillo ha sempre rappresentato l'essenza della comicità!!

Caio a tutti e buon pranzo!!

ivan verdi 25.06.05 13:02| 
 |
Rispondi al commento

La domanda è meno stupida di quanto si possa pensare ed è MA I POLITICI AL GOVERNO CI SONO O CI FANNO?
E la gente che continua a credere alle loro favole ci è o ci fa?
No perchè veramente la soglia di assurdità è stata superata da un pezzo.
Vorrei inoltre fare un forte appello alla MEMORIA!
memoria di cose e fatti recentissimi ma che quasi tutti si sono gia scordati..
A Pasqua qualcuno ha detto che l'Italia stava benone e i problemini economici erano solo legati al fatto che la gente aveva fatto un pò di vacanza..
l'anno scorso di questi tempi chi parlava di declino economico era deriso e preso per il culo..
Berlusconi a Ballarò (subito dopo le elezioni regionali di pochi mesi fa) disse che avrebbe riportato il deficit sotto il 100% del PIL ed altre cazzate altrettanto enormi..
Ma le parole quando ricominceranno ad avere VALORE?
Io penso che sia necessario innanzitutto riprendere a dare valore alle cose, alle parole, ai concetti, alle istituzioni e dopo vedere di sistemare le cose..
E' troppo difficile ragionare con una persona che nega l'evidenza..
E comuqnue ripeto la domanda CI SONO o CI FANNO?

P.S. l'Italia è in declino e la situazione anche in prospettiva è cupissima, l'economia va a rotoli, c'è sfiducia, in campo internazionale ci deridono (vedere anche l'ultimo caso con la Finlandia), siamo un Paese senza credibilità.. Peggio di così cosa avrebbe potuto fare Berlusconi per essere preso a calci nel culo?

Gabriele Bernabini Commentatore in marcia al V2day 25.06.05 12:59| 
 |
Rispondi al commento

E adesso è come un'onda, un'onda nera e appiccicosa
Che cola dalle TV e dai settimanali rosa
Che uccide i nostri pensieri, che ci droga di calcio e sesso
mentre intanto chi tira le fila, insabbia e corrompe e non ha mai smesso
...La resa dei conti è in arrivo
[da Giro di Vite dei Modena City Ramblers]

VIGNETTA!
http://www.alkemik.com/thehandxgrillo

Maurizio Di Bona 25.06.05 12:58| 
 |
Rispondi al commento

il tg economia di rai uno di ieri ha parlato praticamente solo di moda.

Francesco Romano 25.06.05 12:57| 
 |
Rispondi al commento

Il fatto stesso che l'economia italiana sta retrocedendo rispetto altri paesi notoriamente conosciuti come deboli economicamente, è fortemente voluto da chi gestisce l'economia del Paese, cioè chi ne detiene il potere di farlo: LE BANCHE.
E questo momento di retrocessione economica fa parte di un disegno operativo atto ad acquisire più dominio economico possibile sulla popolazione italiana, conducendoci in una fase debitoria ai limiti dell'impossibile verso quelle stesse banche dove si è costretti ad accendere ogni tipo di prestito possibile pur di riuscire a mantenere lo stesso tenore di vita che qualche hanno fa quando ancora c'era la Lira sembrava di poter mantenere.
Quindi, prima ci hanno guidato nel Paese di Bengodi dove con un telefonino a testa, una automobile per ogni componente famigliare, viaggi, vacanze esotiche, vestiti firmati e mangiare bene nei tutti i giorni al ristorante: e ora invece con l'Euro che ci stiamo indebito a morte pur di mantenere lo stesso tenore di vita, che non riusciamo più a farne a meno.
Io che gioco anche in borsa on-line, riesco quasi sempre a capire il gioco che le così-dette "mani forti che poi sono le banche" fanno nel pilotare il forte andamento speculativo che si forma solo a loro vantaggio guadagnandoci quello che vogliono, lasciando gli altri investitori in perdita.
Anche se il loro precedente consiglio era di investire: vedi per esempio "Parmalat", "Cirio", e altri.......
Quindi, quando le banche ci avranno taglieggiato abbastanza attraverso i debiti contratto con loro e si sentiranno sazi, allora l'economia si riprenderà.

Graziano Menghi 25.06.05 12:56| 
 |
Rispondi al commento

Forse potevamo salvarci nel 2003,ma ora è troppo tardi.
L'incompetenza sovrumana di questo governo è troppo grande per potere essere sanata.
Nel 2006 quando Berlusca starà per perdere le elezioni ci sarà la fuga finale con i soldi.
Magari i nostri amici americani destineranno un fondo per gli aiuti all'Italia.

Michele Gallizia 25.06.05 12:56| 
 |
Rispondi al commento

vai in finlandia allora e non spacciarti per italiano

claudio carli 25.06.05 12:56| 
 |
Rispondi al commento

stanotte ho avuto un incubo.. ho sognato che accendevo il pc e invece di apparirmi la solita pagina di google, mi appariva il faccione di costantino! poi ho cercato il sito di beppe grillo e al suo posto c'era quello di emilio fede che continuava a dire che l'economia italiana era salda e che gli italiani guadagnavano 10.000 euro netti al mese con contributi pagati.. poi cercavo altri siti ma c'era solo grande fratello, simona venturi, le letterine ecc...... allora ho capito che berlusconi aveva comprato microsoft e internet e aveva messo una enorme "consolle" (il termine tecnico forse non è giusto ma capite il concetto..) tutta italiana in cima alle alpi e che filtrava le informazioni in internet e così manovrava anche internet!! allora ho guardato fuori dalla finestra e ho visto che agli italiani cominciavano a spuntare coda e orecchie di asino: eravamo nel paese dei balocchi e mangiafuoco (=berlusconi) diventava sempre più potente!! poi mi sono svegliata e ho scoperto che non era un incubo!! che E' TUTTO VERO! e che non possiamo più neanche gridare "arrivano gli americani!!", che stavolta non arriva nessuno a salvarci, neanche gli inglesi.. o che forse possiamo sperare in un aiuto dei tedeschi?????? o ci rialziamo da soli, o qui si rifà l'italia...
ooooooooooooooo!
cacc_!!!!!!!!
bravo alessandro che hai citato Dante! sono tanti gli avvertimenti e spunti e consigli che possiamo trarne..
ma dante non era solo un grande poeta, era anche un 'uomo d'azione
ci si vede tutti martedì?

emanuela menconi 25.06.05 12:55| 
 |
Rispondi al commento

Cara Rita Guerrini, io quando sento dire.....a me non me ne frega niente di cosa dicono quelli più civili di noi ecc ecc ho un po' di paura!!

E' l'atteggiamento di chi non va dal medico perché non sa di essere malato.

La storiella del corteggiamento del nostro Silvio al premier finlandese, che conosco per sommi capi, è davvero incredibile. Era ovvio che le istituzioni ufficiali di quel civile paese convocassero l'ambasciatore italiano, esigendo spiegazioni e scuse.

P.S. : rapporto debito pubblico / PIL finlandese = circa 45% (non 110% !!); rapporto deficit / PIL finlandese = +4,7% (si badi bene "più"); quelli sì che la sanno lunga!! altro che Silvio & compagnia cantante!!

ivan verdi 25.06.05 12:55| 
 |
Rispondi al commento

Ivana, mi stupisco che tu non abbia tirato di mezzo i cinesi. A parte questo, i prati di mezza Europa sono ancora contaminati da Chernobyl, quindi non c'è il rischio che ci arrivi latte contaminato. Ne abbiamo la certezza, non il rischio. Ci arriva DI SICURO. Grazie anche al fatto che i nostri sani imprenditori acquistano il latte di scarto degli altri Stati.
Noto che la colpa comunque è sempre degli altri, in questo caso i francesi e i tedeschi. Evidentemente non hanno niente di meglio da fare che portare le loro mucche in una vicina e comada transumanza in quel dell'Europa dell'est.
Comunque t'inviterei a trattare la faccenda Chernobyl, dove non cresce l'erba e dove la gente sopravvissuta ai primi mesi è colpita da gravi deformazioni ormai genetiche, con meno leggerezza e superficialità.
Non è una bella frase da dire "meno male che a chernobyl non cresce l'erba".

Umberto Mas 25.06.05 12:53| 
 |
Rispondi al commento

Magari dare un'occhiatina alla politica energetica no eh?
importiamo fino all'82% del nostro fabbisogno energetico e l'84% di quello elettrico dall'estero.. (dati della rivista "le scienze")

comunque non vi preoccupate se andremo a picco come l'argentina avremo abbastanza telefonini per avvisare tutti

Marco Ritter 25.06.05 12:44| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi forza con il signoraggio se no quello si incazza e ci piglia a calci tutti quanti! Le cose che non sopporto di te pascucci sono i continui attacchi a Beppe (per quale motivo poi, Lui che fa e dice quello che altri non arrivano neanche a pensare) solo perche' non parla di signoraggio. Prima o poi ne parlera' se lo riterra' necessario, ma permetti che ognuno a casa sua faccia quello che vuole? Parlane nel tuo blog, e smetti di farti pubblicita'in questa sede, dove poi alla prima occasione ci sputi sopra.
Dai commenti che ho letto in parecchi cominciano a non sopportarti piu', credo soprattutto per l' arroganza con cui esponi le tue idee, percio' vedi un po' tu ...
Ciao a tutti

Sandro Bardo 25.06.05 12:43| 
 |
Rispondi al commento

paolo bianucci ,,,certo,,, ..manca ancora poco anche se dicono che tutto va bene,,,probabilmente non si rendono conto della situazione...

ivana iorio 25.06.05 12:43| 
 |
Rispondi al commento

Il punto è che per risorgere bisogna in qualche modo toccare il fondo. Comunque ci siamo vicini. Non disperate.

paolo bianucci 25.06.05 12:39| 
 |
Rispondi al commento

IL PUNto è proprio questo! dobbiamo renderci conto che la gloria e la cultura ora come ora appartengono solo a nostro passato, non possiamo essere in grado di costruire un fututo meno deprimente se ogni volta che siamo in DIFFICOLTA' rispondiamo che noi siamo quelli del RINASCIMENTO, di DANTE ALIGHIERI etc etc...grazie al nostro passato ci siamo costruiti un nime rispettabilissimo, ma lo stiamo distruggendo e rendendo VANO, e questo mi fa male!

daniele piredda 25.06.05 12:39| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, tieni duro!!!!
Ti sei imbarcato in un'avventura pazzesca, lo sai? Avevo già detto in precedenti post che questo blog è il migliore possibile, perchè intorno a te, alla tua figura, al tuo consumato mix di bonomia e veemenza, di saltimbanco e di leader of opinion, si è condensato un campione altamente rappresentativo della società italiana, il tuo blog è "quel mare grande che si muove anche di notte e non si ferma mai" come scrisse
Paolo Conte dopo essersi imbattuto in Genova senza mai più riprendersene.

Forse neanche tu te lo aspettavi. E se un giorno in un tuo post (magari "straordinario", che se no qualcuno bercia che ci tocca parlare del tuo privato mentre tutto se ne va a picco e tu che hai il potere non lo usi) ci spiegassi con chiarezza il sofferto itinerario che ti ha visto passare dall'happening di sfasciare un PC a fine spettacolo ad una appassionata fede e fideistica passione per il web? Ma sto divagando...

Il fatto è, Beppe, che qui ci sono migliaia di persone che ti guardano ti giudicano si agitano si fanno delle aspettative, chi amandoti alla follia, chi invidiandoti verde di bile e intriso di cattiveria, chi amandoti con riserva perchè fantastica palesemente su un "padre putativo" che gli illumini il cammino e gli dia vie d'uscita dai suoi problemi. Sei troppo carismatico, troppo autorevole, per non aspettarti che il fenomeno lieviti come un pandoro. Anche il tuo stile di postare con teutonica regolarità un messaggio al giorno è un'arma a doppio taglio. Sia chi ti ama che chi ti odia aspetta i tuoi post come forse non ha mai aspettato neppure la fidanzata o il fidanzato, oramai c'è una babele di inviti a DIRE qualcosa, FARE qualcosa, nella variante affettuosa "Solo tu ci puoi salvare" e in quella astiosa "Ma dai, buffoncello, faccelo vedere che condottiero sei....".

Sul fenomeno di chi vuol farsi pubblicità a costo sottozero non mi va di dire niente, ma certamente l'avrai messo in preventivo prima di cominciare. Sull'altro fenomeno di chi è esente da qualunque nozione di cortesia nel trovarsi comunque a casa d'altri e usa il blog come se fosse suo, scelgo anche qui un pietoso e rigoroso silenzio. Certo, quando questi due tratti si presentano insieme (e quando in parecchi cadono nella trappola di replicare ad libitum come si faceva all'asilo) il blog diventa per lunghi tratti una bolgia infernale. Ma, se di campione rappresentativo si deve trattare, questa è l'Italia di oggi...

A questo punto, Beppe, mi auguro che tu ti sappia muovere con acume perchè sinceramente non ti invidio e non vorrei essere al tuo posto. Se operi (o comunque disponi affinchè vengano operati) dei fisiologici interventi di "snellimento" del blog da interventi pesanti, fuori tema, alcuni direi cancerosi apriti cielo! Tel lì el purtatùr sano de democrassia.... Se lasci che il blog cresca e faccia le sue esperienze come un adolescente imbizzarrito, sei accusato di dare il tuo stitico contributo col post e di fregartene alla grande di quello che accade. E in proiezione futura, se mantieni le promesse che dicono tu abbia fatto (o che comunque la stragrande maggioranza dei bloggers ha intuito), "troppo rischio per un uomo solo" direbbero Freak Antoni e Clint Eastwood all'unisono; se con genovese saggezza decidi di gettare acqua sul fuoco ridando a questo blog i suoi onesti e sani connotati di spazio di dibattito da cui I BLOGGERS E NON IL CAPO-BLOG possono trarre qualcosa, perfino approfondire il discorso del signoraggio eheheheheheh, ho la lieve impressione che il rischio sia a ncora più alto. Io purtroppo in questi prossimi giorni non ti potrò seguire perchè non avrò accesso ad Internet; forse per questo ti mando questo post quasi "fraterno".
Forza e coraggio Beppe, resti tra i meno peggio nel tossico scenario della informazione & comunicazione italiana. Resisti.
Un abbraccio

Luca Rinaldoni 25.06.05 12:39| 
 |
Rispondi al commento

ceronbyl…e’ meglio che non cresca l’erba, altrimenti ci farebbero pascolare le mucche e francesi e tedeschi comprerebbero il latte a basso prezzo per poi rifilarcelo a noi come latte e derivati tramite la loro rete di supermercati in italia ( non capisco perche' un po di anni addietro le nostre catene di supermercati sono state svendute a stranieri)

ivana iorio 25.06.05 12:38| 
 |
Rispondi al commento

Ieri pomeriggio facevo un giro per la via principale della mia città, il salotto della città (un po' sporco ma sempre salotto!!).

Negozi per fighetti esponevano magliettine firmate a 50 euro al pezzo, scarpette di tela sportive "alte" (tipo basket) a 120 euro al pezzo, cappellini da 20 euro al pezzo, ecc ecc tutto rigorosamente sopra i 20 euro e tutti i negozi desolatamente vuote con le commesse ad incrociare i pollici (ma le pagheranno? io credo di no).

In una via secondaria accanto, parallela al salotto, decine di negozietti "cinesi" a conduzione familiare. Magliettine colorate a 50 centesimi (!! sembrava uno scherzo ma c'era scritto così !!), costumi da bagno a 2 euro, e così via....tutto rigorosamente sotto i 3 euro!!

Ma.....sorpresa......anche i negozietti "made in China" desolatamente vuoti.

Secondo me c'è un po' di confusione in giro. Generata dal fatto che la gente, questo è sicuro, soldi da spendere non ne ha tanti tanti!!

Saluti a tutti.

ivan verdi 25.06.05 12:38| 
 |
Rispondi al commento

Di cosa pensino i Finlandesi magari non ce ne può fregare nulla ma che, chi ci rappresenta, affermi che quell'Agenzia Europea "tal dei tali" sia collocata in Italia solo per i suoi begli occhi dovrebbe stimolare negli italiani che studiano, lavorano e si fanno un mazzo "tanto" e che, pertanto, si guadagnano la stima internazionale, almeno un piccolo moto di indignazione. Forse un termine in disuso...e poi, perbacco, che conservatrice sono mai! non si può neppure scherzare...

Rita Guerrini 25.06.05 12:35| 
 |
Rispondi al commento

x Fabio La Torre

cito:
...saremo pure dei poveri coglioni ma la nostria storia, la nostra cultura, non si possono cancellare con qualche lustro di malgoverno.
Penso che perdere la nostra dignità di Italiani sia la cosa peggiore che possa succedere...

...........

quando si arriva una critica dall'estero, un confronto con l'estero o quando si sta per toccare il fondo riscopriamo di avere una storia ed una cultura.

Scusao ma dimmi che cosa abbiamo dato alla storia e alla cultura negli ultimi 100 anni?

cito:
Noi siamo la storia, siamo la cultura...

......

noi siamo stati la storia e siamo stati la cultura ed é finita non da qualche lustro.....
e poi sarei curioso di sapere se la cultura e la storia italiana la conosci meglio di quelli che oggi si lamentano per quello che siamo diventati.

ciao

Igor Scicchitano 25.06.05 12:33| 
 |
Rispondi al commento

e ancora su ciampi : con la sua figura , invece di andare in giro per il mondo a dire che la cina e' una grossa opportunita...potrebbe dire a quei quattro politici che siamo obbligati a tenerci : hooo. qui' la situazione e' grave...invece di fare congressi e riunioni pensate a qualcosa per risollevare l'italia...altrimenti finiamo nei guai..............ma anche per lui il bene del paese e' solo teoria,

ivana iorio 25.06.05 12:30| 
 |
Rispondi al commento

Ballarini: l'idea sarebbe buona, mal'energia solare è ancora troppo costosa. La resa per mq è bassissima, il costo dei pannelli è molto molto alto, l'impatto ambientale è alto. Dirai: ma va', l'impatto è zero. Purtroppo i pannelli fotovoltaici sono realizzati con sostanze NON BIODEGRADABILI e hanno componenti TOSSICI e DANNOSI PER L'AMBIENTE. Lo smaltimento è complicatissimo, quasi impossibile. Il riciclaggio anche (per il continuo sviluppo della tecnologia).
In questi giorni ho sentito ministri e presidenti enel a caso parlare del nucleare come energia pulita e sicura, e dire che tanto le centrali ce le abbiamo a 200 km dalle frontiere. Ma si sono rincoglioniti? Punto a): NON è pulita. Le scorie radioattive dove le si mette? Si fa un buco nel terreno o le si lancia in orbita? E' come nascondere le briciole sotto al tappeto, ma in questo caso le briciole sono altamente inquinanti.
Punto b): NON è sicura. Ultimamente ci sono notizie di centrali americane e giapponesi con crepe e vari incidenti nel corso degli anni. Solo che non se ne parla.
Punto c): se mi esplode una centrale a 10 km da casa io muoio nel giro di poche ore. Se mi esplode a 200 km avrò dei danni ma forse non sarò proprio morto morto. A Chernobyl NON CRESCE ANCORA L'ERBA.
Ministri e industriali fanno questo discorso perchè il nucleare GLI CONVIENE. Conviene per il minor prezzo dell'energia. Per la salute... ho dei dubbi.
Per quanto riguarda le fonti: l'eolica funziona ma i rotori sono antiestetici e certi studi affermano che può provocare l'inaridimento del suolo circostante (bisogna sempre vedere CHI ha commissionato/sovvenzionato gli studi). L'idroelettrica si basa su enormi dighe che stravolgono gli equilibri naturali. La geotermica da noi è quasi impensabile. Il biogas è poco usato rispetto a quanto potrebbe essere e provoca un forte effetto serra. IL petrolio e il carbone sono le risorse più usate (purtroppo).

Umberto Mas 25.06.05 12:29| 
 |
Rispondi al commento

Lo so che esco un po' dal contesto del post, ma questa Beppe te la devo dire: c'è gente che cerca di sputtanarti dicendo che manda commenti di insulto al tuo blog e che questi vengono cancellati. Per verificare vai a http://censurarossa.splinder.com/
Ma ti avverto, portati l'acquasantiera tascabile perchè è tutto gestito da Sua Santità Don Big8!!!

Ciao Mitico

Gabriele Costa 25.06.05 12:25| 
 |
Rispondi al commento

Alì Babà, i 40 ladroni
in parlamento in nome dei cojoni
noi si consuma i loro beni
loro consumano i nostri beni

pecore smunte dai furbi pastori
della disfatta scaltri fautori
piccoli uomini dal gran capitale
cancro inguaribile del mondo civile

Mi è venuta così, pensando ai nostri parlamentari...

Eurasio Mondini 25.06.05 12:25| 
 |
Rispondi al commento

Il problema è che Beppe è diventato un attore drammatico.
Quando vedo un suo spettacolo rido per 2 ore e poi piango per 2 mesi

Filippo Natale 25.06.05 12:24| 
 |
Rispondi al commento

Fabio Devia, tu hai ragione, ma io sono quasi rassegnato al fatto che invertendo l'ordine dei fattori il risultato non cambia! Aspettiamoci altri anni di perenne campagna elettorale da entrambe le sponde, visto che le idee e i programmi scarseggiano, poi qualcosa dovrà succedere, cosa sia non lo so proprio. D'altronde siamo il popolo dell'arte di arrangiarsi, cavolo, qualcosa di buono nella storia l'abbiamo pur fatto! Forse quando saremo al limite daremo il meglio di noi! Voglio essere un pò ottimista, sennò qui ci s'intristisce troppo.

Riccardo Simiele 25.06.05 12:23| 
 |
Rispondi al commento

VISTO CHE C'É TANTA GENTE CHE VORREBBE FARE DI PIÚ, NON SOLO LAMENTARSI SUL BLOG, PERCHÉ NON FACCIAMO QUALCOSA DI CONCRETO? QUEST'ESTATE RICOMINCERANNO ALLEGRMENTE GLI INCENDI NEI BOSCHI. PARTECIPIAMO IL 2 E IL 3 LUGLIO AGLI INCONTRI DI LEGAMBIENTE NEGLI OLTRE 300 COMUNIO ITALIANI (vedi sito www.legambiente.it).
Credo che se 100, 200, 1000 Italiani si riunissero e si mettessero a ripulire un bosco o una spiaggia, pitremmo migliorare questa Italietta incancrenita.
------------------------------------------------
Ahi serva Italia, di dolore ostello,
nave senza nocchiere in gran tempesta,
non donna di province, ma bordello!
(Divina Commedia, Purgatorio, Canto VI, 76-78)

Alessandro De Bellis 25.06.05 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Grillo, ti ringrazio di mettere alla luce le magagne della società.. così semplicemente.. mi ammazzi dalle risate, ma rivedo tutti i giorni lo spettacolo.. la vita.. e non mi fa così ridere.. ti diverti tu pieno delle conseguenze di ciò che dici.. se ti diverti forse credo ancora che tanti piccoli Grillo possano nascere e un giorno entrare in politica senza essere ammazzati.. Penso che tra le righe si capisce quello che voglio dire... Facci sognare

Domenico Paviglianiti 25.06.05 12:21| 
 |
Rispondi al commento

Mi vergogno di essere italiana. Ormai la Spagna, la Grecia, l'Irlanda, perfino il Cile sono Paesi economicamente più sviluppati di noi. Siamo destinati al tracollo.

Io invece sono orgoglioso di esserlo e quando qualcuno mi(ci) infama mi incazzo pure...
Noi siamo la storia, siamo la cultura... ma chi cazzo sono gli Irlandesi... ma chi cazzo sono i Cileni ?
Saremo anche in recessione, saremo pure dei poveri coglioni ma la nostria storia, la nostra cultura, non si possono cancellare con qualche lustro di malgoverno.
Penso che perdere la nostra dignità di Italiani sia la cosa peggiore che possa succedere... e invito tutti quelli che sparano merda sul nostro paese ad andarsene veramentre altrove... sembra sempre più verde l'erba del vicino... vero?
Non abbiamo bisogno di loro...
azz... sembra un discorso alla Ciampi... ma a me lui sta sulle palle...

Fabio La Torre 25.06.05 12:21| 
 |
Rispondi al commento

guarda...non mi hai convinto..il fatto che prenda meno di berlusconi, che non piace neanche a me, non e' una scusante per dire che lo stipendio di ciampi e giusto....anzi vado da mia madre ,,,penso che sia sotto i 500 euro di pensione...le chiedo se vuol iniziare a fare una colletta per ciampi dini e fazio..secondo il mio onesto parere e' giusto mettere come presidente una figura simile, con esperienza, di cultura...ma doverebbe farlo gratis, solo per il prestigio .... e lo farebbe di sicuro anche senza stipendi altimenti sarebbe a fare la psseggiata ai giardinetti come i normali mortali

ivana iorio 25.06.05 12:17| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe...ti leggo quasi tutti i giorni ma visto il senso d'ansia e di impotenza che mi procuri forse dovrei ,da bravo struzzo, diradare gli appuntamenti!!!! oppure?
accetto un tuo consiglio!!
ti ammiro!
Gabri

gabri franco 25.06.05 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Quando un paese industrializzato come il nostro è in declino economico, dovrebbe cominciare a pensare ed a fare cose diverse da quelle fatte fino a qui. Per esempio, per ridurre i costi di produzione, si potrebbero abbassare le spese di acquisto dell'energia rendendo le fabbriche autonome, dotandole di sistemi che sfruttano l'energia solare. Visto che il Sole è presente in tutta Italia, invece di usarlo solo per l'abbronzatura e di lametarci sempre per il caldo, "sfruttiamolo". Ci sarà così un'alternativa al petrolio e potremmo creare una nuova "elio-economy". NON SPRECHIAMO ALTRO TEMPO!

Stefano Ballarini 25.06.05 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Mi vergogno di essere italiana. Ormai la Spagna, la Grecia, l'Irlanda, perfino il Cile sono Paesi economicamente più sviluppati di noi. Siamo destinati al tracollo. E abbiamo un presidente che sghignazza e spara scemate.
Non ho nessun futuro, non abbiamo nessun futuro, nella ricerca, nell'industria, nell'imprenditoria, nella cultura, nell'arte, dici bene Beppe siamo in pieno DECLINO, come l'Impero Romano nei suoi ultimi secoli di vita. Non è solo una questione di soldi, ci siamo imbarbariti, lobotomizzati, analfabetizzati.
Ma possibile che non ci sia un modo non dico per cambiare le cose, ma almeno per protestare, per far sentire la nostra voce? Le rivoluzioni, che io sappia, le hanno sempre fatte le minoranze illuminate, non il popolo che "democraticamente" ha eletto i più grandi dittatori. Svegliamoci. Ridiventiamo fieri di essere italiani.Ciao Beppe

Postato da: Lucia Stella il 25.06.05 12:01.

Lucia, concordo in pieno. Hai ragione.
E in molti dovremmo vergognarci di essere italiani.

Raffaele: non so che dirti. La nostra situazione è grave. Il nostro futuro (almeno quello dei ventenni senza i miliardi di papino e il lavoro assicurato) inesistente. I problemi non si affrontano dicendo "va tutto bene" (magari aggiungendo "siamo ricchi perchè abbiamo milioni di automobili e più telefonini pro capite di tutti" oppure "siamo ricchi perchè il 40% delle nostre aziende non paga le tasse"), ma guardandoli in faccia.

Umberto Mas 25.06.05 12:12| 
 |
Rispondi al commento

FINALMENTE MAURIZIO BLONDET A LA7 SULL'11 SETTEMBRE

Lunedì 27 giugno 2005, alle ore 7.50, finalmente andrà in onda su La 7 la trasmissione Omnibus, registrata l' 8 giugno, e che ha come protagonisti da una parte Maurizio Blondet e l'americano Jimmy Walter, e dall'altra Magdi Allam, Carlo Jean e Massimo Deodori (vedi sul nostro sito nell'archivio politica).

Ci piace pensare che la messa in onda sia dovuta alle numerose pressioni su La 7 da parte dei nostri lettori e dei lettori di altre testate (informatiche e non); in particolare vogliamo ringraziare www.disinformazione.it per la capillare campagna informativa svolta e www.uruknet.info per aver pubblicato il nostro comunicato; col peso della loro influenza e diffusione questi siti hanno dato probabilmente un colpo decisivo al tentativo di affossamento del programma (d'altro canto se quelle di Blondet sono tesi così fantasiose perché silenziarle…?).

Blondet ci informerà se la trasmissione ha subito tagli.

http://www.effedieffe.com/fdf/giornale/interventi.php?id=498¶metro=politica

Sergio Pertecara 25.06.05 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Quando si fa una politica fiscale per pochi privilegiati, quando si tutelano i propri interessi sapendo che se no si fallirebbe(MEDIASET, LEGGI PERSONALI, ECC) , quando si mente al Paese, quando si detengono tutti i mezzi televisivi, quando si da la colpa ai governi precedenti (CRAXI DI CHI ERA AMICO? Non si acquisiscono 3 reti televisive senza la politica) dimenticando che i democristiani hanno governato il Paese e la maggiore concentrazione di essi e' nell'UDC, quando si da la colpa sempre agli altri (Sindacati,Unione Europea,extracomunitari,islamici,industriali ecc)senza prendersi le proprie responsabilità, QUANDO SI FA UNA POLITICA DI CONDONI ABBASSANDO NOTEVOLMENTE IL SENSO DELLO STATO, quando negli ultimi 4 anni diminuiscono drasticamente i beni confiscati alla mafia, quando si fa i duri con i deboli ma gli agnellini con i duri, quando ci si dichiara amici di tutti poi si fanno terribili gaffes a livello internazionale, quando si vuole stravolgere la Costituzione , quando si favorisce il privato senza coinvolgere il pubblico I RISULTATI SONO QUESTI! DENUNCIARE E GUARDARE IN FACCIA ALLA REALTA' E' UN PRIMO PASSO SIGNIFICATIVO, DA UN'ALTRA PROSPETTIVA E SI GETTANO LE BASI PER UN'ALTRA POLITICA..SI SPERA CON UN GOVERNO DIVERSO DA QUESTO!

fabio devia 25.06.05 12:09| 
 |
Rispondi al commento

pure a me dei finlandesi non e' che mi frega piu' di tanto, visto il casino che hanno fatto e gli insulti che ci hanno mandato. E come fate a essere orgogliosi di essere italiani se al primo che passa che ci da del mangiaspaghetti e degli intrallazzatori gli date tutti ragione (come se gli altri fossero tutti dei santarelli).
E per il difensore civico di ciampi...guarda un po' che cosa ha fatto nella sua vita questo innoquo signore e poi riparliamo pure del berlusca.

claudio carli 25.06.05 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Mi vergogno di essere italiana. Ormai la Spagna, la Grecia, l'Irlanda, perfino il Cile sono Paesi economicamente più sviluppati di noi. Siamo destinati al tracollo. E abbiamo un presidente che sghignazza e spara scemate.
Non ho nessun futuro, non abbiamo nessun futuro, nella ricerca, nell'industria, nell'imprenditoria, nella cultura, nell'arte, dici bene Beppe siamo in pieno DECLINO, come l'Impero Romano nei suoi ultimi secoli di vita. Non è solo una questione di soldi, ci siamo imbarbariti, lobotomizzati, analfabetizzati.
Ma possibile che non ci sia un modo non dico per cambiare le cose, ma almeno per protestare, per far sentire la nostra voce? Le rivoluzioni, che io sappia, le hanno sempre fatte le minoranze illuminate, non il popolo che "democraticamente" ha eletto i più grandi dittatori. Svegliamoci. Ridiventiamo fieri di essere italiani.Ciao Beppe

Postato da: Lucia Stella il 25.06.05 12:01.

ma sei più catastrofista di Grillo?ma come può essere?domani mattina andremo tutti sotto un ponte e i cileni (bah...), invaderanno l'Italia con i loro capitali....!Qua siamo impazziti tutti...

raffaele p. 25.06.05 12:06| 
 |
Rispondi al commento

Mizzica ragazzi, allora a Milano ce l'avete fatta ad organizzare l'incontro!!

Mi raccomnado fateci(mi) sapere, su geocities ovviamente. Ancora qui da Beppe c'è troppo casino.

Se posso dare un piccolo consiglio: cominciate a organizzare qualcosa di "concreto". Suggerisco di raccogliere firme su un referendum per l'abolizione dell'immunità parlamentare!! Raccolta da estendere quanto prima in tutta Italia.

Ci tengo ad avere notizie. Ciao a tutti!!

ivan verdi 25.06.05 12:04| 
 |
Rispondi al commento

simone hai ragione!!
il mondo gira male per l'indolenza generale di chi dovrebbe gridare
è che non si sa più con prendersela, siamo un paese di furbi (o meglio crediamo di esserlo) tanto da fregarci noi stessi!!

elena mason 25.06.05 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Mi vergogno di essere italiana. Ormai la Spagna, la Grecia, l'Irlanda, perfino il Cile sono Paesi economicamente più sviluppati di noi. Siamo destinati al tracollo. E abbiamo un presidente che sghignazza e spara scemate.
Non ho nessun futuro, non abbiamo nessun futuro, nella ricerca, nell'industria, nell'imprenditoria, nella cultura, nell'arte, dici bene Beppe siamo in pieno DECLINO, come l'Impero Romano nei suoi ultimi secoli di vita. Non è solo una questione di soldi, ci siamo imbarbariti, lobotomizzati, analfabetizzati.
Ma possibile che non ci sia un modo non dico per cambiare le cose, ma almeno per protestare, per far sentire la nostra voce? Le rivoluzioni, che io sappia, le hanno sempre fatte le minoranze illuminate, non il popolo che "democraticamente" ha eletto i più grandi dittatori. Svegliamoci. Ridiventiamo fieri di essere italiani.Ciao Beppe

Lucia Stella 25.06.05 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Ivana, non sono io che insisto. Ma per risponderti: ha una certa età ma non è il solo (Il premier compirà l'anno prossimo 70 anni...ah, dimenticavo, sarà un caso che un decreto legge prevedesse gli arresti domiciliari e non la detenzione per gli ultrasettantenni non condannati in via definitiva? E proprio nel 2006, quando il premier varcherà la soglia dei 70, PROBABILMENTE- mah- non sarà più capo del governo e sarà quindi processabile..), potrebbe lasciare il suo miliardo e trecento milioni (di lire) allo Stato ma allora chi di miliardi di lire ne guadagna cinquemila non so cosa dovrebbe fare. Inoltre Ciampi fa meno danni di certi personaggi, e se è vero che è lì per sola rappresentanza almeno non fa leggi grazie alle quali si avvantaggiano evasori, mafiosi, piduisti, banchieri.
In quanto agli eredi...beh se si leccheranno i baffi per -metti- una decina (o venti, quanto vuoi) di milioni di euro, non oso immaginare cosa faranno quelli dell'attuale premier.
Questo non è per difendere un uomo che guadagna in un anno quanto forse io non riuscirò in tutta la vita (parlo di Ciampi. E' SICURO che non guadagnerò mai nemmeno quanto il "premier" fa in un MESE), ma per dirti: te la stai prendendo con quello che ci lucra forse di meno come se fosse il peggiore di tutti.

Umberto Mas 25.06.05 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Fossero solo i Finlandesi...ma qui ci spernacchiano tutti...come si fa a comportarsi così?
ma ha il culatello nel cervello?

daniele piredda 25.06.05 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco perchè fai pagare i dvd dello spettacolo 2005... non dovrebbe essere libera la tua informazione ed accessibile a tutti...potresti condividerli gratis sul tuo sito...

francesco losciale 25.06.05 11:56| 
 |
Rispondi al commento

LE COMPAGNE DI UNA VOLTA

Una mattina di un gelido novembre di tanti anni fa stavo passeggiando, assieme ad alcuni compagni, sul marciapiede prospiciente la biblioteca Lenin a Mosca.
Proprio quella dove lavorava come archivista Vasily Mitrokhin, possa bruciare tra le fiamme dell' inferno in eterno.
Stavamo aspettando la nostra guida che ci avrebbe condotto a visitare i tesori del Cremlino, poco distante da li.
Arrivò alle nove precise: sotto il comunismo non solo i treni, ma anche le guide arrivavano in orario.
Era alta, bionda e popputa. Con due laghi azzurri al posto degli occhi e un delizioso nasino a patata, tipicamente slavo.
Poco mancò che mi gettassi ai suoi piedi, li sulla neve, giurandole devozione eterna

Ammirammo i famosi tesori del Cremlino apprezzando in particolar modo le corone degli zar e le uova di Carl Fabergé, il più famoso orafo del suo tempo (visse a cavallo del 19°-20° secolo).
Russo nonostante il nome, si era specializzato nel cesellare grosse uova (della grandezza di quelle di struzzo) in oro massiccio e altri metalli preziosi, ricoprendole poi di zaffiri, smeraldi, rubini ecc.. Vantava tra i suoi clienti le più nobili famiglie della Russia imperiale e, naturalmente, quella dello stesso zar. Le sue opere sono esposte nei maggiori musei del mondo ma ovviamente il Cremlino ne vanta il maggior numero. L' uovo più famoso è tra questi. Fabergé lo donò a Nicola II in occasione della costruzione della ferrovia Transiberiana: è in oro ricoperto di pietre preziose ed aprendolo ne fuoriesce una locomotiva in miniatura tutta di platino.Fummo letteralmente abbagliati.

Ma la bellezza di Tatiana, cosi si chiamava la guida, mi abbagliava e stordiva ancor più. Una volta all' aperto presi il coraggio a due mani e l' invitai ad uscire con me. "Tovarisch Guelfi" mi rimproverò, mentre i suoi laghi azzurri mi trafiggevano il cuore "prima pensiamo a realizzare compiutamente il comunismo, eppoi ai piaceri della carne".
Eh, che donne le compagne di una volta! Non ne nascono più di donne cosi.

g.

gianni guelfi 25.06.05 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Sbaglierò...
ma a me dei Finlandesi e di ciò che pensano non mi frega un beneamato...

Fabio La Torre 25.06.05 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Sig. Pietro Ferrari...
io quel coraggio ce l'ho... sono proprio convinto che sia come dice lei... e anche se con la mia "vocina" lo dico spesso a tutti quelli che conosco... Tutti dicono che è proprio così... ma nessuno comincia privandosi di qualcosa...

Fabio La Torre 25.06.05 11:54| 
 |
Rispondi al commento

Ora i Finlandesi ci adorano...
Aiuto!!!!perchè mi costringono a vergognarmi di essere un italiano???

daniele piredda 25.06.05 11:53| 
 |
Rispondi al commento

Sono convinto che tutti predicano bene e razzolano male, inclusi molti che postano qui.
In Italia troppa parte della ricchezza sfugge alle statistiche, al fisco, alla coscienza.
Tutti si lamentano del governo, del nano di Arcore, della destra della sinistra, ma nessuno ha il coraggio di ammettere che il vero problema sta nell'"Italia,paese dei furbi", categoria trasversale alla politica ed alle classi sociali, che in furbizia, ovviamente a spese degli "altri" hanno accumulato più ricchezze,più strafottenza e più ignoranza che ogni altro paese.
Soprattutto, TUTTI VORREBBERO ESSERE COME LORO, "i furbi" .
Chi si lamenta dello stato delle cose lo fa solo perchè il suo vicino ha il SUV da 75.000 euro e lui no', e perchè rincretinito dalla demagogia non trova di meglio da fare che lamentarsi di Berlusconi, come se lo stato delle cose non sia ascrivibile a una strutturale tendenza italica a fottere gli "altri", e chisennefrega dei poveri,dei meno abbienti e dei lavoratori, tanto fottono anche loro, per esempio lavorando male per 3 ore invece che bene per 8, trafficando in altre attività e secondilavori, staccando il cervello all'inizio del lavoro, per riattacarlo all'uscita.
Questa è la situazione, cari Italiani, e non avete speranza purtroppo, finirete prede dei veri potenti, ingrasserete sempre di più le banche,vera fucina di "furbi", e questo perchè in fondo non ve ne frega niente di rendere più etico lo stato, ovvero voi stessi, e pretendere lo stesso da chi vi rappresenta; volete solo sapere come si fa a diventare "furbi", e se ve ne sarà data occasione, "furbi" lo diventerete.

Pietro Ferrari 25.06.05 11:50| 
 |
Rispondi al commento

lo difende perche? chi lo ha messo ciampi sul colle?

claudio carli 25.06.05 11:47| 
 |
Rispondi al commento

Sul post di Fabrizio De André dico solo questo (anche se nella sede sbagliata).

Quando dopo la sua morte hanno dato in TV un grande concerto fatto da lui in teatro, beh mi sono messo a pinagere come un vitellino!!

Ancora ciao a tutti.

PS: anche vedendo la situazione di sbando nella quale versa il Belpaese viene da piangere!!

ivan verdi 25.06.05 11:40| 
 |
Rispondi al commento

Contraddizioni

Giorno libero finalmente! Scoppio di caldo, la coppietta di fronte ha l'aria condizionata, scopano come ricci, ma io sono meglio, me ne frego, mi accorgo di non avere niente in frigo, a proposito dovrei farmi una macchina del ghiaccio così non emetto gas nocivi, prendo lista boicottaggi, esco, cazzo tutto chiuso, mi travesto da massaia ed entro nel luogo del peccato, un centro commerciale! Sono tutti allegri e pagano con il bancomat o addirittura - orrore! - con la visa. Dopo 4 ore di ricerca di prodotti non da boicottare, me ne torno a casa con un etto di pane arabo, 2 cipolle e 5 chili di sale. Mangio ed esco di nuovo. Sulla tangenziale ci sono 500 rumene bellissime, ne fermo una e le chiedo: "Ma cosa fai in Italia, lo sai che tra 5 anni sarai più ricca di me?" - quella mi lancia un'occhiata maliziosa e mi dice: "Guarda bello, che io sono già più ricca di te!". A questo punto rimango come un salame, le mie certezze svaniscono all'istante, decido di andare al mare. Il sole è implacabile, mi avvicino timidamente ad uno stabilimento, là mi sparano 20 euro per un ombrellone ed un lettino, me ne vado gridando orgogliosamente: "LADRI!". Faccio 5 km a piedi per trovare un fazzoletto di spiaggia libera, dopo 3 ore sono completamente ustionato e pieno di eritemi - la crema solare l'ho boicottata! -. Torno in macchina, guardo con superiorità le altre intrappolate sull'autostrada,
ma rigorosamente fornite di aria condizionata, pazzi! Arrivato a casa peso 10 chili di meno, sono disidradato, ma mi consolo pensando che 'se ci riescono i tuareg perchè io no?'. Scrocco a Gandalf un pò di erba-pipa e mi metto a pensare, a pensare, a pensare... sarò qualunquista?

Riccardo Simiele 25.06.05 11:39| 
 |
Rispondi al commento

umberto mas...tu insisti...ma perche lo devi difendere a tutti i costi : ha una certa eta' ..ma cosa se ne fa di tutti quei soldi..non e' meglio lasciarli nelle casse dello stato almeno 500 persone potrebbero vivere tranquillamente e lui non perderebbe nulla...incece si leccano i baffi i futuri eredi...magari nullafacenti e si troverebbero ricchi per poi andare in banca a comprare azioni, perdendo tutto e poi lamentarsi che le banche fregano

ivana iorio 25.06.05 11:37| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti. Io sono convinto che Beppe Grillo i post li legga almeno in parte. Questi ultimi 2 mi sembrano "figli" dell'invito a scrivere cose meno leggere!! Soprattutto l'ultimissimo. Per quanto mi riguarda, molte cose al riguardo le ho dette nei miei post precedenti e non voglio ripetermi. Sarebbe una minestra riscaldata.

A questo punto dico a Beppe:

BEPPE LO SAPPIAMO CHE CI SEI. DAI UNA RISPOSTA DEFINITIVA, ESPONITI. TRA LA GENTE DEL BLOG C'E' UNA GROSSA POTENZIALITA' DA ESPRIMERE. FAI SEPERE SE INTENDI.........

Io dico di no! E' davvero molto difficile farsi spazio ed operare in certi ambienti.

Però, dal mio punto di vista si intende, se una risposta la desse il buon Beppe (tipo il suo post "Grazie") sarei più contento!!

Cià a tutti gli amici del blog.

ivan verdi 25.06.05 11:33| 
 |
Rispondi al commento

Il problema non è solo Berlusconi, Prodi o i 50 anni di governo precedente, qui il problema siamo noi che ormai ci siamo abituati al magna magna generale, quasi non ci stupiamo più. La classe che ci governa ci rappresenta, l'italia è una nazione di "furbi" ognuno nel suo piccolo è abituato a rubare qualcosa, dall'impiegato nell'ufficio che si porta a casa i francobolli a Berlusconi che si fa i condoni e le leggi per se... e così è la maggior parte degli italiani. A Napoli si tirano i sassi alle forze dell'ordine, in Sicilia nella scala sociale lo "sbirro" è visto peggio del mafioso, l'italiano onesto è in via d'estinzione ed io mi vergogno di essere italiano. Ormai da mesi penso all'idea di trasferirmi all'estero nonostante abbia uno stipendio più che dignitoso che mi fa ogni mese mettere da parte qualche centinaio di euro, ma non ce la faccio più a sopportare questa costante perdita di valori a favore dell'egoismo, del menefreghismo, della disonestà... Amo la mia terra ma odio sempre di più i suoi cittadini...

Simone Bandaccheri 25.06.05 11:33| 
 |
Rispondi al commento

Sono figlio di un impenditore per di più di sinistra, ma non perchè fa moda ma perchè mio padre è di sinistra da quando aveva 18 anni.
Parlate tutti quanti bene, però su una cosa vi sbagliate.
Bastonate sempre e comunque gli imprenditori, io ne conosco molti sopratutto fra gli under 40, e ogni volta che ci incontriamo non possiamo fare a meno di interrogarci sulla situazione del nostro paese, si cosa si possa fare per risoverla.
Poi vado al bar e trovo gli amici, gente comune operai impiegati ecc. e se per caso ci si ritrova a parlare della situazione la risposta al 90% è:"tutta colpa dei politici del c...o tutti ladri e di qui 4 paperon de paperoni che si fregano i soldi, basta io non me ne interesso più che vadano pure a f.....", bene bravo fregatene, e come pensi che si risolverà la questione se tut ti giri dall'altra parte.
Soprattutto se a girati sei proprio tu che (parliamoci chiaro senza peli sulla lingua)sarai tra i primi a cadere vittima della recessione, mentre magari l'imprenditore cadrà ma un po' dopo.
E poi tutti giù con la delocalizzazione, le aziende di famiglia sono 100% italiane, ma ho visto molte persone delocalizzare, solo che si dice sempre che il padrone lo fa per i soldi, vero, ma non dimenticatevi che quasi sempre quando un'azienda delocalizza lo fa per recuperare competitività, questo significa si che lascerà a casa dei lavoratori, ma significa pure che se fosse rimasta qui in Italia nel giro di poco avrebbe chiuso definitivamente lasciando a casa tutti e senza la liquidazione. Quindi prima di sparare a zero bisogna cercare di vedere anche le ragioni degli altri.
Chiedo scusa, sono stato lunghissimo ma non scrivo che in rarissime occasioni e quando lo faccio ho talmente tante cose da dire...
Vai Beppe continua così che sei grande.

Matteo Zaia 25.06.05 11:33| 
 |
Rispondi al commento

Alta sui naufragi
dal belvedere delle torri
china e distante sugli elementi del disastro
delle cose che accadono al disopra delle parole
celebrative del nulla
lungo un facile vento
di sazietà di impunità

Sullo scandalo metallico
di armi in uso e in disuso
a guidare la colonna
di dolore e di fumo
che lascia le infinite battaglie al calar della sera
la maggioranaza sta la maggioranza sta

recitando un rosario
di ambizioni meschine
di millenarie paure
di inesauribili astuzie
coltivando tranquilla
l'orribile varietà
delle proprie superbie
la maggioranza stà

come una malattia
come una sfortuna
come un'anestesia
come un'abitudine

(da "SMISURATA PREGHIERA" di Fabrizio De Andrè)

PS.Credo proprio che quella "maggioranza" siamo "tutti noi"

giacomino pippolo 25.06.05 11:32| 
 |
Rispondi al commento

>Qual'è quella cosa che ha funzionato più di tutte le altre negli ultimi anni?

il web !

>E qual'è la cosa che ha funzionato di più all'interno del web?

il file sharing !

Il file sharing è stato il motivo principale della rapida alfabetizzazione digitale e che ha portato guadagni in tutti i settori + vantaggi sociali a livello mondiale

> cosa rappresenta il file sharimg?

è una forma di comunismo. uno ha una cosa e la distribuisce gratuitamente perché tutti ne possano usufruire
..............

una forma di comunismo molto piccolo-borghese, quel comunismo che non ha funzionato perché pochi volevano annullare i privilegi di alcuni ma molti, troppi, volevano quei privilegi.

Questo mi pare il comunismo giusto per la nostra società, non difesa dei più deboli ma emulazione di quello che abbiamo pure coraggio di chiamare il nemico.

ciao a tutti

Igor Scicchitano 25.06.05 11:31| 
 |
Rispondi al commento

Comunque sia, al di la' delle fonti, la percezione che la gente comune ha e' che comunque le cose non vanno affatto bene.
Per quel che mi riguarda,dopo tutto quello che ho letto qui e altrove e dopo aver fatto 2 conti di cio' che posso comperare ADESSO e di quello che potevo PRIMA posso tranquillamente dire che siamo nella cacca...!
Ma nella cacca a 360°, ovunque uno si giri le condizioni sono sicuramente peggiori rispetto a quello che potrebbero essere se i nostri politici sapessero fare bene il loro mestiere invece dei propri interessi.
E noi ,comuni mortali,abbiamo le nostre indiscutibili colpe.
E' anche indubbio che altrove nel Mondo c'e' chi sta' peggio ma non mi sento piu' sollevato al pensiero, specialmente se stiamo avvicinandoci pericolosamente alle statistiche dei paesi che sino a poco tempo fa vedevamo come TERZOMONDISTI e ora qusi li chiamiamo fratelli.

enrico bosco Commentatore in marcia al V2day 25.06.05 11:30| 
 |
Rispondi al commento

Ivana, noi lo paghiamo anche ai parlamentari, ai ministri, senatori e deputati (ripetizione di "parlamentari", ma..) e più indirettamente a portaborse, bidelli, guardiani e compagnia bella.
E ti assicuro che il loro stipendio non è da meno di quello di Ciampi. Se a questo aggiungi che molti di loro- e alcuni in particolare- governano in modo da arricchirsi personalmente OLTRE a percepire il loro lauto stipendio (ricordo che è il più elevato in Europa, mentre- ad esempio- gli stipendi di insegnanti, operai, piccoli impiegati sono TRA I PIU' BASSI) capirai come prendersela con Ciampi è davvero l'ultima cosa (con quello che ha guadagnato il premier nell'ultimo anno gli basterebbe mezza giornata- dati alla mano- per pagare l'intero stpendio annuale di Ciampi).
Comunque se vuoi una piccola idea su stipendi di Ciapi, parlamentari etc ti consiglio questo:http://www.namir.it/TELEVISIONE/francara.htm
Volevo fornirti altri dati, più approfonditi, ma STRANAMENTE non si trova molto. E sullo stipendio del presidente del Consiglio non si trova nulla.
Posso solo aggiungere questo:
http://www.repubblica.it/2005/e/sezioni/economia/patriberlu/patriberlu/patriberlu.html

Umberto Mas 25.06.05 11:27| 
 |
Rispondi al commento

I forconi!
Ci vogliono i forconi davanti a Montecitorio!
Rivoluzione! Presa della bastiglia. Tagliamento delle teste dei neo-aristocratici!

Ma tanto non lo faremo mai in Italia, in Europa, in USA etc...
Perchè nonostante la crisi siamo tutti pasciuti e borghesucci col culo pesante, LOBOTOMIZZATI.
La presa della bastiglia la possono fare nei paesi in via di sviluppo ma non noi...

Che amarezza.

Non preoccupatevi: il mondo sta cambiano rapidamente.
L'europa e gli USA sono nazioni decotte.
Il futuro non è nostro. Il futuro è dei paesi in via di sviluppo: laggiù i figli crescono senza essere viziati dai genitori. E arrivano a 15 anni sapendo che la vita è dura e che devono darsi da fare per star bene.
Qui invece i pochi figli che nascono sono tutti viziatissimi e arrivano a 30 anni sapendo che se c'è un problema il babbo lo risolverà.
Gli USA per mantenere il loro tenore di vita hanno una sola cosa: la forza bruta dei militari (la guerra). L'europa manco quella.

NON C'E' FUTURO. SIAMO FINITI (ed è giusto così).

sascha iacopini 25.06.05 11:25| 
 |
Rispondi al commento

GRILLO leggi un po questo...:
Non so' se lo sapete ma la TIM ha sparato telefonini della HITEL da tutte le parti, perdendoci o regalandoli direttamente.
Sapete il perche'? Perche' li ha comperati.
E perche' li ha comperati? perche' la HITEL stava fallendo...
E allora???
Bhe....e' del fratello del TRONCHETTO DELLA FELICITA'!!!

Ora mi domando...se e' vera questa cosa, Beppe li fulminera'?
Speriamo di si !

enrico bosco Commentatore in marcia al V2day 25.06.05 11:23| 
 |
Rispondi al commento

alessandro dici bene,ma con quali criteri sono fatte quelle stime?leggi tra le righe tutti i commenti non solo una parte.
il capello da spaccare in quattro per primo è il nostro e non quello degli altri.
--------------------------------------------------
per raffaele ,aggingo e poi stacco ma replicate pure tornero a cercare i post,aggiungo che andare altrove a discutere con persone "serie" hai mai pensato che cosi' ascolti solo opinioni simili alla tua e quindi mai l'altra campana?fatti avanti e di la tua invece,confrontati e cerca il punto di vista altrui.adesso vado ciao a tutti

salvo ciulla 25.06.05 11:17| 
 |
Rispondi al commento

>Qual'è quella cosa che ha funzionato più di tutte le altre negli ultimi anni?

il web !

>E qual'è la cosa che ha funzionato di più all'interno del web?

il file sharing !

Il file sharing è stato il motivo principale della rapida alfabetizzazione digitale e che ha portato guadagni in tutti i settori + vantaggi sociali a livello mondiale


> cosa rappresenta il file sharimg?

è una forma di comunismo. uno ha una cosa e la distribuisce gratuitamente perché tutti ne possano usufruire


Ecco, finche tutto è a disposizione di tutti il mondo va sicuramente bene.
Quando pochi hanno moltissimo e molti hanno pochissimo, il mondo sarà una bolgia infernale

Ned Devine 25.06.05 11:06| 
 |
Rispondi al commento

cmq il link di dnb che ha dato beppe dice tutt'altro al post
ma qua di quelli che postano nessuno l'ha letto, avrebbe potto postare un link a siti porno che sarebbero fioccati commenti a manetta lo stesso..

ALessandro Sbarufatti 25.06.05 11:01| 
 |
Rispondi al commento

anche berlusconi ecc ecc..ma a ciampi gliela paghiamo noi la pensione..per fare un lavoro che lo ripaga ...dovrebbe farlo gratis

ivana iorio 25.06.05 10:59| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto l'articolo da te citato sul sole 24 ore e la situazione descritta non sembra così tragica, affermano che c'è un calo della disoccupazione e che l'aspetto più negativo è legato alle esportazioni (ma questo è dovuto anche all'euro forte). Tu hai interpretato l'articolo per fare propaganda politica contro la destra (che peraltro ne ha fatte di caz..te a go-go), parli tanto di "ricercare l'informazione" e spero che questo non voglia dire: ricercare solo le informazioni che ti fanno comodo...

La mia stima è comunque invarita

Alberto Forni 25.06.05 10:58| 
 |
Rispondi al commento

Ivana, d'accordo...ma per esempio un premier che dichiara di guadagnare più di 1 milione di euro al mese non ti fa orrore? Ora dirai: che c'entra, li guadagna perchè lavora. Si, ma ad esempio gli incentivi statali per acquistare i decoder del digitale terrestre e regalare miliardi di euro alle sue aziende hanno pesato nei bilanci molto più della pensione di Ciampi.
Senza contare che lo stesso personaggio denuncia al fisco una minima parte dei suoi guadagni. Il suo patrimonio è cresciuto di qualche miliardo di dollari in un anno, ma lui ha denunciato qualche MILIONE di euro (il suo patrimonio dalla classifica Forbes sugli uomini più ricchi del mondo----2003: $5,9 billion, pos.45°/ 2004: $10 billion, pos.30°/2005: $12 billion, pos. 25°
Per cui direi solo questo: non prendertela solo con uno (Ciampi) quando c'è gente che ruba molto più di lui. Anzi, immensamente di più.
Sarebbe come prendertela con uno che entra in casa tua senza togliersi le scarpe quando il vicino ti sta allagando la casa col suo scarico.

Umberto Mas 25.06.05 10:56| 
 |
Rispondi al commento

se poi l'ulcera ti tormenta vieni a catania che abbiamo come sindaco il medico personale di silvio,male che va un trapaintino lo rimediamo,se non sei calvo i capelli ti cadono appena pensi a lui con in mano uno stetoscopio e un abbassalingua

salvo ciulla 25.06.05 10:56| 
 |
Rispondi al commento

heheheheh se vuoi il consenso scrivi male solo di berlusconi

Postato da: salvo ciulla il 25.06.05 10:44

x Salvo Ciulla.

Concordo con te.
Silvio merda.

Postato da: sascha iacopini il 25.06.05 10:42

e questo non è flood?a me sembra di si....!Se non è flood, allora ,convincimi del contrario..

raffaele p. 25.06.05 10:56| 
 |
Rispondi al commento

è quello che intendevo raffaele ;sul flood non concordo,dalle mie parti usa dire chiedere non è offesa e rispondere è cortesia.

salvo ciulla 25.06.05 10:51| 
 |
Rispondi al commento

qua si stà floddando alla grande...questa discussione è caduta di molto meglio andare in qualche blog più serio, con persone più serie che parlano e si confrontano e non come qua dove l'unico sport è quello di dire "l'Italia è più povera del Senegal ed è colpa di Berlusconi anche della mia ulcera"...ma siamo seri...

raffaele p. 25.06.05 10:49| 
 |
Rispondi al commento

sbarcano qui perche' siamo il porto dell'europa sul mediterraneo e perche' cosi' e' stato deciso dai tour operator della schiavitu' in accordo con i loro sponsor. Oltretutto ci fanno pagare pure i costi dell'operazione, riempiendoci di lacrime gli occhi, e facendoci dimenticare i nostri di schiavi. ma questi sono discorsi da nazisti (o leghisti, che cattivoni che sono sti leghisti) non si puo', i nostri non muoiono di fame, non emigrano per poter avere una speranza di vita non si vendono per un tozzo di pane.

claudio carli 25.06.05 10:48| 
 |
Rispondi al commento

piccolo esempio di manipolazione mediatica la gente crede a tutto in due modi se glielo dici sussurrando in un orecchio,o se glielo ripeti di continuo fino a ribambirlo.
aristotele docet :" non conta il fatto avvenuto;conta che il messaggero di tale fatto sia convincente"

salvo ciulla 25.06.05 10:46| 
 |
Rispondi al commento

heheheheh se vuoi il consenso scrivi male solo di berlusconi

salvo ciulla 25.06.05 10:44| 
 |
Rispondi al commento

x Salvo Ciulla.

Concordo con te.
Silvio merda.

sascha iacopini 25.06.05 10:42| 
 |
Rispondi al commento

Dove sono le riforme strutturali?
Le premesse di quello che sta accadendo oggi erano visibili da 30 anni.
La domanda è "quale governo è disposto ad iniziare una politica di riforma strutturale che prevede da subito enormi sacrifici per tutti e che inizierà a dare i suoi frutti magari 10 anni dopo la scadenza del mandato elettorale?".
Il mio professore di storia e filosofia soleva affermare che la peggior democrazia è preferibile alla miglior tirannide.
Sarà mica una stronzata?

Filippo Natale 25.06.05 10:40| 
 |
Rispondi al commento

sasha fottitene delle virgole sul blog,al massimo scappa uno strafalcione,attento alle virgole sui contratti mi sa che se tira fuori quello con gli italiani silvio ne sposta un paio e risulta che gli dobbiamo ancora saldare delle cambiali.

salvo ciulla 25.06.05 10:38| 
 |
Rispondi al commento

cerchiamo di passare all' azione in qualche modo: perchè non realizziamo un sito di sopravvivenza quotidiana? un sito diviso a sezioni in cui scriviamo i comportamenti e le tecniche PRATICHE da seguire per tentare di risalire la china.
ad esempio, facciamo la sezione "assicurazioni" e dentro ci troviamo come sono collegate tra loro le varie assicurazioni (A possiede il 10% della compgnia X che controlla quella Y etc etc), quali sono itrucchi più frequenti che usano per imbrogliare e come difendersi, etc etc.
io lo farei da solo ma non sono molto pratico di realizzazione siti.
l'importante è passare all' azione,in un modo o nell' altro.altrimenti ho paura che tra un po' non potremo nemmeno più muoverci perchè...stiamo zitti va.

stefano cardeti 25.06.05 10:37| 
 |
Rispondi al commento

certo che c'e l'ho su con ciampi...avra guadagnato miliardi ..miliardi,e ancora gli danno una pensione che non finisce piu' , oltra allo stipendio d apresidente.. insieme a dini e fazio......doveri essere felice ? ...quando io vado in banca e fanno tanti di quei casini per portarti il fido bancario a 5000 euro in piu'...e ti rifilano anche qualche spesa per questi 5000 euro che ti danno...io con un solo mensile di ciampi mi sistemeri a vita

ivana iorio 25.06.05 10:36| 
 |
Rispondi al commento

appunto claudio,la societa' attuale è questa,siamo ancora le scimmie che si specchiano nell'acqua la prima volta stiamo ancora li a bocca aperta.
e riguardo al precedente blog quello su de andre,lui parlava dei popoli asiatici,ma chi sta peggio gli asiatici o gli africani?non lo so ma quanti disperati sta vomitando quel continente ?continete una volta adesso trabocca e non contine piu' un accidente.chissa perchè poi decidono di sbarcare qui?non è che non arriva notizia degli sbarchi altrove?o siamo il terminal della desperate tour?
offriamo prezzi piu' vantaggiosi?donne incinte e manovali meta' prezzo bambini accettasi come pagamento? ma a lampedusa ci saranno abbasatnza posti di ricettività alberghiera? basterà l'iniziativa privata?
a pantelleria non sbarcano,ecchecakkio,li i prezzi sono altissimi,non se ne parla neanche.
grazie riccardo,sara' che sono un tantinello imborghesito anche io.

salvo ciulla 25.06.05 10:33| 
 |
Rispondi al commento

Raffaella ha ragione. Il fatto è che questo governo non ha mai avuto una vera politica in NULLA. Ha cercato di mantenere le promesse impossibili del "contratto con gli italiani", ha cercato di fare propaganda per rimanere a tutti i costi al potere. Fi (è il nome del partito, ma ho deciso di non nominarlo perchè è rubato da un gioiso grido da stadio) è un grande baraccone privo di reali ideali o programmi ma pieno di pregiudicati. Questi pregiudicati hanno BISOGNO di uno Stato docile, che non li processi e che li lasci in pace mentre fanno i loro interessi. Il resto sono tutte cretinate. Lo dimostra la volontà di allargare il più possibile la coalizione e quindi gli elettori, in tutti i modi: industriali, piduisti, ex dc di vari schieramenti, fascisti, ex fascisti, missini e d ex missini, radicali, addirittura rutelli.. via, è un supermercato. Tant'è vero che ci sono scontri quotidiani. Per forza, sono tutti lì intruppati per prendere voti ma a volte si ricordano anche di avere un po' di idee loro, a volte qualche principio. E, ripeto, è un baraccone. Non c'è collegialità, ci sono le convention dove il capo parla e gli altri applaudono. Un microfono solo, un uomo solo. Il resto del partito è sotto, con le casdalinghe e i lombardi.
Comunque dalla disastrosa economia di questi anni viene fuori che Fininvest e Mediaset hanno guadagnato, che il "nostro" premier è sempre più ricco, che probabilmente farà il premier oppure il presidente (a seconda di cosa gli darà più potere nel promulgarsi le leggi e nel farla franca, alla luce della nuova riforma costituzionale). Il resto è stato finanza creativa, condoni, finanza selvaggia.

Ivana: non capisco se nel post precedente "i rumeni l'hanno capita nell'89" vuoi dare una frecciata a Berlusconi, a Prodi o a Ciampi (questi ultimi li tiri fuori in quasi ogni post). Noi avremmo dovuto svegliarci già da anni contro questo governo, ecco la verità.
Comunque ha ragione chi dice che buona parte dei rumeni era più ricca prima dell'89. Non avevano democrazia ma avevano più soldi. Scomodo ma vero.

INTANTO MI PERMETTO DI RICORDARE A TUTTO IL BLOG CHE OGGI E DOMANI CONTINUA LO SCIOPERO DEI TELESPETTATORI
www.sciopero.tv

E VI PREGO DI ANDARE SU QUESTO LINK (UNA BELLA INTERVISTA A T.TERZANI IN VIDEO)
http://www.corriere.it/speciali/multimedia.shtml?/Media/Video/2004/07_Luglio/29/vDSL_terzani290704.ram&320&240&Tiziano Terzani%20al%20Festivaletteratura%20di%20Mantova%20nel%202002',380,500)

Umberto Mas 25.06.05 10:29| 
 |
Rispondi al commento

NUOVA DISCRIMINAZIONE SOCIALE - Molte donne abortiscono a causa del lavoro precario, mentre nelle famiglie RICCHE ARRIVA IL QUARTO FIGLIO.

letto su www.vincenzobrancatisano.it

Vittorio Sigori 25.06.05 10:27| 
 |
Rispondi al commento

Domanda OT x tutti i bloggers:
----------------------------------
tutta questa gente che scrive "ho" (indicativo presente, prima persona del verbo avere) senza H e "o" (congiunzione) con la H, è perchè scrive troppo in fretta e non rilegge o perchè è così ignorante da non conoscere neppure la grammatica italiana (quella che si insegna alla scuole elementari...) ?

sascha iacopini 25.06.05 10:26| 
 |
Rispondi al commento

carissimo beppe grillo, la ringrazio per questo spazio e per tutto quello che sta facendo. seguo il suo blog da circa un mese (ma ho letto quasi tutti i suoi post). mi sono deciso a scriverle per sottolineare (a mio modesto parere) che gli attacchi alla sua persona letti su questo blog stanno a significare (ma naturalmente lei lo saprà già) che ancora una volta lei ha colpito nel segno (forse tramite internet sta/stiamo facendo veramente paura a qualcuno) e quindi le "risposte" e le "controffensive" non si sono fatte attendere... la invito dunque a tenere duro, la prego lo faccia anche per quelli come me che in questo paese non hanno nessuna voce in capitolo, ma soprattutto per le persone brave e oneste che le vogliono bene (e mi creda sono tantissime) alle quali questo blog offre delle possibilità per capire meglio come vanno e come stanno le cose nel mondo.
caro beppe, lei ha tutto il mio sostegno (e della mia famiglia) la prego continui così.
un saluto a tutte le persone che leggono il blog e che non sono mai intervenute (vi prego non siate timidi,fatelo.anche solo per salutare e/o sostenere la "causa")
p.s.
trovo ottima l'idea di creare un quotidiano/cooperativa con beppe grillo editore...conta sul nostro aiuto
con sincera stima e affetto
giuseppe ubaldi, marina ubaldi e famiglia

giuseppe ubaldi 25.06.05 10:25| 
 |
Rispondi al commento

dovresti leggere un libro di economia tipo il Mankew e vedrai se c'erano i segnali da una decina d'anni...prima che entrasse questo governo c'era una buona crescita del PIL,e non voglio dare il merito alla sinistra ma al lavoro che è stato svolto prima dell'ingresso del governo attuale, chiunque l'abbia fatto.Quando è entrato Silvio il governo aveva tutte le carte per poter far meglio...ma evidentemente il nostro adorato primo ministro pensa prima alle sue tasche che a quelle di chi l'ha votato(e non)...

Postato da: Raffaela Roggio il 25.06.05 10:11.

cara raffaela forse ti riferisci a GREGORY MANKIV un grande dell'economia americana e in generale conosciuto in tutto il globo..,quello che dici tu non esiste...:>!Kmq la tua osservazione non è proprio sbagliata,anzi, però vorrei farti notare che la recessione è globale e ha colpito il mondo intero, e in particolare i paesi industrializzati con l'attacco alle torri gemelle nel 2001. Da allora c'è una stagnazione dell'economia anche in Italia (ma povertà no),ma questo non è dovuto al governbo Berlusconi ma al particolare periodo storico.Io sono un moderato quindi non ho preferenza politiche ma sono sicuro che la sinistra non avrebbe fatto di meglio in questa particolare situazione.Lo sai. Aspetto una tua risposta.

raffaele p. 25.06.05 10:25| 
 |
Rispondi al commento

qui non e' questione di economia, o di teorie astratte economiche : banchieri e policiti e multinazionali hanno pensato all'europa unita ,
all'euro solo per guadagnare sempre di piu' ..del popolo non interessava nulla...i politici che potevano vedere l'evolversi della situazione, non l'hanno voluta vedere, sindacati compresi, ora ci ritroviamo in questa situazione in continua discesa e non ci sono medicine: chi e' quel pirla che vuole aprire una attivita in italia ? ricerca ricerca : che cosa dobbiamo ricercare ? le ricerche gia' le fanno le multinazionali, ormai non c'e piu' nulla da scoprire ....gli unici che non vanno in cina sono quelli che non possono...una volta che hanno portato via il possibile dall'europa, si trincereranno in cina , il nuovo mondo, e continueranno a far soldi...cosa vuoi che interessi loro l'italia che va in malora,

ivana iorio 25.06.05 10:22| 
 |
Rispondi al commento

Salvo Ciulla, hai proprio ragione! Una volta c'era la PUNTEGGIATURA (aargh, bestemmia!), che aiutava il trascrittore a farsi comprendere dal lettore, che ne coglieva le piccole sfumatore 'emozionali'. Ma sto parlando chiaramente da piccolo borghese conservatore... che stia invecchiando?

We Salvo, mitico! Dovessimo ricordarci la punteggiatura, porc... ke così ci capivamo di più le emozioni altrui. Ma ke parlerò da bigolto, un'altro anno è passato!!!!!!!!!!!!!!!!! Lol

Riccardo Simiele 25.06.05 10:16| 
 |
Rispondi al commento

ci si spiega con un film, e' successo perche' lo dice la tele, e' vero perche' lo dice l'economist. mah

claudio carli 25.06.05 10:16| 
 |
Rispondi al commento

pensiero a margine
ieri sera a notte fonda guardavo uno di quei tg che ripassano ogni 15 minuti,sempre uguali,in attessa che il sonno venisse a mettere fine ad una giornata positiva una volta tanto ,almeno sotto il profilo umano,arricchita dall'incontro con una persona nuova per me e dal piacere di una nuova conoscenza;giornata ricca dunque.
passa il servizio sul caldo,la notizia più vera di una giornata,vera perchè comune a tutti,anziana muore di infarto a causa del caldo,caldo assassino avvolgimi nella tua coperta, e dimmi ,mentre mi assopisco,
PER QUALE STRACA+++O DI MOTIVO PER FARMI VEDERE CHE LA TEMPERATURA E' DI TRENTASEI STRAFOTTUTISSIMI GRADI,DEVI INQUADREARE PER 50 VOLTE IL TERMOMETRO DIGITALE DI QUESTO CA++O,CON SOPRA IL CARTELLONE PUBBLICITARIO DI UNA BANCA????
mi sa che per il mutuo,mi dovro' rivolgere altrove. a beppe non ci provo nemmeno a chiederli perchè quelli sono usurai,beppe è genovese mi chiede il doppio. (questa passatemela senza cattiveria,è solo una battuta su un luogo comune,mia moglie è di messina ma sembra l'incrocio tra un genovese uno scozzese e una iena idrofoba heheheheh :)
ancora un buon giorno a tutti il sole splende alto oggi non lavoro,meritatissimo turno di riposo,e se il mondo affonda oggi,avvertitemi voi potrei essermi distratto e andare avanti da solo

salvo ciulla 25.06.05 10:14| 
 |
Rispondi al commento

x IVANA IORIO:

dovresti leggere un libro di economia tipo il Mankew e vedrai se c'erano i segnali da una decina d'anni...prima che entrasse questo governo c'era una buona crescita del PIL,e non voglio dare il merito alla sinistra ma al lavoro che è stato svolto prima dell'ingresso del governo attuale, chiunque l'abbia fatto.Quando è entrato Silvio il governo aveva tutte le carte per poter far meglio...ma evidentemente il nostro adorato primo ministro pensa prima alle sue tasche che a quelle di chi l'ha votato(e non)...

Raffaela Roggio 25.06.05 10:11| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

perdonami, ma prima contesti il concetto di P.I.L. e poi valuti la ricchezza dell'Italia e la sua crescita in base a tali parametri.
E' dimostrato poi che le previsioni in economia sono come il meteo: puoi capire l'orientamento del vento ma ci sono troppe variabili.
Gli Spagnoli NON sono più ricchi di noi: si stanno semplicemente sviluppando più di noi partendo però da una situazione di maggiore povertà. Hanno una disoccupazione da paura e le loro aziende hanno piu problemi delle nostre e sono meno conosciute.Hanno agito bene nel turismo e nell'urbanistica ma sono i loro biglietti da visita.
Credimi in Spagna è come da noi (per lavoro ho continui contatti).
E poi se la tua battuta sulla Romania voleva giusto essere provocatoria o.k. in questo sei una maestro ma, se parlavi sul serio ti prego conta sino a 2.000 prima di dire queste cose!!!
Il governo ha fatto cagare o.k.
Gli imprenditori si sono addormentati ed hanno paura di andare ad investire in Cina.
C'è un industriale di intimo delle mie parti che produce in Italia e vende in Cina al doppio del prezzo italiano perchè c'è l'etichetta "made in Italy".
In Cina ci sono decine di milioni di ricchi e noi stiamo qui a cadere nel qualunquismo di dire governo ladro.
Anche tu Beppe che sei un grande fustigatore al posto di ripetere che Berlusconi è un Pirla e che il governo fa schifo perchè non dici che siamo un paese che si è adagiato sul proprio benessere?
Perchè non dici che pensiamo ad investire solo in SUV, Tod's etc.
La colpa è degli italiani è inutile piangersi addosso!!!
E' poi dimostrato che gli interventi dei governi hanno riflessi nel lungo termine (vedi la tatcher in U.K.) o nel brevissimo per le cose meno rilevanti.

Con grande stima
Rino Livio

rino livio 25.06.05 10:10| 
 |
Rispondi al commento

la cosa più triste è la povertà d'animo, ma forse in quello non siamo gli ultimi visto quello che succede in giro per il mondo... anche se stiamo recuperando la strada persa

paolo allemani 25.06.05 10:09| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE, BEPPE; non cascarci anche tu...LASCIA STARE L'ECONOMIST E IL WSJ, OCCUPATI,TI PREGO, DI COSE REALI....
AFFRONTA PER UNA VOLTA IL PROBLEMA DEL SIGNORAGGIO E DI COME HA INCISO E INCIDE TUTT'ORA SUL DEBITO PUBBLICO ITALIANO DOPO CHE NIXON ABOLI' GLI ACCORDI DI BRETTONE WOOD NEL 1971......
LE BANCONOTE CHE LA BCE EMETTE, SONO GARANTITE DA TITOLI DI DEBITO (BOT CCT)E NON PIU' DALL'ORO.
QUESTO HA FATTO SCOPPIARE, NEI PAESI OCCIDENTALI, IL DEBITO PUBBLICO.

OCCUPATI DI QUESTO BEPPE,TI PREGO.

Harlan Rossi 25.06.05 10:09| 
 |
Rispondi al commento

a raga, ma andiamo tutti al mare....!L'Italia scoppi a di quattrini, non preoccupiamoci la ricchezza c'è, si vede ed esiste...!Chi dice che l'Italia "stà fallendo" lo fa solo per propaganda politica (anche tu Beppe),io questo disfattismo e questa "Romania più forte di noi non la vedo",loro sono dei morti di fame e l'80% della popolazione vive in uno stato di povertà assoluto,infatti la Romania non entrerà in Europa prima del 2010..mentre l'Italia c'è da oltre 50 anni...!Ma andiamo...non scherziamo..

raffaele p. 25.06.05 10:02| 
 |
Rispondi al commento

Non posso non commentare un post incredibile di Ned Divine credo e spero sia un bambino, perchè non posso pensare che un adulto oggi possa essere così confuso e non capire che nel mondo la gente per vivere si fa il mazzo e non è disposta a condividerla con il primo stronzo che passa che non ha voglia di fare un cazzo.
Caro divine spegni il computer e vai a lavorare!

Paolo Rullo Commentatore in marcia al V2day 25.06.05 09:55| 
 |
Rispondi al commento

buon giorno a tutti,spesso in questo blog si leggono cose obbiettivamente giuste,bei pensieri,poesie strofe di canzoni,e poi insulti,offese vere o presunte,scuse chiarimenti,livori e battute di spirito e inevitabilmente delle cazzate immani,e pure delle piccole sviste ne guardo una pochi post piu' sotto claudio carli ti sfugge il parafrasando di premessa di stefano ballarini,pensa claudio ,lamia non è una critica a te diretta ma una constatazione,come è difficile dire quello che si prova,ancora più complicato è scriverlo,di conseguenza per esprimerci siamo costretti a ricorrere a metafore,onomatopee,per cercare di farci capire. di nuovo una buona giornata a tutti,per primi ai meno fortunati.

salvo ciulla 25.06.05 09:54| 
 |
Rispondi al commento

Beppe sei il solito pessimista!!!solo perchè oggi giorno non si riesce a mangiare se non si compra in un discount, solo perchè non riusciamo più a vestirci normalmente senza spendere dai 50euro in su, solo perchè le tasse univeristarie sono aumentate e perchè il libri sui quali studiamo non vengono a costare meno di 40 mila lire!!!(ovviamente come cifra base!!!).Sei il solito,sempre a veder nero!!!del resto anche le statistiche istat lo dicono:quest'anno è aumentato il reddito medio!!!Di una cosa sono però convinta al 100%...l'istat fa le statistiche basandosi sul reddito di silvio,non c'è altra spiegazione...

Raffaela Roggio 25.06.05 09:50| 
 |
Rispondi al commento

continua a guardare i film e a scambiarli con la realta', cosi' in parlamento tutti attori e veline...non per nulla c'e' il silvio e qui si vorrebbe un comico come presdelconsdeimin. le fonti del commento non mi sembrano cosi' credibili l'economist e il sole24..quasi spazzatura come giornali.

claudio carli 25.06.05 09:34| 
 |
Rispondi al commento

"Paese sfasato rispetto alle spinte di libertà nella regione", questo dicono gli Usa dell'Iran...ma a cosa si riferiscono, ai quotidiani attentati in Irak??

Rita Guerrini 25.06.05 09:33| 
 |
Rispondi al commento

Questo blog sta diventando un porcaio. Ma non è colpa di Grillo, che anzi ringrazio.
E' colpa dei tanti TROLL che infestano il blog solo per gusto di offendersi a vicenda e di mettersi in mostra.

Ignoriamoli!

sascha iacopini 25.06.05 09:27| 
 |
Rispondi al commento

Parafrasando una battuta dal film "THE BLUES BROTHERS" e pronunciata dai "Nazisti dell' Illinois", molto presto sentiremo anche da noi:"IL COMUNISTA STA USANDO L'IMMIGRATO COME MUSCOLO CONTRO DI NOI!". (sostituire nazisti con leghisti e Illinois con Pontida...il gioco è fatto)

Stefano Ballarini 25.06.05 09:26| 
 |
Rispondi al commento

a me dei rumeni hanno detto che prima della caduta del regime loro se la passavano meglio,ed erano degli emigranti,contadini non possidenti agiati.il mondo è lo stesso ovunque si vada,la gente è la stessa ovunque si vada,cambiano solo le latitudini,e noi ci siamo dimenticati che nord e sud oriente e occidente sono solo convenzioni inventate dall'uomo,la natura ha tracciato i suoi confini e l'uomo per ridisegnarli ha incasinato la geografia.
il "selvaggio" ha un punto di vista diverso rispetto all'uomo "civile" ,lui ,il selvaggio,mette la sopravvivenza della tribù al di sopra di ogni cosa,anche di se stesso.
l'uomo civile mette se stesso al di soprta di ogni cosa,si è inventato il "diritto divino dell'uomo della strada".
come si chaima questo? quando gli assassini accusano l'assassino?

sadrach abdenego 25.06.05 09:21| 
 |
Rispondi al commento

Ti credo che stiamo andando a picco, guardate un pò chi ci governa:

http://www.peoplehavethepower.net/PBS.Citizen.Berlusconi_2003.wmv

Robert Alk 25.06.05 09:21| 
 |
Rispondi al commento

Perchè non è già iniziata in Italy l'"Iran Invasion" con due tra le più alte cariche dello stato che invitano all'astensione (aderendo alle posizioni della Chiesa Cattolica) ad un referendum della Repubblica? e non c'entra nulla tutto questo con l'impoverimento econimico? la storia ci insegna che più il "popolo" è nel bisogno, più è soggiogabile perchè inevitabilmente si impoverisce anche culturalmente ecc. ecc.

Rita Guerrini 25.06.05 09:20| 
 |
Rispondi al commento

prepariamoci, all'esodo, il grande esodo.......................certamente...ma conto molto sul fatto che ci verranno obbligatoriamente anche prodi e berlusconi e company..non ce ne andremo da soli

ivana iorio 25.06.05 09:02| 
 |
Rispondi al commento

Beppe ogni tanto dai un'occhiata anche a quello che succede fuori dall'Italia e dall'Europa.
Per esempio, che te ne pare di questo?
"
Al ballottaggio, il neo presidente ha ottenuto il 62,3% dei voti
Travolto il moderato Rafsanjani. Bassa l'affluenza alle urne: 55%
Iran, ha vinto Ahmadinejad
l'ultraconservatore al potere
Preoccupato il commento di Washington: "Paese sfasato rispetto
alla tendenza alla libertà che anima il resto della regione"
"
Tratto da repubblica.

Siete pronti ad una "Iran Invasion" entro un paio di annetti?
Come canta Battiato "prepariamoci, all'esodo, il grande esodo..."

sascha iacopini 25.06.05 08:53| 
 |
Rispondi al commento

i rumeni saranno piu' ricchi di noi ? certoooooooo loro lo hanno capito nell 89 ....e senz troppi problemi hanno rovesciato la situazione.....

ivana iorio 25.06.05 08:53| 
 |
Rispondi al commento

luciano tabarelli...cosi...europa voluta da banchieri e multinazionali...ci stanno spremendo e una volta dissanguati dei soldi vanno tranquillamente in cina a fare affari lasciando sul lastrico l'europa...tanto la in quei paesi sono un miliardo e trecento milioni..sono piu' fgrandi degli usa ed europa insiem...solo che prima ci portano via le risorse

ivana iorio 25.06.05 08:48| 
 |
Rispondi al commento

penso che si sapesse già in che condizioni versasse l'italia...ma c'eran già i sintomi da 10anni!!

roby cadeddu 25.06.05 08:43| 
 |
Rispondi al commento

Salvare l'italia non vale la pena...coli a picco sansone con tutti i filistei! Gli esempi sono qui nel blog! Io ho votato i referendum, ho votato sempre, ho letto e studiato e pensato il più possibile....mi trovo in mano a chi non fa niente di tutto ciò e sono un alieno in terra straniera...se riesco vado a lavorare all'estero al più presto, e tolgo i soldi dalla banca perchè presto mi tasseranno anche l'aria.

andrea bassi 25.06.05 08:43| 
 |
Rispondi al commento

non riesco a credere quanto riportato in giro perchè di crisi non ne vedo, vedo file di macchine di gente che va a sciare, vedo colonne di auto di gente che va in ferie, vedo colonne di camion in ingresso ed in uscita dall'italia e queste colonne stanno aumentando del 3-4% anno (non so se viaggino vuoti)
piuttosto direi che l'europa nel suo complesso è nel baratro. ho comperato 2 prodotti ultimante provenienti dalla germania, un disastro 1 ho dovuto farmelo sostituire perchè non andava, l'altro vado la settimana prossima dal negoziante perchè dovrebbe essere silenzioso (dichiarato 48dB) ed invece misurato con fonometro omologato ne fa 70 di dB, vedo la qualità dei prodotti provenienti dall'ambito europeo in affossamento, vedo le auto tedesche in perenne calo di qualità e soprattutto vedo un netto crollo dell'innovazione in europa, auto ad idrogeno?? sì sui fumetti?? auto a metano fiat fa qualcosa e gli altri???
auto ibride giapponesi ed in europa???
spazio abbiamo quel gabinetto con motore dell'arianne 5 e che ce ne facciamo, boh?? vedo scelte errate in agricoltura, anni fa si parlava di eliminare i trattamenti con pesticidi, tutto gettato a macero ed i trattamenti sono aumentati in nuemro ed in costo, 130€ al litro costa un prodotto e poi pagatevi le mele di biancaneve
secondo me è la vecchia europa che sta andando a rotoli non l'italia

luciano tabarelli 25.06.05 08:26| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti. Sono sicuro, da bravo pessimista che sono, che il futuro non ci riserverà bei momenti. La gente che mi sta intorno comincia già ad essere tesa, vedo amici negli hard discount cercare i risparmi di 10 centesimi, negli occhi di alcuni vedo delle ombre preoccupanti. O invece sono io l'imbecille? Forse si, io, il solito rompipalle di sinistra che esagera, si fascia la testa prima di rompersela. Sono sicuramente io, allarmista del piffero... va TUTTO BENE! Siamo belli freschi, pieni zeppi di soldi e risorse, progetti per il futuro. Gli idioti dei vari Economist (comunisti) e di Bruxelles (comunisti) vogliono solo rompere le palle con questo Euro che non ci serve a niente! Evviva il playboy con bandana e sorriso! Evviva la bella vita! Spero qualcuno mi possa dare una dritta su quale di questi due scenari sia quello reale.

Piero Scarato 25.06.05 08:22| 
 |
Rispondi al commento

Un attimo di ironia (ormai bisogna specificarlo - non è strano, proprio nel blog di Grillo?)

X Beppe
Dai non preoccuparti che tra un pò si riscuote dagli USA, appena si calmano le acque in Medio Oriente, questione di giorni...
Ma che ti hanno fatto i Rumeni? Oggi a te domani a me... I Paesi in via di sviluppo sono così definiti perchè stanno evidentemente crescendo... Non è che sotto sotto covi vaghi sentimenti nazionalisti?
E poi, pensi che non ce ne accorgiamo da soli? L'ovetto kinder è arrivato ad 1 euro, che cavolo!

Riccardo Simiele 25.06.05 08:21| 
 |
Rispondi al commento

come cittadino svizzero non posso che confermare,l'italia vive in una bolla di stasi fuori dal mondo,non c'è da sorprendersi che ci sia la fuga di cervelli perche state tornando a livello medievale e sinceramente il mio progetto di venire a vivere in italia,il mio paese originario,sta lentamente affievolendosi.

Cesare Cruciani 25.06.05 08:17| 
 |
Rispondi al commento

Ecco silvano sarra

vieni a vivere in svizzera

qua la gente si chiama per nome, dal lavapiatti al dirigente, dal politico all'industriale ecc...

di cosa hai studiato e da quale famiglia provieni non gliene frega niente a nessuno

e se ti presenti tipo: sono l'ing. Mario Rossi passi per cafone e non ti si filano un centesimo

figurati quanto varrebbe qui l'idiota ragioniere o il deficiente geometra di turno

ma bada bene: la colpa è della popolazione che ha creato questi "miti" del cazzo
e l'Italia è l'unico paese d'Europa (forse del mondo?) che chiama ogni cittadino eletto come Onorevole

nel 2005 onorevole! ma ti rendi conto????

a uno al quale piscerei in testa lo devo pure chiamare onorevole?

PUAH!

Diego Castellani 25.06.05 07:54| 
 |
Rispondi al commento

Una fragile penisola legata a lei non sa chi sono io,penisola in Europa dei Dottori, Cavalieri,Eccellenze,buongiorno Geometra,vengo subbito Ingegniere,ecco il conto Ragioniere. Tutto questo lo si sente ad esempio al ristorante. Farmi notare a tutti i titolati in sala e assurdo. Ma questo avviene anche sul monitore di casa.. Dottor Costanzo,Dottor Vespa, ecc.. c'è un Santoro per favore ? e in vacanza ...chiamate il Signor Biagi, no anche lui é assente. Ma insomma ci sarà pure qualcuno che non sia Dottore. Ho bisogno di un qualcuno che non sia Dottore. Qualcuno che sia il Signor Tali che funzioni anche senza opzione, costa meno e funziona comunque. Certamente lo so si vende meglio quando é nuovo, ma quando é usato a nessuno interessa, perché non é un argomento di vendita. Dopo....vieni adoperato per quello che porti non per quello che sei. Fai il bravo smettila di fare il Dottore fai l'Europeo tout court, funzioni comunque anche senza il viso dipinto da Indiano in guerra, molla la mamma, cambia, divorzia, fai qualcosa che assomigli a un'individuo che assume, senza queste cazz..di piume. Lo si sa fare ?... ma ce ne sono molti purtroppo. Sveglia!!! Hanno fatto l'Euro Dott. devi partire assieme a lei, la Lira, qualla con cui ci giocavi svalutandola a tuo piacere. Ecco il conto Dott., spero di non rivederla mai piu.

Silvano Sarra 25.06.05 07:42| 
 |
Rispondi al commento

>Qual'è quella cosa che ha funzionata più di tutte le altre negli ultimi anni?

il web!

>E qual'è la cosa che ha funzionato di più all'interno del web?

il file sharing

Il file sharing è stato il motivo principale della rapida alfabetizzazione digitale e che ha portato guadagni in tutti i settori + vantaggi sociali a livello mondiale


> cosa rappresenta il file sharimg?

è una forma di comunismo. uno ha una cosa e la distribuisce gratuitamente perché tutti ne possano usufruire


Ecco, finche tutto è a disposizione di tutti il mondo va sicuramente bene.
Quando pochi hanno moltissimo e molti hanno pochissimo, il mondo sarà una bolgia infernale

Ned Divine 25.06.05 07:32| 
 |
Rispondi al commento

Viste le caratteristiche etniche che contraddistinguono il popolo italiano, le divisioni dai sanniti ai romani agli etruschi, poi ai comuni e ai ducati, fino alle repubbliche cispadana e cisalpina, il regno di sicilia e ora la lega, per non parlare del razzismo del nord verso i meridionali e delle molteplici lingue parlate nello stivale, mi sento di dire che noi non assomigliamo all'argentina, ma all'ex jugoslavia. E non credo che ciò vada a vantaggio nostro, anzi...

Daniele D'Arliano 25.06.05 07:28| 
 |
Rispondi al commento


BG:
" Come cambiare questa tendenza, ammesso che sia ancora possibile?
Denunciandola, guardandola in faccia, prendendo misure efficaci, subito, anche se dure e impopolari "

Del tipo?
Siamo specifici!
Cosa proponi Grillo?

matteo martini 25.06.05 07:25| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, io scrivo per dire che ogni volta che leggo articoli come questo, un pò divento triste, e non perchè l'Italia a quanto pare stia diventando povera etc...ma perchè NOI NON SIAMO POVERI. I soldi li abbiamo, troppi, e non sappiamo come usarli. Ho visto oggi per la seconda volta il mio documentario preferito: WAR PHOTOGRAPHER. Lo consiglio a chiunque legga questo messaggio. Io oggi ero quasi più colpita della prima volta. Penso che un pò dovremmo vergognarci tutti quanti...mai soddisfatti di tutto quello che abbiamo...Io manco dall'Italia da un anno. Non vedo l'ora di tornare, perchè dal Canada ho capito quanto sia bella e quanto mi manchi!

Comunque Beppe, complimenti. Non conta quelle che la gente dice: con questo sito, ogni giorno mi aiuti a riflettere!

Francesca Catena 25.06.05 07:09| 
 |
Rispondi al commento

Le pentole, preparate le pentole...

il CentroDX continua a prender oltre il 40% dei voti, ai referendum ha vinto il clero....., se non esprimete il vostro voto per un cambiamento, cosa pretendere ? se va avanti cosi negheranno anche i referendum.....


Siete ancora a discutere sulle basi e fattarelli e siete in emergenza, ma non scendete in piazza a scioperare.

Prima di arrivare alle pentole vi sono il voto democratico e il diritto di sciopero....

che pretendente ? Lamentarsi seduti sulla poltrona, e poi essere passivi, quando vi sono tanti mezzi democratici per eprimere il dissenso alle politiche economiche di chi governa.

e se anche non li votate, continuate a usare banche per i vs conti