Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Un ricordo di Fabrizio De Andrè

  • 573


fabrizio_de_andre04.jpg


Fabrizio è stato un mio grande amico.
Mi fa piacere ritrovare talvolta nei commenti di questo blog i versi delle sue canzoni.

Fabrizio vedeva lontano. Riporto alcuni suoi testi trascritti dagli originali che allego al post e che pubblico per gentile concessione di Dori Ghezzi e della Fondazione De Andrè.

Quello che ha scritto all’inizio degli anni ‘90 è accaduto, sta accadendo ora.
Ciao Fabrizio.



Globalizzazione:

Penso che la competizione economica est/ovest durerà ancora per molto, almeno fino a quando gli asiatici non si ribelleranno ai loro regimi autoritari e si organizzeranno in sindacati in difesa di una vita degna di essere vissuta dove vale la regola del «produrre per vivere» e non quella del «vivere per produrre»: quando riusciranno ad ottenere delle paghe equiparabili a quelle europee, il costo dei loro prodotti aumenterà e l’Occidente rialzerà la testa. Fino ad allora gli Occidentali devono convincersi che diventeranno più poveri e quelli che lo sono già, che sono abituati ad aiutarsi, saranno sicuramente privilegiati.

FMI:

E’ tutto normale.
Non per niente la logica del profitto prevede che ci siano dei ricchi che vivono sulle spalle dei poveri.
Voglio dire che senza poveri i ricchi non potrebbero esistere.
Il Fondo Monetario Internazionale presta i soldi con la tecnica della mafia: alti interessi con consapevolezza della impossibilità di restituzione.

Recessione:

Se il sistema capitalista senza ormai più lacci inibitori di carattere politico-ideologico continuerà a far lievitare i capitali dei «pochi» a scapito dei molti, s’avrà inevitabilmente fra pochi anni la «recessione» non potendo più i «molti» acquistare i «beni» di cui i «pochi» approfittano. Immediati effetti della recessione: disoccupazione, disordini, rischio di guerra civile, emergere dei demagoghi con ricerca del capro espiatorio; che siano di nuovo gli ebrei?
Da ricordare che già adesso, mancato ormai il tradizionale nemico comunista, i benpensanti piccolo borghesi ne stanno trovando uno nuovo nella «libertà di espressione» riducendo (in America) la grande letteratura di Shakespeare ad un cumulo di libracci immorali.
E in proposito di USA il settimanale New Republic così li definisce: «Il Paese sembra ridotto a “un rotocalco cafone”».


Testo autografo sulla Globalizzazione

Testo autografo sulla FMI

Testo autografo sulla Recessione


23 Giu 2005, 14:58 | Scrivi | Commenti (573) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 573


Commenti

 

di quella tramissione, se non altro perché mentre noi siamo impotenti di fronte a certi fatti, almeno tu hai la possibilità di far sentire la tua voce.
Grazie per la tua attenzione; sei un grande. Livio Libbi

comprare mi piace facebook Commentatore certificato 28.09.15 15:47| 
 |
Rispondi al commento

Per combattete il sistema bisogna essere folli a me la follia non mi fa paura.

de santis massimiliano 09.03.13 21:31| 
 |
Rispondi al commento

dobbiamo fumare di meno...e sperare che chi dice di guarire i tumori in 2 anni...non superi i 2 anni

Fabio G., Grottaglie (TA) Commentatore certificato 27.03.10 20:52| 
 |
Rispondi al commento

ciao fabri
da fabio

Fabio G., Grottaglie (TA) Commentatore certificato 27.03.10 20:48| 
 |
Rispondi al commento

Grande Fabrizio, ci manchi, ci manca la tua lucidità la tua onestà morale.

Ci mancano le persone come te.

Un tuo fan per sempre.

Rea Marco 12.11.09 15:17| 
 |
Rispondi al commento

..sto cominciando solo ora a scoprire Fabrizio... grazie a qualche cd prestato, la mostra a Genova, passare per via del campo e leggendo l'Antologia di Spoon River... Mi ringrazio per averlo scoperto DA SOLA dato che... grandi possibilità di conoscerlo dai mass media non ne ho avute... e purtroppo oggi viviamo in una società fatta di mass media, cartelli pubblicitari e finto conformismo. Sto imparando a conoscerlo e ad amarlo, ANZI LO AMO GIA' ma continuerò a scoprire tutto ciò che riuscirò sulla sua vita e sulle sue opere. GRAZIE POETA!

dany g 19.05.09 14:06| 
 |
Rispondi al commento

Anch'io ho conosciuto, amato e amo Fabrizio De Andre'. Ma sento dentro di me che devo dire cose forse polemiche su questo decennale, sulla mostra, le manifestazioni, ecc.
Ho 51 anni, nato a Genova, la musica e le poesie di Fabrizio mi sono cresciute dentro e come ogni cosa appresa da ragazzi diventa "te" e parte delle tue scelte successive. Io "sconto" De Andre'. Mio padre criticava aspramente che figlio 14enne oscurassi la mia serena idiozia con storie intrise di sangue, lutto, cinismo, passione, rivolta, anarchia, solidarietà. De Andre' come senso intimo, dentro me stesso e nella vita. Poi il genovese è pure Tenco, non sballa, vive di spiagge gelate, vicoli stretti, gioie private poco condivise ma intensissime quanto fugaci. Eccoci qua noi tutti che a casa abbiamo ancora Volume terzo nel tondo blu notte. Sono riusciti a cambiarci, eccome. Adesso riusciamo a glorificarti in piazza, illuminarti di 1000 riflettori, bla-bla-blare di te su ogni "tipo" di radio e TV. Pensa che ora ti amano tutti! Si sente Attenti a gorilla al supermercato insieme al Testamento. I bambini non hanno fatto domande ma non è il riserbo curioso, timoroso, rispettoso d'una volta: è che siamo sordi e possono dirci USCITE DI QUI oppure TI MUOVI STRONZO e non "sentiamo" diverso. Mi ricordo, come Perec, mi ricordo tutto. E ci vedo ben impastati con il potere contro cui urlavamo, abbiamo paura di uscire e dire le cose come stanno. Mi sento piccolo e strisciante, complice di una "sinistra" democrazia. Ora posso guardare tutto il mondo da casa, sentirmi appagato, misurato, adeguato, paziente, educato, tollerante, tattico e demode'; posso andare a vedere Faber in mostra, pensare ma guarda com'è ancor bella Dori! E' giusto iconizzare un morto di valore e porlo così tra i Grandi da studiare a scuola ma per favore, finiamola presto e torniamo al gusto del marcio, il nostro umido mondo, tra vicoli e puttane, così vero da uccidere. Meglio evitare gli specchi. E toglimi questa tetta dalla faccia!

mauro p., genova Commentatore certificato 11.01.09 16:46| 
 |
Rispondi al commento

Ripensando a De Andrè mi è venuto in mente di cercare sul tuo blog , e rileggendo quello che scriveva De Andrè in quegli anni non capisco perchè quel giorno che venni a Genova il 4 Febbraio 2007 e che poi andammo in pizzeria tra quei vecchi carrugi, ti parlai chiedendoti se tutto il movimento si ispirasse a Fabrizio, non fosti entusiasta della mia domanda eppure eravamo li dove accaddero parte di quei fatti che Fabrizio trasformò in canzoni.

VittoriO Di Giacinto, Corropoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.10.08 19:30| 
 |
Rispondi al commento

dico solo una cosa .............ci rivediamo presto bicio

michaela isola 02.03.07 15:05| 
 |
Rispondi al commento

Dori: Beppe aspetto che sia lui ad averne voglia. Io capisco che sia stato talmente forte il loro rapporto che magari deve arrivare il momento che lui si senta pronto a ricordarlo. Io la vivo così e lascio che sia lui un giorno, quando ne avrà voglia, a scegliere di fare qualcosa.

e allora...quando???almeno 2 parole o una delle sue canzoni ke oggi risultano tettibilmente attuali.

denis paone 24.02.07 16:21| 
 |
Rispondi al commento

grande fabrizio...........resterai sempre nella storia della musica italiana....e soprattutto nel mio cuore!!!!

baci

laura Errante 20.10.06 17:26| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

di che citta sei ?

flavio lercari 26.02.06 13:08| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao sono una ragazza che da un sacco di tempo si trova ad affrontare un problema grande e comune a molti, sono disoccupata.
Ultimamente le sto provando un pò tutte! quindi provare a sfruttare questo blog mi sembrava una porticina in più!!! Se qualcuno può darmi una mano con consigli o proposte ne sarei felice.
Spero di non essere stata troppo inopportuna!
Ciao e grazie a tutti
Salutoni a Beppe

ANNALISA MATTA 16.02.06 14:51| 
 |
Rispondi al commento

Non crediate che ce l'abbia con qualcuno in particolare; ma se qualcuno (fra cui Beppe Grillo) è stato un buon amico di De André, se qualcun altro l'ha conosciuto quando era vivo, la maggior parte delle persone non l'hanno mai visto, se non in concerto o in qualche filmato televisivo.
Istintivamente, mi viene da dire che un buon modo per ricordare Fabrizio De André (alla cui opera mi sento legatissimo, e che non riesco a smettere di ascoltare, da almeno vent'anni, neanche per un giorno) sarebbe quello di evitare di chiamarlo "Fabrizio" come se fosse stato il nostro padrino di cresima; né, tantomeno, utilizzare il diminutivo "Faber", che ho iniziato a sentire solo dopo la sua morte.
Rinuncio a spiegare (e a spiegarmi) il perché: ma ho la sensazione che nel caso specifico tutta questa confidenza formale sia fuori luogo; quando uno ha detto delle cose, e le ha dette davvero, forse è preferibile sentirsi in confidenza con quelle idee, una confidenza intima che poco ha a che vedere con simili esternazioni.
Scusandomi in anticipo con chiunque si possa sentire offeso, mando un saluto a tutti.

Alessandro Capriccioli 24.01.06 09:18| 
 |
Rispondi al commento

segue fabrizio da quando avevo 13 anni...ed ora ne ho 45
ho avuto anch'io un momento di smarrimento quando seppi della sua morte...
ma continuando ad ascoltarlo..continuando a scoprire ogni volta messaggi nuovi nelle stesse parole mi sono resa conto che lui ha già detto tutto ciò che c'era e ci sarà da dire...
basta saperlo riascoltare...le sue parole non moriranno mai
daniela

daniela destefanis 15.01.06 12:47| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Caro Fabrizio, nel 1962 avevo sette anni (!!!), abitavo ad Asmara (Eritrea) - dove sono nato - e ascoltavo le tue canzoni. Ieri e domani (11 / 13 gennaio 2006) il "sette anni" tristemente ricorre... Mi sembra assurdo ... mi sento vuoto dentro! E' possibile che non riesco ancora neanche lontanamente ad immaginare che non ci sei più; ma tu - come sempre -, continui solo a starmi davanti; ora però aspettami, presto voglio rincontrarti: "ma sul serio".
Ciao Faber,
valentino

valentino castaldo 12.01.06 16:18| 
 |
Rispondi al commento

Oggi è l'anniversario della morte del carissimo fabrizio...Premetto che io vivo e suono per strada col mio ragazzo e il nostro repertorio PRINCIPALE sono le canzoni di De Andrè
quando Fabrizio morì io ero in Olanda...la notizia mi scioccò...
due mesi dopo rientrando in italia passammo da Genova e andammo a suonare al centro...chiaramente tutto De Andrè...
fu una emozione inenarrabile
tanta,tanta gente ascoltava commossa e (cosa che davvero succede raramente) cantava con noi...
dovemmo dopo 5 canzoni sospendere "La città vecchia" a metà...perchè le lacrime ormai avevano preso il posto della voce
Non dimenticherò mai quel momento...la ho capito che lo spirito di Fabrizio vive a genova,oltre che nei cuori di tutti quelli che lo amano
CIAO FABRIZIO

barbara


Beppe sei un grande...
però anche Faber non scherzava.
Sto collaborando alla stesura del mio secondo libro su Faber e mi piacerebbe poterlo inviare anche a te, caro Beppe.
Come posso fare?

E poi "LA MEMORIA", per sapere chi siamo, è necessario sapere da dove veniamo, giusto? Non dimentichiamo chi erano i nostri nonni e bisnonni, che vivevano di niente, ma forse erano più felici di noi che abbiamo tutto...

un abbraccio!

Claudio Sassi 04.01.06 08:56| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

====================================================================================================


Il Patto dello Sciacchetrà

Le ultime dichiarazioni di Fiorani stanno facendo emergere la verità sull’incontro che ha visto il SENATORE LUIGI GRILLO, Gran Maestro dell’operazione di corruzione e appropriazione indebita più sporca dalla fine di Tangentopoli.

L’incontro ha visto la partecipazione di: Fazio, Fiorani, Berlusconi e Grillo. Le dichiarazioni ufficiali vollero far passare l’idea di una difesa delle banche italiane contro l’assalto dei Barbari europei.

In realtà, il Senatore Luigi Grillo, eletto in Liguria nelle fila di Forza Italia, aveva bisogno di tanti soldini per costruirsi la VILLA nella Riviera Ligure (costruita abusivamente nel Parco Naturale delle Cinque Terre e poi condonata); quale sistema migliore per fare ciò se non fregare un po’ di soldi ai correntisti della Banca Popolare di Lodi.

Il sistema a quanto sta dicendo Fiorani era semplice: bastava aprire un conto nella sua Banca, dare l’appoggio politico all’operazione bancaria più sporca della Seconda Repubblica e in cambio ci si ritrovava un bel gruzzoletto sul proprio conto corrente.

Il Senatore Grillo, una delle figure più losche della Politica italiana, ha fiutato subito l’affare e si è lanciato nella strenua difesa della scalata di Fiorani, ovviamente le sue dichiarazioni pubbliche sono state ripagate a suon di MILIONI di euro.

Il problema è che i soldi affluiti nelle tasche di LUIGI GRILLO erano dei correntisti della Banca Popolare di Lodi che sono stati truffati, rapinati e beffati; una persona che ha rubato dei soldi agli italiani dovrebbe stare in GALERA e non in Parlamento in una posizione chiave (Presidente della Commissione Trasporti del Senato).


IL SENATORE LUIGI GRILLO DEVE STARE IN GALERA E NON IN PARLAMENTO !!!!


===================================================================================================

Marco Gilles 21.12.05 14:41| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Bello tutto se di Fabrizio e grazie Beppe Grillo.
Chi sa può cominicarmi se il TEATRO DELLA MEMORIA A MILANO, farà qualcosa per il prossimo anniversario nel gennaio 2006 per Fabrizio de Andrè.
Grazie

anna fornabaio 16.12.05 22:48| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Fabrizio, non ho avuto la fortuna di ascoltarti dal vivo data la mia età, ma per me sei e resterai il numero 1. Sei ogni giorno nei miei pensieri nonostante non ti abbia mai conosciuto...
Non c'è bisogno di dire tanto di più, per me sei ancora vivo!
Ti porterò sempre con me...

Marco Bergamini 12.11.05 15:16| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

BEPPUZZO!! ma su quante cose ti devo stimare????
anche de andrè WUHAAAA. più navigo in questo sito e più ti stimo!! de andrè è comunque un personaggio straordinario,sia musicalmente,che poeticamente, è tra l'altro l'unico artista che quando lo ascolti non puoi fare a meno di notare i suoi testi,cosa che con altri succede raramente!!!o mai. e te lo dice un violinista che sarei io!!!! comunque continua così beppe!!! ps grande celentano ieri!!! ma sei sicuro di non volerci proprio andare?????
dai
dai
dai
dai!!!!
ti preghiamo in tanti
vai e colpisci!!!!

chiudo con una frase di fabrizio
dai diamanti non nasce niente
dal letame nascono i fiori!!!

infatti da tutto questo letame stiamo rinascendo più italiani di prima
ce la faremooooooooo!!!!!

gerardo trapanese 21.10.05 11:21| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

...vivesti solo un giorno, come le rose...

Aron Prati 13.10.05 15:49| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna farne tanta di strada da una ginnastica d'obbedienza fino ad un gesto molto più umano che ti dia il senso della violenza però bisogna farne altrettanta per diventare così coglioni da non riuscire più a capire che non ci sono poteri buoni...

Quintino Rocca 23.09.05 16:50| 
 |
Rispondi al commento

Certo che De Andrè era un profeta, aveva capito tutto, penso al cd Storia di un impiegato o alla canzone Domenica delle Salme...ma questo è il De Andrè politico e non ne vale la pena ricordarlo solo così, ricordiamolo anche come il sommo poeta del Novecento, e peccato che non c'è più perchè in questo periodo, in cui la mediocrità ha preso il sopravvento ci sarebbe bisogno di uno come lui ma comunque "è stato meglio lasciarci che non esserci mai incontrati!"


Quintino Rocca 23.09.05 16:44| 
 |
Rispondi al commento

Anche io sono un grandissimo estimatore di Faber, anche se l'ho scoperto meglio, purtroppo, da morto che da vivo. Trovo sue frasi di canzoni in diversi momenti della mia vita e della mia giornata. I suoi pensieri controcorrente sono spesso un punto di riferimento molto importante per me. E siccome grazie a Dio non siamo pochi ad amarlo e a riconoscersi nelle sue canzoni, proprio lui e non un politico, un Papa o chi altro penso che manchi moltissimo a questo mondo in questo momento. Penso però che questo mondo o meglio, questo tipo di mondo, non mancherà a lui. P.S. Beppe grazie di questo spazio. Sei l'unico ormai ad avere il coraggio delle proprie idee

giacomo oliveri 31.08.05 13:21| 
 |
Rispondi al commento

Quando ero piccolo, mi innamoravo di tutto, correvo dietro ai cani.....
Grazie Fabrizio per averci insegnato a rimanere piccoli e ad amare la vita.
Le tue canzoni sono ogni giorno nei miei pensieri e ogni volta che canto davanti ad un pubblico non mancano mai.
Grazie di tutto Papo

Balest Roberto 17.08.05 13:21| 
 |
Rispondi al commento

Fabrizio.....Fabrizio.... quale vuoto incolmabile ha lasciato.....
Resterà per sempre nei cuori di noi che l'abbiamo e lo amiato tutt'ora......
A proposito di vuoti immensi, di poeti... Beppe! la frase con cui concludi lo spettacolo pubblicato nel dvd è un omaggio a Giorgio Gaber o è casuale il riferimento ad un neo rinascimento?

Cate

Caterina Gualtieri 05.08.05 01:09| 
 |
Rispondi al commento

Per Annalisa Silvanini

Mi scusi leggo solo ora il suo post in cui mi chiedeva delle cose.
Credo che lei abbia confuso il mio messaggio con quello che mi precedeva. Non sono io che ho scritto che De André scriveva con "tre accordi"...
Quell'affermazione era contenuta nel post prima del mio, inoltre credo che chi lo abbia scritto abbia una conoscenza molto superficiale del lavoro di Faber.

Cordiali saluti,
Massimiliano

Massimiliano D'Ambrosio 25.07.05 14:27| 
 |
Rispondi al commento

... Si Sara! ancora una volta Fabrizio era con noi... bella trasmissione si... se smettessero di far parlare i politici e dessero più spazio ai poeti... non sarebbe tutto più bello?
perchè Fabrizio E' un poeta

ciao Sara

Franca

Franca Miele 21.07.05 17:38| 
 |
Rispondi al commento

eri sera su Rai 1 finalmente ho visto qualcosa di serio, bello, coinvolgente, emozionante....anche di più!! Un tributo al Poeta Faber....ce ne fossero di trasmissioni così, giustamente nessun presentatore che dicesse cose banali, ma solo la musica e le parole di Fabrizio.

Un Grazie a coloro che hanno interpretato i testi in modo ineccepibile tutti bravi, hanno reso onore all'amico Faber.

Non mi stancherò mai di ascoltarti Fabrizio.

Cia Sara

Sara Barbetta 21.07.05 09:38| 
 |
Rispondi al commento

l'ho amato tanto...e ancora e ancora l'amerò
ora sto ascoltanto le sue canzoni su rai uno... uno speciale dedicato a Fabrizio dalla mia città... Cagliari...

~~~~

Dio del cielo se mi vorrai
In mezzo agli altri uomini mi cercherai
Dio del cielo se mi cercherai
Nei campi di granturco mi troverai.
Dio del cielo se mi vorrai amare
Scendi dalle stelle, vienimi a cercare
Oh, Dio del cielo se mi vorrai amare
Scendi dalle stelle, vienimi a cercare.
Le chiavi del cielo non ti voglio rubare
Ma un attimo di gioia me lo puoi regalare
Le chiavi del cielo non ti voglio rubare
Ma un attimo di gioia me lo puoi regalare.
Oh, Dio del cielo se mi vorrai amare
scendi dalle stelle, vienimi a cercare
Oh, Dio del cielo se mi vorrai amare
Scendi dalle stelle, vienimi a cercare.
Senza di te non so più dove andare
Come una mosca cieca che non sa più volare
Senza di te non so più dove andare
Come una mosca cieca che non sa più volare.
Oh, Dio del cielo se mi vorrai amare
scendi dalle stelle, vienimi a salvare
Oh, Dio del cielo se mi vorrai amare
Scendi dalle stelle, vienimi a salvare.
E se ci hai regalato il pianto ed il riso
Noi qui sulla terra non lo abbiamo diviso
E se ci hai regalato il pianto ed il riso
Noi qui sulla terra non lo abbiamo diviso.
Oh, Dio del cielo se mi vorrai amare
scendi dalle stelle, vienimi a cercare
Oh, Dio del cielo se mi vorrai amare
Scendi dalle stelle, vienimi a salvare.
Dio del cielo se mi vorrai
In mezzo agli altri uomini mi cercherai
Dio del cielo se mi cercherai
Nei campi di granturco mi troverai.
Dio del cielo io ti aspetterò
Nei campi di granturco io ti cercherò.
Dio del cielo, Dio del cielo,
Dio del cielo………

Franca Miele 20.07.05 23:02| 
 |
Rispondi al commento

Grazie mille Andrea Cangeri !

emiliano nardecchia 16.07.05 00:05| 
 |
Rispondi al commento

Khorakhane' parla delle tribú di rom (zingari) e delle persecuzioni che hanno subito. E contiene una bella riflessione:

"finché un uomo ti incontra e non si riconosce"

che è il meccanismo alla base di ogni odio razziale, sintetizzato stupendamente in un solo verso, come solo Faber sapeva fare (altri, come Guccini, che pure adoro, ci avrebbero impiegato un'intera strofa).
Bella, Khorakhané, è una delle mie preferite...

Andrea Cangeri 14.07.05 00:49| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno sa di cosa parla Khorakhanè, da "Anime Salve"? Mai capito...
Grazie.

emiliano nardecchia 13.07.05 03:28| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe!!!

Sto seguendo con grande interesse il tuo Blog...
mi ricorderò sempre quando ad un tuo spettacolo, hai disintegrato un computer, ma come posso notare,ora a distanza di pochi anni, hai ricavato delle nozioni importanti da questo piccolo ma potente aggeggio.

mi chiedevo se tu e il tuo staff, avete mai ricevuto minaccie di qualsiasi tipo per il lavoro che mandate avanti.

mi auguro, anzi sono certo, che se anche fosse voi andrete sempr avanti a "muso duro",come cantava
Bertoli.

ormai si sa la verità fa male!!!

a tutti voi mando i miei più sinceri saluti, ringraziandovi con tutto il cuore per il vostro impegno!!!

un'ultima cosa,sai cosa fa ridere a me?!
la scritta che si trova in tutte le aule di giustizia, "LA LEGGE È UGUALE PER TUTTI", si può darsi ma solo per noi pezzenti che lottiamo giorno dopo giorno per mantenere una famiglia.

Francesco Santaguida 05.07.05 19:06| 
 |
Rispondi al commento

Riceviamo e giriamo ai colleghi la "bizzarra quanto singolare" e mail giunta alla nostra redazione in data 01 luglio 2005.

Chi ha voglia di rispondere può farlo direttamente all'indirizzo nostradamus@excite.it o allindirizzo del nostro web per rendere pubblico il dibattito.


Da : Nostradamus
Data : venerdì 1 luglio 2005 0.32
A : AMT
Oggetto : Money , Money


Cari e Squattrinati colleghi, vi comunico che questo mese ,il caro Sig. Paolo
Aranzulla si è letteralmente "AMMUCCATO" cioè autodistribuito una prima trance
delle 15000 ? che il caro Ns. direttore gli ha deliberato, Per costui avido
uomo i soldi si sono trovati.
Allora vi racconto una storiella:
Un collega va in quiescenza , gli fanno il TFR e a questi gli mancano alcune
cose, alchè il neo pensionato fà il primo viaggio x chiedere dello sbaglio,
ma il solerte " funzionario " dice che questo particolare , non gli spetta.
Il neo pensionato ricorre in giudizio , vince la causa , e l'azienda affida
per far i conteggi ad un consulente , indovinate a chi ? allo stesso funzionario
che li aveva sbagliati !
ed alla fine ( forse ) li rifà giusti i conteggi , e per premio l'Azienda
( il direttore ) gli dà un premio ! Ma siamo matti ?
non è abuso di atti d'ufficio ?
Cè da fargli una denunzia Penaleeeeeeeeeeeeeeee !
ATTO SECONDO
Il Presidente con atto deliberativo mette a concorso ( si fà per dire) 5
posti di impiegato amministrativo , e chi ha fatto la domandina di partecipazione
? INDOVINATE !
I Fratelli TORRISI
si proprio loro i figli d'arte !
il terzo posto è della dottoressa ADAMO, ops scusate ABRAMO
è stato un lapsus froediano, che adesso la scrivente dell'azienda.
gli altri due sono riservati al NS amato Presidente.
Dulcis in fundo un premio per la fedeltà, il Sineri ha distaccato il ns collega
Rosario negli uffici ( abusivo).

MA DOVE SONO I SINDACATI ?
sono tutti morti ? cè stata un epidemia ?
Spero che da questa mia scaturisca una denunzia !

marco malenchini 05.07.05 15:56| 
 |
Rispondi al commento

Fabrizio tu hai sconfitto la morte,rimarrai immortale per sempre e noi ti guarderemo mentre ci insegni la vità in eterno!!!

Francesco Di campli 05.07.05 15:20| 
 |
Rispondi al commento

Gentile beppe, ti volevo parlare di un problema inerente all'economia e alla finanza, del quale non sento parlare nessuno.
Lavorando in un'istituto di credito, non posso fare a meno di notare il continuo e giornaliero flusso di denaro che esce dal nostro paese e che viene spedito ai paesi d'origine delle persone straniere che lavorano in Italia. Non che questo non sia giusto, visto che aiutano i loro famigliari rimasti in paesi poveri, ma purtroppo anche questo aiuta a creare e peggiorare una crisi economica che non vede sbocchi, visto e considerato che i capitali noi non li importiamo piu' in quanto è in crisi tutta l'esportazione dei nostri prodotti. Secondo te, è giusto intervenire e regolamentare questa situazione, limitando la fuoriuscita dei capitali legati a mano d'opera ?????
Ciao Antonio Gennari

gennari antonio 05.07.05 14:16| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
vorrei che parlassi molto di più sull'argomento giustizia.
E' chiaro che tu sei libero di parlare e scrivere quello che vuoi, ma vedi, se in uno stato come l'italia ognuno fa come vuole che sia cittadino o che sia clandestino, mi sembra ovvio che per far funzionare la macchina ci vuole il motore che sia in ordine, ci vogliono le gomme, ci vuole il carburante giusto, ci vogliono i piedi e le mani che vadano d'accordo in sintonia, se non ci sono questi presupposti la macchina funziona ma tutta sballata.....
Povera italia, poveri italiani, povero me e forse anche te, che urli e ti massacri per far capire agli altri quello che per sentito dire è un'ottimo spettacolo e c'è un sacco da ridere.
Ti prego Beppe fai qualcosa di concreto, fai in modo che qualcosa cambi, ne hai la forza, perchè no?
Grazie e scusa per la mia franchezza.
Antonio

Antonio Maggioni 05.07.05 08:16| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
vorrei che parlassi molto di più sull'argomento giustizia.
E' chiaro che tu sei libero di parlare e scrivere quello che vuoi, ma vedi, se in uno stato come l'italia ognuno fa come vuole che sia cittadino o che sia clandestino, mi sembra ovvio che per far funzionare la macchina ci vuole il motore che sia in ordine, ci vogliono le gomme, ci vuole il carburante giusto, ci vogliono i piedi e le mani che vadano d'accordo in sintonia, se non ci sono questi presupposti la macchina funziona ma tutta sballata.....
Povera italia, poveri italiani, povero me e forse anche te, che urli e ti massacri per far capire agli altri quello che per sentito dire è un'ottimo spettacolo e c'è un sacco da ridere.
Ti prego Beppe fai qualcosa di concreto, fai in modo che qualcosa cambi, ne hai la forza, perchè no?
Grazie e scusa per la mia franchezza.
Antonio

Antonio Maggioni 05.07.05 08:15| 
 |
Rispondi al commento

Cosa volete......siamo un Paese che non ha finito una guerra con gli stessi alleati.......gente a cui bastano un bel paio di tette in tivvù....la domenica il calcio e poi se guardiamo alla fine bene o male mangiamo tutti...
Berlusconi ha capito tutto e ci dà tutto questo.Che vuoi che ce ne freghi in fondo delle sibille canterine come Fabrizio? Grazie Silvio!!!

Marcello Zappella 05.07.05 00:14| 
 |
Rispondi al commento

Ma sí, e vi stupite?
Si sa che il 90% delle persone di De André conosce solo le prime canzoni, quelle effettivamente costruite su 3 accordi o poco piú, come "Bocca di rosa" o "La canzone di Marinella". Chiunque conosca un minimo Faber sa benissimo che ha avuto un percorso artistico straordinario, dagli arrangiamenti della PFM alla collaborazione col quel genio musicale che è Ivano Fossati, e qualcuno sa anche che da giovane Fabrizio ha suonato in un gruppo jazz... Mi viene in mente che Tracy Chapman in un'intervista disse: "Non conosco la musica italiana. Solo una volta mi capitò di ascoltare un disco di un cantautore italiano e pensai: questa è l'unica cosa davvero nuova che sia stata fatta negli ultimi 50 anni. Si chiamava Creuza de mä". E pensare che in quell'album Fabrizio e Mauro hanno ripescato ne Meditarraneo strumenti antichissimi!

A me non stupisce che la gente dica De André: 3 accordi. La gente conosce solo le canzoni piú nazional-popolari o quelle che il mondo della tv o della stampa di massa le hanno permesso di conoscere. Non me la prenderei troppo con la gente. Un po' sí, ma non troppo. Ricordiamoci che una volta la RAI chiese a Faber di cantare un pezzo in tv. Lui propose "Preghiera in gennaio" ma la RAI voleva a tutti i costi "La canzone di Marinella". Lui li mandò a cagare, giustamente.

Il problema reale è che non c'è educazione artistica nella nostra cultura. Non pretendo di risolvere qui questo discorso, che sarebbe infinito, ma mi ha sempre fatto riflettere il fatto che, se i media sono un industria, è normale e logico che diano al pubblico quello che lui vuole. Ma è altrettanto vero che i media finiscono per appiattire gli interessi delle persone e per creare bisogni inutili.
Non è mica semplice la questione.
Credo tuttavia che Fabrizio, che saggiamente (come quasi tutti gli artisti seri) si tenne lontano dal mondo piatto dei media, non pretendesse conseguire popolarità e un alto livello artistico nello stesso tempo. Non erano piú gli anni 70. Gli interessava fare la sua musica, per chi avesse voglia di ascoltarlo e seguirlo nel suo percorso artistico. Con buona pace di chi ancora oggi pensa che sia solo un menestrello da "4 accordi cuciti in croce", come canta Guccini.

Andrea Cangeri 04.07.05 14:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

figge de famiggia udù de bun
che ti peu ammiàle senza u gundun
.........Nicola ,Spezia.

Nicola de simone 03.07.05 02:26| 
 |
Rispondi al commento

De Andrè tre accordi?!
Io guardate sono sconcertato di quello che leggo in questo blog.
Ma cazzo un grandissimo chitarrista sud americano disse:" L'Italia deve essere fiera di aver dato i Natali all'autore di Creuza De Ma" tra l'altro vincitore del premio come miglior disco italiano; ha collaborato nei suoi dischi con Mauro Pagani e Nicola Piovani (ma a questo punto dubito che siano conosciuti dall'autore di questa affermazione); ha girato il mediterraneo in barca alla ricerca di nuovi suoni e quelli contenuti in Creuza De Ma non si erano mai sentiti prima!!!!!!
Ma perchè non si comincia a parlare di quello che si conosce e ad ascoltare le persone quando parlano di qualcosa che non si conosce?!?!
Mi permetto di parlare cosi perchè che possa piacere o meno non lo metto in discussione ma che la sua musica sia ridotta a tre accordi non posso proprio accettarlo!!!!!!!!!

Carmine Elia 02.07.05 22:06| 
 |
Rispondi al commento

De Andre tre accordi? ascolta la buona novella poi mi dici non scherziamo su.

italo mattavelli 02.07.05 10:48| 
 |
Rispondi al commento

fabrizio mi ha letteralmente insegnato a far funzionare il cervello....e senza neanche averlo conosciuto!
quando ci ha lasciato ho provato rabbia e dolore....
ora penso che siamo stati fortunati ad essere in qualche modo suoi contemporanei e "conpatrioti"....
diciamocelo, abbiamo avuto un gran culo ad avere un artista come fabrizio.....
lo rivedo tutti giorni, nelle tette finte o nelle labbra siliconate "la domenica delle salme, si sentiva cantare, quant'è bella giovinezza, non vogliamo più invecchiare...."

davide fragiacomo 01.07.05 19:37| 
 |
Rispondi al commento

dai diamanti non nasce niente...dal letame nascono i fiori

ecco riassunta in questa breve poesia moderna la nostra economia!

grazie Beppe per avermi fatto conoscere quanto fosse "avanti" il pensiero di questo cantautore di cui si conosce troppo poco!

Riccardo Negro 01.07.05 18:34| 
 |
Rispondi al commento

GRAZIE BEPPE PER AVER POSTATO E RICORDATO FABRIZIO
PERCHE' TE NE SEI ANDATO COSI' GIOVANE?

Alberto Luciano 30.06.05 22:31| 
 |
Rispondi al commento

Se il grande Faber sarà sempre capace di darti ispirazione questa sarà per me la più importante garanzia della tua indipendenza e voglia di lottare per i più deboli!!

Grazie Beppe e grazie Fabrizio.

Filippo Baule 30.06.05 16:49| 
 |
Rispondi al commento

Ricordare Fabrizio De Andrè è un obbligo per tutti coloro che lo hanno avuto anche come maestro di vita.
Gli esempi sono importanti per formare una collettività e Fabrizio oltre alla sua musica ci ha lasciato il messaggio della tolleranza e una coerenza che è rara trovare in particolare modo nella nostra classe politica, cioè negl eletti, i migliori , gli esempi da seguire.... speriamo di no.
De Andrè , come Battisti sono stati ampiamente ricordati dalla TV ma sottolineo , con rammarico, il totale disinteresse dell'informazione per Pierangelo Bertoli.
Penso che il buon Fabrizio , se potesse, avrebbe lo stesso sdegno per un atto di indifferenza che l'informazione riserva a chi è scomodo anche da morto.

Giovanni Sciarroni 30.06.05 12:40| 
 |
Rispondi al commento

Solo ora riesco a pubblicizzare quello che può essere un valido aiuto per quelli, come me, che considerano ancora Fabrizio come un grande amico pur senza averlo conosciuto se non da un palco. un aiuto perchè, pieno di foto e di pensieri, mi aiuta a ritrovarlo e a rivederlo, anche se non contiene quelle bellissime parole e musiche che Fabrizio avrebbe potuto scrivere se le cose fossero andate diversamente.

Una volta a Firenze ho visto Dori Ghezzi davanti ad un banchino che vendeva cartoline e varie cose su Fabrizio, e ho pensato che deve essere una donna fantastica, oltre che molto bella.

"E poi, il futuro", Guido Harare, Mondadori.
" La domencia delle salme è una canzone disperata di persone che credevano di poter vivere almeno in una democrazie e si sono accorte che questa democrazia non esisteva più. C'è una tirata contro i cantautori che avevano una voce potente per il vaffanculo, e invece non l'hanno fatta a tempo debito. Io credo che in qualche maniera la canzone possa influire sulla coscienza sociale, almeno a livello epidermico".

"La bella ch'è addormentaata
Libertà Libertà Libertà
Ha un nome che fa pauura
Libertà Libertà Libertà"

romualdo catafalco 30.06.05 10:22| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Faber...

Matteo G 30.06.05 10:05| 
 |
Rispondi al commento

Fabrizio de Andrè, Via del campo...Io sono cresciuta ascoltando le sue canzioni, da via del campo ci passo praticamente tutti i giorni, ci abito vicino, Quando vado a Staglieno a travore mia nonna passo sempre anche da lui, il giorno del funerale ho pianto, ma paradossalmente ho un bel ricordo di qual giorno..Io non riuscita a entrare in Chiesa perchè era stracolma, ricordo che sono andata da sola e mi sono seduta sui gradini della chiesa di Carignano e ho socializzato con dei ragazzi che erano come me seduti li, poco dopo l'inizio della messa, fuori c'erano gli autoparlanti, uno di loro ha tirato fuori una chitarra e abbiamo cantanto tutto il tempo le sue canzoni...secondo me è stato il modo migliore per salutarlo quel giorno, forse io parlo così perchè non sono credente, ma anche se lo fossi stata....mi sono sentita così coinvolta in quel momento....Cmq mi manca, davvero tanto, e avolte mi sembra di vederlo vagabondare per i suoi, i miei, i nostri vicoli..che io adoro così tanto Un Bacio a tutti
Ps_ E' la prima volta che scrivo :-)!! Bello qui...

Roby P. 29.06.05 22:01| 
 |
Rispondi al commento

Fabrizio de Andrè, Via del campo...Io sono cresciuta ascoltando le sue canzioni, da via del campo ci passo praticamente tutti i giorni, ci abito vicino, Quando vado a Staglieno a travore mia nonna passo sempre anche da lui, il giorno del funerale ho pianto, ma paradossalmente ho un bel ricordo di qual giorno..Io non riuscita a entrare in Chiesa perchè era stracolma, ricordo che sono andata da sola e mi sono seduta sui gradini della chiesa di Carignano e ho socializzato con dei ragazzi che erano come me seduti li, poco dopo l'inizio della messa, fuori c'erano gli autoparlanti, uno di loro ha tirato fuori una chitarra e abbiamo cantanto tutto il tempo le sue canzoni...secondo me è stato il modo migliore per salutarlo quel giorno, forse io parlo così perchè non sono credente, ma anche se lo fossi stata....mi sono sentita così coinvolta in quel momento....Cmq mi manca, davvero tanto, e avolte mi sembra di vederlo vagabondare per i suoi, i miei, i nostri vicoli..che io adoro così tanto Un Bacio a tutti
Ps_ E' la prima volta che scrivo :-)!! Bello qui...

Roby P. 29.06.05 22:00| 
 |
Rispondi al commento

Il bombarolo: Fabrizio de Andre.
Intellettuali d'oggi idioti di domani, ridatemi il cervello che bastan le mie mani, profeti molto acrobati della rivoluzione..................


vi basta?
Silberio

Antonio Silberio CHITI 29.06.05 21:38| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti...vorrei far presente uno spettacolo stupendo su questo uomo veggente al futuro...Repertorio
“L'ANGELO TERRENO”, una coreografia di Marco Realino su musiche di Fabrizio De Andrè, interpretata da 8 danzatori. E' un lavoro che nasce dalla necessità di rendere omaggio al poeta della canzone italiana recentemente scomparso il quale, attraverso il suo malinconico e crudo ritratto della vita e della quotidianità ha reso protagonisti delle sue opere fatti ed emozioni che sono vivi in ognuno di noi spesso senza venire allo scoperto. che va in scena a roma....qualcosa di veramente stupendo.

Sabatino Moriconi 29.06.05 16:35| 
 |
Rispondi al commento

X Andrea Spilli

Grazie vivamente
un saluto Carmine

Carine Elia 29.06.05 12:07| 
 |
Rispondi al commento

PER ANDREA CANGERI:
" Bravo Andrea, hai trovato le frasi migliori per ricordare un Grande Amico..........di tutti!!"
Un abbraccio a Dori Ghezzi, si dice che dietro grandi uomini ci siano sempre grandi donne....così è!!!

Ciao Faber Amico Fragile
Luna

Luna Sole 29.06.05 11:57| 
 |
Rispondi al commento

Proprio ieri sono stato a Genova, mi sono immerso nei carrugi, ho percorso via del campo e ho visitato il negozio di Tassio: per 20 minuti mi sono sentito immerso nel mondo di Faber... la sua chitarra, le copertine dei suoi dischi, le cartoline che scriveva agli amici, i dischi e i libri di personaggi che lo hanno ispirato (Brassens, Brel, Mannerini)... un mondo intero girava vorticosamente intorno a me. Ho sempre amato Faber, fin dal primo album che ho ascoltato: la buona novella. Ha ragione chi parla di "profeta del nostro tempo" e lo paragona a Pasolini: ci sono persone, quelle come lui, che riescono a vedere più lontano di altre. Ci sono persone che riescono a scrivere testi di intensa e lirica spiritualità pur essenso atei.
Percorrendo via del campo me lo immaginavo passeggiare da giovane in quelle vie, tra puttane e poveri ubriaconi... e ascoltare le loro storie. Tutti quelli che lo hanno conosciuto raccontano la sua grande capacità di ascoltare le persone, senza farle sentire giudicate. Me lo immaginavo coi suoi amici tirare cacche di uccello dai tetti nei contenitori di latte delle massaie. Me lo immaginavo con quella prostituta che ha amato per due anni, Anna, andarla a prendere al bar Olimpia in via XX settembre, chiudersi con lei alla pensione Groppallo... Me lo immaginavo con tuo fratello Andrea, Beppe. Cercavo con emozione e quasi con avidità il suo segreto, cercavo in quelle vie le cose che sono riuscite a dargli quello sguardo così lucido e lirico insieme, il suo verso folgorante...
Mi manca, mi manca tanto, ancor di più per non averlo mai visto dal vivo, di persona, ma solo attraverso le sue canzoni.
A dir la verità non mi piace chiamarlo profeta, non mi piace questa parola altisonante, che contrasta troppo con la sua riservatezza e la sua umiltà.
Riporto (a memoria, quindi non letteralmente) quanto disse in un'intervista, alla domanda di Mollica "Di cosa ha paura oggi Fabrizio De André?":

"Sicuramente della morte, che, se mi darà il tempo di accorgermene, mi faràà provare la mia buona dose di paura...
Ma soprattutto dello scarso attaccamento alla vita che vedo in molti miei simili, che si ammazzano per cose sicuramente più futili del valore dellaa vita.
Io ho paura di quello che non capisco, e questo proprio non mi riesce di capirlo"

Ciao Fabrizio.

Andrea Cangeri 29.06.05 11:01| 
 |
Rispondi al commento


Per Paolo di Rosa:
" infatti io non possiedo auto, non televisore e sul pc ci lavoro... "

Anche se e` cosi` comunque la maggioranza dei mostri connazionali ha ancora televisore, auto e PC.
Convinvili a vendere quello che hanno per darlo ai poveri..

matteo martini 29.06.05 03:21| 
 |
Rispondi al commento

Quanto mi manca é.è"

Francesco Fei 28.06.05 23:19| 
 |
Rispondi al commento

...mentre attraversavo il London Bridge, un giorno senza sole, vidi una donna pianger d'amore, piangeva per il suo Giordie...

luca cordello 28.06.05 17:31| 
 |
Rispondi al commento

IN RISPOSTA A MM che richiama in causa continuamente tutti e devo dire che ha rotto i c....
Caro MM, sei confuso, come supponevo, e più assai del sottoscritto: infatti io non possiedo auto, non televisore e sul pc ci lavoro...non prendertela, non è così semplice rinunciare a queste cose, mi rendo conto che sono scelte ardue.
ps: ho sempre spartito quel che ho guadagnato, e in famiglia, la mia, si cucina sempre un pasto almeno in più: per l'ospite...anche se non è ancora arrivato.

Paolo Di Rosa 28.06.05 17:10| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto tra i vari commenti De Andréparagonato ad un profeta.
Ebbene, nella canzone "La domenica delle salme" dell'album "Le nuvole" intravede la fuga del poeta della Baggina (la casa di riposo per anziani "Pio Albergo Trivulzio", dove venne scoperto il primo scandalo di Tangentopoli e la corruzione del nostro modello di società.
Vorrei sottolineare le parole di Carmine Elia nel suo commento del 26.06.05 17:43.
Sono totalmente d'accordo con te.
Hai scritto tutto quello che avrei voluto scrivere io, per cui inutile ripetere.
Complimenti a te!

Andrea Spilli 28.06.05 15:46| 
 |
Rispondi al commento

Beppe ha scritto:
"Fabrizio è stato un mio grande amico.
Mi fa piacere ritrovare talvolta nei commenti di questo blog i versi delle sue canzoni.
Fabrizio vedeva lontano. Riporto alcuni suoi testi trascritti dagli originali che allego al post e che pubblico per gentile concessione di Dori Ghezzi e della Fondazione De Andrè.
Quello che ha scritto all’inizio degli anni ‘90 è accaduto, sta accadendo ora.
Ciao Fabrizio."

Beh, vi invito ad andare a leggere il testo della canzone di Fabrizio De Andrè "Sogno numero due" dall'album "Storia di un impiegato". E' del 1973 ed è profetica: ogni riferimento di questa canzone a persone e a situazioni è puramente casuale...!

Claudio Brocanelli Commentatore in marcia al V2day 28.06.05 14:30| 
 |
Rispondi al commento

Ringrazierò De Andrè ogni volta che ascolterò una sua canzone.
Ringrazierò De Andrè come ringrazio Boris Vian, George Bressans, Jacques Brel, Pasolini e tutti coloro i quali hanno visto il mondo coi propri occhi. Liberi, anticonformisti, intelligenti.
Cominciano a mancare queste persone: vedo tante, tante pecore...e mi dispiace dirlo

Andrea Biggi 28.06.05 12:27| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe,
ho sempre seguito de andrè.. la sua vita.. la sua morte.. la prima canzone che ho ascoltato è stata "volta la carta".. e l' ho ascoltata e mi sono innamorato di quella canzone quando facevo la 3a elementare... e questa mia passione dura fino ad ora.. ho 17 anni e vado in giro a cantare sue canzoni.. a "diffondere la sua parola".. sono nato con de andrè nel cuore.. e morirò con lui nel cuore.. grazie beppe di aver fatto un intervento su di lui.. grazie..

andrea gennaccari 28.06.05 01:05| 
 |
Rispondi al commento


Per Francesco Graziobelli:
" Per Matteo Martini

Spero che tu stia scherzando quando affermi "Secondo me ci sta ( anzi, vi sta ) prendendo tutti per il naso" parlando di Beppe Grillo!

La prima e più lampante prova che mi viene in mente per smentirti è il fatto che in TV il carissimo ( purtroppo da te detestato ) Beppe Grillo non si veda più!!! Che è poi "soltanto" il modo più semplice e diretto per evitare che le cose scomode che dice arrivino alle orecchie delle persone che potrebbero forse ribellarsi alle circostanze quotidiane che ci ammorbano l'aria!

MM
Pero` qualche spettacolino ogni tanto lo fa, mi pare..

Per Francesco Graziobelli:
Anzi è su di te che mi viene un dubbio: non è che per caso tu sia Berlusconi e ti firmi Matteo Martini per sviare un po'??????

MM
Maledizione!
Mi avete scoperto!

Per Francesco Graziobelli:
Vorrei anche puntualizzare che non è certo il fatto di possedere una porsche che può fare di una persona un ipocrita; qualsiasi cosa egli dica e professi!

MM
Si`, se oltre a possedere la Porsche fa del moralismo da quattro soldi

Per Francesco Graziobelli:
O sei forse convinto che Il "caro" sopracitato Berlusconi, o per dirne qualcun altro ( sennò sembra sempre che ce l'abbiamo su solo con lui ), Callisto Tanzi, Tronchetti Provera, e perchè no espatriamo, Jeorge W.Bush seduti su una 500 sarebbero degli angioletti???

MM
Non ho mai difeso ne` parlato bene dei sopracitati.

Per Francesco Graziobelli:
Non puoi giudicare una persona da quello che possiede! E ti voglio subito fare un esempio.
Io non ti conosco personalmente, e per quel che ne so tu potresti essere la persona migliore del pianeta. Solo che.... quelle tue natiche sedute su una porsche proprio non mi vanno giù!
Non posso proprio sopportare che tu, che vai ogni giorno all'aspizio a far compagnia agli anziani soli, la sera vai a fare il volontario per il 118, devolvi 100000.00 euro all'anno per buone cause, professi pace ed amore a tutti quanti, possa contraddirti mettendo quelle natiche su una porsche!!! Proprio non me lo dovevi fare!!!! Sei veramente un ipocrita!!!!

MM
A me mi pare che te la abbiano fatta bere proprio bene. La mia opinione comunque

Per Francesco Graziobelli:
Cosa ne sai tu di quello che fa Beppe Grillo coi suoi soldi! Come puoi sapere se non salva 100 bambini africani ogni anno!

MM
Che mi mostri le fatture dei pagamenti!

Per Francesco Graziobelli:
E ti rammento che a proposito di opere di bene, la Chiesa e tutto il suo staff, sono forse il controsenso più grande! Tutti quei cardinali con le loro tonache di raso color porpora ( stoffa da chissà quanti euro al metro ) i loro anelli d'oro e i loro libri scritti a mano ( almeno sono più costosi ); di tutte quelle persone invece che mi dici? O siamo forse noi che abbiamo fatto voto di povertà!

MM
Mi hai mai sentito difendere l` operato della Chiesa?
Mi metti in bocca delle parole che stanno solo nella tua testolina

Per Francesco Graziobelli:
Non prendere questa mia osservazione come un'offesa, non è nei miei intenti!
Ho scritto tutto questo soltanto perchè credo che nel tuo esposto ( del quale mi complimento per l'appropritezza e ricchezza lessicale ) tu non abbia preso in considerazione molti aspetti.
Io non credo che il signor Beppe Grillo faccia quello che fa soltanto per mantenere la porsche!

MM
Neanche questo io l` ho detto mai.
Pero` molta ipocrisia c` e`

Per Francesco Graziobelli:
Ognuno di noi ha un suo posto nel mondo e se quello di Beppe sta tra noi poveracci e i "cattivi" piuttosto che in un monastero non è certo il caso di farne un dramma! Ognuno è utile agli altri nella misura più congrua alle proprie affinità e capacità!
Se preferisci puoi vedela anche sotto un punto di vista più intricato. Il signor Grillo aiuta tutti indistintamente, poveri e meno poveri ad aprire gli occhi sul modus vivendi e noi tutti possiamo o potremmo in conseguenza del suo aiuto aiutare ed aiutarci a vivere un po' meglio e a non distruggerci!

MM
Secondo me, invece, provoca e basta

Per Francesco Graziobelli:
Non sto dicendo che lui debba essere il nostro profeta ( anche se il mio un po' lo è ), ma sto dicendo che dalle sue "parabole" dobbiamo trarre spunto per imparare a stare su questo pianeta senza per forza di cose annientarci reciprocamente!
Ciao Fra

MM
Vabbe`, ma prova a ragionare anche con la tua testa, va..

matteo martini 28.06.05 01:03| 
 |
Rispondi al commento

Grandissimo Faber. Commosso.
Soprattutto il testo sulla recessione... mi ha fatto venire i brividi.
Personaggi come lui e Pasolini mancano in maniera assordante, in questi anni. Ci toccherà soffrire parecchio...
Beppe tieni botta!

Peter Bassi 27.06.05 22:54| 
 |
Rispondi al commento

Spesso sento dibattere se i testi musicali possano essere poesia.
Io credo che sia possibile quando leggendo un testo musicale il termine "poesia" regge senza problemi.
De Andrè è secondo me l'unico cantautore di cui si può dire "Ha fatto poesia".

Francesco Lucini 27.06.05 17:06| 
 |
Rispondi al commento

Per Matteo Martini

Spero che tu stia scherzando quando affermi "Secondo me ci sta ( anzi, vi sta ) prendendo tutti per il naso" parlando di Beppe Grillo!

La prima e più lampante prova che mi viene in mente per smentirti è il fatto che in TV il carissimo ( purtroppo da te detestato ) Beppe Grillo non si veda più!!! Che è poi "soltanto" il modo più semplice e diretto per evitare che le cose scomode che dice arrivino alle orecchie delle persone che potrebbero forse ribellarsi alle circostanze quotidiane che ci ammorbano l'aria!
Anzi è su di te che mi viene un dubbio: non è che per caso tu sia Berlusconi e ti firmi Matteo Martini per sviare un po'??????
Vorrei anche puntualizzare che non è certo il fatto di possedere una porsche che può fare di una persona un ipocrita; qualsiasi cosa egli dica e professi! O sei forse convinto che Il "caro" sopracitato Berlusconi, o per dirne qualcun altro ( sennò sembra sempre che ce l'abbiamo su solo con lui ), Callisto Tanzi, Tronchetti Provera, e perchè no espatriamo, Jeorge W.Bush seduti su una 500 sarebbero degli angioletti???
Non puoi giudicare una persona da quello che possiede! E ti voglio subito fare un esempio.
Io non ti conosco personalmente, e per quel che ne so tu potresti essere la persona migliore del pianeta. Solo che.... quelle tue natiche sedute su una porsche proprio non mi vanno giù!
Non posso proprio sopportare che tu, che vai ogni giorno all'aspizio a far compagnia agli anziani soli, la sera vai a fare il volontario per il 118, devolvi 100000.00 euro all'anno per buone cause, professi pace ed amore a tutti quanti, possa contraddirti mettendo quelle natiche su una porsche!!! Proprio non me lo dovevi fare!!!! Sei veramente un ipocrita!!!!

Cosa ne sai tu di quello che fa Beppe Grillo coi suoi soldi! Come puoi sapere se non salva 100 bambini africani ogni anno!
E ti rammento che a proposito di opere di bene, la Chiesa e tutto il suo staff, sono forse il controsenso più grande! Tutti quei cardinali con le loro tonache di raso color porpora ( stoffa da chissà quanti euro al metro ) i loro anelli d'oro e i loro libri scritti a mano ( almeno sono più costosi ); di tutte quelle persone invece che mi dici? O siamo forse noi che abbiamo fatto voto di povertà!
Non prendere questa mia osservazione come un'offesa, non è nei miei intenti!
Ho scritto tutto questo soltanto perchè credo che nel tuo esposto ( del quale mi complimento per l'appropritezza e ricchezza lessicale ) tu non abbia preso in considerazione molti aspetti.
Io non credo che il signor Beppe Grillo faccia quello che fa soltanto per mantenere la porsche! Ognuno di noi ha un suo posto nel mondo e se quello di Beppe sta tra noi poveracci e i "cattivi" piuttosto che in un monastero non è certo il caso di farne un dramma! Ognuno è utile agli altri nella misura più congrua alle proprie affinità e capacità!
Se preferisci puoi vedela anche sotto un punto di vista più intricato. Il signor Grillo aiuta tutti indistintamente, poveri e meno poveri ad aprire gli occhi sul modus vivendi e noi tutti possiamo o potremmo in conseguenza del suo aiuto aiutare ed aiutarci a vivere un po' meglio e a non distruggerci!
Non sto dicendo che lui debba essere il nostro profeta ( anche se il mio un po' lo è ), ma sto dicendo che dalle sue "parabole" dobbiamo trarre spunto per imparare a stare su questo pianeta senza per forza di cose annientarci reciprocamente!
Ciao Fra

Francesco Graziobelli 27.06.05 16:59| 
 |
Rispondi al commento

Per Marco Buonomo

Facci sapere dove la fanno la manifestazione i pedofili che andiamo ad aiutarli nei festeggiamenti.........COL LANCIAFIAMME!!!!!!!!!

Francesco Graziobelli 27.06.05 15:59| 
 |
Rispondi al commento

evviva il B/N le Nikkormat, gli obiettivi a focale fissa, il piacere di stamparsi i negativi, le Olympus e le canon senza schermo LCD!!!evviva i caricatore manuale, evviva maledire questo porco mondo quando ti accorgi che il RULLINO non si è agganciato lasciando le foto più belle della tua vita sospese nella memoria!!!EVVIVA le FRANCESCA MARIA BERSANI che ancora credono in qualcosa di genuino dove il CERVELLO ha ancora una funzione prevalente!!!!

francesco martorana 27.06.05 14:53| 
 |
Rispondi al commento

ODIO IL DIGITALE!!!!un altro ingrediente di questo mondo falso dove tutto è modificabile, plasmabile a proprio piacere, dove tutto è automatico, ben servito e senza sudore..SVEGLIA!!!!!!!!!!
W il B/N!!!!!

francesco martorana 27.06.05 14:47| 
 |
Rispondi al commento

Per Luca C.:
" Ora però esso si sente minacciato dalle economie asiatiche che, provenendo da uno stato di sottosviluppo, hanno estremizzato le sue teorie: tantissimi lavoratori con paghe bassissime e prodotti a prezzi stracciati. "

MM
Guarda che le " economie asiatiche " sono pur sempre economie DI FATTO capitalistiche

Per Luca C.:
In occidente i nostri sedicenti economisti per risolvere il problema della concorrenza non fanno altro che ripetere le stesse cose: crescita, Pil, ricerca, innovazione con l'unico scopo di creare ricchezza attraverso la produzione di nuovi beni senza però dire che in pochi poi saranno in grado di acquistarli a causa degli stipendi bassi dei lavoratori e della saturazione del mercato !

MM
Mi pare che non ci siano stati problemi in Italia a comprare telefonini e computer!
Da cosa stai scrivendo tu, da una macchina a scrivere dell` 800?

Per Luca C.:
Abbiamo tutto di tutto!
In Cina per forza che l'economia cresce , fino a pochi anni fa non avevano niente in confronto a noi !
Ciò di cui gli economisti moderni dovrebbero occuparsi, se ne sono in grado, è di formulare un nuova teoria economica che ci svincoli dalla produzione per garantire una dignitosa sussistenza globale.

MM
Comunismo II?

Per Luca C.:
L'economia di mercato è vecchia, superata, non possiamo tornare indietro come è ora la Cina, noi da quel livello siamo gia passati ma nessuno lo dice.
Dobbiamo guardare oltre il mercato ! "

MM
E dove?

matteo martini 27.06.05 14:44| 
 |
Rispondi al commento


Per Francesco Arca:
" Penso che la cosa importante da dire su De Andrè sia che in un mondo dove gli uomini affittano il cervello agli altri lui era veramente LIBERO! "

Quando parli di " gli uomini " ti ci includi anche te?

matteo martini 27.06.05 14:39| 
 |
Rispondi al commento


Per Francesco Arca:
" Penso che la cosa importante da dire su De Andrè sia che in un mondo dove gli uomini affittano il cervello agli altri lui era veramente LIBERO! "

Quando parli di " gli uomini " ti ci includi anche te?

matteo martini 27.06.05 14:35| 
 |
Rispondi al commento


Per Carmine Elia:
" Scusami MM

ma vorrei chiarire che il capitalismo attuale non è quello di cui parlava Marx e soprattutto quello di cui Marx aveva prontamente previsto la fine. "

Il capitalismo si e` sempre evoluto e anche il capitolismo di oggi non e` quello degli anni 50.
Marx aveva fatto poche previsioni storiche e praticamente tutte si sono rivelate sbagliate ( aveva anche scritto che, se ci fosse stata una guerra mondiale, i proletari di tutti i paesi al fronte si sarebbero " uniti " e " affratellati " provocando una rivoluzione mondiale ).
Ovviamente le previsioni sbagliate di Marx sono state " interpretate " in modo da farle andare bene con la verita` storica.
Un po` come hanno fatto i preti quando si e` scoperto che il mondo non ha 6000 anni e che il Sole non gira attorno alla Terra.
E come stai facendo tu adesso.
Tutto pur di rimanere aggrappati alla GRande Illusione

Per Carmine Elia:
Il capitalismo di Smith ha subito, dopo la crisi del '29 una radicale trasformazione operata da Roosvelt con la new Deal e basata sulle teorie di Keynes.
Alla luce di queste considerazioni penso sia errato sostenere che Marx aveva erroneamente previsto la fine del capitalismo!

MM
Perche`, come lo chiami quello di Bush oggi? Comunismo?

Per Carmine Elia:
Riguardo alle altre questioni non ho nessuna intenzione di fare polemiche anche perchè penso che il fine di questo blog sia un altro.
In ogni caso:
1)Che l'America sia la nzione più indebitata al mondo e la ripresa è solo fumo negli occhi lo sanno anche le pietre e puoi trovare molto su internet.

MM
La fine dell` America lo hanno profetizzata in tanti da decine di anni, ma per adesso la` si vive bene.
Le tue sembrano le profezie di Nostradamus

Per Carmine Elia:
2)Riguardo all'ipotesi che tutti "vendano la propria porsche" o distribuiscano i propri averi
sono molto perplesso sull'efficacia anzi ritengo che un povero dovrebbe solo sentirsi preso per il culo da un atteggiamento del genere.

MM
Ma davvero?
Uhn povero che sta morendo di fame si sente " preso per il culo " se lo riempi di soldi?
TI PREGO GRILLO PRENDI PER IL CULO ANCHE ME, TI INVIO IL MIO NUMERO DI CONTO CORRENTE

Per Carmine Elia:
Odio vivamente tutte le raccolte di beneficienza perchè servono solo a riempire la pancia per un giorno e chiudere la bocca per un pò in più a chi avrebbe voglia di gridare tutte le ingiustizie che avvengono nel mondo.
3)Vorrei sapere quale comunista oggi sostiene di voler andare al potere per istituire un regime "dittatoriale" a questo non crede più nessuno forse neanche più l'elettorato di Berlusconi che è stato per anni alimentato da continue accuse ai comunisti!

MM
Bertinotti ha detto che non ha ancora rinunciato all` idea di abolire la proprieta` privata

Per Carmine Elia:
Leggiamo di più e vediamo meno la televisione e le stronzate che ci fanno credere!

MM
Questo l` ho letto sul Corriere, dovrei dovrei leggere le notizie serie?

Per Carmine Elia:
4)Infine, e provo un certo imbarazzo a trovarmi ancora una volta a precisare questa cosa, il comunismo è una ideologia che può essere o meno condivisa, quello che ha fatto i morti è stato un regime che non a caso è passato alla storia come stalinismo;

MM
Ricadi ancora nell` illusione pericolosissima di separare l` ideologia comunista con la suia naturale conseguenza ( lo stalinismo )
Dimmi un regime comunista dove si sia stati bene

Per Carmine Elia:
solo gli attenti allievi di Berlusconi ancora confondono un'ideologia con un regime che appartiene alla storia e i cui errori sono stati riconosciuti prima di tutto dagli attuali comunisti!.

MM
Chi se ne frega di quello che dice Berlusca!

Berlusconi fa questo errato accostamente per propaganda politica infischiandone di chi un pò più attento percepisce immediatamente il controsenso, ma voi che ancora sostenete ciò non vi capisco!
Prodi o FASSINO come Stalin ?!?!?!?!?ahahahahahahahahahahahahahhahahahhaha
Un saluto ciao


matteo martini 27.06.05 11:34| 
 |
Rispondi al commento

Penso che la cosa importante da dire su De Andrè sia che in un mondo dove gli uomini affittano il cervello agli altri lui era veramente LIBERO!

francesca arca 27.06.05 03:50| 
 |
Rispondi al commento

De Andrè ha saputo azzeccare con largo anticipo gli sviluppi di questo capitalismo sfrenato...spero solo che il futuro smentisca la sua teoria sulle guerre civili e sul nuovo capro espiatorio ebreo come ulteriori conseguenze.

Claudio Recchia 26.06.05 21:54| 
 |
Rispondi al commento

Secondo finche continuiamo a mettere difronte capitalismo e comunismo non andremo lontano. Esse infatti sono due teorie economiche opposte ma sempre riconducibili al tema della produzione industriale. Il comunismo applicato in URSS ha fallito perchè i suoi dirigenti una volta arrivati al potere si sono preoccupati solo di non perderlo comportandosi quindi come i despoti che avevano cacciato con la rivoluzione perdendo quindi ogni contatto con i problemi della gente comune, il capitalismo invece agisce in maniera più sottile esso infatti si basa sull'illusione che anche i più poveri un giorno potranno diventare come i ricchi tralasciando il piccolo particolare che per ogni nuovo ricco si creano migliaia di nuovi poveri. Per questo motivo il sistema capitalista è più longevo. Ora però esso si sente minacciato dalle economie asiatiche che, provenendo da uno stato di sottosviluppo, hanno estremizzato le sue teorie: tantissimi lavoratori con paghe bassissime e prodotti a prezzi stracciati.
In occidente i nostri sedicenti economisti per risolvere il problema della concorrenza non fanno altro che ripetere le stesse cose: crescita, Pil, ricerca, innovazione con l'unico scopo di creare ricchezza attraverso la produzione di nuovi beni senza però dire che in pochi poi saranno in grado di acquistarli a causa degli stipendi bassi dei lavoratori e della saturazione del mercato !
Abbiamo tutto di tutto!
In Cina per forza che l'economia cresce , fino a pochi anni fa non avevano niente in confronto a noi !
Ciò di cui gli economisti moderni dovrebbero occuparsi, se ne sono in grado, è di formulare un nuova teoria economica che ci svincoli dalla produzione per garantire una dignitosa sussistenza globale.
L'economia di mercato è vecchia, superata, non possiamo tornare indietro come è ora la Cina, noi da quel livello siamo gia passati ma nessuno lo dice.
Dobbiamo guardare oltre il mercato !

Luca C. 26.06.05 17:53| 
 |
Rispondi al commento

Non avevo letto l'altro messaggio e mi sto
sbellicando dalle risate!
Sei comunque simpatico anche se parli con le parole di Emilio Fede!!!!!!!!!
Ma cosa c'entra il mesetto in Siberia?!?!?!?
Dopo questo penso che metterò fine a questo simpatico scambio di opinioni!
Un Saluto

Carmine Elia 26.06.05 17:43| 
 |
Rispondi al commento

Scusami MM

ma vorrei chiarire che il capitalismo attuale non è quello di cui parlava Marx e soprattutto quello di cui Marx aveva prontamente previsto la fine. Il capitalismo di Smith ha subito, dopo la crisi del '29 una radicale trasformazione operata da Roosvelt con la new Deal e basata sulle teorie di Keynes.
Alla luce di queste considerazioni penso sia errato sostenere che Marx aveva erroneamente previsto la fine del capitalismo!

Riguardo alle altre questioni non ho nessuna intenzione di fare polemiche anche perchè penso che il fine di questo blog sia un altro.
In ogni caso:
1)Che l'America sia la nzione più indebitata al mondo e la ripresa è solo fumo negli occhi lo sanno anche le pietre e puoi trovare molto su internet.

2)Riguardo all'ipotesi che tutti "vendano la propria porsche" o distribuiscano i propri averi
sono molto perplesso sull'efficacia anzi ritengo che un povero dovrebbe solo sentirsi preso per il culo da un atteggiamento del genere.
Odio vivamente tutte le raccolte di beneficienza perchè servono solo a riempire la pancia per un giorno e chiudere la bocca per un pò in più a chi avrebbe voglia di gridare tutte le ingiustizie che avvengono nel mondo.
3)Vorrei sapere quale comunista oggi sostiene di voler andare al potere per istituire un regime "dittatoriale" a questo non crede più nessuno forse neanche più l'elettorato di Berlusconi che è stato per anni alimentato da continue accuse ai comunisti! Leggiamo di più e vediamo meno la televisione e le stronzate che ci fanno credere!
4)Infine, e provo un certo imbarazzo a trovarmi ancora una volta a precisare questa cosa, il comunismo è una ideologia che può essere o meno condivisa, quello che ha fatto i morti è stato un regime che non a caso è passato alla storia come stalinismo; solo gli attenti allievi di Berlusconi ancora confondono un'ideologia con un regime che appartiene alla storia e i cui errori sono stati riconosciuti prima di tutto dagli attuali comunisti!. Berlusconi fa questo errato accostamente per propaganda politica infischiandone di chi un pò più attento percepisce immediatamente il controsenso, ma voi che ancora sostenete ciò non vi capisco!
Prodi o FASSINO come Stalin ?!?!?!?!?ahahahahahahahahahahahahahhahahahhaha
Un saluto ciao


Carmine Elia 26.06.05 17:39| 
 |
Rispondi al commento

25.6.05
Lettera aperta al Partito Radicale

Ci piacerebbe che alle parole seguissero i fatti, e soprattutto in politica ci dovrebbe essere il costume di essere misurati e rigorosi nelle proprie esternazioni, e si dovrebbe considerare un pagliaccio chiunque faccia affermazioni o promesse false.
Spesso dietro gli sproloqui oratori, e in politica l’arte oratoria viene considerata una qualità, vi è il nulla assoluto, e mi è capitato molto spesso di vedere spellarsi le mani in applausi di fronte a presenza scenica, carisma e arte oratoria, per poi constatare che nulla di quanto detto era stato compreso, bastava l’estetica dell’insieme.
Perdonatemi la digressione e andiamo allo specifico del recente Referendum sulla procreazione assistita, dove l’iniziativa radicale, secondo me inopportuna, ha creato le condizioni per la discesa in campo del Vaticano al fianco della destra e ha prodotto una vittoria e una saldatura politica tra centrodestra e Chiesa che peserà molto sulle elezioni del prossimo anno.
Cè anche da ricordare, a proposito di serietà e coerenza, che i radicali si erano, pochi mesi fa, proposti come partner politici del centro-destra che dal canto suo aveva già approvato la legge 40.
A sconfitta avvenuta, ecco il diluvio di improperi, insulti, invocazione di attentato alla laicità dello Stato, ritorno del partito dei cattolici, Ratzinger “rottwailer di Dio”,ecc.
Francamente considero anche io questa discesa in campo delle gerarchie del Vaticano un pessima cosa, e che si voglia percorrere la stessa strada che negli USA ha visto la Chiesa schierarsi per la rielezione di Bush, su posizioni di estrema destra integralista.
Se qui in Italia si vuole fronteggiare questo fenomeno, che nulla ha di spirituale, e che vuole arrivare ad abrogare la legge sull’aborto, invece di insultare, sarebbe il caso di rivedere la questione dell’8 per mille, nel senso della sua abrogazione tramite referendum, visto che una parte di questo denaro è senz’altro stato usato per intervenire in una controversia politica la Chiesa si è mossa come un partito, ed in senso più lato è giusto che ogni Chiesa viva solo del contributo diretto dei suoi fedeli.
Magari da abbinare ad un altro Referendum, quello sulla abolizione del finanziamento pubblico dei partiti, perché anche essi dovrebbero vivere più modestamente e fare conto solo sulle sottoscrizioni dei loro affiliati.
Radicali fate il vostro mestiere, altrimenti ci fate pensare che “non ci sono più i radicali di una volta, proprio come le mezze stagioni!
Paolo De Gregorio

paolo de gregorio 26.06.05 16:59| 
 |
Rispondi al commento

"Dai diamanti non nasce niente,
dal letame nascono i fior"
(F. De Andrè)

Marina Brusamolino 26.06.05 16:33| 
 |
Rispondi al commento

Tenetevi ben strette le macchine fotografiche analogiche, quelle che vanno senza pile ancora meglio... le pile sono un vero e proprio salasso e antiecologighe oltre che se si scaricano sul più bello non potete fare foto quindi anche una schiavitù.
Io ho una Canon AE1 Program vecchina che va benissimo con i suoi obiettivi ancora oggi si trovano usati certi a caro prezzo ma piuttosto che comprarmi quelli digitali... e comunque si trovano ancora pellicole BN non scoraggiatevi.
http://www.fotomatica.it/ non per pubblicità ma semplicemente per fare informazione.
BUONE FOTO B/N

Antonella Siri 26.06.05 15:35| 
 |
Rispondi al commento


" Quando si vogliono cambiare le cose caro MM non si può pensare che lo si faccia partendo dal singolo individuo ma ciò che deve cambiare è il sistema "

Vorrei che fossi stato un mesetto in Siberia sotto Stalin, nel suo " sistema cambiato ".
Forse adesso preferiresti il nostro " sistema non cambiato ".
Ah! Ah!

matteo martini 26.06.05 15:11| 
 |
Rispondi al commento


Per Carmine Elia:
" X MATTEO MARTINI Innanzitutto vorrei chiarirti che le parole che hai attribuito a BP in realtà sono la trascrizione di quanto ha detto De Andrè! Sinceramente rimango molto spesso esterrefatto difronte ad alcuni commenti che leggo in questo blog, ma il tuo ha realmente superato tutti i limiti immaginabili in quanto a banalità. Scusami se uso toni che appaiono offensivi ma tutto voglio eccetto che offenderti quindi ti prego di attribuire il proprio senso alle parole.
Innanzitutto vorrei fare una precisazione storica: il Capitalismo è fallito a pochi anni dalla sua teorizzazione da parte di Smith prorpio come aveva previsto Marx (vedi crollo del 1929).

MM
Dal crollo del 29 l` economia americana mi pare si sia rialzata. Il comunismo in L` Unione Sovietica mi pare che sia invece definitivamente morto
Stessa cosa dicasi per la Cina che ornmai e` comunista solo di nome

Per Carmine Elia:
Il nuovo capitalismo, ribattezzato "capitalismo americano" per una maggiore dinamicità, fallirà (anzi è già fallito e tra poco ce lo diranno) con ben più disastrose conseguenze.

MM
Ma che cosa stai dicendo?
Mettiti un cartello al collo con la scritta " la fine e` vicina " e vai in giro per le strade a predicare!

Per Carmine Elia:
In ogni caso sposterei l'attenzione sulla questione De Andrè che mi sta francamente molto più a cuore!
Penso sia venuto il momento di smetterla con queste accuse continue a chiunque, pur essendo benestante, sostiene l'idea comunista.

MM
No no io accuso i comunisti ANCHE SE non sono benestanti!

Per Carmine Elia:
Un individuo pur sostenendo una certa ideologia non può perdere di vista i principi del sistema in cui vive.

MM
Nel capitalismo puoi vendere la tua Porsche e dare il ricavato ai poveri, nessuno te lo impedisce.
Perche` Grillo non lo ha fatto?
Ipocrisia!

Per Carmine Elia:
Sostenere un'idea diviene quindi un modo per renderne più probabile la realizzazione; nel frattempo si vive secondo le regole che democraticamente sono state scelte dal popolo.

MM
Io sono per l` abolizione del voto per chi ( come i comunisti ) sostiene che, quando avra` il potere, sosterra` una " dittatura ", eliminando la democrazia.
Come dice Popper, la democrazia rispetta tutti quelli che la tollerano, ma non tollera gli intolleranti

Per Carmine Elia:
Vorrei chiarirti un'altra cosa: quando si parla di ricchi e di poveri non ci si riferisce ai singoli individui che vendendo la propria auto per dare qualche soldo agli altri non risolvono assolutamente nulla,

MM
Mica tanto.
Vendi una Porsche e dai i soldi ai bambini in Africa qualcuno lo salvi

Per Carmine Elia:
Mi spiego meglio se la nazione A ha un'economia florida guadagna 100 e spende 50 ci sarà necessariamente una nazione B che guadagna 50 e spende 100. I primi sono i ricchi i secondi sono i poveri del mondo. (Mi scuso con gli esperti per aver semplificato il problema) Quando si vogliono cambiare le cose caro MM non si può pensare che lo si faccia partendo dal singolo individuo ma ciò che deve cambiare è il sistema.

MM
Aiuto!!
Il comunismo e` cominciato cosi` e ha fatto 20 milioni di morti!!
Possibile che certe illusioni " psichiatriche " di voler a tutti i costi creare iul mondo " buono " siano dure a morire?
L` uomo e` veramente un animale ideologico.
Vede che in un sistema muoiono milioni di persone, si crea una dittatura orribile e NONOSTANTE TUTTO continua a volere quel sistema.
L` uomo e` una creatura che si auto-delude in maniera incredibile.
Beh, non tutti, per la verita`

Per Carmine Elia:
Per questo persone come De Andrè hanno accumulato ricchezze per garantirsi un futuro e poi hanno lottato ideologicamente per cambiare le cose!

MM
Che e` quello che chiamo " ipocrisia "

Per Carmine Elia:
Tra l'altro quello che De Andrè ha fatto per la gente che lo circondava non lo sai come non lo sapevo io prima di incontrare una sua compaesana il prblema è che non avendo (per sua scelta) la visibilità di Totti le serate con i contadini di Tempio Pausania sono rimaste siggillate tra le mura dalla sua tenuta e non sono divenute uno squallido manifesto del giornalismo di serie B.

MM
Come diceva quel tale: " il motivo per cui il mondo e` un inferno e` che l` uomo ha voluto farne il suo paradiso ".
E` tanto difficile da capire?
Ma quando uno parte per la tangente con i paraocchi puo` sbattere la testa contro il muro per 20000 volte e continuera` ad andare dritto.
Come i comunisti negli anni Venti in Russia, del resto.

matteo martini 26.06.05 15:08| 
 |
Rispondi al commento

La globalizzazione ci ha sottratto un'altra emozione: quella di scattare una foto in bianco e nero. Purtroppo, infatti, l'avvento delle macchine fotografiche digitali e dei telefonini, si vuole mandare in pensione la cara e vecchia foto in bianco e nero. Purtroppo è così, la legge del profitto, ha avuto la meglio ancora una volta. Leggo, infatti, che sia la Kodak che la Ilford, non producono più i rullini B/N. Sembra che siano ormai introvabili. Faccio un appello agli amanti della foto, quella con la F maiuscola, ma anche a chi ha potuto gustare il sapore ed il fascino di un'istantanea in bianco enero. E' un'emozione unica, che nessuna tecnologia, anche la più avanzata, potrà mai sostituire!!! Ribellatevi e scrivete un post.




Francesca Maria Bersani 26.06.05 13:50| 
 |
Rispondi al commento

La globalizzazione ci ha sottratto un'altra emozione: quella di scattare una foto in bianco e nero. Purtroppo, infatti, l'avvento delle macchine fotografiche digitali e dei telefonini, si vuole mandare in pensione la cara e vecchia foto in bianco e nero. Purtroppo è così, la legge del profitto, ha avuto la meglio ancora una volta. Leggo, infatti, che sia la Kodak che la Ilford, non producono più i rullini B/N. Sembra che siano ormai introvabili. Faccio un appello agli amanti della foto, quella con la F maiuscola, ma anche a chi ha potuto gustare il sapore ed il fascino di un'istantanea in bianco enero. E' un'emozione unica, che nessuna tecnologia, anche la più avanzata, potrà mai sostituire!!! Ribellatevi e scrivete un post.




Francesca Maria Bersani 26.06.05 13:49| 
 |
Rispondi al commento

UN VERO POETA ma anche un VERO LIGURE INTELLIGENTE
tutti abbiamo qualcosa in meno ma non dobbiamo perdere
quello che ci ha lasciato tramandandolo ai nostri figli.
Che DE ANDRE' sia sempre dentro di noi nei secoli dei secoli.
Sembra una battuta ma non la è.
IO AMO PERSONE COME DE ANDRE', GRILLO che non solo sono artisti, poeti, fantasiosi, ma sono anche molto INTELLIGENTI e spesso per questo vengono TAGLIATI FUORI. Ragazzi cerchiamo di impedire che questo accada. Andiamo ai loro recital, manifestazioni, promozioni quando ci accorgiamo che sono ARTISTI INTELLIGENTI e lasciamo un po' più perdere quelli che pensano soltanto a farsi vedere perché sono BELLE-BELLI e ALLA MODA. Ciao a tutti i blogghisti incalliti! E questo è già segno di intelligenza a mio modo di vedere... :-D

Antonella Siri 26.06.05 13:11| 
 |
Rispondi al commento

X MATTEO MARTINI Innanzitutto vorrei chiarirti che le parole che hai attribuito a BP in realtà sono la trascrizione di quanto ha detto De Andrè! Sinceramente rimango molto spesso esterrefatto difronte ad alcuni commenti che leggo in questo blog, ma il tuo ha realmente superato tutti i limiti immaginabili in quanto a banalità. Scusami se uso toni che appaiono offensivi ma tutto voglio eccetto che offenderti quindi ti prego di attribuire il proprio senso alle parole.
Innanzitutto vorrei fare una precisazione storica: il Capitalismo è fallito a pochi anni dalla sua teorizzazione da parte di Smith prorpio come aveva previsto Marx (vedi crollo del 1929). Il nuovo capitalismo, ribattezzato "capitalismo americano" per una maggiore dinamicità, fallirà (anzi è già fallito e tra poco ce lo diranno) con ben più disastrose conseguenze. In ogni caso sposterei l'attenzione sulla questione De Andrè che mi sta francamente molto più a cuore!
Penso sia venuto il momento di smetterla con queste accuse continue a chiunque, pur essendo benestante, sostiene l'idea comunista. Un individuo pur sostenendo una certa ideologia non può perdere di vista i principi del sistema in cui vive. Sostenere un'idea diviene quindi un modo per renderne più probabile la realizzazione; nel frattempo si vive secondo le regole che democraticamente sono state scelte dal popolo. Hai scritto:
MM
Questa e` una stupidaggine colossale.
Io credo che nel mondo possiamo tutti vivere, se non da ricchi, da persone " benestanti ".
Poi noto molta ipocrisia nelle parole di Grillo.
Se e` vero che " senza poveri i ricchi non potrebbero esistere ", perche` non vende la Porsche e aiuta i poveri?

Vorrei chiarirti un'altra cosa: quando si parla di ricchi e di poveri non ci si riferisce ai singoli individui che vendendo la propria auto per dare qualche soldo agli altri non risolvono assolutamente nulla, bensì si parla di nazioni.
Mi spiego meglio se la nazione A ha un'economia florida guadagna 100 e spende 50 ci sarà necessariamente una nazione B che guadagna 50 e spende 100. I primi sono i ricchi i secondi sono i poveri del mondo. (Mi scuso con gli esperti per aver semplificato il problema) Quando si vogliono cambiare le cose caro MM non si può pensare che lo si faccia partendo dal singolo individuo ma ciò che deve cambiare è il sistema. Per questo persone come De Andrè hanno accumulato ricchezze per garantirsi un futuro e poi hanno lottato ideologicamente per cambiare le cose! Tra l'altro quello che De Andrè ha fatto per la gente che lo circondava non lo sai come non lo sapevo io prima di incontrare una sua compaesana il prblema è che non avendo (per sua scelta) la visibilità di Totti le serate con i contadini di Tempio Pausania sono rimaste siggillate tra le mura dalla sua tenuta e non sono divenute uno squallido manifesto del giornalismo di serie B.

Carmine Elia 26.06.05 13:09| 
 |
Rispondi al commento


Per Paolo di Rosa:
" tu cosa fai per dividere con metodo buonista e perfetto, come sembra tu sia, i tuoi beni (da benestante) con chi ha bisogno? "

MM
Poco ma perlomeno non guadagno un decimo di quello che guadagna Grillo e non faccio il moralista ipocrita come lui

Per Paolo di Rosa:
Cosa consideri per bisogno? Credi sia giusto possedere tutte le cose che possediamo?

MM
Inizia tu a vendere televisione, macchina e computer e quello che ricavi dallo ai poveri

Per Paolo di Rosa:
Te la prendi con i quattrini che Grillo e De Andrè hanno messo da parte in 40 anni di lavoro: quanti anni hai?

MM
Non credo che ( purtroppo! ) neanche a 100 anni arrivero` a guadagnare tutti i milioni che ha guadagnato Grillo

Per Paolo di Rosa:
Sei convinto davvero che senza ricchi i poveri esisterebbero ugualmente?

MM
Non ci sono prove per dire il contrario e Grillo e` un` ipocrita a dire il contrario perche` se lo credesse veramente ( cioe` che senza i ricchi ci sarebbero meno poveri ) dovrebbe per prima cosa vendere la Porsche.
Secondo me ci sta ( anzi, vi sta ) prendendo tutti per il naso

Per Paolo di Rosa:
Mi chiedo chi ti ha passato educazione e valori, doveva essere confuso...almeno quanto te e me. "

MM
Non mi sento poi cosi` confuso, e tu?

matteo martini 26.06.05 12:31| 
 |
Rispondi al commento

GRANDE BEPPE AVREI UN'IDEA GENIALE DA CONSIGLIARE A QUELLA SPECIE DI MINISTRO DELL'ISTRUZIONE DI QUESTO GOVERNICCHIO ALMENO FA UNA COSA GIUSTA PER RICORDARE IL PIU' GRANDE GENIO POETICO ITALIANO E NE SONO CONVINTO SE ANCORA ERA IN VITA AVREBBE AVUTO IL NOBEL PER LA LETTERATURA(IMMAGINATE DOPO FO LE FACCE PAONAZZE DEI DESTROSI ),DE ANDRE' CHE INSIEME A DANTE E PETRARCA ANNOVERARLO TRA I PIU' GRANDI ITALIANI E STUDIARLO A SCUOLA AL POSTO DI DECINE DI SORPASSATI E INUTILI POETI ITALIANI

valentini roberto 26.06.05 11:52| 
 |
Rispondi al commento

Consiglio al webmaster del blog:
sarebbe utile mettere un refer o linkare le firme dei commentatori, per reperirle in fase di rilettura (attualmente si perdet troppo tempo a cercare il relatico post di chi ha ricevuto una risposta).
tecnicamente è semplice.

Paolo Di Rosa 26.06.05 05:34| 
 |
Rispondi al commento

PER MATTEO MARTINI:

tu cosa fai per dividere con metodo buonista e perfetto, come sembra tu sia, i tuoi beni (da benestante) con chi ha bisogno? Cosa consideri per bisogno? Credi sia giusto possedere tutte le cose che possediamo? Te la prendi con i quattrini che Grillo e De Andrè hanno messo da parte in 40 anni di lavoro: quanti anni hai? Sei convinto davvero che senza ricchi i poveri esisterebbero ugualmente? Mi chiedo chi ti ha passato educazione e valori, doveva essere confuso...almeno quanto te e me.

Paolo Di Rosa 26.06.05 05:28| 
 |
Rispondi al commento


Per Valeiro Colombo:
" Grande de andrè...vedeva molto più lontano della "massa"! "

Voglio dire, faresti anche tu parte di questa massa o no?

matteo martini 26.06.05 03:41| 
 |
Rispondi al commento


Per Valerio Colombo:
" Grande de andrè...vedeva molto più lontano della "massa"! ", ti ci includi anche te?

matteo martini 26.06.05 03:37| 
 |
Rispondi al commento

Grande de andrè...vedeva molto più lontano della "massa"!

Valerio Colombo 26.06.05 03:13| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Ragazzi, navigando ho trovato (su http://www.criminologia.it/società/di_Marziale_Arena_Frassi.htm)una notizia sconvolgente.........
riporto fedelmente l'articolo.
sperando che sia una bufala, mi e vi chiedo cosa succede?
come è possibile..............
BEPPE RASSICURACI, DIMMI CHE L'ARTICOLO QUI SOTTO E' FALSO!!!!!!!!!!!!!


Aberrante: i pedofili celebrano la “giornata dell’orgoglio pedofilo”!

a cura di:
Osservatorio sui Diritti dei Minori
Telefono Arcobaleno
Associazione Prometeo

23 giugno 2005 - Facendo improprio riferimento alla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, alla Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea ed alla Costituzione degli Stati Uniti d’America, attraverso libere ed aberranti interpretazioni, la comunità pedofila internazionale ha proclamato la “giornata dell’orgoglio pedofilo”, boyloveday international.

A denunciare “questa vera e propria apologia” sono Antonio Marziale, Giovanni Arena e Massimiliano Frassi, rispettivamente presidenti dell’Osservatorio sui Diritti dei Minori, di Telefono Arcobaleno e dell’Associazione Prometeo, che in un comunicato congiunto affermano: “Si sono dotati di un simbolo, di inquantificabili pagine web sulle quali veicolano messaggi celebrativi e legittimanti il loro pervertito amore verso i bambini..."

Per Marziale, Arena e Frassi: “Si tratta di una celebrazione dalle indubbie connotazioni criminali da stroncare immediatamente perché è proprio sull’elaborazione di astruse teorizzazioni che la lobby pedofila internazionale fonda le ragioni di una legittimazione del fenomeno. Non è pensabile il ridimensionamento di un turpe mercato che sorregge buona parte della new economy criminale se prima non si sradica quello che nel tempo sta diventando un vero e proprio dogma”.

E’ parere dei presidenti di tre fra le più dinamiche organizzazioni dedite alla tutela dei diritti dei minori: “Che proprio l’impunità di iniziative come questa, contribuisce a generare nel tempo un’assuefazione sociale complice, a tutti gli effetti, di uno fra i più efferati crimini contro l’umanità”.

Marco Buonomo 25.06.05 21:18| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
era da tanto tempo che volevo scriverti per chiederti qualcosa su De André, ma mi hai anticipato.
Io, purtoppo, non l'ho mai conosciuto e ho addirittura scoperto le sue canzoni dopo la sua morte.
Ho letto tra i post i testi di alcune sue canzoni. Non saprei dire qual'è la più bella, posso però affermare che non ce n'è nessuna che non sia attuale, e lo saranno per sempre.
Anche le poche interviste che ha rilasciato sono molto interessanti, e mi ha colpito quando ha detto che "...un uomo senza sogni, senza utopie è come un cinghiale laureato in matematica...".
Facciamo vedere che abbiamo ancora la voglia di sognare, di guardare lontano, per non vivere di circostanze.
Purtroppo "la maggioranza sta recitando un rosario di ambizioni meschine, di millenarie paure, di inesauribili astuzie".
Dobbiamo svegliarci e accorgerci delle "cose che accadono al di sopra delle parole, celebrative del nulla".
Liberiamoci da questa "malattia", da questa "sfortuna", da questa "abitudine", perchè ormai ci stiamo abituando.
Vorrei ricordare anche un altro cantautore straordinario, George Brassens che,con il suo anticonformismo ha fatto storia.

Ciao a tutti e buona fortuna

P.S. Per chi ha visto lo speciale "W la ricerca" su Rai3: il prof. Farina del Politecnico di Torino, che ora è in Danimarca, è stato mio prof. l'anno scorso. Il migliore che io abbia mai conosciuto. Ho provato vergogna di essere iscritto al politecnico quando ho sentito "il Magnifico" rettore che si arrampicava sugli specchi per spiegare una semplice raccomandazione...cercano sempre di prenderci in giro. Vorrei dire infine che noi giovani, anche se siamo nati ieri, l'abbiamo presa in quel posto un bel pò di volte, non ci beviamo più le prese in giro.

Federico Cursano 25.06.05 21:09| 
 |
Rispondi al commento

Vi avevo mandato qualke settimana fa delle notizie allo scopo di attirare la vostra attenzione su Aldo SELVAGGI e la sua "banda" ke, tra gli anni Settanta e i primi anni Novanta, con l'invenzione dell'Istituto Finanziario Milanese (IFM), dell'Istituto Milanese Fiduciario (IMF) e di un'arlekkinata di altre decine di SOCIETà FASULLE ci hanno rapinato - ponendosi in tal modo quali ispiratori di Calisto TANZI e di tanti altri simili delinquenti - MILLE miliardi delle vekkie lire (valore 1990)!
Pur processati e condannati a LUNGHE PENE DETENTIVE hanno scontato, grazie al famigerato "decreto SALVAMANETTE Biondi" (luglio 1994) SOLO 17 giorni di galera sui dieci- dodici anni a cui erano stati condannati!
A Sestri Levante si erano costruiti una villa ke - ai tempi, anni Ottanta - valeva almeno CINQUE mld di lire (attualmente è stata confiscata e venduta dai Commissari liquidatori!).
Al mio msg NON ho ricevuto ALCUNA VOSTRA RISPOSTA! Devo aspettarmela o ci mettiamo una pietra sopra???...
Cordialmente Edoardo 335.6779013

Ps: Beppe! Su questo argomento ero intervenuto in diretta telefonica una sera in cui avevi il tel sul palcoscenico in occasione delle tue recite al Teatro Smeraldo di Milano, forse prima metà degli anni Novanta (devo avere da qualke parte ancora la registrazione dell'intervento tel.co!).
Cura ut valeas!

Edoardo Brambilla 25.06.05 18:46| 
 |
Rispondi al commento

Per Fabrizio Tamari. "Con le spalle troppo coperte per non diventare spesso sillogistico". Veda, userò una metafora volutamente disgustosa: i reality-shows. Bene, converrà che un conto è partecipare alla "Fattoria"(pur con tutti i disagi contingenti) ed un conto è essere un contadino. La possibilità di estranearsi a volontà da un ambiente disagiato quale che sia(economico, morale, mentale) conferisce alla descrizione del medesimo qualcosa di forzato, direzionato, in definitiva edulcorato. In questo senso, De Andrè andava ai caruggi come l'impiegato va al circo o allo zoo. De Andrè, dal punto di vista dei contenuti, compie un'azione di bassa sentimentalità. Un esempio: quando, durante un'intervista rilasciata nel suo agriturismo( si documenti se non mi crede, perchè quanto sto per dirle è schifoso) alla domanda "Perchè ha voluto questa azienda?" Lui risponde "Innanzitutto per guadagnarmi la pagnotta" offende in maniera imperdonabile proprio i reietti destinatari di quell'immenso amore, così cosmico e così sulla carta, che traspare dalle sue canzoni. Grande intelligenza, grande letterato, buon musicista. Ma ci si decida a togliersi dalla testa che un alcolizzato abbia la più pallida idea di cosa sia l'amore o l'affetto. Il padre, presidente Eridania zuccheri, il fratello, avvocato di Gardini, Fabrizio, uomo disperato intento nel gioco degli opposti. Ma giochi da bambino viziato e null'altro. Il gioco mentale "più sei nella merda più hai una goccia di splendore, di umanità, di verità" è un tipico stilema romantico che non ha quasi mai nulla a che vedere con la realtà. Voglio essere chiaro, ma tanto chiaro: il drogato, l'alcolizzato, non sono latori di verità finissime inadatte a questo mondo violento, ma sono veri e propri uomini di merda, con mille disagi esistenziali, mille desideri infantili, e duemila risposte infantili alle frustrazioni. Ciò detto, a quelle persone, molto più aiuto e più qualificato di quanto ne ricevano ora. Non sono un fautore dell'eugenetica, ma nemmeno così idiota da baloccarmi fra estremismi opposti: il tossico come profeta di umanità, il tossico come uomo da distruggere. Un cordiale saluto.

Enzo Coffani 25.06.05 17:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Caro Beppe

circa un paio di mesi fa, Vittorio De Scalzi ha dedicato una serata a Faber qui a Genova, dove interpretava alcune sue canzoni alle quali a collaborato musicalmente.

E' stato un evevnto da pelle d'oca, e non mi vergogno a dirlo con qualche lacrima, credo che Vittorio sia una delle pochissime persone che possa cantare Faber, trasmettendoti naturalmente quelle emozioni forti che scaturiscono, olter che dai testi, dal timbro di voce.

In questo momento lo stesso Vittorio sta preparando un lavoro musicale interamente dedicato a Faber, insieme stiamo cercando il testo di una canzone inedita che il secolo XIX ha bubblicato il giorno del suo funerale, per consultare il giornale on line mi devo abbonare e mi girano le balle, se tu, o chiunque altro, avesse il testo di questa canzone che parla della "morte di Faber" in chiave ironica, ci farebbe cosa graditissima se la pubblicasse sul questo blog.

Cordialmente.

Ivaldi Morgan.

morgan ivaldi 25.06.05 13:56| 
 |
Rispondi al commento

Un Grande!
Sono subito andato a ri-comprare il concerto con la PFM su cd, l'avevo su cassetta, una volta...

Roberto Paris 25.06.05 13:28| 
 |
Rispondi al commento

Smisurata preghiera

Alta sui naufragi
dai belvedere delle torri
china e distante sugli elementi del disastro
dalle cose che accadono al disopra delle parole
celebrative del nulla
lungo un facile vento
di sazietà di impunità

Sullo scandalo metallico
di armi in uso e in disuso
a guidare la colonna
di dolore e di fumo
che lascia le infinite battaglie
al calar della sera

la maggioranza sta, la maggioranza sta

recitando un rosario
di ambizioni meschine
di millenarie paure
di inesauribili astuzie
coltivando tranquilla
l'orribile varietà
delle proprie superbie,

la maggioranza sta

come una malattia
come una sfortuna
come un'anestesia
come un'abitudine

per chi viaggia in direzione ostinata e contraria
col suo marchio speciale di speciale disperazione
e tra il vomito dei respinti muove gli ultimi passi

per consegnare alla morte una goccia di splendore
di umanità,
di verità

per chi ad Aqaba curò la lebbra con uno scettro posticcio
e seminò il suo passaggio di gelosie devastatrici e di figli
con improbabili nomi di cantanti di tango
in un vasto programma di eternità

ricorda Signore questi servi disobbedienti
alle leggi del branco
non dimenticare il loro volto
che dopo tanto sbandare
è appena giusto che la fortuna li aiuti

come una svista

come un'anomalia

come una distrazione

come un dovere

walter romano 25.06.05 10:17| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di libera informazione,vorrei segnalare, e sarebbe bello se tu Beppe lo evidenziassi in maniera più visibile di quanto io possa farlo da qui, il sito: http://www.arcoiris.tv
da dove si possono vedere numerosi video registrati durante varie manifestazioni, tra le più importanti quelle dove partecipa Emergency.
Grazie.

Saluti

Roberto Camera 25.06.05 09:47| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
beato te che hai avuto l'immenso piacere di conoscere Faber.
Noi,Sbarbi coi denti da latte,possiamo solo raccogliere i frutti dei semi da lui dispensati.
Mi manca tanto una voce così reale e così toccante,com'era la sua.
Per fortuna ho la sua musica che mi rincuora e mi fa smettere di essere triste.Anche per un attimo solo.
Ciao Caro Faber.

Roberto Ibba 25.06.05 08:32| 
 |
Rispondi al commento


Per Annalisa Salvanini:
" A Matteo Martini
Semplicemente si sta utilizzando un testo (ed anche se si tratta di un testo musicato non significa che contenga solo frivolezze)per riflettere su qualcosa di importante.Ascoltare buona musica puo'aiutare a riflettere meglio.MUSICA SPIRITUM TULLIT(se non ricordo male).De Andre'e' stato un grande cantautore che credo scrivesse traendo spunto dalle sue riflessioni e dalle sue esperienze di vita quotidiane.
Quindi non te la prendere troppo!
Annalisa "

Non me la prendo e non dico niente su De Andre`.
E` quello che dice Grillo che e` sbagliato!!

Ripropongo le mie consideraioni.

BG
" almeno fino a quando gli asiatici non si ribelleranno ai loro regimi autoritari e si organizzeranno in sindacati in difesa di una vita degna di essere vissuta dove vale la regola del «produrre per vivere» e non quella del «vivere per produrre»: quando riusciranno ad ottenere delle paghe equiparabili a quelle europee, il costo dei loro prodotti aumenterà e l’Occidente rialzerà la testa "

MM
Lavoro in Giappone che e` una democrazia.
Qui la gente lavora ( ahime` ) spesso e volentieri fino alle 9 di sera per 6 giorni alla settimana di ferie l` anno quando torni non trovi piu` la tua scrivania.
La vedo dura che gli asiatici si ribellino ai loro " regimi autoritari "

BG
" Non per niente la logica del profitto prevede che ci siano dei ricchi che vivono sulle spalle dei poveri.
Voglio dire che senza poveri i ricchi non potrebbero esistere. "

MM
Questa e` una stupidaggine colossale.
Io credo che nel mondo possiamo tutti vivere, se non da ricchi, da persone " benestanti ".
Poi noto molta ipocrisia nelle parole di Grillo.
Se e` vero che " senza poveri i ricchi non potrebbero esistere ", perche` non vende la Porsche e aiuta i poveri?
Un conto e` quello che si dice, un altro quello che si fa

BG
s’avrà inevitabilmente fra pochi anni la «recessione» non potendo più i «molti» acquistare i «beni» di cui i «pochi» approfittano

MM
Marx, veso la meta` del secolo scorso, prevedeva la caduta del capitalismo di li` a poco.
Ha fatto prima a morire lui, i suoi figli, i suoi nipoti,..
E` comunque strano che a fare questi discorsi di " moralita` " contro la ricchezza dell` Occidente siano due milionari ( in euro ) come lo e` Grillo e lo era De Andre`


matteo martini 25.06.05 07:08| 
 |
Rispondi al commento

che bello che bello....nel blog di grillo si parla di Fabrizio, e come si parlasse di me o di te o di chiunque. Io credo che Fabrizio sia un patrimonio comune,intendo dire che chiunque abbia un intersse qualsiasi, può avvalresi della sua opera x informarsi. Come si apre un dizionario. Vuoi sapere qualcosa dei vangeli apocrifi ? Digita - la buona novella - vuoi sapere qualcosa sulla situazione polita delgli anii 70 ? Digita- storia di un impiegato. Vuoi conoscre l'amore? ascolta -la canzone di Marinella- Il dolore, la morte, la felicità, la ricchezza, la povertà, la vecchiaia, la giovinezza, vuoi un parere su qualcosa ? Fabrizio ne ha uno. Ed'è il mio. Anche se mi rompe il fatto che mi conosca così bene e così profondamente senza avermi mai visto.

sandro ficco 25.06.05 05:27| 
 |
Rispondi al commento

Ringrazio i miei genitori per avermi fatto ascoltare sin da piccolo i versi di quest'immenso profeta! I suoi versi,che allora mi attiravano per il modo schietto e talvolta brutale con cui venivano cantati, sono divenuti con il passare degli anni, il motivo di una ginnastica mentale. capire le poetiche frasi che cantavi non è sempre cosa facile; d'altronde se lo fosse non saresti IL FABER ma soltanto un pinco pallino qualsiasi. Voglio però ringraziarti per essere vissuto, tu, bocca di rosa, carlo martello e tutti gli altri personaggi che grazie a te hanno preso vita e ci hanno mostrato cose che magari da soli sarebbero passate inosservate!
Il tuo gergo volgare e al tempo stesso ricercato, vola sulle note delle tue canzoni!
Non voglio dimenticare mai i tuoi versi!
Le tue parole sono alla portata di ogni mio passo, mio grande eppur semplicissimo FABRIZIO!

Francesco Graziobelli 25.06.05 01:37| 
 |
Rispondi al commento

x Enzo Coffani
Cosa significa "ma con le spalle troppo coperte per non scadere spesso nel sillogismo"?
Grazie per la Sua cortese spiegazione a seguire.
Saluti.

fabrizio tamari 24.06.05 22:10| 
 |
Rispondi al commento

Un grande poeta, De Andrè. Ideologia è far dire alla realtà quello che prevede il tuo teorema. Un alcolizzato è Per Forza ideologizzato. Riuscite a capire il nesso?
E l'aveva capito anche lui, con l'ultimo album. Non sembra, ma l'ho amato tantissimo. per questo non lo perdono.

Enzo Coffani 24.06.05 22:09| 
 |
Rispondi al commento

Dovrebbe essere sempre chiaro che le rivoluzioni NON le fa il popolo. Del popolo, nelle rivoluzioni, c'è solo il sangue.
(Le barricate in piazza, le fai per conto della borghesia, che crea falsi miti di progressoo. F. Battiato) Ficcatevi inoltre nella zuccaccia che, sotto Nicola II, il popolo NON aveva fame. E NEANCHE nel 1789, in Francia.
Per De Andrè non ci sono parole, un grandissimo, ma con le spalle troppo coperte per non scadere spesso nel sillogismo.

Enzo Coffani 24.06.05 22:04| 
 |
Rispondi al commento

De Andrè un ricordo sottile e pesante.

nicola cellamare 24.06.05 19:51| 
 |
Rispondi al commento

Mi rintego uno dei più grandi appassionati e studiosi di Fabrizio De Andrè, sebbene sia entrato in contatto con la sua poetica solo nel Dicembre del 1997

Non mi dilungo sul fatto che comprai in breve tutti i cd originali, libri e testi che parlavano di lui o da lui scritti.
L'ho visto una sola volta dal vivo a Palinuro nel Luglio del '98 pochi mesi prima della sua, per me dolorosissima, dipartita.

Volevo dare delle risposte, perchè da profondo conoscitore del poeta, dell'anarchico e dell'uomo non posso lasciar passare alcune affermazioni. E inoltre vorrei aggiungere dei versi "profetici" come i testi pubblicati da Beppone.

x gli artisti dei nostri tempi:
voi che avete cantato sui trampoli e in ginocchio
coi pianoforti a tracolla travestiti da Pinocchio
voi che avete cantato per i longobardi e per i centralisti
per l’Amazzonia e per la pecunia
nei palastilisti
e dai padri Maristi
voi avete voci potenti
lingue allenate a battere il tamburo
voi avevate voci potenti
adatte per il vaffanculo
(da "la domenica delle salme", Le Nuvole)

x Lenny Nero:
tante imprecisioni in quello che hai scritto.
1) i 3 accordi iniziali di De Andrè son diventati il miglior album musicale italiano della storia: Creuza de mà
2) l'agriturismo ce l'aveva, la villa pure, ma che vuoi dire con questo? Lui ci lavorava in quell'agriturismo, il suo lavoro era l'agricoltore. Il cantautore lo faceva nel tempo libero tanto è vero che in 10 anni (80-90) ha prodotto 3 album, a differenza degli album semestrali degli artisti odierni. Insomma, scriveva se aveva davvero qualcosa da comunicare, non per vendere.
E poi in Sardegna è stato rapito insieme a Dori Ghezzi, ma ci è tornato quando è stato lasciato libero.
Ed ha anche perdonato i suoi carcerieri giustificandoli:
http://www.molinaroperdeandre.it/Deandre/Rassegna_stampa/Star_boy.htm

x Luca Rinaldoni:
la meravigliosa canzone da te citata è "khorakhanè"

x Massimo Toni:
La tua affermazione "questo cantante che, più vicino politicamente alla destra che alla sinistra questo va detto" mi sembra una grande cazzata. Te lo dico con simpatia, perchè De Andrè è politicamente vicino agli umili, ai derelitti, ad un sottoproletariato non rappresentato da alcun partito italiano. Lui si definiva anarchico. Forse ha una sensibilità "di sinistra" ma poco a che vedere con i loro politici e cmq, come lui stesso dice, ha votato anche dc, quando il candidato era una brava persona. Mi raccomando, non facciamo un gravissimo e odioso errore: non ingabbiamo in uno schema un uomo libero.

x luca raimondi:
il potere sa che grazie a gente insensibile come te potrà continuare beatamente a conservarsi e di questo ti è grato.

x Francesco Baiesi:
Storia di un impiegato è del '73, mentre il primo concept album di Fabrizio è "Tutti morimmo a stento" del '68 e poi "La buona novella" del '70.

Voglio dire un'ultima cosa.
Io mi rivedo moltissimo nel protagonista di "Storia di un impiegato" e in esso rivedo tanti di noi. Tutti con dei pensieri, con un desiderio di rivolta, di cambiare le cose e poi tutti a non far nulla, a subire, ad adattarsi mentre ci son giovani, come i no global, ma non solo, che magari scendono in piazza per far sentire la propria voce isolata e noi li "lasciamo in buona fede massacrare sui marciapiedi"
Riporto il testo:
...e io contavo i denti ai francobolli
dicevo "grazie a Dio" "buon Natale "
mi sentivo normale
eppure i miei trent'anni
erano pochi più dei loro
ma non importa adesso torno al lavoro.

Cantavano il disordine dei sogni
gli ingrati del benessere francese
e non davan l'idea
di denunciare uomini al balcone
di un solo maggio, di un unico paese.

E io ho la faccia usata dal buonsenso
ripeto "Non vogliamoci del male "
e non mi sento normale
e mi sorprendo ancora
a misurarmi su di loro
e adesso è tardi, adesso torno al lavoro.

Rischiavano la strada e per un uomo
ci vuole pure un senso a sopportare
di poter sanguinare
e il senso non dev'essere rischiare
ma forse non voler più sopportare.

Chissà cosa si trova a liberare
la fiducia nelle proprie tentazioni,
allontanare gli intrusi
dalle nostre emozioni,
allontanarli in tempo
e prima di trovarsi solo
con la paura di non tornare al lavoro.

Rischiare libertà strada per strada,
scordarsi le rotaie verso casa,
io ne valgo la pena,
per arrivare ad incontrar la gente
senza dovermi fingere innocente.

Mi sforzo di ripetermi con loro
e più l'idea va di là del vetro
più mi lasciano indietro,
per il coraggio insieme
non so le regole del gioco
senza la mia paura mi fido poco.

Ormai sono in ritardo per gli amici
per l'olio potrei farcela da solo
illuminando al tritolo
chi ha la faccia e mostra solo il viso
sempre gradevole, sempre più impreciso.

E l'esplosivo spacca, taglia, fruga
tra gli ospiti di un ballo mascherato,
io mi sono invitato
a rilevar l'impronta
dietro ogni maschera che salta
e a non aver pietà per la mia prima volta.

Pietro Paolo Coppola 24.06.05 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Fabrizio per sempre uno di noi

Danilo sanfilippo 24.06.05 17:59| 
 |
Rispondi al commento

hey andrea! io fumo cannoni e mi ubriaco eppure amo il grande faber; non catalogare la gente, se no diventi pure tu uno dei tanti; non importa cosa fai ma cosa sei; dividi le persone tra giuste e sbagliate, non contano mode, musica e altro.

Tommaso Scarcia 24.06.05 17:32| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo De Andrè l'ho conosciuto troppo tardi, era gia morto.
Forse all'esame il mio professore mi farà domande sulle canzoni di Fabrizio.
Ho 19 anni e pochi ragazzi della mia età ascoltano canzoni di questo tipo.
A loro interessano solo fumare cannoni, andare in discoteca ubriacarsi e fare schifo.
Io come persona sono timida, chiusa e solitaria.
Non mi piace tanto avere amici del genere.
Posto qui di seguito
Preghiera in Gennaio, dedicata a Luigi Tenco:

PREGHIERA IN GENNAIO:

Lascia che sia fiorito
Signore il suo sentiero
quando a te la sua anima
e al mondo la sua pelle
dovrà riconsegnare
quando verrà al tuo cielo
là dove in pieno giorno
risplendono le stelle

Quando attraverserà
l'ultimo vecchio ponte
ai suicidi dirà
baciandoli alla fronte
venite in Paradiso
là dove vado anch'io
perché non c'è l'inferno
nel mondo del buon Dio

Fate che giunga a Voi
con le sue ossa stanche
seguito da migliaia
di quelle facce bianche
fate che a Voi ritorni
fra i morti per oltraggio
che al cielo ed alla terra
mostrarono il coraggio

Signori benpensanti
spero non vi dispiaccia
se in cielo, in mezzo ai Santi
Dio fra le sue braccia
soffocherà il singhiozzo
di quelle labbra smorte
che all'odio e all'ignoranza
preferirono la morte

Dio di misericordia
il tuo bel Paradiso
lo hai fatto soprattutto
per chi non ha sorriso
per quelli che han vissuto
con la coscienza pura
l'inferno esiste solo
per chi ne ha paura

Meglio di Lui nessuno
mai ti potrà indicare
gli errori di noi tutti
che puoi e vuoi salvare
ascolta la sua voce
che ormai canta nel vento
Dio di misericordia
vedrai sarai contento

Testo: F.De Andrè
Anno di pubblicazione: 1967

Un capolavoro...

Quando nello spettacolo del 2001
tu dicesti
"Se ne và Fabrizio De
Andrè ed è vivo Minghi ma che
cazzo di giustizia è"
sono state ben parole un po dure.

Andrea Pavat 24.06.05 17:06| 
 |
Rispondi al commento

Ho messo un acca di troppo .....scusate.

sandro ficco 24.06.05 16:58| 
 |
Rispondi al commento

@michele martini

ciao a tutti penso di aver capito chi tenta di "sabotare" il blog...PENSO SIA UN HACKER...

Michele martini se non sai cosa è un hacker vedi di stare zitto, ignorante del cavolo....questi disorsi mi fanno davvero incazzare

Fabio Piciacchia 24.06.05 16:56| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe io ti ho conosciuto personalmente nel giorno più brutto della mia vita. Al cimitero di Genova al funerale di Fabrizio.
Anche per me è stato un grande amico ma non solo. Posso con cetrtezza dire che è stato il mio maestro di vita. Lo seguo da sempre e tutte le volte che e venuto a Torino sono andato a sentirlo. Sono persino riuscito a stringergli la mano una sera al Palastampa dove l'ho atteso insieme ad una manciata di persone per due ore con 5 gradi sotto zero. Io lo considero il piu grande autore del novecento,credo che molti la pensino come mè. Purtroppo ci ha lasciato troppo presto e nonostante gli anni passano, io continuo a sentirmi orfano, devo pensare che sarà così per sempre. Sono molto arrabbiato perchè per colpa sua, la musica e scesa nella mia scala dei valori e tutt'ora ogni cosa nuova che gli autori producono mi sembra inutile, sterile, vacua e vuota. So di sbagliare ma nonostante tutto non riesco ad affezzionarmi a nessuno. Morgan ha rifatto non al denaro eccetera, molto onorevole da parte sua, ma è una copia. Fatta bene certo, con grande rispetto e riverenza. E lunico disco che ho comprato da ormai molti anni.Fabrizio mi manca come mi manca una gamba o un braccio.
Mi dispiace per la gente che si è avvicinata a lui solo recentemente, hanno perso molti anni, d'altra parte gli invidio un pò perche hanno la possibiltà di andare a cercarsi i dischi, di scoprirlo e di stupirsi per molto tempo.
Io credo di conoscere la sua opera, come sua moaglie ho i suoi figli.
Grazie per aver parlato di Lui.

sandro ficco 24.06.05 16:55| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti,
volevo associrmi a tutti coloro che ammirano il grande Fabrizio de Andrè. Io purtroppo ho cominciato ad ascoltare le sue canzoni solo dopo la sua scomparsa, e vivo con il rimpianto di non aver mai assistito ad un suo concerto dal vivo.
Credo che lui non sarebbe stato molto felice di questo: ha sempre sostenuto che nella vita non bisognerebbe avere mai rimpianti("ricordi tanti e nemmeno un rimpianto" da Il suonatore Jones).
Per un grande uomo come Fabrizio la definizione di cantautore vada stretta. Non voglio dire "retoricamente" che lui sia stato un poeta, reputo fermamente,tuttavia, che, per chi apprezza i suoi testi, Faber diventa inevitabilmente un punto di riferimento, una fonte inesauribile di riflessioni.
Ha dato voce ai poveri, agli zingari, agli omosessuali... insomma a tutti coloro che sono ai margini e che lui a posto al centro del suo universo colmo di umanità.
Al di fuori di ogni schema, ha analizzato l'amina umana come pochi sono riusciti a fare,
come può fare "soltanto chi sa di raccogliere in bocca il punto di vista di Dio"(da Khorakhanè).
Grazie Fabrizio.


Letizia Certo 24.06.05 16:04| 
 |
Rispondi al commento

ERA UNO DEI POCHI, POCHISSIMI CHE MI FACCEVA ESSERE ORGOGLIOSO DI ESSERE ITALIANO...

max sodd 24.06.05 15:38| 
 |
Rispondi al commento

x Colzani.

Sei sempre arrabbiato quando scrivi?

Senza offesa, magari non ,lo sai.
Nei messaggi E_mail come nei post usare lo stampatello maiuscolo significa che stai gridando. Oltretutto é fastidioso da leggere.
Per i messaggi dove il tono é normale si usa lo stampatello minuscolo, proprio come si scrive a mano.

Ciao e saluti a tutti

bruno Franscini 24.06.05 15:21| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei anch'io ricordare un grande del nostro tempo. Uno per il quale si può osare dire: "Sono orgoglioso di essere suo contemporaneo, di averlo sentito cantare". Un ateo molto più cristiano di tanti sedicenti tali. Un anarchico molto più amante della giustizia di tanti democratici. Uno spirito libero, fuori dagli schemi, una cultura e una mente sopraffina. Sono fiero di essere italiano, come Fabrizio De Andrè.

Stefano Della Regina 24.06.05 14:54| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di questo articolo, devo dire che a me piace tantissimo Fabrizio De Andrè e aggiungerei anche Giorgio Gaber.
Secondo me è stato il migliore cantautore in assoluto.
I suoi temi erano non solo futuristici, ma con i suoi testi ha ridato la dignità all'uomo, ad ogni uomo soprattutto difendendo gli ultimi di questo mondo: i poveri, i derelitti, i condannati a morte, i carcerati, i soldati costretti da generali privi di scrupoli a difendere i loro interessi per una misera medaglia.
A favore degli zingari, dei diversi su cui oggi si vorrebbero sfogare le follie del nostro sistema economico ormai malato di globalizzazione.
Ricordo canzoni come "LA CITTA' VECCHIA", "LA GUERRA DI PIERO", "LA CANZONE DI MARINELLA", "NUVOLE BAROCCHE" (la mia canzone preferita). Oggi è il mio compleanno e a 35 anni il mio più grande rimpianto è di non esser mai andato ad un suo concerto..
Ci manchi Fabrizio, la tua umanità e la tua poesia saranno irripetibili..
Spero che tu sia in Paradiso..
Con affetto
Gianfausto De Dominicis

Gianfausto De Dominicis 24.06.05 14:42| 
 |
Rispondi al commento

MANDIAMOLI A LAVORARE :
>>>Sull'Espresso di qualche settimana fa c'era un articoletto che
>>>spiega che recentemente il Parlamento ha votato all'UNANIMITA' e
>>>senza astenuti (ma va? Chissà come mai??) un aumento di stipendio
>>>per i parlamentari pari a circa 1.135,00 al mese.
>>>Inoltre la mozione e stata camuffata in modo tale da non risultare
>>>nei verbali ufficiali.
>>>
>>>
>>>STIPENDIO 19.150,00 AL MESE
>>>
>>>STIPENDIO BASE circa 9.980,00 al mese
>>>
>>>PORTABORSE circa 4.030,00 al mese (generalmente parente o
>>>familiare)
>>>RIMBORSO SPESE AFFITTO circa 2.900,00 al mese
>>>
>>>INDENNITA' DI CARICA (da 335,00 circa a 6.455,00)
>>> +
>>>TELEFONO CELLULARE gratis
>>>TESSERA DEL CINEMA gratis
>>>TESSERA TEATRO gratis
>>>TESSERA AUTOBUS - METROPOLITANA gratis
>>>FRANCOBOLLI gratis
>>>VIAGGI AEREO NAZIONALI gratis
>>>CIRCOLAZIONE AUTOSTRADE gratis
>>>PISCINE E PALESTRE gratis
>>>FS gratis
>>>AEREO DI STATO gratis
>>>AMBASCIATE gratis
>>>CLINICHE gratis
>>>ASSICURAZIONE INFORTUNI gratis
>>>ASSICURAZIONE MORTE gratis
>>>AUTO BLU CON AUTISTA gratis
>>>RISTORANTE gratis (nel 1999 hanno mangiato e bevuto gratis per
>>>1.472.000,00).
>>>
>>>Intascano uno stipendio e hanno diritto alla pensione dopo 35 mesi
>>>in parlamento mentre obbligano i cittadini a 35 anni di contributi
>>>(per ora!!!)
>>>
>>>Circa 103.000,00 li incassano con il rimborso spese elettorali (in
>>>violazione alla legge sul finanziamento ai partiti), piu i
>>>privilegi per quelli che sono stati Presidenti della Repubblica,
>>>del Senato o della Camera. (Es: la sig.ra Pivetti ha a
>>>disposizione e gratis un ufficio, una segretaria, l'auto blu e d
>>>una scorta sempre al suo servizio) .
>>>La classe politica ha causato al paese un danno di 1 MILIARDO e
>>>255 MILIONI di EURO!!!!
>>>La sola camera dei deputati costa al cittadino 2.215,00 al MINUTO
>>>!!
>>>Far circolare.......si sta promovendo un referendum per l'
>>>abolizione dei privilegi di tutti i parlamentari............
>>>queste informazioni possono essere lette solo attraverso
>>>Internet in quanto quasi tutti i mass-media rifiutano di portarle
>>>a conoscenza degli italiani......
>>>PER FAVORE CONTINUATE LA CATENA.
>>
>>_________________________________________________________________
>>Comunica in tempo reale http://messenger.msn.com/beta
>>
>
>_________________________________________________________________
>250MB per la tua casella di posta
>http://www.msn.it/hotmail/minisite_10
>

sorrentino giovanni 24.06.05 14:36| 
 |
Rispondi al commento

Lo specchio della società,
anche questo blog è come nella vita ....si crede a tutto e al contrario di tutto, si litiga su tutto e sul contrario di tutto...leggere un pò di post!
Ultimo quello dei gatti bonsai....!!!!!!

Si crede a tutto si è disposti a credere a tutto....!!!

Eppure il Blog di Beppe dovrebbe insegnare a capire le cose ad informarsi!!!!

Basta fare una breve ricerca per capire di quale ENNESIMA BUFALA si tratti!!!!

Spero e sempre spero che gli ITALIANI ...(brava gente!!!!) ... comincino ad aprire gli occhi ..a cominciare dalle cose semplici....i Gatti Bonsai!!!! un ottimo spunto ....

Ciao a tutti

Antonio Alvino 24.06.05 14:35| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di Gatti Bonsai
SI TRATTA DI UNA BUFALA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Se andate sul sito

http://www.magnaromagna.it

scoprirete che è tutto inventato!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Roberta De Simone 24.06.05 14:30| 
 |
Rispondi al commento

A Matteo Martini
Semplicemente si sta utilizzando un testo (ed anche se si tratta di un testo musicato non significa che contenga solo frivolezze)per riflettere su qualcosa di importante.Ascoltare buona musica puo'aiutare a riflettere meglio.MUSICA SPIRITUM TULLIT(se non ricordo male).De Andre'e' stato un grande cantautore che credo scrivesse traendo spunto dalle sue riflessioni e dalle sue esperienze di vita quotidiane.
Quindi non te la prendere troppo!
Annalisa

Annalisa Silvanini 24.06.05 14:24| 
 |
Rispondi al commento

Concerto “Fabrizio De André per Emergency”, che si svolgerà in Piazza della Loggia a Brescia venerdì 1° luglio a partire dalle ore 21.

L’idea e la direzione artistica del concerto sono di Giorgio Cordini, noto chitarrista che ha suonato per molti anni nella band di Fabrizio De André.

La formula è quella già collaudata con successo il 5 febbraio scorso a Darfo Boario Terme, quando il Centro Congressi della cittadina non aveva potuto accogliere tutte le persone che avrebbero voluto assistere allo spettacolo.

Questa replica, resa possibile dal patrocinio del Comune di Brescia, si svolge nell’ambito della Festa della Musica Italiana per Estate in Città 2005 ed offre la possibilità agli “esclusi” di recuperare l’occasione.

Come allora, infatti, sul palco, messo a disposizione gratuitamente da Cipiesse Produzioni, saliranno l’Orchestra di Mandolini e Chitarre Città di Brescia diretta dal maestro Claudio Mandonico e il Supergruppo Fabrizio De André per Emergency.

L’Orchestra ha arrangiato per mandolino e chitarra alcuni brani del cantautore, e li eseguirà accanto a composizioni di altri, mentre il Supergruppo proporrà esclusivamente canzoni di Fabrizio De André.

Tra i due tempi del concerto interverranno Marisa Fugazza, coordinatrice nazionale dei gruppi locali di Emergency, e Dori Ghezzi, moglie di Fabrizio De André e presidente della Fondazione omonima. Presenterà lo spettacolo Giancarla Paladini.

Il ricavato della serata sarà devoluto all’associazione umanitaria fondata da Gino Strada.

Dice Giorgio Cordini: “Fabrizio De André era amico di Gino Strada, che aveva conosciuto nel 1995, e che ammirava per il lavoro che svolgeva a favore delle vittime delle guerre e delle mine. E’ grazie ad iniziative come questa che la sua musica può continuare a sostenere l’opera di Emergency”.

Elisa Guarienti 24.06.05 14:18| 
 |
Rispondi al commento

AIUTO!!!!!

Andando su commenti al post di oggi e cliccando non mi si apre la pagina e come faccio ora?

Chi può dirmi se è un problema mio o del sito?

claudia parmeggiani 24.06.05 14:17| 
 |
Rispondi al commento

Questa situazione e' diventata insostenibile io mi ritiro nelle mie stanze.
Arrivederci a tutti.

Roberto Giuliani 24.06.05 14:17| 
 |
Rispondi al commento

GENTILE STAFF. SE NON INSERITE UN CONTROLLO SULLA DUPLICAZIONE DEI NICKNAME PRESTO QUESTO BLOG NON AVRA' PIU' ALCUN SENSO.
grazie

Postato da: Roberto Giuliani il 24.06.05 13:59

SE PRESTO QUESTO BLOG NON AVRA' PIU' ALCUN SENSO NON SAPRO' PIU' COME ANDARE AVANTI... CHE DOLORE!!RIMPIANGO GLI IRTI COLLI....

Alfio Longhi 24.06.05 14:11| 
 |
Rispondi al commento

X Giuliani

E' vero che la redistribuzione della ricchezza và portata avanti come campagna,però nei paesi ove si muore di fame,ingiustizia e via dicendo, occorrono scelte più mirate e dirette.Questi popoli non hanno tempo per aspettare che gli occidentali ricchi si preoccupino per loro.
Condivido gli zapatisti(che comunque privilegiano la nonviolenza più di quel che si creda)come condivido il metodo di Gandhi.Anche noi italiani dobbiam cominciare a fare i conti con la censura e
l'emarginazione di chi professa azioni di boicottaggio più localizzate(sempre nei limiti della civiltà laddove sia possibile),cercare di organizzare la determinazione delle persone di un progetto più concreto (vedi anche i GAS)che abbia riscontro più immediato anche nella vita di noi italiani,non solo nei confronti di chi vive dall'altra parte del mondo,sennò si rischi di ricadere sempre nel proverbio della "pagliuzza e della trave nell'occhio".

Stefano Serra 24.06.05 14:05| 
 |
Rispondi al commento


Sono d'accordo con te Roberto , ma qua nessuno sente vedi di chiedere como si scarica lo spettacolo e subito arrivano.
Io mi ritiro questa cosa mi fa un po paura, voglio che sappiate che d'ora in poi tutto quello che viene posdatato col mio nome è falso


Danila polini 24.06.05 14:04| 
 |
Rispondi al commento

Sul "Sole 24 ore" di oggi, in prima pagina, c'è un bel trafiletto sulle automobili alimentate ad idrogeno, dove praticamente dicono che i costi per ricavare questo tipo di idrogeno sarebbero superiori piuttosto che produrre benzina.
Il petrolio sta a 60 USD il barile!!!! E prima o poi finirà, America o non America, capitalismo o economia pianificata!!!! Come diceva Nanni Moretti: "...... continuiamo così, facciamoci del male!!"
Buona giornata e buon lavoro a tutti.

Alessandro Onesti 24.06.05 14:04| 
 |
Rispondi al commento

GENTILE STAFF. SE NON INSERITE UN CONTROLLO SULLA DUPLICAZIONE DEI NICKNAME PRESTO QUESTO BLOG NON AVRA' PIU' ALCUN SENSO.
grazie

Roberto Giuliani 24.06.05 13:59| 
 |
Rispondi al commento

attraverserò litri e litri di corallo per giungere in un posto che si chiama arrivederci...

grazie faber.

matteo moggia 24.06.05 13:54| 
 |
Rispondi al commento


Non tutte le persone sono così aperte come i tuoi amici gay e di colore, io ho una amico con problemi alimentari e so quanto la ferisco se la chiamano grassa , ho un cognato poliomielitico, che nn li piaci che lo trattino da idiota perchè il suo andicap lo condiziona, , ecc ecc , io difendo e difendero sempre chi per motivi stupidi è considerato differente e nn chiamerò mai grassa alla mia amica ne paralitico a mio cognato, ripeto vio?


Danila polini 24.06.05 13:48| 
 |
Rispondi al commento

DIMENTICAVO!

QUella foto la trovate in moltissimi siti e tutti l'hanno identica.
Chi ha fatto il fotoritocco SE c'e' stato ha agito tanto tempo fa :)

Ciao!

enrico bosco Commentatore in marcia al V2day 24.06.05 13:47| 
 |
Rispondi al commento

i mii genitori non mi hanno mai avvicinato a questo profetico poeta della musica. dovremmo avvicinarci a questi grandi personaggi....anche la scuola lo dovrebbe fare non credete? ale
Se non avete fretta visitate il mio sito vi va? ciao

alessandro alimeri 24.06.05 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto del fotoritocco e ho sorriso assai, visto il tema del post e viste le implicazioni di cio' che quel fantastico poeta ha scritto e cantato.
Daltronde qui ci sono persone che,come dice sempre Grillo,tendono a non smorzare mai quella speciale capacita' che gli permette il filtraggio di tutto e quindi di percepire ANOMALIE di ogni sorta.
Anche il sottoscritto aveva rivelato rempo fa un fotoritocco,assolutamente inutile per giunta, applicato ad una foto con Grillo e un altro personaggio famoso.
Condivido pero' la "stonatura" che si percepisce nel voler modificare la realta' a tutti i costi per scopi frivoli.
Altra cosa e' il furto dell'alias!
Qui non esiste un blog per persone AUTENTICATE tramite password quindi chiunque puo' scrivere con alias altrui.
E' l'altro lato della medaglia...apertura totale implica il passaggio di tutto,anche dei dementi.

enrico bosco Commentatore in marcia al V2day 24.06.05 13:43| 
 |
Rispondi al commento


Se nn risolvete mi obbligate a disiscrivirmi parlo a voi dello staff , voi sapete chi è , si è incavolato perchè sono riuscita a far cancellare la frase razzista, è un triste frustrato col pene corto, quando non ci riescono sono pericolosi ( guadate Izzo). Voi potete bannare il suo account


Danila polini 24.06.05 13:39| 
 |
Rispondi al commento

@danila
ho un amico "di colore" che chiamo sporco negro. (ovviamente sa che scherzo).
ho un amico gay che racconta barzellette sui gay.
ho un cugino carabiniere ed è una barzelletta.

Gianfranco Favero 24.06.05 13:38| 
 |
Rispondi al commento

X Danila polini
Il mio nome si scrive Roberto Giuliani e non Gulani come hai scritto tu'!!! Impara anche a leggere e a scrivere la prossima volta!!!

Roberto Giuliani 24.06.05 13:37| 
 |
Rispondi al commento

SAPETE COSA E' VERAMENTE ASSURDO ???
CHE STIAMO TUTTI QUI' SEDUTI DAVANTI AL NOSTRO BEL PC LIMITANDOCI A COMMENTARE INVECE DI AGIRE E LORO CONTINUANO COME SE NIENTE FOSSE.
LORO SONO POCHI NOI MILIONI.

sergio aglio 24.06.05 13:36| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti penso di aver capito chi tenta di "sabotare" il blog...PENSO SIA UN HACKER...

provate ad andare qui...non vi sembra di conoscere quei nomi?

ci sono capitato cercando con google il nome di sandro pascucci per capire come facesse(se fosse stato lui, cosa che non penso) ad essere arrivato alle vostre mail

occhio perchè APPARE UNA FACCIA STRANA IN BASSO A DESTRA, IO NON LA CLICCHEREI.

http://web.tiscali.it/radix/rubrica.htm??

spero di sbagliarmi e per il proprietario del link, se è tutto ok scusami, ma mi hai fatto venire il dubbio...che ci fai con tutte quelle mail?

CIAO MICHELE MARTINI

michele martini 24.06.05 13:35| 
 |
Rispondi al commento

x Danila polini
E' inutile che dici che non hai scritto i messaggi se c'è il tuo nome nel post vuol dire che lo hai scritto tù

Alfio Longhi 24.06.05 13:32| 
 |
Rispondi al commento

Per Massimiliano D'Ambrosio
Perdonami Massimiliano ma non capisco.
La tua dovrebbe essere una critica costruttiva?
Tre accordi!?Potresti fare il grande favore a tutti noi di mostrarci i tuoi scritti e i tuoi componimenti musicali?o la tua e' solamente una critica sterile e ricolme di retorica?
Troveti un hobby o spegati meglio.
Annalisa

Annalisa Silvanini 24.06.05 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Ne anche questo ultimo precedente ho scritto
io per favore a quelli de lo staff!!!!!!

Danila polini 24.06.05 13:29| 
 |
Rispondi al commento

BENE! Ci sono anche quelli che si divertono ad usare i nickname degli altri!

Postato da: Roberto Giuliani il 24.06.05 13:16

Hai ragione Roberto Gulani!!

Danila polini 24.06.05 13:27| 
 |
Rispondi al commento


Managgia mi hanno cancellato a me , nn è giusto!!

Danila polini 24.06.05 13:25| 
 |
Rispondi al commento

BENE! Ci sono anche quelli che si divertono ad usare i nickname degli altri!

Roberto Giuliani 24.06.05 13:16| 
 |
Rispondi al commento

GIURO NN HO SCRITTO QUELLO credemi, nn so chi lo ha fatto
Danila polini

Scusa se mi permetto, ma sei italiana?

Postato da: Roberto Giuliani il 24.06.05 13:01
Scusa se mi permetto ma gli affari tuoi quando te li fai?

Postato da: Danila polini il 24.06.05 13:07

Danila polini 24.06.05 13:14| 
 |
Rispondi al commento

Danila polini
Si. A proposito di censura non li capisco proprio. Se la devono fare almeno censurassero quelli davvero offensivi! Hai ragione.

Roberto Giuliani 24.06.05 13:13| 
 |
Rispondi al commento

Grazie mille , ma continuo a essere arrabbiatisima con chi lascia quel messaggio lì, e evidentemente nn le ne frega niente.

PS: come te ne sei accorto, giri idiomatici vero?

Danila polini 24.06.05 13:11| 
 |
Rispondi al commento

Danila polini

la mia era un'innocente curiosità, non volevo certo offenderti. Mi aveva incuriosito il tuo modo di scrivere, infatti ti ho risposto che mi piacerebbe saper scrivere nella tua lingua bene come tu sai scrivere nella mia.
Saluti

Roberto Giuliani 24.06.05 13:09| 
 |
Rispondi al commento

SCUSATE CENSURATORI, MA CHE C'ERA DI OFFENSIVO NEL POST CHE DICEVA CHE LA FOTO DI DE ANDRE' E' RITOCCATA? HA SOLO UN BUON SPIRITO DI OSSERVAZIONE. CHI CONOSCE FABRIZIO SA BENE CHE NON AVEVA QUELLA DENTATURA PERFETTA.

Roberto Giuliani 24.06.05 13:07| 
 |
Rispondi al commento

Danila polini

Scusa se mi permetto, ma sei italiana?

Postato da: Roberto Giuliani il 24.06.05 13:01
Scusa se mi permetto ma gli affari tuoi quando te li fai?

Danila polini 24.06.05 13:07| 
 |
Rispondi al commento

Danila polini

Beh, vorrei saper scrivere nella tua lingua come tu scrivi nella mia.

Roberto Giuliani 24.06.05 13:05| 
 |
Rispondi al commento

lo farò grazie per il consiglio

Francesco Romano 24.06.05 13:04| 
 |
Rispondi al commento

De Andre' mi ha fatto capire che non ero l'unico a tenere per gli Indiani :-)

Claudio Marchi 24.06.05 13:04| 
 |
Rispondi al commento

ho la doppia citadinanza.

Danila polini 24.06.05 13:03| 
 |
Rispondi al commento

Danila polini

Scusa se mi permetto, ma sei italiana?

Roberto Giuliani 24.06.05 13:01| 
 |
Rispondi al commento

>bravo sergio un altro del signoraggio
allora lascio spazio alle tue teorie
pascucci e più bravo di te però

Compra un abbecedario, magari impari a leggere.

Sergio Pertecara 24.06.05 13:01| 
 |
Rispondi al commento

bravo sergio un altro del signoraggio
allora lascio spazio alle tue teorie
pascucci e più bravo di te però

Francesco Romano 24.06.05 12:58| 
 |
Rispondi al commento

@ claudio soncini

e allora torniamo a dormire tranquilli e fidiamoci di quello che dice il portatore nano di democrazia, tutto va bene, tutto è sotto controllo.
Un par di balle, questo paese sta affondando e ti stanno dicendo che va tutto bene parlandoti col megafono dalla scialuppa di salvataggio.
E ci credo che tutto va bene, per lui non è mai andata meglio, fa quel cazzo che vuole e nessuno gli può dire più niente perchè si è dato anche l'impunità e tu vorresti fidarti di una simile iena ???

SVEGLIA !!!!

stefano crema 24.06.05 12:57| 
 |
Rispondi al commento

x serena
si in effetti con questi prezzi anche gli impianti piu' obsoleti o costosi hanno ricominciato ad estrarre.
il problema e che nn mi sembra il caso di aumentare la domanda di petrolio in questo periodo con la finalità di aumentare le riserve
ciao

Francesco Romano 24.06.05 12:56| 
 |
Rispondi al commento

Cambio di ladri?
Non afferri la portata del cambiamento: prima c'erano i Rothschild.
Drin, drin..

Sergio Pertecara 24.06.05 12:55| 
 |
Rispondi al commento


sai che c'è caro Luca, che non riesco a capire come ancora sia lì.

Un paio di giorni fa ho chiesto (perchè se ne parlava) come fare per aprire il file dello spettacolo di Beppe che ho scaricato di Emule ma nn sono riuscita a vedere, nn credo aver chiesto niente di strano è propio Beppe che difende la rete. Mi hanno cancellato in un attimo. Ba bene, ci sto, ogni uno a casa sua fa come li pare, però permettere che una frase così rimanga mi fa pensare che lo staff stia piu attento alle proprie tasche che alle regole del post , ma fondamentalmente quella della vita.

Danila polini 24.06.05 12:55| 
 |
Rispondi al commento

yang ti dimostri ancora una volta poco informato.
quello che sta succedendo in russia è solo un cambio di ladri.
1
prima era tutto statale
2
arriva eltsin e privatizza a prezzi stracciati dando tutto ai suoi amici ladroni(a con eltsin siamo già al libero mercato)
3
arriva putin e nn c'è piu' niente da privatizzare,ma i suoi amici hanno fame.
allora toglie gli amici di eltsin e ci mette i suoi.

cosa centra con l'economia pianificaTA?

Francesco Romano 24.06.05 12:53| 
 |
Rispondi al commento

per Francesco Romano

E' quello che volevo dire, è l'idea di fondo di una strategia a lungo termine. Prima di esaurire i propri giacimenti, alcuni dei quali dove era costoso estrarre, ha comprato petrolio dove gli conveniva di più, e non solo per ragioni economiche. Se tu mi dici che l'inversione di tendenza è già iniziata e l'USA non potrà mai estrarre più barili/gg di quanto fa ora ci credo.

Serena Pimpi 24.06.05 12:51| 
 |
Rispondi al commento

> cmq in russia stavano meglio con l'economia pianificata che con il libero mercato oligarchico che si trovano ora

E' per questo che Putin sta pigliando a calci in culo i ladroni della Yukos, che _casualmente_ scappano tutti a Tel Aviv con il doppio passaporto revolving. A parte Abramovich che è sbucato a Londra, con un altro processo da qualche parte in Svizzera... che strano...

Yang Chenping 24.06.05 12:48| 
 |
Rispondi al commento

ragazzi nn c'è più censura da ieri sera
infatti sono rimasti dei commenti un po' tanto razzisti

Francesco Romano 24.06.05 12:48| 
 |
Rispondi al commento

Dopo aver letto lo scritto sulla spesa con la calcolatrice ho fatto un giretto nel mio supermercato di zona segnando in modo pedissequo i prezzi dei prodotti infilati nel carrello e la data di aggiornamento prezzi riportata sul cartellino sopra il codice a barre: il risultato è stato sconvolgente e le motivazioni ancora di più. Aumenti non segnati dal 3 al 15% sul 35% degli acquisti nonostante che la data di aggiornamento risalisse a 30 giorni prima.Dopo aver calorosamente dimostrato il mio disappunto mi è stato applicato il prezzo riportato sulle etichette degli scaffali -cosa che sono peraltro obligati ad applicare- e mi è stato detto che "i ragazzi addetti alla sistemazione dei prodotti non riescono a stare dietro agli aumenti giornalieri degli stessi, aumenti decisi dall'alto e non dai singoli supermercati".
Ho chiamato la direzione a Milano della GS supermercati chiedendo spiegazioni e mi hanno detto " E allora? Tutto aumenta signora cara".
Ho mandato una mail ad alcune associazioni per la tutela dei consumatori per chiedere cosa fare ma ancora non ho ricevuto nessuna risposta.
Occhio alla spesa!!!!
AGHHHHHH.............

stefania piccinnu 24.06.05 12:46| 
 |
Rispondi al commento

Stefano Serra

Apprezzo il tuo intervento e lo condivido.
La cosa che molti non riescono a mandare giù, governanti compresi, è che non è producendo ricchezza che migliora una nazione, quando questa ricchezza non è distribuita. Ma se la ricchezza è distribuita non ci sono ricchi e quindi non c'è supremazia. Quale governo lo accetterebbe mai?
Quindi saremo sempre più poveri, a meno che non ci decidiamo a sovvertire questo sistema.
Non certo con la guerra, ma con azioni che incidano sull'economia, attraverso scelte quotidiane individuali ma consapevoli collettivamente.

Roberto Giuliani 24.06.05 12:42| 
 |
Rispondi al commento

*****PER RICCARDO SIMIELE****


Complimeti: adoro questo modo di ragionare!
Queste sono le basi su cui si può fondare qualcosa di davvero concreto.
Basta con le ideologie che ti portano inevitabilmente ad essere contro qualcosa e a qualcuno, ma rispetto per chi è diverso da me perchè voglio essere rispettata per la mia diversità.

Tra esseri diversi non ci potremo forse mai capire bene bene, ma rispettarci sì possiamo arrivare a farlo.
E i ragazzi che oggi vengono tanto criticati (non in maniera diversa da quando noi eravamo giovani) hanno un punto a loro favore sono molto meno ideologici di noi per cui quando nel ' 78 a Bologna il movimento studentesco era forte ricordo che c' era musica di destra e musica di sinistra non vedevi mai ragazzi vestiti diversi a braccetto ora vedi un rasta tanto amico con un "fighetto" o con uno da una bella cresta.
Poi è chiaro i pensanti sono sempre di numero assai inferiore alle foglie secche che si fanno spingere dal vento per cui la gioventù che ci appare sotto gli occhi è quella della massa, ma chi ha modo di conoscere i giovani pensanti ha anche modo di valutare le qualità e la raffinatezza dei loro pensieri chi non è capace di vedere questo è invecchiato e non ha conservato memoria della sua giovinezza!

claudia parmeggiani 24.06.05 12:39| 
 |
Rispondi al commento

se gli usa nn utilizzassero il loro petrolio allora nn ci sarebbe piu' petrolio per nessuno,visto che è il più grande produttore ma anche il piu' grande consumatore

Francesco Romano 24.06.05 12:37| 
 |
Rispondi al commento

E' bello il tuo ricordare De Andrè attraverso i suoi pensieri non musicati, ma perdonami non mi piace andare ad iscrivere il suo nome nella lunga lista di quelli che "l'avevano previsto (detto)".
Ascoltiamo le canzoni, tutte, quelle d'amore e quelle politiche, penso a storia di un impiegato tutto, e amico fragile etc etc
De Andrè è una di quelle personalità nella storia dell'arte, della poesia, che non smetterà mai di dire, il cui ascolto aiuterà noi a dire e pensare... ineffetti non morirà mai.

Maria Adele Del Vecchio 24.06.05 12:36| 
 |
Rispondi al commento

X Serena Pimpi

L'america non usa il suo di petrolio per una questione di geostrategia politica ed economica insieme: preferisce prima finire quello degli altri e arrivare al cosiddetto "picco" conservando buona parte delle risorse domestiche, così quando il prezzo al barile sarà davvero alle stelle, sarà dalla parte del venditore e non del compratore!! Mica scema.

mi spiace ma questo è falso,l'america produce meno petrolio di quello che consuma,quindi è costretta a "comprare" quello arabo.
Anzi Bush ha aiutato la salita del prezzo del petrolio rinforzando le riserve americane,proprio in questo periodo.
Ora la capacità estrattiva usa e canadese sono ai massivi livelli perchè con questo prezzo è diventato conveniente riaprire certi giacimenti, prima chiusi per il costo eccessivo rispetto ai ricavi.

Francesco Romano 24.06.05 12:34| 
 |
Rispondi al commento

A tutti i blogger

Ciao dal Serra

Mi stupisco che di tutti i passaggi scritti da De Andrè, pochi o nessuno si sia soffermato a sviluppare il punto in cui si legge:" gli Occidentali devono convincersi che diventeranno più poveri e quelli che lo sono già, che sono abituati ad aiutarsi, saranno sicuramente privilegiati".

Pensate agli zapatisti di Marcos e a tutti quelli che si stanno organizzando per ribellarsi a forme di dittatura più o meno mascherate.

Il fatto è che in Italia evidentemente non ci sono ancora abbastanza poveri (quelli che già lo sono vengono fatti sparire,emarginati, semplicemente li si ignora).

Chi crede nel sistema di governo attuale,come nell'ancient-regime si ritroverà sempre più in minoranza,intorno a lui saranno sempre meno i benestanti e i ricchi.

Chi crede nel libero mercato,allora per logica dovrebbe anche credere nel libero associazionismo e di conseguenza alla libertà di ogni persona di fare "gruppo" con chi vive gli stessi disagi e boicottare i mezzi che permettono alle autorità di
esercitare il proprio controllo su tali masse di poveri.

Ma evidentemente non è così,visto che spesso la stessa gente che parla di libero mercato vorrebbe chiudere le frontiere all'immigrazione,al l'ingresso di merci troppo competitive,manifestando chiaramente una paura contradditoria,una chiusura che per ragioni analoghe coinvolgerà nel futuro sempre più gente impoverita.

Stefano Serra 24.06.05 12:33| 
 |
Rispondi al commento

@ Danila Polini

Guarda, Danila, che l'unica strategia razionale in questo blog (che pure considero straordinario, anzi forse lo è proprio per la sua estrema ricchezza ed articolazione interna e perchè non è fatto di qualche decina di consenzienti perenni) è lasciar cadere le cretinate in un "rumoroso silenzio". Nei giorni scorsi per lunghi tratti il blog era illeggibile perchè letteralmente "invaso" da botte & risposta da Curva Sud. Una cosa è il civile dibattito, altro cercare di far ragionare chi usa il blog come spazio di esternazione delle proprie patologie.
A me personalmente in passato è capitato un paio di volte di rispondere pan per focaccia a chi diceva cretinate o direttamente mi offendeva, poi magari il post originario veniva cancellato e io facevo la figura dell'isterico sparacazzate. Ricordiamoci poi che quello che si scrive in questo blog è solo un gradevole sfizio, conta quello che un cittadino indignato sa fare nella quotidianità per cambiare qualche pezzo di realtà.
Un saluto.

Luca Rinaldoni 24.06.05 12:33| 
 |
Rispondi al commento

scorrendo i post ho visto il post razzista di cannigo manila delle 09.37 del 24/06/05. TOGLIETELO!!!

un po' di decenza.

Claudio Landi 24.06.05 12:33| 
 |
Rispondi al commento

De Andre' uno dei piu' grandi poeti del '900, Faletti uno dei piu' grandi scrittori viventi. L'ignoranza non smettera' mai di contagiare e il populismo purtroppo su questa decadenza continua a marciare. Questa e' l'unica responsabilita' individuale e non collettiva. Senza rancore Signor Grillo, ma il mito del 'buon selvaggio', dell'inoffensivita' del buon uomo di strada, e' cliche' da fratelli Grimm...

marco dominici 24.06.05 12:32| 
 |
Rispondi al commento

riflessione:

dunque ora noi siamo pieni di merci cinesi, continuiamo a comprarne perchè altamente competitive, ma così facendo il nostro posto di lavoro va inesorabilmente a farsi benedire perchè la nostra roba non la compra più nessuno.il petrolio costa caro e noi abbiamo sempre meno soldi.
dove possiamo recuperare?
Turismo in primis, russi e cinesi porteranno indietro qualcosa , o no? se andate a venezia al casinò è PIENO di cinesi che giocano, a quanto ne so anche i russi non scherzano, ho visto cifre da capogiro.
siamo o non siamo italiani? credete che sia così facile fregarci? siamo bravi in tanti campi, e capaci di risorse inaspettate, siamo duttili in poche parole... prima di vedere tutto così nero e senza scampo non sottovalutiamo le nostre capacità.

claudio soncini 24.06.05 12:29| 
 |
Rispondi al commento

X claudio carli

no problem

Francesco Romano 24.06.05 12:25| 
 |
Rispondi al commento


X Gianfranco F

Contenti voi...

Per me, chi tace acconsente.

Io nn acconsento
Nn potrei sentirmi in pace , nn lo faccio quando sento barzellette su i gay , non lo faccio quando si diffida di qualcuno perchè ha un altro colore, questo mi provoca problemi speso, sarà Xche anch'io lo sentito sulla pelle.

Ma certo ogni uno tira fuori le unghie contro quello che sente, e piu bello dire quanto mi piace sentire D' Andre che mettere in pratica quello che dice, perchè è molto piu difficile e comporta piu sacrificio.


Danila polini 24.06.05 12:20| 
 |
Rispondi al commento

******INCONTRO A MILANO:******

A me dispiace moltissimo non poter venire a Milano, ma alla sera per me con una bimba di tre anni e abitando a Bologna mi diventa difficilissimo.

A tal proposito lancio un appello a chi abita da queste parti: non possiamo organizzare una lista come hanno fatto a Milano?
Purtroppo con la tecnologia ho poca confidenza, ma se mi si insegna posso occuparmene anch' io.

Facciamo scaturire qualcosa di bello da questa grande opportunità!!!!!

claudia parmeggiani 24.06.05 12:18| 
 |
Rispondi al commento

X IVANA

Hai ragione! Forse se i grandi (STR***I e PAR******LI) cancellassero i debiti commerciali che questi paesi sottosviluppati hanno nei confronti di quelli sviluppati, sarebbe già qualcosa. Qualche giorno fa, hanno trattato questo argomento anche in tv: è tutto nelle loro mani. Sono vent'anni che si chiede questa cosa x risollevarli, ma a nessuna di queste nazioni (tra cui anche l'Italia) sta a cuore il loro (per così dire) benessere. Addirittura Jovanotti a Sanremo di parecchi anni fa, fece un appello in diretta tv? Come andò lo sanno tutti! Lo presero x un coglione, come del resto sono io che sto qui a parlarne senza fare nulla.
Buona giornata e buon lavoro a tutti.

Alessandro Onesti 24.06.05 12:16| 
 |
Rispondi al commento

per anonimo romano:
L'america non usa il suo di petrolio per una questione di geostrategia politica ed economica insieme: preferisce prima finire quello degli altri e arrivare al cosiddetto "picco" conservando buona parte delle risorse domestiche, così quando il prezzo al barile sarà davvero alle stelle, sarà dalla parte del venditore e non del compratore!! Mica scema.

Comunque un aspetto positivo in tutto questo c'è, se il petrolio diventa sempre più caro, anche per la fortissima pressione esercitata dalla domanda energetica cinese, diventano più conveniente altre risorse energetiche oggi considerate troppo care, vedi alla voce fonti rinnovabili.

Serena Pimpi 24.06.05 12:14| 
 |
Rispondi al commento

Ma voi pensate veramente, che anche se non arriverà una rivoluzione in Cina, questo paese riuscirà a crescere ritmo ancora per molto? un ritmo maggioe al 10% annuo?
Anche tu Beppe lo credi?

nicola picello 24.06.05 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Una volta si diceva che i poeti , con il loro sguardo svagato che rimira sempre il cielo ,
vedono prima l'approssimarsi del temporale...

Un ricordo a chi guardava spesso i cieli di casa mia in Sardegna.

Ciao Fabri.

Sal

antonio sanna Commentatore in marcia al V2day 24.06.05 12:11| 
 |
Rispondi al commento

ops scusa francesco ho confuso dei post per tuoi ma cosi' non era. ritiro le ultime due righe ;-) scusa

claudio carli 24.06.05 12:09| 
 |
Rispondi al commento

Per Danila Polini

Non sento di potermi definire razzista se evito di dare peso a delle esternazioni provocatorie, stupide e tutte ciò di maligno che ti viene in mente.
Continuiamo a dare ascolto a queste persone e torniamo indietro, sempre più veloci. Chi arriva ultimo vince. "Giocherellare a palla con il proprio cervello..."

Gianfranco Favero 24.06.05 12:08| 
 |
Rispondi al commento

se non c'erano i cinesi l'economia americana era gia' scoppiata da un pezzo.

Postato da: claudio carli il 24.06.05 11:34

la cina è la causa di una possibile crisi nn la salvezza dalla crisi!!!!

Francesco Romano 24.06.05 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Su Fabrizio si è detto di tutto e di più, non è facile parlarne senza inciampare in ovvietà...forse quello che non potrà mai essere banalizzato è il filo conduttore del suo pensiero, l'integrità e la moralità con cui ha vissuto la sua esistenza, al di là delle parole.
La lungimiranza dei pensieri di Fabrizio sotto il profilo sociale è sintomo del modo con cui ha vissuto la sua esistenza: con curiosità, attenzione verso il prossimo e una buona dose di autoironia.
Un saluto a tutti.
Edith

edith tracogna 24.06.05 12:03| 
 |
Rispondi al commento

quello che dico cmq è che a causa dei cinesi l'america si ritrova con un grossissimo debito commerciale e se uno mi dice che se nn c'èra la cina l'america era già in crisi mi sembra un grosso errore logico.

Francesco Romano 24.06.05 12:02| 
 |
Rispondi al commento

si ma nn tiene bassa la sua valuta facendo incetta di dollari ma tramite un controllo politico del mercato dei cambi.
rispondo pesantemente?
in che senso?
si discute e dico come funziona il meccanismo delle valute dov'è il problema?

Francesco Romano 24.06.05 11:59| 
 |
Rispondi al commento

Per De Andrè, spirito fragile.

angelo divi 24.06.05 11:59| 
 |
Rispondi al commento

Veramente i paesi poveri avrebbero tutto da guadagnarci se gli occidentali ne "fregassero" un po' di piu' di loro invece di portargli la democrazia con le bombe (Iraq) o mandare aiuti a tutta una serie di despoti africani (da Bokassa a Mugabe), per esempio..QUESTO POTREBBE ESSERE UN MOTIVO VERO...SENZA GENERALIZZARE MA MOLTI STATI SONO INGUAIATI PER COLPA DI CHI COMANDA...POTREBBERO VIVERE DI RENDITA, MA PREFERISCONO COMPRARE ARMI E METTER VIA TESORI TENENDO IL POPOLO A FAR LA FAME E FAR NIENTE

IVANA IORIO 24.06.05 11:56| 
 |
Rispondi al commento

@Francesco

Ti ha risposto Panetta, e tu nelle tue risposte confermi quanto lui dice.

Apri la mente al dubbio invece di dissertare e dare contro anche pesantemente a persone che vedono le cose sotto un punto diverso dal tuo.

claudio carli 24.06.05 11:56| 
 |
Rispondi al commento

la cina suo malgrado è costretta a detenere assets in america cosi' come gli arabi,e come tutti i paesi che hanno una bilancia commerciale attiva con gli usa

Francesco Romano 24.06.05 11:54| 
 |
Rispondi al commento

lo yuan nn è una moneta che lei ne io ne nessun altro puo' comprare,nn è nei mercati finanziari perchè i movimenti di capitali sono sotto stretto controllo.
i cinesi che vogliono dollari quando vanno a cambiarli per fare un viaggio,ne possono cambiare fino ad un certo limite e la banca tiene il loro valore sottovalutato

Francesco Romano 24.06.05 11:51| 
 |
Rispondi al commento


Se quello che ha postato questa persona

Postato da: cannigo manila il 24.06.05 09:37

nn è per voi de l o staff nn è
un "messaggi con linguaggio offensivo
-
- messaggi con contenuto razzista
è nn è cancellato io denuncio questo blog come razzista.
Ma la cosa piu triste è che solo una persona si è sentita di rispondere il resto continua indifferente, che si puo aspettare di voi italiani chiamati che dovresti difendere questa italietta, siete così pagati di voi stessi che l'unico che vi interessa è far vedere che sapete piu del altro ,rivoluzionari di scrivania!!


"

Danila polini 24.06.05 11:50| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe ti vorrei segnalare come risolvere il traffico cittadino specie in campania
trasferire semplicemente i vigili urbani da un paese in cui vivono e lavorarano ad un'altraTi spiego il vigile che abita a napoli in provincia, il vigile da casoria ad acerra da acerra a giugliano in campania, da giugliano ad afragola dai quartieri di napoli a licola sono esempi ma essendo conoscenti con il proprio paese esiste clientelismo e quindi abusi autorizzati.
perchè magari un dirigente d'azienda dovrebbe lavorare da napoli con spese di viaggio a suo carico verso una provincia e questi vigili fanno tutto in casa loro?
lo fAanno con le forze di polizie mentre i vigili decinono nel loro paese chi perseguire e chi favorire?

peppe credendino 24.06.05 11:49| 
 |
Rispondi al commento

caro giovanni,
ti ringrazio per la segnalazione.
l articolo su ricucci era eccellente.
saro' un vigliacco ma io mi preparo a fuggire :-)
se uno cosi' prende in mano RCS siamo veramente finiti. il corriere è rimasto l unica fonte un po' libera che abbiamo in italia(anche se gia non ha le palle di dire le cose come stanno)...

matteo murru 24.06.05 11:48| 
 |
Rispondi al commento

panetta nn è cosi'
la cina se li ritrova in tasca i dollari anzi i buoni del tesoro,perchè vende le merci all'america.l cina nn fa incetta di dollari

Francesco Romano 24.06.05 11:48| 
 |
Rispondi al commento

La luce che brilla di più dura la metà, qualcuno diceva...quanto ci manchi Faber amico fragile!
Ho 26 anni, mio padre è cresciuto con le sue canzoni, io pure, così spero mio figlio e mio nipote...perchè ci sarà sempre bisogno di capire che non ci sono poteri buoni!!!

Alberto Raimondi 24.06.05 11:44| 
 |
Rispondi al commento

Scusate ho dimenticato questo link:

http://www.repubblica.it/2005/f/sezioni/economia/rcs3/parlsilv/parlsilv.html


Vedere anche gli altri link che ho messo, altrimenti non si capisce.....

Ciao

Giovanni Prandini 24.06.05 11:42| 
 |
Rispondi al commento


Condivido appieno il pensiero di Piero Contini, e invito tutti i blogger a sollecitare un articolo del genere da parte di Grillo. Ci sono moltissime persone che hanno solo bisogno di una strada da percorrere.
Cominciamo con azioni attive che possano farci sentire meno nella m...a perchè altrimenti c'è solo il baratro.

rosa lorusso 24.06.05 11:40| 
 |
Rispondi al commento

@ claudio soncini

Certo. Ma la guerra economica produce ugualmente morti, se non altro per fame. Non è meno pericolosa di quella con le armi.
Io credo solo che non possiamo continuare a vivere di consumismo senza riflettere sulle conseguenze, sulle desertificazioni di interi terrtori perché prosciugati da noi, sulle deforestizzazioni per costruire palazzi, sui rifuiti radioattivi e chimici delle nostre industrie, che spesso ci troviamo sotto il culo senza saperlo.

Roberto Giuliani 24.06.05 11:38| 
 |
Rispondi al commento

Francesco Romano: perche' il governo cinese per tenere bassa la sua valuta (in modo da stimolare il commercio) fa incetta di dollari, e in particolare di buoni del tesoro americani. In questo modo la Cina finanzia il deficit USA.

Bruno Panetta 24.06.05 11:38| 
 |
Rispondi al commento

claudio carli perchè?

Francesco Romano 24.06.05 11:35| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, sono fuori tema scusate ma....
Questo dovete leggerlo:

http://www.indicius.it/torpore/ricucci_er_sola.htm

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2005/06_Giugno/24/ricucci.shtml

Ciao e scusate di nuovo, ma quando facciamo la rivoluzione? Prima che lasci l'Italia, io me ne vado.
Nessuno sta facendo niente solo Bla Bla.... ecc..
Ci vogliono i fatti no parole.

Ciao a tutti Giovanni

Giovanni Prandini 24.06.05 11:35| 
 |
Rispondi al commento

@ giuliani

nel mio piccolissimo di petrolio ne consumo poco, viste le magre che tirano, però non credo alle sue fosche previsioni, le guerre a così ampio spettro non giovano più a nessuno, quella che intende lei è una guerra ECONOMICA, fatta senza esclusione di colpi e non senza conseguenze, in atto ormai da tempo e per chissà quanto tempo.

claudio soncini 24.06.05 11:34| 
 |
Rispondi al commento

se non c'erano i cinesi l'economia americana era gia' scoppiata da un pezzo.

claudio carli 24.06.05 11:34| 
 |
Rispondi al commento

I grandi artisti e probabilmente anche i comici hanno a che fare quotidianamente con la menzogna e la finzione. Chi si vuole confrontare con l'arte sa che se finge, finge prima di tutto a se stesso ed è un piccolo uomo. Per questo motivo credo che i grandi artisti fiutino per estremo esercizio la finzione e la menzogna a un chilometro di distanza.

Luca Pilolli Commentatore in marcia al V2day 24.06.05 11:30| 
 |
Rispondi al commento

Signori,
la guerra del petrolio ha portato morti in tutto il mondo. Ora c'è la rivalità con la Cina, l'America rischia di perdere l'egemonia.
Quindi possibile guerra, e questa volta mondiale.
Vogliamo continuare a fottercene e consumare petrolio? Chi credete che ha la possiblità di fermare tutto questo, noi o loro?

Roberto Giuliani 24.06.05 11:27| 
 |
Rispondi al commento

> In questi paesi sono ridotti cosi anche per
> colpa dei cosiddetti "paesi civili"che se ne
> sono sempre fregati,quindi è 1 po pure colpa
> nostra,ora che si sono incazzati ci caghiamo
> sotto ma sai che ti dico?fanno bene vorrei
> vedere

Veramente i paesi poveri avrebbero tutto da guadagnarci se gli occidentali ne "fregassero" un po' di piu' di loro invece di portargli la democrazia con le bombe (Iraq) o mandare aiuti a tutta una serie di despoti africani (da Bokassa a Mugabe), per esempio...

Bruno Panetta 24.06.05 11:26| 
 |
Rispondi al commento

la mia teoria è quella del ricatto petrolifero americano nei confronti dei cinesi.
se cosi' fosse nn dovrebero mollargliela molto facilmente.
infatti il governo cinese ha già chisto a quello americano di nn interferire politicamente nelle trattative.
è assurdo che un governo pseudo comunista dica ad un altro stato di nn interferire nella di lui economia.

Francesco Romano 24.06.05 11:24| 
 |
Rispondi al commento

Fresca fresca una notizia che conferma le ipotesi di un lungimirante De André

"Milano: 23/06/2005 - 09:01
PETROLIO. PER UNOCAL SI FA AVANTI LA CINESE CNOOC CON OFFERTA CASH DA 18,5 MLD
Si surriscalda la battagli per il controllo della compagnia petrolifera statunitense Unocal. La società petrolifera statale cinese Cnooc ha offerto 18,5 miliardi cash per acquisire la Unocal, superando l'offerta della Chevron pari a 16,4 miliardi in cash e azioni. Alcuni analisti affermano che l'offerta dei cinesi sta a dimostrare l'esigenza di rafforzare le scorte e l'approvvigionamento di petrolio per sostenere la forte crescita del Paese.
(D.E.)

(Ilnuovomercato.it) (ritardate di 20 min.)"

P.S.: l'ho tratta dalle news di Google

Sebastiano Rossi 24.06.05 11:19| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti i blogger
buon appetito per chi ha i soldi per mangiare
e niente nestlè

Francesco Romano 24.06.05 11:18| 
 |
Rispondi al commento

già risposto sotto

Francesco Romano 24.06.05 11:14| 
 |
Rispondi al commento


Per Francesco Romano:
" e chiedilo anche a quelli morti in cecenia sotto le bombe nn convenzionali illegali che funzionano come un microonde per 10 km di distanza. "

Perche` Stalin era un criminale non vuol dire che Putin sia un santo

matteo martini 24.06.05 11:13| 
 |
Rispondi al commento

la mia dicitura "stavano meglio" era solo in senso economico,poi in senso di libertà si puo' discutere e potrei anche essere d'accordo con te

Francesco Romano 24.06.05 11:12| 
 |
Rispondi al commento


Per Stefano Crema:
io vorrei fare qualcosa di un po più costruttivo,
non so quanto se e quanto si possa ancora salvare in Italia ma mandare in mona chi ci malgoverna senza avere una alternativa è dura.
Lo dico sempre a Beppe anche se fa finta di non ascoltare, più danni di quelli che hanno fatto 40 anni di DC e 10 di di casa delle libertà non puoi fare,

Si invece, se finivamo sotto il PCI negli anni`70 adesso eravamo come la ex-Jugoslavia

Per Stefano Crema:
siamo al limoncello e al mapomapo,

Non direi molti stanno peggio

Per Stefano Crema:
Scendeva in campo anche il nonno di Benigni e scendi in campo anche tu, al massimo ti fai una pensioncina coi fiocchi.

Se parli per me, lavoro in Giappone e non sto versando i contributi; se parli per Grillo e` cosi` ricco che non ne ha bisogno

Per Stefano Crema:
Ti faccio da porta borse, se vuoi ti porto anche quelle degli occhi, belin dicci come possiamo fare a convincerti, guarda che siam messi male male male, o ci si muove adesso oppure possiamo andarcene tutti, ma andarcene da questo paese.

Amen

matteo martini 24.06.05 11:11| 
 |
Rispondi al commento

e chiedilo anche a quelli morti in cecenia sotto le bombe nn convenzionali illegali che funzionano come un microonde per 10 km di distanza.

Francesco Romano 24.06.05 11:10| 
 |
Rispondi al commento

E' suggestivo ricordare un grande personaggio e le sue parole sacrosante, ma qui secondo me sr.Grillo ci si continua a guardare i piedi mentre il mondo va avanti (anke se in modo malconcio). Scrivi un articolo in questo Blog dove ci spieghi filo per segno come ad esempio crearci l'energia in casa e VENDERE energia all'Enel come fai te! Tu sei l'unico in italia ad essere titolare di un contratto di fornitura all'Enel di energia elettrica; come pretendi di voler un "futuro" che attualmente è soltanto nelle tue mani: è futuro, è innovazione tecnologica quando tutti ne possono usufruire!!
Ricorda quelli di Schonau, spiegaci come hai fatto e come possiamo fare! " " una sola persona contro-corrente è spacciata; 100 sono una banda e 100'000 un esercito.... BISOGNA SUPERARE IL CONFINE DELLA INNOVAZIONE IDEOLOGICA INDIVIDUALE PER ARRIVARE A QUELLA DI MASSA CHE é STORIA!

Piero Contini 24.06.05 11:09| 
 |
Rispondi al commento

claudio ho pensato male visto che in quella lista circolavano batman e robin, pippo e paperino.
ciao

Francesco Romano 24.06.05 11:08| 
 |
Rispondi al commento


Per Francesco Romano:
" cmq in russia stavano meglio con l'economia pianificata che con il libero mercato oligarchico che si trovano ora "

Chiedilo a quelli morti in Siberia sotto Stalin..

matteo martini 24.06.05 11:07| 
 |
Rispondi al commento


w i grandi artisti, i grandi cantori, ogni tanto anche grandi profeti, capaci di avere uno sguardo limpido, critico e profondo, gettato sul futuro... per questo la loro musica è "senza tempo".
La politica dovrebbe essere il regno del futuro, ma non lo è, non si vede più in là delle prossime elezioni.
E allora non ci resta che ascoltare la musica e i comici, e non solo beppe... ce lo ricordiamo cosa diceva Guzzanti di Rutelli?

Serena Pimpi 24.06.05 11:05| 
 |
Rispondi al commento

@ francesco

scusami, non volevo dire questo, solo che di omonimi come daniele silvestri (credo) è piena l'italia.
un saluto

claudio soncini 24.06.05 11:04| 
 |
Rispondi al commento

Yang Chenping
bravo dal tuo silenzio traggo conclusione che ti sei andato a documentare

Francesco Romano 24.06.05 11:03| 
 |
Rispondi al commento

no, sono di origini leccesi
nn seguo molto il calcio
mi piace il lecce il livorno e mi è rimasto un po di tifo per la juve.
Francesco Romano è il mio vero nome e nn vedo perchè dovrei nasconderlo o crearmi un nick name

Francesco Romano 24.06.05 10:58| 
 |
Rispondi al commento

Riccardo Simiele

ASSOLUTAMENTE D'ACCORDO!!

Roberto Giuliani 24.06.05 10:56| 
 |
Rispondi al commento

quello che ha postato questa persona ( nn lo ripeto per rispetto)

Postato da: cannigo manila il 24.06.05 09:37

nn è stato cancellato io che ho chiesto come aprire il file dello spettacolo di Beppe , sono stata cancellata subito.
Allora qual'è il concetto?

Danila polini 24.06.05 10:56| 
 |
Rispondi al commento

@ francesco
a proposito di omonimi ma tu giocavi nel toro?

claudio soncini 24.06.05 10:55| 
 |
Rispondi al commento

In un certo momento della mia vita sono cambiato. Un cambiamento radicale che non mi farà più tornare indietro. Ho sempre avuto passione per le idee della sinistra storica, i compagni, i centri sociali li ho pure frequentati per un pò, le cene sociali, etc..., da bambino (ho 34 anni) ero un pò affascinato dal clamore delle BR (non avendo visto i corpi straziati delle vittime e il dolore - quanto dolore!), poi, dopo vari travagli interiori, mi ha colpito un virus terribile, atroce e vittorioso: IL PENSIERO CRITICO.
Perché vi racconto questo, che vuole questo rompipalle? Il fatto è che sto assistendo ancora oggi ad un martellamento propagandistico anti-qua o anti-là che viene accolto in maniera felicemente passiva dai neo-adepti delle varie ideologie - in questa fase storica specialmente dai giovanissimi di destra, e colgo l'occasione per rammaricarmi della pressoché totale mancanza sul territorio, con l'abbandono delle periferie, da parte dei vertici della sinistra, evidentemente troppo impegnati nei salotti televisivi... - , non riuscendo a capire che solo STUDIANDO OBIETTIVAMENTE i fatti storici, soprattutto quelli contemporanei - e quanta fatica costa ai cultori del pallone e degli sms ad oltranza - si può raggiungere una sana 'ecologia della mente'. Tutto questo per ricollegarmi all'immensa eredità lasciataci da gente come De André o Gaber, cantori 'politici', ma alla fine disillusisi dalle ideologie 'coattive' o 'di moda', quindi 'nudi', ma liberi nella loro straordinaria umanità.
Ecco, il regalo dei grandi artisti è quello di spingerci a guardarci dentro e a raccontarci, a differenza dei guitti che invitano solo a fare proclami, attraverso slogans sterili e, in fondo, vuoti.

Riccardo Simiele 24.06.05 10:54| 
 |
Rispondi al commento

pascucci poi lo mettiamo al ministero dell'economia insieme a yang

Francesco Romano 24.06.05 10:54| 
 |
Rispondi al commento

mi ricorda il nome di qualche partigiano sud coreano non quelli comunisti,gli altri

Francesco Romano 24.06.05 10:52| 
 |
Rispondi al commento

@ matteo martini

io vorrei fare qualcosa di un po più costruttivo,
non so quanto se e quanto si possa ancora salvare in Italia ma mandare in mona chi ci malgoverna senza avere una alternativa è dura.
Lo dico sempre a Beppe anche se fa finta di non ascoltare, più danni di quelli che hanno fatto 40 anni di DC e 10 di di casa delle libertà non puoi fare, siamo al limoncello e al mapomapo, che dobbiamo fare Beppe, metterci a supplicarti in ginocchio, minacciare di darci fuoco con la benzina come i bonzi tibetani, cosa dobbiamo fare per convincerti a provarci....
Scendeva in campo anche il nonno di Benigni e scendi in campo anche tu, al massimo ti fai una pensioncina coi fiocchi.
Ti faccio da porta borse, se vuoi ti porto anche quelle degli occhi, belin dicci come possiamo fare a convincerti, guarda che siam messi male male male, o ci si muove adesso oppure possiamo andarcene tutti, ma andarcene da questo paese.


Stefano

stefano crema 24.06.05 10:52| 
 |
Rispondi al commento

Yang Chenping
ma ti chiami veramente cosi'?

Francesco Romano 24.06.05 10:51| 
 |
Rispondi al commento

la bm si occupa delle scelte di microeconomia dei paesi in difficoltà,il fondo delle politiche macro

Francesco Romano 24.06.05 10:50| 
 |
Rispondi al commento

la mia tesi di laurea è sul fmi tu come arrivi a dire che il fmi farebbe una pianificazione del mercato?

Francesco Romano 24.06.05 10:46| 
 |
Rispondi al commento

fmi nato a breeton woods penso nel 49 circa
nn sono sicuro
gestiva i tassi di cambio stabilizzando le bilancie commerciali dei paesi membri erogando prestiti.
con la caduta dei cambi fissi e la parità del dollaro con l'oro gestisce le crisi valutarie e finanziarie, le linee di condotta sono quelle tracciate dal washington consensus.
nn sarò capace a scrivere ma i concetti che tento di scrivere sono stati documentati tu puoi dire lo stesso a parte scrivere documentati?

Francesco Romano 24.06.05 10:43| 
 |
Rispondi al commento

Non lo so chi è Franceso Romano, può essere un omonimo, c'è uno che si è firmato cosi.

Rosario Pisanò 24.06.05 10:40| 
 |
Rispondi al commento

> nn sai neanche la funzione di queste istituzioni perchè parli?

Per farti compagnia, visto che non sai scrivere ma scrivi ugualmente.

Documentati.

Yang Chenping 24.06.05 10:39| 
 |
Rispondi al commento

X rosario pisanò

ma daniele silvestri è il cantante?

Francesco Romano 24.06.05 10:38| 
 |
Rispondi al commento

Rinnovo l'avviso per l'incontro di Milano blogger di Beppe Grillo

Lista partecipanti

Rosario Pisanò, Michele Martini, Simona Stagni, Stefano Crema, Claudio Carli, Monica Corinti, Valentina Rho, Alexandra Mc Millan, Loris Pea, Roberto Tonini, Pino Colella, Marco A. Bartolucci, Sacheli Mattia, Sacheli Bruno, Walter Tasso, Davide Candiani, Daniele Silvestri, Claudia Parmeggiani, Marco Milano, Riccardo Antoniol, Yuri Rossini

L'incontro è fissato per martedi 28 Giugno alle ore 21.00 nel piazzale di fronte alla scala.

Ma dove sono quelli di Milano? Quelli fuori sede hanno già risposto peccato che non possono venire pur volendo..

Rosario Pisanò 24.06.05 10:37| 
 |
Rispondi al commento

vedo il pericolo ???? ...andate un po' nei paesi che si affacciano nel mediterraneo con una croce al collo, con i calzoni con via bassa, oppure date uno sguado ad una ragazza del luogo..lasciamo perdere ..relazione...poi ti rendi conto di quanto siamo fortunati in italia e perche' la paura di essere invasi da questa gente...chiedete loro se conoscono le canzoni di De Andre

ivana iorio 24.06.05 10:36| 
 |
Rispondi al commento

@ ivana

niente contro qualsiasi religione, ci mancherebbe, ma credo che il sentore di pericolo derivi dal fatto che l'area di appartenenza di quelle culture è popolata da gente che spaventa per come vive, per come tratta le donne, per certi funerali che mostrano un povero corpo con gente agitata che lo sballotta di qua e di là, per come applicano la pena di morte tagliando teste o impiccando lentamente sollevando la vittima e altre amenità del genere...questo almeno è ciò che mostra la tv, ma non nascondo che un po' di paura ce l'ho anch'io...

claudio soncini 24.06.05 10:36| 
 |
Rispondi al commento

cmq in russia stavano meglio con l'economia pianificata che con il libero mercato oligarchico che si trovano ora

Francesco Romano 24.06.05 10:35| 
 |
Rispondi al commento


Per Stefano Crema:
" Dovremmo tutti imparare a mandare "in mona" chi malgoverna. "

Puoi farlo l` anno prossimo alle politiche:)

matteo martini 24.06.05 10:35| 
 |
Rispondi al commento

pianificazione centrale del fmi e bm, è come dire che il papa ti benedice con la falce e il martello e nel nome di satana.
ma cosa dici?

Francesco Romano 24.06.05 10:34| 
 |
Rispondi al commento

gestita nel senso di controlli anti speculativi e truffe internazionali.
smettila di fare l'anti comunista a oltranza.

nn sai neanche la funzione di queste istituzioni perchè parli?

Francesco Romano 24.06.05 10:32| 
 |
Rispondi al commento

"la polvere, il sangue, le mosche, l'odore

per strada e fra i campi la gente che muore

e tu, tu la chiami guerra e non sai che cos'è

e tu,tu la chiami guerra e non ti spieghi perchè"

fabrizio,


grazie per aver scritto delle canzoni così belle e così attuali;

grazie per aver affrontato tutti i temi con i tuoi testi;

grazie perchè già da piccola ascoltavo le tue cassette quando andavo in macchina con i miei genitori;

grazie perchè non riuscivo a scrivere la mia tesi se non ascoltando le tue canzoni;

grazie per avermi fatto conoscere Brassens;

grazie perchè hai cantato in genovese facendomi conoscere qualcosa della tua lingua;

grazie perchè hai amato la mia sardegna;

grazie perchè ti ho potuto vedere in concerto a nuoro...

grazie ,grazie, grazie.

lucia goddi 24.06.05 10:28| 
 |
Rispondi al commento

> miglioriamo strutture come BM e FMI che stabilizzino i mercati, magari rendendoli meno speculativi e più concorrenziali.

Immagino la gran concorrenza, grazie alla pianificazione centrale di WB, IMF e soci...

> la globalizzazione se gestita bene è di aiuto a tutti.

"Gestione" = socialismo globale = miseria mondiale.


> la 3a guerra mondiale si combatterebbe a colpi di testate nucleari la 4a con le clave.

Buonanotte.


> "male disruption of the sacred woman-nature dyad, and advocates a 'subsistence' economic model"?

Hai finito di bestemmiare? :-D

Yang Chenping 24.06.05 10:27| 
 |
Rispondi al commento

Ultimo concerto di De Andrè (Anime salve),teatro in Alessandria.
Sul palco lui e la figlia Luvi che eseguivano"London Bridge"...da pelle d'oca!!!
Onore a un Grande,sempre in punta di piedi.

fabrizio tamari 24.06.05 10:25| 
 |
Rispondi al commento

Non perdetevi il sito anti-italiani per eccellenza WWW.FOTTILITALIA.COM

Meron Berto 24.06.05 10:24| 
 |
Rispondi al commento

si ma te ivana lo vedi dappertutto anzi dove preferisci te

Francesco Romano 24.06.05 10:23| 
 |
Rispondi al commento

O.T.

Stamattina il ministro Siniscalco alla presentazione annuale della relazione di Confcommercio del 2005 dove il presidente Billè non risparmiava critiche ne per l'attuale governo ne per l'opposizione (bravo finalmente qualcuno che reagisce..) ha risposto che ci vuole "una terapia d'urto" per rilanciare l'economia italiana..

Io dico che la terapia mentale la devono fare a te e a tutti i tuoi amici del governo.. e poi smettetela di parlare e di farvi vedere in televisione rimboccatevi le maniche anche voi.. vogliamo i fatti, basta parole.

Onori a Fabrizio.

Rosario Pisanò 24.06.05 10:23| 
 |
Rispondi al commento

antonio caiazzo ...fortunato te che non vedi il pericolo

ivana iorio 24.06.05 10:20| 
 |
Rispondi al commento

x sig.Panetta
"Infatti ho cominciato a scaricare alcuni suoi CD da eMule 8-)"
Meglio tardi che mai...
Saluti e non stia sempre appoggiato alle Sue sicurezze(certe volte possono anche non più sostenerla).

fabrizio tamari 24.06.05 10:19| 
 |
Rispondi al commento

Videotelefonino, dvd, televisori al plasma.
Non me ne frega niente di averli, certo che posso vivere ugualmente senza, certo che se devo tirare la cinghia perché il mio stipendio perde quota lo farò. Non ho scelta.
Ma mi rode profondamente il culo che proprio chi ci ha ridotto così non sarà minimamente intaccato da tutto questo.
Mi rode profondamente il culo che abbiano privilegi che noi gli concediamo, che non debbano preoccuparsi delle proprie pensioni, che possano continuare a sottrarci vita senza mai pagare nulla, che possano divertirsi a cambiare poltrona a prescindere dalle loro competenze, che possano decidere quali verità dobbiamo credere, che possano ordinare stragi e poi eliminare tutte le testimonianze che li inchioderebbero, che continuino a fottersene di noi lasciandoci dentro una rabbia che non possiamo manifestare veramente, altrimenti ci scagliano contro uomini armati, resi incapaci di riflettere su chi è il vero nemico.

Roberto Giuliani 24.06.05 10:13| 
 |
Rispondi al commento

De André con la PFM --> risultato strepitoso

Amico Fragile è uno dei pezzi migliori in assoluto

Giuseppe Di Maggio 24.06.05 10:11| 
 |
Rispondi al commento

Questa è una delle poche foto in circolazione in cui Fabrizio sorride, è la mia preferita.

Fatevi un regalo grande, rallentate ed ascoltate De Andre.

"ero molto più curioso di voi"

Grazie Fabrizio.

Grazie Beppe.

Serena Di MAuro 24.06.05 10:07| 
 |
Rispondi al commento

Grande Faber!
Amico fragile sei sempre nei nostri cuori.

Mauro Pani 24.06.05 10:06| 
 |
Rispondi al commento

In una cosa il Beppe ha ragione da vendere,
"cambiano le parole e ci rubano i significati"
l'ho verificato personalmente su un detto popolare veneto che conoscevo come trasmessomi dai miei genitori e parenti in modo edulcorato.
Veniamo al detto come lo conoscevo io: "Fin che ghe n'e' viva il Re, quan ghe n'e' pù viva Gesù"
Che equivale a dire fin che c'e' abbondanza viva il Rè quando l'abbondanza finisce affidiamoci a Gesù.
Ho ritrovato questo detto popolare nella sua edizione integrale nel libro "Schei" di Stella G. Antonio come frase di chiusura riferita all'uso che i veneti hanno fatto della politica, perchè strano a dirsi quella che veniva definita la roccaforte bianca ha avuto il coraggio di mollare la DC e passare (purtroppo) alla lega, ha avuto comunque il coraggio di cambiare dando credito a chi apparentemente era interessato ai loro problemi.
Il detto nella versione integrale era:
" Fin che ghe n'e' viva il Re, quan ghe n'e' pu
in mona anca lu. "
Fin che c'e' abbondanza viva chi ci governa, quando l'abbondanza finisce chi ci governa vada in malora."
Mi ha davvero stupito questo pragmatismo popolare
che è stato confermato dai fatti.
Dovremmo tutti imparare a mandare "in mona" chi malgoverna.

Stefano

stefano crema 24.06.05 10:05| 
 |
Rispondi al commento

@stefano crema

era solo una mia idea, visto che l'allarme generale é "diventeremo più poveri, siamo in recessione, non manterremo il nostro tenore di vita"

il tenore di vita medio lo perdemo quasi tutti nei prossimi anni, da parte mia sto già cercando di farci l'abitudine ... vivo bene senza macchina digitale, ipod, videofonino, vestitino, occhialino
tutto qui ciao

andrea muzzi 24.06.05 10:02| 
 |
Rispondi al commento

x katia - tu almeno vivi con i tuoi! io vivo a roma, da solo, quadagno 960 euro al mese e pago 550 euro di affitto (x una stanza s'intenda!) spese escluse...e da quando ho scoperto che i miei soldi x il riscaldamento vanno a finire nella caldaia sotto forma di CARBONE (a proposito ma voi sapete quanti condomini si riscaldano ancora così...) ho deciso di mollare e cercarmi un'altra casa, ma è molto difficile...bella beppe grazie per questo luogo di sfogo. fabrizio de andrè non è morto, si è soltanto trasformato in tante piccole particelle che tutti abbiamo assimilitato...speriamo che a qualcuno facia effetto!!

salvatore martino 24.06.05 09:59| 
 |
Rispondi al commento

Per CANNIGO MANILA:

" quale cattivo gusto scrivere questa frase proprio in un post dedicato a De Andrè!"

Poi onestamente queste cattiverie possono uscire solo da bocche non collegate a un cervello!!

Sei proprio ridicolo e antiquato, grande maleducato!

NO COMMENTS

Sara Trics 24.06.05 09:51| 
 |
Rispondi al commento

Fintanto che il popolino italiano si affiderà ai politici ( di destra e/o di sinistra ) e ai sindacati, non potrà che precipitare nell'abisso !

" Popolo Bue, quando capirai che la politica giova solo ai politici e ai loro lecchini ? "

E' ora di unirsi e scendere in piazza ! E' ora di ribaltare i potenti dai troni !

... dimenticavo: siamo in Italia ! Gli " Articolo 31 " nella loro canzone " Italiano Medio " hanno dipinto la situazione : " ... non togliermi il pallone e non ti disturbo più ... ".

Sorrido quando mi dicono che i giovani in Italia hanno un futuro: si, da eterni precari !

Angelo Michele Luderi 24.06.05 09:49| 
 |
Rispondi al commento

AEM: adozione principi contabili internazionali; nomina dei comitati (fol/77170)
-------------------------------------------

Il Consiglio di Amministrazione di Aem S.p.A., riunitosi ha:
- valutato la sussistenza del requisito di indipendenza per gli Amministratori:
Dario Cassinelli, Mario Mauri, Umberto Quadrino, Alberto Sciumè e Antonio
Taormina;
- nominato membri del Comitato per la Remunerazione gli Amministratori Giuliano
Zuccoli, Mario Mauri e Aldo Scarselli;
- nominato membri del Comitato per il Controllo Interno gli Amministratori Dario
Cassinelli, Umberto Quadrino e Alberto Sciumè.

e Taormina????

Alessandro Zilioli 24.06.05 09:49| 
 |
Rispondi al commento

problema recessione
o continuiamo a proteggere le nostre vecchie produzioni anche se altri le fanno meglio e a minor costo o togliamo sti sussidi e li mettiamo nella ricerca.metodo economico=produrre nel lungo periodo ricavi che coprino i costi.
siamo in un economia capitalista e allora sti sussidi all'agricoltura li togliamo o li teniamo?

se i cinesi producono di più nn è colpa loro

ci saranno sempre i ricchi e i poveri a meno che si instauri una economia pianificata.

miglioriamo strutture come BM e FMI che stabilizzino i mercati, magari rendendoli meno speculativi e più concorrenziali.
la globalizzazione se gestita bene è di aiuto a tutti.
gia cosi che è gestita male molti paesi poveri ne hanno beneficiato diminuendo la loro povertà.

de Andrè aveva capito tutto

Francesco Romano 24.06.05 09:48| 
 |
Rispondi al commento

Conobbi Fabrizio quando tentai nuovi accordi dopo " è una bambolina che da no no no nooo"
Poi mi andava bene perchè non aveva voce da castrato " da anima mia " e ci arrivavo senza strozzarmi e senza rischi da aneorisma celebrale.
Certo che a Tempio lo hanno conosciuto. Io non ci abito ma sono leggendarie le alzate di tazza ( bicchiere ) in una gallura dove se non c'è la discoteca e devi farti venire la voce da thenores se non bevi e ti bruci bene bene le corde vocali con quella specie di acido rosso chiamato vino. Beh ! Fai brutte figure e Fabrizio non ne ha fatte. Insomma finchè si mangia, si beve e si canta chi sta meglio di noi ?.
Immagino sempre la nebbia in val di Tempio con le alfa senza filtro, tutti in circolo ad imparare le prime cose importanti di un nuovo idioma.. Le bestemmie. Pigliatila in culu... un classico da mettere in un testo. Chissà cosa vuol dire .. booh.
Per voi è andato via un Genovese . Per me un grande Sardo. Poche parole ma giuste. Vivere alzandosi la mattina col profumo del lentischio e sbattersi a letto tardi con la puzza addosso della brace che fa sempre troppo fumo.
E' stato ribatezzato qui anche con la penitenza. Quella che ti lega ad un'albero per qualche tempo perchè due cani randagi decidono che hai troppo e ne vogliono un pochino anche loro. Bella vergogna.
Chissà se poi si incazzava quando altri cani randagi mettevano fuoco alla macchia. Chissà in quale lingua li malediceva.
Non voglio saperlo
In fondo mi piace immaginarlo.

Marco Careddu 24.06.05 09:48| 
 |
Rispondi al commento

@ andrea muzzi

la 3a guerra mondiale si combatterebbe a colpi di testate nucleari la 4a con le clave.
Chissà perchè quando si prospetta un cambiamento di tenore di vita dei ricchi la prima cosa a cui si pensa è la guerra.
Un altro approccio meno egoista e più umano mai eh ?

Stefano

stefano crema 24.06.05 09:44| 
 |
Rispondi al commento

Alcune considerazioni fattuali e non polemiche su quanto sta succedendo in questi ultimi giorni (narcisisti incoercibili in libera uscita - tendenza ingravescente allo spam - grida di allarme contro la censura e il brufoloso di 25 anni che censura i post).

1. Trovo (e giuro che non c'è alcuna ironia nelle mie parole) questo blog terribilmente bello perchè
attraverso la figura per così dire "trasversale" di Grillo c'è una aggregazione talmente composita e complessiva che, unico e raro, questo è uno spaccato vivo e pulsante della nostra società, un campione rappresentativo di come siamo e come funzioniamo in quanto "Azienda Italia" (fintanto che il nano non ci licenzia tutti e non assume un paio di milioni di austriaci al nostro posto snellendo gli organici, gli svizzeri non si può perchè sono extracomunitari).
Avevo avuto modo di conoscere il fenomeno-blog in una interessante conferenza-dibattito che la Mondadori aveva organizzato nel quadro del FuturShow di Milano dell'inverno scorso. La maggior parte dei blog di cui si parlava erano fenomeni di nicchia in cui un manipolo di fanatici della rete si cementavano reciprocamente dandosi ragione su tutto e sul contrario di tutto.
Qualcuno aveva osservato che i blog erano uno strumento potenzialmente fortissimo e scardinante nelle mani di qualcuno che sapesse aggregare dei numeri più alti e dei nuclei più articolati di pubblico. Difatti....

2. Pragmaticamente io non credo che mi/ci debba interessare perchè Grillo ha deciso di imbarcarsi così seriamente e intensamente nell'avventura. Siccome sono laico al 100%, non mi interessa fare ipotesi su conversioni o fulminazioni sulla via di Damasco da parte di chi in passato concludeva i suoi happenings sfasciando un PC a mazzate. Di fatto Grillo è un genovese a tutto tondo, e la caratteristica particolare di Genova non è la parsimonia (semplice effetto collaterale e non sempre necessario) ma il sano pragmatismo dell' "andammu cianin", ammesso che si scriva così, ma anche del "se una cosa vale la pena di farla la si fa", comunque un pragmatismo che sottende un'energia incredibile e una tenacia da mulo. Venticinque anni di carriera come uomo di spettacolo, battaglie forzatamente perdenti contro la Rai e la Fininvest, un'energia tuttora da trentenne nel consumare la vita e il suo patrimonio artistico, mi assicurano che non abbiamo a che fare con uno sbruffoncello dell'ultima ora che cavalca l'onda di un successo di massa. Immagino che Grillo sia benestante, mi dicono che abbia una lussuosa villa e un prestigioso yacht col quale avrebbe tra l'altro inquinato una zona protetta della Sardegna e che sia stato possessore anche di una Ferrari. Buon pro gli faccia. Essere poveri non è necessario (magari aiuta....) per attaccare i potenti, direi che la verginità sufficiente per farlo senza ingenerare perplessità può discendere anche dall'essere stati messi al bando dai principali mezzi d'informazione e comunicazione e vedersi attualmente schierate contro tutte le bocche da fuoco del collegio forense della Mediaset. Vi sembra che non basti? Ah, ancora con un po' di pragmatismo: se Grillo resta benestante nonostante abbia perso da circa 15 anni il più elementare mezzo di arricchimento (che regala milioni di euro a decerebrati astuti e contadineschi che a Grillo non porterebbero le valigie) questo gli fa onore e gliene va reso merito. Signori, non abbiamo a che fare con un coglioncino meteoropatico ma con un uomo ben dotato di palle.

3. Che postando tutti i giorni non sempre si possa attingere ai massimi vertici della brillantezza dialettica è un fenomeno addirittura banale, a meno che il Grillo non assumesse una dozzina di ghost-writers a fare il lavoro sporco per lui; e viceversa mi piace immaginarlo che posta anche quando non tromba da una settimana, anche quando ha esagerato con le libagioni, anche quando preferirebbe farsi una partita ad Alchemy, anche quando gli verrebbe una sana e umana voglia di mandare parecchi di noi ad espletare funzioni escrementizie il più lontano possibile dalla tastiera del computer.

4. Che chi si intruppa su un blog metta il suo indirizzo e-mail potenzialmente a disposizione di qualunque spammer credo l'abbia capito anche Luca Giurato, non so se mi spiego. Altro dirti non vo'...

5. Tornando a quanto detto nel punto 1., questo blog è un fedele spaccato della nostra Italia, e in esso si aggirano tutti gli sereotipi e le tipologie dell'italiano medio e minimo con rarissime punte di italiano massimo. Mentre non mi va di interrogarmi sul perchè Grillo ha aperto il blog, laicamente e pragmaticamente neppure mi va di genuflettermi per ringraziarlo, a volte sono colto dal peraltro non irrefrenabile desiderio di chiedermi quali sono i motivi che spingono ad entrare nel blog. Ci sono i fans sfegatati che si bevono tutto; ci sono gli ammiratori disincantati che apprezzano il personaggio e godono lo spazio; ci sono i curiosi, quelli che lo fanno per moda o perchè fa trendy; ci sono quelli che devono ancora capire la differenza tra un blog e una chat; ci sono quelli che vanno su Internet come vanno in macchina, strombazzando al poveraccio che non parte dopo 2 secondi che il semaforo è verde e prendendosi tutte le precedenze comprese quelle che nessuno gli ha dato; e ci sono quelli in cerca di una facile pubblicità. Me ne sarò dimenticato una quindicina di categorie ma per ora va bene così...

6. E qui arriviamo alla vexata quaestio della censura strisciante. Ragazzi, qual è il confine fra una ragionata democrazia che tiene conto dei diritti e del rispetto di tutti e un pandemonio disorganico e superliberista all'insegna del "laissez-faire" (che non mi sembra un'impostazione democratica, o i miei studi liceali sono troppo lontani?)? Chiediamocelo prima di strapparci le vesti perchè siamo stati banditi o "bannati" (divertente barbarismo entrato in voga). Ma quante risate si farà Grillo, che di ostracismi e messe al bando dovrebbe pur saperne qualcosa, nel vedere dei Signori Nessuno che tuonano bibliche maledizioni per essere stati scacciati dal tempio? Ma andiamo.... Meno male che qualcuno si prende la dura responsabilità di bonificare di quando in quando un blog che ogni tanto diventa illeggibile e plumbeo, e il 95% dei suoi utenti non lo vuole così.

Spero di essermi espresso con chiarezza e se verrò bannato per essere stato off-topic o per qualsiasi altro motivo mi ci berrò sopra una birretta e sopravviverò.
Un abbraccio a tutti.

Luca Rinaldoni 24.06.05 09:44| 
 |
Rispondi al commento

Fabrizio De Andrè !!!

enorme la sua importanza per la generazione (la mia) che lo ha visto venir fuori dal nulla in un vecchio e stantio mondo culturale fermo al dopoguerra e lui lì, con pochi, pochissimi altri, a cantare la vita a cantare l'amore, l'odio (viscerale e amaro, insomma umanissimo) per le storture dei potenti, dalla guerra alle condanne a morte...

Un giovane che cresceva e che ci faceva crescere insieme a lui, seminando fiori intorno a se, e amore, in un mondo che ci portava a combattere in Vietnam o nelle guerre postcoloniali in Africa, distruggendo tutto come se tutto non avesse valore, come se la politica fosse il bene primario, la molla primaria dell'uomo, il suo motivo di essere e il suo destino, prioritario nei confronti di tutto, più importante della ricerca del bene, della voglia di bellezza, delle necessità dell'amore ....
La poesia di alcuni momenti di canzoni come Marinella e molte altrettanto (o forse più) valide era un tuffo al cuore di chi vedeva intorno a se le lotte delle classi sociali italiane affrontarsi fisicamente in campo aperto e ci faceva pensare che non tutto si risolveva in politica, ma la guerra e l'odio sì, quelli erano nemici per l'umanità.

E non era certo disimpegno, anzi! Era una umanissima, forse diversa ma non meno valida, forma di impegno ai più alti gradi di partecipazione.
Mi permetto infine di dire che vorrei che il sito di Fabrizio gli somigliasse di più, e me ne scusino gli autori poichè è solo un parere personale, ma questa aria un po' "dark", sia pure di gran moda, non credo abbia molto a che fare con i nostri sogni sul mondo di Fabrizio.
Grazie Fabrizio, per essere stato lì, tra di noi, quando "dovevi" esserci e solo tu potevi darci ciò che ci hai dato!


Rosario Vesco 24.06.05 09:42| 
 |
Rispondi al commento

Piccolo Off-Topic

Pochi minuti fa, Antonello Piroso giornalista de La7, della trasmissione Omnibus, ha annunciato che il prossimo lunedì, verrà trasmessa la trasmissione sull'11 Settembre. Si tratta della trasmissione registrata l'8/6/2005, a Roma.
Hanno usato le forbici, o no? Il comunicato fu fatto sul sito ''www.disinformazione.it''.

gennaro tosti 24.06.05 09:40| 
 |
Rispondi al commento

Avevamo circa 17 anni (anno 1967 d.C.), un mio amico, innamorato come me delle canzoni di Fabrizio, mi chiese: "Ma secondo te le canzoni di De Andrè non dovrebbero far parte dei programmi di studio delle scuole statali?". Io gli risposi di sì, ma non avevo la consapevolezza che ho oggi, di quanto sarebbe importante per i ragazzi ascoltare le sue opere. Che incredibile antitodo sarebbe contro la superficialità proposta loro incessantemente! Grazie a Fabrizio e Beppe

Giorgio Piermaria 24.06.05 09:30| 
 |
Rispondi al commento

ok lo staff si è messo a lavorare.
aveva un po' di arretrati da ieri sera.
ciao staff


ieri sera dov'eri?
hai visto che casino

Francesco Romano 24.06.05 09:27| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, prima di tutto vorrei dirti che sono un'assidua frequentatrice del blog, e proprio ieri mi ha sfiorato alla velocità della luce questo pensiero: " considerato la profonda amicizia che lega Beppe a Fabrizio, credo che domani proporrò un pensiero in ricordo del grande ARTISTA POETA"......beh credimi quando questa mattina ho aperto il blog ed ho visto la foto di De Andrè un brivido lungo la pelle mi ha scossa...........anche perchè penso che il nostro paese con la morte di Fabrizio ha perso qualcuno di troppo GRANDE, che molto pavrebbe potuto ancora dare, e come giustamente dici tu parecchio avanti.....Fabrizio è sempre andato oltre...oltre l'ipocrisia, oltre il bigottismo, oltre l' egoismo, oltre le diversità, oltre le povertà, oltre le apparenze, oltre il falso perbenismo....è sempre rimasto a fianco dei più deboli dei maltrattati dei reclusi.

Fabrizio una persona dotata di grande intelligenza, onestamente a volte troppo acuta difficile da comprendere per noi comuni mortali.

Troppo poco gli è stato riconosciuto per quanto ci ha dato!!!!!

Perchè il Ministro Moratti non pensa seriamente di inserire nei programmi studi alcuni testi di Fabrizio, magari togliendo qualcosina ai vari Manzoni-Foscolo-Leopardi.........che depressione, che antichità.........forse i ragazzi conoscerebbero nuovi interessi verso gli studi!

Grazie Beppe per avere anticipato (senza volerlo) i miei pensieri!

Fabrizio sarai sempre nei nostri CUORI, ti vogliamo bene.
Sara

Sara Trics 24.06.05 09:27| 
 |
Rispondi al commento

roberto giuliani

...tirare le sassate a chi malgoverna...

...il fatto è che tutti quelli che dovrebbero governare meglio di chi c'è ora sono tutti su questo blog...!

william olivieri 24.06.05 09:23| 
 |
Rispondi al commento

roberto giuliani

...tirare le sassate a chi malgoverna...

...il fatto è che tutti quelli che dovrebbero governare meglio di chi c'è ora sono tutti su questo blog...!

william olivieri 24.06.05 09:21| 
 |
Rispondi al commento

Non c'é più scampo, il mondo occidentale é in declino,e più che mai il nostro bel paese .... d'altronde la storia va a cicli e adesso é il nostro momento di affondare la testa sott'acqua ...
Soluzioni ? la prima emigrare in un paese in via di sviluppo, in attesa cha cinesi e gringos si scannino per la supremazia planetaria. La seconda ? una bella guerra che stravolge e azzera la nostra way of lifa e ci ripresenta poveri e nullatenenti e desiderosi (i sopravissuti) di ricominciare a ricostruire, ri-produrre, ri-comprare ... ecc ecc ecc
saludos

andrea muzzi 24.06.05 09:18| 
 |
Rispondi al commento

La verita` ci vuole la pazienza di cercarla, l'intelligenza di capirla e il coraggio di raccontarla. Fabrizio De Andre` e` stato uno dei pochi che hanno saputo fare tutte e tre le cose.

Rossano Basile 24.06.05 09:16| 
 |
Rispondi al commento

a proposito di bella musica spinto da questo post sono andato a curiosare nella collezione di cd del mio coinquilino e tra un de andre e l'altro ho trovato ....

Ornella vanoni che canta battisti, dalla, de gregori e altri accopagnata da

Gil Evans
Herbie Hancock
Herbie Mann
George Benson
Michael Brecker
Randy Brecker....

spettacolare....

vi lascio le coordinate, e non si dica piu che non girano info utili

ORNELLA &...
CDG cds6032

ciao a tutti.

Igor Scicchitano 24.06.05 09:14| 
 |
Rispondi al commento

william olivieri

Non ti sembra di esagerare? Io lavoro da molti anni e con impegno e i giovani che vengono a lavorare "come precari" da noi, sono spesso i migliori e più volenterosi, addirittura dimostrano spirito d'iniziativa e, pur sapendo che presteranno la loro opera per un breve periodo (e sottopagati!!), danno sempre il massimo.
Che poi ci sia chi tira sassate alla polizia è perché non le può tirare a chi ci malgoverna!

Roberto Giuliani 24.06.05 09:10| 
 |
Rispondi al commento

Ci mancava solo l'arringa comunista...

La nostra società non si è ancora ripresa dalla guerra fredda e Beppe Grillo si fa un vanto di fare propaganda comunista...

Luigi Corrias 24.06.05 09:06| 
 |
Rispondi al commento

L'apocalisse descritta da De Andrè (lo stimo come artista...) non dipende solo da quello che ha detto lui... c'è tanta gente che non ha voglia di lavorare...c'è tanta gente che prende a sassate la polizia...sono quelli i problemi di fondo...c'è gente ignorante che si è rifiutata di andare a votare all'ultimo referendum...dai...altro che poveri...tutti con 4 cellulari in casa...lettore dvd, ipod e via dicendo...ipocriti.

william olivieri 24.06.05 09:02| 
 |
Rispondi al commento

lascia perdere ivana iorio

è una dei tanti che ha accusato gravi segni di demenza

del resto solo un demente può essere un leghista

giorgio beri 24.06.05 09:02| 
 |
Rispondi al commento

"...libertà l'ho vista svegliarsi ogni volta che ho suonato per un fruscio di ragazze ad un ballo, per un compagno ubriaco...."

ciao Faber....

daniele piva 24.06.05 09:00| 
 |
Rispondi al commento

Cara ivana iorio,
visto che questo problema ti assilla tanto, non ti sorge il dubbio che il problema non sia "aumentare la torta", ma distribuirla???
La torta ci sarebbe ma se la spartiscono i soliti ladroni, ben più pericolosi degli immigrati.
Ma noi prendiamocela con i pesci piccoli per giustificare la nostra incapacità di reagire!

Roberto Giuliani 24.06.05 08:58| 
 |
Rispondi al commento

mi manca fabrizio... mi manca come mancherebbe un caro amico, perchè lui sapeva come farmi piangere, come aprire il mio cuore alle emozioni, alle sensazioni... Fabrizio non mi ha deluso mai, continua a farmi piangere e ad aprire il mio cuore ma spesso chiudo gli occhi e mi chiedo perchè ci abbia lasciato questo vuoto dentro e tutto attorno, noi abbandonati alla mediocrità...
Lui era solo una fiammella, grazie a persone come te Beppe, quella fiammella rimarrà accesa, finchè verrà ricordato, amato...

Mauro Campi 24.06.05 08:56| 
 |
Rispondi al commento

C'e' per caso un tecnico di condizionatori da queste parti ? Ci sarebbe da dare una controllata al condizionatore di storace, sia di quello dell'ufficio che di quello di casa perchè ormai sta sbarellando di brutto.
Avete sentito l'ultima ?
Linea dura contro le infermiere che sbagliano anche solo a somministrare una dose di farmaco,
ma siamo impazziti ????
E ai chirurghi che ti operano il piede sano anzichè quello malato ?
E a quel figlio di puttana di medico che ha provocato il secondo infarto a mio padre tentando una angioplastica su un cuore che era in condizioni già pessime per i cazzi suoi ?
Senza neppure avere una sala operatoria pronta nel caso andasse storto qualcosa ?
6 arresti cardiaci si è fatto mio padre per colpa di quel medico figlio di puttana, con le infermiere che passavano e dicevano "questo ce lo siamo persi".
Storace, grandissima testa di cazzo, se non ti sta bene che le infermiere possano sbagliare anche solo una dose di farmaco, fai distribuire i farmaci alle tue merde di dottori e professori e poi ci facciamo 4 risate e contiamo i morti.

Stefano

stefano crema 24.06.05 08:55| 
 |
Rispondi al commento

c'è stato un po' di casino ieri sera e?

Francesco Romano 24.06.05 08:53| 
 |
Rispondi al commento

Quando leggo il blog poi di solito mi incazzo.
oggi mi sono commosso. Grazie Beppe.
Fabrizio non ti dimenticherò mai.

bellodi gianluca 24.06.05 08:52| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo con te, Beppe! Anche se ascolto prevalentemente musica inglese (Depeche Mode, U2, Simple Minds, The Cure, ecc. ecc.), non ascoltando quasi mai musica italiana (ad eccezione di Battiato, Battisti, Bennato), devo riconoscere che quelle poche canzoni di De Andre' che ho ascoltato si possono veramente paragonare a "poesie di vita". Anche secondo me, riesce a descrivere ed a farti vivere quello che canta in maniera "live", che la senti dentro, come se la vivessi tu. Peccato che solo dopo tanti anni dalla sua scomparsa, se ne torni a parlare. Ma non si deve parlare, quando, da quello che amici mi dicono, le sue canzoni esprimono tutto.
Buona giornata e buon lavoro a tutti.

Alessandro Onesti 24.06.05 08:46| 
 |
Rispondi al commento

Cara Ivana,non credo il caso di Fabrizio De Andrè sia assolutamente da accostare agli esempi che hai fatto tu.De Andrè era un uomo che nelle sue canzoni scriveva della vita come lui stesso la vedeva ed ha,purtroppo,individuato dei mali della società che oggi effettivamente viviamo.Io non credo che "noi siamo tutti fessi",no.Lo siamo solo quando ce ne autoconvinciamo.Prima del voto per il referendum quante personeintervistate,ad esempio,hanno risposto che non andavano a votare perchè non si sentivano in grado di esprimere la propria opinione sul tema? Ma perchè?Eravamo tutti perfettamente in grado di capire!Che cos'è,alle elezioni politiche diventiamo,invece,magicamente tutti intelligenti?Noi non siamo fessi,Ivana.Ed elogiare un uomo come De Andrè è,al contrario,indice di grande intelligenza.E' stato un uomo che ha saputo comunicare,a parere mio,come nessun altro in Italia.E vivere avendo le sue parole come monito credo faccia bene a tutti.Qualche giorno fa mi ha particolarmente colpita un servizio sulla politica di Piero Fassino trasmesso su skytg24. In sottofondo c'era la "Guerra di Piero".Mai abbinamento è stato più azzeccato!

Elisa Fabbri 24.06.05 08:09| 
 |
Rispondi al commento

Leggo quasi quotidianamente il tuo blog...ma questo post...speciale! Come lo è stato e lo sarà sempre Fabrizio De Andrè...

Cristina Colautti 24.06.05 07:28| 
 |
Rispondi al commento

Ivana Iorio, penso che ti sbagli.
Inneggiare ad un grande artista, in questo caso è doveroso ed innegabile, visto che di parla di De André, significa averne carpito l'umanità, intesa come espressione di qualcosa di più 'alto'. Si dovrebbe quindi educare anche spronando i bambini (e non) verso la naturale attitudine umana alla creavità e all'amore per la 'bellezza'. Ciò che avviene ed è avvenuto è stato un tremendo squilibrio verso la tendenza 'materiale' dell'uomo, soprattutto nelle classi 'alte', creando così una fucina di gruppi dirigenziali - in tutti i settori - apertamente 'immorale', con prevalenza assoluta di logiche di profitto sfrenato. La crisi della cultura occidentale è quindi soprattutto 'morale'.
Il valore dell'arte acquista dunque un significato 'altro', rispetto al valore riduttivo che traspare dalle tue parole.
L'amore per l'arte non deve produrre solo placido compiacimento e contemplazione inerte - anche se in molti casi questo avviene, te ne dò atto - ma, al contrario, dovrebbe essere presente in tutte le attività dell'uomo, in particolare modo in quella economico-produttiva.
Assistiamo invece, tornando sul piano pratico, a riforme scolastiche - vedi Moratti - che stanno affossando lo studio dell'arte (la Musica soprattutto), per non parlare poi del vero scempio che si compie riguardo lo studio della Storia, vera maestra del presente. Basterebbe studiarla solo superficialmente per capire come la pace in Europa, ad esempio, non sia mai stata la regola, anzi! Quindi attenzione alle troppe campane antieuropeiste... ma questo è un altro argomento.
Buona giornata

Riccardo Simiele 24.06.05 06:47| 
 |
Rispondi al commento

come e' strana la vita: applaudiamo la ferrari e molti sono in cassa integrazione, applaudiamo bonolis, totti, e molti non riescono a tirare fine mese, applaudiamo prodi e berlusconi e noi lo prendiamo in quel posto, ci inchiniamo davanti ai direttori di banca e loro ci rubano i soldi, ...vuol dire che siamo dei fessi..rispettiamo solo chi ha soldi e poteri ...e' allora non dobbiamo lamentarci che per l'ingordigia del denaro delocalizzano le fabbriche, ci rubano soldi, ci rincretiniscono con la tv

ivana iorio 24.06.05 06:00| 
 |
Rispondi al commento


Giorgio Beri:
" Panetta

esseri ripugnanti come te non fanno che accrescere la stima nei confronti di Beppe

Tu, cercando le contraddizioni nelle sue tesi, cerchi di smontarlo
e di smontare pure chiunque la pensi come lui

sei solo un essere strisciante

e prima di parlar male di de andré dovresti immergere le tue sozze dita nell'acido

sei un reazionario di merda !

viva beppe
viva de andré "

Panetta,
TIENI DURO!!

matteo martini 24.06.05 05:57| 
 |
Rispondi al commento


BG
" almeno fino a quando gli asiatici non si ribelleranno ai loro regimi autoritari e si organizzeranno in sindacati in difesa di una vita degna di essere vissuta dove vale la regola del «produrre per vivere» e non quella del «vivere per produrre»: quando riusciranno ad ottenere delle paghe equiparabili a quelle europee, il costo dei loro prodotti aumenterà e l’Occidente rialzerà la testa "

MM
Lavoro in Giappone che e` una democrazia.
Qui la gente lavora ( ahime` ) spesso e volentieri fino alle 9 di sera per 6 giorni alla settimana di ferie l` anno quando torni non trovi piu` la tua scrivania.
La vedo dura che gli asiatici si ribellino ai loro " regimi autoritari "

BG
" Non per niente la logica del profitto prevede che ci siano dei ricchi che vivono sulle spalle dei poveri.
Voglio dire che senza poveri i ricchi non potrebbero esistere. "

MM
Questa e` una stupidaggine colossale.
Io credo che nel mondo possiamo tutti vivere, se non da ricchi, da persone " benestanti ".
Poi noto molta ipocrisia nelle parole di Grillo.
Se e` vero che " senza poveri i ricchi non potrebbero esistere ", perche` non vende la Porsche e aiuta i poveri?
Un conto e` quello che si dice, un altro quello che si fa

BG
s’avrà inevitabilmente fra pochi anni la «recessione» non potendo più i «molti» acquistare i «beni» di cui i «pochi» approfittano

MM
Marx, veso la meta` del secolo scorso, prevedeva la caduta del capitalismo di li` a poco.
Ha fatto prima a morire lui, i suoi figli, i suoi nipoti,..
E` comunque strano che a fare questi discorsi di " moralita` " contro la ricchezza dell` Occidente siano due milionari ( in euro ) come lo e` Grillo e lo era De Andre`

matteo martini 24.06.05 05:35| 
 |
Rispondi al commento

MAH..MAH...NON VI SEMBRA DI ESAGERARE con questo De Andre ?.... tra poco andremo a picco e voi pensate alla poesia...pensate che altri 400 extracee sono arrivati stanotte ( ma perche vengono in italia che non c'e piu lavoro e non in grecia o spagna ?., che siniscalco dice che non ci sara' un giro di vite con la prossima finanziaria e automaticamente perderemo altri soldi,..... che un'altra ditta di agrate sgs tompons mi sembra, che fa chip se ne sta andando in cina ( altro pezzo di ricerca che se ne va dall'italia) pensate che Ciampi ci costa minimo 1.000.000 di euro al mese e il popolo forse in futuro non riuscira a prendere la pensione,....Pisanu dice :''L'equivalenza tra immigrazione clandestina e criminalita' non ha fondamento"...fortunato lui che non gli hanno ancora svaligiato la casa e violentato i figli............siniscalco dice :serve una terapia d'urto anticrisi per l'andamento degli ultimi sei mesi". "Dobbiamo far crescere la torta - ha detto Siniscalco - perché se la torta non cresce non abbiamo nulla da distribuire se non miseria". ...bisogna essere laureati per dire queste cose mentr il popolo ignorante gia' le ha capite da anni.....per concludere continuate ad ascoltare De Andre..che la rivoluzione la vinceremo di sicuro

ivana iorio 24.06.05 05:28| 
 |
Rispondi al commento

Ho 21 anni, io mi impegno ma sono un battuto...sto studiando regia , spero di poter arrivare a fare dei film nel quale poter esprimere tutta la mia indignazione per quello che sta accadendo, per essere realmente contro questo modo di vivere assurdo e consumista...ma è quasi impossibile...già facendo il cameriere mi trovo a servire prodotti nestlè, e coca cola...pur essendo ""contro"" mi trovo a servirli per poi potermi comprare nastri magnetici sul quale regidtrare con una camera canon dei corti contro questa società (e questa sembra la classica frase fatta)... come fare ad evitare di cadere in contraddizione.... non lo so...per questo sono un fallito un battuto...dobbiamo lavorare...ok mi va bene... ma vorrei evitare di servire le multinazionali...e voi direte cambia posto di lavoro... o meglio...convinci il tuo datore di lavoro a cambiare..ma quando un uomo deve portare a casa lo stipendio è dura...ragazzi qualcuno deve dare il VIA... dobbiamo iniziare a cambiare qualcosa...non possiamo andare avanti così...in quanto a de andrè che dire....è stato un grande uomo..la ballata dell'amore cieco credo sia una delle più belle canzoni che abbia mai sentito

marco burberi 24.06.05 04:43| 
 |
Rispondi al commento

Sono solo canzonette...

Antonio Balsamo 24.06.05 03:16| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Faber, ti ho voluto bene e ancora te ne voglio. Ci manchi moltissimo.

Corrado Festinese 24.06.05 02:48| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Faber, quante volte ho suonato le tue canzoni da Gigi, quante? quante volte ho lasciato un bicchiere di lacrime per poi versarne altre. quante? E quella "mulattiera di mare"? Quante volte ho portato il "mi basso" della mia chitarra in "re" per intonare quella "creuza". Ed è veramente una mulattiera. Ormai ho imparato a farla. Una sola vota ho potuto parlare con te, per un giorno intero. Mi avevi risposto alle mie insistenti lettere...ricordo ancora: avevo 15 anni. Ora ne ho 25. Ne sono passati eh? Eppure la tua risata quasi timida nel vedere tu che guardavi me...un ragazzino...con appena qualche spicciolo di barba. Mi hai detto: "ma sei tu quello delle lettere?". Si, ero io, Fabrizio. Lo sono ancora.Avrei ancora mille cose da chiedere. Ma ormai devo rifuiarmi in quello che hai detto. E che continui a dire.
Ciao.
Scusate tutti.
Manuel

Manuel Garinbaldi 24.06.05 02:48| 
 |
Rispondi al commento

Sei un burlone !

emilaino nardecchia 24.06.05 02:40| 
 |
Rispondi al commento

>
Era solo un'idea per rendere più comprensibile il sito e riuscire a fornirlo di file multimediali.

Fabio Piciacchia 24.06.05 02:18| 
 |
Rispondi al commento

Sidun

U mæ ninin u mæ
u mæ
lerfe grasse au su
d'amë d'amë
tûmù duçe benignu
de teu muaè
spremmûu 'nta maccaia
de stæ de stæ

e oua grûmmu de sangue ouëge
e denti de laete
e i euggi di surdatti chen arraggë
cu'a scciûmma a a bucca cacciuéi de bæ

a scurrï a gente cumme selvaggin-a
finch'u sangue sarvaegu nu gh'à smurtau a qué
e doppu u feru in gua i feri d'ä prixún
e 'nte ferie a semensa velenusa d'ä depurtaziún
perché de nostru da a cianûa a u meü
nu peua ciû cresce aerbu ni spica ni figgeü

ciao mæ 'nin l'ereditæ
l'è ascusa
'nte sta çittæ
ch'a brûxa ch'a brûxa
inta seia che chin-a
e in stu gran ciaeu de feugu
pe a teu morte piccin-a

Yuri Di Gioia 24.06.05 02:18| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ti stanno rovinando il Blog! Ti hanno meravigliato ed entusiasmato le possibilità che dà internet. Bene, ma le persone sono sempre le persone che sono! E' lo stesso problema della democrazia... e anche del rapporto animali/uom..bestie!
C'è "gente" che viene qui solo a offendere altri (ma che, Travaglio vi ha infastidito il padrone? Scendete a sfottere sulle sue arti amatorie, siete i giusti allievi di Berlusconi o altri volgari padroni vostri!).
E mi tocca pure nominare il problema del "signoraggio". Un consiglio a Beppe: di' una volta la tua sull'argomento, falli sfogare, sperando la finiscano. Magari dagli un cantuccio eterno per spammare all'infinito, altrimenti censura, non ti preoccupare, censura! L'argomento è valido, ma tu non censureresti questo (che mi pare già oltremodo ripetuto) bensì la maleducazione! Se la democrazia è il minore dei mali, allora ce ne sarebbe un altro, per quanto quasi utopistico, quello di un potere capace per lo meno di scegliere, e scegliere bene.
Ma tu qui puoi farlo!
Se è vero che censuri, fallo!!!!!!!! Fallo di più!!!

P.S. Per i frustrati: ma perchè non avete le palle per aprire un sito vostro e combattere da lì? Vi assicuro che ci vengo, basta che non mi riempite di spamm!!

Yuri Di Gioia 24.06.05 02:13| 
 |
Rispondi al commento

> Dici:
> "Non ho mai ascoltato la musica di De Andre'.
> Preferisco la musica classica, specie organo e
> clavicembalo."
>
> Penso sia tipico di chi vuole darsi un certo
> tono.

Eddai che scherzavo!! 8-D

Bruno Panetta 24.06.05 02:09| 
 |
Rispondi al commento

Non voglio pensare a De Andrè come ad un economista.
BRUNO PANETTA dice che quello che ha scritto De Andrè sono stupidaggini.
A me non interessa. Quando ascolto una canzone di Fabrizio mi piace molto ascoltare la melodia, e quando quella melodia ti fa drizzare i peli dall'estasi per me vale già tanto.

Dici:
"Non ho mai ascoltato la musica di De Andre'. Preferisco la musica classica, specie organo e clavicembalo."

Penso sia tipico di chi vuole darsi un certo tono.

emilaino nardecchia 24.06.05 02:05| 
 |
Rispondi al commento

Ciao carissimo Profeta dell’umanità, volevo segnalarti un caso che ha dell’incredibile per la sua gravità! Martedì sera in prima serata su Raitre è stata condotta un’inchiesta sulla cosiddetta “fuga dei cervelli” italiani, in considerazione che ora come mai la ricerca in Italia è inesorabilmente morta. Non ti nascondo che sono andato a letto con un forte mal di fegato e con un senso di frustrazione e di impotenza di fronte alle sorti di questi nostri giovani brillanti scienziati costretti ad espatriare per far valere le loro capacità.
Fra le tante storie, mi ha colpito quella della dott.ssa Alessandra Lanzara, 33 anni, fisico; impegnata in una ricerca sui superconduttori in grado di abbattere quasi totalmente le dispersioni energetiche dei materiali convenzionali in uso (attualmente attestate intorno al 35%), ricerche avvalorate da pubblicazioni sulle più autorevoli riviste scientifiche mondiali, non trovando il becco di un quattrino in Italia, è andata negli Stati Uniti. Qui il governo le ha subito assegnato una cattedra presso una prestigiosa università (purtroppo non ricordo quale) e ha finanziato la sua ricerca con quattro milioni di dollari!!! Certo si tratta di una cifra notevole, ma per il governo si è trattato di una forma di investimento che gli consente di risparmiare molto ma molto di più di fronte all’opportunità di azzerare le dispersioni energetiche quantificabili in milioni e milioni di dollari.
Fin qui niente di nuovo; il campanello d’allarme mi è suonato quando qualche giorno dopo ho sentito parlare nei vari Tg del prossimo aumento (a partire dal mese di Luglio ma al momento congelato) delle tariffe Enel per più del 4% , con la motivazione che l’energia che noi importiamo ha dei costi elevati e bisogna mettere nel conto anche la cosiddetta dispersione energetica che comunque paghiamo…Lascio a te che sei un comico il commento! Io aggiungo che non è solo un discorso di costi in più, l’energia è un bene prezioso che va comunque salvaguardato.
Il giornalista ha poi chiesto alla Dott.sa Lanzara se intendeva tornare in Italia e che cose le fosse stato offerto dal nostro governo; risposta: un contratto a termine di mille euro al mese!!! Non ce la faccio a fare commenti.
La ciliegina sulla torta l’ha messa la Moratti (che non si vede mai e quelle poche volte che parla lo fa a sproposito) quando, alla vigilia degli esami di maturità, ha parlato del progresso in termini di numeri e cifre (la sua specialità preferita come si vede è sparare i numeri) della scuola quando da molti anni a questa parte la quantità dei maturandi si è moltiplicata notevolmente e…questa se la poteva risparmiare, ha fatto allusioni alle potenzialità che la nuova scuola mette in campo, orgoglio del nostro futuro.

Vorrei parlarti di qualche altro caso eclatante, ma non saprei da dove cominciare: mi piacerebbe che (nel caso non l’avessi vista) ti procurassi e guardassi la registrazione di quella tramissione, se non altro perché mentre noi siamo impotenti di fronte a certi fatti, almeno tu hai la possibilità di far sentire la tua voce.
Grazie per la tua attenzione; sei un grande. Livio Libbi

Livio Libbi 24.06.05 01:55| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".