Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Braccia rubate al lavoro: Marcello Pera

  • 651


pera.jpg

Inauguro oggi una nuova rubrica domenicale dedicata a coloro che non si sa bene chi siano e che cosa facciano: Braccia rubate al lavoro.
Pera, chi è Pera?

Nullità assoluta.

Non ha mai lavorato, dice di essere un filosofo, ma ha scritto dei libri e non si sa perchè.

Quasi sconosciuto, è un sotto bignami,non si conosce una sola sua idea.

Si finge discepolo di Karl Popper (che si rivolta nella tomba).

E' tirchio, brutto e commette errori di italiano.

Quanti di voi sanno come si chiama di nome? Maurizio, Marcovaldo, Marcello... Per tutti è pera, con la p minuscola.

Frasi celebri:

"Nessuna conquista, solo un capriccio" (a proposito dei matrimoni Gay in Spagna).

"Berlusconi è uno dei più grandi statisti del nostro secolo".

Questo straordinario bluff è il presidente del Senato, la seconda carica istituzionale dello Stato.

Mandiamolo a lavorare.

Che lavoro gli fareste fare?

a- buttafuori in un locale gay
b- posteggiatore abusivo
c- procuratore di calciatori


Fonte:
http://www.repubblica.it/2005/g/sezioni/politica/peraspagna/peraspagna/peraspagna.html

17 Lug 2005, 17:19 | Scrivi | Commenti (651) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 651


Commenti

 

Quanti di voi sanno come si chiama di nome? Maurizio, Marcovaldo, Marcello... Per tutti è pera, con la p minuscola.

comprare mi piace facebook Commentatore certificato 28.09.15 16:10| 
 |
Rispondi al commento

E' tirchio, brutto e commette errori di italiano.

Quanti di voi sanno come si chiama di nome? Maurizio, Marcovaldo, Marcello... Per

comprare mi piace facebook Commentatore certificato 28.09.15 16:02| 
 |
Rispondi al commento

dal convegno dei giovani industriali gravi contumelie a tutti i cittadini che non fanno gli imprenditori.La libetà -é stato detto- appartiene solo a voi imprenditori , che solo potete essere affrankati e liberi, come potrebbe infatti esserlo chi prende 1400 euro mensili, ed ha quindi il problema di arrivare a fine mese?
fino a quando tollereremo più queste ingiurie?
non vi sembra che la misura sia kolmata??

eduardo apellano salerno
eapellano@libero.it
orfeo987


edoardo apellano Commentatore certificato 08.10.07 17:15| 
 |
Rispondi al commento

Marcello Pera ha distrutto Lucca, c'è poco da aggiungere. Pera, uomo senza scrupoli come tutti i bluff, insieme agli altri suoi compagni di merende di Forza Italia e Alleanza Nazionale ha protetto in tutti questi anni le frange più estreme della destra becera e razzista presenti in città, permettendogli di crescere e di proliferare (vedi anche Altopascio in provincia). Oggi, grazie a loro, Lucca è l'unica città in Toscana dove si registrano sempre più frequenti atti di intimidazione e violenza nei confronti di omosessuali e extracomunitari.

Un lucchese preoccupato 22.05.07 15:52| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

finalmante qualcuno che parla seriamente di questo buffone!!!!consigliamo al caro presidente di fare il posteggiatore abusivo copiando i tossicodipendenti che svolgevano questo lavoro a pescara.anche se,conoscendo le sue attitudini, non saprebbe fare neanche questo!!!

CRISTIANA DI SILVESTRO 27.02.06 18:45| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

A proposito di Pera, vi segnalo un bel libro, uscito sul finire dell'anno scorso:

Michele De Lucia, "siamo alla frutta", Milano, Kaos Edizioni, 2005.

Qui di seguito il link alla recensione che ne ha fatto "L'Indice" di febbraio 2006 (http://www.lindice.com/recensioni/pellini.htm)

Orsetta Innocenti 13.02.06 14:21| 
 |
Rispondi al commento

Quello di non votare piu', tutti, ma proprio tutti, (tolti quelli del quirinale naturalmente) è un'idea talmente forte (e l'unica protesta che rimasta -pare- dal momento che anche gli scioperi vengono mobilitati all'uopo e faziosamente modulati dalla politica)che ho cominciato a farne proseliti un pò nel posto di lavoro, un pò in giro...raccogliendo consensi ovunque. Conosco però la natura umana tanto da capire che all'inizio di una battaglia si è in tanti, durante un pò meno, alla fine....E poi c'è il caso che se non si va a votar nessuno, non è che ci resta il Premier a far da padrone? Tanto, se cambia governo, cambia solo il padrone, direbbe Beppe. OK! Allora ho provato a dire: me lo metti per iscritto con una firma che non voti? E la risposta è sempre più o meno: che partito hai? di colore è il tuo partito? Ti candidi? Ho provato a parlare di pacifica rivoluzione italiana disertando le urne...i consensi ci sono...PERCHE' NON PROVARE?! Solo tu puoi consigliarci veramente Beppe Grillo. Dacci il Tuo Parere e saremo uniti, perchè dove le Tue parole e la Tua Lotta non sono giunte, le porteremo noi che Ti seguiamo, perche' LA TUA E' LA NOSTRA VOCE, LA TUA E' LA NOSTRA LOTTA, E IL TUO SACRIFICIO DEVE TROVARE RISPOSTA "ORA" E NON QUANDO NON CI SAREMO PIU' A RACCOGLIERNE I FRUTTI, NE' TU, NE' NOI!
L'ultima volta non ce l'ho proprio fatta ad andare a votare, e l'ho pure detto ai miei figli che mi rifiutavo per non essere succube di una grande menzogna che si ripete puntualmente. Ora che dico a questi figli miei che ancora credono in un padre e in una madre? Ci ho ripensato?!
Con tutto il mio personale e più alto rispetto
spero in una Tua risposta. Grazie Beppe! E' veramente il caso di dire che SEI TUTTI NOI
Astro Maria Antonietta

maria antonietta astro 18.01.06 03:52| 
 |
Rispondi al commento

====================================================================================================


Il Patto dello Sciacchetrà

Le ultime dichiarazioni di Fiorani stanno facendo emergere la verità sull’incontro che ha visto il SENATORE LUIGI GRILLO, Gran Maestro dell’operazione di corruzione e appropriazione indebita più sporca dalla fine di Tangentopoli.

L’incontro ha visto la partecipazione di: Fazio, Fiorani, Berlusconi e Grillo. Le dichiarazioni ufficiali vollero far passare l’idea di una difesa delle banche italiane contro l’assalto dei Barbari europei.

In realtà, il Senatore Luigi Grillo, eletto in Liguria nelle fila di Forza Italia, aveva bisogno di tanti soldini per costruirsi la VILLA nella Riviera Ligure (costruita abusivamente nel Parco Naturale delle Cinque Terre e poi condonata); quale sistema migliore per fare ciò se non fregare un po’ di soldi ai correntisti della Banca Popolare di Lodi.

Il sistema a quanto sta dicendo Fiorani era semplice: bastava aprire un conto nella sua Banca, dare l’appoggio politico all’operazione bancaria più sporca della Seconda Repubblica e in cambio ci si ritrovava un bel gruzzoletto sul proprio conto corrente.

Il Senatore Grillo, una delle figure più losche della Politica italiana, ha fiutato subito l’affare e si è lanciato nella strenua difesa della scalata di Fiorani, ovviamente le sue dichiarazioni pubbliche sono state ripagate a suon di MILIONI di euro.

Il problema è che i soldi affluiti nelle tasche di LUIGI GRILLO erano dei correntisti della Banca Popolare di Lodi che sono stati truffati, rapinati e beffati; una persona che ha rubato dei soldi agli italiani dovrebbe stare in GALERA e non in Parlamento in una posizione chiave (Presidente della Commissione Trasporti del Senato).


IL SENATORE LUIGI GRILLO DEVE STARE IN GALERA E NON IN PARLAMENTO !!!!


===================================================================================================

Marco Gilles 21.12.05 14:33| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Ho sentito parlare di aziende che reciclavano uova marce e rimesse sul mercato dopo una ri-pastorizzazione anche per produrre panettoni e altrgeneri alimentari.Potreste cercare notizie in merito.Grazie!!

Claudio Fazi 09.12.05 19:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.repubblica.it/2005/j/sezioni/politica/peracont/peracont/peracont.html


di nuovo contestato il sig. Pera,ma dico io perchè??? ehehehehe ciao Beppe!

Giorgio Simonetti 24.10.05 18:27| 
 
  • Currently 2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

@alessio fagioli

Ciao!
Pera non fa che seguire il solco neoconservatore:si appella alla tradizione,ma la identifica con il neoliberismo filoamericano.
Siccome qualcosa fa bene a tutti gli uomini e qualcosa fa male a tutti gli uomini è chiaro che una natura umana precisa esiste ed essa è da solo presupposto dell'inadeguatezza del relativismo.
Le diverse culture possono essere valutate in base alla risposta che sanno dare alle esigenze dell'uomo,ma non per questo vanno discriminate,così come non va discriminata una persona(di cui non si conosce la storia)in base al suo operato.

Il referendum non ha mostrato un bel niente(anche se sono personalmente felice del suo fallimento)se non la stanchezza del popolo e non ha niente a che fare con l'evoluzione culturale dell'italia,ancora saldamente in mano al "pensiero unico" neoliberista che indica come libertà la deresponsabilizzazione personale e come aspettative di realizzazione il "beneavere" tardoborghese.Questo è il frutto di una politica internazionale che tende ad eliminare tutti quei presupposti etici di matrice tradizionale e religiosa che con le loro indicazioni potrebbero rappresentare un qualche freno alla libera circolazione delle merci e del consumo.

Buona serata!

http://www.kelebekler.com/caimani/55.htm

Claudio Girometti 12.10.05 15:52| 
 |
Rispondi al commento

I'm asking myself: How can it be that I've never ran through your site before? It's a great one! substances that cure you: http://www.grandonline.com , my parents didnt told me about it

Patrick Baumann 12.10.05 05:47| 
 |
Rispondi al commento

Incest lolita rape porn Incest lolita rape porn [ http://dau.thrustockings.com/incestlolitarapeporn.html ]
Father and daughter incest pics Father and daughter incest pics [ http://dau.thrustockings.com/fatheranddaughterincestpics.html ]
Gay incest fuck Gay incest fuck [ http://dau.thrustockings.com/gayincestfuck.html ]

Albert 07.10.05 03:46| 
 |
Rispondi al commento

a proposito di pera vorrei altri altri pareri a proposito di questo articolo http://www.repubblica.it/2005/h/sezioni/politica/rimini/rimini/rimini.html

e' una oscenita'!

alessio fagioli 07.09.05 05:52| 
 |
Rispondi al commento

vi siete mai kiesti ke cos è la razza italiana? perké la razza italiana semplicemente non esiste, è l'incrocio di sangue tra più popoli (barbari, greci, spagnoli ecc...). Dunque è ingiusto dire ke soltanto xké si è figli di uno/a straniero/a dire che non si è italiani. Se proprio lo si vuole sapere gli unici veri bastardi che si dovrebbero vergognare non sono i meticci ma sono quelli ke cercano di far vergognare i meticci. bisognerebbe tirare fuori il coraggio e dire ke siamo tutti uguali, mandarli a quel paese e farsi valere. Salah se tu ti consideri italiano (e hai il diritto di considerarti tale dato che sei nato in Italia) tu sei italiano. In fondo, come ho detto da principio tutti gli italiani (volenti o nolenti) sono meticci. E quelli che ne sanno un minimo di storia antica dovrebbero averlo capito da un pezzo. Nessuno merita di essere ghettizzato. So ke molto difficilmente questo messaggio sarà letto (questa pagina del blog è quasi in disuso) ma nutro pur sempre qualke piccola speranza.

Agostino Aglieri 05.09.05 12:43| 
 |
Rispondi al commento

Caro e stimato Grillo,

Non fornisco i miei veri dati perchè ho scoperto da pochi giorni di essere un emarginato, pur essendo cittadino italiano, nato e cresciuto in questo paese.

Io sono un meticcio. Ovvero un incrocio bastardo di un'altra razza con quella di ceppo caucasico, a cui appartiene il nostro egregio Presidente del Senato, nonchè seconda carica dello stato, Marcello Pera.

Sono un diseredato, un ghettizzato, un italiano che non ha diritto di essere italiano, una persona che può essere - e a quanto pare a ragione - insultata ed esclusa dalla socialità in quanto meticcio, bastardo.

Un'affermazione del genere mi ha fatto tornare in mente le leggi razziali nazi-fasciste, e a questo punto suppongo il passo sia più che breve.

Credevo che nei giorni successivi a tale dichiarazione la razza umana e la popolazione dello stivale sarebbe insorta seguendo le inondazioni che stanno avvenendo in nord europa, e invece quasi nulla. Silenzio.

Ora mi vergogno in quanto meticcio, e ho paura.

Saluti.

Giorgio Salah 25.08.05 22:54| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti.
Pera non è molto antipatico dal mio punto di vista, però sono dell'avviso che anche lui sia gestito da altre persone e non possa fare libere scelte di vita.
Intendo consigliare a tutti (anche a Pera se legge questi messaggi) la lettura di un libro interessante sotto ogno aspetto soprattutto per gente come noi che ha una mente aperta.
Un detto cita: " E' meglio aprire la mente a cose straordinarie che chiuderla per le convizioni ed i dogmi"

Il libro consigliato è:
" IL SEGRETO PIU' NASCOSTO"
DAVID ICKE
MACROEDIZIONI

Non crederete alle informazioni contenute nel libro. Fatene buon uso e trasmettete il messaggio a più persone possibili (dopo aver letto il libro ovvio).

La visione del mondo circostante assumerà un colore diverso.

Grazie per la vostra attenzione e......... auguri a tutti.

Gerardo (Empoli)

gerardo giaquinto 25.08.05 10:48| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti.
Pera non è molto antipatico dal mio punto di vista, però sono dell'avviso che anche lui sia gestito da altre persone e non possa fare libere scelte di vita.
Intendo consigliare a tutti (anche a Pera se legge questi messaggi) la lettura di un libro interessante sotto ogno aspetto soprattutto per gente come noi che ha una mente aperta.
Un detto cita: " E' meglio aprire la mente a cose straordinarie che chiuderla per le convizioni ed i dogmi"

Il libro consigliato è:
" IL SEGRETO PIU' NASCOSTO"
DAVID ICKE
MACROEDIZIONI

Non crederete alle informazioni contenute nel libro. Fatene buon uso e trasmettete il messaggio a più persone possibili (dopo aver letto il libro ovvio).

La visione del mondo circostante assumerà un colore diverso.

Grazie per la vostra attenzione e......... auguri a tutti.

Gerardo (Empoli)

gerardo giaquinto 25.08.05 10:48| 
 |
Rispondi al commento

IL PERICOLO MULTICULTURALISMO SECONDO PERA ???
Questa "esternazione" del Presidente del Senato ci fa capire come oramai a livello di società civile siamo da 4o mondo... In un paese appena appena alfabetizzato si sarebbe levata una ondata di disapprovazione per questa flautolenza spacciata come opinione da parte del (....sigh...) nostro (??) Presidente del Senato...
Un consiglio a Pera: fatti una Pera (Williams) magari ti schiarisci un pò le idee da neocon da operetta.

Roberto Laino 24.08.05 13:38| 
 |
Rispondi al commento

visto il tipo penso che dovrebbe fare la banderuola segnavento.
questo,ovviamente, se NON servisse assolutamente sapere da che parte tira il vento giusto (giusto in senso etico).

giancarlo cipriani noce 24.08.05 10:48| 
 |
Rispondi al commento

pera marcellino? direi il buttafuori in un locale gay!

mattia galdiolo 24.08.05 10:48| 
 |
Rispondi al commento

scusate, avevo postato questo messaggio nell'argomento sbagliato...ma sono nuova del Blog e mi sono confusa...!( in verità non so se anche adesso lo sto' postando nell'argomento giusto....) Ma vorrei che lo leggeste e mi dite cosa ne pensate?


Scrivo a Lei Signor Beppe Grillo , ma anche per far conoscere tutti quello che ho letto nel web.....che io approvo in pieno
e ho mandato questa pagina anche nei Forum che conosco...
leggete tutti !! e Lei Signor Beppe Grillo, che ne pensa?
Per conto mio , postero' questa protesta
a tutti i gruppi dove sono iscritta perchè ci credo fermamente che l'unione fà la forza....

LEGGETE GRAZIE!.....
Lia


--------------------------------------------------------------------------------


NON VOTO
NON SONO UN POLITICO NON FACCIO POLITICA NON SONO DI DESTRA NE DI SINISTRA PERO’:


MI DOMANDO PERCHE’ E COME MAI I POLITICI SI POSSONO AUMENTARE LO STIPENDIO A LORO PIACIMENTO, MA SE POI DOBBIAMO FARE SACRIFICI COME DICONO PERCHE’ NON SI DIMEZZANO GLI STIPENDI LORO? SAPETE QUANTO GUADAGNANO? PER QUESTE COSE SI DOVREBBERO FARE I REFERENDUM LO DOBBIAMO DECIDERE NOI SE AUMENTARE GLI STIPENDI AI POLITICI CHI SONO LORO?
IL GOVERNO HA DIMINUITO LE TASSE STATALI , LE REGIONI E I COMUNI HANNO AUMENTATO LE TASSE.
L’UNICO VANTAGGIO DELL’EURO FORTEMENTE VOLUTO DA TUTTI I POLITICI E’ STAO QUELLO DI FARE ARRICCHIRE ANCORA DI PIU’ I RICCHI E I COMMERCIANTI TRUFFALDINI.
L’UNIONE CONSUMATORI VUOLE FARE LO SCIOPERO DELLA SPESA NON SERVE A NIENTE TANTO SANNO CHE LA FAI L’INDOMANI PREFERIREI ADERIRE AD UNA PROTESTA PIU’ SERIA NON PAGHIAMO LE TASSE TUTTI.
LA BENZINA COSTA 1,30 CIRCA E AUMENTA SEMPRE DI PIU’ IL GOVERNO FORSE SCALERA’ L’ACCISE MA CI SIAMO DOMANDATI PERCHE’ NON HANNO LEVATO TUTTI GLI AUMENTI FATTI NEL CORSO DEGLI ANNI PER GUERRE ,AUSTERITY, ECC. ECC. ! QUESTI SOLDI DOVE FINISCONO?


QUESTE SONO SOLTANTO PICCOLE COSE E MI DOMANDO IO PICCOLO IMPIEGATO ONESTO O FORSE FESSO PICCOLO COMMERCIANTE ONESTO O FORSE FESSO POVERO DISGRAZIATO PENSIONATO COME FACCIO A VIVERE?


I MIEI FIGLI CHE FUTURO HANNO SE OGGI LAVORANO SOLTANTO GLI EXTRACOMUNITARI E I DELIQUENTI INFATTI SE NON LI FANNO LAVORARE DISTRUGGONO LE CITTA’ E ALLORA? LAVORANO

UN LAVORATORE STAGIONALE BRACCIANTE AGRICOLO CHE LAVORA PER CIRCA CENTO GIORNI PRESSO L’AZIENDA FORESTALE REGIONALE (OGGI CORPO DI POLIZIA)

GUADAGNA CIRCA QUINDICIMILA EURO L’ANNO E QUASI TUTTI HANNO IL LORO LAVORO IN NERO IN PIU’ IL 99 PER CENTO SONO STATI CARCERATI.

PREMETTO CHE TUTTI ABBIAMO DIRITTO AL LAVORO MA OGGI LAVORANO SOLTANTO I DELINQUENTI E I TRUFFALDINI E FRANCAMENTE NON MI SEMBRA UNA PROPORZIONE GIUSTA ANCHE PERCHE’ PENSO…… I MIEI FIGLI CHE FANNO?

PER FARLI LAVORARE DEBBO FARLI DIVENTARE DEI DELINQUENTI?

OGGI GLI STIPENDI I GUADAGNI DEI PICCOLI COMMERCIANTI LE PENSIONI

NON BASTANO PIU’ PER POTERE SOPRAVVIVERE.

DICONO CHE IL 25 PER CENTO DEGLI ITALIANI NON VA’ IN VACANZA SECONDO ME’ SONO MOLTI DI PIU’

DICIAMOCELO MANGIAMO ANCHE MENO SI RISPARMIA INSOMMA FACCIAMO LA FAME.

ORA PERCHE’ NON DOBBIAMO POTERE PORTARE I NOSTRI FIGLI IN VACANZA?

FRLI STUDIARE? PORTARLI A CENA FUORI?

LAVORIAMO PAGHIAMO LE TASSE EPPURE NON POSSIAMO NEMMENO MANGIARE A POCO.


PERHE’ CI TRATTANO COSI?

PERCHE’ NON ABBASSANO VERAMENTE LE TASSE?

PERCHE’ NON ADEGUANO GLI STIPENDI AL VERO COSTO DELLA VITA?

PERCHE’ NON METTONO LE PERSONE ONESTE IN CONDIZIONE DI LAVORARE DANDO LORO LA PRIORITA’

POI DICONO CHE L’ITALIA NON CRESCE GRAZIE NON POSSIAMO NEMMENO MANGIARE.

ABBIAMO DIRITTO A VIVERE UNA VITA DIGNITOSA !!!!!

RICORDA IN ITALIA E’ IL POPOLO IL SOVRANO NON IL POLITICO DI TURNO

“”IN NOME DEL POPOLO ITALIANO”” SIAMO NOI SIAMO NOI IL POPOLO E’ IL SOVRANO !!!!!!!!!!!

ORMAI ABBIAMO TOCCATO IL FONDO


NON SI PUO’ PIU’ VIVERE DIGNITOSAMENTE

UNA PERSONA ONESTA COSA PUO’ FARE?

SE NON CAMBIA

IO NON VOTO PIU’

MADA UNA LETTERA AL PRESIDENTE

DELLA REPUBBLICA ITALIANA CON

SU’ SCRITTO SONO UN CITTADINO

ONESTO NON POSSO PIU’ TIRARE

AVANTI ABBASSATE LE TASSE E

ADEGUATE STIPENDI E PENSIONI

ALTRIMENTI NON
VOTO PIU’
L'indirizzo postale è:
Palazzo del Quirinale, 00187 Roma
NON METTETE FRANCOBOLLO
LO PAGANO LORO
TI SEI DOMANDATO COSA SUCCEDE SE

NON VOTIAMO PIU’ CHI GOVERNA?

COME FANNO?

COSA FANNO

E’ L’UNICA ARMA CHE ABBIAMO SE

NON ABBASSANO LE TASSE E ADEGUANO

GLI STIPENDI E LE PENSIONI

ALLE PROSSIME ELEZIONI NON VOTARE

PASSA PAROLA

FAI VOLANTINAGGIO

MANDA MAIL

FAI SENTIRE LA TUA VOCE

UNITI SI VINCE

F.N.


l'indirizzo di posta elettronica è:

presidenza.repubblica@quirinale.it

Lia Basso 19.08.05 13:27| 
 |
Rispondi al commento

ANTEFATTO: Un giornalista del Gazzettino di Rovigo alcuni anni fa affermò che:
"L'IMPORTANTE E' DARE LA NOTIZIA PER PRIMI; SE POI LA NOTIZIA NON E' VERA CI SI PENSERA' DOPO.
EVENTUALMENTE SI PUO' SEMPRE FARE UNA SMENTITA........................................"

L'ANSA ha pubblicato la notizia presumibilmente tratta da una sentenza della Cassazione che non è reato offendere i falsi invalidi, riportando i nomi delle persone coinvolte ma non citando gli estremi di tale sentenza.
Però gli interessati stanno ancora aspettando i risultati della sentenza.
Se l'interessata ha avuto un controllo di una commissione medica che ha certificato che la stessa ha una capacità lavorativa ridotta, non abbastanza per concederle qualche indennità o pensione, ma con l'obbligo per il datore di lavoro di tenerne conto nell'assegnarle i lavori, credo che PRIMA si debba criticare il certificato medico dei dottori e solo eventualmente dopo i giornalisti possono affermare che i (finti??) invalidi possono essere offesi.

LUISA RAVARA 18.08.05 15:02| 
 |
Rispondi al commento

@Giuli Torre
(MI SCUSO CON I BLOGGER PER LA NON TOTALE PERTINENZA DI QUESTO MIO SCRITTO COL POST)

CIAOOO!!!!
Sono tornato! è andato tutto benone: 2 turni di campeggio, il primo con 40 ragazzini di annate '92-'93 ed il secondo con 60 di annate '91-'90-'89! Abbiamo affrontato (essendo un campo parrocchiale ed gestendo io uno dei gruppi di riflessione) anche il tema della sessualità (con i più grandi) e devo dire che le nuove generazioni sono molto più pronte di noi, per alcune cose! Tralaltro, durante il campo, si sono manifestati, da parte di un paio di ragazzi quattordicenni, delle forme di particolare confidenza ed esclusività reciproca.
So che a quest'età è anche parte del percorso conoscitivo di se stessi in relazione agli altri, ovviamente.
Quando mi ritrovavo solo con loro, molti ragazzini (e questi) mi hanno posto domande molto precise di educazione sessuale, ma soprattutto sul legame tra sessualità e peccato!
Mi sono sentito in dovere di rispondere loro così come parlo con te, secondo coscienza e non in base ai preconcetti di credo, che tralaltro sono il modo migliore per perdere credibilità ai loro occhi, come ho scoperto!

In realtà sono, poi, tornato da qualche giorno, ma non ho trovato tempo per risponderti: ti chiedo umilmente scusa e ti ringrazio di cuore per avermi atteso! veniamo a noi!

"Tu dici laviamo i panni sporchi in famiglia, io dico cerchiamo il piu' possibile di far capire alla gente che esistono modelli alternativi, e che se qualcuno si scopre gay sa che non e' solo, ne' un anormale - sai, magari non tutti hanno la fortuna di avere un amico intelligente e sensibile come te."

Non voglio darti l'impressione di arrampicarmi sugli specchi, ma ciò che intendevo non era prettamente ciò che hai inteso.
scoprire che la propria condizione non è vissuta dal mondo come un tabù e lottare con l'espressione libera di sè per questo, lo reputo certamente giusto:

"..credo resti vero che l'ottusità delle persone (o l'incoscenza che sto pian piano riscontrando anche in me) vada valutata: l'alternativa non è necessariamente il nascondimento o l'ipocrisia, perchè anche nella manifestazione più spontanea della propria personalità si può fare attenzione a quell'aggressività che può mostrarvi agli occhi di molti come dei presuntuosi e dei sovversivi."

Insomma, anche se sottile, credo ci sia differenza tra pensare:

-Brava gente, io mi comporto apertamente perchè credo in cuor mio di non dovermi vergognare per quello che sono e mi piacerebbe che lo capiste per vivere più sereni tutti:

e:

-Statemi a sentire, mi comporto come voglio alla faccia di voi benpensanti; o vi sta bene o..imparate a farvelo "star bene" lo stesso!

Capito?
Non amo incentivare l'equivoco o la falsa serenità borghese, ma credo controproducente un amorproprio che sconfina nell'astioso orgoglio: ecco cosa intendevo da sempre!

La storia di Dowson Creek non la conoscevo: credo che il problema sostanziale sia che i ragazzi vengono abbandonati senza guida davanti al Tv e non essendo ancora l'omosessualità, in molti nostri contesti, un fenomeno "quotidiano", capisco che "preso così" possa a parere di alcuni suscitare un pò di confusione nei giovanissimi (che, ripeto, hanno invece spesso una vitalità intellettuale MOLTO superiore a quella adulta).

Per il problema dei ghetti: certo che alcuni vostri locali sono PROPRIO BRUTTI, AHAHAHA!!!

Skerzi a parte, mi sto accorgendo (parlando col mio "famoso" amico) di come la latenza del fenomeno omosessuale spinga molti alla promisquità dei rapporti: certo, chi vuole può essere serio in qualsiasi contesto, ma mi faceva notare X come sia molto più difficile costruire qualcosa di duraturo, quando non si riesce ad accedere con la vita di coppia alle comune strutture sociali di aggregazione! Che ne pensi?
Certe discoteche "consorziate" (ma anche le comuni, spesso) non mi paiono certo il miglior posto per crescere come coppia e l'ambiente domestico o cmq privato è insufficiente!
Bene, ora ti lascio: sono tornato al lavoro alcuni giorni per sistemare delle cose in ufficio, domani ci sarò (anche per risponderti, eventualmente) e poi...di nuovo FESTA!, per altre due settimane! Tornerò il 29, AhAha!!!

Tralaltro, una di queste la passerò in vacanza nella casa di questo mio amico: abbiamo tante cose di cui parlare ed i ritmi del tempo lavorativo lasciano aspesso troppo poco spazio alle relazioni umane! Buona serata!

Claudio '78

Claudio Girometti 11.08.05 17:57| 
 |
Rispondi al commento

Per Claudio:
tutto bene in campeggio?

giuli torre 10.08.05 20:14| 
 |
Rispondi al commento

Egr. sig. Grillo

Le vorrei chiedere un chiarimento per quanto riguarda il programma per telefonare skype, dopo averlo installato e comprato una tessera ho provato a chiamare mia sorella in Australia, e ho riscontrato che dopo circa 5 minuti di telefonata la spesa è stata di circa 3 euro, e non 20 centesimi come nel suo spettacolo, vorrei solo sapere se si sono svegliati anche quelli di skype e vogliono ricalcare le orme del tronchetto della felicità oppure ho commesso qualche errore.
La ringrazio anticipatamente cogliendo l'occasione per salutarla.

giovanni rota sperti 29.07.05 15:18| 
 |
Rispondi al commento

prova per verifica dati

fernando fulvi 29.07.05 14:01| 
 |
Rispondi al commento

Ho chiesto di comprare il CD di Beppe Grillo, ma non essendo in possesso di carta di credito sono costretto ad attendere fino a settembre, sarebbe possibile pagare in anticipo con bollettino postale o vaglia postale o telegrafico? se fosse possibile prego inviarmi dati. Grazie per quanto fate per noi. Cordiali saluti. Carmelo Dominici.

Carmelo dominici 29.07.05 12:26| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE, MI CHIEDO UNA COSA..MA DIETRO I SOLDI DI RICUCCI & CO. NON CI POTREBBERO ESSERE TANZI E CRAGNOTTI. IN FIN DEI CONTI SONO SEMPRE GLI STESSI FAZIO E I SOLITI NOTI E QUEI SOLDI DA QUALCHE PARTE SARANNO FINITI.
NON SO SE HAI IL TEMPO DI RISPONDERE O SE È UNA CAVOLATA MA LA TUA OPINIONE....

gianluigi boccia 29.07.05 12:19| 
 |
Rispondi al commento

Pera è identico alla moltitudine di vecchi che frequentano le osterie nella mia città, verona. perchè non proporlo come elemento folkloristico?

pietro marini 28.07.05 17:26| 
 |
Rispondi al commento

"Marcello Pera ritiene che la nuova Costituzione dell'Unione Europea debba essere ispirata ai valori della laicità. In un'intervista che verrà pubblicata sul prossimo numero dell'Espresso, il presidente del Senato racconta la sua infanzia e sottolinea di non essere mai stato religioso: 'Non ho mai cominciato. Nonostante i rosari, sono sempre stato un non credente... Non dobbiamo infilare Dio nella Costituzione europea o inseguire su tutto le posizioni della Chiesa. Da quando non c'è più la Democrazia Cristiana, che era un grande partito laico, vedo troppi politici che cercano in tutti i modi di lusingare un eventuale elettorato cattolico'..." (Ansa, 28 novembre 2002).

"In Europa c'è una congiura anti-cristiana, un pregiudizio molto diffuso. L'Europa, non riconoscendo le sue comuni radici cristiane nella sua Costituzione, ha perso una straordinaria occasione di definire se stessa e di darsi un'anima. Tutti gli europei dovrebbero dirsi cristiani" (Marcello Pera, la Repubblica, 31 ottobre 2004)

giuseppe macchia 27.07.05 11:07| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di politici, mi è venuto in mente una poesiola, che si trova incisa col temperino su di un banco dell'aula "E" del BO' (l'Università di Padova), e certamente scritta ai tempi del fascismo.
E' ovviamente un po sboccata, ma permettetemi di sottoporvela perchè è un bellissimo esempio di satira politica feroce.

"Se Rosa, colta da divina luce,
il giorno in cui fu concepito il duce,
avesse porto al fabbro predappiano,

al posto della figa, invece, l'ano,
l'avrebbe preso in culo quella sera
Rosa soltanto,
e non l'italia intera!"

Commento:
Mi piace perchè l'incipit fa presagire un'alto livello di composizione poetica e agiografica, dettata da una notevole cultura aulica, che poi sbraga totalmente, nella seconda strofa, come era d'uso nelle composizioni che la goliardia molto prolifica, produceva a quei tempi!.

Altro commento:
......ma, per caso, non si chiama Rosa anche la mamma del Sig B.?!!

Paolo Ruffatti 27.07.05 10:41| 
 |
Rispondi al commento

Dario Jovannone scrive:


"Il locale gay lo vedo bene.... di certo gli aprirebbe nuovi punti di vista!!!"


Io avrei tolto il "di vista"!!!

Claudio Recchia 26.07.05 22:06| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo.
Ti ringrazio per tutte le notizie che pubblichi nel tuo sito che sicuramente non leggeremo mai sui quotidiani lottizzati.
Sono con te su quasi tutto però vorrei solo precisare e chiederti un paio di cose:

1)SE CONTINUI SOLO A SCRIVERE MALE SU QUESTO GOVERNO E I SUOI RAPPRESENTANTI ALLORA INIZIERO' A PENSARE CHE LA TUA ALTRO NON E' CHE CAMPAGNA ELETTORALE PER LA SINISTRA ITALIANA. SE COSì FOSSE ALLORA NON AVREI PROBLEMI A FARTI AVERE MATERIALE CHE INDICA CHIARAMENTE LE CATASTROFI COMBINATE DAI VARI PRODI (CI SIAMO GIà DIMENTICATI DEI CASI CIRIO E COMPANY?O DELLA TASSA PER ENTRARE IN EUROPA,MAI RESTITUITA?L'HA VOLUTA LUI,SIA CHIARO)O D'ALEMA (OPERAZIONE ARCOBALENO CON I PRODOTTI ITALIANI IN MANO ALLA MAFIA LOCALE CHE LI RIVENDEVA CENTUPLICATI NEI MARCATI LOCALI,O LE SALE BINGO ECC..).
LE INCHIESTE DEI VARI GIUDICI SUI VARI POLITICI POI ASSOLTI PERCHE' LE PROVE ERANO BASATE SUI PENTITI STRAPAGATI DALLO STATO PER DIRE BALLE.

2)MI PARE CHE GENTE COME D'ALEMA, RUTELLI,BERTINOTTI,COSSUTTA,IL MITICO PECORARO SCANIO E COMPAGNIA NON ABBIANO MAI GUIDATO NEMMENO UNA BANCARELLA AL MERCATO, NON LAVORANDO MAI SE NON IN POLITICA COME I VARI CASINI E PERA.

Non sono di destra come penserà chi leggerà questa mia mail (anzi io la patrimoniale la inserirei oggi, quindi anche tu spera che non mi eleggano mai!!), però mi dà fastidio la satira e la politica sottobanco a senso unico.
Io da Berlusconi e il suo governo mi aspettavo molto di più, però di cose positive comunque sono state fatte. Cosa?
1)legge antifumo
2)patente a punti (10000 morti in meno all'anno. Ci voleva tanto??)
3) le pensioni portate a 500€ ai vecchi con la pensione minima.
4) infrastrutture. L'italia è sotto cantiere finalmente, mentre in 10 anni di prodi e d'alema sono stati costruiti solo 10 ipercoop!!

Continua a essere giusto come sempre Beppe, perchè i tuoi spettacoli sono davvero meravigliosi e le cose che dici sull'inquinamento, sulle S.p.A. sono le verità che nessuno ha il coraggio di raccontare, ma se parli di politica allora sii equo e bastona tutti. Per favore, non mi far cadere un mito (tu!).
A presto.

Alessandro - Torino

Alessandro Fabretto 26.07.05 11:56| 
 |
Rispondi al commento

facciamoglieli fare tutti e tre!

andrea mamone 26.07.05 10:47| 
 |
Rispondi al commento

facciamoglieli fare tutti e tre!

andrea mamone 26.07.05 10:46| 
 |
Rispondi al commento

ciao ragazzi ...questi centenari dei politici con idee non vecchie ma antiche mandiamoli in pensione ...con la minima di una (casalinga)si intende. ciao BELIN

beppe 26.07.05 08:44| 
 |
Rispondi al commento

b

riccardo parisi 25.07.05 10:04| 
 |
Rispondi al commento

Il locale gay lo vedo bene.... di certo gli aprirebbe nuovi punti di vista!!!

Dario Iovannone 25.07.05 08:10| 
 |
Rispondi al commento

Io gli farei fare il cherichetto, vista l'improvvisa e fulminante conversione religiosa..

Massimo Fornaciai 25.07.05 00:43| 
 |
Rispondi al commento

direi... posteggiatore abusivo.
cmq magari un periodo di miniera sotterranea...a 1$ a settimana...non sarebbe una cattiva idea..(è cattiva!!)

Francesco Spina Commentatore in marcia al V2day 24.07.05 23:30| 
 |
Rispondi al commento

e se semplicemente gli dessimo badile e zappa
e con quelli dovesse mangiare????
vale anche per gli altri 800/1000 che non fanno niente se non sbeffergiarsi di noi c******i alla tv
voglio diventare extrecomunitario come fare?????

ermanno fabbri 24.07.05 19:09| 
 |
Rispondi al commento

Difficile dare un giudizio su Marcello Pera;
per avere un'idea del suo pensiero, bisognerebbe
averlo conosciuto nel lasso di tempo tra l'epoca
in cui raggiunse l'eta' della ragione e quella
in cui comincio' a parlare solo per compiacere
qualche potente.
Cosi' oggi, Pera, esterna e vaneggia, ma non
possiamo certo dire che cio' che afferma egli lo
pensi; Marcello da parecchi anni dice soltanto cio' che fa' piacere al suo capopartito, e
soprattutto alla rinascente, arrogante, chiesa
cattolica.
Che lavoro fargli fare? Lui, se fosse possibile,
vorrebbe fare il cardinale, ma i posti sono
riservati ad una ristretta casta, quindi Pera si
accontenterebbe di un posto da presidente della
Repubblica.
Prima di indirizzarlo verso qualche mestiere,
bisognerebbe prima capire bene che cosa sa fare.

E. Belcampo
paganesimo

E. Belcampo 24.07.05 17:52| 
 |
Rispondi al commento

...ma è ovvio che questo m??? pera sia un signor "valgoniente"...
se fosse stato una persona in gamba non si sarebbe dato alla politica...

Mario Roma 24.07.05 14:48| 
 |
Rispondi al commento

a pera aggiungerei anche l'onorevole diliberto dei comunisti italiani. giorni fa si parlava tra amici, ad una mia domanda su cosa facesse nella vita oltre al deputatato mi hanno detto che è professore universitario; ed io tra me e me ho pensato: meglio che sta a scaldare i banchi di montecitorio che quelli di una aula universitaria, fa meno danni

roberto picchini 24.07.05 08:41| 
 |
Rispondi al commento

Il prode Marcello Pera è anche colui che, nella precedente legislatura, assieme all'altro deputato Marco Boato, fondò la "Convenzione per la giustizia"; questo pseudo-partito (sì, proprio così! Costituito da 2 persone) scelse come organo ufficiale il "Foglio" di Giuliano Ferrara, in modo che l'opera editoriale diretta dal liberista-liberale (visto il comportamento, pure libertino???) giornalista sovrappeso potesse ricevere il suo bel contributino pubblico (3 milioni e rotti di €)

david meneghini 23.07.05 18:30| 
 |
Rispondi al commento

ciao sono appena tornato da un campo estivo con dei ragazzi cosiddetti "disabili" dell'ANFFAS, sono straordinari, e ti assicuro che alcuni di loro svolgerebbero molto meglio il ruolo di presidente del senato o qualsiasi altra attività intrapresa da pera, con la p minuscola.

emanuele varone 23.07.05 16:38| 
 |
Rispondi al commento

@Giuli Torre

Ciao, me ne vado una settimana in campeggio con i ragazzini della parrocchia: ti risponderò appena tornato: buon fine settimana!

Claudio

ps: sono un arredatore.. :)

Claudio Girometti 22.07.05 18:01| 
 |
Rispondi al commento

Caro Claudio,
a me non sembra di prescindere dalla situazione di ostilita' nei confronti dei gay che e' presente in italia (e non solo). Il punto e' semmai la "strategia" per affrontarla e cambiarla. E qui palesemente siamo in disaccordo. Tu dici laviamo i panni sporchi in famiglia, io dico cerchiamo il piu' possibile di far capire alla gente che esistono modelli alternativi, e che se qualcuno si scopre gay sa che non e' solo, ne' un anormale - sai, magari non tutti hanno la fortuna di avere un amico intelligente e sensibile come te. Una donna qui sul blog diceva che trova "eccessivi" i gay pride. Tv, amici, genitori, giornali, opinione pubblica, tutti presentano solo scenari in cui accanto ad un uomo c'e' una donna, e in cui i gay vengono o cancellati o derisi. A me questa situazione sembra eccessiva, il pride al massimo e' eccessivo quanto puo' esserlo il carnevale di venezia, con la differenza profonda che il pride e' un modo per ricordare al mondo che c'e' una fetta di gente che senza alcuno motivo viene di fatto lesa nei propri diritti, e vorrebbe cambiare la situazione. Quando qualche anni fa a Dowson Creek il personaggio gay si e' baciato con un suo fidanzatino, la mussolini e' riuscita a farlo togliere dal palinsesto perche' per lei (come per moltissimi) certe cose non andavano mostrate alle due di pomeriggio ai ragazzini. Quando un ragionamento e' sbagliato, un'idea stupida, bisogna dirlo a chiare lettere - di questo sono sicuro - non si puo' stare zitti e cercare di sistemare le cose in segreto. O mi date un argomento, delle "prove", qualcosa, per sostenere che l'omosessualita' e' male, o se dite che non c'e' nulla di male, allora bisogna fare qualcosa perche' nell'immaigine "normale" della societa' (sarebbe eccessivo parlare di socializzazione?) vi sia il fatto che tale realta' esiste (il vicino di casa, il cugino, l'amico, ecc), e non occorre nasconderla agli occhi di nessuno. Tutto il resto chiamalo come vuoi, ma e' ipocrisia. Non che io non sia ipocrita molto spesso, ma la strada dovrebbe essere un'altra. Poi per carita', la lesbo-mamma dei gay cretini e' sempre gravida; soprattutto fra gli intellettuali delle lobbies, e senti difendere certe posizioni assurde stando a cui l'omosesualita' non ha nulla a che fare con la sessualita' ma e' uno stile di vita (sic!). Pero' magari il "ghetto" visibile, come il quartiere o locale gay, e' un modo per far entrare nella mentalita' comune che . Soprattutto perche' squallidi (e pericolosi) sono i ritrovi segreti, non certo un locale pubblico dove tutti possono entrare (poi noi, si sa, abbiamo gusto nell'aredare, ahah).
Back to work now.
ciao

giuli torre 22.07.05 17:52| 
 |
Rispondi al commento

Beppe però anche tu nella tua biografia dici di essere il più grande comico italiano (e Totò si rivolta nella tomba)

Inoltre non mi sembra di averti mai visto scavare in miniera.

Critico Pera perchè esprime suoi pareri personali da rappresentante dello Stato (e quindi è come se parlasse a nome del'Italia). Tuttavia un po' meno di ferocia nello scagliarsi contro le opinioni altrui non ti farebbe male.

"“Non condivido le cose che dici ma difenderò sino alla morte il tuo diritto di dirle”. Voltaire

ciro cipullo 22.07.05 16:54| 
 |
Rispondi al commento

D) portantino di risciò a pechino!

Giuseppe Piedimonte 22.07.05 16:18| 
 |
Rispondi al commento

d - Un qualunque lavoro che rifiuterebbe un non comunitario onesto proveniente da un paese povero e con condizioni igieniche inesistenti, quindi un lavoro indegno per chiunque possa essere considerato una persona.

P.S. sarebbe un lavoro più che adatto non solo a lui ma a tutta la classe politica attuale!!!

Marco Rosin 22.07.05 15:33| 
 |
Rispondi al commento

@Giuli Torre

Ciao. Neanch'io reputo una soluzione il silenzio..ricordo il giorno in cui il mio mi parlò della sua omosessualità: la nostra amicizia quasi ventennale era in una fase realmente critica, in cui io gli recriminavo spesso il fatto di non "sentirlo" più così parte della mia vita come un tempo. Certo, poteva essere un evento "fisiologico" del passare degli anni.
Lui ha una casa in campagna e quel fine settimana mi invitò a passarlo lì: ridemmo, scherzammo, preparammo insieme il camino e la cena e a tarda serata la "rivelazione".
Solo allora capii (è di atteggiamenti molto mascolini) quanti "argomenti tabù" avesse dovuto evitare nei nostri dialoghi, per "nascondersi".

Non posso, perciò, che essere concorde con te: la nostra amicizia è completamente rinata, da quel momento e altri amici intimi si sono pian piano aggiunti al cerchio di chi "sa", con grande giovamento per la serenità del mio amico e di tutti noi.

Nonostante questa esperienza, però, credo resti vero che l'ottusità delle persone (o l'incoscenza che sto pian piano riscontrando anche in me) vada valutata: l'alternativa non è necessariamente il nascondimento o l'ipocrisia, perchè anche nella manifestazione più spontanea della propria personalità si può fare attenzione a quell'aggressività che può mostrarvi agli occhi di molti come dei presuntuosi e dei sovversivi.
Spontaneità quindi, ma avendo coscienza di chi si ha davanti.
Tu giustamente dici :"ma che rispetto, verso chi non ne ha nei miei confronti?".
Hai ragione da vendere, ma come tu stesso hai capito, qui non siamo a S.Francisco dove la lobby omosessuale ha peso e contatti politico-sociali importanti: qui da noi il "coltello dalla parte del manico" ce l'ha una popolazione etero reazionariamente attaccata alle proprie piccole sicurezze borghesi e la vostra integrazione non credo possa prescindere dal considerare questi fatti. Ecco tutto.

Ti ringrazio per quel che mi dici, ora torno al lavoro: ciao ciao!

Claudio.

Claudio Girometti 22.07.05 15:25| 
 |
Rispondi al commento

a- buttafuori in un locale gay

Barbara Botta 22.07.05 13:43| 
 |
Rispondi al commento

Caro Claudio,
non penso quello che dici di te, e la chiaccherata e' proficua anche per me.
Solo una puntaualizzazione, io non accuso di codardigia chi non ce la fa ad uscire allo scoperto. Lungi da me. Io sono giovane (quanto te) ma sono venuto fuori parecchio tardi e dopo fidanzate varie. Ognuno ha bisogno del suo tempo, e nella giungla non ci sono solo leoni. Quello che mi fa arrabbiare e' chi (etero o omo) sostiene che sia giusto rimanere nell'ombra, perche' piu' comodo e socialmente piu' accettabile. Mi rifiuto di pesare che questa sia una soluzione, e la simpatia di cui gode questa idea (per quanto "edulcorata" da sottili distinzione retoriche "l'ombra" che non e' "menzogna"...) mi preoccupa. Credimi so quanto sia dificile dirlo anche alla persona piu' cara e di cui ti fidi di piu'. Ma e' un dato di fatto che qualsiasi omosessuale sta meglio fra gente che lo sa, semplicemente perche' non deve fingere su una cosa cosi' intima e importante di se stesso. Ne segue che in un mondo dove tutti lo sanno perche' nessuno ha problemi ad accettarlo un gay avrebbe molte piu' opportunita' di essere felice. Cosa bisogna fare per puntare a tale situazione? Istigare a non essere troppo esuberanti e commiserare chi se ne sta nascosto? Mah... ti ripeto l'autocommiserazione e' tanto facile proiettarla (e indurla) su chi si vuole aiutare. Del resto, bisogna pur scegliersi degli ideali un po' alti nella vita, no? Poi si sa... Vedo meliora probaque, deteriora sequor.

giuli torre 22.07.05 12:37| 
 |
Rispondi al commento

@Giuli Torre

ps: ho letto la tua replica all'articolo solo dopo aver inviato il mio post, che stavo probabilmente scrivendo in contemporanea a te.
Ciao! :)

Claudio

Claudio Girometti 22.07.05 11:38| 
 |
Rispondi al commento

Una nullità assoluta...come diceva qualcuno...una scorreggia nell'universo riciclato da chissa chi(?) per quella carica istituzionale...Grillo for President

fausto murgia 22.07.05 11:36| 
 |
Rispondi al commento

@Giuli Torre

" ...ma quell'atteggiamento di varie realtà (non solo della vostra, ma "anche")..." -Claudio-

"Per quanto riguarda l'autocommiserazione, secondo me non ce n'e' proprio traccia frai gay (salvo chi si autocommisera indipendentemente dal fatto di essere gay).." -Giuli-
------------
"Dici di capire psicologicamente la situazione di chi si comporta in tal modo, ma di non giustificarla. Guarda, per me e' il contrario, io non capisco perche' si debba arrivare a tanto, a livello di reazione; ma sicuramente giustifico in pieno la reazione visto come vanno le cose..(...). La tua soluzione alternativa non e' che l'ipocrisia; perche' mi dispiace ma locuzioni come "nell'ombra" non sono che un modo galante per dire "mentire": se ho deciso di accettare qualcosa di me stesso, per essere coerente ne devo accettare tutte le conseguenze ("modus pones" docet)."

Buongiorno!
Non preoccuparti per il "caro": non è necessario che lo giustifichi, mica sono così omofobico, ahaha!!

Come speravo, la chiacchierata con te si sta rivelando proficua: mi scuso con i partecipanti al blog per il fatto che essa è un pò fuori tema rispetto al post di Beppe, ma comunque non mi pare che esso permettesse in se stesso dibattiti particolarmente profondi.

Hai ragione tu.
Non sono abituato a vedere come "eccessivi" i comportamenti che descrivi, per una questione culturale e sono perciò portato naturalmente a reputarli (pur riconoscendo la loro volgarità) "comuni". E' incredibile quante cose sia diano per scontate: ti ringrazio davvero!

L'autocommiserazione (e l'orgoglio che a volte gli fa da maschera) è sicuramente una caratteristica indipendente rispetto all'orientamento sessuale, ma credo che l'effetto sulla propria autoghettizzazione sociale di questo sentimento, vissuto da qualcuno in condizioni di discriminazione (di qualsiasi natura), sia ben più pesante. Quello che dissi, inoltre, non era "comprendo ma non giustifico" come tu lasci intendere d'aver interpretato, bensì "comprendo ma credo sia lesivo per il processo di integrazione".

Il discorso sulla tua condanna (se di condanna si tratta) alla vita omosessuale ancora "nell'ombra" (definita come "mentire" in riferimento a ciò che dissi in merito all'amico di cui ti parlai) -una volta riconosciuta-, pur essendo coerente con la logica delle cose, credo vada a trascurare quella comprensione delle fragilità personali che dovrebbe, invece, "suonare" più forte in chi come te sa cosa sia la discriminazione. Io non giudico il mio amico un "bugiardo" o un "vigliacco", ma lo rispetto nelle difficoltà che lo vedo affrontare, anche se ciò può risultare offensivo verso chi sceglie di affrontere "di petto" il giudizio del mondo.
Non siamo tutti leoni, nel mondo.

Infine, ti chiedo scusa se in qualche modo stai vivendo le mie repliche come "sparate" di chi non sa un cazzo di niente. Buona giornata.

Claudio '78


ClaudioGirometti 22.07.05 11:35| 
 |
Rispondi al commento

Caro Claudio,
grazie della notizia; lo so, capitano tutti i giorni queste cose - mi hanno dato anche dei volantini di quel centro una volta per strada, a momenti ci faccio a pugni. Non voglio che tu creda che i miei riferimenti all'estero avessero lo scopo di indicare un modello ideale, ma delle differenze in meglio ci sono, fra tante altre in peggio. Forse sono troppo critico nei confronti dell'italia, perche' e' pur sempre il mio paese, e mi tolgo il cappello quando rido... Scusa anche se sono stato un po' aggressivo e forse un po' snob nel dirti di guardare fuori - e' che in generale penso che se ne ha la possibilita' (per lavoro ad esempio) sia sempre utile guardare "gli altri" - quale che sia la natura della loro alterita' - che fanno di bello di brutto. Ma probabilmente ti trovo d'accordo.
Ciao

giuli torre 22.07.05 11:16| 
 |
Rispondi al commento

@giuli torre

Ciao! Ti mostro un articolo inquietante che ho appena letto:


"Notizia del 21 luglio 2005 - 10:22
Usa, ragazzino gay lancia grido d'aiuto dal suo blog. Il giovane è stato rinchiuso in un campo cristiano di "riabilitazione per omosessuali"


NEW YORK, 21 lug - Grazie al suo blog, un adolescente gay americano, ha rotto il silenzio e ha lanciato il suo grido di auto da una delle cliniche cristiane americane, sorte con l'intento di cambiare gli omosessuali in eterosessuali, servendosi di corsi intesivi a base di Bibbia e isolamento. La vicenda è riportata dal "New York Times" dopo che su internet in pochi giorni un tam tam di link e citazioni ha portato la storia di Zach agli occhi del pubblico.

Zach è un 16enne del Tennessee che ha suscitato l'attenzione non per il suo coming out, bensì per la disperazione che lo ha assalito quando i genitori hanno deciso di fargli seguire un programma di "riabilitazione per omosessuali". Ecco che cosa ha scritto pochi giorni prima di iniziare le sei settimane nella clinica Refuge, campo creato a Memphis dalla associazione cristiana "Love in Action": «Per loro sono una persona sbagliata che non sta sul cammino che Dio l'ha chiamato a seguire. E allora sto qui seduto in lacrime proprio come tutti gli altri ragazzi come me che si lamentano sul loro blog dei loro genitori, e non posso farne a meno… È come un campo di addestramento militare. Anche se dovessi venirne fuori etero sarei talmente depresso e instabile che non sarebbe servito a nulla». Poche ore prima di entrare nel campo aggiunge: «Prego perché tutto questo finisca presto... Non sono uno che si toglierebbe la vita, non sono uno da suicidio, credo sia stupido, ma al momento non riesco solo a pensare ad altro - no non mi voglio uccidere - ma non faccio altro che pensare ad ammazzare me e mia madre». Il diario di Zach riceve moltissimi contatti. Il 12 giugno la polizia dello stato del Tennessee ha ispezionato il campo Refuge per accertare che non si verificassero abusi sui giovani ospiti.

All'associazione Love in Action arrivano oltre 80mila e-mail con la richiesta di liberare Zach e di lasciarlo venire via dalla clinica. Il reverendo John Smid, direttore esecutivo, non ha voluto discutere dettagliatamente della situazione personale del ragazzo per questioni di privacy, ma ha commentato così l'ondata di proteste: «Hanno deciso che deve essere liberato. Ma forse nemmeno lui lo vuole, forse non ha davvero la personalità adatta a sopportare tutto questo». Il programma ha l'intento di far scomparire il desiderio sessuale verso persone del proprio sesso, con discutibili risultati. Lo stesso reverendo Smid, un tempo gay, dice che ora non prova più nessun tipo di attrazione per gli uomini, ma altri raccontano quanto sia difficile rinunciare alle proprie vite e fingere di esser qualcosa di diverso.

Zach dovrebbe uscire da Refuge in questi giorni. Nel suo ultimo post prima dell'ingresso nel campo ha ringraziato tutti quelli che dalla rete lo hanno appoggiato con più di 1700 commenti e messaggi sul suo blog: «Non vi preoccupate, ce la farò. Hanno detto che le cose andranno meglio, che il programma funzioni o no. Speriamo solo che non stiano mentendo». (Libero News) "

Come cristiano (anche se non è detto che si trattassero di cattolici), devo dire di essermi vergognato. Claudio '78

Claudio Girometti 22.07.05 10:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@Claudio Girometti

Non avevo bisogno di leggere nessun commento dei DS per affermare che la seconda carica dello stato non può permettersi quel comportamento, e se lo dice Vannino Chiti, poco mi importa, sono convinzioni di chi è cresciuto col rispetto del "prossimo". In quanto a Buttiglione, il personaggio si commenta da solo, la filosofia di destra è sempre stata razzista.

Luca Tani 22.07.05 09:03| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, cari amici,

forse ci stiamo dimenticando una delle persone piú pericolose per il futuro del nostro paese, questa persona é il Ministro Gasparri, oltre al fatto che non capisce molto di Tele-Comunicazioni, il nostro Ministro in questi ultimi tempi ha fatto diversi accordi con aziende israeliane, detto in poche parole la maggior parte delle strutture statali delle telecomunicazioni del nostro paese sará controllata dai servizi segreti israeliani.
Questo é quello che ha fatto il nostro ministro, purtroppo siamo in pochi a saperlo, ma adesso é arrivato il momento di reagire !!!!!!

Per favore Beppe aiutaci !!!!

Saluti
Leonardo

Leonardo Ditti 22.07.05 08:37| 
 |
Rispondi al commento

Caro Claudio,
non volertene per il "caro" e' solo un appellativo formale che sono uso a scrivere quando si scambiano mail. Detto questo, di "vano" nella provocazione di cui parlavo non ci vedo proprio nulla. Certo la provocazione e' sempre un'arma a doppio taglio, che puo' risultare in un maggiore allontanamento fra le parti, e quindi in una maggiore segregazione da parte tanto di chi la fa, quanto di chi ha il manico del coltello in mano (e obbiettivamente - ossia a livello statistico e di potere - chi lo ha e' la componente eterosessuale della societa'). Ma, ti ripeto, accusare i gay di autosegregazione mi sembra il frutto o di ingenua ignoranza o di ipocrisia. Tu fai l'esempio del metalmeccanico, che non va in giro a urlare il suo orgoglio sindacale: guarda, di esempi di esternazione eterosessuale ce n'e' fin troppi, il machismo e' un comportamento invadente, onnipresente fra giovani, vecchi, pubblicita', film... ed e' fastidioso, e spesso violento nei confronti dei gay. E se anche vuoi fregartene degli omosessuali, vallo a dire alle ragazze che camminanao per strada con le amiche e che si sentono fischiare dietro/coprire di apprezzamenti pesanti ad ogni angolo che non e' vero che ci sono comportamenti quantomeno "esuberanti" fra gli eteterosessuali. Il fatto che tu - come molti altri - non li veda o non li consideri alla stregua di quelli omo, non cambia una virgola. Il peso che hanno e' esattamente lo stesso. Una checcha strillante che mette in imbarazzo o infastidisce un tavolo al ristorante (per altro fenomeno incredibilmente piu' raro di un ragazzetto di strada che molesta una ragazzina o rompe le scatole a un amico effemminato) non si sa perche' ma deve subito essere tacciato di "eccesso" e si debbono far gran parole in pubblico per istigare a non diffondere il fenomeno. Ma perche' ? cavolo, dammi un accidente di argomento una volta tanto, invece di appellarti alle stupite banalita' del senso comune; non e' che perche' un'idea sia diffusa fra tante persone sia piu' vera di un'altra che gode di meno credito (secondo te allora era vero che al tempo di gallileo la terra girava intorno al sole?). Ma che ben venga l'esternazione, anche invadente, guarda - che cosa vuoi da chi si sente di agire in tal modo e non fa male a nessuno agendo in tal modo, perche' diavolo dovrebbe reprimersi? Per rispetto nei confronti di gente che non lo rispetta (fermo restanto che sotto tutti gli altri rispetti il rispetto di chissivoglia e' sacrosanto). Non c'e' uno straccio di ragione, e l'unico motivo per cui la cosa sembra eccessiva e' perche' tutti puntano il dito contro, ma io lo alzo quel dito, e ne ho tutto il diritto - del resto basterebbe che tu vivessi qualche hanno a amsterdam o new york per rentertene conto.
Dici di capire psicologicamente la situazione di chi si comporta in tal modo, ma di non giustificarla. Guarda, per me e' il contrario, io non capisco perche' si debba arrivare a tanto, a livello di reazione; ma sicuramente giustifico in pieno la reazione visto come vanno le cose (e ti ho motivato i miei perche'). E ti ripeto, sono d'accordo con te che la cosa purtroppo probabilmente porta ad inasprre i conflitti (pero' non solo a cio' come dici tu), ma cosa ci vuoi fare? la tua soluzione alternativa non e' che l'ipocrisia; perche' mi dispiace ma locuzioni come "nell'ombra" non sono che un modo galante per dire "mentire": se ho deciso di accettare qualcosa di me stesso, per essere coerente ne devo accettare tutte le conseguenze ("modus pones" docet). Quando si combattono delle battaglie non si puo' sperare di vincere tutto con la diplomazia. La tua etichetta di "isterismo" e' solo dovuta alla situazione di insofferenza che si trova fra il resto della gente, e per cambiare queste cose ci vuole un po' di irruenza, il passare di qualche generazione, e possibilmente una diminuizione del potere politico di chi vuole mantenere lo staus quo al riguardo (per altro, uno status quo imbarazzante nei confronti di qualsiasi altro paese europeo e persino americano, visto che il gay pride di new york viene aperto dalle macchine della polizia con i poliziotti gay con in mano la bandiera rainbow, la banda agghindata con fascie rainbow e svariati carri di molte chiese che rivendicano il diritto di avere fedeli apertamente gay al loro interno - se non ci credi ti mando le foto).
Per quanto riguarda l'autocommiserazione, secondo me non ce n'e' proprio traccia frai gay (salvo chi si autocommisera indipendentemente dal fatto di essere gay), nemmeno i piu' combattutti. Probabilmente i gay che si autocommiserano sono quelli che vengono costretti a starsene in parrocchia in mezzo a tutti gli amichetti che predicano la castita' prima del matrimonio (ma razzolano molto molto male) invece di aprirsi un po' gli occhi in giro. E per quanto riguarda il fatto che tu reputi alcuni comportamenti "infantili", guarda, ti ripeto - ci vorrebbero argomenti e non aggettivi in un dialogo serio fra due persone mature...

giuli torre 22.07.05 03:24| 
 |
Rispondi al commento

a- buttafuori in un locale gay!
oppure come giornalaio ai semafori, con la tuta catarifrangente per non farsi beccare!!
ciao grillo!

francesco ficchi 22.07.05 01:26| 
 |
Rispondi al commento

A mio avviso è una di quelle persone che, arrivate dal nulla, serve solo come burattino nell mani di qualcuno. Chi? Mha di nomi ce ne sono tanti, cmq gli farei fare....qualche lavoro socialmente utile tipo l'operatore ecologico o il cassiere di qualche centro commerciale, cosi, come dice il mio babbo, imparerebbe quanto costano cari pepe e sale, altro che...
Va a lavurà BARBUN!!!!!

Davide Davin Commentatore in marcia al V2day 22.07.05 00:28| 
 |
Rispondi al commento

Il pera parla un pò troppo di omosessuali. Non è che poi chi disprezza compra o ha già comprato...

umbertopedrigi 21.07.05 18:09| 
 |
Rispondi al commento

Bhè...decisamente il posteggiatore abusivo.Tanto a quanto pare è un "politico abusivo",sta parcheggiato in parlamenteo...il resto vien da sè!!!
Sei un grande!

Lorenzo Pesaresi 21.07.05 17:20| 
 |
Rispondi al commento

@giuli torre

Ciao, mi sono reso conto di un errore di battitura, in fondo all'ultimo post, che rendeva la frase incomprensibile: eccola corretta!

"Noi popolo siamo ottuso, abbiamo sempre bisogno di essere rassicurati sulla sorte del nostro "ORTICELLO"..."

Claudio '78

Claudio Girometti 21.07.05 15:11| 
 |
Rispondi al commento

Io al ministro pera gli farei fare il parcheggiatore abusivo....con la faccia che ha :)

Orazio Padane 21.07.05 14:00| 
 |
Rispondi al commento

@giuli torre

"Tutto cio' che e' eccessivo nell'esternizzazione di un comportamento sessuale e' eccessivo tanto per le preferenze etero quanto per quella omo (...). Detto cio', chiariamoci bene cosa tu intenda per manifestazione "isterica".

Buongiorno, grazie per la serietà e l'onestà della tua risposta: come sai è solo per motivi esterni al mio percorso che mi sono ritrovato partecipe della realtà omosessuale e confrontarmi con te che la vivi direttamente, oltre che a coinvolgermi come un'utile e piacevole riflessione, spero mi aiuti anche a capire (pur nell'enorme diversità degli individui) come posso meglio relazionarmi con l'amico di cui ti parlai e a cui tengo immensamente.
Non volermene, perciò, se ti "uso" per apprendere :) !

Veniamo a noi.
Pur essendo d'accordissimo sul fatto che i pericoli di eccesso non appartengano in esclusiva al mondo omosessuale, converrai con me sul fatto che raramente un metalmeccanico va in giro "sbandierando" una tuta da lavoro o una chiave inglese.
Ciò che identifico come "manifestazione isterica" non è, comunque, un comportamento esteriore preciso (non mi riferivo al gay pride in quanto tale, per intenderci), ma quell'atteggiamento di varie realtà (non solo della vostra, ma "anche") che spinge alcuni a fare anche ciò che non farebbe parte nè del loro carattere, nè della loro sensibilità (tradendo, perciò, prima di tutto se stessi)..SOLO per suscitare una vana provocazione, reattiva alla condizione di discriminati in cui vertono. Non dico che questo non sia umanamente comprensibile, ma certo non giova a nessuno, perchè spinge a chiudersi in se stessi SIA chi compie quel gesto SIA l'opinione pubblica, che come sai è sempre la realtà più conservatrice e reazionaria.
Un esempio: il gay pride (ripeto: non in quanto tale) voluto a Roma nell'anno giubilare: cosa cambiava farlo a Milano, oppure sempre a Roma in un altro momento? Non sto parlando da cattolico ferito (farebbe solo ridere), ma a che è servito?
Non credo (a prescindere dal mio privato pensiero a riguardo) che un braccio di ferro col popolo nel quale volete giustamente integrarvi possa far bene alla causa, non trovi anche tu?

"Per quanto riguarda l'autoghettizzazione, in un certo senso mi trovi piu' vicino a cio' che pensi, ma nel contempo non vedo cosa ci sia di male nello specifico. Tutto sommato esistono i club di fumatori di sigari, i circoli di bridge, di scacchi, e le accademie del biliardo.."

Su questo punto sono stato male interpretato.
Dal canto mio ciò che dici non fa una piega, ma il mio intento era quello di riflettere NON sulla separazione fisica degli ambiti di vita sociale, ma su quanti vivono l'ORGOGLIO come una forma di autoghettizzazione MENTALE: conosco ragazzi il cui orgoglio non nasconde altro (come ti dissi nel post precedente) che una profonda autocommiserazione, che -da che mondo è mondo- mom è mai un sentimento capace di portare ad una concreta riscossa o ad una serena e REALE autostima, bensì ad un'ulteriore chiusura.

Carissimo, da quel poco che finora posso capire di questo vastissimo universo che è l'omosessualità, ho dedotto che il primo nemico da combattere è quell'atteggiamento che già nel vostro pensiero, nei vostri retaggi culturali (fossero anche solo le colpevolizzazioni implicite di babbo e mamma), nella vostra rabbia davanti alle ingiustizie subite..LAVORA alla chiusura ed alla separazione.

Noi popolo siamo ottuso, abbiamo sempre bisogno di essere rassicurati sulla sorte del nostro "oricello" ed è perciò che ho formulato i pensieri che ti sto esponendo, che derivano da ciò che vedo (ed è poco, me ne rendo conto) in giro.
Non è mia intenzione spingerti(Vi) al contenimento ipocrita in pubblico: dico semplicemente ciò che penso dei comportamenti che di alcuni ho reputato controproducenti oltrechè infantili (ripeto: anche se umanamente comprensibili).
Ti ringrazio dell'attenzione e della pazienza..ora vo' a mmagnà: buona giornata! :)

Claudio '78

ClaudioGirometti 21.07.05 13:48| 
 |
Rispondi al commento

Questa volta non sono minimamente d'accordo con i commenti su Marcello Pera.
L'ironia fondata sull'ignoranza è davvero troppo facile!
Prima di darsi alla satira da quattro soldi su uomo politico, che prima di tutto è una persona degna di rispetto, credo ci si debba informare sul suo conto.
Scusate tanto... ma gli altri uomini politici italiani chi sono?!?!

maria antonietta giorgi 21.07.05 12:30| 
 |
Rispondi al commento

Io lo ficcherei in una bottiglia di liquore... Non so perchè ma mi sa che quest'idea può avere un certo riscontro...

Lucio Rossi 21.07.05 10:35| 
 |
Rispondi al commento

minatore su 3 turni nelle miniere di carbone del Sulcis così come insieme ci metterei tanti altri.

Alan Biasutti 21.07.05 09:57| 
 |
Rispondi al commento

Il senatore Pera ha un fisico da vigile urbano. Penso che se avesse seguito la sua vocazione non avrebbe sofferto tanto da dover dire quelle fregnacce offensive sui matrimoni tra omosessuali. Si sarebbe sfogato facendo multe per sosta capricciosa o eccesso di capricciosità.
Io lo metterei a controllare il traffico al centro del tunnel sotto il Monte Bianco

Massimo B 21.07.05 08:54| 
 |
Rispondi al commento

Detto per inciso a Lucca, sua città di origine, la pronuncia è con la e aperta, non suona come il frutto.
Anche il nome suona falso!

Matteo Tuccori 21.07.05 08:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Claudio,
(essere umano, come me)
sono lusingato dal fatto che tu sia d'accordo con me; ma se hai voglia di ascoltare ancora la mia modesta opinione, mi sembra che i tuoi "caveat" a proposito del rischio isteria siano fuori luogo (dal mio punto di vista stai abbaiando all'albero sbagliato, come si dice in inglesi). Tutto cio' che e' eccessivo nell'esternizzazione di un comportamento sessuale e' eccessivo tanto per le preferenze etero quanto per quella omo (anche legalmente, per dire) - i motivi per cui qualcuno intraprenda un compartamento eccessivo al riguardo possono essere molti, ma non mi sembra che esortare a non "enfatizzare istericamente" significhi altro che esortare a coprire i sintomi invece di cercare una cura - e guarda caso si esorta gli omosessuali a starsene buoni. Detto cio', chiariamoci bene cosa tu intenda per manifestazione "isterica". Se ti riferisci a cose come il Pride, non e' che un carro dove c'e' gente con piume paiette e trucchi che mima canzoni di Diana Ross e tutto attorno gente in cannottiera che balla sia "eccessivo" in nessun senso in tale contesto, visto che si tratta di rivendicare il diritto di esprimersi - e la gente quando va in piazza le proprie rivendicazioni le urla non le bisbiglia sommesse. Inoltre non e' eccessivo perche' non e' che andare in giro sculettando in piume e paiette ogni giorno sia il desiderio di tutti i gay (compresi quelli che magari durante il pride salgono sui carri cosi') - e' una festa per rivendicare qualcosa, il modo migliore di rivendicare qualcosa con una festa e' farlo attraverso una forma di divertimento, ma non e' che i modi in cui ci si diverte in tali situazioni siano lo stile di vita di ogni giorno. Non c'e' proprio nulla di "isterico" in tutto cio'. Dove puo' esserci l'isteria e' nelle reazioni che qualche gay puo avere contro chi si sdegna contro il suo desiderio di vivere apertamente - ma come ho gia' detto non vedo perche' il rispetto nei confronti delle altre persone debba raggiungere l'abniegazione di se' - soprattutto quando la mancanza di rispetto dall'altro lato e' totalmente gratuita, ottusa, e sinceramente autorizza a pieno titolo una reazione del tipo "ma andatevene a quel paese e non mi rompete le palle". Il problema a me sembra che se ti portano all'esasperazione reagisci in maniera forte, ed hai tutto il diritto a farlo (entro gli ambiti della leggo, ovviamente, e a meno che la legge non ti discrimini, cosa che per ora non e', ma vista l'aria che tira...), checche' ne dicano i prelati dall'alto della loro esperienza onanistica. Se poi con "isteria" ti riferisci a i gay molto effemminati (e spero tu non volessi dire questo, perche' mi sembra un modo molto stupido di affrontare la questione), bhe, a me non danno fastidio, e se ti danno fastidio sono fatti tuoi, non puoi chiedere a una rosa di diventare un giglio. E anche se una rosa potesse diventare un gilio (miracolo ogm) magari non ne ha nessuna voglia, perche' lo dovrebbe fare, perche' cosi' il papa e' un po' piu' contento?

Per quanto riguarda l'autoghettizzazione, in un certo senso mi trovi piu' vicino a cio' che pensi, ma nel contempo non vedo cosa ci sia di male nello specifico. Tutto sommato esistono i club di fumatori di sigari, i circoli di bridge, di scacchi, e le accademie del biliardo; c'e' gente che spende parte del suo tempo li' perche' prova piacere a conversare e a stare con persone che hanno quell'interesse in comune, ma altre volte esce e conversa con amici che per il bridge o gli scacchi o il biliardo non provano il minimo interesse - e c'e' gente che invece non ha amici al di fuori del suo club. Sono d'accordo che questa seconda categoria probabilmente si preclude molte cose. Pero' in primo luogo non saro' certo io a giudicare se la loro scelta e' giusta o sbagliata, e poi soprattutto, anche fosse sicuro che la loro e' una scelta sbagliata, mi sembra molto piu' probabile che un omosessuale si autoghettizzi perche' si sia stufato di sentirsi ghettizzato/ridicolizzato/poco rispettato al di fuori del suo circolo. Ma il problema allora non e' quello che indichi tu, e' bensi' esattamente quello di cui parlavo io prima. Se c'e' un ulteriore problema "dell'autoghettizzazione" non ha nulla di specifico rispetto all'omosessualita', e' un generale problema di disagio che puo spingere le persone a chiudersi in un circolo di giocatori di scacchi, o tutto il giorno dentro una chat o un blog ("mi ridono sempre dietro quando parlo delle tecniche per buttare la palla 8 in buca in 8 sponde, maledetti, vado all'accademia del biliardo dove si' che mi capiscono) - (detto fra parentesi, non sono certo uno che si autoghettizza, anzi i mie migliori amici sono praticamente tutti etero - in tal senso capisco perfettamente cosa vuoi dire, ma tali critiche hanno senso "vis a vis", ad esempio io che critico un mio amico gay perche' fa cosi'; una lettera aperta al riguardo, mi sembra - per le ragioni che spero di averti spiegato - fuori luogo e facilmente fraintendibile).

ciao

giuli torre 21.07.05 03:38| 
 |
Rispondi al commento

lo vedo bene con la "c"
tanto anche lì si va avanti solo con i giusti "agganci" ;)

Stefano "akiro" Meraviglia 21.07.05 00:02| 
 |
Rispondi al commento

Una Pera si manda a lavorare in un frutteto.

Anna Maria Castelli 20.07.05 23:20| 
 |
Rispondi al commento

..io farei fare a lui e compagnia cantante la cavia da laboratorio...

Sara Aresu 20.07.05 22:35| 
 |
Rispondi al commento

Penso proprio che le mie convinzioni su questo personaggio, fra l'altro seconda carica dello stato pensa un po', siano state pienamente confermate dalle sue ca.....te e dalla convinzione di non essere il solo a pensarlo.

giuseppe conforti 20.07.05 20:29| 
 |
Rispondi al commento

@giuli torre

"Quello che intendo con "orgoglioso di essere gay" non e' un qualche sentimento interiore, ma un comportamento manifesto; (...) perche' la situazione cambi questa pressione sociale va sfidata e' rotta."

Ciao!
Non so come intendere quell' "essere umano" affianco al mio nome, perciò tralascio.

Ci tengo a precisare che sono d'accordo con te: quando parlo di tranello, in merito all'identificazione con la propria sessualità, parlo di quell'atteggiamento che può spingere ad autoghettizzarsi mentalmente nella condizione di "diverso" (uso un termine per intenderci, non ti offendere!). Ne avrai visti sicuramente più di me e saprai che un orgoglio che nasconde autocommiserazione è il primo nemico dell'emancipazione. Sono d'accordo anche con il concetto che esprimi nel brano che riporto del tuo post, con l'unica avvertenza al fatto che non sia il comportamento esplicito (manifestazione di questo personale "orgoglio") a divenire enfatizzazione "isterica" (senza nulla togliere, con questo, alle indubbie avversità sociali).
Ti ringrazio della risposta, mi piacerebbe ricevere ancora tue osservazioni, se ti va:
buona serata!

Claudio '78

Claudio Girometti 20.07.05 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Voleva solo fare il forcaiolo facendo il ministro di grazia e giustizia esi è ritrovato a fare il presidente del Senato... forse il lavoro giusto per lui è fare il custode ai cimiteri almeno le sue c.zz.te non faranno il giro del mondo

Gianluca Baggini 20.07.05 18:01| 
 |
Rispondi al commento

x Claudio, essere umano

"essere orgogliosi di essere X" e "identificasi con X" non significano la stessa cosa. Per come la vedo io "essere orgogliosi di essere cio' che si e'" non vuol dire molto di piu' di stare bene con se stessi, e "essere orgoglioso di essere gay" non vuol dire molto di piu' di stare bene con la propria sessualita' gay. Quanto a "identificarsi con", tu la usi come se stessi parlando di identita' numerica e quindi come se ci si potesse identificare solo con una cosa. Io l'espressione non l'ho usata perche' mi sembra ancora piu' vuota retorica di "essere orgogliosi di", ma se e' vero che ci si identifica con molte cose nell corso della propria vita, la propria sessualita' (omo o etero) e' sicuramente una cosa di importanza fondamentale con cui identificarsi - accanto a molte altre certo, la propria cultura, la fede per chi ce 'ha, e quant'altro. Ma anche lasciando da parte queste sottigliezze semantiche, la tua puntualizzazione mi sembra solo il solito metodo da sagrestia di far rientrare l'ipocrisia dalla finestra dopo che si e' fatta uscire in gran pompa dalla porta. Quello che intendo con "orgoglioso di essere gay" non e' un qualche sentimento interiore, ma un comportamento manifesto; c'e' tanta gente che vorrebbe solo non sentirsi circondato da occhi scandalizzati e da risatine isteriche da parte di colleghi e conoscenti se prova a raccontare del suo partner o della persona della stesso sesso che ha conosciuto l'altra sera. Ma perche' la situazione cambi questa pressione sociale va sfidata e' rotta. Mancheremo di rispetto a molti benpensanti e signore ingioiellate; pazienza, mi sembra di mostrare e dare gia' fin troppo rispetto nei confronti di gente che per me (o per una parte di me con cui certamente mi identifico, perche' e' molto importante, anche se non e' l'unica cosa con cui mi identifico) che per me non ha rispetto alcuno, pensa senza motivo che io sia un pervertito schifoso e che ritiene giusto che le mie liberta' siano limitate, che io debba mentire, e non possa - Spero solo che ci sian sempre gente che come me pensa che tutto questo deve cambiare - e' successo con la schiavitu' secoli fa. Io confido nel fatto che la verita' vi accechera' un giorno, e la verita' non sta certo coi preti (dinuovo, conosco delle persone splendide fra i preti, la provocazione va presa "cum grano salis").
Per finire, nessuno mi hai mai convinto che si sia alcunche' di male nell'omosessualita' - e quelli che sono stati molestati da bambini da parte di pederasti non sono certo stati molestati da gay che vivevano apertamente la loro sessualita', ma da buoni padri di famiglia che la domenica adavano a messa a prendere il corpo di cristo con moglie e prole al seguito - e' l'ipocrisia che porta alla perversione; oltretutto visto il numero di molestatori eterosessuali di bambine cosa dovremmo concludere, che tutti gli eterosessuali sono degli schifosi pedofili? Eppure se e' buono il primo ragionamento e' buono anche il secondo.

Quindi, "ragazzi e ragazze", decidete voi dove sta il tranello e poi vedete un po' se vale la pena di non caderci dentro.

giuli torre 20.07.05 17:20| 
 |
Rispondi al commento

Buon giorno
Io lo manderei a fare l'animatore turistico così un po di villaggi chiuderebbero

LORENZO FERRI 20.07.05 17:12| 
 |
Rispondi al commento

beh direi che è estremamente interessante il post, anzi ringrazio il signor grillo se non altro perchè ci dà uno spunto per riflettere... il nostro, trovo, sia uno straordinario paese, perchè riesce a dare a tutti un'occasione per fare qualcosa di diverso e di cambiare la propria vita. Un anonimo "filosofo" (?) può diventare presidente del senato, una carica di straordinaria importanza, e riuscire ad essere notato meno di un parlamentare sperduto tra la folla, c'è qualcosa di filosofico in tutto questo. Signor Pera ci dica come fa?
Oppure un "anonimo", quasi fallito, "giornalista" diventare presidente di una regione e poi ministro della salute, o meglio ancora una donna d'affari occuparsi dell'istruzione dei giovani in italia.
E' scioccante tutto questo, ma può dare ad un giovane come me una strordinaria speranza, in fondo con la mia laurea in ingegneria potrei benissimo diventare avvocato, se non altro rovinerei pochi italiani alla volta...

andrea gotti 20.07.05 15:03| 
 |
Rispondi al commento

La foto e' stata presa a Istanbul (Turchia) e la moschea alle sue spalle e' quella di Aya Sofya o Santa Sofia in italiano.

Claudio Marchi 20.07.05 14:58| 
 |
Rispondi al commento

Per quanto riguarda Pera ... il poveretto non riesce nemmeno ad attirare l'attenzione su di se in un post a lui dedicato ... visto i numerosi interventi fuori tema.
Conferma questa di trovarci di fronte ad un uomo estremamente interessante.

Continuando col fuori tema ...

Trovo che la situazione politica descritta dal signor Umberto Rossi rispecchi in modo molto chiaro la situazione attuale.

Mi sento inoltre di ringrgaziare il signor Botta per il link che ha allegato al post, l'ho letto e lo trovo molto interessante e soprattutto utile per capire tante cose ... utile solo per chi ha orecchie per ascoltare ovviamente.

Saluti

Claudia Portolani 20.07.05 14:41| 
 |
Rispondi al commento

Dove si trova nella foto? Vedo una moschea alle sue spalle. Idea: mandiamolo a Nassiriya a sostenere le nostre truppe. E, caso mai sopravviva a qualche immancabile spettacolo personalizzato di fuochi pirotecnici, che rientri pure con comodo: assieme all'ultimo dei nostri soldati.

Anzi, che non rientri affatto. Gli troveremo qualcosa da fare anche in Cecenia!

Daniele Catania 20.07.05 14:41| 
 |
Rispondi al commento

Madniamolo a fare l'animatore in un villaggio vacanze per soli gay.

Mauro Bertolotto 20.07.05 14:21| 
 |
Rispondi al commento

E' corso di filato al Quirinale . E' salito per le scale in affanno, l'ascensore non funzionava, accolto da Ciampi nemmeno con un sorriso di circostanza. Un colloquio cronometrato di un'ora e mezzo. Sudava freddo Berlusconi. Ai pochi astanti richiamava alla memoria il colloquio tra il Re d'Italia e il Duce defenestrato dal Gran Consiglio del fascismo. Pallido e privo della consueta baldanza di se stesso, Berlusconi ha detto a Ciampi di non accettare la data del 9 aprile per la convocazione del corpo elettorale. La paura di perdere le elezioni è così evidente da spingerlo a procrastinare un verdetto popolare già scritto nella storia. Dove è finito l'ottimismo ad uso e consumo dei creduloni di Berlusconi? Alle soglie del colle fatale si è spento.


Lo scontro istituzionale c'è ed è vero. Minimizzare le esternazioni di Pera e di Casini non è possibile. I due hanno colpito Ciampi nelle sue funzioni di presidente del CSM e lo hanno fatto in un momento di grave tensione politica avendo il governo posto il voto di fiducia sulla riforma dell'ordinamento giudiziario. La maggioranza si è ormai dichiarata fuori della Costituzione minando l'equilibrio della divisione dei poteri costringendo il Presidente della Repubblica a prendere posizione contro il governo. Elezioni il 9 aprile e scioglimento conseguente delle Camere ai primi di febbraio. Il governo rimane in carica per l'ordinaria amministrazione. A conti fatti se fosse confermata quella data, il governo ha ancora sei mesi di vita. Sei mesi che evidentemente non bastano a Berlusconi per recuperare i buoi che sono usciti dalla stalla. La convulsione politica e economica è al suo acme. I partiti della coalizione di maggioranza, ancora per poco, sono occupati nella frenetica ricerca di non perdere i consensi del proprio elettorato. Ha buon gioco la Lega di Bossi che sta trascinando AN e la Udc nella trappola della riforma dell'ordinamento giudiziario e si appresta, se ne ha ancora in tempo, a chiudere la partita con la riforma costituzionale di decentramento amministrativo. Il gioco perverso all'interno del governo si sta poi definendo con i provvedimenti sulla sicurezza contro il terrorismo. La Lega sa di potersi permettere tutto e il contrario di tutto. Il tracollo del governo è forse alle porte, sempre che Fini e Follini non vogliano ingoiare l'ennesimo fritto di gambe di rospo o di rana preparato dal cuoco della politica di Berlusconi e dai suoi assistenti, Calderoli, Castelli, Maroni. La determinazione di Pisanu fino a che punto regge? I fatti che bollono nella pentola della maggioranza dimostrano che il governo non è nelle condizioni psicologiche di decidere con serenità e avvedutezza. E' preda dell'approssimarsi dell'evento elettorale che chiude il Parlamento e disperde il covo di manipoli che ha occupato il Senato e la Camera. Fondate, obiettive e giustificate le preoccupazioni di Ciampi che vuole arginare il peggio che sta per abbattersi sugli italiani. La sua volontà di restituire al popolo la sua sovranità ceduta malamente ad una maggioranza sciagurata per cinque anni è più che legittima, sacrosanta.

umberto rossi 20.07.05 14:08| 
 |
Rispondi al commento

Scelgo la a).

Alessandro Viola 20.07.05 13:41| 
 |
Rispondi al commento

Come posteggiatore abusivo ce lo vedrei bene...con quella faccia lì, ma non gli starebbe neanche male un ruolo come contrabbandiere di sigarette.
Ciao Beppe sei sempre grande!!!

Barbara Mazzaracchio 20.07.05 13:35| 
 |
Rispondi al commento

a- buttafuori in un locale gay!

Giuseppe Persichino 20.07.05 12:39| 
 |
Rispondi al commento

In quanto miracolato da Berlusconi io le vedrei bene in un convento o in un opera di evangelizzazione!!
Il suo essere filosofo lo renderebbe un acchiappaanime almeno quanto l'altro famosissimo filosofo della politica italiana: Rocco Buttiglione, di cui ricordiamo l'uscita dalla maggioranza di centrosinistra quando baffino D'Alema non gli diede una poltrona nel suo governo...ahhh questi filosofi...

Antonio Marziale 20.07.05 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Amici,
criticate pure ma ricordatevi che anche Pera è comunque frutto dei nostri voti ed eletto democraticamente, ricordatevene alle prossime elezioni, tutta la politica italiana è merito e demerito nostro, smettetela di criticare e piangere solamente, la democrazia offre la possibilità reale di cambiare le cose, datevi da fare.
Ciao a tutti
Andrea

Andrea De Monte 20.07.05 12:27| 
 |
Rispondi al commento

Caro Sig. Anglani.

Chi non conosce la storia è condannato a ripeterne gli errori.

(P.S. Il mio tempo lo impiego piuttosto bene, grazie)

Stefano Botta 20.07.05 12:12| 
 |
Rispondi al commento

X Francesco Vergani

Hai certamente ragione, soprattutto quando commentò la condanna a 24 anni di Andreotti definendolo perseguitato dai giudici comunisti (ieri sera ho visto Lucarelli e sono le stesse parole di Riina e anche di Berlusconi) e quando dopo la polemica dei senatori pianisti disse che le votazioni erano state regolari, e perchè non ricordare quando d'accordo con Casini, altro pseudo-garantista delle regole istituzionali, nominò Guazzaloca ex sindaco forzista all'Antitrust, che guarda caso doveva controllare (probabilmente in stile Vespa, o Fede se preferisci), il conflitto di interessi del Cavaliere Mascarato

Luca Leone 20.07.05 11:43| 
 |
Rispondi al commento

Alla > gli farei fare l'agricoltore, magari svegliandosi presto alla mattina per andare a zappare ,riuscirebbe a filosofeggiare di piu e inoltre scoprirebbe che gira e rigira il cetriolo va sempre nel.....dell'ortolano..cosi magari cambierebbe anche le sue idee sui gay...

Gianluca De Simone 20.07.05 11:38| 
 |
Rispondi al commento

Io gli farei fare il posteggiatore abusivo, davanti ad un locale gay dove vanno solo calciatori!! Questo alla sera...

...durante il giorno gli farei fare il Dj all'interno di un coffee-shop con proprietari giamaicani.

Bella l'idea di raccontare la storia dei personaggi influenti della nostra politica ed economia. Anche ai tuoi spettacoli, quando tiri fuori anedotti di gioventù dei nostri amati politici c'è sempre da spaccarsi dal ridere!

Filippo Baule 20.07.05 11:25| 
 |
Rispondi al commento

@giuli torre

"Essere orgogliosi di essere omosessuali e' una cosa importante visto l'atteggiamento che la maggior parte della gente ha nei confronti dei gay.."

Ciao! Sono particolarmente sensibile al tema dell'omosessualità (che riguarda la società intera e non solamente chi si riconosce in questa categoria) da quando alcuni mesi fa il mio migliore amico (che conosco da quasi 20 anni) mi ha confidato di essere gay. Lo sa da quando aveva 16 anni e lo ha accettato senza traumi, pur vivendo ancora la sua caratteristica "nell'ombra", anche perchè siamo entrambi cattolici.

Nella lettera pastorale "Sempre nostri figli" (non troppo bella, per la verità), la Conferenza Episcopale degli Stati Uniti definisce l'omosessualità come una caratteristica che, qualunque ne sia la natura (ed effettivamente le origini di questa sensibilità particolare sono poco spiegabili, molteplici e spesso "incrociate"), ad un certo punto della vita si impone come DATO OGGETTIVO della personalità di uomo (o donna).

Ecco, pur riconoscendo validità alle problematiche di integrazione di cui parli (e che sto scoprendo sulla pelle del mio migliore amico, che tale è rimasto), io credo che sia sano e doveroso, per ognuno, provare orgoglio X CIO' CHE SI E': mi dispiace vedere come spesso si lascia che siano caratteristiche come l'omosessualità e l'eterosessualità ad identificare la persona.

Ragazzi, non cadete in questo tranello!
Se da un lato è doveroso che ognuno di noi impari a stimarsi per quello che è, non lo è altrettanto (a parer mio) lasciare che questo sano orgoglio ci riduca ad identificarci in ciò che è solo UN aspetto del nostro mondo personale!

Io sono un eterosessuale, ma prima ancora sono un essere umano, un figlio, un fratello, un italiano, un credente, un innamorato della vita, un amico, un pragmatico. Perchè devo lasciare che il mio gusto sessuale si impossessi del mio mondo, costringendomi ad identificarmi con esso?

Mi rendo conto che la mia situazione è molto più semplice e quindi ti propongo la mia riflessione con la massima umiltà: perdonami, se posso esserti sembrato semplicistico.

L'ultimo contributo che porto è questo..
A TUTTI I DENIGRATORI DELL'OMOSESSUALITA':

Sappiate che è ormai scientificamente provato che le tendenze sessuali "pure" (etero100% - omo100%) sono praticamente inesistenti...si tratta di mere classificazioni convenzionali.

Se vi interessa, andate ad informarvi su un sistema (ormai datato e superato, ma una "pietra miliare" della ricerca) chiamato TABELLA KINSEY:
mostra come lo spettro delle tendenze sessuali attraversi, tra i due estremi convenzionali, un'infinità di sfumature che coinvolgono a vari gradi praticamente LA TOTALITA' della popolazione (la ricerca in questione era su campione prettamente statunitense, ma è ragionevole pensare che sia una condizione generale del genere umano). E' altresì assodato come tendenze caratteriali quali il narcisismo o comportamenti sociali quali il culto del corpo possano (e non "debbano") essere indice di tendenze omosessuali latenti. Non mi paiono, oggi, atteggiamenti "di nicchia".

Buona giornata a tutti!

Claudio '78

Claudio Girometti 20.07.05 10:50| 
 |
Rispondi al commento

Io lo manderei direttamente a cavare patate (è l'unico lavoro che gli vedo bene addosso), in mancanza di questa voce dire A: buttafuori in un locale gay, con la speranza che qualche gay si innamori di lui (de gustibus), e lo faccia felice!!!!
(così almeno gli spariscono quelle occhiaie e quella faccia cupa)

Romano Perilli 20.07.05 10:27| 
 |
Rispondi al commento

Siccome per me Pera non rappresenta che "braccia sottratte all'agricoltura", lo manderei a RACCOGLIERE I POMODORI qui in Puglia! ;) ...questo è il periodo buono... mandatelo quiiiiiiii

marilena andriani 20.07.05 08:57| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto.

Caro signor Botta, impieghi meglio il suo tempo.

Alessandro Anglani 19.07.05 23:11| 
 |
Rispondi al commento

Sig. Anglani,
Glielo ripeto. vada a leggersi dove portano le sue idee:
http://www.olokaustos.org/argomenti/homosex/index.htm

Stefano Botta 19.07.05 22:57| 
 |
Rispondi al commento

x "Giuli" Torre

Allora mi correggo:
NON MI HAI MESSO IN BOCCA PROPRIO NIENTE...

Sei sei orgoglioso contento te...

Vedo che continuare questa conversazione è inutile.

Alessandro Anglani

PS: Una sottigliezza: se tutti facessero come voi il mondo finirebbe...
VOI UCCIDETE LA SPERANZA.
E mi venite a dire di non essere malati?
Ma per favore, và...

Alessandro Anglani 19.07.05 22:07| 
 |
Rispondi al commento

Distinguiamo tre livelli, Alessandro,

Ci sono gli omosessuali repressi, quelli magari sposati o comunque appparentemente irreprensibili, che magari di sera vanno con i battoni.

Ci sono gli omosessuali che vivono la propria sessualita' apertamente - purtroppo pochissimi in italia, che da questo lato rimane una grossa marca vaticana. Per vivere apertamente intendo semplicemente: non aver problemi a presentare il proprio fidanzato come fidanzato (e non amico) a chiunque sia, non aver problemi a tenersi la mano o scambiarsi un bacio o una tenerezza se se ne a voglia, dove chiunque altro riterrebbe opportuno farlo. Anche davanti ad un bambino, perche' e' giusto che le prossime generazioni crescano sapendo che ci sono modelli alternativi, e che se si scopriranno attratti verso persone dello stesso sesso potranno avere una vita normale, felici della propria sessualita' e non dovranno nasconderla o reprimerla - non dovranno insomma finire nella categoria uno.

Questo e' il danno che fa la pressione sociale, ti costringe a nasconderti - quando i perversi sono quelli che vogliono mettere i gay sotto al tappeto, magari pensando che si tratti tutti di checche sculettanti; ma aprite gli occhi...

E poi, (a quanto pare) ci sono quelli che non si bene come, ma (a quanto pare) disturbano l'ordine civile con manifestazioni irruenti della propria sessualita'. Non capisco bene cosa si intenda qui, i pride? A me sembra che nei pride non sia capitato mai nulla di particolarmente sovversivo - non ho mai visto nessuno scopare per strada e il fatto che ci sia qualcuno, non certo tutti, che si travesta e balli mi sembra una manifestazione di allegria (e pur sempre una festa, per dio) che solo un rabbioso potrebbe giudicare male.
Per quanto riguarda le pinete o quei posti squallidi, bhe.. a parte che chi e' felicemente e apertamente fidanzato non ci va li, ma poi proprio voi eterosessuali avete il coraggio di lamentarvi di cio', quanndo le periferie e i centri delle citta' sono pieni di prostituzione assolutamente "iuxta natura"?

Detto cio' non volevo mettere parole in bocca a nessuno.

Essere orgogliosi di essere omosessuali e' una cosa importante visto l'atteggiamento che la maggior parte della gente ha nei confronti dei gay (atteggiamento che io con termine tecnico definisco "avere la testa nel culo" o "il cervello fra le chiappe"). Se non ci fosse cosi tanta gente che ragiona semplicemente in base a quello che prova istintamente e vede le cose come vuole vederle e non come sono non ci sarebbe certo bisogno di essere orgogliosi - ma il mondo in cui viviamo non e' quello della fata turchina, ne' del principe azzurro, e' un mondo di merda dove ce chi crede che essere capace di innamorarsi di una persona dello stesso sesso sia perversione, e che sia molto piu sano reprimere l'attrazione e vivere covando tutto dentro: e poi dov'e' il mondo che va alla rovescia? Fanculo, dato il mondo in cui vivo sono proprio orgoglioso di essere frocio.

giuli torre 19.07.05 20:58| 
 |
Rispondi al commento

ahahahah è un sotto bignami ahahahahha
Con Pera siamo veramente alla frutta! ;-)

Paola De Simone 19.07.05 20:52| 
 |
Rispondi al commento

però in compenso ha il nome + attinente a quello che sembra: quanto vi viene in mente una pera pensando a Pera? :D

Luigi Barbati 19.07.05 20:45| 
 |
Rispondi al commento

Pera.....che nome per un politico,tutto un programma,e pere noi ci facciamo quado le spara grosse(ciò sempre,grazie a lui siamo diventati tutti tossici),caro Bebbe dici il giusto su questo degno rappresentante del governo Berlusconi,si tratta di un perfetto maleducato che ha dimenticato
la laicità della stato
di un cafone e di un buffone
pronto a sostenere il suo carrozzone
quel carrozzone (del berlusca)
che sostiene solo le ragioni della chiesa
alla faccia del diritto e della costituzione
qui si torna al medioevo
il medioevo dell'etere
dove non c'è posto per le diversità
altro che Popper qui siamo in piena
repressione delle libertà politiche
questo Pera è un bigotto della peggiore specie
per lui vale più l'amicizia della chiesa
che i diritti dell'uomo
siamo proprio messi bene....
a proposito Bebbe ma possibile che nella casa delle libertà ci siano solo sani eterosessuali
con famiglie perfette.......

nicola mongiardo 19.07.05 20:07| 
 |
Rispondi al commento

Qui a Torino il megaultrasuperfantastic
onorevolissimamente onorevole pera avrebbe
un futuro di sicuro successo:
gli farei fare il travestito alla Crocetta:
marchette a pagamento, pagando le tasse
naturalmente.
E in periodo di vacanze gli farei dare il
cambio da berlusconi.

giosuele volante 19.07.05 20:04| 
 |
Rispondi al commento

Sig. Guerrini,

Ho apprezzato la sua analisi sul caso Buttiglione, ma mi permetto di farle una piccola correzione (che però non snatura il suo ragionamento).
Gli "esami" del Parlamento Europeo riguardano solo i candidati a cariche di Commissario Europeo, non i candidati al Parlamento Europeo, che non necessitano di placet assembleare.

Stefano Botta 19.07.05 19:27| 
 |
Rispondi al commento

vi siete scordati di dire che è il fratello maggiore di mr.bean, se volete vi mando le foto per dimostrarvelo

willy lazzi 19.07.05 19:10| 
 |
Rispondi al commento

Marcello Pera è stato fin qui un dignitoso Presidente del Senato.

Francesco Vergani 19.07.05 18:50| 
 |
Rispondi al commento

C'era una volta un detto che si usava spesso dalle mie parti e recita cosi "eri un pero e non facevi le pere, adesso sei santo e vuoi far miracoli?"...vi racconto la storia: in un paesino di campagna c'era un albero di pere che per anni non aveva dato frutti, allora i cittadini decisero di tagliarlo e con la legna ricavata fecero scolpire la statua di un santo e la regalarono alla locale chiesa; un poveretto si ritrovo' a pregare davanti a quella statua, e non fidandosi delle doti di grazie possibili disse la famosa frase....io pera non lo manderei neanche a pulire i gabinetti dei locali gay...lo spedirei in ben altro posto.....

SPERANZA PONTINO 19.07.05 18:27| 
 |
Rispondi al commento

Concordo sul giudizio sul personaggio Pera... Penso che la sua figura sia degna espressione di questa maggioranza e di questo Governo. ahimè...

PS
Chi fosse interessato può venire a visitare per questa ed altre tematiche il sito de "il Punto", mensile di informazione indipendente di Martesana e Brianza www.edizionilabussola.it

Alessandro Viganò 19.07.05 18:26| 
 |
Rispondi al commento

Scusate l'OT
questo è un post che ho messo nei vari forum dei gruppi di meetup, spero sia utile per chi non sa come usare meetup.

Si è un Forum per essere però "assaltato" (in senso buono) gli iscritti devono capire come funziona Meetup:
Meetup non è un forum classico come quelli che conosciamo in giro per la rete ma una vera e propria "comunity" cioe' http://beppegrillo.meetup.com è la comunity principale all'interno di esso troviamo "sottocomunity" per ora quella di Milano e quella di Roma identificate con un numero "X" dopo il suffisso del gruppo di grillo (es: http://beppegrillo.meetup.com/2/ sarebbe il gruppo di Roma).

Dentro ogni comunity (o gruppo) abbiamo:

Map: dove vediamo una mappa sulla quale sono segnati tutti i gruppi nel mondo appartenenti al Beppegrillo.meetup

Meetup Groups: per fare una ricerca del gruppo a noi vicino in base a dove risediamo

Message Board: Il forum dove stiamo scrivendo in questo momento

Members: tutti i membri del gruppo

Photos:dove chi vuole puo' mettere delle foto e immagini

Invite Friends: per mandare a un amico ancora non iscritto un "invito" a iscriversi al gruppo.

Notification List: per inserire una richiesta del tipo "Se entro tot miglia da dove risiedo si forma un gruppo notificamelo via mail"

Start a Meetup Group: Per creare un nuovo gruppo.

All'interno di ogni gruppo (o comunity) abbiamo piu' o meno le stesse cose le quali sono relative al gruppo specifico (Roma, Salerno, Milano ecc ecc.) e non a quello "Generale"

In più troveremo:
Events: per fissare appuntamenti per riunioni ecc ecc

Pools: per creare dei sondaggi

Promote: strumenti utili per fare promozione sugli eventi (stampa cartelli, badge ecc ecc.)

Di seguito il link di un'immagine esplicativa chiedo scusa ai nuovi gruppi creati dopo che io avevo fatto l'immagine Sotto sono elencati tutti i gruppi al momento:
http://tlothlorien.altervista.org/hdfiles/meetup-diagramma.jpg

Gruppo 1 Gli Amici di Beppe Grillo di Milano

Gruppo 2 The Roma Beppe Grillo Meetup Group

Gruppo 3 Gli amici di Beppe Grillo di Vicenza

Gruppo 4 Gli amici di Beppe Grillo di Salerno

Gruppo 5 E' Stato chiuso

Gruppo 6 Grecia Beppe Grillo Meetup Group

Gruppo 7 The Las Americas Camison Beppe Grillo Meetup Group

Gruppo 8 Gruppo Padovano Amici Beppe Grillo

Gruppo 9 The Zürich Beppe Grillo Meetup Group

Gruppo 10 Gli amici di Beppe Grillo di Napoli

Gruppo 11 The La Spezia Beppe Grillo Meetup Group

Spero di essere stato d'aiuto a qualcuno (per lo meno a chi non conosce l'inglese) gli altri non me ne vogliano per la semplicità con cui ho affrontato il discorso meetup.

Ciao By Steve Lothlorien del Gruppo di Roma

Steve Lothlorien 19.07.05 17:28| 
 |
Rispondi al commento

Pera lo manderei a lavorare come scopino nei bagni dei locali per gay!!!! così quando si china ....

anna santi 19.07.05 17:10| 
 |
Rispondi al commento

@Gianni Guerrini

Caspita, non ne sapevo assolutamente niente, di questo esame: vedrò di informarmi meglio! Intanto chiedo scusa per l'ignoranza ed "incasso" ringraziandoti per l'informazione.
Purtroppo temo che la mia ignoranza non sia alla base di tutte le situazioni di incoerenza, strumentalizzazione della verità e "polimorfismo" che noto nei nostri parlamentari: anche la questione dei referendum che ti ho già citato lo dimostra ampiamente! Buona serata!

Claudio Girometti 19.07.05 16:57| 
 |
Rispondi al commento

In effetti pera è un fantasmino... algido e inespressivo, si aggira per le istituzioni elargendo sguardi non interpretabili.
Salvo poi commettere gaffes assurde in occasioni a lui, evidentemente, non congeniali nonostante il ruolo che ricopre: all'inaugurazione (quando fu) della stele commemorativa della strage di Capaci, che ha visto il sacrificio di una persona dolce e allo stesso tempo decisa e tenace come il giudice Falcone, la peretta ritenne giusto infiocchettare il suo intervento con una tirata riguardante "quei magistrati che approfittano del loro ruolo per disinformare politicamente".
L'intervento provocò un coro di sdegno e di disapprovazione trasversali che, a quanto si evince dai recenti pronunciamenti sempre a carico della magistratura, deve aver lasciato un segno tale da far covare vendetta...
Bah, ormai certi personaggi sono talmente prevedibili nella loro puntualità di cadute di stile, che non generano più neanche sdegno: sono diventati *noiosi*.
Manca poco, coraggio...
Leo

Leonardo Cruciani 19.07.05 16:40| 
 |
Rispondi al commento

Per Claudio Girometti.
Anzitutto, Ti ringrazio per aver risposto con toni urbani, visti alcuni post di altre persone.
Una cosa mi preme di dire, per iniziare. Buttiglione non è stato estromesso dal Parlamento Europeo per i suoi ideali. Cerchiamo di capirlo una volta per tutte. E' chiaro che si cerca di pararci dietro una fandonia del genere per non ammettere la verità. Verità che è stata ampiamente manifestata da un membro della commisssione giudicante e mandata in onda (purtroppo una sola volta, ahimè) dalla TV italiana. Allora, ogni candidato al Parlamento Europeo viene sottoposto ad un vero e proprio esame, con domande di cultura generale ed anche tests attitudinali. Purtroppo, il nostro non ha saputo rispondere un fico secco a quelle domande, che esulavano dalla sua competenza. Ricordiamoci che Buttiglione è stato mandato al Parlamento Europeo solo perchè Follini aveva minacciato la crisi di governo, così per farli stare buoni ... Buttiglione si è trovato a rispondere a domande di cui non capiva assolutamente niente, la maggior parte delle quali verteva sull'economia, dove, non per colpa sua, non era evidentemente così ferrato. Per cui la commissione non l'ha considerato idoneo. Ricordo che, oltre a lui, non ha passato l'esame anche un candidato bulgaro, mica un vaticanista. E ricordo anche che l'attuale presidente del Parlamento Europeo è un cattolico, così come cattolico è Prodi. Per cui, la balla di questa inondazione di anti-cattolicesimo rimane tale: una balla, appunto. Poi, se invece di dire la verità, mistifichiamo tutto solo per evitare di fare brutte figure in patria ...
Ricordo, altresì, che abbiamo avuto la sfacciataggine di cassare un ministro importante del nostro parlamento (Bossi) perchè non più idoneo fisicamente e di mandarlo al Parl. Eur. Premetto che mio padre è invalido avendo avuto lo stesso ictus di Bossi, per cui lungi da me qualsiasi discorso discriminante. Ma con il discorso "non so dove metterlo, lo sbatto là", permettetemi, non credo che abbiamo fatto una bella figura in Europa, anche in questo caso.
Sulla coerenza dei DS ho qualcosa da dire anche io, se di coerenza, nell'ambito della politica italiana, si possa mai parlare.
Saluti.

Gianni Guerrini 19.07.05 16:33| 
 |
Rispondi al commento

io di pera conosco solo la frutta.....

mauro s 19.07.05 15:44| 
 |
Rispondi al commento

@Gianni Guerrini

"Una commento severo alle affermazioni fatte da Pera è venuto dai Ds. "Pera non ci sorprende più, tuttavia quello di oggi è un fatto estremamente grave", ha detto Vannino Chiti, coordinatore per le relazioni politiche e istituzionali della segreteria nazionale Ds. "Al di là di quelle che sono le convinzioni di ciascuno - ha proseguito l'esponente della Quercia- la seconda carica dello Stato non può andare in visita in un Paese amico e criticare in maniera, per giunta sprezzante, le leggi promulgate democraticamente da un Parlamento sovrano"."
(4 luglio 2005)

Ciao!
L'incoerenza sembra un male comune: ricordo che nessun Diessino alzò un dito per difendere il deputato italiano Rocco Buttiglione, espulso dalla commissione europea per via delle sue esternazioni (quelle sui gay, certo altamente discutibili) ispirate dal proprio credo religioso.

Anch'egli era stato delegato a quella carica da un governo legittimamente sovrano (senza entrare nel merito del suo operato) e democraticamente eletto da un altrettanto sovrano popolo...se il problema fosse "di principio, perciò, poco dovrebbe contare in questi casi lo schieramento di appartenenza! Allo stesso modo, ricordo quante accuse volarono dalla sinistra (autopromossasi portavoce della laicità italiana) verso chi invitava all'astensione, durante l'ultima campagna referendaria: dimenticando completamente il recente passato, in cui le stesse persone si comportarono allo stesso modo. E allora?

Certo, come detto è la politica...perciò ognuno porti pure l'acqua al proprio mulino, ma per pietà: non voglia apparire Robin Hood!
Buona giornata! :)

Claudio Girometti 19.07.05 15:25| 
 |
Rispondi al commento

Condivido pienamente quanto postato da Mariano Alterio e Umberto Rossi. Non capisco perchè il CSM non debba far valere la sua voce, dal momento che ne ha facoltà. Mi ricordo che, spesso, diversi membri del governicchio hanno attaccato cariche istituzionali (tra le quali Ciampi) adducendo un bel "è nelle noste competenze". Bel modo di vedere le cose: se le fanno loro, tutto ok; se le fa qualcuno che non la pensa come loro, si parla di ingerenze. Bah, classico dei fascisti. Se poi pensiamo che il ministro della giustizia (???) non ha MAI perso occasione di attaccare coloro che dovrebbe quotidianamente difendere, il cerchio si chiude.
Ultima cosa: ma ci dimentichiamo forse chi era il presidente della camera nel 1° gov. Berlusca? Sissignori, IRENE PIVETTI, donna di grandi competenze tecniche al punto da aver fatto grandi passi nella vita, tra i quali una superba trasmissione televisiva in compagnia di un certo Platinette, gay dichiarato, che la sua tanto coerente parte politica attacca a tutto spiano. A quella cara Pivetti, ricordiamocelo, stiamo pagando una lauta pensione. Della serie "con i soldi dei contribuenti" ...
Gianni

Gianni Guerrini 19.07.05 15:11| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei rispondere ad Alessandro Anglani: dov'è il turpiloquio nella mia mail? se ti riferisci alla parola scoreggia è presente in tutti i dizionari italiani.
Scusa se ti rispondo dopo un giorno ma solo adesso ho avuto tempo.
P.s.: l'omosessualità è un fenomeno culturale e naturale è presente in ogni società e in ogni periodo storico, quindi bisognerebbe rendersi conto che considerare l'omosessualità come un qualcosa di scandaloso è assurdo in base ad un'analisi sincronica e diacronica del sociale, ma soprattutto che l'omosessualità è un qualcosa di assolutamente normale.

massimo tanzillo 19.07.05 15:03| 
 |
Rispondi al commento

"Perchè Grillo,

tu che cazzo fai?
Perdi tutto il giorno a scrivere su questo blog e a guardare il tuo conto corrente che sale con i soldi che ti danno gli italiani per i tuoi scandalosi spettacoli..."

beh io considero il suo modo di fare informazione decisamente utile, è un lavoro, cosi come quello di tanti altri giornalisti... che però
scrivono pensieri scontati ed allineati.....
Vai Beppe!

andrea Dop 19.07.05 14:31| 
 |
Rispondi al commento

ECCHECCHECCHECCHE CONFUSIONEEEEEE!

Ma insomma, si è capito che Grillo provoca? Cari bloggers gay, avete capito che non ce l'ha con voi, ma dice che chi ce l'ha con voi dovrebbe diventare per un pò un vs buttafuori, magari si schiarisce pure le idee??
Io non ce l'ho con i gay, ma trovo in tutta onestà intellettuale inapplicabile le regolamentazione del matrimonio (istituto giuridico che tutela in prima battuta la famiglia, e nello specifico I FIGLI) al concetto della omosessualità; troviamo una formula che non si chiami matrimonio ma che tuteli le coppie, anche le etero, di fatto.

Raga, Trovo esagerati i gay pride (come se ora gli etero trombanti sfilassero fieri delle loro performances, oppure gli etero non trombanti sfilassero fieri delle loro 'rinunce'), tanto quanto parlare di 'capricci' e trovo esagerato tutto questo fermento dei bloggers per qualsiasi nonnulla. Anzi, penso che d'ora innanzi mi limiterò a leggere Grillo e gli interventi su meetup (tanto quello che ha aperto lui è già pagato da lui!) perché questo blog è diventato veramente off limits con il livello di stupidità degli interventi.

Pera ha detto dei gay quello che molti italiani pensano o non pensano? Grillo ha detto di Pera quello che molti italiani pensano o non pensano?

EMBE'?
DICO EMBE'???


Certi accaniti bastian contrari sterilmente tendenziosi e faziosi sarebbe mica male valutassero un giretto al mare, così magari nel relax rinsaviscono oppure gli si fonde del tutto quel pò di parco neuroni che cihanno!

scusate, ma avete proprio stufato!

Mimma Barbieri 19.07.05 14:29| 
 |
Rispondi al commento

anche a sinistra le braccia tolte all'agricoltura non mancano!
chi è fassino?
un politico che non ha mai lavorato ma che ha sempre difeso (!) gli operai fiat.
forse ha trovato piu' comodo arrivare a discutere una tesi a 40 anni frequentando i salotti politici piuttosto che intossicarsi di ghisa o (peggio) di amianto in una fabbrica!!!!!!!
smettila di prenderci in giro caro beppe..... di cialtroni è piena sia la destra che la sinistra!

mario valenti 19.07.05 14:08| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo questi staranno al governo ancora nove mesi... e se Rutelli continua così, anche altri cinque anni almeno, così hanno tutto il tempo di organizzare il gran consiglio del biscione in sostituzione del CSM!!!

Davide Bartolucci 19.07.05 13:49| 
 |
Rispondi al commento

Il momento politico della resa dei conti del governo Berlusconi con il popolo italiano, estremamente negativi, mette Ciampi sotto il fuoco incrociato dei rappresentanti delle istituzioni democratiche, Senato e Camera, determinando una crisi politica non più procrastinabile. L'attacco sferrato da Pera e da Casini al presidente della Repubblica nella sua prerogativa di presidente del CSM palesa chiaramente la esasperata follia della maggioranza di fronte al redde rationem delle imminenti elezioni politiche. Se persino le seconde e le terze cariche dello Stato hanno perso la testa vuol significare che il governo non è nelle condizioni di governare. Il CSM non ha affatto interferito nel potere del Parlamento, ha espresso il suo legittimo parere sulla legge di riforma dell'ordinamento giudiziario una facoltà prevista dal legislatore. Tanto è evidente la volontà politica della maggioranza di prevaricare sulla Costituzione che il ministro di Giustizia, si fa per dire, Castelli ha chiesto il voto di fiducia sul provvedimento in esame oggi alla Caamera dei deputati. Gli scioperi dei magistrati, il quarto, sono l'effetto di un malessere della giustizia esposta al disegno criminoso di un governo prigioniero, totalmente prigioniero della Lega. Ciampi che ha il dovere e l'obbligo di difendere la Costituzione si è messo di traverso alle voglie della maggioranza, ancora per poco, di condizionare l'autonomia e l'indipendenza dei magistrati e dello strumento di autogoverno rappresentato dal CSM. Siamo sull'orlo della guerra istituzionale tanto è grave l'attacco di Pera e di Casini al capo dello Stato.


La paura di perdere si rivela a fior di pelle nella maggioranza allo sbando nel fare e nel disfare quel che si dovrebbe fare. La prospettiva di anticipare le elezioni al 9 aprile, circa un mese prima del limite previsto dal legislatore, ossia il 13/14 maggio 2006, ha messo in ambasce il governo e in particolare Berlusconi. Il Presidente della Repubblica tira dritto per la sua strada e non saranno certo i manipoli delle camice verdi che presiedono il Parlamento a intimorirlo. Il fiuto politico di Ciampi dall'alto del suo osservatorio lo spinge a salvare il salvabile di una legislatura che non ha ancora finito di sfasciare l'Italia. Arrestare il decorso negativo politico e economico è l'obiettivo del Quirinale che punta su una sorta di line del Piave chiamando a raccolta l'elettorato e per poterlo fare deve sciogliere le Camere. Anticipando seppure indirettamente il suo proposito di chiamare alle urne il 9 aprile gli elettori ha messo in moto un ingranaggio che non attendeva altro che un abbrivio. Ora il governo e la maggioranza sono messi sull'avviso. Con il fuoco non si scherza

umberto rossi 19.07.05 13:44| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, tu ti preoccupi per la carica di presidente del Senato, ma io penso a quei poveri ragazzi a cui ha insegnato filosofia come staranno.

Pino Zeze 19.07.05 13:42| 
 |
Rispondi al commento

...e per fortuna che nel regolamento del blog non sono consentiti messaggi razzisti ne sessisti...

loki turiel 19.07.05 13:39| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
ti scrivo perché ho letto alcuni commenti sul tuo blog riguardo il mondo gay. Premetto che io ne faccio parte. Non ho letto tutti i commenti, perché poco dopo ne ero nauseato, mi sembrava d'esser al circo dell'idiozia e della demenza. Ma alla fine mi sono sentito offeso. Offeso dal fatto che degli ignoranti si permettano di giudicare con toni così volgari una realtà che è sempre esistita e che non è affatto una malattia o una deviazione...cmq quello che più mi ha deluso è che sia stato ancora una volta utilizzata l'etichetta gay a scopo di sputtanare o di deridere e il peggio è che l'hai fatto tu per primo proprio proponendo quello stupido sondaggio su pera...
ciao.

loki turiel 19.07.05 13:35| 
 |
Rispondi al commento

MATRIMONI GAY: IL MONDO GIRA AL CONTRARIO !
MENO MALE CHE AL CAVALIERE NON PASSA PER LA TESTA DI SEGUIRE LA SPAGNA...


MATRIMONI GAY: UTILI PER CONTRASTARE IL FENOMENO DELLA SOVRAPPOPOLAZIONE (MAGARI COADIUVATO DALL'USO DI DISTRUTTORI ENDOCRINI)?

Filippo Cassina 19.07.05 13:26| 
 |
Rispondi al commento

Avrei un campo da zappare, due braccia mi farebbero comodo!!

Fabio Bagnatori 19.07.05 13:16| 
 |
Rispondi al commento

http://www.zone-h.org/en/defacements/special
in questo sito trovate alcuni daface (cioè la sostituzione della homepage) effettuate da moltissimi hacker di tutto il mondo.
Come potete notare i domini .gov.cn sono quelli più bucati...sarà per i sistemi obsoleti che usano, per l'odio...non lo so...comunque una cosa è sicura in italia la cosa si sta facendo preoccupante...hard disk rubati dalla polizia postale, pena prevista anche per un semplice "ip scanning" ecc...
siamo sicuri di essere così lontanti dai nostri cari amici dagli occhi a mandorla??!?!?

Christian Maio 19.07.05 13:15| 
 |
Rispondi al commento

A conferma di quanto dici nel post su Pera, oggi compaiono simpatiche esternazioni del Nostro in merito alla discussione in atto in seno al CSM sulla riforma della giustizia, discussione ritenuta incostituzionale dal Presidente del Senato. Essendo necessari circa 8 volumi da 500 pagine per spiegare tutti i motivi tecnico-giuridici per cui un parere del CSM su un disegno di legge non può essere incostituzionale, evidenzio solo l'assurdità di una critica del genere nei confronti di un organo costituzionalmente riconosciuto che, lungi dall'essere stato interpellato in sede di formulazione della proposta di legge, non dovrebbe poter neanche dire ciò che pensa su una riforma che cadrà come una pioggia di rane sulla testa degli operatori della giustizia. Se Pera si limitasse a scodinzolare, rimanendo in silenzio, sarebbe meglio. Preferisco Albano Pera, napoletano, campione olimpico di tiro a segno a Sidney 2000, di cui ricordo nitidamente il nome dopo 5 anni!
Mariano

Mariano Alterio 19.07.05 13:11| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
la tua descrizione di Pera non mi sembra corretta. Non è vero che prima di darsi alla politica fosse un quasi sconosciuto. Certo, non era un premio Nobel o un genio di fama mondiale, ma sicuramente era un docente di filosofia molto noto e apprezzato. Nulla di quanto aveva detto, fatto o scritto in precedenza poteva lasciar immaginare le sue becere prese di posizione di oggi. Ed è questo forse il fatto più drammatico. Che il berlusconismo sia riuscito, con una semplice offerta di potere, a trasformare quello che sembrava un equilibrato studioso laico in un pasdaran clericale pronto a turbare gli equilibri dello Stato per compiacere il suo padrone politico

Marco Passarello 19.07.05 13:06| 
 |
Rispondi al commento

qualcuno ha notato le 'ANALogie' con Buttiglione? tipo filosofo, tipo sparate sugli omosessuali etc..
2 cose a proposito di chi straparla sui gay.
1 avete mai pensato che vostro figlio/a potrebbe essere(stata/diventare) omosessuale?
2 secondo la psicologia chi si scaglia e inveisce contro gli omosessuali è omosessuale latente.Un perfetto eterosessuale, un eterosessuale al 100%, non prova il minimo fastidio per gli omosessuali. Anzi, è tutta concorrenza in meno!
ciao belli!

sergio volpe 19.07.05 13:03| 
 |
Rispondi al commento

@Luca Tani

"Una commento severo alle affermazioni fatte da Pera è venuto dai Ds. "Pera non ci sorprende più, tuttavia quello di oggi è un fatto estremamente grave", ha detto Vannino Chiti, coordinatore per le relazioni politiche e istituzionali della segreteria nazionale Ds. "Al di là di quelle che sono le convinzioni di ciascuno - ha proseguito l'esponente della Quercia- la seconda carica dello Stato non può andare in visita in un Paese amico e criticare in maniera, per giunta sprezzante, le leggi promulgate democraticamente da un Parlamento sovrano"."
(4 luglio 2005)

Ciao!
Prendo spunto dal tuo post, che riprende l'articolo allegato da Beppe e che sopra riporto, per ricordare che nessun Diessino alzò un dito per difendere il deputato italiano Rocco Buttiglione, espulso dalla commissione europea per via delle sue esternazioni (quelle sui gay, certo altamente discutibili) ispirate dal proprio credo religioso.

Anch'egli era stato delegato a quella carica da un governo legittimamente sovrano (senza entrare nel merito del suo operato) e democraticamente eletto da un altrettanto sovrano popolo. Allo stesso modo, durante l'ultima campagna referendaria, volarono dal SI accuse verso chi invitava all'astensione, dimenticando completamente il recente passato, in cui le stesse persone si comportarono allo stesso modo.
E allora, mia cara sinistra?

Certo, è la politica...che ognuno porti pure l'acqua al proprio mulino, ma per pietà: non voglia apparire Robin Hood!
Buona giornata!

Claudio Girometti 19.07.05 12:57| 
 |
Rispondi al commento

Ciao

Cristiano Di Giovanni 19.07.05 12:54| 
 |
Rispondi al commento

Una carica istituzionale non può e non deve permettersi di giudicare una legge di un'altro stato in maniera così denigratoria.
Fossi il Presidente della Rep. lo avrei censurato.
... ma poverino anche quello è "bollito"!!!!

Luca Tani 19.07.05 12:07| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace, ma stavolta non concordo. Marcello Pera nonostante quello che dici è e rimane un grande uomo. Almeno dal lato umano. Ho lavorato fino a marzo scorso al Senato e mi è capitato di incontrarlo più di una volta e parlare con lui, per questioni inerenti il mio lavoro (l'informatica). Si è sempre mostrato disponibile, aperto, umano. Qualità che spesso non trovi in quell'ambiente, ma anzi assieme alla sedia spesso sembrano vengano forniti anche di spocchia e boriosità.
Giudizio che mi è stato spesso confermato anche da persone che partecipano ai lavori in aula e che lavorano con lui quotidianamente. Indipendentemente dallo schieramento politico.
Quindi sì, probabilmente è come dici tu, filosofo con qualche libro in attivo ma non un "reale" lavoro, non appariscente e di poco impatto. Ma ripeto ha tutta la mia stima.

Francesca Lorenzi 19.07.05 11:57| 
 |
Rispondi al commento

mi ero dimenticato di dire due paroline sulle ultime cazzate dette da Pera: ma l'avete sentito??? Il Csm ha una posizione anticostituzionale...Lui fà parte di una coalizione chè è tutta anticostituzionale a iniziare dal Presidente del Consiglio passando x la guerra in Iraq e finendo ai ministri della Lega, Castelli e i suoi allegri compagni è anni che mette bocca su tutto ciò che fa la magistratura attaccandola in tutti i modi, non si era mai visto un ministro della giustizia cha attacca i magistrati, e il governo fà di tutto per screditarli, loro con la costituzione italiana (x la verità anche con la bandiera) ci si puliscono il culo. Adesso basta la questione è tragicomica questa è gente che spara merda dalla bocca a destra e a manca. MANDIAMOLI A CASA

stefano fasiello 19.07.05 11:54| 
 |
Rispondi al commento

x luca morini

Che gli spettacoli di beppe grillo facciano schifo lo dici soltanto tu, sarà xkè quello di cui parla sono tematiche troppo complesse x te.
Inoltre non accusare a casaccio le persone di discriminazione sociale, le risposte disponibili (quella sui gay o sui procuratori) facevano chiaramente riferimento alle frasi dette dal caro "filosofo" Pera (uno che pensa quello di berlusconi non meriterebbe neanche di mettere piede in parlamento xkè o è uscito di senno o era in preda all'alcool!) e avevano un chiaro sfondo ironico. Beppe Grillo il comico lo sà fare, e molto bene, e se facesse il politico probabilmente, lo farebbe meglio di molti ma molti altri che stanno seduti a riscaldare la poltrona in Parlamento scorreggiando ogni tanto una cazzata dalla bocca, quindi vediamo di commentare in modo intelligente.

stefano fasiello 19.07.05 11:41| 
 |
Rispondi al commento

Perchè Grillo,

tu che cazzo fai?
Perdi tutto il giorno a scrivere su questo blog e a guardare il tuo conto corrente che sale con i soldi che ti danno gli italiani per i tuoi scandalosi spettacoli...

E poi perchè gay o procuratori...?

Ma tu fai discriminazione sociale... Vergogna...

Luca Morini 19.07.05 11:16| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori