Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Braccia rubate al lavoro: Marcello Pera

  • 651


pera.jpg

Inauguro oggi una nuova rubrica domenicale dedicata a coloro che non si sa bene chi siano e che cosa facciano: Braccia rubate al lavoro.
Pera, chi è Pera?

Nullità assoluta.

Non ha mai lavorato, dice di essere un filosofo, ma ha scritto dei libri e non si sa perchè.

Quasi sconosciuto, è un sotto bignami,non si conosce una sola sua idea.

Si finge discepolo di Karl Popper (che si rivolta nella tomba).

E' tirchio, brutto e commette errori di italiano.

Quanti di voi sanno come si chiama di nome? Maurizio, Marcovaldo, Marcello... Per tutti è pera, con la p minuscola.

Frasi celebri:

"Nessuna conquista, solo un capriccio" (a proposito dei matrimoni Gay in Spagna).

"Berlusconi è uno dei più grandi statisti del nostro secolo".

Questo straordinario bluff è il presidente del Senato, la seconda carica istituzionale dello Stato.

Mandiamolo a lavorare.

Che lavoro gli fareste fare?

a- buttafuori in un locale gay
b- posteggiatore abusivo
c- procuratore di calciatori


Fonte:
http://www.repubblica.it/2005/g/sezioni/politica/peraspagna/peraspagna/peraspagna.html

17 Lug 2005, 17:19 | Scrivi | Commenti (651) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 651


Commenti

 

Caro signor Grillo, sono un ragazzo di 19 anni appena diplomato, ho intenzione di iscrivermi al''università statale di Milano per seguire il corso di laurea in scienze storiche con indirizzo moderno e contemporaneo. Il guaio non sta in questo bensì nel fatto che dopo i primi tre anni ho intenzione di specializzarmi in editoria e giornalismo, ma visto il ritratto che lei ha fedelmente dato dell'ambiente giornalistico italiano penso che quel mondo mi farà schifo!!! grazie per aver fatto ogni giorno vera informazione.

Matteo Boldrini 19.07.05 10:59| 
 |
Rispondi al commento

...buttafuori in un locale gay; con obretto, rossetto, tacco a spillo, crestone rosa da punk, costume da coniglietta e seno rifatto...poi voglio vedere il "...capriccio" come lo vivrebbe!
ciao a tutti

sergio cavalleri Commentatore in marcia al V2day 19.07.05 10:33| 
 |
Rispondi al commento

x Giuli Torre

Si insinuano strani personaggi nel blog.
Dici A e ti mettono in bocca Z.
Cerchi di esprimere i tuoi pensieri con chiarezza, senza giri di parole, magari un pò crudamente, ma almeno così non lasci adito a dubbi, e ti sommergono di critiche su come scrivi, sulla tua presunta ignoranza e maleducazione, su bizzarre lezioni di anatomia (cervello e chiappe), e tante altre cosette.

MA SAI LEGGERE?

"se non ci fosse la gente come te che fa pressione sociale su i gay che vogliono vivere apertamente e serenamente la loro sessualità"

MA QUALE PRESSIONE SOCIALE?
IO HO SOLO DETTO CHE I FINOCCHI (E RIBADISCO: F I N O C C H I !) MI DANNO LA NAUSEA, LO SO BENISSIMO CHE NON CI SI PUO' FARE GRANCHE' NULLA E CHE CE LI DOBBIAMO PUPPARE CON LA LORO INVADENZA (LO SAI CHE DA RAGAZZINO SONO STATO ABBORDATO ALMENO 2 VOLTE DA QUESTI SCHIFOSI? AVEVO 16-17 ANNI, NON 40, E SI RIMANE UN POCHINO TURBATI).
GLI OMOSESSUALI CHE NON VANNO IN GIRO A SCHIFARE LA GENTE CON LE LORO CARNEVALATE E SI FANNO I FATTI PROPRI IN CAMERA LORO, PER QUANTO MI RIGUARDA SONO LIBERI DI USARE I LORO ORIFIZI COME MEGLIO AGGRADA LORO.

"Incitare alla menzogna e al nascondersi non puo' certo portare lontano..."

MA QUALE MENZOGNA?
NASCONDERSI?

Se ti riferisci al fatto che i gay dovrebbero mentire sui loro "gusti", questo te lo sei inventato tu, io non l'ho detto.
E credo che sia meglio andare a nascondersi quando ci si rende partecipi di certi spettacoli disgustosi.

"Quanto alla zoofilia, hai forse un argomento per spiegarmi cosa centra con l'omosessualita'? Non metto in dubbio che i gay ti facciano schifo cosi', come ti fanno schifo gli zoofili, ma questo non e' un buon argomento per pensare che abbiano a che fare gli uni con gli altri. A me fanno schifo i ragni e il castagnaccio, ma non penso che il castagnaccio sia fatto di ragni.
mah..."

MA SAI LEGGERE?
CHE LINGUA PARLI?
PROPRIO TU PARLI DI CERVELLO?

Io ho detto che di questo passo si permetterà di tutto, anche di TROMBARE PER LA STRADA alle 10 di mattina (ci siamo vicini), o magari di convolare a nozze con il proprio CANE...
L'unica comunanza che c'è è soltanto lo STRAVOLGIMENTO DI VALORI che si crea.
Tutto il resto me lo hai messo in bocca TU (e meno male che sei una donna, PARE...).

Il mio post delle 19,32 del 18/07/2005 forse è meglio che te lo rileggi prima di fare simili figure di merda e parlare di un organo del corpo (il cervello) che conosci poco o nulla.

Alessandro ANGLANI

PS: E a quel tale Aldo Grassi (post del 19/07 ore 1,20), che i gay li metterebbe tutti al muro che cosa diresti, che al posto del cervello ha una calibro 44?... Vai a criticare lui che è meglio invece di rompere i coglioni a me, perchè io non ho mai pensato di ammazzare nessuno, nè di fare male a nessuno, voglio solo difendere il più possibile i miei figli e me dalle insidie di questo schifoso mondo. E quando avrai un figlio che ti sculetta per casa, risentiamoci così mi racconterai tutta la gioia e ORGOGLIO (PRIDE)che sicuramente proverai...


Alessandro Anglani 19.07.05 10:29| 
 |
Rispondi al commento

qualcuno ha notato le 'ANALogie' con Buttiglione?
2 cose a proposito di chi straparla sui gay.
1 avete mai pensato che vostro figlio/a potrebbe essere(stata/diventare) omosessuale?
2 secondo la psicologia chi si scaglia e inveisce contro gli omosessuali è omosessuale latente.Un perfetto eterosessuale, un eterosessuale al 100%, non prova il minimo fastidio per gli omosessuali. Anzi, è tutta concorrenza in meno!
ciao ciao!

cristiano di giovanni 19.07.05 10:28| 
 |
Rispondi al commento

Beppe profetico!.Eccolo che spara a zero sulla magistratura.Per compiacere chi vorrebbe una magistratura asservita al potere politico e che non è ancora sazio delle leggi che hanno cancellato tutti i reati dei quali era accusato.Per consolarmi - o forse farmi del male -guarderò questa sera lo speciale su mafia e omertà del grande Lucarelli e per par-condicio quello su Borsellino.p.s.:invito gli amici commentatori a limitare a 10-15 righe i post.Altrimenti,è risaputo, il lettore passa ad un altro se troppo prolisso.

leonardo cattaneo 19.07.05 10:07| 
 |
Rispondi al commento

b) posteggiatore abusivo

...l'accendo (Pera ovviamente!) e confermo!

p.s. ...è solo un capriccio!

Ottavio Lembo 19.07.05 09:49| 
 |
Rispondi al commento

purtroppo lo abbiamo eletto noi popolo molto poco bue e molto più asino.....ma ci rendiamo conto dei personaggi al governo?! metterei poi a discussione l'esempio di coloro che non sono mai stati eletti da nessun cittadino ma siedono in consiglio regionale come consiglieri regionali appunto!!!!! vedi in regione veneto il "borsino del presidente..." ITALIA da 3° mondo....e popolo che lo merita...

vittorio romor 19.07.05 09:33| 
 |
Rispondi al commento

Mah, direi nè la a, nè la b, nè la c.
Proverei invece a fargli coltivare a patate 1 ettaro di terra, preparandola come si deve a forza di picco e l'ausilio di un bue con aratro incorporato.
Raccolta a mano, ovviamente. Poi vediamo quanto tira su di stipendio....
Ciao

Valter Mura 19.07.05 08:56| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti,
volevo solo dire che la storiella della gara tra le canoe, evidenzia il vero stato dell'italia.
Tutti vogliono comandare ma nessuno vuole lavorare
facciamoli lavorare questi politici

marco barattieri 19.07.05 08:52| 
 |
Rispondi al commento

Se grattandoti i maroni invece di due ne senti quattro non ti muovere, potresti favorire il nemico! Pera non ha detto gay=frociazzi di merda.
Ha solo detto che per la nostra società il problema di fare sposare i gay è un falso problema. Smettetela con il vittimismo siete quattro gatti e fate casino per mille.Non ci siete mica solo voi!e non siete il tema di questo blog.

Filippo Trascinelli 19.07.05 07:12| 
 |
Rispondi al commento

GRANDE BEPPE
Io lo farei assumere come buttafuori in un locale gay ma dopo che questi... (capisci a me ahahah)

David Lagordi 19.07.05 06:56| 
 |
Rispondi al commento

x Alessandro,
ma te lo hanno mai detto che il cervello deve stare fra le meningi e non fra le chiappe?

se non ci fosse la gente come te che fa pressione sociale su i gay che vogliono vivere apertamente e serenamente la loro sessualita' (ed e' malato chi non vuole vivere la propria sessualita' in tal modo, al massimo, e fino a prova contraria), il mondo sarebbe un posto migliore. Spero per i tuoi figli (perche' meritano di vivere in un mondo migliore, gay o etero che siano) che deciderai di ri-ubicare il tuo organo del pensiero nella giusta posizione. Incitare alla menzogna e al nascondersi non puo' certo portare lontano...
Quanto alla zoofilia, hai forse un argomento per spiegarmi cosa centra con l'omosessualita'? Non metto in dubbio che i gay ti facciano schifo cosi', come ti fanno schifo gli zoofili, ma questo non e' un buon argomento per pensare che abbiano a che fare gli uni con gli altri. A me fanno schifo i ragni e il castagnaccio, ma non penso che il castagnaccio sia fatto di ragni.
mah...

giuli torre 19.07.05 03:52| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe io proporrei di fargli fare lo spazzolone da cesso nella villa di Berlusconi in Sardegna. Che ne dici?

Luca Gianantoni 19.07.05 02:56| 
 |
Rispondi al commento

ahahahah...qui sbagli, io non condivido file illegali e non scarico nulla...vedere per credere.
è questo l'errore che sifa, vedere nel sistema p2p un sistema per scambiare solo file illegali, secondo me è un ottimo mezzo per scambiarsi informazioni e materiali opensource (specialmente la rete dc che offre anche la chat.
oltretutto nel disclaimer del mio hub è specificatamente vietato condividere file porno e protetti da copyright...

Fabio Piciacchia 19.07.05 02:09| 
 |
Rispondi al commento

Le E-campagne?

Scusate il fuori tema ma qualcuno mi sa dire chi sono questi bizzarri personaggi?
Non ho trovato alcun nome a cui fare riferimento....
Le E-campagne?
Notte a tutti.

http://www.fattisentire.net/

http://www.fattisentire.net/
modules.php?name=FAQ&myfaq=yes&id_cat=1&categories=Domande+e+risposte#1

Liviano Pedretti 19.07.05 01:58| 
 |
Rispondi al commento

Iniziamo:
una sera a cena in un ristorante di Napoli avevo come commensali 4 gay. E già lì, mi cominciavano a girare..
Tre di loro stavano composti e tranquilli. Il quarto faceva il bravo napoletano DOC che sbraitava e urlava come una gallina nel pollaio! Una serata da dimenticare!! Una figura di cloaca maxima!! Tutti che ci guardavano e ovviamente ci facevano della stessa sponda!
Al muro li metterei! Altrochè matrimoni tra finocchi!!
PERA:
già il cognome la dice tutta! Certo ceh siamo messi proprio male coi politici! Guardiamo gli altri Stati europei. Hanno, almeno d'aspetto, dei rappresentanti che ben figurano. Noi invece solo nani, somari, galline strozzate, ignoranti.. E Staffelli che li rincorre attapirandoli! Grande Valerio!!

Aldo Grassi 19.07.05 01:20| 
 |
Rispondi al commento

Ho scoperto che di nome fa Marcello.... come Dell'Utri..... curioso, vero???!!!!

riccardo rizzi 19.07.05 01:20| 
 |
Rispondi al commento

Visto che si chiama "pera" ... io lo manderei a raccogliere la frutta, pagato a cottimo (magari in qualche cooperativa di stile un po' gay), sotto il sole cosi' magari si abbronza e migliora di aspetto!!!!.
Perche' mai solo i peggiori individui, salvo rare eccezioni, privi di qualsiasi attitudine fanno brillanti carriere politiche????
Ci meritiamo sempre il peggio?????

riccardo rizzi 19.07.05 01:17| 
 |
Rispondi al commento

io lo manderei a fare il buttafuori in un locale gay....e durante il giorno a fare il parcheggiatore abusivo

Giuseppe Conti 19.07.05 00:34| 
 |
Rispondi al commento

Non dimentichiamoci le affrmazioni sui processi a carico di parlamentari.
Vorrei poter citare con esattezza le fonte ma erano citazioni da "carta canta" di Marco travaglio su Repubblica. Mentre ai tempi in cui era opposizione vedeva segno di civiltà il poter liberamente undagare una carica dello stato, pochi mesi fa è arrivato a dichiarare qualcosa del tipo che se la magistratura arriva a poter accusare le cariche dello stato è la fine di uno stato civile! (O qualcosa del genere).
Insomma io voto A, B e C e da farglieli fare a ruota continua, con moglie e figli a carico ed al minimo del salario umanamente accettabile.

Cordiali saluti
Claudio Cecchetti.
cecchetticlaudio@hotmail.com

Claudio Cecchetti 19.07.05 00:01| 
 |
Rispondi al commento

I tre lavori scelti per pera sono ancora troppo di intelletto.Dovrebbe fare il LAVAPIATTI in caserma , dove non c'e' neanche il detersivo per pulire perche si rubano pure quello!!!!!!!!!
saluti a tutti

barbara vallone 18.07.05 23:29| 
 |
Rispondi al commento

IO? Grigio?
(v n p)

Umberto Mas 18.07.05 23:25| 
 |
Rispondi al commento

il posteggiatore abusivo!!!!!!!!!
ciao da stefano

stefano mele 18.07.05 23:13| 
 |
Rispondi al commento

lui pera è sicuramente gay come tanti della cazza delle libertà sembrano delle checche isteriche se qualcuno che ci va a letto a pagamento magari li sputtanasse come fanno in Inghilterra sicuramente abbasserebbero la cresta questi ometti viscidi

umberto rossi 18.07.05 23:06| 
 |
Rispondi al commento

Messaggio a tutti i gayofobi che così brillantemente hanno sovra e sottoesposto, con estrema cognizione di causa, il loro pensiero sull'argomento:


.........mi viene in mente una parola sola: ignoranza. Voi...cosa sapete dei gay? Conoscete dei gay? Avete amici gay? Siete figli (adottivi) di gay? No? E allora.........porca....!!! Che diritto avete di parlare? Parlate di malati, di devianze....sappiate miei cari che nella civilissima Roma il sesso tra uomini non solo era normale, anzi, era considerato un atto sublime e nettamente superiore a quello praticato con la donna. Chi è normale? La persona onesta e di buon cuore gay o .....ad esempio .. uno a caso...il politico eterosessuale? MA perchè non vedete la vostra ottusità,acciderbolina!!(non si può bestemmiare vero?,perchè bestemmierei volentieri!!!).

PS ...e non sono gay: convivo con una ragazza Spagnola che amo....

Raffaele Gurioli 18.07.05 23:00| 
 |
Rispondi al commento

Sig. Anglani*

Lei ritiene gli omosessuali dei “malati” e dei “pervertiti”; sviluppando quest'idea la logica soluzione è “curarli”, e visto che l'omosessualità è solitamente “incurabile” la conseguenza è la profilassi sanitaria (leggi: internamento e/o “eutanasia”).
Sviluppando alle estreme conseguenze** il suo ragionamento si arriva a finire QUI: http://www.olokaustos.org/argomenti/homosex/index.htm
Spero che non si offenda se le faccio notare che anche i nazisti, come lei, ritenevano l'omosessualità una malattia, ma che allo stato questa è solo un'ipotesi indimostrata (perché nessuno è mai riuscito a trovare una “causa”).
Sta di fatto che gli omosessuali esistono (da qualche parte ho letto che si stima siano il 5-10% della popolazione), e personalmente preferisco vivere in una società in cui gli omosessuali possono vivere, nonché chiedere (ed ottenere, se riescono a convincere gli altri) cose tipo il PACS, se non addirittura il matrimonio, piuttosto che vivere in una società che li interna e/o uccide, o che comunque li perseguita o discrimina.

* Ovviamente in questa sede una discussione sul punto è OT, e me ne scuso con gli altri utenti

** E con questo si torna leggermente in tema, posto che Pera è un filosofo, e che un noto assioma filosofico afferma che per valutare la giustezza di un'idea bisogna portarla alle sue estreme conseguenze.

Stefano Botta 18.07.05 22:56| 
 |
Rispondi al commento

Ma perchè tanto livore nei confronti di pera ? si è pure laureato al cepu, cribbio !

enzo da crotone 18.07.05 22:54| 
 |
Rispondi al commento

Ho visto il tuo DVD, caro Beppe Grillo, e ho paura che possano farti del male, prima o poi. Stai attento. La verita' a volte uccide, mica sempre rende liberi. Ho paura per te, caro Grillo parlante, non voglio che ti succeda niente

Tiziana Stanzani 18.07.05 22:39| 
 |
Rispondi al commento

X Umberto Mas

Beato te che vedi grigio...

Paolo Bologna 18.07.05 22:34| 
 |
Rispondi al commento

Che mi dici, caro Beppe, di Bassolino? Non ha mai lavorato nemmeno lui, ma essendo un "governatore" fà certamente più danni di Pera che è solo una carica istituzionale. E Rosa Russo Jervolino? Una cattocomunista che a malapena saprà far funzionare un cellulare? Per non parlare della triade romana, nella quale l'unico che si salva è Marrazzo. Ma solo per il fatto che ora è un vero show man, visto che come giornalista non potrebbe scrivere nemmeno sul corriere dei piccoli!! Caro Beppe come vedi di materia in Italia ce ne sta tanta e la colpa è solo nostra, perche questi testa di minchia in parlamento, nelle regioni e nei comuni ce li mandiamo noi e anche tu!!

filippo manci 18.07.05 22:15| 
 |
Rispondi al commento

Mi suggeriscono....
Pera non sarà un gran filisofo ma tu...
...hai fatto Topo Galileo!

Filippo Trascinelli 18.07.05 22:14| 
 |
Rispondi al commento

@ Filippo

Ma non ti accorgi che quei 2 millenni di storia li (anzi colpa nostra che li abbiamo messi li) hanno massacrati?
Il pera è una figurina che ha aiutato il fratellino del nano pelato a uscire dalla bancarotta. Guarda oltre la figura politica che impersonano per favore

Steve Lothlorien 18.07.05 22:14| 
 |
Rispondi al commento

LE CARICHE DELLO STATO SI RISPETTANO.
Che sia un burino o un comico, un saltimbanco o un attore va rispettato.
Se il Sig. Grillo che si fregia di farci ridere da un po di anni fosse interdetto dall' essere eletto perchè è quello che è... per la sua pochezza.... in fondo dire cazzate non è poi un gran chè... magari una laurea ad onorem.
In fondo io sono italiano e non mi è mai venuto in mente di acquistare azioni parmalat, ciro o arquati, fiat, omnitel, tim...
Aprite gli occhi raga, questo fra un poco vi dirà che è "solo" un comico...
Il sig. Pera potrà essere anche l'ultimo coglione della terra, ma è il nostro presidente del senato. Vi ricorda qualcosa Roma, il senato,due millenni di cultura e di storia...
Se il Beppe non è un italianucolo si fa votare e ci va lui a fare il presidente. Uè Beppe puoi sempre candidarti al Mugello!

Filippo Trascinelli 18.07.05 22:09| 
 |
Rispondi al commento

Per Alessandro.

Il fatto è, caro Alessandro che, la legge italiana riconosce diritti solamente alle coppie sposate ... e quindi per ottenere la parità, le persone GAY devono chiedere che venga riconosciuto un loro matrimonio.

Ho un amico GAY, che un bel giorno mi ha presentato il suo TORO (come dici tu ... ma non riesci ad usare vocaboli normali?) ... persona simpaticissima, con la quale ho passato due piacevolissime ore di conversazione.

Per quanto riguarda l'adozione da parte di coppie GAY invece credo che ci si trovi davanti ad una questione più complessa del matrimonio e non me la sentirei di votare una legge a favore.
Ma sul matrimonio non trovo porprio ragioni per impedire ad una persona di scegliere il suo compagno ... io giudico la persona in base a come si comporta e non mi interessa sapere con chi passa il suo tempo sotto le lenzuola.

Saluti
Claudia

PS: Non ti preoccupare per i baci ... cercherò di non abituarmici.

Claudia Portolani 18.07.05 22:00| 
 |
Rispondi al commento

Pera da brava carica numero 2 dello stato berluschino ha bacchettato il C.S.M......
avrà anche fatto errori di pronuncia o qualcuno gli ha scritto cosa dire? magari Sua Santità BONDI?

franco franchi 18.07.05 21:48| 
 |
Rispondi al commento


SILVIO-HARRY FOTTER: FORZA ETNA!!

leggi questo articolo con la vignetta di HARRY FOTTER-SILVIO CLIKKA QUI:
http://www.politikon.it/modules/news/article.php?storyid=610

Il sindaco di Catania, Umberto Scapagnini (Fi), assieme al suo avvocato, il coordinatore comunale di Forza Italia, Guido Ziccone, martedi' alle 17 dovra' presentarsi in procura. Sara' interrogato dai magistrati nell'ambito dell'inchiesta sulle anticipazioni dei contributi per la cenere vulcanica che la giunta comunale decise di assegnare per conto dell'Inpdap ai dipendenti il 12 maggio scorso, esattamente tre giorni prima delle elezioni comunali. Ben tre milioni di euro destinati agli oltre 4 mila impiegati: dai 300 euro mensili per i meno anziani, ai 1.300 euro per i funzionari con piu' anni di servizio. Scapagnini e otto assessori della vecchia giunta devono rispondere di voto di scambio e di abuso d'ufficio. Ad aggravare la posizione del sindaco anche una lettera che l'ufficio del personale del Comune aveva inviato il 6 aprile ai magistrati inquirenti - il procuratore Mario Busacca e i sostituti Ignazio Fonzo e Francesco Puleio - con la quale si metteva in evidenza che solo "l'Inpdap puo' essere chiamata alla restituzione delle rate e che l'amministrazione non puo' anticipare i rimborsi con fondi propri".

E, intanto, l'opposizione di centrosinistra chiede le dimissioni di Scapagnini.


Fabio Greggio

Fabio Greggio 18.07.05 21:40| 
 |
Rispondi al commento

CI SONO MOLTE OMBRE SU COME IL RAGIONIER MARCELLO PERA SIA DIVENTATO LAUREATO IN FILOSOFIA. NESSUNA OMBRA, PERO' SULL'IPOCRISIA DEL PERSONAGGIO. PRIMA INNEGGIA A "MANI PULITE"
POI VA A RENDERE OMAGGIO ALLA TOMBA DI BETTINO CRAXI CON I SOLDI DEI CONTRIBUANTI. DA ACCANITO ANTICLERICALE DIVENTA STRENUO DIFENSORE DELLE POSIZIONI DELLA CHIESA. PERA E' UNO DEI CANDIDATI ALLE PROSSIMA ELEZIONE A PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA: MI VIENE LA PELLE D'OCA.
SVEGLIAMOCI E TROVIAMO UN MODO PER POTER INFORMARE LA GENTE COMUNE RIMBECILLITA DAGLI ATTUALI TELEGIORNALI E PROGRAMMI TELEVISIVI:
CHE LA GENTE VOTI PURE PERA, BERLUSCONI E DELL'UTRI MA DEVE SAPERE FINO IN FONDO CHI SONO!

Roberto Nacci 18.07.05 21:37| 
 |
Rispondi al commento

Io non sono una nullità. Io sono una qualcosità.

Marcello Pera 18.07.05 21:36| 
 |
Rispondi al commento

Un'ultima cosa per la dolce Claudia:

Tu dici che tutti devono avere gli stessi diritti. E chi lo nega?

Se Leo Gullotta, che mi sta simpaticissimo, e NON FA PESARE A NESSUNO la sua dichiarata omosessualità, subisce un qualsiasi torto da chicchessia, sono io il primo ad essere felice di venire a sapere che ha avuto piena soddisfazione per il torto subito.

Ma da qui a sposarsi tra di loro con la benedizione di tutti e guai a chi fiata, o peggio (ORRORE, PERCHE' TANTO CI ARRIVEREMO), a voler ADOTTARE UN BAMBINO ce ne passa, cara Claudia; perchè nel caso del matrimonio ci sono già dei valori da difendere, e questo può ancora importare poco o niente; NEL CASO DELL'ADOZIONE DEL BAMBINO, CARI "MAMMI" PELOSI IMPROVVISATI, CI SONO ANCHE I DIRITTI DEL BAMBINO!!! MEGLIO IN ORFANOTROFIO CHE CON VOIALTRI!!!

Secondo me il bambino viene prima di voi, e ha più diritto di voi a non essere traumatizzato da simili porcherie.

Bacetto consueto (non ti ci abituare, sono molto discontinuo nel blog...)

Alessandro Anglani

Alessandro Anglani 18.07.05 21:34| 
 |
Rispondi al commento

Questo post è censurato come in cina.
Perchè avete tagliato il mio messaggio?
Forse il dissenso e la provocazione non è consentita?
OK Peggiorerò!

Filippo Trascinelli 18.07.05 21:32| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, non scriverò altro che queste parole: Le nullità ,non devono essere neppure nominate.
Ciao
I.G.

Ireneo Gerosa 18.07.05 21:29| 
 |
Rispondi al commento

...dimenticavo:

Quando ce vò, ce vò.

(Antonio Di Pietro)

Alessandro Anglani 18.07.05 21:25| 
 |
Rispondi al commento

Se è per questo non sarebbe consentito nemmeno il turpiloquio, caro Massimo Tanzillo, e invece ce n'è a bizzeffe in tutto il blog.

Il fatto è che la verità è scomoda, e dà fastidio a chi non si vuole mettere in discussione.

Per il resto mi assuno la piena responsabilità di ciò che ho detto (la verità...)

Alessandro ANGLANI

Alessandro Anglani 18.07.05 21:24| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, ho letto la mail inviatati da Alessandro Anglani.
...ma non erano non consentiti i messaggi con contenuto sessista?

massimo tanzillo 18.07.05 21:12| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei aggiungere alle frasi celebri di pera (con la p minuscola) il titolo di un suo convegno tenutosi qualche anno fa a Cesenatico: "Platone maestro delle dittature". Ha ragione Luttazzi quando dice: "non so voi, ma quando sento pera parlare mi viene voglia di chiedergli: scusi è una sua opinione o ha scorreggiato.

massimo tanzillo 18.07.05 21:02| 
 |
Rispondi al commento

Parcheggiatore abusivo a manetta...
ha anche la faccia...c'è tutto

Luca Tittoni 18.07.05 20:56| 
 |
Rispondi al commento

alessandro scrive:
....."Così non ti stupirai quando qualche tuo amico ti presenterà il suo TORO come "dolce metà"

-----------
cerchi di essere "gentile", ma a quanto pare non riesci a non essere volgare.

tosca albini 18.07.05 20:44| 
 |
Rispondi al commento

Le considerazioni e valutazioni su tutti gli uomini del governo Berlusconi si possono riassumere nel testo di una canzone di Fabrizio De Andre':


"lì ci troverai i ladri gli assassini e il tipo strano ,quello che ha venduto per tremila lire sua madre a UN NANO.


...e per il per per il professor Pera:


"Vecchio professore cosa vai cercando in quel portone
forse quella che sola ti può dare una lezione
quella che di giorno chiami con disprezzo pubblica moglie
quella che di notte stabilisce il prezzo alle tue voglie."

Grande Fabrizio!


Max Polo 18.07.05 20:27| 
 |
Rispondi al commento

Visto che è un gran lecchino e servo del potere ed alla luce delle inutili polemiche col CSM, direi a quell'ignorante di pera, che il CSM può esprimere tutte le opinioni che vuole e lui deve stare zitto.
Se la magistratura pensano che sia un ostacolo alle loro malefatte, sbagliano di grosso, piuttosto che vadano a lavorare in localino omosex.

Antonio Di Giovanni 18.07.05 20:27| 
 |
Rispondi al commento

Visto che è un gran lecchino e servo del potere ed alla luce delle inutili polemiche col CSM, direi a quell'ignorante di pera, che il CSM può esprimere tutte le opinioni che vuole e lui deve stare zitto.
Se la magistratura pensano che sia un ostacolo alle loro malefatte, sbagliano di grosso, piuttosto che vadano a lavorare in localino omosex come si addice alle loro facce del ca**o, tanto a leccare sono già abituati.
Grandissimo Beppe!

Antonio Di Giovanni 18.07.05 20:26| 
 |
Rispondi al commento

io si ne ho amici gay (culattoni e ci facciamo grasse risate quando glielo dico)scherzi a parte,x me sono persone normalissime,non le giudico x le loro preferenze sessuali...non so forse è qlc cromosoma cortocircuitato ...pero' penso che tante persone che giudicano a priori parlano solo x timori infondati.....

Crhistian Fufu' 18.07.05 20:14| 
 |
Rispondi al commento

x Claudia

Forlì?...
Lontanino, ma chi sa...

Se sei carina come scrivi, chissà cosa mi perdo (io)...

CHIEDO SCUSA AGLI ALTRI UTENTI, LO SO CHE SONO ANDATO "FUORI TEMA", MA QUESTA FANCIULLA MI HA COLPITO PER LA SUA GENTILEZZA...

Bacetto dove vuoi tu...

Alessandro ANGLANI

P.S.: Sei in buona compagnia a non ritenere l'omosessualità una degenerazione, non ti preoccupare... Così non ti stupirai quando qualche tuo amico ti presenterà il suo TORO come "dolce metà"...

Alessandro Anglani 18.07.05 20:12| 
 |
Rispondi al commento


Niente di personale Alessandro ... davvero!
Il mio messaggio voleva solo sottolineare il fatto che le persone dovrebbero avere gli stessi diritti indipendentemente dalle loro inclinazioni sessuali.
Ma capisco che pur essendo entrambi etero vediamo la cosa da due sponde opposte.
Io non giudico l'essere Gay (si, FROCI secondo me è offensivo) una malattia ... tutto qui.

Saluti
Claudia

Ah ... dimenticavo, sono di Forlì.

Claudia Portolani 18.07.05 20:01| 
 |
Rispondi al commento

per alessandro anglani e un pò per tutti (anche per me): abbiamo mai conosciuto per davvero, di persona, a tu per tu, un gay? ci hai, avete, abbiamo mai parlato con un gay? puoi, potete, possiamo parlare con tanta sicurezza di come è un gay, di cosa sente, di come si comporta?

emanuela villa 18.07.05 20:00| 
 |
Rispondi al commento

io opto per la A si secondo me il buttafuori in un locale Gay e'il lavoro gli si addice di piu'
ciao Beppe!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Trombino Flavio Commentatore in marcia al V2day 18.07.05 19:56| 
 |
Rispondi al commento

per Claudia Portolani

Vivo a Livorno.

Rileggiti il post, mi sa che ci hai capito poco.
Non ho detto che tutti gli etero sono sani, ho detto che i gay (visto che FROCI non ti piace) sono malati, e provo comprensione solo per quelli di loro che farebbero volentieri a meno di questo problema con cui sono nati e ne soffrono.

E tu dove vivi ?
Dimmelo, che così magari te lo faccio vedere io se temo di essere omosessuale...

Bacetto sul naso

Alessandro Anglani

Alessandro Anglani 18.07.05 19:55| 
 |
Rispondi al commento

sicuramente metterei pera come buttafuori in 1 locale gay cosi' chissa' che gli rompino il ........

valentino bellemo 18.07.05 19:53| 
 |
Rispondi al commento

A con variante - buttadentro in un locale gay;)

Giuseppe Polito 18.07.05 19:45| 
 |
Rispondi al commento

PERVERTITI = GAY ... GAY (anzi finocchi) = MALATI ...
Quindi per la proprietà transitiva ...
PERVERTITI = MALATI.

Alessandro ma dove vivi?
Beato tu che conosci solo etero SANI .. perchè io ne conosco parecchi che sono dei PERVERTITI senza essere GAY ... e non si contano sulle dita di una mano!

Questo tuo accanimento è quasi sospetto, com'è che si dice? SI PROVA ODIO PER CIO' CHE SI TEME DI ESSERE...

Per quanto riguarda il post io Pera lo manderei a fare il buttafuori in un locale Gay ... magari assieme ad Alessandro, così fuori dal locale potrà spiegare agli ospiti le sue teorie ... lui che è SANO!

Ma dove vivi

Claudia Portolani 18.07.05 19:42| 
 |
Rispondi al commento

decisamente la A...buttafuori in un locale gay.

Daniele D'Errico 18.07.05 19:41| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
se hai letto tutti i post saprai che io sono un tuo affezionatissimo ammiratore, però questa volta sono costretto a dissentire sul tuo giudizio su pera (come vedi minuscolettato anche da me), almeno per quanto riguarda il suo giudizio sui matrimoni "gay" (i li chiamo FINOCCHI).

Secondo me ha perfettamente ragione, quando fra non molti anni ci saranno decine di migliaia di PERVERTITI che vorranno sposare il loro gatto o il loro cane (o cavallo), si dovrà acconsentire a tali scempi morali, esattamente come si sta acconsentendo adesso.

Se questi individui amano prenderlo sotto la coda, lo facciano nell'intimità delle loro lenzuola senza rompere i coglioni alle persone SANE (perchè questi signori sono MALATI, almeno sotto questo punto di vista), invece di andare in giro a schifare la gente con le loro rivendicazioni di diritti che non stanno nè in cielo nè in terra, gay-pride del caxxo, baracconi vestiti da donna che fanno rabbrividire (io ho due bambini piccoli, che cosa gli racconto se andando in giro con loro vedo una di queste schifezze?).

Io posso provare compassione, e comprensione, soltanto per quei poveretti che sono nati omosessuali e NE SOFFRONO, tutti gli altri mi fanno soltanto schifo, altro che gay-pride. E' come se un gruppo di lebbrosi si riunisse a fare un lebbrosi-pride...

FATE SCHIFO!!!

Per il resto di pera non so nulla, e quindi posso essere benissimo d'accordo con te.

Alessandro Anglani 18.07.05 19:32| 
 |
Rispondi al commento

L'astensionismo...lo so che suona da irresponsabile e imbecille, eppure io credo fermamente che l'astensionismo è una sorta di partito senza bandiera, di chi è stufo di dover sceglier il meno peggio...perché cazzo devo sceglier il meno peggio? io voglio il meglio, anzi no, molto di più del meglio!
Se l'astensionismo cresce, il potere di chi governa s'indebolisce, gli stessi governi diventano più fragili...l'astensionismo a mio avviso è l'unica arma che abbiamo per ferire quei lardosi ipocriti...e guarda caso tutti, da destra a sinistra sono daccordo solo su una cosa:
sconsigliare l'astensionismo ai propri elettori, demonizzarlo...perché? perché lo temono così tanto tutti?...

pietro covacich 18.07.05 19:32| 
 |
Rispondi al commento

io lo metterei al rogo! :) ahahahahahahahaha
assieme a tutti gli altri inutili politici che da decenni non fanno altro che rubare...in tutti i sensi! Il motivo è pressoché semplice, essi sono dove sono non per meriti, ma perché sono dei deboli e subdoli ingannatori, uomini privi di tutto, il cui unico scopo e mettersi a novanta per accappararsi una delle poltrone libere...
Il rogo esiste ed equivale al privarli del voto: l'unico mezzo di cui necessitano per restare inutili. Io credo nella più grande utopia del secolo: che nessuno vada a votare...nessun voto per i ladri! per nessuno di loro! nessuna poltrona, nessun appoggio...a lavorare ipocriti!

pietro covacich 18.07.05 19:23| 
 |
Rispondi al commento

http://muk.splinder.com/1120502586#5203818

scusate per prima..

roberto sasso 18.07.05 19:15| 
 |
Rispondi al commento

CLICCA

roberto sasso 18.07.05 19:14| 
 |
Rispondi al commento

L'altra sera ho vista il report su Raitre dedicato ai Rfiuti di Italia...io avrei due proposte, per pera,ovviamente.

1. fare il rifiuto solido urbano tout court
2. fare il bracciante al posto del poveraccio di colore che smistava i pezzi di plastica dagli altri sul tappeto scorrevole....

Giovanni Iannaccio 18.07.05 19:13| 
 |
Rispondi al commento

Pierino è a scuola quando la maestra chiede ai bambini che lavoro fa il padre. I bambini rispondono le professioni più comuni - il pompiere, il poliziotto, impiegato di banca etc. Pierino rimane stranamente in silenzio e quindi la maestra gli chiede cosa faccia suo padre. -Mio padre fa il ballerino in un cabaret per gay e si spoglia davanti ad altri uomini. A volte, se l'offerta è particolarmente buona, va fuori con un pò di spettatori assatanati e lo prende in c...-. La maestra, ovviamente scossa da questa affermazione, velocemente dice agli altri bambini di colorare alcuni disegni e, preso da parte Pierino gli chiede -è proprio vero quello che hai detto di tuo padre?-. -No- risponde Pierino -lavora per il governo Berlusconi, ma mi vergognavo troppo a dirlo-.

E DILLA TUTTA PERA!!!!!

Steve Lothlorien 18.07.05 19:01| 
 |
Rispondi al commento

@ Fabio Piciacchia alias Vex

E bravo Fabio... ora chi lavora contro la pirateria dei file video e musicali coperti da copyraights sa Chi sei e dove trovarti.....


AHAHAHAHAHAHAH

Sempre l'elfo silvano

Steve Lothlorien 18.07.05 18:50| 
 |
Rispondi al commento

Perchè tutto questo astio nei confronti di un nostra compaesano nominato da un parlamento democraticamente eletto? Non bisogna prendersela con le persone che ci rappresentano, non serve a niente, ci facciamo solo tante belle amare risate. Le strade per cambiare sono altre.

paolo allemani 18.07.05 18:47| 
 |
Rispondi al commento

Nè a, nè b, nè c, ma esattamente il lavoro che fa, il politico. Se invece si propone un lavoro nel caso non potesse fare il politico proporrei il giornalista sportivo, o meglio ancora l'opinionista sportivo.

Enzo Femia 18.07.05 18:44| 
 |
Rispondi al commento

a me sembra perfetto, per etica e morale, a fare il procuratore di calciatori, anche perché gli altri sono comunque lavori !!
beppe sei un mito

Roberto Borelli 18.07.05 18:42| 
 |
Rispondi al commento

SIIII posteggiatore abusivo XDDD

Alessandro Vaulà 18.07.05 18:38| 
 |
Rispondi al commento

Si, si.
Il posteggiatore abusivo è ideale.
:-)

Milko Schiopetto 18.07.05 18:26| 
 |
Rispondi al commento

@claudia parmeggiani

Vai sul mio blog, troverai le istruzioni per farti il blog personale.

Ci risentiamo più tardi, ora esco

Max Stirner

Max Stirner 18.07.05 18:25| 
 |
Rispondi al commento

Che pera sia una nullità mi sembra quasi ovvio, anche se nn lo conosco...Figurarsi se lo conoscessi...
Al di là dell'idea "comica" della rubrica "braccia rubate" la cosa da da pensare senza dubbio alcuno. La questione è infatti estendibile tranquillamente ai vari pera, mela e banana che vanno a comporre una stantia macedonia che da troppo tempo viene malamente conservata nelle camere o parlamento europeo o quel che sia.
La cosa grave non è tanto che esista un pirla come pera (la madre dei fessi è sempre incinta,no?) ma piuttosto è molto + preoccupante il ruolo che un pesronaggio del genere è andato a ricoprire. Inoltre, per la serie "al peggio non vi è mai fine", questo pirla è circondato da una masnada di briganti che si fregiano del titolo di onorevole...forse sarebbe più appropriato il titolo di "Don", come quello dell'indimenticabile Marlon Brando...
Rimango inoltre deluso dal fatto che nessun segnale sia arrivato in risposta alla "protesta" messa in atto per avere un parlamento pulito... semplicemente NO COMMENT.
Che dire, siamo in mano all'idiozia fatta uomo-politico, all'ignoranza fatta a senatore, alla inutilità fatta onorevole.
Spero solo che un giorno,magari anche lontano, questi signori (ma anche signore, non escludiamo la povera Moratti) abbiano ciò che realmente gli spetta, cioè un'intera eternità di sofferenza e dolore, durante la quale le lo carni possano essere straziate da rostri puntuti e arrugginiti, i loro occhi sgusciati con un cucchiaio, la loro lingua strappata da un pinza, le loro budella date in pasto a Cerbero, i loro polmoni invasi da nervino, il loro cuore fatto a pezzi, il loro fegato reso cirrotico, la loro spina dorsale sfilata come fosse una spada dal fodero e le loro ossa spezzate.
Spero proprio che un giorno questo accada, o se nn altro, che vi sia qualche d'uno sufficientemente pazzo da fargliela pagare "sul piano fisico".
Dico queste "cattiverie" perché non ne posso più.Sono stanco di vedere ciò che vedo e sentire ciò che sento e di essere nella posizione di non poter fare niente per fermare come vorrei questi biechi soggettacci, degni soltanto di fare una fine orrenda.
Mi scuso se qualcuno è rimasto offeso/a, e/o turbato/a, ma del resto, questo è quello che realmente penso.
Un saluto a tutti.

Compare Turiddu 18.07.05 18:23| 
 |
Rispondi al commento

@ELISABETTA CAROSI

SPERO CHE SIA SOLO UNA PARANOIA DELLA BLOGGER DI CUI SOPRA,LEGGETELA,E' INTERESSANTE,ALTRIMENTI SIAMO OLTRE LA FRUTTA!!!
E con la FRUTTA sono rimasta in tema.

Postato da: Elisabetta Carosi il 18.07.05 17:45

------------------------------------------------------

Ciao Elisabetta

Avere uno che ti entra nel computer non è una paranoia, è una cosa intollerabile.
Io dubito molto che "i piani alti) s'interessino al tuo computer, io penso che si tratti di un mascalzone qualsiasi che utilizza le sue conoscenze per crearti problemi.
Io non sono in grado di dirti ciò che devi fare, ma se il tuo antivirus non è in grado di procedere alla neutralizzazione dell'attacco e neppure il tuo firewall, significa che essi sono inadeguati, perchè se lo fossero aggiornati e adeguati obligherebbero ad una tale competenza che sicuramente verrebbe utilizzata per scopi più redditizi.
Credo che, a questo punto, non ti resti altra possibilità che formattare, cambiare tutte le password, compreso quella dell'account di posta ed istallare tutte le difese del caso.
Così io penso

Ti saluto con simpatia e faccio molti auguri a te ed a tutti quelgli indirizzi che avevi in rubrica.

Ci risentiamo più tardi

Max Stirner

Max Stirner 18.07.05 18:21| 
 |
Rispondi al commento

Cinzia Rossi

Però ha permesso a te di esprimere la tua opinione e da buon genovese: gratis!

Oltretutto se ora si digita il tuo nome su un motore di ricerca appari pure tu col tuo bel commento!

Pensa che fortuna!!!!

Quindi attenzione alle figure che si possono fare!

claudia parmeggiani 18.07.05 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Max

questo tuo post è una vera perla di saggezza:
meditate e soprattutto fermate la mente: è la nostra vera nemica!
Non scherzo ne sono convinta!

claudia parmeggiani 18.07.05 18:07| 
 |
Rispondi al commento

buongiorno a tutti ibloggers, se utilizzate dc++ venite in tnthackers.homelinux.net sono con il nome di [adm]Vex li modero ioehehheh...se volete parlare tipo chat è un buon posto e ci si ppossono scambiare anche filmati e file interessanti...

Fabio Piciacchia 18.07.05 18:04| 
 |
Rispondi al commento

Aggiungerei una opzione a quelle indicate da Beppe:
d- raccoglitore
Di cosa? Ma di pere, naturalmente.
Quali pere? Per esempio, quella Cinzia Rossi che, per cultura ( Biagi è, per fortuna di questo povero paese, ancora vivo e si dice, casomai, magnaccia con m minuscola e a finale) e per intelligenza, è così vicina al Pera maiuscolo.

danilo de girolamo 18.07.05 18:03| 
 |
Rispondi al commento

buttafuori in un locale gay! buttafuori in un locale gay!

Daniele Arrigo 18.07.05 18:00| 
 |
Rispondi al commento

x caiazzo, io mi associo subito!

pera lo vedrei come dama di compagnia del pastore tedesco davanti e dietro all'altro grande illustre filosofo della politica italiana, quel concentrato di fascino & saggezza che è buttiglione

claudio vita 18.07.05 17:58| 
 |
Rispondi al commento

@CRHISTIAN FUFU'

@Max io forse ormai viaggio a rotta di collo x la tangente.....ma riflettendo un attimo....il post su pera non puo' essere un messaggio???se ci pensiamo un attimo e i termini usati...lo vedo un po come un affronto......va' be' torno fra le ombre...p.s. ti ho risposto di la'

Postato da: Crhistian Fufu' il 18.07.05 16:10

----------------------------------------

Se nel nome a volte le persone hanno il destino segnato, non a caso i latini dicevano “nomen est homen”, PERA è un nome, un destino, questo secondo me ha voluto dirci Grillo niente di più.

Viaggiare a rotto di collo per la tangente può essere pericoloso e fuorviante quanto inchiodare il proprio pensiero all'idea fissa o addirittura al nulla.
Osservare per quarant'anni la cartina dell'Ungheria (Borges) appesa al muro, può renderti un esperto di toponomastica dell'Ungheria; e poi?

Io credo che non esista al mondo luogo più produttivo di vita della palude, dell'acqua ferma, stagnante, così io cerco di fare con la mia mente: ridurla ad una palude, non fare... non fare! Non facendo pensi senza andare per tangenti, pensi... pensi e basta; il fare, se necessario, viene da sè: non si pensa il fare, si pensa il pensiero.
Come noterai per indicare il non fare sei costretto, per essere estremamente chiaro, ad utilizzare il verbo "fare"; sissignore, perché il "non fare" è un fare e, a volte, è il fare più profiquo.
Così io penso

Max Stirner

Post Validato

Max Stirner 18.07.05 17:54| 
 |
Rispondi al commento

Elisabetta: buon antivirus (avg, da free.grisoft.com) e buon firewall ( zonealarm, da
http://www.zonelabs.com/store/content/catalog/products/sku_list_za.jsp?lid=dbtopnav_zass
clicca su free download). Se non dovesse funzionare copiati tutto e formatta. Oppure passa a linux.

Marco Morini:
MA E' VERO??? Che Pera partecipi ai meeting dei ciellini non mi stupisce, ma che arrivino addirittura a dire Platone padre delle dittature...
beh, sono di cl, è vero, ma a tutto ci dovrebbe essere un limite..
(v n p)

Umberto Mas 18.07.05 17:54| 
 |
Rispondi al commento

per Elisabetta Carosi

usa dei software anti spyware, metti un bel firewall, formatta se necessario, ma non arrenderti :)
in definitiva se non hai nulla da nascondere lascia che vedano che frequenti questo blog, anzi è pure meglio così

Marco De Domenico Commentatore in marcia al V2day 18.07.05 17:53| 
 |
Rispondi al commento

FANTAPERA

Padre Marcello Pera in visita a Cape Canaveral prende posizione e attacca duramente i ricercatori NASA, colpevoli di aver sprecato centinaia di miliardi nel progetto "Deep Impact", ovvero il lancio di un proiettile su una cometa e lo studio del materiale scaturito dall'impatto, per ottenere informazioni riguardo alla creazione dell'universo. Il Presidente ha ricordato che "non serve essere cattolici, anche i laici come me sanno che tutto ciò che si deve sapere sulla nascita e lo sviluppo dell'Universo sta scritto nella Genesi. Ulteriori ricerche non sono da considerarsi necessarie, ma semmai un capriccio".
Proteste dall'Unione, che vede nella possibilità di replicare questo esperimento una buona occasione per sparare Mastella e Rutelli su una cometa in orbita attorno a Marte, il pianeta Rosso. Ironia della sorte.
Esperti psichiatri, osservando attentamente la regressione di Pera, si domandano se la riforma Moratti abbia valore retroattivo, ovvero, non solo compromette il futuro dei giovani, ma risale generazioni di italiani rincoglionendo tutti coloro che abbiano, anche in passato, frequentato la scuola pubblica. Io nutro seri dubbi in proposito

Steve Lothlorien 18.07.05 17:52| 
 |
Rispondi al commento

Bene e ce li meritiamo personaggi così al governo. Scendiamo in piazza per tutto, ci indignamo di tutto, ma quando si dovrebbe protestare per qualcosa che è palesemente sbagliato (come politici che sono incapaci di compiere il loro lavoro, indipendentemente dallo schieramento) non diciamo nulla. Insomma penso che qualcosa lo dovremmo fare noi ed in fretta anche....

Marco De Domenico Commentatore in marcia al V2day 18.07.05 17:47| 
 |
Rispondi al commento

Per Cinzia Rossi,

io gli avrei fatto fare il comico, ma dalla Rai e da Mediaset l'hanno cacciato. Si è permesso di dire la verità.

Marco Loreti 18.07.05 17:45| 
 |
Rispondi al commento

Marcello Pera come professore di filosofia tenne un seminario al meeting di cl del 2002 dal titolo "Platone, maestro delle dittature".

ahahahahahahahhhaahahahah

Marco Morini 18.07.05 17:41| 
 |
Rispondi al commento

FANTAPERA

Padre Marcello Pera in visita a Cape Canaveral prende posizione e attacca duramente i ricercatori NASA, colpevoli di aver sprecato centinaia di miliardi nel progetto "Deep Impact", ovvero il lancio di un proiettile su una cometa e lo studio del materiale scaturito dall'impatto, per ottenere informazioni riguardo alla creazione dell'universo. Il Presidente ha ricordato che "non serve essere cattolici, anche i laici come me sanno che tutto ciò che si deve sapere sulla nascita e lo sviluppo dell'Universo sta scritto nella Genesi. Ulteriori ricerche non sono da considerarsi necessarie, ma semmai un capriccio".
Proteste dall'Unione, che vede nella possibilità di replicare questo esperimento una buona occasione per sparare Mastella e Rutelli su una cometa in orbita attorno a Marte, il pianeta Rosso. Ironia della sorte.
Esperti psichiatri, osservando attentamente la regressione di Pera, si domandano se la riforma Moratti abbia valore retroattivo, ovvero, non solo compromette il futuro dei giovani, ma risale generazioni di italiani rincoglionendo tutti coloro che abbiano, anche in passato, frequentato la scuola pubblica. Io nutro seri dubbi in proposito

Steve Lothlorien 18.07.05 17:40| 
 |
Rispondi al commento

io sono totalmente convinto ( e giuro che non lo dico per fare dell'ironia ) che ai ministeri, dicasteri, poltrone al top etc. ci abbiano messo le menti più povere, rincoglinite, annebbiate e manipolabili che si potevano trovare. ma secondo me se si faceva una scelta random tra tutti gli italiani che hanno la licenza media a formare un consiglio dei ministri sono convinto che il grado di moralità, competenza, responsabilità ed umiltà di detto consiglio sarebbero stati decisamente superiori.

marco giuliani 18.07.05 17:39| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Grillo

Nullità assoluta.

Non ha mai lavorato, dice di essere un comico, ma ha scritto dei
libri e non si sa perchè.

Quasi sconosciuto, è un sotto sviluppato,non si conosce una sola sua
idea.

Si finge discepolo di Biagi (che si rivolterà nella tomba).

E' tirchio, brutto e commette errori di italiano.


Frasi celebri:

"il computer non serve a nulla e lo spacca con il martello
"bertinotti sarebbe più grande statista del nostro secolo".

Questo straordinario bluff è il portatore GRASSO di democrazia

Mandiamolo a lavorare.

Che lavoro gli fareste fare?

a- accudire i MAIALI
b- mandarlo in Via Pre a fare il Magnaccio(tanto gli riesce bene)
c-il portaborse di bertinotti

Cinzia Rossi 18.07.05 17:32| 
 |
Rispondi al commento

Stando a quanto c'e' scritto sul sito del senato: http://www.senato.it/leg/14/BGT/Schede/Attsen/00003900.htm
MARCELLO pera risulterebbe essere "Professore ordinario di filosofia della scienza" non so dove e non so che genere di cattedra sia un qualcosa che combina due cose apparenetemente anitetiche....

La mia proposta: qualunque lavoro gli venisse proposto svilirebbe qualnque altro lavoratore che e' gia' impiegato a tale lavoro.
Far dono del corpo, anche se deambulante faccio fatica a considerarlo vivo, alla scienza potrebbe aiutare la ricerca Italiana nelle ricerche ultraterrene... Lui ed il presdelsons difficilmente posso essere considerati umani....

Daniele De Zucco 18.07.05 17:32| 
 |
Rispondi al commento

Per Luigi Torretta,

come no, geniale l'idea di costringere Grillo ad alimentare i palazzetti con impianti di cogenerazione o fotovoltaico.
Perché è risaputo che è una sciocchezza girare qua e la per l'Italia con un cogeneratore da 30 kW o con un campo fotovoltaico da 200 mq e annesso pacco batterie.
E poi che ci vuole a collegarlo all'impianto esistente, sconnettersi dall'Enel, e riconnettersi il giorno dopo: basta che Grillo mandi una squadra di tecnici e 4 tir di roba il giorno prima di ogni tappa del tour.
Mmmmm, che vantaggione ecologico!
Ma diamogli addosso, visto che parla tanto deve controllare anche la quantità di metano nei peti mattutini.
E invece quei signori la, Pera e tutto il frutteto, loro che sono i promotori di una politica energetica che definire ridicola è un complimentone, quelli bisogna pensarci due volte prima di parlarne male.
Continuiamo così....

Marco Loreti 18.07.05 17:32| 
 |
Rispondi al commento

d. sotto segretario del sotto segretario del sotto segretario del vice segretario del sottopanza di un oscuro filosofo armeno

giorgio gabel 18.07.05 17:30| 
 |
Rispondi al commento

d. sotto segretario del sotto segretario del sotto segretario del vice segretario del sottopanza di un oscuro filosofo armeno

giorgio gabel 18.07.05 17:30| 
 |
Rispondi al commento

Ma i clown sono fantastici...quelli veri.
Questi personaggi sono buffoni, ma anche i buffoni veri avevano una loro poetica e poesia.
Non so cosa sono, in definitiva.
Ma non offendiamo i clown.
(v n p)

Umberto Mas 18.07.05 17:26| 
 |
Rispondi al commento

Tiziano Frangelli ore 16,20

bellissimo: è veramente italiano!!!


Marco Giuliani:

Hai ragione infatti non mi sono mai piaciuti i clown!!

Evviva noto con piacere che si è ricominciato un bel dialogo costruttivo!

claudia parmeggiani 18.07.05 17:21| 
 |
Rispondi al commento

b

Edoardo Pappalardo 18.07.05 17:16| 
 |
Rispondi al commento

b)

Davide Ricci 18.07.05 17:11| 
 |
Rispondi al commento

io penso che il lavoro ideale per pera sarebbe quello del clown insieme a tantissimi altri uomini di forza italia e del parlamento in generale.

Giustizia, Pera attacca il Csm
"Agire contrario alla Costituzione"
La seconda carica dello Stato sprona il centrodestra: "Il partito unico è nato oggi"


Pierferdinando Casini
e Marcello Pera

ROMA - Il presidente del Senato Marcello Pera critica il Consiglio superiore della Magistratura: "Se il Csm mette all'ordine del giorno un ricorso contro una riforma che lo riguarda discussa dal Parlamento, pone il problema se ciò che fa è pienamente previsto dalla Costituzione".

Al convegno di Magna Carta, Pera ha confermato i dubbi sulla decisione del Csm di esprimere un giudizio su alcune parti della riforma della giustizia. "Non so quanto il suo agire sia coperto dalla lettera dell'articolo 105 della Costituzione Ma anche se ciò fosse, e non lo credo, il problema comunque si porrebbe".

"Mi meraviglio - ha detto ancora Pera - che di questo problema ci preoccupiamo soltanto io e il presidente della Camera. Noi abbiamo pensato ad una riforma, ma non certamente alla nascita di un tricameralismo. Se l'interpretazione della Costituzione che dà il Csm è questa, la riforma dell'ordinamento giudiziario credo che sia comunque da riscrivere". L'articolo della Costituzione citato da Pera fa riferimento alle funzioni del Csm: "Spettano al Consiglio superiore della magistratura - si legge nell'articolo 105 - secondo le norme dell'ordinamento giudiziario le assunzioni, le assegnazioni ed i trasferimenti, le promozioni e i provvedimenti disciplinari nei riguardi dei magistrati".

Anche il presidente della Camera Casini, intervenendo allo stesso convegno, ha dato il suo appoggio alla linea di Pera: "Sulla riforma della giustizia abbiamo perso delle occasioni: si sono fatti microprovvedimenti settoriali che non hanno risolto i problemi mentre permangono giganteschi conflitti di responsabilità". Rispondendo poi indirettamente al vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura, Virginio Rognoni, il presidente della Camera ha spiegato che "richiamare all'autonomia delle Camere e alla loro funzione legislativa non è lesa maestà, per me è un dovere".

Il presidente del Senato non è intervenuto solo sul tema del Csm, ma ha anche detto la sua sul tema della coalizione e della leadership, in vista delle prossime elezioni politiche. Secondo Pera ci sono elementi sostanziali che ostano al passaggio "da una coalizione di partiti ad un partito di coalizione. Non credo che sia una questione di premiership. Non è più tempo di rinvii nè di astuzie, se i partiti della coalizione si sono uniti sui punti di fondo allora bisogna agire subito e non dopo le elezioni. Oggi si può dire che è nato il partito unitario del centrodestra". Quanto poi all'impedimento che potrebbe essere esercitato dall'attuale sistema elettorale, Pera sostiene che "un miglioramento della legge elettorale sia un tema da discutere".

(18 luglio 2005)

Siti sponsorizzatiUn servizio Overture

marco giuliani 18.07.05 17:05| 
 |
Rispondi al commento

Egregio Sig. GRILLO,
penso che questa sia un'idea veramente formidabile! Ho alcune perplessità solo per il fatto che il sito non è gratuito! Spero che Lei riceva tntissime adesioni perchè merita questo e tanto altro ancora!
Comunque sia, ha provato ad istituire un gruppo all'interno di portali dove non si paga nulla ad esempio Yahoo Italia ?
Grazie e la auguro un futuro sempre più prospero.

vincenzo boccone 18.07.05 16:57| 
 |
Rispondi al commento

giusto a proposito..

Durissimo affondo di Marcello Pera contro il Csm


"Dobbiamo riformare il bicameralismo, non fare il tricameralismo". Durissimo affondo del presidente del Senato Marcello Pera ai danni del Consiglio Superiore della Magistratura.
La seconda carica dello Stato ha ricordato che "in questi ultimi tempi il Csm ha messo all'ordine del giorno pareri non richiesti dal ministro (della Giustizia Roberto Castelli, ndr), su una riforma costituzionale che lo riguarda".

Il riferimento, ovviamente, è al documento che l'organo di autogoverno della Magistratura avrebbe voluto diramare per condannare il nuovo ordinamento giudiziario che la Casa delle Libertà si appresta - tra mille proteste - ad approvare in Parlamento. Un documento che, peraltro, non è mai stato approvato a causa dell'ostruzionismo degli esponenti del Csm vicini al centrodestra, che hanno abbandonato i lavori facendo mancare il numero legale.

"Non sono convinto che tutte le azioni del Csm siano coperte dalla Costituzione, ma se anche così fosse, il problema di un'interferenza palese o virtuale con il Parlamento sovrano esiste - ha aggiunto - un Csm che mette all'ordine del giorno il ricorso contro una legge approvata dal Parlamento è un problema. Non so quanto il suo agire sia coperto dalla lettera dell'articolo 105 della Costituzione, ma anche se ciò fosse, e non lo credo, il problema comunque si porrebbe. Mi meraviglio che di questo problema soltanto io e il presidente della Camera ci si preoccupi. Noi abbiamo pensato ad una riforma, ma non certamente alla nascita di un tricameralismo".
redazione di centomovimenti.com

Meno male che nell'era di tangentopoli applaudiva alla magistratura e alla sua autonomia.
Ricordo il programma della loggia P2, che questa riforma realizza in campo giudiziario.
(v n p)

Umberto Mas 18.07.05 16:54| 
 |
Rispondi al commento

sinceramente, lo manderei in Vaticano a giocare a scopone scientifico con il Pastore tedesco. Magari c'è già stato.

deni pasini 18.07.05 16:51| 
 |
Rispondi al commento

Caiazzo,

sul punto soppressione dello studio della grammatica italiana sei sulla buona strada!!

in boca al luppo!

andrea cavallo 18.07.05 16:46| 
 |
Rispondi al commento

Io sinceramente credevo che fosse palese l'omosessualita' di Pera, ma non per offesa che non ci sarebbe nulla di offensivo e' proprio che mi sembra molto evidente la sua omosessualita', sara' repressa o nascosta non saprei, ma certo che ha tutti gli atteggiamenti tipici del gay.
Per il lavoro lo vedrei come maggiordomo a casa del presidente del consiglio.

Luigi Nappi 18.07.05 16:45| 
 |
Rispondi al commento

@ Tiziano

MI TI CO

Steve Lothlorien 18.07.05 16:39| 
 |
Rispondi al commento

Sono stati cancellati tutti i commenti di critica per il post.¨


Complimenti allo Staff di Grillo

Laura, a quali ti riferisci? I miei ci sono.

Roberto Giuliani 18.07.05 16:34| 
 |
Rispondi al commento

=

Sono stati cancellati tutti i commenti di critica per il post.¨


Complimenti allo Staff di Grillo

Laura Tanzi 18.07.05 16:32| 
 |
Rispondi al commento

mio voto:
c- procuratore di calciatori

data la scarsità di persone serie dell'ambiente calcistico ed il proliferare di persone inutili, mi sembre che dovrebbe essere, per cotal personaggio, il posto più ovvio

Poveri Noi!
ciao Bruna

BRUNA LENTI 18.07.05 16:31| 
 |
Rispondi al commento

Io lo farei professore di liceo.

Per come è ridotta ora l'istruzione pubblica, quel mestiere, visto comunque il suo "sapere", sarebbe abbastanza umiliante!

Giovanni Esposito 18.07.05 16:30| 
 |
Rispondi al commento

...procuratore di "Bobo" Vieri...

luca manfredini 18.07.05 16:29| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Patrick De Angelis il 18.07.05 16:20

Uno dei pochi che meriterebbe un minimo di fiducia (Bertinotti), ma purtroppo è uno sporco comunista e il fratello Bush non consente...

Roberto Giuliani 18.07.05 16:23| 
 |
Rispondi al commento

Mi limito a votare per:

BUTTAFUORI PER LOCALE GAY

Che amarezza!!!!

Marco Minestrini 18.07.05 16:23| 
 |
Rispondi al commento

Lo vedo bene a dirigere il traffico, o come maitre in qualche ristorante.

Io mi prendo la briga di sentire quasi tutte le sere i lavori del parlamento, e a parte 10-12 parlamentari, sempre gli stessi, degli altri non si sente nulla....

...secondo me tolte le dovute eccezioni quasi nessuno merita di stare al Parlamento.

A proposito, avete sentito che Bertinotti vorrebbe che gli stipendi dei parlamentari siano equiparati a un qualsiasi stipendio di un normale dipendente statale, visto che quella del politico è una "missione"???

Chissà come va a finire!

Saluti

Patrick

Patrick De Angelis 18.07.05 16:20| 
 |
Rispondi al commento

Io la manderei a fare.....la mela....magari in un paese dove hanno molta fame così lo mangiano....il filosofo...forse lo è perchè cerca la pietra filosofale?

Ruggero Ruggeri 18.07.05 16:20| 
 |
Rispondi al commento

Una società italiana ed una giapponese decisero di sfidarsi annualmente in una gara di canoa, con equipaggio di otto uomini.
Entrambe le squadre si allenarono e quando arrivò il giorno della gara ciascuna squadra era al meglio della forma, ma i giapponesi vinsero con un vantaggio di oltre un chilometro. Dopo la sconfitta il morale della squadra italiana era a terra.
Il top management decise che si sarebbe dovuto vincere l'anno successivo e mise in piedi un gruppo di progetto per investigare il problema. Il gruppo di progetto scoprì dopo molte analisi che i giapponesi avevano sette uomini ai remi e uno che comandava, mentre la squadra italiana aveva un uomo che remava e sette che comandavano. In questa situazione di crisi il management diede una chiara prova di capacità gestionale: ingaggiò immediatamente una società di consulenza per investigare la struttura della squadra italiana.
Dopo molti mesi di duro lavoro, gli esperti giunsero alla conclusione che nella squadra c'erano troppe persone a comandare e troppe poche a remare. Con il supporto del rapporto degli esperti fu deciso di cambiare immediatamente la struttura della squadra. Ora ci sarebbero stati quattro comandanti, due supervisori dei comandanti, un capo dei supervisori e uno ai remi. Inoltre si introdusse una serie di punti per ampliare il suo ambito lavorativo e dargli più responsabilità.
L'anno dopo i giapponesi vinsero con un vantaggio di due chilometri. La società italiana licenziò immediatamente il rematore a causa degli scarsi risultati ottenuti sul lavoro, ma nonostante ciò pagò un bonus al gruppo di comando come ricompensa per il grande impegno che la squadra aveva dimostrato. La società di consulenza preparò una nuova analisi, dove si dimostrò che era stata scelta la giusta tattica, che anche la motivazione era buona, ma che il materiale usato doveva essere migliorato.
Al momento la società italiana è impegnata a progettare una nuova canoa.

tiziano frangelli 18.07.05 16:20| 
 |
Rispondi al commento

io lo manderei a fare il "parcheggio" di bici ma non nel modo che intendono i piu', bensi' in ginocchio a quattro zampe e con la faccia rivolta al muro

alberto alberti 18.07.05 16:12| 
 |
Rispondi al commento

Vai con la propaganda!
Udite Udite!
visto che l'argomento sono le logge massoniche ho deciso di fondarne 1 io vediamo 1po come posso chiamarla...mmm....ci sono la chiamerò C2
e gia che ci sono pubblico il mio programma di decisioni IRREVOCABILI:
figaxtutti(aggevolazioni per le donzelle che se la rasano)
incentivi e sgradi fiscali per l'azziende che producono film porno
la beatificazione di Moana Pozzi
la liberarizazione dell'energia
eliminazione di rai e mediaset e conseguemte sostituzione con Grattachecca e Fichetto(24ore non stop)
sostituzioni elezioni(tanto a niente servono)con
1megasortegione
matrimonio freextutti(per quel che vale)
soppressione b. vespa
studio obbligatorio di tutte le religioni che non siano quella cristiana
studio obbligatorio di playboy
la domenica tutti in bicicletta(le ragazze vestite da conigliette)
espropiazione di tutti i beni dei calciatori(comperso mogli e fidanzate)
espropiazioni territori nato
nazionalizzazione delle industrie di contraccetivi
soppressione dello studio della grammatica italiana
meno tasse(ma si tanto si porta)
obbligo per le donne a mostrare la biancheria intima sul posto di lavoro
jus prime nottis(si scrive cosi)
forti importazioni dalla jamaica
messa in vigore dello statuto Albertino
campagna di colonizzazione di Marte
incremento fontanelle e bagni pubblici(che scandalo)
abbasamento dell' età pensionabile illimitata
costruzione di 1 ponte elevatoio che colleghi Messina con il Cairo
e bla bla bla bla bla bla(il programma è aggiornabile in ogni momento accettiamo tutti i suggerimenti)
accorrete gente accorrete!iscrivetevi numerosi!

ANTONIO CAIAZZO 18.07.05 16:11| 
 |
Rispondi al commento

@Max io forse ormai viaggio a rotta di collo x la tangente.....ma riflettendo un attimo....il post su pera non puo' essere un messaggio???se ci pensiamo un attimo e i termini usati...lo vedo un po come un affronto......va' be' torno fra le ombre...p.s. ti ho risposto di la'

Crhistian Fufu' 18.07.05 16:10| 
 |
Rispondi al commento

Scusa carissimo Beppe Grillo che ti seguo da "Te la do' io l'america" il Brasile ecc.ecc........sempre daccordo con te in tutto e dappertutto. Ma gli farei fare semplicemente l'OPERAIO con stipendio da 900 euro al mese,gli concederei qualche sraordinario per arrivare a € 1000. VERGOGNA a questi politici.
Ciao a tutti da Marco
BEPPE VAI AL GOVERNO TU E CAMBIA QUESTA ITALIA, CREA IL PARTITO DELL'ONESTA'
NOI TI VOTEREMO TUTTI

Marco Roncoroni 18.07.05 16:10| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi l'anomalia del server è successa venerdi' con sabato e domenica di mezzo chi vuoi che indaghi sulla feccenda? quindi diamo tempo allo staff di grillo di vedere cosa e' successo vedrete che diranno qualcosa presto.

Io posso dire che ho notato un bug nel sito probabilmente dovuto dal database, niente di preoccupante. Quando qualcuno mette un post il sito è come se si bloccasse per qualche istante, memorizzato il post nel database il sito ritorna normale, ora data la mole di post che mettiamo di continuo il database lavora sempre e costantemente, probabilmente è andato in tilt. La causa è nella gestione del database che mi sembra lentina, tutto qui.

Post validato da Winnie the PU' (pu' pua')

Steve Lothlorien 18.07.05 16:08| 
 |
Rispondi al commento

Quando Pera «lavorava»
per la famiglia Berlusconi
Il presidente del Senato ha condotto la discussione sulla legge Cirami «salvapreviti» facendo strame del Regolamento e della Costituzione. Ma c'è un precedente

Ritratto di Marcello Pera, ex «giustizialista» diventato fedelissimo di Berlusconi. Tanto da anticipare i tempi della Cirami: chiedendo il «trasferimento» di un processo a Paolo, fratello del leader di Forza Italia. Ecco la storia dimenticata dello «scandalo del giallino»

Questo ritratto di Marcello Pera
è tratto dal libro "Campioni d'Italia", di Gianni Barbacetto,
Marco Tropea editore

Erano anni che studiava da ministro della Giustizia. Si era accuratamente preparato. Pregustava il momento. Aveva perfino già fatto sapere che, appena arrivato al ministero di via Arenula, per prima cosa avrebbe fatto cambiare la scrivania: non si sarebbe seduto a quella che fu di Palmiro Togliatti. Invece la politica italiana riserva sempre qualche sorpresa, così il professore si è trovato a essere il presidente del Senato, la seconda carica istituzionale della Repubblica. Ma quale Pera è andato da Lucca a Roma, ad accomodarsi tra i velluti rossi di Palazzo Madama? Sì, perché in realtà i Pera sono due. Il primo è un professore «giustizialista», che spara contro i politici corrotti e si schiera senza riserve dalla parte dei magistrati che fanno finalmente pulizia. Il secondo è un politico «garantista», che non perde occasione di bacchettare sulle dita i magistrati che si permettono di mettere sotto inchiesta i politici. Pera Uno inneggia entusiasta a Mani pulite. Pera Due è il castigamatti dei giudici. Per la giustizia ha una specie di ossessione e ripete, ogni volta che ne ha l'occasione, la sua ricetta: separare i pubblici ministeri (che indagano e rappresentano l'accusa) dai giudici (che emettono sentenze); e riformare l'obbligatorietà dell'azione penale, uno strumento da non lasciare tutto nelle mani dei pubblici ministeri, ma da affidare al Parlamento (o al governo, si vedrà). Un programma da ministro della Giustizia, che ha dovuto affidare ad altri...

Che siano due, a Lucca lo sanno bene. Il primo Marcello Pera nasce nella città toscana il 28 gennaio 1943, figlio di un ferroviere. Studia all'istituto tecnico, ma dopo il diploma va all'università e si laurea in filosofia. Il ragazzo ha stoffa, tanto che resta nell'università, fino a diventare professore ordinario di Filosofia della scienza. A Lucca abita in un appartamento senza pretese nel quartiere di Sant'Anna, fuori dallo splendido centro città contornato dalle mura antiche. Quando può, si ritira poco distante, nella campagna, dove ha una casetta nel verde. Non è uomo da vita mondana, Marcello Pera. Il massimo della felicità per lui è fare qualche viaggio, preferibilmente a Londra. L'accademia, però, gli va stretta: a Pera piace buttarsi nella battaglia politica, nello scontro, nella polemica. Si impegna nell'area laica, nel movimento referendario di Massimo Severo Giannini. E scrive. Polemista vigoroso, viene ingaggiato come commentatore dal quotidiano La Stampa.

Quando scoppia Mani pulite, non usa perifrasi: «Come alla caduta di altri regimi, occorre una nuova Resistenza, un nuovo riscatto e poi una vera, radicale, impietosa epurazione... Il processo è già cominciato e per buona parte dell'opinione pubblica già chiuso con una condanna» (La Stampa, 19 luglio 1992). Attenzione, non è Paolo Flores d'Arcais, il direttore di Micromega, ma proprio Marcello Pera: «I partiti devono retrocedere e alzare le mani... subito e senza le furbizie che accompagnano i rantoli della loro agonia. Questo sì sarebbe un golpe contro la democrazia: cercare di resistere contro la volontà popolare» (1 febbraio 1993). Pera Uno il giustizialista parla chiaro: «Il garantismo, come ogni ideologia preconcetta, è pernicioso» (29 marzo 1993). «I giudici devono andare avanti. Nessuno chiede che gli inquisiti eccellenti abbiano un trattamento diverso dagli altri inquisiti» (5 marzo 1993). A chi si permette di attaccare i magistrati, Pera Uno risponde con parole di fuoco: «No e poi no, onorevole Bossi. Lei deve chiedere scusa... I giudici fanno il loro dovere... Molti magistrati sono già stati assassinati per aver fatto rispettare la legge... Lei mette in discussione i fondamenti stessi dello Stato di diritto» (24 settembre 1993). Del resto, per il giacobino Pera, «la rivoluzione ha regole ferree e tempi stretti» (26 settembre 1993).

Ma al culmine della foga «giustizialista», di Marcello Pera Uno si perdono le tracce. Al suo posto compare Marcello Pera Due, che si schiera con Forza Italia, comincia una martellante campagna contro i magistrati e i «giustizialisti», definisce «golpisti» i pool di Milano e Palermo, chiede a Massimo D'Alema di «fermare i giudici». Con queste credenziali, Silvio Berlusconi è ben contento di poterlo annoverare tra i «professori» che si sono schierati con il suo movimento, contribuendo a far declinare l'immagine di Forza Italia «partito di plastica» nato da una raffica di spot. Al professore di filosofia con la passione per la giustizia, nel 1996 Berlusconi offre un collegio senatoriale, nella sua Lucca. Pera Due è sconfitto dal senatore locale, il ds Patrizio Petrucci, ma viene recuperato con i resti: così entra per la prima volta in Senato, dove diventa subito vicepresidente del gruppo di Forza Italia, ma soprattutto responsabile nazionale Giustizia del partito di Berlusconi. Con il collega parlamentare Marco Boato, Pera Due dà vita alla Convenzione per la giustizia, uno pseudo-partito che serve a far arrivare qualche miliardo di denari pubblici al quotidiano berlusconiano Il Foglio. Alle elezioni del 13 maggio 2001, Marcello Pera si è ripresentato nel collegio senatoriale di Lucca e questa volta è stato subito eletto: ha raccolto 4 mila voti più di Petrucci, azzoppato da Rifondazione comunista (che nel collegio ha ottenuto 8 mila voti).

Così per lui si sono riaperte le porte di Palazzo Madama: ma Pera non sapeva ancora che ne sarebbe diventato il presidente. Sempre con il pensiero rivolto a giudici e giustizia, aveva subito ribadito, per l'ennesima volta, i suoi propositi: nel giorno dell'anniversario della strage di Capaci, ricordando Giovanni Falcone, aveva dichiarato: «Lui era un grande che aveva visto giusto. Non gli piacevano pm e giudici uniti assieme in una sola carriera e non credeva più all'obbligatorietà dell'azione penale che, com'è oggi, è solo una presa in giro». è proprio per esternazioni di questo tipo che Pera Due era visto con preoccupazione dalla gran parte dei magistrati, che si aspettavano di vederlo insediato al ministero della Giustizia e temevano che arrivasse a intaccare l'autonomia della magistratura, tagliare le unghie alle procure impiccione, frenare l'azione dei pubblici ministeri.

C'è un precedente, in effetti. Un pesante intervento di Marcello Pera contro due magistrate milanesi colpevoli di indagare sul fratello di Silvio Berlusconi. Una storia di famiglia, che vale la pena di raccontare. La superpattumiera Cerro Maggiore è un paesone non troppo distante da Milano. Ma ormai il suo nome evoca soprattutto la vicenda intricata, sporca, interminabile, della discarica: una superpattumiera che per anni ha raccolto i rifiuti di Milano. La famiglia Berlusconi coglie l'attimo e apre una discarica, appunto, a Cerro. Qui per anni, grazie alla sponda politica fornita prima dai democristiani, poi dal presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni, sono convogliati i rifiuti della grande Milano. Un'indagine della procura durata anni scopre che Paolo Berlusconi, fratello di Silvio e titolare della società Simec che gestisce la discarica, tra il 1991 e il 1996 ha realizzato guadagni favolosi: ha messo a bilancio ricavi per 243 miliardi; di questi, secondo i magistrati, almeno 150 sono soldi che la Simec ha sottratto dalle casse pubbliche: sono la differenza tra i miliardi incassati per lo smaltimento e l'effettivo costo del servizio. Per questo, Paolo Berlusconi sarà chiamato a rispondere dei reati di peculato e di corruzione. Poi, però, le ricche casse della Simec sono state prosciugate, con una serie di operazioni finanziarie (raccontate nel capitolo dedicato a Paolo Berlusconi) che sono costate all'imprenditore le ulteriori imputazioni di falso in bilancio, false comunicazioni societarie, frode. Ora le magistrate Margherita Taddei e Giulia Perrotti, coordinate dal procuratore aggiunto di Milano Corrado Carnevali, sono arrivate alla fine del loro lavoro. Ma c'è stato un momento, nell'autunno 2000, in cui tutto stava per saltare. è in quel momento delicatissimo che Marcello Pera è entrato a gamba tesa nella vicenda.

Più che un giallo, è un «giallino». Tutto comincia infatti con un bigliettino giallo, un post-it adesivo inserito nel fascicolo dell'inchiesta. La Simec, da cui titolari e prestanomi hanno succhiato tutti i miliardi incamerati negli anni, è restata una scatola vuota. Anzi, piena, ma solo di debiti. Il fisco, per esempio, pretende dalla Simec oltre 100 miliardi di tasse non pagate. A questo punto la società, che è già stata commissariata dai magistrati ed è nelle mani di un custode giudiziario, dovrebbe essere posta in liquidazione. Non ha dipendenti, quindi il fallimento non lascerebbe nessuno sul lastrico; ma sarebbe un disastro per Paolo Berlusconi, perché alle sue imputazioni (peculato, corruzione, falso in bilancio, frode) aggiungerebbe quella di bancarotta fraudolenta, un reato gravissimo, punibile con una pena fino a 20 anni. Berlusconi e il suo ambiente si mettono al lavoro per scongiurare il pericolo. Intanto, però, Fausto Bongiorni, il custode giudiziario della Simec nominato dal giudice per le indagini preliminari Rosario Lupo, permette lo svolgersi di una procedura assai strana: vende (con l'autorizzazione del giudice Lupo) una piccola parte delle quote societarie della Simec (il 5 per cento) al proprietario di fatto dell'azienda, Paolo Berlusconi, che se n'era formalmente liberato. è come vendere un corpo di reato all'imputato del reato medesimo, ma a Berlusconi serve: rientrato nella società che aveva spogliato, tratta con il fisco, salda i debiti e chiude la partita pagando 76 miliardi. Il pericolo di doversi caricare sul groppone anche il reato di bancarotta fraudolenta è scongiurato. Le due magistrate dell'accusa, Margherita Taddei e Giulia Perrotti, insorgono: il custode giudiziario Bongiorni ha permesso operazioni che non doveva permettere. Aprono un'indagine per abuso d'ufficio nei suoi confronti e chiedono al tribunale del riesame di bloccare l'operazione. A questo punto, per salvare Berlusconi, si scatena il finimondo. Pressioni. Interventi. Clima pesante. E scatta lo scandalo del post-it.

Il bigliettino giallo. Lo scoprono gli avvocati difensori di Paolo Berlusconi, dentro il fascicolo dell'inchiesta che era arrivato al tribunale del riesame. è un bigliettino giallo, su cui è scritto, a mano: «Cara Elisabetta, si tratta solo di 322 bis ordinanza Gip che ha accolto l'istanza del custode con parere negativo del pm e la dottoressa si è arrabbiata. Se ci sono problemi fai parlare il presidente con la dottoressa Taddei. Saluti e baci». L'ufficio del pubblico ministero e il tribunale del riesame non devono scambiarsi saluti e baci. Non devono affidare le comunicazioni a bigliettini informali. Non devono ipotizzare incontri risolutivi fuori dalle aule di giustizia. Immediatamente, l'avvocato di Berlusconi, Oreste Dominioni, firma un esposto di fuoco, in cui sottolinea la gravità dell'atto. Cita anche un documento di Bongiorni, che denuncia di aver subito «pesanti condizionamenti» da parte del pubblico ministero (Curioso: come mai l'avvocato dell'imputato Berlusconi ha a disposizione i documenti del custode giudiziario del tribunale?). L'obiettivo è chiaro: salvare Paolo Berlusconi dall'imputazione di bancarotta fraudolenta e strappare l'inchiesta a Taddei e Perrotti, due donne che hanno lavorato sodo per anni. Gli atti che hanno prodotto riempiono una stanza: se fossero affidati a qualcun altro che dovesse ripartire da zero, l'inchiesta sarebbe morta. Si mette immediatamente in moto una gioiosa macchina da guerra: avvocati, politici, giornalisti, membri del Consiglio superiore della magistratura (Csm).

Del resto, c'è un intero partito a disposizione della famiglia. Il Giornale (di proprietà di Paolo Berlusconi) scatena una campagna martellante, con lunghi articoli e piccati editoriali («Le tracimazioni della giustizia», firmato da Francesco Pintus, già magistrato a Cagliari). Al Csm si attivano subito i consiglieri del Polo Michele Vietti, Bartolo Gallitto e Mario Serio, che chiedono al Consiglio di mettere sotto inchiesta disciplinare Taddei e Perrotti. E anche Marcello Pera porta il suo sostanzioso contributo alla campagna: rivolge un'interrogazione al ministro della Giustizia Piero Fassino, chiedendo «un'azione disciplinare a carico dei pm» e comunque la loro «sostituzione, a titolo preventivo». Poi prende la mira e spara su di loro dalle colonne del Giornale: «La Taddei non conosce le regole elementari della sua funzione». «Quel pezzo di carta conferma una brutta tradizione milanese: i pm considerano i giudici come inservienti». «Io spero che le due pm si astengano spontaneamente; oppure che sia il loro capo, D'Ambrosio, a suggerire loro di astenersi. Insomma, ci vuole un segnale...».

Come va a finire? Il procuratore della Repubblica Gerardo D'Ambrosio e il procuratore generale Francesco Saverio Borrelli difendono le due magistrate. Taddei e Perrotti riescono a mantenere i nervi saldi. Ora la Cassazione, dopo il tribunale del riesame, dovrà decidere se era legittimo o no lo strano salvataggio della Simec permesso dal custode giudiziario. E il bigliettino giallo? Una semplice indagine interna ha appurato quanto segue: era stato scritto non dalla dottoressa Taddei, ma da un'impiegata; e non un'impiegata della procura, ma del tribunale del riesame, che si rivolgeva a una collega dello stesso ufficio. Nessuna pressione della procura sul giudice. Tanto rumore per nulla? Sì, ma l'attacco alle due magistrate solo per un soffio non ha ottenuto il risultato sperato dal fronte Berlusconi. Intanto Silvio è diventato presidente del Consiglio. E Marcello Pera presidente del Senato.

umberto rossi 18.07.05 16:07| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: luca culici il 18.07.05 16:03


Simpatico il sito, Luca, ma evita di aprire altre sessioni con ogni link, è stancante e inutile!
Ciao

Roberto Giuliani 18.07.05 16:07| 
 |
Rispondi al commento

Chi e' Pera?

Eccolo qua, da "Repubblica" do oggi:

Il presidente del Senato Marcello Pera critica il Consiglio superiore della Magistratura: "Se il Csm mette all'ordine del giorno un ricorso contro una riforma che lo riguarda discussa dal Parlamento, pone il problema se ciò che fa è pienamente previsto dalla Costituzione".

Chi e' pera? Uno stronzo, zerbino al servizio di Berlusconi

Stefano Barone 18.07.05 16:06| 
 |
Rispondi al commento

Comunque c'è qualcuno che continua a postadare il mio messaggio non so chi sia ma lo ringrazio è tutta propaganda!gia che c'è perchè non correge gli errori causati dalla fretta?
VOTA ANTONIO VOTA ANTONIO VOTA ANTONIO

antonio caiazzo 18.07.05 16:05| 
 |
Rispondi al commento

Il sosia di MR Bean

andrea ercoles 18.07.05 16:05| 
 |
Rispondi al commento

@CLAUDIA PARMEGGIANI

Gli stessi problemi li abbiamo avuti tutti, quindi qualche disturbo esiste ma, di che natura non lo sappiamo ed io sarei prudente ad identificarlo in "ordini superiori".

Beppe grillo se avesse sentore che questi disturbi derivano da quanto sopra, avrebbe sicuramente trovato il modo di farcelo sapere quindi, CALMA E GESSO!

Tra un'ora vai sul mio blog, cercherò di postarti le dritte per fartene uno e...senza richiederti in cambio di vuotarti la cache ;-)

ciao
Max Stirner

Max Stirner 18.07.05 16:03| 
 |
Rispondi al commento

Roberto:

Se non gli metti a fianco la correzione potrebbe fare di peggio!

Vado a prendere la mia bimbetta da scuola!

A dopo

claudia parmeggiani 18.07.05 16:03| 
 |
Rispondi al commento

Natura morta con Pera
Quanti Marcello Pera esistono? Gianni Barbacetto ne individuava due, in quell'indagine felliniana che fu Campioni d'Italia (Tropea): un Pera giustizialista e un Pera garantista, uno che metterebbe alla forca i corrotti e uno che si frappone tra indagati e caramba. Oggi siamo in grado, senza neanche affidarci a capacità fenomenologiche particolarmente fini, di aggiungere altri due Marcello Pera a quelli scovati da Barbacetto. C'è un Pera laico, strenuo difensore del razionalismo di matrice anglosassone, che discetta in termini albionici di Hegel. E poi c'è il Pera di questo pomeriggio, ma anche di un po' prima di questo pomeriggio: uno dei camerlenghi di Ratzinger, uno che dice che non va a votare al referendum nonostante sia la seconda carica dello Stato, uno che si scaglia contro il relativismo come se fosse lo Squartatore dello Yorkshire (e il relativismo e Pera stesso). In un contesto di assoluta disforia, Pera ha presentato questo pomeriggio, insieme a Vespa e Ruini, davanti ad Andreotti e Casini, l'ultimo libro di Ratzinger, asserendo che "l'aborto è un piccolo omicidio", mentre il boss della CEI annuiva dicendo che non dobbiamo rassegnarci ai "piccoli omicidi": è il primo passo ufficiale verso l'abolizione della legge 194. Cosa dobbiamo dire? Nulla. E' meglio lasciare la parola a Barbacetto e fare la conoscenza degli altri due Pera, prima che diventino sei. [gg]

Quando Pera «lavorava» per la famiglia Berlusconi
di Gianni Barbacetto

Erano anni che studiava da ministro della Giustizia. Si era accuratamente preparato. Pregustava il momento. Aveva perfino già fatto sapere che, appena arrivato al ministero di via Arenula, per prima cosa avrebbe fatto cambiare la scrivania: non si sarebbe seduto a quella che fu di Palmiro Togliatti. Invece la politica italiana riserva sempre qualche sorpresa, così il professore si è trovato a essere il presidente del Senato, la seconda carica istituzionale della Repubblica. Ma quale Pera è andato da Lucca a Roma, ad accomodarsi tra i velluti rossi di Palazzo Madama? Sì, perché in realtà i Pera sono due. Il primo è un professore «giustizialista», che spara contro i politici corrotti e si schiera senza riserve dalla parte dei magistrati che fanno finalmente pulizia. Il secondo è un politico «garantista», che non perde occasione di bacchettare sulle dita i magistrati che si permettono di mettere sotto inchiesta i politici. Pera Uno inneggia entusiasta a Mani pulite. Pera Due è il castigamatti dei giudici. Per la giustizia ha una specie di ossessione e ripete, ogni volta che ne ha l'occasione, la sua ricetta: separare i pubblici ministeri (che indagano e rappresentano l'accusa) dai giudici (che emettono sentenze); e riformare l'obbligatorietà dell'azione penale, uno strumento da non lasciare tutto nelle mani dei pubblici ministeri, ma da affidare al Parlamento (o al governo, si vedrà). Un programma da ministro della Giustizia, che ha dovuto affidare ad altri...

Che siano due, a Lucca lo sanno bene. Il primo Marcello Pera nasce nella città toscana il 28 gennaio 1943, figlio di un ferroviere. Studia all'istituto tecnico, ma dopo il diploma va all'università e si laurea in filosofia. Il ragazzo ha stoffa, tanto che resta nell'università, fino a diventare professore ordinario di Filosofia della scienza. A Lucca abita in un appartamento senza pretese nel quartiere di Sant'Anna, fuori dallo splendido centro città contornato dalle mura antiche. Quando può, si ritira poco distante, nella campagna, dove ha una casetta nel verde. Non è uomo da vita mondana, Marcello Pera. Il massimo della felicità per lui è fare qualche viaggio, preferibilmente a Londra. L'accademia, però, gli va stretta: a Pera piace buttarsi nella battaglia politica, nello scontro, nella polemica. Si impegna nell'area laica, nel movimento referendario di Massimo Severo Giannini. E scrive. Polemista vigoroso, viene ingaggiato come commentatore dal quotidiano La Stampa.

Quando scoppia Mani pulite, non usa perifrasi: «Come alla caduta di altri regimi, occorre una nuova Resistenza, un nuovo riscatto e poi una vera, radicale, impietosa epurazione... Il processo è già cominciato e per buona parte dell'opinione pubblica già chiuso con una condanna» (La Stampa, 19 luglio 1992). Attenzione, non è Paolo Flores d'Arcais, il direttore di Micromega, ma proprio Marcello Pera: «I partiti devono retrocedere e alzare le mani... subito e senza le furbizie che accompagnano i rantoli della loro agonia. Questo sì sarebbe un golpe contro la democrazia: cercare di resistere contro la volontà popolare» (1 febbraio 1993). Pera Uno il giustizialista parla chiaro: «Il garantismo, come ogni ideologia preconcetta, è pernicioso» (29 marzo 1993). «I giudici devono andare avanti. Nessuno chiede che gli inquisiti eccellenti abbiano un trattamento diverso dagli altri inquisiti» (5 marzo 1993). A chi si permette di attaccare i magistrati, Pera Uno risponde con parole di fuoco: «No e poi no, onorevole Bossi. Lei deve chiedere scusa... I giudici fanno il loro dovere... Molti magistrati sono già stati assassinati per aver fatto rispettare la legge... Lei mette in discussione i fondamenti stessi dello Stato di diritto» (24 settembre 1993). Del resto, per il giacobino Pera, «la rivoluzione ha regole ferree e tempi stretti» (26 settembre 1993).

Ma al culmine della foga «giustizialista», di Marcello Pera Uno si perdono le tracce. Al suo posto compare Marcello Pera Due, che si schiera con Forza Italia, comincia una martellante campagna contro i magistrati e i «giustizialisti», definisce «golpisti» i pool di Milano e Palermo, chiede a Massimo D'Alema di «fermare i giudici». Con queste credenziali, Silvio Berlusconi è ben contento di poterlo annoverare tra i «professori» che si sono schierati con il suo movimento, contribuendo a far declinare l'immagine di Forza Italia «partito di plastica» nato da una raffica di spot. Al professore di filosofia con la passione per la giustizia, nel 1996 Berlusconi offre un collegio senatoriale, nella sua Lucca. Pera Due è sconfitto dal senatore locale, il ds Patrizio Petrucci, ma viene recuperato con i resti: così entra per la prima volta in Senato, dove diventa subito vicepresidente del gruppo di Forza Italia, ma soprattutto responsabile nazionale Giustizia del partito di Berlusconi. Con il collega parlamentare Marco Boato, Pera Due dà vita alla Convenzione per la giustizia, uno pseudo-partito che serve a far arrivare qualche miliardo di denari pubblici al quotidiano berlusconiano Il Foglio. Alle elezioni del 13 maggio 2001, Marcello Pera si è ripresentato nel collegio senatoriale di Lucca e questa volta è stato subito eletto: ha raccolto 4 mila voti più di Petrucci, azzoppato da Rifondazione comunista (che nel collegio ha ottenuto 8 mila voti).

Così per lui si sono riaperte le porte di Palazzo Madama: ma Pera non sapeva ancora che ne sarebbe diventato il presidente. Sempre con il pensiero rivolto a giudici e giustizia, aveva subito ribadito, per l'ennesima volta, i suoi propositi: nel giorno dell'anniversario della strage di Capaci, ricordando Giovanni Falcone, aveva dichiarato: «Lui era un grande che aveva visto giusto. Non gli piacevano pm e giudici uniti assieme in una sola carriera e non credeva più all'obbligatorietà dell'azione penale che, com'è oggi, è solo una presa in giro». è proprio per esternazioni di questo tipo che Pera Due era visto con preoccupazione dalla gran parte dei magistrati, che si aspettavano di vederlo insediato al ministero della Giustizia e temevano che arrivasse a intaccare l'autonomia della magistratura, tagliare le unghie alle procure impiccione, frenare l'azione dei pubblici ministeri.

C'è un precedente, in effetti. Un pesante intervento di Marcello Pera contro due magistrate milanesi colpevoli di indagare sul fratello di Silvio Berlusconi. Una storia di famiglia, che vale la pena di raccontare. La superpattumiera Cerro Maggiore è un paesone non troppo distante da Milano. Ma ormai il suo nome evoca soprattutto la vicenda intricata, sporca, interminabile, della discarica: una superpattumiera che per anni ha raccolto i rifiuti di Milano. La famiglia Berlusconi coglie l'attimo e apre una discarica, appunto, a Cerro. Qui per anni, grazie alla sponda politica fornita prima dai democristiani, poi dal presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni, sono convogliati i rifiuti della grande Milano. Un'indagine della procura durata anni scopre che Paolo Berlusconi, fratello di Silvio e titolare della società Simec che gestisce la discarica, tra il 1991 e il 1996 ha realizzato guadagni favolosi: ha messo a bilancio ricavi per 243 miliardi; di questi, secondo i magistrati, almeno 150 sono soldi che la Simec ha sottratto dalle casse pubbliche: sono la differenza tra i miliardi incassati per lo smaltimento e l'effettivo costo del servizio. Per questo, Paolo Berlusconi sarà chiamato a rispondere dei reati di peculato e di corruzione. Poi, però, le ricche casse della Simec sono state prosciugate, con una serie di operazioni finanziarie (raccontate nel capitolo dedicato a Paolo Berlusconi) che sono costate all'imprenditore le ulteriori imputazioni di falso in bilancio, false comunicazioni societarie, frode. Ora le magistrate Margherita Taddei e Giulia Perrotti, coordinate dal procuratore aggiunto di Milano Corrado Carnevali, sono arrivate alla fine del loro lavoro. Ma c'è stato un momento, nell'autunno 2000, in cui tutto stava per saltare. è in quel momento delicatissimo che Marcello Pera è entrato a gamba tesa nella vicenda.

Più che un giallo, è un «giallino». Tutto comincia infatti con un bigliettino giallo, un post-it adesivo inserito nel fascicolo dell'inchiesta. La Simec, da cui titolari e prestanomi hanno succhiato tutti i miliardi incamerati negli anni, è restata una scatola vuota. Anzi, piena, ma solo di debiti. Il fisco, per esempio, pretende dalla Simec oltre 100 miliardi di tasse non pagate. A questo punto la società, che è già stata commissariata dai magistrati ed è nelle mani di un custode giudiziario, dovrebbe essere posta in liquidazione. Non ha dipendenti, quindi il fallimento non lascerebbe nessuno sul lastrico; ma sarebbe un disastro per Paolo Berlusconi, perché alle sue imputazioni (peculato, corruzione, falso in bilancio, frode) aggiungerebbe quella di bancarotta fraudolenta, un reato gravissimo, punibile con una pena fino a 20 anni. Berlusconi e il suo ambiente si mettono al lavoro per scongiurare il pericolo. Intanto, però, Fausto Bongiorni, il custode giudiziario della Simec nominato dal giudice per le indagini preliminari Rosario Lupo, permette lo svolgersi di una procedura assai strana: vende (con l'autorizzazione del giudice Lupo) una piccola parte delle quote societarie della Simec (il 5 per cento) al proprietario di fatto dell'azienda, Paolo Berlusconi, che se n'era formalmente liberato. è come vendere un corpo di reato all'imputato del reato medesimo, ma a Berlusconi serve: rientrato nella società che aveva spogliato, tratta con il fisco, salda i debiti e chiude la partita pagando 76 miliardi. Il pericolo di doversi caricare sul groppone anche il reato di bancarotta fraudolenta è scongiurato. Le due magistrate dell'accusa, Margherita Taddei e Giulia Perrotti, insorgono: il custode giudiziario Bongiorni ha permesso operazioni che non doveva permettere. Aprono un'indagine per abuso d'ufficio nei suoi confronti e chiedono al tribunale del riesame di bloccare l'operazione. A questo punto, per salvare Berlusconi, si scatena il finimondo. Pressioni. Interventi. Clima pesante. E scatta lo scandalo del post-it.

Il bigliettino giallo. Lo scoprono gli avvocati difensori di Paolo Berlusconi, dentro il fascicolo dell'inchiesta che era arrivato al tribunale del riesame. è un bigliettino giallo, su cui è scritto, a mano: «Cara Elisabetta, si tratta solo di 322 bis ordinanza Gip che ha accolto l'istanza del custode con parere negativo del pm e la dottoressa si è arrabbiata. Se ci sono problemi fai parlare il presidente con la dottoressa Taddei. Saluti e baci». L'ufficio del pubblico ministero e il tribunale del riesame non devono scambiarsi saluti e baci. Non devono affidare le comunicazioni a bigliettini informali. Non devono ipotizzare incontri risolutivi fuori dalle aule di giustizia. Immediatamente, l'avvocato di Berlusconi, Oreste Dominioni, firma un esposto di fuoco, in cui sottolinea la gravità dell'atto. Cita anche un documento di Bongiorni, che denuncia di aver subito «pesanti condizionamenti» da parte del pubblico ministero (Curioso: come mai l'avvocato dell'imputato Berlusconi ha a disposizione i documenti del custode giudiziario del tribunale?). L'obiettivo è chiaro: salvare Paolo Berlusconi dall'imputazione di bancarotta fraudolenta e strappare l'inchiesta a Taddei e Perrotti, due donne che hanno lavorato sodo per anni. Gli atti che hanno prodotto riempiono una stanza: se fossero affidati a qualcun altro che dovesse ripartire da zero, l'inchiesta sarebbe morta. Si mette immediatamente in moto una gioiosa macchina da guerra: avvocati, politici, giornalisti, membri del Consiglio superiore della magistratura (Csm).

Del resto, c'è un intero partito a disposizione della famiglia. Il Giornale (di proprietà di Paolo Berlusconi) scatena una campagna martellante, con lunghi articoli e piccati editoriali («Le tracimazioni della giustizia», firmato da Francesco Pintus, già magistrato a Cagliari). Al Csm si attivano subito i consiglieri del Polo Michele Vietti, Bartolo Gallitto e Mario Serio, che chiedono al Consiglio di mettere sotto inchiesta disciplinare Taddei e Perrotti. E anche Marcello Pera porta il suo sostanzioso contributo alla campagna: rivolge un'interrogazione al ministro della Giustizia Piero Fassino, chiedendo «un'azione disciplinare a carico dei pm» e comunque la loro «sostituzione, a titolo preventivo». Poi prende la mira e spara su di loro dalle colonne del Giornale: «La Taddei non conosce le regole elementari della sua funzione». «Quel pezzo di carta conferma una brutta tradizione milanese: i pm considerano i giudici come inservienti». «Io spero che le due pm si astengano spontaneamente; oppure che sia il loro capo, D'Ambrosio, a suggerire loro di astenersi. Insomma, ci vuole un segnale...».

Come va a finire? Il procuratore della Repubblica Gerardo D'Ambrosio e il procuratore generale Francesco Saverio Borrelli difendono le due magistrate. Taddei e Perrotti riescono a mantenere i nervi saldi. Ora la Cassazione, dopo il tribunale del riesame, dovrà decidere se era legittimo o no lo strano salvataggio della Simec permesso dal custode giudiziario. E il bigliettino giallo? Una semplice indagine interna ha appurato quanto segue: era stato scritto non dalla dottoressa Taddei, ma da un'impiegata; e non un'impiegata della procura, ma del tribunale del riesame, che si rivolgeva a una collega dello stesso ufficio. Nessuna pressione della procura sul giudice. Tanto rumore per nulla? Sì, ma l'attacco alle due magistrate solo per un soffio non ha ottenuto il risultato sperato dal fronte Berlusconi. Intanto Silvio è diventato presidente del Consiglio. E Marcello Pera presidente del Senato.
http://www.carmillaonline.com/archives/2005/06/001439print.html


luca culici 18.07.05 16:03| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: claudia parmeggiani il 18.07.05 15:58

Sai che c'è Claudia?
Se Beppe non la pianta di continuare a tirare fuori argomenti, ci perderemo un po' alla volta.
Ce ne sono stati alcuni che meritavano davvero un approfondimento.
Se BEPPE si decidesse a proseguire su un tema, sarebbe molto più utile.
Certamente non con PERA!

Roberto Giuliani 18.07.05 16:02| 
 |
Rispondi al commento

A CAIA' PERCHE' GIA' CHE CI SEI NON FAI QUALCHE CORREZIONE?

loggie
aggevolazioni
sgradi
l'azziende
liberarizzazione
conseguemte
biciletta
espropiazione
comperso
nazzionalizzazione
contraccetivi
jus prime nottis
fonanelle
accetiamo
acccorete

Roberto Giuliani 18.07.05 15:59| 
 |
Rispondi al commento

Roberto

Hai ragione.
Oltretutto mi è dispiaciuto il totale silenzio: boh?
Poi normalmente il lunedì rileggendo i post con commenti del fine settimana avevo un sacco di cose da dire, oggi invece non ho molto da dire.

Allora ha ragione Grillo: Pera questo sconosciuto! Non ci mette in moto nulla.

L' unica cosa che ho saputo di lui è che ha scritto un libro assieme al nuovo papa!!!!

Bah!

Intanto ho dei problemi tecnici che non so valutare e di cui nessuno mi dice niente, ma almeno pare che non sono la sola.

Siamo in due: mal comune mezzo gaudio

Tu hai "gaudito"?

Io no!
...però mi sono sentita meno sola! Questo sì!

claudia parmeggiani 18.07.05 15:58| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe ottima l'idea...io lo vedrei come buttafuori in un locale gay che a nero lavora come posteggiatore...

Gianmarco Paolantonio 18.07.05 15:56| 
 |
Rispondi al commento

Grazie signor Pera, e scusi questi giovanotti che osano offenderla senza che lei possa controbattere!!! :-))

Roberto Giuliani 18.07.05 15:53| 
 |
Rispondi al commento

Vai con la propaganda!
Udite Udite!
visto che l'argomento sono le loggie massoniche ho deciso di fondarne 1 io vediamo 1po come posso chiamarla...mmm....ci sono la chiamerò C2
e gia che ci sono pubblico il mio programma di decisioni IRREVOCABILI:
figaxtutti(aggevolazioni per le donzelle che se la rasano)
incentivi e sgradi fiscali per l'azziende che producono film porno
la beatificazione di Moana Pozzi
la liberarizzazione dell'energia
eliminazione di rai e mediaset e conseguemte sostituzione con Grattachecca e Fichetto(24ore non stop)
sostituzioni elezioni(tanto a niente servono)con
1megasortegione
matrimonio freextutti(per quel che vale)
soppressione b. vespa
studio obbligatorio di tutte le religioni che non siano quella cristiana
studio obbligatorio di playboy
la domenica tutti in biciletta(le ragazze vestite da conigliette)
espropiazione di tutti i beni dei calciatori(comperso mogli e fidanzate)
espropiazioni territori nato
nazzionalizzazione delle industrie di contraccetivi
soppressione dello studio della grammatica italiana
meno tasse(ma si tanto si porta)
obbligo per le donne a mostrare la biancheria intima sul posto di lavoro
jus prime nottis(si scrive cosi)
forti importazioni dalla jamaica
messa in vigore dello statuto Albertino
campagna di colonizzazione di Marte
incremento fonanelle e bagni pubblici(che scandalo)
abbasamento dell' età pensionabile illimitata
costruzione di 1 ponte elevatoio che colleghi Messina con il Cairo
e bla bla bla bla bla bla(il programma è aggiornabile in ogni momento accetiamo tutti i suggerimenti)
acccorete gente accorete!iscrivetevi numerosi!

Antonio Caiazzo 18.07.05 15:53| 
 |
Rispondi al commento

Max

A me piacerebbe moltissimo, ma tanto.

Ma spiegami come posso fare quando la materia è a me (ahimè) ostica?!

claudia parmeggiani 18.07.05 15:52| 
 |
Rispondi al commento

Non so Claudia,
è un po' di giorni che qualcosa non va. Prima quel buco di 8 ore, probabilmente il server (ma perché non una parola sul fatto?), poi questa altalena...non so proprio.

Roberto Giuliani 18.07.05 15:51| 
 |
Rispondi al commento

Un essere inutile, come la stragrande maggioranza dei politici.

Yukio Mishima 18.07.05 15:50| 
 |
Rispondi al commento

Roberto

Allora non sono solo io ad avere problemi!
Stamattina non riuscivo a inviare i commenti, poi ho pensato a un temporaneo mio blocco all' accesso internet e ha ripreso tutto nella norma.

Poi dieci minuti addirittura non riuscivo ad accedere al sito!

Capita anche ad altri allora: cosa sta succedendo?

claudia parmeggiani 18.07.05 15:50| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE,
VISTO CHE NON HAI PUBBLICITA' SUL SITO, COSA TE NE VIENE A CAMBIARE ARGOMENTO OGNI GIORNO?
PERCHE' NON APPROFONDIAMO ALCUNI TEMI FRA QUELLI CHE CI HAI PROPOSTO?
GUARDA CHE SE CONTINUI COSI' QUESTO BLOG FINIRA' PER MORIRE!

Roberto Giuliani 18.07.05 15:50| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE,
perché non ci dai retta un attimo?
Incontriamoci: MeetUp

Ok, hai avuto delle critiche, non necessariamente condivisibili, ma perché sei passato subito ad un altro argomento?
TI VUOI FERMARE UN ATTIMO????
Altrimenti questo blog non serve a nulla.

Roberto Giuliani 18.07.05 15:47| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: claudia parmeggiani il 18.07.05 15:13

Si, l'ho notato anch'io. Per quanto mi riguarda ho davvero poco tempo per partecipare, in più oggi mi risulta molto difficile accedere al sito. Non capisco perché, dato che la rete sembra funzionare regolarmente.

Roberto Giuliani 18.07.05 15:44| 
 |
Rispondi al commento

Nel rispetto della liberta di pensiero,ascolto tutti.Ma certi discorsi non li capisco(scusate la mia ignoranza).

franco salvi 18.07.05 15:44| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: claudia parmeggiani il 18.07.05 15:13
-----------------------------------------------------

Non mi hai rubato tempo anzi, io ringrazio te della visita che puoi ripetere a tuo piacimento: sei persona a me gradita.

Peccato che io non possa ricambiarti la visita, ma secondo me, potresti farti aiutare e farti un blog tuo; se non hai particolare ambizioni, se non quella di comunicare con persone del blog che ti vanno, non è difficile costruirlo e gestirlo. Pensaci

Ciao

Max Stirner

Max Stirner 18.07.05 15:22| 
 |
Rispondi al commento

x max:
scusa max, dimenticavo il rif = gatti in bottiglia

olga bernardi 18.07.05 15:22| 
 |
Rispondi al commento

x max:

quel sito e' una bufala e quale tale segnalato gia' parecchi anni fa'. l'autore a suo tempo era stato denunciato (negli states) ma non ho seguito la vicenda giudiziaria.
www.attivissimo.net e' un buon sito per controllare la veridicita' di certe cose

olga bernardi 18.07.05 15:21| 
 |
Rispondi al commento

X CAIAZZO:
sono pienamente d'accordo a metà con te, aggiungerei solo un ultimo punto:
la squola obbligatoria per gli ignoranti...

gigi sabanì 18.07.05 15:20| 
 |
Rispondi al commento

Vai con la propaganda!
Udite Udite!
visto che l'argomento sono le loggie massoniche ho deciso di fondarne 1 io vediamo 1po come posso chiamarla...mmm....ci sono la chiamerò C2
e gia che ci sono pubblico il mio programma di decisioni IRREVOCABILI:
figaxtutti(aggevolazioni per le donzelle che se la rasano)
incentivi e sgradi fiscali per l'azziende che producono film porno
la beatificazione di Moana Pozzi
la liberarizzazione dell'energia
eliminazione di rai e mediaset e conseguemte sostituzione con Grattachecca e Fichetto(24ore non stop)
sostituzioni elezioni(tanto a niente servono)con
1megasortegione
matrimonio freextutti(per quel che vale)
soppressione b. vespa
studio obbligatorio di tutte le religioni che non siano quella cristiana
studio obbligatorio di playboy
la domenica tutti in biciletta(le ragazze vestite da conigliette)
espropiazione di tutti i beni dei calciatori(comperso mogli e fidanzate)
espropiazioni territori nato
nazzionalizzazione delle industrie di contraccetivi
soppressione dello studio della grammatica italiana
meno tasse(ma si tanto si porta)
obbligo per le donne a mostrare la biancheria intima sul posto di lavoro
jus prime nottis(si scrive cosi)
forti importazioni dalla jamaica
messa in vigore dello statuto Albertino
campagna di colonizzazione di Marte
incremento fonanelle e bagni pubblici(che scandalo)
abbasamento dell' età pensionabile illimitata
costruzione di 1 ponte elevatoio che colleghi Messina con il Cairo
e bla bla bla bla bla bla(il programma è aggiornabile in ogni momento accetiamo tutti i suggerimenti)
acccorete gente accorete!iscrivetevi numerosi!

Antonio Caiazzo 18.07.05 15:18| 
 |
Rispondi al commento

lo vedrei bene a fare l'operaio di cantieri stradali a 800 euro al mese... troppo buona??

Laura Mortin 18.07.05 15:16| 
 |
Rispondi al commento


xclaudia(senza rancore)
Vai con la propaganda!
Udite Udite!
visto che l'argomento sono le loggie massoniche ho deciso di fondarne 1 io vediamo 1po come posso chiamarla...mmm....ci sono la chiamerò C2
e gia che ci sono pubblico il mio programma di decisioni IRREVOCABILI:
figaxtutti(aggevolazioni per le donzelle che se la rasano)
incentivi e sgradi fiscali per l'azziende che producono film porno
la beatificazione di Moana Pozzi
la liberarizzazione dell'energia
eliminazione di rai e mediaset e conseguemte sostituzione con Grattachecca e Fichetto(24ore non stop)
sostituzioni elezioni(tanto a niente servono)con
1megasortegione
matrimonio freextutti(per quel che vale)
soppressione b. vespa
studio obbligatorio di tutte le religioni che non siano quella cristiana
studio obbligatorio di playboy
la domenica tutti in biciletta(le ragazze vestite da conigliette)
espropiazione di tutti i beni dei calciatori(comperso mogli e fidanzate)
espropiazioni territori nato
nazzionalizzazione delle industrie di contraccetivi
meno tasse(ma si tanto si porta)
obbligo per le donne a mostrare la biancheria intima sul posto di lavoro
jus prime nottis(si scrive cosi)
forti importazioni dalla jamaica
messa in vigore dello statuto Albertino
campagna di colonizzazione di Marte
incremento fonanelle e bagni pubblici(che scandalo)
abbasamento dell' età pensionabile illimitata
costruzione di 1 ponte elevatoio che colleghi Messina con il Cairo
e bla bla bla bla bla bla(il programma è aggiornabile in ogni momento accetiamo tutti i suggerimenti)
acccorete gente accorete!iscrivetevi numerosi!


ANTONIO CAIAZZO 18.07.05 15:15| 
 |
Rispondi al commento

@ Caiazzo

posso avere la parannanzina della C2?

Steve Lothlorien 18.07.05 15:14| 
 |
Rispondi al commento

A TUTTI

Che succede negli ultimi giorni?

Trovo abbassato il livello di dialogo.....per la prima volta mi annoio un po'!

Cosa succede?

Sparpagliati in qua e in là o solo bisognosi di vacanza?

claudia parmeggiani 18.07.05 15:13| 
 |
Rispondi al commento

Antonio Caiazzo

quando esageri esageri!

D' accordo anch' io al tuo posto (bada bene al tuo posto quindi se fossi te) sarei molto orgogliosa di aver partorito uno scritto così lungo e articolato, ma visto che sono io anche se lo scrivi ottanta volte non riesco proprio ad andare oltre le prime cinque righe.....quindi è inutile stoppa qua e non ripostarlo ancora!

Senza rancore!

Claudia

claudia parmeggiani 18.07.05 15:11| 
 |
Rispondi al commento

Udite Udite!
visto che l'argomento sono le loggie massoniche ho deciso di fondarne 1 io vediamo 1po come posso chiamarla...mmm....ci sono la chiamerò C2
e gia che ci sono pubblico il mio programma di decisioni IRREVOCABILI:
figaxtutti(aggevolazioni per le donzelle che se la rasano)
incentivi e sgradi fiscali per l'azziende che producono film porno
la beatificazione di Moana Pozzi
la liberarizzazione dell'energia
eliminazione di rai e mediaset e conseguemte sostituzione con Grattachecca e Fichetto(24ore non stop)
sostituzioni elezioni(tanto a niente servono)con
1megasortegione
matrimonio freextutti(per quel che vale)
soppressione b. vespa
studio obbligatorio di tutte le religioni che non siano quella cristiana
studio obbligatorio di playboy
la domenica tutti in biciletta(le ragazze vestite da conigliette)
espropiazione di tutti i beni dei calciatori(comperso mogli e fidanzate)
espropiazioni territori nato
nazzionalizzazione delle industrie di contraccetivi
meno tasse(ma si tanto si porta)
obbligo per le donne a mostrare la biancheria intima sul posto di lavoro
jus prime nottis(si scrive cosi)
forti importazioni dalla jamaica
messa in vigore dello statuto Albertino
campagna di colonizzazione di Marte
incremento fonanelle e bagni pubblici(che scandalo)
abbasamento dell' età pensionabile illimitata
costruzione di 1 ponte elevatoio che colleghi Messina con il Cairo
e bla bla bla bla bla bla(il programma è aggiornabile in ogni momento accetiamo tutti i suggerimenti)
acccorete gente accorete!iscrivetevi numerosi!


ANTONIO CAIAZZO 18.07.05 15:04| 
 |
Rispondi al commento

... Pera vorra diventare Presidente della repubblica leccando il culo ai preti.. e' vero che recentemente lo si sente piu' spesso sparare cazzate, sopratutto da poco prima dei referendum di maggio.


Beppe fai un post su Bondi!!!

mario canosa 18.07.05 15:03| 
 |
Rispondi al commento

il suo cognome penso si adatterebbe benissimo alla professione di pusher.

Stefano

Stefano Crema 18.07.05 15:03| 
 |
Rispondi al commento

CERTO CHE OGGI C'E' UN MORTORIO!
CARO PERA, T'E' ANDATA FIN TROPPO BENE...

Roberto Giuliani 18.07.05 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, mi sa che stavolta hai preso un granchio e non ti nascondo la mia delusione nei tuoi confronti.
Marcello Pera è uno dei pochi attuali personaggi politici che mi pare capisca qualcosa.
ps: ..perchè non provi a leggere il suo "Senza radici", scritto insieme a Ratzinger ..magari ti fa bene..
Ciao
Clod

Claudio Dondi 18.07.05 14:59| 
 |
Rispondi al commento

Udite Udite!
visto che l'argomento sono le loggie massoniche ho deciso di fondarne 1 io vediamo 1po come posso chiamarla...mmm....ci sono la chiamerò C2
e gia che ci sono pubblico il mio programma di decisioni IRREVOCABILI:
figaxtutti(aggevolazioni per le donzelle che se la rasano)
incentivi e sgradi fiscali per l'azziende che producono film porno
la beatificazione di Moana Pozzi
la liberarizzazione dell'energia
eliminazione di rai e mediaset e conseguemte sostituzione con Grattachecca e Fichetto(24ore non stop)
sostituzioni elezioni(tanto a niente servono)con
1megasortegione
matrimonio freextutti(per quel che vale)
soppressione b. vespa
studio obbligatorio di tutte le religioni che non siano quella cristiana
studio obbligatorio di playboy
la domenica tutti in biciletta(le ragazze vestite da conigliette)
espropiazione di tutti i beni dei calciatori(comperso mogli e fidanzate)
espropiazioni territori nato
nazzionalizzazione delle industrie di contraccetivi
meno tasse(ma si tanto si porta)
obbligo per le donne a mostrare la biancheria intima sul posto di lavoro
jus prime nottis(si scrive cosi)
forti importazioni dalla jamaica
messa in vigore dello statuto Albertino
campagna di colonizzazione di Marte
incremento fonanelle e bagni pubblici(che scandalo)
abbasamento dell' età pensionabile illimitata
costruzione di 1 ponte elevatoio che colleghi Messina con il Cairo
e bla bla bla bla bla bla(il programma è aggiornabile in ogni momento accetiamo tutti i suggerimenti)
acccorete gente accorete!iscrivetevi numerosi!


ANTONIO CAIAZZO 18.07.05 14:56| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe,

questa volta hai toppato.

Il Presidente del Senato Marcello Pera, non fosse altro che per il libro che ha scritto e pubblicato assieme al Cardinale (oggi Papa) Joseph Ratzinger (il titolo del libro e' : Senza Radici), merita il nostro (e il tuo) rispetto.
Consiglio a tutti la lettura .... prima di parlare a vanvera.
Per il resto ti ringrazio ancora una volta per questo Blog, opportunita' da non sprecare usandolo per giudizi superficiali.

vittorio catella 18.07.05 14:54| 
 |
Rispondi al commento

Ok Beppe, dopo quest'ultima tua trovata cancello il tuo sito dai miei preferiti.
Potevi fare di meglio, e per lungo tempo eri anche sulla buona strada. Ma poi ti sei perso: hai perso una grande occasione.

IATIVENNNNEEEEEE!!!!!
A CHI CAZZO ASPETTETE!!!!!!!!
SEMPRE TUTTI I GIORNI A SCRIVERE MALE DI BEPPE!!!

TANTO SONO SICURO CHE FARAI COME IL TUO PADRONE: DOMANI TI SMENTIRAI SCRIVENDO DI NUOVO!!!
SCOMMETTIAMO????

PS. x fortuna che i miei mi hanno educato e rispetto il padrone di casa: ma voialtri servi e schiavi come fate ad avere questo comportamento NONOSTANTE SIATE VOI LA CAUSA DI TUTTO QUELLO CHE CI STA' SUCCEDENDO?????

michelangelo gargano 18.07.05 14:54| 
 |
Rispondi al commento

Cuccatevi questa,io personalmente non la sapevo.e bravo il marcellone

http://www.societacivile.it/primopiano/articoli_pp/pera.html

oliverio rinaldo 18.07.05 14:54| 
 |
Rispondi al commento


Pera è, purtroppo (dico purtroppo perchè non nutro alcuna simpatia ne per il personaggio ne per le sue idee), un filosofo più che decisamente conosciuto. Per essere un filosofo decisamente conosciuto è sufficiente ricoprire un degli incarichi tradizionali del filosofo: quello di insegnare all'università, e mi pare che lui lo ricoprisse (o sbaglio?). Provo a fare un nome: Vittorio Possenti. Lo conoscete? Ebbene, è un filosofo decisamente conosciuto. Pera, poi, è 'più che decisamente' conosciuto perchè gode di una certa popolarità (come filosofo, non come politico, dico) negli stati uniti, dove altri filosofi nostrani noti al 'grande' pubblico italia (Cacciari, Galimberti, etc) sono solo nomi privi di significato.

ciao
luca


Luca Comino 18.07.05 14:53| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me non è importante quale altro tipo di lavoro, sarebbe auspicabile per Pera & Co.; includendo non solo i Berluscones, ma anche tanti politici di pseudo centro sinistra (Dalemoni, Rutelloni, Mastelloni ecc. ecc.). Mi viene il voltastomaco quando sento la distinzione dei due poli !!! Ma dde che ? E' un'accozzaglia trasversale... un teatrino delle parti e nulla più. Intanto siamo ormai abituati a stringere le chiappe e sperare che il prossimo cetriolo vada a segno su qualcun altro, senza renderci conto che ormai chi più chi meno se l'è infilato già da un bel pezzo.
Chiudo, come ha già scritto qualcuno, dovrebbero fare QUALSIASI altro tipo di lavoro, soltanto con una retribuzione mensile MASSIMA di 516,00 Euro.
Vorrei che provassero a sopravvivvere con questa cifra per almeno un anno. Poi tornassero pure ad occupare i tanto amati scranni parlamentari... Forse con una tale esperienza alle spalle, farebbero una politica sociale assai diversa da quella attuale... FORSE...

Fabrizio Filippetti 18.07.05 14:52| 
 |
Rispondi al commento

Sig. mas,

Vero, ma io stavo solo rispondendo ad una domanda (ovviamente retorica!) di un altro utente (v. sotto)

"....qualcuno é capace di indicare 1, dico 1 solo, degli uomini di Berlusconi che non sia solo uno squallido leccapiedi, decerebrato e vigliacco.....1 solo e vi pago una cena alla Frasca di Castrocaro Terme ( uno dei ristorante piu' famosi e costosi d'Italia )

Postato da: dino monti il 17.07.05 21:57"

Per quel che vale, non penso che il rapporto tra Previti e Berlusconi sia di questo tipo.

Stefano Botta 18.07.05 14:52| 
 |
Rispondi al commento

a- buttafuori in un locale gay
Non ha lo spessore, nè la classe.

b- posteggiatore abusivo
No, perché non pagherebbe le tasse

c- procuratore di calciatori
No, perché guadagnerebbe troppo.

Semmai, lo manderei a cercarsi un contrattino in co.co.pro.

:)


Stéphanie Donatantonio 18.07.05 14:51| 
 |
Rispondi al commento

Udite Udite!
visto che l'argomento sono le loggie massoniche ho deciso di fondarne 1 io vediamo 1po come posso chiamarla...mmm....ci sono la chiamerò C2
e gia che ci sono pubblico il mio programma di decisioni IRREVOCABILI:
figaxtutti(aggevolazioni per le donzelle che se la rasano)
incentivi e sgradi fiscali per l'azziende che producono film porno
la beatificazione di Moana Pozzi
la liberarizzazione dell'energia
eliminazione di rai e mediaset e conseguemte sostituzione con Grattachecca e Fichetto(24ore non stop)
sostituzioni elezioni(tanto a niente servono)con
1megasortegione
matrimonio freextutti(per quel che vale)
soppressione b. vespa
studio obbligatorio di tutte le religioni che non siano quella cristiana
studio obbligatorio di playboy
la domenica tutti in biciletta(le ragazze vestite da conigliette)
espropiazione di tutti i beni dei calciatori(comperso mogli e fidanzate)
espropiazioni territori nato
nazzionalizzazione delle industrie di contraccetivi
meno tasse(ma si tanto si porta)
obbligo per le donne a mostrare la biancheria intima sul posto di lavoro
jus prime nottis(si scrive cosi)
forti importazioni dalla jamaica
messa in vigore dello statuto Albertino
campagna di colonizzazione di Marte
incremento fonanelle e bagni pubblici(che scandalo)
abbasamento dell' età pensionabile illimitata
costruzione di 1 ponte elevatoio che colleghi Messina con il Cairo
e bla bla bla bla bla bla(il programma è aggiornabile in ogni momento accetiamo tutti i suggerimenti)
acccorete gente accorete!iscrivetevi numerosi!


ANTONIO CAIAZZO 18.07.05 14:50| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: ANTONIO CAIAZZO il 18.07.05 14:44

Che fai ti ripeti?
Ti abbiamo letto, ma dopo mangiato è difficile accorrere...

Roberto Giuliani 18.07.05 14:46| 
 |
Rispondi al commento

pera? pera......

Buttafuori in un locale di trans.... ma poi io dico....fosse solo pera...saremmo salvi...

Andrea

Andrea Petrosino 18.07.05 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Botta: attenzione che Previti spesso ha avuto un'identità di scopi e vedute coi berluscones, ma altre volte non ne ha dettato la linea. Esempio? La cosiddetta "salva-previti": niente carcere ma al massimo arresti domiciliari per gli ultrasettantenni non condannati in via definitiva in precedenza. Non vi è sfuggito qualcosa?
Nonostante i suoi proclami e i suoi sorrisi e i suoi sondaggi, c'è una possibilità che l'attuale premier non venga più eletto a presidente del consiglio nel 2006. Cosa succederebbe? Niente più (forse) rinvii "per motivi istituzionali", niente più leggi ad hoc (probabilmente alcune di esse saranno smantellate, ma ho dei dubbi), niente più immunità e niente più impunità. Finalmente potrà essere condannato.
Domanda: quanti anni compie Berlusconi nel 2006? 70, essendo nato nel settembre 1936. Altra domanda: Berlusconi è, AL MOMENTO ATTUALE, condannato in via definitiva? Ni: è colpevole di numerosi reati, ma sono tutti coperti da amnistie, prescrizioni e perfino i suoi condoni (es:abuso edilizio, rientro capitali dall'estero, più un altro gruppo). Bene: nel caso di condanna (sempre che non riesca a far cadere in prescrizione gli attuali processi*, anche se l'ultimo è più difficile), quale sarebbe la pena? Domanda successiva: potrebbe successivamente rientrare in politica per tutelare e accrescere nuovamente il suo impero? Di nuovo ni: per legge un pregiudicato può candidarsi, ma avrebbe appoggio popolare solo nel caso disponesse di un impero mediatico e di amici al posto giusto (ooops...dimenticavo).


(*La mia proposta per la prescrizione: allungarla tenendo conto dei giorni processuali persi a causa di assenze ingiustificate dell'imputato- giustificate: motivi di salute ACCERTATI e VERI impegni istituzionali, non la sagra del culatello o la discussione del decreto di legge sull'apicoltura del Carso- cosicchè queste non pregiudichino il vero accertamento della verità e l'eventuale condanna; nel caso di gravi e reiterate assenze, usare un fattore che moltiplica l'allungamento della prescrizione; esempio: l'imputato ha fatto perdere 8 mesi di processo per motivi non validi, e la prescrizione scatterebbe dopo 3 anni? Bene, scadrà dopo 3 anni+ otto mesi- tempo perso- + 4 mesi- 8 x 1,5 fa 12, e mi sembra un buon deterrente. Ecco il modo per una legge uguale per tutti e più veloce)

Umberto Mas 18.07.05 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Indovinello...

la PERA è matura, un BeRlUsCOni ne sta approfittando. Cosa si cela sotto il noto conduttore televisivo...imprenditore...pardon operaio...pardon politico...pardon?

Roberto Giuliani 18.07.05 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Udite Udite!
visto che l'argomento sono le loggie massoniche ho deciso di fondarne 1 io vediamo 1po come posso chiamarla...mmm....ci sono la chiamerò C2
e gia che ci sono pubblico il mio programma di decisioni IRREVOCABILI:
figaxtutti(aggevolazioni per le donzelle che se la rasano)
incentivi e sgradi fiscali per l'azziende che producono film porno
la beatificazione di Moana Pozzi
la liberarizzazione dell'energia
eliminazione di rai e mediaset e conseguemte sostituzione con Grattachecca e Fichetto(24ore non stop)
sostituzioni elezioni(tanto a niente servono)con
1megasortegione
matrimonio freextutti(per quel che vale)
soppressione b. vespa
studio obbligatorio di tutte le religioni che non siano quella cristiana
studio obbligatorio di playboy
la domenica tutti in biciletta(le ragazze vestite da conigliette)
espropiazione di tutti i beni dei calciatori(comperso mogli e fidanzate)
espropiazioni territori nato
nazzionalizzazione delle industrie di contraccetivi
meno tasse(ma si tanto si porta)
obbligo per le donne a mostrare la biancheria intima sul posto di lavoro
jus prime nottis(si scrive cosi)
forti importazioni dalla jamaica
messa in vigore dello statuto Albertino
campagna di colonizzazione di Marte
incremento fonanelle e bagni pubblici(che scandalo)
abbasamento dell' età pensionabile illimitata
costruzione di 1 ponte elevatoio che colleghi Messina con il Cairo
e bla bla bla bla bla bla(il programma è aggiornabile in ogni momento accetiamo tutti i suggerimenti)
acccorete gente accorete!iscrivetevi numerosi!


ANTONIO CAIAZZO 18.07.05 14:44| 
 |
Rispondi al commento

Chiacchiere, sempre solo chiacchiere ! Non fate altro !

Mattia Sellato 18.07.05 14:43| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: claudia parmeggiani il 18.07.05 14:38

Grande! Hai proprio ragione. Ci dimentichiamo troppo spesso di quanta delinquenza (fra l'altro impunita) c'è a casa nostra. Non si può classificare in massa le persone, di qualunque popolo si parli.

Roberto Giuliani 18.07.05 14:42| 
 |
Rispondi al commento

a

Diego Margagliotta 18.07.05 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Io lo vedrei come vecchio guardone in un film porno

Mario Caiazzo 18.07.05 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Rita

non te ne mettere, Ivana è così!
Avrà i suoi motivi e come leghista è già molto che legga tutti questi commenti del blog, chissà che qualcosa non le rimanga nel fondo del cervello e che cominci a lavorare piano piano e aiutarla alla formazione di un pensiero proprio...
TRANQUILLA IVANA non è il virus comunista!

Intanto stai collegata perchè di questi tempi gli sbarchi dei clandestini sono costanti e continui (ci lavora un mio cognato e ti assicuro che lui vede e ci riferisce di avere un magone che non finisce più per tanta disperazione)non sono solo stupratori anche se ti piace pensarlo!

claudia parmeggiani 18.07.05 14:38| 
 |
Rispondi al commento

@ LU

Non si preoccupi.
Bonsaikitten è una bufala (anche un pò vecchia a dire il vero; è del 2002).
In rete troverà varie dettagliate indagini (ad es:"http://www.attivissimo.net/antibufala/bonsaikitten/bonsaikitten.htm").

Stefano Botta 18.07.05 14:37| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: claudia parmeggiani il 18.07.05 14:32

Si, grazie. Avevo risposto che è una bufala. E' in rete da anni, ma non è vero niente.
Ciao

Roberto Giuliani 18.07.05 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Roberto

era bonsaikitten

claudia parmeggiani 18.07.05 14:32| 
 |
Rispondi al commento

Caiazzo io ti voto a stecca!!!!!!viva!xo' voglio pera come telefonista di call center!

Crhistian Fufu' 18.07.05 14:31| 
 |
Rispondi al commento

Udite Udite!
visto che l'argomento sono le loggie massoniche ho deciso di fondarne 1 io vediamo 1po come posso chiamarla...mmm....ci sono la chiamerò C2
e gia che ci sono pubblico il mio programma di decisioni IRREVOCABILI:
figaxtutti(aggevolazioni per le donzelle che se la rasano)
incentivi e sgradi fiscali per l'azziende che producono film porno
la beatificazione di Moana Pozzi
la liberarizzazione dell'energia
eliminazione di rai e mediaset e conseguemte sostituzione con Grattachecca e Fichetto(24ore non stop)
sostituzioni elezioni(tanto a niente servono)con
1megasortegione
matrimonio freextutti(per quel che vale)
soppressione b. vespa
studio obbligatorio di tutte le religioni che non siano quella cristiana
studio obbligatorio di playboy
la domenica tutti in biciletta(le ragazze vestite da conigliette)
espropiazione di tutti i beni dei calciatori(comperso mogli e fidanzate)
espropiazioni territori nato
nazzionalizzazione delle industrie di contraccetivi
meno tasse(ma si tanto si porta)
obbligo per le donne a mostrare la biancheria intima sul posto di lavoro
jus prime nottis(si scrive cosi)
forti importazioni dalla jamaica
messa in vigore dello statuto Albertino
campagna di colonizzazione di Marte
incremento fonanelle e bagni pubblici(che scandalo)
abbasamento dell' età pensionabile illimitata
costruzione di 1 ponte elevatoio che colleghi Messina con il Cairo
e bla bla bla bla bla bla(il programma è aggiornabile in ogni momento accetiamo tutti i suggerimenti)
acccorete gente accorete!iscrivetevi numerosi!

ANTONIO CAIAZZO 18.07.05 14:26| 
 |
Rispondi al commento

Pera ha senza dubbio un primato: é il più partigiano dei presidenti del senato(carica storicamente bipartisan).Da vero disinteressato ha del resto ormai da tempo risolto il problema del cda Rai..Meno al di sopra delle parti di lui c'è attualmente solo Galliani pres. di Lega calcio.Si ricorda il suo intervento in difesa di Buttiglione estromesso dall'
Europa:"su Buttiglione,congiura anticristiana"
oppure il suo sostenere lo scontro tra civiltà cristiana e musulmana come neanche la Fallaci più arrabiata farebbe.
Del resto ad un filosofo esponente del pensiero laico come lui manca solo di scrivere un libro con Ratzinger..ah no..c'è pure quello.

ivan critelli 18.07.05 14:23| 
 |
Rispondi al commento

Da tempo sostengo che vorrei vivere in Spagna visto il grado di civiltà che sta dimostrando quel paese. Affermazioni come quelle di Pera rafforza ulteriormente il disagio di essere italiano. Ma a proposito di alte cariche dello Stato e di nullità, non è da meno l' "onorevole" Casini che è per me l'emblema dell'incoerenza. A cominciare dal suo nome che è tutto un programma. Ricordo bene la sua partecipazione ad un convegno tenutosi anni fa sul tema della sacralità del rapporto coniugale ripreso anche dal programma televisivo "Le iene". E lui, divorziato, era lì sul palco a disquisire "cristianamente" sulla indissolubilità del matrimonio!

La cosa che mi fa più temere per il futuro è la ormai perdita totale del senso del pudore, non inteso in senso bigotto, di chi ci rappresenta. Non fa più scandalo proprio più niente. Come potremmo mai salvalci? I pochi, come me e Grillo, che ancora hanno le energie per ribellarsi si devono scontrare con una maggioranza schiaccinte di indifferenti (come anche i fallimenti dei referendum degli ultimi 10 anni dimostra). Oggi, più di ieri, sono pessimista. Fra poco Berlusconi si ripresenterà nuovamente come salvatore della patria, e la patria crederà ancora in questo inbonitore e alla sua accolita di personaggi grotteschi a cui non affiderei neanche la gestione del mio condomonio.

Non sono loro che brillano per capacità politiche, siamo noi che mediamente siamo incapaci di meritarci di meglio. Vorrei tanto essere contraddetto. Per sbarazzarci di certi personaggi potrebbe bastare osservarli per quello che sono. Esclameremmo tutti in coro "IL RE E' NUDO!". Con una risata li seppeliremmo tutti.

Alfonso

Alfonso Balducci Commentatore in marcia al V2day 18.07.05 14:23| 
 |
Rispondi al commento

Da tempo sostengo che vorrei vivere in Spagna visto il grado di civiltà che sta dimostrando quel paese. Affermazioni come quelle di Pera rafforza ulteriormente il disagio di essere italiano. Ma a proposito di alte cariche dello Stato e di nullità, non è da meno l' "onorevole" Casini che è per me l'emblema dell'incoerenza. A cominciare dal suo nome che è tutto un programma. Ricordo bene la sua partecipazione ad un convegno tenutosi anni fa sul tema della sacralità del rapporto coniugale ripreso anche dal programma televisivo "Le iene". E lui, divorziato, era lì sul palco a disquisire "cristianamente" sulla indissolubilità del matrimonio!

La cosa che mi fa più temere per il futuro è la ormai perdita totale del senso del pudore, non inteso in senso bigotto, di chi ci rappresenta. Non fa più scandalo proprio più niente. Come potremmo mai salvalci? I pochi, come me e Grillo, che ancora hanno le energie per ribellarsi si devono scontrare con una maggioranza schiaccinte di indifferenti (come anche i fallimenti dei referendum degli ultimi 10 anni dimostra). Oggi, più di ieri, sono pessimista. Fra poco Berlusconi si ripresenterà nuovamente come salvatore della patria, e la patria crederà ancora in questo inbonitore e alla sua accolita di personaggi grotteschi a cui non affiderei neanche la gestione del mio condomonio.

Non sono loro che brillano per capacità politiche, siamo noi che mediamente siamo incapaci di meritarci di meglio. Vorrei tanto essere contraddetto. Per sbarazzarci di certi personaggi potrebbe bastare osservarli per quello che sono. Escameremmo tutti in coro "IL RE E' NUDO!". Con una risata li seppeliremmo tutti.

Alfonso

Alfonso Balducci Commentatore in marcia al V2day 18.07.05 14:22| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: ivana iorio il 18.07.05 08:10

_________________________________________________

Qualcuno mi ha già preceduto nel risponderti, ma lo faccio lo stesso...
Ti alzi la mattina presto per postare queste cavolate, queste generalizzazioni?Ma dormi un po' di più.....
Dimmi: mi conosci?Abbiamo mangiato insieme?Nooooo!E allora parla per chi conosci PERSONALMENTE, e sottolineo PERSONALMENTE e lascia stare gli altri!
Non sono di un centro sociale,non ho genitori che mi mantengano e neanche un marito che mi mantiene, perchè lavoro; non ho un figlio laureato, ma solo diplomato che si fa un mazzo tanto visto che lavora fuori Genova ( e di mio figlio, sì sono molto orgogliosa...perchè è un peccato?); in quanto alla vita che mi riserverà solo "dolori" ...come dici tu....ho già dato e continuo, purtroppo, a dare, ma ti assicuro che nonostante tutto non ho mai, e dico mai augurato del male a nessuno come invece fai tu!!!
per me ognuno è libero di esprimere le idee che vuole, ma senza sparare a zero su chi la pensa in modo diverso: ricordati, la tua libertà finisce dove comincia la mia ( e viceversa, naturalmente). In quanto a Pera ho solo detto che lo manderei a lavorare ( non mi sembra di essere stata offensiva) con uno stipendio di 516,00 € ( come tanta gente deve purtroppo fare)...puoi rileggere il mio post se non ci credi.....
La soluzione..ebbene te lo dico sinceramente, non ce l'ho, perchè in questo momento non so dirti ( a parte forse uno) chi sia il meno peggio....
RP
;

Rita Porrega 18.07.05 14:21| 
 |
Rispondi al commento

AH SI, L'HO TROVATO.
E' UNA BUFALA STATE TRANQUILLI. SE NE E' AVUTA NOTIZIA UN ANNO FA, MA E' TUTTA UNA MONTATURA.

Roberto Giuliani 18.07.05 14:21| 
 |
Rispondi al commento

claudia parmeggiani

Claudia, non ho il tempo di guardare tutti i post. Mi dici qual'è il sito "bufala"?

Roberto Giuliani 18.07.05 14:18| 
 |
Rispondi al commento

Bonsaikitten è una bufala, garantito.
Già verificato a suo tempo(4/5 anni fa) sul sito antibufala e su un sito per i diritti degli animali.
TUTTO FINTO UNO SCHERZO DI UN RAGAZZINO SE NON RICORDO MALE

HEROS GARAVALLI 18.07.05 14:16| 
 |
Rispondi al commento

Sig. Monti,

Che ne dice di Cesare Previti?
In molti casi è stato lui a "dettare la linea" a Berlusconi ed i berluscones.

Ho vinto la cena?

Stefano Botta 18.07.05 14:14| 
 |
Rispondi al commento

Max

Sembra tutto risolto, ho fatto qualcosa di cui non ho ancora consapevolezza, ma ho fatto e infatti i problemi per adesso non li ho....

Su questo sito sono convinta sia una bufala terribile, avete visto babbo natale con la slitta trainata da un gatto luuungo?

Non mi sembra una cosa seria: meno male!

claudia parmeggiani 18.07.05 14:14| 
 |
Rispondi al commento

Dove mandarlo a lavorare? Facile:
ESTERNALIZZARLO!
In Spagna, in Cina, in Iraq... ci sono tante opzioni.

OT
Circa i mezzi di comunicazione. Potremmo anche prendere delle decisioni prima o poi, no?
Se Grillo (o il suo staff, per volontà e/o capacità) non decide di dare altri strumenti internamente al suo sito, secondo me:
come forum GRILLOPEDIA va benissimo!
Per gli appuntamenti, un sito come NEPERO (www.nepero.com) anche! Magari il webmaster potrebbe realizzarne una copia dedicata esclusivamente ai bloggers di Grillo.
Che ne dite?
Unica richiesta a Beppe sarebbe almeno quella di linkarli da qui!

Yuri Di Gioia 18.07.05 14:13| 
 |
Rispondi al commento

anch'io credo sia una bufala, o meglio lo spero vivamente.. chiediamo ad Attivissimo, già che ha il servizio antibufala!

Christian: non mi dice nulla..nessun nuovo commento e zero nuove email.. boh

(v n p)

Umberto Mas 18.07.05 14:11| 
 |
Rispondi al commento

giorno a tutti,scusate l OT max ti ho scritto nel blog,Umberto mi contatti quando puoi???

Crhistian Fufu' 18.07.05 14:05| 
 |
Rispondi al commento

www.bonsaikitten.com

A quanto lessi tempo fa su una rivista per pc,pare essere una vera BUFALA!!!

Nicola Peroni Commentatore in marcia al V2day 18.07.05 14:04| 
 |
Rispondi al commento

L'IDEA DEL MEET-UP E' OTTIMA, MA POSSIAMO FARE DI MEGLIO, SENZA RIMANERE LEGATI AL WEB.
DOMENICA 4 SETTEMBRE TROVIAMOCI TUTTI, SCENDIAMO IN PIAZZA, FACCIAMOCI SENTIRE.
BASTA CON LE CHIACCHIERE, MUOVIAMOCI.
GRILLO STA FACENDO UN GRANDE LAVORO, DIAMOGLI UNA MANO.
E' UNA DOMENICA, NON DOVRESTE AVERE MOLTO DA FARE E SOPRATTUTTO C'E' UN NOTEVOLE PREAVVISO.
CREAIAMO UN MOVIMENTO CHE SI FACCIA SENTIRE, SIAMO IN MOLTI, NON ANCORA ABBASTANZA, MA IN MOLTI.
FACCIAMOCI VEDERE, DOMENICA 4 SETTEMBRE, TUTTI DAVANTI AL QUIRINALE, DIAMO INIZIO ALLE MANOVRE; DI BLOG CON PERSONE CHE CHIACCHIERANO CE NE SONO TANTISSIMI,(FATE UN GIRO NEL WEB) MA LE PAROLE NON SERVONO PIU'.
RIUNIAMOCI, CONTIAMOCI E PROMUOVIAMO LE NOSTRE IDEE.
SENZA DIVISE O FIORI ALL'OCCHIELLO.
PASSATE PAROLA.
STILATE LE VOSTRE IDEE PER UN ITALIA MIGLIORE, CI CONFRONTEREMO, CI SCAMBIEREMO IDEE.
FACCIAMO QUALCOSA.
I POLITICI SONO INATTACCABILI FINO AD UN CERTO PUNTO.
TROVIAMOCI.
BEPPE TI CHIEDO DI PATRIOCINARE PER QUANTO PUOI QUEST'IDEA, NON SONO UN POLITICO, NON SONO BENESTANTE, NON SONO LAUREATO, FORSE NON SONO ALTRO CHE UNO CHE NE HA LE P... PIENE.
IL MEET-UP CREEREBBE MOVIMENTI LOCALI, DEBOLI E SPARSI OVUNQUE, MUOVIAMOCI ORA !

Mattia Sellato 18.07.05 14:04| 
 |
Rispondi al commento

X MAX STIRNER

Ciao, purtroppo ho poche occasioni per intervenire, il che mi dispiace molto.
Max, se ti riferivi all'articolo che segnalavi (http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=4248)
credo sia tutto vero.

Roberto Giuliani 18.07.05 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Hai ragione è un oggetto misterioso.
E Buttiglione?? filosofo...mah...
E Giovanardi?
Ma che gente abbiamo scelto per rappresentarci? Altro fallimento del sitema pseudo-democratico...e poi lo vorremmo anche esportare....
La risposta alla tua domanda:
Un elettrauto incompentente.

jack Giannotti Commentatore in marcia al V2day 18.07.05 14:01| 
 |
Rispondi al commento

a parziale completamento del post di Max, e sempre da zeusnews:
http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=2673
http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=1455
http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=2044
http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=1687
http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=1255
http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=945
e anche questi due di Attivissimo
http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=574
http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=573
(la seconda parte)

ps...quanto ci vorrà prima che i server di zeusnews.it vengano manomessi? ;-D


[aggiunto un nuovo consiglio per vivere meglio: -adottare chiavi di crittografia per le email- gli utenti linux sanno di cosa parlo- e cambiarle periodicamente, avvisando ovviamente i corrispondenti, magari da indirizzi "sicuri", usati solo per questo e senza nomi/cognomi
es: messaggio da 15467982@gmail.com a 4587902@gmail.com
24/7 allegato chiave (scarica allegato).

pps: mascherate i vostri ip]

Umberto Mas 18.07.05 14:01| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: claudia parmeggiani il 18.07.05 13:47
---------------------------------------------------

Ciao cara

Io spero che vi siano altre persone nel blog, con mezzi superiori ai nostri, per accertare se si tratta di un pessimo scherzo.

Come và con la cache ed il defrag? Tutto risolto?

Ciao

Max Stirner

Max Stirner 18.07.05 13:54| 
 |
Rispondi al commento

Pera.... che gentaglia che c'è al Governo!
Io non gli farei fare nessun lavoro in Italia. Questa gente, qualsiasi cosa faccia, è dannosa per la comunità.
L'unica soluzione è l'esilio!
Esiliamo tutti fuori dal nostro Paese prima che gli diano il colpo di grazia!!!
Un bel calcione nel sedere e tutti fuori dalle palle!
Berlusconi in testa a tutti!

Cristian Giuseppone 18.07.05 13:52| 
 |
Rispondi al commento

Io lo manderei in Spagna a celebrare matrimoni gay.
tra quelle che io credo chi siano e cosa fanno c'è un altro... grande.... personaggio: Buttiglione ( a proposito di filosofi )

Andrea Pedaggio Commentatore in marcia al V2day 18.07.05 13:50| 
 |
Rispondi al commento

Io ci manderei anche te a lavorare Grillo !!!

Lucio Morini 18.07.05 13:49| 
 |
Rispondi al commento

@BRUNO PANETTA

Postato da: Bruno Panetta il 18.07.05 12:56

-------------------------------------------------

Un tempo il tuo post sarebbe stato definito "convergenza parallela".

I altri termini, quando l'intelligenza esiste, qualche punto in comune c'è sempre, basta saper cercare ed attendere.

Un saluto da Max Stirner

Max Stirner 18.07.05 13:49| 
 |
Rispondi al commento

Max Stirner

Questo sito era stato segnalato già settimane indietro, francamente credo che sia tutto uno scherzo, ma non ho strumenti (come al solito) per capire se il sito è serio e vero o no.

Lo penso perchè è impossibile che una cosa del genere possa anche soltanto essere pensata....

Vorrei però sapere con certezza se è una bufala: spero che lo sia!

Altrimenti una volta in più in questo mondo fatico davvero a starci!

claudia parmeggiani 18.07.05 13:47| 
 |
Rispondi al commento

posteggiatore abusivo.

Senza però offendere chi lo fa perchè immigrato e senza documenti non può lavorare onestamente.
La scelta è appropriata in quanto già posteggia abusivamente i culoni di molti senatori!
Matteo

matteo zaccari 18.07.05 13:43| 
 |
Rispondi al commento

Ok Beppe, dopo quest'ultima tua trovata cancello il tuo sito dai miei preferiti.
Potevi fare di meglio, e per lungo tempo eri anche sulla buona strada. Ma poi ti sei perso: hai perso una grande occasione.

Ciao onnipotente.

Mauro Pani 18.07.05 13:41| 
 |
Rispondi al commento

NULLA DI CIO' E' OT

Postato da: lu il 18.07.05 10:29
www.bonsaikitten.com

---------------------------------------------

Se ciò che si vede fosse corrispondente al vero, significherebbe soltanto che i campi di sterminio creati dagli umani per gli umani, sono sbagliati per i criteri che si usano nella selezione del materiale umano da introdurvi, ma l'idea in sè, non è completamente negativa.

Dopo gli opportuni acceramenti, se quanto appare nel sito corrispondesse a verità, mi dichiaro disponibile ad azioni che possano contribuire a far cessare l'ignominia.

ALTRO CHE MARCELLO PERA!

SGANCIATE LE BOMBE ATOMICHE!! LASCIATE CHE ALMENO I TOPI E GLI SCARAFAGGI SOPRAVVIVANO ALLA PROLIFERAZIONE UMANA.

Max Stirner

Post Validato

Max Stirner 18.07.05 13:41| 
 |
Rispondi al commento

Non lo vado a fare un lavoro tipicamente maschile, quindi aggiungerei l'opzione D, come era già stato suggerito, e direi quindi

LA CASSIERA

La categoria non me ne volgia male.

Cristian Trebbi 18.07.05 13:39| 
 |
Rispondi al commento

ALTRO CHE MARCELLO PERA

http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=4248

Max Stirner

Mi hanno censurato un post che ora riproverò a postare, ma se lo censureranno ancora, chi fosse incuriosito lo troverà sul mio blog; riguarda le torture agli animali

Post Validato

Max Stirner 18.07.05 13:37| 
 |
Rispondi al commento

Alla sua età Pera è ormai un frutto marcio e quindi deve rimanere nel suo ambito, l'agricoltura.
Zappare la terra gli potrebbe far capire cosa significhi guadagnare pochi euro con tanta fatica e non il contrario...

Mario Amabile 18.07.05 13:36| 
 |
Rispondi al commento

SCUSA...ma a chi vuoi che interessi un blog su pera ? tanto di cappello a Grillo ma questo post di oggi non interessa a nessuno tranne a 4 gatti che lo usano per lanciare insulti qualunquistici a Pera e comunque avrebbero insultato qualsiasi nome descritto

Postato da: ivana iorio il 18.07.05 12:32

Pera Marcello: seconda carica dello stato!
Ergo, incide nella nostra vita piu' del povero clandestino islamico o del leghista da bar bauscia.

Ancora di piu' se si pensa dove un laicista (ex) convinto come lui sta andando a parare! Con un'inversione a U da 10 punti in meno sta iniziando a leccare il culo al Camillone ed ai cattolici in genere, sintomo che non sta arrivando vento islamico ma siamo nel bel mezzo di una tramontana vaticana per accaparrarsi i favori delle varie correnti cattoliche in vista del 2006 (potenza referendaria).

In tal senso a mio avviso va letto l'argomento domenicale di Peppino Grillo ed e' per questo che non e' solo un invito all'insulto.

Chiudo la piccola polemica con te, sono gia' intervenuto troppo per i miei gusti e non credo che i miei interventi siano cosi' illuminanti da poterli moltiplicare in maniera esponenziale.

Tieniti pure le tue idee filoleghiste....ci mancherebbe.....con tutte le inversioni a U che capitano in questo paese magari fra 10 anni diventi comunista e adotti un bambino albanese.

Stammi bene

maurizio spina 18.07.05 13:35| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Umberto Mas il 18.07.05 13:23

Basta accordarci sulle royalties ;-)

Messaggio ricevuto! Attendo il tuo assestamento informatico.

Ciao

Max Stirner

Max Stirner 18.07.05 13:29| 
 |
Rispondi al commento

(prendo per una sola volta in prestito la formula di Max Stirner, perchè è importante- scusa Max:)
PER TUTTI E PER NESSUNO

http://www.nuovimondimedia.com/sitonew/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=827

(attenzione che continua oltre il frame a destra)
IMPORTANTE E ILLUMINANTE

Umberto Mas 18.07.05 13:23| 
 |
Rispondi al commento

io faccio il "buttafuori" (termine ormai obsoleto) in un locale gay...non lo vogliamo con noi.

sergio conchione 18.07.05 13:01| 
 |
Rispondi al commento

Sul lavoro per Pera, la mia risposta e': quello che troverebbe in un'economia a libero mercato per le sue capacita'. Probabilmente cassiere in qualche supermercato o posteggiatore (non abusivo). Non credo sarebbe capace di altro.
Lo stesso naturalmente vale per la totalita' o quasi dei politici italiani. Che lavoro produttivo potrebbe mai fare gente come Berlusconi, D'Alema, Fini, Buttiglione, ecc?

Bruno Panetta 18.07.05 12:56| 
 |
Rispondi al commento

Si.
A proposito, ciao Max (ti ho risposto via blog, non so se hai visto)
(v n p)

Umberto Mas 18.07.05 12:53| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Bruno Panetta il 18.07.05 11:25

-------------------------------------------------

COMPLIMENTI!


Max Stirner

Max Stirner 18.07.05 12:46| 
 |
Rispondi al commento

vorrei sottolineare che io non ho mai sostenuto in questa sede che ci sia un complotto massonico che vuole ribaltare lo stato delle cose (e se volessi crederci sarebbero pure fatti miei, voglio dire), ma che evidentemente affiliarsi ad una loggia oggi come ieri assicura l'appoggio di tanti amici, e che oggi come ieri avere tanti amici in politica (come in tutti i campi della vita) può aiutare (salvo che i favori poi si ricambiano). sottolineo inoltre che non è reato l'affiliazione ad una loggia, pertanto anche se fosse, non sto accusando nessuno di niente.
in ogni caso invito tutte le persone curiose come me a documentarsi su tutto indipendentemente dalle proprie convizioni, e a pubblicare tutto, questo, mio caro, è la base della libertà. comunque, ripeto, forse qualche libro di storia non ti farebbe male... io sarò anche giovane, ma non dimentico le lezioni del passato....

letizia u. 18.07.05 12:46| 
 |
Rispondi al commento

Antonio, riposto:
da "CARTA CANTA", M.Travaglio

"Ordinamento giudiziario: le modifiche più urgenti investono: la responsabilità civile (per colpa) dei magistrati; la normativa per l'accesso in carriera (esami psico-attitudinali preliminari)... Responsabilità del Guardasigilli verso il Parlamento sull'operato del Pm... Riforma dell'ordinamento giudiziario per ristabilire criteri di selezione per merito delle promozioni dei magistrati... Separare le carriere requirente e giudicante" (dal "Piano di rinascita democratica" di Licio Gelli, ritrovato nel 1982 nel doppiofondo della valigia della figlia Maria Grazia).

"Guardo il Paese, leggo i giornali e penso: ecco qua che tutto si realizza poco a poco, pezzo a pezzo. Forse sì, dovrei avere i diritti d'autore. La giustizia, la tv, l'ordine pubblico. Ho scritto tutto trent'anni fa" (Licio Gelli intervistato da "Repubblica", 28 settembre 2003).

(14 luglio 2005)

Per chi non lo sapesse si tratta del programma della loggia massonica eversiva P2, propaganda 2. Un certo primo ministro a caso aveva la tessera 1816, e sotto processo dichiarò di averla ricevuta gratis e per posta. Fu accertato invece che s'era regolarmente iscritto, ma, pur avendo giurato il falso e avendo partecipato alla p2 (molto più grave), non ebbe conseguenze grazie a una provvidenziale amnistia.
La p2 proponeva anche la formazione di due megapartiti, uno di centrodestra e uno di centrosinistra. Il primo è stato realizzato: indovinate come si chiama?

Altri iscritti: Maurizio Costanzo e Gervaso, l'agiografo berlusconiano e autore di simpatici libri contro gli oppositori (editi da mondadori) nonché di una trasmissione in onda a tarda ora sulle reti mediaset.
Ma sono solo due pesciolini piccoli piccoli, due giornalisti amici del piduismo (che faceva del controllo dell'opinione pubblica uno dei suoi strumenti), accanto a generali, colonnelli, avvocati, nobili, commendatori, politici: per una lista completa degli iscritti http://www.uonna.it/p2elenchi.htm
Ecco invece il programma nel dettaglio, nonchè i misfatti in cui la p2 è implicata:
http://www.disinformazione.it/loggiaP2.htm
(v n p)

Umberto Mas 18.07.05 12:44| 
 |
Rispondi al commento

..hai dimenticato l'opzione D ... IL COMICO che campa sfruttando il disagio della gente .. questo blog è un'accozzaglia di nevrosi, insulti gratuiti e francamente evitabili, valutazioni quantomeno azzardate e non meno fuorvianti rispetto ad altre fonti che qui spesso sono state duramente contestate, riesci a radunare veri e propri fanatici del culto della persona (la tua), xenofobi dichiarati come la Signora/ina Iorio che oggi sta dando tanto sfoggio della propria mancanza di un minimo di capacità di elaborazione personale delle informazioni che assorbe dai media, ormai lo stile è quello delle più becere scritte sui muri dei sottopassaggi, mi aspetto da un giorno all'altro un bel post dal titolo 'Chi ama la figa tiri un riga!'
E sono certo che fioccherebbero decine e decine di post di questo tipo ------- pieni di elogi per la tua ennesima illuminazione senza, dimenticare, i soliti 4/5 personaggi che starnazzeranno sull'islam e sulla paura dell'uomo nero. E intanto avremo perso l'ennesima occasione per tentare di confrontarci ad esempio sulle decisioni prese in Spagna in merito alla legalizzazione delle coppie omosessuali che, francamente, mi sarebbe sembrata una discussione più produttiva (ed è solo un esempio). Aspettando di vedere un tuo show il cui impianto luci e audio sia alimentato da un coogeneratore o qualsiasi altro esempio CONCRETO di quello che vai dicendo, rinnovo la mia diffidenza nei confronti di chi campa sfruttando il disagio della gente ben lungi dal condividerlo.

Luigi Torretta 18.07.05 12:44| 
 |
Rispondi al commento

Splendida rubrica, Beppe!

Propenderei per il buttafuori in un locale gay...

Marcello 18.07.05 12:41| 
 |
Rispondi al commento

Gli farei fare lo stesso lavoro che farei fare a PRODI!
[omissis] per decenza.

Marco Sitzia 18.07.05 12:41| 
 |
Rispondi al commento

buttafuori in un locale gay

patrick fontana 18.07.05 12:38| 
 |
Rispondi al commento

xLetizia(bel nome)
Signorina io sono 1gran fan del VENERABILE MAESTRO LICIO GELLI,se vuoi ti pubblico tutti i nomi degli affiliati!(partendo da costanzo)ma da qui a credere che tutto sia in mano a i massoni mi sembra 1gran cagata,una scusa per spiegare fatti di cui non verremo mai a sapere la verità(e manco mi interessa) ti consiglio di non credere a tutto ciocche pubblicano i vari siti di pseudocontroinformazione che causano solo 1gran casino(allo scopo di vendere libri ecc.)ma possibile che se1non la pensa come voi vota per forza a Silvio(azz vuie parlat pure e libertà e pensiero)vai con la paranoiaaaaaaaaaa!!

antonio caiazzo 18.07.05 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Io direi la d:il casellante in un casello autostradale in alta montagna,in pieno inverno quando non esce nessuno,senza televisore,nel turno di notte!

Luca Montingelli 18.07.05 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Si puo' commentare la persona non per l'idea che ha espresso ma per il suo ruolo,io non trovo giusto il matrimonio tra Gay e credo non sia una conquista ma solo un capriccio!!!Ancor di piu' il mio pensiero si rafforza quando sento parlare di adozioni tra coppie gay.

Fabrizio Antonacci 18.07.05 12:32| 
 |
Rispondi al commento

io dissento pera nn deve lavorare mettetelo in mobilità e nn pagategli nulla e rimettete al lavoro i dipendenti della fiat va

Daniele Colangeli 18.07.05 12:32| 
 |
Rispondi al commento

Siete peggio voi che date retta a Caiazzo e alle su Ca(ia)zzate e sulla paranoia, evidentemente crede, un po' come alcuni giudici, che la p2 fosse una sorta di Rotary, e non un'associazione eversiva, di cui anche il nostro faceva parte forse anche se su questo link che riportas i nomi sequestrati non c'è http://www.uonna.it/p2elenchi.htm

Comunque cito dall'atrticolo I VOLTAGABBANA di Marco Travaglio che riassume un po' il Pera-pensiero, altro che filosofo e second carica dello Satto, è un vero intellettuale all'italiana!!!!

Un altro, increscioso caso di omonimia, simile a quello di Galli Della Loggia, riguarda il presidente del Senato Marcello Pera, protagonista di diverse reincarnazioni: oscuro docente di epistemologia a Firenze, oscuro commentatore di area craxiana sul Messaggero, editorialista della Stampa e poi di nuovo del Messaggero, infine senatore del Polo. Nel ’92, grazie agli arresti di Chiesa & C., Pera cominciò a cantare nel coro di Mani Pulite. E non sommessamente: a squarciagola. Facendosi notare per i toni decisamente borrelliani. Esempio: "Come alla caduta di altri regimi, occorre una nuova Resistenza, un nuovo riscatto e poi una vera, radicale, impietosa epurazione...
Il processo è già cominciato e per buona parte dell'opinione pubblica già chiuso con una condanna" (19-7-92). Non gli avevano ancora parlato della presunzione di innocenza. Craxi, intanto, attribuiva i suoi guai giudiziari alla “lobby dei giornali-partito", cioè al gruppo Repubblica-Espresso, portatore insano della cultura "azionista” che a Pera stava particolarmente a cuore: “Uomini che vogliono un'Italia più decente e pulita sono iscritti ad una 'lobby finanziaria'?... Galante Garrone è un uomo che ha sempre avuto altissimo il senso dello Stato, specchiata la coscienza, profondo il rigore della vita morale, e che perciò ha testimoniato e pagato con coerenza... Se avessero prevalso i valori degli azionisti abbiamo la riprova che sarebbe andata meglio. Perchè i rimedi che ora ci troviamo a dibattere per uscire dal pantano sono proprio quelli che Galante Garrone e gli altri della sua terribile risma hanno sempre proposto: l'idea della nazione, uno Stato governato da regole trasparenti, delle istituzioni non lottizzate, un'amministrazione non corrotta o inetta, un'economia non inquinata, e tanta tanta passione civile, coscienza morale, senso del dovere" (5-5-92). Qualcuno cominciava a provarci con l’amnistia, ma Pera inflessibile insorgeva: "Un'amnistia dei politici ai politici non è solo impensabile perchè provoca indignazione e disgusto nella gente: essa è anche impraticabile. Perchè un'amnistia si dà a categorie specifiche di malfattori, mentre qui si tratta di un intero sistema... il condono avrebbe solo un effetto sanatorio del passato e moltiplicatore del malaffare futuro: i condoni in Italia sono come le ciliegie, uno ne tira l'altro, e creano aspettative di impunità" (19-7-92).
Un’altra cosa che Pera non sopportava erano gli attacchi alle procure. Quando Bossi insultò il giudice di Varese che indagava sulla Lega, lui lo zittì immantinente: "No e poi no, on. Bossi. Lei deve chiedere scusa... I giudici fanno il loro dovere... Molti magistrati sono già stati assassinati per aver fatto rispettare la legge... Lei mette in discussione i fondamenti stessi dello Stato di diritto" (24-9-93). Niente sconti nemmeno a Psi e Dc: "Quei politici che, come Craxi, attaccano i magistrati di Milano, mostrano di non capire la sostanza grave, epocale, del fenomeno" (19-7-92). Craxi e De Michelis urlavano al "golpe dei giudici". E lui: "Siamo qui che preghiamo ogni mattina per salvare la democrazia inquinata dalla degenerazione dei partiti e quelli ti dicono che, se disinquini i partiti, si perde la democrazia..." (2-12-92). "Craxi sbaglia... ciò che i cittadini vedono è solo una lunghissima serie di indagini, avvisi di garanzia, incarcerazioni, confessioni, processi che riguardano persone specifiche... Il malaffare partitocratico era ramificato ovunque, ma non è in atto un attacco alla democrazia" (1-2-93).
La ricetta del Pera modello '93 era talebana: "I partiti devono retrocedere e alzare le mani... subito e senza le furbizie che accompagnano i rantoli della loro agonia. Questo sì sarebbe un golpe contro la democrazia: cercare di resistere contro la volontà popolare" (1-2-93). E i giudici, ultimo “baluardo” della democrazia, dovevano "fare fino in fondo e senza riguardi per nessuno il loro dovere, così come gli è imposto dalle leggi vigenti... Nessuno chiede che gli inquisiti eccellenti abbiano un trattamento diverso dagli altri inquisiti" (5-3-93).
Non potendo prevedere che di lì a qualche anno avrebbe calcato le scene della Casa delle Libertà, il Pera modello base si scagliava contro la “religione della libertà”, contrapponendole la cultura che “mette al centro le regole... il governo e il controllo, i due capisaldi della democrazia" (28-3-93). E metteva in guardia contro gli eccessi del "garantismo, che come ogni ideologia preconcetta è pernicioso" (29-3-93). Qualcuno insinuava che il pool proteggesse il Pds. Ma lui no di certo: "Quanti sono i socialisti incarcerati? E quanti quelli del Pds? Allo stato attuale, sembra tanti e tanti" (8-5-92). Pensassero piuttosto, i detrattori di Mani Pulite, all’eterna "Italia di Andreotti, Pomicino e Formica, la trimurti paradigmatica dei nostri guai" (23-9-92), ai "loschi borghesi come De Lorenzo" e agli altri politici "tanto abituati a fare i propri comodi che neppure pensano che anch'essi debbono rendere conto delle proprie azioni": gente che "non aveva ancora sentito parlare del codice penale e si comportava come se non ci fosse" (8-7-93). Gente da spazzare via con una "rivoluzione democratica" (4-2--93), da amputare con il bisturi del "chirurgo" (5-5-92). Che cos’era, d’altronde, la nomenklatura del Psi se non un "un personale vecchio e trasformista, un ceto di individui mai visti, spesso simili ai bravi, certo con scarsi o nessun ideale politico che non fosse la conquista o la gestione del potere"? (5-5-92).
Dovevano andarsene tutti, anche se non erano personalmente inquisiti: “L'opinione pubblica, frastornata, delusa, inviperita, ha bisogno di un esempio di coerenza e coraggio. Un ministro che, pur essendo in grado di provare la propria innocenza, si dimette per essere stato sospettato e accusato, darebbe oggi agli italiani la più efficace dose di fiducia, di cui hanno disperato bisogno" (3-7-92). "Negli Usa ci si gioca la presidenza non per aver passato una notte in un motel con una bella bionda, ma per aver detto una bugia e spezzato un rapporto fiduciario... Meglio confessare le scappatella con una bionda che perdere tutta la posta in gioco. La rivoluzione ha regole ferree e tempi stretti" (26-9-93).
Fece ancora in tempo, il Pera-1, di magnificare Di Pietro come “un angelo del Bene” (7-4-95). Poi scomparve nel nulla, forse rapito e segregato in una torre di Arcore, con tanto di maschera di ferro. Un caso tipico da “Chi l’ha visto?”. Chiunque avesse notizie utili, è pregato di comunicarle alla presidenza del Senato. Dove, da cinque anni, siede il sosia usurpatore. Che si diverte a esaltare "i molti meriti della Prima Repubblica”, a rivalutare Andreotti ("imputato perché vittima dei comunisti") e a celebrare degnamente persino il latitante Craxi (“l'intuizione socialista degli anni '80 fu giusta").
Stampa serva. Speculare alla classe politica e intellettuale (per non parlare degli imprenditori, che nel ‘92-’94 si contendevano i pm del Pool nei loro convegni, salvo poi farli killerare dai loro giornali), c’è la cosiddetta informazione. Anche questa, con le dovute quanto rare eccezioni, sempre dalla parte del vincitore: prima con i ladri, poi con le guardie, poi di nuovo con i ladri. Qualche caso umano, fra i più avvincenti.

Luca Leone 18.07.05 12:32| 
 |
Rispondi al commento

SCUSA...ma a chi vuoi che interessi un blog su pera ? tanto di cappello a Grillo ma questo post di oggi non interessa a nessuno tranne a 4 gatti che lo usano per lanciare insulti qualunquistici a Pera e comunque avrebbero insultato qualsiasi nome descritto

ivana iorio 18.07.05 12:32| 
 |
Rispondi al commento

VISTO COME VANNO LE COSE IN ITALIA DOPO LA SFOLGORANTE CARRIERA DELLA PIVETTI DA PRES. DELLA CAMERA A PRESENTATRICE DI TRASMISSIONI D'ALTO RANGO AVREMO IL. DOTT. PERA A PRESENTARE LINEA VERDE..VISTO IL COGNOME SARA' UN SUCCESSONE..
E' DA UN PO' CHE L'UNICA PERSONA CHE AVREBBE POTUTO ESSERE UN GRANDE STATISTA IN ITALIA E' LA CICCIOLINA...PECCATO PER UN SOFFIO NON CE L'ABBIAMO FATTA

VINCENZO PETTINATO 18.07.05 12:30| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: IVANA IORIO il 18.07.05 12:08

L'argomento e' Pera e le sue occupazioni future giusto??

a- buttafuori in un locale gay
b- posteggiatore abusivo
c- procuratore di calciatori

Quindi io: metterei la d.

Zerbino di Camillone Ruini in vaticano!

Poi di seguito:

X Ivana Iorio.

Leggerina sei..... davvero leggerina!!!

Grande dote nell'essere umano sapersi fermare un minuto prima.....

Mo devo spiegarti pure questa?????

Mettere 200 post per dire la stessa cosa.........
Guardati allo specchio e fatti un applauso.....

Abbiamo capito che gli islamici sono alle porte con scimitarre e burqa......

Salutami "Lerch" Calderoli


maurizio spina 18.07.05 12:24| 
 |
Rispondi al commento

...cadute di stile, no agli insulti..ecc....tutte ste menate sul "politically correct" che vi hanno messo in testa !!!
Lor signori invece si che lo sono 'politically correct" ....le banche che vi rubano e truffano, coi conti nascosti della mafia e degli usurai, le assicurazioni che vi spremono, i telefoni, i politici locali e nazionali che mangiano tutti a crepapaNcia....poi vi parlano del "politically correct".... E POI FATE LA MORALE A BEPPE GRILLO.......................................... UTILI IDIOTI RINCOGLIONITI !!!

carlo raggi 18.07.05 12:21| 
 |
Rispondi al commento

Mah, io lo manderei semplicemente a raccogliere le pere. Ma qualsiasi altro frutto va bene!
La vita di campagna non può che fargli bene, anzi in questi casi aiuta...

Lorenzo Gemo 18.07.05 12:19| 
 |
Rispondi al commento

Danila Fava:
gran bel link, complimenti.

Lo riposto per tutti:
http://www.nuovimondimedia.com/sitonew/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=827

Umberto Mas 18.07.05 12:15| 
 |
Rispondi al commento

E' perfetto come buttafuori in un locale Gay, sempre se i gay lo accettano come lavoratore!

paulo utzeri 18.07.05 12:14| 
 |
Rispondi al commento

senz'altro procuratore di calciatori, almeno fa i soldi e così è contento e ci lascia in pace.

Susanna Battistini 18.07.05 12:14| 
 |
Rispondi al commento

xLetizia
L'italia in realtà è governata da 1gruppo di massoni occulti facenti parte di 1complotto mondiale il cui scopo è controllarci tramite cip neurali,anche bush blair fanno parte di questo nuovo ordine mondiale(ebbreo-massonico)che vede tra i suoi punti la clonazione del genere umano,la creazione di finti conflitti(auto-attentati)in modo da poter agire in disturbati,l'invasione è iniziata!in realta sono tutti alieni!!ma che puttanate che vi bevete!
vai con la paranoiaaaaaaaaaa!

antonio caiazzo 18.07.05 12:13| 
 |
Rispondi al commento

In MINIERA!

emiliana pianura 18.07.05 12:12| 
 |
Rispondi al commento

L'unica cosa che ricordo di Pera è uno scambio di battute avute con Cossiga. Pera sosteneva che Cossiga avesse tra le sue origini personaggi di dubbia moralità. Cossiga rispose che in Italia è prassi dare nomi di cose a persone di origini incerte. "...Onorevole Pera consideri il suo cognome..." Lo scambio si interruppe fra gli applausi e le risate un po' di tutti. Oggi Pera ricopre la seconda carica dello stato.
Siamo una Repubblica delle banane.

Paolo Schumeniak 18.07.05 12:09| 
 |
Rispondi al commento

saro leggera..ma non ho capito questo...

Metterei la d. ?????????

Zerbino di Camillone Ruini in vaticano! ????????

Grande dote nell'essere umano sapersi fermare un minuto prima..... FERMARSI SU CHE COSA ?

IVANA IORIO 18.07.05 12:08| 
 |
Rispondi al commento

NON PER FARE L'AVVOCATO DIFENSORE(A GRATIS POI,QUANDO AVEVO GIA' RINUNCIATO DI PROFESSARE ANNI FA)MA QUESTA NON SARA' VERA? E SE SI' QUALE E' LA PROVA DEL CONTRARIO?

DA Biografie online.it

Marcello Pera, attuale Presidente del Senato è nato a Lucca il 28 gennaio 1943.

La sua discesa in campo nell'agone politico si può considerare tutto sommato recente, avendo sempre svolto la professione di Filosofo. Pera è, infatti, professore ordinario di Filosofia della Scienza all'Università di Pisa.

La sua strada verso la carriera accademica non è tra le più semplici. Si diploma ragioniere e lavora prima alla Banca Toscana e poi alla Camera di Commercio di Lucca. Ma questa professione gli sta stretta e decide di studiare Filosofia a Pisa.

Allievo di Francesco Barone, si laurea e sale presto in cattedra. Prima a Catania, dove insegna Filosofia teoretica, poi a Pisa. Deve gran parte della sua fama agli studi su Karl Raimund Popper, il filosofo austriaco teorico della "società aperta". Pera si avvicina a questo fondamentale pensatore negli anni Settanta, quando il clima dominante non era certo favorevole al liberalismo di stampo anglosassone. Ma è proprio questo che attira Pera, personalità difficilmente condizionabile (e basterebbe, per avallare queste affermazione, guardare alle sue posizioni in campo bioetico, spesso lontane da quelle rappresentato dal "pensiero dominante" o maggiormente accettato dalla cultura laica). Insomma, il sedicesimo presidente del Senato non ha certo il timore di professare le sue idee, anche in momenti oggettivamente difficili, ossia quando in Italia furoreggiavano le letture marxiste applicate a tutti gli ambiti del vivere (per non parlare di quelli artistici). Ma proprio Popper lo sosterrà, indirettamente e come esempio morale, contro tutto questo, avendo il filosofo inglese sempre inteso il liberalismo come sistema in cui è fondamentale la responsabilità dell'individuo.

Marcello Pera, comunque, saprà essere all'altezza del suo maestro, pubblicando un importante studio su di lui, dal titolo "Popper e la scienza su palafitte", pubblicato da Laterza nel 1982.

Tra gli anni Settanta e Ottanta il pensiero di Pera si evolve e diventa a tutti gli effetti un liberaldemocratico di sinistra. Collabora con il Corriere della Sera, La Stampa e il Messaggero. Nel 1994 si avvicina a Forza Italia. Nel 1996 fa parte della gruppo denominato "dei professori" (insieme ad altri intellettuali di spicco che rispondono ai nomi di Saverio Vertone, Lucio Colletti, Giorgio Rebuffa e Piero Melograni), candidati da Silvio Berlusconi. Pera perde nell'uninominale a Lucca, ma è recuperato nel proporzionale in Toscana. Entra così per la prima volta in Senato.

Quando, ad un anno dal voto del 2001, comincia a profilarsi la vittoria del centrodestra, Pera è comunemente indicato come il futuro Guardasigilli. Il 13 maggio vince finalmente il collegio uninominale di Lucca, l'unico della Toscana andato al centrodestra.

Gustavo Sabato 18.07.05 12:07| 
 |
Rispondi al commento

Ivana..l'892892 non è il 412..non è un semplice cambiamento di numero. Quelli della telecom hanno delegato a una sorta di multinazionale (Inghilterra, Francia, Stati Uniti etc) il loro servizio sui numeri degli abbonati. L'892892 è A PAGAMENTO e soprattutto con costi tremendi: scatto alla risposta di 12/15 centesimi + 0,03 e (3 centesimi) AL SECONDO!! Se la chiamata dura un minuto e mezzo tu spendi più di 3 euro.
Ovviamente il tutto è scritto a caratteri minuscoli (c.capestro), e nella pubblicità in tv addirittura in nero (su fondo azzurro/blu/nero in movimento).
L'892892 sostituirà il servizio telecom definitivamente da dicembre..quindi, gente: tutti su paginebianche.it.
(v n p)

Umberto Mas 18.07.05 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Lo scopo di questo post? Raccogliere il consenso di gente che sa solo insultare?
Vabbe', preferisco pensare che e' stata una semplice caduta di stile...

Davide Cassago 18.07.05 12:02| 
 |
Rispondi al commento

ma come, Beppe, mi stupisco di te....
è ovvio, Pera è (era) un Piduista, come Pisanu, ad esempio, e chissà quanti altri...

cito da un sito internet (che non ricordo più, scarico troppa roba..) "In Italia tra i principali promotori di interpellanze e interrogazioni parlamentari a sostegno dei diritti dei massoni c'è sempre stato il se natore Marcello Pera, ora presidente di Palazzo Madama. "Lo vedrò a Lucca", annuncia Danesin (Gran Loggia d'Italia (Gldi), ndr), "il mio predecessore Franco Franchi lo conosceva molto bene".
c'è molto di che discutere su questo tema, credo...

letizia u. 18.07.05 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Metterei la d.

Zerbino di Camillone Ruini in vaticano!

X Ivana Iorio.

Leggerina sei..... davvero leggerina!!!

Grande dote nell'essere umano sapersi fermare un minuto prima.....

maurizio spina 18.07.05 11:58| 
 |
Rispondi al commento

Come al solito state tutti a PARANOIAAAAAAAAA!sto blog bisognerebbe cambiargli nome il blog della PARANOIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAPARANOIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAPRANOIDANDROID!

antonio caiazzo 18.07.05 11:57| 
 |
Rispondi al commento

Nessuna delle tre. Lo condannerei a vivere per 20 anni con 900 euro al mase (precari, ovviamente, e senza straordinari pagati), due figli in eta' scolare e una moglie incazzata a tempo pieno.

Tiziana Stanzani 18.07.05 11:54| 
 |
Rispondi al commento

ma tra poco che la privacy sara' alla merce' di tutti...che senso ha tenerci i garanti e company ? altri stipendiati gratuiti

ivana iorio 18.07.05 11:54| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori