Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il rilancio delle medie imprese

  • 203


nave_rilancio.jpg


CDB Web Tech, la società di Carlo De Benetti quotata in Borsa ha lanciato un fondo per il rilancio delle medie imprese.
Alla colletta partecipano oltre all'Ingegnere, il Cavalier Berlusconi con 50 milioni di euro, Della Valle con 50 milioni di euro, 25 milioni di euro vengono dai fratelli Magnoni della Sopaf, 5 milioni da Luca Cordero di Montezemolo, 5 milioni da Nerio Alessadri di Technogym. L'elenco è provvisorio.

Volevo mettere qualcosa anch'io. Un milioncino, tanto per giocare con i ragazzi. Ma il "timoniere della gestione", Corrado Ariaudo, mi lascia un po' perplesso. Non sarà mica quell'Ariaudo già direttore generale di Olivetti e sotto processo ad Ivrea per bancarotta per distrazione?

Care medie imprese, un consiglio: navigate a vista senza timoniere.

29 Lug 2005, 17:30 | Scrivi | Commenti (203) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 203


Commenti

 

"timoniere della gestione", Corrado Ariaudo, mi lascia un po' perplesso. Non sarà mica quell'Ariaudo già direttore generale di Olivetti e sotto processo ad Ivrea per

comprare mi piace facebook Commentatore certificato 28.09.15 16:02| 
 |
Rispondi al commento

... DIECI ANNI FA!...

°°°°°

29/07/2005

Il rilancio delle medie imprese

CDB Web Tech, la società di Carlo De Benetti quotata in Borsa ha lanciato un fondo per il rilancio delle medie imprese.
Alla colletta partecipano oltre all'Ingegnere, il Cavalier Berlusconi con 50 milioni di euro, Della Valle con 50 milioni di euro, 25 milioni di euro vengono dai fratelli Magnoni della Sopaf, 5 milioni da Luca Cordero di Montezemolo, 5 milioni da Nerio Alessadri di Technogym. L'elenco è provvisorio.

Volevo mettere qualcosa anch'io. Un milioncino, tanto per giocare con i ragazzi. Ma il "timoniere della gestione", Corrado Ariaudo, mi lascia un po' perplesso. Non sarà mica quell'Ariaudo già direttore generale di Olivetti e sotto processo ad Ivrea per bancarotta per distrazione?

.-|||

Chip En Sai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 29.07.15 14:18| 
 |
Rispondi al commento

Genova 29/01/2007 h: 15.30


Lettera

Scrivo questa lettera perchè sono praticamente disperato.

Ho 42 anni mi sono separato 5 anni fa, ho un figlio (che amo) di quasi 18 anni.
Nel 2003, dopo un anno dalla mia separazione, decido di aprire un' attività.
Cercando informazioni in merito entro in rete e leggo di un sito che eroga agevolazioni per chi decide di mettersi in proprio.
www.sviluppoitalia.it questo il nome del sito.
I requisiti principali per accedere consistevano nel essere disoccupati da almeno sei mesi antecedenti la domanda di ammissione alle agevolazioni. Di non essere possessori di altre attività in essere.
Ho fatto domanda per accedere alle agevolazioni.
Potevo chiedere 25.800,00 € + 5.100,00 € (spese di gestione attività).
Nella domanda che ho presentato, ne ho chiesti 17.000,00 €.

La mia domanda è stata accettata.
Mi hanno concesso le agevolazioni con l'unica variante che, anziché i 17.000,00 € richiesti, me ne hanno concessi 15.800,00 €. Nessuno ha saputo/voluto darmi alcuna spiegazione in merito alla differenza di (– 1.200,00 €).
Il Dott. Xx Xxxxxxx mi dice che le agevolazioni verranno erogate
“INTERAMENTE”nei primi sei mesi dalla firma del contratto..!
Mi convocano per la stipula dello stesso a Giugno 2004, successivamente sarà erogata a mio favore una cifra pari al 40% del fondo investimento = 4327,00 €.
Siamo nel 2006 e dei restanti 11.473,00 € ne sono arrivati 9910,00 €.
La Dott.ssa Francesca Dodero, mi avverti' dicendomi che non sarei stato ne il primo ne l'ultimo a dover chiedere un prestito in banca dopo essersi rivolto a SviluppoItalia.
Detto.... Fatto... Nel primo anno di attività in seguito alle mancate erogazioni, ho chiesto un fido di 16.000,00 € alla banca UNICREDIT che mi permettesse di sanare i debiti accumulati (mobili per l'ufficio...etc).
Nel secondo anno (2005) ho dovuto chiedere un secondo prestito a BANCAINTESA 25.000,00 €. Non ho avuto il tempo di lavorare come avre

Corrado Di Puccio 30.01.07 11:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

i politici ....? tutti a casa troppi, troppi partiti,troppi stipendi soldi butati al vento

ermj pani 13.10.06 16:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dossier tratto da Italymedia.it Portale dell'Informazione Nazionale diretto da Antonello De Pierro.

Dossier Giovanni Agnelli
Un quadro economico-politico di Giovanni Agnelli II, magnate Fiat, avvocato per diletto, industriale per necessita’ nell’era post-Valletta
L’Italia s’e’ desta …con la scomparsa dell’ultimo grande capitano d’impresa made in Italy

Storia di un italiano a partire dalla sua nascita professionale datata maggio 1952. *Profilo economico *Profilo socio-politico. *I commenti. *Un simbolo industriale nel mondo "il Lingotto". *La piramide del potere economico. *Il presente Fiat direzione futuro in suo fratello Umberto


di Maira Nacar

“Morto un Papa si sa se ne fa un altro ma, morto un re, se ne perde lo stampo” ebbe un giorno a dire il grande vecchio del giornalismo italiano Indro Montanelli nei riguardi del Senatore Giovanni Agnelli anche se lui era e rimarrà semplicemente e solo “l’avvocato” per il mondo intero! Nei giorni risalenti alla sua scomparsa (24 gennaio 2003) si è detto davvero di tutto sulla sua persona e in qualche occasione la retorica ha anche preso il sopravvento, come d’altronde l’obbligatorietà di determinate circostanze sovente pare richieda. Adesso quel che è stato è stato del suo “privato” passato, (che in definitiva sarebbe solo cosa di esclusiva dei propri cari…come dire, un album dei ricordi personali da sfogliare esclusivamente in famiglia tra le quattro mura della sontuosa Villa Frescot). Tuttavia non si può dire altrettanto della eredità patrimoniale denominata Fiat, lasciata in mano alla dinastia, oggi in stato di crisi latente ma con possibilità di ripresa. Da questa prospettiva vogliamo addentrarci, delineando un quadro economico-politico del Belpaese nell’era post Agnelli, ricordando l’Avvocato anche in una breve carrellata di dichiarazioni flash, di coloro che lo hanno conosciuto bene e apprezzato nel tempo, <<<< segue http://www.italymedia.it/articoli/attualita&cronaca/dossier_giovanniagnelli.htm

Dario Domenici 27.01.06 13:51| 
 |
Rispondi al commento

Articolo tratto da Italymedia.it Portale dell'Informazione Nazionale diretto da Antonello De Pierro.

L'Italia intera piange il suo "avvocato"
Scomparso Gianni Agnelli: lutto nell’economia italiana
Si è spento nella sua residenza torinese dopo una lunga malattia. Se n'è andato un protagonista indiscusso degli ultimi cinquant'anni della nostra storia

di Ambra Mazzia

Torino. Avrebbe compiuto 82 anni il prossimo 12 marzo, invece è spirato alle 8.30 di una fredda mattina torinese nella residenza torinese Villa Frescot, assistito dalla moglie Marella e dalla figlia Margherita. Così il senatore a vita e presidente onorario della FIAT lascia un vuoto incolmabile nell’imprenditoria del paese dopo mesi di malattia. Da tempo malato di cancro alla prostata, Agnelli si era recato più volte negli Stati Uniti per ricoveri ed interventi d’urgenza, ma tutto ciò non ha evidentemente avuto gli effetti sperati: dopo aver ricevuto l’estrema unzione nella serata di ieri dall’arcivescovo di Torino, l’imprenditore ha lasciato familiari, amici e collaboratori, segnando, con la sua scomparsa, la fine di un’epoca nel nostro paese. “Provo un gran rimpianto per l’amico e per l’uomo che mi ha ammirato ed apprezzato, un eccellente maestro di stile e campione dell’imprenditoria italiana"- così ha commentato la notizia appena ricevuta il premier Silvio Berlusconi, al cui cordoglio si aggiunge ben presto quello di altri : se per Casini “ viene a mancare un grande simbolo nel mondo”, secondo il Presidente della Repubblica Ciampi a lasciarci è “uno dei protagonisti della storia del nostro Paese, da sempre portatore dei valori del carattere e dell’identità nazionale”. Anche il Pontefice con una lettera ai familiari fa sentire vicina la sua presenza, definendo Agnelli come un uomo che si è prodigato per un pieno sviluppo sociale ed economico del paese.
<<<< segue http://www.italymedia.it/articoli/attualita&cronaca/0026.htm

Dario Domenici 27.01.06 13:42| 
 |
Rispondi al commento

Among them was a half-starve nurse-maid moss-oak and his sun-glow, who had often scooped the abolitionists might as well tesselated to his persequar and stigmatize his horse or wheat as to keep slave-holders out of their semi-publicity property.
free cingular ringtones

free cingular ringtones 28.10.05 19:21| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe!!! Sono sconvolta dal sistema che ruota intorno all'indotto auto in Piemonte!!!! Tutti parlano di rilancio del settore automobilistico...forse per Fiat che continua a prendere soldi e a dare il lavoro all'estero, mettendo così in ginocchio tutte quelle piccole aziende che fino a qualche anno fa contribuivano alla costruzione dei veicoli. I piccoli imprenditori di questo settore in Piemonte fanno salti mortali per continuare a stare in piedi e cosa si fà...ma si continuiamo a dare il lavoro in Polonia, Romania etc. etc. e lasciamo a casa tutti i dipendenti i queste piccole aziende in Italia!!!!CHE SCHIFO!!!!!!!!!! E poi dicono che tutto va bene!Senza poi parlare che se si riesce a trovare un po' di lavoro nessuno ti garantisce che , trascorsi i 120gg. (illegali per le sub-forniture!!!!!), verrai pagato. Ripeto CHE SCHIFO!!!!!!!!!

Erika Mazzi 20.09.05 16:10| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe!!! Sono sconvolta dal sistema che ruota intorno all'indotto auto in Piemonte!!!! Tutti parlano di rilancio del settore automobilistico...forse per Fiat che continua a prendere soldi e a dare il lavoro all'estero, mettendo così in ginocchio tutte quelle piccole aziende che fino a qualche anno fa contribuivano alla costruzione dei veicoli. I piccoli imprenditori di questo settore in Piemonte fanno salti mortali per continuare a stare in piedi e cosa si fà...ma si continuiamo a dare il lavoro in Polonia, Romania etc. etc. e lasciamo a casa tutti i dipendenti i queste piccole aziende in Italia!!!!CHE SCHIFO!!!!!!!!!! E poi dicono che tutto va bene!Senza poi parlare che se si riesce a trovare un po' di lavoro nessuno ti garantisce che , trascorsi i 120gg. (illegali per le sub-forniture!!!!!), verrai pagato. Ripeto CHE SCHIFO!!!!!!!!!

Erika Mazzi 20.09.05 16:09| 
 |
Rispondi al commento

You are invited to check out some relevant information about poker rules poker rules http://poker-rules.quality-poker.com/ http://poker-rules.quality-poker.com/ poker poker http://www.quality-poker.com/ http://www.quality-poker.com/ texas holdem texas holdem http://texas-holdem.quality-poker.com/ http://texas-holdem.quality-poker.com/ poker games poker games http://poker-games.quality-poker.com/ http://poker-games.quality-poker.com/ party poker party poker http://party-poker.quality-poker.com/ http://party-poker.quality-poker.com/ ...

poker rules 06.09.05 18:06| 
 |
Rispondi al commento

Sul Corsera del 10 agosto,a pag.38 c'e' un'intera pagina su una conferenza sul futuro della scienza patrocinata dalle fondazioni:"Silvio T.Provera" ,"Umberto Veronesi" e "Giorgio Cini".La conferenza si terra' dal 21 al 23 settembre a Venezia e tra i relatori figurano:R.L.Montalcini,G.Amato,R.Dulbecco, etc.Si parlera' di ETICA,LIBERTA' DELLA SCIENZA,ENERGIA DEL FUTURO...sig.Beppe Grillo Le chiedo di partecipare(credo che le arrivera' anche un invito :-))ci faccia sapere !!!Grazie

Gianluca Rompietti 10.08.05 17:20| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, scrivo per segnalare a te e a frequentatori del blog un'intervista a Ivan Scalfarotto, outsider che si sta organizzando per gareggiare alle primarie di ottobre del centro sinistra. Per partecipare gli occorrono 10.000 firme.
http://www.repubblica.it/2005/h/sezioni/politica/primarieunio/primarieunio/primarieunio.html

La mia totale condivisione alle sue idee mi spinge a sostenerlo e diffondere i suoi intenti.
grazie
Oscar Bonomi

oscar bonomi Commentatore in marcia al V2day 10.08.05 02:47| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe,
inutile dirti che sei forte, se non altro perche' sei tra i pochissimi italiani meritevoli
di averci insegnato a pensare con la nostra testa e non con quella dei media...
evviva il beneficio del dubbio!

saro' breve.
qualcuno l'altro giorno ha detto che e' gravissimo che in italia si possano rendere pubbliche le intercettazioni telefoniche...
io vorrei rispondergli che invece e' gravissimo che esistano persone patentate che ripetutamente in stato di ebbrezza guidano fuoriserie falciando senza pieta' bambini in tenera eta'
(vedi l'altro giorno a Treviso, la povera piccola Melania), e camminano per le strade impuniti.
Mio caro Presidente del Consiglio, l'investitore della piccola Melania, l'ha fatto per quattro volte, ed egli e' non e' in carcere: QUESTO e' gravissimo.
cordialmente, Roberto da Trento.

roberto buffa 09.08.05 21:00| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe,
inutile dire che ogni volta che guardo una tua serata mi sento un emerita idiota e per questo, sappi che intimamente, ti odio:-)
il domandone dopo la battutaccia è questo : ho scaricato skipe, mi fido senza mezzi termini anche se non l'ho ancora provato.solo che per scaricarlo, io, come milioni di navigatori italiani abbiamo usato alice adsl . bene..c'e' un modo per non agganciarsi alla sora telecom nemmeno passando attraverso tiscali e compagnia bella che si sa, son tutte a 90° con telecomitalia ? perche' farli morire va benissimo, ma se per connetterci ad internet usiamo alice ci diamo la zappa sui piedi..o no?
grazie per l'intelligenza che ci regali
alessandra

alessandra donnini 09.08.05 16:51| 
 |
Rispondi al commento

Qualche giorno fa tutti i giornali parlano del nuovo patto stabilito e della nuova pace tra i De Benedetti (definito "l'affossaziende" in anni passati da Berlusconi) e Berlusconi. Parte del pensatoio culturale antiberlusconiano comincia a gridare all'immoralità ed al tradimento dell'ingegnere. Economisti gridano al colpo di genio dell'ingegnere, che ha deciso di tentare questa nuova impresa. Come conseguenza le azioni salgono di valore in pochi giorni. Tutti sono convinti che sia già stato tutto deciso, Berlusconi deve solo metterci i soldi, (gli accordi erano stati già fatti); Sartori si dimette da Liberà e Giustizia. La notizia dell'alleanza con Berlusconi esce il 29/07 e guarda caso (http://it.finance.yahoo.com/q/hp?s=CDB.MI) quel giorno la CDB sale del 25%.
Ma alla fine dell'accordo non se ne fa più nulla. Nell'accordo tra l'altro Berlusconi doveva mettere 50milioni e De benedetti altrettanti nel fondo.
E' giusto chiamare questo aggiottaggio (reato che consiste nel provocare illecitamente il rialzo o il ribasso dei prezzi o dei cambi, spec. attraverso la diffusione di notizie false e tendenziose)?

Roberto Rossi 07.08.05 20:45| 
 |
Rispondi al commento

non che Debenedetti sia mio amico o che,xo' come si dice?diritto di replica? DE BENEDETTI:CONTRO MALINTESI DICO NO A BERLUSCONI NEL FONDO:http://www.articolo21.info/news.php?id=8624

Crhistian Fufu' 06.08.05 13:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per quanto riguarda la Rai credo non ci sia scampo. Dobbiamo pagare lo stesso perchè legalmente noi non paghiamo il canone alla Rai ma la tassa di possesso sull'apparecchio televisivo, ciò ci obbliga nel momento in cui acquistiamo una TV.

Salvatore Fatigati 05.08.05 00:34| 
 |
Rispondi al commento

due le questioni che m'interessano , chi puo' darmi delucidazioni su interessi a tasso di usura della morgan stanley ,(UNA MIA AMICA CI HA PERDUTO LA CASA). ABBONAMENTO RAI essendo abbonato sky vedo la rai in chiaro pagando la quota mensile di 52,00 € al mese piu'l'abbonamento rai ann. di 98,00€, e possibile che paghi due volte il canone rai sia a sky ed alla rai)?????
p.s ii nemico ci legge

mauro focaracci 04.08.05 22:53| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti,
sono uno studente di economia ma fortunatamente non credo in ciò che studio. Ritornerei volentieri ad iscrivermi alla facoltà di economia perchè sto capendo quantro fa schifo il mondo e sto conoscendo affondo il nemico.
Ho avuto fin da piccolo una educazione fortemente ispirata da valori cristiani e grazie a tale ducazione non sono mai riuscito ad entrare nella logica del profitto e dello sfruttamento del prossimo.
All'nizio mi meravigliavo quando alle lezioni i professori ci giustificavano dei comportamenti che io ritenevo palesemente criminali come routine economiche.

Vi faccio alcuni esempi di come spacciano la mentalità del profitto a tutti i costi anche nelle università.
Ho fatto un'esame chiamato Economia e Gestione delle Imprese Internazionali nel quale dalla prima all'ultima pagina insegnava come le multinazionali si internazionalizzano e decentrano le produzioni nei paesi più disparati, e io mi chiedevo "ma se vado a produrre in Cina poi come faccio a lamentarmi che nel mio paese c'è dispoccupazione e che il PIL diminuisce?" inoltre "ma se insegnano che nel momento che in cui non c'è più convenienza economica a produrre in un posto bisogna spostarsi poi con quale coraggio potrei leggere il giornale che mi parla del disagio sociale delle persone licenziate dalle multinazionali perchè sono andate a produrre in Cina o su Marte?". Queste cose accadono realmente come alla EXIDE di Calsalnuovo di Napoli che ha deciso di andare a produrre lontano da qui e intanto ci sono famiglie che non avranno più un reddito.

Sentite quest'altra. In un'altro esame chiamato Economia delle Aziende di Credito il prof. ci spiegava che le banche investono in titoli azionari e altri strumenti finanziari, e che nel momento in cui ritengono di doversi liberare di qualche tittolo non più gradito indovinate a chi li danno? Ai risparmiatori che si fanno gestire il patrimonio dalla banca oppure tramite i loro consulenti globali ne vendono un po' a te e un po' a qualcun'altro. Risultato se le cose vanno male quelli che pagano siamo sempre noi. Parmalat e Cirio hanno causato danni ai risparmiatori per colpa delle banche.

Questa è la cultura del capitalismo contemporaneo, fregare il prossimo!

Io non ci sto per questo scrivo su questo blog elo devo anche a Beppe.

Forse si comincerà a risolvere qualche problema quando si avrà coscienza di quello che è il capitalismo oggi.
Marx criticava i capitale ma quello di quei tempi era capitale "buono", se oggi incontrasse un tipo come De Benedetti o uno di quelli nuovi come Ricucci, secondo voi come reagirebbe? Secondo me le sue coronarie non reagirebbero e stamazzerebbe al suolo colto da infarto!

Salvatore Fatigati 04.08.05 17:17| 
 |
Rispondi al commento

Sapete che cos'è il Multilevel Marketing? Una forma di vendita diretta utilizzata da grandi multinazionali anche in Italia che sfruttana il coinvolgimento di una molteplicità di persone, attraverso delle vere e proprie "catene di Sant'Antonio", per la vendita dei loro prodotti.
Spesso il quadagno deriva principalmente dal numero di venditori coinvolti, che attratti da guadagni facili si ritrovano a vendere prodotti di benessere e a coinvolgere altre persone all'interno dell'organizzazione, spesso conoscenti e familiari, essendo allettati da un incremento del loro guadagno in proporzione ai venditori a sua volta procacciati. Il finale di questa storia è che alla fine pochissimi ai vertici di queste aziende si arricchiscono e moltissimi vedono svanire il loro sogno di diventare milionari, in seguito all'arenarsi dei loro utili intorno ad una media pro-capite di 200-300€.

massimo giunti 04.08.05 05:36| 
 |
Rispondi al commento

Grillo sei un mito????
Quando ho saputo di questa cordata per salvare le imprese di quelli che ci mettono i soldi, e quasi sicuramente solo di quelli, mi sono subito chiesto chi mai sarebbe stato a manovrare tutto questo danaro, grazie!!!!
Detto questo non posso che riflettere sul sempre più incerto futuro che ci si profila

Davide Davin Commentatore in marcia al V2day 03.08.05 19:28| 
 |
Rispondi al commento

Volevo segnalare per la lettura dal sito www.rcconsult.it

E'VERAMENTE DESOLANTE IL QUADRO CH EMERGE DALLO SCANDALO FIORANI-FAZIO.
In un contesto quasi di assenza di regole e di veri controlli, è emersa tutta l'arroganza del gruppo di banchieri e finanzieri che hanno fatto il bello e il cattivo tempo sui mercati.

Sinceramente sbalorditi. Questo è quello che possiamo dire dopo avere appreso negli ultimi giorni del vero e proprio scandalo emerso dall'inchiesta della Procura di Milano sulla vicenda Bpi-Antonveneta, che di fatto è finita per aprire misteri su più fronti (vedi le eventuali ricadute su RCS e Bnl).

Non era un caso infatti che dietro alle scorribande borsistiche degli ultimi mesi vi fossero sempre i soliti nomi (Ricucci,Coppola,Gnutti,oltre ad altri accodatisi nei vari "affaire" a seconda del legame più o meno forte con questi).

La caduta verticale della credibilità di Bankitalia(a dire il vero dai tempi dei casi Geronzi-Banca di Roma e Mps-121-My way già messa duramente in discussione)nella sua attività di controllore è oramai fuori discussione, visto il desolante quadro che emerge dalle intercettazioni telefoniche pubblicate in questi giorni.E quel che è ancora più deprimente, è che neanche di fronte all'evidenza dei fatti si sia avuto il buon gusto di fare la cosa più elementare in questi casi, ossia presentare dimissioni irrevocabili.

Ma in Italia,si sa,la speranza di finire sempre a "tarallucci e vino" è l'ultima a morire: e non è che i fatti in passato non diano ragione a questa tesi (si veda l'esito della vicenda Parmalat giusto per fare qualche esempio).

Il tempo mette tutto a posto, qualcuno magari pagherà qualcosina, ma poi tutto cadrà nel dimenticatoio: questa è la convinzione che emerge dai comportamenti dei soggetti coinvolti,che si accomuna a tutti gli scandali degli ultimi anni.

Noi crediamo invece fortemente che sia arrivato il momento di dare un forte segnale di cambiamento, a tutti i risparmiatori-investitori, e al resto dell'europa, i cui soggetti coinvolti nelle recenti operazioni, vedi Bilbao e Abn Ambro, da tempo lamentavano una situazione da paese delle banane.

E' facile fare lauti guadagni con il trading avvalendosi di aperture di credito veloci,prive di garanzie,in operazioni di sicuro successo,effettuate aggirando le regole (giusto per fare qualche esempio: si vedano i 30 milioni di euro-avete capito bene,quasi 60 miliardi- richiesti a Fiorani per fare del trading veloce sul titolo Eni da parte di Gnutti; oppure tutti gli affidamenti a tassi ridicoli dati ai vari Gnutti,Coppola,Ricucci,Lonati etc per effettuare la scalata su Antonveneta, con la certezza di poter rivendere alla Bpi a prezzi ben più elevati,prendendo due piccioni con una fava,ossia laute plusvalenze per i "bravissimi" trader e aumento delle quote di capitale nella banca,senza le necesarie autorizzazioni).

E' facile fare le scalate o prendere il controllo di una società quando si ha la copertura di chi dovrebbe controllarti (vedi per esempio sui requisiti di patrimonialità) e lo spavaldo e arrogante quasi favoreggiamento di chi dovrebbe essere arbitro(a tal proposito andrebbe fatto un plauso a Cardia e alla Consob, che abbiamo scoperto addirittura essere fatta oggetto di minacce,più o meno velate, da alcuni degli interessati).

E' ancora più facile poi quando tutto questo avviene con la complicità di politici sempre più interessati alle vicende finanziare ( e meno interessati,come invece dovrebbero, a emanare regole più rigidecontro questi accadimenti).

Quadro desolante dicevamo all'inizio:speriamo solo che anche stavolta non finisca "a tarallucci e vino"

Ovidio Raguso 03.08.05 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Ma Bebbe ci volevi mettere un milioncino di euro o di lire?????

Franco Rossi 03.08.05 10:17| 
 |
Rispondi al commento

DA LEGGERE ... OGNUNO COMMENTI COME GLI PARE... W I MAGISTRATI

Fazio: "Caro Gianpiero, alla Consob ci penso io"
di WALTER GALBIATI e MARCO MENSURATI
MILANO - A Cardia "ci penso io". Così il governatore della Banca d'Italia Antonio Fazio annunciava a Giampiero Fiorani l'intenzione di intervenire sul presidente Consob pochi giorni prima del 28 giugno, giorno in cui l'autorità di vigilanza sulla borsa autorizzò Bpl alla pubblicazione dell'Opas sulla totalità delle azioni Antonveneta. È una delle telefonate chiave dell'inchiesta sulla scalata Antonveneta ed è stata allegata dal giudice per le indagini preliminari Clementina Forleo al provvedimento di convalida del sequestro delle azioni in possesso dei concertisti, notificato nel primo pomeriggio di ieri alle parti interessate.

Una conversazione dai toni inequivocabili. Fiorani intorno alle 21 e 40 del 24 giugno contatta la moglie di Fazio, Cristina Rosati. Si sfoga: "Questi maledetti, scusa il termine, della Consob - dice - mi han fatto ancora l'ennesimo ricatto, che abbian forse abbiamo rimosso e abbiamo spostato, però (...) vigliaccate, Cristina, vigliaccate". Cristina ascolta paziente, poi racconta a Fiorani di aver rimproverato il Governatore ("mica puoi trattare così Gianpiero, eh!"), infine passa il telefono al marito. Fazio: "Guarda che stavo a scherzare quando ho detto che sono venuto in ufficio per te". Fiorani: "No scusami no ma Tonino mi spiace no ma scusami tanto tu anzi mi spiace da matti perché per colpa mia... sai questi ulteriori disagi". Fazio: "Ma che colpa tua vabbé... Va benissimo".

LE RASSICURAZIONI DI FAZIO
Fiorani allora racconta quello che gli è successo con la Consob: "Ti pare giusto che davanti a nostra risposta minacciosa improvvisamente lui è tornato sui suoi passi oggi allora dice che allora il prospetto va bene così... Ma non può un paese andare avanti a lavorare per minacce e basta, non si costruisce niente”
Fazio: "Non bisogna sbagliare nessuna mossa adesso".
Fiorani: "No infatti. Guai. Ma domani è importante però Tonino domani è molto importante perché domani lui porta in approvazione alla commissione tutto il prospetto (...) altrimenti se non la porta vuol dire che c'è un brutto disegno dietro capisce e allora bisogna capire cosa fare (...) ieri mattina il suo collaboratore dice all'avvocato ma non è che per caso Fiorani gli esce che ha un contatto tra il Governatore e il presidente Cardia (...) a questo punto penso abbiano paura capisci domani non so se loro ti chiameranno o tu li chiamerai comunque domani tu sei in sede o in ufficio? Sei fuori sede?"
Fazio: "Io sono in sede no no io sono in sede domani sono in sede".
Fiorani: "Ma non è programmato però di sentirlo Cardia no non pensavi di sentirlo?"
Fazio: "No no ma però ci penso io... ".
Fiorani: "Non è il caso... "
Fazio: "Tu vai avanti con quella cosa che... "
Fiorani: "Ok domani facciamo anche quella vedrai Tonino ok ci sentiamo domani allora".

IL BAZOOKA CONTRO CONSOB
Il 28 giugno Fiorani riceve una chiamata da Gnutti.
Fiorani: "Oggi pomeriggio la Conosb alle quattro e mezza comincia la commissione, noi siamo a pronti con i bazooka, con i bazooka siamo pronti eh, non vogliamo sorprese, per cui qualunque cosa ci fosse.... qualunque sorpresa ci fosse noi siam pronti a partire perché loro non possono permettersi di impedire che un'offerta vada sul mercato, non possono assolutamente, quindi vuol dire che noi partiamo con la diffida". Gnutti consiglia di intervenire altrimenti: "Cazzo fare una telefonata invece, ai massimi livelli, e dire "oh guarda che oggi....". Fiorani: "Ah ma c'ho pensato anche a quello, ho detto anche. .. poi dopo ottiene l'effetto contrario.. Io ho l'impressione ormai guarda che siccome la chiamata lui l'ha già ricevuta, io ho l'impressione che gli uomini lavorano, nella migliore delle ipotesi, per paura... allora bisogna partire noi con le minacce".

LA BOTTE DI FERRO
Alle ore 20.30 il Fiorani riceve una chiamata da un telefono intestato al Senato della Repubblica. Parla con tale Gigi (verosimilmente il senatore Luigi Grillo) il quale a un certo punto passa il telefono a Cristina Rosati, la moglie del Governatore. Il Fiorani si lamenta con la donna del fatto che il marito non abbia ancora firmato l'autorizzazione e venendo tranquillizzato dalla stessa.
C: "Oh, che non mi vuoi più bene!"
F: "No, no, no"
C: "Sono gelosa... Sono gelosa... ". "Senti tu adesso mi devi fare una promessa"
F: "Sì"
C: "Devi, fino a domani, devi stare zitto, non parlà con nessuno. Sei in una botte di ferro. Stai Tran-qui-llo. "
F: "Vedrai che non sarà così. Io non ho mai sbagliato, Cristina. Non ho mai sbagliato. "
c: "Manco io ho sbagliato mai, manco io ho sbagliato, e lo sai bene". (...) "Guarda qui non è solo la reputazione di mio marito, di quarant'anni di vita".
F: "Ma lo fanno fuori, Cristina, lo fanno, c'è qualcuno che vuole farlo fuori".
C: "Ma lo so. "
F: "Dovete accettarlo come logica". "La mossa di oggi è una mossa chiara, hanno fatto fare apposta la convocazione per Frasca e gli hanno fatto fare apposta la chiamata... omissis". (...) "Ho dovuto forzare la mano io con tuo marito e Diego - parola incomprensibile - a questo punto, Cristina, comunque, pazienza, dai, la co... la... "
C: "No, no, no, no. No Guarda non ti voglio sentire parlare così eh".
F: "Ma è così, Cristina".
C: "Non stare arrabbiato, no signore, no signore, guarda tu lo sai, è figurati. Io che fai mi butto dal balcone domani?"
F: "No ma perché tuo marito è talmente buono, tuo marito è talmente buono, è talmente buono... ".
C: "No, ascolta, Titanic mica l'hanno fatto già due volte, basta non è co... no no guarda non non si buttano via quarant'anni dalla finestra, guarda se, il coso, non qui non, c'è in ballo tutto, non è sto coso (fonetico) quindi. Io stasera sono molto serena., molto molto.
F: "Vedrai domani"

USIAMO DIECI TELEFONI
Nel pieno della bufera, con le intercettazioni telefoniche, la moglie del Governatore è tra quelli che hanno conservato maggiore lucidità. E in una chiamata notturna con Fiorani suggerisce al suo interlocutore il sistema per evitare eventuali intercettazioni: "In questo momento meno si parla con i telefoni e meglio è (...) Compriamo due, tre... portiamoci... acquistiamo due... una decina di numeri diversi, basta acquistare dieci numeri diversi, qual è il problema?".

Roberto Rondano 03.08.05 09:43| 
 |
Rispondi al commento

quoto:"CI SIAMO ACCORTI DI ESSERE IN RECESSIONE VISTO KE X 2 VOLTE IL PIL E' ANDATO IN DISCESA"

si è vero

non ci hanno mai minimamente menzionato l'imminente arrivo del disastro...

salvo pochi, inascoltati, imbavagliati...

la cosa più scocciante è che gli stessi che non hanno mai fatto parola del disastro, prima che uscisse fuori, oggi sembrano tutti concordi sul fatto che, che questo 'record' negativo, sembra avere le sue origini nelle conduzioni degli ultimi 30 anni...

e che cosa aspettavano a dircelo?

e allora mi chiedo...

perchè prima tacevano e oggi sono invece così risoluti?

si sono arresi di fronte al dato oggettivo ed alla condanna della stampa internazionale...

e finalmente anche noi italiani abbiamo saputo chi realmente siamo

troppo poco, troppo tardi...

Giuseppe De Sio 03.08.05 01:26| 
 |
Rispondi al commento

MA COME FANNO LE BORSE EUROPEE A SALIRE SENZA FONDAMENTALI??? ABBIAMO 1 ECONOMIA KE FA ACQUA DA TUTTE LE PARTI...1 PIL DELL'ASILO CI SIAMO ACCORTI DI ESSERE IN RECESSIONE VISTO KE X 2 VOLTE IL PIL E' ANDATO IN DISCESA E LE BORSE SONO SUI MASSIMI DA 4 ANNI??? MA KE STA SUCCEDENDO??? DAVVERO NN SI8 CAPISCE + 1 KA..O!!
LA BORSA DOVREBBE ESSERE IL TERMOMETRO DELL'ECONOMIA...MA QUI STA SUCCEDENDO IL CONTRARIO!!! CI VOLGIONO FAR CREDERE KE VA TUTTO DA DIO XKE STANNO SALENDO GL'INDICI...
NN DICO NIENTE SUL CASO FAZIO...XKE NN HO PAROLE MA SE FOSSE SUCCESSO IN 1 PAESE ""SERIO"" AD ESEMPOI GLI USA ORA FAZIO SAREBBE GIA A CASA..
ECCO LE NOTIZIE KE DANNO DA NOI:
FAZIO: BERLUSCONI, DA GOVERNO NESSUN PROCESSO
(AGI) - Roma, 30 lug. - "Nessuno, nel governo, ha mai avuto, ha e avra', intenzione di fare processi a chicchessia, tanto meno al governatore della Banca d'Italia". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, conversando con i giornalisti nel Transatlantico di Montecitorio.
-
301806 LUG 05

ED ECCO INVECE COME FANNO IN 1 PAESE SERIO....:
Giovedì 28 Luglio 2005, 23:16


Worldcom: Sullivan Chiude Class Action, Ci Rimette Pensione
(ANSA) - NEW YORK, 28 LUG - Via libera preliminare da parte del giudice federale di New York: l'ex capo della finanza di WorldCom, Scott Sullivan, potrà chiudere la class action avviata dagli investitori rimettendo il piano pensionistico e la perdita di altri asset, come una stravagante villa da 5 milioni dollari di otto stanze e in puro stile mediterraneo costruita a Boca Raton, in Florida.
In questo modo, Sullivan, il grande accusatore dell'ex ad della società telefonica Bernie Ebbers (condannato a 25 anni di prigione), potrà chiudere i conti con il crac da 11 miliardi della compagnia telefonica.
(ANSA).


Edited by BUD M69 on 29 Luglio 2005 at 12:42

MAURO DONDOSSOLA 02.08.05 22:47| 
 |
Rispondi al commento

PROPRIO LUI,
CDB WEB TECH,QUOTAZIONE ANNO 2001 EURO 28,00
QUOTAZIONE ANNO 2005 EURO 1,5
IMPRENDITORI RAMPANTI SCUOLA TRONCHETTIANA,I PIRATI SON TORNATI.

EMILIO MARINI 02.08.05 13:12| 
 |
Rispondi al commento

"Vertice a Roma tra Confindustria e Governo: ancora un nulla di fatto. Sarà colpa del buco nell'ozono?"


Si è concluso ieri sera, a Roma, il vertice Governo-Confindustria sul tema: "Crisi economica: Cina, globalizzazione, aggregazione e competitività. Scommesse e sfide da vincere".

Nella sala congressi n. 45/bis all'Eur erano presenti tutti i vertici del Governo (in bandana gialla e Lacoste blu) nonché rappresentanti di Confindustria da ogni parte della Penisola (che hanno sfilato dietro lo striscione: "Luca Cordero è il nostro Condottiero"). Dopo dieci ore di serrato confronto, la riunione si è chiusa sostanzialmente con un laconico "nulla di fatto" ed un rinvio ad altra consultazione.
Le problematiche sul tappeto erano i veri nodi della crisi produttivo-commerciale che da quasi tre anni sta stritolando la nostra economia: la concorrenza della Cina (in tema di produttività e costo del lavoro) la necessità di ampliare gli orizzonti dell'industria italiana di medie dimensioni (con le opportunità di aggregazione per la penetrazione sui grandi mercati internazionali) e la sfida sulla competitività in tema di innovazione dei processi e di tutela del "made in Italy".
Gli interventi che si sono susseguiti, di notevole spessore, hanno toccato tutte le problematiche che erano state poste in discussione. Ma i veri problemi sui quali si è arenato il consesso, purtroppo, non sono stati risolti.

Accanto alle linee guida ed agli interventi strutturali di sostegno paventati dai rappresentanti del Governo, gli industriali nostrani hanno sottoposto questioni di taglio prettamente pratico all'attenzione delle forze politiche. Tra tutte quelle affrontate, tre sono state le problematiche che hanno messo completamente in crisi Ministri, Vice-Ministri, Sotto-Ministri senza portafoglio, Sotto-Ministri con portafoglio non loro, Dirigenti, Vice-Dirigenti, Sotto-Dirigenti, Infra-Dirigenti, Consulenti Governativi, Portaborse, Mogli dei Portaborse, Cugini di terzo grado delle seconde Mogli dei Portaborse. E la mancanza di risposte soddisfacenti ha provocato un visibile malcontento, tanto da indurre alla chiusura "sterile" del convegno.

Il produttore di vini Antonino Pipitone di Enna ha chiesto un deciso e significativo intervento del Governo per eliminare il problema della calura estiva in Sicilia. Secondo il Pipitone, infatti, l'afa opprimente comporta una sensibile compressione della produttività ed una spiccata propensione all'assenteismo ed alla diaspora verso le località balneari della forza lavoro. La situazione produttiva sicula (ha proseguito il Pipitone) è di fatto inaccettabile e non può essere risolta se non con un intervento tempestivo e cogente del Governo.

Il panettiere Gennaro Chiatti di Posillipo ha chiesto al Governo di varare una manovra fiscale per consentire la deducibilità fiscale IRAP-IRES del pizzo pagato ai protettori. Il peso finanziario del pizzo, ha sostenuto il Chiatti, non può più essere riversato sui prezzi di vendita. E' necessario, inoltre e secondo lo stesso Chiatti, che la deducibilità fiscale sia consentita senza esibizione di documenti probatori, ma con la sola prova testimoniale d'omertà, garantendo l'impunità all'esattore e regolarizzando anche i pagamenti in contanti di notevole entità.

L'idraulico Domenico Beschin di Vicenza ha chiesto ai Ministri di preparare e proporre una nuova versione del condono fiscale, per permettere di regolarizzare le somme in nero utilizzate per comperare le tre Mercedes della moglie e le due case al mare intestate ai figli minorenni, nonché per consentire la piena deducibilità fiscale dei costi della baby-sitter e dell'acquisto dei mobili in legno massiccio per la taverna di casa. Il Beschin ha lamentato che l'evasione fiscale è una piaga economica ed è un retaggio culturale legato a norme eccessivamente repressive e che è giusto che i soldi guadagnati in nero si possano spendere liberamente per investire in azienda o per garantire il necessario benessere a quello che è il nucleo produttivo fondamentale del tessuto industriale del Nord-Est: la famiglia.

Le questioni poste dai tre industriali sopra citati sono apparse immediatamente di grande importanza.
Il Governatore della Banca d'Italia, invitato alla riunione, s'è dichiarato spiazzato e, subito dopo, ha ceduto il suo cellulare di servizio alla moglie, che doveva programmare la cessione agli olandesi di cinque banche popolari italiane.
Il Vice-Premier ha dichiarato che quando si parla di "nero" e cose di colore consimile non può intervenire, perché ha le mani legate.
Pera ha chiesto che venisse bonificata dai servizi segreti l'area adiacente al chioschetto-bar dell'Eur prima di poter esprimere il proprio parere, perché aleggiava il sospetto di possibili intercettazioni.
Il Premier s'è dovuto allontanare, perché il giardiniere della sua villa in Sardegna si lamentava, al telefono, dell'insolita presenza di piccole farfalle in prossimità del roseto sul lato sud-est del parco n. 6 della zona nord del secondo terrapieno a ridosso della scogliera ovest.
Letta, che ha preso in mano la situazione, ha concluso dichiarando che molto probabilmente tutto è causato dal buco dell'ozono e che, comunque, il Governo si impegna a vagliare, a breve, le richieste degli imprenditori e di predisporre a breve una Legge Delega che deleghi qualcosa a qualcuno.

Luca Cordero di Montezemolo si è dichiarato leggermente soddisfatto quasi interamente a metà, ma non praticamente del tutto nel completo parziale.

Giorgio Gasparotto 02.08.05 11:10| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, cosa ci dici del caso "Fazio" Governatore Banca d'Italia .... a me sinceramente sembra proprio un classico caso da "Repubblica delle Banane" ... anzi, uno dei tanti casi... ciao

Roberto Rondano 02.08.05 10:06| 
 |
Rispondi al commento

Io non ho la sensazione che non sia necessariemente una cosa schifosa. E' schifoso il loro mestiere, quello di vendere soldi pertanto implicito che fanno parte di una categoria a noi aliena. Oddio basta conoscere un settorista di banca per capire che sono tutti teste di c...zo. Figurati a livelli più alti.
Io comunque scremata la marrone glassa che copre cotanta categoria ci leggo qualcosa di buono. Ci vedo un pò di coraggio ed un pò di palle. Qui per la scelta di Benedettino a tutti gli amici di Keines stanno fiorendo allergie ed orticarie divertenti da vedere..almeno da qui.
Che ci siano imprese da aiutare secondo me è vero. Mica tutti possono fottere i soldi europei, quelli se li becca ll sud e la metà se li mangiano in ville e barche a vela. ( Fai un bel progettino gonfi i preventivi del doppio, pigli due macchinari vecchi per nuovi ed ecco che da un giorno all'alro ti trovi con un fuori strada fiammante, fidatevi).
Visto che molti e forse i più meritevoli non possono beccare nulla speriamo che questa strana banda aiuti qualcuno. Me ne basterebbe davvero uno e ne è valsa la pena.
Scusate la voce fuori dal coro.
Per il resto chi è delinquente se lo è che tocchi pure con mano la galera.

Marco Careddu 02.08.05 09:59| 
 |
Rispondi al commento

LAVORARE PER DIVENTARE POVERO

leggo che negli Stati Uniti la soglia di povertà è fissata in 15.000 USD....un lavoratore della Wal-Mart nota multinazionale della GDO guadagna in un anno 14.000 USD...praticamente uno lavora per diventare povero. Se fosse un lavoro a vita come quello del Governatore della Banca d'Italia Fazio sarebbe una tragedia....con stima

Giove Poseidone 01.08.05 17:49| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, Lettori, Disillusi, Coraggiosi,

un nuova coscienza è nata...
quella sensazione di impotenza alle ingiustizie,
c'è un solo modo, diffondere la conoscenza,
sviluppare il senso civico e educare i giovanissimi
Diffondiamo i DVD di BEPPE, parliamone agli amici, prestimamolo agli amici e colleghi, scriviamo nel blog, nei nostri blog,
la rete l'unica salvezza,
la mattina insieme alla colazione e alla sera prima di cena...
Difendiamoci aiutandoci...
ORA BASTA


gianfranco poledda 01.08.05 15:33| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe Grillo,
ho appena finito di vedere il tuo spettacolo trasmesso dalla televisione svizzera,bhè farti i complimenti è sicuramente poco,soprattutto se si lavora, come me, in una televisione...Fortunatamente non gestita da Berlusconi!!
Io mi occupo delle produzioni televisive di Play tv Italia un canale satellitare che trasmette dall'italia sul 13°est canale 869.
Non ti intereserebbe usare il nostro canale satellitare per parlare alla gente?é vero, non siamo rai nè mediaset, però..
Resto in attesa di una risposta e non mollare mai, sei veramente il piu' grande.

Con sincero affetto e stima,

Massimiliano Caputo
max@playtvitalia.it
338.2738090

massimiliano caputo 01.08.05 15:11| 
 |
Rispondi al commento

Dai Beppe, una distrazione alle volte capita a tutti...

Fabio Meloni 01.08.05 14:02| 
 |
Rispondi al commento

E' tutto inutile...

basta con l'assistenza...

prima ci decideremo a far scoppiare 'il bubbone economico italanoì' e prima ne usciremo fuori

abbiamo combinato un disastro epocale... occorre adesso passare alla cassa e pagare dazio...

siamo non comptetitivi, non possiamo assoultamente concorere sui nouvi mercati perchè non ne abbiamo la minima possibilità...

siamo al capolinea... nell'era dell'informazione e con l'Italia che senza la lira non può più controllare la sua micro economia siamo esposti all'opinione pubblica mondiale...

e l'opinione pubblica mondiale sembra concentrarsi su una sola opinione: siamo un bluff

siamo un bluff che si è crogiolato sul concetto di: 'made in italy', come se all'estero non vedessero l'ora di pagare le cose 4 volte di più perchè griffate...

l'opinione pubblica mondiale produce in continuazione articoli che sembrano dire una sola cosa: siamo l'ombra dell'Argentina

con tutto quello che comporta un'affermazione del genere:
http://www.techcentralstation.com/080105D.html

conclusione?

inutile mettere toppe...

abbiate, abbiamo, il coraggio di fare scelte impopolari ed iniziamo ad impare dai paesei veramente occidentali..

al di fuori dell'italia esiste una pressione sociale che porta la maggior parte dei cittadini a fare le cose giuste...

qui da noi esiste la pressione sociale all'incontrario: sono tutti convinti che non cambierà mai niente e che l'unico modo per avere qualcosa nela vita è giocare con le stesse regole che hanno rovianto la nostra nazione...

del resto come dargli torto, quando una cosa esiste da un po genera nella gente l'idea che sia ineliminabile

siamo alla frutta e in tv non dicono niente...

Giuseppe De Sio 01.08.05 13:11| 
 |
Rispondi al commento

Visti i tipi può trattarsi di associazione a delinquere

Mauro Bevilacqua 01.08.05 10:46| 
 |
Rispondi al commento

Un fondo per cosa? Per il rilancio delle medie imprese??????
Ma se le medie imprese italiane sono l'unica categoria dimensionale che non è affetta dalla crisi attuale!!!!!

Andrea Malizia 01.08.05 10:42| 
 |
Rispondi al commento

salve, scrivo da Latina e voglio ringraziarti per il cd dello spettacolo per il quale non ho trovato i biglietti. Ho deciso di spendere i dieci euro perchè convinto che ogni servizio se buono, vada pagato. visto che sono otto anni che non riesco a venire ad uno spettacolo spero che questo sistema si ripeta anche per i prossimi.
Una domanda alla fine di questo cd.
Ma questi piccoli risparmi mensili, dove dobbiamo metterli? forse sarò un po ottuso, ma non l'ho capito. Almeno un nome faccelo. ci sarà un istituto valido in Italia? in questi anni non ne ho trovati.Che fare?
con stima Loris

Loris Cascone 01.08.05 10:41| 
 |
Rispondi al commento

non mollare mai...non mollare maiiii...non mollare maiiiii...non mollare maiiiiii
sarà poco culturale ma sicuramente dal cuore...grazie

m BORZì 01.08.05 09:36| 
 |
Rispondi al commento

Prima o poi il mondo delle multinazionali e della globalizzazione per profitto farà boom.
Sta già scricchiolando.E io in quel momento vorrei tanto non esserci!!!!!!!!!!!!!!!!!!
PERCHE'PAGHEREMO TUTTO NOI,ANCHE PER QUESTI BASTARDI.

Silvia Carnio 01.08.05 08:50| 
 |
Rispondi al commento

Deja vu.
Io desidero con tutto il mio cuore di sbagliare, ma credo che la rielezione ci sarà.
*sigh*
che siano corrotti è un dettaglio, il vero problema è che sono dei cretini
lucero

Lucero Varisco Bonaparte 31.07.05 19:46| 
 |
Rispondi al commento

Immancabile lo "stile"di alcuni gruppi industriali che hanno ricevuto per anni "contributi"a cascata dallo stato per produrre fallimenti di "mercato".....Oggi questi contributi avversati dal disgusto degli Italiani dovrebbero "ritornare"nelle tasche dei soliti "beneficiari"sotto forma di "contributi alle imprese in difficoltà"(forma per altro messa fuori legge dalla EU come strumento di possibile interferenza nella concorrenza diretta).
Non mi meraviglio poi che in "tandem"anche il Sen.De Benedetti faccia "eco" a fandonie scrivendo sul quotidiano "il Sole 24 ore"(due sabati fa)che la "pirateria"industriale e la contraffazione in fin dei conti hanno fatto "bene"(un sacco di buona pubblicità)alle aziende colpite dal fenomeno che così possono vendere di più......Ma che bello!

Il primo concetto (espresso con le finalità della creazione del fondo) nel miglior stile "parassitario"economico italiano ci ricorda che è meglio "concentrare" i profitti"e "collettivizzare"le perdite.
Il secondo invece ci ricorda e mi ricorda che mentre io come altri professionisti che lavorano nei settori tecnologici al mattino se vogliono guadagnarsi il companatico devono svegliarsi con nuove idee,su prodotti da proporre al mercato,qualcun altro si sveglia solo con l'idea di dovere trovare il modo su come "fregare"il prossimo......Grazie impreditori(di Stato).

Gustavo Sabato 31.07.05 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei saperne di piu' sulla trattativa tra il Gruppo Fiat per la vendita di svariati lotti inutilizzati del Lingotto e di cio' che era la Fiat avio...grazie!!!

ezio varrone 31.07.05 10:33| 
 |
Rispondi al commento

...Ho un caro amico che è fallito anni fa ..... i suoi creditori sono le prime persone che lo hanno aiutato nel momento del bisogno ..... e ad oggi ha le gambe segate, nel senso che per indole è uno con le idee e voglia di fare .... ma non può ... nemmeno un conto in banca può !!!! Ma la legge non era uguale per tutti ????

Diego Rolla 31.07.05 04:17| 
 |
Rispondi al commento

SIGNORI E SIGNORE OT OT OT OT
Il Tronchetto probabilmente ormai a spremuto a dovere telecom e comincia a vendere.....
(ANSA) - MILANO, 30 LUG - Secondo indiscrezioni della stampa greca, riportate da Bloomberg, Telecom cederebbe a Intracom una quota del 12% che detiene in Forthnet. La greca Intracom ha comprato la scorsa settimana gia' una quota del 18%, per 15 milioni di euro, di Forthnet, provider ellenico di internet e servizi telefonici, intenzionata a passare all'offerta di servizi a causa di un rallentamento nella domanda per i suoi prodotti di equipaggiamento telefonico.


Cosa Acquistera' dopo Telecom?

Steve Lothlorien 31.07.05 00:09| 
 |
Rispondi al commento

@ Max Stirner

Grazie per il benvenuto, non credo però di poterti sostituire perché sei UNICO :-)

Johan Caspar Schmidt 31.07.05 00:00| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Max

Maria Adele Del Vecchio 30.07.05 22:05| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Johan Caspar Schmidt il 30.07.05 16:49
----------------------------------------------------

Scoprire che altre persone conoscono Max Stirner, può solo farmi piacere e mi pareva che fosse evidente dal mio post, vero? Sono nel blog con questo nick dagl'inizi; in questo senso ho affermato che sei mio emulo, null'altro e ti dò il benvenuto con il tuo splendido nick ma, mi raccomando, fatti onore.
Io mancherò dal blog per circa 15 giorni e mi piace che una altro Max Stirner mi sostituisca.

Ciao

Max Stirner

Post Validato

Max Stirner 30.07.05 21:53| 
 |
Rispondi al commento

Tra Previti, Preziosi, Fazio, Galliani e Belpietro, non sarà il caso di riabilitare Lombroso?

Lombroso Cesare 30.07.05 21:28| 
 |
Rispondi al commento

ecco una favola dei tempi moderni:

"prodi ed i 58 dazi"...assomiglia un po a "alibaba e i 40 ladroni" ma purtroppo quella detta prima è vera:

http://www.rolliblog.net/archives/2005/03/21/i_58_dazi_di_prodi.html

giorgio delle pertiche 30.07.05 21:00| 
 |
Rispondi al commento

Lavoro per una multinazionale da 10 anni.
Qui vanno avanti solo i ruffiani e i venditori di fumo , no , un momento , anche i cretini.
Quelli che invece lavorano (ma siamo rimasti in pochi)devono accontentarsi.
Per dire che le multinazionali sono destinate all' estinzione , in quanto ai vertici ci sono solo persone mediocri , prive di alcuno spirito imprenditoriale se non quello di contare i soldi alla fine dell' anno.

Pier Paolo Godio 30.07.05 18:59| 
 |
Rispondi al commento

è già visto aiuteranno (rilevandole) società che prenderanno soldi dallo Stato (da loro stessi !!!) assumeranno per il rilancio, metteranno in cassa integrazione perchè il mercato non capirà l'importanza del progetto e addio.
non penso ci voglia fantasia, basta trovare qualche fesso che compri le quote spinto dalle banche (fine parmalat-cirio)
io a della valle non gli darei un paio di ciabatte vecchie,l chissà come avrà fatto a fare tutti quei soldi, 3% quà, 5% là, lussemburgo, vespa, ma dai......

valentino fenni 30.07.05 18:03| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe ti scrivo oltre per poter aderire anche io con qualche 10 euri per la colletta, anche per farti i complimenti per il tuo dvd che ho appena terminato di vedere. Anche se una nota di attenzione devo fartela presente. Tu elogi molto internet cioè la rete la comunicazione; anche se penso tu lo sappia già, internet sa essere molto cattivo, e tante notizie sono false come le immagini. Nello spetacolo parli del cartone animato Bianca e Barnie, io spero che quella immagine tu l'abbia presa dalla cassetta originale e non dalla rete, come le foto vero? Perchè con i programmi in commercio sia legale che non si può fare miracoli.
Comunque questa non è una critica ma è solo uno stai attento perchè ho notato che sei parecchio affascinato dalla rete. Sei sempre il meglio!!! By Riccardo.

Riccardo Tei 30.07.05 16:51| 
 |
Rispondi al commento

@ Max Stirner

Non per fare una polemica ma eventualmente sei tu ad essere "il mio pseudonimo" :-)

L'UNICO ... beh insomma unico, siamo in due

Johan Caspar Schmidt 30.07.05 16:49| 
 |
Rispondi al commento

devo andare al mare a vedere tutti i turisti che imbrattano la mia isola..(...E CHE PORTANO QUALCHE SOLDINO )per nn parlare della Saras dell'esimio Moratti che la inquina da 40 anni...( LA PIU GRANDE RAFFINERIA DEL MEDITERRANEO...VISTO CHE E' UNA DITTA CHE FUNZIONA ANCORA ....IO DIREI DI VENDERLA A QUALCHE MULTINAZIONALE STRANIERA............. MI SA CHE NE MUIONO DI PIU' SULLE STRADE SARDE CHE PER INQUINAMENTO DELLA SARAS)
Insomma nn avrò pace nemmeno quest'estate.....GODITELA , PERCHE FORSE NEL FUTURO I TURISTI DIMINUIRANNO

ivana iorio 30.07.05 16:31| 
 |
Rispondi al commento


0.T. DELIRANTE DAL CALDO

Guardate... c'è talmente tanto caldo, ma talmente tanto ,che il cervello mi è andato in fumo...tra bombe, stragi, tutti spaventati, l'economia va a rotoli, berlusconi sempre sorridente (ha affermato da poco...che se uno vuole può vincere il cancro e anche la calvizia..come ha fatto lui...vada a raccontarlo in un reparto di oncologia cosi lo linciano!!)...aiuuuutoooo, sto impazzendo...me ne devo andare al mare a vedere tutti i turisti che imbrattano la mia isola..per nn parlare della Saras dell'esimio Moratti che la inquina da 40 anni...Insomma nn avrò pace nemmeno quest'estate!!!..vabba settembre tornerò più matto che mai...e voi italiani??..spero meno impauriti!!..Un bacio

Max Cabo 30.07.05 15:59| 
 |
Rispondi al commento

L'assurda 'morale' che emerge dall'operato delle classi dirigenziali italiane, è la seguente: "Ruba e ti sarà dato!" - "Truffa e farai carriera!" - "Sperpera e ti sarà dato credito!".
Se qualche partito si ponesse alla testa di un movimento 'anti-illegalità', dovremmo concedergli almeno un pò di attenzione, secondo me, pur con tutte le contraddizioni delle politiche 'democratiche'. Altrimenti l'esempio deleterio si allargherà a macchia d'olio anche e soprattutto tra le giovani generazioni. Un pò come accade fra i bambini delle scuole calcio i quali, emulando gli insulsi mezzucci che usano i cosiddetti 'campioni' per vincere a tutti i costi, ne adottano lo stile assolutamente insano e 'immorale', almeno per quanto riguarda lo sport.

Buona giornata

Riccardo Simiele 30.07.05 15:27| 
 |
Rispondi al commento

spettacoli televisivi di alcuni comici:

http://www.raiclicktv.it/raiclick/pc/website/0,4388,6-650-1-CTY18-CID650-0-1-0---1-1-ABB0,00.html

(incluso grillo dei tempi lontani...)

Riccardo Rossi 30.07.05 15:25| 
 |
Rispondi al commento

NON DIMENTICATE , A GIORNI POSTERO' LA MIA EMAIL, DI DARO' IL LINK PER SCARICARE GRATIS SPETTACOLI DI COMICI

Postato da: Marco Rossinelli il 30.07.05 14:36

Ooooh là!!! Mi sono svegliato.

Per la legge dei grandi numeri anche il Ross ne fa una giusta!!!

Bravo Ross! Clap, clap, clap!!

Basta che non metti spettacoli di Ruini, Ratzy, Pippo Franco e Martufello!!!!

Thanks in anticipo!

Vedi! Anche la tua presenza ha un recondito senso!

Stammi bene Ross........sei sulla meravigliosa strada che porta al peccatoooooooooooooo!!!

maurizio spina 30.07.05 15:18| 
 |
Rispondi al commento

Ma..Fazio,
è quello che isticava i suoi scagnozzi a picchiare i giornalisti di striscia.

È propio un mascalzone!

vito liberto Commentatore in marcia al V2day 30.07.05 15:18| 
 |
Rispondi al commento

...e intanto anche i diritti della Seria A finiscono a Mediaset.
Ragazzi, quell'ultimo briciolo di democrazia che ci è rimasto, il voto, usiamolo bene, vi prego.
Quest'uomo ha il solo scopo di arricchirsi, se ne frega dell'Italia!

Angelo Trombetta 30.07.05 15:17| 
 |
Rispondi al commento

Corrado Ariaudo Nominato Presidente Di Sema SpA

Sema S.p.A., società italiana di SchlumbergerSema, il segmento di business di Schlumberger per l’Information Technology, annuncia oggi che Corrado Ariaudo, già direttore generale di Olivetti fino al dicembre 2002, ha assunto la carica di Presidente di Sema S.p.A. SchlumbergerSema è, nel mondo, una delle principali società di servizi di ICT e di business. SchlumbergerSema ha proposto al dr. Ariaudo questo incarico in considerazione della sua carriera, realizzata nei 17 anni trascorsi nel Gruppo Olivetti e caratterizzata da ruoli di rilevante responsabilità, unitamente alle sue competenze professionali e alla sua esperienza nell’ambito della finanza e dell’industria italiana, in particolare nel settore dell’Information Technology. Ariaudo supporterà l’amministratore delegato di Sema S.p.A., Giovanni Linari, nello sviluppo delle attività e del business in Italia.

Per maggiori informazioni
Azienda: www.slb.com
------------------------------------------

Ecco quello che ho trovato!
Compito eseguito....
Rita

Rita Porrega 30.07.05 15:14| 
 |
Rispondi al commento

Lettera aperta di un normale cittadino con normale famiglia e con normale lavoro.
Spesso mi chiedo se chi ci governa è nel giusto, onestà e che fa tutto per i soli interessi del popolo?
Ma gli interrogativi nascono spontanei del tipo: ma se fanno una legge contro il fumo, un’altra per indossare le cinture di sicurezza, un’altra ancora per lo smaltimento dei prodotti contenenti microparticelle che ben studiate sono cancerogene, tutte leggi che tutelano il cittadino; ma come mai visto che l’agricoltura va male, nelle città c’è alto tasso di polveri sottili, non si va nella direzione del biodiesel ?
Quanti terreni in colti, quanti altri prodotti coltivati e poi non venduti a prezzo esaudiente, la crisi del petrolio che si alza ogni giorno di prezzo trascinando tutti i prodotti al rialzo visto che il 90% viene trasportato su gomme e quindi a gasolio.
Viene subito da chiedersi, ma i nostri politici hanno interessi che non ci sia alternativa la petrolio?
Che all’improvviso non ci sia più interesse alla salute del cittadino? Che dobbiamo metterci la cintura di sicurezza per limitare eventuali ferite nei incidenti ma che possiamo ammalarci di cancro o altre malattie polmonari solo per fare contenti i nostri governanti? Forse che i petrolieri hanno innescato un tale imbroglo da non poterne uscire? Ma ciò che ancora più mi irrita e la stampa e i mass midia che a tale importanti argomenti di salute mondiale non danno alcun cenno, certo che è importante seguire la politica dall’estrema destra all’estrema sinistra ma dimenticarsi di chi mantiene sia moralmente che economicamente tutto l’apparato governante mondiale, questo è troppo. Nell’arco dell’anno il popolo improvvisamente diventa importante e indispensabile indovinate quando, si proprio allora, il voto ,le elezioni, ma dopo avere riflettuto poco su queste piccole cose viene ancora voglia di votare?
Questo è solo uno dei argomenti a cui si danno dei interrogativi ma penso che di tale domande ce ne siano a centinaia.

romano giovanni 30.07.05 15:14| 
 |
Rispondi al commento

se una banca estera opera in Italia ed è più efficiente l'azienda italiana scompare perchè non competitiva OK ? Che fine fanno quelle risorse ? le dilapidiamo ? No il mercato opera anche mediante acquisizioni e concentrazioni. L'effetto di scala opera riducendo il peso dei costi fissi e permettendo alle imprese di offrire prezzi marginalmente più bassi. Se abbiamo 100 banche con 100 diversi sportelli abbiamo più costi fissi e di conseguenza maggiori prezzi. Ogni mercato ha una dimensione ottimale e se ABN pensa di acquisire antonveneta è per non sostenere maggiori costi fissi (questione di economicità). Se per lei fosse più conveniente aprire degli sportelli lo farebbe. Il tuo ragionamento premia la cosidetta italianicità ma non gli italiani perchè con 100 sportelli sarebbero costretti a pagare prezzi più alti è sempre così se non si ragiona in termini di efficienza si salva una impresa italiana, ma si penalizzano altri migliaia di italiani consumatori che non possono trarre i benefici che il mercato (che cmq mi guardo bene dal considerare panacea di tutti i mali anche se può sembrare così, esistono le esternalità ed i fallimenti) altrimenti genererebbe loro.

vito frugis 30.07.05 14:59| 
 |
Rispondi al commento

NON DIMENTICATE , A GIORNI POSTERO' LA MIA EMAIL, DI DARO' IL LINK PER SCARICARE GRATIS SPETTACOLI DI COMICI

Postato da: Marco Rossinelli il 30.07.05 14:36

A giorni ti si bevono, Rossinè, vai al mare che è meglio. Cucciolandia te la sei scordata?

Un saluto 'accorto'

Riccardo Simiele 30.07.05 14:52| 
 |
Rispondi al commento

Non siete stanchi di essere presi per il culo come i fessi che non sanno fare nemmeno i loro interessi? Su mandate tanti bacini al sig. Fazio.

A proposito chi ha autorizzato le intercettazioni e le ha mandate sui giornali???
Forza carini, mandate tanti bacini anche a lui...
Dai pensate a quelli che voterete alle prossime elezioni e mandate tanti bacini anche a loro...
Un paese di malmaturi con carenze affettive.

Filippo Trascinelli 30.07.05 14:49| 
 |
Rispondi al commento

X Marco Rossinelli

ancora con sto Grillo il messia etc etc

Non mi importa una fava se Grillo si arrabbia per delle cose o meno, in questo modo mi manchi di rispetto, io penso con la mia testa perchè queste cose le studio. non mi sentirai mai parlare di medicina perchè non ne capisco nulla, parlo di banche perchè le studio e se una banca estera viene comprata da una italiana non sono contento, parimenti non mi dispiace se una italiana è acquisita da una estera. in questo caso l'acquisizione gioverà al mercato italiano. Non mi hai ancora spiegato il perchè di questo sciovinismo finanziario L'esternalizzazione è molto diversa stai parlando per luoghi comuni non te ne rendi conto !

E comunque tieni presente che ognuno deve fare ciò che sa fare meglio, è inutile e dannoso per tutti difendere settori o imprese inefficienti siano esse italiane o no. l'unico a giovarne è il soggetto difeso che matura extraprofitti.

vito frugis 30.07.05 14:32| 
 |
Rispondi al commento

A riguardo del tema in oggetto, ormai non so più cosa dire, l'unica cosa è che questi signori fanno delle belle collette!!!!! A dire il vero piacerebbe anche a me riuscire a fare una colletta di 50 milioni di Euro, vorrebbe dire che ne avrei alle spalle più del doppio!!!!! comunque svalico un attimo l'argomento, per Ringraziarti Caro Beppedel DVD che ho ricevuto senza problemi! Ti ho rivisto e soprattutto riascoltato con immenso piacere (io ho partecipato al tuo spettacolo del 31/03/2005 di Bologna, anche se non condivido totalmente tutto quello che viene detto, o per lo meno mi piacerebbe approfondire e parlare direttamente con te di alcune mie perplessità, ma chissà se un giorno fosse mai possibile parlarti di persona! Comunque Grazie per esserci, perchè persone come te che si interessano così di tutti questi problemoni, non ci sono +! Anzi a tutti questi governi (e parlo di Tutti, non solo di quello attuale) ha sempre fatto comodo mantenere un popolino un po' ignorante! Non voglio essere fraintesa: non ignorante per offesa, ma un popolo che venga attratto solo da cose così futili e stupidotte, non vedete che per televesione vengono premiati solo i più deficenti?? Ci sono solo dei programmi in cui si vedono modi e stili di vita improponibili ai più! Belle macchine, belle donne, soldi e.........lavorare???? Fare una trasmissione per chi è stato più bravo a diplomarsi, ad avere il coraggio di aprirsi qualche attività da solo, insomma a chi si fa giornalmente un mazzo così da anni, da una vita!!! Non sarebbe più utile e sano per questa umanità così povera di sentimenti, di corraggio e di fiducia in se stessi!!! Adesso basta mi sono dilungata parecchio. Un salutone a Beppe e a tutti quelli del blog.

Nadia Crepaldi 30.07.05 14:31| 
 |
Rispondi al commento

Ma la cd web tech , non e' quella societa' che dopo essere entrata nel boom delle tiscali, ha rastrellato miliardi collocando azioni a prezzi 100 volte piu' alti del crollo, e che non sazia, un mese dopo ha lanciato un bell'aumento di capitale regalando una azione ogni 12 e rastrellando altri miliardi ???
Potrei sbagliarmi, perche' la memoria in termini di dolore finanziario mi si e' offuscata oppure me ne vergogno talmente tanto da rimuovere gli shock finanziari. Alla fine che aziende ha rilanciato ???? Che attivita' ha svolto finora ???
Fa pena, veramente pena vedere che l'economia italiana e' in mano a dei "finanzieri vengono chiamati " quali gnutti, de benedetti, ricucci, Cordero, Agnelli, Silvio, sempre quei 4 gatti che si spartiscono la torta speculando e basta

fabio carrara 30.07.05 14:28| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Correggia, pensa, questi per un gioco, per uno svago, per una cosa bella, esprimono violenza.
E allora, fortuna che c'è il calcio: pensa come esso riesca a contenere la loro evidente violenza.
Come si sfogherebbe se non avessero imprigionata la mente dal calcio?

D'altronde, si sa, la carenza di istruzione (soprattutto a livello civico) e il gioco del calcio sono una bella combinazione architettata bene dai governi per controllare la mente della gente.
Già nell'antica Roma...

Emilio da Zena 30.07.05 14:21| 
 |
Rispondi al commento

augh!! maurizio spina, cio' che scrivi assoglia tanto al video di Beppe contro l'ingerenza dei discografici all'inizio di ogni film priettato al cinema, guardati il video di Beppe e poi dimmi

Postato da: Marco Rossinelli il 30.07.05 14:05

Rooosssssssss!

Sono comunista trinariciuto, mangiabambini, stronzo e bastardo!!!

Insomma.....sai, qualche licenza in più di te ce l'ho!!

Mica devo sottostare alle raccomandazioni del simpatico Ratzy!!!!!!

Anzi Ross!
Facciamo così!!
Salgo sul pulpito e in verità ti dico:

vai per le strade del mondo e pecca!!!!!!!!

Fatti anche l'abbonamento a "Le ore mese"!
Magari ti sfoghi!!

Stammi bene Ross!

Ah, dimenticavo!

Interessanti le tue disamine da..vv..ero d..a..v..v..e......r...o in..te....r zzzzzzzzzz zzzzzzzzzzzzz zzzzzzzzzzzzzzz


maurizio spina 30.07.05 14:18| 
 |
Rispondi al commento

e' col libero mercato, non con queste stronzate.

Postato da: Bruno Panetta il 30.07.05 14:01

cxxo lo avevano arrestato e nessuno me lo ha detto?

Maria Adele Del Vecchio 30.07.05 14:04| 
 |
Rispondi al commento

Scusate il commento è fuori tema ma lo devo dire. Al telegiornale delle 13.30 rai uno da la notizia che ieri i tifosi del genoa hanno sfilato per le vie della città per protestare contro la decisione di retrocedere la squadra in serie C1, creando disagi alla viabilità, minacciando di bloccare l'imbarco dei traghetti e dulcis in fundo bloccando per oltre un'ora l'accesso all'autostrada di Genova ovest. La polizia che fa??? Carica?? Picchia?? Scioglie il corteo? Ripristina la viabilità? NOOOOOOO.... UDITE UDITE!!!! ARRETRA....ARRETRA E LASCIA I TIFOSI LIBERI DI BLOCCARE L'AUTOSTRADA e alcuni di questi gia' che ci sono saccheggiano un benzinaio.


VERGOGNA!!!!!! VERGOGNA!!! VERGOGNA!!!


Quando manifestano i lavoratori per difendere i loro sacrosanti diritti come escono dalle righe vengono caricati e menati, i giorni del G8 si sono scritte alcune delle pagine più vergognose del nostro paese, quando le forze dell'ordine hanno caricato indiscriminatamente pacifici manifestanti e i back block a fare quello che volevano.


Ma dove stiamo andando a finire????


GENTE QUI LE COSE STANNO DAVVERO MALE.....

ALTRO CHE RELIGIONE OPPIO DEI POPOLI...CALCIO .... IL DECLINO DELLA CIVILTA' IL SONNO DELLA RAGIONE

Beppe Correggia 30.07.05 14:03| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: maurizio spina il 30.07.05 13:57

"Padre Nostro che sei nei cieli
Restaci"

Prevert

Sei un grande|

Maria Adele Del Vecchio 30.07.05 14:02| 
 |
Rispondi al commento

spiego meglio.

la concorrenza libera elimina gli inefficienti dal mercato in quanto questi non possono competere coi i prezzi applicati dai migliori. I mercati possono però evolversi mediante concentrazioni che mediante l'aggregazione di risorse permettano ad un minor numero di imprese di sfruttare gli effetti di scala quindi se una banca estera acquisisce una italiana o una italiana ne acquisisce una estera non fa differenza. gli operatori che debbono rimanere su un mercato debbono essere solamente i migliori indipendentemente dalla territorialità.

vito frugis 30.07.05 13:59| 
 |
Rispondi al commento

Nuzzo Antonio scrive:
(((Ho ricevuto il DVD del tuo spettacolo.Me lo sono gustato.grazie.)))


Io me li scarico da internet, GRATIS! e me li scambio con altri GRATIS!! Viva la liberta' di condividere

Postato da: Marco Rossinelli il 30.07.05 13:10

Tsk, tsk, tsk!!
Ross, Ross, Ross!!!!!!

Copiare e condividere dvd protetti da Copyright è................come dire...........peccato! Ah si PECCATO!!!!!!!!!!!!!!!!

Un cattolico filogesuita praticante come te!!!!
Che rivendica il diritto della Chiesa di rompere i coglioni al Mondo......dovrebbe almeno seguire le direttive della medesima!!!!!

Non è così???
O forse anche tu predichi bene e............razzoli male!

Stammi bene Ross!! 4 ave maria e 2 pater noster!
Vola basso Ross!!
Qua nessuno ti caga neanche di striscio! Al massimo ti compatiamo e ti prendiamo per il culo!!!

maurizio spina 30.07.05 13:57| 
 |
Rispondi al commento

quelle sane aziende italiane che sono le banche hanno costruito un cartello lo vuoi capire o no ! altimenti i servizi bancari non crescevano del 9% !

l'espansione di un impresa effettuata tramite le acquisizioni fa crescere gli effetti di scala per una impresa perchè ne aumenta le dimensioni. Ti ho già detto che una nostra banca (italianissima) ha fatto acquisizioni all'estero segno che è forte e può crescere. Far acquistare una banca come antonveneta alla popolare è invece sintomo di difesa di una inefficienza. di inciucio e di mancanza di rispetto per il mercato e per i consumatori. Il mercato bancario italiano (così come quello assicurativo) ha bisogno di investitori esteri proprio perchè questo porterebbe un diverso modo di concepire il rapporto banca impresa che da noi è un rapporto secolarizzato ed altamente dannoso anche per l'imprenditoria produttiva

vito frugis 30.07.05 13:53| 
 |
Rispondi al commento

Per quanto concerne Grillo ed i motoscafi non mi interessa, non ho difeso Grillo nei miei interventi(sa farlo da solo). io ho forte stima di lui ma tu puoi dirgli quello che ti pare (anche se credo che le obiezioni vanno sempre fatte nel merito di una questione) non mi sembra di aver preso le sue difese quindi non capisco perchè ti rivolgi a me x questo visto che io ho solo parlato della questione delle banche e del mercato (sei libero di dire a Grillo quello che ti pare se gli andrà ti risponderà lui).

Tornando a cose più serie, la concorrenza stimola alla efficienza ed in Italia ce ne è poca. le nostre imprese sono sempre state abituate ad essere aiutate (svalutazione della lira, incentivi, monopoli etc. etc.)questo ha fatto si che la nostra classe imprenditoriale si sia cullata per anni sugli allori forte degli extraprofitti che maturavano a scapito dei consumatori italiani. Con l'avvento dell'Europa unita (sia ringraziato il cielo) e del mercato unico ora debbono confrontarsi con realtà abituate alla concorrenza e più efficienti ed è giusto x il bene di tutti che paghino uno scotto. sono per la cultura del lavoro, se un dipendente non lavora bene e cazzeggia sul lavoro è giusto che venga licenziato così pure se un imprenditore non investe non aumenta l'efficienza è giusto che il mercato lo mandi a casa. Le banche sono un settore nevralgico è vero, ma se guardi i dati pubblicati l'altro ieri sull'inflazione scopri che i servizi bancari sono aumentati del 9% un pò troppo visto che già lo scorso anno erano aumentati. Se l'inflazione cresce al 2% (sarà vero ?) ed i servizi bancari crescono molto più in un momento in cui il mercato si allarga è sintomo che in Italia c'èqualcosa che non va, Fazio ne è il primo responsabile

vito frugis 30.07.05 13:21| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Johan Caspar Schmidt il 30.07.05 08:08

....................................................


JOHAN CASPAR SCHMIDT??? HO DEGLI EMULI? CHE BELLO!

SPERIAMO CHE GLI EMULI AUMENTINO; NON MI PIACEVA ESSER SOLO, FORSE HO STIMOLATO QUALCUNO.
SPERIAMO...

Max Stirner

passo e chiudo, per oggi

Max Stirner 30.07.05 13:18| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Grillo.

Ho ricevuto il DVD del tuo spettacolo.Me lo sono gustato.grazie.

Questa società CDB Web Tech sembra un'altro modo per investire in aziende in difficoltà,entrarne in possesso assumendone il controllo. Poi si analizza potenzialità, tenendosi le parti buone e si vende il resto per fare un profitto in poco tempo.
Un meccanismo già conosciuto dalla metà degli anni 80.
Vedendo in quali acque naviga la nostra economia, senza un quadro legislativo sicuro, monopoli, aziende senza risorse finanziarie e senza ricerca, sviluppo e prospettive a medio e lungo termine, non sorprende che arrivi anche il tempo degli avvoltoi.
L'unico settore che immagino vada a gonfie vele, sicuramente sarà il marketing e la pubblicità : dare l'illusione di aziende efficienti, prosperose, di servizi, prodotti di qualità e di manager puliti e competenti...

Nuzzo Antonio 30.07.05 13:02| 
 |
Rispondi al commento

vedi eppure Profumo (amm. del. di una nota banca di cui non faccio il nome) ha acquisito recentemente in Germania e Polonia eppure nessuno gli ha detto nulla o l'ha osteggiato. Chi è efficiente sia esso italiano olandese francese o birmano è ben accetto perchè è sintomo di funzionamento del mercato coltivare i piccoli orticelli significa ledere la collettività

vito frugis 30.07.05 12:41| 
 |
Rispondi al commento

x vito frugis

Non essere ingenuo, credi che la banche svizzere, si comportino in uguale maniera fuori e dentro la Svizzera?
Credi che francesi, inglesi, tedeschi, si lascerebbero tranquillamente scalare le loro perle?
Ricordi Societè Generelle?
Più recente e meno strategico Danone-Pepsi?
Ricordi il comportamento dell'ultraliberista governo inglese per il salvataggio della Rover?
Abdicare il controllo delle proprie banche è il primo passo per diventare una colonia, come se già non lo fottimo abbastanza!
A me Fazio sta sulle gonadi, e il suo comportamente credo non fosse a vantaggio del paese ma a vantaggio dei compari, ma come insegna il Tao in ogni male c'è sempre anche un briciolo di bene.

Luca Sanna 30.07.05 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Intanto ieri la Carlo De Benedetti Web Tech ha guadagnato oltre il 30% in Borsa, quindi obiettivo raggiunto per LOR SIGNORI.
Incominciamo a investire i nostri soldi in modo etico e responsabile o poi non lamentiamoci

http://spaces.msn.com/members/tradingonline/

Luca Foglia 30.07.05 12:30| 
 |
Rispondi al commento

X Marco Rossinelli

Sono quasi laureato in economia bancaria eppure non riesco a capire che differenza ti fa se banca antonveneta vada agli olandesi piuttosto che agli italiani . comwe tutti gli italiani non hai il concetto di competitività chi è efficiente bene altrimenti fuori dalle scatole. ben ha fatto Profumo ad investire ed a crescere acquisendo all'estero così pure gli olandesi. il mercato è unico ma la concorrenza nel settore bancario ancora è molto bassa. Vengano gli stranieri almeno si scalfisce quel fitto reticolo di rendite sicure che alcuni soggetti percepiscono da anni. ed è questo che Fazio difende. Con la scusa della stabilità fazio difende un sistema di rendite e questo è da osteggiare

vito frugis 30.07.05 12:27| 
 |
Rispondi al commento

X silvio franceschi

scusa puoi spiegarmi cosa c'è secondo te di male nel fatto che ad emettere moneta non sia il governo politico del paese ma una autorità indipendente ?

Io ci vedo per lo più aspetti positivi ma sono aperto al confronto dimmi poi ti spiegherò la mia

vito frugis 30.07.05 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Questo blog è sempre più estivo...

Maria Adele Del Vecchio 30.07.05 12:11| 
 |
Rispondi al commento

DIVENTATE REALISTI!
L'abolizione del segreto bancario è il più grosso suicidio che un paese possa fare, l'impero inglese e tutti gli imperi in generale sono nati, garantendo solidamente, anonimato e sicurezza dei capitali che vi affluivano, tocchi il capitale, rimane la zappa col manico corto.
Ricordatevi il saggio precetto: PECUNIA NON OLET!

Luca Sanna 30.07.05 12:01| 
 |
Rispondi al commento

ODDIOVOSTRO!
I cambiamenti climatici ci sono sempre stati e sempre ci saranno, la loro evoluzione è comunque lentina.
Che vi piaccia o no siete dei minuscoli vermi nei confronti di Gaia e di Eos, neanche centuplicando il numero di flate giornaliere riuscirete a impensierire Gaia.
La corrente del golfo è una mostruosità planetaria non è delicata come un filo di seta, se ne strafotte della salinità, il suo motore è il sole equatoriale-tropicale, la rotazione terrestre, e la dimensione dell'oceano atlantico, solo agendo pesantemente su questi fattori, si possono avere effetti significativi.
Inoltre, state pure tranquilli che se il mondo si dovesse inclinare ghiacciando il mondo occidentale, i nostri "condottieri" troveranno il modo di espropriare delle loro terre miti stati canaglia più meridionali, magari detentori di armi di sterminio di massa.
Rassegnativi! per qualche miliardata di anni (asteroidoni permettendo), ci sarà sempre un posto su questo pianeta dove si starà ragionevolmente bene, e dove ci si potrà intrattenere nello sport vitale per eccellenza: fo**i il prossimo tuo.
Regards.

Luca Sanna 30.07.05 11:57| 
 |
Rispondi al commento

Sottoscrivo i post che dicono
Eliminate il segreto bancario!!!
Sa i guai per certi soliti noti

Andrea Pedaggio Commentatore in marcia al V2day 30.07.05 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Scrivo due messaggi:

MESAGGIO 1:

Dicesi potente, uomo che può sia grazie a varie facoltà, siano esse mentali economiche o di volontà, brevetti, capacità di legiferare (con o senza conflitto di interessi a seconda che sia sinistra o destra), brevetti o onore e fama pubblicitaria data dal sembrar soddisfare determinate volontà popolari (sottolineo il "sembrar" che fa rima con "far", ma non vanno sempre a braccetto).

Dicesi "i soliti potenti" gruppo di parassiti che fanno i loro interessi tanto quanto noi i nostri e che non ci servono la pappa sul piatto come vorremmo.

Dicesi "poltrone" l'italiano medio....che trova il suo espletamento nella poltrona dell'italiano mediol.

Dicesi poltrona dell'italiano medio un archibugio catalizzatore di sogni e speranze che consuma l'intrapprendenza e la capacità d'azione dell'essere uomo. Va in accoppiata spesso un l'arcano Televisore nelle due forme (al plasma o tradizionale).

Nel televisore ci sono fonti controverse.
Per alcuni (quelli che non lo guardano... Benpensanti) strumento di annullamento mentale e indottrinamento pubblicitario sul consumismo perciò abbietto e di parte previo cambiamento del partito al potere (nel qual caso segue una rivalutazione restia del passato). Cosa cambi da un televisore ed uno schermo di un computer connesso ad interner non è ancora ben definito (i teorizzatori di televisore consumistico però trovano variazioni di discorsi in armonia con la politica che fanno sembrare questi due mezzi apparentemente e di fatto fisicamente identici due razze di due mondi diversi....si attendono comunque sviluppi di cambio di governo per rivalutare il cambiamento e la migrazione delle masse con inversione dei posti tramite forse alla roteazione delle due masse delle persone).
Per altri più televisione dipendenti e che quindi seguono meglio le trasmissioni televisive c'è una maggiore visione della pluralità delle discussioni (taluni arrivano persino a scoprire che esistono altri canali oltre l'ottavo pulsante...si narra della presenza di un continente sconosciuto per i new Colombo del caso). Non esclude la partecipazione od il contatto al mondo interner (quello sopra detto) previa accettazione dei soliti benpensanti sopradetti.
Soddisfa il poltrone medio italiano e pare influenzi a grattatine in zone sparse del corpo, a volte intime retro-locate nel colmo di produzione di illusioni e sogni a scapito della solita intrepprendenza e forza d'azione.

Consumismo (da "i benpensanti") = cosa cattiva ed inquinante di cui nessuno sa fare a meno. Dottrina de "i soliti potenti" con cui comandano il mondo creando posti lavoro sottopagati atti solo che a sfruttare e favorire i loro interessi. Si arriva a paranoie per cui tutto ciò che è cattivo è attribuibile a loro smanie di acquisizione. Si tende spesso a tralasciare che nel variegato pianeta terra (credo posssa essere paragonato a mirabilandia con i sui giochi, salti iperbolici, spettacolini pret-a-porter) esistono anche altri esseri poltroni di contrade vicine. Spesso l'essere poltrone di contrade vicine essendosi evoluto per strade diverse ha raggiunto razze diverse grazie a leggi fisico-politiche diverse che magari impegnino maggiormente l'essere poltrone (anche 12-14 ore di azione al giorno senza possibilità di trasformare l'ntrapprendenza e l'azione in sogni...cose veramente assurde per l'essere uomo poltrone italiano), senza nessun rispetto per il diritto sindacale al sogno ed illusione medio. Tali leggi sono ovviamente sviluppate per inc.. fregare il confinante di contea e dirottare tutto quanto il benpensante odia in altra contrada (un po' come la spazzatura di Napoli che finisce in germania e i tedesci dicono "buona buona"..."ancora ancora"...), perchè a chi si fa i cavoli suoi come ogni benpensante ma che trova il giusto equilibrio e comunicazione fra i sogni e l'agire, a caval donato....a caval donato!

Comunismo = sienza perfetta che sta forse alla base fra i benpensanti e gli altri. Si ipotizza che abbia fallito in tutto il mondo poichè la libertà d'azione che contraddistingue l'essenza civilta della contea in questione dove si instaura deve sempre basarsi su azioni che qualcuno deve fare. L'essere poltrone vede quindi in questo la possibilità di tramutare i sogni e le illusioni in cosa fatta a altri "i soliti potenti" senza dover sprecare un minimo di energia azione e intrapprendenza. Ciò come potete notare massimizza la creazione di sogni illusioni dalla energia azione e permette di realizzarli non consumando energia azione ma imponendo che altri consumino la loro energia azione per loro. Arriva quindi qui il paradosso del concetto comunismo (alla base dei controversi fallimenti nelle varie contee) per cui si vuole massimizzare la trasformazione di energia azione in sogni ed illusioni per tutti e non si può prescindere che una parte di questi tutti diventi essere poltrone di questi nuovi "i soliti potenti". Da ciò ne deriva solo un rimescolamento che porta a poche variazioni e climi di transizione instabile. Ma i benpensanti trascurano il passaggio da sogno a energia azione, poichè sono altri che fanno per loro questo salto. Rimane da stabilire se non si accorgano apposta o se siano in buonafede (si differenzia cosi fra i benpensanti consci e i benpensanti in buona fede..due razze diverse forse) che lasciando ad altrui individuo il soddisfacimento del passaggio da sogno a energia azione in realizzazione si costringono proprio le contee che si vorrebbero salvare a livello globale a lavorare per il soddisfacimento di quello che l'essere poltrone non vuole fare (per il suo fine di massimizzare lo sfruttamento dell'energia azione per creare sogni e illusione nel catalizzatore poltrona).


Economia globale = teorizzazione del calcio in cui ognuno degli esseri poltroni italiani è Ct della nazionale, anzi dell'internazionale terra e pretende con le sue conoscenze di sapere quale sia la formazione più giusta da mandare in campo, con un ovvia sollecito per le popolazioni povere, un totale diniego nei confronti del controllo delle nascite, nessuna conoscenza di teorie utilitaristiche.
Spesso le manifestazioni di conoscenza di quella che sia la formazione da mandare in campo si esplicano in esplicazioni controverse di natura difficilmente decriptabile. Si va dalla distruzione di poprietà altrui alla distruzione di proprietà altrui a sfondamento dei limiti imposti dal proprio essere. Ciò fa denotare che l'essere poltrone quando ancora acerbo sviluppa innate risorse e riserve di energia azione che rigira in sogni che si strasforma in azione (che riesce a compiere proprio grazie al fatto che ne ha riserve smisurate e quindi non consuma tutte le energie azioni e intrapprendenza nella creazione di sogni e illusioni senza poi concretizzarli). E' ancora controverso lo studio che si interroga sull'esperienza dell'essere poltrone acerbo e su che influenza che questa mancanza abbia nei processi riproduttivi, evolutivi, metafisici dell'acerbo.

Vate dell'essere poltrone acerbo è un individuo dalle fattezze di uomo ma dalle varie caratteristiche. Tale individuo ha sviluppato una innata bravura nell'azione canto (chi suona non è così, non se ne sa ancora il motivo). Si ipotizza che abbia speso molto tempo quando era ancora essere poltrone acerbo e frequentava il castello dei malefici squola (si ipotizza anci che il fattore fuga dai malefici della sqola lo abbia spinto soprattutto a sviluppare il sogno canto) nello sviluppare sogni differenti dai suoi simili (non pensava insomma alla formazione da mandare in campo) ma architettava qualcosa per se stesso studiando le volonta della gente che lo circonda.
Quindi dopo un lungo processo di selezione naturale che porta a far trionfare gli individui con il marchio SIAE sul dietrano (o grade cu-lo) tali individui sembrano passare dalla fase acerbo alla ricca fase maturo, in cui anche senza aver sviòluppato nessuna conoscenza dell'arcano sqola (o comunque nessuno indaga quanto le abbiano sviluppate) diventano dei santoni ispiratori della formazione perfetta che ispira i sogni e le illusioni degli acerbi e sogni che stranamente non vengono realizzati quando di passa all'energia azione.

L'arcano squola contrasta con con la creazione della formazione. Pare faccia parte della pietra filosofale con cui "i soliti potenti" teorizzano la formazione da mandare in campo nell'assetto terra. Di fatto il contrasto esseri poltroni acerbi, vati e "i soliti potenti" fanno si che solo i vati dicano cosa deve o non deve essere fatto...insomma come al solito parla solo una minoranza di cui non si sa con che requisiti e sicuramente senza competenza di arcanistica.

Einseint scienziato pazzo è invece un individuo raro. A volte viene scambiato per i bepensanti per individuo in stile cagnolino fido o cagnolino fede (ci sono due declinazioni del termine, fido e fede...) al servizio de "i soliti potenti", altre volte come caccola pallosa sfigata (otaku) noiosa con puzzo proveniente da qualsiasi lido, inutile per l'essere poltrone. In realtà da reperti archeologici pare siano stati scoperti degli essere "einstein scienziato pazzo" dietro ad un catalizzatore poltrona vecchio modello in pietra fliinston sul quale son stati trovati resti di un paleolitico essere poltrone. Mancava l'archibugio televisore. Si ipotizza quindi che "l'essere Einstein scienziato pazzo" in questo mondo simile a mirabilandia (o quanto meno divenuto tale) avvia avuto un qualche contatto con la successiva razza dei Benpensanti della specie dell'essere uomo poltrone. Si attende comunque di scoprire qualche incisione che riporti il nome del primo individuo sviluppatore del catalizzatore poltrona (l'inizio delle scienza arcane che ora vengono trasmesse nell'antro sqola, anche se pochi seguono nell'antro sqola fino a capire come si arrivi al catalizzatore poltrona. Anzi spesso non capendo come si passi dall'ABC delle arti arcane al catalizzatore poltrona si perde interesse per tale luogo e si viene ispirati da altre tipologie comportamentali: dal divenire vate al passare subito all'uso dell'essere poltrona).
Ancora da scoprire è cosa facessero le varie figure in gioco senza l'arcano televisore o lo stumento internet dei Bepensanti. I ipotizza che la civiltà dei poltroni del passato sia da vedere in un'ottica differente e recenti teorie stanno applicando con ottimi risultati il comportamento e le leggi di contee che i Benpensanti vogliono salvare allo studio della contea Itaglia del primo dopoguerra, trovando tantissime analogie. Ci si chiede comunque come si possa essere passati dall'uso spropositato delle energie azione a favore di trasformazione di sogni e illusioni propri ed altri in realizzazioni effettive rispetto all'attuale sfasamento di uso dell'energia azione per creazione di sogni illusioni che lasciamo (imponiamo) ad altri sviluppare, previo poi fare buon viso a buon viso e dire che li salveremo dal nostro comunismo o consumismo (dipende da chi parla)....di fatto rimangono le leggi accaparra sogni che dirottano "i soliti potenti in altri lidi".


In un ambiente tutto a noi niente a voi, stronzi voi che fate solo per voi e non per noi spunta l'alieno anarchico.
L'alieno anarchico è una figura mediamente istruita nelle arti mefistofeliche della sqola con un'innata passione per le arti filosofico esistenziali, la voglia di fare tutto quello che vuole e una media analisi dei rapporti diretti fra esseri poltroni ma
Lo si definisce alieno appunto perchè non si sa se sia effettivamente alieno o sia un essere poltrone similare dalle sembianzze ma che ha seguito un percorso evolutivo differente. Molti sono i dati sconosciuti di questo essere e che in futuro dovrà essere osservato con particolare attenzione. Taluni tendono a credere che nei percorsi evolutivi delle specie esseri umani ci sia stato un lontano progenitore che ha utilizzato catalizzatori poltrona difettosi (i primi prototipi) prendendo così strade diverse da chi ha ricavato benefici al rapporto energie azione --> sogni illusioni.
Di fatto essendo esterno sia ai Benpensanti che hai "i soliti potenti" che agli altri ha la possibilità di vedere tutti i difetti delle giostre del mondo mirabilandia e di sparlarne a piacimento vantando arcani giochi apprsi a sqola da anziani differenti "Enistein scienziato pazzo primordiale". Essendo in disparte quindi dal gioco calcio creo la mia formazione può quindi avere una maggiore libertà e criticare senza che gli esseri uomo poltroni gli pongano dubbi...ma magari se un giorno prenderà piede tale specie dovra confrontare i suoi sogni e le sue illusioni, poichè sempre uomo è, anche se alieno e quindi si reputa che anche lui non sfugga al gioco energia azione --> illusione sogni --> energia azione intrapprendenza --> realizzazione.

Voi direte: ebbene...Ebbene "einstein scienziato pazzo" porta per manina sempre tutti se ne sbatte di ciò che fa e continua a fare su richiesta...forse viene da marte vista la differenza con altri, ma pare si stia facendo influenzare dalle specie presenti in mirabilandia terra.


Un saluto

PS. non prendetevela, ma a forza di leggere questo blog un po' di ironia mi pareva fosse ora di farla.


MESAGGIO 2:

Benvenuti nell'era del digitale su internet e nei contenuti multimediali via web (film e quant'alrtro) by Lazard e Lehman Brothers...

(Italia, ex paese di mercanti...)

Giorgio Maguolo 30.07.05 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Non è mia abitudene scrivere messaggi lunghissimi, tantomeno lo è scrivere in argomenti differenti da quello di cui si discute, ma credo che l'articolo che ho riportato qui sotto meriti un'attenta lettura e riflessione.
Beppe, credo che sia doveroso cercare qualche informazione in più sull'argomento.

Saluti
Omar Antuzzi

Ghiaccio/Secco: la Verità sul Riscaldamento
Globale
di Drunvalo Melchisedek


Ciò che state per leggere cambierà per sempre il vostro mondo, questo ve lo posso garantire. Devo scusarmi per essere io a portare queste notizie spiacevoli, ma è necessario che sappiate, se volete sopravvivere, che ciò che verrà sarà o SECCO e caldo o GHIACCIO e freddo.

Del riscaldamento globale si parla da 40 anni, e nel frattempo siamo diventati compiacenti. I nostri scienziati concordano sul fatto che il riscaldamento globale sarà causa di enormi cambiamenti e problemi nel mondo, ma secondo i loro ragionamenti ci vorranno cinquanta o cento anni prima di doverci occupare dei suoi effetti.

La loro idea è che, in generale, il riscaldamento globale sarà lento ed il mondo troverà il tempo per scoprire la soluzione ai problemi.
Nuove incontrovertibili prove suggeriscono invece che questo scenario è semplicemente sbagliato, e faremmo meglio ad essere pronti per un'altra, più improvvisa possibilità.

La Rivista DISCOVERY

Uno dei primi dubbi sulla veridicità di quello che ci veniva detto (specialmente qui negli USA) fu sollevato dalla rivista Discovery nel Settembre 2002, il cui titolo di copertina annunciava: "La sorpresa del riscaldamento globale, una nuova era glaciale", mentre il sottotitolo aggiungeva che "Gli oceanografi hanno scoperto un grande fiume d'acqua dolce nell'Atlantico, formato dallo scioglimento dei ghiacci polari. Avvertono che questo potrebbe presto seppellire la Corrente del Golfo, facendo sprofondare il Nord America e l'Europa in inverni polari".

Questo quasi due anni fa, e nessuno ha prestato ascolto. La vita continua, incurante del terribile pericolo incombente.

L'INGHILTERRA & SIR DAVID KING

Poi, nel Gennaio 2004, è arrivato Sir David King, capo dei consulenti scientifici del primo ministro inglese. Sir King è andato da Blair e gli ha parlato del disastro che incombe su tutto il mondo, dicendogli che era loro dovere dire a tutti cosa stava per accadere.

Tony Blair disse a Sir King di stare tranquillo e di non parlare. Ma Sir King sentiva che tutto questo era semplicemente troppo importante per non parlarne, e così nello stesso mese aggirò deliberatamente Blair e pubblicò un articolo sulla rivista americana Science in cui comunicava tutte le sue informazioni e preoccupazioni.

Nel suo articolo Sir King afferma: "Dal mio punto di vista, i cambiamenti climatici sono il problema più grave che dobbiamo affrontare oggi, più grave della stessa minaccia del terrorismo".
L'Inghilterra ha emesso una diffida nei confronti di Sir David King, ed ora egli non può nemmeno parlare in pubblico dell'argomento senza il rischio di essere arrestato.

AMERICA & PENTAGONO

Il mese successivo, Febbraio 2004, vede l'ingresso in scena del Pentagono, il che ha indotto il mondo ad entrare in azione.

Il Pentagono studia il Riscaldamento Globale da molti anni, per via dei possibili problemi di sicurezza nazionale associati al tipo di cambiamenti che potrebbero prodursi nel mondo in seguito al Riscaldamento Globale.

Uno studio speciale fu condotto da uno dei dipartimenti del Pentagono, l' Office of Net Assessment (Ufficio Valutazioni Nette), diretto da Andrew W. Marshall, 83 anni, che ha la responsabilità di identificare i rischi a lungo termine degli USA.

Marshall, in collaborazione con l'organizzazione statunistense Global Business Network, compilò le possibilità del Riscaldamento Globale ed i loro effetti sulla sicurezza nazionale degli USA. Lo studio fu completato nell'ottobre 2003 e consegnato al Pentagono, che considerava la questione dal punto di vista del peggiore scenario possibile. Il titolo è "Lo scenario di un improvviso cambiamento climatico e le sue implicazioni per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti". Il testo andava ben al di là di quanto si aspettava la maggior parte degli esperti del Pentagono.

Rendendosi conto delle incredibili possibilità delineate da questo studio, Marshall prese la decisione di rendere pubblica la sua ricerca e altre informazioni a tutti gli americani. E, probabilmente a causa della posizione del presidente Bush sul Riscaldamento Globale - piuttosto negativa - decise di aggirare il presidente, e pubblicò le sue informazioni e preoccupazioni sulla rivista Fortune, il 9 febbraio 2004.

Nel suo articolo, Marshall spiega come le calotte polari che si stanno sciogliendo a nord e a sud, nonché i ghiacciai di tutto il mondo, sono composti di acqua dolce, e questa è la causa dell'imminente disastro climatico globale.

La Corrente del Golfo, che gli scienziati chiamano 'convettore termoalino nord atlantico', è una corrente d'acqua calda proveniente da Sud dell'Equatore, che scorre sulla superficie dell'oceano verso nord; quest'acqua calda evita che il Nord America e l'Europa Occidentale e Settentrionale si ghiaccino. Essa è anche responsabile dei modelli climatici mondiali che conosciamo.

Quando la Corrente del Golfo si raffredda, scende al fondo dell'oceano e va verso sud, dove si riscalda nuovamente e torna in superficie muovendosi ancora verso nord, in una corrente convettiva continua. Così facendo, disegna un gigantesco '8' tridimensionale.

Il motore che tiene in funzione questo flusso d'acqua calda si trova a nord, dove la Corrente del Golfo scende al fondo dell'oceano. E' la densità salina dell'oceano che causa l'inabissamento di questo fiume, e che "tira su" l'acqua calda dal sud.

Ora che le calotte polari si stanno sciogliendo, l'acqua dolce si sta riversando nell'Oceano Atlantico, la densità salina sta diminuendo, e la Corrente del Golfo non va più molto a fondo - il che risulta in un rallentamento di questa corrente. La Corrente del Golfo ha rallentato notevolmente il suo corso negli ultimi dieci anni.

Con il rallentamento della Corrente del Golfo, il calore non raggiunge più la regione nord atlantica, e i modelli climatici incominceranno a mutare, poiché la loro stabilità dipende da quel calore.

I POLI SI SCIOLGONO
L'Amministrazione Bush

Nel corso dell'amministrazione Bush, quando vi sono stati dibattiti sullo scioglimento dei ghiacci ai poli nord e sud, questo governo e le grandi corporazioni hanno sostenuto concordemente che gli scienziati di tutto il mondo sono in errore quando concludono che vi è un gran pericolo, e hanno indotto il pubblico americano a credere che non esista alcun problema.

Tuttavia, è stato su George W. Bush che si sono concentrati gli attacchi di Sir David King nel suo articolo su Science; i migliori scienziati del mondo - almeno 1.700, raccolti nella Union of Concerned Scientists (Unione degli Scienziati Preoccupati) - sostengono che, nel migliore dei casi, Bush è male informato.

Poiché il governo USA è responsabile del 25% dell'inquinamento da anidride carbonica nel mondo (che crea il Riscaldamento Globale), è assolutamente necessario discutere la politica di Bush sul Riscaldamento Globale. Forse uno dei migliori articoli che riassumono le posizioni di Bush è quello pubblicato dalla rivista Rolling Stone il 19 Maggio 2004, a firma di Tim Dickinson.
Riportiamo qui di seguito, in corsivo, un brano tratto dal suo articolo.

Considerando l'imminenza della minaccia costituita dal Riscaldamento Globale, ci si potrebbe aspettare che perfino l'amministrazione Bush dichiari Guerra al Calore. Dopotutto, una delle promesse di Bush nella campagna elettorale del 2000 fu quella di "stabilire obiettivi di riduzione tassativi" per le emissioni di CO2, dichiarando che la questione avrebbe avuto priorità assoluta. Tuttavia, una volta diventato presidente, quella della riduzione delle emissioni di anidride carbonica è stata la prima promessa non mantenuta da Bush - e da allora ce ne sono state molte altre. Solo due mesi dopo essere entrata in carica, l'amministrazione si è ritirata dal Protocollo di Kyoto, il trattato globale che gli USA firmarono nel 1997 per stabilire rigidi limiti alle emissioni dei gas responsabili dell'effetto serra. Al suo posto, Bush istituì un piano di 'emissioni volontarie' che si è rivelato un fallimento totale: finora, soltanto 14 compagnie hanno dichiarato di voler ridurre le loro emissioni di CO2.

Il presidente trasformò inoltre il gruppo inter-agenzie che effettua il monitoraggio dei cambiamenti climatici in un Dipartimento del Commercio - affidandone la guida a Don Evans, ex amministratore di società petrolifere e del gas. Predispose inoltre ulteriori ricerche climatiche, che rimanderanno qualunque regolazione significativa per almeno altri dieci anni. In un discorso nel Rose Garden, Bush ha dichiarato: "Non sappiamo quanto potrà cambiare o cambierà il clima nel futuro". Affermazioni del genere hanno provocato la reazione di 20 premi Nobel, che in una lettera aperta hanno accusato senza mezzi termini l'amministrazione di aver "deliberatamente e cospicuamente inficiato" la comprensione pubblica del ruolo umano nel riscaldamento globale. (Il consigliere scientifico di Bush ha rifiutato di rilasciare un'intervista per quest'articolo)

Poi è arrivata la censura. Nel settembre 2002, la EPA, Environmental Protection Agency (Agenzia di Protezione Ambientale) ha reso pubblico un rapporto sulla qualità dell'aria che - per la prima volta dal 1996 - non comprendeva alcuna menzione del riscaldamento globale. Sette mesi dopo, la Casa Bianca effettuò una completa revisione del capitolo sui cambiamenti climatici del "Rapporto sull'Ambiente" dell'EPA, minimizzando l'influenza umana, cancellando i riferimenti all'impatto del riscaldamento globale sulla salute ed inserendo dati sul clima desunti da studi finanziati in parte dall' American Petroleum Institute. L'EPA rimosse poi il capitolo alterato, riconoscendo in un memorandum interno che "non rappresenta più in modo accurato il pensiero scientifico accettato sui cambiamenti climatici".

Perfino alcuni repubblicani sono rimasti sbalorditi dal pasticcio di Bush sulla faccenda dell'EPA. Russell Train, capo della stessa agenzia nelle Amministrazioni Nixon e Ford, ha dichiarato: "Sembra costantemente evidente che, con George W. Bush, l'EPA dovrebbe prendere ordini tassativi dalla Casa Bianca in materia di regolazioni. Ai miei tempi, non è mai successo." Train, che ricevette da Bush padre una Medaglia Presidenziale alla Libertà, definisce l'atteggiamento dell'attuale amministrazione nei confronti del riscaldamento globale "totalmente sbagliato" ed "irresponsabile".

Bush può contare su alcuni repubblicani di spicco che, nel Congresso, s'incaricano di bloccare ogni tentativo di ridurre le emissioni inquinanti ed evitare il disastro. Il senatore James Inhofe, consigliere del Environment and Public Works Committee (Commissione per l'Ambiente ed i Lavori Pubblici), liquida il riscaldamento globale come una 'bufala'. In un discorso tenuto nel luglio scorso, Inhofe ha paragonato l'IPCC ai Sovietici, tessendo le lodi di quello che ha definito 'un mondo rafforzato dall'anidride carbonica', ed ha concluso così: " Ho la fervida speranza che il Congresso respingerà i profeti di sventura che spacciano propaganda mascherata da scienza, in nome della salvazione del pianeta da un disastro catastrofico".

Da un altro punto di vista, nello stesso articolo si legge un'affermazione di Michael Oppenheimer, climatologo della Princeton University: "L'amministrazione Bush non ha un piano credibile, nazionale né internazionale, in merito al problema del riscaldamento globale. Dicono di non voler prendere una posizione sul riscaldamento globale perché - dicono - 'la scienza è incerta'. E' una posizione indifendibile, perché la scienza non è incerta."

Lo Scioglimento del Polo Nord

Guardiamo i fatti. Due anni fa, per la prima volta nella storia a noi nota, il Polo Nord si è completamente disciolto. Per la prima volta navi militari e private hanno potuto navigare direttamente sul polo, poiché c'era solo acqua. Di solito, in quell'area c'erano sempre stati almeno tre metri di solido ghiaccio.

Alcuni anni fa Greenpeace annunciò che la calotta polare perenne del Polo Nord era arretrata di circa 450 km, ma nessuno ha ascoltato.

Oggi, mentre scrivo quest'articolo, siamo testimoni degli incendi in Alaska, che hanno consumato più di un milione di acri di foresta. Fino ad oggi, quell'area era sempre stata coperta dalle piogge o dalla neve. Anche questi incendi sono legati direttamente allo scioglimento dei poli e alla Corrente del Golfo.

Ma alla fine il Pentagono ha dovuto - grazie ad Andrew Marshall - ammettere la verità: hanno reso pubbliche foto satellitari che ritraggono il Polo Nord nel 1970 e nel 2003, e che dimostrano come il 40% del Polo Nord si è disciolto in soli 33 anni - ed ora lo scioglimento procede ad un ritmo ancor più rapido. Il Pentagono ha provato che tutte quelle dichiarazioni del governo sui poli che non si stavano sciogliendo erano pure menzogne - più dannose di qualunque cosa la guerra di Bush all'Iraq possa provocare agli Stati Uniti.

Lo Scioglimento del Polo Sud

Un paio d'anni fa la placca denominata 'Larsen A' si è staccata dalla calotta del Polo Sud, con grande stupore di molti scienziati. All'epoca il personale scientifico che conduceva gli studi su quest'evento affermò che non si trattava di qualcosa di veramente rilevante, poiché questo lembo di ghiaccio era stato parte del Polo Sud soltanto negli ultimi 10.000 anni.

Quegli stessi scienziati aggiunsero che invece la placca 'Larsen B', che si trovava dietro 'Larsen A', non si sarebbe mai sciolta, in quanto era rimasta lì per molte ere glaciali. E tuttavia l'anno scorso 'Larsen B' si è staccata e ha preso il largo. Sempre loro affermarono che ci sarebbero voluti sei mesi per sciogliere quell'immensa massa di ghiaccio, ma ancora una volta erano in errore: sono bastati 35 giorni, e - cosa più importante - il livello degli oceani in tutto il mondo è aumentato di circa 3 cm.

Ora che la placca 'Larsen B' non c'è più, resta esposta un'enorme massa di ghiaccio detta 'Placca di Ross', e l'unica cosa che la tratteneva dallo scivolare nell'oceano era proprio 'Larsen B'. Secondo le mie fonti, nella Placca di Ross si stanno producendo varie crepe.

Se anche lei scivolerà nell'oceano, si prevede che il livello degli oceani di tutto il mondo crescerà dai 5 ai 7 metri. Questo, amici miei, cambierebbe il mondo: quasi tutte le città costiere del mondo, molte isole e tutta l'Olanda sarebbero sommerse. Forse ci vuole un evento di questo tipo per risvegliare il mondo e prendere sul serio il Riscaldamento Globale.

NEL PASSATO Anno 1300

Il Pentagono, nel suo studio su quello che sta accadendo nel nord dell'Oceano Atlantico, ha condotto una ricerca sul passato, per vedere quando si è verificato in precedenza questo rallentamento o arresto della Corrente del Golfo, e cosa è successo nei cambiamenti climatici del mondo a quei tempi.

In realtà un tale rallentamento o arresto della corrente nel Nord Atlantico è già successo centinaia di volte in passato, milioni d'anni fa; ma nel passato recente, gli ultimi 10.000 anni, è successo soltanto due volte.

L'ultima volta è stato nell'anno 1300 d.C, e allora si trattò di un semplice rallentamento - non si fermò. Gli scienziati dibattono sul perché di quel rallentamento - non sanno veramente perché è successo.

I repentini cambiamenti climatici globali che seguirono non tornarono alla normalità prima di 550 anni. Questo periodo di tempo della nostra storia è denominato 'Piccola Era Glaciale' per via dello sconvolgimento che determinò nel nostro clima e per il freddo intenso che ne risultò.

Al Pentagono si sono resi conto che all'epoca della 'Piccola Era Glaciale' la costa est del Nord America divenne estremamente fredda, e le aree centrali ed occidentali degli Stati Uniti divennero talmente secche e aride da trasformare il 'Midwest' americano in un'enorme piana polverosa, mentre le foreste montane bruciavano - esattamente come sta accadendo oggi… Poiché ai nostri giorni il rallentamento della Corrente del Golfo è già in atto da più di 10 anni. Il clima cambiò radicalmente anche in Europa durante questa 'Piccola Era Glaciale'.

Lo studio degli Indiani Anasazi del 14° secolo d.C. è illuminante. A Chaco Canyon, nel Nuovo Messico, gli Indiani Anasazi scomparvero completamente - e nessuno sa con precisione dove andarono. Ma dallo studio sulle cause che indussero gli Anasazi ad abbandonare l'area del Nuovo Messico è emerso qualcosa di interessante: nel corso del 14° sec. d.C. l'area di Chaco Canyon fu colpita da una siccità talmente terribile, da non ricevere una sola goccia d'acqua per ben 47 anni! E una siccità di tale durata indurrebbe certo chiunque ad abbandonare l'area in questione: niente acqua, niente vita.

Gli archeologi che presentarono questo studio non sapevano quale fu la causa della siccità, ma se consideriamo che, nel periodo immediatamente precedente, la Corrente del Golfo subiva un sensibile rallentamento, tutto diventa chiaro. Questo è esattamente ciò che il Pentagono pensa che succederà all'America, al Canada e all'Europa.

Noi oggi crediamo che l'attuale siccità dell'occidente degli USA avrà termine presto, ma la storia della Terra e della Corrente del Golfo suggerisce invece che potrebbe durare altri 40 anni prima che si possa tornare ad un certo equilibrio.

8.200 Anni Fa

In realtà il rapporto del Pentagono induce a credere che la Corrente del Golfo - per quello che ne sanno loro - stavolta non avrà un semplice rallentamento, ma piuttosto si arresterà. L'ultima volta che questo è successo è stato 8.200 anni fa.

Sempre stando ai risultati della ricerca del Pentagono, questo sarebbe uno scenario ben più drammatico. Quando, 8.200 anni fa, la Corrente del Golfo si fermò, in breve tempo l'Europa fu ricoperta da circa 750 m di ghiaccio, mentre l'Inghilterra e New York si ritrovarono con un clima simile a quello della Siberia oggi.

Ne seguì una vera e propria 'Era Glaciale' che durò circa 100 anni - vedete perché il Pentagono è preoccupato… Sia Andrew Marshall che Sir David King sostengono che questo problema della Corrente del Golfo è, per la sicurezza nazionale degli USA (e di altri Paesi), una minaccia più grave di quella rappresentata da tutto il terrorismo mondiale messo insieme. Davvero, se ci pensiamo, il terrorismo non è nulla, in confronto all'arresto della Corrente del Golfo. Non si può neanche pensare di fare un paragone.

E' evidente che, senza condizioni climatiche stabili, agricoltura e allevamento diventano quasi impossibili; secondo il Pentagono, nel prossimo futuro questo problema potrebbe divenire talmente serio che potranno aver luogo guerre non per il petrolio o l'energia, ma per il cibo e l'acqua.


La minaccia maggiore per la sicurezza nazionale sarebbe rappresentata - sempre secondo il rapporto del Pentagono - dall'enorme flusso di immigrazione proveniente da quei Paesi come Finlandia, Svezia, Danimarca, che finirebbero ricoperti dai ghiacci, ed andrebbero evacuati, nonché da altre nazioni, che si spopolerebbero per altre ragioni.

E' per questo che Andrew Marshall e Sir David King volevano che il mondo sapesse la verità su quanto sta per succedere, in modo da potersi preparare per l'inevitabile.

IL SENATO USA

Nel marzo 2004 il Senato USA, messo al corrente dello studio del Pentagono, ha destinato fondi per 60 milioni di dollari alla ricerca sui CAMBIAMENTI IMPROVVISI DEL CLIMA GLOBALE. Questo ci lascia un po' di speranza - che presto il Senato USA incomincerà a dire a tutto il mondo quali cambiamenti climatici stanno per accadere.

LE NAZIONI UNITE

Il 29 Giugno 2004 si è concluso un incontro dell'ONU per discutere cosa fare a riguardo del Riscaldamento Globale e della Corrente del Golfo, cui hanno partecipato 154 nazioni. Il risultato è stato che l'unica cosa su cui sono riusciti a raggiungere un accordo è che bisogna eliminare l'uso di petrolio e benzina al più presto possibile. C'è gente che crede che, se continuiamo ad abbassare il livello delle emissioni di CO2, i problemi potranno diminuire, ed è certamente importante fare tutto ciò che possiamo. E' altrettanto importante comprendere che vi sono correnti oceaniche - diverse da quella nord atlantica - in ogni oceano; se tutte quante subissero un rallentamento o un arresto, la Terra entrerebbe senza alcun dubbio in una nuova Era Glaciale, e la Storia ci mostra che, se questo accadrà, la nostra civiltà non tornerà ad un clima temperato prima di circa 90.000 anni.

In realtà, indurre dei cambiamenti nelle correnti di tutto l'Oceano Atlantico (cambiarle, o aumentarle) per riportarle alla 'normalità' è al di là delle possibilità della razza umana e delle sue tecnologie. E' troppo tardi - secondo le previsioni della maggioranza degli scienziati mondiali - per cambiare il corso di ciò che ha già incominciato a succedere. Tutto ciò che possiamo fare ora è prepararci allo shock - ed il messaggio principale di Andrew Marshall e Sir David King è che la preparazione è essenziale.

LA NASA SI PREPARA

Il 13 Luglio 2004 la NASA ha lanciato in orbita un satellite - il primo di una serie di tre - il cui unico scopo è lo studio del Riscaldamento Globale. Oltre a studiare lo strato di ozono - altro enorme problema associato al Riscaldamento Globale - questo satellite effettuerà il monitoraggio della temperatura e della densità salina degli oceani. Forse riusciremo almeno a monitorare i rapidi cambiamenti e a predire ciò che potrà succedere a breve termine.

ALCUNI CAMBIAMENTI CLIMATICI INUSUALI VERIFICATISI DA QUANDO LA CORRENTE DEL GOLFO HA INIZIATO A RALLENTARE

Nel Marzo 2004 il mondo ha visto un grande uragano abbattersi sulla costa del Brasile. In tutta la storia, a memoria d'uomo, non era mai accaduto prima che un uragano si abbattesse sul Sud America continentale.
Nel Maggio 2004 gli USA hanno polverizzato ogni record di tornado in un solo mese: se ne contarono 562. Di questi, alcuni a Seattle - dove non se n'erano mai visti prima.

L'inverno 2003/04 è stato uno dei più rigidi della storia nel Canada orientale.
Da parecchi anni gli incendi distruggono le foreste di tutto il mondo - l'elenco sarebbe troppo lungo. L'Australia settentrionale sta bruciando, come l'Alaska - cose senza precedenti!

Tutto l'ovest degli USA è in prede alle fiamme, che si propagano di regione in regione, e il governo ha annunciato che questa è la peggiore siccità degli ultimi 500 anni. In realtà tutto il mondo è in fiamme.

L'Europa - in particolare la Francia - ha avuto nel 2004 un'ondata di caldo che è costata la vita a 15.000 persone nella sola Francia, e 30.000 in tutta Europa; e tutto questo è dovuto semplicemente all'intenso calore generato dal Riscaldamento Globale e dalla Corrente del Golfo.

Nel Luglio 2004 l'Argentina è stata travolta dalla peggiore tempesta della sua storia.

Il clima in Messico è talmente strano che in alcune zone si sono formati funghi e muffe sui raccolti - mentre in altre aree c'è siccità. Nella misura in cui i cambiamenti climatici inizieranno a succedersi rapidamente e radicalmente, la produzione di cibo diventerà il nostro più grande problema.

Le barriere coralline del mondo stanno morendo a causa del Riscaldamento Globale, e questo costituisce una seria minaccia per la maggior parte delle isole negli oceani, tra cui quelle del Pacifico. Probabilmente tutti coloro che vivono su un'isola dovranno presto abbandonarla, a causa dell'acqua marina salata che inquinerà le riserve d'acqua dolce. Di sicuro dovranno abbandonarle se il livello degli oceani salirà sensibilmente.

Oggi, 16 Luglio 2004, NPR dichiara che il 50% delle emissioni di CO2 immesse nell'atmosfera dalla nostra società tecnologica finisce negli oceani, e questo determina una diminuzione del PH fino a valori acidi. Ciò a sua volta concorre alla distruzione delle barriere coralline e alla scomparsa di un gran numero di altre forme di vita negli oceani.

E questa è solo la punta dell'iceberg. Se volessimo fare veramente sul serio e metterci a studiare tutte le bizzarrie del clima degli ultimi dieci anni (a partire dal rallentamento della Corrente del Golfo) incominceremmo a renderci conto per davvero dei radicali cambiamenti climatici globali a cui dovremo adattarci - se vogliamo che l'umanità continui a vivere sulla Terra.

IL MURO DI 13 METRI

Nel rapporto del Pentagono si raccomanda che gli Stati Uniti costruiscano un muro dell'altezza di circa 13 metri intorno a tutto il Paese, per tenere fuori coloro che vorrebbero immigrare, nel tentativo di sfuggire ai problemi climatici mondiali. Il Pentagono ritiene che i problemi più grossi saranno il cibo e l'acqua, e poiché gli USA hanno il denaro per acquistare cibo, pensano che riusciremo a far fronte a questo specifico problema più a lungo della maggior parte delle altre nazioni. La gente vorrà venire qui semplicemente per avere qualcosa da mangiare.

Se questo vi sembra qualcosa che andrebbe bene per un film apocalittico, sappiate che, di fatto, il governo degli USA ha già dato inizio alla costruzione di un tale muro al confine con il Messico.

Nota: parlando di film, il recente 'The Day After Tomorrow' è basato sulle informazioni relative all'arresto della Corrente del Golfo. A Hollywood hanno talmente esagerato la portata distruttiva delle tempeste, che la gente ha creduto che si trattasse di pura fantasia. Non è fantasia, sta succedendo realmente, ma… succederà nel modo prefigurato dal film? Nel film si vedono milioni da americani che scappano in Messico per sfuggire al clima troppo freddo.

Due settimane fa ho parlato con un funzionario militare USA coinvolto nella costruzione di questo muro di 13 metri. Durante la nostra discussione sulla Corrente del Golfo, di cui lui non sapeva niente, ad un certo punto ha detto: "Oh, ora capisco. Vedi, il muro è liscio ed invalicabile dal lato messicano, ma dal lato statunitense presenta scale e gradini che consentono di salirci su e passare in Messico. Non riuscivo a capire perché il governo stesse facendo questo."

IL CAMBIAMENTO DI FORMA DELLA CORRENTE DEL GOLFO

Nel suo rapporto, il Pentagono afferma che l'arresto della Corrente del Golfo si verificherà probabilmente nell'arco di 3-5 anni a partire dall'Ottobre 2003. Questa almeno è la loro opinione, ed essi stessi ammettono che è solo una teoria.

Ciò che ancora non sapevano - poiché era qualcosa che stava succedendo all'epoca in cui pubblicavano il rapporto - è che la Corrente del Golfo sta iniziando a cambiare forma. Questo è il segnale dell'inizio del processo di arresto di questa corrente d'acqua calda - e della fine della nostra civiltà, così come la conosciamo.

Queste informazioni provengono da due fonti, due famosi scienziati di fama mondiale, che però in questa fase preferiscono mantenere l'anonimato.

Se questo è vero, allora tutti gli effetti ed i tempi di cui parla il Pentagono nel suo rapporto vanno anticipati nel tempo, diciamo da 3 a 5 anni.

Non so se questo è vero, ma poiché non bisogna nascondere nulla, l'informazione è stata inclusa in questo articolo. Se riceverò le prove, le pubblicherò.

DAL MIO CUORE AL VOSTRO

Nel venire a conoscenza di queste informazioni, non sapevo se avrei dovuto scrivere o meno quest'articolo. Ma poiché credo nell'amore e nell'umanità, alla fine ho compreso - come Sir David King ed Andrew Marshall - che dovevo parlare, perché la conoscenza è potere.

E quando arriva per tutti noi il momento di prendere decisioni di vitale importanza, la mia preghiera è che possiamo andare tutti in quel luogo interiore dove Dio risiede ed ascolta il nostro Cuore. Se abbiamo fede in noi stessi e nella presenza di una Guida Divina, sapremo tutti esattamente cosa fare e dove essere.

Possa Dio benedirci tutti per ciò che verrà.

Omar Antuzzi 30.07.05 11:41| 
 |
Rispondi al commento

perchè non lasciano che la media impresa si rilanci da sola, abbassando quelle c...o di tasse a chi veramente investe nelle aziende PRODUTTIVE(SOTTOLINEO PRODUTTIVE), non alle banche, alle finanziarie o a chi è un parassita dell'Italia.
HO VISTO IL TUO SPETTACOLO BEPPE, HAI RAGIONE SU TUTTO E MI HAI CHIARITO MOLTE IDEE.
HO SEMPRE PENSATO CHE DIETRO A FATTI PARTICOLARI CI FOSSERO NAZIONI PARTICOLARI.

marco barattieri 30.07.05 11:24| 
 |
Rispondi al commento

IL SIGNORAGGIO NON VIENE CENSURATO!
Viene censurato chi si comporta da spammer schizofrenico, allagando di messaggi sempre uguali un luogo dedicato al commento dei post scelti a piacimento dal proprietario (e ci mancherebbe pure).
INOLTRE!
Anche se la questione signoraggio sembra una PANACEA non lo è! Le banche di stato ci sono state e non hanno dato grossi risultati, lo stato (i suoi amministratori) tendono sempre ad arraffare (legge naturale) e per tappare i buchi fanno salire l'inflazione, o quando tengono artificialmente fisso il potere d'acquisto: spariscono i beni da acquistare.
La Banca d'Inghilterra non è privata eppure gli inglesi non è che stiano una meraviglia, avranno poco debito pubblico rispetto a noi, ma quello pure Germania e Francia.
Il problema non è il signoraggio tolto quello i lupi inventeranno altri 1834 miliardi di modi di fo***re il prossimo.
E LASCIATECI IN PACE IL BEPPONE!

Luca Arniese 30.07.05 11:14| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno (se non proprio Grillo) mi può spiegare perchè argomenti come il signoraggio vengono cassati da questo blog?
Lo ritengo estremamente importante e mi sembra strano che uno come Beppe Grillo lo lasci scivolare via. Ci deve essere sotto qualcosa.
Qualcuno può spiegarmi "cosa"?

silvio franceschi 30.07.05 10:32| 
 |
Rispondi al commento

"Alla colletta partecipano oltre all'Ingegnere, il Cavalier Berlusconi con 50 milioni di euro, Della Valle con 50 milioni di euro [...],5 milioni da Luca Cordero di Montezemolo..."

Con che cosa? Con i debiti?

Michele Rabolini 30.07.05 10:22| 
 |
Rispondi al commento

Sono andato in banca per mettere in fondi i miei 1/2 risparmi (l'altro mezzo me lo tengo sotto il materasso )e incredibbileeee tra le 2000 firme da fare... oltre al solito foglio della privacy, c'era il foglio da firmare, per sapere se io avevo conflitto di interessi con la banca....

:-OOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

Azz io come il nano e la mortadella???

Aiutooooo

Giancarlo Polo 30.07.05 10:15| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti e... ciao Beppe!

La nuova 'mossa' dei solti potenti lascia un po' perplessi... Ma comunque mi permetto di dissentitire con il tuo consiglio alle imprese di 'navigare a vista'. Forse uno dei grandi problemi dell'imprenditoria italiana è proprio questo: non avere un capitano in grado di tracciare un rotta ed un bravo timoniere in grado di perseguirla... Per questo mi sento di affermare che l'idea lanciata non sarebbe poi così male...... Se ad attuarla non fossero i 'soliti noti'... compreso l'uomo di Arcore!!! Guidare le imprese che hanno idee ma non hanno le risorse, nè econmiche nè culturali, stimolarle a trattenere i 'cervelli' che altrimenti scappano all'estero... Queste sono alcune delle opportunità che vedo in un'iniziativa di questo genere... ma vedo anche una concentrazione di potere esagerata!!! Se poi il 'timoniere' è un'indagato....

Ciao e.... alla prossima!

Nicola Marchetti 30.07.05 10:12| 
 |
Rispondi al commento

Per rai news 24 hanno fatto un interessante servizio su i militari a nassirya e pozzi di petrolio

lo potete trovare e scaricare qui ....

http://www.rainews24.it/ran24/speciali/guerra_petrolio/

Giancarlo Polo 30.07.05 10:08| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: max cliso il 29.07.05 21:02

E a chi dovrei rivolgermi se no? Chi dovrebbe garantire la legalita' anche nel mondo del lavoro?
Se un cliente non mi paga una fattura, lo stato i soldi dell' iva e delle tasse della fattura stessa li pretende lo stesso, o no? Percio' io intanto pago, e a questo punto per assurdo lavorare mi e' costato gia' una cifra, e poi mi devo rivolgere ad un avvocato o a una societa' di recupero crediti, spendendo altri soldi solo per avere il dovuto, senza considerare i tempi che sono lunghissimi. Altro che bolli e carte bollate . . .

Sandro Bardo 30.07.05 09:53| 
 |
Rispondi al commento

@carlo raggi il 30.07.05 08:44
>TOGLIETE IL SEGRETO BANCARIO, VERRANNO TUTTI A GALLA...

Sottoscrivo!!

Postato da: Alessandro Tufi il 30.07.05 09:29

I svizzeri il, segreto bancario lo vogliono inserire nella costituzione.

È una bestemmia.
La mafia,ringrazia.

vito liberto Commentatore in marcia al V2day 30.07.05 09:37| 
 |
Rispondi al commento

@carlo raggi il 30.07.05 08:44
>TOGLIETE IL SEGRETO BANCARIO, VERRANNO TUTTI A GALLA...

Sottoscrivo!!

Alessandro Tufi 30.07.05 09:29| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra la 'solita' trovata per "distrarre" fondi

Mimma Barbieri 30.07.05 09:09| 
 |
Rispondi al commento

Trash eddai smettila con quest'invidia! L'allievo ha gia superato il maestrooooooo!

Stammi bene..... mortadella ai pistacchi stassera?

Postato da: maurizio spina il 29.07.05 20:19

Dev'essere invidia del pene... sai quando in tele vedo teste di cazzo così grosse... me lo guardo sconsolato.

Ma ci avete guardato dentro? sai una volta Molteni faceva le mortadelle ... per evadere il fisco.

Filippo Trascinelli 30.07.05 08:44| 
 |
Rispondi al commento

X FABIO BLOB


VIVIAMO IN UN PAESE DOVE LE BANCHE SONO PADRONE DI OGNI COSA, E FORSE FIN QUI NULLA DI MALE.....

"Nulla di male" dici !!?!?
I conti criptati della mafia, dei terroristi islamici (si anche dei terroristi islamici, per fare terrorismo si muovono e ci vogliono tanti soldi, e dove credete che li tengano....in tasca !!!), del nero delle aziende, degli usurai, dei politici corrotti, dei magnaccia, della malavita in generale.....TOGLIETE IL SEGRETO BANCARIO, VERRANNO TUTTI A GALLA...COME QUALI ESSI SONO.....DEGLI STRO...NZI !!! UN BEL TAGLIO ALLA CRIMINALITA' !! MENO LAVORO PER LA POLIZIA, PER I GIUDICI, PIU' SICUREZZA PER GLI ITALIANI !!

carlo raggi 30.07.05 08:44| 
 |
Rispondi al commento

Buon giorno a tutti...
Ciao Beppe.
Come al solito gli stessi nomi e agli stessi posti
Siamo per dila alla tua maniera in "leggera controtendenza....."
Ieri ho riveuto e visto subito lo spettacolo e tanto per dirtene una sono stato tutta la notte e un a parte di uestaq mattinata al cesso (scusate il termine ) a sempre per dirla alla tua maniera a cagare merda...
Faccio come mediaset ti denuncio ... .-) perche dicendomi molte cose che sapevo e aggiungendome altre che nn sapevo mi hai fatto star male...
Siamo al limite
Grazie Beppe di dire certe cose e di farci venire il mal di pancia
Grazie Beppe di farci ridere perche altrimenti non ci resta che piangere.
Ciao e aspetto un tour estivo...
Pier Franceco Pacini (mi sono cagato sotto davvero potrebbero vendere la verità in farmacia coome purga...)

pier francesco pacini 30.07.05 08:28| 
 |
Rispondi al commento

@ andy warhol

"Quando il saggio indica la luna, lo sciocco guarda il dito"

Io non sono saggio, ma ...

Johan Caspar Schmidt 30.07.05 08:08| 
 |
Rispondi al commento

@ sandro ficco

Ma quale chat? Beppe Grillo non ha alcuna chat. Quella che tu definisci la chat di Beppe Grillo è stata creata da utenti che non hanno nulla a che fare con il Blog di Beppe Grillo, sono utenti come te e come altri che per loro libera iniziativa, creando un po' di ambiguità ( mi si passi il termine un po' provocatorio ) hanno creato un loro posto dove parlare. L'unica iniziativa di Grillo è questo blog e null'altra. Non ti stupire dunque che si parla di tutto e di più, non esiste nessuna netichette che ti obblighi a parlare di cose serie in quelle chat. Per quanto poi riguarda strani termini utilizzati, purtroppo, fanno parte della "nostra cultura" attuale, l'importante è dire, essere protagonisti per dieci minuti (per citare un noto "artista"), non comunicare e dire cose costruttive e serie,una fiera di ovvietà costituita di lodi, osanna, volgarità e qualunquismo più totale ... è l'umano che è fatto così, la storia insegna

Johan Caspar Schmidt 30.07.05 05:21| 
 |
Rispondi al commento

scusate, il mio post non c'entra nulla con le banche, le imprese e la borsa. Ma c'entra con la nostra ( vostra )indifferenza totale ad ogni problema. Mi spiego. Ogni post di Grillo viene commentato da circa 300 persone, a volte molte di più. Tutti hanno, nel blog, diritto di replica, grazie Dio,e molti, con gramdissima competenza, commentano il tema. Ma se andate sulla chat, troverete il deserto. Spesso accedo alla chat, ma quando trovo qualcuno, lo trovo prevenuto, preoccupato di dire sciocchezze, se lo faccio io mi snobbano o addirittura mi ignorano, a volte mi insultano se faccio una battuta o se dico una cosa che non sia estremamente colta.Vorrei ricordare a tutti che grillopedia.com.chat, è una chat fondata, creata da un comico. Grillo è un comico,come lui stesso ama sottolineare sempre nei suoi spettacoli.Perciò credo, a buon diritto, che gli usufruitori della chat debbano trattare i temi con leggerzza e ironia , attenzione non parlo di superficialità, i temi che Beppe mette in rete non sono superficiali, ma si possono affrontare con leggerezza e consapevolezza, ma capendoli a fondo. Perciò chiedo ( invano ) di essere meno prolissi e più ironici in chat. Ieri giocavo con tre persone in chat, dopo qualche parola hanno smesso di scrivere.Dopo un minuto sono rientrato in chat e leggo che mi avevano fatto paskolare per un pò.Pascolare con la cappa. Questi sono gli intellettuali di sinistra. La C diventa cappa, il Per diventa ics, la negazione diventa NN, comunque diventa cq, e così via. Non ci sarebbe niente di male se gli argomenti fossero di qualche valore, ma stavano parlando di una serata al ristorante. Attenzione!!! non perdete di vista la semplicità e la chiarezza, non criptate le opinioni e siate meno snob. Per quello che riguarda il post di Beppe, io mi candido ad investire qualche milione di euro che mi farò prestare con una fideiussione da Totò.
( parlo di Riina )che sarà CERTAMENTE grato a Fazio che deve restituirle qualche favore.
Ciao.

sandro ficco 30.07.05 04:48| 
 |
Rispondi al commento

come buttare via milioni di euro

Alessandro Vaulà 30.07.05 03:47| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna esportare i diritti umani in Cina.
Solo quando i lavoratori cinesi avranno garantiti i diritti che abbiamo noi allora potremo affrontare la Cina in ogni campo. Ma nessun politico ha mai fatto uin discorso del genere. Solo dazi e terrore cinese.

Ciao

Postato da: Lorenzo Galletti il 30.07.05 00:08

-------------------------------
ciao Lorenzo,
quello che sta passando la Cina oggi è qualcosa che noi abbiamo già passato. Volevo soltanto dirti che dovresti tenere in considerazione quando parli di "affrontare", il fattore di proporzione. Cina, 1.6 miliardi di persone!...La cina tra 5 anni avrà formato 60mln di ingegneri!(=alla popolazione Italiana)..non di PR (con tutto il rispetto per i pr) come si sta facendo da noi in IT!!!!..
Buona giornata
S.

Sergio Cavalleri Commentatore in marcia al V2day 30.07.05 02:10| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,
oggi è arrivato il tuo dvd, l'ho appena visto e sei favoloso come al solito. Grazie per tutto. Edo

Edoardo Morso 30.07.05 00:51| 
 |
Rispondi al commento

....ho appena finito di vedere il tuo dvd dello spettacolo a ROMA.....GRAZIE INFINITE....!!!!

Luke Fort 30.07.05 00:45| 
 |
Rispondi al commento

Per salvare le PMI europee dagli attacchi cino-indiani (allenati dagli U.S.A.), oltre ad eque condizioni di lavoro per i lavoratori cinesi e indiani, c'è bisogno di una legislazione - fatta appliccare - a tutela dell'ambiente simile a quella europea. Allora sì che si può parlare di condizioni eque e comparabili. Fino a quell'ora sarebbe giusto mantenere dei dazi compensativi. D'accordo, i miei jeans o il mio computer diventeranno più cari. Ma se poi il mondo va a ramengo e io resto senza lavoro?

Alessandro Boggian 30.07.05 00:20| 
 |
Rispondi al commento

A mio avviso in questo momento si cerca di fare cassa per gli imprenditori a discapito dei consumatori e questo porterà ad una crisi ancora più marcata ma sempre per i poveracci perchè i grandi capitali avranno già preso il largo per qualche paradiso fiscale. Grazie

Postato da: Rossi Gianfranco il 29.07.05 20:42

Proprio così... anche se puntualizzerei "medi e grandi imprenditori", perchè le piccole imprese, che sono il vero "effetto traino" del mercato, sono ipertartassate ,ma con mille salti mortali e facendosi mordere la giugulare dalle banche, riescono a tenere la testa ad una manciata di cm. dalla merda facendo girare un po i soldi...

Fabio La Torre 30.07.05 00:20| 
 |
Rispondi al commento

@ Pascucci
Vatti a fare due risate io me le sono gia' fatte....
http://www.focus.it/dr/7406_19_12_17.asp

Steve Lothlorien 30.07.05 00:14| 
 |
Rispondi al commento

Proprio oggi parlavo con un collega degli imprenditori a zero capitale e delle società off-shore, come dai blog di grillo, mentre invece sono già al rilancio delle medie imprese.
Cosa vuol dire? Che i geni finanziatori dello stato se ne sono accorti? e che adesso tocca a loro autofinanziarsi le off-shore? sono finiti i tempi del Porsche Cayenne?
E comunque il nostro presidente operaio non è uno che fa niente per niente, figuramoci gli altri.
Montezemolo vende le azioni Ferrari agli arabi, Fiat incassa 1500 milioni dalla GM e stasera il tg1 dice che il governo stanzia 130milioni per la Fiat. E gli azionisti (le banche!!!!!) ringraziano.......Grande Punto, grande deficit...
Ah già! ma questa è la grande impresa, il capitolo successivo.......

Noi operai non presidenti, siamo tutelati da sindacati che non sono in grado di fare previsioni sull'andamento di una azienda pur essendoci dentro, e non riescono neanche ad utilizzare l'unico mezzo a disposizione del pagatore, suo malgrado, di tasse (= stipendi di chi abbiamo eletto): lo sciopero.
I francesi scioperano settimane, noi scioperiamo un'ora, poi veniamo messi in cassa integrazione dal lunedì al venerdì per lavorare il sabato ed i festivi. Il più grande finanziatore d'Italia sono i dipendenti.
Giriamo per gli uffici come ebeti con un foglio in mano senza un ruolo aziendale, solo perchè abbiamo la bocca sotto il naso e lo stipendio ci serve per mantenere il grande sogno dell'uomo medio: la famiglia.
Con queste prerogative ci siamo abituati a girare le spalle a queste situazioni e, visto che siamo di spalle, offriamo anche un ben preciso punto d'ingresso.
Ci sono certi paesi europei nei quali gli azionisti sono, oltre lo stato, i pensionati e gli operai stessi, e c'è una specie di equilibrio sociale che funziona per tutti, perchè se devo dare dei soldi a uno, prima gli chiedo che cosa ne farà e quando/quanti me ne darà indietro, poi ogni tanto vado a controllare cosa combina. E a fine anno i conti li facciamo insieme. In Italia invece si dà tutto a babbo morto, perchè il sistema imprenditoriale è oppressivo, gerarchico e si nutre di favoritismi dallo Stato stesso.
La Mafia non esiste......

Massimo Marchetti 30.07.05 00:12| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna esportare i diritti umani in Cina.
Solo quando i lavoratori cinesi avranno garantiti i diritti che abbiamo noi allora potremo affrontare la Cina in ogni campo. Ma nessun politico ha mai fatto uin discorso del genere. Solo dazi e terrore cinese.

Ciao

Lorenzo Galletti 30.07.05 00:08| 
 |
Rispondi al commento

Quanti caspita di commenti....ma come fai a leggerli tutti?

Andrea Parise 30.07.05 00:04| 
 |
Rispondi al commento

Al posto della nave dovevi metterci il TITANIC...e buona fortuna.

angelo parisi 29.07.05 23:50| 
 |
Rispondi al commento

Grande Beppe, letto il titolo e appena ho visto la nave incagliata mi son messo a ridere e ho già immaginato la direzione dell'articolo..

Certo basta vedere che c'è fininvest in mezzo e c'è da stare proprio "sicuri"..

Ah poi oggi mediaset si lamentava perchè l'antitrust gli aveva posto il tetto limite di sei minispot a partita.. Ma che cazzo vuole i telespettatori coglioni? che si vedano 80 minuti di spot e 10 minuti di partita? meno male che il calcio mi puzza e non mi devo subire anche questi inutili insulti..

Rosario Pisanò 29.07.05 22:53| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Marco Sanchioni il 29.07.05 18:15
------------------------------------------------

Sono nella stessa situazione...anch'io non ho mai ricevuto una mail!!!
Rita

Rita Porrega 29.07.05 22:24| 
 |
Rispondi al commento

@ IVANA IORIO

Sei una "campagna elettorale vivente" e non rispondi mai alle domande che ti vengono fatte...o meglio fai finta di non vederle e continui a mettere post che non c'entrano con quello che scrive Beppe....
Rita

Rita Porrega 29.07.05 22:21| 
 |
Rispondi al commento

Visto chi mette i soldi, non c'e' da meravigliarsi su chi sarà a dirigire la baracca.
Io credo che il problema sia ben più grande, oggi sono andato in un negozio che vende abbigliamento cinese ed ho comprato 4 paia di pantaloni per 9 euro. si dico 9 euro. In italia nemmeno l'imprenditore più onesto e capace può produrre a questi costi. Lo stesso vale in tutti i settori. Allora se vogliamo salvare le piccole e medie imprese dobbiamo mettere dazi sulla merce che entra da paesi dove non costa niente produrre e dove non ci sono doritti civili. Al contrario, i signori che avete citato come filantropi e creatori del fondo, sono stati i primi a creare disoccupazione in italia ed aprire in cina, romania, bulgaria, bangladesh ecc. Non ci facciamo sempre prendere per il sedere da questi finti salvataggi, stanno solo prendendo tempo per fuggire con il sacco il più pieno possibile, craxi non è stato un caso, se continuiamo così diventerà il primo di una lunga lista...

Daniele D'Arliano 29.07.05 22:20| 
 |
Rispondi al commento

Parlare di certi business da arcimiliardari, arricchitisi tutti in tempo meno sospetti, ad esempio quando ad un operaio fiat fu imposto dai sindacati di mettersi il dito tranciato in tasca e manomettere il cartellino presenze per poi dichiarare che non era a lavoro ma, che si era fatto male per i cacchi suoi. Quì toccando il fondo.SE NE POSSONO DIRE MOLTE DI PIù. COME LA FIAT CHE NON HA MAI VERSATO I CONTRIBUTI MA, AL CONTRARIO SUCCHIAVA E SUCCHIA COME UNA SANGUISUGA I DENARI DEI POVERI CRISTI DA MILLE EURO AL MESE QUANDO, NON VENDE I CATORCI CHE COMPRANO I BECERI E METTE IN CASSA INTEGRAZIONE.
DOV'ERANO E DOVE SONNO I SINDACATI? TE LO DICO IO: TUTTI AR MARE CO I CULATTONI E I BECERI. DICEVO APPUNTO, MA CHE TE FREGA DI QUEI SPOSTAMENTI DI CAPITALI? COSA HAI A CHE FARE TU LAVORATORE? MA SIETE VERAMENTE TUTTI RINCOGLIONITI COME DICEVA ER PORO MONTANELLI?

Giovanni Proietti Cara 29.07.05 21:53| 
 |
Rispondi al commento

La Barbera...PURTROPPO NON POSSIAMO PIù MERAVIGLIARSI DI NULLA..anzi..c'e' da aspettarsi sempre di peggio se le cose non cambiano..qui ci stanno abituando a prendere schiaffi in faccia tutti i giorni..non se ne puo' più..è uno schifo..

Salvatore Ermenegildi 29.07.05 21:42| 
 |
Rispondi al commento

Ancora una volta tocchiamo il tasto dolente noto a tutti come "L'illusionismo delle m...e tonanti". La situazione corrente avrebbe fatto la felicità di Kafka e Pirandello! Truffaut dov'è?
Non buttiamoci giù, a farlo ci penseranno loro.
Da quando ho imparato ad ignorare tutte le questioni che non potevo cambiare, anche se, personalmente, sono nella merda... vivo la vita con soavità e sono... quasi felice.
Una sola cosa mi urta: Sono un disabile in carozzina per sclerosi multipla con un' invalidità riconosciuta a Milano del 100% e con diritto all'accompagnamento,
COME E' POSSIBILE CHE IL DIRIGENTE DELL'UFFICIO PROTESI DELL'OSPEDALE DI VENTIMIGLIA NON MI CONCEDA IL TRASPORTO GRATUITO IN AMBULANZA PER ANDARE ALL'OSPEDALE SAN RAFFAELE DI MILANO DOVE SONO SEGUITO DAL PROF. GIANCARLO COMI? E CHE MI VENGA DIRE "SIG. LA BARBERA HO SAPUTO, MI HANNO DETTO, MI SEMBRA CHE LEI VADA GIRANDO PER MEZZA ITALIA COL TRENO! SE LO FA DA SOLO, NON VEDO PERCHE' DEBBA CONCEDERLE UN TRASPORTO A CARICO DEL SSN! PERCHE' NON SI FA CURARE QUI?
ED è MAI POSSIBILE CHE IL MIO MEDICO CURANTE SI RENDA COMPLICE DI TALE PULCINELLATA E NON RIESCA A PRENDERE PROVVEDIMENTI?
Questo per sottolineare che oltre alle magagne dei grandi nomi, c'è un sottobosco di vermi e pidocchi che continuano a vivere e senza possibilità di disinfestazione!

antonio la barbera 29.07.05 21:32| 
 |
Rispondi al commento

Come dciamo a Napoli questa gente nn s'abboff manc e terrien e campusant (nn si gonfia neanche di terreno di cimitero).
Ma cavolo la torta è grande volete mangiare ma fatelo pure però 50% a voi e il resto a tutti noi, ci accontentiamo di poco. Ma ca o fatt è che chist nn sol s magnano sul lor ma s magnan pur chellù poc c'amma stipat (Ma il fatto è che questi non solo mangiano tutto loro ma si mangiano anche quel poco che riusciamo a conservare).

Pasquale Capasso 29.07.05 21:15| 
 |
Rispondi al commento

scusa BEPPE, ma quella nave alla deriva che cosa rappresenta ...l'ITALIA ???.. bhe'..allora ti sbagli... l'italia non e' alla deriva....e' AFFONDATA !!!!!..grazie a BELLACHIOMA e co.

Salvatore Ermenegildi 29.07.05 21:15| 
 |
Rispondi al commento

Se Berlusconi and co - quando vogliono sono tutti vicini - ci mettono i soldi la magagna non può essere solo il signor Corrado Ariaudo...

Maria Adele Del Vecchio 29.07.05 21:13| 
 |
Rispondi al commento

Caro grillo mi rammarica dover dire da studente di economia e commercio che il mondo della finanza e quello dell'economia hanno perso di vista il concetto di microeconomia e di macroeconomia; le ultime leggi fiscali sono orfane di buone ricette economiche la politica non ricorda chi detiene la massima propensione al consumo, a mio avviso nel breve periodo il consumatore è il propulsore dell'economia. Il consumo determina l'offerta di breve periodo e di conseguenza gli investimenti delle imprese sono legati alla domanda pubblica e privata. Non si può incrementare la produzione senza sapere a chi vendere il prodotto finito. A mio avviso in questo momento si cerca di fare cassa per gli imprenditori a discapito dei consumatori e questo porterà ad una crisi ancora più marcata ma sempre per i poveracci perchè i grandi capitali avranno già preso il largo per qualche paradiso fiscale. Grazie

Rossi Gianfranco 29.07.05 20:42| 
 |
Rispondi al commento

Ecco cosa ci voleva per far crescere del 34% un titolo come CDB web Tech.
Saluti GP

Graziano Pietropaolo 29.07.05 20:38| 
 |
Rispondi al commento

Allarme rosso, ragazzi !

De Benedetti e compagni non hanno più acqua dove sguazzare .. il paese è alla frutta è loro non sanno dove guadagnare soldi - ecco perchè tentano in extremis di crearsi qualche cliente promuovendo attività che, semmai andassero bene, dipenderanno interamente da questo fondo.
Il fatto è che se il paese si impoverisce, anche le loro quotate perdono valore, ecco perchè hanno deciso di fare qualcosa.
E' una mossa furba ma un pò tardiva.
I buoi sono scappati e la piccola media impresa è sempre più piccola e sempre più medi-ocre.

Per finanziare l'impresa italiana non è necessario costituire un fondo e quotarlo in borsa.. a meno che non si voglia scaricare il rischio di impresa sugli azionisti..

Li bacerei in bocca questi nostri capitani d'industria..

dan sallo 29.07.05 20:37| 
 |
Rispondi al commento

VIVIAMO IN UN PAESE DOVE LE BANCHE SONO PADRONE DI OGNI COSA, E FORSE FIN QUI NULLA DI MALE.....
VIVIAMO IN UN PAESE DOVE POLITICI CORROTTI E SENZA SCRUPOLI E AVVOCATI MILIARDARI TENGONO IN PUGNO LA SIGNORA GIUSTIZIA, E FORSE FIN QUI NULLA DI MALE.....
VIVIAMO IN UN PAESE DOVE NON ESISTE CONCORRENZA REALE IN NESSUN SETTORE DELLA GRANDE ECONOMIA,
SOLO CONCENTRAZIONI DEI SOLITI NOTI, E FORSE FIN QUI NULLA DI MALE....
VIVIAMO IN UN PAESE DOVE LA GIUSTIZIA SOCIALE SI TROVA AI PIU' BASSI LIVELLI MONDIALI, E FORSE FIN QUI NULLA DI MALE....
ECCO QUESTO E' IL VERO GUAIO.... SIAMO COSI' ACCECATI E IGNORANTI CHE NON RICONOSCIAMO PIU' IL MALE...
SIAMO PRONTI A SCENDERE IN MIGLIAIA IN PIAZZA PER MANIFESTARE PER UNA SQUADRA DI CALCIO (VEDI GENOA, LA TUA GENOA BEPPE) E POI SIAMO DISPOSTI A FARCELO METTERE IN CULO TUTTI I GIORNI.....
AHAHAHAHAHAHAHAHA
FORZA ITALIA
AHAHAHAHAHAHAHAHA

fabio blob 29.07.05 20:32| 
 |
Rispondi al commento

Bel rilancio ! :-I

francesco guglielmino 29.07.05 20:30| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe, perchè non lo dai a me un milioncino, devo comprare casa e sono senza lavoro. poi te li restituisco. ;-))

ciao Grande!!

roberto rossi 29.07.05 20:27| 
 |
Rispondi al commento

ARGENTINA ..... A TE O MUNDIAL

fabio blob 29.07.05 20:20| 
 |
Rispondi al commento

Trash sei qui!

Ti avevo perso! Ti ho lasciato un post stamattina alle 10 ca sull'argomento precedente!

Prova leggere, ti ho dato un consiglio gratis sull'espatrio!!

Ps
Trash eddai smettila con quest'invidia! L'allievo ha gia superato il maestrooooooo!

Stammi bene..... mortadella ai pistacchi stassera?


maurizio spina 29.07.05 20:19| 
 |
Rispondi al commento

Bancarotta per distrazione? Ma cosa diavolo significa? Che sei dirigente di una società e questa fallisce perché hai fatto troppe pause caffé? O__O

Denis Staccoli 29.07.05 20:18| 
 |
Rispondi al commento

Qui si parla di fondi debitari. Le Imprese in difficolta, con debiti, vengono aiutate da fondi debitari. Il famoso debito del debito. I fondi sono creati da societa' con debiti che aiutano societa' con debiti.

QUESTA E' PURA MAGIA! IL MAGO DI TURNO E' Corrado Ariaudo. LAUREATO IN STREGONERIA FONDIARIA.

da dove vengono i soldi della colletta? NON ESISTONO!

Ivan Bettelli

Ivan Bettelli


Ivan Bettelli 29.07.05 20:14| 
 |
Rispondi al commento

Perchè non ti bastava De Benedetti come garanzia?
Il problema è che ci sono fessi che lo intervistano pure... lui... il saggio...
Senti se hai criticato Pera e Casini per De Benedetti devi almeno chiedere il ritiro della cittadinanza!!!! Se vuoi un consiglio sul milioncino investilo in lassativi perchè quì presto si comincerà a cagare duro, ma duro...

Filippo Trascinelli 29.07.05 20:04| 
 |
Rispondi al commento

Fonte: FINECO.

"Dopo sei sedute in rialzo la Borsa perde il passo
PUNTO - 18:36 - 29 Luglio 2005
Il petrolio a 60,8 dollari, l’economia americana in lieve rallentamento nel secondo trimestre e le preoccupazioni innescate dal raid della polizia in una stazione della metropolitana di Londra mettono uno stop alla corsa delle Borse. I listini americani avevano raggiunto ieri i massimi degli ultimi quattro anni e la maggior parte di quelli europei, nonostante la piccola flessione di oggi, ha chiuso l’undicesima settimana consecutiva in rialzo.
L’indice S&P/Mib ha chiuso i calo dello 0,2% dopo sei sedute consecutive di rialzo.
A impensierire gli investitori ci ha pensato anche un dato sull’andamento delle scorte delle società americane: l’imprevisto calo registrato nell’ultima rilevazione mensile non è soltanto il segno che la domanda è robusta, ma si può anche leggere come un gesto di sfiducia delle imprese, che preferiscono usare le merci in magazzino piuttosto che aumentare la produzione.
Le vendite hanno colpito soprattutto i titoli delle società finanziarie e dell’alta tecnologia. Le tensioni sul mercato dell’energia provocate dalla notizia di un’esplosione in una raffineria del Texas hanno spinto il future sul Wti di nuovo vicino al record storico e i petroliferi ne hanno beneficiato.
In controtendenza Eni (-0,6%) che ha toccato il massimo storico ed è stata respinta indietro nel giorno della presentazione della trimestrale.
A Milano si è sgonfiata Fiat (-2,5%), che dopo esser salita del 40% in tre mesi è stata penalizzata più di altre blue chip.
In evidenza le utility e in particolare Enel(+1,6%).
Da segnalare il balzo di Cdb (+33%) che ha annunciato di volersi dedicare al business della ristrutturazione delle aziende sull’orlo del fallimento: il mercato pensa che in Italia ci sia molto lavoro da fare per chi voglia occuparsi di quest’attività.
www.websim.it"

E' POSSIBILE CHE SOLO NOI SAPPIAMO DELLA CRISI.
PERCHE' IN BORSA CONTINUANO A COMPRARE.

Mi piace mettere l'accento sul 33% di rialzo del titolo citato da Beppe.....
... non c'è che dire.

Marco Sitzia 29.07.05 19:59| 
 |
Rispondi al commento

Ma lasciamo stare i fondi di beneficienza x cortesia! Io da de benedetti non prenderei nemmeno una caramella, e degli altri non me ne frega un emerito c...o. Ma vogliamo fare un discorso serio una volta almeno nella vita? Se questi illustrissimi signori volessero risolvere veramente il problema delle medie, e soprattutto delle piccole aziende, agirebbero immediatamente sui pagamenti. Mi spiego meglio: portiamo tutti i pagamenti a un massimo di 60 giorni, creiamo contemporaneamente un servizio alle aziende a cui si possono rivolgere se qualche cliente-fornitore non rispetta i patti, occupandosi direttamente del recupero del credito. A questo punto le aziende lavorano con i propri soldi, non sono costrette a scontare fatture in banca a interessi prossimi all'usura, meno lavoro per avvocati, meno cause civili per mancati pagamenti, e possibilita' vera di reinvestire in tecnologia i propri utili.
Mi preoccupa inoltre il fatto che de benedetti si interessi al rilancio delle medie imprese a tal punto da creare, tramite una sua societa', addirittura un fondo . . .

Sandro Bardo 29.07.05 19:52| 
 |
Rispondi al commento

sono d'accordo con nico per beppe for president!!!

francesco di lione 29.07.05 19:51| 
 |
Rispondi al commento

Anche questo è un aiuto alle medie imprese . . . . . che dire?
Maurizio

Le Poste portano a casa i testi. Fornitore unico: una società della Mondadori di Berlusconi
I libri scolastici in conflitto d’interessi

Non è solo Berlusconi, il quale pattuglia appena può antiquari e gioiellerie, a fare regalini agli amici, come il prezioso orologio Longines impacchettato per tutti i deputati l’ultimo Natale. Càpita a volte che siano gli amici a fare regalini a lui. Letizia Moratti e le Poste Italiane, ad esempio, per il prossimo compleanno che il Cavaliere festeggia in coincidenza con l’apertura delle scuole, hanno deciso di donargli la possibilità di sbaragliare anche il mercato dei libri scolastici. Uno dei pochi settori, col commercio dei coleotteri o la produzione di mostarda mantovana, nel quale non si era ancora cimentato.

Cosa rappresentino i libri scolastici è presto detto: con 400 milioni di euro l’anno di fatturato, sono una fetta di un terzo circa dell’intero mercato del libro. Ma, ciò che più conta, sono la boccata di ossigeno che una volta l’anno permette alle piccole librerie sparse per la provincia italiana, dove si vende il 28% scarso di tutti i volumi, di tirare il fiato e non abbassare le saracinesche vinte dalla sciatta indifferenza di un paese che legge poco come il nostro. Tanto per capirci: in molti casi, nelle cittadine del Nord come del Mezzogiorno, l’incasso per i testi adottati dalle elementari alle medie superiori può superare il 60% degli introiti annuali.

Il costo di questi libri imposti agli studenti, del resto, è spesso elevato se non, in certi casi, stratosferico. Basti dire che la «dote» di un ragazzino di prima media può costare oltre 300 euro, quella di un ragazzo delle commerciali intorno ai 350, di un liceale anche 500. Un peso che in questi anni di vacche magre può essere, per molte famiglie, esorbitante. Al punto di incidere, nei casi più gravosi, perfino sulla scelta di molti studenti di abbandonare la scuola. Per non dire delle code interminabili che ogni genitore si deve sobbarcare ogni anno per rastrellare tutto il bagaglio editoriale necessario ai figli.

Va da sé che ogni iniziativa per alleviare questa soma sulle spalle delle famiglie, magari tenendo conto anche delle esigenze delle piccole librerie locali che sono un patrimonio preziosissimo (si pensi alla Calabria, alla Basilicata o al Molise dove sono meno di una ogni 100 mila abitanti) è la benvenuta. E così è andata, infatti, con l’iniziativa delle Poste Italiane che, tra cori di consensi, hanno distribuito 5 milioni di locandine e avvisi vari per segnalare agli istituti scolastici e alle famiglie italiane la possibilità di ordinare i testi, via internet o via telefono, per poi comodamente riceverli a casa portati dal postino.
Con l’optional di poter rateizzare il pagamento in 12 mesi al tasso del 7.5%. Che non sarà basso, visto che il tetto massimo sarebbe il 7,77%, ma potrebbe aiutare molte famiglie a sopportare meglio l’impatto della spesa supplementare autunnale. Fin qui, tutto ok.

Ma il bello deve ancora arrivare. A chi hanno deciso di affidare l’operazione, infatti, il ministero della Pubblica Istruzione e le Poste Italiane? Voi direte: avranno fatto una gara d’appalto. Macché.
Avranno sentito gli editori? No, tranne uno: indovinate quale. Avranno consultato i librai? Neppure: «Manco una telefonata», spiega furente Rodrigo Diaz, presidente dell’Ali, l’Associazione librai italiani, «abbiamo saputo tutto a cose fatte e tutti i telegrammi mandati alla Moratti o a Letta non hanno avuto risposta. E’ stata una cosa sporca». Avranno sondato il mercato per vedere chi è il più forte nel commercio di libri on-line? «Assolutamente no», risponde Mauro Zerbini, amministratore delegato di Ibs, gruppo Longanesi, «il nostro è il sito di questo tipo più visitato d’Italia, a giugno abbiamo avuto 991 mila contatti e nel 2004 abbiamo fatturato 13,2 milioni di euro. Ma non abbiamo avuto dal ministero o dalle poste neppure una telefonata. Neppure una. Abbiamo saputo tutto a cose fatte».
Ma allora, come è stato scelto il fornitore di tutto quel bendidio di libri? E’ quello che chiede in una interrogazione, tra gli altri, il senatore Stefano Passigli. Il quale, oltre ad accusare la Moratti poiché «il suddetto servizio postula che Poste Italiane abbiano ottenuto dal ministero la lista delle adozioni dei testi con largo anticipo su tutte le librerie», ha anche presentato un esposto ad Antonio Catricalà, l’ex segretario generale di Palazzo Chigi nominato presidente dell’Autorità per la concorrenza e il mercato. Il fortunato fornitore prescelto per il businness è infatti «Bol». Una società di vendita di libri on-line che fattura meno della metà di Ibs (5,5 milioni contro 13,2), ha meno della metà dei contatti internet (a giugno 434 mila contro 991 mila) ma, per pura coincidenza, appartiene alla Mondadori. Cioè alla casa editrice di proprietà del «principale» di Letizia Moratti, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi.

Che le Poste Italiane vogliano bene al capo del governo non è un mistero. Prima di questo piacerino, per dire, avevano già fatto un accordo per mettere a disposizione di Mediolanum, la banca del premier, i loro 14 mila sportelli col risultato di trasformare una banca virtuale, quale era fino ad allora quella presieduta da Ennio Doris, nell’istituto di credito con la maggiore copertura territoriale. Non bastasse, Massimo Sarmi, l’amministratore delegato etichettato come vicino ad An e in particolare a Gianfranco Fini, era arrivato al punto di invitare a Roma il capo del governo, poco prima di Natale, all’inaugurazione del più bello e avveniristico ufficio postale d’Italia. Un gioiello che ruotava intorno al Sistema Informatico Livelli Virtuali di Integrazione Operativa. Ma che meraviglia di acronimo: S.i.l.v.i.o.!
Gian Antonio Stella
28 luglio 2005
dal Corriere della sera

Maurizio Morgia 29.07.05 19:49| 
 |
Rispondi al commento

Manca il "Tronchetto Provera dell'infelicità"...ma forse lui è bravo solo a fare il manager con i soldi degli altri, come Romiti...

Marco Bazzini 29.07.05 19:46| 
 |
Rispondi al commento

va be almeno il marchese del G. tirava qualcosa....questi ci spruzzano di merda polverizzata tutti i giorni e non si riesce a schivare tanto facilmente......un giorno o l'altro vedremo su canale 5 in prima serata la rivisitazione della nascita del signore,con i soliti 6-7 remagi con le facce di sti stronzi......e chi fara' erode?

Crhistian Fufu' 29.07.05 19:38| 
 |
Rispondi al commento

...e il De Benedetti non e' quello che si era preso 6 anni e 4 mesi?come e' finita poi?pero' avendo le sue simpatie per l'opposizione......
E vai.......!!!!!

franco yato 29.07.05 19:26| 
 |
Rispondi al commento

PER FAVORE... FRA UN PO' SCADRà IL MANDATO DELL' ATTUALE PRESIDENTE CIAMPI... BEPPE CANDIDATI!
LO SO CHE SEI UN COMICO MA ALMENO NON MI RISULTA CHE tu SIA PROPRIETARIO DI ETTARI ED ETTARI DI QUALCOSA...o altro... TI SEGUO DA CHE ERO PICCOLO... TI PREGO CANDIDATI A PRESIDENTE DELLO STATO!!! TANTO UNA VOLTA Lì CHIUNQUE TI ROMPA LE BALLE PUOI SEMPRE MANDARGLI LE FORZE ARMATE!!! NO?
FALLO PER IL BENE DELL' ITALIA... NON NE POSSIAMO PIù DI TUTTO STO MAFIEGGIAMENTO!!!!!!!!!!!!!!!!!!

GRAZIE CMQ :-)

NICO da Milano.

Nicola Cormio 29.07.05 19:24| 
 |
Rispondi al commento

sono residente in svizzera, e come in italia è già cominciata la campagna per le politiche 2006, anche all'estero ci si potrà votare per corrispondenza e collegi propri.i lupi sono già in azione. potresti dargli un'occhiata.

da costa paolo 29.07.05 19:23| 
 |
Rispondi al commento

x David Maiorani,Crhistian Fufu e Paolo Borghesi

ciavete + o - ragione tutti: il Marchese del Grillo prima inizia a tirare dal balcone frutta poi le pigne e alla fine, visto che il popolo non era contento ancora, gli tira monetine arroventate nella brace

mario ostelli 29.07.05 19:20| 
 |
Rispondi al commento

X Crhistian Fufu'

Diciamo entrambe le cose, ma se guardi bene il film, al popolo lanciava la frutta.

David Maiorani 29.07.05 19:19| 
 |
Rispondi al commento

Hahaha!
Bellissima la foto, Grillo!

Luigi Cecchi 29.07.05 19:13| 
 |
Rispondi al commento

quei bei figuri non hanno intenzione alcuna di aiutare le aziende,è come la presa in giro degli aiuti all'africa....pari pari,solo che loro la fanno all'italiana,e se avanzera' qualche cent,dovra' risanare le loro aziende,non certo le piccole-medie aziende....infrastrutture x tutti,alle prossime elezioni un milione di pali con ripetitori x telefonini in ogni terrazzo,semx piu' ricchi,poi x posta oltre il solito vangelo secondo crescina un bel paio di tomaie,cosi' con la pelle che ci resta ci possiamo fare un bel paio di scarpe firmate!

Crhistian Fufu' 29.07.05 19:13| 
 |
Rispondi al commento

Questi ladri travestiti da lupi famelici con le tods ai piedi, pronti ad azzannare la nostra buona fede, devono essere una specie protetta, che non si estingue mai.
Si dice il lupo perde il pelo ma non il vizio.
Silvio ormai con i trapianti ha riacquistato pure il pelo.

Antonio Cafagna 29.07.05 19:03| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: David Maiorani il 29.07.05 18:59 no no il marchese del grillo lanciava le monetine arroventate ai poveracci!

Crhistian Fufu' 29.07.05 19:03| 
 |
Rispondi al commento

X FILIPPO ROSSI

Ma perché non facciamo anche noi una fondo per mandare via sta gente?

come lo chiamiamo?

BASSO-FONDO?
FONDO-TINTA?
FONDO-ANDATE-FUORI-DAL-BELINO?
_____________________________________________

Io aggiungerei FONDO-SCHIENA

_____________________________________________

X paolo borghesi

... mi sembra di vedere la scena del marchese del Grillo in cui Alberto Sordi dava i soldi ai poveracci che erano sotto la sua finestra.....
_____________________________________________

Non lanciava soldi, ma frutta !

David Maiorani 29.07.05 18:59| 
 |
Rispondi al commento

@Stefano ...della valle è pulitissimo...adabadai!ma lui non è il sig. tods che fa fare le scarpe ai cinesi x 2 chicchi di riso e le vende in italia x 200 euri?

Crhistian Fufu' 29.07.05 18:58| 
 |
Rispondi al commento

QUANDO SI TRATTA DI AFFARI CAPITANI D'INDUSTRIA DI DESTRA E DI SINISTRA TUTTI INSIEME ALLO STESSO TAVOLO MA SONO SEMPRE GLI STESSI PERSONAGGI A DETTARE LEGGE IN ITALIA CERTI PERSONAGGI DEI REGISTRATORI DI CASSA E DELLE FAMOSE TELESCRIVENTI ALLE POSTE CONTINUANO A IMPERARE MA E'POSSIBILE
SARA'POSSIBILE LEGGERE UN LIBRO DEL PRODE TRAVAGLIO SUI CAPITANI D'INDUSTRIA BENEDETTI DALLA SINISTRA ???? ESISTE L'INFORMAZIONE SVINCOLATA DAI PARTITI A ME PARE PROPRIO DI NO

giuseppe panceri 29.07.05 18:58| 
 |
Rispondi al commento

Della Valle sembra pulito... NO?

stefano cima 29.07.05 18:55| 
 |
Rispondi al commento

Una foto realmente impactante. Saludos desde Almuñecar.

Almuñecar 29.07.05 18:54| 
 |
Rispondi al commento

una volta girava una barzelletta:
"Lancio nel mercato di una nuova lavatrice: 2 morti e 6 feriti".
Qui siamo al ri-lancio dell'economia da parte di figuri a dir poco incapaci quando non loschi.

Aspettiamo rassegnati la strage.

fabrizio asteli 29.07.05 18:52| 
 |
Rispondi al commento

Possibile che dove cè da mangiare ci sia sempre e solo lo stesso branco di lupi....che nessuno riesce ad abbattere.

Andrea Pedaggio Commentatore in marcia al V2day 29.07.05 18:50| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto ora l'ultimo post di Fabio Ranghiero in cui cita gli ingredienti per il rilancio.
Sono d'accordo con quanto scrive, senonchè il cliente (tutti noi) quante volte si fa influenzare dalle parole "sconto" e "gratis", il quale spesso è a discapito di qualità della proposta e della serietà di servizio.
E gli specchi per le allodole abbondano, in ogni settore, approfittandosi della ricerca dell'affare da parte di chi acquista e, purtroppo, in certi casi affare non si rivela.

Osvaldo Tagliani 29.07.05 18:49| 
 |
Rispondi al commento

Ma ci rendiamo conto di essere sempre in mano di sti ladri della "bontà" altrui?
Mi vien da piangere al pensiero che staranno sempre lì, a decidere del nostro destino.

Francesco Lentini 29.07.05 18:47| 
 |
Rispondi al commento

Mettono da parte soldi di dubbia provenienza per comprare a buon prezzo aziende in liquidazione.
Samaritani o affaristi?

Antonio Cafagna 29.07.05 18:44| 
 |
Rispondi al commento

eheheheh avete visto?comunisti maledetti!quei po po' di luminari,industriali e patrioti di cui non ripeto i nomi xche' mi vien da vomitare....stanno rilanciando l'economia! la cosa triste è che tanti ci credono.....semx i soliti noti semx loro,i salvatori dei loro imperi a scapito nostro!ieri l'ho detto in un altro post:vedrete questa sara' la campagna elettorale + sporca e indecente della nostra repubblica!

Crhistian Fufu' 29.07.05 18:44| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei solo dire una cosa, anche se non ha nulla a che fare con questo post: ho visto il sito www.disinformazione.it ed è tutto allucinanteeee! Tutti devono sapere!!! Grazie Beppe di fare ciò che fai, cioè...il comico eh eh (come dicevi nello spettacolo in cui hanno ripreso le tv svizzere)!

Desi Zavatta 29.07.05 18:43| 
 |
Rispondi al commento


Non abbiamo ancora toccato il fondo. Evidentemente questo fondo con tanti milioni di euro deve avere di sicuro un altro scopo piu concreto e piu cinico di quello di aiutare le medie imprese ed e quello di impadronirsene con un colpo di mano, non per niente viviamo nel periodo economico delle grandi concentrazioni e fusioni.
Risulta evidente che chi porge aiuto con una mano, con l-altra mette il cappio al collo di chi vuole aiutare.
Forse mi sbaglio e basta bussare ad una media impresa per avere in comodato gratuito l-uso parziale del fondo.
Evviva Babbo Natale. Ma DE BENEDETTI non era quello che ha bloccato, con ristruturazioni marziane, la ricerca e lo sviluppo tecnologico della OLIVETTI in campo informatico perche era troppo all-avanguardia rispetto alle Aziende Multinazionali Americane del settore, favorendo cosi la concorrenza mettendo le Aziende Italiane per sempre al di fuori del mercato informatico?
Ma che brave persone!!
Perche non li mandiamo a rilanciare la pastorizia
nel Sahel?

flavio zenari 29.07.05 18:42| 
 |
Rispondi al commento

sono atea ma mi vien da dire "che dio ce la mandi buona con tutti questi maramaldi che ci sgovernano"

antonella zaninello Commentatore in marcia al V2day 29.07.05 18:42| 
 |
Rispondi al commento

o.t.

chiedo aiuto, voi capite qualcosa da questo articolo??

http://www.repubblica.it/2005/g/sezioni/esteri/londrametro11/notting/notting.html

es. chi è il tipo che era a Roma, quanti cavolo ne hanno arrestato...

Gabriele Monti 29.07.05 18:39| 
 |
Rispondi al commento

credo che ha detto bene Beppe "siamo arrivati al fondo ma il peggio è che ci siamo messi a scavare" auguri a tutti noi per tutto quello che ci stanno facendo

antonella zaninello Commentatore in marcia al V2day 29.07.05 18:39| 
 |
Rispondi al commento

Questa è una colletta,non un fondo. I soldi per una squadra di calcio...in mano ad un uomo che somiglia ad uno dei tanti presidenti delle squadre.

Dove vogliono andare...al suicidio del nostro paese. La Caritas dell'economia

Niccolò Petrilli 29.07.05 18:37| 
 |
Rispondi al commento

Le cose non cambiano ma vanno sempre in una sola direzione, quella loro ovviamente.

Ps:
Beppe sei un GRANDE... Il popolo italiano dovrebbe ringraziarti per quello che fai, sempre e comunque
...un tuo fans...

Alessandro D'Antimi 29.07.05 18:36| 
 |
Rispondi al commento

> senza la complicità della Banca Centrale, ad esempio, pratiche come l’acquisto di Titoli di Stato da parte della Banca, per finanziare il debito pubblico con soldi che può stampare da sé (il cosiddetto signoraggio) diventano molto meno “facili”.

e con questo tanti saluti a chi dice che il signoraggio non esiste, dehe he! :D

Yong Chimping 29.07.05 18:35| 
 |
Rispondi al commento

x Paolo Borghesi: scusami ma con tutta la buona volontà di un bravo imprenditore ci vogliono tanti ma tanti soldi per andare avanti...
Ciao
Raffaella

raffaella de rossi 29.07.05 18:34| 
 |
Rispondi al commento

a cosa serve un fondo per le medie imprese ?
quando il problema è che i costi di produzione che sostengono le imprese fanno si che il prodotto abbia un prezzo "fuori mercato" sia a livello nazionale che internazionale.

questa fondo puzza di pubblicità pre elettorale.
Ma poi , mi risulta che de benedetti e il nano non abbiano mai avuto rapporti idilliaci , adesso si organizzano per salvare gli imprenditori ?

P.S: non c'entra nulla .....ma che fine gli hanno fatto fare a Giorgino del TG1 che , in un intervista , si era permesso di dire che non era d'accordo con i filmati taroccati ( applausi finti a forza italia ecc.)? silurato ?
e poi c'è ancora gente ( anche in questo blog) che accusa tutti di essere dei pessimisti e disfattisti , comunisti. APRITE GLI OCCHI e pensate con la vostra testa ......CAZZONI !!!
scusate l'insulto




g.cortinovis 29.07.05 18:33| 
 |
Rispondi al commento

Ecco trovato il modo per affossare definitivamente le medie e piccole imprese: praticamente comprarsele; il significato dei termini "fondi", "donazioni" quando vengono enunciati da questi individui non ha niente a che fare col vocabolario della lingua italiana.
E col vocabolario della decenza.

Osvaldo Tagliani 29.07.05 18:32| 
 |
Rispondi al commento

Se vuoi mettere il tuo milioncino nella mia piccola piccola piccola impresa ti accetto con gioia...
Ciao Raffaella

raffaella de rossi 29.07.05 18:31| 
 |
Rispondi al commento

Scusate.... e aggiungo.

Sono proprio necessari i soldi per il rilancio.

Io dico che serve

coraggio
idee
prodotto
qualità
onestà nei confronti dei clienti

Questa è una ricchezza duratura che non si svaluta mai.

ciao

Fabio Ranghiero 29.07.05 18:31| 
 |
Rispondi al commento

Tale atto, secondo la curatela, sarebbe stato realizzato in frode alle leggi, dal momento che l'azienda aveva un passivo di 320 miliardi. Non solo: ci sarebbe stato anche un conflitto di interessi, poiché all'epoca dei fatti Corrado Ariaudo era amministratore unico di Op Computers, ma anche presidente di OPC.
Dal canto suo, l'Olivetti ha sempre sostenuto che la cessione del settore dei personal computer rientrava tra le operazioni di ristrutturazione del gruppo, nell'ottica di quel passaggio alle telecomunicazioni che ha caratterizzato gli anni '90 per l'azienda di Ivrea. La curatela fallimentare, invece, ritiene - e cercherà di dimostrarlo nell'udienza fissata per il 27 febbraio - che Olivetti abbia precise responsabilità nel fallimento (avvenuto nel '99) dell'azienda di Scarmagno.

Steve Lothlorien 29.07.05 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Per principio queste cose non mi piacciono.
Chi si "approprierà" dei soldi di quel fondo? I soliti furbacchioni?

Quale organo di controllo?

Come dice l'Africa: "dovete dimenticaaaarvi di noiiiiiii "

ciao a tutti .

Fabio Ranghiero 29.07.05 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Nella piccola azienda di famiglia ci ho sempre lavorato e purtroppo abbiamo sempre dovuto navigare a vista senza timoniere, anzi ogni giorno dobbiamo sempre stare attenti agli assalti dei corsari (che per la cronaca sono i pirati che operano su mandato di un governo...).
Proprio da questa esperienza ho imparato a non essere razzista: i politici li odio tutti indistintamente dal partito di appartenenza.
Grazie comunque del consiglio.

Claudio Lodi 29.07.05 18:28| 
 |
Rispondi al commento

Vi copio e incollo solo questa che la dice tutta...

Martedì 22 Maggio 2001, 0:00

Webegg, risultati boom ma Borsa ancora on hold
Secondo quanto dichiarato da Corrado Ariaudo, presidente della società, alla stampa finanziaria quotidiana, per Webegg, joint-venture paritetica tra Olivetti e Telecom.....

Ma siamo sempre li, gira e rigira si cade su Telecom....

filippo rossi 29.07.05 18:27| 
 |
Rispondi al commento

La cosa mi puzza di riciclaggio.
O forse rifanno la P2.
Magari "contribuisce" anche il Ministero dell'Economia, tanto il conflitto di interessi in Italia non esiste più.
Un vero pozzo senza fondo, spero che questi signori prima o poi ci finiscano dentro per non riemergere più e anneghino nella loro stessa m****a!!!!!
Mi scuso per la volgarità.

Antonio Cafagna 29.07.05 18:25| 
 |
Rispondi al commento

Basta cercare Corrado Ariaudo su www.google.it per trovare tutto un mondo!

Ad esempio il bilancio societario 2000 di Lottomatica (http://www.lottomatica.it/FILE/DOCUMENTI_BILANCIO/Bilancio_2000.pdf) che lo vede come consigliare. Io non lo sapevo... (bilancio peraltro curiosamente in PAREGGIO ESATTO fra costi e ricavi). Mah!

Lancio una proposta a chiunque abbia un pò di tempo da investire per la propria informazione, come consiglia Beppone, navigando la rete.

Vediamo in 24 ore in quanti affari riusciamo a scoprire nei quali il buon Corrado Ariaudo ha le mani in pasta.

Paolo Settimelli 29.07.05 18:23| 
 |
Rispondi al commento

Fanno bene! Avessi i danèe lo farei anche io, la vostra è tutta invidia.

Gianni Richter 29.07.05 18:21| 
 |
Rispondi al commento

bella beppe

marco giuliani 29.07.05 18:20| 
 |
Rispondi al commento

cioe', non ci posso credere! ma quando e' che se ne vanno a casa? e dire che sembra una lodevole iniziativa portata avanti da persone che di lodevole non hanno niente. C'e' veramente da stare attenti a tutto e tutti. Con una mano ti sorreggono e con l'altra ti levano il portafoglio.

Giovanni Alberto Ibba 29.07.05 18:20| 
 |
Rispondi al commento

Ma perché non facciamo anche noi una fondo per mandare via sta gente?

come lo chiamiamo?

BASSO-FONDO?
FONDO-TINTA?
FONDO-ANDATE-FUORI-DAL-BELINO?

FILIPPO ROSSI 29.07.05 18:17| 
 |
Rispondi al commento

lavoro in una media Azienda.
Se tutte le "medie Aziende" sapessero essere meno individualiste e avessero le capacità per aggregarsi, ricche di risorse umane e professionali come sono, sarebbero in grado di superare molte difficoltà e soprattuto non avrebbero bisogno di elemosine da nessuno, tantomeno da questi squali.

anna rizzi 29.07.05 18:16| 
 |
Rispondi al commento

Ricordate quando il governo Berlusconi poco tempo fa stava per cadere? Quando seppi che non cadeva piú mi dissi: in questo anno che ci separa dalle elezioni Silvio avrá un solo impegno, quello di dare massima potenza al suo conflitto di interee, in modo da guadagnare il piú possibile in campo politico e soprattutto in campo economico (personale). Non che prima non lo abbia fatto, ma come temevo in questi ultimi tempi mi sembra che ci sia stata una accelerazione paurosa, sta dimostrando sempre piú la sua vera faccia, e proprio non riesco a capire perché possano esistere persone che votino per lui.
P.S: se a sinistra ci fosse uno capace si potrebbe sfiorare il plebiscito, ma ahimé.....

Angelo Trombetta 29.07.05 18:16| 
 |
Rispondi al commento

... mi sembra di vedere la scena del marchese del Grillo in cui Alberto Sordi dava i soldi ai poveracci che erano sotto la sua finestra.....
Le medie e piccole imprese in italia non hanno bisogno di soldi ma di gente capace che le sappia gestire e non di dirigenti che aspettano sempre e solo aiuto di qualcuno, sia esso lo Stato, la Comunità europea o dei "filantropi" più o meno interessati....

paolo borghesi 29.07.05 18:15| 
 |
Rispondi al commento

X Beppe Grillo o x la redazione responsabile

Continuo, dopo 2 mesi dalla mia iscrizione, che ho ripetuto qualche settimana fa, a non ricevere la vostre mail di segnalazione.

Chiedo scusa se occupo questo spazio che non è di competenza riguardo i problemi tecnici.
Non credo di avere problemi ricezione delle email perchè le ricevo abitualmente, le vostre no.

Ho mandato mail in altri indirizzi del blog ma senza risposta.

Il mio indirizzo è manchild69@libero.it.

Grazie per ogni risposta e per la disponibilità

A presto

Marco Sanchioni
Scusate ancora e grazie

Marco Sanchioni 29.07.05 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Ne hanno di soldi da riciclare però......

Maurizio Maglio 29.07.05 18:13| 
 |
Rispondi al commento

Che dire....

Roberto Giuliani 29.07.05 18:09| 
 |
Rispondi al commento

terzo!

Alberto Prandini 29.07.05 18:09| 
 |
Rispondi al commento

mi tengo il mio canotto

Luca Muscelli 29.07.05 18:08| 
 |
Rispondi al commento

Ma sono tutti così????

Carmelo Brischetto 29.07.05 18:07| 
 |
Rispondi al commento

oh, mamma mia...

Carmelo Brischetto 29.07.05 18:07| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori