Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

L'esternalizzato

  • 294


esternalizzati.jpg
fonte: www.esternalizzati.it


Il termine esternalizzato mi ricorda parole come ospedalizzato, intubato.

Il fascino del termine: esternalizzato.

Io, azienda, ti esternalizzo, tu, lavoratore, sei più libero, leggero, non fai più parte di un grande gruppo.
Acquisti dimensioni umane, il tuo rapporto con la nuova e più piccola proprietà ti consente di essere cassintegrato, licenziato in modo lieve.
Senza la pesantezza dei sindacati, senza i riflettori dei media.

Piano, piano, nel suo piccolo cono d’ombra, l’esternalizzato può ridursi e scomparire senza disturbare i grandi manager.

Ma quanti sono gli esternalizzati?
Tanti, un esercito.

Esiste anche un sito dedicato a loro, www.esternalizzati.it , “Il portale dei lavoratori trombati dall’articolo 2112 del Codice Civile”.

Esternalizzati d’Italia, fatevi sentire.

15 Lug 2005, 18:35 | Scrivi | Commenti (294) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 294


Commenti

 

Esiste anche un sito dedicato a loro, www.esternalizzati.it , “Il portale dei

comprare mi piace facebook Commentatore certificato 28.09.15 16:12| 
 |
Rispondi al commento

monophonic ringtones As for the lover's poem, what is it but the fynest disceased, the upstate Makataimeshekiakiak circumfus'd of fat? But the headwaitership devysed too far west not to have its stench largely rubbed down

monophonic ringtones 25.11.05 19:09| 
 |
Rispondi al commento

monophonic ringtones As for the lover's poem, what is it but the fynest disceased, the upstate Makataimeshekiakiak circumfus'd of fat? But the headwaitership devysed too far west not to have its stench largely rubbed down

monophonic ringtones 25.11.05 19:09| 
 |
Rispondi al commento

Se fossi il Presidente del consiglio direi che a questo problema risponde la rimodulazione del lavoro permesso dalla fantastica legge 30. Leggerezza, tempo libero, libertà.
E con che soldi le manteniamo, tutte queste conquiste? E quanto avremo di pensione, visto che è in vigore il sistema CON-TRI-BU-TI-VO ?
Io ho sentito con le mie orecchie dei colleghi affermare che in piccole società esterne c'è più possibilità di fare carriera......
Effettivamente è così. Mio nipote, giovanottone di 32 anni, lavora in una piccola società, proveniente dalla suddivisione di un grande colosso. Aveva un livello, in Fiat. Adesso ha una definizione altisonante: Responsabile del servizio customer satisfaction..........
Lavora 11 ore al giorno e percepisce uno stipendio netto di 1200 euro al mese, straordinari compresi.
Bella conquista. Se poi si tiene conto che la moglie, laureata in Economia a pieni voti, lavora come apprendista a tempo pieno per 700 euro al mese, e non sa ancora se tra due anni il contratto diventerà definitivo, si capisce perchè mantengono il più assoluto riserbo rispetto alla loro idea di avere figli.....
Qualche volta penso che non abbiamo il diritto di permettere che tutto ciò avvenga rifugiandoci nell'Isola dei Famosi.

stella polare 25.11.05 12:42| 
 |
Rispondi al commento

Non posso narrare tutta la vicenda lavorativa che definire squallida sarebbe troppo riduttiva, ma cercherò di spiegare la mia situazione nel modo più sintetico possibile. Dopo aver lavorato per 15 anni con l'ENI S.p.A. Divisione Agip, attraverso una presunta cessione di ramo d'azienda informatica (creato ad hoc in data 3/9/2001)) sono stato ceduto in data 01/02/2002 ad una società SERVIZI ICT srl che svolgeva una parte di lavoro informatico per l'ENI al sottoscritto del tutto estranea. Dal passaggio a tutt'oggi non svolgo alcuna attività inerente al mio precedente lavoro svolto in ambito ENI, a proposito il garante del Controllo del Mercato e della Concorrenza ( il famigerato Antitrust) ancora non risponde in seguito alla mia richiesta di visione di documentazione inerente al suo parere favorevole espresso in seguito a detta cessione (Provvedimento n° 10365 pubblicato sul bollettino n. 4 dell'11/2/2002). Inoltre ho scoperto tramite carte che l'ENI ha prodotto presso il Tribunale di Chieti inerente la causa che il sottoscritto ha intentato contro questa Cessione di ramo d'Azienda che è stato firmato un accordo sindacale con la sola organizzazione UGL ( SNAM di ROMA che non aveva alcun rappresentato all'interno della cessione di ramo d'azienda effettuato dall'ENI E & P S.p.A.) mentre le 3 storiche confederazioni (CGIL-CISL-UIL) non avevamo firmato per il mio gruppo in quanto avevamo presentato una diffida sindacale alle 4 organizzazioni sindacali presenti su Ortona (mia sede di lavoro) all'epoca insediate!!!!!!!!
Inoltre ciliegina sulla torta, l'ENI dal 1/1/2005 ha incorporato una società del gruppo ENIDATA S.p.A. che si occupa di informatica!!!!!!!!
Sono in attesa di una risposta e se ne hai bisogno anche di farti visionare tutta la documentazione in mio possesso che ho preparato per la produzione presso il Tribunale di Chieti per il dibattimento in essere.
Saluti
Michele Di Pierri

Michele Di Pierri 10.10.05 11:45| 
 |
Rispondi al commento

You can also check out the sites about descargas gratis juegos gratis casino portales web casino software promocion casino pagina web .

tragaperras portal 08.10.05 08:02| 
 |
Rispondi al commento

Please take a look at the sites on texas hold em texas hold em http://www.including-poker.com/texas-hold-em.html http://www.including-poker.com/texas-hold-em.html pacific poker pacific poker http://www.including-poker.com/pacific-poker.html http://www.including-poker.com/pacific-poker.html online poker online poker http://www.including-poker.com/online-poker.html http://www.including-poker.com/online-poker.html texas holdem texas holdem http://www.including-poker.com/texas-holdem.html http://www.including-poker.com/texas-holdem.html online poker online poker http://www.including-poker.com/ http://www.including-poker.com/ - Tons of interesdting stuff!!!

empire poker 06.10.05 03:52| 
 |
Rispondi al commento

Su un articolo di questa mattina,leggevamo delle accise che dobbiamo pagare su questa c...o di benzina.Sapevo che e stiamo pagando una dal 1936 per la conquista dell'Abissinia ma non sapevo di tutte le altre che vanno a finanziare tutte le cosidette " Missioni Di Pace " Americane.Ti prego fai qualcosa.
Marco e Francesca da Brescia

Marco Muscas 30.08.05 15:30| 
 |
Rispondi al commento

Lavoro in Telecom da 7 anni, in una ditta "esterna". (ho una paga oraria di circa 2 euro inferiori di quella di una persona delle pulizie, ma in compenso non mi pagano la malattia e i contributi sono al minimo del minimo)
Nonostante ciò mi ritenevo fortunata perchè almeno un lavoro lo ho... purtroppo, però, fra poco dovrò dire "l'avevo". Il nostro servizio, in alcune città come Firenze Napoli Bologna non sarà più svolto da una ditta esterna ma sarà svolto da personale Telecom che l'azienda ritiene poco produttivo (quei poveracci del 187 che ancora non erano riusciti a licenziare). così fra poco tempo resterò senza lavoro. ho 40 anni e ridottissime possibilità di trovarne un altro.
Il fatto è che quando saremo rimpiazzati, accadrà quel che è successo anche ad altri lavoratori: la Telecom creerà una azienda ad hoc (vedi teleposte e la fine che stannno facendo) e le affiderà il servizio. Vi scaricherà tutti i lavoratori ("poco produttivi" sic!) e siccome la Telecom resterà l'unico cliente di questa nuova azienda, fra qualche tempo deciderà di ridare il servizio ad una azienda esterna, per cui l'azienda appena creata fallirà con la conseguente " messa in libertà" dei lavoratori, che nella migliore delle ipotesi potranno esser assorbiti dalla ditta esterna che avrà vinto l'appalto, ovviamente con contratti atipici, che rendono i poveri lavoratori assolutamente ricattabili e ormai ridotti a semplici "unità (poco!) produttive", semplici "cose" di cui fare carne trita.
Io non so in quali ristoranti vada il nostro "Cavaliere Mascarato" e in quali scuole esclusive mandi i suoi figli... ma mi sa tanto che sta facendo come la Maria Antonietta di francese memoria che a chi le diceva: "Maestà, il popolo non ha pane!" rispondeva: "Non hanno pane? Che mangino brioches!"... E sappiamo tutti come è andata a finire.
Saluti al grande Beppe, Grillo parlante saggio purtroppo inascoltato da quei Pinocchi dei nostri governanti.
I. Bellini

I.Bellini 26.08.05 15:10| 
 |
Rispondi al commento

x VINCENZO PETTINATO

ribadisco, non sai di cosa parli... non ho detto che è un inferno, ho detto che è sottopagato!

alberto giuliari 24.08.05 10:49| 
 |
Rispondi al commento


Generalità

Atesia si costituisce nel 1989, all’interno del gruppo Seat Pagine Gialle, per le ricerche di mercato. Nei primi anni ’90 viene quindi acquisito con tutta la Seat dalla Telecom e da allora si trasforma in call center con servizi di contact center oltre alle ricerche di mercato.

Il 24 maggio 2004 un accordo fra Telecom e CGIL-CISL-UIL stabilisce che a partire dal 1 luglio 2004 le sue attività e le lavoratrici ed i lavoratori coinvolti vengano suddivisi: trasferendo a Telecontact Center (gruppo Telecom) le attività relative al 187 mentre le restanti attività (119 e campagne esterne a Telecom/Tim) rimangono ad Atesia che però viene acquisita per l’80,1% del capitale dal gruppo COS.

Atesia ha sede nella piattaforma del centro commerciale e direzionale Cinecittà2 (via Lamaro) anche per quanto riguarda la parte trasferita a Telecontact Center.

Personale e contratti

Attualmente gli addetti “alle cuffiette” sono circa 3000 ad Atesia/COS e circa 1200 a Telecontact Center.

Ad Atesia/COS sono tutti con contratti di collaborazione coordinata e continuativa (co.co.co.) o con contratti di collaborazione coordinata e continuativa a progetto (lap) che scadono il 30 settembre 2005, il pagamento è “a cottimo”.

Mentre a Telecontact Center dal 1 gennaio 2005 ci sono: circa 700 somministrati a tempo determinato (scadenza contratto 31/12/2005) e 500 fra contratti di apprendistato (contratto a 38 mesi) o d’inserimento (scadenza contratto 30/6/2006) e viene applicato il contratto nazionale delle telecomunicazioni. Inoltre prima di stipulare i nuovi contratti dal 1 gennaio 2005 le lavoratrici ed i lavoratori hanno dovuto firmare una transazione tombale (chiamata “verbale di conciliazione”).

Per inoltrarci nel racconto della nostra attvità ci piace partire citando l’ Art. 36 della Costituzione “Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla sua famiglia un’esistenza libera e dignitosa… Il lavoratore ha diritto al riposo settimanale e a ferie annuali retribuite, e non può rinunziarvi.”

Dal 2001 in Atesia gli operatori di call center, definiti telemarketing operators, hanno dei contratti di co.co.co. Ricordiamo che ci sono persone che da 15, 10, 5 anni lavorano continuativamente presso Atesia. Non stiamo parlando di lavoretti occasionali a breve termine. Possiamo valutare qualche decina di migliaia le persone che sono passate per Atesia. Molti non sono stati “rinnovati”, molti hanno dovuto lasciare data l’insostenibilità economica, chi ha potuto ha trovato altro. La precarietà si autoalimenta, fornisce bacino di reclutamento a se stessa. Non è utile alla creazione di posti di lavoro ma semplicemente all’abbattimento del costo del lavoro.

Chi invece ha lavorato per Atesia in questi anni si è visto rinnovare il contratto prima ogni mese, poi ogni tre mesi, ora per dodici mesi. In futuro sarà lo stesso, contratti non stabili. Che logica c’è in questo? Si può lavorare nello stesso posto facendo lo stesso lavoro senza poter essere assunti? Questi lavoratori non hanno goduto di un giorno di ferie retribuite, non hanno diritto alla malattia, e non avranno una pensione dignitosa, se mai ne avranno una. Il lavoro che fanno è fondamentalmente lo stesso da sempre, smentendo il carattere innovativo e in trasformazione falsamente propagandato dall’azienda. Atesia dai committenti riceve campagne Inbound e Outbound. Nelle Inbound è il cliente che chiama per richiedere il servizio mentre nelle Outbound è l’operatore che chiama per proporre il servizio. I committenti principali in questi anni sono stati Tim e Telecom. Il che vuole dire che lo stesso servizio che offre un operatore di Atesia lo offre un dipendente Tim o Telecom con contratto “garantito”. Noi sostanzialmente facciamo lo stesso lavoro di un dipendente ma costiamo la metà. Questa è la funzione di Atesia. I volumi di lavoro sono crescenti e le prospettive anche. Il ricorso a forme di contratto precario come il co.co.co. si manifesta quindi nella sua doppia valenza. Da una parte abbatte il costo del lavoro dei lavoratori esternalizzati, dall’altra serve a ricattare i lavoratori garantiti ed ad erodere quindi anche i loro diritti.

Il co.co.co. in Atesia, nonostante quello che hanno concordato Azienda e sindacati firmatari, è semplicemente un mascheramento di un rapporto di subordinazione. Numerose sono le evidenze di ciò. In Atesia l’evidenza nasce dal fatto che i contratti proposti (li analizzeremo in seguito) con la nuova normativa sono contratti di subordinazione. La situazione è paradossale: continueremo a fare le stesse cose ma mentre prima eravamo collaboratori ora saremo subordinati. Altra evidenza del mascheramento della subordinazione ad opera di azienda e sindacati è la richiesta di firma di una liberatoria. In sostanza si chiede al lavoratore, come condizione vincolante (ricatto) per poter firmare uno dei nuovi contratti di subordinazione, la rinuncia a richiedere il riconoscimento della subordinazione stessa per il pregresso. Quindi quello che abbiamo fatto finora non era un lavoro subordinato ma da ora, semplicemente firmando, continuando a svolgere lo stesso lavoro saremo subordinati!!! Ulteriori evidenze sono le centinaia di vertenze fatte dai lavoratori verso Atesia, per il riconoscimento della subordinazione, che l’Azienda ha sempre chiuso con transazioni economiche.

Vita in Atesia

Adesso tenteremo brevemente di descrivere come effettivamente si svolge il lavoro all’interno di Atesia. Il collaboratore ha un orario da rispettare. Un turno all’interno del quale può scegliere liberamente se lavorare o meno. Se volesse lavorare in altri orari dovrebbe richiedere l’autorizzazione dagli assistenti di sala (ats). Generalmente si lavora 6 giorni su 7. Non esistono festività che chiudono l’azienda. Atesia, ovvero gli operatori di call-center, è attiva 24 ore al giorno per 365 giorni l’anno.

Come abbiamo già detto non è riconosciuto alcun pagamento per ferie o malattia. L’unico elemento di retribuzione è il contatto utile. Con questo si intende ogni attività (generalmente una telefonata ricevuta od effettuata) chiusa positivamente. La definizione dell’utilità del contatto è quella decisa dall’azienda sulla base della durata della chiamata o delle risposte ricevute dal cliente. In sostanza è un lavoro a cottimo. Il cottimo però è condizionato perché non è il lavoratore che decide quante chiamate effettuare o ricevere ma è l’azienda che decide i volumi di lavoro. In teoria un lavoratore potrebbe prestare il suo tempo (elemento vincolante della quantificazione della retribuzione secondo la Costituzione) e non ricevere nulla in cambio. La realtà non si discosta molto da questa ipotesi. Spesso, per logiche aziendali oscure, i volumi di lavoro sono bassi e si guadagnano anche meno di 10 euro lordi al giorno.

Quello che succede spesso è che a prescindere del volume generale del lavoro la distribuzione di esso non è equamente distribuita tra i lavoratori. Quello che avviene concretamente è che l’azienda ha la possibilità di dirottare un numero maggiore o minore di chiamate su un lavoratore anziché su un altro. Inoltre all’interno di un stessa commessa l’azienda può assegnare a suo piacimento una campagna migliore a chi preferisce. Ad esempio nelle outbound una telefonata per promuovere un servizio può essere pagata meno di quella per promuoverne un altro. Quindi due lavoratori che lavorano la stessa quantità di chiamate avranno guadagni differenti. E’ chiaro quindi il potere, che si spinge fino al ricatto, che l’azienda ha sui lavoratori per imporre determinati comportamenti. Altro che collaborazione! Il ricatto e l’intimidazione ha negli assistenti di sala (ats) i suoi principali esecutori. Nel posto di lavoro l’attività viene coordinata dagli ats, in realtà spesso a loro volta precari (un po’ la logica del kapò). In teoria, secondo il contratto, dovrebbero fungere da riferimento per il collaboratore per le problematiche inerenti allo svolgimento del lavoro. In pratica quello che avviene è che la loro principale attività è quella di controllo. In modi a volte anche autoritari impongono l’attività e le sue modalità di svolgimento.

Tornando alla retribuzione essa viene cambiata dall’azienda in modo unilaterale, anche retroattivamente. Vi sono situazioni limite che sembra paradossale non possano essere sanzionate nonostante siano state oggetto di interrogazioni parlamentari. Ad esempio nella campagna Tim Business, dedicata ai contratti di telefonia mobile aziendale, al lavoratore la telefonata di oltre 3 minuti viene pagata meno di quella che dura da 2 minuti e 40 fino a 3 minuti. Oltre all’evidente danno per l’utente, dato che necessariamente su indicazione aziendale si tenderà a “tagliare” i tempi della chiamata, risulta palese l’incostituzionalità di un pagamento che avviene in aperto contrasto con la norma di proporzionalità tra tempo e retribuzione.

Nelle campagne inbound la chiamata fino a 20 secondi non è pagata. L’assurdità della situazione è che invece il committente comunque paga Atesia[1]. Si lavora gratis!

Oltre a tutto ciò dovremmo segnalare l’assoluta mancaza di rispetto della Legge 626 sulla sicurezza sul lavoro. Come operatori lavoriamo costantemente di fronte a monitor che non sono a norma di legge. L’igiene del posto di lavoro è spesso scadente. L’impianto di condizionamento non è sufficiente, d’inverno fa freddo e d’estate fa caldo. La struttura stessa è fatiscente e presenta spesso pavimenti dissestati e controsoffitti cadenti. In concomitanza con la brutta stagione piove all’interno della struttura compromettendo la praticabilità di alcune postazioni. L’inquinamento acustico dovuto alla mancanza di insonorizzazione non permette di svolgere le normali mansioni di lavoro, compromettendo la salute stessa degli operatori. Gli strumenti tecnici forniti, necessari allo svolgimento della mansione (cuffietta e microfono), sono inadeguati e difficilmente reperibili.

Per quanto riguarda la rappresentanza sindacale essa in Atesia, per i collaboratori, è costituita da Rsa. Quindi i sindacati nominano ed impongono le rappresentanze senza che i lavoratori possano votare i propri rappresentanti. La situazione è costante: lavoratori a cui sono negati continuamente diritti, anche quelli sindacali.

Non possiamo fare a meno di constatare il fatto che Atesia in questi anni è cresciuta esponenzialmente mentre ha prodotto migliaia di lavoratori con guadagni infimi, nessuna garanzia, nessuna possibilità di assicurare a sé e alla propria famiglia un’esistenza libera e dignitosa.

[1] L’assoluta mancanza di trasparenza aziendale fa sì che non si conoscano i rapporti economici tra committenti ed Atesia. Quello che è certo dalle nostre conoscenze è che i margini di profitto sul lavoro degli operatori è enorme.


Tra queste, in particolare rivendichiamo:

1) Ripristino dei compensi abbassati nell’ultimo anno senza nessuna motivazione o rimodulazione degli stessi secondo criteri che rispettino e incentivino la condizione di lavoratore “a cottimo” .

2) Miglioramento delle condizioni dell’ambiente lavorativo ai sensi della legge 626/94

3) Sostituzione delle attuali tipologie contrattuali (Co.co.co e L.a.p. in scadenza 30/09/2005) con contratti a tempo indeterminato full-time o part-time

Questa iniziativa nasce dal crescente disagio di una classe lavorativa condannata al precariato, che assurto a sistema finisce col provocare una perdita d’identità sociale. In una realtà in cui destabilizzazione e timore di esporsi sono diventati tratti distintivi, continueremo a perorare con forza le nostre ragioni.


Lavoratori precari Atesia

Andrea Esposito 01.08.05 23:03| 
 |
Rispondi al commento

Grande Beppe!!!
Chi ti scrive è un gruppo numeroso di lavoratrici e lavoratori atipici di una società satellite dell'impero di Tronchetti Provera.
Nel tuo ultimo spettacolo abbiamo visto che stimi molto il tronchetto dell'infelicità, quindi ora ti scriviamo.
La società per la quale lavoriamo si chiama Atesia e, tra l'altro, presta assistenza telefonica a chi chiama il 119.
Dalla fine dello scorso anno, la società è stata inglobata da C.O.S. e da allora sono iniziati i problemi veri. Noi siamo soprattutto CO.CO.CO. e ci pagano in base alla durata della chiamata ricevuta ( una miseria!)
La primavera scorsa, nonostante il contratto non lo prevedesse, ci hanno obbligato a lavorare in outbound(ossia chiamare i clienti per affibiare loro servizi o promozioni).
"Io non lo voglio fare! il contratto non lo prevede!"
Risposta: "Non importa, lo dovete fare tutti"
Morale: o ti mangi la minestra o vai.
In questo frangente tra i lavoratori è sorto un collettivo chiamato "PrecariAtesia", che si è mosso contro le ancgherie aziendali. Sai beppe, guesto gruppo è nato perchè da noi il sindacato è fittizio, fa solo quello che gli dice l'azienda: "non siamo postini no siamo tenuti ne vogliamo portare la vostra voce all'azienda" Strazzullo Rosario SLC CGIL.
PrecariAtesia, invece, ha permesso di rialzare un po' i compensi, ha ottenuto che le outbound diventassero facoltative, questo ha provocato la preoccupazione sia del sindacato che dell'azienda (che oramai sono una cosa sola)
Poi è accaduto il patatrak!
Giovedì 21 luglo, più di 800 persone che si occupavano di campagne outboud sono state sospese per tutto il resto dell'estate, questo vuol dire niente soldi: noi non abbiamo diritto a ferie, malattie, 13°,14° praticamente se non lavoriamo non mangiamo.
Questa sospensione ha fatto muovere nuovamente recariatesia, che, il giorno seguente il, 22 luglio, ha organizzato un break collettivo per sensibilizzare i lavoratori e le lavoratrici su questo scempio. Alcuni sono passati per le postazioni di lavoro, invitando i colleghi a partecipare all'incontro. Molti di noi si sono alzati: possiamo fare come vogliamo dato che il nostro contratto non è di subordinazione, ma di collaborazione) fatto sta che 4 dei ragazzi di Precariatesia sono stati licenziati in tronco venerdì stesso, lasciando tutti o quasi noi operator impietriti,e in senso di protesta, siamo usciti fuori dall'azienda, tra le persone rimaste dentro c'erano anche alcuni sindacalisti, che hanno continuato a lavorare o a dire che "chi semina vento raccoglie tempesta". Quella sera si avvertiva un clima rivoluzionario, con carabinieri, stampa, avvocati,....siamo tutti nel pallone. Da quando è entrata C.O.S. Atesia applica la strategia del terrore. Ci puoi dare un consiglio per reinterùgrare i nostri amici? ci puoi aiutare a rendere visibile il problema? Possiamo avere da te qualche indirizzo o recapito di chi ci può ascoltare? Beppe, pur essendo sconvolti, siamo fiduciosi del tuo aiuto!
Grazie da migliaia di lavoratori

Gianna Lorenzi 01.08.05 22:59| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti

giovanni rossi 27.07.05 15:47| 
 |
Rispondi al commento

Salve Signor Grillo,
sono un suo grande ammiratore e le scrivo a proposito degli OGM.
Negli ultimi giorni lei ha scritto che coltivare la barbabietola da zucchero in Europa è dannoso per paesi come il Brasile, ma secondo me lo è solo e soltanto perché in Europa è proibito ogni approccio verso l'impiego di OGM.
Con le nuove tecnologie agrarie è possibile, in modo sano e controllato, sfruttare al meglio terreni oramai vecchi ed esausti, e non solo.
Si potrebbe a mio avviso rendere la barbabietola più resistente ad alte concentrazioni saline (di terreni vecchi), così da poterla coltivare in meno ettari di terreno e magari dedicare gli altri all'ecologia, riducendo così desertificazione e danni alle economie dei paesi più poveri.
Secondo me l'avversione tutta europea (e soprattutto italiana) verso gli OGM e le piante GM non fa altro che danneggiare le economie più a rischio e favorire le multinazionali americane, cinesi ed indiane che hanno pochi o nessun concorrente competitivo.
Circa due anni fa il presidente Bush ha ammonito l'Europa per il suo rifiuto verso gli OGM, perché così facendo reca enormi danni all'Africa, che non può coltivarli anche se non ha alternative perché l'Europa non è disposta a comprarli.
Grazie per la disponibilità, a presto.
Gabriele Rapone

Gabriele Rapone 27.07.05 13:17| 
 |
Rispondi al commento

voglio lanciare un appello a tutti gli internauti di questo blog,perche' vadano a visitarsi il sito ufficiale per la ricerca e lo sviluppo della fusione fredda:www.progettomeg.it/ffreddadelgiudice.htm.in questo momento in cui per colpa di questo c... di petrolio sta succedendo di tutto ,e'opportuno che tutti noi si sia a conoscenza dell'enorme sviluppo che ha avuto la ricerca nel settore sopracitato,ed e' altrettanto importante divulgarne la conoscenza al di fuori dei canoni tradizionali,ormai completamente occupati.Ciao a tutti

luciano cenci 26.07.05 18:50| 
 |
Rispondi al commento

UN CENTRO DI ASCOLTO SINDACALE

Mi capita sempre più spesso di venir contattato per avere consigli, suggerimenti o solamente per parlare della propria situazione lavorativa. Questo mi ha fatto capire che i lavoratori hanno bisogno di essere ascoltati e capiti.

In qualità di dirigente sindacale potrei essere certamente utile in questo, quindi, con il proposito di voler aiutare i lavoratori in difficoltà, metto a disposizione la mia mail andrea.maria.arrigo@gmail.com.

E' una sorta di "centro di ascolto sindacale", per scambiarci le opinioni, per trovare insieme le soluzioni.

Come ormai uso dire spesso:
Non abbiate paura di rispettare voi stessi.

Parliamone.

Andrea Maria Arrigo 26.07.05 11:13| 
 |
Rispondi al commento

@ Marco Baiocco il 20.07.05 17:10

GRAZIE

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 23.07.05 12:19| 
 |
Rispondi al commento

Avete visto la pubblicità del numero unico, quella dove ci sono i due tipi ossigneati coi baffoni? Ebbene non, ripeto non, è un numero telecom, infatti da nessuna parte compare il logo dell'operatore, benche i colori e la presenza del 12 e 412 lo faccia supporre!!! E costa quando un 144, quindi non chiamatelo!!! Allora, 12 e 412 cambieranno dall'autunno, come da piano di numerazione nazionale... ma ogni operatore avra' il suo "nuovo servizio 12", con numeri diversi a seconda dello stesso
Questi furboni hanno creato "il numero" e lo pubblicizzano ORA, muovendosi in grosso anticipo su telecom e altri operatori. State attenti.

Costi:
Da fisso:
12 cents di scatto alla risposta
+3 cents al secondo

Da Tim
15,49 cents di scatto alla risposta
+3,10 cents al secondo

Da Vodafone
15,49 cents di scatto alla risposta
+4,16 cents al secondo

Da Wind
Da Tim
15,00 cents di scatto alla risposta
+3,10 cents al secondo

Gabriele Porcu 22.07.05 08:20| 
 |
Rispondi al commento

L'ARROGANZA DELL'IGNORANTE

Parliamo dell'arroganza in senso lato, dell'arroganza a prescindere, gratuita. Quell'arroganza che, in genere, viene esercitata dai colleghi, spesso gerarchicamente più alti in grado di noi, quell'arroganza che offende con l'unico scopo di offendere: il mobbing.

Quando il capo ufficio o il responsabile della tua attività si permette di adottare comportamenti incivili, persecutori e, sicuramente, non professionali ed etici, allora avviene il mobbing.

Stiamo parlando di quel comportamento che comincia in modo subdolo e che poi si manifesta in tutto "il suo splendore", senza vergogna e ritegno. Scientemente.

Avete presente?

In genere è gente insoddisfatta di sè, del loro modo di condurre la propria vita, del loro lavoro, della loro famiglia. Gente che riversa le cattiverie subite in un lontano passato o in un presente continuo, sul prossimo. Sono persone che soffrono incomprensioni, amori perduti, promesse disattese, illusioni.

Ma, attenzione, non è gente che va compatita, ma compresa e istruita perchè ignorante.

Questa gente va fermata, deve essere messa in condizione di non nuocere più a nessuno, bisogna insegnar loro a vivere, perchè, evidentemente, non sanno vivere poichè non rispettano la vita del loro prossimo.

Come?

Dapprima cercando di riportarli sulla retta via, quella della ragione (che generalmente non trovano), e poi con i mezzi messi a disposizione dal Diritto del Lavoro.

Queste persone vanno denunciate al vostro avvocato del lavoro.

Non abbiate timore di intraprendere una vertenza legale contro chi non vi rispetta, non abbiate paura di denunciare il mancato rispetto dei vostri diritti solo perchè è accaduto in ambito lavorativo.

Denuncereste il ladro che vi entra in casa? O il conducente dell'auto che vi tampona provocandovi dei danni?

Bene, colui che esercita il mobbing è un ladro che vuole rubare la vostra integrità, è colui che vuole procurarvi dei danni psicologici e morali, per i quali sono previsti risarcimenti e multe.

Non abbiate paura di rispettare voi stessi.

Andrea Maria Arrigo 21.07.05 12:03| 
 |
Rispondi al commento

@ Elisabetta:

DOSSARE è un termine (molto brutto in verità) che deriva da D.O.S.: Denial Of Service, negazione del servizio, ed è un tipo di attacco ad un sito che impedisce allo stesso di essere visibile al pubblico. Tipicamente, sovraccaricando il sito stesso di richieste in modo che esso non riesca a rispondere alle richieste "reali".

Un tipo di attacco che non mi sembra sia tipico dei "potenti" (genericamente parlando), via...

Marco Baiocco 20.07.05 17:10| 
 |
Rispondi al commento

Esternalizzare ha anche un altro significato molto interessante.
Si parla di 'esternalizzazione del lavoro' per indicare un meccanismo con i quale un'azienda riesce a spostare parte del lavoro necessario alla produzione dei propri prodotti o servizi sulla clientela.
Ad esempio: un tempo che sembra molto lontano si poteva chiamare la compagnia telefonica, parlare con una persona e ottenere le informazioni desiderate. Oggi la persona che svolgeva quel lavoro e ci permetteva di ottenere quelle informazioni in un tempo rapido è stata sosituita da un centralino automatico. Il costo per l'azienda è diminuito e parte del lavoro per individuare le informazioni richieste è stato spostato sul cliente, con le consegueze di tempo perso, frustrazione, ecc. e con conseguenze molto più rilevanti, fra cui l'inquietante e progressivo confondersi delle figure del cliente e del lavoratore, del consumatore (fruitore) e del produttore.

Stefano Montani 20.07.05 10:35| 
 |
Rispondi al commento

Lo sapete quando ho scoperto che l’Italia sta andando male? Non guardando la borsa, ne’ le misere promesse berlusconiane mai mantenute e neppure la bocciatura dell’economia creativa da parte dell’EU. No.
Da quando anche persone trilingue e bi-laureati, con la moglie architetto con un pacchetto professionale Cad e 3D di pluriennale esperienza e incinta, diventano disoccupati. Da questo momento ho capito che l’Italia non va e per stare bene servono o le conoscenze giuste oppure una famiglia di provenienza quotata in borsa.
Capisco e apprezzo tante iniziative per far capire ai governanti che le cose non vanno, da un semplice sciopero che vuole alzare lo stipendio non a 60 ma a 90 euro. Capisco che alcuni occupati si preoccupano per il rinnovo delle loro tredicesime e quattordicesime, permessi malattia o TFR. Capisco e condivido. Ma siamo sempre noi che dobbiamo prendere la macchina e mettere gli ultimi dieci euro del mese di benzina per arrivare a fare il monitoraggio. Avete penalizzato solo noi poveri ancora più poveri di voi. Personalmente ho un contratto a progetto e prendo attorno agli 800 euro, non vi devo spiegare cosa vuol dire a progetto. Che oggi si lavora e domani forse. Che se vuoi un permesso oppure le ferie chiedilo a te stesso nei tuoi sogni estivi, tanto non vengono retribuiti. Mia moglie, libera professionista appena rimasta incinta, al 4°mese l’hanno buttata fuori dallo studio dove lavorava. Senza motivo, era anche lei a progetto. All’improvviso il progetto era finito. E’ vero che appena nasce il bimbo prende dallo stato 3000 euro ma fino al 9° mese bisogna svaligiare la pensione del nonno per arrivarci. Io riesco appena pagare l’affitto di 800 euro, quindi fatevi i conti. Certo possiamo scioperare, sciopero di fame, tanto siamo già li.
Da questo momento nostro e da migliaia altri simili momenti ho capito che Italia non va’.
Non voglio lamentarmi, anzi sono felice nel nostro piccolo. Voglio far notare che non sta male solo la classe operaia, ma anche la classe laureata con un pacchetto professionale molto alto.

Roman Malych 19.07.05 19:05| 
 |
Rispondi al commento

Per Lorenzo Ceri: ti ringrazio per la barzelletta (?) che hai pubblicato sul blog; è un'analisi puntuale della situazione italiana: l'associazione presso la quale lavoro (e visti gli orari, dovrei dire presso la quale vivo) è piena di supervisori, di direttori, di presidenti, di presidenti onorari, di coordinatori, di operatori a progetto e tanti altri fancazzisti... mai visti lavorare in vita mia. In compenso ci sono tantissimi operatori a progetto che lavorano con passione, oltre il loro orario lavorativo (nelle onlus, lo sfruttamento si chiama cittadinanza sociale), portando avanti dei progetti, che dati in mano ai signori suddetti, morirebbero sul nascere, anche perchè per lavorare con e nel disagio, sarebbe stato opportuno fossero scesi, almeno una volta nella loro vita, dalla torre d'avorio sulla quale dimorano.
Saluti a tutti.
massimo.

massimo tanzillo 19.07.05 17:12| 
 |
Rispondi al commento

P.s.: dimenticavo la cosa più bella: oggi ho chiesto un anticipo perchè non ho nemmeno più i soldi per fare benzina per recarmi al lavoro, mi hanno risposto che gli operatori a progetto devono capire le esigenze dell'associazione.
Trad.: O aspetti in silenzio e ti arrangi come puoi o ti licenziamo. Ripeto, questa è una delle migliori associazioni onlus del Sud-italia.

massimo tanzillo 19.07.05 15:43| 
 |
Rispondi al commento


Curriculum Vitae et studiorum.

Informazioni personali :
Cognome : Tanzillo
Nome: Massimo
Data di Nascita: 31/05/1977
Luogo di Nascita: Maddaloni (Ce)
Residenza: Acerra (prov. Na)
Via: Ponchielli n° 3
C.A.P.: 80011
Nazionalità: Italiana
Stato civile: Celibe
Telefono: 081/5203222
Cellulare: 3407928009

Istruzione e formazione (dalla più recente, con indicazione di altri corsi):

Titolo di studio: Laurea in Sociologia
Indirizzo: Comunicazioni e mass-media
Conseguito presso: Università degli studi di Napoli “Federico II”
Data: 12/12/2001
Titolo della Tesi: La sociologia di Pierre Bourdieu
Materia di Insegnamento: Storia del Pensiero Sociologico
Relatore: Prof. Orlando Lentini
Voto: 100/110

Diploma: I.T.I.S. “sp. Elettronica”
Conseguito presso l’ Istituto: “F. Giordani” di Caserta
Data: 1995/96
Voto: 37/60

Diploma: Informatica (E.C.D.L.)
Rilasciato da: A.I.C.A.
Conseguito presso: “S.M.S. Catullo” di Pomigliano d’Arco
Data: Giugno 2002

Esperienza Lavorativa:
• Operatore sociale per il progetto: “Fratello maggiore in discoteca”. Osservatorio sui nuovi stili di consumo. Legge 45/99. presso il Comune di Napoli. (ancora in corso).
• Intervistatore per il progetto “EUYOUPART” della fondazione “IARD”, titolo dei questionari: “I giovani e la democrazia”. Periodo: “Novembre/Dicembre 2004;
• Operatore sociale per il progetto “L’Isola che c’è” (Osservatorio sui nuovi stili di consumo), Ambito Territoriale n° 11. Periodo: Settembre 2004 (Tuttora in corso);
• Operatore sociale per il progetto “Ecstasy/ecstano” (Osservatorio sui nuovi stili di consumo), Comune capofila: Pomigliano D’Arco (Na). Periodo: Settembre 2004 (Tuttora in corso);
• Operatore sociale “Addetto alla sorveglianza” per il Centro di Prima Accoglienza (C.P.A.), progetto “Solaris”. Periodo Marzo 2004 (Tuttora in corso);
• Operatore Sociale presso ass. “Il Pioppo” (progetto PACI per il R.M.I. stanziato dalla Comunità Europea); Periodo Giugno/Dicembre 2002.
• Tirocinio presso A.S.L. NA4 di Pomigliano D’Arco (NA) Settore “Ufficio Relazioni con il Pubblico”, progetto “La Carta dei Servizi”; (Periodo Gennaio/Giugno 2002);.
• Volontariato presso la Comunità Terapeutica “Il Pioppo-Onlus” di Somma Vesuviana (Na). Progetto “follow up” (Raccolta dati utenza ed elaborazione statistica). Periodo: Giugno/Settembre 2002;
• Attività di volontariato presso il Centro Diurno “Time Out” di Somma Vesuviana (Na), per il progetto “Lo stato delle cose” (osservatorio sui nuovi stili di consumo tra i giovani). Periodo Maggio/Settembre 2003;
• Attività di volontariato (segretariato sociale) presso “Città sociale” dell’Associazione “Il Pioppo-Onlus” con sede a Napoli. Periodo: Gennaio 2001/Giugno 2002;
• Volontariato presso l’UDS dell’ospedale “S. Paolo” dell’ASL NA1. Periodo: Gennaio/Marzo 2003;
• Lavori saltuari.

Capacità e competenze personali:

Lingue Conosciute:
Lingue Scritto Parlato
Italiano Madrelingua Madrelingua
Inglese Scolastico Scolastico
Francese Buono Discreto


Capacità tecniche:
Utilizzo di strumenti informatici (livello di competenza):

Concetti di Base Buono
Gestione dei File Buono
Microsoft Word Ottimo
Excel Ottimo
Power point Ottimo
Access Buono
Outlook express Ottimo
Internet explorer Ottimo

Hobby e interessi:

Musica, lettura (pref. Saggistica), viaggi.

Patente:

Tipo: B (Automunito)


Pubblicazioni:

• “Lars von Triers e l’antiarte”. Sulla rivista on-line “Agli incroci dei venti”, (sito www.agliincrocideiventi.it) , Anno 2004;
• “Per non dimenticare la memoria”. Sulla rivista on-line “Agli incroci dei venti”, (sito www.agliincrocideiventi.it) , Anno 2004;
• “Riflessioni: Esiste l’11 Settembre?”. Sulla rivista on-line “Agli incroci dei venti”, (sito www.agliincrocideiventi.it) , Anno 2003;
• “Per una politica di prevenzione ed educazione al consumo”. Sulla rivista on-line “Agli incroci dei venti”, (sito www.agliincrocideiventi.it) , Anno 2003 e sulla rivista periodica: “Anagramma”: Espressione periodica del carcere a custodia attenuata LAURO (AV). Anno 2 n°3 settembre 2004.


Altro specificare:

• Attestato di partecipazione: Corso di formazione “Dipendenze e…. dintorni”. Ambito N 11, Comune Capofila: Camposanto. Ente gestore A.T.I., in collaborazione: Consorzio “Gesco”, Coop. “Città di Remo”, Associazione “Il Pioppo”;
• Attestato di partecipazione: “Cartello Nazionale: Non incarcerate il nostro crescere”. Conferenza per un progetto delle Regioni sulle dipendenze. Bologna, Palazzo dei Congressi 7 e 8 Febbraio 2005;
• Attestato di partecipazione: Convegno-Dibattito: Time Out: un modello di struttura intermedia risorsa del territorio. Presso la “Sala Siani”, Comunità Il Pioppo Somma Vesuviana (Na). 7 Ottobre 2004;
• Attestato di partecipazione: “Convegno Ambito 11 Prima annualità L. 328/00”. Valutazioni delle innovazioni introdotte a livello metodologico e riflessioni sulle linee di intervento future”. 9 Luglio 2004;
• Attestato di partecipazione: “Corso di in/formazione: “Abuso e maltrattamento sui minori”; Nola, Marzo-Aprile-Maggio 2004;
• Attestato di partecipazione: “Corso di in/formazione: “Mediazione del conflitto”; Nola, 19-26 Maggio 2004;
• Attestato di partecipazione: Seminario Regionale: “L’educazione tra pari e protagonismo giovanile”; Napoli, 30 Settembre 2004;
• Attestato di partecipazione: “Secondo rapporto sulla situazione del Servizio Sociale” presso l’aula Magna del Corso di Laurea in Scienze del Servizio Sociale”; Università “Federico II” Napoli. 27 Novembre 2003;
• Attestato di frequenza corso d’Inglese conseguito presso la “S.M.S. Catullo” di Pomigliano d’Arco (Na). Anno 2002.


Ai sensi della legge 675/96 autorizzo al trattamento dei miei dati personali.


Vi invio il mio curriculum (non aggiornato) per rispondere a chi consiglia ai precari di trovarsi un altro lavoro e per darvi un esempio di quella che è la realtà del sud-italia. Io ho ventotto anni e lavoro nel sociale dal 2002. Rispetto ai miei colleghi che hanno superato la trentina e che hanno un contratto nazionale, ho fatto molte più esperienze nel settore. Attualmente sono imputato su 4 progetti (un quinto non è ancora partito), questo significa che per l'associazione con la quale lavoro, forse qualcosina so pure fare. Non percepisco lo stipendio da Settembre 2004 e lavoro con la più grande onlus del sud italia e questo è il meglio che ho trovato, poichè in italia essere laureato in sociologia equivale ad avere quasi zero possibilità di inserimento lavorativo. Fate un pò voi.


massimo tanzillo 19.07.05 15:35| 
 |
Rispondi al commento

Da noi(come azienda funziona un pò così)chi non viene ritenuto più idoneo (chissà per quale motivo poi) viene "incaricato" all' estero, così gli tutelano il posto di lavoro!!!!
Mi pare giusto vero Grillo?

Andrea Pedaggio Commentatore in marcia al V2day 19.07.05 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Me lo spiegate che cosa c'entra il post del cd di marco conidi? Chissenefrega se esce! Levatelo!

Inca Zzato 18.07.05 17:51| 
 |
Rispondi al commento

Barzelletta (amara):
Una società italiana ed una giapponese decisero di sfidarsi annualmente in una gara di canoa, con equipaggio di otto uomini.
Entrambe le squadre si allenarono e quando arrivò il giorno della gara ciascuna squadra era al meglio della forma, ma i giapponesi vinsero con un vantaggio di oltre un chilometro. Dopo la sconfitta il morale della squadra italiana era a terra.
Il top management decise che si sarebbe dovuto vincere l'anno successivo e mise in piedi un gruppo di progetto per investigare il problema. Il gruppo di progetto scoprì dopo molte analisi che i giapponesi avevano sette uomini ai remi e uno che comandava, mentre la squadra italiana aveva un uomo che remava e sette che comandavano. In questa situazione di crisi il management diede una chiara prova di capacità gestionale: ingaggiò immediatamente una società di consulenza per investigare la struttura della squadra italiana.
Dopo molti mesi di duro lavoro, gli esperti giunsero alla conclusione che nella squadra c'erano troppe persone a comandare e troppe poche a remare. Con il supporto del rapporto degli esperti fu deciso di cambiare immediatamente la struttura della squadra. Ora ci sarebbero stati quattro comandanti, due supervisori dei comandanti, un capo dei supervisori e uno ai remi. Inoltre si introdusse una serie di punti per ampliare il suo ambito lavorativo e dargli più responsabilità.
L'anno dopo i giapponesi vinsero con un vantaggio di due chilometri. La società italiana licenziò immediatamente il rematore a causa degli scarsi risultati ottenuti sul lavoro, ma nonostante ciò pagò un bonus al gruppo di comando come ricompensa per il grande impegno che la squadra aveva dimostrato. La società di consulenza preparò una nuova analisi, dove si dimostrò che era stata scelta la giusta tattica, che anche la motivazione era buona, ma che il materiale usato doveva essere migliorato.
Al momento la società italiana è impegnata a progettare una nuova canoa.

Lorenzo Ceri 18.07.05 17:17| 
 |
Rispondi al commento

pensare che i posti statali sono stati messi a punto dopo la guerra per dar lavoro a lla gnete che non lo trovava....POCO LAVORO = POCO STIPENDIO e in parallelo pensione dopo 15/20 anni di lavoro.....

poi pero sono rimasti il poco lavoro, i 15/20 per la pensione ma lo stipendio si e' adeguato allo standard....

per fortuna che anni fa i nostri governanti hanno pensato bene di eliminare le pensioni baby le quali per molti anni erano state serbatoi di voti

ivana iorio 18.07.05 17:10| 
 |
Rispondi al commento

x Alberto Giuliari
visto che lavori in un inferno xche' non cambi lavoro?

VINCENZO PETTINATO 18.07.05 16:55| 
 |
Rispondi al commento

Certo che se fosse così semplice, studiare, fare i concorsi e pure vincerli, ora ognuno avrebbe un posto di lavoro certamente più sicuro di un posto privato.
Siete tutti bravi a generalizzare, e magari avete già un bel posto fisso dal quale nessuno vi caccerà mai.
Io ho 25 anni e trovare oggi un posto di lavoro dove la retribuzione sia adeguata alle ore laviìorative è un impresa titanica.
E poi I GRANDI GENI HANNO DATO "VITA" AL CONTRATTO A PROGETTO, BELLO, ANZI DIREI FAVOLOSO, NON TI RICONOSCONO UN EMERITO C....O, LE FERIE NON TE LE PAGANO CHE BELLO EH?!?!?
Scusate il termine colorito, ma queste cose mi fanno veramente incazzare.

Alessandra Ceci 18.07.05 16:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe e cari tutti, oltre a www.esternalizzati.it potete trovare informazioni interessanti anche su http://www.snatertim.it, http://www.snatertlc.it e http://www.snater.it.

Il sindacato nazionale autonomo per i dipententi delle telecomunicazioni e radiotelevisioni.

SNATER (inizialmente costituitosi in RAI e successivamente in TELESPAZIO, aziende nelle quali è divenuto organismo maggioritario, e come tale firmatario di CCL) si è gradualmente affermato, sin dal 1986, nel settore dei servizi di TLC, ed è oggi presente in Telecom Italia e TIM, qualificandosi per il suo diretto rapporto con i lavoratori e denunciando sempre con rigore le criticità dei vari accordi sottoscritti da CGIL-CISL-UIL.

Molti di questi accordi, come abbiamo sempre verificato, hanno prodotto un progressivo indebolimento dell'assetto economico - normativo dei lavoratori e limitato fortemente il campo dei loro diritti. Si è avviato così un processo caratterizzato dalla caduta del reddito, dalla deprofessionalizzazione, dalle varie flessibilità e, cosa gravissima, dalla restrizione del campo dei diritti.

Contestualmente si è voluto diffondere nel mondo del lavoro, attraverso i mass media, l'idea della ineluttabilità di una fase economica in cui le trasformazioni imposte dagli interessi dei potentati economici dovevano essere caricati sulla parte più debole del paese: i lavoratori dominati dai sindacati - istituzione.

Le grandi lotte degli anni '70 per i Diritti, la Qualità del Lavoro, la Dignità dei lavoratori, hanno così subito un pesante rivolgimento impoverendo il movimento dei lavoratori, indebolito oltremodo da un meccanismo a catena causato dalla disaffezione e dal risentimento verso il sindacato.

La perdita di identità dei lavoratori "come classe", il recedere dall'esercizio dei diritti, poteva produrre solo la debolezza contrattuale e, conseguentemente, la caduta della centralità del valore etico del lavoro. Si è voluto così smontare, pezzo dopo pezzo, tutto l'architrave di un ordine costruito in decenni di grandi lotte e sacrifici.

Oggi, anche nel Gruppo Telecom, la vita lavorativa si è molto degradata:
a) assistiamo ad un quotidiano rafforzamento dei rapporti gerarchici;
b) assistiamo al tentativo di dominio dei gruppi gerarchicamente più forti, depositari di privilegi immotivati, pieni di burocrazia aziendale stracarica di inefficienza ed arroganza. Tutto questo avallato dai vertici di CGIL-CISL-UIL.

A nostro modo di vedere tale situazione può essere combattuta ricollocando il lavoro ed i lavoratori al centro delle scelte future. A tale scopo e con grande determinazione sta operando la nostra organizzazione orgogliosa della propria identità di laboratorio formato da culture, sensibilità ed esperienze sindacali distinte tra loro ma capaci d'integrarsi e produrre una progettualità estremamente concreta, utilizzando gli originali valori del mondo del lavoro: solidarietà, rispetto dei diritti, dignità del lavoro e dei lavoratori.

Andrea Maria Arrigo 18.07.05 16:32| 
 |
Rispondi al commento

Ma se volete un posto pubblico andate a prendervelo: studiate, fate i concorsi e vinceteli e poi cercate di sopravvivere con quello che vi danno... .

insomma tra un posto statale e un posto in una attivita' privata, col rischio che da un giorno all'altro la ditta chiude..c'e una bella differenza.....lasciando perdere quello che si racconta in giro per competitivita e orari di lavoro....io penso che tutto sommato non dovete lamentarvi del vostro posto e rendetevi conto che un po' di fortuna la possedete

ivana iorio 18.07.05 16:14| 
 |
Rispondi al commento

"Esternalizzare" è una di quelle parole nuove inventate per nascondere; se ne inventano sempre di più, magari in inglese, così si capisce ancora meno.
Per altro verso, al TG1 e TG2 mi tocca sentir dire che centinaia di lavoratori sono stati "messi in libertà", invece che "licenziati".
Non c'è bisogno di mentire, basta colorare la realtà, stiracchiarla. La verità è quella famosa coperta sempre troppo corta, e questi ci si vogliono coprire testa e piedi a nostre spese.

Resistiamo.

andrea pagliarani 18.07.05 14:54| 
 |
Rispondi al commento

Marco Conidi "nuvole e regole"

MARCO CONIDI

VENERDI 15 LUGLIO ESCE NEI NEGOZI

IL NUOVO ALBUM “NUVOLE E REGOLE”

Da venerdì 15 luglio sarà in vendita nei negozi il nuovo album di Marco Conidi dal titolo “Nuvole e regole” (etichetta Yorpikus Records).

Dopo quattro anni di assenza Marco Conidi torna sul mercato discografico con un album prodotto da Massimo Ionta che contiene 14 brani e 3 bonus tracks tutti firmati dal cantautore romano.

“Nuvole e regole” è il sesto disco della sua carriera e segna la raggiunta maturità artistica: il clima marcatamente rock dell’album viene addolcito da alcune pregevoli ballads.

In “Nuvole e regole” il cantautore romano ha ospitato: Gianmarco Tognazzi che interviene con un monologo nel brano “Le stagioni delle assenze”, Sergio Cammariere al pianoforte nel pezzo “L’amore che viene” e i Flamino Maphia che firmano il remix di “Il mondo non è colpa mia”.

Questa la track list di “Nuvole e regole”: “A proposito di me” – “L’identità” – “Fine indecente” – “Curve di campagna” – “Il mondo non è colpa mia” – “Ruvida e fragile” – “Le stagioni delle assenze” – “Vino rosso e candele” – “L’amore che viene” “Da sola” – “Oggi sono diventato grande” – “Cassetti promettenti” – “L’altro” - “Parole che”. Bonus tracks: “Il mondo non è colpa mia” (feat. Flaminio Maphia), “I desideri che non ho”, “Oggi sono diventato grande” (videoclip).

www.marcoconidi.com


ROCCO PALADINO 18.07.05 14:51| 
 |
Rispondi al commento

ringrazio da parte di tutti i dipendendenti pubblici per le carinerie che ci vengono inviate da chi posta su questo blog... qualcuno propone addirittura di abbassarci lo stipendio... veramente non sapete di cosa parlate.
Ma se volete un posto pubblico andate a prendervelo: studiate, fate i concorsi e vinceteli e poi cercate di sopravvivere con quello che vi danno...

alberto giuliari 18.07.05 14:20| 
 |
Rispondi al commento

CIAO A TUTTI, SONO A DIRVI CHE LA PENSO ESATTAMENTE COME STEFANO CREMA.
LA CINA INTERESSA SOLO AI NS. TVONCHETTI PVOVEVA PER PRODURRE AD NULLA E VENDERE A PREZZI OCCIDENTALI.
A VOLTE LE COSE SONO DI UNA SEMPLICITA' E CHIAREZZA CHE AL POSTO DI RAVANARSI LA TESTA IN "ALTI" PENSIERI DIREI CHE OGNUNO DI NOI DOVREBBE AVERE PIU' ETICA NELLA VITA

VINCENZO PETTINATO 18.07.05 12:25| 
 |
Rispondi al commento

A me esternalizzato fa venire in mente termini come espettorato cioè catarro sputato fuori.
Ed è in fondo quello che diventi per l'azienda quando non gli servi più, anche se sei tu l'artefice dei suoi "guadagni", per gli imprenditori e per i consigli di amministrazione diventi solo qualcosa da sputare fuori dall'azienda.

Stefano

Stefano Crema 18.07.05 11:57| 
 |
Rispondi al commento

luca vai tu a fare concorrenza ai cinesi a spalare merda tutto il giorno per una ciotola di riso, ma chi cazzo l'ha detto che dobbiamo fare concorrenza ai cinesi , chi l'ha detto, è una scusa per chiudere le aziende qui e spostarle la ma non per essere competitivi ma solo per guadagnare di più subito....

Svegliatevi !!!

Stefano

Stefano Crema 18.07.05 11:50| 
 |
Rispondi al commento

e pensare che se vai a chiedere 5.000 euro in banca per aumentare il fido fanno fatica a darteli...e c'e chi si puo' permettere di buttare via miliardi..e sono sicura che se chiedi a queste persone 10 euro ti diranno che non li hanno perche la situazione mondiale ecc ecc ecc

comunque i governanti vedono sanno ma non fann nulla...figurati poi in questi momenti di campagna elettorale se hanno in testa il bene dell'italia.

ivana iorio 18.07.05 10:34| 
 |
Rispondi al commento

poi bisogna lasciare da parte manager ( di sicuro laureato) tipo quello che ha inventato quella cretinata di pubblicita 892892...minimo sara costata un milione di euro tra attori regista comparse, struttura, guadagni e spese pubblicitarie , perche ci devono martellare con questa pubblicita' ?...addirittura lo hanno fatto tre volte in una interruzione pubblicitaria...bastava solo mettere un disco automatico che in risposta al 412 diceva che il numero era cambiato...e con la somma risparmiata pagavi di piu' i dipendenti invece di arrichhire le casse rai e mediaset....ma proprio bisognava buttare via quei soldi ?

ivana iorio 18.07.05 10:30| 
 |
Rispondi al commento

lucio g.....certo che la dobbiamo affrontare e tra pochissimo...io una soluzione veloce l'avrei....eliminare il valore del diploma e laurea...partire da zero nel mercato lavorativo e chi ha le capacita farlo crescere..pagare meglio che deve fare lavori manuali e umili e un pochino meno chi fa lavori di ufficio, pagare molto meno gli statali o chi ha la sicurezza del posto......poi ci sarebbe da continuare con gli alti livelli e politici ecc ecc..rimandiamo......manca poco a qualche casino dormiente lavorativo

ivana iorio 18.07.05 10:22| 
 |
Rispondi al commento

Credo che in giro ci sia una disinformazione mostruosa. Si continua a parlare di tassi molto bassi di disoccupazione ma non si guarda affatto a che tipo di lavoro viene fatto e da chi. mi pongo questa domanda: se il lavoro c'è, come dicono, come è possibile che colleghi ingegneri sono in giro da mesi alla ricerca di lavoro? i giovani laureati in generale, sono fuori da ogni possibilità di assunzione, perchè il lavoro qualificato non è più richiesto, a parte certe figure di specialisti con un'esperienza pluriennale. e dunque i giovani laureati sono fuori da tutti i giochi! Io oggi sono fortunato perchè lavoro (sono ingegnere anch'io), ma non ho prospettive, ho un contratto a p.IVA già scaduto e rinnovato solo verbalmente. Qual è il nostro futuro? Davvero qualcuno pensa che così ripartirà l'economia italiana?

Gerry C. 18.07.05 10:17| 
 |
Rispondi al commento

bravo Luca Colzani,
hai messo il dito nella piaga.
E chi ha paura di sollevare un vespaio non fa altro che rimandare una questione che prima o poi dovremo affrontare.

Lucio G 18.07.05 10:01| 
 |
Rispondi al commento

.....come si fa a "farsi sentire" in questa società di "struzzi" che infolano la testa sotto la sabbia per non "vedere" gli ex compagni, colleghi ed amici "esternalizzati" che ti camminano a fianco ormai come delle ombre ?....

Ditemelo che sono disposto anche ad imbracciare il fucile......

bruno 18.07.05 09:54| 
 |
Rispondi al commento

luca colzani sarebbe un bel discorso da fare...ma creeremmo un vespaio

ivana iorio 18.07.05 09:47| 
 |
Rispondi al commento

E'INUTILE CHE CONTINUIAMO A LAMENTARCI, NON E' UNA QUESTIONE DI IMPRENDITORI BRAVI O NON, OGGI LE IMPRESE SONO SEMPRE PU' PRESE PER IL COLLO, C'E' UNA CRISI PAZZESCA DOVUTA ANCHE ALLE SPESE TROPPO ALTE CHE UN'AZIENDA DEVE SOSTENERE NON ULTIMO QUELLA DEI DIPENDENTI.
IN PIU' METTIAMOCI CHE NOI ITALIANI NON E' CHE DI VOGLIA O FAME NE ABBIAMO TANTISSIMA, SI SPERA SEMPRE CHE CI SIA QUELLO VICINO A NOI CHE LAVORA ANCHE PER NOI....NON POSSIAMO COMPETER COSI' CON LA CINA, QUELLI HANNO FAME, COME CE L'AVEVAMO NOI NEL DOPOGUERRA, LO SI VEDE ANCHE CON I CINESI CHE LAVORANO QUI DA NOI.
SIAMO DIVENTATI TUTTI CON LA PUZZA SOTTO IL NASO E PERTENDIAMO SEMPRE TROPPO ANCHE QUANDO NON E' IL MOMENTO.
VI FACCIO UN ESEMPIO? NELA MIA ZONA, IN BRIANZA, C'E' UN'AZIENDA MOLTO GRANDE CHE STAMPA PLASTICHE DI OGNI GENERE, E' UN AZIENDA MOLTO SANA CON UN SACCO DI LAVORO, BENE SONO IN TUTTO 400 DIPENDENTI IN PRODUZIONE CIRCA 300. INDOVINATE QUANTI ITALIANI CI SONO? 90, 90 SU 300 E SAPETE PERCHE? PERCHE' SI PRODUCE A TURNI QUINDI IL NOSTRO ITALIANO FIGHETTINO NON PUO' FARLI.
COSI' NON ARRIVIAMO DA NESSUNA PARTE

luca colzani 18.07.05 09:04| 
 |
Rispondi al commento

Di supercazzole ormai ne abbiamo piene le scatole tutti.
Bisogna tornare al nocciolo delle questioni al cuore e motore propulsore di ogni attività umana.
Se al centro si tutto ci lasci il "massimo profitto" qualsiasi cosa sarà giustificata e giustificabile.
Se al centro di tutto ci metti finalmente l'uomo
con i suoi diritti e doveri con le sue necessità e i suoi bisogni primari, tuttto cambia e tutto riprende un senso, bisogna togliere potere alle banche alle borse ai bastardi come il berlusca e il tronchetto dell'infelicità, ai nostri politici corrotti.

Stefano

stefano crema 18.07.05 00:49| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo con le paure per l'esternalizizzazione che spesso significa spostare tanti lavoratori da una azienda più grande, con sindacati più forti e visibili ad una più piccola che cambia spesso ragione sociale fino a scomparire.
Eppure c'è un'altra riflessione. In Italia, specialmente nel Sud c'è tanta gente che non lavora. Assenteismo o scarso impegno fanno si che aziende che potrebbero esistere non hanno mercato. La mia azienda ha esternalizzato le pulizie ma i precari che lavorano stanno sempre con le mani in mano. Non sarebbe il caso che, dove ci sono, i sindacati pensino alla produttività isolando coloro che non fanno nulla e quindi minacciano tutti gli altri lavoratori?
Pietro

Pietro Marmo 17.07.05 23:50| 
 |
Rispondi al commento

Questa sì che è flessibilità!

Nicola Mosti 17.07.05 15:19| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo con alcune cose che dice VINCENZO TANA anche se la mia posizione è molto più bonaria della sua nei confronti di Beppe. Dove mi associo con Vincenzo è sul punto che qui si sente l'esigenza di un dialogo PIU' STRETTO con Grillo, e nel mio post delle 11.55 proponevo alcune variazioni al blog che andavano in questo senso. Che Grillo voglia farci camminare con i nostri piedi, o che voglia liberarsi di noi, io personalmente credo che la sua presenza nel blog dovrebbe farsi nei limiti del possibile PIU' FORTE. Beppe lo sa, e lo ha detto tante volte, che si è tuffato in un'avventura di cui fatica a vedere gli sviluppi futuri. Credo che voglia e sappia assumersene la responsabilità. Non pretendiamo il martirio, giammai, ma quasi tutti ci aspettiamo un dialogo più stretto già sul blog.
Ciao a tutti.

Luca Rinaldoni 17.07.05 13:05| 
 |
Rispondi al commento

si parla tanto di imporre dazi doganali contro i prodotti cinesi...
considerato che il problema, secondo me, non sono i poveri cinesi che vengono in italia a vendere i loro prodotti, ma bensì i ricchi imprenditori italiani che vanno a produrre in cina, per poi rivendere in italia...
Perchè non imporre una tassazione maggiorata, o per esempio non togliere l'IRAP, a tutti quegli impreditori che non hanno in italia i loro stabilimenti.
Parliamone...

Cesare Della Sala 17.07.05 12:06| 
 |
Rispondi al commento

Certo che se hai bisogno di antidepressivi ed ansiolitici.....
... leggi questo e schiatti direttamente!!

Marco Sitzia 17.07.05 11:20| 
 |
Rispondi al commento

LEGGETE QUI E MEDITATE..MEDITATE SU QUANTO C'E' LO METTONO IN QUEL POSTO..!!!!!!!!!!

www.disinformazione.it/costofarmaci.htm

CAPITO..??????????

CIAO

sandro gozzi 17.07.05 10:00| 
 |
Rispondi al commento

continui ad insultarmi e a darmi del fascista...
sei la schiava perfetta del Bankiere e del suo signoraggio. gli fai pure il lavoro sporco, ossia ostacolare, per banale ideologia politica, chi cerca di svegliare il prossimo...
ah si, dimenticavo: x Maria Adele Del Vecchio

Guglielm De Gugliemini 17.07.05 01:19| 
 |
Rispondi al commento

"Fin dove arrivera' bandana ed il suo mucchio selvaggio?

Quanto costera' questo governo in termini di soldi e soprattutto di cervelli alle persone buone ed oneste che con orgoglio si dicono ITALIANI?"

NON PIU' DI QUANTO SIANO COSTATI BAFFETTO ED IL COMPAGNO DI MERENDE CICLISTA.

Marco Sitzia 16.07.05 23:30| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di "esternalizzati"...

Ho letto ora la lettera che Carlo Rubbia ha scritto a Repubblica. Considerando cosa e' poi successo, ossia la sua ESTERNALIZZAZIONE, mi chiedo se poi, alla fin fine, il metodo dei Kamikaze iracheni non sia il modo che ormai rimane per ripulire questa povera Italia.

Scusate se ho esagerato, ma alla luce dei fatti, di fronte alla violenza, al bullismo, alla prosopopea ed alla cosi' profonda stupidita' ed ignoranza di chi tiene le redini ormai marce di questa nazione, non riesco piu' ad avere pensieri civili ed onesti.

Fin dove arrivera' bandana ed il suo mucchio selvaggio?

Quanto costera' questo governo in termini di soldi e soprattutto di cervelli alle persone buone ed oneste che con orgoglio si dicono ITALIANI?

Scusate ancora le mie esternazioni....

Aldo

Aldo Ungarelli 16.07.05 23:14| 
 |
Rispondi al commento

Ho tanta paura per come sta andando l'Italia. Riuscirà la mia fidanzata a trovare un lavoro fisso? Riusciremo a comprare una casa, indebitandoci forse per il resto dei nostri giorni ed a sposarci? Che futuro avranno i nostri figli?
Ma si dai, ho scritto tante frasi fatte fino ad ora, ma la mia paura purtroppo è reale.

Saluti a tutti.

Fausto Renzetti 16.07.05 22:28| 
 |
Rispondi al commento

Scusate il solito OT, ma la seguente lettura mi ha shoccato:
http://www.aljazira.it/index.php?option=content&task=view&id=619&Itemid=

Firmata da Blondet, parla dell'Iraq

Saluti

Alessandro Tufi 16.07.05 22:14| 
 |
Rispondi al commento

sono di nuovo in accordo con beppe

carlo gatti 16.07.05 21:58| 
 |
Rispondi al commento

W TELE 2

Tele2 ADSL Il disservizio e' pronto
in ADSL
Parafrasando lo slogan di Tele2 viene naturale sostituire al risparmio il disservizio. Dal 3 Marzo e’ attivo il mio contratto, con navigazione a singhiozzo, ping altissimi e periodi di bassa marea molto prolungati (quando c’e’ la bassa marea e’ impossibile navigare e si attende…).

Dal 23 scorso, martedi’, una novita’ sostanziale: la connessione non funziona piu’. Errore 650 e’ il responso di Windows 98 (per gli utenti di XP il numero magico e’ il 719). Grazie all’ADSL dell’ufficio apprendo prima che l’errore e’ un sintono di problemi di rete indipendenti dalla mia linea. Girando per gli avvisi di Tele2 ADSL apprendo poi che proprio dal 23 Marzo il servizio e’ sospeso per molti utenti (tutti?) a causa di un problema dei server di Tele2. Il problema, causa individuata dei problemi di latenza, navigazione lenta, ecc., dovrebbe essere ricolto, cosi’ dice l’avviso, entro il venerdi’.

Chiamo mercoledi’ il servizio clienti Tele2 con Voi. Mi risponde, dopo 8 minuti di attesa ( chiamata a mio carico), un ragazzo straniero che non sapeva assolutamente parlare in italiano. Il poverino si limitava a rispondere una parola una ad ogni mia domanda, tra l’altro a bassa voce, forse per paura di sbagliare? Ma come le fanno le selezioni per questi call center? Se non si e’ in grado di comunicare ti mettono a rispondere al telefono? Non ho parole!!!

Provo ogni giorno, venerdi’ incluso, ma non ci sono segni di vita. Riprovo sabato: niente! A questo punto chiamo il servizio assistenza tecnica, 848 99 1099. Il gentile call center risponde dopo 6 minuti di attesa che il problema verra’ risolto entro la giornata e di richiamare per una segnalazione del guasto nel caso domenica il problema fosse ancora manifesto.

Ahime domenica, oggi, il problema non e’ stato risolto. Altra chiamata al call center, altra attesa, altra risposta che il problema annunciato martedi’ non e’ stato ancora risolto. Su mia insistenza due sono gli scenari che mi vengono ipotizzati. 1- Il mio e’ riconducibile al problema di carattere generale che attanaglia tutti gli utenti Tele2: in questo caso in poco tempo tutto verra’ risolto e dovrei poter riprendere le navigazioni senza piu’ crisi tecniche. 2- Il guasto e’ solo mio (la portante non e’ mai venuta meno) e in tal caso, girata la segnalazione a Telecom Italia, Tele2 stima la risoluzione in 10 giorni circa.

Morale della puntata (di questo passo devo farne una categoria dedicata…il contratto scadra’ il 3 marzo 2005!!) odierna: diffidare dai call center che ti tengo in linea ore, diffidare dai call center senza numero verde, diffidare dagli avvisi che non vengono rispettati, diffidare da Tele2 ADSL.


la giusta informazione 16.07.05 21:58| 
 |
Rispondi al commento

sei un mito beppe...

vanni bonfiglioli 16.07.05 21:51| 
 |
Rispondi al commento

....ma su questo blog non ci passa nessuno che deve lavorare per continuare a vivere???

diego mussi 16.07.05 21:17| 
 |
Rispondi al commento

Aiutatemi a tirar sù un paio di voti quì: http://www.bed-and-breakfast.it/vota.cfm?ID=507

Grazie a tutti ;-))

Gigi Sitzia 16.07.05 21:13| 
 |
Rispondi al commento

Hahaha Guido la Vespa

"La forza di un sogno: levarcelo dai coglioni"

forte il sito www.berluscastop.it

Rosario Pisanò 16.07.05 21:04| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,

Ancora una volta sei riuscito a mettere in luce un fenomeno abbastanza nuovo e sempre più diffuso nell'economia privata. Ho avuto modo di conoscere personalmente alcuni di questi esternalizzati qui in Svizzera. I pochi più intraprendenti hanno successo e guardano indietro ringraziando la ditta che li ha in questo modo aiutati a migliorarsi, ma la maggior parte vede il loro standard di vita scendere e rimanere basso. In genere, l'esternalizzazione è appunto un modo per ridurre lo staff senza troppo farsi notare come ditta che licenzia.

Fabio Guadagnuolo 16.07.05 20:54| 
 |
Rispondi al commento

ciao Maria Adele,mi dispiace x cio' che ti è successo.....mi sa che in questi giorni siamo incazzati in parecchi! Bruno ciao anche a te ti ho risposto nel blog....minchia mi continuano a martellare!!!!ma che ho fatto di male?????NON SONO UN TERRORISTA NE UN SOVVERSIVO.ROMPETE LE PALLE AI DELINQUENTI VERI!!!GRAZIE e fanculo

Crhistian Fufu' 16.07.05 20:53| 
 |
Rispondi al commento

Ma sono le NOVE !!!
BEPPPPE CI SEI !!!

emiliano nardecchia 16.07.05 20:50| 
 |
Rispondi al commento

caxxo caxxo caxxo mi hanno bucato!!!!!!Ricca spybot x certi vermozzi non serve a una sega!!!!!ci vogliono programmi + seri.....caxxo ancora!

Crhistian Fufu' 16.07.05 20:49| 
 |
Rispondi al commento

"The Child is father of the Man;
And I could wish my days to be
Bound each to each by natural piety."


William Wordsworth (1770-1850)

Buon proseguimento a tutti ciao

Riccardo Simiele 16.07.05 20:42| 
 |
Rispondi al commento

Per fermare i dialer c'è il software stop dialer e per fermare il cavalliere nano c'è il sito http://www.berluscastop.it/

P.S. O forse ci vuole rider quello per le zanzare

Guido la Vespa 16.07.05 20:36| 
 |
Rispondi al commento

Maria Adele, certe canzoni fondamentali le conosco a memoria. Se a qualcuno danno fastidio certi esibizionismi forzati, non significa che voglia uccidere o tantomeno odiare quelli con gusti sessuali alternativi al suo. E BASTA!

Riccardo Simiele 16.07.05 20:34| 
 |
Rispondi al commento

X Tutti

Questa va meglio? Tanto oggi è andata così. Esternalizziamo STA MINCHIA!!!!

BATTIATO - LA CURA

Ti proteggerò dalle paure delle ipocondrie,
dai turbamenti che da oggi incontrerai per la tua via.
Dalle ingiustizie e dagli inganni del tuo tempo,
dai fallimenti che per tua natura normalmente attirerai.
Ti solleverò dai dolori e dai tuoi sbalzi d'umore,
dalle ossessioni delle tue manie.
Supererò le correnti gravitazionali,
lo spazio e la luce
per non farti invecchiare.
E guarirai da tutte le malattie,
perché sei un essere speciale,
ed io, avrò cura di te.

Vagavo per i campi del Tennessee
(come vi ero arrivato, chissà).
Non hai fiori bianchi per me?
Più veloci di aquile i miei sogni
attraversano il mare.

Ti porterò soprattutto il silenzio e la pazienza.
Percorreremo assieme le vie che portano all'essenza.
I profumi d'amore inebrieranno i nostri corpi,
la bonaccia d'agosto non calmerà i nostri sensi.
Tesserò i tuoi capelli come trame di un canto.
Conosco le leggi del mondo, e te ne farò dono.
Supererò le correnti gravitazionali,
lo spazio e la luce per non farti invecchiare.
TI salverò da ogni malinconia,
perché sei un essere speciale ed io avrò cura di te...
io sì, che avrò cura di te.

Riccardo Simiele 16.07.05 20:29| 
 |
Rispondi al commento

x Marina Torni

Sì, e chi la prende nel c...o è il mio amico che rimane senza casa e senza quattrini.

;-((

Marco Cagliari 16.07.05 20:28| 
 |
Rispondi al commento

OFF TOPIC COSTO DEI FARMACI:

LEGGETE UN PO' QUI'!!!!!!!!!!!!!!!!!!1

www.disinformazione.it/costofarmaci.htm


FURBETTI VERO..!!

CIAO

SANDRO GOZZI 16.07.05 20:18| 
 |
Rispondi al commento

"Se hai la linea adsl il dialer non funziona e se hai la 56k sei antico ma pui installare un software gratuito che si chiama stop dialer"

- - - - - - - - - - - - - -

Grazie, ma io non ho problemi di dialer, mi inca**o per chi potrebbe cascarci ancora però...

Marco Guarnieri 16.07.05 20:16| 
 |
Rispondi al commento

E sti cazzi della moglie! Che la doveva tenere in cucina a lavare i piatti?

Riccardo Simiele 16.07.05 20:08| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di dialer (e scusate l'ot), io trovo che arricchirsi sfruttando l'inesperienza e la buona fede della gente sia VERGOGNOSO, ma quand'è che arresteranno queste wanna marchi telematiche?!

Postato da: Marco Guarnieri il 16.07.05 19:57

Se hai la linea adsl il dialer non funziona e se hai la 56k sei antico ma pui installare un software gratuito che si chiama stop dialer

Egidio Ambrosoli 16.07.05 20:08| 
 |
Rispondi al commento

Ascoltate un pò di musica buona e rilassatevi

GIORGIO GABER - LA RAZZA IN ESTINZIONE

Non mi piace la finta allegria
non sopporto neanche le cene in compagnia
e coi giovani sono intransigente
di certe mode, canzoni e trasgressioni
non me ne frega niente.
E sono anche un po' annoiato
da chi ci fa la morale
ed esalta come sacra la vita coniugale
e poi ci sono i gay che han tutte le ragioni
ma io non riesco a tollerare
le loro esibizioni.

Non mi piace chi è troppo solidale
e fa il professionista del sociale
ma chi specula su chi è malato
su disabili, tossici e anziani
è un vero criminale.
Ma non vedo più nessuno che s'incazza
fra tutti gli assuefatti della nuova razza
e chi si inventa un bel partito
per il nostro bene
sembra proprio destinato
a diventare un buffone.

Ma forse sono io che faccio parte
di una razza
in estinzione.

La mia generazione ha visto
le strade, le piazze gremite
di gente appassionata
sicura di ridare un senso alla propria vita
ma ormai son tutte cose del secolo scorso
la mia generazione ha perso.

Non mi piace la troppa informazione
odio anche i giornali e la televisione
la cultura per le masse è un'idiozia
la fila coi panini davanti ai musei
mi fa malinconia.
E la tecnologia ci porterà lontano
ma non c'è più nessuno che sappia l'italiano
c'è di buono che la scuola
si aggiorna con urgenza
e con tutti i nuovi quiz
ci garantisce l'ignoranza.

Non mi piace nessuna ideologia
non faccio neanche il tifo per la democrazia
di gente che ha da dire ce n'è tanta
la qualità non è richiesta
è il numero che conta.
E anche il mio paese mi piace sempre meno
non credo più all'ingegno del popolo italiano
dove ogni intellettuale fa opinione
ma se lo guardi bene
è il solito coglione.

Ma forse sono io che faccio parte
di una razza
in estinzione.

La mia generazione ha visto
migliaia di ragazzi pronti a tutto
che stavano cercando
magari con un po' di presunzione
di cambiare il mondo
possiamo raccontarlo ai figli
senza alcun rimorso
ma la mia generazione ha perso.

Non mi piace il mercato globale
che è il paradiso di ogni multinazionale
e un domani state pur tranquilli
ci saranno sempre più poveri e più ricchi
ma tutti più imbecilli.
E immagino un futuro
senza alcun rimedio
una specie di massa
senza più un individuo
e vedo il nostro stato
che è pavido e impotente
è sempre più allo sfascio
e non gliene frega niente
e vedo anche una Chiesa
che incalza più che mai
io vorrei che sprofondasse
con tutti i Papi e i Giubilei.

Ma questa è un'astrazione
è un'idea di chi appartiene
a una razza
in estinzione.

Riccardo Simiele 16.07.05 20:03| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di dialer (e scusate l'ot), io trovo che arricchirsi sfruttando l'inesperienza e la buona fede della gente sia VERGOGNOSO, ma quand'è che arresteranno queste wanna marchi telematiche?!

Marco Guarnieri 16.07.05 19:57| 
 |
Rispondi al commento

Il sito di Beppe è stato Offline, che È successo?

Postato da: vito liberto il 16.07.05 19:30

Non ha pagato la bolletta della luce e gli si è spento il computer

Lo staff 16.07.05 19:55| 
 |
Rispondi al commento

Cinzia è disinformazione.it non .com. quello si era sbagliato spero. Ma che vi state facendo prendere dal panico tutti quanti? Per così poco? E che cavolo! Quell'altro c'ha la fibra e se ne vanta... braaaaavoooo, te la paga papà?

Riccardo Simiele 16.07.05 19:54| 
 |
Rispondi al commento

Il nuovo post parla di salute e voi non lo vedete ancora perchè avete una linea troppo lenta...

Hahahaha....

Davide Ricci 16.07.05 19:49| 
 |
Rispondi al commento

Io sono già nel nuovo post e voi siete ancora qui a scannarvi.

Davide Ricci 16.07.05 19:47| 
 |
Rispondi al commento

SCUSATE L'ERRORE.

OFF TOPIC

MA SIAMO IMPAZZITI????????

www.disinformazione.it/costofarmaci.htm

QUANDO LA PIANTIAMO DI FARCI PRENDERE PER IL C..O????

CIAO

SANDRO GOZZI 16.07.05 19:42| 
 |
Rispondi al commento

X SANDRO GOZZI

Sei un coglione.... Credi che la gente su questo forum sia cogliona come te?

NON CLICCATE SUL SITE QUI SOTTO....HA DENTRO UN DIALER

Alex Kava 16.07.05 19:40| 
 |
Rispondi al commento

WWW.DISINFORMAZIONE.COM/COSTOFARMACI.HTM

Mi sembra che la pagina non sia raggiungibile, e dalla home del sito si chiede installare un dialer...

Marco Guarnieri 16.07.05 19:39| 
 |
Rispondi al commento

ps: attenzione
Linux è ottimo e loconsiglio, ma mandrivia/mandrake 10.1 fa spesso saltare la tabella delle partizioni. Provate Linux, provate i live cd, le uscite in edicola, informatevi e scegliete in base alle vostre esigenze (per consigli contattatemi pure)

se proprio volete usare windows (!!) scegliete siftware free ma di alta qualità (es: openoffice per windows, www.openoffice.org; zonealarm; avg antivirus free ed, free.grisoft.com), spesso superiore ai commerciali.

Ciao, mi eclisso sul serio ora
(v n p)

Umberto Mas 16.07.05 19:38| 
 |
Rispondi al commento

OFF TOPIC

MA SIAMO IMPAZZITI???????

WWW.DISINFORMAZIONE.COM/COSTOFARMACI.HTM

QUANDO LA PIANTIAMO DI FARCI PRENDERE PER IL C..O?????

CIAO

SANDRO GOZZI 16.07.05 19:36| 
 |
Rispondi al commento

Max, si, lo sapevo..ma grazie comunque
(puntuale come al solito, eh?)
(consiglio comunque il giochino del doppio browser per evitare brutte sorprese.E un buon firewall)

Per tutti: qualche minuto fa di nuovo un down, errore 404. Può essere verosimilmente un innocente errore che segue a un altro innocente errore, ma io ho deciso che momentaneamente posterò leggermente di meno, saltuariamente e a volte SOLO sul mio blog. Anche le risposte ai bloggers di qui. Non per pubblicità (??), ma perchè reputo la sicurezza mia e di tutti molto importante. Anche se non ho nulla da nascondere, lo ripeto.
Ho- in via del tutto eccezionale (di solito è un blog-magazzino)- abilitato la possibilità di postare commenti, potete contattarmi da lì o via mail.
(link sulla mia firma qui sotto)
ps: l'ultima aggiunta è il terzo diritto dalla canzone "know your rights", quello sulla libertà di parola. Mi sembrava d'obbligo, no? ;-D
Mi eclisso momentaneamente, ciao

(validato e non postato per evitare inutili doppioni)

Umberto Mas 16.07.05 19:34| 
 |
Rispondi al commento

è vero, è stato off line.

emiliano nardecchia 16.07.05 19:30| 
 |
Rispondi al commento

Il sito di Beppe è stato Offline, che È successo?

vito liberto Commentatore in marcia al V2day 16.07.05 19:30| 
 |
Rispondi al commento

x Maria Adele Del Vecchio

Ma che fai tutto il tempo qui? Non c'e l'hai un uomo? Non hai mai il bisogno di un po di s.....?

Paolo Ternini 16.07.05 19:30| 
 |
Rispondi al commento

Il sito di Beppe è stato Offline, che È successo?

massimino terni 16.07.05 19:27| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Umberto Mas il 16.07.05 18:51

Per tutti i "MOZILLAbois

E' necessario un aggiornamento: Firefox 1.06 per turare delle falle gravi. Andate nel sito Mozilla Italia o mozilla


Max Stirner

Max Stirner 16.07.05 19:00| 
 |
Rispondi al commento

Mamma mia che stanca...
Non ce l'ho la forza per andare fino in fondo per trovare qualcosa che ha senso.
Non riesco a dire niente su questa cosa, solo intraprendete raga,fate come i cinesi, fottete le imprese a questi ingnavi!

Filippo Trascinelli 16.07.05 18:54| 
 |
Rispondi al commento

Elisabetta...spiacente per il tuo computer, ma era per una buona causa.
Poi: non conosco il pc-cill., ma ho avuto per un po' il norton, e mi sono accorto che faceva schifo- Provate avg.
Per il firewall ti consiglio zonealarm; inoltre do un consiglio a tutti: molti virus usano programmi esistenti pr connettersi al www, tra cui il browser predefinito. Consiglio a tutti di tenere internet explorer di default e impostare il firewall in modo che chieda ogni volta l'autorizzazione, e di navigare usando firefox e autorizzandolo sempre, senza avvisi. Navigherete più sicuri.

Per rispondere a tutti: si, credo anch'io che sarebbe una buona cosa che il prossimo post fosse dedicato al down. Elisabetta, i tuoi avvocati ("lei non sa chi sono io!!" ;-D) mi sembrano aver scoperto l'acqua calda. Se c'è stato un controllo è certamente per quei motivi.
Chiarezza!

Umberto Mas 16.07.05 18:51| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Cinzia Rossi il 16.07.05 18:39

--------------------------------------------------

Spero che tu condivida l'idea che, oltre a proteggersi, non è male cercare d'evitare i guai che si procurano alcuni, infilandosi in luoghi non chiari; non chiari non significa necessariamente infetti, ma che non ti assicurano, almeno apparentemente quei requisiti di sicurezza che non devono essere minimi, perchè il minimo non basta più.

Max Stirner

Post Validato

Max Stirner 16.07.05 18:45| 
 |
Rispondi al commento

Per fortuna internet ci avrebbe migliorato la vita... maledetti frustrati segaioli.

Riccardo Simiele 16.07.05 18:44| 
 |
Rispondi al commento

Cinzia x i trojan basta non scaricare la posta sul pc, non aprire gli allegati e non usare outlook express...
Elisabetta comunque dai una bella formattata, è palloso però è necessario a volte.

Riccardo Simiele 16.07.05 18:41| 
 |
Rispondi al commento

per Bruno Mammola

sono contento che hai riveduto un attimo la faccenda...

tra parentesi ho sottoposto questa faccenda del signoraggio, che ignoravo, a degli amici che si intendono un po di finanza e sono sembrati prima cadere dalle nuvole e poi ad una più attenta analisi mi sono smbrati un po... sconvolti :)

quindi forse forse qualcosa di vero c'è e cioò che siamo ancora nel medio evo e non lo sapevamo...

ma rimane il fatto che che a furia di leggere la parola signoraggio in questo blog ci state facendo assuefare...

dici che hai preso spunto... bene vai avanti, crea una petizione, cerca altri canali...

stai sicuro che qui molti hanno capito ed il semino l'hai gettato per bene...

ora dagli il tempo di germogliare

auguri

Giuseppe De Sio 16.07.05 18:39| 
 |
Rispondi al commento

Maria Adele, è la natura umana, specialmente, in questo caso, maschile. Se tu dai importanza e fai capire che 'rosichi', alimenti ulteriormente la voglia di importunare... purtroppo c'è chi rimane bambino solo nel suo lato per così dire 'sadico', nel senso meno letterale del termine, e non in quello di curiosità intellettuale o di spensieratezza. Non ti offendere se ti do dei consigli da 'maschietto'. ciao

Riccardo Simiele 16.07.05 18:39| 
 |
Rispondi al commento

Buona sera Maria Adele, sempre combattiva o sbaglio?

Riccardo Simiele 16.07.05 18:28| 
 |
Rispondi al commento

Elisabetta scaricati - sono gratis - ad-aware e spybot search and destroy. Ti fanno una scansione per trovare eventuali programmi spia sul pc. Il firewall ce l'hai? L'aggiornamento di windows lo fai? Vai su C:/Windows/Downloaded Program Files. Lì ci sono i controlli active-x, immagino che tu usi internet explorer purtroppo. Tutto ciò che non sia Shockwave Flash Object - WUWebContol Class - Java Runtime Environment buttalo al secchio. I rischi di una lunga permanenza su internet sono risaputi da anni, basta conoscere le cose basilari e difendersi.
Poi ci stanno pure i mostri che usano protocolli diversi e ti fregano (o provano a fregarti su netbios od altro). Ma con un buon firewall aggiornato già dovresti aver risolto. Lascia stare , se lo usi, Norton poichè, essendo il più diffuso, è anche quello più attaccato. Con linux è un altra storia, ma se non ci capisci benissimo con windows, è meglio lasciar perdere. ciao

Riccardo Simiele 16.07.05 18:23| 
 |
Rispondi al commento

che palle, che strapalle sto signoraggio....

che super strapalle arrotondate che mi ha fatto sto signoraggio...

signori che propugnate la lotta al signoraggio: abbiamo capito...

insistendo fate pensare che forse forse, questa del signoraggio, è solo una schiocchezza che ha fatto incepare qualche personaggio...

il punto è che se il fatto del signoraggio fosse vero è, secondo e, una delle ultme battaglie da intraprendere...

al momento abbiamo altri 100.000 piccole cose da aggiustare...

- dobbiamo risolvere il monopolio delle telecomnicazioni in italia
- dobbiamo epurare il nostro parlamento dei condannati
- dobbiamo ottenere l'attivazioned el conto energia
- dobbiamo abbassare le nostre bollette dell'energia che sono il 40% più alte d'Europa
-dobbiamo risolvere il fatto che siamo un paese semilibero e che siamo al 77° posto nella classifica mondiale della libertà di stampa...

e mi fermo qui..

e voi continuate a rompere le palle un messaggio si e uno no col signoraggio?

abbiamo capito...

non siamo ancora riusciti a combinare niente e voi già volete combattere gli 'uomini in nero'

basta

che palle, che palle, che palle

Giuseppe De Sio 16.07.05 18:18| 
 |
Rispondi al commento

un mio vicino di casa è stato "esternalizzato" privilegiatamente (si dice così) in quanto all'età di 53 anni è stato messo in pre pensioneamento: mezzo stipendio lo paga la telecom e mezzo l'inps.
Insomma x un muratore o un operaio la pensione arriva secondo la legge mentre per i grandi gruppi si chiude un occhio. Ora lui fa un altro lavoro e porta a casa stipemdio doppio. Ergo: il popolo bue paga l'inps che sperpera i nostri soldi e c'è un posto di lavoro in meno magari x i giovani.

Gianalberto Passoni 16.07.05 18:07| 
 |
Rispondi al commento

Udite Udite!!

http://www.bed-and-breakfast.it/vota.cfm?ID=507

Marco Sitzia 16.07.05 17:34| 
 |
Rispondi al commento

secondo me l'esternalizzazione serve ai dirigenti che hanno azioni nelle aziende esterne.

giorgia della seta 16.07.05 17:12| 
 |
Rispondi al commento

Nooo il blog di Beppe Grillo, e mo lo metto tra i preferiti... e chi lo sapeva che c'era?! Ma un pò di pubblicità niente eh? Sperando che non ti cancellino anche da internet un saluto.

Dan Rose 16.07.05 17:11| 
 |
Rispondi al commento

Non solo esternalizzati..pensate che in sardegna c'è un vero e proprio stuolo di laureati che lavorano nei call center..migliaia di specializzati che hanno studiato per anni che lavorano dietro una scrivania rispondendo al telefono, pagati dai soliti "signori bene dell'economia italiana"..se questo nn è bruciare risorse....il bello è che se vai a fare un colloquio e magari studi in una facoltà impegnativa in termini di tempo(Medicina, ingegneria..etc), nn ti danno il lavoro perchè tu hai chiesto un lavoro part time..ma il "part time" lo decide l'azienda..e quindi l'azienda ha delle esigenze e nn ti può far lavorare negli orari da te richiesti..L'azienda, L'azienda, chi assume in questi posti è completamente assorbito dall'azienda..loro sono l'azienda..il loro cervello pensa AZIENDA..Ma va......o all'azienda!!!...e l'uomo..la persona che vorrebbe magari lavorare e studiare?..perchè l'università italiana è lunga tediosa e nn arriva mai ad una formazione completa..nemmeno al raggiungimento della laurea..e questi signori invece ti vorrebbero solo al loro servizio..fanculo i tuoi sogni!!...beh questo è il quadro.

Max cabo 16.07.05 16:57| 
 |
Rispondi al commento

G-Giorni e giorni a parlare di tutto,
R-ripeschiamo argomenti qua e là.
I-In tutta onestà io vi dico, che anche più in
L-là, non molto vicino, ma neanche molto
L-lontano, esistono siti che
O-o vuoi o non vuoi, vogliono informare per
P-poi, si spera, serva a far pensare, in questa
E-era, non delle migliori.
D-Dai, dacci una mano anche tu, e vedrai che
I-i tuoi amici saranno contenti di te.
A-Ad ogni modo è sempre una tua decisione!

Giuseppe Rossi 16.07.05 16:51| 
 |
Rispondi al commento

Claudia! anche i messagi nascosti ora?

S-si, beppe hai ragione
I-io credo in quello che ci dici
G-giusto ieri un mio ex-collega 'esternalizzato'
N-non hanno potuto pagare il mutuo della casa
O-ora non sa che fare
R-rimane da vedere questa situazione fin dove si
A-aggraverà e dove ci porteranno i nostri
G-governanti...
G-governanti? meglio lasciar perdere o
I-io non rispondo più di me.
O-odio essere volgare.

Postato da: Claudia Landolfi il 16.07.05 16:01

Pierluigi Martinelli 16.07.05 16:27| 
 |
Rispondi al commento

Claudia hai pienamente ragione,xo' per il grande fratello(che tutto vede e tutto sente)nessuno è innocente...fino a prova contraria,(e come lo provi??)....purtoppo....dai un occhiata qui e rifletti un attimo,certo sempre ipotesi...delle peggiori xo' http://www.luogocomune.net/lc/modules/news/article.php?storyid=685

Crhistian Fufu' 16.07.05 16:26| 
 |
Rispondi al commento

Segnalo quest'iniziativa

http://www.signoraggio.altervista.org/mail.html

Onorevole parlamentare,
nella qualita' di suo elettore desidero indirizzarle la seguente osservazione
(prendendo spunto dal NO alla Costituzione Europea appena espresso dai cugini
francesi ed olandesi) sulla quale le chiedo cortesemente di illustrare il suo pensiero.

Dal 15 agosto 1971, con l'annuncio che Nixon fece al mondo, il dollaro perdeva
la sua caratteristica di ultima moneta ancora convertibile in oro.

Da quel momento in poi tutte le banche centrali (possedute oggi come allora da
privati), hanno continuato formalmente ad emettere moneta stampandola a puro
costo tipografico e addebitandone il valore nominale agli Stati che gliene
facevano richiesta (vedasi anche "Signoraggio").
In aggiunta questi "prestiti" sono gravati di interessi.

Tale pratica costituisce l'orizzonte all'interno del quale nasce il cosi detto
Debito Pubblico il cui peso grava su tutti i cittadini che sono impegnati dallo
Stato a produrre e consegnare alla Banca Centrale la ricchezza equivalente alla
moneta creata dal nulla.

Da sottolineare che, cosi come e' vero per la Costituzione Italiana,
anche nella Costituzione Europea da nessuna parte viene indicato
chi e' il proprietario della moneta al momento della sua creazione,
condizione questa che, indirettamente, sembrerebbe legittimare i privilegi accampati dal sistema bancario privato.

Pertanto le chiedo: data la situazione su descritta (volutamente sintetizzata),
non ritiene opportuno denunciare in Parlamento questa "truffa" operata ai danni
del Popolo Sovrano e impegnarsi per il ripristino della proprieta' Statale della
moneta (come gia' avvenuto in diversi momenti storici e ancora oggi con le monete metalliche)?

In attesa di un suo cortese riscontro alla presente le segnalo con soddisfazione
che nella societa' civile sta crescendo la consapevolezza del pubblico su questi
temi; mi riferisco a quelle cittadine e cittadini che con crescente intensita'
attendono che la classe dirigente di questo Paese si attivi concretamente per
attribuire, una volta per tutte ed in maniera completa, alla popolazione
la sua inalienabile sovranita' stabilendo l'emissione Statale della moneta.

Con la presente non le potra' piu' essere riconosciuto il "privilegio"
dell'ignoranza in tema di signoraggio privato sull'emissione monetaria e che,
quindi, anche il suo operato politico sara' valutato alla luce di questa
conoscenza. Traccia di questa comunicazione sara' presto resa disponibile al
Popolo italiano tramite un apposito sito internet di cui le comunichero' al piu'
presto l'indirizzo.

Con l'augurio di ritrovarla presto tra quanti si stanno impegnando per la
Sovranita' Monetaria del Popolo, invio distinti saluti.

Paolo Guccini 16.07.05 16:25| 
 |
Rispondi al commento

ma allora non si può parlare di attentati (se non dopo che sono successi) ne di signoraggio ne di cose realmente importanti...

parliamo di emoroidi, ok?

Claudia Landolfi 16.07.05 16:20| 
 |
Rispondi al commento

Claudia credo sia stato bannato xche' nonostante siano SOLO IPOTESI ORRIBILI sono messaggi pericolosi,non mi stupirei se qlc avesse dei problemi x questo (io compreso)onestamente coi tempi che corrono,capace che ci scambiano x potenziali terroristi anche a noi.c'è un isteria che fa paura davvero.omicidi che fanno qlc mese di arresti domiciliari,mentre persone che scaricano qlc mp3 arrestati con accuse di associazione a delinquere......

Crhistian Fufu' 16.07.05 16:18| 
 |
Rispondi al commento

'libera volpe in libero pollaio'

gian maria tirelli 16.07.05 16:15| 
 |
Rispondi al commento

qui c'è una traccia dei post cancellati...

http://lecensuredelbeppe.blogspot.com/2005/07/15-luglio-2005-lesternalizzato.html

Claudia Landolfi 16.07.05 16:09| 
 |
Rispondi al commento

Cmq queste leggi che si fanno tipo l'articolo 2112 mi sembrano sempre più a favore degli imprenditori..

Anni di lotte dei lavoratori, con scioperi e manifestazioni le si stanno cancellando con le leggi ..

Vomito ancora per tutti i legislatori che propongono, e promulgano certe leggi..

D'accordissimo con la Landolfi Claudia anche..

A quando la rivoltà?

Rosario Pisanò 16.07.05 16:07| 
 |
Rispondi al commento

Se ci sarà un attentato in Italia il 15 agosto qualcuno dovrà spiegare perchè il messaggio è stato bannato...

Claudia Landolfi 16.07.05 16:06| 
 |
Rispondi al commento

Igor hai ragione,ma oltre al petrolio non dimentichiamo BIGPHARMA.....qui c'è qlc articolo interessante:http://www.zmag.org/Italy/index.htm

Crhistian Fufu' 16.07.05 16:03| 
 |
Rispondi al commento

si, beppe hai ragione
io credo in quello che ci dici
giusto ieri un mio ex-collega 'esternalizzato'
non hanno potuto pagare il mutuo della casa
ora non sa che fare
rimane da vedere questa situazione fin dove si
aggraverà e dove ci porteranno i nostri
governanti...
governanti? meglio lasciar perdere o
io non rispondo più di me.
odio essere volgare.

Claudia Landolfi 16.07.05 16:01| 
 |
Rispondi al commento

voglio chiarire che le mie sono PURE ILLAZIONI,PENSIERI,DUBBI,mi dissocio e condanno ogni atto terroristico o presunto tale e guerra giusta o sbagliata che sia che avviene nel mondo.sono convinto sostenitore della pace e del dialogo SEMPRE (questo x chiarire a chiunque avesse dei dubbi sulle mie posizioni)

Crhistian Fufu' 16.07.05 16:01| 
 |
Rispondi al commento

@CRHISTIAN FUFU'

Ti ho mandato un messaggio, oppure ho fatto casino

Max Stirner

Postato da: Max Stirner il 16.07.05 15:12
---------------------------------------------------

Ti ho mandato una mail , ti dispiace controllare?

Max Stirner

Max Stirner 16.07.05 15:58| 
 |
Rispondi al commento

@crhistian

non credo che sia solo Chavez la spina nel fianco, anche se per vicinanza geocrafica e dipendenza dal petrolio venezuelano conta, ma la vera spina sono l'unione dei paesi emergenti Brasile, India, Cina .... tutti giustamente stufi dell'egemonia a stelle e strisce.

Speriamo solo, come europa, di scegliere i partner giusti per il futuro.

ciao

Igor Scicchitano 16.07.05 15:56| 
 |
Rispondi al commento

ultimo OT giuro!eli,lascia pure la tua suite antivir-firewall,xo ti consiglio di installare gli altri prog,magari fai dei test on line x vedere se il tuo sist. è vulnerabile

Crhistian Fufu' 16.07.05 15:51| 
 |
Rispondi al commento

@bartolomeo ci auguriamo tutti che ste cose siano pura fantasia(o solo brutti incubi)sono ipotesi,che viene quasi spontaneo farsi....almeno x chi non si beve le porcate che raccontano in tv.cmq che Chavez sia una spina nel fianco x il governo usa è un dato di fatto

Crhistian Fufu' 16.07.05 15:47| 
 |
Rispondi al commento

ho letto qlc giorno fa in rete che fonti del governo erano (quasi sicure???)che gli attentati in italia sarebbero avvenuti fra gennaio e marzo prossimi.....cazzo di veggenti sono sti qui?in che mondo ci hanno portato sti pazzi???lasciateci vivere, vivere in pace!!!!

Crhistian Fufu' 16.07.05 15:34| 
 |
Rispondi al commento

cmq chavez non fa paura solo x il mr.aggio,c'è anche altro......http://www.zmag.org/Italy/franklin-pauravenezuelacuba.htm

Crhistian Fufu' 16.07.05 15:27| 
 |
Rispondi al commento

infatti Sandro sembra quasi fatto tutto a puntino.......max niente...riprova,eli vai nel mio blog c'è un mess. x te

Crhistian Fufu' 16.07.05 15:24| 
 |
Rispondi al commento

@CRHISTIAN FUFU'

Ti ho mandato un messaggio, oppure ho fatto casino

Max Stirner

Max Stirner 16.07.05 15:12| 
 |
Rispondi al commento

@Elisabetta sara' meglio che il tuo pc lo curi un po'....dopo aver letto quel che ti è capitato ieri.....scollegati dalla rete e fagli uno scan approfondito con antivirus,antispy ecc...

Crhistian Fufu' 16.07.05 15:08| 
 |
Rispondi al commento

@Sandro a me fa paura che chavez venga in italia,x lui intendo....meglio se se ne sta al suo paese con gli agenti cinesi che lo proteggono....qui chi avra'?il sismi?

Crhistian Fufu' 16.07.05 15:05| 
 |
Rispondi al commento

Giorno bloggers,OT Max ciao ti ho risposto,dai un occhiata al mio blog grazie

Crhistian Fufu' 16.07.05 15:03| 
 |
Rispondi al commento

ciao,io ho 26 anni,sono un'artista,ovvero mi ritengo un musicista,xchè è la cosa che piu mi va d fare,mi piace guardare il mondo,dall'esterno diciamo,senza prendere posizione.
In questo blog si dicono cose molto vere e interessanti...quello che si sente nell'aria,noi cittadini (a me sembra),sono fermamente contro alcune cose,di cui qua si parla,si insomma,il governo,certi aspetti della società in cui viviamo,siamo tutti d'accordo,per di piu viviamo sostanzialmente in una dittatura vecchio stile,dopo le ultime elezioni regionali è ovvio che il governo non ha piu un briciolo di consenso,l'opposizione farnetica parole insensate,non avendo una bench'e'minima idea politica,perlomeno avvincente e/o convincente...sono ridotti a chiedere a noi cittadini cose assurde tipo il referendum biogenetico o come si chiama,ma dai,nessuno ci capisce niente,il popolo che ne deve sapere di queste cose???non siamo mica tutti scienziati...ma perchè nessuno organizza un bello sciopero generale totale?un qualcosa di forte,se noi leggiamo la fattoria degli animali di Orwell ci accorgiamo che la rivoluzione non cambia il nostro stato umano,ma perlomeno butterebbe giu dalle loro poltrone quei quattro stronzi arroganti che ci governano,ma facciamoci tutti una bella settimana di sciopero generale,nessuno che accenda la tv,che va a lavorare,che prende la macchina,che vada al supermercato per una settimana e poi sarà quel che sarà...scusate la mia ingenuità,è una cosa stupida mi mi andava di dirla...ciao

mattia goglio 16.07.05 15:01| 
 |
Rispondi al commento

@SALVATORE ERMENEGILDI

Ciao

Effettivamente l'ora era tarda;

effettivamente la battuta, che voleva essere quasi divertente, poteva rivelarsi e si rivelò quasi irritante.

Per tale motivo ti porgo le mie scuse che spero, tu vorrai accettare; per ciò che riguarda l'amicizia chissà, chi vivrà vedrà.

Ciao

Max Stirner

Post Validato

Max Stirner 16.07.05 14:52| 
 |
Rispondi al commento

Parole sante quelle di Bartolo De Angelis!!

La sua è una vera e propria lista da muro del pianto.

NELLE COSE SEMPLICI
CI STA LA CHIAREZZA DELLE IDEE

Il "latinorum" serve per confondere le idee ai "buoi"!! Come sanno bene i politicanti da strapazzo, veri maestri dell'arte oratoria.

Saluti a tutti

ivan verdi 16.07.05 14:37| 
 |
Rispondi al commento

il governo è impegnato ora, ad esempio hanno una gravissima grana da risolvere...salvare tante società CALCISTICHE...le salveranno?!se si ci ciranno che "hanno salvato tanti impiegati comuni" ma noi sappiamo che per farlo non limiteranno gli ingaggi dei strapagati calciatori ma prenderanno dalle tasche di noi poveri cretini..e ne saremo pure contenti

titti leo 16.07.05 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Il Governo parla tanto di tasse e di evasione fiscale. Effettivamente il problema esiste.
Ma chiedo, come è possibile affrontae questo problema se poi ci sono sperperi ed inadempienze a tutti i livelli proprio negli ingranaggi dello Stato?
Ancora più grave è l'atteggiamento del Governo, nel voler intervenire solo sui singoli cittadini e mai sulle grosse società, alimentando e permettendo abusi.
Alcuni esempi:
Per quale motivo non obbligo la Telecom ad eliminare il costo del canone dalla bolletta telefonica? La Legge c'è, basterebbe rispettarla.
Per quale motivo non obbliga le Assicurazioni a rimborsare i soldi percepiti ingiustamenti con aumenti fatti con il "Cartello delle assicurazioni".
Per quale motivo non obbliga l'Enel a pagare i danni per il famoso black out?
Perchè non obbliga le aziende telefoniche ad offrire tariffe Flat al di sotto dei 20 euro al mese per collegamenti internet? Possibile che la Telecom se lo può permettere in Francia ma non in Italia?

Perchè non interviene sulle Banche e sui costi stratosferici che chiedono per conti corrente e prestiti?

Perchè i deputati europei della Spagna possono vivere con 2500 euro al mese per 14 mesi e quelli italiani invece prendono 12.500 euro al mese?

Perchè tutti dobbiamo andare in pensione a 65 anni o a 70 e i deputati possono farlo dopo essere stati eletti 1 volta (o 2) se non ricordo male?

Perchè continua a farci calcolare l'inflazione dall'Istat secondo un paniere che non ha senso?
Allora io propongo di calcolare l'inflazione sull'aumento del costo dell'energia (ossia petrolio), o sulle tre o 4 voci che più incidono sul vivere quotidiano.


Mi piacerebbe, inoltre, chiedere dove sono finiti tutti i soldi ottenuti dall'aumento dell'Iva con il passaggio dalla lira a l'euro.
Nell'occasione il raddoppio di entrate di base per l'iva versata non è stato segnalato mai dal dal Governo, e forse è proprio questo il motivo che ha permesso lo scambio di 1 a 1 lira euro.
Mi spiego: se il governo incassava lire 10000, aliquota del 20%, su di un prodotto che costava lire 50000, con il nuovo prezzo di 50 euro e con la stessa aliquota, ha incassata 10 euro, ossia 20000 lire.
Il Governo pagando stipendi, pensioni, ecc. secondo il cambio ufficiale 1 euro - 1926,37lire ed incassando Iva secondo il cambio reale 1 euro = 1000 lire, ha ottenuto un grosso benificio con il raddoppio o quasi delle entrate di base dell'iva versata dai cittadini.

Il Goveno (di destra e di sinistra) in realtà con le scelte fatte non tutela il cittadino onesto e che paga le tasse, ma tutela il disonesto.

Questo atteggiamento è gravissimo, poichè induce nella gente il pensioero che tutto è lecito: rubare, evadere le tasse, essere promossi senza studiare, occupare posti senza averne i meriti,...ecc.
In modo quasi subliminale si giustifica il concetto " per fare soldi puoi far di tutto e se non lo fai sei un fesso".
Questo è la distruzione della civiltà del diritto, e l'inizio della fine.

Bartolo De Angelis 16.07.05 14:05| 
 |
Rispondi al commento

Esternalizzati Beppe ma di cosa parli? non sai che in Italia siamo tutti ricchi col mercedes 13 telefonini 3 mignotte 5 navigatori satellitari che per esempio a Tremonti servono per ritrovarsi l'uccello aereo personale elicottero casa in Sardegna villetta villa e villino.
Non hai sentito il nostro presidente del consiglio siamo tutti nababbi.
(mi chiedo a che punto arriverà la sopportazione degli italiani?)

Luca Gianantoni 16.07.05 14:00| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti..
ecco un link davvero divertente.
E' il
GENERATORE ELETTRONICO DI CONTRATTI CON GLI ITALIANI
http://www.sargon.it/berluska/questionario.html
davvero divertente

ps: scusate se ieri sera ho salutato mezzo mondo, ho visto che qualcuno sul mio esempio ha tirato fuori zii e cugini...
io saluto suor germana, ok? :-D

(v n p)

Umberto Mas 16.07.05 13:54| 
 |
Rispondi al commento

http://blog.pietrosperoni.it/2005/05/21/beppegrilloit-deve-cambiare/

..l'importante è che in questo blog ci si commenti tra di noi

titti leo 16.07.05 13:44| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE GUARDA UN PO' QUI:

http://blog.pietrosperoni.it/2005/05/21/beppegrilloit-deve-cambiare/

Giovanni Greco 16.07.05 13:37| 
 |
Rispondi al commento

DVD arrivato adesso.... (che velocità...!)

Tanti saluti

Maurizio

Maurizio Caudana Commentatore in marcia al V2day 16.07.05 13:29| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti sono un italiano del nord-est produttivo trasferitosi da poco in spagna visto come evolvono le cose in italia,ho una domanda che mi frulla x la testa ma l'italia di chi e'?non era piu giusto che fossero "loro"ad andarsene?come si puo' fare?scusate x la punteggiatura.

canil massimo 16.07.05 13:08| 
 |
Rispondi al commento

la verità è che questo governo sembra una rappresentazione del macbeth rivista da carmelo bene. e il popolo è sempre la più grottesca delle comparse...

nicola guerrasio 16.07.05 13:03| 
 |
Rispondi al commento

Se l'esternalizzato di Costantinopoli si disesternelizzasse, vi disesternelizzereste anche Voi?

Mauro Nordio 16.07.05 12:56| 
 |
Rispondi al commento

Grazie a voi, Riccardo Simiele e Enrico Bosco, e grazie a quanti leggeranno l'articolo e passeranno parola.
Enrico, anche io mi sono stupito x essermi stupito, perchè non credevo che dietro a una bottglia d'acqua ci potesse essere tanto schifo.
Ma se per un litro di acqua minerale si fanno carte false tra imprenditori e politici, ti immangini cosa succede per un barile di petrolio, o anche per un diamante?
Non riesco a immaginarmi lo schifo, perchè è proprio fuori dalla mia portata.
Diciamo che sono troppo stupido per queste cose, ma quando le scopro sono molto incazzato.
Beppe, parla di questa storia durante il tuo spettacolo. La gente deve sapere che stiamo bevendo un'acqua che fa più schifo di quella che esce dai rubinetti.
Ricordatelo anche tu quando sorseggi dalla bottiglietta per rinfrescarti la bocca!!!
Rinnovo il link http://albatroferito.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=572257
e passate parola

sergio fantini 16.07.05 12:50| 
 |
Rispondi al commento

I Notai - Domanda xché non vengono aboliti?

Risposta: Perché notaio si diventa dopo concorso pubblico SULLA CARTA DIFFICILISSIMO DA VINCERE (sulla carta!!)

Concorso pubblico = raccomandazioni = clientelismo = privilegi da mantenere

Molti avranno notato che sulle reti RAI imperversano 2 fratelli notai, la cui somma dei rispettivi QI, in tutta evidenza, non supera quello della tazza del cesso di casa mia.

Come hanno fatto (tutti e due!!) a VINCERE IL DIFFICILISSIMO CONCORSO PUBBLICO?

Concorso pubblico = raccomandazioni = clientelismo = privilegi da mantenere

Ciao a tutti e.......tranquilli che anche oggi l'ora di pranzo sta per arrivare!!

ivan verdi 16.07.05 12:50| 
 |
Rispondi al commento

Com'è facile giocare con le parole! Il loro utilizzo diviene simile a un pennello che traccia segni diversi, ghirgori illogici, confondendo la mente. L'obiettivo è quello di annullare o forse meglio dire ridurre a dimensioni impercettibili grandi problematiche del mondo attuale. E così diventa facile classificare, etichettare senza che questo ci sconvolga più di tanto perchè esse sono infide e si insinuano facilmente, senza clamore, nelle nostre esistenze.Chiamare le cose con il loro nome, come dici spesso tu, sarebbe un buon inizio anche se all'improvviso, risulterebbe sconvolgente!!!

Katya Madio 16.07.05 12:47| 
 |
Rispondi al commento

flavio zenari ha scritto:

"Speriamo che qualcuno dei tanti frequentatori in gamba di questo blog cominci a proporre una base di discussione per concretizzare l'utopia di un diverso modello di societa che potrebbe costituire il programma di una futura aggregazione politico socioculturale o movimento di opinione, se preferite, che abbia magari in Beppe Grillo il coordinatore o punto di riferimento, sempre che Lui condivida e sia d-accordo."

Sono d'accordo, ma sappi che questo movimento esiste
già! E' la Democrazia Diretta!

http://www.internetcrazia.com/

Tu che ne pensi? Ci darai una mano?

Danila Fava 16.07.05 12:47| 
 |
Rispondi al commento


Per Riccardo Simiele:

Sono d'accordo! I Notai sono veramente inutili:
rallentano l'economia, impoveriscono i cittadini
ad ogni banale passaggio di proprietà, e come
fece Margaret Thatcher quando andò al potere
dovrebbero essere ABOLITI.

Perché non vengono aboliti? Tutti sanno che i
notai, utili azzeccagarbugli medioevali (almeno
quando a quel tempo nessuno sapeva scrivere)
oggi non servono più a nulla nella nostra
società. Ciononostante lo stato per legge
obbliga a far vidimare ogni documento dalla
loro mano, senza ragione.

Sarebbe davvero il caso che Beppe dicesse qualcosa
contro questo meccanismo che (insieme a molte
altre iper burocratizzazioni) strangola
la ripresa economica del nostro paese.

BEPPE, CHIEDI L'ABOLIZIONE DEI NOTAI!!

Scrivete ai vostri deputati! Scrivetegli di
mettere nel loro programma questo, o non
li voterete!

Se lo metteranno bene, vuol dire che sono onesti.
Altrimenti, vorrà dire che l'unica strada per il
futuro è la Democrazia Diretta:

http://www.internetcrazia.com/

Danila Fava 16.07.05 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Grazie a Sergio Fantini per il link, continuo a bermi l'acqua del rubinetto, basta metterci un buon filtro anticalcare. Esistono pure in commercio dei sistemi di depurazione che non mi sembra siano troppi costosi, il risparmio alla lunga, rispetto all'acquisto delle 'plasticate' e notevolissimo. Quella delle acque minerali è una barbarie tipicamente italiana... Buona giornata

Riccardo Simiele 16.07.05 12:15| 
 |
Rispondi al commento

Porco il mondo che ciò sotto i piedi.....

vito catozzo 16.07.05 12:10| 
 |
Rispondi al commento

Ecco il testo, non ho capito cosa sia successo:

"La democrazia potrà salvarsi solo se molti individui sapranno scegliere realisticamente, alla luce di bastevoli cognizioni. La dittatura, all'opposto, si tiene in piedi con la censura o la distorsione dei fatti, con l'appello non alla ragione, non all'interesse illuminato, ma alla passione e al pregiudizio, alle possenti "forze nascoste", come diceva Hitler, che sono nelle profondità inconsce di ogni mente umana. In Occidente si proclamano i principi della democrazia, e molti pubblicisti capaci e coscienziosi si sforzano di dare all'elettore le nozioni che occorrono, di convincerlo razionalmente a fare una scelta realistica, alla luce di quelle cognizioni. Ottima cosa. Purtroppo la propaganda, nelle democrazie occidentali, e in America soprattutto, ha due facce, una doppia personalità. A dirigere la stampa spesso c'è un dottor Jeckyll democratico, propagandista che sarebbe felicissimo di poter dimostrare la giustezza di quanto affermava John Dewey, circa la capacità della natura umana di rispondere a verità e a ragione. Ma questa degna persona controlla solo una parte dell'apparato della comunicazione di massa. A dirigere la pubblicità troviamo un antidemocratico, in quanto antirazionale, signor Hyde, anzi dottor Hyde, perchè oggi Hyde è professore di psicologia, e ha anche la sua brava laurea in scienze sociali. Questo dottor Hyde sarebbe infelice se gli uomini dimostrassero ben fondata la fede di John Dewey nella natura umana. Verità e ragione riguardano il dottor Jekyll, non lui. Hyde si occupa infatti di analisi motivazionali; suo compito è studiare debolezze e difetti dell'uomo, investigare i desideri e le paure inconsce che in così larga misura determinano il pensiero e l'azione consapevole dell'uomo. Ed egli fa questo non con lo spirito del moralista che amerebbe migliorare i suoi simili, o del medico che vorrebbe guarirli; lo fa solo per scoprire come meglio si possa profittare della sua ignoranza, sfruttare la sua irrazionalità, a beneficio finanziario di chi gli dà lavoro [...]".

Riccardo Simiele 16.07.05 12:08| 
 |
Rispondi al commento

X Elisabetta Carosi e chi abbia la pazienza di leggere

Rileggendo il post sulla 'forza' di ieri notte, in effetti potrei dare adito a cattive interpretazioni - non pensavo al fatto che, politicamente, esistono in Italia parecchi 'lati oscuri della forza'. Era un'allegoria per cercare in noi stessi certe risposte, aiutandoci con l'informazione e lo studio. Studio significa pure farsi semplicemente un giro sui siti web dei vari partiti e guardarne i programmi, quando ci siano. Tu mi chiedi e mi fai capire di indicarti una soluzione riguardo la tua confusione su chi votare. Non è mia natura fare certi tipi di suggerimenti. E' una grossa responsabilità. Non faccio tribuna politica. Poichè verba volant e scripta manent, tutto è strumentalizzabile, anche nel (relativamente) piccolo di questo blog. Ciò che mi preme maggiormente è condividere una forma di 'libero pensiero' obiettivo che, secondo me, è un'arma efficiente in un 'regime democratico' come il nostro. La propaganda, usata in malafede, può avere effetti devastanti sulla società. Ti invio un passo di Aldous Huxley, tratto dal saggio 'Ritorno al mondo nuovo'(1958):

>.

Huxley scriveva queste righe nel 1958, era fin troppo ottimista, non immaginando che in un futuro qualcuno avrebbe potuto 'dirigere' sia la stampa che la pubblicità...

Ciao

Riccardo Simiele 16.07.05 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto il blog tramite il link http://albatroferito.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=572257
e mi sono accorto che quello chge sapevo,in negativo, sulle acque imbottigliate era misera cosa.
Ancora una volta sono riusciti a stupirmi.
Non lo credevo piu' oramai...
Ma sembra veramente non esserci fine allo schifo.
Ero persuaso che , per seguire il vil denaro, talune persone erano capaci di qualsiasi nefandezza ma speravo che la catena potesse essere spezzata da ALTRE persone, serie, oneste poste a controllo del COMUNE benessere.
Niente da fare, lo schifo regna sovrano a tutti i livelli.
Prima o avevi una televisione nazionale o eri fottuto, non avevi modo di farti sentire e loro avevano modo di farti sparire.
Ora , con internet sempre piu' capillare, abbiamo un'arma in piu' e sembra che le informazioni girino bene.
Dai vari blog, siti, portali possiamo accedere ad informazioni prima impensabili.
Quello che ne scaturisce fa vomitare e ci rende sempre piu' consapevoli di quanto siamo stati presi in giro e sfruttati sino ad arrivare a colpire la nostra salute e le nostre vite!
Respiriamo veleni, mangiamo veleni, beviamo veleni e tutto grazie a loro.
Potessi ringraziarli come meritano...li riempirei di tutti i veleni che ci hanno propinato sin'ora e li guarderei rantolare come quelli che LORO hanno condannato.
MI FATE SCHIFO!
Che immensa fregatura se non ci fosse un altro mondo in cui costoro paghino per quello che hanno fatto, qui sembra impossibile che cio' avvenga.
Visto quello che hanno fatto e quello che ancora faranno, impuniti e senzxa rimorsi, posso tranquillamente dire loro che sono degli ASSASSINI!
Scusate lo sfogo...

enrico bosco Commentatore in marcia al V2day 16.07.05 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Sul concetto di esternalizz...... ricordo la frase dell'on. BERTINOTTI FAUSTO

QUESTO GOVERNO HA RUBATO IL FUTURO AI GIOVANI!!

Aggiungo io: sfido chiunque, al di sotto di certe latitudini, a trovare un lavoro regolare e ben retribuito!! Impossibile. Unica soluzione è farsi raccomandare per un comodo POSTO PUBBLLICO!!

Per quanto riguarda i sindacati, meglio stendere un velo pietoso. Per essere, come al solito, chiari racconterò quanto segue.

Un'azienda per la quale lavorai doveva esternalizz..=trombare un certo numero di suoi dipendenti. Subito i sindacati a fare le barricate:"chiunque ma non i nostri iscritti!!". Poi andavano in giro a fare proselitismo:"iscriviti al sindacato altrimenti sei esternalizz...=trombato!!"
Molti abboccavano nella ovvia speranza di evitare l'esternalizz... altrettanto ovviamente gli iscritti più recenti furono lo stesso esternalizz....con le scuse dei rappresentanti sindacali che ne avevano "estorto" l'iscrizione!!

Altre note a margine: mai visto un rappresentante sindacale lavorare a tempo pieno, sempre e solo permessi (retribuiti!!) x attività sindacale; mai stato iscritto ad alcuna associazione a delinquere; sindacati = rsu = cgil+cisl+uil+ugl a scanso equivoci!!
la quota mensile sindacale mi pare sia l'1% dello stipendio (un furto!!); io i mei soldi ho preferito sempre darli a chi ne ha bisogno per sbarcare la giornata!!

Ciao a tutti

ivan verdi 16.07.05 12:01| 
 |
Rispondi al commento

che schifo....

paolo serra 16.07.05 11:50| 
 |
Rispondi al commento

x mattia goglio

la stessa cosa che vogliono dire quando parlano di demagogia, populismo, propaganda......

confondere le idee ai cittadini che li mettono di fronte alle loro malefatte!!

ciao

ivan verdi 16.07.05 11:50| 
 |
Rispondi al commento

La solita storia della vacca vittoria muore la vacca e finisce la storia

Fermo Rolandi 16.07.05 11:49| 
 |
Rispondi al commento

scusate,ma cosa ne pensate del termine che usano ormai tutti i politici quando non sanno cosa dire:
"STRUMENTALIZZARE" strumentalizzato,non strumentalizzate...ma cosa vuol dire?????io mi rifiuto di andare a cercare sul dizionario una parola del genere,ma strumentalizzare cosa????ciao a tutti

mattia goglio 16.07.05 11:25| 
 |
Rispondi al commento

la sfida ultima del berluska sarà di esportare in iraq il concetto di "letterina e velina", i calciatori sono un po stufi di quelle italiane

titti leo 16.07.05 11:06| 
 |
Rispondi al commento

Scuate il fuori tema ma questa è davvero clamorosa:

[img]http://www.politikon.it/images/library/lex.jpg[/img]


CLAMOROSO: MEDIASET INSEGNERA’ GIUSTIZIA IN IRAQ

da: http://www.politikon.it/modules/news/article.php?storyid=606

Cherif Bassiouni è un americano d’origine egizia, stimatissimo docente universitario, ed è uno degli avvocati di Mediaset.
Tenetevi forte: sarà la persona incaricata dal Governo Italiano a formare i magistrati iraqueni.
Il nostro Ministero della Giustizia, con un decreto, ha stanziato 150.000 euro per i corsi di formazione dopo la proroga di sei mesi della missione italiana in Iraq.
Fondi destinati a funzionari e magistrati iraqueni.
Ne decreto pero non si dice che a curare la formazione dei magistrati iraqueni sarà l’Istituto Superiore Internazionale di Scienza Criminali, l’ISIIC, che ha sede in Sicilia, a Siracusa e presieduto appunto dal Bassiouni.

Bassiouni è un avvocato di grido nel campo dei diritti civili.
Ma è anche da un paio d’anni membro del pool di difensori che curano gli interessi di Mediaset nel giudizio della compravendita dei diritti televisivi di alcuni film acquistati negli Stati Uniti…..

Il compito specifico di Bssiouni in questo senso è di ricercare e gestire le testimonianze d’oltreoceano che possano sostenere le tesi della difesa.
I magistrati iraqueni saranno modellati forse su immagine e somiglianza di Berlusconi?
Almeno quelli, perdio!

Liberamente tratto da L'Espresso


Fabio Greggio

Fabio Greggio 16.07.05 10:58| 
 |
Rispondi al commento

basta lamentarvi!!!! ,
fanfaroni!!!!
gia 20 anni fa in italia c era gente che non c e la faceva ad andare avanti ,
certo ,
erano in pochi ,
oggi di piu ,
domani saranno ancora di piu ,
cosi via ,
ma quando erano poche persone ad fare la fame non fregava a nessuno ,
io son contento di questa situazione ,
cosi imparate a vivere nel lusso fregandovene di tutto.......

patrick fontana 16.07.05 10:48| 
 |
Rispondi al commento

Rinnovo la mia richiesta a Beppe Grillo: Dai un segno di vita!
L'altro giorno ho segnalato questo post http://albatroferito.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=572257, (che per altro è stato poi ripreso da molti altri siti) nel quale viene denunciata la situazione nella quale siamo stati messi nei confronti delle acque minerali, senza che tu dessi almeno un piccolo cenno ...

Sergio "deluso" Fantini

Sergio Fantini 16.07.05 10:01| 
 |
Rispondi al commento

x Marco Cagliari

perchè non scrivi nome e cognome di quel Notaio e cosa ha fatto sul forum di Grillopedia, cosi li facciamo passare la voglia al quel notaio di esercitare in modo disonesto?

6500 Euro e se la casa in abuso viene demolita, dimentica la parcella!

Marina Torni 16.07.05 09:18| 
 |
Rispondi al commento

x andrea bassi

Che adesso Pascucci sta spiegando in modo esauriente sul forum di Grillopedia.

Ecco il Link:
http://grillopedia.com/forum/viewforum.php?f=2

Ciao a tutti

Giovanni Rossi 16.07.05 09:09| 
 |
Rispondi al commento

"Abolizione universale del notaio. Ciò che fa il notaio potrebbe farlo qualsiasi impiegato circoscrizionale aaagggraaatis."

1000% DACCORDO!!!

Il Notaio DOVREBBE svolgere azione di verifica e controllo, ma (ho vissuto personalmente con un'amico la cosa) se ne fottono bellamente. Questo amico ha acquistato una casa due anni or sono, una porzione della casa era ABUSIVA!!!!
Ora mi chiedo: avevo sentito che secondo la prima legge sul "condono edilizio" un prerogativa fosse che gli immobili CON abusi, non potessero essere venduti. E STO C...NE DI NOTAIO SI E' CUCCATO 6500 EURO PER???????
E se l'atto non è valido??
Chi la prende nel c....o?

MALEDETTI
Alla faccia di chi deve ammazzarsi per arrivare a fine mese!

Marco Cagliari 16.07.05 09:01| 
 |
Rispondi al commento

c'e' anche confusione, non si capisce nulla la destra dice siamo ricchi, la sinistra dice che siamo alla sfacelo, quello che si vede e' che i politici sindacati, statali sono in una botte di ferro...dall'altra parte le aziende chudono, le entrate fiscali sono in aumento..la vita continua a costare sempre piu......

Ivana Iorio


fino a quando esisteranno disinformatori come Fede che con la sinistra al potere 1996/2001 pubblicizzava tutto in bancarotta.Viceversa con la destra 2001/2005 pubblicizza tutto positivo a gonfie vele.

Mentre altri fede in generale pubblicizzano solo scaramucce,e così non siamo in balia tra questi ignoranti.

vito liberto Commentatore in marcia al V2day 16.07.05 08:57| 
 |
Rispondi al commento

""Senza piu diritti come si fa a mandare avanti una famiglia? Faccio i miei complimenti achi ha permesso che la casa delle libertà (un nome una garanzia direi) andasse al governo..
Siamo rovinati.. T_T""

Bello quell'ASINO di Prodi!!
Leggete cosa ha fatto dell'IRI (ex fiore all'occhiello dell'Industria Italiana e PANE per migliaia di famiglie).

Marco Cagliari 16.07.05 08:51| 
 |
Rispondi al commento

15 lug. (Adnkronos/Ign) - ''Continuo a non mandar giu' che si facciano i conti con il segno meno e non con il segno piu'''. Ancora una volta i dati negativi dell'economia italiana, sono al centro delle preoccupazioni del presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi. ...(LA CINA E' UNA GROSSA OPPORTUNITA PER GLI IMPRENDITORI ITALIANI....) MA CHI GLI SCRIVE QUEI FOGLIETTI ?


Secondo il Capo dello Stato ''i distretti industriali sono fondamentali per il rilancio dell'economia''.( QUESTA E' NUOVA) Il presidente, che questa mattina ha letto un articolo sull'argomento, sostiene, infatti, che ''non c'e' di meglio per l'economia italiana. Gia' quando ero ministro del Tesoro proposi il distretto per la provincia di Chieti''.

Sull'andamento dei conti pubblici e dell'economia si è espresso anche Romano Prodi. ( UN'ALTRO CHE HA VOLUTO L'EURO) ''Sono preoccupatissimo non preoccupato'' ha risposto ai giornalisti che gli chiedevano se condivide le preoccupazioni del Capo dello Stato. ''Purtroppo, anche secondo il mio parere, non ci sono segnali di ripresa neppure deboli. Dobbiamo fare in modo di costruire,( CHE COSA ????) invece, questa ripresa perche' non e' interesse del governo né dell'opposizione che le cose vadano male''.

QUALCHE GIORNO FA' : "Ma e' l'euro la manifestazione piu' avanzata della volonta' unitaria dei popoli europei. Una forza trainante dell'integrazione politica". Ciampi, che da Governatore ha partecipato ai lavori del Comitato Delors per la preparazione del primo rapporto sulla moneta unica, ha sottolineato come "straordinari successi sia l'affermazione dell'euro sui mercati internazionali, sia la politica di stabilita' dei prezzi perseguita dalla banca centrale Europea", insieme ai "benefici tangibili che sotto gli occhi di tutti: difesa dagli squilibri sul mercato dei cambi, bassi tassi d'interesse, rafforzamento della competitivita' in quei paesi della zona euro che hanno adottato politiche virtuose".

berlusconi DICE CHE VIVIAMO BENE, CON MACCHINE, TELEFONI E RISTORANTI....FORSE HA RAGIONE PERCHE NEL RISTORANTE DOVA VA LUI NON TROVERA' CERTO OPERAI, PARLERA SEMPRE CON GENTE CHE HA PIU DI DUE TELEFONI E MACCHINE....I COMPAGNI DI SCUOLA DOVE ANDRANNO LE NIPOTI SICURAMENTE NON HANNO GENITORI CHE FANNO FATICA AD ARRIVARE A FINE MESE....COME DICE LA QUELLA RAGAZZA USTRALIANA DELLA PUBBLICITA'....TUTTO INTORNO A TE...

IVANA IORIO 16.07.05 08:41| 
 |
Rispondi al commento

c'e' anche confusione, non si capisce nulla la destra dice siamo ricchi, la sinistra dice che siamo alla sfacelo, quello che si vede e' che i politici sindacati, statali sono in una botte di ferro...dall'altra parte le aziende chudono, le entrate fiscali sono in aumento..la vita continua a costare sempre piu......

ivana iorio 16.07.05 07:44| 
 |
Rispondi al commento

Senza piu diritti come si fa a mandare avanti una famiglia? ........

purtroppo finiamo male tutti meno quelli che hanno accumulato fior di soldi in banca...automaticamente scendera' il costo del lavoro perche' si dovranno accettare lavori sottopagati...possiamo solo iniziare a far la punta ai forconi...penso anche che l'ingresso senza regole di extracomunitari sia legato a questa situazione..il lavoro diminuisce e i politici dicono che sono una manna per noi, che noi non vogliamo fare certi lavori ( da discutere .....) inoltre i nuovi barbari si stanno appropiando del territorio...c'e proprio da piangere..non manca molto al crash..anche se il presidente ciampi continua a dirci che la ripresa e' vicina, che l'italia deve...deve..deve... intanto pochi giorni fa la tv faceva vedere alcune ditte chiudere nel nord milano...

ivana iorio 16.07.05 07:34| 
 |
Rispondi al commento

La maniera con cui questi (pseudo)managers "usano" le persone e le parole fa accopponare la pelle.

"Managers" in italiano fa "maneggiatori". Chissa' perche' usano tutti il vocabolo inglese ... sarebbe piu' adatto quello italiano.

E creano vocaboli nuovi per nascondere situazioni perlomeno discutibili.

"Esternalizzare", "Deregolamentare", "Delocalizzare" ... e chi piu' ne ha piu' ne metta. Io credo che ci sia un sinonimo piu' adatto col posteriore del prossimo ...

Alvise Sommariva 16.07.05 07:34| 
 |
Rispondi al commento

Senza piu diritti come si fa a mandare avanti una famiglia? Faccio i miei complimenti achi ha permesso che la casa delle libertà (un nome una garanzia direi) andasse al governo..
Siamo rovinati.. T_T

Alessandro Vaulà 16.07.05 06:23| 
 |
Rispondi al commento

x Elisabetta Carosi

Appena nomino grillopedia sparisci nel nulla.
Io non faccio parte dello staff di quel blog, è solo quello in cui si trovano alcuni dei qui presenti. Mario Mo è una persona a posto e poi fa rima con Dario Fo... A volte ci posto. Non ho avuto problemi da grillopedia. Se gradisci suggerimenti o delucidazioni disinteressate sul tuo problema con la posta elettronica, proponi tu qualche forum di cui ti fidi. Non mi sembra opportuno usare questo blog per lunghi dettagli tecnici 'domanda e risposta'.
Fammi sapere e ciao

Riccardo Simiele 16.07.05 03:17| 
 |
Rispondi al commento

> Il problema è che prima o poi bisogna
> inevitabilmente incontrarne uno. La firma di
> un notaio vale oro.

Che schifo... Sono contento di vivere in uno dei pochi paesi dove i notai non esistono.

Bruno Panetta 16.07.05 02:42| 
 |
Rispondi al commento

X Bruno

In Nord-Europa esistono eccome, hanno sempre le case più lussuose con la targa 'notaris' o simili in bella vista.

Il problema è che prima o poi bisogna inevitabilmente incontrarne uno. La firma di un notaio vale oro. Le migliori calligrafie, infatti, vengono esposte nei più importanti musei mondiali... sono delle vere opere d'arte. Che mondo strano!

Riccardo Simiele 16.07.05 02:37| 
 |
Rispondi al commento

> Purtroppo no, la simpatica categoria esiste
> quasi ovunque.

Esiste gente con nome simile (public notary o notary public) ma si occupano di cose completamente diverse. In Italia un notaio è un tipo a cui devi rivolgerti per forza e che devi pagare molto profumatamente se vuoi prendere un'eredità, comprare una casa, ecc.
In Inghilterra un notaio è uno che fa copie certificate di documenti, che comunque non servono quasi mai.
Forse in altri paesi non anglosassoni esistono dei notai simili a quelli italiani, ma non sono informato sull'argomento.
Una delle cose più assurde in Italia è che il numero dei notai è fisso per legge invece che regolato dalla domanda e dall'offerta. Un nuovo notaio può entrare in servizio solo quando un vecchio notaio muore...

Bruno Panetta 16.07.05 02:33| 
 |
Rispondi al commento

x Emiliano
ho la vaga impressione che non lo sapremo mai... forse hanno semplicemente esternalizzato i server

Riccardo Simiele 16.07.05 02:26| 
 |
Rispondi al commento

X Bruno Panetta

Purtroppo no, la simpatica categoria esiste quasi ovunque.

Riccardo Simiele 16.07.05 02:21| 
 |
Rispondi al commento

E' vero... :O
Magari in quelle sette ore non ha postato nessuno, o forse all'arrivo dei carabinieri Beppe ha incominciato a spaccare il suo computer...

emiliano nardecchia 16.07.05 02:16| 
 |
Rispondi al commento

> Proposta: Abolizione universale del notaio.

Non c'è bisogno che sia universale: è una categoria che per quanto ne so esiste solo in Italia.
E sì, andrebbe abolita completamente.

Per quanto riguarda gli "esternalizzati", vorrei sapere cosa proponete voi: obblighiamo le ditte a tenersi questi lavoratori improduttivi? Bene, e poi come facciamo se le ditte non reggono alla concorrenza e minacciano di fallire? Sentiamo cosa proponete.

Bruno Panetta 16.07.05 02:15| 
 |
Rispondi al commento

Emiliano, 7 ore di 'congelamento', dalle 9 alle 16, ma non iniziamo con le teorie del complotto, please... magari hanno solo sostituito i pc.

Riccardo Simiele 16.07.05 02:06| 
 |
Rispondi al commento

Black out del blog?
Cosa sarebbe successo?

emiliano nardecchia 16.07.05 02:03| 
 |
Rispondi al commento

Mi scuso per le pseudo-lezioni OT, ma il mio istinto caritatevole non può lasciarmi indifferente... Se venissi su http://www.grillopedia.com/forum/ non romperemmo le scatole agli altri.

Che browser usi? Internet Explorer?

Riccardo Simiele 16.07.05 01:57| 
 |
Rispondi al commento

Chiaramente non parlavo di QUELLA 'forza' tutta italiana...

Riccardo Simiele 16.07.05 01:49| 
 |
Rispondi al commento

x Elisabetta

USA LA FORZA! Il maestro yoda ci indicherà la strada.

Riccardo Simiele 16.07.05 01:46| 
 |
Rispondi al commento

Per il blog-out sicuramente Grillo si sarà finalmente deciso a sostituire windows 95...

Riccardo Simiele 16.07.05 01:44| 
 |
Rispondi al commento

Leggendo un pò la e un pò qua mi è venuta in mente una semplicissima cosa, ma a cosa serve inviare stì messaggi il mio fegato ed il vostro è quasi penso ormai allo stadio terminale.E' la prima volta che mi capita di scrivere qualcosa su internet e forse sarà l'ultima,ma da quando comincio a crescere con il picolo ed inutile mio cervello stò capendo che il vento delle parole e le frasi scritte non hanno dato pane e non daranno pane ai poveri disgraziati senza lavoro.Ma oltre alle aziende stroz.... ed agli imprenditori senza scrupoli esistono anche un copiscuo numero di lavoratori che con una scusa o l'altra e con il fatto che esiste il sindacato e mò la malattia ed un pò di gelosia non fanno quasi niente senza però dimenticare il mio lavoro passato il dipendente statale nelle forze dell'ordine mi sono licenziato anzi dimesso per disperazione con la miseria che ti danno devi camapare ma dov'è la vera verità in questa vita?
Scusate ma forse vorrei sfogarmi e capire chi e come il Beppe potrebbe rispondere.

Francesco Morelli 16.07.05 01:43| 
 |
Rispondi al commento

Ehi, ciao, Elisabetta! Non essere furiosa per la battuta di là. A volte non resisto.

Riccardo Simiele 16.07.05 01:40| 
 |
Rispondi al commento

Viva i licenziamenti, viva gli esuberi, viva le esternalizzazioni, viva gli imprenditori senza scrupoli, viva gli avvocati, viva i notai, viva le corporazioni. Acc. ho detto notai? NOTAI? Ohibò, mi ero scordato di questi turpi personaggi. Mi chiedo: a cosa serve la figura del notaio nel 2005?
Perchè devo pagare il notaio per il passaggio di proprietà dell'automobile?E per comprare una casa? Ma che vuole da me? Ma chi ti conosce? Se non è pizzo questo...
Proposta: Abolizione universale del notaio. Ciò che fa il notaio potrebbe farlo qualsiasi impiegato circoscrizionale aaagggraaatis. Potrei giusto averne bisogno quando dovrò lasciare i miei 500 miliardi di euro in eredità. Non vorrei che mio figlio si azzuffasse con se stesso per futili motivi finanziari. Quindi lascerò detto al notaio, che in caso di fine prematura, il mio megapatrimonio dovrà essere lasciato a mio figlio, giusto per non far sorgere crisi d'identità. Il tutto per la modica cifra di 5.000 euro per 3 minuti di conversazione. Capisco che il mio è un caso eccezionale, d'altronde è risaputo che la media dei figli nelle famiglie italiane è di circa 10 a testa... In quel caso ben venga la figura del notaio, per decidere ora e luogo della partita di calcetto. Chi vince si becca tutto. Rimangono dunque ancora 5 figli in competizione. In questo caso proporrei un bel doppio a tennis con un arbitro estratto a sorte tra i 5. Chiaramente l'arbitro verrà immediatamente corrotto da entrambe le parti, e vivrà per sempre nel lusso. Naturalmente la monetina la lancia il notaio che si becca 3.000 euro per il disturbo - in effetti è molto faticoso lanciare una monetina senza lasciarla cadere a terra. Sto divagando, ora sarò braccato dai notai, notoriamente super-macho e campioni di kung-fu. Ma non voglio inimicarmeli del tutto, per cui dico loro:
Ma lo sapete che quello che guadagnate in 10 minuti la gente comune lo guadagna in un mese? Ho esagerato? Vabbè, tutto sommato sono umani anche loro. Però non fanno mai sconti... perchè?

Riccardo Simiele 16.07.05 01:05| 
 |
Rispondi al commento

Flavio Zenari

condivido al 100x100 invito anche io, uomini onesti e capaci.

vito liberto Commentatore in marcia al V2day 16.07.05 00:48| 
 |
Rispondi al commento

Frammenti della famosa polemica “They Thought They Were Free” (Pensavano di essere liberi) di Milton Mayer:


“Questa separazione tra governo e popolo, questo divario sempre più incolmabile è avvenuto in modo così graduale, sotto cotanta indifferenza e nascosto, forse anche non intenzionalmente, sotto le spoglie di temporanee misure d’emergenza, associato a reali sentimenti di lealtà patriottica o a veri obiettivi sociali. Tutte queste crisi e queste riforme (oltretutto di reale entità) occuparono talmente i pensieri della gente da riuscire a nascondere il lento movimento che avveniva sottoterra, di un intero sistema di governo che si faceva sempre più distante.

(frammento)

“Vedete” continuava la mia collega “le persone non sanno con esattezza dove andare e come muoversi. Credetemi, è vero. Ogni azione, ogni occasione è peggiore della precedente, ma in misura minima. Si aspetta la prossima, e poi ancora quella successiva. Aspettate l’occasione più clamorosa e scioccante credendo che a quel punto anche gli altri si uniranno a voi nella resistenza.

(frammento)

“Invece l’occasione, grazie alla quale decine, centinaia e migliaia di persone si uniranno a voi, non arriva mai. Ecco la difficoltà. Se l’ultima azione, la peggiore, dell’intero regime fosse avvenuta immediatamente dopo la prima e la più irrilevante, migliaia, milioni di persone sarebbero rimaste scioccate…

(frammento)

“E un giorno, troppo tardi, tutti i vostri principi, se mai siete stati consci di possederne qualcuno, vi cadranno addosso. Il peso della frode ormai è troppo grande… Il mondo in cui vivete, il vostro paese, le persone che conoscete, non è più il mondo che conoscevate. Le forme sono le stesse, intatte e rassicuranti…ma lo spirito, che non avete mai notato perché associavate erroneamente alle forme, è cambiato. Adesso vivete in un mondo di odio e paura, un mondo sconosciuto dalle stesse persone che ci vivono, che odiano e hanno paura…adesso vivete in un sistema che governa senza nemmeno sentirsi responsabile nei confronti di Dio, che non intendeva percorrere questa strada, ma che le circostanze hanno costretto a cambiare direzione.

(frammento)

“Ed improvvisamente tutto crolla, tutto in una volta. Capite che cosa siete, quello che avete fatto, o meglio, che non avete fatto (perché questo è quello che ci viene richiesto, non fare niente). Vi ricordate di quando all’università vi riunivate in assemblee, e se uno si fosse alzato in piedi, altri l’avrebbero seguito, forse, ma nessuno si è mai alzato. Un fatto senza importanza, come assumere una persona invece che un’altra, come avete fatto. Adesso tutto vi torna in mente, e vi si spezza il cuore. Troppo tardi. Oramai vi siete compromessi. E non c’è più nulla da fare.

(frammento)

“E adesso? Adesso non vi resta che spararvi. Alcuni lo hanno fatto. Oppure potete “riaggiustare” i vostri principi. Molti ci hanno provato ed alcuni ci sono riusciti, credo. Io no. Oppure potete vivere il resto della vostra vita nella vergogna, sentimento, date le circostanze, il più vicino possibile all’eroismo. La vergogna… non ho detto niente. Non mi è venuto in mente nulla.

(frammento)

E così se ne andò la vostra libertà…

(frammento)

…e la vostra vita, in una triste giornata grigia…

Galli Giordano 16.07.05 00:48| 
 |
Rispondi al commento

Esternalizziamo il governo!

Postato da: michelangelo gargano il 16.07.05 00:13

E poi ci mettiamo a te come presidente del consiglio perchè sicuramente sarai meglio di quello che c'è adesso....

Il potere logora chi no ce là....

Silvio Cangini 16.07.05 00:36| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
purtroppo la lucida analisi fatta da Rosario Vasco risulta vera e documentabile anche in quei minimi dettagli sottaciuti penso per esigenza di sintesi. Io lo posso confermare in pieno riconoscendomi, come del resto riconosco la gran maggioranza dei miei colleghi, nel profilo del mobizzato impegnato e desideroso di dare un senso alla propria professionalita senza tuttavia rinunciare alla propria dignita personale rifiutando di passare sul cadavere degli altri per fare carriera od ottenere prebende di vario genere. Ho anche il maledetto diffetto di essere un dirigente sindacale scomodo sia per l-azienda che per quelli che intendono la professione sindacale come scorciatoia per ottenere favori, do ut des, o per evitare la noia del lavoro e curare i propri interessi personali durante le ore di permesso sindacale. Io purtroppo sono uno di quelli animali in via di rapida estinzione che ritengono l attivita sindacale un servizio volontario a favore ed a difesa dei lavoratori, come ritengono altrettanto giusto prestare il proprio impegno al lavoro per una Azienda che retribuisce per questo.
Ma oggi ci sono varie forme di precariato lavorativo, tra cui una molto subdola consistente nel sostituire i lavoratori in pensione, laddove questo si renda necessario, con lavoratori presi in affitto, appaltando a fantomatiche ditte di servizi, lavori abitualmente svolti da personale dipendente. Si arriva poi al massimo assurdo quando questi affittati ricoprono lavori delicati e di responsabilita, per es. sicurezza e programmazione di sistemi informatici, impartendo ordini ed assumendo posizioni gerarchiche nei confronti dei dipendenti regolarmente assunti e con numerosi anni di esperienza. Guerra fra poveri.
Ovviamente in tali circostanze si sguazza nel mobbing, orrizontale, verticale, trasversale, bossing, ma per i dirigenti, o meglio il managment, tutto procede a meraviglia, basta ridurre i costi, la qualita risulta di importanza molto secondaria.
Il mnagment si autoalimenta, si autogratifica, si autoincensa, comunica alla stampa specializzata che il fatturato si e incrementato di tot rispetto a quel periodo, che il ROE si posiziona oltre il 20 per cento, che il costo del personale aumenta a causa del nuovo contratto, in media ogni 5 o 6 anni secondo la programmata inflazione, che gli utili sono ulteriormente saliti, 20 o 40 volte piu dell-inflazione, rispetto al precedente esercizio, etc, etc.
Sembra quasi che ogni Azienda abbia il miglior managment del mondo, di certo fanno a gara per essere i meglio pagati, gli azionisti sono contenti per gli utili sempre in aumento, ed i dipendenti tirano sempre di piu la cinghia. Ma va tutto bene fino a quando non si scopre un buco nel bilancio, fino a quando la finanza creativa potra divertirsi alle spalle dei soliti fessacchiotti ridotti a rodersi il fegato in ufficio o in fabbrica impegnandosi allo spasimo pur di dimostrare attaccamento e spirito aziendale di sacrificio per poter ricevere l-obolo per pagare il fitto od il mutuo, mangiare, bere, mandare, se ci sono, i figli a scuola, pagare le tasse per quelli che le evadono ed andare a votare ogni tanto nella vana speranza che cambi qualche cosa, e cosi sino alla pensione, forse, ed alla finale dipartita.
Cerchiamo di svegliarci un poco prima che tutto questo, gia accaduto ai nostri predecessori, tocchi anche a noi ed ai nostri figli e discendenti.
Basta con il precariato, educhiamo seriamente i giovani in una scuola pubblica decente, cambiamo la classe dirigente, politica ed imprenditoriale, rilanciamo un vero NEW DEAL, cambiamo modello di sviluppo e di organizzazione sociale, riinventiamoci uno stato democratico che abolisca gli inutili privilegi, riappropriamoci della nostra dignita di cittadini, riappropriamoci del mal tolto, della giustizia giusta, del nostro diritto ad una vita degna di essere vissuta, della natura, del nostro paesaggio. Rilanciamo un modello economico in cui il profitto non sia monetizzabile da pochi privilegiati, ma sia profitto basato su principi etici di sviluppo compatibile con il naturale ritmo biologico delle persone e dell-eco sistema in cui viviamo.
Potrebbe sembrare il proclama di un manifesto utopista, ma ricordatevi che senza una base utopica di spinta quasiasi progetto tende ad arenarsi nelle secche della concretezza banale del problema giornaliero.
Una volta si diceva la fantasia al potere, siate realisti chiedete l-impossibile. Ecco quella spinta si e arenata tragicamente nelle secche della violenza di chi non aveva piu fantasia ne in cuor suo aveva piu un progetto utopico, ma uno disperato di morte.
Speriamo che qualcuno dei tanti frequentatori in gamba di questo blog cominci a proporre una base di discussione per concretizzare l-utopia di un diverso modello di societa che potrebbe costituire il programma di una futura aggregazione politico socioculturale o movimento di opinione, se preferite, che abbia magari in Beppe Grillo il coordinatore o punto di riferimento, sempre che Lui condivida e sia d-accordo.
Saluti a tutti

flavio zenari 16.07.05 00:30| 
 |
Rispondi al commento

Ma cosa vi lamentate stiamo ancora mangiando il secondo col contorno qui in italia è quando saremo alla frutta che ci sarà da piangere!!!!

E il conto ovviamente lo pagheranno i cittadini....

Davide Ricci 16.07.05 00:29| 
 |
Rispondi al commento

Creare un un consorzio (SPA da quotare in borsa) con i seguenti soci:
Banca di Roma, Fiat, Acea, Telefonica.
E altri minori (Sonera, Eldo, Giacomelli … e pure –al 3%, il ministro Letizia Moratti.)

Pagare seimila miliardi per l’acquisto di una licenza di telefonia 3G.
Acquisire infrastrutture per svariate centinaia di miliardi.
Reclutare una squadra di 600 professionisti presi da varie importanti aziende.
Promettere di diventare il primo operatore in Europa, ai lavoratori, ai dirigenti e al mondo.
Spendere altri svariati miliardi per la promozione pubblicitaria.
Costruire due edifici in Roma e altri a Napoli Milano Palermo.
Acquisire dalle Ferrovie dello Stato (a una cifra da capogiro), la possibilità di utilizzare le stazioni per installare ripetitori 3G.

E poi…
Poi,

Non lanciare mai il promo pubblicitario.
Non lanciare mai il servizio.
Contravvenire a tutti gli obblighi assunti (con lo Stato Italiano) al momento dell’acquisto della licenza.

Liquidare copiosamente l’A.d. (Pierluigi Celli)

Che scrive un libro (Nascita e morte di un'impresa in 42 lettere) il cui finale è: “non potranno mai perdonarci per tutto il male che gli abbiamo fatto.”
Riferito ai lavoratori di quell’impresa.

Liquidare tutti i dirigenti.

Licenziare tutti i lavoratori, dopo appunto averli vessati con spostamento di sede, mobbing, orari assurdi, imposizioni di acquisto dei beni societari, incentivi all’esodo (esodo?), e tutto quel che una azienda completamente inattiva può fare ad un impiegato incapace di trovare un qualsiasi filo logico del suo “essere lì.” Fino a trovarsi fuori di lì, senza altro filo logico che la depressione.

Da ultimo, fare causa allo stato italiano e richiedere il risarcimento dei danni sostenendo di aver avuto in vendita un servizio non esercibile, quando tutte le altre aziende di telefonia Tre, Omnitel, Telecom utilizzano in Italia la tecnologia 3G e la stessa Telefonica è leader in Spagna della telefonia 3G.

Il tutto passato sotto un benestare placido e connivente di tutte le strutture preposte a vigilare (Ministero delle Comunicazioni, Authority, Garante, Assessori alle politiche del lavoro, Sindacati –i lavoratori sono stati licenziati con accordo sindacale e posti in mobilità –nonostante non ci fossero le benché minime condizioni per la messa in mobilità) e il silenzio della stampa.

Il tutto tristemente passato (bisogna dirlo) anche sotto il forzato benestare dei lavoratori rassicurati e convinti da tutte le strutture preposte (Camera e Senato –mozioni del deputato Cento dei senatori Falomi, Panettoni in favore della risoluzione occupazionale, del Ministero delle Comunicazioni –Gasparri e avv. Condemi, della Task Force per il lavoro – Onorevole Borghini, dei Sindacati, degli assessori alle politiche del lavoro) ad attendere fiduciosi una risoluzione "certa" della loro situazione lavorativa.

A due anni di distanza sono cambiati i Ministri, i senatori i deputati, ma della "situazione certa" non è cambiato nulla. Ipse 2000 spa ancora esiste (ora ha due dipendenti e un A.d. -un certo V. Ripa di Meana) e 600 persone sono ancora a casa, in strada o precarie in qualche contratto di collaborazione.

È vero forse il post è fuori tema: non sono state esternalizzate, solo estromesse da quella che era la loro normale vita di cittadini italiani con un lavoro.

Perché questa follia sia stata realizzata? e resa realizzabile.

chissà forse che c’entrino i soldi? Che abbiano riciclato, spartito, lottizzato giocando sulla vita di seicento disgraziati?

Un bravo e testardo magistrato potrebbe far chiarezza.


Maggiori informazioni: www.ipsedosmil.it

dario fani 16.07.05 00:29| 
 |
Rispondi al commento

Per caro vita

ci vogliono anche i poveri chi farebbe i lavori umili?

---------------------------

Basterebbe distribbuire più salari dignitosi.

vito liberto Commentatore in marcia al V2day 16.07.05 00:25| 
 |
Rispondi al commento

Esternalizziamo il governo!

michelangelo gargano 16.07.05 00:13| 
 |
Rispondi al commento

DECALOGO PER L’INVESTITORE FINANZIARIO ITALIANO NON ESPERTO

0) Possibilmente non investite in Italia. - Anche lo scorso anno (24 Luglio 2003 ) la puntuale analisi dell’ufficio studio di Mediobanca sui fondi e sicav fotografa una situazione disastrosa del sistema del risparmio gestito. Ogni anno, questa relazione ha provocato reazioni stizzite di Assogestioni che contestano la fondatezza metodologica dello studio. Per il momento, sembra che quest’anno Assogestioni abbia scelto di non replicare. Forse perche’ i numeri sono talmente clamorosi che il silenzio appare essere la scelta piu’ intelligente.

Ripetiamo alcuni dati. Nessun fondo ha battuto il proprio benchmark di riferimento. Anche nel 2002, rispetto al benchmark, i fondi hanno fatto peggio del mercato del 1,5% (nel 2001 del 2,4% e nel 2000 del 2,9%).
Ma il confronto piu’ clamoroso e’ quello contro i BOT. 100 euro investiti nel 1984 sarebbero 294 se si fossero utilizzati fondi comuni azionari, 446 utilizzando fondi obbligazioni e 454 utilizzando dei semplici BOT!
E’ da notare che la pessima performance dei fondi azionari non deriva dall’andamento dei mercati. Se i 100 euro di cui sopra fossero investiti direttamente a Piazza Affari sull’indice di borsa sarebbero diventati 688 euro!
Non c’e’ che dire, il sistema del risparmio gestito e’ una macchina brucia soldi. Volete Buttare i Vostri Risparmi ?


Egidio Ambrosoli 16.07.05 00:09| 
 |
Rispondi al commento

AHAHAHAH leggi sotto un mio post che forse spiega il problema AHAHAHAH

Steve Lothlorien 16.07.05 00:05| 
 |
Rispondi al commento

ehehehehhe

Fabio Piciacchia 16.07.05 00:04| 
 |
Rispondi al commento

OT
Oggi pomeriggio mi sono collegato al blog e dopo aver cliccato sul link suggerito da Grillo il monitor ha cominciato a funzionare ad intermittenza (era un problema sul software, non del monitor).

N.B. Grillo fa bene a consigliare il Voip. Allora conoscete Voipbuster? Consente telefonate gratuite (di due minuti) sui telefoni di Europa e altri stati. Con un solo euro una tantum sblocca il limite! Usatelo ora, prima ke facciano pagare!

Yuri Di Gioia 16.07.05 00:02| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo una volta nell'economia familiare era sofficiente lo stipendio del capo famiglia, con il passare dell'anni era sofficiente lo stipendio del capo famiglia e consorte.

Oggi a Zurigo nella "opulenta" Svizzera alla dichiarazione del reddito metà popolazione dichiara oltre il milione di franchi e, l'altra metà non riescie a pagare l'affitto dell'appartamento.In tutta la Svizzera vivono di assistenza sociale 300 000 persone.
Non passeranno molti anni ancora e,poi faremo come gli Africani,un po di riso e qualche mosca.

vito liberto Commentatore in marcia al V2day 16.07.05 00:00| 
 |
Rispondi al commento

La nostra risposta è www.SOSprecari.it, un sito autogestito, un grido di dolore contro lo sfruttamento della Persona. Vi troverete tutti i comunicati dei lavoratori e delle lavoratrici delle cooperative sociali di Roma (comunicati del Cocittos, Casa dei diritti sociali, ecc.).

Non rimanete a guardare ma lottate con noi!
La redazione di
www.SOSprecari.it

Giampietro Petroselli 15.07.05 23:59| 
 |
Rispondi al commento

Non so se ho appieno capito il significato del tuo post: vuoi dire che se ci ritiriamo gli americani organizzaranno un attentato in Italia e che sono dietro a quelli già avvenuti in Spagna e Inghilterra, o intendi dire che non faranno buona guardia e lasceranno arrivare i terroristi in Italia?

Matteo Bracco 15.07.05 23:35| 
 |
Rispondi al commento

@ Rossi Rossi

É sempre meglio di niente... comunque sono riuscito a mandarla. Perchè non lo fai anche tu?

Matteo Bracco 15.07.05 23:29| 
 |
Rispondi al commento

ah, dimenticavo.. attenzione al tfr

Postato da: Umberto Mas il 15.07.05 22:42
*************************************************
La questione TFR viene di fatto spostata all'1/01/2006.....da questa data fino al 30/06/2006 il lavoratore avrà tempo per far sentire la sua voce e decidere che cosa farne del suo TFR.Attenzione che vale il silenzio/assenso..cioè se il lavoratore non dice niente, il TFR verrà automaticamente investito in fondi(in ufficio ricevo già da un po' di tempo telefonate di banche, finanziarie, ecc. per sapere che cosa intende fare la mia società del TFR dei suoi dipendenti).
Rita

Rita Porrega 15.07.05 23:25| 
 |
Rispondi al commento

Vediamo un po, tutti quei sindacalisti che gridavano e sopratutto guidavano gli scioperi,senza toglere niente hai successori.

Oggi dove sono?

Ottaviano Del Turco=sinistra,
Dantoni=sinistra,
Marini=sinistra e
Cofferati il più maestaso=sinistra.

Quando Pannella le denunciava pubblicamente questi sindacalisti,mi sembra ieri.

vito liberto Commentatore in marcia al V2day 15.07.05 23:17| 
 |
Rispondi al commento

L' esternalizzazione è il primo passo verso il licenziamento del personale.Mi spiego: dopo aver deciso di chiudere un reparto, un ufficio si comincia con non sostituire più il personale che va in pensione o che si dimette; successivamente si fa fare all'esterno (dando un appalto ad una ditta) prima una parte e poi tutto il lavoro che veniva svolto da quel determinato reparto.A questo punto il personale che risulta ovviamente in "esubero" viene in parte "riciclato" in altri reparti od uffici ed in parte messo in cassa integrazione, mobilità o lasciato a casa.
Rita

Rita Porrega 15.07.05 23:17| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera a tutti,

devo chiedere consulenza per un'urgenza. Il quirinale non ne vuol sapere di accettare la mail diretta a Ciampi circa il ritiro delle truppe. Qualcuno mi saprebbe consigliare in proposito? Grazie

Matteo Bracco 15.07.05 23:11| 
 |
Rispondi al commento

Umberto Mas


io saluto i parenti, gli zii e tutti quelli che mi conoscono ...

Terzi Maria 15.07.05 23:09| 
 |
Rispondi al commento

Beh, blog..
buonanotte a tutti (crollo e omani mi devo svegliare prestissimo)
un saluto particolare a Max, Elisabetta, Steve, Igor e tutti i soliti, compreso il Serra che abbiamo un po' esasperato prima ;-D

(V n p)

Umberto Mas 15.07.05 23:06| 
 |
Rispondi al commento

Qui il Database comincia a essere pesante con tutti questi Posts .... Ragazzi siete pesanti :-)

Romani Marco 15.07.05 23:05| 
 |
Rispondi al commento

Ma perchè non presentiamo Beppe Grillo come candidato alla primarie del centrosinistra?
Giusto per movimentare le cose e vedere se quelli si prendono un po' di strizza? Perchè candidare i soliti politici che sono lì da decenni?
Chi è disposto a firmare per la sua candidatura? Bastano 10000 firme...
Io ci sono.

paolo michelotto 15.07.05 23:03| 
 |
Rispondi al commento

Se sono un esercito perchè non fanno una guerra?

Manwë Sulimo 15.07.05 22:54| 
 |
Rispondi al commento

I sindacalisti delle varie categorie,nel trasporto in generale.Fanno praticamente sciopero,tutto l'anno.Con il solo risultato,incendivo e aumento a dismisura del traffico su gomma.Altro che no parcheggi a Torino.

vito liberto Commentatore in marcia al V2day 15.07.05 22:53| 
 |
Rispondi al commento

Mobbing ed esternalizzazione.
Il vero problema è una classe dirigente aziendale scelta non tanto per qualità. meriti e alta preparazione ma mediamente mediocre, per lo più votata al detto "credere, obbedire, far combattere, colpire e nascondere la mano, non assumersi responsabilità scottanti, crescere (all'ombra delle raccomandazioni), aspettare che altri falliscano (quelli che lavorano) per scavalcarli con giustificato motivo”.
Costoro non hanno scrupoli, non possono averne, lo scopo sono le cordate di potere. Più “in alto” si va maggiori sono i soldi da gestire, leciti o meno. Il mobbing del sottoposto (aggiungo io, specialmente se bravo e preparato) ce lo avevano in parte già descritto Fantozzi e i fumetti di Bristow negli anni tra il ’60 e il ’70, se ricordo bene anche alcuni film del neorealismo e ancor di più certi filmetti "leggeri" che presentavano la figura degli imprenditori truffaldini già negli anni del boom economico anni sessanta. Il meccanismo vero era nascosto alla generale consapevolezza da una economia mediamente crescente e da una certa azione sindacale responsabile presente in quegli anni, (finchè qualcosa è accaduto durante un governo Craxi, e qualcuno potrebbe ricordarsene).
Un aumento medio di benessere e qualche difesa sociale ai pensionati permetteva, mediamente, comunque un supporto da amici, familiari e parenti a chi era indifeso al mobing. A fine anni ’70 vedevo già persone che, facendo attività sindacale in aziende di grandi dimensioni, non ricevevano aumenti di stipendi da oltre diciotto anni (il che significa la povertà pur avendo un lavoro).
Vari meccanismi, dalla corruzione sindacale alla esternalizzazione del lavoro finalizzato al licenziamento hanno, negli ultimi anni, preso il posto delle cause di lavoro con notevole vantaggio per quelle aziende in cui non consiglierei al mio peggiore nemico di farsi assumere, poiché la mia impressione è che i veri meccanismi aziendali niente hanno a che fare con quelli ufficiali e neppure con gli organigrammi.
Scusatemi quella che può allora apparire una banalità: credo che, chi può farlo, farebbe meglio a vendere patate da domani su un furgone all’angolo delle strade o coltivare un hobby-lavorativo e prima possibile mettersi in proprio, piuttosto che sognare di entrare in una grande azienda gestita alla maniera dalla "Italietta". Alla malora certe aziende e certi manager truffaldini che ai tecnici chiedono il sangue e vanno invece, loro, a giocare sulla pelle di onesti e bravi cittadini, i quali, anche nelle aziende credo che costituiscano la grande maggioranza del popolo Italiano.
Si facciano, queste aziende, illusione che la Cina gli dia ricchezza e li costringa, dopo poco tempo, invece a chiudere dopo avergli rubato tecnologia e know how.
Però se lo Stato intervenisse con leggi sagge a difesa del lavoro, per il futuro della Nazione… Sì, ma chi le dovrebbe, oggi, pensare? Chi ne è in grado? Coloro che appaiono vedere lo Stato come fumo negli occhi?
A proposito. Certi manager non si rendono conto che dopo l'estromissione dei loro sottoposti, toccherà a loro passare da un lauto stipendio alla mobilità, mediamente in età in cui non li assumerà mai più nessuno. Si informino, si guardino in giro, è per quasi tutti, dopo poco tempo, così! Almeno i loro sottoposti un lavoro vero sapevano farlo!

Rosario Vesco 15.07.05 22:48| 
 |
Rispondi al commento

Per tornare al topic..
è l'ennesima dimostrazione dell'unico vero comandamento del nostro mondo:
il profitto innanzi tutto
non c'è altro
esuberi, delocalizzati, cassintegrati, esternalizzati, callcenteristi, disoccupati, part-time, contratti a termine.. si, per le aziende è conveniente, per la competitività pure..ma peri dipendenti?
Per aumentare la competitività bisogna far scndere i prezzi, e quindi (soprattutto) i costi. I costi delle materie prime non si toccano, quelli dell'energia nemmeno. E allora non resta che attaccare i salari, farli calare. Ovviamente per far quest bisogna far calare il potere contrattuale dei dipendenti, ed ecco la flessibilità, i contratti d'apprendistato, i contratti a termine. Meno posti fissi, più scelta tra chi assumere e chi licenziare,meno costi.
Ma che bravi.

ah, dimenticavo.. attenzione al tfr

Umberto Mas 15.07.05 22:42| 
 |
Rispondi al commento

Sono anni e anni che le grandi azziende applicano la politica del subappalto a piccole firme!

Allora bisogna smetterla si seguire i sindacati nei scioperi a catena!

I scioperi non danno risultato.

vito liberto Commentatore in marcia al V2day 15.07.05 22:36| 
 |
Rispondi al commento

Credo che nella cerchia delle aziende che esternalizzano entrerà presto a farne parte anche l' Alitalia. Qualche hanno fà nell'indifferenza più totale molti lavoratori del settore catering di "Aeroporti di Roma" sono stati esternallizzati in società più piccole, operazione che grandi aziende riescono e fare con molta semplicità, visto anche lo scarso rilievo che viene dato a questo genere di notizie dai mezzi di "disinformazione". Ora la continua ricerca da parte di Alitalia di andare avanti con il "precariato" con contratti di lavoro che nulla hanno a che fare con i "vecchi", agevola senza dubbio un rapido processo di "esternalizzazione"

Saluti

Claudio Cordova 15.07.05 22:26| 
 |
Rispondi al commento

Siamo una società che sempre più sta riprendendo la vecchia pratica dello schiavismo.
Tanto per fare un piccolo esempio. Le grandi case di moda protestano per le merci cinesi di abbigliamento, trascurando il piccolo particolare che gran parte di queste merci sono prodotte in Cina da loro, o da società che da loro dipendono, perchè in quel paese "comunista" il lavoro è ridotto ad una condizione servile.
Altro esempio è il meccanismo del lavoro "interinale", parola che a me ha sempre ricordato l'altra, più antica e casta, di "orinale". In questo caso il lavoro viene "affittato" in toto. Un'ultimo caso, dalla scuola. I bidelli, cioè il personale di assistenza al lavoro didattico, è stato drasticamente ridotto. A quelli rimasti, molto pochi, è stato vietato di fare le pulizie che sono state, appunto "esternalizzate", cioè date a società esterne. Ma queste società non hanno assunto i lavoratori che fanno pulizie. Per nulla. Sono società che prendono gli appalti a livello nazionale e poi affidano l'incarico a società di tipo cooperativo. Dentro cui ci sono i bidelli licenziati dalla scuola, i quali, per uno stipendio che è circa la metà di quello che prendevano come bidelli, fanno (male ovviamente e vorrei pure vedere che non fosse così!)le pulizie. Anche questa è una forma di lavoro di tipo schiavile.
Ciao

raffaele ibba

raffaele ibba 15.07.05 22:23| 
 |
Rispondi al commento

Steve: si, la faccenda 500/404 è giusta, e credo che sia molto probabile un innocentissimo errore. Ma in questi giorni di allegre perquisizioni saettanti non mi sentirei di escludere a priori qualcosa di peggio (seppure, lo ripeto, sia meno ipotizzabile di un "comune" errore)
(v n p)

Umberto Mas 15.07.05 22:23| 
 |
Rispondi al commento

.........Ancoraaaa?!

Ma andate sui forum d'infotmaticaaaaa a parlar di ste cose cazzoooo!

Stefano Serra 15.07.05 22:20| 
 |
Rispondi al commento

Esternalizzato = est-tromesso.

Ciò detto però, non vedo con chi dovremmo prendercela..

Quando sento parlare di politiche industriali, mi vengono i brividi.. questo è il paese dei furboni, dove la moderazione è il paravento della viltà.

dan sallo 15.07.05 22:20| 
 |
Rispondi al commento

Maa.i sindacati da voi in Italia che fanno 10 scioperi al giorno,per quale motivo scioperano?

vito liberto Commentatore in marcia al V2day 15.07.05 22:18| 
 |
Rispondi al commento

@ Serra

Hai ragione, (non avevo letto) stavo scivendo la stessa cosa

Paolo Mazzola 15.07.05 22:16| 
 |
Rispondi al commento

Serra, si, capisco. Stiamo effettivamente andando molto off-topic.
Ma stiamo parlando (dico a nome mio e di alcuni altri) di un'infrazione PROBABILE (ripeto, non certa) ma molto molto grave. La violazione della sicurezza di ogni utente del blog.
Quindi spero mi scuserai se ho momentaneamente abbandonato gli esternalizzati per spendere due parole su questi fatti..

Umberto Mas 15.07.05 22:15| 
 |
Rispondi al commento

Come minchia fanno ad ottenere, l'autorizzazione per un servizio del cazzo.(892892)
Quando lo vedo penso a J. Travolta, e non capisco cosa vogliono!!!!!!!!

Forse dovremmo affrontarlo al prossimmo blog, essendo questo dedicato ai cornuti e contenti (ESTERNATI).

Paolo Mazzola 15.07.05 22:13| 
 |
Rispondi al commento

.....vediamo se con qualche errore ortografico desto l'attenzione di qualcuno(shhhhh....che non mi sente nessuno!).

Oggi con 'sto post, Panetta non dice nulla....mah!

.........forse è a St.Moritz a degustar un cocktail a culo fresco................

Stefano Serra 15.07.05 22:10| 
 |
Rispondi al commento

Cari signori

telefonare per i punti è un falso poplema.

Ogni individuo sa i punti che ha in base allìnfrazione del codice stradale,che ha commesso.

vito liberto Commentatore in marcia al V2day 15.07.05 22:09| 
 |
Rispondi al commento

Ciao da Serra

Premetto che,se nel blog ci fosse un "counter di off-topic" oggi forse si sarebbe superato l'80%.

Per carità,parlate pure di ciò che vi sta più a cuore,io comunque il sito l'ho visitato e ne ho letto un pò.

Voi continuate pure a parlare di ricette,computer,giardinaggio,numeri del lotto......

Mi scuserete per la tirata d'orecchi ma sapete:
un conto è fare un o.t. quando langue il discorso,un altro è sbattersene allegramente del post(riesco quasi a veder l'amministratore del sito come un'insegnante in erba che cerca di riportar la situazione sui binari senza esito alcuno).

Tanto per rimanere "IN POST", arriva "l'esternazzalizione".......qualcuno ne vuol parlare?

Stefano Serra 15.07.05 22:06| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Igor Scicchitano il 15.07.05 21:37

Sul mio blog, se posto a vuoto non si collega al database

Max Stirner

Max Stirner 15.07.05 22:00| 
 |
Rispondi al commento

In merito all' 892892 oggi ho letto un manifesto di quelli giganti. Nelle scritte in piccolo, oltre al costo esorbitante di 3 cent. al secondo + 12 cent. di scatto alla risposta, c'è un'altra nota... c'è scritto che entro Dicembre i servizi 12 e 412 cesseranno di dare i numeri degli abbonati alla rete telefonica, da cui si deduce che l'892 892 serve per conoscere i numeri di telefono. Di conseguenza, chi ha inventato 892892 è lo stesso che attualmente gestisce il 12 e il 412... e chi è? Chi potrà mai essere?

Marco Pollastri 15.07.05 21:58| 
 |
Rispondi al commento

@UMBERTO MAS

Postato da: Umberto Mas il 15.07.05 21:28

PENSA AL PEGGIO E TI AVVICINI ALLA REALTA'; SE ADDIRITTURA NON L'AZZECCHI

Max Stirner

Max Stirner 15.07.05 21:57| 
 |
Rispondi al commento

OT @ Tutti

Vorrei sottolineare la nuova iniziativa per rubare soldi alla gente
la pubblicita' dell'892 892, non dice un caxxo di cosa sia
in caratteri microscopici riesci a leggere sotto quanto cosata (dopo ve lo dico io)
quindi per sapere di cosa si trattaabbiamo diverse opzioni:
1) Aspetti che mettano spot piu' esplicativi (dopo che ci hanno ormai incuriosire fino alla morte e fatto sorbire sti 2 deficenti che danno i numeri e ballano pure male).

2) Telefonare a sto caxxo di numero (immaginate la bolletta come salira')
3) Se siamo fortunati possessori di Internet allora andiamo sul sito www.892892.it
e li scopriamo cosette interessanti.


La telefonata costa 0,03 al SECONDO (ci prendono ormai per coglioni) + 0,12 alla risposta.
TOTALE AL MINUTO 1,80+0,12 quindi 1,92 al minuto, per cosa poi?

PER VIOLARE LA PRIVACY DEGLI ALTRI

ECCO A COSA SERVE l'892892 (copio dal sito)
anzi "NO" andate sul sito Voi a leggere con i vostri occhi, dato che e' un sito del cazzo non si puo' manco copiare il testo, e' fatto tutto in uno squallidissimo flash.

Guardate dal "Siamo arrivati" a come funziona.

L'azienda si chiama "Il Numero" (mo cercheremo di sapere di chi è ma posso gia' avere qualche
"infelice" intuizione Tronchettiana) E' il clone di un numero nato in Inghilterra (e djae co sti anglosassoni)


Post Validato da Moria

Steve Lothlorien 15.07.05 21:56| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: stefania puntoni il 15.07.05 20:50

_________________________________________________

Il numero è giusto 848782782(da rete fissa): io l'ho fatto e mi hanno detto che i punti sulla mia patente sono 22.
Rita

Rita Porrega 15.07.05 21:51| 
 |
Rispondi al commento

a parziale completamento dei post più sotto, dico questo:
le modalità di questo down (pagina bloccata per ore, senza nessun cambiamento e server scollegato/inaccessibile) ricordano da vicino proprio quelle di autistici.org (le pagine c'erano e le email anche, ma non si aggiornavano e non si potevano mandare/ricevere messaggi). Ricordo anche che da mesi c'è un giro di vite contro gli anrchici e gli anarco-insurrezionalisti, a cui in questi giorni si può legittimamente pensare si aggiungeranno gli islamici e i filoislamici e i cosiddetti "antioccidentali", new global, no global, anti global.
Questo sito, con un così alto numero di contatti giornalieri e molti commenti non-filogovernativi, mi sembra in una posizione molto simile ad autistici o indymedia.
Non mi stupirei se fosse avvenuta una cosa simile.

(cfr. the clash, know your rights
magari nella versione cantata da ed vedder)

Umberto Mas 15.07.05 21:48| 
 |
Rispondi al commento

sull'incidente di oggi.

io normalmente sono per i prodotti e le economie locali ma un server in Italia non lo metterei neanche sotto tortura.

Qui ai problemi con le linee, la velocità, helpline, il disservizio e mo puré il servizio :-).

ahiaiahi

ciao

Igor Scicchitano 15.07.05 21:43| 
 |
Rispondi al commento

OT @ Tutti

Vorrei sottolineare la nuova iniziativa per rubare soldi alla gente
la pubblicita' dell'892 892, non dice un caxxo di cosa sia
in caratteri microscopici riesci a leggere sotto quanto cosata (dopo ve lo dico io)
quindi per sapere di cosa si trattaabbiamo diverse opzioni:
1) Aspetti che mettano spot piu' esplicativi (dopo che ci hanno ormai incuriosire fino alla morte e fatto sorbire sti 2 deficenti che danno i numeri e ballano pure male).

2) Telefonare a sto caxxo di numero (immaginate la bolletta come salira')
3) Se siamo fortunati possessori di Internet allora andiamo sul sito www.892892.it
e li scopriamo cosette interessanti.


La telefonata costa 0,03 al SECONDO (ci prendono ormai per coglioni) + 0,12 alla risposta.
TOTALE AL MINUTO 1,80+0,12 quindi 1,92 al minuto, per cosa poi?

PER VIOLARE LA PRIVACY DEGLI ALTRI

ECCO A COSA SERVE l'892892 (copio dal sito)
anzi "NO" andate sul sito Voi a leggere con i vostri occhi, dato che e' un sito del cazzo non si puo' manco copiare il testo, e' fatto tutto in uno squallidissimo flash.

Guardate dal "Siamo arrivati" a come funziona.

L'azienda si chiama "Il Numero" (mo cercheremo di sapere di chi è ma posso gia' avere qualche
"infelice" intuizione Tronchettiana) E' il clone di un numero nato in Inghilterra (e djae co sti anglosassoni)


Post Validato da Moria

Steve Lothlorien 15.07.05 21:39| 
 |
Rispondi al commento

Roberto: cliccando direttamente dal link? Elisabetta diceva che chiedeva certificazioni (le hai abilitate o hai detto di non mostrarti più l'avviso?), ma può darsi ora sia a posto.

Marco: molto probabilmente Beppe non ne sa nulla. I server sono in genere ospitati presso dei server farm, come quello di aruba, dove il proprietario non ha controllo diretto. Ad esempio quelli di autistici sono venuti a sapere della violazione del loro server più di un anno dopo (giugno 2004-giugno 2005).
Chissà.

Umberto Mas 15.07.05 21:38| 
 |
Rispondi al commento

x umberto e max

io ho visto anche un errore di mysql.

avevo spedito il form vuoto e mi ha ritornato un errore che non mi ricordo più se era un errore di selezione del database o di query o di connessione ma era comunque un problema col database mysql.

o no, mi viene un dubbio perché non dovrebbe arrivare a connettersi al database se il form é vuoto.

allora ho visto un errore del database, quello é certo, adesso ho dubbi sul come ci sono arrivato.

spero di essere stato d'aiuto con la mia chiarezza :-)....


ciao


Igor Scicchitano 15.07.05 21:37| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,

spiegaci cosa è successo dalle 09.18 alle 16.06 perchè la cosa potrebbe essere preoccupante... E' stato solo un guasto o dietro c'è qualcos'altro?

Purtroppo su internet stanno tirando brutti venti: in pochi giorni abbiamo avuto 3 casi un po' inquietanti:

- La richiesta di sequestro di Indymedia http://www.megachip.info/modules.php?name=News&file=article&sid=1150

- Il crackdown del server di autistici/inventati http://punto-informatico.it/p.asp?i=53654

- La manomissione del server del Firenze Linux user group che ospita il progetto Winston Smith sulla e-privacy http://punto-informatico.it/p.asp?i=53755&p=2&r=PI

Dicci che il tuo è solo un guasto, altrimenti bisogna iniziare a preoccuparci...

Marco Pollastri 15.07.05 21:34| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Umberto Mas il 15.07.05 21:28

Umberto, ho fatto qualche prova e non mi sembra ci siano problemi ad andare sui nostri siti.
Sul tuo come su quello di Max ci sono andato subito.
Ciao

Roberto Giuliani 15.07.05 21:33| 
 |
Rispondi al commento

("analogia con operazioni analoghe"...BRRRRRR CHE ORRORE. MAESTRA, LE CHIEDO DI DARMI UN VOTACCIO. Compito a casa: contare tutte le volte che è nominata Lucia nei promessi sposi)
(v n p)

Umberto Mas 15.07.05 21:31| 
 |
Rispondi al commento

Aggiornatemi voi


Max Stirner

Molto semplice Max. dalle 9 alle 16.30 (più o meno) non è stato possibile utilizzare il blog.
Penso dei problemi con il server, ma non sembra che la cosa sia stata notata.
Ora pare tornato tutto a posto.
Ciao

Roberto Giuliani 15.07.05 21:30| 
 |
Rispondi al commento

Max: semplice.
Se provavi a postare dava un errore del server (error 500, con la classica schermata bianca e la scritta "the server is unable to.." etc). Se guardi infattil'ultimo messaggio è delle 9:18, il successivo solo intorno alle 16.
Inoltre se si cliccava sui link personali non ti mandava ai vari blog/siti.
Se controlli sul tuo blog ti ho mandato un messaggio proprio sull'argomento.

La cosa inquietante di questo down è l'analogia con altre operazioni analoge (v. www.autistici.org, con gli esempi di indymedia, autistici/inventati, il lug di firenze o bologna, non ricordo bene), più il aftto che ancora adesso- parola di Elisabetta- per andare sui blog di un utente dal link di beppegrillo.it ti manda un avviso di protezione. Che stiano cercando di fare qualche bel controllo a insaputa nostra e forse anche di Beppe?

Umberto Mas 15.07.05 21:28| 
 |
Rispondi al commento

Sara' un numero istituito dal tronchetto

(post validato da legolas)

Steve Lothlorien 15.07.05 21:22| 
 |
Rispondi al commento

PER TUTTI E PER NESSUNO

oggi sono stato al mare con mia moglie e sono ritornato solo ora.
Ho ricevuto telefonate da bloggers, per sapere da me se ci capivo qualcosa di quel che stava succedendo sul blog di Grillo, ma io non sapevo proprio nulla.

Aggiornatemi voi


Max Stirner

Max Stirner 15.07.05 21:22| 
 |
Rispondi al commento

L' 848782782

non è gratis.

Per sapere, quello che già sappiamo, mi sembra assurdo

Paolo Mazzola 15.07.05 21:21| 
 |
Rispondi al commento

@ Umberto
Credo di averli tutti non mi sono mai arrivate multe ne ho fatto infrazioni dall'istituzione della patente a punti (che verme lecchino che sono)

Postato da: Steve Lothlorien il 15.07.05 21:14
-----------------------------------------------

Siamo tutti un po' ruffiani.
(per sicurezza controlla, comunque)

(v n p)

Umberto Mas 15.07.05 21:16| 
 |
Rispondi al commento

@ Umberto
Credo di averli tutti non mi sono mai arrivate multe ne ho fatto infrazioni dall'istituzione della patente a punti (che verme lecchino che sono)

Steve Lothlorien 15.07.05 21:14| 
 |
Rispondi al commento

Copio e incollo:

raga!! su win magazine di luglio dicono che per legge si puo' avere l'adsl senza dover abbonarsi ad una linea telefonica ma Telecom nega come al solito

Parli di cose datate, che non hanno avuto un seguito.
Comunque si deve insistere nel chiedere un filo solo dati.
Successivamente si disdetta solo il canale voce.
Paolo

Paolo Mazzola 15.07.05 21:12| 
 |
Rispondi al commento

OT OT

http://www.uilbasilicata.it/Patente_bonus.htm

Scusate! mi sono fidato ed ho postato senza controllare.
A questo link trovate la spiegazione accredito punti che è automatico.

Ancora scuse, non ci si può fidare di nessuno

Max Stirner

Max Stirner 15.07.05 21:12| 
 |
Rispondi al commento

ps:
si, oggi ho provato a contatttare Max ma ho dovuto inserire il nome del blog a mano, da beppegrillo.it non riuscivo.
Se è vera la storia degli avvisi di protezione ADESSO non è molto rassicurante. Qualche giorno fa mi hanno richiesto informazioni sul mio blog personale e ho beccato un tentativo d'intrusione sul mio computer. Oggi questo.
Non ho nulla da nascondere, ma è inquietante.

Umberto Mas 15.07.05 21:11| 
 |
Rispondi al commento

grazie Biagi

.. e ci sono ancora finti buonisti che lo piangono....

Galdino Robustelli 15.07.05 21:08| 
 |
Rispondi al commento

copio-incollo

IL NUMERO PER CONTROLLARE I PUNTI SULLA PATENTE E'848782782 SI PUO' FARE SOLO DA RETE FISSA ITALIANA

Max Stirner

Postato da: Max Stirner il 15.07.05 20:44

^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Ho provato poco fa, sono il felice possessore di 22 punti. Grazie Max.

gennaro tosti 15.07.05 21:08| 
 |
Rispondi al commento

Oggi non si poteva esternare una minchia.
Forse hanno esternato il blog.
Paolo

Paolo Mazzola 15.07.05 21:08| 
 |
Rispondi al commento

Elisabetta, spera. Comunque se è un simbolino giallo con una specie di globo nero è l'ultimo norton. Occhio però che: a)un virus mi usava il coso degli aggiornamenti di norton per connettersi alla rete e b)quando ho messo avg mi ha trovato 18 virus e troyan mentre norton (norton security, quello completissimo, aggiornatissimo-in teoria- etc) mi diceva che era tutto ok. Ho eliminato norton.
Piuttosto è inquietante il down di oggi sul server.

Steve: ciao. Poi.. si, l'aggiornamento dei punti è automatico, ma c'è SOLO SE HAI ANCORA TUTTI I PUNTI (in teoria:se nei due anni precedenti non hai subito una decurtazione). Tu sai se al 1 luglio avevi tutti i punti? (ti ricordo ad esempio che all'inizio gli autovelox li toglievano anche senza notifica immediata..)

Umberto Mas 15.07.05 21:06| 
 |
Rispondi al commento

L'accredito dei 2 punti sulla patente avviene in modo automatico o previa telefonata al numero 848 782 782?
Risposta: L'applicazione della normativa della patente a punti (art.126-bis del codice della strada) entrata in vigore nel 2003 determina l'aumento in automatico del totale di punti 20 con ulteriori 2 punti ogni due anni di assenza di segnalazioni di infrazioni con detrazione di punteggio. Così chi all'1.7.2005, cioè 2 anni dopo l'entrata in vigore del sistema, aveva 20 punti riceverà in automatico l'attribuzione di 2 punti; in assenza di infrazioni l'1.7.2007 ulteriori 2 punti e così via fino al tetto massimo di 30 punti. La consultazione dell'Anagrafe nazionale degli abilitati alla guida, tenuta dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, per conoscere il totale dei punti registrati per la propria patente, può avvenire da parte del cittadino da quasi un anno e mezzo utilizzando un telefono della rete fissa e componendo il numero 848782782: attenzione NON E' UN NUMERO VERDE, la telefonata costa 1 scatto secondo la tariffa urbana del gestore che si utilizza. Ancora, l'aggiornamento della banca dati è onere del Centro elettronico del Dipartimento dei Trasporti Terrestri e non è richiesto ASSOLUTAMENTE alcun intervento da parte del cittadino.
Data: 13-07-2005
http://www.poliziadistato.it/pds/faq_new/index.php?cat=Stradale&so=patente%20a%20punti&id=346&zoom=1

stefania puntoni 15.07.05 21:05| 
 |
Rispondi al commento

@ Max
L'accredito ha detto il Tg che e' automatico non bisogna fare niente.
Mo "Bignavede" se e' vero

Steve Lothlorien 15.07.05 21:02| 
 |
Rispondi al commento

OT OT

ho trasmesso una informazione ricevuta. Bisogna verificare il numero, magari googlando "punti patente bonus", ma la procedura alla quale attenersi dovrebbe essere quella.

ELISABETTA, fornisci i particolari!
Hai firewall?

Max Stirner

Max Stirner 15.07.05 21:00| 
 |
Rispondi al commento

@max
hanno detto in televisione che l'accredito e' automatico, non bisogna fare niente.

Steve Lothlorien 15.07.05 20:57| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Elisabetta carosi il 15.07.05 20:42

Ah,una cosa grave:
ho beccato qualcuno che faceva il download dei miei file,cioè scaricava i miei file.
Ho spento subito il computer.
Se avevate il computer acceso e in quel momento lontani,non ve ne siete accorti.
Dubito che voi siate stati immuni da ciò.
Qualcuno sta giocando un gioco illegale. Chi
ti suggerisco di scaricarti avant con lui su niente passa pi+ ( scusa la rima)

stefania puntoni 15.07.05 20:54| 
 |
Rispondi al commento

Elisabetta:
ti consiglio un buon firewall (zonealarm di zonelabs, è gratis)
e un buon antivirus (avg di grisoft, anche questo ha una versione gratis su free.greesoft.com, mi pare, ma comunque cercalo..a differenza di altri puramente commerciali ti blocca davvero i virus, si aggiorna ogni giorno e ti controlla il computer ogni giorno)

Ho anche postato una mia risposta sul down di oggi..è nel topic di ieri.

Max: ciao e grazie per la dritta..
:-D

Umberto Mas 15.07.05 20:54| 
 |
Rispondi al commento

@Max Stirner
ma sei sicuro del numero ? perchè io ho provato a telefonare e la voce della telecom mi ha detto che il numero è inesistente

stefania puntoni 15.07.05 20:50| 
 |
Rispondi al commento

OT OT

PUNTI PATENTE

Da verificare solamente il numero, per il resto sono sicuro della procederura.

Per accreditarvi i famosi 2 punti in più, bisogna telefonare al n° indicato sotto che è il numero verde del registro Patenti (non ve li danno automaticamente... FURBI VERO?). La voce registrata vi chiederà la data di nascita ed il n° della patente (solo numeri, non le lettere).
Dopo alcuni secondi, vi verrà comunicato l'accredito. Con i 2 punti in più.

IL NUMERO PER CONTROLLARE I PUNTI SULLA PATENTE E'848782782 SI PUO' FARE SOLO DA RETE FISSA ITALIANA

Max Stirner

Max Stirner 15.07.05 20:44| 
 |
Rispondi al commento

Per Elisabetta:

[...]Ah,una cosa grave:ho beccato qualcuno che faceva il download dei miei file.Ho spento subito il computer
[...]

Puoi specificare meglio. Come te ne sei accorta?

Grazie.
_________________

Bruno Mammola

Bruno Mammola 15.07.05 20:39| 
 |
Rispondi al commento

io una volta che esternalizzo..... tiro la catena!!

E' la stessa identica cosa che fanno loro.
Quando siamo seduti sul cesso siamo uguali.
Ma loro riescono a tirare la catena anche quando non sono andati in bagno, stupendo....

Steve Lothlorien 15.07.05 20:37| 
 |
Rispondi al commento

Io mi faccio coraggio Beppe,

...ma e' sempre piu' dura...

davide marchiani 15.07.05 20:06| 
 |
Rispondi al commento

ragazzi l'unico modo per difendersi dalle grandi aziende e tagliarle fuori dal mercato.riufiutatevi di comprare i loro propdotti , rifiutatevi di lavorare per loro, rifiutate ogni contatto, e torniamo alle piccole attivita' locali di una volta.
torniamo a un'economia sana di mente...

sandro strianese 15.07.05 20:03| 
 |
Rispondi al commento

nessuno commenta il sito "esternalizzati"...
Ai dipendenti Telecom (dipendenti, non lavoratori per non svilire il sostantivo)
mi viene da dire ....
A LAVORAREEEEEEEEE !!!!!

marco dassin 15.07.05 19:55| 
 |
Rispondi al commento

Io sono un'EX del "Gruppo STET" che non più di 15 anni fà è stato SMEMBRATO da quel figio di t...a del sig. PRODI quando doveva (vedasi http://biografieonline.it/biografia.htm?BioID=982&biografia=Romano+Prodi) "Prodi riuscì a far passare i conti del gruppo da un passivo di 3.056 miliardi di lire (di inizio gestione) ad un utile di 1.263 miliardi. Lasciato l'Iri Prodi torna ad occuparsi di università e di Nomisma".
ED ORA HA LA FACCIA DI CHIEDERE VOTI DALLA PARTE DEI LAVORATORI????

CHE ANDASSE A FARE IN C....O!!!
La SIRTI S.p.A. tutt'oggi utilizza il sistema della "Esternalizzazione" per poter mandare a casa il personale che resiste anche alle angherie (allucinanti) che i leccac...i perpetrano nei confronti dei lavoratori.

Funziona così: siccome non sei simpatico (perchè è questo il parametro) sei sottoposto SPESSO a trasferte (nelle quali l'indennità di trasferta non ti basta a star fuori e ci rimetti dei tuoi) che ti portano ad avere un costo (oltre al disagio) più che un beneficio. Non soddisfatti di ciò, arriva un momento in cui il capo Agenzia di turno "apre" una S.r.l. (molto l.) e minaccia "dovete passare a questa azienda perchè altrimenti sarete licenziati" si "COMPRANO" alcuni sindacalisti e la transazione và avanti con l'IMPEGNO (col ca....o) di appaltare i lavori a tale S.r.l. in modo che ai dipendenti non cabi null'altro che il nome del datore di lavoro.
BUGIE!!!
Magicamente, dopo qualche tempo non arrivano più abbastanza commesse da Telecom e quindi: riduzione di personale!!
Sapete TUTTI quanto i sidacati abbiano a cuore la sorte delle "piccole" aziende: possono morire, non fanno tessere.

BUON VOTO A TUTTI.

Marco Cagliari 15.07.05 19:55| 
 |
Rispondi al commento

per joh-condor: io non ho mai sentito parlare di contratti adsl senza telefono, ma su www.commercioetico.it trovi dei contratti di telefonia etica che selezionano automaticamente il gestore piu conveniente per la telefonata che stai facendo e c'è la possibilità di avere un contratto adsl allo stesso prezzo di telecom, con la rasserenante differenza che non dai piu soldi al caro amico di beppe.. (il tronchetto)

per Roberto Giuliani: il sito era down anche stamattina, magari qualcuno stà benpensando di dossarlo per evitare la diffusione di notizie scomode..

walter furlan 15.07.05 19:51| 
 |
Rispondi al commento

Per Ivan Bettelli:

Parole sante!!

La cosa più esilarante di tutte però è il signor Berlusconi che parla di emergenza dell'evasione fiscale mentre iniziano i preparativi per il processo in cui lui è indagato per frode fiscale... non lo sapevate? Ma come, l'hanno detto Tutti i telegiornali e i giornali del mondo! a parte quelli italiani.

Cosa dire, it's Show Time!!!

Morris Sigurtà 15.07.05 19:49| 
 |
Rispondi al commento

x Luigi Salomone,

Io ti potrei aiutare se sei interessato a lavorare all'estero. Negli ospedali Inglesi cercano alla grande. Non c'e' la burocrazia Italiana e puoi fare domanda dall'Italia.
Ti aiutano anche a trovare casa.

Ciao da Ivan,

Ivan Bettelli

Ivan Bettelli 15.07.05 19:43| 
 |
Rispondi al commento

sono da pochi giorni un nuovo esternalizzato di un Ospedale Pubblico del nord, dopo
aver superato il concorso meritamente a tempo
inderminato, l'azienda mi ha impedito il
superamento del periodo di prova. Ho molte
cose da raccontare.. che si possono definire
scandalose, il sottoscritto invalido civile al 35% mi sono lamentato per problemi fisici dell'u.o. di assegnazione al medico competente (di parte dell'azienda). Mi sono rivolto alla CGL del luogo per fare ricorso, l'addetta che mi doveva dare il modulo per il ricorso ha telefonato alla Funzione Pubblica
della CGL il quale avrebbe detto di consigliarmi
di non fare ricorso altrimente non le fanno superare il periodo di prova e cosi e stato..
posso provarlo quindi non temo smentite.
La gravità del fatto lo lascio giudicare a voi
ma le schifezze non finiscono qui. Chiunque può
aiutarmi mi contatti alla mia e-mail luigisa1@tin.it ho bisogno di aiuto per valere
le mie ragione.

Mi aspetto contatti da parte della CGL se esiste.


luigi Salomone 15.07.05 19:35| 
 |
Rispondi al commento

Metafore Italiane:

Esternalizzato, il quale si esternalizza e puo' emigrare e lavorare all'estero.
Internalizzato il Cinese, costa poco, lavora sodo e' ubbidiente.

Esternalizzati Andatevene all'estero! Presuntuosi che non siete altro.

Porte aperte a Cinesi, bravi umili senza pretese.

Viva la Globalizzazione, Siamo tutti Esternalizzati all'estero.

Parole di Esternalizzato all'Estero, sposato con una Cinese, socio di un'africano.

Ivan Bettelli

Ivan Bettelli 15.07.05 19:31| 
 |
Rispondi al commento

nicolo

mi sa che é diventata

"fatta la legge, non serve piu l'inganno"

Signora G. Giò.

Igor

Igor Scicchitano 15.07.05 19:29| 
 |
Rispondi al commento

Sono cose che capisco e in un qualche modo le ho vissute sulla mia pelle quando, nei primi anni 90, l'Unità Sanitaria Locale è diventata Azienda USL e una intera generazione di psicologi ormai non più giovanissimi, che avevano letteralmente "costruito" e inventato i servizi del territorio, il Consultorio Familiare in particolare, sono stati trattati come pezze da piedi con una sorta di "aut aut", "O vi adattate a fare i dirigenti e date un contributo SERIO all'azienda, o delle vostre psicoterapie che durano un'eternità e non risolvono niente ne abbiamo le tasche piene".

Chi aveva la stoffa per fare il dirigente finiva a tempo pressochè pieno dietro una scrivania a dirigere, o meglio a fare da parafulmine agli insuccessi dell'azienda perchè "cosa ne capiscono gli psicologi di amministrazione?". Chi(come me) quella stoffa non ce l'aveva ha subito un silenzioso ma efficacie mobbing: stanzine sempre più anguste, sedi lontanissime e servizi lontanissimi tra loro da coprire contemporaneamente,lavoro tutto incentrato sulle emergenze e sugli adempimenti formali (Tribunale, Tribunale dei Minori, Provveditorato, programmi coercitivi di recupero per sedicenni sorpresi con lo spinello e così via).

Quindici anni di sapere e saper fare spazzati via col beffardo slogan di "E' finita la ricreazione". E' chiaro che l'interesse dell'azienda era di assumere giovani laureati da imprintare alla new philosophy, che magari confondessero Freud col mediano di spinta del Bayer Leverkusen ma sapessero fare i certificati e le relazioni che servivano, quando servivano, come servivano, e soprattutto che non viziassero gli utenti (nel frattempo ribattezzati "clienti") dandogli l'illusione che nei locali dell'ASL ci fossero degli spazi dove potessero parlare di sè e trovare un aiuto.

Morale della favola: nel 1999 ho detto "basta" e mi sono licenziato, quando la mia gastrite stava degenerando in ulcera, la mia pressione era arrivata alle stelle e mi ero ridotto uno zombie che non sapeva fare quello che gli veniva chiesto e quello che sapeva fare da 15 anni non interessava più a nessuno. Da allora sbarco il lunario come posso.

Non si tratta di uno sfogo ma semplicemente di una testimonianza diretta. Perchè altri "esternalizzati" diretti o indiretti non raccontano anche loro la propria storia? Magari mettendosi/mettendoci in marcia per organizzare centri di raccolta e coordinamento delle risorse umane, culturali, tecniche, professionali, lavorative buttate nel cestino in questi ultimi tragici anni di postcapitalismo impazzito?
Vedete il mio ottimismo di fondo? Più che autocommiserarmi cerco di lanciare idee. Esternalizzati d'Italia, fate come me e consorziamoci.
Un abbraccio.

Luca Rinaldoni 15.07.05 19:22| 
 |
Rispondi al commento

Un tempo era: "fatta la legge, trovato l'inganno"
Oggi l'espressione ha ancora valore, ma quest'ultimo si è trasformato, fino a diventare un'identità.

Vaffanculo!

Signor Aggio.

Niccolò Petrilli 15.07.05 19:19| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace non avere niente di intelligente da dire, a parte il fatto che queste cose mi fanno ESTERNALIZZARE solo un bel rutto!
Alla prossima, magari esternalizzerò concetti più alti...

Gianluca Gendusa 15.07.05 19:17| 
 |
Rispondi al commento

Esternalizziamo la giustizia fuori dall'Italia (che so magari in Burundi) così non ci potranno stare mai più conflitti di interesse!

Walter Bucciarelli 15.07.05 19:04| 
 |
Rispondi al commento

Per segnalare fatti e informazioni di interesse allo staff di Beppe Grillo, scrivi a: segnalazioni@beppegrillo.it

Nino Indicato 15.07.05 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Ma che è successo tutto oggi? Io non sono riuscito a entrare.
BEPPE ma non ti sei accorto di quanti pochi post ci sono stati?
Che è successo?

Roberto Giuliani 15.07.05 18:54| 
 |
Rispondi al commento

Scrivo per contattare Beppe Grillo ed invitarlo al forum dei saperi e dell'università che si terrà all'università della Calabria nella seconda settimana di settembre. Ci piacerebbe che venisse a raccontarci il suo lavoro. Sarebbe possibile contattarlo?
annamaria

Annamaria Vitale 15.07.05 18:54| 
 |
Rispondi al commento

Molto presto saremo tutti esternalizzati... mi sa che dovremo cominciare a fare scorta di "preparazione H" sennò sai che dolore a forza di prenderlo nel.....!!!

Massimo Giordano 15.07.05 18:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo il problema qui e' il condottiero che ci siamo scelti, Silvio Berlusconi!
Bisogna esternalizzare tutta la classe politica attuale e impiantare un governo riformatore.
Il nostro Paese e' fatto alla rovescia.
Beppe Grillo dovrebbe fare il Presidente Del Consiglio, Berlusconi il Comico. Rileggendo i suoi commenti su Repubblica si puo' intuire che dietro a queste affermazioni c'e' una Metafora della realta' Italiana. Leggi questo e capisci tutto.

Da www.Repubblica.it 14/07/2005:
Incontro sul Dpef, l'ottimismo di Silvio Berlusconi:
"A scuola di mio figlio i ragazzi hanno due telefonini"
"L'Italia vive nel benessere
tra auto di lusso e ristoranti pieni"
Dietrofront sull'evasione fiscale: "E' un'emergenza".


VOTAZIONI:
per favore votate!
Berlusconi Comico? si no
Grillo Presidente Del Consiglio? si no

Ivan Bettelli

Ivan Bettelli 15.07.05 18:51| 
 |
Rispondi al commento

...sì, esternalizziamo QUESTO governo
...e interniamo in carcere chi mostra così tanta voglia di non andarci e di non farsi processare (giustamente, solo dopo che è stato ritenuto colpevole)

Fabrizio Felici 15.07.05 18:49| 
 |
Rispondi al commento

andiamo bene..

Lorenzo Negri 15.07.05 18:48| 
 |
Rispondi al commento

Esternalizziamo il governo!

luca popper 15.07.05 18:45| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori