Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Le Autostrade e l'esternalizzazione dei costi

  • 510


traffico.jpg


Ogni anno le aziende italiane devono fare il budget, cioè il risultato aziendale.
Il raggiungimento del budget consente di distribuire i dividendi agli azionisti.
La distribuzione di dividendi consistenti fa crescere il valore del titolo in borsa.
L'azionista di controllo(quello che di solito, con una percentuale irrisoria di azioni, fa il ca...o che gli pare controllando una cascata di scatole cinesi) gestisce la società con consiglieri di amministrazione indipendenti(sic) e di sua nomina.
L’aumento del budget si realizza con più ricavi e meno costi.

La diminuzione dei costi si ottiene con:

- la delocalizzazione (esporto la produzione in Paesi senza diritti sindacali)
- l'esternalizzazione di rami d'azienda (metto fuori dall’azienda un po’ di persone e poi le uso pagandole di meno)
- l'esternalizzazione dei costi sul cliente(faccio pagare al cliente l'inefficienza aziendale).

Su quest’ultimo punto voglio fare qualche esempio su un’azienda che in questi giorni ci riguarda da vicino: la società Autostrade:

- se per un motivo indipendente dal cliente il servizio degrada, il cliente ha diritto a un rimborso.
Perché per la Milano-Torino ridotta, per i lavori per l’Alta Velocità, a una carrareccia a una o due corsie bisogna pagare il biglietto pieno? La metà sarebbe già troppo

- se viene introdotto un nuovo servizio riducendo i costi di gestione, questo risparmio deve essere riconosciuto al cliente.
Perché chi usa ilTelepass ai caselli deve pagare di più? Dovrebbe pagare di meno, le Autostrade hanno minori costi di gestione degli incassi e dei casellanti

- se per mancanza di pianificazione delle attività viene causato un disagio al cliente, questo disagio deve essere riconosciuto sotto forma di rimborso al cliente.
I lavori in corso durano tutto l’anno, lavori eseguiti di solito in orario di ufficio (9-17), quasi mai di notte, forse per risparmiare sugli straordinari delle imprese?

La parola cliente è ormai una parola vecchia, caduta in disgrazia.
Serve a esternalizzare i costi, a fare il budget, alle stock option dei manager.
Dopo tutto questo non vorrà anche pretendere un servizio decente?

15 Ago 2005, 15:56 | Scrivi | Commenti (510) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 510


Commenti

 

e poi le uso pagandole di meno)
- l'esternalizzazione dei costi sul cliente(faccio pagare al cliente l'inefficienza

comprare mi piace facebook Commentatore certificato 29.09.15 00:46| 
 |
Rispondi al commento

C'è poco da commentare, l'Italia è gregge, nel bene e nel male. Da dieci anni faccio osservazioni simili sul comportamento di questa o di quell'azienda, di questo o di quell'ente ma, come nel caso di autostrade qui menzionato, non c'è mai nessuno che faccia eco a parole che non incontrano la monotonia della consuetudine.
L'unica speranza, sembra assurdo, è quella di cadere presto in "comune disgrazia", per vedere di nuovo l'Italia uscire dal torpore e combattere unita per ciò che è giusto: il bene di tutti.

Kristopher Rochefort 13.05.09 15:16| 
 |
Rispondi al commento

se le condizioni delle strade possono dire qualcosa sul paese, italia docet.
non bisogna creare nuove infrastrutture salvo pochi casi. piuttosto e' la manutenzione che conta.
la segnaletica in genere, anche sulle autostrade, e roba da criminali. in altri paesi tipo svizzera e germania i segnali sono in gran parte luminosi.

ANDREA TOSI, MILANO Commentatore certificato 02.02.09 16:02| 
 |
Rispondi al commento

COME PENSO SI POSSANO CONTROLLARE I LIMITI DI VELOCITA' SULLE AUTOSTRADE? NON SI PUO' IMPOSTARE I CASELLI CON I TEMPI DI PERCORRENZA DELLA VARIE TRATTE? E' UNA COSA IMPENSABILE? SE DEVO IMPIEGARE 2ORE E MEZZA DA PARMA A SAVONA , SE CE NE METTO 2 AL CASELLO OLTRE CHE IL PEDAGGIO ARRIVA LA MULTA.MENO POLIZIOTTI CHE NON DEVONO FARE I FOTOGRAFI MA FARE ALTRI CONTROLLI. SAREBBE ASSURDO?

marco pelizzoni (plzmrc) Commentatore certificato 14.10.07 00:55| 
 |
Rispondi al commento

NON SI DEVONO PAGARE I TRATTI DI AUTOSTRADA CON I LAVORI IN CORSO.
ALTRIMENTI NOI PAGHIAMO IN CAMBIO DI QUALE SERVIZIO?

Giovanni C. Commentatore certificato 03.10.07 23:10| 
 |
Rispondi al commento

Vedi?
- automobilisti => - scuse per i ritocchi...
- automobilisti => - incidenti
- automobilisti => - inquinamento

ABOLIAMO GLI ATUOMOBILISTI!!

-un atuomobilista

andrea n. Commentatore certificato 28.05.07 19:55| 
 |
Rispondi al commento

il modo di mettere a terra gli autovelox e le autostrade ci sarebbe: i ridicoli segnali in prossimità dei cantieri, ormai la normalità, sono l'occasione per creare dei giganteschi ingorghi. Infatti provate,tutti insieme a rispettare i limiti imposti, in alcuni casi anche di 40km/ora,vedrete che risultati,specialmente in presenza della stradale.Intralciate il traffico dove i segnali sono anacronistici come sulla A45 il cui limite è per alcuni tratti 110 e per altri 90.strada con due corsie e spartitraffico in cemento.numero di autovelox presenti :innumerevoli.

renzo regno 28.05.07 19:26| 
 |
Rispondi al commento

Ciao si parla tanto di sicurezza stradale ma la società Autostrade per l'italia non fa nulla io sono un dipendente e faccio l'ausiliario della viabilità sull'a26 aiutateci con tutte le vostre forze a mettere sull'a26 i turni h24 di essere dei pubblici ufficiali di avere dei furgoni per la viabilità di non 400000 km di non avere dei limitatori di velocità di 90 km che la società rispetti il protocollo d'intesa stipulato con il ministero degli interni e l'aiscat i sindacati dormono non fanno nulla aiutateci a salvare vite umane interpellatemi il mio cell.3385814188. ciao

Tony Furno' 03.05.07 17:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SUGGERISCO DI ABOLIRE I CASELLI AUTOSTRADALI E IMPIEGARE IL PERSONALE A GARANZIA DI MAGGIORE SICUREZZA SULLE STRADE.
LA TASSA DI CIRCOLAZIONE SI PAGA CON VIGNETTA COME IN AUSTRIA E SVIZZERA.
NIENTE PIU CODE E MAGGIORE SERVIZIO AL CITTADINO
VI PIACE QUESTA IDEA?

MICHELE FIORETTO 19.04.07 00:22| 
 |
Rispondi al commento

Segnalo: l'autostrada dei fiori all'uscita di Ventimiglia (oltre al suo prezzo esorbitante) è malissimo organizzata in merito alle corsie d'uscita. Infatti la corsia telepass fiancheggia l'ultima corsia a pagamento normale SENZA ALCUNA STRUTTURA DI SEPARAZIONE. Succede che, grazie all'alto grado di civiltà di noi italioti, in questa ultima corsia a sinistra tutti i furbi (e sono moltissimi) si buttano sulla corsia TELEPASS per evitare la coda e si inseriscono alla loro destra quasi allo sbocco della corsia normale. Impediscono quindi un regolare deflusso veloce ai Telepass e bloccano i fessi che regolarmente si sono immessi nella corsia a pagamento normale parallela a quella Telepass. E' molto tempo che questo avviene e non sono stati presi provvedimenti in merito. Si può fare qualcosa ? Grazie e BUON LAVORO !!!

lino cavanna 09.10.06 18:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nel ponte del 25 aprile ho percorso un paio di volte l'autostada A1 fra Bologna e Modena.
Finalmente quel tratto è a quattro corsie!
Mai più ingorghi di vacanzieri e camionisti!
Ma comunque qualcosa di strano ho notato.
Hanno invertito le corsie di marcia!!
Infatti come al solito la corsia più a sinistra è intasata e si viaggia ben al di sotto dei 130 km/h, mentre spostandosi verso destra si arriva mano mano ad una liberissima corsia dove (se vuoi) puoi sfrecciare senza problemi.
Mi chiedo da tempo il perchè il Ministero dei Trasporti e le società concessionarie, non fanno una campagna efficace per informare la gran parte degli automobilisti che "ignora" una delle regole basilari per viaggiare in autostrada.
Questo commento forse non è pertinente al post ma riguarda il comportamento (pericoloso) di migliaia di automobilisti e camionisti.
Saluti

claudio capodicasa 27.04.06 16:10| 
 |
Rispondi al commento

...Taglio dei costi...
Ma e' solo una mia impressione o da qualche tempo lo stato del manto stradale in generale non viene piu' riparato in maniera sistematica?
Tutti i giorni faccio circa 55 Km per andare al lavoro e frequento la statale 309 Romea tra Venezia e Ravenna. Il tratto emiliano-romagnolo di 55 Km e' in condizioni disastrate, ne fa eco il numero di incidenti che si e' verificato nel periodo novembre-marzo, documentato dai giornali locali nonche' la minaccia di chiusura della statale da parte del prefetto (nel periodo di febbraio/marzo). Poi finalmente hanno deciso di intervenire con una rifacimento completo del manto stradale( cosi' recitavano gli articoli di giornale), ma sorpresa delle sorprese, i lavori al momento vengono eseguiti applicando delle pezze qua e la senza nessuna logica apparente (hanno riparato tratti meno danneggiati di altri!)
Ma ora lo Stato corre ai ripari, in questi giorni ha trovato la soluzione, ha messo un cartello con il limite di velocita' a 50 orari per l'intero tratto! Qualche anno fa, la statale aveva il limite di 90 orari, poi con il peggioramento del manto stradale, buona parte di essa e stata declassata a 70 orari, ora a 50, il prossimo intervento?
Ricordo che la strada e' l'unico collegamento tra Venezia e Ravenna ed e' molto frequentato, soprattutto nel periodo estivo dove i turisti si riversano su i lidi Ferraresi e Ravennati.
Mi piacerebbe sapere se qualche altra persona vive il mio disagio, magari in altre parti d'Italia per capire se i soldi destinati alla sicurezza e mantenimento delle strade, sono stati destinati ad altro.

michele mazzini 20.04.06 08:42| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di “taglio” dei costi.. quando è troppo è troppo.
Percorrendo un tratto di autostrada a pagamento, in fase di sorpasso prendo oggetto metallico che mi squarcia il pneumatico e provoca diversi danni alla carrozzeria.
Faccio richiesta di rimborso danni ma ottengo come risposta:
“non risulta ai nostri atti alcuna segnalazione/comunicazione della presenza dell’insidia sulla carreggiata precedente all’incidente. Nella fattispecie, quindi, trattandosi quanto accaduto di un caso fortuito, questa Società non può essere ritenuta responsabile a meno che non risulti che la stessa, pur avvertita o comunque a conoscenza della presenza dell’insidia, non sia intervenuta nei tempi tecnici necessari alla sua rimozione”.
Rimasto allibito, ho chiamato e ho precisato che il caso fortuito può essere accettato se a monte c’è un controllo da parte di chi offre un servizio e non una scusa per non effettuarne, trincerandosi dietro le pieghe della legge.
Oltretutto il tratto in questione è a pagamento,quindi la società autostrade deve garantirne l’uso in piena sicurezza per assicurare l’incolumità di cose e/o persone, sia attraverso un controllo degli automezzi e sia, soprattutto, delle autostrade.
Che non mi sembrava salubre demandare l’incarico (del controllo) alle segnalazioni di eventuali sfortunati automobilisti (sempre se riuscivano ad uscire incolumi da eventuali incidenti).
L’addetto mi ha risposto con accenni sulla legislazione vigente e poi con la cruda frase “non effettuiamo controlli perché la legge è in nostro favore”.
Indignato dalla conversazione ho deciso di dare la pratica ad un legale. (non vi voglio annoiare con tutto l’iter seguito secondo l’art. 22 L. 241/1990l’art. 2051 c.c. cfr,Corte di Cassazione ecc..ecc..).
Incredibilmente ho ricevuto una risposta del tutto identica nell’espressione e nella sostanza, applicando un format prestabilito senza nessun accenno sulla richiesta di documentazione sui controlli.
Un silenzio colpevole!!!

Corrado Carlutti 22.03.06 20:59| 
 |
Rispondi al commento

sulla situazione autostrade sono completamente d'accordo con te.... secondo te è possibile percorrere la Parma La spezia 100 km di autostrada in 3,45 minuti quando di solito la sera o i giorni normali si va da 45 minuti a 1,15 minuti 12 cantieri in 100 km una vera vergogna... per quanto riguarda i telepass io quello privato l'ho annullato perchè i primi tempi pagavo giusto poi ho iniziato a pagare delle cifre assurde tipo all'inizio 20 30 euro ogni 3 mesi poi alla fine 150. Sono andato a chiedere i tabulati e mi hanno risposto che per i Family come li hanno denominati non esite il tabulato...... ma esite la fregatura.... complimenti nello stesso momento ho disdetto il tutto.

Andrea De Cicco 27.02.06 20:59| 
 |
Rispondi al commento

Sono perfettamente d'accordo sul degrado che imperversa sulla rete autostradale a fronte di un continuo e spropositato rincaro dei pedaggi.
Vorrei aggiungere una nota sul fatto che molto spesso la segnaletica in prossimità dei cantieri è del tutto insufficiente; soprattutto la distanza di preavviso di un restringimento di carreggiata. In altri casi è proprio il modo in cui sono realizzati i cantieri a costituire un pericolo. Alcuni casi sarebbero da denuncia perché mettono in pericolo la vita di chi percorre l'autostrada. Io credo che molti degli incidenti che vengono imputati ad eccesso di velocità, in realtà sarebbero da attribuire a indicazioni stradali insufficienti o assolutamente posti in modo a dir poco superificiale e irresponsabile.
Un giro nella vicina Austria potrebbe dare un'idea di come le cose andrebbero fatte a regola d'arte per prevenire gli incidenti causati dai cantieri. Esiste una staistica sugli incidenti autostradali e sulle circostanze che li hanno causati?

Massimo Panontin 14.02.06 11:12| 
 |
Rispondi al commento

Sempre nel settore aumenti indiscriminati è interesante quanto sta combinando l'ATIVA sulla tangenziale di Torino...

Primo passo: da gennaio l'abbonamento mensile passa da 14,50 Euro a 18 Euro

Secondo passo: dal primo Aprile (e non per scherzo) diviene obbligatorio il Telepass (+5 Euro a trimestre tra telepass IVA e documentazione trimestrale inviata sui transiti) e quindi l'abbonamento passa di fatto a 19,50 Euro circa
Terzo passo: per ora bloccato sino al 31 dicembre, limite massimo dei transiti a soli 50 al mese.
Alcuni DEVONO per lavoro fare tutta la tangenziale (2 transiti andata e 2 al ritorno), per cui "consumeranno" il tetto dei transiti in soli 12 giorni lavorativi e mezzo... per il resto PAGARE TARIFFA PIENA...0,90 euro a transito

Chi è il più sfigato? in assoluto non saprei, ma è chiaro che tra il top sfiga c'e' il povero cristo, turnista, che deve farsi tutta la tangenziale da parte a parte per 22 giorni al mese con totale di 88 transiti e non ha magari i treni comodi per via degli orari. 50 passaggi a 19,5 euro e 38 a 0,9 ciascuno... da 14,5 euro salta a oltre 53 euro (+270%). Forse chi ha scritto che le autostade sono aumentate del 2,7% ha messo una virgola di troppo? o forse l'ATIVA ha dimenticato la virgola dopo il 2? CIAO A TUTTI e GRAZIE.
P.S.: Per me il rincaro è "solo" del 34% ..che c**o che ho!

Pierluigi Sante 13.02.06 17:48| 
 |
Rispondi al commento

Caro Gianluca Sciancalepore,
anche a me è successa la stessa cosa!!!
Non so proprio cosa fare, e mi da molto fastidio ....
mi fai sapere come sta andando?
Grazie!

Elena Luise 07.02.06 14:53| 
 |
Rispondi al commento

Caro Gianluca Sciancalepore,
anche a me è successa la stessa cosa!!!
Non so proprio cosa fare, e mi da molto fastidio ....
mi fai sapere come sta andando?
Grazie!
mirtilla98@libero.it

Elena Luise 07.02.06 14:53| 
 |
Rispondi al commento

Caro Gianluca Sciancalepore,
anche a me è successa la stessa cosa!!!
Non so proprio cosa fare, e mi da molto fastidio ....
mi fai sapere come sta andando?
Grazie!
mirtilla98@libero.it

Elena Luise 07.02.06 14:48| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe. Ti invio copia dell'email che ho inviato alla società autostrade a info@autostrade.it
Contiamo su di te, dai tu una bella strigliata alla società autostrade, forse diventeranno un pò più umani. Ciao Gianni.
---------------------------
Copia email inviata alla società autostrade:
Quando vi deciderete a fare abbonamenti per l'uso dell'autostrade? Mi risulta che in Svizzera e in Austria ci siano, mentre in Germania (vero paese che aiuta il cittadino) l'autostrada è gratis. Non vi basta sapere che siete, in paragone, i più costosi d'europa? Chiaro che non vi conviene fare gli abbonamenti, non potreste più spennari i poveri pendolari, che come me spendono più di 10 euro al giorno di autostrada, a fronte di uno stipendio che supera a malapena i mille euro. (non trovo lavoro nella mia zona e prendere l'autostrada è una scelta obbligata). Spendo meno di metano con l'auto che di pedaggio. Una domanda, ma non vi vergognate almeno un pò delle vostre tariffe da ladri? Almeno fate gli abbonamenti per i poveri pendolari e fatevela finita con questa politica da mangiasoldi che lo stato vi permette. Non dimenticate che tutti gli enti importanti, ferrovie, autobus, traghetti, persino aerei, fanno abbonamenti. Voi no, è ovvio, siete i più furbi. L'utente deve sempre pagare.... e che ci frega se guadagna mille euro al mese o muore di fame.... Noi non facciamo abbonamenti nè sconti a nessuno!!!! Grazie, siete veramente umani, voi. .... Saluti Gianni.

Gianni Rumori 05.02.06 13:14| 
 |
Rispondi al commento

per quanto riguarda gli aumenti del pedaggio,mi sono chiesto come mai percorrendo lo stessa ratta autostradale,andata e ritorno, all'andata pago 2 euro, al ritorno 2,30(?????.Ho scritto un'email allente autostrade,speriamo in una loro risposta.

antonio chiarella 03.02.06 11:49| 
 |
Rispondi al commento

Anchio ho ricevuto un bollettino da pagare per una tratta tra Napoli e non so che altro casello. Ora io abito in provincia di Verona, non sono mai stata da quelle parti, ma sopprattutto non vado mai in autostrada perchè soffro di crisi di panico procuratemi proprio dalla altissima densità di traffico delle autostrade. Io farei delle indaggini su questa società essediesse......

enrica mara baron 02.02.06 14:09| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei fare un commento alla pubblicità della società Autostrade in merito alla quale giustifica come l'aumento del 2,89% è la media e che quindi ci possono essere dei casi in cui, per brevi tratti di percorrenza, l'importo è talmente basso che per il "gioco" degli arrotondamenti in alcunio casi i 10 centesimi risultano essere anche il 10-20% di aumento (ma, dice Autostrade, sono aumenti effettuati dopo anni di stasi dei prezzi sulle tratte brevi sempre per il gioco degli arrotondamenti)-spero di essermi spiegato, non ho citato il testo ma sono andato a memoria di quello che ho letto sabato 28 gennaio 2006 sul corriere della sera. La giustificazione che appare plausibile non è supportata dai fatti le tratte che percorro io per lavoro da circa 12 anni sono brevi 1 o 2 caselli al massimo e anno seguito sempre gli aumenti e ogni tanto. Vorrei anche che Autostrade verifichi non solo quali sono i tratti a breve percorrenza, ma anche la loro frequenza di utilizzo, posso supporre che gran parte della popolazione che fa uso di autostrada per brevi tratti significhi per Autostrade un incremento delle entrate (e dei conseguenza delle nostre spese) maggiore del 2,89%.
Scusa l'elocubrazione, ma penso che ci sia una "gabola" informativa in merito ai dati di Autostrade che ho citato.
Saluti

Marco Frati 01.02.06 10:00| 
 |
Rispondi al commento

27.01.06 ore 17:30. Poco fa sfogliando il giornale (non "Il Giornale" ma per la precisione La Repubblica) mi è saltato all'occhio un paginone intero occupato dalla pubblicità di Aiscat (Associazione Italiana Società Concessionarie Autostrade e Trafori) la quale mi ha incuriosito per il messaggio che recita così: FATE UNA SOSTA. VI INFORMIAMO SULLE TARIFFE AUTOSTRADALI. Mi sono soffermata e leggendo il resto praticamente spiegano che ultimamente sono circolate informazioni, spesso discordanti, sull'aumento delle tariffe autostradali e, come il buon silvio insegna, vogliono far chiarezza facendo parlare i numeri!! E ci sono grafici e tabelle che mostrano come l'inflazione e gli aumenti di tariffe sono andati di pari passo dal 1995 ad oggi. La tabella più esilarante è quella dove mostrano come l'aumento dei pedaggi (+13,7% dal 2000 al 2005) è stato irrisorio rispetto all'aumento del biglietto del cinema (+39,82% sempre dal 2000 al 2005). Certo non si può paragonare il cinema (che è un extra, un lusso molto spesso) con il pedaggio autostradale che spesso è obbligatorio per chi lavora, ad esempio, con i trasporti.
La pagina nn posso farvela vedere ma ho trovato un comunicato su loro sito che sintetizza:

http://news.aiscat.it/news.php?lang=LI

mariangela canzoniero 27.01.06 17:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

quello che i telegiornali non dicono: i famosi aumenti delle Autostrade.

Al tg che ho sentito parlavano di 2 % circa, come no:

http://nononoeno.splinder.com/1136417470#6761682

Stefano "akiro" Meraviglia 10.01.06 19:43| 
 |
Rispondi al commento

Carissimi,
a proposito di Autostrade vorrei proporre :
Eliminazione dei caselli .
Consegentemente risparmio di personale .
Tempo delle code
Inquinamento .
Risparmi carburanti oli etc
Incazzature ...

L'eventuale gestore privato ( cosa che auspico
sparisca e vengano gestite da Ente Sociale)
potrebbe , in accordo con lo Stato recepire
il dovuto concordato in base al traffico semplicemente tramite dei rilevatori elettronici
Ad esempio mensilmente ...
I costi a mio avviso dovrebbero essere ricavati
dalle accise su carburanti o parzialmente su bolli( sono gia' abbastanza sufficienti )

Cio' sarebbe troppo semplice ovviamente e pertanto non se ne fara' nulla , comunque
continuero' a crederci e combattere affinche'
questa assurdita' medievale sparisca:
Grazie per l'attenzione . Giorgio Cavallari

giorgio cavallari 03.01.06 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Carissimi,
a proposito di Autostrade vorrei proporre :
Eliminazione dei caselli .
Consegentemente risparmio di personale .
Tempo delle code
Inquinamento .
Risparmi carburanti oli etc
Incazzature ...

L'eventuale gestore privato ( cosa che auspico
sparisca e vengano gestite da Ente Sociale)
potrebbe , in accordo con lo Stato recepire
il dovuto concordato in base al traffico semplicemente tramite dei rilevatori elettronici
Ad esempio mensilmente ...
I costi a mio avviso dovrebbero essere ricavati
dalle accise su carburanti o parzialmente su bolli( sono gia' abbastanza sufficienti )

Cio' sarebbe troppo semplice ovviamente e pertanto non se ne fara' nulla , comunque
continuero' a crederci e combattere affinche'
questa assurdita' medievale sparisca:
Grazie per l'attenzione . Giorgio Cavallari

giorgio cavallari 03.01.06 14:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come si fa per costringere Lunardi a leggere un blog?
http://liberoblog.libero.it/leggi_commenti.php?idn=bl2145.phtml#
Una volta tanto dovrebbe sapere cosa pensano quei criminali degli automobilisti... Soprattutto vista la decisione di aumentare i pedaggi autostradali - Il suo sara´ soltanto un silenzio assenso?

Massimo Rovitti 01.01.06 20:10| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,

innanzitutto Le faccio i miei commenti. La seguo fin dai tempi "Te la do io in America" e pur essendo all'epoca abbastanza piccolo mi ricordo la voglia di seguire ogni volta le trasmissioni e le tante risate. Così come sono venuto a vederla a Torino negli ultimi anni in cui è venuto a trovarci.

Le scrivo sull'argomento autostrade dopo aver visto che a partire dal nuovo anno ci sarà un aumento delle tariffe (ivi incluse autostrade come la Torino-Milano che tutto è tranne che un autostrada).

Mi domando a volte in questo meccanismo perverso dove tutti(a parte i lavoratori dipendenti e i pensionati) aumentano a loro uso e consumo tariffe e prezzi dove andremo a finire. La mazzata dell'euro già ha portato a una redistribuzione del reddito che impoverisce le famiglie di fascia media. In più viviamo in un'Italietta di pezzenti che fanno i gran signori fregando i soldi dai conti correnti degli altri(vedi Fiorani) oppure costruendo case su case (Pirelli e RIcucci). Ma a chi le venderanno ? A Torino la popolazione diminuisce e stanno costruendo solo case!

Un saluto e sempre in gamba. Io tifo per Lei.

Alberto

Alberto BRUNO 30.12.05 20:21| 
 |
Rispondi al commento

Caro grillo saprai benissimo che le autostrade,insieme alla gs autogrill sono state REGALATE ai benetton in quanto,solo rivendendosi gs si sono ripresi i soldi per rimborsare le banche che,SENZA GARANZIE (storia nuova ?) avevano prestato ai due coloratori di maglioni svariati migliaia di miliardi,in garanzia hanno dato 1000 Kg di lana tinta di rosso,non contenti,hanno lanciato una opa per inc.....re quei pochi italiani che ancora si tenevano le azioni dal collocamento a 9,50 euro presi dalla vergogna portarono l'offerta a 10,dissero che sarebbe stata tolta dal listino,scherzetto c'è rimasta ma da quel giorno autostrade non ha mai smesso di salire e i benetton di vendere comprando a 10 vendono a 22,50 guadagno 10.000 miliardi di lirette,ma le autostrade non erano dello stato(per lanciare l'opa le banche gli prestarono 7000 mil di euro in garanzia diede la società che si sarebbe preso e 10 maglioni vecchi del fratello)Un appunto da ligure,in liguria come ben sai abbiamo una sola strada che per fortuna ci fecero i romani per invadere la gallia,ma abbiamo la autostrada più cara del mondo sanremo taggia 1,90 euro per 10 km,dimenticavo hanno REGALATO la A10 dei fiori non si sa a chi forse ai gavio per altri 40 anni in cambio di cosa??? vorremmo saperlo,per fortuna,come un altro tuo lettore vivo e vivro sempre di più in california dove 25km di autostrada se non sono gratis (quasi ovunque) costano 25 cent di dollaro.Saluti,dimenticavo ogni maledetto giorno, tra xxmiglia e savona ci sono minimo 6/8 cantieri ma cosa c...o si aggiustano e le spese e gli appalti chi li ha mai controllati,i cantieri servono solo per far aumentare i costi dei pedaggi.

emilio borro 26.12.05 10:05| 
 |
Rispondi al commento

Intervista immaginaria a un ministro dei trasporti


D: Onorevole Leo Nardi è vero che sua moglie è titolare di un’ impresa di costruzioni alla quale la società autostrade ha conferito appalti miliardari per la manutenzione e la realizzazione di nuove opere sulla rete autostradale italiana?

R: È indubbiamente vero! Non ci trovo nulla di male o di strano!

D: Ha idea di cosa sia un conflitto di interessi?

R: Ma certo! È lei ha idea di chi sia un bolscevico?

D: Se permette le domande le faccio io. Lo sa che la societa’ autostrade aveva l’obbligo , a seguito della privatizzazione, di realizzare nuove opere di sviluppo della rete viaria , definite dettagliatamente nei tempi e nei modi, e che ad oggi è stato realizzato soltanto il 25% di quanto dovuto?

R: Probabilmente ci sono stati contrattempi e alcune perplessità di natura logistica …….

D: Lo sa chi avrebbe dovuto vigilare e garantire la realizzazione di tali opere?

R: Questa è una domanda faziosa …anzi persecutoria e non intendo rispondere.

D: Lo sa che da quando Lucio Maletton è diventato titolare della società autostrade le tariffe sono aumentate del 50%?

R: Non c’è da stupirsi ….anche lo stracchinio è aumentato ….mi faccia delle domande più intelligenti per favore!

D: Lo sa chi avrebbe dovuto vigilare sull’equità delle tariffe autostradali?

R: Le ho ho già detto che non rispondo a questo tipo di domande.

D: Noi italiani abbiamo l’impressione che Lei e il sig. Maletton ci stiate prendendo per il culo!
Anzi che ci stiate spillando dei gran soldi per fornirci un pessimo servizio.
Non pensa che privatizzare senza liberalizzare significhi consegnare il paese a una ristretta lobby di persone già troppo ricche e potenti?

R: Lei sta farneticando se continua sarò costretto a querelarla per diffamazione!!! Lei sta gettando fango…. bla bla bla e discredito sulle istituzioni…… bla bla bla ……(seguono solo altre chiacchere e frottole che non meritano di essere riportate

maurizio pambieri 14.12.05 14:48| 
 |
Rispondi al commento

la societa' autostrade non è per ...l'Italia, ma per benetton del vecchio e le banche. E' stato una scaldalo dall'inizio della privatizzazione all'epilogo del disservizio a pagamento che tutt'oggi siamo obbligati a subire. perche' non fai una pagina a pagamento? per il contributo....io ci sto. Quanti kilometri nuovi hanno fatto in questi anni? quante code non ci hanno risarcito? Perchè il telepass costa?

luca superbi 09.12.05 15:47| 
 |
Rispondi al commento

Se le autostrade costano molto per le auto figuratevi per chi vorrebbe usarle in moto! Non ci sono servizi adeguati, non possono usare telepass e tante volte neppure le porte automatiche viacard e pagano come un'auto. Quando viaggio in moto cerco di evitare l'autostrada. Adesso la strada normale è un test di sopravvivenza per patenti a punti. praticamente impossibile spostarsi con i limiti assurdi praticati in italia che ci obbligano a tempi di "percorrenza" da preistoria. Per viaggiare oggi bisogna avere un occhio per la segnaletica, uno per il contachilometri, uno per gli autovelox/semafori con foto/telecamere.... e poi uno che segue il traffico! Noi ne abbiamo solo 2!!! Però adesso le strade italiane sono più sicure: hanno dimezzato i morti! Se andiamo avanti così però diventiamo tutti matti!!! "buon" viaggio..

mauro motta 06.12.05 23:04| 
 |
Rispondi al commento

Se le autostrade costano molto per le auto figuratevi per chi vorrebbe usarle in moto! Non ci sono servizi adeguati, non possono usare telepass e tante volte neppure le porte automatiche viacard e pagano come un'auto. Quando viaggio in moto cerco di evitare l'autostrada. Adesso la strada normale è un test di sopravvivenza per patenti a punti. praticamente impossibile spostarsi con i limiti assurdi praticati in italia che ci obbligano a tempi di "percorrenza" da preistoria. Per viaggiare oggi bisogna avere un occhio per la segnaletica, uno per il contachilometri, uno per gli autovelox/semafori con foto/telecamere.... e poi uno che segue il traffico! Noi ne abbiamo solo 2!!! Però adesso le strade italiane sono più sicure: hanno dimezzato i morti! Se andiamo avanti così però diventiamo tutti matti!!! "buon" viaggio..

mauro motta 06.12.05 23:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao carissimo Grillo,
Per prima cosa vorrei parlare dei famosi Autovelox... Super strada di milano, limite veramente ridicolo che di giorno è impensabile di raggiungere dato che si circola tutti a passo d'uomo (forse sarebbe meglio, non inquiniamo e non dobbiamo pagare stupidi bolli e assicurazioni), la sera ci sono pocchissimi mezzi su una strada a tre corsie ma il limite non viene aumentato (e no, altrimenti come fa il comune di Milano ad incassare i soldi per la sua giunta così attenta ai bisogni dei cittadini?)... Ora mi chiedo se in questa terra dei cachi, come cantava qualcuno, sia possibile comportarsi in questo modo e fare la fine di Bush, nonostante aspramente criticato ha vinto ancora, quando riusciremo ad avere un Italia seria e, soprattutto, adatta agli italiani?
Non riesco a capire questo tipo di atteggiamento... ma quando, su tali strade, io vado molto, ma molto, sotto il limite minimo di velocità... Il comune, la provincia o lo stato... MI RIMBORSA??? Io sono per i controlli ma com'è possibile che in germania non succedano così tanti incidenti e la segnaletica è chiara e seria? Girando per l'italia si possono vedere anche limiti diversi sullo stesso tratto in concomitanza di ponti e luoghi dove gli enti di controllo possono appostarsi per fare multe.
Siamo arrivati in uno stato dove io posso multare chiunque anche con il famoso telelaser, dove non esiste nessun riferimento alla vettura che ha commesso l'infrazione se non quella dell'agente... Io mi fido degli agenti ma... non è forse vero che sbagliare è umano???
Vabbè... poi ti parlerò dei lavori in autostrada... Tipo quelli che in Primavera/estate devono essere fatti dei lavori che non possono essere fatti in altri periodi ma che sui tratti di autostrada chiusa al traffico, tali lavori vengono fatti in qualunque altro periodo... e vengono fatte anche le ferie nei periodi caldi!!! Anche questa non la capisco molto... Ciao e continua così: Sei GRANDE!

Roberto Magni 01.12.05 16:14| 
 |
Rispondi al commento

Ma caro Beppe spiegaci a tutti noi ,perche in Val di Susa si oppongono all alta velocità.Stiamo come sempre delirando noi italiani...Siamo coinvolti in un progetto europeo per la viabilità al fine di togliere traffico dalle strade, sia traffico di persone che soprattutto merci e noi che facciamo ci opponiamo!!! furbi come delle volpi!!!! Spiegaci perche ci opponiamo,cosi aspramente, forse non abbiamo capito che più treni comunque portano a meno auto e camion, dunque meno inquinamento,dunque meno code sulle autostrade,dunque meno incidenti!!!!!! da italiano mi vergogno di quelli che protestano in val di susa ,bella figura ci facciamo ,in più sempre a richiamare e a cantare canzoni come bella ciao, ma basta...cresciamo un po non siam più negli anni della guerra e del post guerra!!! il mondo cambia il comunismo é finito il muro di berlino caduto ....cambiam mentalità più progressisiti, ma dico già la destra fa casini e ha messo il paese in una situazione di depressione economica, se in più le uniche cose buone che ha proposto vengon distrutte dalla sinistra allora siamo fritti!!! sia a destra che a sinistra si cerca disfare cio che uno o l altro fa o ha fatto....bei dipendenti che abbiamo.... e noi piccoli di mente continuiamo a cantare o bella ciao.... cosi alla fine o bella ciao ce lo diranno gli altri partner europei, e le altre nazioni più serie e concrete in progetti di sviluppo. E poi un altro bel dipende che salta fuori solo per contestare il dottor Agnoletto,ma cavolo mai che proponga unacosa sensata solo protestare...ma anche lui che io stimavo, sta invecchiando ...non hai piu20 anni per fare le proteste come al liceo..dai sei un parlamentare europeo..un attimo di intelligenze nei modi di protesta... mamma mia !!!! e per finire,se la tav non viene fatta chi ci guadagna?

marco impallomeni 30.11.05 10:16| 
 |
Rispondi al commento

Salve,
di recente mio padre ha ricevuto dalla ESSEDIESSE, la società di recupero crediti di AUTOSTRADE SPA, il sollecito (con lettera semplice) per un "ipotetico" mancato pagamento di pedaggio al casello di Casalpusterlengo, il giorno 6 agosto scorso. Mio padre aveva pagato in contanti alla macchinetta, aveva ritirato anche la ricevuta (che dopo 3 mesi e mezzo non ha più, ovviamente), per di più aveva effettuato tali operazioni con l'aiuto del casellante che dall'altoparlante gli forniva consigli su come operare avendolo visto in difficoltà. Uscito dal casello non era ripartito subito perchè, in difficoltà col tragitto, aspettò di chiedere informazioni a qualcuno di passaggio.
La ESSEDIESSE richiede il pagamento del pedaggio (di tutta la tratta MI-NA), a meno che mio padre non sia in grado di dimostrare di aver già pagato il pedaggio.
Mi chiedo e vi chiedo:

1) La macchinetta non conserva una memoria dei pagamenti in essa effettuati?
2) Come fa la ESSEDIESSE a provare il mancato pagamento del pedaggio? Con una foto? E perchè è stata fatta la foto se il pedaggio è stato pagato?
3) Come mi consigliate di intervenire?

Grazie a chi avrà pazienza di leggere e/o rispondere.


Gianluca.

GIANLUCA SCIANCALEPORE 29.11.05 20:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La scorsa settimana ho avuto la brillante idea di andare a prendere la mia ragazza all'aeroporto della Malpensa, partendo da Genova in automobile.
E' stata un'esperienza molto utile.
Innanzi tutto ora capisco perchè i milanesi quando salgono in auto siano così nevrastenici e si trasforino in delle bestie fameliche di velocità e chlometri.
Ma il fatto veramente comico è stato rimanere in fondo ad una coda di quattro chilometri al casello si Arese...sulla corsia del telepass(!)... mentre accanto, sulle tre corsie del pedaggio in denaro e carte di vario genere, le auto sfrecciavano liberamente(almeno fino al casello, per rimanere poi intruppate dopo). Ci ho messo un po' a capire che ero un "belinone" tra i "pirla" e che presa per i fondelli sia la pubblicità proposta dalle Autostrade del pescatore che con il telepass arriva primo al fiume per pescare il suo pesce ...così per quella volta non ho usato il telepass. Chi dorme non piglia pesci o chi dorme sogna di pescarli?

Valerio Catrambone 29.11.05 19:39| 
 |
Rispondi al commento

INCREDIBILE CONFESSIONE DI UN CAMIONISTA

Un giorno, a seguito di un diverbio con un camionista che aveva appena rischiato di mandarmi fuori strada, sono venuto a conoscenza di una pratica comune che i camionisti seguono al fine di evitare le multe per eccesso di velocità da parte della Polizia stradale.

I camion sono dotati per legge di un apposito strumento che serve a misurare la velocità media dei veicoli.

I camion in autostrada, in base al codice della strada, possono andare ad una velocità massima di 80 Km/h, aa a tutti capita di vedere mezzi pesanti che viaggiano a 120, 130 Km/h, velocità che comportano il ritiro della patente immediato.

I camionisti che con la patente ci lavorano, perché non hanno paura di perderla ????
Come fanno a non beccare mai una multa ????

Il trucco, spiegatomi dal camionista, è questo: basta mettere un bel 100 euro nella patente così quando un agente ti ferma e ti chiede “patente e libretto” se ha la coscienza sporca prende i soldi, spesso dividendoli col collega, e ti lascia ripartire.

In caso contrario il camionista potrà evitare il tentativo di corruzione dicendo che è solito usare la patente per tenere dei soldi, come in un portafoglio.

cESARE pIRI 29.11.05 16:13| 
 |
Rispondi al commento

La velocità uccide!
E' vero che le strade italiane possono essere considerate delle "cammellabili", però il rispetto di alcune norme semplici salvano la tua, ma soprattutto la vita di altri che viaggiano. Proporrei invece che l'automobilista che supera il limite venga fermato sempre e di coseguenza contestata immediatamente l'infrazione che ha commesso e non mandargli a casa una foto con relativo salasso.
Bisognerebbe inoltre costruire auto che non inquinino e che non superino certe velocità, anche perchè non servono, dove corri con il traffico che c'è!
Incentivare altri tipi di mobilità sia per le persone che per le merci e non costruire solo strade, noi abitiamo su una penisola, perchè non si usano le navi per il trasporto merci, eravamo o no delle Repubbliche marinare? Come mai gli antichi romani costruirono porti e canali in giro ovunque?
Trovatele voi le risposte che volete.
Comunque non pigliatevela questo è prendete un bel respiro (lontano dal traffico) e cercate di farvi il meno male possibile.
Mandi

piero macchi Commentatore in marcia al V2day 28.11.05 11:32| 
 |
Rispondi al commento

Eolo - vettura ad aria compressa

Mi riferisco al commento che cita il sito www.eoloauto.it come riferimento per le informazioni relative all'auto ad aria compressa con 200Km di autonomia a 60Km/h .

Desidero informarvi che ho sfortunatamente riscontrato che il dominio citato risulta in vendita e non riporta piu' alcuna informazione relativamente al citato progetto a inquinamento zero.

Per chi volesse approfondire il seguente link risulta ancora utilizzabile:
http://www.ecplanet.com/canale/tecnologia-2/veicoli-78/0/0/7330/it/ecplanet.rxdf

saluti
daniele

Daniele Guaitoli 27.11.05 17:17| 
 |
Rispondi al commento

Il 25 novembre scorso ho percorso la A1 al momento della chiusura per neve del tratto appenninico. La Polizia Stradale all'altezza di Firenze NORD faceva transitare 800 auto l'ora ed effettuava i controlli sulle auto per verificare il possesso delle "catene da neve". Io dovevo andare a Bologna e non avevo le catene. Sono uscito a Firenze Signa (c'erano 4 km di coda) e ho acquistato le catene in città presso un'autoricambi, quindi ho raggiunto il casello di Firenze Nord per rietrare in autostrada (circa dopo un'ora). Sono transitato nell'ingresso FI NORD direzione Bologna in tutta tranquillità e nessuno ha controllato se avevo a bordo le catane (obbligatorie per neve sul tratto appenninico), intanto alle mie spalle la coda aveva raggiunto i 15 Km. CREDO SIA SUPERFLUO ogni commento sulla seretà e competenza della società autostrade, della polizia stradale (bravi solo a fare multe per completare il rapporo di pattuglia) e di coloro che gestiscono le "emergenze" in quella area.

Alessandro Bonaga 26.11.05 23:31| 
 |
Rispondi al commento


- Parte 2

Ma, non essendo probabilmente soddisfatta dell'aumento, l’Ativa nell'accordo ci ha messo pure il limite ai passaggi, non più di 50 al mese. Quasi come se uno si diverte a passare per la cinquantunesima volta di seguito da uno dei caselli della tangenziale. Non vogliono ci si prenda gusto, forse. Boh!
Povera me, quindi, non solo devo percorrere 120 km al giorno per lavorare, devo spendere 4 euro in più al mese, non devo passare dai centri abitati perchè sennò tutto il sistema tangenziale, con tutti gli annessi e connessi (Ativa compresa, oltre alle innumerevoli ditte che fanno, con somma gioia di noi automobilisti, continuamente lavori di manutenzione tutto l'anno...), non avrebbe più senso di esistere, devo anche stare attenta, con tutto quello che pago, a non passare più di 50 volte....
Per me significa, calcolando 20 giorni lavorativi per 4 passaggi al giorno, rimanere fuori di 30 passaggi....
Non credo di essere la sola in questa situazione.
E non finisce qui...
Mi costringono ad avere il Telepass, tecnologia che peraltro io già posseggo.
Ma siccome non bisogna pensare solo a se stessi quando si avanzano "lamentele" (così i politici definiscono quello che il cittadino osa pensare ed esprimere), penso sempre a coloro che a Pinerolo non vanno ma che utilizzano quotidianamente altri tratti della tangenziale, che male hanno fatto loro?
D’altronde però anche qualcosina a quei “poverini” della Società Autostrade la vogliamo lasciare o no?
Sennò la barriera avveniristica di Beinasco come la paghiamo?
Altri 1,tot euro al mese...
Ma si che va tutto bene.
Dobbiamo dire grazie all'Ativa (SATT) che ci è venuta incontro e che ci fa risparmiare, certo non lei a noi cittadini che le diamo la possibilità di esistere concedendole da tempo ormai immemorabile di gestire l’esercizio della nostra autostrada...
Scusate lo sfogo.
Cordiali saluti.
Una cittadina assai scontenta del potere contrattuale del pubblico sul “privato”.

m. rosaria chieppa 25.11.05 15:41| 
 |
Rispondi al commento

Questa l'ho appena inviata al Presidente della Provincia di Torino:"
Sono una cittadina che percorrerà, appena sarà possibile, la Torino-Pinerolo.
Per motivi di lavoro tutti i giorni della settimana entrerò a Riva di Pinerolo ed uscirò a Settimo, e viceversa.
Dovrò attraversare ben due caselli con pedaggio....
Leggo oggi la bella notizia dell'accordo tra la Provincia e l'Ativa per includere il pedaggio di Beinasco nell'abbonamento tangenziale.
Questo dopo aver ricevuto già una non altrettanto bella risposta, tramite mail, dall'Ativa che mai e poi mai il pedaggio di Beinsaco avrebbe fatto parte dell'abbonamento tangenziale di Torino.
Si sarebbe pagato 1 euro a passaggio per le auto e 1,70 per i mezzi pesanti.
Ciò perchè, scrive l'Ativa, la To-Pinerolo non è parte della tangenziale.
L'Ativa l'ha costruita in autofinanziamento...e allora mi sono chiesta del perchè del pedaggio.
Non riuscivo a giustificare in alcun modo questa "tassa".
Per la percorrenza no, perchè la stessa Ativa invitava ad entrare da altre porte (Candiolo, Gerbole, etc., non certo da Orbassano perchè quella si premurerà bene di chiuderla) con la comodità, per chi deve raggiungere il posto di lavoro o casa, che ne deriva..., no per l'ingresso in tangenziale perchè se arrivo da Pinerolo e devo uscire per esempio al Sito...allora sono stata derubata.
Insomma, non che mi sia ancora del tutto chiara quale logica viene seguita per il pagamento dei pedaggi sulla tangenziale di Torino, ma di questo ultimo della barriera di Beinasco proprio non me ne facevo una ragione...
Giunge quindi la notizia di questo accordo.
Mi sono detta: piacerà sicuramente a coloro che la To-Pinerolo manco sanno che esiste trovarsi a spendere ben 4,00 euro in più al mese per l'abbonamento.
Lo so che per i due Presidenti che hanno stipulato l'accordo 4 euro non sono nulla...però l'aumento del prezzo di un servizio di quasi il 30% questo sì che dovrebbe dirgli qualcosa!
Come lo si giustifica?" - parte 1

m. rosaria chieppa 25.11.05 15:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A PROPOSITO DELLA POLIZIA STRADALE
Qualche volta i solerti poliziotti vagano senza un’apparente meta nella corsia di sorpasso con il solo apparente scopo di farsi vedere, sembra che facciano una sfilata con le loro belle auto nuove.
Non mi è ancora capitato di vedere la famosa Lamborghini trasformata da qualche genio in “pantera della stradale”, ma sono sicuro che prima o poi accadrà e allora una grossa risata scoppierà inevitabile o meglio un pianto, visto l’inutilità di quella macchina e soprattutto quanto consuma, considerando che poi la benzina della polizia la paghiamo noi con le nostre tasse.
Ma a cosa servono ????
Forse a consumare un po’ di benzina !!!!!

Cesare Piri 24.11.05 13:10| 
 |
Rispondi al commento

Incredibile. Ho appena letto tutte queste lettere scritte sulle autostrade, sulla polizia, sulle multe ecc. Tutto questo schifo riesce ancora a sorprendermi e farmi incazzare.
Povera Italia. Ho vissuto all'estero per 10 anni e ho vissuto una vita di realtà più chiare e più facili. Non migliori, e tengo a sottolinearlo, perchè al mondo non c'è nessuno migliore dell'altro, ma più intelligente, di sicuro.
Dopo 10 anni fuori Italia? Torno e trovo le stesse identiche cose, la stessa mentalità, la stessa ipocrisia le stesse persone che continuano a fare andare la bocca ma quando è ora di fare qualcosa ... fumo. Cari Italiani, popolo di buffoni e bugiardoni! Però dobbiamo ammettere che se al governo abbiamo un "dittatore" falso e bugiardo, di certo non ci sta dando un buon esempio. Allora cari miei, noi non siamo migliori di quelli che ci governano. Parliamo tanto e poi non facciamo na.... Ma non voglio essere volgare. Volevo solo riprendere il discorso sulle strade. Ieri sera mia madre mi chiama e mi dice che, a casa sua c'e una lettera per me da Firenze. Non hanno neanche la decenza di avere l'indirizzo aggiornato. Bene.....multa perchè sono entrata in una zona a traffico limitato. Ma quando mai si vedono realmente zone di traffico limitato nelle città stra-trafficate d'Italia? E poi cosa vuol dire traffico limitato? Se sei un turista non puoi entrare? Suppongo di sì. Ma possibile che io per vedere un ponte del cavolo devo fare km su km per arrivare in centro. Cmq da bravi poliziotti hanno pure scritto che posso vedere la foto della mia auto sul loro sito. Ma come sono contenta di vedermi in fotografia! Non sanno più come fare i soldi nei comuni Italiani. Sono disgustata. A volte mi pento amaramente di essere tornata in Italia. Paese che amavo, amo e che mi è mancato per ben 10 anni. Quanta gente mi chiede " perchè sei tornata in Italia?" Qualcuno mi risponda perchè ogni giorno che passa trovo meno motivi per essere tornata a vivere "a casa". W l'italia. Amen.

Marina Salvarese 23.11.05 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Incredibile. Ho appena letto tutte queste lettere scritte sulle autostrade, sulla polizia, sulle multe ecc. Tutto questo schifo riesce ancora a sorprendermi e farmi incazzare.
Povera Italia. Ho vissuto all'estero per 10 anni e ho vissuto una vita di realtà più chiare e più facili. Non migliori, e tengo a sottolinearlo, perchè al mondo non c'è nessuno migliore dell'altro, ma più intelligente, di sicuro.
Dopo 10 anni fuori Italia? Torno e trovo le stesse identiche cose, la stessa mentalità, la stessa ipocrisia le stesse persone che continuano a fare andare la bocca ma quando è ora di fare qualcosa ... fumo. Cari Italiani, popolo di buffoni e bugiardoni! Però dobbiamo ammettere che se al governo abbiamo un "dittatore" falso e bugiardo, di certo non ci sta dando un buon esempio. Allora cari miei, noi non siamo migliori di quelli che ci governano. Parliamo tanto e poi non facciamo na.... Ma non voglio essere volgare. Volevo solo riprendere il discorso sulle strade. Ieri sera mia madre mi chiama e mi dice che, a casa sua c'e una lettera per me da Firenze. Non hanno neanche la decenza di avere l'indirizzo aggiornato. Bene.....multa perchè sono entrata in una zona a traffico limitato. Ma quando mai si vedono realmente zone di traffico limitato nelle città stra-trafficate d'Italia? E poi cosa vuol dire traffico limitato? Se sei un turista non puoi entrare? Suppongo di sì. Ma possibile che io per vedere un ponte del cavolo devo fare km su km per arrivare in centro. Cmq da bravi poliziotti hanno pure scritto che posso vedere la foto della mia auto sul loro sito. Ma come sono contenta di vedermi in fotografia! Non sanno più come fare i soldi nei comuni Italiani. Sono disgustata. A volte mi pento amaramente di essere tornata in Italia. Paese che amavo, amo e che mi è mancato per ben 10 anni. Quanta gente mi chiede " perchè sei tornata in Italia?" Qualcuno mi risponda perchè ogni giorno che passa trovo meno motivi per essere tornata a vivere "a casa". W l'italia. Amen.

Marina Salvarese 23.11.05 17:33| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno di voi era presente alla giornata anti - Autovelox??
Parlate, parlate, ma poi nessuno di voi fa qualcosa.
A Genova eravamo in trenta.
Bravi!!! state a frignare.

marco c 23.11.05 17:05| 
 |
Rispondi al commento

RAPPORTO PERVERSO TRA LA POLIZIA STRADALE E L’AUTOVELOX
Viaggiando sulle autostrade italiane mi capita spesso di vedere la Polizia stradale, dotata di autovelox, nascosta nei luoghi più impensati: in mezzo agli alberi, mimetizzata nelle piazzole di sosta, travestita da operai……… e mi domando, ma perché la Polizia ha bisogno di nascondersi per fare una multa ?

La risposta la sapete, è che stanno lì con il solo fine di fregare il povero automobilista che si trova a percorrere strade disastrate in mezzo a lavori perenni e deve districarsi tra una selva di cartelli stradali che gli impongono limiti assurdi che cambiano ogni kilometro.

E allora mi domando ma perché non perseguono i reati che sono davanti agli occhi di tutti quali ad esempio: i cartelloni pubblicitari che ci sono ai bordi delle autostrade che forse non tutti sanno che sono illegali.
Stanno lì in bella vista e nessun poliziotto si prende la briga di fare una segnalazione per rimuoverli !!!!

Cesare Piri 23.11.05 15:47| 
 |
Rispondi al commento

Bene Bene..Vedo che siamo in molti a pensarla allo stesso modo.
Io sono di Torino e per lavoro faccio almeno una volta a settimana la TO-MI inutile dire che ho gia preso dei velox,sono inevitabili se si guida normalmente,Esatto NORMALMENTE perchè ho provato a seguire la velocita massima consentita lungo tutta l'autostrada a parte i 18 minuti in più,mi sono preso tanti di quei vaff... che non vi dico.
La cosa ridicola che anche la polizia mi ci ha mandato mentre mi sorpassava....Allora mi chiedo quand'è che gli blocchiamo sta ca..o di autostrada andando tutti a 60 Km/h come ci obbligano i segnali???? il bello che il pedaggio, nonostante i rischi triplicati dovuti ai cambi di corsia obbligati,non è diminuito di un centesimo. E non provate a parlare con i casellanti perchè l'unica risposta che ti sanno dare e che....LO STANNO FACENDO PER NOI...

Ludovico Cortese 22.11.05 16:13| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,sono di Crotone e studio nella capitale da quattro anni:
perchè si parla della ferrovia ad alta velocità Torino-Francia,del colossale "ponte di Messina",del tratto autostradale ad alta velocità To-Mi,quando ancora sulla statale jonica"106" ogni anno muoiono in media 150 persone?perchè non mettere in condizione me e la gente come me di tornare a casa su una strada normale?chiedo troppo? e poi:sai quante ore impiego per tornare col treno?10 se va bene! sono 600km!è normale nel 2005 avere ancora i treni a nafta su monorotaia? qualcuno ancora si chiede perchè il turismo in calabria non decolla...lo so io perchè:sen'è andata pure l'Alitalia dall'areoporto di Crotone! Avanti così saremo costretti a raccogliere le firme per l'annessione della Calabria all'Albania(con tutto il rispetto). Qui non si gioca a monopoli:i soldi delle nostre tasse sono soldi veri(devono andare a frutto,non nelle tasche dei signorotti di turno);le mamme quando piangono,piangono davvero.piangono i nostri amici.Abbandonare il campo è facile,è da vigliacchi:io voglio tornare a casa mia e morirci se necessario,ma lascerò cadere la mia goccia nel deserto. Combatti con noi:a qualcuno fa comodo che restiamo indietro. Possiamo contare su di te?

Salvatore Andrea Falcone 19.11.05 14:26| 
 |
Rispondi al commento

mi faccio aiutare nello scrivere questa mail.
sono cittadino inglese, da qualche mese sono arrivato in italia.
ho ricevuto un multa per eccesso di velocità, andavo a 78 Km, il limite era 70.
mi chiedo: ma è legittimo e lecito, dato che siamo in europa, informare con i cartelli, gli utenti della strada solo in lingua italina? o forse, anche qualche parola in inglese, non farebbe male agli automobilisti.
così almeno sono in grado di rendersi conto di quello che c'è scritto, considerando il fatto che sono tantissimi i cartelli che informano gli automobilisti.
grazie

frankiln c 18.11.05 19:33| 
 |
Rispondi al commento

Società Autostrade
Comprate il Telepass ! ! !
A tutti noi capita, quando viaggiamo in autostrada, di imbatterci nei tabelloni luminosi che sopra le nostre teste scorrono veloci ricordandoci di acquistare il Telepass che ci fa risparmiare tempo ai caselli e ovviamente fa guadagnare tanti bei soldini alle società che gestiscono le autostrade. Mai una volta che diano indicazioni utili agli automobilisti.
Quasi assuefatto da questi messaggi pubblicitari autostradali mi stava venendo voglia di acquistare la fantastica macchinetta quando ho intrapreso un viaggio in automobile attraverso l’Europa e mi si aperto un mondo completamente nuovo: in Spagna, con una certa crudezza, i cartelli ci ricordano di rispettare i limiti di velocità segnalando quanti morti ci sono già stati sulla strada che stiamo percorrendo, in Francia il messaggio di allacciare le cinture di sicurezza ci segue come un angelo custode per tutto il viaggio, in Germania visti i loro elevati limiti di velocità ci ricordano di mantenere la distanza di sicurezza, in Austria, tramite misuratori della velocità, addirittura ti avvisano che se non rallenti potresti prenderti una multa al prossimo autovelox, in Svizzera ti ricordano che all’interno dei tunnel non si possono superare i 100 Km/h e a volte gli 80 Km/h.
Sembra che in Italia il legislatore o i gestori delle autostrade non vogliano turbare i viaggi dei poveri neopatentati che con la macchina del papy sfrecciano a 200 all’ora attaccandotisi al culo e sfanalando impazziti o i camionisti che non riescono proprio a rispettare, nemmeno le più elementari regole del codice della strada (vedi mettere una freccia quando si lanciano in sorpasso con la loro mole non indifferente).
SVEGLIA ITALIANI !!!!!
OGNI ANNO SULLE NOSTRE STRADE CI SONO 6000 MORTI………UNA GUERRA NE FA DI MENOOOOOOO

Cesare Piri 17.11.05 18:24| 
 |
Rispondi al commento

miè arrivata questa mail, vorrei saperne qualcosa in maniera un pò più dettaglaita.ne avete maisentito parlare?
Automobile ad aria compressa

Guy Negre,ingegnere progettista di motori per Formula 1, che ha lavorato alla Williams per diversi anni, nel 2001 presentava al Motorshow di Bologna una macchina rivoluzionaria: la "Eolo" (questo il nome originario dato al modello), era una vettura con motore ad aria compressa, costruita interamente in alluminio tubolare, fibra di canapa e resina,leggerissima ed ultraresistente.
Capace di fare 100 Km con 0,77 euro, poteva raggiungere una velocit> à
di 110 Km/h e funzionare per più di 10 ore consecutive nell'uso urbano. Allo scarico usciva solo aria, ad una temperatura di circa -20°, che veniva utilizzata d'estate per l'impianto di condizionamento.
Collegando Eolo ad una normale presa di corrente, nel giro di circa 6 ore il compressore presente all'interno dell'auto riempiva le bombole di aria compressa, che veniva utilizzata poi per il suo funzionamento.
Non essendoci camera di scoppio né sollecitazioni
termiche o meccaniche la manutenzione era praticamente nulla, paragonabile a quella di una bicicletta.
Il prezzo al pubblico doveva essere di circa 18 milioni delle vecchie lire, nel suo allestimento più semplice.
Qualcuno l'ha mai vista in Tv?
Al Motorshow fece un grande scalpore, tanto che il sitowww.eoloauto.it venne subissato di richieste di prenotazione: chi vi scrive fu uno dei tanti a mettersi in lista d'attesa, lo stabilimento era in costruzione, la produzione doveva partire all'inizio del 2002: si trattava di pazientare ancora pochi mesi per essere finalmente liberi dalla schiavitù della benzina, dai rincari continui, dalla puzza insopportabile, dalla sporcizia, dai costi di manutenzione, da tutto un sistema interamente basato sull'autodistruzione di tutti per il profitto di pochi.
Insomma l'attesa era grande, tutto sembrava essere pronto, eppure seppure stranamente da un certo momento in poi non si hanno più notizi

matteo rubert 16.11.05 20:25| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna anche aggiungere che se per legge le Autostrade (-ine) italiane fossero obbligate a dimezzare il costo del pedaggio per la presenza di lavori (o comunque diminuirlo) ci troveremo difronte a due diverse ipotesi: la prima è che non vi sarebbero più lavori, o molti di meno, e saremo costretti a schivare crateri sempre più grandi; la seconda ipotesi è che i lavori verrebbero eseguiti molto più velocemente con grande profitto dalla parte dell'utente (sempre che questo lavoro venga ben svolto).
Questo esempio non è chiaramente applicabile alle sole autostrade, ma a molte aziende del panorama industriale italiano

Paolo Berardi 16.11.05 19:59| 
 |
Rispondi al commento

Ma il mostro sullo stretto di messina?
perkè è un mostro e null'altro. vorrei tanto sapere ki è il responsabile della valutazione di impatto ambientale per il ponte sullo stretto.
sono curioso di sapere ki è quell'esperto ke deciderà ke l'impatto ambientale prodotto dal mostro sarà "sostenibile". ma come è possibile dikiararlo "sostenibile" un impatto così? Ricordo ai nono addetti ke quando un'opera viene realizzata significa che la sua valutaz d'impatto ambientale ha esito positivo: impatto sostenibile o compatibile con il territorio intorno all'opera. Sono fermamente convinto ke il ponte non produca un ipatto sosenibile ma al contrario sia classificato ad ALTO impatto ambientale!!! quindi sono irriducibilmente contrario al ponte pur abitando a Roma. speriamo bene! nel frattempo prendo il traghetto e vi saluto.

Daniele Onofri 16.11.05 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Sono utente, pagante ovviamente, telepass, registrato sul sito internet che consente di avere gratuitamente l'elenco dei viaggi associati alle fatture. Ricevo una mail che mi propone di aderire ad un servizio che mi consente di "ricevere gratuitamente on line la fattura del tuo contratto Telepass con l'elenco dei viaggi effettuati" e che mi magnifica i vantaggi che me ne derivano: velocità, facilità di accesso e CONVENIENZA: "disponibile subito gratuitamente il dettaglio dei viaggi effettuati e dei relativi importi, anche per il Telepass Family". Ovviamente il tutto implica che non mi verrà più "inviata per posta la fattura cartacea", ma riceverò una e-mail.
Rispondo con questo mail
"Ho ricevuto il vostro mail di pari oggetto relativamente alla possibilità di richiedere l'invio by mail della fattura. Vorrei farvi notare che in questo caso i vantaggi sono principalmente per voi che tagliate le spese postali. Il cliente che già accede alla propria area internet comunque ha la
possibilità di verificare la presenza di una fattura e di visualizzare l'elenco dei viaggi, in più ricevendo comodamente il cartaceo della
fattura a casa.L'unico vantaggio è ricevere un mail che mi avvisa dell'emissione della fattura che, oltre tutto, avviene a intervalli regolari?
Sarebbe più sensato, per chi aderisce al servizio, una riduzione delle spese corrispondente alla mancata necessità di invio postale."
Ricevo questa risposta
"La informiamo che l'invio della fattura è gratuito, in quanto parte integrante del servizio Telepass. In tale ambito il Cliente può scegliere se riceverla in formato cartaceo oppure elettronico. In virtù di tale servizio e ferme restando le attuali condizioni contrattuali, ivi compreso il pagamento del canone, Le precisiamo che, nella modalità elettronica, a differenza dell'attuale invio cartaceo a pagamento, per il contratto 'family' viene fornito gratuitamente l'elenco dettagliato delle percorrenze effettuate..."
NON C'E' PEGGIOR SORDO ......

Simonetta Morel 16.11.05 10:37| 
 |
Rispondi al commento

vorrei profetizzare una mia opinione. sono un assiduo frequentatore di quella che difficilmente si riesce a definire come AUTOSTRADA Salerno - Reggio Calabria.
proprio la settimana scorsa sono tornato da Lauria a Napoli ed ho notato che alcuni tratti già allargati (sulla necessità di farlo poi ci sarebbe molto da discutere) comprendono sempliemente 2 corsie per carreggiata con l'aggiunta di una corsia di emergenza. inoltre gli imbocchi delle nuove gallere che stanno costruendo sul tratto sicignano - polla (un tratto di 30 km percorribile a corsia unica dall'anno scorso) prevedono in carreggiate a due corsie e non tre. allora mi é venuto il dubbio seguente: vuoi vedere che ci stanno imbrogliando e che le tre corsie sono solo un modo ingannevole per dire che stanno aggiungendo in alcuni tratti una corsia di emergenza e basta?!

Marco D'Errico 15.11.05 15:06| 
 |
Rispondi al commento

GRANDE AUTOSTRADE SPA (FORSE TROPPO)
Non mi era mai capitato di imbattermi in un problema del genere , ma ultimamente nel mese di marzo 2005 a bordo della mia passat percorrevo con tranquillita' l'autostrada del sole quando passato la barriera (telepass) di caserta direzione roma entravo in una voragine spaccando 2 pneumatici (circa € 500 di danni).
Ora , avete mai provato a chiedere i danni alle autostrade spa ?
E' più facile che vi venga a trovare il fantasma di NAPOLEONE ,perche' di fantasmi stiamo parlando.
NON ESISTONO SON FATUI.
Sul loro sito ,per il mancato pagamento dei pedaggi ,hanno un numero di telefono dove 99 su 100 vi rispondono(CHIARAMENTE), ma provate a passare a reclami esiste solo un fax una e-mail e posta cartacea. Provare per credere dopo 300 e-mail, numerosi fax e documentazione via posta NIENTE - INESISTENTI - FANTASMI
gestione.sinistri@autostrade.it
tel. 06 43634601 ( 1 solo operatore per tutta la nazione ? )
saluti
alessandro

alessandro modafferi 15.11.05 09:02| 
 |
Rispondi al commento

BASTA CON LE IMBOSCATE DELLA POLIZIA STRADALE
Mi capita spesso di viaggiare per le autostrade italiane e veramente di rado vedo i controlli della Polizia, quando l’ho notata era sempre impegnata a piazzare gli autovelox nei posti più strani.
Allora ho cominciato a pensare e mi sono detto, ma non è che questi tendono a fregare??
La novità escogitata dai cervelli pensanti della Polizia è il posizionamento degli autovelox alla fine di gallerie, con lavori in corso e dove c’è un bel limite temporaneo a 60 Km/h.
Per la sicurezza direte voi e invece no, lo scopo non è quello di rendere più sicura la circolazione, ma è semplicemente quello di fare il maggior numero di multe possibili nel minor tempo possibile.
Invece di posizionare gli autovelox sui rettilinei dove qualche pirata della strada sfreccia a velocità supersoniche o nelle zone in cui le condizioni insicure delle autostrade richiedono di moderare la velocità, ecco spuntare gli autovelox in mezzo ai lavori in corso.
Una persona normale si domanderebbe, ma perché multare uno che va a 70-80 Km/h invece di 60Km/h e non cercare di beccare quelli che vanno a 180-220 Km/h invece dei 130Km/h ??
Chi tra queste due categorie di automobilisti è più pericolosa per l’incolumità degli utenti della strada??
È più facile, meno faticoso e più veloce beccare i primi piuttosto che i secondi; i poveri poliziotti così facendo in un’oretta sbrigano la faccenda appioppando più multe possibili.
Pensate se dovessero mettersi a cercare quelli che superano veramente i limiti di velocità, sarebbe molto più complicato, lungo e noioso, impiegherebbero ore intere e probabilmente farebbero incassare meno soldi allo Stato visto che gli italiani con la patente a punti stanno finalmente cominciando a rispettare i limiti di velocità.
FORSE UN PO’ DI ONESTÀ DA PARTE DELLE FORZE DELL’ORDINE NON GUASTEREBBE, RINUNCIATE A QUALCHE MULTA E DATE UN ESEMPIO DI CIVILTA’ METTENDO GLI AUTOVELX DOVE E’ GIUSTO E CORRETTO CHE VADANO MESSI

Cesare Piri 13.11.05 12:45| 
 |
Rispondi al commento

Rispondendo a Matteo:

>

Ti vogliono tenere oppresso, fino alla fine... e ti spiego perchè:

Se percorri l'A3 (io lo faccio spesso) ti accorgi che centinaia di km di *corsie transitabili* sono chiuse per lavori di ammodernamento. Il fatto strano, che salta subito all'occhio, è che in gran parte di queste corsie chiuse non si vede un solo operaio,scavatore o mezzo a lavoro ! Sembrano cantieri fantasma. Allora perchè chiudono così tante corsie se poi non ci sta lavorando nessuno? Semplice. Perchè cosi' l'automobilista fa l'abitudine al disagio e quando un giorno verranno riaperte gli sembrerà (con la stessa strada di prima) di transitare su di una pista per aeroplani e la novità di dover pagare il pedaggio arrivato al casello gli farà meno male..

E'come mangiare la bistecca tutti i giorni o farlo una volta l'anno.
Se la mangi una volta l'anno quando lo fai dirai: c..zo che buona ! Non ricordavo che la bistecca fosse così buona !

saluti

Giacomo Cusato 12.11.05 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe

ho appena ricevuto il tuo DVD e sono entusiasta del tuo show ! Grazie di esistere !

In particolare, mi è molto piaciuta la parte inerente la costruzione del ponte sullo stretto e poichè sono un cittadino 'strettamente' interessato alla questione non posso esimermi dal commentare.

Desidero ricordare che i lavori di ammodernamento dell'A3, come risaputo, sono da tempo in mano a cosche mafiose che si dividono equamente i territori di competenza da Salerno fino a Reggio Cal. L'eventuale costruzione del ponte sullo stretto, come già preannunciato da qualche magistrato, avverrà ad opera di Cosa nostra al 50% e della Ndrandgheta per il restante 50%, e secondo lo stesso magistrato le due organizzazioni si starebbero già mobilitando per infiltrare nell'affare uomini di rilievo e di insospettabile operato. Oltre, quindi, allo scempio che verrebbe fatto alla natura ed ai problemi costruttivi che hai illustrato fin troppo bene nel tuo spettacolo, ci sono interessi per il riciclaggio di denaro sporco di proporzioni megagalattiche.

Un saluto dalla Calabria che ti segue con affetto.

Giacomo Cusato 11.11.05 14:28| 
 |
Rispondi al commento

La Mi-To? C'è una sola parola: allucinante! Ho fatto un viaggio veramente da incubo con pioggerellina fine e nebbia frammezzati da continui restringimenti e deviazioni. Il tutto ovviamente su un manto stradale disastrato. Quello che ho provato è stata vera e propria paura! In compenso gli autogrill erano nuovi di pacca e pieni di luci sfavillanti...
Ma che Paese è questo? La sicurezza di chi guida, la sua vita non vengono tenute in considerazione alcuna, il lucro dei vari signorotti (la Mi-To mi risulta essere della famiglia Agnelli, la società Autostrade e gli Autogrill sono dei Benetton) invece viene tutelato e garantito dalle leggi dello Stato e dei suoi pubblici ufficiali...
Comunque, finchè la Mi-To resta nelle vergognose condizioni attuali, vi suggerisco di fare come me: non metteteci più piede. Prendete il treno o la TO-PC e poi la MI-GE: ci si metterà anche di più, ma almeno si salva la buccia!

Cordialmente, Silvio Caligiuri

P.S. visto che la costruzione delle Autostrade italiane è stata finanziata da noi, o comunque dai nostri avi, con le tasse pagate allo Stato e quindi è nostra, qualcuno mi spiega perchè diavolo noi dobbiamo pagare un pedaggio? per la manutenzione? E quale? Vi invito a fare un giretto sulle nostre autostrade per vedere in che condizioni sono: itinerario suggerito Reggio C.-Lamezia Terme. Se restate vivi ne riparliamo.
P.S.2 qualcuno è invece in grado di spiegarmi perchè i nuovi assi viari o le nuove opere strutturali come la variante di valico non vengono pagate dalla società Autostrade (o dalle altre società di gestione), ma da noi cittadini?
P.S.3 sapete che i signori che hanno acquistato i titoli della società Autostrade quando è stata privatizzata, oltre a lucrare cospicui dividendi annuali (53 cent ad azione, dividendo stimato dagli analisti per il 2005, pari ad un rendimento del 2,77% rispetto alla quotazione odierna di € 19,13 e tassato solo 12,5%) hanno realizzato un capital gain colossale? 167,5%! 19,13-7,15 prezzo IPO!

Silvio Caligiuri 08.11.05 19:37| 
 |
Rispondi al commento

Traffico,autostrade,caselli,treni,merci...

Quanta della nostra vita viene assorbita per far campare i parassiti che manteniamo con le nostre necessità primarie:mangiare e rintanarsi per la notte insieme alla nostra famiglia.Procreare per superare la nostra breve esistenza trasmettendo i nostri geni alla prole che sopravviverà alla nostra morte.
Tra tutti gli animali mi sa che l'essere umano è destinato all'estinzione soffocato dalle necessità accessorie.
Con questa consapevolezza ci circondiamo di materia che occupa spazio nell'ambiente e nella mente per non vedere al di là della scadenza del mutuo o della rata.Convinti che è meglio avere di più per sentirsi bene piuttosto che dare per esserlo tutti.
Sogno un giorno in cui io possa vedere la terra senza più risorse sfruttabili e la gente che coltiva e alleva per vivere cosciente di quello che ha passato nell'era del petrolio. Purtroppo sarò (credo) già trapassato.
Spegnamo la tv.
Grazie a Grillo che da "benzina" al mio sogno.

gianfranco pannullo Commentatore in marcia al V2day 08.11.05 16:07| 
 |
Rispondi al commento

Per lavoro ogni anno percorro su strade e autostrade mediamente 60-70 mila km. E' normale che in un anno ho una probabilità di incappare in un autovelox maggiore di chi fa 10-20 mila km. E infatti almeno una volta l'anno perdo 2 punti sulla patente e circa 180 euro. Per me è una specie di tassa in più da pagare. Non è vero come ha scritto qualcuno che "tanto la ditta paga", pago io di persona, altro che ditta!! Qualche volta ho provato a rispettare rigorosamente i limiti di velocità. Perdonatemi: non ci sono riuscito! In più ero un pericolo per tutti, mi sorpassavano macchine, motorini, cammion, apette...Siamo sinceri, il più delle volte i cartelli stradali sono assurdi o contraddittori. Una volta ho parlato con un ex sindaco di una cittadina del Lazio che mi ha confessato che ogni anno i Comuni mettono a bilancio gli introiti delle multe e se le entrate sono inferiori al previsto, sguinzagliano vigili e autovelox a fare multe. Allora diciamoci la verità. Altro che sicurezza gli autovelox sono un business. Faccio una proposta alla polizia stradale: oltre ai macchinari per rilevare la velocità, perchè non dotarsi anche di un pratico limite di velocità di 40 Kmh portatile, da porsi 5,6 m prima dell'autovelox?

Alessio Gargaro 08.11.05 15:57| 
 |
Rispondi al commento

Per lavoro ogni anno percorro su strade e autostrade mediamente 60-70 mila km. E' normale che in un anno ho una probabilità di incappare in un autovelox maggiore di chi fa 10-20 mila km. E infatti almeno una volta l'anno perdo 2 punti sulla patente e circa 180 euro. Per me è una specie di tassa in più da pagare. Non è vero come ha scritto qualcuno che "tanto la ditta paga", pago io di persona, altro che ditta!! Qualche volta ho provato a rispettare rigorosamente i limiti di velocità. Perdonatemi: non ci sono riuscito! In più ero un pericolo per tutti, mi sorpassavano macchine, motorini, cammion, apette...Siamo sinceri, il più delle volte i cartelli stradali sono assurdi o contraddittori. Una volta ho parlato con un ex sindaco di una cittadina del Lazio che mi ha confessato che ogni hanno i Comuni mettono a bilancio gli introiti delle multe e se le entrate sono inferiori al previsto, sguinzagliano vigili e autovelox a fare multe. Allora diciamoci la verità. Altro che sicurezza gli autovelox sono un business. Faccio una proposta alla polizia stradale: oltre ai macchinari per rilevare la velocità, perchè non dotarsi anche di un pratico limite di velocità di 40 Kmh portatile, da porsi 5,6 m prima dell'autovelox?

Alessio Gargaro 08.11.05 15:50| 
 |
Rispondi al commento

Gli italiani e la strada.

Potenza delle auto a mille,
Mille segnali a 40;

Da 0 a 100 in 3 secondi,
3 secondi per fotografarti;

Velocità e scatto,
Scatta la multa;

Può arrivare a 300 all’ora,
per 300 Km. doppie strisce continue;

se sorpassi in galleria,
nessuno ti vede : è buio;

se transiti vicino alla costa,
c’è il guardacoste;

se transiti vicino alla ferrovia,
c’è la polfer;

se transiti sulla strada
senza traffico,
ci sono tutti;

se c’è molto traffico,
non c’è nessuno;

se vai su un rettilineo:
70 poi 50 poi 40,
Poi…… la multa;

Se fai file di ore
In autostrada,
Paghi di più il pedaggio
( hai usato per più tempo la strada a pagamento);

Gli italiani sono i più belli e….. narcisisti,
Per la strada…….
Si fanno sempre fotografare!

Attento qua, attento là,
E il tachimetro se ne va;

Vai piano per chilometri,
Anche dietro un trattore,
Se non vuoi avere dolore;

In città
Caccia al tesoro:
dov’è il parcometro?

Strisce blu,bianche e gialle,
Il tricolore
Si fa…strada;

Il tesoro nascosto:
gli autovelox.

Pasquale Scarpati 07.11.05 23:36| 
 |
Rispondi al commento

6 mesi fa prendo l'autostrada Milano Torino e all'andata ho pagato €9,00.
Al ritorno riprendo l'autostrada e all'altezza di Santhià addetti all'autostrada,senza nulla specificare,ci obbligano a deviare verso Alessandria.
Obbligandomi per rientrare a Milano a percorrere 70 km in più e relativa ora di ritardo.
Al casello di uscita mi vedo richiedere il pagamento di 21,00 Euro in quanto avrei percorso un tragitto più lungo.
Insomma mazziato e cornuto
Mi sono rifiutato di pagare.Aspetto che la società Autostrade abbia il coraggio di farsi viva.!!!!!

Paolo Tripiciano 07.11.05 09:17| 
 |
Rispondi al commento

peche a Cosenza sono tre anni che hanno finito l'autostrada (SA RC) e hanno lasciato il limite a 60 km/h (30 km di strada)? sembra sempre che ti vogliano tenere oppresso. grazie

matteo giaccone 04.11.05 17:50| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe
Vorrei darti uno spunto......TELEPASS....
Sono Impiegato in una piccola azienda Toscana. Svolgo mansioni commerciali e sono spesso in giro con l'automobile per le strade ed AUTOSTRADE d'Italia e dell'europa. Nel mio ambito lavorativo ho conosciuto persone che lavorano a stretto contatto con L'Autostrade s.p.a e ho scopeto che circa il 30% del pedaggio che paghiamo ( tra l'altro salatissimo ) va a coprire gli oneri di riscossione. Ora se io utilizzo la porta TELEPASS per pagare il pedaggio, la percentuale sopra citata si riduce ( solo oneri di ammortamento e manutensione )altrimenti non l'avrebbero mai installato se comportasse maggiori costi.
Visto che alla cara AUTOSTRADE s.p.a economicamente conviene che l'"UTENTE" usi il TELEPASS, perchè devo pagare, oltre al pedaggio, un ulteriore costo di abbonamento? Perchè non agevolano chi usa il telepass invece di penalizzarlo?. VA CONTRO OGNI LOGICA.

Filippo Cannoni 04.11.05 17:31| 
 |
Rispondi al commento

Comprate il Telepass ! ! !

A tutti noi capita, quando viaggiamo in autostrada, di imbatterci nei tabelloni luminosi che sopra le nostre teste scorrono veloci ricordandoci di acquistare il Telepass che ci fa risparmiare tempo ai caselli e ovviamente fa guadagnare tanti bei soldini alle società che gestiscono le autostrade. Mai una volta che diano indicazioni utili agli automobilisti.
Quasi assuefatto da questi messaggi pubblicitari autostradali mi stava venendo voglia di acquistare la fantastica macchinetta quando ho intrapreso un viaggio in automobile attraverso l’Europa e mi si aperto un mondo completamente nuovo: in Spagna, con una certa crudezza, i cartelli ci ricordano di rispettare i limiti di velocità segnalando quanti morti ci sono già stati sulla strada che stiamo percorrendo, in Francia il messaggio di allacciare le cinture di sicurezza ci segue come un angelo custode per tutto il viaggio, in Germania visti i loro elevati limiti di velocità ci ricordano di mantenere la distanza di sicurezza, in Austria, tramite misuratori della velocità, addirittura ti avvisano che se non rallenti potresti prenderti una multa al prossimo autovelox, in Svizzera ti ricordano che all’interno dei tunnel non si possono superare i 100 Km/h e a volte gli 80 Km/h.
Sembra che in Italia il legislatore o i gestori delle autostrade non vogliano turbare i viaggi dei poveri neopatentati che con la macchina del papy sfrecciano a 200 all’ora attaccandotisi al culo e sfanalando impazziti o i camionisti che non riescono proprio a rispettare, nemmeno le più elementari regole del codice della strada (vedi mettere una freccia quando si lanciano in sorpasso con la loro mole non indifferente).
SVEGLIA ITALIANI !!!!!
OGNI ANNO SULLE NOSTRE STRADE CI SONO 6000 MORTI………UNA GUERRA NE FA DI MENOOOOOOO


Cesare Piri 03.11.05 17:23| 
 |
Rispondi al commento

Il 25/10/2005 ho trovato nella buca delle lettere una busta della "essediesse" (soc. di servizi)nella quale mi accusavano di non aver pagato il pedaggio dell'autostrada all'uscita di Serravalle il 10/07/2005....ma il 10/07/2005 non c'era lo sciopero dei casellanti?!?Anche volendo, a chi avrei dovuto pagare non essendo io in possesso nè di via card nè di telepass!?!?Ora devo pagare la bellezza di €.61,45 ("giustamente" mi fanno pagare l'intera tratta, anche se io sono partita da torino). Se come me anche altre persone si trovando a dover pagare multe così, alle autostrade conviene che i casellanti facciano sciopero!!!!!!Cosa devo fare???Qualcuno sa darmi un consiglio?
Erika da Torino

Erika Mazzi 02.11.05 10:10| 
 |
Rispondi al commento

Come mai le forze dell’Ordine non multano i proprietari delle autostrade?
All’uscita della tangenziale di Napoli, casello Camaldoli, pomposamente definito dal gestore “ad alta automazione”, a causa della spinta automazione dei caselli sic, spesso questi si bloccano, si forma così una colonna che in breve raggiunge il curvone che immette nel piazzale del casello.
I veicoli provenienti da Fuorigrotta che sopraggiungono, malgrado la loro velocità limitata, spesso non accorgendosi della coda nascosta dalla curva sono obbligati a pericolosissime frenate quando tutto va bene o a tamponamenti irreparabili e micidiali. Abitando nella zona sento spesso di notte e giorno, frenate o come ieri, addirittura esplosioni per incidenti sulla tangenziale causati probabilmente da questo diciamo inconveniente.
La sicurezza sulla strada dipende solo dal comportamento degli automobilisti? O anche da come si gestiscono le strade? Questi della Tangenziale di Napoli pur di risparmiare due o tre posti di lavoro mettono a rischio le vite di chi utilizza la strada.

Bruno Cundari 30.10.05 17:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

l'esternalizzazione di rami d'azienda (metto fuori dall’azienda un po’ di persone e poi le uso pagandole di meno)
vuol dire anche avere meno dipendenti (lotte sindacali) spostare esternamente all'azienda i costi e la possibilità di chiedere un "panettone" a natale dalla ditta che si aggiudica l'appalto, poi se nessuno protesta con chi doveva pulire è facilmente comprensibile. Provate voi a chiedere il "panettone" ai vostri dipendenti o subalterni

stefano salamone 30.10.05 08:33| 
 |
Rispondi al commento

[OT]Eccessi di velocità in autostrada
--------------------------------
Facile eliminarli! Basta controllare il tempo trascorso del viaggio ed il n°
dei km e calcolare la media oraria. Se questa sfora il limite di velocità
multa. Semplice no? Certo, uno può fermarsi all'Autogrill 5 ore e poi farsi
il viaggio a 250 km/h direte voi. Questi però sono guidatori che corrono per
divertimento. Solitamente riposati e con macchine sportive. Comunque non
giustificabili però certamente bravi piloti, attenti e con mezzi più sicuri
del mediocre parco macchine italiano. Ben diversa la storia di quei "piloti"
che hanno degli orari da stabilire, che vanno di fretta, che "se ne fregano
delle multe tanto paga la ditta". Questi sono comunque pericolosi e provocano
anche loro incidenti. Non so se piu' dei precedenti però questi non si fermano
all'Autogrill e certamente sforano i limiti imposti. Quindi si va a scremare
parecchio tra tutti quelli che fanno le corse in autostrada. Ogni casellante
avrà immaginato questa cosa.. ma che ci guadagna?

Saluti
--
Mattia

Mattia Baraldi 26.10.05 11:32| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe
vorrei aprire una parentesi sulle cose che sento
dire oggi il traffico la politica e, altro.
Sono sposato e, ho due figli uno di 1 anno e,1 di
due e mezzo,mia moglie non puo' tornare a lavorare
perche'deve allevare i bambini,il problema e' questo noi non riusciamo ad arrivare a fine mese
perche' prima entravano 2 stipendi adesso che ci sono i bambini uno solo,gli asili nido ci sono
ma costano 500€ per ogni figlo;100€ in piu'della paga base di un metalmeccanico.La media europea e,del 33%; in italia si arriva al 7%. ciao beppe

enrico zarrelli 26.10.05 00:20| 
 |
Rispondi al commento

Si parla del ponte tra Italia e Sicilia; ottima cosa,forse,ma e le ferrovie obsolete dimenticate da anni per favorire il trasporto su gomma(leggi pure Agnelli)? Ed i paesi ancora senza acqua corrente? (corrono loro al pozzo!)E la Telecom che raddoppia i costi telefonici alla faccia della libertà di impresa(che sia un monopolio??)
e il Metano che dovremmo avere quasi gratis? E l'accise sui carburanti? Porca miseria,ma la ruberia non finirà proprio mai?????

g.luciano redaelli 23.10.05 22:19| 
 |
Rispondi al commento

Si parla del ponte tra Italia e Sicilia; ottima cosa,forse,ma e le ferrovie obsolete dimenticate da anni per favorire il trasporto su gomma(leggi pure Agnelli)? Ed i paesi ancora senza acqua corrente? (corrono loro al pozzo!)E la Telecom che raddoppia i costi telefonici alla faccia della libertà di impresa(che sia un monopolio??)
e il Metano che dovremmo avere quasi gratis? E l'accise sui carburanti? Porca miseria,ma la ruberia non finirà proprio mai?????

g.luciano redaelli 23.10.05 22:19| 
 |
Rispondi al commento

Cari miei non c'è solo la società autostrade e l'ho scoperto lamentandomi in una lettera scritta all'ANAS per una coda interminabile su una bretella che unisce il GRA di RM con l'Autostrada Roma-L'Aquila, senza che vi fossero in atto dei lavori. Per tutta risposta il responsabile operativo dell'azienda mi ha fatto sapere che quel tratto di strada è di competenza di un'altra società, l' Autostrada dei Parchi, a quel punto non mi è rimasto altro che scrivere all'assessore della viabilitò del Comune di Roma per dirgli che sono molte e forse troppe le società che curano le nostre strade.

Stefano Bigioni 22.10.05 13:57| 
 |
Rispondi al commento

non capisco perchè sulla tangenziale di Mestre sono riusciti a snellire il traffico utilizzando la corsia di emergenza, mentre a Milano, non esiste nemmeno un timido tentativo per trovare una soluzioni ,con tutti i testoloni ingiro.

fabio porta 21.10.05 14:22| 
 |
Rispondi al commento

scusate non sono pratica dei blog. Vorrei solo darvi un'informazione: chi non ha preso il treno di recente si troverà una bella sorpresa: dal 12 ottobre si deve prenotare anche sugli intercity non ci sono più posti liberi. fino a dicembre pare facciano pagare solo 1 euro in più sul treno se non si ha la prenotazione... poi scattano le multe come sull' eurostar. Vi immaginate da soli le conseguenze... Inoltre il controllore con il quale mi sono trovata a discutere di questo problema mi ha parlato dell' alta velocità. Primo pare che non riguarderà mai la tratta da bologna alla puglia, impossibile da realizzare, secondo lui parlava di cifre sui 30 euro per fare bologna milano.
A voi commenti o maggiori informazioni

arianna ruggeri 20.10.05 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, ciao a tutti,
di problemi sulle autostrade Italiane ce ne sono così tanti che sembra quasi ridicolo parlarne. Dai lavori inutili (es: aumentare le corsie sull'A1 MI-BO senza "eliminare" il passaggio da Bologna), lavori utili che nascondono altri lavori (es: MI-GE lavori per terza corsia che includono anche sotituzione del guardrail con uno più nuovo e assolutamente più pericoloso per le moto), caselli colli-di-bottiglia, casellanti di cui nessuno ha più bisogno, costi elevati, ecc..
Ricordiamoci anche che, all'inizio dei tempi, il pedaggio doveva servire "SOLO" a recuperare gli investimenti fatti (ce lo disse Andreotti!!??!!) e che, quindi, non dovrebbero più esserci. Purtroppo le autostrade ci sono necessarie per mille motivi, il primo tra i quali è che le ferrovie Italiane FANNO VERAMENTE SCHIFO, e non solo da quando sono state "privatizzate" (ma sarà vero?). Il traffico commerciale su rotaia, che avrebbe permesso di eliminare migliaia di camion dalle autostrade, è morto almeno trent'anni fa e non si pensa assolutamente a recuperare la situazione. Non parliamo del traffico civile (ho letto con attenzione e affetto tutti i messaggi postati che ne parlano).
Allora che fare? Non ho la soluzione ma se c'è qualcuno che ne ha anche una sola (e anche parziale) lo dica. Credo che troverebbe milioni di sotenitori.

Giovanni Borlandelli 20.10.05 13:10| 
 |
Rispondi al commento

Le corsie di destra delle autostrade sono sempre libere, perché ritenute appannaggio di Pande, TIR troppo carichi e anziani automobilisti col cappello. Ho una proposta: smontare tutte le corsie di destra e rimontarle sulla sinistra. In tal modo tutti quei simpatici guidatori dei 180 all'ora che ti abbagliano se vai a 140, verranno superati dalle Pande.

Giancarlo Norese 17.10.05 00:08| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
ho 30 anni e vivo in Liguria ad Andora. Voglio dire che sono stufo del sistema autostradale ligure. Nel tratto Savona-Ventimiglia che si aggira attorno ai 100 km di autostrada ogni anno subisco un numero di cantieri quantificabili in un anno ad almeno 250 giorni.Visto che viaggio sull'autostrada forse più cara d'Italia e che il motivo per cui uno prende l'autostrada è per risparmiare tempo,trovo assurdo dover viaggiare con tutte le scomodità di questi cantieri che nella maggior parte delle volte sono inutili.Inoltre i dirigenti, come scusa, dicono che i lavori sono necessari alla nostra sicurezza.Bene ora è aperto un cantiere che ti obbliga a scambiare la carreggiata e perciò per circa 3 km sei costretto a viaggiare su una carreggiata a doppio senso di circolazione.Secondo te questo è sicurezza? se mai un camionista o un qualsiasi altro conducente avesse un malore o una distrazione in un passaggio in galleria i famosi dirigenti mi dovrebbero spiegare quale santo pregare per potermi salvare. La soluzione sarebbe chiudere quel tratto di autostrada soggetta al cantiere se lo stesso richiede l'occupazione dell'intera carreggiata e nel caso in cui occupasse solo una corsia o più senza dover scambiare la carreggiata, vorrei che il transito costasse meno visto che viene a mancare il servizio per cui nasce l'autostrada.Caro Beppe tu cosa ne pensi? Scusa se mi sono dilungato ma volevo che fosse chiaro il concetto. Stammi bene.Ciao Mario

Mario Buschi 16.10.05 17:33| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
non si parla più di sicurezza ferroviaria.
Vi ricordate Crevalcore? Soligano (PR)? Il regionale che andava a Torino che è deragliato? l'incidente sulla linea Palermo-Messina? Solo per citare quelli che sono arrivati agli onori delle cronache solo perchè ci sono verificate delle perdite di vite umane?
Ora il problema pricipale sembrano le pulci (certo non trascurabile) ma le famose zone oscure? chi se le ricorda? quelle tratte dove non esiste alcun sistema di ripetizione di segnale in cabina? dove in poche parole si viaggia alla ceca..avranno risolto tutto? intanto grandi cementificazioni per l'alta velocità, ma le restanti tratte? i cosidetti rami secchi? i treni pendolari? la manutanzione dei locomotori? i turni massacranti per i dipendenti? le traversine non bullonate? gli appalti della pulizia? la riduzione dei treni merci...certo ora è importante magari raspare qualche contributo per nuove carrozze visto che ben 800 sono infestate da pulci zecche scarafaggi e altri simpatici inquilini.
Poi nessuno ha spiegato in che cosa consistono i nuovi sistemi innovativi di pulizia delle carrozze dopo il vaglio di super tecnici, hanno sentenziato che le carrozze saranno pulitissime..secondo me serve olio di gomito..mah

Francesco Martini 15.10.05 22:56| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe!
Non ho tanto tempo per leggere tutto ciò che viene riportato e quindi potrebbe essere che qualcuno ha già denunciato le cose che sto per scrivere. Volevo sintetizzare la situazione delle nostre autostrade elencando solo alcuni punti:
1) Perchè in Italia continuano ad esistere i
caselli?
a) Sono tutti impostati in modo diverso, con
cartelli diversi, con scritte diverse
(quasi mai con traduzione per gli
stranieri)e spesso malfunzionanti generando
confusione a noi che siamo "abituati"
figuriamoci per i poveri turisti.
b) Creano ingorghi, dato che sono dei colli di
bottiglia, causando non solo traffico ma
anche incidenti. Percorro spesso per lavoro
il tratto Fidenza/Piacenza oppure
Fidenza/Parma o Reggio Emilia. Bene, in
prossimità di queste uscite c'è quasi
sempre la coda che arriva anche per alcuni
km sulla corsia di emergenza,causando per
l'appunto non solo ritardo ma anche
incidenti.

Considerazioni
Proprio in questo periodo nel tratto Parma/Reggio Emilia stanno realizzando la 4^ corsia!!! Ma mi sai dire a cosa serve continuare ad allargare la carreggiata (e a spendere miliardi (ma tanto li paghiamo noi)) se poi non elimini il blocco causato dai caselli ed invece non si realizzano uscite per tutte le località ed i punti più importanti come nei paesi più civili del nostro (purtroppo tanti!)? Non potremmo pensare ad una tassazione annuale in base a qualche criterio equo ed intelligente? Risolvere il problema del traffico e di tanti incidenti da fastidio a qualcuno??? Perchè dobbiamo continuare a pagare per un disservizio e rischiare pure la pelle???
Un saluto cordiale a tutti.

Oriano Ghirardelli 15.10.05 16:31| 
 |
Rispondi al commento

E vorrei aggiungere pure io un pezzetto di cose che non funzionano tanto per aggiungere merda nella tazza del cesso ( o per i puritani benzina sul fuoco) e ne avrei da scrivere 100 blog ma per ora comincio con questa. Riguarda i trasporti ferroviari e non solo, tra Torino-MIlano e la Svizzera, in particolare Losanna e Ginevra. Bene fino all'altr'anno in media c'era un treno ogni 3 ore per la tratta sopra indicata, talvolta con eurostar ( almeno 10 euro in piu di biglietto) e fino a 2 anni fa c'era pure un servizio di pullman giornaliero che collegava torino-ginevra via Losanna( senza pero fermarsi in quest'ultima! nel senso se devo andare da torino a milano passo prima per verona!). Ok con l'ennesimo rinnovamento delle ferrovie italiane adesso di collegamenti Torino-MIlano-Losana-GInevra ce ne sono 2 aL GIORNO! ( con eurostar) altrimenti facendo da 3 a 6 cambi ( e 6 ore di treno per percorrere una tratta che in macchina puo essere ridotta a 280 km e 3 ore di viaggio)si riesce ad avere un trano ogni 2 ore. Inoltre la linea di pulman é stata soppressa. E tutto questo mentr in svizzera hanno aumentato i collegamenti tra città. Ex Losanna-Ginevra ( 1 trano ogni 15 minuti circa!). Torino MIlano 2 treni all'ora, ma cosa GRANDIOSA che partono con 5 minuti di differenza , cioé uno parte al minuto 13 ( eurostar) e uno al minuto 18 ( trano dei poveri) poi per 50 minuti piu niente. NON so che dire, capisco chi vuole scappare dall'Italia, perché chi non ha mezzi alle spalle (e tu caro Beppe non sei comunque un poveraccio anche se non é colpa tua) diventa difficile avere la forza e il coraggio di andare avanti.

Poi vorrei anche dire che le carrozze e i treni italiani accostati a quelli svizzeri sembrano provenire da un paese del terzo mondo( con rispetto per i paesi del terzo mondo), altro che zecche.

Ivan Surace 14.10.05 15:16| 
 |
Rispondi al commento

La cosa dell'autostrada Torino-MIlano é uno scandalo, uno dei tanti troppi, ho avuto modo di percorrerla per lavoro 2 volte alla settimana negli ultimi 3 mesi e mi é sembrata una follia, soprattuto per le decine di migliaia di persone che la percorrono sempre e non come me per un periodo limitato di tempo. Ma mi chiedo com'é possibile che non si faccia nulla, non si dica nulla, su questo blog ho trovato per la prima volta delle notizie sulla situazione della To-MI, altrimenti il nulla . Probabilmente sono vere due cose che il genere umano si abitua a tutto, se si abitua a mangiare merda riuscirà pure a dire che é buona o che questa é migliore dell'altra..... epoi c'é una cosa. Se in un mondo che funziona qualcuno fa una cazzata tutti se ne accorgono, ma in un mondo dove tutti fanno cazzate questa diventa la norma, la regola. A vedere quanti problemi vengono fuori in questo blog viene il vomito la nausea, si resta increduli.....e poi ci si accorge che sono talmente tanti che non fanno notizia, che diventano quasi la normalità.....é normale mangiare merda, nessuno si scandalizza e nessuno fa piu qualcosa.

Ivan Surace 14.10.05 15:04| 
 |
Rispondi al commento

La cosa dell'autostrada Torino-MIlano é uno scandalo, uno dei tanti troppi, ho avuto modo di percorrerla per lavoro 2 volte alla settimana negli ultimi 3 mesi e mi é sembrata una follia, soprattuto per le decine di migliaia di persone che la percorrono sempre e non come me per un periodo limitato di tempo. Ma mi chiedo com'é possibile che non si faccia nulla, non si dica nulla, su questo blog ho trovato per la prima volta delle notizie sulla situazione della To-MI, altrimenti il nulla . Probabilmente sono vere due cose che il genere umano si abitua a tutto, se si abitua a mangiare merda riuscirà pure a dire che é buona o che questa é migliore dell'altra..... epoi c'é una cosa. Se in un mondo che funziona qualcuno fa una cazzata tutti se ne accorgono, ma in un mondo dove tutti fanno cazzate questa diventa la norma, la regola. A vedere quanti problemi vengono fuori in questo blog viene il vomito la nausea, si resta increduli.....e poi ci si accorge che sono talmente tanti che non fanno notizia, che diventano quasi la normalità.....é normale mangiare merda, nessuno si scandalizza e nessuno fa piu qualcosa.

Ivan Surace 14.10.05 15:04| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,
è possibile che a nessuno in Italia sia balenata l'idea di riesaminare totalmente il sistema dei limiti di velocità? Cioè: mettere velocità consigliate (quei cartelli verdi che almeno dalle mie parti sono rarissimi e propongono velocità da ciclista poco allenato) veramente adeguate, aggiornare la segnaletica (quella utile, come curva pericolosa o strada realmente sdrucciolevole, NON quella di motel a 200mt, per es.), eliminare il più possibile i limiti di velocità, tranne quelli veramente indispensabili (tipo centri storici), ed introdurre quel concetto che peraltro esiste già che occorre adeguare la velocità alle condizioni ambientali, ergo se fai un danno andando troppo forte rispetto a dove sei(facile da dimostrare)beccherai una sanzione di conseguenza (altrettanto facile da determinare). In pratica ci addossiamo un pò di responsabilità in più in cambio di molta più libertà sulle strade ( che non vuol dire per forza meno sicurezza). Oltre alla libertà guadagneremo in economia: se tutti potessimo andare nel rapporto più lungo al regime di coppia massima in teoria avremo il ns miglior rendimento, consumando meno (in autostrada) mentre in città potremmo andare anche a 70 all'ora senza sentirci criminali e senza uccidere il motore a regimi assurdi.
Ok, ci sono molti irresponsabili che s
e ne approfitterebbero, ma non lo fanno anche ora?
In Germania in parecchi tratti autostradali si fa, perchè da noi non si può? Non siamo anche noi in Europa?
Siamo in Europa ma ci portiamo dietro una serie di lobby del cavolo che ci frenano mostruosamente. Vedi le ditte che fanno i velox, tutti i comuni che abbiano strade veloci, le assicurazioni (i limiti a 30 all'ora servono solo a coprire le spalle ad assicurazioni e società di gestione), tutto il burosauro che gestisce il sistema delle infrazioni, le società che gestiscono i velox, etc etc etc.
E' mai possibile che in Italia ognuno pensi solo al proprio orticello (ad ogni livello) e che lo stato sia sempre così oppressivo? Mah...

Carlo M. 13.10.05 00:55| 
 |
Rispondi al commento

Stretto, Impregilo batte Ansaldi
L'appalto per il Ponte è suo.........

http://www.repubblica.it/2005/j/sezioni/economia/pontestretto/pontestretto/pontestretto.html

Belìn...alla fine cosa c***o ci deve passare su questo ponte?.....forse qualche TIR pieno di fichi d'india.

Antonino Anile 12.10.05 16:53| 
 |
Rispondi al commento

Mio cognato che lavora in una ditta di trasporti mi ha detto che una marca di acque minerali a circa 300 km da qui, si servono di loro per smerciare la loro acqua... fin qui tutto bene.
Il drammatico è che i negozi che la rivendono a 200 metri dalla ditta imbottigliatrice, debbono essere riforniti dalla ditta di mio cognato quindi per fare 200 metri ne percorrono 300.000 di metri!!!
Che schifo.

alessandro cicconi 12.10.05 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Salve,

andate a lrggere l'articolo:
BEPPE GRILLO: IL "BUFFONE DI CORTE" DEL MONDIALISMO
nella sezione NEWS DEL FUTURO sul sito:

http://www.fottilitalia.com/
il sito anti-italiano per eccellenza

Saluti da Gaspare

gaspare petralia 12.10.05 10:01| 
 |
Rispondi al commento

Ricevo una lettera dalla società Autostrade che mi contesta un pedaggio non pagato per mancata lettura della tessera (Carta di credito alla barriera tipo Viacard). Nel 2002! Costo del pedaggio di allora 1 euro, cifra che mi chiedono ora: quasi otto euro per "spese di accertamento e incasso"; a meno che io possa documentare di aver pagato. Ma maledettissimi loro, come faccio dopo tre anni a dimostrare di aver pagato ad una barriera che non alza la sbarra se non dopo aver accettato il pagamento? Perchè non sono ancora fermo li, per la miseria!
Secondo voi posso mandarli a ca..re? o la legge tutela solo loro?

Marco Costantini 11.10.05 10:34| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, Cari lettori di questo Blog. Aggiungo brevemente anche la mia opinione in merito a questo argomento. Sono agente di commercio e passo la maggior parte della mia vita sulle strade/autostrade. Ho già perso diversi amici sulle strade, tra cui un collega di 28 anni. Ferrara, il mio comune, ha uno dei tassi di mortalità stradale più alti d'europa. Vi confesso che un pò di paura ce l'ho. Non sono uno che corre, e nemmeno vado troppo piano. Le strade sono ormai inadatte ai volumi di traffico, ma nonostante tutto c'è molta gente che se ne frega della sicurezza stradale. Il problema dei limiti è uno solo: inutile alzarli o abbassarli. Il vero pericolo secondo me è la grossa differenza di velocità tra i vari veicoli che percorrono le autostrade. Un TIR in sorpasso a 90 Km/h crea disagio per coloro che viaggiano (magari in fila) ai 130 Km/h sulla corsia di sorpasso.Una piccola distrazione e succede l'incidente. Alziamo le velocità minime consentite,manteniamo i limiti a 130 e facciamoli rispettare a tutti, togliamo molti TIR e veicoli carretta dalle strade. VOGLIO più Polizia nelle strade, e soprattutto che il governo dia loro i mezzi (almeno il gasolio per le auto) per svolgere il loro mestiere. Ci sarebbe tanto altro da dire. Ma volevo solo lasciare una piccola testimonianza, forse un pò banale, pazienza ! ciao!

Fabio Benati 08.10.05 17:13| 
 |
Rispondi al commento

ciao grillo...volevo solo dire ke non solo i lavori della milano torino creano difficolta ma diciamo ke lo scandalo maggiore è la milano napoli la grande autoetrada del sole l'arteria principale dell'italia quella dove transitano maggior parte dei veicoli italiani e non...è uno scandalo..un cotinuo volta a dx e sx x causa lavori...solo il tratto milano bologna fa piangere...ci sono cantieri ovunque deviazioni segnalate in ritardo cantieri ke durano mesi e mesi e i lavori continuano a farli di giorno quando ce piu afflusso di traffico...code chilometriche x causa di ristringimenti da 3 corsie a 1 basta solo un piccolo tamponamento ke si crea un disagio oltre ke fisico x il tempo trascorso sotto stress ke ecologico x via dei gas emessi dai veicoli in coda...e oltre questo la perdita di denaro x le ditte di trasporto sia x il tempo xso sia x il consumo carburante in piu e gia questo è un tasto dolente sia il fatto ke cmq l'autostrada continua ad aumentare il prezzo del pedaggio...e cosa fa il ministro dei trasporti...o ki x lui..niente fanno dei discorsi tipo incentiviamo di piu il trasporto su rotaie...ma ke c...ata è questa vorrei vedere io un treno ke porta i maiali al macello x poi distribuire ai centr la carne fresca ki ci va a consegnare l'etr500 o intercity i carburanti li porta direttamente il capostazione dal benzinaio??io penso ke il sig lunardi dovrebbe pensarci di piu a quello ke dice prima di sparare certe fretgnacce......

simone lometto 08.10.05 15:34| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
In merito al caso "Ponte sullo Stretto" ritengo di dover precisare che la lunghezza dell'unica "campata" prevista (la distanza cioè tra i due piloni) è pari a 3300m e non 2000m, come ho erroneamente riportato in un post precedente. Me ne scuso!
Ritengo però sia davvero importante leggersi l'Analisi costi-benefici del progetto (almeno le conclusioni), visitando il sito: www.cariddiscilla.it

Pantaleone Moisè 08.10.05 09:40| 
 |
Rispondi al commento

Sacrosanto quanto scritto, e talvolta (non è il caso delle autostrade) si riesce anche a spuntarla...
Vado forse un po' fuori tema, ma devo dire che ho fatto un discorso analogo per il web banking alla mia banca (intesa) sostenendo che non avrei pagato un servizio che riduceva i loro costi e aumentava i loro ricavi. Ho ottenuto il servizio gratuito! da non credere è bastata un po' di faccia tosta.

alex bombaci 07.10.05 09:47| 
 |
Rispondi al commento

LA torino-milano è scandalosa, ho avuto modo di percorrerla in moto alcuni giorni fa', è da paura.
Non oso pensare come diventera' ora con la nebbia !!!!
e ci fanno pure pagare il pedaggio !! Vergogna

forza Beppe

Gianni 07.10.05 08:35| 
 |
Rispondi al commento

milano - torino.............
grazie perche' qualcuno se ne ricorda.
E' 2 anni che percorro l'autostrada e ogni week-end cambia il percorso, tolgo o aggiungano chicane (vere e proprie) , riducono la carreggiata,segnalazioni confusionali,manto stradale a "gruviera" e non vi dico quando piove e' la follia.Vado al casello e porgo le mie rimostranze,dopodiche' porgo un biglietto da 100 euro e, il casellante mi chiede pezzi piu' piccoli (apparentemente il 100 euro, data la nostra economia disastrata , ormai alla gogna, non e' conosciuto o utilizzabile come banconata per pagamento); non ne ho, ho solo 100 euro , allora da bravo il casellante mi affibia un foglio di mancato pagamento con la casuale "NON HA SOLDI PER PAGARE-RIFIUTA DI PAGARE", mi sono inviperito ho chiamato la soc.autostrade-flli benetton-autogrill e mi rispondono "15GG PER PAGARE" li ho tranquillamente mandati a ".agare" con tanto di targa - n. immatricolazione-cod.fisc.
.
Comunque vorrei passare un grazie al ministro dei trasporti dato che grazie a Lui potro' farmi un paio di gare al campionato rally.....
Non pago piu' sono stufo, disservizio totale.
.
Sig. Grillo grazie per le sue esternazioni, Lei e' un grande uomo, alla prossima

luca beretta 06.10.05 13:40| 
 |
Rispondi al commento

A proposito delle autostrade mi è successa una cosa assurda ma credo molto comune.
Penso che quando sbandi in autostrada e ti trovi in difficoltà tu possa contare sulla solidarietà degli altri automobilisti e sul necessario ausilio della stradale e della società autostrade.
NON E' VERO! ANZI SI SFREGANO LE MANI
Il 9 gennaio 2004 transitavo sulla A14 adriatica in direzione nord all'altezza di ascoli piceno sbando e sfascio un pò la macchina. tutto da solo e quindi mi pago i miei 7200 euro di danni.
Io ho un servizio di rimozione dell'auto compreso nella polizza assicurativa che copre tutto il territorio nazionale. Nisba! il carro attrezzi lo deve chiamare la polizia.
Non ho mai avuto intenzione di fare causa all'atostrada nonostante il manto stradale fosse pieno di gasolio anche qui nisba.
Conclusioe 7200 euro di danni 169 euro di rimozione perchè la soc. autostrade ha un accordo (economico?) con il servizio di rimozione, contravvenzione di 100.29 euro ricevuta oggi per perdita del controllo del veicolo, infrazione coniata apposta per impedire agli automobilisti di rivallersi contro la suddetta società il tutto con l'allegra complicità e grande collaborazione della polizia. Tutto ciò avviene immediatamente dopo l'incidente. tutti siamo attenti continuamente perche se la vita è un temporale prenderlo nel culo è un lampo, ma come fai ui un momento cosi a pensare a questi cazzi? pago e cerco di calmarmi anche perche non c'è protesta non esiste uno sportello della prefettura predisposto all'ascolto, capite? non è prevista replica.

Riccrdo Di Berardino 06.10.05 10:23| 
 |
Rispondi al commento

gli autovelox sono in gran parte giusti quello che è sbagliato sono i limiti di velocità,per esempio avvolte mi è capitato di leggere su strde a 2 corsie limiti come 50 70 all'ora....già di traffico siamo pieni se poi rispettassimo certi limiti allora sarebbe la fine...ciao a tutti

paggi fabrizio 05.10.05 20:27| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
sono un libero professionista di 28 anni e purtroppo mi trovo costretto abitualmente a percorrere l'A 14 da Ravenna a Carpi per lavoro.
Non capita piu' che io riesca a percorrere questo tratto autostradale senza imbattermi in un rallentamento, spesso causato da lavori in corso, molto piu' raramente da incidenti, cosi' spesso devo impiegare diverse ore per fare un tragitto che normalmente ne prevede al massimo 2.
Esasperato da infiniti cantieri sono (forse ingenuamente, mi rendo conto) a chiedere come si possa continuare ad accettare passivamente di pagare il prezzo del biglietto, vorrei che si creasse un comitato automobilisti/camionisti per pagare un efficiente gruppo di avvocati e che si denunciasse la Societa' Autostrade.
Se non fosse possibile perchè non comprare una pagina su una testata e denunciare almeno a mezzo stampa questo furto legalizzato.
Colgo l'occasione per farti i miei complimenti e ringraziarti per il tuo impegno.
Daniele Costa

Daniele Costa 05.10.05 18:49| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

tu dovresti essere eletto Presidente della Repubblica.
Io sono uno di quei "fortunati" che, almeno una volta alla settimana, percorre l' autostrada torino-milano: è, a dir poco, uno spettacolo osceno. Tu hai preso in considerazione il lato economico della cosa e non hai torto, pero' vorrei far notare a tutti che questa autostrada, cosi' come è ora, è un pericolo per tutti gli automobilisti e quando, a fare le spese, è l' automobilista stesso con la propria vita, credo sia doveroso intervenire con azioni legali nei confronti di queste società.
La TO-MI è, per lunghi tratti, percorribile ad una sola corsia spesso dissestata con frequenti "buche".
In sostanza Beppe, quello che voglio dire a te e a tutti, è questo: finchè si tratta di pagare il pedaggio intero che naturalmente non condivido, perchè dovremmo pagare i servizi e non i disservizi, potrei anche starci ma quando si tratta della sicurezza delle persone non sono disposto a discuterne.
Purtroppo non ho visibilità degli incidenti (mortali e non) capitati da quando la TO-Mi è ridotta cosi', ma sono pronto a scommettere che sono tantissimi..
Le autostrade a corsia unica per i due sensi di marcia, SONO ASSOLUTAMENTE DA VIETARE!!!
Ciao Beppe, ciao ragazzi/e.

Fabrizio Regalli 05.10.05 18:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao beppe.. (come si dice quì in calabria)
TI VOLIMU A LU GOVERNU
in qualità di cittadino italianoio non ho assolutamente fiducia nello stato e nelle istituzioni, perchè come si dice da molto tempo ognuno pensa ai fatti suoi ,su queste strade della calabria: statale 106 o strada della morte e sulla salerno reggio si parla, l'anas dice che i cantieri saranno finiti al + presto ma noi che passiamo e vediamo i cantieri che da 10 anni sono aperti e lasciati lì, troppe persone ci anno mangiato sopra non c'è + niente quindi nessuno li tocca.sulla 106 e da molto tempo che c'è il progetto di farla passare fuori dai paesi,ma ancora non si sà chi deve mangiare di + quindi è tutto fermo a carico di quelli sciagurati che fanno la tratta reggio-taranto che fanno mezzora di coda in ogni paese,e poi che dire di tutte quelle strade sempre quì in calabria che dopo avere speso centinaia di milioni non vengono collaudate,ma l'ingengnere non lo sapeva prima?
Caro beppe io ti seguo da molto ,ti ho visto anche a Zurigo e in ticino nel 95 ,
Aiuuutacciiiiiiiiiiiii tuuuuuuuuuuu.
Saluti enzo

Giampà Vincenzo 04.10.05 08:26| 
 |
Rispondi al commento

ma e' scandalosissimo quello che sta capitando sulla milano torino!!!
e' un continuo cambio di corsia restringimento di carreggiata cambio di colore delle strisce messe sull'asfalto e quando piove e' anche peggio perche' si confondono tutte a volte (visto che non si riescono a cancellare definitivamente)!!
E poi la linea ferroviaria corre praticamente a fianco dell'autostrada!!
e chiunque li passi pensa sempre che se succedesse un incidente o anche un disguido ci sarebbero rischi reali di una tragedia!!!
e' uno schifo viasto che sono 4 anni che va avanti cosi' e non si vede una fine ed i costi addirittura sono aumentati!!!!!!!

angelo maffi 04.10.05 08:19| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe, vorrei che indagassi un pò sugli autovelox e i dispositivi semaforici per segnalare il passaggio con il rosso. Il fenomeno sta assumendo contorni grotteschi. premetto che percorro circa 60.000 km all'anno e non ho mai avuto una sola multa, neanche per divieto di sosta, quindi mi definisco un guidatore rispettoso delle regole. ogni giorno ne vedo di tutti i colori. Agenti nascosti dietro ai cespugli, dentro furgoncini, dietro i guard-rail. Autovelox sulla SA - RC dove il limite è in molti tratti di 60 km/h. dovrebbero scusarsi e pagarci un tot al mese solo perchè siamo costretti a percorrere quella autostrada terribile ed invece? Prova ad andare a 60 sulla SA-RC nei pressi di Napoli. si blocca tutto il traffico e sei riempito di insulti!I limiti sono inadeguati. E poi i dispositivi ai semafori. Il comune di Casavatore ha messo i dispositivi fotografici al semaforo. La scelta è difficile: se ti fermi in orari particolari, rischi seriamente di essere rapinato, altrimenti paghi la multa. Le multe vengono regolarmente contestate perchè i dispositivi non sono in regola, si dichiara che alla guida c'era il nonno e non si viene puniti realmente per l'infrazione commessa. Non è così che si fa. Per togliere i punti al guidatore bisogna fermarlo e contestargli subito l'infrazione. solo così si ha un vero effetto deterrente. Immaginate un padre che ha 3 figli che usano la sua auto. cosa deve fare un'agenda per sapere ogni giorno, ad ogni minuto chi guida? Se non dichiara chi era alla guida (perchè davvero non può saperlo) paga la sanzione aggiuntiva che, fino alla sanatoria che si vuol fare, è di 350 euro. Non è civile! E poi ci sono i furbi che dichiarano che alla guida c'era un altro. i più ricchi pagano la sanzione e non gli importa nulla. i più poveri invece!! bisogna trovare un altro sistema (aiutaci tu) per civilizzare gli italiani al volante. I sistemi attuali servono solo per permettere ai comuni di far cassa!

Domenico Marinelli 03.10.05 18:06| 
 |
Rispondi al commento

Cosa ne pensate del sequestro dei ciclomotori e della loro messa all'asta?per infrazioni,sicuramente da punire,ma forse con metro diverso?
La pena non dovrebbe essere sempre commisurata alla gravità della colpa?
saluti
A Repetti

alessandro repetti 03.10.05 08:49| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, in questi ultimi tempi è stato riesumato il caso: Ponte sullo Stretto
C'è chi sostiene che può creare le basi per un aumento di domanda nella "modalità ferrovia". Ma per trasportare cosa? Per es. nel ragusano, le primizie trasportate in camion richiedono tempi piuttosto lunghi, essendo lontani i mercati nazionali ed europei. Dovendo spedire camion, i siciliani si fanno battere sul tempo dai produttori delle primizie di altri Paesi: alcuni Paesi del Nord-Africa o i Greci, ad esempio. Come fanno? In aereo!E alora si è deciso di recuperare l'ex base militare di Comiso per farne un grande aeroporto comm. entro il 2006; così, finalmente il pomodoro di Pachino arriverà nei più grandi mercati europei in giornata. Il 10-15%dell'ortofrutta siciliano procede già con le "Autostrade del mare". I produttori di orto-frutta, se scelgono il treno non necessiterebbero del ponte ma di un sistema ferroviario che garantisca treni lunghi e con controllo della refrigerazione, come nei camion. Sarebbe allora sufficiente modernizzare le linee e il trasporto merci per ridurre i tempi di attravesamento. Il ponte non servirà alle automobili e neppure ai camion, forse ai treni...
Permangono grossi dubbi sulla fattibilità tecnica dell'opera. Un ponte così sottile e lungo (3360m, di cui 2000m tra i due piloni)non l'ha fatto mai nessuno. I Giapponesi, pur essendo maestri, alla soluzione proposta preferiscono quella "rigida" rispetto alla "aerodinamica". Il ponte sul Tacoma, infatti, crollò non per forte itensità del vento (soffiava a soli 60km/h), ma per le continue oscillazioni della struttura, via via crescenti anche se la velocità del vento rimaneva costante. Il motivo del crollo è attribuibile alla non conoscenza, data l'epoca, della Ingegneria del vento: per questi tipi di ponti (Sospesi) è importante studiarne la forma aerodinamica più idonea del ponte in risposta (distribuzione di pressione)al vento..
Ma alla fine, dicono, il ponte rilancerà l'icona Italia nel..mondo!
Ciao!

Pantaleone Moisè 02.10.05 19:59| 
 |
Rispondi al commento

ta dà
appena scoperto sul sito www.trenitalia.com
che dal 12 ottobre sui treni intercity è obbligatoria la prenotazione.
Questi simpatici treni, fiori all'occhiello delle nostre ferrovie, arrivano alle stazioni con ritardi sempre maggiori, almeno, per esperienza personale, sulla tratta Napoli-Trieste sono 2 anni che lo prendo due volte a settimana e mi è capitato 4 volte di trovarlo puntuale.
Bene, nessun problema, ti dice trenitalia, PUOI SEMPRE PRENDERE L'EUROSTAR !
Che costa il doppio mettendoci lo stesso tempo.
Allora, care ferrovie, vogliamo eliminare gli intercity visto che tanto è sempre preferibile l'eurostar, anche per le vostre finanze?
Almeno si evita di prenderci per i fondelli.
Grazie

Alessandra Rosina 01.10.05 17:52| 
 |
Rispondi al commento

Devo rettificare:
"Anche i maggiorenni e in possesso di patente di guida devono avere un attestato di idoneità per la guida dei ciclomotori???"

NO! Mi sono informato con un vigile stamattina e si riferisce solo ai maggiorenni sprovvisti di patente di guida (B).
Beh....se è così è un'altra storia ed io sono daccordissimo sul patentino anche per i ciclomotori (anche se è una bella "palla")
Saluti e scusate ancora
Angelo

Angelo Fazzina 01.10.05 12:42| 
 |
Rispondi al commento

Ma è una burla???
Anche i maggiorenni e in possesso di patente di guida devono avere un attestato di idoneità per la guida dei ciclomotori???
A parte il fatto che la cosa è arrivata senza preavviso e che sembra che si debba spendere non meno di 35 euro, io ci vedo una miriade di ricorsi, come la maggior parte delle leggi da quel scenziato di Lunardi
Non riesco a capire dove stà la ragione di tutto ciò:
perchè il tornaconto c'è di sicuro!
Ma è scontato che chi è in possesso di patente di guida (e mi sembra legittimo) vedendosi fare una multa o altro, farà ricorso: ma come sono idoneo per condurre un'auto e non lo sono per un ciclomotore?
BAH.....questi stanno fuori!!!

Angelo Fazzina 01.10.05 01:01| 
 |
Rispondi al commento

Abito in zona Bologna. Ritengo che la situazione delle Autostrade e più in generale della viabilità in zona sia al collasso. Percorrenze che fino a poco tempo fa mi occupavano 30 massimo 40 minuti, ora mi rubano un tempo indefinito della mia vita, e dei miei familiari. In cambio delle file che mi tocca abitualmente fare non ho mai ricevuto nulla, nemmeno una scusa, o un aiuto di quelli che il giorno dopo si legge sui giornali esserci stato da parte della protezione civile.
Credo che sia ora che qualcuno prenda delle decisioni, anche impopolari, ma che le prenda.
Qui l'unica cosa che si fa è far straguadagnare chi ha comprato a 3 lire la società autostrade.
Ma se nessuno fa niente temo che prima o poi agli "utenti" scenda la catena del tutto. Ma è mai possibile che si facciano dei lavori di presunta manutenzione nel budello percorso per andare verso il mare proprio nel periodo estivo? e poi solo di giorno? e poi con una sola squadra di lavoratori al giorno? ma e i rischi degli utenti nel periodo dei lavori chi li ha contati? chi li ha sopportati? ma avete visto che ci sono incidenti in continuazione? è solo colpa del traffico o anche delle strutture?

riccardo zassi 30.09.05 14:29| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe,
ultimamente sono stato in Austria
ed ho potuto "ammirare" il sistema di pagamento dei pedaggi,
€ 4.35 x 10 gg con la moto.
si potrebbe proporre una soluzione del genere
alle alte sfere del comando che gesticono
le autostrade?

grazie in anticipo
francesco.

francesco moleti 29.09.05 17:44| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe ho acquistato il video del tuo spettacolo e ne sono rimasto pienamente soddisfatto...molto divertente e illuminante! L'unica cosa che ho trovato un po' inesatta o forse analizzata un po' troppo superficialmente da parte tua e la questione inerente l'Alitalia. Io sono un assistente di volo e faccio questo mestiere da quindici anni. Quindi so di cosa parlo. Quando tu affermi che ormai per andare da Roma a Milano comprando il biglietto su internet paghi solo 20 euro e che rispetto a dieci anni fa risparmi commetti un piccolo errore di valutazione. Dieci anni fa è vero non c'era concorrenza in Italia e la nostra compagnia di bandiera se ne approfittava applicando tariffe esagerate. Da quando c'è la concorrenza le tariffe si sono abbassate, ma non per internet. Internet ti fa solo risparmiare le spese dell'agenzia turistica a cui ti rivolgevi prima per fare un biglietto. I venti euro a cui alludi li paghi sulle cosidette compagnie low cost le quali per applicare le suddette tariffe fanno leva non solo sulla vendita del biglietto on line ma sul fatto che riducono tutta una serie di servizi a cominciare dal fatto che a bordo il servizio è a pagamento, ti portano in aeroporti minori( gli aeroporti minori pagano le compagnie per aumentare il traffico) e se perdi il volo tanti saluti, niente rimborsi. Per non parlare della sicurezza a cominciare dagli equipaggi (piloti e assistenti di volo) che praticamente a bordo ci vivono. Noi stessi in Alitalia abbiamo dei turni massacranti di 14 ore e più. Quest'estate da Roma con la macchina sono partito e sono venuto dalle parti tue; 5 ore di viaggio e ti garantisco che quando arrivavo ero piuttosto stanco. Ma io guidavo una macchina non un aereo(sarà un po' più impegnativo pilotare!!). Figuriamoci uno che pilota da 10-12 ore. Attenzione a non forzare la mano sul costo dei biglietti perchè le compagnie pur di farsi concorrenza e risparmiare tagliano non solo i nostri stipendi ma TUTTO dove possono un abbraccio

andrea datti 29.09.05 13:55| 
 |
Rispondi al commento

cari ragazzi, vorrei porre l'attenzione sui famigerati velox ma sopratutto su chi gestisce le autostrade. Ora questi signori mi devono spiegare come mai sulla autofiori partendo da Savona e arrivando a Genova ovest, ogni uscita diciamo , circa 300mt prima fino circa 100mt dopo ci sia il limite degli 80km/h!!!!! Girando per le autostrade italiane mi sono reso conto che il suddetto limite esiste solo per i veicoli in uscita mentre per i veicoli in normale corsia di marcia rimane chiaramente i 130km/H. altra assurdità: il limite sempre dei famigerati 80KM/h prima di alcune gallerie. Sempre girando per le autostrade italiane ho riscontrato sia sullA1 direzione ROMA, sia sulla firenze mare che ci sono alcune gallerie, ma nessuna di essa ha il limite prima di entrarVi degli 80KM/H, anche in quelle più brutte che escono in curva. Quindi ergo che i suddetti limiti vengono imposti dal gestore del tratto con grande gioia delle forze dell'ordine che hanno così solo l'imbarazzo della scelta per piazzare i famigerati autovelox. Con questo non contesto il lavoro delle ns. forze di polizia, ma l'assurdità dei limiti in quanto assolutamente inadeguati e inefficaci, anche perchè, altra assurdità l' 80% di questi famigerati 80KM/h riguarda tutti i tipi di veicoli, anche i camion da 44ton!!!!!! che vanno, già limitati, a 90KM/h. Ora vorrei proprio che un ingegnere delle autostrade mi spieghi come può avere lo stesso spazio di frenata alla stessa velocità, un camion da 44.000kg rispetto ad una macchina da 1.200kg!!!!!!! Quindi per lo stesso principio il limite delle auto, da 80km/h dovrebbe elevarsi a 117km/h in quanto 80km/h sono esattamente il 10% in meno del limite del camion.Oppure, per assurdo abbassare il limite dei camion a 54KM/H che è esattamente il 40% in meno del limite massimo del camion. Con code kilometriche, inquinamento alle stelle!! e quanto di peggio si possa immaginare.Quindi invito l'autofiori a provvedere per rivedere i limiti sul suo tratto in gestione.

eugenio meini 27.09.05 21:33| 
 |
Rispondi al commento

Sono di Napoli, e forse ho già detto tutto... non riesco a capacitarmi: le strade della nostra città sono da terzo mondo. Ricomincio daccapo perchè altrimenti mi perdo tante sono le cose non chiare.
1. non esiste una via in tutta napoli che sia asfaltata e finita con un asfalto almeno accettabile. si vede lampantemente che non è vero asfalto, ma nero miscuglio che dopo pochi giorni già comincia a sfaldarsi. anche se scommetto che il comune paga per asfalto vero.
2. capita sempre questo: una strada viene asfaltata, una volta finita dopo pochi giorni arriva l'enel scava su un lato e finiti i lavori riasfalta una strada appena finita ma solo dove ha scavato. come si dice a napoli "primo pezzotto", poi arriva l'arin che scava sullo stesso lato o sull'altro e poi riasfalta solo dove ha lavorato. poi arriva la napoletana gas..... alla fine abbiamo una strada che fa schifo, ma intanto "NOI" abbiamo pagato tre o 4 volte per avere una strada di merda.
3. sono anni che va avanti così. vedi l'ospedale cardarelli il più importante del mezzogiorno. ho assistito a più di venti incidenti "abito da qelle parti" perchè la strada non ha un normale asfalto, ma un manto che sembra un vetro pieno d'olio appena fanno due gocce. ci si può specchiare. tutti noi motociclisti abbiamo preso uno scivolone fuori all'ospedale. (almeno ci arrivi a piedi).
4. tutti i tombini di napoli o sono alti 4 cm, o sono delle voragini. E' mai possibile che se acquisti un'auto usata che proviene da firenze, non emette neanche un cigolio anche se ha più di sei anni. Se compri un'auto nuova a napoli e passi una sola volta per esempio da via Consalvo (la strada dei tombini, uno ogni 30cm per 4 km) ti ritrovi un rottame. non paghiamo le tasse di circolazione come al nord. o avendola trasformata in tassa di possesso hanno eliminato la possibilità di fare causa al comune.
5. fuori al cardarelli arrivi in un posto con strisce blu, e devi pagare il parcheggiatore o rischi l'auto. tutto avanti alla polizia.CHE SCHIFO!

Vincenzo De Blasio 27.09.05 14:44| 
 |
Rispondi al commento

errata corrige del post precedente
L'assessore si chiama Vignali :)

Simone Rubertelli 27.09.05 13:57| 
 |
Rispondi al commento

DAlla GAZZETTA DI PARMA di oggi 26/09/2005:

Oggi sono in funzione qualcosa come 65 rotatorie, cinque sono in costruzione e dovrebbero entrare in funzione al massimo entro l'inizio del 2006 e altre 50 sono in corso di progettazione.

Beppe, consosci quella barzelletta che qualche anno fa circolava per Parma?
2 uomini si incontrano al Parco della cittadella per far passeggiare i loro cani.
Uno dice all'altro: "oh che bel cagnon , è di razza??"
e l'altro:" No no, è un incrocio"
il primo si guarda intorno e dice "Non dirlo ad alta voce, che se sent VIGANLI (assessore alla viabilità di Parma) ti ci fa su una rotatoria"

Tieni duro che stiamo diventando in tanti!!
ciao Beppe.

Simone Rubertelli 27.09.05 13:33| 
 |
Rispondi al commento

Se vogliamo parlare di trasporti passeggeri,servizi di linea urbani o extraurbani ,abbiamo argomenti per circa un mese .
La trasformazione delle aziende definite aziende del T.P.L trasporto pubblico locale,ma quale trasporto, negli ultimi anni hanno distrutto tutto solo a beneficio di chi deve fare i soldi, e l'utenza a piedi.Tagli su tagli agli utenti e ai dipendenti,aziende con DIRETTORE VICE DIRETTORE PRESIDENTE VICE PRESIDENTE VICE DEL VICE PRESIDENTE E VIA DI SEGUITO COSA DIRE? ANDIAMO A VERIFICARE IL MODO INCUIGESTISCONO QUESTE AZIENDE DOVE LA PROFESSIONALITA'E' UN LONTANO RICORDO DOVE GLI ULTIMI ASSUNTI NON VENGONO ADDESTRATI COME SI DOVREBBE .
QUESTI SONO BARACCONI ENORMI DOVE L'UNICA COSA CERTA E' SOLO IL DISSERVIZIO

michela martin 27.09.05 00:55| 
 |
Rispondi al commento

GRAZIE SINDACO MESSANA DI CALTANISSETTA,grazie per le rotatorie e per la mancanza di posteggi e grazie per non aver un centro storico....grazie di cuore sindaco messana!TI INVESTISSERO OGGI STESSO!

marianna valenti 24.09.05 15:27| 
 |
Rispondi al commento

Be volevo solo commentare l'inefficace "macchina di salvezza"che ha Roma(in data 22-09-2005) sopratutto quando piove..anzi succede a volte di vedere un vero e proprio naufragio in città...ops nella periferia di Roma visto che abbiamo un sindaco molto Sportivo e innamorato del centro piuttosto che della periferia...be volevo mandarvi queste immagini che si commentano da sole.La polizia municipale ferma e immobile(erano ben 4 vigili in auto)mentre una fila chilometrica incombeva causando inquinamento acustico,anche perchè forse la maggior parte di questa gente ha vinto la patente coi punti di non so quale merendina..tutto davanti agli occhi di quelle persone che vengono pagate anche per stare sotto la pioggia visto che si trattava solamente di fare il propio mestiere e non di rimanere al coperto mentre l'inacapacità evidente di quegli automobilisti creava solamente un ingorgo,suonava il clacson ecc ecc...Grazie Sindaco.Grazie a tutti gli insofferenti che suonano il clacson perche non sanno dove mettere le mani...e poi dicono che Educazione Civile non va insegnata a scuola.E' vero l'educazione non si apprende facilmente.

PS: fatto realmente accaduto in via Tiburtina,a Roma,testimoniabile con immagini che purtroppo non so come mandare.

Simone R. 23.09.05 19:48| 
 |
Rispondi al commento

varese linate tutti i giorni; per fare 80 Km in media 1 ora e mezza pagando prezzo pieno ai caselli; ma come in tutte le aziende che fanno programmi fedeltà e visti i continui disagi ( e mai nessun progetto che migliori la tratta) perchè non chiediamo in migliaia uno sconto per i pendolari ????
dobbiamo fare lo sciopero del telepass e della via card .. a mali estremi estremi rimedi
mi sa che ce ne sarebbero tanti ad aderire

Mauro Doni 23.09.05 14:10| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, sarà un po' fuori tema, ma devo sfogarmi...
Ieri pomeriggio a Roma c'è stato un acquazzone:
Il caos. Strade allagate, marciapiedi allagati, metropolitana allagata, sottopassaggi allagati, treni fermi con ritardi esagerati, traffico bloccato con autobus dell'atac bloccati(gli autisti consigliavano di andare a piedi), autobus della cotral (quelli che collegano roma con i paesi fuori roma) con ritardi di almeno 40 minuti, Salaria allagata.
In genere per tornare a casa mia impiego un oretta... ieri sono partito alle 17 e sono arrivato alle 21!
CARO VELTRONI, INVECE DI BUTTARE TUTTI QUEI MILIONI DI EURO PER COSE COME LA NOTTE BIANCA (CI SONO ANDATO AL PRIMO ANNO E CREDO FERMAMENTE CHE L'UNICA NOTTE IN CUI NON CONVIENE ANDARE IN GIRO PER ROMA SIA PROPRIO QUELLA: FILE E CASINO DI GENTE OVUNQUE) CERCA DI SPENDERE QUALCOSA IN PIù PER FAR SI' CHE UN PO' D'ACQUA NON CI FACCIA TORNARE AL MEDIOEVO!
Grande BEPPE GRILLO!!!

ercole giovanni 23.09.05 10:12| 
 |
Rispondi al commento

Come mai non esistono cibi per neonati biologici? Che fine fanno le immense quantità di fitofarmaci rubati? Come mai non cala il consumo di fertilizzanti con l'introduzione del biologico? Come mai si possono usare le farine animali sui pascoli e colture biologiche?
Di certo ci sono i sussidi per l'agricoltura biologica.

Bartolomeo Pescio 20.09.05 16:53| 
 |
Rispondi al commento

Come mai non esistono cibi per neonati biologici? Che fine fanno le immense quantità di fitofarmaci rubati? Come mai non cala il consumo di fertilizzanti con l'introduzione del biologico? Come mai si possono usare le farine animali sui pascoli e colture biologiche?
Di certo ci sono i sussidi per l'agricoltura biologica.

Bartolomeo Pescio 20.09.05 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe

Parlando di trasporti volevo dire: Perche in nelle citta Italiane ci lamentiamo sempre del trasporto pubblico, lamentandoci della mancanza di fondi per i mezzi, quando tutti usano i mezzi a senza pagare il biglietto? In tutti Gli altri paesi europei la gente paga il conducente prima di salire sul mezzo e in italia non se fa?

Un saluto

Roy Halstead 20.09.05 13:20| 
 |
Rispondi al commento

Sul giornale METRO di oggi lunedì 19/9 a pag. 13 c'è una tua frase sulle automibili Beppe....
e vai che piano piano tutti parlano di te e delle tue iniziative!!!

cito la frase
"............la chiamano automobile, ma è una stufa. Una stufa con le ruote........."

continua così!!!!

Raffaella Vivio 19.09.05 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Sul giornale METRO di oggi lunedì 19/9 a pag. 13 c'è una tua frase sulle automibili Beppe....
e vai che piano piano tutti parlano di te e delle tue iniziative!!!

cito la frase
"............la chiamano automobile, ma è una stufa. Una stufa con le ruote........."

continua così!!!!

Raffaella Vivio 19.09.05 16:45| 
 |
Rispondi al commento

Segnalo a tutti la nuova legge sulle assicurazioni che prevede tra le altre cose(appoggiata dall' adiconsum!)di avere uno sconto sulle polizze fino al 20% se si rinuncia alla tutela (oggi gratutita per una legge sconosciuta del 69) da parte di un professionista in cambio dell'indennizzo diretto da parte della propria compagnia in caso di sinistro.Nessuno dice nulla. Teniamoci i due euro che ci darà il liquidatore della nostra compagnia (che spesso si mette d'accordo con controparti la cui proprietà è la stessa)ed al diavolo le garanzie che professionisti, avvocati e non, possono garantire stragiudizialmente gratis in quel mondo di squali! Pensiamo veramente di risparmiare? Credo invece che improvvisamente aumenteranno i casi di "concorso di colpa" così le compagnie recupereranno gli sconti ai clienti con un aumento dei premi (ad ogni incidente) ad ambedue i cointendentti che abbiano torto o ragione.
g
G.R.

giorgio ricci 19.09.05 13:44| 
 |
Rispondi al commento

Ieri sera io e la mia amica Francesca siamo venute a vedere il tuo spettacolo(fantastico) alla festa dell'unità, ma non essendo autodotate alle ore 23,30 , con nostro sommo rammarico, abbiamo dovuto abbandonarti per recarci a prendere l'ultima metropolitana....ma si può che in una città come milano l'ultima metro passi alle 23,45? Almeno nel weekend poterebbero tirare fino alle 2...

lucia pigini 19.09.05 13:39| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe

leggo con immenso piacere che non hai una ferrari ma una toyota ibrida. Immagino che ti riferisca alla Prius (anche perche' e' l'unico modello ibrido di Toyota, visto che le alre sono Lexus).

Seguo da consumatore il progetto prius dal 1999, quando c'era ancora il modello vecchio (bruttina!!) e l'ho provata. Credo che sia un buon prodotto. Unico neo: il prezzo. Inolte c'e' una cosa che non mi spiego: come mai in italia viene venduta a 24.000€ e negli usa a 21.000$ visto che la fanno in giappone. Al cambio odierno
dovrebbe costare circa 17.000€. Ho provato a fare la domanda al customer care toyota ma non mi hanno risposto. Chissa' se la stessa damanda arrivasse da una persona piu' autorevole (come ad esempio te!!) .....

Saluti
Edoardo

Edoardo Benzoni 19.09.05 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti e grazie a Lei Sig. Grillo per questo spazio. Vorrei riportarvi una problematica che mi sta molto a cuore (purtroppo) e che in verità non so come risolvere. All'interno del complesso dove abito ci sono parcheggi normali a pagamento numerati, e alcuni parcheggi per disabili, io essendo disabile a volte mi trovo a fare i conti con i "furbi" che vivono qui dentro, proprio questa sera, al mio ritorno a casa dopo averla vista a Milano, mi sono trovato entrambi i parcheggi più vicini alla mia abitazione occupati. Ora oltre al mio nervosismo che ormai cresce in fatto esponenziale, abito qui da circa 4 anni, ho una forte amarezza, dato che le forze di polizia non possono fare nè multe nè rimozioni, essendo un parcheggio privato, e anche facendo richiesta di intervento da parte dell'amministratore di condominio le cose non sono cambiate. Questi "maleducati" non hanno auto di piccola cilindrata per cui posso capire che un box da 10-15.000€ o un parcheggio da 600€ al mese non vale il valore dell'auto, ma tra le new entry, troviamo uan golf V (ultimo modello) e una mercedes classe C. Vorrei sapere da voi amici del blog e da Lei Sig. Grillo, come posso risolvere questa situazione, prima di incollare i tergicristallo con dell'attack e aspettare che piova. Grazi ancora, un buon lunedì a tutti voi.

in fede
Simone Degliantoni

Simone Degliantoni 19.09.05 01:35| 
 |
Rispondi al commento

C’è un tema che credo sia opportuno approfondire. Le Amministrazioni comunali hanno troppi soldi e poca fantasia nel loro utilizzo.
Con l’ICI e le varie addizionali su IRPEF e tariffe (energia elettrica, gas, acqua potabile), i Comuni spremono un sacco di quattrini alle famiglie.

Per sapere che uso ne fanno non serve spulciare i bilanci: basta guardare i lavori alla viabilità stradale. Si rifanno le pavimentazioni dei centri storici, togliendo l’asfalto e sostituendolo con il più costoso porfido, si rifanno i marciapiedi con le mattonelle autobloccanti, si cambiano anche i lampioni perché col porfido…..
Si costruiscono rotonde per velocizzare il traffico agli incroci, ma si restringono le carreggiate perché la normativa europea così prevede per scoraggiare il trasporto privato: ma in questo modo si ostacolano anche gli autobus del trasporto pubblico.
Non solo. I fondi comunali si utilizzano nei cimiteri per opere di abbellimento: basta visitare qualche cimitero della Brianza per farsi venire la voglia di essere seppelliti lì.
Per non dire dei fondi che la Regione Lombardia destina come sconto carburante ai residenti della fascia di confine con la Svizzera: ma per aiutare i benzinai italiani non era più economica un’integrazione al reddito fatta direttamente?? Per aiutare i benzinai sprechiamo i soldi di tutti incentivando l’acquisto di benzina scontata?

Ma perché non lasciare i centri storici senza porfido ed i cimiteri come un prato, ed utilizzare questi quattrini per i servizi alle famiglie: asili e scuole materne, centri per l’assistenza agli anziani, qualche pronto soccorso in più, qualche classe in più nelle scuole per ridurre l’affollamento e studiare meglio?

L’economia “pubblica” deve creare le infrastrutture per migliorare la qualità della vita di tutti, non solo di quelli che hanno le imprese di costruzione.

Marco Tognon 18.09.05 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno sa dirmi se esistono ancora gli incentivi per mettere la macchina a gas?
grazie a tutti gli amici del Blog

Garofoli Jonathan 17.09.05 20:13| 
 |
Rispondi al commento

a mio avviso dovrebbero essere valorizzati di più i trasporti pubblici come le ferrovie che sono un mezzo di migliore rispetto alle auto. Non solo per i costi di carburanti, gestione ecc. ma anche in termini di tempo e quantità di merci e persone che possono essere trasportati. Inoltre, ci sarebbe l'aria un pò meno inquinata dal pm10, visto anche che gran parte delle auto normalmente viaggia con meno di tre persone a bordo e che le strade (comprese quelle secondarie) sono intasate da una miriade di auto e moltissimi camion. Il traffico, purtroppo, si sta facendo insostenibile sia nelle grandi città che nei paesi di periferia come il mio, che conta poco più di 20.000 abitanti ed è attraversato da ben due statali (SS53 TV-VI e la SS348 TV-Feltre (BL)).

fabio Zanatta 17.09.05 19:09| 
 |
Rispondi al commento

Grande Beppe!!! Non arrenderti mai, sei la nostra unica salvezza.
Faccio una piccola riflessione, sono andato qualche giorno a New York ed ho visto le strade del centro a 4 corsie per senso di marcia!!!
Incredibile, non volevo crederci, in Italia ad esempio, l'autostrada A1 Padova-Bologna ha 2 (due)corsie per senso di marcia, e loro in centro se ne possono permettere 4 (quattro)????
Alla barriera di Mestre invece, una volta pagato, anzi, strapagato il pedaggio ti ritrovi una decina corsie lunghe si e no 100 metri, tutto d'un tratto svaniscono nel nulla riducendosi a 3 senza corsia d'emergenza....pensate voi alle conseguenze....
Siamo ridicoli!!!!!

Michele Saltarello 16.09.05 23:29| 
 |
Rispondi al commento

Sono pienamente d'accordo.
Questa Italia è diventata una cosa vergognosa in generale. Se non avessi una famiglia sarei già andato via.
Non mi riconosco più in questa nazione.
Beppe sei un grande però a me cresce la rabbia di essere impotente davanti a tutto...traffico...carovita..soprusi e chi più ne ha più ne metta!
cosa si può fare?
Saluti e grazie di avere il coraggio e la possibilità di fare questo.
Roberto

Roberto Peroni 16.09.05 23:17| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, questa la scrivo perchè volevo dire agli italiani TUTTI, che le autostrade a tre/quattro corsie non se le meritano, non ci sanno viaggiare, cosa dobbiamo fare a quelli che stanno sulla corsia centrale e non hanno nessuno da sorpassare a destra? Cambiamo il codice della strada che permette tale comportamento ed ognuno viaggia sulla corsia che vuole o li fuciliamo? Perche ho trovato molti che non si spostano neppure dopo trecento cannonate di clacson. Cosa li spende a fare tutti quei soldi lo stato per allargare le autostrade, che prima o nel frattempo insegni agli italiani come andarci!!! Una soluzione sarebbe (siccome il codice della strada cambia sempre qualcosa nel giro di cinque sei anni, vengono aggiunti cartelli segnaletici, vengono commercializzati motori diversi da quando ad esempio mio padre ha preso la patente 50 anni fa), corsi di aggiornamento obbligatori!!! DOBBIAMO TORNARE A SCUOLA!!!

Stefano Simoncini 16.09.05 15:19| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe spero che tu legga questa missiva. Si parla da anni del problema traffico sulla A1 tra Firenze e Bologna, da anni a come fare per risolvere i problemi dei troppi camion su quei pericolosissimi 70 km di autostrada. Io abito a Pistoia, da dove passa una delle piu' antiche ferrovie d'Italia, la firenze Bologna tratto da Porretta Terme, linea quasi in disuso, dove passano non piu di cinque (mi pare) treni al giorno, tutti semivuoti, con andamento percentuale del semi verso il vuoto. Invece di pensare a potenziare quella linea ed usarla come scalo merci (ad esempio le merci da nord si fermano a Bologna prendono il treno, in partenza ogni mezzora/ora, fino a Pistoia e ricaricate verso sud e vicerversa) con risparmio enormi di traffico, di inquinamento, di costi visto anche quento lo stato andrà a spendere per il raddoppio (tra l'altro con km di gallerie di cui il sig. Lunardi ne è contento da morire. Tanto per l'informazione a Pistoia la stazione ferroviaria è anche vicinissima all'uscita dell'autostrada quindi di facile e tempestivo sbocco sulla rete autostradale per il centro sud. Insomma se "VOLEVANO" rimediare al problema, la soluzione c'era!

Stefano Simoncini 16.09.05 15:07| 
 |
Rispondi al commento

Avete sentito parlaredella pedemontana veneta? Sarà l'autostrada che da Montecchio Maggiore arriverà a Treviso. Due sere fa c'è stata una assemblea pubblica indetta dall'amministrazione di centro destra, come quella provinciale e regionale del mio paese Castelgomberto (Vicenza) che sarà circondato lungo tutto il confine da sud,ovest,nord dove entrerà in galleria. Da quello che abbiamo potuto sapere sarà costruita in parte su piloni con altezza fino ad otto metri! Alla presentazione il sindaco si è dichiarato assolutamente favorevole dicendo che avrebbe portato grandi vantaggi e "qualche" disagio e la discussione si è mossa solo sul fatto che l'opera possa essere eseguita in parte in tricea. Dovete pensare che il progetto è stato approvato il 22 agosto (tutti in ferie) e le osservazioni e le proposte di variante da presentare entro il 22 settembre. Ci è stato fatto notare che lo studio d'impatto ambientale,dato che quella dove si trova Castelgomberto ed altri paesi interessati,è una valle stretta,ha evidenziato che questo paese sarà il più inquinato per rumore e polveri di tutti quelli interessati anche perchè a sud,est, nord è circondato da colli e l'aria spira in prevalenza da nord a sud finendo col portare in paese anche gli scarichi della galleria che farà da camino per i fumi. Che ve ne pare? Paese condannato per sempre (da vedere quanto territorio si mangia quest'opera). Chi potrà se ne andrà, gli altri avranno un motivo in più per andarsene prima al Creatore.

Lionello Gobbo 15.09.05 23:10| 
 |
Rispondi al commento

Suggerirei in merito di vedere due interessanti iniziative, su www.motorbox.com/ per la legge 168/05 e la Giornata Nazionale Antiautovelox del 2 Ottobre p.v. su www.uffissima.it/antivelox/

fabio marchetti 14.09.05 14:47| 
 |
Rispondi al commento

Codice della Strada - Nuove norme e sanzioni per i conducenti di ciclomotori e motocicli

Circolare in due sul ciclomotore o viaggiare senza casco può costare molto caro.

Dal 23 agosto è entrata in vigore la legge 168/2005 che ha convertito il decreto legge 115/2005 apportando modifiche ad alcuni articoli del codice della strada.
In particolare è ora prevista la confisca del ciclomotore o motociclo quando questo viene adoperato per commettere una violazione amministrativa di cui agli articoli 169 (2° e 7° comma), 170 e 171 del codice della strada oppure per commettere un reato. Non è rilevante l’età del conducente per cui la sanzione si applica sia nei confronti di minorenni che maggiorenni. Pertanto qualora si venisse fermati “in flagranza” di una di queste violazioni il veicolo verrà sequestrato e fatto trasportare presso un apposito luogo di custodia in attesa del provvedimento di confisca da parte della prefettura. A titolo esemplificativo si riportano le più frequenti violazioni amministrative e reati soggetti a questa disciplina:
· trasportare passeggeri quando non è consentito,
· impennare il veicolo,
· non indossare il casco o non allacciarlo,
· indossare un casco non omologato,
· guidare in stato di ebbrezza per uso di bevande alcoliche
· guidare in stato di alterazione psico-fisica per l’uso di sostanze stupefacenti.

a cura del Comando di Polizia

Per confisca si intende:
esproprio in favore dello Stato, regolato dal Codice Penale e ristretto alle cose che servirono a commettere un reato o che erano destinate ad esso e a quelle che ne sono il prodotto, purché non appartengano a persone estranee al reato; tale pena era usata spesso nel passato per impadronirsi delle sostanze dei cittadini facoltosi, imputando loro specialmente reati politici


E perchè agli automobilisti con il telefonino o senza cintura o ecc. solo una multa e punti? non abbiamo gli stessi diritti?

Riccardo Castagna 14.09.05 13:44| 
 |
Rispondi al commento

...scusate altra cosa.
Io giro in Vespa tutti i giorni per Milano e, mi domando, perche', e vorrei che ,se qualche vigile, poliziotto o chiunque sia preposto alla ' sorveglianza' stradale me lo spiegasse, perche' noi scooteristi siamo penalizzati se: non allacciamo il casco, se non lo mettiamo ( che poi sono c....miei se cado e mi faccio male), se andiamo in due etc etc e tutti quei bastardi che parlano al cellulare costantemente e come regola non mettendo frecce , tagliando la strada perche' sono disattenti e troppo presi nella conversazione NESSUNO LI FERMA MAI!!!NESSUNO LI MULTA MAI!! MAI!! MAI!! ED E' CERTO CHE NESSUNO LI MULTA PERCHE' SE CIO' AVVENISSE AVREBBERO IL TERRORE DI PARLARE IN MACCHINA , INVECE AVVIENE COME REGOLA.
PERCHE' CI SONO DUE PESI E DUE MISURE? PERCHE' ACCANIRSI SUI MOTOCICLISTI E SU CHI PERCORRE LE AUTOSTRADE MAGARI PER LAVORO E SI FA UN 'CULO A CAPANNA' QUOTIDIANAMENTE?
QUALCUNO ME LO SPIEGHI PER CORTESIA PERCHE' IO SONO UN PO' 'INDIETRO' E NON LO CAPISCO PROPRIO.
Grazie
Monica


monica corinti 13.09.05 22:47| 
 |
Rispondi al commento

Eccomi qui anche a parlare di autostrade, multe, incongruenze varie.
Allora inizio con l'ultima che mi e' capitata.
Per la prima volta dopo svariati anni ( piu' di 10) in agosto, ho percorso la Milano/Torino per andare a Cervinia. Cantieri in ogni punto dell'autostrada sia in andata che al ritorno.Cartelli che segnalano di andare a 50Km orari, 60Km orari, 80Km, 100Km orrai a seconda dei punti piu' o meno critici dei cantieri.
Dopo oltre meta' del viaggio percorso in questa situazione, finalmente finiscono i cantieri e la mia macchina respira a circa 150 Km per circa 1 chilometro dopodiche' vedo una macchina della polizia stradale con tanto di trepiedi e, non potendo inchiodare per non creare problemi alla macchina dietro di me, mi limito a togliere il piede dall'accelleratore e, quindi, la mia velocita' scende a 140 Km orari. Penso ad una eventuale multa ma , penso, ci sono i 130 in autostrada, saranno due punti 1 circa 150.00 Euro di multa. EBBENE NO!! Vengo a sapere da degli amici, a Cervinia, che l'autostrada MILANO/TORINO ha una velocita' non di 130Km orari ma 110Km!!!!! Ma chi lo sapeva? Perche' al casello, in entrata , non si segnala la diversita' di andatura che, nella norma e' 130Km orari?
Vi ricordate Lunardi, ebbene , aveva proposto in alcune autostrade i 150: troppo intelligente!( infatti non e' passata)
Ora io mi domando: possibile ci sia la volonta' di fregare gli automobilisti in ogni momento? Perche' , allora mi domando, vengono prodotte delle auto i cui 130 sono 'un solletico'? Hanno trovato la'slot machine' per produrre soldi - I NOSTRI!!- con le NOSTRE MULTE!
Capite c'e' la volonta' di fotterci perche' dopo cantieri e cantieri non ci si puo' posizionare in una postazione e ad una distanza 'fulcro' tanto perfetta da 'beccare' sostanzialmente TUTTI! SCUSATE MA SONO DEI VERI BASTARDI LA LEGGE VA ANCHE INTERPRETATA!!
Ma aspetto la multa a casa e poi davvero questa volta mi diverto, paghero', ma mi divertiro' anche.
Ciao Monica

monica corinti 13.09.05 22:33| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,sicuramente a te e al tuo staff, sarà giunta all'orecchio la storia dell' 892892, quella bellissima pubblicità dove ci sono quei due(castori?) vestiti di rosso....Dovrebbe essere un servizio che replica il vecchio 12 della telecom per avere informazioni sull'elenco abbonati,fino a qui ci siamo,forse non tutti sanno che non è più un servizio che ci offre telecom, ma è di un gruppo americano (infoxx) che opera anche in altri paesi,non ci sarebbe niente di male,se non fosse per i costi LIEVEMENTE AUMENTATI,infatti nella migliore delle ipotesi (si usi il telefono di casa)si spendono 0,12 euro di scatto alla risposta + 0,03 euro al secondo!A conti fatti una telefonata di 5 minuti viene a costare 9,12 euro, non sono di Genova ma mi sembra un tantino eccessivo lo stesso,e per assurdo 1 ora di conversazione costerebbe 108 euro!Viste le tariffe che vengono applicate,è giusto che il maggior numero di persone possibili sia a conoscenza di questa cosa,quindi passate parola e facciamogli un c..o così!!!!!!!!!

ciro iemmolo 13.09.05 19:41| 
 |
Rispondi al commento

volevo porre l'attenzione su una forma di inquinamento a cui siamo, soprattutto in città, ormai assuefatti. si tratta dell'inquinamento acustico, del quale i maggiori responsabili sono spesso quei coatti adolescenti che modificano il loro motorino solo per il gusto di attrarre attenzione. mi chiedo come mai da bravo automobilista ogni qual volta che infrango il codice della strada mi becco una multa e a questi imbecilli non dice mai niente nessuno?

leo prospero 13.09.05 19:23| 
 |
Rispondi al commento

visitate questo sito e aderite alla petizione per la revisione della legge 168 sulla confisca dei ciclomotori:

http://www.petitiononline.com/legge168/petition.html
fonte dal sito www.aduc.it

mauro masiello 13.09.05 16:59| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe grillo ero a vederti a viareggio alla cittadella del carnevale ti seguo da sempre sei un grande. sai hanno deciso che forse faranno un autostrada vicino a casa mia , la lucca-modena. molti non la vogliono(premetto che io abito accanto al futuro svincolo.) ma come mai molti di quelli che protestano hanno spesso macchine potenti e inquinano usando altre autostrade? ritengo che dovremmo protestare sempre non solo quando il problema ci tocca da vicino. impariamo intanto ad usare meno la macchina che costa troppo secondo me. diamogli una bella lezione ai signori che c impongono tasse esosissime sula benzina e sui percorsi autostradali. grazie

sabrinanegretti 13.09.05 14:06| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe, mi piacerebbe ti occupassi di più di viabilità e sicurezza stradale,in italia abbiamo la metà delle autostrade francesi e tedesche(bellissime e GRATUITE) idem per le ferrovie, eppure le auto e i camion sono in egual numero ,le autostrade sono state REGALATE ai Benetton più gli autogrill e i Gs che ha venduto, e nessuno ne parla,in francia negli ultimi 10 anni hanno sostituito quasi tutti gli incroci a X con delle "vere" rotonde ed hanno più che dimezzato i morti,hanno fatto 600 Km di piste ciclabili cosi come in germania, la sicurezza non sono gli autovelox sui rettilinei di 10 Km a 50 Km/h ma la sicurezza sono strade non distrutte, incroci fatti bene, corsie di accelerazione e decelerazione, incroci illuminati, spartitraffico, marciapiedi veri,lotta alle immisioni abusive,costruzioni abusive quasi sulle strade,sosta selvaggia in terza fila agli incroci, ma la nostra ANAS non fa nulla, in compenso si fa pubblicità sui giornali per la salerno reggio che stà aggiustando da 30 anni(in cina hanno fatto 145 Km di autostrada in 2 anni)lo sai che in autostrada la tratta sanremo bordighera Km 20 costa 2,40 euro?,e la aurelia unica strada della liguria è tale, a parte pochi km di aurelia bis che non servono quasi a nulla, da 2200 anni ovvero da quando la hanno fatta i romani,e meno male che dovevano invadere la francia se no non avremmo neppure quella.emilio. beppe aiutooooooooooooo......

emilio borro 13.09.05 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, da quando sono nato e ho avuto modo di vederti in tv non sei cambiato di una virgola e questo ti fa onore. Sono venuto al tuo spettacolo a foligno e oltre al fatto di essermi divertito, mi hanno fatto riflettere molto tutti gli interventi che hai fatto aiutato da internet, a livello di politica ed economia.
Spero di potermi ritenere cittadino del mondo, purtroppo il 2° terzo mondo.......ma vabbè, e mi fa schifo veramente vivere in questo modo, senza la possibilità di una ripartizione equa dei guadagni, di lavori stabili, di ricerca di conoscenza.Ti posto da qui perchè ti volevo mettere al corrente, ma forse ne sai sicuramente più di me, sul fatto che circa un anno fa, qualche ministro co.glio.ne......aveva pensato bene di mettere a pagamento il nostro bel tratto di strada che congiunge la Romagna con Toscana e Umbria, principalmente. Ad oggi ne se ne è saputo e fatto più niente, probabilmente perchè una straducola così corta avrebbe ingrass...oops.......ingrossato le tasche di pochi tra ministri e altri faccendieri.Purtroppo concordo con te nel dire che siamo governati da poche persone, fondamentalmente "3",e che le stesse sono formate come il corpo umano: dal 70% acqua e il restante 30% escrementi.
Ma com'era la legge di Keplero???Che ogni individuo dovrebbe eguagliare l'altro in conoscenza e lavoro e possibilmente evolversi e raggiungere un grado superiore??.
Correggimi se sbaglio ma credo che qui stiano cercando in tutti i modi di appiattirci ad un livello di miseria pari all'ultimo paese del terzo mondo, con il miglior rispetto che si possa portare a quei popoli, che se ci si pensasse bene, con un taglio alle spese di politici e amministratori di stati, starebbero come noi.Grazie di esistere e di avere creato questo blog.Non capisco come mai ti abbiano tagliato fuori dalla televisione!!.Mah !!Probabilmente pestavi i piedi a troppa gente e ad altrettanta facevi scomodo perchè svelavi i segreti dei loro giochi perversi.Spero di ricevere tue risposte

Simone Bassan 12.09.05 22:54| 
 |
Rispondi al commento

Abito a Civitavecchia che uno dei maggiori porti per il traffico merci e passeggeri per la sardegna, tutte le mattine alle 06.30 arriva la nave da cagliari e le centinaia di auto e camion diretti a sud devono obbligatoriamente prendere l'autostrada a Civitavecchia sud. E' mai possibile che io utente telepass, che pago il canone ed hai ragione quando dici che non dovremmo visto che ne guadagnano in mano d'opera (a tal proposito scrissi una mail alle autostrade alla quale risposero ma se non lo avessero fatto sarebbe stato meglio), devo fare 15-20 minuti di fila, quando va bene, prima di entrare in autostrada perche tutti i caselli sono chiusi e funziona soltanto il multi punto con telapass, Viacard e monetine dove moltissima gente svuota i salvadanai per il piacere di pagare con monetine.
Premetto che farei molto prima a prendere l'autostrada a santa marinella, e lo faccio quando sono in macchina, ma non posso con il mezzo pesante visto che c'è il divieto di accesso per gli autocarri superiori a 60 q.li.
Ciao Beppe, ieri sera viterbo sei stato grandissimo come sempre. e come si dice a roma spaccamoje er ..........

virginio passeri 12.09.05 20:13| 
 |
Rispondi al commento

Ma non è vietato fare pubblicità lungo le autostrade?
Mi chiedo come mai la società autostrade faccia pubblicità alle banche in cui è possibile pagare il telepass.
Non saranno per caso le stesse che hanno fatto i prestiti a Benetton per comperarla?
Su quei cartelli luminosi che distraggono dalla guida dovrebbero scriverci solo ed esclusivamente notizie riguardanti il traffico e non bieca pubblicità.
Che tristezza schiantarsi per leggere dove accreditare il pedaggio autostradale.

Io voto per un autostrada come quella svizzera. La paghi una volta l'anno in posta in banca dal tabaccaio, senza costi commissione aggiuntivi e mensili. Un bel tagliando colorato così non si inquina con le pile e non si sbatte sulla sbarra quando non ti si apre. Hai una sola ricevuta da scaricare e non mille tagliandini di carta con scritti numeri e cifre incomprensibili Insomma, massima resa con la minima spesa.
Troppo facile!!!
Aspetterò che tutti abbiano il telepass così non ci sarà più nessuno al casello dei contanti.

Gianluca Giannone 12.09.05 19:51| 
 |
Rispondi al commento

Ciao. Stavo a Cervia e volevo andare ala mostra del cinema di Venezia. Sono partito in scooter percorrendo la Romea certo che a Chioggia mi sarei potuto imbarcare x Pellestrina e poi x il Lido. Invece con mia amara sorpresa sono dovuto arrivare al Tronchetto percorrendo 50 km in più. Penso che un ferry da Chioggia a Pellestrina possa abbreviare il viaggio di tutti noi sudisti.

Federico Falconieri 12.09.05 16:21| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe è la prima volta che scrivo sul tuo Blog ma ormai lo leggo giornalmete da quando ho visto il tuo ultimo spettacolo a Roma.
Volevo proporre una battaglia tipo quella da voi condotta per il caso Fazio, io non la condivido in quanto non credo che se metteranno qualcun'altro al suo posto non cambierà nulla!
Un problema che tocca tutti secondo me è quello dell'abuso degli autovelox in Italia! Sia ben chiaro sono d'accordo con il loro utilizzo, ma se le forze preposte lo usano a "trabocchetto", cioè come viene usato ORA, non vedo assolutamente l'utilità se non quella di riempire le casse dei vari comuni!

Silvano Tambara 12.09.05 14:15| 
 |
Rispondi al commento

State vedendo tutti a quanto è arrivato il prezzo della benzina ?
Secondo me è tutta una strategia mondiale per recuperare, con le tasse che si guadagnano in piu, tutte le spese per guerre, aiuti, deficit nazionali ecc...
Naturalmente tutto pagato dai cittadini. In Italia Berlusconi ha capito bene che questa è una ghiotta opportunità per ripianare i conti che Lui ci vuole far credere siano a posto. Ma se sono a posto perchè non fissiamo il tetto massimo di tasse per 1 litro di benzina ?
Questo è il peggior Governo mai visto, sta liberalizzando i reati finanziari e tantissimi altri reati. La scuola va sempre più verso lo "sfascio". In tv ormai dicono solo quello che possono dire. I politici con le nuove leggi diventano sempre piu potenti.

Possibile che nessuno sia in grado di organizzare un mega sciopero nazionale a oltranza ? Siamo diventati tutti pecoroni tranquilli...o forse siamo sotto l'influsso di messaggi subliminali ? Popolo Svegliati !!!

Maurizio Cardarelli 12.09.05 10:42| 
 |
Rispondi al commento

Grande beppe!
Il mio commento riguarda l'alta velocità, in Valle di Susa (TO) abbiamo 2 strade statali,una ferrovia,un traforo autostradale (il Frejus)una galleria dell'AEM e ci vogliono fare 54 km di tunnel TAV!Non vogliono fare praticamente i sondaggi e ci vogliono regalare 1 milione di metri cubi di smarino; magari anche un pò di falde acquifere scomparse (come al Mugello) e sapete cosa ci dicono? Che sarà per il progresso!Che c..lo!
Speriamo che no si impegnino troppo!

matteo cicchelli 10.09.05 15:15| 
 |
Rispondi al commento

Ma che diavolo succede, ad un mafioso per confiscargli le proprietà passano almeno tre gradi di giudizio e 10 anni di tempo, mentre se mio figlio non è seduto correttamente sul sellino del motorino, mi confiscano il MIO bene e se lo rivendono!!!!!! neanche in cile o a cuba credo che accada questo!

mauro masiello 10.09.05 07:25| 
 |
Rispondi al commento

Volevo sono dare un dato: 10 giorni di abbonamento a tutte le autostrade Austriache, costano solo 7 Euro. Meno del costo del tratto autostradale Torino-Piacenza....

Buon Viaggio a tutti

Alex Andreolli 08.09.05 21:48| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti!
Volevo avvisare che il messaggio in merito al bonus di 2 punti sulla patente è una bufala: il numero da chiamare non è affatto un numero verde, e l'accredito è stato automatico!
E' triste vedere come un blog di valore come questo venga usato da terzi per diffondere bufale.

grazie

Emanuela Visentin 08.09.05 12:51| 
 |
Rispondi al commento

Come è possibile che nei tratti autostradali rifatti della Sa-Rc si può andare con una velocità massima di 60 Km/h mentre in quelli obsoleti si può andare ad 80-130 Km/h??
In pratica una persone che viaggia sull'autostrada si trova a dover andare piano nel pezzo nuovo, bello, largo e con la corsia d'emergenza e veloce nel pezzo pieno di buche, stretto e senza la corsia d'emergenza con una serie di curve quasi a gomito (Vedi tratto Cs- Lamezia Terme)

Pierluigi Talarico 08.09.05 01:20| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, cari Amici del GRILLO,
credo che oltre alla possibilità di leggere ed informarci dovremo creare un movimento non solo d'opinione, ma d'azione...
cominciamo a individuare dei punti critici su cui possiamo fare qualcosa tutti insieme. Boicottiamo le aziende che ci trattano da dementi o peggio da mucche da mungere.
Orgenizziamo dei raduni in rete e nelle piazze,CANDIDIAMO GRILLO ALLE PROSSIME ELEZIONI!
CIAO a tutti
Bruno - Milano

bruno biondi 08.09.05 00:00| 
 |
Rispondi al commento

Salve ho avuto un incidente a causa di un pacco che una macchina francese ha perso durante il tragitto. Venerdì sera verso mezzanotte c'erano molti francesi di origine araba che ritornavano in francia e le loro macchine erano colme di pacchi alcune toccavano per terra. Ad arma di taggia provincia di imperia molti automobilisti hanno preso questo pacco che ostruiva completamentamente la carreggiata di sorpasso.
Io ho perso la targa e danneggiato le maschere frontali e sotto.
vorrei chiedere a questo sito a chi debbo chiedere i danni?
Dai carabinieri mi hanno detto che visto che non ho chiamato subito la polizia sttadale e fatto denuncia sarà difficile farmi rimborsare. Ma l'autostrada sapeva del pacco perchè poi al casello abbiamo chiesto. Perchè la polizia non ferma queste macchine ?
Abbiamo rischiato di andare fuori strada e ammazzarci e pagato l'autostrada nonchè abbiamo un bel danno. Cosa devo fare secondo voi

Cinzia Federici 07.09.05 12:06| 
 |
Rispondi al commento

Guy Negre, ingegnere progettista di motori per Formula 1, che ha lavorato
alla Williams per diversi anni, nel 2001 presentava al Motorshow di Bologna
una macchina rivoluzionaria: la "Eolo" (questo il nome originario dato al
modello), era una vettura con motore ad aria compressa, costruita
interamente in alluminio tubolare, fibra di canapa e resina,leggerissima ed
ultraresistente.
Capace di fare 100 Km con 0,77 euro, poteva raggiungere una velocità di 110
Km/h e funzionare per più di 10 ore consecutive nell'uso urbano.
Allo scarico usciva solo aria, ad una temperatura di circa -20°, che veniva
utilizzata d'estate per l'impianto di condizionamento.
Collegando Eolo ad una normale presa di corrente, nel giro di circa 6 ore
il compressore presente all'interno dell'auto riempiva le bombole di aria
compressa, che veniva utilizzata poi per il suo funzionamento.
Non essendoci camera di scoppio né sollecitazioni termiche o meccaniche la
manutenzione era praticamente nulla, paragonabile a quella di una
bicicletta.
Il prezzo al pubblico doveva essere di circa 18 milioni delle vecchie lire,
nel suo allestimento più semplice.

Qualcuno l'ha mai vista in Tv?
Al Motorshow fece un grande scalpore, tanto che il sito www.eoloauto.it
venne subissato di richieste di prenotazione: chi vi scrive fu uno dei
tanti a mettersi in lista d'attesa, lo stabilimento era in costruzione, la
produzione doveva partire all'inizio del 2002: si trattava di pazientare
ancora pochi mesi per essere finalmente liberi dalla schiavitù della
benzina, dai rincari continui, dalla puzza insopportabile, dalla sporcizia,
dai costi di manutenzione, da tutto un sistema interamente basato
sull'autodistruzione di tutti per il profitto di pochi.
Insomma l'attesa era grande, tutto sembrava essere pronto, eppure
stranamente da un certo momento in poi non si hanno più notizie.
Il sito scompare, tanto che ancora oggi l'indirizzo www.eoloauto.it risulta
essere in vendita.

domenico baronio 07.09.05 11:49| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,TI SEGUO DA UNA VITA ,DA MILANO PRIMA DA BIBBONA ORA . SI PERCHE' IO VIVO E LAVORO A MARINA DI BIBBONA ......E SPERO SEMPRE DI INCONTRARTI.AVREI UN MARE DI COSE DA DIRE,HO 54 ANNI ( 20 MA CON 34 DI ESPERIENZA !! )E DA SEMPRE ,NEL MIO PICCOLO ,PARLANDO CON LA GENTE COMUNE CERCO DI RAGIONARE SUI PROBLEMI CHE CI TOCCANO PIU' DA VICINO,SONO CONVINTO SIA L'UNICO MODO PER FARE QUELLO CHE I MEDIA ORMAI HANNO DIMENTICATO (O VOLUTO DIMENTICARE). SONO UN MOTOCICLISTA DA SEMPRE,E PAGO IN AUTOSTRADA COME UN FURGONE,SE CASCO IL GUARDRAIL MI FA' A PEZZETTINI ECC.QUALSIASI ARGOMENTO SI TOCCHI HA UN ROVESCIO DELLA MEDAGLIA CHE L'INFORMAZIONE TACE ,MEGLIO RIEMPIRE LA TESTA DI PALLONI O DI G.F.,COSI' LA "MASSA" HA DI CHE DISCUTERE.TV DOCET. BOIA DEH FACCIO ANCHE CITAZIONI....A PARTE GLI SCHERZI SPERO CHE TU MI LEGGA E MI RISPONDA ,ANCHE SE POSSO SOLO IMMAGINARE LA VALANGA DI MESSAGGI CHE RICEVI,E SPERO SIANO DAVVERO TANTI.PIU' SIAMO E PIU' FORZA AVRANNO I TUOI INTERVENTI SU QUALSIVOGLIA TEMA .
A PRESTO ACHI51

achille radice 07.09.05 00:45| 
 |
Rispondi al commento

Vi siete mai chiesti a cosa serva costruire autostrade a 3 corsie, quando la maggiorparte degli Italiani viaggiano solo su due (e solitamente la prima (quella più a destra) rimane libera) ?? C'è chi riesce a viaggaire in seconda anche su due. Io ho chiesto ad un pattuglia della Polstrada se fosse lecito...proseguire sulla mia strada in prima corsia. Risposta: certo, Lei non sta sorpassando ma sta superando.... Mi chiedo: se abbiamo una legge che prevede che a chi sta in mezzo (...) vengano decurtati 4 punti dalla patente, perchè non si vede mai nessun poliziotto fermare un'auto ??

stefano benelli 06.09.05 22:54| 
 |
Rispondi al commento

Ciao
Guardando il sito non ho visto nulla in merito alla TAV che, a mio avviso ma non solo, è uno dei più grandi buchi economici italiani oltre a essere uno strumento di corruzione politica e di espansione della criminalità come potete dedurre dall’intervista che ho trovato su internet del giudice Imposimato.
http://ww2.carta.org/articoli/articles/art_3659.html

CRISTIANO GIBIN 06.09.05 15:45| 
 |
Rispondi al commento

ad aprile sono stato vittima di un tamponamento in autostrada, una specie di incubo vissuto realmente (tamponamento in una galleria da parte di un testa di c...o ventenne entratomi nel culo a velocità "eccessiva" nonostante la segnalazione di lavori in corso. Fortunatamente me la sono cavata con pochi danni fisici; ne ha avuti di peggiori l'auto che ho dovuto rottamare, per il momento ancora a mie spese)
A luglio, con grande apprensione devo dire, accompagno la famiglia a Parigi e nella Loira.
Oh! il viaggio in Francia è stato di un rilassante assurdo: gente che rispettava i limiti di velocità, pochissimi camion sulle autostrade, isoradio tempestive e regionali, strade statali meglio delle nostre autostrade...e nessun poliziotto in giro; alberghi decorosi su ogni autostrada a prezzi accessibili.
Al rientro, appena superato il confine....il Far West: lavori, camion perennemente in sorpasso anche durante un acquazzone terribile, velocità folli........e nessun poliziotto in giro!
Non voglio dire che la Francia sia meglio dell'Italia, c'hanno anche loro i "casini", ma mi sembra che un minimo di senso civico dovremmo acquisirlo anche noi

ottavio sansoni 06.09.05 14:42| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, scrivo per mettervi in guardia dal nuovo codice delle assicurazioni approvato dal cdm venerdi 02/09/2005, ed in particolar modo dall' indennizzo diretto, tanto sbandierato come svolta epocale per il sistema assicurativo rc auto italiano. Hanno detto che le polizze rc auto diminuiranno del 15% grazie ai risparmi che il nuovo sistema permette (meno azioni legali, meno spese in consulenze in fase stragiudiziale, meno truffe ai danni delle Compagnie, tempi brevi di risarcimento, ecc.). Partendo dal presupposto che in altri Stati hanno già provato sistemi di indennizzo simili e sono falliti, anche nel caso in cui le Compagnie riescano a risparmiare l' unica cosa a diminuire saranno i risarcimenti per coloro che per loro sfortuna saranno vittime di incidenti stradali, mentre chi ha truffato le Compagnie continuerà a farlo perchè il nuovo sistema non elimina i falsi incidenti...anzi...
Voi direte ma l' associazione consumatori è d' accordo...vero ma fonti attendibili (http://www.aneis.it/pagina10.htm) mi dicono che il presidente di tale associazione è lo stesso ministro che ha emanato il codice.
Beppe so che non puoi arrivare ovunque ma credo che questo sia un argomento che merita rilievo nel tuo Blog perchè interessa in maniera profonda proprio tutti.

Ciao a tutti

Ivan Caramello 05.09.05 17:43| 
 |
Rispondi al commento

Messaggio per Vittori Manuel: la faccenda dell'accredito dei punti della patente tramite telefonata è una bufala. Ti linko l'indagine di Attivissimo.
http://www.attivissimo.net/antibufala/2punti/patente.htm
Madvero

veronica caterina 05.09.05 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,

come ben sapete i guidatori attenti che non hanno commesso incidenti hanno diritto ad un bonus di 2 punti sulla patente.

Solo che l'accredito non e' assolutamente automatico ma avviene solo su richiesta eplicita (furbi vero?).

Ebbene per averli dovete chiamare il numero verde del registro patenti 848782782 solo ed esclusivamente da rete fissa. L'ivr vi chiedera' la data di nascita ed il numero della patente (senza le lettere) . Dopo alcuni secondi vi verra' comunicato l'accredito con i 2 punti in piu'.

Fate girare la mail in quanto questa procedura non e' stata pubblicizzata da nessuna parte.

VITTORI MANUEL 05.09.05 11:59| 
 |
Rispondi al commento


Ciao volevo scrivere qualcosa di male sulla Polizia Municipale di Genova che il 15 d'agosto mette l'autovelox sulla Sopraelevata ma in fondo in fondo visto che andavo a 125 Km/h con il limite di 60 non hanno avuto poi tutti i torti, che ne dite?

Il lato bello di tutto ciò è che grazie al fatto che lavoro alla periferia di Milano in un posto che (giuro!!) non è raggiunto dai mezzi pubblici ho imparato a camminare, a chiedere un passaggio, ad alzarmi mezz'ora prima, a fare due chiacchere con chi mi accompagna, a fare in treno i viaggi di lavoro, ecc ecc.

Non so bene perché ma mi sento meglio adesso di prima, quasi quasi la patente gliela lascio alla Prefettura. No, non lo farò perché mi serve, però insomma....

Ciao

Vittorio Giannotti 02.09.05 20:20| 
 |
Rispondi al commento

Mi chiedo, da neofita del blog, se Il sig. Beppe si sia mai interessato di trasporto aereo. I prezzi, i fallimenti e le miracolose rinascite ma principalmente della sicurezza. Per carità niente in confronto a tutto il resto dei mali del mondo ma mi chiedo: se il più recente, tecnologico, ricco e strategico dei fenomeni di massa è dopo poche decine di anni in questo stato....

Claudio Patacconi 02.09.05 03:11| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe e cari amici che mi leggete, voglio raccontarvi questa storia abbastanza lunga cercando di essere il più chiaro e sintetico possibile, ma sono molto incazzato e penso che far girare queste notizie sul web sia il minimo che potessi fare.

Vi prego di fare molta attenzione agli orari oltre alla vicenda che vi descriverò.

Viaggio organizzato con tour operator italiano, Sprintours, per le Maldive. Partenza 21/8/2005 ore 18.50, rientro il 29/8/2005. Arrivo all'aeroporto di Roma Fiumicino per il ritiro dei documenti di viaggio alle ore 16.30. Check in alle ore 17 circa. Il volo L4- 545 della Lauda Air – Livingston, con destinazione Milano Malpensa prima, e Malè dopo, porta già un ritardo di 2 ore. Imbarco alle 21 su un aereo, proveniente da Mombasa con i passeggeri di Roma che scendono e quelli di Milano che scenderanno, zozzo e lercio come può essere un aereo che ha già alle spalle almeno 9 ore di volo. Arrivo a Milano dopo 50 minuti circa. Ci fanno scendere per uno scalo tecnico (lo chiamano così…) e per ripulire l’aeromobile. Attesa di un’ora e trenta circa. Partenza per Malè alle ore 23.45 circa, arrivo alle 13 locale e, prima sorpresa manca il bagaglio di mia moglie, può capitare...
Vacanza rilassatissima in un’isola incantevole, nulla da ridire. Arriva, ahimé, il giorno della partenza. Ritrovo alle 8.30 ora locale (quattro ore più dell’Italia) per imbarcarci alle 8.45 sull’idrovolante che ci riporterà alla capitale maldiviana. Partenza prevista (…) con il volo L4-546 della Lauda Air – Livingston alle ore 11.25 da Malè con destinazione Roma e poi Milano, come indicato dai documenti di viaggio e dai biglietti aerei. Arrivo previsto dopo circa 9 ore di volo (le 18 ora italiana). Come all’andata l’aereo è in ritardo. Arriva alle 14.15 circa, mentre noi dovremmo essere imbarcati alle 15.15. Naturalmente veniamo imbarcati in ritardo, ed il caro comandante dell’aereo ci regala 50 minuti di sosta in pista, sotto al sole, a motori rigorosamente spenti e senza aria condizionata, facendoci comunicare dal personale di bordo che il motivo di tale sosta è un problema ad una misteriosa valvola (e che una volta a Milano avrebbero controllato) ed alla mancanza di un famigerato documento (?). Ma siccome il buon Dio ci ha dotato oltre che dell’intelletto anche della vista, sotto di noi c’erano due belle autocisterne che facevano carburante… Vi lascio immaginare dopo cinquanta minuti di sauna lo stato d’animo del carro bestiame a bordo del velivolo: leggermente alterati, per usare un eufemismo. Finalmente si accendono i motori e decolliamo con, lo, destinazione Roma Fiumicino. Durante il volo, come prassi, quando non c’è la proiezione dei film si può vedere sui monitor la rotta e l’orario d’arrivo previsto alla destinazione. L’arrivo a Roma è previsto per le 21.56 circa, con solamente quattro ore di ritardo.
All’andata i film trasmessi erano stati due. Al ritorno sarebbero dovuti essere altrettanti ma…
Mi spiego meglio. All’altezza della Grecia, a circa due ore da Roma, il nostro caro comandante vuole premiarci con un altro film non permettendoci quindi di vedere la rotta e, guarda caso, a circa mezz’ora dal fatidico e tanto atteso arrivo, ci comunica in inglese (pensando che il carro bestiame non capisca la sua lingua) che per accordi presi con il tour operator (durante il volo?) non atterreremo a Roma ma a Milano. All’aeroporto di Malpensa c’è già pronto un aereo che porterà la mandria romana a casa (128 esemplari sempre più incazzati). Vi lascio immaginare la nostra reazione…
Alle nostre rimostranze la risposta avuta dal personale di bordo è stata: “Se volete buttatevi pure, tanto ci sono i paracadute”. Mi sembra una risposta assolutamente lecita per un volo di solo 750 euro a persona, no?
Proseguiamo con la sventura. Arrivati a Milano e scesi i passeggeri, noi 128 ci rifiutiamo di lasciare l’aereo pretendendo che sia proprio quell'aereo a riportarci a Roma; ma il nostro atteggiamento è ben presto sedato da un discreto numero di poliziotti chiamati tempestivamente dal comandante latitante. Morale della favola veniamo obbligati dalle forze dell’ordine a scendere dall’aereo e portati quasi sotto scorta nella stessa sala di transito dove siamo stati sette giorni prima. Nel frattempo l’orologio segna le 23.30 circa. Tutte le nostre lamentele sono state naturalmente vane. Alle 00.45 ci mettono su un aereo dell’Air Italy in direzione Roma, con altro disagio per tutti, comprese le famiglie con bambini che da circa 22 ore non dormivano. L’aereo che doveva controllare la famosa valvola, intanto, è riempito di nuove persone in attesa da parecchie ore per chissà quale altra destinazione (Malè…? Probabile, visto che gli arrivi con la Lauda a Malè sono il lunedì ed il martedì). Arrivo a Roma stremati alle 01.55 con sole otto ore di ritardo!
E tutto questo per la modica cifra di 2.000 euro a persona per ben 6 giorni!
Ma la cosa più pericolosa è proprio il viaggiare su aeromobili che vanno in giro per il mondo a ritmi incessanti, lascio a voi le debite considerazioni.
Un grazie di cuore al tour operator Sprintours e alla Lauda Air che ci hanno fatto finire in bellezza le nostre sudate e desiderate ferie.
Da parte mia mi sto già attivando per ottenere tutti i rimborsi che per legge mi spettano.

Marco Greco 01.09.05 14:41| 
 |
Rispondi al commento

Spero che le ultime modifiche al codice della strada portino noi tutti ad una riflessione su come ci facciamo prendere in giro dal nostro bel governo. Guarda un pò come hanno pensato di fare un pò di soldi!
Quoto:
"Confisca della moto: una legge ingiustamente punitiva

Nei giorni scorsi il parlamento italiano, praticamente all''unanimità. ha approvato una legge che in caso di alcune infrazioni prevede la confisca definitiva e la conseguente vendita all''asta dei ciclomotori e dei motocicli.
Certamente la "linea dura" voluta dal legislatore è in buona parte condivisibile quando si tratta di persone che viaggiano senza casco o con casco non omologato, quando il conducente del motoveicolo impenna, quando si viaggia in più persone rispetto a quanto previsto dal libretto. Il testo però non brilla per chiarezza e lascia alle forze di Polizia ampia discrezionalità sull’applicazione della norma. Ad esempio, è prevista la confisca se “il conducente non regge il manubrio con entrambe le mani (ovvero con una mano in caso di necessità per le opportune manovre o segnalazioni)” o se “non è seduto in maniera corretta”.
Un conducente che solleva la mano per muovere la visiera del casco (magari appannata), che si gratta (magari è entrato un moscerino nell’occhio o prude il naso), che sposta la gamba dalla pedalina (per sgranchirla) o che si alza sulla sella (per evitare una buca)… mille situazioni in cui un agente di Polizia troppo fiscale potrà confiscare il mezzo.
Dove sono definite nel Codice della Strada le manovre “opportune”? Qual è la posizione di guida “corretta”? Chiunque abbia guidato una moto per più di 10 minuti sa che, nell’arco di un viaggio anche breve, non è raro effettuare uno qualunque dei gesti sopra descritti, senza per altro arrecare pericolo alla circolazione, a sé stessi e agli altri utenti della strada.
E le famose “dita a V” con le quali i motociclisti di tutto il mondo si salutano milioni di volte ogni giorno? In Italia non sarà più possibile farlo, perché il saluto comporta una manovra
“pericolosissima” (togliere il braccio dal manubrio per un secondo) e tale da portare alla confisca
del mezzo.
Andare a fare la spesa e “appendere” la borsa al gancio che c’è sugli scooter, sarà ancora possibile? Un fiscale agente delle forze dell’ordine potrebbe non considerare “non solidamente” assicurato” l’oggetto e confiscare il veicolo. Oppure, il passeggero potrebbe spostarsi per qualche attimo dalla propria posizione di guida (la sella di alcuni mezzi non è l’ideale per le terga… oppure potrebbe semplicemente voler riguadagnare la posizione dopo una frenata/accelerazione) e il motoveicolo potrebbe essere confiscato. Chi spiegherà alle ff.oo. che talvolta, quella posizione “culo fuori” aumenta la sicurezza di una curva percorsa in moto, anche velocità legali?
Il comma 2 sexies prevede inoltre la confisca del mezzo quando “viene commesso un reato adoperando un ciclomotore o un motoveicolo”. La confisca avviene immediatamente, anche e possibile condanna arriverà dopo anni? E se l’autore del (presunto) reato venisse assolto, come potrà essere restituito un mezzo già venduto all’asta?
Una moto e un’auto si scontrano ad un incrocio, i conducenti di entrambi i mezzi riportano ferite lievi. Il conducente dell’auto querela per lesioni colpose il conducente della moto. Se l’incidente è avvenuto anche solo con l’1% di concorso di colpa del conducente della moto, il mezzo viene confiscato.
Si aprono scenari inquietanti: conducenti d’auto poco onesti che, in caso d’incidente anche con torto, minacciano il conducente del mezzo a due ruote. In fin dei conti, l’automobilista che risulta leggermente ferito non ha nulla da perdere a non firmare il CID: a rischiare la confisca del mezzo è solo il motociclista.
Infine è importante rilevare l’enorme disparità di trattamento tra chi guida un mezzo a due ruote e chi guida un’auto.
Il casco per la moto è l’equivalente della cintura di sicurezza per l’auto: perché non è prevista la confisca dell’auto per chi viaggia senza cintura di sicurezza?
Il Codice della Strada prevede che sul manubrio siano tenute entrambe le mani, così come entrambe le mani vanno sul volante dell’auto in movimento: perché non è prevista la confisca dell’auto per chi guida con una mano sul volante e l’altra fuori dal finestrino o impegnata a tenere il telefonino?
E’ possibile trasportare 10 persone su un’auto omologata per 5 rischiando la multa o al più il sequestro del mezzo: perché per ciclomotori e motocicli è prevista la confisca? Un’auto che trasporta carichi non solidamente ancorati, sporgenti ed in genere pericolosi non può essere confiscata: perché un mezzo a due ruote sì? "

A questo indirizzo si può trovare una petizione che non ha valore legale, ma spero che quanto prima qualcuno si prenda carico delle cavolate che fanno: http://www.petitiononline.com/legge168/petition.html

Ciao
Remo Moro
un motociclista come tanti
dopo 13 anni su due ruote!

Remo Moro 01.09.05 00:33| 
 |
Rispondi al commento

Gent.mo Grillo,

le propongo un chi l' ha vista e una possibile ricerca per EOLO, l' auto ad aria compressa.

Ecco l' articolo:
ROMA, 18 aprile 2004
EOLO, AUTO AD ARIA COMPRESSA

Nel 2001 per la prima volta scrivevamo così di quest'auto:

E SE PER MUOVERCI IN CITTA' BASTASSE SOLO UN POCO D'ARIA?

L'idea nasce in Francia e potrebbe rivoluzionare il mondo dell'automobile.


EOLO è una macchina che al di fuori sembra una delle tante monovolume che girano nelle nostre città, ma all'interno nasconde una grande innovazione.
L'automobile cammina grazie a delle bombole di aria compressa che alimentano un motore MDi ( Motor Development International ) di 567cc da 25 CV.

Il motore non funziona a combustione ma semplicemente grazie alla espansione dell'aria compressa.

La ricarica dell'aria avviene in 4 ore tramite un compressore elettrico montato a bordo del veicolo; la stessa operazione potrà eseguirsi in stazioni di servizio dove avverrà in soli 3 minuti. L'unico consumo sarà quello di energia elettrica (corrente a 220 V).

Il costo del pieno si aggirerà intorno alle 3000 lire.


La velocità massima è di 110 km/h più che sufficiente per il circuito urbano.
L'autonomia è di circa 200 km o 10 ore di funzionamento ininterrotto.


Le dimensioni della vettura sono :
- lunghezza : 3,84 m;
- larghezza : 1,72 m;
- altezza : 1,75 m.
Molti saranno i modelli e tutti avranno l'aria condizionata di serie sfruttando quella che fuoriuscirà dal tubo di scappamento a -30°. L'unica emissione allo scarico sarà infatti aria.

La vettura entrerà in produzione verso la fine del 2001 inizi 2002 presso lo stabilimento francese di Nizza.


In Italia dovrebbe essere realizzata una fabbrica nella provincia di Rieti.
La commercializzazione inizierà nel giugno 2002 con prezzi dai 18 ai 20 milioni e con probabili incentivi, se i test ambientali daranno esito positivo, da parte dei governi europei.


Non avendo provato la vettura non possiamo essere sicuri del suo perfetto funzionamento e della sua affidabilità nel tempo. Aspettiamo che la vettura entri finalmente in produzione, sia testata anche a "fatica" e sia commercializzata per dare un giudizio definitivo.

------------------------

ED EOLO SI TINGE DI GIALLO: CHE FINE HA FATTO?

Nel febbraio 2003 al Salone di Parigi, incontrammo colui che ha progettato questo veicolo: il francese Guy Negre. Era anche l'unico che ci potesse dare qualche informazione utile sul progetto.

Niente non c'è stato modo di saperne di più. Gentilmente riusciva ad evitare le nostre domande. Dopo tanta fatica siamo riusciti solo a farci dire che la sperimentazione stava continuando ad avere risultati positivi, che avevano delle difficoltà economiche per aprire gli stabilimenti di produzione ma che comunque tutto si sarebbe risolto entro la fine del 2003.

Siamo ad aprile 2004 e non ci sono novità se non quella che i dipendenti della Eolo Italia ( hanno mai lavorato alla produzione della vettura ??? ) sono in cassa integrazione e che il sito internet italiano non esista più.

Vi terremo comunque aggiornati su questa straordinaria invenzione, che si sta trasformando giorno dopo giorno in un grande giallo automobilistico.


Da:
http://www.ecotrasporti.it/eolo.html

Marco Ardau 30.08.05 15:46| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe e cari amici del blog,anch'io sono rimasto sconcertato come un altro amico del blog nel sentire lunardi affermare che nessuna lista nera verra' pubblicata dalle autorita' italiane:il motivo non è chiaro, dice che sarebbe meglio pubblicare unalista bianca per mostrare quelle "virtuose". la mia idea è che lunardi debba avere sicuramente delle quote di partecipazione in qualche compagnia aerea poco in regola e che voglia continuare a vederla sfrecciare sui cieli italiani.la linea di questo governo improponibile continua a scavare nel peggio del peggio con una coerenza encomiabile.
Mauro Maggiora

mauro maggiora Commentatore in marcia al V2day 29.08.05 22:28| 
 |
Rispondi al commento

Per chi volesse sapere la verita` sull'attacco del 11 settembre, questo e` il sito da consultare. da vedere!!#

www.luogocomune.net

Sergio Sieni 27.08.05 18:11| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, ho appena inscritto s. berlusconi al Book of World Records, con la prova di dovere dire una serie di bugie dentro ad un discorso senza farsi notare dalla commissione.
grazie ancora

sergio sieni 27.08.05 14:04| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, volevo fare un comunicato: Ho appena fatto l'iscrizione al Book of World Records di s.berlusconi come migliore bugiardo, la prova, se accettata, consistera` nel dire con un discorso piu` bugie possibili, senza farsi notare.

Questo e` tutto per ora. Grazie ancora

Sergio Sieni 27.08.05 14:00| 
 |
Rispondi al commento

Questo non vuole essere un messaggio pubblicitario.

Mentre con il Skype puoi chiamare da computer a computer, con il Voip (Voice over IP - la voce attraverso internet) con un semplice adattatore (grande come un pacchetto di sigarette) che trasforma il segnale di un normale telefono in segnale digitale per Internet, è possibile chiamare i telefoni normali ed anche i cellulari (ovivamente a pagamento).

La novità è che con il passaparola il Voip diventa Gratis anche verso i cellulari!

La TelExtreme è entrata sul mercato VOIP mondiale in sordina usando questo sistema.
Con la tariffe flat di 27$ (22 € circa) si parla sui telefoni fissi e CELLULARI USA e Canadesi senza limiti di tempo, mentre con l'abbonamento flat da 60$ (circa 50€) permette di chiamare anche verso altri stati a seconda della zona del mondo scelta per 50 ore su i telefoni fissi e 5 ore sui cellulari.
Usando il passa parola è possibile chiamare tutti i telefoni fissi ed i cellulari anche gratuitamente:
si guadagna il 10% del consumo delle persone che fanno l'abbonamento. Quindi inserendo 10-15 persone non si pagherà più la tariffa flat mensile o il consumo generato.

www.telextreme.it

Fabrizio Ciancio
cell: 392.47.81.022
Affiliato Indipendente
info@telextreme.it

Fabrizio Ciancio 27.08.05 11:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oggi i giornali riportano la notizia che Lunardi (ministro che ci dovrebbe tutelare per quanto concerne il suo ministero) esclude la pubblicazione delle compagnie aeree e i dati sulla loro sicurezza: scandaloso.

Primo, perché ne và della nostra sicurezza,

secondo perché mi sento come se io non fossi in grado di capire e scegliere liberamente quale compagnia preferire (sono considerato tonto, e il ministro neanche mi conosce),

terzo perché se non siamo considerati in grado di scegliere riguardo alle compagnie aree, potrebbe venire il sospetto che alla sicurezza dei viaggiatori italiani venga anteposto l'interesse di qualcuno.

O forse non sarà che il ministro abbia paura che in quella lista ci potrebbe finire anche Alitalia...

Bravo Lunardi... ci mancava anche questo atto di suicidio politico.

Daniele

Daniele Pasquali 26.08.05 14:50| 
 |
Rispondi al commento

VIACARD come biglietto dell' autobus? Magari!!

Normalmente quando si compra un biglietto dell' autobus c'è la possibilità di prendere il pass a più corse ovviamente risparmiando visto l' anticipo, come del resto tutte le cose che si comprano "all' ingrosso". Per quanto riguarda la VIACARD però la cosa non funziona uguale o mi sbaglio?
Come mai?
Saluti

Raffaele Grandi 25.08.05 16:31| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe....
stamattina su radio 102.5 hanno fatto parlare il sindaco di torre pallavicino in provincia di Bergamo.Questo sindaco ha risolto il problema della sicurezza sulle strade mettendo agli incroci dei vigili di cartone....
E se in parlamento lo fanno già... !!!! :-)

giuseppe canale 25.08.05 08:55| 
 |
Rispondi al commento

GRILLO.. ho poco tempo.. non posso leggere (purtoppo), il TUO blog... di continuo.. ma ma per pietà... parlami di cani abbandonati.. o di tette.. per pietà....UFFF

maurizio sbrogio' 25.08.05 03:28| 
 |
Rispondi al commento

Penso che il Sig.Grillo, debba finalmente assumersi le proprie responsabilita' e far divenire questo sito di avanguardia un vero e proprio riferimento mediale per il Paese.

Continuare su questa strada e' divenuta operazione frustrante, va fatto un salto di qualita', una sperimentazione di democrazia diretta pressoche' unica al mondo.

Ecco la mia proposta, fattiva, diretta, articolata in due parti sinergiche:
1) Internet (mezzo innovativo che copre la
massa sino ai 40 anni)
2) Giornali (mezzo tradizionale per gli over 40)

Per INTERNET, va creato un sito dove gli utenti si registrano, anche utilizzando alias, ma vengono identificati con un sistema di controllo documenti, questo perche' devono esprimere il proprio voto all'americana sui quesiti che vengono posti nel sito, esempio:

Quesito:
"Quale e' la sua posizione sul caso Fazio":

Risposta: (3 possibilita' - positiva - negativa - neutra)
1) Deve rimanere in carica.
2) Deve dimettersi.
3) Deve autonomanente decidere la sua posizione.


Una volta volta fatta questa raccolta voti, si passa alla democrazia diretta (questo non e' un sondaggio, ma una vera e propria presa di posizione di n miglialia di persone adulte maggiorenni e identificabili) che consiste nel
prendere una pagina sui 2/3 giornali piu' importanti del Paese (tipo Corriere / Messaggero / Repubblica) e PUBBLICARE i risultati, es:

DEMOCRAZIA DIRETTA
Quesito:
"Quale e' la sua posizione sul caso Fazio":

Hanno risposto NNNNN persone, questi i DATI:

1) Deve rimanere in carica. NNNNN voti
2) Deve dimettersi. NNNNN voti
3) Deve autonomanente decidere la sua posizione. NNNNN voti

E A QUESTI DATI PALESI, CERTIFICABILI, VERIFICABILI E PUBBLICATI SU GIORNALI E INTERNET, LA CLASSE DIRIGENTE, - IL PAESE -, DEVE DARE RISPOSTE CERTE. UNIVOCE.
E COSI' AVVERRA'.

SIG. GRILLO, CREDO CHE QUESTA POSSA DIVENIRE UNA VERA SPALLATA MEDIATICA AL SISTEMA.


Grazie a tutti per l'attenzione

Gianni
gianni75@yahoo.com

Gianni DeRosa 24.08.05 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Vivo e lavoro in una città del nord europa. Sebbene sia proprietario di una automobile, preferisco muovermi con i mezzi pubblici e posseggo un abbonamento annuale. Lo scorso Gennaio mi sono recato a rinnovare l'abbonamento. Al momento di pagare, noto che il resto resomi dall'impiegata è sbagliato di 5 Euro (a mio favore). Allora, preso da un'improvviso attacco di onestà, faccio notare l'errore. L'impiegata mi risponde che non c'è errore, ma dato che io ero in possesso di un abbonamento annuale per l'anno 2004 e visto che nell'anno 2004 ci sono stati 5 giorni di sciopero, l'azienda ha rimborsato i giorni di cui l'utente non ha potuto usufruire del servizio pur avendolo pagato. AVETE CAPITO !!!
L'azienda rimborsa i giorni di sciopero !!!
Si è mai, non dico attuata, ma ipotizzata una cosa del genere in Italia ?

MAURIZIO ISOLATO 24.08.05 11:02| 
 |
Rispondi al commento

rispondo ad Alessandro Corizi
mi è successo la stessa cosa vedendomi addebitare invece di un SERIATE-BRESCIA da 1,80 € un Torino-Brescia da 46 €, causa un malfunzionamento del telepass che non mi aveva registrato correttamente l'ingresso

Soluzione : invio di EMail con minaccia di adire le vie legali con numero della pratica o riferiemento del numero della fattua, con in copia associazioni consumatori,
Risultato:mi rispondono 2 giorni dopo indicandomi che nella fattura successiva mi avrebbero scalato i 46€ IMPROPRIAMENTE acquisiti e addebitato il giusto importo di 1,80 €
Autostrade come banche assicurazioni e altre LADRERIE AUTORIZZATE, ci provano sempre...
su 1000 addebiti impropri 10 protestabno e li restitutiscono, gli altri 90 se ne fregano e pagano!!
Hanno una paura matta dei consumatori incazzati e se protestano rimborsano subito perchè hanno paura di scandali + grossi!!

Luca Bedin "BEDO" 24.08.05 10:24| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, oggi ho letto sulla repubblica che aumeteranno ancora i prezzi dell'autostrada.
Vorrei che tu facessi sapere ai signori dell'autostrada che la gente ha finito i soldi...

Non è possibile comperare più nulla, costa tutto carissimo. Per me va bene ma per loro ?


Cinzia Federici 24.08.05 09:20| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di esternalizzazione di rami d'azienda ...
Dove erano i sindacati quando Telecom Italia ha di fatto spostato 3000 Dipendenti in una "scatola" vuota chiamata MP Facility Spa ???

Guido Fuscali 23.08.05 00:39| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei scrivere un suggerimento riguardante il traffico. Il 20/08/2005 sono tornato da Madonna di Campiglio a Casale sul Sile (TV) e sono partito alle ore 10.15 ; sono arrivato a casa alle 18.15 !!!!! Un viaggio di 3 ore fatto in 8 ore. Gran parte dovuto al fatto che c' erano code ai caselli delle autostrade. Ma perchè non viene fatta una legge dove mettono obbligatorio il TELEPASS !?! Dovrebberlo metterlo di serie sulle auto, pagando solo quando si usa. Per sopperire al fisso che verrebbe a mancare alle banche potrebbero aumentare le tariffe del 1 per mille ( per es. ). Per le persone che non hanno il conto in banca potrebbero fare il TELEPASS ricaricabile tramite il cellulare acquistando una scheda prepagata come le ricariche degli stessi cellulari. Il TELEPASS che dico io dovrebbe essere EUROPEO, in modo da usarlo in tutta l' Europa ( dal Portogallo alla Russia ) e tutti gli stranieri potrebberlo usarlo da noi. Con questo non voglio dire che le code non ci sarebbero più, ma almeno invece di essere di 15 km, sarebbero di 3/4 km. Grazie.

P.S. Sono venuto a vederti a Jesolo, sei stato grande !!!

Romano De Marchi 21.08.05 22:23| 
 |
Rispondi al commento

Sono appena tornato da 5 giorni in francia..tutte autostrade. No comment, dunque...prezzi, dimensioni, velocità, comodità...basta dire che al ritorno mi è presa l'italianosi.

Niccolò Petrilli 21.08.05 21:02| 
 |
Rispondi al commento

Io leggendo tanti commenti mi viene da pensare.....Ma ste gente piena di soldi, cosi piena che gli esce pure dal buco del c**o, dei loro clienti non gliene frega propio un cazzo???

Gabriele Zanni 21.08.05 15:58| 
 |
Rispondi al commento

Vi racconto un fatto successo a me poco temto fà.In data 30/05/2005 mi viene recapitata una richiesta di pagamento pedaggio autostradale della "Strada dei parchi A24" ( tra l'altro, al mio vecchio indirizzo di residenza di quattro anni fà ) di euro 3,70 a fronte dell'effettiva spesa di 60 centesimi, del giorno 27/09/2004 alle ore 16,35 uscita "Settecamini" (casello di sola uscita, senza biglietto di entrata)nei pressi di Roma. Premettendo che sono sicuro di non avere avuto mai problemi di pagamento con caselli autostradali, mi reco nella loro sede di Roma il giorno 14/06/2005 per avere delucidazioni in merito.Durante il colloquio con gli impiegati dell'autostrada, veniamo a scoprire ( anche con loro sorpresa ), tramite la schermata del computer, che quel pomeriggio avevano registrato tantissime fotografie di targhe di autoveicoli, che secondo loro, non avevano pagato il pedaggio nello stesso casello dove ero passato io.Constatato da parte degli addetti che era successo qualcosa di strano, mi veniva detto che comunque si doveva pagare.Dato l'esiguo importo pagavo per finire li la storia, ma gli chiedevo:- se invece di succedere all'uscita "settecamini" capitava alla barriera di "Roma est" e non avevo la ricevuta di paganento, dovevo pagare dall'entrata di Aosta?- La loro risposta, con mio enorme stupore è stata affermativa.Conclusione: quando percorrerò di nuovo un'autostrada , al momento del pagamento del pedaggio chiederò sempre la ricevuta e mio malgrado sarò costretto a conservarla per cinque anni come una qualsiasi bolletta. Distinti Saluti . Alessandro Corizi.

Alessandro Corizi 21.08.05 11:05| 
 |
Rispondi al commento

Guardatevi the dreamers i sognatori e capirete meglio.

giorgio delle pertiche 21.08.05 00:39| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,ma e' possibile che puntualmente quando rientro dalle ferie(oggi 20/8/2005)arrivo al casello di Melegnano e su 14 porte ne trovo aperte solo 4 causando una fila che non immagini.Allora cerca di rompergli il c....,anzi cerchiamo di rompergli il c.... a questi finti politici in modo da poter creare un telepass per tutti in modo da eliminare sia problemi di costi che di perdita di tempo.Scusami ma sono incazzato nero dopo 8 ore di viaggio senza traffico mi ritrovo a casa a fare la coda vedi tu!!!! Abbraccio te e tutto lo staff del blog NON MOLLIAMO DEVONO MORIRE TUTTI!!!!! CIAO

andrea ungaro 20.08.05 06:49| 
 |
Rispondi al commento

"Come dice quel tale (innominabile): a pensare male spesso ci si azzecca, e quindi mi viene il dubbio che qualcuno spinga affinchè il problema traffico non venga seriamente preso in cosiderazione e quindi risolto."

No caro il problema viene preso in considerazione ma poi arrivano i Verdi e rompon le ...

E resta tutto lì!

Esempio il passante autostradale di Mestre.

Ha avuto un iter IMPERIOSO. Per bloccarlo sai i verdi cosa han fatto? Si son appellati alla comunità europea per la distruzione di una SIC, sito di interesse comunitario.
Vuoi sapere che sito di interesse comunitario era?
una pozza d'acqua in cui le rane si riproducono...fra migliaia che ce ne sono la comunità europea ha imposto X zone da proteggere come SIC a francia germania e italia per ogni regione e una multa di 300000000 di euro per ogni giorno in cui ciò non sarebbe stato attuato dall'entrata in vigore della legge.
Il problema è che X è fisso, quindi ci son zone che hanno y>X siti da preservare veramente e regioni che hanno z<<<X zone da preservare...e cos' uno stagno e divenuto zona protetta con la minaccia di 300000000 di multa.
Sia germania che francia che italia ovviamente non ce l'han fatta a realizzare questo bel piano di preservazione ma hanno raggiunto un accordo per mettere in pausa la multa...non eliminarla
Intanto a Mestre ogni estate e fine settimana si registrano dai 20 ai 25 Km di macchine in coda!

COMPLIMENTI VERDI AVETE PROPRIO SALVATO L'AMBIENTE.

A proposito, per la crocana, il tracciato così è stato spostato dove ci sono delle case...ed nel comune di Martellago I VERDI SE SI PRESENTANO LI' IMPICCANO PER I....

Postato da: Anton Ross il 18.08.05 12:04
Sono di dominio pubblico.
Preciso che un posto è costato 2,5 miliardi in quanto emerge dai soldi spesi a dagli occupati attuali.
Sulle cronache abbiamo letto e riletto anche di strade da 1 miliardo di lire a km. Un vero record da guinnes dei primati, per l'epoca(Dopo il terremoto del 1980), che ancora resiste.

Le carte ci sono. CHi deve controllare dovrebbe esserci ma a quanto pare non c'è.
Nessuno pensa che ciò che è di dominio pubblico lesioni il diritto di terzi di tutti....

Non so che consigliarti a sto punto...

Massimo Carboni
Riporti fatti esatti ma mi dimentichi dal piaz:
La relazione iniziale l'ha fatta Dal piaz che aveva come allievo Semenza senior e geologo della commissione di governo era un exsade.
La relazione Dal Piaz era fatta con studi preistorici
Poi dal piaz invecchia e subentrano gli altri che hai detto tu. Ma la relazione che circolava era sempre quella di dal piaz fintanto che non è stato chiamato Muller (Brain storm...quando era oramai palese che la montagna stava venendo giù).
Gli inviati di Muller (perchè non venne proprio lui) disse...la montagna stava venendo giù.
Ed a quel punto cominciarono la brain storm per decidere che soluzioni attuare per risolvere il problema.
Ogni ingegnere serio con i mezzi del tempo sarebbe morto di fame piuttosto che trovar una soluzione a questo problema...in effetti tutti non accettavano il lavoro per non restar invischiati e perchè non avrebbero avuto una soluzione...D'altra parte come fermi tale cosa se a malapena non hai micropali e jet grounting (e soprattutto così lunghi come servivano)?

Comunque gli allegri briganti della sade che han fatto il casino han trovato una soluzione con gli ing rimastigli...la fetta di salame...con svasi ed invasi.
Ciò perchè dalle analisi di Muller ci si era fatto una certa idea del piano di scivolamento che invece era molto + profondo.
Inoltre a quel tempo immaginare che l'acqua con milioni di tonnellate di peso sarebbe passata da liquido in falda a vapore facendo da cuscinetto era un concetto sconosciuto (che io sappia erano anche + di 100 metri sotto il piano di scivolamento).
Ergo per cui le truffe fatte fino a quel punto hanno portato a una situazione che era quasi imposibile risolvere....e che hanno pure oltraggiato andando oltre il limite imposto dagli esperimenti a Novanta.
------------------------------------------------
Il modello (meccanico) fu fatto (le carte lo dimostrano, Ghetti perse il posto anche per questo) simulando la frana in + volte e con una stima di 50 milioni di m3 massimi. Da questo modello si vide che il limite di 700 metri avrebbe causato, in caso di frana da 50 milioni di m3 un'onda alta una ventina di metri, tale da provocare solo "una leggera pioggia" sul paese sotto la diga (non ricordo come si chiama, forse Vajont stesso, ma ho un'amnesia in questo momento...LONGARONE). E questo fu il test pubblico.
La SADE pero', anche questa e' storia, fece un test simulando secondo i dati di Muller, frana unica da 200 milioni di m3 (la vera frana fu di 250 milioni circa) e si accorsero del disastro possibile, ma tennero tutto nel cassetto e sai perche' ? Dovevano a tutti costi collaudare la diga a 700...
------------------------------------------------
Fonte Paolini...riunisce in uno i due esperimenti e non parla di prova sul modello idraulico fatto con i dati di Muller.
Communque ti faccio notare che l'aver utilizzato materiale sciolto...ghiaia del piave era dovuto in parte alla relazione di dal piaz che considerava il materiale come incoerente e frammentato....e comunque na gran strunzata averlo usato perchè l'incoerente scende tutto insieme e quindi non è proprio giusta la ghiaia, soprattutto se non bagnata.
(dietro ci sono comparazioni sui modelli che nemmeno ti immagini...che schifoso che era una volta la sperimentazione...)
----------------------------------------------
Alla fin della fiera il disatro fu provocati dai continui svasi/invasi necessari per il collaudo.
----------------------------------------------
A fetta di salame, l'idea era che si sarebbe fratturato e sarebbe venuto giù in tranche...ma non si sapeva del fenomeno del cuscinetto di vapore e nemmeno della reale profondità di smovimento (si avevano i 100 metri come dato).
------------------------------------------------
Paradossalmente se si fossero fermati a 700 e non fossero andati oltre, il Toc avrebbe retto per la pressione sui costoni e al limite avrebbe generato delle frane + piccole e controllabili.
------------------------------------------------
inzomma...
diaciamo che questo è quello che l'unico ingegnere che han trovato disponibile (Penta?!) ha consigliato alla SADE
In realtà è molto pericoloso questo intervento e la velocità lo condiziona, ma la profondità di piano di scivolamento fa la differenza... e distingue in pochi danni con smovimento superficiale e smovimento in blocco in caso di scivolamento profondo (fai un profilo tipo sponda fiume e poi fai diversi cerchi piano di svivolamento...vedrai che quelli profondi prevedono una rotazione ed uno scorrimento del materiale, mentre quelli superficiali hanno sotto qualcosa che li fa solo svendere, poichè sono sprovvisti di momento rotatorio e quindi sono dominati dalla sola gravità incrementata dal peso dell'acqqua).
Oggi ce ne son di completamente diversi.
Il problema è che iniezioni di cls nel terreno tali che facciano da puntone di 100 metri è difficile realizzarle.
Studi recenti (che non ci sono sul tuo libro della merlin anche perchè li stanno ancora facendo) comunque affermano che anche stando sotto i 700 metri ci sarebbe stato stacco del blocco intero.
Ti ripeto: ciò non toglie il comportamento della sade che ha usato le carte di dal piaz per anni ed è andata oltre il limite che già allora era stato imposto.
Se la diga subiva danni (era progettata per resistere ad un 7 grado come il ponte di Messina che voglion fare....) e crollava...sarebbero stati cavoli ancor + amari...
-----------------------------------------------
Per quello che dico, leggiamolo il libro, si capiscono molte cose.
-----------------------------------------------
Facciamo anche qualche studietto a riguardo...magari ingegneria...

;)


------------------------------------------
Forse sbaglio io qua, ma e' uno dei pochi spettacoli che non hanno mai replicato.
-------------------------------------------
Perchè hai visto le repliche di bestiario veneto e dei cani del gas?
------------------------------------------------
Cmq qualsiasi attore alla fine fa politica, e mi sembra normale. Anche noi che non siamo attori stiamo facendo politica ora, solo che a noi possono anche nn censurarci xche' nn abbiamo visibilita'. Un attore, un comico, un artista, un giornalista in gamba e' + pericoloso per il sistema, non trovi ?
-----------------------------------------------
No. In compenso trovo molti che credono di far del bene sminuento le figure degli scontri di Genova (Paolini) e ciò non mi piace per niente....sto dalla parte dei genovesi che si son trovati le macchine distrutte.
Il tuo sistema è il pensiero dominante di un modello attuale, di una nuova moda che crede in un rinnovamento (e si distacca da altre...vedi discussione con Mas non qui ma da un'altra parte).
Ora l'idea dell'oppressione si basa molto sulla disinformazione e non conoscenza di come le cose funzionino...e proprio questo è quello che permette ad ogni italiano di approfittarsi del suo prossimo, il fesso (siamo gente furba...ma essendo tutti furbi diventiamo tutti fessi).
Vedi l'idraulico che va a riparare un rubinetto e se ne approfitta della non conoscenza degli altri di idraulica per sparare riparazioni assurde, convinto che ciò non si ritorcerà prima o poi su di lui....
Quindi m dissocio da movimenti poco logici...perchè permettimi ma vi incavolate tanto di politica, ma alla fine ragionate sempre seguendo la politica.
Vi incavolate tanto del modello consumismo....ma alla fine sempre un modello seguite....quindi non cambiate poi molto.

Tornando a bomba:
Anche perchè mi son visto Paolini da Fazio proprio quest'anno in terza serata (come report) cioè alle 20.
Nelle tv secondarie poi si vede spesso.
+ che altro il tipo sfugge le interviste come anche da Fazio, non diceva quello che Fazio voleva.
-------------------------------------------------
Non era report quella, e' di Sandro Ruotolo, cmq l'avevano spostata di una settimana ;-)
-----------------------------------------------
una censurona...come la terza serata per report...
ma se quella (le 20) è la terza serata, che ora è la solare, la legale... l'illegale?!
-----------------------------------------
Ah io non ho mai detto che Report era i terza serata, cioe' c'e' anche stato, ma le ultime erano in prima serata la domenica.
------------------------------------------------
perdonami...l'ha detto qualcun'altro in basso...diciamo che se scompaiono per magia i testimoni dopo un mesetto, se variamo le indagini sull'aereo del pentagono, se come aljazeera arriviamo a dire che lo tsunami l'han fatto gli americani.... possiamo anche cambiare la realtà e farla come vogliamo.
-------------------------------------------------
Le querele, anche indirette, ci sono state, quasi tutte vinte. Devo forse ricordarti il caso di quei dipendenti di Trenitalia licenziati per aver accettato di parlare della situazione dell'azienda ai giornalisti di Report ? :-D
------------------------------------------------
Bene allora vuol dire che ciò che han detto per i giudici era giusto.
Dei dipendenti di trenitalia non sapevo...ma comunque sò già com'è presa trenitalia....motivo che diviene ingiustificatamente sufficiente per alcuni di non pagare il biglietto....
Sta di fatto che 1 viaggio ed il Minuetto m'ha già scassato.
E poi....vabbeh niente...tutto il resto.

giorgio delle pertiche 19.08.05 23:26| 
 |
Rispondi al commento

Visto che parli di autostrade e del pessimo servizio, mi preme fare notare una cosa che spesso sfugge e che si nota proprio in questo periodo.
Per chi, come me, percorre la A4 spesso, saprà che al mattino restare in coda è la normalità.
Aldilà del fatto che si paga sempre e comunque la tariffa piena, mi sono chiesto se alla fine di questo fatto, qualcuno ne trae un vantaggio.
In effetti questo qualcuno c'è: le solite sette sorelle! Infatti per chi in questi giorni ferragostani avrà fatto 2 conti sul consumo di carburante, si sarà accorto che consuma il 20 / 30 % meno rispetto ad una giornata normale, di coda.
Come dice quel tale (innominabile): a pensare male spesso ci si azzecca, e quindi mi viene il dubbio che qualcuno spinga affinchè il problema traffico non venga seriamente preso in cosiderazione e quindi risolto.

ciao a tutti.

Davide Cantù 19.08.05 17:06| 
 |
Rispondi al commento

mi permetto di segnalere questi 2 siti

http://www.ecotrasporti.it/eolo.html

http://www.ecplanet.com/canale/tecnologia-2/veicoli-78/0/0/7330/it/ecplanet.rxdf

saluti.

fabrizio de santis 19.08.05 12:55| 
 |
Rispondi al commento

Oltre a questo....Le moto?Pagano quanto le macchine, con qualche piccola differenza:
1)La moto pesa 200kg ed è lunga 2m, mentre una macchina pesa in media 1200kg ed è lunga quattro metri.Poichè le tariffe per gli autoveicoli variano in base alla lunghezza, perchè le moto sono della stessa classe delle macchine?
2)Non esiste assistenza per le moto in autostrada:quanti sono i gommai agli autogrill che vendono gomme per moto(eppure può succedere di forare anche con le moto).
Se per caso ho un guasto alla moto, i carrattrezzi
che girano sulle autostrade non sono attrezzati per il trasporto moto.avete mai provato a far salire una moto su una pedana stretta come quelle del carroattrezzi normale, non antiscivolo, e senza l'ausilio dell'apposito gancio?Un suicidio(se non si è almeno in tre è molto probabile che la moto cada...)risultato.La moto può essere danneggiata durante la fase di carico o durante il trasporto.
Io, come tanti motociclisti, ho aderito alla protesta organizzata dal coordinamento motociclistico, che prevede un'autoriduzione delle tariffe(circa il 20%), con danno verso la società autostrade, in quanto costrette ad avviare una pratica(con relative spese) di mancato pagamento.
Per chi fosse interessato il sito del coordinamento motociclistico è: http://www.cmfem.it/

Senio Corbini 19.08.05 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Salve!
Autostrade: il SEDICI AGOSTO 2005 (il maiuscolo è doveroso trattandosi di un giorno in cui le autostrade erano ABBASTANZA affollate) il tratto Bergamo-Agrate della A4 è stato chiuso in entrambi i sensi di marcia dalle 18,00 alle 6,00 per il rifacimento del manto stradale.
inutile raccontare dei serpentoni di macchine che giravano per le statali.. sembravamo una colonna militare.. si passavano i semafori anche col rosso (senza l'ombra di un vigile) altrimenti le strade sarebbero state paralizzate completamente.
cmq abbiamo perso 1 ora e mezza per meno di 50 km di autostrada mancata... e si pagava la quota intera anche se questo voleva dire formare coda ai caselli di uscita obbligata...
W_Autostrade_Spa!

Vito Barbieri 19.08.05 03:20| 
 |
Rispondi al commento

E tu denunciali. Sai se sei ben informato ed hai le prove riguardo a mazzette da 2.5 miliardi di lire puoi anche avvalerti delle leggi correlate e dire che ledono il diritto di terzi (aspetto costituzionale e quindi anche supra leges).
Una querela non fa male a nessuno (fa sempre del bene agli avvocati ;) ).
Opure parli e parli...e riparli...

Postato da: giorgio delle pertiche il 18.08.05 10:01

Sono di dominio pubblico.
Preciso che un posto è costato 2,5 miliardi in quanto emerge dai soldi spesi a dagli occupati attuali.

Sulle cronache abbiamo letto e riletto anche di strade da 1 miliardo di lire a km. Un vero record da guinnes dei primati, per l'epoca(Dopo il terremoto del 1980), che ancora resiste.

Gli scandali collegati a quella vicenda non sono ancora assopiti visto che quella strada non e' mai stata pienamente operativa e attulmente..e' chiusa al traffico!

Uno dei tanti scandali, quello dei terremoti, che ormai accettiamo con supina rassegnazione.

In proposito proprio Report effettuò un approfondito servizio da cui e' emerso che nessuno e' stato condannato per clamorose
truffe. ( E per tanti altri casi, sistematicamente, arrivava la prescrizione o il condono o l'amnistia)

Il sistema era quello che a te davano poche centinaia di migliaia di lire per le, fittizie, suppellettili rotte, integrandoti e coinvolgendoti nel marcio, e LOR SIGNORI..RUBAVANO MILIARDI e miliardi.

(Cosa che avviene tutt'oggi per tutto il sistema)

Anton Ross Commentatore in marcia al V2day 18.08.05 12:04| 
 |
Rispondi al commento

Viaggio per lavoro sulla tratta Varese-Cologno Monzese: l'ingresso alla tangenziale Est costa 1.50Euro, e Cologno è la seconda uscita. Il casello ha circa venti corsie d'entrata e solo due in uscita, con conseguente ingorgo titanico tutte le mattine.
Tagliando per Sesto NON si paga e il traffico è piuttosto ridotto.
Perchè il cartello infotraffico recita sempre "code in uscita Sesto" quando l'uscita è quasi sempre sgombra?

Andrea Levorato 18.08.05 11:57| 
 |
Rispondi al commento

Io proporrei un sistema di tipo svizzero.
Se vuoi viaggiare in autostrada paghi un bollo...che in Svizzera costa 40fr.annui
Da noi la tratta Milano Reggio Calabria costa 40Euro solo andata.
Anche ammettendo che i nostri costi di gestione siano superiori (ma siamo anche molti di più) penso che spenderemmo molto meno indipendentemente dall'uso che ne facciamo.

Andrea Levorato 18.08.05 11:49| 
 |
Rispondi al commento

basta...
Basta autostrade basta telefonini basta televisione basta partiti basta corruzione basta favoritismi basta basta basta basta
Non se ne puo' piu'.
Per cortesia smettetela non ne posso piu'.
Basta

sergio liberta 18.08.05 10:56| 
 |
Rispondi al commento

@giorgio delle pertiche

Buongiorno :-D Un po'in ritardo spero leggerai.

---
A quel tempo la valutazione geologica era superficiale solo dei primi strati di terreno. La rivoluzione è rappresentata da Muller con i carotaggi.
---

Certo, fu chiamanto anche in causa, e nella sua squadra c'era il figlio di Semenza. Era il 1960 o 1961 se nn ricordo male.
E lo stesso Muller avverti del possibile pericolo di frana di circa 200 milioni di metri cubi.
Avverti la SADE che invece di bloccare molto responsabilmente i lavori e i test di invaso bellamente "censuro'" il lavoro di Muller e continuo sulla sua strada. Per quanto poi Semenza padre qualche dubbio lo ebbe, c'era il figlio nella squadra di Muller, e se ricordi chiese un nuovo parere. Gli fu risposto con le stesse analisi fatte da Dal Piaz nel 1937.
Questo e' quello che risulta agli atti.


---
La diga del vajont era la + grande al mondo quando è stata fatta e non è tradizionale ma ha accorgimenti specifici appunto per poter resistere alle pressioni, fra cui la doppia curvatura.
---

La diga infatti non ha subito nessun danno, quindi dal punto di vista ingegneristico e' perfetta. E' li a dimostrare quanto meno che i calcoli strutturali erano perfetti. Non c'e' stata neanche una crepa, zero. Il problema era il Toc e la sua frana. Hanno continuato a dire per anni che il terreno franoso era profondo poco + di 20 metri, e dopo c'era solo roccia. Peccato che i 20 metri diventarono + di 100 nel "rapporto Muller". Censurato da Penta, ovvero dal ministero e dalla SADE.

---
Analogamente poi si + passati dalla riproduzione del modellino a metodi analitici basati sul calcolatore, come in 20 anni c'è stata un'evoluzione fondamentale delle conoscenze riguardo le risposte dei materiali e gli schemi e modelli che meglio le rappresentavano.
Il limite trovato che se non ricordo male era di 700 metri era quindi sproporzionato ed avrebbe provocato comunque un disastro.
---

Il modello (meccanico) fu fatto (le carte lo dimostrano, Ghetti perse il posto anche per questo) simulando la frana in + volte e con una stima di 50 milioni di m3 massimi. Da questo modello si vide che il limite di 700 metri avrebbe causato, in caso di frana da 50 milioni di m3 un'onda alta una ventina di metri, tale da provocare solo "una leggera pioggia" sul paese sotto la diga (non ricordo come si chiama, forse Vajont stesso, ma ho un'amnesia in questo momento). E questo fu il test pubblico.
La SADE pero', anche questa e' storia, fece un test simulando secondo i dati di Muller, frana unica da 200 milioni di m3 (la vera frana fu di 250 milioni circa) e si accorsero del disastro possibile, ma tennero tutto nel cassetto e sai perche' ? Dovevano a tutti costi collaudare la diga a 700 e passa prima che ci fosse la nazionalizzazione dell'energia elettrica (cioe' la futura ENEL) e per ottenere il rimborso di tutti i lavori fin li effettuati (che nn erano propriamente bruscolini). Ci riuscirono in parte xche' gli ultimi ritardi sui collaudi non permisero il rimborso dell'utlima tranche di finanziamenti (vado a memoria circa 300 milioni di vecchie lire dell'epoca) perche' nel frattempo nacque ENEL.
Alla fin della fiera il disatro fu provocati dai continui svasi/invasi necessari per il collaudo.
Sul libro della Merlin ci sono due capitoli talmente dettagliati in merito che e' impossibile smentirli :-D
Paradossalmente se si fossero fermati a 700 e non fossero andati oltre, il Toc avrebbe retto per la pressione sui costoni e al limite avrebbe generato delle frane + piccole e controllabili.
Ma fecero le cose in fretta, generando terremoti (sempre negati tra l'altro, configurati come "normale attivita' sismica del sistema prealpino del bellunese") e facendo evacuare + volte gli ertocassani.
Tutto come sempre in nome del profitto.
Per quello che dico, leggiamolo il libro, si capiscono molte cose.
(e' superfluo ricordare come nacque la SADE e chi era il suo fondatore, ma giova ricordare che la SADE dopo la nascita dell'ENEL, si fuse con Edison, diventando Montecatini-SADE prima e Montedison poi, tutto grazie ai vari finanziamenti ottenuti dalla castruzione di dighe e centrali idroelettriche soprattutto in Italia).
Il cancro si sviluppa nel tempo ...

---
Non sapevp che il milione avesse dato fastidio...e come l'avrebbe dato?
---

Forse sbaglio io qua, ma e' uno dei pochi spettacoli che non hanno mai replicato. Cmq qualsiasi attore alla fine fa politica, e mi sembra normale. Anche noi che non siamo attori stiamo facendo politica ora, solo che a noi possono anche nn censurarci xche' nn abbiamo visibilita'. Un attore, un comico, un artista, un giornalista in gamba e' + pericoloso per il sistema, non trovi ?

---
Strano "rifiuti d'italia" è stato anch'essa fastidiosoa eppure...
---

Non era report quella, e' di Sandro Ruotolo, cmq l'avevano spostata di una settimana ;-)


---
Comunque si dicono anche tante cavolate sul report in terza serata...chissa magari anche le denunce...
---

Ah io non ho mai detto che Report era i terza serata, cioe' c'e' anche stato, ma le ultime erano in prima serata la domenica.

---
Va anche detto che non ho mai capito come mai per report esistano solo america e italia...ogni tanto mi piacerebbero confronti multipli, Germania, francia, cina spagna fillandia, ecc...magari si vedono + aspetti
---

Non e' vero, forse lo vedi da poco temp
Ad esempio Report fu la prima trasmissione a denunciare il costo esagerato del latte in polvere
per bambini prima che ci arrivasse Ricci, anni fa e facendo proprio un confronto con altri paesi europei come germania francia e austria.
E' solo nell'ultima serie di 8 puntate che e' statoofatto un confronto sullo stesso tema tra USA e Italia.

Le querele, anche indirette, ci sono state, quasi tutte vinte. Devo forse ricordarti il caso di quei dipendenti di Trenitalia licenziati per aver accettato di parlare della situazione dell'azienda ai giornalisti di Report ? :-D

Massimo Carboni 18.08.05 10:49| 
 |
Rispondi al commento

"In Basilicata 1 posto di lavoro creato dall'assistenzialismo clientelare E LE MAZZETTE costa 2,5 miliardi di lire!
Ditte che aprono, prendono i soldi, sbancano montagne, costruiscono cattedrali nel deserto e...SVANISCONO!

Ecco come si fà l'IMPRENDITORE-SCALATORE, OGGI, IN ITALIA."

E tu denunciali. Sai se sei ben informato ed hai le prove riguardo a mazzette da 2.5 miliardi di lire puoi anche avvalerti delle leggi correlate e dire che ledono il diritto di terzi (aspetto costituzionale e quindi anche supra leges).
Una querela non fa male a nessuno (fa sempre del bene agli avvocati ;) ).
Opure parli e parli...e riparli...

giorgio delle pertiche 18.08.05 10:01| 
 |
Rispondi al commento

Ho scoperto oggi il Tuo sito, complimentissimi!
Sono giorni che mi perseguita un'idea forse buona:
Poichè i prezzi dei carburanti, benzine e gasolio, continuano a salire non possiamo passare alla disobbedienza civile viaggiando con i fari spenti di giorno?
Si risparmierebbe il 4% e non faremmo ridere gli europei che nei loro Paesi viaggiano con le luci spente, non come ha detto il Ministro (affarista) Lunardi che la Norma è stata fatta per adeguarci all'Europa!
Potrebbe essere l'inizio di una nuova campagna di educazione contro il consumismo di questo pseudo governo.
Grazie per l'ospitalità.
Bernardo Botta

Bernardo Botta 18.08.05 09:44| 
 |
Rispondi al commento

il problema e' che servizi come strade, ospedali, scuole, poste , ferrovie, telefonia , aquedotti, a altre simili per il bene di tutti devono rimanere in mano allo stato e gestite come societa' private..............queste societa' date in mano a privati diventano un modo per poter far soldi all'infinito e al massimo delle possibilita ...non c'e niente da fare, o rivoluzione o non dobbiamo lamentarci...ma qui ' non si puo' discutere di queste cose..governi comunisti/cattolici degli anni addietro hanno fatto tutto...ovviamente la colpa e' sempre di berlusconi

ivana iorio 18.08.05 07:02| 
 |
Rispondi al commento

IMPENDITORIA ALL'ITALIANA

Ma nessun altro ha visto la puntata di Report
sulle autostrade italiane?

Quello che mi è rimasto impresso è come si autofinanzia o compra un appalto o bene PUBBLICO con i soldi delle BANCHE, (CIOE' NOSTRI..CIOE' DI TUTTI CIOE' PUBBLICI) portando garanzia l'acquisto stesso, si mette passivo sul bilancio sulla società il debito, E SI PAGANO LE BANCHE CON I PEDAGGI..OSSIA SOLDI ANCORA NOSTRI!

Poi devono risparmiare sui lavori notturni etc.
ovvio che in tutto questo qualcuno ci guadagna..
I BENETTON, che senza aver cacciato un centesimo
si dividono gli utili e mettono in conto le perdite..e..se fallisero?
Ma ovvio vi riprendete le autostrade VOSTRE!

Ecco spiegato anche perche' la FIAT con il debito che ha paga MILIARDI DI STIPENDI AI MANAGER.

Ma, UNA VOLTA, chi falliva non andava con le toppe al culo?
Adesso TANZI & Co. fanno gli arresti domiciliari in miliardarie ville da fa-vo-la.

Lo stato ha dato 7000 miliardi alla FIAT per costruire lo stabilimento a MELFI (Basilicata - Italia) per dar lavoro a quanti? Sapete che e' già crisi sia alla FIAT che nell'indotto?

Con quei soldi si potevano sistemare 10.000 famiglie, di 4 persone, per tutta la vita! ( Avendo mensilmente a disposizione lo stipendio medio di un operaio FIAT)

In Basilicata 1 posto di lavoro creato dall'assistenzialismo clientelare E LE MAZZETTE costa 2,5 miliardi di lire!
Ditte che aprono, prendono i soldi, sbancano montagne, costruiscono cattedrali nel deserto e...SVANISCONO!

Ecco come si fà l'IMPRENDITORE-SCALATORE, OGGI, IN ITALIA.

Anton Ross Commentatore in marcia al V2day 18.08.05 01:07| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: araldo bernasoni il 17.08.05 16:48

perche viaggiano tutti sulla corsia centrale?

è semplice, perche siamo un paese retrograde e ignorante, il 99% della gente che frequenta le autostrade pensa che sia in qualche modo avvilente percorrere la corsia per il traffico lento... hanno messo 4 punti di penalita a chi non occupa la corsia piu libera a destra, speriamo che serva a qualcosa anche se penso che per vedere risultati ci vorranno almeno 3 o 4 generazioni!!!

un abbraccio
Luca

Luca Gaiardelli 18.08.05 00:53| 
 |
Rispondi al commento

XXX Simonetta Macchiavelli XXX

Ma sei davvero "macchiavellica". Spiegami una cosa: l'hai per caso affittato questo Blog???

I tuoi postati kilometrici stanno rompendo i co££££ni a tanti.

Vai a fare un pò di spesa così ti passa il tempo e ci lasci in pace.
Che rottura.
Come mai questi post così lunghi non vengono censurati o tolti dallo Staff ??? Mah, mistero!

Saluti a tutti
Lili

Liliana Amadò 18.08.05 00:35| 
 |
Rispondi al commento

Non si lavora di notte perchè costa di più, i sindacati avranno molte colpe ma questa proprio no!

Silvio Bandito 17.08.05 20:05| 
 |
Rispondi al commento


"LA CONSOB ????? Sara' Unipol forse :-D"

oops..piccolo lapsus.....pensato uno messo altro

"Per il Vajont, e lo spettacolo di Paolini (e di conseguenza il llbro della Merlin)
Non credo fosse intento di Paolini e della Merlin prima di lui quello di fare uno studio scientifico (postumo).
Per quello, e soprattutto le analisi geologiche, ci aveva pensato Dal Piaz insieme con Semenza, ma sono morti prima che succedesse la tragedia."
A quel tempo la valutazione geologica era superficiale solo dei primi strati di terreno. La rivoluzione è rappresentata da Muller con i carotaggi.
La diga del vajont era la + grande al mondo quando è stata fatta e non è tradizionale ma ha accorgimenti specifici appunto per poter resistere alle pressioni, fra cui la doppia curvatura.

"Ora non arriviamo a giustificare l'assenza di strumenti validi per fare le analisi, mi sembra una gran, come dire, vigliaccata almeno per le persone che ci sono rimaste sotto !!!"
Non hai ben capito il discorso che ho fatto: le analisi fatte a quel tempo erano piuttosto imprecise e difficoltose soprattutto se basate su dati geologici che erano preistoria rispetto agli attuali studi cominciati proprio con il buon Muller, ma evolutisi poi da quel periodo (sempre se eseguiti bene).
Analogamente poi si + passati dalla riproduzione del modellino a metodi analitici basati sul calcolatore, come in 20 anni c'è stata un'evoluzione fondamentale delle conoscenze riguardo le risposte dei materiali e gli schemi e modelli che meglio le rappresentavano.
Il limite trovato che se non ricordo male era di 700 metri era quindi sproporzionato ed avrebbe provocato comunque un disastro. Ciò non toglie che siano andati anche oltre a questo limite verso i 715 metri se non ricordo male!
Quindi non discolpo proprio nessuno se ti dico che il limite ora saremmo riusciti a prevederlo meglio e sarebbe stato sotto i 700 metri perchè la SADE avrebbe fatto quel cavolo che voleva e come ha sorpassato i 700 avrebbe sorpassato per esempio anche i 680 metri s.m.m. .
Dico solo che da quel periodo ad oggi solo oggi con le potenze dei computer attuali è possibile studiare con un metodo FEM il fenomeno multifisico che si è verificato e ottenere la corretta quota dell'acqua che non avrebbe rappresentato pericolo.
(e tutto ciò non toglie comunque gli intrallazzi che son stati fatti)
Ma se per te che l'uomo approfondisca le sue conoscenze per una migliore prevenzione di se stesso è una vigliaccata, allora fai a meno di leggere quello che scrivo.


"Alcuni persero il posto, capirai che gravita'."
Per un professore rinomato come Ghetti a livello mondiale questo ha significato aver perso tutta la sua credibilità (e per fortuna visto come ha simulato l'esperimento...)....mi spiace che hai capito il contrario di quello che ho detto (in altre parole non volevo per niente scusarlo)


"Per Paolini, ha fatto bene a nn scendere in politica :-D e cmq come vedi, il Milione ha dato fastidio."
insomma vedendo i suoi ultimi spettacoli sembra tanto come l'ultimo Grillo o il Nanni Moretti girotondino...
Non sapevp che il milione avesse dato fastidio...e come l'avrebbe dato?

"Su Report hai ragione, ma ne converrai che e' una trasmissione "fastidiosetta" per molte persone. E cmq hanno ricevuto una marea di querele."

Strano "rifiuti d'italia" è stato anch'essa fastidiosoa eppure...
Comunque si dicono anche tante cavolate sul report in terza serata...chissa magari anche le denunce...
Rimane comunque il fatto che se le denunce son vere bene (meglio che chiudano perchè ci stanno raccontando frottole)...altrimenti non cambia nulla....anzi fan soldi con i risarcimenti danni per la denuncia.
Va anche detto che non ho mai capito come mai per report esistano solo america e italia...ogni tanto mi piacerebbero confronti multipli, Germania, francia, cina spagna fillandia, ecc...magari si vedono + aspetti

giorgio delle pertiche 17.08.05 19:45| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo i lavori di giorno a quanto ne so sono colpa dei sindacati che da noi non lasciano lavorare di notte, come invece si fa in tutti i paesi civili...
Immagino che gli operai siano contentissimi ora di squagliarsi sotto il sole.
Il solito paese delle banane.

Gaetano Widmann 17.08.05 19:15| 
 |
Rispondi al commento

E' un scandalo che facciano pagare il pedaggio delle moto come quello per le macchine, io moto che difficilmente supero i 200kg mica rovino l'asfalto come un suv da 2000 kg? E' come se sull'autobus facessero pagare i bambini come gli adulti!

Simone Zarfati 17.08.05 18:46| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra che Beppe faccia un po' di confusione tra budget e bilancio d'esercizio. Per uno che si presenta come una specie di "Dio in terra" dell'economia mi sembra un po' una pecca. Coraggio, andrà meglio la prossima volta.

Ciccio Billeris 17.08.05 18:36| 
 |
Rispondi al commento

@ marco montagnini
anch'io è da parecchi anni che prendo la 'cisa' e mi chiedo come sia possibile che ci siano sempre sempre sempre sempre lavori in corso che la rendano ne più ne meno che una superstrada. Probabilmente ci sarà qualche bella tangente sulla manutenzione. Comunque, qualche weekend fa, dato che era stata chiusa per via di un incidente notturno, e le macchine allo svincolo di Parma erano completamente ferme mi sono deciso di darmi all'avventura e sono uscito a Parma e ho preso la statale. Bel panorama, nessuno in giro e, quando a Fornovo ho ripreso l'autostrada, le corsie erano completamente sgombre. Probabilmente il traffico era ancora fermo allo svincolo. Mi sono ripromesso di farlo di nuovo magari per tutta la distanza Parma La Spezia la prossima volta. È anche molto più rilassante

@ carlo raggi
d'accordo che in questo blog uno può scrivere un po quello che gli pare, ma almeno il nome della nazione di cui si vuol parlare e di cui si è cittadino sarebbe opportuno scriverlo in modo corretto.....(itaglia?...e cuci?)

cristiano di giovanni 17.08.05 17:47| 
 |
Rispondi al commento

Dire che è una vergogna mi sembra un complimento!!

qualche volta sono andato a Milano per lavoro e tornando dopo l' una di notte ero costretto ad uscire a Biandrate per andare fino sulla Torino-Aosta con un notevole dispendio di benzina e pagando i tratti autostradali a prezzo pieno...Grazie Società Autostrade,Grazie Altavelocità To-MI...Altro che clienti...siamo mucche da mungere fino a che il virus della pazzia non ci colpisce...

Aiosa Calogero 17.08.05 17:40| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti,
mi sono sempre chiesto come faccia l'italiano medio a sostenere il prezzo esorbitante dei caselli autostradali.. anche in rapporto alla qualità della viabilità, della sicurezza...
Vivo nella Confederazione Helvetica e da qui l'idea di viaggiare sulle autostrade italiane non é per nulla invitante e tantomeno rassicurante...nonostante le meraviglie naturali!
Chi mi toglie una curiosità? -come mai tutti guidano sulla corsia centrale anche quando quella di destra é libera,creando disagi al traffico?

ps. censura dura a "carlo raggi" =(

araldo bernasoni 17.08.05 16:48| 
 |
Rispondi al commento

Nel 1995 ho dovuto battagliare per non pagare per il disservizio:
http://www.krl.it/~mune/personal/misc/aut/

Fede

Federico Munerotto Commentatore in marcia al V2day 17.08.05 14:36| 
 |
Rispondi al commento

x Massimo Carboni e per tutti

L'ago della bussola indica il nord, solo perchè ci è scritto 'N'. Poteva benissimo esserci scritto 'S', 'E', 'O'. Esistono chiaramente i poli magnetici di un corpo celeste in rotazione, ma il fatto che il mondo sia disegnato in questo modo nelle mappe è una convenzione. Nell'universo non esistono alto basso destra o sinistra. Dipende tutto dal punto di vista dell'osservatore. Tra l'altro le mappe più diffuse usano la proiezione di Mercatore che deforma i territori più vicini ai poli, rendendoli molto più grandi rispetto a quelli equatoriali. L'uso di questo planisfero è talmente radicato - volutamente? - che si infonde la sbagliata convinzione che i paesi del nord del mondo, ovvero quelli con la cultura dominante, siano più grandi di quelli vicini all'equatore, ovvero il cosiddetto Terzo Mondo. Per cui si può tranquillamente affermare che la proiezione di Mercatore è vagamente 'razzista'. Nel 1973 ci fu il tentativo di Peters, con la sua proiezione cartografica, di mettere in risalto questo 'strano' problema.

http://www.giovaniemissione.it/mondo/cartografia.htm

www.ips.it/musis/pensare/aprile_2003/mappa/mappa.ppt

p.s. Per vedere il secondo link (interessantissimo), occorre avere il "powerpoint viewer" scaricabile gratis da qui:
download.vnunet.it/download/editor+di+testo/microsoft+office+powerpoint+viewer/_1178.html

Riccardo Simiele 17.08.05 13:31| 
 |
Rispondi al commento

...se veramente gli islamici cercanio la democrazia, che se la costruiscano a casa propria come hanno fatto i paesi occidentali, con il sudore il sangue e le lotte !! Cominciando dai diritti umani, per le donne, per l'uguiaglianza sociale ! nostri padri hanno preso manganellate dalla polizia, le nostre madri lottato contro i poteri oscuri ecclesiastici e politici per i piu' elementari diritti umani, ora state mandando tutto a puttane con l'islamizzazione strisciante e bombarola di questi tempi !!
A loro della democrazia non ingteressa niente, loro sono la umma, non sono individui, l'individuo non esiste nell'islam !
Combattano per i diritti a casa loro contro chi li sfrutta e li tiene alla catena ! Noi li aiuteremo con ogni mezzo ! Loro invece vengono in europa non per rompere le loro catene, ma per metterle anche al vostro collo !!
I VOSTRI FIGLI FRA 20 ANNI VIVRANNO IN UN INCUBO !!

carlo raggi 17.08.05 12:53| 
 |
Rispondi al commento

Ha ragione il belrusconi !
L'itaglia e' un paese ricco ! Il governo, i governi locali stanno costruendo ovunque mega-medio moschee per gli islamici a spese del contribuente !!
Siccome non ne abbiamo abbastanza del vaticano e dei seminari vere e proprie fabbriche di pedofili che sguinzagliano in giro per il mondo, adesso costruiamo anche moschee: fabbriche di uomini-bomba !!
Forse ci vuole come in inghilterra, una bella serie di massacri e poi cominceremo anche noi a buttare fuori la feccia islamica !
A londra c'era un imam, con sei figli, tutto e tutti a carica dei servizi sociali inglesi, che da anni predicava la jiad e le bombe contro chi sfamava e dava un tetto alla sua famiglia !
Il rincoglionimento circa il terzo mondo che vi hanno fatto per giustificare questa invasione islamica, e' una grossa balla per polli, l'islam non ha niente a che fare con il terzo mondo !!

carlo raggi 17.08.05 12:45| 
 |
Rispondi al commento

Beppe ma anche chi deve fare l'alta velocità è un cliente di Autostrade.
Di certo non sei andato a leggerti cosa prevede il contratto fatto fra la società autostrada e la società per l'altavelocità cosa prevede nelle varie casistiche...come non ti sei letto le penali per il ritardo di consegna de lavori.

D'altra parte chi ha messi i bastoni fra le ruote nella questione alta velocità ssi sa chi sono e si sa che sono all'opposizione, quindi tutto a foavore a far notare che il servizio contrattuale fra autostrade e la società per l'alta velocità cale + del seervizio per le persone comuni-clienti, visto che il contratto è stato imposto dal governo...

Un po' come dire: vuoi fare i lavori? e io sollevo la popolazione e ti sputtano mentre ti faccio ralletare i lavori in vario modo.

(all'incirca succede lo stesso con gli attentati di sharm el sheic e l'opposizione di mubarak che afferma al popolo con certezza senza prove che son stati gli americani a farli, gli stessi americani grandi amiconi di Mubarak e gli israeliani...quelli con cui mubarak un mese fa stava facendo un accordo per combattere il traffico d'armi).
Non sei molto distante da costoro.

Che poi autostrade sia costretta a subire i lavori e ci guadagni con penali dal rallentamento di questi e ponga quindi come maggiori incassi le penali piuttosto che il denaro proveniente dal servizio reso è una cosa che si può discutere, ma che non lascia alternative se un lavoro deve essere fatto...e in tutte le opere funziona così.
Ma magari preferiresti bloccare la costruzione di una qualsiasi opera pubblica.
Come magari preferiresti che venga costruita soluzione che preveda una strada alternativa fintanto che sul tracciato originale si fanno i lavori per l'alta velocità(previo poi lamentarti delle espropriazioni per il tracciato alternativo)...tralasciando l'aumento incredibile dei costi che significherebbe ciò.

Infine ti faccio notare che se qualche volta spendessi i soldini che guadagni facendo + di qualche consulenza con ingengeri trasportisti (o chimici ed economisti per la questione idrogeno) ti accorgeresti che l'alta velocità rappresenta delle difficoltà incredibili agli snodi ferroviari e certe soluzioni vengono prese poichè non ci sono molte altre alternartive valide...nella minimizzazione dei costi...ed alla fine sempre meglio una autostrada a mezzo servizio che passare per un centro cittadino espropriando!

Insomma Beppe smettila di criticare per il cavolo non dicendo precisamente come stanno le cose (idrogeno docet...)....smetti di prender per il culo la gente.

girogio delle pertiche 17.08.05 12:39| 
 |
Rispondi al commento

Panetta è vero solo in parte che lo stato svizzero sovvenziona le autostrade.
La tassa carbuante è il motore sovvenzione.

In Italia cosa ci fanno con le soprattasse carburanti?

vito liberto Commentatore in marcia al V2day 17.08.05 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo cn Beppi Menozzi
Il problema però consite in: come fare ke funzioni così?
Temo ke abbiamo poche risorse per cambiare
Temo ke continuando così, si possa arrivare ad estreme conseguenze

Loredana Solerte 17.08.05 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Dunque centrato il punto Berlusconi come Orson Wells, oppio del popolo italiano.
Dunque non è lui il nemico, non propriamente, Berlusconi sfrutta un germe, che è quello dell'ignoranza, nel senso del non-sapere e ne produce vagonate in formati televisivi preconfezionati. Poi ne cavalca l'onda riducendo a mera immagine la politica e facendo leva sulle sue tv per imporla. Filtra la realtà, cerca di nasconderla, lo fanno in molti ma lui fa solo quello, è specializzato. Dunque l'arma è appunto l'informazione. Ma non è che ce la cantiamo qui fra noi, che già sappiamo tutto...si dovrebbe esportarla, fare in modo che il resto del mondo si accorga dell'esistenza di un movimento e succederà, il problema è accellerare i tempi, produrre conoscenza, diffondere l'informazione. Una tv internet per esempio? La butto là, ditemi voi.

valentina cianci 17.08.05 11:59| 
 |
Rispondi al commento

Vale per me il commento che ho postato sotto il topic "I grandi debitori"... Il problema non è il capitalismo in sé. Queste che vengono sollevate sono le conseguenze e non le cause di un problema sotterraneo, che invade l'Italia. Si vuole indagare dentro le aziende? E cosa si fa, si continua all'infinito, cercando di inseguire i nuovi modi che la dirigenza ogni giorno trova per fregare i clienti?
Il vero problema non è fare continuamente il pelo alle dirigenze delle società, è come togliere acqua dalla barca senza tappare il buco!
Il problema si risolve introducendo, finalmente, in Italia una Giustizia con la "G" maiuscola, in cui ognuno sia RESPONSABILE delle sue azioni, e sia PUNIBILE.
L'impunità attuale si risolve con legislazione più chiara, giustizia più rapida e meno interessata al proprio orticello (politico o meno), più competitiva e meritocratica, e infine con corpi di polizia più funzionanti.
Lì bisogna lavorare, non facendo le pulci ad un dirigente le cui responsabilità, in realtà, dovrebbero essere divise con altre decine di responsabili, funzionari, sindacalisti, e un altro colorito insieme di portatori di potere.

Beppi Menozzi 17.08.05 11:57| 
 |
Rispondi al commento

se c'è qualche bloggers di Ferrara ed è interessato a fondare un meetup di questa città contatti il meetup di Bologna. Grazie

daniele menegatti 17.08.05 11:54| 
 |
Rispondi al commento

Io propento per l'abolizione sia per telepass sia per caselli.

È sofficiente il bollo auto.

vito liberto Commentatore in marcia al V2day 17.08.05 11:49| 
 |
Rispondi al commento

@Michela

Verissimo, la censura cmq c'era ma non sembrava di essere oppressi, sara' anche forse per il fatto che la TV praticamente nn esisteva o quasi ;-)

X La radio stesso discorso, ma fino alla meta degli anni 70, quando nacquero le prime radio libere.
E li il potere si fece sentire ...... (basta citare esempi come Radio Alice)

Massimo Carboni 17.08.05 11:48| 
 |
Rispondi al commento

x Sandro Bardo
Nn me la sento di dire a tutti di spegnere Mediaset
sarebbe cmq una specie di censura
Personalmente la guardo poco. I suoi programmi li considero volgari, e attenzione, nn per le tette come magari pensereste visto ke sono donna, ma perkè privi di contenuti validi.
Solo alcuni li vedo volentiri e si tratta di programmi comici quali Zelig o Le Iene ke al di là della satira politica trovo davvero divertenti. (il mio preferito è Franco Neri perkè racconta il sud ke conosco e nel quale mi riconosco) senza i luoghi comuni nei nostri confronti da parte dei "nordici"
Credo ke l'alternativa consista nel proporre altro, far sapere ke esistono altre modalità per acquisire informazioni.
Internet è effettivamente uno dei migliori mezzi, purtoppo come ci fa notare il caro Pietro nn è così diffusa come dovrebbe essere.
E allora parliamo, esterniamo fuori i nosti pensieri senza remore.
A me sembra ke stiano cercando di imbavagliarci e ciò è davvero grave.
sappiamo tutti ke razza di politici reggono le sorti del nostro paese.
Almeno nn stiamo zitti.
Io l'ho detto kiaramente ke considero Berlusconi un mafioso
Travaglio e molti altri lo dimostrano e cercano di farlo entrare nella testa di ki ancora lo ammira o ha dei dubbi.
Guardiamo pure Mediaset se ci va, ma siamo COSCIENTI di cosa guardiamo e per antitodo ascoltiamo anke opinioni discordanti

Loredana Solerte 17.08.05 11:46| 
 |
Rispondi al commento

e comunque la censura sulle informazioni negli anni 70 e 80 non era ancora arrivata ai livelli di oggi. Allora rimanevano comunque delle isole di imparzialità e vera informazione, persino in televisione si potevano vedere servizi seri, dibattiti veri.

Michela Milleni 17.08.05 11:41| 
 |
Rispondi al commento

Simpatico ho visto proprio oggi Citizen Kane...ma è Quarto potere vero (ossia 4potere è il titolo italiano)?
Assurdo quanto il cavaliere assomigli al protagonista. Sinceramente oggi ero entusiasta di aver scoperto questo film, non sapendo si trattasse in realtà di 4 potere e avevo fatto il paragone ritenendomi ingenuamente pioniera e poi prima di collegarlo a Citizen Berlusconi. Fine del momento di entusiasmo...
Mi sembra un pò pochino boicottare mediaset, non è un'atteggiamento costruttivo. A boicottare una tv ci perde solo il consumatore. Ma sono d'accordo col movimento, col fare qualcosa, mi infastidisce disquisire inutilmente sulle origini la religione, il perchè... o meglio il passato va capito, ma per vivere il presente credo. Dunque che idee si possono mettere in cantiere? Io ci penserò. Non è che Grillo può andare avanti tutto solo coi suoi processi e spettacoli e noi qui a gongolare...
Ma per ora resta solo una provocazione.

valentina cianci 17.08.05 11:38| 
 |
Rispondi al commento

x v. vallone

nel 2005 ecc. ecc.

oggi possiamo acquisire informazioni di tutti i tipi, ma se la classe dirigente agisce nell'impunità totale come facciamo a "detronizzare" i ladri ?? e se la "massa" è drogata di veline, calcio, gossip, isole dei penosi, reality di tutti i tipi, mode ecc. e si fa plagiare dai " miracoli italiani" che gli vengono sventolati sotto il naso come al toro in una corrida , come facciamo noi minoranza consapevole? ( ricordati che fine fanno fare al toro alla fine della corrida!)

C'era una minoranza informata dei fatti di malgoverno anche negli anni 70 e 80 ( basta guardare i film di denuncia - fatti benissimo - D. risi e company ) eppure tangentopoli è scoppiata solo 15 anni più tardi ed ha portato al cambio di classe dirigente da LADRA MA COMPETENTE alla classe attuale LADRA INCOMPETENTE e POPULISTA .

di male in peggio ..........

g Corti 17.08.05 11:31| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: w.vallone

scusa, ma a preoccuparmi è proprio quel "a chi vuole vedere e sapere"...troppo, troppo pochi io credo.

Michela Milleni 17.08.05 11:26| 
 |
Rispondi al commento

2005...l=Italia allo sfacelo..
ma ne siamo cosi` sicuri?
1925- Mussolini all potere, fine delle liberta`
1935- Mussolini ancora al potere
1945- Italia devastata da 5 anni di guerra e invasa da truppe straniere. Milano e cento altre citta` bombardate... Bombardate, capito? Buuuum!
1955- governi democristiani, andreotti vari al potere, cultura bigotta e repressiva. la donna se ne sta a casa a far figli.corruzione.
1965- si sta un po` meglio
1975- anni di piombo...devo star qui a spiegare?
1985- Craxi al potere...corruzione al massimo. CAF
1995- post/tangentopoli...berlusconi ha gia` scalato il potere politico. Lega fortissima
2005- Internet aiuta gli italiani a prendere nuova coscienza politica. Nuova Carboneria in Rete. Il Potere per la prima volta nella storia e` controllato e vivisezionato. Nulla sfugge a chi vuole vedere e sapere.

w.vallone 17.08.05 11:22| 
 |
Rispondi al commento

@Loredana Solerte


No, la mia provocazione era SOLO relativa alla tua affermazione fisico-goegrafica, da cui la mia domanda sul funzionamento della bussola :-D

Ad ogni modo, sara' stata anche un'astrazione la tua definizione, ma mi aveva fatto sobbalzare l'idea che alcuni dati ormai conclamati come appunto i punti cardinali fossero messi in qualche modo in discussione !! (ah a proposito, se nn ricordo male la prma bussola la inventarono i cinesi :-D)

Ripeto, nn c'era nessuna vena polemica nei tuoi confronti, come avevo gia' tra l'altro scritto.
Solo provocazione da tecnologo o presunto tale :-D

Cordialita' :-D

PS Ok, il Nord della bussola e' il Polo Nord magnetico (non geografico) ma se tu stai a Napoli e usi una bussola, il nord sara' sempre Nord e quindi Milano al limite sara', vado a memoria visivo geografica :D verso Nord-NordEst rispetto Napoli :-D
Saranno anche convenzioni geografiche, ma viviamo in un mondo di convenzioni :-D senno mi crolla pure la teoria Copernicana e siamo fritti :-D


Massimo Carboni 17.08.05 11:12| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Loredana Solerte il 17.08.05 10:17

Purtroppo hai perfettamente ragione! Allora, per chi e' cosciente della situazione, cominciamo a spegnere mediaset, e a farlo sapere in giro?

Sandro Bardo 17.08.05 11:08| 
 |
Rispondi al commento

@ Massimo Carboni

allora, se nn ricordo male l'ago della bussola segna un punto di forze magnetiche create dalla rotazione intorno all'asse Nord Sud della terra. Fior di scienziati (e nn io piccola e quasi nulla) affermano da anni che nn solo la crosta terrestre si è spostata nel corso dei millenni, ma anke l'asse di rotazione e di conseguenza il punto magnetico ( che si troverebbe al POLO NORD E NN AL NORD ITALIA, SUD DELL'EUROPA)
con la tua provocazione cosa vorresti dire ke l'indicazione della bussola serve a indicarci la strada da seguire? Il nord Italia nn è certo il nord della terra. Se un paese del nord dovessi prendere ad esempio beh quello è la Finlandia, vero esempio di civiltà nel mondo attuale
ciao belin

Loredana Solerte 17.08.05 11:06| 
 |
Rispondi al commento

allora se nn ricordo male l'ago della bussola segna un punto di forze magnetiche create dalla rotazione intorno all'asse Nord Sud della terra. Fior di scienziati (e nn io piccola e quasi nulla) affermano da anni che nn solo la crosta terrestre si è spostata nel corso dei millenni, ma anke l'asse di rotazione e di conseguenza il punto magnetico ( che si troverebbe al POLO NORD E NN AL NORD ITALIA, SUD DELL'EUROPA)
con la tua provocazione cosa vorresti dire ke l'indicazione della bussola serve a indicarci la strada da seguire? Il nord Italia nn è certo il nord della terra. Se un paese del nord dovessi prendere ad esempio beh quello è la Finlandia, vero esempio di civiltà nel mondo attuale

Loredana Solerte 17.08.05 11:04| 
 |
Rispondi al commento

@Michela

Beh, si accettano scommesse in tal senso :-D

La butto li: dipendera' dai sondaggi :-D

Massimo Carboni 17.08.05 10:58| 
 |
Rispondi al commento

x Loredana

mi chiamo così, comunque.

x massimo
grazie per la segnalazione del sito, non avevo letto la sentenza del giudice. Carina l'idea che quando fa comodo gli sms sono lesivi della privacy...voglio proprio vedere se alle prossime elezioni li manderanno...

Michela Milleni 17.08.05 10:57| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori