Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Ho scritto t’amo sulla sabbia

  • 355


francofranco.jpg

Il patto per il rilancio delle medie imprese non si fa più. L’Ingegner De Benedetti, con salto mortale a triplo avvitamento carpiato con coefficiente pari all’aumento azionario della società Cdb Web Tech registrato in questi giorni, ha rifiutato, per il bene del Paese, i 50 milioni di euro del Cavalier Berlusconi.

Lo ha fatto con un articolo sulla Repubblica al quale ha replicato ieri con una lettera Berlusconi.

Se la contano e se la cantano tra di loro.

Meglio del duo Franco I e Franco IV in: “Ho scritto t’amo sulla sabbia”.
Le medie imprese tireranno un sospiro di sollievo.

L’Italia è rappresentata dall’Ingegnere (sinistra) e dal Cavaliere (destra), dai loro media, dai loro giornalisti e, come è giusto, dai loro interessi.
Cosa accomuna in modo plateale queste due persone? I soldi. Tanti soldi.

L’Italia è diventata una plutocrazia. Per fare politica, per influenzare l’opinione pubblica ci vogliono i capitali.
Chi li ha diventa presidente del consiglio o alfiere dell’opposizione, chi non li ha ascolta le loro verità attraverso i loro media e quindi li conferma nel ruolo.

Io avrei una proposta, una leggina popolare.
Chi ha un capitale personale superiore a, diciamo 10 milioni di euro, non può fare il deputato, il senatore, il ministro, il presidente del consiglio, il presidente della Repubblica.

E per i reati valutari di una certa importanza proporrei, come avviene in Svizzera, una perizia psichiatrica a carico dello Stato.

8 Ago 2005, 17:03 | Scrivi | Commenti (355) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 355


Commenti

 

L’Italia è diventata una plutocrazia. Per fare politica, per influenzare l’opinione pubblica ci vogliono i capitali.

comprare mi piace facebook Commentatore certificato 29.09.15 00:51| 
 |
Rispondi al commento

si parla di Di Pietro nell'articolo
BEPPE GRILLO: IL BUFFONE DI CORTE DEL MONDIALISMO
http://www.fottilitalia.com/index.php
il sito antitaliano per eccellenza

giuseppe resolk 27.02.06 11:18| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

In merito alla famiglia De Benedetti, tutta l'informazione di destra, centro e sinistra ha taciuto e nessuno si è strappato i capelli per commentare il fatto che Marco De benedetti è stato nominato qualche mese fà come Country Manager del Fondo Carlyle (Famiglia Bush e Famiglia Bin Laden).
Basta cercare su Yahoo.
Dove sono i paladini dell'informazione?
Nessuno ha detto niente, tutti zitti, dato che naturalmente 9/11 se lo sono già dimenticato.
Questa è l'Italia di oggi.

Spero di trovare i biglietti per il tuo spettacolo a Roma.

Ciao,

Luigi

Luigi Attalla 24.01.06 14:08| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo
sono tuo coetaneo e sono di destra (quella vera).
Mi sei simpatico tanto da venire ai tuoi spettacoli pagandomi il biglietto ( a Milano Fo lo ha pagato?).
Ti volevo dire che i cessi con le luci blu antibuco come quelli di Zurigo li abbiamo anche a Roma da quasi dieci anni e li trovi alla Stazione Termini.
Era una precisazione doverosa!!
Ciao

roberto martellucci 29.12.05 09:05| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo almeno saranno i meno ricchi
ad arricchirsi senza andare a lavorare.

Leonardo Pandolfini 23.10.05 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
non sai quanto ci farebbe felici vederti entrare in politica, perche' no!... al posto di berlusconi;ma diciamo che non è il nostro unico problema, servirebbe proprio una boccata d'aria fresca nella politica italiana, un uomo tutto d'un pezzo, un uomo vero, e soprattutto non c......o e se propio non puoi torna nelle televisioni italiane per schiarire le nostre menti.Non ci abbandonare, siamo tutti con te, SEI UN GRANDE!!!!!!!!

sandra congiu 15.10.05 16:33| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei dare ragguagli maggiori sul mio precedente commento: DECRETO 1 luglio 2005, n.178
Regolamento per l'istituzione del Fondo di solidarieta' per il sostegno al reddito, dell'occupazione, della riconversione e della riqualificazione professionale del personale di «Poste Italiane S.p.A.».
il testo lo potete trovare:http://gazzette.comune.jesi.an.it/2005/208/1.htm

oppure:
http://www.aziendalex.kataweb.it/article_view.jsp?idArt=29728&idCat=394

Gerlando Gibilaro 15.09.05 18:26| 
 |
Rispondi al commento

Ho il sospetto, ed è qualcosa di più di un sospetto.
Credo che il Presidente Silvio Berlusconi voglia comprare Poste Italiane e credo che questo sia il primo atto: Gazzetta Ufficiale N. 208 del 7 Settembre 2005 ovvero la messa in mobilità dei dipendenti per poter acquisire una azienda senza esuberi.

Gerlando Gibilaro 15.09.05 18:20| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo,

per poter cambiare davvero le cose non credo sia corretto la strada del chiodo schiaccia chiodo.
Mi spiego meglio: se una sera vado a letto ubriaco, un rimedio della nonna è ricominciare a bere subito il giorno dopo: ma non per questo starò meglio il giorno dopo ancora.
COsì se contesto l'illiberalità delle decisioni politiche degli attuali plutocrati italiani (per inciso, siamo sicuri che il crollo dei vecchi partiti e l'attuale sistema elettorale non abbia incrementato questo fenomeno?), non posso opporgli una provvedimento liberticida di esclusione per censo. al masssimo ptrei provare a fare come in inghilterra: un tetto alle spese elettorali.
Un altro esempio: nella stagione dei girotondini, Pancho Pardi invitato a Ballarò si scaglio furiosamente contro il precedente governo di centro sinistra per come aveva gestito la RAI.
Quello che mi demoralizzò però fu che la sua invettiva non riguardava la lottizzazione ma il fatto che fosse stata fatta male.
COncludo: Massimo D'Alema con la Bicamerale aveva invece provato una strada diversa. Non cambiare la costituzione con 3 voti di scarto ma condividere per un cambiamento complessivo.
Probabilmente non sarai d'accordo...ma se non si rompe con questa logica, in Italia prevarrà sempre e comunque l'atteggiamento "dell'allorismo" descritto da Severgnini recentemente sul Corriere.
cordialmente

Giuseppe Petito 14.09.05 16:34| 
 |
Rispondi al commento

Salve blogger,
scrivo sul blog perché da tempo, da quando studiavo con l’idea che un giorno sarei diventato un economista, penso che con due buone regole si potrebbero risolvere diversi problemi alla base dei problemi mondiali. Le due regole sono:

1) L’unica alternativa alla corsa sfrenata e senza scrupoli verso l’iniqua distribuzione delle ricchezze sia solo l’introduzione di aliquote fortemente progressive e di una tassa patrimoniale particolarmente incisiva. Ciò consentirebbe a chi “ama il lavoro” e lavora solo per “il piacere di ricoprire ruoli di prestigio” di continuare a lavorare, guadagnare più di altri ma contemporaneamente contribuire sempre più alla causa pubblica. Mi sembra giustificato visto che la natura li ha dotati di particolari doni, quindi perché non condividerli con il resto dell’umanità?
La patrimoniale particolarmente incisiva consentirebbe ai padri di aiutare i propri figli in vita, post-mortem resterebbe poco, come naturalmente è giusto che sia.

2) La proposta di “Leggina popolare” io la limiterei a 1 milione di Euro di patrimonio ma l’applicherei diversamente. Non la farei come leggina, mi piacerebbe che esistesse un partito (movimento, lista civica, fate voi) presente alle elezioni con candidati che non hanno un milione di euro di patrimonio e disposti a dimettersi qualora tale patrimonio venisse raggiunto, ed in più, che dichiarassero pubblicamente di voler vincolare una parte rilevante del loro compenso per le eventuali cariche pubbliche ricoperte (diciamo il 50%) al raggiungimento degli obiettivi di governo, fissati e gestiti in accordo con l’elettorato (in questo aiuterebbe notevolmente internet) mediante l’implementazione di una Balanced Scorecard. Penso che un “movimento” costituito con le suddette premesse risulterebbe poco attraente per coloro i quali hanno esclusivamente intenzione di arricchirsi con i soldi pubblici non avendo alcuna intenzione di misurarsi con i risultati.

Spero di raccogliere consensi.

Luca Maida 06.09.05 16:22| 
 |
Rispondi al commento

Bella propostina, ma secondo me 10 milioni, sono troppi....( che c...o ci devi fare con 10 MILIONI...o li usi, ma se ce li hai fermi....Bò!!) e, se risultano colpevoli per reati finanziari di una certa importanza, la perizia psichiatrica se la pagano da soli.Che dici?
Saluti a tutti!

marco di natale 03.09.05 14:35| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe ho letto che De Benedetti ha istituito il fondo per aiutare le imprese in difficoltà perchè non tollera l'intervento statale. Si è forse dimenticato di come aveva ridotto l'Olivetti e di quello che aveva fatto lo Stato per lui? (vedi per esempio l'assunzione di circa 1000 dipendenti e l'acquisto di macchinari obsoleti per le Poste e le Esattorie

fulvio gennamari 23.08.05 13:28| 
 |
Rispondi al commento

Recentemente ho ricevuto la seguente email:

Caro ilsole@alice.it,
Recentemente abbiamo notato uno o più tentativi di entrare al vostro conto di BancoPostaonline da un IP indirizzo differente.
Se recentemente accedeste al vostro conto mentre viaggiavate,
i tentativi insoliti di accedere a vostro Conto BancoPosta possono essere iniziati da voi.
Tuttavia, visiti prego appena possibile BancoPostaonline per controllare le vostre informazioni di conto:
https://bancopostaonline.poste.it/bpol/bancoposta/formslogin.asp
Ringraziamenti per vostra pazienza.
BancoPostaon.

Incuriosito da questa mail e avendo la moglie che usa il "BANCOPOSTA ONLINE" mi sono subito incuriosito e ho chiamato direttamente al numero verde delle poste. Loro mi hanno prontamente detto che è una truffa bella e buona e assolutamente di non collegarmi a questo link.

Successivamente mi hanno anche inviato una email dettagliata (che se vuole le invierò in allegato) nella quale mi si consigliava di adottare certe regole (che già sapevo)altrimenti avrei fatto la fine di certi sprovveduti.

Il punto è questo: alle Poste visto che sanno della truffa cosa gli costa fare una pubblicità a livello nazionale tramite le tv che vista la stagione magra di eventi non aspettano altro per uno scoop televisivo ?
Cordiali saluti da un tuo ammiratore. Gianni

Madella Gianni 20.08.05 02:30| 
 |
Rispondi al commento

Salve, sono Daniele.
Studio Biotecnologie Farmaceutiche presso l'Univ. di Padova, e sto sviluppando la mia tesi di ricerca ai fini della laurea in Germania, presso l'Univ. di Bonn.
Ho diversi amici sparsi nel mondo. Alcuni di questi mi hanno posto in essere un problema riguardante i farmaci salvavita. Essi infatti soffrono di differenti patologie come per esempio di Miastenia grave. In Spagna per esempio il farmaco è a pagamento. Al momento in Italia non c'è regolamentazione severa questo tipo di medicamenti. Il problema che ho riscontrato in questo tipo di situazioni è che si sviluppa un mercato nero dei farmaci salvavita nei paesi in cui essi sono a pagamento. Mi chiedo: visto che le aziende non sono interessate alla produzione di questo tipo di farmaci(se non imponendo prezzi esorbitanti),ma potrebbero ridurre le perdite cedendo i diritti di produzione, perchè i singoli stati , o ancor meglio l'UE, non si adoperano acquistando le licenze permettendone così la produzione come farmaci da Banco ad un prezzo accessibile? Ci vuole poi così tanto.
Certo l'argomento è complesso e il mio è solo un piccolo suggerimento...che spera di stimolare una riflessione al riguardo.

Saluti a tutti.

Daniele Scalzo

Daniele Scalzo 19.08.05 20:47| 
 |
Rispondi al commento

Avete mai sentito parlare di Banca Popolare Etica? Se non la conoscete andate a curiosare sul sito www.bancaetica.com Banca Etica sostiene il mondo no profit e l'economia solidale. Finanzia la cooperazione sociale, la cooperazione internazionale, la tutela dell'ambiente, la società civile. Oltre che correntisti, con un modesto investimento (circa 250,00 €) si può diventarne soci. Unico neo non ha sportelli in tutta Italia ma ha, comunque, molti "banchieri ambulanti". Poter decidere quali progetti finanziare con i propri risparmi penso sia fondamentale, altrimenti il nostro é solo uno sterile bla bla. Continuare a versare i propri soldi in una banca che li utilizza per transazioni di armi, che vende "bond" carta straccia o che finanzia figli di p.... il cui unico scopo e far soldi con i soldi (ma sono talmente idioti che riescono persino a fallire) é da masochisti. O da pirla. Poi si potrà veramente dire LA MIA BANCA E' DIVERSA. Ciao a tutti, Giuseppe

Giuseppe MULTARI 19.08.05 20:28| 
 |
Rispondi al commento

Leggo cifre quasi incredibili di animali selvatici tenuti inopportunamente in casa un giro d'affari da far girare la testa ( e anche qualcos'altro ) e poi l'azienda PUBBLICA
fa arrivare un Jet col siero per salvare la pelle ad un innominabile (che si è pure fatto mordere) coi soldi dei contribuenti.
Sona all'estero da 25 anni per mantenere la mia famiglia in modo decoroso non mi posso certo permettere certi "hobby" e mi vergogno che succedano queste
cose in un paese che si reputa civile.

Mauro Toscani Erlangen (Germania)

Mauro Toscani 19.08.05 20:24| 
 |
Rispondi al commento

Sono italiano e debbo dire mi vergogno un po di tutti questi bellimbusti.Vorrei che ci fosse per l'italia qualcuno che alle prossime elezioni parlasse alla gente cosi come lo fa il nostro Beppe. Vincerebbe le elezioni al 99,9 %.Sono preoccupato del futuro dei miei figli, sono preoccupato dell'arrivo in massa dei Cinesi, sono preoccupato dei cervelli Indiani.Ci vuole un condottiero che abbia sicurezze e soluzioni anche perchè e molto molto facile criticare....ma fare e dico FARE e più difficile.Caro Beppe capisco che non te lo fa fare nessuno e che a te va bene fare i denari con i tuoi spettacoli ma
salvaci ,salva gli italiani da questo inferno ti prego.

marco loi 19.08.05 20:17| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno, Beppe......
Riflettevo intorno alle " Coop"......
Come è possibile che queste cooperative abbiano in genere poche centinaioa di soci ed alcune migliaia di dipendenti...............
Non sarebbe più corretto e meno fuorviante chiamarle S.P.A. ?
Grazie e .. mi farebbe piacere un suo commento...

Marcello Razzolini 19.08.05 12:16| 
 |
Rispondi al commento

per quanto riguarda la "leggina popolare" trovo sia un buon inizio. 10 milioni di euro comunque mi sembrano già troppi. io avrei un'altra idea. ho studiato nel mio percorso di studi in scienze della comunicazione che per fare il politico ci vuole una buona dose di passione.senza Passione politica non si può prendere di petto i veri problemi della società.quindi perchè non creare una vera e propria scuola per diventare politici, un'università dell'arte politica.chi vuole essere deputato e senatore deve essere laureato in questa disciplina.il deputato o il senatore può fare solo questo mestiere e non può averne altri.non si può fare il bene di tutti se si è avvocati, professori, medici, imprenditori.purtroppo tutte queste categorie fanno parte del nostro sistema bicamerale.il conflitto di interessi è sempre più radicato nell'azione politica. è strano come il popolo italiano accetti questa situazione; è lampante il continuo sfruttamento delle leggi in senso univoco alle persone più benestanti,creando sempre maggiore disparità tra ricchi e poveri.
mi rendo conto che la mia proposta possa diventare un'utopia,ma riflettendo mi sembra sempre più improbabile tentare di cambiare il sistema (che con le persone giuste funzionerebbe benissimo)dal suo interno.grazie

Stefano Pedrollo 14.08.05 15:26| 
 |
Rispondi al commento

A** Dimenticavo la ciliegina:

- Chi ha società con bilanci FALSI ( Lui c'entra e centra ) NON PUO' FARE LEGGI SULLA DEPENALIZZAZIONE DEL FALSO IN BILANCIO!

Anton Ross Commentatore in marcia al V2day 14.08.05 00:10| 
 |
Rispondi al commento

Io sto aspettando che finisca questa legislatura perche', pare, esista una legge, o norma, che impone ai parlamentari di dichiarare i suoi beni patrimoniali, etc., per poter verifcare se il NOSTRO AMATO presidente del consiglio in questi 5 anni si e' arricchito o impoverito!
Una proposta che IMPONGA anche di dichiare e dimostrare come ha fatto i soldi (taanti) no?
Se un cittadino vive spudoratamente al di sopra dei suoi mezzi è soggetto a controllo ed accertamenti. Perchè questo non è MAI stato fatto, agli inizi soprattutto, per Berlusconi?
50 milioni di euro in un fondo..sigh, io dovrei lavorare 800 anni di seguito MA PER VIVERE, per averli da investire in quel modo...forse 3000!
( Oppure mi triplicano lo stipendio, o mi danno quello da parlamentare con tutti gli aggi!)

Proporrei PER IL PRESIDENTE DEL CONS. MINISTRI:
- Chi ha televisioni NON PUO' FAR LEGGI SULLE TV.
- Chi ha interessi nelle assicurazioni NON PUO' FARE DECRETI SALVA ASSICURAZIONI!
- Chi ha interessi in società varie NON PUO' FARE CONDONI FISCALI
- Chi ha procedimenti pendenti con la giustizia NON PUO' LEGIFERARE IN MERITO.
- Chi ha ville abusuve ed interessi in edilizia
NON PUO' FARE CONDONI EDILIZI.
....etc.
In tutto questo LUI (e LORO) c'entra e centra!

Lapalissiano? Troppo arguto per i ns POLITICHINI?
Troppo semplice parlarne sempre, MA NON FARE UN C***O PER I CONFLITTI DI INTERESSE!

Anton Ross Commentatore in marcia al V2day 13.08.05 23:39| 
 |
Rispondi al commento

Prontissima a firmare per la tua proposta di leggina popolare, assolutamente sì!

Anna Emiliani 13.08.05 18:51| 
 |
Rispondi al commento

innanzi tutto buongiorno a tutti, probabilmente visti i miei 18 anni faro molti errori dovuti all'inesperienza in questo campo...mi chiedevo visto che la politica, oltre ad essere un lavoro in tutto e per tutto, è un'attività che dovrebbe essere svolta per il bene del paese nel suo insieme, perchè lo stipendio non lo sceglie il popolo con un referendum? dopotutto il paese siamo noi quindi siamo noi i "padroni della fabbrica" (scusate il risvolto capitalistico) e loro i "dipendenti" non il contrario. Inoltre il loro non è un lavoro di "responsabilità" nel senso che nessuno li può licenziare o fargli pagare i danni di una legge andata male (ca...o che idea però! sarebbe moolto carino far pagare i danni!) a parte gli scherzi un minimo sindacale andrebbe più che bene no?
in questo modo farebbe il politico solo chi ha la passione e ha a cuore il proprio paese e tutta la popolazione...o almeno credo

Luca Lama 13.08.05 14:54| 
 |
Rispondi al commento

sbaglio o il presidente del consiglio gestisce/gestiva oltre 500 società off shore? e tu vuoi fare 1 leggina per limitare a 10 milioni euro il capitale personale dei politici? mah...
anche un ex vetero comunista può aprire alcune decine di società off shore e figurare nullatenente

franco mencoboni 13.08.05 02:22| 
 |
Rispondi al commento

L'Istat? Non spararate sulla croce rossa!
Sta' li', come i TG, ad ossequiare i potere di turno, ed a lesinare qualche euro per andare avanti, minacciato sempre di piu' di chiusutra per i costi.
Quanto agli stipendi, solo la camera costa 1,2 miliardi di euro l'anno! ( senza contare scorte etc!)
Per non piangere non chiedo quanto costanno allo STATO ( Cioe' TUTTI NOI!), Senato, province, regioni, comuni etc.. ( Parlando di politici)

Io, oltre che ha mettere dei limiti per essere eletti, metterei un limite alla ricchezza, non alla Bertinotti (che porta cappotti "loden" da 5 mesi del mio stipendio con 5 persone a carico!)
ossia: secondo voi...2000 miliardi di lire ( 1,2 mld di euro circa) mettendoli in banca al 2% per quanto tempo e generazioni hanno vita e privilegi assicurati?
Il motivo? Semplice: un uomo comune, operaio o impiegato, per guadagnare quei soldi, con famiglia a carico, ci metterebbe, lavorando tutte le vite, dalle piramidi all'invenzione del teletrasporto!
Ma che fanno certe persone per guadagnare in un anno...come 500 lavoratori della fiat, con famiglia?
Un quesito: quante auto deve vendere e produrra la FIAT "solo" per pagare Montezemolo e L'amministratore delegato?
Però quando va male...ci deve pensare lo STATO!
Meditiamo gente..meditiamo...

Anton Ross Commentatore in marcia al V2day 13.08.05 00:01| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,

Sapevo che tali cifre astronomiche intascate più o meno onestamente dai nostri vari deputati e senatori...(senza tralasciare i fedelissimi portaborse)...devono essere così elevate poichè il "politico" deve essere una figura incorruttibile. Cioè deve guadagnare talmente tanto da non accettare le varie e regolari bustarelle. Ci rendiamo conto? Senza tralasciare il fatto che solo un decimo dello stipendio viene dichiarato (e tassato) in quanto tale...il restante figura come rimborso spese.
Mi viene da piangere...

Luca Romano 12.08.05 20:57| 
 |
Rispondi al commento

A quanto pare, secondo i parametri Istat, l'Italia è in ripresa economica.
La cosa ci fa piacere.
Scusate la domanda ma...
l'Istat di cui parliamo è la stessa Istat secondo la quale dopo l'introduzione dell'euro, in Italia, l'inflazione è salita solo del 4%(quella "percepita" dell'8%)?

nicola anzoletti 12.08.05 15:28| 
 |
Rispondi al commento

Che cosa vuol dire che gli ultimi dati ISTAT smentiscono le "cassandre del tutto va male" - come oggi ha detto il portatore nano (grazie per questa espressione, signor Grillo)? Il PIL italiano è cresciuto in un anno dello 0,1%. Lo 0,1% è un dato positivo? Dobbiamo riuscire a soiegare agli italiani che questa gente che ci governa non vale neanche quanto una m....a. Almeno quella concima.
Smentitemi se sbaglio ma davvero non credo che lo 0,1% sia un dato positivo.

Dario Nitti 11.08.05 20:08| 
 |
Rispondi al commento

PER "I HAVE A DREAM", uno dei primi messaggi postati.

La Cavese (serie C2/C) nel 1978 venne ripescata in C1

Fra pochi giorni potrebbe succedere la stessa cosa...

Un po'troppe coincidenze...

Andrea Senatore 11.08.05 11:42| 
 |
Rispondi al commento

Carlo De Benedetti - classe 1934, torinese. Compagnia italiana tubi è la ditta paterna che lo vede nascere come imprenditore. Agnelli lo nota subito e lo sponsorizza, negli anni '70, alla guida dell'Assindustria di Torino. Una carica che il rampante ingegnere mette a buon frutto. Nel 1976 Carlo De Benedetti approda alla Fiat e viene nominato amministratore delegato, ma non supera nemmeno il primo quadrimestre. Via da una parte, dentro dall'altra. L'Ingegnere entra in Cir (di cui detiene ancor oggi il 46 per cento), poi punta ad Olivetti. Una Olivetti con un solida tradizione e un nome da difendere, ma anche un'azienda che stava scivolando verso la crisi. De Benedetti capisce che l'epoca della macchine da scrivere è finita, il futuro è nei calcolatori. Stringe un accordo con la At&t. Gli va alla grande, specie quando in Germania e in Italia vince commesse su commesse per l'automazione degli uffici. I calcolatori diventano computer, il trend del titolo Olivetti è legato alle ricapitalizzazioni. In sella c'è sempre lui, anche se perde qualche battaglia. In Belgio con la Sgb, in Italia per il controllo della Mondadori. La breve vicepresidenza del Banco Ambrosiano di Calvi gli frutta un coinvolgimento nelle traversie giudiziarie.

Max Polo 11.08.05 04:58| 
 |
Rispondi al commento

Ma chi se ne frega sotto che ombrellone stava Grillo. Con tutti i problemi che ha l'Italia l'unico tuo pensiero é dove si mette Beppe al mare???? Non pensi che sono c....i suoi?
Ma fammi il piacere la prossima volta che vai al mare, AFFOGATI!!!!!
Lilia
Postato da: Liliana Amadò il 08.08.05 23:45


oh.. scusa.. ma non hai capito che il mio era un commento ironico..? eppure ci sarebbe arrivato anche un bambino, era così facile..

comunque il tono usato mediamente per i commenti non vi sembra un po' troppo bellicoso? è un ricettacolo di misantropi..
spero che nella vita non vi scanniate in questo modo.

Francesca Iobbi 10.08.05 19:29| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,da tempo immemorabile tuo ammiratore, sono estremamente convinto che saresti per la politica italiana quello che Maradona e' stato per il calcio mondiale(....sottolineo "e' stato"), solo che non capisco xche' al tentativo di perforare questo SISTEMA marcio che ci avvolge da tutte le parti, mettendo a nudo la cruda realta' con i tuoi interventi,non hai mai pensato di SCENDERE IN CAMPO........

Emiliano Tessitore 10.08.05 17:10| 
 |
Rispondi al commento

FACCIAMOLO!
Raccogliamo le firme e facciamo il primo referendum veramente sentito dal popolo italiano.
Aboliamo anche tutti i privilegi dei signori che ci governano solo scaldando le sedie. Governare il paese deve essere una missione e non un punto di arrivo. Poco tempo fa mi è arrivata una mail con tutto quello che guadagnano i "nostri" politici, ve la passo sperando che qualche dato sia sbagliato:

"...MANDIAMOLI A LAVORARE :
Sull'Espresso di qualche settimana fa c'era un articoletto che spiega che recentemente il Parlamento ha votato all'UNANIMITA'e senza astenuti un aumento di stipendio per i parlamentari pari a circa 1.135,00 al mese.
Inoltre la mozione e stata camuffata in modo tale da non risultare
nei verbali ufficiali.

STIPENDIO 19.150,00 AL MESE
STIPENDIO BASE circa 9.980,00 al mese
PORTABORSE circa 4.030,00 al mese (generalmente parente o familiare)
RIMBORSO SPESE AFFITTO circa 2.900,00 al mese
INDENNITA' DI CARICA (da 335,00 circa a 6.455,00)
+
TELEFONO CELLULARE gratis
TESSERA DEL CINEMA gratis
TESSERA TEATRO gratis
TESSERA AUTOBUS - METROPOLITANA gratis
FRANCOBOLLI gratis
VIAGGI AEREO NAZIONALI gratis
CIRCOLAZIONE AUTOSTRADE gratis
PISCINE E PALESTRE gratis
FS gratis
AEREO DI STATO gratis
AMBASCIATE gratis
CLINICHE gratis
ASSICURAZIONE INFORTUNI gratis
ASSICURAZIONE MORTE gratis
AUTO BLU CON AUTISTA gratis
RISTORANTE gratis (nel 1999 hanno mangiato e bevuto gratis per 1.472.000,00). Intascano uno stipendio e hanno diritto alla pensione dopo 35 mesi in parlamento mentre obbligano i cittadini a 35 anni di contributi (per ora!!!)
Circa 103.000,00 li incassano con il rimborso spese elettorali (in violazione alla legge sul finanziamento ai partiti), più i privilegi per quelli che sono stati Presidenti della Repubblica, del Senato o della Camera. (Es: la sig.ra Pivetti ha a disposizione e gratis un ufficio, una segretaria, l'auto blu e d una scorta sempre al suo servizio)
La classe politica ha causato al paese un danno di 1 MILIARDO e 255 MILIONI di EURO.
La sola camera dei deputati costa al cittadino 2.215,00 € al MINUTO !!"

MA STIAMO SCHERZANDO?!?!

Abbassano le pensioni, alzano le tasse e poi ci costano tutti questi soldi?!?!
Scusate la retorica ma secondo me qualcosa andrebbe fatto.
Un saluto a tutti e un grazie a te, Beppe.


michelangelo grasselli 10.08.05 16:59| 
 |
Rispondi al commento

Gent.mo sig. Grillo,

vorrei lasciare un mio commento, ma soprattutto sollecitarne un suo, sul tormentone di questi giorni, ovvero la scalata di Bpi su Antonveneta. a me sembra che si sia perso l'obiettivo della questione! Il problema non è più che Fazio e la banca d'Italia abbiano tenuto un comportamento assolutamente parziale (oltre che miope e antiquato) in barba ai regolamenti e alla deontologia che lo vorrebbe aribitro super parters, il problema sono diventate le intercettazione telefoniche ! ovvero lo strumento che ha svelato questo inciucio di fazio che altrimenti sarebbe rimasto sotterraneo !!!
Non so se succede anche a lei, ma quando leggo di queste cose mi viene in mente una vecchia canzone di Dalla&Degregori: banana repubblic !

Fabio D'Atanasio 10.08.05 16:23| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe, la tua proposta e' ottima sulla leggina popolare.Io credo pero' che un referendum serio sulle caratteristiche politiche di chi possa candidarsi al voto sia necessario.
senza fare giri di parole come sull'ultimo referendum dove la gente non ha capito un cazzo di quello che gli si chiedeva di abrogare o meno e dove in molti(veramente i pochi che sono andati a votare) si sono affidati ai pareri del personaggio di turno verso il quale provavano simpatia.
dicavo un referendum semplicissimo in cui si chieda alla gente un semplice "SI" o "NO" alla seguente domanda:
volete che il candidato per presentarsi alle elezioni debba:
1)non avere piu' di 1 milione di euro di capitale personale;
2)fare solo il politico dopo essere eletto;
3)non essere stato condannato a nessun reato economico-politico;
4)sottoscrivere una dichiarazione in cui si dimette dal suo incarico se entro 6 mesi non adempie ad 1/3 del suo programma;
5)venga tenuto sotto controllo con le intercettazioni telefoniche qualora fosse necessario alla magistratura;
6)non rompa i coglioni a criticare l'avversario ma faccia solo il suo dovere di politico;
Io credo che se passasse in positivo un referendum del genere, seguito poi da adeguata legge,allora potremmo sperare di avere a Roma qualcuno in cui credere.
Saluti Cosimo

cosimo pastore 10.08.05 15:17| 
 |
Rispondi al commento

vorrei segnalare un piccolo ma sintomatico caso a proposito di telecom, ladri e inciuci vari:
un anno e mezzo fa ho cambiato operatore telefonico passando da telecom a wind; all'atto della sottoscrizione del contratto mi fu garantito che sarei stato distaccato dalla telecom (come logica vuole, che me ne faccio di 2 canoni ???)....dopo varie nonchè molteplici chiamate x tentare di risolvere il problema (faccio notare che nel frattempo è passato più di un anno) riesco FINALMENTE a sapere che per il mio tipo di contratto non è possibile avere il distacco dalla telecom.....beh, la domanda sorge spontanea, ma questi ci fanno o ci sono ??? sono tutti d'accordo x fregare soldi alla gente ??? xchè tutti questi problemi ??? non credo di essere l'unico in queste condizioni........scusate x errori e sintassi, ma sono incazzato nero e non so più cosa fare......buona giornata a tutti

Fulvio Vezzosi 10.08.05 14:09| 
 |
Rispondi al commento

....Il fatto è, che bisogna fare attenzione affinchè anche la proposta referendaria non venga manipolata, non dimentichiamo che nell'ultimo referendum nel quale dovevamo prendere una decisione seria "(sappiamo tutti per cosa, non lo ripeto per non dare solo l'impressione di fare inutili comizzi)", hanno infilato nella mattassa una infinità di stronzate che sono servite solo a depistare o a confondere le idee di coloro che non guardano più in là del loro naso, ....ma non giudichiamo chi non ha il tempo di capire cosa vuole la politica, perchè hanno okki e mani occupate a guadagnarsi "LA PAGNOTTA"..... vivere è davvero difficile! pochi soldi, lavori part time, tasse, spese familiari, insomma signori:
Non aspettiamo che sia il Sig.Beppe Grillo a farsi promotore della nostra sorte, ma ringraziamo per il suo tempo prezioso, come anche quello nostro,SENONALTRO CI PONE UN MOMENTO DI RIFLESSIONE, mandiamo intanto a zappare i LADRI con le prossime elzioni, è il primo passo da compiere.....!
Ciao Beppe a presto!

Marilena Costa 10.08.05 11:55| 
 |
Rispondi al commento

Ma infatti non ci sono angeli e demoni tra i vari schieramenti, la questione Unipol-BNL ne e' la prova. Anche li ci sarebbe da scavare.

C'e' pero' da dire che il portatorenanodidemocrazia e' da sempre che vuole entrare nel "salotto buono" della finanza, mica da oggi, e siccome ha sempre ricevuto il 2 di picche era nell'aria che agisse dall'esterno.
RCS e' il primo passo, poi nel mirino ci sono Generali e soprattutto Mediobanca, non scopro nulla di nuovo.
(ti rammento che pochi mesi fa ha ceduto il 17% del suo monte-azioni Mediaset capitalizzando qualcosa come circa 2 miliardi di euro ... e cosa se ne fa ? per comprarsi i popcorn ??? ti ci compri l'italia con quelli ...)

E vedrai che cosi' sara'.

Massimo Carboni 10.08.05 11:40| 
 |
Rispondi al commento

CITO:"le dichiarazioni di Maroni sono la semplicissima prova (o la prova provata ? :-D ) che c'e' un preciso disegno di certo potentato di arrivare la dove nessuno e' mai arrivato prima ... :-D
conferma ulteriore dalle dichiarazioni odierne di Livolsi (se nn sapete chi e', http://www.google.it/search?num=20&hl=it&q=Ubaldo+Livolsi&btnG=Cerca&meta=lr%3Dlang_it e buon divertimento :-D ), il quale intende appoggiare la futura OPA di Ricucci su RCS.
Fonte:
http://www.repubblica.it/2005/f/sezioni/economia/rcs4/titovola/titovola.html
And last but not least :-D
http://www.repubblica.it/2005/h/sezioni/economia/rcs5/rcs5/rcs5.html
eh vabbeh ...
Postato da: Massimo Carboni il 09.08.05 16:21"

Però sai è strano: ricucci non sapeva di essere spiato-intercettato ed ha detto una cosa molto importante: la sinistra si becca tutto. Ed a fronte di questo ha proposto qualcosa a Berlusconi (la cui risposta non è stata riportata).
Poi mettono dell'sms della moglie che dice che il fratello di ricucci ha avuto un attentato....ed anche lei non era spiata. Ciò significa che chi ha voluto fare un attentato al fratello è lo stesso che sapeva cosa ha detto ricucci altrimenti non avrebbe fatto l'attentato, poichè non avrebbe saputo che ricucci aveva proposto a Berlusconi la scalata.
E chi è che secondo ricucci aveva le mani in pasta per cuccarsi la torta? la sinistra...
(volendo chi è che vista la mal parata sta mettendo in giro voci e ne trae profitto per primarie e elezioni?)...
Insomma i contorni veri e propri sono molto + oscuri del semplice coinvolgimento di Berlusconi, a mio parere, proprio perchè i soggetti dicono talune cose senza saper d'esser stati intercettati, sia a riguardo dei soggetti che fanno tanto i santi in questo momento, sia nei riguardi dei soggetti coinvolti, sia nel riguardo di certe azioni intrapprese con risvolti nelle intercettazioni.

Che dire: una bella idea di tutto il sistema + sinistra + destra.

Se non è terrorismo questo in cui si distorce l'informazione per ottenere i propri fini, usando azioni eclatanti....ed essendo fatto da politici: terrorismo politico!

girogio delle pertiche 10.08.05 11:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

___________________________________________________________

@ Gino De Pauli

Non sapevo che qualcuno avesse tentato una cosa del genere, tanto di cappello per la vostra audacia.
Purtroppo siamo un popolo di SUDDITI, non ce nulla da fare.
Non voglio fare il pessimista ma l'italiano medio ragiona cosi': gia' ti pago e vuoi che le decisioni le prenda io per te'?
Ma quando prendi una decisione che non gli va' bene, sei un ladro, un approfittatore, etc, etc...

Io avrei messo un sottotitolo alla lista: "SE NON CI VOTATE... POI NON LAMENTATEVI DELLE DECISIONI CHE PRENDERANNO I RAPPRESENTANTI ELETTI DA VOI!!"

___________________________________________________________

Stefano Boisio 10.08.05 09:59| 
 |
Rispondi al commento

E' come da ragazzi quando si giocava al pallone,il propietario dello stesso anche se era un brocco non solo doveva giocare ma si sceglieva il ruolo e cosi'vincere diventava se non impossibile molto arduo.Italia fanalino di coda in europa, silvio centravanti, a pensare che ci fu un vero centravanti con tal nome : Piola, ma quelli eran altri tempi.

Giovanni Federico 10.08.05 03:51| 
 |
Rispondi al commento

Per Mauro Sacco

Mi trovi sul Gruppo Amici di Padova, abbiamo gia' tentato l'introduzione della DEMOCRAZIA DIRETTA in un comune Veneto il nostro Gruppo senza speranza ( ma il tentativo andava fatto ed e' accaduto con le elezioni del 2001 ) si chiamava
" NO PRIVILEGI POLITICI " ED E' ANDATA ALL'INCIRCA COSI',


NO PRIV. POLIT. 274 VOTI 3,74 %
LEGA 1700 "
D. S. 2400 "
F. I. 2500 "
aventi diritto al voto circa 11.000
come vedi solo 274 cittadini hanno capito, e' poco ma bisogna continuare per noi e' stato uno sforzo immane andare contro tutti i Partiti e i Politici molti di noi hanno "perso" amici, parenti e perso anche la faccia.......ci siamo persi anche noi ...ma altri devono farsi avanti con nuove energie ...e' giusto che esistano i pionieri e poi arriveranno gli altri si spera ,noi abbiamo seminato altri raccoglieranno.
Ciao...
AH............LA DEMOCRAZIA DIRETTA!!

ma cosi'diretta che solo i cittadini il popolo di poveracci,poveri,mediopoveri,ricchi,medioricchi,ricchissimi,ultrarichhi etcc.etcc.cioe' gli italiani,la gente, dovra' in futuro occuparsi della propria nazione e si perche' adesso gli italiani se ne fregano di come vanno le cose basta che non gli sputano davanti alla loro casa o che non parcheggino sul loro passo carraio, per tutto il resto,... e chi se ne frega, qualcuno ha qualcosa da obbiettare?...........
Secondo me non ha importanza chi va' al governo in futuro ma ha importanza che faccia cio'che gli si ordina e l'ORDINE deve venire dalla maggioranza dei cittadini ho fatto altre volte l' esempio di un banalissimo CONDOMINIO dove tutti i soggetti che vi abitano controllano lo stato dello stabile, per esempio se spunta una nuova antenna o se qualcuno ha un cane o un gatto che magari il loro regolamento non contempla in questo caso sono tutti coinvolti nella gestione del LORO BENE COMUNE CHE E'RAPPRESENTATO DAL LORO APPARTAMENTO TRADOTTO IN MILLESIMI QUINDI IL LORO CAPITALE.Devono ficcarsi in testa che l'italia il loro paese la nazione in cui abitano e' come la gestione del loro PREZIOSISSIMO CONDOMINIO.

Per cambiare secondo me,e' necessaria l'introduzione della DEMOCRAZIA DIRETTA
per fare un piccolo esempio, prendiamo un piccolo paese e facciamo l'esperimento di introdurre la D.D.
il Sindaco uno non iscritto a nessun Partito politico propone di fare una qualsiasi opera pubblica, bene egli sottopone il tutto alla votazione dei suoi cittadini se la cosa ottiene il 50 + 1 dei voti favorevoli SI FA' se ottiene il 50 + 1 dei voti contrari NON SI FA' complicato eh...IRREALIZZABILE,UTOPISTICO,FANTASIOSO,DEMAGOGGGGGGGGICO,questi gli aggettivi dei politici e dei loro immatricolati.
CHIARO NO? GLI TOGLI TUTTO IL POTERE E LO TRASFERISCI AI CITTADINI, quindi qualsiasi persona puo' fare il Sindaco tanto decide l'Assemblea del Condominio su come si spendono i loro soldi. Non riesco a capire perche' questo ragionamento in condominio non fa' una piega e in Politica invece..............sara' che sono ingenuo eh......saluti

Postato da: Gino De Pauli il 09.08.05 01:26




AH............LA DEMOCRAZIA DIRETTA!!


ma cosi'diretta che solo i cittadini il popolo di poveracci,poveri,mediopoveri,ricchi,medioricchi,ricchissimi,ultrarichhi etcc.etcc.cioe' gli italiani,la gente, dovra' in futuro occuparsi della propria nazione e si perche' adesso gli italiani se ne fregano di come vanno le cose basta che non gli sputano davanti alla loro casa o che non parcheggino sul loro passo carraio, per tutto il resto,... e chi se ne frega, qualcuno ha qualcosa da obbiettare?...........
Secondo me non ha importanza chi va' al governo in futuro ma ha importanza che faccia cio'che gli si ordina e l'ORDINE deve venire dalla maggioranza dei cittadini ho fatto altre volte l' esempio di un banalissimo CONDOMINIO dove tutti i soggetti che vi abitano controllano lo stato dello stabile, per esempio se spunta una nuova antenna o se qualcuno ha un cane o un gatto che magari il loro regolamento non contempla in questo caso sono tutti coinvolti nella gestione del LORO BENE COMUNE CHE E'RAPPRESENTATO DAL LORO APPARTAMENTO TRADOTTO IN MILLESIMI QUINDI IL LORO CAPITALE.Devono ficcarsi in testa che l'italia il loro paese la nazione in cui abitano e' come la gestione del loro PREZIOSISSIMO CONDOMINIO.

Per cambiare secondo me,e' necessaria l'introduzione della DEMOCRAZIA DIRETTA
per fare un piccolo esempio, prendiamo un piccolo paese e facciamo l'esperimento di introdurre la D.D.
il Sindaco uno non iscritto a nessun Partito politico propone di fare una qualsiasi opera pubblica, bene egli sottopone il tutto alla votazione dei suoi cittadini se la cosa ottiene il 50 + 1 dei voti favorevoli SI FA' se ottiene il 50 + 1 dei voti contrari NON SI FA' complicato eh...IRREALIZZABILE,UTOPISTICO,FANTASIOSO,DEMAGOGGGGGGGGICO,questi gli aggettivi dei politici e dei loro immatricolati.
CHIARO NO? GLI TOGLI TUTTO IL POTERE E LO TRASFERISCI AI CITTADINI, quindi qualsiasi persona puo' fare il Sindaco tanto decide l'Assemblea del Condominio su come si spendono i loro soldi. Non riesco a capire perche' questo ragionamento in condominio non fa' una piega e in Politica invece..............sara' che sono ingenuo eh......saluti

Postato da: Gino De Pauli il 09.08.05 01:26

Gino De Pauli 10.08.05 03:37| 
 |
Rispondi al commento

MA PORCA MISERIA, GRILLO NON MI PIACE PER NIENTE, LO DICO CHIARAMENTE.
COMUNQUE....

ALLORA: SIETE (SIAMO) STUFI DI TUTTO STO' SCHIFO?
BERLUSCONI VUOL FARE UNA LEGGINA CHE VIETA LE INTERCETTAZIONI TELEFONICHE CONTRO I POTENTI?

CHE BEPPE CI AIUTI AD INDIRE UN REFERENDUM NEL QUALE GLI ITALIANI SONO CHIAMATI A VOTARE SU QUALCOSA CHE RENDA LEGITTIMO USARE UNA INTERCETTAZIONE QUALORA QUESTA INTERCETTAZIONE DIMOSTRI CHE L'INTERCETTATO HA COMMESSO UN ILLECITO.

INUTILE CREARE SITI DOVE IO POSSO LEGGERE QUELLO CHE HA DETTO BERLUSCONI 2000 ANNI FA'. NON SERVE A NIENTE, BEN VENGANO ANCHE LORO, PERO' DA SOLE STE' COSE NON BASTANO. BERLUSCONI NON E' IL SOLO LADRO, ESISTE ANCHE PRODI E LA SUA EX NOMISMA, L'AFFARE SME ECC ECC

BEPPE, HO L'IMPRESSIONE CHE TU DENTRO STE' VICENDE CI SGUAZZI CHE E' UNA BELLEZZA (ME PARI COME QUER CONTADINO CHE TROVA LA SUA AMERICA NELL'ORTO DEL PARROCO, SEMPRE PIENO DI OTTIMI ORTAGGI). NESSUNO TE LO VIETA PER CARITA', SVEGLIARE LE COSCIENZE E' GIUSTO ARIPERCARITA'

MA SICCOME PARLI SEMPRE DELLA NECESSITA' DI CAMBIARE LE COSE, E SICCOME LE COSE DA SOLE NON CAMBIANO, E SICCOME ANCORA TU, E TANTI ALTRI (TRAVAGLIO PER ESEMPIO) VI BATTETE STRENUAMENTE PER ABBATTERE QUESTO SISTEMA...DIMOSTRATECI UN VOSTRO IMPEGNO UN PO' PIU' INCISIVO.

ANZICHE' STARE A FARE SOLO BLOGS ED AUTOPUBBLICITA' FACENDOSI AUTOESPELLERE DALLE TV DI STATO (TRAVAGLIO GUZZANTI ECC), STAVOLTA DICEVO,AIUTATECI A FAR APPROVARE DEI REFERENDUM SERI, (CHE UNA VOLTA VOTATI DAL POPOLO SOVRANO HANNO VALENZA ETERNA)

UN REFERENDUN PER ABOLIRE GLI STIPENDI DEGLI EUROPARLAMENTARI ITALIANI, CHE PRENDONO IL QUADRUPLO DEGLI EUROPARLAMENTARI TEDESCHI)

A PROPOSITO DI STIPENDI AGLI EUROPARLAMENTARI... UN RADICALE PROPOSE DI DIMEZZARLI E FU ESPULSO DAL SUO PARTITO.

GIUSTO PER FARVI CAPIRE CHE CONTRO I LADRONI A POCO VALGONO I SITI NEI QUALI SI FA' CHIACCHERA E BASTA, PERCHE' IL MARCIO STA' ANCHE IN CHI VORREBBE FARSI PALADINO DELLA GIUSTIZIA (CHE I POST COMUNISTI NON DIMENTICHINO MAI QUESTA COSA)

QUINDI PER UNA VOLTA TANTO, REFERENDUM SERI, BASTA CON I REFERENDUM SUGLI SPINELLI E SU STRONZATE TIPO FECONDAZIONE ARTIFICIALE.
REFERENDUM SERI, L'UNICA ARMA CHE ABBIAMO SONO I REFERENDUM, PERO' CHE PANNELLA VADA A CAGARE, NON E' PIU' CREDIBILE. CI VUOLE GENTE CHE ABBIA PIU' CREDIBILITA'.

Marco Rossinelli 10.08.05 00:59| 
 |
Rispondi al commento

CIAO A TUTTI. CIAO BEPPE UN SALUTO.
MASSIMO BELLA a pinamente ragione.......questo non è una romm di qualche server, dove tutti possono sfogare la loro ira repressa , ma lo sfogo deve essere costruttivo....iformazione , soluzioni, ideee questo dobbiamo fare per avere una vita o dare una vita migliore hai nostri figli o perlomeno metterli in mani migliori.QUINDI a questo proposito questi sono peggio di mardok fanno tutto loro ed dè tutto loro,i ladri che si fanno le leggi per loro. Presto metteranno avvocati e giudici in galera e i delinquenti fuori! che dite diventiamo tutti deliquenti!!!!!ehehe

Adamo Moscatelli 09.08.05 22:29| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Yang Chenping il 09.08.05 21:38

tanto più che censurarmelo non possono... se vuoi farti una sega mi trovi su meetup detto ciò non rompermi più le balle

Maria Adele Del Vecchio 09.08.05 22:14| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, mi chiamo tefano e sono di Montecatini Terme. Di professione autista di camion e per questo viaggio spesso la notte. In genere ascolto le repliche notturne di radio24 ed in una di queste veniva trattato l'argomento "liquidazione e fondi pensione".... interveniva una esperta del sole 24 ore che spiegava il funzionamento di questa faccenda.... Verso la fine della trasmissione, saltava fuori la questione che mi ha colpito.
La signora in questione faceva presente che la conversione della liquidazione in fondo pensione va valutata con attenzione, specialmente dai giovani, anche perchè (diceva) l'attuale 80% della retribuzione convertito in pensione,"alla fine della riforma, sarà certamente ridotto alla metà o giù di li". Mi viene da pensare: stai a vedere che hanno trovato il modo di fregarci? sottrarci? negarci? la liquidazione!!! Perchè se da un lato la mia pensione sarà integrata dal fondo dove verserò la liquidazione, da l'altro (lato) mi ridurranno la pensione in maniera consistente, quindi il risultato non cambierà di molto, tranne che alla fine del mio periodo lavorativo non percepirò un bel nulla!!! D'altro canto la minaccia sottile è: guarda che con sti quattro soldi di pensione non riuscirai certo a campare... uomo avvisato etc etc.
Spero di aver capito male, ma non credo. Comunque mi viene spontanea una domanda: se tutto questo è vero, non sarebbe più corretto sviluppare tutta la riforma e metterci al corrente di tutti i risvolti?

Stefano Salandin 09.08.05 22:09| 
 |
Rispondi al commento

> che vuoi da me? consigli? interrogarmi? cercare di farmi passare per cretina?

Voglio sapere come dovrebbe funzionare una "società senza denaro", visto che detto così denaro ed anarchia sono "incompatibili", cosa alquanto strana perché non si capisce chi dovrebbe avere l'autorità di dichiarare illegittimo il denaro. Possibilmente senza piagnistei e vittimismi assortiti.

Yang Chenping 09.08.05 21:38| 
 |
Rispondi al commento

ho visto il dvd di Beppe Grillo...lo spettacolo di Roma...
ma è proprio vero tutto quello che si dice sui miliardi di debiti dei "potenti" d'Italia?
quindi oggi di chi ci si può fidare davvero?
Gente che ruba nel calcio, nell'economia, nella sanità, nella telefonia e nella politica...quali sono le aspettative di un ragazzo di 17 anni come me?
...forse l'unica alternativa è diventare tutti ladri.

Riccardo Testi 09.08.05 20:33| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,

ma come fà DIE HARD a voler dare 50 mil.
ad uno a cui anni fà, corrompendo un giudice, gli tolse la mondadori; questi sono come Totò e Fabrizi.

Sono daccordo salla leggina; ma quando, chi e come
la dovrebbe fare; come facciamo ad eliminare tutte le leggine che si sono fatti loro per loro;

hai mandato centinaia di e-maila nome di più di un milione di cittadini italiani al presidente della rapubblica (quale?) e hai avuto qualche risposta?
questo Stato, questa Repubblica NON sono nostri,
noi siamo solo delle voci nei loro bilanci, facciamocelo noi uno stato...

ciao


Curzio Calì 09.08.05 20:18| 
 |
Rispondi al commento

Signori del Blog!
Non mi spiego come mai un pò in tutta Italia si manifesti poco il malcontento, in merito alla qualità di vita, la tv spazzatura, la privatizzazione;
L'importanza della ricerca sulle Cellule Staminali.
Perchè!
Riuniamoci e manifestiamo, è arrivato il momento di passare ai fatti,....non solo chiacchere!
L'Italia è nostra riprendiamocela!
non potendo più dire F...... Italia!
Direi AVANTI POPOLO!

Marilena Costa 09.08.05 20:11| 
 |
Rispondi al commento

@ MANOLO BREASCHI

Pascucci ne dice di bugie sulle censure, non è vero niente! Non è la prima volta! È solo paranoico

Serini Marco 09.08.05 19:09| 
 |
Rispondi al commento

la legge che proponi c'era ed era la legge 361 del 1957 che all'art. 10 afferma:
non sono eleggibbilicoloro che risultino vincolati con lo stato per concessioni o autorizzazioni amministrative di notevole entità.
fonte wiki biografia berlusconi

fabio balducci 09.08.05 18:20| 
 |
Rispondi al commento

Le Regioni rosse vincono la gara dei debiti (Il Giornale)


se non ricordo male le ultime elezioni sono finite 11 a 2...e queste uniche 2 sono lombardia e veneto! che storicamente (non perchè di destra) sono abbastanza sviluppate...

quindi mi chiedo, che senso ha il fatto che sono rosse quelle più indebitate? ...era ovvio, sono tutte rosse ormai! :)

Gabriele Monti 09.08.05 16:51| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,

lascia perdere gli svizzeri che non sono meglio degli italiani (vedi signor C. Blocher e compagni)

E poi, scusa se ricordo male ma, mi sembra che eri tu che denigravi gli svizzeri parecchi anni fà (Mi sembra in "Te lo do io il Brasile", il passaggio diceva, se ricordo bene, che gli svizzeri per non sporcare cagassero cioccolatini o qualcosa del genere.

Oggi hai cambiato bandiera?

otto normalverbraucher 09.08.05 16:43| 
 |
Rispondi al commento

Avevo cmq capito che era lui, no te preoccupe mas ...

Massimo Carboni 09.08.05 16:37| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Massimo Carboni il 09.08.05 16:34

sì, ma il deficente la ha postata a nome mio...
cioè... ha rotto i coglioni... usasse altri nomi, tanto ha fantasia, ma proprio il mio...

Maria Adele Del Vecchio 09.08.05 16:35| 
 |
Rispondi al commento

@Maria Adele,

era per me la frasona del tizio :-D

Lasciamo perdere va ....

Massimo Carboni 09.08.05 16:34| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Maria Adele Del Vecchio il 09.08.05 16:28

Non lo ho postato io, sono napoletana e al massimo uso il dialetto napoletano quando scrivo. Siete pregati di usare i vostri ignobili nomi se volete scrivere... tra 'altro linus per me è un fumetto, non so nulla di queste cose, quindi è impossibile io prenda parte a polemiche di questo tipo.

Maria Adele Del Vecchio 09.08.05 16:31| 
 |
Rispondi al commento

io la perizia psichiatrica la farei fare a Pasc ucci.
Adesso mi hai rotto i coglioni , sono educato, calmo e riflessivo ma adesso mi hai sfrangiato gli zebedei ( come dice quel grande di Gene Gnocchi) ,
brutto esibizionista , maniaco di grandezza e rompicoglioni , ha ragione chi scriveva ieri che sei come UN GATTO NERO ATTACCATO ALLE BALLE CON LE UNGHIE .
Fatti un giro nel mondo reale , e fatti una sana scopata e non rigurgitare le tue paranoie a chi non gliene frega niente dell'argomento che proponi.
Una volta per tutti , BASTA !!!!!!!!

Sei simpatico come un calcio nelle balle !!! ricordatelo ................
e se ti censurano hanno ragione da vendere .
Stai ammorbando il mondo con il tuo signor aggio che è tutto da verificare .......

g.corti 09.08.05 16:29| 
 |
Rispondi al commento

Mah ... rimango basito ... non c'e' peggior sordo di chi nn vuol sentire ...

Che vuoi che ti dica ?

Buena suerte

(per me ormai sei in /dev/null, se nn sai che vuol dire studia ....)

Massimo Carboni 09.08.05 16:26| 
 |
Rispondi al commento

le dichiarazioni di Maroni sono la semplicissima prova (o la prova provata ? :-D ) che c'e' un preciso disegno di certo potentato di arrivare la dove nessuno e' mai arrivato prima ... :-D

conferma ulteriore dalle dichiarazioni odierne di Livolsi (se nn sapete chi e', http://www.google.it/search?num=20&hl=it&q=Ubaldo+Livolsi&btnG=Cerca&meta=lr%3Dlang_it e buon divertimento :-D ), il quale intende appoggiare la futura OPA di Ricucci su RCS.

Fonte:
http://www.repubblica.it/2005/f/sezioni/economia/rcs4/titovola/titovola.html

And last but not least :-D
http://www.repubblica.it/2005/h/sezioni/economia/rcs5/rcs5/rcs5.html

eh vabbeh ...

Massimo Carboni 09.08.05 16:21| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi e ragazze, scusate il mio intervento ..
ma stavo scorrendo il post e' ho notato qualcosa di orribile..

La litigiosita' di questo blog sta aumentando vertiginosamente, mi pare una riunione di condominio!!!

non credo di avere nessuna soluzione immediata, ma credo dobbiamo tutti (me incluso) iniziare a usare piu self-control e non reagire alle provocazioni e soprattutto non provocare.

E' un dispiacere vedere che in questo' agora telematico, dove molte voci a volte concordanti, spesso no, finiscono per diventare una successione di insulti e infantili ripicche..

Se ci pensate Beppe ci mette i soldi e noi cosi glieli stiamo facendo sprecare !
nulla di buono viene da agrressione e litigio...

e con questo me ne torno zitto zitto all'angoletto :)

Maurizio Balla 09.08.05 16:07| 
 |
Rispondi al commento

Pecorone lo dici a tu sorella, senza offesa per tu sorella :-D E cavolo ...

Facciamo cosi, prepara tutto quello che c'e' da preparare per la richiesta di abrograzione del signoraggio, e la si presente a chi la si deve presentare.
Se vuoi proprio fare qualcosa che ti si possa aiutare, io te la firmo anche ora.

Ma per cortesia, cerchiamo per una volta di stare in topic, l'abbiamo capito, siamo delle cacche per te, ma dato che ti stai facendo portavoce di cio' che c'e' nel tuo sito, vai avanti e chi ti vorra' seguire ti segue !!
Che diamine, urlando + degli altri vai poco lontano, ci sara' sempre qualcuno che urla + di te e ti spacca i timpani per nn dire altro (non saro' io tranquillo)

Sempre a postare la stessa roba alla fine annoi, lasciatelo dire.
In qualsiasi altra mailing-list/newsgroup/forum saresti gia' stato bannato da tempo immemorabile, nn per partito preso ma solo per una necessaria ed umana prerogativa: la convivenza e l'educazione.

Fidati e cosi', poi fai quel che ti pare, ma personalmente mi stai creando noia e nocumento agli zebedei :D

Senza rancore (e per inciso il tuo argomento, lo ribadisco, e' interessante, ma datte una calmata :-D )

Massimo Carboni 09.08.05 16:06| 
 |
Rispondi al commento

Basta col terrorismo politico:

Ecco qualche altra intercettazione che Grillo non riporta (si ok sarebbero 1000 pagine da riportare...):

E Gnutti: «Ho detto a Berlusconi che se non ci dà una mano la sinistra prende tutto». Di nuovo Fiorani: «Ne parleremo domani a voce... la sinistra in questo momento ci ha appoggiati più di quanto abbia fatto il Governatore».
http://www.corriere.it/Primo_Piano/Economia/2005/08_Agosto/07/rcs.shtml

+

L’SMS DI ANNA. Ci sono alcune intercettazioni di carattere privato nei brogliacci, molte sono telefonate di Anna Falchi, moglie di Stefano Ricucci, a suo marito. In una intercettazione (del 1 luglio), Anna Falchi è preoccupata: «A Sauro (suo fratello, ndr) gli è scoppiata la gomma.... dicono che c’era qualcosa che non andava in quella gomma.... potrebbe essere un attentato ». E c’è anche un sms tra le intercettazioni che Repubblica ha voluto pubblicare ieri: è un messaggio d’amore, con tanto di esclamativi degli adolescenti. Anna lo ha mandato a Stefano il 6 luglio: ti amo. Scritto a caratteri cubitali.

(ma non era la mafia che agiva facendo attentati ai parenti?!)

INTERCETTAZIONI: MARONI, REGIA CHI NON VUOLE SCALATA RCS
http://www.kataweb.it/news/index.jsp?s=nazionali&l=dettaglio&id=1056204

W il terrorismo politco fra destra e sinistra...gli italiani ne guadagnano e ringraziano.

girogio delle pertiche 09.08.05 16:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando mi inviterete ad una protesta nazionale in merito al signoraggio, sarò lieto di parteciparvi in prima fila ed inviterò quante più persone possibile.

Fino ad allora vi do un suggerimento:
anche l'idea più bella se mal comunicata non sortisce gli effetti voluti.

In pratica credo le cose interessanti che ho letto sul signoraggio, se comunicate in questo modo sortiscano come effeto la NAUSEA e poca credibilità che quello che si sta sostenendo non sia una copertura ad altri fini esibizionistici.

Siamo persone intelligenti, credo, quindi il messaggio è stato recepito, sono a disposizione per eventuali proteste o azioni civili ma fino ad allore SMETTETELA DI AMMORBARE QUESTO BLOG.

Vorrei leggere cose interessanti e se non condividete le idee di Beppe Grillo, ditelo e poi andatevene, perchè siamo ancora liberi di scegliere e credo che abbiamo già scelto tutti,
NON CI INTERESSATE.

e ribadisco questa volta al plurale, AVETE ROTTO I COGLIONI.

Aorevoir e vive la France!

Andrea Spinazzola 09.08.05 16:01| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Yang Chenping il 09.08.05 15:45

a volte ritornano...
quindi: cerca di essere meno presuntuoso, meno supponente, meno pretestuoso, cerca di cambiare dentro, dialogare con gli altri... non martirizzare chi non ti interessa... avere verve, vernice, non vuol dire accanirsi e non saper smettere mai...
cambia dentro e già, denaro o meno, hai cambiato un po' il mondo.
poi... che vuoi da me? consigli? interrogarmi? cercare di farmi passare per cretina?
Ok, sono cretina, te lo dico io per prima, ora parli con qualcun altro?
grazie.

Maria Adele Del Vecchio 09.08.05 15:54| 
 |
Rispondi al commento

@ Andrea Spinazzola il 09.08.05 15:32

Ciao Andrea ho condiviso diversi spunti nei tuoi inteventi. Scusami, solo per una riflessione, niente di personale ovvio, ma PASCUCCI e'...... il governo, il sindacato, l'imprenditore.

Noi ci sediamo al tavolo perche' vogliamo la riforma. (con i nostri rappresentanti di minoranza) ...... Il governo ci distrae dalle nostre richieste e ci dice che lui ha il problema di Pascucci e noi discutiamo di quello che il governo ci fa discutere, per sfogarci, poi tra di noi continuare a parlare di come si comporti Pascuci, delle male parole. MA LA RIFORMA?

Andiamo dal Sindacato per chiedere aumenti salariali, turni di lavoro, occupazione, il sindacato ci dice che ha il problema di Pascucci, ci distrae dalle richieste iniziali e alla fine discutiamo di come sia arrogante Pascucci. MA LE RICHESTE SINDACALI?

Andiamo dall'imprenditore e vogliamo l'aumento per la nostra azienda il bilancio e' stato chiuso bene quindi.... ma l'azienda dice di aver il problema di Pascucci e noi giu' a dire ma che cavolo insomma con la forza che avete non riuscite, pure noi abbiamo il problema di Pascucci e giu' a decidere come risolvere questo problema. MA L'AUMENTO?

E' un gioco mi auguro sia chiaro l'esempio, che voglio fare, non ci facciamo distrarre. Pascucci se la veda il governo noi vogliamo.... Pascucci se la vede il sandacato noi vogliamo.... Pascucci se la veda l'imprenditore noi vogliamo.....
Per quanto riguarda Pascucci da parte nostra a questo punto.... grazie di esserci, perche qualcuno altrimenti non avrebbe scritto nulla!. Vi ripeto, nessuna offesa per nessuno, mi piace sdrammatizzare e sono per natura ironica con me stessa e con gli altri. Un abbraccio a tutti

simonetta machiavelli 09.08.05 15:49| 
 |
Rispondi al commento

> Il denaro comporterà sempre coercizione e potere dell'individuo sull'altro e questo è un pensiero che non implica, nel mio ragionare una società anarchica

Sì, va bene, quindi?

Yang Chenping 09.08.05 15:45| 
 |
Rispondi al commento

e io lo avevo detto che il vaffa sarebbe arrivato ....

Massimo Carboni 09.08.05 15:42| 
 |
Rispondi al commento

POVERA ITALIA

"non cambieraa..."

Non cambieremo niente in ITALIA finchè ci saranno persone come "PASCUCCI" o chi diavolo sei.

Il tuo DIRITTO di espressione è tanto forte quanto il nostro diritto di NON ASCOLTARTI.

Per dirla con poche parole HAI ROTTO I COGLIONI.
E purtroppo di gente come te in italia ce n'è troppa.

Perchè non impieghi il tuo tempo per produrre qualcosa di costruttivo, e se proprio non sai cosa fare perchè non ti fai una bella SCOPATA, magari ti rilassi un po' invece di attaccarti al computer e ROMPERE I COGLIONI.

Se non trovi nessuna o nessuno che ci sta puoi sempre risparmiare sull'abbonamento ADSL e pagarti una notte d'amore.

Sei piccolo piccolo, dici cose interessanti ma lo fai con troppa veemenza e il dubbio che tu sia un GRAN ESIBIZIONISTA è forte.

Se ti piace metterti in mostra perchè non giri nudo per il paese o ti dai fuoco come i Bonzi in Vietnam.
Loro hanno rotto le palle una volta sola ma con una tale forza che il ricordo è ancora vivo.

Il palcoscenico che hai scelto è troppo piccolo per te, prova a spegnere il computer e esci di casa e SE PROPRIO DEVI ROMPERE LE PALLE, fallo per strada.

Su questo blog scrivono persone che voglio cambiare lo stato delle cose in questo paese, persone colte di cultura che danno un piccolo ma indispensabile copntributo affinchè le idee e la conoscenza circolino liberamente.

In un certo senso danno un servizio.
MA TU CHE DAI? i tuoi post sul signoraggio li ho letti, ho visto anche il tuo sito. BRAVO, ottimo lavoro.
Vai avanti, non mollare ma che altro vuoi?

La notorietà? Vuoi brillare sotto la luce di Beppe Grillo che è + di 30 anni che ci mette la faccia e paga giornalmente le conseguenze?

Ribadisco HAI ROTTO I COGLIONI.

Questo mio post non avrà seguito e sopratutto non risponderò ai tuoi o altri post in merito alla questione.

Esci di casa dammi retta.

Andrea Spinazzola 09.08.05 15:32| 
 |
Rispondi al commento

@danila

purtroppo hai ragione...e chi non è daccordo con lui è un pecorone, un fesso, uno psicopatico!

triste...

Gabriele Monti 09.08.05 15:28| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Danila polini il 09.08.05 15:25

Danila, se vuoi fare un giro in chat sono lì... qui non c'è molto da leggere al momento.

Maria Adele Del Vecchio 09.08.05 15:26| 
 |
Rispondi al commento

per quanti fossero interessati comunico di aver mandato anche oggi la seguente richiesta a: info@grillopedia.it

Cari amici dello Staff,
indubbiamente sara' vostra pertinenza effettuare il blocco o la
cancellazione di un post, che ritenete sia offensivo. Ho scritto un
posto nel merito e non vorrei tediarvi ripetendomi.

E' nel vostro diritto fare questo come e' nel nostro diritto sapere
che un'azione del genere e' stata fatta. Non vogliamo sapere il
contenuto, chi l'ha scritto, il perche', semplicemente credo si
giusto avere solo l'indicazione che e' stata fatta una rimozione.

SUGGERISCO: che ogni post al momento dell'invio abbia un
numero progressivo assegnato al suo ingresso nel Blog.
Cosi' che noi si possa sapere che un post e' stato rimosso, in
quanto se cio' e' avvenuto vi sara' un buco progressivo nella
numerazione. Due dignita' rispettate la vostra nel vostro lavoro,
la nostra nel poter sapere che cosi' si e' intervenuti.

Vi ringrazio del vostro lavoro.
simonetta

simonetta machiavelli 09.08.05 15:26| 
 |
Rispondi al commento

evidentemente , come ho detto 2 giorni fa, è arrivato il momento di accettare che questo blog nn è piu di Grillo, questo tizio se la canta, se la suona , parla e si risponde, litiga con se stesso, insomma è tutto suo.
E di qualcuno che asecconda la sua patologia

Auguri

Danila polini 09.08.05 15:25| 
 |
Rispondi al commento

...ho visto che hai tre counter...malato di protagonismo!

ciao pascu stammi bene

Mario Spagnoli 09.08.05 15:21| 
 |
Rispondi al commento

43.620!

wow pascucci il tuo sito tira di brutto!

Mario Spagnoli 09.08.05 15:14| 
 |
Rispondi al commento

adesso sei arrivato a 43.600...se ti fa sentire più importante faccio un centinaio di refresh...

così arrivi a 100.000!

...per fortuna ti hanno già censurato i post di prima!

Mario Spagnoli 09.08.05 15:12| 
 |
Rispondi al commento

Out of Blog OB da censura
http://www.centomovimenti.it/yabbse/index.php?board=1;action=display;threadid=1700
http://www.tibereide.it/articoli_dettaglio.asp?articolo_id=565&articolo_categoria=3

saluti ai bloggers, ciao Beppe caro,
allora... in un tuo spettacolo di qualche anno fa prendevi per il didietro un po di banchieri , mi sono permesso di riportarlo sotto...
domanda:
se con la stampa del gutemberg l'info veniva tolta ai pochi che i libri li avevano perchè copiati a mano, la matrice 1x1=1 e l'informazione poteva anche rimanere retaggio di pochi
ma poi
giornali tv televisione
1x1000=1000 e l'informazione raggiunge molti ma non tutti, i segreti iniziano ad avere vita difficile
ora con internet dove 1000 persone informate possono informare 1000 persone
1000x1000=1.000.000 .. come mai ci sono persone a cui si mette in testa il tarlo del dubbio, invece di informare ti insultano?
chi sa la verità come mai non la dice? per paura di cosa o di chi?


tratto da uno spettacolo di Beppe ....
Si sta svegliano il Grande Drago… [rombo di tuono] il Drago…

i quattro cavalieri dell’Apocalisse voi non li riconoscete neanche, tu sai chi sono? [immagine fotomontaggio-drago e 4 volti] dimmi la verità, no… non li abbiamo neanche mai visti, eppure guardateli bene, sono quattro banchieri, una volta c’erano i gangster, oggi ci sono i bankster… Il primo sulla destra –guardiamo le facce, torniamo agli istinti! Guardate la faccia, Greenspan, presidente della Federal Reserve americana, Greenspan, guardatelo, è un uomo quello lì? o un cane da slitta?! è un cane quello lì… solo che la differenza fra un cane e un banchiere è che se a un cane tiri qualcosa te la riporta indietro, il banchiere col cazzo che ti riporta indietro qualcosa … Vai avanti, secondo, la Grande Banca Del Nostro Paradiso, Tietmeyer, della Bundesbank! Bundesbank! [rombo di tuono] Scusa, tu che banca c’hai…che banca c’hai? Banco? Ambrosiano? Cos’è… ma ci fanno i cori i bambini? Cioè, lei c’ha il Banco Ambrosiano e va in giro per l’Europa col Banco Ambrosiano… ma che cazzo è… quello lì è la Bundesbank! E lui Banco Ambrosiano… magari c’è anche il conto con lo Zecchino d’Oro, banco Ambrosiano… Questo qua è Tietmayer, Tietmayer ha già nominato ed è già a stipendio con i nostri soldi, Dusberger, direttore della Banca centrale Europea a Francoforte, quella che deciderà se casa tua potrà valere qualcosa, se tuo figlio potrà fare l'università o se tu ti potrai fare crescere i capelli, lo dirà uno nominato da questo würstel andato a male! Terzo banchiere, Matsushita, l’hanno quasi arrestato, è coinvolto in qualche casino, presidente della banca giapponese, prima banca del mondo, guardate che faccia… e guardate in fondo, vai… lì, dal culo del drago esce questa morroide, questa morroide disumana…che è il nostro governatore della Banca d’Italia, Fazio, il grande Fazio…

Bene, questi quattro li lega una cosa, straordinario, signori… sono quattro banchieri di quattro banche che stampano moneta e la prestano… stampano soldi e prestano, stampano e prestano… noi non riusciamo più a percepire cos’è la verità, non sappiamo se una medicina ci fa bene o male, se una notizia è vera o falsa… non sappiamo più cos’è un debito e non sappiamo più cos’è un credito, è vero? Ci parlano che abbiamo 2 milioni e mezzo di miliardi di debito? Se c’è un debitore ci sarà anche un creditore… a chi cazzo li dobbiamo ‘sti soldi? Scusate… a chi dobbiamo che mi rompono i coglioni da dieci anni, con ‘sto2 milioni e mezzo di miliardi… a noi? allora me li devo da solo, non voglio più un cazzo, siamo pari, vaffanculo! Cos’è… va bene? E’ un sistema quello del debito! Questo è un sistema tremendo!

Non riusciamo più a percepire… se io adesso chiedessi a qualcuno qui dentro: che cos’è l’oro, hanno fatto rientrare tutti i canoni nei parametri rivalutando l’oro! Weigel, tedesco, ha rivalutato l’oro, noi abbiamo rivalutato l’oro di 3.000 miliardi sulla carta! Che cos’è l’oro? E’ una ricchezza l’oro.. siamo tutti convinti che sia una ricchezza, no… dai… Allora, l’oro che cos’è? L’oro si prende facendo un buco in Sudafrica, In Turchia oppure in Amazzonia [immagini di cercatori d’oro] quelli lì sono i cercatori d’oro… l’oro è una ricchezza… ecco, fermati lì…sono 40.000 persone che fanno un buco per cercare l’oro… 1 chilo d’oro, 300.000 chili di rifiuti, 1 a 300.000, rifiuti di cianuro e mercurio, la cosa col più alto impatto ambientale che esiste in natura è l’oro, va bene, però… è ricchezza l’oro… scaviamo l’oro… prendiamo l’oro in un buco, e quando prendiamo quest’oro, da un buco, lo portiamo e lo mettiamo in un buco sotto una banca… cioè, portiamo l’oro da un buco a un altro buco… cazzo, facciamo direttamente la banca sul primo buco, e vaffanculo… Che senso ha? L’oro, l’oro non è una ricchezza se lo prendi da un buco e lo nascondi sotto una banca, è solo un costo pazzesco, sarebbe una ricchezza l’oro se lo dai ai dentisti che ci fanno delle cazzo di capsule, o agli orafi che lo lavorano, o agli elettricisti, ma se lo metti in un caveau!?

E questi rivalutano… rivalutano il nulla, nelle banche non c’è più niente, non ci sono neanche i vostri risparmi… Oggi i soldi nascono dal nulla creati dalle banche –bip! 1.000 miliardi in Messico, in Messico bancarotta… -bip! 1.000 miliardi in Thailandia, bancarotta, Corea bancarotta, Indonesia si mangiano le rupie, Yugoslavia c’è un’inflazione come nel ’30 in Germania, che andavano a comprare le sigarette con la carriola… può succedere domani mattina qui… qui può succedere, domani mattina… e in banca non c’è più niente… Un agricoltore ligure aveva risparmiato tutta la vita, è successo 10 giorni fa, mette tutto su un libretto, 600 milioni, tutta la sua vita, delle mani così, entra in banca, non c’era mai stato in banca, non lo conoscevano neanche, aveva risparmiato tutto su questo libretto… entra in banca, deciso, mette il libretto lì, il direttore lo guarda e dice: cosa vuole? vuole mica prelevare, mettere dei soldi… no! li voglio vedere… ma… ma come, ne vuole prendere un po’ –no! li voglio vedere tutti lì… casino, panico… non c’avevano niente, hanno dovuto chiamare Carabinieri, furgoni, rastrellare nelle filiali i 600 milioni, glieli hanno messi tutti lì, li hanno portati lì, lui è rimasto lì, li ha guardati e poi ha detto: va bene, adesso li ho visti e me ne vado a casa, e se ne è andato a casa… straordinario! cazzo!

Una volta si stampavano i soldi quando c’era l’oro nelle casseforti! Si stampavano i soldi quando c’erano i nostri risparmi a proteggere i cazzo di cheques, o di carte di credito, non c’è più niente! Stampano soldi e ce li prestano! Voglio chiedervi una cosa, scusate un attimo, di chi sono i soldi… è una domanda, la proprietà dei soldi di chi è? dello Stato, ora lo Stato siamo noi… lo Stato, lo sapete, non esiste, è un’invenzione giuridica, non c’è lo Stato, ci siamo noi, quindi i soldi sono i nostri, benissimo… siete d’accordo? sì, va bene… allora voglio sapere un cosa: se i soldi sono i nostri… perché ce li prestano? C’è qualche cosa che non quadra, no? C’è qualche cosa che non quadra… Una volta avevi delle monete d’oro, erano le tue, c’era l’oro, un po’ d’oro c’era, benissimo, ce le avevi in mano tu, erano le tue… tu adesso hai un pezzo di carta che ci scrivono 100.000 lire…

Allora, vediamo di chi sono i soldi… mi sono permesso di controllare l’ovvio, perché l’ovvio non lo controlla mai nessuno… e chi può controllare e leggere i soldi se non uno di Genova con dei grossi problemi, bene… [immagine monete e banconote] Allora, sulle 200 lire e sulle 100 lire c’è scritto Repubblica Italiana, la Repubblica Italiana siamo noi, va bene? d’accordo… sulle 100.000 Repubblica Italiana non c’è più, c’è Banca d’Italia, un Governatore, e poi c’è scritto: pagabili a vista al portatore… se c’è scritto quella cosa lì qualche cosa vorrà dire, pagabili a vista al portatore… prendo le centomila, pagabili a vista, vado dalla banca, mi vede? a vista, cazzo, sono il portatore… me le può pagare, per favore, ce l’avete scritto voi… però col cazzo che ti pagano, non ti pagano niente, e allora perché ci scrivono questa cosa qui… però uno dice: ma Grillo, cosa dici!! la Banca d’Italia è la banca dello Stato Italiano… non è vero! La Banca d’Italia è una S.p.A., privata, la proprietà della Banca d’Italia sono dieci Assicurazioni, dieci Fondazioni, dieci Banche, che sono tutte Società per Azioni, i proprietari sono sempre gli stessi, non si saprà ma chi sono ma sono sempre gli stessi, con la sede e i coglioni alle Isole Kayman… Stampano soldi dal nulla e ce li prestano…

Lo Stato dovrebbe stampare i soldi, i soldi ci servono per lavorare, lo Stato dovrebbe dire: ce ne sono pochi? ne stampo un po’ e li metto un po’ in circolazione… ce ne sono troppo pochi? ne stampo … ce ne sono molti? ne prendo un po’ e ne brucio un po’… mantengo la circolazione stabile, i prezzi stabili… i soldi servono per tenere i prezzi stabili e per farci lavorare, sono pezzi di carta… però li stampa una S.p.A., perché i soldi non dovrebbero essere così, Banca d’Italia, Governatore, pagabili a vista, i soldi, in un paese civile, dovrebbero essere così…[immagine nuove 100.000] Repubblica Italiana e non Banca d’Italia, di proprietà del portatore, e invece di un cazzo di Governatore, il Capo dello Stato, firma lui, farebbe una cosa nella vita che ci potrebbe dare un minimo di soddisfazione…


e poi la politica deve esser fatta dai politici veri (ma ce ne sono ancora o sono tutti imprenditori con i soldi degli altri?)


mirco baiocco 09.08.05 15:09| 
 |
Rispondi al commento

Per Sandro Pascucci

Scusa Sandro (se sei tu e non qualcuno che usa il tuo nome per farti brutti scherzi)

obbiettivamente devo dire che Grillo non ti sta' censurando. Ho letto il tuo articolo sul signoraggio su Grillopedia, continuo a leggere i tuoi appelli qua' nel blog, non mi pare proprio che tu non abbia ragione di dire che ti stanno censurando.

MANOLO BREASCHI 09.08.05 15:08| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Maria Adele Del Vecchio il 09.08.05 13:28

...nostro presunto chattare ....

PRESUNTO?????????
Simpatica! ;-)

Ri- Adiòs

Ilba Rista (non celibe) 09.08.05 15:04| 
 |
Rispondi al commento

Bruno Panetta scrive:

Propongo le mucche. Ognuno gira con la sua mucca al guinzaglio, e quando gli serve qualcosa taglia una fetta dalla mucca.
/////////////////////////


Io propongo il sesso come moneta si scambio, una bella scopata e ti porti via il prodotto.

I banchieri li metterei a vendere preservativi

MANOLO BREASCHI 09.08.05 15:02| 
 |
Rispondi al commento

Per Ping e Pan

ho risposto a Lorenzo, era forse opportuno leggeste quel mio post anche voi. Ma poi che fine farebhbero i burloni del blog, se rientrassero nei termini di un discutere serio, in cui non si gioca alla manipolazione di ciò che dice qualcun altro?
allora vada per i sassi, da filo palestinese li preferisco.

Maria Adele Del Vecchio 09.08.05 14:59| 
 |
Rispondi al commento

x Postato da: Mario Spagnoli il 09.08.05 14:41
1. ti avevo chiesto due post.
2. io mi chiamo sandro pascucci
3. parlo di signoraggio
4. sei il solito esibizionista

> la tua non è censura...
forse cercano di farti ragionare!
non è così che riuscirai a farti sentire...
peccato che non ci arrivi!
<svegliati fesso!

grazie, anche educato!

Mario Spagnoli 09.08.05 14:59| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Elisabetta Carosi il 09.08.05 13:18

... Come tutte le donne vuoi avere l'ultima parola. ;-)
E sia.
Adiòs

Ilba Rista (non Pascucci) 09.08.05 14:54| 
 |
Rispondi al commento

> siete legati ad un concetto, quello della legittima esistenza del denaro e non capite altro.

Orsù, sentiamo la magica alternativa del mondo senza denaro.

Yang Chenping 09.08.05 14:50| 
 |
Rispondi al commento

x barbara

dimentichi due punti secondo me fondamentali:
1) seria lotta contro l'evasione fiscale
2) una seria riforma della sanità per evitare sprechi e aiutare le fasce più deboli.

Michela Milleni 09.08.05 14:41| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Lorenzo Andolfatto il 09.08.05 14:27

Lorenzo, dunque, io non sto discutendo di ipotesi reali o realizzabili dall'oggi al domani: dico solo che certe utopie sono belle proprio per il loro carattere utopico. Il denaro comporterà sempre coercizione e potere dell'individuo sull'altro e questo è un pensiero che non implica, nel mio ragionare una società anarchica, canonicamente anarchica, domattina. So che per realizzarla dovrebbe esistere una comunione di intenti, di vedute e di coscienza che talvolta, nel figurarmela, mi spaventa. L'uomo sarà sempre uno e diverso da se stesso, l'uomo ha trovato altri mezzi per realizzare l'irrealizzabile... il sogno è uno di questi, me lo coccolo come privilegio, non ci rinuncio.
Io sono su questo blog a leggere tutti i commenti che riesco per informarmi, attraverso diversi punti di vista, per accedere a nuove visioni, per cercare soluzioni che leniscano il malessere reale nella società in cui vivo, la società del denaro. Se qui qualcuno ha voglia di speculare su un mio citare una teoria, che ribadisco, non ho inventato io, ma che amo sopra le altre, come se volessi proporre una condotta politica collettiva, è errore mio esserci cascata e condurre un diverbio in cui io viaggio su un binario e chi mi risponde va per la tangente. Tutto nasce ieri sera quando ho letto Danila Fava parlare di anarchia per luoghi comuni= assenza di stato etc... aggiungendo che il pensiero anarchico prevede l'esistenza del denaro. Ho cercato di puntualizzare, lei mi ha risposto che confondo l'anarchia con il comunismo e da quel momento in poi sono caduta nella trappola dell'ignoranza. Tutto qui.

Maria Adele Del Vecchio 09.08.05 14:41| 
 |
Rispondi al commento

PREZIOSI : COMPRA IL NAPOLI E POI MUORI!!!!!

sergio casagrande 09.08.05 14:41| 
 |
Rispondi al commento

da stat.info.org
free user: xxxxxxxxxxxx
target: www.grillopedia.com
access1: -78% mounth
access2: -52% daily

Postato da: sanro pascucci il 07.08.05 00:42

come questo ad esempio?

la tua non è censura...forse cercano di farti ragionare! non è così che riuscirai a farti sentire...peccato che non ci arrivi!


Mario Spagnoli 09.08.05 14:41| 
 |
Rispondi al commento

Quando in Argentina dalla notte a la mattina ci si trovo sensa contanti, nessuno, e dico nessuno c'è l'aveva più (salvo qualche vecchietto che li teneva in casa, grande saggio!! insultato da tutta la famiglia per rincoglionito), si creò il "trueque " c'io è il baratto , in ogni piazza uno portava quello che aveva è lo barattava con altri, chi sapeva fare qualcosa , chi aveva qualche mestiere barattava le sue capacità.
In un momento la cosa se fecce così grande che si dovettero inventare dei " crediti" vi spiego , quando io ti davo qualcosa che nn bastava per quello che davi a me ti davo un credito , o sia ( noi facevamo dei quaderni riciclati) allora ti davo un buono per altri quaderni da prendere in futuro, ma se a quella persona non li servivano le passava a qualche d' un'altra, la cosa andò avanti per un paio di anni e il governo tento di tassare questi scambi,senza riuscirci, vuol dire che si può , bisogno fa virtù

Danila polini 09.08.05 14:41| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi e la sua ghenga li conosciamo, sono persino peggio dell’era DC.
Ma gli altri? Sempre che l’hanno prossimo vinca l’Ulivo (che non è detto) quale sarà il suo programma? A ottobre dobbiamo andare alle primarie per scegliere Prodi o Bertinotti ma questi signori si sono sognati di dirci cosa vogliono fare? Dobbiamo scegliere il più carino?
Bene propongo di dire noi, popolo della sinistra, cosa devono fare.

1. Ritiro immediato delle truppe dall’Iraq e dall’Afghanistan
2. Una politica economica che rafforzi l’industria italiana e la ricerca salvaguardando il livello di vita e di sicurezza dei lavoratori.
3. Una politica energetica che punti al risparmio, all’uso di energie alternative e ecologiche (NO al nucleare).
4. Una legge seria sul conflitto di interessi.
5. Riforma della giustizia
6. Riforma della scuola
7. Riforma della legge sulla fecondazione assistita

Che ne dici Beppe di redigere noi un programma (più che altro un elenco non certo molto dettagliato) e di mandarlo al vincitore delle primarie corredato da tutte le e_mail che riesci a raccogliere? Guarda che la mia è una proposta seria!
Ciao
Barbara

Barbara Mensi 09.08.05 14:38| 
 |
Rispondi al commento

pascucci continui a menarla con sta censura...ma se i tuoi post ci sono sempre? non credi che se davvero ti volessero censurare l'avrebbero già fatto??

Mario Spagnoli 09.08.05 14:29| 
 |
Rispondi al commento

DE PECUNIA

il punto, a mio parere, non è "con o senza denaro", è necessario definire il ruolo del denaro, non abrogarlo o accettarlo in toto:

una società senza denaro è difficile, più sensata sarebbe una società in cui il denaro è usato come tramite di scambio di merci necessarie alla vita di un membro della società, MA che non si possa accumulare. Una tale soluzione non permetterebbe l'estremo arricchimento di una persona a discapito di migliaia di altre che debbono sottomettersi.

Poi si dovrebbe garantire una quota minima di moneta tale che nessuno rischi di non avere possibilità di guadagnarne..

Lorenzo Andolfatto 09.08.05 14:27| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Sandro Pascucci il 09.08.05 14:15

Ti è piaciuta è la storia del nudismo... te stai a fissà! caro Sandro, che io prenda cantonate è chiaro... pensavo tu fossi un individuo speciale...

Maria Adele Del Vecchio 09.08.05 14:22| 
 |
Rispondi al commento

http://www.ecofantascienza.it/auto/index.html

anche qui...
sembrano... ripeto sembrano ottimisti!

Stefano Cattaneo 09.08.05 14:22| 
 |
Rispondi al commento


Leggete l'articolo:Palazzo Chigi-La devolution della memoria

http://www.indipendenteinrete.it/admin/immagini/0608_indipendente_01.pdf

Liviano Pedretti 09.08.05 14:22| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Yang Chenping il 09.08.05 14:15

No è un'utopia... e lo è ancora di più leggendo te, panatta, fava, pascucci e compagnia cantante.
siete legati ad un concetto, quello della legittima esistenza del denaro e non capite altro. Ognuno a modo suo.

Maria Adele Del Vecchio 09.08.05 14:20| 
 |
Rispondi al commento

> L'anarcocapitalismo è una c......a quanto l'essere anarchici di destra.

Invece la "società senza denaro" è un tocco di genio: se nell'anarchia "non c'è denaro", vuol dire che qualcuno ne dovrà impedire la creazione, alla gran faccia dell'anarchia.

Yang Chenping 09.08.05 14:15| 
 |
Rispondi al commento

certo si potrebbe organizzare una riunione plenaria in parlamento con una qualche scusa buona...tipo "chi non viene perde la poltrona"...

distribuire delle copie del "principe" di machiavelli per ogni deputato e chiudere ogni uscita...

Lorenzo Andolfatto 09.08.05 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Il discorso Eolo era interessante, ma sembra che la tecnologia non fosse pronta..

http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=3377

Maurizio Balla 09.08.05 14:09| 
 |
Rispondi al commento

Da Repubblica:
lo zucchero sia un prodotto energetico è un fatto risaputo. La novità è che i mercati internazionali iniziano a intendere questa affermazione non dal punto di vista dell'alimentazione umana, ma automobilistica. Per questo, osservano diversi analisti, il suo prezzo si sta impennando di pari passo con quello del petrolio.

La quotazione dello zucchero nei giorni scorsi ha toccato il massimo da cinque anni a questa parte e secondo gli esperti è destinata a salire ancora seguendo la corsa del greggio. Attualmente sul mercato statunitense dei future una libbra di prodotto grezzo vale poco più di 10 centesimi di dollaro, ovvero il 11,5% in più rispetto al listino di inizio anno, ma gli analisti sono convinti che il prezzo possa salire ancora fino a quota 11 centesimi.

"Il mercato mondiale sta navigando in acque agitate sinora sconosciute e i gestori dei fondi di investimento iniziano a considerare lo zucchero un prodotto energetico piuttosto che agricolo", ha spiegato all'agenzia Reuters Sergey Gudoshnikov, capo economista della International Sugar Organization con sede a Londra. Del resto domanda ed offerta dell'ultimo anno, stando alle valutazioni più recenti, sembrano essere in perfetto equilibrio e non giustificano quindi il rialzo delle quotazioni.

I mercati sembrano insomma scommettere sulla capacità dell'etanolo ricavato dalla canna di zucchero e da altre biomasse di rappresentare un'alternativa credibile della benzina. Per questo è sotto stretta sorveglianza da parte dei broker il comportamento del Brasile, uno dei maggiori produttori di etanolo ricavato dalla canna da zucchero, e molti sono convinti che presto la quota di raccolta indirizzata alla produzione di carburante supererà quella destinata a finire nelle torte e nelle tazzine da caffè.

La tecnologia che premette alle automobili di andare ad etanolo è infatti già consolidata e una buona fetta della vetture circolanti in Brasile è fornita di una doppia alimentazione benzina/etanolo. Nei mesi scorsi il presidente brasiliano Lula ha visitato diverse capitali mondiali, comprese Tokyo e Pechino, nella speranza di conquistare nuovi mercati.

(9 agosto 2005)

Danila polini 09.08.05 14:08| 
 |
Rispondi al commento

> la mia anarchia è un'utopia storica e semplice, nella mia anarchia esiste lo scambio, esiste l'autogestione, non esiste alcuna forma di coercizione ed alcun esercizio di potere... quindi niente denaro, niente polizia, niente banche.

E con cosa accidenti dovremmo fare lo "scambio?" PATATE? CAROTE? SASSI?

Yang Chenping 09.08.05 14:08| 
 |
Rispondi al commento

Sempre,
dallo stesso sito

http://www.mdi.lu/

Andrea Spinazzola 09.08.05 14:05| 
 |
Rispondi al commento

Matteo o Riccardo o meglio Matteo Riccardo
cosa ne dici di questo sito?!

http://www.eoloenergie.it/

è lo stesso argomento da te trattato?!!?

Stefano Cattaneo 09.08.05 13:44| 
 |
Rispondi al commento

OT

http://www.effedieffe.com/fdf/giornale/interventi.php?id=569¶metro=esteri
Ciao a tutti.

Liviano Pedretti 09.08.05 13:36| 
 |
Rispondi al commento

Per Elisabetta

ciao!!!
Dunque... il barista posta un primo messaggio in cui veniamo attaccate per un nostro presunto chattare e viene difeso il pascucci per i suoi ot sul signoraggio, che almeno è serio. Ora, se la matematica non è un'opinione, facendo un paio di conti... chi difendo pascucci attraverso pseudonimi in genere è pascuci stesso... e messa così fa pure tenerezza. Quindi... temo sto barista sia il buon Sandro, bighellonante fra una banca ed un signoraggio, chavez e "siete solo degli schiavi!!!"
ignoralo, sono con te.
ari buon appetito, a fra poco...

Maria Adele Del Vecchio 09.08.05 13:28| 
 |
Rispondi al commento

La macchina ad aria compressa...
finisce in una nuvola di fumo
Il caso Eolo auto di Marco Pagani

Guy Negre, ingegnere progettista di motori per Formula 1, che ha lavorato
alla Williams per diversi anni, nel 2001 presentava al Motorshow di Bologna
una macchina rivoluzionaria: la Eolo (questo il nome originario dato al
modello), era una vettura con motore ad aria
compressa, costruita interamente in alluminio tubolare, fibra di canapa e
resina, leggerissima ed ultraresistente. Capace di fare 100 Km con 0,77
euro, poteva raggiungere una velocità di 110 Km/h e funzionare per più di
10 ore consecutive nell'uso urbano.
Allo scarico usciva solo aria, ad una temperatura di circa -20°, che veniva
utilizzata d'estate per l'impianto di condizionamento.
Collegando Eolo ad una normale presa di corrente, nel giro di circa 6 ore
il compressore presente all'interno dell'auto riempiva le bombole di aria
compressa, che veniva utilizzata poi per il suo funzionamento.
Non essendoci camera di scoppio né sollecitazioni termiche o meccaniche la
manutenzione era praticamente nulla, paragonabile a quella di una
bicicletta.
Il prezzo al pubblico doveva essere di circa 18 milioni delle
vecchie lire, nel suo allestimento più semplice.
Qualcuno l'ha mai vista in Tv?
Al Motorshow fece un grande scalpore, tanto che il sito www.eoloauto.it
venne subissato di richieste di prenotazione: chi vi scrive fu uno dei
tanti a mettersi in lista d'attesa, lo stabilimento era in costruzione, la
produzione doveva partire all'inizio del 2002: si trattava di pazientare
ancora pochi mesi per essere finalmente liberi dalla schiavitù della
benzina, dai rincari continui, dalla puzza insopportabile, dalla sporcizia,
dai costi di manutenzione, da tutto un sistema interamente basato
sull'autodistruzione di tutti per il
profitto di pochi.
Insomma l'attesa era grande, tutto sembrava essere pronto, eppure
stranamente da un certo momento in poi non si hanno più notizie.
Il sito scompare, tanto che ancora oggi l'indirizzo www.eoloauto.it risulta
essere in vendita. Questa vettura rivoluzionaria, che senza aspettare 20
anni per l'idrogeno (che costerà alla fine quanto la benzina e ce lo
venderanno sempre le stesse compagnie) avrebbe risolto OGGI un sacco di
problemi, scompare senza lasciare traccia.
A dire il vero una traccia la lascia, e nemmeno tanto piccola: la traccia è
nella testa di tutte le persone che hanno visto, hanno passato parola,
hanno usato Internet per far circolare informazioni.
Tant'è che anche oggi, se scrivete su Google la parola "Eolo", nella prima
pagina dei risultati trovate diversi riferimenti a questa strana storia.


Come stanno oggi le cose, previsioni ed approfondimenti:
Il progettista di questo motore rivoluzionario ha stranamente la bocca
cucita, quando gli si chiede il perché di questi ritardi continui. I 90
dipendenti assunti in Italia dallo stabilimento produttivo sono attualmente
in cassa integrazione senza aver mai costruito neanche un'auto.
I dirigenti di Eolo auto Italia rimandano l'inizio della produzione a data
da destinarsi, di anno in anno. Oggi si parla, forse della prima metà del
2006...
Quali considerazioni si possono fare su questa deprimente vicenda?
Certamente viene da pensare che le gigantesche corporazioni del petrolio
non vogliano un mezzo che renda gli uomini indipendenti. La benzina oggi,
l'idrogeno domani, sono comunque entrambi guinzagli molto ben progettati.
Una macchina che non abbia quasi bisogno di tagliandi né di cambi olio, che
sia semplice e fatta per durare e che consumi soltanto energia elettrica,
non fa guadagnare abbastanza.
Quindi deve essere eliminata, nascosta insieme a chissà cos'altro in quei
cassetti di cui parlava Beppe Grillo tanti anni fa, nelle scrivanie di
qualche ragioniere della Fiat o della Esso, dove non possa far danno ed
intaccare la grossa torta che fa grufolare di gioia le grandi compagnie del
petrolio e le case costruttrici, senza che l'"informazione" ufficiale dica
mai nulla, presa com'è a scodinzolare mentre divora le briciole sotto al
tavolo...

... fatele girare certe informazioni!!! La gente deve SAPERE!!!!!!!


Matteo Riccardo Zema 09.08.05 13:27| 
 |
Rispondi al commento

Uhm, i patti tra capitalisti sono sempre (secondo me) volti a fare + soldi e niente + (ma non si chiamavano joint-venture un tempo ? :-D ora ci sono i patti .. le sinergie ... mah .... ok lo so e' la stessa cosa, ma il marketing ...'nnagg....)

Il problema e' che nn finanzieranno nulla, come sempre accade, anzi avranno la possibilita' di averne un tornaconto decisamente importante. Ne sono + che certo.

Senno' non metterebbero nel carniere 50 miloni di euro cosi' ... en passant ....

Se tu li avessi fidati che faresti lo stesso ragionamento.

Massimo Carboni 09.08.05 13:24| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Ilba Rista il 09.08.05 12:55

Isterico e celibe,altrimenti,non perderesti tutto questo tempo,ripeto,in cose che non ti riguardano!

O fai parte dello staff di Beppe?^_*

Non mi rispondere.Molla.Continua libero con le tue insulsaggini,non risponderò.

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 09.08.05 13:18| 
 |
Rispondi al commento

Per Simonetta

penso il tuo sia un post molto bello... ti dispiace se lo leggo a puntate? Ahahahah!
seriamente. è bello e lo leggo in due tempi...
buon appetito a tutti.

Maria Adele Del Vecchio 09.08.05 13:17| 
 |
Rispondi al commento

Salve, io credo che il problema principale non siano i patti o i contropatti di capitalisti che decidono di spendere un po' dei loro soldi; il vero problema e come li vogliono spendere:
Quali aziende vorrebbero finanziare? Tessili \ Meccaniche \ Plastiche,.... oppure nanotecnologie, phone unit o cosa?? In Italia stiamo perdendo tutto il manufatturiero e NoN esiste fondo privato o pubblico che rischi capitali in alcuno di questi settori salvo il rilascio di garanzie reali!

Paolo Mazzucchelli 09.08.05 13:15| 
 |
Rispondi al commento

questo post e’ stato scritto da simonetta machiavelli nel rispetto delle liberta’ di ognuno vi avviso che e’ kilometrico e ot, mi scuso e vi ringrazio.

Caro Grillo e cari amici del Blog,
leggevo ieri nei vari post di protesta rivolti alla PERSONA di Pascucci, uno che in chiusura diceva QUESTO BLOG E’ DI GRILLO…
E’ vero che questo Blog e’ nato da un’idea di Grillo, pero’ non e’ di Grillo e’ di tutti coloro che lo usano e condividendone lo spirito con cui e’ nato, gli danno vita e nutrimento giorno per giorno. Ci sono tanti altri Blog, pseudo-Blog, in rete e nel mondo, questo da noi ha piu’ successo di altri in quanto conosciamo l’ideatore ed in virtu’ della sua popolarita’, l’ideatore stesso ha potuto rivolgersi ad un pubblico piu’ vasto affinche’ un tam-tam, potesse accoglierci tutti in questo spazio. NOI siamo il SUCCESSO di questa IDEA, quindi il Blog non e’ di Grillo, l’idea e’ di Grillo, il Blog e’ di tutti Grillo compreso ed il suo SUCCESSO appartiene a tutti, con profusione diversa di mezzi, idee, partecipazione, pero’ UN SUCCESSO DI TUTTI. Forse per deformazione professionale, analista programmatrice, sono abituata ad avere a mente il flusso del programma e se genera un errore ad individuarne il punto nel flusso, per modificare le istruzioni cosi’ da correggerlo. Come sempre, per la stessa deformazione, nel richiedere l’ingresso dati ad un operatore, prevedere l’eventuale errore, che questi possa fare e, porre in essere dei test affiche’ l’immissione dati sia corretta. Oggi si e’ piu’ facilitati in questo, in quanto dei data base relazionali o dei linguaggi di programmazione determinano gia’ una sorta di controllo a fronte di un ingresso dati in un campo data o in un campo numerico, una volta pero’ si doveva testare tale immissione a che rispondesse ai requisiti richiesti. Questo inciso solo per dire che devi tenere sempre a mente nella realizzazione di un programma che lo stesso interagisca con un’altra PERSONA, di cui i limiti alla sua immaginazione o errore, tu non conosci, e che la PERSONA stessa non conosce i limiti della sua immaginazione, se non quelli di non immaginare niente fuori dalle regole. In definitiva i limiti ad una cosa, ad un evento, glieli diamo noi nell’immaginare quella cosa, proiettata, estesa, ma fino ad un certo punto, che decidiamo noi essere, quello di massima estensione, ovviamente dato dalle nostre conoscenze, esperienze, dall’indottrinamento generale operato dalla societ’ nelle sue varie espressioni nei nostri confronti. NON E’ VERO IN ASSOLUTO, e’ vero per noi, ma per un altro, per la sua immaginazione questo limite potra’ estendersi o rimpiccolirsi rispetto a quello dell’altro e stante questo, anche questo limite sara’ vero. Dicasi di invenzioni, scoperte che sono state fatte da individui che hanno sempre messo in discussione l’attestarsi di un qualcosa che era solo espressione del tempo, tanto che andando oltre si potesse andare oltre anche nel tempo fino ad arrivare ai nostri tempi con l’attuale tecnologia.
Faccio un esempio: aprendo un rubinetto e facendo scorrere l’acqua, si potra’ pensare di raccoglierla:
in un bicchiere, in una bacinella, in un secchio, in una vasca, in una piscina, in un lago, in un … mare, in un…oceano, questi ultimi non sono recipienti creati da noi e forse non sono neanche recipienti, sono quelli naturali dove le acque si ritrovano provenienti da diverse parti del mondo stesso e si convogliano in quantita’ maggiori tanto da determinare, appunto, cio’ che noi chiamiamo mari ed oceani, e che sott’intendono grandezze maggiori, quantita’ maggiori. Ed allora nell’immaginazione propria di ognuno di noi aprire un rubinetto e pensare ad una vasca sara’ giusto, come per altre persone pensare ad una piscina, per altre ancora pensare al mare , come sara’ giusto per alcune pensare ad un oceano. Ogni pensiero sara’ giusto ed esprimera’ una grandezza od un limite allo stesso tempo di quella persona. Allora se sostituiamo i vari recipienti usati come esempio con persone e nomi, avremo che… Luca bicchiere, avra’ ragione al pari di Alberto vasca, come Marina secchio, di Claudia piscina. Quando parlo con le persone e mi confronto, le ascolto e cerco di individuare dove il loro dire le colloca rispetto all’esempio fatto, e dove sono io rispetto a loro. Se nel confronto io sono vasca e loro bicchiere capisco forse che e’ troppo difficile in quel dialogo fargli saltare, bacinella e secchio, in una conversazione in uno scambio di qualche battuta, non trovo giusto neanche farlo, se non fosse che potrei dir loro che nella vasca si sta’ meglio, pero’ io lo so perche’ ci sono arrivata, loro che ne sanno? Potrebbero pero’ sapere cosa sono loro e cosa c’e’ dopo quel loro essere e volerlo raggiungere allora, forse, ascolteranno diversamente il tuo pensare da vasca. Io dal canto mio sapendo che sono vasca se ascolto con attenzione i contenuti di uno scambio ed individuo di avere di fronte un lago, e’ inutile che continuo a dirgli i perche’ del mio essere vasca, lui li conosce lo era prima di me, inutile che io voglia farlo ritornare ad essere vasca, perche’, anche se lo volesse, non potrebbe piu’ farlo. Potrei costruire intorno ai confini del lago una struttura a forma di vasca, ma sarebbe stupido, certo potro’ dire di aver avuto ragione di lui, ma continuo a dire che cio’ sarebbe stupido. Ed allora se incontro un lago non mi taccio per deferenza, per rispetto, per educazione, bensi’ ascolto e pongo domande per divenire lago. Faccio attenzione alle mie paure ed agli ostacoli che incontrero’ ed a come li risolvero’ per divenire lago, affinche’ quando incontrero’ una vasca potro’ scambiare quella ricchezza ed aiutarla, qualora lo volesse, a divenire lago, magari insieme potremmo anche andare al mare, perche’ tutti tendiamo all’oceano, o no? ;-)))
Sempre piu’ affermiamo rivolte nei confronti degli altri, e sempre piu’ gli altri affermano rivolte nei nostri confronti, frasi lapidarie quali: “LA TUA LIBERTA’, FINISCE QUANDO INIZIA LA MIA”.

Cosa significa in realta’ questa affermazione? Cosa si condivide, ricchezza o miseria?
Se siamo concordi che l’oceano, come metafora, sia il mondo la societa’ ottimale a cui tendere, per spazio, per quanta acqua vi sia, per la grandezza che esprime, se l’oceano e’ la societa’ a cui dobbiamo tendere, sia giusto tendere, vogliamo tendere, in quanto massima espressione di liberta’, allora l’oceano rappresenta la meta piu’ vasta da raggiungersi e nella quale vi finalizzeremo tutti i nostri intenti. Possiamo volere una societa’, come il cielo, le galassie, i pianeti, sempre piu’ alta, sempre piu’ vasta, il concetto, la filosofia, si potra’ attuare a qualsiasi meta ci siamo dati o ci daremo.

Allora: la tua liberta’ di VASCA, finisce quando inizia la mia liberta’ di LAGO. Ha un senso costruttivo e risponde ad un arricchimento, condivido ricchezza. Aumenta la ricchezza ;-)))
Invece: la tua liberta’ di LAGO, finisce quando incontri la mia di VASCA. Ha un senso di impoverimento, condivido miseria. Aumenta il debito ;-)))

Queste due conclusioni non sono sbagliate, sono entrambe vere, ed entrambe false. Cosa rendera’ vera una a discapito di un’altra sara’ il fine che ci siamo dati, l’idea di dover raggiungere, essere, costituire una societa’ oceano, con delle PERSONE, bicchieri, secchi, laghi etc.

Se qualcuno volesse riempirci le tasce di soldi, credo, che non lo fermeremmo.
Credo, invece, che lo fermeremmo se le premesse fossero: un tempo determinato per restituirlo, ed un interesse per tale tempo. Allora si, chiuderemmo le nostre tasche, in quanto sapremmo perfettamente secondo le nostre possibilita’ quanto le nostre risorse ci permetterebbero di rispettare, sia il tempo che l’interesse, nella restituzione del danaro. Nel primo caso pero’, se qualcuno volesse riempire le nostre tasche incondizionatamente, torno a ripetere, non credo che lo fermeremmo. Forse diremmo basta, quando essa sara’ per noi sufficiente in quanto soddisfa i nostri desideri. Forse, diremmo basta quando sara’ sufficiente per la nostra richiesta ma comprensiva di qualche progetto che vorremmo fare per il futuro. Puo’ succedere anche che non diremmo mai basta ed avremmo tutta la ricchezza dell’altro, ma non ce ne siamo mica approfittati? Lui aveva la liberta’ di fermare quel suo gesto di riempirci le tasche, e noi quella di non dire mai basta. Due liberta’, che si sono espresse nessuna a discapito di un’altra, nessuna piu’ o meno meritoria, nella sua espressione, nel suo interagire, con l’altra. Puo’ succedere anche che qualcuno dica basta perche’ spaventato da tanta ricchezza avuta. Se quel gesto gli avra’ dato miliardi di euro (spunti riflessivi, idee, repsonsabilita, azioni da farsi), la persona potra’ dire basta per paura. Cominciare a pensare che la sua vita si stravolga, che forse gli amici che avra’ saranno solo dettati dall’interesse, pensera’ alla possibilita’ anche di essere oggetto di un sequestro di persona. Ecco penso che a volte si possa dire basta nel ricevere tanta ricchezza per paura, vorrei pero’ che questo, basta, fosse rivolto nei confronti della sola persona che lo ha domandato e non perche’ questa persona per autorita’ o per il potere conferitogli, democraticamente, elettivamente, possa in virtu’ di questa sua autorita’ imporre a tutti quel, basta.

Proviamo ora a dire: LA MIA LIBERTA’ FINISCE DOVE INIZIA LA TUA.

A mio avviso questa espressione produce sempre ricchezza.

La mia liberta’ di VASCA, finisce quando inizia la tua di SECCHIO, perche’ capisco che non hai, non puoi, non vuoi, ed io rispetto questa tua liberta’, fare ancora quel salto, scelgo io e condivido ricchezza, comprensione, valori.
La mia liberta’ di SECCHIO finisce quando inizia la tua di VASCA, produce ricchezza perche’ scelgo io, di limitarmi, per accogliere quella grandezza che l’altro mi sta’ dando.

LA TUA LIBERTA’, FINISCE QUANDO INIZIA LA MIA: DELEGA all’altro il rispetto della mia liberta’ secondo la sua conoscenza, educazione, etc. Noi italiani siamo maestri nelle deleghe. ;-)))
LA MIA LIBERTA’ FINISCE DOVE INIZIA LA TUA: non DELEGO, mi approprio della mia liberta’, la esercito con responsabilita’ nei confronti dell’interlocutore facendogli vedere che dopo il suo livello magari ce ne sono altri ed il fine e’ l’oceano. Potra’ essere che l’altro a l’oceano non e’ interessato ed allora perche’ insistere, sta’ esprimendo la sua liberta’. E se la liberta’ di molti non ci portera’ all’oceano, significa solo, magari qualcuno dira’ che l’oceano non esiste, va bene anche questo avremmo toccato una verita’ che non avremmo potuto toccare se non volendola toccare. Se non saremmo giunti all’oceano forse siamo ancora parcheggiati tutti nei nostri contenitori, leggasi, abitudini, comportamenti, pensieri, vittimismi, che come espressione di tutti sara’ vera anche questa.

sembrano due frasi identiche nella loro espressione quasi che non vi siano differenze? Nevvero?

La premessa per ottenere sempre ricchezza con questa seconda affermazione e’ sapere chi si sia veramente, e’ solo una premessa, non e’ una regola. Tutti ovviamente tendiamo ad essere oceano ma dobbiamo pensare che cosi’ non sia, non possiamo ogni volta essere noi oceano nei confronti dell’altro che non comprende, sempre stupido lui/lei, sempre incompresi e geniali noi. Anche in questo caso pero’ qualora ci ponessimo sempre come oceano avremmo la responsabilità, forse piu’ responsabilta’ di quella che domanderemmo in quanto, la NOSTRA LIBERTA’ DI OCEANO, finira’ quando incontrera’ la VASCA. Dovremmo comprendere l’altro per tutti i salti che dovra’ ancora fare.

Io uso la SECONDA, non rivolta all’interlocutore del momento, la dico a me stessa e’ un mio valore, una filosofia che applico nel quotidiano, che sento di dare, compresa o no che sia. In una societa’ che ci ha coinvolti tutti nella competizione, qui posso scegliere, mi taccio, ed anche tacendo ho rispettato la mia liberta’ e condiviso una ricchezza. Non debito. ;-)))
Questo mio dire non e’ rivolto a nulla di quanto accada nel particolare del Blog, e’ una filosofia generale, da cui ho preso spunto nel condividerla con voi da quel QUESTO BLOG E’ DI GRILLO, di cui ringrazio l’autore per avermi sollecitato questa riflessione postavi.
Nel merito proprio di Pascucci, della PERSONA di Pascucci, ho un’altra idea del perche’ possa far inquietare tutti, a parte il suo dire “parolaccesco”, provocatorio, a volte anche suicida, in quanto ieri in breve post mi esprimevo con un passaggio che in latino sarebbe stato definito neutro per capirsi, mentre lui la prendeva come un’offesa alla sua persona. Come riflessione su di un termine neutro l’italiano ha purtroppo solo il femminile ed il maschile, quindi e’ ovvio non vi sia espressione di neutralita’ in ogni nostro agire, pensare, dire, non e’ una cultura che abbiamo e che possiamo esprimere e rafforzare nell’uso quotidiano della nostra lingua madre, il neutro non esiste. Che poi se ci pensate bene forse il neutro e’ quello che evidenzia di piu’ una cosa naturale, sia nel positivo che nel negativo. Il lucido neutro valorizza la scarpa nel suo colore, fattura etc. Il neutro del legno valorizza mette in luce le venature del legno stesso, che possono anche essere sgradevoli, pero’ porta alla luce, evidenzia. Dicevo del perche’ Pascucci forse ci fa inquietare un po’ a tutti quanti, tolto il suo linguaggio che siamo grandi, adulti, e vaccinati per non sentirci cosi’ offesi, forse, mi sono detta c’e’ un PASCUCCI in tutti noi, solo che lui e’… NATURE (non si nasconde, e nudo nelle sue espressioni). Come dire… noi siamo in una spiaggia normale e lui se vuole andare in giro nudo deve cercarsi la sua spiaggia di nudisti, oppure, se vuole stare in questa spiaggia mettersi un costume! Ho idea che se circolasse sulla spiaggia qualche velina, fatalona d’altri tempi, le percentuali al convertire la nostra spiaggia a nudista sarebbero maggiori. ;-)))) Li’ magari le resistenze sarebbero di noi donne in eta’ e con un fisico che la rispetta, stante la palestra le diete. ;-))) Ora magari diremmo che lui il costume se lo deve mettere non tanto per noi…ma per i nostri bambini. Forse che i bambini di oggi non vedono nudi i genitori? Dove sono questi bambini da noi, nel Blog? Quanto danno ha fatto nel passato questa pudicita’, che si chiamava cosi’, ma forse era solo nostra vergogna? Ed allora ripeto siamo adulti PASCUCCI e’ un bicchiere nei rapporti con le persone, forse puo’ essere un lago se parla per la sua esperienza pertinenza, magari forse sara’ un mare, un oceano, come lo siamo noi per alcune cose mentre per altre torniamo ad essere bicchieri. Se proprio ci imbarazza vedere PASCUCCI nudo, chiudiamo gli occhi, giriamo lo sguardo da un’altra parte, guardiamo il mare, se invece per qualcuno vedere PASCUCCI nudo, e’ invidia e li’ solo con madre natura potrete inquitarvi, se invece non ci sono nessuno dei due presupposti forse e’ quel chiletto di piu’ che ci disturba che richiama pero’ il nostro doverci mettere a dieta? ;-))))
Caro Grillo, cari amici del Blog, vi ringrazio dell’attenzione, mi scuso della prolissita’, preciso che i termini in maiuscolo non sono gridati, bensi’ posti in evidenza, un abbraccio a tutti.

simonetta machiavelli 09.08.05 13:11| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Bruno Panetta il 09.08.05 12:57

la mia anarchia è un'utopia storica e semplice, nella mia anarchia esiste lo scambio, esiste l'autogestione, non esiste alcuna forma di coercizione ed alcun esercizio di potere... quindi niente denaro, niente polizia, niente banche.

Ieri scrivevo che per me è il sogno più bello della storia... lasciatemelo stare.

Maria Adele Del Vecchio 09.08.05 13:05| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Danila polini il 09.08.05 12:52

Sai com'è, su sto blog è meglio toglierseli i dubbi, altrimenti scopri i mister hyde... no, il tuo post era chiaro, nel senso che si poteva evincere cosa tu intendessi facendo i tuoi esempi.
E sono d'accordo con te nel parlare di una sorta di cancro sociale... anche se penso che quella rabbia non nasca da quei motivi, ma da ragioni molto più simili a quelle che portano noi a scrivere qui... solo che se la mente non è vigile, succede che Loro possano incanalare la tua rabbia verso cose e fatti diversi dai disagi che ti fanno nevrotico nel sociale. Io penso che molta gente sia incaxxata nera, senza avere gli strumenti culturali - ossia l'informazione - per sapere con COSA, CHI è in realtà incaxxata.

Maria Adele Del Vecchio 09.08.05 13:01| 
 |
Rispondi al commento

beh devo dire che un tuo messaggio e' stato ... ehm .. eliminato, avevi seguito il mio esempio con la,l'ho visto apparire per un po', poi al successivo reload della pagina, e' sparito.
Beh,quantomeno nn e' simpatico quello che ho visto

Non ne conosco i motivi, ma un consiglio che ti posso dare e' di chiedere chiarimenti magari in forma privata e nn pubblica.
Forse e' solo e tutto un malinteso.

Mi spiace cmq

Ad majora :-D

Massimo Carboni 09.08.05 13:01| 
 |
Rispondi al commento

==Al bar vacci tu e restaci.
La mia risposta al post di Beppe c'è.
Una che ha tempo da perdere,facendo copia e incolla,con cose che non la riguardano,SEI TU cara.

Hai occupato abbastanza spazio con le tue stro_e.
Molla!

Postato da: Elisabetta Carosi il 09.08.05 12:18==

MISTIFICATORE, grazie.
Hai ragione, sono cose che non mi riguardano, ma non riguardano nemmeno il post, né tanto meno il blog ed i suoi lettori. SONO CHIACCHIERE DA BAR tra te e qualche tuo compare/comare!!
Ma ti rendi conto che su 200 post 70-80 sono solo stupidaggini tue e di qualcun altro; chi occupa più spazio io o te? Hai risposto al blog? Si? Con un solo post, perchè gli altri erano del tipo: "Mi hanno bannata" "ci vediamo più tardi" "che fine ha fatto Tizio" "sono d'accordo con Caio" ... e balle varie. Basta solo che racconti a tutti le tue intimità (per carità non le voglio di certo sapere) dopo di che siamo a posto. Poi da buona isterica hai subito pensato che fossi una donna!! Cucù sono un maschietto!
Adesso basta, ho rubato abbastanza spazio a chi ha interesse a sviluppare un argomento all'interno di questo blog, e con i quali mi scuso.
Ti consiglio il bar delle zittelle!!
;-)

Ilba Rista 09.08.05 12:55| 
 |
Rispondi al commento

No Frà Guglielmo è un mito, almeno era edotto in linguistica, a quei tempi poi... non era monotematico, era geniale, inquietante...

che c'entra sto burino con Umberto Eco... dico, perchè sporcare tutto di melma?

Maria Adele Del Vecchio 09.08.05 12:54| 
 |
Rispondi al commento

ok giorna, tu hai ragione.
Il punto però è che in realtà i criteri sarebbero già resi noti tra le "avvertenze". Il fatto è che non pareva che i tuoi post rientrassero in nessuna delle categorie indicate (messaggi offensivi, pubblicitari,razzisti, ecc.). Quanto all'ultima voce indicata (messaggi non inerenti al post) non viene rispettata da quasi nessuno, (ed è giusto così), ma allora perchè censurare solo te? Quanto a scriverti al tuo sito, come dicevi in un tuo post, scrivi almeno l'indirizzo web.

Michela Milleni 09.08.05 12:53| 
 |
Rispondi al commento


Postato da: Maria Adele Del Vecchio il 09.08.05 12:42

X Maria Adele
Mi scuso se ho dato l'impressione di squalificare Napoli o altri.
Sicuramente la colpa è mia se nn ho saputo spiegarmi correttamente.
Ho voluto dire che se fosse successo al sud sicuramente tutti avrebbero detto "ecco sempre gl'stessi". Invecce si dimostra che è dentro la società stessa questa superficialita., e che puo succedere in qualunque città,
Lontano da me voler sottovalutare Napoli

Danila polini 09.08.05 12:52| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Bruno Panetta il 09.08.05 12:43

no panà, non puoi chiedermi il senso di una frase che dovrebbe essere chiarissima. Non voglio neanche metterla nei termini i torto o ragione, che sarebbe sciocco... ma dico io, tu leggi i post di una - che sarei io - che parla di pensiero anarchico dicendo che ne esiste uno con varie correnti interne, ma che abbinare l'anarchia, in modo così generico, all'assenza di stato, ma non all'abolizione del denaro, è un delirio. Leggi che nomino il caro vecchio antiautoritarista Bak., mò ti lancio un Malatesta al volo, ti ci metto pure Prudhon se vuoi... e tu mi chiedi di tradurre una frase coerente con tutto questo, in Italiano?
allora sei un po' cretino. :-)

Maria Adele Del Vecchio 09.08.05 12:49| 
 |
Rispondi al commento

Beh no vantaggi ne porrebbe, certo magari limitando un poco di +, nn 10 mil che mi sembrano troppi come ho detto, ma il problema e' che nn puoi estirpare partendo dai rami secchi, dovresti scavare fino alle radici e questo e' molto, decisamente, + difficile (se non ormai impossibile).

Ma la sfida e' provarci, magari tagli un ramo da una parte, tagli dall'altra ed alla fine la pianta malata non cresce + (ed a quel punto seghi del tutto e fai legna per il fuoco :-D )

Massimo Carboni 09.08.05 12:44| 
 |
Rispondi al commento

"nn è Napoli , nn è il sud , nn sono gl'extracomunitari , è una città colta , seria , che ha dato a gl'italiani ed al mondo tanti intellettuali."

Ciao Daniela,
che intendi con non è Napoli etc? credo non stia a me dirti quanto colta ed importante sia la città di Napoli, geniale, e sia l'intero meridione. A Napoli con la squadra è successo di tutto, retrocessioni etc, ma credo che il Napoletano non abbia reagito in maniera così incisiva.
Perdonami ma non credo che l'esempio sia pertinente... se non conosci la storia ed il ruolo di Napoli cercali, perchè avrai delle belle sorprese... perfino Cenerentola nasce qui... nel 600... Basile.
ariciao

Maria Adele Del Vecchio 09.08.05 12:42| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me e' una legge senza molti vantaggi. Per anni Agnelli ha fatto quello che ha voluto pur non essendo direttamente in parlamento.
De Benedetti ... altrettanto.

Alvise Sommariva 09.08.05 12:38| 
 |
Rispondi al commento

il genoa e' stato retrocesso in c1 (giustamente)
e la gente con le fette di salame sugli occhi anziche' prendersela con quel farabutto del loro presidente se la prende con le istituzioni !!!!

Postato da: sergio casagrande il 09.08.05 11:41

Quello che sta succedendo a Genova è il "sarcoma" di questa società. In esso si vede tutta la malattia , nn è Napoli , nn è il sud , nn sono gl'extracomunitari , è una città colta , seria , che ha dato a gl'italiani ed al mondo tanti intellettuali.
Allora come è possibile che 2000 persone ( nn 100) escano a distruggere la città e se la prendano con la istituzioni , quando un colpevole c'è, forze nn quello che vorrebbero , ma c'è indiscutibilmente.
Con le tremende cose che succedono in Italia , paese che sta essendo svuotato ogni giorno alla "saputa" di tutti, invece solo si fanno sentire un gruppo di scalmanati "tifosi " di calcio , ma nn sono le stesse persone che leggono il giornale?o hanno la fortuna di nn avere altri motivi per i quali lottare?, beati loro


Danila polini 09.08.05 12:36| 
 |
Rispondi al commento

Oddio, dire che De Benedetti non ha mai avuto a che fare con i giudici e' grossa eh :-D

Ti ricorda qualcosa il crack del Banco Ambrosiano ? Roberto Calvi ? Cerca cerca, non so quanti anni tu abbia, ma io ricordo (purtroppo)...
Ah, c'era invischiato pure un certo Cragnotti ...
Tutti condannati eh ... mica assolti

De Benedetti non e' uno stinco di santo, finanzia eccome la politica dal di fuori, e forse cosi' e' anche peggio sai ? a volerla dire tutta ...

Ah,suo figlio e' (era ?) AD di una notissima societa' di telefonia :-D

Massimo Carboni 09.08.05 12:27| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Ilba Rista il 09.08.05 09:48

e quando fai i copia-incolla,falli completi.

MISTIFICATORE O ATRICE!^_^

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 09.08.05 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Vedi Michela, io avevo indicato Franca Rame proprio perchè, oltre ad essere una persona dalla cultura infinita, è donna. Tuttavia, è assolutamente vero che di politici donna in Italia ce ne sono pochi non perchè ci sia maschilismo, ma perchè le donne sembrano essere troppo poco interessate. Dovete anche voi darvi una mossa, altrimenti, come dice Corti, finite per fare le bandierine.
Per quanto riguarda Sgarbi ai Beni Culturali, devo dire che ci avevo pensato anche io, perchè di sicuro ha una conoscenza senza pari. Tuttavia non gli assegnerei il ministero per questo motivo: l'Italia ha assoluto bisogno di modernità, nella cultura come nell'architettura, come in ogni altro campo. Modernità che sia una evoluzione della nostra arte, unica nel mondo, e non una rottura con questa. Mi sembra che in Spagna si stia facendo proprio questo, rispetto del prorpio passato ma sguardo verso il futuro. Bene, per quello che conosco di Sgarbi, mi sembra che lui abbia una cultura un po' troppo classica, troppo legata a quello che c'è ma poco interessata a quello che si potrebbe fare. Anche ai Beni Culturali c'è bisogno di qualcuno più interessato alla modernità.

Forza fate nuove proposte per la futura squadra di governo!
Vediamo se qualcosa (e qualcuno) di buono in Italia c'è ancora!!

Angelo Trombetta 09.08.05 12:22| 
 |
Rispondi al commento


Per mauro sacco, francesco positano, Roberto Mantovani e tutti gli altri:

Grazie della vostra partecipazione!
Parlatene pure su MeetUP, e se potete invitate
la gente a discutere di Democrazia Diretta
sul forum di internetcrazia, in modo
da non disperdere le forze:

http://www.internetcrazia.com

Sono sicura che diventeremo sempre di
più!

Danila Fava 09.08.05 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Dalla accopiata non riuscita dei due capitalisti italiani, io personalmente tirerei altre conclusioni.
1)Peccato, perchè separati riescono a far più danni.
2)Insieme forse sarebbero riusciti a danneggiarsi.
3)La veritò e una sola sono uguali , identici uno piu furbo non entrato direttamente e massiciamente in politica, per cui raccoglie molti più frutti senza andare avanti a giudici e e magistrati e poi cosa utilissima è di Sinistra.

Giuseppe Barretta 09.08.05 12:18| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Ilba Rista il 09.08.05 09:48

Al bar vacci tu e restaci.
La mia risposta al post di Beppe c'è.
Una che ha tempo da perdere,facendo copia e incolla,con cose che non la riguardano,SEI TU cara.

Hai occupato abbastanza spazio con le tue stro_e.
Molla!

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 09.08.05 12:18| 
 |
Rispondi al commento

x stella saporetti

Non ho parlato da nessuna parte di purghe, ma cmq mi trovi d'accordo :-D
Attenzione pero', purghe non stile olio di ricino di ventennale memoria eh, andiamoci piano che senno' poi si finisce al loro livello se nn peggio ... :-D

Massimo Carboni 09.08.05 12:18| 
 |
Rispondi al commento

x giorna

scusa, ma non è che alle volte ti censurano perchè non metti nome e cognome? lo dico solo perchè non mi pareva che i tuoi post fossero offensivi o altro.

x g. corti
Emma Bonino, d'accordo, comunque io penso anche che ci siano poche donne di rilevanza politica anche perchè fino ad ora hanno trovato poco spazio. Donne in gamba ce ne sono, soprattutto se pensi di considerare per questo tuo governo ideale anche dei tecnici...penso per esempio a donne alla sanità (non stile rosy bindi, assolutamente)... durante i dibattiti per l'ultimo referendum ne ho ascoltate diverse di preparate e competenti. Anche io sono contraria alle donne messe su una poltrona per aumentare il numero di donne, credimi, non volevo fare del femminismo terra terra.

Michela Milleni 09.08.05 12:15| 
 |
Rispondi al commento

Over There.
Là fuori, estraneo in un mondo estraneo.
Alie(nat)o in un mondo alieno.
Un telefilm di guerra girato nella Baja California che sembra l'Iraq virato in colori marziani e che ha dei personaggi in cui è difficile identificarsi perchè sono tutt'altro che esempi di limpidezza ed onestà.
Vestono le divise dei marines ma potrebbero essere i tuoi vicini di casa...
Diffondere è comprendere.
L'Italia è l'Iraq del continente europeo.
Ma i Marines d'Europa non ci verranno a "liberare" dall'incubo della tirannia del nano ghiacciato.

Don't you know, talkin' about a revolution song...

mario uccella 09.08.05 12:10| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, sono d'accordo con il primo commento del signor Massimo Carboni realtivo alla purga per il nostro gorverno! trovo fantastica l'idea e proporrei però per l'assunzione della stessa, una cadenza almeno settimanale per evitare che eventuali "svuotamenti" creino posti ad amebee da insediamento!!! sentiti ringraziamenti

stella saporetti 09.08.05 12:10| 
 |
Rispondi al commento

se una persona è onesta e non ha niente da nascondere, cosa gli interessa se intercettano le sue telefonate, quello che dice alla fidanzata, alla moglie ai genitori ai fratelli alle sorelle al datore di lavoro ai colleghi di lavoro etc. etc. e anche se lo vanno a raccontare: ma a chi vuoi che freghi se "stasera si tromba!! oppure " che c'è per cena?" E' proprio vero: i politici sono un troiaio!
vanno mandati a casa tutti, ma proprio tutti, anche quelli delle regioni delle provincie e dei comuni, occorrono forze nuove non indagate o condannate, che non hanno interessi politici ma solo gli interessi dei cittadini.
tutti a casa e senza pensione, che tanto hanno gia fregato abbastanza, brutti sudici!!

fausto reali 09.08.05 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Danila Fava il 09.08.05 00:04

no, non volevo consigliarti nessun testo.

Per Panatta

apputo, come dicevo. L'anarchia e il capitalismo non hanno nulla a che vedere. L'anarcocapitalismo è una c......a quanto l'essere anarchici di destra.

Maria Adele Del Vecchio 09.08.05 12:00| 
 |
Rispondi al commento

che schifo! che popolo di imbecilli, che siamo, noi italiani, per mandare al governo il Cavaliere, che aveva problemi con la legge ben prima di "scendere in campo". Altro che accanimento da parte dei giudici!

dario mencucci 09.08.05 11:52| 
 |
Rispondi al commento

@ G.corti

Mica c'e' bisogno di scusarsi con me ma ci mancherebbe, d'altronde ha anche detto di peggio (la boutade sulla vendita del Colosseo e' sua, poi ha ritrattato certo, come si fa di solito, e c'e' stato chi ha pure detto di peggio, vedasi capitolo spiagge con Tremonti :-D)
Dobbiamo semplicemente ricordarci di certe persone che non sono entrate in politica per fare del bene x la collettivita', e soprattutto verificarne nel tempo atti e dichiarazioni, onde evitare una prossima volta :-D
Tutto qui :-D
Poi sara' sicuramente un buon professionista (ha "creato", parole sue, dal nulla una 15ina di societa' di revisione contabile in tempi non sospetti, cioe' prima che entrasse in Parlamento .......)

Ma come politico, permettimi di avere dei dubbi, molto personali :-D

Massimo Carboni 09.08.05 11:52| 
 |
Rispondi al commento

Egregio sor Beppe,

Le scrive un nauseato.

Afflitto da nausea cronica verso i presenzialisti, i presidenti mobili ed immobili, i capitalisti in proprio e per conto di terzi, i presentatori tv impomatati, quelli dal sarcasmo sarcastico e milionario...

Io avrei un suggerimento: estendere, a quelli coi capitali importanti ed al resto, oltre alla perizia psichiatrica anche una bella purga di stato.

Se dolce euchessina od olio di ricino decidano loro.

Almeno ci sarà un po di soddisfazione in + nel mandarli a cag...

Riverisco.

Maurizio Lono 09.08.05 11:51| 
 |
Rispondi al commento

leggo di persone censurate..........
e di altre bannate..........

mi sa che il sogno del caro beppe restera tale.........

viva l anarchia..........

patrick fontana 09.08.05 11:50| 
 |
Rispondi al commento

x massimo carboni

scusami , ma sicuramente mi sono perso le dichiarazioni sul nucleare di Pagliarini, se vere, ritiro immediatamente l'"intelligente".
Lo pensavo un moderato.......

x Michela Milleni
Donne in politica che siano più di una bandiera contro il sessismo della maggioranza ( che è costretta ad inserirle non per merito ma per il fatto di essere donne ( Moratti, Prestigiacomo, Melandri, Bindi - donna è un esagerazione - ecc.) , ma che siano veramente in grado di svolgere il delicato ruolo di ministro , vedo solo EMMA BONINO.
Magari ce ne fossero di più .

g. corti 09.08.05 11:44| 
 |
Rispondi al commento

x Gioma
Non so se qualcuno (oltre Simonetta Machivelli) se ne accorga o se ne curi.
Io lo noto, perchè:
1. è successo anche a me;
2. non intervengo spesso (anche perchè non mi piace essere censurata da chicchessia solo perchè dissento da quello che dice il Guru) ma leggo il blog spessissimo: è il mio studio sociologico preferito.
3. pare che Grillo preferisca commenti anche fuori tema ma sfogarabbia, fanno numero e non cambiano niente. Pane et circensis (non so se si scrive così ma credo che renda l'idea). E credo di avere una certa idea di quello che intendeva dire il buon Censurato per eccellenza ieri riguardo alle prossime novità.
Ciao

(forse ce la faccio a non essere bannata... o forse no...)

lala sala 09.08.05 11:43| 
 |
Rispondi al commento

ma vi rendete conto???

il genoa e' stato retrocesso in c1 (giustamente)
e la gente con le fette di salame sugli occhi anziche' prendersela con quel farabutto del loro presidente se la prende con le istituzioni !!!!

ma i giudici cosa dovevano fare di fronte a prove cosi' schiaccianti????
dovevano forse chiudere gli occhi e assolvere tutti???
questa e' la prova che noi italiani siamo un popolo di poveracci, chi imbroglia e ruba e' comunque osannato e difeso dalla popolazione (con che pretesto poi??)e quindi ci meritiamo di essere governati da fantozzi.....ops. fantocci

sergio casagrande 09.08.05 11:41| 
 |
Rispondi al commento

Pagliarini ? Ma quel Pagliarini che disse
"è finalmente giunto il momento per "superare il tabù del nucleare e ridare via libera alle centrali atomiche spente dopo il referendum del 1987." o qualcosa del genere ?
Non e' lui vero ? :-D

Saro' anche qualunquista ma chi dice castonerie del genere non puo' essere definito "Politico intelligente" :-D

Mia personalissima opinione, s'intende ....

Massimo Carboni 09.08.05 11:35| 
 |
Rispondi al commento

x g.corti

Il tuo governo ipotetico scarseggia di donne...mi piaceva di più l'idea di Franca Rame alla cultura.

Michela Milleni 09.08.05 11:33| 
 |
Rispondi al commento

x Ivana Iorio

...." A PARTE QUALCUNO, MA QUESTI MUIONO PRIMA DI ARRIVARE A FINE LEGISLATURA..."

Ma toglimi una curiosità , chi dovremmo proporre ?? gente come quella che ci governa oggi che è morta da tanti anni ma nessuno glielo ha mai detto ?? ladri, comunistofobi dell'ultima ora, destrorsi ignoranti , leghisti trogloditi e razzisti , dimmi Tu , proponimi un leghista intelligente ( pagliarini era l'unico ma è sparito nei meandri di montecitorio - l'hanno messo a fare le fotocopie) , un forzaitaliota onesto e non leccaculo( scusate il termine) ?? , un centrista cattolico folliniano non ipocrita e poltronaro ??? no dimmi , tu che hai la verità in tasca

g. corti 09.08.05 11:25| 
 |
Rispondi al commento

grazie grillo per
" te lo do io il brasile e il tuo blog"

claudio vita 09.08.05 11:24| 
 |
Rispondi al commento

domanda OT

ma Gioma viene censurato per partito preso??

E' antipatia personale o c'è un motivo?

Spessissimo bannate chi critica il Guru e va bhè (opinione comune - non mia), questo posto è il suo...

Ma Gioma che ha fatto di male oggi???

lala sala 09.08.05 11:06| 
 |
Rispondi al commento

> ed è la ragione per cui oggi in italia puoi passeggiare per le strade di una grande città senza bisogno di portare con te la spada, come invece era d'obbligo nel medioevo.

Ti suggerisco di aprire un giornale e leggere, nonché meditare sul destino di Amadou Diallo e Menezes.

Yang Chenping 09.08.05 11:00| 
 |
Rispondi al commento

1) problema
il mio voto non vale 1
2) il mio vot va a chi NON dico io
3) io non decido a chi votare

Qui bisogna cambiare il sistema.....
io devo decidere chi deve essere il Premier
(e non devono essere loro ad importi tra quali )
Io ad esempio voglio votare a Pippo Baudo.... ma il sistema mi dice o Ciccio o Paccio

Io non voglio le primarie... sono io che devo decidere e non loro...o la loro lobby

Grazie a questi trucchetti del proporzionale .. il virtuale il ripescaggio.. gli scarti ecc. .... anche se un candidato ha perso verrà rieletto grazie alle varie manovre di partito.... e ci ritroviamo i soliti al potere.... BASTA

Sono d'accordo..... i potenti finanziari non possono Governare....CONFLITTO DI INTERESSE
Nessuno avendo la possibilità di arricchire la propria tavola non lo fà.... è normale.... chi si toglierebbe un piatto ricco...(mi ci ficco)

Togliamolo sto presidente della repubblica che ha solo il compito di fare Public relation.....
che può solo presenziare alle cerimonie, ai funerali e non ha + poteri

Beppe facciamo NOI dei seri referendum.......
Io voto SI alla tua iniziativa

raoul redditi 09.08.05 10:58| 
 |
Rispondi al commento

[MODE Rompiballe ON]
@Bartolomeo da Oberthan

Gia' letta + volte la storia del Dollaro americano, ma perche' ogni 2*3 salta fuori questa storia ? :-D

Sicuramente e' degna di nota, di approfondimento, come la questione del signoraggio, veramente (e nn sto pigliano in giro) interessante se si riuscisse a dimostrarla e farla risaltare, ma ...
Ce' un limite, senno' si fa come colui che gidava "Al lupo, al lupo" ...

Per dirla tutti: siamo in una piazza, si sta discutendo di una cosa, opinabile o meno, ogni tanto capita che qualcuno voglia dire la sua, ma senza essere pedanti !! :-D
Senno e' caciara ....
Alla fine qualche vaffa se lo piglia questo qualcuno :-D (ogni riferimento a fatti e persone reali e' puramente casuale :-D )

Anche qui, NETIQUETTE.
Non volgio ergermi a paladino della rete, ma porca miseria sfruttiamo il mezzo con correttezza :-D

Senza rancora x nessuno e cordialita' per tutti.

[/MODE Rompiballe OFF]

:-D

Massimo Carboni 09.08.05 10:54| 
 |
Rispondi al commento

Esteri: Mario Monti;
Economia: Ciampi
Cultura: Dario Fo (o meglio ancora Franca Rame);
Innovazione: Pistorio;
Istruzione: Roberto Vacca;
Giustizia: Di Pietro
Camera o Senato: Violante

A PARTE QUALCUNO, MA QUESTI MUIONO PRIMA DI ARRIVARE A FINE LEGISLATURA...

ivana iorio 09.08.05 10:49| 
 |
Rispondi al commento

Sono daccordissimo con questa legge...comincia a raccogliere le firme e ti dò anche il mio appoggio.
Però ti prego cominciamo a fare qualcosa di più concreto.

vincenzo moschetti 09.08.05 10:46| 
 |
Rispondi al commento

@Claudio (Formisano)

Hai certamente ragione, io personalmente non vado contro coloro che grazie alle loro capacita' guadagnano + degli altri, ma ci mancherebbe, anzi hanno tutta la mia stima.
Certamente pero' se certe persone si arricchiscono GRAZIE alla politica o aumentano la loro ricchezza GRAZIE alla politica o peggio ancora alla mancanza di regole chiare, questa, per non usare altri termini + offensivi, la chiamo "furbizia".
Ed io dei furbi in principio non mi fido.

Detto questo ti auguro buone vacanze, tu che puoi partire ora (io lo faro' nelle prox settimane :-D

Hasta la proxima :-D

Massimo Carboni 09.08.05 10:40| 
 |
Rispondi al commento

mi viene il sospetto che troverebbero il modo di aggirare anche questa "leggina"...
La mia vera proposta è mandare tutti i parlamentari a casa!
Facciamo invece una legge in cui si dice che per più di 2 mandati non si può essere eletti al parlamento (sia alla Camera sia al Senato)
o al governo questo richiede un cambio forzato della classe politica e non che ci siano i vari parenti di Mussolini, Craxi, Cossutta, ecc. insomma sempre loro che si tramandano il diritto di gestire questo Paese x eredità invece che x competenza!
APPOGGIO LA MANIFESTAZIONE X DIRE BASTA A TUTTO QUESTO,
ma non vorrei vedere bandiere di destra, di sinistra, verdi, rosse, turchine, col viso del Che o arcobaleni.... ma SOLO IL TRICOLORE ITALIANO!!!

debora ciuchicchi Commentatore in marcia al V2day 09.08.05 10:39| 
 |
Rispondi al commento

Ciao
credo manchi quello che c'insegnavano una volta l'educazione civica. prete - medico - poltico dovrebbero essere vocazioni .................... e spiega di per se come siano/siamo finiti cosi in basso.
Ma tornando ai due concertisti, sono al vertice di una Piramide e noi in fondo e come molti stanno scrivendo... un uomo onesto difficilmente può raggiungerli lassù per farli rotolare, facciamoli scendere allora. togliamo un blocco di pietra alla volta, concentriamoci su obbiettivi concreti, magari piccoli. Cosa sostiene il sistema? i consumi, i soldi, gli sprechi.
economia ? il vero nemico dell'economia è l'uomo economico, parsimonioso quello che si arrangia, risparmia. Il contrario del Cinese del futuro. Partiamo da quello che c'è di bello in Italia e che vogliono deturpare, la natura, partiamo dalla Val di Susa, un luogo meraviglioso, con una natura tanto potente da riuscire quasi a ringhiottire l'autostrada, una piccola valle con tante persone unite da 1 scopo "Evitare la costruzione della Torino-Lione". Unite dall'amore per la terra ed i figli. Le genti delle nostre montagne sono vere, incontaminate in molti casi, ma le stanno isolando non trapela nulla di quanto sta succedendo. Facciamo dell'Italia il luogo di villeggiatura di milioni di CINESI!!!
L'alta velocità ? ma perchè? hai qualcosa che va da male nella ventiquattrore ?
Prendo il locale Parma-La Spezia che ci mette 3 ore e mezzo e mi godo il paesaggio! A 250kh penso si veda verde-azzurro dall'inizio alla fine.....
Quello che mi ha colpito della Val di Susa è che tutti indistintamente si impegnano per osteggiare un danno, in Emilia hanno protestato solo i proprietari dei terreni espropriati o danneggiati dal passaggio della linea. Questo forse può insegnarci qualcosa.
Sedersi, ragionare, scrivere, ideare, protestare, unirci, ........... iniziare da oggi, giorno dopo giorno nel nostro piccolo a fare qualcosa di più,
dal consumo critico, dalle rinunce, dalla base, dalla semplicità. Robby

roberto zuccoli 09.08.05 10:38| 
 |
Rispondi al commento


x Angelo Trombetta,

bello il suggerimento, mi permetto di provare a stendere un elenco di ministri :

PRESIDENTE del CONSIGLIO: Massimo d'Alema
Esteri: Mario Monti
Economia: Ciampi / Amato
Cultura: Dario Fo
Giustizia: Violante
tutela e valorizzazione patrimonio artistico: Sgarbi ( è un rompicoglioni ma di arte e di lingua italiana ne mastica)
AMBIENTE & ENERGIA: Pecoraro Scanio Alfonso III°
Infrastrutture: (troverne uno onesto sarà un impresa ! i palazzinari e gli immobiliaristi sono una gran manica di magnatori cementificatori
Sanità: ..un bravo ed onesto ricercatore qualificato ...
Istruzione: uno del settore "scuola pubblica "


... adesso non ho tempo ma mi piacerebbe che qualcuno continuasse

ciao ciao


g. corti 09.08.05 10:33| 
 |
Rispondi al commento

no problem per il cut&paste della netiquette (io avevo messo + semplicemente il link proprio per evitare centomila righe di msg) pero' ora non apriamo un flame sulla netiquette stessa che sarebbe un paradosso non da poco :-D
Vabbeh, chi avra' cura di leggersela un minimo, si fara' un poco di cultura in piu', per il resto, come dicono dalle mie parti "A pregare si va in chiesa" :-D
Continuando sul tema, mi sa Vassilios ha anche lui colto nel segno.
Ci sarebbe anche bisogno di modificare e pesantemente buona parte della legislazione proprio per evitare l'arricchimento dovuto alla presa di potere.
E si sa che in Italia purtroppo questo e' norma (e come direbbero loro, cosa buona e giusta, li possino ............)
Un motivo ce l'abbiamo nello scranno + importante, escluso quello di Ciampi ...........


Massimo Carboni 09.08.05 10:32| 
 |
Rispondi al commento

La leggina popolare va benissimo a condizione che:
1. siano controllati anche i patrimoni dei vari parenti e prestanomi
2. Che ci sia un controllo affinche' non sucedda come in Grecia che quando e' arrivato al potere il PASOk tutti i suoi esponenti erano di modesta estrazione economica e adesso dopo 20 anni di potere si trovano ad essere quasi tutti multimilliardari con fortune presoche' incalcolabili naturalmente non giustificabili con lo stipendio da deputato e nemmeno da ministro.

Vassilios.

Vassilios Alexiou 09.08.05 10:23| 
 |
Rispondi al commento

io proporrei di importare gli psicologi dalla Svizzera!! :O)
Seri, precisi e imparziali !!!

Buon giorno a tutti!

Mau

Maurizio Balla 09.08.05 10:23| 
 |
Rispondi al commento

Concordo con te Beppe!
ma non si può fare come in america creando un sito
apposito per le proposte di legge?.... forse in Italia è ancora utopia....
...se almeno prendessimo coscienza che il potere lo abbiamo noi, scegliendo i nostri consumi, girando con il telecomando sul canale che + ci piace o meglio ancora spegnendo del tutto la TV, evitando di comprare SKY, insomma cercando di limitare l'acquisto di prodotti che "arriccano" sempre i soliti noti....

P.S. Anch'io concordo con Massimo Carboni: dei fatti personali potete parlarne x favore da un'altra parte? già ci sono da leggere almeno 200-300 messaggi al giorno (alcuni molto lunghi!!) se poi ci aggiungiamo anche questo dovrei prendere le ferie x leggere tutti i giorni questo Blog!!! ;-)

Hola!

debora ciuchicchi Commentatore in marcia al V2day 09.08.05 10:22| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Massimo Carboni il 09.08.05 10:03

Scusi, mi permetto di pubblicarlo. E' la prima volta che faccio un copia incolla di un testo lungo, ma merita, a mio avviso, che anche chi non si cura di andarselo a leggere, lo legga, o quanto meno si accorga che esiste un codice comportamentale. Chissà che chi litiga o chi discute di argomenti non inerenti al post, lo legga. Grazie.


N E T I Q U E T T E
Etica e norme di buon uso dei servizi di rete


Fra gli utenti dei servizi telematici di rete, prima fra tutte la rete
Internet, ed in particolare fra i lettori dei servizi di "news" Usenet,
si sono sviluppati nel corso del tempo una serie di "tradizioni" e di
"principi di buon comportamento" (galateo) che vanno collettivamente
sotto il nome di "netiquette". Tenendo ben a mente che la entita' che
fornisce l'accesso ai servizi di rete (provider, istututuzione pubblica,
datore di lavoro, etc.) puo' regolamentare in modo ancora piu' preciso
i doveri dei propri utente, riportiamo in questo documento un breve
sunto dei principi fondamentali della "netiquette", a cui tutti sono
tenuti ad adeguarsi.

1 Quando si arriva in un nuovo newsgroup o in una nuova lista di distri-
buzione via posta elettronica, e' bene leggere i messaggi che vi
circolano per almeno due settimane prima di inviare propri messaggi in
giro per il mondo: in tale modo ci si rende conto dell'argomento e del
metodo con cui lo si tratta in tale comunita'.

2 Se si manda un messaggio, e' bene che esso sia sintetico e descriva in
modo chiaro e diretto il problema.

3 Non divagare rispetto all'argomento del newsgroup o della lista di
distribuzione.

4 Se si risponde ad un messaggio, evidenziare i passaggi rilevanti del
messaggio originario, allo scopo di facilitare la comprensione da
parte di coloro che non lo hanno letto, ma non riportare mai sistema-
ticamente l'intero messaggio originale.

5 Non condurre "guerre di opinione" sulla rete a colpi di messaggi e
contromessaggi: se ci sono diatribe personali, e' meglio risolverle
via posta elettronica in corrispondenza privata tra gli interssati.

6 Non pubblicare mai, senza l'esplicito permesso dell'autore, il conte-
nuto di messaggi di posta elettronica.

7 Non pubblicare messaggi stupidi o che semplicemente prendono le parti
dell'uno o dell'altro fra i contendenti in una discussione. Leggere
sempre le FAQ (Frequently Asked Questions) relative all'argomento
trattato prima di inviare nuove domande.

8 Non inviare tramite posta elettronica messaggi pubblicitari o comuni-
cazioni che non siano stati sollecitati in modo esplicito.

9 Non essere intolleranti con chi commette errori sintattici o grammati-
cali. Chi scrive, e' comunque tenuto a migliorare il proprio linguag-
gio in modo da risultare comprensibile alla collettivita'.

Alle regole precedenti, vanno aggiunti altri criteri che derivano diret-
tamente dal buon senso:

A La rete e' utilizzata come strumento di lavoro da molti degli utenti.
Nessuno di costoro ha tempo per leggere messaggi inutili o frivoli o
di carattere personale, e dunque non di interesse generale.

B Qualunque attivita' che appesantisca il traffico sulla rete, quale
per esempio il trasferimento di archivi voluminosi, deteriora il
rendimento complessivo della rete. Si raccomanda pertanto di
effettuare queste operazioni in orari diversi da quelli di massima
operativita' (per esempio di notte), tenendo presenti le eventuali
differenze di fuso orario.

C Vi sono sulla rete una serie di siti server (file server) che conten-
gono in copia aggiornata documentazione, software ed altri oggetti
disponibili sulla rete. Informatevi preventivamente su quale sia il
nodo server piu' accessibile per voi. Se un file e' disponibile
su di esso o localmente, non vi e' alcuna ragione per prenderlo dalla
rete, impegnando inutilmente la linea e impiegando un tempo sicura-
mente maggiore per il trasferimento.

D Il software reperibile sulla rete puo' essere coperto da brevetti e/o
vincoli di utilizzo di varia natura. Leggere sempre attentamente la
documentazione di accompagnamento prima di utilizzarlo, modificarlo o
re-distribuirlo in qualunque modo e sotto qualunque forma.


E Comportamenti palesemente scorretti da parte di un utente, quali:

- violare la sicurezza di archivi e computers della rete;

- violare la privacy di altri utenti della rete, leggendo o inter-
cettando la posta elettronica loro destinata;

- compromettere il funzionamento della rete e degli apparecchi che
la costituiscono con programmi (virus, trojan horses, ecc.)
costruiti appositamente;

costituiscono dei veri e propri crimini elettronici e come tali sono
punibili dalla legge.


Per chi desiderasse approfondire i punti qui trattati, il documento di
riferimento e' RFC1855 "Netiquette Guidelines", ed anche RFC2635
"A Set of Guidelines for Mass Unsolicited Mailings and Postings"
disponibili sulla rete presso:

ftp://ftp.nic.it/rfc/rfc1855.txt
ftp://ftp.nic.it/rfc/rfc2635.txt

Mauro Nordio 09.08.05 10:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dico la mia str....ta:
Mettersi d'accordo,trovarsi in piazza e protestare,con il semplice motivo "A noi quel che succede in questo paese non sta bene".
I motivi di scontento sono tanti,quindi sarebbe inutile protestare per qualcosa di specifico,ma credo che la presenza fisica in un posto sia indispensabile per far capire che ci siamo ed abbiamo fatto qualcosa.Credo che le persone al potere in questo momento (da sinistra a destra) siano estremamente vigliacche,e l'unico modo per incominciare a dargli un fermo sia quello di mostrarsi.
Sbagliero',ma penso sia giusto.E' anche vero che penso che la maggior parte degli italiani siano un branco di ignoranti (mi prendo anche io la mia quota di ignoranza).

daniele ferrari 09.08.05 10:21| 
 |
Rispondi al commento

Ma finitela di colpevolizzare chi ha i soldi. Con i pre-giudizi non si va da nessuna parte. I soldi ereditati o guadagnati, in modo legale s'intende, non vanno visti come il diavolo. Servono per fare delle cose secondo il proprio punto di vista. L'ottimo Beppe Grillo con i suoi spettacoli guadagna, molto o poco non interessa, e parte di questi introiti li investirà nella sua crociata per la nascita di un nuovo Rinascimento (idea che condivido ed alla quale partecipo con il mio lavoro quotidiano). Quello che voglio dire è che alcuni uomini sono pericolosi, non l'avere i soldi, se poi questi farabutti sono ricchi sono ancora più pericolosi. Non cercate uomini di governo giustizialisti o supertecnici che poi ci fanno u c..o così a tutti. Non capite niente di quello che dice il nostro ospite Grillo: stiamo pagando noi ora gli sbagli di trent'anni o quarant'anni di politica allegra e superficiale. Il problema è che nessuno fa niente. Usate il vostro pensiero, non quello di destra o sinistra. Non è anarchia. Usate il buonsenso. Cerchiamo di essere come il buon padre di famiglia nelle azioni di tutti i giorni. Lo dice anche il nostro diritto romano.
Un saluto a tutti voi. Parto per una vacanza di 10 giorni in Germania e Belgio. Ci rileggiamo al ritorno...

Claudio Formisano 09.08.05 10:20| 
 |
Rispondi al commento

Facciamo questa leggina popolare !!!!!!!!
facciamo il possibile x cambiare le cose con i mezzi che abbiamo

iuri marani 09.08.05 10:20| 
 |
Rispondi al commento

La leggina popolare è un'ottima idea.
Per la perizia psichiatrica lo Stato deve essere garantito che chi la esegue non sia al soldo di chi commette il reato. Il che in Italia, allo stato attuale delle cose, può avvenire facilmente.

Valter Mura 09.08.05 10:10| 
 |
Rispondi al commento

Scusate un piccolo appunto a coloro che usano il blog per dipanare le loro beghe personali.
Capisco che ci siano casi antipatici in ballo, non entro nel merito e non mi interessa, ma perche' continuate ad usare questo spazio, per quanto pubblico e aperto, per fare cut&paste delle vstre conversazioni private ?
Mettiamola cosi con un paragone forzato: se andaste ad uno spettacolo di Beppe, quindi in teatro, mentre lui parla vi mandereste a quel paese ?
Non capisco, fatelo in privato, non in pubblico :-D

Ci sono altri canali + logicamete appropiati (leggasi caselle email private) per flammarsi a vicenda.

Un poco di netiquette (http://www.nic.it/NA/netiquette.txt) non guasta.
Io vi salto a pie pari' perche' le cose che vi dite sinceramente mi interessano zero, ma mettetevi nei panni di chi non puo' usufruire di connessioni veloci e o a banda larga.

Dai su, gia' fa caldo, siamo un poco piu' lucidi tra di noi :-D

Cordialita' per tutti :-D


Massimo Carboni 09.08.05 10:03| 
 |
Rispondi al commento

10 milioni di euro sono troppi, chi ha quel capitale personale si puo' permettere di mettere il proprio controllo su molti CDA o direttamente o tramite suoi rappresentati.
Alla fine non fara' il politico (qualche dubbio) ma entra cmq nel "salotto buono dei potenti".
Esempi ce ne sono tanti in Italia.
Quindi molto molto meno di 10 milioni.

Quoto in pieno, tra l'altro, quello che dice Osvaldo Tagliani nel suo commento, purtroppo saro' pessimista ma mi sa che le varie leggi e leggine serviranno a ben poco.

Io tra l'altro ne ho conosciute persone che hanno votato la bandanacolnanosotto, alcune pentite altre no (siamo tutti comunisti :-D )
A tutte queste ho fatto i complimenti e le ho ringraziate per la scelta :-D Non ci sono rimaste granche' bene :-D

Massimo Carboni 09.08.05 09:53| 
 |
Rispondi al commento

La proposta di Beppe mi trova TOTALMENTE concorde. Iniziativa popolare...raccogliamo le firme, come previsto dalla nostra (oramai, ahimè, vituperata)Costituzione per una proposta di legge su iniziativa popolare atta a introdurre dei limiti all'esercizio della funzione di deputato e senatore. Soglia massima di reddito dichiarato 5milioni di euro......

Cesare Francini 09.08.05 09:53| 
 |
Rispondi al commento

"Io avrei una proposta, una leggina popolare.
Chi ha un capitale personale superiore a, diciamo 10 milioni di euro, non può fare il deputato, il senatore, il ministro, il presidente del consiglio, il presidente della Repubblica."

Una legge simile si potrebbe aggirare facilmente, intestando il proprio capitale a società off-shore. Questa è già una prassi (vedi Cavalier Banana).
Io ne proporrei un'altra: nessuno può possedere e/o controllare più di 1 canale televisivo o 1 giornale, nemmeno tramite parenti (come la moglie, il fratello, il figlio) o prestanome.
Poi basterebbe mettere in pratica alcune regole basilari della democrazia che si sta cercando di bolire, per esempio:
- Il potere giudiziario deve essere indipendente e non influenzato o sottoposto al potere politico;
- La legge è uguale per tutti, quindi tutti (dal Presidente della Repubblica fino all'ultimo dei poveracci) sono uguali davanti alla legge;
e così via

Andrea Mereu Commentatore in marcia al V2day 09.08.05 09:53| 
 |
Rispondi al commento

"Hai proprio tempo da perdere con le stro_e!

Ma commenta il post di Beppe e non rompere le scatole ai prossimi.

Postato da: Elisabetta Carosi il 09.08.05 08:50"

E tu????? Leggiti un po':

"Anche noi,del meetup di Roma, abbiamo un Franco IV e un Franco I:

ahahahahahahahah,BANNATA su meetup di Roma.

Meetup di cui si è appropriato uno mai visto e conosciuto e che detta legge.

Kammamuri,un componente storico del blog di Beppe, se n'è andato ed io bannata.

Veramente ridicolo!

Noi,gruppo storico del blog,in contatto anche fuori dal blog e da meetup,ci stiamo dicendo:il meetup di Roma è in mano a "questi" SPUNTATI DAL NULLA e AVIDI SOLO DI NOTORIETA',vedi articolo sulla Repubblica!
Cercheremo di capire chi sono e dove vogliono portare il gruppo...ma viste le premesse....

September more!

Che bei gruppi nelle altre città,iniziative già in atto e,mio personale inno alla trasparenza,i loro message board in chiaro e per tutti.

Complimenti.

Postato da: Elisabetta Carosi il 08.08.05 20:45

Oggi,volendo replicare ad una risposta che mi era stata data ad una mia discussione(che fine hanno fatto le"proposte di riforme"di Kammamuri"),
m'è stato vietato di postare.Mi chiedevano d'iscrivermi!!!!!

Dove hai risposto?
Hai visto le mie risposte su "chi fa cosa" che ti riguardano?

Postato da: Elisabetta Carosi il 08.08.05 20:53

x Maria Adele.

Ho letto la tua risposta.

Verificato,sono bannata.

Anche io,oggi volevo scriverti una e-mail ma non m'è stato possibile attraverso meetup...quindi bannata!!!
E solo l'"organizzatore" può fare questo.

Non fare macelli e non te ne andare.

Rimani almeno tu come nostra voce!

Una cosa la puoi fare però.

Ieri avevo consigliato a Roberto Mazzuia,meetup di Milano, di verificare da solo quel che accadeva a Roma.

Oggi ho visto che si è iscritto.

Con lui ho dialogato sul meetup generale, nella discussione,aperta da me, "I DISSIDENTI".
Aperta proprio per denunciare i fatti di Roma.

Come ti dicevo,una cosa potresti farla.
Aprire una discussione:"chi ha bannato...e il mio nick"!

Cerca di mantenere la calma,anche se è difficile.
Meetup non deve finire così.

Aspettiamo settembre e,da quel che ho letto,la maggior parte sono della nostra idea:no-capi!
Ciao.

September more!

Postato da: Elisabetta Carosi il 08.08.05 21:09

Postato da: Ivano Bevilacqua il 08.08.05 21:05

Cosa hai fatto per meritarti questo?

Io credo d'essere stata bannata perchè non voglio capi banda!

Postato da: Elisabetta Carosi il 08.08.05 21:13

Come io ho postato una discussione,sul message board di Roma,per sapere della sparizione di alcune discussioni di Kamma,tu ne posti una per sapere il motivo per cui sono stata bannata.
Così TUTTI vengono a sapere che su meetup,quando critichi l'organizzatore,in questo caso quello di Roma,sei bannato.

Tutto qua.

Sì,anche io ho pensato alla grande falsità dell'individuo.Risulto ancora membro.
Non potrebbe giustificare la "DIPARTITA" di un membro attivo come me.
Tutti penseranno che non posto più.
Ed avevo discussioni in atto.

Chiedilo pacatamente,tipo:come mai non si possono più mandare e-mail a?E' stata forse bannata?Non ci sono più suoi postati.
Oppure puoi anche essere diretta e dire che hai appreso,sul blog di Beppe,che non potevo più postare su meetup.
Un fatto è certo:non risulto più iscritta!
Fai tu.
Volpi,come diceva qualcuno.
Ciao.

Postato da: Elisabetta Carosi il 08.08.05 21:30

LETTO.

Sei UNICA.

Aspettiamo gli eventi.

Grazie.

Postato da: Elisabetta Carosi il 08.08.05 21:45

Sai come aprire una nuova discussione?

Message board di Roma e clicchi in alto a sinistra su "Start a new discussion".

Postato da: Elisabetta Carosi il 08.08.05 21:41

Grazie Maria Adele.

Trasparenza, ci vuole trasparenza anche se,togliendo alcuni veli,l'odore è nauseabondo.

Postato da: Elisabetta Carosi il 08.08.05 21:37

Postato da: Angelo Zottino il 08.08.05 21:30

Sottoscrivo.

Postato da: Elisabetta Carosi il 08.08.05 21:35

Me ne sono accorta tardi.
Ci sono pure cascata...con tutte le scarpe...ma sono a piedi nudi!
Ignora.

Ciao,a domani su meet.

Postato da: Elisabetta Carosi il 08.08.05 21:49

Maria Adele,
il tipo,a quanto pare sempre presente su meet,ti ha risposto.
Non fare l'errore di rispondergli sulla sua e-mail personale,come ti consiglia,è il suo gioco contro la trasparenza.
A me mandava e-mail poco gradite.

Postato da: Elisabetta Carosi il 08.08.05 21:58"


Ti sei letta? Devo continuare? Hai risposto al blog? Tu non hai tempo da perdere con le str____ate?
Ma vai al bar!!!!

Ilba Rista 09.08.05 09:48| 
 |
Rispondi al commento

DISSE PASOLINI:

Pier Paolo Pasolini aveva già intuito i cambiamenti sociali e culturali prodotti dalla massificazione televisiva. Iniziò ad accorgersi che tutti i giovani di borgata avevano iniziato a vestire, comportarsi, pensare in modo analogo. Se prima di allora per Pasolini si poteva distinguere un proletario da un borghese, oppure un comunista da un fascista, già agli inizi degli anni '70 non era più possibile: la società italiana si stava già omologando a macchia d'olio.

Pasolini chiamò questi fenomeni mutazione antropologica, prendendo a prestito il termine dalla biologia. In biologia la mutazione genetica è determinata prima dalla variazione e poi dalla fissazione. Nel caso della "mutazione antropologica" la variazione delle mode e dei desideri della collettività è decisa prima nei consigli d'amministrazione delle reti televisive nazionali e poi viene fissata nelle menti dei telespettatori tramite messaggi subliminali e pubblicità.

(tratto da wikipedia)

Simone Maccanti 09.08.05 09:45| 
 |
Rispondi al commento

La leggina sarebbe veramente auspicabile.
Referendum?

Roberto Valentini 09.08.05 09:43| 
 |
Rispondi al commento

Io voglio provare a fare con voi una cosa: fare dei nomi per una possibile squadra di governo. Vediamo un po':


Esteri: Mario Monti;
Economia: Ciampi (andrebbero bene anche a parti invertite);
Cultura: Dario Fo (o meglio ancora Franca Rame);
Innovazione: Pistorio;
Istruzione: Roberto Vacca;
Giustizia: Di Pietro (il personaggio non mi piace molto, ma é giunto il momento di fare piazza pulita di tutti questi imprenditori collusi e corrotti, e chi meglio lui);
Camera o Senato: Violante (lo ha fatto giá bene in passato);
Camera o Senato: Mastella (lo odio, ma meglio metterlo lí buono, piuttosto che dargli un ministero...)

Provate a completare la lista o a cambiarla.
So che tra i nomi che ho fatto ci sono un po' troppi tecnici, quindi probabilmente nella realtá l'Economia sará assegnata a uno fra Letta e Bersani, e Ciampi potrebbe andare agli Esteri.
E perché non proviamo anche a fare delle proposte per il programma di governo?

Angelo Trombetta 09.08.05 09:43| 
 |
Rispondi al commento

Si possono inventare tante leggine per evitare che certi personaggi si insinuino nelle nostre vite.
Ho la sensazione che non servano a niente.
Il motivo è presto spiegato.
L'attuale presidente del consiglio, fosse anche l'uomo più onesto del mondo (ma poichè non lo è) DA SEMPRE SI TROVA IN UNA POSIZIONE DI IRREGOLARITA'.
A chiunque abbia delle concessioni statali (nel suo caso le frequenze televisive) è vietato ricoprire questo tipo di cariche.
Quindi, ancor prima di essere eletto (per inciso, non ho ancora incontrato una persona che l'abbia votato, questo è un altro mistero) e, conseguentemente, approvare leggi "fatte su misura" e pisciare sopra la costituzione italiana, era riuscito ad eludere UNA LEGGE GIA' ESISTENTE.
(Per non parlare di quelle che ha eluso grazie a Bettino proprio per ottenere, illegalmente, le frequenze nazionali di cui sopra)
Come è potuto succedere questo?
Evidentemente qualcuno glielo ha permesso.
Non biasimate la mia sfiducia.
In un mondo comandato da furbi sembra, purtroppo, che a tante persone i furbi piacciano.

Osvaldo Tagliani 09.08.05 09:35| 
 |
Rispondi al commento

errata corrige...avevo letto lire e non euro.. :)...la cifra proposta mi sembra esageratamente alta...!

Adriano Cresto 09.08.05 09:25| 
 |
Rispondi al commento

"Accettereste che delle persone diverse da quelle competenti scegliessero il pilota dell'aereo sul quale vi state imbarcando? E alla scelta dovrebbero partecipare tutti i passeggeri presenti in cabina?
Quale dovrebbe e potrebbe essere la partecipazione del cittadino alle scelte che coinvolgono la società e direttamente la sua vita? La democrazia diretta potrebbe essere la risposta? Oppure la democrazia parlamentare, in cui delle persone presumibilmente (!) competenti, oneste e fidate vengono elette per occuparsi degli affari dello Stato? La competenza, l'onestà, l'affidabilità sono requisiti essenziali per un funzionamento corretto delle nostre democrazie. Ma, è curioso notare, molti dei cittadini attuali non sono attratti da questi requisiti. Dai politici e dalle persone di potere infatti, preferiscono le promesse facili, i guadagni immediati, senza nemmeno pensare ai costi che le decisioni avranno nel lungo termine. Lo stesso cittadino medio, costantemente pressato dalla vita d'oggi, non ha più tempo per imparare, per far crescere la propria cultura. Il poco tempo libero che trova, in mezzo a una vita frenetica e piena di incertezze, la dedica al divertimento, alla spensieratezza. Il cittadino dice: «sono pagati per questo», «non mi interessa», «non ci posso fare niente». Molto spesso non accetta le regole date dai loro rappresentanti e seppure fatte le leggi lui si ostina a non applicarle. Persino le autorità che dovrebbero fare in modo che queste vengano applicate, di fronte al fatto oramai divenuto corrente, restano impotenti, per non diventare loro stesse «impopolari».
Un esempio lampante sono le cinture di sicurezza: Come società abbiamo pagato tecnici per studiare i materiali e la sicurezza, abbiamo pagato i burocrati per «fare la legge», paghiamo tuttora le autorità competenti per farle applicare ma noi, cittadini responsabili, facciamo di tutto per evadere questa regola. Ma chi si deve accollare il costo sociale che, in termini di incidenti, costi assicurativi, costi umani, questa scelta comporta?
La democrazia diretta potrebbe essere un ideale, ma è realistica? Innanzitutto richiede l'educazione di tutti a un livello che consenta di giudicare e decidere con competenza in merito alle questioni in gioco. L'educazione significa dare informazioni e giudizio, cioè dare la capacità di valutare.
Lo sviluppo dei sistemi di informazione e di comunicazione, le autostrade informatiche di cui tanto si parla, dovrebbe, in linea di principio, rendere possibile la democrazia diretta, ma è fattibile, e come? Il progresso delle comunicazioni può avere un effetto opposto a quello sperato: può dare potere a quelli che non sanno, portare inganno invece di conoscenza.
Allora però i più fortunati hanno il dovere di ridistribuire il sapere a la ricchezza.
Quelli che hanno goduto e godono di questi vantaggi, politici e uomini di cultura, invece di limitarsi a esprimere uno sterile senzo di colpa, devono contribuire all'obbiettivo che l'aumento del proprio sapere serva a rendere più facile la vita del cittadino." - Da 'Dieci Nobel per il futuro".

Roberto Mantovani 09.08.05 09:19| 
 |
Rispondi al commento

Sono assolutamente daccordo! ma aumentiamo un po' il minimo richiesto...se no neanche un bidello riuscirebbe a diventare deputato...(e aggiungiamo che ci vadano anche una fedina penale immacolata, nessun processo in corso e nessuna partecipazione economica in faccende pubbliche) poi ditemi dove si deve firmare!

Adriano Cresto 09.08.05 09:19| 
 |
Rispondi al commento

100.000 all'anno senza yacht terreni etc...
un PICCOLO imprenditore può benissimo farlo!

Stefano Cattaneo 09.08.05 09:10| 
 |
Rispondi al commento

@ Gino De Pauli e Danila Fava

ho dato un'occhiata ai vs post ragazzi creiamo uno spazio per discutere solo di questo ho proposto il meetup-di roma perchè vivo lì ma decidete voi... è il tema fondamentale che può veramente cambiare i rapporti di forza oggi esistenti...mi piace l'idea del comune pilota chissà magari si può proporre seriamente
mauro

mauro sacco 09.08.05 08:56| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Rosi Camaro il 09.08.05 00:41


Povera!
E' proprio il contrario.

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 09.08.05 08:55| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Ilba Rista il 09.08.05 07:50

Un signore!

Che fai il guardone?
Non c'eri ieri sera e,oggi,ti leggi i posts precedenti e quelli che trovi interessanti,per cui commenti,sono i nostri?

Hai proprio tempo da perdere con le stro_e!

Ma commenta il post di Beppe e non rompere le scatole ai prossimi.

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 09.08.05 08:50| 
 |
Rispondi al commento

@ tutti coloro che hanno parlato di DEMOCRAZIA DIRETTA

dove vi trovate? siete di roma o dintorni? mi piacerebbe spostassimo la discussione sul meet-up di roma vorrei dedicare alla questione più spazio con proposte di metodi alternativi (cellulari, e-mail con firma certificata ecc.) è un tema importante fatemi sapere
Mauro

mauro sacco 09.08.05 08:48| 
 |
Rispondi al commento

andrò contro tendenza...
ma non mi sembra corretto stabilire un limite economico basato solo sull'importo del proprio conto in banca...
c sarà, io dico, uno che ha fatto i soldi in maniera legale senza alcun tipo di maf..te?!
sarebbe meglio invece vietare l'entrata in politica di chi come il nostro amato presidente dei presidenti è impastato in mille faccende...
televisione... banche... assicurazioni... carta stampata... controllo dati sociali... etc.
sbaglio?!

Stefano Cattaneo 09.08.05 08:46| 
 |
Rispondi al commento

Volete una lettura interessante ed illuminante su perchè in Italia è così ? Leggetevi ANTISTORIA DELL'ITALIA di Giordano Bruno Guerri, della collana Oscar Mondadori. Chi è questo tipo ? http://www.giordanobrunoguerri.it/g4/default.htm

Michele Pinassi Commentatore in marcia al V2day 09.08.05 08:39| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tuttti! forse, anzi sicuramente, il mio contributo ci "azzecca" poco con i due merluzzi in questione, ma vorrei sottoporvi una domanda: perchè in pochissimi sanno che a candidarsi alle primarie dell'ulivo c'è un 40enne, Ivan Scalfarotto? http://www.repubblica.it/2005/h/sezioni/politica/primarieunio/primarieunio/primarieunio.html

Riccardo Mangiameli 09.08.05 08:30| 
 |
Rispondi al commento

In questo periodo mi sto leggendo un tomo sulla storia d'Italia e mi sembra, caro Beppe, che mai, o almeno quasi, nella nostra storia sia avvenuto qualcosa di diverso da ciò che hai descritto.
I veri cambiamenti il "popolo" li ha avuti tirando fuori i denti e dando pugni. La verità è che la storia è stata fatta con la fatica e la disperazione delle masse, altrimenti i pochi dententori del potere non avrebbero fato proprio nulla, anzi....
Oggi vale lo stesso principio la nostra storia si è fermata a riverire Berlusconi ed i suoi.
Dovremo forse applicare i metodi del passato?
Speriamo di no...viva Gandhi abbasso gli inglesi.

Mauro Bevilacqua 09.08.05 08:21| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo la possibilità di sbarazzarci di tutte queste sanguisuga.....
E quando dico tutte intendo tutte, credo che ormai non ci sia più distinzione tra destra, centro e sinistra, ognuna di queste persone è li per prorpio ed esclusivo profitto...
COSA CAZ.. DOBBIAMO FARE PER LIBERARCENE???????
NON POSSIAMO CONTINUARE COSI' E' UNA VERGOGNA..
IL MONDO INTERO ANCHE SE NON MESSO MEGLIO DI NOI, CI RIDE DIETRO..

Giorgio Tomasini 09.08.05 07:51| 
 |
Rispondi al commento

Elisabetta, Maria Adele, Christian Frù Frù & Co.:

CIAVETEROTTOERCAXXO, con le vostre chiaccheratine!
Scambiatevi i numeri di telefono,
Scambiatevi le e-mail,
Scambiatevi gli indirizzi,
Scambiatevi!
Ma basta rompere le palle. Trovatevi al bar!

Ilba Rista 09.08.05 07:50| 
 |
Rispondi al commento

Chicca musicale ,
canzone del cartone animato
"Fiocchi di cotone per Janie " cantata da cristina muesly e fiocchi d'avena che in età scolare mandava messaggi all'inconscio
per votare il futuro lo stesso datore di lavoro
della cristina caffèlatte e fichi d'avena

"La gente che intona questa melodia
davanti a sé ha solo ipocrisia

mentre tu hai almeno un'opportunità
e ovunque vai respiri libertà

La libertà regala pace e armonia
e fiorirà se c'è democrazia
democrazia la strada dell'umanità
per una via di gioia e dignità

Vita di gioia e di fraternità
solo se c'è la libertà "

Frola Lorenzo 09.08.05 07:30| 
 |
Rispondi al commento

Giuste osservazioni caro Salvatore Ermenegildi, giustamente dobbiamo ricordarci di chi sono questi signori quando andremo a votare.
Ma le alternative?
Chi si sta candidando a prenderne il posto?
E soprattutto, queste alternative si distinguono dal resto degli altri delinquenti?
Ormai il nostro governo (tutto quanto) è una associazione a delinquere.

Anacrasio Bondi 09.08.05 07:26| 
 |
Rispondi al commento

Dunque, anche stanotte, mi sono letto svariati e assortiti articoli della cosidetta DISINFORMAZIONE, e sono sempre piu' convinto che l'Italia e governata da strani personaggi : personaggi che sono stati coinvolti in vicende di corruzione, personaggi i cui nomi erano negli elenchi della loggia segreta P2, personaggi che sono stati indagati e sono sotto processo, personaggi che sono stati coinvolti in vicende di mafia, personaggi che hanno già subito una condanna definitiva, personaggi che sono stati arrestati e sono stati in carcere, praticamente tangentisti, corrotti, corruttori, delinguenti, mascalzoni, truffatori, falsi, tutta gente riciclata.. condannata... e noi BUFFONI DI CORTE, a fare da spettatori a questI signori, mentre si godono la vita con miliardi a palate, case e ville, talmente lussuose, che una persona qualunque...ONESTA MEGLIO DIRE... NEMMENO SE LAVORA 2000 ANNI POTRA' MAI PERMETTERSELA.. e noi lì...sempre a pagare tasse, a pagare i loro vizi, a pagare i loro sporchi affari, ecco cos'è l'Italia oggi... ma okkio ragazzi, IL 2006 non è poi tanto lontano, non dimenticatele queste cose, parlatene con tutti, al bar, con gli amici, nei posti di lavoro, non perdete occasione di far capire con chiunque avete occasione di parlare, a cosa dovrremmo ancora sopportare se MALAUGURATAMENTE E DISGRAZIATAMENTE QUESTI VINCONO ANCHE LE ELEZIONI DEL 2006 ...E RUBANDO UNA FRASE A BEPPE GRILLO.... POI DITE CHE NON ERAVATE STATI AVVERTITI...DITE CHE NON VI ERA STATO DETTO.... ecco, mi sono sfogato anche questa mattina..adesso vado a dormire... Buonanote ( per me )... a voi Buongiorno !!!!!

Salvatore Ermenegildi 09.08.05 06:59| 
 |
Rispondi al commento

non estremizzate...
la democrazia diretta prevederà sempre 1autonomia di qualcuno nel fare e decidere altrimenti non avrebbe più senso...ci sarebbero 55milioni di idee da votare...

"perchè tutto quello che è buono e giusto dev'essere per forza utopia"

roby cadeddu 09.08.05 06:55| 
 |
Rispondi al commento

Si, sono d`accordo senza dubbio, caro Beppe. Ma il patentino per andare a votare dove lo mettiamo? Non vorrai mica farmi credere che ritieni che l`italiano medio sappia cosa sta facendo quando esprime il suo voto nella cabina elettorale? No di certo. Magari non per colpa sua, magari per colpa del "sistema", ma di certo non lo sa. Attacco alla democrazia?
Saluti.

Massimiliano Bartolini Commentatore in marcia al V2day 09.08.05 05:52| 
 |
Rispondi al commento

si, Salvatore...siamo proprio in un mare di MERDA. E va proprio scritta così, senza censure...perchè neanche meritano questa "pecetta", come si usava sui "giornaletti" degli anni '80.
Povera, povera, italietta... sì..puniamo chi indica la luna, e tuteliamo lo stronzo che la fa (sporca di crimini).

Marco Agate 09.08.05 04:48| 
 |
Rispondi al commento

Grazie, grazie a questa Italia, e a tutti gli elettori, ci siamo ritrovati come EURODEPUTATO un personaggio squallido, insignificante, ignorante come una scarpa bucata, una VERGOGNA IL SOLO SENTIRLO PARLARE : MARIO BORGHEZIO... tra qualche anno, leggeremo questa notizia, in qualche inserto del tipo : INCREDIBILE MA VERO... povera italia..

Salvatore Ermenegildi 09.08.05 03:04| 
 |
Rispondi al commento

LEGGO : Berlusconi contro le intercettazioni. Centrodestra entusiasta....Lo scriverò di mio pugno e lo presenterò nella prima seduta del Consiglio dei ministri - ha chiarito - la comunicazione sui media e sui giornali di intercettazioni telefoniche assolutamente private è una cosa scandalosa. Puniremo la continuativa violazione della privacy delle persone, per limitarle a certi casi, per esempio alla lotta alla mafia e alla lotta al terrorismo. Per tutto il resto pene severe dai cinque ai dieci anni per chi fa le intercettazioni e per chi le pubblica...Aa queste affermazioni, hanno risposto in coro, subito : l'ex picchiatore FASCISTA IGNAZIO LA RUSSA, ANTONIO TAJANI, IL MINISTRO CALDEROLI, E ROBERTO CASTELLI, praticamente gran parte della coalizione di centrodestra. MA UDUTE UDUTE ... il centrosinistra ha preferito la via del silenzio. QUESTA E' L'OPPOSIZIONE AMICI MIEI, QUESTI FARANNO ANCHE DI TUTTO PER RESTARCI ALL'OPPOSIZIONE... PERCHE' DI VINCERE LE ELEZIONI, FORSE NON GLIE NE IMPORTA NULLA..l'unico che ha detto quaòlche cosa è il presidente dei Verdi Alfonso Pecoraro Scanio, ha detto :   
è incredibile che di fronte all'enormità di quanto sta emergendo intorno a Bankitalia, Berlusconi non riesca a fare altro che annunciare provvedimenti addirittura per impedire le intercettazioni... 
CARO BEPPE GRILLO, SE TUTTO VA BENE, MA DEVE PROPRIO ANDARE TUTTO MOOOLTO BENE...PER ESSERE SOLAMENTE IN UN MARE DI MERDA...è la fine...

Salvatore Ermenegildi 09.08.05 02:54| 
 |
Rispondi al commento

Sono daccordo con Francesco, la cosa puo' funzionare in una piccola comunita'...non certo in un grande paese, specie in Italia dove l'informazione...ha problemi a circolare, basti immaginare che molti Italiani, quando parli di berlusconi, sono convinti di parlare di una brava persona...non sanno minimamente quello che ha fatto e quello che realmente e'....

Salvatore Ermenegildi 09.08.05 02:34| 
 |
Rispondi al commento

Tu riporti numeri telefonici e E-Mail... dunque.. per i telefoni possono mandare messaggi... e-mail no..perche' non hanno il PC...ma ..chi deve mandare messaggi... per cosa li mandano?? attraverso quali canali vengono informati???? dove leggono, come si istruiscono ??? ...

Salvatore Ermenegildi 09.08.05 02:30| 
 |
Rispondi al commento

SWcrive Danila Fava : Quella della partecipazione è stata la
prima problematica ad essere affrontata
nella letteratura della Democrazia Diretta,
ed oggi abbiamo gli strumenti per dire
che in paesi tecnologicamente avanza
come l'Italia,.....  
SEI SICURA CHE STIAMO PARLANDO DELLA STESSA ITALIA ???? ...ma sai che l'Italia..rapporto PC..persona..ha uno dei livelli piu' bassi d'Europa ??? se non il piu' basso addirittura....

Salvatore Ermenegildi 09.08.05 02:26| 
 |
Rispondi al commento

x danila

molto affascinante la democrazia diretta! ma la storia ci mostra che essa può funzionare solo in piccole comunità(come tutt'ora avviene in alcuni piccoli cantoni svizzeri). Nei paesi di grosse dimensioni invece si riscontrano gravi disfunzioni politiche e amministrative (es: California).
Comunque sull'argomento rimando tutti gli interessati a un bellissimo libro di FAREED ZAKARIA: DEMOCRAZIA SENZA LIBERTà.
saluti

francesco positano 09.08.05 02:21| 
 |
Rispondi al commento


Per Daniele Granata

>Mi dici chi non ha internet come parteciperebbe? >E gli anziani?

Quella della partecipazione è stata la
prima problematica ad essere affrontata
nella letteratura della Democrazia Diretta,
ed oggi abbiamo gli strumenti per dire
che in paesi tecnologicamente avanza
come l'Italia, la Democrazia Diretta non
solo è possibile, ma semplice come bere
un caffè al bar la mattina.

Infatti oggi ogni cittadino è, senza saperlo,
collegato direttamente o indirettamente
alla rete. E a collegarlo è un oggetto
apparentemente innocuo, ma che ha
cambiato il mondo: il cellulare!

Tutti gli operatori italiani infatti
supportano l'invio di email via SMS,
ed è semplicissimo:

VODAFONE
Numero a cui inviare: 888
Messaggio: email@indirizzo.it (oggetto) messaggio

TIM
Numero a cui inviare: 9696
Messaggio: EMAIL email@indirizzo.it messaggio

WIND/LIBERO
Numero a cui inviare: 45154
Messaggio: email@indirizzo.it messaggio

Poichè il 99% della popolazione ha
il cellulare, e possono usarlo anche
persone disabili che invece non
riuscirebbero a raggiungere la
cabina elettorale, si può dire in tutta
certezza che la Democrazia Diretta
renderebbe il bacino elettorale
più ampio di quello che è oggi.

>Spesso il parlamento deve prendere decisioni
>impopolari per il bene del paese

Questa è la prima cosa che si pensa
a restituire il governo al popolo,
e cioè che non passeranno mai le
misure impopolari. Ma è falso.
Oggi, anche se abbiamo la democrazia
rappresentativa, la gente continua
a votare partiti che hanno alzato le
tasse, votato missioni di pace per
aiutare popoli in difficoltà spendendo
soldi che invece avrebbero potuto essere
spesi in italia a loro vantaggio,
e votato per l'abolizione di privilegi.
E' la storia a dimostrare che la gente
ha un senso della giustizia, che lo
si voglia credere o no, e continua a
votare quei partiti che magari vanno
contro gli interessi dei loro elettori
ma a vantaggio di minoranze che spesso
non possono neanche votare perchè
portatori di handicap.
La verità è che nella Democrazia Diretta
noi voteremmo per leggi a favore dei
portatori di handicap, come oggi
facciamo per i partiti che votano tale
legge. La ragione è che la maggioranza
della gente sa fare sacrifici per
le giuste ragioni, molto più di quanto non
si crede.

In caso contrario, tu saresti davvero contento
di votare un partito che non rispetta
la tua volontà di elettore? Un partito
che sfrutta la scusa delle condizioni
cambiate, "difficili", per fare leggi
a suo vantaggio? Perchè purtroppo questo
è quello che succede: l'intelligenza di
questi politici non è più usata per
interpretare il bene del popolo, ma per
cercare di guadagnarci il più possibile.

La Democrazia riporta il potere nelle
mani della gente. Dicendo che il popolo
non sa cosa vuole, che il popolo è stupido,
in realtà si fa il gioco dei fascismi e
dei dittatori, che credono di sapere meglio
della gente di cosa abbia bisogno.
No, non è così. Se la storia dimostra
qualcosa, è che la gente alla fine sente
fin troppo bene sulla propria pelle
gli effetti delle decisioni e sa imparare
di conseguenza. Anzi, non c'è nessuno
politico in grado di rivaleggiare in
saggezza con il popolo.


Danila Fava 09.08.05 01:57| 
 |
Rispondi al commento

attenzione, forse c'e' la cancellazione automatica dei messaggi con la parola P-ASACUCCI,...inserita nel programma, alla stessa maniera di una PAROLACCIA....

Salvatore Ermenegildi 09.08.05 01:38| 
 |
Rispondi al commento

X Danila
Sono molto affascinato da questa "Democrazia Diretta", il problema è che "Democrazia" sia un termine inappropriato. Mi dici chi non ha internet come parteciperebbe? E gli anziani? Loro ora prendono il loro "santino" e vanno a votare, senza PC come e internet come farebbero? Democrazia è se tutti possono partecipare.Altra sfaccettatura che non tanto mi convince è la storia della consultazione popolare in base alle leggi da votare. Spesso il parlamento deve prendere decisioni impopolari per il bene del paese: aumenti di tasse, normative ecologiche contro autovetture o impianti inquinanti e così via.
Se si dovesse chiedere sempre il permesso non si migliorerebbe mai.

L'idea mi sembra ancora anacronistica, i tempi non credo siano ancora maturi per una cosa del genere, forse i nostri figli la sperimenteranno, chissà.

Per piacere prendila senza polemica alcuna.

Saluti

Daniele Granata 09.08.05 01:30| 
 |
Rispondi al commento

AH............LA DEMOCRAZIA DIRETTA!!

ma cosi'diretta che solo i cittadini il popolo di poveracci,poveri,mediopoveri,ricchi,medioricchi,ricchissimi,ultrarichhi etcc.etcc.cioe' gli italiani,la gente, dovra' in futuro occuparsi della propria nazione e si perche' adesso gli italiani se ne fregano di come vanno le cose basta che non gli sputano davanti alla loro casa o che non parcheggino sul loro passo carraio, per tutto il resto,... e chi se ne frega, qualcuno ha qualcosa da obbiettare?...........
Secondo me non ha importanza chi va' al governo in futuro ma ha importanza che faccia cio'che gli si ordina e l'ORDINE deve venire dalla maggioranza dei cittadini ho fatto altre volte l' esempio di un banalissimo CONDOMINIO dove tutti i soggetti che vi abitano controllano lo stato dello stabile, per esempio se spunta una nuova antenna o se qualcuno ha un cane o un gatto che magari il loro regolamento non contempla in questo caso sono tutti coinvolti nella gestione del LORO BENE COMUNE CHE E'RAPPRESENTATO DAL LORO APPARTAMENTO TRADOTTO IN MILLESIMI QUINDI IL LORO CAPITALE.Devono ficcarsi in testa che l'italia il loro paese la nazione in cui abitano e' come la gestione del loro PREZIOSISSIMO CONDOMINIO.

Per cambiare secondo me,e' necessaria l'introduzione della DEMOCRAZIA DIRETTA
per fare un piccolo esempio, prendiamo un piccolo paese e facciamo l'esperimento di introdurre la D.D.
il Sindaco uno non iscritto a nessun Partito politico propone di fare una qualsiasi opera pubblica, bene egli sottopone il tutto alla votazione dei suoi cittadini se la cosa ottiene il 50 + 1 dei voti favorevoli SI FA' se ottiene il 50 + 1 dei voti contrari NON SI FA' complicato eh...IRREALIZZABILE,UTOPISTICO,FANTASIOSO,DEMAGOGGGGGGGGICO,questi gli aggettivi dei politici e dei loro immatricolati.
CHIARO NO? GLI TOGLI TUTTO IL POTERE E LO TRASFERISCI AI CITTADINI, quindi qualsiasi persona puo' fare il Sindaco tanto decide l'Assemblea del Condominio su come si spendono i loro soldi. Non riesco a capire perche' questo ragionamento in condominio non fa' una piega e in Politica invece..............sara' che sono ingenuo eh......saluti

Gino De Pauli 09.08.05 01:26| 
 |
Rispondi al commento

io comincio a dubitare che sia lo staff di beppe che cancella messaggi...sono cancellati anche messaggi assolutamente tranquilli....mah...

Fabio Piciacchia 09.08.05 00:54| 
 |
Rispondi al commento

MA ALLORA E' VERO CHE C'È CHI CANCELLA I POSTATI.

Ho chiesto cosa sta succedendo, visto che sono tutti incaxxati con PASCUCCI e non ho però trovato nessun suo post. Invece di una risposta mi avete cancellata, perché????????????????

Devo proprio pensare che questo Blog é una fregatura?
Ohi, ragazzi di Beppe, datevi una mossa, in EUROPA vige la Democrazia, perciò tutti dovrebbero poter dire la propria opinione. Anche PASCUCCI, pur se alle volte é un pò pedante.

Mi cancellate anche questa volta????
Baciiiiiiiiiiiiiiiiii , Lili

Liliana Amadò 09.08.05 00:16| 
 |
Rispondi al commento

grazie x avermi risposto Danila.

Crhistian Fufu 09.08.05 00:04| 
 |
Rispondi al commento


Per Maria Adele Del Vecchio

Visto che continui a darmi dell'ignorante,
perchè non mi spieghi tu come sarebbe
possibile realizzare questa utopia
di cui parli, ovvero anarchia e abolizione
della moneta insieme?

Se vuoi puoi consigliarmi qualche testo
che parla del problema, io sono aperta
ad ogni lettura, anche la più criticata.

Il fatto che io ritenga la Democrazia
Diretta una soluzione migliore dell'anarchia
non significa che lo sia. Io non sono
certo infallibile.

Danila Fava 09.08.05 00:04| 
 |
Rispondi al commento

ops! LAQUERCIA,
Guarda che non stavo difendendo Beppe, infatti più volte ho scritto che dovrebbe fare solo il COMICO.
Stavo solo facendo una constatazione. OSSIA, con tanti problemi grossi che ci sono oggi in Italia, la tipa non ha niente di meglio da fare che vedere dove e sotto cosa sta seduto Beppe. Ma fammi il favore!

Poi non ho capito cosa dovrei vedere in Orrobre!!! Cos`é una nuova malattia???
Senza rancore ciaooooooo
Lili

Liliana Amadò 08.08.05 23:58| 
 |
Rispondi al commento


Per Crhistian Fufu:

>è effettivamente un concetto ideale,l'idea pura,ma
>credi davvero che gli avvoltoi delle poltrone lo
>permetterebbero?

La Democrazia Diretta sarebbe irrealizzabile
se dovesse avverarsi di colpo, abolendo
dall'oggi al domani il parlamento e creandone
uno ONLINE. Ovviamente i Politici attuali
ostacolerebbero il progetto e insieme ai poteri
forti ci renderebbero la cosa impossibile.

Ma esiste una sorta di "Cavallo di Troia" che
è stato ideato (non da me, ma da gente più
intelligente di me). In pratica, fondare
inizialmente un partito che seguisse le
regole delle normali elezioni. Questo verrebbe
eletto regolamente se votato dalla gente.
Ma una volta eletto, invece di votare in
base alla volontà dei suoi pochi membri,
il partito consulterebbe tramite internet e
cellulare tutti i cittadini italiani,
che attraverso un sito web sicuro
potrebbero esprimere a maggioranza la loro
volontà su ogni legge votata in parlamento.

Ecco che, in questo modo, tutto quello che
dovremmo fare per far accadere la rivoluzione
sarebbe votare un partito, un Partito di Vetro.

Credi che questa soluzione abbia dei difetti?
Se si, i tuoi suggerimenti ci sono preziosissimi.
Vieni sul forum di www.internetcrazia.com e
aiutaci. Questo è modo più giusto e democratico
di cambiare le cose che io riesco ad immaginare.

Danila Fava 08.08.05 23:55| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
qualche giorno fa proponevi, attraverso l’eliminazione dal parlamento di chi ha subito una qualsiasi condanna penale, dico bene… qualsiasi, la nozione secondo la quale solo gli onesti devono rappresentarci… e naturalmente ciò significa che basta mostrare la fedina penale pulita per essere certi che quel parlamentare farà gli interessi di chi lo ha eletto (scusa se rido). Adesso proclami: “fuori i ricchi!” come se povertà fosse sinonimo di onestà (scusa se rido di nuovo). Poi aggiungi la visita psichiatrica!! Oh, a quando annuncerai la dittatura del proletariato? No, perché la strada è proprio questa… e non mi pare che dove è stata applicata sia andata molto bene. Poi mi citi addirittura la Svizzera… paese notoriamente abitato da poveracci!! E basta poi con ‘sta cosa dei mezzi di informazione… nel collegio 10 della nostra Genova, caro Grillo, i rifondatori del comunismo e tutta la sinistra unita, in occasione delle scorse suppletive, hanno votato per Stefano Zara, già presidente regionale di Confindustria, sapendo benissimo per chi e per cosa votavano, e alle elezioni del 2001, nel mio collegio, i “compagni dirigenti” suggerivano Ugo Intini (devo spiegare chi è??) e i “compagni elettori”, sapendo benissimo quel che votavano, hanno ubbidito in massa… quindi sarebbe ora di finirla con ‘sta tavoletta, anzi con ‘sta stronzata, che vedrebbe un povero popolo succube e ignaro… ma per carità!

La cosa sintomatica però, è che spesso proponi ingenuamente l’abolizione di qualche leggina, o l’introduzione di altra, lasciando invariato tutto l’assetto istituzionale, come se non fosse questo, e non piuttosto qualche ladro in più o in meno, il vero guaio italico (uno dei più importanti almeno)… ma, appunto, trattasi di ingenuità… o almeno spero!

Vi vengo in soccorso con un suggerimento: c’è una riforma che, se introdotta compiutamente, aprirebbe la possibilità ad un ribaltamento del ruolo cittadini-istituzioni, a favore dei primi:
abolizione totale della quota proporzionale. Quindi elezioni con un sistema totalmente maggioritario e uninominale, senza scorpori e obblighi di apparentamento con liste o coalizioni (chi sa se tu e/o i tuoi adepti che vanno in estasi ad ogni tua parola, sapete o sanno di cosa sto parlando… permettimi di dubitarne). Sai cosa significherebbe questo? Che ogni singolo cittadino, a prescindere dal ceto sociale o dal conto in banca, senza essere necessariamente collegato o interno ai partiti potrebbe candidarsi al parlamento (ovviamente occorrerebbe un minimo di firme a supporto della candidatura).

Lo dico anche a beneficio di coloro che ingenuamente ti implorano di candidarti così “gliela la fai vedere tu”. Loro, poverini, che non capiscono nulla di politica e di sistemi istituzionali, non sanno quel che tu avresti la correttezza di dire. Ovvero che tu, con l’attuale legge elettorale e senza la riforma da me indicata, potresti candidarti al parlamento solo schierandoti, direttamente o meno, con uno dei due schieramenti… i quali, ovviamente, ti candiderebbero (ammesso che ciò venga preso in considerazione) solo a patto che tu accetti il loro programma, e non certo il contrario.

pino brizzolara 08.08.05 23:53| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Ignazio Laquercia il 08.08.05 23:49

Pascù, della quercia non hai che la memoria... forse.

Maria Adele Del Vecchio 08.08.05 23:51| 
 |
Rispondi al commento

> nessun errore, sono ex attivista anarchica e individualista anarchica d'indole e di fatto.

ah ahah ahha haah !!!

> Per me quello anarchico è il più bel sogno della storia.

svegliati che è mejo!

Ignazio Laquercia 08.08.05 23:49| 
 |
Rispondi al commento

MINKIA! TOCCARE IL BEPPE PER QUALCUNO E' PERICOLOSISSIMO! Vedrete che sorpresa a Orrobre.

Rimarrai a BOCCA APERTA, SENZA FIATO.

==================================================================

XXX Francesca Iobbi XXX

Ma chi se ne frega sotto che ombrellone stava Grillo. Con tutti i problemi che ha l'Italia l'unico tuo pensiero é dove si mette Beppe al mare???? Non pensi che sono c....i suoi?
Ma fammi il piacere la prossima volta che vai al mare, AFFOGATI!!!!!
Lilia

Postato da: Liliana Amadò il 08.08.05 23:45

Ignazio Laquercia 08.08.05 23:48| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Danila Fava il 08.08.05 23:44

nessun errore, sono ex attivista anarchica e individualista anarchica d'indole e di fatto.
Per me quello anarchico è il più bel sogno della storia.
nessun errore mio, solo poco dialogo... e poco sapere tuo, troppi mix up for my knowledge and my tastes

Maria Adele Del Vecchio 08.08.05 23:47| 
 |
Rispondi al commento

XXX Francesca Iobbi XXX

Ma chi se ne frega sotto che ombrellone stava Grillo. Con tutti i problemi che ha l'Italia l'unico tuo pensiero é dove si mette Beppe al mare???? Non pensi che sono c....i suoi?
Ma fammi il piacere la prossima volta che vai al mare, AFFOGATI!!!!!
Lilia

Liliana Amadò 08.08.05 23:45| 
 |
Rispondi al commento


Per Maria Adele Del Vecchio

>fai discorsi da qualunquista destrorsa
>sull'anarchia=democrazia diretta e poi ne parli in
>termini di cellulari?

No, ora capisco. Ci deve essere stato
un fraintendimento.

Io sono totalmente contraria all'anarchia,
e la considero una utopia e un passo indietro
rispetto alla più grande conquista della
nostra civiltà, la Democrazia.

La Democrazia Diretta è l'esatto opposto
dell'anarchia: è lo strumento
principe per costruire una società
solidale per mezzo di uno stato che invece di
fare gli interessi di pochi ricchi (come
dice Grillo, una plutocrazia) sia uno
strumento finanziato e guidato dal popolo.
Come puoi ben vedere mi distinguo anche
dalla destra, che invece ritiene esistano
individui "migliori" che siano capaci
di guidare meglio il popolo beelante di
pecore di quanto non sappiano fare gli
individui da soli.

Evidentemente hai letto le mie critiche
all'anarchico Ping insieme alle mie
risposte a Massimo Manca e le hai mescolate.

Tranquillizzati: la Democrazia Diretta è,
grazie al cielo, non un utopia ma una
straordinaria realtà verso cui molte
nazioni stanno andando.

Se non mi credi, ecco una lista di links alle
iniziative di Democrazia Diretta nel mondo:

http://democracy.mkolar.org/DDlinks.html

Danila Fava 08.08.05 23:44| 
 |
Rispondi al commento

@Danila come gia' ti chiesi in passato,credo sarebbe la rivoluzione,quella vera,è effettivamente un concetto ideale,l'idea pura,ma credi davvero che gli avvoltoi delle poltrone lo permetterebbero?io forse sono pessimista,basta guardare le schifezze che fanno ogni giorno x rendersi conto che il parlamento è cosa loro

Crhistian Fufu 08.08.05 23:32| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Danila Fava il 08.08.05 23:26

Perdonami, ma ho un travaso di insofferenza nei tuoi confronti come lo provo nei confronti di chiunque parli di pensiero anarchico senza saperne nulla al riguardo. Come fai a parlare di moderna democreazia diretta tu che non sai nulla della democrazia diretta in accezione storica e sviluppo - non amo ripetrmi, ma fai discorsi da qualunquista destrorsa sull'anarchia=democrazia diretta e poi ne parli in termini di cellulari? ma siamo totalmente pazzi o il consumo vi ha fuso il cervello? Bakunin con il cellulare... mah, perchè no?... piuttosto perchè no a Bakunin?
che stanchezza.

Maria Adele Del Vecchio 08.08.05 23:31| 
 |
Rispondi al commento

bel post beppe...

Fabio Piciacchia 08.08.05 23:30| 
 |
Rispondi al commento


Per Maria Adele Del Vecchio

>Inoltre, cosa vuol dire non avere posizioni
>politiche? che c'è l'etimologia la fai solo della
>parola anarchia?

Intendevo non avere posizioni politiche
predefinite. Un partito di Democrazia
Diretta come Internetcrazia sarebbe totalmente
trasparente agli orientamenti politici dei suoi
elettori. Sarebbe il tanto auspicato
"PARTITO DI VETRO". Infatti riporterebbe in
parlamento esattamente il voto di maggioranza
ottenuto tramite internet o cellular dagli
italiani. Distinzioni politiche come
Destra, Sinistra o simili, non avrebbero
più senso (finalmente), perchè la gente
voterebbe sui singoli problemi esposti
in parlamento secondo i suoi bisogni
reali, e non secondo le ideologie da
campionato di calcio e da curva sud che
vediamo oggi con i partiti, e che
nascondono le vere esigenze della popolazione.

Danila Fava 08.08.05 23:26| 
 |
Rispondi al commento


Per Massimo Manca:

>Anche il buon vecchio sistema di Pericle non è
>male: i deputati si sorteggiano (fra una lista
>di cittadini disponibili che non siano stati
>condannati in via difinitiva, o anche solo in
>primo grado, va'); il sorteggio di circa seicento
> persone garantisce statisticamente una certa
>affidabilità e comunque difficilmente saranno
>peggio di quelli che ci sono già.

Massimo, c'è un sistema migliore. Il meccanismo
inventato da Pericle, per sua stessa ammissione,
era dovuto all'impossibilità fisica di
far partecipare tutti alla votazione nel
parlamento dell'epoca (l'Agorà). Oggi invece
è possibile farlo tramite cellulari ed internet,
e chi vuole (nessuno è obbligato) potrebbe
partecipare attivamente alle decisioni che
riguardano la sua vita ed il paese in cui vive.

La democrazia rappresentativa, anche solo
per sorteggio, è un fallimento che la storia
condanna già oggi. Per fortuna la tecnologia
ci permette di risolvere "Il problema di Pericle",
cioè quello della partecipazione reale di
ogni cittadino alla vita politica.

Molti ragazzi in italia stanno già lavorando
per creare un partito trasparente che
non abbia posizioni politiche ma che
riporti in parlamento i voti espressi dai
cittadini italiani direttamente.
Vieni a darci una mano per costituire il
partito della Democrazia Diretta
su questo sito:

http://www.internetcrazia.com

Danila Fava 08.08.05 23:14| 
 |
Rispondi al commento

I latini 3000 anni fa dicevano "dividi et impera",ma se si uniscono,anche il più stupido mangia la foglia.
Tanto lo sappiamo che l'unico modo di risolvere TUTTI i problemi della Terra dei Cachi è la serie A a 40 squadre...

Rosa Federico 08.08.05 23:08| 
 |
Rispondi al commento


Per Yang Chenping:

>Esattamente come avviene oggi, in qualunque vicolo >di qualsiasi città.

Ping, è evidente che ti sfugge completamente
il perchè esiste la polizia ed il
potere giudiziario. Credi che
la polizia esista per arrivare e fermare
la mano di chi ti sta per accoltellare?
Al contrario.

La polizia nelle democrazia fu introdotta
con il solo scopo di essere un DETERRENTE.
Forse dovresti cercare sul vocabolario
questo termine.

Cosa significa? Significa che la ragione
per cui nei quartieri con molta polizia
rispetto a quelli con poca polizia vi sono
meno crimini, è che i cittadini decidono
di non compiere atti criminali per evitare
la pena dell'incarcerazione. Questo
meccanismo, ben spiegato da Hobbes (che ti
consiglio di studiare, visto che l'idea
moderna di stato che tanto tu combatti
l'hanno inventata lui e Montesquieu, che
aggiunse la geniale divisione dei poteri),
ed è la ragione per cui oggi in italia
puoi passeggiare per le strade di una
grande città senza bisogno di portare
con te la spada, come invece era d'obbligo
nel medioevo.

Danila Fava 08.08.05 23:06| 
 |
Rispondi al commento

Anche il buon vecchio sistema di Pericle non è male: i deputati si sorteggiano (fra una lista di cittadini disponibili che non siano stati condannati in via difinitiva, o anche solo in primo grado, va'); il sorteggio di circa seicento persone garantisce statisticamente una certa affidabilità e comunque difficilmente saranno peggio di quelli che ci sono già.

Massimo Manca 08.08.05 23:04| 
 |
Rispondi al commento

p.s. X LO STAFF: ma oggi vi divertite a fare pesca cieca? mi togliete i post a caso o con qlc criterio particolare?????

Crhistian Fufu 08.08.05 23:04| 
 |
Rispondi al commento

"Io avrei una proposta, una leggina popolare.
Chi ha un capitale personale superiore a, diciamo 10 milioni di euro, non può fare il deputato, il senatore, il ministro, il presidente del consiglio, il presidente della Repubblica." OTTIMA IDEA BEPPE!!!!!!!!
Ottima Come tante altre idee che ti sono venute, e perchè no... come tante altre che avrei in mente io o gli altri che partecipano a questo blog...
Caro Beppe... hai fatto tantissimo e sicuramente farai ancora di piu'... però penso che non basti per ripulire tutta quella me..lma che ci governa, e penso che non basti per cambiare qualcosa nell'economia... ecologia... ecc...
Perchè non organizziamo una specie di movimento, dove concretamente proponiamo leggi, e dove concretamente ci sbattiamo a farle conoscere e votare (tipo referendum?) a quel branco di pecore chiamato italiani??
Penso che non ti sia difficile trovare un gruppo di persone per ogni città che organizzi il tutto...
Cosa ne dici? o cosa ne pensate?

Devis Cavina 08.08.05 22:56| 
 |
Rispondi al commento

E' vero! Queste notizie, apparentemente secondarie, fanno riflettere. Sono la dimostrazione di come il paese sia ormai in mano al più bieco capitalismo.

Piccoli inetti "mariuoli" che amministrano il governo e l'economia come fosse il giuoco del Monopoli. Del quale, pur di vincere, vogliono cambiare le regole.

Per chi come me ha speso gli anni settanta dietro a ideali e utopie, sognando una società migliore, tutto questo fa veramente soffrire. Dà proprio la misura del fallimento.

Inoltre, sono daccordo con quanto scrive il sig. Angelo Zottino.
Si compie tutto sotto gli occhi di un popolo che mostra una passività disarmante.
E' sufficiente vedere la quantità di notizie spazzatura che ci propinano TUTTI i notiziari TV.
Il 90% sono notizie di cronaca: famiglie intere trucidate da un parente; madri (ormai non si contano più) che uccidono i propri figli; cani liberi che azzannano poveri passanti; ecc....

I giornalisti. I veri servi del potere!

Io sogno di sentire un giorno, durante il TGx, alzarsi un coro di 50 milioni di persone che urla insieme:
" MA CHE CAZZO CE NE FREGA?"

Tutto questo mi fà tornare in mente un vecchio tarlo(degli anni settanta appunto), al quale non sono riuscito a dare ancora una risposta e vi sarei grato se qualcuno mi aiutasse.
Il dubbio è questo:
Il governo del paese, ha il compito di erudire i cittadini, magari contro la loro stessa volontà (rischiando in questo modo di tingersi di dittatura), oppure deve essere espressione del popolo, rifletterne le caratteristiche e anche il malcostume (com'è attualmente)?
La risposta sembra scontata. Ora viviamo nel benessere e possiamo persino sperperare soldi in una serie infinita di puttanate, delle quali come bambini viziati non possiamo fare a meno.
Ricorate però che anche in Albania ai tempi delle finanziarie di Berisha erano convinti di star bene. Prendevano per il culo chi era emigrato in Italia perchè uno stipendio simile a chi qua si faceva il mazzo, lo prendevano stando a casa senza fare niente. Ma poi....
Argentina, idem!

Dai Beppe , bisogna mettercela tutta! Lo sai, mi sembri un pò quel bambino che voleva vuotare il mare col secchiello, ma d'altra parte cosa vuoi fare, non ci vuoi provare? Dopotutto tu il mare ce l'hai nel sangue. E poi il segreto non stà nel secchiello e nemmeno nel mare. Stà nella testa del bambino.

Massimo

Massimo Pozzi 08.08.05 22:48| 
 |
Rispondi al commento

Crhistian,oh Crhistian ^_*

io non ho mai postato sugli sfollati,purtroppo,mi riprometto di farlo,quindi sono costretta a postare qui.
Mi vedono?Meglio,adoro la trasparenza.

Baci,baci,baci.


Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 08.08.05 22:43| 
 |
Rispondi al commento

e i politici li terrei in carica per 2 anni poi, tornano a fare il loro mestiere.........

giorgio gabrielli 08.08.05 22:39| 
 |
Rispondi al commento

Maria Adele,per cortesia,copia e incolla questo sulla discussione di meet.

POI BASTA.L'importante è che gli altri sappiano.
Non m'interessa poter postare,per il momento,avevo già deciso di riprendere a settembre,quando saremo tutti...democrazia.
.................................................

Da parte di Elisabetta.

Mi mandi,come al solito,fuori dal giudizio di tutti,queste e-mail:

1- ciao elisabetta, spero sia deposta l'ascia di guerra, scusa se
ti chiamo per nome, mi sembra più diretto e l'ho saputo da
medea. Allora veniamo al dunque, se tu fossi bloccata
sapirirebbe dal message board il tuo nome, questa è una delle
poche cose che so. Potrebbe essere che tu inizialmente sei
entrata in Meetup stasera con ad esempio passando da Milano e
non vieni riconosciuta a Roma..sparo a casaccio per capire

Max

2- male che va potresti provare a cancellarti e a reiscriverti con
le stesso nome e vediamo che succede

Max

3- Non posso stare piu' al computer fammi sapere qualcosa entro 5
minuti se puoi

ciao max

4- e poi mi mette il suo indirizzo di posta elettronica e, visto che IO sono una persona corretta,non lo scrivo qui.
Mi chiedo: come ha fatto a mandarmi la sua posta nella mia casella privata?
Altri,oggi,non hanno potuto farlo,passando da meet.E tu,per mandarmi queste, sei passato da meet.Lo vedo dall'indirizzo.

Misteri?

NO,prese per i fondelli!

................................................
Grazie Maria Adele,questa è l'ultima cortesia che ti chiedo.Ti devo un favore!

SCUSA A TUTTI I BLOGGHERS.

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 08.08.05 22:37| 
 |
Rispondi al commento

Anch'io ho avuto delle discussioni con Pascucci sui modi che usava, però sono andato a verificare in giro il signoraggio, scoprendo che e che quando qualcuno di "potente" ha provato a fare qualcosa per eliminare questa piaga, gli hanno spappolato il cerebro. Forse qualcosa di vero ci sarà no? Vedete un po' su www.disinformazione.it la faccenda di Kennedy e il signoraggio e cercate la legge che JFK aveva promulgato prima di essere accoppato!

Spero che tutti quelli che lo criticano si siano dati da fare, prima di parlare, per capirci qualcosa.

Una cosa che mi chiedo è: perchè il buon San Beppe da Genova non ne parla?
Paura per la sua pellaccia? Oppure è un argomento troppo vasto e scomodo per chi, come lui, è impegnato a fare spettacoli a ripetizione?
Spettacoli che, tra parentesi, vende a caro prezzo.
Sarà perchè è Genovese, ma non mi sembra che nemmeno lui stia a farci la carità o a regalarci le sua "saggezza". Ce la fa pagare eccome!!
E il blog, diranno i più? Quanti DVD avrà venduto con il blog? Gratis anche quelli vero?

Continuo a stupirmi di chi lo vorrebbe in politica, avendolo mitizzato come salvatore della razza umana.
A me piace veramente tanto come comico e dice cose giuste, a volte. Nessuno è perfetto, ma da qui a votarlo come Presidente del Consiglio... brrr, credo che manchi un po' di competenza.

Bene, e adesso massacratemi come fate con tutti quelli che osano criticare Grillo.

Saluti, Lorenzo

PS Bevilacqua sono daccordo con te!

Lorenzo Malaguti 08.08.05 22:34| 
 |
Rispondi al commento

> E, lo ricordo nel caso Ping stesse leggendo, non potresti impedirgli neanche di ucciderti.

Esattamente come avviene oggi, in qualunque vicolo di qualsiasi città.

Yang Chenping 08.08.05 22:29| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Danila Fava il 08.08.05 22:24

prendi la mia reazione per quello che è: scrivo ciò che penso e non altro. Odio ripetermi ma temo tu necessiti qualche lettura in più su ciò che è pensiero anarchico e la sua storia. Le tue deduzioni sono assurde e non ti rispondo oltre perchè chiaramente non sai di cosa parli e non trovo stimolante chiacchierare con te al riguardo.

Maria Adele Del Vecchio 08.08.05 22:29| 
 |
Rispondi al commento

@Mari e allora rimandate a domani la vostra cosa sulla chat,cosi' siete sicure di non scoprire le vostre mosse prima di farle....azzo un po' di furbizia.....

Crhistian Fufu 08.08.05 22:28| 
 |
Rispondi al commento

Io credo che sarebbe sufficiente una legge efficace sul conflitto di interessi e una buona legge sull'editoria che restituisca l'indipendenza a giornali e televisioni.

Ciao

Rodolfo Canaletti 08.08.05 22:25| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Crhistian Fufu il 08.08.05 22:22

Crì... grrrr!, come se non ci avessi pensato, ma non sono moderatrice e se Liz non è iscritta non so quando potrebbero risponderle affermativamente, tipo domani. Quindi per ora uso il blog e basta.

Ping

fai il caxxo che vuoi. Ti diletti con poco.

Maria Adele Del Vecchio 08.08.05 22:25| 
 |
Rispondi al commento


Per Maria Adele Del Vecchio

>forse sei tu che conosci solo la teoria
>comunista

Maria, non so cosa a cosa pensare della
tua reazione, ma cercherò di spiegarmi meglio.

Se elimini lo stato o qualsiasi organo
di controllo superiore, l'emergere della
forma naturale della moneta, ovvero delle
lettere di credito (cioè di promesse
di dare qualsiasi cosa, anche 6 banane)
come lo fermi? Puoi forse impedirmi di
darti un foglio con su scritto "al
portatore di questo foglio saranno date
6 banane da tizio?".
Temo che "anarchia" e "nessuna moneta" siano
due cose che si escludono a vicenda.
Ripeto, sulla carta abolire la proprietà
privata è facile. Il problema è obbligare
la gente a rispettare questo imperativo
morale senza uno stato Hobbesiano.
Ricorda: nell'anarchia non hai nessuno
strumento per imporre la tua volontà.
Se qualcuno la pensa diversamente sul
denaro, non potrai impedirgli di fondare
una banca se la ritiene una cosa giusta.
E, lo ricordo nel caso Ping stesse leggendo,
non potresti impedirgli neanche di ucciderti.

Danila Fava 08.08.05 22:24| 
 |
Rispondi al commento

...hai pienamente ragione, Beppe, ma noi, siamo sempre in leggera controtendenza!

gianluca

gianluca pellegrino 08.08.05 22:23| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Elisabetta Carosi il 08.08.05 22:18

ho proposto io, nel post che ancora non hai letto - e vacci! - di scrivermi a chiunque avesse dubbi. Non la posto altrimenti ci sguazza... vorrei mandartela via mail, ma come fare?. Lui teme abbiamo democraticamente deciso sia uno stronzo a priori... io non lo penso a priori...

Maria Adele Del Vecchio 08.08.05 22:22| 
 |
Rispondi al commento

scusate se intervengo nel vostro cip & ciap .se volete trovare delle strategie efficaci x smarronare il vostro amicone di meet up usate la chat degli sfollati,cosi' se qlc vi osserva ,Mari sei moderatore di la' no? fateve furbe! e non dimenticate che cercare di prendere le redini di un gruppo con 200 e rotti iscritti puo' essere allettante x chi ha mire di protagonismo......Mari hai dato un occhiata al prog. di dipietro?

ciao dinuovo a tutte e due

maleducate ^_*

Crhistian Fufu 08.08.05 22:22| 
 |
Rispondi al commento

> Ping, non citarmi e continua a chiacchierare con la Fava. grazie.

Penso invece che ti citerò ogni volta che ciò mi procurerà svago e diletto, e continuerò a fare bellamente quello che mi pare ignorando beatamente la tua dotta opinione.

Yang Chenping 08.08.05 22:20| 
 |
Rispondi al commento

Maria Adele,
pubblica sulla discussione l'e-mail privata che ti ha mandato.
Così ho fatto io e ha smesso di mandarmele.

Questo la deve smettere di fare le cose di nascosto dagli altri!

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 08.08.05 22:18| 
 |
Rispondi al commento

INCREDIBELEEEE. Come urla,simpaticamente,qualcuno.
Ho letto la tua risposta,delle 22.09,al tipo su meet.

E identica alla mia,delle 22.08,sul blog.

Ora, i paranoici, penseranno che siamo la stessa persona.

Mi piace questa sintonia.

Grazie ancora.

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 08.08.05 22:13| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Yang Chenping il 08.08.05 22:06

Ping, non citarmi e continua a chiacchierare con la Fava. grazie.

Maria Adele Del Vecchio 08.08.05 22:12| 
 |
Rispondi al commento

e' la prima volta che leggo questo blog ma concordo in gran parte con quello che hanno scritto nei replies precedenti.

------------------------------------------
Max Mondiani - http://www.maxmondiani.net

Max Mondiani 08.08.05 22:12| 
 |
Rispondi al commento

Ora ti ha risposto che dipende se accetto aiuti da parte sua!

E' uno dei suoi compiti fare in modo che su meetup tutti i membri possano postare.E' lui che ha scelto di ergersi ad organizzatore...se è un incapace,e ne dubito,lasci stare!
Non mi deve aiuto,mi deve l'accesso,visto che a settembre gli consegnerò 1 dollaro!

Riporta pure questo!

Ciao e scusa per la scocciatura.

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 08.08.05 22:08| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Maria Adele Del Vecchio il 08.08.05 21:26

> No al denaro. Questo in summa è il pensiero anarchico.

Boom!

Postato da: Ivano Bevilacqua il 08.08.05 21:49

Una pigna di allegria per grandi e piccini:

http://www.mises.org/rothbard/moneyback.asp
http://www.mises.org/books/socialism.pdf
http://www.mises.org/humanaction.asp
http://www.mises.org/money.asp
http://www.mises.org/rothbard/mes.asp

Yang Chenping 08.08.05 22:06| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Elisabetta Carosi il 08.08.05 22:02

guarda, si dovrebbe trovare un sistema per deresponsabilizzare certi individui, ma non per cattiveria, è che non ce la fanno... non ce la possono fare... ma poi dico, sul blog non c'è mai? hai letto la mia ultima risposta nel post dei ruoli?
e nessuno si fa vivo... io non li sopporto i truffaldini, soprattutto se non sanno o fingono di non sapere di esserlo.

Maria Adele Del Vecchio 08.08.05 22:05| 
 |
Rispondi al commento

Adele ho letto.
Che gran falso e ipocrita!
E questo sarebbe l'ORGANIZZATORE?

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 08.08.05 22:02| 
 |
Rispondi al commento


Per Maria Adele Del Vecchio

>No al denaro. Questo in summa è il pensiero >anarchico.

Mi sembra che tu stia facendo confusione
con il comunismo.

In ogni caso io ritengo entrambi irrealizzabili,
quindi con me sfondi una porta aperta.

Danila Fava 08.08.05 21:58| 
 |
Rispondi al commento

Maria Adele,
il tipo,a quanto pare sempre presente su meet,ti ha risposto.
Non fare l'errore di rispondergli sulla sua e-mail personale,come ti consiglia,è il suo gioco contro la trasparenza.
A me mandava e-mail poco gradite.

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 08.08.05 21:58| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra una leggina populista piu' che popolare.

Tiziano Torterelli 08.08.05 21:54| 
 |
Rispondi al commento

Me ne sono accorta tardi.
Ci sono pure cascata...con tutte le scarpe...ma sono a piedi nudi!
Ignora.

Ciao,a domani su meet.

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 08.08.05 21:53| 
 |
Rispondi al commento

Approvo in pieno la Tua proposta di legge. Purtroppo stasera ho sentito anche del disegno di legge che vuole proporre il portatore nano di democrazia: non ci volevo credere invece vuole farlo veramente! Una legge per regolamentare le intercettazioni telefoniche e la scriverà di suo pugno! Ma sbaglio o la costituzione afferma che il potere legislativo appartiene al parlamento e non al governo, se non in caso di provvedimenti d'urgenza, tantomeno al Presidente del Consiglio? Ma ormai in questa repubblica delle banane le norme chi le rispetta più? L'eccezione è diventata la regola, mentre le leggi le fanno i delinquenti. A quando una legge per punire severamente i magistrati che si permettono di condannare un delinquente? Sembra proprio che al peggio non ci siano limiti. La faccenda di Antonveneta ci sta ancora una volta squalificando agli occhi del mondo e il nostro governo non trova di meglio che pensare a come vietare ai magistrati di indagare...

Marco Somaschini 08.08.05 21:53| 
 |
Rispondi al commento

Me ne sono accorta tardi.
Ci sono pure cascata...con tutte le scarpe...ma sono a piedi nudi!
Ignora.

Ciao,a domani su meet.

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 08.08.05 21:49| 
 |
Rispondi al commento

messaggio per caruso nicola....mi fai proprio pena povero ignorante che critica i blog ma per sapere cosa succede in italia ci va e come a leggerli...siete una massa di capre ignoranti e nascosti nella nebbia perche' quelli che fanno discorsi cosi' poi in faccia alla gente non li fanno mai perche' si vergognano e non hanno argomenti...siete pietosi

veronica panichelli 08.08.05 21:48| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Danila Fava il 08.08.05 21:00

> Forsa sarà d'aiuto all'anarchico Yangchen Ping, che crede tanto nel libero mercato e nella distruzione dello stato, e poi si lamenta sul suo blog quando scopre che esistono aziende PRIVATE di mercenari che liberano gli ebrei dalle prigioni di ogni stato del mondo per la modica cifra di 150.000 dollari...

Chissà per quale motivo ho l'impressione che se qualcuno andasse a liberare qualcun altro in una prigione a Tel Aviv ci dovremmo sciroppare il lamento sull'antisemitismo. Se vogliamo il libero mercato sui mercenari, che sia per tutti o per nessuno (così ci facciamo due belle risate.)

Spero che tu non sia a favore anche dei mercenari della Zapata Engineering pagati dal governo federale, quelli che sparano indistintamente sugli iracheni e sui marines di passaggio e poi si lamentano perché "gli hanno portato via il 'religious medallion'..."

Postato da: Danila Fava il 08.08.05 21:16

> un sistema del genere sarebbe un sistema in cui tutto il contendere su ogni risorsa verrebbe risolto con la violenza

E cosa usa lo Stato per rubare? Sacchetti di caramelle alla menta?

E' incredibile come ogni scusa sia buona per legittimare il furto del branco: la democrazia, la maggioranza, la pace sociale, la giustizia, la solidarietà, ma sempre di furto si tratta. E se il furto è reato per il cittadino, per quale oscuro motivo dovrebbe essere legittimo per lo Stato? (che tra parentesi può pure esistere, basta che non RUBI puntanto una PISTOLA in faccia al CONTRIBUENTE, giusto per essere chiari.)

A meno che, ovviamente, il contribuente non abbia facoltà di rispondere. Ma questo non è compreso nella pace sociale, il cui cardine è apparentemente farsi stuprare ed ammazzare in mezzo alla strada in nome della solidarietà...

Fai un po' il conto dei morti ammazzati dagli "stati", poi vieni a raccontarmi la favoletta della civiltà. Potresti anche raccontare agli armeni o agli ebrei la favoletta delle forze dell'ordine che ci difendono tutti.

> Uno dei libri più belli sulla cecità degli uomini di fronte al dono della civiltà è "Cecità" del premio Nobel per la letteratura José Saramago.

L'ultima volta che ho controllato, il concetto di "civiltà" non comprendeva il furto e l'omicidio.

> Ti consiglio di leggerlo, e lo consiglio anche a Yang Chen Ping.

Anche aprire un libricino di economia non guasterebbe.

Yang Chenping 08.08.05 21:46| 
 |
Rispondi al commento

LETTO.

Sei UNICA.

Aspettiamo gli eventi.

Grazie.

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 08.08.05 21:45| 
 |
Rispondi al commento

Sai come aprire una nuova discussione?

Message board di Roma e clicchi in alto a sinistra su "Start a new discussion".

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 08.08.05 21:41| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Maria Adele.

Trasparenza, ci vuole trasparenza anche se,togliendo alcuni veli,l'odore è nauseabondo.

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 08.08.05 21:37| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Angelo Zottino il 08.08.05 21:30

Sottoscrivo.

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 08.08.05 21:35| 
 |
Rispondi al commento

Accolgo e sottoscrivo in pieno l'iniziativa di Beppe.
Eppure, vorrei parlare dell'aumento di stipendio che i nostri beneamati parlamentari (in toto, deputati e senatori, da destra a sinistra) si sono concessi previa partenza per le vacanze.
Carissimo Beppe, leggo da tantissimo tempo il tuo Blog e ti seguo da tempo immemore. Stimo tantissimo il tuo coraggio e la tua voglia di libertà (quella vera) e democrazia. Perchè non proporre una petizione popolare (come quella che hai fatto per "un parlamento pulito" o "via dall'iraq") anche per diminuire considerevolmente gli stipendi dei politici? Senza contare le detrazioni a cui hanno diritto, i privilegi fiscali, la pensione statale dopo soli 2 anni di "onorevole", case di 1000mq (pagando affitti simbolici!!!) con super attico ed eserciti di leccapiedi a carico nostro. (Porca miseria, non pagano un'emerito c... e si aumentano pure lo stipendio!!!...alla faccia della crisi economica e delle pensioni che non si possopo più pagare)
Noi italiani abbiamo bisogno di un'uomo onesto, solo uno, che abbia il coraggio di toglierci dai piedi tutta questa marmaglia parassita che mangia e se ne frega del resto. Confidando nella tua voglia di giustizia, resto in attesa di un segnale...

Ottavio Palermo 08.08.05 21:34| 
 |
Rispondi al commento

Grandissimo Beppe,

“Sua Santità, è morta la Giustizia” diceva il nostro carissimo, marchese Onofrio del Grillo, dimostrando come, con la disonestà e le tecniche usate ancora oggi, si potesse cambiare il corso della giustizia.
Il nostro, anzi il Vostro carissimo Fazio, dicendo, (rif. Intercettazioni), al figlio Giovanni, “stai tranquillo che si sgonfierà tutto”, già conosce l’indole degli italiani e la loro passività, e sa che dopo le partite della domenica la gente resetta il cervello e scorda completamente tutto.
Perciò, dopo tutte le parole che si vogliono fare … quando si passa ai fatti? E’ sconsolante vedere gente che, con tanta passione, spacca, distrugge, si dimena per il Genoa in serie B; e per fatti come quelli sopra descritti, il nulla.

Angelo Zottino Commentatore in marcia al V2day 08.08.05 21:30| 
 |
Rispondi al commento

Come io ho postato una discussione,sul message board di Roma,per sapere della sparizione di alcune discussioni di Kamma,tu ne posti una per sapere il motivo per cui sono stata bannata.
Così TUTTI vengono a sapere che su meetup,quando critichi l'organizzatore,in questo caso quello di Roma,sei bannato.

Tutto qua.

Sì,anche io ho pensato alla grande falsità dell'individuo.Risulto ancora membro.
Non potrebbe giustificare la "DIPARTITA" di un membro attivo come me.
Tutti penseranno che non posto più.
Ed avevo discussioni in atto.

Chiedilo pacatamente,tipo:come mai non si possono più mandare e-mail a?E' stata forse bannata?Non ci sono più suoi postati.
Oppure puoi anche essere diretta e dire che hai appreso,sul blog di Beppe,che non potevo più postare su meetup.
Un fatto è certo:non risulto più iscritta!
Fai tu.
Volpi,come diceva qualcuno.
Ciao.

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 08.08.05 21:30| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di imprenditori mi permetto di segnalare a tutti Adriano Olivetti, ultimo (da quanto mi risulta) imprenditore italiano con idee e visione molto ampia e moderna... peccato che pochi lo capirono (io non ero ancora nato, ma a quanto dice Gallino fu un grande:
http://bfp.sp.unipi.it/rec/olivetti.htm)

E' il mio primo post dentro qui e saluto tutti molto cordialmente!

ugo fonzar 08.08.05 21:26| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Danila Fava il 08.08.05 21:16+

ok, che l'anarchia sia un'utopia non realizzabile ci sto, ma che dell'anarchia tu legga l'assenza di stato e non ti renda conto che questa significhi semplicemente presenza di individui, con le loro diversità, senza nessuno che li chiami forza lavoro, che brutta cosa, ma con un'idea di responsabilità individuale nella sociètà di cui fanno parte, atta a non ledere alcuno, ma tesa verso la coscienza ed il rispetto, non è affar mio. Il "sistema anarchico" non contempla moneta, in nessuna sua teoria e accezione, il sistema anarchico è contro il capitale e contro il danaro... autogestione della vita e delle risorse.
No al denaro. Questo in summa è il pensiero anarchico. Il resto è immondizia e propaganda antianarchica.
mi fermo qui, di anarchia e moneta ho sentito parlare solo da chi di anarchia sa poco o nulla.

Maria Adele Del Vecchio 08.08.05 21:26| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Elisabetta Carosi il 08.08.05 21:09

se ti hanno bannata lo hanno fatto in modo un po' ipocrita, nel senso che non puoi postare ma risulti come membro, non sei fuori e alcuni post di oggi ho visto che ci sono. Mi spieghi meglio cosa potrei fare? posto una discussione e?
wait for yours

Maria Adele Del Vecchio 08.08.05 21:19| 
 |
Rispondi al commento


Per Maria Adele Del Vecchio

>Sei sicura che chi crede nel libero mercato possa >essere definito anarchico? mi giunge nuova, eri >ironica, vero?

No, non ero ironica.
Purtroppo l'anarchia ha molte forme, ma
una cosa in comune: l'eliminazione dello
stato. Se elimini semplicemente lo stato,
e lasci intatto il mercato, privatizzando
banche e servizi, ottieni effettivamente
un anarchia dove il solo signore è la
moneta (stavolta non più emessa dallo
stato ma tornerebbe ad essere il foglio
di credito delle banche private come
era nel medioeva).

Quello che però persone come Ping non
capiscono è che un sistema anarchico
non è solo impossibile, in quanto
gli uomini ricostruirebbero subito
altre gerarchie in altre forme,
ma anche immaginando un uomo diverso
da quello reale, un sistema del genere
sarebbe un sistema in cui tutto il
contendere su ogni risorsa verrebbe
risolto con la violenza. La civiltà
ha compiuto la sua più grande conquista
con la democrazia e le leggi, ma vi sono
ancora ciechi che non se ne rendono conto.
Uno dei libri più belli sulla cecità degli
uomini di fronte al dono della civiltà
è "Cecità" del premio Nobel per la
letteratura José Saramago. Ti consiglio
di leggerlo, e lo consiglio anche a Yang
Chen Ping.

Danila Fava 08.08.05 21:16| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Ivano Bevilacqua il 08.08.05 21:05

Cosa hai fatto per meritarti questo?

Io credo d'essere stata bannata perchè non voglio capi banda!

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 08.08.05 21:13| 
 |
Rispondi al commento

ho appena visto il tuo spettacolo su dvd e fra le risate un po' di tristezza viene...ma l'importante e' la conoscenza!!! grazie beppe sei un grande!

maura turci 08.08.05 21:12| 
 |
Rispondi al commento

@Danila,hanno cancellato un mucchio di post,infatti io non so che provenienza abbia sto tizio,se ahi notizie postale,xfavore,grazie

@Mari,Eli,ciao, se vuoi info sul prog di DiPietro basta che vai sul suo sito,c'è il programma.

Delle Pertiche,sara' quasi analfabeta,cmq dai un occhiata a st'art.http://www.centomovimenti.com/2005/agosto/03_dipietro.htm
chi hai mai sentito in italia fare certe dichiarazioni?

Crhistian Fufu 08.08.05 21:12| 
 |
Rispondi al commento

x Maria Adele.

Ho letto la tua risposta.

Verificato,sono bannata.

Anche io,oggi volevo scriverti una e-mail ma non m'è stato possibile attraverso meetup...quindi bannata!!!
E solo l'"organizzatore" può fare questo.

Non fare macelli e non te ne andare.

Rimani almeno tu come nostra voce!

Una cosa la puoi fare però.

Ieri avevo consigliato a Roberto Mazzuia,meetup di Milano, di verificare da solo quel che accadeva a Roma.

Oggi ho visto che si è iscritto.

Con lui ho dialogato sul meetup generale, nella discussione,aperta da me, "I DISSIDENTI".
Aperta proprio per denunciare i fatti di Roma.

Come ti dicevo,una cosa potresti farla.
Aprire una discussione:"chi ha bannato...e il mio nick"!

Cerca di mantenere la calma,anche se è difficile.
Meetup non deve finire così.

Aspettiamo settembre e,da quel che ho letto,la maggior parte sono della nostra idea:no-capi!
Ciao.

September more!

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 08.08.05 21:09| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Ivano Bevilacqua il 08.08.05 21:05

No Ivano, io non sono bannata, è Elisabetta che non riesce a postare. Direi, verifichiamo, magari c'è solo qualche intoppo tecnico. Altrimenti banniano chi banna.

Maria Adele Del Vecchio 08.08.05 21:08| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, certo che i post di quest giorni ne sollevano di cas..o, anche se molti di noi sono in vacanza.
Non mi meraviglio di De Benedetti: l'unico suo obiettivo è fare la grana, i danè come diciamo in Lombardia. E'un obiettivo esecrabile? Forse, ma non credo che la maggior parte di noi si strapperebbe i capelli all'idea di aver una casa a Porto Cervo, una porsche nel box, un conto in banca in grado di mettere noi ed i nostri cari al sicuro da ogni problema. Anche Ricucci, anzi il dott. Ricucci come qualche giornale sostiene, vuole fare sempre più danè ..e va bene, e va bene anche Gnutti che papale papale lo confida in un'intervista al Corrierone. Chi ha più nomi da aggiungere a questa lista, li aggiunga. Non mi scandalizzo se De Benedetti gioca a tira e molla con le azioni del nuovo fondo e fa i danè..obiettivo della sua vita. Questo fa parte del gioco, se vengono rispettate le regole!
Quello che mi fa veramente inca...re è che in realtà le regole non vengono rispettate. La totale assenza delle regole ormai non crea problemi in questo nostro povero paese. Ci si inc...a non per quanto viene svelato dalle allucinanti interccettazioni tel. publicate in questi giorni, ma hanno il coraggio di inca....si perchè sono state fatte le intercettazioni.
E i rappresentanti del popolo di sinistra dove sono? Cosa dicono di questo squallore? Forse sono a Capalbio a prendersi un poco di sole e non hanno tempo più di tanto per dire la loro con un poco di determinazione e chiarezza.
Ca..o li votiamo noi!
Forse il detto che dice "governare gli Italiani non è difficile, è inutile" è vero.
Qualcuno può tirarmi su di morale?

antonio carrassi 08.08.05 21:07| 
 |
Rispondi al commento

in merito al messaggio di elisabetta, credo sia doveroso fare chiarezza da parte degli amministratori.
in ogni caso, secondo me il blog deve avere un sistema di gestione migliore. un blog con 500/600 commenti non può essere strutturato come uno che ne ha 80 o 90.
ovviamente dico questo pensando che alcune "censure" siano in realtà un modo per sfoltire i troppi messaggi.
qualora invece fossero deliberate, beh, qui dovrebbe essere proprio Beppe a fare chiarezza.

emanuele bardone 08.08.05 21:07| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Danila Fava il 08.08.05 21:00

Sei sicura che chi crede nel libero mercato possa essere definito anarchico? mi giunge nuova, eri ironica, vero?

Maria Adele Del Vecchio 08.08.05 21:02| 
 |
Rispondi al commento

Io ho 35 anni e sono uno che segue la politica per curiosita' da una decina di anni e tutto quello che avete detto voi sopra e' tutto vero o falso per carita'non lo so',pero' ho notato una cosa che invece che pensare cosa succede e come fare per poter cambiare alcune cose,non tutte,siete impegnati a trovare spiegazioni e indifferenza come se tutto fosse normale e cosi' deve essere,ed alcuni attaccano Beppe perche ci dice delle cose che sono le solite o perche' venite censurati....Ma avete mai pensato di leggere cio' che ci dice anche solo a livello informativo per poter pensare un attim a cosa ci circonda, oppure ci piace vedere sempre questi quattro c... nelle trasmissioni o nei posti di vacanza e chiamarli onorevoli..ma di che sono onorevoli...ora non vogliono le intercettazioni perche e' contro la democraziaaaa,io che non ho nulla da nascondere non mi preoccupano le intecettazioni

luca ciuchicchi 08.08.05 21:02| 
 |
Rispondi al commento


Per Crhistian Fufu

In che modo discutere con uno dei
dirigenti della più spietata corporazione
bancaria del mondo mi sarebbe d'aiuto
per supportare la Democrazia Diretta?

Forsa sarà d'aiuto all'anarchico Yangchen Ping,
che crede tanto nel libero mercato e nella
distruzione dello stato, e poi si lamenta
sul suo blog quando scopre che esistono
aziende PRIVATE di mercenari che liberano gli
ebrei dalle prigioni di ogni stato del mondo
per la modica cifra di 150.000 dollari...

Danila Fava 08.08.05 21:00| 
 |
Rispondi al commento

Sì, ho postato lì... vai se puoi, sei citata nella mia risposta... cmq ho provato a mandarti una mail da meetup stamani ma mi diceva che non era possibile. Senti, verifica se ti hanno bannato perchè se è così prima faccio un macello e poi me ne vado pure io.

Maria Adele Del Vecchio 08.08.05 20:56| 
 |
Rispondi al commento

Oggi,volendo replicare ad una risposta che mi era stata data ad una mia discussione(che fine hanno fatto le"proposte di riforme"di Kammamuri"),
m'è stato vietato di postare.Mi chiedevano d'iscrivermi!!!!!

Dove hai risposto?
Hai visto le mie risposte su "chi fa cosa" che ti riguardano?

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 08.08.05 20:53| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Elisabetta Carosi il 08.08.05 20:45

Ciao Eli, che vuol dire bannata? quale articolo di repubblica? Io ho appena risposto, se puoi entrare vai a leggere, però prima spiegami, vuoi?

Maria Adele Del Vecchio 08.08.05 20:48| 
 |
Rispondi al commento

c'è solo da sperare che questo"Cavaliere"nostro signore Iddio se esiste se lo porti via...a quantyo pare a piu' vite Lui di un gatto e noi tutti ne abbiamo piene le palle di quest'uomo che sembra nato per il detto"Tutto a me e niete a nessun altro"gabryella

gabriella ford 08.08.05 20:47| 
 |
Rispondi al commento

Grandissimo Beppe,

“Sua Santità, è morta la Giustizia” diceva il nostro carissimo, marchese Onofrio del Grillo, dimostrando come, con la disonestà e le tecniche usate ancora oggi, si potesse cambiare il corso della giustizia.
Il nostro, anzi il Vostro carissimo Fazio, dicendo, (rif. Intercettazioni), al figlio Giovanni, “stai tranquillo che si sgonfierà tutto”, già conosce l’indole degli italiani e la loro passività, e sa che dopo le partite della domenica la gente resetta il cervello e scorda completamente tutto.
Perciò, dopo tutte le parole che si vogliono fare … quando si passa ai fatti? E’ sconsolante vedere gente che, con tanta passione, spacca, distrugge, si dimena per il Genoa in serie B; e per fatti come quelli sopra descritti, il nulla.

Angelo Zottino Commentatore in marcia al V2day 08.08.05 20:47| 
 |
Rispondi al commento

Anche noi,del meetup di Roma, abbiamo un Franco IV e un Franco I:

ahahahahahahahah,BANNATA su meetup di Roma.

Meetup di cui si è appropriato uno mai visto e conosciuto e che detta legge.

Kammamuri,un componente storico del blog di Beppe, se n'è andato ed io bannata.

Veramente ridicolo!

Noi,gruppo storico del blog,in contatto anche fuori dal blog e da meetup,ci stiamo dicendo:il meetup di Roma è in mano a "questi" SPUNTATI DAL NULLA e AVIDI SOLO DI NOTORIETA',vedi articolo sulla Repubblica!
Cercheremo di capire chi sono e dove vogliono portare il gruppo...ma viste le premesse....

September more!

Che bei gruppi nelle altre città,iniziative già in atto e,mio personale inno alla trasparenza,i loro message board in chiaro e per tutti.

Complimenti.

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 08.08.05 20:45| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe,
e se poi la facciamo passare realmente quella "legge popolare" come tu la chiami, corriamo anche il rischio che poi non si possa eleggere uno come te???
quello che conta non sono i soldi, questo è quello che tu, in un certo senso strilli, ma le idee, la lealtà che non si può avere verso un parlamento che necessita di pulizia, come te fai notare. Quello di cui si necessita, e siamo in tanti a strillarlo in questo tuo blog, è di uno come te; dici di essere un comico e che vuoi far ridere la gente per 2 ore durante i tuoi spettacoli, ma tu non sei un comico. Come hai tempi del medioevo c'era il buffone di corte che in quanto tale poteva dire tutto anche la verità, ora ci sei tu che dicendo la verità sei oscurato e vietato e allora dacci la possibiltà di darti la voce e, se possibile, di seguirti.

alberto firmani 08.08.05 20:41| 
 |
Rispondi al commento

Ma invece di Di Pietro non possiamo saltare subito al suo maestro, il Grande Yoda Biscardi.
Che la balbuzie sia con te...e il congiuntivo con gli altri....

Grillo:
1) I soldi accomunano tutti se ci sono....fatti conto due miliardari se non son accomunati nei soldi....e se non erano al governo a chi dovevano chiedere il permesso?
2) Ma secondo te Beppe la gente è succube o meno? No perchè pare che siamo dei decerebrati che non sanno ragionare che non vedono gli aumenti dei prezzi che si fanno inc@ e truffare a rotta di collo (anche se giardiamo maria de filippi)....insomma stai ad offender un po' troppo. A dimostrazione di questo sta l'alternanza partitica al governo degli ultimi 10 anni... In compenso se dicessi che abbiamo la memoria corta qui ti do ragione...dopo 1 legislatura dimentichiamo la precedente e ci rifidiamo e li rivotiamo come se fossero dei supereroi...

CHe te devo di...per far politica son sempre serviti i soldi (vedi tutte le leggi pro finanziamento ai partiti...rinnovate ogni volta...pare che ci sia la svalutazione giornaliera per questo...come per i loro stipendi, invece per gli altri stipendi no). Poi c'è anche i finanziamento a donazione by Prodicus con comodo vaglia compilato spedito ai maggiore 70 anni (truffa?!ladrocinaggio?! no semplice statistica...molti anziani che non vanno a votare sono i sostenitori di Prodi).
Infine la perizia psichiatrica...servirebbe a molti (magari così diamo un lavoro al quella massa di psichiatri che non hanno lavoro)...prima di mandare avanti gli altri cominciamo comunque con una bella seduta di gruppo con autocritica...


VOTATE BATMAN

giorgio delle pertiche 08.08.05 20:36| 
 |
Rispondi al commento

Perché non diamo un po' di "DITALIN" anche a Berlusconi? Magari migliora...

Ernesto Sparalesto 08.08.05 20:35| 
 |
Rispondi al commento

> Ci fidiamo di quei psichiatri?

Direi di no, se sono gli stessi che imbottiscono i ragazzini di Ritalin...

Yang Chenping 08.08.05 20:33| 
 |
Rispondi al commento

> Chi ha un capitale personale superiore a, diciamo 10 milioni di euro, non può fare il deputato, il senatore, il ministro, il presidente del consiglio, il presidente della Repubblica.

Ovviamente, il cosiddetto "presidente" della cosiddetta "Repubblica" non potrà accumulare pensioni.

> E per i reati valutari di una certa importanza proporrei, come avviene in Svizzera, una perizia psichiatrica a carico dello Stato.

Quindi, come sempre, a carico dei soliti poveri imbecilli che cercano solo di tirare alla fine del mese. Grazie Grillo!

Yang Chenping 08.08.05 20:30| 
 |
Rispondi al commento

è giusto che le persone, uomini e donne, si prestino alla politica senza la possibilità di creare imperi o altro: finiti i 4 o 5 anni di governo ( si spera che governino bene) che tornino a casa e non ,invece, che si facciano nominare presidenti, consiglieri o direttori, di chissà quali enti statali o parastatali. inoltre sarebbe opportuno non avere cumulo di cariche: cioè se sei presidente della regione x o y non puoi essere anche sindaco o parlamentare o altro.

simona farci 08.08.05 20:28| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti
mi unisco alla conversazione per esprimere alcuni miei punti di vista che credo saranno poco condivisi ma....
Per primo mettere alla guida del paese dei tecnici!!!ma avete idea di quanti medici ingegnieri,avvocati etc ci sono peggio di quelli che già abbiamo; allora mettiamoci ammalati,carpentieri, e delinquenti ho i miei dubbi anche su questi perchè per quanto brutto sia dirlo infondo siamo tutti della stessa razza quello che viene prima di tutto è il nostro singolo interesse!!!!
Io mi ci metto per prima, e non per volermi immolare ma semplicemente perchè è così, provate a pensare se per esempio vi trovate per strada con la vostra auto e vedete uno che cammina con le borse della spesa....quanti di voi si fermano per dargli un passaggio,nessuno, abbiamo tutti i nostri f.tti programmi da seguire con i tempi al secondo....vorremmo magari farlo ma proprio oggi non è possibile!!!!!
Se siamo a questo livello è perchè anche se vediamo il fango piuttosto che aggirarlo ci andiamo dentro e ci facciamo trascinare che è meno fatica.
Non credo nell'anarchia, non credo nei partiti, non credo nel futuro che ho davanti ed ho il terrore ogni volta che provo a guardare oltre i sei mesi ......cosa troveranno i miei figli....scuola, sanità, politica, ambiente...non voglio pensarci altrimenti rischio di fare la madre impazzita che li prende tutti e tre per mano e va a fare un salto dal cavalcavia per provare a volare... almeno con la fantasia.

paola villa 08.08.05 20:25| 
 |
Rispondi al commento

Approvatelo, criticatelo oppure più semplicemente ignoratelo, ma non censurate Pascucci... ...NON CENSURATE NESSUNO!

Andrea Travaglio 08.08.05 20:24| 
 |
Rispondi al commento

mi correggo ho messo un dato sbagliato sulla quotazione delle azioni Cdb oggi il maSSIOMO è stato di 4,16€ comunque De Benedetti ha sempre avuto il suo tornaconto

alberto bazzarini 08.08.05 20:19| 
 |
Rispondi al commento

Non mi dispiace l'idea della perizia... dimenticando una nuova volta Basaglia, molti di loro li vedrei bene da uno psichiatra.
Per quanto riguarda il costante proporre Di Pietro come candidato ideale: molti dei motivi che poratno a formulare il pernsiero di una sua effettiva validità li condivido... ma chi mi aiuta quel'è la sua posizione sui diritti degli omosessuali? sulla legalizzazione delle droghe leggere? sulle politiche per il lavoro e sulle pensioni? e le riforme scolastiche? e l'aiuto ed il sostegno dei meno abbienti - il 75 per cento del paese in questo periodo! - sui poteri dell'arma? sulla cultura ed i beni, ambientali...
la linea economica? qualcuno mi dice dove trovo tutto questo... il suo sito o un altro link?

Maria Adele Del Vecchio 08.08.05 20:16| 
 |
Rispondi al commento

alcuni piccoli movimenti fatti da De Benedetti tratti dal Sole 24 Ore
1° agosto: vendita di 1 milione di azioni a 4,6973€ controvalore oltre 4,88 milioni di euro

stesso giorno acquisto di 230mila azioni a 4,33€
controvalore 995.900€

2 agosto: vendita di 140mila azioni a 4,5€ controvalore 630mila euro stesso giorno acquisto di 60mila azioni a 4,18€ controvalore 250mila euro

nei due giorni successivi vongono acquistate 150mila azioni a 4,0648€ controvalore 609mila euro
e 220mila azioni a 3,9847€ controvalore 876mila euro

oggi le Cdb Web Tech hanno toccato ancora quota 4,3 provate a fare i calcoli cosa ha intascato il caro De Benedetti nel giro di pochi giorni, cifre che un qualsiasi piccolo artigiano, per non tirare in ballo un operaio, scommetto non riesce ha mettere da parte nella sua vita lavorativa.
E tutto questo movimento ha per lo meno portato qualche beneficio all'economia del paese?
Scrive un povero illuso che con la borsa, come tanti altri piccoli risparmiatori c'è rimasto scottato.
Tutti possono arricchire tranne i poveri e gli onesti

alberto bazzarini 08.08.05 20:10| 
 |
Rispondi al commento

8 agosto 2005 – LE INTERCETTAZIONI

Non conosco nel dettaglio la legge che regola le intercettazioni, so che esse possono essere disposte solo dalla magistratura, ma nel caso che vi siano parlamentari inquisiti bisogna chiedere l’autorizzazione all’autorità parlamentare.
Non mi sembra di essere particolarmente brillante nel prevedere che una richiesta di autorizzazione ad intercettare un parlamentare, fatta ad una commissione in cui sono presenti tutti i partiti, arrivi all’orecchio dell’interessato e la eventuale autorizzazione diventa inutile.
La questione delle intercettazioni, secondo me, ha dimostrato una forte insofferenza del mondo politico e di quello degli affari a farsi controllare, e l’intreccio “affari- politica”, che fu di “Tangentopoli”, è lo stesso di oggi che riguarda banche e scalate varie nell’editoria, abbraccia pezzi di tutto lo schieramento politico e, come strategia di risposta, vi è il solito attacco alla magistratura, che quando indaga sui politici diventa, bontà loro, “politicizzata”.
In realtà il sotterraneo intreccio della politica e degli affari non tollera indagini, sa di vivere sempre al limite del codice penale, ma pretende l’impunità, scatenando contro la magistratura campagne mediatiche e nuove leggi “ad hoc” che rendono sempre più difficile il lavoro dei magistrati e li espongono al ricatto del potere politico.
Anche su questo punto, fondamentale per una democrazia vera, ci dovrebbe essere un chiaro e fermo impegno del centro-sinistra nel promettere ai cittadini, in caso di vittoria elettorale, di offrire una riforma che permetta alla magistratura di operare liberamente, senza autorizzazione alcuna, per fare del Parlamento una casa di vetro a garanzia dei cittadini elettori.
Ma non vediamo nel centro-sinistra alcuna presa di posizione in questo senso, anzi si coglie un fastidio verso chi osa indagare sulla “classe politica”.
Chiudo questo ragionamento proponendo ciò che a me pare ovvio e logico, se l’obbiettivo fosse quello di SEPARARE LA POLITICA DAGLI AFFARI:
-che i magistrati non debbano chiedere nessuna autorizzazione per indagare sui parlamentari. Essi sono cittadini come tutti, ma come legislatori e detentori di un potere enorme devono essere controllati più degli altri. Nessun magistrato violerà la pretestuosa “privacy” su questioni di corna o altri fatti personali
-che il passaggio di informazioni riservate, tra gli operatori materiali delle intercettazioni (in genere militari) e i magistrati, sia blindato e diretto, e nessuna informazione arrivi ai giornali, perché i processi si devono fare nelle aule di giustizia, e ho la netta percezione che l’attuale polverone, sul contenuto delle intercettazioni, risulti più utile agli indagati e li abbia resi più prudenti e pronti alle contromisure.
Se tali criteri fossero chiaramente tradotti in legge, i cittadini, di cui sempre si lamenta la diffidenza verso chi fa politica, potrebbero riservare più fiducia verso i propri rappresentanti.
Paolo De Gregorio


paolo de gregorio 08.08.05 20:09| 
 |
Rispondi al commento

bisognerebbe almeno che non ci si potesse ricandidare più (per tutta la vita), rimanendo in carica massimo 10 anni per tutte le cariche previste (naturalmente sommandole...). poi visto che i comuni mortali vanno in pensione a 65 anni perchè dovrebbero continuare loro???
ciao

Daniele Comparin 08.08.05 20:06| 
 |
Rispondi al commento

scindere l'impegno pubblico da quello privato o regolamentizzare tale convivenza, mi sembra molto più ragionevole.

luca frangella 08.08.05 20:03| 
 |
Rispondi al commento

azzo OT ma da leggere:
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=1271

Crhistian Fufu 08.08.05 20:01| 
 |
Rispondi al commento

ah che provocazione questa leggina popolare.
sai bene che sarebbe antidemocratica...
nonchè inutile: chi ha i soldi delegherebbe qualche sua controfigura a rappresentarlo...

qui invece ci vuole meno ignoranza e cafoneria...

luca frangella 08.08.05 19:58| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo con la tua riflessione Beppe.
Finalmente,sappiamo chi c'è dietro il bipolarismo italiano(non c'erano dubbi,ma questa è stata la conferma).
Mi chiedo:Come può continuare a reggere politicamente un'opposizione,fatta anche di comunisti e post comunisti,come può reggere dicevo avendo come paladino dei loro valori un'imprenditore spregiudicato come De Benedetti?Boh...ma forse ha ragione un vecchio che conosco e chi mi dice che il comunismo quello vero....è morto e sepolto da tanti,tantissimi anni ed in Italia per fortuna non è mai esistito.

Danilo Villa 08.08.05 19:42| 
 |
Rispondi al commento

Ma Beppe, mi hai per caso letto nella mente? Io alla legge ci pensavo da tempo, però bisognerebbe aggiungere ai ricchi, anche gli imprenditori di classe media: visto che spesso sono attratti dalla politica per gli appalti. Come hanno provato alcuni indiviui nel mio comune, per non parlare del parlamento!

Giuseppe Bellanova Commentatore in marcia al V2day 08.08.05 19:39| 
 |
Rispondi al commento

Ma cosa volete che sia, in fondo? Se le cantano e se le suonano tra loro adesso, ma prima si sarebbero scannati sulle spoglie della Mondadori...
Si preparano all'alternanza, come anni fa gli immortali del film con Sean Connery e Christophe Lambert si preparavano all'adunanza...
La sola differenza è che quelli là si preparavano ad ammazzarsi tra loro per un premio, dare una nuova speranza; questi qui invece si preparano all'alternanza per spartirsi quel che resta del belpaese e senza pensare a nessuno, figurarci a regalare una speranza.

Don't you know, talkin' about a revolution song...

mario uccella 08.08.05 19:38| 
 |
Rispondi al commento

io farei un'altra legge. in Italia c'è libertà di aprire qualsiasi azienda, non vedo il motivo per il quale qualche azienda debba essere intestata a società estere anonime, e ce ne sono parecchie. cosa avranno da nascondere?

ciccio frassi 08.08.05 19:31| 
 |
Rispondi al commento

io continuo ad essere convinto che l'unico sia e resti Di Pietro
cmq Sandro, se hai notizie su quel tale scalfarotto postale
cosi' ci si fa un idea di chi sia,evidentemente noi si è un po pecore (non voglio essere ironico o accendere battaglie nei tuoi confronti o nei confronti di nessuno)un blog serve a far capire le persone che non sanno,caxxo dacci una mano a capire invece di fare il maestro spazientito e stronzo.

Crhistian Fufu 08.08.05 19:31| 
 |
Rispondi al commento

copi incollo
Io avrei una proposta, una leggina popolare.

Chi ha un capitale personale superiore a,
diciamo 10 milioni di euro,(come si fa stabilirlo?con certezza?)

non può fare il deputato, il senatore, il ministro, il presidente del consiglio, il presidente della Repubblica.
aggiungo:
chi ha un incarico pubblico
non puo' avere anche incarichi privati

Crhistian Fufu 08.08.05 19:24|