Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

L'Impero del Marketing

  • 618


cioccolato.jpg


Sta esattamente succedendo in Italia quello che viene proiettato nel terzo episodio di “Star Wars”.

Il gentile Anakin, lo Jedi buono, si trasforma nel cattivo Fener.
Si trasforma perché non riesce a separarsi dalle cose e dalle persone.

L'avidità è il lato oscuro. La Repubblica si trasforma nell'Impero del Male.

Un bel giorno la Principessa Leila dice: “ La Repubblica non esiste più, c'è l'Impero”.

In una vignetta di questi giorni, un marito in canotta dice alla moglie dopo il declassamento dell’Italia da parte di Standards and Poor’s:
Finalmente ci hanno declassati, non ne potevo più di vivere al di sopra delle mie possibilità!”.

Il marketing, questa parola che nessuno sa bene che c...o voglia dire! Il marketing ci ha rovinato.
Abbiamo vissuto in questi anni un’Argentina, qui,in Italia, e nessuno che voglia riconoscerlo.

Si, siamo andati a fan..lo come nazione, come partiti, come banche, come industrie, come sogni, idee, speranze, come famiglie, come persone!
Come ricerca, come innovazione, come scuola, come cervelli, come ambiente.

Abbiamo anche introdotto il marketing di guerra e avuto i primi morti di marketing.

Non ne posso più delle balle di Stato.

Un gruppo di finanzieri, politici, contaballe, sempre più ricchi, e gente sempre più indebitata con appartamenti popolari che si comprano con 300 stipendi.

Abbiamo barattato volontà, sudore, indignazione, futuro con un sacco di str.te che sono ormai, quelle sì, il nostro pane quotidiano con questi impresentabili giornali, con i canali di scolo televisivi, le notizie untuose di soldi di suggeritori da strapazzo.

E poi qualcuno, domani, ci dirà ancora che la Repubblica è salva, solo che ha cambiato nome, si chiama Impero.

Io voglio vivere nella realtà, quella vera, comunque sia, e da lì ripartire.

12 Ago 2005, 12:41 | Scrivi | Commenti (618) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 618


Commenti

 

i ha rovinato.
Abbiamo vissuto in questi anni un’Argentina, qui,in Italia, e nessuno che voglia

comprare mi piace facebook Commentatore certificato 29.09.15 00:48| 
 |
Rispondi al commento

Consumatori, 47 milioni di euro per fare da anti-Stato
Votate alla difesa del consumatore: agguerrite, preparate, specializzate; capaci di minacciare cause contro tutto e tutti. Le associazioni dei consumatori, i cani da guardia nel mercato dei beni e servizi, per difendere il cittadino che si barcamena tra beni e servizi non guardano in faccia a nessuno. Tranne che allo Stato. Perché da Roma le associazioni sono massicciamente finanziate.
FINANZIAMENTI A PIOGGIA
Eccola un’altra casta. Diversa, ma sempre casta: 47,7 milioni di euro in cinque anni, distribuiti a pioggia a partire da gennaio 2003, da quando alle associazioni va parte del ricavato delle multe dell’antitrust. Le società sbagliano, l’Authority le punisce e quei soldi che dovrebbero andare allo Stato vanno alle associazioni dei consumatori. Cioè quelle sigle che dal 1998 fanno parte del Cncu (consiglio nazionale dei consumatori e utenti, che ha sede presso il ministero dello Sviluppo economico). Fino all’80-85% dei bilanci delle associazioni, secondo una ricerca del Sole24Ore, sono garantiti dal denaro pubblico. «In queste condizioni - ha dichiarato Palo Martinello, presidente di Altroconsumo - è difficile contestare le scelte di governo o regioni. Così si rischia di diventare la foglia di fico delle amministrazioni». Quindi la domanda è immediata: ma se i soldi li prendono dallo Stato, come faranno a fare azioni e operazioni contro tutto quello che lo Stato controlla come Poste, servizi idrici, ferrovie, smaltimento, gestione rifiuti?
UN PROGETTO PER TUTTI
I soldi pubblici servono a finanziare molte cose, sostengono i vertici delle associazioni. Quali? Siamo andati a leggere i documenti dei finanziamenti dei progetti delle associazioni del 2005 per avere un’idea. Ne abbiamo trovati 27 e la prima cosa strana è che praticamente tutti hanno un contributo standard: mezzo milione di euro. E così, a prescindere dal lavoro svolto, tutti finiscono col portare a casa la stessa cifra (12 milioni nel solo 2

VOGLIO VIVERE 06.08.08 23:51| 
 |
Rispondi al commento

Il Marketing è stato inventato in U.S.A.,poi trasportato nell'invenzione plutocratica giudea quale Comunismo.
Il Comunismo è stato una bufala perchè trasformato in Capitalismo di Stato: lo Stato ha il pieno controllo su Trust e Cartelli gli operai lavorano e producono tantissimo (altrimenti GuLag)ma non guadagnano niente perchè viene esportato tutto a bassissimo prezzo,mentre i quadri e i dirigenti di partito intascanoe fanno dolce vita. Questo modus non elimina certamente il Capitalismo anzi lo fortifica per sfociare nel Liberismo più sfrenato del: produci-consuma-crepa.
Tutti i paesi "ex Comunisti" guarda caso si sono inglobati benissimo nell'economia di mercato.
Il Nazionalsocialismo tedesco invece è stato spazzato via velocemente perchè unico oppositore alla vera plutocrazia mondiale d all'economia di mercato.

Nazionalista&socialista 25.12.05 15:32| 
 |
Rispondi al commento

buona sera! grazie per lo spazio che ci concedi!
mi chiedevo ma avete sentito quella pubblicità in tv dove sembra che parli una ragazza che dice a undici anni ho commesso un omicio o una cosa del genere + o meno! quando l'ho sentito mi sono sentito male! dico ma che scherziamo?
oltre al fatto che non è veritiera!
mi spiegate come fa una ragazza di undici anni a finire in galera?
se si è imputabili non prima di 14 anni?
mah sta cosa non l'ho capita!
la pubblicità dovrebbe essere non solo veritiera ma educativa! invece ne fanno di diseducative!
vorremo sapere da dove vengono i prodotti che mangiano e non solo leggere sull'etichette made in usa in cina! sapete quanto è grande la cina ?
gli usa poi sono un continente! ma che scherziamo? voglio sapere il produttore il fornitore chi è il distributore idem e voglio sapere anche la zona esatta di produzione perchè se mi va vado negli usa in vacanza e controllo che sia tutto vero! che venga prodotta proprio li magari mi informo dal contadino vicino a quella zona di produzione! mio dio come ci fregano! non sappiamo nemmeno quello che mangiamo o beviamo! ora dicono che la coca cola è buona a striscia! l ma omettono di dire però se fa bene o fa male! che vuol dire che è buona? che ha un gusto non male? dolce etc? ma mi chiedo fa bene? ci sono dati certi su questo aspetto che direi è fondamentale? su molti cibi complessi non ci sono ricerche certe e se ve ne sono quelle dei produttori le mettono in dubbio!quanto investiamo sulla ricerca in tema di sicurezza alimentare? vorrei essere certo di quello che mangio! ma non sono sicuro nemmeno di quello che esce dal mio orto! chissà se i semi sono "regolari"? o sono intossicati da qualche contaminazione di tipo transegico inferiore al 1%? che dio ci salvi! fatto sta che nel fosso di mio nonno ora non si può + bere come una volta e che non ci sono + le rane! chissà perchè? continuiamo così vi prego facciamo pure del male! Svegliatevi!!! prima che sia troppo tardi!

fredi ricchioni 22.12.05 23:06| 
 |
Rispondi al commento

====================================================================================================


Il Patto dello Sciacchetrà

Le ultime dichiarazioni di Fiorani stanno facendo emergere la verità sull’incontro che ha visto il SENATORE LUIGI GRILLO, Gran Maestro dell’operazione di corruzione e appropriazione indebita più sporca dalla fine di Tangentopoli.

L’incontro ha visto la partecipazione di: Fazio, Fiorani, Berlusconi e Grillo. Le dichiarazioni ufficiali vollero far passare l’idea di una difesa delle banche italiane contro l’assalto dei Barbari europei.

In realtà, il Senatore Luigi Grillo, eletto in Liguria nelle fila di Forza Italia, aveva bisogno di tanti soldini per costruirsi la VILLA nella Riviera Ligure (costruita abusivamente nel Parco Naturale delle Cinque Terre e poi condonata); quale sistema migliore per fare ciò se non fregare un po’ di soldi ai correntisti della Banca Popolare di Lodi.

Il sistema a quanto sta dicendo Fiorani era semplice: bastava aprire un conto nella sua Banca, dare l’appoggio politico all’operazione bancaria più sporca della Seconda Repubblica e in cambio ci si ritrovava un bel gruzzoletto sul proprio conto corrente.

Il Senatore Grillo, una delle figure più losche della Politica italiana, ha fiutato subito l’affare e si è lanciato nella strenua difesa della scalata di Fiorani, ovviamente le sue dichiarazioni pubbliche sono state ripagate a suon di MILIONI di euro.

Il problema è che i soldi affluiti nelle tasche di LUIGI GRILLO erano dei correntisti della Banca Popolare di Lodi che sono stati truffati, rapinati e beffati; una persona che ha rubato dei soldi agli italiani dovrebbe stare in GALERA e non in Parlamento in una posizione chiave (Presidente della Commissione Trasporti del Senato).


IL SENATORE LUIGI GRILLO DEVE STARE IN GALERA E NON IN PARLAMENTO !!!!


===================================================================================================

Marco Gilles 21.12.05 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Che Beppe Grillo sia strano credo sia indubbio!!(hahah).
Ma la cosa + stupefacente è la sua modernità.
Non mi riferisco al fatto che un comico di una certa età(!!) possa rivelare alle masse le potenzialità del web,ma in vero alla sua capacità di sapersi reinventare
in senso professionale.
Da comico,quindi uomo di spettacolo ad "informatore".Potremmo dire giornalista(allo stesso tempo senza perdere tutta la potenza comica che gli appartiene).
Ebbene son contento che riesca in ciò,in quanto rischia di perdere il lavoro se continua a fare spettacolo.visti i tempi che corrono.
Già perchè il giornalismo moderno(televisivo)muta anch'esso.E sembra voler rubare il lavoro a chi si occupa di spettacolo,ma in modo subdolo.
Guardiamo i telegiornali e in realtà vediamo quotidiana spettacolarizzazione dell'informazione sapientemente filtrata.
I codici televisivi dei TG son cambiati(alla fine cede pure la RAi piano piano):
musiche montaggi e contenuti miscelati sempre più in stile ollivudiano(lo scrivo all'italiana..)per divertire lo spettatore.
E il bello è che di divertente c'è ben poco.
E loro lo sanno."Perfino se non ci raccontano tutto,si preoccupano di farci preoccupare comunque il meno possibile..."
Così ci buttano fumo negli occhi.
Tette,culi e calciatori.(e cani abbandonati)
Questo è tutto ciò che ci resta.
I settimanali di approfondimento di mediaset sono la trasposizione invernale di quello che appare su novella 2000 d'estate,con un angolino fisso per un povero rin tin tin che ci farà umidificare gli occhi.
E le masse si assuefanno a questi contenuti che ci depistano da ciò che in realtà ha davvero valore(non che i cani non ne abbiano).
Per questo Beppe Grillo ti ringrazio.
Almeno tu riesci a dimostrarmi il vero potenziale della televisione.
Però per sciopero io la spengo.Da domani la licenzio.Anzi mi licenzio...
E se lo facessimo in molti?
Come dici tu:scegliamoci noi i contenuti.
Così non ci assopiranno a colpi di soap,partite e stacchetti la voglia di crecare...
Vai Bep

Ugo Cristofori 13.10.05 03:43| 
 |
Rispondi al commento

Che Beppe Grillo sia strano credo sia indubbio!!(hahah).
Ma la cosa + stupefacente è la sua modernità.
Non mi riferisco al fatto che un comico di una certa età(!!) possa rivelare alle masse le potenzialità del web,ma in vero alla sua capacità di sapersi reinventare
in senso professionale.
Da comico,quindi uomo di spettacolo ad "informatore".Potremmo dire giornalista(allo stesso tempo senza perdere tutta la potenza comica che gli appartiene).
Ebbene son contento che riesca in ciò,in quanto rischia di perdere il lavoro se continua a fare spettacolo.visti i tempi che corrono.
Già perchè il giornalismo moderno(televisivo)muta anch'esso.E sembra voler rubare il lavoro a chi si occupa di spettacolo,ma in modo subdolo.
Guardiamo i telegiornali e in realtà vediamo quotidiana spettacolarizzazione dell'informazione sapientemente filtrata.
I codici televisivi dei TG son cambiati(alla fine cede pure la RAi piano piano):
musiche montaggi e contenuti miscelati sempre più in stile ollivudiano(lo scrivo all'italiana..)per divertire lo spettatore.
E il bello è che di divertente c'è ben poco.
E loro lo sanno."Perfino se non ci raccontano tutto,si preoccupano di farci preoccupare comunque il meno possibile..."
Così ci buttano fumo negli occhi.
Tette,culi e calciatori.(e cani abbandonati)
Questo è tutto ciò che ci resta.
I settimanali di approfondimento di mediaset sono la trasposizione invernale di quello che appare su novella 2000 d'estate,con un angolino fisso per un povero rin tin tin che ci farà umidificare gli occhi.
E le masse si assuefanno a questi contenuti che ci depistano da ciò che in realtà ha davvero valore(non che i cani non ne abbiano).
Per questo Beppe Grillo ti ringrazio.
Almeno tu riesci a dimostrarmi il vero potenziale della televisione.
Però per sciopero io la spengo.Da domani la licenzio.Anzi mi licenzio...
E se lo facessimo in molti?
Come dici tu:scegliamoci noi i contenuti.
Così non ci assopiranno a colpi di soap,partite e stacchetti la voglia di crecare...
Vai Bep

Ugo Cristofori 13.10.05 03:43| 
 |
Rispondi al commento

son perfettamente d'accordo con quanto sto leggendo...e allora che si fa noi, povere persone,impelagate nel quotidiano con problemi,i soliti,prezzi che aumentano,figli bravi e delusi da questo bel paese che ci stanno demolendo sotto gli occhi,per porre rimedio e invertire la rotta?vi prego datemi un consiglio perche non so dove guardare!!!

gemma cusatelli 03.10.05 13:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

son perfettamente d'accordo con quanto sto leggendo...e allora che si fa noi, povere persone,impelagate nel quotidiano con problemi,i soliti,prezzi che aumentano,figli bravi e delusi da questo bel paese che ci stanno demolendo sotto gli occhi,per porre rimedio e invertire la rotta?vi prego datemi un consiglio perche non so dove guardare!!!

gemma cusatelli 03.10.05 13:40| 
 |
Rispondi al commento

Anche il teleMARKETING, in particolare della Telecom, che colpisce il privato cittadino ci sta massacrando la vita.

Il telemarketing invadente e fastidioso che costringe il padre di famiglia che dopo aver lavorato tutto il giorno, dopo aver combattuto con il traffico, il parcheggio e il cliente sempre scontento, deve rispondere al telefono con il boccone pieno, ad una signorina di uno dei centinaia di call center privati della Telecom.
Rispondere e sentirsi proporre vari servizi, utili o meno utili ma comunque NON RICHIESTI.
Ci colpiscono con una media di 3-4 telefonate alla
settimana e in qualsiasi orario.

Cosa si può fare per far capire al "tronchetto dell'infelicità" che in casa di un privato esiste la privacy; ovvero la tranquillità e la serenità di passare con la propria famiglia, con i propri figli, quel poco tempo libero che ci rimane della giornata?
Non chiedo che capisca cos'è l'educazione e il buon senso, sarebbe troppo, ma PRETENDO che rispetti la PRIVACY.

Cosa possiamo fare noi CONSUMATORI?

Marco

Marco Disco 27.09.05 10:40| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, ha visto MATRIX?
parlano dei raccomandati nel mondo del lavoro e dello studio.Chi è presente in studio?
Ciriaco Pomicino,Emilio Fede,presenta Mentana
che vergogna.Un Euro parlamentare,un fantoccio giornalista,un giornalista preso a calci in c..l. da Mediaset.

RAFFAELE MARMO 15.09.05 00:33| 
 |
Rispondi al commento

Io credo soprattutto in questo: noi cittadini dobbiamo avere un unione di intenti che ci porti a migliorare la nostra condizione; dobbiamo smetterla di fare le lotte politiche tra destra, centro e sinistra ; i nostri politici e uomini di potere di queste lotte se ne "fregano", anzi li finanziano perche cosi' ci distraggono da tutto il resto.
E' ora che ci diamo una svegliata !!!
Spero che tu "Beppe" ci possa dare una grossa mano in questo, senza peraltro cadere nell'errore
di interpretare il tutto come una lotta politica... perchè la "merda" sta a destra come lo "sterco" sta a sinistra.

P.S. Tanto per iniziare perchè non facciamo un referendum per ridurre stipendi e pensioni di tutti i deputati e senatori !??

max 07.09.05 19:07| 
 |
Rispondi al commento

Televisione? Disinformazione?
Un bell'esempio l'altra domenica nel programma che contiene la diretta del GP di F1...
Sì,OK,ci sto che sia giusto sapere tante cose,il funzionamento del 12 cilindri, le modifiche dell'alettone, delle prese d'aria,di quello che vi pare.... Ma il massimo è il messaggio promozionale subito dopo trasmesso che riguardava una ditta di servizi di assistenza per chi compra casa... "potrete esser sollevati da quelle fastidiose pratiche, non preoccuparvi di questo e di quello..."...
Certo, è meglio che sappiamo come metter le mani nel "nostro" 12 cilindri Ferrari piuttosto che saper come risparmiarci parcelle e fatture di consulenti vari.... D'altra parte, se rimanete a piedi a Cortina o a Porto Cervo di notte,piove,l'elicottero di Silvio non può venirvi a prendere ed avete scordato il cellulare alla festa di Briatore.... Quando si dice "la sf...!!!"
Ciao

Andrea Guerrini 27.08.05 04:27| 
 |
Rispondi al commento

DEVONO CONTINUARE A MORIRE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Walter Pacelli 26.08.05 01:16| 
 |
Rispondi al commento

ma come hai fatto a telefonare in australia con il cellulare?
skype funziona con il telefono fisso e quello per i cellulari deve ancora uscire.
ciao

Giovanni Zegna 25.08.05 19:06| 
 |
Rispondi al commento

foto trovata

Sandy Roberti 24.08.05 14:44| 
 |
Rispondi al commento

@ Federico Mariani

>


A parte il fatto che Grillo non mi risulta agli arresti domiciliar, quindi se gli va può andare anche al Lidi di Spina al Kursaal oltra al Papeete di Mi Marittima, ma a te cosa te ne frega???
Ha solo suscitato curiosità, vorrei vederle pure io quelle foto, visto ke non le ho trovate sul sito.

Sandy Roberti 24.08.05 14:37| 
 |
Rispondi al commento

Mi scusi sig. Grillo ma che ci faceva Lei al Papeete di Milano Marittima nel weekend di ferragosto? c'è pure una sua foto sul sito papeetebeach.com!!! spero non per l'aperitivo e "sulemani"! saluti

federico mariani 24.08.05 10:51| 
 |
Rispondi al commento

DEVONO MORIRE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Walter Pacelli 24.08.05 01:32| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE HO 29 ANNI DUE FIGLI PICCOLI IL PRIMO HA TRE ANNI E MEZZO E IL SECONDO DUE MESI. IO ERO POCO PIù GRANDE DI LORO QUANDO TI VEDEVO "PRENDERE IL SOLE" IN BRASILE...
HO SCOPERTO IL TUO BLOG DOPO AVER VISTO IL TUO SPETTACOLO "SVIZZERO", HO LETTO UN PO' DI COMMENTI E LAMENTAZIONI GIUSTE E LARGAMENTE CONDIVISE SU BELLICAPELLI. LA MIA INC.......A NEI CONFRONTI DI BELLACHIOMA E INCOMINCIATA DAL 1993, MA TRAVAGLIO MI FECE CAPIRE (SATIRICON) CHE AVREI POTUTO INC...MI ANCHE PRIMA . IL CULMINE PERO', PER ARRIVARE AL DUNQUE, L'HO AVUTO QUANDO IL MIO BIMBO PIU' GRANDE IMPARANDO A PARLARE E INCROCIANDO QUALCHE TG CON LO SGUARDO IMPARO' BENISSIMO A DIRE B.......NI, BOMBA,... CHIEDENDOMENE IL SIGNIFICATO. IL CULMINE RIPETO PERCHE' LI HO CAPITO CHE PER NON FINIRE DIETRO LE SBARRE NON SOLO HA INQUINATO LE NS MENTI PIU' O MENO CORROTTE CON I SUOI SPOT, MA INTACCA ANCHE LE NUOVE LEVE..... A TUTTI I LETTORI CHIEDO QUINDI VIVAMENTE DI FARE QUEL POCO DI POLITICA CERCANDO DI INSINUARE QUALCHE DUBBIO AI PLAGIATI DAL REGIME: E INUTILE CHE SI LAMENTINO SE QUANDO VANNO A VOTARE SBAGLIANO A FARE LA CROCETTA. GRAZIE BEPPE PER LO SFOGO UN SALUTO SOGNANDO UNO ZAPATERO ITALIANO.

ALDO SCARANO 23.08.05 17:29| 
 |
Rispondi al commento

Ma basta con queste minchiate apocalittiche...il rischio c'è ma invece di stare a tremare andate in farmacia prendetevi qualsiasi farmaco contenga questo principio "Oseltamivir phosphate" (scusate è in inglese) bevete tanta acqua state lontano dai polli per un possibile effetto placebo devastante...e pensate positivo...katzo

ah il principio è contenuto in un farmaco distribuito dalla roche che si chiama TAMIFLU

questo i giornali non lo dicono...ma se cercate su internet e se da piccolo vi divertivate con il "piccolo chimico" siete aposto

CHEERS!


PS: beppe sei bravo per carita...ma minchia metti giu il microscopio elettronico del marcio e prenditi un binocolo del bello...vedrai che ci guadagnano tutti...chi ti legge...te la tua famiglia e persino la tua stupenda barca a vela

Luca Piccardi 23.08.05 12:50| 
 |
Rispondi al commento

Un applauso.
Io son andato via per le stesse ragioni.

Saluti dalla Spagna

Stefano Vergani 22.08.05 20:19| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto questo thread solo adesso, e non i post più recenti. Spero che la Borromeo segua ancora il thread e voglia rispondermi/commentare quanto dico.
Certo che sono invidioso, perché io ho la sua età e guadagno un decimo di quello che guadagna lei (anche perché ci ho messo molto di più a laurearmi, colpa mia...).

Però non sono d'accordo con quello che scrive. Trovo che, anche la sua difesa, sia un'abile campagna di marketing. Già, perché come in una campagna di marketing, dice una certa quantità di cose vere, per poi veicolarci il messaggio che interessa a lei per mezzo di cose che invece non dice.
Certo che, se l'esempio è quello dei 3 frigoriferi, il marketing non crea nessun bisogno quando promuove l'acquisto di UN frigorifero. Ma del resto, chi si è mai lamentato della pubblicità di un frigorifero?
Non ci prenda in giro, signora Borromeo.
Il problema, quello per cui la gente si lamenta, non è il fatto che il marketing "mandi un messaggio". Il problema è che (o quando) il marketing cerca di farti sembrare appetibile il prodotto che pubblicizza in maniera disonesta. Gli 144 in se possono o meno essere un bisogno... Il problema è che le operazioni di marketing te lo propinano nascondendo quanto in realtà costi... E se ci sono delle scritte (minuscole e pressoché illeggibili) è perché la legge obbliga a metterli, non certo per il senso di responsabilità dei pubblicitari...
Parliamo del suo primo esempio, il famigerato 892892. Perché la pubblicità non dice in modo chiaro qual'è il costo del servizio? E' vero, non è compito del pubblicitario dare informazioni; quello di cui la gente si lamenta è che il marketing cerca di nascondere le "magagne" di un prodotto alle persone cui tenta di venderlo. Non è forse così?

Inoltre, per tornare alla querelle sulla creazione del bisogno; supponiamo che io mi rivolga alla sua agenzia e le dica: "Signora Borromeo, voglio commercializzare un prodotto, un portaritratti da attaccare al copri-water, dove gli uomini possono inserire la foto della suocera e sfogarsi quando vanno al bagno.
Lei cosa fa? Mi rimanda a casa dicendomi che la gente non ha bisogno di questo servizio?? O preferisce prendere i miei soldi cercando di guadagnarseli???
E se li prende, non cerceherà di creare nella gente il "bisogno" di avere il mio prodotto????

Saluti

Marco Baiocco 22.08.05 14:55| 
 |
Rispondi al commento

Il Marketing è nato negli USA quando le aziende si sono accorte che avere un prodotto di qualità ad un costo competitivo non è più sufficiente per stare sul mercato. Il Marketing ha il compito di confezionare per l'utente la risposta ad un bisogno, non si vende più un prodotto ma una soluzione ad un problema. La cosa è seria ma non in Italia che si ancora si crede che un buon commerciale e un buon marketing sono quelli che vendono a tutti i costi un prodotto che non serve. Questi sono imbroglioni e non commerciali. E' vitale riconoscere e dare fiducia alle attività commerciali serie, che propongono al cliente la soluzione giusta che questo forse neanche si aspetta, quindi è corretto che il marketing sappia meglio del cliente stesso la soluzione da adottare. Come riconoscere un marketing serio? Facile, la completa trasparenza di TUTTE le informazioni da parte dell'azienda, dei propri manager e collaboratori verso il proprio interno e il mercato esterno.

Marco List 22.08.05 12:08| 
 |
Rispondi al commento

In Italia, generalmente, si tende a delegare agli altri, l'azione , la protesta, le cose importanti della vita. Forse abbiamo delegato anche i nostri diritti, in un momento di distrazione.

Mauro Strippoli 19.08.05 11:42| 
 |
Rispondi al commento

ci vogliono sconfiggere per sfinimento

francesco pace 19.08.05 01:30| 
 |
Rispondi al commento

bravo beppe sei tosto continua cosi' non ci sono parole per la mer...zza che rischia di travolgerci

francesco pace 19.08.05 01:28| 
 |
Rispondi al commento

Questo è per il Signor Panetta!
1. E' veramente questo il suo nome? Vabbé in fondo non mi interessa...
2. E' facile insultare qualcuno soprattutto quando ci si sente ben toccati dall'argomento o sbaglio?
Non abito in Italia ma ho del sangue italiano nelle vene. Mi fa veramente male al cuore vedere come l'italiano medio si fa prendere per i fondelli da questi signori avvoltoi.
Ma non durerà di questo ne sono certa. Ci hanno già provato altrove: il paese "sperpero" non ha mai lunga vita! E per tutti quelli che nei soldi ci nuotano ricordate di portarvi un salvagente non sai mai cosa puoi trovare nelle acque torbide!!! Gli italiani sono intelligenti, furbi e sono sicura che chi l'ha dura la vince!
Ci rifletto a tutto questo e l'unica soluzione che ho trovato è boicotto boicotto e ancora boicotto!
Ciao a tutti!

Barbara Merzaghi 17.08.05 19:13| 
 |
Rispondi al commento

Cito:"Finche vi sara Market, vi sara' anche Marketing pero'"

Noooooooooo è un concetto difficile questo...spiegalo a Bertinotti che vuole abolire la proprietà privata e allo stesso tempo vi tratta come ladri se andate a casa sua ad usufruire degli oggetti che circondano la sua vita (mangiare bere e far festini usufruendo di ciò che ha comprato con i soldi delle tasse).

TUTTI A CASA DI BERTINOTTI! VEDIAMO QUANTO MARKET METTE IN COMUNE ALLA COMUNITA' SENZA MARKETING!

girogio delle pertiche 17.08.05 11:10| 
 |
Rispondi al commento

Cito:"Finche vi sara Market, vi sara' anche Marketing pero'"

Noooooooooo è un concetto difficile questo...spiegalo a Bertinotti che vuole abolire la proprietà privata e allo stesso tempo vi tratta come ladri se andate a casa sua ad usufruire degli oggetti che circondano la sua vita (mangiare bere e far festini usufruendo di ciò che ha comprato con i soldi delle tasse).

TUTTI A CASA DI BERTINOTTI! VEDIAMO QUANTO MARKET METTE IN COMUNE ALLA COMUNITA' SENZA MARKETING!

girogio delle pertiche 17.08.05 11:09| 
 |
Rispondi al commento

Come pensare di combattere la logica malsana del marketing quando la gran parte delle donne che conosco non fa che pensare a dimagrire (andando avanti a barrette ed inutilissime creme anticellulite), all'abbronzatura (felice di ustionarsi sotto una lampada)ed a comprarsi l'ennesimo costume da bagno all'ultimo grido (il mio, sono tre anni, è ancora nuovo!!!)?
Colleghi e amici maschietti, invece, si divertono a ricomprarsi la macchina o la moto ogni anno come fosse un vestito, magari indebitandosi fino al collo e fino a che si può fare, tanto a comprarsi una casa non ce la farebbero mai (e in questo come dargli torto?).
E li vedi in coda dall'estestista per dolorosissime, a quanto mi raccontano, cerette su schiena e torace...

Poi si ritrovano tutti (maschi e femmine)sulla spiaggia con l'ultimo modello di occhiali da sole a sfogliare il primo giornalaccio capitatogli, il meno costoso e, conseguentemente, quello con più pubblicità occulta e meno occulta e la dieta dell'anno in copertina.
Io, nel mio piccolo, non posso far altro che scandalizzare qualcuno ogni tanto, con i miei "ideali" ed il mio stile di vita "controcorrente".

GIURO CHE SONO UNA DONNA MA: mangio pastasciutta pizze intere e bevo vino, non guardo il grande fratello né soap operas o serie di vario genere(a dire il vero non guardo proprio la tv...), non compro novella duemila neanche quando regala la borsetta da mare fucsia o arancione, non mi faccio torturare (a pagamento tra l'altro...)in palestra per lunghissime ore ma cammino tanto all'aria aperta, non vesto all'ultima moda, leggo e colleziono fumetti e gioco con la playstation, ascolto musica rock, senza per questo essere brutta asociale obesa frustrata o bacchettona...Ho una bella famiglia, qualche amico fidato, un marito che adoro, due cani, un piccolo giardino dove potermi sedere a leggere un libro al fresco e, caso piuttosto raro ormai, un cervello buono e funzionante!!!
TUTTO A BUON MERCATO!
Ce n'è di lavoro da fare a mio avviso....
Grazie Beppe per il tuo blog.

Angela De Petrillo 17.08.05 10:43| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,

qui non si tratta, secondo me, di volersi eclissare da un sistema sociale che tutti - volenti o nolenti - finiamo per alimentare.

Dire "basta" come segno di protesta e insofferenza è sicuramente la prima reazione, anche emotiva - viene direttamente dal basso ventre, poco sotto l'ombelico - ma passata la fiammata serve qualcosa in più.

Sono uno studente universitario di 24 anni, e grazie ad un'Associazione no-profit, apartitica e senza fini di lucro presente in 92 paesi ho avuto modo di viaggiare un po', e conoscere abbastanza bene alcune realta' diverse dalla nostra.
E' sorprendente vedere come ragazzi di paesi oggettivamente più in difficoltà - parlo di problemi VERI come malattie, povertà, stagnazione massiccia nel mercato del lavoro - si rimbocchino le maniche e vogliano lasciare il segno.

Vogliono prendere il testimone e passarlo più forte di prima. Pensate che un argentino mi ha detto: "Io sto viaggiando per poi tornare a casa, e fare del bene al mio paese".
Ditemi quando mai l'italiano medio, convinto com'è del suo charme (e mi viene in mente Silvio che si vanta come play-boy...), non pecca di provincialismo e finisce con l'alimentare lo stereotipo "mafia, pizza, spaghetti" che ci portiamo dietro dai primi del Novecento. Perchè tanto c'è il padre operaio e la mamma casalinga che, privandosi di tutto per il figliol prodigo, lo mantengono fino a 30 anni.

Un buon piano di marketing senza un buon prodotto da vendere paga solo nel breve, ma poi il cliente - ancora scottato dalla fregatura - va giu' di passaparola negativo, e ti sputtana anche se proverai a far meglio. Ma se c'è sostanza sotto, allora una buona presentazione ti fa vendere ancora di più - e non è da condannare a priori.

L'Italia è come una donna che, molto bella da giovane, continua a spalmarsi di rossetto e rimmel a 70 anni. Non c'è lifting che tenga, bisogna chiamare la nipote ventenne, regalarle un paio di scarpe da ginnastica comode - un paio di numeri in più, così durano - toglierle la paghetta dei genitori e farla partire per l'Interrail.

Perchè quando tornerà avrà VISTO, e non sentito, cosa succede in giro - e inizierà ad alzare la voce con le amichette oche ;)


PERSONE, non etichette.
Samuel

Samuel Mazzolin 16.08.05 21:55| 
 |
Rispondi al commento

Parliamo un po' di informazione o per meglio dire dei vari telegiornali che ci vengono propinati. In questi giorni di ferie ho avuto modo di vedermeli tutti. Dal Tg1 a Studio Aperto passando per tutti gli altri. Tornato in me, mi sono reso conto che la parte del leone la fanno servizi di gossip o notizie allucinanti che alla fine fanno gridare: "MACHISSENENFREGA!!!!!". Ieri Studio Aperto a presentato al povero Fagio ormai allucinato (il sottoscritto) un servizio di 5 minuti sulle motivazioni che hanno spinto Alessia Mertz a passare le vacanze (ma lavora???) in Umbria e non in Sardegna dove era attesa dagli amici. MA STIAMO SCHERZANDO? Un tempo guardavo con un certo interesse il TG5; ora è ridotto ad un'appendice pettegola di Novella 2000. E' ora di smetterla, quest'informazione è un'offesa per tutti coloro che fortunatamente hanno ancora la capacità di ragionare (e fortunatamente sono tante). Nella ormai famosa rubrica domenicale che invita gli italiani a mandare a lavorare i politici e amici, sarebbe ora che venissero inseriti anche i vari direttori dei TG. In un qualsiasi altro paese con libertà di stampa (libertà vera), probabilmente sarebbero disoccupati (con il massimo rispetto nei confronti di chi non lavora).
Cordiali saluti.

Michele Fagioli 16.08.05 13:52| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno dovrebbe essere cosi gentile da spiegare come sia "semplice" comprare un apparatamento popolare con 300 stipendi.. I miei genitori, che di certo non sono stati con le mani in mano durante la loro vita, hanno il merito di avere acquisto una magnifica casa con paradisiaco giardino.. Il tutto 30 anni fa e al modico prezzo di 70 stipendi di allora... Oggi sono felice di potere acquistare, con 70 dei miei stipendi, un magnifico BOX con paradisiaco arredamento..

Nicola Bombardieri 16.08.05 12:30| 
 |
Rispondi al commento

@Roddy McCorley

>il marketing infatti "crea" anche bisogni. dal >nulla. e una volta creati possono essere a loro >volta "satistyied", ovviamente profitably.

>Marketing e' dunque totalmente inutile.

Io non credo che il Marketing sia totalmente inutile....anzi.

Secondo me l' uomo è nato per creare e soddisfare i suoi bisogni, altrimenti penso che non ci sarebbe stato il progresso.

Io non sono contrario al marketing ma credo che vada fatto nel modo giusto, cioé senza ingannare il consumatore.

In ultimo credo che le persone siano in grado di ragionare e valutare quale prodotto comprare senza farsi abbindolare dalla pubblicità eventualmente ingannevole.

Saluti a tutti.

Pino
www.visurnet.com

Pino Caddeo 16.08.05 12:22| 
 |
Rispondi al commento

visto che e' difficile capire cos'e' il marketing cerchero di ricordarmi la definizione che studiai anni or sono:

Marketing is the process of identifying satisfying customer needs, profitably.

Questa e' piu o meno la definizione che si trova sui libri di business managment ma a me, come probabilmente a molti di voi, non soddisfa.

il marketing infatti "crea" anche bisogni. dal nulla. e una volta creati possono essere a loro volta "satistyied", ovviamente profitably.

Marketing e' dunque totalmente inutile. l uomo gia sa cosa gli serve senza nessuno che glelo dica.

Finche vi sara Market, vi sara' anche Marketing pero'.

riflettete

Roddy McCorley 16.08.05 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Tutto va così perché è così che deve andare. Non c'è un motivo, non c'è un senso. Non ha neanche senso che io abbia scritto queste due righe.

Perché le ho scritte allora? non lo so neanche io.

Pino
www.visurnet.com

Pino Caddeo 16.08.05 11:01| 
 |
Rispondi al commento

Per Alessandro De Bellis...
Delle quattro tue citazioni io ho trovato su Google solo l'ultima (che peraltro conoscevo) sul governo di Giolitti !
Per quanto riguarda poi la citazione di Crispi...beh anche se fosse vera... fu il polico accusato di trasformismo... e poi pochi anni dopo (1887) sarebbe diventato Presidente del Consiglio!

Maurizio M 16.08.05 10:13| 
 |
Rispondi al commento

""Si, siamo andati a fan..lo come nazione, come partiti, come banche, come industrie, come sogni, idee, speranze, come famiglie, come persone!
Come ricerca, come innovazione, come scuola, come cervelli, come ambiente."

grazie tante...finchè siamo solo capaci di criticare e donare soldi all'estero...finchè non ci preoccupa minimamente che gente come Valentino Rossi, italiano corra per moto non italiane (aumentando il prestigio dei concorrenti), e si faccia la residenza a san marino per non pagare tasse...finchè manteniamo un esercito di calciatori italiani e stranieri che dirottano il denaro all'estero...finchè non capiamo che per il nostro bene sarebbe + giusto donare gli spiccioli anzichè ai poveri di tutto il mondo alla ricerca italiana nelle università (cosa che ci permetterebbe di rimanere competitivi...faccio notare che per ogni nazione terzomondista che entra in gioco nel mercato l'Italia ne risente...vedi Romania e i primi colpi dati all'agricoltura, arrivando per esempio all'ex terzomondista Cina che sta dando il colpo di grazia alla nostra agricoltura e al tessile all'otttica, ecc...a proposito: per rinnovarci investiremo in biotech e nanotech...peccato che la Cina ci abbia già distanziati a tal punto che non ce ne acorgiamo nemmeno).

Insomma l'Italia è un paese di furbi...detto napoletano: "finchè a questo mondo c'è sta u fesso, c'è sta pure u furbo"...il problema è che sappiamo usare la furbizia solo con noi stessi fregandoci, invece di esportarla in giro per il mondo (dove ci sono molti + fessi)...così quando non ci son + fessi che pagano...tutti i furbi diventano molto + fessi perchè capiscono cos'hanno fatto (da mafia a politici truffaldini a occultamenti vari finendo per i lavoratori in nero).

Grillo ma se la gente non crede + in niente perchè li inciti a rivoltarsi contro banche politici marketing industria, ecc...
fai un bene o fai un male?
Io son estremamente convinto della seconda...ma questo è solo il passo finale che è stato compiuto in argentina.

Invece in Brasile son stati + furbi, con un sapiente colpo di coda hanno messo pagando al geverno un idolo, tale da quietare la folla e farla credere un po' in loro stessi e nel loro paese (un po' quello che fanno in Cina per cui esiste la cina e basta e gli operai lì lavorano per niente decine di ore al mese senza pensione o diritti sindacali)....tal Lula, presidente operaio che prometteva mari e monti. Poi quelli che han agito non si son messi d'accordo ed ecco gli scandali e la verità che esce allo scoperto, oltre a Lula che chiede scusa...

La realtà è che la vera forza è la considerazione che si riesce a spuntare nel mercato (investimenti e qualità prodotti) e sulla popolazione...ma il terrorismo politico per racimolare voti in campagna elettorale ha creato questa situazione...con tutte le conseguenze del caso.

Insomma sarebbe ora che anche noi come il Bild iniziassimo a sparlare degli altri e lodare noi stessi come fanno per esempio in Germania (vedi caso delle spiagge per favorire il turismo sulle loro spiagge)...invece noi lasciamo che gli altri sparlino di noi e ci sparliamo pure noi dei nostri interessi (vedi per es: il caso spiagge)...ovviamente perdendone...

girogio delle pertiche 15.08.05 09:34| 
 |
Rispondi al commento

Niente di nuovo sotto il sole. Nel 1884 Francesco Crispi scriveva che l'Italia correva verso la decadenza senza essere mai stata ai vertici della grandezza. Nel 1870 Menotti Garibaldi (figlio dell'Eroe dei Due Mondi) qualificava il ministero di quel tempo il più schifoso di tutti i governi, "un mucchio di canaglie e di ladri che si chiama governo italiano". Trent'anni dopo, Arturo Labriola affermava che l'Italia "era fuori dalle grandi correnti della storia" e non aveva "da mettere insieme che mafiosi economisti, prefetti ladri, processi scandalosi, impotenza amministrativa, insipienza politica, dotti ciarlatani, plebi brutali, politicanti da caffè". Poco appresso, per lo storico Gaetano Salvemini quello di Giolitti era "il governo della malavita". (da "l'uomo nero")

Alessandro De Bellis 14.08.05 16:42| 
 |
Rispondi al commento

Cazzarola! Avrò mai detto anch'io qualcosa di buono su Nano-nano?? No, non è possibile....manco sono tifoso del Milan!!!!

Be happy Trash

Postato da: maurizio spina il 14.08.05 12:44

Non ti montare la testa! VADE RETRO! LA PROPRIETA' PRIVATA NON SI TOCCA!!!

Solo un sano principio capitalistico: le aziende non sane devono fallire!

Di nano-nano potresti dire che come presidente del Milan è stato meglio di Farina... così per non esporti troppo...

Filippo Trascinelli 14.08.05 13:42| 
 |
Rispondi al commento

Io non sono certo di sinistra ma appoggerei Bertinotti.......

Postato da: Filippo Trascinelli il 14.08.05 08:09

Azzzzzzzzzzzzz!!!!!!

Da stampare volantini e lanciarli su Copropoli!!!!

Okkio alle dichiarazioni azzardate!!!

Certi scheletri non stanno negli armadi!!!!!!!

E si che il caldo è passato!!! Ti preparo la tessera rifondarola?????

Cazzarola! Avrò mai detto anch'io qualcosa di buono su Nano-nano?? No, non è possibile....manco sono tifoso del Milan!!!!

Be happy Trash

maurizio spina 14.08.05 12:44| 
 |
Rispondi al commento

Apprezzo la sua battaglia per la razionalizzazione dell'automobile e del suo utilizzo.
Credo sia necessario promuovere al più presto una soluzione . ecologica, semplice, affidabile, sicura.

Metanizzare tutta la trazione su gomma!

Le rammento che l'effetto serra da anidride carbonica generata al suolo é "molto" improbabile.
L'anidride carbonica pesa il 50 % più dell'aria e non ha nessuma libidine a salire.

Non saltrettanto per quella emessa dagli aerei immessa calda in atmosfera a - 50 Gradi.

Fornitò altri dati se di interesse.

Saluti mario Giavani - 0323 55 77 51 - Verbania

Mario Giavani 14.08.05 12:42| 
 |
Rispondi al commento

Lula si è accorto di essere stato eletto grazie agli imbrogli dei suoi.E così finisce anche il mito del presidente operaio-onesto.

Io non sono certo di sinistra ma appoggerei Bertinotti in una cosa: Intanto mettiamo dentro(galera) i collegi sindacali che non portano in tribunale i libri di certe aziende(una legge ci sarebbe ma i giudici corrotti si guardano bene dal farla applicare). Poi commissariamo le aziende che hanno funzioni strategiche e le statalizziamo. Tanto paghiamo comunque, quindi almeno riduciamo i nostri debiti.

Filippo Trascinelli 14.08.05 08:09| 
 |
Rispondi al commento

non capisco il significato di molti interventi ma son d'accordo con beppe grillo sullo sfacelo dei finanzieri italiani che non sono atri che salumieri all'ingrosso, il guaio e' che dopo que3sti ne arrivano altri legati ad altre cordate, altro che italietta dei tempi giolittiani, si scoprira'col tempo che bottino craxi al confronto di questi era un rubagalline.Dio aiuti la nostra povera matoriata e dilaniata terra.

Giovanni Federico 14.08.05 04:57| 
 |
Rispondi al commento

ma che blogger-civetta!?!?
è la normalità se una persona è interessata a un argomento e vuole intervenire e interagire con altri abbia bisogno di sapere di cosa si è parlato almeno a grandi linee.
Il personaggio del giorno sta combinando un putiferio pazzesco, sono entrata a vedere se si stava facendo altre pippe mentali (come volevasi dimostrare...)

saluto il resto di gente sana di mente e onesta presente.

sembriamo fuori argomento, ma forse non lo siamo del tutto.

Per fare contento il Personaggio, prossimamente se voglio visitare il blog non intervengo e leggo solo i post di Grillo...

Sandy Roberti 13.08.05 20:21| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti i bloggers...

Fabio Piciacchia 13.08.05 17:46| 
 |
Rispondi al commento

Beppe idolo!

Simone Zampini 13.08.05 17:37| 
 |
Rispondi al commento

1937 - 1946

Paolo Mazzola 13.08.05 16:19| 
 |
Rispondi al commento

Bertand Russell fu un uomo eccelso. Matematico insuperato, e dotato di una straordinaria umanità. I suoi aforismi, non i miei, sono delle perle. L'opera di persone come lui, dovrebbe essere insegnata nelle scuole d'obbligo, altro che riforma Moratti. Ci sarebbero molti meno ricucci in giro.

http://www.ildiogene.it/EncyPages/Ency=Russell.html

Riccardo Simiele 13.08.05 16:05| 
 |
Rispondi al commento

Ha ha ha....
quanto ti sbagli...

Dolcetto o scherzetto?

Non c'hai preso...

Mario Brega 13.08.05 16:00| 
 |
Rispondi al commento

Già lo scenario che hai descritto è una realtà:
l'amara realtà che ci tocca vivere!
Che ne dici dei dati del PIL che hanno diramato ieri,che vede uscire l'italia(si in minuscolo!) dalla recessione?
Balle ovvio o no?

ino modesto 13.08.05 15:54| 
 |
Rispondi al commento

AFORISMI DI BERTRAND RUSSELL

Ci sono molte cose delle quali la scienza non può occuparsi. Tutti i problemi dei valori, per esempio. La scienza non può dire quel che è bene e quel che è male; che cosa è bene o male come fine, non soltanto come mezzo.

Individuare gli scopi della vita e rendere gli individui coscienti del loro valore non è compito della scienza; è compito del mistico, dell'artista, del poeta.

La scienza ci dà la possibilità di conoscere i mezzi per giungere a uno scopo prescelto, ma non ci aiuta a decidere quali scopi perseguire.

Non vorrei mai morire per le mie idee, perchè potrebbero essere sbagliate.

Riccardo Simiele 13.08.05 15:54| 
 |
Rispondi al commento

abitanti del blog,
è stato cretata ad arte un'azione di marketing contro questo blog!

il Sig. Sandro Pascucci, sembra aver colto l'attimo e aver creato in 2e2 4 un sito che dovrebbe contenere le censure di Beppe.
Ma... come si permette di provare d'infangare così questo blog?
è ben precisato tra le "regole" elementari del blog che non è consentito scrivere messeggi che vertano fuore dal tema del blog, è ovvio quindi che bisticci creatisi così stupidamente siano tolti...

Non saprò molto di Signoraggio, ma qualcosina di marketing si

Nando Fiorini

Sandy Roberti 13.08.05 15:41| 
 |
Rispondi al commento

Le ultime cinque non hanno avuto risposta. Voglio capire quale sia la tua idea di sovranità popolare e come realizzarla, e te lo chiesi apertamente 'mille anni fa'. Tutto viene strumentalizzato, perchè il gruzzolo fa gola a tante parti politiche, specialmente a chi di questa lotta ne ha fatto storicamente una bandiera. Ho studiato l'argomento più di quanto immagini, visto che non se ne parla in giro, e sai la stima che ho nei confronti della tua intelligenza. Ho il vizio di essere a volte sarcastico, ma fai finta che sia una maniera per testare le reazioni altrui. L'indirizzo ce l'hai. Personalmente vedo poca 'umanità' tra i vari neo-adepti della questione, e ciò mi fa pensare.

Riccardo Simiele 13.08.05 15:28| 
 |
Rispondi al commento

BELLA CACCA

Sò da tempo che la cacca è questa,la vedo,ne sento l'olezzo inebriante che emana e mi sento veramente pronto (ormai da tempo) a sporcarmi le mani per levarmela di torno (COSTI QUEL CHE COSTI)/(pagare per pagare, meglio farlo con coscienza)

Non credo però che ci sia molta propensione all'impastarsi le mani con la Merda che si ha davanti, eppure vedo Persone, Esseri, Gente che ne divora pezzi enormi ogni giorno senza dire nulla.

CIO' NON VA' PER NIENTE BENE

VOGLIO tuffarmi in questa MERDA e tirarla,lanciarla,catapultarla in bocca a chi ne stà il più lontano possibile e pensa che tirando l'acqua, tutta quanta sparisca nel nulla.

VOGLIO ESSERE MERDA!!!!!!!!

UNA MERDA CON LA TESTA!!!!!!

Così, almeno, saprò dove andare!!!


Ciao mangiacacca!!!

Paolo Disca (l'EGOfecista)

Paolo Disca 13.08.05 15:24| 
 |
Rispondi al commento

Chi s'imposserebbe del gruzzolo del signoraggio? I singoli cittadini? ahahaha! Quale modello di governo si vorrebbe imporre? Rispetto ad uno stato totalitario, sul modello nazista, mi tengo, seppur a malincuore, i massoni. Tra un modello come 'Il mondo nuovo' e '1984', non avrei difficoltà a scegliere il meno peggio, ovvero quello di Huxley. Più che mandarmi in un'isola insieme a spiriti affini, non potrebbero fare, eheheh! Leggete un libriccino di Renè Dubail, sul modello economico nazional-socialista. E' chiaro che qualcosa di buono c'è stato in ogni tipo di governo. Non sono un integralista nè un 'cecato'. Ogni tanto spendeteli due soldi per i libri. Poichè voglio capire, continuo a studiare anche fonti alternative al web. E' per questo che non mi si risponde più alle mail?

http://www.insegnadelveltro.it/catalogo/metropoli/dubail_ordinamento_economico.htm


Riccardo Simiele 13.08.05 15:09| 
 |
Rispondi al commento

@Postato da: Tommaso Lanzi il 13.08.05 11:30

Vai altrove.
Informati altrove.

Noi vogliamo restare nella nostra ignoranza.
Noi propaGANDIAMO così, tu propagang altrove!

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 13.08.05 15:07| 
 |
Rispondi al commento

OOOOk, ho capito.

diego mussi 13.08.05 14:57| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Grillo, da fonti certissime un suoermercato di Monfalcone, ogni mese butta al macero 30.000 euro di prootti alimentari INVENDUTI e DETERIORATI moltiplica la somma per tutti i supermercati italiani aggingi le spese di trasporto, il risultato che le persone anziane piangono e mangiano riso.I commenti di questi ed i miei personali Ognuno ha un maiale(porco, )nel proprio stato che il nome incomincia guardacaso con la lettera B. Anche l'utopico BIN LADEN diventa maiale anche se non mangia carne di MAIALI...... Cante roberto complimenti per la tua intelligenza ciao Grillo.

roberto cante 13.08.05 14:57| 
 |
Rispondi al commento

Guerra all'Iran?

Prepariamoci a sorbirci una NUOVA OPERAZIONE di MARKETING da parte di chi AMMINISTRA i nostri soldi.

Se passa anche questa "guerra giusta",grazie alle loro mistificazioni,ci venite in piazza coi forconi?

Ora ci provo,per convincervi,facendovi riflettere sui costi.

Agli italiani non toccate il portafogli!
Mi chiedo quanto ancora ce lo debbano toccare...io,almeno,sono alla fame...ed ero benestante,grazie ad un onesto lavoro che,ora,mi pagano LA META'DI PRIMA...ma questo è un altro discorso!

Forse seguirò il consiglio di chi dice:
"cominciamo,anche noi a vivere coi soldi delle banche, coi debiti loro non fanno cosi?Ne facciamo quanti ci servono a vivere bene e poi, quando siamo morti,amen!Ci dichiariamo nulla teneti, la garanzia il nostro lavoro sicuro (!) fino alla pensione".

Ma,deve ancora crescermi un pò di pelo sullo stomaco!Ancora rimango molto onesta,purtroppo!

Quanto ci stanno costando queste guerre?

Con il voto del Senato di proroga sino alla fine dell'anno della presenza militare italiana in Iraq, sono stati stanziati circa

212 milioni di Euro

per il mantenimento della presenza militare e

25 milioni di euro per le cosiddette finalità umanitarie.

Maggiori dettagli sul contenuto del decreto approvato su:

http://www.camera.it/_dati/leg14/lavori/stampati/pdf/14PDL0075080.pdf

E DA DOVE PENSATE CHE ESCANO QUESTI SOLDI?

Ernesto Balducci,morto ammazzato da chi ancora non ci è dato saperlo,ci ha lasciato anche questo:"non disperate- vorrei dir loro- siamo milioni e milioni dentro le mura d'acciaio dell'occidente a vivere, come se fosse nostra, la vostra disperazione e a prepararci a creare insieme a voi un mondo tenuto insieme dal diritto e non dal terrore del Grande Gendarme".

Io continuo le mie riflessioni a voi le vostre ma:

onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità.
Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero.

Qualcuno mi racconti che non sarà una OPERAZIONE di MARKETING quello che diranno, per convincerci, che quella all'Iran sarà una guerra giusta!

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 13.08.05 14:52| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: lauro ferrari il 13.08.05 14:32

> COMPLIMENTI PER LA VOSTRA VOGLIA DI VIVERE, DI CAMBIARE LE COSE, DI TROVARE SPERANZE PER CAMBIARE QUESTO MONDO.

Certo! "Noi giovani con la nostra musica cambieremo il mondo."

> CONTINUATE PURE COSI', ARRIVERETE LONTANO, MOLTO LONTANO, LONTANISSIMO....

Detto da te, non mi sembra di dovermi preoccupare più di tanto. Sicuramente arriveremo più lontano di te, che non sei molto distante dal deretano di Grillo, in costante adorazione di qualche tassa mondiale o qualche cittadinanza globale.

Postato da: Sandro Pascucci il 13.08.05 13:08

> ci sono delle differenze con i Libertari (come Rothbard o Yang) ma sia NOI che LORO, vogliono togliere l'ASSURDA SOVRANITA' alla Banca Centrale. Partiamo da questo punto in comune, che ne dici Yang?

Non si possono impiccare prima tutti i neocon? Ormai che ho comprato i popcorn... :-D

Postato da: raffaele prisco il 13.08.05 12:33

> A PAGARE LE TESSE SoNO rimasti solo i lavboratori dipendenti...

Strano, non me n'ero accorto, davvero. Per fortuna ci sono loro, a pagare la pensione di Ciampi e far pascolare i militari a Nassiryia...

Yang Chenping 13.08.05 14:47| 
 |
Rispondi al commento

COMPLIMENTI, COMPLIMENTI VERAMENTE AI VARI LANZI CHEPING E IL SEGUITO DEI PESSIMISTI COSMICI. PONETE CRITICHE SENZA LOGICA, NON COSTRUTTIVE, INSIGNIFICANTI, NULLE. SIETE INOLTRE IGNORANTI E POCO INFORMATI SU QUELLI CHE SONO I PENSIERI E LE PROPOSTE DI GRILLO E DELLE MIGLIAIA DI PERSONE CHE INSIEME A LUI CONDIVIDONO DELLE IDEE. SI, AVETE RAGIONE VOI GRILLO SI FA IL CULO CHE SI FA E CORRE DEI RISCHI PER AVERE : UNA PORSCHE UNA VILLA E UNA BARCA A VELA.
COMPLIMENTI PER LA VOSTRA VOGLIA DI VIVERE, DI CAMBIARE LE COSE, DI TROVARE SPERANZE PER CAMBIARE QUESTO MONDO. CONTINUATE PURE COSI', ARRIVERETE LONTANO, MOLTO LONTANO, LONTANISSIMO....

lauro ferrari 13.08.05 14:32| 
 |
Rispondi al commento

Il proibizionismo ha peggiorato le cose. Questo è un fatto. L'antiproibizionismo toglierebbe denaro alla criminalità organizzata e creerebbe un'economia trasversale. Da un punto di vista utilitaristico, non voglio sentire parlare di etica, ovvero denaro sonante nelle casse della comunità, visto che capite solo questo linguaggio, non vedo il motivo per cui bisogna continuare a proibire uno stile di vita - o vizio, fate voi - che esiste ma che tutti continuano a far finta di ignorare. Ghettizzare, o peggio, criminalizzare chi fa uso di droghe leggere, è una follia. Questo riguarda anche la prostituzione, naturalmente. Paghino le tasse anche loro. Inoltre non auguro mai a nessuno di dover ricorrere a tecniche di fecondazione assistita. Purtroppo l'egoismo dilaga sempre di più. Se sono riuscito ad avere un figlio naturalmente e senza problemi, non vuol dire che non debba occuparmi di chi non ci riesce. Spirito civile è anche questo. E non sono stronzate.

Riccardo Simiele 13.08.05 14:32| 
 |
Rispondi al commento

Sandy lascia perdere è un mitomane che infesta il blog e si approfitta di una ssenza dei moderatori per monopolizzare la discussione definito anche TROLL, lascialo perdere.

IGNORALO

Nando Fiorini 13.08.05 14:15| 
 |
Rispondi al commento

@ Lanzi:
si...
questo lo sapevo già...
e senza neanche andarci a dare un'occhiata!
sono andato ad intuito...
ci stanno strappando lo sfintere a brandelli da un pò di anni!
ma comunque te vacci lo stesso...
o lì, oppure dove ti pare...
basta che tu faccia ciò che ti ho suggerito!
dove lo fai non ha importanza...

Riccardo Galatolo 13.08.05 14:07| 
 |
Rispondi al commento

@ Riccardo Galatolo

Sul sito di Forza Italia? Neanche li' dicono tutta la verità.

Tommaso Lanzi 13.08.05 14:01| 
 |
Rispondi al commento

forse possiamo orientarci attraverso valori comuni a noi tutti?
A proposito vado a pranzare ;-))

Antonio Magrì 13.08.05 13:56| 
 |
Rispondi al commento

nn cadiamo nella volgarità sarebbe un'allineamento al loro modo di agire.
Credo che possiamo essere incisivi in altri modi?

Antonio Magrì 13.08.05 13:42| 
 |
Rispondi al commento

Un detto Siciliano insegna: ("Più si rimesta la merda e più si rinnova il cattivo odore che emana") .......Così il Sig. Violante se ne guarda bene dal farlo.
Il Sig. Violante probabilmente è il tipo d'uomo che non riconosce nemmeno il cattivo odore che emana la propria cacca dal proprio cesso, il tutto quando non è troppo occupato a cagarci in testa, in questa mega latrina "privata" perchè così si può definire l'Italia.
Pensate L'Italia una latrina per VIP adesso si può cagare solo per invito L'Italia è diventata un mega Privè.
Scusa Grillo forse questa volta non sono stata il massimo della finezza ma quali altre parole avrei potuto usare, esprimere tutta la rabbia che ho dentro e restare la signora educata che sono..... ti chiedo scusa per il turpiloquio!
la mia unica speranza sei tu!

marilena.costa 13.08.05 13:39| 
 |
Rispondi al commento

Lanzi...basta!
c'è anche il sito di forza italia...
vai a rompere i coglioni lì!
insieme a Benite Le Rose, Anna d'Arco e tanta altra merda...
dai...facci un piacere!
ah... c'è anche il sito di forza nuova...
anche lì c'è gente come te...
sapete provocare e basta!
siete il cancro dell'umanità...

Riccardo Galatolo 13.08.05 13:37| 
 |
Rispondi al commento

sempre i soliti scocciatori in giro a demonizzare grillo e a proteggere chi ci prende per il culo tutti i giorni...bravi bravi...

umberto mas, cristian fufù se ci siete mi serve una mano per linux. :-)

FAbio Piciacchia 13.08.05 13:34| 
 |
Rispondi al commento

@ Tommaso Lenzi
intendevo "conoscere" in senso assoluto...

sembri un provocatore con la coda di paglia?

Antonio Magrì 13.08.05 13:28| 
 |
Rispondi al commento

Mandiamo il governatore Fazio al posto di Fabio Fazio a condurre il gioco Affari tuoi. Tanto ai pacchi è abituato

Guerra Federico 13.08.05 13:24| 
 |
Rispondi al commento

@ Antonio Magrì

quel QUALCUNO faccia tutti i nomi altrimenti taccia

Tommaso Lanzi 13.08.05 13:18| 
 |
Rispondi al commento

Beppe hai detto parole sacrosante!
Ma cosa possiamo fare se non riuscire a ritagliarci noi un pezzo della nostra insostituibile realtà personale?

Il grande Tiziano Terzani diceva che in America la realtà viene trasposta tramite i film di Hollywood, dove alla fine c'è l'eroe che salva la situazione, l'America che salva il mondo ecc.

Mi è capitato recentemente di vedere una cosa simile qui in Italia; ero in palestra e nella sala attrezzi c'erano tre televisori accesi: uno su MTV (sigh!), e gli altri due rispettivamente su RAI 1 e Canale 5. Era tardo pomeriggio, e il primo trasmetteva la fiction Don Matteo, nel secondo la fiction Carabinieri.
In entrambi i casi erano trasposti tratti di vita quotidiana con le forze dell'ordine che agivano elegantemente (e ironicamente!) per risolvere i casi che si presentavano.
Il tutto nelle due reti televisive più seguite in Italia! Nel palinsesto invernale (peggio ancora!)
alla stessa ora troviamo "La vita in diretta" e "Verissimo"!

Credo che anche questo sia un modo per addormentare le coscenze e dare un quadro della realtà trasformato.

La gente si è dimenticata che la vera realtà parte dal proprio punto di vista, dall'osservazione di ciò che realmente ci circonda, non dal guardare una fiction, la versione televisiva di Novella 2000 o un reality show, o peggio ancora spot pubblicitari e telepromozioni.

Quello che ho scritto non c'entra nulla con il marketing, ma gioca sicuramente a favore di esso, se non altro perchè le fiction sono piene di sponsor e pubblicità.

Ciao

Marco Sanchioni

Marco Sanchioni 13.08.05 13:17| 
 |
Rispondi al commento

forse è tutto vero.... che siamo tutti ladri e santi, assumiamo dei ruoli ,e per far "conoscere" ci vuole QUALCUNO che lo dica.

Antonio Magrì 13.08.05 13:09| 
 |
Rispondi al commento

Perché sempre più persone usano il blog di Beppe Grillo per far pubblicità al loro sito? marketing da parassiti?

Alessandra Fabbri 13.08.05 13:07| 
 |
Rispondi al commento

per Tommaso Lanzi
... carina questa... è un po vecchia (ha più di dieci anni) ma fa sempre ridere!!

Massimiliano Francardi 13.08.05 13:04| 
 |
Rispondi al commento

@ Maria Adele Del Vecchio

Non illuderti, Berlusconi ha creato qualcosa che da' lavoro a molte persone. Ha investito in Italia.

Il vostro Prodi invece non ha fatto altro che svendere aziende italiane all'estero (solo per il suo personale profitto). Leggiti i fascicoli sul caso Iri-Sme.

Tommaso Lanzi 13.08.05 12:57| 
 |
Rispondi al commento

purchè non si festeggino i
45000 ascessi...

Maria Adele Del Vecchio 13.08.05 12:57| 
 |
Rispondi al commento

Ahahah!!!

è una bellissima giornata "nel migliore (????) dei mondi possibili"

!!!!!

Maria Adele Del Vecchio 13.08.05 12:53| 
 |
Rispondi al commento

E' molto che ci penso, ma non sono ancora riuscito a farmi un'idea precisa su che condotta intraprendere rispetto alla pratica consumistica. In generale la pubblicità non mi condiziona, quando mi viene voglia di comprare qualcosa attendo, mi informo e alla fine se ne o veramente la necessità compro il meglio che trovo. Ma questa necessità poi esiste davvero? Io sono un scout e molte volte mi trovo in difficoltà con le scelte che si compiono tutti i giorni, anche portate dalla pigrizia, spostarsi in macchina anzichè in bicicletta, preferire di non fare invece che fare.. la società è fatta dagli individui, non da berlusconi o chicchessia, è il singolo che cambia le cose, solo se è testimone delle proprie scelte, il chè vuol dire rompere le balle al prossimo! mi sono sfogato.

Luca

Luca Severi Commentatore in marcia al V2day 13.08.05 12:44| 
 |
Rispondi al commento

-Boicottare la pubblicità per boicottare Berlusconi, questo è il vero obbiettivo di Beppe

sì!!! Why not? anche lui, non solo lui!!!

Consiglio a chiunque non lo abbia letto
"La società dello spettacolo" di
Guy Debord

spero che Michela Mileni sia in giro e lo segni!!!

Maria Adele Del Vecchio 13.08.05 12:43| 
 |
Rispondi al commento

Sto leggendo in questi giorni il libro REGIME di Peter Gomez e Marco Travaglio con postfazione del nostro Beppe. Penso possa essere un punto di partenza per una prossima discussione dato che,ora possiamo valutarne i contenuti.
Mandi

Stefano Dean 13.08.05 12:37| 
 |
Rispondi al commento

A PAGARE LE TESSE SoNO rimasti solo i lavboratori dipendenti... e devono considerarsi fortunati... perché un lavoro almeno per il momento ce l'hanno.... Ma gli altri....
Ho notato nel comune di Caserta tante costruzioni trasformarsi da case coloniche in case con piscine... all'insaputa della commissione edilizia...o con l'accordo di... qualche amico... "EVVIVA LA SECONDA REPUBBLICA!!!"

raffaele prisco 13.08.05 12:33| 
 |
Rispondi al commento

@Tommaso Lanzi

incredibile... c'è ancora gente come lei che vuol farci credere in un "disinteressato" portatore nano ed ad un malfidente Grillo...
ma non si vergogna neppure un pochino...
Purtroppo non sarà un cambio di governo a far rivedere a gente come lei il proprio pensiero... anzi... e questo purtroppo è uno dei crucci maggiori per gente come me che non crede più a nulla e nessuno (in politica)
Comunque la sua difesa al povero "portatore nano" mi fà supporre che anche lei ci guadagni in questa bella situazione di m....
Complimenti... se ne vanti...

Davide Dalfiume 13.08.05 12:25| 
 |
Rispondi al commento

Beppe guarda quello che sta succedendo
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=1284&mode=&order=0&thold=0
quand'e' che parli dell'11 Settembre che forse la gente si sveglia?????????????

Leo Serafini 13.08.05 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Alessandro,
nulla di personale verso di te e il tuo lavoro. Pensa, se non fosse per altre faccende, starei a Roma o a Stresa a frequentare un rinomato master in Marketing&Comunicazione. Ciononostante, ho letto da qualche parte su questo blog, che il Marketing viene oramai considerato una Scienza. Questa è una castroneria sesquipedale, e sono certo che la tua professionalità non ne verrà lesa, nè era mia intenzione sminuirla. Quanto alle affermazioni tra virgolette le ho tratte dal tuo post, e su di esse non cambio opinione, le ritengo banalissime e scontate, invito chiunque a leggerle e commentarle. Comunque, potrei sbagliarmi, infatti di Marketing non so proprio nulla, ma di fregature e illusioni me ne intendo. A presto!

Francesco Cocco 13.08.05 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Eh sì... facile...

Gianluca Gendusa 13.08.05 11:58| 
 |
Rispondi al commento

Per Francesco Cocco

mi chiedevo una cosa: dove hai letto che quell'analisi è di Robecchi?
io non lo vedo, mi sembra improbabile.
ciao

Maria Adele Del Vecchio 13.08.05 11:50| 
 |
Rispondi al commento

Caspita...........possibile che riesci sempre a rovinarmi la giornata?!!!....mi tocca sempre darti ragione, non faccio altro che leggere le tue righe e ripetere dentro di me: si e' tutto vero....!.....Imprenditori con i soldi degli altri andate a casa.....? e cosa facciamo a casa? almeno con i soldi degli altri diamo lavoro a famiglie intere, e cerchiamo, nel nostro piccolo di pagare tutte le tasse e di riuscire a mantenere la nostra famiglia con moltissime responsabilita' e vivendo con il peso del masso di questa economia stagnante!!
Torno a lavorare.

Enrica Morasso 13.08.05 11:33| 
 |
Rispondi al commento

@ Francesco Cocco

Carissimo Francesco Cocco, ti ringrazio per le parole di apprezzamento nei confronti del mio lavoro.

Mi piacerebbe un giorno raggiungere la tua capacità di sintesi, la tua creatività e la tua abilità di leggere un post con occhi imparziali.

..........

Ti invito a rileggere quello che ho scritto e sono sicuro da persona intelligente e corretta quale ti ritengo che capirai di aver dato un giudizio troppo affrettato e di aver da un lato liberamente interpretato le mie parole, dall'altro aggiunto cose che io non ho assolutamente scritto.

Ricorda la mia premessa all'articolo:
"Non ho intenzione di valutare le sue idee ma solamente di evidenziare alcuni elementi di comunicazione online che decretano il successo della sua azione di marketing."

Ti mando i miei più sinceri saluti e spero un giorno ti poter scambiare con te alcune idee.

Alessandro.


Alessandro Banchelli 13.08.05 11:31| 
 |
Rispondi al commento

Ribadisco il concetto:
Lo scopo di tutte queste menzogne sul marketing pubblicità ecc ecc è lampante: Grillo e company sono convinti che il potere politico di Berlusconi dipenda dal suo potere economico, e quest'ultimo dipenda dalla pubblicità. Cio che si prefiggono Grillo e company quindi è boicottare Berlusconi boicottando la pubblicità.

Cercano di farlo facendo informazione deformata, demonizzante senza spiegare nella loro interezza le vere ragioni degli argomenti trattati.

In questo blog non vi è niente che faccia informazione vera. Tutta l'informazione che si fa' in questo blog è di parte, politicizzata e quindi volutamente vera solo per il 50%.

Tommaso Lanzi 13.08.05 11:30| 
 |
Rispondi al commento

Grillo ti stimo per quello che fai e che sei, ma mi chiedo a che serve? siamo sempre e solo noi i poveri str***i che si indignano, che cercano di cambiare le cose, di ribellarsi a un sistema che ci vuole macchine produci-consuma-crepa.poi ci sono tutti gli altri che rimbecilliscono davanti alla tv e che nn guardano oltre il proprio orticello...come facciamo a combatterli?come facciamo a scuarciare il velo di indifferenza che oscura i loro occhi? la verità(seppur relativa) è li e la gente fa finta di niente e i potenti continuano a prenderci in giro, facendosi beffe della nostra intelligenza, della nostra indignazione.
forse abbiamo superato il punto di non ritorno, è troppo tardi ormai, è tutto compromesso, venduto, oltraggiato. c'è qualcosa o qualcuno che non è stato intaccato dall'avidità, dalla sete di potere?
siamo figli del nostro tempo e forse anche per noi non c'è più speranza...
anche tu, sono sicura, nn leggerai il mio messaggio e servirà solo per far numero...

anna d'errico 13.08.05 11:27| 
 |
Rispondi al commento

La società vuole schiavi è così che siamo visti dalla nascita fino alla morte.
Solo macchine siamo ma il bello è che nessuno ne è al di fuori! Gli stessi presunti fruitori (politici,preti,industriali) non possono fare a meno di ciò che fanno. E' un meccanismo che inizia da quando si nasce è agisce in maniera più o meno occulta. Prima i nostri genitori, poi gli "educatori" morali e civili, mass media, ci riempiono di tutto ciò che realmente non ci serve in cambio della nostra "obbedienza".
Bisogna ritornare all'essenziale e non perpetuare questo folle gioco soprattutto con i nostri figli.

walter d'amico 13.08.05 11:14| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Francesco Cocco il 13.08.05 11:02

Quello che ho pensato leggendo quella roba ed i commenti del lanzi proponendola è questo: analisi sciocche e banali di quel tipo sono una sorta di specchietto per le allodole, atto a deviare l'idea della funzione reale del marketing. L'operazione riesce perfettamente solo con chi non ha la più pallida idea di cosa sia il marketing. Ho trovato che il signor (?) Lanzi fosse di un'ingenuità pericolosa nel proporre quella lettura così sommaria del blog.

Maria Adele Del Vecchio 13.08.05 11:13| 
 |
Rispondi al commento

La faciloneria dell’intervento di Alessandro Robecchi circa il profilo di marketing del sito di Grillo, gabellato per analisi scientifica, quasi fosse un esempio di quella che Weber chiamava avalutatività, mostra il carattere illusorio di una serie di competenze che fanno leva sulle illusioni, il marketing appunto. Veramente si vuole ridurre il successo di Grillo ad un’operazione di marketing? Veramente affermazioni come questa, “ I post di Beppe Grillo toccano ogni volta un tema specifico e mai in maniera imparziale. Ogni post è una presa di posizione nei confronti di un tema, di un argomento, di una persona. Questo ne fa un blog vincente poichè attiva una discussione, stimola la dialettica” pretendono di assurgere a lessico specialistico della pseudo-scienza del marketing? Non occorre una laurea in filosofia per comprendere che un Blog è un punto di vista, uno fra i tanti possibili, dunque parziale, parzialissimo. Ancora, che significa tema specifico? A me gli argomenti di Grillo sembrano di respiro generale, universale, che stimolino la ‘dialettica’ poi, è un’affermazione di una banalità disarmante. Questo è il marketing: non una scienza, con dei principi e uno statuto ontologico verificabile, ma una serie di accorgimenti, a volte persino grossolani. Ci siamo scordati degli strilloni della Fiat su tutti i quotidiani dopo la liquidazione della GM? Non era forse un’operazione di Marketing?
Che il marketing nel tempo presente sia percepito come scienza, sapere certo attorno a qualcosa, è il segno non più remoto che la sua missione, l’intorpidimento della coscienze, è oramai giunta a compimento.

Francesco Cocco 13.08.05 11:02| 
 |
Rispondi al commento

A quelli nati dopo di noi


Veramente, vivo in tempi bui!
La parola disinvolta è folle. Una fronte liscia
indica insensibilità. Colui che ride
probabilmente non ha ancora ricevuto
la terribile notizia.

Che tempi sono questi in cui
un discorso sugli alberi è quasi un reato
perché comprende il tacere su così tanti crimini!
Quello lì che sta tranquillamente attraversando la strada
forse non è più raggiungibile per i suoi amici
che soffrono?

È vero: mi guadagno ancora da vivere
ma credetemi: è un puro caso. Niente
di ciò che faccio mi da il diritto di saziarmi.
Per caso sono stato risparmiato.
(Quando cessa la mia fortuna sono perso)

Mi dicono: mangia e bevi! Accontentati perché hai!
Ma come posso mangiare e bere se
ciò che mangio lo strappo a chi ha fame, e
il mio bicchiere di acqua manca a chi muore di sete?
Eppure mangio e bevo.

Mi piacerebbe anche essere saggio.
Nei vecchi libri scrivono cosa vuol dire saggio:
tenersi fuori dai guai del mondo e passare
il breve periodo senza paura.

Anche fare a meno della violenza
ripagare il male con il bene
non esaudire i propri desideri, ma dimenticare
questo è ritenuto saggio.
Tutto questo non mi riesce:
veramente, vivo in tempi bui!

Voi, che emergerete dalla marea
nella quale noi siamo annegati
ricordate
quando parlate delle nostre debolezze
anche i tempi bui
ai quali voi siete scampati.

Camminavamo, cambiando più spesso i paesi delle scarpe,
attraverso le guerre delle classi, disperati
quando c'era solo ingiustizia e nessuna rivolta.

Eppure sappiamo:
anche l'odio verso la bassezza
distorce i tratti del viso.
Anche l'ira per le ingiustizie
rende la voce rauca. Ah, noi
che volevamo preparare il terreno per la gentilezza
noi non potevamo essere gentili.

Ma voi, quando sarà venuto il momento
in cui l'uomo è amico dell'uomo
ricordate noi
Con indulgenza.

Bertolt Brecht

Maria Adele Del Vecchio 13.08.05 10:57| 
 |
Rispondi al commento

Put The blame on mame Boy
Put the blame on mame...

buongiorno (?) a tutti

c'è il sole...
Gilda canta ancora dopo tutti questi anni...

Maria Adele Del Vecchio 13.08.05 10:45| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe sono Mario di Cremona sono decenni che ti seguo prima in tv poi ai tuoi spettacoli,sempre colmi di interesse e comicità intelligente.Vorrei sapere come fare per poter ricevere uno dei tuoi spettacoli svoltosi a Roma nel 2000sono uno dei pochi tuoi spettacoli che non ho potuto seguire e vorrei averne una copia personale da poter vedere rivedere... Se vorrai rispondermi mi fersti molto felice,visto che non ti ho mai scritto perchè da poco ho il pc.Sei grande Beppe. Continua così! Ciao da Mario e da tanti altri cremonesi!

Mario Boldori 13.08.05 10:44| 
 |
Rispondi al commento

Beppeeeeeeeee!
non ne posso più!!!!!
quel ........... (non ho parole per definire un mostro del genere) "non esclude l'uso della forza in Iran", così altri innocenti moriranno, prima di tutto in Iran, e altre ondate di terrorismo invaderanno di nuovo l'Occidente!
mi sono rotto i coglioni!!!

dario mencucci 13.08.05 10:40| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti. Io farei una cosa da oggi in poi camperei coi soldi delle banche, coi debiti loro non fanno cosi!
ne faccio quanti mi servono a vivere ben e poi quando sono morto caz....i loro!IO mi dichiaro nulla tenete, la garanzia il mio lavoro sicuro fino alla pensione (forse), E VA FANC....LO.
DOBBIAMO SMETTERLA.

Adamo Moscatelli 13.08.05 10:25| 
 |
Rispondi al commento

Marketing marketing.........
Ragazzi ma non l'avete ancora capito!!!!!

La rovina delle finanze italiane, oltre ad essere mal gestite, sono soffocate dai costi (secondo me molto falsi) del calcio.
Noi lavoriamo e paghiamo molte tasse ma pensate che tutti gli industriali che investono nel mondo del calcio lo fanno per la gloria???????
Girano talmente tanti miliardi in nero da paura!!!!!!!!!
Il calcio è diventato l'escamotage per non pagare più tasse..............
noi piccoli bastonati ed i grandi???

MEDITATE GENTE MEDITATE

CIAO BEPPE SEI UN GRANDE (SEI RIMASTO IL SOLO)
grillo parlante....................

Francesco Angeloni 13.08.05 10:09| 
 |
Rispondi al commento

bravo Luca Barcellona... sono tentato di fare anche io la stessa cosa... ma a Como i servizi pubblici hanno tariffe non popolari... spingono e non frenano l'auto ....
saluti a tutti
raffaele

raffaele prisco 13.08.05 10:07| 
 |
Rispondi al commento

Enzo da SALERNO
Caro Beppe perchè non metti su una TV via internet con tutti gli esclusi dello schermo italiano cosi possiamo vedervi, e magari fare della satira senza censure.
Sarei contento di vederla anche per poche ore al giorno.
Ciao sei grande!!!

Enzo Mirra Commentatore in marcia al V2day 13.08.05 10:04| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi, altro che marketing, io ho venduto la macchina!
mi sento come se avessi c***to un macigno.
basta multe , assicurazione (furto legalizzato), bolli assurdi, guasti, imprevisti, gratta e parcheggia, lavaggi della strada...
e sopratutto:
66 $ al barile, io non ci sto a questa follia.
ogni litro di benzina è un litro di sangue.
e cerco di comprare meno plastica possibile, a "riutilizzare", come dice Beppe.

mi sento un po' più libero e meno str**zo.

scusate i fuoritema.

luca barcellona 13.08.05 09:51| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutto il Blog,
oggi leggendo il giornale della mia città ho appreso che da Livorno sono passati i "parrucconi del 892-892", "giovani impazziti, magliette rosse a ruba" intitolava nella cronaca.
Sembra addirittura che, per avere le super-pubblicizzate cannottiere che venivano regalate!, qualcuno abbia chiesto di comprarla per 15 euro.... Mi sono chiesto se questo ha un senso reale x la nostra società? Oppure nn siamo + in grado di dare un senso agli avvenimenti?

Antonio Magrì 13.08.05 09:50| 
 |
Rispondi al commento

ATTENZIONE A TUTTI I GENOANI. SE SEI UN VERO GENOANO FAI SENTIRE LA TUA VOCE. MARTEDI MATTINA ORE 9.00 TUTTI DAVANTI AL TRIBUNALE A GRIDARE FORZA GRIFONE. PASSA LA VOCE AI TUOI AMICI
GRIFO

enrico preziosi 13.08.05 09:40| 
 |
Rispondi al commento

Beppe per quanto stai facendo sei una persona in gamba, spero veramente che non ti manchi il coraggio di andare oltre. In fondo non credo che ti sarebbe difficile metterti a capo di un movimento-partito, con il quale iniziare a dare una speranza al "popolino", prima che i nostri odiati politici si mangino tutto. Credo veramente che soltanto uno "esterno al marciume politico" come te, cresciuto con la forza e la rabbia dei singoli cittadini come noi, che solo da oggi possono avere una voce grazie alla nuova tecniologia, tu possa fare realmente tanto. E' veramente stomachevole rivedere i vari Demichelis, DeMita ecc,ecc.....non hanno veramente nessuna vergogna a ripresentarsi in Tv, siamo purtroppo un popolo di pecoroni, scendiamo in strada per le sentenze del calcio e non facciamo niente per il nostro futuro. Però qualcosa sta cambiando, Beppe credici veramente in ciò che fai e spero tanto, magari fra un anno o due di poter fare un gran regalo ai nostri politici, poterli mandare a casa uno ad uno senza tanto clamore e senza tanta violenza.

edoardo bibi 13.08.05 09:16| 
 |
Rispondi al commento

@ Tutti

Ho notato che l'articolo di Edentity Coach sul Blog di Beppe Grillo ha creato due fazioni.

Ripeto per l'ultima volta e saluto tutta la comunità che stimo( come stimo coloro che cercano di spiegare e migliorare le cose):

E' solo un'analisi, come quelle su 892892 o su Gazzetta.it.
Non è un blog politico, ma di comunicazione e marketing online.

Un saluto,
Alesandro Banchelli


Alessandro Banchelli 13.08.05 09:02| 
 |
Rispondi al commento

Non date da mangiare ai troll che si sono solo cambiati il nome.
Le cose che dicono sono le stesse cose dei fessi precedenti.
Non credo alle coincidenze.
La cosa stupefacente è che questi sono qui ogni giorno.
Devono davvero avere una vita misera per spenderla interamente a remare contro.
Ciao ciao.

Giuseppe Capone 13.08.05 08:56| 
 |
Rispondi al commento

Per Beppe e per quanti forse non hanno letto questo
interessante articolo:

Capitalisti sì, ma solo zen...
Guerre stellari, episodio III.
by Slavoj Zizek

In competizione col cristianesimo, il buddismo tendenza new age è oggetto di un certo entusiasmo. Come un tentativo di rendere accettabile lo sviluppo del capitalismo finanziario e lo stress legato al progresso tecnologico. Persino il regista George Lucas non sfugge a questa influenza. Lo dimostra "La vendetta dei Sith", l'ultimo nato della saga di "Guerre stellari".

L'articolo completo è qui:
http://italy.indymedia.org/news/2005/08/848476.php

Dean Buletti 13.08.05 08:54| 
 |
Rispondi al commento

STIAMO FINENDO NEL BARATRO, CHE FINE FAREMO, QUANDO CI SARA' IL FAMOSO RINASCIMENTO?

Simone Zarfati 13.08.05 08:48| 
 |
Rispondi al commento


@ Francesco De Collibus
(Ti seguo ogni giorno, ma non sono sicuro che tu faccia bene ad aggiornare il blog ogni giorno.)
>E proprio vero che la gente non e' mai contenta...
(Non è vero che ogni giorno c'è qualcosa di interessante da dire: si finisce col ripetere sempre i soliti concetti generali senza riuscire a spiegarli bene.)
>Secondo me invece c' e' eccome ogni giorno qualcosa da dire, e un intervento giornaliero mostra anche che questo blog e' vivo, costantemente aggiornato.

(Forse dovresti aggiornare il blog non più di tre volte a settimana: sarebbe un ottimo metodo per mantenere autorevolezza, per additare persone con nomi e cognomi. )

>Ma perche anziche chiedere a Beppe di scrivere solo tre volte a settimana non ti limiti tu a leggerlo solo tre volte a settimana?
(Questo tuo sito non è un giornale, ma una sana boccata d'ossigeno per tutti noi.)

>Si e' anche una bocata d'ossigeno, ma e' anche, per me e non solo, il piu attendibile giornale a cui io abbia accesso,e ringrazio Beppe se trova tempo di scriverci ogni giorno.

Cristian Buselli 13.08.05 08:46| 
 |
Rispondi al commento

Siamo alla frutta è un'espressione che non calza nemmeno più. Forse è più corretto dire siamo alla frutta secca. Lo sappiamo tutti, e tutti facciamo finta di non saperlo. Da qualche parte bisognerà pure cominciare... Io non lo so, mi sembra talmente enorme. Abbiamo già l'impero che probabilmente fa impallidire quello di Dart Fener e guerre stellari. Ad esempio: non è possibile organizzare una raccolta di firme per chiedere al governo (o all'impero) che diavolo stanno combinando con gli aerei e le cosìdette scie chimiche? Ma possibile che non se ne sta accorgendo nessuno? Non c'è un giornale che ne parla e li abbiamo sopra la testa. Nessuno sa cosa spargono nell'aria, l'unica cosa certa è che il cielo sereno diventa coperto e gelatinoso. Ma probabilmente, come ha detto più volte Grillo: "noi ci stiamo ancora guardando i piedi"

Federico Povoleri 13.08.05 08:32| 
 |
Rispondi al commento

Ahi, ahi!
Secondo errore di battitura: LANZI non Lanza !!!
Che poi la "lanza" in resta (a sproposito) ce l'ha...
Va be', battutaccia a parte, la sostanza non cambia e quindi, sig.Lanzi, che ci dice di un sistema che provoca solo disarmonie? Davvero non crede che sia da cambiare?

danilo de girolamo 13.08.05 08:08| 
 |
Rispondi al commento

Ops!
Errore di battitura: non Ferrari, ma LANZA !!!
Quindi molte scuse a Ferrari e buona riflessione a Lanza.

danilo de girolamo 13.08.05 08:02| 
 |
Rispondi al commento

Ops!
Errore di battitura: non Ferrari, ma LANZA !!!
Quindi molte scuse a Ferrari e buona riflessione a Lanza.

danilo de girolamo 13.08.05 08:02| 
 |
Rispondi al commento

E lei, sig.Ferrari, per regalarci queste "perle di saggezza" che cosa rischia? Dove vive? Sotto un ponte? E come si sposta? Solo a piedi?
Se Grillo ha quello che qualsiasi medio commerciante (guarda caso seguace di quel marketing preso di mira da beppe) può permettersi, perché a lei scoccia tanto?
Guardi un po' di più a certe travi e meno a certe pagliuzze.
Saluti

danilo de girolamo 13.08.05 07:58| 
 |
Rispondi al commento

COMPLIMENTI, COMPLIMENTI VERAMENTE AI VARI LANZI CHEPING E IL SEGUITO DEI PESSIMISTI COSMICI. PONETE CRITICHE SENZA LOGICA, NON COSTRUTTIVE, INSIGNIFICANTI, NULLE. SIETE INOLTRE IGNORANTI E POCO INFORMATI SU QUELLI CHE SONO I PENSIERI E LE PROPOSTE DI GRILLO E DELLE MIGLIAIA DI PERSONE CHE INSIEME A LUI CONDIVIDONO DELLE IDEE. SI, AVETE RAGIONE VOI GRILLO SI FA IL CULO CHE SI FA E CORRE DEI RISCHI PER AVERE : UNA PORSCHE UNA VILLA E UNA BARCA A VELA.
COMPLIMENTI PER LA VOSTRA VOGLIA DI VIVERE, DI CAMBIARE LE COSE, DI TROVARE SPERANZE PER CAMBIARE QUESTO MONDO. CONTINUATE PURE COSI', ARRIVERETE LONTANO, MOLTO LONTANO, LONTANISSIMO....

lauro ferrari 13.08.05 07:03| 
 |
Rispondi al commento

@Tommaso Lanzi

Ehi,buontempone,vai a leggerti questo postato di Beppe:

10 Agosto 2005
Il demi vierge

e poi prova a ribadirmi le tue
affermazioni-conclusioni

di prima!

Prova...sarebbe interessante leggerle.

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 13.08.05 06:03| 
 |
Rispondi al commento

@ Tommaso Lanzi-il 13.08.05 03:26

posti:

@è probabile che tu legga ed intervenga su questo blog in maniera totalmente apolitica

IMPOSSIBILE,casomai APARTITICA

@egli vuole inculcare a chi lo legge,l'idea di qualcuno o qualcosa che ci sta imponendo regole e ci sta rendendo come iioti automi

CI HAI PRESO per idioti automi?

@Abbiamo introdotto il marketing di guerra e avuto i primi morti di marketing.Che è una frase sensa senso.

PER TE!

@Grillo ha fatto un'azione di marketing da fare invidia ai progressisti di quel settore di quel settore.

E TU CHE AZIONE DI MARKETING STAI FACENDO?

@Su questi argomenti non ha profuso niente di interessante e di preciso

Sempe per te.

@Molte persone che frequentano questo blog ignorano

Ahahahahahahah!

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 13.08.05 04:41| 
 |
Rispondi al commento

x LAnzi


Lo scopo di tutto queste menzognette è semplice, Grillo e company sono convinti che il potere politico di Berlusconi dipenda dal suo potere economico ....

ovviamente è uno che ci sa fare; pero' senza soldi
e tv non sarebbe stato eletto anche perchè a fare politica per il popolo italiano ci si è messo
un po' tardi (pero' ha recuperato in fretta
grazie (molto) ai mezzi che aveva).


Adesso comprendi il perche' di Seaside (Usa), marketing ecc ecc??? Su questi argomenti non ha profuso niente di interessante e di preciso, ha solo demonizzato senza spiegare (volutamente) di cosa realmente si tratta.

Non ho seguito pero' anche chi per circa 55 anni non fa politica e poi all'improvviso inizia qualche dubbio su cosa realmente si tratta fa venire;


Molte persone che frequentano questo blog ignorano tutto questo macchinare di Grillo e pensano a Grillo come l'eroe della Patria.


quindi Grillo dice solo cazzate, e cerca di ingannare; ora non so quali gran vantaggi ne abbia;
pero' se tutto quello che dice sono cazzate allora
l'unica cosa che ha beccato è stata la Parmalat;
anche statisticamente mi sembra un po' bassa la media;


Grillo non fa' informazione, fa' battaglia politica a favore della sinistra.

non seguo molto Grillo comunque mi sembra che molti giornalisti e tv col ca..o che fanno informazione;


Egli inoltre si fa' paladino dell'antinquinamento e contemporaneamente viaggia su Porsche Carrera e naviga su yacht.

anche il papa è ricco eppure è magnificato dal popolo; quindi l'essere ricco non significa non fare del bene o non essere benvoluti;
il fatto è che, un conto è la ricchezza della
chiesa, del Grillo e molti altri e un conto la
ricchezza di persone che pensano ad accomulare sempre e per tutta la vita soldi in maniera
maniacale e senza limiti ;

angeli bruno 13.08.05 04:37| 
 |
Rispondi al commento

@ Tommaso Lanzi-il 13.08.05 03:26

posti:

>

IMPOSSIBILE,casomai APARTITICA

>.

CI HAI PRESO per idioti automi?

>.

PER TE!

>.

E TU CHE AZIONE DI MARKETING STAI FACENDO?

>

Sempe per te.

>

Ahahahahahahahah!

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 13.08.05 04:18| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe

Ti seguo ogni giorno, ma non sono sicuro che tu faccia bene ad aggiornare il blog ogni giorno. Non è vero che ogni giorno c'è qualcosa di interessante da dire: si finisce col ripetere sempre i soliti concetti generali senza riuscire a spiegarli bene.

Forse dovresti aggiornare il blog non più di tre volte a settimana: sarebbe un ottimo metodo per mantenere autorevolezza, per additare persone con nomi e cognomi. Questo tuo sito non è un giornale, ma una sana boccata d'ossigeno per tutti noi.

Francesco De Collibus 13.08.05 04:11| 
 |
Rispondi al commento

@ Diego Ricci

Caro Diego, io non so' se tu sei schierato politicamente o meno. E' probabile che tu legga ed intevienga su questo blog in maniera totalmente apolitica, giusto per condividere delle idee con altri, cosi' come fanno in tanti.

Ad ogni modo, se tu mi permetti, vorrei portarti a fare un semplice ragionamento.
Prendi ad esempio il post precedente a questo, quello nel quale Grillo parla di quella cittadella negli Usa, Seaside

Questa:
http://www.buildlab.com/article/12

e leggi con quale (volutamente) disinformazione ne parla. La descrive come abitata da idioti automi ai quali viene comandato persino di che colore debbono avere le camere. Beppe sa' che quella cittadella in realtà è un normale insediamento residenziale turistico come se ne trovano d'appertutto anche qua' in Italia e che le regole che vigono all'interno sono esattamente quelle che ritroveresti un un comune condominio o villaggio turistico italiano.

Ti prego si seguirmi ancora nel discorso...

Tu mi potresti chiedere: "ma allora, perche' Beppe dovrebbe demonizzare un comune insediamento residenziale, che tra l'altro è situato dall'altra parte del pianeta?"

Semplice, egli vuole inculcare a chi lo legge, l'idea di qualcuno o qualcosa che ci sta imponendo regole e ci sta' rendendo come idioti automi.
Questo gli serve per spianare il terreno per il prossimo attacco, e cioe' il post dedicato al marketing (questo, quello con l'escremento in foto). In questo post dice cose insensate, tipo

"Abbiamo anche introdotto il marketing di guerra e avuto i primi morti di marketing." che è una frase senza senso. Di colpo si scaglia contro marketing e pubblicità, li vede come l'impero del male.

Bene, dopo questi due post suoi, ti accorgerai che Grillo ha fatto un'azione di marketing da fare invidia ai progessionisti di quel settore.
Da una parte ha spianato il terreno inculcando l'idea di un potere che ci condiziona, ci detta regole, ci impone comportamenti (Seaside), e successivamente nel post seguente si scaglia contro marketing centri ccommerciali, pubblicità come se fossero il vero male dell'Italia.

Lo scopo di tutto queste menzognette è semplice, Grillo e company sono convinti che il potere politico di Berlusconi dipenda dal suo potere economico, e quest'ultimo dipenda dalla pubblicità. Siccome 2+2 =4 ecco che il loro reale scopo è boicottare Berlusconi boicottando la pubblicità.

Adesso comprendi il perche' di Seaside (Usa), marketing ecc ecc??? Su questi argomenti non ha profuso niente di interessante e di preciso, ha solo demonizzato senza spiegare (volutamente) di cosa realmente si tratta.

Molte persone che frequentano questo blog ignorano tutto questo macchinare di Grillo e pensano a Grillo come l'eroe della Patria.

Grillo non fa' informazione, fa' battaglia politica a favore della sinistra.

Egli inoltre si fa' paladino dell'antinquinamento e contemporaneamente viaggia su Porsche Carrera e naviga su yacht.

Tommaso Lanzi 13.08.05 03:26| 
 |
Rispondi al commento

Se,se!
Ahahahahah!

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 13.08.05 03:14| 
 |
Rispondi al commento

ahhhh eheheheh....non avevo capito, cmq sto impostando un pò di cose con linux, non riesco ad installare dei prog.

Fabio Piciacchia 13.08.05 03:08| 
 |
Rispondi al commento

x Fabio Picciacchia

non intendevo la tua vita privata.
Intendevo questo tuo post:

buonasera bloggers...se c'è qualche linuxaro che usa dc++ sappia che mi serve una mano... :-) grazie

Postato da: Fabio Piciacchia il 13.08.05 02:39


Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 13.08.05 03:05| 
 |
Rispondi al commento

sempre il mio amico De Mauro:

mar|ke|ting
s.m.inv.
ES ingl. TS econ., l’insieme delle attività e dei metodi volti a una migliore commercializzazione dei beni e dei servizi prodotti da una società, basati su ricerche di mercato che consentono di determinare le politiche più opportune di prezzo, distribuzione, vendita, pubblicità, ecc.

Polirematiche
marketing sociale loc.s.m. TS econ., m. rivolto anche al benessere del consumatore e della società.


LA SECONDA CHE HAI DETTO!

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 13.08.05 03:02| 
 |
Rispondi al commento

**Fabio Piciacchia**
hai ragione...
dovrebbe anche imparare a scrivere in itaGliano il tipo...

Marco Agate 13.08.05 02:59| 
 |
Rispondi al commento

niente di che ....sono stato un pò impegnato a cerca lavoro sti giorni, e fra un pò me ne vò a dormire.

Fabio Piciacchia 13.08.05 02:56| 
 |
Rispondi al commento

ho letto quell'articolo su http://www.edentitycoach.com .....ma che è quella cagata? un idiota quello che l'ha scritta...

Fabio Piciacchia 13.08.05 02:55| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi,
stavo scrivendo la risposta all'On Violante, quando sono ritornato sul blog dalla quale tutto è iniziato (La demi vierge, di 2 giorni fa)...
e cosa vedo: la risposta è IDENTICA a quella postata da Andrea Gardini alle 14:37!!!
Che delusione!!!
Che dite, gli rispondo?

Andrea Bacci 13.08.05 02:52| 
 |
Rispondi al commento

Buonanotte Fabio,
che combini?

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 13.08.05 02:52| 
 |
Rispondi al commento

grillo, è vero che giri in porsche e yacht?
nulla di male, per carità, ma visto che parli di finanzieri, banchieri e politici ricchi e sempre più ricchi, sarebbe corretto dircelo.
cmq sia, apprezzo il tuo modo di arricchirti in quanto sicuramente molto più pregevole e soprattutto onesto di quello dei burattini succitati.
a proposito. non me lo sarei mai immaginato.
sono indignato.anche fassino!
la scalata antonveneta e quella della bnl, sono manovrate dagli stessi onorevoli, di entrambe i poli.
fassino che chiama tremonti. berlusca che chiama prodi... cioè si fanno gli affaracci loro, coi nostri soldi e di nascosto e poi ci prendono per il cu.. in pubblico con le loro finte ostilità!!
ultime news su:
http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2005/08_Agosto/12/affari.shtml

davide patti 13.08.05 02:41| 
 |
Rispondi al commento

buonasera bloggers...se c'è qualche linuxaro che usa dc++ sappia che mi serve una mano... :-) grazie

Fabio Piciacchia 13.08.05 02:39| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Elisabetta Carosi il 13.08.05 02:11

chaaaat

Maria Adele Del Vecchio 13.08.05 02:24| 
 |
Rispondi al commento

X Maria Adele

Ehi,bellezza,sei qui.
Ieri sera ho sentito il Kamma.
L'ho aggiunto alla lista del 18.

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 13.08.05 02:11| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Tommaso Lanzi il 13.08.05 01:38

Beppe in Costa Smeralda?
Caz,c'ero anch'io la settimana scorsa!
A saperlo lo avrei cercato.
Che occasione,persa,di conoscerlo.

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 13.08.05 02:04| 
 |
Rispondi al commento

Il potere logora chi non ce l'ha
(Giulio Andreotti)
Postato da: Tommaso Lanzi il 12.08.05 22:16

Ti spieghi da solo con questo postato.
Ora capisco da quale scuola,filosofia,vieni:"E chissenefrega del prossimo".

Ma bada che c'è un seguito:"Il potere logora chi lo perde...il potere con tutti i suoi benefici".

Bada.

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 13.08.05 02:00| 
 |
Rispondi al commento

"Mai in maniera imparziale", capisci?


Ehi, mai in maniera imparziale vuol dire che esprime la sua OPINIONE. Che ha un'idea in merito ad un tema.

Ma Beppe da che parte sta? Dalla sua naturalmente. Che guarda caso è molto vicina alla mia.

Mille volte meglio un post di Beppe che tutto quello che ci viene quotidinamente propinato dai media.

Essere imparziali in queste cose vuol dire non eprimere un proprio giudizio.
Un'opinione in questo senso, sarà sempre di parte. Dalla parte di chi la esprime.

Diego Ricci 13.08.05 01:51| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Paolo Mazzola il 13.08.05 01:27

da sempre. giusto

Maria Adele Del Vecchio 13.08.05 01:39| 
 |
Rispondi al commento

@ Elisabetta Carosi

Ah si?
Allora leggiti questo e ti accorgerai di come Beppe ti prende per i fondelli, è spiegato filo e per segno in maniera chiara.

http://www.edentitycoach.com/2005/08/12/blog-beppe-grillo-community-marketing-di-successo/

"I post di Beppe Grillo toccano ogni volta un tema specifico e in mai in maniera imparziale.
Ogni post è una presa di posizione nei confronti di un tema, di un argomento, di una persona.
Questo ne fa un blog vincente poichè attiva una discussione, stimola la dialettica."

Usa il marketing meglio dei professionisti del settore.

leggi:
http://www.edentitycoach.com/2005/08/12/blog-beppe-grillo-community-marketing-di-successo/

"Mai in maniera imparziale", capisci? Stimolera' la dialettica, pero in fondo rimangono solo parole
In realtà non si prefigge niente.

Viaggia in Porsche e sosta puntualmente in Costa Smeralda con lo yacht.

Ma tu non mi hai risposto: cosa realmente devo temere?

Tommaso Lanzi 13.08.05 01:38| 
 |
Rispondi al commento

...io ...in una cascina irraggiungibile con mucca,capra e orto....sarebbe una vera società democratica (diretta) e senza fini di lucro?

selene d'arco 13.08.05 01:36| 
 |
Rispondi al commento

Io sento la puzza da sempre, per essere preciso da quando c'è la guerra in Medio Oriente

Paolo Mazzola 13.08.05 01:27| 
 |
Rispondi al commento

x Tommaso Lanzi

Posti:
Viviamo un un paese che si basa sul capitalismo e sul commercio, quindi esiste la pubblicita', il marketing ecc...
giratela come volete ma questo è il sistema. voi in questo sistema ci vedete il demonio. io no.
ditemi da cosa dobbiamo difenderci, ancora nessuno lo ha spegato e quali possono essere le coseguenze
Postato da: Tommaso Lanzi il 12.08.05 21:17

Ma sei...o cosa?
Chiedi quali possono essere le conseguenze?

Te lo spiego io:
non si tratta PIU' di conseguenze...queste sono superate da tempo.Siamo ben oltre,molto oltre le conseguenze.

Siamo alla fine di questo SISTEMA e persino quelli che lo hanno CAVALCATO,alla faccia di tutti,se ne sono accorti.

La stanno tirando alle lunghe ma hanno tra le mani soltanto un CADAVERE.

Noi sentiamo la PUZZA,tu,beato,no.

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 13.08.05 01:24| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me siamo inviadiati da tutti.
I ns. politici hanno pure i capelli tinti.

Di merda

Paolo Mazzola 13.08.05 01:24| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Paolo Mazzola il 13.08.05 01:04

quelli non li compra nessuno... sono già venduti... e nemmeno al miglior offerente (l'America di Bush, il Titanic del panorama internazionale)

cià

Maria Adele Del Vecchio 13.08.05 01:18| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe quando parli dell'11 Settembre qua scoppia la guerra nucleare e stiamo a parlare della merda fritta!!

Leo Serafini 13.08.05 01:16| 
 |
Rispondi al commento

Possiamo utilizzare il marketing, per vendere i ns. politici ad altri paesi europei.

Facciamo come nel calcio, cerchiamo di vendere i ns. pezzi da 90 (AH! AH! POLITICI), e con il ricavato vediamo di ingaggiare il Maradona del momento, e gli mettiamo la fascia da capitano.

E se un bel momento cominciasse ad avere bisogno di coca cola, avrebbe l'immunità parlamentare e neanche gli americani potrebbero cacciarlo dal Parlamento.
Meglio un giorno da leone che 100 da minchione

Paolo Mazzola 13.08.05 01:04| 
 |
Rispondi al commento

Grande Elisabetta....
Hai visto il filmato su Arcoiris, sulle demolizioni controllate delle Twin Towers?

Gianni Vialli 13.08.05 01:02| 
 |
Rispondi al commento

Roma 3 agosto (La Velina Azzurra)

Nel frattempo Visco si è prodigato in elogi personali sull’attuale neoministro: “Bravo Siniscalco, ha capovolto la linea di politica economica della Casa delle Liberta”. Chi conosce i ramificati rapporti fra l’alta politica e l’alta economia ha capito subito le ragioni di tanto entusiasmo. Visco è il lord protettore di Elisabetta Spitz, da lui stesso insediata (con contratto privato) a fare il direttore dell’agenzia del demanio che dipende dal Tesoro. La Spitz è la persona che da quattro anni si occupa di vendere i beni dello Stato ai gruppi privati. Un incarico che richiederebbe il rigore celebrato ai tempi di Quintino Sella.

Al suo arrivo in Via Venti Settembre, Giulio Tremonti dovette rinunciare a mettere a quel posto una persona di sua fiducia. L’architetta Elisabetta Spitz, infatti, oltre ad essere una pupilla di Visco è allo stesso tempo la moglie di Marco Follini, ora vice presidente del Consiglio. Come vedete, trattasi di ramificazione politicamente complessa, deprecata a suo tempo dagli stessi vertici dell’Udc. Tanto che nel 2000 un’interrogazione parlamentare contro l’architetta Spitz venne presentata proprio da Luca Volonté e Mario Tassone. I migliori compagni di partito di Follini denunciarono che la signora, per i meriti diessini (aveva anche progettato la ristrutturazione della sede centrale del partito a Roma) aveva potuto sottoscrivere un leggendario contratto .


Ma ora, eliminato Tremonti grazie anche all’aiuto di Follini, si pensa al futuro. Il nuovo ministro Siniscalco ha annunciato la storica dismissione di gran parte del patrimonio immobiliare dello Stato. Un affare colossale che sta attirando gruppi, italiani e stranieri. La firmetta a tutti questi contratti verrà apposta da Elisabetta Spitz. E molti, con Visco e Follini in testa, le sono ovviamente assai vicini in questo momento di altissima responsabilità.

Un cittadino.

Michele Soldoni 13.08.05 01:00| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di BALLE di Stato:

http://www.luogocomune.net/lc/cache/LComune911d2.pdf

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 13.08.05 00:59| 
 |
Rispondi al commento

IMPARA BERLUSCONI IMPARA :
=====================================
Ex collaboratore del presidente: "Pagato all'estero con fondi neri"
L'opposizione valuta l'apertura della procedura di impeachment
Lula, accusato di corruzione
in tv in lacrime: "Scusatemi"
Il numero uno venezuelano Chavez: "Un uomo onesto e serio
è una cospirazione di destra organizzata forse fuori dal Brasile"

Irene Grandocchi 13.08.05 00:48| 
 |
Rispondi al commento

Oggi il PIL + 0,7
Il cavaliere felice e beato dice:

CHIU PILU PI TUTTI
AUTOSTRADE DI PILU
MONTAGNE DI PILU
RIVOTATEMI ED AVRETE

PIU PILU
Albanese

Paolo Mazzola 13.08.05 00:39| 
 |
Rispondi al commento

io vorrei dire una cosa, ma non prendetela male:
seguo questo blog da marzo e ho notato che ogni giorno ci sono nomi nuovi.

questo è certo possibile, anzi, me lo auguro per Beppe, ma non è strano che OGNI giorno ci sono persone nuove che postano anche 10 volte e poi scompaiono, per sempre?

tutto in un giorno? e poi? e sono spesso interventi molto violenti nei confronti di una persona in particolare o di un concetto che prendeva appena forma...

strano, no?

nella stessa giornata, anche oggi, tali eventi avvengono tra un post e l'altro! stranissimo...

sull'altro post c'erano persone che sono scomparse nel nulla...

Irene Grandocchi 13.08.05 00:37| 
 |
Rispondi al commento

GENERALE A QUATTRO STELLE LICENZIATO PER AVER ORGANIZZATO UN COLPO DI STATO CONTRO I NEO-CON?

Un reporter ipotizza che il generale Brynes avesse scoperto un piano per trasformare un'esercitazione anti-nucleare in un attentato terroristico

DI PAUL JOSEPH & ALEX JONES

Giovedì, il capo del Training and Doctrine Command di Fort Monroe, il generale a quattro stelle Kevin P. Brynes, è stato licenziato per miscondotta sessuale, secondo quanto rivelato da fonti ufficiali. Comunque, altre fonti hanno offerto una spiegazione diversa per il licenziamento di Brynes, che è collegato all'impopolare piano dell'amministrazione Bush per attaccare l'Iran e all'attacco nucleare negli Stati Uniti che fornirebbe il pretesto per farlo.
Secondo il reporter Greg Szymanksi, delle fonti militari anonime hanno detto che Brynes era il leader di una fazione pronta ad istigare un colpo di stato contro i falchi neo-con nel tentativo di prevenire un ulteriore conflitto planetario.

Ci sono indicazioni per cui, proprio come l'opinione pubblica, metà dell'apparato militare si oppone all'agenda neo-con e metà la supporta.

Ulteriori rivelazioni sono state fornite al giornalista Leland Lehrman, che è apparso oggi nello Alex Jones Show.

Le fonti di Lehrman nell'esercito, incluso un ex comandante nel settore delll'intelligence, si sono sentite oltraggiate quando hanno saputo che la ricostruzione ufficiale dell'11 settembre era impossibile.

Hanno detto a Lehrman che l'imminente esercitazione della base Northcom contro un possibile attacco terroristico nucleare a Charleston, in San Carolina, vedrà l'invio clandestino di una testata nucleare in una nave e la sua detonazione. L'esercitazione sarebbe stato usata per coprire un attacco false flag (bandiera falsa, attribuito dai perpetratori a qualcun'altro, ndt)

Questo sito web (Prison Planet, ndt) ha incessantemente discusso di esercitazioni simili che hanno avuto luogo la mattina dell'11 settembre a New York e la mattina del 7 luglio a Londra.

"Esistono speculazioni per cui si è scoperto che [il generale] stesse tentando di mettere fino a tutto questo o anche speculazioni per cui egli avrebbe potuto prendere parte ad un colpo di stato militare per prevenire l'idea ridicola di muovere guerra all'Iran", ha detto Lehrman.
Altre fonti hanno detto a Lehrman che tutte i dislocamenti previsti di truppe sono state cancellati dal 7 settembre in poi, aprendo la possibilità di dichiarare guerra entro quel lasso di tempo.

I funzionari di Northcom hanno anche ammesso a Lehrman che la CNN aveva usato la loro sala operativa come uno studio.

In precedenza, questa stessa settimana, il Washington Post aveva riportato che il Pentagono era riuscito a sviluppare per la prima volta dei piani per cui degli attacchi terroristi negli Stati Uniti sarebbero stati usati come giustificazione per imporre la legge marziale su città, regioni o interi paesi.

Recentemente, l'American Conservative Magazine ha riportato che Cheney ha dato ordine di invadere immediatamente l'Iran dopo il prossimo attacco terroristico negli Stati Uniti, anche in assenza di prove del coinvolgimento iraniano.

Il governo e i loro media portavoce si sono comportati da paura-fondai per settimane, dicendo che un attacco nucleare negli Stati Uniti sia imminente.

Questo sarebbe il momento più opportuno perché i Globalisti mettano a segno un grande attacco, evitando così ogni potenziale accusa contro l'amministrazione Bush per il suo coinvolgimento nella rivelazione dell'identità di Valerie Plame, agente CIA.

Mentre le voci che circolano sulle accuse hanno già preso forma contro Bush e Cheney, dovrebbero essere trattati molto cautamente, il fatto che ci sia un indagine in corso sulla materia è qualcosa di ammesso e non dovrebbe essere vista come una speculazione.

Paul Joseph & Alex Jones
fonte: www.comedonchisciotte.org

Gianni Vialli 13.08.05 00:36| 
 |
Rispondi al commento

C'è chi ha preso atto di questo da tempo, ma non viene creduto. E' molto più semplice fare finta che non sia vero e continuare a vivere nella beata e ingenua ignoranza. Ma quando io, ventiquattrenne, ne parlo con gente più grande, mi sento rispondere che sono troppo giovane e non posso capire. Cosa ci sarà mai da capire, se non che si cerca, in ogni momento, di fregarci con ogni possibile mezzo, e che la gente ancora ci casca?

Ilaria Emilia Vacca 13.08.05 00:35| 
 |
Rispondi al commento

non mi fai scrivere i miei pensieri...perchè

rocco savani 13.08.05 00:32| 
 |
Rispondi al commento

perchè c'è ancora maurizio costanzo in tv....dove sono finiti renzo arbore, tu, vittorio sgarbi, giuliano ferrara..(ah!la 7).....
basta della costanzocrazia..

rocco savani 13.08.05 00:29| 
 |
Rispondi al commento

Minchia i 10 comandamenti.

Buonanotte Pasc

Paolo Mazzola 13.08.05 00:24| 
 |
Rispondi al commento

NUOVO RECORD DEL DEBITO PUBBLICO:

Ricordate la saga del Debito Pubblico?
PARTE 1: http://tinyurl.com/argq3
PARTE 2: http://tinyurl.com/dyewm

ecco il perchè avremo sempre *Nuovi Record*
http://tinyurl.com/bj3j4

aggiorniamo i dati, PARTE 3:

da kataweb.it
Roma, 10 agosto 2005 - 19:57
CONTI: BANKITALIA, A MAGGIO DEBITO RECORD A 1.518 MLD
Ancora un record per il debito pubblico italiano che a maggio ha toccato quota 1.518 miliardi di euro. (AGI)

-----------------------------------------------------------

la saga continua... quando qualcuno di qualche commissione si degna di intervenire... prossimo obbiettivo?

1.549,5 milioni di euro = 3 milioni di miliardi di lire = 3 miliardi di milioni di lire = 3.000.000.000.000.000. di lire

http://tinyurl.com/az787

Irene Grandocchi 13.08.05 00:24| 
 |
Rispondi al commento

Anch'io voglio vivere nella realta'!

Non siamo civilizzati come pensiamo, purtroppo. Prendiamone atto.

davide marchiani 13.08.05 00:12| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Yang Chenping il 13.08.05 00:06

azzz!

Maria Adele Del Vecchio 13.08.05 00:10| 
 |
Rispondi al commento

Nonostante le belle parole che sentiamo tutti i giorni, e le buone intenzioni, che stanno lastricando la via del nostro inferno, NESSUNO ha ancora "percepito" che finiremo PEGGIO dell'argentina che che di Pinochet ne abbiamo a decine e decine?
Provate a voler fare qualsiasi "impresa" senza l'avvallo dei politico di turno..e vedete cosa accade!
Provate a fare un qualsiasi concorso, senza benedizioni, ed avrete la pensione sociale a 65 anni!
Se avete le giuste "conoscenze", invece, la pensione di invalidità ed accompagnamento a 25 anni!
Guai a quel popolo che ha bisogno di eroi..e noi....ne abbiamo tanto bisogno.

Anton Ross Commentatore in marcia al V2day 13.08.05 00:10| 
 |
Rispondi al commento

> Per quanto mi riguarda il signor Cheping non è più cinese di mia nonna che è nata a Montevarchi...

Questo è un commento razzista, lo Staff di Grillo dovrebbe censurarlo, sempre che non sia troppo occupato a molestare Pascucci o cercare dotte fotografie di escrementi per il prossimo post.

> poi lui di norma scive due righe, vorrebbe essere il Karl Krauss del blog, ma se proprio deve... cinque o sei righe le partorisce.

Tu neanche una, infatti siamo ancora in attesa di conoscere l'allegra favoletta della "società senza denaro." Forse sarà parente della società con le pezze al culo, se mettiamo l'economia in mano a gente come te, che concilia l'anarchia da burletta con i divieti di usare denaro e boiate simili.

Avanti:

> la frase "portare il prezzo del petrolio a cento euro il barile".. detta cosi' e' una frase senza senso..

Il verbo "portare" indica un'azione deliberata, volta ad aumentare - appunto - il prezzo del petrolio. E' un modo gentile per dire "tassa", mi pare abbastanza semplice. La cosa straordinaria sono gli idioti che prima si lamentano che non riescono ad arrivare alla fine del mese, poi esultano quando Grilli inventa queste grandi teorie per "aiutare il mercato" sulla loro pelle. E' proprio vero che buona parte della merda che piove è tutta meritata.

> decontestualizzata da un progetto di risparmio energetico e di utilizzo di energie alternative..

Progetto guidato, casualmente, da nuove tasse? Mi prendi in giro? Un'occhiata al Venezuela o al Golfo del Messico la vogliamo dare, oppure ci dobbiamo bere tutte le fesserie di WWF e soci?

> il fatto poi di ottenere un cittadinanza digitale.. non vedo per quale motivo dovrebbe essere un'idea stupida..

Davvero: mi vengono in mente poche idee più stupide di questa, a cominciare dal fatto che "cittadinanza digitale" alla meglio non vuol dire niente, alla peggio vuol dire "cittadini del mondo", "fisco mondiale", "welfare mondiale" e così via.

Cosa vorrà mai dire? Cosa ci sarà mai, l'email mondiale per partecipare alle elezioni mondiali, e far votare la Tanzania prima di accendere i riscaldamenti in Norvegia, perché "il mondo è uno?"

Tradotto in parole povere, significa che Kofi Annan metterà le mani nel tuo portafogli per dare connettività allo Zimbabwe, in modo che gli sfollati dai terreni possano magari scrivere il loro piccolo blog, "muovendo l'economia." Basta leggere i documenti partoriti dai vari Forum, Panel e Summit solidali, armati di pazienza.

> sarebbe gentile da parte sua spiegare anche le motivazioni per quali considera inutili queste idee..

Non sono inutili, nascono apposta per creare altra miseria. Qualcuno, evidentemente, le considera utili, democratiche e "solidali."

> la sua critica risulta incompleta e inisgnificante

Mai come le curiose teorie economiche di Maria Adele Del Vecchio, principessa dei camionisti e degli scaricatori di porto, che probabilmente pensa di fare la parte della donna emancipata esprimendosi come un beduino zoppo. Quindi, come vedi, c'è sempre un peggio.

(e si fa presto a trovarlo, da queste parti...)

Tanti saluti a Panetta e alla Borromeo, una pedata nel culo invece ai vari collettivisti e ladri statali assortiti.

Badombe> Anch'io!

E la pedata multiculturale è servita...

Yang Chenping 13.08.05 00:06| 
 |
Rispondi al commento

Torno da una breve vacanza e non sono nè invidioso nè sfigato. La sfiga è una sovrastruttura creata ad hoc per chi, pur non essendolo per natura, diventa 'debole' a suo modo, per vizio di apparire ciò che non è. L'ascetismo non è da pirla. E' una scelta da onorare. La rinuncia è artifizio per chi non ha bisogno. Diventa essenza per chi sceglie di non aver bisogno. E necessità per chi ha bisogno sul serio. Ma di proletari non vedo in giro da tempo immemore... Driin driin! Vai con la ricarica, alè! Occorrerebbe tornare per le piazze, magari con secchi di merda, pronti per l'uso.

Riccardo Simiele 12.08.05 23:59| 
 |
Rispondi al commento

> Se vi sente Pascucci a proposito delle banconote da 1 euro è finita....vi direbbe subito che lo Stato perderebbe il diritto di Signoraggio anche su quel taglio, andando così ulteriormente ad alimentare il debito pubblico... sarà vero? mah...
Postato da: Nicola Mosti il 12.08.05 15:54

controlla:
Duisenberg VS Tremonti: http://tinyurl.com/7dllm

Metteo Martini 12.08.05 23:57| 
 |
Rispondi al commento

@ Tiziana D'Amico

ti abbraccio.

abbi cura di te.

Cinzia

cinzia de paolis 12.08.05 23:49| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti,
giusto così per curiosità...
Luca Andreozzi, sei Viareggino?...fai parte dello staff del blog?
Ciao di nuovo a tutti e grazie per l'attenzione.

Paolo

Paolo Miniussi 12.08.05 23:22| 
 |
Rispondi al commento

mah,il marketing...oltre ad essere una delle cose piu banali e noiose del mondo rende schiavi sia i consumatori che i produttori,so perfettamente che è necessario in una società abbietta e materialista come la nostra,dove non conta che una cosa,il denaro.A volte quando vedo gli emeriti idioti che controllano il mondo non posso non pensare a quanto sarebbe tutto piu semplice se al potere ci fossere persone intelligenti che vedono oltre i soldi,la villa al mare e la nuova mercedes,ma poi ritorno dai miei sogni utopici e mi rendo conto che con la gente abbissalmente idiota che gira per le strade c'è ben poca speranza.

Cesare Cruciani 12.08.05 23:21| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: lauro ferrari il 12.08.05 23:13

Per quanto mi riguarda il signor Cheping non è più cinese di mia nonna che è nata a Montevarchi...
poi lui di norma scive due righe, vorrebbe essere il Karl Krauss del blog, ma se proprio deve... cinque o sei righe le partorisce. Non si stupisca nessuno se non riesce a capirlo... sta incazzato, that's all.

Maria Adele Del Vecchio 12.08.05 23:20| 
 |
Rispondi al commento

a Yang Chenping ..
si spieghi meglio perche' non la capisco proprio... probabilmente sara' proprio una questione di scarsa lucidita'.. mi aiuti a capire...veramente non riesco a cogliere le sue critiche

lauro ferrari 12.08.05 23:13| 
 |
Rispondi al commento

@Enrico Nicolin che ha scitto:

Onestamente io non sento il dovere di salvare l'italia , mi dispiace per chi c'e' dentro fino al collo e non puo' farlo...ma se potete...andate via,ci sono tanti posti al mondo dove chi governa,per lo meno,ruba il rubabile...
In italia ormai sono arrivati a rubare le caramelle ai bambini...
E siccome non vedo soluzione a breve termine e di vita ne abbiamo una sola,scusate per il disturbo ma io mi tolgo dai cog...oni...
l'italia e' bellissima per farci le vacanze...

Gia fatto! mi sono tolto dai cog...oni 4 anni fa'
e la situazione non era cosi' terribile,la cosa che mi spaventa di piu' sono gli italiani elettori ,non vedo speranze e chi e' al governo questo lo sa benissimo,comunque vada i media i marketing etc. avranno sempre il peso maggiore sul comportamento e le scelte nella maggioranza dell'Italiani.
Inoltre purtroppo nutro forti dubbi che l'Italia rimarra' quel bel posto per farci' le vacanze in futuro e lo dico con enorme tristezza.

Max Polo 12.08.05 23:09| 
 |
Rispondi al commento

a Yang Chenping ...maestro del copia incolla..
la frase "portare il prezzo del petrolio a cento euro il barile".. detta cosi' e' una frase senza senso ..decontestualizzata da un progetto di risparmio energetico e di utilizzo di energie alternative.. (leggetevi "un futuro senza luce" di maurizio pallante) ... il fatto poi di ottenere un cittadinanza digitale.. non vedo per quale motivo dovrebbe essere un'idea stupida.. sarebbe gentile da parte sua spiegare anche le motivazioni per quali considera inutili queste idee..la sua critica risulta incompleta e inisgnificante

lauro ferrari 12.08.05 23:06| 
 |
Rispondi al commento

@Tiziana D'Amico

sono stupefatto: a partire da un commento hai davvero scritto un post, con tanto di titolo.
non voglio entrare nel merito di quello che dici, ma vorrei informarti che avere un blog proprio non è una pratica dispendiosa.
pochi spicci, anzi spesso si riesce anche gratis.
e poi dai, se l'ha fatto Grillo dall'alto della sua genovesità...

ma questo non è usucapione bloggistico?

di sicuro per qualche minuto sei stata: un artista non lo so, squattrinata cronica non sono fatti miei.. ma forse appena un po' più famosa.

almeno due tre persone oltre a me si saranno chiesti: ma chi è quest'artista? che fa? dipinge? scrive? scolpisce? fa pupazzi di neve?

e se non è marketing questo...

Piero Mellini 12.08.05 23:04| 
 |
Rispondi al commento

> Sei arrabbiato veramente? Non mi sembri lucido nelle tue affermazioni.

Forse sei stupido e non le capisci. Il mondo è grande e pieno di possibilità.

:-D

Yang Chenping 12.08.05 22:56| 
 |
Rispondi al commento

A PIERO MELLINI
INVECE LEI PREFERISCE NON SBILANCIARSI DA NESSUNA PARTE.. E SOPRATTUTTO RIMANERE IMMOBILE SULLIDEA CHE FACCIAMO TUTTI PARTE DEI CATTIVI E SENZA PENSARE CHE LE COSE POSSANO CAMBIARE VERAMENTE..LA SUA E' UNA CRITICA INSIGNIFICANTE ..IL FATTO POI DELLA NON POSSIBILITA' DEI "BUONI" DI COMMETTERE ERRORE E DI RIABILITAZIONE DEI "CATTIVI" L'HA AGGIUNTA LEI..NON E' UN PENSIERO MIO.. COMPLIMENTI PER IL SUO PESSIMISMO COSMICO..SE' E' CONTENTO LEI....

lauro ferrari 12.08.05 22:51| 
 |
Rispondi al commento

IL GIUSTO MEZZO

Scusate tutti se invio un secondo post a fine giornata, ma ho la sensazione di leggere una rabbia ed un umorismo inappropriati.
Io credo che troppi, per convenienza e per poca cultura, siano stati indotti da una certa propaganda ad identificare nell'essere di sinistra, l'opportunità di non avere un centesimo, fare una vita da pezzente e non potersi permettere nulla che sia strettamente indispensabile. One moment! Seneca che si nutriva di radici perché scriveva saggi sull'opportunità di una vita parca e modesta, non era un genio, forse era solo un nevrotico pirla!
E' vero che talvolta Beppe Grillo eccede con le sue posizioni integraliste ad oltranza che si fondano su una visione unilaterale delle cose, fondata sulla sua personale esperienza di vita, ma non per questo per affrontare certi argomenti deve trasferirsi su un cartone della stazione Principe o andarsi a vestire alla Croce Rossa! Ci vuole il giusto lmezzo in tutto, secondo me.
Essere ricchi e famosi non é una colpa, beato lui! Non perché non ha un catorcio per automobile qualcuno può arrogarsi il diritto di fare dell'ironia stupida sulle sue prese di posizione! Io spesso sono molto critica e non risparmio commenti polemici alle sue asserzioni, ma questo vuol dire semplicemente confrontarsi sulle idee, e per farlo non é necessario scardinare i presupposti che ognuno ha alle spalle. Io sono un'artista, squattrinata cronica e non famosa, ma questo non mi rende più credibile, né attrinuisce maggior valore alle mie opinioni.
Mi permetto di dire che molti qui cadono nella banalità, esattamente come quelli che sostengono che uno che non ha figli non può capire e pertanto non ha il diritto di esprimere un parere su come si dovrebbero educare i bambini! Scusate, ma perché non vi scatenate con la stessa veemenza contro la Chiesa, che é composta da uomini in toga che dovrebbero essere vergini e votati all'astinenza e poi non vi fanno sposare se non fate un corso prematrimoniale?
Mi spiegate perché nessuno si ribella al prete che ti vuole spiegare a tutti i costi come devi fare una famiglia e come devi gestire la parte più intima e privata della tua esistenza?
Ma che discorsi sono? Discutiamo sulle idee, e magari facciamolo in modo produttivo, ma non andiamo a puntare l'indice su quello che non ci dovrebbe interessare!
A me fa più incazzare uno che con la terza media a calci in culo ha vinto un concorso nella Guardia di finanza ed inspiegabilmente ha un tenore di vita molto al di sopra delle proprie possibilità e nessuno investiga su come ciò possa accadere, non se Grillo ha il macchinone o lo yacht! Ma chi se ne frega! Mica é diventato francescano conventuale! Ecco che ritorna la necessità di non trasformare in miti le persone: quando in altri post parlavo dell'opportunità di non proiettare su Beppe come su nessun altro le aspettative collettive, mi riferivo anche a questo. Grillo, con i miliardi o senza un euro, pensa e dice delle cose, a volte condivisibili e altre no, ma né il fatto di avere molti soldi né il non averli può rendere quello che dice più o meno giusto.
Siamo una manica di invidiosi un po' sfigati, Beppe: io non ti santifico, né auspico il tuo martirio per osannarti in qualità di Eroe. Sinceramente sono contenta per te e per tutto quello che puoi permetterti e stasera, che fatti i conti scopro di potermi solo permettere una nuotata nella merda a ferragosto e non so dove sbattere la testa per risolvere cose importanti, non solo non mi sento più buona perché povera in canna, ma provo un senso di smarrimento e solitudine che preferirei volentieri non avere affatto. Fatti un giro in alto mare anche per me e andassero a quel paese tutti quelli che, mascherandosi dietro un nick idiota, sanno solo essere invidiosi.

Tiziana D'Amico 12.08.05 22:49| 
 |
Rispondi al commento

@Ettore

io mica l'attacco.. dico che è un geniaccio, è diverso :)
forse sembra subdolo ma dopotutto fa semplicemente il suo lavoro no?

Piero Mellini 12.08.05 22:48| 
 |
Rispondi al commento

Pensate veramente che Prodi paghi una multa? Poco credibile.........

Ettore Martinenghi 12.08.05 22:41| 
 |
Rispondi al commento

GENIO d'un Riccardo Galatolo!!!
[invece è giusto fare distinzioni di reddito x le multe...eccome!!!
chi guadagna 6000euri il mese se ne frega di 60euri di divieto di sosta...
ergo se non trova parcheggio...
figurati x gli eccessi di velocità!
chi ha il ferrari ci và nel culo a 260 all'ora!
ridendo come un matto...]

APPOGGIO L'IDEA AL 300%.
Se 32 euro è la multa calcolata per uno che guadagna 1000 euro al mese, vorrei vedere il sig. Prodi (che da quando è disoccupato percepisce l'indennità di 13750 euro al mese) che si trovi a pagare 440 euro!

Neanche in proporzione gli fà zi a stì ladri!!!
Bisognerebbe applicare una formula logaritmica!!!

Marco Sitzia 12.08.05 22:36| 
 |
Rispondi al commento

Piero, scusami, ma con 20.000 lire (non sono più abituato a scrivere tutti questi zeri...) ci mangi una pizza e una CocaCola (forse). Un DVD rimane. Indipendentemente da questo tu lo attacchi dicendo che anche questa è un'operazione di marketing da lui tanto denigrato. Effettivamente lo è. dovrà pure mangiare, no? Non vende Bond o le tanto citate Ferrari che vanno in c...o a 320 all'ora, ma semplicemente un'ora e mezza di verità mascherate dalla satira. Se fosse un politico le direbbe in altro modo, mentre con il suo "attirare l'attenzione", pone i problemi in maniera diversa. Se poi con il costo del DVD da anche da mangiare ai suoi figli, credo sia estremamente corretto.

Ettore Martinenghi 12.08.05 22:26| 
 |
Rispondi al commento

Marketing dall'Inglese, significa ricerca di mercato, dunque ricerca degli strumenti e dei metodi per ampliare le vendite.
Molto si rifà agli studi comportamentali di Freud, Maslow attinenti la realizzazione personale dell'essere umano: studio dei bisogni, delle aspettative, dei riflessi emotivi ed incondizionati.
PSICOLOGIA, SOCIOLOGIA e FILOSOFIA insieme.
Il Marketing ha sostanzialmente banalizzato questi studi, applicandoli per "indirizzare" i consumatori, creando la PSICOLOGIA DELLE MASSE e DEL CONSUMO: che PECCATO!!
E' materia Universitaria, riconosciuta Scienza, che nessuno può contestare o considerare stupida o inutile, ma che ritengo abbia bisogno di un pò di etica, di buon gusto e soprattutto di senso della misura.
L'analisi imparziale di Alessandro al Blog di Beppe Grillo è impressionante: tutto ha un nome, una definizione (rigorosamente in Inglese) un perchè nascosto, subliminare, religioso.
Leggetela è interessante, parla di PSICOLOGIA DI COMUNICAZIONE NEL WEB.
Mi piace pensare però che il mitico Beppe Grillo utilizzi il web (coadiuvato da uno staff da paura!!) per continuare ad essere il Paladino e Contagiatore di Verità, come lo citava la Adorante Suddita MINA.
E non come proponimento di un Brand o di azioni concrete di business.
Scusate se è poco, sudditi del Marketing!!

Roberto Mentasti 12.08.05 22:22| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, come mai la chat di Grillopedia ha tutte le stanze chiuse?

Ettore Martinenghi 12.08.05 22:20| 
 |
Rispondi al commento

@Ettore Martinenghi

guarda che son sempre 20milalire...

la mia era una provocazione costruita sull'articolo di analisi del marketing di Grillo di cui si parlava prima...

una provocazione eccessiva, ma mi rendo conto sempre di più non lo è più di tanto.

dice quello che pensa in modo da vendere meglio, anche io dico quello che penso ma mica ti vengo a vendere un DVD da ventimilalire...

il fatto che poi mi venga a parlare male di chi usa le parole per vendere il superfluo.. è geniale!

credo sia per questo che ci sta simpatico, no?

Piero Mellini 12.08.05 22:19| 
 |
Rispondi al commento

@Tommaso Lanzi

Non estremizzo con l'Argentina ma tu non ti senti truffato come Italiano ? Io si e molto.

Patrizio Conz 12.08.05 22:19| 
 |
Rispondi al commento

"muor giovane chi è caro agli dei"...
quanti anni ha Giulio Andreotti?

Riccardo Galatolo 12.08.05 22:18| 
 |
Rispondi al commento

Il potere logora chi non ce l'ha
(Giulio Andreotti)

Tommaso Lanzi 12.08.05 22:16| 
 |
Rispondi al commento

Yang sei un fuso di pollo. Non hai nessun freno inibitorio. Secondo me sei cinese e ti sei arrabbiato quando Beppe ha detto che negli involtini primavera......ecc.ecc. Eheheheh. Sei arrabbiato veramente? Non mi sembri lucido nelle tue affermazioni. Può darsi che mi sbagli, ma è la mia impressione.

Ettore Martinenghi 12.08.05 22:15| 
 |
Rispondi al commento

@Alessandro Banchelli

posso chiedere una cosa?
come mai l'indirizzo del blog è diverso dal link?

se io copio e incollo il link in internet explorer non mi apre tinyurl.com ma edentitycoach.com.

è voluto oppure ho sbagliato qualcosa io?

Piero Mellini 12.08.05 22:13| 
 |
Rispondi al commento

@ Piero Mellini:
mi scusi Prof...
mi sono fatto prendere da un'eccesso di livornesità...
mi perdona?

Riccardo Galatolo 12.08.05 22:12| 
 |
Rispondi al commento

Io comunque un DVD che coosta 10,14 € anzichè 30,00 € (come avrebbe potuto anche fare...) lo compro. L'ho prenotato ma non avendo carta di credito (poichè non ho credito presso le banche!), devo aspettare chissà quando. Peccato....avrei trascorso un Ferragosto guardando il DVD. Tutto il resto lasciamo che venga detto (a parte alcuni congiuntivi che fanno rabbrividire!!!). Grillo Messia? Non esageriamo! Dice quello che pensa ed ha il coraggio di dirlo. Tutto qui!

Ettore Martinenghi 12.08.05 22:11| 
 |
Rispondi al commento

vedi?
tutti quelli che hanno votato l'attuale governo, sono degli arroganti che con i soldi fanno tutto quel gli và!
invece gli altri che li hanno messi e non hanno una lira sono IMBECILLI!
sono cmq i primi che ti/ci vanno nel culo...
a 60kmh, a 320kmh, a retromarcia...
e sempre ridendo come pazzi!
a me danno tanto fastidio sia gli uni che gli altri...
e a te?

Riccardo Galatolo 12.08.05 22:09| 
 |
Rispondi al commento

> Ho come l'impressione che Beppe abbia visto uno degli ultimi video di Bin Laden.

Fammi indovinare: il video con il nasone?

Yang Chenping 12.08.05 22:09| 
 |
Rispondi al commento

@Riccardo Galatolo

si scrive "a te ti fà" ? sicuro?

Piero Mellini 12.08.05 22:08| 
 |
Rispondi al commento

@ Piero Mellini

Guarda Piero che la mia è solo un'analisi.
Forse dovresti leggerla meglio.

Alessandro.

Alessandro Banchelli 12.08.05 22:07| 
 |
Rispondi al commento

Yang Chenping scrive:
L'idea di Grillo era "petrolio a $100 al barile" e "cittadinanza digitale dell'UNESCO", quindi è sicuramente meglio tacere.
-
-
-
-
100 dollari al barile??? Ho come l'impressione che Beppe abbia visto uno degli ultimi video di Bin Laden. Il Bin vuole fare arrivare il prezzo a quella cifra...Beppe è proprio un masochista, oppure ha intenzione di tappezzare la prua di pannelli solari

Enzo Marchetti 12.08.05 22:07| 
 |
Rispondi al commento

X Marchetti,forse il tuo indirizzo è errato,non si riesce a raggiungere...........

Stefano Serra 12.08.05 22:03| 
 |
Rispondi al commento

Yang Chenping scrive:
Per il PASSAGGIO DI PROPRIETÀ? Stai scherzando, vero?
-
-
-
-
Eh anche su quello ci sarebbe da discutere...fermiamoci al marketing per adesso, un passo per volta.

Visitate
www.togliattigrad.ru

Enzo Marchetti 12.08.05 21:57| 
 |
Rispondi al commento

> VUOL DIRE PRORPIO CRITICARE PER IL GUSTO DI CRITICARE.. SENZA PROPORRE IDEE ..SENZA PROPORRE NIENTE DI NIENTE.. IL NULLA ..

L'idea di Grillo era "petrolio a $100 al barile" e "cittadinanza digitale dell'UNESCO", quindi è sicuramente meglio tacere.

Yang Chenping 12.08.05 21:54| 
 |
Rispondi al commento

invece è giusto fare distinzioni di reddito x le multe...eccome!!!
chi guadagna 6000euri il mese se ne frega di 60euri di divieto di sosta...
ergo se non trova parcheggio...
figurati x gli eccessi di velocità!
chi ha il ferrari ci và nel culo a 260 all'ora!
ridendo come un matto...

Riccardo Galatolo 12.08.05 21:54| 
 |
Rispondi al commento

> Ma perchè c'è tanta gente italiana che vive all'estero e si comporta come i servi dei "visitors"?

Gli unici servi che vedo sono quelli che vogliono altre tasse, altre regole ed altri accessori per tormentare quelli che invidiano.

Yang Chenping 12.08.05 21:52| 
 |
Rispondi al commento

@lauro ferrari

vescovo del Grillo Messia?
o promesso papa?

è rischioso sbilanciarsi in difesa dei comportamenti ambigui della gente. si tende a idealizzare e a dividere il mondo in buoni e cattivi.
senza possibilità di errore dei primi e di riabilitazione dei secondi.

ed il casino è che tra i secondi ci siamo *tutti*

Piero Mellini 12.08.05 21:50| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti dal Serra

Scusate ma non capisco chi sia 'sta Morena Borromeo
(vado a cercare i suoi post e poi vedo)
Se l'accomunate a Panetta dev'esser esterofilo-antitalianista come lui...........
Ma perchè c'è tanta gente italiana che vive all'estero e si comporta come i servi dei "visitors"?
Vorrei proprio capire..........

Stefano Serra 12.08.05 21:50| 
 |
Rispondi al commento

@ Enzo

Hai assolutamente ragione. Tant'è che io l'auto non ce l'ho, perchè non me la posso permettere e nemmeno la ritengo necessaria.
C'è però anche tanta gente che oggettivamente ne ha bisogno. Penso ai pendolari, che fanno molti chilometri per andare a lavoro.
Poi il fatto che il 90% degli automobilisti prende l'auto anche quando non ce n'è bisogno è purtroppo vero.

Aldo Brandi 12.08.05 21:49| 
 |
Rispondi al commento

> il primo ha certamente più soldi da spendere, ed è quindi giusto applicare un'accisa più alta. Lo stesso dicasi per il bollo, lo stesso dicasi per il passaggio di proprietà, ecc

Per il PASSAGGIO DI PROPRIETÀ? Stai scherzando, vero?

Yang Chenping 12.08.05 21:48| 
 |
Rispondi al commento

@Fabrizio Di Giuseppe

te il DVD di Beppe Grillo l'hai comprato?

gli hai speso quei 10€ e 14centesimi (perché poi 14 centesimi) per un pezzo di plastica col sopra il discorso di un comico?

è fuffa o è un bene, come si dice.. primario?

proprio ragione.. il Grillo Messia, evoluzione OGM del Grillo Parlante.

fuffa.

Piero Mellini 12.08.05 21:47| 
 |
Rispondi al commento

No, le multe no, se trasgredisci non è giusto fare distinzioni di reddito. Io dico che verosimilmente se uno ha un BMW e un altro una scatoletta per il tonno allora il primo ha certamente più soldi da spendere, ed è quindi giusto applicare un'accisa più alta.
Lo stesso dicasi per il bollo, lo stesso dicasi per il passaggio di proprietà, ecc

Aldo Brandi 12.08.05 21:45| 
 |
Rispondi al commento

@ Aldo Brandi

MMmmmhhh tu non hai idea di quanto consumi un Porsche Carrera, Beppe sarebbe anche d'accordo, ma non è questo che risolverebbe. Lui ha un solo Porsche, noi abbiamo milioni di macchinine inquinanti

Siamo noi, la gente comune che consumiamo troppo e la colpa è di chi ci crea i bisogni, e cioe' quel mostro ad otto zampe del marketing

Enzo Marchetti 12.08.05 21:43| 
 |
Rispondi al commento

AVETE ROTTO IL CAZZO ... SMETTETELA DI CRITICARE BEPPE PERCHE' HA UNO YACHT UNA VILLA UNA PORSCHE .. SE TUTI QUELLI CHE HANNO QUESTE COSE.. E SONO MOLTI.. FACESSERO UN DECIMO DI QUELLO CHE FA LUI... IL MONDO SAREBBE DECISAMENTE MIGLIORE... MA COME CAZZO FATE A CRITICARE BEPPE GRILLO...VUOL DIRE PRORPIO CRITICARE PER IL GUSTO DI CRITICARE.. SENZA PROPORRE IDEE ..SENZA PROPORRE NIENTE DI NIENTE.. IL NULLA ..DI GENTE CHE PARLA DEL NULLA NON CE' NE BISOGNO

lauro ferrari 12.08.05 21:41| 
 |
Rispondi al commento

@Compare Turiddu

Ma te lo sai che il fatto che tu abbia acquistato il DVD di Grillo alla fin fine è frutto di un'altra operazione di marketing?

Forse è un po' esasperato, ma quello che scrive Banchelli qualche post prima non è del tutto sbagliato.

Ed è un grande Grillo a venderci la sua merce parlandoci male di chi la vende.
La metafora del Grillo Messia di cui prima è sempre più azzeccata. Ma tutto questo è reso in modo simpatico.

Unica osservazione è che almeno i biscotti si mangiano, i DVD sono un po' ostici da sgranocchiare.
Forse prima o poi anche il mulino bianco si metterà a vendere meet-up e skype.
Ovviamente lui non prende una lira da tutto questo, giusto?

Piero Mellini 12.08.05 21:41| 
 |
Rispondi al commento

"Abbiamo vissuto in questi anni un’Argentina, qui,in Italia, e nessuno che voglia riconoscerlo." <-- è questo il problema c'è chi lo sa e gli fa comodo che le persone la gente le masse non lo vogliano riconoscere, che non vogliano riconoscere come ormai l'italia non ha piu libertà di espressione senza che qualcuno ribalti il senso delle parole dette. Siamo stufi di tutte le balli stata della finzione, del rincoglionimento che la televisione provoca a gente di tutte le età apartire dai bambini.
Una piaga, mi chiedo se ci si possa rialzare da quersto imbambolamento, io capisoc quello che dice beppe, mi guardo intorno e vedo tutto quello che succede ma non so cosa fare. Come me penso che moltisisme altre persone non sappiano cosa fare, behper cominciare fors eè meglio spengere la tv.

Alessandro Vaulà 12.08.05 21:39| 
 |
Rispondi al commento

e se le multe fossero in proporzione al reddito???

Riccardo Galatolo 12.08.05 21:38| 
 |
Rispondi al commento

E se la benzina si pagasse in base alla potenza dell'auto?
Ad esempio si potrebbe far pagare a quelli con la Panda 50 cent/litro, a quelli con l'X5 2 euro/litro.
Mi sembra giusto no?

Aldo Brandi 12.08.05 21:35| 
 |
Rispondi al commento

Morena Borromeo

saresti stata più credibile se ti avrebbe presentata Pippo Bauto

come VANNA MARCHI

vito liberto Commentatore in marcia al V2day 12.08.05 21:33| 
 |
Rispondi al commento

@Alessandro Banchelli

Carina l'analisi che fai, ed è interessante il concetto con cui presenti il nostro caro Beppone come un Messia.
Tra l'altro il suo ripetere mille volte che non lo è, non è che magari serve semplicemente per farci capire che invece lo vorrebbe essere?
Comunque complimenti per il tuo blog e, caro Beppe.. come si dice: chi di marketing ferisce...

Piero Mellini 12.08.05 21:31| 
 |
Rispondi al commento

Morena Borromeo

È LO SPIRITO DI VANNA MARCHI

vito liberto Commentatore in marcia al V2day 12.08.05 21:27| 
 |
Rispondi al commento

Beato te Beppe, che non sei stato costretto a subire bmbardamenti di pubblicita' per decidere di acquistare la Porsche o lo yacht

Enzo Marchetti 12.08.05 21:23| 
 |
Rispondi al commento

Il punto non è se il marketing sia giusto o meno ma se questo viene usato per vendere prodotti che hanno un'utilità ed un valore reali o se serve solo per spacciare fuffa. In questo caso il marketing è solo un imbroglio bello e buono.

Fabrizio Di Giuseppe 12.08.05 21:21| 
 |
Rispondi al commento

Non so se è più divertente vedere la Borromeo che prende a pedate nel culo i collettivisti, o Panetta che mena per il naso i socialisti. Bisognerebbe mettere tutti insieme :-)

PS, giusto per la cronaca:

> La cultura anglosassone non e' migliore di quella latina e quindi non capisco di che ti vanti.

Che sia migliore o peggiore non è affar tuo, ma è affare di chi paga la scuola. Forse dovresti lamentarti perché la scuola pubblica italiana è diventata un cesso, una broda socialista dove tutti devono entrare uguali ed uscire uguali, dove viene promosso anche l'ultimo analfabeta e viene tormentato chi non ha voglia né tempo da perdere ad ascoltare le stesse boiate ogni santo giorno.

> Io da quando vivo nei paesi anglosassoni ho imparato molto bene solo una cosa, come fare soldi.

Bravo, così ora potrai mandare i tuoi figli alla scuola tedesca. Perché allora ti lamenti?

Poco prima...

> gli strumenti per creare bisogni, far pagare il più possibile ai consumatori che ne guadagnano 16.000 con figli che al posto dell'inghilterra studiano nelle periferie in scuole pubbliche e dice che di notte dorme il "sonno dei giusti" ?!!

Diamoci un taglio con questa storiella del povero indifeso di fronte alla pubblicità onnipotente, è solo una boiata per far passare altre regole, altre leggi, altre intrusioni dello Stato ladro (chi pensa che le rubi i soldi, la Borromeo o il fisco?)

Yang Chenping 12.08.05 21:19| 
 |
Rispondi al commento

Viviamo un un paese che si basa sul capitalismo e sul commercio, quindi esiste la pubblicita', il marketing ecc...

giratela come volete ma questo è il sistema. voi in questo sistema ci vedete il demonio. io no.

ditemi da cosa dobbiamo difenderci, ancora nessuno lo ha spegato e quali possono essere le coseguenze

Tommaso Lanzi 12.08.05 21:17| 
 |
Rispondi al commento

Partito Riformatore, Grillo questa la soluzione al male oscuro. Caro Beppe tu sei lo Jedi della situazione e quindi bisogna congregare la Forza per sconfiggere il male.
Dare il via a un movimento politico riformatore e' la via che porta alla sconfitta del male.

A presto,

Ivan Bettelli

Ivan Bettelli 12.08.05 21:14| 
 |
Rispondi al commento

@ Patrizio Conz

il paragone con l'Argentina non regge, in quel caso si è trattato di una truffa bella e buona, cosa c'entra con il marketing o la pubblicità?

Tommaso Lanzi 12.08.05 21:13| 
 |
Rispondi al commento

@ morena

cara morena, non penso proprio che tu voglia "fottere" e mi scuso se dalle mie parole tu abbia capito questo.
sicuramente chi fa una campagna pubblicitaria deve sapere che gusti hanno le persone, chi sono, quali sono i loro desideri, etc.
è anche vero che il potere di imporre parole, slogan, etc., ce l'hanno gli operatori di marketing. questo intendevo obiettarti. il potere del consumatore è basso, per non dire nullo.
ti ricordi la pubblicità della fiat, quella in cui i tedeschi, i francesi ci ringraziavano di avere comprato le loro macchine, e non quelle italiane?
siamo noi che siamo nazionalisti (o meglio, aziendalisti), o sono loro che sono pirla?

emanuele bardone 12.08.05 21:12| 
 |
Rispondi al commento

Per chi non ha capito
la Borromeo

È VANNA MARCHI IN PERSONA

vito liberto Commentatore in marcia al V2day 12.08.05 21:08| 
 |
Rispondi al commento

cari amici del Beppone, seguo questo Blog da poco più di una settimana e mi azzardo a postare un articolo di una associazione con cui collaboro perchè mi sembra un argomento già affrontato da qualcuno proprio in questi giorni.


DICHIARAZIONE DI PAOLO RAIMONDI, PRESIDENTE DEL MOVIMENTO INTERNAZIONALE PER I DIRITTI CIVILI – SOLIDARIETA’

Riaffermiamo la sovranità sulla moneta e sul credito

Le polemiche sulla figura del governatore della Banca d'Italia Antonio Fazio porgono urgentemente il problema non tanto del suo mandato a termine, quanto del fatto che la banca centrale è un istituto che dovrebbe applicare esclusivamente una politica decisa dallo stato sovrano, mentre invece è controllato e abusato dai privati. Il problema della nazionalizzazione, o statalizzazione che dir si voglia, della banca centrale è a questo punto non più procrastinabile, assieme a quello di approntare serie strategie di rientro dall'Euro che non siano le sciocche provocazioni di chi propone un ritorno alla Lira senza collocare questa proposta nel contesto di un piano di credito produttivo per gli investimenti.

Se l’Italia, così come ogni altra nazione, non possiede e non difende la sovranità della moneta e del credito, allora non può dirsi veramente indipendente e sovrana ed è dunque incapace di lottare per la crescita e lo sviluppo al servizio del bene comune dei suoi cittadini. Oggi la Banca d’Italia è un sedicente ente di diritto pubblico costituito nella forma di una normale società per azioni la cui stragrande maggioranza è nelle mani di interessi privati, banche private e compagnie di assicurazioni private. Più del 65% delle sue azioni sono detenute da solo tre banche: Gruppo Intesa, San Paolo IMI e Capitalia. Poi vengono altre, tra cui le Assicurazioni Generali con più del 6%. Questo è prima di tutto in aperta violazione della Costituzione Italiana.

La Costituzione

L’art. 1 della Costituzione dice che “La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione”, per cui la sovranità monetaria è parte integrante e inscindibile di quella dello stato nazionale e non può essere delegata ad interessi bancari privati, tantomeno può diventare proprietà di interessi privati.

L’Art. 3 aggiunge che: "E’ compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’uguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.” Senza disporre delle leve della moneta, del credito e dell’economia, qualunque governo, a prescindere dal suo orientamento politico, non sarà mai in grando di realizzare questo compito di sviluppo e giustizia economica e sociale.

L’Art. 47 sottolinea che “La Repubblica incoraggia e tutela il risparmio in tutte le sue forme; disciplina, coordina e controlla l’esercizio del credito”. Anche in questo caso la cosa non è possibile giacché la Banca d’Italia, controllata da interessi privati, non può che rispondere, soprattutto nelle decisioni strategiche, agli indirizzi e agli interessi dei proprietari.

Il complotto del Britannia

La totale e definitiva privatizzazione della Banca d’Italia, che è persino una violazione dello statuto della stessa banca centrale, è stata il frutto del processo di speculazione contro la lira e di forzata privatizzazione del settore a partecipazione statale italiano iniziato nel 1992. In quell’anno avvenne una vera e propria rivoluzione giacobina in tutti i settore della vita pubblica italiana. In economia, il famoso “complotto del Britannia”, la yacht della regina Elisabetta II d’Inghilterra, dove l’elite finanziaria della City di Londra si incontrò con la controparte italiana guidata dall’allora direttore generale del Tesoro, Mario Draghi, oggi alla testa di una della più aggressive finanziarie internazionali, diede il via alla svendita. Poco dopo, a settembre, gli speculatori internazionali guidati dal finanziere americano George Soros, fecero crollare la lira e la svendita continuò a prezzi stracciati. Queste manovre furono allora denunciate energicamente dal Movimento Solidarietà.

Ma anche prima, dietro il paravento dell’ideologia liberista secondo cui le banche centrali dovrebbero essere indipendenti dallo stato per poter svolgere “meglio” il ruolo di controllore della moneta, si celava la volontà della finanza di sottrarre allo stato la sovranità sulla moneta. La Banca d’Italia ha sempre funzionato come il “gendarme dell’inflazione”, mai come propulsore di sviluppo e investimenti. E’ per questa ragione che negli anni Ottanta si arrivò al divorzio tra la banca centrale e il Tesoro.
Già allora il Movimento Solidarietà aveva animato una battaglia parlamentare per bloccare questa politica.

A Maastricht è stata svenduta l'Europa

A partire dal 1992 è iniziata la sottomissione dell’Europa al Trattato di Maastricht, concepito per sottoporre le diverse nazioni ad una totale dittatura monetarista al servizio degli interessi dei banchieri. La burocrazia sovranazionale di Bruxelles ha seguito una politica volta a distruggere le ragioni e gli ideali dei padri fondatori di un’Europa unita e solidale, fatta di stati nazionali sovrani, tra i quali ricordiamo Mattei, De Gasperi, De Gaulle, Adenauer e Schumann. In tal modo questa burocrazia sottraeva la sovranità sulla moneta per imporre delle politiche di austerità e di stupidi e incompetenti automatismi sui bilanci bloccando il motore economico dell’Europa e con esso gli investimenti in nuove tecnologie e in nuove e moderne infrastrutture.
Il Movimento Solidarietà si fece promotore già nel 1996 di una campagna contro questi programmi presentando anche un esposto, “Il Trattato di Maastricht viola la Costituzione Italiana”, alla Corte Costituzionale e in altre sedi.

Oggi Maastricht si sta sgretolando perché le fondamenta su cui è stato costruito sono marce. Quando si dice che un palazzo crolla perché l’architettura era sbagliata non vuol dire che non si vogliono più costruire nuove case. Se si vuole realizzare un progetto che veramente corrisponda ai bisogni e agli interessi della gente, bisogna avere anche il coraggio di abbandonare tempestivamente le strutture che ci stanno crollando addosso. Dopo il no francese e olandese al referendum sulla costituzione europea -- un no che in realtà è rivolto ai dettami di Maastricht -- ora la Germania è scossa da una profondissima crisi economica e politica provocata dai diktat di Bruxelles e della Banca Centrale Europea.

L'euro: realtà e pretesti

Helga Zepp-LaRouche, presidente del Movimento Solidarietà tedesco, si presenta al voto del 18 settembre con un programma coraggioso e d’avanguardia che merita il sostegno di ogni forza politica sana in Europa: uscita unilaterale dal Trattato di Maastricht e dall’Unione Monetaria Europea, ritorno al marco come moneta nazionale per poter lanciare investimenti statali e quindi la piena occupazione, eliminando così il dissesto economico evidente nelle cifre della disoccupazione, il cui totale è ormai arrivato intorno ai 9 milioni, e continuare ad usare l’euro solo come moneta di conto nelle transazioni tra i diversi paesi. Su questa questione occorre essere chiari: non si litiga su "euro si" "euro no", ma occorre convenire sulla necessità di disporre di una moneta con cui uno stato sovrano può varare piani di sviluppo.

Al più tardi, il prossimo aprile avremo le elezioni politiche in Italia per eleggere il nuovo governo. L’euro e la questione Banca d’Italia stanno diventando argomenti di scontro sulla testa della gente, ma non per una politica seria. Berlusconi ha già lanciato il suo slogan populista “No all’euro di Prodi” per sfruttare la rabbia dei cittadini vessati da un’inflazione che il suo governo ha sempre camuffato e negato. La coalizione di centrosinistra di Prodi e Rutelli si lascia ammaliare dallo speculatore internazionale George Soros, un vero terrorista finanziario che vanta interessi enormi anche nella “liberalizzazione” della droga. Al contempo si vuole decisamente ignorare il fatto che ci troviamo nella fase finale del collasso del sistema liberistico e finanziario e che la globalizzazione versa in uno stato di bancarotta totale, mentre in America infuria lo scontro decisivo tra chi sta cercando di fermare i neoconservatori di Cheney-Bush e coloro che spingono per pericolose fughe in avanti sul fronte militare.

Come ripristinare la sovranità economica del paese

Il Movimento Solidarità è decisamente impegnato a combattere in prima fila per riaffermare la sovranità dello stato sulla moneta e sul credito nel Parlamento italiano e in tutte le altre istituzioni. Insieme a tutti quei politici, di differenti schieramenti, sensibili allo sviluppo e alla giustizia economica e sociale, noi presenteremo una mozione per riportare la Banca d’Italia sotto il controllo dello stato e per trasformarla da fautrice di tagli e di austerità in una Banca Nazionale, erogatrice di crediti per lo sviluppo produttivo, secondo le direttive di Alexander Hamilton, uno dei padri fondatori della Rivoluzione Americana e dell’America repubblicana, affrancata dal colonialismo dell’impero britannico.

Lo stato e il governo italiani potranno contare sulla nuova Banca d’Italia come fondo di emissione di nuovi crediti per centinaia di miliardi di attuali euro all’anno, a lungo termine e a bassi tassi di interessi, a sostegno di investimenti produttivi nelle infrastrutture e nella ricerca miranti ad accrescere la produttività. I cittadini e le istituzioni dovranno anche essere preparati a ristabilire la sovranità sulla moneta nazionale perchè capovolgimenti nella situazione economica e politica internazionale e in Europa potrebbero richiederlo anche in situazioni che potranno apparire drammatiche. Sarebbe politicamente irresponsabile evitare di porre problemi di questo tipo. Affrontare il problema della disoccupazione e dell’arretratezza tecnologica e infrastrutturale di base è la sfida immediata per partecipare contemporaneamente agli investimenti e allo sviluppo dell’intera regione eurasiatica, il cosiddetto Ponte di Sviluppo Eurasiatico. Occorrerà approntare in Italia, in Europa e in Eurasia un “New Deal”, nella tradizione della politica con cui il presidente Franklin D. Roosevelt portò gli Stati Uniti fuori dalla depressione degli anni Trenta, che in linea di principio fu la stessa politica con cui l’Italia, dopo il 1945, diede vita alla sua ricostruzione e alla sua crescita.

Un programma di questo tipo sarà integrato nella battaglia internazionale per una Nuova Bretton Woods, come proposta dall’economista e politico americano Lyndon LaRouche. Un nuovo e più giusto sistema monetario e finanziario internazionale che metta fuori legge la speculazione e le bolle finanziarie e crei le condizioni di stabilità tra le monete per rilanciare l’economia e la cooperazione internazionale. Il 6 aprile la maggioranza della Camera dei Deputati ha già approvato una mozione, alla cui stesura ha contribuito direttamente il Movimento Solidarietà, che impegna il governo a prendere tutte le iniziative necessarie a livello internazionale per arrivare alla convocazione di una conferenza di capi di stato e di governo per definire a creare una Nuova Bretton Woods e un Nuovo Ordine Economico Mondiale Giusto.

Luisa Fralla 12.08.05 21:06| 
 |
Rispondi al commento

Per tal Andrea
io generalizzo quanto mi pare tanto a Lei spiegazioni non ne devo! Io sapevo che chi si sente chiamato in causa è perchè ha la coda di paglia. Poi come tutti posso sbagliare...
Buona vita

Gianna Ferri 12.08.05 20:39| 
 |
Rispondi al commento

Dunque,

quello che scrive la borromeo e' giusto da tutti i punti di vista. Perche':
1)NON obbliga nessuno a usufruire di un servizio, se non lo chiedo non me lo si da'.
2)Il fatto che la pubblicita' possa influenzare il modo di vivere e' puramente soggettivo, a me per esempio, non me ne frega niente avere l'ultimo modello di scarpe firmate o l'ultimo cellulare che funziona anche da macchinetta del caffe'. Altri fanno mutui per comprasi le ultime puttanate che la tv ti rifila. io dico: cazzi loro! Nel momento in cui nessuno ti obbliga all'acquisto, puoi vivere la tua vita come meglio credi.
3)La misura della qualita' della vita: chi lo stabilisce? Ognuno si costruisce la sua. la borromeo manda i figli nelle migliori scuole? Chi non lo farebbe? C'e' un po' di invidia da parte vostra.
4)Dal punto di vista morale: la borromeo dorme sogni tranquilli. Certo!. Perche' non dovrebbe? In fondo, mica toglie qualcosa a qualcuno? Lei semplicemente CONSIGLIA: io accetto il consiglio (o mi faccio prendere per il culo,che e' lo stesso per me), oppure le dico : no grazie.
Vi invito a leggere un rimanzo di george orwell "1984" la nostra societa' si sta avvicinando a quella descritta nel libro. Alla base di tutto questo, c'e' l'ignoranza. Essa e' la base per far vivere pochissimi ad un ivello molto alto, e pochissimi ad un livello infimo. orwell, questo l'ha capito e scritto nel '50!.
Infine, i telegornali che dicono puttanate: vero! oggi, in 30 minuti di tg, 22 erano dedicati al meteo, ai consigli per gi anziani, quelli per i giovani ecc,ecc. Seppur ormai, la televisione e' in mano ad uno solo, non perquesto sei COSTRETTO a vederla! Ci sono i gionali, primo tra tutti REPUBBLICA secondo me il piu' obiettivo che ci sia, dove alcuni articoli dei vari Serra,Dipollina, ecc, ti mettono in moto i neuroni e non ti fanno credere tute la cazzate che si vedono/leggono. Poi, se la maggioranza degli italiani leggono la gazzetta dello sport, perche' del calcio non ne possono fare a meno, o i vari CHI, NOVELLA2000 E PUTTANATE VARIE per sapere della vita degli altri e non vivere la loro, allora significa che questo paese e' destinato all'implosione di merda su se stesso. Ma anche questa e' democrazia! Saluti.Angelo.

Angelo coscia 12.08.05 20:29| 
 |
Rispondi al commento

Grillo ha un sacco ragione su queste cose, sul paragone con Star Wars, e su mille altri argomenti ma quello che mi ha più colpito è il paragone con l'Argentina. Ma mi ha fatto anche pensare questo discorso, perchè io credo che i politici o in genere chi ha il coltello dalla parte del manico sa una cosa che in altri posti non poteva essere considerata del tutto ovvia. Come ha detto Grillo noi cerchiamo sempre la scelta tra il meglio e il meno peggio, anche perchè è innato il senso di rassegnazione degli Italiani. Diciamocelo, siamo sempre pronti ad alzare le spalle quando succedono queste cose e a continuare la nostra vita. Ma sapete che ci vuole qua per cambiare le cose ? Altro che cambiarle democraticamente, qua ci vorrebbero sul serio fiumi di persone che si riversano come verso i palazzi del potere e fanno capire a chi ci dovrebbe rappresentare, che ci sta facendo fare una figura di m...a davanti al mondo e che se non si vergognano loro chi si dovrebbe vergognare e spaccare la schiena, noi forse ????
E questa mattina leggo le fresche notizie e mi arriva il sorriso smagliante del Silvio che dice trionfale "L'economia italiana è in ripresa, gioite, alleluja alleluja !"
Ci stanno facendo il lavaggio del cervello signori, rendiamocene conto. Lo accettiamo ? Io personalmente no, e grazie a Grillo il mio piccolo lo sto facendo.

Patrizio Conz 12.08.05 20:23| 
 |
Rispondi al commento

E' vero marketing è una parola magica, forse è meglio comunicare per vendere. Comunque a chi interessasse questa è un'analisi imparziale del marketing del Blog di Beppe Grillo (Da leggere con mentalità aperta)

http://tinyurl.com/bkmfe

Alessandro

Alessandro Banchelli 12.08.05 20:23| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Davide Dalfiume,
riconosco a Grillo una certa coerenza, poco fa' ho scritto se qualcuno aveva mai visto una pubblicita' dei Riva cantieri o Cranchi motor yachts.

Non esiste, quella e' pubblicita' educata, distinta, non invasiva... non è lei a cercarti, sei tu che chiedi di lei, vai in un bel cantiere navale, o al salone nautico e chiedi.

Ecco, forse è questo il messaggio che Grillo vuole darci. Basta con questo marketing. Voglio vedere la pubblicita' dei biscottini nelle riviste dal barbiere, cosi come avviene per Ferrari Jaguar Porsche (non spendono neanche parole per descriverle, basta la foto per farci sognare). Voglio andare da chi li produce ed informarmi sul biscotto come se fosse un motoscafo da 23 metri. Basta con questi pubblicitari.

Tommaso Lanzi 12.08.05 20:14| 
 |
Rispondi al commento

....... parole parole parole .... parole parole parole ... parole soltanto parole .. parole tra noi ... dio salvi la regina silvia ...

enrico meloni 12.08.05 20:14| 
 |
Rispondi al commento

Dunque,

quello che scrive la borromeo e' giusto da tutti i punti di vista. Perche':
1)NON obbliga nessuno a usufruire di un servizio, se non lo chiedo non me lo si da'.
2)Il fatto che la pubblicita' possa influenzare il modo di vivere e' puramente soggettivo, a me per esempio, non me ne frega niente avere l'ultimo modello di scarpe firmate o l'ultimo cellulare che funziona anche da macchinetta del caffe'. Altri fanno mutui per comprasi le ultime puttanate che la tv ti rifila. io dico: cazzi loro! Nel momento in cui nessuno ti obbliga all'acquisto, puoi vivere la tua vita come meglio credi.
3)La misura della qualita' della vita: chi lo stabilisce? Ognuno si costruisce la sua. la borromeo manda i figli nelle migliori scuole? Chi non lo farebbe? C'e' un po' di invidia da parte vostra.
4)Dal punto di vista morale: la borromeo dorme sogni tranquilli. Certo!. Perche' non dovrebbe? In fondo, mica toglie qualcosa a qualcuno? Lei semplicemente CONSIGLIA: io accetto il consiglio (o mi faccio prendere per il culo,che e' lo stesso per me), oppure le dico : no grazie.
Vi invito a leggere un rimanzo di george orwell "1984" la nostra societa' si sta avvicinando a quella descritta nel libro. Alla base di tutto questo, c'e' l'ignoranza. Essa e' la base per far vivere pochissimi ad un ivello molto alto, e pochissimi ad un livello infimo. orwell, questo l'ha capito e scritto nel '50!.
Infine, i telegornali che dicono puttanate: vero! oggi, in 30 minuti di tg, 22 erano dedicati al meteo, ai consigli per gi anziani, quelli per i giovani ecc,ecc. Seppur ormai, la televisione e' in mano ad uno solo, non perquesto sei COSTRETTO a vederla! Ci sono i gionali, primo tra tutti REPUBBLICA secondo me il piu' obiettivo che ci sia, dove alcuni articoli dei vari Serra,Dipollina, ecc, ti mettono in moto i neuroni e non ti fanno credere tute la cazzate che si vedono/leggono. Poi, se la maggioranza degli italiani leggono la gazzetta dello sport, perche' del calcio non ne possono fare a meno, o i vari CHI, NOVELLA2000 E PUTTANATE VARIE per sapere della vita degli altri e non vivere la loro, allora significa che questo paese e' destinato all'implosione di merda su se stesso. Ma anche questa e' democrazia! Saluti.Angelo.

Angelo coscia 12.08.05 20:08| 
 |
Rispondi al commento

Oggi ci troviamo in una società dove l' apparire conta molto ma molto di + dell'essere, diciamo che questa è anche una nostra tendenza innata,questo paese nn sarebbe un museo a cielo aperto se qualcuno nn avesse cercato di apparire rispetto agli altri.Il punto ora è che questo narcisismo tipico del nostro popolo si è trasferito su scala industriale in ogni segmento della società, e si caratterizza in un continuo attacco delle società pubblicitarie, nel cercare di riempirci del superfluo o sostituire quello che in pochi mesi è diventato obsoleto con l' ultimo gadget tecnologico.Questo sarebbe il meno della tragedia ma qui oggi c'è chi si indebita x mantenere un apparente benestare, che ormai nn esiste + e continua ad essere privilegio di sempre + poche categorie.Da anni nn si risparmia + come si faceva una volta, oggi compri a rate e inizi a pagare chissa quando,tutto questo fa perdere il valore del denaro, che viene dilazionato nel tempo e questo il trucco ma che alla fine devi pagare maggiorato degli interessi.Si pagava a rate anche prima mi si dirà, questo è vero ma nn x comprare televisori o cellulari,frigo o che altro oggi x qualsiasi merce sotto un certo prezzo si può pagare a rate e + peggiorerà la situazione + si abbasserà la soglia , e ciò significherà solo che saremo + poveri nn che, come dirammo i media teleguidati che gli italiani si sono finalmenti avvicinati allo standard economici degli altri paesi, con l' uso smodato di carte di debito e trovate varie che ci alleggeriscono solo le tasche.Ultimo appunto con il petrolio a 66 dollari , meglio iniziare a usare i piedi è + economico e fa bene al cuore.

sabato di marino 12.08.05 20:08| 
 |
Rispondi al commento

oppure la storia dei coniugi scomparsi, di cui non frega un cazzo a nessuno, compresi i figli!

Luca Andreozzi 12.08.05 20:06| 
 |
Rispondi al commento

Trovo molto azzeccato il paragone con "Star Wars"! E' esattamente quello che è successo in Italia: persone oneste, professionisti un tempo apprezzabili, tutti hanno ceduto e cedono al lato oscuro della Forza. La coerenza non esiste più, e sono rimasti ben pochi a non essersi venduti il didetro: tu, Travaglio, Luttazzi, i Guzzanti, e qualche poco altro. Sono d'accordo con chi dice che ci vuole un VERO leader che abbia il coraggio di cambiare le cose. E intanto i TG in questi giorni ci bombardano di cavolate, tipo che l'Italia è in GRANDE ripresa. Ma per favore...........

Lucia Stella 12.08.05 20:04| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Tommaso Lanzi il 12.08.05 19:52

eh eh eh!! mi dispiace ma sono daccordo con Davide Dalfiume

Luca Andreozzi 12.08.05 19:58| 
 |
Rispondi al commento

@ tommaso
Perchè non provi a essere meno logorroico? Annoi dopo 3 ore che racconti le stesse cose... ma perchè non fai giardinaggio per distrarti?

Riccardo Brandtner 12.08.05 19:56| 
 |
Rispondi al commento

@ Luca Andreozzi
si soffre, si soffre... immagino come si senta Beppe quando afferra il volante in pelle ed accenda l'aria condizionata e schiacci sull'accelleratore e corra con i riccioli al vento.

Si sentira schiacciato dal sistema, ecco perche' dobbiamo intervenire noi. Lui fa' tanto per noi, adesso è giunto il momento di dimostrargli riconoscenza

Tommaso Lanzi 12.08.05 19:52| 
 |
Rispondi al commento

@ Tommaso Lanzi

Non mi interessa se grillo ha la barca... potrebbe guadagnare mooooolto di più e questo è palese per tutti... quindi preferisco che lui abbia il porsche o la barca piuttosto che una come la sig.ra morena

La differenza sta nel fatto che Grillo fa di tutto per informarci, non ci chiede una lira ... ma davvero... perchè se solo pensi al fatto che il dvd ti viene "portato" a casa tramite raccomandata per 11.40€ lasciati dire da chi ci lavora... ci guadagna forse... nulla... o comunque veramente poco...
... e non ho ancora avuto la fortuna di vederlo dal vivo ma anche i prezzi dei suoi spettacoli sono assolutamente al di sotto delle medie...

quindi ... se se l'è meritata perchè no la porsche... ha detto che aveva (e forse ce l'ha ancora) il ferrari... ma poi gira con la prius...

Meglio la sig.ra morena che sicuramente ha un merce (ci scommetterei) non meno di 2700 di cilindrata che fa i 4 con un litro in città e la usa tutti i giorni per andare a lavorare (sicuramente sola)... ah... magari station vagon...

Benestante o anche ricco (ma non come il portatore nano o il tronchetto o de benedetto o ricuccetto o fazietto o tutti quegl'altri per i quali questa frase non vale) non vuole dire necessariamente disonesto

Davide Dalfiume 12.08.05 19:51| 
 |
Rispondi al commento

Andiamo tutti a vivere in Romania dai. La non sentiremo piu' parlare di centri commerciali, di marketing. Andiamo a Togliattigrad

Tommaso Lanzi 12.08.05 19:48| 
 |
Rispondi al commento

non credo che si soffra dentro ad una porsche...

Luca Andreozzi 12.08.05 19:47| 
 |
Rispondi al commento

X Elisabetta:

il tuo fruttivendolo ha ragione: ci sono rimaste le brioche(do you know Maria Antonietta?)

Quando saranno finite anche quelle FORSE dico FORSE, la parola passerà ai forconi.

Don't you know talkin 'bout a revolution song...

mario uccella 12.08.05 19:45| 
 |
Rispondi al commento

Si cercano iscritti.

http://www.emiliofedefanclub.it/rassegna/rass10.htm

Ciao

Ciccio Mastella 12.08.05 19:44| 
 |
Rispondi al commento

Basta, non possiamo piu' stare a guardare e incazzarci senza fare niente.

Ho deciso di creare un sito
http://www.beppedisfatidellaporscheetornaadusarelemacchinineadariacompressa.net

Sono sicuro che Beppe a bordo del suo Porsche soffra tantissimo, e quindi è necessario intervenire.

Tommaso Lanzi 12.08.05 19:44| 
 |
Rispondi al commento

quelli'IMPERO l'avrei scritto in grassetto...l'impero di merda,stesso colore di quella nella foto.E' quella di Luttazzi?
Nonosante l'età,s'è conservata bene.

Oggi dal fruttivendolo, del paese in montagna dove vivo ad agosto:

io-non vedo molta gente

lui- non ce n'è molta.

io- certo è una salvezza,per le famiglie,avere una casa dove trascorrere le vacanze.

lui- non possono più permettersi neanche questo.Costa troppo riaprire le case delle vacanze.Costa arrivarci,di benzina,costa di luce,gas...
Testimonianze vere di miei amici.

io- ma una bella rivoluzione?Con i FORCONI in piazza?Io in cantina ne ho 4.

lui- il popolo fa la rivoluzione quando non ha nulla da perdere.Evidentemente,noi italiani, abbiamo ancora qualcosa da perdere.Qui,in questa realtà,curano il loro piccolo,rinominano giunte fallimentari con dietro gli stessi personaggi di sempre,non più eleggibili.Vuoi ridere?Ieri,il vecchio ex-sindaco,che ha messo i SUOI nella nuova giunta,era sul corso a dare disposizioni ai vigili per la festa che si terrà questa sera.E' a noi ci tartassano di multe se solo non esponi bene in vista il cartello con l'orario d'apertura...vogliamo chiamarla 'ndrangheta?

e altro ancora.Tanto altro ancora.

Così siamo messi.

FORCONI.

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 12.08.05 19:40| 
 |
Rispondi al commento

@ Luca Andreozzi

Ma come, ci incazziamo a morte se ci mandano le pubblicita' del Mulino Bianco e non ci incazziamo per questi delinquenti che traviano i comici migliori d'Italia invogliandoli a comprare macchine che superano i 300 Km/h quando il limite è di 130 km/h? Che bisogno c'e' di creare simili mostruosita'?

Creando macchinoni e pubblicizzandoli sui giornali creano il bisogno di averli, lo sapevi? E Beppe è rimasto incastrato da questo mostruoso meccanismo.

Bobbiamo fare qualcosa per lui

salutatemi lo yacht di Grillo

Tommaso Lanzi 12.08.05 19:36| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, forse infrango qualche regola del Blog, sono abbastanza monco con queste cose, per questo uso Windows e sono iscritto a Hotmail_

Vivo in Cile e da qua di Argentine e mercificazione selvaggia posso parlare con una certa competenza_ Senza contare che qua lo fanno anche sulla pelle di quella gente che stenta a sopravvivere_

Qua c'è un gruppo di marxisti che fa capo a un'università, che vuole cancellare il comunismo del 20º secolo e usare l'argomento di Marx per progettare qualcosa di diverso e forse migliore_

L'idea di base è:
riuscendo a ripartire i guadagni dei prodotti fra tutti i lavoratori e dando lavoro a tutte le persone abili, oggi ci sono sufficienti risorse per dare un buon livello di vita a tutti, e lo si può fare lavorando 10 ore settimanali a testa_
Un'ipotesi è che, stabilito questo nuovo sistema, non ci sarà più bisogno, per esempio, del mercato così com'è oggi, e molte altre cose potrebbero cambiare_

La domanda che mi faccio io, e che faccio a voi, a quelli che hanno voglia, è:
Se fosse dimostrato che questo nuovo sistema è realizzabile, economicamente e tecnologicamente, quanti lavoratori al mondo sarebbero disposti ad iniziare una rivoluzione per lavorare al massimo 2 ore al giorno?
Fra parentesi ricordo che si può fare una rivoluzione anche con metodi non direttamente fisici di violenza, come Gandhi_

Mi scuso se non fossi stato ortodossdo o rispettoso del Blog_

Un saluto enorme dall'estremo sud_

Leonardo Migliarini 12.08.05 19:36| 
 |
Rispondi al commento

Over There
Diffondere è conoscenza.

Mi fa specie che ci sia ancora chi può credere alla casetta del mulino bianco o alle bugie del nano bellachioma per il quale lo spostamento impercettibile del PIL significa che il nostro belpaese sta uscendo dalla fase di tenebra in cui lui e i suoi sodali lo hanno trascinato...
Io non ci ho mai creduto.
Quello in cui credo è che si possa scegliere, tenendo gli occhi aperti.
E soprattutto sapendo che non tutto può essere mercificato, men che meno il nostro libero arbitrio.

p.s. L'IMPERO NON E' MAI MORTO! E NON LO DICO IO, MA LO DICEVA IL PROFETA DICK CHE SI CREDEVA PARANOICO, NON SAPENDO ANCORA SIN DOVE POTESSE ARRIVARE IL PARAFASCISMO TRAVESTITO DA PATRIOT ACT E DA LEGGI SPECIALI ANTITERRORISMO...

mario uccella 12.08.05 19:36| 
 |
Rispondi al commento

io sono contento per come si stanno mettendo le cose nel mondo ,
tanto povero ero prima e povero saro anche dopo ,
ma almeno mi divertiro un po.......

patrick fontana 12.08.05 19:36| 
 |
Rispondi al commento

MAGARI!!! Specie se a noi fuori sede per studio o lavoro qualche genio consentisse finalmente di votare a distanza, ossia di poter realmente votare (per posta, mica su internet, che siamo pazzi ;-))

Gianluca Bevacqua 12.08.05 19:35| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe e cari ragazzi\e,
siamo tutti d'accordo che le cose devono cambiare giusto? mi sto rendendo conto che siamo in tanti a volere questo. in teoria le cose dovrebbero essere già cambiate.
secondo me un grosso problema è che siamo troppo divisi. ognuno con il suo sito, con le sue idee, con le sue proposte....
perchè tu Grillo con tutti quelli che hanno un sito di controinformazione non vi riunite tutti assieme e fate un sito unico nazionale di riferimento?????
ognuno mantiene il suo naturalmente ma quello nazionale servirebbe a mettere a conoscenza di certe attività il maggior numero di persone.
provate a pensare se in un stesso periodo tutti boicottassero un certo tipo di prodotto!!!!!!
caro Beppe spero prenderai in considerazione l'idea.
invito tutti a commentare e criticare il mio post.
ciao a presto

STEFANO SARTORI 12.08.05 19:35| 
 |
Rispondi al commento

ALLE PROSSIME ELEZIONI:
Beppe Grillo alla presidenza del consiglio, e Dario Fo come presidente della repubblica.


rosario panarello 12.08.05 19:33| 
 |
Rispondi al commento

@Massimo Carboni,

Secondo me non sei tu il responsabile dei desideri di tua nipote ma, sembra che oggi l' autorità venga attribuita alla tv e agli amici e non piu ai genitori.Non possiamo nemmeno dirgli cosa fare. Esempio, i genitori che fumano e fanno al figlo due palle cosi perchè non fumi....coerenza zero! I bambini in queste cose sono intelligentissimi, non è vero che noi adulti cresciamo, noi adulti ci deterioriamo!!
Loro sono ancora innocenti, non si vergognano delle loro emozioni ecc...per educare un figlio secondo me, è il genitore che deve maturare fino a quando si sente pronto per avere un figlio.la mia teoria è che se un genitore si porta dietro di sè problemi senza risolverli, li passerà anche al figlio perchè lui, non fa quello che gli si dice(anche se ogni tanto con le parole si riesce ad abbindolarli) ma impara dal tuo comportamento. Il probema è che se tua nipote è cosi non ci puoi fare niente, non si puo salvare qualcuno che non vuole il tuo aiuto e io sono convinto che l' unica maniera per avere un mondo decente è prima di tutto occuparsi di se stessi, non in maniera egoistica, ma se tu non impari se rimani sempre lo stesso tuo figlio erediterà la tua banalità... (discorso generalizzato).Per la serie, volete un mondo migliore? CAMBIATE voi e non andate a guardare in casa d' altri ciao ciao

Stefano Nastri 12.08.05 19:33| 
 |
Rispondi al commento

X Davide Dalfiume,

Grazie, è tutto il pomeriggio che si cerca di far capire quello che dici alla Sig.ra Borromeo ma ha preferito buttarla in caciara...

Grazie ancora per la sintesi.

Andrea Spinazzolaquellovero 12.08.05 19:27| 
 |
Rispondi al commento

Ma con classe dirigente non intendevo "partiti". Parlavo proprio di singoli individui, ma il problema è che dietro un singolo, per far si che arrivi al governo, deve esserci per forza una massa, altrimenti chi lo vota? ;-)
Ciao

Gianluca Bevacqua 12.08.05 19:26| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Tommaso Lanzi il 12.08.05 19:06

ma cosa cazzo c'è di male in grillo che gira in porsche!!??!

Spostiamo il metro di giudizio da "ricco o povero" , su "onesto o disonesto", "veritiero o raccontaballe", credibile o no e vedrai che le cose miglioreranno

Luca Andreozzi 12.08.05 19:20| 
 |
Rispondi al commento

@Stefano belli

vedi caro stefano forse non ti rendi conto che negli anni sessanta e settanta era molto più facile vivere con un solo stipendio... questo consentiva a "madri" e molto raramente a "padri" di effettuare un controllo sui bambini decisamente più "importante" di quanto non avvenga ora con tutti e due i genitori costretti a lavorare...
se non si fosse ingenerato il meccanismo infernale della pubblicità poco "etica" i figli nei siti porno non ci andrebbero perchè probabilmente la madre non glielo consentirebbe.
Con questo so bene che il lavoro di entrambe i genitori dipende anche da un giustissimo bisogno di indipendenza economica da parte delle donne ma pensa che bello se potessero mantenere una famiglia lavorando entrambi part-time... dei figli attaccati all'144 o ai siti porno ce ne sarebbero meno... la pubblicità è perversa in quanto tale... per questo non può definirsi etica
Lo sai che siamo il paese con più telefonini pro capite... ma lo sai che siamo anche uno dei pochi paesi che non pongono limiti alla pubblicità sui servizi?
Vai a vedere se sulle tv straniere c'è tutto quel bombardamento di gnocca o di offerte fuorvianti....
non è una questione di quanto guadagna la sig.ra morena ma solo di "come" li guadagna.... prendendo incessantemente per il culo la gente...
La pubblicità non è che una parte comunque dei nostri guai la quale condizione in italia riflette però la nostra essenza... infatti i nostri politici ne fanno largo uso...

Come occorrono pene certe per una giustizia "giusta" occorrerebbe anche un'etica certa (CHE PERò COME DETTO IN ITALIA NON ESISTE)... da parte del mondo della pubblicità per poter avere un paese che magari riesce a sbarcare il lunario un po meglio... chissà...

Davide Dalfiume 12.08.05 19:19| 
 |
Rispondi al commento

Condivido la tua INDIGNAZIONE e mi associo.
Non se ne può più !
Ma credo che non sia un problema della nostra società,è nei SINGOLI INDIVIDUI che deve nascere l'indignazione,perchè è propio dall'individuo che si deve ripartire non dal gruppo,non dalle organizzazioni,non dai partiti....non c'è speranza per l'umanità c'è e ci sarà sempre per i singoli individui.
Ciao

Danilo Villa 12.08.05 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Standard e Poors: declassato l'"Outlook" dell'Italia: così hanno detto al Gr2 nazionale: ma chi conosce così bene la lingua Inglese per saper tradurre correttamente "outlook" con "giudizio"?
Chi è in grado di capire una frase con il soggetto intraducibile?

Ergo: noi le notizie le diamo ma facciamo in modo che non le capisca nessuno..
W IL REGIMETTO MEDIATICO !!!

gian maria tirelli 12.08.05 19:12| 
 |
Rispondi al commento

"TU, tutti noi, DOBBIAMO essere piu responsabili. questo sistema non si cambierà da solo, verrà modificato dal basso, quando finalmente ci saremo svegliati." (Morena Borromeo)

Sarebbe bellissimo, ma in quanti dovremmo essere? La responsabilità va di pari passo con la conoscenza (e non certo con quella della citazione, accademica, di facciata), e questo vuol dire che, storicamente, è sempre stata condivisa da POCHI.
A mio parere la ricetta è un'altra, ed una sola. Occorre URGENTEMENTE all'Italia una nuova classe dirigente. I vari Berlusconi e Prodi non solo non sono esattamente dei giovincelli, quanto hanno accumulato ormai, in tanti anni, chissà quanti scheletri nell'armadio, quanti compromessi, quanta abitudine all'autoreferenzialità.
Bisogna trovare il modo di far arrivare, anche gettandosi nella mischia in prima persona, alla "stanza dei bottoni" persone che siano responsabili ed interessate realmente alle sorti del paese, oltre che ai loro comodi; non certo dei santi, ma neppure la banda Bassotti...

Gianluca Bevacqua 12.08.05 19:11| 
 |
Rispondi al commento

Per Borromeo

Non c'è più sul forum.
Ma si puo dire che ha sbancato oggi.........comunque complimenti (non ironico)


Io non la volevo insultare e penso di non averlo fatto ma se ha percepito ciò le chiedo scusa.


per Tommaso Lanzi

te sei un genio invece
Mi fai morir dal ridere

ciao ciao


stefano soldati 12.08.05 19:10| 
 |
Rispondi al commento

@ Massimo Carboni

Tu non credi che Grillo giri su Porsche????
Purtroppo i miei amici di Genova non gli hanno scattato una foto pero' ti invito a leggere qualche passo dell'intervista fatta da Marco Lodi Rizzini a Beppe Grillo nel febbraio 2002

ecco alcuni passi dell'intervista:

http://www.mondomania.com/cervello/BeppeGrillo/Gin11.htm

Rizzini:
"Lei manca da molti anni in televisione. Facendo due calcoli, un suo spettacolo in prima serata fa gli stessi ascolti della nazionale di calcio. Siamo franchi, lei potrebbe venderlo a peso d'oro. Per uno che viene da Genova sono cose che fanno male..."

Grillo_
"La mia presenza sulle reti nazionali non ha più senso. Ho già dato e ho raggiunto il limite di quello che si poteva dire e fare. Il successo mi ha dato più di quello che mi serviva per vivere per me e la mia famiglia. Mi limito a qualche presenza semiclandestina sulla tv a pagamento. E poi, per carità, non è mica detto la televisione sia l'unico modo per esprimersi. Ogni tanto quando mi viene voglia di dire quello che penso davanti a un pubblico, mi metto a tavolino, mi informo, studio, preparo uno spettacolo e lo porto nei teatri, nelle piazze. Se la gente vuole venire a vedermi, può farlo. Senza consigli per gli acquisti. Poi, il mancato guadagno non è un problema mio. Il segreto è fare come i genovesi, cioè vivere sempre un po' al di sotto delle proprie possibilità. Poi, per il resto, gliel'ho detto, io vado verso la catastrofe con ottimismo."

Rizzini:
"E' un'espressione un po' forte per uno che ama le macchine sportive e gira in Porsche..."

Grillo:
"Le auto sono state le mie ultime velleità, gli ultimi sprazzi di quando ero giovane. Le Ferrari, le Porsche, per me erano come dei mobili d'epoca. Le guardavo, le mettevo in moto, ci facevo un giretto ogni tanto, per il piacere. Le usavo poco, ma le custodivo con amore, come si fa con le reliquie. Facevo diecimila chilometri in un anno, una cosa da ridere. Adesso ho cambiato criteri. Sono passato prima all'auto elettrica, poi a idrogeno"

tratto da: http://www.mondomania.com/cervello/BeppeGrillo/Gin11.htm

IO:
non è vero, Grillo gira ancora in Porsche Carrera, abitando a Genova lo si puo' vedere di tanto in tanto.

FACCIAMO QUALCOSA PER GRILLO! ANCHE LUI E' STATO INGHIOTTITO DAL SISTEMA MOSTRUOSO CHE TRAVIA I NOSTRI BAMBINI! ANCHE LUI NE E' CADUTO VITTIMA INCONSAPEVOLE!

Adesso postami le prove del Berlusconi comunista che le faccio pervenire a Novella2000

Tommaso Lanzi 12.08.05 19:06| 
 |
Rispondi al commento

UGO CAIRA.
Spero di poterti dare una bella notizia.
IL TELEFONO PER SKYPER lo trovi anche in ITALIA.

STUPORE GENERALE? No dai lo sapete.
Dove? non è difficile. In ogni buon negozio di telefonia o di elettronica serio.
E' della siemens. E' una soluzione un po' costosa...sui 130 euro circa e funziona così. SONO DUE PEZZI.

Una è una chiave USB (con 120 minuti di skypeOUT a tariffa standard in omaggio) che si attacca al pc e comunica con un cordless siemens che fa sia da telefono "normale" che da telefono "voip" FIGO NO?
Niente carta di credito e la comodità di poterlo comprare vicino a casa, se non va lo puoi sbattere in faccia all'addetto:)

indirizzo internet per info sulla chiavetta:
http://communications.siemens.com/cds/frontdoor/0,2241,it_it_0_75632_rArNrNrNrN,00.html

http://communications.siemens.com/cds/frontdoor/0,2241,it_it_0_69566_rArNrNrNrN,00.html

E questo è il cordless (uno dei tanti, gli altri link li trovi cliccando sotto la scheda della chiavetta in prodotti compatibili) di riferimento compatibile con la chiavetta:
http://communications.siemens.com/cds/frontdoor/0,2241,it_it_0_91553_rArNrNrNrN,00.html

Spero di essere stato utile.
Ciao

Bassi Simone 12.08.05 19:02| 
 |
Rispondi al commento

non è per difendere la borrome, non la conosco... ma non si possono accusare un intero settore.

concordo invece molto con morena quando parla di responsabilità individuale.

Insomma è come se io dicessi che il web è malato solo perchè nulla impedisce ad un bambino di andare su un sito porno...

non è cosi, è piu complicato. non credo che la tua etica sia migliore della sua.

lei non stava convincendo nessuno, spiegava il suo pensiero. e tutti i post rivolti a lei, rileggeteli se non ci credete, contengono accuse.

perchè? perche guadagna un sacco di soldi? mica li ruba... peccato non ci sia, sarebbe interessante avere la sua opinione

stefano belli 12.08.05 18:58| 
 |
Rispondi al commento

Leila deve ancora nascere Ma sua madre, la senatrice Padme Amigala, dice:

"Ecco la libertà che muore tra gli applausi"

Una delle descrizioni della teoria dei colpi di stato migliori della storia del cinema. Una minaccia esterna, un uomo forte, proteggere i cittadini... vi ricorda qualcosa?

Non preoccupatevi, è solo un film americano di fantascenza :-)

Ho capito che vi piace dire Dart Fener e non Darth Vader. Chino il capo all'autarchia

Ciao

Dario

Dario Corallo 12.08.05 18:55| 
 |
Rispondi al commento

chissà forse lo leggerà dopo...
scrivo tutto ciò dopo aver letto accuratamente tutti i post a lei riferiti e le sue repliche... compreso il post iniziale
@morena borromeo

incredibile la sua difesa a spada tratta nei confronti della pubblicità... lo sa benissimo che proprio l'assoluta mancanza di etica della pubblicità ha causato effetti come obesità nei bambini (se potessimo fermarci qui che bello), turbe psichiche (quanta gente è costretta a lavorare molto di più di quello che occorrerebbe solo per soddisfare bisogni inutili e fuorvianti esaltati da appunto pubblicità prive di etica) e se vogliamo anche l'obbligo di lavorare per entrambi i genitori che poi sono "costretti" a volte a lasciare figli semi incustoditi, è stato generato da questo meccanismo perverso...
mi dispiace ma non riuscirà mai a convincermi che esiste una pubblicità "etica" solo perchè a volte viene definita come "informazione per gli acquisti"...
bha!!! mi dispiace anche che lei guadagni una cifra così considerevole in un lavoro tanto poco "nobile" ma si sà... onestà e nobiltà d'animo non hanno mai fatto soldi....
dorma pure sonni tranquilli finchè una massa di disperati (perchè se continua così arriveranno sicuramente) non penseranno che lei "ha dato fin troppo alla società" e le daranno una bella falce con cui continuare a creare reddito...
mi dispiace ma per me le sue sono braccia rubate all'agricoltura... mi dispiace solo che se mai succedesse una cosa così lei avrebbe risorse per abbandonare il paese ... dopo averlo "succhiato" per benino e lascierebbe a noi le incombenze...
Tutto ciò non è un attacco diretto a lei ma alla sua "infinita arroganza" che le permette di sputare in faccia redditi decisamente "grassi" facendo parte del meccanismo più perverso che ha cagionato danni enormi negli ultimi 30 anni...
Anche io reputo di avere un reddito decente... una figlia di 19 anni che mi adora e si è appena diplomata con un bel 91/100 al maxiscientifico, anch'io devo "trattare" con il marketing sviluppando applicazioni e siti web ma la mia "etica" è sicuramente maggiore della sua perchè lo spirito del web è sostanzialmente informativo... ma nel vero senso della parola.... la tv, la radio, i giornali sono strumenti che entrano prepotentemente nelle case... sopratutto dei più deboli...
dorma dorma...
.... e ... vista la situazione... perchè non si trasferisce adesso in inghilterra???
sarebbe bellissimo... magari nella city...

Davide Dalfiume 12.08.05 18:53| 
 |
Rispondi al commento

@stefano nastri

Cito la prima parte, xche' e' stata fonte del contradditorio, elegante o meno, che abbiamo avuto un po tutti con morena (che secondo me in fondo si e' anche divertita e un po' ci pigliava anche in giro dai :-D)

----
Ciao a tutti, concordo con il pensiero di Morena Borromeo, la responsabilità delle azioni sono di chi le commette. L' esempio dei cellulari ai ragazzini calza perfettamente. I genitori oggi non si prendono più le loro responsabilità(non tutti ovviamente)
----


Non parlo di te, sia chiaro sin d'ora eh, generalizzo.
Secondo me l'errore che TUTTI si commette e' questo. Responsabilizzare chi ? ma cosa ?
Io ti posso portare un esempio, il mio, non ho figli, ma due nipoti, grandicelli, 10 e 9 anni.

Bene uno di loro, la femminuccia, per la promozione mi ha chiesto il cellulare come regalo.

"NO" "NO" "NO" categorico fino alla nausea.
Ed e' andata bene, ho sfangato fino alla prossima,ok ? ci siamo ?

Molto bene, sappiate TUTTI, nessuno escluso, che sta per arrivare anche in Europa il cellulare per i bambini da 8 anni in su ...
Come la mettiamo ora ?
L'ha creato mia nipote il bisogno porcaccia miseria ?

Era questa la risposta che volevo.
Si e' parlato di psicologia, di strategie di comunicazione, e via discorrendo

Tutto bello, tutto limpindo, ma alla fine quello che si chiede e':
dato che cmq consumisti lo siamo e lo saremo a meno che il mondo nn giri al contrario, che ca220 di bisogno c'e' di continuare a bombardarci con sto popo' di messaggi ?
C'e' veramente necessita', o basterebbe solo un po' di ETICA, cosi come ho parlato in un mio post ?

That's it !!! :-D


Pero' x oggi ne ho la pa££ine piene di scrivere pero' :-D

Saluto tutti buon wend e buon ferragosto :-D

Hasta la proxima

Massimo Carboni 12.08.05 18:50| 
 |
Rispondi al commento

Ho recentemente acquistato tramite la carta di credito di mia sorella il DVD dello spettacolo di Beppe Grillo, dato che vorrei acquistare anche il telefonino di Skype ho scaricato il programma ma vedo che è un problema acquistare tramite la carta di credito di mia sorella una Master Card, ho provato a inserire i dati ma mi dice che non è possibile aquistare perchè non coincidono indirizzo e dati della carta... che strano ho provato diverse volte ma senza successo! C'è un'altro modo di acquistare senza la carta di credito... e se uno non ha un lavoro... o è un precario e non può avere una carta di credito?... Non è giusto che non ci sia un'altro modo di acquistare senza carta!... Spero che mi risponderete! W Beppe Grillo!

Ugo Caira 12.08.05 18:48| 
 |
Rispondi al commento

ho letto tutti i post.

Devo dire che io un po' la invidio la sig. ra borromeo, insomma, fa un lavoro che le piace. lo fa rispettando le regole professionali ed etiche.

Guadagna un sacco di soldi e con quei soldi vive sicuramente in modo piu libero perchè ha piu possibilità.

mi spiace che sia andata via sarebbe stato bello parlare ancora un po con lei senza tutti gli insulti che alcuni hanno fatto...

sembrava una tipa sveglia, magari aveva davvero qualcosa da insegnare... almeno a me.

alberto corsi 12.08.05 18:47| 
 |
Rispondi al commento

Questa mattina su radio3 ho sentito la solita discussione fra personaggi che occupano posti “alti” nel nostro panorama politico-sociale: Il solito giornalista, il solito politologo, e non ricordo chi più altro.


Tutti convenivano che la società italiana è malata, che la gente tende a richiudersi sempre di più in se stessa, che non esiste più rispetto delle regole o addirittura delle leggi: insomma che agli italiani manca una identità nazionale. Un ascoltatore al telefono ha addirittura definito gli italiani una massa di cialtroni.
Tutti cercavano di suggerire un rimedio: maggior cultura, più “sistema”, e tante altre cose.


Forse sarebbe stato meglio chiedersi il perché di tale degrado, se questo degrado esiste davvero, o se è qualche cosa che ci sta sommergendo, ma che non è ancora così totale come lo si vuol fare apparire, e forse contro il quale in molti si illudono di poter ancora lottare.


Se è vero che in una piramide il vertice sta su solo perché sotto, a sorreggerlo, c’è il corpo, secondo me, per rispondere a qualche domanda, bastava riandare indietro nel tempo e ripercorrere la storia del vertice della nostra società.


Proviamo. Cominciamo dal piano “solo” del generale De Lorenzo e della complicità di un Presidente della Repubblica. Non mi risulta che qualcuno abbia pagato. Poi troviamo la P2 con tutti i suoi iscritti di altissimo lignaggio, compreso il nostro attuale presidente del consiglio: tutte persone per bene, tutte in carriera, tutte con il loro potere. Poi troviamo Sindona, i suoi loschi e criminali affari e gli appoggi dorati del Vaticano e di Andreotti che andava dicendo che Sindona era il salvatore della lira e quindi dell’economia italiana: nessuno ha pagato il debito alla giustizia; quelli che sono morti, lo sono stati per ulteriore omicidio, come Calvi, lo stesso Sindona, l’assassino di Ambrosoli. Poi è arrivato il CAF, le ruberie di stato, tangentopoli, l’accumulo di un debito pubblico che è la vergogna nazionale. Anche qui hanno pagato i pesci piccoli. Gli altri, quelli che contano, nisba. Anzi, oggi sono addirittura glorificati. Oggi c’e’ il conflitto di interessi, c’è Previti, la corruzione di magistrati corrotti, uomini d’affari che si lanciano nelle più losche speculazioni, la Banca d’Italia che sorride compiaciuta. Anche qui, nulla di fatto. I processi durano decenni per portare i colpevoli a godere delle prescrizioni…


Ho dimenticato qualcosa? Certamente!


Credo che, comunque, sia legittimo chiederci: se tali sono i padri, come crediamo che possano essere i figli?


Ciao

Rodolfo Canaletti 12.08.05 18:45| 
 |
Rispondi al commento

BORROMEOOOOOOOOOOOOOOOOOO, non Ti imbarcare sul volo resta con noi a farci compagnia ad illuminarci con i tuoi consigli di vita ........

P.s: non ti incazzare , non avevo letto di Tuo marito mi riscuso.
Spero di riincontrarti fra tre o quattro giorni su questo blog .
ciao
buona vacanza

g.corti 12.08.05 18:44| 
 |
Rispondi al commento

Loro sono pieni di debiti e fanno la "bella" vita.
Io pago il mutuo e mille bollette e, se per sbaglio, UNA VOLTA NE DIMENTICO UNA, mi TELEFONANO e mi dicono...senta, ha la bolletta da 2 euro da pagare che scade tra 5 ore. Non l'ha ancora pagata. C'è un cecchino sul tetto del palazzo davanti al suo. Se si muove dal telefono è morto.

Ora, la FIAT è allo sfacelo...e l'operazione di Marketing di Lapo qual'è? La volete sapere? Una la sapete già, le felpe e, in accordo con electronic arts, le mette da scaricare in regalo a chi gioca a sim's 2. Ora, nella nuova espansione di sim's 2, Vivere di notte o una cosa simile, le skin delle macchine presenti saranno quelle delle auto del gruppo FIAT. Se hai una macchina bella il tuo personaggio virtuale si trova la donna VelinaModella(è una nuova razza, l'evoluzione della SOTTOspecie) e se la tr***a tutta notte. Se hai il panda, e vuoi divertirti, o vai a tr**e o stai a casa a farti le se**e.
La cosa terrificante? Gli sviluppatori del gioco hanno scritto a Lapo che doveva muoversi a dargli le skin delle auto, altrimenti non avrebbero fatto parte del gioco. Lui ha risposto (è vera) PREGANDO di ASPETTARE perchè era una COSA IMPORTANTE...
IMPORTANTE? Il gioco va in mano a tutte le età, ma è amato sopra ogni cosa dagli adolescienti e bambini. Dai 6 ai 16/17. Ora, pensate come può crescere un bambino che impara dal videogioche che se ha un 600 usato sarà SOLO, SFIGATO, SENZA DONNA per tutta la sua vita, destinato a diventare grasso, seduto su una poltrona con una birra, la canottiera sporca mentre si masturba guardandosi un porno...perchè ha un 600 usato. Magari farà comprare al padre una macchina migliore, perchè se no è un padre di merda sfigato che sarà lasciato dalla donna.

Triste, MOLTO triste.

Bassi Simone 12.08.05 18:44| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti.

"TU, tutti noi, DOBBIAMO essere piu responsabili. questo sistema non si cambierà da solo, verrà modificato dal basso, quando finalmente ci saremo svegliati." (Morena Borromeo)

Tu e G. Corti non siete in argomento.
Nella storia nessun sistema è stato modificato dal basso. Al limite dall'alto si è istigato al basso a fare qualche cosa. Forse sarà possibile finalmente con la Democrazia Diretta, ma avverrà fra 3 - 4 decenni, fra una o due generazioni.
Io ritengo che le televisioni pubbliche non debbano avere pubblicità perché la pubblicità vista dal televisore è molto persuasiva. Il televisore è infatti uno strumento che per molti viene usato per rilassarsi. Non per osservare attentamente se un prodotto è conveniente o no come si potrebbe fare in un centro commerciale.
Si potrebbe al limite fare della pubblicità sociale, contro l'abuso di fumo o droga, contro la criminalità, magari anche ironiche o ad effetto.
Nelle televisioni private (Mediaset in primis) per me potrebbero restare tutti i pocci che ti pare, ma nella Rai, che dovrebbe essere un bene comune, no.

Emilio Saad 12.08.05 18:44| 
 |
Rispondi al commento

Caro Virgilio,
vorrei sempre sentire interventi come il tuo, per quanto mi riguarda io ci sto!

Stiamo a scornarci tra destra sinistra anarchia ma la realtà è che ci facciamo la guerra tra poveri.

E se sono polemico è perchè sono stufo di chi ci insegna a vivere con 160.000 Euro all'anno di stipendio.

E non parlo per invidia perchè per vivere bene ed assicurare un futuro ai nostri figli, basta molto molto meno.

La Sig. Borromeo non può dare ricette senza avere uno spirito critico, la porche o lo yatch di Grillo non mi turbano, se avessi i soldi che ha lui o la Sig. Borromeo, lo farei anche io.

Quello che invece è indispensabile è il senso civico e i valori morali che nessuna cifra può comprare.

Dobbiamo insegnare questo ai nostri figli e di certo il MARKETING e i mostri che genera non ci aiutano a farlo.

Saluti

Andrea Spinazzolaquellovero 12.08.05 18:42| 
 |
Rispondi al commento

@Tommaso Lanzi

---
Giorni fa' ho telefonato ad alcuni amici di Genova, ed ho saputo che Beppe se la spassa su un Porsche Carrera (l'hanno visto con i loro occhi). Beato lui.
---

[Avvocato del diavolo mode on]

Bene, portaci le prove di quanto dici o dicono i tuoi amici.
Perche' io ti potrei dire che ho sentito con le mie orecchie il Berlusca che ammette di essere stato iscritto sin da ragazzo al PCI e lo e' ancora.
Te ci credi ed accetti pedissequamente ? :-D

[Avvocato del diavolo mode off]

Senza rancore eh :-D

Massimo Carboni 12.08.05 18:39| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, concordo con il pensiero di Morena Borromeo, la responsabilità delle azioni sono di chi le commette. L' esempio dei cellulari ai ragazzini calza perfettamente. I genitori oggi non si prendono più le loro responsabilità(non tutti ovviamente). Con i figli un rapporto bisogna costruirselo, non c'è automaticamente perchè si è i genitori. Che non ci sia rimasto tempo perchè abiamo degli orari da minatori non è tutta colpa nostra ma nessuno se ne preoccupa!
Un mio amico prima di fare un figlio si è creato una posizione economicamente stabile ha messo via soldi e quando la bambina è nata la priorità l' ha data a lei, e non al lavoro, dimezzando il suo orario o facendo attività redditizie a casa. Chiaramente comprendo che ci vuole una maturità fuori dal comune ma il punto è che noi ci lamentiamo di come sono le cose e le vorremmo aggiustare, cosa impossibile in questo contesto, in questa realtà. Ma si possono anche fare cose fuori da questa realtà. Non so voi ma io mi sento un po strano, vado a fare la spesa e stò attento a quello che compro, stò tre ore a leggere l' etichetta perchè non voglio mangiare puttanate e poi vedo una mamma con una figlia che, tutte e due saranno pesate 300 chili campeggiare nel reparto cereali, biscotti e comperare l' impossibile. E' vero che in tv l' informazione è fasulla, ti dicono che sono i grassi a far ingrassare e tutti fanno cose senza grassi ma pieni di carboidrati cosi ingrassi il doppio. Ma è nostra responsabilità sapere che alcune persone operano con cattiva fede, ma la maggior parte delle persone SE NE FREGA!! Per cui se sappiamo che la televisione fa cosi perchè cazzo dobbiamo starci davanti sempre!! O abbandonarci i nostri figli? Per cambiare le cose occorre fare sacrifici, e possono anche essere piacevoli se fatti con consapevolezza. Casomai sarà la signora borromeo ad avere la coscienza sporca per aver fatto sembrare una cosa al posto di un altra ma sono problemi suoi. Ogni tanto capita di prenderlo in quel posto, magari anche due volte...Ma alla terza o ti piace o sei imbecille. Ciao ciao

Stefano Nastri 12.08.05 18:36| 
 |
Rispondi al commento

E' così triste ammetterlo ..ma è vero.
Purtroppo anchio un pò lentamente mi sto accorgendo che ormai tutto fa marketing...tutto è per il commercio.
L'arte nel suo vero senso verrà lentamente abbandonata se non frutta.
E questo mi fa ricredere se far parte in futuro nel giro dei 'creativi' pubblicitari...
TRISTEZZA.

Sara Salvi 12.08.05 18:35| 
 |
Rispondi al commento

Giorni fa' ho telefonato ad alcuni amici di Genova, ed ho saputo che Beppe se la spassa su un Porsche Carrera (l'hanno visto con i loro occhi). Beato lui.

Pero' in lui c'e' coerenza, molta coerenza, infatti la Porsche non ci assilla con la sua pubblicita', marketing ecc ecc. Lui compra solo gioiellini motorizzati che fanno pochissima pubblicità.

Avete mai visto la pubblicità di un Riva, o un Cranchi motor yacht? Mai! E li cambia spesso, perche' motore nuovo inquina di meno.

Speriamo che anche lui si avveda del mostruoso essere a otto zampe che lo ha avvinghiato e cominci a pensare seriamente di vendersi la Porsche e comprare...che ne so' ... la Twingo di Greepaece o un'automobilina ad aria compressa. La tecnologia non manca in tal senso.

Tommaso Lanzi 12.08.05 18:35| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, rivolgo questo mio post a Morena Borromeo di cui rispetto la professione e la professionalità con cui ha risposto finora.
Il problema attuale è che veramente non ce la si fa più ad andare avanti. Io lavoro nel settore metalmeccanico da circa 15 anni e mi occupo di ricerca e sviluppo per il gruppo automobilistico italiano. La situazione è veramente critica: mancano i progetti, i soldi e la cassa integrazione per la prima volta ha colpito il cuore della FIAT: La direzione tecnica (gruppi di progettazione e sperimentazione).
In Italia si ha la grande abitudine di comprare quello che ci viene presentato come il "Meglio". Peccato che questo faccia orientare i consumi verso i prodotti esteri (non sempre qualitativi migliori di quelli italiani) e fa sì che i flussi di produzione e di cassa ne risentano negativamente.
In francia ed in germania sono molto più nazionalisti comprando, anche consapevolmente, prevalentemente i prodotti nazionali.
Noi invece basta viaggiare sulla Mer...es, B.W, M..i, A..i, V.......n, ecc.
In europa in genere quando il popolo decide di scioperare per una ingiustizia, lo fa a data aperta e non interrompe la lotta fino a quando non si riesce ad avere quello che si vuole.
Noi invece ci aumentano il gasolio di 30 centesimi e continuiamo ad andare al distributore con la banconota da 10 o 20 euro (peccato che il controvalore è diminuito notevolmente).
Non abbiamo mezzi alternativi all'auto (scusate se menziono sempre lo stesso esempio, ma è quello di cui sono meglio informato).
Cerchiamo di mirare i consumi verso quei prodotti "bassi o alti" degli scaffali dei supermarket, andiamo alla ricerca dei prodotti a marchio distributore (sicuramente meno pubblicizzati e quindi senza i gravami che vanno nelle tasche dei vari divi della tv o dello sport).
Altra nota dolente sono le vacanze:
io in pratica non me le posso permettere tutti gli anni e le faccio ad anni alterni.
Rivolgo un invito ai vari proprietari (multinazionali) dei villaggi turistici:
L'anno scorso sono stato in vacanza in Calabria e mi hanno fatto pagare oltre la quota del residence (750 Euro per una settimana) la bellezza di circa 350 Euro per le seguenti voci:
tessera club
forfait consumi (acqua luce e gas 4 quote anche per i bambini di 6 e 3 anni).
Non ho ancora capito come si fanno a consumare 130 Euro in una settimana di acqua luce e gas......
Spero che si possa fare veramente qualcosa per cambiare questo nostro belpaese e sono assolutamente convinto che la strada è sì in salita, ma non è cambiando (egoisticamente nazione o regione o continente) che si aiuta la collettività. Gettiamo le basi per i nostri figli.
Comunque sia non perdiamo la speranza e cerchiamo di indirizzare (qualora fosse possibile e non ci siano strategie mirate di alternanza tra i poli, visto che si sta così bene al governo e che l'effetto loctite non riesce a scollarli dalle poltrone nemmeno con le cattive) il voto verso persone che possano fare realmente i nostri ed i loro interessi e non solo i loro.
Se ci uniamo tutti insieme potremmo veramente generare un bel movimento civile e civico.
Un'ultima proposta: ma sono veramente necessari tutti sti maganafranco a tradimento?
Perchè negli USA sono molti di meno? (ovvio che nemmeno lì le cose funzionano molto meglio).....
Buone vacanze e buon ferragosto a tutti.

Virgilio Zullo 12.08.05 18:32| 
 |
Rispondi al commento

Ho inserito per sbaglio le virgolette uncinate e si è mangiato il mio post pensando che fosse un tag html...se lo recupero lo riposto, scusate l'inconveniente...

Valerio S 12.08.05 18:29| 
 |
Rispondi al commento

X Valerio,

non ho capito cosa vuoi dire...

Andrea Spinazzolaquellovero 12.08.05 18:28| 
 |
Rispondi al commento

@Morena

spero di fare in tempo, ho trovato la tua risposta solo ora, mi era sfuggita, perdonami
Peccato avrei voluto approfondirla, alla prossima.

Buone vacanze :-D

(io nn mi incazzo se nn ne ho veramente motivo :-D)

Massimo Carboni 12.08.05 18:28| 
 |
Rispondi al commento

Ma prego,
quando vuoi tornare allo zoo, fai pure.

A dimenticavo, portaci le noccioline la prossima volta.

HU HU HU...

Andrea Spinazzolaquellovero 12.08.05 18:25| 
 |
Rispondi al commento

>>Personalmente non mi sento un TARGET ma un individuo, se compre un paio di scarpe firmate sono consapevole di quello che faccio e non lo faccio di certo perchè mi convincete voi.>, parola che noto con rammarico essere sconosciuta ai più.

*ignoranti nel senso che ignorate come funzionano certi meccanismi (se non lo specifico ancora pensate che vi sto insultando...)

Valerio S 12.08.05 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Ultimo post di di morena

Hanno finalmente chiamato il mio volo.

Spengo il pc e me ne vado in vacanza con la mia bambina... divertitevi, non incazzatevi troppo e grazie per la compagnia, è stata la mia prima discussione in un forum :-)

baci a tutti

NOTA PER quel deficente di corti, spero che tu abbia il mal di pancia stanotte, mamma quanto mi hai fatta incazzare!!!!!!!!!

morena borromeo 12.08.05 18:23| 
 |
Rispondi al commento

g. corti

devi rilassarti, questo è il sistema nel quale viviamo, vi sono i lati positivi e quelli negativi. la pubblicità te la vedi come un demonio, io la considero come un servizio per i cittadini.

da che vi sara' commercio vi sara' sempre pubblicita'. e' sempre stato cosi' e sempre sara' cosi.

E' fastidiosa, ci interrompe i film, tutto quello che vuoi, ma demonizzarla come fai tu mi sempra una cosa pazzesca.

Tommaso Lanzi 12.08.05 18:20| 
 |
Rispondi al commento

PER corti

sei davvero, ma davvero un idiota

lo avevo gia scritto e lo sapevi. sei piccolo.

Non mi scrivere piu, perchè se speri di avere l'ultima parola con me sbagli

e di grosso anche.

morena borromeo 12.08.05 18:19| 
 |
Rispondi al commento

@g.corti

Un po' pesante il tuo tipo di ironia, obiettivamente.

Al di la di quello che poi ha detto Morena.

Rileggendoti eh :-D

Cordialita' :-D

Massimo Carboni 12.08.05 18:19| 
 |
Rispondi al commento

----------
"TU, tutti noi, DOBBIAMO essere piu responsabili. questo sistema non si cambierà da solo, verrà modificato dal basso, quando finalmente ci saremo svegliati."
----------

Sono daccordo, e quando questo accadrà non ci sarà più bisogno del MARKETING.

Mi sa che stai saltando il fosso...

Andrea Spinazzolaquellovero 12.08.05 18:19| 
 |
Rispondi al commento

>Ma torno a ripetere, non è insultando
>me o la mia categoria che si risolvono le cose

Premesso che io non insultavo dicevo che non ci sono regole ed è una mancanza (del sistema).

E' un insulto?

Cio
Ste

Stefano Tosai 12.08.05 18:18| 
 |
Rispondi al commento

x borromeo

e poi basta !

se è vera la vicenda di Tuo marito , me ne scuso
non era mia intenzione e non sapevo - perdonami ( un pò di ironia pensavo non guastasse)

g. corti

g.corti 12.08.05 18:17| 
 |
Rispondi al commento

E' tutto vero o più umilmente ovvio.
Ma la prima cosa a cui ho pensato una volta letto il post è stata, -Sono stanco-.
La nostra economia ritorna nel passato, i nostri mezzi di comunicazione, tecnologicamente più avanzati, sono anche sfruttati male in modo più avanzato.
Tutti hanno delle possibilità, ma dietro ognuna di esse si nascondono infinite clausole.
Sono stanco, di sentirmi in colpa, quando faccio un lavoro che ormai odio, che divora tutto quello che sono, che divora ogni possibilità che ho di alzare lo sguardo.
Sono stanco, di non poter sapere di più, perchè ciò che devo sapere scorre in fretta facendo gincana tra cumuli di segatura.
Sono stanco di non poter fare ancora lo scrittore, mi renderebbe immensamente felice e forse mi cederebbe qualche lacrima di tempo.
Sono stanco di vivere la giornata e comunque sentirmi in colpa se non faccio una donazione.
Sono stanco del "tutto va male" e di persone che continuano a dire quello che non sono, di controllare e ricontrollare sempre tutto affinchè qualcuno non trovi uno spiraglio e se ne approfitti continuando dall'altra parte però a metterti una mano sulla spalla concordando con te che è un mondo di disonesti, di percepire ogni giorno come il lunedì mattina e di vivere nella continua speranza.
Se è colpa mia, voglio sapere perchè, altrimenti non voglio più sapere niente.
Le aziende rubano, gli imprenditori spostano il lavoro in cina, gli operai scioperano a vita, gli oneri sociali sono alti, i sindacati non si ricordano più perchè erano nati, i politici non fanno nulla, o troppo nell'altro senso, la chiave di tutta questa accozzaglia insensata è che alla fine, siamo tutti stanchi ed è colpa di tutti e di nessuno.

Paolo Ghion 12.08.05 18:16| 
 |
Rispondi al commento

Il discorso dell'educazione dei figli è giusto e sacrosanto, ma non è una soluzione è una difesa... ci sono tante fasce deboli che subiscono lavaggi del cervello (pensiamo al super enalotto), spesso chi ci si rovina sono dei poveracci che "non ci arrivano".

Proprio per questo vi sto rompendo le palle sulla responsabilita individuale. Sta agli strafottuti genitori insegnare queste cose... non è realistico pensare che sia la pubblicità o una qualsiasi istituzione a farlo.

E troppo COMODO... la nostra è una società intorpidita. Compriamo l'insalata gia lavata perchè è comodo, parcheggiamo i figli davanti alla tv cosi non rompono le scatole.

TU, tutti noi, DOBBIAMO essere piu responsabili. questo sistema non si cambierà da solo, verrà modificato dal basso, quando finalmente ci saremo svegliati.

Ma torno a ripetere, non è insultando me o la mia categoria che si risolvono le cose

morena borromeo 12.08.05 18:16| 
 |
Rispondi al commento

non abbassarti al suo stesso livello, ignoralo.
x lanzi

Basta leggere i suoi commenti per rendersi conto che tipo di persona sia g.corti.
---------------------------
Scusa Lanzi , che Tipo di persona dovrei essere,
ho solo il torto di non farmi abbindolare da Personaggi come la BORROMEO. Che vogliono convincerci che loro (pubblicitari) sono bravi e fanno il loro dovere e noi con la lingua a tappetino dobbiamo scodinzolare e dire sempre di si e vivere felici e sorridenti nel magnifico mondo di "pubblilandia".... dai un pò di amor proprio ....
ciao

g. corti 12.08.05 18:13| 
 |
Rispondi al commento

@Morena

Ti avevo scritto in un messaggio che a volte si trolleggia un po', e' la natura della Rete, non accettare le provocazioni, anche quando sono particolarmente violente.

Fidati di un informatico :-D

PS Cmq mi sei in debito di una risposta, forse mi e' sfuggita ? :-D

Massimo Carboni 12.08.05 18:13| 
 |
Rispondi al commento

g.corti

Il tuo messia Grillo gira per Genova a bordo di un Porsche Carrera. Lui è la prima vittima di questo sistema mostruoso. Dobbiamo fare qualcosa per Beppe

Tommaso Lanzi 12.08.05 18:12| 
 |
Rispondi al commento

@Borromeo

>Eppure noi siamo colpevoli, perchè fumiamo
>sapendo che ogni sigaretta ci accorcia la vita.

>Cogli l'ironia di tutto questo????
>tutti sanno che fumare fa male

Ti ringrazio per aver risposto.
Io ponevo l'accento sul fatto che è evidente che in certi casi le leggi del mercato non bastano, per diversi motivi (le sigarette sono un esempio).

Secondo me sarebbe giusto vietare di pubblicizzare le sigarette (la cui influenza cade molto in fasce deboli)...
certo se non fosse possibile pubblicizzare prodotti nocivi all'uomo (le sigarette sono l'emblema ma non l'unico) quando si finisce?

Allora anche le microonde del cellulare scaldano la testa e forse fanno venire i tumori (come per le sigarette) magari lo dimostrano in 50 anni, intanto...

Il discorso secondo me è chiaro, oggi regole non ce ne sono, ma qualcuna ci dovrebbe essere secondo me!

Il discorso dell'educazione dei figli è giusto e sacrosanto, ma non è una soluzione è una difesa... ci sono tante fasce deboli che subiscono lavaggi del cervello (pensiamo al super enalotto), spesso chi ci si rovina sono dei poveracci che "non ci arrivano".

In sintesi:
Ci sono cose pericolose che non si potrebbero publiccizare perchè possono portare alla rovina.

Grazie Ciao
Ste

Stefano Tosai 12.08.05 18:11| 
 |
Rispondi al commento

@olga

Tutto mio, alla prossima buon wend e ferragosto anche a te :-D

Massimo Carboni 12.08.05 18:10| 
 |
Rispondi al commento

PER quell'imbecille di corti

sei uno stupido, te lo hanno mai detto?

a proposito di mio marito: come gia detto è morto lo scorso anno di leucemia e credo che questo pensiero maligno ti sia costato la salvezza dell'anima... che peccato

morena borromeo 12.08.05 18:10| 
 |
Rispondi al commento

Cara Morena, che dire l'ultimo tuo post potremmo intitolarlo così:
"Quando i manager si tolgono la giacca"... tornano ad essere le personcinepiccole che sono.

Che bello, ora che giochiamo a carte scoperte c'è più gusto.

Almeno sappiamo davvero tutti con chi abbiamo a che fare realmente.

Che io ed altri fossimo stronzi ed incazzati si capiva fin dall'inizio, tu invece ci hai messo un po ma poi sei venuta fuori ALLA GRANDE.

Forza Morena!

Andrea Spinazzolaquellovero 12.08.05 18:08| 
 |
Rispondi al commento

@ morena borromeo

non abbassarti al suo stesso livello, ignoralo.
Basta leggere i suoi commenti per rendersi conto che tipo di persona sia g.corti.

Tommaso Lanzi 12.08.05 18:07| 
 |
Rispondi al commento

x borromeo

No basta , sto perdendo tempo con te .

Compatisco quel santo di Tuo marito , se ancora resiste .........

Se non ce la fa più ho un letto a casa mia che avanza ....

FINE DELLE TRASMISSIONI

g.corti 12.08.05 18:07| 
 |
Rispondi al commento

L'energia presente sul nostro pianeta e' di due tipi, energia residua dalla nasciata del nostro pianeta ed energia prodotta dal sole. Questa seconda poi si puo' dividere in energia immagazzinata come il petrolio per es che e' il risultato di una serie di passaggi a partire da antiche foreste (quindi piante che crescono grazie all'energia solare) ecc. (scusate eventuali piccole imprecisioni), e quella che possiamo direttamente prendere dal sole.
Quella proveniente dalla nascita della terra per esempio e' l'energia atomica ma non solo.
Bene l'energia non "solare" e' una quantita' limitata per propria natura non rinnovabile, quella del sole e' una qunatita' data dalla produzione giornaliera del sole.
Per quello che riguarda i materiali poi quelli sono e non c'e' posto dove andarli a prendere per ora se non la terra.
E' evidente quindi che quando noi compriamo macchine e telefonini che durano 3 anni, quando poi li rottamiamo buttiamo con loro i materiali e l'energia necessari a produrli questo spreco che noi facciamo riduce le capacita' delle future generazioni di produrre la stessa cosa. Il petrolio sta finendo, per alcuni scienziati in 20 anni sara' talmente costoso che nessuno si sognera' di usarlo per andare in giro in macchina, ecc.
Funziona questo sistema dei bisogni indotti? Dello spreco per aumentare la produzione?
non credo.
@ Borromeo
Ti volgio bene

LUIGI NAPPI 12.08.05 18:05| 
 |
Rispondi al commento

sarà anche vero, anzi lo è: ma non ne posso più di persone che mi dicono ciò che devo e non devo fare, quello che è giusto o più giusto per me e per la mia città o regione o nazione.
se si vuole discutere si discute : di argomenti e non di quello che si rifà crescere i capelli o che è gay : a r g o m e n t i.
cose che si posso no e si devono fare.
ci sono quelli che neanche con 300 stipendi si compreranno casa, perchè di stipendi non ne hanno, o perchè costretti a lavorare in nero e quindi senza nessuna busta paga: non possono nemmeno impiccarsi con l'aiuto delle finanziarie
perchè non hanno diritti. i diritti li avrebbero se finissero in galera ( con il reinserimento magari in qualche cooperativa ) o se fossero extracomunitari ( meglio se rifugiati o profughi).gli altri ,che non vedete perchè si vergognano , non si fanno intervistare, non hanno il coraggio di denunciare la propria situazione di disagio e sofferenza, ripeto questi avrebbero voglia di fare, ma sono impediti. è chiaro che ai più, che tengono convegni e spettacoli, che non si privano di niente e di nulla, che potrebbero aiutare il prossimo, questo prossimo che non vuole gli aiuti della caritas o il pagamento delle bollette, vuole poter costruire o ricostruire un futuro per sè e per gli altri: bisogna ricordarsi che la ruota gira e i tempi cambiano e a volte anche in peggio: se c'è malumore possono accadere cose brutte: ci sono state rivoluzioni, confische, ghigliottine e plotoni di esecuzione e anche linciaggi ...in passato ...60 anni fa o giù di lì e più recentemente lanci di monetine.
non basta mandare a casa o a lavorare ( ci manderei prima chi ne ha veramente bisogno ) i politici: ci vogliono idee e come per altre cose ...bisogna tirarle fuori. non basta denunciare e far sapere o vomitare improperi e parolacce, meglio far uscire dalla propria bocca idee e proposte.

simona farci 12.08.05 18:05| 
 |
Rispondi al commento

@ carboni!

concordo!!
anche nel fatto che essere borderliner porta a poco ed e' anche poco comodo :D
d'altra parte se fai certe scelte ti ci ritrovi, eccome!!

e' stato un piacere scambiare 2 parole: alla prox e buon fine settimana

olga bernardi 12.08.05 18:05| 
 |
Rispondi al commento

x tommaso lanzi,
non ho scritto quello che dici ......

ti stai confondendo con qualcun'altro, mai parlato di Romania ....

ciao

g. corti 12.08.05 18:03| 
 |
Rispondi al commento

per corti

no CORTI, sono maleducata e stronza solo con te.
hai questo privilegio.

io ho già un lavoro, non devo cambiarlo.
se mi mandi il tuo cv posso chiedere se hanno bisogno di qualcuno per le fotocopie in ufficio.

Ti prego rispondimi, mi piace davvero insultarti

morena borromeo 12.08.05 18:02| 
 |
Rispondi al commento

@Borromeo

le sigarette?
Cosa ne pensi del mio post (ho cambiato firma perchè mi hanno tagliato sono Stefano T)

>avremmo una parola italiana per indicarlo.
Promozione commercia un po' subliminale.

Che dici?

Ste

Stefano Tosai 12.08.05 18:01| 
 |
Rispondi al commento

g.corti

In qualche post precedente ho scritto che la nazione che fa' per te era la Romania. Adesso mi viene da pensare che anche in Romania abbiano difficolta' a tollerarti.

Se non ti piace il sistema capitalistico emigra altrove, le tue affermazioni da anarchico con le frasi gia' fatte non fanno altro che allontanare la gente dal tuo pensiero. Vai Togliattigrad!

Tommaso Lanzi 12.08.05 18:00| 
 |
Rispondi al commento

arrivo tardi e posso solo dire a rigurdo che se una volta erano i bisogni a creare la pubblicità oggi sono le pubblicità a creare i bisogni...

matteo peruffo 12.08.05 18:00| 
 |
Rispondi al commento

@ Maria Adele

Grazie e complimenti per i tuoi post e tra gli altri per quello

Postato da: Maria Adele Del Vecchio il 12.08.05 16:33

In modo semplice e chiaro riesci a spiegare cose complesse.

@ Borromeo

nutro rispetto per tutte le persone, la loro dignità e la professionalità.

Il mio precedente intervento prendeva spunto dai tuoi per riflettere più in generale sul mondo della pubblicità e del profitto esasperato.
Nient'altro che questo.

federico cimmaruta 12.08.05 18:00| 
 |
Rispondi al commento

@olga

---
gia', penso anch'io che ci metteremo tanto tanto tempo, ma l'umanita' segue da sempre queste vie di cambiamento ed accellerarle a poco serve.
---

No, certo e' lo stesso meccanismo evolutivo, anche volendo di tutela, che ce le permette.
Certo io a brevissimo nn vedro' grandissimi cambiamente, soprattutto se nn si muove + foglia, ma qualcosa sta scricchiolando, si sente :-D

----
circa il quello che si puo' fare adesso? molto, penso! penso al boicottamento di merci a noi non necessarie
----

Certamente, hai ragione.
Tu lo puoi fare, io lo posso fare, ma per arrivare al milione di persone rompicoglioni che dicevo, come se fa ? :-D
E' questo il problema.
E per tornare al discorso dei meccanismi markettari (mi si perdoni la parolaccia :-D) mica semplice raggiungere il milione di rompicoglioni se c'e' il bombardameto mediatico (unsolicited, lo tratto alla stregua di junk-email), di ogni ordime e grado, che c'e' ?

E, perdonami, puo' essere una scelta, ma a volte essere borderline porta poco lontano, ne converrai.

Massimo Carboni 12.08.05 18:00| 
 |
Rispondi al commento

Stefano T

le sigarette sono un esempio dell'abominio in cui in qualche modo viviamo.

fanno male, causano il cancro. lo sanno tutti.
Eppure lo stato non le vieta, ed è colpevole
Eppure la pubblicita indiretta è consentita, ed è colpevole.
Eppure la pubblicità viene fatta, ed il mio settore è colpevole, specialmente perchè il 50% dei ragazzini in italia inizia a fumare quelle piu pubblicizzate con il logo rosso.
Eppure noi siamo colpevoli, perchè fumiamo sapendo che ogni sigaretta ci accorcia la vita.

Cogli l'ironia di tutto questo???? tutti sanno che fumare fa male eppure si fuma. La mia opinione è che se queste sono le condizioni in cui viviamo dobbiamo:

A) difenderci, educando i nostri figli a pensare con la loro testa.

B) attivarci ognuno per il suo specifico settore per non aggiungere legna a questo fuoco.

Io in piccolo cosa posso fare?

A) posso scegliere di non fare pubblicità che abbiano come target i bambini o prodotti nocivi o sui quali comunque ho delle riserve.

B) posso educare la mia isabella ed insegnarle a capire cosa è fumo, insegnarle a osservare bene cosa si trova sotto la superficie. Se decide di fumare faccio di tutto per dissuaderla, se non basta la porto da mio papà, che è chirurgo, e le faccio vedere un polmone, vero, colpito da tumore. Mio papà mi ha fatta smettere cosi.

Se tutti i miei colleghi facessero cosi, parlo di comunicazione adesso, indubbiamente sarebbe un mondo piu piacevole.

Ho risposto alla tua domanda?

morena borromeo 12.08.05 17:59| 
 |
Rispondi al commento

x borromeo

COMPLIMENTI !!!
maturità e soprattutto ironia !

che il mondo della pubblicità partorisca gente come Te adesso è una conferma .

cosa mi dovevo aspettare in fondo .......

Prima appari come la brava professionista e madre di famiglia, poi Ti scopri maleducata e anche un pò stronza.

E' chiaro ,
PUBBLICITA' = apparire e non essere

Continua così , verrà un giorno in cui dovrai trovarti un lavoro vero !
ciao
buona serata


g. corti 12.08.05 17:59| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, nel tuo intervento fai un'accusa molto forte parlando di marketing di guerra e morti di marketing. Penso sia giusto aritcolare meglio questo concetto e darne una chiara spiegazione.
Per quanto riguarda il consumismo come causa unica dei mali dell'Italia, mi sembra un argomento molto populista. Io credo che il consumismo non sia la causa dell'essersene andati a fare in culo, bensì l'effetto di un paese senza un'indole propositiva.
Poi sentir dire che il marketing è la causa della mancanza di innovazione in Italia, mi fa pensare che stai o usando i termini in modo errato, o parlando senza cognizione di causa. Se la produzione in Italia fosse veramente trainata da logiche di marketing (soddisfazione dei bisogni e dei valori dei consumatori in un'ottica di concorrenza), adesso non ci troveremmo a presidiare unicamente settori maturi (calzaturiero, tessile e auto) ma magari avremmo investito in altro. Se davvero i nostri dirigenti fossero abili markettari, il nostro turismo non perderebbe quote a favore di altri paese del mediterraneo. In Italia è difficile trovare chi faccia vero marketing, ovvero cerchi di fornire un'offerta differenziante in risposta alla domanda (che ovviamente non sempre è spontanea ma viene anche stimolata). Invece la pochezza delle idee sia nelle offerta che nella domanda, spinge a spremere al massimo le usuali abitudini di consumo, tra cui i vestiti alla moda (come l'outlet di cui parlavi ieri), la telefonia mobile o tutto il product placement che viene propinato nei reality.
In conclusione, io credo che se l'Italia fosse un paese protgonista di una vera evoluzione culturale, non saremmo assoggettati ad un consumismo di provincia, ma avremmo una coscienza di consumo maggiore, senza la necessità di demonizzare o declassare il marketing.
Questa è l'ultima, prometto. Dici che non si sa che cavolo voglia dire marketing: se in Italia ci fosse un sostrato culturale idoneo a comprenderne il vero significato e non le distorsioni populistiche/consumistiche che ti piace fare, avremmo una parola italiana per indicarlo.

Luca Marchi 12.08.05 17:58|