Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Etica e politica

  • 1655


Antonio Di Pietro.jpg


Ricevo questa lettera di Antonio Di Pietro in cui aderisce alla nostra iniziativa di Parlamento Pulito e propone un codice etico per l’Unione.


“Caro Beppe,

i vizi, le anomalie, le indecenze che puntualmente tu denunci sono le ragioni che mi hanno portato ad impegnarmi in politica. Vorrei fare qualcosa per portare una ventata di pulizia e legalità nelle istituzioni, nel Parlamento e nelle attività economiche.
Ed è proprio questa la motivazione per cui ho aderito al tuo appello per un “Parlamento pulito”. E’ necessario però che i partiti raccolgano il nostro invito e non facciano, come al solito, “orecchie da mercante”.
Come fare per sollecitarli? Nei confronti di quelli della “Casa della Libertà” (provvisoria, come li chiama Travaglio) non so proprio. Con riguardo ai politici dell’Unione voglio provarci e lancio una proposta, che è anche un po’ una cartina di tornasole rispetto alla loro reale volontà. Eccola.

Il prossimo 16 ottobre ci sono le Primarie dell’Unione, ove diversi candidati (Prodi in testa, ma ci sono anch’io) si propongono come leader del centrosinistra.
Proponiamo ad essi l’adozione di un “codice etico minimo", da attuare (si badi bene) come regola interna da valere prima delle elezioni e non solo come un generico impegno per il dopo (fidarsi è bene, non fidarsi è meglio, dopo le tante fregature di questi ultimi tempi).
Ecco la proposta, in pillole ed in estrema sintesi (quella completa, di ben 102 punti può essere letta sul sito www.antoniodipietro.it):

Per dare trasparenza e ridurre i costi della politica:
- vietare ai condannati con sentenza definitiva di potersi candidare al Parlamento né di poter assumere incarichi di Governo locale o centrale…

Per riportare legalità nelle attività economiche e d’impresa:
- vietare amnistie, indulti, prescrizioni e condoni per ridare “certezza del diritto”…


Per garantire trasparenza negli organi giudiziari e di controllo:
- impedire ai dirigenti degli enti di controllo (Consob, Banca d’Italia, Autorità di qualsiasi natura) di assumere per almeno 5 anni impieghi o consulenze retribuite dalle aziende già sottoposte al loro controllo…

Per difendere i diritti dei consumatori e dei piccoli risparmiatori:
- istituire un’apposita Authority” per tutelare, attraverso la “class action”, le categorie più a rischio di truffe ed ingiustizie…

Saranno capaci quelli dell’Unione di mettere al primo posto del futuro programma di governo il predetto “patto etico”? Io l’ho consegnato da tempo (nella versione integrale di tutti i 102 punti) a tutti i leader dei partiti.
Finora nessuno mi ha risposto. Qui gatta ci cova. Anzi, ci ha già covato, visto che stanno arrivando personaggi alla De Michelis, Pomicino, e da ultimo -ultimo uovo della giornata - anche quel tal Rocco Salini, fino a ieri senatore di Forza Italia e proprio oggi passato all’Udeur, personaggio che io ricordo bene perché è stato a suo tempo condannato con sentenza penale passata in giudicato per corruzione ed altri reati e per questo dichiarato decaduto dalla magistratura e dal ruolo di consigliere regionale per indegnità morale.

Forse è bene che – alle prossime primarie – i cittadini italiani si rendano conto che non basta piu’ votare per “partito preso”, ma è necessario anche scegliere delle persone di cui ci si può fidare. Altrimenti corriamo il rischio di cadere dalla padella alla brace!
Chi ci sta, batta un colpo, la mia email è: dipietro@antoniodipietro.it

Antonio Di Pietro – Italia dei Valori.

29 Set 2005, 13:23 | Scrivi | Commenti (1655) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 1655


Tags: parlamento-pulito

Commenti

 

non facciano, come al solito, “orecchie da mercante”.
Come fare per sollecitarli? Nei confronti di quelli della “Casa della Libertà”

comprare mi piace facebook Commentatore certificato 29.09.15 00:56| 
 |
Rispondi al commento

A che punto siamo... 102... ministri e sottosegretari !!! Saldati alla cyanolite sulle loro poltrone. Di Pietro... il genio della lampata.

Governo Mina : parole, parole
Facciamolo saltare prima che il Lupo perda il pelo.

don vito Commentatore certificato 21.04.07 23:10| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe sono uno dei tanti cittadini delusi da questa politica e questo tuo blog e' l'ultima mia chance.Sono pienamente d'accordo con te quando dici nei tuoi spettacoli che i politici sono nostri dipendenti e come tali dovrebbero guadagnare.Invece scopriamo stipendi da nababbo e cosa ancor piu'grave pensioni da favola.E'uno schiaffo a chi lavora tutta una vita come mio suocero per Eur 1200.00 al mese.Non voto piu' da diversi anni perche' non credo piu'a niente e a nessuno.Ho scoperto con piacere che l'on.Di Pietro ha restituito Eur. 20.000 a lui inviati dalla Soc.Autostrade come finanziamento al suo partito cosa che altri partiti non hanno fatto.Che sia una mosca bianca in tutto questo mondo di chiaccheroni farneticanti? Condivido molte delle tue opinioni ma secondo me sei troppo onesto per fare il politico,resta il grande comico che sei e ti auguro tutta la fortuna che meriti.Ciao Maurizio

maurizio vitali 13.03.07 21:36| 
 |
Rispondi al commento

da un "grillo Manfredoniano":

Cirino pomicino è ancora tra noi e ne ha scampata un'altra.
Ha usato la grande legge ex-Cirielli per poter mandare in prescrizione la giustizia!

Dio mio ho solo 30 anni cosa mi riserva ancora il futuro.
Di Manfredonia e della nostra bella italia cosa ne sarà?!

Legge qui per riferimento sulla notizia
http://www.manfredonia.net/index.php?s=2&a=1&id=7382&c=&m=&i=21

Gialuca Iaconeta 14.11.06 02:03| 
 |
Rispondi al commento

da un grillo Manfredoniano:

Cirino pomicino è ancora tra noi e ne ha scampata un'altra.
Ha usato la grande legge ex-Cirielli per poter mandare in prescrizione la giustizia!

Dio mio ho solo 30 anni cosa mi riserva ancora il futuro.
Di Manfredonia e della nostra bella italia cosa ne sarà?!

Legge qui per riferimento sulla notizia
http://www.manfredonia.net/index.php?s=2&a=1&id=7382&c=&m=&i=21

Gialuca Iaconeta 14.11.06 01:59| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE!!!!!!
TI VORREI FARE UNA DOMANDA.
O apeena compiuto 18 anni e frà poco dovrò votare, il problema e che non sò a chi cazzo votare.
Non sò quale e la merda più piccola tra quelle candidate e sicome vorrei essere partecipe alla costruzione di una nuova italia che sia rispetata in tutto il mondo TI PREGO DAMI UNA MANO.
TUTTO SAREBBE PIU' SEMPLICE SE TI CANDIDASSI TU'.

GRAZIE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

fanaristefano 07.03.06 17:36| 
 |
Rispondi al commento

Ho postato un mio articolo sull'etica ha questo indirizzo:
http://www.andreapilotti.com/promozione_sito/la-comunicazione-etica

Saluti

Andrea Pilotti

Andrea Pilotti 28.01.06 17:59| 
 |
Rispondi al commento

SCUSATE, MA QUESTE NOTIZIE SI D-E-V-O-N-O DARE anche se ci fanno male.

Vi comunico che il "paladino della legalità" Antonio Di Pietro, quello "per la pace senza se e senza ma", quello "assolutamente contro il ponte sullo stretto di Messina", quello che vuole fare "pulizia" nella politica italiana e punta sempre il dito contro gli altri, non solo ha nominato la moglie assessore al comune di Bergamo, l'amica assessore al comune di Bologna ecc. ecc. scatenando un putiferio nel suo partito e dimissioni a centinaia tra gli onesti che gli avevano creduto, MA ORA NE HA COMBINATA UNA DEGNA DELLA STAMPA NAZIONALE.

Sappiate che dopo aver candidato nella sua lista alle politiche con "nonchalance" qualche persona MOLTO chiacchierata nella città di Gioia Tauro (dico Gioia Tauro, Calabria), adesso non ha esitato un attimo ad accogliere con tutti gli onori (sempre in Calabria) un personaggio che in teoria dovrebbe essere l'antitesi del dipietrista: nientemeno che l'ing. AURELIO MISITI, ex Presidente - nominato da Silvio Berlusconi in persona - del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, ex assessore regionale calabrese ai Lavori Pubblici nella recente giunta Chiaravalloti (Forza Italia), NON EX MA ANZI ATTUALISSIMO GRANDE SPONSOR DEL PONTE SULLO STRETTO DI MESSINA.
Misiti ha aderito ufficialmente ad Italia dei Valori, e probabilmente sarà uno dei capilista alle prossime politiche nella circoscrizione calabrese per la lista dipietrista.

ALLA FACCIA DEL BICARBONATO DI SODIO, DIREBBE IL GRANDE TOTO'!!!
Certo che a faccia di bronzo Tonino Di Pietro sta diventando serio antagonista delle baldracche peggiori della politica italiana...

Giorgio Kepler 27.01.06 02:03| 
 |
Rispondi al commento

Sono daccordo con l'iniziativa Parlamento Pulito;ma l'Italia, chi la pulisce,caro on.Di Pietro? Non credo più nella favola che pochi sono i farabutti e molti gli onesti ,oggi come oggi direi il contrario.
Adesso paghiamo i conti delle infiltrazioni partitiche nei gangli vitali della società.Per cui ognuno ha preso atto e si adeguato.La lezione è questa:se vuoi ottenere qualcosa devi contrccambiare o in voti elettorali o in soldi.Aspiri ad un posto di lavoro statale:scuola, forze dell'Ordine,Enti Pubblici? Sei raccomandato?No.Puoi pagare? SI, BENE.
Allora se i posti di lavoro si comprono, se fai qualcosa di illegale e ti viene,poi,condonato,se sbagli e ti premiano;vuol dire,e non da adesso,che per andare avanti in questo tipo di società ,voluta da tutti i partiti ,devi adeguarti, dimenticando l'ONESTA',lA SOLIDARIETA',lA CIVILTA' E DEVI FARE FINTA,SOLO PERCHE' TE LO DICE LA TELEVISIONE, CHE ESISTE LA DEMOCRAZIA E CONVINCERTI CHE I DISONESTI ,IN REALTA'SONO,PER PARADOSSO, GLI ONESTI DI UNA VOLTA ECC...
DI TUTTO QUESTO DOBBIAMO ESSERE GRATI AD ANNI E ANNI DI PERMESSIVISMO AUTOLESIONISTICO ATTUATO DAI PARTITI NEGLI ANNI SETTANTA CHE PER RACCOGLIERE MANCIATE DI VOTI HANNO DATO SPAZIO A CERTI PERSONAGGI,CHE COME LA GRAMIGNA BIBLICA SI ESTESA ARRIVANDO AD INFESTARE L'INTERA SOCIETA' CIVILE.
SONO PESSIMISTA RIGUARDO AL FUTURO,TROPPE VOLTE SMBRAVA QUELLA BUONA PER CAMBIARE IN MEGLIO,MA OGNI VOLTA CI SI E' TROVATI A RIMPIANGERE IL PASSATO.SI STAVA MEGLIO QUANDO SI STAVA PEGGIO?AUGURI DI CUORE.

TOMMASO DE FALCO 24.01.06 10:17| 
 |
Rispondi al commento

ALE' HO PRODI LA DIPIETRIFICAZIONE DELLA POLITICA E' IN ATTO
Quello che mi auspicavo da tempo PER UN PARLAMENTO PULITO, si sta verificando:
chi di pubblicitarismo televisivo ferisce di publicitarismo perisce...
Non serviranno a nulla tutti gli strombazzamenti attuati dal monopolio teevisivo e dal conflitto d'interesse dei pingui piduisti della cupola di arcore CHE VORREBBE TRAEFORMARE LA REPUBBLICA DEMOCRATICA IN PLUTOCRATICA..
La coscienza civile e democratica degli italiani S'è DESTA... La pietrificazionne attuata in questi ultimi decenni dal pubblicitarismo televisivo della fininvest le si sta rivoltando contro, non gli serviranno a niente le varie strumentalizzazioni operate dalle holding attraverso i vespai delle televisioni e della stampa depurata...
CHI DI PUBBLICITA' FERISCE, DI PUBBLICITA' PERISCE-

w la dissenteria telesclerotica ulisse ditoritto intento nella cava della maga circe a dipietrificare gli amici di viaggio per far ritorno ad Itaca
-------------------------

BARTOLOMEO ANTONIO 13.01.06 18:04| 
 |
Rispondi al commento

ALE' HO PRODI LA DIPIETRIFICAZIONE DELLA POLITICA E' IN ATTO
Quello che mi auspicavo da tempo PER UN PARLAMENTO PULITO, si sta verificando:
chi di pubblicitarismo televisivo ferisce di publicitarismo perisce...
Non serviranno a nulla tutti gli strombazzamenti attuati dal monopolio teevisivo e dal conflitto d'interesse dei pingui piduisti della cupola di arcore CHE VORREBBE TRAEFORMARE LA REPUBBLICA DEMOCRATICA IN PLUTOCRATICA..
La coscienza civile e democratica degli italiani S'è DESTA... La pietrificazionne attuata in questi ultimi decenni dal pubblicitarismo televisivo della fininvest le si sta rivoltando contro, non gli serviranno a niente le varie strumentalizzazioni operate dalle holding attraverso i vespai delle televisioni e della stampa depurata...
CHI DI PUBBLICITA' FERISCE, DI PUBBLICITA' PERISCE-

w la dissenteria telesclerotica ulisse ditoritto intento nella cava della maga circe a dipietrificare gli amici di viaggio per far ritorno ad Itaca
-------------------------

BARTOLOMEO ANTONIO 13.01.06 18:02| 
 |
Rispondi al commento

ALE' HO PRODI LA DIPIETRIFICAZIONE DELLA POLITICA E' IN ATTO
Quello che mi auspicavo da tempo PER UN PARLAMENTO PULITO, si sta verificando:
chi di pubblicitarismo televisivo ferisce di publicitarismo perisce...
Non serviranno a nulla tutti gli strombazzamenti attuati dal monopolio teevisivo e dal conflitto d'interesse dei pingui piduisti della cupola di arcore CHE VORREBBE TRAEFORMARE LA REPUBBLICA DEMOCRATICA IN PLUTOCRATICA..
La coscienza civile e democratica degli italiani S'è DESTA... La pietrificazionne attuata in questi ultimi decenni dal pubblicitarismo televisivo della fininvest le si sta rivoltando contro, non gli serviranno a niente le varie strumentalizzazioni operate dalle holding attraverso i vespai delle televisioni e della stampa depurata...
CHI DI PUBBLICITA' FERISCE, DI PUBBLICITA' PERISCE-

w la dissenteria telesclerotica ulisse ditoritto intento nella cava della maga circe a dipietrificare gli amici di viaggio per far ritorno ad Itaca
-------------------------

BARTOLOMEO ANTONIO 13.01.06 17:51| 
 |
Rispondi al commento

Se nessuno crede più nei politici, nella classe dirigente è merito di Mani Pulite. Ma gli Italiani, come ricordava spesso Montanelli, hanno la memoria breve. Se Di Pietro si fosse buttato prepotentemente in politica all'indomani di Tangentopoli, quando cioè tutti avevano piena fiducia e riconoscimento del suo onestissimo operato, avrebbe ottenuto un successo elettorale di gran lunga superiore a quello di Berlusconi del '94. Non lo fece. L'ha fatto dopo anni, ha deciso di fondare un movimento nel momento in cui hanno cercato di infangare e di farci dubitare del pool di Mani Pulite, nel momento degli attacchi quotidiani alla magistratura, nel contesto cioè a lui più sfavorevole. Non è entrato in politica per tutelare i suoi affari e la sua libertà. Allora dico: non dimentichiamo, e siamo grati a chi ha tenuto alto l'onore del nostro Paese. Non dimentichiamo che in tutta Europa e in tutto il mondo democratico la parentesi di Mani Pulite viene ancora ricordata ed esaltata. E noi? Noi che siamo italiani e che la caduta della prima Repubblica la dobbiamo a quei magistrati coraggiosi che hanno il nome di Colombo, Borrelli, Di Pietro , Davigo stiamo ancora qui a domandarci se i politici sono tutti uguali.

Maria Laura Frattarelli 01.01.06 02:07| 
 |
Rispondi al commento

il movimento antilega aderisce al progetto "Parlamento pulito".
http://digilander.libero.it/antilega/index.htm

antonio garrone 28.12.05 09:35| 
 |
Rispondi al commento

====================================================================================================


Il Patto dello Sciacchetrà

Le ultime dichiarazioni di Fiorani stanno facendo emergere la verità sull’incontro che ha visto il SENATORE LUIGI GRILLO, Gran Maestro dell’operazione di corruzione e appropriazione indebita più sporca dalla fine di Tangentopoli.

L’incontro ha visto la partecipazione di: Fazio, Fiorani, Berlusconi e Grillo. Le dichiarazioni ufficiali vollero far passare l’idea di una difesa delle banche italiane contro l’assalto dei Barbari europei.

In realtà, il Senatore Luigi Grillo, eletto in Liguria nelle fila di Forza Italia, aveva bisogno di tanti soldini per costruirsi la VILLA nella Riviera Ligure (costruita abusivamente nel Parco Naturale delle Cinque Terre e poi condonata); quale sistema migliore per fare ciò se non fregare un po’ di soldi ai correntisti della Banca Popolare di Lodi.

Il sistema a quanto sta dicendo Fiorani era semplice: bastava aprire un conto nella sua Banca, dare l’appoggio politico all’operazione bancaria più sporca della Seconda Repubblica e in cambio ci si ritrovava un bel gruzzoletto sul proprio conto corrente.

Il Senatore Grillo, una delle figure più losche della Politica italiana, ha fiutato subito l’affare e si è lanciato nella strenua difesa della scalata di Fiorani, ovviamente le sue dichiarazioni pubbliche sono state ripagate a suon di MILIONI di euro.

Il problema è che i soldi affluiti nelle tasche di LUIGI GRILLO erano dei correntisti della Banca Popolare di Lodi che sono stati truffati, rapinati e beffati; una persona che ha rubato dei soldi agli italiani dovrebbe stare in GALERA e non in Parlamento in una posizione chiave (Presidente della Commissione Trasporti del Senato).


IL SENATORE LUIGI GRILLO DEVE STARE IN GALERA E NON IN PARLAMENTO !!!!


===================================================================================================

Marco Gilles 21.12.05 12:30| 
 |
Rispondi al commento

diciamo che questo non è proprio un commento a quanto si legge sulla lettera dell'On DiPietro,ma sono anche pensierini in libertà che non sapevo dove andare a scrivere e che forse qui trovano posto.
Sono felice per la pulizia che vuole fare DiPietro, ma, per me andrebbero fatte alcune altre piccole cose molto semplici.
1) tutti , dico tutti i votati, ovvero consiglieri comunali regionali parlamentari, prima e sopratutto dopo le votazioni e l'elezione si dovrebbero sottoporre con frequenza alle analisi del sangue per cercare tracce di sostanze proibite! lo fanno per gli atleti, perchè non dovrebbero farlo i nostri rappresentanti?
2) dovrebbero mettere in piazza tutti i loro introiti compresi quelli dei familiari e dimostrare da dove arrivano i loro guadagni.
3)i pregiudicati, ovvero tutti quelli che hanno avuto una sentenza che li ha giudicati colpevoli per un reato (anche piccolo) penale, non si possono presentare.
fare politica non è un obbligo, possiamo fare a meno di certe persone.
4)come hanno detto i cittadini alcuni anni fà non si devono più finanziare i partiti con fondi pubblici.
Per informazione di chi legge, alcuni anni fà decisi di non votare più.
Lo feci per alcuni anni, poi ritornai a votare.
Oggi sono convinto che non andrò alle prossime elezioni, perchè mi sento preso per il c...o.
Forse sbaglio,non sò, ma vedo in tutti gli appartenenti alla classe dirigente, una certa arroganza che viene meno solo quando all'avvicinarsi delle elezioni vengono ad elemosinare il mio voto.
Mi sento tanto Maria Antonietta, ( cosa c'entra la Maria ).
E' come se le avessero chiesto da chi voleva essere giustiziata, ed il modo.
Bene io mi sento tale, come cittadino portato al patibolo, un boia vale l'altro, tanto il collo me lo fanno saltare lo stesso.
Sceglietelo voi il boia, la mia testa è pronta, ma i miei pensieri, quelli no.per questo non andrò a votare, è un mio diritto ed assolutamente non ritengo che sia un dovere.
ho finito i caratteri disponibili IC

bruno gualdi Commentatore in marcia al V2day 18.12.05 14:26| 
 |
Rispondi al commento

Sono stanco dei loro balletti, delle loro promesse vuote! Tutte le volte che appaiono in televisione a parlare di ovvietà mi ripugnano! Dicono di avere a cuore i problemi della nostra nazione, i nostri problemi, ma l'esperienza mi ha insegnato che a nessuno di loro interessa come noi poveri mortali arriviamo alla fine del mese! Ho tren'anni e ogni anno ho ascoltato le loro campagne elettorali, ogni anno dicono di avere le capacità di risolvere problemi che sono sempre gli stessi da trent'anni!! Abbiamo cambiato bandiere, schieramenti, e nessuno è stato capace di migliorare nulla! Ci avviciniamo alle elezioni, ci viene chiesto di fare una scelta tra due candidati...bene, eccoli i nostri due candidati:
http://it.wikipedia.org/wiki/Berlusconi

http://it.wikipedia.org/wiki/Berlusconi#Procedimenti_giudiziari_a_carico_di_Berlusconi

http://it.wikipedia.org/wiki/Romano_Prodi

http://it.wikipedia.org/wiki/Romano_Prodi#Procedimenti_giudiziari_a_carico_di_Prodi

http://www.sassarisera.org/INP/view_printer.asp?ID=389

siamo chiamati a scegliere il meno peggio!! Basta! Io personalmente ho già preso la mia decisione..NON ANDRò A VOTARE! Non affido scelte che condizioneranno la mia vita o quella delle future generazioni nelle mani di due persone del genere e dei loro bravi. Spero solo che provino un pò di vergogna per se stessi.
Grazie Beppe

Antonio Furio 13.12.05 20:44| 
 |
Rispondi al commento

LE PRIMARIE SICILIANE: LA PUGLIA COLPISCE ANCORA.
La buona notizia di oggi è la vittoria di Rita Borsellino alle primarie del centrosinistra per la Regione Sicilia, voluta anche dall'IDV e da Antonio Di Pietro. Una buona notizia per diverse ragioni.
PRIMA- che Rita Borsellino rappresenta una discontinuità rispetto alle relazioni trasversali con la mafia; -- SECONDA che è una discontinuità rispetto alla assenza di donne nel parlamento siciliano; --la terza è che rompe - PUGLIA DOCET- la mera logica dei mezzani dei partiti in favore di una scelta che sta dentro esigenze precise della popolazione siciliana e che i partiti non riescono, certo per buone ragioni ma sopratutto per cattive ragioni, più a rappresentare.
Per cui non si può non essere contenti di un tale risultato, come dire che il PATTO ETICO proposto dall'IDV e Antonio Di Pietro comincia a dare i suoi frutti. Aspettiamo quindi anche la vittoria di Dario Fo alle primarie di Milano

Bartolomeo ditoritto 05.12.05 22:42| 
 |
Rispondi al commento

La buona notizia di oggi è la vittoria di Rita Borsellino alle primarie del centrosinistra per la Regione Sicilia, voluta anche dal presidente dell'IDV Antonio Di Pietro. Una buona notizia per diverse ragioni.
La PRIMA che Rita Borsellino rappresenta una discontinuità rispetto alle relazioni trasversali con la mafia; la SECONDAche è una discontinuità rispetto alla assenza di donne nel parlamento siciliano; la TERZA che rompe - la PUGLIA DOCET- la mera logica dei mezzani e veterani delle vecchie segreterie di partiti, esigenze precise della popolazione non solo siciliana, che costoro per varie cattive ragioni non riescono più rappresentare.
Per cui non si puo non essere contento, come dire la priorità programmatica del patto etico proposto dall'IDV comincia a dare i suoi frutti.
A questo punto non ci resta che aspettare la vittoria di Dario Fo alle primarie di Milano
Manipulite ditoritto bari

Bartolomeo ditoritto 05.12.05 22:25| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti!
Sono anche una cittadina italiana (da 2 anni)ma quello che succede nel Ambasciata italiana a Bucarest mi fa vergognare di esserla.
Essendo anche cittadina moldava mi meraviglio di come un mio concittadino non può mai, e poi mai ottenere un visto per Italia rivolgendosi all'Ambasciata sopra nominata.Invece rivolgendosi a qualunque Agenzia di viaggi al costo 1300-2000 Euro può ottenerla.Mi chiedo e vi chiedo come mai queste Agenzie sono capaci a convincere l'Ambasciatore a emetere i visti a destra e a manca ? A me questa storia mi puzza...non so a voi.
Succede questo.Ambasciata i visti non rilascia, al meno ai cittadini che si rivolgono personalmente, ma i pulman pieni di moldavi arrivano tutte le Domeniche in Italia. Come mai ?
Chi ci mangia qui ?
Ho scrito anche a Report, ma per adesso- niente.Forse e troppo dificile occuparsene dei diplomatici italiani ?

ludmila rotari Commentatore in marcia al V2day 05.12.05 16:36| 
 |
Rispondi al commento

PER CAMBIARE LA POLITICA:
INTRODURRE IL REFERENDUM PROPOSITIVO

Legalità e etica in politica? Giusto. Ma trovo sconcertante dover fare una battaglia politica su qualcosa che dovrebbe essere il minimo indispensabile (sebbene non facile da ottenere).
Forse varrebe la pena di alzare un po' il tiro. Perchè limitarsi a chiedere solo ciò che sarebbe giusto e normale pretendere?
Chiediamo invece di dare nuove opportunità di partecipazione ai cittadini. Come?
Beh, ricordo che all'epoca in cui ho fatto la mia Tesi di Laurea sulla "Democrazia Diretta: un modello alternativo di democrazia", nell'appendice raccoglievo le varie proposte emerse dal dibattito politico per migliorare l'istituto del referendum in Italia (dopo l'ennesimo referendum fallito per mancanza del quorum). Ognuno proponeva la sua ricetta, ma su un punto la stragrande maggioranza dei partiti sembrava concordare: trasformare il referendum da abrogativo (come è ora) a propositivo (come dovrebbe essere in tutte le democrazie mature).
Ho discusso la mia Tesi nel novembre del 1997 ... sono passati 8 anni e il referendum è ancora solo abrogativo.
La vogliamo fare una bella battaglia politica per chiedere di riformare l'Art. 75 della Costituzione e chiedere di avere un bel referendum propositivo, magari senza il quorum?

Luca Gandolfi 02.12.05 00:08| 
 |
Rispondi al commento

BUONGOVERNO CON UN CLIC?
DEMOCRAZIA DIRETTA
UTILIZZANDO L’INFORMATICA

Vogliamo aprire un forum su questo argomento.
C’è un tragico scollamento tra volontà popolare e sistemi
governativi.
Questo dimostra che quella occidentale non è una vera democrazia (e dire che facciamo la guerra per esportare questo sistema politico!).

Noi in realtà non decidiamo niente. La nostra democrazia consiste soltanto nel delegare i parlamentari che fanno finta di rappresentarci.

Al contrario, se siamo noi cittadini il soggetto decisionale, dobbiamo esser noi a far proposte e scelte sulle cose che ci riguardano: quartiere, sanità, scuola, giustizia sociale ed economica ecc., delegando l’indispensabile. Non dimentichiamo che già nell’antica Grecia esistevano forme di democrazia diretta ed i cittadini si occupavano a rotazione della cosa pubblica.

La sensibilità e la creatività che sono in ciascuno di noi sono un potenziale umano unico ed insostituibile che possiamo condividere per far nascere una comunità umana basata sull’intelligenza del cuore.

Dai comitati di quartiere, dai circoli, dalle associazioni di qualunque fede, dai forum informatici nascano proposte da sottoporre alla decisione popolare come in un continuo referendum utilizzando l’informatica.

Dagli straordinari movimenti pacifisti che come fiumi attraversano le nostre strade può nascere sulla terra, una civiltà della condivisione portatrice di una nuova cultura della vita.

Elisabetta Cassio Claudia Michelesi

claudia michelesi 20.11.05 19:02| 
 |
Rispondi al commento

Credo che dovremmo iniziare a raccolgiere firme per proporre un referendum per pulire le cariche di pubblico ufficiale... Chi ha avuto una condanna penale, deve starsene a CASA SUA! E non rappresentare lo stato.... Ma come, proprio lui che non lo ha rispettato, ci rappresenta anche davanti all'europa e così via........ Vergogna a tutti, anche a noi cittadini che non facciamo nulla.....

Andrea Montebugnoli 14.11.05 22:08| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe
Ti scrivo per raccontarti di ciò che ho visto la settimana scorsa in televisione trovandomi in Portogallo.
Sul canale nazionale RTP 2 hanno trasmesso un documentario in cui si parlava della camorra napoletana e dei suoi rapporti con la politica.
Ad un certo punto mi sono trovato ad ascoltare esperti di mafia e professori di università italiani che parlavano dei legami che Berlusconi ha sia con la mafia che con la camorra.
Io sulla RAI non ho mai visto documentari del genere...bah!...sarà che vedo poca televisione!

Ciao Beppe sei un grande!!!

Nico De Tullio 11.11.05 17:41| 
 |
Rispondi al commento

Ho appena consegnato la tesi di laurea sulla legge salva Previti...Anche se Previti non verrà più salvato..Per fortuna! Esprimo in questa sede il mio disappunto (anche se anche la mia tesi non manca di invettiva e di sarcasmo per uno scandalo del genere)per questo aberrante disegno di legge. Fingono di aumentare le pene per i recidivi dando ai cittadini offesi l'illusione che lo Stato farà giustizia e poi riducono drasticamente i tempi di prescrizione in modo da non arrivare neanche alla sentenza di primo grado...E poi la grande trovata della retroattività! Un altro escamotage per salvare i "soliti noti"...Averebbero fatto prima a fare una legge che venisse applicata "solo ed esclusivamente" a Previti, piuttosto che rischiare di mandare all'aria il 60% dei processi in corso...Dove arriveremo di questo passo?!!!

Serena Caparra 10.11.05 13:23| 
 |
Rispondi al commento

Ho appena consegnato la tesi di laurea sulla legge salva Previti...Anche se Previti non verrà più salvato..Per fortuna! Esprimo in questa sede il mio disappunto (anche se anche la mia tesi non manca di invettiva e di sarcasmo per uno scandalo del genere)per questo aberrante disegno di legge. Fingono di aumentare le pene per i recidivi dando ai cittadini offesi l'illusione che lo Stato farà giustizia e poi riducono drasticamente i tempi di prescrizione in modo da non arrivare neanche alla sentenza di primo grado...E poi la grande trovata della retroattività! Un altro escamotage per salvare i "soliti noti"...Averebbero fatto prima a fare una legge che venisse applicata "solo ed esclusivamente" a Previti, piuttosto che rischiare di mandare all'aria il 60% dei processi in corso...Dove arriveremo di questo passo?!!!

Serena Caparre 10.11.05 13:22| 
 |
Rispondi al commento

Caro Prof. A. Di Pietro, meno male che ci penserà lei a chiedere il Referendum, altro che certe favole!

Grazie!

Pantaleone Moisè 06.11.05 16:55| 
 |
Rispondi al commento

Ripropongo il post precedente.
*
SAREI GRATO AI VISITATORI E ALLO STESSO BEPPE GRILLO SE FACESSERO PRESENTE A DI PIETRO O A QUALCHE ALTRA PERSONALITA' QUANTO SOTTO RIPORTATO. GRAZIE.

GLI APPELLI, I PROCLAMI LASCIANO IL TEMPO CHE TROVANO.
.......


Postato da il 29.09.05 13:23 | Politica

Commenti
Sarei grato a Di Pietro se cominciasse ad occuparsi delle pulizie cominciando da qui.

Leggi scarica, rileggi l'annotazione Pacquola e i suoi derivati. Qui>>> www.a-russo.it

Ricordo che il 10 novembre 2005, ore 10,30, avanti il "Giudice" Laura Tragni vi sarà un' udienza.

Io, Angelo Russo, che avevo intentato la causa, l'ho saputo per caso e non tramite il "Giudice" o i "miei" avvocati.

La causa tratta un... Non è un furto di polli o una questione condominiale.

C'è di mezzo la vita di una intera famiglia italiana e tutto ciò che ruotava attorno ad essa.

Angelo Russo 01.11.05 17:50| 
 |
Rispondi al commento

Sarei grato a Di Pietro se cominciasse ad occuparsi delle pulizie cominciando da qui.

Leggi scarica, rileggi l'annotazione Pacquola e i suoi derivati. Qui>>> www.a-russo.it

Ricordo che il 10 novembre 2005, ore 10,30, avanti il "Giudice" Laura Tragni vi sarà un' udienza.

Io, Angelo Russo, che avevo intentato la causa, l'ho saputo per caso e non tramite il "Giudice" o i "miei" avvocati.

La causa tratta un... Non è un furto di polli o una questione condominiale.

C'è di mezzo la vita di una intera famiglia italiana e tutto ciò che ruotava attorno ad essa.

Angelo Russo 29.10.05 19:40| 
 |
Rispondi al commento

Negli anni '80 i giudici erano succubi dei politici; vi ricordate tale giudice Salerno fatto trasferire da Milano da Craxi? Con mani pulite la classe politica comprese che la partitocrazia e la corruzione come sistema per vivere (non rubo per me ma per il mio partito! Allora è ancora peggio perchè chi ruba per il partito ruba due volte, e soprattutto ruba molto per sè) non aveva messo in conto che certi reati prevedevano, da sempre, la galera. A tutto erano pronti,(processi annacquati, sentenze addomesticate, prescrizioni) ma la galera no! Lo comprese benissimo il più svelto del mucchio, atttuale presidente del consiglio ( o andavo in politica o andavo in galera, intervista mai smentita a Enzo Biagi) così un momento epico della nostra storia, in cui tutto il mondo ci guardava con ammirazione e come esempio finì perchè sia da destra che da sinistra risultò ideologicamente inaccettabile essere giudicati e a maggior ragione condannati( (intendo condanne con reclusione effettiva), le altre condanne lasciano il tempo che trovano e permettono anzi di svolgere la funzione di parlamentare in serenità.
Giustizialismo? Se vuol dire applicare la legge esistente per non sentirsi ogni giorno presi per ifondelli(e non creare ogni 5 minuti leggi ad hoc) si, sono giustizialista.
Davide

davide contrasto 23.10.05 13:09| 
 |
Rispondi al commento

Caro Dottor Di Pietro posso essere daccordo con lei sulle proposte e tutti i 102 punti per pulire il parlamento e la classe dirigente ma la sua italia dei valori come valuta il pagare 1 euro per votare alle primarie del centrosinistra dopo tutti i soldi dei contribuenti che vengono versati nelle casse dello stato, non sono ferrato nella politica ma mi girano un pò le "rotule" quando mi si chiedono altri soldi solo perchè il centrosinistra NON HA LA CAPACITA' di scegliersi il premier da solo, ammetto di non essere un elettore di centrosinistra ma visto l'andazzo non lo sono più neanche per il centrodestra, solo che se Berlusconi mi chiedesse 1 euro per eleggere il premier sicuramente andrei ad Arcore e gli darei una ficonata in bocca!! Se il mio ragionamento è errato mi scuso ma comunque è colpa di tutto il parlamento, da una parte all'altra senza distinzione alcuna, per cui io non capisco!!

Massimo Verdini 16.10.05 11:33| 
 |
Rispondi al commento

DOMANI ANDRO' A VOTARE PER LE PRIMARIE A MASCALUCIA (CT) LO FARO' SOPRATTUTTO PER CONTRASTARE BERLUSCONI ANCHE SE SONO DELUSA SIA DALLA DESTRA CHE DALLA SINISTRA IN QUANTO NON ESISTE PIU' UNA GRANDE DIFFERENZA. SI PARLA DI PARLAMENTO PULITO CI SARA' MAI? SE CONTINUAMO COSI NON APRENDO GLI OCCHI ALTRO CHE PARLAMENTO PULITO ........

iolanda belmonte 15.10.05 20:26| 
 |
Rispondi al commento

Caro di Pietro mi chiamo Fabio e personalmnente non ho niente contro le sue idee.
Purtroppo però ho famiglia e negli ultimi 20 anni mi sono sempre ritrovato a dover spendere sempre più soldi per mantenere i vizi di voi cari o presunti politici. Non seguo molto la politica ma tutte le volte che apro un quotidiano o mi guardo un giornale non vedo altro che persone che litigano e bollette che aumentano, questo mi fa pensare che dovete smettere di parlare e fare vedere qualcosa prima di chiedere un voto.
Personalmente penso che lascerò la scheda elettorale vuota.....come si fa a votare come dice Grillo "il meno peggio?"
Salute a tutti e scusate i miei errori

fabio bergonzoni 15.10.05 14:06| 
 |
Rispondi al commento

Per tutti i grilli che leggono il blog;
buona lettura, buona riflessione, MA POI ANDATE A VOTARE alle PRIMARIE!
Fate vedere a questi delinquenti che sono al governo
che LE PRIMARIE SERVONO almeno per PROTESTARE: votate chi volete, ma
andateci! è un'occasione per trovarsi, un modo democratico per far capire che vogliamo scegliere!

Io,
MI VERGOGNO DI ESSERE ITALIANO!
E di essere governato da questa masnada di imbroglioni capitanati dal portatore nano di illusioni!

___________________
e io ci aggiungo anche: VOTANTONIO!!!
ciao
VOTA DI PIETRO!

Michele


Michele Tonetto 15.10.05 12:25| 
 |
Rispondi al commento

ma se ne ha combinate di tutti i colori anche di pietro!!!

marco nocominist 14.10.05 20:18| 
 |
Rispondi al commento

Ma è possibile che ci sono ancora persone che invece di usare il loro tempo a fare cose utili, continuano ad entrare in luoghi in cui si vuole affrontare seriamente delle problematiche solamente per scrivere parolacce e per spammare? Non sono una bigotta, ma odio le persone che quando non sanno cosa dire, si abbandonano al turpiloquio gratuito ...
E poi ci stupiamo che nei talk show saltino fuori delle parole che "non stanno bene in fascia protetta" ...
Mah

sempre più allibita

Valentina Pugliese 14.10.05 04:02| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei un chiarimento. Murdock ha presentato alla Commissione Europea competente una denuncia contro il governo italiano per indebiti aiuti finanziari, finalizzati all'acquisto del decoder per il digitale terrestre. La commissione europea potrebbe condannare il governo italiano a pagare delle forti penali, se dovesse riscontrare la non corretta applicazione della normativa in materia. Chi dovrà tirare fuori questi soldi? Mediaset e LA7 oppure i soliti noti cioè noi?

Luigi Cravero 13.10.05 11:48| 
 |
Rispondi al commento

Sono sempre stato un ammiratore di Di Pietro dai tempi di mani pulite,purtroppo sono rimasto molto deluso quando il consigliere regionale e coordinatore dell'italia dei valori per la Basilicata é stato il primo firmatario della vergogognosa legge sui portaborse approvata dal consiglio regionale(praticamente i portaborse dei consiglieri regionali verranno assunti dalla regione e pagati dalla stessa,mentre i consiglieri continueranno a percepire l'indennitá di 3000 euro al mese necessaria per il pagamento dei collaboratori).
in Basilicata questa legge ha suscitato grandi polemiche e se ne é occupata anche la trasmissione "LE IENE" in onda su italia uno.
l'italia dei valori fa parte della maggioranza che governa la regione e partecipa tranquillamente alla spartizione di potere e privilegi senza minimamente distinguersi per
battaglie a favore della legalitá (il candidato presidente della regione che loro hanno caldamente appoggiato era stato arrestato alcuni mesi prima delle elezioni per tangenti
ma nonostante questo non si sono fatti nessuno scrupolo ad appoggiarlo per non perdere i privilegi e il potere che spetta a chi appartiene alla maggioranza).
nonostante questo continuo a nutrire una fiducia personale nei confronti dell'onorevole Di Pietro e mi permetto di consigliargli di fare un pó di pulizia all'interno
del suo movimento e di non scendere a squallidi compromessi per qualche voto in piú.

enzo d. 12.10.05 15:43| 
 |
Rispondi al commento

Sono sempre stato un ammiratore di Di Pietro dai tempi di mani pulite,purtroppo sono rimasto molto deluso quando il consigliere regionale e coordinatore dell'italia dei valori per la Basilicata é stato il primo firmatario della vergogognosa legge sui portaborse approvata dal consiglio regionale(praticamente i portaborse dei consiglieri regionali verranno assunti dalla regione e pagati dalla stessa,mentre i consiglieri continueranno a percepire l'indennitá di 3000 euro al mese necessaria per il pagamento dei collaboratori).
in Basilicata questa legge ha suscitato grandi polemiche e se ne é occupata anche la trasmissione "LE IENE" in onda su italia uno.
l'italia dei valori fa parte della maggioranza che governa la regione e partecipa tranquillamente alla spartizione di potere e privilegi senza minimamente distinguersi per
battaglie a favore della legalitá (il candidato presidente della regione che loro hanno caldamente appoggiato era stato arrestato alcuni mesi prima delle elezioni per tangenti
ma nonostante questo non si sono fatti nessuno scrupolo ad appoggiarlo per non perdere i privilegi e il potere che spetta a chi appartiene alla maggioranza).
nonostante questo continuo a nutrire una fiducia personale nei confronti dell'onorevole Di Pietro e mi permetto di consigliargli di fare un pó di pulizia all'interno
del suo movimento e di non scendere a squallidi compromessi per qualche voto in piú.

enzo d. 12.10.05 15:43| 
 |
Rispondi al commento

Credo che se Di Pietro si è dato alla politica , complimenti per lo sforzo, è per far lavorare il pool di milano sui processi in atto contro il gruppo Fininvest del sig. Berlusconi .
Infatti la prova è stata la legge fatta apposta per Berlusca : non può essere processato una persona delle alte cariche dello stato.
Questo è la vergognosa prova di quanto hanno fatto per fermare il lavoro partito con Di Pietro e portato avanti dagli altri magistrati di milano e da tutti i magistrati seri italiani.
Non bisogna denigrare come ho letto alcune e.mail la schiettezza e la sincerità vivace della persona Di Pietro : anche se io non lo voto, non mi permetto di giudicare il suo operato passato a combattere una montagna di corruzzione, e tutto lo schifo di questo paese con spietata saggezza e usando l'unica arma in suo possesso "la legge" .
Chiedo a Di Pietro solo di aiutarci, con l'Unione, di trovare la strada persa della legge, quella che rimette la democrazia nel nostro paese.
Cordiali saluti

monica giuliani 12.10.05 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Caro Giuseppe Gallo

forse non ti sei reso conto che dAVIDE cASELLI ha semplicemente risposto con il mio nome, io ho evidenziato che questo blog, alcune volte, viene usato come chat, e tu sai qual'e` la differenza tra un blog e una chat.

Posso assicurarti che non ho bisogno di sporcare il linguaggio (vedi:dAVIDE cASELLI) per far intendere i miei pensieri (vedi:dAVIDE cASELLI); l'uso di "coglio.ni" era un riferimento alle solite persone che non comprendono l'utilizzo di questo blog.

Saluto Beppe Grillo

Smilla Cecchi 11.10.05 23:15| 
 |
Rispondi al commento

DI PIETRO E' LA MERDA !!

Giuseppe Gallo 11.10.05 15:26| 
 |
Rispondi al commento

A parte il fatto che forse su questo blog sarebbe utile un moderatore per evitare un certo tipo di linguaggio.... vorrei dire a SMILLA CECCHI, al di là del linguaggio quantomeno discutibile, perchè non ci dici cosa non ti piace di Di Pietro, illuminaci, argomenta un po', dicci cosa conosci della storia di Di Pietro, però se devi rispondere con messaggi dello stesso tono dei precedenti, allora lascia perdere!

Giuseppe Gallo 11.10.05 11:21| 
 |
Rispondi al commento

DI PIETRO E' LA MERDA !!


(...HO CAMBIATO IDEA...)

SMILLA CECCHI 11.10.05 10:30| 
 |
Rispondi al commento

DI PIETRO E' LA MERDA !!!


(P.S. ho cambiato idea...)

SMILLA CECCHI 11.10.05 10:15| 
 |
Rispondi al commento

Da una risposta di Di Pietro alla chat sull'Unità on line.
Forse Grillo ha già dato la notizia......... ma repetita juvant.......

Una domanda per Antonio di Pietro: cosa intende fare per scongiurare il probabile collasso di Telecom Italia e nello stesso tempo far smettere a questi signori (Tronchetti e co.) di fare il bello e cattivo tempo nelle telecomunicazioni? Non è anche colpa del governo di centro-sinistra la cattiva privatizzazione di Telecom?

Risposta:
Purtroppo sì. V'è stata e v'è ancora una sinistra da merchant bank che mi lascia molto perplesso. Per altro a me lascia molto perplesso, anzi preoccupato, la privatizzazione del sistema delle comunicazioni. Un esempio per tutti: ultimamente è stato privatizzato wind che è stato acquistato da un paio di soggetti arabi che io ho conosciuto bene a suo tempo. Tali Tarek ben Hammar e soprattutto tale Auci, noto esponente dei servizi di Saddam. Ebbene, pochi sanno ma con il sistema wind vengono gestite le comunicazioni polizia, carabinieri e forze dell'ordine. Mi pare davvero una brutta scelta quella di dare in mano ad arabi "strani strani" la proprietà e la gestione del satellite utilizzato per trasferire tutte le informazioni delle nostre forze dell'ordine. Mi fermo qui per evidenti esigenze di riservatezza, ma ho già informato gli uffici giudiziari e il Parlamento

mila 10.10.05 14:33| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,
credo fermamente nell'iniziativa politica di Antonio di Pietro da ormai diverso tempo. Era l'uomo più popoloare del paese, ma in seguito ad una massiccia campagna diffamatoria da destra e sinistra è stato dimenticato dalla gente che tanto lo aveva osannato nel periodo di Mani Pulite.
Avevo tanti sogni, ideali, convinzioni... oggi so che la storia della politica italiana è intrisa fino al midollo di corruzzione, MAFIA, massoneria ecc...
Antonio Di Pietro è forse oggi l'unico uomo politico di cui io mi fidi veramente e forse perchè in fondo è ancora un magistrato, un garante della guistizia e della legalità.
Volete conoscere la dedizione e il senso dello stato di quest'uomo, io vi consiglio di leggere:
"Mani Pulite" di Marco Travaglio, Gianni Barbacetto e Peter Gomez

Giuseppe Gallo 10.10.05 13:20| 
 |
Rispondi al commento

Caro Giovanni,

sembra che stiamo convergendo su una visione comune che spero che sia condivisa dai nauseati della politica.

Riguardo al tuo esempio pratico sono d'accordo, non è giusto!
Il punto è cosa possiamo farci.
Anche io non lavoro in campo legale, ma sono nauseato da tutti gli sgarbi che vengono fatti al sistema legale vigente e quindi alla democrazia dalle forze politiche o dai commentatori politici (come Grillo).
Quello che è fatto a norma di legge va rispettato, punto.
Se viene violata una legge, c'è la magistratura, altrimenti bisogna accettarlo.
Nel tuo esempio, purtroppo, questa persona è a posto con la Legge, cioè si può candidare. Magari noi non dovremmo votarlo, ma se prende voti è logico che i partiti lo candidino, ed è ingiusto quello che chiede DiPietro, cioè che evitino di candidarlo. Se è a posto con la legge e prende voti si deve lasciarlo candidare.
Come si può evitare? Ma cambiando la Legge, facendone una che impedisca di candidarsi per un lungo periodo a chi ha commesso reati dovuti ad un carica pubblica per esempio.
La brutta notizia è che se anche facessimo una legge, varrebbe da ora in poi, mentre per il tuo caso di esempio, essendo avventuto con la legge attuale, non si può fare nulla, solo sperare che non sia votato, magari pubblicizzando meglio i suoi trascorsi.
In effetti, in una vera democrazia, con una stampa libera ed obbiettiva, che attaccasse e pubblicizzasse i comportamenti illegali (dopo una condanna non prima come avviene oggi) i cittadini sarebbero più informati e queste persone non sarebbero votati, ma è nostra responsabilità informarci su chi votiamo.
Saluti Giorgio.

Giorgio Dabemo 10.10.05 10:57| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo al post di

Vittorio Gigli il 10.10.05 08:23


Se Beppe Grillo, che non mi pare uno sprovveduto, ha ritenuto opportuno di ospitare la proposta di Di Pietro, è perché ritiene che Di Pietro è forse l'unico che ancora si scandalizza alla new entry di voltagabbana pregiudicati e si batte per evitare che gli italiani siano rappresentati da certi personaggi!
Se poi si è d'accordo che in Parlamento siedano corruttori, corrotti, falsificatori di bilancio ecc. ecc., allora.... porte aperte!

Mila 10.10.05 10:42| 
 |
Rispondi al commento

Lo leggo in ritardo e perciò non so se avuto modo di dirlo: ma a me, me pare na strunzata!
A parte gli scherzi, mi sembra solo un modo di farsi publicità e vi rimanda al suo sito per leggere bene il programma. La sua faccia è un programma!

Vittorio Gigli 10.10.05 08:23| 
 |
Rispondi al commento

x dAVIDE cASELLI E PER TUTTI COLORO CHE GLI RISPONDONO

Se l'Italia e` ridotta cosi` e` perche` siete al mondo.

la prossima volta usate una chat coglio..ni!!!

smilla cecchi 09.10.05 21:49| 
 |
Rispondi al commento

caro giorgio ti rispondo in modo pratico

(scusa per la parolaccia ma è per rendere chiaro quello che voglio dire )

Al mio comune c'è una persona che è stata condannata per tangenti mentre era assessore, ha scontato la sua pena, ma è rimasto un figlio di puttana che si candida a destra e a sinistra a seconda della sua convenienza e non certo per ideologia o per senso sociale. E' serio secondo te questo, per me è una vergogna accettarlo, e calcola che questo per me succede anche ai livelli superiori, e queste persone sono anche quelle più avvantaggiate per una serie di motivi.
E questa sua canditatura viene accettata sia a destra che a sinistra, l'unico che si è scandalizzato durante le elezioni comunali è stato un dipietrista che, dietro consiglio di Antonio di Pietro che gli ha detto di fare la cosa più giusta, non ha poi fatto la guerra ai mulini al vento .

Al di fuori della tecnologia legale (io lavoro come tecnico ma non di legge) la persecuzione, per me ha valore solo quando non ci sono alternative. Un esempio: nel lavoro il capo mi tratta male ed io soffro. Io ho alternative di lavoro? se la risposta è no allora sono perseguitato.

Sull'ultima parte del tuo discorso sono daccordo al 100 %. Ed è per questo che persone serie si allontanano dalla politica nauseate.
buona domenica

giovanni Scarcella 09.10.05 00:44| 
 |
Rispondi al commento

Si è vero viene anche voglia di mollare tutto e andare via ma quando vedo lo sguardo dei miei figli, sereno e aperto al mondo che loro credono migliore, addirittura bello, mi viene solo da lottare perchè questa loro speranza sia un giorno la realtà delle cose, l'assoluta normalità. Abbiamo un'unica grande arma per portare a termine il nostro progetto. Il voto!!! Usiamolo con criterio!!! Non facciamoci abbindolare dalle tribune elettorali dei par condicio e dei minuti cronometrati per illuderci di ricevere una giusta informazione! Basta con i ricicloni della politica! Ricordo che nel 1992 pensavo che questo Paese stava cambiando, Craxi in Africa, Forlani balbettante davanti ai giudici, Pomicino, De Michelis, La Malfa tutti finiti alla sbarra, un'intera generazione politica, il mondo dei vecchi sembrava finito!!! E invece....De Michelis, La Malfa, Pomicino, Andreotti nonchè i Casini e i Mastella tutti lì sempre loro a raccontarcerla... Dobbiamo difenderci con l'aiuto della tecnologia, del web creeremo la prima banca dati del buon candidato, al di là dei partiti, partendo ad esempio dal "CODICE ETICO MINIMO" proposto da Di Pietro e sviluppandolo attraverso le buone persone che già esistono, le "PEPITE" da tirare fuori dal fango di cui parlava Montanelli. Chi può avere dubbi su Monti per fare un esempio? BEPPE APRI LA BANCA DEL BUON CANDIDATO A TUTTI NEL TUO BLOG insieme ai Di Pietro e ai Monti, dove tutti possano accedere, iscriversi e candidarsi dando anche un contributo di partecipazione alla "gara". Quelli che risulteranno i migliori in base a criteri quali contatti, tipi di risposte, progetti e proposte potranno essere i partecipanti alle prossime elezioni contro i vecchi e logori potenti. Questa l'idea, semplice e pazza quanto basta per essere realizzata. Chiedo a tutti gli amici in Blog e primo fra tutti a Beppe di darmene un parere, anche offensivo, mi piace pensare che siamo liberi di poterlo fare. Grazie per lo spazio e la disponibilità. Martino Pirozzi

Martino Pirozzi 07.10.05 18:18| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
capisco pienamente le ragioni di chi pensa di emigrare....io l'ho fatto circa 15 anni fa, ed ora ti scrivo dalla Danimarca, ove mi trovo - e si vive - benone, per non dire benissimo....non perdo tempo a descriverti come, sarebbe tropo lungo e, se lo vorrai, potrò farlo in una prossima occasione.
Premesso che io sono venuto quassù perchè ho sposato una danese che ha vissuto con me in Italia per oltre 25 anni, dopo di che il minimo che potessi fare era di ricambiarle il favore per altrettanti anni - ora sono già 10 - è per me penoso constatare che il nostro presidente del consiglio viene assai frequentemente fatto oggetto di feroce satira/sbeffeggiamenti/caricature da parte dei maggiori quotidiani del Paese, e che è addirittura stato tradotto e pubblicato più di un libro su di lui, tutti piuttosto velenosi anche se a mio avviso corretti.....io sono sempre stato di centrosinistra, e non mi sognerei mai di votare Berlusconi, ma il danno d'immagine fatto al nostro Paese è veramente colossale!
Coi miei amici danesi parlo di tutto, tranne che di politica....altrimenti hanno buon gioco a zittirmi velocemente!
Lascio a te ed ai lettori del tuo blog ogni commemto.
Cordialmente
Lorenzo

Lorenzo Navone 07.10.05 17:00| 
 |
Rispondi al commento

Caro Gianni, rispondo brevemente.

"La commissione etica proposta da Di Pietro va al di la della legge, applica pene da questa non previste e più severe.
Non mi risulta (scusa la mia ignoranza)."

Dicevo: nel momento in cui la commissione pretende di decidere chi può e chi non può candidarsi in base ai loro trascorsi penali, infligge pene non previste e più severe per il reato commesso.
Per la Legge una certa persona può candidarsi, per la commissione no -> gli si impedisce di candidarsi -> si aumenta la pena prevista dalla Legge e già scontata dalla persona -> la persona non si candida perchè lo dice la commissione che lo ritiene indegno, mentre la Legge lo ritiene degno.
Questo non è giusto, deve valere la Legge, questa è persecuzione.
Possiamo cambiare la Legge, ma anche se lo facciamo questo impedimento varrà da quel momento in poi, non, come propone Grillo, da subito per i condannati attuali che per la Legge attuale sono a posto.

"Romano Prodi mi è indifferente, ma mi chiedo perchè vogliono cambiare la legge elettorale ora"

Ovviamente la vogliono cambiare per migliorare il proprio risultato elettorale. Fanno bene? per circa metà degli italiani no per l'altra metà si ovviamente, ma per decidere chi ha ragione, sempre per grande amore della democrazia preferisco decidere valutando bene le motivazioni dei due schieramenti.
Ma se da una parte danno delle motizioni (più o meno valide, ma motivazioni, per esempio mi piace lo sbarramento per evitare i tanti partitini nati solo per prendere i soldi dallo stato), dall'altra sento solo invettive e recriminazioni che non vanno nel merito ma si muovono nel campo dei desideri.
Non si può fare una legge elettorale prima del voto: in base a quale Legge non si può?
È un colpo di stato: solo perchè non ti piace?
Non è questo che voglio sentire dall'opposizione in democrazia. Dovrebbero dire: è meglio quella attuale perchè ...., è meglio quella che proponiamo noi perchè ... o qualcosa di simile.

ciao Giorgio

Giorgio Dabemo 07.10.05 16:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo

ti seguo da tanto tempo e ti ammiro per le battaglie che sostieni, nonostante il boicottaggio delle tv nazionali.
Recentemente ho scoperto il tuo blog,e ti seguo in rete.
Cio'nonostante ho una critica da farti,non me ne volere.
Purtroppo, come tante altre persone pubbliche, di spettacolo,che scrivono o che compaiono in televisione, anche tu usi un linguaggio che col passare degli anni è diventato sempre piu' volgare.
Questo, se da principio CI infastidiva, ultimamente CI urta!
Scusami per questo mio fogo,ti saluto e ti ringrazio,a rileggerti.
Angelo

Angelo Lombardi 07.10.05 16:42| 
 |
Rispondi al commento

Sono in linea di principio daccordo con quanto espone l'on. Di Pietro, ma gradirei sapere in qual modo vietare la candidatura di personaggi dal passato non limpido - vedi il primo punto delle sue proposte - possa alleggerire i costi della politica, come nelle sue dichiarazioni di intenti.
Ma non sarebbe assai meglio per conseguire questo obiettivo tagliare drasticamente il numero dei parlamentari di entrambe le camere nonchè degli eletti in comuni/provincie e regioni?
Meglio pochi ma buoni che tanti inetti, peralizzati da continue faide intestine....tanto poi alla fine chi decide sono sempre i soliti quattro gatti!

Lorenzo Navone 07.10.05 16:32| 
 |
Rispondi al commento

Risposta a Giorgio Dabemo
Quello che mi preoccupa e molto, è il clima da "giustizieri della notte" che si respira.
Giusto è quello che preoccupa anche a me, sono contrario agli eroi ed al mitismo

Ho un profondo amore per la democrazia, se guardi la storia è il sistema di governo che ha fatto stare meglio più gente per il più lungo periodo e, non illudiamoci, possiamo sempre perderla.
Sono d'accordo con te al 100%, ma se continua così il potere economico piano piano ce la toglierà

La commessione etica proposta da Di Pietro va al di la della legge, applica pene da questa non previste e più severe.
Non mi risulta (scusa la mia ignoranza)

Romano Prodi mi è indifferente, ma mi chiedo perchè vogliono cambiare la legge elettorale ora

ciao Gianni

GIOVANNI SCARCELLA 07.10.05 16:26| 
 |
Rispondi al commento

IL Caso Unipol
Cioè a dire di una banca che ha le sue origini nelle operose cooperative "Rosse" finanziata nelle sue origini dalle copertive rosse Italiane dunqe uno si aspetterebbe una minimo di coerenza, sopratutto nell'agire.
La banca Unipol acuista la BNL, uno degli ultimi, ormai,carrozzoni ex Statali per farne un cavallo da corsa,vincente,competitivo - comportandosi così in media come tutte le banche Italiane che giustamente e leggittimamente cercano di darsi una dimensione europea.Fin qui nulla da eccepire, se non fosse per il fatto che non gli è neanche lontanamente venuto in mente di abbassere i costi dei libretti ne tanto meno di abbassare i premi ai loro assicurati (tutti o quasi di sinistra) comportandosi ancor di più come tutte le altre banche.Tra le altre il costo gestione conto è tra i più alti !!!!! MA di quale sinistra siamo parlando ?
un saluto a tutti ?

Leonardo de Cesaris 07.10.05 16:19| 
 |
Rispondi al commento

Ma chi scritto il posto precedente????

Ma che czzzzzzzzzzzz vuoi dire degenerato mentale...

Che sei un merda l' abbiamo capito ma firmarti Antonio di Pietro è proprio da imbecilli.
Czzzzzzzz mette il tuo nome ...

Vota Antoni vota Antonio vota Antonio

Davide Parisio 07.10.05 15:48| 
 |
Rispondi al commento

NON VOTO DESTRA PERCHE NON MI PIACE QUELLA CLASSE POLITICA.
NON VOTO SINISTRA PERCHE' NON MI PIACE IL SUO ELETTORATO.
e dunque non voglio unirmi al coro degl'impreparati prevenuti.
A SUO TEMPO CI SI POTEVA SALVARE CON 'ILVOTOSPRECATOINUTILEDIPROTESTA' A PANNELLA MA ORA PURE LUI, DOPO IL RITORNO DEL FRANTOIO VIVENTE DEMICHELIS, E' INAFFRONTABILE.
QUINDI SONO COSTRETTO A PENSARE AI CAZZI MIEI ED ESSERE FATALISTA. QUEL CHE SARA' SARA'.

NON HO SCELTA !

Mario Disilluso 07.10.05 15:48| 
 |
Rispondi al commento

IO SONO LA MERDA !!

(...per i distratti...):

DI PIETRO E' LA MERDA !!!


meno male che a breve sto topic sparisce così parliamo di cose serie e quei pochi pochi che qui difendono Il Decerebrato torneranno a guardare la DeFilippi.


P.S. per i vecchietti che diranno "bravo, vota Berlusconi" anticipo che non l'ho mai votato ne mai lo voterò. Ciò detto :

DI PIETRO E' PROPRIO LA MERDA !!!

Antonio Di Pietro 07.10.05 15:42| 
 |
Rispondi al commento

Risposta a GIOVANNI SCARCELLA

Caro giovanni, forse si tratta di piccole cose, ma fondamentali, secondo me, per stabilire delle linee guida ai comportamenti.

Quello che mi preoccupa e molto, è il clima da "giustizieri della notte" che si respira.
Ho un profondo amore per la democrazia, se guardi la storia è il sistema di governo che ha fatto stare meglio più gente per il più lungo periodo e, non illudiamoci, possiamo sempre perderla.

Democrazia -> Legge. Tutti uguali di fronte alla Legge, tutti devono rispettarla.
La commessione etica proposta da Di Pietro va al di la della legge, applica pene da questa non previste e più severe. Faccimoci giustizia da soli è la risposta? E chi controlla che la commissione lavori secondo etica e ammetta o non ammetta chi davvero se lo merita? Facciamo una magistratura parallela? In democrazia solo i cittadini controllano. E questo lo propone un magistrato che dovrebbe avere un amore ed un rispetto per la legge superiore al mio?
O non lo ha mai avuto?
Grillo fa una lista dei lebbrosi in parlamento. Ma questo non ha a che fare con una nuova proposta di legge da applicarsi da oggi in avanti, questo condanna persone che hanno commesso reati nell'ambito del sistema legale oggi vigente che gli consente di stare oggi in parlamento. Questa è persecuzione, balle nessuna, si vuole punire queste persone più di quanto faccia la Legge. Questo in democrazia non si può fare, e non mi frega niente del loro stato economico o sociale, se sono a posto per la Legge lo devono essere per tutti.
Come voglio cambiare le cose dici? Il più possibile ma rimanendo nell'ambito della Legge.
Il poco, il nessun, rispetto per la Legge è molto diffuso e capillare.
Un esempio per tutti. Prodi si "lamenta" che non si può proporre una nuova legge elettorale prima del voto. Romano ho una brutta notizia per te, si può, la Legge lo consente. Concentrati sull'analisi del contenuto della nuova proposta e smetti di urlare contro la pioggia, siamo in democrazia

Giorgio Dabemo 07.10.05 15:24| 
 |
Rispondi al commento

Chiedo: è possibile che un AD (Cimoli) per "contenere" i costi stia cercando di cacciare via tutti i contratti indeterminati in Alitalia, cioè noi lavoratori che dopo 30 anni prendiamo 1400,00 € - chi potrà ancora rimanere dopo 30 anni - e dichiari che il deficit in 6 mesi è arrivato a 580 milioni di €? La domanda sembra ingenua però vi dico anche che il su nominato intasca 1.450.000,00 € all'anno, neanche l'AD di British e Lufhtansa che sono in attivo hanno tale emolumento. Tale abuso vergognoso va denunciato e segnalato visto che il risanamento lo paghiamo noi contribuenti.

Badeyee Abdirasak 07.10.05 15:10| 
 |
Rispondi al commento

Giustissima la lettera di Di Pietro.
Chissà perchè Bruno Vespa se ne guarda bene dal fare su questo argomento una puntata di Porta a Porta!! Bisognerebbe proporglielo anche se fanno tutti orecchi da mercante. Saluti a tutti voi.

Travaglia Renata 07.10.05 15:02| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
sono uno studente universitario siciliano che, studia a Macerata scienze della comunicazione.
Vorrei sapere qualcosa di più sul sito da te segnalato www.coolstreaming.it .
La connessione è gratutita?
Si possono vedere tranquillamente le partite di serie A?
Perchè non fondi un partito politico che si chiama "Forza Beppe Grillo"?
Ciao dal tuo estimatore siculo.

claudio fontebrera 07.10.05 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Grillo, io ti ritegno una persona libera, e se ti chiedo consigli è perchè credo che tu stia giustamente impiegando il tuo tempo nell'informarti senza censura al contrario dei giornalisti di oggi.
Chi cazzo votiamo??????
Come facciamo a cacciare i mercanti dal tempio???
Se non siamo noi a cambiare, a non accettare più compromessi, raccomandazioni, favoritismi, come possiamo cambiare la situazione??
Noi stiamo qui per i nostri figli, l'abbiamo capito che se fatichiamo, lavoriamo, ci ammazziamo, lo facciamo per far continuare qualcosa su questa terra, e questo qualcosa sono i nostri figli?
E saremo orgogliosi di quello che gli lasceremo?
Svegliamoci, diciamo basta, non facciamo come mi costrigeranno a fare, e cioè abbandonare la nostra patria per lidi meno sporchi, diciamo BASTAAAAAA.
Beppe, o ti candidi tu o fondiamo un movimento serio, diciamo basta, cerchiamo di creare una classe politica seria, culturalmente preparata (no come sta massa di bifolchi, lad.. masc..... ign..... alleiamoci. Il mio non è uno sfogo, se ti serve una mano chiamami, io ci sono, e come me tante persone oneste lavoratrici che sono l'orgoglio dell'Italia.
Il bello è che io, alle ultime politiche, ho votato il nano, quell'essere innominabile e non innominato (che almeno si è redento nei promessi sposi), e Vi chiedo, popolo Italiano di persone oneste e lavoratrici, Vi chiedo umilmente perdono, ma datemi un segno, un'idea differente per poter avere una minima possibilità di cambiare le cose.
Come scrisse Shakespeare:"nel cielo ci sono troppe nubi, solo una tempesta le può spazzare via!!"
Continua a combattere Beppe, e se puoi vacci in televisione, mandali a fanculo!!
Claudio da Roma

Claudio Melis 07.10.05 14:35| 
 |
Rispondi al commento

Concordo con DiPietro, ma ,purtroppo, penso che non possa essere lui a portare avanti questa battaglia.

daniele diani 07.10.05 14:06| 
 |
Rispondi al commento

Ho visto anche io porta a porta ieri e vorrei vedere con che coraggio potete accusare Di Pietro di non saper parlare.
Poveretti...voi però
Da solo per dire che le intercettazioni sono utili ma senza abusarne.
Tutti nello studio contro di lui , visto ancora come rappresentate del potere giudiziario.
Un ministro della Giustizia da far vergognare anche il Burundi.
Che dice ..e ripeteve pure che era a conoscenza di intercettazioni trafugate, ma che non poteva fare nulla perchè non conosceva il colpevole e il colpevole dovevano trovarlo i giudici..
ma fammi il piacere..
Primo: il ministro può sempre fare una denuncia contro anonimi come fano tutti i cittadini onesti..
Secondo: non sta ai giudici trovare il colpevole, ma alle forze di pubblica sicurezza in base alle indagini, al massimo il giudice giudica quelli ritenuti colpevoli
Un ministro della giustizia..che non sa neppure da che parte aprire il codice..

Complimenti alla calma che sei riuscito a tenere..
Se non ci fossero state le intercettazioni chissà quanti crimini sarebbero andati impuniti..
Di Pietro pur essendo stato magistrato cercava di far capire che il problema è la diffusione di intercettazioni per nulla legate al dibattimento in corso..

ahahha il ministro che non sapeva neppure in quante parti si articola il procedimento penale, dall'inchiesta al processo vero e proprio..


Crazy

Chris Donovan 07.10.05 13:27| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe, ti seguo da molto tempo (anni 80)...ma scrivo per la prima volta nel tuo blog...Il motivo che mi spinge a scriverti è la paura che ho avuto, quando da frequente lettore del tuo blog, ho letto e di conseguenza sono stato dirottato su di un'altro sito www.sign*******.com (non voglio fargli altra pubblicità)...di un certo Sandro Pas***** che avrai sicuramente capito. Su questo sito ti vengono fatte delle accuse gravi che però non comprendo e tollero da esterno. Infatti, sei accusato di nascondere la tematica del "signoraggio", quando invece io ho visto un tuo spettacolo "quello con il dragone dalle 4 teste...per capirci)...dove la suddetta tematica veniva trattata in modo serio e critico...perchè allora questo tizio si permette di accusarti di censura e cose peggiori?...che scopo ha?
Per quanto poi riguarda la tematica in corso, di un'attualità straordinaria, che pensi in merito all'omicidio dell'ex questore Arrigo Molinari...ucciso il 27 sett. quando il 5 ott. avrebbe dovuto in tribunale parlare del signoraggio di Bankitalia Spa e BCE e della truffa ai risparmiatori. Cosa succede?...pechè i TG hanno chiuso la faccenda, sarà stato per vero il cuoco "sgamato" da Molinari mentre rubava?...o è la fine prevista per chi si oppone al "male".

Ecco l'intervista a Molinari dal quotidiano "Il Giornale":
http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=31940


Ti ammiro per tutto quello che fai!

Lucio

Lucio Saba 07.10.05 13:22| 
 |
Rispondi al commento

Non sto più qui a ribadire le motivazioni, per la scelta su Di Pietro, si è detto quasi tutto e da tutte le parti, è vero che sta al tavolo politico come gli altri, come non esserlo? è stato eletto, ma defilandosi buona parte delle cose che si propone, sarebbero irrealizzabili, l'alternativa sarebbe quella di uscire dalla coalizione e gridare al vento, non mi sembra la via migliore. Comunque per chi vuole, può visitare il sito del parlamento europeo alla sezione dei parlamentari italiani presenti in quella sede, dove c'è anche Di Pietro, sono liberamente consultabili le dichiarazioni di interesse finanziario. Qui sotto riporto l'indirizzo riguardante Di Pietro. Buona lettura.

http://www.europarl.eu.int/members/expert/groupAndContry/view.do?language=IT&id=4404

Un saluto a tutti.

GIUSEPPE BIZZINI 07.10.05 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Solo due cose:
1) BEPPE VAI DA CELENTANO. usiamo i loro stessi strumenti
2) RIMANIAMO IN ITALIA. Ho 26 anni, 2 anni passati all'estero, la voglia di fuggire rimane, ma resto in Italia. Per il paese, perchè non mi rassegno.
Un abbraccio a tutti
Maria Edera

Maria Edera Spadoni 07.10.05 11:53| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, non ho ancora finito di leggere tutti i commenti ma lo farò. Volevo sollevare una obbiezione: Prodi Di Pietro e l'attuale sinistra rappresentano l'unica alternativa all'attuale coalizione ? Se ricordo bene Il Professore passa attraverso l'iri, l'euro forzato senza referendum, nomisma e altre cosette che ora mi sfuggono. L'Onorevole Di Pietro oggi lo accompagna nella sua battaglia contro il Nanocoltrapianto, l'Onorevole Silvio. La sinistra progettava già la legge elettorale per cui si scandalizza come una verginella e la stessa sinistra aveva già pensato al falso in bilancio. Recentemente l'Onorevole Fassino, non ha concesso che i suoi elettori leggessero le intercettazioni sue con l'allegra brigata di Fazio...
L'obbiezione che sollevo è sul bipolarismo, sulla libertà di scelta, sul voto alle persone di cui possiamo fidarci. Al momento no ne vedo di persone o partiti che mi ispirino fiducia. Sicuramente ignoro delle cose e la mia ignoranza mi impedisce di vedere la via.
saluti cari, un italiano.

Paolo Balestri 07.10.05 11:31| 
 |
Rispondi al commento

Buon giorno sig.Grillo,non sto qui a ripetere gli elogi e i comlimenti che Le potri fare.Lei è assolutamente una persona speciale.Ne nascono uno ogni 100 anni..se va bene..Le vorrei chiedere solo una cosa pero'.Sinceramente mi da fastidio nn "usare" (mi perdoni) la Sua intelligenza il Suo spessore morale, in politica.Perche' nn fonda un partito tutto Suo?Sono sicuro che dal seguito che ha diventerebbe una persona MOLTO influente in Italia e finalmente le cose cambierebbero..Se veramente c vuole bene(e ne sono convinto) lo faccia per noi...per l'Italia..per il mondo!
So che nn mi rispondera' mai,ma io ho voluto provare a parlare con colui che credo sia veramente il DIO in terra!Cordiali saluti Cavallo Matteo 33 anni Milano

Matteo Cavallo 07.10.05 11:22| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici e caro Beppe.
A firma di Gianantonio Stella, stamane sul corriere on line, un articolo sull'etica dei politici regionali calabresi.

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2005/10_Ottobre/07/portaborse.shtml

I nostri dipendenti continuano con la faccia ci bronzo a beffare i loro datori di lavoro. Ed ancora più grave che lo facciano coalizzati (centrodestracentrosinistra) in una terra povera e con prospettive di sviluppo in media terzo mondo.

Saluti dalla Calabria.
Massimo

Massimo Migliori 07.10.05 11:15| 
 |
Rispondi al commento

risposta a Giorgio Dabemo
ciao, io veramente con l'esempio del pedofilo volevo farti capire altre cose, comunque andiamo con ordine.
1) E' da cinque anni che Di Pietro parla di legge che impedisca la candidatura a chi ha commesso certi reati.
2) La persona che ha commesso certi tipi di reato non si muore di fame e potrebbe fare altre cose invece di candidarsi e questo non vuol dire persecuzione per me (se guardiamo nel passato della sanità quante persone non sono state adeguatamente assistite per mancanza di fondi mentre giravano mazzette multigliardarie, chi erano in questo caso perseguitati quelli che poi sono stati condannati?)
3) Il potere, se non si mettono deterrenti, fà patti anche con il diavolo (alla faccia della collettività)
4) Attualmente la politica non è proprio come dovrebbe essere "idealismo" per le cose più giuste per la collettività, ma è personalismo, quanto potere riesco ad acquisire ed in che modo (ed i soldi ti aiutano)

Caro Giorgio come pensi di cambiare le cose?

Di Pietro per me è un grande, io al posto suo avrei mollato, chi me lo fa fare con questa menata dell'etica a litigare con destra e sinistra, o è una questione di coraggio PER UNA POSSIBILE ALTENATIVA????

GIOVANNI SCARCELLA 07.10.05 11:12| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Grillo,
Di Pietro è Craxi che è Berlusconi che è Prodi che è Bertinottifollinifanfanipannella. Lei lo sa che non sono i nostri dipendenti. La pensano tutti nella stessa maniera. Il potere logora chi non ce l'ha. Diceva il loro più grande rappresentante. Loro sono convinti di questo: se non si ha il potere si è logorati. Non hanno loro idee, ma solo idee che permettano loro di restare li (veda la nuova legge elettorale...)Il consigliere regionale del friuli venezia giulia guadagna 10.000 euro netti al mese, circa. Perchè?

Roberto Marinig 07.10.05 10:47| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
sono un bibliotecario in un ente pubblico e vorrei avvisarti che biblioteche e università stanno soffrendo gravi difficoltà nel loro lavoro, fino al blocco del servizio come è successo nella mia biblioteca, a causa del decreto Pisanu contro il terrorismo. Malgrado il drecreto parli di esercizi pubblici e circoli privati "qualcuno" ha deciso che dentro ci stavano anche le istituzioni culturali. Si tratta di questo: a tutti quelli che chiedono di usare internet va chiesto documento da fotocopiare, bisogna segnare ora di inizio e fine collegamento: per il momento non si possono chiedere i siti visitati ma scommetto che dopo il prossimo attentato questo si verificherà. Tutto ciò ovviamento previa autorizzazione della questura e solo su moduli appositi, che ovviamente non ci sono, oppure su foglio elettronico. Io sono bloccato perchè la mia questura non ha ancora dato l'autorizzazione e devo mandare indietro la gente. Hai voglia di aiutarmi un po'?
Cordialissimi saluti e auguri,
Paolo Ceola
P.S. Il decreto è del 16/08/05

Paolo Ceola 07.10.05 10:28| 
 |
Rispondi al commento

Cara Ester per fortuna che ci seiu e i tuoi bei commenti da intelligentona.
Ma per caso hai studiato a Oxford?????
E poi che coraggio che hai da vendere.......a dire ste strzzzzzzzzz.
Complimenti e continua a votare il Nano portatore di m...

Vota Antonio vota Antonio vota Antonio

Davide Parisio 07.10.05 10:27| 
 |
Rispondi al commento

Risposta a Gianandrea De Candido:

Le ricordo che ci sono stati giudici che invece hanno proseguito la propria azione investigativa fino in fondo e non sono finiti bene.
Ricordo con stima Falcone , Borselino e tanti altri.....

Legga i libri di Marco Travaglio "intoccabili" e "Mani pulite"

rifletta e si informi prima di sentenziare giudizzi

Davide Parisio 07.10.05 10:20| 
 |
Rispondi al commento

IO SPERO CHE DOPO IL 'PORTA A PORTA' DI IERI SERA VI SIATE DEFINITIVAMENTE CHIARITI I DUBBI. L'AVETE VISTO DI PIETRO ?! NO DICO, MA L'AVETE VISTO ?!
FINTO COME UN CLOWN ! UN FINTO BASSO PROFILO NON RISSAIOLO NEL DISPERATO TENTATIVO DI ESSERE ORIGINALE E DI DISTINGUERSI DAGL'ALTRI. MIO DIO CHE ORRORE !! POPULISMO PARACULO PIU' VECCHIO DEL VECCHIO !! CAPACITA' VERBALI ALLA STREGUA DI BISCARDI !! DI BISCARDI !!! PARLANO NELLO STESSO MODO !! DI PIETRO E' VERAMENTE IGNORANTE !! E PURE CORTO. CORTO CORTO. NON INTUITIVO, NON SVEGLIO, NON REATTIVO !! E' TRISTE DALLA FORMA ALLA SOSTANZA !! UN GARAGISTA IMPROVVISATOSI POLITICO. DIO CHE DISGUSTO !! FACCIA DA DC !! FEDINA PENALE SPORCA !! UNA CARRIERA POLITICA COSTRUITA DEMOLENDO GLIA ALTRI !! UN ARRAMPICATORE SOCIALE IN CERCA DI POPOLARITA' E POTERE !! UN MUSSOLINO DI PAESE !! CAZZO, PER VOTARE UNO COSì DEVI ESSERE PROPRIO COME LUI !! COME SI FA A NON VEDERE ?!

STRA D'ACCORDO CON CHI DICEVA : "DIPIETRO NO NO NO E NO" ...

Ester Ripamonti 07.10.05 10:17| 
 |
Rispondi al commento

Caro dott. di Pietro,
io non ci sto non perchè non condivido i suoi principi che corrispondono alla verità più assoluta, ma perchè Lei è la persona meno indicata per portarli avanti. Ho assistito ieri sera alla trasmissione "Porta a Porta" (la assisto di rado) e, mentre Lei cercava di destreggiarsi a fatica fra le varie questioni oggetto della trasmissione, mi è venuto in mente tutto il processo e le relative sceneggiate di "Mani Pulite". Voi, magistrati milanesi, avete scoperchiato una pentola dal contenuto fetido e putrido, che tra l'altro era di dominio di molti, e non avete saputo o voluto fare la vera "pulizia". Il paese si è sconquassato, senza alcun vero risultato. Era il momento di una svolta epocale: invece la "nuova" repubblica è sorta peggio di quella di prima. Basta analizzarne i risultati. Avete avuto per le mani un'occasione unica nel suo genere, perchè in quel preciso momento storico potevate fare veramente quello che volevate e quello che Lei voleva, perchè avevate la facoltà di poter essere liberi ed indipendenti nell'esercizio della Vostra funzione: le porte delle patrie galere erano aperte a tutti senza la minima distinzione. Dentro i corrutori ed i corrotti, i ladri ed i truffatori, i delinquenti e gli impostori: riempiamo gli stadi di questa "genia", come qualcuno all'epoca disse!
Cosa, quindi, Lei ha pensato bene di fare? Mollare tutto, perchè la tiravano per la giacca, e fondare un partito. Per cortesia, Senatore, dove sta la decenza, il senso del dovere e quello civico che deve sfociare nell' AMORE incondizionato per la propria PATRIA chiamata ITALIA. Ancora per cortesia non la prenda per retorica, perchè AMO il mio paese e sono profondamente orgoglioso di essere italiano. Verderlo massacrato costantemente e volutamente mi fa inviperire e come tanti, soprattutto ora, so di essere impotente e di non poter far nulla, se non esercitare diversamente il mio diritto di voto.
Distinti saluti
Gianandrea De Candido
Venezia - 54 anni

Gianandrea De Candido 07.10.05 10:04| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
oggi mi è arrivata una mail alquanto inquietante e vorrei chiedere il tuo parere se ciò possa o meno corrispondere a verità. Eccola in allegato:


LA FINANZIARIA DI BERLUSCONI E TREMONTI:
UN COLPO MORTALE PER ROMA

Un taglio, per il comune di Roma, di 312 milioni di euro sulla spesa corrente, quasi il 30% del bilancio complessivo.

L'amministrazione comunale sarà costretta a:
1. spegnere 20 mila lampioni sui 150 mila esistenti.
2. riduzione del servizio per il trasporto pubblico con la soppressione di 47 linee di autobus (su un totale di 340), con prevalenza in periferia.
3. chiusura anticipata, alle 20,30 delle linee A e B della metro.
4. riduzione del parco mezzi di circa 200 unità e la messa in mobilità di quasi mille lavoratori.
5. taglio del 30 per cento alle spese per la cultura.
6. chiusura di 12 biblioteche su 35.
7. chiusura delle Case del cinema e del jazz.
8. riduzione delle attività espositive delle Scuderie del Quirinale di 100 giorni.
9. riduzione di 210 eventi dell'Auditorium Parco della Musica con 200 mila spettatori in meno; conseguenze sui dipendenti comunali: la chiusura dei musei il pomeriggio porterebbe al licenziamento di 150 persone.
10. annullamento degli impegni presi per realizzare le attività espositive.
11. azzeramento della manutenzione e della pulizia delle aree archeologiche e dell'intero patrimonio artistico e monumentale della città con il licenziamento di almeno 80 persone.
12. azzeramento della manutenzione del verde per 400 ettari.
13. mancata potatura di 6 mila alberi e la conseguente perdita di lavoro per 300 persone.
14. eliminazione buoni libro a 44 mila bambini delle elementari e 12 mila delle medie.
15. eliminazione 20 mila borse di studio.
16. riduzione interventi di sostegno per 6 mila bambini diversamente abili.
...e la cosa continua pure!

Gianluig

gianluigi mancini 07.10.05 09:39| 
 |
Rispondi al commento

Risposta a M.Rita Muzi:

Bisognerebbe chiedere, per assurdo, a chi ha voluto che Falcone e Borsellino rimanessero soli.
E sono le stesse persone che, come mandanti, gli hanno fatti uccidere.
Cioè Andreotti, Dell'ultri, Berlusconi e cosa nostra.
Di pietro se non si fosse dimesso avrebbe fatto sicuramente la stessa fine.
Per info leggi "Intoccabili" di M. Travaglio

Davide Parisio 07.10.05 09:36| 
 |
Rispondi al commento

Sarà vero ??????

Ricevo questa mail

Oggetto: Azione civile...divulgala

Nei prossimi giorni le famiglie italiane riceveranno
la lettera firmata dal Presidente del Consiglio Berlusconi in cui il premier spiegherà le ragioni, i particolari e tutto ciò che riguarda la finanziaria appena varata e la riforma delle pensioni.
Oltre 18 milioni di capi famiglia riceveranno la lettera per una spesa che supererà i 7 milioni di euro, a carico del ministero del Tesoro e quindi di tutti i contribuenti.
Chiaramente le ragioni della spedizione di questa lettera sono ben altre di quelle ufficiali. In vista delle mobilitazioni dei lavoratori del 24 ottobre e delle elezioni europee e amministrative delle prossima primavera e visti i sondaggi che indicano un calo notevole delle preferenze accordate a questo governo, il premier intende continuare nella sua operazione tutta politica e mediatica iniziata con il vergognoso comunicato a reti unificate delle scorse settimana.
Insomma è l'ennesimo scempio che questo governo si accinge a compiere. Quello che invitiamo a fare e respingere al mittente la lettera che riceverete, nel momento in cui il postino ve la consegna o portandola successivamente all'ufficio postale.
E' sufficiente barrare con due righe in diagonale l'indirizzo del destinatario e scrivere RESPINTO AL MITTENTE.
Un'iniziativa civile per esprimere il nostro dissenso. Inoltra la mail a più gente possibile, se la ritieni un'iniziativa condivisibile!

sabrina napoli 07.10.05 09:34| 
 |
Rispondi al commento

Sarà vero ??????

Ricevo questa mail

Oggetto: Azione civile...divulgala

Nei prossimi giorni le famiglie italiane riceveranno
la lettera firmata dal Presidente del Consiglio Berlusconi in cui il premier spiegherà le ragioni, i particolari e tutto ciò che riguarda la finanziaria appena varata e la riforma delle pensioni.
Oltre 18 milioni di capi famiglia riceveranno la lettera per una spesa che supererà i 7 milioni di euro, a carico del ministero del Tesoro e quindi di tutti i contribuenti.
Chiaramente le ragioni della spedizione di questa lettera sono ben altre di quelle ufficiali. In vista delle mobilitazioni dei lavoratori del 24 ottobre e delle elezioni europee e amministrative delle prossima primavera e visti i sondaggi che indicano un calo notevole delle preferenze accordate a questo governo, il premier intende continuare nella sua operazione tutta politica e mediatica iniziata con il vergognoso comunicato a reti unificate delle scorse settimana.
Insomma è l'ennesimo scempio che questo governo si accinge a compiere. Quello che invitiamo a fare e respingere al mittente la lettera che riceverete, nel momento in cui il postino ve la consegna o portandola successivamente all'ufficio postale.
E' sufficiente barrare con due righe in diagonale l'indirizzo del destinatario e scrivere RESPINTO AL MITTENTE.
Un'iniziativa civile per esprimere il nostro dissenso. Inoltra la mail a più gente possibile, se la ritieni un'iniziativa condivisibile!

sabrina cassese 07.10.05 09:34| 
 |
Rispondi al commento

Un'altra "boutade" del piccoletto
alias berlusconi !!!!!!!!!!!!!!!

Nei prossimi giorni le famiglie italiane riceveranno la lettera firmata dal Presidente del Consiglio Berlusconi in cui il premier spiegherà le ragioni, i particolari e tutto ciò che riguarda la finanziaria appena varata e la riforma delle pensioni. Oltre18 milioni di capi famiglia riceveranno la lettera per una spesa che supererà i 7 milioni di euro, a carico del ministero del Tesoro e quindi di tutti i contribuenti. Chiaramente le ragioni della spedizione di questa lettera sono ben altre di quelle ufficiali. In vista delle mobilitazioni dei lavoratori del 24 ottobre e delle elezioni europee e amministrative della prossima primavera e visti i sondaggi che indicano un calo notevole delle preferenze accordate a questo governo, il premier intende continuare nella sua operazione tutta politica e mediatica iniziata con il vergognoso comunicato a reti unificate delle scorse settimana. Insomma è l'ennesimo scempio che questo governo si accinge a compiere. Quello che invitiamo a fare è respingere al mittente la lettera che riceverete, nel momento in cui il postino ve la consegna o portandola successivamente all'ufficio postale. E' sufficiente barrare con due righe in diagonale l'indirizzo del destinatario e scrivere RESPINTO AL MITTENTE. Un'iniziativa civile per esprimere il nostro dissenso. Inoltra la mail a più gente possibile, se la ritieni un'iniziativa condivisibile!!!!!!!!

adriana fraschetti 07.10.05 09:34| 
 |
Rispondi al commento

Caro Marco da Roma, Ti capisco bene e provo una forte empatia nei tuoi confronti. Sia io sia i miei amici abbiamo pensato più volte di lasciare la ns Patria. Il sentimento comune è la vergogna di non riuscire a incidere nella Società in termini positivi oltre alle normali azioni quotidiane, frutto di un lavoro onesto e di idee fondanti della Civiltà (rispetto per il prossimo, per l'ambiente, per i figli, ecc). Qualcuno ha detto che la Democrazia è il rispetto di chi la pensa diversamente da noi. Faccio sempre più fatica a tollerare chi non rispetta questa regola fondamentale. La mia paura è quella di non fare abbastanza, di non riuscire a dare il mio contributo per preservare la Società alla quale tante persone hanno dedicato la loro vita. Temo che mia figlia un domani mi rinfacci di non avere fatto abbastanza per la Sua Italia che mi ha concesso in prestito.
Grazie Grillo per l'oppotunità di leggere un blog dove mi ritrovo quotidianamente. Fabrizio

FABRIZIO SAVANI 07.10.05 09:33| 
 |
Rispondi al commento

Amici, quest'ultimo scorcio di governo ci riserva orrori tipo questo... http://www.repubblica.it/2005/j/sezioni/politica/giuscir/prevititilt/prevititilt.html
SENZA COMMENTO

denis volpi 07.10.05 09:05| 
 |
Rispondi al commento

Per fortuna oggi c'è lo sciopero dei giornalisti "televisivi", così a cena questa sera non dovrò subire gli sghignazzi del Presidente del Consiglio che minaccia i nostri "infedeli dipendenti" di non farli più rieleggere.

Marco Tognon 07.10.05 08:55| 
 |
Rispondi al commento

A 16 anni ho capito che qui dio non esiste, a 35 ho capito che qui la rivoluzione non è possibile,
oggi ne ho 51 e non ho ancora capito se sono pazzo...perchè sto ancora qui.

maurizio piromallo 07.10.05 01:13| 
 |
Rispondi al commento

Gentile sig. Grillo,
è la prima volta che scrivo ad un personaggio pubblico, ma oggi l'indignazione provata è prevalsa su tutto il resto. Premetto che sono una quasi 33enne che vive il disagio dei nostri tempi, come milioni di altri giovani. Nonostante ciò non riesco a trovare consolazione nel "mal comune mezzo gaudio". Laureata, ho provato di tutto, dalle agenzie interinali, ai pip, ai co.co.co, i co.co.pro ecc...senza trovare ancora una dignità lavorativa ed umana. Oggi sono sobbalzata dall'ira nel leggere l'intervista su "La Repubblica" al deputato forzista Guido Crosetto. Titolo:" Deputati e conti in rosso,14 mila euro volano via". Un testo paradossale nel quale il Signor Deputato si sforzava di spiegare la difficoltà di molti suoi colleghi nell'arrivare a fine mese con...14 mila euro!Che dire? Follia? Perdita del senso della misura e della decenza? Parole a vuoto fuori dalla realtà? Come può non provare vergogna il "Signor" Crosetto nel fare certe affermazioni in un momento storico nel quale è rappresentate in parlamento di un popolo allo sbando?Vorrei solo potergli dire che ci sono persone,come me,che non riescono neppure a formarsi una famiglia esclusivamente per motivi economici e che ci sono genitori anziani che ancora si spaccano la schiena per aiutare a vivere figli ormai adulti, frustrati e non VIZIATI, che altrimenti non riuscurebbero a farlo. Avevo pensato di mandare 5 euro al signore in questione per aiutarlo ad arrivare a fine mese, ma onestamente fanno più comodo a me che a lui (e forse non avrebbe capito la provocazione)...
Ho conservato l'articolo e se da qui può nascere qualche azione,anche solo di indignazione e rivolta morale degli italiani, sarò felice di collaborare per quello che potrò.
Cordialemente

Gaia Chirico 07.10.05 00:16| 
 |
Rispondi al commento

Il giornale "El Pais" di pggi, riporta questa notizia : “Bush defiende que prohibir la tortura a presos de guerra complica su lucha contra el terrorismo “ ...

...l’ultimo capo di stato che sostenne una tesi simile, si chiamava Hitler !

GIANLUCA MACARIO 06.10.05 23:50| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei sapere dall'On. Di Pietro, perchè Falcone e Borsellino sono stati lasciati soli.
Perchè sappiamo tutti che soltanto quando si è soli si muore. M.Rita Muzi

muzi maria rita 06.10.05 23:39| 
 |
Rispondi al commento

.... E poi ci sono questi altri motivi perchè uno se ne vorrebbe andare.... Margherita lancia Baudo a presidenza Sicilia.... Bastà!!!

Piero Came 06.10.05 23:04| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto solo pochi commenti e mi sono stancato immediatamente di continuare. Quasi tutte le persone intervenute(sono convinto), sono animate da propositi speranzosi ed onesti, ma continuare solo ad accusare, a puntare il dito contro tutto e tutti, secondo la logica del "tutta un'erba un fascio", non serve a nulla, non è costruttivo. Accusare Di Pietro di essere uno che prende un mucchio di soldi per stare seduto in Parlamento a cosa serve? A chi serve? Cerchiamo piuttosto di andare oltre, di evitare facili qualunquismi, e di capire chi meglio (o meno peggio) può garantirci e rappresentarci. Non è, la mia, una difesa dell' on. Di Pietro, perchè di persone con l'aureola in testa, in Parlamento così come tra noi intervenuti al forum, posso scommettere che ne troveremo pochi. Il giustizialismo non è certo la soluzione, per questo paese mortificato; meglio poche regole, anche meno esemplari e punitive, ma che vengano RISPETTATE DA TUTTI e garantite da chi ci governa, piuttosto che tante regole ferree che "tanto troviamo il modo di aggirarle". Sarà la disillusione, o l'esperienza di vita, sarà la scelta delle idee sulle ideologie, ma da sempre preferisco chi può garantirmi piccoli risultati su chi mi promette grandi risultati difficilmente perseguibili. e in questo abbiamo ancora tra le mani una delle poche armi che ci rimangono in qualità di cittadini: punire chi ci prende in giro, chi semina parole, chi pensa solo alla poltrona, chi specula, chi inganna, chi corrompe o si lascia corrompere. Esistono ancora persone in politica animate da buoni propositi, spero. Aiutiamoci a cercarle!

piermario tronco 06.10.05 22:59| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe oltre a tutto quello che si racconta sulla nuova finanziaria, ti dò una chicca:
I politici si sono diminuiti gli stipendi del 10%, ma i rimborsi elettorali ai partiti sono aumentati del 16% (Grande mago...).
Giovanni da Roma
PS Se devi pubblicare il commento fallo senza cognome per piacere.

Giovanni Guarany 06.10.05 22:00| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, vivo in un posto meraviglioso, Palermo. Attraverso la strada sulle strisce pedonali senza correre alcun pericolo, chiamo il segnale verde dal semaforo pedonale e tutti si fermano cortesi senza tentare di uccidermi. I motociclisti indossano tutti il casco, benevolmente osservati dai pochi vigili occorrenti qui a mantenere un perfetto ordine pubblico. Da noi la gente ama gli animali ed il prossimo, ed i cani contrariamente a quanto tu citi nel tuo blog, fanno la cacca direttamente nelle palette che i proprietari portano al seguito. I negozi espongono i loro prodotti ortofrutticoli mettendo in evidenza la provenienza ed il prezzo. Ti danno perfino lo scontrino fiscale, e tutti sono molto sorridenti ed affettuosi. Che bel mondo......
Accidenti, Beppe........ mi sono svegliato, era un sogno. Elio

Elio Puglia 06.10.05 21:14| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe..ho visto il tuo spettacolo solo in dvd (ho origini genovesi)e in leggera controtendenza con l'opinione diffusa del potere mediatico...ti stimo cavolo !!!Oggi parmalat è tornata in borsa..e mediavideo così commenta..Parmalat, ritorno col botto riferendosi al +3% fatto segnare oggi. Prima considerazione: Il botto la Parmalat lo ha già fatto, e non certo oggi.Secondo:Propagandare un +3% come botto è vile e fuorviante..si vogliono attirare ancora i risparmiatori su un titolo naufragato e ripescato.Questo è davvero un paese unico..due così il pianeta non avrebbe potuto sostenerli...dici che dimentico gli USA ????Ma se sono tutti a rompere le balle a qualcuno nel mondo !!!!!A casa loro c'è rimasto Cellino,presidente del Cagliari Calcio in esilio..e pochi intimi che rincorrono una palla ovale. Pace e molto bene a tutti...alla prossima.
Antonella..Fabrizio..Francesco e Federico.

Antonella Formisano 06.10.05 21:05| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe..ho visto il tuo spettacolo solo in dvd (ho origini genovesi)e in leggera controtendenza con l'opinione diffusa del potere mediatico...ti stimo cavolo !!!Oggi parmalat è tornata in borsa..e mediavideo così commenta..Parmalat, ritorno col botto riferendosi al +3% fatto segnare oggi. Prima considerazione: Il botto la Parmalat lo ha già fatto, e non certo oggi.Secondo:Propagandare un +3% come botto è vile e fuorviante..si vogliono attirare ancora i risparmiatori su un titolo naufragato e ripescato.Questo è davvero un paese unico..due così il pianeta non avrebbe potuto sostenerli...dici che dimentico gli USA ????Ma se sono tutti a rompere le balle a qualcuno nel mondo !!!!!A casa loro c'è rimasto Cellino,presidente del Cagliari Calcio in esilio..e pochi intimi che rincorrono una palla ovale. Pace e molto bene a tutti...alla prossima.
Antonella..Fabrizio..Francesco e Federico.

Antonella Formisano 06.10.05 21:04| 
 |
Rispondi al commento

Sfogo da crescita.
Ciao Beppe,
quando ero un bambino pensavo che i politici erano uomini grandi, persone rispettabili e ammirevoli che per il bene comune e rispetto nei confronti delle istituzioni facevano più sacrifici rispetto ai comuni cittadini e spesso erano in viaggio e lontani dai propri affetti.
Oggi nutro una grande rabbia nei confronti dei politici/amministratori perché gli attribuisco quasi tutte le ingiustizie, gli sprechi, i privilegi e le sofferenze che ci circondano e che condizionano pesantemente le scelte anche personali e la vita di una intera generazione (me compreso).
Le persone importanti, famose, per me sono sempre state dei Grandi Uomini.
Oggi mi fa rabbia vedere che i personaggi famosi e potenti in molti campi: dalla politica allo sport, dall’economia all’arte, si dimostrino uomini piccoli.

Cito solo un esempio: Schumacher passa già alla storia come campione; se avesse contravvenuto all’ordine di scuderia ed avesse rallentato più di quanto fatto da Barrichello all’ultima curva per farlo passare dopo che aveva condotto tutta la gara avanti, poteva diventare una leggenda.

Per me è anche colpa di tutti questi potenti e famosi piccoli uomini se molte coscienze civiche dormono, anche la mia ..non registra nessun impegno sociale, mi auguro che tu legga queste mie parole unica forma di ribellione allo status quo.

Eri un grande, ora sei un “eroe”....sei in nomination per diventare “leggenda”

Carmelo Lumia 06.10.05 20:38| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,

apprezzo quello che dici da sempre ed ho avuto l'occasione di vedere il tuo spettacolo a Reggio Calabria dove lavoro:troppo forte.
Bando ai complimenti ed eccomi al dunque: non homai creduto al politico Berlusconi.
La presentazione di Forza Italia sembrava + un lancio pubblicitario di una nuova marca di pannolini che l'ingresso di un nuovo soggetto nella politica. Idee poche e confuse, slogan a profusione, non si vota più per, si vota contro.
Nella vita di tutti i giorni, non incontro mai nessuno che ha il coraggio di confermare che il suo voto alle ultime elezioni è andato all'attuale governo di centrodestra.
Mi domando e chiedo; l'attuale governo ha senz'altro ottenuto una vittoria democratica alle ultime elezioni, vincendo molti + seggi del centrosinistra, sia in Senato che alla Camera, grazie al voto della maggiornanza degli italiani ma, porco mondo, dove sono finiti tutti gli elettori?
Quei pochi che confessano la loro preferenza, lo fanno in un modo quasi talebano, senza accettare nemmeno il confronto, come se l'operato del governo Berlusconi fosse la traduzione del verbo di Dio.
Nessuno è perfetto e la sinistra italiana da man forte a chiunque voglia muovere facili critiche,ma ho paura di vivere in un paese dove un'affabulatore con interessi in molteplici settori economici riesce a diventare addirittura Premier con tutta la banda Bassotti al seguito, con addirittura il tripudio delle folle e dopo averne fatte di cotte e di crude, ponendo i propri interessi avanti a qualunque altra necessità, pensando di ricandicarsi magari con una leggina elettorale ad hoc.
Era stato addirittura presentato un CONTRATTO con gli elettori (i non elettori era già chiaro la prendevano proprio lì) disatteso in tutti i punti, ma senza vergogna ci si ricandida, forse per terminare lo scempio (nemmeno quello finito...)
Ho paura di vivere in un paese così eticamente incivile, con un popolo che consente tutto questo come se fosse normale.... SalutiGianniImparato

Giovanni Imparato 06.10.05 20:07| 
 |
Rispondi al commento

emigrare?...mi è frullato per la testa un sacco di volte ultimamente,ma ragazzi vi dico resistiamo e facciamo emigrare il portatore sano....magari ad hamammet....

vito di pinto 06.10.05 19:57| 
 |
Rispondi al commento

SE LO STIVALE NON GLIE LA FACESSE …..
( Per chi non ha tempo, basta la sola ultima riga)

Lo Stivale arranca, sempre di più. Alcuni sono confusi. Altri guardano, dubbiosi, in tutte le direzioni.

Se non glie la facesse, lo Stivale, a diventare un Paese normale, se non riuscisse a ottenere risultati sociali migliori, ad essere efficiente, lo sarà per tanti vizietti.............., che molti credevano non avessero importanza.

Fra cui (la lista non é esaustiva):

- lo aver messo al bando i VALORI, dopo la guerra, anche se non perfettamente realizzati, erano pero’ piuttosto diffusi;
- lo aver trascurato l’ importanza del lavoro organizzato, del pensiero strutturato, delle attività organiche, programmate;
- lo aver accettato, in gran parte della società, il doppio (o triplo) linguaggio. Dire una cosa ad X, un’ altra a Y, farne poi una tutta diversa (magari nell’ ombra); che confusione ! !
- lo aver sostituito, nei criteri di selezione, la cooptazione, l’ irresponsabilità, il comparaggio, alla capacità e al merito.

Torri di Babele appaiono, quà e là. Si allargano, crescono, si diffondono. Eppure VIPs rispettabili, ma superficiali, chiedono “competitività, risultati....”. Ma non dicono come....

O qualcuno apre gli occhi, oppure................ si salvi chi puo’ !


Sono quattro i Dittatori che hanno imperio su molte regioni italiane: Confusione, Inefficienza, Rassegnazione, Allegra Gestione.

Antonio Greco
ANGREMA@wanadoo.fr
(emigrato, disponibile per una presentazione delle Cause dei guai italiani)

Antonio Greco 06.10.05 19:56| 
 |
Rispondi al commento

Beppe senti questa:

REndi disponibili dal tuo sito una versione FACILMENTE STAMPABILE dei loghi tipo parlamento pulito, fazio vattene e tutti gli altri.
Cosi facendo si potrebbe creare un vero e propri fenomeno di culto!
Mi spiego meglio: se quelli che usano il tuo Blog stampassero i loghi e li attaccassero tipo, che ne so, dietro il lunotto della macchina, hai idea dell'effetto sulla gente?
Apparte L?ENORME pubblicita' per il tuo blog, si formerebbe una curiosita' diffusa sugli argomenti..

Spero molto che tu legga questo post-it.
Sai ci vorrebbe poco per fare quello che ti ho detto e secondo me avrebbe un effetto inaspettato.

Io volevo scaricarmi il simbolo del parlamento pulito, ma viene fuori grande come un pacchetto di sigarette!

Speriamo bene.

Enrico Malgarini, Padova

Enrico Malgarini 06.10.05 19:49| 
 |
Rispondi al commento

RISPOSTA A Sandro Fratoni.

Guarda che anche Berlusconi ha la sua condanna passata in giudicato: Falsa testimonianza. La sentenza fu emessa dal tribunale di Venezia (Corte d'Appello) nel 1990. I giudici scrissero: "[…]. Ne consegue quindi che il Berlusconi ha dichiarato il falso", rilasciato "dichiarazioni menzognere" e "compiutamente realizzato gli estremi obiettivi e subiettivi del delitto di falsa testimonianza". Il reato fu poi estinto per sopraggiunta amnistia, ma fu commesso e la patente di bugiardo non gliela può togliere più nessuno.

Giampiero

Giampiero Masi 06.10.05 19:36| 
 |
Rispondi al commento

quoto:
è necessario anche scegliere delle persone di cui ci si può fidare. Altrimenti corriamo il rischio di cadere dalla padella alla brace!
-------------------------------------------------
Belle parole, a cui tutti noi aspiriamo, ma quali sono le persone di cui davvero ci si può fidare?
Quante teste di legno esistono al mondo, con la faccia pulita, ma manovrati da altre persone che di pulito non hanno neppure l'anima?
E guarda caso alla fine quelli veramente pulliti, che non scendono a compromessi scomodi, vengono eliminati quasi subito, a volte anche fisicamente e non solo metaforicamente, questo fin dalla notte dei tempi.

patrizia galanti 06.10.05 19:07| 
 |
Rispondi al commento

caro antonio di pietro,e'la prima volta che entro nel sito di beppe,e sono felice di avere letto i nomi di quei delinquenti che siedono al governo che anno precedenti penali passati in giudicato e che ci governano,e'una VERGOGNA ma finalmente ho aperto gli occhi,visto che ho l'occasione di parlarti ( spero che tu legga il mio pensiero ).
volevo comunicarti che d'ora in poi il mio voto e quello dei miei famigliari saranno per una persona onesta come sei tu,spero che tanti italiani aprono gli occhi e si uniscono.ho votato per berlusconi ma e' stata l'ultima volta ti lascio con un forte abbraccio e un grido FORZA ANTONIO NON MOLLARE.
con infinita stima

Claudio Silvio Minoia

claudio silvio minoia 06.10.05 19:05| 
 |
Rispondi al commento

caro tonino volevo comunicarti che dopo avere letto i 102 punti,siamo con te.sono in arrivo 4 voti.FORZA ANTONIO NON MOLLARE un forte abbraccio

Claudio Silvio Minoia

claudio silvio minoia 06.10.05 19:01| 
 |
Rispondi al commento

Vedo finalmente una luce infondo al tunnel.
Grillo e Di Pietro?
Finalmente, ma non dimentichiamo milioni e milioni di italiani che la pensano come loro. Siamo la maggioranza! Se solo fossimo più uniti... Ci hanno divisi in rossi e neri, come se fossimo tifosi, noi a scannarci, e loro a fare quello che gli pare.
Ci siamo svegliati, e adesso dobbiamo incominciare a fare.

Raffaele De Luca 06.10.05 18:57| 
 |
Rispondi al commento

caro antonio di pietro,e'la prima volta che entro nel sito di beppe,e sono felice di avere letto i nomi di quei delinquenti che siedono al governo che anno precedenti penali passati in giudicato e che ci governano,e'una VERGOGNA ma finalmente ho aperto gli occhi,visto che ho l'occasione di parlarti ( spero che tu legga il mio pensiero ).
volevo comunicarti che d'ora in poi il mio voto e quello dei miei famigliari saranno per una persona onesta come sei tu,spero che tanti italiani aprono gli occhi e si uniscono.ho votato per berlusconi ma e' stata l'ultima volta ti lascio con un forte abbraccio e un grido FORZA ANTONIO NON MOLLARE.
con infinita stima

Claudio Silvio Minoia

claudio silvio minoia 06.10.05 18:50| 
 |
Rispondi al commento

La storia di Di Pietro è la nostra sicurezza : si è dimesso (per salvaguardare Manipulite) dalla magistratura per fare l'imputato rinunciando a candidarsi in politica pur avendo il 30% di consenso. Dopo 2 anni nei tribunali a difendersi dagli attacchi dei Berluscones quali Previti e altri condannati vari ( i processi non sono neanche iniziati perchè "i fatti non sussistevano" , quindi niente mancanza di prove o prescrizione ma è dimostrato che non c'è stato alcun reato! ), ha fatto il Ministro. Dopo una nuova ( e successivamente dimostrata inconsistente come le altre ) iscrizione nel registro degli indagati si è immediatamente dimesso ... per difendersi in tribunale e non dietro l'immunità parlamentare!
Il suo partito non ha fatto parte dell'Ulivo nel 2001 perchè non accettava le liste civetta ( un modo di aggirare furbescamente lo spirito della legge elettorale attuale che dovrebbe redistribuire i voti del proporzionale solo fra i partiti che non hanno conquistato il seggio elettorale).
E' l'unico che si è pubblicato un libro sui sui procedimenti penali ... non teme la verità!
Lo sapevate ?
E potrei continuare ....
Tonino vai avanti come hai sempre fatto!!!

Lorenzo Amaro 06.10.05 18:16| 
 |
Rispondi al commento

è possibile che su questo sito goalgoal.it si possono vedere le partite di calcio che normalmente fanno su sky, gratis?

Andrea Lo Giudice 06.10.05 17:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro Di Pietro è tutto bello quello che dici, ma quando tutti quanti Voi VI SEDETE sulla poltrona di Palazzo Chigi, perdete il contatto con la realtà. Sono quasi disgustato di come vi state comportando,sono un elettore di centrosinistra ed era parecchio tempo che non votavo più perchè non mi ispiravate fiducia in quel balletto di scambi politici tra le varie componenti, quando ho deciso di votare nuovamente per un candidato di centrosinistra (vedi Marrazzo regionali) tante belle promesse e non ancora mantenute, l'unica cosa che è stato capace di fare, quella di aumentare lo stipendio a tutti gli assessori. VI DEVO ANCORA CREDERE? parteciperò alle primarie sperando ancora di NON DOVERMI PENTIRE. Ricordate che la realtà e molto ben diversa dal Vostro Palazzo.

Mauro Sarnataro 06.10.05 17:38| 
 |
Rispondi al commento

Caro Di Pietro è tutto bello quello che dici, ma quando tutti quanti Voi VI SEDETE sulla poltrona di Palazzo Chigi, perdete il contatto con la realtà. Sono quasi disgustato di come vi state comportando,sono un elettore di centrosinistra ed era parecchio tempo che non votavo più perchè non mi ispiravate fiducia in quel balletto di scambi politici tra le varie componenti, quando ho deciso di votare nuovamente per un candidato di centrosinistra (vedi Marrazzo regionali) tante belle promesse e non ancora mantenute, l'unica cosa che è stato capace di fare, quella di aumentare lo stipendio a tutti gli assessori. VI DEVO ANCORA CREDERE? parteciperò alle primarie sperando ancora di NON DOVERMI PENTIRE. Ricordate che la realtà e molto ben diversa dal Vostro Palazzo.

Mauro Sarnataro 06.10.05 17:37| 
 |
Rispondi al commento

Caro Di Pietro è tutto bello quello che dici, ma quando tutti quanti Voi VI SEDETE sulla poltrona di Palazzo Chigi, perdete il contatto con la realtà. Sono quasi disgustato di come vi state comportando,sono un elettore di centrosinistra ed era parecchio tempo che non votavo più perchè non mi ispiravate fiducia in quel balletto di scambi politici tra le varie componenti, quando ho deciso di votare nuovamente per un candidato di centrosinistra (vedi Marrazzo regionali) tante belle promesse e non ancora mantenute, l'unica cosa che è stato capace di fare, quella di aumentare lo stipendio a tutti gli assessori. VI DEVO ANCORA CREDERE? parteciperò alle primarie sperando ancora di NON DOVERMI PENTIRE. Ricordate che la realtà e molto ben diversa dal Vostro Palazzo.

Mauro Sarnataro 06.10.05 17:35| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
rimango veramente allibita nel leggere la lettera di Pietro nel Tuo Blog. Questa mi è vera e propria propaganda politica, mi sembra che i politici abbiamo già tanto spazio a sufficienza per esporre i propri programmi politici, per parlare..parlare..parlare...
In questo momento, senza dubbio, la stragrande maggioranza degli italiani è scontenta dell'operato del governo Berlusconi, ma non dimentichiamoci che cosa ha fatto nella legislatura precedente il governo del centro-sinistra, le leggi che ha varato in precedenza e quelle del centro destra che ha appoggiato in sordina, non proprio a favore della popolazione italiana. Scusami tanto se continuo a diffidare di Di Pietro o chi per esso, ma sono veramente stufa di essere continuamente presa in giro. Beppe, Ti seguo da tanto tempo e Ti ammiro , Ti prego, questo Blog deve rimanere "pulito".

Carla Zedda 06.10.05 17:21| 
 |
Rispondi al commento

Con questo intervento, Di Pietro avvalora ciò che modestamente segnalo da tempo: anche Rocco Salini è tra i parlamentari-pregiudicati, quindi va inserito nell'elenco "Parlamento pulito". Non solo: anche la condanna dell'europarlamentare della Lega Mario Borghezio è diventata definitiva (quindi va inserito anche lui nell'elenco "Parlamento pulito", dato che sono citati altri eurodeputati). Il reato? HA INCENDIATO IL DORMITORIO DI ALCUNI EXTRACOMUNITARI A TORINO.
E chissà quanti altri deputati mancano nell'elenco...
un grazie di cuore a Beppe e a Di Pietro

Antonio Fucile 06.10.05 17:11| 
 |
Rispondi al commento

@Antonio Anonimo il 06.10.05 16:15

Condivido sinceramente la sua opinione.
Buona sera.

Claudio Girometti 06.10.05 16:21| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
in una discussione Parlamentare di due anni fa, l'On. Fassino citò un personaggio politico degli anni 70', certo On. Enrico Quaranta, che pur essendo un senatore del PSI aveva rapporti difficili con lo stesso Craxi. Quaranta fu il primo a sollevare la questione etica. Eppure, non ebbe la presunzione di riferirsi ai soli politici. Vede, caro Beppe, il Parlamento italiano rispecchia inevitabilemente i valori etici e la professionalità dell'elettore mediano di ciascuna collettività. Sinceramente credo che le radici del problema vadano ricercate nell'Italiano medio, non nei politici. Più che investire tempo sulle petizioni, sulle leggi, e sulle riforme di leggi mai applicate, e sulle riforme delle riforme, probabilmente sarebbe più opportuno dedicare i propri sforzi ad una maggiore educazione/formazione dell'Italiano medio, garantire a ciascun individuo un livello "adeguato" di consapevolezza della realtà nonché un'autonomia di giudizio "sufficiente" a difendersi dai media. Le faccio un esempio banale. Berlusconi copre con il segreto di Stato i lavori per la sua villa in Sardegna. Non vedo lo scandalo ... gli oppressori e gli oppressi esistono da che mondo è mondo. Mi preoccupa, invece, che l'Italiano medio non si sia alzato della sedia per andare a prenderlo a calci in culo. Mi preoccupa che l'Italiano medio voterà contro Berlusconi per il cosiddetto "voto di pancia" (cito Fini), e non per l'immoralità dei suoi comportamenti, del suo fare politica e quant'altro. Fossi in lei, più che condannare l'immoralità dei politici, condannerei l'attuale sistema d'istruzione, gli istituti tecnici, le università,...

Antonio Anonimo 06.10.05 16:15| 
 |
Rispondi al commento

risposta a CARMINE...
è vero ho 16 anni e le idee confuse....ma ho la fortuna di avere un cervello mio e di seguire un'ideologia mia, indipendentemente da quella dei miei genitori...io non sto con nessun partito...io sono una sorta di trasformista( non so se coglie la nozione storica...) comunque fino a prova contraria io dal punto di vista politico non sono nè con Berlusconi nè con prodi, rutelli, fini,fassino ecc...io valuto semplicemente le azioni dei vari politici a partitre da quello ke ho studiato e da quello ke vedo....sicuramente non mi fiderei mai di un politico ke durante lo scandalo di tangentopoli ha danneggiato tutti i partiti tranne i comunisti italiani(anke qui c'è un riferimento alla storia)....e sicuramente non mi fiderei mai di un politico ke ha fatto fallire in un anno + soicetà di quante ne sarebbero fallite in 10 anni....e infine non voterei mai per un partito ke di unito ha solo il nome, preferirei piùttosto dare il mio voto alla Mussolini...ma x fortuna ancora non posso votare....

grazie x il suo intervento Paola =)

paola abbruscato 06.10.05 15:30| 
 |
Rispondi al commento

Risposta a GIOVANNI SCARCELLA
Non mi piace ma si, dovrei accettarlo.
Il punto sono le Leggi dello Stato, vanno rispettate.
Se la Legge prevede che l'errore del pedofilo sia riparato da 10 anni di carcere, finita la pena quella persona diventa come tutti gli altri con gli stessi diritti e doveri.
È uno schifo. Sono d'accordo. In Germania hanno proposto la castrazione chimica dei pedofili perchè incurabili e quindi soggetti a ricadere nei precedenti errori.
Hanno ragione o torto? Non so, bisogna chiedere a un medico o ad uno psicologo se la pedofilia sia incurabile o se si possa cambiare.
Il punto rimane che lo Stato ha una Legge che prevede una pena, finita la pena finita la persecuzione.
Se non basta la pena deve essere di più lunga durata o diversa etc...
Ma "parlamento pulito" e il codice etico di Di Pietro non parlano di modificare la Legge in modo da interdire da cariche pubbliche chi ha commesso certi reati (scelta anche condivisibile) ma parlano di un "codice etico".
Non è un meccanismo asettico di reato/pena a cui ad un reato corrisponde una pena non per condanna morale ma per proteggere la società dalla possibilità che i reati vengano commessi facendogli seguire una punizione.
Il codice penale italiano non prevede una colpa morale, una indegnita personale di chi commette i reati. Spesso chi ruba non lo fa per animo diabolico ma per fame.
Questo codice etico va al di la della punizione "tecnica" ma bolla il reo di indegnita morale, aprioristica, inespiabile, insanabile, irrevocabile.
E non si tratta di pedofili di cui "forse" si può dimostrare medicalmente l'incurabilità e quindi l'alta pericolosità sociale se non si prendono misure drastiche ed irrevocabili, si tratta di persone che commettono sbagli amministrativi o contabili o etc...
Cose gravi senza dubbio, ma anche senza dubbio comportamenti che si può evitare di ripetere, reati dove la pena può funzionare da forte e sufficiente motivazione a non ripetere più il malsano gesto.

Giorgio Dabemo 06.10.05 14:49| 
 |
Rispondi al commento

Prima di fare pulizia in Parlamento credo che occorra farla nella magistratura. Magari impedendo il proliferare di correnti politiche al suo interno. Magari facendo in modo che l'accesso alla magistratura non avvenga per concorsi pilotati ma onestamente. Sennò poi ci si meraviglia delle derive politiche della magistratura.
Poi magari ci vorrebbe che la magistratura finisse di essere una casta autoreferente. Poi ci vorrebbe un pò più di rispetto dei cittadini da parte di questi magistrati autoreferenti. Per esempio non sbattere in galera la gente per farla confessare.. o per tenercela dentro e basta prima del processo.. o anche solo evitare di convocare la gente al Palazzo di Giustizia e poi non presentarsi agli appuntamenti senza mai avvisare ma facendoti perdere mezza giornata. Non parliamo poi del fatto di inquisire anche appartenenti a fazioni politiche amiche che invece non vengono mai toccati, nonostante facciano come e peggio degli altri. Poi ci vorrebbe che i magistrati si occupassero un pò di più di problemi che questa società ha, tipo la piccola criminalità, che effettivamente garantisce meno spazio sui giornali che le inchieste sulla Juve che si dopa o Gigi Sabani che chiede alla ballerine se gliela danno. Dopo parleremo di fare pulizia in Parlamento, ci mancherebbe altro.

marco abate 06.10.05 14:23| 
 |
Rispondi al commento

Con tutto il rispetto, ma mettere sullo stesso piano chi ha tirato su un muro in casa abusivamente con gente stracorrotta mi sembra sbagliato. E poi nell'elenco mi sembra che manchi qualcuno... Il fatto che su b. non vi siano sentenze definitive basta a sostenere che è onesto e quindi a lasciarlo in Parlamento (e al Governo...)?
Forse bisognerebbe considerare che se nel suo caso la Giustizia non ha fatto il suo corso è stato per la sua capacità di ostacolarne l'attività (leggi ad personam per eliminare reati e accorciare i tempi di prescrizione, assenze "giustificate" alle udienze, ecc.) e non perché sia realmente quella "verginella" che ha sempre sostenuto di essere.
Includiamolo nell'elenco!!

Sandro Fratoni 06.10.05 13:20| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei far notare che la legge salVapreviti va totalmente nella direzione opposta.
E poi chi mi assicura che con un centrosinistra o qualunque governo, l'onestà e l'integrità morale siano il perno di un miglio governo.
Credo che il popolo italiano sia un gregge di pecore che tra il Vaticano le Massonerie i Servizi deviati la Mafia e chi più ne ha + ne metta, non potrà mai essere iLLibato ed onesto.
Siamo e resteremo sempre un Popolo di giuLLari aRtisti non + e truffatori!

Lorenzo 06.10.05 13:02| 
 |
Rispondi al commento

W il patto etico!!!!!!!!!
Finalmente qualcosa di concreto attorno al quale unirsi.
Io alle primarie voterò Di Pietro
Federico

Federico Favero Commentatore in marcia al V2day 06.10.05 12:19| 
 |
Rispondi al commento

CARISSIMI,
PENSO CHE SI STIA PERDENDO IL FILO DEL DISCORSO!
E' IMPORTANTE CHE IL SIG. DI PIETRO SI RENDA CONTO CHE ANCHE LUI SE NE STA IN MEZZO AI FURFANTI.
SIGNORI QUI NON SI TRATTA DI ROSSI O AZZURRI MA DI ONESTI E DISONESTI!!!!!!!!
DEVE ESSERCI LA CERTEZZA DELLA PENA PIU' DURA POSSIBILE PER CHI CERCA DI APPROFITTARE PER SE O "PER IL PARTITO" DELLA FUDUCIA CHE I CITTADINI GLI HANNO DATO!!!!!!
INUTILE NASCONDERSI DIETRO IL FILO D'ERBA DELLA PERSECUZIONE E DELL'ACCANIMENTO.
QUESTI NON HANNO ANCORA PAGATO IL LORO DEBITO!!!
E PER GIUNTA CONTINUANO A FARE QUELLO CHE VOGLIONO.
ES: PLURIINDAGATO PER TRUFFA, CORRUZIONE, ABUSO ETC....ORA SIEDE IN COMMISIONE TRIBUTARIA E FA PARTE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI UNA DELLE BANCHE PIù GROSSE D'ITALIA. LO CONOSCO MOLTO BENE E NON DICO COSE RIPORTATEMI DA ALTRI.
AMICO DI POLITICI...E' TORNATO IN SELLA PIù CHE MAI!

annes Notria 06.10.05 12:10| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei chiedere al Dott.Di Pietro come mai l'Italia è uno dei pochi paesi al mondo dove le procure possono ricorrere in appello di fronte all'assoluzione di un imputato.
Trovo questa consuetudine vergognosa,a me è capitato di essere stato assolto in un processo per ingiuria (sciocchezze condominiali)ma siccome la querelante è amica del GIP che ha condotto le indagini allora ha pensato bene di esercitare la sua influenza sul dotto magistrato.
E' l'ora di finirla con queste sciocchezze che fanno spendere un sacco di soldi ai cittadini (non a me perchè mi sono avvalso del gratuito patrocinioa spese dello stato!) e alla collevità in processi farsa come il mio.
Percè nel mio caso LO STATO PAGA LE MIE SPESE PER DIFENDERSI DA LUI STESSO,AH AH AH!!!!!!

Marco Pezzola 06.10.05 11:25| 
 |
Rispondi al commento

carissimo beppe,ma e'possibile che viviamo proprio nel paese in cui ogni legge proposta dal ns.amato parlamento debba sempre proteggere i piu' forti?premesso che sono cattolico,mi chiedo quale vantaggio comporta a noi popolo italiano l'abolizione dell'ici a tutti gli edifici religiosi comprese le strutture scolastiche?e vergognosamente non eliminano l'ici sulla prima casa?comprata con enormi sacrifici dalla maggior parte degli italiani onesti?non credo che il vaticano abbia bisogno di cotanta magnanimita'!!!
beppe gradirei un tuo giudizio,grazie!
gianfranco da bologna

gianfranco 06.10.05 10:37| 
 |
Rispondi al commento

carissimo beppe,ma e'possibile che viviamo proprio nel paese in cui ogni legge proposta dal ns.amato parlamento debba sempre proteggere i piu' forti?premesso che sono cattolico,mi chiedo quale vantaggio comporta a noi popolo italiano l'abolizione dell'ici a tutti gli edifici religiosi comprese le strutture scolastiche?e vergognosamente non eliminano l'ici sulla prima casa?comprata con enormi sacrifici dalla maggior parte degli italiani onesti?non credo che il vaticano abbia bisogno di cotanta magnanimita'!!!
beppe gradirei un tuo giudizio,grazie!
gianfranco da bologna

gianfranco 06.10.05 10:36| 
 |
Rispondi al commento

risposta x giorgio dabemo
Un pedofilo dopo aver scontato la sua condanna di DIECI ANNI DI CARCERE ( ti chiedo) è giusto che insegni alla scuola di tuo figlio, visto che ha pagato il suo sbaglio????

SCARCELLA GIOVANNI 06.10.05 08:57| 
 |
Rispondi al commento

L'accanimento, legittimo e libero,che traspare da alcuni post contro Di Pietro, inteso per libero la libertà di parola , mentre le denigrazioni dovrebbero essere provate, fà assumere questo rischio da parte di chi si è messo in gioco con questa forma di comunicazione.
Credo che parecchio si legato alla sua immagine idealizzata per i suoi trascorsi da magistrato che tante speranze hanno dato a questo paese, per cui ogni cosa legata a questo nome dovrebbe avere le caratteristiche di non so che cosa di umanamente fattibile e non criticabile. TUTTO PUO' ESSERE SOTTOPOSTO A CRITICA. Oggi Di Pietro è un uomo politico come gli altri, che si è messo in discussione sulla base di un programma, opinabile o meno, che appartiene ad uno schieramento che è quello del centro sinistra,chi ci sta a votarlo bene, chi non ci sta voti chi vuole ,io lo ritengo meritevole di fiducia. E' una sensazione ma una certa parte della sinistra mantiene posizioni autoreferenziate, probabilmente anche a questi Di Pietro sta scomodo.

GIUSEPPE BIZZINI 06.10.05 08:46| 
 |
Rispondi al commento

PER COLORO CHE PARTECIPERANNO ALLE PRIMARIO DE L'UNIONE:
VOTATE DI PIETRO!

Ho visto sul sondaggio di REPUBBLICA col suo 5% di consensi potrebbe classificarsi TERZO tra i candidati.

Il voto potrebbe avere il suo peso per imporre il PATTO di legalità e TRASPARENZA di Antonio Di PIetro a tutta la coalizione....

Giuseppe Di Siena 05.10.05 21:54| 
 |
Rispondi al commento

Per la sedicenne Paola Abbuscato...

Per essere una sedicenne hai ancora le idee confuse. Per caso hai qualche parente indagato o impegnato nel partito di Silvio Berlusconi (che per alcune persone sifignifica la stessa cosa).

Secondo me devi ancora crescere. Vedrai che un giorno capirai, quando dovrai guadarti i soldi con il tuo lavoro, a meno che non ti farai raccomandare per un lavoro al ministero o in qualche societa' di b.


Saluti

Carmine Federico 05.10.05 20:59| 
 |
Rispondi al commento

Dal patto etico di Di Pietro...

2. Coloro che sono stati condannati alla reclusione per reati dolosi con sentenza penale passata in giudicato non devono essere candidati alle assemblee elettive (Parlamento compreso).
3. Coloro che sono stati condannati per reati dolosi con sentenza penale passata in giudicato non devono poter assumere incarichi di governo locale o centrale fino ad eventuale sentenza di riabilitazione.
4. Coloro che sono stati condannati alla reclusione con sentenza penale passata in giudicato per reati dolosi non devono poter assumere incarichi dirigenziali, né di legale rappresentanza o di controllo, né rapporti di consulenza negli enti pubblici e nelle società di gestione a prevalente partecipazione pubblica.
5. Coloro che sono stati rinviati a giudizio per reati dolosi gravi non possono assumere incarichi di governo locale o centrale fino alla definizione dei processi in corso.
6. I dipendenti della Pubblica Amministrazione locale e centrale, di qualsiasi grado, che sono stati definitivamente condannati alla reclusione per reati dolosi devono decadere dal rapporto di lavoro o di impiego e da qualsiasi altro rapporto comunque remunerato. La stessa sanzione accessoria deve essere applicata ai dipendenti di enti pubblici ovvero di società a prevalente partecipazione pubblica.

13. Coloro che sono stati condannati alla reclusione per reati dolosi con sentenza penale passata in giudicato non possono stipulare contratti né partecipare a gare della Pubblica Amministrazione né di Enti pubblici di gestione o società di capitali a prevalente partecipazione pubblica.

Carmine Federico 05.10.05 20:53| 
 |
Rispondi al commento

X MARIO CALVI

innanzi tutto la mia era un'ipotesi...poi nn credo ke gli esponenti degli altri partiti(ke fanno tanto i moralisti) nn avrebbero fatto la stessa cosa...c'è poi qualcosa di cui forse non sei informato,l'italia è il terzo paese in europa a garantire il bilancio economico europeoo, ora..come è mai possibile ke in europa nn si fa altro ke dire che l'italia è economicamente un disastro quando garantisce il bilancio economico????....leviamoci i prosciutti dagli okki....l'italia nn fa poi così skifo come qualcuno vuole farci credere l'italia è semplicemente un paese scomodo....o meglio ke potrebbe diventarlo se fosse meglio governato...
tornando poi al caso Berlusconi...come mai secondo te prima ke diventasse premier al massimo la finanza lo andavaa a "trovare" una volta l'anno e una volta entrato in politica quasi ogni giorno???.....io non credo ke sia soltanto un problema legaleeee....ti ricordo ke Berlusconi(cn tutti i difetti ke può avere il suo governo)in tre mesi ha creato un partito dal nulla alla faccia dei comunisti ke sono stati battuti da un imprenditore qualunque e questo a qualcuno rode...

paola abbruscato 05.10.05 19:33| 
 |
Rispondi al commento

... e se aggiungessimo ai punti proposti il seguente:

per dare trasparenza e ridurre i costi amministrativi:
sanzionare amministrativamente ed in proporzione alle spese da loro autorizzate per consulenze i magistrati che per ignavia, stupidità, impreparazione, presunzione perseguono e perseguitano persone palesemente innocenti (es. Enzo Tortora), sanzionare i medesimi penalmente nel caso aggravante che ciò venisse fatto per carrierismo o per motivi politici (quì non faccio esempi perchè tengo famiglia)

Giancarlo Petrecca 05.10.05 18:24| 
 |
Rispondi al commento

il tuo dubbio non e' realistico. qui non si tratta di sbagli una volta e paghi per sempre. qui si tratta di sbagli una volta, ti fai eleggere e continui a sbagliare! ladri sono e ladri eletti vogliono diventare!
basta!

fabio martino 05.10.05 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco "parlamento pulito".
È sicuramente un mio problema, ma vi aderisce anche Di Pietro che è stato un magistrato e la cosa mi disturba.
Un tizio commette un reato, viene condannato in modo definitivo, paga la multa, va in galera, sta fuori dalle cariche pubbliche per un certo periodo, insomma espia la sua pena (si dice cosi?).
E dopo?
È a posto, ha pagato il suo debito con lo Stato. Colpa -> pena -> debito pagato -> fine.
Pagato il debito, fine della colpa. Cosa vogliamo fare, perseguitarlo a vita?
A che scopo impedirgli di stare in parlamento? Ha espiato le proprie colpe? Ha saldato il debito con lo Stato? È come tutti gli altri!
Chi è stato magistrato dovrebbe saperlo. La violazione della Legge di uno Stato non è una colpa morale, assoluta, infinita. È un reato per cui è prevista una pena, come un contratto.
Sconti la pena e sei di nuovo a posto.
Per certi reati la pena prevede per esempio l'interdizione a vita dalle cariche pubbliche. OK per tutta la vita devo pagare il mio debito e quindi non devo stare in Parlamento.
Ma se il reato che tizio commette, ha una pena che ha pagato interamente, è a posto, può rioccupare il suo posto in società come tutti gli altri.

Non è che questa iniziativa, molto suggestiva, capace di facili consensi, vuole introdurre il principio della colpa inespiabile, della pena maggiore di quanto previsto dalla Legge?

Capisco Grillo, che cerca facili consensi per sostenere i suoi spettacoli, ma Di Pietro è stato un magistrato, per lui la Legge che cos'è? un'optional? una favola?
Oppure questi bastardi condannati dovranno espiare tutta la vita, non mi frega niente se hanno pagato le loro multe, se hanno fatto il loro carcere. Hanno sbagliato una volta, che paghino per sempre.

Giorgio Dabemo 05.10.05 17:24| 
 |
Rispondi al commento

Sono contento che anche Antonio Di Pietro segue le gesta di Beppe Grillo, e spero che il suo intervento non sia prettamente strumentale e finalizzato alle imminenti primarie.

Sono stato un fervente simpatizzante del Magistrato molisano ed ho partecipato alla campagna elettorale per le ultime politiche dove, proprio nel suo, anzi nel nostro, Molise è stato vergognosamente trombato direi più dal centro sinistra che dagli elettori.

Tuttavia mi sono progressivamente allontanato da Tonino perchè mi sono accorto che, come già avvenuto per il passato, (leggi Lommano!) si è circondato proprio nel Molise di personaggi, a mio modesto parere, di dubbia correttezza e trasparenza.

Mi dà molto fastidio che Di Pietro si erga a moralizzatore della nazione e condanni fermamente il riciclaggio di vecchi esponenti della prima repubblica i quali impunemente si ripropongono sotto mentite spoglie su tutto il territorio nazionale e poi, di contro, nomini proprio nella " sua " regione un Coordinatore di chiarissima e comprovata fede democristiana che poi è passato ai Popolari poi ad altri partiti prima di approdare all'Italia dei Valori divenendone addirittura il Coordinatore Regionale. Anzi, ricordo ancora con quale veemenza ed ardore l'ex pluri consigliere regionale DC Giuseppe Astore si contrappose a Di Pietro proprio nelle ultime politiche.

Ebbene caro Tonino, parlando come piace a te, evita d'ora in avanti di predicar bene e razzolar male e Ti invito caldamente a scegliere con maggior oculatezza e coerenza morale i tuoi "collaboratori ", almeno nella regione che dovresti conoscere meglio.

Luigi Valente 05.10.05 16:55| 
 |
Rispondi al commento

Ciao caro beppe come vedi sono un tuo ocognonimo. Ho partecipato al tuo spettacolo di Piazzola sul Brenta in provincia di Padova... ed ero curioso di sapere l?esito della e-mail che abbiamo spedito a Barroso... ad maiora ciao...
Domanda ... perchè non fai il presidente del consiglio ?

simone grillo 05.10.05 16:42| 
 |
Rispondi al commento

Aderisco con entusiasmo all'iniziativa "Parlamento pulito" e con il cuore do'il mio piccolo contributo.
Ad Antonio Di Pietro ed a te,Beppe,i sensi della stima mia e della mia famiglia.Un abbraccio !
Claudio Debin

claudio debin 05.10.05 15:51| 
 |
Rispondi al commento

Desidero ringraziare la coalizione di sinistra o di destra che:
- ha operato la riforma del pubblico impiego;
- ha liberalizzato le attività commerciali;
- ha determinato, con l'euro, la svalutazione dei risparmi dei lavoratori, di circa il 50%;
- ha programmato la "vendita" degli immobili di proprietà dello Stato.

Rossi Valentina 05.10.05 15:37| 
 |
Rispondi al commento

Se non è ancora noto ai più:
link e testo completo di un articolo del Time-Europe sull'Italia del 10 ottobre 2005 (n.d.r. ritorno al futuro?!): intitolato "Paese senza vergogna".
Evviva.

http://www.time.com/time/europe/magazine/article/0,13005,901051010-1112780,00.html

Camilla Marchiori 05.10.05 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei porre una domanda non polemica ma da prendere letteralmente e mi piacerebbe che mi rispondesse qualcuno che conosca i meccanismi elettorali:

Se alle primarie Di Pietro o un altro candidato che non fosse Prodi, dovesse ottenere la maggioranza anche relativa dei voti, cosa succederebbe? Immagino che alle elezioni del 2006 la coalizione di sinistra dovrebbe presentare Di Pietro (o l'altro candidato) e non Prodi. Ma chi ci darebbe la certezza che tutti gli altri elettori di "centrosinistra" che alle primarie non hanno votato Di Pietro sarebbero poi disposti a "votarlo" alle elezioni?

Non creeranno confusione queste primarie?
Personalmente credo che rappresentino un atto molto democratico però evidentemente mi manca qualche tassello per comprendere a pieno come verrà utilizzato il risultato.

Grazie per l'attenzione e grazie a chi mi vorrà dare una risposta seria e competente.

Stefania

stefania grosso 05.10.05 14:44| 
 |
Rispondi al commento

Stimo molto il Sen. Di Pietro. Vorrei ricordare ai critici ed ai dietrologi che il buon Tonino, per diversi anni ha goduto di una fama e di un relativo potere enormi, ma non ne ha mai approfittato, forse per ingenuità a poca scaltrezza politica, ma certamente per una onestà e un rigore morale sconosciuto alla grande maggioranza degli attuali politici.
Alle primarie lo voterò.

Fabrizio Mongardi 05.10.05 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Oggi ho incontrato un amico di mio padre, sugli 80 anni, parlando del più e del meno, gli ho chiesto se aveva ancora la tessera del partito, lui mi ha risposto che ormai erano anni che non la rinnovava perchè temeva per la sua salute. Guardando la mia faccia un pò stranita mi ha spiegato: quando ero giovane ci voleva un bel coraggio per essere iscritto al partito comunista o socialista, perchè ti perseguitavano e discriminavano, adesso per continuare a prendere la tessera ci vuole stomaco e temo seriamente per la mia salute. I politici nostri dipendenti intendano !!!!! Bisogna contemplare anche il danno alla salute dei privati cittadini, oltre che a tutti gli altri.

Dessi Franca 05.10.05 12:49| 
 |
Rispondi al commento

Volevo sapere ma oltre alla lettera, Di Pieto ha fatto il versamento?

Matteo Rossi 05.10.05 12:36| 
 |
Rispondi al commento

proposta seria per Di Pietro:
Premetto che personalmente non la considero migliore degli altri politici presenti in campo, ma neanche peggiore. Se davvero vuole essere diverso e convincere della sua sincerità tutte le persone che la pensano come me, RINUNCI, da oggi fino al giorno delle elezioni, alla metà del suo stipendio e dimostri a tutti i suoi "colleghi", che si può vivere dignitosamente anche senza essere milionari.
grazie

francesco rossi 05.10.05 12:24| 
 |
Rispondi al commento

Dott. Grillo,

l'idea che lei possa leggere il mio commento mi emoziona, lei non sa quanto, ma comunque le volevo dire che sia io che la mia famiglia la seguiamo da sempre e ci emozionano sempre le sue parole.
Ciò che lei dice sul potere delle televisioni lo condivido, ma lo estenderei anche ai giornali. Io vivo a Roma, e a differenza delle città di provincia, dove un minimo controllo sociale è possibile, in questa grande città si vive nel caos più totale, dove tutti posso fare e dire tutto, passando anche inosservati. Quello che voglio dire è che l'effetto della televisione e giornali su di me è che non riesco da svariati mesi oramai, ne' a comprare un giornale, ne' tanto meno a guardare la TV. Il rischio però è quello dell'isolamento, che è anch'esso negativo e controproducente, anche se gli effetti delle leggi, leggine, e magagne varie della nostra politica, li vivo ogni santo giorno quando devo pagare le bollette, l'affitto della casa, e via discorrendo. Quando, come ieri e oggi, mi riavvicino ad un giornale, o ad una trasmissione come Ballarò di ieri sera, l'effetto è di una grande e immensa rabbia che mi pervade, e la tentazione è quella di tornarmene in Africa dove ho trascorso gli ultimi tre anni della mia vita!
Un affettuoso saluto da Roma
Chiara, 33 anni.

Chiara Sella 05.10.05 11:42| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ciao. Ieri sera a Ballarò, ho assistito a quello che oserei definire la massima espressione dell'indifferenza di tutti i ns. politici (sia di governo che di opposizione) di trovare un vero punto d'unione per provare a risollevare questo paese da una crisi senza precedenti. Si è parlato della nuova manovra finanziaria. Mi pongo delle domande da ingenuo contribuente che paga le proprie tasse (e tutte) e da ignorante in materia: quello che ci stanno proponendo con questa manovra finanziaria ci porterà veramente a risparmiare senza intaccare le ns. tasche o come al solito (vedi la presunta riduzione delle tasse dove almeno per la mia fascia di reddito non è cambiato assolutamente nulla, ma mi trovo a pagare di più per bolli, benzina, sigarette etc.) ci rimettiamo in servizi, e tasse indirette sobbiline alle quali magari non facciamo caso al momento ma che poi alla fine dell'anno per loro ammontano a milioni di milioni di Euro?
Si è parlato anche di case; ormai è l'unico investimento certo che un risparmiatore possa effettuare (male che vada non avrà un guadagno ma manterrà il suo valore) e di conseguenza di ICI; il Sindaco di Firenze denunciava intanto l'iniquità della stessa: ad un appartamento in centro a Firenze viene applicata la stessa aliquota di un appartamento in periferia (e questo vale per tutto il territorio nazionale), ma anche il disagio con il quale i Comuni devono chiedere ai loro cittadini questa imposta per cercare di rendere comunque un servizio pubblico agli stessi. Quello che più mi preoccupa è che, se ho capito bene, la nuova finanziaria mira al risparmio tagliando su alcune spese, dando meno soldi a regioni, province, comuni e consigliando a questi di eliminare le spese superflue come auto blu, consulenze etc; ma chi ha proposto questa legge sa come si gestisce un Comune? Vogliamo parlare poi degli scambi di mogli al Governo? Vogliamo parlare del TFR? E' la Sanità? Chi voteremmo? Potresti fare un'analisi e renderci coscienti? Grazie.

Filippo PIAZZA 05.10.05 10:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

ti seguo da una vita e sei come il vino....non sai di tappo e migliori con gli anni!!!
Ti scrivo perchè sono confusa....politicamente...non so più a chi dare retta...non ci capisco più niente, devo confessare ..ebbene sì... io sono una di quelle che ha votato Forza Italia...purtroppo... e me ne pento e mi vergogno, ma ho sempre dichiarato pubblicamente di averlo fatto, e ammetto le mie colpe!Mio marito (bertinotti-dipendente) mi dice sempre"una volta che ti ho lasciato fare..guarda che casino che hai fatto!". Ma ai tempi mi sembrava che votando Berlusconi almeno avremmo avuto un'economia migliore, visto che lui era un imprenditore...e poi diceva tante belle cose...non sapevo tutti i retroscena! Il mio problema oggi come oggi è che non mi fido più di nessuno, ma quando vado a votare chi voto? non sopporto Prodi...lo detesto con i suoi intervalli "celentaniani" che quando parla sento odore di porchetta e vino e mi sembra di stare al Festival dell'Unità e allora mia appare Bertinotti con il drenaggio sempre appeso...ultimamente sto pensando a Di Pietro....ma forse è più per simpatia ..non lo so..e poi non ho capito una beata fava sulle elezioni al 4% - proporzionali - - con abs - full-optional - intercooler....lo sentiremo!come disse Cicciolina!!..dammi la luce o Beppe..perchè la penombra sta diventando buio profondo!

Marisa Rizzo 05.10.05 10:38| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno.
Leggendo questi commenti sulla proposta di Di Pietro traspare quanto gli Italiani siano incazzati.
Vorrei però esprimere un parere sui giudizi spesso offensivi che ho avuto modo di leggere.
Stupido, si può dire di una persona che si conosce bene in privato e non di una che si "conosce" solo attraverso i media.
Gesù cristo reincarnato potrebbe apparire un delinquente grazie ai media controllati dalla classe di potere.
Non voglio certo paragonare Di Pietro a Cristo ma il concetto mi sembra chiaro.
A mio parere Di Pietro è una persona corretta che sta navigando in un mare di cacca (politica).
Chiaramente nessuno può, in quell'ambiente, rimanere immacolato.
In ogni caso sono con lui nell’idea di cambiamento.
Quest’idea può avvenire solo con una sferzata di Legalità e le proposte sopra citate possono contribuire a rendere la politica tale.

Grazie Beppe per avermi dato spazio.

Lanfranchi G.Luigi 05.10.05 10:37| 
 |
Rispondi al commento

DI PIETRO MI FA SCHIFO !!

Lidia Astori 05.10.05 10:19| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori