Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Le dimissioni della democrazia


carta di identita.jpg


Oggi voglio chiedere le dimissioni della democrazia, di questa parola di cui ancora ci riempiamo la bocca e che non significa più nulla.

Indignarsi per l’assoluzione di Berlusconi? Non ne vale la pena.
Dobbiamo indignarci una volta al giorno?
Per la legge sulla giustizia, per la legge sulle elezioni politiche, per quella sulle intercettazioni?
Per la salva Previti, per la depenalizzazione del falso in bilancio?

Siamo seri, abbiamo cose più importanti da fare che indignarci per il comportamento dei nostri dipendenti.
Li abbiamo votati noi, sapevamo chi erano, cosa avrebbero fatto.
La colpa è nostra, non loro. Di noi che non muoviamo un dito.

Le opposizioni, i sindacati, la cosiddetta società civile subiscono di tutto senza fiatare, o emettendo deboli lamenti.
Basta parlare di democrazia, dichiariamoci sudditi e ritiriamoci nel nostro prezioso privato, dove già per la maggior parte stiamo.
Non facciamo finta di protestare, è più dignitosa la rassegnazione.

Abbiamo ciò che meritiamo, siamo diventati dei guardoni del potere:
del potere, non della democrazia.
Non nominiamo più questa parola, non prendiamoci per i fondelli.

Non esistono più i contropoteri, esiste solo il potere della collusione.
E la controinformazione al massimo trapela.

Io non mi sento più cittadino italiano. Non mi sento rappresentato dalle istituzioni. Non mi sento rappresentato dal governo. Dall’opposizione. Da nessuno.

E sto pensando seriamente di restituire la mia carta di identità che serve, ormai, solo per dormire negli alberghi.



PS: Mi danno per presente all'incontro "Dialogo sulla Giustizia" di Antonio Di Pietro il prossimo sabato mattina all'Unione Commercio, a Milano.
Devo informarvi che non ci sarò, ma che invierò una lettera ad Antonio Di Pietro riguardante l'iniziativa Parlamento Pulito che, se vorrà, potrà leggere insieme ai miei saluti.

27 Set 2005, 13:27 | Scrivi | Commenti (1687) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Democrazia= Governo del popolo. Siete degli illusi se credete nella democrazia! Se credete che sia mai esistita la democrazia!
Democrazia è una parola che è stata inventata esclusivamente per tener buona quella maggioranza di persona senza potere, senza alcun peso!

Basterebbe dare un'occhiata alla storia per rendersi conto della realtà:

- L'Antica Grecia, è lì che è nata la democrazia, è lì che è stato coniato questo termine; peccato che il diritto di votare era ristretto solo a una miccola minaranza di persone.
- La Rivoluzione Francese, Robespierre, non fu certamente un presidente democratico, anzi un dittatore che terrorizzava l'intera Francia.
- La Rivoluzione Americana, guidata da George Woshington (uno schiavista), aveva permesso-obbligato agli schiavi afroamericani di combattere per gli Stati Uniti d'America, dimenticandosi poi di riconoscere loro gli stessi diritti democratici concessi ai bianchi.

Questi sono solo alcuni esempi, perchè la Storia è piena episodi del genere.

Quindi aprite gli occhi! La DEMOCRAZIA è una mera illusione! Non esiste e non è mai esistita!

Danilo Menga Commentatore in marcia al V2day 30.12.05 15:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

====================================================================================================


Il Patto dello Sciacchetrà

Le ultime dichiarazioni di Fiorani stanno facendo emergere la verità sull’incontro che ha visto il SENATORE LUIGI GRILLO, Gran Maestro dell’operazione di corruzione e appropriazione indebita più sporca dalla fine di Tangentopoli.

L’incontro ha visto la partecipazione di: Fazio, Fiorani, Berlusconi e Grillo. Le dichiarazioni ufficiali vollero far passare l’idea di una difesa delle banche italiane contro l’assalto dei Barbari europei.

In realtà, il Senatore Luigi Grillo, eletto in Liguria nelle fila di Forza Italia, aveva bisogno di tanti soldini per costruirsi la VILLA nella Riviera Ligure (costruita abusivamente nel Parco Naturale delle Cinque Terre e poi condonata); quale sistema migliore per fare ciò se non fregare un po’ di soldi ai correntisti della Banca Popolare di Lodi.

Il sistema a quanto sta dicendo Fiorani era semplice: bastava aprire un conto nella sua Banca, dare l’appoggio politico all’operazione bancaria più sporca della Seconda Repubblica e in cambio ci si ritrovava un bel gruzzoletto sul proprio conto corrente.

Il Senatore Grillo, una delle figure più losche della Politica italiana, ha fiutato subito l’affare e si è lanciato nella strenua difesa della scalata di Fiorani, ovviamente le sue dichiarazioni pubbliche sono state ripagate a suon di MILIONI di euro.

Il problema è che i soldi affluiti nelle tasche di LUIGI GRILLO erano dei correntisti della Banca Popolare di Lodi che sono stati truffati, rapinati e beffati; una persona che ha rubato dei soldi agli italiani dovrebbe stare in GALERA e non in Parlamento in una posizione chiave (Presidente della Commissione Trasporti del Senato).


IL SENATORE LUIGI GRILLO DEVE STARE IN GALERA E NON IN PARLAMENTO !!!!


===================================================================================================

Marco Gilles 21.12.05 12:33| 
 |
Rispondi al commento

DEMOCRAZIA = Governo del Popolo (leggi: della maggioranza).
Da che il mondo è mondo chi comanda sta meglio di chi è comandato.
La maggioranza degli elettori è sicuramente costituita da persone con redditi bassi, che hanno, se fortunati, una piccola casa, una automobile modesta.
Allora, se sono la maggioranza, quindi COMANDANO, perchè stanno peggio di quelli (ricchi, con redditi alti, ville, barche e quant'altro) che sono in minoranza?
Qualcosa mi dice che ci hanno infinocchiato...
Meditate gente, meditate!

Raffaele Bortone 11.12.05 16:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

HAI PROPRIO DESOLATAMENTE RAGIONE. E' VERGOGNOSO VIVERE IN QUESTA NAZIONE DI MENEFREGHISTI,DI GENTE CHE VIVE PER FORZA D'INERZIA, CHE APPENA GLI DAI LO ZUCCHERINO COME AI CAVALLI, SI TRANQUILLIZZA E RICADE NEL PROPRIO PERENNE TORPORE. MA D'ALTRONDE QUANDO RIEMPI I PALASPORT CON MIGLIAIA DI PERSONE A PREZZI PROIBITIVI( MA EVIDENTEMENTE LA MANCANZA DI DENARO LAMENTATA DA TUTTI E' UNA BUFALA!) PER ASSISTERE AD UNO SPETTACOLO DEMENZIALE,COME DEMENZIALE E' LA NAZIONE DA CUI PROVIENE, STO PARLANDO DEL WRESTLING, O SI INCULCA NELLA TESTA DELLA GENTE TRADIZIONI RIDICOLE,CHE NULLA HANNO A CHE FARE CON LA NOSTRA CULTURA, COME HALLOWEEN, O SI BATTONO I RECORD D'ASCOLTO PER OBBROBRI COME L'ISOLA DEI FAMOSI, INFARCITA DI PERSONAGGI FALLITI A TUTTI I LIVELLI BEH... CONSIDERARSI ITALIANO E' A DIR POCO VERGOGNOSO. E' NORMALE CHE POI I PARASSITI AL GOVERNO E NON, FACCIANO A GARA
IN QUESTO CLIMA DI COMA SOPOROSO, AD ARRAFFARE TUTTO E PIU' DI TUTTO. VORREI ANCHE SPENDERE DUE PAROLE SUL PRESIDENTE CIAMPI CHE A FUROR DI POPOLO E' CONSIDERATO IL MASSIMO CHE LA VITA CI POTEVA DARE. VISTI I SUOI POTERI CHE POTEVA A SUO TEMPO ESERCITARE E VISTA LA GRANDE STIMA DI CUI GODE, DOV'ERA QUANDO DECISERO DI INVIARE,CALPESTANDO LA NOSTRA COSTITUZIONE, LE TRUPPE IN IRAK? DOV'ERA QUANDO LA BANDA BASSOTTI AL GOVERNO HA SFODERATO DAL CILINDRO UNA LEGGE, QUELLA ELETTORALE, CHE E' UNA VERA E PROPRIA TRUFFA PER UN ELETTORATO SERIO? DOV'ERA QUANDO MARONI E' RIUSCITO A RENDERE OPERATIVA UNA LEGGE CHE PERMETTE A PARASSITI INCARTAPECORITI CON LAUTI STIPENDI, DI INCREMENTARE ULTERIORMENTE LA PROPRIA BUSTA PAGA A DANNO DI TANTI GIOVANI IN CERCA DI UN LAVORO E DI DUE SOLDI PER CREARSI UN MINIMO DI AVVENIRE? BEH, FARE PASSERELLA CON LA PROPRIA LADY, NON PRENDERE MAI POSIZIONE, PROFERIRE LE SOLITE SCONTATE,TRITE E RITRITE FRASI DI CIROSTANZA, CHISSA' COM'E' METTE SEMPRE TUTTI D'ACCORDO! GRAZIE BEPPE!

mario cacciani Commentatore in marcia al V2day 22.11.05 14:07| 
 |
Rispondi al commento

HAI PROPRIO DESOLATAMENTE RAGIONE. E' VERGOGNOSO VIVERE IN QUESTA NAZIONE DI MENEFREGHISTI,DI GENTE CHE VIVE PER FORZA D'INERZIA, CHE APPENA GLI DAI LO ZUCCHERINO COME AI CAVALLI, SI TRANQUILLIZZA E RICADE NEL PROPRIO PERENNE TORPORE. MA D'ALTRONDE QUANDO RIEMPI I PALASPORT CON MIGLIAIA DI PERSONE A PREZZI PROIBITIVI( MA EVIDENTEMENTE LA MANCANZA DI DENARO LAMENTATA DA TUTTI E' UNA BUFALA!) PER ASSISTERE AD UNO SPETTACOLO DEMENZIALE,COME DEMENZIALE E' LA NAZIONE DA CUI PROVIENE, STO PARLANDO DEL WRESTLING, O SI INCULCA NELLA TESTA DELLA GENTE TRADIZIONI RIDICOLE,CHE NULLA HANNO A CHE FARE CON LA NOSTRA CULTURA, COME HALLOWEEN, O SI BATTONO I RECORD D'ASCOLTO PER OBBROBRI COME L'ISOLA DEI FAMOSI, INFARCITA DI PERSONAGGI FALLITI A TUTTI I LIVELLI BEH... CONSIDERARSI ITALIANO E' A DIR POCO VERGOGNOSO. E' NORMALE CHE POI I PARASSITI AL GOVERNO E NON, FACCIANO A GARA
IN QUESTO CLIMA DI COMA SOPOROSO, AD ARRAFFARE TUTTO E PIU' DI TUTTO. VORREI ANCHE SPENDERE DUE PAROLE SUL PRESIDENTE CIAMPI CHE A FUROR DI POPOLO E' CONSIDERATO IL MASSIMO CHE LA VITA CI POTEVA DARE. VISTI I SUOI POTERI CHE POTEVA A SUO TEMPO ESERCITARE E VISTA LA GRANDE STIMA DI CUI GODE, DOV'ERA QUANDO DECISERO DI INVIARE,CALPESTANDO LA NOSTRA COSTITUZIONE, LE TRUPPE IN IRAK? DOV'ERA QUANDO LA BANDA BASSOTTI AL GOVERNO HA SFODERATO DAL CILINDRO UNA LEGGE, QUELLA ELETTORALE, CHE E' UNA VERA E PROPRIA TRUFFA PER UN ELETTORATO SERIO? DOV'ERA QUANDO MARONI E' RIUSCITO A RENDERE OPERATIVA UNA LEGGE CHE PERMETTE A PARASSITI INCARTAPECORITI CON LAUTI STIPENDI, DI INCREMENTARE ULTERIORMENTE LA PROPRIA BUSTA PAGA A DANNO DI TANTI GIOVANI IN CERCA DI UN LAVORO E DI DUE SOLDI PER CREARSI UN MINIMO DI AVVENIRE? BEH, FARE PASSERELLA CON LA PROPRIA LADY, NON PRENDERE MAI POSIZIONE, PROFERIRE LE SOLITE SCONTATE,TRITE E RITRITE FRASI DI CIROSTANZA, CHISSA' COM'E' METTE SEMPRE TUTTI D'ACCORDO! GRAZIE BEPPE!

mario cacciani Commentatore in marcia al V2day 22.11.05 14:04| 
 |
Rispondi al commento

Di fronte allo sguardo beato del Senatur (forse fisso sull’immagine di quella fatale serata con la Corna) si è consumata ieri l’ennesima TRAGEDIA italiana: l’approvazione della legge sulla "DEVOLUTION".

Fra i tanti aspetti inquietanti della riforma, uno soprattutto mi fa venire i brividi: i poteri delle Regioni in materia SCOLASTICA.

Se c’è una cosa, che dal dopoguerra ad oggi ha UNITO e costruito l’Italia, è la scuola.

Dalle campagne di alfabetizzazione in poi, gli Italiani si sono innalzati culturalmente sulla base di valori COMUNI e opportunità PARI. I nostri genitori, anche se sono andati a scuola in Regioni diverse, hanno ricevuto pari istruzione, e quindi pari possibilità di successo nel lavoro e nella vita. Per molti di loro che venivano dal Sud quel successo è arrivato al Nord, che hanno contribuito a rendere quello che oggi è.

Da domani non sarà più così. Già oggi c’erano purtroppo delle sperequazioni, nei livelli di istruzione ottenibili in realtà territoriali e sociali più o meno agiate. La riforma sul federalismo ISTITUZIONALIZZA quelle sperequazioni. Le ingiustizie diventano principi-guida.

Facciamo un altro passo verso il livellamento in BASSO della maggioranza; asserviamo a logiche di mercato e selettive (ma non in base al merito) un ulteriore (fondamentale) pezzo di società; ricopiamo un altro aspetto brutto degli USA.

Il passo è di grande lungimiranza, come altri di questo governo: anch'essi, NON A CASO, ripresi dal "Programma di Rinascita Democratica" elaborato 20 anni fa dal "venerabile" (e profetico) Licio Gelli . NON A CASO, forse, oltre metà del governo attuale è fatto di ex (???) pidduisti (Berlusconi, Pisanu, Martino, etc..).

Pare che il principale segnale atteso del successo della riforma sarà un nuovo "boom" del numero di ANALFABETI. Quale miglior test per una riforma con un nome che è una parola -- "devolution" -- che non significa nulla in nessuna lingua nota del mondo ??

daniele mercallo 17.11.05 14:41| 
 |
Rispondi al commento

Egregio Beppe Grillo
Le scrivo per esprimere un mio disagio interiore.
Tutti i miei sogni adolescenziali sono andati distrutti Hanno iniziato a sbriciolarsi molto presto. Già nel periodo scolastico inizi a scontrarti con una realtà disastrosa. Inizi a capire che le cose non vanno come dovrebbero. Ti aspetti serenità ed equità da un sistema che dovrebbe garantire ed inculcare nelle giovani leve della futura società i concetti di imparzialità, giustizia ed onestà. Ma non è stato così.Capisci sulla propria pelle che le cose sono ben diverse da quelle che ti vorrebbero far credere. Le cose peggiorano quando “fortunatamente” e grazie a qualcuno entri nel mondo del lavoro. Capisci che non c’è posto per la meritocrazia. In questo contesto non ti senti più libero. Hai la convinzione di stare chiuso in una gabbia legato da quelle che io definisco catene ideologiche di riverenza. Devi sempre ringraziare qualcuno; devi stare attento a ciò che dici per non essere etichettato; praticamente non devi rompere i cabasisi (per dirla alla Montalbano).
Tutto ciò mi spinge ad essere d’accordo con lei nel cedere alla tentazione di presentarmi al comune di mia residenza per consegnare la carta d’identità.Più passa il tempo e più mi rendo conto di non identificarmi come italiano. L’Italia è diventato il paese delle forti contraddizioni; dove tutto è il contrario di tutto. Dove le certezze smettono di essere tali per trasformarsi in assolute incertezze. Dove il colpevole diventa un eroe passandola liscia ed il povero cittadino onesto è sempre più vessato. Dove non esiste imparzialità di informazione la quale è asservita ai giochi di potere delle dominanti lobby politiche ed economiche. Dove invece di atomizzare il commercio per far nascere nuove opportunità lavorative si permette la formazione di veri e propri monopoli inattaccabili dal punto di vista della concorrenza. Dove Il Governo e tutta la classe politica hanno perso il senso della realtà, aumentando sempre più il distacco dal contesto sociale dove opera. Dove i leader politici con i loro giochi di potere finalizzati solo al mantenimento della poltrona, hanno alimentato il disinteresse generale per la politica, svuotando i giovani da ogni ideologia. E questo vuoto diventa sempre più incolmabile e pericoloso.Dove se vai in banca per chiedere un mutuo per l’acquisto dell’abitazione principale per te e la tua famiglia ti rivoltano come un calzino chiedendoti mille garanzie, mentre svaniscono miliardi di miliardi sotto gli occhi dei cosiddetti controllori, ovvero di quelle istituzioni a cui è stato affidato il delicatissimo compito di monitorare e sorvegliare. Dove per allattare un bimbo appena nato sei costretto a sborsare grandi somme di denaro per l’acquisto di costosissimo latte in polvere, consapevole del fatto di essere messo alle strette dalle incontentabili case farmaceutiche. Dove si da più importanza alla Hunzicher che lascia il fidanzato, alla De Filippi con la sua posta oppure all’isola dei famosi, dando il ben servito a personaggi autorevoli come Enzo Biagi, Michele Santoro e tanti altri che fanno cultura. Dove la contemporanea presenza sul territorio nazionale di tre forze di polizia determinano un dispendio di energie e risorse che potrebbero essere razionalizzate meglio a tutto vantaggio della collettività e degli stessi operatori del settore che già si prodigano generosamente nonostante le ben note difficoltà che devono affrontare quotidianamente.
Insomma, quelle poche regole di equilibrio che mi sono costruito interiormente sono ormai andate a farsi benedire. Roba da gastrite.Alla luce di tutto ciò azzarderei una iniziativa. Potremmo tutti noi, cioè tutti noi che abbiamo aderito e stiamo seguendo con interesse il Blog, andare per un giorno davanti al parlamento e distribuire a coloro che vi entrano lettere di licenziamento per giusta causa dovuta a scarsissimo rendimento.Scusi lo sfogo e distinti saluti

antonio iori 24.10.05 09:10| 
 |
Rispondi al commento

Io non sono nessuno e in quanto tale la mia carta d'identitá non ce l'ho da circa sette anni e nessuno mi é mai venuto a dire assolutamente niente!!!!
Cosa piú importante é che quando uno non si sente italiano perché esserlo!!!
In una nazione governata da imbecilli io non ci voglio vivere!!!!

bacchilega vanes 20.10.05 00:28| 
 |
Rispondi al commento

Come diceva il grande GIORGIO GABER, "io non mi sento italiano" E QUESTO è UN SENSO DI NON APPARTENENZA CHE AFFLIGGE MOLTA GENTE DI QUESTA AMATA TERRA.
ALLA BASE DI TUTTO, DEL MIGLIORE SE POSSIBILE, BISOGNA IMPEGNARSI A FAR NASCERE DAVVERO IL SENSO DEL DOVERE.
BISOGNA FARSI SENTIRE, PERCHè IL SILENZIO LASCIA SPAZIO A QUESTE MENTI GRAVIDE DI STUPIDAGGINI, CHE GESTISCONO LE NOSTRE VITE ED I NOSTRI SOLDI!
GRAZIE E BUONA GIORNATA A TUTTI!!!

GUARINI COSIMO DAMIANO Commentatore in marcia al V2day 19.10.05 09:30| 
 |
Rispondi al commento

"Le opposizioni, i sindacati, la cosiddetta società civile subiscono di tutto senza fiatare, o emettendo deboli lamenti."

Fino a quando subiremo ancora ?
Sembra una coincidenza ma negli anni di piombo
i politici erano più cauti;
ora non hanno più alcuna remora a
usare la loro carica per interesse privato.
Ironicamente mi chiedo se non è venuto
il momento di una seconda "rivoluzione francese" ?

FEDERICO ERCOLANI 17.10.05 13:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro beppe,

mi sono andato a cercare questo post perchè mi ricordavo della fotografia della carta d'identità.
Oggi sono andato a votare per le primarie nella città in cui vivo e lavoro da ormai quasi 7 anni.
Mi sono sentito dire che non potevo votare perchè non avevo la residenza. E' vero che la residenza ce l'ho a 50 chilometri di distanza ma, visto che io lavoro anche di domenica, mi sembrava assurdo spostarmi per una cosa che dovrebbe essere un libero incontro di persone, e non un sondaggio per sapere in una determinata zona quanti voti si prenderanno. Perchè a questo punto l'unica cosa a cui servono le primarie è questo: il centrosinistra si sta contando per sapere dove fare campagna elettorale e dove non farne o farla meno perchè sarebbe superflua o inutile.

A questo punto mi sono incazzato. Ho strappato il mio certificato elettorale e la mia carta d'identità. Non voterò mai più in questa nazione, perchè adesso è veramente chiaro che nessuno di loro vuole la nostra partecipazione, volgiono solo il nostro voto per perpetuare il loro potere. Destra o sinistra non contano più, ci sono solo burocrazia e mafia.

chiederò asilo politico in qualche nazione che sia più civile della nostra.

paolo

paolo ferro 17.10.05 01:34| 
 |
Rispondi al commento

....."Come disse Euripide: la Democrazia consiste in queste semplici parole: chi ha qualche utile consiglio da dare alla sua patria?" Così i miei consigli saranno di folle moderato. Dopo la mia morte, perciò, non si sentirà la mia mancanza: l'ambiguità importa fin che è vivo l'Ambiguo. (da "Trasumanar e organizzar" di Pier Paolo Pasolini) io dico invece che la sua mancanza si è sentita e si sentirà in Italia - come disse in un'altra occasione - un paese con "il popolo più analfabeta e la borghesia più ignorante d'Europa". Grazie Pà

cristian di blas 14.10.05 23:37| 
 |
Rispondi al commento

Da agnello ad agnello,
è la cocaina che regna, che segna lo stile della famiglia industriale piemontese.
allora chissennefrega.

Vergogna, vergogna
a tutti i telegiornali che stasera hanno aperto con come prima notizia Lapo intossicato dalla polvere bianca, snobbando le decina di migliaia di corpi di innocenti,
che lentamente, disperatamente, vengono estratti dalle macerie del kashmir per destinarli a più degna sepoltura.

E senza tregua, di seguito speciali su speciali, porta a porta,
ma chi se ne importa.
I capricci e i giochini pericolosi di questi miseri miliardari,
continuamente rimbalzano in primo piano su ogni teleschermo, quasi fosse anch'esso un reality,
mentre la notizia,
dell'ennesimo operaio suicidato perchè non riusciva a più a tirare fine del mese,
o della continua strage quotidiana,
una riga nelle ultime pagine di un qualche giornale locale
un riga a pagamento, nello spazio destinato ai necrologi.
Quanto è costata la coca che si è pippato ieri sera Sir lapo?
.
guerrilla radio

http://guerrillaradio.iobloggo.com/

vittorio arrigoni 11.10.05 00:54| 
 |
Rispondi al commento

Scopro oggi un documentario scritto da Andrea Cairola e Susan Gray dal titolo "Citizen Berlusconi - il presidente e la stampa". Il documentario è stato trasmesso il 21 agosto 2003 nel corso del programma Wide Angle di Thirteen/WNWT New York (maggior emittente pubblica americana).
In Italia non è mai andato in onda.
Lo consiglio a tutti gli italiani per un sano esercizio di autocompatimento.
La carta d'identità mi sa che la consegno anch'io.
ciao Barbara
p.s. il dvd l'ho trovato per caso in un angolo di una libreria di Milano, sezione "DVD-documentari" il prezzo è accessibile, 12 euro.

Barbara Speziali 09.10.05 15:44| 
 |
Rispondi al commento

Scopro oggi un documentario scritto da Andrea Cairola e Susan Gray dal titolo "Citizen Berlusconi - il presidente e la stampa". Il documentario è stato trasmesso il 21 agosto 2003 nel corso del programma Wide Angle di Thirteen/WNWT New York (maggior emittente pubblica americana).
In Italia non è mai andato in onda.
Lo consiglio a tutti gli italiani per un sano esercizio di autocompatimento.
La carta d'identità mi sa che la consegno anch'io.
ciao Barbara
p.s. il dvd l'ho trovato per caso in un angolo di una libreria di Milano, sezione "DVD-documentari" il prezzo è accessibile, 12 euro.

Barbara Speziali 09.10.05 15:43| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, facciamo partire una campagna per chiedere a Ciampi di dare la grazia preventiva a Previti. E' mai possibile che per salvare un compagno di merende del premier dobbiamo mandare a catafascio una serie lunghissima di processi in corso? E allora diamogli la grazia almeno salviamo tutto il resto. Poi sai che ridere se scopriamo che a quel punto della Cirielli non gliene frega più niente a nessuno? Pensa l'effetto boomerang "Ciampi salvaci dai danni che Previti riesce a fare anche quando lo salvano dalla galera".
Ciao
fg

Fabrizio Grattarola 08.10.05 18:40| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe,

desidero esporre una proposta che non vuole assolutamente essere una mera provocazione, ma un progetto VERO E PROPRIO.
Piccola premessa: ma le guardate in faccia le persone quando votate? I politici italiani TUTTI pensano che il loro compito, il motivo per cui sono pagati, non sia governare, amministrare il paese, ma ESSERE ELETTI. Il fine unico di un politico è essere eletto. E poi? Poi niente. Non "poi chi se ne frega" ma proprio "poi niente, l'importante è vincere il duello".
Chi scrive non ha mai votato in vita sua nemmeno a scuola, la democrazia è una stronzata, è solo cambiato il modo di trattare la schiavitù, e cinicamente parlando sono contento che sia così. PERCHE' CHI LEGITTIMA QUESTA GENTE? VOI CHE VOTATE! La politica,,, NON E' una cosa seria,,, e davvero basta ascoltare un qualsiasi parlamentare.
La proposta è questa: visto che la classe politica è legittimata dai propri elettori, che succederebbe se improvvisamente gli togliessero la loro fiducia? Perchè, invece di fare quegli scioperi strumentali per 50 euro di più in busta, perchè non fare uno
SCIOPERO GENERALE CONTRO LA CLASSE DIRIGENTE ITALIANA!

Tutti in strada, destra sinistra centro e indecisi, e anche chi se ne frega come me. Tutti insieme senza bandiere, per far capire a questa gente che non siete poi così rincoglioniti, per dire che alla fine è la gente che lavora che fa un paese, quella che ha idee, quella che si sveglia la mattina pensando a come pagare le multe, quella che si diverte e crea, quella che pensa a un domani in famiglia, al proprio lavoro, ai propri sogni. NON QUELLI LI'!
Ci pensate? Quanta gente aderirebbe? Che direbbe la stampa? Se due milioni di persone scendono in strada contro un modo di agire, non contro un gruppo distinto... E come potrebbero ignorare la cosa i vostri eroi?

...che sogno, eh? Lo so, nessuno raccoglierà mai questa idea.
Ma una volta Borges ha scritto "un giorno forse meriteremo di non avere governi".
Voi non lo meritate.
Steelman

luca delmedico 08.10.05 13:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il deputato dell'Udc si sarebbe, quindi, limitato a «suggerirla» al direttore generale e al responsabile del Consorzio aggiudicatario dell'appalto per la costruzione del nuovo nosocomio. Il gip concludeva affermando che «la scelta della ditta Evalto, allo stato degli atti, è condotta che pare penalmente irrilevante e dunque ne consegue la mancanza di gravi indizi di colpevolezza in ordine al reato nei confronti cui lo stesso è stato attribuito».
Ma le indagini sulla sanitopoli vibonese proseguono a tamburo battente. Dopo aver approfondito alcuni filoni d'indagine a Roma e in alcune località del Nord Italia, si apprende da fonti investigative che gli inquirenti sono pronti a volare a Torino. Si cercherà di far luce su alcuni conti correnti bancari. Nei giorni scorsi, nel frattempo, sono state effettuate anche diverse verifiche presso alcune case farmaceutiche, sono state setacciate migliaia di carte sequestrate durante il corso della perquisizione avvenuta presso gli uffici dell'Asl il 21 settembre e sarebbero stati rilevati ulteriori elementi d'interesse investigativo per quanto attiene la vicenda delle tangenti per la costruzione del nuovo ospedale. Già nella prossima settimana gli inquirenti potrebbero consegnare un nuovo rapporto informativo al sostituto Giuseppe Lombardo.
Nel frattempo il Tribunale del Riesame di Catanzaro è chiamato a pronunciarsi sull'appello attraverso il quale il pm ha reiterato la richiesta di applicazione di misure cautelari per 15 tra le 29 persone coinvolte nell'inchiesta già raggiunte da avviso di garanzia.


Pietro Comito


[ Home ]



mario paoli 08.10.05 09:13| 
 |
Rispondi al commento

cadauna, poi di un'altra di 500.000. A queste andrebbero aggiunte quelle che, secondo gli inquirenti, sarebbero state intascate dall'ex commissario straordinario dell'As Santino Garofalo, dall'ex assessore regionale alla Sanità Gianfranco Luzzo e dal responsabile unico del procedimento per la costruzione del nuovo ospedale Fausto Vitiello, tutti esponenti di rilievo dell'Udc. Inoltre lo stesso ex direttore generale dell'Asl Armando Crupi, anch'egli dello scudocrociato, risulta, tra l'altro, indagato per il reato di concussione pur non avendo ricevuto tangenti. A Michele Ranieli, in particolare, è contestato il reato di concorso in concussione per avere - unitamente all'ex direttore generale Armando Crupi, dimessosi dall'incarico il 24 settembre scorso - estromesso l'impresa a cui era stato affidato il subappalto per la costruzione del nuovo nosocomio, ritenuta non più congeniale agli interessi del «comitato d'affari», la P&P Costruzioni spa di Lamezia Terme. Sarebbe stata poi agevolata un'altra impresa che, in base alla ricostruzione offerta dal magistrato, sarebbe stata «funzionale a una gestione locale dei subappalti in conformità a ritorni politici ed elettorali a favore dell'Udc, in vista anche delle future consultazioni elettorali», ovvero la Edil Trasporti dei Fratelli Evalto. Secondo il castello accusatorio costruito dal pm Giuseppe Lombardo con l'ausilio dei carabinieri, l'individuazione delle imprese subappaltatrici sarebbe avvenuta «non già a cura dell'impresa aggiudicataria, bensì ad opera del direttore generale di concerto con l'onorevole dell'Udc».
Nell'ambito dell'ordinanza di rigetto della richiesta di custodia cautelare avanzata dal pm Lombardo per l'ex direttore generale Armando Crupi, sottoscritta il 17 agosto scorso, il giudice per le indagini preliminari Alfredo Bonagura aveva inteso, tuttavia, attenuare la posizione del deputato dello scudocrociato. Il gip Bonagura riteneva, infatti, che non fosse stato Michele Ranieli a «imporre» l'impresa lo

mario paoli 08.10.05 09:12| 
 |
Rispondi al commento

Ricatto/1. Il pm Lombardo chiede l'autorizzazione a utilizzare le intercettazioni
Il deputato inquisito è Ranieli
Nella rete degli inquirenti potrebbero finire altri politici
E' MICHELE Ranieli il parlamentare calabrese per il quale il pm Giuseppe Lombardo ha chiesto al gip Lucia Monaco di poter utilizzare le intercettazioni acquisite nell'ambito dell'inchiesta "Ricatto", che ha svelato fatti, misfatti e retroscena della sanitopoli vibonese. E' quanto si apprende in ambienti investigativi a conferma, peraltro, di quanto riferito in un lancio di un'importante agenzia di stampa. Il deputato dell'Udc sarebbe quindi il trentesimo uomo di un presunto «comitato d'affari» dedito a concussioni, abusi e quant'altro, i cui vertici avrebbero tenuto sotto scacco l'Azienda sanitaria vibonese e sarebbero stati protagonisti, tra le altre cose, di un vorticoso giro di tangenti attorno agli appalti per la costruzione del nuovo ospedale, il cui cantiere è stato posto sotto sequestro sin dal 21 settembre scorso. Qualora il gip Lucia Monaco accogliesse la richiesta del magistrato inquirente, la Giunta per le autorizzazioni della Camera dei deputati avrebbe dieci giorni di tempo - termine «ordinatorio e non perentorio» - per pronunciarsi e consentire o meno l'utilizzo delle intercettazioni. Ma Ranieli non sarebbe il solo esponente politico di livello nazionale dell'Udc sul quale gli inquirenti starebbero indagando. Nel turbinio dell'inchiesta si cerca di chiarire anche i rapporti tra alcuni uomini di governo, ex parlamentari dello scudocrociato e parte degli indagati. Secondo la ricostruzione offerta dal pm Lombardo, con l'ausilio degli investigatori scelti dell'Arma dei carabinieri, l'Udc rappresenterebbe il partito politico che sarebbe stato destinatario di alcune tangenti per gli appalti del nuovo ospedale: prima una mazzetta di 100.000 euro attraverso la sottoscrizione, guidata dai responsabili della P&P Costruzioni di Lamezia Terme, di 1.000 tessere del partito a 100 euro ca

mario paoli 08.10.05 09:11| 
 |
Rispondi al commento

www.bloccalatruffa.it
-------------------------------
www.bloccalatruffa.it
-------------------------------
www.bloccalatruffa.it


Legge Elettorale:
Verdi lanciano iniziativa 'Blocca la Truffa', la rete contro l'arroganza della maggioranza"

07 ottobre 2005

"L'iniziativa 'Blocca la Truffa' che il leader dei Verdi, Alfonso Pecoraro Scanio ha lanciato oggi, chiama a raccolta i cittadini e i democratici perche' le grandi opportunita' messe a disposizione da Internet aiutino la democrazia di questo Paese.

Attraverso il sito www.bloccalatruffa.it, vogliamo raccogliere migliaia di emendamenti da presentare alla Camera e al Senato per bloccare questo scippo di democrazia rappresentato dalla proposta di riforma elettorale". Dichiara il senatore Fiorello Cortiana, responsabile del Gruppo Innovazione del Verdi.

www.bloccalatruffa.it
-------------------------------
www.bloccalatruffa.it
-------------------------------
www.bloccalatruffa.it

marco 07.10.05 17:24| 
 |
Rispondi al commento

Sono tutti uguali. Destra e sinistra. Io sono un elettore di centrosinistra della Campania, che si è visto constretto, insieme ad altre centinaia di persone, a denunciare pubblicamente i vergognosi abusi commessi da Bassolino, usando parole che si addicono più a simpatizzanti di centrodestra. In Campania, dopo aver vinto un concorso, non hai diritto al lavoro. E' vergognoso quello che stanno combinando. Abbiamo denunciato pubblicamente tutto lo schifo che c'è nella Giunta dei Ds della Campania, usando lo stesso strumento del nostro amico Beppe. Un blog col quale abbiamo messo i politici difronte alle loro responsabilità. Ma loro ovviamente se ne fregano altamente, perchè se non sei amico dei politici, in questo stato non hai diritti. Ecco, date un'occhiata: http://concorso.blog.tiscali.it
Ne stiamo mettendo su di prove per mandarli a casa. Proviamo ad essere obiettivi: Berlusconi e Tremonti ne fanno di cavolate. Pensano a farsi le leggi a loro piacimento in base all'umore che hanno la mattina quando si svegliano, ma su una cosa hanno ragione: i soldi che gli enti locali buttano nel cesso. Il Consiglio regionale della Campania sta regolarizzando la posizione di persone che non hanno alcun diritto a lavorare là. Bassolino spende un botto per mantenere la sede diplomatica a New York, e poi quando arrivano i tagli delle finanziarie, se ne escono e raccontano che tutto ciò si ripercuoterà sui servizi ai cittadini. Ma perchè non pensano a ridurre le spese per i viaggi, le auto blu, le telefonate, il personale di staff che ogni consigliere chiama in base alle proprie private conoscenze, le consulenze esterne? I soldi ci sono, ma vengono elargiti allegramente per i loro inetressi e per quelli dei loro amici. E chi veramente vanta dei diritti, come noi che abbiamo vinto un concorso pubblico, deve sentirsi rispondere: scusate, non vi possiamo assumere perchè la finanziaria ha posto dei vincoli alle spese degli enti. Ma andate a cag.....!!

Bruno Falchetti 06.10.05 20:33| 
 |
Rispondi al commento

Una domanda a tutti coloro che la pensano come Beppe , a quelli come me che lo vorrebbero presidente del consiglio , a tutti quelli che NON c'e la fanno piu' : ma l'Italia e' nostra? o dei politici mangia merda che l'italia ingenuamente ha votato , ok abbiamo dato fiducia e non e' stata ricambiata, e allora?...csppare via dall'italia , strappare la carta d'identita'....MA UN BEL SANO E LIBERATORIO COLPO DI STATO?....ripeto , questo paese per cui mio nonno come altro ns cari si sono spaccati le ossa lo volgiamo togliere dalle mani di questi politici INUTILI? Siamo noi giusto a pagarli con le nostre tasse?..e allora LICENZIAMOLI TUTTI !!!!
...saro' forse da arresto ma amo l'itaklia , amo la costituzione italiana , se ti ciullano la donna che fai ti incazzie fai scoppiare un bel casino ?..e l'italia allora ?..non e' forse degna delle nostre grida
Io non conto nulla anzi..meno....ma se sciendiamo tutti e 5000000 inpiazza ?...tolgiamo FISICAMENTE il potere ai politici che rubano soldi senza fare nulla per il bene della nostra ITALIA?
...io lasperanza la vivo ogni giorno....
W l'italia

Davide Rizzi 06.10.05 17:09| 
 |
Rispondi al commento

Grazie a tutti quelli che hanno fornito info riguardo al boicottaggio..ho scoperto un po' di cose e ora agirò di conseguenza più di prima!

Per la carta d'identità il discorso di Grillo mi pare campato in aria e contraddetto dalle sue stesse parole..
spettacolo di Milano: criticava i leghisti perchè cantavano una cosa simile:
"noi che siamo padani abbiamo un sogno nel cuore bruciare il tricolore" e lui ha fatto vedere le foto di non mi ricordo più chi morto in iraq avvolto nella NOSTRA bandiera dicendo che meritava rispetto ecc..prima incita a sentirsi cittadini italiani e a riconoscere la bandiera e tutte queste belle cose..ora, invece, dice di strappare la carta d'identità e cambiare nazione..è una bella mancanza di coerenza da parte sua..da che parte sta? Le cose sono brutte per lui ma soprattutto per noi..credo che quando ci si mette in prima linea lo si fa lanciandoci e quando le cose si fanno pesanti la forza aumenta..qua invece le cose si fanno difficili e noi che si fa? Si emigra e si cambia Paese?
Riflettiamo perfavore..

Ricordo che ci sono alcuni paesi più distrutti del nostro che farebbero carte false per venire e lo testimoniano tutti gli immigrati che arrivano con le navi che non sono tutti malviventi come crede qualcuno ma è gente che ha fame..informatevi sulla ruanda e sui paesi africani in genere..ci lamentiamo del vaticano perchè interferisce andate a prendere qualche info sugli Stati africani..certo qui le cose non vanno bene ma scappare e rinunciare alla cittadinanza è eccessivo..

Andrea Amadio 06.10.05 00:27| 
 |
Rispondi al commento

Ma vi rendete conto che la FIAT ha inserito nel suo piano industriale (uno dei modi dire come ci si può salvare il ....) la cassa integrazione? Solo da quella voce si aspettano risparmi nell'ordine dei 120/150 MILIONI di EURO!!!

Con tutti i soldi che la FIAT ruba tutti i giorni alle famiglie italiane non abbiamo il diritto di una Punto nuova fiammante GRATIS per ogni famiglia? (e ho volato basso)

Riccardo Roppoli 05.10.05 15:11| 
 |
Rispondi al commento

Volevo richiamare l'attenzione sul numero dei politici che oggi sta affamando l'Italia: se mettiamo insieme Camera, Senato, Parlamenti Regionali, Provincie, Comuni, Municipi, ASL, Comunità Montane, Consorzi di Bonifica, Consorzi di Aree Industriali e solo per indicare le maggiori aree della politica, otteniamo un numero di poco inferiore a metalmeccanici e edili messi insieme.
Inoltre tutto ciò va in realtà moltiplicato per 10, considerando i 10 politici che mediamente per ogni posizione sono in attesa del decesso o della disgrazia di chi occupa il posto.

E ancora oggi qualcheduno chiede quale sia l'origine di questo debito pubblico sempre crescente.

Giorgio Zito

Giorgio Zito 05.10.05 12:25| 
 |
Rispondi al commento

I problemi del nostro paese sono molti,e fin qua non ci piove.Probabilmente non sono più gravi di quelli di altri paesi al di fuori del cosiddetto "occidente".Quello che rende però l'Italia del tutto peculiare è l'ignoranza,o peggio ancora il menefreghismo,che può essere definito come la "conoscienza dell'ignoranza".Dicendo questo non voglio offendere nessuno e anzi,mi ci pongo anch'io tra gli ignoranti.Offenderei qualcuno se constatassi che lo stato dell'informazione in Italia è tale da permettere a tutti di sapere.Ma sappiamo(l'abbiamo capito veramente o ce ne rempiamo solo la bocca?mah?!)che l'informazione e soprattutto quella televisiva è in grado solo di dare notizie che sono mezze veritucole e celare quelle scomode ai "nostri dipendenti".
Sono molto grato a Beppe Grillo per avere indicato la via per uscire dalla gabbia d'ignoranza che i media ci hanno costruito intorno.ABBIAMO LA RETE.Le notizie ci sono.E' scandaloso che ce le dobbiamo andare a cercare da soli,e molto spesso all'estero,ma per fortuna ci sono.Allora il punto di questo intervento è:usiamo il passaparola,elettronico e non,per segnalare i siti ed in generale i "veri" mezzi d'informazione.So che questo richiede un certo livello d'impegno civico,ma se il mondo in cui viviamo non ci piace un minimo sforzo per cambiarlo dobbiamo farlo,altrimenti diventiamo dei super menefreghisti e allora sì che saremmo meritevoli di essere insultati.
Cosa ho fatto io?Ho aperto un blog e cerco di usarlo per diffondere quello che apprendo e che sento vada divulgato.E'ancora piccolo,l'ho aperto da circa due settimane,ma è quello che riesco a fare nel mio tempo libero.Non scrivo qui l'indirizzo per non far sembrare tutto l'intervento pubblicità occulta,ma chi fosse interessato può scrivermi via mail.
Cari saluti a tutta la Famiglia Globale.

Luca Petrarulo 05.10.05 12:05| 
 |
Rispondi al commento

La realta' e' diventata insostenibile tutti i politici ci hanno tolto la speranza di un futuro migliore!Chi ci guadagna sono sempre loro e noi operai siamo costretti a farci il mazzo per pagare il loro "fare un cazzo giornaliero".sono stufo di vivere in un paese del genere bisogna fare qualcosa al piu' presto.Da un po' mi e' passata anche la voglia di lavorare.Bisogna emigrare al piu' presto allontanandoci da questo paese dove i programmi tv sono per emeriti deficienti(reality in genere) e dove l'informazione televisiva e' pilotata.BASTA!!!!!

Daniele Biondani 04.10.05 23:22| 
 |
Rispondi al commento

Qual'è la posizione ufficiale di Beppe Grillo sula costruzione del ponte sullo stretto di Messina?

Saluti

a. rossi 04.10.05 17:35| 
 |
Rispondi al commento

La democrazia si è dimessa da tempo! Sentite questa e rispondete: vi sembra democratico o giusto che il Ministero della Ricerca abbia deciso di limitare drasticamente l'ingresso alla facoltà di Odontoiatria per mantenere alto il tenore di vita dei dentisti lobbisti? Quest'anno il Miur (guarda un po'!) ha fissato a soli 947 i posti disponibili in Italia per Odonto. Ha poi imposto una graduatoria nazionale ed elaborato tests d'ingresso con quesiti di matematica e chimica a cui nemmeno il nostro Premio Nobel Montalcini sarebbe stato in grado di ripondere(basta leggere il test di luglio sul sito del Ministero e provare a risolverlo). I partecipanti sono stati 13 mila, i bocciati e discriminati 12 mila. Agli "Incredibili" 1000 vanno i complimenti di tutti gli altri deficienti ed ingenui studenti italiani. Le selezioni d'accesso possono essere anche giuste ma sono le modalità sbagliate, non trasparenti e sleali. La prossima settimana il Tar Lazio sarà chiamato ad esprimersi su questo decreto sperimentale della Moratti e spero,per amore del mio Paese, che venga dichiarato illegittimo.
Le armi con cui combattere sono le nostre idee e convinzioni e queste non ce le toglieranno mai. Usiamole per vincere una battaglia di democrazia che è il libero ed equo accesso allo studio. Solo così restituiremo fiducia e coraggio ai nostri figli ed anche a noi.

Tania Bonnici Castelli 04.10.05 17:01| 
 |
Rispondi al commento

segue >>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
To: presidenza.repubblica@quirinale.it

caro presidente , mi chiamo vincenzo aglione , non milito in nessun partito , mi piacerebbe essere dello schieramento di sinistra ma anche in loro non trovo la mia lingua le mie parole o di quelli che mi stanno attorno.
se ne e' accorto anche lei che in italia non si parla piu' italiano? ora a parte i termini inglesi ( spesso usati in manovre di economia) che servirebbero a condensare un significato in una parola, ma che in realta' aiutano chi non conosce l'inglese molto bene ( diciamo l'87%? degli italiani? o forse sono ottimista venendo da 12 anni all'estero e conoscendo 4 lingue )
No io pur includendo quest'interpretazione della mia domanda nella email intendevo chiederle spiegazioni in merito all'a comprovata impressione che quando parliamo i nostri "rappresentanti " non ci capiscono .
sara' forse il caso di cominciare ad usare il ricatto , come arma, anche in italia?
mi consiglia di unirmi e nel caso ne vedessi la necessita' formare gruppi di categorie ( tipo medioevo) che stufi di questa democrazia che non merita nemmeno piu' questo nome, si ingegnino perche' qualcuno al parlamento lavori per lo stato di diritto ?

Aspetto un Suo gentile riscontro , ammesso che lei parli ancora ITALIANO.

--
Vincenzo Aglione

vincenzo aglione 04.10.05 05:05| 
 |
Rispondi al commento

IN OCCASIONE DEL VARO DELLA LEGGE SUL FALSO IN BILANCIO E DELLA PRESENTAZIONE DA PARTE DEL gOVERNO, QUASI FOSSERO A DIRIGERE DI UNA SQUADRA DI CALCIO E NN UNO STATO DI DIRITTO, DELLA PROPOSTA DI CAMBIARE LA legge elettorale MI SONO UNITO A VOI DEL BLOG NELLA SPERANZA DI NN DOVER DAVVERO ARRIVARE AD ORGANIZZARE " GRUPPI DI RICATTO " CHE BYPASSANDO I SINDACATI E LEGGI COME INSEGNATICI DALL'ALTO, RIUNISCANO IN CORPORAZIONI "STILE MEDIOEVO " 8 E QUI CI TENGO A DIRE CHE NN SI PO' FARE DI PIU MODERNO L'ARGOMENTO PER MANCANZA DI INTERLOCUTORI -I NOSTRI POLITICI-SIA DI DESTRA CHE DI SINISTRA...IN QUELL'EPOCA VIVONO E RAGIONANO ED LI' "INDIETRO NEL TEMPO" KE LI DOBBIAMO ANDARE AD INCONTRARE E BYPASSARE .
PER NOSTRA COLPA...E MAXIMO PRESSAPPOCHISMO ORMAI TENERMENTE GENETICO . IO SONO COSI' SFASATO CHE RIDO PER LE COSE XCUI DOVREI "PIANGERE" E VICEVERSA , COME "ENZOPAOLO DEI famosi" PIANGO X CIO' CHE DOVREBBE FARMI RIDERE ...

SCRIVO al PRESIDENTE della REPUBLICA, e unisco la mia voce alla vostra invitando un po tutti non a smettere di ridere , no !! questo ancora no - e poi dicevo - non ne posso fare a meno per quanto mi sforzi...- ma con la risata da qualche tempo è arrivato anche del vento ..che infilzando con l'inganno ora questa o quella carie mi stanno mutando il riso in ghigno e ...si sa da ghigno a stracciabudella il passo e falcile o dovrei direi indotto ..quasi spontaneo...
ecco la mail che ho scrittp a MR*.Ciampi:
segue in prossimo post>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

vincenzo aglione 04.10.05 05:01| 
 |
Rispondi al commento

scrivo in eri to all'articolo appena letto sulla falsa democrazia che domina incontrastata nel nostro paese e che ha sede nel nostro governo.
ma terrei a puntualizzare che la nostra opposizione piu volte ci ha portato a scioperi e manifestazioni per motivi si validi ma non di importanza primaria.
Non si ha una democrazia,non si ha informazione,non esiste giustizia,E noi che fraccaimo,l'opposizione che fa?Se veramente vogliamo che la nostra democrazia risorga dobbiamo essere noi in primis a scendere nelle piazze tutti uniti e a protestare contro un governo che non fanulla ma anche contro un opposizione che cerca solo di screditare il malgoverno attuale ma non fa nessuna proposta per migliorare la situazione.Non e solo con le critiche che si fanno i fatti ma con i programmi.I nosteri politici sono i piu pagati al mondo e nessuno dice nulla o organizza uno vero sciopero per questo.Siamo uno dei paesi al mondo con benzina piu cara(daccordo alla crisi mondiale)ma il petrolio si aquista in dollari,l'EURO e piu forte come mai non vediamo il minimo calo?e nessuno fa nulla,questo e uno dei motivi per il quale la nostra opposizione dovrebbe muoversi,per questo tutti dovremmo scendere nelle piazze,e loro dovrebbero guidarci in queste proteste.Non fanno un programma energetico decente,non parlano di comunicazione.Come si puo pensare di portare la gente a fidarsi di loro se il loro modo di fare da solo da pensare che il loro intento sia solo quello di scalzare il governo attuale senza il minimo interesse per il bene dei citadini e del paese.Proponete proteste per il caro energia,proteste per politici strapagati,per mancanza di informazione e di comunicazione,allora noi si vi appoggieremo,altrimenti ci ritroveremo nuovamente li,come il nostro amato Beppe
Beppe ripete,a scegliere tra il peggio e il minor peggio un'altra volta

fabio migaleddu 03.10.05 23:30| 
 |
Rispondi al commento

azz.. sentite un po'..."UNA CLASSE POLITICA "ITALIANA" NON ESISTE POICHE' NON ESISTE UN POPOLO "ITALIANO". COME RISULTATO DI CIO' VI E' IN ITALIA UNA CLASSE POLITICA AUTOREFERENZIATA DOTATA DI UNA MORALITA' AUTOGENA NON CORRISPONDENTE AD UN SOSTRATO POPOLARE. IN QUESTO MODO COSTORO VIVONO E PRODUCONO LEGGI IN FUNZIONE DELLA PROPRIA SOPRAVVIVENZA ED AUTOCONSERVAZIONE IGNORANDO TOTALMENTE LE ASPETTATIVE DEI CITTADINI "ITALIANI"
da http://www.fottilitalia.com/ del 3.10.2005

Ric Cavallo 03.10.05 14:37| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
è proprio vero la carta di identità serve solo per l'albergo.
I nostri dipendenti fanno proprio schifo,(anche se io mi sono guardata bene dal votarli) aggiungo che a me fanno schifo anche tutti quelli che li hanno votati, perchè come nel matrimonio chi si assomiglia si piglia.
Fa tristezza ammetterlo ma la maggioranza che è al governo rispecchia la maggioranza della popolazione italiana.
E chi dovrebbe farsi sentire con le cattive maniere ma con intelligenza e astuzia e cioè:
Le opposizioni, i sindacati, la cosiddetta società civile, gira e rigira mangiano come loro e quindi non alzano la voce più di tanto altrimenti vengono additati come comunisti maleducati. Quindi NOI POPOLO DOBBIAMO REAGIRE, ma capirai una massa di pecoroni come siamo.. se non veniamo guidati dai sindacati o dai partiti non siamo capaci di alzare la voce.
Ci porteranno "tutti" destra o sinistra alla fame perché continuano ad attingere dall'INPS per pagare la cassa integrazione, i contributi che vengono pagati ai giovani sono irrisori, mentre le loro pensioni sono miliardarie. E come dice il detto leva e non metti, prima o poi fa accendere la spia.
Io non mi sento cittadina italiana da molto tempo se questo ti può consolare - sappi che approvo tutte le tue iniziative alle quali quando posso non mancherò di partecipare - e facendo un profondo esame di coscienza forse dovrei smetterla anche io di chiacchierare e passare all'azione. Candidiamoci tutti riprendiamo la nostra Italia...sicuramente sapremo fare meglio di Bossi, Calderoli, Bondi o chiunque altro. Sicuramente comprenderemo meglio le vere esigenze del popolo.. ci basterebbero anche meno soldi al mese - siamo abituati a tirare la cinghia - e forse l'Italia ripartirebbe questa volta alla grande !
E il primo che ruba in galera senza appello !

Emiliana Carifi Commentatore in marcia al V2day 03.10.05 14:04| 
 |
Rispondi al commento

CHE LA DEMOCRAZIA SIA UNA BUFALA E' DIMOSTRATO DAL FATTO CHE IL PROSSIMO ANNO CI TROVEREMO A DOVER SCEGLIERE NECESSARIAMENTE TRA DUE CANDIDATI CHE CI FANNO ENTRAMBI CAGARE . CHE DIFFERENZA C'E' CON IL PARTITO UNICO DELL'EX UNIONE SOVIETICA?
CONSIGLIO A TUTTI LA LETTURA DELL'ARTICOLO DI MASSIMO FINI SUL GAZZETTINO DEL 1.10 CHE POTRETE TROVARE SU WWW.MASSIMOFINI.IT

Antonio Fucile 03.10.05 11:35| 
 |
Rispondi al commento

considerato tutto questo casino sulla legge per riinfilarci questo maledetto proporzionale che durante la "prima repubblica" faceva durare i governi mediamente un anno.Perchè non lo chiedono a noi cittadini,con un altro bel referendum,cosa ne pensiamo.Magari approfittando delle primarie dei due schieramenti?Cosa ne pensi Beppe? Un saluto a tutti. Renato

renato cherubino 02.10.05 20:00| 
 |
Rispondi al commento

CARO DI PIETRO ERI PARTITO BENE MA TI SEI SMARRITO PER STRADA!

Nicola Piccerillo 02.10.05 10:32| 
 |
Rispondi al commento

CARO DI PIETRO ERI PARTITO BENE MA TI SEI SMARRITO PER STRADA!

Nicola Piccerillo 02.10.05 10:32| 
 |
Rispondi al commento

CARO DI PIETRO ERI PARTITO BENE MA TI SEI SMARRITO PER STRADA!

Nicola Piccerillo 02.10.05 10:30| 
 |
Rispondi al commento

CARO DI PIETRO ERI PARTITO BENE MA TI SEI SMARRITO PER STRADA!

Nicola Piccerillo 02.10.05 10:30| 
 |
Rispondi al commento

CARO DI PIETRO ERI PARTITO BENE MA TI SEI SMARRITO PER STRADA!

Nicola Piccerillo 02.10.05 10:30| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
il mio non vuole essere un commento ma solo un'amara riflessione di ciò che ho appena visto e sentito nel dvd del tuo spettacolo romano(aquistato regolarmente) e a quello che ho letto in testa al blog.
Mi spiace che tu non voglia candidarti alle prossime elezioni perchè le persone come te dovrebbero stare in ben altra posizione ma del resto ti capisco perchè la nostra classe politica è allo sfascio e ci toglieranno enche la libertà della rete che ormai è l'unico modo che abbiamo per poter essere informati realmente su quello che succede nel mondo.
Mi sento (e come me credo molti altri) impotente di fronte ai ladri che ci governano e manipolano le leggi a loro piacimento,per i loro profitti e interessi personali,controllano l'informazione e oscurano quelli che stanno fuori dal gregge,i ricchi fanno i loro comodi e gli altri chi se ne frega,la democrazia è morta come il digitale terrestre ma loro ci fanno credere che è tutto regolare e stiamo benissimo.
Sono solo un'operaio metalmeccanico di provincia e per il valore che può avere il mio parere voglio dire che a noi manca solo una guida di quelle vere,qualcuno che dica realmente come stanno le cose,qualcuno diretto e senza peli sulla lingua che amplifichi il nostro disagio cioè quello che non sanno fare i politici di sinistra che dovrebbero essere il nostro punto di riferimento.
Se il portatore nano di democrazia è vomitevole coloro che dovrebbero contrastarlo fanno schifo e non ho più alcun tipo di fiducia; per questi ti dico: candidati Beppe,la gente ha fiducia in te e verrai eletto e non credo che un comico possa fare più danni di quelli che sta già combinando una classe politica di pagliacci.
Con affetto,
Italo

italo evangelisti 02.10.05 00:02| 
 |
Rispondi al commento

PER CLAUDIO TOMEI

Si tratta dell'Australia. Spazio, quanto ne vuoi.

Guido Santi 01.10.05 12:56| 
 |
Rispondi al commento

@ matteo sanna

Grazie per la segnalazione. Tra l'altro mi ha fornito la chiave per una ricerca in rete: "CONSUMO CRITICO". Mi vengono segnalati 190.000 risultati. Avrò di che leggere nei prossimi giorni.
E tutti gli amici potrebbero fare altrettanto e ciascuno troverebbe, ne sono sicuro,

QUALCOSA DI EFFICACE E SEMPLICE DA FARE ADESSO

secondo le inclinazioni e preferenze di ciascuno.

Sul primo sito che ho visitato, www.reteromanaconsumocritico.org ho trovato il seguente motto

QUANDO COMPRI VOTI

E' una sintesi molto efficace. ABBIAMO in mano un'arma molto potente. Si tratta di usarla.

Cordialità.

volpe giuseppe 01.10.05 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti
Penso che democrazia voglia dire fondamentalmente libertà di scelta... ma chi mendica non può scegliere e quindi ci limitiamo a far scegliere gli altri per noi. Ho 30 anni e la prima volta che ho sentito parlare di boicottaggio è stato 12 anni fa. Dopo varie campagne di sensibilizzazione (contro le mine, ChiamaL'Africa.....) mi sono scontrato con una dura realtà: L'indifferenza!! E mea culpa anche io ormai mi sono rassegnato.. Comunque per un boicottaggio serio bisogna conoscere chi, come e a discapito di chi si producono tanti prodotti. Per chi fosse interessato, invio un link che potrebbe essere un ottimo strumento per sapere cosa noi finanziamo ogni volta che andiamo al supermercato;

http://www.emi.it/scheda.asp?nisbn=1273-6

Spero di essere stato utile, vi saluto

Matteo Sanna 01.10.05 04:01| 
 |
Rispondi al commento

Una trentina di anni fa le piazze avrebbero ruggito la propria rabbia contro imbroglioni e malfattori come questi, costringendoli a dimettersi. Oggi nulla. Nessuna organizzazione che trascini l' enorme incazzatura in manifestazioni antigovernative. Mi sovvengono le cicale che fanno da sfondo ne 'La domenica delle salme' alle parole: "Mentre il cuore d'Italia, da Palermo ad Aosta, si gonfiava in un coro di vibrante protesta".
Perchè non ipotizzare che si parta proprio dai frequentatori di questo blog??? Sono disponibile a parlarne x Milano.

marco luisi 01.10.05 00:57| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Beppe per questo blog che da' l'opportunita' agli Italiani (e anche a qualche straniero "che rema contro") di dire la propria sulla situazione attuale del Paese.
Che bello vedere gli Italiani che si scannano tra di loro! Lo straniero che, da dietro le quinte, manovra i media e i politici nostrani fa i salti di gioia e sogghigna! L'Italiano purtroppo non puo' capire chi sta dietro a queste sventure che sconvolgono il Paese. Se siamo l'unico Paese al mondo che ha buttato giu' piu' o meno cinquanta governi dalla fine della seconda Guerra e' un vanto per noi Italiani. Noi lottiamo la corruzione. Combattiamo contro politici ed imprenditori corrotti. Noi li mandiamo a casa. Questo non puo' succedere in altri paesi cosiddetti "civili e democratici", perche' li' la volonta' popolare non conta un ...bel niente! E non mi si venga a dire che la corruzione non esiste tra i paesi piu' industrializzati del mondo (leggete le notizie di oggi!). Fanno le marcette di protesta "ad usum delphini", per mascherare una dittatura con una incipriata di democrazia! Non cascate nell'errore. Il nemico dell'Italia e' dietro l'angolo. Ci ascolta! Viva gli Italiani.

Cavaliere Ruffo 01.10.05 00:40| 
 |
Rispondi al commento

@ andrea amadio


BOICOTTAGGIO

Con un giro veloce in rete ho trovato piuttosto interessante il sito

www.peacelink.it/boycott

E' in italiano. Puoi condividere o meno gli obiettivi ma dovresti trovare prova dell'efficacia della strategia.

Una curiosità: durante la ricerca ho trovato su un sito in inglese la notizia di un boicottaggio temporaneo, riuscito, contro E-Bay e PayPal perchè qualcuno vi aveva messo in vendita ostie consacrate!

Mi pare che da noi qualcuno abbia fatto e faccia commercio della legalità e della democrazia...

Cordialità

volpe giuseppe 30.09.05 20:46| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo ad Andrea
La casalinga che riconosce solo Berlusconi-
-Studiate le reazioni di una donna colpita da deterioramento progressivo delle capacità cerebrali
Aggiungo che la casalinga in questione oltre al già citato riconosce il Papa e la figura di Cristo. Siamo ben oltre la politica...!
A voi le considerazioni!

Michela Vitiello 30.09.05 19:25| 
 |
Rispondi al commento

@ andrea amadio

SPESA CONSAPEVOLE


Grazie di nuovo. Siccome, però, non riesco ad attirare l'attenzione di nessun altro e non ho la vocazione del profeta non vorrei trascinare una conversazione a due.

In due (meglio in quattro o cinque) mi piace discutere di persona, magari davanti a un buon bicchiere di vino. Mi pare che il blog non sia il posto adatto anche perchè temo che pochi leggano almeno una decina degli ultimi commenti prima di scrivere.

Ma tornando a noi: continua pure a spendere con intelligenza; fai più di quanto, secondo me, fa la maggioranza degli italiani. Se già non lo hai fatto, dai un'occhiata ai siti delle varie associazioni di consumatori. Potrai trovare informazioni utili o anche solo interessanti. La legittima difesa del proprio potere d'acquisto dovrebbe essere un dovere.

Però oltre alla legittima difesa c'è il legittimo attacco. Leggo oggi che una pubblicità della Playstation Sony che faceva il verso alla Passione di Cristo è stato sospesa in seguito alle proteste di cittadini offesi. E' un altro, piccolo esempio, che quando c'è di mezzo il fatturato, il consumatore (non il cittadino) è ascoltato.
Io mi sento offeso all'idea che comprando un certo prodotto arricchisco le industrie pubblicitarie del presidente del consiglio e voglio che quelle pubblicità cessino. Se il cav. Berlusconi fosse un qualsiasi grandissimo imprenditore non avrei nulla da obiettare. (salvo che già come imprenditore è nato con le leggi "ad personam" che gli hanno legalizzato le reti). Ho da obiettare sul fatto che arricchisco, pagando la pubblicità, un uomo che usa il potere politico a soli fini personali. Tutto qui. Con il voto posso far poco. Con la spesa, se fossimo in tanti, molto di più.
Ma, ripeto, non sono un profeta, nè un organizzatore.
Ti ringrazio per avermi letto.
Se non ci saranno altri interventi non insisterò su questo tema. Cercherò comunque dei siti da segnalarti dove potrai, se vuoi, approfondire la cosa. Leggi l'inglese?

volpe giuseppe 30.09.05 18:41| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a Beppe e a tutti i cittadini/e che hanno ancora a cuore la democrazia italiana. Siete sconvolti per l'assoluzione di B.? Ma perché credevate che in questo signore ci fosse un pur minimo senso di rispetto per noi italiani, per le nostre istituzioni, per le nostre leggi? Sono appunto "nostre", non sue o, meglio, lui ha le "sue" e pertanto io dico che questo signore è un parassita del nostro Stato, uno Stato (il nostro) che sta dissanguando economicamente, che sta impoverendo culturalmente (lasciamo perdere l'etica che neanche sta dov'è di casa) per nutrire il "suo" Stato e i "suoi" servitori. Accusa Follini o chi per lui di essere una "metastasi"? E chi è il tumore primario che l'ha generata? Non è forse lui la principale fonte di metastasi a danno del nostro paese, come la suddetta assoluzione dimostra ampiamente?

Caro Beppe e tutti voi che vi sconvolgete di fronte al proliferare della metastasi berlusconiane, io sì che ho avuto le metastasi (quelle vere purtroppo) come vera è stata la cura chemioterapica che per lunghi mesi ho dovuto sopportare. Per questo dico: le parole, anche quelle sconvolte, non bastano di fronte a un "male" di tale natura, bisogna piuttosto agire e chiedere un risanamento forte (tipo chemio per intenderci) della nostra società, altrimenti evitate di sconvolgervi: le metastasi saranno tante e tali da annientare totalmente la nostra democrazia.

nadia scafidi 30.09.05 17:18| 
 |
Rispondi al commento

Commenti
Leggo oggi sul sito del Corriere della Sera il seguente articolo:
-La casalinga che riconosce solo Berlusconi-
-Studiate le reazioni di una donna colpita da deterioramento progressivo delle capacità cerebrali-
MILANO - Il caso clinico senza precedenti, appena pubblicato sulla rivista scientifica internazionale «Cortex» dai neuro-psicologi Sara Mondini, dell’Università di Padova, e Carlo Semenza, dell’Università di Trieste, fornisce una prova biologica di quanto da tempo sociologi, psicologi sociali, politologi ed esperti di comunicazioni di massa avevano sospettato, cioè che il bombardamento ripetuto di certe immagini a mezzo stampa e televisione incide qualcosa di profondo e speciale nel nostro cervello. ecc ecc. www.corriere.it

In vista delle prossime elezioni, quante persone verranno colpite dal deterioramento progressivo delle capacità cerebrali? E quante ne sono già colpite?

Andrea Giovanetti 30.09.05 16:51| 
 |
Rispondi al commento

La situazione attuale è il frutto della prevalente mentalità italiana e non solo della politica. C'è questa onnipresente tendenza a essere i piu furbi, i piu scaltri, i piu opportunisti. e se questo viene adottato da poche persone, porta a un prevalere delle stesse in determinati ambienti. quando questa tendenza furbicofila prevale, avviene il caos. E'questa l'italiota condizione. L'assenza di strutture meritocratiche al di fuori dell'istruzione. Il premiare per accondisciendenza politica, sociale e istituzionale le furberie e gli illeciti. E questo è nulla in confronto a quello che verra. Perchè cari signori alla fine la logica degli eventi sopravviene anche al caos più assoluto, pregate solo che avvenga il piu tardi possibile. Il passato è pieno di civiltà autodistrutte dalla furbizia e l'opportunismo. Buona serata.

Ciro Menotti 30.09.05 16:33| 
 |
Rispondi al commento

OT:
Il Consiglio Superiore di Bankitalia rinnova la fiducia a Fazio

Andrea Bellini 30.09.05 16:11| 
 |
Rispondi al commento

Certe volte sono veramente terrorizzata da questa Italia. Leggendo un bollettino affisso nella mia città, dove ho scoperto la nostra posizione nella graduatoria per la libertà d'informazione, ho avuto paura.
E ho scoperto anche che ci son molte persone a cui importa poco o niente che su un telegiornale si dica o no la verità. Preferiscono pensare agli affari loro, e l'indifferenza secondo me è una delle cose più difficili da combattere.
Molti italiani si sono decisi a non votare più Berlusconi alle regionali non perchè hanno visto che la scuola, o la giustizia, stanno cadendo a pezzi, ma solo perchè si sono accorti che guadagnano di meno e che fare la spesa costa di più.
Molti italiani sono interessati solo a due cose: PANEM ET CIRCENSES.

Vera Dalla Via 30.09.05 16:00| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe. Ciò che tu senti ed esprimi corrisponde a quello che sento io e che sentono molti italiani. Voglia di emigrare verso patrie più civili!! Ammesso che esistano veramente dato come vanno le cose nel mondo, compreso i paesi di rinomata civiltà (non parlarmi della svizzera ti prego!!).
Ma quando mi succede so che è uno sfogo più che altro utile a ricaricarmi di energia e della giusta fermezza. Occorre placare la propria rabbia e guardare lontano mentre ci occupiamo del presente.
E allora mi chiedo: “com’è stato possibile che siamo arrivati a questo punto?” E poi ancora: “ cosa posso fare io per migliorare le cose?”. La prima domanda è legata alla seconda. Rispondendo alla prima domanda mi dico che i “grandi ladroni e corrotti” dello stato e della finanza, di cui tu racconti in modo così preciso e documentato, e di questo ti ringrazio di cuore, non sono altro che lo specchio dello “spirito furbo” di grande parte del popolo italiano, del quale questi furbi si sono nutriti fin da piccoli. Berlusconi ne è il prototipo ingigantito, e non sarebbe li se non fosse per gli italiani che lo hanno votato (non mi bastano le televisioni a spiegare il suo successo). E’ un po’ come il principio della lente o degli specchi ustori: tanti raggi di luce che paiono innocui convergono in unico raggio posto al suo centro in grado di ustionare, dare fuoco, e fare danni mortali. Personalmente ho sempre avvertito il popolo italiano come ancora ampiamente immaturo e pertanto da aiutare: forse è anche per questo che ho scelto di fare dell’educazione la mia professione.
Una cosa per me e per molti inconcepibile, come quella di violare il senso di ciò che è giusto negando così il rispetto il diritto e la dignità degli altri (anche lo stato è “gli altri”) per avere un tornaconto personale, costituisce purtroppo una mentalità e una prassi talmente diffusa, a tutti i livelli, che si è persino imposta esplicitamente a guida della politica. Se esiste una legge o una regola, gli italiani furbi, che sono una (purtroppo) grossa minoranza che si è fatta maggioranza politica, si impegnano a più non posso per aggirarla, eluderla o al limite violarla senza essere beccati. Per questo abbiamo lo stuolo di avvocati e azzeccagarbugli più nutrito d’Europa. Quindi va bene mettere a processo morale i grandi ladri del potere e della finanza e in generale l’oligo-plutocrazia che ci governa da 60 anni, purché ciascuno guardi anche al proprio piccolo e cambi i propri comportamenti sbagliati li dove esistono. Senza troppe auto-giustificazioni. Quando gli italiani comprenderanno che un individualismo così forte accompagnato da un così basso senso morale porta a sfiducia collettiva e alla mancanza di senso di appartenenza e infine alla debolezza del sistema con danno per tutti, allora forse le cose potranno migliorare. Nel secondo periodo del rinascimento italiano avvenne più o meno la stessa cosa: la slealtà nei rapporti sociali e politici, l’affermazione personale con qualsiasi mezzo anche a discapito del senso del giusto e degli interessi collettivi, rese gli italiani deboli e privi di prospettive comuni tanto che finimmo assoggettati ai Francesi, agli Spagnoli e agli Austriaci. Forse non siamo ancora a questo punto, e bisogna mantenere ben salda la fiducia nelle nostre potenzialità civili e morali, ma dobbiamo cercare quanto prima di coagulare la forza l’intelligenza e la volontà politica della maggioranza degli italiani, che è onesta, creativa, che ama ciò che è giusto, bello e sano, e che vorrebbe il popolo italiano autorevole esempio di vera democrazia nel mondo. Penso che ciò sia necessario anche a costo di determinarsi “alternativa a sinistra”, senza troppo sperare o illudersi che qualcun altro si assuma responsabilità che spettano principalmente a chi le sente veramente: cioè noi. Dobbiamo guardarci negli occhi non per raccontarci il mondo che non vogliamo e non vogliamo più, ma per immaginare il mondo che vogliamo, l’economia che vogliamo, l’istruzione e l’educazione che vogliamo ecc. ecc. per finire (o iniziare) con e la democrazia che vogliamo realizzare: e metterci al lavoro.
Per questo in questa sede e all’incontro che si terrà ad Ottobre nel gruppo di Milano proporrò, se già non è stato proposto, di iniziare a ragionare sull’opportunità di fondare qualcosa che sia più strutturato di un dibattito via internet, o di un movimento di protesta: penso a qualcosa dal nome forte come un’“Associazione Nazionale per la Resistenza Democratica”, o simile, che si ponga obiettivi politici di contrasto (le campagne Fazio e Parlamento Pulito e le similari future sono importanti ma non bastano…..) di studio (sapere per proporre e promuovere) e di proposta (promuovere consensi attorno ad obiettivi, pungolare chi di dovere e al limite con leggi di proposta popolare ecc.), che porti avanti battaglie di civiltà politica, economica e ambientale, capace di consenso e incisività politica. Non un partito, non un movimento. Che ne dite? Un saluto a tutti Alessandro Rossi

Alessandro Rossi 30.09.05 15:06| 
 |
Rispondi al commento

Sono della tua generazione,sono sardo,il tuo sfogo è condivisibile in toto, ma forse qualcosa da fare c'è, la democrazia vera è un punto di arrivo, sarà sempre una conquista.
L'unico modo per arrivarci è la partecipazione, in qualsiasi forma, la battaglia continua,come fai tu.
Prova a pensare se tutti quelli della nostra generazione, i giovani, le donne, fossero tutti come te e basterebbe anche come me, come sarebbe stata diversa la vita e la giornata e come sarebbero stati diversi i politici, i partiti, le associazioni, e il mondo.
I Bush, i Bin Laden,I Pinochet,non sarebbero mai esistiti e se fossero esistiti non sarebbero stati in condizioni di nuocere.
Quindi grande perseveranza e grande cuore per arrivare a partecipare alla affermazione definitiva della democrazia e del rispetto delle persone e dei popoli, solo allora avranno concreto senso parole quali giustizia, amore,e così via.. ti abbraccio

stefano modolo 30.09.05 11:39| 
 |
Rispondi al commento

IL male dilaga quando i buoni non fanno nulla. Dove sono finiti i buoni?
Non è un problema di destra o sinistra. E' una questione di lotta tra forze del bene e forze del male. Ma il male è più forte del bene per una legge universale: il caos è più forte dell'ordine. La via del male è più facile e resistere al male è molto difficile. Dove sono finiti i pastori del bene? I politici sono la punta dell'icebelg: è da ipocriti attribuire loro tutte le responsabilità: la crisi del nostro paese è innanzitutto spirituale, morale e riguarda tutto il popolo italiano.

Fabrizio Guidi 30.09.05 11:12| 
 |
Rispondi al commento

ITALIA PROSSIMA VENTURA

Sei una testa di merda e non capisci un cazzo. Lo so che anche tu giochi con le bambole, ma quelle gonfiabili, e smettila di mettere il cemento nel cazzo di big gym, tanto non ti incula meglio, eh frocione. Sei solo un cazzone piglianculo. Torna da quella troia di tua madre.
Postato da: Luca caro il 28.09.05 21:26

Bjerselius Bantic 30.09.05 08:44| 
 |
Rispondi al commento

le primarie incombono: come dice beppe, dovremmo scegliere tra il peggio, e il leggermente meno peggio...secondo voi? facciamo un sondaggio...
Voto per primo: 1)ex aequo Bertinotti- Di Pietro
2)Pecoraro Scanio
3)gli altri....
dite la vostra!!!

Elisabetta Renzetti 30.09.05 08:18| 
 |
Rispondi al commento

le primarie incombono: come dice beppe, dovremmo scegliere tra il peggio, e il leggermente meno peggio...secondo voi? facciamo un sondaggio...
Voto per primo: 1)ex aequo Bertinotti- Di Pietro
2)Pecoraro Scanio
3)gli altri....
dite la vostra!!!

Gianluca Atzori 30.09.05 08:17| 
 |
Rispondi al commento

Siete di una ignoranza penosa.
Postato da: Giovanni Paolucci il 29.09.05 19:02
----------------------------------------------
giusto, hai ragione, ma a secondo dei punti di vista la cosa e' invertibile...a meno che tu mi dimostri che sei DIO , allora gli ignoranti siamo noi

ivana iorio 30.09.05 06:06| 
 |
Rispondi al commento

Proprio la stessa sensazione che ho io.. non sentirmi rappresentato da nessuno..

LANCIO UN APPELLO ALLORA:
C'è qualcuno che mi vuole rappresentare??

Tanti anni fa andavo a voatare e ogni volta mettevo la croce su un partito diverso.. quello del leader che (mi sembrava) avesse le idee più simili alle mie...

Poi col tempo ho capito che nessuno... aveva le idee simili alle mie... perchè in verità: MENTIVANO TUTTI!!!!
e allora.. NON VADO PIU' A VOTARE!!!!

Ma neanche questo serve.. perchè l'Italia va avanti così anche se non vado a votare...

E allora che colpa ne ho io???
Cosa posso farci??
E cosa mi rimane da fare se non FAR FINTA DI LAMENTARMI e scrivere cosa penso su questo sito?

La colpa è di chi ha i requisiti per rappresentarmi E NON SI PRESENTA ALLE ELEZIONI...
O no????


Baci, Leo

Leo Stilo 30.09.05 02:53| 
 |
Rispondi al commento

X VOLPE:
guarda sinceramente non so..chi compra nei discount lo fa proprio perchè non ne può fare a meno perchè comunque la gente non si fida a comprare la roba di marca..il problema è che la roba dei discount è a maggioranza di produzione estera e così facendo ce la prenderemo in quel posto ancora di più perchè tu dici che berlusconi ci perde ma così anche il detentore del prodotto che non perde nulla a discapito però dei suoi dipendenti..quelli saranno i primi a perderci!
Non so ci devo pensare..io te l'ho già detto che è una cosa che già faccio perchè le cose costano troppo e i prezzi spero che così facendo calino!
Speriamo!

Andrea Amadio 30.09.05 00:17| 
 |
Rispondi al commento

Credo che restituire in massa la carta d'identità al Presidente della Repubblica sia un'azione di altissimo valore sociale. Questo Presidente che non sento "mio" forse potrebbe trovare la forza per essere meno "cerimoniale" e più rappresentativo della popolazione e quindi scrivere qualche messaggio alle camere che sia rappresentativo della situazione reale. Sentirlo "denunciare" durante un ricevimento, un incontro o una visita di qua e di la, non serve.

Giancarlo DALLA COSTA 29.09.05 23:42| 
 |
Rispondi al commento

@ andrea amadio
Grazie per il commento; sapevo che 2000 caratteri erano pochi.
Dunque, fin che tu, come individuo, spendi con intelligenza fai una buona cosa ma “conti” poco. L’attuale situazione economica ha costretto tanta gente a orientarsi sui discount , almeno per il mangiare e altri generi di cui non si può fare a meno. E questo è diventato un fenomeno e già un po’”conta”. Ma la gente ha fatto questo per necessità, non per scelta.
Io ho citato l’acqua, ma ci sono (ne sono convinto) una quantità di prodotti dove la marca non fa la differenza. E non tutti fanno pubblicità.
Se in tanti decidessimo di comprare una certa marca piuttosto che un’altra (ripeto, su prodotti sostanzialmente uguali) cominceremmo ad avere un certo peso. Ma se non dicessimo il perché, otterremmo “solo” che la marca “abbandonata” spenderebbe ancor di più in pubblicità e, forse, abbasserebbe un po’ i prezzi. Se dicessimo invece: “Non compro più la tua marca perché la fai fabbricare da bambini schiavi in Asia” criticheremmo certe “politiche aziendali”. Questo è stato fatto negli Stati Uniti da gruppi di consumatori nei confronti della Nike. La Nike ha ammesso le sue colpe e ha adottato un “codice etico”. Forse solo un’operazione di facciata ma già un risultato, non ti pare? Ci sono molti esempi, ma lo spazio è tiranno. La chiave è: se in molti spendiamo i soldi in un certo modo SPIEGANDO IL PERCHE’ possiamo ottenere dei risultati. Ad esempio il latte in polvere in Italia costava un disastro più che in Svizzera o Austria. E’ stata data pubblicità alla cosa e sono stati creati gruppi di acquisto all’estero. Non so quanto, ma qualcosa è cambiato. Quando lo tocchi sui soldi anche il più sordo comincia a sentirci benissimo!
Io ho proposto solo un passo ancora più avanti (ma, ripeto, non è un’idea mia). Non so se mi sono spiegato di più.
PS Il canone Rai non è basso grazie alla pubblicità; è comunque un furto. Paghiamo per NON avere un servizio pubblico.E potremmo legalmente non pagare.

volpe giuseppe 29.09.05 23:18| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: David Papini il 29.09.05

Guarda che non è scappando che si risolvono i problemi e non è nemmeno bruciando la carta d'identità. Se te ne vai prendine una sola di cittadinanza perchè se non te ne frega adesso..è bello raccogliere i frutti dei lavori altrui e goderseli..il nostro amico Beppe oltre a lamentarsi che fa? Perchè non prova ad andare davanti a palazzo chigi con tutti i bloggers a protestare bruciando la carta d'identità..forse perchè parlare è semplice e se le cose non partono da lui..

Andrea Amadio 29.09.05 23:10| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, due giorni fa per caso ho visto il TG1 (erano mesi che non lo vedevo) l'effetto, combinato con i postumi della lettura di "Regime" è stato di farmi compilare il questionario di pre-valutazione per emigrare in Australia, che domattina spedisco...Ho 39 anni e da più di venti non vedo miglioramenti, anzi, adesso ho il peso della memoria di cose che già la maggioranza di quelli che frequento ricorda più o ha mai saputo. E da Portella delle Ginestre in avanti è tutta roba che non è piacevole ricordare, sopratutto se siamo in pochi. Meglio un paese che farà schifo come tutti gli altri, ma almeno per qualche anno potrò illudermi che sia migliore di questa Italia. Per fortuna l'Australia ammette la doppia cittadinanza, così giocherò con il pensiero che se un giorno l'Italia diventasse un paese decente, potrei tornare.

David Papini 29.09.05 22:55| 
 |
Rispondi al commento

Alessandro Bernocchi il 29.09.05 22:06

Io credo che Beppe non voglia candidarsi o fondare un partito perchè l'ha spiegato quando raccontava del suo incidente che non poteva e non voleva!
Secndo me è inutile continuare a scrivergli candidaticandidaticandidati! Guarda anche solo di pietro che dopo mani pulite si è messo anche lui in politica e ora mangia come tutti gli altri e non mi venga a dire..i soldi fan gola a tutti e anche Grillo farebbe la stessa cosa..chi pensiate lo diriga poi il blog se si candida? Chi tirerà di nuovo fuori argomenti? Nessuno perchè la politica e direttamente proporzionale all'avidità.

Andrea Amadio 29.09.05 22:53| 
 |
Rispondi al commento

@ giulio salvarenato


E’ la mia serata telegrafica. Con rispetto ma, anche, una leggera irritazione:
a) Non c’è uno schieramento o uomo politico che “fa per noi”. Ciascuno deve decidere con la sua testa chi “fa per lui”. Non mi pare che i bloggers vogliano diventare una corrente politica tradizionale.
b) Di Pietro: mi pari troppo dietrologo. Risponderà, comunque, lui. Se crede.
c) Partitini: ce n’è stati anche troppi nella storia della Repubblica. Alcuni sono morti piccoli altri si sono adattati al sistema. Potrei concordare se dicessi: votiamo le persone che conosciamo come oneste, indipendentemente dallo schieramento. Non mi risulta che funzioni un granchè ma è un tentativo.

CHE FARE ? Secondo me, nel rispetto di pareri diversi e “turandomi il naso”:
1) scegliamo tra gli attuali professionisti della politica i “meno peggio” (non difficile, mi pare)
2) impegniamoci a creare dei gruppi di lavoro in cui, a seconda delle competenze che abbiamo, CONTROLLIAMO COSTANTEMENTE quello che fanno i nostri eletti e FACCIAMOGLI SAPERE, con tutti i mezzi, che li controlliamo.Battiamogli le mani o fischiamoli rumorosamente , secondo merito. Informiamoci e informiamo.(questo è un po' più difficile ma non tanto).
Abbiamo, fin che dura, uno spazio pubblico e una certa 'audience' per farlo. E un portavoce, fin che ne avrà forze e voglia, perché i messaggi importanti non passino troppo inosservati.

Poco? Sì. Ma fattibile.

volpe giuseppe 29.09.05 22:11| 
 |
Rispondi al commento

se non ti candidi o non riesci/riusciamo a fare un partito almeno facciamoci sentire magari lanciando un 'iniziativa tipo annulliamo le schede con la scritta W Beppe Grillo abbasso la partitocrazia! magari cosi' cominciamo ad avere un peso fra i poli anche senza entrare nel parlamento! Ciao

Alessandro Bernocchi 29.09.05 22:06| 
 |
Rispondi al commento

per me ci sono tre soluzioni possibili per togliersi di torno tutto questo marciume. 1) facciamoci governare da un bel programma da inserire in un bel computerone statale. 2) iniziamo un processo che va a ritroso e fermiamoci quando le cose non andavano così male, e da li ripartiamo cercando di non ricadere nei soliti errori. 3) proviamo a insegnare più umanità alle persone partendo da noi per primi.

maurizio fioravanti 29.09.05 22:00| 
 |
Rispondi al commento

X FUMAGALLI:

quella volta si è stati costretti ad unirsi e si dovrebbe fare anche oggi perchè tanto il governo che sia di destra o di centro o di sinistra solo ad una cosa deve pensare..e cioè a noi!
Dovrebbero pensare al bene del nostro PAESE! perchè io non voglio rinunciare alla carta d'identità questo PAESE ci appartiene è stata la culla di molte civiltà porto di scambio di diverse culture ed ora ridotto a MERDA!
Per il voto non so proprio da cittadino andrei a votare ma che cosa? Ho paura di fare la scelta sbagliata..ma mi sa che scrivo CLN lo sbarro e annullo la scheda..almeno è l'unico partito che pensa a noi, anzi, che ha pensato a noi!


X BONAVENTURA:

fascismo e comunismo sono della stessa matrice perchè mussolini arrivava da lì..direi che il fascismo è uguale al comunismo però è contrapposto. Hanno avuto lo stesso modo di agire (per il comunismo non si guardi l'Italia perchè almeno i politicanti italiani non mandavano al gulag nessuno ma censuravano anche loro ad esempio la rai) ma sono diametralmente opposti.
Sono due cose morte, anzi, DECOTTE! Non esistono più rimane nella bocca di qualche politico fallito alias Bertinotti o Fini o Berlusconi che si fanno le uscite sul più grande statista..più che statista figl di put della storia! Solo attila credo lo battesse!
Comunque questo è scritto su tutti i testi scolastici e viene detto in TV nei documentari di storia e i prof lo dicono..ho finito gli studi da poco e ho letto anche altri libri..cosa devo leggere?

Andrea Amadio 29.09.05 21:33| 
 |
Rispondi al commento

X VOLPE:

fammi capire..tu non compri più le cose pubblicizzate su mediaset? Praticamente nulla..ti dai al "taroccato" come i prodotti dei discount!
Non credo che serva a qualcosa..le acque oltretutto non sono le stesse così come per altre cose..noi già in casa si compra parecchia roba non di marca ma certe cose si è obbligate a prenderle e ora non dire di no..
La cosa da fare sarebbe non guardare tutti quei programmi di m***a che girano sulle tre reti incriminate non andare più in banche mediolanum non acquistare niente della Merloni e via dicendo..
I soldi di quelle pubblicità se li intasca anche la rai e questo ti aiuta a pagare meno il canone e vanno ai giornali per i quali vale lo stesso discorso..mi sembra un po' avventato come discorso!
Sai per cosa si può fare? Per i vestiti e le scarpe..lì ok perchè io è da due o tre anni che vado in giro con scarpe made in italy e sottomarche non prodotte da paesi del terzo mondo..spendo di meno sono comodo e non è vero che durano meno!

Andrea Amadio 29.09.05 21:22| 
 |
Rispondi al commento

CITTADIN SVILLANEGGIATO MA ACQUIRENTE RIVERITO


Ci vorrebbero 3 post. Sintetizzo al massimo.
Ci vuol gente che spenda (comperi) perché altri guadagnino, direttamente o indirettamente. Perché uno spenda/comperi bisogna che le cose gli servano. Per convincerlo che gli servono (di quella specifica marca) c’è la pubblicità. Il gruppo Fininvest vive principalmente di pubblicità. Ogni volta che acquistiamo qualcosa è probabile che una parte del prezzo vada nelle tasche dell’attuale presidente del consiglio (ripeto, minuscolo sotto tutti i punti di vista, soprattutto etico). E con quei soldi quest’uomo (?) si è comprato e continua a comprarsi il Paese.

Reazione possibile e, credo, efficace. Se NON compriamo ciò che è pubblicizzato, ma qualcosa di equivalente per qualità e prezzo, facciamo un danno al plutocrate in carica. Se pubblicizziamo la cosa gli facciamo un danno ancora maggiore.

Idea: l’acqua minerale è, non mi si dica di no, praticamente la stessa sotto qualsiasi etichetta e in parte del Paese equivale all’acqua del rubinetto. Al supermercato comperare una bottiglia/confezione piuttosto che un’altra non richiede nessuno sforzo particolare e dubito che ci si possa rimettere acquistando un’acqua non pubblicizzata rispetto a una pubblicizzata. Qualsiasi prodotto con caratteristiche analoghe può andar bene.

Allora: una pagina di pubblicità: “Da oggi gli amici del sito www.beppegrillo.it NON acquisteranno le acque minerali pubblicizzate sulle reti Mediaset e si impegnano a diffondere l’iniziativa tra parenti, amici e conoscenti e con striscioni fuori dai centri commerciali. La campagna proseguirà sino a quando il cav. Silvio Berlusconi non avrà risolto in modo credibile il proprio conflitto d’interessi.”

Più telegrafico di così non potevo. Un piccolo danno glielo facciamo e un po' di potere glielo togliamo e un po' di dignità la recuperiamo.
Se provassimo ad approfondire, tanto per gusto?
Riconosco volentieri che l'idea non è mia nè nuova.

volpe giuseppe 29.09.05 21:13| 
 |
Rispondi al commento

occhio caro Beppe, già certi frequentatori del tuo blog ti hanno dato del fascista o del comunista, con questo post "dimissioni dalla democrazia" le stesse persone potrebbero darti dell'anarchico magari insurrezionalista, sai la coerenza non è una dote molto diffusa.

stefano fiocchi 29.09.05 20:38| 
 |
Rispondi al commento

***** Qual è il motivo per cui non sono nelle sedi delle istituzioni a governarci? Semplice: perchè non possono permettersi una campagna elettorale. E visto che le idee che portano avanti sono idee oneste e per la collettività (e non per i ricconi del paese) non c'è nessuno che li vuole finanziare.
Io scommetto che ognuno di voi conosce personalmente o tramite un amico un esponente di questi "partitini" e puo' garantirne l'onestà, l'importante è che non facciano parte nè del centrodestra nè del centrosinistra.

Ognuno di voi avrà il compito di segnalare al sito di Beppe Grillo questi partiti e Beppe, se è d'accordo, pubblicherà l'elenco sul suo Blog. Una volta completato, ognuno di noi darà il voto a questi partitini, scegliendo liberamente il suo preferito, ma l'impegno piu' grosso da parte vostra sta nel convincere i vostri amici ed i vostri conoscenti a votare l'elenco dei partitini pubblicati sul Blog di Beppe Grillo.
Questi partitini possono, anzi devono essere votati sia per le elezioni politiche sia per le elezioni a carattere localizzato.

Gli sbarramenti del 5% dell'ultim'ora non ci fanno paura, perchè questi movimenti, alleandosi e facendo cordata, romperanno il muro del 5% e li faremo entrare nella stanza dei bottoni.
Se questi partitini hanno un sito web, il link sarà allegato nella lista del blog per poter visionare il loro programma.
Questo è inoltre il piu grande esperimento di democrazia diretta mai effettuato in Italia (e non solo!).

RAGAZZI MIEI, abbiamo la possibilità di far cominciare una Rivoluzione stando seduti comodamente davanti il pc, e non abbiamo più nulla da perdere.

Ovviamente, accetto commenti/suggerimenti/critiche costruttive: il piano mi sembra ben architettato, e con la volontà di tutti possiamo veramente sbarazzarci di questa classe politica indegna, di questi partiti che difendono solo gli sporchi privilegi loro e dei loro amici furbetti.

X BEPPE GRILLO:la mia idea può funzionare,dacci una mano a renderla realtà

Giulio Salvarenato 29.09.05 20:07| 
 |
Rispondi al commento

x Ivana Iorio

Siete di una ignoranza penosa.

Tieni duro Beppe!!

Giovanni Paolucci 29.09.05 19:02| 
 |
Rispondi al commento

la trasmissione del Tg3 ha ironizzato sulla malattia del nostro Umberto Bossi. Il presidente Berlusconi ha detto che l’ironia di Rai 3 sulla malattia del Senatur è vergognosa e indecente. Cosa ci si può aspettare da questi vermi senza Dio e senza dignità che per andare al potere deridono un’avversario politico che è stato colpito da una grave malattia? Questa gentaglia non deve andare al potere, sarebbe la fine, non solo della Lega Nord, ma della democrazia.

Postato da: ivana iorio il 28.09.05 11:59
---
guarda che il filmato era del 2001, e descriveva Bossi come un Hannibal Lecter. E' tratto da "l'ottavo nano". E difatti tutti hanno smentito che fosse un riferimento alla malattia di Bossi (risalente a 2 anni dopo).
Informarsi costa poco.

pv etc etc

Umberto Mas 29.09.05 18:57| 
 |
Rispondi al commento

@X Giuseppe Ardito

"Che t'aspettavi che ti dicessero...fai pure? ahahhaahah!"

E perché ahahhaahah? Mica l'ho chiesta io la cittadinanza italiana (la cittadinanza non è la nazionalità). Cos'è una condanna a vita?

carlo pappalardo 29.09.05 18:09| 
 |
Rispondi al commento

QUESTI SONO I BONUS EROGATI DAL GOVERNO ALLE FAMIGLIE AL DI SOTTO DEI 15.000 EURO ANNO. E' STRANO CHE LE SOLITE REGIONI ABBIANO AVUTO COSI' TANTI BONUS (SONO SOLO LE PIU' POVERE?)
questa è la lista su http://www.innovazione.gov.it/ita/dipartimento/progetti/pcfamiglie.shtml

Regione "Bonus" erogati

ABRUZZO 1.570
BASILICATA 3.869
CALABRIA 15.627
CAMPANIA 38.271
EMILIA-ROMAGNA 4.351
FRIULI VENEZIA GIULIA 1.043
LAZIO 4.290
LIGURIA 1.026
LOMBARDIA 5.518
MARCHE 2.938
MOLISE 1.103
PIEMONTE 1.744
PUGLIA 15.697
SARDEGNA 1.696
SICILIA 30.164
TOSCANA 4.950
TRENTINO ALTO ADIGE 652
UMBRIA 801
VALLE D'AOSTA 8
VENETO 3.006
On line 4.646
Totale 142.970

GIANNI VINCI 29.09.05 17:52| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe Grillo
hai creato una piazza virtuale in cui tutti vorrebbero far sentire la loro voce, anche coloro che vorrebbero vederti gettare la spugna di fronte alle nefandezze di questo mondo. Forse un giorno non lontano deciderai di trasformare questo blog in un forum, magari moderato (no eh?), in cui si riesca a intervenire, secondo le regole della netiquette, sugli argomenti discussi, perchè anche su internet il confronto si basi su educazione e rispetto delle altrui opinioni. Sono un'illusa a sperare che gli interventi restino in argomento e non si tramutino, post dopo post, in un Grillomassacro?
Tutto questo per dirti che comprendo (e come molti altri) il tuo sconforto, ma che spero tu riprenda prestissimo a farci ridere, ispirandoci e pungolandoci, allontanando i nostri cervellini dalla lobotomizzazione imperante.

Maria Angela Frecchio 29.09.05 17:46| 
 |
Rispondi al commento

Concordo su tutto.
Del resto siamo una fase transitoria dove la 'casta' politica, (che guadagna per conto proprio in mille modi e che piazza gli parenti e amici nei posti di lavoro, in una catena che si autolimenta), potrà governare e mangiare fino a quando ci saranno risorse disponibili.
Quando comincera' ad intaccare le risorse di tutti, quando non ci sara' piu' il 'pane' per poter restare nel nostro 'privato', qualcosa cambierà.
Leggere Rifkin in proposito. E' illuminante.

Pier Luigi Grazzi 29.09.05 17:27| 
 |
Rispondi al commento

Dispiace vedere che anche tu ogni tanto perdi la speranza, ma ti capisco, sembra stiano facendo apposta per farla perdere a tutti...
Non sono d'accordo, però, sulla tua rinuncia ad essere italiano: per nessun motivo il nano e la sua corte ( nella quale relego anche un'opposizione inesistente ) mi toglieranno la voglia e l'orgoglio di dire che sono e voglio rimanere italiano. Possono darmi la carta d'identità, ma il senso di appartenenza alla mia terra me lo ha dato la mia famiglia.
Nani, professori in bici, rivoluzionari in cachemire e ex fascisti camuffati NON SARANNO MAI l'Italia; rinunciare all'Italia perchè è male amministrata è come rottamare un'auto perchè il pilota fa schifo: inutile e dannoso. Per noi e per chi verrà dopo.
Teniamoci la nostra nazione, chiassosa-pigra-viziata sì, ma nostra. E' una delle poche cose che ci restano.

Gianmario Demartini 29.09.05 17:09| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe,

mai come in questo periodo mi sento sconfortata, stra-incazzata e con gran voglia di reagire e agire...
vedo attorno a me troppi muri di gomma, menti anestetizzate , l'assuefazione a notizie e fatti gravissimi che meriterebbero sollevazioni popolari...
invece no !! la maggioranza preferisce fare spallucce e seguire trasmissioni di "pacchi" e squallidi reality...ALLUCINANTE...in milioni a seguire queste stronzate !!!
E questi sono rappresentati dalla classe politica che ci governa tutti!!! POVERI NOI!!
Ma chi nn si rassegna a questo stato di cose che deve fare??? come dici tu a DX SX CENTRO tutti uguali sono...tutti sotto la stessa regia: potentissimi poteri occulti trasversali che nessuno si azzarderebbe mai a toccare (banche , logge varie, vaticano...)
Riguardo alla censura/informazione manipolata in "W ZAPATERO" della Guzzanti c'è un interessante spezzone relativo alla dichiarazione di VIOLANTE in Camera dei Deputati sull' accordo per NON FARE la LEGGE SUL CONFLITTO DI INTERESSI!!! Ed io dovrei votare questa ????!!!NOOOO; NN CI STOOO!!! VOGLIO UN'ALTERNATIVA A PRODI E BERLUSCONI!! Oggi più che mai c'è bisogno di un catalizzatore che rappresenti quelli che non si rassegnano alla morte della democrazia !!! Lo so è un compito improbo, rischiosissimo ma + che mai necessario...BEPPE tu potresti esserlo...PENSACI...io, e tantissimi altri, saremo con te...

Nota di cronaca: considerato che è comunque necessario mandare a casa chi ha devastato l'Italia , ho scritto a Ciampi chiedendo elezioni anticipate. Ho rispedito + volte il messaggio ricevendo sempre una risposta automatica che invita a riformulare il msg! E' successo anche ad altri questo??

gi

gina nazzi 29.09.05 16:47| 
 |
Rispondi al commento

La storia è infinita come sempre, la coscienza nasce nel piccolo e si diffonde, lo sconforto c'è per una serie di valori dimenticati, ma tutto dipende dalle menti addormentate di noi cittadini..lo sfogo va bene, lo sconforto pure, fa bene.. ma poi bisogna continuare a ribellarsi e indignarsi. Quanti di voi hanno trovato meravigliosa l'idea del mondo pulito per un giorno (e l'immondizia tutto l'anno?)? Quanti hanno osservato con occhi fieri e commossi quei bambini pulire le strade? Ditemelo perchè possa capire in quanti stanno a dormire... Teniamoli a casa i figli quando si fanno queste pagliacciate, impegnamoci ogni giorno in una sana coerenza e i vari Pazzi che ci governano spariranno........

tiziana battaglia 29.09.05 16:14| 
 |
Rispondi al commento

... ma non è che siamo sull'orlo di una rivoluzione ? Il mio sentimento è questo ! Abbiamo un governo despota che fa come c...o gli pare, un' informazione che non informa, un' opposizione che non si infuria davanti a tanta arroganza ... cos' altro ci resta ? I presuposti mi pare ci siano tutti ...

ignazio depau 29.09.05 15:26| 
 |
Rispondi al commento

Scusa ma il commento sulla clonazione l'ho scitto io,ho sbagliato lo spazio per il messaggio.

biglieri anna gabriella 29.09.05 15:20| 
 |
Rispondi al commento

Tante cose giuste e tante meno giuste, soggettivamente parlando; interrogazioni ed esclamazioni per il comportamento di Beppe Grillo e di tutti noi "postatori" del Blog: a volte mi sembra di vivere una finzione della vita........e magari fosse così!!!!!!!!, invece ci sto sul serio nel capitalismo globalizzato orientale ed occidentale.
La strada da cui siamo partiti è ormai dimenticata, le origini dell'agricoltura e del turismo (settori primari per l'Italia) sono nell'oblio per il nostro stato sociale. Erano la nostra vera carta d'identità e sono stati inseriti nel mucchio dei documenti perduti (privatizzazione delle spiagge, OGM, un lettino da mare 8 euro, frutta e verdura vendute per fresche dopo aver percorso 18 ore di aereo ecc........) I nostri grandi poteri sono informare e scegliere, procreare ed assistere, qualità che porteranno la nostra carta d'identità a scadere il più lontano possibile.
Spesso mi dedico all'attività subacquea e li sotto tutto tace, ascolto le mie espirazioni tramutate in bolle d'aria, i pesci più "rumorosi" che sgranocchiano cibo dalle rocce, qualche motore di barca (èh, quelle poi lasciam perdere) e vedo il vero colore blu.
Spesso inoltre mi soffermo sull'idea di rinascere volatile, nel caso ci fosse una seconda vita.
Adesso, sulla terra ferma, viviamo in una via di mezzo tra mare e cielo, e le vie di mezzo non mi sono mai piaciute.
Vi aspetto sott'acqua, è 'na gran figata.
Ciao Beppe
Stefano

Stefano Rosati 29.09.05 14:10| 
 |
Rispondi al commento

Aiuto Beppe!
Vorrei sapere dove trovare i dati di bilancio del governo italiano (debito pubblico ecc). Ho provato sui siti del governo ma mi sono impantanato tra grafici e relazioni. Credo che questi dati dovrebbero essere i primi ed i più facili da trovare sui siti del governo!!
Qualcuno mi puo' aiutare?

MARCO MOSTARDI 29.09.05 13:54| 
 |
Rispondi al commento

Concordo pienamente. Al punto che invito ancora una volta alla lettura di Illich e Kohr, ecc. onde spiegare che forse finché non prenderemo in seria considerazione l'elemento dimensionale delle strutture "democratiche" ci troveremo in un vicolo cieco.

Per informazione notavo da giorni di non ricevere avvisi (sono iscritto in mailing-list), ho dovuto reiscrivermi, spero funzioni, saluti, M.

* Cose: http://www.traccefresche.info/amos.html

Marco Sicco Commentatore in marcia al V2day 29.09.05 13:35| 
 |
Rispondi al commento

SULL'INERZIA DEGLI ITALIANI,

purtroppo se chiediamo ai nostri genitori o nonni, del perchè hanno smesso di credere nelle istituzioni, la risposta sarà un laconico "Non è mai cambiato niente"!
Ok, loro hanno il potere i mezzi e i soldi, noi niente di tutto ciò. Hanno fatto sempre il loro comodo, per non dire di peggio, ma non è finita qui, io voglio credere di poter far qualcosa, qualsiasi cosa, ma non per cambiare le cose, per far capire ai testoni degli italiani che non esiste solo il Calcio, non esistono solo i telefonini di ultima generazione o macchinoni pagati a rate di 50 euro al mese! Esiste un popolo che ha diritto di essere governato da gente competente e, scusate il termine, con in controcaz.i! Ma come mai agli italiani non frega niente di tutto ciò?
C'è chi dice che siamo un popolo vecchio, e dato che vecchiaia=televisione 24ore, si capisce il successo del Portatore Nano, c'è chi dice, come i francesi, che siamo fondamentalmente dei sempliciotti, cioè stupidi, alla stregua degli americani. Io non so dire il perchè di questo generalizzato menefreghismo che c'è sempre stato nel nostro paese, però prima di metterci in marcia per qualsiasi iniziativa, dovremmo cercare di smuovere la maggior parte di Italiani dalla loro inerzia. Come non lo so.

Simone Maccanti 29.09.05 13:34| 
 |
Rispondi al commento

X Santino Dagenova
Lettere di condannati a morte
Io in casa ho una di quelle lettere autentica.
Ma so guardare la realtà.
Giovanna

Giovanna Arco 29.09.05 12:54| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente!!...vedo un "uomo" dietro al nome di Beppe Grillo.
Era ora che la smettessi di parlare solo di berlusconi e congrega, ma ti chiedessi effettivamente cosa si può fare sul serio, perchè è tutto interessante, ma niente che smuova di una virgola questo sistema, anzi se vogliamo, pagando l'Iva sulla fattura per la pagina di Repubblica hai contribuito al suo sostentamento.
Rabbrividisco a leggere alcuni commenti :"Con il Tuo blog hai dimostrato di avere un popolo al tuo seguito, è ora di chiamarlo all'azione."
Una frase come questa te la dice lunga su che tipo di persone ti seguono.
Ci fosse uno che dice: mi sento totalmente inadeguato a combattere questo sistema, però nel mio piccolo ogni tanto faccio qualcosa, qualcosa di facile, perchè non sono un'eroe, per esempio si potrebbe incominciare a rinunciare a Sky o al digitale terrestre, non comprare il navigatore satellitare o il nuovo telefonino che quasi te lo tirano dietro, o i miliardi di cazzate che si fanno o si comprano, incluso internet col quale si finanzia anche la telecom, ogni minuto di collegamento è un guadagno per loro. Non possiamo e non vogliamo farne a meno ( non siamo eroi) ma limitarci e molto questo si, se anche per un solo giorno non comprassimo l'ovetto Kinder ai nostri figli, sono sicura che qualcuno se ne accorgerebbe. Bisogna dire che tu questo lo dici da molto tempo ma quanto metterlo in pratica....
Un grande passo sarebbe non leggere mai più frasi come quella sopra, ma sono pessimista.
Giovanna

Giovanna Arco 29.09.05 12:45| 
 |
Rispondi al commento

le cose di cui schifarsi sono tante.. e la cosa incredibile è che ogni giorno ce ne è una più grande della precedente... così ti "dimentichi" della prima e sprofondi un gradino più giù con la seconda.. e così via... finchè sei così giù che anche se urli (ma tanto a quel punto non hai più nemmeno fiato per farlo) non ti sente nessuno!

MA NON SI PUO' ORGANIZZARE UNA RACCOLTA DI FIRME PER CHIEDERE LE DIMISSIONI?

ANCHE UNA COSA ON-LINE COME SI STA FACENDO PER QUESTA RACCOLTA FIRME CHE INVITO TUTTI ALMENO A VISIONARE.

http://www.vivazapatero.org/appello2.htm

Alessandra Ziliotto 29.09.05 12:07| 
 |
Rispondi al commento

Una sola domanda : PERCHE' NESSUNO DELL'OPPOSIZIONE HA ANCORA PARLATO DI SCENDERE IN PIAZZA CONTRO LA RIFORMA ELETTORALE????
si scende in piazza, si bloccano i trasporti ferroviari e marittimi per le squadre di calcio malgestite, e non si propone una manifestazione davanti al tentativo dei pallonari della destra, che hanno paura di non riuscire a segnare il " gol partita", di allargare la porta e impedire al portiere avversario di usare le mani????
Facciamo sentire che quel che resta della volontà del popolo italiano non ha voglia di consentire alla destra di mettere in atto lo slogan mirabilmente creato da Corrado Guzzanti : " Siamo la Casa delle Libertà : Facciamo tutto come c...zo ci pare ! "

Utopia?....

Monica Martucci 29.09.05 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Valerio Borghese,
non so perchè rifiuti o modifichi la realtà storica (ma lo immagino: cmq non sei l'unico, e hai buoni maestri in TV).
"Annullamento dell'individuo"?? Ma chi te le ha raccontate quelle cose, Bondi? Puoi credere a chi vuoi, per carità, ma non pretendere che tutti se la bevano.
Non mi interessa ribadire la differenza tra comunismo e fascismo, è scritta tra i post, se hai interesse a capirla (ma dubito, altrimenti parleresti di ideologia del nazismo), e non è un racconto mio o di qualche pazzo, si tratta di storiografia, di fonti, fatti assodati da decenni - anche se la scuola attuale cerca di nasconderele e cambiarle (alla faccia dei prof. di sinistra!).
Comunque voglio provare a mettrtela ancora più semplice: il comunismo è un'insieme di principi che mirano alla giustizia, equità, libertà individuale e al progresso (lo so che ti hanno detto il contrario, ma se cerchi personalmente gli scritti questo è); fu applicato da alcuni in maniera autoritaria e dittatoriale.E' un fatto.
Il nazismo è un insieme di principi massonici, esoterici, oligocratici, razzisti (e mi fermo qui) e fu applicato coerentemente.Coi fatti noti a tutti.
Più schematica di così non posso...
Ricapitolando, si partiva da svastica e falce e martello,simboli di due ideologie (non della loro applicazione, è qui il punto: ideologie, o anche meglio: ideali, o anche solo idee). La differenza delle due è chiara: dominio di pochi contro governo di individui pari, impunità di pochi e asservimento degli altri contro libertà di tutti. Ripeto: ideologia, non applicazione. Ideologie diverse: simboli diversi.
Puoi continuare a dire che siano uguali, ma o non sai di cosa parli, o non sei intellettualmente onesto.

X chi ha scritto del documento che certifica il fascismo comunita:
1)certifica??Che è,il marchio CE??
2)un riferimento,per leggerlo?
Io ti do invece "Lettere dei partigiani condannati a morte...",non certifica niente ma fa capire.
Ciao

Santino Dagenova 29.09.05 12:01| 
 |
Rispondi al commento

ciao,suono dom 13 novembre all'indian saloon d milano via clerici alle ore 21.00 ciao

alex orwell

alex orwell 29.09.05 11:57| 
 |
Rispondi al commento

Ciao
Scrivo dall’Alta Valle di Susa sede dei famigerati “Winter Games 2006” volevo segnalarvi la grande prova di democrazia di Lunardi e company dicendo a RFI e LTF di non presentarsi alle riunioni ISTITUZIONALI sull’inizio dei disastrosi lavori per la TAV Torino –Lyone. Ma coome! Questa gente non sa quello che sta facendo, qui in Valle abbiamo paura-anche i sindaci lo dicono-che scoppierà una piccola guerra civile tra i cittadini e le aziende che hanno gli appalti. Infatti ci siamo andati vicini ad Agosto. Siamo nella terza guerra mondiale: l'informazione!
Pensate amici il governo prima ci ha concesso l'attuazione di una commissione per costruire un tavolo di lavoro comune e poi loro stessi non ci vengono!visitate il sito:

montagnanostra.altervista.org

La TAV e il ponte sullo stretto sono cose che fanno parte dei bilanci pubblici!

matteo cicchelli 29.09.05 11:49| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
Condivido (ma non del tutto) la sua battaglia per un “parlamento pulito”.
Penso che nessun cittadino onesto vorrebbe essere rappresentato in parlamento da una persona disonesta. Ma se questa prima affermazione fosse esatta dovrebbe necessariamente seguirne una seconda: nessun cittadino onesto voterà mai un disonesto. Letto l’elenco dei parlamentari già condannati e ostinandomi a non credere a quello che scrive Giorgio Bocca (“gli italiani sono diventati in maggioranza ladri o amici dei ladri”, Corriere della Sera di oggi), penso che il problema ricada sulla completa mancanza di informazione e sul poco peso che dai nostri media viene dato alla moralità dei comportamenti.
Sono quindi favorevole all’introduzione di una maggiore attenzione all’aspetto morale ed etico ma solo (SOLO) nella società civile: non nello stato, non attraverso le leggi. Lo stato non potrà mai farsi portatore di un’etica (qualunque essa sia, giusta o sbagliata). Come ci hanno spiegato Adorno e i suoi seguaci lo stato etico è il tessuto in cui nascono i totalitarismi.
Complimenti per il lavoro che sta facendo.
Manuel Stefanolo.

Manuel Stefanolo 29.09.05 11:41| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente! era ora che ci arrivassi: il problema non sono loro (i Berlusconi e i Prodi di turno) ma il sistema, cioè noi. Domanda: vi fidate del direttore della vostra banca? dell'amministratore del vostro condominio? dell'avvocato? del notaio? del salumiere? del giornalio? dell'idraulico? dell'insegnate?
Un popolo di "furbetti del quartiere", di assenteisti, di assititi, di ipocriti, di truffatori cosa predente? Dei governanti sani, onesti, generosi, altruisti?
In Italia la politica (e quindi il governo) è il RISULTATO della società (almeno dal punto di vista etico e morale), non è quella che fa CAMBIARE la società!
Sia chiaro non è che tutti gli italiani siano dei farabutti ma ormai la percentuale che un sistema sociale può sopportare è stata superata, diciamo che il 50% + 1 sono farabutti e il resto (cioè comunque la minoranza) è brava gente.
Quindi non rimane effettivamente che chiedere asilo politico in qualche altro stato da scegliersi tra quelli che socialmente e culturalmente sono più vicini al proprio personale sentire.
La democrazia è un sistema di costruire le regole che ha sempre avuto il tallone d'achille su questo: 100 voti stupidi (o di ladri) valgono di più di 1 voto intelligente (o di un onesto) quindi vince la stupidità (o i ladri). Naturalmente se sono 100 voti intelligenti (o di onesti) e 1 stupido (o di un ladro) vince l'intelligenza (o gli onesti). L'unico modo per avere un governo intelligente (o di onesti) è avere voti intelligenti ( o onesti). Ma questo si sa dal tempo di Socrate!
C'è qualcuno che crede che la maggioranza degli italiani sia intelligente (o onesta)?

Angelo Simionato 29.09.05 11:23| 
 |
Rispondi al commento

QUOTO quanto detto da Beppe

Le opposizioni, i sindacati, la cosiddetta società civile subiscono di tutto senza fiatare, o emettendo deboli lamenti.
_________________________________________________

Non sono d'accordo, le Opposizioni, i sindacati, non Subiscono, ma accettano con FALSI deboli lamenti, non possono fare finta di niente o alle prossime elezioni non prenderanno voti.

Alfio Galimberti 29.09.05 11:10| 
 |
Rispondi al commento

Che berlusconi sia stato assolto è vergognoso, ma lo sapevamo...dopo l'approvazione della legge sul falso in bilancio l'esito era scontato.
Ma ricordo a tutti che OGGI alla Camera quesi signori dovranno discutere e temo approvare la famigerata LEGGE ELETTORALE DELLA VERGOGNA. E noi cosa facciamo????
Aspettiamo che l'approvino nella speranza che possa riuscire a farli andare avanti un'altra volta?
Ma non si era parlato di manifestare in tutti i modi contro??
Cosa aspettiamo?

Valeria

valeria panzironi 29.09.05 10:36| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe...
ho 36 anni...io sono rassegnato
a tutto ciò..
non ce la faccio più a combattere..
scusa

Marco Bossi 29.09.05 10:31| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe che dire

un vero schifo (ma lo sapevamo già d'altronde)


e poi vogliamo portare la democrazia negli altri paesi????

forse la tipocrazia

(la legge è uguale per tutti....forse)

Gabriele Mandas 29.09.05 10:12| 
 |
Rispondi al commento

Adorato (e non esagero!) Beppe,
ti voglio un gran bene da sempre e leggerti qui è un sollievo con un gran pugno nello stomaco…Ecco cos’era quello sentivo dentro…l’intifada…
E confermo di aver pensato anch’io numerose volte alla restituzione della carta d’identità…ma non di rinchiudermi nel “mio privato”….
E di sentire in lontananza l’eco delle pentole “argentine” che si avvicina…
Ho un gran magone…
Ma mi chiedo…l’avranno in molti???
Possibile che io (48 anni, lavoro da 32, non molta istruzione, madre nubile, non sono nessuno, solo un puntino…) abbia questa voglia di cambiare, agire, condividere ideali…ma dove sono tutti????
Forse solo all’ANPI si trova ancora qualcuno!!!!!
Forse leggendo ciò che parla di Loro si può ancora imparare…
Un saluto a chi mi legge*

Maria Grazia 29.09.05 10:02| 
 |
Rispondi al commento

CARO VALENTINO ROSSI SEI FORTISSIMO E SIMPATICISSIMO ANCHE NELLA PUBBLICITA' DELLA BIRRA QUANDO DICI "E' BELLO ESSERE ITALIANI". MA E' VERO INVECE CHE POI ESPORTI TUTTI I TUOI GUADAGNI IN SVIZZERA PER NON PAGARE LE TASSE ?
PERCHE' SE E' COSI' QUESTO NON E' BELLO!
UN AFFETTUOSO SALUTO.


oltre a non dire che la birra peroni e' di una azienda straniera...di italiano e' rimasto il nome

ivana iorio 29.09.05 09:46| 
 |
Rispondi al commento

CARO VALENTINO ROSSI SEI FORTISSIMO E SIMPATICISSIMO ANCHE NELLA PUBBLICITA' DELLA BIRRA QUANDO DICI "E' BELLO ESSERE ITALIANI". MA E' VERO INVECE CHE POI ESPORTI TUTTI I TUOI GUADAGNI IN SVIZZERA PER NON PAGARE LE TASSE ?
PERCHE' SE E' COSI' QUESTO NON E' BELLO!
UN AFFETTUOSO SALUTO.
ANTONELLA ALUCCI

antonella alucci 29.09.05 09:44| 
 |
Rispondi al commento

Di questi tempi sono un tantino incazzato anche io!! Comunque non voglio perdere alcuni dei miei tratti caratteristici, primo tra tutti la concretezza, l’aggancio molto saldo con la realtà!!

Allora intendo, come sempre, andare oltre e lanciare una proposta provocatoria. D’altra parte l’ha detto anche Beppe Grillo appena ieri: BASTA E’ MEGLIO SMETTERLA CON L’INDIGNAZIONE; DIMETTIAMOCI NOI DA CITTADINI ITALIANI E DIMISSIONIAMO LA INESISTENTE DEMOCRAZIA DI QUESTO PAESE!!

Io però correggo un po’ il tiro: BASTA CON QUESTI COMMENTI POLITICI SUL BLOG!!

Basta con questa indignazione, questa rabbia di chi si sorprende che certe cose possano avvenire, come se fino a ieri in Parlamento ci stavano le dame di carità!!
Poche scuse. Tutti sapevamo che la situazione era questa e che sarebbe degenerata fino a questo punto!! (anche questo lo ha detto Beppe Grillo mi pare!!)

Andiamo a confrontarci con la realtà di tutti i giorni, non rimaniamo più davanti al PC. Cominciamo qualche mese di SILENZIO WEB!!

Torneremo sul blog IL GIORNO DOPO I RISULTATI DEFINITIVI DELLE PROSSIME ELEZIONI POLITICHE (i risultati ufficiali, non gli exit poll!!)………

E COMMENTEREMO I RISULTATI, MA ATTENZIONE NON POLITICAMENTE BENSI’ NUMERICAMENTE, cioè nel modo più concreto possibile:

QUANTI MILIONI DI PERSONE HANNO VOTATO QUESTO OVVERO QUEL PARTITO??

E per completezza conteremo anche schede bianche, astenuti, schede nulle (saranno milioni??!!)

Allora sì che se ne vedranno delle belle!!

Adios a todos......

ivan verdi 29.09.05 09:39| 
 |
Rispondi al commento

PREMESSA - TANTO PER RICORDARCI DI COSA STAREMMO PARLANDO

RISULTATI ULTIME ELEZIONI POLITICHE 2001
CAMERA DEI DEPUTATI

MAGGIORITARIO

L'Ulivo 16.284.443 voti (43,7%)
Casa libertà+lega 16.936.038 (45,5%)
Pannella-Bonino 462.763 (1,2%)
DI PIETRO 1.496.051 (4%)
Democeazia europea 1.311.503 (3,5%)
Svp 173.735 (0,5%)
altri 560.290 (1,5%)

PROPORZIONALE

Centro-sinistra 12.976.189 voti (34,7%)
Centro-destra 18.433.911 (52,7%)
altri 5.673.061 (12,5%)

ELETTORI ISCRITTI NELLE LISTE ELETTORALI
49.350.803
VOTANTI 72,6% (=27,4% a votare non ci vanno proprio!!)

PS Per il Senato i risultati sono quasi gli stessi

Ciao a tutti

ivan verdi 29.09.05 09:28| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe se te ne dovessi andare dall'Italia Fammi saper dove andrai, che vengo anch'io.
Con affetto Gianfranco

gianfranco ciano 29.09.05 09:20| 
 |
Rispondi al commento

IL BOTTINO:
Sono i soldi dei dipendenti i nostri soldi, come?
Il busta paga hai 1000 euro netti, 1600 lordi, l'aziena paga allo Stato altro 500 euro (!), ti arriva solo ca. il 45% di quello che lavori e che costi. Poi con il tuo 45% paghi prodotti IVAti e ti rimane il 36%!!! Un terzo, l'altro viene gestito dai deipendenti allegri che votiamo!!
Per forza siamo il PENULTIMO paese in Europa come REDDITO!! Come COSTI siamo tra i primi ma è il NETTO che ci RUBANO!!!
S V E G L I A M O C I, l'Euro con centra nulla!


Mirko Saggio 29.09.05 09:05| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Andrea Amadio il 28.09.05 23:27

ciao è vero che non abbiamo sicuramente una classe politica eccezzionale,ne da una parte ne dall'altra,è vero che tutti si fanno e si sono fatti i loro interessi,il nano più di tutti,se ne è fottuto altamente degli Italiani,e c'è gente che lo loda ancora,come c...o si fà,o sono ciechi,o vivono con Emilio Fede in casa.
Però,è un mio parere,abbandonare così il campo senza andare a votare non va bene,per me. Anche un voto di protesta,al partito delle casalinghe,o del sud tirol va bene,ma girarsi dall'altra parte,e prendercelo nel c..o non è bello.(per la 2°volta poi)
Se 60 anni fa i nostri nonni,tutti diversi forse più disuniti di oggi,ad un certo punto si sono resi conto di remare ogniuno per i cavoli suoi e il Paese era allo sbando,Mussolini,il fascismo,i nazisti,allora si sono detti andiamo tutti per la stessa direzione e sono nati i Partigiani,e anche se a scuola nei libri di storia non si legge minimamente chi erano i partigiani(forse perchè facevano,e fanno ancora paura)ci sono stati e hanno fatto quello che tutti sappiamo.
Se forse all'epoca i nostri nonni si fossero voltati e avessero detto "be ci penserà qual'cuno,io ho il mio orticello"forse oggi faremo il saluto romano,e non saremo neanche qui a scriverci(anche se poi manca poco a essere sotto regime,il nano fa già quello che vuole vedi legge elettorale??)ha detto che è il volere degli Italiani,io non ho votato nessun referendum e tu????? Altra presa per il c..o
ciao ti ringrazio e ti saluto. Emanuele

emanuele fumagalli 29.09.05 08:44| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe
Ieri ho sentito per Tv in ns. nano presidente dire che la coperta è corta per tutti, bene il termine "coperta" lo si usava in alberghi quando si desiderava la compagnia di una prostituta.
Ora sappiamo che siamo scaldati da una "battona" NANA.

marino bozzi 29.09.05 08:43| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe
Ieri ho sentito per Tv in ns. nano presidente dire che la coperta è corta per tutti, bene il termine "coperta" lo si usava in alberghi quando si desiderava la compagnia di una prostituta.
Ora sappiamo che siamo scaldati da una "battona" NANA.

marino bozzi 29.09.05 08:42| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me bisogna farli fallire,per esempio non facendo figli

NON TI PREOCCUPARE.....butta pure via la carta d'identita'...tra poco daranno il voto agli emigranti che stanno sfornando figli al ritmo di 4/7 per famiglia

ormai siamo una razza in via di estinzione

ivana iorio 29.09.05 08:42| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe
Ieri ho sentito per Tv in ns. nano presidente dire che la coperta è corta per tutti, bene il termine "coperta" lo si usava in alberghi quando si desiderava la compagnia di una prostituta.
Ora sappiamo che siamo scaldati da una "battona" NANA.

marino bozzi 29.09.05 08:42| 
 |
Rispondi al commento

Non so se la cosa possa avere un interesse (e se sia pertinente), ma soffro da anni di "agnosticismo politico", ovvero non sono mai riuscito, da quando ho raggiunto la "maggiore età", a trovare qualche schieramento politico, corrente politica, uomo politico che potesse in qualche modo rappresentare i miei pensieri e principi. Finché la cosa riguardava solo me stesso, pace e amen ... adesso che ho una splendida famiglia con due figli piccoli sono sempre più preoccupato ... per loro e per il loro futuro. E' possibile trovare una strada per rendersi utili nel migliorare lo stato di cose attuale ? Come ?

Alberto Garelli 29.09.05 08:24| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me bisogna farli fallire,per esempio non facendo figli questa merda si estinguerà,non comprare tutti i prodotti pubblicizzati,non andare a votare e non guardare la televisione e questa merda sparirà.
Nell attesa della loro prematura scomparsa resto disponibile a pregare perche tutto accada il piu presto possibile.

Claudio Tomei 29.09.05 08:06| 
 |
Rispondi al commento

Guido Santi: e che paese sarebbe, per curiosità? C'è posto per altri?

Luca Andreucci 29.09.05 03:43| 
 |
Rispondi al commento

Giustissimo. Io, mi sono licenziato davvero dall'Italia, l'anno scorso. Ho venduto casa, auto e tutti i miei averi e con moglie e figlia siamo andati in un altro Paese. Ah, dimenticavo: e' un Paese democratico e io ne condivido i valori. E poi qui essere collusi, "clientes", leccaculo, furbi, scambiatori di favorucci non serve a nulla. Bello, no?
Guido

Guido Santi 29.09.05 03:22| 
 |
Rispondi al commento

a GRI...,A PROSSIMA VORTA CHE ME DEVO DA FA' A
CARTA D'IDENTITA', ME FACCIO FOTOGRAFA' ER CULO
PERCHE' CE VO' SOLO NA GRAN FACCIA DA CULO PE'DI'
DESSE CONTENTI D'AVECCE UN NANETTO .. CHE CE ...
COMANNA

enio nanio 29.09.05 02:19| 
 |
Rispondi al commento

... e pensare che oltre alla carta d'identita' italiana voglio restituire pure quella argentina.
sta gente... di destra di sinistra ... di entrambi i paesi..... hanno truffato i lavoratori.... si sono portati via il risparmio .... non mi sento tutelata da nessuna parte.
evviva l'italia
evviva l'argentina
VERGOGNATEVI.

ros savi 29.09.05 01:30| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe interessante inoltrare in 10.000 una richiesta di Asilo Politico (mai definizione fu più azzeccata) a qualche stato estero (uno a caso basta che sia un po'più serio del nostro... non ci vuole molto a scovarne qualcuno)...

Se il nano rivince le elezioni mi sa davvero che comincio a prendere in seria considerazione l'idea di emigrare...

Marco Ferri 29.09.05 01:05| 
 |
Rispondi al commento

Leggo che alcuni di voi, noi, gradirebbero rispedire al mittente la propria carta d'identità.
Io vorrei non averla mai avuta, così sto cercando di scartabellare su internet per sapere come fare a diventare APOLIDE.
Difficile crederlo ma sembra impossibile rinunciare alla propria nazionalità senza doverne assumere un'altra.
Diabolico.
Che sia impossibile scegliersi i legami?
Se qualcuno mi può aiutare lo ringrazierò.
Forza così connazionali.


Massimo Casati 29.09.05 00:53| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Andrea Amadio il 28.09.05 23:47
----------

Concordo pienamente! :-)

E' x questo che FASCISMO E COMUNISMO hanno la STESSA MATRICE....

Ma perché questo non viene mai EVIDENZIATO NELLE SCUOLE?

E' un pò che non frequento LEZIONI SCOLASTICHE, ma ho vicino a me CHI LE FREQUENTA... e l'insegnamento che viene dato a questi ragazzi mi preoccupa alquanto... :-)

La LIBERTA' non ha mai fatto rima né con FASCISMO né tantomeno con COMUNISMO....

Lo stesso FONDAMENTALISMO RELIGIOSO non è sinonimo di LIBERTA'...

Buone letture a te...

Mario Bonaventura 29.09.05 00:22| 
 |
Rispondi al commento

L'unica cosa in cui ti do ragione è COMUNISMO=FASCISMO perchè ogni forma di estremismo fa schifo..e sxo che tu sia daccordo

Andrea Amadio 28.09.05 23:54| 
 |
Rispondi al commento

X BONAVENTURA:
che centrano mo i prof di sinistra? Quanti anni è che non vai a scuola? Sai da dove è nato Mussolini pirma di fondare il partito fascista?
Era militante nei socialisti e l'unico fra loro schierato per l'intervento in guerra contro l'austria. Così fu mendato via dal partito con l'accusa di essere (oltre perchè andava contro le direttive del partito) troppo risolutore guerrafondaio. E questo me l'ha insegnato una prof che di sinistra aveva roprio poco e questo è scritto sui libri..leggi

Andrea Amadio 28.09.05 23:47| 
 |
Rispondi al commento

comunismo = fascismo

Postato da: Valerio Simone il 28.09.05 18:43
----------

QUESTA E' UNA DELLE POCHE AFFERMAZIONI SERIE CHE HO LETTO SU QUESTO BLOG! :-=

C'E' UN DOCUMENTO ANTE SECONDA GUERRA MONDIALE CHE DIMOSTRA E CHE CERTIFICA IL "FASCISMO COMUNISTA"...

Purtroppo in Italia LA STORIA è stata INSEGNATA da DOCENTI DI SINISTRA... :-) ... ma questa è un'altra STORIA....

Mario Bonaventura 28.09.05 23:38| 
 |
Rispondi al commento

A chi posso consegnare la mia carta di identità
per la demolizione ?
Sono un italiano che si vergogna (OGGI)
di esserlo....!!!!
Quanto è piccola, oggi, Piazzale LORETO !

Achille Mauro Porcheddu 28.09.05 23:28| 
 |
Rispondi al commento

X GENNARO ESPOSITO MA ANCHE PER CHI VOGLIA PARTECIPARE:

Certo che vincerà il centro destra e bertinotti non vincerà ma questo è scontato..è troppo vecchio ma non di età..di cervello! Non può uscirsene nel 2000 a parlare di eliminare la proprietà privata o di borghesia e proletariato.
Dall'altra però chi scelgo? Direi che nemmeno la destra è così ben fornita..o sbaglio? Parli di Bertinotti ma chi ci ha portati nella merda in cui siamo ora è solo uno ed è il portatore nano di sicurezze fasulle. Ammettilo che in tutti questi anni di governo non ha cambiato l'Italia in meglio..anzi..le schifezze dei governi dalema e prodi sono aumentate e in più ha tolto delle poche cose buone ancora rimaste.
Io sono molto perplesso e scelgo di non andare a votare..cosa faccio voto nullo che tanto gli italiani voteranno solo berlusconi, quelli di destra che saranno la maggioranza, e quelli di sinistra, che saranno la minoranza perchè tanti faranno come me o scriveranno stronzate, voteranno i vecchi e i giovani rincoglioniti bertinotti e gli altri prodi..vedrai se non è così!

Andrea Amadio 28.09.05 23:27| 
 |
Rispondi al commento

purtroppo siamo in una fase di stallo.....incredibilmente vicina al terreno....ma non dobbiamo farci calpestare da questi stronzi!!!!!!!!! come li chiamereste voi in un termine meno offensivo?io mi associo pienamente bisogna fare qualcosa veramente ........... ma prima o poi tutti i nodi vengono al pettine (per capelli trapiantati)!

vezzani daniele 28.09.05 23:26| 
 |
Rispondi al commento

Premesso che il valore di un albero lo si riconosce dai frutti che elargisce, se osserviamo quelli che ha prodotto Fausto Bertinotti, dobbiamo obbligatoriamente dubitare della positività della sua militanza nella sinistra. Primo perché fece cadere il governo Prodi consegnandolo alla destra; secondo perché viene sempre invitato dal Berlusconiano Bruno Vespa a Porta a Porta a dire cose terrorizzanti della serie "Intendo abolire la proprietà privata"; terzo perchè è colui che ha imposto di fare le "primarie" esponendo l'Unione ai rischi di pesanti condizionamenti del centro destra. (Conosco amici di FI e AN che andranno a votare Bertinotti per non fare eleggere Prodi).
Quarto perchè deve all'appoggio mediatico Berlusconiano il suo incremento di voti e non certo alle sue doti e qualità.
Mi domando a questo punto: Ma Prodi è davvero così babbeo ad annoverarlo nella sua coalizione facendosi condizionare tanto? Non avrebbe fatto meglio a cacciarlo fuori a pedate dall'Unione ed a strizzare l'occhio all'UDC, Follini ed alla Chiesa? In questa circostanza sono arciconvinto che avrebbe stravinto le elezioni. Il 16 ottobre rischia di perderle perchè è probabile che il centrodestra possa favorire la vittoria di Bertinotti.
La totalità degli elettori moderati a Bertinotti non lo voterà mai, onde, alla fine il centrodestra nel 2006 si riaffermerà in pieno.
Meditate gente meditate....

Gennaro Esposito 28.09.05 22:42| 
 |
Rispondi al commento

perchè da due settimane non ricevo notifica del blog di beppe grillo?

franco salvi 28.09.05 22:11| 
 |
Rispondi al commento

non ci capisco più nulla...ho una moglie che mi ama un figlio di un anno che adoro...e poi???? si, lo so, è davvero tanto (sono consapevole) ma non ho più voglia di una cultura che uccide...di un italia dove si vive senza nessuna via di scampo...aiutatemi a capire...a chi "c...o" devo votare????

giuseppe lasco 28.09.05 21:53| 
 |
Rispondi al commento

...Segue.Sono 8 anni che non entro in banca, faccio tutto con il bancomat,depositi,prelievi,con il computer pago tutte le bollette,ordino gli assegni,non devo piu' stare in fila delle ore dietro ai soliti ficcanaso che devono sapere tutto quello che e' capitato all'impiegato allo sportello.Quando mi scade la patente,non ho bisogno del certificato del certificato del certificato che scade dopo sei mesi anche se e' in marca da bollo da 20.000 lire che dice che ero nato e quando e dove.Non devo andare da un coglione che guarda te,la tua fotografia e certifica che tu sei tu e ti frega altri soldi.Niente certificati del dottore che dice che ci vedi bene quando sei cieco come una talpa ma sei suo amico e va bene cosi'.Vai all'uffico patenti,fai vedere la vecchia patente,ti fanno leggere alcuni segnali stradali tramite una macchinetta che allo stesso tempo ti controlla la vista,aspetti 15 minuti e te ne vai fuori con il tuo documento nuovo di zecca, valido 5 anni.Il tutto in un'ora.Questi sono solo esempi di un sistema che funziona,con i suoi difetti,ma funziona.Come si fa a governare un paese con piu' di 20 partiti?Qui ce ne sono 2.E se si azzuffano continuamente in due,puoi immaginare 20, per forza che niente o quasi niente cambia li'.Sono troppo preoccupati ad azzannare la loro parte di bottino per preoccuparsi degli Italiani.E gli Italiani sono troppo occupati a lamentarsi e a ridere delle loro miserie invece di agire per cambiare le cose.Idea!Se invece di lamentarsi e votare per questo o per quello,la prossima volta tutti quanti votassero"ci havete rotto le palle",forse qualche cosa comincerebbe a cambiare,perche' non votare significa dare un mandato a chi ha piu' voti, votare questo o quello e' dargli un mandato, votare nullo e' un voto di protesta.Se nessuno becca un voto, qualcuno dovra' pure cambiare strategia se vuole governare.Caro Beppe,da tempo ho bruciato carta d'identita'codice fiscale,passaporto,tutto.Ero orgoglioso di essere Italiano.Ora sono Americano.

Giovanni Senzitalia 28.09.05 21:30| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
le poche volte che non sono d'accordo con te è quando scadi nell'anti-politica, come in questo post, della serie "destra e sinbistra, sono tutti uguali".
Ebbene, secondo me non è così. Non è vero che non c'è opposizione civile e politica. Solo che questi si sono occupati il parlamento che è diventato di nuovo un "bivacco di manipoli" del Cavaliere.
L'opposizione è in netta minoranza, Egli ha a disposizione la gran parte dei mezzi di comunicazione: cosa può fare l'opposizione? Ribellarsi, come sta facendo, cercando di smuovere le coscienze civili dei cittadini. Ogni rivoluzione appartiene ormai al secolo passato!
Quindi, non chiudiamoci nel qualunquismo: si abbia il coraggio di schierarsi! Si abbia il coraggio di sostenere chi sta dall'altra parte!
Con grandissima stima!
Alberto

Alberto Mazza 28.09.05 21:27| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Lorenzo Malaguti il 28.09.05 17:46
Sei una testa di merda e non capisci un cazzo. Lo so che anche tu giochi con le bambole, ma quelle gonfiabili, e smettila di mettere il cemento nel cazzo di big gym, tanto non ti incula meglio, eh frocione. Sei solo un cazzone piglianculo. Torna da quella troia di tua madre.

Luca caro 28.09.05 21:26| 
 |
Rispondi al commento

La vergognosa legge elettorale perchè così "chi prende meno voti vince" (Roberto Benigni) stà andando avanti!
Spero sempre che il popolo italiano abbia abbastanza buon senso da non farsi insultare e scenda in piazza per urlare la vergogna che prova ad avere un governo così!

Saluti.

Simone Lippi 28.09.05 20:50| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Chicco Barattoli il 28.09.05 00:40
Postato da: alfio corvo il 28.09.05 00:35

Mi scuso se ho dato una botta agli anti americani in questo blog,ma di solito la dico come la vedo
Dove vivo non so se si puo'considerare un posto tranquillo,ci sono quartieri e posti un tantino pericolosi.In una citta di poco piu' di mezzo milione di persone,abbiamo avuto 62 omicidi dall'inizio dell'anno,ma non vi immaginate niente come il Bronx di tanti film passati,all'apparenza sono quartieri normali,con le villette a schiera
sebbene maltenute.Li vive la feccia della terra,persone che potrebbero benissimo lavorare ma preferiscono ubriacarsi,fumare erba o crack e sopravvivono con i soliti espedienti.C'e chi qualche volta beve troppo o fuma troppo,e poi ci scappa il morto.Faccio notare che il "povero" americano si aggira di solito sui 100 chili,ha due macchine sebbene sgangerate ed anche se la casa non e' ben tenuta, c'e l'aria condizionata.
Adesso tu dimmi quanti in Italia ce l'hanno.Non solo in Texas, ma ovunque negli USA, se un poliziotto ti ferma,e' vero che e' meglio se tieni le mani sul volante,ma nessuno di loro ti avvicina con la mitraglietta spianata,non ci sono ripercussioni se invece del volante le mani te le tieni in grembo,ma sei trattato con rispetto e dignita' anche se hai commesso un'infrazione.Potete dire lo stesso dell'ultima volta che vi hanno fermato?Ma tutto questo e' una cosa minima.Sono un'operaio,faccio il falegname. Dopo un anno che ero qui ho deciso di comprarmi la casa,mia moglie lavora,la banca ci ha concesso un mutuo di trent'anni al 6,1%,viviamo in una villa di 260 Mq. con giardino davanti e dietro.Ditemelo voi quando ci potevamo permettere una cosa cosi' in Italia.Le detrazioni sulla busta paga sono di circa il 21%,quando compri qualcosa la tassa e' del 7,5%,se vuoi un'automobile vai sulla strada dei concessionari e tutte,dico tutte le marche sono a disposizione, ti piace il colore,fai il contratto,due ore e sei sulla strada.Segue...

Giovanni Senzitalia 28.09.05 20:49| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo, tu vuoi restituire la tua Carta d'Identità? Io ho fatto prima: non l'ho rinnovata. E' un anno che non ce l'ho più. Perché? Leggi qui:

http://lindipendente.splinder.com/post/3573349

Certo, le varie leggi «vergogna» interessano tutti noi, ma c'è una giustizia che ci colpisce al cuore e negli affetti della quale NESSUNO parla, neanche TU, e se se ne parla lo si fa in modo strumentale e demagogico, guardandosi bene dal far parlare chi la conosce fin troppo bene perché l'ha vissuta sulla sua pelle.

Leggiti questi articoli e poi ne riparliamo:

http://lindipendente.splinder.com/post/5383044
http://lindipendente.splinder.com/post/5104874
http://lindipendente.splinder.com/post/4622324
http://lindipendente.splinder.com/post/4039239
http://lindipendente.splinder.com/post/4023127
http://lindipendente.splinder.com/post/4011499
http://lindipendente.splinder.com/post/3650474
http://lindipendente.splinder.com/post/3625135
http://lindipendente.splinder.com/post/3603231
http://lindipendente.splinder.com/post/3602452
http://lindipendente.splinder.com/post/3477114

e soprattutto questo

http://lindipendente.splinder.com/post/3586896

Dario de Judicibus 28.09.05 20:42| 
 |
Rispondi al commento

Li abbiamo votati noi, sapevamo chi erano, cosa avrebbero fatto.
La colpa è nostra, non loro. Di noi che non muoviamo un dito.Belin Beppe finalmente ci sei arrivato.

alberto tonelli 28.09.05 20:04| 
 |
Rispondi al commento

Giuseppe e' chiaro, ma se questi milioni di italiani ancora dormienti e addormentati dalle soporifere chiacchere dei politici non vengono informati della reale gravita' di quanto sta accadendo in Italia e della disastrosa situazione economica nella quale realmente il paese si trova come fanno a crearsi un'idea ed eventualmente reagire?

E' tutto qui' il poitere dell'informazione e tu sai chi lo detiene in assoluto.
Con cio' non vogli discolpare del tutto noi italiani perche' oggi se uno veramente vuole informarsi puo' farlo, grazie a internet, ma pochissimi ancora lo fanno.

Un'altro dei segreti del potere e' distrarre e tenere occupate le persone cone mille problemi quotidiani, al fine di ridurre il loro tempo libero al punto che non hanno piu' la forza ne la voglia di fare alcunche' finiti i loro tentativi di spravvivere all'ennesima giornata di lavoro e di sopravvivenza.

Mai come oggi il tempo libero di una persona in questo paese e' mancato, nelle famiglie sono obbligate a lavorare marito e meglie solo per poter campare, pagare bollette sempre piu salate e debiti vari. Il lavoro e' uno sfruttamento senza piu' regole (tranne per i pochi milioni di impiegati pubblici che sono comunque una esigue minoranza della popolazione) di tutto questo ne risente anche la famiglia come entita' in se.

Non vorrei dilungarmi troppo oltre, senno rischio di ripetermi, comunque i referendum si, sono una delle poche "armi" che ancora abbiamo dovremmo cercare di sfruttarla al massimo.

ciao

roberto d'angelo 28.09.05 20:00| 
 |
Rispondi al commento

X Beppe

Un piccolo omaggio che non vuole esesere una sviolinata ma pura realta',dopo tante critiche lette voglio fartelo, io ero ancora poco piu' che un ragazzino quando tu nei primissimi anni 80 ci martellavi con Martelli scusate il gioco di parole e Craxi alla TV. Ironicamente certo..ma chiaramente mandavi il messaggio..
Ne hai viste di cose passare, mica sono sicuro che io al tuo posto avrei resistito cosi' a lungo, quindi onore a te amico mio, qui'probabilmente nessuno io per primo si puo' rendere conto di cosa significhi essere stato dalla "parte sbagliata" per tantissimi anni quando la maggioranza ne avrebbe approfittato per scopi personali ( e molti lo anno fatto) e non facendosi cacciare via da tutte le maggiori TV.

Grazie.

roberto d'angelo 28.09.05 19:44| 
 |
Rispondi al commento

chi guarda la talpa è la talpa

chi guarda l'isola dei famosi è l'isola dei famosi

chi guarda emilio fede è emilio fede

chi dice: tanto lo guardo ma capisco che è un cazzone è un cazzone.

chi continua a vedere un programma idiota e mentre lo guanda dice: che programma idiota è idiota.

NON DIMENTICHIAMOCELO CHE SE COMMENTIAMO QUALSIASI COSA MENTRE LA GUARDIAMO FACCIAMO PARTE DI QUESTA COSA.


Nicola Cellamare 28.09.05 19:41| 
 |
Rispondi al commento

infatti Roberto il problema è proprio questo....ci dovrebbero essere milioni di italiani che non vanno a votare, che anzichè essere presi ancora una volta per il sedere pensino...."basta!!!questa volta non mi fregate più!"....forse qualcosa cambierebbe davvero

Oggi per radio ho sentito un emittente leggere il primo articolo della costituzione...mi è venuta fuori una risata isterica e mi ha messo di malumore tutta mattina....
ma secondo te non si può fare un referendum, considerato il fatto che dovrebbero bastare "solo" 500.000 firme???
Penso che Beppe abbia potere di coinvolgere mooooolte più persone...

giuseppe fasani 28.09.05 19:38| 
 |
Rispondi al commento

Non avrei mai immaginato che la seconda repubblica potesse essere addirittura peggiore della prima.
Questo accade quando mandi al governo dei dilettanti insieme ad un nugolo di faccendieri.
Berlusconi afferma in italia? TUTTO BENE!!
Tanto sa che il 70% (voglio tenermi stretto..) di italiani non andra' nemmeno a verificare le sue affermazioni!.
Quindi lui sa, che cio' che dice la TV e' reale, cio' che non viene detto non esiste.
Questo lo dovrebbero sapere quelli della sinistra che NON DICONO PROPRIO MAI NIENTE.

roberto d'angelo 28.09.05 19:36| 
 |
Rispondi al commento

X IVANA:

leggi i miei post delle 15,09?

ciao!
andrea amadio

Andrea Amadio 28.09.05 19:35| 
 |
Rispondi al commento

No Ivana, Io non lo voglio al governo, ma l'alternativa non e' migliore e allora per chi dobbiamo votare, l'astenzione e' l'unica vera soluzione ma dovrebbero farlo in tantissimi e con la totale mancanza di vera informazione politica che apra gli occhi alla gente, non ce li vedo proprio tutti questi astensionisti.
Tu che fara invece voterai per berlusconi BIS? e approvi il suo fallimentare governo che da 2 abnnni ci ha fatto recedere al 47° posto mondiale?

roberto d'angelo 28.09.05 19:25| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici e carissimo Beppe, il problema non è l'essere fascisti o comunisti, quanto afferma qualcuno, avere un ideale fa parte del dna di un uomo, il discorso è un altro ed è quello che dice Grillo, quando afferma che la sinistra è leggermente meno peggio.
Infatti la nostra "pseudo"-sinistra non è altro che una destra camuffata. Non hanno le palle, per contrastare Silvio, anzi, forse hanno tutti gli interessi a non contrastarlo.
Non è possibile che noi stiamo zitti, inermi ad osservare le continue prese per il c.... a cui ci sottopongono. E' vero che siamo sconfortati dalla bassezza culturale di questa classe politica, ma dobbiamo reagire, protestare, altrimenti saremo come sostiene Beppe, delle larve-umane. L'ultima volta che ho visto una protesta seria è stata quando rifondazione riuscì a portare in piazza un milione di persone, ma oggi, questa sinistra, ostile, sulla questione dell'art.18 ( doveva essere il contrario, essendo prettamente un argomento di sinistra) e successivamente divisa sulla fecondazione assistita, non è altro che un appendice della destra.
PROTESTIAMO---

Saluti
Luigi

Luigi Pistis 28.09.05 19:22| 
 |
Rispondi al commento

Giuseppe, a mio parere il non recarsi a votare potrebbe essere una giusta forma di protesta ma SOLO se lo facessero milioni e milioni di Italiani non poche migliaia o centinaia...in questo modo farai solo il gioco loro.
Io onestamente e tristemente non ce li vedo milioni e milioni di italiani che non vanno a votare, pensa che alla radio a proposito di Ciampi ho appena sentito che vogliono farlo cittadino onorario di roma..ma che senso ha? quante inutili distrazioni..

roberto d'angelo 28.09.05 19:19| 
 |
Rispondi al commento

messaggio inviato allo staff di Beppe Grillo,

ATTENZIONE ATTENZIONE,

piaccia o non piaccia, il potere e la capacità mediatica di Silvio Berlusconi è infinitamente superiore a quella di Romano Prodi;

L'UNIONE rischia di perdere le elezioni se questo fatto sarà sottovalutato.

Nelle elezioni in cui vinse Prodi, Berlusconi si rifiutò di fare incontri diretti, ma ora è disposto a farne 1000.

Serve limitare il danno:

PRODI, COME FECE BERLUSCONI, DOVREBBE RIFIUTARSI DI INCONTRARLO DIRETTAMENTE, con ciò rendendogli pan per focaccia; ma, considerando che Berlusconi è un ottimo cabarettista, potrebbe RENDERSI DISPONIBILE A DELEGARE BEPPE GRILLO O ROBERTO BENIGNI.

Poichè B. non cadrà in questa buca, forse non è un'idea, ma il problema rimane; a Voi, che potete contattare chiunque, il compito di trovare una soluzione.

cordialità,
pietro casula, 28.09.05,

pietro casula 28.09.05 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Mah....Roberto forse hai ragione tu, però quello che "vedo" io è tanta sfiducia....
la politica è diventata solo un modo per arricchirsi senza fare nulla (o facendo solo ladronerie varie) sulle spalle della gente che lavora....io, purtroppo, non credo in ciampi perchè, se fosse stato un onesto presidente della repubblica, avrebbe cazziato un sacco di gente...

e, vista anche la situazione politica ed i candidati, sto anche pensando seriamente di non recarmi nemmeno a votare....

giuseppe fasani 28.09.05 19:01| 
 |
Rispondi al commento

Il 1997 iniziò con la fusione di tutte le partecipazioni della STET che confluirono in Telecom Italia di cui, verso fine anno fu privatizzata la quota di circa 40% del capitale sociale, che era in mano al ministero del Tesoro. Anche nel campo delle privatizzazioni il settore delle telecomunicazioni primeggiava: l’operazione finanziaria passò alla storia come la madre di tutte le privatizzazioni, ed in effetti risulterà essere una delle più imponenti “Offerta Pubblica di Vendita” mondiali. Si parlò di pubblic company, di golden share, di un nocciolo stabile di azionisti, ma alla fine dei conti il governo PRODI incassò 23.000 miliardi di lire.
Il 1997 fu anche l’anno del “pacchetto Treu”. Con la legge 196 varata dal governo di centro-sinistra, inizia in Italia quel processo inarrestabile, peraltro già avviato nel settore delle telecomunicazioni, di sostituzione del lavoro stabile e “buono” con lavoro atipico e precario. Il “pacchetto Treu” introdusse il contratto di lavoro interinale, che si configurò da subito come moderna forma di caporalato e super sfruttamento della forza lavoro. Verso la fine del 1997, il colpo di grazia al mondo del lavoro fu dato con la legge 469, che impose
Il 1999 passò alla storia come l’anno in cui il settore delle telecomunicazioni cessava di essere produttore di servizi per l’interesse della collettività per diventare esclusivo obiettivo di speculazioni finanziarie. A fine maggio 1999, la Olivetti-Tecnost, capeggiata da Roberto Colaninno e con la benedizione di Massimo D’Alema, allora Presidente del Consiglio, acquisì il controllo del 51% della Telecom Italia, dopo aver lanciato una Offerta Pubblica di Acquisto e Scambio sulla totalità del capitale. L’indebitamento generato dall’OPAS e scaricato sulla ex “pubblic company”, -----

PRODI D'ALEMA TREU...MA CHE BRAVE PERSONE....MI SA CHE ALLORA NESSUNO FECE RIVOLUZIONI...

IRI, ALFA ROME, TELECOM, TASSA DI INGRESSO IN EUROPA ,....E VOI LO VOLETE AL GOVERNO ? PAZZI.....

IVANA IORIO 28.09.05 18:46| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: giuseppe fasani il 28.09.05 18:25

Beh, io a questo punto non voglio ancora arrivarci, onestamente. Ancora ho fiducia in lui, non per molto paro' ancora c'e'.
Alla fine quando e se malauguratamente per tutti compreso loro, l'ultima valvola di sicurezza dovesse fallire, non restiamo che noi da soli a poterci salvare, speriamo di non doverci mai arrivare.
Io credo entro i prossimi 6 mesi sapremo cosa ci aspetta.

roberto d'angelo 28.09.05 18:44| 
 |
Rispondi al commento

@ Santino Dagenova

Il comunismo, come tutte le dittature, considera l'individuo pari a zero. Nel comunismo non esiste il concetto di individualità, se non vista come qualcosa che potrebbe dare fastidio e minare il loro potere.

Tante individualità durante l'epoca comunista sono state stroncate, fermate, tenute sotto cntrollo, e spedite in Siberia (i piu' fortunati) se osavano mettere in dubbio l'ideologia, perchè mettere in pratica quell'ideologia significava per forza dover usare la forza. Non potendo far fuori subito la borghesia (l'essenza del pensiero comunista è questo)si sono inventati il periodo di transizione tra socialismo e comunismo. In questo periodo hanno commesso gli insulti peggiori verso l'uomo. Nel pensiero comunista il concetto di individualità non esiste.
Questo da solo basta a far riflettere

Tu invece mi hai fatto una descrizione di cio' che è stato il comunismo, quasi come se fosse un sogno mancato per poco. E comunque si potrebbe fare lo stesso discorso che hai fatto tu, con il fascismo o il nazismo, sai qual'e' stata la differenza? In Russia passava tutto in sordina (anche di recente) e certi crimini non verranno mai alla luce, ecco la differenza, in Italia si sognava l'ideale sovietico, nei paesi dell'est si moriva sotto i cingoli sovietici.


No, non esiste un carnefice migliore di un'altro, la falce ed il martello saranno sempre un simbolo che rappresenta un insulto all'umanità perchè chi se ne è servito ha commesso crimini immensi per tradurre in pratica il loro pensiero, il pensiero comunista. E non ha importanza se ad usare questi simboli è un tizio con la erre moscia con i suo porta occhilini appeso sul collo

comunismo = fascismo

Valerio Simone 28.09.05 18:43| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

non mi stancherò mai di scriverlo.
Organizziamo una manifestazione di protesta.
Dove vuoi tu.
Se vuoi la facciamo anche a Genova, così ti facciamo risparmiare i soldi della benzina!!!
Ma non rimaniamo immobili, inerti, come le pecore smarrite.
Qui non arriverà Gesù Cristo a salvarci.
Dobbiamo salvarci da soli.
Dobbiamo tosarci per benino e con la lana ricavata fare tante camicie di forza per questi buzzurri che ridono della nostra incapacità, della nostra pavidità.
Se non ti senti - come tanti ormai - cittadino di questo stato, allora forse è il caso di RIPRENDERE POSSESSO DELLA NOSTRA NAZIONE E TOGLIERE A QUESTO "GOVERNO" LA CARTA D'IDENTITà PERCHé INDEGNI DI ABITARE NELLA NOSTRA ITALIA!
E' LA NOSTRA TERRA.
DIFENDIAMOLA.
E COSTRINGIAMO CHI VUOLE DISTRUGGERLA A FARE LE VALIGIE!!!!!!!!!
Con affetto, stima e fiducia

Francesca Giordanino 28.09.05 18:42| 
 |
Rispondi al commento

Paragonando i prezzi dei numeri vecchi e nuovi della Telecom emerge che tre minuti di collegamento con il 12 senza operatore vengono a costare 60 centesimi, tre minuti con l'operatore 2,8 euro, tre minuti con il 412 5,4 così come tre minuti con il 12.54. Leggermente di più di quanto si rischia di pagare per tre minuti di collegamento con l'89.24.24 della Seat e un po' di meno dei 5,52 euro necessari per stare lo stesso tempo in linea con l'892.892 de Il Numero.

NON RICORDO PIU' COME E' INIZIATA LA VENDITA DELLA TELECOM ...CHE MINISTRO HA SVENDUTO QUETS SOCIETA DELLO STATO ?

ivana iorio 28.09.05 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Beh....io credo che ciampi sia solo un ladro in mezzo ai ladri e che, come TUTTI gli altri, ragioni sul principo "RUBA...E LASCIA RUBARE"....

Per quanto riguarda BERLUSCONI mi sento indignato ed offeso personalmente perchè il presidente del consiglio italiano, oltre ad essere un disonesto di prima categoria è anche un mafioso....

e quindi che poi non si dica che l'italia non è un paese di mafia....l'italia è diventata un'azienda governata da un mafioso

giuseppe fasani 28.09.05 18:25| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono anch'io!!!!

Federico Bettero 28.09.05 18:22| 
 |
Rispondi al commento

Vi informo, se già non lo siete, che in Rete gira la proposta di consentire il versamento dell'8 x 1000, per chi lo vorrà, alla Ricerca Scientifica. Se siete favorevoli :
www.clubfattinostri.it/8x1000
Saluti a tutti.

Michele Santona 28.09.05 18:17| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: giuseppe fasani il 28.09.05 17:53

Dunque Ciampi...altro problema, lui e' a tutti gli effetti il garante della costituzione, ovvero l'ultima frontiera, l'utlima valvola di sicurezza per cosi' dire a garanzia della repubblica democratica. Se lui NON FUNZIONA per qualche strana ragione, siamo fregati, capisci fregati.
Ciampi, finora non sembra volersi svegliare dal torpore costituzionale nel quale e' caduto da tempo, incanta tutti me compreso con il suo aspetto da brav'uomo da nonno, e poi permette al presente governo di ridicolizzare il paese e distruggere di fatto le sue stesse leggi.

Egr. Sig. Ciampi ma ce lo vuole spiegare a tutti noi che diavolo sta succedendo? perche' non "esterna" il suo dissenso e non costringe questo governo a dimettersi, le prove e i fatti ci sono tutti, che aspetta?

roberto d'angelo 28.09.05 18:17| 
 |
Rispondi al commento

Qualcosa va fatta, le rivoluzioni per la libertà, non le fa piu nessuno, siamo troppo occupati, per dedicarci a queste cose,possiamo bloccare lo stretto di Messina o mettere le città a ferro e fuoco, ma solo se ci toccano la squadra. Nessuno fa una manifestazione per la libertà e la democrazia, allora almeno celebrariamone i funerali, stendiamo un lenzuolo nero ai balconi e alle finestra.

SALVATORE FINA 28.09.05 18:10| 
 |
Rispondi al commento

Io intanto mi sento come mi sentivo nel periodo finale della priam repubblica (un'altra farsa).
All'estero ormai siamo nuovamente visti grazie a questo governo fallimentare, non esiste un'altro termine onesto per descriverlo, come un paese intruso tra quelli civili e progrediti del mondo.
Non credo che l'italia odierna si meriti piu' il posto di rilievo all'interno di organizzazioni multinazionali perche se di fatto sdiamo al 47° posto pe ril secondo anno consecutivo nello sviluppo economico che poi e' indice chiaro di tutto il resto e di come e' l'andazzo del paese in tutti i settori, allora mi vergogno di essere italiano altro che FORZA ITALIA cantata da fattucchiere e casalinghe negli spot del Berlusca.
Forza Italia che presa per il c..o, si doveva chamare forza berlusconi che ce la farai a ripulirti la fedina penale.
SOLUZIONI?
Pero' basta lagne e vediamo cosa si puo' fare per cambiare le cose, che strumenti ci sono rimasti? cosa possiamo fare? reprimono i ricercatori dell'universita' per una semplice protesta simbolica sotto al senato (oggi) control a fiducia voluta dal governo ecc.. ecc.. humm...vediamo, allora credo che qualsiasi cosa facciamo o faremo sara' meglio portarci un elmetto se non vogliamo tornare a casa con un trauma cranico.
Alla faccia della DEMOCRAZIA, qui per protestare ci servono le armi per difenderci da coloro a cui paghiamo lo stipendio compresi polizia e carabinieri sempre cosi LIGI a seguire il governo anche quando questo si e' trasformato in un covo di ladri maningoldi e forse anche assassini.
Insomma non la vedo una cosa facile, per ora posti come questo sono utili a capire e a far capire le cose e se son rose fioriranno.

roberto d'angelo 28.09.05 18:07| 
 |
Rispondi al commento

è possibile dimettersi da cittadino?
la voglia è proprio tanta quando vedi ogni giorno intorno a te la protervia del potere e un opposizione annichilita, perchè questo purtroppo è!
Ed io che sono disposta a turarmi tutti i buchi possibili pur di madare a casa questo governo di coondannati ed assolti dalle leggi fatte per loro uso esclusivo...............
si vieta la procreazione assistita, la sperimentazione sulle staminali, si sbava dietro a Ruini, si affossa la scuola, la sanità, la giustizia e lui è sempre più sorridente e beato!!!!!!! E' riuscito a sistemarsi tutti i suoi problemini giudiziari e gli basta: che gliene frega se l'Italia nel frattempo è affongata, lui ha una scialuppa a libro paga che funziona alla perfezione: è andato al potere perchè Craxi era stato liquidato e doveva pensare a salvarsi i polsi, una maggioranza di beoti glielo ha concesso,con l'opposizione che è purtroppo connivente e gioca con lui.
Siamo noi cittadini inviperiti a non sapere più cosa è possibile fare: FORSE EMIGRARE!

nadia ferrari 28.09.05 17:54| 
 |
Rispondi al commento

Democrazia????

Siamo tornati sudditi ai tempi del medioevo, quando c'erano i feudatari e lo stato del vaticano da mantenere a suon di sacrifici....

A proposito di fazio....ma perchè quel Cogl.ione di ciampi non l'ha preso per le orecchie e non ha detto esplicitamente "fazio....l'Italia non ha bisogno di te....VAFFAN.culo!!!" e non l'ha cacciato a calci???

giuseppe fasani 28.09.05 17:53| 
 |
Rispondi al commento

@ Antonio

Un po' impegnato, ma quando riesco....
A volte lascio discorrere gli altri, soprattutto quando leggo post tipo quanto è simpatico Rossi e quanto è antipatico Briatore con persone che badano solo ad offendersi!
Tempo perso, tempo che si potrebbe usare per parlare di problemi veri ;-)

RAGAZZI SVEGLIA, SE NON RIUSCIAMO A TOLLERERCI QUI SUL BLOG CHE SIAMO QUATTRO GATTI E UN PAIO DI CANI NON ANDREMO MAI DA NESSUNA PARTE!!!

Bentrovati a Antonio, Claudia e Riccardo!

Lorenzo

www.adessobasta.it

Lorenzo Malaguti 28.09.05 17:53| 
 |
Rispondi al commento

Condivido: oggi parlare di democrazia sembra quasi una presa in giro.
E' vero, ci illudiamo di vivere in un paese democratico perchè apparentemente godiamo di ogni libertà. Apparentemente! Perchè se ti azzardi a toccare i poteri forti la libertà ti viene negata, e in Italia di casi del genere ce ne sono. Lo può testimoniare lo stesso Beppe Grillo.
Quanto al popolo italiano, me compreso, sembra che non si renda conto di ciò che gli succede intorno, delle arroganze e delle prese in giro del potere politico. Per i più l'importante è avere uno stipendio a fine mese. Non si vive di solo stipendio!...e non facciamoci abbindolare dalla televisione e dai messaggi che ci manda...la realtà è ben altra cosa!.
Certa televisione serve ad addormentare le menti impedendoci così di ragionare. Usiamo la testa e vediamo le cose così come sono.
Vi sembra giusto che in un paese evoluto e democratico, così sostengono i ns governanti, c'è gente che non arriva a fine mese mentre i ns politici, oltre ad avere stipendi gonfiati, godono di ogni possibile esenzione?
Pensiamoci tutti!

Paolo Tucci 28.09.05 17:46| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Luca caro il 28.09.05 17:28

Luca, gioca con le bambole che non sei pronto.
E non ti impressionare che Big Gim non è poi così super dotato, magari da grande potrai giocare anche tu, buoni compitini!

Fidati di me, lascia stare che è meglio ;-)

Lorenzo Malaguti 28.09.05 17:46| 
 |
Rispondi al commento

@ Valerio Simone
Penso che tu debba fare una certa distinzione tra i neonazisti e i neocomunisti.
La fazione di Bertinotti (che tra tutti è un gran signore vedi il suo commento fatto al TG5 sulle contestazioni a Ruini) non ha nulla a che vedere con il comunismo di stalin e lenin. mentre i neonazisti sono dei nostalgici di hitler(volutamente minuscolo come gli altri due)il chè è di gran diverso.
Comunque prima di mandare sulla forca qualcuno sarebbe meglio pensarci... metodi fascisti, comunisti,o di qualsiasi colore essi siano, la pena di morte è inammissibile per un essere umano
Senza rancore cordialmente ti saluto.

Andrea Pedaggio Commentatore in marcia al V2day 28.09.05 17:46| 
 |
Rispondi al commento

ANDIAMO TUTTI SU WWW.FREE6.COM E POI ANDIAMO ALLA CHAT???

DIEGO MILONE 28.09.05 17:44| 
 |
Rispondi al commento

x Valerio Simone, post del 28.09.05 14:27

E' mia opinione personale che Stalin fosse un malato di mente, proprio clinico, ci sono molte fonti storiche che vanno in questo senso.

Detto ciò, non so se con tutto quello che ha fatto tiene botta a Hitler:non scordiamoci di chi si parla,era piuttosto lucido nella sua follia, lui e quelli che gli stavano accanto in particolare.
Come mera curiosità: Stalin, fino a che non mirò alle stesse cose cui miravano gli Americani e gli Europei, fu considerato - dagli americani stessi - uno dei salvatori del mondo, alla fine della II guerra mondiale (guarda cosa fa la propaganda, termine direi attualissimo...). Con Hitler ci fecero business, ma "salvatore del mondo" non lo nominarono, mai.

Ma a parte questo (io non volevo parlare di Stalin, che ha messo in atto provvedimenti i quali con il significato primitivo del simbolo "falce e martello" han poco a che fare): falce e martello esistevano da decenni prima di Stalin, la differenza (una, e nemmeno la più grossa) è questa, e furono "importate" (che brutta parola...) prima di Stalin.
Diciamola meglio: gli ideali che generarono le rappresentanze di uomini che si diedero per simbolo falce e martello nacquero INDIPENDENTEMENTE da Stalin, e li simboleggiarono prima che andasse al potere.

Falce e martello non sono sinonimo di morte, ma di libertà,giustizia e progresso per tutti, ideali che contestualizzati al periodo storico in cui vennero formulati furono chiamati "comunismo". Come vedi, nella stessa frase (che è storicamente provata) convivono libertà, giustizia, progresso e comunismo senza bisogno di negazioni intermedie.
Per il nazismo, la vedo un po' più dura convivere con quei termini.

Peraltro, per concludere questa inutile dissertazione, io sarei favorevolissimo ad abbandonare certi simboli, anche f&m, perchè a quel punto quelli che si attaccano ai simboli non ci si potrebbero più aggrappare, e dovrebbero discutere della sostanza che sta dietro il simbolo.
ciao

Santino Dagenova 28.09.05 17:44| 
 |
Rispondi al commento

Per Roberto Colucci e x tutti

Avevo colto la provocazione, non ti preoccupare.
Mi piace la precisazione sugli uomini del centrosinistra. Son contento di vedere che c'è più gente di quanto pensassi con la testa attiva, che non vede solo biano contro nero. La destra non è tutto nero, la sinistra non è tutto bianco, ci mancherebbe altro! Son stato molto critico con le cazzate del precedente governo Prodi, lo sono col governo Berlusconi e sarò sempre critico nei confronti di tutte le cavolate dei prossimi governi.
E mi fa piacere di vedere voci fuori dal coro in questo blog. Si chiama libertà di parola...
Sapete, a me in questi periodi viene sempre più spesso in mente un pezzo del "Candido" di Voltaire, quello che recita più o meno così:
"E' bello scrivere ciò che si pensa, ed è questo un privilegio dell'uomo: in tutta la nostra Italia non si scrive se non quel che non si pensa. Coloro che abitano la patria dei Cesari e degli Antonini non osano aver un'idea, se prima un domenicano non gliene ha dato licenza" (naturalmente potete sostituire frate domenicano con altre "figure" al giorno d'oggi... ma il senso ahimè non cambia).

Stefano Ciciliot 28.09.05 17:42| 
 |
Rispondi al commento

Io sono una appassionata di questa forma d'arte che seguo oramai da più di 10 anni
-------------------------------------------
sono d'accordo con te, basta solo che lo fai sui muri di casa tua e con tuo padre che ti guarda...

se ti dovessi beccare che lo fai sul muro di casa mia,magari dopo che ho speso soldi per imbiancarla....inizia a ordinare materiale da ingessatura osse

ivana iorio 28.09.05 17:42| 
 |
Rispondi al commento

lavoro nei servizi sociali di un comune del nord, uno di quelli che parrebbe funzionare, stare in piedi, a ottobre abbiamo già finito i soldi del budget, tutti gli anni, e tutti gli anni i soldi che ci danno a gennaio sono sempre quelli, se ti davano 100 euro per aiutare la gente a sostenerli nel pagare l'affitto o le bollette o mangiare (!) nel 2001, nel gennaio del 2005 ti danno ancora 100 euro, ma come???
quando sento che tagliano la spesa agli enti locali mi viene da piangere, avrò sempre meno soldi da investire per sul e con le persone, dovrò AMARAMENTE e PERDENDO IL SONNO la notte decidere tra due o più famiglie QUALE AIUTARE!!! e quale no, IO AVREI UNA COSCIENZA POVERINA CHE OGNI TANTO BUSSA ALLA PORTA E DICE: "WEH COSI' NON CI STO DENTRO, COSI' NON VIVO PIU' COSI' NON SI RIESCE A LAVORARE".
La sinistra avrà commesso e commetterà tutti gli errori del mondo però mai si sognerebbe di non pensare a certe questioni, per la destra, per qs governo siamo fermi ancora al CHI E' POVERO CHI HA BISOGNO poverino è sfigato, non ce la fa, non ha il know how, è una cosa inellutabile, i poveri ci sono sempre stati servono perchè altrimenti non ci sono i ricchi, aiutiamoli con la beneficenza. SI SIAMO ANCORA ALLA BENEFICENZA, ALLA CARITA'.
ED A ME MI SI STRINGE IL CUORE.
io credo diversamente, faccio studi diversi, penso si possa agire diversamente.
BUON MEDIOEVO A TUTTI.

alessia frangipane 28.09.05 17:41| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: alessia frangipane il 28.09.05 17:23

Parole sante !!!!

Cristiano Desiderò 28.09.05 17:37| 
 |
Rispondi al commento

Pierre Robes

con il tuo post ho avuto la conferma definitiva.

Di Pietro studia alla scuola di Grillo. Bene per lui. Sapete quando mi è venuto il sospetto? Una volta è andato ospite da Chiambretti e ha detto:

"Se i leader della sinistra (compreso lui) si chiudessero in una stanza fino a dopo le elezioni vincerebbero sicumente. Ma noi vogliamo comunicare ... e spesso lo facciamo con i stessi metodi della destra".

Sapete di chi sono queste parole? Beh ... del nostro Grillo.

Quindi Grillo non è vero che il mondo politico ti ignora ... tu hai capito la rete ... hai saputo smuovere le coscienze di 1 milione di italiani (immagino questo sia il numero di partecipanti ai tuoi spettacoli), devi essere tutt'altro che pessimista. Io non lo sono. Neanche tu lo sei. Del resto questo post è solo una provocazione (che però contiene molte verità).

Grazie per il tuo lavoro
Ciao

gigi alberti 28.09.05 17:37| 
 |
Rispondi al commento

@ Andrea Bellini

Sono d'accordo....

Leo da Rimini 28.09.05 17:35| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: claudia parmeggiani il 28.09.05 17:19

Sai, i giornali a grandi linee un trafiletto l'hanno fatto, ma come al solito non si da risalto alla notizia. e noi ce ne dimenticheremo presto.
Credo che ci sia un misto di paura e servilismo su quest'argomento e che i personaggi in vista che ne parlano o cercano di fare qualcosa, incontrano sempre un pazzo che li fa fuori. Come è succeso a molti, a quanto mi sembra di capire. Il gioco è quello, siamo grossi, siamo cattivi e siamo intoccabili. Chi cerca di fo--erci (scusa il termine) viene tolto di mezzo.

La mafia? Bambini dell'asilo! Tanto è facile trovare un disperato che per pochi spiccioli ti fa fuori no?

Ci sarà un'uscita?

Lorenzo

www.adessobasta.it

Lorenzo Malaguti 28.09.05 17:33| 
 |
Rispondi al commento

alpidicarta.blogspot.com

molinari e il signor aggio?

ot ma non troppo

mirco baiocco 28.09.05 17:32| 
 |
Rispondi al commento

ciao,a tutti...forse non è il blog adatto ma vi dico la data del mio prossimo concerto:13 novembre domenica all'indian saloon di Milano alle ore 21.00.concorso emergenza festival

www.emergenza.net

Alex Orwell

Alex Orwell 28.09.05 17:30| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori