Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Ruini e le farfalle rosse


farfalle_rosse_thehand.jpg
Fonte: www.thehand.it

A Siena dei giovani universitari (ma dove siete stati tutto questo tempo?) hanno contestato il cardinale Ruini premiato da Federico Adornato a nome della “Fondazione Liberal”.
La contestazione di due gruppi “Farfalle Rosse” e “Giovani Comunisti” ha avuto il suo massimo apice attraverso fischi e striscioni con scritte che facevano quasi tenerezza, alcune esposte anche alla rovescia:
“Libero amore in libero Stato”
“Vogliamo fare un Pacs avanti nei diritti”
“Siamo tutti omosessuali”.

Tutto ciò ha turbato molto i nostri politici, scusate i nostri dipendenti.
Berlusconi si è detto “addolorato”,
Casini ha condannato “l’inqualificabile episodio”,
Andrea Ronchi di AN ritiene che questi ragazzi siano “una banda di manigoldi intimidatori”.

Per capirne qualcosa di più ho chiesto aiuto al lupone Sefano Benni:


Ruini, di Stefano Benni, il lupo.

“Al cardinale dei Marines Ruini vorremmo far sapere.
Che quando consiglia o vieta, la smetta di dire “gli italiani”, e tenga presente che non tutti gli italiani sono cattolici.
Quindi rifletta se per lui esiste ancora la laicità, o se dobbiamo cambiare la costituzione.
Vorremmo anche fargli presente che esistono, oltre alla sua, molte altre religioni monoteiste o politeiste o eccetera, ognuna con una diversa idea della famiglia.

Che quando ci parla di “guerra al terrorismo” e “peccati orribili contro la famiglia” e lancia altre rampogne e anatemi, è suo diritto farlo, ma ci piacerebbe tanto, in qualche sua omelia, sentire parole come “perdono”, “dialogo”, “libero arbitrio “ e altre parole che fanno parte del Vangelo e del pensiero dei credenti, oltre che del corredo di ogni bieco ateo.

Che comunque il termine ateo, o laico, o come preferisce lui “miscredente”, non vuole dire:” nemico della fede”, ma “che ha altre idee rispetto alla fede”, in special modo rispetto alla fede del cardinale Ruini. Se non capisce questo il cardinale finisce per assomigliare pari pari a quei signori della fatwa che non gli piacciono.

E poi, non ha qualche sospetto quando Calderoli lo approva entusiasticamente ?
E con tutte le ore che passa in alte riunioni, meeting, interviste e televisioni, ha il tempo di andare a conoscere una famiglia vera?
E infine se ha tanti consigli e certezze e soluzioni per la famiglia, perché non si sposa?”


Avviso per l’appello Parlamento Pulito.

Chiunque voglia partecipare può fare un versamento sul conto corrente:
Intestato a Beppe Grillo
ABI 05018
CAB 12100
c/c 116276
Swift: CCRTIT2T84A
Iban: IT35B0501812100000000116276
CIN B
BANCA POPOLARE ETICA
Causale: Parlamento Pulito

24 Set 2005, 17:39 | Scrivi | Commenti (1595) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Come mai non si parla mai dei diritti che hanno le coppie di fatto composte da almeno un politico, visto che loro hanno tutti i vantaggi che invece non vogliono dare agli altri comuni cittadini?
So che hanno anche la reversibilità della LAUTA pensione, soltanto dichiarando il nome del convivente, anche se non sono conviventi da 9 anni, ma bastano 6 mesi:

claudio carta 11.02.07 22:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.madredelleucaristia.it/indexit.htm

È stato svelato integralmente il terzo segreto di Fatima?
Qual è l'interpretazione giusta del frammento del segreto svelato?
Le risposte sono accluse nella lettera che abbiamo scritto ai Cardinali di tutta la Chiesa e nei messaggi che Gesù e la Madonna ci hanno dato.

Signor Cardinale,

ci rivolgiamo a V.E. con amore e rispetto, coscienti di compiere un servizio importante, delicato e richiesto dall'Alto: farle conoscere la verità sul terzo segreto di Fatima.
Ciò che le esponiamo è contenuto nei messaggi soprannaturali già dati alle stampe e diffusi sul nostro sito internet: www.madredelleucaristia.it e nei colloqui intercorsi tra Dio Padre, Dio Figlio, Dio Spirito Santo e la Madonna da una parte e il vescovo Claudio Gatti e la veggente Marisa Rossi dall'altra. Quest'ultima, a cui da molto tempo il terzo segreto è stato rivelato dalla Madre dell'Eucaristia, recentemente l'ha comunciato al Vescovo, per ordine di Dio.
Noi non conosciamo la terza parte del segreto rivelato il 13 luglio 1917 nella Cova d'Iria-Fatima ai tre pastorelli, ma sappiamo che non è stata integralmente diffusa e fatta conoscere all'opinione pubblica. Il suo contenuto più importante e sconvolgente non è stato rivelato e se continuerà ad essere nascosto dalla competente Autorità Ecclesiastica, verrà fatto conoscere, nel momento stabilito da Dio, dalle persone a cui da tempo è stato affidato.
Inoltre l'interpretazione fornita prima dal Segretario di Stato il 13 maggio 2000 e successivamente dal Prefetto e dal Segretario della Congregazione della Dottrina della Fede il 26 giugno successivo è sbagliata. Poiché il frammento fatto conoscere della terza parte del segreto è una rivelazione simbolica, necessita di una illuminata interpretazione per essere compreso nei dettagli.
Chi meglio di Dio, autore del segreto, e della Madonna, che l'ha affidato ai tre pastorelli, può dare l'esatta interpretazione?
Dio e la Madonna in colloqui con il V....

paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 10.02.07 09:14| 
 |
Rispondi al commento

Sia chiaro: la Chiesa non è un Parlamento. Non è l’opinione della maggioranza che vince. La legge di Dio è una e non cambia.

Ma noi richiamiamo quei cattolici, quelli de l’Osservatore, quelli di Avvenire, noi li richiamiamo al precetto cristiano del “dare a Cesare quel che è di Cesare”. O se i filosofi preferiscono, quella che Agostino chiamava distinzione tra le due Città…

Non crediamo nello Stato paternalista, che ti dice quello che è giusto o che non è giusto fare. Persino Dio ci ha fatti liberi. Ci ha fatti liberi e ci ha fatti gratis, ci ha lasciato liberi di sbagliare, di fare da soli le nostre libere scelte. Anche amarlo, seguire i suoi precetti è una scelta.

Noi non abbiamo bisogno di leggi dello Stato per essere cristiani
Noi sappiamo cosa significhi per noi la parola “famiglia”, qual è il Progetto di Dio a cui siamo chiamati a collaborare. Crediamo nella famiglia, nel matrimonio come sacramento, vocazione pari a quella che chiama alla vita consacrata.

Non abbiamo bisogno che lo Stato ci dia leggi per non sgarrare.

Preoccupiamoci invece noi cattolici così ansiosi di sostituirci ai nostri parroci, preoccupiamoci di quello che testimoniamo.

Dov’è finita la nostra testimonianza?

Se ci sono tanti divorzi in Italia, se c’è bisogno di riaffermare il diritto all’aborto, dov’è la maggioranza cattolica, dove la nostra testimonianza?

vengo da una famiglia impegnata, "praticante". eppure ho due fratelli su due divorziati e la domanda "perchè?" non ha trovato preconfezionate risposte.

Oggi a chi non crede nel sacramento delle nozze dico: "convivi! datevi da fare!", perché “è meglio accorgersene prima”…

Non abbiamo bisogno di leggi, di crociate politiche che vedano la Chiesa contro lo Stato, prove di forza elettorali tra cattolici e resto del mondo. Abbiamo bisogno di testimonianza

Ai cattolici, cattocomunisti o nostalgici pre-unitari chiediamo di testimoniare. Con la vita, non a parole, specie se stampate col ciclostile


Poco male se siamo rappresentati da un quotidiano, Avvenire, che ci rifiutiamo di comprare

E ci siamo abituati pure alle sparate dell’Osservatore che sempre più spesso non si trattiene dalla sua smaniosa voglia di provocare deliberatamente una crociata politico-religiosa. Oggi i PACS, ieri la fecondazione assistita, domani i consultori familiari

Tolleriamo, perché siamo obbedienti, perché abbiamo scelto di starci nella Chiesa perché siamo noi la Chiesa, tutti, perché siamo consolati dalla consapevolezza che i nostri vescovi (non tutti a quanto pare, soprattutto non i pezzi più grossi) ci danno ragione, perché abbiamo visto certi nostri sacerdoti tentati di nascondere la collottola all’ultimo referendum.

Siamo obbedienti, ma obbedienti in piedi.

L’Osservatore Romano continua a vedere congiure giudaico-bolsceviche che puntano inesorabilmente “all’esclusione del cristianesimo dalla vita civile”, provocando così “l’inevitabile distruzione della società civile stessa”. “Ostinati tentativi” di scardinare oggi la famiglia, domani chissà cosa….

Oggi L’osservatore se la prende anche con noi, “Cattolici secondo propri personali parametri”, perché ci schieriamo a sinistra, perché abbiamo osato “sorvolare sui precedenti interventi dell’Osservatore - (manco ci scrivesse sopra il Papa!) – liquidandoli come obsoleti”.

Ci ha definiti “cattocomunisti”. Addirittura! Ebbene, se questo significa essere cattocomunisti, accettiamo la definizione!

La accettiamo, se essere cattocomunisti significa essere laici cristiani e non fare concorrenza ai sagrestani.

La accettiamo, se significa annunciare testimoniando con la vita quotidiana sul posto di lavoro, tra i banchi, invece che recitare le lodi a scuola o versare l’acqua benedetta sui campi da calcio.

La accettiamo, se significa comunque definirsi cattolici e quindi parte di quella Chiesa che in questo momento stiamo criticando e che ci permettiamo di criticare proprio perché ne siamo parte

anonima veritas 30.12.06 21:11| 
 |
Rispondi al commento

sono cattolica. aderente all'Azione Cattolica, per la precisione. responsabile nazionale. io c'ho un'idea di che vuol dire essere cattolici e come lo si testimonia nella società. e c'ho i nervi!

il testo che segue lo scrivevo il 7 dicembre 2005. esattamente un anno dopo si riparla di pacs
e ricomincio a tremare... spero si riesca a star zitti per qualche settimana, perchè ultimamente si è detto troppo.... o troppo poco

-------------------------------------------------

Salute a tutti. Lo sfogo che segue non l’ho proprio potuto trattenere, e chiedo scusa a chi si scandalizzerà e a chi mi darà troppo facilmente ragione. M’è venuto fuori leggendo un certo articolo a cui di seguito mi riferisco. Non riesco a riportarvelo perché su internet non lo trovo, ma guardate i commenti qui:

http://news.google.it/news?q=%22ostinati+tentativi%22+osservatore+romano&hl=it&lr=&sa=N&tab=nn&oi=newsr

scusate lunghezza, scusate tutto.

IL CREDO DI UN CATTOCOMUNISTA

Ci siamo ormai abituati alla quotidiana scoperta che di nostalgici del “Non Expedit” ne esistono ancora, e che sono pure tanti, troppi, che non sono una generazione vecchia di quasi due secoli destinata a inevitabile estinzione per fisiologica decomposizione, perché ne troviamo ancora nelle parrocchie, nelle scuole, sul lavoro, e ne troviamo anche di venti, trent’anni… e sono i più accaniti.

Ci siamo abituati anche al fatto che sia loro il volto che ci rappresenta “all’esterno”, a chi è “fuori dal giro”, a chi cattolico non è, non vuole esserlo o non si reputa.

Ci si dice che dobbiamo stare attenti a non coinvolgere la Chiesa che rappresentiamo nella politica che quotidianamente viviamo come laici cristiani nel mondo… e ci siamo abituati alla rabbia che ci sale ai pugni quando vediamo CL apertamente schierata con Forza Italia.

Tolleriamo che l’Opus Dei alimenti ogni giorno col suo particolare “carisma” il mito dei tesori non troppo nascosti di chierici ed ecclesiastici.

anonima veritas 30.12.06 21:06| 
 |
Rispondi al commento

No, il commento contro il Cardinal Ruini mi fa pena caro beppegrillo.it Mi sa che non hai le idee chiare. La libertà di parola è ancora un diritto, quella di insultare chi parla non lo è ancora. Capito GRILLO? INSULTARE non è un diritto, per nessuno!

Nicola Giordano 07.08.06 01:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Carissimo
Mi preme ricordare la vicenda di trenta famiglie sfrattate(tra cui la mia). La documentazione è già stata inviata più volte in allegato. Queste famiglie dopo una vita trascorsa in immobili ex I.N.A. (Istituto Nazionale Asssicurazioni) avevano avuto assicurazioni dall'istituto che le case sarebbero state vendute alle persone che le abitano da decenni e decenni. Stranamente, sono state vendute a Tronchetti Provera, il quale, a sua volta le ha rivendute ad otto società(scatole cinesi?). Ora vogliono sfrattare gli attuali inquilini, oppure venderle a 10.000 euro al mq. ( impossibile comprare ) dopo aver tolto loro il diritto di prelazione. Quindi gli stessi vedono svanire il loro diritto di comprare la casa, alle condizioni che l’I.N.A. e la stessa Pirelli avevano assicurato.Beffa delle beffe, hanno ricevuto l'avviso di sfratto. Sappiamo che la cosa sta particolarmente a cuore, in quanto trattasi di diritti calpestati, della salute e della tranquillità di persone ultra ottantenni che vi abitano, aprendosi grosse problematiche per tutti i nuclei familiari formatisi nel corso degli anni .Confidiamo in un interessamento alla vicenda, affinchè trionfi la giustizia. Il problema lo conosci bene, ma essere sfrattati per motivi speculativi è un grave delitto.
> Invio mie cordialità

Carlo Amicucci 25.03.06 15:09| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti.
Sono stanco, davvero stanco di parole vuote, di parole di chi non sa cosa vuol dire prendersi cura di un figlio ed amare persone del proprio sesso. Sono stanco di chi identifica la capacità di donare amore, di essere esempio umano, di essere PADRE, di far crescere nella pulizia, nel rispetto, nell'igiene mentale e fisico un figlio, ma soprattutto di chi non crede che una coppia di uomini o di donne possa amare ed educare un figlio. Sono stanco dei saccenti psicologi, degli uomini di chiesa, ma anche dell'uomo della strada che non crede nella capacità di un uomo che ama un uomo di allevare un figlio e di crescerlo nel bene. Sono stanco di chi giudica le mie abitudini sessuali mentre dovrebbe non interessarsene, di chi dovrebbe vedermi come individuo che opera nel sociale, che educa, che vive nel rispetto di sè e dei suoi simili, e che sa amare e sa educare all'amore. Sono stanco di chi pretende di disciplinare le mie abitudini, di chi decide se posso donare amore e posso adottare una creatura che di me ha bisogno, di chi si appella a regole e criteri esterni, senza aver vissuto il passaggio dalla inconsapevolezza della propria sessualità al rispetto della propria identità sessuale. Sono stanco di sentire che di me si parla, quando mi si dovrebbe lasciar vivere la mia vita al pari di tutti gli altri. Sono stanco che di un prete pederasta nessuno si curi, e che io, padre omosessuale, non posso vivere apertamente la mia condizione di uomo maschio e virile ma che ama un uomo, perchè altrimenti il mio diritto alla paternità sarebbe compromesso. Sono stanco di sentire che si giustifica la Chiesa, e non si permette ad un uomo di donare amore. Sono stanco di sentire che un prete che violenta una donna o un ragazzino possono essere perdonati mentre io non posso andare mano per la mano con il mio uomo per la mia città perchè potrei perdere la tutela di mia figlia.
Basta... a tutto questo dico basta. Basta a chi pretende di parlare di un amore che ignora.

Massimo Catalano 08.02.06 22:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


====================================================================================================


Il Patto dello Sciacchetrà

Le ultime dichiarazioni di Fiorani stanno facendo emergere la verità sull’incontro che ha visto il SENATORE LUIGI GRILLO, Gran Maestro dell’operazione di corruzione e appropriazione indebita più sporca dalla fine di Tangentopoli.

L’incontro ha visto la partecipazione di: Fazio, Fiorani, Berlusconi e Grillo. Le dichiarazioni ufficiali vollero far passare l’idea di una difesa delle banche italiane contro l’assalto dei Barbari europei.

In realtà, il Senatore Luigi Grillo, eletto in Liguria nelle fila di Forza Italia, aveva bisogno di tanti soldini per costruirsi la VILLA nella Riviera Ligure (costruita abusivamente nel Parco Naturale delle Cinque Terre e poi condonata); quale sistema migliore per fare ciò se non fregare un po’ di soldi ai correntisti della Banca Popolare di Lodi.

Il sistema a quanto sta dicendo Fiorani era semplice: bastava aprire un conto nella sua Banca, dare l’appoggio politico all’operazione bancaria più sporca della Seconda Repubblica e in cambio ci si ritrovava un bel gruzzoletto sul proprio conto corrente.

Il Senatore Grillo, una delle figure più losche della Politica italiana, ha fiutato subito l’affare e si è lanciato nella strenua difesa della scalata di Fiorani, ovviamente le sue dichiarazioni pubbliche sono state ripagate a suon di MILIONI di euro.

Il problema è che i soldi affluiti nelle tasche di LUIGI GRILLO erano dei correntisti della Banca Popolare di Lodi che sono stati truffati, rapinati e beffati; una persona che ha rubato dei soldi agli italiani dovrebbe stare in GALERA e non in Parlamento in una posizione chiave (Presidente della Commissione Trasporti del Senato).


IL SENATORE LUIGI GRILLO DEVE STARE IN GALERA E NON IN PARLAMENTO !!!!


===================================================================================================


Marco Gilles 21.12.05 11:44| 
 |
Rispondi al commento

propongo di dare ad altre religioni 8x1000

di palma emiddio 12.12.05 13:32| 
 |
Rispondi al commento

Quando ho ascoltato al telegiornale la dichiarazione del nostro papa secondo cui "agnosticismo e relativismo" mettono in pericolo la "libertà di culto" ho sentito un freddo vento medioevale attraversarmi e mi è venuta la pelle d'oca: che sia riaperta la "caccia alle streghe"?

cavalli graziella 07.12.05 19:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei sapere se siamo ancora in uno stato laico oppure siamo tornati al potere temporale.
Mio bisnonno Garibaldino con la camicia rossa, ha fatto la breccia di Porta Pia; devo rinfacciargli il fatto che non hanno avuto il coraggio di rispedirli tutti ad Avignone, cosicchè l'Italia non sarebbe risultata al giorno d'oggi una provincia dello Stato Vaticano!
Peccato che non si possa tornare indietro e risistemare tutto.
Pazienza, tanto sono in via di estinzione!
Mandi

piero macchi Commentatore in marcia al V2day 28.11.05 10:14| 
 |
Rispondi al commento

Ma dov'è la chiesa del Vangelo? Dov'è la chiesa umile e povera? Dov'è la chiesa per i poveri i deboli e gli emarginati? Perchè nella chiesa c'è la gerarchia? non siamo tutti uguali? Tutti al servizio di tutti? Gesù non voleva mercati nel tempio; Gesù non dormiva in comodi appartamenti, non viaggiava con mezzi comodi, Gesù predicava amore per il prossimo, Gesù aveva un cuore aperto per cuori chiusi e aperti, Gesù diceva date a Cesare quello che è di Cesare e a Dio quello che è di Dio. Ma Gesù aveva pensato ad una chiesa come quella che nei secoli fino ad oggi conosciamo da umili terrestri?
Io sono cattolico, credo in Dio e nel nuovo Testamento, ma sono in crisi perchè non vedo applicato il Nuovo Testamento nel vivere di oggi.
Dove siamo Cattolici? Siamo in grado di uscire dagli schemi che L'uomo-chiesa-prete ci ha imposto ed affermare il vero messaggio di Gesù e cioè Ama il prossimo coem te stesso, perdona perchè sarai perdonato, Ama, Aiuta, Offri, vivi del tuo lavoro del tuo sudore. Quanto poco Vangelo trovo nel quotidiano vivere di tutta questo nostro mondo Cattolico.

Paolo Capitanio 24.11.05 22:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho letto diversi libri di Stefano Benni. È uno scrittore arguto, simpatico, tagliente e spesso intuitivo.
Il contenuto del suo intervento su questo blog, invece, lo trovo estremamente superficiale e infarcito di luoghi comuni.
Non si è mai chiesto l'amico Benni che cosa ci guadagna la Chiesa a restare salda su alcuni principi. In una logica di potere (e sono in molti a pensare che nella chiesa sia questa la logica dominante) sarebbe più produttivo cedere su alcune questioni (pacs, aborto, RU486 etc...) per far contenti tutti. Invece, cercando di restare fedeli al Vangelo, si devono fare delle scelte. Scomode, difficili da comprendere e da condividere ma che - alla fine - risultano fedeli non solo a Dio ma anche all'uomo.
Il Card Ruini - si informi meglio l'amico Benni - la parola perdono la usa eccome. Un esempio per tutti, l'omelia alla vigilia della morte di Giovanni Paolo II. Per quanto invece riguarda le parole "dialogo" e "libero arbitrio " che a detta di Benni "fanno parte del Vangelo", nel Vangelo letteralmente non si trovano affatto!
E, pur tuttavia, sono concetti che il magistero della Chiesa ha sempre sostenuto e che l'attuale Papa porta avanti con convinzione.
Trovo curioso che quando si attacca gratuitamente la Chiesa diventino tutti teologi ed esegeti e tutti citino, a sproposito e da incompetenti, i testi dell'Antico e del Nuovo Testamento che sono tutt'altro che facili e semplici.
Non voglio fare l'avvocato difensore del Card. Ruini ma desidero mettere in guardia da facili semplificazioni e soluzioni "usa e getta".
Il Vangelo è una cosa bella e seria al tempo stesso. Bella perché è il messaggio della vita e seria perché esige di fare delle scelte, anche culturali e intellettuali.
Davanti ad un "linguaggio duro" e difficile da accettare, il Vangelo (Gv 6,60-67) riferisce che «molti dei suoi (di Gesù!) discepoli si tirarono indietro e non andavano più con lui. Disse allora Gesù ai Dodici: "Forse anche voi volete andarvene?"».


Se Ruini vi spaventa...
avete per caso mai sentito parlare il Cardinale di Bologna Biffi? Ogni volta che lo vedo per tranquillizzarmi ho bisogno di guardare il film l'Esorcista. E vorrei tanto essere nel letto vicino alla piccola Regan, poichè ho paura...

Nicola Andrucci 16.11.05 09:53| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
in questo paese nel ricordare i morti di Nassiriya, mandati laggiù a proteggere gli affari dell'ENI si lascia fuori dalla Sala delle Bandiere dove si tiene la cerimonia Adelina Parrillo.
"Non aveva titolo", dal momento che lei e Rolla non erano sposati.
I famosi PACS.
Poi scopri che gli italiani non possono avere riconosciuti i diritti basilari che spettano alle coppie sposate perchè il Parlamento non vuole ma i Parlamentari questi diritti li possaggono già da 10 anni!
E' Allucinante o no?
Non ho letto titoli a caratteri cubitali che riportassero questa notizia, neanche da giornali che si dichiarano "laici" come Repubblica, come mai?
Eppure è proprio così, senatori e deputati della Repubblica non solo possono estenedere al convivente l'assistenza sanitaria integrativa dei parlamentari ma possono anche godere della pensione di reversibilità.
Basta una comunicazione scritta del Parlamentare.
Dove l'ho letto?
In una lettera pubblicata da Repubblica.
Puoi denunciare questa cosa?
Saluti
Alex


@Junto Jaunt il 24.10.05 11:48

Purtroppo le strumentalizzazioni sono sempre avvenute e se da un lato qualcuno lecca i piedi alle prelature per richiamare squallidamente il voto di qualche cattolico, è anche vero come dici che esistono grandi rigurgiti di anticlericalismo di stampo ottocentesco.
Proprio per questo, aggiungo, bisogna che noi cristiani non incoraggiamo con assurde pretese teocratiche,anche apparenti,strumentalizzazioni di questo tipo.
Lo disse bene Pio XII bacchettando Truman e Comunismo nel radiomessaggio del Natale 1951:

http://www.30giorni.it/it/articolo.asp?id=418

Grazie dello scambio di opinioni e alla prossima:
pace e bene! :)

Claudio Girometti 24.10.05 15:56| 
 |
Rispondi al commento

Hai detto bene tu,bisogna esortare all'educazione,è quella che manca a questi contestatori,io non dico che questi non possono non essere d'accordo con un prelato,ma io condanno il modo di contestare,che è molto aspro in senso negativo,è anti-religioso (non mi dire che non c'è chi ne approfitta di queste cose per sfoderare tutto il suo disprezzo per la religione) e non costruttivo anzi distruttivo.Leggerò quello che mi dici di leggere,è pur sempre cultura.

junto jaunt 24.10.05 11:48| 
 |
Rispondi al commento

@Junto Jaunt il 22.10.05 10:41

Conosci i teologi Rudolph Bultmann(luterano) e Hans Kung(cattolico)?Hanno scritto cose molto interessanti,ti invito a leggerle.
Tutti noi tendiamo a chiuderci in uno schema di tipo giusto-sbagliato:ci dà sicurezza nell'orientare le nostre scelte,ci rasserena nell'idea di aver capito come stanno le cose,ci illude di possedere la verità e con essa la anche la padronanza della nostra vita.Non fraintendermi,è normale spirito di sopravvivenza e non un peccato:soltanto,data la complessità dell'uomo questo meccanismo altera la capacità di entrare in relazione con il prossimo,fino al fanatismo.Cristo insegnava a rispettare la legge,ma diceva anche che essa è per l'uomo e non l'uomo per essa.
Ci ha chiamati amici perchè ci ha rivelato tutto quanto ricevuto dal Padre,ci ha chiamati amici perchè ce lo ha presentato e ci ha messo nei confronti di Dio nella stessa relazione di intimità in cui Lui viveva.
L'obbedienza al magistero è nella verità,non nella subordinazione.
Sua Eminenza Mons. Ruini è accreditato rappresentante di noi cattolici:come vescovo è principio di unità per noi credenti,ma non di massificazione delle nostre esperienze di fede in una soluzione comune.L'uomo è più complesso del dualismo bene-male e le azioni non hanno solo un valore intrinseco,ma anche uno soggettivo.

Ma,se anche condividessi le posizioni di Ruini(che sono quelle di UNA DETERMINATA FAZIONE della chiesa,quella oggi dominante,NON di tutto il magistero),riterrei comunque valido il principio per cui chi gioca nel mondo è soggetto alla sensibilità del mondo:nel mondo chi non è d'accordo con te ti contesta e Ruini deve accettare che è possibile che possano arrivargli delle contestazioni.NON è possibile che egli le ritenga illegittime.
Non è possibile pretendere il riconoscimento,da parte di un non-credente,di una autorità che dipende strettamente dalla fede.Si può esortare solo all'educazione.

Ascolta,i link che ti ho suggerito,leggiteli.

Pace e bene.

Claudio Girometti 24.10.05 11:30| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe, lo so che non sei un confessionale ma soltanto un "comico" che capisce tante cose ma non so a chi rivolgermi perciò lo faccio a te e agli amici del blog.
Sono la moglie di un divorziato, siamo sposati da ormai 17 anni e stiamo insieme da più di 20. DOpo tanti anni avevo ricominciato a frequentare la Chiesa, grazie al nostro parroco, ma dopo quanto ci hanno detto i tg ieri della conclusione dell'anno eucaristico e quanto hanno deciso i vescovi, mi sento molto sconfortata. La religione dovrebbe essere una cosa buona e con tanto amore. Invece mi accorgo, anzi per meglio dire mi rendo che l'unico amore che hanno questi "berretti rossi" è quello che hanno loro per il potere. di cosa sa, questo tornare indietro nelle cose?? forse io sono meno religiosa di qualcun'altro solo perchè sono sposata con 1 divorziato?? sicuramente sono più onesta di tanti altri che la domenica vanno in chiesa e si comunicano e poi ne fanno di cotte e crude. ho fatto 1 discorso un po' sconclusionato, ma tanto tu "sei un comico" e sicuramente mi capirai. scatemi per lo sfogo e ciao a tutti.

susanna zinzocchi 23.10.05 17:17| 
 |
Rispondi al commento

Pretendere di essere saggi è pretendere qualcosa di impossibile,non credere di essere tu saggio,mi è piaciuto l'appellativo di fratello che mi hai dato,dovrebbe essere cosi,comunque non è che mi riferissi esclusivamente a te,io ce l'ho con chi è anti-religioso a prescindere,e purtroppo nella politica c'è una parte determinata che è contro la religione e contro tutto ciò che dice la chiesa.Io poi non dico che quello che dice Ruini è la Bibbia,dico solamente che Ruini deve parlare liberamente senza che venga additato,vedo poi che si consigliano letture sulle nefandezze della chiesa,ma non c'è bisogno che venite adire a me che nella Chiesa c'è anche del marcio,lo sanno tutti,il problema è che alcuni lo strumentalizzano e allora mi girano i cosidetti se permettete.

junto jaunt 22.10.05 10:41| 
 |
Rispondi al commento

UTILE LETTURA,
che nulla toglie al valore della fede(è scritta da un cattolico,tralaltro,come lo sono io stesso),ma aiuta a guardare le miserie umane della chiesa:

http://www.kelebekler.com/occ/copert02.htm

Claudio Girometti 21.10.05 16:52| 
 |
Rispondi al commento

@Junto Jaunt il 21.10.05 14:28

D'accordo, io parlerò per me:tu,in cambio,non presumere di conoscermi.
Infatti non sono un "povero ateo",ma un educatore cattolico e ti ricordo che il mio discorso in alcun modo ha intaccato alcuna verità di fede.
Buona domenica, "fratello".

"..Conoscerete la verità e la verità vi farà LIBERI" Gv 8,32

ps:dividere il mondo in atei e credenti non è molto saggio e Ruini non è materia di fede..

Claudio Girometti 21.10.05 16:15| 
 |
Rispondi al commento

Ruini o chi altro della chiesa esprime un sentimento non esprime un idea come tu vuoi far credere,tantomeno non ha alcuna voglia di far politica,tu dici che come vedo il mondo cambia......benissimo,il mondo può cambiare per te,non per me o per chi altro,non parlare anome di tutti parla per te steso,se tu sei un povero ateo che non accetta il fatto che una nazione possa essere fondata su valori cattolici io non ci posso fare niente.........Ruini certamente può sbagliare come dici tu perchè è un uomo come noi,ma chi sei tu per poter dire ciò che è giusto e ciò che è sbagliato,chi sono quei 4 morti di fame di politici che si scagliano contro una persona di chiesa solo perchè questa ha espresso la sua opinione?Guarda caro mio che contrariamente a quello che tu e i tuoi "compagni" volete far credere,Ruini o chi per lui non vuole imporre niente a nessuno,ma siccome per fortuna questo è ancora un paese libero Ruini può dire quello che vuole senza essere attaccato purchè non offenda nessuno,e mi pare che nessuno sia stato offeso,O NO?

junto jaunt 21.10.05 14:28| 
 |
Rispondi al commento

@Junto Jaunt 20.10.05 20:03

Allora,ti chiedo la cortesia di mettere per il momento da parte i tuoi schemi protettivi.Mons.Ruini è un essere umano,perciò(in generale)non è che anche lui può sbagliare:SBAGLIA.
Ammesso e NON concesso che ciò che sta a cuore a Mons.Ruini sia solo il bene degli uomini,non è detto con ciò nè che abbia necessariamente individuato le soluzioni giuste,nè che il suo discorso non intendesse esercitare un qualche tipo di condizionamento sull'organo legiferante.
E se uno esprime X QUALSIASI MOTIVO un'opinione che intende esercitare influenze a livello sociale e istituzioni(come indiscutibilmente nel caso di Ruini),sta di fatto che con quella opinione STA FACENDO POLITICA.
Chiunque(anche Ruini)esprime una posizione politica,STA FACENDO POLITICA.E chiunque fa politica E' PASSABILE DI CRITICA da parte di chi non condivide:semplice,come vedi è un concetto che di per sè non entra nel merito dell'idea espressa.
Certo,il fatto che una persona sia criticabile(tutti)non impedisce l'uso dell'educazione,con questo son d'accordo!D'altra parte,neanche Mons.Ruini ha diritto di pretendere dai laici il riconoscimento di ALCUNA autorità,se non quella di rappresentante legittimo di una parte sociale(cattolici)a cui non tutti necessariamente appartengono.
La questione insegnanti è troppo complessa per essere discussa nelle poche righe rimastemi:mi limiterò ad aggiungere che l'Italia NON E' un"paese cattolico"e non lo è nè istituzionalmente(essendo laica)nè fattualmente:credi davvero che la maggior parte dei cittadini sappia spiegarti che peso ha,nelle scelte della sua vita,il fatto che Cristo sia "..generato e non creato,della stessa sostanza del Padre.."?Che il popolo orienti le proprie scelte al modello della Croce?che chi soffre di depressione riesca ad uscirvi pensando al riscatto salvifico del Cristo?
L'Italia è semmai di grande TRADIZIONE cattolica e su quella si fonda molto del ns comune sentire,ancora:ma il mondo cambia in fretta,come vedi! Ciao!

Claudio Girometti 21.10.05 09:33| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici forse come si dice a Roma famo anon capisse.......Ruini esprime un suo parere di uomo di chiesa,un parere secondo i propri principi umani,non politici,se voi poi volete per forza di cose fare dell'intervento di Ruini un intervento politico allora alzo le mani ed è inutile che discutiamo.Vorrei poi sapere questo ragazzotto cosa ha contro il fatto dell'assunzione di insegnanti di religione............perchè voi soffrite cosi tanto il fatto che l'Italia sia un paese cattolico.......io proprio non vi capisco cari comunisti,in fin dei conti non si tratta di rubarvi soldi o cos'altro qui si parla di pura e semplice religione,che per fortuna con gli interessi e soprattutto con i Vostri interessi non ha nulla a che fare.

junto jaunt 20.10.05 20:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

lo stato sta per assumere come insegnanti di ruolo 3000 insegnanti di religione scelti dai vescovi e pagati da noi, mentre per gli insegnanti di futili materie laiche avere una cattedra è sempre più difficile e la storia dell'arte è una materia facoltativa. qualcuno mi dice cosa sta succedendo qui? se va avanti così tra poco saremo una vera e propria teocrazia!e il concordato? e la costituzione ? e i poveri e pochi italiani che sono laici e orgogliosi di esserlo?

chiara dazzi 20.10.05 15:48| 
 |
Rispondi al commento

@junto jaunt il 19.10.05 19:36

Ciao e grazie per la risposta!
Allora, Ruini è un uomo di chiesa e siamo d'accordo:in quanto tale,in ambito ecclesiastico un suo intervento,in quanto tale,è un intervento autorevole (sebbene sempre personalmente criticabile anche da parte di un credente,visto che come uomo anche Ruini sbaglia).

Trovandosi ad interloquire,però,con una istiutzione esterna alla Chiesa(suo habitat naturale)e LAICA,la sua diviene una opinione che vale nè più nè meno l'opinione di un qualsiasi altro cittadino.

Se perciò in chiesa egli può far valere una certa autorità,in ambito laico la sua è al massimo un'opinione espressa in rappresentanza di una parte sociale(cattolici).La sua è,in questo caso,una opinione espressa in termini esclusivamente politici,dato che non si può motivare una legge laica sul volere di Dio(sempre che poi il volere di Dio sia quello espresso effettivamente da Ruini,cosa non certa).

Chiunque(anche Ruini)esprime una posizione politica,STA FACENDO POLITICA.
Chiunque fa politica E' PASSABILE DI CRITICA da parte di chi non condivide.

Riassumendo:Ruini ha il diritto,in quanto rappresentante riconosciuto dei cattolici,di esprimere il proprio PARERE,visto che anche(e non solo) i cattolici sono "parte sociale",in Italia.
Se lo fa,però,deve accettare il possibile dissenso di chi non condivide le posizioni che esprime,visto che non è obbligatorio che tutti gli riconoscano autorità,in quanto questa dipende dalla condizione di credente che è personale.
Se parla FUORI dalla chiesa,quindi,deve saper accettare sportivamente anche il "peperone in faccia"! :)

Buona giornata!

ps:insieme a quelle dei link che ti riportai sul mio post precedente,ti consiglio davvero di leggerti anche questo brano:è scritto da un cattolico tradizionalista di nome Luigi Copertino.
Soprattutto noi cattolici dobbiamo conoscere cosa non va nella nostra amata Chiesa.Saluti!

http://www.kelebekler.com/occ/copert02.htm

Claudio Girometti 20.10.05 14:06| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace ma devo contraddirti in partenza,perchè un cardinale non si espone come uomo politico,ma bensi da il suo parere di uomo di chiesa,come è avvenuto nel caso del referendum sulla procreazione assistita.........in quel caso si è voluto ricordare come la chiesa sia contraria a certe pratiche perchè va contro i suoi principi,punto.Poi tutti possono fare quello che vogliono,non c'è una dittatura cattolica come i signori Bertinotti,Fassino e company vogliono far credere..............ognuno è libero di fare quello che vuole rispettando l'altro,di conseguenza anche la chiesa è libera di esprimere il proprio parere senza essere additata.

junto jaunt 19.10.05 19:36| 
 |
Rispondi al commento

@junto jaunt il 19.10.05 09:05

Ciao,sono cattolico (come potrai capire andandoti a rileggere le "disquisizioni teologiche" dei post precedenti :) e credo che se un prelato agisce intervenendo in ambito politico,le sue posizioni vanno ritenute politiche e ugualmente passabili di critica come tutte le altre.
Non ci si può esporre da politico e poi difendersi da cardinale:è scorretto anche se i cristiani,in quanto parte sociale,hanno il sacrosanto diritto di portare avanti le loro idee ANCHE in un ambito pluralistico e laico.Il discorso che fai in merito ai comunisti è poi molto sommario e pregiudiziale.Ti consiglio FORTEMENTE queste letture:
http://www.kelebekler.com/occ/meeting.htm
------
"Sinistra e Destra
Tradizione, identità.." Di Costanzo Preve

Si parla molto oggi di superamento della vecchia dicotomia fra sinistra e destra, ma non sempre si portano argomenti convincenti per rendere realmente credibile questo superamento. Chi sostiene che la dicotomia è ancora valida fa in genere riferimento al valore dell’eguaglianza e della solidarietà, dicendo che la destra non pratica questi valori, mentre la sinistra sostiene i salariati in nome dell’eguaglianza e gli immigrati in nome della solidarietà. Chi invece sostiene che la dicotomia è ormai obsoleta, e viene mantenuta artificialmente per creare una contrapposizione fittizia puramente elettorale, fa riferimento soprattutto al recente allineamento della cosiddetta "sinistra" (o almeno della sua parte largamente maggioritaria sul piano elettorale, sindacale ed intellettuale) all’imperialismo americano ed alle sue guerre di dominio geopolitico del mondo (Irak 1991, Serbia 1999, Afganistan 2001-2002). In questo breve testo non vorrei semplicemente ripetere queste polemiche, in cui tutto è già stato detto e ridetto. Preferirei esporre le cose in modo più rigoroso e sistematico, seguendo un filo del discorso maggiormente convincente... CONTINUA IN:

http://it.geocities.com/socialismoeliberazione/prevedxsx.html

Claudio Girometti 19.10.05 10:15| 
 |
Rispondi al commento

Vedo con sommo rammarico che ai giorni d'oggi un prelato non possa più parlare che subito i simpatici comunisti s'infervorano,si parla di potere temporale della chiesa addirittura,mah!!!!secondo me voi dovreste pensare più ad insultare la classe dirigente italiana,che siano di destra o di sinistra piuttosto che prendervela con chi esprime solo un parere.Ha ragione il Pontefice quando dice che uno stato laico non è la manifestazione di uno stato anti-religioso o addirittura anti-cattolico come avviene in Italia,e questo grazie soprattutto ai cari amici comunisti che non hanno di meglio da fare,poverini.

junto jaunt 19.10.05 09:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.misteriditalia.com/banda-magliana/

BANDA DELLA MAGLIANA,
eccoti il tuo indirizzo, ciao!

Claudio Girometti 18.10.05 14:56| 
 |
Rispondi al commento

dove posso trovare vere informazioni sulla banda della magliana?
sono colpito da quel periodo di storia e mi vorrei informare.grazie

Alessandro Sciurpa 18.10.05 13:28| 
 |
Rispondi al commento

"un'esca", l'avevo digitato l'apostrofo: giuro!

Simone Scotto Commentatore in marcia al V2day 12.10.05 19:12| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, è la prima volta che ti scrivo, e mi rendo conto che non sono nelle condizioni psichiche adatte a rispettare i vincoli che hai imposto ai messaggi da inviare al tuo blog.

Speravo di sfogarmi, ma la mia corrispondenza sarebbe tutta da censurare.

Mi farò risentire quado sarò meno in.....to.

Resto comunque dell'idea che nonostante il tuo entusiasmo per la rete, esisteranno sempre dei politici (ne basta uno, magari piccolo e con i capelli disegnati coi pastelli) che si serviranno di ottimi ingegneri informatici, che da ragazzi facevano i "girotondi", che troveranno il modo di impedirci di parlare liberamente, e di mettere in galera quei due ragazzini che in un garage inventeranno un super internet.

Pietro Cervi
12 Ottobre 2005
Cilavegna (Pavia)

Pietro Cervi 12.10.05 16:54| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi: è semplicmente una mossa elettorale.
I voti dei cattolici pesano molto e quindi il governo cerca di prenderli con un esca che ha sempre funzionato: i soldi.
Speriamo nell'intelligenza dei fedeli.

Simone Scotto Commentatore in marcia al V2day 12.10.05 15:46| 
 |
Rispondi al commento

x Antonio Del Vecchio

Sapevo che le parrocchie e i centri di aggregazione non pagavano l'ici da molto tempo, ma a me sembra che questa estensione sia scandalosa...non ho capito perchè le librerie, alberghi, le scuole ecc. non debbano pagare questa tassa...mi sembra che dalla salatissime rate scolastiche possano tirare fuori i soldi per l'ici...il governo fa favori alla Chiesa a spese dei cittadini visto che questa esenzione dovrà essere comunque coperta in qualche altro modo...e poi scusa a me non risulta che questa esenzione sia stata estesa a tutte le confessioni religiose...eppure io sapevo che il nostro è uno STATO LAICO...

giuliab 12.10.05 10:06| 
 |
Rispondi al commento

@ giuliab
Solo quelli dove si svolgono attività di lucro, tipo scuole private, negozi ecc.. gli altri come le parrocchie già non le pagavano da tempo

Antonio Del Vecchio 12.10.05 00:02| 
 |
Rispondi al commento

Abolita l'ici per gli immobili che appartengono alla Chiesa compresi quelli dove si svolgono attività con scopo di lucro...mha...io non so veramente che dire...questo è veramente il paese delle banane... e della CHIESA...

giuliab 12.10.05 00:00| 
 |
Rispondi al commento

Neanche a me piacciono i toni autoritari di Ruini,ma non è giusto pensare che lo stato italiano è solo dei laici. Ci sono milioni di cattolici che sono italiani e hanno il diritto di far sentire le proprie idee.
La chiesa ha dimostrato brillantemente nei secoli che non è adatta a governare, ma anche gli atei lo hanno dimostrato ampiamente (vedi URSS e ateismo di stato; quindi bisogna accettare il confronto, da entrambe le parti.

Simone Scotto Commentatore in marcia al V2day 09.10.05 15:16| 
 |
Rispondi al commento

Rieccoci
fra un po' arriveremo alla scomunica, il Vaticano ha "suggerito" prima di non votare quei parlamentari che legiferano a favore dell'aborto,dele manipolazioni genetiche,delle coppie di fatto poi,non sicuro che cio' possa avenire ha pensato bene di proporre l'esclusione dalla comunione per questi parlamentari.IO DICO BASTA!! LA DEVONO SMETTERE DI INTROMETTERSI NELLA POLITICA DEL NOSTRO PAESE LO STATO DEVE ESSERE LAICO E LEGIFERARE PER TUTTI I CITTADINI INDIPENDENTEMENTE DAL LORO CREDO POLITICO RELIGIOSO, GRILLO! per favore facci avere se possibile un indirizzo e-mail del Vaticano dove mandare la nostra protesta. Invito tutti a fare altrettanto. LA DEVONO SMETTERE!!!!

Giuliano

Ferko Giuliano 09.10.05 03:42| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, io dico che prima o poi si ritornerà al Medioevo, con l'inquisizione, la mano morta e tutto il resto .....l'Italia è ancora uno stato laico? Parliamone....

Francesca Longo 08.10.05 19:54| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, io dico che prima o poi si ritornerà al Medioevo, con l'inquisizione, la mano morta e tutto il resto .....l'Italia è ancora uno stato laico? Parliamone....

Francesca Longo 08.10.05 19:54| 
 |
Rispondi al commento

Alla prossima! :)

Claudio Girometti 07.10.05 17:37| 
 |
Rispondi al commento

PER CLAUDIO GIROMETTI ........:)

CRISTIANO PARMIANI 06.10.05 18:04| 
 |
Rispondi al commento

“Il Dio Comune”

Ieri io e altri amici visto alcuni spezzoni del film “The Passion” e ne siamo rimasti impressionati per la crudeltà. Spero che tutti abbiano riflettuto sulle pene sopportate da Gesù! Comunque Oggi vorrei attirare l’attenzione su altro, su come i mass media “influenzino la gente”. Si amici, ho riscoperto l’acqua calda.
E’ evidente la progressiva laicizzazione dei costumi occidentali e di come il controllo delle masse esercitato per secoli dalla Sacra Romana Chiesa sia man mano scemato. Non solo… e di come molte volte la religione si sia trasformata in un bel business (a partire dalla vendita delle indulgenze per arrivare al finto santone dell’166 e di Vanna Marchi&Co che “vendeva” pezzi di mantellina del Papa).
Però a sentire ALCUNE fonti di informazione pare invece che L’Islam sia fatto di persone intransigenti, intolleranti e seguaci feroci delle prescrizioni del Corano. Però e dico però sembra che le cose non siano così dipinte! Infatti, credo che ad eccezione dei talebani il mondo Islamico stia imparando in fretta da noi! Leggendo le loro ultime trovate (http://www.corriere.it/Primo_Piano/Esteri/2005/10_Ottobre/06/cellulareislam.shtml)pare che la conclusione sia che un Dio Comune a tutti gli uomini del ventunesimo secolo esista e pare che si chiami Dio Denaro!
Livio, Deus Lo Volt

p.s: non siamo maramau

Livio Albano 06.10.05 17:16| 
 |
Rispondi al commento

@CRISTIANO PARMIANI

A proposito di conversioni e di certa gente,dice il mio Signore:

"Guai a voi,scribi e farisei ipocriti,che attraversate il mare e le montagne per fare un solo proselito e,ottenutolo,lo rendete schiavo della geenna il doppio di voi"

Traduco:
-Guai a voi,che vi fate maestri delle genti e vi impegnate con ogni mezzo a convincerle di offrirvi la loro fiducia e quando ve la accordano ne abusate per renderle schiave delle vostre fisime e delle vostre paure il doppio di voi-

Non rinuncerò,con questo,nè alla fiducia nel mio credo,nè alla mia missione di annuncio del Vangelo alle genti.Cercherò piuttosto di farmi simile al mio Maestro,che mi dice:

"SE VUOI, vieni e seguimi".

Grazie di tutto.

Claudio Girometti 06.10.05 15:37| 
 |
Rispondi al commento

@CRISTIANO PARMIANI

Non posso che darti ragione:quella storia della X5 ha tenuto banco tra me e i miei amici per tutto ieri:è una VERGOGNA!
Sapessi quanto mi fa soffrire vedere la mia chiesa,la Sposa,prostituirsi senza censure in questo modo..
Sapessi quante umiliazioni dobbiamo mandare giù noi cattolici,x colpa di gente che non si rende conto di quali ripercussioni sociali abbiano SU DI NOI le loro nefandezze..questi giorni sono poi particolarmente tragici grazie alle concussioni col nano(esenzione ICI)e alle sparate del sinodo sul voto politico..

Amo la Chiesa e combatto con tutto me stesso questa gente:sto pensando in questi giorni di scrivere una lettera aperta al mio vescovo,vedremo..

Infine,a quanto pare,le nostre religioni non sono poi così diverse.
la creazione è per me l'immagine della potenza e dell'amore di Dio che permane(creazione continua),molti dei nostri culti intesi come idolatria alle immagini sono in realtà devozioni offerte a Colui che quelle immagini e quei santi rimandano,così come tu hai detto in relazione ai fenomeni naturali.

Il nostro Signore Gesù,infine,è vero Dio e vero uomo.Ha paura della morte(Getsemani)e la accetta sapendo che è l'unico modo per esprimere realmente se stesso in quella circostanza;ama la vita ed è accusato di essere un mangione e un beone;piange per la morte degli amici(Lazzaro);si incazza e usa la violenza con gli ipocriti e gli idolatri(cacciata dei mercanti dal tempio);riconduce,infine,ogni legge divino alle più supreme esigenze dell'amore(guarigioni in sabato e relatività della sua osservanza).
Ci insegna ad amare il prossimo COME NOI STESSI,ci insegna a portare rispetto,amore e godimento per la vita senza farne un valore assoluto,che invece è l'Amore.

In fondo,l'uomo è uno ed è qualcosa di preciso,non di relativo:quando Dio gli parla,parla a ciò che lui è e non può che ripetersi,pur nella unicità di ogni cultura.
Abbiamo di che aiutarci,cerchiamo di aiutarci da qua in poi.
Buona giornata. :)

Claudio Girometti 06.10.05 13:14| 
 |
Rispondi al commento

X CLAUDIO GIROMETTI

GUARDA CHE NELLA RELIGIONE "PAGANA" (o vecchia religione)NN VI E' IDOLATRIA PIU DI QUANTA VE NE SIA NELLA RELIGIONE CRISTIANA.
NN SI ADORANO ASTRI,CREATURE DELLA TERRA O AGENTI ATMOSFERICI,TRANSITORI E INAFFIDABILI,IN QUANTO DEI,MA COME MANIFESTAZIONE TERRENA DELL'ESISTENZA DI QUESTI ULTIMI, COME PROVA MATERIALE E TANGIBILE DELLA LORO FORZA E PRESENZA COSTANTE TRA GLI UOMINI, QUESTA NN E' ASSOLUTAMENTE IDOLATRIA.VEDI IL CONCETTO MOLTO SINTETIZZATO DELLA VECCHIA RELIGIONE E': GODI DELLA VITA , CERCA DI OTTENERE IL MASSIMO DA ESSA, COMBATTI PER LA TUA FELICITA' LA TUA LIBERTA LA TUA DIGNITA, PERCHE' ORA E' QUELLO CHE HAI, RISPETTA LA NATURA IN QUANTO RAPPRESENTAZIONE TANGIBILE DEGLI DEI CERCA DI VIVERE NEL GIUSTO ALTRIMENTI NE SUBIRAI LE CONSEGUENZE A COMINCIARE DA QUELLE TERRENE(e questa quanto e' vera ),FATTI VALERE NEI CONFRONTI DEI TORTI CHE SUBIRAI.
LA RELIGIONE "PAGANA" E' MOLTO TERRENA , GLI DEI STESSI ( maschio e una femmina) SONO MOLTO "TERRENI" CON I LORO PUNTI DI FORZA E DEBOLEZZE CHE SI CONPENSANO A VICENDA , ED E' MOLTO BELLO AVERE A CHE FARE CON DEI PIU VICINI ALL'UOMO E ALLA DONNA .

CRISTIANO PARMIANI 06.10.05 12:36| 
 |
Rispondi al commento

QUESTA E' UNA RELIGIONE MOLTO ANTICA E CON BASI SOLIDE, TI POSSO ASSICURARE CHE NN HA MAI AVUTO BISOGNO DELLA "CURA DI EVANGELIZZAZIONE CATTOLICA"
CHE HA SUO MALGRADO DOVUTO SUBIRE.
E SE AVESSERO RAGIONE LORO?
E SE FOSSE LA VOSTRA LA RELIGIONE SBAGLIATA?
HAI FORSE TU IN MANO QUALCHE TIPO DI VERITA?
IO PENSO CHE PRIMA DI EVANGELIZZARE QUALCHE TIPO DI RELIGIONE ALTRUI PRIMA LA DOBBIATE CONOSCERE BENE E NON PER SENTITO DIRE.
HO VISTO CATTOLICI COMPLETAMENTE IGNORANTI NEL CAMPO DELLA RELIGIONE ISLAMICA CERCARE DI CONVERTIRE DEI MUSSULMANI ALLA RELIGIONE CRISTIANA, E QUESTO E' PROPRIORIDICOLO !!
A PROPOSITO IERI IL PAPA HA FATTO UN OMELIA CON UNA PROFONDA CRITICA A TUTTO CIO' CHE E' MATERLIALISMO, DENARO E IDOLATRIA....AHAHAHAHAH...MA DI CHI STAVA PARLANDO?
ALLA FINE DELL'OMELIA COMUNQUE GLI E' STATA REGALATA UNA BELLISSIMA BMW X5 FIAMMANTE CHE,DOPO ESSERE STATA NATURALMENTE ACCETTATA DI BUON GRADO,ANDRA AD ARRICCHIRE IL PARCO MACCHINE DEL VATICANO, TANTO PER GRADIRE UN PO DI FALSA COERENZA IN DIRETTA.
E' LA CHIESA CHE INVECE SECONDO ME A DEI GROSSI PROBLEMI NEL "CAMPO DELL'IDOLATRIA".
CIAO CLAUDIO. :)

CRISTIANO PARMIANI 06.10.05 12:35| 
 |
Rispondi al commento

@Mauro Prinzio il 05.10.05 13:34

Ritengo onestamente risibile l'idea della "formazione dell'anima",specie in associazione ad un processo biologico.
L'anima,caratteristica riconosciuta all'uomo dalla fede e solo attraverso essa visibile,va intesa come intimamente connessa alla natura umana e parte imprescindibile di essa, totalmente indipendente da qualsivoglia livello funzionale raggiunto dall'uomo o da qualsivoglia procedura di fecondazione e nascita di quest'ultimo.
L'uomo "è anche" (e non "possiede") anima in quanto uomo e sempre in quanto tale è destinato all'eredità di gioia per cui Dio originariamente lo creò e per la quale Cristo operò la Salvezza.

Credo sia ENORMEMENTE più intelligente interessarsi sui problemi più strettamente psico-fisiologici che tale abominio (clonazione),pur nulla togliendo in umanità ai suoi "figli",potrebbe comportare nei nascituri.
Buona serata.

Claudio Girometti 05.10.05 15:00| 
 |
Rispondi al commento

L’anima si forma al momento del concepimento, cioè il seme maschile , e l’ovulo femminile evidentemente portatori di anima, oltre che di vita, si fondono creando l’anima del futuro nascituro, oltre a formare l’embrione in crescita.

Sembrerebbe fondamentale questa fusione di “embrioni” di anima per la formazione dell’anima del nascituro.


Con le tecnologia relative alla fecondazione in vitro , viene reso possibile la fecondazione di un ovulo femminile da parte del nucleo di una cellula proveniente dalla madre stessa, l’individuo viene quindi clonato, senza nessun apporto da parte di un secondo genitore.

Mi pongo alcune domande sul nascituro in questo caso:

Nascerà, ma senza anima ?
Nascerà, ma con l’anima abortita ?

In tal caso sarà come tutti gli animali non battezzabile e quindi non figlio di dio ?

In tal caso potremo maltrattarlo ucciderlo e ridurlo in schiavitù , non essendo umano ?


Oppure nascerà con un’anima deforme ?

Sarà possibile e/o necessario operare il nascituro per riparare le malformazioni dell’anima ?

In tal caso ci sarà quindi spazio per nuove professioni, il chirurgo dell’anima sua ,
l’anestesista dell’anima sua ,
il formatore di chirurghi e anestesisti dell’anima sua....

Suggerirei con questa mia lettera aperta alla stimatissima signora Moratti , ministro mirabile del nostro mirabilissimo governo,

MA SOPRATTUTTO FERVENTE CATTOLICA E SOSTENITRICE DELLE TESI CREAZIONISTE

DI PROVVEDERE FIN DA ORA alla creazione degli adeguati corsi superiori e universitari.

Mi permetto di far notare al venerabile signor Berlusconi, la possibilità di realizzare altre migliaia di posti di lavoro, oltre al milione già splendidamente realizzato nel quinquennio 2000-2005.

mauro prinzio 05.10.05 13:34| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe,cosa sta succedendo al mio TFR?

giuseppe 05.10.05 12:48| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno Sig.Grillo. Vorrei farle pervenire un racconto da me creato, ove i personaggi sono carichi di nevrosi, tic, e rappresentano una bella immagine della classe politica del nostro paese. Ovviamente il bersaglio primario è sorridere, o se è possibile, sorridere.Per aggiungere un commento sulla situazione della bellissima Italia è che la dignità è andata in vacanza...per questo siamo pieni di guai.Le auguro buon lavoro e complimenti per il Blog.AD

Aina Dario 05.10.05 08:08| 
 |
Rispondi al commento

io sono nessuno ma voglio esprimere a beppe grillo tutta la mia ammirazione, soddisfazione, riconoscenza.
Ricordo: gli stipendi scandalosi dei politici e sindacalisti che guardano tutti coi pollici alle scollature del gilé, i prezzi da furfanti dei pannelli solari, i fondi pensione rubati e gli insultati, sputati in faccia, ingannati coi loro stessi soldi da parte della rai.
Una curiosità da ingenuo allocco: ma veramente si può sapere da un e_mail se giorgio pincopallino é un nome vero o falso ?
Ancora simpaticamente un solidale abbraccio
roberto fonte

roberto fonte 05.10.05 06:15| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe Grillo,
ti scriviamo per ringraziarti di un'evento importante avvenuto tramite il tuo aiuto.
Qualche mese fa (febbraio scorso) sei stato a fare uno spettacolo a Fabriano ed hai dato modo a Marcello e me (Goffredo) di poter intervenire pubblicamente come ospiti sopra il palco per l'intera serata.
Avevamo iniziato proprio quei giorni uno sciopero della fame contro una stazione radio base per telefonia cellulare della Vodafone Omnitel installata in prossimità della nostra casa e non solo.
Lo sciopero è durato per ben 18 giorni (fino al collasso,dovuto anche alle intemperie).
A seguito dell'intervento che ci hai fatto fare è esploso un caso mediatico a livello regionale, che ci ha permesso, insieme a blocchi stradali da parte del comitato "Trasparenza Cittadina" nato per l'occasione, di raggiungere una votazione unanime, da parte del fortemente restio Consiglio Comunale di Sassoferrato (AN), per la delocalizzazine di tutti gli impianti presenti e futuri.
La questione è ancora lungi dall'essere risolta (la solita inadempienza, nonostante tutto, della ormai fortemente inefficiente delega politica).
Riprenderemo le azioni di qui a poco, poichè questa è una classica battaglia contro lo strapotere annulllante delle multinazionali ultra-liberiste.
Siamo anche riusciti a strappare, sia dagli organi politici della Provincia che quelli della Regione, un intento a modificare la Legge Regionale sulle Telecomunicazioni.
Vedremo ora, che il tono mediatico si è abbassato, se tutte queste parole ed impegnative politiche avranno seguito.
Nel frattempo seguiamo con interesse le tue magistrali conferenze.
Viva la corretta informazione e chi si sforza e rischia perchè ancora esista.
I tuoi fratelli di lotta
Goffredo e Marcello


Personalmente ho anche aperto un blog di controinformazione di cui, se ritenessi mai opportuno farci un salto ( scusami, ma qualche volta bisogna osare) e rilasciarci un commento, ti mando il link:(Http://Geoginnico.splinder.com

Goffrdo Bellocchi 05.10.05 03:40| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe Grillo,
ti scriviamo per ringraziarti di un'evento importante avvenuto tramite il tuo aiuto.
Qualche mese fa (febbraio scorso) sei stato a fare uno spettacolo a Fabriano ed hai dato modo a Marcello e me (Goffredo) di poter intervenire pubblicamente come ospiti sopra il palco per l'intera serata.
Avevamo iniziato proprio quei giorni uno sciopero della fame contro una stazione radio base per telefonia cellulare della Vodafone Omnitel installata in prossimità della nostra casa e non solo.
Lo sciopero è durato per ben 18 giorni (fino al collasso,dovuto anche alle intemperie).
A seguito dell'intervento che ci hai fatto fare è esploso un caso mediatico a livello regionale, che ci ha permesso, insieme a blocchi stradali da parte del comitato "Trasparenza Cittadina" nato per l'occasione, di raggiungere una votazione unanime, da parte del fortemente restio Consiglio Comunale di Sassoferrato (AN), per la delocalizzazine di tutti gli impianti presenti e futuri.
La questione è ancora lungi dall'essere risolta (la solita inadempienza, nonostante tutto, della ormai fortemente inefficiente delega politica).
Riprenderemo le azioni di qui a poco, poichè questa è una classica battaglia contro lo strapotere annulllante delle multinazionali ultra-liberiste.
Siamo anche riusciti a strappare, sia dagli organi politici della Provincia che quelli della Regione, un intento a modificare la Legge Regionale sulle Telecomunicazioni.
Vedremo ora, che il tono mediatico si è abbassato, se tutte queste parole ed impegnative politiche avranno seguito.
Nel frattempo seguiamo con interesse le tue magistrali conferenze.
Viva la corretta informazione e chi si sforza e rischia perchè ancora esista.
I tuoi fratelli di lotta
Goffredo e Marcello


Personalmente ho anche aperto un blog di controinformazione di cui, se ritenessi mai opportuno farci un salto ( scusami, ma qualche volta bisogna osare) e rilasciarci un commento, ti mando il link:(Http://Geoginnico.splinder.com

Goffrdo Bellocchi 05.10.05 03:39| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
mi permetta di darle del tu....
sono contento che in Italia esista ancora un Italiano. Anche io condivido, in un certo senso , la sua sorte.
In Aeronautica Militare a 23 anni, dopo sudatissimi concorsi(non nascondo, ero raccomandato), me ne sono trovato fuori perche` anche io, ho trovato il mio Bettino Craxi.
Mio padre ha dato circa 44 anni all'arma azzurra, e sfortunatamente, mi aveva sempre fatto vedere l'altra faccia della retorica "medaglia". Pensai di poter cambiare qualcosa nel mio piccolo,ma....
Comunque, le dicevo sono orgoglioso di cio` che fai, e mi dispiace di non avere un talento tipo il tuo,da poter utilizzare per combattere anche io una"crociata"simile.
Ora, per destino, forse, vivo negli USA, che casino anche qui, forse questi politici sono ancora piu` sporchi e pericolosi dei nostri.
Beh non voglio annoiarti, un grazie ed un IN BOCCA AL LUPO
Renato Marchese

Renato Marchese 05.10.05 03:35| 
 |
Rispondi al commento

complimentiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii beppe almeno gli americani sanno chi sei veramente.
anche se non ti viene riconusciuto niente in patria da questo sistema balordo per il time sei uno di questi "Persone che hanno illuminato e ispirato, perseverato e provocato, sostenendo sfide che il resto del mondo preferisce evitare e ricordandoci come un uomo solo possa raggiungere risultati impensabili a dispetto di ogni avversita".
ancora grazie sei te il fiore all'occhiello di questa strana italia

pierluigi antoniotti 04.10.05 22:27| 
 |
Rispondi al commento

mi sento frastornato dalle notizie che leggo e sento,sono sfiduciato di questo governo che noi andiamo a votare pensando di votare per un certo partito che si è coalizzato con altri e quindi,mi chiedo cosa serve andare a votare se tanto in un partito ci sono elementi di altri partiti che impongono le leggi dei partiti di minoranza/magguioranza?i delinquenti sono tutelati ,e noi da chi siamo tutelati se non ce una legge che ci tutela? beppe non capisco più questo mondo che è storto!forse dovevo nascere all'incontrario!

marco olivero 04.10.05 22:10| 
 |
Rispondi al commento

...E Tu, mio caro Lupo, non dimenticare quanto preziosa e necessaria sia la Tua presenza nelle università...

Anna "Priscilla" Durini 04.10.05 14:36| 
 |
Rispondi al commento

@Cristiano Parmiani il 03.10.05 23:48

Per quanto riguarda la ritualità animistico-pagana nord-europea,ho una delle mie migliori amiche (gran bella ragazza,tralaltro :) originaria della Westfalia e perlappunto,pagana professa nonchè appassionata cultrice del linguaggio runico.
Le mie nozioni di paganesimo perciò,oltre alle comuni informazione su esso cui vengo occasionalmente a contatto nei miei studi,sono da attribuire principalmente a questa amicizia:non sono informazioni dettagliate,ma credo sufficienti a permettermi una valutazione consapevole.
La conoscenza certo più approfondita del mio credo,insieme ai termini in cui esso è oggettivamente connesso alla contingenza della condizione umana,fanno poi il resto nel permettermi la formazione di un'idea personale sull'argomento.

Buona giornata!

Claudio Girometti 04.10.05 12:43| 
 |
Rispondi al commento

@Cristiano Parmiani il 03.10.05 23:48

Per poterti commentare ho bisogno di una premessa.
Credo che la fede,umanamente,possa spiegarsi come la disponibilità operativa di un uomo ad impostare il suo modo di leggere la realtà,il suo modo di agire nella realtà e il suo modo di intendere la propria realizzazione,in funzione dell'oggetto della sua fede.Capirai che l'oggetto di una programmazione così totalizzante di sè non può essere scelto a caso;non può essere un comune oggetto,nè una persona,nè un fenomeno naturale:essi sono per indole transitòri e perciò inaffidabili come basi per costruire il "sè".
Ecco motivata la fede cristiana nel Dio trascendente.
Poi si può notare come,nel nostro quotidiano,un nostro semplice sorriso e un nostro banale insulto possano alterare l'umore di chi ci è accanto e così anche il suo modo di intervenire nella realtà.Ogni nostro gesto genera con evidenza degli effetti che a noi stessi sfuggono nel compierlo:ecco una SEMPLICISTICA motivazione concreta del principio cristiano di comunione nel bene e nel male del proprio operato sulla famiglia umana.
Da tutto ciò capirai come il cristianesimo sia assolutamente un pensiero forte ed antirelativista.

Ora,questo non può IN ALCUN MODO GIUSTIFICARE il comportamento di chi in nome di Cristo commise atti di supremazia e violenza verso i popoli preesistenti:Gesù stesso ammise che i veri adoratori del Padre lo sono in "Spirito e Verità" e non nella dottrina(v: "etichetta")che professano(discorso con la samaritana:GV),pur individuando con precisione chi adorasse "conoscendo" da chi adorasse "non conoscendo" Dio.
Può tutto ciò però farti meglio capire quale apprensione,per il cristiano,si nasconda nell'esigenza di evangelizzare:offrire una base ferma di crescita,per l'uomo,insieme all'eliminazione sistematica di una mentalità idolatrica che andrebbe necessariamente a riperquotersi su tutta la società civile.
E' anche questo uno dei motivi del costante impegno sociopolitico cristiano.

Ciao!

Claudio Girometti 04.10.05 12:35| 
 |
Rispondi al commento


CERTO CHE L'INQUISIZIONE FU USATA PER UNA TOTALE ELIMINAZIONE DI CHI ERA "SCOMODO" COMPRESI MOTIVI PERSONALI E "PICCOLE VENDETTE" (chiamale piccole)AD ESEMPIO IL MIO VICINO A L'ERBA PIU VERDE DELLA MIA.
MA PER QUELLO CHE RIGUARDA I "VERI PAGANI" ERANO COLORO CHE CREDEVANO NEGLI DEI , PRINCIPALMENTE NEL DIO SOLE E NELLA DEA LUNA , PER CITARE DUE NOMI TRA I TANTI CON CUI VENIVANO CHIAMATI IN MOLTE PARTI DEL MONDO COMPRESA L'ITALIA.
NEL NORD EUROPA ERANO I CELTI,POPOLO PARTICOLARMENTE IN SINTONIA CON LA NATURA E LE SUE FORZE.
E' STATA QUESTA LA RELIGIONE CHE CON PIU FORZA LA CHIESA A TENTATO DI CANCELLARE .
LA CONOSCI?
:) CIAO

cristiano parmiani 03.10.05 23:48| 
 |
Rispondi al commento

@Cristiano Parmiani il 03.10.05 17:47

Ahah, visto che sono direttamente interessato,spero vivamente che tu abbia ragione:non piacierebbe ritrovarmi appeso in modi strani ad un palo,con una catasta (accesa) di legna sotto :) !!

L'inquisizione,cmq,fu prevalentemente un fenomeno seicentesco sorto in spagna per il "problema" marrano e sul suo allargamento alle donne (streghe) ci sono innumerevoli teorie (tra cui quello del controllo dei battesimi attraverso l'eliminazione delle nutrici non cattoliche) che vanno dalle ragioni politiche all'invidia dei singoli. Mentre più usuale era la criminalizzazione delle eresie,la caccia alle streghe resta comunque in prevalenza un fenomeno del mondo anglosassone,legato maggiormente ad anglicanesimo e puritanesimo.

Buona serata anche a te!

Claudio Girometti 03.10.05 19:03| 
 |
Rispondi al commento

CLAUDIO IL NATALE E' SOLO UN PICCOLO ESEMPIO DI COME LA CHIESA USI LA MENZOGNA O IL "SILENZIO" VERSO IL MONDO, E' QUESTO IL SUCCO DEL DISCORSO ,
CHE TU POI SENTA IL 25 DICEMBRE COME UNA DATA DI FESTEGGIAMENTO ANCHE CATTOLICA PER TUTTI I TUOI MOTIVI,GIUSTI O MENO,NON ERA QUESTO IL PUNTO.
BENE INVECE QUANDO DICI CHE LE BUGIE PRIMA O POI TORNANO SEMPRE INDIETRO, ANCHE SE SPERO PROPRIO CHE NN LE DOBBIATE VIVERE COME LE ANNO VISSUTE QUEI POVERI PAGANI SULLA LORO PELLE.
QUELLE CHE SPREGIATIVAMENTE ERANO CHIAMATE "STREGHE" DALLA CHIESA ,ERANO IN REALTA SACERDOTESSE PAGANE, COME I DRUIDI GLI SHAMANI ECC....E NN HANNO FATTO UNA BELLA FINE NO?
EHEHEH.......SPERO VERAMENTE CHE QUESTA VOLTA LE CRITICHE VENGANO VISSUTE IN MANIERA PIU CIVILE.

CIAO CLAUDIO.

cristiano parmiani 03.10.05 17:47| 
 |
Rispondi al commento

Troppo comodo , e forse anche un poco scorretto, attaccare da politico e parare i colpi da religioso.


cito e concordo in pieno.

marco sulis 03.10.05 14:58| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo selezionato il tuo post interessante per “Parola di Blogger” la trasmissione che va in onda ogni giorno alle 18 su www.radioalzozero.net, la radio solo sul web.
Ciao e Grazie
La redazione di radioalzozero

Adriana Novello 03.10.05 11:55| 
 |
Rispondi al commento

@Cristiano Parmiani il 30.09.05 22:22
SECONDA PARTE

Aggiungo solo un ultimo dettaglio.
Quello che i pagani vissero quando i cristiani svuotarono del significato originario la festa di solstizio del 25 dicembre,per inserirne uno nuovo proprio,ora ci viene "restituito" e lo subiamo a nostra volta noi cristiani dai neoliberisti,che hanno ormai stabilmente attribuito alla festa un valore squisitamente consumista.

Morale: chi la fa,l'aspetti.

Riflessione: ..almeno i nostri significati intendevano promuovere ideologie fondanti per la speranza. Ciao.

Claudio Girometti 03.10.05 11:22| 
 |
Rispondi al commento

@Sonia Simond il 01.10.05 10:28

Se un prelato agisce intervenendo in un ambito politico,le sue posizioni vanno ritenute politiche e ugualmente passabili di critica come tutte le altre.

Il comm.Montalbano è un poliziotto:
è impossibile che stia simpatico al nano! :)

Buona giornata!

Claudio Girometti 03.10.05 11:14| 
 |
Rispondi al commento

@Gaetano Sergio Castagnino il 01.10.05 19:49

Chiaramente,aggiungo,la mia osserazione sull'inutilità di un'ulteriore forma di legalità extra-matrimoniale era rivolta al solo caso di coppie di amanti eterosessuali.
Sarebbe più che opportuna,invece,l'ideazione di un patto civile di mutuo sostegno NON matrimoniale da applicare a qualsiasi forma di aggregazione collaborativa tra due cittadini(PACS,insomma,purchè perseguenti scopi diversi e non ricalcanti la formula matrimoniale).

Buona giornata.

Claudio Girometti 03.10.05 11:09| 
 |
Rispondi al commento

@Gaetano Sergio Castagnino il 01.10.05 19:49

Buongiorno!
Premetto che ho rispetto della tua situazione personale,qualunque sia,che non conosco e non giudico,così come il tuo pensiero.

Credo che il poblema dei tempi di divorzio sia articolato e non riducibile ad uno schemino.
Credo sia importante l'esistenza legale di tempi cuscinetto tra separazione e divorzio,in cui i coniugi abbiano possibilità di tornare a confrontarsi a mente fredda.Spesso però è inutile.
Credo perciò che lo Stato dovrebbe farsi carico di offrire un percorso psicologico di coppia obblicatorio per vedere cosa è salvabile di quella coppia,al termine del quale lo psicologo che l'avrà seguita valuterebbe con il giudice l'opportunità o meno di interrompere il periodo di attesa pre-devorzio.

Credo che il riconoscimento delle coppie di fatto abbia un senso SOLO in caso di esistenza di figli.
Esiste già la struttura del matrimonio civile che regola legalmente le coppie.
Che senso ha un altro contratto che riconosca a due persone che abitano insieme pari diritti e doveri,in un regime di mutuo sostegno?
E' ciò che fa il matrimonio:non credo utile che lo stato offra regolamentazione per due coiquilini reciprocamente deresponsabilizzati vl'uno verso l'altro se non per il fatto che fanno poi sesso tra loro;se vogliono sostenersi in termini di mutuo sostegno hanno la possibilità di sposarsi civilmente.
Diversa è la tutela che uno stato dovrebbe saper garantire anche a questi casi,quando ci sono di mezzo dei minori da tutelare:potremmo,in quel caso,stabilire le modalità di sostegno.

Saluti!

Claudio Girometti 03.10.05 11:01| 
 |
Rispondi al commento

@Dante Spurio il 02.10.05 00:28

Disarticolata e inargomentata demagogia.
Saluti.

Claudio Girometti 03.10.05 10:47| 
 |
Rispondi al commento

@Cristiano Parmiani il 30.09.05 22:22

Buongiorno!
Ti rispondo soltanto ora perchè,come ti dissi,sono stato a Roma per una manifestazione politica.
Certamente conosco l'UAAR anche se non bene:quello che posso dire è che il loro sito mi ha sempre dato l'impressione di essere impostato più in termini di contraddizione al cattolicesimo,piuttosto che non nell'espressione dei propri modelli etici,morali,antropologici.
Anche quando questi vengono espressi ho l'intenzione che vadano formulandosi semplicemente in antagonismo a quelli cattolici,ma probabilmente non può essere che così,vista l'enorme rosa di idee che raccoglie la definizione "atei ed agnostici".
Mi ricorda molto più l'anticlericalismo ottocentesco,che non una seria ricerca di modelli esistenziali atei o religiosamente alternativi:ciò mi rattrista.

Credere non è subire passivamente.
Conoscerai la parabola dei talenti:non sono l'intelligenza o la cultura i presupposti per la salvezza(anzi,i piccoli sono facilitati per l'assenza dei pregiudizi culturali),ma se una persona ne è dotata la sua realizzazione non può non chiedere che anche queste sue caratteristiche vengano appagate.Se ciò che si è lo si riceve davvero da Dio,non usare la propria intelligenza ed il prprio spirito critico E' PECCATO GRAVE!
per non aver usato il suo talento nella paura di fallire,il servo della parabola viene gettato "dove è pianto e stridore di denti":la nostra realizzazione è secondo la nostra natura,qualunque sia.
Gesù dice anche di essere la verità:se io cerco la verità(quindi intimamente lui,se lo è davvero)e facendolo metto in discussione la mia stessa fede(vedi combattimento di Giacobbe con l'angelo di Dio nella tenda)in Lui,oltre a dimostrare con questo la mia fiducia nella logica della croce LO RITROVERO',SE LUI E' DAVVERO LA VERITA' COME DICE.

Non conosco che per sommi capi,infine,il"natale"pagano:non credo,però,che questo possa influenzare quanto ho detto sulla rispondenza cristiana del nostro natale.

Ciao!

Claudio Girometti 03.10.05 10:43| 
 |
Rispondi al commento

Il vaticano è uno dei tumori di quel malato terminale che è il nostro paese.

Dante Spurio 02.10.05 00:28| 
 |
Rispondi al commento

ricordiamoci che anche l'orsattocchione dell'ulivo ha INVIATO UNA LETTERA DI SENTITE SCUSE PER L?INQUALIFICABILE GESTO stato laico? ci crediamo solo in pochi e tra questi pochi non ci sono i nostri politici ne di destra ne di sinistra (il centro non lo voglio nominare)

Alessio Antonini 01.10.05 22:34| 
 |
Rispondi al commento

Perchè non riducono i tempi di attesa per poter ottenere il divorzio(siamo gli unici in Europa) servono solo ad ingrassare gli avvocati e perchè non riconoscono legalmente le coppie di fatto e perchè la chiesa non si fà i c...i suoi,chi vi scrive è uno dei primi padri in Italia a cui il tribunale di Taranto ha affidato i due figli nel 1990.

Castagnino Gaetano Varese

Gaetano Sergio Castagnino 01.10.05 19:49| 
 |
Rispondi al commento

NO FEDERICO NON SONO UN TESTIMONE DI GEOVA,
IN PRECEDENZA HO ANCHE SCRITTO :
NON ACCETTATE LE TRASFUSIONI ? DISSANGUATEVI VOI
NON APPARTENGO A NESSUN CREDO RELIGIOSO,MA SE DOVESSI SCEGLIERNE UNO SAREBBE CERTAMENTE DI TIPO "NATURALISTICO" (simpatizzo per la vecchia religuone).

cristiano parmiani 01.10.05 14:42| 
 |
Rispondi al commento

x cristiano parmiani

Un domanda solo per curiosità: sei TdG?
Perché le argomentazioni che porti contro il Natale sono quelle tipiche di chi professa questo credo religioso.

Ciao ciao

federico carboni 01.10.05 12:04| 
 |
Rispondi al commento

QUANDO I GOVERNO HA PAURA DI UNA FICTION !

Ho sentito l'altra settimana, quando il grd cardinale (quello che sa tutto sulla famiglia e il sesso ;=) ) ha ricevuto il premio è che i cattivi giovani hanno manifestato su quello che lui aveva detto sull'omossesualità. Sono incavolata quando Prodi ha detto che non aveva avuto abbastanza spazio per rispondere a quel fatto (si ha risposto come 1 bue, altro che Bertinotti che ha detto "se uno fa il politico, deve anche sapere ricevere i fischi ecc. ")

(Ma una domanda, l'Italia non è un paese Laico ? Come mai rappresentante della Chiesa a dare i suo parere sulla politica nei Media ?)

Dunque un politico del Parlamento credo AN (non sono certa che fossi ministro) ha risposto a Prodi ( in seguito alle domande dei giornalisti ) grosso modo se la sinistra aveva meno spazio per esprimersi della destra.


Quel politico di AN ha detto che poteva guardare il comm. Montalbano.... se voleva passare più tempo in tv !!!!

Non ci credevo quando alcuni mei amici (che lavorano nella RAI) mi avevano detto che la banda di Berlusca facevano di tutto per bloccare questa fiction di qualità, perchè era troppo di sinistra. Kavolo Hanno paura per un personnaggio di Fiction ? Viviamo in una rep. Bananiera !

la comm Montalbana

sonia simond 01.10.05 10:28| 
 |
Rispondi al commento

IO CREDO CHE POTREMMO POSTARE ALL'INFINITO I CRIMINI COMPIUTI E CHE TUTTORA PERPETUA UNA PARTE DELLA CHIESA , MA NON E' QUESTO IL PUNTO.
IL PUNTO E' CHE QUELLA PARTE DELLA CHIESA CHE SI SENTE ESTRANEA A QUESTE COSE SMETTA DI TACERE E DI FAR FINTA CHE NON SIA VERO.
FATE VEDERE AL MONDO CHE NON NE FATE PARTE!
E' COLPEVOLE ANCHE CHI VEDE UN CRIMINE E TACE.
ANCORA PIU COLPEVOLE E' CHI CERCA DI GIUSTIFICARLO O DI COPRIRLO.
MA NON E'UN GRAVE PECCATO ANCHE PER LA STESSA RELIGIONE CATTOLICA?

cristiano parmiani 01.10.05 03:52| 
 |
Rispondi al commento

Ecco di cosa si dovrebbe occupare Ruini...

Ho ascoltato alla trasmissione "Chi l'ha visto?"la vergognosa vicenda di uno dei peggiori criminali che l'Italia ha avuto, un certo "Renatino"de Pedis. Chi era costui? E perchè lo definisco criminale? Beh, era "semplicemente"il capo della banda della Magliana, nota associazione a delinquere pluriomicida con intrallazzi con la mafia, il Vaticano(nessuna differenza con la prima) e qualche politico che con la criminalità organizzata ha pure scambiato qualche effusione (Andreotti). Insomma, un tale individuo è stato seppellito nella Chiesa di S.Apollinare a Roma. Privilegio negato anche ad alcuni alti prelati. La risposta della curia? Il soggetto si era convertito e, soprattutto, most of all, aveva fatto tanta beneficienza alla Chiesa. Sì, con i soldi degli omicidi e dei crimini più efferati! Ma, dicevano i Latini : pecunia (criminosa) non olet. E come potrebbe puzzare certo denaro da parte di chi (la Chiesa) ha avuto frequentazioni tipo Calvi, Sindona, Pinochet e tanti altri dittatorini fascisti che hanno contribuito a riempire la greppia pecuniaria di Santa Madre Chiesa?
Ciao.Orazio

orazio paternò 30.09.05 22:33| 
 |
Rispondi al commento

A PROPOSITO DEL NATALE CLAUDIO .....EHEHEH .....PER QUANTO SE NE POSSA PARLARE DI MOTIVAZIONI INTRINSECHE.....LEGITTIME......NN REGGONO COMUNQUE UN GRAN CHE , SE TU CONOSCI LA VECCHIA RELIGIONE (e se nn la conosci dovresti assolutamente studiartela) CAPIRESTI PALESEMENTE QUAL'E' STATA LA FUNZIONE DEL NATALE IN QUEL PERIODO STORICO.
TRA L'ALTRO E' ANCHE UNA SPLENDIDA RELIGIONE,ARMONIOSAMENTE LEGATA ALLA NATURA E BASATA ANCHE SULLA TOTALE PARITA DEI DIRITTI TRA UOMO E DONNA.
"LA SAPIENZA CLAUDIO DENDEREBBE OGNI DIO ORGOGLIOSO DEI SUOI FIGLI"....EHEHEH (almeno penso).

cristiano parmiani 30.09.05 22:22| 
 |
Rispondi al commento

ALLE ORTICHE LA NUOVA IDEOLOGIA TEO-CON!

COMINCIAMO DAL BASSO CON UN NUOVO CATTOLICESIMO ILLUMINATO!!!

"Fatti non foste a viver come bruti,ma per seguir virtute e conoscenza" (Dante,Inf.,canto xxvi)

paolo zarbaglia 30.09.05 22:05| 
 |
Rispondi al commento

ALLE ORTICHE LA NUOVA IDEOLOGIA TEO-CON!

COMINCIAMO DAL BASSO CON UN NUOVO CATTOLICESIMO ILLUMINATO!!!

"Fatti non foste a viver come bruti,ma per seguir virtute e conoscenza" (Dante,Inf.,canto xxvi)

paolo zarbaglia 30.09.05 22:04| 
 |
Rispondi al commento

TUO FRATELLO FRA GLI ESSERI VIVENTI DEL NOSTRO "SACRO" MONDO.

cristiano parmiani 30.09.05 21:55| 
 |
Rispondi al commento

QUESTO MO FA PIACERE E TI FA ONORE CLAUDIO.
MAGARI IL TUO DISCORSO FOSSE SULLA BOCCA DI TUTTI I CRISTIANI!
SARESTE RIVALUTATI AGLI OCCHI DI TUTTO IL MONDO.
IO PENSO CHE CREDERE IN QUALCOSA SIA UNA COSA MERAVIGLIOSA , E INFONDO UN PO VI INVIDIO, MA SE CREDERE VUOL DIRE, RINUNCIARE A CRITICA,SAPIENZA E INTELLIGENZA,ALLORA IO NN POTREI MAI CREDERE.

cristiano parmiani 30.09.05 21:51| 
 |
Rispondi al commento


TI RINGRAZIO CLAUDIO , GUARDERO SUBITO IL SITO . :)
PS.conosci l'UAAR ?

cristiano parmiani 30.09.05 20:35| 
 |
Rispondi al commento

@Yukio Mishima il 30.09.05 18:05

Sèppuku!

Claudio Girometti 30.09.05 18:14| 
 |
Rispondi al commento

Questo sì che è un pezzo di Benni sul quale non posso che dirmi d'accordo. Sono cose, quelle che ha scritto, che tutti dovrebbero pensare in un paese che si ritiene civile...purtroppo pare che questo non sia il caso dell'Italia..

Yukio Mishima 30.09.05 18:05| 
 |
Rispondi al commento

@Cristiano Parmiani

Solo questo:se ti interessa approfondire l'argomento collusioni chiesa-neoliberismo-destra-multinazionali-neocons,da un'occhiata a questo sito indipendente:domenica i suoi frequentatori (me compreso) si ritrovano a Roma con esponenti della resistenza itakena.

http://www.kelebekler.com/occ/articoli.htm

Di nuovo!

Claudio Girometti 30.09.05 16:01| 
 |
Rispondi al commento

@Cristiano Parmiani il 30.09.05 15:28

Son felice del fatto che la conversazione sia tornata sul piano politico,che è quello proprio al topic su cui stiamo postando.

Ci tenevo e ci tengo a difendere la Chiesa nel suo diritto ad esistere,ad esprimersi e prima ancora e soprattutto:a credere.

Detto questo,sappi che ogni qualvolta le sue istituzioni si sono macchiate,si macchiano e si macchieranno di responsabilità criminali,potrai essere sicuro di trovarmi a combattere al tuo fianco.
Buona serata e grazie,davvero.

Claudio Girometti,
tuo fratello nella famiglia umana.

Claudio Girometti 30.09.05 15:52| 
 |
Rispondi al commento

Certamente,lo ripeto,c'è del vero in quello che dite sugli interventi di un ente morale nelle cose politiche e certo tenendo conto della DOVEROSA pluralità dello stato laico,resta altrettanto valido il concetto che i credenti,in quanto parte sociale,hanno diritto di esprimersi e criticare le scelte del governo del loro paese,che sono sempre necessariamente anche etiche.Altrettanto vero che se un prelato agisce intervenendo in ambito politico,le sue posizioni vanno ritenute politiche e ugualmente passabili di critica come tutte le altre.

RISPOSTA:

IO CREDO......CHE NOI TUTTI SAPPIAMO COME LA CHIESA RIESCA AD INFLUIRE SUI NOSTRI GOVERNI IN MANIERA COSI PESANTE. CON I VOTI DEI FEDELI (e nn escludo anche altre maniere poco cristiane visto la situazione)
E QUESTA E' UNA COSA CHE MI FA VERAMENTE IMBESTIALIRE (posso dire che mi fa incazzare?)
SI CHIAMA RICATTARE PER GLI “INTERESSI “ DI UNA PARTE DELLA POPOLAZIONE E PER I PROPRI INTERESSI , PER LO PIU ESTRANEI ALLA STESSA POPOLAZIONE CHE APPOGGIA LA CHIESA.
C’E’ CHI DICE : NON E’ VERO!……LA CHIESA ( il vaticano) ESPRIME “SOLO” IL SUO PARERE………QUESTA SI CHIAMA “DEMOCRAZIA”!
LO SAPPIAMO TUTTI (o quasi) CHE NN E’ COSI , MALEDIZIONE.
IL VATICANO INFLUENZA DIRETTAMENTE LA NOSTRA POLITICA A TAVOLINO CON IL GOVERNO , NN ESPRIME “SOLO “ IL SUO PARERE !
SMETTIAMOLA DI PRENDERCI IN GIRO A QUESTA MANIERA, NN SIAMO DEGLI DEGLI IDIOTI .
LA CHIESA AVREBBE MOLTA MENO GENTE AL SUO SEGUITO SE SOLO QUESTA FOSSE UN PO PIU’ INFORMATA SULLA STORIA PASSATE E PRESENTE .

cristiano parmiani 30.09.05 15:28| 
 |
Rispondi al commento

CON QUESTO NN VOGLIO DIRE CHE SMETTEREBBE DI CREDERE IN DIO,
MA QUALCHE RAGIONEVOLE DUBBIO SULLA CHIESA STESSA………QUELLO CI SAREBBE !
SONO 2000 ANNI CHE LA CHIESA PROMUOVE E AIUTA L’IGNORANZA,LO VUOI NEGARE? TANTO CHE ANCORA OGGI IN MOLTI DICONO CHE LA RAGIONE E LA CONOSCENZA NN SERVONO A NIENTE ! (servirebbe soprattutto a loro).
LA MIA “SAPIENZA” MI PERMETTEREBBE DI RAGGIRARE UN BAMBINO CON LA SUA “IGNORANZA”.
SE ANCHE IN ITALIA VI FOSSE IL 100X100 DI POPOLAZIONE CATTOLICA,NEMMENO IN QUEL CASO SAREBBE GIUSTA UNA LEGGE CATTOLICA , PERCHE ANCHE I CATTOLICI STESSI NN LA PENSANO TUTTI ALLO STESSO MODO , E SCUSATE LE RIPETIZIONI.
O GIA DETTO CHE LE VOSTRE REGOLE O DOGMI RELIGIOSI LI DOVETE RISPETTARE TRA DI VOI , NESSUNO VE LO IMPEDISCE,MA NN POSSONO ESSERE LEGGI DI STATO , STIAMO SCHERZANDO!?
LO SAPETE CHE BUTTIGLIONE E’ STATO SCARTATO DAL PARLAMENTO EUROPEO A CAUSA DELLA SUA INTERPRETAZIONE DELL’IDEA CATTOLICA? FA PENSARE NO?
CLAUDIO TU CITI PAPI E SANTI,VUOI QUALCHE INFORMAZIONE ANCHE SU DI LORO? I MASSACRI IN RUANDA IN CONFRONTO SAREBBERO ACQUA FRESCA.
MIA MOGLIE E’ DEL CAMERUN , VUOI QUALCHE STORIA RECENTE DELLA CHIESA CATTOLICA IN QUEL PAESE?
MIO ZIO ERA UN MISSIONARIO CRISTIANO ED E’ MORTO IN AFRICA
TRA LA SUA GENTE, SAI COSA NE PENSAVA DEL VATICANO ?… E’ MEGLIO CHE NN TE LO DICA.
SAREBBE ORA CHE I VOSTRI BINARI PASSASSERO ALLA LARGA DAL VATICANO.

cristiano parmiani 30.09.05 15:27| 
 |
Rispondi al commento

Ciao bella gente, questo sito vi potrebbe interessare!!!!!!!
Un saluto e... "GUARDIA SEMPRE ALTA"
WWW.UAAR.IT/LAICITA/SBATTEZZO/

Pietro Patrini 30.09.05 14:13| 
 |
Rispondi al commento

@Cristiano Parmiani il 30.09.05 01:58
SESTA ED

Un ultimo accenno solo sulla presunta natura idolatrica del natale di Cristo.

Aldilà della scelta politica per cui venne selezionato il 25 Dicembre come giorno;

aldilà dell'origine pagana del tipo di festeggiamento di quella data;

aldilà della prepotenza espressa nell'atto di appropriarsene;

aldilà della non biblicità di tale festa:

1)Le scelte politica della data ed i metodi impiegati per appropriarsene,sebbene altamente discutibili sul piano umano,sono ininfluenti ai fini di stabilire la legittimità della festa;

2)Sebbene la festa tragga origine nel paganesimo,i contenuti sovrascritti sono strettamente Cristocentrici:il nuovo sole,quello che illumina la storia ed ogni uomo,è Gesù di Nazareth,il Cristo.Essendo il cristianesimo,prima ancora che una religione(il cattolicesimo E' una religione)una forma di relazione con la vita e con le cose stabilita tramite la sequela di un uomo riconosciuto come Figlio di Dio,è sua peculiarità quella di portare contenuti nuovi nell'adeguamento alle culture preesistenti:se oggi lo viviamo come strettamente occidentale è solo per il fatto che la principale religione che ne è derivata è storicamente europea.

3)Sebbene il Natale del Signore non possa godere di sostegno biblico,bisogna ricordare che tu stesso sai perfettamente che GIA' LA BIBBIA E' TRADIZIONE:non è calata dall'alto,ma si è stesa tra le mani degli uomini. il Centro è,quindi:
è o non è in accordo con il cristianesimo considerare Cristo come "vero Sole del Mondo, dell'Uomo e della Storia?"
La risposta è indubbiamente "SI" perciò, pur effettivamente non festeggiandola io con eccessivo interesse,credo che il Santo Natale possa a tutti gli effetti considerarsi cristianamente una festa quantomeno legittima.
Senza con questo nulla togliere allo schifo che se ne sta facendo.
Bene,com'è andata?
Spero di non averti annoiato e che anzi qualcosa ti sia interessato:
buona serata!

FINE ULTIMA PARTE!

Claudio Girometti 30.09.05 13:29| 
 |
Rispondi al commento

@Cristiano Parmiani il 30.09.05 01:58
QUINTA PARTE

Bene,di nuovo a noi!
Tutta la mole di altre informazioni che esponi la conoscevo(ovviamente in dettagli diversi,a volte),da Ambrogio al natale,alla pasqua,agli innumerevoli dei(non tutti li collegavo al 25 dicembre,ovviamente),così come conosco molti altre cose sui crimini "di chiesa" e sull'origine sincretista di nostre credenze.
Che dire? Nient'altro se non questo:come ho già detto,la fede non si lascia impressionare nè dalle nefandezze di chi dice di professarla(rivolgendosi essa a Cristo,certo meritevole di rispetto,se non di fiducia),nè tantomeno dal fatto che le vicende della sua formulazione STORICA siano avvenute CON MEZZI STORICI.
Non è la procedura di formulazione che rende la fede attendibile,ma la crescita che ha saputo generare nelle persone di chi l'ha accolta così come essa si propone nella sua vera natura.
I grandi Santi sono sempre saputi essere controcorrente rispetto al magistero,quando ne comprendevano i limiti: sto sereno.
Se la vita e le scritture provengono entrambe da Dio,non possono poggiare su presupposti contraddittòri:vottà piuttosto dire che il modo corretto di interpretare le scrittura passa attraverso il confronto con la scoperta di sè e edlle cose,così come queste ultime potranno vedere luce solo avendo nella rivelazione il loro significato ultimo.
Dio che si incarna,Dio con noi,la legge in dialogo con noi.

Certamente,lo ripeto,c'è del vero in quello che dite sugli interventi di un ente morale nelle cose politiche e certo tenendo conto della DOVEROSA pluralità dello stato laico,resta altrettanto valido il concetto che i credenti,in quanto parte sociale,hanno diritto di esprimersi e criticare le scelte del governo del loro paese,che sono sempre necessariamente anche etiche.Altrettanto vero che se un prelato agisce intervenendo in ambito politico,le sue posizioni vanno ritenute politiche e ugualmente passabili di critica come tutte le altre.

FINE QUINTA PARTE

Claudio Girometti 30.09.05 13:08| 
 |
Rispondi al commento

@Cristiano Parmiani il 29.09.05 14:25
QUARTA PARTE

Il Concilio di Nicea è stato piuttosto il teatro di scontro fra la dottrina trinitaria ortodossa(spalleggiata da Atanasio) e quella emergente ariana,spinta da Ario ed Eusebio. Vinse la prima,sempre votata a maggioranza(questo non spaventa,perché la fede è questione di significato ultimo e non di procedure storiche ed è nella libera iniziativa dell’uomo che tutt’ora crediamo operi la Provvidenza),ma presto si impose la seconda.Lo stesso Pontefice(Leopoldo III,se non ricordo male)sottoscrisse,sotto enormi pressioni politiche,il credo ariano in occasione del Concilio di Rimini,che seguì quello di Basilea in cui l’arianesimo si impose sulla cristianità(in quanto la sua dottrina subordinazionista permetteva riscontri politici più favorevoli al dominio),facendo così penetrare l’eresia fino al soglio di Pietro.Solo la caparbietà di Atanasio,Basilio,GiovanniCrisostomo e Girolamo(adeguatamete sostenuti nell’impero orientale)permise,al Concilio di Costantinopoli,la riconferma del credo trinitario ortodosso niceno,che venne perciò rappellato “Niceno-Costantinopolitano”.

Come puoi vedere,finora,le vicende della fede sono complesse ed una cultura come quella cristiana credo sia riducibile a mera ignoranza solo facendole un torto.
La vita è una grande palestra di libero arbitrio e le nostre differenti ipotesi sul suo significato trovano entrambe ragioni valide per essere sostenute e smentite,in quanto fondate ambedue su presupposti (esistenza/non esistenza di Dio)entrambi non verificabili. :)

FINE QUARTA PARTE
(Quinta parte a sovvenire)

Claudio Girometti 30.09.05 11:33| 
 |
Rispondi al commento

@Cristiano Parmiani il 29.09.05 14:25
TERZA PARTE

-In merito ai fratelli di Gesù,posso riportarti l’arcinota questione che in aramaico la parola corrispondente alla greca di “fratello” può significare benissimo il primo cerchio del parentado(cugini),anche se a detta di alcuni non sarebbero molte,in effetti,le situazioni in cui la Bibbia la userebbe in questa accezione più allargata.
Posso,dal canto mio,solo consigliarti la lettura dei testi:
“Nuovo testamento e mitologia, manifesto per la demitizzazione”; 1943, di Rudolph Bultmann - teologo luterano.
“Credo”, di Hans Küng – teologo cattolico dissidente.

-In merito al sorgere della Chiesa,si tende ad attribuire a Paolo la paternità del cristianesimo come religione,pur facendo risalire l’origine mitica della Chiesa al giorno di Pentecoste successivo la risurrezione del Signore(Atti).

FINE TERZA PARTE
(quarta parte tra poco)

Claudio Girometti 30.09.05 10:56| 
 |
Rispondi al commento

@cristiano parmiani il 29.09.05 14:25
SECONDA PARTE

Non volendo però sbolognare la questione di Pietro con troppa facilità,quello che posso dirti in base al mio percorso(finora)è che,aldilà delle circostanze storiche della sua genesi,trovo il ministero petrino coerente con la logica cristiana.Mi spiego.
Per il cattolico il clero rappresenta il principio di unità tra i fedeli(sinteticamente,perchè non siamo nella sede adatta).Immagina il percorso cattolico come un binario:una rotaia è il percorso del popolo di Dio in generale e del singolo fedele nello specifico,l'altra rotaia è il magistero ed il clero con la sua opera di interpretazione,continuità,insegnamento e ricapitolazione della tradizione;le traversine su cui poggiano entrambe le rotaie sono la Rivelazione espressa nella Parola di Dio e nella creazione,che si rendono così il presupposto fondamentale del confronto.Nell’annuncio cristiano insieme a Dio scende dal cielo anche la sua legge,che pur non essendo invalidata,trova in Cristo e nell’amore la sua vera interpretazione.Legge che si fa vicina agli uomini,che si rende disponibile al dialogo con loro nelle complesse situazioni del quotidiano:restando punto di riferimento e principio di appartenenza.Come vedi,le due dinamiche sono coerenti.
Purtroppo c’è da dire che dopo il Concilio Tridentino il clero ha allargato l’adeguamento che Dio conferisce ai ministri nell’Ordine(rendendo la loro natura ontologicamente adeguata al compito)ad una sorta di in criticabilità divina alle proprie affermazioni,quasi Dio gli avesse infuso la scienza.Non è questo,ovviamente,ma non dilungo.

Dopo il Conc.Vat. II il laicato cattolico,pur cadendo negli inevitabili squilibri di senso opposto,sta cercando(e sempre più spesso riuscendo)di recuperare un confronto nuovamente cristiano tra ministri e basi.

FINE SECONDA PARTE

(per la terza,aspetta che trovi il tempo di copiarla al computer:entro oggi ce la faccio)

Claudio Girometti 30.09.05 09:22| 
 |
Rispondi al commento

@cristiano parmiani il 29.09.05 14:25
PRIMA PARTE

Innanzitutto,pur conoscendo già qualcosa di ciò che scrivi,,ti ringrazio perché un confronto è tanto più utile quanto è impegnativo e non dovendo io difendere nessuno a tutti i costi,son sempre alla ricerca.Se Cristo è davvero la verità lo troverò alla fine del tunnel e se non lo è tanto vale saperlo.
Dunque rispondo.

-Sulla questione tangentopoli e Ruanda,pur trogiche e giuste da conoscere,non mi soffermo in quanto inutili alla Squalificazione della fede.
-La questione di Pietro a Roma la apprendo da te.Mi informerò: intanto avrei piacere che mi passassi coordinate di ricerca serie(niente macro ediz,per intenderci)in merito.

FINE PRIMA PARTE

Claudio Girometti 30.09.05 09:18| 
 |
Rispondi al commento

BUON NATALE

Con i migliori AUGURI di BUONE FESTE NATALE :

Il 25 DICEMBRE e’ una data sicuramente importante, visto che ha dato il NATALE a ben 19 Dei, *** e scusate se sono pochi !
1 Dionisio o Bacco o Libero dio del vino della gioia e delle orgie di Grecia e Roma.
2 Sol Invictus del Vicino Oriente e di Roma,
3 Mithras di Roma, nato in una grotta (da una roccia), culto dei militari e quindi diffuso in tutti gli angoli dell’impero dalle legioni
(diverso dal 4 Mithra di Persia nato da una vergine morto e risorto, sembra dopo tre giorni) , e diverso da
5 Mitra indiano dio della luce e del giorno) e che erano gia’ stati citati, poi, sempre nati insieme all’allungarsi delle ore di luce ci sono :
6 Adone (o Adonis) di Siria, e forse anche il suo corrispondente di Frigia,
7 Attys (nato da una vergine, morto a titolo di sacrificio, e che inoltre risorge il 25 Marzo in corrispondenza anche di data, oltre che di significato, col periodo della pasqua) eppoi

cristiano parmiani 30.09.05 02:00| 
 |
Rispondi al commento

8 Atargatis di Siria, grande dea madre, dea della natura e sua rinascita, chiamata dai romani anche Derketo e dea Syria (la sua festa risulta al 25 Dicembre, quasi con certezza come data di nascita)
9 Kybele (o Cibele) dea della Frigia amata da Adone (il 25 Dicembre era festeggiata insieme ad Adone: ma che tale data fosse considerata la nascita in questo caso non e’ certo, e’ solo presunto).
10 Astarte (o Asteroth) della Fenicia, dea suprema, nonche’ dea della fecondita’ e dell’amore. Venerata anche dal re Salomone a Gerusalemme (la sua festa risulta al 25 Dicembre, quasi con certezza come data di nascita). Anche essa scese agli inferi e risorse.
11 il dio solare babilonese Shamash del Vicino Oriente, e
12 il dio sumero Dumuzi (o Tammuz) la cui morte periodica rituale corrispondente a quella di Adonis era pianta anche alle donne ebree (Ezechiele VIII,14).
13 Krishna, (attualmente il dio piu’ importante dell’India) che inizialmente appare nel testo sacro Mahabarata come reincarnato dal dio padre Visnu’ come un uomo eroico o semidio, eppoi si rivela come dio. Era venuto al mondo per riconquistarlo dai demoni. ( Avete notato qualche parallelismo?). Infine Krisna muore ucciso (da una freccia, non sulla croce), ma rinascera’ anche lui. Fra l’altro anche lui come babbo natale porta doni nel cuore della notte!

14 Joshua Ben Josef (detto Gesu’, Nazareno, Galileo, Cristo e Salvatore) conclude gli dei di ambito mediterraneo orientale ed indoiranico . In ambito Europeo settentrionale troviamo:
15 e 16 Baldur e Freyr in Scandinavia, In ambito Centro Americano troviamo:
17 Bacab dio dei Maya dello Yucatan ( attuali Guatemala e Messico Sud Est), eppoi
18 Huitzilopochtli e 19 Quetzocatl entrambi del Messico centrale azteco.

cristiano parmiani 30.09.05 01:58| 
 |
Rispondi al commento

Alcuni di questi 19 dei sono morti attorno all’equinozio di primavera e risorti dopo qualche giorno, a volte proprio dopo 3 giorni, come per Gesu’ (ma il dio Baldur, forse piu’ pigro, e’ risorto dopo quaranta giorni). Ad alcuni di questi Dei, (sembra la maggior parte di quelli orientali dal 4 al 12) e’ stata attribuita dai seguaci la nascita da una vergine (cosi’ come e’ attribuita una nascita da una vergine anche il non dio Buddha oggi deificato dai seguaci in aperto contrasto col suo insegnamento che non comprende la nozione di divinita’). La resurrezione e’ il tema centrale anche del mito trinitario egizio di Osiride, Isis ed Horus dal quale pare proprio che sia stata presa sia l’ispirazione per una successiva famosa resurrezione in ambito ebraico, sia l’esempio trinitario, peraltro anch’esso comunissimo a molti raggruppamenti di divinita’ antiche. Osiride come la vegetazione che simboleggia, muore con l’inverno e rinasce di primavera. La su data di nascita non cade al solstizio perche’ e’ troppo meridionale! Infatti in Egitto non c’era troppa paura del buio dell’inverno , e le date importanti erano quelle delle inondazioni del Nilo. NATALE LAICO 25 Dicembre 1642 : e’ anche il Natale di Isaac Newton, nato appunto 359 anni fa anche lui il 25 Dicembre pur non essendo un dio. Ancora una volta Buon NATALE *** ben 19 Dei ! ma ricercando la storia delle religioni ed antropologia culturale, ne possono uscir fuori vari altri.
CORDIALI SALUTI.

cristiano parmiani 30.09.05 01:55| 
 |
Rispondi al commento

I DOGMI RELIGIOSI NN DEVONO ENTRARE IN POLITICA ALTRIMENTI SI TRASMETTEREBBERO IN LEGGI A TUTTA LA POPOLAZIONE,AI NN CATTOLICI,AI NN CREDENTI,E AI CATTOLICI CON IDEE DIVERSE.
SAREBBE DEMOCRATICO?
NN ACCETTATE IL DIVORZIO? NN DIVORZIATE.

NN ACCETTATE I MATRIMONI GAY? QUELLI CHE TRA DI VOI SONO GAY CHE NN SI SPOSINO.

NN ACCETTATE IL PRESERVATIVO? NN USATELO.

NN VOLETE USARE GLI EMBRIONI? NN USATE I VOSTRI.

VI VOLETE CIRCONCIDERE? CIRCONCIDETEVI VOI.

NN ACCETTATE LE TRASFUSIONI DI SANGUE? DISSANGUATEVI VOI.

VOLETE RIMANERE CASTI E PURI? PREGO,FATE PURE.

LA VOSTRA RELIGIONE VI IMPONE DI CAMMINARE A TESTA IN GIU'? SE STA BENE A VOI STA BENE ANCHE A ME'.

NN VI STA BENE L'EUTANASIA? TENETEVI IL VOSTRO CANCRO FINO ALL'ULTIMO RESPIRO.

MA QUESTE SONO REGOLE VOSTRE, USATELE TRA DI VOI ,NN POTETE METTETE IN MEZZO CHI NN CI VUOLE ENTRARE.
LA MIA LIBERTA NN DEVE SEESRE INFLUENZATA DALLE VOSTRE RELIGIONI!
LA MIA LIBERTA NN INFLUENZERA LE VOSTRE RELIGIONI.
MI RAMMARICO SOLO PER I BAMBINI CHE NN POSSONO SCEGLIERE.
MAGARI ALCUNI DI LORO DA ADULTI AVREBBERO VOLUTO ANCORA IL PREPUZIO AL SUO POSTO,MA NN HANNO POTUTO SCEGLIERE PURTROPPO ( NECONOSCO UN PAIO ABBASTANZA INCAZZATI). VERAMENTE POCO DEMOCRATICO.

cristiano parmiani 30.09.05 01:48| 
 |
Rispondi al commento

Molto interessante e istruttivo il tuo commento Cristiano...peccato che tutto il mondo civile si sia accorto per tempo di queste"interpolazioni" politiche della nostra chiesa e si sia regolato di conseguenza...tranne l'Italia,che porta nel suo codice ancora l'offesa alla religione cattolica come Reato perseguibile penalmente!

MALEDETTA CONTRORIFORMA DEL CAZZO!!!

Givanni Trizzi 29.09.05 20:43| 
 |
Rispondi al commento


Molte dotte dissertazioni. Ma intanto.....


FASSINO SI CONFESSA CREDENTE!

BERTINOTTI SI DICHIARA "ALLA CONTINUA RICERCA DI DIO!" e terrà una dissertazione sulla religione in non so che seminario confessionale!!!!


DIAVOLO D'UN RUINI!!! Mica male come primi risultati!!!!

Senza contare le scuse della sinistra (?) unita per il comportamento di quei cattivacci e maleducati che non si sono prostrati ai suoi piedi!


CRIBBIO!

volpe giuseppe 29.09.05 19:17| 
 |
Rispondi al commento

io sono veramente sconvolto dal fatto che un prete si possa intrometere in affari politici...e l'Italia, o meglio i suoi rappresentanti, come al solito non reagisce !Abbimo al governo plebaglia che non si oppone neppure ad un fatto del genere!!!! ... a questo punto prenderò in considerazione la possibilità di votare il PAPA alle prossime elezioni!!!

che vergogna...

Darko Vittorio Perrone 29.09.05 18:34| 
 |
Rispondi al commento

TORNERO SUL BLOG QUESTA SERA ALLE 19.30

cristiano parmiani 29.09.05 16:24| 
 |
Rispondi al commento

Anzi forse nn ho ben capito cosa volevi dire nell'ultimo post Alessio.

cristiano parmiani 29.09.05 16:22| 
 |
Rispondi al commento

ALSSIO TUTTI E 2 STIAMO CERCANDO DI CONVINCERE L'ALTRO.......E LO SAPPIAMO.
:p
ti saluto cordialmente.

cristiano parmiani 29.09.05 16:19| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Alessio Cugnod il 29.09.05 15:22

RISPOSTA

SE ANCHE TU SAI QUESTE COSE SAI ANCHE CHE SONO SOLO 2 RIGHE, UN PO DI SPICCIOLATURA.

cristiano parmiani 29.09.05 16:15| 
 |
Rispondi al commento

@Alessio Cugnod

Forse la differenza sostanziale, tra noi, sta proprio in ciò che hai appena scritto: IO, al contrario di ciò che tu stesso riveli delle tue intenzioni, non necessito di convincere nessuno: cerco umanamente e per quanto mi è dato, nella discussione sorta, di "rendere ragione della fede che mi anima" (spero, ahah! :)
Buona serata anche a te, ovviamente.

Claudio Girometti 29.09.05 16:04| 
 |
Rispondi al commento

@ cristiano parmiani

Ti ringrazio per la lunga esposizione:l'ho giusto copiata sul pc e la leggerò appena mi sarà possibile e quindi rispondendoti, come sempre, così come sarò in grado di fare.

Buona serata.

Claudio Girometti 29.09.05 15:59| 
 |
Rispondi al commento

@ cristiano parmiani

Dispiace che tu abbia perso tutto questo tempo per convincere chi non vuole capire.
IO e TE che conosciamo questi testi (credo che tu ti stia riferendo anche al testo di Pepe Rodriguez) sappiamo queste cose (che Gesù aveva fratelli e sorelle, nessun concepimento senza peccato, nessuna morte sulla croce, nessun terremoto, nessuna chiesa da lui voluta ecc..).
Credo che sia inutile che noi, persone intelligenti (e lo dico senza salire su alcun piedistallo) cerchiamo di convincere chi ha la fede.
Mi dispiace anche, che questa discussione sia andata a finire in uno scontro cattolici credenti contro agnostici.
Detto questo, lasciamo che ognuno si droghi con le proprie illusioni e continui il proprio percorso conoscitivo.
Molta gente se non avesse la fede, questo aiuto psicologico si ucciderebbe domani.
La verità a loro fa male perché senza le regole morali della chiesa e la speranza di un qualcosa "dopo", non sarebbero nulla.
Il topo, il gatto, il cane, il cavallo... non hanno creato un Dio perché loro non capiscono la morte.
L'UOMO, da animale evoluto ed intelligente (ecco il paradosso!) ha dovuto creare una speranza nel "dopo" altrimenti non riuscirebbe a spiegarzi il perché di un'esistenza di soli 80 anni. Se così non fosse in quei pochi anni di vita ognuno si macchierebbe di nefandezze varie... ecco la spiegazione...
DIO E' STATO CREATO DALL'UOMO e NON VICEVERSA!

Alessio Cugnod 29.09.05 15:22| 
 |
Rispondi al commento

SONO LE PRESE PER IL CULO CHE MI DANNO FASTIDIO ,E NON LE BUONE AZIONI .

cristiano parmiani 29.09.05 15:13| 
 |
Rispondi al commento

Natale, 25 dicembre

Ci è stato detto che lo sanno anche i sassi che Gesù non è nato il 25 di dicembre: è probabile che i sassi lo sappiano, perché erano presenti quando Gesù è nato, ma i bambini non lo sanno; ai bambini viene mentito; i bambini recitano le poesie a Gesù Bambino che nasce; i bambini si entusiasmano per quel giorno, per quell’avvenimento; in quel giorno sono felici perché è tempo di regali, e questa tradizione conta più di ogni altra cosa; li ricevono come li ricevevano altri bambini, al tempo del dio Sole, sotto la religione pagana del mitraismo, nel solstizio d’inverno.Col tempo quei bambini cresciuti conosceranno, forse, la verità sul Natale; allora qualcuno si affretterà a dire che sì è vero: Gesù non è nato il 25 dicembre (“lo sanno anche i sassi”); racconterà un’altra bella bugia fantasiosa, degna di un abile scrittore di favole; darà alla nascita di Cristo un significato del caso, ma la vera storia è un’altra. Ed allora raccontiamola la verità. È un fatto acclarato dai Vangeli che Gesù non è nato il 25 dicembre; né gli Apostoli, né alcun membro della Chiesa apostolica ha mai celebrato la festa del Natale.

cristiano parmiani 29.09.05 15:11| 
 |
Rispondi al commento

Dizionario dell’Enciclopedia Cattolica, edizione 1941, voce: Natale: “Nei primissimi tempi della Chiesa non esisteva una festa del genere”.Nuova Enciclopedia Cattolica, voce: Il Natale e il suo ciclo: “Per inspiegabile che sembri, la data di nascita di Cristo non è nota. I Vangeli non indicano né il giorno né il mese”.Noi crediamo che sia possibile stabilire il mese se si riuscisse, attraverso la storia, a stabilire quando fu fatto il primo censimento sotto Quirino, mentre governava la Siria, e quanto durò (Luca 2:2). Ma quant’anche si potesse stabilire il giorno, il mese e l’anno, quale importanza può avere dal momento che si sa per certo che è vissuto?La domanda importante, invece, è perché il 25 dicembre? La risposta a questa domanda rivela uno scenario scabroso! E ci viene fornita anche dalla Nuova Enciclopedia Cattolica: “Alla nascita di Cristo fu assegnata la data del solstizio invernale perché in quel giorno, in cui il sole inizia il suo ritorno nei cieli boreali, i pagani che adoravano Mitra celebravano il dies natalis Solis Invicti”.L’Enciclopedia Americana, edizione 1944, afferma: “Il Natale … secondo molte fonti autorevoli, non veniva celebrato nei primi secoli della Chiesa cristiana, in quanto l’usanza cristiana in generale era quella di celebrare la morte delle persone più importanti, non il giorno della loro nascita … Una festa fu stabilita in memoria di questo evento [la nascita di Cristo] nel quarto secolo … Poiché il giorno esatto della nascita di Cristo non era noto, la Chiesa occidentale nel quinto secolo ordinò che la festa venisse celebrata per sempre nello stesso giorno dell’antica festa romana in onore della nascita del dio Sole”.

cristiano parmiani 29.09.05 15:11| 
 |
Rispondi al commento

La New Schaff-Herzog Enciclopedia of Religious Knowledge, così si esprime, alla voce Natale: “Le feste pagane dei saturnali e della brumalia erano troppo radicate nel costume popolare per essere abolite dall’influenza del Cristianesimo … La festa pagana, con le sue baldorie e gozzoviglie, era talmente popolare che i Cristiani furono ben contenti di avere trovato una scusa per perpetuarne la celebrazione con pochi cambiamenti, sia nello spirito che nelle usanze … i Cristiani della Mesopotamia accusarono i loro fratelli occidentali d’idolatria, e di adorare il Sole, per avere adottata questa festa pagana”.Ma la Bibbia cosa dice in merito? È d’accordo con i cristiani della Mesopotamia: definisce paganesimo l’aver adottato una festa idolatra. Del resto Dio, che prevede le cose prima che accadano (Isa 46:10) non poteva non avvertire per questo grave peccato; infatti la scrittura dice: “Guardati bene dal cadere nel laccio, seguendo il loro esempio, … e dall’informarti dei loro dèi, dicendo: ‘Queste nazioni come servivano esse ai loro dèi? Anch’io voglio fare lo stesso’. Non così farai riguardo all’Eterno, all’Iddio tuo… Avrete cura di mettere in pratica tutte le cose che vi comando; non vi aggiungerai nulla, e nulla ne toglierai” (Deu 12:30-32). Fatta salva la buona fede di molti, rimane la prerogativa di una festa, non comandata da Dio, derivata dal paganesimo e condannata dalla Sacra Scrittura, perciò è un peccato di disubbidienza all’ordine di Dio.

cristiano parmiani 29.09.05 15:10| 
 |
Rispondi al commento

L’Enciclopedia Italiana Treccani, edizione 1949, Sansoni, vol. XXIV, pag 299, dice: “I Padri dei primi secoli non sembrano aver conosciuto una festa della natività di Gesù Cristo … La festa del 25 dicembre sarebbe stata istituita per contrapporre una celebrazione cristiana a quella mitraica del dies natalis Solis Invicti [giorno natalizio dell’invincibile Sole], nel solstizio invernale”.Quindi la ragione vera del perché il 25 dicembre, e non una data più probabile al periodo della nascita di Gesù, va ricercata nel motivo di opportunità. In quel tempo si convertirono al Cristianesimo milioni di pagani; l’uso dello scambio dei doni, le baldorie ed i divertimenti integrati nei riti di adorazione del Sole erano radicati in loro; a tutto questo essi si rifiutarono di rinunciare. Fu così che decisero di ‘appioppare’ a Cristo una etichetta pagana; la stessa ‘etichetta’ messa al Giubileo biblico, presunto giubileo cristiano del fine 2000 [il Giubileo biblico viene bandito ogni 50 anni, il decimo giorno del settimo mese: in questo secolo XX ne sono stati banditi 5, tanti quanti se ne dovrebbero bandire in 250 anni; questa manifestazione ‘giubilare’ prescinde dal vero significato; sarà un grande pellegrinaggio ai santuari, dove Dio non vi abita, come dicono le scritture (1 Re 8:27; Isa 66:1; Atti 7:48-50; 17:24); la manifestazione del 2000 si potrebbe chiamare “Pellegrinaggio”; la strumentalizzazione del passo di Isaia 61:1-3, citato da Luca 4:18-19, non ha nessuna attinenza col Giubileo della Bibbia o presunto giubileo cristiano: il riferimento di quella scrittura riguarda il ritorno di Cristo, basta leggere il capitolo 60 ed il contesto del capitolo 61.

cristiano parmiani 29.09.05 15:10| 
 |
Rispondi al commento

Dopo 500 anni è tornata in auge l’indulgenza; le lotte di Martin Lutero sono risultate inutili. Il vero Cristianesimo non può prescindere dall’unico culto Dio Padre e Cristo: “Io ed il Padre siamo uno” (Gio 10:30; cfr Deu 6:4; Isa 43:13), “Adora il Signore Iddio tuo, e a Lui solo rendi il tuo culto” (Luca 4:8); tutto il resto è idolatria e paganesimo].Quella tradizione è giunta fino ai giorni nostri: i regali non hanno perduto il loro smalto, i divertimenti e la baldoria neppure.Gesù Cristo non ha chiesto di ricordarlo nel giorno della nascita. Il vero significato di Cristo è racchiuso nella Pasqua: con la morte ha guadagnato agli uomini il condono dei peccati; ha aperto la strada della salvezza eterna. Questo evento i cristiani dovrebbero celebrare. Anche perché Cristo ordina di farlo, quando dice: “… Questo è il mio corpo il quale è dato per voi: fate questo in memoria di me” (Luca 22:19). A queste parole, sappiamo, è stato dato un altro significato.

cristiano parmiani 29.09.05 15:09| 
 |
Rispondi al commento

La Pasqua cade nel quattordicesimo giorno del primo mese (Lev 23:5); Gesù rispettò questo giorno, quando celebrò la Pasqua assieme ai suoi Apostoli: era il giorno della sua morte.La Pasqua è stata trasferita in altro giorno, senza una ragione plausibile, snaturandone il vero significato, perché la risurrezione è altra cosa e non la si può confondere con la Pasqua di Cristo.Questa volta non dobbiamo ricercare nella storia, né investigare le stagioni per stabilire quando Gesù è risorto. I Vangeli ci dicono quando Gesù è risorto: non si tratta del primo giorno della settimana, cioè la domenica. Ancora una ‘data’ che non corrisponde alla verità. Nel nostro libro “L’Albero della Vita” è dimostrato, con riferimenti dei Vangeli, che Gesù non è risorto di domenica. Per non dare adito a speculazioni, spediremo gratuitamente un opuscolo: “La risurrezione non avvenne di domenica”, a chi ce ne farà richiesta.Tre date non corrispondono: Natale, 25 dicembre; Epifania, 6 gennaio; risurrezione di domenica; sono soltanto la punta di un iceberg. Vi sono altre cose molto importanti che il Cristianesimo tradizionale fa derivare dalla Bibbia di cui Gesù Cristo non ne sa nulla.La casa ben congegnata nelle sue strutture (1 Cor 3:11), fortificata nei suoi pilastri, retta da un Asse Portante; baluardo di pace e di giustizia, è destinata a durare nei secoli ed in eterno; essa rimane a perenne dimostrazione dell’eterna potenza di Dio; nessuno ha l’autorità ed il potere di scalfire.Una cattedrale appariscente e maestosa, di sfavillanti sculture, ma debole nelle strutture è destinata a disfarsi perché non è congegnata con fondamenta dell’unico architetto che è Dio: “Se l’Eterno non edifica la casa, invano si affaticano gli edificatori …” (Sal 127:1). http://www.pilot.it/ferullo ???www.kontrokultura.org IL DIO SOLE O LUCIFERO,TRASFORMATO POI DALLA CHIESA NEL DEMONIO PER FACILITARNE L’ELIMINAZIONE DALLA CREDENZA POPOLARE , CON L’AIUTO ANCHE DI ROGHI ,SQURTAMENTI ,GENOCIDI, ECC…….

cristiano parmiani 29.09.05 15:09| 
 |
Rispondi al commento

Non Tutti Sanno Che ...

· Nel Nuovo Testamento è scritto che né Gesù né gli apostoli hanno mai lavorato per la fondazione di una nuova religione né tanto meno per creare un’organizzazione ecclesiale. Il cattolicesimo fu fondato solo tre secoli dopo, durante il Consiglio di Nicea del 325.· Nemmeno gli edifici (Le chiese) furono mai pensati da Gesù che, anzi, invitava a pregare in raccoglimento e in segreto nella propria casa. Alla fine del III secolo comparvero le prime chiese, i tituli romani. Sotto l’impero di Costantino (il grande sponsor del cristianesimo) ci fu una vera e propria esplosione di costruzione di chiese.· In Matteo 16,18-19 c’è la famosa frase di Gesù “Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa”, detta Confessione di Cesarea di Filippo. Su di essa la Chiesa cattolica fonda la propria legittimità ad esistere. Tuttavia i dubbi si fondano su due obiezioni: intanto, il testo quasi sicuramente fu interpolato in un momento successivo, probabilmente tre secoli dopo, durante le lotte interne per la priorità delle varie Chiese; e poi lo studio dei paragrafi non sostengono il significato che la Chiesa gli dà e, a parte Matteo, nessun altro evangelista riporta quella “nomina” che Gesù avrebbe dato a Pietro.

cristiano parmiani 29.09.05 14:39| 
 |
Rispondi al commento

· Matteo (Mt 12, 46-50) parla esplicitamente dei fratelli di Gesù: Giacomo, Giuseppe, Simone e Giuda, nonché di non precisate sorelle; in tutto, Maria dovrebbe aver avuto almeno 7 figli. In Luca 2, 6-7 è detto chiaramente che Gesù fu il primogenito, precisazione inutile se non ci fossero stati altri fratelli. Giovanni (Gv 2, 112) accenna ai fratelli di Gesù durante le nozze di Cana. Nella Lettera ai Galati, Paolo giura di aver incontrato Giacomo il fratello del Signore. Del resto, è convinzione di molti studiosi, e di tutti i cristiani esclusi i cattolici, che Gesù avesse avuto dei fratelli. Dati storici dimostrano che il sinedrio della Chiesa primitiva aveva a capo Giacomo il Giusto, fratello di Gesù, poi giustiziato nel 62 d.C. da Anania. La Chiesa cattolica ignora tutte queste prove, e impone che nel Nuovo Testamento quei nomi devono essere considerati cugini di Gesù. E per giustificare quest’imposizione, crea dal nulla una fantomatica Maria, cognata della madonna, e madre di tutti quei “cugini”.
· I 4 vangeli che conosciamo (detti canonici) furono considerati i “migliori” fra i circa 60 che ve ne erano all’epoca. Il resto fu bandito dalla Chiesa cattolica: i cosiddetti vangeli apocrifi. E dire che fra gli apocrifi ce ne sono molti più vecchi dei canonici, e meglio attribuibili agli apostoli o a figure di rilievo come Tommaso, Pietro e Giacomo.· La selezione dei canonici fu eseguita nel Concilio di Nicea nel 325 secondo il principio di “scelta miracolosa”: i 4 vangeli furono quelli che volarono verso l’altare, o quelli che da soli caddero dall’altare, quelli che Dio non fece cadere dall’altare, quelli mormorati all’orecchio dei vescovi dallo spirito santo in veste di colomba (le versioni sono varie!). È vero solo che le votazioni dei vescovi sui 4 testi furono a maggioranza: bel modo di farne i testi sacri del cattolicesimo!

cristiano parmiani 29.09.05 14:38| 
 |
Rispondi al commento

Sant'AmbrogioA proposito di Sant'Ambrogio, vescovo di Milano.L'episodio viene generalmente presentato dalle varie Storie della Chiesa e del Papato come indicativo della straordinaria figura del Santo, della Sua fermezza e della Sua fede nella chiesa romana. Concerne "l'aver impedito che i fondi della Chiesa venissero impiegati per ricostruire una sinagoga distrutta durante una rivolta imperiale" (sic).L'evento viene descritto con le stesse generiche modalità di cui sopra in quasi tutti i volumi che ho consultato e che trattavano dell'argomento Sant'Ambrogio.

Per ragioni particolari ho potuto accedere a resoconti più dettagliati. Questi i fatti:Nel 388, a Callinicum (Kallinikon, sull'Eufrate) in Asia, una piccola folla di cristiani, guidata ed aizzata dal vescovo locale, diede l'assalto e bruciò la sinagoga. Il governatore romano stigmatizzò l'accaduto e diede ordine che venisse ricostruita a spese del vescovo. L'imperatore Teodosio rese noto di condividere quanto deciso dal suo funzionario.

cristiano parmiani 29.09.05 14:33| 
 |
Rispondi al commento

Occorre precisare che proprio nel periodo che va dal II al VI secolo vengono formalizzate e mitizzate le insulse accuse (omicidio rituale, deicidio, sacrifici umani, sacrilegio, schiavismo, perversioni sessuali, etc. etc.), e l'odio bestiale ed infamante della gerarchia cattolica verso l'ebraismo e gli ebrei in particolare; che Teodosio (il quale sarebbe stato successivamente anche scomunicato da Ambrogio) aveva stabilito nel 380 il Cristianesimo quale unica religione di stato, dichiarando adulterina qualsiasi unione tra ebrei e cristiani, proibendo la celebrazione della pasqua insieme agli ebrei, di pranzare con loro, di ricevere doni o pane azzimo da essi, etc.etc. (quindi non era particolarmente favorevole agli ebrei).Ambrogio scrisse allora una lettera all'imperatore spiegandogli che quell'incendio non costituiva un crimine e che se lui non aveva ancora ordinato di bruciare le sinagoghe di Milano era solo per pigrizia, perché bruciare le sinagoghe era un "atto glorioso" affinché "non possa esserci luogo in cui Dio è negato" ("...io dichiaro di aver dato alle fiamme la sinagoga, sì, sono stato io che ho dato loro l'incarico, perché non ci sia più nessun luogo dove Cristo venga negato[...].Che cosa è più importante, il mantenimento dell'ordine o l'interesse della religione? [Epistulae 40,11]").Poco tempo dopo in Milano, nel corso di una funzione di fronte all'imperatore, Ambrogio tenne un sermone esaltando la Chiesa e denigrando la sinagoga, fermandosi poi per chiedere a Teodosio l'annullamento della sentenza sui fatti di Callimacum ed ottenendo l'impunità totale per gli incendiari.

cristiano parmiani 29.09.05 14:31| 
 |
Rispondi al commento

L'episodio, che gli studiosi cristiani presentano come atto di fermezza (un po' come glissano sul sarcasmo di Ammiano Marcellino verso papa Damaso, matronarum auriscalpius, e verso l'"antipapa" Ursino), assume, anche nel reale contesto storico, connotazioni di ingiustizia e di odio che lo rendono infamante. Ricordiamo che spesso, in quest'epoca, sono imperatori, governatori locali e gente, per così dire, comune che si ergono a difensori di una pacifica convivenza con soggetti di altra fede e, speficamente, di fede ebraica. Le primitive gerarchie cristiane dimostrano, salvo rari casi, una sorprendente ferocia ed una veemenza nell'avvilimento di questa popolazione che sembrano di difficile giustificazione.Questo particolare esempio vale solo ad indicare come gran parte della storia che ci viene raccontata sia prodotta da "autoreferenze". Gli episodi che materialmente si discostano da questa "linea guida autoreferenziata" o non vengono considerati o vengono riportati tralasciando alcuni dettagli determinanti, E su questo racconto "di superficie" viene poi effettuata l'interpretazione, che non può che risultare vaga, imprecisa e, proprio a voler essere gentili, parziale.Per quanto sopra e per coloro che mi hanno severamente sgridato per non aver fatto bene il mio compitino e per aver affrontato l'argomento senza la dovuta simpatia, il sereno consiglio di cercare, ove possibile, riscontri documentali nelle lingue originali (tenendo presente che tutta la "documentazione" esistente è stata revisionata per duemila anni da sinceri cattolici cristiani), e di riesaminare gli eventi ricordando che non esiste contesto storico che giustifica "in sé" prevaricazione e sopraffazione (persino allora esistevano critici , anche influenti, dei comportamenti della "chiesa"). Così come (almeno a mio avviso) non ha dimensione etica alcuna una Divinità che giustifica i ghetti, il Malleus Maleficarum, il Sillabus o i Talebani.

cristiano parmiani 29.09.05 14:31| 
 |
Rispondi al commento

@Giovanni Trizzi il 29.09.05 14:01

C'è del vero in quello che dici: resta altrettanto valido il concetto che i credenti,in quanto parte sociale,hanno diritto di esprimersi e criticare le scelte del governo del loro paese:scelte sempre di tipo etico.
Altrettanto vero che se un prelato agisce intervenendo in merito all'ambito politico,le sue posizioni vanno ritenute politiche e ugualmente passabili di critica come tutte le altre. Saluti!

Claudio Girometti 29.09.05 14:27| 
 |
Rispondi al commento

VENTI SECOLI DI PAPATO

Il successore di Pietro?

Il Sommo Pontefice, Giovanni Paolo II°, è chiamato il 263° pontefice, almeno nelle liste Vaticane, ma il numero non sembra così certo. Ci sono state molte occasioni nelle quali nessuno sapeva con certezza chi, dei diversi pretendenti al titolo, fosse il vero papa.Soltanto nel 1073 Gregorio VI° proibì espressamente ai cattolici di chiamare "papa" una persona diversa dal vescovo di Roma. In precedenza molti vescovi erano affettuosamente chiamati ed invocati con il titolo di Papa o "pope".

cristiano parmiani 29.09.05 14:27| 
 |
Rispondi al commento

Si sostiene che Pietro fosse il vescovo di Roma, ma non pare nemmeno certo che a Roma egli si sia fermato per un certo tempo (i più accreditati studiosi gli attribuiscono al massimo tre anni di permanenza nella città). E' invece sicuro che nella lettera di Paolo del 58 d.C., indirizzata ai Romani, egli menziona personalmente 29 individui, ma non saluta affatto Pietro. Omissione sconcertante se Pietro fosse stato formalmente il vescovo di Roma.D'altra parte non c'era alcuna ragione per la quale Pietro dovesse essere vescovo a Roma. Non era nemmeno stato vescovo a Gerusalemme, dove , dopo la morte di Gesù, capo della Chiesa era diventato Giacomo, il fratello del Signore.C'è poi anche il fatto stranissimo che il nome di Pietro non appare nei primi successivi (all'epoca di Pietro) elenchi dei vescovi di Roma. Ireneo, vescovo di Lione dal 178 al 200 d.C., che può citare con assoluta precisione la propria personale sequenza di "tradizione" vescovile sino a risalire direttamente all'apostolo Giovanni, elenca tutti i vescovi di Roma fino al dodicesimo, Eleuterio, ma, come primo vescovo, parte da tale "Lino".Altrettanto si ritrova nella "Costituzione Apostolica" dell'anno 270, nella quale si precisa che Lino ottenne la sua nomina direttamente da Paolo.Secondo alcuni la cosa si spiega soltanto con l'ipotesi che nella mente degli antichi commentatori gli apostoli costituissero una classe a parte, da non confondere con le normali gerarchie, e che essi, gli apostoli, non appartenessero a nessun luogo specifico ma a tutta la Chiesa in senso lato.La Chiesa ha stabilito come essenziale elemento di "fede" (e di potere come vedremo) che i papi sono successori di S.Pietro come vescovo di Roma, ma egli non ha mai portato quel titolo, che gli fu attribuito solo molti secoli dopo.

cristiano parmiani 29.09.05 14:26| 
 |
Rispondi al commento

Su questa esile ed inconsistente base il Papa è diventato l'ultimo sovrano assoluto sul pianeta, con poteri che hanno del fantastico.Naturalmente, come tutti i regnanti di questo genere, la sua corte burocratica, la Curia, che alla fin fine ha sempre vinto tutte le sue battaglie, risulta in grado di condizionarne pesantemente le scelte sia direttamente sia indirettamente, filtrando opportunamente le informazioni destinate al PonteficeAncora più strano è che questo potere assoluto, costruito appunto sulla inesistente correlazione con Pietro con la straordinaria frase "Tu es Petrus, et super hanc petram aedificabo ecclesiam meam, et portae inferi non praevalebunt adversus eam" (giustificata dagli studiosi con il fatto che in Aramaico "Pietro" e "rocca/pietra" sono entrambi "Cepha"), non abbia trovato fondamento teologico alcuno fino al XV° secolo.A Cipriano, Origene, Cirillo, Ilario, Gerolamo, Ambrogio, Agostino, per citarne alcuni, non verrebbe mai in mente di applicarla al Papa, anzi proprio fino al XV° secolo era prassi costante riferirsi solo al Signore come unica "pietra portante" della Chiesa.Inoltre Pietro non era nemmeno un grandissimo esempio in ordine alla "infallibilità" autoattribuitasi dai pontefici. Pietro fece terribili errori sia prima sia dopo la morte di Gesù (i vari tradimenti, il tentativo di impedirgli di andare a Gerusalemme,etc.) tanto che uno dei più grandi studiosi di diritto canonico, Graziano, nel 1150, dice:" Petrus cogebat Gentes Judaizare et a veritate evangeli recedere" , cioè "Pietro spingeva i Gentili a vivere come Ebrei allontanandosi dalla verità del Vangelo". Di Marco Capurro tratto da: VENTI SECOLI DI PAPATO.

cristiano parmiani 29.09.05 14:25| 
 |
Rispondi al commento

CHIESA E TANGENTOPOLI di Pierino Marazzani

L'arresto del fratello del Cardinal Sodano e del presidente della fondazione pontificia "Centesimus Annus" coinvolge direttamente il Vaticano.La chiesa cattolica è, storicamente, sempre stata coinvolta in fatti di 'tangente'. Basti pensare alla simonia, cioè alla compravendita di cariche ecclesiastiche e perfino della stessa carica pontificale, pratica diffusissima fin dai primi secoli dopo Cristo per cessare solo con la controriforma: per ogni parrocchia, abbazia, canonicato, vescovato, cappello cardinalizio c'era una tangente da versare.

cristiano parmiani 29.09.05 14:20| 
 |
Rispondi al commento

Anche la salvezza eterna era soggetta a tangenti, infatti, approfittando dell'ingenuità popolare, la chiesa vendeva le indulgenze: la tariffa variava a seconda della gravità del peccato e della ricchezza del fedele.L'ultima colossale "tangente" fu quella carpita dalla Chiesa allo Stato italiano nel 1929 con il Concordato: l'equivalente di 700 miliardi di oggi fu il prezzo (più mille altri privilegi) da pagare affinché la chiesa rinunciasse per sempre a rivendicare i territori del defunto stato pontificio. Nel dopoguerra la chiesa si invischia nel corrotto governo democristiano ma di questo coinvolgimento non emerge quasi nulla per colpa della commissione inquirente della Camera (che insabbia centinaia di procedimenti) e di settori della magistratura collusi con mafia e con poteri più o meno occulti.Prima di tangentopoli solo in due casi emerge un coinvolgimento della chiesa: -la raccomandazione del cardinal Poletti ad Andreotti affinché nominasse il generale Lo Giudice, quello che poi sarà regista dello scandalo dei petroli, alla carica di comandante della Guardia di Finanza, - il caso IOR/Banco Ambrosiano, il cui processo è ancora in corso, ma sul quale sono già stati pubblicati vari libri (es: D.Yallop - In nome di Dio, Pironti 1992) che documentano l'attività criminosa del Vaticano.Non dimentichiamo che comunque una sentenza del '93 ha condannato a tre anni di carcere monsignor Pavel Hnilica, funzionario del Vaticano e confessore di Madre Teresa di Calcutta, per ricettazione della borsa di Calvi.

cristiano parmiani 29.09.05 14:19| 
 |
Rispondi al commento

Ma veniamo allo scandalo di tangentopoli. Innanzitutto il 7/2/94 è stato arrestato Alessandro Sodano, fratello del cardinale Angelo Sodano, segretario di Stato del Vaticano, con l'accusa di corruzione, abuso e falso per la lottizzazione di un'area industriale vicino ad Asti. Si tenga presente che la famiglia Sodano è a tal punto intima del Vaticano che perfino lo stesso papa ha visitato la loro fattoria nel corso di una visita ad Asti effettuata lo scorso settembre '93.Ancora più clamoroso è l'arresto del presidente della CARIPLO Roberto Mazzotta, ex altissimo esponente democristiano, presidente della fondazione "Centesimus Annus" incaricata di raccogliere i fondi per la beneficenza pontificia.Di minore importanza, ma sempre molto significativo, è l'arresto dell'ex segretario nazionale dell'UNITALSI (Unione Nazionale Trasporto Ammalati a Lourdes e Altri Santuari Italiani) e di suo fratello, consultore della Prefettura degli affari ecclesiastici della santa sede, coinvolti in tangentopoli e sospettati di aver riciclato denaro sporco in Vaticano.La verità è che negli anni di tangentopoli mai le gerarchie ecclesiastiche levarono la voce contro i farabutti che ci governavano ma, al contrario, parteciparono con buona lena alla divisione della torta (caso IOR-Enimont). Il bello è che la chiesa, lungi dal fare autocritica, continua ad ergersi a giudice morale dei corrotti, ma prima di assumere posizioni sulla moralità altrui farebbe bene a verificare la propria.Tratto da Il Peccato

cristiano parmiani 29.09.05 14:19| 
 |
Rispondi al commento

Massacri in Ruanda
Anno 1994: nel giro di pochi mesi, nel piccolo Stato africano del Ruanda, vengono massacrate diverse centinaia di migliaia di civili. In apparenza, si trattava d'un conflitto tra i gruppi etnici degli Hutu e dei Tutsi (Watussi). Per parecchio tempo, si udirono soltanto delle voci su un coinvolgimento del clero cattolico. Negli organi di stampa cattolici furono pubblicate strane smentite; e questo prima che qualcuno avesse accusato ufficialmente di complicità dei componenti della chiesa cattolica. Senonché, il 10 ottobre 1996, l'emittente radio S2 - tutt'altro che critica nei riguardi del cristianesimo - reca nel notiziario S2 Aktuell delle ore 12 la seguente notizia:"Sacerdoti e suore anglicani, ma soprattutto cattolici, sono gravemente accusati di aver preso parte attiva all'assassinio di indigeni. In particolare, il comportamento d'un religioso cattolico ha tenuto desto per mesi l'interesse della pubblica opinione , non solo nella capitale ruandese Kigali. Era parroco nella chiesa della Sacra Famiglia, ed è accusato di aver ucciso dei tutsi nei modi più atroci. Sono rimaste incontestate deposizione di testimoni secondo cui il religioso, col revolver alla cintola, fiancheggiava bande saccheggiatrici di Hutu. Nella sua parrocchia, in effetti, era avvenuto una sanguinosa strage di Tutsi che avevano cercato scampo in quel tempio. Perfino oggi, due anni dopo, vi sono molti cattolici a Kigali che, per la complicità a loro avviso dimostrata d'una parte dei sacerdoti, non mettono più piede nelle chiese della città. Quasi non v'è chiesa nel Ruanda in cui fuggitivi e profughi - donne, bambini, vecchi - non siano stati brutalmente picchiati e massacrati al cospetto della croce. Vi sono testimonianze in base alle quali i religiosi hanno rivelato i nascondigli dei Tutsi, lasciandoli in balìa delle milizie Hutu armate di machete.

cristiano parmiani 29.09.05 14:16| 
 |
Rispondi al commento

monache cattoliche si sono macchiate di gravi colpe. In questo contesto, si fa costante menzione di due benedettine, rifugiatesi intanto in un monasterio belga per sottrarsi al corso della giustizia ruandese. Secondo testimonianze concordi di superstiti, una aveva chiamato i sicari hutu, introducendoli da migliaia di tutsi che avevano cercato rifugio nel suo convento. Con la forza, i morituri erano stati cacciati dal chiostro e tosto soppressi in presenza della suora. Anche la seconda benedettina aveva collaborato direttamente con le bande assassine delle milizie hutu; anche di questa suora testimoni oculari affermano che avesse assistito freddamente, senza reagire in alcun modo, a come i nemici venivano macellati. Alle due donne si contesta addirittura (in base a precise testimonianze) di aver fornito ai killer il petrolio con cui le vittime vennero bruciate vive." (S 2)Questa notizia ha ricevuto un'appendice. Ecco il messaggio della BBC: Priets get death sentence for Rwandan genocide: BBC NEWS April 19, 1998 A court in Rwanda has sentenced two Roman Catholic priests to death for theire role in the genocideof 1994, in wich up to a million Tutsis and moderate Hutus were killed. Pope John Paul said the priests must be made to account for their actions. Different sections of the Rwandan church have beeen widely accused of playing an active role in the genocide of 1994....

cristiano parmiani 29.09.05 14:12| 
 |
Rispondi al commento

Come si vede, per il cristianesimo il medioevo non è mai veramente concluso. La cosa che spaventa più che mai, è, in tutti i casi, che ogni nuova generazione di cristiani nega e contesta i delitti e le nefandezze che la precedente generazione dei suoi correligionari ha commesso in nome della fede cristiana! Oppure, qualora non sia più possibile negare, si limita ad affermare di sfuggita: oh, ma quelli non erano buoni cattolici, non erano veri cristiani! Cristiani belli e buoni sono solamente quelli che amano il prossimo loro, che fanno il bene e vogliono la pace ... eccetera, eccetera. Come se, parlando di se stessi, queste cose non le affermassero i fedeli di qualsivoglia religione del mondo! "Ogni qualvolta sento i cristiani parlare di morale, mi sento quasi rivoltare lo stomaco."Karlheinz Deschner Fonti bibliografiche DA : K.Deschner, Abermals krähte der Hahn, Stoccarda 1962. DO : K.Deschner, Opus Diaboli, Reinbek Amburgo 1987 DZ : Die Zeit, Nr.5, 1998 EC : P.W.Edbury, Crusade and Settlement, Cardiff Univ.Press 1985. EJ : S.Eidelberg, The Jews and the Crusaders, Madison 1977 HA :Hunter M, Wootton D., Atheism from the Reformation to the Enlightenment,Oxford 92 LI : H.C.Lea, The Inquisition of the Middle Age , New York 1961 LM: E.Le Roy Ladurie, Montaillou. Ein Dorf vor dem Inquisitor 1294-1324, Frankfurt 1982 MM: M.Margolis, A.Marx, A History of the Jewish People. MV: A.Manhattan, The Vatican's Holocaust, Springfield 1986 V. Dedijer, The Yugoslav Aischwitz and the Vatican, Buffalo NY, 1992 NC: J.T.Noonan, Conception: A History of its Treatment by the Catholic Theologians and Canonists,

cristiano parmiani 29.09.05 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Cambridge/Mass., 1992 S2 : Notiziario radiofonico di S2 Aktuell, 10 ottobre 1996, h 12 SH : D.Stannard, American Holocaust, Oxford Univ. Press 1992 SP : Settimanale Der Spiegel, Nr.49, 12/2/1996 TA : A True Account of the Most Considerable Occurrences that have Hapned in the Warre Between the English and the Indians in New England, London 1676. TG : F.Turner, Beyond Geography, New York 1980 WW: H.Wollschläger, Die bewaffneten Wallfahrten gen Jerusalem, (I pellegrinaggi armati contro Gerusalemme) Zurigo 1973. (E' quanto di meglio io abbia letto a proposito do crociate.Contiene una silloge di cronache cristiane del medioevo. Purtroppo non più ristampato.)WV: Calcoli e stime sul numero delle streghe condannate al rogo: N.Cohn, Europe's Inner Demons: An Inquiry Inspired by the Grat Witch Hunt,Frogmore 1976, 253. R.H.Robbins , The Encyclopedia of Witchkraft and Demonology, New York 1959, 180. J.B.Russell, Witckraft in the Middle Ages, Ithaca/NY 1972, 39. H.Zwetsloot, Friedrich Spee und die Hexenprozesse, Treviri 1954, 56. Questo documento, elaborato da testi originali di Karlheinz Deschner e tradotto in italiano da L.Franceschetti, è presente sotto il titoloVictims of the Christian Faith, in lingua inglese e Opfer des christlichen Glaubens, in lingua tedescanei rispettivi siti web:http://www.geocities.com/RainForest/3612/victims.htmlhttp://www.geocities.com/RainForest/3612/opfer.html

cristiano parmiani 29.09.05 14:11| 
 |
Rispondi al commento

X Benito
non dico che l'insegnamento massimo di Gesu non fare agli altri cio che non vuoi sia fatto a te non sia valido,il suo insegnamento è altissimo...ma non sopporto con tutte le mie forze la strumentalizzazione e la flessibilita con cui la chiesa si è sempre nascosta e si nasconde ancora oggi dietro di Lui e la sua dottrina.La Fede è un fatto privato che non puo mai scavalcare e interferire con le regole della societa,come Gesu ha detto: date a Cesare quel che è di Cesare...!


X Claudio Girometti il 29.09.05 10:20

intevento corretto,ma vale quello che ho detto sopra:date a Cesare...La fede non puo essere imposta per legge in uno stato moderno,preferisco affidarmi al ragionamento e al rapporto costo/beneficio di una legge...soprattutto quando la sua critica viene da un potere temporale(non spirituale)autoreferenziale che il popolo non puo ne eleggere ne controllare e che ha sempre cambiato le carte della fede a seconda dell'epoca in cui si trovava appoggiandosi al potente di turno...era questo che intendeva Gesu???

Giovanni Trizzi 29.09.05 14:01| 
 |
Rispondi al commento

@Alessio Cugnod il 29.09.05 12:54

"Per molti c'è la ragione, per i restanti... affidatevi alla Chiesa e alle sue menzogne."

Vivo nel mondo che contribiusco a plasmare col mio atteggiamento,perciò agire "bene" torna a mio vantaggio;
vero,ma l'esperienza quotidiana mi mostra anche come si perda il mio agire davanti alla supremazia della prepotenza,perciò i vantaggi del riversare al mondo un bene così piccolo come la mia persona sono minimi,per me;
morirò, perciò a poco vale il fatto ch'io lavori per un futuro mondo migliore che non potrò godere;
sarò forse ben ricordato,ma fino a quando non moriranno anche i miei conoscenti e questo inoltre non cancella il dolore della mia attuale situazione di non aggressività;
posso godere al pensiero del mio stoico comportamento,ma questa vanagloria è destinata a volatilizzarsi nei miei momenti di crisi,oppure può strutturarsi in un narcisismo che non farà altro che chiudermi al mondo e godere ancora meno anche quel poco di vita che mi resta PRIMA della morte..

Posso continuare:certo non è alta filosofia,ma può verosimilmente rappresentare il pensiero di un uomo di media cultura che tenta di strutturare eticamente il proprio percorso attraverso la ragione. C'è poco da fare:si muore e aldilà dei piccoli riconoscimenti offertici in vita,nulla infine giova alla condizione del morto,preso nella sua singolarità.A meno che non ci si accontenti dell'autoerotico compiacimento emotivo per la propria retta fine.

Le religioni partono da presupposti altrettanto non verificabili che quelli dell'ateismo e possiedono una struttura di trasmissione simbolica dell'esistenza umana che permette lo svisceramento di risorse di percorso ancora ineguagliate da qualsivoglia ideologia atea.

Credo sia più saggio esprimere il proprio legittimo pensiero GIU' dal piedistallo della verità,affidando il giudizio sugli altri e su se stessi alla gioia che ogni percorso consapevolmente affrontato si mostra o meno in grado di produrre negli uomini.

Claudio Girometti 29.09.05 13:58| 
 |
Rispondi al commento

Alessio Cugnod il 29.09.05 12:54
BIBBIA CEI

E Gesù, emesso un alto grido, spirò. 51 Ed ecco il velo del tempio si squarciò in due da cima a fondo, la terra si scosse, le rocce si spezzarono, 52 i sepolcri si aprirono e molti corpi di santi morti risuscitarono. 53 E uscendo dai sepolcri, dopo la sua risurrezione, entrarono nella città santa e apparvero a molti. 54 Il centurione e quelli che con lui facevano la guardia a Gesù, sentito il terremoto e visto quel che succedeva, furono presi da grande timore e dicevano: "Davvero costui era Figlio di Dio!". 55
Matteo 27

Ma Gesù, dando un forte grido, spirò. 38 Il velo del tempio si squarciò in due, dall`alto in basso. 39 Allora il centurione che gli stava di fronte, vistolo spirare in quel modo, disse: "Veramente quest`uomo era Figlio di Dio!".
Marco 15

44 Era verso mezzogiorno, quando il sole si eclissò e si fece buio su tutta la terra fino alle tre del pomeriggio. 45 Il velo del tempio si squarciò nel mezzo. 46 Gesù, gridando a gran voce, disse: "Padre, nelle tue mani consegno il mio spirito". Detto questo spirò. 47 Visto ciò che era accaduto, il centurione glorificava Dio: "Veramente quest`uomo era giusto".
Luca 23

30 E dopo aver ricevuto l`aceto, Gesù disse: "Tutto è compiuto!". E, chinato il capo, spirò. 31 Era il giorno della Parascéve e i Giudei, perché i corpi non rimanessero in croce durante il sabato (era infatti un giorno solenne quel sabato), chiesero a Pilato che fossero loro spezzate le gambe e fossero portati via.
Giovanni 19

Buongiorno.
In merito a questi brani,ti invito a leggere "Nuovo testamento e mitologia" di Bultmann e "Credo" di Hans Kung.

"che nessun tempio sia eretto in mio nome"
In merito a ciò ti chiedo di riportarmi il passo e le coordinate per l'edizione critica o il saggio cui fai riferimento.

In merito alla morte del Cristo,ti invito a documentarti sulle comunicazioni (mi pare fosse Tacito,ma ora mi sfugge:scusa) dell'epoca tra la provincia palestinese ed Roma.

Claudio Girometti 29.09.05 13:40| 
 |
Rispondi al commento

Tale Gesu' (riconosciuto da testimoni oculari dell'epoca come un semplice profeta, non morto affatto su nessunissima croce, e che aveva almeno 3 fratelli maschi e che fino a 31 anni ha pensato bene di nn fare nulla, salvo poi scatenarsi negli ultimi 2 anni di vita!)... dicevo quel Gesù, come riportato nelle letture bibliche NON manipolate ha pronunciato questa frase: "che nessun tempio sia eretto in mio nome"... strano che la Chiesa Cattolica non ne abbia seguito le parole.
Ah, ultima precisazione... in seguito alla sua morte, il vangelo recita che il cielo si squarcio', il tempio crollo', vi furono terremoti e maremoti in tutta la terra... ed è singolare che NESSUNO storico dell'epoca si sia accorto di nulla, se non i 4 evangelisti (che tra le altre cose vissero circa 1 secolo dopo Gesù).
Quando dico che la religione è per le persone poco colte, che hanno bisogno di qualcosa a cui aggrapparsi... lo dico con le carte in mano.
Per molti c'è la ragione, per i restanti... affidatevi alla Chiesa e alle sue menzogne.
Buona giornata a tutti.

Alessio Cugnod 29.09.05 12:54| 
 |
Rispondi al commento

@Fabrizio Guidi il 29.09.05 12:10

Un'affermazione di per sè neutra,la tua.
Ciao.

Claudio Girometti 29.09.05 12:23| 
 |
Rispondi al commento

Per Claudio Girometti: parli come un prete. Forse sei un prete...

Fabrizio Guidi 29.09.05 12:10| 
 |
Rispondi al commento

Giovanni Trizzi il 29.09.05 09:59
Allora,Ognuno Ragiona con la sua testa ,giusto??
Vuol dire che ognuno ,si da a se stesso delle leggi ,giusto??
Se ognuno si da delle leggi a se stesso,queste leggi ,dovrebbero essere accetate da tutti,giusto??
Se cosi non fosse,ci sarebbe il caos ,giusto??
MEttiamo che la mia ragione mi dice di violentare una ragazza,o di rubare,o di uccidere,o di farmi un bambino,etcetc
Tu che fai??
Mi condanni,lo trovi immorale.
ORA: Chi sei tu e la tua ragione per condannare la mia di ragione.
Come vedi ci troviamo di fronte ad un dilemma.
Quindi secondo me la Ragione non puo dare il BENE.Il bene lo puo dare solo una fede Religiosa.


PS:quando dicevo ringrazio mio padre per non avermi fatto studiare ,lo dicevo in modo scherzoso.
Io avrei voluto tanto studiare ,o essere bravo a scuola.

Non volevo offendere scusami tanto.

Benito Le Rose 29.09.05 10:48| 
 |
Rispondi al commento

per "ALESSIO" se leggi bene.. secondo me è giusto dare il diritto di stare insieme.. ma il problema è attenzione alle parole usate..
in senso giusto che se vogliono abbiamo la reversibilità della pensione giusto.. che abbiano l'eredità.. ma che pretendano di avere anche figli mi pare un esagerazione..
ecco perchè io sono contraria..
questa è la mia opinione .. e sottolineo MIA OPINIONE.. se tu non la pensi come me non è detto che io sia stupida e che non capisca.. come non è detto che lo stupido sia tu..
si tratta semplicemente di opinioni..
e secondo me i gay sono contro natura..
ecco il mio punto di vista..
sono anche del parere.. che molti sono convinti che la chiesa parli e tutti rispondano..
praticamente siete convinti che tutti siano dei mezzo rinco.. in quanto attendono l'imbeccata..
altro grosso errore.. è magari possibile che quelle personela pensino in quella maniera?
o per forza devono essere dei deficenti senza pensiero?
UN'OPINIONE DIFFERENTE NON SIGNIFICA ESSERE IDIOTI O NON CAPIRE LE COSE..

offendendo la gente non non si ottiene la ragione
cmq noto che la mentalità umana non cambia..
ognuno qui sta dicendo la sua (non mi riferisco solo ad alessio ho letto tutte le discussioni)
e chi non è d'accordo attacca.. con pregiudizio..
il razzismo a quanto pare è intrinseco nell'uomo
o si è d'accordo o si è stupidi.. me compresa..

ciao a tutti

Vale

Valentina Piras 29.09.05 10:47| 
 |
Rispondi al commento

@Giovanni Trizzi il 29.09.05 09:59

Mi permetto un intervento.

Kahlil Gibran dice che l'uomo è come una barca a vela, il timone rappresenta la ragione e la vela,appunto,la fede.
Senza il timone,una grossa vela a poco giova,visto che può portarti dritto contro la scogliera (fanatismo e chiusura in se stessi).

Senza la vela/fede (non necessariamente religiosa.Intendo un principio progettuale fondato su una speranza non verificabile anche tipo:ce la farò),anche il più preciso timone viene vanificato,perchè si resta fermi in mezzo al mare,incapaci di muoversi(assenza di prospettive).

Personalmente,credo che una vita fondata sulla pura ragione(che pure è,cristianamente,dono di Dio) trovi il suo ostacolo più grosso nel pensiero della morte,che annulla ogni falso buonismo e ogni farsa pseudo-etica.

Saluti!

Claudio Girometti 29.09.05 10:20| 
 |
Rispondi al commento

Kant diceva:credete in cio che vi sembra meritevole di fede e di rispetto al vostro giudizio,ma non negate mai alla Ragione cio che fa di essa il bene piu grande:quello di essere l'ultima pietra di paragone della verita e del giusto.

Le tesi di Ruini si frantumano davanti a questo.

Postato da: giovanni trizzi il 27.09.05 23:14

HAhahhahahah Minkia meno male che non ho mai studiato a scuola ma Figlio mio leggre per non capire nulla basta!!!!¨

PS:Con la Ragione non otterai mai il BENE!!!
AHhahah meno male Grazie papà per non avermi fatto studiare!!!!!!!

-----------------------------------------------
Mi scuso con il ritardo con cui ti rispondo BENITO,anche se penso che non servira a molto,data la tua competenza e preparazione per affrontare discorsi liberali e progressisti che,penso,non potra mai comprendere a fondo uno che ringrazia il padre per non averlo fatto studiare!!Nel 2005!non nel 1935!!Continua pure a ingrassare Ruini con le tue offerte la domenica e sta sicuro che tutto cio che dai col tuo 8x1000 alla chiesa andra sicuramente verso il Bene...della chiesa.Ma poi illuminami cos'è il Bene per te,che dici che non raggiungero mai con l'uso della mia ragione?Preferisco 1000 volte di piu ricercarlo con la mia testa e la mia morale interiore,che"comprarlo" scontato al discount delle chiese,che lo offrono precotto e preconfezionato ai poveretti come te che,non avendo studiato,sono perfetti per le logiche manichee(sai cosa significa manicheo??ahahah)della Chiesa,che si è adattata(bada non viceversa!)alle logiche di Bush e dei TEO-CON!oggi di moda nel nostro avanzato occidente!

un saluto da quello che legge per non capire nulla ;)

Giovanni Trizzi 29.09.05 09:59| 
 |
Rispondi al commento

@paolo moretti il 28.09.05 19:52

"Ritengo migliore e logica la chiesa insegnata da Cristo, che non quella di Paolo."

Cristo,come ben sai,non ha fondato alcuno chiesa.
Paolo l'ha fatto.
Non trovo niente di strano,personalmente,nel fatto che un uomo abbia deciso di dare organicità ad un messaggio anche perchè,a fronte di tante carenze,la chiesa si è anche resa capace di mostrarsi efficacie interprete di molte esigenze di sviluppo umano,nei secoli.
L'uomo ha bisogno anche di traduzioni "nel concreto" delle proprie aspirazioni,perchè la sua mente,il suo cuore ed il suo corpo formano un'unità "integrata" ed inscindibile,che chiede di progredire nella sua integrità.

Sta a noi vigilare sulla fedeltà di "noi stessi Chiesa" al suo Sposo,perchè ancora una volta non è questione di procedure,ma di significato ultimo.

Claudio Girometti 29.09.05 09:26| 
 |
Rispondi al commento

@sergio loi il 28.09.05 20:01

C'è molta ipocrisia,nella chiesa.
La paura di ripercussioni a livello di revoca dei vantaggi e la pura di morire che la contraddistinguono sono tipici di ogni uomo che ragiona secondo il mondo,mentre non secondo il mondo è chiamata a vivere.
Sono cattolico e amo la Chiesa,che è mia madre,ma sono figlio di una puttana:la sposa di Cristo che si vende per la sopravvivenza secondo le logiche del mondo.

Tu vivi i dettami della chiesa come limite:alcuni certo lo sono,ma ho fede fermamente in quanto,nella mia vita,essa sia stata in grado di mostrarmi quanto la via che mostra conosca in profondità l'uomo.Io vedo i "suoi" insegnamenti come suggerimenti per un modello alto di umanità:sono sempre cresciuto in comprensione,ogni volta che mi son fermato a confrontare la sua legge con la realtà.
Purtroppo viene spesso insegnata come fosse una raccolta punti per il cielo,dimenticando la gratuità della Salvezza e il reale ruolo delle opere,espressione e riadesione insieme della/alla fede.

Comprendo le tue posizioni senza condividerle.
La morte ed il dolore poi fanno paura a tutti e non è certo un cristianesimo onesto che è in grado di allontanare questa paura:guarda Cristo,quanta ne aveva!
La fede,se non è esaltazione incosciente,non da spregiudicatezza davanti al pericolo:la differenza sta altrove,nel significato ultimo,nella fiducia sul fatto che l'ultima parola sulla mia vita,nonostante tutto,non l'avrà il fallimento ma l'amore misericordioso e gratuito di Dio.

Infine,non considerare "povere" le menti di chi non conosci(neanche alla luce di tue eventuali e personali esperienze negative)perchè partono da presupposti diversi dai tuoi e che non comprendi perchè non puoi comprenderli,ora:non lo faccio neppure io verso di te.

Ciao, buona giornata.

Claudio Girometti 29.09.05 09:17| 
 |
Rispondi al commento

La mia testimonianza
Sono cristiano cattolico.
Nonostante questo sono favorevole a forme di tuteta delle coppie non sposate come i PACS e sono favorevole al matrimonio per gli omosessuali. Non sono d'accordo su quanto sostenuto recente mente dal card. Ruini e anzi penso che sarebbe nello spirito cristiano permettere ad un maggior numero di persone di essere tutelate e ricevere assistenza. E anche di realizzare se stessi e coronare un amore omosessuale col matrimonio (o patto o chiamatelo come volete).
Ricordo che Ruini non parla a nome dei cattolici ma di se stesso o della CEI. E che nel momento in cui decide di scendere in politica deve accettare anche di essere contestato.

Andrea Pellegrini 29.09.05 07:39| 
 |
Rispondi al commento

paolo moretti il 28.09.05 13:40
Lo so che significa altro.
MA significa anke ipocrita.


membro di una setta politico-religiosa dell'antico mondo giudaico che si distingueva per un'accentuata ostentazione di zelo religioso e di intransigenza morale oltre che per un'osservanza stretta dei precetti rituali comandati dalla religione ebraica

fig. spreg. persona che dà peso, nella propria condotta, solo alle apparenze e ai formalismi; ipocrita

In che senso l hai detto??
Io non ti vedo in faccia.

Benito Le Rose 28.09.05 23:57| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti.....

io penso che la chiesa sta facendo sempre più Schifo (con la S maiuscola)....

ma come????perdonare i ladri, i delinquenti, gli assassini.....e poi dall'alto di questa corporazione (che con Dio non ha nulla a che vedere e che sta facendo tutto il contrario di quanto ha insegnato Cristo e per il quale è morto sulla croce) non si perdonano gli omosessuali????
e non si da l'opportunità a persone dello stesso sesso di amarsi liberamente????
e si predica a destra e a manca sulla povertà e sulla fame nel mondo quando lo stato del vaticano è ricchissimo e, con lo ior, è implicato in innumerevoli scandali????ma per piacere.....
chiesa impara a perdonare e impara a dare il buon esempio e vedrai che ritroverai la credibilità che Gesù Cristo aveva conquistato...

giuseppe fasani 28.09.05 20:06| 
 |
Rispondi al commento

La chiesa sfrutta le menti dei poveri e impauriti cittadini che aimè la ospitano su un suolo che non gli appartiene.La chiesa cattolica abita in italia non nel mondo.Parla a noi italiani,vuole impegnarsi per noi italiani.I suoi burocrati sono sereni perchè,secondo loro, l'italia sarebbe una giungla non ci fosse la chiesa a dirigere la morale individuale,sociale.Bella direzione...Ma perchè non ci parlano di cosa si dovrebbe fare per nutrire il mondo che subisce le sole chiacchere di questi uomini nero/bordò.Ma perchè non parlano di quanto siano colpevoli pure loro di tutte le guerre,sia del passato che di quelle presenti.No,preferiscono limitare noi anzichè limitare i loro interessi.I cardinali certamente hanno tutto il diritto di esporre il loro pensiero,ma sarebbe opportuno che si sentissero portatori della morale dei cattolici non della mia o di quella di chi pensa oltre loro.Vorrei vivere in una società priva della densa ombra del vaticano,luogo comunque splendido e affascinante.Personalmente sono stanco di questa chiesa.Sono ateo,impaurito dalla morte,dai molteplici modi in cui essa si manifesta e non conosco la mia destinazione nel dopo vita.Ma non mi spaventa il NULLA,il BUIO.La preoccupazione deve essere non "che fine farò",ma che il transito verso la morte non sia troppo doloroso.Sono a favore dell'eutanasia nel caso possa dare una mano a non soffrire.Non consiglierei a nessuno di pregare mentre magari soffre per i dolori procurati da un tumore allo stomaco ormai all'ultimo stadio.Preferisco convivere con le mie paure,preferisco non affidarmi alle garanzie della fede.Rifiuto i limiti che questa chiesa pone alla convivenza tra uomo e donna tra uomo e uomo,tra donna e donna.La famiglia costituita sul matrimonio non è garanzia di niente nè di salute mentale,nè di vita agiata o sorridente.Quanti abusi tra le mura domestiche!Sono per l'aborto.Meglio che qualcuno figli non ne abbia vista la penosa fine che poi TROPPI bimbi fanno.Ma la chiesa ci sguazza nei disaggi

sergio loi 28.09.05 20:01| 
 |
Rispondi al commento

ritengo migliore e logica la chiesa insegnata da Cristo, che non quella di Paolo. Poi ,aho! e gustibus.

paolo moretti 28.09.05 19:52| 
 |
Rispondi al commento

@Paolo Moretti

Ah, scusa, tralasciavo la questione del Sabato:
certamente Paolo non lo disse, ti facevo semplicemente presente l'episodio che storicamente segnò per la Chiesa la svolta dottrinale in materia di pratiche.

La nuova creazione è iniziata ed il Regno è presso l'uomo. La Domenica si impone come il primo giorno di questa nuova creazione, come "memoriale" settimanale di quella Pasqua di Risurrezione che è l'evento escatologico con cui Dio ha definitivamente espresso il suo giudizio sulla storia. Alla prossima!

Claudio Girometti 28.09.05 17:38| 
 |
Rispondi al commento

@Paolo Moretti

Riporto nuovamente ciò che già ti scrissi:

"E' altrettanto chiaro che, una volta usciti dalla visione "mitica" della fede, appare evidente come essa si sia sviluppata attraverso contesti di tipo sociologico e storico, senza essere piovuta dall'alto! (...) è proprio questo il motivo per cui mi fido di un Dio che si è incarnato nell'uomo(...).La fede non è affatto in contraddizione con questo, perchè riguarda il significato ultimo e non la procedura".

Saluti!

ps: Le vicende della presa di Gerusalemme e dello sterminio della sua chiesa,che citi, mi sono ben note: sono riportate benissimo anche in testi molto divulgativi e molto diffusi come "Storia dell'ebreo errante", di Calimani (ed. Rusconi).
Grazie comunque per il confronto e per la tua cultura!

:) :)

Claudio Girometti 28.09.05 17:30| 
 |
Rispondi al commento

PER VALENTINA:

Mi dispiace ma il tuo ragionamento non fila.
Se vuoi avere tu la libertà di esprimerti, perchè non la puoi concedere anche a due uomini o donne che, senza rubare o fare violenza, decidono di vivere insieme? E perchè questi due uomini o donne non possono avere il diritto alla comunione dei beni, o alla reversibilità della pensione dopo una vita insieme?

Qui la morle proprio non c'entra nulla. Qui c'entra solo il diritto. Se mi permetti, gay o non gay, ogni persona decide con chi vivere la vita e la legge deve permetterlo.

Inoltre ammettere i diritti alle persone omosessuali non intacca per nulla la famiglia e l'idea che sta alla base. Se ti piacciono le donne o gli uomini non cambi idea in base a se hai o non hai la possibilità di sposarti con uno del tuo stesso sesso.

Infine il discorso della natura è fuori luogo. La natura vuole che a scopo riproduttivo servano il maschio e la femmina. Dal punto di vista affettivo la natura proprio non c'entra nulla.

E poi la natura non è semplicemente tutto ciò che esiste? Se nascono persone gay, che amano persone del loro stesso sesso, sono naturali non pensi?

Alessio Zini 28.09.05 17:15| 
 |
Rispondi al commento

vedo che a volte il termine rivoluzionario lo cambiate in un piu`simpatico"progressista". E´bizzarro questo concetto espresso per cose religiose, che sono atemporali, e quindi per sempre valide.Sembra piu`una riunione condominiale ,dove si cambia lo statuto.La religione cattolica e`una chiesa scismatica , a sua volta proveniente da una setta eretica del giudaismo.Improvvisamente, pero`,ed in contraddizione con la propria storia, ha perso il progressismo (piuttosto rivoluzionario, direi)per diventare verticistica ed assolutista. Bloccati dalle regole imposte da Paolo.Tendete a dimenticare che gli apostoli e cristo erano tutti circoncisi, e che lo stesso Paolo volle personalmennte circoncidere Timoteo.Spero per voi che non esista il Dio che dite, perche`sara´piuttosto alterato con voi, nel giorno del giudizio.
Vi dice niente che la raccolta del vangelo sia fatta su testi post 70 DC, con la conquista di Gerusalemme, e quindi piuttosto antisemita nel suo desiderio di sopravvivere?

Paolo ha detto di festeggiare la domenica e non il sabato? Devo rileggerlo...

paolo moretti 28.09.05 17:14| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe, anzi senza caro perchè potresti incazzarti, in genere ciò che dici mi piace, ma in questo caso ritengo che yu non sia tollerante come in genere sei. è vero ci sono anche i non cattolici, e hanno il diritto di dire ciò che pensano, ma ci sono anche i cattolici che anch'essi dobvrebbe essere concesso il diritto di poter esprimere le proprie opinioni. o NO?
comunque: perchè vi incazzate tanto quando la chiesa esprime il proprio punto di vista su questioni che in fondo riguarderanno anche quelle poche decine di cattolici che ci sono in questo paese e che si aspettano l'intervento del Ruini di turno? sono duemila anni che provate a cancellare questi bicocchi dei cristiani, ma per adesso abbiamo sempre resistito e tuo, vostro malgrado resisteremo ancora per altri diecimila. Mi dispiace proprio essere in barricate opposte ma in questi argomenti non mi sembri nè giusto nè simpatico come in quasi tutti gli altri.
bha! non si può avere tutto dalla vita. Chissà che fra qualche secolo di purgatorio non ci ritroveremmo dalla stessa parte.
ciao, Antonio

antonio pellegrini 28.09.05 16:08| 
 |
Rispondi al commento

@Paolo Moretti

In merito alla questione del Sabato, ci rifacciamo al Concilio di Gerusalemme (riportato nel Nuovo Testamento), in cui lo scontro tra Pietro (sostenitore del fatto che i neocristiani dovessero passare attraverso la legge mosaica) e Paolo (progressista, sostenitore della salvezza per fede) si concluse a favore di quest'ultimo, con l'abrogazione delle norme mosaiche (vedi circoncisione) per chi fosse passato al cristianesimo dallo stato di "gentile".

Restano valide le indicazioni etiche per esplicita posizione del Cristo, che però si rende Egli stesso termine di confronto ultimo, con il Suo amore e sacrificio, per la loro corretta interpretazione.

Saluti!

Claudio Girometti 28.09.05 15:56| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe
questa volta non sono d'accordo.
La chiesa è tenuta a correggere quello che secondo lei, nel campo morale,non va bene.
Ti do ragione sul fatto che Ruini non è proprio quello che si dice un uomo di fede, ma ti assicuro che ci sono in giro tanti preti che vanno ammirati per quello che fanno.

PIERGIORGIO DEGASPERI 28.09.05 15:52| 
 |
Rispondi al commento

Esprimere le proprie opininoni va bene,ma imporre
la morale di cardinali che pensano solo ai loro miseri interessi,boicottano strumenti democratici come i referendum,e trattano lo Stato Italiano come una loro proprietà no.
L'Italia non crescerà mai se non diventerà una reale e rispettata democrazia laica e rimarrà sempre un paese bigotto,arcaico,troglodita,vetusto,succube di una chiesa senza scrupoli e di politicanti grassatori e paraculi.

Roberto Vigilante 28.09.05 15:38| 
 |
Rispondi al commento

@Paolo Moretti

Verissimo che Giovanni Paolo II ha infognato il Concilio ed affiancava enormi capacità comunicative ed una grande attenzione per l'uomo ad un'ultraconservatorismo tipicamente est-europeo.

Bultmann è l'autore del manifesto per la demitizzzazione del messaggio evangelico:

Nuovo Testamento e mitologia, 1943.

Buona serata!

Claudio Girometti 28.09.05 15:24| 
 |
Rispondi al commento

@Alessandro Fatica il 28.09.05 14:23

Ah, ti propongo di andare a lavorare, a Natale: la Chiesa vuoi combatterla solo quando insegna?

Saluti.

Claudio Girometti 28.09.05 15:19| 
 |
Rispondi al commento

@Alessandro Fatica il 28.09.05 14:23

Infatti gli ospedali li hanno iniziati gli imperatori romani. Buona serata.

ps: il 90% della'arte planetaria è arte sacra e direi che anche in quanto a letteratura (propriamente religiosa o ispirata alle tradizioni religiose) e filosofia, le civiltà religiose storiche e contemporanee sono messe piuttosto benino.

pps: il più antico documento scritto mai trovato è il regolamento del tempio di Ur.

Claudio Girometti 28.09.05 15:16| 
 |
Rispondi al commento

Dal Corriere della Sera di oggi 28/09/2005:
Ruini: «Siamo pronti a qualsiasi guerra».


Ma Ruini non è un rappresentante della Chiesa? O c'è un suo omonimo nelle Forze Armate?

fabrizio...

fabrizio parma 28.09.05 15:07| 
 |
Rispondi al commento

Penso di trovarmi in totale discordia con quanto esposto sopra. Nella mia pur umile opinione, il modus operandi del cardinal Ruini (seppur non lo condivida) è del tutto legittimo! Occorre ricordare a tutti voi rivoluzionari "wanna be", che l'Italia è il paese cattolico per antonomasia! Senza la chiesa cattolica, i suoi misfatti e le sue opere oggi l'Italia e noi italiani non saremmo gli stessi. Bisogna ricordarsi che 98% degli Italiani, direttamente o indirettamente sono fortemente condizionati dal mondo cattolico. Il nostro programma scolastico intriso di concetti cattolici. Molte feste da noi celebrate sono di origine cattolica! Questa gente sembra dimenticare le proprie radici! Sarà pur vero che viviamo in una società in completa evoluzione dove non tutti sono cattolici (ma quasi!!!), ma vivere rinnegando il proprio passato non ha senso! Quindi mi trova costretto a difendere l'operato di Ruini in quanto rappresentate della stra grande maggioranza dei cittadini Italiani!

Giambi Clementi 28.09.05 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Per quale ragione la nostra classe politica si schiera unanime contro chi manifesta il libero diritto di dissentire (in modo del tutto civile) dalle opinioni politiche di una persona? Chiarissima la rincorsa ai voti dei cattolici o simpatizzanti, ma proprio tutti li devono rincorrere? Suvvia, cari signori, cercate di capire una volta per tutte che vi voteremo quando vi sarete finalmente schierati e avrete difeso con forza e orgoglio le vostre idee. Anche combattendo e apparendo, se vi sembrerà necessario, impopolari. Non siate così meschinamente anonimi e confondibili, come facciamo a riconoscere la vostra faccia sui volantini elettorali?

roberto manini 28.09.05 14:50| 
 |
Rispondi al commento

La chiesa è la rovina di ogni società ovunque ha attecchito ha prodotto solo ingoranza ed arretratezza! Ma è possibile che nel 2005 dobbiamo essere ancora condizionati e subordinati a quello che pensano e vogliono i preti???!!!
VOGLIO UNO STATO LAICO!!!!!

Alessandro Fatica Commentatore in marcia al V2day 28.09.05 14:23| 
 |
Rispondi al commento

Il fatto poi che siano riusciti ad incantare con la loro religione su misura, vecchietti, uomini di poca cultura, uomini e donne con dei dolori personali, non ne fa un istituzione.
W LO STATO LAICO!

Postato da: Alessio Cugnod il 28.09.05 12:43


Se tu sei quello sereno, coscienzioso, intelligente e colto... ringrazio Dio di avermi dato il dolore (che non sento e non vedo ma se tu dici che ce l'ho ti credo....)e la Chiesa!

Antonella Fracca 28.09.05 13:57| 
 |
Rispondi al commento

Bultmann non lo conosco, ma Küng e`sempre un signor teologo , che vive il nostro tempo, come consigliava il concilio vaticano II , e a differenza di Woitila ,che era un filosofo, e fuori dal tempo.
Peccato che il viaggio non tocchera`Damasco... li`c´e`un modello millenario di convivenza tra religioni, che nessuno vuole studiare.Da noi, purtroppo, fu interrotto da un capo dei franchi, che manco sapeva leggere e scrivere:Carlo Magno.

paolo moretti 28.09.05 13:54| 
 |
Rispondi al commento

Io mi arrabbierei se Ruini avesse detto votate a destra, ma se dice che i matrimoni gay sono inaccettabili dice semplicemente il suo punto di vista......

Postato da: Davide Betania il 27.09.05 13:43

arrabbiati allora perchè non molto tempo fà ha esattamente detto questo....o quantomeno ha detto esplicitamente di votare i politici che seguono le indicazioni cattoliche....dammi tempo che ti trovo anche l'articolo in questione...senza contare la vera e propria campagna elettorale fatta prima del referendum sulla procreazione

detto ciò aggiungo (rivolgendomi ai cattolici che NON vogliono l'attuazione del pacs...era questo il punto di partenza)
che per la religione i matrimoni RELIGIOSI tra gay siano inaccettabili lo condivido ed è giusto anche che lo dicano..a me non me ne frega nulla di quello che avviene all'interno della chiesa.....ma che si pretenda che lo Stato debba seguire le indicazioni cattoliche è assurdo e incostituzionale

se Ruini domani dicesse che i matrimoni tra divorziati sono inaccettabili e lo Stato non dovrebbe permetterli voglio proprio vedere cosa direste!!!!

sempre e solo la solita ipocrisia..vi ribellate solo quando la chiesa tocca le vostre libertà.....e alla fine quello che i cattolici pensano deve sempre essere legge per tutti....alla faccia del Libero Arbitrio e del povero Gesù che si rivolta sulla croce vedendo tanta intolleranza


eliana matania 28.09.05 13:48| 
 |
Rispondi al commento

Sara`pure l´ottavo, ma il settimo, che festeggia il vostro Jahve`non lo santificate.
Strano!Quando avete fatto il referendum per cambiare ?
Ruini era d´accordo?Possiamo definirvi marcioniti?

paolo moretti 28.09.05 13:46| 
 |
Rispondi al commento

Beni`, hai detto bene. Nun capisci. Fariseo PER TE significa ipocrita.Ma significa altro.
E Gesu`non voleva fondare alcuna nuova religione, perche` Gesu`era semplicemente un ebreo, S. Agostino un africano, Paolo un siriano e Maria teresa di Calcutta un´albanese. Staccate le fette de prosciutto dagli occhi. Tu non segui la strada del tuo Cristo.Tu segui un´altra religione.

paolo moretti 28.09.05 13:40| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me un cristiano non è uno che non sbaglia mai, non è uno che se sbaglia sta zitto perché altrimenti gli altri lo considerano un ipocrita. Secondo me un cristiano (e spero di esserlo) è una persona che se anche sbaglia, cerca di migliorarsi. Che sa ascoltare gli altri, anche chi non la pensa allo stesso modo. Che riesce sempre a trarre qualche cosa di positivo dalla relazione che ha con gli altri. E che riesce anche a tirar fuori dagli altri il meglio di loro stessi.


Ma attenzione! Non è facile. E non tutti ci riescono. L'importante, però, provarci.

Postato da: Alberto Astolfi il 27.09.05 14:11

precisiamo innanzitutto che le mie domande riguardo la masturbazione/sesso erano assolutamente provocatorie e contro chi, in nome di una religione, vuole dire a me cosa è bene e cosa è male

che sia chiaro che io non ce l'ho con la religione in se nè tantomeno contro il Cristianesimo ma contro chi letteralmente usa la religione per giudicare gli altri e nel frattempo facendosela a misura sua......

mia sorella frequenta assiduamente le comunità neocatecumenali ma mai si è sognata di venire a dire a me come devo vivere e mai mi sognerei io di fare questo con lei

eliana

eliana matania 28.09.05 13:37| 
 |
Rispondi al commento

@Alessio Cugnod il 28.09.05 12:43

Ah, un'ultima cosa e poi "stacco":

non è mai saggio valutare l'altrui consapevolezza in base ai propri parametri, ancor meno saggio è valutare la cultura (di estranei appartenenti ad una parte sociale a se estranea) in base alle magari pessime esperienze personali in merito o ancor peggio dalla lettura di qualche post.
E' umanissimo buon senso, questo.

Buona giornata.

Claudio Girometti 28.09.05 13:31| 
 |
Rispondi al commento

@Paolo Moretti

Quindi conoscerai Bultmann! Wow,
a me pice un casino (anche se non concordo con lui in toto) e perciò trovo sempre da ridire col prete, ahahahaa!!
Mi piace anche Hans Kung (soprattutto quello di una 20ina d'anni fa), anche se lo trovo meno "sprintoso" e molto meno sereno..

Mi racconti qualcosa di questo pellegrinaggio?
Buona giornata e grazie!

Claudio Girometti 28.09.05 13:25| 
 |
Rispondi al commento

@Benito Le Rose

Eh eh..prego!

(Certo che ne abbiamo diritto e se non bastassero le motivazioni teologiche, ci sarebbero sempre la pluralità dello Stato laico e la storia, a sostenerci: anche noi abbiamo "qualche" martire, in giro per i secoli e i continenti, che si è fatto ammazzare pur di non rinunciarvi).

Pace e bene!

Claudio Girometti 28.09.05 13:15| 
 |
Rispondi al commento

@Alessio Cugnod

Una precisazione logistica.
La posizione dello Stato Città del Vaticano, rispetto alla Repubblica Italiana, è la stessa identica condivisa dalla Repubblica di S.Marino sul versante adriatico, o del Principato di Monaco rispetto alla Francia, o di Campione d'Italia rispetto alla Svizzera.
Non è ospite di nessuno, anzi, è il Regno d'Italia che nel costituirsi si è indebitamente annesso a sè le lande dello Stato Pontificio.

Lo Stato Città del Vaticano, l'ultima monarchia assoluta in europa, è semplicemente stanziato su un territorio confinante con la Repubblica Italiana lungo tutto il suo perimetro.

Buona giornata.

Claudio Girometti 28.09.05 13:08| 
 |
Rispondi al commento

Claudio Girometti il 28.09.05 13:00
Grazie!!visto che alla fine abbiamo ragione pure noi di santificare la domenica.

Benito Le Rose 28.09.05 13:03| 
 |
Rispondi al commento

@Benito Le Rose

Shalom!
Una piccola precisazione: per i cristiani la Domenica non è il settimo giorno, ma "l'ottavo", ossia il primo della "nuova creazione" inaugurata dalla Resurrezione Redentiva operata dal ns Signore Gesù, il Cristo.
La Chiesa marcia nella storia, appresso al suo Signore e Dio, proprio in attesa di quella Domenica senza tramonto cui in cui godrà per sempre di quella beatitudine della cui speranza è costituita la NOSTRA fede.
Buona giornata!

Claudio Girometti 28.09.05 13:00| 
 |
Rispondi al commento

@Giampiero Solenghi
28.09.05 11:51

Scusami:non volevo che la mia precisazione apparisse antipatica e pretenziosa!

La costituzione è stata stilata in un'epoca in cui era scontata l'eterosessualità della coppia.
Certo,ogni legge può essere cambiata,ma prima va discussa seriamente e inquadrata in un contesto sociale e conoscitivo preciso.

Non ce l'ho assolutamente con le unioni gay,ma con la loro parificazione al matrimonio:il motivo l'ho esposto in precedenza e puoi dissentirlo.
Se per ogni cosa ci si rifacesse solo a ciò che la legge dice o non dice,escludendo il buon senso del giudice(elemento fondante della capacità giudicante)si finirebbe con l'assurdo della non-legislazione USA,dove ogni cosa non vietata esplicitamente può essere fatta.

Per quanto riguarda il referendum,potrai tu stesso controllare che nel topic inerente di Grillo,sezione Medicina,intervennero fior di giuristi a spiegare via post come le ipotesi di reato che citi fossero del tutto inconsistenti a norma di legge (oltre che prive di buon senso:certo,se un cardinale si espone fuori del suo spazio,in ambito civile,è giusto che le sue posizioni abbiano il medesimo rilievo di quelle di un qualsivoglia rappresentante di una qualsivoglia altra parte sociale).

Guardalo davvero il sito che ti segnalai:è interessantissimo e riporta articoli di estrema destra,marxisti e cattolici su argomenti di attualità geopolitica. Buona giornata!

Claudio Girometti 28.09.05 12:53| 
 |
Rispondi al commento

Mi sono strarotto le palline della chiesa, della Cei, dei RUini vari che parlano di cose e non FANNO le cose...
Sono un non credente lo ammetto... e voglio vifere in un mondo laico, perché quei signori in tonaca nera e papalina rossa che guadagnano 5 volte quello che guadagno io non rappresentano nulla per me! Ricordo che il Vaticano è ospite di questo stato... e che gli ospiti si devono adeguare all'ospitante e non viceversa. Il fatto poi che siano riusciti ad incantare con la loro religione su misura, vecchietti, uomini di poca cultura, uomini e donne con dei dolori personali, non ne fa un istituzione.
W LO STATO LAICO!

Alessio Cugnod 28.09.05 12:43| 
 |
Rispondi al commento

paolo moretti il 28.09.05 11:59
Per noi Cristiani il settimo giorno è la Domenica.
PEr gli Ebrei il settimo è il sabato.
Non cambia nulla.
Gesu Rispettava il sabato ,per farci capire appunto il rispetto dei valori,tradizioni.
Per te cosa è il rispetto??
Dire del maiale a RUINI??
Scusa se non capisco ,ma per me FAriseo =Ipocrita.

Benito Le Rose 28.09.05 12:37| 
 |
Rispondi al commento

X Benito,
prima mi hai fatto dire che gesu`era ipocrita, ed io parlavo del VOSTRO fariseismo (e che non e`un sinonimo, Beni`!Significa rispetto acritico delle regole.A proposito:Gesu`rispettava il sabato: Perche`tu rispetti la domenica?); adesso mi fai dire che ti ho definito credente di serie B ; infine, ridi istericamente ,cosi`senza spiegare.Mah!
Ho perso la speranza di farmi capire da te .
Marx parlava di oppio dei popoli, ma nel tuo caso,non e`una metafora: dovresti fumare meno, almeno la mattina.

paolo moretti 28.09.05 11:59| 
 |
Rispondi al commento

Povero Cristo!
ha speso (e pagato) una vita per dare un messaggio che, grazie ai pretazzi, si è trasformato in una cosa amorfa e utilitaristica. Fino a che in Italia ci sarà il Papa, tutto dovrà sempre essere giudicato dalla Chiesa. Anche la libertà dei politici (vedi Fassino, tipo: per poter dire cose di sinistra devo prima far capire che credo e le cose che dico e dirò non sono, secondo me anticattoliche).

Luca Pennacchia 28.09.05 11:57| 
 |
Rispondi al commento

RE: CLAUDIO GIROMETTI - 28.09.2005 ALLE 10:54

Attenzione!! Io, benchè sia TOTALMENTE in disaccordo con questi "neo-cons", non sono assolutamente sceso nel merito. Ho semplicemente precisato che, per sostenere le proprie tesi (lo ribadisco: ALTAMENTE DISCUTIBILI dal mio punto di vista), non possono e non debbono ignorare bellamente la nostra Costituzione e le nostre leggi: in occasione dell'ultimo referendum hanno platealmente violato una legge ordinaria del nostro ordinamento, facente parte del Codice Penale. Volevano manifestare pubblicamente il proprio dissenso: potevano invitare a votare "NO" per tutti i quesiti, oppure consigliare la "scheda bianca"; tutte cose perfettamente lecite, ma soprattutto LEGITTIME. Se un parlamentare, ma soprattutto un ministro viola plateamente una norma del Codice Penale, le alternative sono due:
A - non conosce la legge: un tale ignorante non deve rappresentarci; che se ne vada a casa.
B - conosce la legge, ma viola: non c'è ignoranza, ma malafede e certezza assoluta di impunità; che se ne vada a casa.
Infine, un ultimo appunto: la Costituzione ed il Codice Civile NON stabiliscono in alcun modo che il matrimonio debba essere contratto tra persone di sesso diverso, l'omosessualità NON è annoverata dal Codice Civile tra le cause di nullità e/o annullamento del matrimonio. Quindi, trai tu le conclusioni...

giampiero solenghi 28.09.05 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Già: mai più l'otto per mille alla chiesa cattolica. Nemmeno con la furbizia della spartizione delle preferenze non assegnate. 8 PER MILLE ALLA CHIESA VALDESE.

giovanni perrino 28.09.05 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Facciamo così, visto che ormai apertamente il cardinale ha deciso di "Parlare" organizziamo ad ogni convegno in cui sia ospite, una protesta sullo stesso stile di quella di Siena.
Parla Lui Parliamo Noi!!!

massimo fattori Commentatore in marcia al V2day 28.09.05 11:31| 
 |
Rispondi al commento

Inserisco un'informazione che io ho scoperto solo qualche mese fa seguendo "REPORT" su raitre: si puo' scegliere di devolvere l'8 x 1000 dell'IRPEF a diverse confessioni religiose come gia' sappiamo, quello che non sapevo e' che la somma di tutti quegli 8 x 1000 non devoluti NON e' suddivisa in parti uguali tra tutte le confessioni, ma e' assegnata proporzionalmente seguendo le percentuali di coloro che hanno fatto una scelta precisa. In questo modo, e' chiaro che la Chiesa Cattolica si prende la fetta + grossa!!! Io ho deciso dunque di NON OMETTERE la scelta, ma di scegliere di destinare il mio 8 x 1000 a qualcuno di cui mi fido. Dopo una lunga ricerca, ho deciso che lo destinero' alla chiesa evangelica valdese, i cui criteri di gestione dei soldi sembra avere uno scopo molto + evangelico rispetto ad altre confessioni...

Emmanuel Da Iglesias Commentatore in marcia al V2day 28.09.05 11:21| 
 |
Rispondi al commento

@Giampiero Solenghi
Postato il 28.09.05 09:28

Ciao!
La faccenda dei neocons è davvero tragica ed il livello di concussione tra certe gerarchie ecclesiastiche, "think tank" neoliberisti e destra è davvero notevole,te ne do atto.
L'unico appunto che ti faccio è questo:ache se i neocons per motivi loro si trovano spesso ad appoggiare le tesi più aspre del magistero,questo non significa,di per se,nè che quelle posizioni siano errate per principio,nè che tutti i credenti che vi aderiscono siano delle "pecore da macello".Me lo concedi?
Ti lascio con il link di un sito indipendente che tratta l'argomento:ti piacerà! Saluti!

http://www.kelebekler.com/caimani/articoli.htm

Claudio Girometti 28.09.05 10:54| 
 |
Rispondi al commento

@Cristiano Parmiani -2
Postato il 27.09.05 18:01

Per quanto riguarda "l'erba cattiva",vedo come essa sia presente(insieme a quella buona)non solo sia nella gerarchia che nel laicato,non solo nella società civile in generale,nei partiti e nei movimenti ideologici per la pace,ma anche in ogni minima iniziativa umanitaria dell'uomo.

Non mi stupisce e non mi scandalizza,perciò,la sua presenza nella Chiesa:neanche davanti alla non congruenza con ciò che essa,per fede,si sente chiamata a testimoniare.
Sulla scia di quanto detto prima in merito al dialogo tra credente e magistero,ricordo anche come Paolo di Tarso riconducesse la Salvezza alla fede(per semplificare),slegando l'appartenenza cristiana dal buonismo e dall'esigenza della perfezione.La Salvezza non è una raccolta punti per il cielo e le opere sono l'espressione di ciò che l'uomo professa ed insieme la sua rinnovata accoglienza di questa professione.

I cristiani,che siano prelati o laici,non sono(in definitiva)meglio di chicchessia:ciò che li rende idonei alla loro missione non è la correttezza del loro operato(che,certo,ha la sua parte,anche a livello di credibilità),ma la fiducia nel fatto che l'ultima parola non l'avrà per loro il fallimento,ma l'Amore misericordioso di Dio che tutto eleva.

So che la mia risposta potrà apparirti come "poco pragmatica"(volendo esser buoni,poi:eheh..),ma ho creduto fosse la replica più onesta al problema che sollevavi(certo non da solo):perdonami! :)

Alla prossima!

Claudio Girometti 28.09.05 10:44| 
 |
Rispondi al commento

valentina piras il 28.09.05 10:21
Ma che controcorrente??!!!
DEvi gridarlo a tutto il mondo ,che quello ehe ha fatto ZAPATERO,quello che vuol fare PRODI,
è una VERGOGNA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Benito Le Rose 28.09.05 10:39| 
 |
Rispondi al commento

Libero arbitrio significa che il tuo Cristo,
paolo moretti il 28.09.05 09:37
"invece di apparire nella sua gloria solo a Paolo , se avesse voluto avrebbe potuto manifestare il suo potere nel momento della morte , convincendo tutti come ha fatto con quel fariseo di Paolo. Non l´ha fatto, perche`voleva lasciare all´uomo il famoso libero arbitrio.Ognuno cerchi la verita`seguendo la propria strada. E ´piu`chiaro ora per te? Ne dubito"
Hahha vedi non abbiamo la stessa opinione sulla venuta di GESU.
Per te Gesu è venuto in terra per dirti,FATe quello che volete,vi dono il libero arbitrio,i valori si esistono,pero li potete calpestare con il libero arbitrio.Siate felici,andate soddisfate i vostri piaceri,non vi preoccupate .

PEr me invece la venuta di GESU è LA strada.
INfatti io non condanno le coppie GAy,non condanno i peccatori,condanno l arroganza di certa gente il mancato rispetto verso DIO,GESU,che quei Valori li ha inseriti nel cammino che l uomo deve fare.

IL TUO ps:AHHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHHAHAHAHHAHAHAH

Grazie per avermi classificato ,credente di serie "B".

il mio PS:studia studia ,se ti serve studiare per incontrare la verità nessun problema.

Benito Le Rose 28.09.05 10:33| 
 |
Rispondi al commento

@Cristiano Parmiani -1
Postato il 27.09.05 18:01

Buongiorno!
Per il cattolico il clero rappresenta il principio di unità tra i fedeli(sinteticamente,perchè non siamo nella sede adatta).Immagina il percorso cattolico come un binario:una rotaia è il percorso del popolo di Dio in generale e del singolo fedele nello specifico,l'altra rotaia è il magistero ed il clero con la sua opera di interpretazione,continuità,insegnamento e ricapitolazione della tradizione;le traversine su cui poggiano entrambe le rotaie sono la Rivelazione espressa nella Parola di Dio e nella creazione,che si rendono così il presupposto fondamentale del confronto.

Credo,perciò,che la risposta seria non sia quella della rinuncia all'ordine sacro(senza il quale il percorso cattolico del cristianesimo non sarebbe più,per sua natura),bensì quella del recupero(da parte del laicato)della capacità dialogica con un magistero che dovrebbe necessariamente continuare a porsi come principio di unità e ricapitolazione:come dato"oggettivo"contro cui specchiare ogni singolo percorso(insieme),insomma.

Purtroppo il clero stesso,nonchè l'ignoranza del popolo,promosse nei secoli una cultura della "pappa fatta" e della "sudditanza psicologica" che ora fa fatica ad essere sradicata(anche perchè non sempre l'impegno è serio,in tal senso).Il clero trova le sue radici teologiche nel mandato di Cristo a Pietro ed agli apostoli,nonchè nel vicariato esercitato nella persona di Cristo stesso,"principio di unità"e capo della Chiesa(sempre per farla brevissima).

La "LumenGentium"al n°31,nel Conc.Vat.II,ricorda come spetti prettamente ai laici illuminare le questioni secolari con la luce del Vangelo;Cristo stesso ricorda che è la legge fatta per l'uomo e non viceversa(pur condannando chi insegna a non rispettarla),riconducendola a principio di orientamento oggettivo da applicare di volta in volta secondo le mutevoli esigenze di una vita(quella umana)che spesso trova "bene" e "male" indissolubilmente intrecciati...

Claudio Girometti 28.09.05 10:30| 
 |
Rispondi al commento

andrò controcorrente ma io non sono assolutamente d'accordo con il matrimonio Gay, e tanto meno con la possibilità che a loro vengano riconosciute tutte le oportunità di una coppia di fatto, sicuramente agli occhi di molti sembrerò.. una persona priva di sentimenti,
ma io non sono ipocrita, se la natura avesse voluto che ci accoppiassimo uomini con uomini e donne con donne ci avrebbe fatto ermafroditi, ame sembra che siamo tutti molto "aperti" per seguire la massa io li rispetto rispetto le loro idee.. ma se penso che a me per darmi un bimbo devo dimostrare di essere felice..mentre a loro potrebbero darlo solo per dimostrare che non sono razzisti.. la cosa.. mi fa rabbrividire,
li volete riconoscere come coppie di fatto? ok..ma attenti a come viene interpretata la legge.
ioho tantissimi amici Gay non ho alcun problema con loro.. li considero cmq amici non è che sono diversi.. ma ormai sta diventando vergognoso essere etero, echecavolo.. prima li chiamavano "diversi"..ora c'è una forma di apertura mentale.. anche in Italia.. ma non potete pretendere che si cambi la costituzione nel giro di qualche giorno perchè siamo "Liberi".. liberi de chè??
io rispetto loro.. di queste cose ne abbiamo parlato tante volte.. e loro rispettano il mio punto di vista..
ma è possibile che ogni volta che qualcuno è contro "la massa" viene additato come un mostro.. insensibile?
ognuno è libero di credere a un dio.. ognuno è libero di votare o non votare quel che vuole..
ognuno è libero di espremere il suo pensiero ..
ma se non siamo in grado di esprimerlo tra di noi in un blog in un forum o lavoro.. come pretendiamo che il mondo ci ascolti?
impariamo a dire la nostra senza attaccarci..
sarò libera di dire la mia senza essere giudicata?
forse.. si.. o forse. no..
ma non importa questo è il mio pensiero.. e ne sono convinta.. naturalmente ho sempre l'opzione B quella di cambiare idea.. alla luce di nuovi fatti..notando cose che fino ad ora forse non avevo notato..
Grazie

valentina piras 28.09.05 10:21| 
 |
Rispondi al commento

A Beni`,
se fossi un po`piu`attento a leggere i messaggi (probabile che io mi sia espresso male, della cosa mi spiace), ho detto che il tuo Gesu`non ha mai indicato il dito sui peccatori (da Maddalena in giu`).Tu parli invece di non dare "pari dignita`" all´unione di due omosessuali,in nome dei Valori , definendoli cittadini contribuenti si`, ma di serie B.Libero arbitrio significa che il tuo Cristo, invece di apparire nella sua gloria solo a Paolo , se avesse voluto avrebbe potuto manifestare il suo potere nel momento della morte , convincendo tutti come ha fatto con quel fariseo di Paolo. Non l´ha fatto, perche`voleva lasciare all´uomo il famoso libero arbitrio.Ognuno cerchi la verita`seguendo la propria strada. E ´piu`chiaro ora per te? Ne dubito.
Ps. Domani faro`un viaggio in Turchia organizzato da teologhi tedeschi ,chiamato sulle "orme di Paolo". Forse sono un´agnostico per te inaccettabile, ma farmi da dire da te che non conosco le religioni... ma no! Sei libero di pensarlo ;)

paolo moretti 28.09.05 09:37| 
 |
Rispondi al commento

L'ascetico Ruini, il rubizzo Calderoli, il furbo Casini, lo sgradevole Buttiglione: sono tutte facce della stessa medaglia, i nuovi "neo-cons". Si tratta di persone, le quali, facendo leva sull'ignoranza, l'ottusità e l'ipocrita perbenismo dell'italiano medio, enunciano pochi e semplici concetti, che "fanno presa" sulla gente: mi sembra di vivere nel XVI secolo sotto la Santa Inquisizione.
Questi individui pretendono di pensare in nome e per conto nostro, sovvertendo ogni prinicpio giuridico e di buon senso.
Gridano "NO!" alle coppie di fatto e alle unioni tra omosessuali, portando a sostegno il concetto di famiglia secondo il nostro ordinamento: al di là delle considerazioni sul merito di tali affermazioni (è inutile provare a discutere con l'ottuso), non mi sembra proprio che Codici e Costituzione stabiliscano espressamente come debba essere costituita un nucleo familiare.
Parlano di "italiani": ma questi personaggi hanno mai letto la nostra Costituzione? Non sanno che (art. 7 e 19) il principio laico "Libera chiesa in libero stato" è stato ESPRESSAMENTE codificato?
Influenzano (lo hanno sempre fatto, ma questa volta sono andati oltre...) l'esito di un referendum, ignorando bellamente il Testo Unico delle leggi elettorali: colui che, abusando della sua carica pubblica (come i vari parlamentari, ministri ecc.) e/o in qualità di ministro di culto (come Ruini & amici vari), influenza il voto e/o induce a non esercitare tale diritto comette un reato, punibile - se non ricordo male - con reclusione fino a 4 anni e multa fino a 10.000,00 EUR.
Non sperate che cambi la musica al cambio di maggioranza: Prodi, alla prima bacchettata del Santo Inquisitore Ruini si è subito riallineato ai dogmi vaticani, mentre TUTTA la sinistra, ad ogni occasione, è subito pronta a baciare anelli cardinalizii e papali...

giampiero solenghi 28.09.05 09:28| 
 |
Rispondi al commento

Roma, 28 set. (Apcom) - "Per difendere le nostre posizioni siamo disposti a qualsiasi guerra". Lo avrebbe detto, secondo un lungo articolo apparso oggi sul Corriere della Sera, il Cardinale Camillo Ruini, presidente della Cei, durante un colloquio telefonico avvenuto lunedì scorso con il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Gianni Letta. Tema del dialogo sarebbero stati i possibili candidati della Cdl, primo fra tutti Gianfranco Fini, che Oltretevere ha sempre goduto di buone simpatie. Secondo l'autrice del 'pezzo', gli strappi del vicepremier in materia di fecondazione assistita e Pacs sarebbero costati al presidente di An molto di questo 'appoggio'. Il test-Fini, dunque, non avrebbe dato risultati incoraggianti e il linguaggio usato da Ruini sarebbe stato alla "Von Clausewitz, evocatore - si legge nell'articolo - di strategie belliche più che latore di evangelica disponibilità a porgere l'altra guancia".
OLTRE AD AVERE GROSSI PROBLEMI A PALAZZO CHIGI, NOI ITALIANI ABBIAMO QUESTO ENORME PROBLEMA...
IL VATICANO DI M...A CON IL SUO GENERALE DELLE SS CAMILLO RUINI.
UN SALUTO A TUTTI E UN AUGURIO A RESISTERE,
GUARDIA SEMPRE ALTA!!!
VORREI CONSIGLIARVI UN SITO CHE POTREBBE ESSERVI UTILE. www.uaar.it/laicita/sbattezzo/

Pietro patrini 28.09.05 09:16| 
 |
Rispondi al commento

Si parla continuamente di Dio e Gesù: la critica non è rivolta a loro ma ai preti ed alla chiesa. Non facciamo confusione. L'errore che facciamo consiste nel valutare non gli individui bensì i professionisti. SUperiamo il pensiero per categorie e professioni ed il gioco è fatto: se usiamo la parola "prete" abbiamo una determinata percezione della realtà, se usiamo l'espressione "uomo con un vestito particolare" ne abbiamo un'altra. Dobbiamo da una parte superare il pensiero tassonomico-metafisico, dall'altra non farci ingannare dalle parole.
Gesù ha detto: "il regno di Dio è dentro di te e tutto intorno a te. Non in templi di legno e pietra. Spacca un pezzo di legno ed io ci sarò, solleva una pietra e mi troverai".

Fabrizio Guidi 28.09.05 09:04| 
 |
Rispondi al commento

A proposito delle affermazioni di Card. Ruini sulle coppie di fatto.
Perchè, mi chiedo, e chiedo a chi lo sostiene, dovrei accettare le affermazioni e le indicazioni di vita che regolamentano i rapporti matrimoniali e di gestione della famiglia da chi la famiglia e il matrimonio ha rifiutato chiudendosi a pregare fra le mura di un convento?
Che tipo di esperienza basa le convinzioni di Card. Ruini?

Walter Ganda 28.09.05 08:22| 
 |
Rispondi al commento

CIAOO BENITO COME TI VA ? COME VANNO LE DISCUSSINOI,PROCEDONO BENE ? SEMPRE BATTAGLIERO COME AL SOLITO E'? EHEHEH......BENE MI FA PIACERE!
A PROPOSITO NN SO CHI TI HA OFFESO CRISTO ,SE E' PROPRIO COSI' ,A FATTO MALE , MA IO DIREI CHE ANCHE IL VATICANO NN SCHERZA (frecciatina) :P
TU COSA NE DICI? (come sono pedante lo batto sempre li il chiodo eheheh ).
ps. i due punti e la p rappresentano una faccina che fa la lingua :P

cristiano parmiani 28.09.05 02:48| 
 |
Rispondi al commento

MARCO ZANETTI CHI INTENDEVI CON "MI FATE SCHIFO"???

cristiano parmiani 28.09.05 02:39| 
 |
Rispondi al commento

A tutti quelli che lodano i "fischiatori" ed i manifestanti:

Sapete qual e' la cosa che mi da piu' fastidio del vostro atteggiamento, quella che piu' mi ha deluso?

E' il fatto che se fosse stato mr. Beppe Grillo su un palco, e qualcuno lo avesse fischiato fino ad impedirgli di proseguire, qui si sarebbe scatenato un polverone del diavolo in difesa del "povero Beppe Grillo".
Invece, dato che a parlare era un cardinale fra i piu' notoriamente conservatori, allora non solo si sopporta, ma si elogia il diritto alla contestazione.

Eppure mi sembra che il signor Ruini non stesse facendo ne' apologia del terrorismo ne' invitasse a comportamenti razzisti o oltraggiosi dei diritti umani.

Questa liberta' di pensiero "a senso unico" mi fa vomitare. Se ognuno di noi e' libero di dire cio' che vuole, ma solo se dice cose giuste, allora chi dovra' controllare cosa si dice? Voi, forse?
Alla facciazza del fascismo.

Piu' ci penso piu' mi fate proprio schifo.

Marco Zanetti 28.09.05 02:24| 
 |
Rispondi al commento

... per Ruini.. "vecchio marpione".. niente di meglio .. penso ringrazierà.. quei fischi.. che altrimenti .. erano una comune espressione.. di opinione.. ora motivo di ..discussione.. che "gonzi"...hehe

Maurizio Sbrogio' 28.09.05 02:00| 
 |
Rispondi al commento

..che siano TUTTI parenti .. di Buttiglione???... mha

Maurizio Sbrogio' 28.09.05 01:51| 
 |
Rispondi al commento

Kant diceva:credete in cio che vi sembra meritevole di fede e di rispetto al vostro giudizio,ma non negate mai alla Ragione cio che fa di essa il bene piu grande:quello di essere l'ultima pietra di paragone della verita e del giusto.

Le tesi di Ruini si frantumano davanti a questo.

Postato da: giovanni trizzi il 27.09.05 23:14

HAhahhahahah Minkia meno male che non ho mai studiato a scuola ma Figlio mio leggre per non capire nulla basta!!!!¨

PS:Con la Ragione non otterai mai il BENE!!!
AHhahah meno male Grazie papà per non avermi fatto studiare!!!!!!!

Benito Le Rose 28.09.05 00:21| 
 |
Rispondi al commento


Postato da: paolo moretti il 27.09.05 17:17

Primo: Non è bello citare persone che non sono in linea.
Allora :Dai dell Ipocrita a Gesu?!!
Mi dai dell Ipocrita?
MAh... leggendo il tuo commento ti sei risposto da solo caro PAolo Moretti(PArente del girotondino?)
1)Io non ho mai detto che due persone dello stesso sesso non possono stare insieme.(leggi tutti i miei commenti)Ho solo detto che non possono convolare a nozze.Non possono avere pari dignita di una famiglia tradizionale.

In quanto ai valori Caro girotondino ,vai a studiare la storia ,cosi impari un pochettino da dove ci vengono tramandati i "valori" che tanto gridate ai 4 venti.
PEr te cos è libero arbitrio??
FAre quello che ti pare?'
Potete fare quello che volete non ci sono problemi.
MA tu i miei Valori non li tocchi.


PS:
A me puoi dire quello che vuoi. Ma non ti permettere mai piu di offendere Il CRISTO!!

Benito Le Rose 28.09.05 00:14| 
 |
Rispondi al commento

Sono cristiano, credo nei valori della fede e credo (e spero)nella libertà. Faccio parte del cons.........

Postato da: enrico ruffo il 27.09.05 21:32


ENRICO ALLORA CREDO PROPRIO CHE CONTINUIAMO A NN CAPIRCI !
O FORSE NN HAI LETTO I POST PRECEDENTI.
O FORSE LI HAI LETTI MA CONTINUI A RIPETERE LE STESSE COSE.
OPPURE TU PENSI CHE SIANO SOLO TUTTI POST DI CRITICHE ASSURDE ATTE SOLO A DEMONIZZARE TUTTA LA CHIESA SENZA ESCLUSIONI????
LE PAROLE VOLANO MA GLI SCRITTI RIMANGONO, PROVA A RIDARGLI UNA LETTURINA , MAGARI NON HAI CAPITO QUALCOSA ,VISTO CHE NON RISPONDI A NULLA E TI LIMITI SOLO A DIFENDERE TUTTA LA CHIESA A TESTA BASSA !!!
HO SCRITTO PARECCHI POST POCO PIU INDIETRO,LEGGILI ,E POI ARGOMENTA SU QUEI TEMI !
O NON SAI COSA DIRE.
Sono cristiano ed in quanto tale credo nel Papa, e nei suoi collaboratori,
MA CHE BRUTTO DISCORSO QUESTO !
SEMBRA QUASI CHE TU ABBIA VOLUTO DIRE CHE COME CRISTIANO(in quanto tale), DEVI AUTOMATICAMENTE CREDERE A TUTTI I COSTI AL PAPA E AI SUOI COLLABORATORI, PER CUI SE PEEERCASO CI FOSSE DEL MARCIO TRA QUESTI ULTIMI,TU DA BUON CRISTIANO,NATURALMENTE,GLI CREDERAI LOSTESSO NO?
MA COS'E' UNA CLAUSOLA DI CONTRATTO?
MA TU COSA SEI, UN CREDENTE DEL CONCETTO CHIESA O UN DIPENDENTE DELLA CHIESA ?
O FORSE........VOLEVI DIRE QUALCOSALTRO.
quella chiesa fatta di piccoli paesi, di piccoli uomini, di sinodi, d'incontri, di Consigli Pastorali, che più che distruggere CREANO in silenzio,
MA CHI E' CHE CRITICA QUESTA CHIESA!
E' CON L'ALTRA "CHIESA" CHE DOBBIAMO FERE I CONTI ,MA VOI CONTINUATE A TACERE E A NN DIRE QUALI SONO LE VOSTRE INTENZIONI IN PROPOSITO.
CONTINUATE A RISPONDERE SEMPRE LE STESSE COSE MA VI GUARDATE BENE DI ENTRARE IN MERITO AI VOSTI PROBLEMI , CHE SONO SCHELETRI GRANDI COME UN DINOSAURO.
ABBIATE LE PALLE PER CRITICARE ANCHE IN CASA VOSTRA,FAREBBE BENISSIMO ALL'IMMAGINE DI QUELLI CHE TRA DI VOI SI FANNO IL MAZZO PER IL PROSSIMO.
VATTI A LEGGERE I POST PRECEDENTI POI NE RIPARLIAMO.

cristiano parmiani 27.09.05 23:53| 
 |
Rispondi al commento

vabè, troppo facile parlar male della chiesa 8)

bye

Stefano "akiro" Meraviglia 27.09.05 23:19| 
 |
Rispondi al commento

RUINI
Daccordo... diritto di parola, morale, coppie di fatto ogniuno dica la sua secondo la propria sensibilita.

MA NON E FORSE INGERENZA QUANDO IL VATICANO DIFENDE FAZIO ?

sarra silvano 27.09.05 23:16| 
 |
Rispondi al commento

Kant diceva:credete in cio che vi sembra meritevole di fede e di rispetto al vostro giudizio,ma non negate mai alla Ragione cio che fa di essa il bene piu grande:quello di essere l'ultima pietra di paragone della verita e del giusto.

Le tesi di Ruini si frantumano davanti a questo.

giovanni trizzi 27.09.05 23:14| 
 |
Rispondi al commento

E' il mio primo post e devo ammettere di non essere riuscito a leggere tutti i vostri (avessi tutto 'sto tempo) e spero di non ripetere concetti già espressi da altri.
Secondo me al signor Ruini essendo in Italia è garantito il diritto di pensiero e di parola e quindi dica ciò che vuole, se qualcuno si sente leso da ciò che dice lo citi in giudizio (ma non ci creda troppo). Questo è altrettanto valido per chi lo ha contestato. E’ altresì valido per quei politici che hanno censurato le contestazioni definendole vergognose e intollerabili; questi però scagliandosi contro chi ha espresso il proprio parere lasciano facilmente vedere che il loro istinto servilistico verso la Chiesa è ben più forte di quello democratico.

Paolo Boyer 27.09.05 23:06| 
 |
Rispondi al commento

perche' i simpaticoni in vaticano non danno una bella mano di bianco nella cappella sistina e non la fanno ridisegnare da un buttiglione o la russa qualsiasi? giusto per corenza con le simpatiche idee esternate in questi anni dal fu woitila e scagnozzi vari

se i milioni di gay nel mondo si organizzassero il Ratzy avrebbe poco da blaterare dal suo balcone in san pietro

solidarieta' un par di ciufoli

claudio marchi 27.09.05 22:47| 
 |
Rispondi al commento

Sono cristiano, credo nei valori della fede e credo (e spero)nella libertà. Faccio parte del consiglio pastorale della mia parrocchia a Verona (per molti, città violenta e razzista) e occupo parte del mio tempo libero a cercare di educare dei ragazzi di 16 anni, anche hai valori della Chiesa. Credo che nessuno possa permettersi di insultare il Cardinale Ruini, che pur avendo anche lui come tutti i suoi difetti, è anche rappresentante di valori e di pensieri, che non devono essere sempre e comunque demonizzati, solamente perchè detti da un cardinale. Io voglio sperare anche in lui, anche nel Cardinale Ruini, come mi piacerebbe sperare nei politici, ed in tutte le persone che occupano una posizione di responsabilità nei confronti di altri. Sono convinto che Ruini non abbia detto solo che cavolate, e sono convinto che molti altri, criticandolo, ne abbiano dette parecchie, catalogando tutti i cristiani, anche quelli che si fanno il mazzo nelle parrocchie ogni giorno, come persone arretrate e chi più ne ha più ne metta. Troppo semplice essere sempre contro, si diventa finti coerenti, quelli che hanno sempre ragione. Più che manifestare occorre OPERARE affichè le cose cambino, e cambino nel modo giusto. E questo sta avvenendo anche nella Chiesa, quella chiesa fatta di piccoli paesi, di piccoli uomini, di sinodi, d'incontri, di Consigli Pastorali, che più che distruggere CREANO in silenzio, costruendo le Comunità del domani. Sono cristiano ed in quanto tale credo nel Papa, e nei suoi collaboratori, e penso che qualche volta dovrebbero addirittura parlare di più, senza essere demonizzati.Non fanno sempre male, e non dicono sempre cazzate. Saluti a tutti. Enrico

Enrico Ruffo 27.09.05 21:36| 
 |
Rispondi al commento

Sono cristiano, credo nei valori della fede e credo (e spero)nella libertà. Faccio parte del consiglio pastorale della mia parrocchia a Verona (per molti, città violenta e razzista) e occupo parte del mio tempo libero a cercare di educare dei ragazzi di 16 anni, anche hai valori della Chiesa. Credo che nessuno possa permettersi di insultare il Cardinale Ruini, che pur avendo anche lui come tutti i suoi difetti, è anche rappresentante di valori e di pensieri, che non devono essere sempre e comunque demonizzati, solamente perchè detti da un cardinale. Io voglio sperare anche in lui, anche nel Cardinale Ruini, come mi piacerebbe sperare nei politici, ed in tutte le persone che occupano una posizione di responsabilità nei confronti di altri. Sono convinto che Ruini non abbia detto solo che cavolate, e sono convinto che molti altri, criticandolo, ne abbiano dette parecchie, catalogando tutti i cristiani, anche quelli che si fanno il mazzo nelle parrocchie ogni giorno, come persone arretrate e chi più ne ha più ne metta. Troppo semplice essere sempre contro, si diventa finti coerenti, quelli che hanno sempre ragione. Più che manifestare occorre OPERARE affichè le cose cambino, e cambino nel modo giusto. E questo sta avvenendo anche nella Chiesa, quella chiesa fatta di piccoli paesi, di piccoli uomini, di sinodi, d'incontri, di Consigli Pastorali, che più che distruggere CREANO in silenzio, costruendo le Comunità del domani. Sono cristiano ed in quanto tale credo nel Papa, e nei suoi collaboratori, e penso che qualche volta dovrebbero addirittura parlare di più, senza essere demonizzati.Non fanno sempre male, e non dicono sempre cazzate. Saluti a tutti. Enrico

enrico ruffo 27.09.05 21:32| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Antonio Cimino il 27.09.05 20:14

RISPOSTA: APPUNTO
PERO' VOGLIO SPERARE CHE CHI LAVORA SINCERAMENTE PER IL BENE DEL SUO PROSSIMO E DELLA NOSTRA "MADRE TERRA" NON SIA SOLO UNA GOGGIA NELL'OCEANO.
LO SPERO VERAMENTE.

cristiano parmiani 27.09.05 20:36| 
 |
Rispondi al commento

Ciao,
Per qualsiasi argomento è vano parlare con lo Stato della chiesa.
La Chiesa resta D O G M A T I C A e rsterà così sino alla fine dei secoli.
Per la Chiesa esistono solo cittadini di serie A
o di serie B a seconda se sei con Lei o contro di Lei.
La Chiesa non ha mai aiutato nessuno a cavarsela
o a toglierti le pigne dal sacco; sa solo sancire,
imporre, ed obbligarti senza dialogo. Quando sento
parlare esponenti clericali o loro collaboratori
in TV, gli argomenti sono senmpre all'insegna dei dogmi teologici o di interpretazioni della Bibbia;
quasi mai riferimenti o critiche a colro che stanno rovinando il mondo. Naturalmente vi sono
clericali che lavorano nell'ombra e cercano di fare qulcosa per aiutare la povera gente, ma sono
una goccia nell'oceano.
E per quanto rigurda gli aiuti al terzo mondo?
Su questo argomento dovresti illuminarci Tu Beppe
Arrivederci.

Antonio Cimino 27.09.05 20:14| 
 |
Rispondi al commento

COSA INTENDI PER "SANTA ROMANA"?

cristiano parmiani 27.09.05 18:33| 
 |
Rispondi al commento

Basta che non si senta piu`parlare di "santa romana", per il resto a me sta bene tutto. Quello della fede , poi, e`un discorso circoscritto a chi crede.Dall´esterno risulta poco comprensibile,purtroppo.
Ps. sono nato a Roma, che non mi si tacci di leghismo.

Mi piacerebbe che qualcuno toccasse qui il tema dell´omosessualita`di San Paolo, da nessuno qui accennata , ma sempre sussurrata.
pps. Sono felicemente sposato con una bella signora, ma la liberta`dell´individuo ,per me, e`sacra.
buona serata a tutti

paolo moretti 27.09.05 18:14| 
 |
Rispondi al commento

@cristiano parmiani
Ciao!
Mi è piaciuto molto il tuo "distinguo" tra chiesa di base e gerarchia,senza voler con questo dire che condivida poi tutta la tua analisi.
Purtroppo la ricerca è sempre stata appannaggio di pochi:anche la laicità si fa formare più dal televisore che dalla propria indagine sulle cose,non trovi?E' sempre e PER TUTTI difficile abbandonare gli schemi mentali in cui ci si rifugia,x conseguir la verità!………..continua…….

RISPOSTA:

QUINDI QUAL’E’ LA SOLUZIONE PER VOI CATTOLICI?
COME PENSATE DI INTERVENIRE CONTRO CIO’ CHE E’ MARCIO DENTRO LA VOSTRA ORGANIZZAZIONE CATTOLICA,CHE DANNEGGIA PRIMA DI TUTTI QUELLI CHE COME TE’ SONO IN SINCERA BUONA FEDE?
SECONDO ME’ DOVRESTE PRIMA DI TUTTO RISOLVERE LE VOSTRE “QUESTIONE INTERNE” PRIMA DI CERCARE LA CONVERSIONE ALLA VOSTRA RELIGIONE DI QUELLI CHE NON CREDONO.
QUELLO CHE E’ LA CHIESA OGGI (UNA MULTINAZIONALE ) STA’ OFFUSCANDO LA VOSTRA IMMAGINE , FA PERDERE DI CREDIBILITA ANCHE QUELLA CHIESA CHE SIETE VOI !
CHE IDEA PENSATE CHE ABBIANO DI VOI MOLTISSIME PERSONE NON CREDENTI O CREDENTI DI ALTRE RELIGIONI SIA IN ITALIA CHE ALL’ESTERO?….continua

cristiano parmiani 27.09.05 18:01| 
 |
Rispondi al commento

RICORDATEVI CHE SI TENDE A FAR DI TUTTA L’ERBA UN FASCIO, E L’ERBACCIA FA PERDERE DI VALORE TUTTO IL FASCIO.
IL PROBLEMA E’ CHE , “COME IN OGNI BUON GOVERNO”, L’ERBACCIA E’ SEMPRE QUELLA CHE COMANDA,
SOLO CHE GESU’ NON MI SEMBRA CHE AVESSE MAI PARLATO DI “COMANDANTI” (e chi dice di si mi dispiace ma si sbaglia).
DI SICURO DIO NON CENTRA NIENTE CON TUTTA QUESTA SCALA GERARCHICA DI DIRIGENTI D’AZIENDA CHE AVETE AL GOVERNO .
E’ QUESTO IL VOSTRO E IL NOSTRO PROBLEMA , E NON GLI OMOSESSUALI !
AVETE MAI DATO UN COMPITO AI VOSTRI BAMBINI PERCHE NON VOLEVATE CHE SI INTERESSASSERO A QUALCOSALTRO?
IN QUESTO CASO SIAMO NOI I BAMBINI.
ABBIAMO GOVERNANTI TERRENI E MORALI CHE STANNO FACENDO COSE TERRIBILI DISTRAENDOCI CON LE “CARAMELLE” , SULLE QUALI DISCUTERE E LITIGARE !
MA VE NE RENDETE CONTO ?
MA CHE COSA C’E’ DA DISCUTERE SU QUESTE COSE !
CON TUTTI I PROBLEMI CHE ABBIAMO VI SCANNATE SU TEMI COME I MATRIMONI GAY ?!?!?!

…. (O_O)….continua

cristiano parmiani 27.09.05 18:00| 
 |
Rispondi al commento

LA QUESTIONE DEI MATRIMONI GAY E’ MOLTO SEMPLICE ,SIAMO IN “DEMOCRAZIA “ NO?
ALLORA ANDIAMO A VOTARE SI O NO , MA ANDIAMOCI TUTTI PERO!
E CHE QUALSIASI INFLUENZA RELIGIOSA RIMANGA FUORI DAL GOVERNO, TUTTI VOTINO E DECIDANO SECONDO LA PROPRIA COSCIENZA , SIETE GRANDI ORMAI.
O AVETE SEMPRE BISOGNO DI QUALCHE ALTA CARICA CLERICALE (e ne abbiamo gia parlato prima di queste cariche) CHE DECIDA PER VOI , O CHE “VI INDIRIZZI A FARE LA COSA GIUSTA”? MA DA CHE PULPITO ARRIVA QUESTO INDIRIZZO?
LA RELIGIONE CATTOLICA IN TEORIA NON E’ UNA GELIGIONE CHE IMPONE LE PROPRIE IDEE , MA LE PROPONE DEMOCRATICAMENTE CON LA BONTA E LA TRASPARENZA.
SE POI VINCESSE IL SI I GAY SI SPOSERANNO IN COMUNE , E NON IN CHIESA.
MA QUESTE SIGNORI SONO PICCOLEZZE DATE IN PASTO AL POPOLO COME DISTRAZIONE,IL BUON VECCHIO SISTEMA DELL’ANTICA ROMA …………..DISTRARRE I SUDDITI FACENDOLI SCANNARE TRA DI LORO DENTRO L’ARENA PER FUTILI MOTIVI.
OPPURE UN ALTRO SISTEMA E’ FARE COME STRISCIA LA NOTIZIA , SAPPIAMO TUTTI DI CHI E’ STRISCIA NO?
STRISCIA DISTRAE I PROPRI ASCOLTATORI DAL GRANDE MARCIO DANDOGLI IN PASTO RISATE E TONNELLATE DI PICCOLI MARCI , IL MAGHETTO , IL BENZINAIO CHE TI FREGA 2 EURI, LA SCUOLA GUIDA TRUCCATA , IL FINTO GUARITORE, IL PALO DELLA LUCE IN MEZZO ALLA STRADA, UN PO DI TETTE E DI CULI ,ECCC…………MA AVETE MAI SENTITO QUALCHE CRITICA VERA SU BERLUSCONI , PREVITI,DELLUTRI E COMPANY ? EPPURE NE AVREBBERO PER 1000 PUNTATE .
IN PIU CI FANNO ANCHE LA FIGURA DEI PALADINI DELLA GIUSTIZIA , DEGLI SMASCHERATORI DELLA FALSITA . E’ UN BEL SISTEMA NO? DISTRARRE DAI GRANDI REATI SMASCHERANDONE UNA MOLTITUDINE DI PICCOLI E SBATTENDOLI SUI MEDIA INSIEME A TETTE E RISATE NELL’ORARIO DI CENA.
CI PRENDONO PER IL CULO.


cristiano parmiani 27.09.05 17:59| 
 |
Rispondi al commento

@paolo moretti

Ciao!
Quel "qualcuno" (cioè Io) ha scritto anche, in altri post successivi:

"E' altrettanto chiaro che, una volta usciti dalla visione "mitica" della fede, appare evidente come essa si sia sviluppata attraverso contesti di tipo sociologico e storico, senza essere piovuta dall'alto! (...) è proprio questo il motivo per cui mi fido di un Dio che si è incarnato nell'uomo(...).La fede non è affatto in contraddizione con questo, perchè riguarda il significato ultimo e non la procedura".

Saluti!


Claudio Girometti 27.09.05 17:54| 
 |
Rispondi al commento

Condivido quanto
Postato da: Antonella Pasquale il 27.09.05 13:16
Esiste un'altra Chiesa davvero.
C'è un frate nel mio paese al quale abbiamo
(e non siamo dell'oratorio!!!!!)
dovuto comprare dei sandali in quanto nn li avrebbe mai comprati x' preferisce devolvere la sua intera pensione ai bisognosi e
ANDARE SCALZO LUI!!!!!

Continuo invece a rabbrividire di fronte agli insulti.

Beppe, ma x' oltre a far mettere il nome e cognome nn tagli questo "vomitare"...nn credo infatti sia un parlare o uno scambarsi opinioni in maniera civile.
Beppe scade questo BLOG davvero!!!!
Passiamo come ignoranti tutti!

nicoletta de zuanni 27.09.05 17:44| 
 |
Rispondi al commento

@Marco Zanetti

Io ho trovato questo documento... da da pensare!
http://www.chiesa.espressonline.it/dettaglio.jsp?id=6997
Buona lettura.

Riccardo Roppoli 27.09.05 17:41| 
 |
Rispondi al commento

Prima qualcuno ha scritto, la chiesa e`"santa e romana", perche` PER TRADIZIONE, Pietro fu vescovo di Roma. Ragionamento apodittico, che nelle sacre scritture non trova riscontro. Pero`...forse,forse... ma l´unione chiesa cristiana cattolica con Roma, avra`qualche riferimento con l´editto di Costantino??!!?? EH?
Do you understand?

paolo moretti 27.09.05 17:33| 
 |
Rispondi al commento

Per Omar, Benito e co,
cari ragazzi, noi Vi ringraziamo di cuore per aver pugnato cosi`stoicamente in questa arena di perversi, annidatasi in questo sito. Il vostro spirito votato al martirio, si e`potuto cosi`esaltare.Oggi con le parole, domani chissa`...
Nei cieli avranno visto ed apprezzato, spero per Voi .
Chissa`se il vostro amato Cristo, strenuo difensore del libero arbitrio, scandaloso amico dei peccatori(almeno secondo le "leggi" farisaiche), sara`contento del Vostro agire, voi cosi`desiderosi di togliere la liberta`di esprimere il proprio amore alla persona con cui si vuol fare un cammino di vita insieme in nome dei "Valori" (eh, Benito?).Permettetemi di dubitarne.Ma intanto, voi parlate di liberta`a VOI negata di parlare ; MA SIETE VOI CHE TOGLIETE LA LIBERTA`AD ALTRE PERSONE DI AGIRE!
Il fariseismo e`la vostra bandiera , quel fariseismo combattuto senza soste da Cristo, e da Paolo , gia` fariseo, fatto rientrare dalla finestra.Quel Paolo, che tanto amo`Timoteo, tanto amato da volerlo personalmente circoncidere, mah!Ma non era Lui per la chiesa universale?Forse lo amo`un po`troppo...

paolo moretti 27.09.05 17:17| 
 |
Rispondi al commento

X Andrea Amadio

> il discorso non è proprio quello..loro hanno agito > così perchè il card Ruini non è un messaggero di > Dio portatore di speranza ma è un istigatore > integralista..uno che dice che le guerre sono giuste > e si esprime contro tutto ciò che non è cattolico > e critica gli atei giudicandoli > miscredenti..offende e non poco!

Uhm... io ho sentito dire dalla CEI proprio il contrario, oggi. Mi risulta che la chiesa sia l'UNICA istituzione, assieme a Rifondazione Comunista, che si e' schierata SEMPRE CONTRO le guerre in Iraq ed Afghanistan. Non credo inoltre che Ruini sia cosi' idiota da confondere atei e miscredenti (due parole che hanno significato totalmente diverso, l'ultima delle quali non ho mai sentito pronunciare da un cristiano in vita mia), considerando che e' laureato in teologia.

Io ho citato il comunicato della CEI di oggi. Tu che documenti mi porti a sostegno della tua tesi?
Cita e leggero'.

Marco Zanetti 27.09.05 17:13| 
 |
Rispondi al commento

terza e ultima...Come non si puo dimenticare dell’importanza dell’aiuto sociale che la Chiesa dà, in modo capillare, volontario, nelle nostre città…mense, dormitori, caritas, parrocchie.. tutto da demonizzare?
Ripeto, prima di fare di tutta l’erba un fascio magari si potrebbero analizzarle meglio le cose.
Sicuramente ancora molto c’è da fare. Da migliorare.
Ho letto su vari post che spesso si dice “non c’è l’ho con Cristo, ma con la chiesa”… questo, se da un punto di vista mi dispiace tanto, dall’altro può essere anche un sprono… se il messaggio di Gesù è valido, e ti cambia la vita, perché allora non provare a sentirsi Chiesa (in quanto comunità che discende e trae forza da Lui) e cercare di cambiarla in meglio, ma dall’interno, invece che affrontandola dall’esterno?
Invece di gioire per chiese vuote sarebbe bello che fossero piene.. ma piene di persone che la vogliono migliore. Ovviamente se il Vangelo ci ha conquistato.
Grazie per l’attenzione.

Simone Dal Mut 27.09.05 16:40| 
 |
Rispondi al commento

..2da parte...Mi permetto di intervenire in questo blog perché stimo Beppe Grillo e lo seguo da anni..
sono cattolico, praticante e non mi permetto venire qui a fare prediche a nessuno…
certo sentire sparare a zero sulla Chiesa, di mi sento parte, mi fa male anche perché credo che molti giudizi e condanne siano veramente troppo generalizzate, talvolta infondate, e vorrei dire la mia.
E per far questo cerco una risposta una civile, laica, rispettosa degli altri e cristianamente valida (anche perché sennò quel che ho detto prima sarebbe solo “aria fritta”!).
Sentir parlare di Chiesa come di sola organizzazione, S.P.A., magia soldi, mi addolora, nel senso che la Chiesa non è solo questo..anzi non è questo! La Chiesa (che magari non si vede, non fa notizia) sono le persone normali che nel nome del Vangelo amano gli altri con tutte le difficoltà che si incontrano nel farlo, i volontari che aiutano i poveri, i malati, genitori che amano i loro figli, gente comune che non solo prega ma agisce cercando di farlo un mondo di pace.
La Chiesa sono anche i preti, si, che non possiamo additare tutti come pedofili e gay.
E standoci in mezzo ti accorgi che sacerdoti validi ce ne sono e molti, disposti all’ascolto, all’aiuto spirituale e materiale. E non sono tutti mele marce accusabili di schifezze.
Sono sincero, le persone che fanno errori ci sono, questo non si nega di certo.. e un prete pedofilo mi fa schifo, doppiamente! Ma non si può dire di tutti…
Pensiamo poi ai missionari, di solito sulla loro importanza siamo abbastanza d’accordo… quella è Chiesa… che verso va i deboli… e con i missionari vanno in africa e nel mondo milioni di euro di aiuti che la Chiesa manda, questo non lo si puo dimenticare. E spesso in mezzo a guerre civili ci sono solo i missionari, che spesso ci lasciano la pelle.

Simone Dal Mut 27.09.05 16:37| 
 |
Rispondi al commento

@Riccardo Roppoli

Ti rispondo:
Si, credo che il matrimonio civile eterosessuale che tu vivi abbia "antropologicamente" tutti i requisiti per essere considerato legittimamente "matrimonio",appunto.
Cambia il suo significato ultimo ai vostri occhi,che non è necessariamente(ma può esserlo comunque,a livello di "sentire" personale)ricondotto a Dio.
Pensa che i veri celebranti,nel rito cattolico,sono gli sposi e non il sacerdote,che venne introdotto solo in epoca medievale per garantire davanti alla comunità la libera adesione dei due aspiranti sposi dalle pressioni esercitate dagli interessi delle rispettive famiglie di derivazione.

Per quanto riguarda le adozioni,sono d'accordo con te:priorità al bambino,infatti dissi semplicemente che non abbiamo ancora la capacità di comprenderne gli effetti,ma non l'ho negato per principio(visto anche quante coppie malsane sono presenti anche tra gli etero). La questione delle case si intreccia con tutte le altre,come ben dici anche tu ed è perciò che non si possono fare le cose a caso,tanto per compiacere una parte sociale a cui si richiederanno voti.

Resta invece a parer mio inalienabile il carattere simbolico del matrimonio eterosessuale, che chiede rispetto ed unicità di essenza pur nella logica comprensione dei diritti che uno stato giustamente laico DEVE garantire a tutti i suoi cittadini.
Buona serata e grazie della civilissima chiacchierata!

Claudio Girometti 27.09.05 16:36| 
 |
Rispondi al commento

Sono due giorni che osservo il blog.. che dire...Continuiamo a scannarci! Nel momento in cui l'idea degli altri non combacia esattamente con la nostra diventiamo tutti dei "foXXuti comunisti", dei "cattolici leccaculo", dei "fascistoni", senza accorgerci che in questo modo non ci stiamo dicendo niente... perchè non c'è la volontà di dirsi nulla o di confrontarsi! Si spara a zero e basta! Vogliamo uno stato laico, che garantisca la libertà delle opinioni, poi però "lapidiamo" chi non la pensa come noi! Parlo di tutti, senza distinzioni. Forse sarebbe meglio imparassimo ad accettare l'opinione degli altri, e laddove le ci fossero vedute diverse, cercare il confronto.. non l'insulto, come nella stragrande maggioranza delle volte accade. La ricchezza delle persone sta nelle idee, nelle esperienze, nella vita che fanno e in quello che queste hanno da trasmettere agli altri. Senza aver la pretesa di imporle e senza il bisogno di essere insultati.
Sembra di assistere al siparietto dei nostri politici, che invece di confrontarsi sui temi della politica continuano a litigare senza dirsi e dirci nulla di veramente importante… e tra un po si vota!
Dico questo: se il cardinale Ruini fa un intervento, ci sta benissimo che qualcuno possa non essere d’accordo, ci mancherebbe altro! E’ anche vero che ci sta che la Chiesa dica la sua sugli argomenti che coinvolgono l’uomo, le sue scelte, la sua vita e per questo non venga insultata. La religione è legata inscindibilmente alla vita (per chi crede, ovviamente) e di fronte a certi temi sarebbe forse peggio se la Chiesa non prendesse posizione.
Questo comunque non toglie che si possa avere una visione diversa.
Un conto però è avere IDEE DIVERSE E CONTROARGOMENTAZIONI,
un conto è essere contro a prescindere. A che serve questo secondo metodo?
Credo che questo atteggiamento di fondo possa essere condivisibile da tutti…. Lo spero!
continua....

Simone Dal Mut 27.09.05 16:33| 
 |
Rispondi al commento

@Claudio Girometti

Tanto per capirci, io sono sposato in Comune e non in Chiesa, secondo il tuo concetto di matrimonio, il mio, si può chiamare così o no?
Passando invece all'ultima parte della tua risposta (sto saltando la 2 parte solo perchè essendo una opinione personale la rispetto in quanto tale e non ci trovo nulla da ridire) che è anche la parte più pragmatica e sostanziosa del questione in oggetto, chiaramente sono d'accordo che una legge decente (e non il solito papocchio giuridico) deve intervenire con chiarezza anche su certe questioni, per quanto riguarda l'adozione i futuri genitori dovrebbero essere vagliati anche dal punto di vista psicologico e dalle loro capacità di garantire una corretta educazione al bambino adottato.

Se una coppia omosessuale dovesse essere giudicata in grado di allevare ed educare correttamente un bambino perchè non dovrebbe farlo; per un bambino avere dei genitori è meglio che non avere nulla. Ovviamente al primo posto metto sempre il benessere psico fisico del bambino. Se la tua paura è che una coppia omo possa solo deviare la psiche di un bambino al punto che potrà solo farlo crescere come omosessuale, considera che ogni uomo o donna gay nascono da una coppia etero, quindi il solo fatto di essere una "coppia normale" non è garanzia in tal senso... è solo una speranza!

Mi citi le liste per le case popolari ad esempio, ti posso solo ribadire lo stesso concetto della mia precedente risposta, la graduatoria di una coppia dipende dalle condizioni economiche e non dal sesso della stessa, ovviamente considerando congiuntamente anche tutti gli altri parametri quali i figli, situazioni di disagio sociale ecc...

Riccardo Roppoli 27.09.05 16:10| 
 |
Rispondi al commento

Sono uno studente di 23 anni prossimo alla laurea in Scienze Politiche.Ammiro da sempre Beppe Grillo e quanto egli fa per il nostro Paese.Concordo molto spesso (non sempre) quanto scrive su questo sito.Noto però,con mio grande rammarico,che nei confronti della Chiesa il suo atteggiamento non è sempre obiettivo (cfr.i gesuiti e wikipedia di qualche tempo fa).Purtroppo anche Benni non lo è quasi mai.O meglio,non capisco questi reiterati inviti nemmeno troppo velati affinchè la Chiesa, nella persona di Ruini,non parli o dica ciò che si vuole sentire dire,ovvero "dialogo","perdono" e "libero arbitrio".La smania di imbavagliare i cattolici,i quali purtroppo spesso subiscono passivamente,sta contagiando sempre più persone.Se si parla di "guerra contro il terrorismo" sinceramente non capisco cosa ci sia di sbagliato dal momento in cui ai "crociati" e agli ebrei è stata dichiarata guerra da dei fondamentalisti, a chiare lettere, non più di quattro anni or sono.E questo non l'ha detto Ruini ma Bin Laden.Ed è anche tutto documentato,si informi l'amico Benni.Non chiedo a Benni,o chi per lui,di non scrivere queste cose:è nel suo diritto.Gli chiedo però di non venire a dare lezioni di teologia a chi,forse come nel caso di Ruini,ne sa un pochino in più di lui.Forse Ruini dovrebbe sposarsi,ma allora perchè Benni non entra in seminario?Magari tra sei anni (tanto è il corso di studi) potrebbe tornare a scriverci qualcosa.E magari questa volta potrebbe regalarci qualcosa di più intelligente.
Cordialmente.
LORENZO GUZZETTI

Lorenzo Guzzetti 27.09.05 16:10| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Benito Le Rose il 26.09.05 21:44

Quella che ti ho fatto era una provocazione, secondo me nell'ambito delle religione non esiste il "meglio" o il "peggio", ci sono solo opinioni, ne giuste ne sbagliate, ed è per questo che la frase "..siete come gli islamici.." non mi è piaciuta. Purtroppo molti religiosi (cattolici, islamici ecc) pensano di avere in mano la verità assoluta e non sono aperti al dialogo ed al confronto con altre religioni.

Fabio Pitocco 27.09.05 15:48| 
 |
Rispondi al commento

@Fabrizio Guidi

Hai perfettamente ragione,
è proprio questo il motivo per cui mi fido di un Dio che si è incarnato nell'uomo e nelle sue esigenze, fino a dire:

"E'il Sabato ad essere stato fatto per l'Uomo e non l'Uomo per il Sabato".

La fede non è affatto in contraddizione con questo, perchè riguarda il significato ultimo e non la procedura. Saluti!

Claudio Girometti 27.09.05 15:20| 
 |
Rispondi al commento

@eliana matania

Carissima,
sono convinto anch'io dell'esistenza di tanta ipocrisia tra i cattolici,ipocrisia del resto comune a tutto il genere umano,anche a quei miei ex "compagni" che vantavano la lotta di classe per poi avere,come modello di elevazione sociale,le stesse medesime aspirazioni di bene-avere della borghesia!

Ti chiedo,perciò,soltanto una cosa:
non confondere strumentalmente alla polemica l'ipocrisia di alcuni (che siano anche molti,quanti ne vuoi tu) con la semplice espressione del proprio "limite" DI ALTRI.

Buona serata.

Claudio Girometti 27.09.05 15:16| 
 |
Rispondi al commento

La sociobiologia non si occupa dell'esistenza di dio (è una questione che riguarda la teologia(?) la cosmologia (?) ). Non si pone il problema se c'è o non c'è. Si pone il problema della "natura umana" (il biogramma) del perché l'uomo si comporta e pensa in un determinato modo, del perche delle sue produzioni culturali. Credimi: il modello messo a punto da questa scienza sintetica funziona. Evidenzia, tra le altre cose i limiti delle scienze spiritualistiche in quanto trascurano il "corpo": noi siamo animali, abbiamo un istinto, delle predisposizioni comportamentali. COncordi? Siamo egoisti in quanto cerchiamo costantemente di sopravvivere, persistere e riprodurci. Tutto quello che diciamo facciamo o pensiamo non è "disinteressato" ma è quasi sempre viziato da questa legge. Siamo, consiamente e/o inconsciamente, contabili di noi stessi.

Fabrizio Guidi 27.09.05 15:15| 
 |
Rispondi al commento

@Riccardo Roppoli

Scusami,se credi io abbia divagato rispetto al tema della tua domanda:cerco di rimediare.

1-Se hai seguìto quanto ho affermato sul significato simbolico dell'unione matrimoniale(indipendente dalla fede,ma inerente la stessa natura umana ed i suoi archetipi psicologici)e sul concetto-credo condivisibile-di comunione tra gli uomini,capirai come la PARIFICAZIONE(e perciò non sto assolutamente negando altre forme di unione)di qualcosa che NON E' matrimonio al matrimonio vada a creare confusione nello stesso mondo e negli stessi rapporti umani in cui è calata anche la vita della tua famiglia.

2-Credo che un effetto di questa confusione sia quello di non sapere più distinguere tra diritto al libero e reciproco dono di chicchessia(mica solo omosessuali),con l'istituzione del matrimonio "pilastro" della società umana.
Io potrò essere magari il miglior padre del mondo,ma non una madre e perciò non potrò mai provare la gioia di portare in grembo mio figlio e di dargli la luce:lo posso trovare ingiusto,perchè c'è chi ha questo privilegio e non ne comprende la portata!E il motivo per cui non è perchè sono "inferiore" o perchè ho meno diritti,ma perchè sono nato uomo e se mi arrabbiassi con Dio,per questo,passerei per quel pazzo che confonde i suoi desideri con i suoi diritti.E' una mentalità pericolosa per tutti:non nego agli omosessuali la possibilità di donarsi amore eterno e non li incolpo o discrimino solo per la loro inclinazione sessuale(che tralaltro è solo una delle loro personali qualità),ma il matrimonio compete il loro stato di vita e questo anche fuori dalla fede:cerchiamo un modo per far si che lo Stato laico li tuteli senza fare confusione.

3-Sembra tutta roba teorica,ma ha molto di pragmatico,se pensi che non siamo ancora in grado di valutare la risposta di un bambino all'adozione gay(cosa che una coppia parificata potrebbe reclamare).Pensa anche a cose terra-terra come l'assegnazione delle case popolari senza più alcuna priorità.

Claudio Girometti 27.09.05 15:09| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Omar Ottonelli il 27.09.05 14:18

Forse hai ragione, il Dio di Giovanni non esiste.
Anche perchè non farebbe business, però non sono d'accordo sul fatto che il tuo Dio te lo ha testimoniato Gesù Cristo. Il tuo Dio te lo ha testimoniato un prete di una parrocchia, al quale nel corso degli anni TU hai deciso di dare + o - importanza a seconda di ciò che una corporation mondiale con sede a roma(il vaticano) ha imposto ora in un modo(terribile) ora in un altro(sottile) al mondo...

alex mathro 27.09.05 14:59| 
 |
Rispondi al commento

Benni mi hai demoralizzato!
Ti credovo un GIUSTO.

Windsurf surf 27.09.05 14:58| 
 |
Rispondi al commento

@ Giovanni

Esatto, il TUO Dio. Ma se ognuno si costruisce il SUO Dio allora come non poter dar ragione a Marx e chiamarlo oppio dei popoli?!

Io del mio Dio so solo dire una cosa: me lo ha testimoniato Gesù Cristo e tramite lui voglio conoscerlo.

Omar Ottonelli 27.09.05 14:18| 
 |
Rispondi al commento

@ Eliana Matania


Cara Eliana, leggendo i tuoi ultimi commenti, a me sembra che ti interessi solamente sapere se ci sono persone che si masturbano, che fanno sesso al di fuori del matrimonio, che fanno sesso solo per procreare, e si professano cristiane. Mi chiedo il perché? In questo modo ti sentiresti migliore di loro? Oppure pensi che la tua opinione debba essere tenuta in maggior considerazione rispetto alla loro? (Sono solo ipotesi, non voglio dire che sia così).


Sinceramente credo che queste persone ci siano e che scrivano anche in questo blog. Ma non per questo motivo non credo a quello che dicono o mi sento superiore (anche perché forse anch'io sono una di loro).


Secondo me un cristiano non è uno che non sbaglia mai, non è uno che se sbaglia sta zitto perché altrimenti gli altri lo considerano un ipocrita. Secondo me un cristiano (e spero di esserlo) è una persona che se anche sbaglia, cerca di migliorarsi. Che sa ascoltare gli altri, anche chi non la pensa allo stesso modo. Che riesce sempre a trarre qualche cosa di positivo dalla relazione che ha con gli altri. E che riesce anche a tirar fuori dagli altri il meglio di loro stessi.


Ma attenzione! Non è facile. E non tutti ci riescono. L'importante, però, provarci.

Alberto Astolfi 27.09.05 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Il mio dio non giudica, perchè sa quanto è difficile essere uomo.
Il mio dio è ignorante, umile, a volte stupido. E non promette mai nulla e nulla toglie.
Il mio dio aggiunge, perchè sa che chiunque quando si trasforma non ha ancora capito niente.
Il mio dio non ha sesso e per questo non discrimina.
Il mio dio non costruisce prigioni, non delega la sua libertà.
Il mio dio sperimenta e sa che solo sbagliando può migliorare, perchè non è perfetto.
Il mio dio non predica, perchè non sa parlare.
Il mio dio non detta regole ma lascia che ognuno si renda conto di ciò che è giusto e ciò che è sbagliato perchè sa che ogni dicotomia è solo apparente.
Il mio dio ripudia la violenza ma non interviene contro di essa perchè sarebbe incoerente.
Il mio dio non ha bisogno di edifici maestosi per essere contemplato, perchè ogni edificio impedisce di guardare oltre le mura.
Il mio dio non ha paura del 'meticciato' perchè sa di essere egli stesso un meticcio.
Il mio dio aspetta pazientemente che la luce entri nelle calotte craniche di questi esseri imperfetti, perchè solo allora potrà presentarsi a loro, senza il pericolo di essere lapidato.

giovanni perrino 27.09.05 14:03| 
 |
Rispondi al commento

@Claudio Girometti

Grazie per la risposta, sono anche io convinto che ad un'analisi fondamentale dello scopo della vita, fra i vari scopi (probabilmente il primo) ci sia la procreazione.
Sono altresì convinto che non si possa colpevolizzare una coppia sterile, aggiungendo però, che io non colpevolizzerei, anche, una coppia che per scelta non procrea. Quindi partendo da questo presupposto, che differenza dovrei trovare se la coppia in questione è etero o omo; dal punto di vista del risultato non c'è una differenza sostanziale, 1+1=0 per futura estinzione dei due addendi ;^).
Tornando alla mia domanda iniziale, cioè, cosa mi verrebbe tolto se una coppia omo si sposasse, non riesco a individuare nel tuo punto di vista una risposta a questo; intendo una risposta pratica, non religiosa alla quale hai ampiamente risposto, per farti un esempio pratico, se per esempio, venissero ridotti gli aiuti/facilitazioni economiche per i bambini a favore delle coppie adulte, questo per me è un danno, un togliermi qualcosa o comunque dare ad una categoria (adulti) togliendo ad una più debole (i minori).
Però quando parlo di coppie adulte non sto facendo distinzione sessuale sul tipo, l'unica distinzione che posso valutare è sulla presenza o meno di figli per una semplice aritmetica sociale, sicuramente due adulti da soli hanno maggiori opportunità e facilità di far fronte alle difficoltà della vita a confronto di una coppia con prole che ha ben altre necessità e responsabilità.
Spero di aver chiarito meglio la domanda che mi/ti pongo.

Riccardo Roppoli 27.09.05 13:53| 
 |
Rispondi al commento

...oggi il monsignor Betori ( riposi in pace ) ha detto che la chiesa ha il dovere/diritto di impicciarsi dei cazzi degli altri...forse qualcuno dovrebbe spiegargli che non è proprio così...lui cmq dice che non è altro che un costruttivo contributo del cattolicesimo...costruttivo "obbligatorio" contributo secondo me :-)

http://www.repubblica.it/2005/i/sezioni/politica/prodipacs1/ceiparla/ceiparla.html

Giorgio Simonetti 27.09.05 13:46| 
 |
Rispondi al commento

Per eliana matania

rispondi come se tutti quelli che sono contro l'aborto siano per forza cattolici tirando in ballo "questioni cattoliche" sulla masturbazione, sesso ecc.
Perchè ti fermi a quello che dice la chiesa cattolica? Io sono cristiano, ma non cattolico, e nella Bibbia non ci sono riferimenti al divieto di masturbazione e men che meno (anzi è vero il contrario) al sesso (naturalmente se fatto tra coniugi). Quindi esistono anche dei cristiani che sono contro quanto dogmaticamente affermato dalla Chiesa Cattolica ma che hanno dei principi. Cosa ha detto di così stravolgente Ruini? Ha affermato un principio, comunque condivisibile. E se lo dice un prete non va bene, perché? Perchè dice una cosa che la sinistra non accetta? Io mi arrabbierei se Ruini avesse detto votate a destra, ma se dice che i matrimoni gay sono inaccettabili dice semplicemente il suo punto di vista, come del resto fa Prodi (Compagno di merende di Ruini n.d.r.) Sai cosa mi preoccupa di più? Che non ho sentito nessuno a sinistra (parlo dei blogger) che dica: "io sono di sinistra però non sono d'accordo su questo e quest'altro" (è un discorso comunque applicabile per ogni schieramento politico).
Mi discpiace inoltre che Beppe Grillo stia facendo una campagna elettorale per la sinistra, anche questo non è leale.
Un caro saluto.
PS. Spero non mi censurino come stanno facendo da qualche tempo a questa parte.....

Davide Betania 27.09.05 13:43| 
 |
Rispondi al commento

a ruini,
hai rotto er caz,,,,,,,,,pensa piuttosto ai tuoi preti pedofili e alla bancarotta di boston,ipocriti,sepocri imbiancati,

alessandro borghese 27.09.05 13:35| 
 |
Rispondi al commento

@ raoul redditi

Se da una relazione etero (ovvero 'normale') viene fuori un individuo intollerante come te (bleah mi fa vomitare, in maiuscolo per urlare)mi sa che è arrivato il momento di 'sperimentare' nuove forme aggregative.

giovanni perrino 27.09.05 13:34| 
 |
Rispondi al commento

PARLA UN CATTOLICO PRATICANTE.

Cari Bloggers, ho letto molti commenti interessanti sull'omosessualità e sul "Matrimonio". Io oltre a credere in Dio credo e voglio credere in uno stato che dia diritti a tutti. La coppia omosessuale ha tutti i diritti di sentirsi tutelata come e quanto una coppia diciamo tradizionale. Personalmente considero l'omosessualità più un problema che un gusto, ma questa è solo la mia opinione, e proprio perchè è una opinione potenzialmente sbagliata come tutte altre, non può e non deve essere presa come pretesto per censurare certi comportamenti. Non essendoci certezze in questo campo, è giusto da parte di uno stato, laico, cercare di tutelare il più possible le diversità. Tutelare le diversità non vuol dire metterle sullo stesso piano. Il matrimonio è e rimane l'unione da cui nasce la famiglia, non può esistere un matrimonio gay perchè non esite il concetto di famiglia gay, almeno per il momento. Sono diposto a rispettare e accettare una unione tra una coppia omosessuale, ma non la metterò mai sullo stesso piano di un matrimonio, sono due cose diverse. E non è solo una quesitone di termini.

Simone Maccanti 27.09.05 13:31| 
 |
Rispondi al commento

@ Claudio Girometti

perdonami ma io personalmente non ho bisogno che mi si spieghi le motivazioni della Chiesa ma non tollero che (magari non tu ma di certo molti altri) tanti che si definiscono cattolici si facciano la religione a misura...e aggiungo
1) non ho chiesto cosa la religione dice riguardo a masturbazione e sesso al di fuori del matrimonio, so bene cosa dice, ho chiesto se voi che vi dite cattolici/credenti la praticate....e non mi trovate scuse che è diverso perchè secondo questo papa non è diverso sono tutti atti di disordine e quindi non vanno praticati.....

invece cosa accade?....che il 98% dei cattolici "interpreta" a suo piacere e pretende poi di insegnare e imporre ad altri le proprie idee

ora se i cattolici vogliono (per fede per proprie convinzioni mediche ecc) praticare la castità tranne che con la loro moglie/marito senz usare contraccettivi.....bene....fatti loro e hanno anche il mio rispetto se sono coerenti e se non rompono i maroni a me

io personalmente non mi ritrovo con le indicazioni cattoliche su molti punti e quindi me ne sto fuori....

quello che non sopporto (ed è tipico) è invece la solita ipocrisia...quello che della religione non mi sta bene lo "interpreto"....quello che mi sta bene (in genere riguarda sempre problemi di altri) lo applico!

quindi per favore voglio una risposta sincera con un semplice si o no

1) vi masturbate?
2) fate sesso solo nel matrimonio?
3) fate sesso rivolto alla procreazione?

niente scuse o interpretazioni...voglio solo semplici risposte....e se non sapete darle....smettere di farvi paladini dei precetti cattolici (quelli che vi stanno comodi)

elianafelicementeagnostica

eliana matania 27.09.05 13:28| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei precisare una cosa: sono anni che la Chiesa non considera leciti i metodi anticoncezionali non naturali. Ebbene io non mi sono mai posta il problema che la Chiesa accetti o meno il mio comportamento: li utilizzo e mi colloco al di fuori di essa ma mii sento più tranquilla in coscienza a concedermi la possibilità di "programmare" la mia discendenza piuttosto che affidarmi al caso (o a Dio se vogliamo) e mettere al mondo eventuali infelici (perchè checchè se ne dica non sempre dove c'è il posto per 1 c'è il posto per 2 e anche per 3: se ad un certo punto ti licenziano come la mantieni la prole??? Con gli oboli???). Mi è capitato di farmi degli scrupoli: ebbene ne ho parlato con un sacerdote molto attivo a livello sociale il quale mi ha solo detto: "Ma tu questo ragazzo lo ami? Vuoi costruire qualcosa o ci passi semplicemente del tempo prendendolo in giro?" Dato che ovviamente la mia risposta fu:"Voglio sposarlo" egli mi tranquillizzò e mi diede l'assoluzione. Tutto questo lungo preambolo per dire che é vero che i più noti esponenti della Chiesa, soprattutto negli ultimi anni si sono espressi in toni molto rigidi, arcaici ed anacronistici a proposito di importanti argomenti come l'omosessualità, l'aborto, la convivenza ma è anche vero che loro devono dare delle direttive cui nessuno è costretto ad inchinarsi.
Provare a sondare il terreno dei sacerdoti "militanti" nella realtà quotidiana potrebbe essere per tutti una sorpresa di apertura mentale, carità, accettazione e sincerità.
Saluti.
Antonella

Antonella Pasquale 27.09.05 13:16| 
 |
Rispondi al commento

@eliana matania

"quindi non sei diverso per nulla da un omosessuale e non sei autorizzato a puntare il ditino"

Buongiorno.
Prima di tutto,non so cosa ti faccia pensare ch'io abbia puntato il "ditino" contro qualcuno che non fossero gli ipocriti politici: il tuo senso di inadeguatezza? (Skerzo,dai!)
Siccome la questione del sesso prematrimoniale è davvero complessa e pesca direttamente sul valore che ognuno di noi attribuisce alla persona,ti risponderò qui solo sugli altri due punti,senza la pretesa(nè la voglia)di sviscerarli.

La masturbazione viene indicato dalla Chiesa(a proposito, condivido con te quanto dicesti qualche post fa sull'inopportunità di mettere tematiche tanto diverse sullo stesso piano)come un "atto di disordine".
Questo di per sè non dice niente,ma sta semplicemente ad indicare che la sua perpetrazione provoca delle alterazioni intime nella persona e nel suo relazionarsi con gli altri. Potrà sembrare risibile,quindi prova a documentarti sulla relazione esistente tra eiaculazione e produzioni serotoniniche(a livello fisiologico)e tra oggetto del godimento, alterazioni caratteriali e del gusto sessuale(a livello psicologico).E' chiaro,con questo,che la masturbazione(anche se vissuta in un ambito di consapevolezza)è una tematica che riguarda anche me:resta quindi valido il modello alto di aspirazione umana indicatomi dal magistero e nulla è tolta alla mia cristianità in forza del mio limite,perchè la Salvezza non è una raccolta punti per il cielo,ma un dono gratuito di Dio che suscita risposta nel credente che la esprime e ogni giorno la accoglie nuovamente.
Per quanto riguarda i cotraccettivi la Chiesa stessa,in merito al caso Africa,stabilì in alcuni vescovi come il loro utilizzo rappresentasse un "male minore",necessariamente da orientare al non utilizzo una volta evoluta la situazione sociale e culturale.Non può essere solo riproduttivo,l'amore umano,ma che il contraccettivo non permetta la riduzione del sesso a sport disumanizzato.

Claudio Girometti 27.09.05 12:57| 
 |
Rispondi al commento

Io non sono credente. Non ho niente contro il fatto che i rappresentanti della Chiesa Cattolica esprimano delle opinioni in merito alla società civile.
La cosa che però mi disturba un pò è che a queste opinioni debba essere data una valenza "Divina".
Quella del Cardinal Ruini è una opininione ... vale come quella di qualunque altro politico o di qualunque altro cittadino. Credo che la storia confermi ampiamente che l'opinione degli uomini di chiesa non sia sempre stata immune da pecche (anche molto gravi). Quindi è evidente che tale opinione non ha origine Divina.
Tutti possono dire la loro i merito ai PACS chi sarà d'accordo e chi non lo sarà .... il Parlamento se riterrà legifererà in proposito.
Invito solo ad una riflessione .... la Francia ha adottato da qualche anno i PACS e onestamente non mi sembra che sia diventata un paese peggiore o un paese in cui la famiglia viene distrutta dall'avvento di una nuova forma di unione.
Semplicemente ognuno può scegliere liberamente la forma che più gli aggrada nel rispetto delle scelte degli altri.
Ciao a tutti

Alberto 27.09.05 12:38| 
 |
Rispondi al commento

@Fabrizio Guidi

Per inciso,non ho nulla contro la TEORIA evoluzionista: semplicemente, ricordiamoci che resta a tutt'oggi una sempli teoria, con determinati sui assunti che trovano riscontro nelle scoperte, mentre altri restano nel campo delle PURE IPOTESI. Non significa che non possa essere vera o verosimile, chiaramente, ma pretendere che possa spiegarci il mondo è troppo, visto che ancora essa stessa non è riuscita a trovare niente di meglio delle mutazioni spontanee, per spiegarsi i salti tra le varie fasi evolutive non documentabili con i reperti!

Inoltre è chiaro che il percorso religioso, essendo per l'uomo, tenta di comprendere la sua (dell'uomo) natura per farla progredire.
E' altrettanto chiaro che, una volta usciti dalla visione "mitica" della fede, appare evidente come essa si sia sviluppato attraverso contestiti di tipo sociologico e storico, senza essere piovuta dall'alto!

Questo però, ancora una volta, non toglie nulla alla possibile veridicità della fede stessa, in quanto essa è questione di significati ultimi e non di procedure. Per me, credente che riconosce in Dio il significato ultimo della propria esistenza), non mi spaventa affatto l'idea che la Rivelazione possa essersi incarnata nel procedere storico dell'uomo: è lo stesso concetto che mi permette di confidare nella Provvidenza divina senza necessariamente dover considerare me ed i miei fratelli dei semplici "burattini" nelle Sue mani.

Buona giornata!

Claudio Girometti 27.09.05 12:36| 
 |
Rispondi al commento

Ora,la coppia eterosessuale unita in matrimonio diviene,per quanto passabile di fallibilità e di infertilità in quanto umana,nella reciproca offerta di sè tra gli sposi e di loro(nella loro unione matrimoniale)stessi a Dio, incarnazione di questo simbolo che produce il rinnovamento dell'umanità intera.
Questo non deve far pensare,come dice qualcuno,che i cristiani amino immolarsi per il bene esclusivo di qualcun altro:piuttosto,credono il loro vero bene strettamente vincolato a quello della restante comunità umana. Pensa a quali conseguenze può portare,nella tua vita,1 sorriso ricevuto al momento giusto o 1 insulto al momento sbagliato e poi pensa a quanto possa cambiare il tuo modo di porti avanti agli altri, dopo queste due circostanze:ti sarà immediatamente chiaro che il soprannaturale concetto di comunione della famiglia umana che i cristiani professano non è poi così irragionevole.

CONTINUA...

Postato da: Claudio Girometti il 27.09.05 12:03

e la domanda la rifaccio anche a te

tu fai sesso solo e unicamente con tua moglie?
non ti masturbi mai?
non usi mai contraccettivi?

perchè se fai anche una sola di queste cose commetti secondo la fede e il papa "atto contro la vita" esattamente come per la fede lo commette un omosessuale

quindi non sei diverso per nulla da un omosessuale e non sei autorizzato a puntare il ditino

E NON DITEMI CHE NON LO FATE PERCHE' NON VI CREDE NEEEEESSSSSUNOOOOOOOOO

:-))))))))))))))))))))))))))))))

eliana matania 27.09.05 12:26| 
 |
Rispondi al commento

Per capire la religione come qualsiasi altro fenomeno culturale, si deve ricorrere a prospettive scientifiche scremate di ideologia e morale ovvero a scienze "pure", disinteressate. Provate a leggere qualche saggio di Sociobiologia e riuscirete finalmente a capire a cosa serve la religione. Quando studiamo un fenomeno dobbiamo chiederci a cosa serve, perché esiste. Tutto ciò che esiste può essere spiegato con la teoria dell'evoluzione. La legge della selezione naturale si applica agli esseri viventi ma anche alle innovazioni tecnologiche, alle organizzazioni, ecc. Tutto ciò che esiste è adattivo. La religione c'è perché è adattiva. Adattivo non significa giusto. Un prete è una "guardia spirituale" del sistema....Insomma, leggetevi Evoluzione e natura umana del sociobilogo Lopreato. In questo saggio si parla di fenomeni come l'altruismo apparente o reciproco (che è la forma più diffusa di "altruismo"in tutte o quasi le specie, compresa quella umana. Alla fine forse vi gireranno un pò i coglioni...

Fabrizio Guidi 27.09.05 12:25| 
 |
Rispondi al commento

@ Benito e Omar

eliana matania il 26.09.05 17:45
No no noi ci masturbavamo poi abbiamo smesso per paura di diventare ciechi.

MA Eliana dai !!!
QUi si sta parlando di qualcosa o (qualcuno) che neanche la scienza si è messa d accordo.
PEr noi Cristiani l embrione è l inizio della crazione,per te è una cellula senza senso ,per altri è un albero, la maggioranza a deciso che sull inizio della vita non si vota .....
E se 2+2 fa 4=LA vita è un valore su cui tutti noi credenti e non crediamo.
RiSULTATO SUI VALORI NON SI VOTA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
SPERIAMO CHE L HANNO CAPITO PANNELLA E COMPANI

Postato da: Benito Le Rose il 26.09.05 17:54

e no cari no non ci siamo....secondo il vostro caro santo padre sullo stesso piano ci sono violenze,anticoncezionali, aborti, omosessualità, masturbazioni e sesso non finalizzato al concepimento.....tutti atti contro la vita.....

quindi o siete bravi cattolici o siete i soliti cattolici ipocriti che si fanno la religione a misura

se tu uomo ti masturbi o scopi le indicazione cattoliche non vanno bene
se io donna devo abortire perchè magari tu uomo col piffero che ci pensi ad usare un preservativo....(senza contare gli aborti terapeutici per feti malati o violenze subite)...allora no.....allora bisogna seguire le indicazioni cattoliche

ma per favore và

eliana

eliana matania 27.09.05 12:21| 
 |
Rispondi al commento

@Riccardo Roppoli - SECONDA PARTE

Ora,Riccardo,è chiaro che questa simbologia(che pure reputo realmente valida e OPERANTE a livello inconscio nell'uomo)non può in alcun modo giustificare la chiusura dei nostri occhi davanti alle esigenze dei fratelli omosessuali8tra cui ho,tralaltro,alcuni dei miei migliori amici),nè si può liquidare la questione con un semplice "sbagliano" o,peggio, "sono contro natura":non è questo che intendo ed anzi andrebbe a smentire pesantemente la mia fede.

Però ci permette di capire come IL MATRIMONIO sia peculiarmente preposto a determinate condizioni che trascendono la semplice costituzione storico-sociale di questa istituzione;nè si può,per un credente,scavalcare il problema esulando da un eventuale e non scontato contesto religioso della celebrazione stessa.
Il problema è uno: il matrimonio è una cosa precisa e precisamente pertinente all'ambito eterosessuale dei legami umani.

I pacs sono condannabili NON tanto nella possibilità che offrono agli omosessuali di regolamentare la loro unione con un patto civile di mutuo sostegno(doveroso diritto,in uno stato laico),ma nel fatto che rappresentano una delle più grosse ipocrisie prodotte dalla nostra classe politica,offensiva per la famiglia e per gli omosessuali stessi. Essi sono di fatto uno scimmiottamento del matrimonio,ma con un nome finalizzato a non far perdere alle sinistre il voto dei cattolici presenti tra le sue file:è come se si permettesse agli omosessuali di girare per strada mano nella mano(niente di male,chiaro,è solo l'unico esempio che mi esce :),ma a patto che essi dichiarino di star compiendo una "marcia per la pace"!
Vogliono dichiarare legali i matrimoni gay?
Lo facciano,senza questa ipocrisia per salvare la faccia che non fa altro che OFFENDERE NELLA VERITA' il desiderio di emancipazione di tanti cittadini del nostro paese.Neppure do valore ad un "meglio che niente",perchè mai nulla di buono è nato dall'ipocrisia,specie quella pro-elezioni.
Risposto? Ciao!

Claudio Girometti 27.09.05 12:21| 
 |
Rispondi al commento

@Riccardo Roppoli - PRIMA PARTE

Ciao!
Cercherò di metterci la mia buona volontà,da parte tua comprendi quanto tutto ciò parta inevitabilmente da un'ottica insondabile di fede.

Tutto parte da questi presupposti:esiste una precisa natura umana aldilà di ogni relativismo e in questa natura agiscono,seppur invisibilmente,dei simboli che influenzano l'uomo a sua insaputa. Il simbolo fondamentale è quello della fertilità,comune a ogni tradizione.
Dio è simbolicamente maschio nella sua capacità di fecondare,l'Uomo è simbolicamente femmina nella sua capacità di accogliere il seme e di permettergli di portare in lui frutto.
Nel cristianesimo,quindi,Dio che si offre e Maria che accettando diviene madre del Cristo, diviene simbolo di un'umanità che, accogliendo una verità che la precede e le va incontro apre le porte alle possibilità di rinnovamento di se stessa:
diviene preludio dell'ancor più deginitivo simbolo della croce/risurrezione, portante di tutto il modo cristiano di intendere il giudizio di Dio sul mondo.

Ora,la coppia eterosessuale unita in matrimonio diviene,per quanto passabile di fallibilità e di infertilità in quanto umana,nella reciproca offerta di sè tra gli sposi e di loro(nella loro unione matrimoniale)stessi a Dio, incarnazione di questo simbolo che produce il rinnovamento dell'umanità intera.
Questo non deve far pensare,come dice qualcuno,che i cristiani amino immolarsi per il bene esclusivo di qualcun altro:piuttosto,credono il loro vero bene strettamente vincolato a quello della restante comunità umana. Pensa a quali conseguenze può portare,nella tua vita,1 sorriso ricevuto al momento giusto o 1 insulto al momento sbagliato e poi pensa a quanto possa cambiare il tuo modo di porti avanti agli altri, dopo queste due circostanze:ti sarà immediatamente chiaro che il soprannaturale concetto di comunione della famiglia umana che i cristiani professano non è poi così irragionevole.

CONTINUA...

Claudio Girometti 27.09.05 12:03| 
 |
Rispondi al commento

per tutti i credenti :

io credo che da piccoli ci hanno raccontato la staria di babbo natale...

e da grandi la storia di dio...

Nicola cellamare 27.09.05 11:59| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei capire (ci sarà qualcuno che me lo possa spiegare senza la solita retorica morale) che cosa mi viene tolto se due persone omosessuali si dovessero sposare?????

Riccardo Roppoli 27.09.05 11:27| 
 |
Rispondi al commento

@Marco Di Mario il 26.09.05 15:50

Nelle nostre medievali credenze (più vecchie della "credenza" di mia nonna) c'è anche questa:

nel battesimo, ad opera del Divino, avviene un mutamento ONTOLOGICO irreversibile del battezzando che, in virtù della fede propria (se adulto) e di quella della Chiesa Universale (se infante), lo fa morire al peccato ed alla vita nella carne per risorgere come nuova creatura e figlio adottivo di Dio nel corpo mistico del Cristo.

Putroppo (per te) lo "sbattezzo", secondo la nostra becera credenza, non consiste in nient'altro che una semplice reazione dal significato squisitamente psico-emozionale.

Buona giornata! :)

Claudio Girometti 27.09.05 10:10| 
 |
Rispondi al commento

2 DONNE = 1 FIGLIO C'E' QUALCOSA CHE NON VA
2 UOMINI = 1 FIGLIO PEGGIO

(CHIAMATEMI RAZZISTA, XCHE' LO SONO SU QUESTO, NON CI POSSO FARE NULLA, MI VIEN DA VOMITARE)

VI E' UNA MANCANZA DI FIGURE, UNA MANCANZA DI RUOLI, CHE PORTINO UN FIGLIO AD UN EQUILIBRIO.

PENSATE A TUTTE LE VOLTE CHE UN FIGLIO SI NASCONDE DIETRO LA GONNA DELLA MAMMA, XCHE' IL PAPA' DEVE DARGLI UNA LEZIONE...
PENSATE ALLA FORZA E SICUREZZA CHE RICEVE DAL PADRE IN ALCUNE SITUAZIONI.
PENSATE AI TRAUMI DI UNA VITA TRA GLI AMICHETTI... E DELLA SOCIETA'

LE ESPRESSIONI DI QUESTI POLITICI MI SEMBRANO DELLE ESAURITE CHECCHE FAZIOSE.... MA CHE ANDASSERO A FARE LA GUERRA, ALMENO DIVENTANO UOMINI... MA STIAMO ARRIVANDO.....A MAMMA, CICCIO MI TOCCA, TOCCAMI CICCIO CHE MAMMA NON C'E'

raoul redditi 27.09.05 10:09| 
 |
Rispondi al commento

poi "i talebani"

DAI MARCO...SE TI INCAZZI NON APRIRE IL RUBINETTO! :)

nicoletta de zuanni 27.09.05 09:50| 
 |
Rispondi al commento

poi "i talebani"

DAI MARCO...SE TI INCAZZI NON APRIRE IL RUBINETTO! :)

nicoletta de zuanni 27.09.05 09:49| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Marco Di Mario il 26.09.05 15:50
(RIPORTO SOLO ALCUNE FRASI)
Ciao Omar,
...Ritengo che la differenza che tra il pensiero dei talebani ed il tuo non ci sia nessuna differenza! Io vivo in Olanda...il loro giudizio e' che se tutti fossimo come te saremmo davvero dei fanatici trogloditi!...per me TU puoi fare tutto quello che ca..o ti pare, vai in chiesa, ingozzati di ostie, lecca il c'ulo a ruini...MA VAFF..... TU E LA TUA CHIESA CATTOLICA!
P.S. Ho gia' avviato le pratiche per lo sbattezzo, VUOI PROIBIRMI ANCHE QUESTO?
***********************************************
Marco,
solo una cosa..altrimenti tu punti il dito su Omar...io su di te...nn finiamo +!
MA TI SEMBRA QUESTO IL MODO + CIVILE X ESPRIMERE IL TUO ESSERE LAICO????
Da parte mia..se vuoi essere sbattezzato fallo pure, bestemmia se vuoi...ma è rivoltante leggere quel:"INGOZZATI DI OSTIE"
e te lo dice una che non è assidua frequentatrice di chiese..
te lo dice xò una che cerca di essere tollerante (x quanto si è accorta lavorando tra bambini con HIV che anche lei si spaventa e ha una sorta di innato razzismo/paura..non so definire di fronte a una malattia ecc..)
TI PREGO MARCO SAREBBE STATO MIGLIORE LEGGERE UN BEL COMMENTO DI CLASSE, CREDIMI...
e se vivi ad Amsterdam...beato te! :)
che spettacolo di città...

buona giornata..
FACCIAMO PACE E CERCHIAMO DI CONVIVERE E MIGLORARE QUESTO MONDO..NOI GIOVANI DI QUALSIASI SPECIE E QUALITà...COLORE...GUSTO..RELIGIONE PARTITO...CHE ABBIAMO LA FORZA DI FARLO!!!!!


nicoletta de zuanni 27.09.05 09:46| 
 |
Rispondi al commento

@ ... 27.09.05 09:14

Sembra che ti abbiano censurato.

Claudio Girometti 27.09.05 09:43| 
 |
Rispondi al commento

@ ... 27.09.05 09:14

Qualunque buona fede si celasse ditro il tuo pseudonimo, esso non mi piace.

Esiste una natura umana e questa non è frutto di astrazioni: è per questo che alcune cose la favoriscono ed altre le sono nocive.
La realtà della natura umana è anche il motivo per cui non tutto ciò che l'uomo produce, anche prescindendo dalle intenzioni, gli è favorevole.

Parlando di embrioni, la scienza è giustamente incapace di determinarne la natura: la scienza offre dati, che sta poi all'uomo inquadrare in una visione armonica del mondo.

Ma qualsiasi tentativo di separare l'embrione della natura umana, anche dal punto di vista atratto, non farebbe altro che porre dei limiti arbitrari per stabilire DA CHE MOMENTO IN POI esso diventerebbe, di fatto, un uomo.

E' questione di tempo?
Limite arbitrario, dal momento che dopo la fecondazione NON E' PIU' NECESSARIO ALCUN INTERVENTO ESTERNO per il proseguimento della gravidanza: la differenza tra i due gameti separati e l'ovulo fecondato è ONTOLOGICA ed enorme anche solo dal punto di vista delle sue reazioni termodinamiche interne.

E' questione di "strutture" formatesi?
Limite pericoloso, perchè andrebbe ad identificare la natura umana con l'evoluzione delle sue funzioni: e che mentalità produce, questo, nell'approccio con l'uomo anche nelle sue fasi "adulte"? E' semplice: la rupe di Sparta.

Perciò, pur nell'enorme rispetto per le delicate situazioni di ogni coppia, si riconosca che a parità di "mistero" sulla natura dell'embrione ci sono posizioni che permettono di veder crescere la nostra considerazione dell'uomo coerentemente con la sua dignità, mentre altre no.

Gli uomini sono diversi, ma anche così simili tra loro da poter comprendere quanto, abbamdonata ogni idea consumistica di libertà, certe posizioni corrispondano al proprio e universale bene e quali no.

E smettila di usare il Nome Santo del Cristo per dare un "tocco evocativo" alle tue personali opinioni. Buona giornata.

Claudio Girometti 27.09.05 09:41| 
 |
Rispondi al commento

@cristiano parmiani

Ciao!
Mi è piaciuto molto il tuo "distinguo" tra chiesa di base e gerarchia,senza voler con questo dire che condivida poi tutta la tua analisi.
Purtroppo la ricerca è sempre stata appannaggio di pochi:anche la laicità si fa formare più dal televisore che dalla propria indagine sulle cose,non trovi?E' sempre e PER TUTTI difficile abbandonare gli schemi mentali in cui ci si rifugia,x conseguir la verità!

C'è qualcosa di freudiano in tutto questo accanimento,come quando i bambini si ribellano ai genitori per aver modo di strutturare la propria personalità nascente.
Probabilmente,la grande voglia di libertà che emerge da questo blog "fa la spia" ad un ambiente sociale avvertito come "asfissiante" e a una riconosciuta impotenza personale davanti a realtà che appaiono mostri più grandi di noi.
Certo,noi credenti abbiamo anche da imparare:forse,in alcuni casi,l'essere abituati a leggere la vita con il filtro della fede può davvero farci passare in secondo piano esigenze sotto gli occhi di tutti gli altri,ma del resto,è un pericolo che corre chiunque.

Si parla poi tanto di relativismo,per accorgersi che viene reputato valido solo se identificato con il liberismo.Ci si sente innovatori e non si comprende che si sta "seguendo la corrente" che oggi la fa da padrona,quella consumista,che distrugge ogni norma ed ogni parametro etico che le si opponga.
Si cerca la libertà e si dimentica di cercare la propria natura e scoprire come farla coincidere con i propri reali interessi.Diceva André Frossard,comunista convertitosi al cattolicesimo,parlando di Cristo ai suoi vecchi compagni (percorso da me condiviso, tralaltro):

"Non può essere superato ciò che non si è stati in grado di raggiungere".

Sicuramente noi cristiani abbiamo tanto da farci rimproverare e perdonare,dal mondo.
Non significa che non l'abbiamo amato e che non sitamo tuttora amandolo e servendolo,anche continuando a sbagliare.Abbiate pazienza,è un compito molto al disopra di noi!

Claudio Girometti 27.09.05 09:22| 
 |
Rispondi al commento

BENITO IO TI ASCOLTO, NON CREDERE CHE CE L'ABBIA CON TE', ASSOLUTAMENTE, MI INTERESSANO TUTTI I PUNTI DI VISTA, E NATURALMENTE ANCHE IL TUO.
AL MONDO SIAMO IN TANTI, E L'ASCOLTARCI L'UN L'ALTRO NN PUO' CHE FAR BENE ALLA NOSTRA CRESCITA INTERIORE.
VEDI, ANCHE SE NN SIAMO DACCORDO SU MOLTE COSE,IO TI INVITO CALDAMENTE NEL PROSEGUIRE CIVILMENTE,COME DEL RESTO HAI SEMPRE FATTO,IL TUO SCAMBIO DI OPINIONI CON LE PERSONE DI QUESTO
BLOG.
LE TUE IDEE POTRANNO ESSERE ACCOLTE O CONTESTATE ,QUESTO E' NORMALE, ALTRIMENTI QUELLI COME ME COME FAREBBERO A DISCUTERE SE NN CI FOSSERO QUELLI COME TE ....EHEHEH ...SAREBBE UN BLOG A SENSO UNICO SENZA SCAMBI.
COMUNQUE BENITO PER QUANTO SIANO DISTANTI LE NOSTRE IDEE,I TUOI MODI CIVILI E GENTILI MERITANO IL RISPETTO DI TUTTI.
Cordiali saluti .

cristiano parmiani 27.09.05 00:46| 
 |
Rispondi al commento

sabato di marino il 26.09.05 21:45

Lo dico senza ironia: fa piacere incontrare e dialogare con persone informate, che non si lasciano portare in giro da slogan più o meno veritieri.

Dici bene, anzi benissimo, per quanto riguarda schiavitù e congresso di Vienna.

Sul fatto di annullare le civiltà sudamericane difficile darti torto anche se, per essere obiettivi, bisogna quantomeno riconoscere delle attenuanti rispetto ad altre conquiste ben più criminali e sterminatrici.

E' vero che da un punto di vista linguistico e culturale l'evangelizzazione e il dominio spagnolo nel centro e sud america hanno fatto quasi tabula rasa. Ma altrettanto vero è che ancora oggi, specie nei paesi andini, sono pefettamente riconoscibili le etnie locali (tutt'altro che estinte), con le quali i cattolici spagnoli fin dall'inizio non hanno mai avuto problemi nel legarsi in matrimoni misti.
E da un punto di vista più generale mi sembra plausibile pensare che l'evangelizzazione sia stata relativamente semplice e rapida perché il cristianesimo (per lo meno all'inizio) era visto come la religione di un popolo liberatore.

Infine sono d'accordo con te anche sul fatto che informarsi, leggere e studiare non basta mai.

Presso gli antichi romani era il detto: Ars longa vita brevis.
Pensa: lo dicevano più di 2000 anni fa!!! :)

Cordiali saluti

federico carboni 27.09.05 00:14| 
 |
Rispondi al commento

E dai, cerca di capire il tono con cui ho scritto a Benito, dopo che per tutto il giorno c'hano vomitato addosso di tutto! E' una bella immagine, lo so, mi sono divertito a darla/darmela... E' il bello del paradosso! Onestamente mi sembri un po' troppo sicuro di te nel giudicare cosa sta dietro le parole di qualcuno... E comunque ti invito a visitare il mio sito: www.januacoeli.com per vedere cosa combiniamo ad Ibadan e a Mlali. Spero ti serva a capire che la Chiesa è anche qualcosa di buono per l'Africa... E forse dovresti avere l'onestà intellettuale di ammettere che in Africa in molte situazioni la Chiesa sta sostenendo da sola pesi insopportabili... O no?! Almeno permettimi di dire che lo fa senza l'aiuto degli amici del kollettivo? O no?!
Va beh, ti saluto, non volevo farti ARRABBIARE! Ciao ciao!
Postato da: Omar Ottonelli il 26.09.05 20:22
VEDI IO NN MI ARRABBIO PER LE CREDENZE DELLA GENTE ,CRISTIANI ,MUSSULMANI,TESTIMONI DI GEOVA, BUDDISTI .ECC…..
OGNUNO DI VOI E’ LIBERO DI CREDERE A CIO CHE PIU’ GLI AGGRADA ,
SE CREDERE IN BUDDA (e’ un esempio) TI FA VIVERE MEGLIO E TI FA AFFRONTARE MEGLIO LA MORTE , PREGO CREDI PURE .
ANCHE IO HO PAURA DELLA MORTE E NN CREDO CHE ESSA SIA L’INESORABILE FINE DELLA VITA , MA QUESTO NN MI IMPEDISCE DI ESSERE COERENTE E DI TENERE GLI OCCHI APERTI .
SAI, SECONDO ME, MOLTE PERSONE HANNO COSI’ TANTA PAURA DI MORIRE CHE PER FARSENE UNA RAGIONE TENDONO A CREDERE CECAMENTE IN QUALCOSA, E GUARDACASO QUESTO QUALCOSA E’ SEMPRE GESTITO DA ALTRE PERSONE, ELETTE SEMPRE DA ALTRE PERSONE, PER CUI SI FINISCE COL CREDERE CECAMENTE A DEGLI UOMINI ,NON DI CERTO A DEI ( hai notato che non ci sono mai donne nelle piu’ importanti religioni monoteiste del mondo?) , E QUESTA E’ UNA COSA MOLTO PERICOLOSA ,PER LE RAGIONI CHE TU DI CERTO CAPIRAI.
LA STORIA DEI PAPI E DI QUANTE VOLTE SONO STATE MODIFICATE LE BIBBIE NE SONO UN ESEMPIO, PER CHI LA CONOSCE. Continua…......

cristiano parmiani 27.09.05 00:14| 
 |
Rispondi al commento

PER CUI A VOLTE MI TROVO A DISCUTERE CON PERSONE CHE NN DIFENDONO PIU’ IL LORO CREDO IN QUANTO TALE, MA DIFENDONO I GOVERNANTI DEL LORO CREDO ANCHE QUANDO QUESTI ULTIMI ORMAI NON ANNO PIU NIENTE A CHE FARE CON QUELLO CHE PREDICANO ! E’ QUESTA CHIUSURE MENTALE CHE MI INNERVOSISCE.
UOMINI CHE PARLANO IN NOME DI UN DIO! SI TELEFONANO ?
E COS’HANNO IN MANO QUESTI UOMINI? UNA BIBBIA (che poi in realta’ sono molte) UN CORANO,E UN MUCCHIO DI STORIA DA NASCONDERE.
CRITICARE LA CHIESA PERO’ E’ UNA COSA ASSAI COMPLICATA ,PERCHE SIA NELLA CHIESA, COME NELL’ISLAM , NN CI SONO SOLO UOMINI MARCI , MA VI MILITANO ANCHE MOLTE PERSONE BUONE CON UN GRANDE CUORE ,UNITE PERO’ PURTROPPO SOTTO UN UNICO GRANDE TETTO CON CHI SI APPROFITTA DI LORO.
IN GENERE GLI APPROFITTATORI SONO PROPRIO I DIRIGENTI DELLA PIRAMIDE, MA QUELLO CHE MI STUPISCE DI PIU E’ LA CECITA’ CHE NE STA ALLA BASE !!
UOMINI E DONNE DAL CUORE GRANDE CONTINUATE A CREDERE IN CIO’ CHE VOLETE , MA APRITE GLI OCCHI MALEDIZIONE !
MOLTI DEI PECCATORI PIU GRANDI SECONDO LA RELIGIONE CHE PROFESSATE LI AVETE DIRETTAMENTE IN CASA , E SONO FURBI, PERCHE TUTTE LE CRITICHE RIVOLTE A LORO LE FANNO RICADERE SU DI VOI , FACENDOLE PASSARE COME OFFESE ALL’INTERO MONDO CATTOLICO , RISULTANDO COSI’ PRATICAMENTE INTOCCABILI.
SIETE QUINDI VOI LO SCUDO DI CUI SI SERVONO E DI CUI SI SONO SEMPRE SERVITI NEI SECOLI PER FARE GLI “INTERESSI DELLA CHIESA CATTOLICA”.
MA QUESTA NN E’ LA CHIESA DEL VOSTRO DIO , NN E’ POSSIBILE !
LO RIPETO: IMMAGINATE GESU’ CHE AL GIORNO D’OGGI ENTRA IN VATICANO COME CI RIMARREBBE!
IMMAGINATE SE GESU’ SCOPRISSE LE ENORMI RICCHEZZE DELLA CHIESA COME CI RIMARREBBE!
IMMAGINATE SE ENTRASSE IN UNA DELLE TANTE ENORMI CHESE DORATE PIENE DI PREZIOSE IMMAGINI SACRE, ARAZZI,GIOIELLI,MARMI,ECC….COME CI RIMARREBBE!
O MAGARI SE INCONTRASSE UNA RIUNIONE DI CARDINALI CON I LORO VESTITI ,ORI , GIOIELLI E MERCEDES CON AUTISTA,COSA DIREBBE?
NON MI RICORDO, MA COSA PROFESSAVA GESU’?
AVETE PRESENTE IL PIAZZALE DEI MERCANTI.

cristiano parmiani 27.09.05 00:13| 
 |
Rispondi al commento

Turbo Zaura il 26.09.05 21:55

Dite quello che volete ma a me il cazzo in culo non piace e non piacera' mai!!!

c'è bisogno di commento?

Andrea Amadio 26.09.05 22:57| 
 |
Rispondi al commento

sabato di marino il 26.09.05 21:52
Io ho la soluzione a tutti i problemi morali ma nessuno mi ascolta.

Benito Le Rose 26.09.05 22:16| 
 |
Rispondi al commento

x Omar Ottonelli

Nn so se l' embrione è vita o meno, è una domanda che dobbiamo porci da soli e darci una risposta se ne abbiamo una.X questo penso si debba lasciare al libero arbitrio soprattutto x le donne che vivono in prima persona questa condizione, resto dell' idea che una legge nn è adatta o utile x regolamentare una materia come questa che tocca troppo intensamente la sfera personale.

sabato di marino 26.09.05 21:52| 
 |
Rispondi al commento

x Federico Carboni

E vero i principali rappresentanti dello schiavismo erano i portoghesi e gli africani di religione mussulmana Timbuctu era il principale mercato.C'è una cosa che però tutti dimentichiamo la schiavitù nn è iniziata con la tratta degli schiavi africani.La servitù della gleba era schiavitù e probabilmente qualche nostro antenato è stato schiavo, c'erano schiavi a Roma e via tornando indietro nel passato. Nn è un fenomeno che ha inizio allora.Per i corsari invece, erano predoni che avevano ricevuto una lettera di corsa dal governo inglese e il loro principale obiettivo erano i galeoni spagnoli che portavano le ricchezze saccheggiate in america x fare la guerra in europa.La decisione di porre fine alla schiavitù fu presa nel vituperato congresso di vienna e gli inglesi si incaricarono di fermare questo commercio facendo opera di polizia navale.Gli schiavi africani furono portati al di là del mare xchè il continente americano era stato spopolato da malattie contro cui i nativi nn avevano difese immunitarie, altrimenti era praticamente impossibile x 4 conquistadores assoggettare interi popoli come se nulla fosse.E vero l'impero azteca opprimeva altri popoli,poi lo fecero ancor meglio gli spagnoli e la chiesa annullando le culture ivi presenti.Su alcune cose siamo daccordo su altre informati di + senza polemica.

sabato di marino 26.09.05 21:45| 
 |
Rispondi al commento

E' vero che Ruini ha detto "una piacevole interruzione", ma le persone che lo stavano ascoltando e tanto lo rispettano e concordano con lui hanno proprio detto "...siete come gli islamici...", come se gli islamici fossero tutti assassini terroristi. Ma secondo te gli islamici sono 'peggio' dei cattolici ??

Postato da: Fabio Pitocco il 26.09.05 18:07

QUEsto lo devi sapere tu se gli islamici sono peggio dei cattolici,
Sai io sono di parte
Ma ti copio una frase scritzta da un certo professore che non ricordo il nome .


Copio collo

Nessuno ha diritto di giudicare una fede religiosa in quanto tale.
MA si ha non solo il diritto, ma il dovere di giudicare la condotta di ciascuno.
E quando alcuni fedeli, per giustificare azioni di per se barbare, dichiarano di conformare i loro precetti ad una religione,i casi sono due:
O quella pretesa è infondata,allora quelle pretesa dovrebbe essere fermamente condannata dagli altri co-religionali.
Oppure ci sono buoni motivi per ritenere che quella fede non è accettabile.

Benito Le Rose 26.09.05 21:44| 
 |
Rispondi al commento

AH! AH! AH! AH! AH!
Trattasi di risata!

carla rossi 26.09.05 21:40| 
 |
Rispondi al commento

e cosi il blog Di Grillo sarebbe un megafono della sinistra?!!! strano perchè allora commenti chiaramente destroidi non vengono censurati d demonio Beppeus Grillus? l'italia è uno spot alla retorica e al clericalismo, x certa gente non vale la pena nemmeno di sprecare fiato o tempo su una tastiera.

stefano fiocchi 26.09.05 21:19| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco perchè ogni volta che parla il Papa, o un Vescovo o un Cardinale lo si attacca come un diavolo, come se fosse peggio di un terrorista, mentre quando parla uno qualsiasi di qualsiasi altra parte e religione è totalmente libero di dire quello che vuole e di contestare anche incivilmente chi vuole?
Mi ricorda molto una storia vera di circa 2000 anni fa, c'era un tipo che qualsiasi cosa faceva o diceva, persino quando guariva malati doveva essere attaccato, deriso e alla fine fu persino crudelmente crocifisso!!La storia si ripete! Mi dipiace molto come si vuole rigirare la questione pur dir attaccare la Chiesa Cattolica, che quando si esprime lo fa per amore all'uomo nella tua totalità e senza mai constringere nessuno!
Se si analizza le parole di Stefano Benni ci sono moltissime falsità, ho la netta impressione che non abbia mai sentito o letto nessuna omelia del Card. Ruini (la parola perdono l'ha detta tante volte!). Persino la domanda finale è ridicola, carica di odio e lontana mille miglie dall'essenza della questione.
Sig. Beppe Grillo, la stimo perchè spesso mi fa ridere e dice cose intelligenti ma molte altre volte non sono daccordo con lei e con il suo modo di sparare a zero contro tutto e tutti senza fare una analisi ragionevole della realtà. Saluti

Sandro Di Remigio 26.09.05 20:28| 
 |
Rispondi al commento

@ Sabato

...però nemmeno ora mi hai detto cos'è l'embrione...

Omar Ottonelli 26.09.05 20:24| 
 |
Rispondi al commento

@ Cristiano

E dai, cerca di capire il tono con cui ho scritto a Benito, dopo che per tutto il giorno c'hano vomitato addosso di tutto! E' una bella immagine, lo so, mi sono divertito a darla/darmela... E' il bello del paradosso! Onestamente mi sembri un po' troppo sicuro di te nel giudicare cosa sta dietro le parole di qualcuno... E comunque ti invito a visitare il mio sito: www.januacoeli.com per vedere cosa combiniamo ad Ibadan e a Mlali. Spero ti serva a capire che la Chiesa è anche qualcosa di buono per l'Africa... E forse dovresti avere l'onestà intellettuale di ammettere che in Africa in molte situazioni la Chiesa sta sostenendo da sola pesi insopportabili... O no?! Almeno permettimi di dire che lo fa senza l'aiuto degli amici del kollettivo? O no?!
Va beh, ti saluto, non volevo farti ARRABBIARE! Ciao ciao!

Omar Ottonelli 26.09.05 20:22| 
 |
Rispondi al commento

Mia sorella è comunista ma sicuramente più civile e compassionevole del signor Cardinale. Non gli stà bene ricevere critiche? Si ritiri a vita privati e soprattutto la sci la Chiesa che dovrebbe essere un posto di ben altra levatura morale.

Monica Paneghino 26.09.05 20:11| 
 |
Rispondi al commento

sabato di marino il 26.09.05 19:23

L'Inghilterra campione liberatore nel traffico dei mercanti di schiavi (per lo più i cristiani portoghesi e gli arabi musulmani) è anche ahimé conosciuta per aver inventato la figura del corsaro predatore. In nome della casa regnante (pensa un po'! :).

Gli schiavi neri ci erano stati portati perché, fin dall'inizio, le regina Isabella di castiglia e il papa di allora si espressero CHIARAMENTE contro la messa in schiavitù degli indigeni (incredibile vero? Ma è storia, basta documentarsi).

E, incredibile a dirsi, i conquitadores (per i quali non nutro nessuna simpatia) ebbero vita facile perché l'impero azteco era appunto un impero, che opprimeva altre popolazioni indigene che videro con favore i nuovi venuti per liberarsi dal gioco del popolo dominante.
Non penserai mica che poche centinaia di uomini possano avere avuto ragione di centinaia di migliaia (se non milioni) di esseri umani da soli?

Saluti

federico carboni 26.09.05 20:10| 
 |
Rispondi al commento

lala sala il 26.09.05 09:30

Ben detto :)

Il matrimonio non è una invenzione della religione cristiana. Ogni tanto leggere qualcosa di diverso da Novella 3000 e studiare un po' non guasta...

Cordiali saluti

federico carboni 26.09.05 19:52|