Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

I dipendenti-padroni


Parlamento.jpg


Sul Corriere della Sera di oggi il nostro dipendente Casini con in bocca un sigarone ci spiega che è un diritto suo e dei suoi sodali cambiare la legge elettorale.

Cosa non farebbe per non essere licenziato per giusta causa.

Dobbiamo ancora ricordargli che è un nostro dipendente? Che la settimana scorsa ha ricevuto decine di migliaia di email di licenziamento? Che la legge elettorale cosi com’è ora è stata votata da noi, suoi datori di lavoro, attraverso un referendum? Che la Costituzione non gli dà alcun diritto, anzi, il contrario, visto i tre rilievi fatti da Ciampi sulla proposta di legge elettorale?
Che la legge serve solo a salvare il c..o ai nostri dipendenti al governo, come lui sa molto bene.

Questa legge, questo golpino di stato non lo vuole nessuno, non i cittadini italiani, non la Confindustria, non il buonsenso, non la Costituzione.
E allora? Dobbiamo essere irrisi dai nostri dipendenti, pagati dalle nostre tasse e retribuiti anche da chi di noi guadagna solo 700 euro al mese?

Questi per paura di essere licenziati si fanno una legge, cambiano le regole del gioco.

Il Parlamento è nostro, non loro. Io dico che adesso questi dipendenti non hanno più il diritto di legiferare al posto nostro.

un suggerimento ai deputati onesti, e anche ai sindaci con la loro fascia, impeditegli l’accesso in Parlamento con una catena umana all’ingresso.

Il Paese vi seguirà.

Mandiamoli in una bettola a legiferarsi da soli.

8 Ott 2005, 13:06 | Scrivi | Commenti (1343) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Caro Beppe purtroppo questi nostri dipendenti si sentono padronin a tutti gli effetti e ce le stanno facendo pagare tutte a noi,perchè non andiamo tutti dove lavorano e li cacciamo tutti visto che occupano le nostre proprietà,di tutti i cittadini italiani,o meglio perche non li facciamo andare avanti con 1000 mille euro al mese,del resto noi dobbiamo farcela a non farci mancare il piatto di minestra con i miseri mille euro quando sono tanti,i dipendenti invece si mangiano di tutto alle nostre spalle.Come possiamo fare per liberarcene!!! Grazie e un saluto a beppe che poi si chima come me.

giuseppe beccalli Commentatore certificato 27.03.07 16:48| 
 |
Rispondi al commento

Dico da molto che sono ns dipendenti i politici, in quanto stipendiati e pensionati la sicurezza sul lavoro obbliga tutti i lavoratori alle visite mediche di idoneità di preassunzione ed assunzione, perchè non si fà ai politici e dipendenti tutti, anche per i politici tossicomani, Se ragioniamo con la costituzione l'unico SOVRANO è IL POPOLO, riprendiamoci il ns ruolo, non facciamo gli struzzi pecoroni che per pensare solo ai cazzi propri non si capisce che ci stiamo suicidando.saluti a beppe sempre d'accordo con te da anni ed anni ciao

giovanni esposito 16.03.07 23:01| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici,
Io sono un commerciante, la politica mi ha accusato qualche anno fa quando è nato il problema del cambio Lira/euro di aver fatto il furbo e aver veduto tutto cio che costava 1000 lire a 1 euro, oggi mi accusano di essere un evasore con tanto di "avviso a comparire" con addirittura Prodi che mi da del pazzo. A questo punto mi hanno convinto!!!
Credo di essere una creatura meta' lavoratore e meta' evasore che la notte come dottor Jeckil e mister Hide si trasforma in questo essere senza scrupi che falsifica i bilanci della propria ditta (per la cronaca 16 mq di negozio al centro della sicilia in una delle province più povere d'italia) e che grazie agli studi di settore e alla "taglia sulle nostre teste" deve dichiarare un reddito che non ha.... con il ricatto che se non dichiara quanto loro IMPONGONO la finanza ti fa barba shampoo e capelli, perche se li mandano non lo fanno di certo per un giusto controllo ma per riprendersi i soldi che non hai dichiarato con gli interessi.
Non scrivo qui per fare discorsi di categoria o battaglie sociali per nessuno...
miei cari sapete quanto guadagna un onorevole...e quanto ci costa per le sue spesucce a nostro carico? Se è vero che loro sono dipendenti dello stato devono guadagnare almeno quanto i loro colleghi che lavorano in comune, alla provincia... 1500,00 1600,00 euro al mese....
>Spero di non veder passare Prodi davanti al mio negozio la stessa mattina che per una strana coincidenza mi arriva qualche loro sollecito di pagamento...anche perchè lui stesso mi ha datto l'alibi.. è vero o no che sono pazzo?

enzino marchino 14.11.06 20:36| 
 |
Rispondi al commento

LE IMPRESE DEL SENATORE LUIGI GRILLO

Il senatore Luigi Grillo, portavoce dei furbetti del quartierino e strenuo difensore del governatore Antonio Fazio, preso con le mani nella marmellata, con un conto alla Banca popolare di Lodi sul quale risultano depositate plusvalenze anomale (250.000 Euro) derivanti da trading su titoli, scoperte dagli ispettori della Banca d'Italia e dalla magistratura.

UNA CARRIERA TUTTA CAPRIOLE
Democristiano della corrente di Base, eletto per la prima volta in Parlamento nel 1987, Grillo arriva al governo nel 1992 con Giuliano Amato, che lo nomina sottosegretario alle Finanze con ministro Franco Reviglio.
Nel 1994 viene rieletto per i popolari di Mino Martinazzoli, ma è subito folgorato da Berlusconi, cui consegna il voto che consente al Centrodestra di avere la maggioranza al Senato. I popolari lo espellono, ma il Cavaliere lo premia con la poltrona di sottosegretario alle Aree urbane. Rieletto nel 1996 e nel 2001, nominato presidente della Commissione lavori pubblici e comunicazioni, è tutto un turbine di zelo berlusconiano.

E’ relatore della legge Gasparri fatta su misura per il capo, presenta l'emendamento per scorporare dai tetti pubblicitari le televendite e quello al condono edilizio che cancella il divieto di costruzione nelle aree incendiate e che gli vale il "premio Attila".

MA LA SUA VERA PASSIONE SONO LE BANCHE
E' lui che aiuta Fiorani nelle prime scalate, come quella della Banca di Chiavari, è lui che difende le fondazioni bancarie da Giulio Tremonti.
Poi il capolavoro. IL "PATTO DELLO SIACCHETRÀ", che segna la pacificazione tra Berlusconi e Fazio. Venerdì 14 gennaio, cena a palazzo Grazioli tra il premier, il governatore, il ministro dell'Economia Domenico Siniscalco e Grillo, il quale offre ai commensali la bottiglia di vino delle Cinque Terre che battezzerà l'accordo per la difesa dell'"italianità delle banche".

UN AFFARISTA?
Lo accerteranno i giudici, che indagano su quei conticini nella banca di Fiorani

Giorgio Minghella 23.12.05 17:40| 
 |
Rispondi al commento

====================================================================================================


Il Patto dello Sciacchetrà

Le ultime dichiarazioni di Fiorani stanno facendo emergere la verità sull’incontro che ha visto il SENATORE LUIGI GRILLO, Gran Maestro dell’operazione di corruzione e appropriazione indebita più sporca dalla fine di Tangentopoli.

L’incontro ha visto la partecipazione di: Fazio, Fiorani, Berlusconi e Grillo. Le dichiarazioni ufficiali vollero far passare l’idea di una difesa delle banche italiane contro l’assalto dei Barbari europei.

In realtà, il Senatore Luigi Grillo, eletto in Liguria nelle fila di Forza Italia, aveva bisogno di tanti soldini per costruirsi la VILLA nella Riviera Ligure (costruita abusivamente nel Parco Naturale delle Cinque Terre e poi condonata); quale sistema migliore per fare ciò se non fregare un po’ di soldi ai correntisti della Banca Popolare di Lodi.

Il sistema a quanto sta dicendo Fiorani era semplice: bastava aprire un conto nella sua Banca, dare l’appoggio politico all’operazione bancaria più sporca della Seconda Repubblica e in cambio ci si ritrovava un bel gruzzoletto sul proprio conto corrente.

Il Senatore Grillo, una delle figure più losche della Politica italiana, ha fiutato subito l’affare e si è lanciato nella strenua difesa della scalata di Fiorani, ovviamente le sue dichiarazioni pubbliche sono state ripagate a suon di MILIONI di euro.

Il problema è che i soldi affluiti nelle tasche di LUIGI GRILLO erano dei correntisti della Banca Popolare di Lodi che sono stati truffati, rapinati e beffati; una persona che ha rubato dei soldi agli italiani dovrebbe stare in GALERA e non in Parlamento in una posizione chiave (Presidente della Commissione Trasporti del Senato).


IL SENATORE LUIGI GRILLO DEVE STARE IN GALERA E NON IN PARLAMENTO !!!!


===================================================================================================

Marco Gilles 21.12.05 12:28| 
 |
Rispondi al commento

Da SanremoNews.it di oggi.

Sanremo: un lettore protesta per le troppe interpellanze

Un nostro lettore ci ha inviato un'email per protestare contro le troppe interrogazioni ed interpellanze dell'opposizione consiliare di Sanremo. Questo il testo della sua missiva:


"Desidero rivolgere due righe ai Politici di opposizione di
Sanremo a proposito dello spropositato numero di interpellanze ed interrogazioni presentate quotidianamente. Prendo a prestito un concetto basilare espresso da tempo da Beppe Grillo per tentare di porre un freno al numero impossibile di interpellanze ed interrogazioni che l'opposizione ha finora rivolto alla maggioranza.
Tale concetto si adatta comunque perfettamente ad uno quanto all'altro schieramento politico:

- essendo Lor Signori dipendenti dello Stato, e percependo Lor Signori stipendi derivati dalle tasse dei cittadini, ovvero essendo Lor Signori pagati con i nostri soldi, vale la pena ricordarVi che siete Voi i nostri dipendenti, e non il contrario. Il numero di interpellanze ed interrogazioni che l'opposizione pone
quotidianamente alla maggioranza, con la scusa di informarsi ed
informare la cittadinanza, ha assunto da tempo le connotazioni di un preciso disegno ostruzionistico. Ma, dal momento che tali interrogazioni ed interpellanze costringono la maggioranza ad attivarsi per rispondere, ciò si concretizza in persone costrette a perdere tempo prezioso per altre attività, dedicandolo invece alle risposte che dovranno dare, a ricerche di documenti e quant'altro. Sulla base del concetto sopra espresso, quel tempo lavorativo che l'opposizione fa perdere alla maggioranza, lo paghiamo noi. E se consideriamo che questa può davvero essere una pura strategia politica per incagliare l'amministrazione rallentandone il lavoro all'estremo, e quindi la sua capacità produttiva, con il solo scopo di farla fallire, per poi prenderne il posto e ricominciare a farsi pagare da noi per fare maggioranza... lo scenario diventa inquietante.

Gran parte delle interrogazioni ed interpellanze comparse nei mesi scorsi avevano le loro risposte già nelle conferenze stampa, o nei comunicati, o sono comunque disponibili nei documenti ufficiali depositati e visibili da chiunque. Forse con un po' più di attenzione potrebbero essere state evitate. Un ogni caso, una forza di opposizione che ha così tante domande da fare mi insegna che non ha risposte da dare. Non ne ha avute nel passato, dimostra di non averne ora e non vedo come possa averne in futuro. Resta il concetto di fondo, che continua a valere per l'opposizione, come per la maggioranza. Voi siete i nostri dipendenti. Siete lì in nostra vece e per nostro volere. Siete pagati da noi e siete responsabili di fronte alla legge, nonché di fronte alla morale pubblica, dell'uso che fate del vostro tempo di lavoro, tempo in cui siete tutti al servizio della collettività che vi paga per fare quel lavoro, al meglio delle Vostre capacità. Se per fare quel lavoro Vi fate le scarpe gli uni con gli altri, perdete tempo, sprecate, o peggio, per quanto ci riguarda siete solo inutili e dannosi. Tutti, a prescindere dal Vs. schieramento politico. Il degrado di Sanremo, e non solo quello degli ultimi anni, dovrebbe da solo metterVi tutti di fronte alla Vostra coscienza per essere realmente responsabili di quel tempo lavorativo e del prestigioso incarico che Vi abbiamo affidato".


Come sempre, giriamo i vari quesiti sia agli amministratori, ma anche ai lettori che potranno intervenire attraverso il nostro giornale.

Per le vostre e-mail potete scriverci a:
direttore@sanremonews.it


Carlo Alessi

roby rubini 16.12.05 20:17| 
 |
Rispondi al commento

Da SanremoNews.it di oggi.

Sanremo: un lettore protesta per le troppe interpellanze

Un nostro lettore ci ha inviato un'email per protestare contro le troppe interrogazioni ed interpellanze dell'opposizione consiliare di Sanremo. Questo il testo della sua missiva:


"Desidero rivolgere due righe ai Politici di opposizione di
Sanremo a proposito dello spropositato numero di interpellanze ed interrogazioni presentate quotidianamente. Prendo a prestito un concetto basilare espresso da tempo da Beppe Grillo per tentare di porre un freno al numero impossibile di interpellanze ed interrogazioni che l'opposizione ha finora rivolto alla maggioranza.
Tale concetto si adatta comunque perfettamente ad uno quanto all'altro schieramento politico:

- essendo Lor Signori dipendenti dello Stato, e percependo Lor Signori stipendi derivati dalle tasse dei cittadini, ovvero essendo Lor Signori pagati con i nostri soldi, vale la pena ricordarVi che siete Voi i nostri dipendenti, e non il contrario. Il numero di interpellanze ed interrogazioni che l'opposizione pone
quotidianamente alla maggioranza, con la scusa di informarsi ed
informare la cittadinanza, ha assunto da tempo le connotazioni di un preciso disegno ostruzionistico. Ma, dal momento che tali interrogazioni ed interpellanze costringono la maggioranza ad attivarsi per rispondere, ciò si concretizza in persone costrette a perdere tempo prezioso per altre attività, dedicandolo invece alle risposte che dovranno dare, a ricerche di documenti e quant'altro. Sulla base del concetto sopra espresso, quel tempo lavorativo che l'opposizione fa perdere alla maggioranza, lo paghiamo noi. E se consideriamo che questa può davvero essere una pura strategia politica per incagliare l'amministrazione rallentandone il lavoro all'estremo, e quindi la sua capacità produttiva, con il solo scopo di farla fallire, per poi prenderne il posto e ricominciare a farsi pagare da noi per fare maggioranza... lo scenario diventa inquietante.

Gran parte delle interrogazioni ed interpellanze comparse nei mesi scorsi avevano le loro risposte già nelle conferenze stampa, o nei comunicati, o sono comunque disponibili nei documenti ufficiali depositati e visibili da chiunque. Forse con un po' più di attenzione potrebbero essere state evitate. Un ogni caso, una forza di opposizione che ha così tante domande da fare mi insegna che non ha risposte da dare. Non ne ha avute nel passato, dimostra di non averne ora e non vedo come possa averne in futuro. Resta il concetto di fondo, che continua a valere per l'opposizione, come per la maggioranza. Voi siete i nostri dipendenti. Siete lì in nostra vece e per nostro volere. Siete pagati da noi e siete responsabili di fronte alla legge, nonché di fronte alla morale pubblica, dell'uso che fate del vostro tempo di lavoro, tempo in cui siete tutti al servizio della collettività che vi paga per fare quel lavoro, al meglio delle Vostre capacità. Se per fare quel lavoro Vi fate le scarpe gli uni con gli altri, perdete tempo, sprecate, o peggio, per quanto ci riguarda siete solo inutili e dannosi. Tutti, a prescindere dal Vs. schieramento politico. Il degrado di Sanremo, e non solo quello degli ultimi anni, dovrebbe da solo metterVi tutti di fronte alla Vostra coscienza per essere realmente responsabili di quel tempo lavorativo e del prestigioso incarico che Vi abbiamo affidato".


Come sempre, giriamo i vari quesiti sia agli amministratori, ma anche ai lettori che potranno intervenire attraverso il nostro giornale.

Per le vostre e-mail potete scriverci a:
direttore@sanremonews.it


Carlo Alessi

roby rubini 16.12.05 20:15| 
 |
Rispondi al commento

Al Presidente della Camera dei Deputati
ON. CASINI
leggo la notizia che l'amstrad è una industria
che fa capo alla famiglia berlusconi, e c'e la possibilita' che l'unione europea indaghi sul metodo usato dal governo per far comprare i decoder a tutte le famiglie italiane.
spero lei non dica che è l'ennesima infangata per il nostro presidente del consiglio. non sto qui a riccordarle tutte le presunte infangate ,
( da noi c'è un detto :< è più quello che è che quello che si dice.. e sicuramente se ne scopriranno altre. .) ma vorrei riccordarle che averere il senso del ridicolo è una prerogativa dei politici seri e intelligenti.
Senso del ridicolo che, a prescindere dai diritti costituzionali che tutelano ogni cittadino , Berlusconi compreso )potrebbe autorizzarla a gridare (senza che nessun cittadino , compresi quello che hanno votato berlusconi la posano accusare di essere un COMUNISTA,) BASTA non ne posso piu'!
E non si ripari dietro gli obblighi
che la costringono ad agire con senso istituzionale . NON CI CREDE NESSUNO... Si dimetta fara' un buon servigio alla nazione
Dimissioni che in verita' dovrebbe aver gia dato
perche' lei , essendo il presidente dell'UDC non è piu' il presidente Super Partes.

carlo pisu 06.12.05 19:41| 
 |
Rispondi al commento

Con stima da parte mia per Lei Bebbe e non certo per questi politici che con il loro potere sanno solo prendere e pretendere.Sono un operaio e tra qualche anno mi vedo rubare il mio (TFR),perchè loro,i dipendenti del popolo vivono con uno stipendio di migliaia di euro al giorno e sono così bravi a vivere nello sfarzo e negli sprechi,vogliono con quei soldi coprire nel futuro la mia pensione.Ma quando mai un politico si è preoccupato della situazione finanziaria di un operaio? Io personalmente mi oppongo a questo atto di frode dei miei soldi e aggiungo che le tante pensioni di persone che lavorano per quarant'anni in una fabbrica non possono essere penalizzate con ulteriori sacrifici della gente che lavora al fronte di salvare le loro pensioni d'oro che oltretutto nessun politico è tenuto a dare nelle casse dello stato quarant'anni di duro lavoro. Quindi al posto di essere ridicoli
e pieni di privilegi lavorate di più e provate a vivere anche voi con uno stipendio di 1200 euro mensili. La saluto Bebbe.

massimo lombardi 26.11.05 17:22| 
 |
Rispondi al commento

Questi farebbero di tutto per non andarsene come hanno gia dimostrato in passato, mi vergogno di essere italiano, il mondo ci guarda inorridito, e quel d...ente di berlusconi, ogni volta che và all'estero parla e straparla facendo fare una figura di m..da al suo paese e a me

riccardo vairo 24.11.05 16:01| 
 |
Rispondi al commento

A proposito dei dipendenti che abbiamo votato per rappresentarci: non si è mai visto che un dipendente decida il proprio salario. Se mi presento presso un'azienda e pretendo di decidere io il mio stipendio, il minimo che mi possa capitare è una bella risata in faccia.
Propongo che nelle prossime schede elettorali si dia facoltà all'elettore di votare anche lo stipendio dei parlamentari. Si potrebbero inserire importi diversi, da un minimo ad un massimo, stabilendo così, innanzitutto, un tetto che non potrebbe essere superato; la cifra che otterrà la maggioranza dei voti sarà quella percepita dai dipendenti eletti.

Massimiliano Alpigno 19.11.05 21:25| 
 |
Rispondi al commento

daccordissimo...ma xkè non si propone beppe grillo senatore a vita? presidente Ciampi, accolga il mio appello....io lo vedrei bene lì al senato....il nostro Beppe è unico...grazie d'esistere.

amato palermo 15.11.05 13:56| 
 |
Rispondi al commento

Be', meno male che ci penserà A. Di Pietro a chiedere il Referendum.

Altro che certe favole, caro Beppe!

Pantaleone Moisè 06.11.05 16:44| 
 |
Rispondi al commento

Leggo parole scritte da gente inc.....ta come me, ma non avete ancora capito che si tratta di teatro? Una patetica e scadente rappresentazione teatrale di pseudo democrazia, degna di coloro che continuano a votarla e che quindi la perseguono e la vogliono.
Provate a dire NO ed ottenere un risultato dopo che qualcuno si crea le leggi a suo uso e comodo, ottenete qualcosa? Proviamo a mettere in galera quelli che sciolgono i bambini nell'acido,quelli delle lenzuola d'oro, quelli dei ponti senza strade, delle dighe senza laghi, degli acquedotti senza bacini, dei 300 milioni per unità abitativa in Irpinia e a farceli restare... credete sia più possibile???
La realtà è che presi in gruppo siamo tutti un branco di fessi. Una partita a calcio ... due culetti di veline... domenica in.. e tutti a nanna contenti.
La democrazia costa ogni giorno una rinuncia a chi la vuole veramente, una esposizione a rischi, a critiche, a perdite anche del proprio comodo. Io mi espongo spesso nel mio piccolo, protesto apertamente in posta in banca all'intendenza di finanza,in ospedale, in comune ed ovunque le cose non vanno o sono ingiuste o dove qualcuno viene maltrattato. Cosa ottengo? Spesso soddisfazione anche se passo per un esaltato....ma con la spada sempre in mano mai terrò la lingua a freno.
Ciao ragazzi....
UN INCISO: Privatizzare!!!
Si prende un ente pubblico, si succhia tutto quello che si riesce, si spende e si tange (stà per tangente).Al Telegiornale....
"E stata finalmente decisa la privatizzazione dell'ente XY .. le azioni verranno offerte ecc.ecc. .. Grande opportunità.." In banca ... Hei.. guardi.. io le consiglierei un po' di XY che stanno già salendo .... SOSTANZA: Con la ricapitalizzazione da parte dei fessi risparmiatori italiani se magna ancora!!!!!!!! Il falso in bilancio non è più un reato come prima... pensiamoci!

Pierpaolo Gaspardo 01.11.05 00:56| 
 |
Rispondi al commento

Io mi chiedo: perchè bisogna andare a votare?
Tanto una volta che hanno la CADREGA sotto il C..O, pensano solo a tenersela ben stretta pertanto si fanno i fatti loro, di certo non i NOSTRI aumentando il volume delle loro tasche e diminuendo leeeeentamente il nostro...
BLEAH!
Ciao GRANDE BEPPE e GRAZIE GRAZIE GRAZIE....DI ESISTERE!

Anna Guarna 25.10.05 15:48| 
 |
Rispondi al commento

La mia prof. di Diritto ha chiesto alla classe di fare una ricerca sul perchè si è cambiato il sistema elettorale a 6 mesi dall'elezioni, e come funziona questo nuovo sistema.

Che dire?

Gabriella Cotroneo 23.10.05 15:17| 
 |
Rispondi al commento

Come dire uniamoci sotto la stessa bandiera.
Alla fine è questo quello che sta accadendo, in un paese democratico dove non si impedisce a chi ha carichi penali pendenti di fare politica (in questo ammiro l'USA perchè nel loro puritanesimo guai anche a fare na semplice scappatella amorosa che in politica sei tagliato fuori) è possibile pure approvare una legge come la Cirielli.
Ma io faccio un altra riflessione, ma credete davvero che questa legge sia solo per salvare Previti?
Signori miei e lo dico anche alla sinistra questa è una manovra elettorale un modo per cercare consenso. Si parla a stima che i processi che salterebbero siano oltre 40.000 che tradotti in soldoni significa 40.000 imputati e stimando una persona a processo (ma sappiamo che non è cosi possono essere più imputati per processo), 40.000 famiglie che saranno immensamente grate a Berlusconi e alla sua Gang.
Cosa voglio dire ??
Questa è una legge che puo essere letta come il piu vile dei reati, quello del voto di scambio. Un "dos ut det" (scusate il mio latino ma spero di aver fatto capire il concetto). 40.000 famiglie non sono solo marito e moglie ma padri e madri, suocero e suocere, fratelli e sorelle, cognati e cognate, nuore e generi, e nipoti di ogni grado senza contare zii e cugini....
Ho provato a incrociare questo dato con un dato statistico riscontrabilissimo, la media italiana delle persone coinvolte in primo grado all'interno di un nucleo parentale, da non confondere con il nucleo familiare. ebbene il dato medio è 16 persone.
40.000 x 16 = 640.000
Ecco a cosa è diretta la legge Cirielli, il nostro Berlusconi se ne fotte dell'avvocato Previti, con quello che ha guadagnato l'avvocato può permettersi di lasciare l'italia e vivere a sguazzarsi le palle nelle acque cristalline dei caraibi senza doversi preoccupare di rientrare in Italia e facendosi un baffo del nostro livore e della nostra giustizia.
Ciò a cui si mira sono quei 640.000 voti altro che "Berluscolini".

Angelo Librizzi 20.10.05 14:14| 
 |
Rispondi al commento

ED ECCOVI ANCORA UNA VOLTA UN BEL DONO....

Post rivolto a tutte le persone che vogliono la verità.........

Il sito che segnalo è un progetto meraviglioso di diffusione della VERITA'...

Ecco l'indirizzo:

-------------------- http://www.viralvideo.it/ --------------------

Nel menu in basso e contemporaneamenti in alto alla pagina, questo:

|Viral-VIDEO|Viral-TEXT| Viral-BOOK|Viral-MOVIE

Trovate dei video interessantissimi,un opuscolo in PDF dettagliatissimo e interessantissimo (sezione VIRAL TEXT) consigli di letture e tanto altro.

C'è anche una sezione dove si scaricano filmati “meno grossi”, per chi non avesse l'ADSL.

Buona visione e buona lettura.............

FATE GIRARE QUESTO INDIRIZZO IL PIU' POSSIBILE A TUTTI QUELLI CHE CONOSCETE.....

E' UN PECCATO NON VEDERE DEI MATERIALI COSI' CARINI....

NO????????????

Rimeditate gente rimeditate

Diego Marmeggi 18.10.05 12:26| 
 |
Rispondi al commento

Guardate che è una legge bellissima, un'autentica perla. La conferma che la fantasia italiana non ha pari al mondo. Questi artisti del legiferare hanno inventato un sistema elettorale ricco di meraviglie. Tante piccole perle nascoste.
Come il premio a perdere. Parlano tutti del premio a vincere. Parliamo del premio a perdere!
Il nuovo articolo 84 comme 1 numero 3 lettera b indica "le liste delle coalizioni che non hanno superato la percentuale di cui alla lettera a) ma che abbiano conseguito sul piano nazionale almeno il quattro per cento dei voti validi espressi" ed è poi richiamato tra le liste/coalizioni che accedono alla ripartizione dei seggi.
Ora, ipotizzando che i primi due "che" si riferiscano allo stesso soggetto (e siccome il primo "che" riguarda le coalizioni, grammatica alla mano, anche il secondo "che" non puo' che riferirsi alle coalizioni), se ne deduce che:
un partito che si candida in collegamento con una piccola coalizione (sotto il 10%, ma sopra il 4%), accede alla ripartizione dei seggi qualunque sia la percentuale di lista, mentre un partito collegato ad una coalizione grande (sopra il 10%), vi accede solamente se è il piu’ votato tra tutti i partiti sotto il 2% collegati alla stessa coalizione.
Esemplificando: significa che se UDEUR, Italia dei valori e Verdi ottenessero tutte e tre meno del 2%, solo una di loro otterrebbe seggi, mentre le altre due sarebbero escluse dalla Camera. Per contro, se UDEUR, Italia dei valori e Verdi formassero una terza coalizione che raccogliesse tra il 4 ed il 10%, tutti questi partiti accederebbero alla ripartizione dei seggi. In tal caso il loro obiettivo sarebbe: non prendere piu' del 10% dei voti. Come dice, il premio a perdere.
Sempre che, con prossimo decrete, non porvvedano anche a modificare le regole grammaticali.

Rosario Mastrosimone 18.10.05 00:41| 
 |
Rispondi al commento

La "Casa della Legalità" di Genova aderisce all'appello di Don Luigi Ciotti e Libera per la salvezza della legge sul sequestro e riutilizzo a fini sociali dei beni confiscati alle mafie. Crediamo anche che sia necessario realizzare progetti concreti di riutilizzo dei beni sequestrati alle mafie in ogni realtà ove la Magistratura sia riuscita ad individuare e colpire il patrimonio criminale, come ad esempio anche Genova e la Liguria. Il non utilizzo pieno delle potenzialità della legge ha lasciato un vuoto nel opinione pubblica diffusa che può compromettere la tenuta della legge, a favore di quanti la vogliono abrogare o modificare sostanzialmente al fine di renderla vana. Se, anche in realtà come quella ligure, si fosse proceduto, con un ampio coordinamento delle forze civili antimafia, nel promuovere progetti di utilizzo sociale e culturale dei moltissimi beni confiscati alle mafie si sarebbe potuto dimostrare concretamente, anche qui, che in ogni luogo le mafie siano attive, possono essere colpite e costrette a "restituire il maltolto".
In questa direzione invitaiamo tutti i cittadini ed il mondo dell'associazionismo ad operare una decisa richiesta di difesa della legge Rognoni-La Torre, a quanti eletti nel Parlamento Italianosono, come ci ha ricordato giustamente Beppe Grillo, nostri dipendenti!
Grazie a quanti di voi lo faranno.

Christian Abbondanza 17.10.05 17:44| 
 |
Rispondi al commento

HO UNA PROPOSTA IMPORTANTE DA FARE:

Vi ricordate la mitica saga del RAGIONIER UGO FANTOZZI?

D'ora in poi i politici dovranno aggiungere “un suffisso” durante l'uso dei nomi che li designano come succedeva in Fantozzi quando si parlava del megadirettore Galattico e dei suoi compari:

Facciamo un'esempio:

“Onorevole/gran ladr/paracul/pezzdimerd/NOME DEL POLITICO”

oppure:

“Onorevole/figliodiputt/manigold/pederast/ladron/Usuraio/Bugiard/stronzolon/NOME DEL POLITICO”

Le varianti possono essere fantasiose e imprevedibili! Che ne dite amici? Essi dovrebbero usare “i suffissi” durante le interviste in TV, o quando sono seduti a scaldare la sedia in parlamento ed in ogni occasione...

Naturalmente PIU' UNO HA IL SUFFISSO LUNGO PIU' E' UNA PERSONA IMPORTANTE!

Così chi li guarda quando parlano si ricorda subito la loro naturale costituzione...

E poi sarebbe un'omaggio alla verità...... Che ne dite amici? Si aspetta qualche commento...

Diego Marmeggi 17.10.05 15:54| 
 |
Rispondi al commento

Rispoondo a che mi ha risposto:
....vi dà fastidio sentire la voce della verità in un covo di comunisti eh?!..mi fa piacere...perchè come al solito non siete mai in grado(così come i vostri rappresentanti)di interfacciarvi con argomentazioni, ma siete solo capaci di dare titoli e giudicare....
Ma da una parte vi capisco...il mondo e la politica sono complicati..e non tutti sono in grado di capire veramente le cose( e qui ci sono molti esemplari).
Non pensiate che io me la spassi di questi tempi..il malessere appartiene a tutti..Però è necessario avere idee concrete e non solo esprimere un disagio...è troppo facile criticare e basta...
Gli occhi bendati ce li ha chi possiede 3 macchine, cambia telefonino ogni anno e dà via la playstation 1 perchè è troppo vecchia, e poi vota Prodi perchè questo gli dice che berlusconi ci sta mangiando tutto. Ma tutto cosa..che non siamo mai stati viziati come di questi tempi.!?
..forse non avremo tutti la barca, ma non mi sembra che siamo sull'orlo della rovina... E' tutta propaganda politica!!..non lo capite che Prodi vuole solo andarsi a sedere al posto del Berlusca per andare a mantenere le sue lobby..del popolo italiano non gliene frega nulla!..o per lo meno molto meno di quel che gliene frega a Berlusconi...
Anzi... Una cosa è scegliere il male minore(cioè Berlusconi) e una cosa è farsi abbindolare da meschini bugiardi e pure truffatori (pure i brogli alle primarie..patetici!)
Per quanto riguarda la legge elettorale..ripeto, se sarete più forti vincerete..non c'è motivo di tanto chiasso...ma forse il dubbio di essere più forti ce lo avete...eccome se ce lo avete...
Ricordate il 1996 quando prodi ha preso la legislatura in minoranza di voti?..o forse no...troppo di elevata cultura ed intelligenza per informarsi ancora..meglio vivere di pregiudizi!Svegliatevi..gente..svegliatevi, perchè siete davvero penosi...penosi....
povera Italia!

luca rossi 17.10.05 10:59| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
ho recentemente letto che la Regione Campania ha una sede a New York sulla Fifth Avenue che costa piu' di 500.000 euro all'anno, soldi che paghiamo noi campani ovviamente. Mi chiedo ora: ma e' normale che un governo locale abbia sedi sparse per il mondo alla stregua di un governo Nazionale? A che serve? Che ci fanno, i progetti per i lavori della Napoli Salerno?? E poi la sede non potevano trovarla a Brooklyn o Queens invece che nel posto piu' caro del mondo? Noi cittadini che la manteniamo non siamo stati interpellati al riguardo!

Fabrizio Soprano 16.10.05 20:41| 
 |
Rispondi al commento

Innanzitutto vi dico che ho visto il dvd dello spettacolo di Grillo ed è veramente spettacolare, mi auguro solo di poter partecipare davvero ad un suo spettacolo.
Sono preoccupata, cari miei, preoccupatissima per questa situazione socio-politica in cui siamo. E sono preoccupata per mio figlio, per i nostri ragazzi e il loro futuro. Sono preoccupata per l'assuefazione della gente alle brutture e al "Bisogna lasciarla andare come va....", ai reality fatti apposta per far credere che la realtà è quella e non la nostra, all'arroganza dei politici che ormai legiferano senza nemmeno porsi il problema del consenso dei cittadini. E sono pure preocupata per l'immobilismo della sinistra, sembra quasi manchi la volontà politica di mandare a casa questi personaggi al governo che la MAGGIOR PARTE DEI CITTADINI NON VUOLE PIU!!! (Non vorrei cadere nella retorica ma almeno prima quando c'erano DC, PC, MSI ecc... si sapeva chi era a sinistra e chi a destra, adesso pure Fassino si è scoperto credente!!!!!! Mahhhhh....non che ci sia qualcosa di male....ma...la fede dovrebbe essere un fatto privato e non una ricerca di consensi cattolici). Insomma....facciamo qualcosa per mandare a casa 'sto governo che non ci rappresenta per nulla, che ci ha impoveriti in tutti i sensi e soprattutto che ci sta lasciando senza futuro.

Emanuela Palanca 16.10.05 16:24| 
 |
Rispondi al commento

io dico che è una vergogna che si debba pagare per esercitare un sacrosanto diritto! Il voto non ha il valore di un euro!Nessuno ha chiesto all'unione queste stupide ed inutili primarie! Che se le facciano loro a spese loro e non dello Stato. Siamo arrivati all'assurdo!

Un Cittadino di Sinistra profondamente deluso!
Ciao a tutti

Gianluca Scocco 16.10.05 12:32| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe,
voglio solamente farti i complimenti per l'impegno civile che ha assunto la tua professione da molto tempo ormai a questa parte. un tempo le tue entrate in scena erano attese come momento opportuno per prendersi beffa insieme a te del politico di turno o dei vizi di noi gente comune. ora hai assunto un ruolo molto più profondo, di comunicatore e fustigatore. ti ringrazio per quello che fai indirettamente per tutti noi: ci apri gli occhi su realtà altrimenti difficili da raggiungere, ammantandole sempre con la giusta ironia.
ti auguro ogni bene.
ciao
raffaele bertolini
mantova

raffaele bertolini 16.10.05 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Anch'io sono convinto che non si debba cambiare una legge elettorale votata con un referendum dalla gente, tra l'altro visti gli ultimi referendum andati deserti ancora piu' indicativo, spero solo in Ciampi che già si era detto contrario.

angelo attolico 16.10.05 10:57| 
 |
Rispondi al commento

Potremmo chiedere a Ciampi di non firmare anche questa legge poichè palesemente contro il pensiero dei cittadini che si sono espressi per l'attuale legge elettorale con un referendum?

angelo attolico 16.10.05 10:51| 
 |
Rispondi al commento


cosa ne pensi beppe!!!

E l'Oscar della vergogna va a... Robberto!


Benigni si indigna per i tagli dei finanziamenti al cinema italiano, eppure il comico toscano ha intascato ben 5 milioni di euro per realizzare lo squallido "Pinocchio"



di Giordano

La Legge Finanziaria varata la scorsa settimana dal Consiglio dei Ministri, e ora all'esame del Parlamento, ha stabilito un taglio al Fondo Unico per lo Spettacolo (FUS) di circa 164 milioni di euro all’anno, per i prossimi tre anni. Il finanziamento del FUS scende così a circa 300 milioni di euro l'anno. I finanziamenti al cinema scendono di conseguenza da 84 a 50 milioni di euro.

Nella giornata di venerdì 15 settembre, per protesta contro il provvedimento di Tremonti, i teatri e i cinema sono rimasti chiusi per 24 ore e attori, registi, cantanti e musicisti hanno scioperato. Curiosamente sono state chiuse anche le sale di proprietà del capo del governo (targate Medusa, 120 schermi in tutta Italia) e le anteprime in uscita, programmate proprio per venerdì, sono slittate di un giorno. Tra queste, anche l'atteso "La tigre e la neve" di Roberto Benigni che si è posto subito come paladino a difesa della nobile arte che egli stesso rappresenta.
Le ragioni degli addetti ai lavori che operano nelle arti istantanee, come il teatro, il balletto o l'opera, hanno tutta la mia comprensione essendo anch’io un musicista praticante, consapevole delle difficoltà cui vanno incontro i miei "colleghi". Comprendo meno tutti coloro che s'indignano per i tagli al cinema. Tagli operati ad un meccanismo inutile e perverso come il finanziamento pubblico ai film italiani.

I finanziamenti pubblici al cinema nascono nel '65 con lo scopo di dare un sostegno all'esordiente di talento coprendo il 90% delle spese di realizzazione. Il film ha l'obbligo di restituire i soldi solo se raggiunge la cifra al botteghino. La legge stabiliva che si potessero finanziare fino ad un massimo di 20 opere

Celestino Mory 16.10.05 00:09| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei portare all'attenzione di tutti un fenomeno che, ovviamente essendo quasi esclusivamente italiano, definisco assurdo e di una violenza terribile.
Io sono Sardo, ma prima di tutto Naturalista e Lealista, quindi francamente già il fatto che vi siano basi americane in territori sardi, ma comunque italiani ,senza un'espressa volontà cittadina ma in base ad accordi tra stati (che a quanto pare in quel momento erano sicuramente poco rappresentativi) non riesco proprio a concepirla.
Oltretutto considerando che queste basi si trovano in luoghi con "alto tasso di pericolosità" come per l'appunto la base a La Maddalena (dal punto di vista della vicinanza alla popolazione, vicino alla Costa Smeralda) e che utilizzino materiale radiattivo(sottomarini a testata nucleare...),anche se da recenti, ma pochi, studi è stata riscontrata la non contaminazione delle zone circostanti, questo fatto è ancora più grave.
Comunque la cosa che mi ha sconvolto all'inverosimile è stata apprendere la notizia che lo Stato Italiano (però in questo caso noi tutti...) debba contribuire alle spese per il mantenimento di queste basi e delle truppe americane stanziate nel nostro Paese in percentuale del 37%. E' una spesa gigantesca visto la grandezza degli impianti e la particolarità dei materiali utilizzati, e tanto per dare un'idea concreta basti dire che nel 1999 è stato richiesto lo stanziamento di ben 480 milioni di euro!! I cittadini Italiani inconsapevolmente, a causa di accordi bilaterali segretissimi che non si sà ne quando nè chi li abbia effettivamente sottoscritti, finanziano trasporti, servizi ecc. che diventano poi gratuiti per i soldati americani e per le loro famiglie. Ma non è tutto quì.
Una particolare clausola, chiamata "Returned Property- Residual Value", consentirebbe agli USA qualora venissero chiuse le loro basi in Italia di richiedere un indennizzo, in quanto loro avrebbero valorizzato le località dove appunto erano situate le basi!!Prego tutti di farsi sentire.Grazie beppe per lo spazio

Antonello Massaiu 15.10.05 19:27| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe Grillo,sei sempre stato un mio 'idolo',nel senso che è difficile trovare qualcun altro che abbia le p...e di andare a dire a tutti(con la perdita della democrazia di questi ultimi anni è ancora più difficile esprimere dei commenti in pubblico)come veramente la realtà ci si presenta!
Volevo dirti,inoltre,che pur non leggendo i tuoi post da una decina di giorni,avevo proposto ieri all'unione degli universitari agli amici,ai professori...di fare la stessa cosa che tu hai proposto...ovvero,dato il fatto che il governo attuale non si è mai prestato ad ascoltare proposte differenti da quelle che facevano loro nelle loro ville,ho proposto di presentarci a Roma il maggior numero di persone possibile, il 24 ottobre(giorno in cui verrà approvato il dl Moratti per la distruzione dell'Istruzione Secondaria e Universitaria)e occupare il parlamento impedendone i lavori!!!
Peccato che non solo mi è stato detto che per fare ciò bisognava organizzarlo molto prima, ma mi è stato dato dell'esaltato!
...a questo punto,ci sarebbe da dire "a ognuno il suo "...
Un abbraccio e un sostegno di cuore alla tua intensa attività! Da davide

Davide De Donatis 15.10.05 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Visto che i servitori del nano malefico fanno le leggi per il loro signore e padrone perché lo stipendio non lo riscuotono direttamente da lui invece di farlo pagare a noi!!!!!.

Antonio Brancaleone 15.10.05 11:24| 
 |
Rispondi al commento

La colpa di tutto non è del Berlusca e della sua cerchia (che ovviamente fanno gli affari loro) e neppure di quelli che lo hanno votato (che sicuramente sono convinti delle loro idee), ma se la situazione è arrivata a questi estremi la colpa è di una sinistra piagnona e incapace di avere i testicoli. D'Alema e Prodi hanno avuto tra le mani Berlusconi per 4 anni e, oltre a non aver imparato nulla da lui, non hanno saputo fare altro che offrirgli una bicamerale e tanti salamelecchi perchè in realtà hanno paura di lui e della sua potenza economica. Invece di metterlo sotto 3 metri di terra (in quel periodo le leggi le poteva fare il centrosinistra) gli hanno fornito i mezzi per risorgere dalle sue stesse ceneri. Del resto cosa ci si poteva aspettare da un partito come i DS formato per la maggior parte da ex-democristiani riciclati ?
Anche su questa legge elettorale appena approvata non fanno altro che piangere e gridare su tutti i tg quanto sono "fascisti" quelli del centrodestra come se questa fosse una novità. Era ovvio che la legge passasse visto che la maggioranza in parlamento è loro, che c'è da stupirsi ? Fassino dice che tanto le elezioni le vince il centrosinistra lo stesso, nonostante questa nuova legge elettorale, e allora dov'è il problema? Vinci le elezioni, vai al governo, ricambi la legge elettorale con un maggioritario ancora più tosto di quello che c'era, fai cadere il governo e rivai a elezioni anticipate con il un nuovo maggioritario che ti permette di sotterrare il Berlusca e poi.... LO SOTTERRI!!!! Cosa sta dicendo quella vocina che viene da Arcore ? Che si porta tutti i capitali all'estero assieme a quelli dei suoi amici capitalisti e mette a far la fame milioni di famiglie? Mio padre per aver combattuto i nazisti in montagna ha dovuto fare il contadino per decenni se voleva sfamare la sua famiglia, ma ha scelto di rompersi la schiena nei campi per essere un uomo libero. Anche noi dobbiamo scegliere se fare le pecore per avere chi ci da i pascoli recitantati su cui brucare oppure no.

Fausto Stefani 15.10.05 02:59| 
 |
Rispondi al commento

per luca rossi:
ma ti rendi conto che parli come berlusconi?
ma voi del polo sapete cosa significa rispetto,senso critico o meglio ancora autocritico?
vedi caro luca, noi gente di sinistra o meglio come tu ci hai chiamati "comunisti",sappiamo quali sono i nostri limiti e cerchiamo di migliorali nel tempo e ricorda che non riuscierete mai a competere con il nostro pensiero.
avete governato per cinque anni con tutte le anomalie del caso ora e' arrivato il tempo di farvi da parte!!!

gianfranco maggio 15.10.05 01:19| 
 |
Rispondi al commento

x luca rossi,
non sò in quale mondo vivi, e se vivi in questo starai forse dormendo profondamente.

Svegliatiiiiiiiiii!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Destra o sinistra, rossi o verdi, maggioranza o minoranza, eletti e non eletti.

Con i politici che ti ritrovi, sarai sempre o solo tu a pagare...........

Svegliatiiiiiiiiii

sandro ponti 14.10.05 19:31| 
 |
Rispondi al commento

parlamentari?? politici???
son tutti uguali.........
sia di destra che di sinistra che di centro........
solo bla bla bla...........
iniziate a dimezzarvi lo stipendio che rubate......
tutti quanti pero'........
e finitela di prenderci per i fondelli......

giovanni arcero 14.10.05 19:18| 
 |
Rispondi al commento

x luca rossi


6 patetico

luca neri 14.10.05 19:07| 
 |
Rispondi al commento

X luca rossi

Ma come diavolo si fa a scrivere le cialtronerie che hai scritto,hai gli occhi bendati per parlare così?...Se siamo nella merda è anche grazie alla gente che ragiona come te.

raffaele romano 14.10.05 16:28| 
 |
Rispondi al commento

E' inutile cari comunisti che vi agitiate tanto per la legge elettorale. Se avrete la maggioranza degli italiani vincerete e governerete regolarmente. ...ma il vostro problema è che temete di non più riuscire a vincere, come avete fatto in passato, pur senza aver la maggioranza degli italiani dalla vostra parte, sfruttando solo il meccanismo dei collegi....
...e meno male che vi ritenete "di peculiare ricchezza mentale e morale"....come diceva qualcuno piussù nel blog.
La paura di perdere ancora vi fa spostare l'accento sulla moralità di cambiare le carte del gioco, quando la vera moralità sta nel fatto di governare con la legittimazione degli elettori e non con anomali artifici politici. E con questa legge, state certi che chi avrà la leggittimazione popolare vincerà....(p.s. senza dimenticare che la modifica della legge era presente nel programma della destra ancora prima delle precedenti elezioni, e quindi già legittimata dalla maggioranza dei cittadini che ha votato l'attuale formazione. E il momento per modificare una legge elettorale di certo non è all'inizio di una legislatura, altrimenti perderebbe di significato la legittimazione dell'ingresso in carica, non so se mi spiego...)
Quindi riflettete prima di sparare..cari democratici (solo in questioni demagogiche!)

luca rossi 14.10.05 14:46| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe sono uno studente fuorisede lucano e studio a Roma sono circa cinque giorni che mi è stato inviato il certificato elettorale, con la posta prioritaria, per poter votare alle primarie ma ad oggi non mi è ancora arrivato.
Che devo pensare?
Le tasse universitarie sono arrivate in due giorni.
BASTARDI!!!!!

michele iacoviello 14.10.05 12:39| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe senza nessun pelo sulla lingua voglio dirti che per quanto riguarda la legge elettorale c'e' una sola cosa DA FARE: andare tutti in parlamento e cacciarli fuori tutti!!!Domenico da Arzano provincia di NA

Domenico D'Auria 14.10.05 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Perchè le riforma elettorale nel senso del proporzionale, che, per sua definizione, permette il governo del paese grazie a coalizioni non apertamente predefinite, ma forse è più rappresentativa della base elettorale, è stata approvata da chi, a cavallo del maggioritario, ha sempre negato la valenza dell'opposizione, eletta anch'essa da poveri cittadini di serie B???
Una cittadina di serie B che ha perso il sonno

paola montalbano 14.10.05 12:14| 
 |
Rispondi al commento

MA COSA CI VOGLIAMO ASPETTARE DA UNA MASSA DI CIALTRONI?

Possiamo fare anche un'altro esempio:
QUANTI SOLDI BUTTATI PER LE MISSIONI SPAZIALI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

NON SOLO IN ITALIA, MA SOPRATTUTTO NEGLI STATI UNITI....MILIONI E MILIONI DI DOLLARI DEI CONTRIBUENTI SPESI OGNI ANNO PER PORTARE GIU' QUALCHE PIETRA DALLA LUNA O VEDERE SE SU MARTE CI SONO I VERMI!!!!!!!!!!!!!!


IO SOSTENGO CHE LA RICERCA SCIENTIFICA E' IMPORTANTE PER CARITA'.......

MA ----PRIMA DI TUTTO--- PERCHE' NON SI SPENDE I SOLDI PER RISOLVERE LE MAGAGNE PRESENTI SUL ---NOSTRO--- DI PIANETA

E POI ---DOPO--- SI PUO' PENSARE ALLE MISSIONI SPAZIALI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

CON SOLO IL 20% DEI SOLDI DI UNA MISSIONE SPAZIALE AMERICANA SI POTREBBE RIMETTERE QUASI A NUOVO L'INDIA ad esempio. O AIUTARE CONCRETAMENTE I PAESI AFRICANI CHE VIVONO IN CONDIZIONI CHE QUI NON CI IMMAGINIAMO!

SE VOLESSERO POTREBBERO FARE TUTTO MA A LORO CHE CAZZO GLIENE FREGA?
E' BENE CHE ESSI CONTINUINO A MORIRE MENTRE IN USA SE LE DERRATE ALIMENTARI AVANZANO, LE GETTANO ANCHE IN MARE, LO SAPETE?
Altri spunti:
1)IRRIGARE LE ZONE DESERTICHE......
2)PROGETTARE ED USARE ENERGIA PULITA PER TUTTO IL PIANETA
3)SALVARE IL POLMONE DEL MONDO, LA FORESTA AMAZZONICA CHE LA STANNO BRUCIANDO TUTTA!!! Che cazzo respireremo?

E tanto altro ancora......................

E vanno a cercare i marziani....I VERI MARZIANI SONO I POLITICI!!!!!!!!
(Se non si offendono i marziani)

Diego Marmeggi 14.10.05 11:46| 
 |
Rispondi al commento

MA CHI E' SILVIO BERLUSCONI?

VI VA DI VEDERE ALCUNI VIDEO MOLTO INTERESSANTI IN STREAMING, E PRIMO FRA TUTTI UN DOCUMENTARIO FRANCESE (Censurato in Italia chissà perchè) Intitolato:

“SUA MAESTA' SILVIO BERLUSCONI”? ... E ce ne sono anche altri che riguardano Luttazzi, Ballarò, etc.

Ecco l'indirizzo:

http://www.verbal.it/privato/berlusconi/default.asp

PER IL VIDEO SOPRACITATO LA RIGA DI RIFERIMENTO E':

2003 "Sua Maestà": documentario Francese [video 100mb] [play] [link]

Guardateli e poi fate qualche post di commento
Un saluto a tutti

Diego Marmeggi 14.10.05 10:55| 
 |
Rispondi al commento

Perchè non organizzare una manifestazione davanti al Parlamento per impedire ai deputati di entrare ? Non sarebbe difficile: si dà appuntamento tale giorno a Roma a tutti i cittadini che vogliono partecipare. Sono sicura che la partecipazione sarebbe larghissima.

claudia gigante 14.10.05 10:41| 
 |
Rispondi al commento

L'occasione è d'oro!!! Tra domani (nei tavoli in piazza) e domenica (nei seggi delle primarie) vi è la possibilità di venire in contatto con migliaia di elettori del csinistra. Ho letto in precedenti interventi una bozza di lettera da inviare al Presidente Ciampi per invitarlo a non firmare la legge elettorale. Dovremmo assolutamente non perdere questa occasione e far compilare a chi si reca al seggio la lettera con i propri dati ed inviarla al presidente. Attenzione, facciamola compilare direttamente al seggio, altrimenti si rischia che viene portata a casa e lasciata lì.
Questo è il testo:

OGGETTO: PROTESTA PER LA RIFORMA DELLA LEGGE ELETTORALE.

Egr. Presidente C.A. Ciampi,
Mi chiamo ………………………………………………………………………., abito a …………….………………………………………… …………………………… in via ……………………………………………………………………………………… n. …………………….. (cap ……………………………), le scrivo per protestare contro la riforma della legge elettorale che il parlamento (non oso dire "nostro" perchè non penso rappresenti più la maggior parte degli Italiani) sta facendo. Vorrei che ricordasse al Presidente del Consiglio e a tutta la sua ciurma, che la legge attuale è stata votata dagli Italiani nel referundum popolare del 18 aprile 1993 con i seguenti risultati:
Votanti: 36.921.999 il 77% degli aventi diritto al voto;
SI: 28.954.331 78.4% (il 60.4% degli aventi diritto al voto);
NO: 6.037.256 16.4% (il 12.6% degli aventi diritto al voto);
NULLE: 1.930.409 5.2% (il 4.0% degli aventi diritto al voto).
Quindi non capisco perché il governo abbia il diritto di modificare una legge voluta dalla maggioranza assoluta della Popolazione Italiana.
Cordiali saluti,
FIRMA
…………………………………………………………

Raccogliamole in ogni seggio ed inviamole a: Presidente della Repubblica Palazzo del Quirinale, 00187 Roma

massimo raffaeli 14.10.05 09:49| 
 |
Rispondi al commento

L'occasione è d'oro!!! Tra domani (nei tavoli in piazza) e domenica (nei seggi delle primarie) vi è la possibilità di venire in contatto con migliaia di elettori del csinistra. Ho letto in precedenti interventi una bozza di lettera da inviare al Presidente Ciampi per invitarlo a non firmare la legge elettorale. Dovremmo assolutamente non perdere questa occasione e far compilare a chi si reca al seggio la lettera con i propri dati ed inviarla al presidente. Attenzione, facciamola compilare direttamente al seggio, altrimenti si rischia che viene portata a casa e lasciata lì.
Questo è il testo:

OGGETTO: PROTESTA PER LA RIFORMA DELLA LEGGE ELETTORALE.

Egr. Presidente C.A. Ciampi,
Mi chiamo ………………………………………………………………………., abito a …………….………………………………………… …………………………… in via ……………………………………………………………………………………… n. …………………….. (cap ……………………………), le scrivo per protestare contro la riforma della legge elettorale che il parlamento (non oso dire "nostro" perchè non penso rappresenti più la maggior parte degli Italiani) sta facendo. Vorrei che ricordasse al Presidente del Consiglio e a tutta la sua ciurma, che la legge attuale è stata votata dagli Italiani nel referundum popolare del 18 aprile 1993 con i seguenti risultati:
Votanti: 36.921.999 il 77% degli aventi diritto al voto;
SI: 28.954.331 78.4% (il 60.4% degli aventi diritto al voto);
NO: 6.037.256 16.4% (il 12.6% degli aventi diritto al voto);
NULLE: 1.930.409 5.2% (il 4.0% degli aventi diritto al voto).
Quindi non capisco perché il governo abbia il diritto di modificare una legge voluta dalla maggioranza assoluta della Popolazione Italiana.
Cordiali saluti,
FIRMA
…………………………………………………………

Raccogliamole in ogni seggio ed inviamole a: Presidente della Repubblica Palazzo del Quirinale, 00187 Roma

massimo raffaeli 14.10.05 09:48| 
 |
Rispondi al commento

beh in effetti quella dell'idea di chiamare dipendenti i politici è interessante. se non altro da la sensazione di avere effettivamente qualcuno che sia al nostro servizio. Ma purtroppo il concetto della politica come servizio sembra oramai dimenticato. Così come è attualmente ci dovrebbero essere dei deputati che rappresentano un territorio anche abbastanza limitato. Ma il concetto di essere portavoce di una fetta di gente...anche questo ahimè è un concetto dimenticato. Loro si vedono solo quando devono dimostrare la loro potenza nell'ambito delle sedi istituzionali locali, ma non certo per rappresentare le ragioni dell'elettorato. dovrebbero conoscere il territotio, e fare proposte per il miglioramento dello stesso. Nulla. L'unico fine è il potere per il potere. Arrivare li e curare gli interessi personali. Questo rende ancor più insopportabile quello che ci aspetta da qui fino alle elezioni politiche. Due coalizioni che si affronteranno con toni sensazionalisti per il solo fine di raggiungere il potere. Si preoccupano di chi ossa essere il leader più bravo più carismatico. Ma non capiscono che non è questo il problema. La gente è stanca di vedere coalizioni che non sono unite da un programma seria ma solo da convenienza elettorale. E' stanca di guardare i politici che si affrontano in salotti mediatici dove la battaglia politica si riduce ad una gara della battuta più pronta, più furba. La gente vuole concretezza e non credo abbia più una pazienza tale da sopportare di vedere ridotto sempre di più il loro potere d'acquisto mentre li i politici trafficano in mezzo alle loro begucce da quattro soldi. Vabbè...buonanotte.

filippo brighina 14.10.05 00:55| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe,i ns governanti hanno ormai superato
ogni limite di decenza nei confronti del popolo italiano,pero' dobbiamo sempre ricordare che comunque questo governo rispecchia la maggioranza degli italiani e dobbiamo rassegnarci spero ancora per poco a questa gente
intellettualmente scarsa ma di contro piena di valori effimeri che mai scalfira'la ricchezza mentale e morale di noi gente di sinstra

gianfranco maggio 13.10.05 18:25| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia sta marcendo in un benessere che è egoismo, stupidità, incultura, pettegolezzo, moralismo, coazione, conformismo: prestarsi in qualche modo a contribuire a questa marcescenza è, ora, il fascismo.
Pier Paolo Pasolini, Vie Nuove n. 36,
6 settembre 1962

se vi va, venite a trovarmi su
http://scritticorsari.blogspot.com/

ale germiniasi 13.10.05 18:18| 
 |
Rispondi al commento

non so più cosa pensare... forse non + più neanche vero che la democrazia sia il male minore, come qualcuno sosteneva... forse non ce la meritiamo neanche la democrazia... la sinistra come la immagino avrebbe impedito lo scempio di questa destra arrogante e fascista dimettendosi in massa, impedendo anche materialmente che si precipitasse il paese nel baratro in cui ormai vive... invece, si indignano, si impegnano poi gettano la spugna con poca dignità (parafrasando il Poeta DeAndre')... che schifo

claudio evangelista 13.10.05 17:54| 
 |
Rispondi al commento

MA CHI E' SILVIO BERLUSCONI?

VI VA DI VEDERE ALCUNI VIDEO MOLTO INTERESSANTI IN STREAMING, E PRIMO FRA TUTTI UN DOCUMENTARIO FRANCESE (Censurato in Italia chissà perchè) Intitolato:

“SUA MAESTA' SILVIO BERLUSCONI”? ... E ce ne sono anche altri che riguardano Luttazzi, Ballarò, etc.

Ecco l'indirizzo:

http://www.verbal.it/privato/berlusconi/default.asp

PER IL VIDEO SOPRACITATO LA RIGA DI RIFERIMENTO E':

2003 "Sua Maestà": documentario Francese [video 100mb] [play] [link]

Guardateli e poi fate qualche post di commento
Un saluto a tutti

Diego Marmeggi 13.10.05 15:52| 
 |
Rispondi al commento

Bloccato

Avrei voluto leggere i commenti a "Parlamento casinò", ma pare bloccato.
Non riesco ad aprirlo, mentre gli altri tipo questo sì.
Mistero.

Ettore Pistis 13.10.05 15:09| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti voi,sono ,vorrei dire indignato.Ma ormai non lo sono neanche più.Mi resta un groppo allo stomaco che mi perseguita tutto il giorno per tutti i giorni e da molti anni.Adesso basta!!!!!! non ne posso più .Lancio formalmente la proposta di astensione.Facciamolo,lasciamoli soli(tanto),non stò scherzando,ideputati e i senatori dell'opposizione devono abbandonare il parlamento e assieme al popolo,cioè noi,dare vita a un parlamento alternativo,dove,nel massimo rispetto della legalità,prendere per il culo questa manica di deficienti. credo sia l'unica strada percorribile.Ciao e grazie.

ezio pontiroli 13.10.05 14:18| 
 |
Rispondi al commento

Ecco, bravo! Mandiamoli in una bettola!

E' ora che la gente capisca che le leggi le deve fare la gente.

Esiste la rete. Le leggi se le dave fare la gente votando ogni sera o mattina o quando c. vuole, sul proprio PC, cosa vuole che i propri DIPENDENTI facciano ogni santo giorno, OBBLIGATORIAMENTE.

Io mi sono stufato di vivere in un mondo organizzato ancora come nel Medioevo, con sovrani, nobili e vassalli. BASTA! E' giunto il tempo che la tecnologia della civiltà umana venga utilizzata perché i popoli si governino da soli e democraticamente!

Roberto da PR 12.10.05 15:45| 
 |
Rispondi al commento

Ciao beppe,spero tu possa leggere questa domanda perchè è molto importante per me.
Volevo chiederti innanzitutto se conosci il sito www.disinformazione.it?
Io lo sto conoscendo a poco a poco e ci sono degli articoli agghiaccianti sulla politica italiana e sulle speculazioni finanziarie.
Cosa ne pensi del signoraggio e della svalutazione della lira nel 1992,con una serie di speculazioni vergognose?E' possibile che come dice questo sito anche Ciampi abbia fatto parte attiva di tutti questi giochi sporchi?
Ciao e buon lavoro.Sei la nostra unica salvezza.

Valerio Masiero 12.10.05 15:35| 
 |
Rispondi al commento

cosi come sono nostri dipendenti i carabinieri dei campi di accoglienza dove ha fatto la sua esperienza Bilal, alias Gatti dell'Espresso....

cortez 12.10.05 15:01| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, scrivo per la prima volta su questo tuo magnifico blog perché ieri leggevo un articolo sull'ipotetica autosospensione di Del Noce da direttore di Rai Uno. La presenza di Enzo Biagi, Michele Santoro e Daniele Luttazzi a Rockpolitick porterebbe a questo gesto, seppur breve, graditissimo credo da chi ancora crede che il pubblico italiano sia intelligente. Ci saresti dovuto essere anche tu assieme a quella allegra brigata, ma leggo che questioni legali con la Rai te lo impediscono. Ma ora mi chiedo: dopo aver letto che per Del Noce non permettere a personaggi importanti come quelli citati di dire la loro di fronte a una platea di milioni di persone non è censura, ma tutela nei confronti dell'abbonato, allora cosìè la censura? Ma soprattutto: dove stiamo vivendo? In che posto mi alzo la mattina, è lo stesso paese dove sono nato? Temo di sì purtroppo.
Stamattina sul Foglio e sul Riformista (si, lo compro tutti e due quasi ogni giorno, perché credo ancora nella libertà di parola e preferisco sentire l'opinione di chi non la pensa come me per cercare di capire perché) ho trovato, nello stesso punto, ultima pagina, lo stesso messaggio pubblicitario. Vota per Pedro. Chi è Pedro? Sul sito di riferimento non si spiega niente di più, ma la cosa che mi ha fatto riflettere è stato lo slogan: la via surreale alla democrazia. Cosa vorrà dire? è forse surreale pensare che non si può cambiare una legge elettorale a pochi mesi dalle elezioni solo perché si teme fortemente di perdere? è surreale credere che tagliare il 40% dei fondi dedicati alla cultura e centinaia di milioni di euro alle amministrazioni locali (guarda caso in buona parte di centrosinistra e con dei progetti reali per il cittadino) sia un ulteriore colpo inferto a un uomo già gravemente ferito?
Non so chi sia Pedro, ma se può darci un minimo di speranza per il futuro lo accolgo a braccia aperte.
E se qualcuno ne sa qualcosa, lo posti qui, magari insieme alla soluzione dei problemi di questo nostro Belpaese

Samuele Ferri 12.10.05 14:40| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco perché tanta indignazione. Anche il ministero dell'agricoltura era stato "abolito" con referendum, eppure...
La legislatura in democrazia funziona così. Basta avere il coraggio di firmare in prima persona le proprie scelte. O no?

Giorgio Benussi 12.10.05 14:25| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe che ne pensi della Impregilo, oggi ha vinto l'asta per la costruzione del ponte.
Ho visto tra i principali azionisti della Impregilo......sempre loro, ma come si deve fare????

michele iacoviello 12.10.05 14:17| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,è da un bel po' che ho in mente la stessa cosa: una catena umana davanti al Parlamento, non solo sindaci, ma tutti gli italiani stufi, stanchi e nauseati da questa finta democrazia.
Sono convinto che se ci mettiamo d'impegno raggiungiamo un numero ragguardevole.
Dici che interverrebbero con i carrarmati?
Sarebbe comunque un segnale.
BASTA!!! Vogliamo essere LIBERI!!!
(perlomeno di scegliere...)
Ciao e complimenti vivissimi, sei un grande.

Omar Di Marco 12.10.05 14:08| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo a Patrizio.
In toscana le liste saranno anche corte ma alle scorse elezioni nella mia scheda c'erano un sacco di persone che non sapevo neanche chi fossero e che non rappresentavano assolutamente il territorio in tutti gli schieramenti. Comunque corte o lunghe ogni partito sapeva già quanti ne sarebbero passati per ogni lista. Lo scarto poteva essere di uno o due. Quindi non ci prendiamo in giro la farsa rimane. Riguardo all'elezione del presidente sai benissimo che la costituzione prevede la nomina del presidente del consiglio come unica prerogativa del presidente della repubblica. Quindi non è possibile indicare lo stesso nelle elezioni politiche. E' invece previsto l'indicazione del capo della coalizione che dovrebbe servire al capo dello stato come indicazione della volontà degli elettori ma rimanendo la sua completa autonomia.
Io con questo non voglio dire che questa proposta si giusta o sbagliata ma visto che in questo blog si cerca di dare una informazione obiettiva cerchiamo di esserlo fino in fondo. Diciamo che il governo si sta comportando come si sono sempre comportati tutti i governi di destra, di sinistra o di centro e diciamo anche che il problema delle persone non è solo a destra, io non so come faranno gli elettori di sinistra a dare il voto a Prodi. Basta leggere la sua biografia per capire che anche lui è parte del sistema, sistema che Beppe Grillo sta cercando di smantellare.
E allora perchè, visto che la proposta di nuova legge elettorale ne da la possibilità, tutti quelli che la pensano come te e me non creano un terzo polo in contrasto con entrambi gli schieramenti, fatto da persone come me e te che si sono rotti i c......i di questa gente.
Forse è giunto il momento di passare dalle parole ai fatti!!!!!!!

Giampaolo Polvani 12.10.05 14:05| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto l'articolo, se può definirsi tale quell'insieme di gratuite invettive, pubblicato sul sito www.fottilitalia.com. Senz'altro questi leghisti, che non crecano minimamente di nasconderlo, prendono spunto da reali problemi per attaccare una persona che ha il merito di porre dei dubbi e far riflettere, ovviamente data la professione sopra le righe, le persone con le quali entra in contatto sui problemi, disagi e disfunzioni di questo "paese industrializzato" chiamato Italia. Ti definicono Beppe come :"il “buffone della corte mondialista” mandato sul ring dell'informazione a depistare le persone coscienziose che vogliono veramente cambiare questo paese". Dallo stile e dalle argomentazioni sono loro che sono stati inviati sul ring a depistare coloro che forse non hanno la pretesa di cambiare questo paese, ma che almeno ci provano e cercano di ragionare con la propria testa. Comunque il problema della Magistratura sollevato va oltre lo slogan politico delle toghe rosse, fenomeno da dimostrare. E' evidente, invece, lo stato di abbandono e disfacimento dell'amministrazione della "Giustizia" in questo paese. Nel tuo spettacolo a Roma ironizzavi sulla situazione del traffico. In Tribunale, forse per abitudine, si ripete a piedi lo scenario stradale: dalla 9 alle 21 in fila, o a piedi o in macchina. E' scandaloso che un cittadino debba aspettare anni (2 - 5) per una sentenza che in molti casi è di fondamentale importanza.

Antonio Gulluni 12.10.05 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Carissimi,
continua il presidio dinanzi alla Camera e andremo avanti tutti i giorni fino al voto finale. Questo pomeriggio dalle 16.00 in poi faremo sentire più forte il nostro no con un piccolo evento. Abbiamo bisogno della massima collaborazione nonchè di entrare in contatto con Beppe Grillo

PER FAVORE AIUTATECI IN QUESTA BATTAGLIA DI CIVILTA'. ABBIAMO GIA' RACCOLTO + DI 2000 FIRME DA MANDARE AL PRESIDENTE CIAMPI PERCHE' RINVII LA LEGGE ALLE CAMERE MA SERVE UNA MOBILITAZIONE FORTE!
VI ASPETTIAMO DAVANTI A MONTECITORIO AL GAZEBO.

COMITATO REFERENDUM MAGGIORITARIO

GLORIA MONACO 12.10.05 13:23| 
 |
Rispondi al commento

Comunque in Toscana, nel dettaglio, la legge è differente: le liste sono corte (per cui sai chi voti, non ci sono mille nomi sconosciuti) e l'elezione del presidente è diretta (per cui sai ufficialmente chi è il leader e non rischi strani giochetti).

patrizio scopino 12.10.05 13:23| 
 |
Rispondi al commento

Comunque in Toscana, nel dettaglio, la legge è differente: le liste sono corte (per cui sai chi voti, non ci sono mille nomi sconosciuti) e l'elezione del presidente è diretta (per cui sai ufficialmente chi è il leader della coalizione e non rischi strani giochetti).

patrizio scopino 12.10.05 13:22| 
 |
Rispondi al commento

ieri su BALLARO'

SARTORI ci dice che non c'era governabilità col proporzionale della 1^ repubblica, non c'era col Matarellum e che ce ne sarà ancora meno col nuovo proporzionale in corso di esame alla Camera; sarebbe come dire che lo scippo del referendum iniziò col Matarellum e che ora viene completato.

Abbiamo visto e sentito gli irriducibili referendari, unici indiscutibili difensori dell'82% di Italiani che votarono si al maggioritario, ai quali è dovuto un malinconico rispetto.

Purtroppo le ragioni esposte dall'opposizione sono apparse deboli, quasi da avvocato d'ufficio.

Una conferma di questa impressione si è avuta quando abbiamo appreso che Bertinotti vorrebbe vincere con le attuali regole per poi andare al maggioritario.

C'è qualcosa che non quadra, quindi, sia nella maggioranza che nell'opposizione.

Pertanto, la disinformazione, tranne il fatto chiarissimo dello scippo del referendum, è totale e, a questo punto, dovremmo smetterla di essere indignati e cercare di capirne di più.

Il dubbio, infatti, è che il muro contro muro, favorendo la compattazione della maggioranza, promuova - di fatto - il proporzionale.

Sembra che le parti, pur senza premeditazione, tacitamente operino così, sotto sotto tutti contenti per diversissime ragioni.

Non ho proposte da fare, mi serve prima sapere e Beppe potrebbe, se lo volesse, trascrivere la sintesi delle ipotesi che sono state presentate in parlamento, con i suoi commenti; nel frattempo spero che Ciampi trovi il modo di tutelare l'82% del popolo italiano.

pietro casula 12.10.05 12:45| 
 |
Rispondi al commento

Si può inserire Lapo Elkann nella categoria dei dipendenti-padroni? A mio avviso sì, almeno nell'accezione di uomo di punta (di Punto) della più importante industria italiana di sempre.
Sento il bisogno di fare una premessa: non ho mai amato mischiare pubblico e privato, il gossip con il lavoro, e quindi ho sempre condannato chi attacca personaggi pubblici indagando nella vita privata. Per intenderci, trovo un po' grottesco che Clinton sia stato giudicato politicamente per le "attenzioni" date e ricevute dalla stagista di turno, e potremmo andare avanti con decine di esempi. Insomma, il privato è sacro, e ognuno è libero nel privato di gestirsi e di vivere come meglio crede.
Però, e torno a Lapo, in questo caso mi sento di giudicare il rampollo degli Agnelli anche in funzione di ciò che gli è successo in questi giorni; oltre l'umana compassione c'è infatti da chiedersi se sia giusto che una azienda come la Fiat sia nelle mani di un ragazzo che si è distinto finora solo per eventi collaterali (feste, linee di abbigliamento, etc.) e non ha mai dato prova di grande competenza specifica. Mi chiedo che contraccolpo possa avere l'immagine di TUTTO il mondo imprenditoriale italiano nel mondo, già ai minimi nell'era del berlusconismo, dei Ricucci, dei capitalisti senza capitali. Mi viene in mente lo spettacolo di Grillo, e l'accorato rimpianto dei Piaggio, degli Olivetti, o dei manager alla Ghidella. Insomma, e lo voglio dire fuori dai denti, liberiamoci di questi presunti manager, figli di papà o figli dei figli. Se in politica non è accettabile (ancorchè inevitabile) che si vada avanti per il nome o per le parentele, questo diventa intollerabile nel mondo dell'economia, che per primo dovrebbe vivere di meritocrazia. Ma sono purtroppo lontani i tempi dei suddetti Olivetti, e ci tocca galleggiare nella melma dei Lapo, dei Fiorani, dei Ricucci.

piermario tronco 12.10.05 12:42| 
 |
Rispondi al commento

Si può inserire Lapo Elkann nella categoria dei dipendenti-padroni? A mio avviso sì, almeno nell'accezione di uomo di punta (di Punto) della più importante industria italiana di sempre.
Sento il bisogno di fare una premessa: non ho mai amato mischiare pubblico e privato, il gossip con il lavoro, e quindi ho sempre condannato chi attacca personaggi pubblici indagando nella vita privata. Per intenderci, trovo un po' grottesco che Clinton sia stato giudicato politicamente per le "attenzioni" date e ricevute dalla stagista di turno, e potremmo andare avanti con decine di esempi. Insomma, il privato è sacro, e ognuno è libero nel privato di gestirsi e di vivere come meglio crede.
Però, e torno a Lapo, in questo caso mi sento di giudicare il rampollo degli Agnelli anche in funzione di ciò che gli è successo in questi giorni; oltre l'umana compassione c'è infatti da chiedersi se sia giusto che una azienda come la Fiat sia nelle mani di un ragazzo che si è distinto finora solo per eventi collaterali (feste, linee di abbigliamento, etc.) e non ha mai dato prova di grande competenza specifica. Mi chiedo che contraccolpo possa avere l'immagine di TUTTO il mondo imprenditoriale italiano nel mondo, già ai minimi nell'era del berlusconismo, dei Ricucci, dei capitalisti senza capitali. Mi viene in mente lo spettacolo di Grillo, e l'accorato rimpianto dei Piaggio, degli Olivetti, o dei manager alla Ghidella. Insomma, e lo voglio dire fuori dai denti, liberiamoci di questi presunti manager, figli di papà o figli dei figli. Se in politica non è accettabile (ancorchè inevitabile) che si vada avanti per il nome o per le parentele, questo diventa intollerabile nel mondo dell'economia, che per primo dovrebbe vivere di meritocrazia. Ma sono purtroppo lontani i tempi dei suddetti Olivetti, e ci tocca galleggiare nella melma dei Lapo, dei Fiorani, dei Ricucci.

piermario tronco 12.10.05 12:42| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe. Ciao a tutti.
Il mio compagno ieri mi ha detto una cosa interessante, ed io la giro a te, a voi, pregandovi, se la cosa vi pare fattibile, di contattarmi. Perchè non organizziamo un corteo in una città abbastanza raggiungibile per tutti, cui possano partecipare tutti quelli che non vogliono più votare questi personaggi??? Fatemi sapere e passate se possibile una buona giornata. Ciao

alessandra mendella 12.10.05 12:41| 
 |
Rispondi al commento

La politica è potere.
Tutto è politica, dalla spesa al mercato alle trasmissioni televisive, dalle modalità di accesso al lavoro a quelle per uscirne, dal come, dove e quando fare un figlio al mandarlo a scuola, dall'estinzione di un reato perchè non previsto più come tale dalla legge al poterne commettere altri in virtù della stessa norma.
Ebbene la situazione è palese ed evidente.
Ciò che ritengo importante, quindi, è far capire l'attuale momento storico non a chi è convinto della bontà del Presidente del Consiglio (tanto è alquanto difficile che possa cambiare idea), bensì a coloro che si manifestano dubbiosi ed incerti sul da farsi, sul prendere una posizione.
Sono questi che dobbiamo portare a votare la prossima volta perchè un'altra legislatura come questa non riusciremmo a sopportarla.
Ciao a tutti.
Cristiano CARPANETO, 37 anni, Genova.

Cristiano CARPANETO 12.10.05 12:32| 
 |
Rispondi al commento

Hai perfettamente ragione il politico una volta eletto in parlamento non deve rendere conto a nessuno solo a se stesso,questa formula nella costituzione è stata voluta per evitare che si facessero gli interessi dei ricchi,dei piu' facoltosi,devi pensare che all'epoca ella costituzione,1946,la gente era molto piu' ignorante di oggi e non poteva prendere l'iniziativa,oggi si puo' fare.

Comunque in ogni caso si puo' mutare questo articolo è trasformarlo con una riforma delle camere........leggiti i miei vecchi post se ti puo' interessare

Luca Giurleo 12.10.05 12:14| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo non sono nostri dipendenti, perchè la Costituzione diversifica nettamente la rappresentanza politica da quella intesa in senso privatistico. In effetti un politico una volta eletto non deve rendere conto del suo operato a nessuno, elettore o non. Nessun elettore può indirizzare l'attività dell'eletto nè avanzare alcuna pretesa. L'unico modo per far sentire la propria voce consiste nel non votare di nuovo il politico che ha deluso le aspettative o peggio ha fatto il proprio comodo. Smettiamola di dire che sono nostri dipendenti; se fossero davvero tali si dovrebbero creare gli strumenti per permettere agli elettori di un determinato eletto di poter controllare il suo operato ed eventualmente rimuoverlo dall'incarico in qualsiasi momento. Tutto ciò è affascinante, ma vi sembra fattibile? Ciao a tutti.

francesco diana 12.10.05 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Sono molto preoccupata. La situazione è grave. Questa riforma elettorale mi sembra l'ultima goccia rivelatrice del dissolvimento della democrazia in Italia.
Mi sembra di assistere ad un disastro annunciato, stanno sabotando le regole del gioco. Credo che i Padri Costituenti non avrebbero mai potuto immaginare tutto questo.. una persona sola, un anti-stato che si arricchisce a discapito dello stato stesso, dopo avere predisposto le leggi più idonee a questo raggiro.
Sono proprio moto preoccupata.
Giulia Marras

Giulia Marras 12.10.05 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, mi chiamo Enrico è sono innamorato della mia città, NAPOLI. ma negli ultimi anni sembra che qusta città si sia ribbellata non ci vuole più.....(Iat'venn) tradotto: andatevene.
A Maggio di quest'anno si sono rubati la terza macchina, in 5 anni. Le prime due furto l'ultima a rapina, mi spiego: mi hanno puntato una pistola in faccia, in una strada molto trafficata verso le ore tre del pomeriggio, ed ho dovuto abbandonare l'auto fuggendo!!! Purtroppo l'espresso ha raggione ADDIO NAPOLI!!! Addirittura alcune case di alta orologeria ti vendono l'orologio con la scorta, in quanto a Napoli c'è il divieto di portare oggetti di valore dobbiamo uscire come pezzenti!!! Apparte scherzi SALVATECI!!!!!!!!

Enrico Testa 12.10.05 11:39| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
VOGLIAMO MANDARLO A CASA? Allora bisogna rendere non-conveniente la permanenza del Cavaliere sul trono d’Italia. Come?
Una grossa percentuale di italiani ogni giorno compra prodotti pubblicizzati da Mediaset, acquista i titoli in borsa o semplicemente tiene i propri soldi nelle banche del Gruppo. Basterebbe che una buona fetta di italiani per 7 giorni si astenessero dall’essere “finanziatori” Mediaset, non acquistando quei prodotti, o, meglio ancora, ACQUISTANDOLI DALLA CONCORRENZA. Dopo alcuni giorni, il tempo di analizzare le indagini di mercato, un giovane zelante funzionario in completo blu-scuro, cravatta azzurra, ventriquattr’ore e distintivo d'oro di FI al bavero della giacca, si recherà dal Cavaliere dicendo: “DottorCavaliereCommenda, purtroppo devo informarLa che con Lei al Governo ogni giorno perdiamo X milioni di euro”. Se il Cavaliere sa di guadagnare, ogni giorno al governo, più di X (possibilissimo), allora resta al suo posto; se si accorge che restando lì guadagna meno di X, cioè è in perdita, avrà due possibilità: o tentare un gioco rischioso, in cui più tempo passa più perde, oppure fermare il gioco e scendere dal trono. Terza possibilità: cambiare le regole del gioco, e/o comprare la concorrenza. Ma la soddisfazione di aver fatto alzare dalla scrivania lo zelante giovanotto (futuro sottosegretario creativo), almeno quella ce la siamo tolta. E la soddisfazione di aver finanziato un po’ meno uno degli uomini più ricchi del mondo, dove la mettiamo? Dunque, per mettere in pratica questa iniziativa, sarebbe molto utile avere una lista aggiornata di tutti i prodotti che sicuramente fanno parte del paniere Mediaset-Fininvest e magari anche il nome di prodotti che sicuramente non fanno parte di quel paniere. Ovviamente sarebbe ESSENZIALE il tuo aiuto per sincronizzare gli sforzi di tutti. Poi, agli italiani la decisione se mandarlo a casa o no.
Slogan: Nuova legge del Mercato: mettiamo l’urna elettorale nel (super)mercato.
Ciao e grazie.

Francesco di Napoli 12.10.05 11:11| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto l'articolo proposto da Gaspare e vorrei fare un commento in proposito. Beppe Grillo - secondo me e senza avere la pretesa di definirlo in maniera completa - non è un politico, o comunque non si definisce tale, è un comico che fa satira. La satira serve a fare critica su avvenimenti e concetti passando attraverso un linguaggio tragicomico, serve a far riflettere, a dire senza dire. Ci è già stata tolta la libertà di stampa ed espressione, quanto meno diamo una possibilità alla nostra intelligenza. Domandiamoci perchè improvvisamente, con il cambio del "manico" di governo di qualche anno fa, tutti i comici "scomodi" (Luttazzi, Guzzanti, etc) sono scomparsi dalle televisioni italiane, giornalisti come Biagi e Santoro e tanti altri.. domandiamoci perchè invece è rimasto Fede, perchè Rete 4 si vede ancora e non è sul satellite, perchè tante cose non sono più come erano, ma sono addirittura peggiori. Questo governo sta sbagliando e gli italiani devono rendersene conto. Anche attraverso la satira.

Marusca Cancelli 12.10.05 10:29| 
 |
Rispondi al commento

Mentre con l'attuale sistema possiamo scegliere tra due candidati e se non ci piace la loro faccia possiamo non votarli, con la legge che si va ad approvare voteremo il simbolo del partito il quale coi nostri voti nominerà la persona che dovrà essere eletta. Berlusconi ha promesso ai deputati siciliani in pericolo di essere trombati alle prossime elezioni che li candiderà in altre regioni italiane (La Repubblica del 11-10-05.

gianfranco maruccio 12.10.05 10:16| 
 |
Rispondi al commento

Salve,

andate a lrggere l'articolo:
BEPPE GRILLO: IL "BUFFONE DI CORTE" DEL MONDIALISMO
nella sezione NEWS DEL FUTURO sul sito:

http://www.fottilitalia.com/
il sito anti-italiano per eccellenza

Saluti da Gaspare

gaspare petralia 12.10.05 09:54| 
 |
Rispondi al commento

ot: è un vero assalto alla diligenza! i partiti privatizzano il paese a proprio favore. Prima per finanziarsi erano obbligati a fare scuole, strade, ospedali ... oggi? fanno nuove provincie senza dirlo, diminuiscono il personale nei comuni ed aumentano esponenzialmente le consulenze esterne, non ne parliamo della riforma di Maroni sul TFR...

http://trafficantedecannelloni.blogspot.com/

massimo giampietro 12.10.05 09:47| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti,
è la prima volta che scrivo su questo blog. Mi sono deciso dopo aver visto ieri il dvd dello spettacolo di Beppe Grillo 2005. Inizio da qui perchè la politica è un argomento che ha me piace molto.
Fatta la premessa vorrei andare nello specifico. Io non capisco una cosa, non voglio entrare nel merito sul fatto che sia giusto o meno presentare una riforma del sistema elettorale a pochi mesi dall'elezioni, ma vorrei parlare di un particolare che forse a molti e sfuggito.
In Italia dopo la riforma della costituzione fatta dal centro-sinistra (che sta creando non pochi casini, ma questo è un'altro problema) le regioni italiane si sono dotate di leggi elettorali proprie.
In particolare la Regione Toscana a pochi mesi dalle elezioni ha approvato una legge elettorale propria che è la fotocopia di quella che è in discussione adesso in parlamento.
Non capisco allora come mai quel sistema va bene per le regioni e non dovrebbe andare bene per lo stato.
Riguardo alle liste bloccate vorrei dire che è un falso problema perchè fino ad ora nessuno ha mai potuto scegliere il suo candidato all'interno di uno schieramento.

Giampaolo Polvani 12.10.05 09:46| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe.
Non so più con chi sfogarmi.
A me la politica non piace, non voglio pensare alla politica. La ritengo un pericoloso strumento di corruzione, almeno in Italia.
Solo che quando quest'ultima determina le linee guida della nostra esistenza mi incazzo.
Non è possibile che con gli enormi problemi che affliggono il nostro Paese la nostra bella maggioranza di governo pensi solo ed esclusivamente a cambiare una legge elettorale solo per cercare di rimanere su quella maledetta poltrona!
Tutte le mattine quando mi alzo e alla sera mentre mangio mi piace ascoltare le notizie dei vari telegiornali... beh ultimamente non ce la faccio più. Mi viene il prurito alle mani e nei piedi solo al vedere e sentire certe stronzate sparate a più non posso da entrambi gli schieramenti.
Ma ci crededono veramente degli imbecilli?
Possibile che il nostro Capo dello Stato non possa intervenire in maniera decisa per interrompere questo scempio fatto nei nostri confronti?
Ogni volta che leggo o ascolto i nostri cari politici convengo sempre più che assomigliano ai bambini dell'asilo...
Grazie. Alla prossima.

Umberto Oldani 12.10.05 09:39| 
 |
Rispondi al commento


Io avrei questa idea (forse l'ha gia' avuta qualcun altro, non e' niente di originale, magari c'e' gia' e non l'ho letta nei post).
L'idea riguarda le PRIMARIE (quelle del centrosinistra di domenica, volendo anche quelle del centrodestra se ci saranno).
Piu' precisamente: abbiamo in mano la scheda di voto? abbiamo in mano una bella matita?
Ecco, allora, invece della crocettina, scriviamo un bel messaggio, o una serie di messaggi!
Per esempio:
---
NO NOMI, MA IDEE!
Voglio:
-il taglio dell'IVA di tot punti
-l'eliminazione degli enti pubblici inutili
-piu' investimenti nell'eolico
ecc. ...
---
Altri messaggi possibili potrebbero essere
NO FACCIE, MA PROGRAMMI!
NO SIMBOLI, MA PROGETTI!
e giu', una carrellata di cose che PRETENDIAMO dai nostri dipendenti! (stiamo discutendo da mesi su 'ste cose!)
Ripeto: non otterremo assolutamente nulla di cio' che chiediamo, ma almeno facciamogli capire (forse non se ne sono ancora accorti) CHE CI SIAMO E CHE PROGETTIAMO ANCHE DA SOLI, SENZA DI LORO!
Grillo, lei hai accumulato un grande credito e una grande visibilita’ in questi mesi, se lei prendesse in mano questa iniziativa, faremo vedere loro che NOI, LA GENTE, siamo avanti!!!
Facciamoli vedere che noi PRETENDIAMO IL MASSIMO!
Facciamoli vedere che noi siamo in leggerissssssssssima conrodendenza!
Siccome, in fondo, l’idea mi pare buona, ripostero’ in maniera QUASI molesta (ma tranquilli… non troppo, massimo 3 volte al giorno) questo post.
Ma ve lo immaginate?
Se Grillo prendesse in mano questa iniziativa, dopo lo spoglio delle schede, dovranno rendere noti i risultati… e se il risultato fosse che il 5, 10, 15, 20 per cento ha votato PER DELLE IDEE PROPRIE????
Senza spendere una lira in pagine di giornali, daremmo un segnale piuttosto forte DI DOVE E’ LA PIAZZA!
Al popolo del blog: scrivete al blog delle frasi che vorreste essere scritte sulle schede!
Al caro signor Grillo: ci pensi! (ma se la conosco bene ci stava gia’ pensando…)

Cristiano Codispoti 12.10.05 06:25| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo cara Laura la proposta di legge approvata da un ramo del Parlamento non è un atto illegale. Nel 93 era stata abrogata la parte della legge elettorale del Senato che prevedeva la quota proporzionale. Il referendum è uno strumento valido in casi come aborto e divorzio ma inefficace per la formulazione di una legge elettorale. Purtroppo alla maggioranza degli italiani non interessa tutto ciò. In un paese con un popolo con una coscienza civile non si sarebbe mai permesso ad un venditore televisivo, con tutto il rispetto per la categoria, di diventare capo del governo, e comunque si sarebbe lottato per eliminare quell'insignificante, stante la considerazione popolare, conflitto di interesse. Ma siamo in Italia dove tutto è possibile. Dove al cambiare delle stagioni cambiano le preferenze e le considerazioni su politici ed imprenditori. Dove un proprio fallimento diventa un arma nei confronti del nostro rivale (mancata legge conflitto di interessi). Dove la gente si preoccupa e si affanna se la domenica viene regalato un rigore al Milan od alla Juventus. Sono anni che ci governano alla luce del detto panem et circensem. Non lamentiamoci della violenza negli stadi, le persone che frequentano gli stadi sono gli stessi che duemila anni fa applaudivano alla morte dei cristiani nel colosseo.

Antonio Gulluni 12.10.05 02:43| 
 |
Rispondi al commento

E dopo la mucca pazza, il pollo con l'influenza...a quando i pesci che fanno scorreggiare?
L'ambasciatore della Cina ha invitato a pranzo il "nano maledetto".
Quando ha saputo che per secondo c'era il famoso "pollo alle mandorle" cinese, ha risposto: No grazie...sono vegetariano...preferirei due gamberetti con verdure...(ahahah....bastardo...)

Francesco Romeo 12.10.05 00:17| 
 |
Rispondi al commento

vorrei sapere perchè noi Cittadini italiani non possiamo decidere che tipo di legge elettorale vogliamo, perchè devono deciderlo in Parlamento? Non possiamo indire un referendum via e-mail, votare via e-mail ed inviare tutto al l'indirizzo e-mail del presidente Ciampi e del portatore nano della democrazia dicendo :il Popolo così ha votato! Sono troppo facilona ed ingenua,vero beppe ciao Ps : pensi che all'onorevole Di Pietro la proposta possa interessare?

silvia fiorito 11.10.05 23:52| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
mi accangio al tuo discorso sul Parlamento Pulito per parlare della discussione in parlamento avvenuta oggi sulla riforma della legge elettorale.
A differenza tua e di altre persone che scrivono nel blog credo e ho da sempre dato fiducia alla sinistra italiana, che in questo periodo vedo come uno "scudo" contro la prepotenza di questa destra che vuole cambiare le regole del gioco e continua a promulgare leggi "ad personam". Ma soprattutto concordo con le parole di Prodi "oggi è un giorno molto triste per noi"..
Stasera resto attonita guardando Blog su Rai3; fanno vedere la caduta di Berlusconi e lo slogarsi della caviglia e lo hanno sentito dire: "Non preoccupatevi, lo sapete che sono indistruttibile"..ma chi caspita si crede di essere? Arrogante e anche stupido..
C'è fortunatamente buona parte degli italiani che la pensa come me, ossia che si stia autodistruggendo e che auspica vivamente che la sinistra italiana vinca le prossime elezioni del 2006. Mi vergogno tanto di essere italiana, della figura che stiamo facendo all'estero ad essere rappresentati da un uomo così.
Un saluto triste
Lucia

Lucia De Rocco 11.10.05 23:23| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, con l'approvazione della legge di controriforma elettorale, la casa delle liberta' se ne frega esplicitamente del risultato del referendum del 93, quando ben l'83% degli italiani decise di non poterne piu' dello strapotere partitocratico e voto' per l'abolizione del proporzionale. Come puo' il presidente Ciampi non tenere conto del risultato di quel voto e firmare una legge del genere in palese contrasto con la volonta' del popolo che rappresenta? Non sarebbe secondo lei come se i nostri dipendenti parlamentari decidessero di cancellare la legge sul divorzio o sull'aborto, anche queste conquistate grazie a dei referendum?
Non crede che si dovrebbe organizzare una raccolta di firme da inviare al presidente Ciampi, per impedire l'approvazione di questa legge truffa seguendo l'esempio di quanto e' stato gia' fatto per il ritiro dele truppe dal'Iraq?

Angelo Zucconi 11.10.05 22:48| 
 |
Rispondi al commento

aspetto il 20 ottobre per vedere ROCK POLITIK.ma credo che aspetteremo invano.gli ultimi eventi politici mi dicono che CELENTANO non si vedra in TV.questa e la liberta secondo il volere di SILVIO dobbiamo REAGIRE CAMBIARE....cito Celentano per non parlare di problemi piu gravi che tutti i giorni dobbiamo combattere.....FORZA ITALIA

franco salvi 11.10.05 22:46| 
 |
Rispondi al commento

Sull'istituto referendario la nostra costituzione ha in realtà lasciato parecchi libertà interpretative, dovute al fatto che il referendum (quello più generalmente inteso, ovvero quello abrogativo) dice solo di no ad una legge, ma non può proporre nulla.
Ma, se la STESSA classe politica registra come un SUCCESSO, l'astensione al referendum per la fecondazione eterologa (e, mi ripeto, la faccenda è tecnicamente assai diversa) e poi ripropone (con poche modifiche, addirittura peggiorative) una legge proporzionale, precedentemente ABROGATA a larghissima maggioranza, tramite referendum, è evidente come vi sia un comportamento totalmente schizofrenico. Che, in realtà, è più corretto definire opportunistico, oltre ogni decenza e moralità (comunemente intesa).
E' EVIDENTE come non si stia consumando un atto illegale, ma è in atto un profondo scollamento tra il popolo italiano ed una maggioranza di governo che ritiene di dovere pensare esclusivamente alla propria sopravvivenza politica.
Provare profondo sdegno tuttavia è, a mio avviso, soltanto segno di civiltà.

Laura Mercuri 11.10.05 22:43| 
 |
Rispondi al commento

vabbé... qualcuno ha notizie su iniziative in atto contro questa ennesima farsa?

jole lamberti 11.10.05 21:51| 
 |
Rispondi al commento

Eppure....
Mi torna in mente quando c'era la vecchia DC (ma poi, siamo certi che non ci sia più ???).
NESSUNO la votava, ma, regolarmente, vinceva.
Ho sempre avuto la sensazione che "tappati il naso e vota DC" fosse assai in voga.
Ma siamo certi che lo squallore di ciò che ci accade sotto gli occhi (il naso....) urti veramente la sensibilità della maggior parte delle persone ?
Siamo sicuri che chi prende la pensione minima
e/o lavora a 700€ al mese abbia ancora "tempo" per pensare a cambiare le cose ?
VOGLIAMO cambiare le cose ?
Qui facciamo finta di non vedere che mentre una parte diventa sempre più ricca, e affitta
"al nero" al nero (perdonate il gioco di parole) o
allo studente, e non paga tasse sul capital gain (perchè, chi ci controlla?), e lucra sulla disperazione, un'altra scivola sempre più nelle difficoltà quotidiane, dibattendosi per cercare di salvaguardare i miseri status raggiunti.
"Coraggio, il MEGLIO è passato" ebbe a dire un grande comico.
Ma non credo che siamo tutti così intronati da non capire cosa sta succedendo !
VOTA ANTONIO VOTA ANTONIO VOTA ANTONIO

Roberto 11.10.05 21:26| 
 |
Rispondi al commento

La legge elettorale è passata.La prossima che si voterà sarà sulla riapertura di "campi correttivi per dissidenti politici" (si voterà per alzata di mano destra),dove realizzeranno un reality in onda sul digitale terrestre.

Viva il Cavalier Vasellina!

Alfredo S. 11.10.05 21:23| 
 |
Rispondi al commento

MANDIAMOLI A LAVORARE :

Sull'Espresso di qualche tempo fa c'era un articoletto che spiega che recentemente il parlamento ha votato all'UNANIMITA' e senza astenuti (ma và?!) un aumento di stipendio per i parlamentari pari a circa Euro 1.135,00 al mese.

Inoltre la mozione è stata camuffata in modo tale da non risultare nei verbali ufficiali.

STIPENDIO Euro 19.150,00 AL MESE

STIPENDIO BASE circa Euro 9.980,00 al mese

PORTABORSE o REGGIPANZA circa Euro 4.030,00 al mese (generalmente parente o familiare)

RIMBORSO SPESE AFFITTO circa Euro 2.900,00 al mese

INDENNITA' DI CARICA (da Euro 335,00 circa a Euro 6.455,00)

TUTTI ESENTASSE

TELEFONO CELLULARE gratis

TESSERA DEL CINEMA gratis

TESSERA TEATRO gratis

TESSERA AUTOBUS - METROPOLITANA gratis

FRANCOBOLLI gratis

VIAGGI AEREO NAZIONALI gratis

CIRCOLAZIONE AUTOSTRADE gratis

PISCINE E PALESTRE gratis

FS gratis

AEREO DI STATO gratis

AMBASCIATE gratis

CLINICHE gratis

ASSICURAZIONE INFORTUNI gratis

ASSICURAZIONE MORTE gratis

AUTO BLU CON AUTISTA gratis

RISTORANTE gratis (nel 1999 hanno mangiato e bevuto gratis per Euro
1.472.000,00).
Intascano uno stipendio ed hanno diritto alla pensione dopo 35 mesi in parlamento mentre obbligano i cittadini a 35 anni di contributi (per ora!!!).

Circa Euro 103.000,00 li incassano con il rimborso spese elettorali (in violazione alla legge sul finanziamento ai partiti), più i privilegi per quelli che sono stati Presidenti della Repubblica, del Senato o della Camera.
(Es: la sig.ra Pivetti ha a disposizione e gratis un ufficio, una segretaria, l'auto blu ed una scorta sempre al suo servizio).

La classe politica ha causato al paese un danno di 1 MILIARDO e 255 MILIONI di EURO.

La sola camera dei deputati costa al cittadino Euro 2.215,00 al MINUTO !!

Far circolare.......si sta promovendo un referendum per l' abolizione dei privilegi di tutti i parlamentari............ queste informazioni possono essere lette solo attraverso Internet in quanto quasi tutti i massmedia rifiutano di portarle a conoscenza degli italiani......

CONTINUATE LA CATENA.

Fabrizio Fulvio 11.10.05 21:21| 
 |
Rispondi al commento

FINALMENTE HO CAPITO!

Qual'è la mission di Berlusconi

E' quella di riportare l'Italia all'epoca pre-tangentopoli, in 4 passaggi:

- punire i giudici
- riabilitare i corrotti
-farsi un pò di leggi ad hoc per cavarsi dai processi in cui è rimasto preso al laccio
- ritornare all'ancien regime possibilmente con F.I. al posto della vecchia D.C.

Gianfranco Maruccio 11.10.05 21:03| 
 |
Rispondi al commento

Anche questo mette in evidenza l'impegno profuso dalla ns. classe politica purtroppo sia essa di Dx che di Sx.
Non manca occasione per pararsi il "poster" e mettere al sicuro la poltrona tanto remunerativa e agevolante.
Sono convinto che se capitasse ad uno dei ns. politici di strupare una ragazza o peggio ancora, se peggio può essere, beccarlo a stuzzicare minorenni, preparerebbero una legge per fare ricadere la colpa sulle vittime.....
Non posso che aggregarmi agli ITALIANI stanchi di tutto questo e a gran coro dire BASTA, BASTA è ora di diventari onesti e badare agli interessi nazionali non a quelli personali.
Grazie Beppe Grillo del Tuo impegno a portare luce nelle nostre case buie, grazie.

Stefano Ghelfi 11.10.05 20:41| 
 |
Rispondi al commento

SONO ALLIBITA, ESTERREFATTA, INDIGNATA, SCANDALIZZATA, INCAZZATA NERA!!!! LEGGETE COSA SCRIVE ANSA.IT OGGI A PROPOSITO DELLA VOTAZIONE SULLA LEGGE ELETTORALE. QUESTA E' UNA DITTATURA!!!!

ROMA - ''Ma quale voto segreto? Abbiamo votato tutti con l'anulare dentro la postazione elettorale e il resto della mano fuori ben teso. Cosi' si puo' capire chi vota cosa...''. Il deputato di An che accetta di raccontare al cronista come si sono svolte le votazioni oggi alla Camera sulla legge elettorale spiega cosi' che il voto segreto a Montecitorio non esiste piu'.

La colpa? Del vicepresidente del gruppo di Forza Italia Antonio Leone che avrebbe messo a punto il 'sistema-anti franchi tiratori'.

Il meccanismo e' semplice. In ogni banco, in Aula, c'e' una piccola fessura di ottone all'interno della quale ci sono tre pulsanti per votare. Uno per il si', uno per l'astensione e uno per il no. Questi ultimi due sono vicini, sulla sinistra dell' incavo. E basta solo l'anulare per premerli. Ma se si schiaccia quello per l'astensione, anche solo per sbaglio, la lucina bianca sul tabellone che sovrasta l'Aula si accende. Mentre quando c'e' il voto segreto le lucine sono tutte azzurre. Quindi, impossibile sbagliare.

''Pensate al dito nel quale avete messo l'anello quando vi siete sposati...'' avrebbe suggerito Leone ai colleghi della Cdl anche oggi, prima delle votazioni. E tutti avrebbero accolto il suggerimento. Del resto sulla legge elettorale non si scherza.

Il premier era stato chiaro. Se la legge elettorale non passa saranno guai seri per la maggioranza. E cosi' a tutti e' toccato seguire il 'sistema Leone'. Cosi', tanto per non destare sospetti.

E' vero che qualcuno ha provato a 'ribellarsi' inserendo tutte le quattro dita della mano, eccezion fatta per il pollice. Ma e' stato prontamente richiamato all'ordine dal vicino 'controllore'. Su certe cose meglio uniformarsi. Soprattutto quando in ballo c'e' la ricandidatura...

Eleonora Martelli 11.10.05 19:52| 
 |
Rispondi al commento

Evviva chi si guadagna 700 euro onestamente!
Evviva i precari che prima o poi non lo saranno più!
P.S.
Chissà... magari questa maggioranza l'anno prossimo sarà anche lei precaria?!?!?

Andrea Malizia 11.10.05 19:47| 
 |
Rispondi al commento

Caro Fabio purtroppo lo strumento referendario ha dimostrato tutti i suoi limiti. Basti pensare che nel 1995 gli italiani hanno votato in un referendum a favore della privatizzazione della Rai ed il governo di allora, come i precedenti ed i successivi, ha completamente disatteso il risultato referendario. Anche il referendum del 1993 sulla legge elettorale all'esame del Parlamento aveva prodotto quell'aborto di sistema elettorale con quote proporzinali, e mai nessuno ha mai pensato di procedere ad una riforma costituzionale con una nuova forma di governo più permeabile al maggioritario. Come al solito è stata messa la c.d. pezza a colore per evitare scelte politiche impopolari per dare, tra l'altro, l'impressione di voler accontentare tutti accontentando soltanto il bisogno di salvaguardia delle proprie poltrone.

Antonio Gulluni 11.10.05 19:02| 
 |
Rispondi al commento

Cari Barbara e Marco,
anch'io stò vivendo questi momenti di tristezza con un certo sdegno, e mi rendo conto dello schifo che stiamo assistendo.
Anch'io, come Barbara, ho 37 anni e da quasi 20 faccio politica.
Certo il mio modo di fare politica è ben diverso dal modo tradizionale, io non ho mai ricoperto posti di potere, le poltrone ce l'hanno sempre gli stessi.
Allora devo arrendermi?
Devo lasciare che i "pochi" decidano sulle nostre teste?
Purtroppo mi sento spesso solo ma, a volte, qualche soddisfazione riesco ad ottenerla.
Vedi come nel 1993 siamo riusciti ad ottenere la vittoria ad un referendum che rimarrà nella storia italiana.
Certo oggi stiamo assistenado alla morte delle speranze di quei referendari, ma sono convinto che i giochi non siano ancora finiti.
La legge elettorale passerà?
Forse sì.
Ci fermeremo per questo? NO! certo che NO!
Non ci fermeremo, non ci fermeranno!

Fabio Garbo 11.10.05 18:49| 
 |
Rispondi al commento

cosa succederà,quando questa legge elettorale passerà.Perchè passerà,lenta e inarrestabile alla fine passerà.Cosa possiamo fare noi? qualcuno me lo dica,oggi sono particolarmente triste...che schifo!

Marco Pel 11.10.05 18:35| 
 |
Rispondi al commento

è la seconda volta che provo ad intervenire, e probabilmente i miei commenti sono del tutto irrilevanti, ma restano comunque delle opinioni..forse diverse da quelle di molti altri, ma sempre opinioni. vorrei solo dire a chi ha chiaro il futuro dell'italia con i nostri prossimi dipendenti, che sicuramente non saranno quelli di ora,che invidio il vostro ottimismo..ho 37 anni, e continuo ad essere confusa ogni volta che guardo un programma dove il nostro bel bipolarismo si divide in "pensieri,opere parole ed omissioni"..ascolto stupefatta e..non provo nulla!..nessuno dei pensieri che ascolto mi entusiasma, mi scalda il cuore o mi accende l'anima..è grave?..C'è qualcuno che può spiegarmi cosa cavolo sta succedendo?..ma come fate a credere a una sola parola che viene da gente che sono anni che imperversa nelle nostre vite!! e continuano, non vanno a casa sono sempre gli stessi, stanno giocando al gioco delle sedie, ma non capita mai che qualcuno rimanga in piedi e esca dal gioco..uffa!!!

barbara ghigo 11.10.05 18:29| 
 |
Rispondi al commento

Carissimi,
sapete di che cosa stanno parlando in parlamento ora?
Sì proprio in questo momento?
Si discute la legge elettorale, gli onorevoli ne stanno rimarcando tutti i difetti, stanno criticando un sistema imposto dalla maggioranza che sostituirà ciò che tutti gli italiani hanno voluto, inequivocabilmente, nel 1993.
E nelle televisioni si sentono soltanto le notizie riguardanti lo stato di salute di LAPO.
Che Lapo stia male può anche dispiacere, ma non credo che sia l'unico "inquilino" degli ospedali italiani.
Nel frattempo a Montecitorio ci stanno facendo "digerire" il sistema "proporzionale bloccato".
Cosa ne pensate?

Fabio Garbo 11.10.05 18:06| 
 |
Rispondi al commento

"Mandiamoli in una bettola a legiferarsi da soli."


...un godimento totale sarebbe...

Elisa Corbo 11.10.05 17:46| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
ma perchè non la smettiamo di parlare do politica e ci dedichiamo al tuo vero lavoro: lo spettacolo.
Potremmo mandare Lapo in comunità con Calissano e creare una nuova reality: "La polvere dei famosi".
Meglio fare una battuta perche se davvero pensassimo ad altro sarebbe peggio .. per noi !!!!!!!!!

Simone Ciliberti 11.10.05 17:37| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
ma perchè non la smettiamo di parlare do politica e ci dedichiamo al tuo vero lavoro: lo spettacolo.
Potremmo mandare Lapo in comunità con Calissano e creare una nuova reality: "La polvere dei famosi".
Meglio fare una battuta perche se davvero pensassimo ad altro sarebbe peggio .. per noi !!!!!!!!!

Simone Ciliberti 11.10.05 17:36| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe bellissima l"idea del cordone umano davanti al parlamento . Questa legge è una truffa non si deve proprio fare . Le malefatte di questi farabutti pare che non abbiano mai fine.

PIERO FANNI 11.10.05 17:24| 
 |
Rispondi al commento

Vi chiedo un piccolo sforzo di elasticità ma seguitemi in questa favoletta....
Io vivo in un posto lontano da quì e che ha delle regole molto diverse dalle vostre.
Cercherò di riassumervi l'essenza della nostra esistenza.
Ognuno di noi è chiamato ogni 5 anni a scegliersi la segretaria.
Il target non è a nostra discrezione ma dobbiamo sceglierla tra una lista di segretarie che spesso hanno già dato pessima prova di sè.Tolto questo dente la dobbiamo mantenere x il resto della vita (tra stipendio e pensione).Fatto ciò questa prende in mano la nostra vita in ogni suo aspetto...comincia a dirci cosa dobbiamo comprare, come e quanto dobbiamo spendere i nostri soldi e persino in che maniera rovinarci la salute.Tutti questi utili servizi ci vengono prestati per la modica cifra del 40% dei soldi che + o - faticosamente portiamo a casa.
Questa è in sintesi la nostra vita.
Che figata!
Se volete potete venire a vivere quì, siamo molto ospitali con gli stranieri...ma solo con quelli "in regola".
Ciao,scusate....
Simo

Venturi Simone 11.10.05 17:02| 
 |
Rispondi al commento

D'accordo che la sovranità appartiene al popolo, ma la nostra Costituzione é informata al sistema proporzionale, tutela delle minoranze, rapporto di fiducia tra Parlamento e Governo. Come sempre in Italia ci fermiamo a metà del guado. Una scelta precisa mai!!! O maggioritario con diretta elezione del premier, con i dovuti contrappesi costituzionali, ovvero sistema proporzionale con sbarramento. Non é possibile che per due tornate elettorali debba governare una coalizione che ha preso il minor numero di voti rispetto all'altro schieramento. Certo che l'operazione del governo é vergognosa; purtroppo non é la prima ma nemmeno l'ultima vista la politica dell'ultimo decennio.

Antonio Gulluni 11.10.05 16:55| 
 |
Rispondi al commento

PROVIAMO A FAR COSI'...

Nei prossimi giorni le famiglie italiane
riceveranno la lettera firmata dal Presidente del
Consiglio Berlusconi in cui il premier spiegherà le
ragioni, i particolari e tutto ciò che riguarda la
finanziaria appena varata e la riforma delle
pensioni.
Oltre 18 milioni di capi famiglia riceveranno la
lettera per una spesa che supererà i
7 milioni di euro, a carico del ministero del Tesoro
e quindi di tutti i contribuenti. Chiaramente le
ragioni della spedizione di questa lettera sono ben
altre di quelle ufficiali. In vista delle
mobilitazioni dei lavoratori del 24 ottobre e delle
elezioni amministrative della prossima
primavera e visti i sondaggi che indicano un calo
notevole delle preferenze accordate a questo
governo, il premier intende continuare nella sua
operazione tutta politica e mediatica iniziata con
il vergognoso comunicato a reti unificate delle
scorse settimana.
Insomma è l'ennesimo scempio che
questo governo si accinge a compiere. Quello che
invitiamo a fare è respingere al mittente la lettera
che riceverete, nel momento in cui il postino ve la
consegna o portandola successivamente all'ufficio
postale. E' sufficiente barrare con due righe in
diagonale l'indirizzo del destinatario e scrivere
RESPINTO AL MITTENTE.
Un'iniziativa civile per esprimere il nostro dissenso.
Inoltra la mail a più gente possibile, se la ritieni
un'iniziativa condivisibile!

anna frassine 11.10.05 16:43| 
 |
Rispondi al commento

SCUSATE SE URLO! è IMPORTANTE!
IDEA! PROPOSTA! MAGARI FUNZIONA!
popolo italiano,
Grillo-bloggers
Grilli
Grillonauti

HO UN'IDEA SULLA DIFFUSIONE DELLA NOSTRA LOTTA ALL'ESTERO NONCHè DELLA PAROLA DEL GRILLO:

- copiate e incollate l'indirizzo del sito di Beppe, sessione inglese o italiana http://www.beppegrillo.it/eng/
lungo tutta una pagina che poi stamperete,
verrà fuori una cosa del genere:
http://www.beppegrillo.it/eng/
http://www.beppegrillo.it/eng/
http://www.beppegrillo.it/eng/ etc etc

- ritagliate gli indirizzi uno per uno
- metteteveli in tasca e come sempre
- recatevi a lavoro
- viaggiate
- andate al supermercato
- prendete treni
In ognuno delle lounge, delle sale d'attesa, degli uffici pubblici, delle stazioni, degli uffici informazioni che incontrate fate in modo di lasciare un pò dei vostri piccoli ritagli con l'indirizzo della sessione inglese del blog.
Fate anche in modo di capitare in luoghi frequentati da turisti e mollate i vostri ritagli.
in treno, in autobus, in centro, su un tavolino al bar della stazione centrale della città, nell'apertura del distributore di biglietti.
ovunque
lasciate un piccolo ritaglio e vedrete che avremo fatto un passo avanti nella diffusione della nostra lotta.
che ne dite? vi prego rispondete!

Emiliana Di Carlo 11.10.05 16:40| 
 |
Rispondi al commento

X ANTONIO VENTURINI il 11.10.05 15:09
Postato da: dott beretta il 11.10.05 15:58

caro Mario,
ben vengano le provocazioni e
ben venga tutto ciò che si fà solo se si è convinti di farlo.
Partecipazione alla vita, che passa veloce ed inesorabile, ci dà un motivo in più di viverla fino in fondo assaporandone pregi e difetti nostri e di altri.
Hai usato un termine,
ti dò un Tu referenziale o se volete un Voi ipocrita od un Lei distaccato,
valido la semplicità delle cose che se pur povere economicamente lasciano traspirare una ricchezza di valori, che purtroppo sono quasi svaniti per un bieco arricchimento temporaneo che impoverirà tutto un futuro che prima o poi[se non equiredistribuito] si ritorcerà contro noi che lo abbiamo prodotto.
Ecco cerco di combattere, quotidianamente nel mio piccolo, l'arroganza di chi ci circonda il quale fregandosene del prossimo lo vessa in diversi modi.
Cerchiamo di portare e diffondere sorrisi, gentilezza e validi ragionamenti sul significato vero della vita e pensiamo meno alla fatua felicità che passa subito dopo aver staccato l'assegno.

Da buon bugiardo che sono ti risaluto con sincera simpatia e STUDJATE MEJO ER BELLI, TRILUSSA E PASCARELLA.

antonio venturini 11.10.05 16:29| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, so che è OT, ma non sapevo dove scriverlo...
Oggi su L'Unità era riportata una frase di Prodi, e cioè che non avrebbe detto in cosa era migliore rispetto a Berlusconi perchè "sarebbe suparbia".
Ma bene.
La gente cerca un'alternativa al Nano, e il suo concorrente principale non dice cosa può offrire di più, per fare il modesto?!

Apriti cielo!

Daniele Luttazzi diceva: "Sbaglio, o queste elezioni sono sempre più come entrare in un sexy-shop, e chiedersi quale vibratore farà meno male?"

Davide Prevarin 11.10.05 16:28| 
 |
Rispondi al commento

Via dall'Iraq: invia la lettera al Presidente della Repubblica

Io l'ho inviata!

Germano Bianconi 11.10.05 16:21| 
 |
Rispondi al commento


" un momento",... intanto dico che i franki tirtori mi fanno schifo. Quando una cosa fa schifo bisogna dirlo apertamente senza nascondersi come dei vermi, questa gente è peggio degli inquisiti. Altro punto ... bisogna dire che...la "strategia" è a medio - lungo termine.
Il maggioritario era prematuro perchè la parte sinistra ha ancora una zecca addosso, la zecca comunista cosa che è destra non si ripete per questo occorre un centro che sfanghi definitivamente una sinistra democratica.
Mi sembrava!! non era possibile una svolta cosi autoritara... Silvio ma allora DILLO !...
e non lo so ... mi cunsenta!
Alla prossima !......
breve , medio e lungo termine....
ciumbia! .....

alberto rossi 11.10.05 16:21| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ho appena mandato la mia lettera x intero su questa pagina!purtroppo era troppo lunga e ho dovuto spedirla a pezzi! spero che mi risponderai...Marzia

marzia franzin 11.10.05 16:20| 
 |
Rispondi al commento

Siamo costretti a lottare perennemente contro un sistema che ci rende schiavi a casa nostra , non siamo liberi di passeggiare tranquillamente neanche per le strade del centro storico. Non possiamo fare nulla , non sappiamo come muoverci. Con questa lettera non spero di cambiare le cose, Napoli sta morendo e me ne rendo conto, ma spero almeno che questa storia esca fuori , che la gente capisca come viviamo "noi, i ragazzi di Napoli" e che non si nasconda più nulla perchè è triste dovevr vivere così, ma ancora più triste è dover vivere nell'ombra......FINE

marzia franzin 11.10.05 16:13| 
 |
Rispondi al commento

Un giorno sono andata con il mio ragazzo e mia sorella alla caserma dei carabinieri. Abbiamo parlato della situazione insostenibile che dovevamo subire e gli abbiamo chiesto per quale motivo la polizia non faceva nulla!Perchè non mettevano una macchina della polizia fissa a piazza del gesù come c'è a piazza Vanvitelli?Perchè non si presentavano mai quando tutta una piazza telefonava al 112?Perchè a piazza del Gesù succede tutto questo quando c'è a pochi metri la più importante caserma dei carabinieri di tutta Napoli? Forse non le sentivano le urla?Non si sono accorti di nulla in tutti questi mesi?............
Queste domande non hanno una risposta a Napoli, l'unica risposta che mi è stata data è stata un' altra domanda. Una domanda che per me non ha risposta , una domanda tanto sconfortante da non avere più fiducia in nessuna forza dell'ordine...

Carabiniere : " Ma tu non puoi evitare di scendere al centro storico"?

Questa è Napoli, questa è l'unica realtà che viviamo. Non è la Napoli della camorra, la Napoli dello scippo o la Napoli del sabato sera al Vomero, questa è la Napoli di tutti i giorni. (continua)

marzia franzin 11.10.05 16:11| 
 |
Rispondi al commento

Che mi dite di questo articolo sul rimborso elettorale ai partiti???
http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2004/10_Ottobre/05/soldi_partiti.shtml

Schifo e sdegno!!!

gio*

gio* gio* 11.10.05 16:08| 
 |
Rispondi al commento

Dopo tre o quattro tentativi troviamo un piccolo bar che , non so per quale motivo, ci ha accolti senza troppe storie.In quel momento ho preso il cellulare e ho chiamato la polizia ma, inutile dirlo, non è mai arrivata.La serata si è conclusa con il nano in ospedale.(Aveva salvato il motorino....ma solo per un paio di settimane)!
Dopo qualche giorno ho saputo che i "cuozzi" quella sera avevano cominciato la "festa" già da qualche ora...! Avevano naturalmete già fatto le loro "spedizioni punitive" sui motorini dando schiaffi e catenate ai passanti ma quella sera avevano esiliato a vita dal centro storico un noto personaggio di piazza del Gesù...lo hanno portato in un palazzo e lo hanno picchiato con i manici delle pistole rompendogli costole e braccia. Questo noto personaggio non è mai più tornato al centro storico...
Anche noi naturalmente abbiamo dovuto scontare un breve esilio dalla piazza, non potevamo certamente scendere dopo quello che ci era successo, i "cuozzi" oramai ci conoscevano e se avessero rivisto il nano credo che non gli avrebbero lasciato le gambe per arrivare all'ospedale.
Da quella sera si contano sulle dita le volte che ci siamo ritrovati tutti a piazza del Gesù ed ogni volta assistevamo alle stesse scene:gente picchiata senza alcun motivo, risse spaventose che si risolvevano sempre con ragazzi o ragazze all'ospedale, gavettoni fatti con l'acqua della fontana( oppure gente buttata direttamente DENTRO alla fontana ), schiaffi o catenate dai motorini e la solita routine continuava...
(continua)

marzia franzin 11.10.05 16:08| 
 |
Rispondi al commento

Ho anche cercato assieme alla mia amica di parlare con loro ma non ci guardavano neanche in faccia...due di loro tenevano a bada il mio ragazzo minacciandolo e non lo lasciavano avvicinare al Nano...i nostri amici erano spariti, la gente era sparita, improvvisamente la piazza era vuota...c'eravamo solo noi e i "cuozzi"...e il Nano era ancora più solo in quella situazione, con il mio ragazzo bloccato da altri due "cuozzi" ed io e la mia amica che in due non arriviamo a 100 kg...cosa poteva fare?Cosa potevamo fare? Tira e molla quei pazzi avevano tutte le intenzioni di picchiare qualcuno quella sera e in 10 si sono buttati addosso al Nano picchiandolo selvaggiamente...io ricordo solo che piangevo e li pregavo di lasciarlo andare, non ricordo dove si trovavavano la mia amica e il mio ragazzo.Quei pazzi stavano picchiando il nano in mezzo alla strada bloccando il traffico ma nessuno diceva o faceva nulla...poi il Nano è caduto su un'Alfa Romeo 147 e si è accasciato a terra in cerca di protezione.Il proprietario dell'Alfa Romeo è uscito dalla macchina molto arrabbiato perchè probabilmente i "cuozzi" avevano procurato qualche graffio alla sua bellissima macchina...Dopo aver constatato che la sua Alfa Romeo non aveva subito danni ha tentato di dividere quel groviglio di braccia e gambe in preda al delirio ma, in questo modo, ha fatto andare in bestia i "cuozzi" che hanno finalmente lasciato perdere il nano. Ora la loro attenzione era tutta concentrata sul nuovo mal capitato. Tutti euforici hanno cominciato a picchiare il proprietario dell'auto e a minacciare con le pistole le persone che si trovavano in macchina. Non contenti hanno circondato la macchina e l'hanno completamente distrutta a suon di bittigliate e calci...in quel momento di delirio assoluto abbiamo cercato protezione in vari bar ma nessuno ci faceva entrare per paura di tirarsi addosso l'ira dei "cuozzi".(continua)

marzia franzin 11.10.05 16:07| 
 |
Rispondi al commento

Io, come ho detto prima, continuavo a scendere ogni giorno...un pò per amore verso la MIA piazza, un pò per principio e forse un pò troppo per stupidaggine...! Solitamente scendevo con il mio ragazzo, la mia amica e il suo ragazzo chiamato da tutti "Il nano". Il nano da un paio di settimane si era comprato un motorino nuovissimo che desiderava da anni. Quella sera decide di parcheggiarlo a :Calata Trinità Maggiore un pò prima di piazza del Gesù, proprio accanto a via dei carrozzieri( un vicoletto pieno di bar e di gente)... D'un tratto vediamo arrivare i "cuozzi"...la mia reazione istintiva è stata quella di cambiare zona, andare a piazza San Domenico oppure a Piazza Santa Maria La Nova perchè oramai mi era ben chiaro che i "cuozzi" non vengono se non per picchiare qualcuno. Quella sera però nessuno mi ascoltava, avevamo incontrato degli amici che continuavano a dirmi che mi stavo fissando troppo sulla faccenda "cuozzi"...l'unico che mi dava ascolto era il mio ragazzo ma essendo due contro quattro siamo rimasti anche noi vicino al vicoletto. Naturalmente i "cuozzi"hanno notato subito il bagliore del nuovo motorino del Nano e gli si sono avvicinati...il Nano comincia ad entrare in panico e quando vede che stavano per rompere il blocca sterzo gli si avvicina... Molto gentilmente gli fa capire che quel motorino è suo ma naturalmente a loro poco interesseva del motorino, i "cuozzi" si divertono in altre maniere ed hanno cominciato ad aggredirlo con le parole dicendo:"Questo è il quartiere nostro e tu qua non ci devi venire"!oppure:"tu hai i soldi per comprarti il motorino, io non li ho e te lo rubo"o ancora:"io se voglio me lo prendo il motorino non mi importa di quello che dici"! Il Nano non diceva nulla, ripeteva senza sosta che il motorino era suo e "giustamente" i "cuozzi" si sono arrabbiati...(continua)

marzia franzin 11.10.05 16:05| 
 |
Rispondi al commento

...OGNI GIORNO arrivavano i "cuozzi"sui loro motorini pronti a sfogare la loro rabbia. Passavano sui loro Scooter correndo come i matti... quello davanti guidava, quello di dietro spesso aveva tra le mani una catena e si divertiva un mondo a frustare i passanti. Chi non aveva la catena usava le mani, a volte solo per dare schiaffi a 50 km/h, altre per distruggere a vita il viso di qualche sfortunato nascondendosi un rasoio tra le dita. Inutile raccontare di ragazzi picchiati senza alcuna pietà e di altri gettati nella putrida acqua della fontana di piazza Monteoliveto, per noi oramai era routine e l'idea non ci sconvolgeva neanche più. Quando lo racconto la gente i domanda :"E la polizia"? Io a quel punto non posso fare altro che ridere... ho chiamato la polizia almeno 10 volte e non sono stata l'unica...tutti hanno provato a chiamare la polizia ma la "polizia" non è MAI arrivata.
Questa situazione di caos è durata mesi e la gente cominciava a non scendere più al centro storico... io purtroppo quel posto lo amo troppo per poterne fare a meno e ho resistito ancora per un pò, schivando il più possibile le catenate e gli schiaffi. Ho resistito fin che ho potuto, ascoltando ogni giorno le storie del centro storico...A carnevale per fortuna ero chiusa dentro alla facoltà di architettura ,dove ogni anno fanno una festa, ma quello che è successo fuori i non-napoletani non potrebbero neanche immaginarlo...proprio a piazza del Gesù i soliti "cuozzi" in vena di scherzi si sono presentati carichi di bottiglie e catene picchiando selvaggiamente chiunque gli capitasse sotto tiro...la cosa terrificante e che non lo facevano per un motivo, non ti derubavano dopo, non volevano nulla da te...volevano solo sfogarsi !
La situazione è andata avanti così, tra bottigliate e catenate, fino a che un giorno è successo ciò che non doveva succedere...! (continua)

marzia franzin 11.10.05 16:04| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
Che sorpresa... Per un microsecondo ho immaginato che i nostri parlamentari e sindaci onesti.. Potessero pararsi di fronte al Parlamento .. con le fasce tricolori.. che bello sarebbe.. Davvero il paese li seguirebbe e la nostra bella Italia potrebbe vivere forse un secondo rinascimento..
Giuro che se vedo una fascia tricolore la davanti.. CI VADO ANCHE IO! ANDIAMO!
Grazie di tutto
Valentino

Valentino Gardini Commentatore in marcia al V2day 11.10.05 16:02| 
 |
Rispondi al commento

E' cominciata a dicembre, o almeno quella è stata la prima volta che ho visto i cosiddetti "cuozzi"!I "cuozzi" sono un branco di ragazzini tra i 15 e i 20 anni che probabilmente non sono mai andati a scuola e quindi si ritrovano a parlare un dialetto incomprensibile anche per noi napoletani. Girano sempre su motorini che non potrebbero portare, sempre in duo (a volte anche in tre)e naturalmente senza casco. Questi sono i tipici "cuozzi" napoletani ma quella sera di dicembre non avevamo ancora capito che quelli non erano "cuozzi" normali ma "cuozzi" super-criminali!Quella sera io, mia sorella , i nostri ragazzi e altri due amici eravamo a piazza Monteoliveto e ci stavamo scambiando i regali di Natale. Improvvisamente un ragazzino tra i 15 e i 17 anni si avvicina al mio ragazzo comincia a dire:"Ma stai guardando"? Il mio ragazzo si rende subito conto che non è il caso di rispondere male e con la massima gentilezza gli risponde:" No! Assolutamente!Non ti stavo guardando"! A questo punto il ragazzino punta il ragazzo di mia sorella che, essendo più piccolo, lo guarda in malo modo ma senza aprire bocca.... allora il ragazzino "giustamente"comincia a spingerlo e noi ci rendiamo conto che non era solo, dietro di lui c'erano altri 11 ragazzi che appena hanno visto il movimento si sono buttati nella mischia. Per fortuna ce la "siamo cavati" con una sola bottigliata sulla testa del mio ragazzo perchè quello che sarebbe successo dopo qualche giorno ha superato i limiti della realtà.
La situazione da quel momento in poi è diventata insostenibile...!(continua)

marzia franzin 11.10.05 16:01| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto l'Espresso, e devo ammettere con sommo dispiacere che ogni singola parola riflette alla perfezione fatti realmente accaduti, fatti giornalieri a cui neanche io faccio più caso. I napoletani sono oramai abituati a vivere con la paura di scendere per strada, non ci stupiamo più se sentiamo parlare di gente imprigionata nella metropolitana da un branco di ragazzini di Secondigliano...per noi è tutto normale, rientra tutto nella nostra routine giornaliera. Devo però affermare che il contestatissimo articolo dell'Espresso racconta solo in minima parte cosa vuol dire vivere in questa città ed io ancora mi domando perchè non ho MAI sentito parlare di quello che è successo un anno fa al centro storico di Napoli...
Io abito al Vomero, quartiere rinomato da tutti come il "più altolocato", ed è il quartiere che si è ritrovato sulla prima pagina dell'Espresso...ogni sabato dalla metropolitane escono ronde di ragazzini che seminano paura tra i giovani,offendendoli e a volte anche alzando le mani...e questo si sa , tutti ne parlano e si sta cercando di placare questo fenomeno...e questo mi fa rabbia perchè al Vomero non è successo nulla confronto a quello che ci siamo ritrovati a vivere questo inverno nel CUORE della nostra città, non sto parlando di un quartiere malfamato: sto parlando del centro storico, del posto più bello di Napoli dove noi ragazzi ci incontriamo la sera per scambiare quattro chiacchiere sotto l'Obelisco di piazza del Gesù...ma di quello che abbiamo dovuto sopportare nessuno ne parla...
Un anno fa c'è stata la guerra a Scampia... tutti sanno cosa è successo e perchè, ed io non starò qui a rispiegarlo. Tutta l'attenzione è caduta a Secondigliano ed il resto di Napoli è stato lasciato letteralmente in mano ai Barbari. ...

marzia franzin 11.10.05 15:58| 
 |
Rispondi al commento

X ANTONIO VENTURINI il 11.10.05 15:09

ANTONIO,
LASCIO LE PROVOCAZIONI E GLI SCHERZI PESANTI PER DIRTI CHE DAVVERO IL NOSTRO ESERCIZIO VERBALE ERA
UN MIO SANO DISTENSIVO...ANCHE CON PAROLACCIE...
PERCHE TU ED IO SIAMO LA NORMALITA INCAZZATA DI QUESTO PAESE DOVE ORMAI NON SI RIESCE PIU NEMMENO A RIDERE PER QUALCOSA, SONO SOLO LACCRIME
E DISPIACERI...
SERIAMENTE, SONO UN ECONOMISTA CHE HA SEMPRE DIFESO LA COSIDETTA ECONOMIA SOCIALE ED EQUILIBRI CON GIUSTUZIA, CONTRO IL BERLUSCA NANO E LA SUA CORTE DI ALI BABA E I 40 LADRI...E MI HANNO DETTO CHE ERO UN TRADITORE ALL'ECONOMIA LIBERALE...NON CREDO ALLA POLITICA DI CUI SIAMO TESTIMONI...E VOGLIO DIRTI CHE LE PIU BELLE CENE E RISATE ME LE SONO FATTE NON NEI RISTORANTI DI LUSSO BENSI NELLE TRATTORIE, NELLE BALERE, CON LA GENTE SEMPLICE E NORMALE CHE SACRIFICANDO TUTTO HANNO IL DONO (ANCORA) DI DARE ALLEGRIA...
COSI QUANDO HAI SCRITTO CHE NON AVRESTI PIU RISPOSTO LE MIE PROVOCAZIONI MI SONO DETTO:
...HO SBAGLIATO SUPERANDO UNA CERTA LINEA DI CONFINE...QUINDI IO LE CHIEDO SCUSA, PERCHE SONO CERTO CHE SEI UNA PERSONA PULITA E MORALMENTE INTEGRA...
E STATO BELLO POTER ANCORA SENTIRE IL SENTIMENTO
DELLE INCAZZATURE PER QUALCUNO E QUALCOSA...
VUOL DIRE ANTONIO CHE SIAMO ANCORA VIVI NELLO SPIRITO...E ANCHE LIBERI...
TI SALUTO CON STIMA VERA.
IL MIO NOME E MARIO.¨


dott beretta 11.10.05 15:58| 
 |
Rispondi al commento

Mi chiamo Marzia ho 20 anni e sono di Napoli. Qualche settimana fa è uscito un articolo sull' Espresso...in prima pagina c' era scritto:NAPOLI ADDIO!
Si è tanto parlato di questo articolo, è stato detto di tutto: il nostro Sindaco si diverte a dire che questa città non è tanto degradata come la si vuole fare sembrare, il cantante Gigi D'alessio si diverte ai concerti strappando la copertina dell'espresso e dicendo che è solo un modo come un altro per buttare fango sulla nostra città....ma io credo che NESSUNO: nessun giornalista, nessun Sindaco e nessun cantante può permettersi di dire come si vive in questa città!...continua

marzia franzin 11.10.05 15:56| 
 |
Rispondi al commento

Oggi la legge truffa proporzionale ha superato le eccezioni di incostituzionalità. Franchi tiratori da ambedue gli schieramenti, ma più da parte del Centro-Sinistra.

Siamo sicuri che i nostri dipendenti del polo sinistro stiano facendo il loro DOVERE?

Gianfranco Maruccio 11.10.05 15:56| 
 |
Rispondi al commento

Mi chiamo Marzia ho 20 anni e sono di Napoli. Qualche settimana fa è uscito un articolo sull' Espresso...in prima pagina c' era scritto:NAPOLI ADDIO!
Si è tanto parlato di questo articolo, è stato detto di tutto: il nostro Sindaco si diverte a dire che questa città non è tanto degradata come la si vuole fare sembrare, il cantante Gigi D'alessio si diverte ai concerti strappando la copertina dell'espresso e dicendo che è solo un modo come un altro per buttare fango sulla nostra città....ma io credo che NESSUNO: nessun giornalista, nessun Sindaco e nessun cantante può permettersi di dire come si vive in questa città!...continua

marzia franzin 11.10.05 15:55| 
 |
Rispondi al commento

Mi chiamo Marzia ho 20 anni e sono di Napoli. Qualche settimana fa è uscito un articolo sull' Espresso...in prima pagina c' era scritto:NAPOLI ADDIO!
Si è tanto parlato di questo articolo, è stato detto di tutto: il nostro Sindaco si diverte a dire che questa città non è tanto degradata come la si vuole fare sembrare, il cantante Gigi D'alessio si diverte ai concerti strappando la copertina dell'espresso e dicendo che è solo un modo come un altro per buttare fango sulla nostra città....ma io credo che NESSUNO: nessun giornalista, nessun Sindaco e nessun cantante può permettersi di dire come si vive in questa città!

marzia franzin 11.10.05 15:54| 
 |
Rispondi al commento

Ho visto il TG1 a pranzo, in particolare il servizio sul Columbus day di New York al quale hanno partecipato alcuni nostri politici "minori" ed avrei una domanda semplice semplice:

qualcuno sa a che titolo era presente la moglie di Mastella?
Avrei capito il più noto marito (e manco tanto), ma la Sig.ra Mastella che incarichi istituzionali ha? Ha forse la Sig.ra una storia politica avulsa da quella del marito oppure è una esperta storiografa che da lustro alla presenza italiana all'estero in una ricorrenza simile?
Ma soprattutto, con quali mezzi si è recata in loco? Chi ha pagato l'aereo e il soggiorno? Perchè mi sembra che l'abuso delle proprie cariche istituzionale e dei vantaggi che ne derivano abbia un nome strano....mmmhmmmm... mi sembra.... "PECULATO".

Sbaglio?

Qualcuno può rispondermi?


P.S. Perchè se un ricco si droga diventa un "dramma" (vedi Porta a porta di ieri sera dal titolo "Il dramma di Lapo") e se lo fa un poveraccio è solo un drogato?
State tranquilli, nessun dramma, tra qualche mese, quando le acque si saranno calmate, li rivedremo tutti in qualche talk-show stile Maurizio Costanzo a parlare dei loro drammi e di quanto sia difficile la vita per i V.I.P. e magari ci scapperà anche la lacrimuccia e la promessa di aiutare coloro che ancora fanno uso di stupefacenti.

S.Maurizio Costanzo mettici la solita pezza.

francesco colaiacomo 11.10.05 15:45| 
 |
Rispondi al commento

Gentile Fabio Garbo

Sembra che la maggioranza abbia già accolto i rilievi del Presidente della Repubblica.
In caso contrario Ciampi non firmerebbe la legge. Non capisco quindi l'utilità dell'iniziativa di Segni.
Questa sera, a Ballarò, avremo ulteriori chiarimenti dal Prof Sartori sui dettagli della legge.

Andrea Giova 11.10.05 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo con la legge che sta per passare, col voto non potremo più licenziare i nostri "dipendenti" e allora perchè non possiamo recedere dal contratto che Silvio Berlusconi ha firmato con gli italiani 4 anni fa in televisione? Non avrà cambiato anche le leggi che riguardano i contratti no? Tanto la penale per il recesso da un contratto, l'abbiamo pagata con questi 4 anni di governo che ci ha dato e con tutti i rincari che ci ha fatto!
Stracciamo il "contratto che ha stipulato con gli Italiani"!!!!!
I sogni non si possono vendere!!!!
Ed i contratti devono avere come oggetto beni e cose reali, concreti e tangibili!!!!

Claudia Spiombi Commentatore in marcia al V2day 11.10.05 15:32| 
 |
Rispondi al commento

Da questa mattina è presente davanti a Montecitorio un banchetto al quale il Prof. Mario Segni invita i cittadini a firmare un appello al presidente della Repubblica Ciampi perché nella sventurata ipotesi di un’approvazione di questa legge elettorale canaglia non la firmi e la rinvii alle camere.

Fabio Garbo 11.10.05 15:27| 
 |
Rispondi al commento

Giorgio Dabemo

Non ci sono piu' uomini con le idee in Italia, ci sono solo uomini ingordi del proprio interesse e che pensano solo al loro tornaconto. Ci vorebbe una grande guerra civile per portare nuovamente i valori democratici....io non sono d'accordo con questa legge elettorale perche' scompaiono alcuni partiti che rappresentano delle minoranze. E onestamente non ne posso piu di Berlusconi perche' sembra piu' un attore che un politico e dopo 5 anni deve andarsene dalle palle...si c'e sempre la stessa merda ma almeno non c'e' lui con ste proposte di leggi del cazzo.Non sono d'accordo per quanto riguarda Beppe.... Beppe Grillo nei suoi incontri dice sempre che dobbiamo svegliarci, che se vogliamo delle informazioni vere non dobbiamo piu' guardare la tv ma andare a prendercele noi le informazioni vere, che dobbiamo smetterla di farci prendere per il culo dai nostri dipendenti (Mi piace tanto questa parola!) lui non e' ne con la destra e ne con la sinistra le critica entrambe e per il resto il suo e' solo sarcasmo.Ma credo che dica delle cose molto importanti in un paese dove ormai gli Italiani dormono e dove nessun politico che dovrebbe in teoria salvaguardare gli interessi degli Italiani, be lui e' come un campanello d'allarme.

concetta riccardi 11.10.05 15:12| 
 |
Rispondi al commento

)caro antoniuccio...
dato che sei simpatico e mi fai ridere tanto, vorrei retribuire il sorriso con una storiella...

[] RETRIBUISCI STO K..zo

) ...tempo fa ho visto uscendo da un elegante ristorante dove con un allegro gruppo di amici eravamo stati a cena, un "operatore ecologico" detto popolarmente in romanaccio "er spazzino"

[] MONNEZZARO!!!

)che si lamentava del suo destino amaro ....e fui proprio io a consolarlo ...(scusa ma io per

pratticita

non uso piu ne accenti ne curo tanto la grammatica che fa perder tempo della sostanza e contenuti..infatti ci sono asini incolti che sanno dove mettere accenti e balle varie...il mondo é cambiato)...
e quindi quella sera ho avuto la gioia di regalare a quel poveretto senza speranze un sogno, una illusione, perche ogni creatura del signore ne ha diritto,anche lui...gli chiesi il nome e disse Antoniuccio,...e pianse a dirotti...domandai perché e lui addolorato e col pianto sul viso rispose col suo falso romano
volgare ma il solo suo capitale linguistico:...IO
PIAGNO PECCHé SÔ ER FIGLIO DUNA MIGNOTTA..

[]MA CHE PROVE C'HAI CHE SEMO FRATELLI!? DIMME!.

)CHE CA..O DE DESTINO ME VOI FÂ CAMBIA??...
Io le diedi una carezza sulla sua pelata testa e lo lasciai per pudore col suo dolore e amaro destino...
Vedi Antonio?...tu sei invece fortunato, puoi scrivere su questo forum,imparare e pensare pur nei tuoi limiti...insomma sei un uomo benedetto al quale ringrazio i sorrisi dati.

[] TU INVECE NUN SEI FORTUNATO C'HAI ER COMPLESSO D'INFERIORITA' E VORESTI DA INSEGNA'LE STORIE CHE TE RICCONTENO.
UN COSIJO SOLO TE VOJO DA'PIANTALA DA FA' ER QUAQUARAQUA'E VA' A IMPARA' CHE D'E' LA VITA
A PORO SCEMO

[] P.S. ARISCRIVI QUELLO CHE VOI CHE TANTO NUN TE RISPONNO PIU',VISTO CHE SEI MI FRATELLO,CON GLI PSICOLABILI PARANOICI JE SE DICE SEMPRE DE SI':-
BRAVO BENE GIUSTO C'HAI RAGIONE E
LI MORTACCI TUA NUN TE LO DICO PIU' SINNO' BECCO PURE LI MIA.

ciao dottò e
fatte più scopate che diventi meno acido.

antonio venturini 11.10.05 15:09| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
sono un ragazzo di 23 anni che ancora crede che la legge, il parlamento e la potica sono mezzi potenzialmente in grado di migliorare la vita di tutti noi. Mi rendo conto che visto quello accade ogni giorno questo discorso sia realistico come credere ai puffi... però, però...
Non posso fare a meno di sperare.
Ho deciso di trattare, nella mia tesi di laurea in giurisprudenza, della tutela delle minoranze all'interno dei partiti. In fondo potenzialmente qualcuno in buona fede che ha qualcosa di intelligente da dire ci sarà pure anche nei partiti e, sicuramente, li è in minoranza... vorrei parlare di questo...
hai qualche suggerimento? grazie matteo

Matteo Paruscio 11.10.05 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Secondo voi questa è ancora una democrazia? Questa è una oligarchia partitocratica e sindacale, con venature di plutocrazia. Il popolo è continuamente lobotomizzato nella volontà, e saranno sempre più c...
Come in Iraq, che cavolo di democrazia è? Non era meglio Saddam e l'ordine che regnava, e svioline il Raìs macchiavellicamente corrompendolo in mille modi, evitando l'inutilissima guerra? E tenendolo a cuccia, costringendolo a fare via via moderate aperture al Popolo? Tanto è così che va!

Pasqualino Coccaro 11.10.05 14:26| 
 |
Rispondi al commento

Effettivamente non ce la faccio più. Vi prego facciamo qualcosa perchè la riforma della legge elettorale non passi. Mi sento impotente e non è giusto. Io so di poter fare qualcosa, so che tutti insieme possiamo fare qualcosa. Facciamola sta catena umana intorno a Montecitorio, impediamogli l'accesso all'aula, ma non per un solo giorno! Evitiamo che i nostri dipendenti continuino a fare danni.

Antonio Pizza 11.10.05 14:25| 
 |
Rispondi al commento

stavo per uscire fuori dai panni quando ho letto che, addirittura, i nostri rappresentanti politici si abbasserano gli stipendi.
qualcuno ci crede? perchè non si parla mai di cifre? perchè queste proposte arrivano solo in prossimità di elezioni?
faccio un master nei pressi del parlamento e ogni giorno le mie lezioni sono disturbate dalle sfilite di auto blu a sirene spiegate, ne passano a volte sei, sette di fila con due carabinieri in moto che aprono il mar rosso ai nostri mosè in doppio petto.
oltre ad abbassarsi gli stipendi(dovrebbero almeno dimezzarseli), si dovrebbero abbassare al livello della gente comune, quella che la mattina si sorbisce la sua onerosa dose di smog, traffico e bestemmie degli altri automobilisti. quelli che sempre e comunque continuano a produrre e fare. i grandi sforzi di chi lavora vannno a sostenere gli sprechi e gli agi di questi pazzi politici oramai spudoratamente ingrassati sulle fatiche di chi produce senza riconoscimenti. tutti lo sappiamo ma nessuno si ribella davvero.
questo blog è fantastico, beppe organizza la rivoluzione.
non ti vedi tra 100 sulle magliette alla che guevara?

antonio oliveto 11.10.05 13:59| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: ANTONIO VENTURINI il 11.10.05 08:56

caro antoniuccio...
dato che sei simpatico e mi fai ridere tanto, vorrei retribuire il sorriso con una storiella
che potra darti una visione del tuo domani meno
amara, meno frustrante, come dire?...che tutti noi nella vita possiamo mutarne il decorso:...

tempo fa ho visto uscendo da un elegante ristorante dove con un allegro gruppo di amici eravamo stati a cena, un cosidetto "operatore ecologico" detto popolarmente in romanaccio "er spazzino",e che si lamentava del suo destino amaro senza possibilita di evolversi ne tanto meno mutare il suo futuro...e fui proprio io a consolarlo dicendogli che non importava con quale elemento o materia prima lui dovesse convivere (appunto l'immondizia) ma contava
contava la sua cultura spirituale e finezza d'animo...lui, poveretto, sulle prime non capi,
ed era comprensibile, ma poco a poco un barlume di percezzione sui valori e sulla vita lo illuminarono e lo si vide nel suo sguardo di protozoario, che per un attimo si illumino (scusa ma io per pratticita non uso piu ne accenti ne curo tanto la grammatica che fa perder tempo della sostanza e contenuti..infatti ci sono asini incolti che sanno dove mettere accenti e balle varie...il mondo é cambiato)...
e quindi quella sera ho avuto la gioia di regalare a quel poveretto senza speranze un sogno, una illusione, perche ogni creatura del signore ne ha diritto,anche lui...gli chiesi il nome e disse Antoniuccio,...e pianse a dirotti...domandai perché e lui addolorato e col pianto sul viso rispose col suo falso romano
volgare ma il solo suo capitale linguistico:...IO
PIAGNO PECCHé SÔ ER FIGLIO DUNA MIGNOTTA...CHE CA..O DE DESTINO ME VOI FÂ CAMBIA??...
Io le diedi una carezza sulla sua pelata testa e lo lasciai per pudore col suo dolore e amaro destino...
Vedi Antonio?...tu sei invece fortunato, puoi scrivere su questo forum,imparare e pensare pur nei tuoi limiti...insomma sei un uomo benedetto al quale ringrazio i sorrisi dati..

dott barilla 11.10.05 13:52| 
 |
Rispondi al commento

STUPORE STUPIDO

Telegiornali stupiti e giornali stupidi si stupiscono di come sono le cose...del fatto che un ragazzo di 28 anni assuma cocaina,che e' uguale allo spinello,che e'uguale all'eroina ecc.......ma dove vivono!....Creano sempre piu' confusione nella gente e la gente non ha molto spesso la curiosita' di non prendere tutto per vero....Giovani che vengono descritti senza valori...senza ideali ne ho sentite di tutti i colori addirittura senza idee,viziati,mammoni e senza neanche una musica che li rappresenti!!!
...Ma chi lo dice?Bhe' sempre i soliti quelli degli anni 60,della rivoluzione....
Bhe' oggi se mi permettete vorrei dire che secondo me quella generazione ha fallito,dato che molti di allora sono proprio al governo!Cocaina,eroina,spinelli,alcool,caffe',acqua.....sono tutte sostanze diverse e musicalmente bhe'noi giovani e' quasi 46 anni che ascoltiamo la vostra musica e li conosciamo tutti:da rita pavone a scell shapiro passando per jimmy fontana e finendo con guccini...ma voi?Dico voi conoscete o siete mai stati ad un concerto di musica elettronica o ad un rave???Per dialogare bisogna conoscere come spesso si fa in questo blog e se non si conosce ogni tanto bisognerebbe ascoltare ed avere l'umilta' di ammettere che' la maggiore eta' non ti da' maggiore esperienza perche' l'esperienza non e' solo quante volte fai una cosa ma anche quante ne fai! almeno secondo me!

Viva Beppe
Viva questo Blog
Viva i giovani nello spirito
Viva i curiosi

Tolomelli Marco 11.10.05 13:52| 
 |
Rispondi al commento

Politica ARGENTINA in Italia
http://trafficantedecannelloni.blogspot.com/

massimo giampietro 11.10.05 13:46| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe. Ciao a tutti. Mi riferisco al tuo commento del 9 ottobre su Pierferdinando Casini, nostro dipendente...... come tutti gli altri..... Sai che c'è? Per la prima volta in 42 anni di vita (e quindi in 24 anni da elettrice) credo proprio che questa volta non andrò a votare. So che non si dovrebbe fare, ma mi hanno tolto anche la fantasia....... Vorrei vedere che cosa farebbero tutti quei politici sicuri di vincere e di restare in qualsiasi modo (all'opp. o alla magg.) seduti sempre su quelle sedie, se gli Italiani non andassero a votare; se non si raggiungesse il 50% dell'elettorato, cosa succederebbe???
E' che proprio non ammetto più che questi esseri continuino a fare i cavoli loro in questo modo ignobile, quando noi italiani, ma il mondo stesso è messo in condizioni abberranti...... Meditate gente, meditate. Lo farò anch'io fino al giorno delle elezioni......

alessandra mendella 11.10.05 13:34| 
 |
Rispondi al commento

Signori se siete inorriditi da tutti e da tutti statevene a casa sopratutto alle primarie sono solo una trovataper far soldi ad ogni voto corrisponde una cifra in valore monetario (prendono soldi) che si sono aumentati a 5 euro l'anno passato se andate a votare regalate soldi a chi già ne ha bizzeffe statevene a casa,Lo stesso procedimento si ripete anche alle amministrative,regionali e politiche del prox anno e in piu' per chi vince è previsto il premio di maggioranza tutti questi soldi vengono prese dalle mie tasche dalle vostre e anche da quelli che non partecipano al blog.


Vi sembra giusto dover andare a votare sapendo che non ci sono facce nuove,non ci sono certezze che realizzino quello che dicono e per di piu' per non avere in cambio niente devo dargli anche dei soldi???No col cavolo io non ci vado tanto non mi cambia nulla sempre sfruttato e preso per i fondelli saro,saremo e saranno se non ci decidiamo a far qualche cosa di concreto noi.....uniamoci

Luca Giurleo 11.10.05 13:13| 
 |
Rispondi al commento

Tirare in ballo le polemicucce politiche del momento per questo argomento fa molta tristezza. In realtà i politicucci di oggi scelgono sulla base dei loro interessi, esattamente come i politicucci di ieri dicevano il contrario. Ad esempio, tanti che oggi si scandalizzano per la "morte della democrazia" (bisognerebbe moderare un po' i termini quando si parla di queste cose) non più di 10 anni fa hanno fatto una proposta pressocché identica e difendevano a spada tratta il proporzionale.

Quello che mi rattrista di questi blog, scusate sono nuovo e spero di non essere tagliato, è la tragica monovisione che li pervade: o si pensa che l'attuale governo fa schifo, è ridicolo, è in mala fede, o si ha torto. Anche di fronte a palesi contraddizioni della maggioranza, anche di fronte a personaggi impresentabili come Prodi: uno che non solo non propone nulla, ma ormai neppure critica, spara solamente in aria dicendo che tutto va genericamente male, il tutto dopo aver riempito le tasche di chi lo appoggia con affari loschi di tutte le risme per 30 anni.

parlando del maggioritario, il proporzionale è indecente. Non è possibile proporre il proporzionale, oggi. Il proporzionale è adatto all'Italia perché è la sintesi estrema del concetto di "compromesso" che tanto sta caro ai politicucci dallo sguardo breve che militano in Italia. Il problema è che il maggioritario è stato fatto con in testa l'idea di realizzarlo rispettando tutti i possibili compromessi, proprio perché siamo in Italia, ed è venuta una mezza schifezza.

Ora finalmente tutti ammettono che il nostro maggioritario fa cagare, una cosa che si sapeva fin da prima che fosse usato. Solo che, anziché migliorarlo tutti insieme, eliminando i compromessi che lo hanno reso la schifezza che è, si vuole tornare indietro, all'epoca dei compromessi.

Capito il paradosso? Si decide di abbandonare l'epoca dei compromessi, ma per compromesso si abbandona solo a metà. Però non funziona. Anziché finire il lavoro, si comincia a

Beppi Menozzi 11.10.05 13:00| 
 |
Rispondi al commento

Io non c'è la faccio piu' sono stanco stufo inorridito da quello che succede in italia e in questo blog sempre a lamentarci ma vogliamo unirci e darci da fare per cambiare le cose se vogliamo migliorarle facciamocele da soli andiamoci noi a Roma,magari non abbiamo esperienza ma possiamo farla e qualcosa forse otteniamo.

Io non sono ne di destra ne di sinistra non sono ne comunista o fascista estremista,i miei ideali sono morti e sepolti da almeno tre secoli,io m ritengo un illuminista e credo sia arrivato il momento di resuscitare quegli ideali che hanno portato mezzo mondo alla prima fase della democrazia ,separazione dei poteri industrializzazzione,sindacati ecc.ecc. questa di oggi non è democrazia tutti ne parlano senza neanche saperne il significato......ciao

Luca Giurleo 11.10.05 13:00| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
ci lamentiamo dell'assenteismo dei nostri deputati?
Beh..mi devo ricredere...stavo assistendo on line alla seduta della Camera dei Deputati dove è in discussione la proposta di legge elettorale.
Non ne manca uno, tutti gli scranni sono pieni
quando discutono argomenti che riguardano loro propri ed esclusivi interessi di poltrona
Mi fa veramente schifo assistere a queste esibizioni di prepotenza!!
Ma non si rendono conto di essere sempre piu lontani dai cittadini, dai loro problemi?

stefano refi 11.10.05 12:41| 
 |
Rispondi al commento

Che la democrazia abbia un costo, nel senso che debba esistere una classe dirigente, è evidente; il problema non è accettare l'esistenza della classe dirigente e dei suoi privilegi; se la classe dirigente arricchisce il paese, ne favorisce lo sviluppo e lo mantiene in pace ben venga. In fondo questo era il compito che in passato si attribuiva alla classe di governo. Dalla sua esistenza tutti traevano un vantaggio. Quale vantaggio si trae oggi dall'esistenza di questa classe dirigente? E mi riferisco non solo ai politici noti o ignoti, ma anche alla burocrazia ministeriale e non, che non viene mandata a casa alla fine della legislatura. Lo scambio tra il potere che la classe dirigente accumula grazie alle sue cariche e i vantaggi per i cittadini si è interrotto; è un dato evidente a tutti. Perchè dobbiamo votarli? Perchè mantenere in vita la ritualità democratica quando è ormai svuotata di ogni di reale possibilità di indirizzo la scelta dei cittadini? E' evidente che le elezioni danno solo legittimazione - o meglio - coprono con un velo apparente di consenso (siamo stati votati dal popolo) le decisioni di una oligarchia autoreferenziale. Una classe dirigente ci deve essere, tanto meglio se ha l'apparenza di essere stata scelta in maniera democratica. Per il resto il cittadino ha poco da aspettarsi in termini di cambiamenti reali dai cambiamenti di maggioranze. Chi poi non fosse d'accordo può sempre non votare più; gli Stati Uniti ci dimostrano che può essere ritenuta legittima una votazione anche quando a votare sono neanche la metà degli aventi diritto. Poi forse la nostra classe dirigente ha anche altri difetti che sono tipici dell'italiano, ma questo è un altro discorso. Quindi il problema, in definitiva, non è solo quello di cambiare le maggioranze, ma creare o - se già esiste - far giungere al potere, una nuova classe dirigente. In verità non sono molto ottimista. Saluti.

Emanuele Costamagna 11.10.05 12:41| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
ci lamentiamo dell'assenteismo dei nostri deputati?
Beh..mi devo ricredere...stavo assistendo on line alla seduta della Camera dei Deputati dove è in discussione la proposta di legge elettorale.
Non ne manca uno, tutti gli scranni sono pieni
quando discutono argomenti che riguardano loro propri ed esclusivi interessi di poltrona
Mi fa veramente schifo assistere a queste esibizioni di prepotenza!!
Ma non si rendono conto di essere sempre piu lontani dai cittadini, dai loro problemi?

stefano refi 11.10.05 12:41| 
 |
Rispondi al commento

concordo con il suo pensiero,questi signori dovrebbero ricordarsi che sono i rappresentanti degli Italiani di dx o sx che siano ed e' loro dovere fare i ns interessi e quelli del paese invece di tamponare gli illeciti fatti da loro come privati cittadini prima di avventurarsi nella comoda politica

Leo Mafrica 11.10.05 12:40| 
 |
Rispondi al commento

pare che nella nuova finanziaria sia stato consentito alla chiesa cattolica di non pagare l'ici per gran parte (o tutti) degli immobili di sua proprietà. è vero? se è vero è una nuova, ennesima vergogna!!! noi (lo stato) paghiamo insegnanti di religione che sceglie il vescovo e il vescovo non paga l'ICI?e se è vero perchè la notizia non è stata sulla prima pagina di tutti i giornali? perchè nessuno ha detto niente?

chiara dazzi 11.10.05 12:23| 
 |
Rispondi al commento

Il messaggio non c'entra con l'argomento di oggi.
Io avrei questa idea (forse l'ha gia' avuta qualcun altro, non e' niente di originale, magari c'e' gia' e non l'ho letta nei post).
L'idea riguarda le PRIMARIE (quelle del centrosinistra di domenica, volendo anche quelle del centrodestra se ci saranno).
Piu' precisamente: abbiamo in mano la scheda di voto? abbiamo in mano una bella matita?
Ecco, allora, invece della crocettina, scriviamo un bel messaggio, o una serie di messaggi!
Per esempio:
---
NO NOMI, MA IDEE!
Voglio:
-il taglio dell'IVA di tot punti
-l'eliminazione degli enti pubblici inutili
-piu' investimenti nell'eolico
ecc. ...
---
Altri messaggi possibili potrebbero essere
NO FACCIE, MA PROGRAMMI!
NO SIMBOLI, MA PROGETTI!
e giu', una carrellata di cose che PRETENDIAMO dai nostri dipendenti! (stiamo discutendo da mesi su 'ste cose!)
Ripeto: non otterremo assolutamente nulla di cio' che chiediamo, ma almeno facciamogli capire (forse non se ne sono ancora accorti) CHE CI SIAMO E CHE PROGETTIAMO ANCHE DA SOLI, SENZA DI LORO!
Grillo, lei hai accumulato un grande credito e una grande visibilita’ in questi mesi, se lei prendesse in mano questa iniziativa, faremo vedere loro che NOI, LA GENTE, siamo avanti!!!
Facciamoli vedere che noi PRETENDIAMO IL MASSIMO!
Facciamoli vedere che noi siamo in leggerissssssssssima conrodendenza!
Siccome, in fondo, l’idea mi pare buona, ripostero’ in maniera QUASI molesta (ma tranquilli… non troppo, massimo 3 volte al giorno) questo post.
Ma ve lo immaginate?
Se Grillo prendesse in mano questa iniziativa, dopo lo spoglio delle schede, dovranno rendere noti i risultati… e se il risultato fosse che il 5, 10, 15, 20 per cento ha votato PER DELLE IDEE PROPRIE????
Senza spendere una lira in pagine di giornali, daremmo un segnale piuttosto forte DI DOVE E’ LA PIAZZA!
Al popolo del blog: scrivete al blog delle frasi che vorreste essere scritte sulle schede!
Al caro signor Grillo: ci pensi! (ma se la conosco bene ci stava gia’ pensando…)

Cristiano Codispoti 11.10.05 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Per L. Mercuri

"MORALMENTE"
Ma in democrazia dobbiamo rispettare le Leggi non la morale. Oltretutto la morale ha + facce. È moralmente sbagliato per una parte politica ma giusto per l'altra.
Per chi vuole decidere chi votare queste motivazioni "morali" lasciano il tempo che trovano, preferisco motivazioni sostanziali.

A me personalmente questa legge elettorale non sembra granche. C'è una moltitudine di partiti che si associaziono per fregare le legge e dopo litigano come prima. Evitano solo di far cadere il governo per convenienza.

Per C. Riccardi

Ovvio che il mio "fanculo la legge" era ironico. Sono un forte sostenitore del rispetto della Legge e mi sembra che alcuni opinioni di Grillo siano in netto disaccordo con me.
Ritengo che una certa politica e certe opinioni siano un'offesa agli italiani che vogliono prendere in giro.
Prodi sa bene che non ci vuole un referendum per cambiare la Legge elettorale ma dichiara "per cambiare la Legge ci vuole un referendum".
Questa dichiarazione dice: gli italiani sono una manica di ignoranti e non capiscono niente.
Infatti si vede dal blog che molti sono convinti che Prodi abbia ragione e si arrabbiano perchè il governo vuole cambiare la Legge senza fare un referendum. Ma non è cosi, il sistema legale vigente in Italia non richiede un referendum e queste dichiarazioni servono solo a prendere voti per arrabbiatura.
Questo non mi piace. Il sistema democratico viene mantenuto se gli italiani votano secondo ragione non secondo umore, ma è già la terza campagna elettorale in cui si punta più sul fare arrabbiare gli elettori per ottenerne il voto che sull'informarli.
Sono andato a parecchi comizi dell'ultima elezione (di tutte e due le parti). Ogni partito diceva: al primo punto del nostro programma c'è ... ed era sempre una cosa diversa rispetto agli altri partiti anche se la coalizione era la stessa.
Basta farci considerare degli incapaci, vogliamo informazioni serie non invettive, vogliamo idee non proteste.

Giorgio Dabemo 11.10.05 12:07| 
 |
Rispondi al commento

Beppe ..... io non capisco più niente .... ci dicono anche che per la finanziaria vogliono introdurre la "tassa sul tubo" per arginare la mancanza di concorrenza nel settore energetico. Io mi sono posto una domanda. Chi la pagherà alla fine la tassa sul tubo ..... non di certo i dirigenti ENEL o i nostri politici. La pagheremo tutti nelle nostre care anzi carissime bollette...Non andranno a tassare le rendite finanziarie ... sarebbe una mossa impopolare per chi li ha mandati al governo! Vanno invece a spillarci soldi senza dirci che di fatto ci stanno aumentando le tasse. Ma per chi ci hanno presi? Ma secondo loro siamo proprio tutti fessi? Tu che dici a tutti di non mollare .. .di non emigrare... io ti rispondo che per tenere duro bisogna incominciare a vedere qualcosa che cambia e soprattutto che ci sia qualcuno di credibile, al di fuori degli interessi di parte di industriali e politici in genere, che ha voglia di scendere in prima linea e fare gli interessi di quelli che lavorano per amore dei propri figli con la speranza di poterli vedere crescere in un mondo migliore. Vogliamo un mondo più trasparente, dove esistono ancora la verità e la menzogna ben distinte tra loro. Basta menzogne! ... altrimenti nel tempo diventeremo tutti matti e allora ... la nuova classe dirigente sarà costituita da Psichiatri e Psicologi. Abbiamo bisogno di verità se l'italia è in "braghe di tela" .. nessuno deve andare in giro con lo smoking ... tutti al lavoro ... e senza sigaro in bocca. Abbiamo bisogno di qualcuno che vada in Parlamento a farli sentire dei c..tini e che parli con la nostra voce. Ormai le loro teste sono troppo lontane dal vivere di ogni comune mortale. Chi rappresentano in parlamento ... se stessi? Attualmente non c'è nessuno che sia in grado di rappresentare il pensiero dei comuni mortali. Beppe pensa bene a quello che ti stiamo chiedendo e vai...in cabina ci penseremo noi!!

Emanuele Querella 11.10.05 11:38| 
 |
Rispondi al commento

Sono un sostenitore di una legge elettorale basata su metodo proporzionale con preferenza e con sbarramento al 5%.
Questa proposta di legge elettorale proporzionale con liste bloccate è una buffonata.
Scusate, ma è solo uno sfogo.
Pietro Fortis

Pietro Fortis 11.10.05 11:28| 
 |
Rispondi al commento

Sono contento che il Nano non governerà più il nostro paese, ma dopo cosa succederà?
Tutti sperano in questa sinistra rivelatrice e salvatrice, ma riflettiamo.
Saremo governati da : Mastella, Bertinotti, Mussi,PRODI, Demichelis, Rossiello(parlamentare del mio paese d'origine, BITONTO, beccato tre volte da striscia a dormire in parlamento) e tanti altri.
Io sono andato via dall'italia, vivo in Francia, "E ho detto tutto".
Chi resterà, vedrà!

attilio terlizzi 11.10.05 11:13| 
 |
Rispondi al commento

ma se facessimo non dico tanto 5 copie di queste notizie e le mettessimo sotto la porta dei nostri vicini scrivendogli sopra di fare la stessa cosa con i loro amici,parenti,ecc.si potrebbe inizziare ad avere un'informazione libera?io lo farò.io penso che si potrebbe andare anche dal giornalaio dopo aver letto a consegnare le copie per non sprecare neanche una parola e carta,se siamo così tanti dobbiamo agire per dimostrarglielo

gaspare falco 11.10.05 11:08| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
scusa il messaggio non inerente al contenuto del post ma alla sua ortografia. "Do" voce del verbo dare prima persona singolare non va con l'accento come suggerisce l'Accademia della Crusca, così come re mi fa, re inteso come marito della regina, mi come a me, e fa voce del verbo fare perchè i contesti in cui si usano sono diversi.
Te lo hanno già scritto ma ieri è ricomparso il dò. Con simpatia e affetto perchè sei un grande e non voglio che ti attacchino per queste st.....e. Sei un mito come Gino Strada e pochi altri.

Saverio

saverio santi 11.10.05 10:36| 
 |
Rispondi al commento

per Giorgio Dabemo
Ma come vanculo la legge!!!?Tutti dovrebbero ripettarla la legge!!!!

concetta riccardi 11.10.05 08:58| 
 |
Rispondi al commento

X ANTONIO VENTURINI il 10.10.05 16:47
- Antoniuccio...
+ BARELLA !!
-(e chiedo scusa della parentesi burlesca agli
altri blobers...)
+ NON SI PREOCCUPI TANTO AGLI ALTRI NON INTERESSI.
- Vediamo se riusciamo a darti dei lumi in campo
politico e culturale:...

+ CONTINUA CON L'ARIA DA PROFESSORINO,
USANDO IL PLURALE MAIESTATIS COME FACEVANO RE, ED IMPERATORI !!

- .. nulla mai si disperde in natura, tutto si
trasforma...
+ "dottò":-[NULLA SI CREA NULLA SI DISTRUGGE MA TUTTO SI TRASFORMA.]
- Nel tuo caso:
se da PROTOZOARIO o MONOCELLULARE
puoi diventare un semplice mammmifero umano con
alcune delle basiche condizioni di intendere di volere idonee a farti imparare...
+ ED INSISTE CON CODESTE LEZIONI NON CHIESTE poverino stà proprio messo male il ns. maestro.
-...che QUI la tua
poesia romanesca (molto mal scritta) non ha posto..
+ MA E' UN PARCHEGGIATORE???
- ...QUI si parla sul serio, con o senza le mamme + DI CERTO NON LEI, CARO dottorino!!!
- Se desideriamo invece osservare la degenerazione del creato, peccato che il buon Dio non perdona di certo, ecco, "mettemoci ...
+LA CENSURA E'D'UOPO"E' "MEJO PE TE SINNO' TE FAI PIJA'DE PIU'PER CULO."
-...Antoniuccio" bersi una bottiglia de barbera pretendendo poi scrivere sul blob di Grillo tanto da far ridere tutti con quel suo modo giuglaresco e circense di scrivere...
+ SI DICE GIULLARESCO E "SCRIVERE", PER DUE VOLTE DI SEGUITO, E'RIDONDANTE SUPERFLUO E SGRAMMATICATO.

- ANTONINO GRAZIE DI NUOVO PER QUESTA TUA ALLEGRA
PARTECIPAZIONE...CON TUTTI I PROBLEMI LEGGERTI E
PURA GIOIA DELL' INTELLETTO UMANO...VAI COSI...

+ VA' SCRITTO CON L'ACCENTO
COMUNQUE LA RINGRAZIO INFINITAMENTE DELLA SUA INUTILE OPINIONE E CON TUTTI I PROBLEMI SENTIRE LE SUE STRONZATE,
OPSS PARDON LAPSUS FROIDIANI,
LEZIONI DI ECONOMIA ... COME SE NON BASTASSERO QUELLE REGALATECI DAL GOVERNO.
P.S. SI PUO' OFFENDERE CON PAROLE, PAROLACCE E
COMPORTANDOSI COSI' COME FA LEI
ribadisco arivà af.ulo

antonio venturini 11.10.05 08:56| 
 |
Rispondi al commento

Per Giorgio Dabemo
carissimo Giorgio io credo che tutto il sistema politico faccia schifo. Qui non si tratta di ipocrisia, lo sanno tutti che non e' mai esistita la democrazia in questo paese e comunque resto del parere che allora( in virtu' di cio' che mi hai speigato tu...) bisogna abrogare il cambiamento di leggi che sono usate dal popolo senza il consenso dello stesso.Noi viviamo in una melma di parlamento dove Berlusconi e' l'apice, e' il picco. Io preferiso di piu' ascoltare un beppe grillo che si critica, ma credo diversamente da te, che se le sue cirtiche sono si pesanti, ma che siano costruttive...fanno riflettere...che ascoltare un Berlusconi che dice che tanto non e' vero che L'Italia e in coda agli altri paesi per sviluppo economico e sociale, visto che tutti hanno il cellulare.... Ti invito a leggere "l'odore dei soldi"...Berlusconi si e' buttato in politica per non andare in galera con mani pulite..e' un vero schifo.E' come si fa a non criticarlo se e' sempre lui a proporre delle leggi assurede! Come la ex Cirielli!Sono leggi fatte solo per lui e i suoi amici! Io lo critico sopratutto perche' non ha il minimo pudore a presentare delle proposte del genere! Alemo fai finta di prenderci per il culo! No...lui lo fa a viso scoperto!I principali responsabili di tutto cio' siamo noi Italiani che non ci svegliamo, che non ci informiamo sulla politica e votiamo solamente chi promette o chi ci e' piu' simpatico...magari avessimo tutti la capicita' di informarci e di critica sul mondo come Beppe (anche se lui lo fa per mestiere).... forse dovremmo iniziare anche noi a fare questo mestiere. Gli Italaino dormono ancora. E onestamente preferivo la vecchia democrazia dove almeno si manigava tutti...qui ora mangiano solo in pochi. Ed' e' tanto vero che noi siamo sempre costretti a scegliere sempre tra il meno peggio.

concetta riccardi 11.10.05 08:39| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe, "con mani piene di lacrime prendo la penna e ti scrivo" (frase rubata con affetto da Tingeltangel di karl Valentin), aiutami a capire una cosa: sento sempre più spesso i nostri dipendenti/politici dire "in effetti ci siamo sbagliati a considerare l'11 settembre come responsabile dei nostri guai economici", " è vero questa legge sulla quale abbiamo lavorato nell'ultimo anno (immaginiamo i costi di tutti i nostri dipendenti che ci hanno lavorato)non è proprio perfetta, ci sono delle cose da migliorare, in effetti ci sono degli errori", "non posso giudicare Fazio perchè non sono un tecnico....Fazio ha sbagliato e deve avere il buon senso di andarsene" e potrei continuare per pagine e pagine (si potrebbe anche creare un gioco sopra, Indovina chi l'ha detto!. E poi mi viene in mente che quando andavo a scuola e non ero pronto, se il professore mi interrogava, mi metteva due. Ora se al lavoro sbaglio un'iniziativa e creo un danno alla mia azienda, potrei essere delicatamente preso a calci in culo. Beppe perchè i nostri dipendenti sono coem 007 e hanno sempre licenza di cagare fuori e se lo faccio io mi fanno leccare l'asse del cesso e poi vengono per punizione tutti a cagare in terra a casa mia?. Con affetto, Alessandro

alessandro valentini 11.10.05 08:12| 
 |
Rispondi al commento

Dopo 1209 post..................si fissa o non si fissa una data per la catena davanti al Parlamento?

Postato da: Mila Fozzi il 11.10.05 02:02
--------------------------------------------
Cara Mila,
forse ti è sfuggita una notizia,
tutto il comitato referendario del 1993 è lì davanti al parlamento a fare una "veglia per la democrazia".
Non è esattamente una corda umana, cosa assai difficile da realizzare visto che le forze dell'ordine sono lì per svolgere bene il proprio lavoro.
La veglia continuerà con altre manifestazioni e domani (mercoledì) si sposterà davanti palazzo Madama (sede del Senato).
Su questo tema, la legge elettorale, ho scritto di tutto in parecchie occasioni... ma non basta.
Chiedo aiuto, certo aiuto, e nel contempo mi metto a disposizione.
Ma a quanto pare non interessa a nessuno.

Fabio Garbo 11.10.05 08:04| 
 |
Rispondi al commento

Dopo 1209 post..................si fissa o non si fissa una data per la catena davanti al Parlamento?

Mila Fozzi 11.10.05 02:02| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

penso di aver capito una cosa, in verità non so se è già stata detta o pensata però mi piacerebbe diffonderla se siamo daccordo..pensavo che la domanda da farsi è se sono tremendamente intelligenti quelle persone che renstando nell'ombra e scelgono le mosse del centrodestra, oppure è tutto il centrosinistra che non è così sveglio che si lascia imbambolare?
Faccio chiarezza. Come si arriva al momento in cui si parla di "Legge Elettorale" in maniera così passionale mentre ci sono anche solo 10 problemi molto più immanenti?
Spero veramente che qualcuno ci abbia già pensato prima...

Grazie
Marco Manieri

Marco Manieri 11.10.05 01:59| 
 |
Rispondi al commento

Fondamentalmente, il sistema elettorale italiano va riformato, credo. Nel senso che questo doppio turno mezzo francese e mezzo "italiano" non convince nessuno, sebbene sia chiaro che il 50+1 vuol dire vittoria. Il sistema all'americana è piuttosto diretto e chiaro, non capisco perché sia impossibile applicarlo anche da noi. Comunque... la cosa assurda è che qualche mese fa ci hanno raccontato che il referendum è una cazzata, dicendo che i cittadini non avevano la competenza per questioni complesse (perché, invece, Sandro Bondi ha la competenza in materia di biogenetica? Mah!), mentre ora fanno in modo che il referendum già approvato dai cittadini sul sistema elettorale sia totalmente nullo. E' la prova provata che il termine cittadino (un termine assai nobile, in verità) è ormai sinonimo di "pagatore di tasse" e basta. Questo è un golpe, e non è un'esagerazione dirlo: se si cambia arbitrariamente una regola che fonda l'equilibrio e la stabilità di un paese, allora si tenta anche di cambiare il paese stesso. Epperò questa Unione, pur avendo ragione a lamentarsi, deve guardare in faccia la realtà; il golpe rivelerebbe delle magagne incredibili, ossia la frammentazione incredibile del centro-sinistra.

patrizio scopino 11.10.05 00:41| 
 |
Rispondi al commento

...A proposito della GUERRA NON VOLUTA...fin dai primi mesi nelle nostre facoltà di architettura si iniziavano a studiare la storia e i restauri dei monumenti ke stavano distruggendo!Ne ero molto sorpresa:"Non conosciamo le regole dell'urbanistica italiana,perche dovremmo interessarci all'Iraq e alle architetture mussulmane????"....alla fine tutto mi fu chiaro:il NANO e i suoi amici di meranda posseggono le piu grandi ditte di costruzione!!!
Questo mi ha portato a fare un'altra riflessione:stranamente mai come in questa legislatura ci sono state tante opere"pubbliche"!sarebbe interessante scoprire chi sono i componenti della tanto intrigata maglia di appalti e subappalti!
Un saluto all'ingegnere ke campa a Milano con 500euro al mese!Anche qui nn ce la passiamo molto bene benkè viviamo in una piccola provincia:spesso x pagare le bollette saltiamo i pasti!
Un saluto a tutti!

Giulia Layena 11.10.05 00:18| 
 |
Rispondi al commento

Ho appena letto il commento postato da ALEXPK e non posso che essere in totale accordo con cio' che scrive e con cio' che esprime. Sono felice che pur avendo votato l'attuale governo e ricordo che e'lecito non si ostini ottusamente a pensare che tutto vada bene. Io sono si sinistra, per vocazione e cultura ma allo stesso suo modo non mi sento rappresentato da questi pesonaggi che anziche' tener fede ai pricipi della sinistra pensano anchessi solamente ai propi interessi. Dobbiamo fare qualcosa, Beppe aiutaci non si puo' andare avanti cosi' cosa possiamo fare per cambiare le cose....Voglio essere rappresentato da persone oneste che facciano il loro dovere anziche' pensare a riempirsi le tasche........Voglio un paese migliore per il mio futuro figlio

Roberto Santavenere 10.10.05 22:30| 
 |
Rispondi al commento

(seguito post precedente)


e sa certamente meglio di me che sono tantissimi.
Il compito che spetta a Lei non è quello di candidarsi alle elezioni (che cmq potrebbe essere una soluzione) bensì quello di individuare persone aventi come nome e cognome “Serietà ed onestà” e come professione “Competenza”. Ossia fare da anello di collegamento.
Ne parli con noi tutti di questo eventuale progetto dandone conseguentemente validità legale. Lo chiami “partito degli onesti” , “associazione dei ribelli” “Unione dei c…….i rotti”, insomma faccia lei. Le abbiamo anche dimostrato di essere disponibili a caricarci di oneri economici se questo serve a cambiare le cose, risorse che secondo me servono a ben poco se utilizzate a sbattere in prima pagina che ormai ha una faccia di c..o, tanto la parola dignità è sparita dai loro vocabolari chissà da quanto tempo.
Mi creda, non servirà a nulla continuare a scrivere fiumi di parole sul suo blog se tutto rimarrà tale e quale, la realtà rimarrebbe una sola:
“ancora una volta prossimamente si dovrà scegliere tra Prodi, Fassino, Bertinotti Dalema, Berlusconi, Fini, Tremonti ecc.ecc, gente che stà togliendo a noi la pensione, ma stà garantendo la sua in questa terra e forse anche nell’aldilà.

Cordiali saluti
Sandro Fioravanti

sandro fioravanti 10.10.05 22:26| 
 |
Rispondi al commento

Gent sig Grillo
seguo da tempo ormai il suo blog, rilevandone un incremento vertiginoso di utenti che lo visitano, e che confermano a pieno i consensi acquisiti negli spettacoli tenuti nei vari luoghi.
Tutto ciò non mi meraviglia, avendo apprezzato di persona le sue particolari qualità comunicative in uno dei suoi spettacoli dal vivo.
Le dico onestamente che è diventato pressoché impossibile visionare tutti i commenti del blog , per l’enorme numero di utenti che postano in continuazione, ed immagino le sue difficoltà a doverli leggere tutti.
Da una analisi della situazione (strettamente personale) emerge che una grandissima fetta del popolo italiano, si è letteralmente rotta le scatole di questo andazzo sociopolitico e vorrebbe tanto rivoluzionare questo sistema traffichino colmo di personalità prive ormai di qualità etiche, morali, sociali, civili e quant’altro.
Onestamente però comincio a nutrire qualche dubbio sulla utilità di questo blog relativamente a ciò che penso ogni utente vorrebbe da esso ottenere.
Io, ho sempre sperato che questa sua iniziativa potesse rappresentare un trampolino di lancio per sovvertire l’attuale situazione, e mi auguro (non l’ho mai pensato sperando di non sbagliare) che non rappresenti per Lei un modo per assicurarsi l’introito economico nei suoi spettacoli.
Forse ci stò andando un po pesante, ma mi creda, mi terrorizza l’idea che chi ha nutrito speranza in questa possibilità, possa ancora una volta rimanere deluso.
Certo, Lei non è il Dio Salvatore, ma ha voluto fare il comico trattando argomenti molto delicati che oltre a sollecitare l’ilarità del pubblico, entrano nel profondo delle coscienze creando speranze, che se disattese, possono dar luogo ad inutili e dannose delusioni.
Vengo al nocciolo della questione.
Ci sono a mio modesto parere, tutti gli elementi per concretizzare questo favoloso progetto di trasformazione che da tempo rincorre tutta la gente che La segue su rete e dal vivo, e sa certamente

sandro fioravanti 10.10.05 22:19| 
 |
Rispondi al commento

Il proporzionale assegna i seggi in misura proporzionale (appunto) al risultato elettorale. Ovvero chi prende il 10% dei voti su scala nazionale, prende il 10% dei seggi. Poi, in alcuni paesi (vedi Germania) si sono introdotte delle soglie di sbarramento, per evitare che predomini la naturale tendenza alla frammentazione che il sistema comporta. Semplicisticamente diciamo che il proporzionale garantisce massima rappresentatività, ma non garantisce la governabilità. Il sistema fu introdotto in Italia nel dopoguerra e se ne capiscono le ragioni, in quanto l'esigenza primaria era evitare qualsiasi accentramento di potere e fare in modo che tutte le minoranze avessere spazio e voce.
Il maggioritario invece mette la governabilità prima della rappresentatività: quindi, suddiviso il territorio in base ai seggi da assegnare, in ognuno di essi si procede ad eleggere il candidato che prende più voti degli altri (winner takes all). E' evidente che nemmeno questo sistema garantisce la formazione di una maggioranza (soprattutto in presenza di parecchie formazioni fortemente localizzate), ma all'atto pratico nel ns paese le cose sono andate così (se si eccettua il berlusconi 1, che inizialmente non aveva la maggioranza in senato e la ottenne col passaggio di qualche transfuga del patto segni).Esistono poi due modelli base del maggioritario: a turno unico (come attualmente a livello nazionale, o negli USA) o a doppio turno (come per i comuni, o in Francia).
Nel secondo caso, al fine di far sì che vinca il candidato che ottiene il 50%+1 dei voti, si procede ad un ballottaggio tra i due candidati più votati al primo turno.
Il sistema attualmente in uso, in realtà, non è un sistema puro a turno unico, ma assegna anche un 25% dei seggi sulla base di un voto alle liste (mattarellum). Per concludere il sistema è leggermente diverso per il senato, solo perché (costituzionalmente) il computo si svolge su base regionale, anzichè nazionale, ripescando i migliori perdenti del maggiorit.

Riccardo Dionisi 10.10.05 22:03| 
 |
Rispondi al commento

NON SO QUANTI LEGGERANNO QUESTE MIE PAROLE E NON SO QUALI RIPERCUSSIONI AVRO' MA SI DEVE INIZIARE DA QUALCHE PARTE A FARE QUALCOSA NON TROVATE?

E' ORA DI DEFINIRE UNA VOLTA PER TUTTI CHE QUESTI NOSTRI DIPENDENTI SONO ANCHE NOSTRI NEMICI.
NEMICI CERTO, NEMICI DELLA NOSTRA ECONOMIA, DELLA NOSTRA INFORMAZIONE, DELLE NOSTRE TRADIZIONI E COSI' VIA.
IN POCHE PAROLE CIO' CHE CI DOVEVA TUTELARE OGGI CI E' CONTRO.
MA ALLORA CHE COSA DOBBIAMO FARE?
PROTESTARE?
COSA SERVE
ORMAI LORO SONO IMMUNI DA QUESTA FORMA DI LOTTA.
CHI VI SCRIVE NON è UNO DI SINISTRA, E' UNO CHE HA VOTATO LA DESTRA, UNO CHE E' RIMASTO DELUSO DA PERSONAGGI COME FINI, CHE SEMBRAVANO AVERE UNA CERTA IDEA DI COSA ERA LA VERA POLITICA, MA QUANDO IL MALE TI TOCCA E' DIFFICILE TORNARE IN DIETRO.
CREDO CHE QUESTI NEMICI, SIA DI DESTRA, CENTRO O SINISTRA, SIANO DIVENTATI UN CANCRO CHE VELOCEMENTE STA INTACCANDO TUTTI QUEGLI ORGANI VITALI DEL NOSTRO STATO.
MI APPELLO A COLORO CHE ANCORA NON HANNO AVUTO QUELLE OCCASIONI DI CONDIZIONAMENTO, A QUELLE FIGURE ISTITUZIONALI CHE OGGI POSSONO ANCORA CAMBIARE LE COSE, MA SE QUESTE NON CAMBIANO IN MANIERA NATURALE, COSI COME NELLE PEGGIORI CURE, ALLORA IL NEMICO DOVRA' ESSERE SCONFITTO NON PIù SUL SUO PIANO DI BATTAGLIA MA IN QUELLO DOVE OGNI GIORNO, LA LOTTA PER LA SOPPRAVIVENZA è SEMPRE PIU DURA.
ALEXPK@TISCALI.IT

ALESSANDRO CARUSO 10.10.05 21:32| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe,
questa volta ti sbagli, è peggio di quanto dici, al gregge italiano questa storia non interessa e temo che non interessi neanche a certi partitini, che col proporzionale accrescono il loro potere ricattatorio.
Certo che siamo indignati per lo scippo di un referendum stravinto, ma rifletti:
piuttosto che un governo che ha perso la bussola è meglio un non governo, quale si avrebbe con il ritorno al centrismo con i due forni.

Oggi, piaccia o non piaccia, ogni forma di protesta compatta l'attale maggioranza, costringendo Bossi e Fini, che ben sanno quale sia la trappola per loro, a votare a favore.

Se continueremo ad agitarci sul proporzionale faremo godere Casini, Mastella, molti della Margherita e fors'anche Berlusconi, ma per altre ragioni.

Occorre, invece, contare su Ciampi e su coloro che nella maggioranza hanno solo da perdere col proporzionale.

A Silvio Berlusconi,

sono fra i 162.000 che votarono Mauro Pili, suo protetto e ottima persona.
Egli non riuscì a governare perchè il sistema proporzionale dava un potere di veto ad un partitino con due o tre consiglieri.

Ci rifletta, presidente, vuole davvero la stessa cosa per l'Italia intera???


pietro casula 10.10.05 20:55| 
 |
Rispondi al commento

Basta con sti Casini...basta con Berlusconi...BASTA!!! Basta farsi prendere per il c..o da Berlusconi.Un milione di posti di lavoro!!!!Ho 28 anni, sono laureato in ingegneria elettronica a Bari e vivo di STAGE,altro che lavoro flessibile!!Devo vivere a Milano con 500 euro al mese!E il capo del governo del mio Paese mi dice che in Italia si sta bene,che abbiamo 2 cellulari a testa...e io sono costretto a NON MANGIARE A PRANZO perchè MI VERGOGNO di chiedere soldi a mio padre.BASTA!

Alfredo Sette 10.10.05 20:30| 
 |
Rispondi al commento

Invio articolo da www.lasicilia.it per me tanto interessante.
Cordiali saluti e grande stima.


AGRIGENTO - Il presidente dell'associazione Antiracket «Ciro Lo Mastro» di Agrigento, Silvana Gatto, ha iniziato stamani lo sciopero della fame. Gatto ha piazzato un gazebo di fronte alla sede dell'associazione, che si trova davanti al tribunale della città dei Templi.

«Voglio sapere - conclude Silvana Gatto - se il comitato è dalla parte delle vittime dell'usura o da quella opposta. Chi c'è dietro il Comitato?»

Giuseppe Tosto 10.10.05 20:28| 
 |
Rispondi al commento

era da un pò di giorni che non leggevo il blog e vi dirò che mi sentivo leggermente di umore migliore.vorrei specificare che stimo moltissimo il beppe,e che lo seguo da una vita,ma il punto è che ci dice delle cose che ormai già tutti sappiamo,o mi sbaglio? comincia a organizzare qualcosa di concreto,dacci qualche idea,organizza un mega raduno magari in centro italia(una via di mezzo per tutti)...fatti,non pugnette! qua bisogna cambiare il sistema,cambiare il modo di fare politica, cambiare i media,eliminare il nano malefico e i suoi cloni,bisogna ritornare ai primi posti per libertà di stampa e di PENSIERO,eliminare le ideologie.destra? sinistra? ma che vuol dire? e soprattutto...PERCHE'? perchè stì ricconi bastardi delle multinazionale che di fatto decidono le sorti di miliardi di esseri umani devono fare il bello ma soprattutto il brutto tempo? perchè si insiste a trascurare un problema come il signoraggio? perchè fazio nonostante nessuno lo vuole più è ancora lì? ok,scusate lo sfogo,potrei andare avanti ancora per ore...

daniel salich 10.10.05 20:25| 
 |
Rispondi al commento

W la trasparenza delle leggi italiane!
.......senza parole....O_O !

http://www.disinformazione.it/costidellapolitica.htm

Luca Rossi 10.10.05 20:16| 
 |
Rispondi al commento

"Un grande Paese, le cui speranze ed energie da quasi 5 anni sono umiliate da un governo e da una maggioranza che hanno promesso miracoli e prodotto disastri. Un premier inadeguato e una maggioranza litigiosa stanno concludendo la loro esperienza. Gli italiani sono stati umiliati nel loro amor di patria. Hanno visto un governatore della Banca d'Italia sfiduciato dal Presidente del Consiglio sedere a fianco di un ministro dell'Economia capace solo di dileggiarlo difronte alla stampa internazionale. La loro incapacità è sotto gli occhi di tutto il mondo".
"Un Bilancio disastroso perchè il Paese è stato addormentato, anestetizzato e ingannato".
"Delle tre I di Berlusconi non si ricorda più nessuno".."sono diventate Irresponsabilità, Interesse e Incompetenza"..."La Politica estera si è ridotta a incontri conviviali, nei ranch, nelle dacie, nelle sfarzose ville fortificate con i nostri soldi!. Ha scambiato la Politica internaz. con un sistema di rapporti e relazioni personali, quasi che i Capi di Stato e di Governo fossero i proprietari dei loro Paesi, come gli imprenditori lo sono delle loro imprese. Il Paese è stato trascinato in un'avventura militare non voluta e non sentita solo perchè il nostro Presidente del Consiglio potesse essere invitato alla corte del mondo".
"..un potere che non ha esitato a ricorrere a leggi ad personam per salvare dal giudizio il Presidente del Consiglio e i suoi amici.."
"..una maggioranza ormai timorosa di perdere le prossime elezioni, sta per cambiare la legge elettorale..".
"Una Finanziaria che prevede solo tagli e vincoli per le amministr. locali, colpendo i sevizi ai cittadini (più deboli)..Riforme costituz. sotto il nome di Devolution"...


Caro Beppe, penso che chi spaccia tale discorso per demagogia, allora "forse":

A) Non vuole attenersi ai fatti;
B) E' un suddito del Sultano-Nano;
C) Deve andare subito da un bravo medico!


Cosa, chiedete un aiuto al computer?
Ma svegliatevi e andate a lavarvi la faccia!

Pantaleone Moisè 10.10.05 20:05| 
 |
Rispondi al commento

Se passa la legge proporzionale i deputati non saranno più scelti direttamente dai cittadini, ma nominati dalle segreterie dei partiti in base ai voti raccolti.

Gianfranco Maruccio 10.10.05 19:28| 
 |
Rispondi al commento

Gente qualcuno sa spiegare cosa è il proporzionale e il maggioritario in una lingua ce non sia il politichese?

Antonio Del Vecchio 10.10.05 18:57| 
 |
Rispondi al commento

E' una vergogna io non votero' mai piu'.
Non si puo' pretendere che, d'atra parte, un parlamentare che guadagna in un mese quello che io guadagno in un anno di lavoro (e parlo di 45 ore settimanali) mi possa mai rappresentare, o possa mai minimamente avvicinarsi a 'capire' le mie esigenze....per carita'.

Rossella S. 10.10.05 18:39| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
non mi arrivano più le e mail quando c'è un nuovo post.
Come mai?

Leonardo Esposito 10.10.05 18:37| 
 |
Rispondi al commento

E' EVIDENTE come cambiare una legge dello stato rientri tra le prerogative dei parlamentari e che non si stia violando alcuna legge. Vale tuttavia la pena far notare come un referendum rappresenti MORALMENTE un patto con gli elettori. Stravolgerne il risultato, distanza di 12 anni, richiede, come minimo, che in sede di campagna elettorale si annunci quanto si intende fare, così da dare a chi vota la possibilità di pronunciarsi anche su quella volontà. Altrimenti l'unico strumento di partecipazione diretta di cui disponiamo perde qualsiasi significato. Perché mai andare a votare, se poi tanto fanno come gli pare?
Aggiungo che l'attuale legge, se pure storpia e un po' freak, ha prodotto, dopo una prima legislatura di 2 anni, due legislature di 5 anni ed addirittura il primo ed il terzo governo per durata nella nostra breve storia repubblicana.
Per non dire della stabilità dei sindaci, cui nessuno sembra fare riferimento, frutto dell'unica legge totalmente maggioritaria presente nel paese.
Insomma, se c'è una cosa da cambiare, non è la legge elettorale, ma i protagonisti (e con le liste bloccate ho come l'impressione che la cosa diventi un po' più difficile).
PS: se poi il problema fossero le ali estreme basterebbe adottare il doppio turno!

Laura Mercuri 10.10.05 18:23| 
 |
Rispondi al commento

Il Politecnico di Studi Aziendali di Lugano www.unipsa.ch e www.umc-pcu.edu con sentenza n.204/2000 del 14/9/2000 è stato condannato per PUBBLICITA INGANNEVOLE dal GRAN GIURI dello IAP ISTITUTO dell’AUTODISCIPLINA PUBBLICITARIA in quanto il messaggio in oggetto è stato ritenuto ingannevole nella misura in cui ingenera nel pubblico la convinzione di poter conseguire un titolo analogo al titolo di dottore conseguibile in Italia quando il titolo conseguibile presso il Politecnico di Studi Aziendali non è paragonabile ad alcun titolo accademico italiano.Il messaggio è ulteriormente recettivo in quanto il titolo pubblicizzato è privo di valore legale nella stessa Svizzera e come tale non è passibilie di alcun riconoscimento secondo quanto previsto sia dalla Convenzione Europea del 1959 sia dalla normativa Italiana e Comunitaria in materia di riconoscimento dei titoli accademici stranieri.Inoltre vi è il mancato riconoscimento da parte delle Autorità Elvetiche del Politecnico di Studi aziendali quale istituzione universitaria di qualsiasi genere come desumibile dalla richiesta avanzata dalle stesse Autorità di informare il pubblico circa l’ASSENZA DI VALORE LEGALE e la NON EQUIPOLLENZA di detti titoli ad ALCUN TITOLO ACCADEMICO ITALIANO O SVIZZERO OD EUROPEO. Rivolgetevi quindi it a strutture riconosciute quale è la ESE EUROPEA SCHOOL OF ECONOMICS www.uniese.

giovanni conte 10.10.05 18:19| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE CHIEDIAMO A GRAN VOCE
AZIONI CONCRETE!!!
MI SEMBRA QUANDO ERO ADOLESCENTE CHE
STUDIAVO " VENTI DELLA RIVOLUZIONE FRANCESE "!!!
LA STORIA NON CAMBIA.
IN EFFETTI MI SEMBRA DI RESPIRARE LA STESSA ARIA.
E' DAVVERO L'ORA DI MUOVERSI!!!
CIAO DA QUEL DI MILANO

gabriele marelli 10.10.05 18:02| 
 |
Rispondi al commento

Roma, 6 ottobre 2005.
Ci pareva strano: i parlamentari, su proposta del Governo, dovrebbero votare la riduzione del 10% del proprio stipendio, di quello di figure assimilabili e dei consiglieri regionali. Un risparmio di 23,4 milioni di euro. Una proposta che ha trovato il consenso dei più che, finalmente, vedono "tirare la cinghia" anche agli eletti. Ma, c'è sempre un ma, la stessa proposta del Governo aumenta di 40 milioni di euro la dotazione annua dei partiti per il rimborso delle spese elettorali, che passa da 160 a 200 milioni di euro annuali, cioè 1 miliardo di euro (circa 2.000 miliardi di lire) per il quinquennio di legislatura. Insomma quello che è stato preso con una mano viene restituito con l'altra. E con gli interessi perché la differenza a favore dei partiti è di 16,6 milioni di euro all'anno. Il prossimo anno ci saranno le elezioni e i "poveri" partiti hanno le loro esigenze, quindi è bene provvedere. Populismo e furbizia caratterizzano chi fa queste proposte di riduzione alle quali gli ignari cittadini guardano con piacere, vittime del gioco delle tre carte. Così non può che crescere la disaffezione agli affari pubblici e si arriva alle conclusioni dell'indagine internazionale effettuata dall'associazione Transparency International sulla percezione della corruzione. Alla domanda "fino a che punto le sembra diffusa la corruzione nei partiti politici", gli italiani rispondono severamente: in una scala da 1 a 5 (molto corrotto) arriviamo a 4,2, al pari con il Guatemala. Populismo e furbizia non faranno che aumentare la sensazione che dai partiti e dai loro rappresentanti istituzionali non ci si può attendere nulla di buono per la collettività o, forse, un po' di favori per qualcuno.
Tratto da www.aduc.it

Antonio Cafagna 10.10.05 17:56| 
 |
Rispondi al commento

E'loro diritto fare leggi??ma non esiste un limete a "farsi le leggi x i propri interessi"??
La legge elettorale se la possono fare a patto ke nn sia come quella ke è stata proposta,cioè:
1)Ke il capo del governo sia nominato direttamente dal popolo!;
2)Ke il senato non sia nominato stesso da loro!;
Già il NANO crede di essere il RE SOLE!Figuriamoci se fosse eletto direttamente dal popolo!Ma vi rendete conto cosa farebbe????
blaaa!!!nn ci voglio neanke pensare!
Tra l'altro,siccome sanno ke alle prossime elezioni riskiano qualcosa...avete visto ke finanziaria hanno promosso???...Tutto viene demandato alle Regioni x le tasse;però molte Regioni sono di Sinistra;...x cui,questa finanziaria troverà il maggior nemico a Luglio'06,tra le fila della nostra Destra!
Ma xke nn fanno una legge dove il "popolo sovrano" decide se ogni legge proposta può effettivamente essere contestata????
Perche siamo l'unica Nazione DEMOCRATICA in cui le manifestazioni del popolo non hanno mai alcun riflesso sulle loro scelte?????

Giulia Layena 10.10.05 17:41| 
 |
Rispondi al commento

Per: Giovanni Mastropierro il 10.10.05 15:30


Ho molto rispetto per i tutti i disillusi della politica, in genere, perchè è facile lasciarsi ingannare da certi individui senza scrupoli, pur di giungere al Potere,...
Viceversa, non sopporto affato tutti i cosiddetti superficiali e gli accattoni ("quelli cui piace stare con chi vince, cambiarsi le camice,...")

Francamente, penso che faresti ancora in tempo a rimediare circa il tuo modo di agire d'impulso, magari se riflettessi per un pò su questi tre detti:

"Mira di più alla sostanza che non alla forma!"
"Sbagliare è umano, perseverare no!"
"Non si può fare di tutta l'erba un fascio!"


Auguri sinceri per gli studi!


Pantaleone Moisè 10.10.05 17:35| 
 |
Rispondi al commento

Da www.disinformazione.it

Roma, 6 ottobre 2005.
Ci pareva strano: i parlamentari, su proposta del Governo, dovrebbero votare la riduzione del 10% del proprio stipendio, di quello di figure assimilabili e dei consiglieri regionali. Un risparmio di 23,4 milioni di euro. Una proposta che ha trovato il consenso dei più che, finalmente, vedono "tirare la cinghia" anche agli eletti. Ma, c'è sempre un ma, la stessa proposta del Governo aumenta di 40 milioni di euro la dotazione annua dei partiti per il rimborso delle spese elettorali, che passa da 160 a 200 milioni di euro annuali, cioè 1 miliardo di euro (circa 2.000 miliardi di lire) per il quinquennio di legislatura. Insomma quello che è stato preso con una mano viene restituito con l'altra. E con gli interessi perché la differenza a favore dei partiti è di 16,6 milioni di euro all'anno. Il prossimo anno ci saranno le elezioni e i "poveri" partiti hanno le loro esigenze, quindi è bene provvedere. Populismo e furbizia caratterizzano chi fa queste proposte di riduzione alle quali gli ignari cittadini guardano con piacere, vittime del gioco delle tre carte. Così non può che crescere la disaffezione agli affari pubblici e si arriva alle conclusioni dell'indagine internazionale effettuata dall'associazione Transparency International sulla percezione della corruzione. Alla domanda "fino a che punto le sembra diffusa la corruzione nei partiti politici", gli italiani rispondono severamente: in una scala da 1 a 5 (molto corrotto) arriviamo a 4,2, al pari con il Guatemala. Populismo e furbizia non faranno che aumentare la sensazione che dai partiti e dai loro rappresentanti istituzionali non ci si può attendere nulla di buono per la collettività o, forse, un po' di favori per qualcuno.

Un Italiano 10.10.05 17:27| 
 |
Rispondi al commento

Da Repubblica.it: «...la verità è che anche in Rai si erano illusi che la sinistra stesse per vincere, e i più solerti, quelli di RaiTre, si sono subito prodigati per inchinarsi a quelli che sperano diventino i nuovi padroni. Doppia delusione perché non saranno i nuovi padroni...». Eccole qui, le parole dell'onorevole La Russa, quota An, uomo prodigo di belle dichiarazioni. E qui, di fronte a una protesta civile dei giornalisti della Rai che sono scesi in piazza assieme all'Unione per protestare come succede in tutte le democrazione di questa terra (pardon, noi non lo siamo, e quindi La Russa può permettersi certe affermazioni) il nostro che arriva dalla fiamma tricolore di fascista memoria tuona: in Italia non ci sono politici che guidano il paese, ma padroni che decidono le sorti dei sudditi. Se avevamo bisogno di mettere nero su bianco le idee di questo governo e dei "suoi" sudditi, La Russa ci ha reso un servigio prezioso. Grazie mille.

stefano morelli 10.10.05 17:22| 
 |
Rispondi al commento

Io la butto lì, non è nemmeno originale ma devo scriverla.
Mi pare che da qualche parte hai scritto che non entrerai mai in politica, e in fondo ti capisco, è una grande rottura di coglioni. Però è anche vero che molti dei tuoi post sono a fondo politico (e non potrebbe essere diversamente visto come l'Italia va avanti). Ma, visto che in fondo ci tieni (anche perché altrimenti saresti da qualche altra parte a goderti la vita) credo che un pensierino a sacrificarti per quei poveri italiani onesti potresti anche farlo.
Sinceramente? Non cambierebbe niente. Insieme a chi ti segue con la testa ci sono i grillari estremisti e gli antigrillari "così tanto per esserci" e purtroppo i primi sono in minoranza.
Ma credo che bisognerebbe comunque provare.
Ti fai su il tuo partitino, ci provi e vediamo come va. Almeno potremmo dire di averci provato.
Altrimenti queste tue riflessioni non possono far altro che aggiungere amaro in questo paese senza più zucchero (oddio... ma è un altro discorso).
Ciao, Lock

Andrea Locatelli 10.10.05 17:19| 
 |
Rispondi al commento

@Felice Gabriele il 10.10.05 15:03
E'davvero singolare come tu, di Forza italia, fai riferimento "al non seguire Beppe come un pecorone ma informarsi". Penso che negli ultimi dieci anni ti siano sfuggite un po' di notizie riguardo al tuo partito a come sia stato fondato e perche'. Mi limitero' di seguito ad inserire solo i fatti (cronaca, leggi, sentenze, etc.) che solo chi ha la bava di Sandro Bondi sugli occhi potrebbe non capire:
1- dall'ottobre 1993 la mafia sembra sparita nel nulla, dopo anni di aperta lotta allo stato. Vari pentiti riferiscono che Riina era in cerca di una nuova figura pubblica "che li sapesse ascoltare". Per farti un'idea vediti la puntata di blu notte di Lucarelli censurata nell'aprile 2004 dalla TV ma disponibile su raiclick al titolo "la mattanza".
2- gennaio 1994 fondata Forza Italia da Berlusconi e dell'Utri (Marcello), rispettivamente test alpha e beta nel processo (archiviato) per gli attentati in Sicilia
3- vedi cosa diceva Borsellino di Berlusconi due giorni prima della morte di Falcone http://it.geocities.com/comedonchisciotte/borsellino.html
4- leggiti la sentenza di archiviazione del processo a Berlusoni e Dell'Utri e vedi chi era lo stalliere ad Arcore http://www.societacivile.it/memoria/articoli_memoria/archiviazione.pdf
6- ottobre 2001 viene approvato la legge che favorisce il ritorno di capitali dall'estero a detta di molti un regalo alla mafia che non sapeva come ricilare le lire dopo l'introduzione dell'euro.
7- Novembre 2002 Silvio Berlusconi si avvale della facolta’ di non rispondere (era test della difesa!! Al processo dell’utri) http://www.societacivile.it/primopiano/articoli_pp/berlusconi/odore.html
8- Dicembre 2002 stadio di Palermo striscione: "Uniti contro il 41bis. Berlussconi dimentica la Sicilia" accertato poi messo da una famiglia mafiosa di palermo.
Mi fermo ma solo perche’ sto per finire i caratteri. Consiglio:visita siti come narcomafie o antimafia, involontariamente descrivono la nascita e la missione di FI.

Paco Lanciano 10.10.05 17:11| 
 |
Rispondi al commento

X ANTONIO VENTURINI il 10.10.05 16:47

Antoniuccio...

(e chiedo scusa della parentesi burlesca agli altri blobers...)

Vediamo se riusciamo a darti dei lumi in campo politico e culturale: nulla mai si disperde in natura, tutto si trasforma...
Nel tuo caso:
se da PROTOZOARIO o MONOCELLULARE
puoi diventare un semplice mammmifero umano con
alcune delle basiche condizioni di intendere e di volere idonee a farti imparare che QUI la tua
poesia romanesca (molto mal scritta) non ha posto...QUI si parla sul serio, con o senza le mamme in mezzo (nemmeno la tua...)
Se desideriamo invece osservare la degenerazione del creato, peccato che il buon Dio non perdona di certo, ecco, "mettemoci sotto er ponte de trastevere e vedemo er Antoniuccio" bersi una bottiglia de barbera pretendendo poi scrivere sul blob di Grillo tanto da far ridere tutti con quel suo modo giuglaresco e circense di scrivere
a mô di zampate di gallina (meglio sarebbe pollastro...)...
ANTONINO GRAZIE DI NUOVO PER QUESTA TUA ALLEGRA
PARTECIPAZIONE...CON TUTTI I PROBLEMI LEGGERTI E
PURA GIOIA DELL' INTELLETTO UMANO...VAI COSI...


dott barilla 10.10.05 17:08| 
 |
Rispondi al commento

Costi della politica: i partiti si riprendono i risparmi degli eletti con gli interessi
Tratto da www.aduc.it

Roma, 6 ottobre 2005.
Ci pareva strano: i parlamentari, su proposta del Governo, dovrebbero votare la riduzione del 10% del proprio stipendio, di quello di figure assimilabili e dei consiglieri regionali. Un risparmio di 23,4 milioni di euro. Una proposta che ha trovato il consenso dei più che, finalmente, vedono "tirare la cinghia" anche agli eletti. Ma, c'è sempre un ma, la stessa proposta del Governo aumenta di 40 milioni di euro la dotazione annua dei partiti per il rimborso delle spese elettorali, che passa da 160 a 200 milioni di euro annuali, cioè 1 miliardo di euro (circa 2.000 miliardi di lire) per il quinquennio di legislatura. Insomma quello che è stato preso con una mano viene restituito con l'altra. E con gli interessi perché la differenza a favore dei partiti è di 16,6 milioni di euro all'anno. Il prossimo anno ci saranno le elezioni e i "poveri" partiti hanno le loro esigenze, quindi è bene provvedere. Populismo e furbizia caratterizzano chi fa queste proposte di riduzione alle quali gli ignari cittadini guardano con piacere, vittime del gioco delle tre carte. Così non può che crescere la disaffezione agli affari pubblici e si arriva alle conclusioni dell'indagine internazionale effettuata dall'associazione Transparency International sulla percezione della corruzione. Alla domanda "fino a che punto le sembra diffusa la corruzione nei partiti politici", gli italiani rispondono severamente: in una scala da 1 a 5 (molto corrotto) arriviamo a 4,2, al pari con il Guatemala. Populismo e furbizia non faranno che aumentare la sensazione che dai partiti e dai loro rappresentanti istituzionali non ci si può attendere nulla di buono per la collettività o, forse, un po' di favori per qualcuno.
Primo Mastrantoni, segretario Aduc


www.disinformazione.it

Luke Duken 10.10.05 17:06| 
 |
Rispondi al commento

Risposta a Gianfranco Maruccio

Anch'io mi incazzo, anch'io, ma l'unica arma che ho è dare il mio voto con oculatezza, scegliendo di volta in volta chi mi ha fatto meno incazzare, non incitare all'illegalità o violare la Legge, tipo impedendo l'ingresso in parlamento.

Giorgio Dabemo 10.10.05 16:58| 
 |
Rispondi al commento

x dott. barilla
hai ragione, la piazza resta sempre il passaggio obbligato
non c'è ombra di dubbio in merito
immagina di avere una vecchia auto, fuori produzione, della quale non esistono più pezzi di ricambio, pertanto devi rivolgerti ad uno sfascia carrozze per rimediare pezzi usati, magari già logori, che funzionano per un po' poi si rompono
esiste un'alternativa però
con pazienza e ingegno i pezzi che ti mancano te li puoi costruire da solo!
ecco quello che manca, un'officina attrezzata e organizzata per costruirsi i pezzi nuovi! con materiali nuovi
e l'officina è tutto il popolo italiano!
insomma si potrebbero avere tutti i mezzi per cambiare e reimpossessarsi dello stato, ma bisogna prima di tutto coinvolgere e sensibilizzare tutti, spiegare agli italiani che la vita non è il calcio e nemmeno la tv
informazione ad oltranza

tazio cardi 10.10.05 16:54| 
 |
Rispondi al commento

Per Leroy Arrigoni

"Arrivo al sodo: come può il popolo modificare o abolire una legge?"

Premetto che ne so anch'io poco di Leggi e politica, comunque quello che so è questo.
(ma sarò noioso!)

Viviamo in un paese di democrazia indiretta. Il popolo direttamente non può fare un bel nulla.
Questo in fondo è un bene perchè per fare una legge bisogna conoscrere a fondo la materia su cui si vuole legiferare, essere preparati, in gamba etc... e non credo che la democrazia diretta (tipo televoto) porterebbe a Leggi accettabili.
Che ci piaccia o no ci servono dei professionisti della politica, gente che, in teoria, si sobbarca il lavoro di documentarsi per fare buone leggi (ripeto in teoria, ma per far funzionare la pratica almeno la teroria deve essere valida, altrimenti se la teoria fa già acqua la pratica non può che fare schifo).
Noi eleggiamo i nostri rappresentanti, loro fanno le Leggi.

Discorso diverso per abrogare la Legge. Serve comunque una partenza politica. Un partito deve raccogliere firme per un referendum. Se ne raccoglie abbastanza, si fa il referendum. Qui il popolo può votare direttamente se mantenere od eliminare una Legge. Ma è già successo che dopo averne eliminato una, ne abbiamo fatto una praticamente uguale.
Ci sono anche i referendum conoscitivi. Tipo chiedo al popolo cosa vorrebbe fare, però poi non sono obbligato legalmente a farlo ma solo diciamo "moralmente". In pratica faccio quello che voglio. In Italia ci sono stati molti esempi di referendum conoscitivi in cui il popolo ha detto una cosa ed i governi (qualsiasi sia il lato in cui siedono in parlamento, ultima differenza rimasta tra destra e sinistra) hanno fatto altro. (es. finanziamento ai sindacati se ben ricordo)

Il problema è questo clima diffuso di giustizieri della notte. Fanculo la Legge, facciamoci giustizia da soli.
Uhm, ha funzionato male per Hitler e Mussolini, male alla lunga per Stalin e Mao, ma non sarà che funzionerà male anche per noi?

Giorgio Dabemo 10.10.05 16:54| 
 |
Rispondi al commento

Ciao vi giro questa.....
Azione civile...divulgala
Nei prossimi giorni le famiglie italiane riceveranno
la lettera firmata dal Presidente del Consiglio Berlusconi in cui
il premier spiegherà le ragioni, i particolari e tutto ciò che
riguarda la finanziaria appena varata e la riforma delle pensioni.
Oltre18 milioni di capi famiglia riceveranno la lettera per
una spesa che supererà i 7 milioni di euro, a carico
del ministero del Tesoro e quindi di tutti i
contribuenti.
Chiaramente le ragioni della spedizione di questa
lettera sono ben altre di quelle ufficiali. In vista
delle mobilitazioni dei lavoratori del 24 ottobre
delle elezioni europee e amministrative delle
prossima primavera e visti i sondaggi che indicano
un calo notevole delle preferenze accordate
questo governo, il premier intende continuare nella
sua operazione tutta politica e mediatica iniziata
con il vergognoso comunicato a reti unificate delle
scorse settimana.
Insomma è l'ennesimo scempio che questo governo si
accinge a compiere. Quello che invitiamo a
fare e respingere al mittente la lettera che
riceverete, nel momento in cui il postino ve la
consegna o
portandola successivamente all'ufficio postale. E'
sufficiente barrare con due righe in diagonale
l'indirizzo del destinatario e scrivere RESPINTO AL
MITTENTE. Un'iniziativa civile per esprimere il
nostro dissenso. Inoltra la mail a più gente
possibile, se la ritieni un'iniziativa
condivisibile!

chiara paganin 10.10.05 16:53| 
 |
Rispondi al commento

)Carissimo Venturini...

[] sBARILLA!!!!


) quelli del governo non sono amici miei...
ùne destra ne sinistra...
[] IGNAVO !!!

)quando successe la sotria della Enron io dissi:-
" questo é nulla a confronto di quello che puo succedere in Italia con managers del caz..
.. di brutto (Fiat...)
[] ME COJONI C'AVEMO ER VEGGENTE
[ma vedi da anna' a ffanculo]

)DEMOCRAZIA: IL DIRITTO A PUBBLICHE OPINIONI E IDEE...per questo rispetto anche il tuo poema,
[] CE MANCHEREBBE PURO CHE ME FA LAGRAZIA
GRAZIA GRAZIA GRAZIA PER CASO E' ERNOME TUO DE BATTAJA???
)pur ritenendo che nella tua prossima reincarnazione dovresti nascere o prete buddhista o avvocato difensore degli imbecilli,
[] ECCO ER VEGGENTE VOLE ESSE ER PRIMO CLIENTE MIO
E BRAVO IL NOSTRO IMBECILLONE!!!

)Il tuo linguaggio,oltremodo, non si capisce bene....
[] NUN TE PIA' PENA SI NUN CAPISCI,
LA CORPA NUN E' TUA MA DE TU MADRE
CHE T'HA VOLUTO METTE AR MONNO COME A SORA ROSA....

)cosa vorresti: fare uno studio di mercato sui poracci come té?...
[] NO' COME TE!!!

)scusa, io ho solo studiato come difendere le ecönomie sociali di gente onesta di classe media che suda e sacrifica...
sai?
[]SI TU STUDIAVI DE PIU'NUN ME FACEVI INCAZZA'!

)pure tu sei simpatico, appartieni al folclore e operetta di questo blob...insomma fai
ridere ad altra gente seria
[] BRAVO ARMENO RICONOSCI DE NUN ESSE ILARE.

)che tentiamo di dare un nostro serio contributo al paese...tu sei
una macchietta gratis, e anche questo é un piccolo contributo...grazie Antonino...
ahhh!
[] E TU SEI UN DITO AR CULO

)domandavi come risolverei la situazione del
paese?, semplice: caricherei su un
))jumbro 747
circa una sessantina di
))nomi politici
(del passato che ci sono ancora e quelli nuovi di adesso) e li scarico sul Pacifico...poi ricominciamo da zero...tu sei invitato, ma senza
piu poemi romaneschi, OK?...
[] MA SEI UN GENIO ahahah

antonio venturini 10.10.05 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Il contenuto della legge elettorale si saprà solo a cose fatte, quel che è CERTO è che sarà una legge proporzionale. E il proporzionale fu abolito dai cittadini con un referendum, così come con un referendum fu abolito il finanziamento pubblico dei partiti,poi reitrodotto alla chetichella.Certo hanno fatto tutto legalmente, ma io mi incazzo lo stesso.

Gianfranco Maruccio 10.10.05 16:42| 
 |
Rispondi al commento

x TAZIO CARDI il 10.10.05 16:19

...sai invece cosa si potrebbe fare, dare alla gente la facoltà di sciogliere le camere, tu puoi dare il tuo voto di presunta fiducia ad una data fazione, sulla base di un programma ben preciso e se poi sgarrano, tutti a casa!
senza possibilità di replica!!

HAI RAGIONE MA PER SCIOGLERE ABBIAMO BISOGNO DI UN POTERE CHE QUESTI MERDOSI NON CI DAREBBERO MAI...COME VEDI CARO TAZIO SARA SEMPRE IN UNA PIAZZA E SARA SEMPRE CON TEMPI LUNGHI CHE POTREMO CONQUISTARE E FARLO...NON MI SCORAGGIO,
SOLO MI RATTRISTA VEDERE TANTO SFACELO...E SAI?..
SOPRATUTTO SAPERE CHE TANTE COSE POTREBBERO CAMBIARE NELLE PROSSIME ELEZIONI E NON TRA 20 ANNI...MA COME??


Postato da:

dott barilla 10.10.05 16:32| 
 |
Rispondi al commento

I NOSTRI DIPENDENTI STANNO FACENDO QUADRATO.

PAOLO BRIZZI 10.10.05 16:29| 
 |
Rispondi al commento

Riguardo alla proposta della catena umana spero ce la facciamo almeno a bloccare il portone di ingresso, per il resto ho una fiducia smisurata nel Presidente della Repubblica.....

marco vignali 10.10.05 16:26| 
 |
Rispondi al commento

x dott. barilla

l'idea del jumbo oltre a non essere originale, è impraticabile, innazitutto perchè sessanta sono un po' pochini, poi per ragioni ambientali, perchè inquinare il mare?, infine non avresti raggiunto lo scopo ... non sai che le merde galleggiano?
meglio fare uno studio di fattibilità sulla possibilità di costruire cavalletti da lancio!
scherzi a parte, concordo con te quando esprimi la rabbia di non aver nessuno di cui fidarsi.
sai invece cosa si potrebbe fare, dare alla gente la facoltà di sciogliere le camere, tu puoi dare il tuo voto di presunta fiducia ad una data fazione, sulla base di un programma ben preciso e se poi sgarrano, tutti a casa!
senza possibilità di replica!!!

tazio cardi 10.10.05 16:19| 
 |
Rispondi al commento

@paola ferreri

Questo invito è già passato qualche post fa.

L'ho chiesto già a suo tempo, e, ahimè, la risposta fu vaga:
...noi invitiamo a rispedire....
Noi chi?
E, mi chiedo, non sarebbe meglio leggere quello che c'è scritto in questa lettera?
Perchè a parlare di cattiva informazione si fa presto, ma si dimentica che la buona informazione si fa nel proprio cervello. Si sentono più campane, ci si informa sulle ragioni di una parte e dell'altra, si vaglia autonomamente, e autonomamente si decide se quanto "percepiamo" ci piace o no.
A meno che non ci sia qualcuno che pensa che siamo tutti incapaci di ragionare in proprio....
A già, quella di destra è propaganda, quella di sinistra è informazione!
che sbadata....
Ciao

lala sala 10.10.05 16:16| 
 |
Rispondi al commento

Io non me ne intendo tantissimo di politica e sinceramente fatico anche a credere nella politica, almeno; in questa politica, dove ogniuno tira l'acqua per il proprio mulino ignorando coloro che muoiono di sete...

Arrivo al sodo: come può il popolo modificare o abolire una legge?

leroy arrigoni 10.10.05 16:15| 
 |
Rispondi al commento

A tutti i sostenitori di GRILLO, ecco un'idea utile da proporvi in vista del NATALE!

Un'idea che Grillo -- per ovvio conflitto di interesse -- non potrebbe mai proporre lui stesso...

Condividete le idee di Grillo ? Ritenete che i suoi spettacoli siano ILLUMINANTI ? Vorreste che più persone fossero sensibili ai problemi da lui denunciati ?

Bè, ecco allora l'idea che fa per voi: A NATALE, anzichè le solite stupidaggini (o in aggiunta ad esse), REGALATE IL DVD DELLO SPETTACOLO DI GRILLO. Così, con soli 10 euro, regalerete ai vostri amici 1) tante risate 2) della vera informazione 3) il piacere di finanziare la diffusione di quella verità.

Come già saprete, infatti, gli spettacoli di Beppe si possono scaricare tutti GRATIS dalla rete. Ma il punto non è questo. Il punto è che finanziare uno come Grillo è cosa buona e giusta.

Io farò così.

Ciao
Marcello

Marcello Musti 10.10.05 16:13| 
 |
Rispondi al commento

X GENNARO CATALDO il 10.10.05 15:42

.... ma a che servirebbe scannarci
io e te? Soprattutto quando vogliamo le stesse cose!
Ti invito a essere più propositivo e meno
incazzoso, è solo così che ci aiutiamo a vicenda

OK GENNARO...PASSA LA RABBIA E RESTA IL MALINCUORE DI TANTA MERDAGLIATA POLITICA CHE DOMINA QUESTA NS. SOCIETA...LA MIA INCAZZATURA SCATTURISCE NEL PENSARE CHE NON LO MERITIAMO QUESTO DESTINO NOI ITALIANI CHE ABBIAMO DATO AL MONDO DI TANTO DI BUONO DI BELLO...E QUESTI POCHI
BALORDI FANNO SI CHE IL MONDO CI DERIDA E CI PRENDA IN GIRO...
PROPOSITIVO?...SI, ANDREMO DAVANTI AL PARLAMENTO...TENTEREMO DI VOTARE IN CHI?...SCHEDE BIANCHE?...DI PIETRO?...
E POI PENSO CON RAMMARICO CHE SE TUTTO CIO SUCCEDE E COLPA DI QUELLO STRUMENTO CHE NOI STESSI ITALIANI ABBIAMO UTILIZZATO CHIAMATO VOTO...BERLUSCONO NON é ARRIVATO DA SOLO, LO HANNO VOTATO GLI ITALIANI...DOPO DI LUI CHI??..
ORA MI CAPISCI?...VORREI VEDERE LA FACCIA DEL NEMICO O DEL AMICO, MA VEDO INCERTEZZE E OMBRE...


dott Barilla 10.10.05 16:04| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe e cari amici, ho appena ricevuto questo invito per email e così ve lo giro; io lo trovo condivisibile:
Nei prossimi giorni le famiglie italiane riceveranno la lettera firmata dal Presidente del Consiglio Berlusconi in cui il premier spiegherà le ragioni, i particolari e tutto ciò che riguarda la finanziaria appena varata e la riforma delle pensioni. Oltre 18 milioni di capi famiglia riceveranno la lettera per una spesa che supererà i 7 milioni di euro, a carico del ministero del Tesoro e quindi di tutti i contribuenti.
Chiaramente le ragioni della spedizione di questa lettera sono ben altre di quelle ufficiali. In vista delle mobilitazioni dei lavoratori del 24
ottobre delle elezioni europee e amministrative delle prossima primavera e visti i sondaggi che indicano un calo notevole delle preferenze accordate a questo governo, il premier intende continuare nella sua operazione tutta politica e mediatica iniziata con il vergognoso comunicato a reti unificate delle scorse settimana. Insomma è l'ennesimo scempio che questo governo si accinge a compiere.
Quello che invitiamo a fare è respingere al mittente la lettera che riceverete, nel momento in cui il postino ve la consegna o portandola
successivamente all'ufficio postale. E' sufficiente barrare con due righe in diagonale l'indirizzo del destinatario e scrivere RESPINTO AL MITTENTE. Un'iniziativa civile per esprimere il nostro dissenso.
Un caro saluto.

paola ferreri 10.10.05 16:01| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

propongo di comprare una o più pagine di un QUOTIDIANO per protestare contro la reintroduzione del sistema elettorale proporzionale.

Penso che l'iniziativa sarebbe particolarmente efficace se:

1. comprassimo una pagina anche su quotidiani NON di centro-sinistra, per esempio il Tempo ed il Messagero: occorre infatti aprire gli occhi più a quelle persone che non ai lettori di Repubblica o del 24 Ore;

2. il messaggio oltre che esprimere una protesta illustrasse, con esempi semplici, quali sarebbero le conseguenze sull'attribuzione dei voti in caso di utilizzo dell'uno e dell'altro sistema.

A quest'ultimo riguardo, potremmo anche ottenere che un giurista stimato avallasse la veridicità delle affermazioni che facciamo da un punto di vista tecnico-legale. Facendo l'avvocato posso attivarmi al riguardo, se ritieni contattami via e.mail.

Marcello

Marcello Musti 10.10.05 16:00| 
 |
Rispondi al commento

BARILLA

x ANTONIO VENTURINI il 10.10.05 15:29

aaaaa coso me pare che stai a fà un pò troppo lo STRONZO;
..ma come penseresti de risorve sta situazione
inculando sempre i soliti poracci o fà un pò de studi de settore come nelli USA con la ENRON
LI MORTACCI TUA.

Carissimo Venturini...

Italia ha assoluto bisogno di due categorie: politici sani e poeti popolari romaneschi come té...sei gia candidato "ar premio der migliô
burino da parocchia.." ma scherzi a parte:
quelli del governo non sono amici miei...ne destra ne sinistra...quando successe la sotria della Enron io dissi " questo é nulla a confronto di quello che puo succedere in Italia con managers del cazzo come Tronchetto dll' infelicita Provera e compgnia bella....e infatti, Parmalat che é solo la prima dei crolli
che dovremo ancora vedere, di brutto (Fiat...)
DEMOCRAZIA: IL DIRITTO A PUBBLICHE OPINIONI E IDEE...per questo rispetto anche il tuo poema, pur ritenendo che nella tua prossima reincarnazione dovresti nascere o prete buddhista o avvocato difensore degli imbecilli,
tanto, non cambieresti categoria...ma non é tua colpa, si nasce...ed é destino...
Il tuo linguaggio,oltremodo, non si capisce bene cosa vorresti: fare uno studio di mercato sui poracci come té?...scusa, io ho solo studiato come difendere le ecönomie sociali di gente onesta di classe media che suda e sacrifica...
sai? pure tu sei simpatico, appartieni al folclore e operetta di questo blob...insomma fai
ridere ad altra gente seria che tentiamo di dare un nostro serio contributo al paese...tu sei
una macchietta gratis, e anche questo é un piccolo contributo...grazie Antonino...
ahhh! domandavi come risolverei la situazione del
paese?, semplice: caricherei su un jumbro 747 circa una sessantina di nomi politici (del passato che ci sono ancora e quelli nuovi di adesso) e li scarico sul Pacifico...poi ricominciamo da zero...tu sei invitato, ma senza
piu poemi romaneschi, OK?...


dott barilla 10.10.05 15:51| 
 |
Rispondi al commento


Penso che tramite questo blog sia URGENTE organizzare qualche seria iniziativa di PROTESTA CONTRO la RIFORMA DEL SISTEMA ELETTORALE, tipo:

- acquistare una pagina su un QUOTIDIANO come già fatto per Fazio;

- "BOMBARDARE DI E-MAIL" la Presidenza del Consiglio e altri possibili indirizzi.

Se c'è già qualcosa del genere in corso fatemelo sapere per favore.

Grazie!
Marcello

Marcello Musti 10.10.05 15:45| 
 |
Rispondi al commento

Per Concetta Riccardi

"Il punto e' che se si cambia una legge che dovra' essere usata da noi cittadini, allora permetti che lascino decidere noi come vogliamo sta legge elettorale?"
Quello che permetto Io non ha importanza, quello che importa è quello che permettono gli italiani a cui si devono le Leggi che governano il nostro paese. E la Legge non impone un referendum per fare una legge elettorale, spetta ai nostri rappresentanti regolarmente eletti decidere (che sia un governo di destra o di sinistra non mi importa) e quindi è giusto che decidano come gli pare meglio, purchè rimangano nell'ambito della Legge.

"Certo che si puo' cambiare la legge, ma devono interpellare anche noi attraverso il referendum"
Devono è un desiderio che non è condiviso dalla Legge. Odio il moralismo: quella persona dovrebbe fare cosi o cosà. Balle l'unica cosa che bisogna fare è rispettare la Legge, poi ognuno decide come meglio crede, questa è la democrazia. Avrebbero dovuto fare un referendum? E in onore di che Santo? Basta con queste balle propagandistiche! Decidiamo in base ai fatti non agli spot.

"E' comunque volevo anche dirti che resti allibito dai discorsi di Beppe e non resti allibito dai discorsi dei nostri politici?"
Sono allibito anche davanti ai discorsi dei politici, che pur svolgendo un ruolo fondamentale per lo Stato, ignorano spesso e volentieri le sue Leggi. Siamo sicuri di stare in una democrazia?

"Beppe e' un provocatore"
Per questo lo leggo. Voglio capire o voglio scegliere chi votare, per amore della democrazia. Se sai già chi voti, se rispetti solo le Leggi che ti fanno comodo, che ti avvantaggiano, se leggi sempre notizie ed idee della tua parte politica, allora ti meriti una bella dittatura, tanto non sai che fartene della democrazia.
Comunque la mia era una critica al modo non alla provocazione in se.Quella è importante.
Ma diffondere il malcostume del poco o nullo rispetto per la Legge, per me è grave, è la strada per la morte della democrazia

Giorgio Dabemo 10.10.05 15:35| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,

mi presento:

mi chiamo
Giovanni, studio architettura a Firenze e lavoro in un'agenzia pubblicitaria..

Finalmente ho trovato il tempo per scriverti ma soprattutto per RINGRAZIARTI per il tuo impegno e la tua PASSIONE.

Le tue riflessioni ed i tuoi spettacoli sono illuminanti, rispondono ad una precisa richiesta di molte persone che oggi non si sentono più rappresentate da nessuno.

Io sono tra quelli che, shifati da quanto stava accadendo nella scorsa legislatura, hanno preferito dare l'opportunità a Berlusconi di provare a governare il MIO PAESE!

MAI ERRORE COSI' GRAVE !!

Ho paura che Se il Cav. vincesse nuovamente rischiamo ritrovarci in un nuovo "ventennio2 oscuro.. Ma dove sono le alternative??

E' deprimente votare continuamente per "il male minore".. e credo che se l'Unione dovesse vincere le elezioni..

il MERITO E' TUO, DI MARCO TRAVAGLIO, DI SABINA GUZZANTI E DI TUTTE QUELLE PERSONE CHE STANNO RISVEGLIANTO NELLA GENTE UN SENSO CRITICO DELLA "POLIS", UN NUOVO SENSO CIVICO.


Hai ragiona quando dici che craxi... involontariamente, ha trasformato i tuoi fans in PARENTI!

IO SONO UNO DI QUELLI!

Sono già iscritto al Meet-up e seguo il tuo BLOG !!

E' inutile dirti che resto a disposizione per collaborare a qualsiasi iniziativa COSTRUTTIVA per il NOSTRO PAESE E PER IL FUTURO DEI FIGLI CHE ANCORA NON HO!

PS. Cerca di aiutare gli "strateghi della comunicazione" del Centro Sinistra... ritengo che siano disastrosi, autolesionisti, a volte ciechi...Non hanno imparato nulla!

Giovanni Mastropierro 10.10.05 15:30| 
 |
Rispondi al commento

BARILLA


aaaaaaa coso me pare che stai a fà un pò troppo lo STRONZO;
vedi da esse meno saccente come l'amichi tua der governo e impara a esse tè pè primo non dico umile o civile ma almeno DEMOCRATICO.
Ah mio economista del cazzo
ma come penseresti de risorve sta situazione
inculando sempre i soliti poracci o fà un pò de studi de settore come nelli USA con la ENRON
LI MORTACCI TUA.

antonio venturini 10.10.05 15:29| 
 |
Rispondi al commento

un mio amico mi ha inviato questa mail chiedendomi di inviarla a più persone possibile, così ho deciso di postarla qui grazei ancora a beppe per l'opportunità
"Nei prossimi giorni le famiglie italiane riceveranno la lettera firmata dal Presidente del Consiglio Berlusconi in cui il premier spiegherà le ragioni, i particolari e tutto ciò che riguarda la finanziaria appena varata e la riforma delle pensioni.
Oltre18 milioni di capi famiglia riceveranno la lettera per una spesa che supererà i 7 milioni di euro, a carico del ministero del Tesoro e quindi di tutti i contribuenti.
Chiaramente le ragioni della spedizione di questa lettera sono ben altre di quelle ufficiali. In vista delle mobilitazioni dei lavoratori del 24 ottobre e delle elezioni europee e amministrative delle prossima primavera e visti i sondaggi che indicano un calo notevole delle preferenze accordate a questo governo, il premier intende continuare nella sua operazione tutta politica e mediatica iniziata con il vergognoso comunicato a reti unificate delle scorse settimana.
Insomma è l'ennesimo scempio che questo governo si accinge a compiere. Quello che invitiamo a fare e respingere al mittente la lettera che riceverete, nel momento in cui il postino ve la consegna o portandola successivamente all'ufficio postale. E'
sufficiente barrare con due righe in diagonale l'indirizzo del destinatario e scrivere RESPINTO AL MITTENTE. Un'iniziativa civile per esprimere il nostro dissenso. Inoltra la mail a più gente possibile, se la ritieni un'iniziativa condivisibile!"

daniela amati 10.10.05 15:29| 
 |
Rispondi al commento

per gennaro maurizio cataldo

Sono d'accordo con te...perche' non andiamo tutti a dirlo in faccia a Berlusconi? giusto sfgorasi su un blog che ci permette di farlo secondo me, pero' perche' non andiamo tutti in piazza a dirgli in faccia queste cose? Sono d'accordo che molti si nascondono dietro una tastiera. Gli itaialni sono un popolo di pecore. Indiciamo una giornata di sciopero, come si e' fatto in Francia per dire che a noi sto governo non ci sta piu' bene.

concetta riccardi 10.10.05 15:29| 
 |
Rispondi al commento

Ce la prendiamo sempre con i nostri "dipendenti" più in vista, con i "manager". E gli altri nostri dipendenti? I tre milioni e passa di dipendenti pubblici di cui è ben nota l'efficenza lavorativa? E i cinquantamila forestali a guardia delle sterminate foreste della Calabria e della Sicilia? E i milioni di falsi invalidi? Alora anche i falsi invalidi sono sono nostri dipendenti, nel senso più stretto della parola, visto che sottraggono risorse pagate dalla gente onesta e lavoratrice senza averne diritto. Non per sminuire le nefandezze dei politici, ma non mi sembra di essere in un paese di verginelle governato da porno attori...

Epifanio Gilardi 10.10.05 15:27| 
 |
Rispondi al commento

Per Concetta Riccardi

"Quando fu cambiata la legge elettorale all'epoca perche' fu indetto un referendum popolare?"
Non ricordo di preciso, ma il referendum fu indetto per motivi politici non per necessità legali. Per fare una Legge elettorale, come una qualsiasi Legge, basta proporla in parlamento ed ottenere i voti.

"E perche' ora non c'e' stato ma la maggioranza del parlamento ha deciso di cambiare la legge senza nessun referndum? Cosa prevede la legge in questo caso?"
Il referendum non è necessario come già detto, è stato fatto per opportunità politica, visto che non si riusciva ad ottenere una votazione in parlamento che cambiasse la legge, si è fatto un referendum che ha abolito la legge esistente e si è potuto farne una nuova.
In Italia il referendum è solo abrogativo, cioè puo solo eliminare una Legge che c'è già, non può essere propositivo, cioè non può far votare una nuova Legge agli italiani.
La Legge elettorale corrente l'ha sempre fatta il parlamento come tutte le altre leggi.

Ovviamente chi è il governo deve avere la possibilità di proporre le Leggi chi ritiene opportune al momento che ritiene opportuno, altrimenti non ci sarebbe governo, ma un inutile volemose bene generale.
-> Scusi le spiace se propongo .. ma prego ragioniere facci pure
Mi sembra che il compito dell'opposizione sia criticare il contenuto delle proposte non lamentarsi che una proposta sia stata fatta.

Io sono tra gli amanti della democrazia che vogliono capire. Di questa nuova Legge elettorale ho solo capito che il Governo la ritiene valida per ..., mentre l'opposizione è incavolata perchè la Legge non "doveva" essere proposta, perchè è un "golpe" e altre cavolate del genere.
Ma qualcuno vorrà esporre una minima critica al conenuto della Legge? O non l'hanno neanche letto e puntano sempre e solo sullo scontento e sull'anti berlusconismo? Ma vogliamo vedere una campagna elettorale di contenuti o ci tocca sorbirci una terza campagna di recriminazioni su una persona?

Giorgio Dabemo 10.10.05 15:20| 
 |
Rispondi al commento

X GENNARO MAURIZIO CATALDO...il 10.10.05 14:56

....Non sono un vigliacco chiaccherone!
Io non ti ho offeso, a differenza tua!
Il mio email lo hai, se hai qualcosa contro di me personalmente
sei invitato a farti avanti in separata sede, non
è il caso ti tediare gli altri bloggers
... ti aspetto....

MIO CARO GENNARINO...

INANZI TUTTO DAI BLOBS APPARE CHE SEI PIU CHIACCHERONE DI ME...E DI TANTO...OLTRETUTTO ANALIZZANDOLO BENE SIA DAL PUNTO DI VISTA INTELETTUALE CHE DI CONTENUTI POTEVI RISPARMIARE
IL TUO NOTEVOLE SFORZO FISICO MENTALE...

SECONDO NON CREDO AVERTI OFFESO DICENDOTI VIGLIACCO,...ANCHE SE POI ABBIAMO PERSO QUASI TUTTE LE GUERRE E CREDO ANCHE LA TUA CON TE STESSO...IO MI FAREI ANCHE AVANTI IN SEPARATA SEDE TANTO PER DIMOSTRARTI EFFICACEMENTE COME SI POSSONO METTERE I COGLIONI SUL TAVOLO,ANCHE I TUOI,PERSONALMENTE CON TE O IN DIFESSA DEI PRINCIPI,ESSENDO UN BRAVO E POTENTE E GROSSO GIOCATORE DI RUGBY...MA NON E QUESTO MIO CARO GENNARINO LO SPIRITO DEL BLOB...NON DEVI DIMOSTRARE CORAGGIO SOLO PERCHE HAI SCRITTO IL TUO EMAIL...SOFFRI DI SOLITUDINE PER CASO?...HAI SEMPRE IL PROGRAMMA DELLA DE FILIPPI IN TV...
QUI NON ESISTONO PERSONALIZAZZIONI NE TANTOMENO
RIVINCITE PERSONALI, ECCO PERCHE ESEMPLARI COME TE AIUTANO LA GIOIA DEL BERLUSCONI, TANTO, DICE LUI...CON PERSONE COME IL GENNARINO ABBIAMO VINTO DI NUOVO!...
E FINALMENTE, NON CREDO CHE NESSUNO VOGLIA NASCONDERSI DIETRO UNA SCRIVANIA, NON IO ALMENO CON LA STAZZA CHE MI TROVO, E NON SOLO FISICA MA ANCHE MENTALE PER TUA CONOSCENZA, E A TE VOGLIO
TROVARTI SI IN SEPARATA SEDE MA IN PIAZZA DAVANTI AL PARLAMENTO COI COGLIONI FUORI, ALLORA AVRAI LA MIA CONSIDERAZIONE...FIN LA SEI SOLO UNA BARZELLETTA NEL BLOB...SENZA OFFESA CREDIMI...
TI ABBRACCIO CON CURA...

Dott Barilla 10.10.05 15:19| 
 |
Rispondi al commento

Per Giorgio Dabemo
Il punto e' che se si cambia una legge che dovra' essere usata da noi cittadini, allora permetti che lascino decidere noi come vogliamo sta legge elettorale? Certo che si puo' cambiare la legge, ma devono interpellare anche noi attraverso il referendum popolare. E' comunque volevo anche dirti che resti allibito dai discorsi di Beppe e non resti allibito dai discorsi dei nostri politici? Be permettimi di dirti che sei un po sordo. Beppe e' un provocatore e in quanto tale sa fare meglio lui il suo mestiere che i politiciil loro..... E questo non lo diciamo solo in pochi.

concetta riccardi 10.10.05 15:16| 
 |
Rispondi al commento

Per Giorgio Dabemo
scusa la mia ignoranza. Quando fu cambuiata la legge elettorale all'epoca perche' fu indetto un referendum popolare? E perche' ora non c'e' stato ma la maggioranza del parlamento ha deciso di cambiare la legge senza nessun referndum? Cosa prevede la legge in questo caso?

concetta riccardi 10.10.05 14:59| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, sono allibito!

Ho letto spesso i tuoi commenti con divertimento, ma quello dell'8 ottobre mi sembra uno spot televisivo e da te, che di televisione non ne "puoì" fare, uno spot non me lo aspettavo.

Perchè dico spot? Be ci sono tutti i connotati: qualunquista, più invettiva che sostanza, più rabbia che idee, assurdo, probabilmente illegale, tendente a vendere un'insoddisfazione senza motivarla, ... devo continuare?

Mi spiego sui dettagli per amore della democrazia, che vuol dire rispetto per le Leggi vigenti fatte in ultima analisi dagli italiani per gli italiani e che volenti o nolenti gli italiani devono rispettare, il che vuol dire anche rispettare le iniziative fatte nell'ambito della Legge. Non ti piace la Legge proposta, criticala, ma non criticare il fatto che è stata proposta, questo è consentito dalla LEGGE.

"Che la legge elettorale .. è stata votata .. attraverso un referendum?"
E con questo, significa che una cosa votata per referendum non può essere più cambiata? La LEGGE non dice cosi.

"Che la Costituzione non gli dà alcun diritto, anzi, il contrario, visto i tre rilievi fatti da Ciampi sulla proposta di legge elettorale?"
È una proposta, può essere cambiata ed i rilievi non sono sentenze della Corte Costituzionale -> non si può dire che non sia costituzionale.

"Che la legge serve solo a salvare il c..o ai nostri dipendenti al governo, come lui sa molto bene."
Tutti i partiti cercano di fare Leggi elettorali che gli "piacciano", questo non dice nulla sulla bontà della proposta.

"questo golpino di stato non lo vuole nessuno"
Golpe di stato? Solo perchè la legge proposta non ti piace? Nessuno, sei sicuro? E chi l'ha proposta?

"Io dico che adesso questi dipendenti non hanno più il diritto di legiferare"
Rassegnati, per Legge ce l'hanno.

"Dò un suggerimento .. impeditegli l’accesso.."
Questo è illegale in tutti i sensi, impedire l'accesso non si può, incitare all'impedimento non si può, sempre per LEGGE.

Giorgio Dabemo 10.10.05 14:38| 
 |
Rispondi al commento

X GENNARO MAURIZIO CATALDO....il 10.10.05 13:29

.....VERGOGNATEVI di non essere in grado
di avere un confronto civile.
Sembrate dei bambini che devono rompere un qualche giocattolo
pur di sfogare la propria ira!...

CARO GENNARINO....

GRAZIE INFINITE PER LA TUA LEZIONE DI EDUCAZIONE CIVICA E REGOLE PER ADULTI...IL PAESE DEL GORGONZOLA COI SUOI NANI E MORTADELLE ATTENDEVA SOLO I TUOI CONSIGLI...RICORDI?: 59 MILIONI D'ITALIANI 59 MILIONI DI ALLENATORI DELLA NAZIONALE...TU SEI UNO...TU PROBABILMENTE HAI SBAGLIATO BLOB...QUI NON SIAMO AL ASILO INFANTILE, QUINDI NON STIAMO ROMPENDO NESSUN GIOCATTOLO SPINTI DALL' IRA...NOI QUI STIAMO
ROMPENDO I MARONI DELL'OPINIONE PUBBLICA AFINCHE
SI SVEGLI DI UN MALEFICO TORPORE POLITICO ORMAI A LIVELLO DI GREGGI DI PECORE SICULE...
E SE PER FARLO BISOGNA ROMPERE ANCHE I COGLIONI ALLA TUA SQUISITA SENSIBILITA DI MAESTRINO ALLE
PRIMARIE BENE,`...LI ROMPEREMO!
sai una cosa? , basta di moralisti di dieci lire,(tanto per dire quanto poco valga la tua diserzione scolaresca..) e poi leggi anche la Bibbia dove diceva che anche Gesu scaccio via dal tempio ladri e ipocriti con la frusta COLTO DA UNA SANA IRA...PROPRIO COME VOGLIAMO FARE QUI IN ITALIA, DAL PARLAMENTO...
TU TANTO DA CONSIGLI E STA A GUARDA COME SE DICE A ROMA...

Dott Barilla 10.10.05 14:32| 
 |
Rispondi al commento

X GENNARO MAURIZIO CATALDO....il 10.10.05 13:29

.....VERGOGNATEVI di non essere in grado
di avere un confronto civile.
Sembrate dei bambini che devono rompere un qualche giocattolo
pur di sfogare la propria ira!...

CARO GENNARINO....

GRAZIE INFINITE PER LA TUA LEZIONE DI EDUCAZIONE CIVICA E REGOLE PER ADULTI...IL PAESE DEL GORGONZOLA COI SUOI NANI E MORTADELLE ATTENDEVA SOLO I TUOI CONSIGLI...RICORDI?: 59 MILIONI D'ITALIANI 59 MILIONI DI ALLENATORI DELLA NAZIONALE...TU SEI UNO...TU PROBABILMENTE HAI SBAGLIATO BLOB...QUI NON SIAMO AL ASILO INFANTILE, QUINDI NON STIAMO ROMPENDO NESSUN GIOCATTOLO SPINTI DALL' IRA...NOI QUI STIAMO
ROMPENDO I MARONI DELL'OPINIONE PUBBLICA AFINCHE
SI SVEGLI DI UN MALEFICO TORPORE POLIKTICO ORMAI A LIVELLO DI GREGGI DI PECORE SICULE...
E SE PER FARLO BISOGNA ROMPERE ANCHE I COGLIONI ALLA TUA SQUISITA SENSIBILITA DI MAESTRINO ALLE
PRIMARIE BENE,`...LI ROMPEREMO!
sai una cosa? , basta di moralisti di dieci lire,(tanto per dire quanto poco valga la tua diserzione scolaresca..) e poi leggi anche la Bibbia dove diceva che anche Gesu scaccio via dal tempio ladri e ipocriti con la frusta COLTO DA UNA SANA IRA...PROPRIO COME VOGLIAMO FARE QUI IN ITALIA, DAL PARLAMENTO...
TU TANTO DA CONSIGLI E STA A GUARDA COME SE DICE A ROMA...

Dott Barilla 10.10.05 14:32| 
 |
Rispondi al commento

Chi ci governa dovrebbe prendere di stipendio poco piu'degli operai,e credo che così facendo la maggioranza di loro andrebbe via,invece adesso si prendono un sacco di soldi,si fanno le leggi a loro favore e dei problemi veri della gente comune se ne fregano!.

rossignoli antonia 10.10.05 14:32| 
 |
Rispondi al commento

Cari politici maessaggio per voi:
ci avete rotto il ca...(bip)
ma andata fanc....(bip)
siete solo dei ladr..(bip)
Dove ca...(bip) sta la democrazia?
ciao a tutti i non politici, ai politici invece a RIVAFF....(BIP)

E bbasta, nun cia facc cchiù!!!

Donato A. 10.10.05 14:28| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto il commento di Luca Giurleo e sono pienamente d'accordo.Sto cercando di far capire all'Italia dei Valori di portare avanti il terzo polo politico, perchè in questo momento può essere vincente. La gente, gli elettori ne hanno piene le tasche dei parolai: un partito nuovo che porta avanti dei valori,che si professa liberista,a mio modesto avviso non può stare accanto a un Mastella che ricicla i forzisti, a un Bertinotti ( il comunismo è morto col crollo del muro di Berlino!! ), a un D'Alema che dice di non sapere usare un computer e a un Prodi che è un post democristiano,che è stato alla guida di vari carrozzoni pubblici ecc. Si potrebbero avvicinare agli ideali di rinnovamento i Radicali, ma senza l'inquinamento dei post-craxiani tranfughi. Se questa nuova forza riuscirà ad incunearsi fra i due blocchi, di cui non siamo contenti, noi liberi liberisti potremmo finalmente dire la nostra, anche se magari saremo pochi: meglio però pochi che male accompagnati! A mio avviso Di Pietro è terrorizzato di rimanere fuori, e questo lo porta quasi a supplicare un posticino nel centro sinistra; non vede le macroscopiche differenze fra la sua linea politica e quella di tutti gli altri, non vede o fa finta di non accorgersi che certi lo sopportano a stento , forse non si è accorto che se fosse accettata la sua proposta etica rimarrebbe fuori dalla competizione anche ad esempio l'ex ministro Visco ( e sarebbe un bene visto che è l'ideatore della vergognosa IRAP ).Gli elettori liberi e liberisti pensano di fare un gran cambiamento con l'avvento del centro-sinistra? Qualche anno fa chi lottizzava la RAI? Perchè non ha fatto una legge sul conflitto d'interessi? Chi usava l'informazione a proprio piacimento? Le Banche di Credito Cooperativo che hanno propinato i Bond Argentini ecc.ai poveri pensionati non sono forse emanazione del centro-sinistra? L'Italia ha bisogno di essere modernizzata da persone capaci, non dai Berlusconi di turno nè dai postcomunisti nè dal Card. Ruini!!

Paolo Lisi 10.10.05 14:19| 
 |
Rispondi al commento

Una maggioranza parlamentare che non è più tale nel Paese si appresta ad abolire la legge elettorale maggioritaria voluta con un referendum stravinto dai cittadini. E' DEMOCRAZIA QUESTA? Presidente Ciampi, a che serve scrivere libri sulla democrazia?

Gianfranco Maruccio 10.10.05 14:12| 
 |
Rispondi al commento

Giusto per far tornare la memoria ai nostri cari dipendenti...

http://www.repubblica.it/2003/k/rubriche/cartacanta/10ooto/10ooto.html

Andrea Ruscigno 10.10.05 14:07| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, Cari Tutti,
se è l'informazione ad annichilirci allora dobbiamo rispondere con l'informazione stessa.
Dobbiamo unirci ed autofinanziarci con lo scopo di fare e diffondere un'informazione onesta , critica, leale e fedele della realtà. Incontrarci ed associarci in gruppi su tutto il territorio nazionale ed agire. L'informazione dei pensatori onesti che non guardano il mondo con l'occhio dell'interesse e del tornaconto personale. Creare una comunità sempre più numerosa che raccoglie , elabora , discute e diffonde informazione su tutto quanto avviene in Italia e nel mondo. A mio avviso non siamo noi a dover diventare politici , ma dobbiamo portare i politici a noi. Costringerli a non ignorarci e a non prenderci in giro. Si devono sentire controllati , braccati dalla nostra informazione. Creiamo tanti gruppi di lavoro sul territorio nazionale per la diffusione capillare dell'"altra informazione".
Smettiamola di parlarci addosso ed AGIAMO!

cinzia piazza 10.10.05 13:58| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, il messaggio di prima, che inizia con "caro Beppe", l'ho scritto io ma ho scordato la firma.
Un saluto di nuovo, Alessandro Rossi

Alessandro Rossi 10.10.05 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
Casini e la maggioranza dicono che possono fare quello che stanno facendo. E siccome la legge lo consente lo fanno, per calcolo di convenienza, non per altro, si sa.Ma a mio parere il problema è a monte. Perchè la legge lo consente? Cos'è mai questa presunta democrazia che ci propagandano ma che di democratico non ha mai avuto quasi nulla? possiamo trasformare o almeno temperare la pluto-oligarchia che ci governa a nome nostro con riforme autenticamente democratiche? che società vogliamo, quali valori (il bello e il giusto al posto del brutto e del profitto furbo)quale senso di appartenenza al popolo italiano e alla nazione e all'europa.... ricordando a tutti che i furbi e corrotti che governano la politica e la finanza sono espressione dello spirito un po furbo e un po corrotto italiani (salvo la maggioranza silenziosa), penso che chi ha forza volontà e valore morale da esprimere debba unire le forze e rimboccarsi le maniche puntando dritto a risolvere i problemi di fondo: far nascere una vera democrazia, educare gli italiani alla convivenza civile. Va bene tirare siluri agli esimi rappresentanti della cricca di potere. Male non fa. Ma se non affrontiamo il problema alla radice domani ci troveremo con un altro casini, un altro fazio, un altro berlusca ecc.ecc. sosia dei precedenti nella pratica e nello spirito. Promuoviamo dal basso la nascita della Resistenza Democratica. che sia determinata, riflessiva,programmatica, organizzata e attiva: occorre serrare i ranghi. E non pensiamo che il problema sia risolto se tra qualche mese ci sarà una maggioranza diversa. Qusto lavoro necessario spetta innanzitutto a chi lo sente dentro, senza aspettarsi troppo da ulteriori deleghe a costo di costituirsi alternativa a sinistra.
Buon lavoro a tutti, io sarò all'incontro del 16/10 del gruppo di milano.

Alessandro Rossi 10.10.05 13:42| 
 |
Rispondi al commento

non riesco a capire perchè il sistena elettorale che i ladroni cercano di imporre sia una truffa. se ci fosse stato nel 2001 sarebbe potuto accadere il cappotto dei 61 a 0 veroficatosi in sicilia ? a chi posso chiedere lumi ? Grazie Lorenzo Pastore

lorenzopastore 10.10.05 13:32| 
 |
Rispondi al commento

Io fino a pochi giorni fa pensavo di votare Ivan Scalfarotto, perchè mi era sembrato una persona davvero pulita e nuova.

Poi, purtroppo, ho letto che le sue prime due azioni di governo sarebbero introdurre i PACS e dare il 50% dei seggi in Parlamento a donne. Insomma, anche lui guarda solo alla parrocchietta sua -- l'elettorato gay.

In attesa di Grillo, voterò Bertinoti: l'unica persona che ci prova, almeno, a guardare al bene di tutti e non solo della sua parrocchietta.

Marcello


Marcello Musti 10.10.05 13:22| 
 |
Rispondi al commento

Io dico la mia riguardo il discorso su ci votare,credo che in italia manchi una terza scelta qualcuno che vada in parlamento con nuovi ideali,idee qualcuno che anche se non vince subito le elezioni raccolga un bel numero d consensi,in modo da farsi conoscere per poi arrivare fino al governo.Preferibilmente sarebbe meglio un gruppo di persone venute su dal nulla(non nel senso che non si sa niente di lui)che sia partito da casa sua con aminci,cose del genere,anche senza esperienza non è questo il problema l'importante che vada li con la mentalità del servo tutti doveri e nessun diritto.
Oggi le facce sono tutte uguali,è vero che Di Pietro con la sua proosta del codice etico sta raccogliendo molti consensi,ma non basta ci vuole di piu' in italia questo solo non basta ci vogliono nuove riforme per scuola lavoro economia,ce ne sono cose da cambiare in italia dall'ordinamento della banca d'italia,dalla separazione dei poteri,dalla creazione di una burocrazia il piu' flessibile in modo da stare al passo coi tempi,leggi costituzionali che legittimino una volta per tutte il potere delpopolo non solo di votare ma di spedire a casa i governi e singoli membri del parlamento,leggi che pemettono con l'ausilio della tecnologia di fare partecipare il popolo maggiorenne alle votazioni giornaliere della camera il popolo deve avere ruolo attivo nella vita politica del paese,e tant'altro in piu'

Luca Giurle 10.10.05 13:12| 
 |
Rispondi al commento

Il problema è che i dipendenti se ne fregano dei "datori" e perseguono il loro obbiettivo.
Sono perfettamente consci che perderanno le prossime elezioni (salvo brogli elettorali come è avvenuto negli USA per le ultime 2 elezioni di G.W. Bush) ma il problema della riforma è che gli permetterebbe di "perdere un pò meno"! Vale a dire la sinistra non andrebbe a godere della stessa maggioranza con cui ha potuto fare il bello e cattivo tempo il centro destra in questa legislatura. Il che tradotto significa non poter legiferare con la stessa efficacia, non poter abolire o modificare leggi ingiuste ed ad personam, perchè il centro-destra ostacolerebbe tutto. Le conseguenze sarebbero evidenti e disastrose per il nostro paese.
Caro beppe, ma cosa si può fare per fermare 'sti delinquenti??!! E questa sarebbe una democrazia??!! Non rappresentano la maggioranza del paese e possono ancora cambiare le carte in tavola?? Possono continuare ad infischiarsene della Costituzione, della volontà popolare, dei reali bisogni del paese, dell'economia??!!
E per l'ennesima volta mi viene voglia di vomitare!!! E un senso di impotenza mi opprime...

Ivano Croce Commentatore in marcia al V2day 10.10.05 12:53| 
 |
Rispondi al commento

io, come dicevo a Luca Giurleo vivo in Cile,
ma se fossi là mi sbatterei il più possibile per mettere insieme persone come noi, e vedere cosa viene fuori_

un augurio sincero e un saluto - da quaggiù_

------------------------------------

Allora abbiamo trovato qualcun'altro che invece di litigare vuole fare qualcosa di costruttivo?
Quanti di voi vogliono veramente far qualcosa per questo paese?Non perdiamoci piu' in chiacchere diamoci da fare buttiamo gio' qualche propsta nero su bianco e facciamola votare agli utenti del blog se passa raccogliamo le firme.

Certo sarà difficile le iniziative provenienti dal basso non sempre si concretizzano ma almeno ci facciamo conoscere...

Luca Giurle 10.10.05 12:51| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: ALBERTO GALEONI il 10.10.05 12:35

Caro Alberto...
hai ragione coi tuoi apprezzamenti su Di Pietro,origine politica, e magari anche opportunismo, MAHH DIMMI, SUGGERISCI A CHI DEBBIAMO VOTARE!??...O scheda in bianco oppure qualcuno che pur limitato come Di Pietro almeno non ha fardelli cosi pesanti e osceni di tutti gli altri...almeno,...
Veramente non lo so, come non hanno alternative
tutti gli italiani...Una destra di ladroni? Una sinistra d'operetta da far ridere tutta l'europa?..DIMMI TU COSA FARE E A CHI VOTARE...

Dott Beretta 10.10.05 12:45| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: alberto afflitto il 10.10.05 12:20

Che cosa strana, provo un sentimento di umana pietà nei suoi confronti.
Il suo post si commenta da solo tanto è intriso di odio e di disprezzo, non le risponderò più.

RISPOSTA: che peccato!...vedrai che questa notte non dormo...Il mio odio e disprezzo che credi di leggere é solo una infima parte di tutto quello che milioni di italiani coi coglioni e sangue bollente nutrono, ma non si chiama odio, si chiama SANA RIBELLIONE nella difesa di diritti e
morale nazionale...
La tua pieta dalla tutta al Mortadella parente tuo, e ad una Paese ferito e offeso da Lui e tutti gli altri...
Peccato che non hai i coglioni da mettere per tutto cio che é per il bene dell'Italia, tu metti
solo gli stivaletti...

Dott Beretta-Barilla 10.10.05 12:39| 
 |
Rispondi al commento

PER IL Dott. Barilla- Beretta
HO LETTO IL SUO POST E C'ERA SCRITTO CHE LEI VOTERA' DI PIETRO,LA PREGO NO!!!!!!!!!!!!!!!!!
MA COME SI FA A VOTARE UNA PERSONA CHE NON SA PARLARE ITALIANO E SECONDO ME NEANCHE LO CAPISCE QUANDO LO LEGGE L'ITALIANO.UNA PERSONA CHE HA FATTO CARRIERA NON SI SA COME,CHE E' ENTRATO IN POLITICA CAVALCANDO L'ONDA DELLA POPOLARITA' DATAGLI DA "MANI PULITE" E SFRUTTANDO PER CUI ANCHE LA MORTE DI ALCUNI DEGLI IMPUTATI DI QUEI PROVVEDIMENTI.IO NON CREDO SIA POSSIBILE ESSERE RAPPRESENTATI DA UNA PERSONA DEL GENERE,E' COME VOTARE CALDEROLI.
CI RIPENSI LA PREGO

ALBERTO GALEONI 10.10.05 12:35| 
 |
Rispondi al commento

carissimo Beppe
da tanti anni seguo i tuoi spettacoli per farmi quache salutare risata (anche perchè nella vita quotidiana c'è ormai ben poco da ridere). Purtroppo ho poi avuto modo di verificare che quello che affermi trova riscontro nella realtà. Allora ti chiedo perchè non formi un partito "LISTA BEPPE GRILLO" che non si coalizzi con nessuno così potrai andare in Parlamento a svergognare i nostri dipendenti risparmiandoti anche qualche euro destinato agli avvocati (avresti anche tu l'immunità). Infine volevo dire al Sig. Prodi che i soldi che Berlusconi ed i suoi compari hanno utilizzato per farsi le ville sono nostri ma non suoi!!!!!!!!

domenico leone 10.10.05 12:35| 
 |
Rispondi al commento

IO SONO DI DESTRA,MA NON QUESTA CHE GOVERNA CHE CI STA PORTANDO ALLA SFASCIO.PERO VORREI CHIEDERTI UNA COSA CARO PEPPE,TU PENSI CHE CI SIA ADESSO UN POLITICO CHE POSSA RISOLLEVARE LA NOSTRA ITALIA,MANDANDO A CASA QUESTA (FINTA)DESTRA SPRECONA E AD PERSONAM,TU CREDI CHE A SINISTRA CI SIA COLUI CHE CI RIPORTERA' AD ALTI LIVELLI?SECONDO ME CHI OGGI STA A SINISTRA NON E' ALTRO CHE UN COMPLICE DI CHI GOVERNA ALTRIMENTI NON AVREBBERO PERMESSO TUTTO CIO' E POI ABBIAMO VISTO CHE ANCHE LA SINISTRA FA I SUOI COMODI CON LE SUE COPERATIVE O SBAGLIO?
SECONDO ME L'UNICO MODO PER MIGLIORARE E' MANDARE A CASA TUTTI QUELLI CHE OCCUPANO LE POLTRONE OGGI E VIETARE AI LORO PARENTI PIU STRETTI DI PRESENTARSI ALLE ELEZIONI POLITICHE E CERCARE UNA NUOVA CLASSE DIRIGENTE ANCHE TRA I GIOVANI.VIETIAMO LA POLITICA AGLI OVER 60

ALBERTO GALEONI 10.10.05 12:28| 
 |
Rispondi al commento

X AFFLITTO...UNA AGGIUNTA...

Quando tu parli del Sudamerica come esempio negativo per l'Italietta nostrana...ecco, altra dimostranza della tua sconfinata ignoranza in questo caso geografica e turistica:
vai a Buenos Aires a Santiago del Cile per capire
come vivono e quale qualita di vita hanno, quali spazi, quanto verde, aria pulita, come si mangia,
i loro vini...la loro cultura,...Argentina é fallita perché derubata da 100 anni, eppure eccola li, a crescita 3,5%, e ha anche rubato a noi italiani coi loro buoni del tesoro, quindi noi siamo fessi e loro furbi se ci hanno fregato anche loro...
Il Cile poi crescita del 6%, membro del FMI vuol dire che DANNO soldi non li chiedono, é la nuova svizzera del SAmerica...
Lo sapevi tra l'altro che tutti gli analisti internazionali (economisti coi coglioni e non dei tuoi stivaletti...) fanno gia il confronto e
previsione di una Italia vicinissima all crack
argentino??...leggi, leggi, mio caro Afflitto, che come ben dici il tuo cognome dovresti solo
piangere dinanzi alla tuo sconfinato vuoto di erudizione (economica,geografica,turistica...)
Tu sei un deserto culturale caro Afflitto...
ma ti devo ringraziare, mi hai fatto ridere col tuo Mortadella...ed io non sono di destra, sono
solo un italiano incazzato che non crede piu
ne a destre ne sinistre...
PROVERO A VOTARE NON IL TUO PRODI MA UNA ULTIMA SPERANZA, SI CHIAMA

DI PIETRO...VEDREMO...

Dott. Barilla- Beretta 10.10.05 12:27| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, è vero siamo in tanti incazzati arrabbiati stanchi di questa finta democrazia, ma in Politica o ci si aggrega o la nostra anche numerosa tribù ne uscirà sconfitta.
In politica servono i numeri, solo questi ti permettono di vincere o almeno condizionare le scelte.
Noi siamo una tribù che mormora, che si scnadalizza all'idea che gente miracolata dai partiti guadagni indennità oscene (un europarlamentare italiano arriva a 12.000 euro mensile, lo stipendio annuo di un operaio).
Ma tutto questo è inutile se non trova una sintesi.
Io capisco che solo l'idea di entrare in politica, di organizzare una tribù come la nostra ti possa preoccupare, ma non ci sono altre scelte.
O tu entri o tutto il tuo lavoro sarà inutile, oppure potresti organizzare una potentissima lobby, ma anche così devi metterti in gioco in prima persona.
Caro Beppe pensaci.

Andrea Lucchini 10.10.05 12:23| 
 |
Rispondi al commento

ciao, sono paolo cinquegrana da trieste.
i nostri dipendenti hanno fatto un errore clemoroso (se n'e` accorto addirittura andreotti!) la riforma moratti. purtoppo non tutti sanno che intorno al 27/09 questo governo ha dato la piu` grande pugnalata al sistema universitario che, a mio parere, si sia mai vista: ha bloccato la strada (o carriera accademica) ai giovani, quindi hanno fossilizzato la ricerca, quindi hanno incrementato le fughe dei cervelli all'estero (cervelli che vengono formati con le tasse degli italiani e finiscono a fara la fortuna di paesi "piu` evoluti"). ma di cosa hanno paura?
io faccio parte di un gruppo universitario con cui vorrei far partire una campagna di raccolta di firme per portare avanti un referendum abrogativo.
volevo chiedere se qualcuno puo` darmi informazioni su come si fa un referendum abrogativo. cosa si scrive nella proposta, a chi e` indirizzata, quante firme servono, se devono essere autenticate, quali sono i tempi,... tutto quello che sapete. grazie mille a chi condividera` l'onere di rimediare a questo scempio.
grana5@infis.univ.trieste.it

paolo cinquegrana 10.10.05 12:21| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Dott Beretta il 10.10.05 12:03

Che cosa strana, provo un sentimento di umana pietà nei suoi confronti.
Il suo post si commenta da solo tanto è intriso di odio e di disprezzo, non le risponderò più.

alberto afflitto Commentatore in marcia al V2day 10.10.05 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Mi trovo pienamente d'accordo con Beppe. Non condivido il pensiero della Dott.ssa Beretta quando fferma che a noi italiani questa storia della legge elettorale non interessa. Io dico che interessa eccome! Interessa il modo in cui questi S******i siano impegnati giorno e notte a studiarsi la leggina migliore per pararsi il c..o. Interessa ed è bene ricordarlo che lor signori dovrebbero essere impegnati in questo momento giorno e notte su altri fronti ben più importanti!!!
Ma in fin dei conti basta essere ottimisti (così almeno ci dicono). Per chi ci crede.....

Adriano Di Blasi 10.10.05 12:14| 
 |
Rispondi al commento

esiste davvero un apparecchio telefonico specifico per parlare via rete senza parlare via cavo? dove posso trovare questo benedetto telefono?

paola matteucci 10.10.05 12:08| 
 |
Rispondi al commento

X ALBERTO AFFLITTO...

Postato da: alberto afflitto il 10.10.05 09:38

Con la sua maleducazione (non si urla, non si dà del tu senza consenso, né si fanno offese gratuite) ha aggiunto un nuovo tassello all'arroganza propria di questa destra becera e distruttiva.
Continuo a ripetere che non ci può essere diaologo con gente come lei.
Il sudamerica lo vedevamo per davvero se rimanevamo fuori dall'euro, caro economista dei miei stivali. Rilegga, anzi, studi meglio la lezione del serpente monetario e delle crisi valutarie, la debolezza della nostra liretta al primo stormire di fronde.
La saluto, cordialmente

RISPONDO EDUCATAMENTE E CORDIALMENTE...

COME IL PAPA IO TI DO DEL TU IN MEJESTATIS TUA...ED E DEMOCRATICO E SEGNO DI FRATTELLANZA..
SECONDO NON DEVO RILEGGERE NULLA SUL SERPENTE MONETARIO NE SULLA QUELLA SPECIE DI BARZELLETTA CHIAMATA LIRETTA CARO DI MIO IGNARO IN MATERIA
ECONOMICA...PERCHE DA SEMPRE RIPETO DA SEMPRE ITALIA E LIRETTA HANNO VISSUTO DI ELEMOSINE EUROPEE E TOLLERANZE DA FARE INVERGOGNARE FINO AL
MIDOLLO...NON STIAMO DISCUTENDO QUESTO PUNTO CHE ORMAI ANCHE GLI AFRICANI SANNO, STIAMO DISCUTENDO
PRODI E LA SUA MORTADELLESCA FIGURA DI CHIERICHETTO DI ASILO ORFANO...INSOMMA ERANO TUTTI DEFICENTI GLI EUROPEI CHE LO HANNO GIUDICATO INCOMPETENTE?...O TU SEI SUO PARENTE O RICEVI COMMISSIONI?...SOSPETTO FONDATO DI FRONTE ALLA TUA IGNORANZA SPECIFICA...COSI DICENDO NON E OFFESA, E SOLO OBBIETIVITA, IGNORANTE VUOL DIRE IGNORARE...E A ME DI CERTO NON MANCA NE EDUCAZIONE DA RIFILARTI NE TANTOMENO PAZIENZA ORMAI QUI ESAURITA PER SPIEGARTI E INSEGNARTI ANCHE QUELLO CHE I BAMBINI SAPEVANO COL EURO E UNA ITALIETTA ENTRATA DA SERVA IN EUROPA..
TUTTAVIA TUTTO CIO NON TOGLIE NULLA ALLE CAZZATE E FROTTOLE CHE PRODI HA FATTO E DETTO A NOI ITALIANI CON L'EURO ED ELEMOSINA PER POTER ENTRARE IN EUROLANDIA...
pd.: IO SONO ECONOMISTA DELLO STIVALE ITALIA, NON
DEI TUOI STIVALETTI (per caso sei gay che li usi?,non ti vergognare...)

Dott Beretta 10.10.05 12:03| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe,
questa volta ti sbagli, è peggio di quanto dici, al gregge italiano questa storia non interessa e temo che non interessi neanche a certi partitini, che col proporzionale accrescono il loro potere ricattatorio.
Certo che sono indignato per lo scippo di un referendum stravinto, ma rifletti:
piuttosto che un governo che sgoverna è meglio un non governo, quale sarebbe il ritorno al centrismo con i due forni, e gli italiani, almeno, non subirebbero più sopprusi così insopportabili, fatti a colpi di fiducia.
Oggi ogni forma di protesta fa compattare l'attale maggioranza, costringendo perfino Bossi, che ha capito quale sia la trappola per lui, a votare a favore.
Stupisce che Fini non si sia reso conto del rischio che corre anche lui, ma se continueremo ad agitarci faremo godere Berlusconi, Casini, Mastella e, sotto sotto, anche molti della Margherita.
Ho letto la lettera di Mario Segni, la condivido, ma contro il quadro che si sta delineando credo proprio che non ci sia nulla da fare.


pietro casula 10.10.05 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Per Paola Sandroni
ti amo!
Condivido in pieno il tuo pensiero
Un onda è formata da tante gocce se le gocce decidono di fermarsi anche l'onda si blocca.
Sono le piccole cose che fanno le grandi.
Piccoli cambiamenti nel nostro modo di pensare e di fare sono grandi cambiamenti nella direzione dell'onda.
Ciao

Fabio Esposito Lamera 10.10.05 11:58| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe e scrittori del blog, ho rivisto ieri sera in compagnia di qualche amico il tuo video dello spettacolo di Roma. Ogni volta mi sento partecipe di tutto e mi arrabbio anche un po'...un pò tanto ma, nonostante quello che tu dici è reale di quest una mi lascia perplessa. Ci racconti come se non sapessimo nulla dello schifo che ci circonda, il fatto è che quello schifo riguarda ognuno di noi che troppo satolli e comodi, leggermente (si fa per dire) imborghesiti, di intelletto ci siamo completamente adagiati con la paura anche di perdere la minima cosa. Perchè quì si tratta anche di rinunciare, tirare la cinghia cambiare modo di pensare e di vivere. Abbiamo affamato metà mondo e adesso tocca un pò anche a noi. Dallo schifo che vedevo in giro e poi dentro di me giacchè mi sembrava di protestare ma troppo poco e di non aver intorno a me persone che intendessero anche aprire sentimenti e parlare di argomenti scottanti, ho lasciato lavoro casa e l'Italia per qualche anno. Quando sono tornata era il 1998 e vivendo sui monti restavo fuori da tutto e sembrava meglio. Ora sono passati diversi anni la voglia di andarmene c'è sempre perchè non è cambiato nulla. Bla Bla e lamentele che finiscono esattamente dove sono cominciate. Questo blog da speranza ma abbiamo tutti un lungo cammino da fare spirituale e materiale, dobbiamo cominciare a guardare al di fuori del nostro io io io. Facce nuove intorno? Ci comandano ancora le persone che c'erano 30 anni fa ma se le mandiamo via abbiamo persone oneste che invece di pernsare solo al loro tornaconto sapranno volerci bene e fare il meglio per la nazione e per tutto il mondo? Abbiamo persone così? Speriamo che l'epoca nuova ci porti uomini nuovi che diano degli insegnamenti e che si possa guardare loro e imparare. Ma questa è una responsabilità collettiva che ognuno di noi dovrebbe accettare e cambiare perchè se pensiamo di cambiare solo i politici e non noi ci troveremo in mano un pugno di mosche.
Ciao a tutti e grazie

paola Sandroni 10.10.05 11:47| 
 |
Rispondi al commento

Oltre a sommergerli di mail, cosa possiamo fare??
Sommergiamo il Presidente della Repubblica con la richiesta di far di tutto per mandare via il dipendente Casini!!!

Antonio Di pietro 10.10.05 11:45| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe,
questa volta ti sbagli, è peggio di quanto dici, al gregge italiano questa storia non interessa e temo che non interessi neanche a certi partitini, che col proporzionale accrescono il loro potere ricattatorio.
Certo che sono indignato per lo scippo di un referendum stravinto, ma rifletti:
piuttosto che un governo che sgoverna è meglio un non governo, quale sarebbe il ritorno al centrismo con i due forni, e gli italiani, almeno, non subirebbero più sopprusi così insopportabili, fatti a colpi di fiducia.
Oggi ogni forma di protesta fa compattare l'attale maggioranza, costringendo perfino Bossi, che ha capito quale sia la trappola per lui, a votare a favore.
Stupisce che Fini non si sia reso conto del rischio che corre anche lui, ma se continueremo ad agitarci faremo godere Berlusconi, Casini, Mastella e, sotto sotto, anche Rutelli.
alleluia

pietro casula 10.10.05 11:42| 
 |
Rispondi al commento

x stefano gorga:

Non ho capito bene.. Violante ha detto che "garantiva" a Berlusconi i suoi interessi e praticamente non gli metteva i bastoni tra le ruote?
("è il vero motivo per cui nella legislatura 1996/2001 non è stata fatta la legge sul conflitto di interessi e, quindi, sull'ineleggibilità?")
E Fassino (secondo te quindi) era contrario a Violante? Io vorrei votare lui alle primarie.. o Di pietro..

Gabriele Cattaneo 10.10.05 11:40| 
 |
Rispondi al commento

Invio una sintesi della mail che ho spedito a Fassino e Violante a proposito di democrazia e trasparenza. Chiedete loro spiegazioni anche voi. Grazie.
"p.fassino@dsonline.it
violante_l@camera.it
Ho visto ieri pomeriggio il film di Sabina Guzzanti e sono rimasto veramente scosso, non tanto dalla scientifica epurazione di giornalisti e comici perpetrata ed attuata dal Presidente del Consiglio (non perché non grave ma perché ben nota), quanto dal breve filmato dell'On. Violante che in Parlamento riferisce di non meglio precisate garanzie che l'allora Ulivo avrebbe fornito a Berlusconi sin dal 1994 circa l'intangibilità delle sue proprietà e dei suoi interessi economico/televisivi. Avrete certamente presente il documento filmato, nel quale Fassino è seduto a fianco dell'oratore sugli scranni della Camera dei deputati e (sarà una coincidenza?) alle parole di Violante scuote il capo e si passa una mano sul viso.
Che cosa significano quelle parole di Violante?
Quale accordo è stato fatto sulla testa degli italiani?
Chi ha stretto e suggellato questo patto?
Chi Vi ha dato il mandato di stipularlo?
L'esistenza di tale garanzia è il vero motivo per cui nella legislatura 1996/2001 non è stata fatta la legge sul conflitto di interessi e, quindi, sull'ineleggibilità?
La farsa della bicamerale faceva parte dell'accordo?
Perché non se ne è mai saputo niente?
Sono domande a cui Voi ed il Vs. partito avete il dovere morale e politico di rispondere pubblicamente in specialmodo alla vigilia delle primarie e delle elezioni politiche. Vi informo, per correttezza, che invierò copia di questo messaggio al sito dell'Unione (e, se li trovo, all'indirizzo del Prof. Prodi e dei segretari degli altri partiti dell'Unione), al blog di Beppe Grillo, a quotidiani e riviste, ai girotondini, a tutti i miei conoscenti, sperando che giornalisti illustri spenderanno qualche parola sul punto. Confido (?) in una rapida risposta ed in pubbliche dichiarazioni in proposito e porgo amari saluti.

stefano gorga 10.10.05 11:22| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ieri un amico, ho saputo una notizia ,che non sò come definire....curiosa? sconcertante? ABOMINEVOLE?...Non lo sò giudica tu, anche se magari già la conosci. Sembra che il nostro Governo stia facendo delle simulazioni su dei programmi, per testare la legge elettorale che stanno facendo. Non ho ben capito da quali dati base partono(probabilmente da sondaggi), ma con un programma simulano i risultati che escono fuori, in base ai parametri della nuova legge elettorale con il proporzionale, ed in relazione a questo cambiano alcune cose della legge. Esistono dei dossies, l'ultimo che io ho visto è il N°792/2005 che comprovano quello che sto dicendo. Sembra pure che dal 2004 che esistano questi dossies e che va avanti quasta storia. Chissà, a furia di provare troveranno quella giusta, ma sono del parere e se lasciano quella che c'è vinceranno comunque. Ti ripeto, non sò come definire questa notizia, potrai valutare tu, ma ci fa comunque capire, con che tipo di gente abbiamo a che fare, quindi di che ci si meraviglia. Ciao Beppe

Giuseppe Manuli 10.10.05 11:18| 
 |
Rispondi al commento

M E S S A G G I O U R G E N T E!!!!!!!!!!


Carissimi Grillini,
vi segnalo che questo pomeriggio (lunedì 10 ottobre 2005) dalle ore 17.00 in poi, gli esponenti dei comitati referendari (Romano Prodi, Mario Segni, Francesco Rutelli, Achille Occhetto ecc) artefici dell'introduzione del sistema maggioritario si troveranno davanti a Palazzo Montecitorio per gridare un NO deciso alla riforma proporzionale che calpesta la volontà dell'82% di elettori che votarono per cancellarlo. Vi aspettiamo.
Grazie per l'attenzione

gloria monaco 10.10.05 11:04| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, la manifestazione dell'Unione ieri a Roma ha sollevato in me qualche dubbio.E ti spiego. Sul palco, durante il discorso di Prodi, c'erano tutti i leader del centrosinistra.
Una spettacolo davvero surreale, da Fassino a Rutelli passando per Mastella e Bertinotti, tutti felici e uniti: cose dell'altro mondo.
Intanto Prodi, da vero paladino, parlando a nome di tutti, si scagliava contro il malgoverno della destra.
E qui nasce il dubbio. Ma se Prodi non è ancora il leader dell'Unione perchè ha palato lui e non Bertinotti, o Mastella, o Scalfarotto, o Di Pietro? Allora, a cosa servono le primarie? Perchè dobbiamo pagare un euro per eleggere un leader che già informalmente c'è? E soprattutto, i soldi che raccoglieranno a chi andranno? A quali inutili spese serviranno? Ma i partiti non ricevono già soldi pubblici per finanziare le campagne elettorali? Anche perchè di campagna elettorale si tratta....

Pierpaolo Forte 10.10.05 11:04| 
 |
Rispondi al commento

mi pare che le adesioni siano tali da poter fondare un partito, e avere in questo modo il peso necessario a cambiare le cose. Ci proviamo? cosi' magari invece di poter solo scrivere possiamo fare le pulizie di Pasqua, alle prossime elezioni di primavera appunto.
Ale'

Bruno Bonsignore 10.10.05 10:42| 
 |
Rispondi al commento

Hai ragione da vendere,

ma a mi dici come si fa a formare una catena umana di sindaci e deputati onesti. Se fossero onesti non sarebbero sindaci, non sarebbero deputati qindi.......

oscar scheffler 10.10.05 10:36| 
 |
Rispondi al commento

Propongo un reality show ( L'isola dei politicanti ) nella quale selezionare tutti gli uomini politici che " lavorano " per cambiare la legge elettorale, per depenalizzare il falso in bilancio, per ridurre la prescrizione, per stravolgere il 75% della Costituzione, per far sciogliere le Camere al primo ministro ecc, ecc.
L'isola costringerà i partecipanti a mostrare le loro capacità di sopravvivenza, a tirar fuori il loro altruismo o i loro peggiori sentimenti, a cibarsi di resti di animali o a masticare i loro mollicci occhi, a superare prove primordiali cercando di mettere in difficoltà il vicino compagno.
L'audience sarebbe assicurata, lo share altissimo e gli Italiani capirebbero in un sol momento se ciò che i politicanti ci propongono corrisponde al profondo convincimento del loro animo oppure è guano indorato nello zucchero teso ad offuscare le menti dei cittadini.
Saluti.Danilo Paggi.

DANILO PAGGI 10.10.05 10:34| 
 |
Rispondi al commento

@ Alberto De Sole

te lo dico io perchè ci si indigna. Perchè se non te lo ricordi è stato fatto un referendum popolare sull'argomento e l'80% degli italiani ha detto NO al proporzionale. Se vogliono cambiare la legge rifanno un referendum e ci spiegano il perchè....ma fare finta che gli italiani non abbiamo espresso un chiarissimo e nettissimo parere sulla cosa è OFFENSIVO PER TUTTI NOI!

e cmq una cosa è il proporzionale puro e una cosa questa commistione tra il peggio del proporzionale e il peggio del maggioritario

eliana

eliana matania 10.10.05 10:09| 
 |
Rispondi al commento

@ Sistemisti/Webmasters di GRILLO

...sarà mica il caso che cominciate a pensare ad un eventuale back-up dei server con mirror su altri siti nel caso in cui per malaugurata "ipotesi" qualcuno decida di fare causa a Grillo e, per via preventiva, oscurare il sito www.beppegrillo.it ?

Se succedesse, il "movimento" grilliano perderebbe l'unico riferimento che ad oggi ha (a parte Meet-up).

E' solo un consiglio, ma ci pensavo da giorni.

grazie, Michele

Michele Campana Commentatore in marcia al V2day 10.10.05 09:59| 
 |
Rispondi al commento

@ EUGENIO ARNO', post del 10.10.05 04:58


Salve,
condivido il discorso da un punto di vista costituzionale/regolamentare, ma forse bisogna considerare i post di Grillo come "la voce del buonsenso", ossia: è corretto che delle forze politiche modifichino prima delle elezioni, le regole per le stesse, non per motivi di rappresentatività, ma solo per avere più seggi secondo i calcoli fatti? E' da anni che si fa così in Italia, ma forse Grillo si sta chiedendo se non sia il caso di dare un forte input per far vedere ai politici che sono sotto osservazione e per evitare che la "cultura politica" diventi pura "cultura dei seggi in Parlamento".

grazie, Michele

Michele Campana Commentatore in marcia al V2day 10.10.05 09:45| 
 |
Rispondi al commento

http://www.schedabianca.splinder.com

vedi Beppe, apprezzo l'idea ma non mi persuade per due motivi:

1) è ormai troppo tardi per mobilitare quelle (almeno) 10.000 persone che servirebbero ...

2) ci sarebbero scontri violentissimi con le forze dell'ordine

tuo, come al solito critico, SCHEDA BIANCA

http://www.schedabianca.splinder.com

scheda bianca 10.10.05 09:42| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: giorgio barilla il 10.10.05 09:17

Con la sua maleducazione (non si urla, non si dà del tu senza consenso, né si fanno offese gratuite) ha aggiunto un nuovo tassello all'arroganza propria di questa destra becera e distruttiva.
Continuo a ripetere che non ci può essere diaologo con gente come lei.
Il sudamerica lo vedevamo per davvero se rimanevamo fuori dall'euro, caro economista dei miei stivali. Rilegga, anzi, studi meglio la lezione del serpente monetario e delle crisi valutarie, la debolezza della nostra liretta al primo stormire di fronde.

La saluto, cordialmente

alberto afflitto Commentatore in marcia al V2day 10.10.05 09:38| 
 |
Rispondi al commento

@ Alberto de Sole

Finchè ci sarà questa gente a governare, il maggioritario sarà l'unico sistema elettorale possibile....

DATE UNA DATA, ED IO CI SARO'....

Leo da Rimini 10.10.05 09:31| 
 |
Rispondi al commento

Ho 35 anni e lavoro da 10. L'altra sera, mentre passavo allegramente 2 ore nel traffico di Roma per tornare a casa, pensavo: dovrò lavorare ancora una trentina di anni per poter avere uno straccio di pensione, perchè un deputato matura il diritto alla pensione dopo 1 legislatura (più o meno)? Non cambia molto per le casse dello Stato perchè sono pochi, ma mi sembra che questa disparità non ci renda tutti uguali. Sarà forse incostituzionale che ci sia una legge dello Stato che non rende uguali i cittadini per il diritto alla pensione? Non si potrebbe porre la questione davanti alla corte costituzionale (so che non lo possono fare i semplici cittadini, ma credo un giudice)? Se essere un politico comporta troppi benefici (soprattutto economici) e troppo potere, questo rende tali persone poco propense ad abbandonare il proprio posto ed a lavorare principalmente per tutelarsi piuttosto che per servire il paese.
Saluti.
Roberta

Roberta Fadda 10.10.05 09:31| 
 |
Rispondi al commento

X ALBERTO AFFLITTO il 09.10.05 20:33

"...Le ricordo che Prodi ci ha fatto entrare in Europa salvandoci da crisi valutarie che avrebbero spazzato via la nostra economia di cartapesta. Prima di fare del facile qualunquismo La invito a riflettere su quello che scrive.
Ne vogliamo parlare del grando di INCIVILTA' GIURIDICA e SOCIALE toccato dall'attuale maggioranza??..."

E IO TI RICORDO CARO DILETTANTE IN ECONOMIA CHE
IN EUROPA PRODI CI FECE ENTRARE DALLA PORTA DI SERVIZIO...FACENDOCI PAGARE UN TANTUM STILE "PRESTITO NAZIONALE" SUDAMERICANO PER STARCI DENTRO I PARAMETRI CASO CONTRARIO NON ENTRAVAMO NEANCHE CON LA RACCOMANDAZIONE DEL PAPA...PRODI DISSE CHE IN 4 MERSI AVREBBE RESTITUITO, ENTRO QUEL NATALE...IO STO ANCORA ASPETTANDO...E TU CARO IGNORANTE IN ECONOMIA?...
SECONDA LEZIONE ECONOMICA: I NS. CONTI PUBBLICI ERANO SONO E SARANNO SEMPRE DISASTRATI E DI CARTAPESTA PERCHE GENTE COME TE CONFONDE CAPACITA INTELETTUALE (COSA CHE AL SIG PRODI MANCA COME DETTO DA TUTTI GLI ESPERTI DELLA COMUNITA EUROPEA ..."IL PEGGIOR PRESIDENTE CHE HA MAI AVUTO LA COMUNITA"...)CON LA PAROLA QUALUNQUISMO CHE TU USI COSI SUPERFICIALMENTE...COSA DIRE ALLORA DELLA TUA OPINIONE?...IGNORANZA CONGENITA?
PRODI IL DETTO MORTADELLA (GIA QUESTO NOME TI IDENTIFICA A LIVELLO POPOLARE LA SUA QUALITA DI CONTENUTI)SE LEGGI CURRICULUM E STORIA TI PORTA
ALLA PAROLA MEDIOCRITA (LEGGI ALTRI BLOBS IN MATERIA)...
IN SINMTESI:STUDIA ECONOMIA IMPARA LEGGI ANALIZZA
PRIMA DI USARE QUELLA PAROLA ORMAI FACENTE PARTE DELL'IGNORANZA NAZIONALE TIPO QUALUNQUISMO...

IO TI INVITO A FARE USO DI SELENIO POTASSIO ZINCO
PER IL TUO CERVELLO DI CARTAPESTA...
CON STIMA
DOTT BARILLA - ECONOMISTA

giorgio barilla 10.10.05 09:17| 
 |
Rispondi al commento

ditemi quando e ci sarò anche io a fare da catena... saluti

Aron Prati 10.10.05 08:57| 
 |
Rispondi al commento

...ma quale catena umana, io dico di mettergliela al collo una catena e buttarli da ponte Vittorio Emanuele!!!...lo confermo anche io, SIAMO SOTTO COLPO DI STATO! non è che lo rischiamo, ci siamo gia, anche in questo preciso momento!!

Sandro Bassani 10.10.05 08:55| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Grillo e le verità: aiutaci a capire e sapere quello che non ci dicono. La tua comicità è un dono, le tue esternazioni una virtu’. Sei un cronista attento, mai in sciopero, sempre attuale.
Pronto a battaglie in prima persona, colpendo uomini e istituzioni, ritenutesi intoccabili.
Devo dire anche come tecnico, sei preparato e spieghi con semplicità principi facili e difficili. Non è questo un panegirico ma una constatazione di fatto, e, forse, un tacito incoraggiamento, perché esprimersi come fai tu in maniera assai incisiva, è difficile, pericoloso e può far sentire a chi lo fa come te, un pondo sulle spalle e senza possibilità di dialogo, cioè un monologo. Penso che in molti credano in te.

ING. GUIDO PACETTI BUSTINI 10.10.05 08:41| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

mi dispiace ma questa volta non ti seguo affatto. Premetto che neanche a me piace questo governo (ho sempre votato a sinistra). E premetto anche pero' che non so quale sia il sistema elettorale migliore, ma ho sempre pensato che il sistema elettorale proporzionale sia in qualche senso il piu' "democratico" (se questa parola ha un qualche significato).

Non capisco quindi tutta questa indignazione per la proposta di cambiamento della legge elettorale. Cioe', capisco benissimo che ai parlamentari di sestra fa comodo cambiare la legge perche' cosi' evitano di scomparire (o quasi) dal parlamento italiano, e capisco che i parlamentari di sinistra cerchino in tutti i modi di bloccare questo tentativo perche' con il sistema attuale otterrebbero molti piu' seggi in parlamento. Ma tu (ovvero noi) perhce' ci dovremmo indignare cosi' tanto? Perche' e' gia' il secondo blog che scrivi si questo tema?

Io sinceramente mi ritengo abbastanza estraneo a questo problema, e mi dispace anche un po' che sia stata organizzata una manifestazione popolare contro la legge elettorale proporzionale, promossa anche da politici che fino a pochi giorni fa si dichiaravano proporzionalisti (questo si, lo ritengo poco serio...). In conclusione, i parlamentari che si scontrano su questo problema li capisco pure, ma la gente che va in piazza a manifestare sulla legge elettorale proprio no...

E non mi si dica del referendum. Perche' inanzitutto non sta scritto da nessuna parte sulla costituzione che non si puo' piu' legiferare, a distanza di molti anni, su un tema toccato da un referendum. E poi c'e' stato anche un secondo referendum che proponeva di eliminare la quota proporzionale, e non ha raggiunto il quorum; quindi direi che su questo tema gli elettori italiani hanno, quanto meno, le idee poco chiare...

Alberto De Sole 10.10.05 06:01| 
 |
Rispondi al commento

SALVE SIG.BEPPE, HO 26 ANNI E LAVORO ORAMAI DA QUALCHE ANNO, E TROVO DIFFICOLTA' A CREDERE CHE UNA SOCIETA COME LA NOSTRA ABBIA VERAMENTE VOGLIA DI METTER IN PRATICA TUTTI I PROPOSITI CHE HO LETTO SOPRA. TUTTI ARRABBIATI MA UN PO INCONCLUDENTI, ABITUATI COME SIAMO A LASCIAR FARE AGLI ALTRI (DECISIONI E PENSIERI), A SCEGLIERE DI STRAPAGARE UNA FORMA DI "PIGRIZIA" CHE RENDE TANTI ITALIANI SIMILI A PECORE, E MI RIFERISCO ESSENZIALMENTE AI TANTI RAGAZZI DELLA MIA ETA'. E' ANCHE VERO CHE NON ESISTENDO UNA CLASSE POLITICA CHE ABBIA LE CAPACITA' E LA VOLONTA' DI SVILUPPARE LE POTENZIALITA' DEL NOSTRO BEL PAESE, LA GENTE DA TEMPO SOFFRE DI UNA PROFONDA APATIA E SFIDUCIA VERSO LA POLITICA E DI CONSEGUENZA NON HA PIU' LA TENDENZA AD INFORMARSI SUL'OPERATO DI MINISTRI ECC... L'IGNORANZA E' IL TERRENO PERFETTO PER IL CONTROLLO E LA "SOTTOMISSIONE". MA ANCHE GLI ITALIANI CHE HAN VOGLIA DI IMPEGNARSI IN PRIMA LINEA CON IDEE NUOVE O SEMPLICEMENTE VALIDE, VENGONO REGOLARMENTE ALLONTANATE O COMPRATE. PER CUI CHI E' CHE LOTTA, SENTENDO DI NON AVER SPERANZA? IN ITALIA DALL'EPOCA DELL'IMPERO ROMANO VIGE IL "PANEM ET CIRCENSIS" E MAI COME OGGI LO SI VEDE. GRAZIE AL BLOG PERO' LA POSSIBILITA C'E', E ME LO STUDIERO PER INIZIARE A FARE IL MIO DOVERE DI CITTADINO ITALIANO SEGUENDO LE INIZIATIVE PROPOSTE, ANCHE PERCHE' IO SONO UNA PARTE DEL FUTURO DI QS NAZIONE,ED E' MIO INTERESSE NON SVENDERE O FAR PROSTITUIRE LA MIA PATRIA, LA MIA CASA.
P.S. MA GLI ONOREVOLI CONOSCONO IL SIGNIFICATO MORALE DEL LORO APPELLATIVO?
HANNO ONORE? RIGORE NEL LORO LAVORO?

EUGENIO ARNO' 10.10.05 04:58| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto ancora una volta dell'euro.

BASTA.
1) UNA VOLTA PER TUTTE CHIARIAMO CHE SE NON CI FOSSE STATO E CON IL NOSTRO DEBITO PUBBLICO E GLI INTERESSI SAREMMO FRA I PAESI DEL QUNTO MONDO!
2) CHE CHI NE HA APPLICATO PRATICAMENTE LA DISTRIBUZIONE, E L'INTRODUZIONE NELLE NOSTRE TASCHE, E' STATO IL GOVERNO IN CARICA CHE NON HA FATTO NIENTE E MENO DI NIENTE PER I DOPPI PREZZI ED I CONTROLLI EFFETTUATI, INVECE, IN TUTTI GLI ALTRI STATI EUROPEI! ( CON RISULTATI EVIDENTI )
3) CHE CHI HA FATTO I CONDONI FISCALI, PROPRIO A CHI HA SPECULATO SULL'EURO, SONO SEMPRE I "NOSTRI" DI QUESTO CATASTROFICO GOVERNO.
( INFATTI TUTTI VEDIAMO E RISENTIAMO DELL'EURO E DEI DANNI CHE CAUSA TUTTI I GIORNI A CHI HA UNO STIPENDIO FISSO!..MA LE ENTRATE DI CHI HA "RUBATO" E "RUBA" SUI PREZZI NON SONO TASSATE ALLA STESSA STREGUA DEGLI AUMENTI INGIUSTIFICATI.
BASTA VEDERE LE ENTRATE TRIBUTARIE..E GLI STUDI DI SETTORE..CHE NON SI ADEGUANO UN CA**O! (E TANTI PRODOTTI SONO IN CADUTA LIBERA, VEDI QUELLI AGRICOLI)

ALTRO ARGOMENTO PER CASINI E LA LEGGE ELETTORALE..

DOMANDA 1) ESISTE UN ALTRO PAESE CHE MODIFICA LA LEGGE ELETTORALE E LA COSTITUZIONE COME IL NOSTRO?
DOMANDA 2) PERCHE' UNA COLAIZIONE CHE HA CONQUISTATO UNA MAGGIORANZA E PARLAMENTARI MAI VISTI IN ITALIA ( CON LA LEGGE ATTUALE ) LA VUOLE CAMBIARE?

MA POSSIBILE CHE NESSUNO RIESCA A PORGERE QUESTA "SEMPLICE" DOMANDA A QUEI FANNULLONI
E MANGIAPANEATRADIMENTO CHE VEDO TUTTI I GIORNI IN TV?
INDICATEMI COME FARE O FATEMI INVITARE CHE GLIE LA PONGO IO..
ASSIEME A TANTISSIME ALTRE DOMANDE MOLTO...TERRA TERRA.
COSI' GIUSTO PER SPUTTANARLI UNA VOLTA PER TUTTE..E PER SEMPRE.
( E QUESTO NON SOLO PER QUELLI ATTTUALI..MA TUTTI!)

Anton Ross Commentatore in marcia al V2day 10.10.05 03:41| 
 |
Rispondi al commento

per cui, caro sig. La Torre, vada a chiedere ai suoi eletti quanto ci è costata la loro inettitudine!

Incredibile, non avete neanche la decenza di stare zitti sui danni causati dalla vostra scelleratezza! Anzi, avete la sfrontatezza di riversare sulla parte opposta RESPONSABILITA' CHIARE e APPURATE.

Viva l'Italia ONESTA

alberto afflitto Commentatore in marcia al V2day 10.10.05 01:00| 
 |
Rispondi al commento

Siccome sono di memoria corta... mi ricordi pure quanto ci è costata, soldoni alla mano, l'entrata nell'euro e, sopratutto, quanto continua a costarci per l'inettitudine con la quale è stata effettuata.

Postato da: Fabio La Torre il 10.10.05 00:29

Pensavo che almeno su questo ci potesse essere un po' di onestà intellettuale e invece la macchina trita cervelli messa in campo dal nanetto ha dato i suoi frutti.

E' una questione ormai vecchia, parlarne mi sa di minestra riscaldata... dov'era il governo al momento dell'introduzione della moneta cartacea??? CHI DOVEVA CONTROLLARE sui prezzi e non l'ha fatto? AVANTI, MI DICA LEI!!! CHI C'ERA AL GOVERNO nel GENNAIO 2002 e nei mesi seguenti???
Per favore, argomenti seri please.


La verità è che senza l'euro, con questa classe politica da paese sottosviluppato, mangeremmo pane e cipolla, altro che Argentina.... senza volerlo, Prodi ha salvato preventivamente il governo Berlusconi, il quale dovrebbe ringraziarlo ogni istante in più che si trova al potere.

alberto afflitto Commentatore in marcia al V2day 10.10.05 00:53| 
 |
Rispondi al commento

Le ricordo che Prodi ci ha fatto entrare in Europa salvandoci da crisi valutarie che avrebbero spazzato via la nostra economia di cartapesta. Prima di fare del facile qualunquismo La invito a riflettere su quello che scrive.
Ne vogliamo parlare del grando di INCIVILTA' GIURIDICA e SOCIALE toccato dall'attuale maggioranza??

Postato da: alberto afflitto il 09.10.05 20:33

Siccome sono di memoria corta... mi ricordi pure quanto ci è costata, soldoni alla mano, l'entrata nell'euro e, sopratutto, quanto continua a costarci per l'inettitudine con la quale è stata effettuata.

Fabio La Torre 10.10.05 00:29| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe mi meraviglio che tu non abbia lasciato spazio alla manifestazione di ogg ia roma 100mila persone che hanno detto no a questa finanziaria e a questo golpe istituzionalizzato
come hanno minimizzato le rete televisive forse per te questi avvenimenti sono cose normali come per me ma la gente la deve sentire e incazzarsi per determinare una giusta reazione a questi soprusi ciao renato

scotti renato 09.10.05 23:51| 
 |
Rispondi al commento

in effetti la email è una proposta di cinque punti..e vorrei un parere..
1)ai dati istat, che danno il quadro apocalittico nel paese e della povertà proporrei un piccolo segno, non una soluzione, un segno ovvero ADOTTA UN DEPUTATO, ogni famiglia povera, o più famiglie povere insieme possono adottare un deputato, considerando che la immeritata pensione dei deputati-nonni, può essere una boccata di aria fresca nella vita di stenti delle famiglie in difficoltà
2) mi piacerebbe pennsare ad un governo serio, consapevole, responsabile che come primo atto ABROGHI LE LEGGI VERGOGNA del governo BERLUSCNI, con una votazione ad oltranza il primo giorno, con disposizioni retroattive, e poi hanno il coraggio di parlarci di evasione fiscale.
3) facciamo finta che la finanziaria con tutte le assurdità che contiene non ci tocchi...un brutto sogno che passi..come abroghiamo la finanziaria, il nuovo governo ne proponga un altra...tanto sei mesi non cambiano niente
4)I deputati che hanno evidentemente rubato, che hano gestito appalti pubblici con società da loro gestite, o influenzate, DEVONO RISARCIRE i contribuenti, e genitlmente contribuire al sdollevamento della crisi di questo paese ANDANDO A ZAPPARE LA TERRa, fonte primaria della nostra forza economico, nel programma L'AGRicoltura è una grande risorsa, vederli lavorare un pò sarebbe consolante.
5)Più stato meno chiesa, la storia del ICI del patrimonio della chiese non si può sentire, le continue intrusioni di cardnali che si occupano troppo delle cose terrene e troppo poco delle anime, è francamente ancronistico, ricorda i tempi di BOnifacio VIII, siamo nel 2005.
..e se potessero diventare dei punti del futuro governo..una bellissima sorpresa.Guardiamoci in faccia dobbiamo fare tutti qualcosa..altrimenti espatriare di corsa per non vedere questo spettacolo tristissimo.

antonella ieppariello 09.10.05 23:44| 
 |
Rispondi al commento

@ LUCA GIURLEO
@ FABIO TORNO
@ ENRICO LA TORRE
@ GIOVANNI PERRINO
@ ALICE SANZA

Penso che dovremmo incontrarci e discutere seriamente sulle prossime mosse.
Bisogna munirsi di una volontà incrollabile, di una tenacia di ferro, di una visione del mondo e di un pizzico di follia per fondare un partito politico. E chissà quante altre cose ancora. Noi siamo davvero pronti per fare una cosa del genere?
Perché non ci guardiamo negli occhi e ne parliamo di persona?

Io sono di Roma, voi?

alberto afflitto Commentatore in marcia al V2day 09.10.05 23:30| 
 |
Rispondi al commento

1) i tempi della giustizia vengono prima; poi semmai ve ne fosse il bisogno (e probabilmente ve ne è, ma in altro senso rispetto a quello attuato, vedi meccanismo di carriera automatica per i magistrati) si procede con la magistratura: prima l'infrastruttura, poi gli attori
2)L'IRAP condensava in una sola sei differenti imposte: allora si trattò di un'operazione di semplificazione. Aggiungo che in Italia sarà un problema eliminarla perché le regioni ci mandano avanti gli ospedali
3)d'accordo sugli sprechi che per altro sono a tutti i livelli (ministeri?), ma scaricare il problema solo sui comuni a questa maniera è piuttosto vigliacco
4)l'obbligo scolastico l'ha innalzato berlinguer; per fare laureare prima gli studenti: presenze obbligatorie, si va avanti ad annualità e non ad esami, possibilità di cambiare in corsa anche durante l'università, procedendo per specializzazioni successive, obbligo di scambi con l'estero. Il problema è l'età, mi creda: noi competiamo con gente che non è più preparata, ma più giovane, e quindi più reattiva e più appetibile per le imprese(e lo facciamo in un mercato GLOBALE). Inoltre se ti laurei a 26 anni, quello che hai studiato a 19 è andato.
5)Una legge elettorale che è stata dettata dal popolo tramite referendum stravinto NON SI CAMBIA, a meno che una cosa del genere non si annunci nel programma elettorale, così chi vota SA per cosa vota. Hanno considerato una vittoria l'astensione di massa per i referendum sulla fecondazione eterologa (e l'astensione è tecnicamente assai diversa da una vittoria), ma se poi loro sono i primi a fregarsene dei risultati è evidente che la gente non voti più
6)creda, nessuno potrà alzare le tasse in Italia, perché sarebbe come tirare fuori sangue da una rapa. Rimettere in moto la nostra economia sarà un impresa titanica e meriterebbe attori molto migliori di quelli che ci toccano, ma fino ad allora...

Laura Mercuri 09.10.05 23:23| 
 |
Rispondi al commento

1) i tempi della giustizia vengono prima; poi semmai ve ne fosse il bisogno (e probabilmente ve ne è, ma in altro senso rispetto a quello attuato, vedi meccanismo di carriera automatica per i magistrati) si procede con la magistratura: prima l'infrastruttura, poi gli attori
2)L'IRAP condensava in una sola sei differenti imposte: allora si trattò di un'operazione di semplificazione. Aggiungo che in Italia sarà un problema eliminarla perché le regioni ci mandano avanti gli ospedali
3)d'accordo sugli sprechi che per altro sono a tutti i livelli (ministeri?), ma scaricare il problema solo sui comuni a questa maniera è piuttosto vigliacco
4)l'obbligo scolastico l'ha innalzato berlinguer; per fare laureare prima gli studenti: presenze obbligatorie, si va avanti ad annualità e non ad esami, possibilità di cambiare in corsa anche durante l'università, procedendo per specializzazioni successive, obbligo di scambi con l'estero. Il problema è l'età, mi creda: noi competiamo con gente che non è più preparata, ma più giovane, e quindi più reattiva e più appetibile per le imprese(e lo facciamo in un mercato GLOBALE). Inoltre se ti laurei a 26 anni, quello che hai studiato a 19 è andato.
5)Una legge elettorale che è stata dettata dal popolo tramite referendum stravinto NON SI CAMBIA, a meno che una cosa del genere non si annunci nel programma elettorale, così chi vota SA per cosa vota. Hanno considerato una vittoria l'astensione di massa per i referendum sulla fecondazione eterologa (e l'astensione è tecnicamente assai diversa da una vittoria), ma se poi loro sono i primi a fregarsene dei risultati è evidente che la gente non voti più
6)creda, nessuno potrà alzare le tasse in Italia, perché sarebbe come tirare fuori sangue da una rapa. Rimettere in moto la nostra economia sarà un impresa titanica e meriterebbe attori molto migliori di quelli che ci toccano, ma fino ad allora...

Laura Mercuri 09.10.05 23:23| 
 |
Rispondi al commento

Diciamo che è la degna conclusione di un governo che per tutta la sua durata non ha fatto altro che legiferare per salvare il c..o dei suoi più alti esponenti.
Non è che ci voglia un altissimo quoziente intellettivo per capire che razza di gente c'è al governo, e il fatto che c'è molta gente che li ha votati e una buona parte di questi che li continuerà a votare alle prossime elezioni non è dovuto a una maggiore stupidità degli italiani rispetto ad altre popolazioni, è dovuto forse a una maggiore testardaggine, al non voler ammettere di aver sbagliato.
Per il "cordone umano" io ci sto.

Domenico Vacirca 09.10.05 23:20| 
 |
Rispondi al commento

Noi ci saremo alla catena umana. Ricordiamoci di portiarci dietro un po' di sapone, anzi le salviette sono più comode, da quelle parti sappiamo non c'è molto di pulito. Ma stiamo attenti, dobbiamo bloccarli tutti i dipendendi che si fanno i ca--i propri e dei loro amici ed 'amici degli amici', controlliamogli anche le giacche che non abbiamo macchie di cotrastate 'letta' o controlliamo che non abbiamo alloggiato in bicamerale. Si camuffano bene, sono creativi anche loro, lo sappiamo, prima fanno i cosulenti della banda, poi si fanno banda loro stessi.
Christian e Simona

Christian Abbondanza 09.10.05 23:19| 
 |
Rispondi al commento


@ Daniele Molinari

scusa Daniele, può darsi che mi sbagli, ma la canzone "il disertore" non è di George Brassens?

però può darsi che stia tirando una cazzata - sono ricordi di 10 anni fa_

Leonardo Migliarini 09.10.05 22:55| 
 |
Rispondi al commento

Voglio dedicare con tutto il cuore il testo di questa stupenda canzone ai nostri "Governanti"....secondo voi riusciranno a capirla?

- IL DISERTORE -(Ivano Fossati)

In piena facoltà,egregio presidente
le scrivo la presente che spero leggerà.
La cartolina qui mi dice terra terra
di andare a far la guerra quest'altro lunedì.

Ma io non sono qui,egregio presidente
per ammazzar la gente più o meno come me.
Io non ce l'ho con lei sia detto per inciso
ma sento che ho deciso e che diserterò.

Ho avuto solo guai da quando sono nato,
i figli che ho allevato han pianto insieme a me.
Mia mamma e mio papà ormai son sotto terra
e a loro della guerra non gliene fregherà.

Quand'ero in prigionia qualcuno mi ha rubato
mia moglie e il mio passato,la mia migliore età.
Domani mi alzerò e chiuderò la porta
sulla stagione morta e mi incamminerò.

Vivrò di carità per le strade di Spagna,
Di Francia e di Bretagna e a tutti griderò.
Di non partire più e di non obbedire
per andare a morire per non so cosa o chi.

Per cui se servirà del sangue ad ogni costo,
andate adare il vostro se vi divertirà.
E dica pure ai suoi se vengono a cercarmi
che possono spararmi io armi non ne ho!

Daniele Molinari 09.10.05 22:40| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: alessandro gallo il 09.10.05 22:01

"No. Non li mando in osteria...è troppo signorile per loro."

Ma "bettola", badate bene, stà per "l'osteria più infimera che esista".
Mi sembra che suoni proprio:

Osteria deee........ la libbertà!
PARAPONZI..PONZI..PO'?
Nunn'è bbello star dde qqua!
PARAPONZI..PONZI..PO'?
E pe' corpa de Folini,
licenziati co' i Casini..
a'gguardà sta "Mortadela"
ma che storia è que..sta....qua?

E L'Oste: - E se nun me potete pagà, annatevene a lavorà, braccia rubbate a l'agricortura!!