Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il marciapiede


macchine e marciapiede.jpg


Il marciapiede. I cani ci fanno i loro bisogni, ci trovi le macchine parcheggiate, quasi sempre SUV.
Ci sono lavori in corso, uno dopo l’altro e poi di nuovo da capo: per il cablaggio, l’energia elettrica, l’acquedotto, il gas, l’impianto fognario.
Transenne per i traslochi, pali, archetti, panettoni, rifiuti ingombranti.
Vi transitano, nei due sensi di marcia, biciclette, ciclomotori, pitbull senza museruola.

Un luogo pericoloso per i pedoni che spesso scelgono la strada e si mettono in coda con le macchine.
Mamme con la carrozzina, disabili, ciechi pur di non affrontare il marciapiede non escono di casa.

Anche le prostitute non battono più sul marciapiede, ma direttamente sulla strada.

Vi racconto un episodio a cui ho assistito a Roma.
Il cane lupo di un cieco ha atteso il verde per farlo passare. Non è riuscito a farlo salire sul marciapiede opposto per le macchine parcheggiate sulle strisce.
Lo ha trascinato allora per decine di metri seguendo le auto in doppia fila prima di trovare uno spazio e farlo salire.


Si è detto che la civiltà di una nazione si misura da come sono tenuti i cessi pubblici, se fosse misurata sui marciapiedi l’Italia sarebbe ultima.

Ps: Oggi il TIME mi ha dedicato un pezzo nel servizio: “2005 European heroes”. Io faccio finta di niente, mi schermisco, come Casini.

4 Ott 2005, 19:18 | Scrivi | Commenti (1390) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Caro Beppe Grillo , nel 2005 hai scritto sui marciapiedi di Roma e invece io vorrei raccontarti di chi , come nel 2010, vorrebbe un marciapiede e non può averlo .Abito a Vado Ligure (Sv) ,già famosa per altre ben altre questioni , in una frazione loc. Segno ,diciott'anni fa abbiamo acquistato una casetta, in una borgata, il cui ingresso da su un sentiero privo di illuminazione , canalizzazione delle acque e e marciapiede .Da allora non è cambiato niente(e non perchè non l'abbiamo richiesto!) , ma a nostre spese abbiamo fatto la canalizzazione , un marciapiede in cemento e l'illuminazione(che però da buona ligure ho deciso ultimamente di tenere spenta ) , ed ora la stradina è diventata pubblica( come non si sa !) e visto che ci siamo permessi l'anno scorso di piastrellare il marciapiede e realizzare uno scivolo per le carrozzelle (Barriere architettoniche ) , mia madre è invalida da 25 anni , abbiamo un'ordinanza del comune per lavori abusivi e dobbiamo ripristinare il battuto di cemento senza il scivolo (da noi le barriere non si abbattono si creano )e il ricorso al Tar di Genova è stata una bufala "secondo loro è il comune che deve occuparsi dell'abbattimento delle barriere architettoniche non il privato ...". Evviva L'Italia !!!!!!!!

Tamara Pedrini 30.04.10 03:22| 
 |
Rispondi al commento

Ma TU che ti occupi di tutto... hai mai pensato di
occuparti dei GENITORI dei DISABILI ?
La disgrazia di avere una bellissima figlia che a trent'anni viene colpita da una TROMBOSI BASILARE del tronco, annulla tutta la famiglia.
Tu la conosci ma certamente non ti ricorderai di Agata PARISI di Catania.
Ebbene questo ingrato governo non vuole accettare che il lavoro di noi genitori sia usurante ma lo ammette a chi lavora 3 ore la notte. Ma loro non sanno che noi lavoriamo giorno e notte perchè loro hanno bisogno di essere girati ogni 3 ore altrimenti fanno le piaghe, che loro i bisogni fisiologici li fanno nella pala ovviamente posizionata nel letto e la conseguente pulizia perchè altrimenti fanno le PIAGHE! ma loro che CAZZO ne sanno quate ore lavoriamo noi ?
Io la mattina mi alzo alle 6.30 alle 7.00 esco per andare a lavorare e rientro alle 17:30 (nel contempo bada a mia figlia una donna). Al rientro facciamo la terapia logopedia, ortottismo etc.
Si la faccio io perchè da noi non danno assistenza domiciliare per questo tipo di terapia. Ma se io sono
a lavorare e mio marito è anche lui malato (grave infartuato con ipertensione, tachicardia parossistica etc.) chi gliela porta? poi la faccio cenare, la lavo e finalmente intorno alle 23:00 la porto a letto. La notte mi alzo 3/4 e anche 5 volte per ricominciare al mattino...
NON NE' POSSO PIU' !!! E' da cinque annic he faccio questa vita e c'è chi la fa da dieci da venti ma quanto cazzo dobbiamo lavorare ??? Vogliono farci morire sul campo ? A tutti questi politici che interferiscono sul voto del prepensionamento per noi auguro DI RIMANERE ALLETTATI per 35 anni.
Tanti ce ne vogliono per andare in pensione noi!
Io ne ho soltanto 27.
A te e tutti quelli che hanno figli e siete felici perchè stanno bene Vi auguro di essere sempre felici eche DIO Vi ossa benedire sempre: Ma fermatevi un'attimo a pensare noi... in fondo vogliamo solo un'anticipazione ad un diritto che loro hanno POSTICIPATO.

Maria Randis 11.06.08 10:06| 
 |
Rispondi al commento

sono veramente schifatto dal modo in cui mulinu becciu si sta riducendo.
ormai sono dall 89 che vivo ad AURONZO DI CADORE (BL)IN MONTAGNA.
L'ultima volta che sono sceso e quando mio cuguno li rimaneva poco ancora di vita,sono rimasto male nel vedere come (via masaccio ) sia cambiato piango ancora per tutto quello che ce.
vi chiedo solo una cosa:fatte voi quello che la regione non fà abbiate cura di tutto cio grazie

pierangelo monti nia 19.01.08 15:12| 
 |
Rispondi al commento

OGNI VOLTA CHE C'E UN PROBLEMA E' SEMPRE COLPA DEGLI ALTRI,DEI PRETI, DEI COMUNISTI, DEI FASCISTI, DEGLI ANARCHICI,DEGLI AUTOMOBILISTI,DEI PEDONI......MA COME SINGOLO INDIVIDUO COSA FACCIO?

fernando fabrizio 19.06.07 20:38| 
 |
Rispondi al commento

Che disastro quest'Italia Beppe...

Massimo Lotto 28.01.07 22:07| 
 |
Rispondi al commento

Firenze. Un tepore di serra m’invoglia a passeggiare tra le foglie gialle in questo inverno di smorta primavera. D’inverno, l’effetto serra fa bene ai poveri. Il marciapiedi dove cammino è metà di pietre sconnesse e metà di asfalto. Un’auto staziona sulle zebre, le ruote poggiate sul marciapiedi appiattito per agevolare chi ha il comfort di viaggiare in carrozzella e dovrebbe tentare lo slalom intorno all’auto per traversare la strada. Le macchine in sosta sono accostate fianco a fianco, con interstizi sufficienti a far passare un’anoressica. In mezzo alla strada un altro esercito si avventa a fari accesi. Aspetto che l’armata a quattro e a due ruote prenda una pausa, per espugnare la carreggiata e raggiungere, all’altro capo della via, un marciapiede sotto gli alberi, accidentato quanto basta a eccitare la fantasia di avventurieri a piedi. Incontro una transenna, due, dieci. Ingresso vietato agli umani e permesso a cani e gatti, unici ad arrischiarsi senza andare in pezzi. Arrivo al semaforo. Corro per non morire. L’attraversamento pedonale è verde, però non dura nemmeno il tempo di toccare l’altra sponda prima che scatti l’arrembaggio di bolidi, tutti da Formula 1, perfino il ciclomotore più scalcinato. Di colpo sono in trincea, fra un reticolato, un fosso e una nuova fila di transenne da classici lavori in corso. Avanti, senza scelta, ad una svolta. Avanti, mentre annotta, dentro un imbuto di saliscendi fra buche, sassi e cumuli di terra smossa, ma oltre il reticolato, oltre le transenne che mi tengono prigioniera non riconosco la mia città: una livida sequenza di mura, fondali fantasmatici sul velluto nero del cielo. Lontano vedo brillare i semafori, ultimo miraggio del mio elettrizzante andare a zonzo per i marciapiedi.
Carlotta Martini

Carlotta Martini 03.01.07 04:44| 
 |
Rispondi al commento

Il problema come al solito è la disinformazione.
Le proteste contro la TAV non nascono da una malinconica voglia di rimanere nel medioevo (anche se già ci siamo a causa del vaticano) ne dalla voglia di protestare a prescindere.
I motivi per la protesta ci sono (e ti assicuro che non sono quelli elencati da "Elena Bianchi" che dimostra solo di non sapere di cosa si stia discutendo ma la colpa non è sua bensì della censura).
Innanzitutto c'è da chiedersi come mai la società che ha progettato le gallerie della Torino-Lione è di proprietà dei figli e della moglie del ministro delle infrastrutture Lunardi (lo stesso Lunardi che guarda caso ha voluto le manganellate che in un paese civile...vabbè), perchè i finanziamenti dell'opera avviata dal nostro ministro finiscono direttamente nelle tasche dei suoi familiari?
Poi, non credo tu lo sappia ma, la montagna dove avverrà il traforo contiene uranio e amianto (letali) e c'è una legge della repubblica italiana a favore delle "GRANDI OPERE" che permette di NON smaltire eventuali scorie provenienti dalle "GRANDI OPERE".
Ricapitolando:
Lunardi ha fatto ferro e fuoco per far approvare la TAV, la rocksoil (di proprietà s... di sua moglie e dei suoi figli) ha guardacaso vinto l'appalto per la messa in pratica del progetto e in più non spenderà una lira per salvaguardare la salute degli autoctoni e dell'italia.
Lo chiami progresso?
Chi ci guadagnia? L'italia o Lunardi?
Ricorda che alle persone non piace protestare.

Marco Ranieri 18.02.06 18:03| 
 |
Rispondi al commento

Il problema come al solito è la disinformazione.
Le proteste contro la TAV non nascono da una malinconica voglia di rimanere nel medioevo (anche se già ci siamo a causa del vaticano) ne dalla voglia di protestare a prescindere.
I motivi per la protesta ci sono (e ti assicuro che non sono quelli elencati da "Elena Bianchi" che dimostra solo di non sapere di cosa si stia discutendo ma la colpa non è sua bensì della censura).
Innanzitutto c'è da chiedersi come mai la società che ha progettato le gallerie della Torino-Lione è di proprietà dei figli e della moglie del ministro delle infrastrutture Lunardi (lo stesso Lunardi che guarda caso ha voluto le manganellate che in un paese civile...vabbè), perchè i finanziamenti dell'opera avviata dal nostro ministro finiscono direttamente nelle tasche dei suoi familiari?
Poi, non credo tu lo sappia ma, la montagna dove avverrà il traforo contiene uranio e amianto (letali) e c'è una legge della repubblica italiana a favore delle "GRANDI OPERE" che permette di NON smaltire eventuali scorie provenienti dalle "GRANDI OPERE".
Ricapitolando:
Lunardi ha fatto ferro e fuoco per far approvare la TAV, la rocksoil (di proprietà s... di sua moglie e dei suoi figli) ha guardacaso vinto l'appalto per la messa in pratica del progetto e in più non spenderà una lira per salvaguardare la salute degli autoctoni e dell'italia.
Lo chiami progresso?
Chi ci guadagnia? L'italia o Lunardi?
Ricorda che alle persone non piace protestare.

Marco Ranieri 18.02.06 18:02| 
 |
Rispondi al commento

Sabato 18 febbraio 2006 ore 11,00 AM
Incrocio via eugenio chiesa e via monte cervialto.
Un sigonre con una piccola macchina bianca (forse citroen ax) capelli corti faccia da italiano barba di 2 giorni. Fermo nel mezzo dell’incrocio.
Lui: dopo aver ripetutamente risposto “scusa?” tipica risposta che prelude al “checcazzovoi?”, al mio “non credi di occupare metà della strada” “cos’è non te l’hanno dato a te un cervello?” Asserice che “siccome ce sta quell’artro che non se passa, lui sta lì e non da fastidio a nessuno”.
1) apre il mio sportello di snistra dove c’è la mia ragazza, cosicché io non possa richiudere il finestrino. (è un esperto).
2) prende a pugni la mia macchina quando vede che al grido di “tu sei un pazzo”, faccio per andarmene.
3) dallo specchietto retrovisore noto un gesto, fa come per tirare fuori qualcosa dal portafogli (pusillamine, sarà un poliziotto?). Al ché scendo incuriosito scendo. Che farà mai?
Niente. A due centimetri dalla mia faccia grida sei un cretino, non do fastidio a nessuno. Però a me i pugni non ha il coraggio di darli. Chissà perché tutti prendono a pugni la macchina.. Codardi.
Italiano, stanno in sempre in mezzo, ma non danno fastidio a nessuno.

Giovanni Bastianelli 18.02.06 11:14| 
 |
Rispondi al commento

Desideravo solo farVi notare che a un disabile grave gli si passano circa 240 euro al mese per vivere e nessuno ne parla. Come e possibile ignorare un problema così grave? Perchè dopo un incidente si fa di tutto per salvarci la vita e poi ci fanno morire di stenti su una sedia a rotelle?
Grazie per avermi dato la possibilità di esprimermi forse in un modo troppo duro ma credetemi e propio dura andare avanti in questo modo.
GRazie a Voi tutti di esistere e auguri a TUTTI.

Pietro Zazzera 24.12.05 21:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

marciassenti!
Noi come sempre siamo più avanti ed in molti paesi si è risolto il problema non costruendo i marciapiedi, così le strade sono favolosi budelli in cui far scorrere acqua ed auto!

Antonio Mango 04.12.05 11:06| 
 |
Rispondi al commento

Occhio ai Vigili Urbani: sono a fare cassa in Corso Europa a Genova, fine anno è dietro l'angolo e... La fame di soldi per la 13a è alle stelle !!!!
Un abbraccio a tutti.


Caro Beppe,
non ci crederai, ma il Pino Svizzero è tornato.... Sì proprio quello del black out del 2003, ma questa volta , in una fredda e nevosa giornata di dicembre, è stato in grado di mandare in tilt la circolazione dei tram nella grande, industriosa, competitiva Milano. Certo, hanno detto che a causa di un albero caduto sulla tramvia i tram di molte linee della città non potevano circolare e sono stati sostituiti, udite udite, dai bus "pattinatori", che, sulla tramvia piena di neve e ovviamente non pulita scivolavano che era un piacere. Risultato, dopo circa mezz'ora di attesa (per me) ma per altri di più al freddo e sotto la neve, rimando un appuntamento per non dover essere costretta a pagarmi pure un taxi che l'ATM non mi avrebbe certo rimborsato o di finire spiaccicata contro qualche muro (del pianto) a causa della strada viscida di neve. Io che non ero uscita in auto per paura delle strade sporche di neve, che in effetti lo erano abbastanza.....Ma insomma, a Milano non è così infrequente che nevichi, non siamo in Burundi o ai Tropici.... Ma per il Cda dell'ATM sarà sicuramente tutta un'altra storia... scusate per lo sfogo...

simona giangregorio 03.12.05 11:28| 
 |
Rispondi al commento

Ma caro Beppe spiegaci a tutti noi ,perche in Val di Susa si oppongono all alta velocità.Stiamo come sempre delirando noi italiani...Siamo coinvolti in un progetto europeo per la viabilità al fine di togliere traffico dalle strade, sia traffico di persone che soprattutto merci e noi che facciamo ci opponiamo!!! furbi come delle volpi!!!! Spiegaci perche ci opponiamo,cosi aspramente, forse non abbiamo capito che più treni comunque portano a meno auto e camion, dunque meno inquinamento,dunque meno code sulle autostrade,dunque meno incidenti!!!!!! da italiano mi vergogno di quelli che protestano in val di susa ,bella figura ci facciamo ,in più sempre a richiamare e a cantare canzoni come bella ciao, ma basta...cresciamo un po non siam più negli anni della guerra e del post guerra!!! il mondo cambia il comunismo é finito il muro di berlino caduto ....cambiam mentalità più progressisiti, ma dico già la destra fa casini e ha messo il paese in una situazione di depressione economica, se in più le uniche cose buone che ha proposto vengon distrutte dalla sinistra allora siamo fritti!!! sia a destra che a sinistra si cerca disfare cio che uno o l altro fa o ha fatto....bei dipendenti che abbiamo.... e noi piccoli di mente continuiamo a cantare o bella ciao.... cosi alla fine o bella ciao ce lo diranno gli altri partner europei, e le altre nazioni più serie e concrete in progetti di sviluppo. E poi un altro bel dipende che salta fuori solo per contestare il dottor Agnoletto,ma cavolo mai che proponga unacosa sensata solo protestare...ma anche lui che io stimavo, sta invecchiando ...non hai piu20 anni per fare le proteste come al liceo..dai sei un parlamentare europeo..un attimo di intelligenze nei modi di protesta... mamma mia !!!! e per finire,se la tav non viene fatta chi ci guadagna?

marco impallomeni 30.11.05 10:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei approfondire la questione e magari lanciare la moda anche in Italia, ma ho letto da qualche parte che ora vanno di moda in Francia i cosiddetti "dègonflès", cioè tribù urbane noglobal ed ecologiste che si trastullano sgonfiando le ruote ai SUV. Che dire? Un paese sempre "revolutionnaire"!

Dario Leonardi 29.11.05 16:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

INCREDIBILE CONFESSIONE DI UN CAMIONISTA

Un giorno, a seguito di un diverbio con un camionista che aveva appena rischiato di mandarmi fuori strada, sono venuto a conoscenza di una pratica comune che i camionisti seguono al fine di evitare le multe per eccesso di velocità da parte della Polizia stradale.

I camion sono dotati per legge di un apposito strumento che serve a misurare la velocità media dei veicoli.

I camion in autostrada, in base al codice della strada, possono andare ad una velocità massima di 80 Km/h, aa a tutti capita di vedere mezzi pesanti che viaggiano a 120, 130 Km/h, velocità che comportano il ritiro della patente immediato.

I camionisti che con la patente ci lavorano, perché non hanno paura di perderla ????
Come fanno a non beccare mai una multa ????

Il trucco, spiegatomi dal camionista, è questo: basta mettere un bel 100 euro nella patente così quando un agente ti ferma e ti chiede “patente e libretto” se ha la coscienza sporca prende i soldi, spesso dividendoli col collega, e ti lascia ripartire.

In caso contrario il camionista potrà evitare il tentativo di corruzione dicendo che è solito usare la patente per tenere dei soldi, come in un portafoglio.

cESARE pIRI 29.11.05 16:12| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti.
qualcuno riesce a spiegarmi e a convincermi del perchè al sindaco di roma non viene in mente di aumentare i controlli sui padroni incivili di cani che sporcano i marciapiedi, sul perche non si fa una legge contro la pubblicità sui tergicristalli, sul perchè i vigili non fanno le multe come dovrebbero ed esiste in generale tutto questo permissivismo e buonismo da paese alla deriva?

alessandro zanin 29.11.05 15:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe e ciao a tutti!!
ho finito all'una di notte di vedere il tuo spettacolo su dvd.....Incredibile...Sei veramente incredibile.Hai la capacità di farci scassare dalle risate dicendo delle sacrosante verità,che non sempre sono sotto gli occhi di tutti (compreso me). Volevo intervenire sulla discussione delle presenze sui marciapiedi delle cacche di cane....In Germania,quando fai tatuare il cane,fanno un prelievo e catalogano il suo DNA.
apposite squadre girano sui marciapiedi e raccolgono un campione delle girelle trovate,tramite DNA risalgono al cane e recapitano salatissime multe ai proprietari ..Trovo giusto che per la tua negligenza,perchè è di questo che si tratta,debba essere tu a pagare e non la comunità...
Purtroppo in Italia questo lavoro sarebbe sicuramente sub-appaltato obbligando chi fa i prelievi di cacca ad aprire le buste dentro i cassonetti pur di farti pagare lo stesso....
Italia....che bel paese.....di cacca.

Ludovico Cortese 22.11.05 15:54| 
 |
Rispondi al commento

Il marciapiede da noi si è trasformata in marciamacchine marciamotorini e marciacani.Le auto sui marciapiedi da noi è una cosa normalissima e non solo, io salgo sui cofani per attraverasare la strada, una volta ho aiutato una donna con il carrozzino facendolo passare sul cofano di un auto parcheggiato "regolarmente" sulle strisce pedonali sotto l'annesso semaforo.I vigili che dovrebbero essere "vigili" non si vedono mai o quasi, una volta nella mia città vi era un esercito di pizzardoni che ha confronto un plotone di marines sembrano quattro gatti, oggi li vedi (quelli che vedi) tutti ufficiali e sottufficiali, sembra come se in un'azienda gli operai diventassero tutti dirigenti e nessuno più che produce.Però abbiamo un'amministrazione comunale che produce e l'ultima produzione dell'assessore alla mobilità e quella di non fare entrare più gli autobus extraurbani in città perchè inquinano, lasciando spazio ai veicoli privati, che dalle nostre parti invece dei gas di scarico:micropolveri PM10 e veleni simili producono variegate fraganze profumate tipo abre magique "assurdo" in pratica in tutte le città europee si affrontano dei piani traffico per ridurre l'uso dei mezzi privati ed incrementare il servizio pubblico, da noi si fa esattamente il contrario.Stavo per dimenticare di dire la città: è PESCARA una città commerciale di pocopiù di 120.000 abitanti dove ogni giorno entrano 250.000 auto.

Ascanio Buccella 20.11.05 23:07| 
 |
Rispondi al commento

sul tuo blog...dici un luogo pericOlosi per i pedoni.
Ma sti cazzo de pedoni, che stanno sempre in mezzo alle corsie, oramai a roma devi zizzagare tra i pedoni, se provi ad entrare in via del corso alle 17,00, ci vuole lo spalaneve per camminare!!Ti entrano fin dentro lo sportello, che oramai quando so che devo andare in questa via, tolgo direttamente gli sportelli, cosi' ai semafori la gente entra dentro,... cosi' attraversa!Creo un servizio. Non un luogo pericoloso,... ma è che alla gente non gli frega niente che forse a volte tu ,che sei pedone, potresti anche non avere sempre ragione,..o no??
il marciapiede non lo usa piu' nessuno, forse perchè e' sempre pieno di escrementi canini, che se vale la legge che se la calpesti son soldi....io ora dovrei essere miliardario...
Ma è cosi' che va il mondo...ed allora me lo tengo.
BAU BAU BAU

ernesto 18.11.05 22:50| 
 |
Rispondi al commento

salve a tutti,
mi sono da poco iscritto al blog e da poco sono entrato nel mondo paradossale di beppegrillo.it, dove le lacrime e larabbia si mutano in risate e buona volontà (o resistenza civile se si vuole).
il mio intervento è sull'efficentissima società TRENITALIA che sta pensando, da fornitrice di un servizio pubblico essenziale qual'è, ai miei/nostri prossimi 100anni!
spesso mi capita di fare viaggi in INTERCITY(il treno che attualmente permette viaggi oltre i 200Km in tempi ragionevoli, senza scambi improbabili e a costi semi-contenuti)e penso non sia solo una mia maliziosa supposizione pensare che il loro ritardo non sia per nulla un problema in cima alle preoccupazioni dell'azienda (annualmente moltiplica il numero e le corse degli "economici" eurostar!). se ipotizziamo un viaggio medio di 350Km (Bologna-Roma, per esempio) noteremo che l'eventuale rimborso (per ritardi superiori ai 40min... come se aumentare di 1/3 la durarta di un viaggio fosse ancora un servizio efficiente...da mangiarsi le mani!!!) coincide col costo della prenotazione (5E per accaparrarsi il diritto a un servizio che altri definirebbero normale!)che permette di richiedere il rimborso stesso: SORPRESA!?! così piano piano si fa capire che non c'è convenienza a prenotare se non quella di trovare un posto(ammesso che al posto ci si possa arrivare, cosa del tutto impossibile nei convogli che si muovono durante i ponti e le feste) e che "nulla può sconfiggere il ritardo"... e poi ora nella mia regione(Emilia-Romagna) si pensa di sostituire gli interregionali con intercity per "migliorare il servizio"... e questo è il mezzo che dovrebbe muovere l'Italia e aiutare a combattere il problema del traffico, dell'inquinamento, ...a portarci nei prossimi 100anni ci penseremo poi, ora, per favore facciamo funzionare bene quello che c'è!!!!
amaramente...
Marcello

Branzanti Marcello (Forlì) 18.11.05 12:07| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe vorrei sottolineare una cosa, nel comune di meldola in provincia di Forlì, alcuni posti auto con linea bianca su una via principale , sono stati creati con un ana delimitazione assurda, ti permettono di parcheggiare la macchina metà sulla strada e metà sul marciapiede, dove è finita la legge per eliminare le barriere architettoniche?????in certi punti un disabile deve camminare per la strada, rischiando di diventare ancora più disabile !!!annalisa

annalisa balzoni 17.11.05 11:50| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei proporre una campagna di boicottaggio dei Comuni turistici che per finanziarsi appostano autovelox sulle superstrade che attraversano il loro territorio. C'è già la Stradale che, quando vuole, ha i mezzi e gli strumenti per bloccare il contraavventore, cioè a dire, per impedirgli di andare veloce, che dovrebbe essere lo scopo principale.
La municipale invece si nasconde su superstrade in punti dove non può far altro che fotografare e multare, per fare cassa per il proprio bilancio.

Allora dai, facciamo una catena e pubblicizziamo i nomi dei Comuni che fanno questa "tosatura" e impegniamoci a non andare in quei luoghi né in vacanza e neppure per un caffé.
Aggiungo poi che sarebbe interessante avere un parere legale sul fatto che la Stradale e i Carabinieri fanno fotografie (e multe) anche quando potrebbero farsi vedere ed intervenire per svolgere il loro VERO ruolo, che è quello dei Tutori dell'ordine. Se ti lasciano commettere l'illecito (l'eccesso di velocità) pur potendolo contrastare semplicemente facendosi vedere bene, omettono di adempiere un dovere. Per di più, grazie a tale omissione, lo Stato incassa somme che sembrano più il corrispettivo per una licenza di correre che la sanzione di un comportamento illecito.
Prendete un Codice penale, e leggete come si chiama la fattispecie in cui chi può contastare un illecito lo tollera e ne riceve un ingiusto beneficio....

Maurizio Giannini 14.11.05 15:51| 
 |
Rispondi al commento


12 XI 2005
Hallo Beppe!

riguardo il tema marciapiedi, vorrei tanto che tu venissi a MONACO per l'Oktoberfest e filmare i camper e automobili italiani che la fanno da padroni sui marciapiedi.
Non ti sto a dire le maledizioni dei non vedenti, delle carrozzelle per disabili e dei ciclisti.
Aspetta i mondiali di calcio 2006 e poi vedremo!

P.S. È un peccato che non ti fai conoscere anche all'estero. Sarebbe bello se tu lavorassi per www.arte.de. È una stazione televisiva franco-tedesca che offre veramente temi interessanti a tutte le ore senza interruzioni.


geraldo giannone 12.11.05 19:29| 
 |
Rispondi al commento

Ti scrivo da Trieste ; vorrei sapere quali mostruosi interessi si nascondono dietro la costruzione continua di parcheggi di tutte le forme. Hanno sventrato un rione x costruire un parcheggio del quale i pensionati non sapranno che farne. Per un posto in affitto puoi pagare 300 euro al mese. Per comprarlo devi sborsare dai 30 milioni delle vecchie lire x un loculo nel quale entri ma devi uscire dal cofano posteriore tanto è stretto. Continuate cosi' saluti

Walter Cesaratto 06.11.05 18:26| 
 |
Rispondi al commento

Riguardo allo stato disastroso dei marciapiedi, emblematica è la situazione del mio quartiere: Monteverde a Roma. Qui i marciapiedi sono talmente pieni di feci di cani e di buche che anche col passeggino, preferisco passare in mezzo alla strada. Tra l'altro, ho notato che le strade sono tenute molto meglio rispetto ai marciapiedi infatti sull'asfalto ci sono molte meno buche e, cosa più assurda, sono anche più illuminate. Infatti, proprio nella via dove abito, i lampioni ( a elle) sono rivolti verso la strada illuminandola, dalla parte del marciapiede invece vi è il buio pesto. Ho anche avuto il sospetto che si sia trattato di un errore grossolano: forse dovevano dirigere l'illuminazione del lampione dalla parte opposta. Le automobili sono dotate di fari non hanno bisogno di tanta luce, che devono fare i pedoni munirsi di torce elettriche?
Ne deduco che la noncuranza dei pedoni non è solo da parte dei nostri vicini di casa cinofili ma anche un po' cinici, perchè fanno fare i bisogni del loro cane nel bel mezzo del marciapiede, anzichè in mezzo alla carreggiata dove almeno lì è più difficile che qualcuno s'imbratti le scarpe? La mia certezza è che la noncuranza dei pedoni provenga anche dai nostri amministratori che a quanto pare privilegiano la categoria degli amanti delle 4 ruote a tutti i costi, anzichè degli amanti delle passeggiate.
Ritornando al problema dei cani, la scuola elementare della mia zona ebbe un anno fa la bella iniziativa di appendere a mo' di manifesti lungo il marciapiede dei disegni degli alunni che invitavano, con la dolcezza e l'innocenza che solo i bambini possono avere, i padroni dei cani a mantenere più puliti i marciapiedi.
Forse l'iniziativa ha contribuito ad infondere un po' di senso civico tra i bambini, ma la situazione purtroppo è peggiorata soprattutto davanti alla scuola elementare promotrice della campagna educativa. Chissà perchè, forse per rappresaglia!Una soluzione per risolvere parzialmente il problema potrebbe essere quella di aumentare notevolmente la tassa comunale sul cane. Così il numero dei cani probabilmente diminiurà. Con i proventi della tassa si deve istituire un SERIO servizio di vigilanza e di pulizia. Spero che qualcuno tra i nostri dipendenti-amministratori ascolti questo consiglio

Elisabetta Turella 04.11.05 22:59| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
un piccolo contributo da parte mia...microscopico lo sò, ma è ciò che faccio dalla mattina alla sera.

Parli dei marciapedi che vengono scavati, aperti e richiusi di continuo per mettere cavi, tubi, riparare, ecc. ecc.
Lo sapevi che esistono sistemi fare le stesse cose riducendo o non ricorrendo affatto a questi scavi? Si chiama No-Dig (no-scavo) e ci hio anche scritto dei libri quest'anno!
Ma stranamente nel nostro paese, che è sempre in "leggera controtendenza" non solo queste cose si usano poco ma addirittura non se ne può parlare.
Oggi mi sono infuriato mentre facevo una passeggiata vicino casa mia (ho comprato in campagna, vicino Milano, perché sembrava di stare ancora in campagna) perché mi sono accorto che in pochi giorni, stanno costruendo un nuovo elettrodotto che passerà in zona di Parco Sud Milano!!!
Che siavolo! ma non li possono interrare quei dannati cavi?
Si può fare, persino spendendo meno, ma perché diavolo costruiscono un altro elettrodotto in pieno parco agricolo?

Comunque tornando al tuo post i marciapiedi, così come le strade, come tanti altri spazi (compresi i parchi agricoli, ecc. ecc.) si possono eccome rispettare di più, basta volerlo.
La tecnologia esiste.

Grazie di esserci.

Renzo.

Renzo Chirulli 30.10.05 20:46| 
 |
Rispondi al commento

Ciao beppe, l'inciviltà é un segno inequivocabile della nostra società. La cattiveria ha preso il posto della solidarietà della quale ogni popolo civile ha bisogno per costruire la propria identità culturale. Tutti noi dovremmo riflettere sui gesti che ogni giorno portiamo a termine per le altre persone, e specialemte per chi soffre di impedimenti fisici.
Siamo riusciti a distinguere realmente il nostro essere umani dalle bestie(con tutto il rispetto per gli animali)? Non credo. Un marciapiede, un buco per la strada e tantissimi altri ostacoli per le persone normali sono nulla, ma per un disabile sono insormontabili utopie. Viviamo da esseri umani, siamo nati per questo.

Luca Andrini 30.10.05 20:36| 
 |
Rispondi al commento

PALERMO I MARCIPIEDI CI SONO VENGONO USATI PER I VENDITORI AMBULANTI E QULACHE ASSESSORE PER LO SVILUPPO DELLE ECONOMIA AGRICOLA A DETTO CHE DA OGGI FARA IN MODO CHE VENGANO TOLTI ALCUNI VENDITORI AMBULANTI PECCATO CHE QUELLI CHE OCCUPANO LA CORSIA D'EMERGENZA DI VIALE REGIONE SICILIANA TRATTO VIA ALBIRI RESTANO QUELLI SONO TROPPO IN PERIFERIA.....E POI LE STRADE DELLA PERIFERIA NON SONO DI COMPETENZA COMUNALEMA SOLO DI SPACCIATORI E DELINQUENZA COMUNE QUI IL CONTROLLO LO FANNO LE FORZE DELL'ORDINE QUANDO DEVONO ACQUISTARE DELLA DROGA SI VEDONO POI E' DIFFICILE CHE QUALCUNO SI VEDA....RISULTATO I MARCIPIEDI A COSA SERVONO?

Francesca 27.10.05 10:10| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo
Grazie di esistere!
Ho appena scritto un messaggio ma non lo trovo cosi'cerco di riassumerlo.
Quando la gente se la prende con i SUV perchè occupano spazio dovrebbe imparare a leggere le loro misure che,sia per larghezza che per lunghezza,sono inferiori a quasi tutte le berline circolanti.
BMW,MERCEDES,VOLVO, ALFA ROMEO sono piu' lunghe e piu' larghe di una JEEP GRAND CHEROKEE ad esempio.L'idea della grandezza è data dalla loro altezza e dalla struttura diversa dalle berline.Penso ,purtroppo,che l'unica diversita' stia nel prezzo veramente esagerato.Questa del prezzo poi è da controllare perchè,solo in Italia una JEEP costa il doppio che negli stati uniti.Nemmeno in Francia O in Germania i Prezzi sono cosi' alti.
Per cui non prendetevela con me e non fatevi fuorviare dall'illusione ottica data esclusivamente dall'altezza e non dalle altre misure.
grazie a chi leggera'
Ciao
Marco

Marco Arras 26.10.05 02:48| 
 |
Rispondi al commento

Di marciapiedi a Venezia non ce ne sono, qnd niente auto, per fortuna, anche se qualcuno parecchi anni fa ha detto, qui l'aria è troppo pulita, e costruirono gli impianti petrolchimici di porto marghera, oltre naturalmente ai vaporetti che vanno a gasolio, cmq tornando ai marciapiedi, visto che sono del tutto inesistenti le calli sono piatte senza rialzi ne a destra ne a sinistra, ma vi è cmq un problema, anche + di uno, ci sono i senegalesi che vendono le borse, che poverini anche loro devono mangiare, nulla in contrario, mangiano loro e chi gli fornisce le borse da vendere, ma occupano gran parte di alcune calli principali quasi come un'auto nel marciapiede, poi meno ingombranti per lo spazio fisico sono i rom, che appollaiati nel loro palchetto inscenano false mutilazioni per accattare denaro, è vero che lo spazio che occupano è minimo, ma su quello della vista e dell'olfatto ne occupano + di 10 tir in fila posteggiati su un marciapiede, anche xchè come i cani fanno i loro bisogni in strada (ne ho visti un paio con i miei occhi).......Chi dovrebbe pensare a mantenere l'ordine in una città così architettonicamente bella e antica?
Sembra che a nessuno interessi, sarà ma a me fa schif'.........Ciao Beppe.

Giuseppe Lagati 25.10.05 09:38| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe sei grande continua cosi'.
Quando vieni a Cagliari?

Omar Deiana 25.10.05 00:06| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe, sono emiliano e vengo da roma.Sono un tuo fan sfegatato, la cosa che ti volevo dire è di nn mollare mai perchè da parte mia e di tantissimi altri avrai sempre appoggio, contro questa sporca società e contro i buffoni che ci comandano(in primis il portatore nano). Inoltre riguardo al traffico penso che io poso dire la mia, in quanto a roma si vive nel caos e nell'esaurimento più totale...le vie rimangono sempre quelle, mentre macchine, motorini, camion e furgoni aumentano a dismisura. nemmeno io so dare 1 risposta a tutto ciò, so solo che tra qualche anno non solo roma, ma l'intero pianeta si ritroverà nel buio più profondo, perchè l'evoluzione umana porterà allo sfacelo come sempre ha dimostrato...quindi cercamo de non rompe più di tanto i coglioni alla natura perchè in questo modo non daremo futuro a nulla. ringraziandoti per l'attenzione ti saluto, in attesa di sapere come la pensi su questo che ti ho appena scritto..ciao grande

emiliano sebastiani 24.10.05 17:13| 
 |
Rispondi al commento

Mi unisco al coro di chi racconta la sua rovinosa esperienza con i marciapiedi della propria città. Molte volte ho pensato di filmare quelli del mio quartiere (abito a Monza, dove mi sono trasferita da Milano pensando - illusa - di trovare una migliore qualità della vita)e poi di inviare il filmato a Valerio Staffelli o a Le Iene. Al di là delle macchine sul marciapiede o davanti alle strisce pedonali, delle cacche di cane - che sono il minore dei mali - e dei perenni lavori in corso, imperversano i marciapiedi rotti, e/o bucati nel mezzo da asfittici alberelli, e/o privi di abbassamenti in corrispondenza delle strisce, e/o così stretti che con un passeggino o una sedia per disabili non ci si può salire, e/o con improbabili pendenze che se spingi un mezzo con ruote ti indirizzano diabolicamente verso la strada... Ho cominciato a farci caso quando è nato mio figlio ed ho iniziato a girare con la carrozzina: una fatica improba. Che incazzatura, specialmente considerando che vivo nel quartiere più "in" della ricca e snob città governata da un sindaco "ambientalista" e "sensibile al sociale", Michele Faglia, che del resto è quello - Beppe lo sa - che promise sotto elezioni di bloccare il passaggio delle auto attraverso il parco: sono passati anni e le auto impazzano e impuzzano 6 giorni su 7, sempre più numerose; persino i maestosi alberi del parco sono sopraffatti dallo smog... E persino al parco con un passeggino si va controvoglia, obbligati a farsi un pezzo di strada tra puzza e rumore... Com'è possibile che al sindaco non gliene freghi niente dei polmoni dei bambini? Sarà andato a scuola di demenza gestionale da Albertini? (A proposito, c'è uno spazio sul sito dove possa scagliarmi in un'invettiva contro la targa commemorativa a Craxi ?). Grazie dell'attenzione, ciao

Olivia Suardi 24.10.05 16:48| 
 |
Rispondi al commento

Utilizzando la rete, riusciremo a farcela?

Enrico Argenziano 24.10.05 13:41| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo,
ti invio un resoconto di una mia piccola disavventura.
Sono uno studente universitario fuorisede e devo fare un trasloco nella nuova casa in affitto.
Deciso una buona volta a non importunare uno dei miei amici automuniti, telefono fiducioso ad una lunga lista di autonoleggi,compreso le ditte che noleggiano furgoni apposta per traslochi.
Unico ma invalicabile ostacolo: non possiedo una carta di credito!
Inutile spiegare che posso lasciare una caparra o dei documenti o che possiedo una carta bancomat.
Da questo fatto ho tratto due conclusioni:
Primo, un servizio che dovrebbe agevolare la mobilità, che sbandiera su internet tariffe vantaggiose è in realtà accessibile a pochi.
Secondo, mi è saltato agli occhi come la società sia stratificata da gradini spesso invisibili, che diventano invece più che sgradevolmente evidenti proprio quando noi abbiamo bisogno di un tale servizio o aiuto.
Questi scalini inoltre non sono superabili con il "semplice" denaro, ma solo diventando membri di svariati "clan": dalla tessera Coop alla carta di credito al telepass per l' autostrada!
Se non ne fai parte puoi pure essere il sultano del Bengodi, ma rimarrai sempre un cittadino di serie B!
Grazie del tuo tempo e di chiunque leggerà il mio messaggio.
Sergio Carroni

Sergio Carroni 24.10.05 11:20| 
 |
Rispondi al commento

vorrei un paese che investa sul trasporto ferroviario (treni/metropolitane) e non sulle rotonde e le strade veloci.
La Regione Lombardia promuove una tantum gli sconti per istallare l'impianto GPL o METANO sulla autovettura. Bravo Formigoni sei almeno vent'anni indietro!
Io avrei una proposta semplice e poco dispendiosa per ridurre il PM10. Perchè non mettiamo sui treni e sui metro delle carrozze adibite al trasporto biciclette e sviluppiamo dei parcheggi biciclette sicuri; perchè non costruiamo piste ciclabili insieme alle rotonde?
Per cambiare le cose bisogna dare un buon esempio e non puo' certo darlo un Ci Ellino che quando gli hanno chiesto, in qualità di uomo religioso, perchè aveva appoggiato l'intervento in Iraq, lui ha risposto che praticava la real politic.
Ciao Beppe

alessandro manni 24.10.05 08:30| 
 |
Rispondi al commento

Riguardo allo stato disastroso dei marciapiedi, emblematica è la situazione del mio quartiere: Monteverde a Roma. Qui i marciapiedi sono talmente pieni di feci di cani e di buche che anche col passeggino, preferisco passare in mezzo alla strada. Tra l'altro, ho notato che le strade sono tenute molto meglio rispetto ai marciapiedi infatti sull'asfalto ci sono molte meno buche e, cosa più assurda, sono anche più illuminate. Infatti, proprio nella via dove abito, i lampioni ( a elle) sono rivolti verso la strada illuminandola, dalla parte del marciapiede invece vi è il buio pesto. Ho anche avuto il sospetto che si sia trattato di un errore grossolano: forse dovevano dirigere l'illuminazione del lampione dalla parte opposta. Le automobili sono dotate di fari non hanno bisogno di tanta luce, che devono fare i pedoni munirsi di torce elettriche?
Ne deduco che la noncuranza dei pedoni non è solo da parte dei nostri vicini di casa cinofili ma anche un po' cinici, perchè fanno fare i bisogni del loro cane nel bel mezzo del marciapiede, anzichè in mezzo alla carreggiata dove almeno lì è più difficile che qualcuno s'imbratti le scarpe? La mia certezza è che la noncuranza dei pedoni provenga anche dai nostri amministratori che a quanto pare privilegiano la categoria degli amanti delle 4 ruote a tutti i costi, anzichè degli amanti delle passeggiate.
Ritornando al problema dei cani, la scuola elementare della mia zona ebbe un anno fa la bella iniziativa di appendere a mo' di manifesti lungo il marciapiede dei disegni degli alunni che invitavano, con la dolcezza e l'innocenza che solo i bambini possono avere, i padroni dei cani a mantenere più puliti i marciapiedi.
Forse l'iniziativa ha contribuito ad infondere un po' di senso civico tra i bambini, ma la situazione purtroppo è peggiorata soprattutto davanti alla scuola elementare promotrice della campagna educativa. Chissà perchè, forse per rappresaglia!
Una soluzione per risolvere parzialmente il problema potrebbe essere quella di aumentare notevolmente la tassa comunale sul cane. Così il numero dei cani probabilente diminiurà. Con i proventi dall'aumento della tassa si deve istituire un SERIO servizio di vigilanza e di pulizia.Spero che qualcuno tra i nostri dipendenti-amministratori ascolti questo consiglio.

Elisabetta Turella 23.10.05 19:20| 
 |
Rispondi al commento

Riguardo allo stato disastroso dei marciapiedi, emblematica è la situazione del mio quartiere: Monteverde a Roma. Qui i marciapiedi sono talmente pieni di feci di cani e di buche che anche col passeggino, preferisco passare in mezzo alla strada. Tra l'altro, ho notato che le strade sono tenute molto meglio rispetto ai marciapiedi infatti sull'asfalto ci sono molte meno buche e, cosa più assurda, sono anche più illuminate. Infatti, proprio nella via dove abito, i lampioni ( a elle) sono rivolti verso la strada illuminandola, dalla parte del marciapiede invece vi è il buio pesto. Ho anche avuto il sospetto che si sia trattato di un errore grossolano: forse dovevano dirigere l'illuminazione del lampione dalla parte opposta. Le automobili sono dotate di fari non hanno bisogno di tanta luce, che devono fare i pedoni munirsi di torce elettriche?
Ne deduco che la noncuranza dei pedoni non è solo da parte dei nostri vicini di casa cinofili ma anche un po' cinici, perchè fanno fare i bisogni del loro cane nel bel mezzo del marciapiede, anzichè in mezzo alla carreggiata dove almeno lì è più difficile che qualcuno s'imbratti le scarpe? La mia certezza è che la noncuranza dei pedoni provenga anche dai nostri amministratori che a quanto pare privilegiano la categoria degli amanti delle 4 ruote a tutti i costi, anzichè degli amanti delle passeggiate.
Ritornando al problema dei cani, la scuola elementare della mia zona ebbe un anno fa la bella iniziativa di appendere a mo' di manifesti lungo il marciapiede dei disegni degli alunni che invitavano, con la dolcezza e l'innocenza che solo i bambini possono avere, i padroni dei cani a mantenere più puliti i marciapiedi.
Forse l'iniziativa ha contribuito ad infondere un po' di senso civico tra i bambini, ma la situazione purtroppo è peggiorata soprattutto davanti alla scuola elementare promotrice della campagna educativa. Chissà perchè, forse per rappresaglia!
Una soluzione per risolvere parzialmente il problema potrebbe essere quella di aumentare notevolmente la tassa comunale sul cane. Così il numero dei cani probabilente diminiurà. Con i proventi dall'aumento della tassa si deve istituire un SERIO servizio di vigilanza e di pulizia.Spero che qualcuno tra i nostri dipendenti-amministratori ascolti questo consiglio.

Elisabetta Turella 23.10.05 19:18| 
 |
Rispondi al commento

Riguardo allo stato disastroso dei marciapiedi, emblematica è la situazione del mio quartiere: Monteverde a Roma. Qui i marciapiedi sono talmente pieni di feci di cani e di buche che anche col passeggino, preferisco passare in mezzo alla strada. Tra l'altro, ho notato che le strade sono tenute molto meglio rispetto ai marciapiedi infatti sull'asfalto ci sono molte meno buche e, cosa più assurda, sono anche più illuminate. Infatti, proprio nella via dove abito, i lampioni ( a elle) sono rivolti verso la strada illuminandola, dalla parte del marciapiede invece vi è il buio pesto. Ho anche avuto il sospetto che si sia trattato di un errore grossolano: forse dovevano dirigere l'illuminazione del lampione dalla parte opposta. Le automobili sono dotate di fari non hanno bisogno di tanta luce, che devono fare i pedoni munirsi di torce elettriche?
Ne deduco che la noncuranza dei pedoni non è solo da parte dei nostri vicini di casa cinofili ma anche un po' cinici, perchè fanno fare i bisogni del loro cane nel bel mezzo del marciapiede, anzichè in mezzo alla carreggiata dove almeno lì è più difficile che qualcuno s'imbratti le scarpe? La mia certezza è che la noncuranza dei pedoni provenga anche dai nostri amministratori che a quanto pare privilegiano la categoria degli amanti delle 4 ruote a tutti i costi, anzichè degli amanti delle passeggiate.
Ritornando al problema dei cani, la scuola elementare della mia zona ebbe un anno fa la bella iniziativa di appendere a mo' di manifesti lungo il marciapiede dei disegni degli alunni che invitavano, con la dolcezza e l'innocenza che solo i bambini possono avere, i padroni dei cani a mantenere più puliti i marciapiedi.
Forse l'iniziativa ha contribuito ad infondere un po' di senso civico tra i bambini, ma la situazione purtroppo è peggiorata soprattutto davanti alla scuola elementare promotrice della campagna educativa. Chissà perchè, forse per rappresaglia!
Una soluzione per risolvere parzialmente il problema potrebbe essere quella di aumentare notevolmente la tassa comunale sul cane. Così il numero dei cani probabilente diminiurà. Con i proventi dall'aumento della tassa si deve istituire un SERIO servizio di vigilanza e di pulizia.Spero che qualcuno tra i nostri dipendenti-amministratori ascolti questo consiglio.

Elisabetta Turella 23.10.05 19:17| 
 |
Rispondi al commento

Riguardo allo stato disastroso dei marciapiedi, emblematica è la situazione del mio quartiere: Monteverde a Roma.
Qui i marciapiedi sono talmente pieni di feci di cani e di buche che anche col passeggino, preferisco passare in mezzo alla strada. Tra l'altro, ho notato che le strade sono tenute molto meglio rispetto ai marciapiedi infatti sull'asfalto ci sono molte meno buche e, cosa più assurda, sono anche più illuminate. Infatti, proprio nella via dove abito, i lampioni ( a elle) sono rivolti verso la strada illuminandola, dalla parte del marciapiede invece vi è il buio pesto. Ho anche avuto il sospetto che si sia trattato di un errore grossolano: forse dovevano dirigere l'illuminazione del lampione dalla parte opposta. Le automobili sono dotate di fari non hanno bisogno di tanta luce, che devono fare i pedoni munirsi di torce elettriche?
Ne deduco che la noncuranza dei pedoni non è solo da parte dei nostri vicini di casa cinofili ma anche un po' cinici, perchè fanno fare i bisogni del loro cane nel bel mezzo del marciapiede, anzichè in mezzo alla carreggiata dove almeno lì è più difficile che qualcuno s'imbratti le scarpe?
La mia certezza è che la noncuranza dei pedoni provenga anche dai nostri amministratori che a quanto pare privilegiano la categoria degli amanti delle 4 ruote a tutti i costi, anzichè degli amanti delle passeggiate.
Ritornando al problema dei cani, la scuola elementare della mia zona ebbe un anno fa la bella iniziativa di appendere a mo' di manifesti lungo il marciapiede dei disegni degli alunni che invitavano, con la dolcezza e l'innocenza che solo i bambini possono avere, i padroni dei cani a mantenere più puliti i marciapiedi.
Forse l'iniziativa ha contribuito ad infondere un po' di senso civico tra i bambini, ma la situazione purtroppo è peggiorata soprattutto davanti alla scuola elementare promotrice della campagna educativa. Chissà perchè, forse per rappresaglia!
Una soluzione per risolvere parzialmente il problema potrebbe essere quello di aumentare notevolmente la tassa comunale sul cane. Così almeno i cani diminuiranno notevolmente.
Con i soldi della tassa si dovrebbe istituire un serio servizio di vigilanza e al tempo stesso di pulizia.
Spero che qualcuno tra i nostri "dipendenti-amministratori" ascolti il mio consiglio.

Elisabetta Turella 23.10.05 19:02| 
 |
Rispondi al commento

Riguardo allo stato disastroso dei marciapiedi, emblematica è la situazione del mio quartiere: Monteverde a Roma.
Qui i marciapiedi sono talmente pieni di feci di cani e di buche che anche col passeggino, preferisco passare in mezzo alla strada. Tra l'altro, ho notato che le strade sono tenute molto meglio rispetto ai marciapiedi infatti sull'asfalto ci sono molte meno buche e, cosa più assurda, sono anche più illuminate. Infatti, proprio nella via dove abito, i lampioni ( a elle) sono rivolti verso la strada illuminandola, dalla parte del marciapiede invece vi è il buio pesto. Ho anche avuto il sospetto che si sia trattato di un errore grossolano: forse dovevano dirigere l'illuminazione del lampione dalla parte opposta. Le automobili sono dotate di fari non hanno bisogno di tanta luce, che devono fare i pedoni munirsi di torce elettriche?
Ne deduco che la noncuranza dei pedoni non è solo da parte dei nostri vicini di casa cinofili ma anche un po' cinici, perchè fanno fare i bisogni del loro cane nel bel mezzo del marciapiede, anzichè in mezzo alla carreggiata dove almeno lì è più difficile che qualcuno s'imbratti le scarpe?
La mia certezza è che la noncuranza dei pedoni provenga anche dai nostri amministratori che a quanto pare privilegiano la categoria degli amanti delle 4 ruote a tutti i costi, anzichè degli amanti delle passeggiate.
Ritornando al problema dei cani, la scuola elementare della mia zona ebbe un anno fa la bella iniziativa di appendere a mo' di manifesti lungo il marciapiede dei disegni degli alunni che invitavano, con la dolcezza e l'innocenza che solo i bambini possono avere, i padroni dei cani a mantenere più puliti i marciapiedi.
Forse l'iniziativa ha contribuito ad infondere un po' di senso civico tra i bambini, ma la situazione purtroppo è peggiorata soprattutto davanti alla scuola elementare promotrice della campagna educativa. Chissà perchè, forse per rappresaglia!
Una soluzione per risolvere parzialmente il problema potrebbe essere quello di aumentare notevolmente la tassa comunale sul cane. Così almeno i cani diminuiranno notevolmente.
Con i soldi della tassa si dovrebbe istituire un serio servizio di vigilanza e al tempo stesso di pulizia.
Spero che qualcuno tra i nostri "dipendenti-amministratori" ascolti il mio consiglio.

Elisabetta Turella 23.10.05 19:02| 
 |
Rispondi al commento

Abito a Napoli ed ho 2 cani di grossa taglia adottati al canile .Tutti i giorni esco regolarmente con paletta e bustine ma ho sempre grosse difficoltà nel passeggiare perchè i marciapiedi sono sempre occupati da macchine parcheggiate. Inoltre i marciapiedi sono molto sporchi e pieni di bottiglie rotte, feci di cani, cartacce, pnuematici rotti e schifezze varie. Mi sono rivolta aò servizio che si occupa dellla pulizia delle strade (ASIA) ma mi hanno risposto che loro non sono tenuti a rimuovere vetri rotti e feci.Ma allora chi lo deve fare e perchè non possono incaricarsi loro cdi interpellare questi ESPERTI? Ho chiamato laSL ed i vigili ma non è successo niente. Alla fine mi sono armata di guanti e sacchetti per la spazzatura e una sera ho ripulito tutto il marciapiede, anche perchè uno dei miei cani si era ferito con un vetro. In tutto ho riempito 9 sacchetti.Ora almeno una volta a settimana cerco di togliere il grosso della schifezza che insozza la zona dove abito (Capodichino). La gente mi guarda come se fossi una pazza e quando passo con i cani si infastidisce.Questa estate sono andata in vacanza a Gabicce Mare (PU) ed ero l'unica fornita di paletta e bustine mentre i cani degli abitanti del luogo scorazzavano liberamente senza guinzaglio e facendo i bisogni ovunque. Un bagnino mi ha detto che dovevo portare i cani fuori dal centro abitato. Una signora mi ha chiesto che cosa era la paletta:glielo ho spiegato aggiungendo anche che IO ERO DI NAPOLI: Prendetevela con gli umani sporchi ed indifferenti enon con delle povere bestie.

emilia grillini 23.10.05 16:54| 
 |
Rispondi al commento

Abito a Napoli ed ho 2 cani di grossa taglia,adottati al canile.Ogni volta esco con le bustine per raccogliere i loro bisognima trovo sempre macchine parcheggiate sui marciapiedi, per cui mi è difficile passare.I marciapiedi del mio quartiere sono sempre sporchi di cartacce, feci di cani, bottiglie rotte, coppertoni e schifezze varie.Ho contattato il servizio responsabile ma mi è stato risposto che loro non possono rimuovere vetri rottinè feci.Ho chiamato la Asl ed i vigili ma non si è risolto niente. Pochi giorni fa uno dei miei cani si è ferito con un vetro rotto.alla fine mi sono armata di guanti e sacchetti ed ho ripulito tutto il marciapiede:ho riempito 9 sacchetti della spazzatura.Pago 360 euro all'anno di tasse per la spazzatura:ti sembra giusto? Adesso almeno una volta a settimana pulisco tutto quello che posso.E quando passo con i cani la gente mi guarda storto.Prendetevela con gli umani sporchi e indifferenti, non con delle povere bestie. Questa estate sono andata in vacanza a Gabicce mare(PU) ed ero l'unica fornita di paletta e buste, mentre tutti icani degliabitanti del luogo passeggiavano da soli,senza guinzaglio, e facendo i loro bisogni dove capitava.Un bagnino mi ha rimproverata, dicendo di portare i cani fuori dal centro abitato. Una signora mi ha chiesto che cosa era la paletta: glielo ho spiegato ed ho aggiunto che IO ERO PERFINO DI NAPOLI.

emilia grillini 23.10.05 16:23| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe, abito a cagliari, dove la situazione stradale ha raggiunto l'indecenza piu completa. tutte le strade, ma proprio tutte, presentano difetti ( quali buche, dossi, etc.)e una gran parte mancano di funzionalità. inoltre ci sono sempre lavori in corso,e come dicevi tu, torniamo a capo.

giacomo pisano 22.10.05 13:58| 
 |
Rispondi al commento

alitalia...il nuovo accordo costa 65 milioni di euro. chi li paga?
al 31.12.2004 air france ha dichiarato un utile di 98.000.000,00 di euro.
al 31.12.2004 klm ha dichiarato un utile di 261.000.000,00 euro.
al 31.12.2004 british airways ha dichiarato un utile di 333.000.000,00 di euro.
dati ufficiali,iscritti a bilancio, dicono che il sig. spinetta, ad di air france nel biennio 2004 2005 ha ricevuto un compenso di 555.000,00 euro, un bonus di 160.000,00 euro, pari a una riemunerazione mensile di 29.583,00 euro.
il sig. van wijk ad di klm nel biennio 2004 2005 ha ricevuto un compenso di 653.709,00 euro, un bonus di 429.731,00 euro, pari ad una remunerazione mensile di 45.143,00 euro.
il sig. rod eddington, ad di british airways nel 2004 ha ricevuto un compenso annuo di 517.813,00, un bonus di 258.907, pari ad una remunerazione mensile di 64.727,00 euro.
al 31.12.2004 alitalia ha dichiarato una perdita di 812.833.000,00.
il sig. cimoli ad e presidente di alitalia, dal 6 maggio al 31 dicembre 2004 ha ricevuto un compenso di 1.522.966,00 euro, pari a una remunerazione mensile di 190.375,00 euro.
alitalia perde tanto, più di quanto gli altri in europa guadagnano. però l'ad di alitalia, da solo, guadagna tre volte di più dei suoi colleghi europei. considerando che i dipendenti alitalia guadagnano meno dei dipendenti delle compagnie aeree europee, che senso ha siglare accordi che penalizzano ancora il costo del lavoro?forse il sig. cimoli non ha perso tempo per la privatizzazione, ha solo guadagnato. mentre chi ha perso tempo sono stati i passeggeri, i citttadini italiani, i visitatori stranieri.

massimiliano mariani 22.10.05 11:22| 
 |
Rispondi al commento

alitalia...il nuovo accordo costa 65 milioni di euro. chi li paga?
al 31.12.2004 air france ha dichiarato un utile di 98.000.000,00 di euro.
al 31.12.2004 klm ha dichiarato un utile di 261.000.000,00 euro.
al 31.12.2004 british airways ha dichiarato un utile di 333.000.000,00 di euro.
dati ufficiali,iscritti a bilancio, dicono che il sig. spinetta, ad di air france nel biennio 2004 2005 ha ricevuto un compenso di 555.000,00 euro, un bonus di 160.000,00 euro, pari a una riemunerazione mensile di 29.583,00 euro.
il sig. van wijk ad di klm nel biennio 2004 2005 ha ricevuto un compenso di 653.709,00 euro, un bonus di 429.731,00 euro, pari ad una remunerazione mensile di 45.143,00 euro.
il sig. rod eddington, ad di british airways nel 2004 ha ricevuto un compenso annuo di 517.813,00, un bonus di 258.907, pari ad una remunerazione mensile di 64.727,00 euro.
al 31.12.2004 alitalia ha dichiarato una perdita di 812.833.000,00.
il sig. cimoli ad e presidente di alitalia, dal 6 maggio al 31 dicembre 2004 ha ricevuto un compenso di 1.522.966,00 euro, pari a una remunerazione mensile di 190.375,00 euro.
alitalia perde tanto, più di quanto gli altri in europa guadagnano. però l'ad di alitalia, da solo, guadagna tre volte di più dei suoi colleghi europei. considerando che i dipendenti alitalia guadagnano meno dei dipendenti delle compagnie aeree europee, che senso ha siglare accordi che penalizzano ancora il costo del lavoro?forse il sig. cimoli non ha perso tempo per la privatizzazione, ha solo guadagnato. mentre chi ha perso tempo sono stati i passeggeri, i citttadini italiani, i visitatori stranieri.

massimiliano mariani 22.10.05 11:21| 
 |
Rispondi al commento

Oggi mia figlia di 5 anni mentre andavamo a scuola e camminavamo sul marciapiede, mi ha detto: "Che maleducati questi cani che fanno la cacca sul marciapiede!" e io le ho risposto che non sono i cani che sono maleducati, ma i loro padroni che gli fanno fare la cacca e non puliscono. Anche noi facciamo la cacca ma per fortuna abbiamo la possibilità di farla nel water e tirare la catena e non vedere più niente.. Se a casa nostra facessimo come i cani la cacca per terra senza pulire, sarebbe una bella schifezza e sai che puzza....
Non so perchè ho scritto questo dialogo, ma veramente vorrei che i proprietari di cani si mettessero nell'ottica di pulire dove i loro cani sporcano perchè la casa non finisce dove c'è la porta di ingresso, ma va oltre. Come si fa ad essere educati e puliti, precisi in casa, con le donne di servizio che puliscono gli argenti una volta a settimana e poi permettere ai loro cani di insozzare i marciapiedi perchè a loro fa schifo prendere su la cacca dei loro cani?
Sono certa che presto questo senso civico emergerà e ci si evolverà anche in questo aspetto!
Spero che i proprietari di cani non si aspettino che nasca una nuova specie di cani senza culo....

Grazie per l'attenzione e a presto,
CARMEN

Carmen Pollara 21.10.05 22:05| 
 |
Rispondi al commento

volevo assolutamente leggere l'articolo che ti ha dedicato il time,cosi ho trovato un sito(gratis) capace di tradurre " degnamente" l'intera pagina web interessata.ti faccio i miei complimenti.buon lavoro.il sito per tradurre intere pagine web(degnamente)e': http://world.altavista.com/tr

ciao beppe.

arcangelo salza 21.10.05 17:01| 
 |
Rispondi al commento

Avete mai preso in considerazione i diritti degli animali? Siamo sempre abituati per cultura ad un'idea antropocentrica del mondo, ma il genere umano è solo una delle specie che abita il pianeta. Vorrei riflettere sul fatto che gli animali vengono sfruttati, uccisi, utilizzati per il divertimento, per sport come la caccia, per la pet therapy, per l'alimentazione, per le nostre pellicce, per la sperimentazione animale e via dicendo. Noi ci sentiamo autorizzati a farlo solo perché ci riteniamo più intelligenti, ma può veramente un pezzettino più evoluto di corteccia cerebrale legittimare questa pretesa? E se veramente, come nell'ultimo film di Tom Cruise, arrivassero gli alieni che ritenendoci una razza inferiore facessero della Terra un bell'allevamento intensivo per macellarci e nutrirsi per esempio del nostro sangue o utilizzare la nostra pelle scuoiandoci vivi per farsi delle comode calzature? Se ci dessero la caccia come facciamo con gli orsi ed i cinghiali solo perché questi non possono comunicare con noi e la loro pelliccia o le loro carni sono preziose? O se ci prosciugassero l'atmosfera per prelevarla poiché per loro è una risorsa irrinunciabile? Cosa ci accadrebbe? L'uomo è un pericoloso parassita del pianeta che tutto sfrutta e mercifica, ma finalmente la natura si ribella al nostro delirio di onnipotenza e ci sta dando, purtroppo, una serie di lezioni con pandemie, virus incurabili e catastrofi naturali. Può un povero cane che vive in città in mezzo al traffico essere colpevole dei propri escrementi? E tutte le schifezze che gettiamo nelle strade noi? Ho visto persone per la strada abbandonare di tutto: dai materassi alle televisioni fuori uso, bidoni di idrocarburi e olii esausti, persone fare la pipì agli angoli delle strade e anche la cacca nei prati dei giardini convinti di non essere visti....
Questa è una società civile?
Scusate lo sfogo, ciao a tutti
Claudia

Claudia Ursini 21.10.05 14:59| 
 |
Rispondi al commento

Dalla locandina della Nazione di un paio di gg fa: i fiorentini comprano meno cibo e più auto.
Per forza!!! La nostra bella giunta democratica (di sinistra) ha imposto tali e tanti blocchi del traffico per l'E3, targhe alterne, blocchi totali per superamento gas nell'aria, ztl ristrette, ztl allargate, aree omogenee alla città di Firenze, che o ci si comprava l'auto nuova o si smetteva di: lavorare, portare a scuola i figli, andare a trovare i genitori anziani, andare ai funerali! (lo giuro, mi è successo! per fortuna non ni hanno fermato!)... certo, ci saranno state alcuni quintali di certificati di deroga da compilare, ma il tempo? e poi, se avevo l'auto che non poteva arrivare in comune, a fare il foglio come ci andavo? volando? vabbene la lotta all'inquinamento, ma avete idea dello stress patito lo scorso inverno da fiorentini e limitrofi? Le corse pazzesche per rientrare entro l'orario prefissato? Morale della favola: si mangia meno. Sto scherzando, però è una vergogna che una classe politica metta un cittadino nella condizione di "dovere" cambiare un'auto ancora in buono stato per potere andare a lavorare senza un'adeguata offerta di servizi pubblici accessori. E' democrazia questa? I sacrifici come al solito li fanno i meno ricchi, che tanto quelli con i soldi l'auto nuova ce l'hanno sempre!!!
Ciao

cristina salvini 21.10.05 14:42| 
 |
Rispondi al commento

Mi capita di uscire di casa e dovendo fare piu' slalom mi capita di pestarne una o l'altra,spero che ogni tanto,magari l'indomani la pesti il propietario.Le macchine in doppia fila sembrerebbe che il nuovo codice stradale a Torino consenta la sosta basta semplicemente accendere le classiche 4 frecce e vai dova c.... vuoi tu...tanto ci sono le frecce...che una volta servivono alla caccia.Tutto questo succede perche' ad un italiano basta dargli la macchina ed il calcio (dicesi sport) ed e' l'uomo piu' felice del mondo.Apatico non si degna di fare 100 metri senza il suo status simbol.Ciao

Davide Tomasi 21.10.05 12:59| 
 |
Rispondi al commento

L'etica moderna si sintetizza con i vigili urbani che si nascondono dietro le siepi per dare multe ed i cittadini che parcheggiano selvaggiamente in posti dedicati handicap.
Quando proprio non ne puoi fare a meno ti ribelli, ma vieni puntualmente dileggiato per il tuo stato fisico.
Le menomazioni per mia fortuna non sono cerebrali, ma molti così detti normali ne sono portatori insani.
Grido il mio dolore a questa società insensibile che si struttura sull'arrivismo a discapito del prossimo.
Grazie per lo spazio datomi.
E' un conforto sapere che qualcuno ascolta.
Tante belle cose.
Danilo

danilo bottioni 21.10.05 10:55| 
 |
Rispondi al commento

L'etica moderna si sintetizza con i vigili urbani che si nascondono dietro le siepi per dare multe, ed i cittadini che parcheggiano selvaggiamente in posti dedicati handicap.
Quando proprio non ne puoi fare a meno ti ribelli, ma vieni puntualmente dileggiato per il tuo stato fisico.
Le menomazioni per mia fortuna non sono cerebrali, ma molti così detti normali ne sono portatori insani.
Grido il mio dolore a questa società insensibile che si struttura sull'arrivismo a discapito del prossimo.
Grazie per lo spazio datomi.
E' un conforto sapere che qualcuno ascolta.
Tante belle cose.
Danilo

danilo bottioni 21.10.05 10:54| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
questa immagine sembra il Paradiso in confronto alle strade della mia Napoli (ti manderò qualche foto). Sarebbe una buona idea inserire una prova fra le strade di Napoli nel campionato mondiale di rally!

enzo palmieri 20.10.05 18:52| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,è la prima volta che Ti scrivo e sono molto onorato di farlo. Sai che nell' antichità c'erano editti papali che obbligavano la gente che svuotava i pitali dalla finestra(pratica usatissima) a gridare, prima dell'azione,"merda-merda-merda" onde evitare spiacevoli gavettoni agli ignari passanti. In questi tempi invece bisogna evitare le merde a terra, le automobili di fianco, gli aerei dall'alto e i maledetti politici da dentro!!Non sono verde, ne blu ne rosso ne nero, sono un italiano, cazzo, che è stufo di avere intorno politici cazzoni, televisioni inutili farcite di "veline/calciatori" che cercano di imprimere una filosofia di vita che sta macellando i poveri neuroni delle ragazzine oppure di "politici/talkshowisti" che macellano i nostri poveri neuroni. Le strade sono impraticabili TUTTE dall'autostrada alla via della mia città (Fano),vengono continuamente aperte per le fibre ottiche,chiuse e subito riaperte per le tubature ecc.sarebbe meglio mettere delle cerniere lampo no?Chiaramente lo spreco è enorme ecc.ecc.ecc.Però Ti dico una cosa, NON EMIGRERO' MAI,mi rifiuto,rimango qui e combatto i leccaculo,faccio il mio lavoro per gli altri (sono musicista)con umiltà sperando in qualcosa o qualcuno che si renda conto di cosa sta succedendo.
Grazie Beppe,ti voglio bene.

Claudio Giuseppe Morosi,musicista in Fano (PU.

Claudio G. Morosi 20.10.05 14:25| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
sono la mamma di una bimba di 3 anni che frequenta la scuola materna e non ti scrivo per lamentarmi della struttura o di altro... le maestre sono bravissime e fanno quello che possono visto che nella classe della mia bambina ci sono 25 "mostri" di 3 anni (tra l'altro c'è anche un bambino con qualche disagio e che quindi ha bisogno di maggiori attenzioni rispetto agli altri)... la struttura è piccola infatti non riescono a farli dormire al pomeriggio... comunque tutti danno il meglio e questo è l'importante! Ti scrivo invece per segnalarti che i pulmini per il trasporto dei bambini non sono muniti di cinture di sicurezza perchè "per legge" non è obbligatorio!!! Questa cosa mi preoccupa molto visto che sul pulmino sono presenti 2 adulti (l'autista ed 1 accompagnatore.... 1 accompagnatore per una ventina di bambini circa che ha solo 2 braccia, 2 gambe, 1 bocca -per "invitarli" a stare fermi - e soprattutto solamente 2 occhi). Mi sembra incredibile che "la legge" non tuteli la sicurezza dei bambini!Comunque visto che credo che ognuno deve FARE QUALCOSA invece che ASPETTARE CHE VENGA FATTO ieri sera mi sono candidata come rappresentante di classe e sono stata eletta (per forza...sono stata l'unica a dare la mia disponibilità) e stai certo che inizierò a rompere le scatole a tutti affinchè i pulmini del Comune di San Casciano V.P. (FI) vengano muniti di cinture di sicurezza e così, finalmente, i viaggi dei nostri amatissimi figli potranno essere sicuri!

... al prossimo spettacolo!


p.s. Non lamentiamoci soltanto della ns. classe politica ( ognuno ha ciò che si merita!! ) ma agiamo partendo magari dalle piccole cose ed insegnamo ai ns. figli ad amare gli altri e a rispettarli, ad evere cura e rispetto dell'ambiente... secondo me prima dobbiamo cambiare tutti noi e di conseguenza cambieranno anche i politici.

Ilaria Cirelli 19.10.05 18:19| 
 |
Rispondi al commento

non so se accade anche nelle altre città ma qui a Napoli pensano bene di fare i lavori di manutenzione ad agosto. la cosa sarebbe anche intelligente se non fosse che gli operai se ne vanno in vacanza e i cantieri rimangono aperti con grande dolore per la circolazione.nella zona in cui abito io a settembre hanno cominciato i lavori di manutenzione di una strada principale a doppio senso alternando il traffico, si può salire, ma a scendere bisogna passare nel quartiere dove io abito: risultato:
macchine parcheggiate a destra e sinistra, traffico a tutte le ore a volte immobile, motorini che bloccano il passaggio ai pedoni perchè devono passare, e noi? come i polli non ci proviamo nemmeno a volare.
tutto questo durerà fino a dicembre, e vi faccio notare che la suddetta strada , quella cioè dove ora il traffico è in transito, è sede di un comando dei carabinieri...vi dirò ..."utilissimo"

Vittoria Potocnjak 19.10.05 17:33| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,complimenti per quello che stai facendo e per il modo in cui lo fai.Io sono,come molti,veramente disgustato di tutta la situazione italiana,non riesco a vederne una buona e mi riviene in mente una frase detta da un mio amico italiano (trasferitosi all'estero)che mi diceva:"l'Italia è bella, peccato che ci sono gli italiani...!"
Comunque,il mio intervento è x segnalare quello che mi è successo l'altr'anno,quando,fermato x l'alcool test,risultavo con un tasso alcoolico di 0,55 su un massimo di 0,50 permesso.Ho spiegato che poco prima avevo preso la propoli, soluzione alcolica x curare il mio cronico mal di gola.Non hanno voluto sapere nulla e mi hanno tolto la patente x un mese,10 punti,una super multa e un processo penale da affrontare (si, l'art. 186 cds è diventato penale) con € 2.500,00 di spese x l'avvocato con la certezza di essere condannato.In + fare una visita medica,dopo 20 anni di guida,nessun incidente causato con prima classe assicurativa.Questa visita medica costa ca € 50,00 e prevede,sempre a pagamento,test e visita psichiatrica(ca € 35,00)e,dulcis in fundo,test del sangue e delle urine, non solo x la ricerca dell'alcool,ma allargate anche a tutti i tipi di droghe esistenti(€ 100,00).La cosa bella è che tutta questa trafila sarò obbligato a farla per altri 8 anni, anche se sempre negativo ai test.Denuncio questo mio fatto personale,perchè convinto che tutto ciò serva solo per succhiare un bel pò di soldi e non x dare sicurezza alla circolazione, in quanto sono stato chiamato a fare tutte queste visite ben 6 mesi dopo la mia infrazione al cds.Quindi se fossi stato un alcolista o un drogato "vero" avrei potuto circolare tranquillamente,mettendo a repentaglio la vita di motociclisti,automobilisti e pedoni.Ho raccontato la mia assurda vicenda xlomeno x far sapere al massimo numero di persone possibile cosa accade a chi viene "beccato" positivo,volente o nolente,all'alcool test, visto che lo stato non fa nulla x informare,ma tanto x prendere.

Lorenzo Apriani 19.10.05 15:26| 
 |
Rispondi al commento

a proposito di energia pulita qualcuo/a si ricorda o sa qualcosa della fusione a freddo.se non sbalio anche in italia esisteva un progetto,con pochi fondi e pochi ricercatori(dove siete)ma mi pare di ricordare che qualche risultato lo avessero ottenuto oltre a infastidire il mondo che ruota attorno al petrolio.

francesco anceschi 19.10.05 14:55| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto l'articolo sul marciapiede....Ieri ho accompagnato il mio ragazzo in via meravigli per un'operazione...dopo l'operazione abbiamo dovuto aspettare sul marciapiede che il ns amico arrivasse con la macchina per caricare il mio ragazzo che era in stampelle...beh eravamo vicini a un semaforo...tutti i motorini si fermavano quand'era rosso e così abbiamo respirato non so quanti litri di benzina...ma io dico, non ci arriva la gente a spostarsi un po più avanti!!!
Grazie, elisa

elisa cappellari 19.10.05 14:36| 
 |
Rispondi al commento

Per Giada Verdecchia (e.mail 9.10.05)
Cara Giada, anche io sono su di una sedia a ruote e ti ho capito benissimo nel tuo sfogo su 3 cm = 20 cm a riguardo degli scalini sui marciapiedi. Alla tua osservazione normalmente i tecnici rispondono che i 3 cm,insormontabili anche per me senza accompagnatore perchè non ho forza nelle mani, SERVONO a fare passare l'acqua. Ma chi lo dice, l'acqua in qualche modo se ne va, ma le Persone più deboli si arrestano.
Un illuminato tecnico del comune di Torino compresa la necessità di portato a "raso" il raccordo (dopo avere provato a farmi salire), ha utilizzato la sede stradale per colmare il gradino con asfalto.
Risultato: accesso facilitato a TUTTI, assoluta mancanza di acqua e autonomia. Non troppo male vero? Anche perchè questa facilitazione è utilizzata sempre di più sul territorio.
Auguri per le tue battaglie future!
Un abbraccio e auguri di tanta serenità.

Rosanna Ferrero 17.10.05 21:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
Uno dei problemi più importanti per i disabili è uscire di casa, incontrare Persone e parlare. A Torino questo mi è sempre più difficile perche i nuovi lavori olimpici non sono fatti per il Cittadino più debole.Infatti migliaia di parcheggi pavimentati male e aree verdi nuove di zecca fatte in acciottolato inaccessibile alla mia sedia a ruote, mi rendono la vita ancora più in salita alla faccia delle norme del ns. Paese.
La cosa che però mi rattrista di più è che i miei dipendenti tecnici del comune hanno sempre pronto un alibi : I parcheggi NON SONO per i disabili, ma devono garantire il necessario benessere idrico agli alberi e quindi facciamoli con bel foro di 6X6 cm (anzichè 2 cm consentiti)per fare passare l'acqua piovana e inchiodare inesorabilmente la mia sedia; Le nuove aree verdi della Spina 1(per i disabili!),sono state acciottolate per richiamarsi al "tempo antico" e non importa a nessuno che quelli come me non possono accedere alla fontana o sedersi sulle panchine all'ombra. Per quest'ultimo caso mi è stato risposto per scritto che se anche non possiamo entrare possiamo PERO' giragli attorno sul marciapiede.
Chi può suggerirmi una via d'uscita da questa incivile situazione? Grazie di cuore anche a nome di tanti che non hanno più voce o la capacità di difendersi.

Rosanna Ferrero 17.10.05 21:12| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti,
sono nuova ma l'idea di partecipare ad una discussione come questa mi piace molto. sabato sera, insieme a mio marito, abbiamo visto lo spettacolo di Beppe Grillo in DVD: siamo rimasti senza parole... noi siamo giovani, abbiamo 32 anni, e stiamo costruendo la nostra vita insieme. l'idea è quella di formare una famiglia, di avere dei figli, di crescere insieme. ma che futuro possiamo avere? cosa ci riserverà il mondo? e i nostri figli? sono veramente delusa e amareggiata. se poi mi guardo intorno, la vita frenetica che si fa, il caos che c'è. l'inquinamento, il traffico i costi... bhè, sono senza parole! e il nostro governo cosa fa? niente. come possiamo fare?

monica mores 17.10.05 12:34| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe e cari lettori, vi scrivo dall'abruzzo dove un paio di giorni fa c'è stato un gravissimo incidente in autostrada un tir ha scavalcato lo spartitraffico, dalla parte opposta veniva un furgone con alcuni operai, e dopo essersi socontrati sono caduti dal cavancavia con le conseguenze che probabilmente avete sentito dai notiziari.
Questa autostrada la percorro regolarmente, si chiama "autostrada dei parchi", è tra le più care d'Italia, dicono perchè serve per mantenere i parco. Abbiamo ancora gli spartitraffico vecchi, non ci sono adeguate barriere per evitare appunto cadute dai cavalcavia, però in compenso ci hanno messo dei bei cartelli luminosi dove davanti all'uscita di Sulmona ci dicono che al traforo del Gran Sasso c'è un attesa di mezz'ora perche ci sono lavori, forse nessuno passa da Sulmona direzione Roma per andare sotto il Gran Sasso.
buona giornata e buon lavoro a tutti.

Raffaele Boiocchi 17.10.05 10:32| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe e cari lettori, vi scrivo dall'abruzzo dove un paio di giorni fa c'è stato un gravissimo incidente in autostrada un tir ha scavalcato lo spartitraffico, dalla parte opposta veniva un furgone con alcuni operai, e dopo essersi socontrati sono caduti dal cavancavia con le conseguenze che probabilmente avete sentito dai notiziari.
Questa autostrada la percorro regolarmente, si chiama "autostrada dei parchi", è tra le più care d'Italia, dicono perchè serve per mantenere i parco. Abbiamo ancora gli spartitraffico vecchi, non ci sono adeguate barriere per evitare appunto cadute dai cavalcavia, però in compenso ci hanno messo dei bei cartelli luminosi dove davanti all'uscita di Sulmona ci dicono che al traforo del Gran Sasso c'è un attesa di mezz'ora perche ci sono lavori, forse nessuno passa da Sulmona direzione Roma per andare sotto il Gran Sasso.
buona giornata e buon lavoro a tutti.

Raffaele Boiocchi 17.10.05 10:32| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe! Sono un dipendente Alitalia, e vorrei sollevare il già noto problema del precariato lavorativo che io vivo dal 2001 nell'azienda considerata la "compagnia di bandiera", quella bandiera che giorno per giorno è stata ammainata, dalla nostra politica errata negli anni.Negli anni ottanta portavamo prodotti e prestigio del nostro Paese nel mondo. Oggi la realtà è un'altra. Troviamo aerei obsoleti, personale professionale ma demotivato dall'Azienda stessa. Mi spiego meglio. L'Alitalia fece le ultime assunzioni a tempo indeterminato nel 2000, oggi conta circa 1300 lavoratori stagionali, che 5 anni fa erano ragazzi con grandi aspettative lavorative e che oggi sono oggi uomini e donne che pur lavorando da 5 anni nella stessa azienda, appartengono a una forza precaria. Una forza che aspetta un contratto indeterminato per essere più credibile per la società e magari poter accendere un mutuo, mentre l'alternanza dei manager "salvatori" sperpera soldi con scelte sbagliate e i propri conpensi.Spende miglioni di euro per configurare aerei e adattarli a esigenze diverse, per poi dopo poco rimetterli alla configurazione originale, a causa di un'errore di calcolo. E potrei andare avanti per ore a fornire considerazioni e aneddoti su come sono stati spesi in maniera inpropria i soldi comuni che venivano destinati a un'importante settore per lo sviluppo dell'economia come il trasporto aereo. Sperando questo argomento sia di tuo interesse e da te approfondito ti saluto. Sperando di non trovare nella mia casella di posta sociale qualche lettera di ritorsione visto che sono frequenti in questo periodo! Ciao Beppe... seiun grande.Sto collezionando i dvd dei tuoi spettacoli per poi un giorno smentire i libri scolastici di storia dei miei bambini!!!

Sipione Maurizio 15.10.05 17:37| 
 |
Rispondi al commento

Per quanto riguarda il discorso sui marciapiedi, sono appena rientrata dall'Albania e vi assicuro che noi non siamo all'ultimo posto... I nostri marciapiedi in confronto sono dei tappeti rossi vellutati....

Claudia Repetto 15.10.05 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo con Donatella Mancini. Le lotte dei lavoratori di questo secolo hanno fatto sì che noi giovani saremmo sempre costretti a fare gli adolescenti a casa dei genitori perché abbiamo contratti a progetto a 1000 euro al mese senza ferie pagate, malattia o permessi, tutte cose che, se concesse, lo sono a gentile discrezione del datore di lavoro (tipo Fantozzi "com'è umano lei"), senza pagamento di straordinari pur lavorando sempre in media almeno 10 ore in più la settimana (per non parlare delle domeniche), 1000 euro dei quali una briciola serve per la previdenza e su cui ancora dovremmo l'anno successivo pagare le tasse. Con quei soldi dovremmo pagare affitti di 700 euro, se va bene, per un monolocale, ma che poi in realtà un contratto di affitto per tre mesi (durata del lavoro in media) non lo fa nessuno. Poi ci danno dei mammoni. Il lavoro c'è, forse, ma a quali condizioni?

Claudia Repetto 15.10.05 12:33| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo con Donatella Mancini. Le lotte dei lavoratori di questo secolo hanno fatto sì che noi giovani saremmo sempre costretti a fare gli adolescenti a casa dei genitori perché abbiamo contratti a progetto a 1000 euro al mese senza ferie pagate, malattia o permessi, tutte cose che, se concesse, lo sono a gentile discrezione del datore di lavoro (tipo Fantozzi "com'è umano lei"), senza pagamento di straordinari pur lavorando sempre in media almeno 10 ore in più la settimana (per non parlare delle domeniche), 1000 euro dei quali una briciola serve per la previdenza e su cui ancora dovremmo l'anno successivo pagare le tasse. Con quei soldi dovremmo pagare affitti di 700 euro, se va bene, per un monolocale, ma che poi in realtà un contratto di affitto per tre mesi (durata del lavoro in media) non lo fa nessuno. Poi ci danno dei mammoni. Il lavoro c'è, forse, ma a quali condizioni?

Claudia Repetto 15.10.05 12:32| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe almeno ancora a roma i marciapiedi si vedono ancora...a catania abbiamo solo rotonde!e mentre il comune giorno dopo giorno affonda tra i suoi milioni di euro di debiti ancora mi domando perchè il catanese, che per natura si crede "spettu"(furbo),si sia fatto fregare di nuovo da sciampagnino...che vergogna...mah..sarà che ci meritiamo questo....povera catania

federica 14.10.05 21:03| 
 |
Rispondi al commento

http://www.ecplanet.com/canale/tecnologia-2/veicoli-78/0/0/7330/it/ecplanet.rxdf

heila beppe!
scusa se irrompo kosi mi kiedevo se eri a konoscenza di eolo
una macchina che va a aria compressa,un po' meno pericolosa dell'idrogeno.
pare non la facciano costruire ....
siamo alle solite ...
se ne sai qualkosa fammi sapere ok i dati li hai eheh
massi

massimiliano cavigioli 14.10.05 12:58| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe,è verissimo il ponte di messina non serve assolutamente a nulla se non ad'ingrassare e finanziare altre persone e mafiosi del nostro beneamato governo.io dico ma perche' non finiscono di mettere a posto il belice,l'avellinese, ma guardiamo il discorso aecc,ecc,oppure di mettere in ordine tutto cio' che per malgestione e interessi vari sta cadendo a pezzi,ma uno si domanda ma coloro che comandano al posto della testa cosa hanno dentro una cocomera vuota o il modo di vivere e pensare è basato solo su un'unica priorita'?quella di incassare di riffa o di raffa e poi metttere il paese ogni giorno di piu' in un mare di merda.perche' questi signori di cui alcuni o dei dubbi sul loro operato perche' piu' che fare gli spazzini non sono capaci. in italia vi è sempre stata una politica arraffona ma dal periodo craxi il babbo di tutti i sistemi che si sono perfezionati fino ad oggi..è peggiorata in maniera esponenziale giorno dopo giorno vero berlusconi,e tu prodi lo sai benissimo che a parte a somiglire ad'una mortadella mal tagliata non hai fatto assolutamente nulla di buono se non gettare inutili parole vuote al vento....questi signori che vivono alla speraindio ,hanno una visione molto miope per cio' che riguarda l'italiano,ma perfetta per cio' che riguarda il loro portafoglio.......
cosa ci facciamo e paghiamo fior di quattrini per personaggi che la loro unica morale è quella di vestire firmato(vero bertinotti))di andare dal parrucchiere(vero vignali?)quella di andare in barca(vero d'alema?)e quella di andare a troie....si perche' la maggior parte di queste persone sono solo dei maschilisti castrati.......e intanto che ci siamo organizzano feste vips a scrocco......e allora viviamo in un paese civile(mi vien da ridere)il ponte di messina chi lo vuole?facciamo un bel referendum per chi vuole il ponte o no----- e intanto mandiamo emilio fido a far il giornalista in cina in compagnia di ruini fazio e qualche sindacalista visto che + che balle non ci raccontano..

roberto crociani 14.10.05 12:39| 
 |
Rispondi al commento

Scusate per l' OT ma è un argomento importante per questa raccolta di blog.
------------------------

Gentili telespettatori,
domenica 16 ottobre alle ore 21.00 circa su RAI 3 andrà in onda “I
Fazisti”di PAOLO MONDANI

Al termine della puntata la Good News “E’ vuota la città” e “Conti che
corrono” per la rubrica A Confronto, entrambi di Giuliano Marrucci.

Le repliche andranno in onda su Raisat Extra:
Lunedi' 17/10 ore 21.00
Martedí 18/10 ore 15.45
Mercoledí 19/10 ore 01.20

Sintesi della puntata
Antonveneta, Bnl e Rcs. E i loro protagonisti.
A cominciare dagli immobiliaristi Ricucci, Coppola e Statuto a proposito
dei quali: come hanno fatto tutti quei soldi in così poco tempo? La
cronaca comincia ad aprile e tutte le vicende sono state seguite fino a
pochi giorni fa, in una ricostruzione minuziosa degli intrecci che ruotano
attorno al sistema bancario italiano, e della costante violazione delle
regole

Cesare Zecca 14.10.05 11:28| 
 |
Rispondi al commento

"uomo corpulento e simile ad un orso barbuto" ...COME SCUSA???
Eh eh eh
e a scrivere sarebbe un americano? ... noto popolo di anoressici ....
Scusate, sdrammatizzo...
Vale

Valentina Pugliese 14.10.05 04:22| 
 |
Rispondi al commento

Sono di Genova, una delle città con maggiori problemi di traffico in Italia (credo) e mi chiedo come sia possibile che in questa situazione di disagio perenne, dove ogni un giorno si e uno no il traffico è parallizzato per qualche incidente, i verdi continuino a BOICOTTARE ogni iniziativa per creare alternative tipo nuove strade ecc..ecc..
Io mi chiedo: ma...l'ambiente è piu in pericolo se si costruiscono nuove strade di modo che i traffico sia meno congestionato, oppure se ogni giorno ci si trova sotto casa migliaia di auto che procedono a passo d'uomo col motore acceso???
I verdi risponderebbero sicuramente: "lasciate l'auto a casa!!"...il problema è che i mezzi di trasporto urbani, oltre ad essere cori come il sangue, non offrono un servizio adeguato a chi per esempio si deve recare in periferia per lavoro quotidianamente.

Erik Carbone 12.10.05 17:59| 
 |
Rispondi al commento

Ciao caro Beppe,

allora hai sentito che c'è stata l'aggiudicazione della gara per la costruzione del Ponte sullo stretto ... ma non era abbastanza già stretto??
cmq, chi se l'è aggiudicato?? ... ma non erano gli stessi di "Impregilo" che ...
e poi il progetto? .. perchè non lo facciamo valutare ai giapponesi esperti di ponti a campata unica?
mi vien da ridere e da preoccuparmi .. che vogliamo fare?
perchè non chiedere, tramite un sistema di e-democracy, agli italiani cosa ne pensino?

ciao
gl

Giuseppe Lorizzo 12.10.05 16:41| 
 |
Rispondi al commento

Ciao caro Beppe,

allora hai sentito che c'è stata l'aggiudicazione della gara per la costruzione del Ponte sullo stretto ... ma non era abbastanza già stretto??
cmq, chi se l'è aggiudicato?? ... ma non erano gli stessi di "Impregilo" che ...
e poi il progetto? .. perchè non lo facciamo valutare ai giapponesi esperti di ponti a campata unica?
mi vien da ridere e da preoccuparmi .. che vogliamo fare?
perchè non chiedere, tramite un sistema di e-democracy, agli italiani cosa ne pensino?

ciao
gl

Giuseppe Lorizzo 12.10.05 16:40| 
 |
Rispondi al commento

avrei bisogno di comunicare con beppe grillo per denunciare la grave situazione in cui vertono i lavoratori costretti ad accettare contratti vergognosamente sbilanciati a favore degli imprenditori, a causa della tanto "elogiata" legge biagi, quella che "avrebbe tanto aiutato i giovani a trovare un lavoro".Il lavoro si trova, ma non si può prescindere dalle condizioni, perchè anche gli schiavi delle piantagioni di cotone trovavano lavoro. grazie

donatella mancini 12.10.05 16:18| 
 |
Rispondi al commento

avrei bisogno di comunicare con beppe grillo per denunciare la grave situazione in cui vertono i lavoratori costretti ad accettare contratti vergognosamente sbilanciati a favore degli imprenditori, a causa della tanto "elogiata" legge biagi, quella che "avrebbe tanto aiutato i giovani a trovare un lavoro".Il lavoro si trova, ma non si può prescindere dalle condizioni, perchè anche gli schiavi delle piantagioni di cotone trovavano lavoro. grazie

donatella mancini 12.10.05 16:17| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo,

Un po' come le parole di una vecchia canzone - ...la festa appena cominciata è già finita ... - il "Conto energia", varato da appena due mesi, ha già esaurito i 100 Mega watt messi a concorso.
L'Italia, insomma, non solo è partita con un decennio di ritardo rispetto, per esempio, alla Germania, ma ha avuto l'impudenza di porre dei limiti a quanti avrebbero voluto approfittare di un'opportunità che si aspettava da tanto tempo.
Verrebbe voglia di dire: "E' sempre la solita Italia!", e lasciar perdere tutto, presi dallo scoraggiamento. Ma io non voglio farlo, voglio continuare ad insistere, a sperare, ad attendere; del resto sto aspettando dal 2002 l'esito della campagna "tetti fotovoltaici", cui ho partecipato con esito "apparentemente" positivo. In realtà, la graduatoria risulta bloccata da più di un anno da un ricorso al TAR di Palermo - almeno così l'Assessorato all'industria mi ha fatto sapere.
Non mi resta, dunque, che attendere e sperare!

matteo giacalone 12.10.05 16:04| 
 |
Rispondi al commento

http://www.ansa.it/main/notizie/fdg/200510121440216469/200510121440216469.html

francesco zelli jacobuzzi 12.10.05 15:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Eroe europeo 2005... WOW!!!
Sei grande BEPPE!!!
Se aspettavi un qualche riconoscimento in italia...oi oi oi!!
I giornali in italia fanno fatica a dire il vero, figuriamoci a riconoscere gli EROI!!!
NON MOLLARE MAI....

Michele Botti 12.10.05 14:59| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe e complimenti x i "senza peli sulla lingua".
Nei tuoi spettacoli parli di macchine all'idrogeno, ma se ci pensi bene dipenderanno sempre dal petrolio (per ricavare l'idrogeno...).
Hai mai sentito della eoloauto??
Bisognerebbe smerdare chi ha fatto tacere questo progettista dall'idea, secondo me, fantastica.

Ciao
Sandro

sandro rondelli 12.10.05 14:43| 
 |
Rispondi al commento

1) Ho ricevuto una E-Mail dal Conto-Banco-Posta che mi informava sul fatto che qualcuno aveva tentato di entrare,via web, nel mio Conto-Banco-Posta mentre io ero in ferie (???) e se ero stato io ad aver tentato di effettuare un accesso da un altro PC!!!
Io non ho nessun Conto-Banco-Posta!!!!!!

2) Il 22/06/05 ho richiesto l'ADSL flat, mi è stata proposta una fornitura x un servizio da 4 mb che si chiamava ALICE MIA (costo 36€ al mese) e si aveva anche l'opportunità di navigare in Wi-Fi in + c'era un numero aggiuntivo, quello di ALADINO!!
Non essendo interessato al Wi-Fi(alice mia) e neanche ad aladino non li accettai ma mi fu detto che senza alice mia non avrei potuto navigare a 4 mb di velocità!!
Accettai allora ALICE MIA ma non aladino (mi sarebbe costato 90€)!!
Ieri, Martedi 11 ottobre 2005, ho chiamato il 187 x servizi residenziali, considerato che nel loro sito non sono riuscito a modificare nulla x quanto riguarda questa fornitura, chiedendo alla signorina del call center di controllare perchè non riuscivo a navigare a 4 mb di velocità, mi son sentito rispondere che io avevo una fornitura x 680 kb e stavo anche viaggiando ad un velocità di un poco superiore a quella che pagavo!!! Ma l'ADSL FLAT da 680 kb costa 19,95 € al mese, dissi, e mi son sentito rispondere che il costo aggiuntivo sarebbe scattato solo a gennaio, beh io qui ho una fattura del periodo di fornitura che va daL 01/06/05 al 31/07/05 ed alla voce COSTO x ABBONAMENTI-ALICE FLAT Periodo 28/05/05 al 31/07/05 € 35,41 + iva.(LA MIA RICHIESTA è STATA INOTRATA IL 22/06).
La mia richiesta,al call center, era solo di sospendere il servizio di ADSL MIA 4mb cambiandolo con un servizio di ADSL Flat 680kb...
Mi sono sentito rispondere che ora su questa linea era tutto congelato e NON SI POTEVANO FARE CAMBIAMENTI SUI PIANI TARIFFARI E DI RICHIAMARE I PRIMI DI NOVEMBRE(???). Non so se mi son spiegato ma mi trovo a pagare un servizio che non ho, e non posso cambiare nulla!! ASSURDO E MORTIFICANTE! ciao Michele

Michele Botti 12.10.05 14:41| 
 |
Rispondi al commento

Beppe sei tutti noi... immaggino quanto sia difficile trasmettere i tuoi messaggi positivi,io nel mio piccolo faccio il possibile perchè sono convinto che è ora di tirare fuori le palle... e mandare a casa chi non è in grado di gestire il paese più bello del mondo, la gente deve imparare ad amare la propria patria , incominciando dal significato della parola : "patria". cmq fin quando ci sarà la televisione(s.b.) sarà dura..., la gran parte della gente oramai è assuefatta dalla tv, portatrice di merda. Viva la vita, è ora che impariamo ad apprezzarla un po di più, e basta con questa irrefrenabile voglia di apparire senze essere niente... la gente si sta rovinando per il piacere di chi possiede il potere(economico). Se permettete la vita e mia e me la gestisco io, amando sempre il prossimo. saluti a tutti :) p.s. siamo pochi ma cresceremo.

Angelo Pierro 12.10.05 14:41| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
giravagando in rete dopo il discorso di Pera sul metticiato ho incontrato un sito interessante che denuncia gravi atti contro una minoranza(?) italiana - si definiscono: la più piccola comunità italiana -.
A leggere la vicenda degli italosomali (http://www.italosomali.org/Contesa.htm) ho letto qualcosa di analogo alla storia dei Stollen Children Australiani e, il loro grido d'aiuto è perso nell'indifferenza della politica e dei media italiani. Mi domando: sapete qualcosa di loro? corrisponde a verità quanto denunciato? E' possibile che dopo la guerra siano successe queste cose? Si potrebbe sapere di più di questa vicenda, che a quanto pare non si vuole divulgare, se corrisponde a verità? possiamo aiutarli fattivamente in questo sito? Che ne dici Beppe? Con questo post vorrei cominciare a mettere un mattone a favore degli italosomali e spero che anche voi lo facciate.
Gino Vanelli

Gino Vanelli 12.10.05 14:04| 
 |
Rispondi al commento

novita' sulla tecnologia solare a questo indirizzo:
http://www.repubblica.it/2005/j/sezioni/scienza_e_tecnologia/pannipla/pannipla/pannipla.html

Daniel Barella 12.10.05 14:00| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
giravagando in rete, dopo l'assurdo discorso di Pera sul metticiato ho incontrato un sito interessante che denuncia gravi atti contro una minoranza(?) italiana - si definiscono: la più piccola comunità italiana -.
A leggere la vicenda degli italosomali (http://www.italosomali.org/Contesa.htm) ho letto qualcosa di analogo alla storia dei Stollen Children Australiani e, il loro grido d'aiuto è perso nell'indifferenza della politica e dei media italiani. Mi domando: sapete qualcosa di loro? corrisponde a verità quanto denunciato? E' possibile che dopo la guerra siano successe queste cose? Si potrebbe sapere di più di questa vicenda, che a quanto pare non si vuole divulgare, se corrisponde a verità? possiamo aiutarli fattivamente in questo sito? Che ne dici Beppe? Con questo post vorrei cominciare a mettere un mattone a favore degli italosomali e spero che anche voi lo facciate.
Gino Vanelli

Gino vanelli 12.10.05 13:53| 
 |
Rispondi al commento

Intervento in occasione dell’insediamento a Sindaco Palermo CAMMARATA

Ricevendo il pieno e concorde assenso dei palermitani - espresso attraverso il voto
dobbiamo condividere, per garantire livelli di vivibilità pari alle altre città d’Italia e d’Europa. Il chi vuol dire garantire a Palermo ed ai palermitani lavoro, pulizia, qualità della vita, sicurezza, mobilità, interventi a favore dei meno fortunati e degli ultimi.

CARO SINDACO VORREI SOLO DIRE

GARANTIRE UN LAVORO AI PALERMITANI NON E’ COLPA SUA SE NON HA FATTO NULLA.

PULIZIA NON E’ UN PROBLEMA SIAMO ABITUATI A VIVERE NELL’IMMONDIZZIA ( prima si buttava al centro della strada per far si che le carrozze non subissero sbalzi per ammortire la passeggiata dei nobili) OGGI E’ SUI MARCIPIEDI SI SEMPLICEMENTE SPOSTATO IL PROBLEMA.

QUALITA’ DELLA VITA QUESTO DEVO DARLE ATTO CHE ADESSO ABBIAMO UN PRATO VERDE DOVE POSSIAMO TUTTI GODERCELO E STARE AL SOLE, UN PROBLEMA RISOLTO POSSIAMO PENSARE AL LAVORO O COME SBARCARE IL MESE ALL’ARIA APERTA .

SICUREZZA QUI DEVO DARLE ATTO CHE ADESSO CHE NON USCIAMO PIU’ DI CASA SIAMO PIU’ SICURI DENTRO, LE STRADE E LE VIE SONO INVASI DA VENDITORI DI OGNI GENERE DI MERCE, HA OTTENUTO UN RISPARMIO DI MEZZI E UOMINI A COSA LE SERVE LA POLIZZIA MUNICIPALE.

MOBILITA’ DI COSA DOPO 40 ANNI SI E’ TERMINATO TRATTO DI SCORRIMENTO VELOCE DI VIALE REGIONE SICILIANA, MA I SEMAFORI PER I PEDONALI E PER I VENDITORI CHE LO BLOCCANO PERENNEMENTE COMUNQUE ADESSO ATTRAVERSARE LA CITTA’ SI PUO’ FARLO IN MENO DI DUE ORE CAMMINANDO SULLA CORSIA D’EMERGENZA ANCHE QUELLA INVASA DA VENDITORI.

INTERVENTI PER I MENO FORTUNATI E GLI ULTIMI MA I MENO FORTUNATI E GLI ULTIMI CHI SONO? I PALERMITANI SIAMO STATI SEMPRE ULTIMI IN TUTTO (PER QUANTO CONCERNE SERVIZI PUBBLICI) (garantire livelli di vivibilità pari alle altre città d’Italia e d’Europa)
SIAMO CITTA’ EUROPEA CHE STA ALL’ESTREMO NORD RISPETTO AI PAESI CHE SONO SOTTO IL CANALE DI SICILIA QUESTIONE DI PUNTO DI VISTA…

Salvatore Bonura 12.10.05 13:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
mi rivolgo a te perchè ci sono dei dati che, se uniti, ci danno un quadro del nostro Paese alquanto terribile.

1.Lapo Elkann in coma. Bene che fà Bruno Vespa il giorno stesso? invita il padre di un ragazzo in coma farmacologico in trasmissione..incredibile!

2.Mentana per recuperare qualche punto di share mostra live le foto di scoglio che MUORE in tv. morbosità totale ed inutile

3.I due candidati premier sono gli stessi di 10 anni fà... e non è che si abbiano avuti 10 anni di vacche grasse, anzi

4.Miriadi di personaggi televisivi, quindi incapaci di fare qualunque cosa, che tramite gli svariati reality invadono il nostro palinsesto.Intanto premi nobel (Dario Fo), eroi europei (tu), ottimi conduttori (Giorgino) e comici di elevata qualità (Luttazzi) la tv la guardano in poltrona........

5.Il governatore della Banca d'Italia resiste..a costo di far perdere completamente quel po' di credibilità ed immagine positiva del nostro paese.il tutto per una democristiana concezione del potere...

6.L'Italia ha perso 8 posti nella classifica mondiale di competitività..siamo 31 esimi

Ho 2o anni e credo proprio che il mio futuro sarà lontano da qui...molto lontano

giacomo conti 12.10.05 13:02| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, ho letto su un quotidiano che hai declinato l'invito di A.Celentano al suo nuovo programma, e in ufficio,io e miei colleghi che seguiamo il tuo blob ci chiedevamo perchè ?
Speravamo,di rivederti in TV, con le tue verità sulla realtà quotidiana. Ci ripenserai ??

Longo Demetrio 12.10.05 12:42| 
 |
Rispondi al commento

Ma che cosa facciamo a fare i referendum se poi il parlamento cambia le decisioni di una consultazione elettorale vedi legge elettorale si ha proprio l'impressione di non contare nulla e che i nostri soldi siano veramente buttati ........

Loredana Motta 12.10.05 12:07| 
 |
Rispondi al commento

Telecom - Pubblicità ingannevole (Promo Alice Mia del luglio 2005) e Rapporto con l'utenza.
Scrivo sul muro del pianto perchè stamane il mio senso di impotenza, inadeguatezza, mortificazione, mi sta portando a versare lacrime vere, di rabbia!
La Telecom ha addirittura tolto dal sito www.187.it la possibilità di contattarla via email (questo la dice lunga su quanti email di protesta probabilmente sta ricevendo!); parlare con i poveri ragazzi del 187 telefonico (a parte il tempo che ci vuole perchè rispondano) è, come si diceva a Genova, come picchiare uno che c..a; ed io "utente residenziale" non riesco a sapere a che punto è il mio ordine fatto il 15 luglio, accettato on line, tenuto "in lavorazione" fino al 18 di settembre, passato in stato "non evadibile" il 19 di settembre, modificato il 22 di settembre in qualcos'altro di cui non mi è stata mandata documentazione, attualmente risultante "sospeso" (ma cosa vuol dire? che non verrà fatto? che verrà evaso più avanti? altro?) secondo le informazioni ricevute dal 187 telefonico.
Cambiare fornitore? L'ho pensato (ingoiando il dubbio che, ormai, l'organizzazione interna di tutti questi pataccari dell'ADSL sia similare) ma questo implicherebbe un "buio" di collegamento di circa un mese... E uno che lavora con Internet cosa fà?
Ho con me tutte le copie dei mail inviati e ricevuti dall'Ufficio Commerciale di Telecom (che ora non si possono più mandare né ricevere); se qualcun altro è nella mia condizione possiamo prepararci ...per farne un bel falò nell'inverno in arrivo!
Perdonami lo sfogo.

Pierino Bonifazio 12.10.05 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente qualcuno che, come me, inorridisce passando, o tentando di passare, su un marciapiede qualunque delle nostre città!Caro Beppe io vivo a Palermo e, ti assicuro, di marciapiedi così non li avrai mai visti neppure nei tuoi incubi peggiori!Le cacche dei cani imperversano!Sono dappertutto. Enormi depositi di feci maleodoranti di poveri quadrupedi infelici, attaccati al guinzaglio dei loro padroni palermitani "civili", che preferirebbero ucciderli piuttosto che levare con l'apposito sacchettino, le loro defecazioni. Le macchine posteggiate dovunque sono, a Palermo, un dato così normale che se un disabile vede libero da veicoli l'apposito scivolo che gli consente di salire sul marciapiede, chiama subito un automobilista qualunque per convincerlo a posteggiarci su...Caro Beppe l'Italia è un Paese senza civiltà. Ed al diavolo i secoli della meravigliosa cultura dell'ex "Bel Paese"! Teresa da Palermo

Teresa Giarratana 12.10.05 11:59| 
 |
Rispondi al commento

Mi dai notizie su una strana mail di ContoBanco Posta che è arrivata nei giorni scorsi, anche ad altri colleghi, e che paventa norme di sicurezza sul proprio conto corrente postale. Anomalia: io non ho nessun conto alle Poste !!!
Grazie.

salvatore tucci 12.10.05 10:15| 
 |
Rispondi al commento

Domeniche a piedi e suv. Milano come altre città risente dell'inquinamemto,ma servono le domeniche a piedi e puntare il dito sui suv? partiamo con ordine, migliaia di lavoratori raggiungono milano con mezzi privati(auto) invadendo milano e le tangenziali tutta la settimana inquinando come i milanesi se non di +. ora mi chiedo ho deciso di vivere a milano dove tutto costa di + case,affitti, spese,trasporti pago tasse come non mai anche per x chi non le paga e poi la domenica x colpa dei pendolari (e qui mi faccio molti nemici)o per qualche ecologista ottuso devo andare a piedi? no scusate e che dire poi dei vecchi mezzi di trasporto pubblici e privati che girano con diesel vecchi e sicuramente molto + inquinanti delle normali auto o suv? perchè questo accanimento sui suv e basta? anzi molti suv hanno caratteristiche tecniche ed emissioni ben più a norma della media di auto e camion in circolazione perciò basta a rompere le palle ai possesori di suv, perchè non usare i treni, le metropolitane i mezzi sia pure insufficienti per accogliere tanti pendolari ma esistono, sensibilizziamo l'incremento dei mezzi ma basta a farci andare a piedi i pochi giorni che i milanesi vogliono usare l'auto x un w.e. o altro dopo che hanno respirato i gas dei pendolari. il problema è un'altro l'energia alternativa per le auto c'è, chiedete al caro Beppe Grillo ma purtroppo non ci danno la possibilità di usarla per ben altri luridi motivi politici e di business alla faccia nostra. Nulla di personale con i pendolari e mi scuso con tutti loro capendo le difficoltà, ma ribadisco i milanesi e i loro suv danneggiano molto meno di tante altre attività nascoste ad arte per interessi finto-ecologici. L'europa chiede il trasporto merci su rotaie e l'Italia non lo fa s enon in m inima parte, quanti tir invadono le strade italiane inquinandoa dismisura? e io devo andare a piedi 3 - 4 domeniche all'anno? e secondo gli ecologisti questo basta? ammiro e rispetto gli ecoligisti ma meno cazzate e + fatti.

enrico mattia 12.10.05 10:06| 
 |
Rispondi al commento

Salve,

andate a lrggere l'articolo:
BEPPE GRILLO: IL "BUFFONE DI CORTE" DEL MONDIALISMO
nella sezione NEWS DEL FUTURO sul sito:

http://www.fottilitalia.com/
il sito anti-italiano per eccellenza

Saluti da Gaspare

gaspare petralia 12.10.05 09:59| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, scrivo per manifestare la mia "perplessita'" circa il modo di fare informazione che si sta diffondendo e sulla validita' di questa benedetta "Privacy" con la quale ci hanno tanto rotto le scatole.
La mia domanda e' semplice ma non trova risposta:
per quale c...o di ragione se arrestano uno spacciatore che vende droga ai bambini davanti alle scuole della mia citta' (io vivo a Savona) sul giornale trovo solo le dannate iniziali del gentiluomo (mentre vorrei una bella foto da mostrare a tutti i ragazzini) mentre di gente come Lapo o Calissano (dei quali peraltro mi frega poco e per i quali non nutro particolare affetto)conosco anche le piu' piccole abitudini sessuali?
Se la legge sulla privacy esiste... non dovrebbe valere anche per chi (se pur estremamente stupido) in fondo non commette reato?
Credo che ciascuno debba essere libero di vivere come crede, con le frequentazioni che preferisce, se poi queste persone non hannno niente di meglio da fare che "bruciare" la loro vita con la droga questo non mi interessa e non mi riguarda, quando guardo un telegiornale o seguo un programma di "informazione" vorrei sentir parlare di argomenti un po' piu' importanti.... e mi sembra che in Italia, oggi, gli argomenti non manchino!!!
Grazie per la possibilita' che ci dai di parlare... e grazie per il tuo lavoro!
Anna

Anna Carlevarini 12.10.05 09:52| 
 |
Rispondi al commento

Hai proprio ragione Beppe, ma adesso hanno inventeto i marciapiedi ALLARGATI, che tolgono una corsia alle macchine e aiutano ad INTASARE di più il traffico. questi marciapiedi sono rispettati e protetti anche a scapito dell'incolumità del motociclista( cordoli e serpentoni alti e non sempre visibili). Vorrei poi in aiuto a quanto già scritto qui sul blog da da Roberto Varni ribadire la pericolosità per i motociclisti, delle nuove ( e vecchie)strisce pedonali e delle strisce di PROVA VERNICE in entrata ed in uscita dalle curve, che non appena l'aria è solo un pò più umida diventano come il ghiaccio. Rispettare i marciapiedi è d'obbligo, ma rispettare l'incolumità di chi va su due ruote no? Grazie
renato mantegna

Renato Mantegna 12.10.05 06:19| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe,ho una proposta.
perché non ci facciamo promotori con prodi,per firmare un contratto con noi, che sé vince ci ripristina la liberta di stampa,di parola e di satira, che ripristina il falso in bilancio e anzi lo inasprisce,che cancella tutte le leggi ad personam e spazza via questa classe politica che ci ha governato male in questi ultimi 5 anni?
chiedo troppo?ma se vogliono il mio voto io voglio un contratto firmato.
grazie per aver fatto il sito(che é bellissimo)grazie per averci fatto conoscere skype
grazie di esistere,tieni duro siamo con te

gianni tursi 12.10.05 02:35| 
 |
Rispondi al commento

Non vedo l'ora di mandare a casa i miei dipendenti.Non sopporto più di essere preso in giro dai politici di casa nostra.Posso capire che un pò ci possano fregare avere dei privilegi ecc.ma questi che ci governano stanno veramente esagerando con la loro rozza arroganza. Datemi una scheda elettorale che li licenzio subito.Caro Beppe Grillo vai avavnti così anche se temo per la tua incolumità. Ce l'hai la guardia del corpo?

luigi bernascone 11.10.05 23:09| 
 |
Rispondi al commento

Gent.mi,

vorrei questo messaggio fosse letto da Beppe Grillo perchè è una idea che mi frulla da tanto:

vorrei si facesse promotore di un nuovo partito:

Vorrei che invitasse, oltre alle cinquanta persone che ho già reclutato, tutti coloro che votano scheda bianca, o quelli che non vanno a votare.... di andare a votare..persino alle primarie.... e scrivere TUTTI :" ci avete rotto i c......i" oppure (frase meno sconcia) " andate a cagare".

Immaginate se ci dovesse essere un 10/15% degli elettori italiani che scrivono tutti la stessa cosa? credo che gli faremmo fare una "GRANDE FIGURA DI MERDA" a livello internazionale.

FORZA, TUTTI QUELLI CHE COME ME SI SONO ROTTI LE SCATOLE DI NON SENTIRSI RAPPRESENTATI DA NESSUNO DI QUESTI PUPAZZI CHE PUNTUALMENTE, SIA CHE NON SI VOTiNO O CHE GLI SI VOTI SONO SEMPRE LI E NON FANNO NULLA SE NON GLI AFFARI LORO.........

VOTATE E FATE VOTARE:

" ANDATE A CAGARE"

Chi leggerà potrà pensare: Questo è scemo!
Credetemi.. non è vero. E' solo che mi sono rotto le scatole.

Ciao

paolo De Pace

Paolo de Pace 11.10.05 22:58| 
 |
Rispondi al commento

A TUTTI GLI AUTOMOBILISTI

Per la vostra pidocchiosa macchina VOI AVETE:

-Invaso le città
-Avvelenato l'aria e il suono
-Scatenato guerre per la vostra maledetta benzina
-Prosciugato il mercato dell'automobile
-Preso il totale possesso dei marciapiedi
-Reso vita impossibile alla specie UMANA che ha impiegato milioni di anni per imparare a camminare
-Causato esaurimenti nervosi "da coda"
-Inquinato d'appertutto con i Vostri pneumatici, oli di scarto e altre Vostre porcherie
-Ammazzato centinaia di migliaia di persone sulle strade in incidenti e coi tumori che avete causato
-Creato la MAFIA delle Scuole Guida
-Smantellato spazi, strutture e parchi per i Vostri parcheggi
-Istigato i pubblicitari a creare spot VERGOGNOSI perVi meglio convincere a DEVASTARE ANCORA DI PIù
-Favorito l'aumento della criminalità col traffico delle auto rubate
-E tante altre cose vergognose che al momento non mi vengono...

Non Vi pare che per la vostra penosissima macchinina stiate un ..tantino cominciando a dare fastidio?

Percui voglio mandare:
2 CEFFONI A PIENA MANO a tutti gli automobilisti, nessuno escluso
3 a chi compra barconi di fuoristrada che per accomodare meglio il loro culone ingombrano tanto e bene
"INVENTANO L'AUTOMOBILE, FANNO LE STRADE ED ORA IO MI CI PIAZZO PER BENE..! ALLA FACCIA VOSTRA!!"
10 calci in culo a chi ancora smania di FARSI IL MACCHINONE

Matteo Salerno 11.10.05 22:47| 
 |
Rispondi al commento

dal tg di questa sera,11/9, sembra che il problema principale del popolo italiano siano le
"bavattelle" ( termine napoletano) tra Albano e la Lecciso.
SI PUO' ANDARE AVANTI CON QUESTO SCHIFO?
credo proprio che ce ne siano tanti nelle
mie stesse condizioni.
Hasta a la vittoria siempre, comandante
Peppiniello.

giovanni caliendo 11.10.05 22:21| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
inanzitutto ti voglio ringraziare per lo spettacolo che mi hai regalato venendoti a sentire alla Festa dell'Unità di Milano!
spero che abbia aperto gli occhi a parecchie persone in questo nostro paese di "morti che camminano"!
è la prima volta che ti scrivo così ho scelto di trarre spunto dal tuo post sul marciapiede e di allargare il discorso ai mezzi pubblici.
vivo nella ricca Milano e nonostante la mia età(29 anni)posso dirti che la qualità del trasporto pubblico è decisamente peggiorata negli ultimi anni.
e sai cosa fà l'ATM(l'azienda del trasporto pubblico a Milano) mette la tessera elettronica!!
ai vertici dell'azienda dico:ma andate a c....e voi e la tesera elettronica!invece di buttare fumo negli occhi alla gente con queste trovate geniali mettete più corse nelle ore di punta,pagate meglio gli autisti,diminuite il prezzo degli abbonamenti,fate più manutenzione sulle vetture!
Roberto

Roberto Canova 11.10.05 21:50| 
 |
Rispondi al commento

io abito a genova quartiere marassi e ti posso assicurare che hai pienamente ragione macchine e merda di cane ovunque.
vai avanti cosi' e fai sentire la tua voce come e anche piu' di sempre GRANDE BEPPE!!!!!

marco fontana 11.10.05 20:56| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
mica crederai alla storia di Lapo?!!
Sai come sono questi creativi ,stava lavorando alla sua utlima campagna per il brand Punto "a soli 8.550 euro, full optional inclusive : un'overdose di comodità!" e si è confuso....
sai stì creativi....
P.s
E pensare che le strategie commerciali di questa gente sono direttamente proporzionali alle casse integrazioni!!!!!
Mi verrebbe da smadonnare,ma non sarebbe corretto nei confronti del blog, nel prossimo spettacolo tra uno smadonnamento e l'altro pensami
ti abbraccio e ti ringrazio di esserci
Alfredo

Alfredo Tarantino 11.10.05 20:53| 
 |
Rispondi al commento

Fra i tanti problemi che ci stanno affliggendo come posti di lavoro che si perdono, diritti calpestati, soprusi, guerre di petrolio, c'è una cospicua parte della popolazione che riesce a scansare i "siluri" con la faccia da beota tra il sorpreso e l'indifferente e, intanto, mena scoppole da orbi ed impingua le casse. Sono molti commercianti e, primi tra tutti, i ristoratori. E' stato gia' detto? Ce ne siamo accorti tutti? Allora perchè continuiamo a farci spennare con rassegnazione? Finchè in un ristorante per un pranzo di normale sostentamento non pagherò quanto fino al giorno prima pagavo con le lire non ci metterò piu' piede. Non aspettiamo che siano sempre gli altri a risolverci i problemi. Rendiamoci attori di una protesta. Disertiamo il locali che speculano e premiamo quelli onesti. Ce ne saranno? Dai.

Francesco Vitelli 11.10.05 20:38| 
 |
Rispondi al commento

Gent.mo Beppe Grillo

A proposito di marciapiedi...........

Sono Salvatore e ti scrivo da Caltagirone (Provincia di Catania); a proposito di marciapiedi qui da noi l'amministrazione si vanta di avere istituito per prima in Italia, forse nel mondo, i cosiddetti "vigili in carrozzella" (vigili disabili), però se si vanno a guardare i marciapiedi di Caltagirone, anche quelli nuovi, ci si accorge che si tutelano maggiormente gli alberi piuttosto che i disabili, infatti nei marciapiedi le buche degli alberi sono così larghe che impediscono il transito di un soggetto "abile" figuriamoci di un disabile.
Sarebbe ora di finirla di sparare c.....te sulla pelle dei disabili e di tutelare di più le persone che il "verde" dei marciapiedi che in Italia è diventato una sorta di vacca sacra che giustifica qualsiasi irrazionalità.

Saluti

Salvatore

salvatore vincenti 11.10.05 20:34| 
 |
Rispondi al commento

caro grillo ti pare che negli ultimi 2000 anni sia cambiato qualche cosa? si andra avanti cosi in qualche modo fino all'autodistruzione che in fondo è quello che si merita l'umanita ciao

Ghidoni fausto 11.10.05 20:11| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo
io sono un felice possessore di SUV e mi indigno quando sento che questi mezzi vengono bistrattati... l'amico che dice che la signora in SUV rallenta per passare sui cordoli, ha superficialmente rilevato la cosa ... primo i cordoli sono fatti proprio per indurti a rallentare ..... secondariamente: ma sai quante cavolo di cambiali ho dovuto firmare per questo mio stupendo mezzo di locomozione? tante da avere un polso slogato, gonfio e dolorante e da non poter ragionevolmente affrontare in velocità le asperità delle strade cittadine (che molto spesso sono ben più impervie di detti cordoli).
Sempre per il mio polso gonfio e dolorante (causa badilate di cambiali firmate) non chiedetemi, per carità di affrontare l'estremo disagio di dover manovrare per parcheggiare e 'cchè ccavolo lasciatemi in doppia fila che tanto l'autobus ci passa lo stesso e sennò aspetta un pò, che tanto arrivo subito. Il cieco...... la carrozzina.... ma gente aooooh! sveglia le strade erano fatte per le auto già dall'antichità infatti si chiamano "CARREGGIATE" da "CARRO" e non carrozzineggiate e tantomento Ciecheggiate ... Allora siete convinti che io "DEBBA" spadroneggiare col mio SUV e se non siete convinti CONVINCETEVENE per carità ....... che non ho altro nella vita......

Paolo Lentinio 11.10.05 19:08| 
 |
Rispondi al commento

non capisco....ho scritto stamattina una lettera su napoli ma la pagina ora non esiste più....IO VOGLIO CHE LA GENTE SAPPIA COME SI VIVE IN QUESTA CITTà!!

marzia franzin 11.10.05 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, intanto grazie perché è la gente come te che ci fa passare (spero) la voglia di emigrare.
Ho bisogno di chiederti un favore. Ti spiego: il mio più caro amico, pochi anni fa, ha avuto un grave incidente d'auto ed ora è in carrozzina. La sua reazione è stata grandiosa, illuminante per molti "piangioni" che non sanno affrontare le botte della vita,primo tra tutti il sottoscritto. Lavora, vive, ama, ha interessi, ma... proprio non gli va giù che in Italia l'handicapp sia sinonimo di un pass per il parcheggio di chi si crede furbo, o chissà cosa di peggio! Ha girato gli Stati Uniti e lì la cultura del rispetto per queste cose (almeno queste) l'hanno davvero.
Voglio inziare una campagna seria, onesta, non strumentale e ti chiedo una mano. Ci siamo fatti un pò di idee e, chi lo sa, magari potremmo avere un pò di spazio sul tuo blog.

Fammi sapere cosa ne pensi. Grazie mille e a presto.

Marco Dazzo 11.10.05 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe e cari fans del blog, ho un domandone da lascia o raddoppia x tutti coloro che, come il sottoscritto, si sono preoccupati delle PRIMARIE DELL'UNIONE e di cosa possa celarsi di losco dietro di esse (in Italia ormai si deve fare così x tutto, no?). Perchè domenica dovrò firmare il PROGETTO PER L'ITALIA del buon Romano? Siccome è buona norma considerare sempre che ogni cosa che si firma ha un preciso significato, mi chiedo se a seguito del rilascio del mio autografo mi arriverà a casa l'enciclopedia o Rutelli che cerca di appiopparmi un'aspirapolvere. Il fatto poi che in TV nessuno abbia fatto notare la strana circostanza ma soprattutto il fatto che su Internet non si trovi un'acca in materia, salvo l'eufemisticamente vago Progetto in questione, mi fa pensare. E poi in genere se una cosa oltre a non creare casini a nessuno è pure pulita il politico te la propina in tutte le salse dalla sera alla mattina, e invece... Qualcuno mi illumini, magari anche citando la fonte, se possibile. Inutile dire che siete magnifici. Beppe, ti candiderei volentieri alle elezioni, ma ti voglio troppo bene x farti una cosa del genere!Ciao.

Simone Palmieri 11.10.05 18:51| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
una curiosità aggiunta alle altre, che riguarda i possessori di fuoristrada: Mi è capitato stamattina di vedere un grosso fuoristrada guidato da una signora che scansava con gimkane pazzesche i cordoli che rallentano la velocità. Ma se hanno paura che i cordoli di 5 cm. gli rovinimo la macchina, dove credono di andare "fuoristrada"?. Un saluto a te e a tutti quelli della lista. Siete grandi!

luigi lisi 11.10.05 16:42| 
 |
Rispondi al commento

IL MARCIAPIEDI E' DI TUTTI

BASTA SAPERLO CONQUISTARE

NELLA MIA CITTA'(PALERMO) BASTA FREGARSENE DELLE ISTITUZIONI

BASTA FUORI LEGGE

LE FORZE DELL'ORDINE QUI SI STANNO ORDINANDO PER IL CONTROLLO DEL TERRITORIO....CI RIUSCIRANNO

FINO AD OGGI SONO SU DIVERSE CORSIE D'EMERGENZA E MARCIAPIEDI O VISTO DEGLI ABUSI IN PIANTA STABILE

SE NON RIESCE NEANCHE A CAMMINARE NELLA CORSIA CHE E' STATA ISTITUITA PER LORO STESSI O EMERGENZA

E NON SI RIESCE A PASSARE PERCHE' QUALCUNO SI E' APPROPRIATO DI ALCUNE PARTI DEL "SUOLO PUBBLICO"

QUI DI PUBBLICO A PALERMO C'E' POCO MA SOLO COSA PRIVATA PER I PIU' FORTI. O PER CHI NON HA NIENTE DA PERDERE.

C'E QUALCUNO CHE VIGILA A PALERMO?

NON PARLO DEL TRAFFICO O DELLE MACCHINE IN DOPPIA FILA O CHI HA LA MACCHINA SOPRA IL MARCIAPIEDI PUO' AVERLA DIMENTICA DIMENTICA CAPITA NO?
MA ALMENO TOGLIAMO QUALCHE CARCASSA D'AUTO O SE NON SI PUO.
TOGLIAMO QUALCHE PICCOLO FRABRICATO PRECARIO SORTO SOPRA I MARCIAPIEDI ED E' REALE CHE CI SIANO PICCOLI RUDERI SOPRA I MARCIAPIEDI .
NON SI PUO NEANCHE QUELLO OK ALMENO TOGLI GLI ABUSIVI VENDITORI CON CAMION DI FRUTTA E QUANTO ALTRO DALLA CORSIA D'EMERGENZA (VIA ALBIRI).
NON PUOI FARE NEANCHE QUESTO OK ALMENO VEDI DI TOGLIERE LE CARCASSE DI MOBILI E FRIGORIFERI DAI MARCIAPIEDI.
INSOMMA STATO SE CI SEI NO ESSERE LI SOLO PER FARTI PAGARE LE TASSE.

SAlvatore Bonura 11.10.05 14:44| 
 |
Rispondi al commento

Io a volte quando sento le notizie di auto bruciate a Roma quasi ci godo perchè davvero credo che quelli che fanno queste cose siano degli esasperati del traffico che non ne possono più di vedere macchine...

Luigi Montemaggi 11.10.05 12:07| 
 |
Rispondi al commento

Scusate se sono sono a favore delle macchine e delle attività abusive che nascono a Palermo sia sui MARCIAPIEDI che sulle CORSIE di EMERGENZA o al traffico creato dai semafori pedonali sul viale regione sicialiana, sono un cittadino che paga regolarmente le tasse sono dalla parte della LEGGE delle ISTITUZIONI quindi se le FORZE DELL'ORDINE VIGILI POLIZIA SINDACO non fa NULLA devo DEDURRE CHE è giusto ed ESATTO cosi, c'è lo siamo MERITATAMENTE ELETTO ED ABBIAMO VOLUTO LA SUA PRESENZA A PALERMO SINDACO CAMMARATA , va bene la sua PRESENZA ma NON CREDE DI FARE TROPPE ASSENZE, IO NO SO SE POI LO FANNO DI NUOVO PROMOSSO, cmunque se lo abbiamo è perchè ce lo "sono" VOLUTI, comunque a parte che durante la sua ASSENZA e non solo sua ma anche delle FORZE DEL ORDINE QUALCUNO SI E' IMPADRONITO DEI MARCIAPIEDI E DI ALCUNE CORSIE DI EMERZENZA, IN DIVERSE ZONE DELLA CITTA', NON SI PREOCCUPI IN CENTRO CITTA' E VIE DOVE PASSA LA S.V. ED AUTORITA TUTTO PROCEDE BENE,PER IL RESTO PASSANO COLORO CHE DEVONO VIGILARE LE STRADE O INVASIONI SU DI ESSE FORSE NON SONO PASSATI A VISITA' OCULISTICA, O SONO SORDO MUTI QUESTO NO SO CHI DOVREBBE PRENDERSENE CURA.

salvatore bonura 11.10.05 10:56| 
 |
Rispondi al commento

Caro, Sindaco di Palermo a vorrei unirmi all’insostenibile situazione dei semafori pedonali del cosiddetto scorrimento del viale Regione Siciliana, vorrei solo capire a parte i semafori pedonali, ma i vigili o ausiliari del traffico a cosa servono? Le macchine che invadono i marciapiedi ma a Palermo posteggiare sui marciapiedi è normalissimo “serve non c’è spazio” anzi direi che questo è il minimo qui si fa di più vuoi iniziare un attività sul marciapiede prendendo anche buona parte della strada lo puoi fare tranquillamente L’importante che sia la Corsia di Emergenza qui le Forze dell'Ordine o Autobus o mezzi Comunali fanno le gincana e fanno gli omertosi .Vedi diverse vie tipo via Albiri non stiamo parlando di una piccola strada ma di una strada parallela a viale Regione Siciliana o lo stesso viale invaso da venditori ambulanti in pianta stabile, sulla Corsia di Emergenza impiantando o una rivendita di frutta e verdura o altro sulle scrisce sulla corsia D'emergenza compreso il marcipiede,comunque tutto questo forse è per dare un aiuto alla nostra economia se abbiamo bisogno si spazio che sia suolo pubblico pero perchè non farlo a spese del comune, ti apri un attività sulla corsia d'ermergenza o sul marciapiede e non paghi Suolo Pubblico, l'importante ch non lo fai nel SALOTTO buono , no pensare di farlo in via Liberta , volevo solo concludere dire almeno qui a Palermo le macchine sui marciapiedi cosa volete che siano lasciamole stare poi se dovranno lasciare il posto libero o per i pedoni o altra macchina, basta che non siano delle carcasse quello diventa un problema ma che si risolve forse, o i semafori pedonali su uno scorrimento di viale regione siciliana dopo i più di trenta anni di progetti e lavori finalmente quasi terminato ma pensateci bene rinunciate all’acquisto di “frutta e verdura o alla mangiata di stigliole” che potete fare grazie all’invasione o scusate non è invasione ma solo prendersi il proprio spazio , pensateci se le cose funziona

Salvotore Bonura 11.10.05 10:22| 
 |
Rispondi al commento

Gradirei conoscere le date degli spettacoli da ottobre a dicembre 2005.
Grazie e complimenti per il coraggio, continua così.
Mirna Masotti

Mirna Masotti 11.10.05 08:50| 
 |
Rispondi al commento

Caro signor Grillo la medesima cosa succede a Messina! da noi ormai i marciapiedi li comandano meccanici,gommisti,e falsi posteggiatori che abbusivamente ci ricavano denaro.
Quindi mi viene da pensare che ben sì i marciapiedi italiani siano degradati, non potranno mai e poi mai paragonarsi a Messina la città dell' anarchia più totale.
Ho solo 21 anni ma bastano a capire quanto c è di marcio nella mia città, e me ne dispiace.
Fin da piccolo, grazie a mio padre che la segue da tempi memorabili l ho conosciuta.
Ma solo ora m rendo conto di quanto lei sia importante e neccessario per questa socetà.
Spero che possa venire 1giorno a Messina.

CE LA METTA TUTTA SIGNOR GRILLO NOI SIAMO CON LEI.

Papandrea Mario 10.10.05 22:30| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
ho 64 anni ma mi prende l'angoscia quando penso a tutto ciò che fanno i politici ed io non posso fare nulla di più che votare contro chi ci sta portando via quanto conquistato negli ultimi 50 anni. Mi prende ancora di più l'angoscia se penso al futuro dei miei figli e dei miei nipotini. Come te (posso darti del tu?) ho sempre pensato che il politico è un servitore dello stato ed è stipendiato anche da me.
Perchè non facciamo una legge che permetta il licenziamento di un parlamentare?
Vorrei che per primo fosse abolito il titolo di onorevole. Vorrei che i politici se ne andassero per strada, a piedi,senza guarda spalle,che prendessero i mezzi pubblici per andare in ufficio. Vorrie che fossero abolite le auto blu, per tutti, anche per il Presidente della Repubblica: se c'è bisogno,noleggeranno una vettura pr l'occasione. Vorrei che le divise dei militari fossero dei semplici vestiti senza cordoni, placchette e bandierine. Vorrei che fosse vietata la fabbricazione delle armi sul suolo italiano. Vorrei che si arrivasse ad una sola tassa, in funzione del reddito, che possa coprire tutti i servizi erogati ai cittadini. Vorrei che gli stipendi dei funzionari pubblici abbiano un tetto massimo che non superi i 200.000 euro l'anno.
Vorrei ch la casa fosse un diritto sancito dalla legge e che, chi si sposa,se a basso reddito, possa comunque accedere ad un appartamento.Vorrei che le risorse migliori fossero indirizzate alla scuola pubblica e
aconfessionale, alla ricerca, alla sanità. Vorrei, vorrei, capisci perchè mi viene l'angoscia? O sono già semi incosciente?

Vittorio Dell'Acqua 10.10.05 21:04| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
ho 64 anni ma mi prende l'angoscia quando penso a tutto ciò che fanno i politici ed io non posso fare nulla di più che votare contro chi ci sta portando via quanto conquistato negli ultimi 50 anni. Mi prende ancora di più l'angoscia se penso al futuro dei miei figli e dei miei nipotini. Come te (posso darti del tu?) ho sempre pensato che il politico è un servitoredello stato ed è stipendiato anche da me.
Perchè non facciamo una legge che permetta il licenziamento di un parlamentare?
Vorrei che per primo fosse abolito il titolo di onorevole. Vorrei che i politici se ne andassero per strada, a piedi,senza guarda spalle,che prendessero i mezzi pubblici per andare in ufficio. Vorrie che fossero abolite le auto blu, per tutti, anche per il Presidente della Repubblica: se c'è bisogno,noleggeranno una vettura pr l'occasione. Vorrei che le divise dei militari fossero dei semplici vestiti senza cordoni, placchette, cordoni e bandierine. Vorrei che fosse vietata la fabbricazione delle armi sul suolo italiano. Vorrei che si arrivasse ad una sola tassa, in funzione del reddito, che possa coprire tutti i servizi erogati ai cittadini. Vorrei che gli stipendi dei funzionari pubblici abbiano un tetto massimo retibutivo che non superi i 250.000 euro l'anno.
Vorrei ch la casa fosse un diritto sancito dalla legge e che, chi si sposa,se a basso reddito, possa comunque accedere ad un appartamento.Vorrei che le risorse migliori fossero indirizzate alla scuola pubblica e
aconfessionale, alla ricerca, alla sanità. Vorrei, vorrei, capisci perchè mi viene l'angoscia? O sono già semi incosciente?

Vittorio Dell'Acqua 10.10.05 21:02| 
 |
Rispondi al commento

Signor Grillo penso che Walter Veltroni non sia venuto a vedere il suo spettacolo....e non ha sentito quello che lei ha detto sulle rotonde urbane...perchè sta riempiendo Roma di rotonde...da casa mia all'università che frequento sono circa 2,5 km che si percorrono in orario di punta in circa 15/20 minuti...da circa una settimana tra piaz.Bologna e piaz.Istria è stata fatta una rotonda,spuntata dalla sera alla mattina,con lo spostamento anche del classico parcheggio laterale al centro della corsia rendondo cosi la strada non più a doppia corsia per senso di marcia ma ad una...Morale della favola adesso per raggiungere l'universita mi ci vuole esattamente il doppio...Penso che il Tapiro di Striscia sia doveroso per l'Assessore alla viabilità...di Roma...Ringraziandola per aver messo ha nostro dispozione un luogo dove poter dire ciò che si pensa senza essere censurati...la saluto...
Luca Filipponi
Roma

Luca Filipponi 10.10.05 19:16| 
 |
Rispondi al commento

caro bebbe mi chiamo sara e sto studiando per diventare insegnante di teoria alla scuola guida anche se gia lo faccio ai ragazzi stranieri; e mi sono accorta che nn solo in politica e in economia ognuno agisce per il proprio tornaconto ma anche riguardo il piano di sicurezza stradale dove ,ti cito la frase del libro su cui studio: "la disciplina sulla strada dovrebbe essere intesa non come oppressione fiscale ma come tutela della sicurezza delle persone o cose" (SCUOLA GUIDA essebi italia S.Toschi, S.Bottoli)il concetto è che se si infittiscono i segnali e aumentano le leggi non solo non si snellisce il traffico e non si facilita l'apprendimento delle regole da parte dei patentandi ma si aumentano le entrate dello stato che non è quindi evidentemente interessato alla sicurezza del cittadino grazie dell' attenzione sara

sara arioli 10.10.05 16:42| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,Cari Amici, vorrei parlarVi di Palermo, per la precisione della circonvallazione di Palermo.
Quando si percorre l'autostrada A20 Messina Palermo direzione Trapani e viceversa si è obbligati ad attraversare Palermo mediante la famosa circonvallazione.
a Parte il Traffico di tutte le grandi metropoli, lungo questo tratto di circa 10 km ci s'imbatte in SEMAFORI PER ATTRAVERSAMENTI PEDONALI; stiamo parlando di 2 scorrimenti veloci con corsia d'emergenza dove le auto sfrecciano!!! Adesso, giustissimo l'attraversamento per i pedoni, ma direi che per evitare code interminabili a questi semafori con conseguente aumento dello smog basterebbe applicare dei semplicissimi sovrapassaggi o sottopassaggi pedonali. Che dite, Mi date una mano? inviamo tutti una Mail al Sindaco di Palermo Diego Cammarata sindaco@comune.palermo.it
e scriviamo: con un sovrapassaggio pedonale in Circovvallazione elimini il traffico lo smog e guadagni la rielezione! Sindaco trova una soluzione!

Grazie


Daniele Salvaggio 10.10.05 15:08| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, ho visto solo oggi l'articolo del Time che ti riguarda, ma già da alcuni giorni nella scuola in cui lavoro, e fra i colleghi insegnanti più "illuminati" che frequento, si parlava con ammirazione di questo fatto: tutti felici per te, tutti orgogliosi (come se fosse successo a un conoscente!) che tu sia ancora a rappresentare per noi, in modo così efficace, la voce del dissenso. Credo che tu lo sappia già: la gente ti ama e ti ascolta come una volta si amavano i grandi capi politici, i leader che sapevano suscitare passione e azione. Tuo malgrado, sei diventato un profeta del nostro tempo arido; la gente ha visto in te un'umanità che non appartiene a altri che fanno il tuo mestiere, e ti segue anche per questo, anche in posti dove preferirebbe turarsi le orecchie e coprirsi gli occhi. Questa lettera è per dirti che ti vogliamo bene, insomma, e che il tuo lavoro è un faro per chi cerca di fare il proprio con onestà e rigore. soprattutto per quelli come me per cui l'educazione, intesa nel senso più alto del termine, e la conoscenza, rappresentano non solo una meta a cui aspirare, ma anche una consolazione in tempi come questo, che sembrano così privi di speranza.
Con affetto, come se tu fossi un mio amico,
STEFANIA (Ps ti ho conosciuto a Montecatini nel backstage del tuo spettacolo quando sono venuta a chiederti un autografo...me lo hai concesso con una gentilezza che non dimenticherò mai, perfino se eri in accappatoio!!!)

Stefania 10.10.05 14:21| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, ho visto solo oggi l'articolo del Time che ti riguarda, ma già da alcuni giorni nella scuola in cui lavoro, e fra i colleghi insegnanti più "illuminati" che frequento, si parlava con ammirazione di questo fatto: tutti felici per te, tutti orgogliosi (come se fosse successo a un conoscente!) che tu sia ancora a rappresentare per noi, in modo così efficace, la voce del dissenso. Credo che tu lo sappia già: la gente ti ama e ti ascolta come una volta si amavano i grandi capi politici, i leader che sapevano suscitare passione e azione. Tuo malgrado, sei diventato un profeta del nostro tempo arido; la gente ha visto in te un'umanità che non appartiene a altri che fanno il tuo mestiere, e ti segue anche per questo, anche in posti dove preferirebbe turarsi le orecchie e coprirsi gli occhi. Questa lettera è per dirti che ti vogliamo bene, insomma, e che il tuo lavoro è un faro per chi cerca di fare il proprio con onestà e rigore. soprattutto per quelli come me per cui l'educazione, intesa nel senso più alto del termine, e la conoscenza, rappresentano non solo una meta a cui aspirare, ma anche una consolazione in tempi come questo, che sembrano così privi di speranza.
Con affetto, come se tu fossi un mio amico,
STEFANIA (Ps ti ho conosciuto a Montecatini nel backstage del tuo spettacolo quando sono venuta a chiederti un autografo...me lo hai concesso con una gentilezza che non dimenticherò mai, perfino se eri in accappatoio!!!)

Stefania 10.10.05 14:20| 
 |
Rispondi al commento

mi rendo sempre piu' conto di quanto ormai le persone si siano adattate a sopravvivere allo schifo che c'è intorno e quel che è peggio è che è sempre più difficile avere a che fare con persone "normali", ovvero esseri pensanti con una propria personalità e idee non condizionate.
Tornando da lavoro qualche giorno fa ho appreso per radio la notizia di Beppe classificato come uno degli eroi 2005 secondo il Time, la cosa mi ha riempito il cuore e dato una speranza, nn mi riferisco ad una cosa in particolare..ma è servita ad alleggerire quel malessere col quale vivo giorno dopo giorno e mi impedisce di fingere...sei un grande beppe..

oriana spera 10.10.05 13:52| 
 |
Rispondi al commento

salve, sono alessandra e vivo in un consorzio alle porte di roma in piccolo paradiso immerso nel verde, regolarmente inserito dal 1980 nel piano regolatore regionale e costato molti sacrifici perchè abbiamo urbanizzato tutto di tasca nostra.l'80% delle costruzioni della zona sono abusi sanati (non c'è depuratore e si scarica in un fosso naturale e altre amenità simili);l'espansione edilizia ha portato alla necessità di realizzare una strada di collegamento con il raccordo anulare per adiuvare la nomentana oramai al collasso. indovinate di tutte le realizzazioni abusive SOPRA LA TESTA DI CHI VOGLIONO FARA PASSARE LA STRADA? l'allegro progetto prevede di realizzare una sopraelevazione con terrapiento sopra le nostre case (peggio che la famigerata tangenziale romana che vogliono dismettere)creando una diga in mezzo alle uniche case che rispettando tutti i regolamenti edilizi hanno lasciato buona parte del terreno a verde pubblico e privato: difatti la strada non può passare altrimenti perchè dove doveva passare hanno costruito case abusive poi sanate!!! Naturalmente il terreno libero dall'altra parte della nomentana non si può utilizzare e io vorrei proprio sapere perchè: si dice sia del vaticano (oddio non si può espropriare!!) o presto verranno edificate nuove case (e che i costruttori deprezzano le loro case con una strada ad alta percorrenza ?)Nulla è valso la presentazione di vari progetti alternativi, addirittura i tecnici della provincia, (poichè il progetto è stato realizzato sulla carta senza la visione dei luoghi) la ritengono una follia. Morale della favola ci rimette sempre chi rispetta le regole ed io che avevo fatto una scelta di vita di volere vivere fuori dalla caos della grande città , sia per i miei figli che per i miei problemi di salute (per la precisione problemi oncologici) mi ritrovo con la città nel giardino di casa mia.
Grazie di avermi ascoltato alessandra

alessandra felicetti 10.10.05 12:35| 
 |
Rispondi al commento

non ho più visto un tuo articolo sull'internazionale, collabori ancora o è successo qualche cosa che te lo impedisce?
Ho sempre ritenuto quel giornale attendibile e, nei limiti del possibile, indipendente, mi devo ricredere?
Grazie
Stefania

Stefania Maola 10.10.05 11:57| 
 |
Rispondi al commento

...Ciao a tutti...,
Sono arrivato ora a casa dopo un "viaggetto" di circa 800km (L'Aquila-Vercelli),percorrendo la "modernissima" autostrada del sole..,che bello,che meraviglia vedere un cantiere dopo l'altro,quei grossi camion chiamati TIR che vanno veloci veloci come le minuscole macchinine che timorosamente cercano di sorpassarli a 120KM ORARI!!!
Ma gli adesivi rossi e bianchi con il limite di velocita' che hanno appiccicati dietro insieme a donne nude ecc.ecc. a che servono?.
E' veramente rilassante viaggiare sulle autostrade italiane,non devi preoccuparti dei continui ristringimenti di carreggiata,della scarsa visibilita' dei cartelli,dei Tir che fanno delle gimcane dalla corsia di sorpasso a quella loro destinata che e' una meraviglia vederli,non devi neanche preoccuparti di trovare la polizia che controlla..,insomma se vuoi veramente divertirti e ami il rischio...AUTOSTRADE PER L'ITALIA!!!
PS:dimenticavo,costa anche poco VC-L'AQ:34,80...per un servizio cosi'...saluti e coraggio che ce la possiamo ancora fare!

Paolo Talarico 10.10.05 02:46| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori