Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Parmalat: da principi-obbligazionisti a rospi-azionisti


principe rospo.jpg


Il 6 ottobre gli obbligazionisti della Parmalat hanno smesso di essere tali. È così giunta a un giro di boa una vicenda amara, solo in parte simile a quella dell’Argentina. Infatti in quel caso gli investitori, accettando il concambio, hanno ricevuto altre obbligazioni.
Qui invece gli obbligazionisti sono diventati per forza azionisti.

Possiamo ragionare oggi sulle quotazioni delle nuove Parmalat intorno ai 2,6-2,7 euro.
Ciò significa che i possessori delle tre obbligazioni quotate in Italia recuperano un misero 15%, mentre con la maggior parte dei titoli del cosiddetto euromercato possono riportare a casa circa il 33% del valore nominale; inoltre riceveranno alcuni warrant, che per molti saranno poco più di un contentino.

Ma attenzione: anche chi non aveva mai voluto rischiare con le azioni, ora si trova ad averne. È una differenza radicale, che impone un ripensamento. Per i vecchi obbligazionisti Parmalat è incominciata una storia nuova.

Se come regola non vogliono azioni, è logico che vendano le Parmalat che hanno ricevuto o riceveranno a breve ed è assolutamente imprevedibile se sia meglio o peggio farlo subito, fra un mese o fra un anno.
Se invece preferiscono avere un po’ di azioni in portafoglio, possono anche tenersi le Parmalat. Ma sono scelte del tutto indipendenti dall’essere stati in passato obbligazioni della famigerata società di Collecchio.
Obbligazioni e azioni sono comunque due bestie molto diverse.

Per chi volesse approfondire la questione, è disponibile una pagina in Internet all’Università di Torino: http://www.dm.unito.it/personalpages/scienza/parmalat.htm

Inoltre è scaricabile un file in Excel per verificare che sia corretto il numero di azioni che si otterranno a fronte delle obbligazioni Parmalat possedute: http://www.dm.unito.it/personalpages/scienza/documenti/Parmalat-az-da-ob.xls


Ps: ieri sera alla trasmissione radiofonica Zapping un nostro concittadino che segue il blog ha, correttamente, definito Berlusconi come nostro dipendente.
Il dipendente Forbice, conduttore del programma, non l’ha presa molto bene.
Strano, in fondo un suo datore di lavoro che gli paga lo stipendio alla Rai, ha soltanto detto la parola giusta:dipendente!

Ditela anche voi la parola giusta alla Rai e ai vari media: dipendente.
Le parole possono cambiare il mondo.

19 Ott 2005, 16:48 | Scrivi | Commenti (1261) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

HELP ME,aiutatemi.
stavo lavorando ai bilanci della Parmalat prima del crack per verificare se ci fosse qualcosa che non quadrasse. Beh, magia, puff, i bilanci sono spariti. il sito è stato rinnovato e del passato non resta nulla.
ed ora la mia tesi?
secondo me questi nuovi "lattai" somigliano molto ai precedenti, vendono immagine trasparente della loro gestione, ma non faceva lo stesso anche Tanzi.
Bah?
Comunque chiunque mi può aiutare a trovare i bilanci della Parmalat (stato patrimoniale, conto economico e nota integrativa) mi contatti all'indirizzo pazzopazzo20@hotmail.com

giuliano ombra Commentatore in marcia al V2day 28.06.07 18:56| 
 |
Rispondi al commento

HELP ME,aiutatemi.
stavo lavorando ai bilanci della Parmalat prima del crack per verificare se ci fosse qualcosa che non quadrasse. Beh, magia, puff, i bilanci sono spariti. il sito è stato rinnovato e del passato non resta nulla.
ed ora la mia tesi?
secondo me questi nuovi "lattai" somigliano molto ai precedenti, vendono immagine trasparente della loro gestione, ma non faceva lo stesso anche Tanzi.
Bah?
Comunque chiunque mi può aiutare a trovare i bilanci della Parmalat (stato patrimoniale, conto economico e nota integrativa) mi contatti all'indirizzo pazzopazzo20@hotmail.com

giuliano ombra Commentatore in marcia al V2day 28.06.07 18:47| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe; ma non troppo perché fino ad oggi mi sei costato solo Fr. 4.- di noleggio,sono riuscito finalmente a vedere un tuo spettacolo ed è stato devastante.
ti ricordo ai tempi di "te la do io l'america", poi vuoto, solo spot qualche battuta niente di piu; alcune locandine in svizzera ma mai riuscito a vederti.
Ma cosa caspita aspetti a proiettarti in cielovisione, dovrebbero vederti tutti anche a scapito di frustrazioni e rabbie ben condite da risate.
Certo che sputi e sudi come un panda ma dopo anni e kg. è un vero piacere vederti agguerrito come un elefante ( volevo dire leone ma non ci siamo con la stazza ).
Due righe solo perchè avevo voglia di manifestarti tutta la mia ammiazione e simpatia, se ci fosse un tuo esercito mi arruolerei subito.
saluti
Federico

Federico Antonini 23.02.06 13:23| 
 |
Rispondi al commento

Massimo..... il tuo messaggio e del 26 ottobre 2005!!! Ma adesso dove sei.... che è successo ...come stai? Ti ho trovato in messenger ma non eri tu e ho parlato con tua moglie. Mi ha detto che eri a roma e fuori con le bimbe. Ti ho mandato dei messaggi, ho telefonato ma i numeri non sono raggiungibili (in spagnolo) Vorrei sapere come stai e che fai! Sono preoccupata! Spero tu possa leggere questo messaggio e farti sentire.
O anche qualcuno che ti conosce. Mi scuso anch'io per aver usato questo sito per scriverti, ma non sapendo più niente... sai com'è...si prova in internet.
Forza gladiatore....spero di avere tue notizie!
Giulia

GiusiGiulia Campione 21.01.06 18:02| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe voglio proporti una legge per cercare di porre freno agli scandali finanziari che si sono verificati negli ultimi anni.
Le società che certificano il bilancio sono pagate e scelte dalle stesse società da controllare e possono rimanere in carica fino a 9 anni (mandato di 3 anni rinnovabile per due volte), si capisce benissimo che l'indipendenza viene un pò a mancare...Propongo quindi un sistema diverso:
-le società obbligate alla certificazione del bilancio devono versare annualmente a un organismo costituito all'interno della Consob e il più possibile imparziale ed indipendente (da costituire ad hoc) una tassa cosiddetta "per la trasparenza" il cui importo sarebbe direttamente collegato al costo annuale medio di una revisione di bilancio (variabile in base alla grandezza e alla complessità della società in questione); sarebbe auspicabile la previsione della deducibilità di tale tassa in sede di dichiarazione dei redditi in modo da renderla maggiormente appetibile.
-tali contributi versati da tutte le società obbligate alla revisione andrebbero ad alimentare un fondo che servirebbe, anno per anno, a pagare le varie società di revisione.
-la certificazione del bilancio dovrebbe seguire un principio di "sorteggio" e non dovrebbe durare per più di un esercizio con la stessa società di revisione, ovvero l'organismo in seno alla Consob avrebbe il compito di scegliere la società che dovrebbe certificare il bilancio in base allo stesso meccanismo del sorteggio degli arbitri nel calcio.
In questo modo le società di revisione saranno pagate non direttamente dalla società ma dal fondo cumulativo e non si piegheranno al volere delle società da certificare essendo in carica per un solo esercizio non più rinnovabile, eliminando eventuali favori reciproci che potrebbero nascere da una loro collaborazione, voglio dire tu chiudi un occhio su qualcosa e io ti nomino ancora.
Tutto questo visto che gli attuali sistemi di controllo non sembrano funzionare.
Daniele C.

Daniele Castoldi 15.01.06 15:16| 
 |
Rispondi al commento

LE CONDIZIONI CONTRATTUALI CAPESTRO DELLA ADSL DI TELE 2

“il Cliente avrà la facoltà di recedere in ogni momento con preavviso di 30 giorni da comunicare a TELE2”

però......

1) Se recedi prima della scadenza naturale del contratto ti devi pagare lo stesso tutti i 12 mesi del canone della ADSL: - “tutti i corrispettivi di cui all’art. 15 (ivi inclusi gli eventuali canoni per il noleggio del modem) dovuti fino alla scadenza della Durata prevista e/o prescelta dal Cliente”

2)Ti devi pagare pure il canone di noleggio del modem, anche se nel frattempo si rompe !!

3) Devi rendergli a spese tue il modem che avevi a noleggio (corriere espresso 60 euro) e se non glielo mandi ti addebitano la bellezza di 69 euro: - “la cessazione, per qualsiasi motivo, delle presenti condizioni generali determina l’obbligo del Cliente di restituire a TELE2, entro 30 giorni dal momento in cui la cessazione divenga efficace, il dispositivo e gli eventuali accessori a proprie spese. In caso di mancata restituzione, trascorsi 90 giorni dalla cessazione delle presenti condizioni generali, nonché in caso di restituzione di dispositivi danneggiati, il Cliente dovrà corrispondere a TELE2 una penale pari a € 69”.


“Alla scadenza della Durata prescelta dal Cliente, le presenti condizioni generali si intenderanno tacitamente rinnovate alle medesime condizioni per periodi, di volta in volta, di durata pari ad un anno, salvo che una delle parti non comunichi all’altra la propria disdetta almeno 60 giorni prima della scadenza”.


TRADUZIONE: PUOI RECEDERE QUANDO VUOI CON 30 GIORNI DI PREAVVISO, MA TI PAGHI TUTTE LE SPESE DI UN ANNO DI CONTRATO oppure DEVI DARE DISDETTA 60 GIORNI PRIMA DELLA SCADENZA ANNUALE, ALTRIMENTI IL CONTRATO SI RINNOVA AUTOMATICAMENTE DI UN ALTRO ANNO ALLE MEDESIME CONDIZIONI ! !!!

cESARE pIRI 29.11.05 16:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buona sera sig. Grillo. Ho appena finito di vedere il suo spettacolo in DVD; semplicemente grande. Avrei voluto dire stupefacente, ma di questi tempi...

A proposito di Parmalat, lei dice che sapeva dello scandalo Cirio vedendo la fedina penale di Cragnotti, ma anche il "patron" Parmalat non era da meno.

A metà degli anni '90 la Parmalat Finanziaria Spa aveva sede a Firenze e il Sig. Tanzi è stato denunciato per fatture false.

Mia nonna dice sempre che chi nasce quadro muore quadro!!

erasmo scipione 10.11.05 22:45| 
 |
Rispondi al commento

Perchè non creiamo un fondo magari qui in questo blog e raccogliamo fondi per autofinanziare delle pubblicità progresso, allla MoveOn... che dicanio la verità, che comunichino, che stupiscano e non che ci dicano quello che già sappiamo o peggiò ancora camuffino ciò che credevamo di sapere....
Se tutti quelli che scriviamo sul blog mettessimo di nostro anche solo 10€ credo che potremo raccogliere cifre che ci permetterebbero di fare sapere tante cose alla gente!!!!

saluti
Giovanni

Giovanni Di Martino 06.11.05 19:36| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
ti prego di dare spazio a questa notizia importantissima, rigurado alla quale ogni italiano in via provvisoria, può farsi restituire 87 € + interessi legali da Bankitalia per "Signoraggio" ovvero quella pratica malvagia secondo la quale lo STato Italiano ,nella fattispecie, paga un interesse (tasso di sconto) a Bankitalia per farsi stampare le banconote in Euro.
Es. per un biglietto del controvalore di 100 € lo stato italiano paga a Bankitalia 102.5 € compreso di ricarico dell'istituto ,questo soprattutto da quando Bankitalia non è più dello Stato ma è nelle mani dei privati,quindi una Spa.
Stando così le cose ,ci rendiamo conto come il debito pubblico stia aumentando in maniera smisurata???

Da pochi giorni è stata emessa una Sentenza di un Giudice di Pace di Lecce contro il "Signoraggio" che condanna Bankitalia (ovvero BCE) alla restituzione al popolo italiano della sommma sopracitata , e le motivazioni che ne hanno decretato tale risultato sono disponibili in toto sul sito di Adusbef ,dove troviamo la Perizia sul SIgnoraggio,la Sentenza del Giudice di Pace etc.
Vogliono nasconderlo, perciò ti prego dai estrema visibilità a questo messaggio e studiati la vicenda,tu sarai certamente più capace di me a carpirne le verità più sottili e vili della vicenda.

Un saluto da Stefano.

Stefano Lombardelli 31.10.05 09:10| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ti avevo scritto tanto tempo per invitarti a leggere un libro che in qualche modo derivava anche da quello che avevo sentito da te, tanti, tanti anni fa. Nessuna risposta. Pazienza, è di Genova e non vuole spendere 1000 euri per pagare una segretaria o una in più, pensai. Ma quello che ha riguardato la diatriba sul signo raggio ed il modo in cui nel tuo blog si è lasciato consumare un vero e linciaggio verso uno che si da seriamente da fare per criticare costruttivamente quello stesso mondo che critichi anche tu mi ha invece proprio stomacato.

Giuseppe D'Agostinis 30.10.05 21:22| 
 |
Rispondi al commento

Ieri c'è stata la notte bianca a Napoli non credevo che tanta gente potesse scendere in strada ragazzini, famiglie, persone anziane. Il centro della città un unica grande isola pedonale (si riusciva anche a respirare). Finalmente dopo 20 anni i miei genitori, che sono originari del centro della città hanno rivisto TRANQUILLAMENTE la città di notte non più motorini che sfrecciano nei vicoli stretti non più persone che ti avvicinano e ti chiedono ( di dove sei, che ci fai qui)non più persone che ti fissano negli occhi e ti dicono (ma che tieni da guardare?) invece molte persone sorridenti vogliose di scambiare opinioni sulla serata e su tutto in genere persone aperte alla socializzazione . Mio padre quasi commossdo mi ripeteva guarda così era festa di Piedigrotta, guarda così era Napoli.
La gente finalmente ieri si è appropriata della città.
Adesso però mi chiedo quella di ieri potrebbe rappresentare il primo raggio di sole di un alba che stà per arrivare?
o è solo l'ultimo raggio di sole dell'ormai prossimo tramonto definitivo?

Rosario Colella 30.10.05 18:29| 
 |
Rispondi al commento

Ieri c'è stata la notte bianca a Napoli non credevo che tanta gente potesse scendere in strada ragazzini, famiglie, persone anziane. Il centro della città un unica grande isola pedonale (si riusciva anche a respirare). Finalmente dopo 20 anni i miei genitori, che sono originari del centro della città hanno rivisto TRANQUILLAMENTE la città di notte non più motorini che sfrecciano nei vicoli stretti non più persone che ti avvicinano e ti chiedono ( di dove sei, che ci fai qui)non più persone che ti fissano negli occhi e ti dicono (ma che tieni da guardare?) invece molte persone sorridenti vogliose di scambiare opinioni sulla serata e su tutto in genere persone aperte alla socializzazione . Mio padre quasi commossdo mi ripeteva guarda così era festa di Piedigrotta, guarda così era Napoli.
La gente finalmente ieri si è appropriata della città.
Adesso però mi chiedo quella di ieri potrebbe rappresentare il primo raggio di sole di un alba che stà per arrivare?
o è solo l'ultimo raggio di sole dell'ormai prossimo tramonto definitivo?

Rosario Colella 30.10.05 18:28| 
 |
Rispondi al commento

Ieri c'è stata la notte bianca a Napoli non credevo che tanta gente potesse scendere in strada ragazzini, famiglie, persone anziane. Il centro della città un unica grande isola pedonale (si riusciva anche a respirare). Finalmente dopo 20 anni i miei genitori, che sono originari del centro della città hanno rivisto TRANQUILLAMENTE la città di notte non più motorini che sfrecciano nei vicoli stretti non più persone che ti avvicinano e ti chiedono ( di dove sei, che ci fai qui)non più persone che ti fissano negli occhi e ti dicono (ma che tieni da guardare?) invece molte persone sorridenti vogliose di scambiare opinioni sulla serata e su tutto in genere persone aperte alla socializzazione . Mio padre quasi commossdo mi ripeteva guarda così era festa di Piedigrotta, guarda così era Napoli.
La gente finalmente ieri si è appropriata della città.
Adesso però mi chiedo quella di ieri potrebbe rappresentare il primo raggio di sole di un alba che stà per arrivare?
o è solo l'ultimo raggio di sole dell'ormai prossimo tramonto definitivo?

Rosario Colella 30.10.05 18:27| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei fermare un attimo l'attenzione sul rialzo del prezzo del petrolio, che in questi giorni rimane stabilmente sopra USD 60. Il barile salendo da inizio anno del 52% circa, e di oltre il 100% dal gen 2004 ci ha costretti ad usare poco l'auto e molto di più lo scooter per girare in città. Nessuno però parla del rincaro del Gas Naturale, che sta lentamente sostituendo il petrolio e che da gen 2005 è cresciuto già del 100%. Cosa saremo costretti a fare a questo punto?

viviana bianchi 30.10.05 13:38| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE COME AL SOLITO SEI UN MITO.........
LEGGI E CAPIRAI IL PERCHè....
Telecom Italia/ Il gruppo abbassa le stime. Ma c'è ancora il problema debito...
Venerdí 28.10.2005 16:28
L'analisi/ Se la Bce rialzerà i tassi, salirà il costo del ddebito di Telecom. Un nuovo problema per Tronchetti Provera (Segue...)
Nelle sim e negli uffici degli analisti tlc in questi ultimi giorni sono squillati spesso i telefoni. Era Telecom Italia che chiamava per fare abbassare le guidance. Ovvero? Ovvero la società sta avvertendo il mercato che non rispetterà i risultati preventivati.

Già questa, da sola, è una notizia. Ma c'è di più. Molti analisti si sono arrabbiati per il comportamento della società: com'è possibile che fino a poche settimane fa Telecom non sapesse niente dei suoi risultati futuri? E com'è possibile che gli avvisi siano stati fatti solo quando France Telecom stava già informando i suoi azionisti che non avrebbe rispettato le stime di crescita?

Il titolo, in realtà, non ne ha risentito particolarmente, ma questo solo perché stava già procedendo in picchiata. Dai 2,728 euro del 3 ottobre oggi le azioni hanno toccato un minimo a 2,27 euro, un ribasso superiore al 16% in meno di un mese. Andamento che negli ultimi tre mesi (in flessione del 13,2%) ha sottoperformato quello dello S&P/Mib (l'indice di riferimento di Telecom) e ha fatto decisamente peggio di Fastweb (+9,1%) e Tiscali (+17,8%).

Calma, si affrettano a giustificare i difensori della società guidata da Marco Tronchetti Provera, a ben vedere l'andamento del titolo è stato più o meno in linea con quello di France Telecom (-14,2%) e Deutsche Telekom (-11%), ma c'è un altro fattore che preoccupa il mercato e riguarda il famoso debito del colosso tlc italiano.

Si tratta, è fatto noto, di 44 miliardi, che il gruppo intende ridurre a 33 entro il 2007. Ma c'è una variabile macroeconomica (oltre a quella delle dinamiche interne all'azionariato di Olimpia, la cassaforte di controllo) che potrebbe compl

marco indelicato 28.10.05 17:59| 
 |
Rispondi al commento

chiamare "dipendenti" tutti i nostri politici? mi sembra sbagliato, al governo sono tutti "precari"

Marco 28.10.05 15:13| 
 |
Rispondi al commento

Non credete che quando vi è una sentenza che dice che qualcuno, sia istituzione o privato ci ha preso dei soldi in qualche modo
non dovuti sia lecito aspettarsi che quest'ultimo debba restituirli tutti e in tempi brevi senza dover fare domande o presentare documenti assurdi ? Ogni tanto arrivano notizie, tipo
l'ultima della banca d'italia che deve ad ogni cittadino 85€, di solito queste notizie fanno piacere due secondi visto che poi infirmandosi praticamente è impossibile otterli sul serio.
Capisco che l'iter complicato è fatto apposta per ridare meno soldi possibile, ma vi sembra giusto ???

saluti

Antonio Rossino 28.10.05 14:55| 
 |
Rispondi al commento

Chi c...o paga l'ICI che la Chiesa Cattolica non pagherà attraverso accordi col ns. Governo??

I poveri s.....i italiani!!!
Cominciate a pagare per le vastissime proprietà che avete in Italia ,prese peraltro in chissà quali modi nei secoli.

Evasori totali questi, che pesano sulla collettività ,ci mancano solo loro,e poi vengono a fare la morale agli altri.
Pulitevi la bocca e pure qualche altra cosa prima di ergervi a salvatori spirituali.

Per fortuna c'è una Chiesa sana ,quella dei "Missionari" in Terre sperdute ma anche in Italia ,che in silenzio ogni giorno lavorano duramente in condizioni spesso assurde.
E ad oggi taluni privilegi di certe caste ecclesiastiche non sono assolutamente terminate e non accennano a finire.

Evolvetevi, dinosauri.

Stefano Lombardelli 28.10.05 09:27| 
 |
Rispondi al commento

PS la fonte è affaritaliani.it

Daniele Coccia 27.10.05 23:37| 
 |
Rispondi al commento

GRANDE INNOVAZIONE NELLA TELECOM...più o meno

Telecom e Tim lanceranno entro il 2006 un apparecchio che sarà al tempo stesso fisso e mobile. All'interno dell'abitazione, utilizzerà la rete fissa Adsl e un collegamento in modalità wi-fi, mentre all'esterno funzionerà come un normale telefonino, attraverso le reti Gsm, Gprs ed Edge.

il fatto è ke faranno pagare una linea che utilizza il voip allo stesso prezzo della normale linea telefonica

Ovviamente tutto guadagno....e hanno anche un casino di debiti.....

Daniele Coccia 27.10.05 23:35| 
 |
Rispondi al commento

Il succo sta nel rapporto perverso tra credito ed industria.
Gli obbligazionisti sono obbligati, di fatto, ad accettare che i soldi prestati a Parmalat per pagare... chissà cosa? e garantiti dalle banche, siano trasformati in carta di valore molto minore.

Nel gico mancano due pedine:
1 - chi paga la differenza di valore? (Le banche che garantivano e poi se la vedranno con i vecchi azionisti Parmalat, in teoria, in un'economia sana)

2 - Chi paga il rischio legato ad un'azione?

E'come se, al posto di pagarmi una cambiale, un individuo fallito mi cedesse parte del suo patrimonio...sul quale non ha più alcun diritto.

Pensiero personale: attenzione, il focus va sulle banche, non sulla nuova Parmalat...dove sono i soldi incassati da Bonlat ed i crediti da lei vantati nei confronti delle società Parmalat?

Paolo Zunino 27.10.05 08:28| 
 |
Rispondi al commento

Con la nuova finanziaria sembra sia stato individuato un contributo di 1.000 Euro per i prossimi nati nel 2006 indifferentemente dal reddito familiare. Non sarà che il DIPENDENTE stia per diventare nonno ???

massimo baldi 26.10.05 17:19| 
 |
Rispondi al commento

GRAZIE PER IL DVD L'HO TROVATO INTERESSANTE , MA PARLANDONE CON ALTRI MIEI AMICI HO SAPUTO CHE POSSIEDI UNA FERRARI , MI SEMBRA STRANO DOPO AVER VISTO LO SPETTACOLO , MI FAREBBE PIACERE SAPERE SOLO LA VERITA', ANCHE SE TU L'AVESSI ,NON MENEFREGA NULLA,VISTO CHE TANTI ALTRI COMICI CE LANNO, SCUSA SE TE LO CHIEDO , MA è DA UNA SETIMANA CHE VOLEVO SCRIVERTI QUESTA COSA , LIBERO DI RISPONDERE : MARCO AMBROSIO

MARCO AMBROSIO 26.10.05 14:12| 
 |
Rispondi al commento

Poverina?!,la Santanchè non si ricorda del gesto;
se il dito invece di rivolgerlo ai studenti se lo girava nel c..o,AIVOGLIAAAAA CHE SE LO RICORDAVA!!!.
Dice il saggio: i parlamentari saltano da una poltrona all'altra, le parlamentari (vedi la santanchè),da un c...o all'altro.
caro Gianfranco Fini penso che con questo perderete moltissimi voti il primo il mio!!!.

pippo devola 26.10.05 13:41| 
 |
Rispondi al commento

Leggete tutti questo articolo!!!!!!!!!

http://italia.attac.org/spip/article.php3?id_article=436

Vilu vilu 26.10.05 12:36| 
 |
Rispondi al commento

Leggete tutti questo articolo!!!!!!!!!

http://italia.attac.org/spip/article.php3?id_article=436

Vilu vilu 26.10.05 12:35| 
 |
Rispondi al commento

SECONDA PARTE
La domanda sulla Cina e la libertà in rete e' tipica del Cazzista che non sa nulla della rete ed il suo funzionamento, molto probabilmente proprio come Aldo Cazzullo del Corriere della Sera. Se poi mettiamo che è ha formularla è un italiano nel 2005, proprio noi che in fatto di media siamo una vergogna mondiale, allora mi viene da ridere per non piangere.

Caro Beppe stranamente più si avvicinano le elezioni e più perdi di lucidità. Non siamo noi che dobbiamo aiutare lui, faremmo meglio a tacere ed aiutare noi stessi cercando di uscire dall'attuale pantano. Fine dei giochi.

LUCA TORRE

LUCA TORRE 26.10.05 10:48| 
 |
Rispondi al commento

SUL TUO >

Ma quale povero Bill!!!!
Non possiamo certo strapparci i capelli se l'imprenditore piu' ricco del mondo quando viene in Italia non sia al corrente (o faccia finta di non esserlo) del nostro misero panorama imprenditoriale e politico, ed anche lo fosse fa meglio a stare zitto. Per la Microsoft il Tronchetto dell'infelicita' rappresenta l'uomo chiave per il mercato Italia e nulla più. Il Gates se ne batte il cazzo di chi e' o chi non e'. Questo e' un problema nostro non suo.

Smettiamola di piangerci addosso ad ogni occasione. Il fatto che non ha voglia parlare della Cina con noi Italiani mi sembra una mossa molto diplomatica, non e' ignoranza, in poche parole ha fatto cio' che dovremmo fare più spesso anche noi: inutile polemica ad ogni occasione possibile. Non e' certo pazzo ad evitare il discorso della libertà dei media proprio da noi in Italia.


Bill Gates viene in Italia e viene intervistato da un giornalista con domande banalissime alle quali lui risponde con risposte banalissime. Ora mi domando cosa avrebbe dovuto dire: Che Tronchetti presto fara' la fine di Cragnotti?
Che Geronzi anche lui rischia il gabbio?
....e che la Cina e' un sistema totalitario?

Per Gates, la Cina rappresenta il piu' grosso mercato mondiale, Geronzi forse gli da dei soldi, tanto li ha dati a tutti e probabilmente Bates sara' l'unico che li restituisce, e Tronchetti e' il suo interlocutore in Italia. Beppe veramente credi che uno come
Gates e' venuto in Italia senza sapere cosa succede qui o in Cina ossia nel suo piu' grosso mercato al mondo?? Non credi che come minimo Bill Gates si sara' informato, usando evidentemente la rete!!!! Proprio tu Beppe che suggerisci a tutti che oggi o sei in rete o sei uno stronzo. Adesso dobbiamo dire noi a Bill Gates queste cose?
CONTINUA....

LUCA TORRE 26.10.05 10:46| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe!

Scusami...questo non e' un commento ai tuoi blog,volevo semplicemente dirti che 2 gg fa mi e' arrivato il tuo Dvd...mi e' piaciuto tantissimo,come
del resto il tuo spettacolo a Torino!
Solo una cosa: e' un peccato che qua e la' ci siano dei "bip"...perche'?

CHRISTIAN COLACI 26.10.05 10:23| 
 |
Rispondi al commento

Sono felice di annunciare che a breve sara' disponibile in lingua italiana (gia' e' scaricabile in inglese) OpenOffice 2.0, la suite che puo' sostituire in tutto M$ Office, GRATIS!!!!!
OpenOffice, oltre a essere una eccellente prodotto, permette a tutti gli utenti di copie taroccate del software di Bill Gates di mettersi la coscienza a posto (e di non rimpiangere il software a pagamento). Credo che questo lavoro sia in sintonia con i principi che Beppe Grillo promuove. Grazie per tutto il vostro lavoro!!!

Piermario Clara 26.10.05 08:34| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe,io sono massimo,e nn so neanche se leggerai questa mia imail,un commento? ti stimo troppo come artista e come uomo di vita.io sono quattro anni che vivo a in spagna,precisamente a barcelona,sono andato via da roma che era la mia citta e dall'italia che era il paese che amavo,ma in quel paese che si ama nn si e amati specialmente se si e protestati.be che dire sono venuto qui nel paese delle naccare come diceva mio nonno, con un sogno quello di creare qualcosa,ma nn per me per le mie bambine,si io ho due bimbe una di 7 e una di 6 anni ,giulia e gaia,ma al quanto pare la fortuna nn e stata dalla mia parte, sono venuto qui in sieme ad un mio amico ,che al finale si e approfittato di me , lasciandomi in mezzo hai guai,ma io nn mi arrendo continuo a lottare anche se le mie condizioni di salute nn sono buone ,nn posso arrendermi,lotto tutti i giorni cerco di sopravvivere ,xche le mie bambine abbiano una vita decente , voglio creare a loro una vita in cui se ne avranno la voglia potranno dire di no , quel no che io nn posso dire.io ti chiedo se e possibile di lottare per quelle persone che come me ,quando nn hanno piu la possibilita di avere un nome pulito,marchiati come lebrosi e senza avere la possibilita di aiuto dalle banche o qualsiasi altro mondo finanziario,lo so che ci sono molte persone che vivono fregando gli altri ,ma ci sono anche molte persone che x motivi o circostanze avverse che si ritrovano come me .ti ringrazio e ti chiedo scusa se ho usato questo spazio per sfogarmi. un grande abbraccio e continua senpre cosi.massimo

massimo accrocca 26.10.05 04:17| 
 |
Rispondi al commento

..e .. mentre continuo..a leggere.. penso al mio "medico".. il quale non sà che.. io .. " rinuncio a tutto.. tranne che ai vizzi"..hehe

Maurizio Sbrogio' 26.10.05 01:29| 
 |
Rispondi al commento

.. ho letto.. ancora una volta.. questo "blog"...
DOVEVO SEGUIRE IL MONITO DEL MIO MEDICO.." NON LO LAGGA,, CHE POI STà...MALE"....UFF...

Maurizio Sbrogio' 26.10.05 01:07| 
 |
Rispondi al commento

A dire il vero una traccia la lascia, e nemmeno tanto piccola: la
traccia è nella testa di tutte le persone che hanno visto, hanno
passato parola, hanno usato Internet per far circolare informazioni.
Tant\'è che anche oggi, se scrivete su Google la parola \"Eolo\", nella prima pagina dei
risultati trovate diversi riferimenti a questa strana storia. Come
stanno oggi le cose, previsioni ed approfondimenti: Il progettista di
questo motore rivoluzionario ha stranamente la bocca cucita, quando
gli si chiede il perché di questi ritardi
continui. I 90 dipendenti assunti in Italia dallo stabilimento
produttivo sono attualmente in cassa integrazione senza aver mai
costruito neanche un\'auto.

I dirigenti di Eolo Auto Italia rimandano l\'inizio della produzione a
data da destinarsi, di anno in anno. Oggi si parla, forse della prima
metà del 2006...

Quali considerazioni si possono fare su questa deprimente vicenda?

Certamente viene da pensare che le gigantesche corporazioni del petrolio non
vogliano un mezzo che renda gli uomini indipendenti. La benzina oggi,
l\'idrogeno domani, sono comunque entrambi guinzagli molto ben
progettati. Una macchina che non abbia quasi bisogno di
tagliandi né di cambi olio,che sia
semplice e fatta per durare e che consumi soltanto energia elettrica,
non fa guadagnare abbastanza. Quindi deve essere eliminata, nascosta
insieme a chissà cos\'altro in quei cassetti di cui parlava Beppe
Grillo tanti anni fa, nelle scrivanie di qualche ragioniere della Fiat o della Esso, dove non
possa far danno ed intaccare la grossa torta che fa grufolare
di gioia le grandi compagnie del petrolio e le case costruttrici, senza che l\'\"informazione\"
ufficiale dica mai nulla, presa com\'è a scodinzolare mentre divora le
briciole sotto al tavolo...

... invece delle inutili catene di S. Antonio, facciamo girare queste
informazioni!!!
LA GENTE DEVE SAPERE!!!!!!!

Alessandro Bonci 25.10.05 23:34| 
 |
Rispondi al commento

Guy Negre, ingegnere progettista di motori per Formula 1, che ha
lavorato alla Williams per diversi anni, nel 2001 presentava al
Motorshow di Bologna una
macchina rivoluzionaria: la \"Eolo\" (questo il nome originario dato
al modello), era una vettura con motore ad aria compressa, costruita
interamente in alluminio tubolare, fibra di canapa e
resina,leggerissima ed ultraresistente.
Capace di fare 100 Km con 0,77 euro, poteva raggiungere una velocità
di 110 Km/h e funzionare per più di 10 ore consecutive nell\'uso
urbano.
Allo scarico usciva solo aria, ad una temperatura di circa -20°, che
veniva utilizzata d\'estate per l\'impianto di condizionamento.
Collegando Eolo ad una normale presa di corrente, nel giro di circa 6
ore il compressore presente all\'interno dell\'auto riempiva le
bombole di aria compressa, che veniva utilizzata poi per il suo
funzionamento.
Non essendoci camera di scoppio né sollecitazioni termiche o
meccaniche la manutenzione era praticamente nulla, paragonabile a
quella di una bicicletta.
Il prezzo al pubblico doveva essere di circa 18 milioni delle vecchie
lire, nel suo allestimento più semplice.
Qualcuno l\'ha mai vista in Tv?

Al Motorshow fece un grande scalpore, tanto che il sito
www.eoloauto.it venne subissato di richieste di prenotazione: chi vi
scrive fu uno dei tanti a mettersi in lista d\'attesa, lo stabilimento
era in costruzione, la produzione doveva partire all\'inizio del 2002:
si trattava di pazientare ancora pochi
mesi per essere finalmente liberi dalla schiavitù della benzina, dai
rincari continui, dalla puzza insopportabile, dalla sporcizia, dai
costi di manutenzione, da tutto un sistema interamente basato
sull\'autodistruzione di tutti per il profitto di pochi.

Insomma l\'attesa era grande, tutto sembrava essere pronto, eppure
stranamente da un certo momento in poi non si hanno più notizie.
Il sito scompare, tanto che ancora oggi l\'indirizzo www.eoloauto.it

Alessandro Bonci 25.10.05 23:32| 
 |
Rispondi al commento

Beppe sei sempre il migliore......un saluto da Urbino da Gigi.....

Luigi Guidi 25.10.05 21:45| 
 |
Rispondi al commento

Ancora una volta Mentana, nel corso della trasmissione Matrix, ha dato esempio di come certi giornalisti hanno successo solo grazie all'ossequio. Lui oramai non gode più di credibilità, è lì che scimmiotta Vespa e cerca di tirare acqua al mulino (di Berlusconi). Ieri, invece, era ospite l'autorevolissimo giornalista Buttafucoco, sedicente "libertario di destra", che tutto il mondo ci invidia. Buttafuco per sostenere le tesi di Confalonieri contro quel "giornalaio" di Biagi ("ma quale vittima, Biagi si sta godendo il TFR": ha commentato il benemerito Presidente di Mediaset) ha sostenuto che "Biagi è amico intimo e noto frequentatore della vedova Roosvelt", fondatrice negli anni anni '50 di quella "House of freedom" che ha declassato l'Italia nella classifica della libertà di stampa al 75mo posto. "Quindi i torni contano" ha sostenuto Buttafuoco. Peccato che la vedova sia passata a miglior vita nel 1967. Ma ne Mentana ne gli altri ospiti hanno voluto censurare una tale c..zata. E poi dicono che in Italia non c'è libertà!!!

Fabio Sciarra 25.10.05 19:41| 
 |
Rispondi al commento

Ancora una volta Mentana, nel corso della trasmissione Matrix, ha dato esempio di come certi giornalisti hanno successo solo grazie all'ossequio. Lui oramai non gode più di credibilità, è lì che scimmiotta Vespa e cerca di tirare acqua al mulino (di Berlusconi). Ieri, invece, era ospite l'autorevolissimo giornalista Buttafucoco, sedicente "libertario di destra", che tutto il mondo ci invidia. Buttafuco per sostenere le tesi di Confalonieri contro quel "giornalaio" di Biagi ("ma quale vittima, Biagi si sta godendo il TFR": ha commentato il benemerito Presidente di Mediaset) ha sostenuto che "Biagi è amico intimo e noto frequentatore della vedova Roosvelt", fondatrice negli anni anni '50 di quella "House of freedom" che ha declassato l'Italia nella classifica della libertà di stampa al 75mo posto. "Quindi i torni contano" ha sostenuto Buttafuoco. Peccato che la vedova sia passata a miglior vita nel 1967. Ma ne Mentana ne gli altri ospiti hanno voluto censurare una tale c..zata. E poi dicono che in Italia non c'è libertà!!!

Fabio Sciarra 25.10.05 19:41| 
 |
Rispondi al commento

E adesso i possessori delle azioni della banca di Lodi cosa fanno?

mazzelli agostino 25.10.05 17:11| 
 |
Rispondi al commento

Da "Il Gazzettino- ed Venezia" di oggi Martedì, 25 Ottobre 2005


"SCORZÈ Stagionale dell'Aprilia ci ha rimesso oltre 50mila euro con il crack della Parmalat
Truffato si incatena davanti alla banca
L’uomo, che ha 38 anni, assieme a due suoi consulenti ha voluto incontrare il direttore del Monte dei Paschi

Scorzè
Incatenato davanti al Monte dei Paschi di Siena di Scorzè con cartelli di protesta per la truffa dell' azioni Parmalat. Così da più di due anni Andrea Cogo, 38 anni, di Zero Branco e stagionale dell'Aprilia, ora disoccupato, conduce la sua protesta davanti alle varie agenzie del Monte Dei Paschi di Siena dopo che oltre 50 mila euro gli sono andati in fumo con il crack della multinazionale del latte. Due giorni fa era a Treviso con la sua bicicletta e i manifesti di protesta. Ieri pomeriggio alle 14 a Scorzè dove aveva acquistato le azioni e dove aveva sottoscritto anche un prodotto proposto dalla banca il For You, prestito finanziario a capitale garantito, che gli ha creato non poche grane nel momento dello svincolo come è successo ad altri risparmiatori dopo lo scandalo dell' annessione al Monte dei paschi della Banca 121. «Ho acquistato nel dicembre del 2003, proprio un mese prima che scoppiasse lo scandalo, oltre 50 mila euro di azioni Parmalat - racconta Andrea Cogo - Ora mi ritrovo seguire i vari processi a Milano, 8 per la precisione, per capire se posso almeno racimolare qualcosa di quella somma che mi sarebbe servita per comprarmi almeno un piccolo appartamento dato che ancora sono costretto a vivere in casa dei mie genitori». (prima parte)

Sebastiano Rossi 25.10.05 17:06| 
 |
Rispondi al commento

Con altri azionisti uniti in vari comitati il disoccupato dell'Aprilia racconta di essersi reso parte civile nei vari filoni contro i responsabili della Parmalat e ora il prossimo 12 novembre sempre a Milano vi sarà un incontro per decidere di inoltrare un'azione legale contro le banche che nella vendita dei titoli potrebbero aver avuto dei conflitti di interesse. Andrea Cogo davanti al tribunale di Milano ha fatto lo sciopero della fame per due giorni e ieri pomeriggio ha atteso incatenato due rappresentanti dello studio Ifa di Treviso, della consulenza finanziaria indipendente, che lo aiutano nella sua impresa per riavere i risparmi. Assieme a loro ha incontrato il direttore dell'agenzia di Scorzè per consegnare una raccomandata a mano. Nella missiva si chiede copia degli ordini di acquisto dei titoli Parmalat al fine di controllare la regolarità delle transazioni ed eventualmente impugnarle davanti al giudice dato che, secondo Andrea Cogo, le banche e la Banca d'Italia nel dicembre 2003 già sapevano del dissesto in cui si trovava la Parmalat".

un articolo di Renzo Favaretto

(seconda parte)


toh...che sorpresa!!!

il prof. Ricolfi dell' Università di Torino ha scritto un libro dal titolo "Dossier Italia". Nel libro spiega come l' Ulivo abbia lasciato alla CDL un buco valutabile tra i 14,4 e i 18,9 miliardi di euro, tradotto in lirette tra i 28 e i 37 mila miliardi.
Che mi dite ?Mica male!!!!!!!!!

PAOLO LONGHINI 25.10.05 13:02| 
 |
Rispondi al commento

ROBERTO VACCA ED IL POLITECNICO DI LUGANO CONDANNATO

Il Politecnico di Studi Aziendali di Lugano www.unipsa.ch e www.umc-pcu.edu con sentenza n.204/2000 del 14/9/2000 è stato condannato per PUBBLICITA INGANNEVOLE dal GRAN GIURI dello IAP ISTITUTO dell’AUTODISCIPLINA PUBBLICITARIA in quanto il messaggio in oggetto è stato ritenuto ingannevole nella misura in cui ingenera nel pubblico la convinzione di poter conseguire un titolo analogo al titolo di dottore conseguibile in Italia quando il titolo conseguibile presso il Politecnico di Studi Aziendali non è paragonabile ad alcun titolo accademico italiano.Il messaggio è ulteriormente recettivo in quanto il titolo pubblicizzato è privo di valore legale nella stessa Svizzera e come tale non è passibilie di alcun riconoscimento secondo quanto previsto sia dalla Convenzione Europea del 1959 sia dalla normativa Italiana e Comunitaria in materia di riconoscimento dei titoli accademici stranieri.Inoltre vi è il mancato riconoscimento da parte delle Autorità Elvetiche del Politecnico di Studi aziendali quale istituzione universitaria di qualsiasi genere come desumibile dalla richiesta avanzata dalle stesse Autorità di informare il pubblico circa l’ASSENZA DI VALORE LEGALE e la NON EQUIPOLLENZA di detti titoli ad ALCUN TITOLO ACCADEMICO ITALIANO O SVIZZERO OD EUROPEO. Rivolgetevi quindi it a strutture riconosciute quale è la ESE EUROPEA SCHOOL OF ECONOMICS www.uniese.

ROBERTO VACCA noto e prestigioso docente universitario professore di Automazione del Calcolo all’Università di Roma e di Ingegneria dei Sistemi a Milano e Roma sarà presente quale testimone ignaro ed inconsapevole della condanna inflitta e del mancato riconoscimento quale università di qualsiasi genere da parrte delle Autorità Elvetiche al DIES ACADEMICUS del Politecnico di Studi Aziendali di Lugano previsto per il prossimo 21 Novembre 2005.

stefano danna 24.10.05 17:26| 
 |
Rispondi al commento

Finche' non smettiamo di pensare che i problemi dell'Italia siano derivati dalla destra o dalla sinistra non usciremo mai dal fango in cui simao invischiati. Anche perchè politici della destra nel corso degli anni si sono ripresentati nelle liste di sinistra e viceversa... Quello che mi sembra palese e' che se chi ci governa ha come "secondo" lavoro delle imprese importanti e' chiaro che prima dei nostri interessi curerà i suoi. Vero ministro Lunardi? Anche perchè anche chi non ha attività extra riesce ad ingrassare il conto in banca a discapito delle finanze pubbliche. Quando poi gli stessi giudici incaricati della giustizia che qualcuno indica come toghe rosse (che ridere...) si vende al "nemico" per soldi, beh allora non ci rimane che ingrassarci le chiappe, visto che a novanta gradi ci siamo da un pezzo.
BASTA POLITICI. OCCUPIAMO IL GOVERNO.

diego volpones 24.10.05 17:18| 
 |
Rispondi al commento

prosegue dal post precedente:
...Ogni assegno bancario di conto corrente reca la scritta: "a vista pagate per questo assegno bancario", la stessa dizione è scritta sugli assegni circolari, ma le banche, forti di un potere discrezionale, rifiutano sistematicamente di liquidare gli importi degli assegni per non accollarsi alcun rischio d'impresa, ma anche per lucrare valuta sugli stessi assegni che in alcuni casi, se versati in altre banche, vengono accreditati dopo 10 giorni lavorativi.
Adusbef chiede di intervenire per far cessare comportamenti illeciti e vessatori delle banche italiane che producono enormi danni agli utenti ed ai consumatori. [...]
Il consiglio è quello di non accettare, per quanto possibile, assegni bancari (soprattutto se non si dispone di un proprio conto corrente) ma utilizzare altre forme di pagamento.
Saluti

E come sappiamo bene io e te, caro beppe, con i soldi di quegli assegni ci sono in gioco tante vite vero?
Sarei felice se tu potessi parlare di questo grave problema nel tuo utilissimo blog di INFORMAZIONE, VERA informazione.
Grazie anche se ho da chiederti una sola cosa...AUMENTA I CARATTERI PER I COMMENTI!!! Altrimenti come faccio a dirti tutto ciò che vorrei cambiare?

Stefano Longo 24.10.05 17:00| 
 |
Rispondi al commento

COMPORTAMENTO SCORRETTO!
Da una richiesta di informazioni all'ABUSBEF(AssociazioneDifesaUtentiBancariFinanziariPostaliAssicurativi) www.abusbef.it

Salve a tutti.
Mi è capitato di recarmi in banca per cambiare un assegno emesso a mio favore di importo pari a circa 2500 euro. Preciso che la filiale era quella dove risiede il conto di chi ha emesso l’assegno e che oramai faccio così visti i noti tempi di incasso di assegni in Italia. Hanno rifiutato di cambiarmi l’assegno per non meglio precisate disposizioni interne!
Mi chiedo:
Qual’è la normativa di riferimento sul cambio/negoziazione di assegni?
Può, nel caso, una disposizione interna alla banca valere di più di una legge dello stato italiano che regoli tale situazione?
Che fare quando si ottiene tale rifiuto?
Grazie a tutti per l’attenzione.
F. Napoli

Riporto qui ora la risposta dell'adusbef:

Gentile F,
da qualche anno le banche si ostinano a non cambiare più gli assegni (anche di modesti importi) che vengono regolamente presentati allo sportello dal legittimo portatore.
Per questo motivo ADUSBEF ha inoltrato una denuncia alle autorità competenti affinchè si faccia chiarezza sulla questione.
Ecco uno stralcio della denuncia:
[...] la scrivente associazione ha denunciato l'illegale comportamento delle banche italiane, che costringono i consumatori che si presentano agli sportelli, per cambiare assegni bancari e/o circolari, anche di modesto importo, ad aprire un conto corrente. Le banche, cioè, rifiutano all'unisono di cambiare, ai legittimi portatori, assegni bancari e/o circolari anche di importo inferiore al milione di lire, per obbligare gli stessi a versarli su un conto corrente, in modo da lucrarci la valuta, oppure ad aprire un conto corrente per quei consumatori che non hanno alcuna intenzione di sopportarne i costi di gestione di un conto il quale, con solo 11 operazioni mensili, costa in media 622.000 lire annue. Prosegue nel prossimo post...

Stefano Longo 24.10.05 16:55| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe, ho appena ricevuto il video del tuo spettacolo e oltre che divertito sono rimasto inorridito dai giri di potere di questo strano mondo, nonostante io sia un "imprenditore" non c'è giorno che non mi imbatta in qualche situazione che mi lascia schifato, mi piacerebbe rendertene partecipe, ma non ho uno staff di avvocati a mia disposizione e temo di incorrere in problemi legali, se esiste un alternativa mi piacerebbe saperla, porgo a te al tuo staff i miei più sinceri saluti

PAOLO BASILE 24.10.05 16:23| 
 |
Rispondi al commento

se al dott.MARCO TRONCHETTI PROVERA ad di un azienda con debiti per €45mld hanno conferito
la laurea honoris causa....io che ho un leasing in corso posso aspirare al diploma?

MASSIMO LASAGNO 24.10.05 14:22| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
mi permetto di darti del tu perchè ti seguo da quando ero piccola (facevo una imitazione ignobile della tua pubblicità dello Yogurt che faceva impazzire i miei).
Ti scrivo per chiederti se secondo te verrà davvero emessa la moneta da un Euro di carta, avranno davvero il coraggio di trattarci da bambini fino a questo punto? Oppure, e questa è l'ipotesi peggiore, sono davvero convinti che l'economia italiana sia in crisi perchè noi consumatori non riusciamo a gestire le monetine di metallo che abbiamo in tasca perchè non sono abbastanza consistenti?
Ho 24 anni, sono giovane e non capisco granchè di economia, ma mi sono accorta lo stesso che i problemi sono altri! Io non sono un'"addetta ai lavori", ma i nostri dipendenti al governo si, perciò dovrebbero trovare soluzioni un po' più brillanti ai nostri problemi!!

Grazie per l'attenzione.
Daniela, 24 anni, Reggio Emilia.

Daniela Predieri 24.10.05 10:34| 
 |
Rispondi al commento

convengo senza meno sul fatto che i nostri "dipendenti" vengano definiti tali,il fatto poi che loro non lo accettino fa capire quanto si sentano "padroni".Il paradosso e' evidente,per cui propongo una denuncia per "millantato credito" e quindi ,quanto prima,un bel ....licenziamento.

PIETRO PALA 23.10.05 19:23| 
 |
Rispondi al commento

ascolto spesso il programma radiofonico Zapping, e pur apprezzando la formula, devo ammettere che il ns. dipendente Forbice, è un conduttore insopportabile, prepotente, arrogante, lascia parlare poco i suoi datori di lavoro, o meglio ascolta solo quello che, secondo lui, va bene.Pertanto propongo una raccolta di firme per il licenziamento per giusta causa del dipendente incapace Forbice!!!!!!!.

Bruno fanfulla

bruno fanfulla 23.10.05 18:50| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei ricordare dei Ns. 15.0000,00 € + Iva , la Ns. democrazia diretta, dal 1° settembre non ha sortito alcun effetto:-(.Il signor Antonio Fazio è ancora al suo posto, si è alzato dalla sua sedia (finalmente!) per andare in Parlamento e dare pareri sulla legge finanziaria, la politica non parla più delle sue dimissioni ???!!!!. Noi contiamo meno di zero?

Francesco Mottola 23.10.05 13:25| 
 |
Rispondi al commento

Forbice...cesoia...cesura...censura...

Claudiom Cecamore 23.10.05 12:19| 
 |
Rispondi al commento

ma vi rendete conto che il ministro alemanno che viene costantemente in tv era implicato nell'affare parmalat ma tutto fu messo a tacere pochi giorni dopo. poi non vi ricordate l'indagine per associazione mafiosa ai danni del sottosegretario valentino anch'essa messa a tacerea marcire in qualche soffitta di tribunale senta grillo per quale motivo non ripropone gli scandali che la gente si dimentica?

andrea ravetti 23.10.05 11:14| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto da Lei ke molte pesone Le hanno inviato consigli e proposte. Butto li una mia proposta...nata per skerzo....ma dai contenuti, m'accorgo, angosciantemente reali. La proposta è questa : "un tirocinio per tutti gli aspiranti politici: ki vuole fare politica e sedere in una delle due Camere deve prima aver dimostrato di aver vissuto con la propria famiglia come operaio a stipendio fisso per almeno un annetto!"
Aggiungo solo un grazie a tutto quello ke Lei sta facendo!
Mario

Mario Avanzini 23.10.05 10:34| 
 |
Rispondi al commento

è uno schifo.
basta con questa gente, basto con questi imbroglioni, finiamoli con queste truffe che il governo legalizza.
a che si deve arrivare ?

massimiliano di pasquale 23.10.05 00:30| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe o Giuse come ti chiamava qualcuno un tempo.
Leggo il blog e vorrei fare qualche riflessione.
Possibile che nel nostro bel paese non si possa andare d'accordo? Venga evidenziato sempre ciò che divide e mai quello che ci unisce? Ci si debba lamentare sempre e comunque dando la colpa a questo o a quello? Chi di noi è disposto a fare un passo indietro per il bene di tutti? Andando avanti così finirei tutti e 2000 i caratteri e non entrerei nel merito.
Ho 62 anni e nella mia vita ne ho viste di tutti i colori(anche politicamente), sono un essere libero e rispettoso delle idee di tutti ma quando si cerca di condurre il mio cervello all'ammasso mi ribello! Ho incominciato a lavorare a 14 anni facendo il lava piatti in Germania (nonostante fossi di famiglia benestante) perchè meglio non trovavo, poi dandomi da fare, passando per altre attività, sono riuscito a creare una piccola impresa alla quale ho dato 40 anni della mia vita lavorando duramente e onestamente e pagando regolarmente tasse e contributi vari, avendo unico socio lo Stato che pretendeva da me quasi il 60% dei miei guadagni, mi lamentavo, ma ho sempre pagato e oggi ne sono contento, prendo una pensione decente che mi permette di vivere e di dedicarmi autofinanziandomi a progetti di solidarietà prevalentemente in Africa (Costa d'Avorio, Togo e Burkina Faso) come volontario nelle missioni dell'Opera Don Orione e ti garantisco che ho visto veramente cose assurde... dove la povertà, anzi la miseria più nera uccide per pochi centesimi di Euro bambini, donne e anziani.
Capisco che in Italia le cose non vadano al meglio, in Europa nessuno ride, la situazione economica è difficile per tutti ma proprio per questo non sarebbe il momento di cercare di remare tutti insieme invece che litigare? Destre, sinistre, centro sono fatte da uomini con le stesse necessità e allora perchè non farne patrimonio comune e incominciare a dialogare invece che litigare? Pensi che sia UTOPIA? Lasciamelo almeno sognare.
Ciao.

Paolo Binazzi 22.10.05 18:52| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
è una tristezza vederti fare il tuo business personale sulle disgrazie della nostra Italia.
Mettiti in gioco, con tutti i proseliti che hai fatto, non avresti problemi ad ottenere un posto al parlamento. Però ricordati sempre che sei solo un comico.

Paolo Casellato 22.10.05 18:18| 
 |
Rispondi al commento

grande grilletto!

marco sen 22.10.05 15:35| 
 |
Rispondi al commento

mitico grillo!!!!!

roberta -greco 22.10.05 13:05| 
 |
Rispondi al commento

GRAZIE BEPPE, DELLA POSSIBILITA CHE DAI A TUTTI DI POTERSI CONFRONTARE SU TEMI OVVIAMENTE CENSURATI ALL’OPINIONE PUBBLICA. IL PONTE SULLO STRETTO, LO PUO’ FARE SOLO L’ETNA DICEVA UN MIO AMICO. UNA BATTUTA CHE MI HA TROVATO SEMPRE D’ACCORDO.
LA DIVISIONE : NON SOLO GEOLOGICA,TRA SICILIA E “CONTINENTE”,
E’ EVIDENTE, LE VARIE DOMINAZIONI CHE SI SONO SUCCEDUTE IN SICILIA HANNO LASCIATO NELLA CULTURA SICILIANA LA PROPRIA IMPRONTA, PER QUANTO MI RIGUARDA MI SENTO Più VICINO CULTURALMENTE (VEDI DIALETTO-USI E COSTUMI) ALLA SPAGNA CHE AL VENETO O LA LOMBARDIA. DICEVO LE DOMINAZIONI…
L’ULTIMA QUELLA DELLA REPUBBLICA, CON 40 ANNI DI DEMOCRAZIA CRISTIANA E 10 DI FORZA ITALIA. CHI HA DETTO CHE IL VOTO E’ SEGRETO E LIBERO.
40 ANNI DI SPRECO DI DENARO PUBBLICO (VEDI CASSA DEL MEZZOGIORNO) 40 ANNI DI DISASTRI AMBIENTALI ( RAFFINERIE GELA\PRIOLO\..\ ABUSIVISMO LIBERO E FAVORITO, ULTERIORI 40 ANNI DI MAFIA ( VEDI I MORTI – GIORNALISTI \ GENERALI SUPERPREFETTI \ GIUDICI).
MI SEMBRA RIDICOLO PENSARE CHE IL PONTE SIA LA SALVEZZA DELLA SICILIA, ANCHE PERCHE’ NON ESISTE UN TRAFFICO INSOSTENILE DI MEZZI TRA CALABRIA E SICILIA E SE ESISTE E’ SOLO DURANTE I PERIODI DELLE FESTIVITA ED IN ESTATE.
A CHE SERVE IL PONTE SE NON ABBIAMO ANCORA CAPITO CHE IL TRAFFICO DELLE MERCI E DELLE PERSONE NON POTRA’ AVVENIRE SU RUOTA E SICURAMENTE NON IN QUESTI TERMINI
ACHESERVEILPONTE SE NO ESISTE UNA RETE FERROVIARIA CAPILLARE SU TUTTO IL TERRITORIO ITALIANO- A CHE SERVONO LE NOSTRE AUTOSTRADE SE NON SONO IN GRADO A SOPPORTARE LA QUANTITA’ DI MEZZI.
A CHI SERVE IL PONTE ...
A CHE SONO SERVITI E SERVONO I SOLDI DELLO STATO ITALIANO, AI SOLITI…. ED AL LORO INTERESSE.
IL NOSTRO ERRORE E’ FORSE STATO NON CREARE UNO STATO FEDERATIVO GIA’ DAL 45 MA LE ESIGENZE ERANO DIVERSE.
IN ULTIMA ANALISI, CHIEDIAMOCI QUALE SIANO LE PRIORITA’:
GLI INTERESSI FINANZIARI O PENSARE AL FUTURO DELLE NOSTRE REGIONI E DEI NOSTRI FIGLI?
GRAZIE
PEPPE ROSSO

pepperosso 22.10.05 12:44| 
 |
Rispondi al commento

GRAZIE BEPPE, DELLA POSSIBILITA CHE DAI A TUTTI DI POTERSI CONFRONTARE SU TEMI OVVIAMENTE CENSURATI ALL’OPINIONE PUBBLICA. IL PONTE SULLO STRETTO, LO PUO’ FARE SOLO L’ETNA DICEVA UN MIO AMICO. UNA BATTUTA CHE MI HA TROVATO SEMPRE D’ACCORDO.
LA DIVISIONE : NON SOLO GEOLOGICA,TRA SICILIA E “CONTINENTE”,
E’ EVIDENTE, LE VARIE DOMINAZIONI CHE SI SONO SUCCEDUTE IN SICILIA HANNO LASCIATO NELLA CULTURA SICILIANA LA PROPRIA IMPRONTA, PER QUANTO MI RIGUARDA MI SENTO Più VICINO CULTURALMENTE (VEDI DIALETTO-USI E COSTUMI) ALLA SPAGNA CHE AL VENETO O LA LOMBARDIA. DICEVO LE DOMINAZIONI…
L’ULTIMA QUELLA DELLA REPUBBLICA, CON 40 ANNI DI DEMOCRAZIA CRISTIANA E 10 DI FORZA ITALIA. CHI HA DETTO CHE IL VOTO E’ SEGRETO E LIBERO.
40 ANNI DI SPRECO DI DENARO PUBBLICO (VEDI CASSA DEL MEZZOGIORNO) 40 ANNI DI DISASTRI AMBIENTALI ( RAFFINERIE GELA\PRIOLO\..\ ABUSIVISMO LIBERO E FAVORITO, ULTERIORI 40 ANNI DI MAFIA ( VEDI I MORTI – GIORNALISTI \ GENERALI SUPERPREFETTI \ GIUDICI).
MI SEMBRA RIDICOLO PENSARE CHE IL PONTE SIA LA SALVEZZA DELLA SICILIA, ANCHE PERCHE’ NON ESISTE UN TRAFFICO INSOSTENILE DI MEZZI TRA CALABRIA E SICILIA E SE ESISTE E’ SOLO DURANTE I PERIODI DELLE FESTIVITA ED IN ESTATE.
A CHE SERVE IL PONTE SE NON ABBIAMO ANCORA CAPITO CHE IL TRAFFICO DELLE MERCI E DELLE PERSONE NON POTRA’ AVVENIRE SU RUOTA E SICURAMENTE NON IN QUESTI TERMINI
ACHESERVEILPONTE SE NO ESISTE UNA RETE FERROVIARIA CAPILLARE SU TUTTO IL TERRITORIO ITALIANO- A CHE SERVONO LE NOSTRE AUTOSTRADE SE NON SONO IN GRADO A SOPPORTARE LA QUANTITA’ DI MEZZI.
A CHI SERVE IL PONTE ...
A CHE SONO SERVITI E SERVONO I SOLDI DELLO STATO ITALIANO, AI SOLITI…. ED AL LORO INTERESSE.
IL NOSTRO ERRORE E’ FORSE STATO NON CREARE UNO STATO FEDERATIVO GIA’ DAL 45 MA LE ESIGENZE ERANO DIVERSE.
IN ULTIMA ANALISI, CHIEDIAMOCI QUALE SIANO LE PRIORITA’:
GLI INTERESSI FINANZIARI O PENSARE AL FUTURO DELLE NOSTRE REGIONI E DEI NOSTRI FIGLI?
GRAZIE
PEPPE ROSSO

peppe rosso 22.10.05 12:11| 
 |
Rispondi al commento

il programma di celentano dimostra per l'ennesima volta che l'italia è un paese libero.
ALTRIMENTI, col cavolo che LUI e SANTOro andavano in onda!
e dai santoro, eri entrato in politica per difendere i nostri diritti, e mò ci lasci così.
tu almeno, hai chi ti difende...e noi? che facciamo adesso senza di te? paladino michele, lascia stare i soldi...ti ricordi?
anche il cantante non mi convince. non riesco a capire di che si lamenta. mangia tutti i giorni, veste armani, parla liberamente in televisione e lo pagano pure! mah....

isabella difronzo 22.10.05 12:03| 
 |
Rispondi al commento

...e che dirti, la situazione è quella che è....
siamo preda degli illusionisti, prestigiatori e maghetti vari. Ma dico io, se il mercato è costituito dal venditore e dall'acquirente... perchè l'acquirente, prima di comprare l'elisir di lunga vita, non è più accorto? Perchè continuo a vedere adulti credere ancora a Babbo Natale? Perchè le cose più ovvie non vengono viste e quindi ponderate nella giusta misura? Perchè prima si commettono degli sbagli annunciati e poi ci si lamenta, possibile che siamo un popolo di soli lagnosi?.........
Questa mia riflessione è indirizzata più alla nostra situazione politica in generale (che ovviamente si ripercuote su tutta la nostra situazione sociale) che a questo fatto specifico che, secondo me, deriva da un andazzo generale......

Luciano Graziano 22.10.05 09:25| 
 |
Rispondi al commento

Caro Modesto,
ti invidio molto per il "privilegio" della risposta; Sig. Forbice che caduta di stile, però!

Luca Vivese 22.10.05 00:17| 
 |
Rispondi al commento

Beppe il Grande

Grazie per tutte le notizie che ci fornisci.
Speriamo che prima o poi qualcosa cambi o dobbiamo proprio toccare il fondo del barile??????.Mi trovi in pieno accordo, un grazie ancora per tutto quello che fai.
Un saluto.

Roberto Adduca 21.10.05 22:20| 
 |
Rispondi al commento

Per me il ricco Celentano non ha alcun diritto di 'imbracciare' un microfono e sparare tutte le merdate che gli passano per la mente. Quanti soldi ha percepito dalla RAI per fare le quattro serate? Le proteste le dobbiamo fare noi gente comune che viviamo alla giornata, senza alcuna sicurezza e con i nostri figli disoccupati. Il vero LENTO e' proprio LUI che prende in giro tutti parlando di politica, senza esprimere nessun concetto preciso, ora fa l'uomo di sinistra, lui che e' stato democristiano. Ha me non interessa un cazzo se e' comunista o di destra, lui non e' un uomo che sta in mezzo alla gente, non sa i problemi di chi soffre percio' non ha il diritto di difendere nessuno. Il microfono per parlare alla gente lo deve dare a noi non a Santoro che come deputato europeo guadagna 12000 euro al mese piu' i contorni, deve chiamare la gente comune per farsi raccontare i disagi di ogni giorno, e' facile fare il moralista con la pancia piena e il conto in banca. Per quel che mi riguarda io Celentano lo mando a quel paese insieme alla sua ipocrisia e al suo falso moralismo.

arturo camaioni 21.10.05 22:09| 
 |
Rispondi al commento

purtroppo molte persone si affezzionano così tanto alla loro poltrona che anche difronte alle inequità dell'uomo si rifiutano di ricredersi e continuano imperterriti a difendere ideali o persone che nn hanno più nulla di reale...il nostro dipendente nn è altro che una "vittima" del sistema da lui stesso creato e che tante troppe persone hanno e condividono con lui.forse un giorno qualcuno tanto forte e in alto capirà l'errore e porrà rimedio,cmq fino a quel giorno (se ci sarà) noi tutti dobbiamo intervenire fin dalle piccole cose...anche solo scrivendo qui e confrontandosi...destra sinistra centro...nn rappresentano nulla senza un ideale di fondo...solo il dio denaro e' l'ideale comune x tutti sembra...molto probabilmente una volta seduti su quella "poltrona" il dipendente esce dal mondo reale (dubito che alcuni ci siano mai stati) x entrare in un gigantesco luna park dove all'entrata nn viene richiesta nessuna coscienza ne anima...

MASSIMO FLAGIELLO 21.10.05 20:33| 
 |
Rispondi al commento

Ho apprezzato la e-mail che ha inviato il sig.Gabriele Bagaria alla redazione di Zapping: invito tutti ad inviare un messaggio simile al sig. Forbice. FACCIAMOCI SENTIRE!!!

ecco il testo:

" Egregio Dott. Forbice,
desideravo associarmi con la persona che ieri sera telefonando ha defiinto
"GIUSTAMENTE" Berlusconi un DIPENDENTE DEGLI ITALIANI i quali hanno dato a
lui come a tutti gli altri dipendenti in parlamento un incarico da compiere.
Ricordo inoltre che sono stati assunti con contratto a termine e che in caso
di "giusta causa" potranno essere licenziati... come avviene a MOLTI ALTRI
dipendenti italiani.
distintamente la saluto e le auguro buon lavoro.
Gabriele Bagaria "

Dallatomasina Luca 21.10.05 19:26| 
 |
Rispondi al commento

Sono dipendente presso un istituto di vigilanza a Reggio Cal. vorrei dire quanto segue:
Se per una ragione qualunque io mi assento dal posto di servizio magari per un solo minuto, vengo licenziato per abbandono posto di lavoro, e nessun sindacato ne giudice del lavoro, anche mettendoci buona volontà, potrà salvarmi il culo.
QUINDI come datore di lavoro di tutti i deputati parlamentari che occupano tale posizione anche perchè li ho votati che continuano ad assentarsi e risultano cmq presenti perchè qualcun'altro vota per loro COMUNICO che, sono SOLLEVATI dall'incarico(LICENZIATI)per giusta causa e truffa al datore di lavoro

vincenzo tornabene 21.10.05 19:15| 
 |
Rispondi al commento

Beppone
voglio solo dirti:

GRAZIE!!! GRAZIE!!! GRAZIE!!!

Grazie per tutto ciò che fai per noi, per le informazioni , che ci dai, per aprirci la mente su tante e tante cose che molti di noi ignorano.

Un grandissimo Grazie di CUORE.

Mat

Mat Di Maio 21.10.05 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo con la proposta di Claudio Zini...ma si potrebbe anche rifare l'acquisto della pagina di un quotidiano...il sogno sarebbe comprare uno spazio televisivo pubblico in cui svergognare questi indegni manager dagli indegni stipendi...Grande Beppe!!
Ciao

Massimo Dalla Giovanna 21.10.05 16:42| 
 |
Rispondi al commento

Messaggio per chi sta cercando lavoro. Fate molta attenzione a chi vi propone di vendere polizze vita porta a porta. Di sicuro ve ne vuole vendere una a voi innanzitutto. In secondo luogo chi ricorre a questo tipo di vendita sono compagnie assicurative senza organizzazione stabile in Italia che, tramite delle Srl pressochè vuote di significato ma sempre con gli stessi personaggi dentro, cercano di piazzare i loro prodotti. Buoni per carità, reali per carità ma scomodi. Il contraente potrebbe scoprire di dover inoltrare la propria denuncia di fine polizza o di morte del congiunto a Madrid piuttosto che a Berlino e, se ha fatto la polizza con Voi, Vi manderà un sacco di maledizioni. E poi ci siete Voi che portate i soldi in contanti ma venite pagati a tre mesi, almeno finchè esiste la Srl. Quando sparisce, perchè sparisce contateci, sono cazzi. Ora Voi mi direte che il comportamento delle compagnie nazionali non è poi tanto diverso. Ragione di più per non farsi fregare da quelle estere non Vi pare?

claudio andreani 21.10.05 16:26| 
 |
Rispondi al commento

Circa l'emissione di obbligazioni è vero che esistono, o dovrebbero esistere, i controlli di enti preposti oltre alle certificazioni interne. Ma l'incertezza dei bilanci fà si che ci siano sempre dei fondi neri da destinare a oboli da passare a revisori dei conti e funzionari consob e banca d'italia a cui è "stata carpita la loro buona fede" (poverini). Fa' senso vedere questa gente di sessant'anni e oltre (tipo Fazio) pontificare di politica economica nazionale e internazionale il giorno prima e rifiutare categoricamente le dimissioni il giorno dopo, nonostante la potenziale cantonata che risultano essersi presi (poverini). Il paradosso è che se non vogliono dare le dimissioni hanno buon gioco nel farlo perchè non sono mica stati loro ad alterare i bilanci (poverini). Ci sarebbe l'omissione d'atto d'ufficio ma chi è l'esperto di procedure interne di banca d'italia che possa dire quale era la procedura esatta da seguire (poverini). Loro hanno fatto quel che hanno potuto (poverini). E quando protestavano sulla italianità delle banche erano in buona fede (poverini). Insomma, per chi non lo avesse capito, la finanza italiana è un far west. In questo far west ci vogliono costringere a mettere i soldi delle nostre liquidazioni. E noi, tranquilli, ci preoccupiamo sui discorsi GENERICI e SCONTATI fatti da ADRIANO CELENTANO? Beh allora questo far west ce lo vogliamo noi.

Claudio Andreani 21.10.05 16:18| 
 |
Rispondi al commento

POSSIBILE CHE IN QUESTO PAESE NON SI POSSA DIRE CIO` CHE SI PENSA, GIUSTO O SBAGLIATO CHE SIA, SENZA CREARE SCANDALO O ESSERE ACCUSATO DI ESSERE UN COMUNISTA???????

nicola marchesini 21.10.05 16:04| 
 |
Rispondi al commento

CELENTANO E` SOLO UN ESEMPIO... FORSE NEANCHE LUI E` VERAMENTE LIBERO, MA IO VOGLIO ESSERE IL PIU` LIBERO POSSIBILE QUINDI NON VOGLIO UN GOVERNO CHE MI CHIUDA LA BOCCA.

nicola marchesini 21.10.05 15:59| 
 |
Rispondi al commento

@Gianluca Selvi

Sbaglio o, nella trasmissione, la sinistra è stata chiaramente criticata?
Saluti

Mario Calbas 21.10.05 15:56| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe,

se la classe politica attuale sono nostri dipendenti come mai da me non è venuto nessuno a fare uin colloquio.......le referenze di questi politici le conosciamo?La fedina penale personale di questi dipendenti negli ultimi 50 anni risulta integra.....Io dico solo una cosa, prima delle prossime elezioni politiche, facciano l'unica cosa giusta per il popolo sovrano e datore di lavoro, ci chiedano scusa pubblicamente per tutti i danni che ci hanno fatto e poi andremo a votare chi meglio credeiamo perchè noi siamo un paese democratico e tutti possono avere le proprie idee..........Ma non siamo stupidi chi a causate solo danni che ora stia a casa.........e non gliela togliamo la pensione perchè altrimenti li costringeremo a lavorare e continuare a fare danni i malati terminali bisogna aiutarli ad avere minori sofferenze e una vita dignitosa....... ciao Beppe grazie per l'opportunità, io non mi arrendo li voglio vedere chiedere scusa.......questi dipendenti.

Mario D'urso 21.10.05 15:54| 
 |
Rispondi al commento

Chi fa veramente venire i conati è un personaggio come Del Noce che si rimpiatta dietro finte dimissioni per evitare di dover dar conto al suo padrone del perchè sia tornato in RAI uno come Santoro. Daltronde le palle non ce l'ha mai avute...e non me ne vogliano quelli che hanno avuto il coraggio di dichiararsi!

Lino Corti 21.10.05 15:45| 
 |
Rispondi al commento

non ho molto tempo per cui sarò breve:
Berlusconi.....ci hai spaccato i marroni!!!!

giovanni capra 21.10.05 15:25| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Beppe :dipendente è la parola perfetta!!!!
in tutto e per tutto:dipendente dai nostri voti in primis;come ogni dipendente deve rendere conto dell'operato,gestisce pure le nostre risorse,dovrebbe avere un rapporto di dialogo pure con chi non la pensa come lui (anche l'opposizione anche se non compatta ha ricevuto milioni di voti),dovrebbe fare in modo di non guadagnare personalmente e i personalismi lasciarli agli affari aziendali (cioè noi) e quant'altro.............
In poche parole ci ha rotto il cazzo...e che vada in figa di sua madre!!!
Bravo beppe continua così con l'informazione!!!!
Giovanni

giovanni capra 21.10.05 15:16| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, mi sento di dissentire in parte dalle tue affermazioni sul caso Parmalat. Infatti sono perfettamente consapevole dell'enorme differenza tra l'essere obligazionisti ed essere azzionista però è anche vero che se le obbligazioni non fossero state tramutate i risparmiatori ci avrebbero rimesso tutti i soldi.
Inoltre dato che il comparto alimentare di Parmalat, comparto che ha offerto le azioni, è sempre stato ampiamente in attivo e con una situazione finanziaria stabile potrebbe darsi che le perdite dei risparmiatori si riducano.
In questa situazione mi sento di essere stranamente fiducioso delle operazioni in atto, l'unica cosa a mio avviso indispensabile sarebbe obbligare le banche che in precedenza avevano truffato i risparmiatori a garantire il valore delle azioni.
Questo è forse utopia ma penso che sia indispensabile dare un esempio agli istituti bancari in modo che non continuino a fare il bello e cattivo tempo come gli pare.

Simone Guerini Rocco 21.10.05 14:38| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno colleghi blogghisti, è la prima volta che scrivo. Ho letto stamani (La Repubblica, pag. 9) il resoconto della trasmissione di Celentano, pare che il Molleggiato abbia riportato in diretta nazionale (con più share -pare- del messaggio presidenziale di fine anno) la classifica di "Freedom House" sulla libertà di stampa nelle varie nazioni ..... ma non è la stessa classifica che tu, caro Grillo, mostri nel Dvd dello spettacolo Beppegrillo.it?
Premesso la sua iniziativa è comunque degna di plauso, data la visibilità che riesce ad ottenere, possibile però che questo sia il Paese dei due pesi, delle due misure, e soprattutto delle mezze misure e dei compromessi????
Celentano - Grillo: il confronto è decisamente stridente.
E poi, il ponte sullo stretto..... ci si riempie la bocca e si gonfia il petto con queste sparate propagandistiche, e poi nella Finanziaria tagliano i fondi per la manutenzione delle infrastrutture (la Salerno-Reggio Calabria, tanto per fare un esempio.....) che dire, siamo sempre più sconcertati.


Donatella Meteori 21.10.05 14:33| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Giovanni Berlini il 21.10.05 13:55
Postato da: Giovanni Berlini il 21.10.05 13:55
Postato da: Giovanni Berlini il 21.10.05 13:55
Postato da: Giovanni Berlini il 21.10.05 13:55
Postato da: Giovanni Berlini il 21.10.05 13:54
Postato da: Giovanni Berlini il 21.10.05 13:54
Postato da: Giovanni Berlini il 21.10.05 13:54
Postato da: Giovanni Berlini il 21.10.05 13:54
----------------------------------------------

!!!! MA USI UNA UZI PER SCRIVERE ? !!!!

Giulio D'Ambrosio 21.10.05 14:06| 
 |
Rispondi al commento

ESIGO RISPETTO
Ieri sera per la seconda volta in 15 giorni ho provato l'ebrezza di sedermi davanti alla tv. Fortunatamente sono un paio d'anni che non lo facciamo (schifarsi con la televisione - io e la mia ragazza) grazie alla presenza di nostro figlio la cui educazione ci ha completamente dissociati da tale contenitore di porcherie.
Tornando alla questione, e tralasciando la parabola del bravo educatore che cerca di eliminare dalla vita del proprio figlio la tv a meno che non trasmetta walt disney et similia, abbiamo preso atto che nulla è cambiato rispetto a quattro anni fa.
La settimana scorsa, complice soltanto il prematuro sonno del piccolo, alle 21.00 circa ci siamo detti: vediamo cosa danno. Dopo uno zapping che avrebbe demoralizzato anche il più decelebrato degli esseri viventi ci siamo volutamente fermati su un primo piano di Albano (Carrisi) che con una faccia visibilmente incazzata spiegava le ragioni della sua imminente seconda crisi coniugale.
Tenutaria di questo spaccato di vita quotidiana una Simona Ventura che tentatava da una parte
di raggiungere il picco di ascolto sfruttando la solita tragedia "privata", e dall'altra al contempo di rassicurare Albano forte della sua analoga esperienza di separazione con ritorsioni (dalla quale peraltro lei stessa ammette di aver avuto un calo di peso di 10 kg.- quindi un beneficio n.d.r.)
In preda al vomito siamo andati a dormire.
Ieri sera, analoga situazione di prematuro sonno del piccolo, dopo un tentativo di 30 minuti di farsi andare bene Lara Croft inizia lo zapping.
Becchiamo Celentano....
La curiosità del masochista ci impone uno stop.
La mia ragazza nota che il multimiliardario Adriano nazionale nonostante ciò continua a calzare quegli stivaletti penosi che in Italia hanno portato tutti negli anni 60 e solo lui dal 1961 ad oggi. Con l'aggravante che oggi se li deve far fare su misura perchè l'azienda che ci aveva fatto il business da mo ha chiuso i battenti. A parte questo e sforzandosi di ascoltare si percepiscono i toni di polemica e retorica politica che veramente sono demodé, vetusti e soprattutto inutili.
E' incredibile che cotanto artista, non certo coloro i quali hanno scientemente atteso che iniziasse tale incubo televisivo, sia ancora convinto che esista un Berlusconi boia e un Prodi salvatore della patria.
Se non ho capito male in entrambi i programmi di governo (programmi è una parola grossa) non si leggono cose del tipo:
1) smettere di pagare strastipendi a migliaia di dipendenti dei ministeri più o meno a caso;
2) eliminare le auto blu in esubero - quasi tutte;
3) smettere di far costare le cose pubbliche tre volte il prezzo di mercato (dal pc della segretaria del ministero all'appalto dell'alta velocità)
....
Se dovesse veramente venir fuori che lo stesso conduttore credeva alle retoriche, trite, ritrite rappresentazioni di luoghi comuni incanta elettori ci siamo chiesti. Perchè non è stato a casa a guardare la televisione ?

gianluca selvi 21.10.05 14:01| 
 |
Rispondi al commento

asasasa
Ieri sera per la seconda volta in 15 giorni ho provato l'ebrezza di sedermi davanti alla tv. Fortunatamente sono un paio d'anni che non lo facciamo (schifarsi con la televisione - io e la mia ragazza) grazie alla presenza di nostro figlio la cui educazione ci ha completamente dissociati da tale contenitore di porcherie.
Tornando alla questione, e tralasciando la parabola del bravo educatore che cerca di eliminare dalla vita del proprio figlio la tv a meno che non trasmetta walt disney et similia, abbiamo preso atto che nulla è cambiato rispetto a quattro anni fa.
La settimana scorsa, complice soltanto il prematuro sonno del piccolo, alle 21.00 circa ci siamo detti: vediamo cosa danno. Dopo uno zapping che avrebbe demoralizzato anche il più decelebrato degli esseri viventi ci siamo volutamente fermati su un primo piano di Albano (Carrisi) che con una faccia visibilmente incazzata spiegava le ragioni della sua imminente seconda crisi coniugale.
Tenutaria di questo spaccato di vita quotidiana una Simona Ventura che tentatava da una parte
di raggiungere il picco di ascolto sfruttando la solita tragedia "privata", e dall'altra al contempo di rassicurare Albano forte della sua analoga esperienza di separazione con ritorsioni (dalla quale peraltro lei stessa ammette di aver avuto un calo di peso di 10 kg.- quindi un beneficio n.d.r.)
In preda al vomito siamo andati a dormire.
Ieri sera, analoga situazione di prematuro sonno del piccolo, dopo un tentativo di 30 minuti di farsi andare bene Lara Croft inizia lo zapping.
Becchiamo Celentano....
La curiosità del masochista ci impone uno stop.
La mia ragazza nota che il multimiliardario Adriano nazionale nonostante ciò continua a calzare quegli stivaletti penosi che in Italia hanno portato tutti negli anni 60 e solo lui dal 1961 ad oggi. Con l'aggravante che oggi se li deve far fare su misura perchè l'azienda che ci aveva fatto il business da mo ha chiuso i battenti. A parte questo e sforzandosi di ascoltare si percepiscono i toni di polemica e retorica politica che veramente sono demodé, vetusti e soprattutto inutili.
E' incredibile che cotanto artista, non certo coloro i quali hanno scientemente atteso che iniziasse tale incubo televisivo, sia ancora convinto che esista un Berlusconi boia e un Prodi salvatore della patria.
Se non ho capito male in entrambi i programmi di governo (programmi è una parola grossa) non si leggono cose del tipo:
1) smettere di pagare strastipendi a migliaia di dipendenti dei ministeri più o meno a caso;
2) eliminare le auto blu in esubero - quasi tutte;
3) smettere di far costare le cose pubbliche tre volte il prezzo di mercato (dal pc della segretaria del ministero all'appalto dell'alta velocità)
....
Se dovesse veramente venir fuori che lo stesso conduttore credeva alle retoriche, trite, ritrite rappresentazioni di luoghi comuni incanta elettori ci siamo chiesti. Perchè non è stato a casa a guardare la televisione ?

gianluca selvi 21.10.05 13:57| 
 |
Rispondi al commento

UFF... ancora questa storia che sono tutti uguali...NOOOO! Non è vero.
Sarà anche vero che il politico, per definizione, fa i suoi interessi. Però, cacchio, io una schifezza come questa ultra-destra non l'avevo mai vista! Neanche ai tempi del CAF. A quei tempi almeno si vergognavano...
Adesso mi trovo ministro uno che dice di voler pisciare sul tricolore, e primo ministro un imprenditorucolo che in qualunque altrove sarebbe fallito da tempo.
No, mi dispiace, fra noi e loro c'è una bella differenza!

stefano pantaleoni 21.10.05 13:57| 
 |
Rispondi al commento

Su Che Guevara, quei due edifici furono distrutti dalla CIA: i terroristi islamici non c'entrano. I cambiamenti climatici sono causati da HAARP. CIA e Chiesa cattolica sono i nostri nemici.

Giovanni Berlini 21.10.05 13:55| 
 |
Rispondi al commento

Su Che Guevara, quei due edifici furono distrutti dalla CIA: i terroristi islamici non c'entrano. I cambiamenti climatici sono causati da HAARP. CIA e Chiesa cattolica sono i nostri nemici.

Giovanni Berlini 21.10.05 13:55| 
 |
Rispondi al commento

Su Che Guevara, quei due edifici furono distrutti dalla CIA: i terroristi islamici non c'entrano. I cambiamenti climatici sono causati da HAARP. CIA e Chiesa cattolica sono i nostri nemici.

Giovanni Berlini 21.10.05 13:55| 
 |
Rispondi al commento

Su Che Guevara, quei due edifici furono distrutti dalla CIA: i terroristi islamici non c'entrano. I cambiamenti climatici sono causati da HAARP. CIA e Chiesa cattolica sono i nostri nemici.

Giovanni Berlini 21.10.05 13:54| 
 |
Rispondi al commento

Su Che Guevara, quei due edifici furono distrutti dalla CIA: i terroristi islamici non c'entrano. I cambiamenti climatici sono causati da HAARP. CIA e Chiesa cattolica sono i nostri nemici.

Giovanni Berlini 21.10.05 13:53| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo sia che la destra che la sinistra che il centro..... sono tutti uguali ma il problema non e' nei "dipendenti" di montecitorio il problema e' nei "dipendenti" comunali e regionali
sono addirittura peggio degli altri perche' non sono ancora arrivati e venderebbero pure la loro madre per andare a roma!! Poi per fortuna 1 su 1000 c'e' ancora di onesto ma qua non ne vedo ....

Giancarlo Polo 21.10.05 13:33| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: debora ciuchicchi il 21.10.05 11:10
-----------------------------------------------
Non siamo al 77° posto, ma al 42°, e gli usa sono al 44°. Siamo comunque gli ultimi in europa.
Prima in classifica mondiale è la Finlandia.
Fonte : www.rsf.org

La sostanza non cambia, qui più che vivere una democrazia rappresentativa, assistiamo alla rappresentazione di una democrazia secondo le fantasie erotiche sadomaso di Licio Gelli, il venerabile.

Giulio D'Ambrosio 21.10.05 13:19| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: debora ciuchicchi il 21.10.05 11:10
-----------------------------------------------
Non siamo al 77° posto, ma al 42°, e gli usa sono al 44°. Siamo comunque gli ultimi in europa.
Prima in classifica mondiale è la Finlandia.
Fonte : www.rsf.org

La sostanza non cambia, qui più che di una democrazia rappresentativa, assistiamo alla rappresentazione di una democrazia secondo le fantasie erotiche sadomaso di Licio Gelli, il venerabile.

Giulio D'Ambrosio 21.10.05 13:18| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Alfredo Centore il 21.10.05 11:23
---------------------------------------------

hehehe....ci sta che sia vero: bada bene: i consumi sui beni alimentari non crescono - quelli li compriamo tutti, anche i più straccioni.
Crescono gli altri consumi, quelli dei lumbard arricchiti.
Stiamo assistendo all'arricchimento spropositato di pochi furbi (tassazioni 0 sui plusvalori degli scambi i borsa, speculazioni edilizie, etc.), mentre tutti gli altri vanno verso la fame (affitti che continuano una crescita verticale->conseguenza delle speculazioni edilizie stile ricucci: non è da solo quello stronzo, ha schiere di imitatori)

Giulio D'Ambrosio 21.10.05 13:08| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Francesco Burco il 20.10.05 14:39
---------------------------------------------
Ti ringrazio di cuore per la spiegazione, ed anche per la pazienza con cui hai spiegato la tua posizione di cittadino.....(anzi, perdonami la mia irruenza..è che qui c'è più di un qualcuno che si lamenta al grido di "chiagni e fotti", per dirla con i campani)

Con il resto del tuo post concordavo, ma mi perplimeva assai il discorso sui piccoli esportatori...e, ad essere sincero, probabilmente per mia mancanza, non sono riuscito a capire perchè chi esporta merce italiana all'estero, approfittando del cambio che rende la stessa appetibile sui mercati mondiali, impoverisce l'Italia.
Capisco perfettamente, invece, il meccanismo del rincaro interno, e del loop che si innesca così sulla svalutazione e sul debito pubblico.
Non pretendo che tu mi aiuti a capire il punto, ma se lo facessi te ne sarei immensamente grato (e magari fai anche un favore agli altri ignoranti in economia presenti nel blog) (io ho studiato autonomamente un po' di tutto, ma la mia laurea è in informatica. Quindi, stando ai fogli, sarei un tecnico specializzato completamente ignorante.)

Grazie, ciao!

Giulio D'Ambrosio 21.10.05 13:03| 
 |
Rispondi al commento

Salve Italia!!!
L'altro ieri,sulla scia delle polemiche sul programma radiofonico "zapping",ho mandato una meil di disappunto indirizzata al "caro Aldo Forbice"...
Non credevo stamattina ai miei occhi:il "caro Aldo" mi ha risposto...con una FEROCIA INAUDITA,segno evidente che ho fatto centro...
Riassumendo,eccovi la risposta: Ma “dignitoso” dovresti essere tu con queste e-mail senza senso. Di chi stai parlando?

Forse ti sei sbagliato persona o più semplicemente, la tua serenità è stata venduta al diavolo.

Non capisco che cosa tu dica, anche perché da quasi 12 anni (cioè da quando esiste Zapping) non mi sento affatto cambiato. Forse tanti ascoltatori, come te, vorrebbero sentirsi dire cose in linea con il loro pensiero. E quindi …

Cordiali saluti.

Aldo Forbice

P.S.
Dai Italia,a piccoli passi si va lontano!!!

Modesto Gagliardi Commentatore in marcia al V2day 21.10.05 12:41| 
 |
Rispondi al commento

Sono un tuo vecchio fan ma, proprio in quanto tale (vecchio) vorrei sapere il costo e come comprare "Cercasi Gesù" (possibilmente DVD) e il costo totale in contrassegno, non possedendo una carta di credito.Vorrei, un pò alla volta, collezionare i DVD dei tuoi spettacoli. Per quanto riguarda la RAI: bella l'usanza ripresa di, alla fine di una trasmissione, inserire la quasi sempre truffaldina e comunque illusoria pubblicità, oltre al di nuovo non più specificare che trattasi di una replica (spettacolo, film o serial che siano!). Grazie e auguroni Paolo di Roma.

Paolo Labate 21.10.05 12:00| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di quanto postato da Guglielmo Margio: "Carissimo Beppe, sarebbe anche il caso di approfondire per tempo quanto sta avvenendo in queste ore alla Banca Popolare Italiana ( ex Lodi )..."
Mi piacerebbe che le persone imparassero, al di la delle magagne che combinano le banche, che i propri risparmi non vanno MAI INVESTITI TUTTI SU UN SOLO TITOLO. Non si investe tutto se no poi si rischia di rimanere "in mutande".

cato cato 21.10.05 11:48| 
 |
Rispondi al commento

G U A R D A T E U N P O C O S E S C R I V E L A R E P U B B L I C A

e' SCANDALOSO, ma sembra che davvero ci credono

Crescono soprattutto le vendite dei beni non alimentari: +2,6%
Sono in forte crescita gli hard discount e i grandi magazzini
Istat, consumi in crescita ad agosto
+0,6% su mese e +2,4% su anno
L'aumento annuale è il più alto dal gennaio 2004 (quando si registrò un +3,6%). A gonfie vele soprattutto il Nord-Ovest (+3,9%)

Alfredo Centore 21.10.05 11:23| 
 |
Rispondi al commento

Sig.Curcio,
veramente vuole sentirsi mandare a quel paese dai pugliesi? La fine del feudo di Fitto in Puglia significa fine di lobbies e clientelarismo. La burocrazia qui è diventata una casta; si volevano costruire inceneritori a fianco di bellissimi monumenti, inceneritori invece di biomassa o soluzioni sostenibili. Perché lo sappiamo cosa si fa di notte con gli inceneritori-creatori di energia, superfluo in Puglia se prendiamo atto dell'esistenza di Cerano-, si fa quello che Fitto ha permesso nella sua roccaforte Maglie? Li vogliamo fare i conti con i malati di leucemia o no? Perché la camera di commercio a Lecce gestisce i rifiuti della campagna? Chi ha permesso tutto questo?

Andrea Aufieri 21.10.05 11:10| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Benito Le Rose il 20.10.05 16:33

per me quella in cui viviamo non è affatto democrazia invece.

perchè se il popolo non vuole la guerra, il nostro esercito ci va lo stesso?
perchè se nel '93 ho votato per il maggioritario ora loro cambiano la legge fregandonese del 80% del popolo?
perchè siamo al 77° posto di libertà di stampa se è democrazia?
perchè se non conosci qualcuno influente ti tolgono la multa, mentre gli altri la pagano?
perchè il furbotruffatorefalsificatoredibilanciorubasoldideirisparmiatori è ancora a spasso con la bella macchina, villa, scorta e onori?
perchè d'alema commenta le regate invece di occuparsi dei gravi problemi del paese?

Questa per te è la democrazia?!?

capisco che non la condividi, ma non mi puoi rispondere "questa è" perché io la voglio cambiare! perché a me non sta bene.

debora ciuchicchi Commentatore in marcia al V2day 21.10.05 11:10| 
 |
Rispondi al commento

Sig.Curcio,
veramente vuole sentirsi mandare a quel paese dai pugliesi? La fine del feudo di Fitto in Puglia significa fine di lobbies e clientelarismo. La burocrazia qui è diventata una casta; si volevano costruire inceneritori a fianco di bellissimi monumenti, inceneritori invece di biomassa o soluzioni sostenibili. Perché lo sappiamo cosa si fa di notte con gli inceneritori-creatori di energia, superfluo in Puglia se prendiamo atto dell'esistenza di Cerano-, si fa quello che Fitto ha permesso nella sua roccaforte Maglie? Li vogliamo fare i conti con i malati di leucemia o no? Perché la camera di commercio a Lecce gestisce i rifiuti della campagna? Chi ha permesso tutto questo?

Andrea Aufieri 21.10.05 11:09| 
 |
Rispondi al commento

Sig.Curcio,
veramente vuole sentirsi mandare a quel paese dai pugliesi? La fine del feudo di Fitto in Puglia significa fine di lobbies e clientelarismo. La burocrazia qui è diventata una casta; si volevano costruire inceneritori a fianco di bellissimi monumenti, inceneritori invece di biomassa o soluzioni sostenibili. Perché lo sappiamo cosa si fa di notte con gli inceneritori-creatori di energia, superfluo in Puglia se prendiamo atto dell'esistenza di Cerano-, si fa quello che Fitto ha permesso nella sua roccaforte Maglie? Li vogliamo fare i conti con i malati di leucemia o no? Perché la camera di commercio a Lecce gestisce i rifiuti della campagna? Chi ha permesso tutto questo?

Andrea Aufieri 21.10.05 11:09| 
 |
Rispondi al commento

Sig.Curcio,
veramente vuole sentirsi mandare a quel paese dai pugliesi? La fine del feudo di Fitto in Puglia significa fine di lobbies e clientelarismo. La burocrazia qui è diventata una casta; si volevano costruire inceneritori a fianco di bellissimi monumenti, inceneritori invece di biomassa o soluzioni sostenibili. Perché lo sappiamo cosa si fa di notte con gli inceneritori-creatori di energia, superfluo in Puglia se prendiamo atto dell'esistenza di Cerano-, si fa quello che Fitto ha permesso nella sua roccaforte Maglie? Li vogliamo fare i conti con i malati di leucemia o no? Perché la camera di commercio a Lecce gestisce i rifiuti della campagna? Chi ha permesso tutto questo?

Andrea Aufieri 21.10.05 11:08| 
 |
Rispondi al commento

Certo che esistono ancora servi e padroni, ma la cosa ancor più grave è che oggi come allora la maggior aspirazione dei servi non è togliere i padroni ma diventarlo loro stessi.

davide michelucci 21.10.05 10:57| 
 |
Rispondi al commento

"IL GOVERNO BERLUSCONI PER FORTUNA HA ELIMINATO L'ODIOSA TASSA DI SUCCESSIONE"
ehm, per le classi meno agiate era già stata abolita... Berlusconi l'ha tolta per i ceti agiati, io preferirei che chi è pieno di soldi PAGHI!!!

Postato da: me stesso il 21.10.05 09:31

Berlusconi: "Adesso che Fininvest è passata a mia figlia Marina e Mediaset a Piersilvio la potrei pure rimettere questa tassa di successione tolta ad personam dalla sinistra. Ah no il tempo che gli altri figli crescono e gli dò il Milan e le varie banche e poi giuro rimetto questa tassa tolta dalla sinistra per danneggiarmi. SIETE TUTTI COMUNISTI"

Antonio Del Vecchio 21.10.05 10:25| 
 |
Rispondi al commento

al tempo del fedudo c'era il padrone ed il servo
oggi se è vero che ci siamo evoluti dovremmo definirci datori di lavoro e dipendenti nel contesto aziendale e uomini liberi al di fuori di questo. O siamo ancora servi-padroni e padroni-servi'!?

marisa bonsanti 21.10.05 10:23| 
 |
Rispondi al commento

a proposito di " dipendente " nessuno dovrebbe offendersi per questa parola specie se riferita a berlusconi perchè è stato lui il primo a definirsi , nella sua campagna pubblicitaria per l'elezione, " OPREAIO" e per senso comune operaio stà proprio ad indicare al servizio di un padrone. A meno che tutto alberga in Lui allora è un dio e non ce ne siamo accorti.
In realtà io penso che ad ogni parola corrisponde un significato preciso ma ancora
non ne abbiamo preso coscienza perchè sono pochi
gli imprenditori che si sentono tali e idem per i dipendenti. Siamo ancora tutti servi-padroni e
padroni-servi perche abbiamo paura di rimanere soli e morire di fame.

marisa bonsanti 21.10.05 10:05| 
 |
Rispondi al commento

a proposito di " dipendente " nessuno dovrebbe offendersi per questa parola specie se riferita a berlusconi perchè è stato lui il primo a definirsi , nella sua campagna pubblicitaria per l'elezione, " OPREAIO" e per senso comune operaio stà proprio ad indicare al servizio di un padrone. A meno che tutto alberga in Lui allora è un dio e non ce ne siamo accorti.
In realtà io penso che ad ogni parola corrisponde un significato preciso ma ancora
non ne abbiamo preso coscienza perchè sono pochi
gli imprenditori che si sentono tali e idem per i dipendenti. Siamo ancora tutti servi-padroni e
padroni-servi perche abbiamo paura di rimanere soli e morire di fame.

marisa bonsanti 21.10.05 10:01| 
 |
Rispondi al commento

"Bombe" nei metrò.
Avete mai letto i quotidiani delle metrò?...si, quelli gratuiti messi a disposizione di tutti prima di accedere ai treni. Bene! Le "vere bombe", secondo me, sono questi giornali, pieni di notizie insignificanti che alla sola lettura uccidono te e la tua voglia di vivere! Pieni di statistiche che, ripetute quotidianamente e riciclate continuamente, risultano veramente pericolose per la vita di ogni giorno. Per carità! Le statistiche possono aiutare! Solo però se "prese" a piccole dosi; ma quando se ne abusa rischiano, come qualsiasi medicina, di non avere più alcun effetto benefico. Anzi...DISTRUTTIVO!!! Fatene buon uso!

walter lentini 21.10.05 09:51| 
 |
Rispondi al commento

COME SI PRELEVANO I SOLDI IN BANCA:

materiale:
-una limousine Delaunay-Belleville (rubata);
-un moschetto Lebel (non registrato);
-un paio di complici.

Non è poi così difficile, ma copritevi il volto.

RAPINATE I RAPINATORI - FUOCO ALLE BANCHE

Jules Bonnot 21.10.05 09:41| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe, sarebbe anche il caso di approfondire per tempo quanto sta avvenendo in queste ore alla Banca Popolare Italiana ( ex Lodi ) che nei mesi passati ha posizionato sul mercato, forzando a volte la mano con i clienti, molte azioni. Ieri il valore delle suddette perdeva più del 26% !!!!!!! Molti clienti ( tra cui me ) potrebbero ritrovarsi con le pezze al culo. Una operazione di chiarezza e stretto monitoraggio a tutela degli azionisti, soprattutto più piccoli, sarebbe doveroso che venisse fatta. CIAO !!

Guglielmo Margio 21.10.05 09:30| 
 |
Rispondi al commento

Salve sig. Grillo,
ho 24 ma il nome Claudio Martelli, che da ieri sera conduce l'ennesimo "spettacolo della parola" ("L'incudine") su Mediaset, non mi giunge nuovo... Potrebbe rinfrescarmi la memoria?

Grazie per l'attenzione

Davide Andriollo

Davide Andriollo 21.10.05 09:29| 
 |
Rispondi al commento

Parlando del caso PARMALAT, che dovrebbe essere l'oggetto del post, le mie reminiscenze di diritto civile mi portano a ricordare che NON SI POSSONO EMETTERE obbligazioni senza le ADEGUATE GARANZIE.
Se questo è stato fatto, significa che devono PAGARE quanti hanno permesso che ciò accadesse, senza ricorrere alle soluzioni furbesche all'italiana.
In realtà questi titoli obbligazionari semplicemente NON ESISTONO, sono CARTA STRACCIA. Si incazzeranno certamente i possessori di questi titoli, ma un bel giorno si dovrà pure smettere di perpetrare queste cattive abitudini.
Alla tua LISTA DEI PARLAMENTARI CONDANNATI si aggiungerebbero tanti altri nomi e finalmente si prenderebbero i soldi da dove devono essere presi, altro che conti dormienti (e contesse gaudenti)...

luca canobbio 21.10.05 09:16| 
 |
Rispondi al commento

uno dei principali problemi degli italiani è che siamo divisi e litighiamo tar dinoi a differenze della nsotra maggioranza sempre compatta...vi invito in primis a stare uniti e promuovere un disegno o progetto comune.
in secondo visto che ci sono delle perplessità su ici, patrimoniale e tassazione rendite e che si cerca di fare demagogia su ciò che propone Bertinotti (lo dico da non comunista che sono e aggiungo che parecchi economisti hanno apprezzato tali proposte) allora Bertinotti:
1) vuole togliere l'ici alla prima casa e alzarla a chi ne ha due o tre (e non come prima casa)
2)tassare le transazioni finanziarie (che è cosa diversa di atssare bot, cct) e immobiliari che oggi pagano zero di tasse mentre i lavoratori pagano il 40 % di tasse
3) la tassa patrimoniale (come aggiungerei io quella straordinaria per le compagnie petrolifere)serve per farci restituire tutti i soldi che in questi ultimi anni ci hanno preso con aumenti del 40-50% dei servizi bancari, assicurativi (e della benzina!!)
4) vuole riaggioronare le classi catastali (vecchie di 20 anni) in particolare quelle diverse dalla prima casa
questo vuole fare Bertinotti e il suo partito..Poi la demagogia di essere il partito delle tasse la lascio a chi non capisce niente di economia
poi invito i pugliese e magari chi li rappresenta (Niki Vendola) a dire la loro se è vero o no che la puglia sta meglio di quando c'era Fitto e di cosa si sta facendo e si farà
saluti

Vincenzo Curcio 21.10.05 09:14| 
 |
Rispondi al commento

uno dei principali problemi degli italiani è che siamo divisi e litighiamo tar dinoi a differenze della nsotra maggioranza sempre compatta...vi invito in primis a stare uniti e promuovere un disegno o progetto comune.
in secondo visto che ci sono delle perplessità su ici, patrimoniale e tassazione rendite e che si cerca di fare demagogia su ciò che propone Bertinotti (lo dico da non comunista che sono e aggiungo che parecchi economisti hanno apprezzato tali proposte) allora Bertinotti:
1) vuole togliere l'ici alla prima casa e alzarla a chi ne ha due o tre (e non come prima casa)
2)tassare le transazioni finanziarie (che è cosa diversa di atssare bot, cct) e immobiliari che oggi pagano zero di tasse mentre i lavoratori pagano il 40 % di tasse
3) la tassa patrimoniale (come aggiungerei io quella straordinaria per le compagnie petrolifere)serve per farci restituire tutti i soldi che in questi ultimi anni ci hanno preso con aumenti del 40-50% dei servizi bancari, assicurativi (e della benzina!!)
4) vuole riaggioronare le classi catastali (vecchie di 20 anni) in particolare quelle diverse dalla prima casa
questo vuole fare Bertinotti e il suo partito..Poi la demagogia di essere il partito delle tasse la lascio a chi non capisce niente di economia
poi invito i pugliese e magari chi li rappresenta (Niki Vendola) a dire la loro se è vero o no che la puglia sta meglio di quando c'era Fitto e di cosa si sta facendo e si farà
saluti

Vincenzo Curcio 21.10.05 09:12| 
 |
Rispondi al commento

uno dei principali problemi degli italiani è che siamo divisi e litighiamo tar dinoi a differenze della nsotra maggioranza sempre compatta...vi invito in primis a stare uniti e promuovere un disegno o progetto comune.
in secondo visto che ci sono delle perplessità su ici, patrimoniale e tassazione rendite e che si cerca di fare demagogia su ciò che propone Bertinotti (lo dico da non comunista che sono e aggiungo che parecchi economisti hanno apprezzato tali proposte) allora Bertinotti:
1) vuole togliere l'ici alla prima casa e alzarla a chi ne ha due o tre (e non come prima casa)
2)tassare le transazioni finanziarie (che è cosa diversa di atssare bot, cct) e immobiliari che oggi pagano zero di tasse mentre i lavoratori pagano il 40 % di tasse
3) la tassa patrimoniale (come aggiungerei io quella straordinaria per le compagnie petrolifere)serve per farci restituire tutti i soldi che in questi ultimi anni ci hanno preso con aumenti del 40-50% dei servizi bancari, assicurativi (e della benzina!!)
4) vuole riaggioronare le classi catastali (vecchie di 20 anni) in particolare quelle diverse dalla prima casa
questo vuole fare Bertinotti e il suo partito..Poi la demagogia di essere il partito delle tasse la lascio a chi non capisce niente di economia
poi invito i pugliese e magari chi li rappresenta (Niki Vendola) a dire la loro se è vero o no che la puglia sta meglio di quando c'era Fitto e di cosa si sta facendo e si farà
saluti

Vincenzo Curcio 21.10.05 09:10| 
 |
Rispondi al commento

Mi sono sempre nascosto dietro i messaggi altrui, o meglio ho sempre letto i vostri messaggi che a volte approvavo ed altre criticavo. Oggi voglio far sentire anche la mia voce. Scrivo dalla "martoriata" Sardegna, si martoriata da un manipolo di imbecilli che hanno come obbietivo sepellire questo antico paradiso sotto un mare di merda. Parlo dei politici, la nostra mafia, che guidati da un pazzo come Soru sta facendo sfaceli, osannato da un "giornaletto" fazioso e da qualche pseudo giornalista che farebbe bene a guardare in casa propria. Ha cominciato con il privatazzare gli Enti che gestivano le acque e gli acquedotti (lo scopo lo conosciamo bene), poi (giustamente) ha incominciato ad attaccare coloro che avevano fatto scempio della costa e del paesaggio Sardo (c'è un piccolo particolare forse lo scempio più grande l'ha fatto lui, ha costruito due cubi mostruosi, uno a Cagliari a fianco delle bianchissime scalinate di Bonaria, e l'altro in località Villasimius). Pensate che un amico che quest'estate è venuto qui in vacanza ammirando la spettacolare veduta della Basilica e della sua scalinata dal piazzale del Mediterraneo mi ha chiesto chi cazzo fosse quel folle che ha costruito ed abitava in quello merda. Se invece vi capita di passare con una barchetta nei pressi di Villasimius potete ammirare la cagata di villa che il Sig. o Dott. (non è ancora chiaro) Soru ha ristrutturato in riva al mare.
La gente vuole un lavoro, lui propone solo idiozie e riforme ed intanto toglie il lavoro a chi già ce l'ha, senza voler ascoltare la gente (non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire), l'importante è crearsi consensi utilizzando i media a lui vicino.
Vorrei che Beppe Grillo si informasse su chi è veramente Renato Soru e che cosa realmente ha fatto.
Grazie.

ALESSANDRO LIBERO 21.10.05 09:01| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, ma tu li leggi i commenti dei lettori del blog? Ti ho già detto qualche giorno fa che non si possono chiamare nostri "dipendenti" i parlamentari, ministri et similia. Mi rifiuto di farlo! Nessun dipendente infatti può stabilire da se stesso la propria retribuzione e quindi finchè le cose rimarranno così io non li potrò chiamare dipendenti! Lo farò solo nel momento in cui saranno gli elettori-datori-di-lavoro a decidere sull'entità della loro retribuzione! Chiaro?

Vittorio Carcò - Cagliari 21.10.05 08:58| 
 |
Rispondi al commento

posto anche se fuori tema DEVOLUTION E PREMIERATO ASSOLUTO
Leggo adesso una notizia Ansa di ieri e guardate cosa trovo nei punti della riforma che modifica la Costituzione:
"...una parte della riforma entrerà in vigore subito dopo il referendum: eleggibilità e IMMUNITA' DEI PARLAMENTARI, federalismo ed età minima per il Quirinale (Capo dello Stato); una seconda parte a partire dal 2011: Senato federale, iter delle leggi, premierato assoluto. Un'ultima parte nel 2016: riduzione dei parlamentari, età minima per la Camera e il Senato.
Opponiamoci con tutti i mezzi a questa ennesima farsa.

LEGGETE COME CAMBIA LA COSTITUZIONE:
http://www.ansa.it/main/notizie/fdg/200510201950217498/200510201950217498.html

Antonio Del Vecchio 21.10.05 08:40| 
 |
Rispondi al commento

E di noi poveri obbligazionisti Cirio non parla più nessuno ? Siamo passati nel dimenticatoio. Magari anche in Cirio ci fosse un piano di risanamento come quello che sta realizzandosi in Parmalat ! Magari anche noi potessimo convertire i nostri titoli-carta-igienica in azioni ... e quindi poter sperare di recuperare un giorno il capitale ! Sulle malefatte di Cragnotti è sceso un velo di silenzio: nessun processo, nessun intervento del governo. Sembra quasi che tutto ciò voglia dire : rassegnatevi !

lauro zucchi 21.10.05 08:36| 
 |
Rispondi al commento

"Una rock-ciofeca". Così, a caldo, il ministro delle Comunicazioni, Landolfi, ha definito il programma di Celentano Rockpolitik. "Ho visto un Celentano lento e strumentalizzato - ha aggiunto - Sono contento di aver deciso di non aumentare il canone della Rai". ( dipendente Landolfi siamo contenti di non averti aumentato lo stipendio! Licenziato!!!!!!!!)

Pasquino Kimera 21.10.05 07:23| 
 |
Rispondi al commento

VALERIO SIMONE DU PALLE!!!!!!!!!!!!!

PUOI DIRE QUELLO CHE VUOI...TANTO NON LI CONVINCI A VOTARE PER BERLUSCONI......DACCI TREGUA!!!

Paolo Liguori 21.10.05 01:52| 
 |
Rispondi al commento

A quel tempo Vendola ha bloccato la privatizzazione dell'acquedotto pugliese perche' l'acqua e' DI TUTTI e non puo' finire nelle mani dei privati.
Postato da: enzo valvola il 20.10.05 19:52

ACQUA DEGLI ACQUEDOTTI, PRIVATA O MUNICIPALIZZATA SEMPRE SCHIFO FA', DOVREMMO IMPARARE A VALUTARE I COSTI/QUALITA', NON SEMPRE MUNICIPIO SIGNIFICA SOLUZIONE MIGLIORE


Postato da: enzo valvola il 19.10.05 18:50
P.s. per il "cardo rosso" non so quanto sia stato stanziato, 50.000 mi pare... Cosa bisogna dare per un film? 20 euro?
Se poi film che possano piacerti NON NE PROPONGONO, e' colpa di Vendola?
Postato da: enzo valvola il 20.10.05 19:52

FACCIA QUELLO CHE VUOLE, PURCHE' SI SAPPIA PERO'. GUARDA CHE A GOVERNARE TASSANDO SON BUONI TUTTI. COMPITO ASSAI SEMPLICE SAI?

Ripeto: "VAI A CACARE"
Postato da: enzo valvola il 20.10.05 19:52

RIPETO: "ALTRETTANTO"
SALUTAMI IL BECCHINOTTI.

Valerio Simone 21.10.05 01:40| 
 |
Rispondi al commento

@ Bruno Bonandin

Io non sto' urlando contro il Sig. Valvola, cio' che dico non è diretto nella sua direzione, sto cominciando a pensare che sia un troll per davvero...un troll che ringrazio perchè mi da degli ottimi spunti. Mi secca che usi male parole... troll o vero Valvola, colui che insulta è una persona indecente

Valerio Simone 21.10.05 01:11| 
 |
Rispondi al commento

@ VALVOLA

NON PARLIAMO POI DELL'AMBIENTE. SORU CHE METTE IN VENDITA L'ISOLA DELL'ASINARA, CHE DA IL SUO BENESTARE ALLA RIAPERTURA DELLA CACCIA NEL PARCO DEL GENNARGENTU CON LA COMPLICITA' DI ALLEANZA NAZIONALE E DEL PRESIDENTE CIAMPI.

MA DOVE SI E' MAI VISTO CHE UN MANIPOLI DI CACCIATORI DECIDA SULLE SORTI DI UN PARCO?
NON SI TRATTA DI UN SEMPLICE RIDIMENSIONAMENTI DEI CONFINI DEL PARCO, SI TRATTA CHE DA OGGI SINO AD UNA CERTA DATA CADONO TUTTI I VINCOLI DEL PARCO...E PERCHE? PER QUALE MOTIVO? PER ACCONTENTARE I CACCIATORI! NON PER PROMUOVERE ECOTURISMO O BIRDWATCHING, NO, LO FANNO PER ACCONTENTARE I CACCIATORI RISERVA DI VOTI.

SI PERMETTE L'USO DELLE DOPPIETTE DOVE NIDIFICA L'AQUILA REALE, QUESTA E' UNA BATTAGLIA CHE AMBIENTALISTI E WWF PER FORTUNA STANNO FACENDO PROPRIA.

Valerio Simone 21.10.05 00:46| 
 |
Rispondi al commento


@ Enzo Valvola

come non darti ragione_
mercato = profitto
invece che immagine meravigliosa, lavorare per produrre qualcosa che rimane nostro e di tutti_

d'altra parte, ne parlavamo sul post del Che, i veri geni rivoluzionari nella Storia non sono stati molti_

bye_

Leonardo Migliarini 21.10.05 00:38| 
 |
Rispondi al commento

Ma la piantate di litigare? sembra di stare in parlamento! Qui si è tra gente con la testa credo. se siete in disaccordo si dice " io non sono d'accordo.. "... la penso così... etc.
perchè voler imporre la propria idea?..
Bonandin Bruno

Bruno Bonandin 21.10.05 00:37| 
 |
Rispondi al commento

@ VALVOLA

NELLA MIA CITTA' IL CENTRO SINISTRA HA SEMPRE OSTEGGIATO LA COSTRUZIONE DI UN TUNNEL CITTADINO PREFERENDOLO AD UNA MOLTO PIU' IMPATTANTE SOLUZIONE "A RASO". ED INTANTO LE CODE DELLE MACCHINE IN ARRIVO ED IN PARTENZA DAL PORTO PROVOCAVANO QUOTIDIANAMENTE FILE ANCHE DI DIECI KILOMETRI. ADESSO IL TUNNEL E' STATO REALIZZATO, MA LE SINISTRE URLAVANO COME OCHE (IL FRATELLO DEL PROGETTISTA DELLA SOLUZIONE A RASO ERA UN PEZZO GROSSO DELLA REGIONE INTRALLAZZATO A SINISTRA.

L'EX SINDACO UGGIAS DEL CENTRO SINISTRA (NONOSTANTE I LAVORI PER L'IPERSTANDA FOSSERO REGOLARMENTE CERTIFICATI DAL COMUNE CON TANTO DI CERTIFICAZIONI ED AUTORIZZAZIONI) DECIDE DI BLOCCARE I LAVORI (ALL'EPOCA QUASI ULTIMATI) SENZA ALCUN MOTIVO APPARENTE, GLI ANDAVA SOLO DI BOICOTTARE BERLUSCONI (UGGIAS ERA PROPRIETARIO DI UNA SERIE DI SUPERMARKET IN CITTA') LA COSA FINI' IN TRIBUNALE (DOPO QUASI UN ANNO DI ATTESA) ED IL GIUDICE CONDANNO' UGGIAS.

I MIEI CONCITTADINI NON HANNO DIMENTICATO E HANNO LO HANNO INFINE SPEDITO A CASA

BERLUSCONI LO GRAZIO' NON FACENDOGLI PAGARE I DANNI PER IL TEMPO PERSO.

TANTE OPERE SONO STATE REALIZZATE PER MIGLIORARE L'ASPETTO DELLA CITTA', SEMPRE CON IL MUGUGNO ISTERICO DEL CENTRO SINISTRA.

A DAR RETTA AL CENTROSINISTRA STAREMO ANCORA A FARE LE CODE ALL'USCITA DEL PORTO. HO IMPARATO A NON CREDERE ALLE GRIDA ISTERICHE.

Valerio Simone 21.10.05 00:36| 
 |
Rispondi al commento

Il ponte e' una delle piu' grandi cazzate che si potessero fare e se lo avesse voluto la sinistra sarai stato contro ugualmente, anzi mi sarei incazzato di piu'.
Ora VAI A CACARE, non mi stanchero' mai di ripetertelo.


Postato da: enzo valvola il 20.10.05 23:00
-
-
-
@ VALVOLA

OGNI TUO POST E' CONDITO DA PAROLACCE ED INSULTI, E' QUESTA LA TUA FORZA? LIBERTA' DI PENSIERO E DI ESPRESSIONE, RICORDI CHE HA DETTO SANTORO IN TV OGGI?

NELLA CITTA' IN QUI VIVO IO IL CENTRODESTRA HA REALIZZATO MILLE OPERE IMPORTANTI CHE, PRIMA LA DC, E POI IL CENTROSINISTRA, HANNO TENUTE BLOCCATE PER ANNI, PERCHE' SERVIVANO PER RIEMPIRE I LORO DISCORSI DI MERDA IN CAMPAGNA ELETTORALE.
DOVE VIVI TU NON POSSO SAPERE CHE SUCCEDE.

Valerio Simone 21.10.05 00:18| 
 |
Rispondi al commento

Come è andata a finire con Forbice? Non ho potuto ascoltare Zapp-ing stasera.

Luca Vivese 20.10.05 23:59| 
 |
Rispondi al commento

Viva la libertà
viva Beppe Grillo
Viva Adriano Celentano
Viva Enzo Biagi
Viva Daniele Luttazzi
Viva Michele Santoro

Paolo Miotto 20.10.05 23:17| 
 |
Rispondi al commento

@ Leonardo Migliarini il 20.10.05 21:14

Piu' che il mercato bisognerebbe eliminare il profitto senza se e senza ma.
Il profitto incontrollato e' la causa delle discriminazioni. Il profitto lo fanno i piu' furbi, piu' acchiappi le occasioni piu' profitto fai.
Sono sempre stato a favore (lavoro in una di esse) delle sociata' "no profit", in cui gli utili devono venire reinvestiti per statuto nella stessa societa', in termini di attrezzature, ricerca e posti di lavoro.
La cosa funziona benissimo e il "dipendente" si sente piu' partecipe, rende di piu'.
Riguardo alla favole delle case poi, pare che l'80% della popolazione abbia una casa di proprieta'. A me sembra la storia dei polli di trilussa: tu hai due polli, io nessuno, abbiamo un pollo a testa!

enzo valvola 20.10.05 23:07| 
 |
Rispondi al commento

@ valerio schifani

TI RODE CHE IL PONTE SULLO STRETTO STIA PER ESSERE COSTRUITO GRAZIE ALL'INIZIATIVA DEL GOVERNO BERLUSCONI?
Postato da: Valerio Simone il 20.10.05 20:19
-----------------------------
Il ponte e' una delle piu' grandi cazzate che si potessero fare e se lo avesse voluto la sinistra sarai stato contro ugualmente, anzi mi sarei incazzato di piu'.
Ora VAI A CACARE, non mi stanchero' mai di ripetertelo.

enzo valvola 20.10.05 23:00| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei consigliare al signor Valerio Simone di metterci più tabacco prima di scrivere i suoi commenti sul blog.

Aldo Larini 20.10.05 22:42| 
 |
Rispondi al commento

Prima di sparare cazzate a vuoto e non sapere nemmeno cos'e' informatevi.
postato Chicco Barattoli
La mente annebbiata dalla televisione semmai si ha dall'altro lato (di chi è mediaset? Non mi ricordo bene ma mi sembrava di uno della Casa delle Libertà)
io non mi fido più della televisione da un pezzo per quel che riguarda informazione. Mi informo soprattutto via internet e giornalismo vario... non mi conosci neanche e mi accusi ignoranza, questa è sfrontatezza allo stato puro... e soprattutto io mi informo solo che do un'occhiata molto raramente a roba come La P'dania o Il c della sera o simili
Prendi una cartina del mondo, esamina i Paesi che hanno il federalismo la loro popolazione e la loro dimensione. La dimensione dello Stato italiano è minuscola, la densità della popolazione non è neanche granché e di guerre interne non ne vedo. Maggiore organizzazione territoriale? Mah... prima penserei alla lotta contro la Mafia (non è vero che è solo al sud) e gli strascichi di Tangentopoli
Ri-scusate l'OT

Agostino Aglieri 20.10.05 21:23| 
 |
Rispondi al commento


@ Valerio

se fossimo abbastanza intelligenti e saggi da abolire il mercato e prenderci quello che è nostro, tutti potremmo avere 1 o 2 case, o anche 3 al massimo - ma non di più - gratis_

e chissà potrebbero anche costare "solo" 2 o 3 ore di lavoro al giorno_

contabilmente è possibile di sicuro - forse non è possbile socialmente o politicamente - o forse non ancora_

Leonardo Migliarini 20.10.05 21:14| 
 |
Rispondi al commento

Mah! Dubito che la patrimoniale potrebbe colpire i proprietari di prima casa.
Certo, potrebbero spiegarne meglio i contenuti per evitare effetti di panico per chi abbia una vita dignitosa o poco piu`...
Le auguro tanta fortuna, signor Valerio.
L´unica cosa che ci dobbiamo mettere in testa, e`che nessun partito o uomo sara`la panacea a tutti i mali.Ne`Grillo, ne`Bertinotti, e mi consenta...ne`Berlusconi. Prima di tutto ci siamo noi,con il sudore e la voglia di esserci.
Per i miracoli, dovevamo nascere 2000 anni fa.

paolo moretti 20.10.05 21:13| 
 |
Rispondi al commento

La contabilità creativa ha colpito ancora. Ma, in fondo, la contabilità interessa ancora a qualcuno oltre che a Tremonti per impostare i condoni? ops scusate, ora si chiamano concordati.
Ci troviamo di fronte a delle facce toste che distolgono soldi dalle contabilità aziendali per fare dio sa cosa. Ad esempio, la faccenda della banca popolare italiana è gravissima. Ma nessuno dice niente. Speriamo che non salti fuori dal bilancio di questa azienda qualche posta (conto) privo di significato altrimenti sarà un incubo per altrettanti piccoli risparmiatori. ora ci chiedono di destinare il nostro TFR al mercato delle azioni e delle obbligazioni. Io chiedo che garanzie ci sono che i dati sulle società su cui potenzialmente investiamo siano veri. La Consob? Si è accorta del casino Parmalat a buoi scappati. La Banca D'Italia? Non ci ha fatto una gran figura di controllore con il caso Antonveneta. Mi volete segnalare qualche società anonima camerunense su dove io possa appoggiare i soldi del mio TFR smobilitato?

Claudio Andreani 20.10.05 21:01| 
 |
Rispondi al commento

@ paolo moretti

IO capisco la mentalità di quelli di sinistra, appena ti sentono parlare di seconda casa sei fregato, come dire "che cazzo ti lamenti?", c'è da piangere invece, diventi ricco solo perchè tuo padre ti lascia una casa, prima era qualcosa di positivo, adesso è una disgrazia.

IL GOVERNO BERLUSCONI PER FORTUNA HA ELIMINATO L'ODIOSA TASSA DI SUCCESSIONE.

perche' lo stato ti deve fottere anche sui beni che erediti? Pensino a far volare l'economia

Valerio Simone 20.10.05 20:42| 
 |
Rispondi al commento

@ paolo moretti

LE PATRIMONIALI PROBLEMI PER RICCONI?
Tutto è relativo, per Bertinotti sei un riccone anche tu, lo siamo tutti. Tutti polli da spennare.
Nella mia città governata dal centro destra il sindaco impose per le prime case uno sgravio di circa 500.000 (vecchie lire) una cosa umana. Adesso non so' che dire, perchè quando ereditai una casa (con parcella notarile da infarto) mi toccò pagare qualcosa come 600 euro l'anno di ICI. Piuttosto che vendere un bene di famiglia decisi la cosa piu' saggia da fare, cioè non pagare l'ICI.

E' Bertinotti che ci considera ricconi solo perchè abbiamo una casa che ci è costata sangue. Se per disgrazia tu erediti un'altra casa per il fisco diventi un nababbo. A me l'ICI incide parecchio, eppure non ho l'aereo privato e devo fare i conti anche io con la fine del mese.

Valerio Simone 20.10.05 20:33| 
 |
Rispondi al commento

Ho visto ieri "W Zapatero" della Guzzanti e mi ha confermato quello che pensano in tanti che se c'e' il Berlusca li' lo dobbiamo alla nostra cara sinistra: xche' non ha fatto la legge sul conflitto d'interessi? xche' se c'e' il signor B. ci sono anche loro! (e si beccano i relativi ricchi stipendi!!!!) Hai ragione beppe qui si deve scegliere tra il peggio e il lievissimamente meno peggio. Che tristezza!

roberto amorico 20.10.05 20:31| 
 |
Rispondi al commento

@ VALVOLA

TI RODE CHE IL PONTE SULLO STRETTO STIA PER ESSERE COSTRUITO GRAZIE ALL'INIZIATIVA DEL GOVERNO BERLUSCONI? CONSERVA IL VELENO CHE TI SCHIZZA DAI DENTI IN UN UNA BOTTIGLIETTA, TE LO PAGANO BENE QUELLI DEL SIERO ANTIVIPERA.

Valerio Simone 20.10.05 20:19| 
 |
Rispondi al commento

Signor Simone,
da quello che dice, lei non deve aver paura delle patrimoniali.Insomma, son problemi dei ricconi! Riguardo all´ICI, se sta crescendo di anno in anno, deve anche ringraziare questo governo che negli ultimi 5 anni non credo l´abbia mai abbassata, anzi!!!Abbassare (vabbe`, diciamo cosi`,ma non e`vero) le tasse centrali per lasciar volare quelle locali, mi sembra il gioco delle tre carte.E se poi la conseguenza e`far ripartire il debito pubblico, vera spada di Damocle per noi, embe`chi paga ? Remo?

paolo moretti 20.10.05 20:18| 
 |
Rispondi al commento

Scusate se torno sull'argomento casa e costo degli immobili, ma per chi volese rivedere la puntata del 20 ottobre di TG1 Economia ecco il link:
http://www.tg1.rai.it/SITOTG/TG1_rubriche/0,8547,23,00.html

Riccardo Battel 20.10.05 20:09| 
 |
Rispondi al commento

@ enzo valvola

Il tuo partito è il partito delle patrimoniali, (Bertinotti rules) il partito che è capace di partorire tasse come l'ICI, siete il partito degli Enti locali che non servono ad un tubo, delle comunità montane che non hanno motivo di esistere, siete il partito delle poltrone, siete il partito che urla contro gli sprechi e nel contempo urla di rabbia quando qualcuno cerca di tagliarli veramente.

Abbiamo bisogno di soldi, non degli spettacoli pseudo culturali di Vendola, abbiamo bisogno di soldi, non del fatto che Bossi deve avere gli stessi minuti televisivi di Bertinotti non ce ne fotte nieente di queste cose, Valvola, o devo desumere che tu stia bene economicamente per considerare primari dei bisogni che invece sono solo secondari? Hai capito in quale situazione si trova l'Italia? Stiamo messi male, e Bertinotti che fa'? Parla ancora di patrimoniali e proprietà privata ed annuncia battaglia contro tutte le imprese.

L'italia ha bisogno di opere pubbliche utili per il futuro, me ne frego se i pesci spada sbattono il muso contro i piloni del ponte di Messina.

NOI CI STIAMO FOSSILIZZANDO SU PROBLEMI MARGINALI.

Valerio Simone 20.10.05 20:07| 
 |
Rispondi al commento

Valerio Schifani, dimenticavo:

Hai capito bene Enzo, la base dei suoi problemi è sicuramente la stitichezza !
Postato da: Corrado Fertonani il 19.10.05 18:55
------------------------------
Da pugliese sottoscrivo in pieno Enzo Valvola.
Postato da: Antonio Cafagna il 19.10.05 18:55

enzo valvola 20.10.05 20:01| 
 |
Rispondi al commento

Fatemi capire una cosa, perchè se una persona scende in piazza per cercare di cambiare l'italia viene considerato estremista,quasi quasi un terrorista, perche siamo arrivati al punto che noi italiani vediamo passare tutto quello che ci fa stare male alla televisione ho sui giornali, quando si riesce poi a vedere qualche cosa, ma poi non facciamo assolutamente niente! si rimane a guardare aspettando che altri facciano sempre i primi passi,
secondo me è sempre la stessa storia da sempre bisognerebbe imparare dai nordici in tutto.
P.S. Ricordo quando ai tempi della scuola si manifestava anni 80 noi eravamo davanti e i celerini dietro che ci manganellavano, poi cerano i missini che manifestavano e i celerini davanti che li proteggevano ditemi se questo paese è ho e stato mai DEMOCRATICO!!!!!!!!!

Di lella Matteo 20.10.05 20:00| 
 |
Rispondi al commento

Satyricon, Luttazzi e Travaglio assolti
17.47: Daniele Luttazzi e Marco Travaglio sono stati assolti dall’accusa di aver diffamato Silvio Berlusconi nel programma di Rai2 “Satyricon” andato in onda il 14 marzo del 2001. Il premier che aveva chiesto danni per 20 miliardi delle vecchie lire, dovrà pagare le spese legali e risarcire gli imputati per 100 mila euro.

Nicola Cellamare 20.10.05 19:58| 
 |
Rispondi al commento

Signor Valerio Simone ,
ancora co´´sto "Cardo rosso"! Ma l´hanno visto tutti? E´cosi`brutto?Guardi che il nostro piu`grande handicap e`proprio cultura e formazione! L´idea di togliere musica dalle scuole (magari per mettere un professore di religione) e`tristissima.Se pensa di creare ancora posti di lavoro facendo le Lacoste taroccate nelle cantine a Napoli, guardi, e`passato quel periodo.L´Asia ce se magna. Adesso ci vogliono idee e brevetti, e per questo ci vuole cultura e curiosita`. Se poi lei riesce a mantenermi la qualita`dei servizi abbassando le tasse, guardi, si presenti alle prossime elezioni che le diamo tutti il voto!Ma che crede veramente che ci piaccia dare i soldi in regalo?
E non si inalberi !Sta tra amici democratici :-)

paolo moretti 20.10.05 19:57| 
 |
Rispondi al commento

A quelli che hanno il tasto delle maiuscole bloccato (CAPS LOCK):

LE MAIUSCOLE SI USANO PER FAR RISALTARE QUELLO CHE SI DICE E SI USANO CON MODERAZIONE, SE SCRIVETE TUTTO MAIUSCOLO E' COME SE URLASTE. NOI NON PORTIAMO APPARECCHI ACUSTICI, PER FAVORE, FINITELA!

enzo valvola 20.10.05 19:57| 
 |
Rispondi al commento

Fatemi capire una cosa, perchè se una persona scende in piazza per cercare di cambiare l'italia viene considerato estremista,quasi quasi un terrorista, perche siamo arrivati al punto che noi italiani vediamo passare tutto quello che ci fa stare male alla televisione ho sui giornali, quando si riesce poi a vedere qualche cosa, ma poi non facciamo assolutamente niente! si rimane a guardare aspettando che altri facciano sempre i primi passi,
secondo me è sempre la stessa storia da sempre bisognerebbe imparare dai nordici in tutto.
P.S. Ricordo quando ai tempi della scuola si manifestava anni 80 noi eravamo davanti e i celerini dietro che ci manganellavano, poi cerano i missini che manifestavano e i celerini davanti che li proteggevano ditemi se questo paese è ho e stato mai DEMOCRATICO!!!!!!!!!

matteo di lella 20.10.05 19:56| 
 |
Rispondi al commento

@ Valerio Schifani
Ti ripeto un post inviato ieri e riguardante Vendola e che confermo in toto, finale compreso:

DALLA LETTERA AGLI IGNORANTI (perche' IGNORANO):

A quel tempo l'ineffabile Vendola, ha stanziato 2.750.000 EURO per gli spettacoli e noi pugliesi SIAMO D'ACCORDO.
A quel tempo Vendola ha eliminato il ticket per i farmaci col brevetto scaduto e, a partire dal 2006, il ticket di tutti i farmaci.
A quel tempo Vendola ha bloccato la privatizzazione dell'acquedotto pugliese perche' l'acqua e' DI TUTTI e non puo' finire nelle mani dei privati.

tutti insieme: Valerio schifani, VAI A CACARE!

Postato da: enzo valvola il 19.10.05 18:50
P.s. per il "cardo rosso" non so quanto sia stato stanziato, 50.000 mi pare... Cosa bisogna dare per un film? 20 euro?
Se poi film che possano piacerti NON NE PROPONGONO, e' colpa di Vendola?

Ripeto: "VAI A CACARE"

enzo valvola 20.10.05 19:52| 
 |
Rispondi al commento

Per la Iorio(ancora, scusate!)
ma qual´e`il vantaggio del sindacato a far assumere un immigrato, piuttosto che un disoccupato del sud, magari anche possibile futuro iscritto ad un sindacato?
Non ho capito il passaggio, se me lo puo`spiegare...grazie!

paolo moretti 20.10.05 19:47| 
 |
Rispondi al commento

ANDREA GHEZZI (18.58 DEL 20.10.2005) HA AVUTO UN OTTIMA IDEA .
GRILLO COMPRA UNA PAGINA DEL CORRIERE E LANCIA LA PROPOSTA DI RESPINGERE AL MITTENTE LA LETTERA ALLE FAMIGLIE DI BERLUSCONI
NON BASTANO 5 TELEVISIONI E UNA MIRIADE DI QUOTIDIANI SETTIMANALI E MENSILI A RACCONTARCI CHE STIAMO BENE CHE LA GUERRA E' GIUSTA ECC. ?
NON SI SPRECANO COSI I NOSTRI SOLDI

raspino pierluigi 20.10.05 19:44| 
 |
Rispondi al commento

ma lo sai che e`vero? Ci siamo accorti tutti che siamo diventati piu`ricchi, che paghiamo meno tasse, che le tasse regionali sono calate,che i servizi e le scuole funzionano,che il futuro e`roseo ma che vuoi farci...e`il masochismo, ci piace il dolore, ci piace assai.

Postato da: paolo moretti il 20.10.05 19:29
-
-
PAOLO, SIAMO GIUNTI AD UN PUNTO NEL QUALE DOBBIAMO COMINCIARE A CHIEDERCI SE E' PIU' IMPORTANTE CHE BERTINOTTI O BOSSI ABBIANO TOT MINUTI A TESTA IN TV, OPPURE PRETENDERE CHE CI MIGLIORINO LA VITA DETASSANDOCI E FACENDO VOLARE L'ECONOMIA. E UN COMPITO DIFFICILE PER TUTTI.

IO COME CELLULARE HO UN VECCHIO ERCSONN T28 S, NON HA LA SUONERIA STEREO E ME NE FOTTO. LA RIFORMA DELLA SCUOLA DI BERLINGUER HA SIGNIFICATO L'ABOLIZIONE DEL VOTO NUMERICO A FAVORE DI QUELLO ALFABETICO (CATTIVO, MEDIOCRE, BUONO, BUONINO, OTTIMO, OTTIMISSIMO, SEI UN EINSTAIN), ADESSO SENTO CRITICHE ALLA MORATTI.

ME NE FREGO SE TAGLIANO FONDI ALLA CULTURA, LA CULTURA E' COSA GRATUITA, AIUTA IL PAESE FACENDOLA GRATIS PER UN PERIODO.

VORREI CHIEDERE AI PUGLIESI SE SONO D'ACCORDO CHE VENDOLA STANZI 2.750.000 DI EURO PER PROMUOVERE CULTURA E FILM COME IL "CARDO ROSSO"

Valerio Simone 20.10.05 19:42| 
 |
Rispondi al commento

DEVOLUTION

Alcuni Punti (presi perche' sono i piu' chiari, gli altri sta a voi giudicare...)

Istituisce il Senato federale della Repubblica, quale Camera rappresentativa degli interessi del territorio e delle comunità locali.
*****************
Riduce il numero complessivo dei parlamentari (518 alla Camera dei deputati, 252 al Senato federale);
****************
Snellisce l’iter di approvazione delle leggi. In base a tale sistema, non è più richiesta una doppia approvazione di Camera e Senato sullo stesso testo.
*****************

Rmodula l’assetto delle attuali competenze legislative: da un lato, ritornano allo Stato alcune materie difficilmente frazionabili; dall’altro lato, si valorizza il ruolo delle autonomie regionali, attraverso l’attribuzione di competenze esclusive attinenti alla sanità, alla scuola ed alla sicurezza pubblica (devolution);

*****************
Modifica le modalità di elezione e le funzioni del Presidente della Repubblica, quale supremo garante della Costituzione;

******************

Itroduce in Costituzione la figura delle Autorità amministrative indipendenti;

******************

Rafforza il ruolo delle Regioni speciali nel procedimento di approvazione dei rispettivi statuti;

********************

Rafforza il ruolo dell’Esecutivo, sia attraverso l’indicazione diretta del Primo ministro da parte del corpo elettorale, sia attraverso il ruolo che questi assume all’interno del Consiglio dei ministri, sia all’interno del procedimento legislativo. Sono inoltre previste alcune disposizioni dirette ad evitare i c.d. “ribaltoni”;

*****************

Rende sempre possibile il ricorso al referendum sulle leggi costituzionali;

*********************
NDIPENDENTEMENTE DAL PARTITO CHE L'HA PROPOSTA
NON VI SEMBRA POSITIVA? QUESTA COSA CHE I TG E I POLITICI VARI CHIAMANO SEMPLICEMENTE
DEVOLUTION ????

Chicco Barattoli Commentatore in marcia al V2day 20.10.05 19:41| 
 |
Rispondi al commento

DEVOLUTION

Alcuni Punti (presi perche' sono i piu' chiari, gli altri sta a voi giudicare...)

Istituisce il Senato federale della Repubblica, quale Camera rappresentativa degli interessi del territorio e delle comunità locali.
*****************
Riduce il numero complessivo dei parlamentari (518 alla Camera dei deputati, 252 al Senato federale);
****************
Snellisce l’iter di approvazione delle leggi. In base a tale sistema, non è più richiesta una doppia approvazione di Camera e Senato sullo stesso testo.
*****************

Rmodula l’assetto delle attuali competenze legislative: da un lato, ritornano allo Stato alcune materie difficilmente frazionabili; dall’altro lato, si valorizza il ruolo delle autonomie regionali, attraverso l’attribuzione di competenze esclusive attinenti alla sanità, alla scuola ed alla sicurezza pubblica (devolution);

*****************
Modifica le modalità di elezione e le funzioni del Presidente della Repubblica, quale supremo garante della Costituzione;

******************

Itroduce in Costituzione la figura delle Autorità amministrative indipendenti;

******************

Rafforza il ruolo delle Regioni speciali nel procedimento di approvazione dei rispettivi statuti;

********************

Rafforza il ruolo dell’Esecutivo, sia attraverso l’indicazione diretta del Primo ministro da parte del corpo elettorale, sia attraverso il ruolo che questi assume all’interno del Consiglio dei ministri, sia all’interno del procedimento legislativo. Sono inoltre previste alcune disposizioni dirette ad evitare i c.d. “ribaltoni”;

*****************

Rende sempre possibile il ricorso al referendum sulle leggi costituzionali;

*********************
NDIPENDENTEMENTE DAL PARTITO CHE L'HA PROPOSTA
NON VI SEMBRA POSITIVA? QUESTA COSA CHE I TG E I POLITICI VARI CHIAMANO SEMPLICEMENTE
DEVOLUTION ????

Chicco Barattoli Commentatore in marcia al V2day 20.10.05 19:41| 
 |
Rispondi al commento

Cara signora iorio,
ufficialmente,adesso, la disoccupazione e`piu`bassa in Italia.E se le capita, si legga dei viaggi in Italia di Byron e Goethe, che descrivono il degrado che esisteva allora , e se non vuole andare a leggere le cronache del passato, vada a Roma in via delle zoccolette, vicino al santo Vaticano, e si faccia spiegare perche`abbia questo strano nome.Per non parlare della Venezia di Casanova...sinno`mi risponde col campanilismo

paolo moretti 20.10.05 19:37| 
 |
Rispondi al commento

avete letto che è successo in america?
"Lo scandalo REFCO"... CARCERE IMMEDIATO!!!


http://trafficantedecannelloni.blogspot.com/

massimo giampietro 20.10.05 19:36| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, non usare software Micro$oft (Excel), utilizza software open source. Aiutiamo la liberta' di scelta e il mercato software.

Postato da: Massimo Birra il 20.10.05 19:12
------------------------------------
Il formato .xls (excel) si puo' aprire con OpenOffice senza problemi, a meno che non contenga della macro (molto rare peraltro). Il file non lo pubblica Beppe Grillo, bensi' l'universita' di modena direttamente sul suo server. Beppe non ha il controllo di quel server :-)
Beppe ha spesso pubblicato documenti in formato pdf, che non e' opensource ma e' comunque un formato diffuso e leggibile/scrivibile con programmi freeware.

enzo valvola 20.10.05 19:36| 
 |
Rispondi al commento

Tra poco inizia su radio 1 zapping del dipendente forbice

Zapping va in onda dal lunedì al venerdì dalle 19:36 alle 21:00.
numero verde: 800055101
tel: 06 33542301
fax: 06 33172212
mail: zapping@rai.it
Queste sono le coordinate. Siamo liberi cittadini con il diritto di dire ad una trasmissione del sevizio pubblico che il presidente del consiglio é un "dipendente del popolo italiano"

Alessandro Natali 20.10.05 19:33| 
 |
Rispondi al commento

@valerio simone
ma lo sai che e`vero? Ci siamo accorti tutti che siamo diventati piu`ricchi, che paghiamo meno tasse, che le tasse regionali sono calate,che i servizi e le scuole funzionano,che il futuro e`roseo ma che vuoi farci...e`il masochismo, ci piace il dolore, ci piace assai.

paolo moretti 20.10.05 19:29| 
 |
Rispondi al commento

Arriva Santoro e Emilio Fede comincia ad avere sintomi,visioni e alluccinazioni.

Spero,andanto al cesso non lo scambiasse con il lavabo.

vito liberto Commentatore in marcia al V2day 20.10.05 19:27| 
 |
Rispondi al commento

Caro Vaticano,
caccia i soldi dell'ici!!

Postato da: alfio corvo il 20.10.05 19:04
-
-
-

SE NON LA FACESSERO PAGARE A NESSUNO SAREBBE UNA MOSSA PIU' GIUSTA. DOBBIAMO RINGRAZIARE OCHETTO PER AVERCI FATTO QUESTO BEL REGALO INUTILE CHE SERVE SOLO AD ABBEVERARE IL LADROCINIO GENERALIZZATO.

IO NON LA PAGO ORMAI DA ANNI, HO PAGATO GLI ONERI DI URBANIZZAZIONE, HO PAGATO L'IVA SUI MATERIALI PER COSTRIRE, CHE CAZZO VOGLIONO ANCORA? SE MI ROMPONO LE PALLE LA FACCIO CONSACRARE COME LUOGO DI CULTO, CI PIAZZO QUATTRO STATUINE ED INVITO GLI AMICI A PREGARCI LA DOMENICA.

ps: è mai possibile che la sinistra pensi solo a tassare? Con Berlusconi si nota una sostanziale diminuzione della pressione fiscale, INNEGABILE, a parte la batosta euro, molte delle pensioni minime sono state innalzate di parecchio (nei casi in cui era previsto l'aumento) se volete vi porto testimoni.

Valerio Simone 20.10.05 19:21| 
 |
Rispondi al commento

Old Economy

Chi vi obbligò a comprar obbligazioni?
Vi han fottuto e vi girano i coglioni?
Come i vecchietti, popolo magro e grasso,
tieni il denaro dentro il materasso!
Solo così, nascosto in una stanza,
mai più lo fotterà l'Alta Finanza.

Riccardo Simiele 20.10.05 19:17| 
 |
Rispondi al commento

Vivo in un paese del nord europa con 80 milioni di persone, IMMAGINO LA GERMANIA, LI IL LAVORO C'E... .di cui il 10% circa(ossia 8 milioni)sono stranieri.SI, MA ANCHE LI DA LEI SONO UN POCO INCAZZATI CONTRO QUESTA SITUAZIONE L´italia e`solo una tappa necessaria (dall´africa , li` hai da passa`)SEI SICURO ? PENSO PROPRIO CHE PIACE STAR QUI...IL NUOVO PARADISO DOPO CHE ANNO SCOPERTO CHE POSSONO ESSERE MANTENUTI della migrazione verso nord. Nessuno ha voglia di fermarsi da Lei PURTROPPO NON CI CREDO.., Si domandi piuttosto perche`dalle molte fabbriche del nord ( e dai latifondi del sud) chiedano continuamente nuovi arrivi, nonostante la disoccupazione da noi esista ancora, almeno per le regioni del sud.
Perche`col negretto si fanno molti sghei...costa poco e non puo`lamentarsi, sinno`a casa.( Per l´imprenditore , l ´ídeale. E le fabbrichette del nord-est , pieno di leghisti xenofobi,prosperano.MOMENTO: E' COSI' IN TUTTO ITALIA IN QUANTO I SINDACATI NON VOGLIONO VEDERE LA SITUAZIONE... Un po`infame ed ipocrita, no?...NO RIMANDO SEMPRE LA COLPA AI SINDACATI...
E per favore,non mi si venga a parlare di spacciatori e prostituzione. VENGA, VENGA QUI ATTORNO ALLA STAZIONE CENTRALE DI MILANO...E AGGIUNGIAMO ANCHE I ASSALTATORI IN VILLA E LA BANDA DEL BANCOMAT, TRAFFICO DI ESSEREI UMANI E MINORI, E ALTRI ANCORA...I due fenomeni, li abbiamo inventati noi.NOI ? LO DICE LEI PERO' .....

IVANA IORIO 20.10.05 19:14| 
 |
Rispondi al commento

Mi scuso se per una seconda volta lascio un messaggio non del tutto inerente al post, ma volevo portare un consiglio che ritengo importante, indicato anche in un commento del post in inglese: Beppe, non usare software Micro$oft (Excel), utilizza software open source. Aiutiamo la liberta' di scelta e il mercato software.

Massimo Birra 20.10.05 19:12| 
 |
Rispondi al commento

Ho ascoltato, per caso, la trasmissione Zapping di martedì 19/10. 5 minuti, poi ho preferito spegnere per non deprimermi. Definirei il comportamento del conduttore "vomitevole". Forte con i deboli e debole con i forti. In linea con il servilismo imperante nelle trasmissioni televisive, soprattutto Statali. A chi non la pensa come loro viene tolto il diritto alla parola e di opinione.
Che tristezza...

Massimo Bozzolan 20.10.05 19:10| 
 |
Rispondi al commento

Beppe svegliati. Pubblica il nuovo post...

Francesco Serci 20.10.05 19:09| 
 |
Rispondi al commento

Hey guys, I found a good online translator so now im translating this web page! :O)

VERY COOL!

R2000
Bathroom Review

Alex Dorph 20.10.05 19:08| 
 |
Rispondi al commento

........Forbice, tagliati gli attributi, se li hai!......con il tuo stesso nome....DIPENDENTE

Carelli Pasquale 20.10.05 19:07| 
 |
Rispondi al commento

@Postato da: Riccardo Battel il 20.10.05 18:53
***************************************************
UNA CASA DI PROPRIETA' PER OGNI CITTADINO!

BEPPE AFFRONTALO IL PROBLEMA DELLA CASA!

...E DEL COSTO DEGLI IMMOBILI!

Ray Milano 20.10.05 19:05| 
 |
Rispondi al commento

Caro Vaticano,
caccia i soldi dell'ici!!

alfio corvo 20.10.05 19:04| 
 |
Rispondi al commento

so ke nn centra ma e'vero SKYPE lo tolgono?

daniele deistinto 20.10.05 19:04| 
 |
Rispondi al commento

sottoscrivo pienamente caro Moretti....

Giuseppe Cinalli 20.10.05 19:03| 
 |
Rispondi al commento

---Semplicemente inoltro a tutti questa mail, non so se l'avete già letta (è probabile).---


Nei prossimi giorni le famiglie italiane riceveranno la lettera firmata dal Presidente del Consiglio Berlusconi in cui

il premier spiegherà le ragioni, i particolari e tutto ciò che riguarda la finanziaria appena varata e la riforma delle pensioni.
Oltre18 milioni di capi famiglia riceveranno la lettera per una spesa che supererà i 7 milioni di euro, a carico
del ministero del Tesoro e quindi di tutti i contribuenti.
Chiaramente le ragioni della spedizione di questa lettera sono ben altre di quelle ufficiali. In vista
delle mobilitazioni dei lavoratori del 24 ottobre e delle elezioni europee e amministrative delle
prossima primavera e visti i sondaggi che indicano un calo notevole delle preferenze accordate a
questo governo, il premier intende continuare nella sua operazione tutta politica e mediatica iniziata
con il vergognoso comunicato a reti unificate delle scorse settimana.
Insomma è l'ennesimo scempio che questo governo si accinge a compiere.
Quello che verrebbe spontaneo fare è respingere al mittente la lettera ricevuta, nel momento in cui il postino la
consegna o portandola successivamente all'ufficio postale.
E' sufficiente barrare con due righe in diagonale l'indirizzo del destinatario e scrivere RESPINTO AL MITTENTE.
Un'iniziativa civile per esprimere il proprio dissenso?
Inoltrare questa mail, se ritieni condivisibile l'iniziativa.

Andrea Ghezzi 20.10.05 18:58| 
 |
Rispondi al commento

Per la passionaria Iorio,
col suo terrore dell´africano(Freud a riguardo, ne avrebbe avute belle da dire).Vivo in un paese del nord europa con 80 milioni di persone, di cui il 10% circa(ossia 8 milioni)sono stranieri. L´italia e`solo una tappa necessaria (dall´africa , li` hai da passa`)della migrazione verso nord. Nessuno ha voglia di fermarsi da Lei , a meno che non sia un masochista. Non si preoccupi per quel 4% che attraversa l´Italia.Passano.
Si domandi piuttosto perche`dalle molte fabbriche del nord ( e dai latifondi del sud) chiedano continuamente nuovi arrivi, nonostante la disoccupazione da noi esista ancora, almeno per le regioni del sud.
Perche`col negretto si fanno molti sghei...costa poco e non puo`lamentarsi, sinno`a casa.Per l´imprenditore , l ´ídeale. E le fabbrichette del nord-est , pieno di leghisti xenofobi,prosperano.Un po`infame ed ipocrita, no?
E per favore,non mi si venga a parlare di spacciatori e prostituzione. I due fenomeni, li abbiamo inventati noi.Abbiamo il copyright.L´italia e`stata la Bankok dell´ottocento.Smettiamola col populismo.

paolo moretti 20.10.05 18:58| 
 |
Rispondi al commento

concordo con la provocatoria definizione dell'ascoltatore poco ascoltato di Berlusconi nostro dipendente. Tant'è vero che è lì perché l'ho votato e presto per il motivo opposto verrà licenziato. Credo che abbia fatto abbastanza male ad un Paese che forse detesta.

Irak: mi piacerebbe sentire anche grillo con la sua capacità sul tema giustizia per la pace o per meglio illustrare, sulla guerra d'Irak "contro il terrore" che, in nome di un concetto nobile quanto svilito nei fatti dai protagonisti buoni ne rappresenta la palese, spudorata e crudele violazione. credo che il senso di giustizxia sia innato nell'uomo, per cui spero che chiunque si comporti da criminale, si possa render conto dell'ingiustiza commessa.
Non avrei mai creduto che quel c r e t i n o (in senso poetico) planetario mi trasformasse in un fiancheggiatore dei ribelli, ed in un estimatore di un ex piccolo dittatore, cioè secondo la dottrina o con noi o contro di noi, in un terrorista (da salotto); grazie alla sofferenza di queste persone io dalla mia poltrona mi posso dilettare a commentare, a pontificare, dei mali del mondo...e neppure mi accontento. E' veramente deprimente però se non riesco nemmeno ad oppormi verbalmente questa ingiustizia enorme condotta beffardamente in nome mio tuo e di beppe grillo, e se non riesco nemmeno a capire dove è il male, solo perché nessuno melo mostra (eppure qualcuno c'è, 100.000 morti, non sono più nessuno è vero ma sono abbastanza).Sembra + urgente capire se anche AlBano torna dall'isola dei dementi per farsi operare di emorroidi. Ieri è iniziato il processo "speciale" a Saddam. Come mai le tre cose che ha detto sono più sensate di tre anni di guerra? E' il presidente dell'Irak, Voi chi siete, cosa volete? uno spettacolo degno di Norimberga con vittime ed aguzzini a parti invertite : condannano un poveraccio dei crimini che commettono per poterlo condannare? Il problema gravissimo è che questo spettacolo costa la vita a molti protagonisti. Speriamo ci senta qc. Do

aldo gori 20.10.05 18:57| 
 |
Rispondi al commento

@Postato da: Danila Fava il 20.10.05 18:46
****************************************************
Con una multa da 9,7 milioni di EURO i "Cartellisti" se la staranno ridendo e brindando a champagne!!!

Sono un'inezia per loro! E non conota nemmeno a livello simbolico una sentenza del genere.

E' solo una presa per il culo dei risparmiatori italiani.

Fatti due conti e vedrai quanti milioni di EURO ci hanno guadagnato con soli 9,7 di multa che gli hanno dato!

Infatti ecco perchè; Le banche fanno cartello, le assicurazioni fanno cartello, i gruppi di telefonia fanno cartello...

Sono deluso da tutto il sistema.

Ray Milano 20.10.05 18:57| 
 |
Rispondi al commento

@ Fabio La Torre

Per il momento direi, meglio questo che niente. Mi consola il fatto che quando agli italiani parli di eventuali rimborsi drizzano subito le orecchie, forse il messaggio è andato a segno, chissà.
Comunque è vero cio' che dici, l'argomento meritava maggior spazio, un programma dove si poteva approfondire di piu'. Mi chiedo anche io perchè il presidente Adusbef si sia rivolto a Striscia (che comunque ha raccolto l'appello e bisogna dargliene merito, anche se molto è dipeso dal fatto che adesso Berlusconi si sia dichiarato apertamente contro Fazio, mi domando se striscia avrebbe accettato di fare quel servizio quando ancora Berlusconi difendeva il governatore...vabbè inutile disquisire su queste cose).

Valerio Simone 20.10.05 18:57| 
 |
Rispondi al commento

Pensi veramente che la destra ruba e la sinistra no????


LO SO LO SO...SON TUTTI UGUALI....FORSE QUALCHE GIOVANE HA ANCORA UNA PARVENZA DI ONESTA, MA APPENA SCOPRE IL SAPORE DEI SOLDI....SI ADATTA...

IVANA IORIO 20.10.05 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Le aziende interessate al provvedimento dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato sono le società Heinz Italia, Plada, Nestlè Italiana, Nutricia, Milupa, Humana Italia, Milte Italia

SIGH..SIGH...TUTTE EX AZIENDE ITALIANE IN MANO A MULTINAZIONALI....

IVANA IORIO 20.10.05 18:53| 
 |
Rispondi al commento

Oggi, 20 ottobre dopo il TG 1 delle 13,30 è andato in onda TG 1 Economia. Tra i servizi odierni ce n'era uno che riguardava l'incidenza del costo dell casa (inteso come mutuo o affitto) sul reddito mensile familiare.
Come al solito si sono snocciolate cifre e statistiche che mi hanno fatto girare le scatole e spegnere direttamente il televisore, perché ora non ne voglio più sapere.
Mi spieghi perché dicono che il prezzo medio di un affitto in Italia è di circa 350 Euro? Io abito a Roma e con 350 Euro si prende in affitto, a nero, un posto letto in una camera a uno studente universitario. Un famiglia normale con un reddito normale se vuole andare in affitto in questa c...o di città non se la cava con meno di 1000 Euro al mese se tutto gli va bene.
Ed allora esce qualche scienziato che ti dà un buon consiglio: compratela la casa, ti fai un mutuo pure a 30 anni e vai.....
Ma se i prezzi, sempre in questa c....o di città, per una famiglia normale (marito, moglie e due figli) con un reddito normale (1600 Euro al mese) come fa a comprarsela la casa se gli costa non meno di 350.000 Euro?
Perché il TG 1 continua a sparare ste minkiate, che poi ci sarà pure qualcuno che ci crede?
Perché non cominci pure tu a rompere le scatole su questa bolla speculativa immobiliare che sta strangolando la popolazione?
Si parla di crollo dei consumi, ma se una famiglia da uno stipendio normale ci deve togliere il 60% solo per avere un tetto sopra la testa, a fine mese che cavolo si mangia?
Per favore rispondi, apri un blog su quest'argomento affrontalo nei tuoi prossimi spettacoli perché se per un trentacinquenne come me sposato e con due bambine e con uno stipendio fisso di circa 1650 Euro è difficile per un giovane con un lavoro cococo il futuro potrà essere solo sotto i ponti, se questi grandi speculatori non si danno una regolata.
Ciao
Riccardo Battel

Riccardo Battel 20.10.05 18:53| 
 |
Rispondi al commento

per ivana iorio

Ti rispondo io!!!
Si parano gli occhi!! cosi quando saranno loro a governare l'opposizone farà la stessa cosa!
Pensi veramente che la destra ruba e la sinistra no????
SVEGLIA!!!! SON TUTTI POLITICI!!!!

valerio vellucci 20.10.05 18:52| 
 |
Rispondi al commento

Il nostro dipendente Fassino sarà alla prossima puntata di "C'è posta per te", dal "marito di Costanzo".
Bene.
E' solo in Parlamento a fare il loro lavoro di opposizione che non vanno, eh?!


Elisa Poggio 20.10.05 18:46| 
 |
Rispondi al commento


ANTITRUST, MULTA 9,7 MILIONI DI EURO AI PRODUTTORI DI LATTE PER L'INFANZIA

Sette aziende sanzionate per aver fatto cartello per mantenere elevati livelli di prezzo, con maggiorazioni rispetto ad altri Paesi dell'Ue fino al 300%

ROMA - L'Antitrust ha dato sanzioni per 9.743.000 euro ad alcuni produttori di latte per l'infanzia che hanno fatto "cartello per mantenere elevati livelli di prezzo, superiori agli altri Paesi europei anche del doppio o del triplo".

Le aziende interessate al provvedimento dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato sono le società Heinz Italia, Plada, Nestlè Italiana, Nutricia, Milupa, Humana Italia, Milte Italia, le quali "hanno posto in essere un'intesa restrittiva della concorrenza, concordando il mantenimento di elevati livelli di prezzo del latte per l'infanzia.

http://www.repubblica.it/2005/j/sezioni/cronaca/latteinfanzia/latteinfanzia/latteinfanzia.html

Danila Fava 20.10.05 18:46| 
 |
Rispondi al commento

@ Matteo Zambelli

Le mafie si combattono togliendo loro le armi. Ciò che è avvenuto in Calabria con l'assassinio di Fortugno è indicativo di come l'andrangheta punti soprautto sulla politica come mezzo per arrivare ai posti dove si puo' decidere.

Ecco perchè io plaudo alla nuova legge elettorale, perchè elimina il voto di preferenza. Non si vedranno piu' mafiosi che andranno di casa in casa a fare propaganda per i propri uomini.

Se vogliamo battere le mafie dobbiamo accettare scelte che possono sembrare antidemocratiche, come l'occupazione dei loro territori tramite l'esercito, rendergli la vita impossibile, fargli capirte che lo Stato è li.
Questo è quanto il presidente della Regione Calabria ha fatto capire a tutti.

Valerio Simone 20.10.05 18:41| 
 |
Rispondi al commento

C'E' QUALCUNO CHE SA' DIRMI DOVE SONO, O DOVE GUARDANO, QUELLI DELL'OPPOSIZIONE, MENTRE QUELLI CHE CI GOVERNANO, RUBANO?!
--------------------------------------------
chiudono il solito occhio, per poi finire tutto a tarallucci e vino....non si mai, in futuro si potrebbe ricambiare il favore

ivana iorio 20.10.05 18:41| 
 |
Rispondi al commento

Si attende solo la pubblicazione del decreto che sarà retroattivo. La protesta del sindacato e le differenze con gli altri precari della scuola

C'è l'ok del governo: tutti assunti
gli insegnanti di religione

PAESE DI MERDA !!!

carlo raggi 20.10.05 18:38| 
 |
Rispondi al commento

@ Valerio Simone il 20.10.05 18:24

Ma scusa.. par condicio, conflitti di interessi, leggi elettorali, eccetera, pensi non incidano sulle nostre tasche?? Lo pensi veramente?
Sai quanto ci è costato il primo anno di questa legislatura per le leggi "ad personam", quando lo Stato aveva bisogno di essere governato?
Sai quanto ci è costato (a me e a te inclusi) il rientro dei capitali dall'estero?
Come fai a dire che sono problemucoli o problemi di secondo livello perchè non toccano le nostre tasche? Le toccano eccome.
Io mi incazzo perché chi mi rappresenta al governo, mi deve tutelare, non derubare.
I luoghi per arricchirsi sono fuori dal Parlamento.

Pace e Bene

Luca Popper 20.10.05 18:38| 
 |
Rispondi al commento

Proprio ieri mi sono recato alla Camera dei Deputati per incontrare un onorevole insieme a una delegazione di artigiani. Visto che era la prima volta che entravamo dentro certe istituzioni c'era nel gruppo anche una certa tensione per affrontare l' ambiente. A quel punto ho detto a tutti quanti che in fondo i nostri politici sono i nostri dipendenti e come tali dobbiamo vederli, non ci devono intimorire. Dovevate vedere la tranquillità scesa in quel momento. Le persone si sono illuminate per una banale verità che sfugge agli occhi dei più. E' proprio vero che le parole giuste possono cambiare il mondo. E allora iniziamo a usare le parole giuste. Saluti

Pippo Aperti 20.10.05 18:37| 
 |
Rispondi al commento

x selena pace

Certo che sono d'accordo con te, se non lo fossi sarei in contraddizione con quanto detto prima !!
Solo le donne possono salvarci !! Gli uomini sono troppo pieni di stronzate !!

carlo raggi 20.10.05 18:35| 
 |
Rispondi al commento

INDOVINELLO:
C'E' QUALCUNO CHE SA' DIRMI DOVE SONO, O DOVE GUARDANO, QUELLI DELL'OPPOSIZIONE, MENTRE QUELLI CHE CI GOVERNANO, RUBANO?!
GRAZIE.

isabella difronzo 20.10.05 18:33| 
 |
Rispondi al commento

Dipendente.....perchè non mi suona bene?

Davide Moschetto 20.10.05 18:33| 
 |
Rispondi al commento

continua dal post precedente:
12) riduzione delle spese per armamenti, proggetti militari e missioni militari non autorizzate dall'Onu
13) ripristino delle tasse per le unità di diporto e aumento di quelle portuali (tanto se hanno la barca hanno anche i soldi)
14) introduzione della tassa partimoniale fissa (pari al 2% per stare bassi) sulle assicurazioni e banche con la clausola di non scaricarla sui clienti (mediante il calmiere delle tariffe)

saluti

Vincenzo Curcio 20.10.05 18:32| 
 |
Rispondi al commento

continua dal post precedente:
12) riduzione delle spese per armamenti, proggetti militari e missioni militari non autorizzate dall'Onu
13) ripristino delle tasse per le unità di diporto e aumento di quelle portuali (tanto se hanno la barca hanno anche i soldi)
14) introduzione della tassa partimoniale fissa (pari al 2% per stare bassi) sulle assicurazioni e banche con la clausola di non scaricarla sui clienti (mediante il calmenire delle tariffe)

saluti

Vincenzo Curcio 20.10.05 18:31| 
 |
Rispondi al commento

Antitrust, multa da 10 milioni di euro
al "cartello" del latte in polvere
Puniti alcuni produttori italiani: Heinz Italia, Plada, Nestlè Italiana, Nutricia, Milupa, Humana Italia, Milte.
"""""""""""""Si erano messi d'accordo "per tenere alto il prezzo del prodotto per neonati". Si pagava anche 3/4 volte di più rispetto alla media europea """""""""""""""""""

PAESE DI MAIALI !!

carlo raggi 20.10.05 18:31| 
 |
Rispondi al commento

continua dal post precedente:
12) riduzione delle spese per armamenti, proggetti militari e missioni militari non autorizzate dall'Onu
13) ripristino delle tasse per le unità di diporto e aumento di quelle portuali (tanto se hanno la barca hanno anche i soldi)
14) introduzione della tassa partimoniale fissa (pari al 2% per stare bassi) sulle assicurazioni e banche con la clausola di non scaricarla sui clienti (mediante il calmiere delle tariffe)

saluti

Vincenzo Curcio 20.10.05 18:31| 
 |
Rispondi al commento

Scusatemi, non sono d'accordo.

Carlo (posso darti del tu?), tu parli di limiti imposti dalle nostre paure. Io credo però che se si porta avanti una battaglia in tante persone, queste "paure", come le chiami tu, diventano piccole piccole.
E poi dai, nessuno sta chiedendo la perfezione, ma solo di affrontare un argomento importante come il sign or aggio. Questo blog è uno strumento straordinario per impostare un dibattito costruttivo, sarebbe un peccato non sfruttarlo per tematiche così "scottanti". sbaglio?

selena pace 20.10.05 18:30| 
 |
Rispondi al commento

continua dal post precedente:
12) riduzione delle spese per armamenti, proggetti militari e missioni militari non autorizzate dall'Onu
13) ripristino delle tasse per le unità di diporto e aumento di quelle portuali (tanto se hanno la barca hanno anche i soldi)
14) introduzione della tassa partimoniale fissa (pari al 2% per stre bassi) sulle assicurazioni e banche con la clausola di non scaricarla sui clienti (mediante il calmenire delle tariffe)

saluti

Vincenzo Curcio 20.10.05 18:30| 
 |
Rispondi al commento

perchè non va afarsi un giro nei paesi dei disperati che sbarcano sulle nostre coste e dichiara guerra agli scafisti e mafie varie che intascano i risparmi di anni dei malcapitati?
----------------------------------------------
sei sicuro che sono disperati ????...io inizio a pensare che non lo siano..quando arrivano sanno gia' come muoversi..come reagire e che strada fare.....solo che rai 3 fa sempre vedere le scene di disperazione...

e piantatela di fare i buonisti !!...perche' non ne prendi uno e lo adotti ?

ivana iorio 20.10.05 18:29| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Valerio Simone il 20.10.05 18:24

Sarei pronto a scommettere che la maggior parte degli italiani che hanno visto il servizio ci hanno capito poco o nulla (non hanno dato nessuna spiegazione) del servizio poco esaudiente che hanno fatto, La notizia data così sembra solo una bufaletta e anche un poco esagerata. D'accordo che nessuno o pochi ne parlano ma anche trattarla così non mi pare molto costruttivo. In ogni caso meglio poco che niente.

Fabio La Torre 20.10.05 18:29| 
 |
Rispondi al commento

guardate qua:
http://www.clancelentano.it/ita/adriano/percorsi/rete/index.html

Luigi Miggiano 20.10.05 18:25| 
 |
Rispondi al commento

@ Fabio La Torre

Quello che ti dovrebbe preoccupare, invece, è il fatto che per mandare una notizia del genere in tv ci sia stato bisogno di ricorrere a striscia la notizia. In televisione non ne ho mai sentito parlare, eppure la cifra che ci devono restituire è altissima.

Ci riempiono la testa con par condicio, conflitti di interessi, leggi elettorali, per sviarci dai veri problemi (quelli veri, quelli che incidono sulle nostre tasche)

Non dovremo mai piu' accusare gli americani di essere sotto il giogo delle televisioni, a me pare che i buoi obbedienti si trovano tutti in Italia.

Valerio Simone 20.10.05 18:24| 
 |
Rispondi al commento

@ Signora Ivana Iorio:
visto che non ha un santo c..o da fare tutto il giorno (posta a tutte le ore...), perchè non va afarsi un giro nei paesi dei disperati che sbarcano sulle nostre coste e dichiara guerra agli scafisti e mafie varie che intascano i risparmi di anni dei malcapitati? (Quando i risparmi li hanno, altrimenti se li fanno prestare e poi nei paesi in cui capitano vengono costretti a dar via il culo....)

Matteo Zambelli 20.10.05 18:21| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Valerio Simone il 20.10.05 18:17

in effetti da questo punto di vista hai ragione...

Fabio La Torre 20.10.05 18:20| 
 |
Rispondi al commento

@ Fabio La Torre

Non dovresti essere cosi' amareggiato che la vicenda Adusbef/sgnoraggio sia stata sfagliolata in tv. Non tutti a casa hanno il computer collegato in rete, e non tutti i computer collegati in rete vanno a cercarsi le notizie. E' stata una bella iniziativa, certo non cambierà il nostro stile di vita, pero' almeno tante persone adesso sanno che Bankitalia di deve dei soldi.

La leggenda secondo la quale Internet ci salverà è ancora lontana dall'avverarsi, (se mai si avvererà). La televisione rimane il mezzo piu' potente. Non ha senso ed utilità alcuna demonizzarla.

Valerio Simone 20.10.05 18:17| 
 |
Rispondi al commento

x elio e tutti quelli che dicon che grillo non deve "combattere le nostre battaglie"

Secondo me ti sbagli.
Un personaggio famoso come grillo ha il dovere morale di parlare e informare su un tema grave ma purtroppo ignorato come il s i g norag g i o.
Io credo che sia suo preciso dovere di cittadino; soprattutto visto che in più occasioni ha detto di voler fare VERA INFORMAZIONE. Visto poi che in questi giorni sono successe diverse cose (dalla sentenza contro bankitalia al disegno di legge presentato in parlamento) sarebbe utile che si affrontasse l'argomento. (possibilmente senza insulti e/o censure).

selena pace 20.10.05 18:16| 
 |
Rispondi al commento

@ daniele porro il 20.10.05 18:05

Bravo Daniele, con te è la 547a volta che viene postata qui questa storiella.

Saresti stato più innovativo a raccontare quella del fantasma formaggino. ;-)

Pace e Bene

Luca Popper 20.10.05 18:15| 
 |
Rispondi al commento

1) ripristino della legge 516/82 (manette agli evasori fiscali) portando il reato di evasione fiscale (e anche contributiva) a 20 anni e abolizione di tutte quelle norme che l'hanno indebolita e rito semplificato obbligatorio per direttissima.
2) ripristino della legge con effetto retroattivo della tassa per le donazioni e le successioni
3) modifica della parte della legge che prevede l'impossibilità di accertare i soggetti che hanno aderito allo scudo fiscale;
4) riforma del sistema fiscale diretto con meno tasse per i redditi più bassi e ripristino dell'aliquota precedente per quelli più alti
5) riduzione delle aliquote indirette (tipo iva su cd, libri) e esenzione dell'ici per l'acquisto di prima casa (non per fini speculativi) coprendolo con l'aumento dell'ici per seconde e terze case e cosi via e ripristino dell'ici per lo stato vaticano per gli immobili utilizzati per fini commerciali;
6) tassazione delle transazioni finanziarie con aliquota al 23-23% e rivalutazione delle rendite catastali (ormai vecchie di 20 anni) con eslusione delle categorie riguardanti le prime case
7) riduzione notevole dei costi della politica con riduzione adeguata di collaboratori, consulenze esterne e stipendi dei parlamentari e priesidenti e politici di enti locali (da portare massimo a 5000 euro) con la clausola per legge di non aumetarli per almeno 3 anni e con aumenti di importi decenti e limitati alle reali esigenze;
8) tassazione straordinaria (come hanno già fatto in francia) delle compagnie petrolifere legando la riscossione a tale tributo alla restituzione dei soldi presi ai contribuernit in questi anni con gli aumenti della benzina e del diesel
9) aumento delle tariffe assicurative e bancarie entro un tetto perdeterminato
10) riduzione delle tasse per chi investe in innovazione e ricerca
11) rilancio del sud attraverso politiche e progetti che attirino i capitali nell'investire in questa zona italiana (maggiori vantaggi fiscali, meno contributi, tassi interesse

Vincenzo Curcio 20.10.05 18:13| 
 |
Rispondi al commento

Dall'Unità:
Attacco al Palestine, la Spagna vuole processare i soldati Usa che uccisero il cameraman.
..
..
..
Mentre in Italia gli americani possono uccidere chiunque, dovunque ed in qualunque luogo senza avere la minima paura di essere giudicati e di pagare per i loro crimini (il Cermis vi ricorda qualcosa? Calippari?), in Spagna c'è un governo che fa sempre la cosa giusta, che non ha paura di dire NO agli americani, che non ha paura di dire NO alla chiesa, che sa bene cosa è giusto fare e lo fa con forza e convinzione.
MA PER QUALE CAZZO DI MOTIVO IN ITALIA NON CI SONO POLITICI COSì?

Maurico Biggini 20.10.05 18:12| 
 |
Rispondi al commento

@ Fabio La Torre

IL GABIBBO E STRISCIA PORTANO LE TELECAMERE SUI POSTI DEL MISFATTO, BASTA TELEFONARGLI. IL PRESIDENTE ADUSBEF INFATTI SI E' RIVOLTO A QUELLI DI STRISCIA, MICA A GRILLO E GUZZANTI, HA CAPITO CHI SONO.
A GRILLO E GUZZANTI SI RIVOLGONO I POLITICANTI COME DI PIETRO (PERSONA CHE COMUNQUE IO STIMO PARECCHIO)

Valerio Simone 20.10.05 18:08| 
 |
Rispondi al commento

prima di innescare polemiche sul chi e sul come parlare di signoraggio,vorrei aggiungere che se un palazzo brucia,si grida "AL FUOCO,AL FUOCO!",non "accorrete numerosi in soccorso arde un immobile".....

conta la verita',non il modo in cui la si dice,...

antonio d'arpa 20.10.05 18:06| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ma è mai possibile che in Italia non cambia e non cambierà nulla? Serve gente nuova e non i soliti pasticcioni. VOTIAMO NUOVI DIPENDENTI. È urgente, se vogliamo cambiare l’Italia. Ecco perché.
Signor parroco, mi vorrei confessare. Certo figliolo, qual è il tuo nome? Romano Prodi, padre.
Ah! Ex Presidente del Consiglio. Ascolta figliolo, il tuo caso richieda una competenza superiore, credo sia meglio che tu vada direttamente dal Papa. Prodi va dal Papa. Sua Santità, voglio confessarmi. Come ti chiami? Romano Prodi. Ahi, figliolo, il tuo caso è molto difficile anche per me. Guarda, qui, sul lato del Vaticano, c'è una piccola cappella. Al suo interno troverai una croce, il Signore ti potrà ascoltare. Prodi, giunto nella cappella, si rivolge alla croce: Signore, voglio confessarmi. Certo figlio mio, come ti chiami? Romano Prodi. Ma chi?
Ex Presidente del Consiglio?
Ex Presidente dell'IRI?
Ex Presidente della Comunità Europea?
l'amico dei comunisti e dei gay?
Quello che ha creato la tassa una Tantum sui conti correnti di tutti ricchi e poveri,
Quello che ha creato la tassa di lusso una tantum sulle moto dei poveri e dei ricchi,
Quello che ci ha spremuti per entrare nell'Euro promettendo di restituirli
Quello che ha fatto una voragine nei conti dell'IRI e che ovviamente ha insabbiato tutto,
Quello che ha venduto la Cirio e la SME a un millesimo del loro valore e si è intascato la differenza?
Quello che ha una mezza parente a Cogne condannata per aver ucciso il figlio e non si capisce come mai giri per il mondo e sia ospite delle TV ?
Quello che ha permesso alla Cina di invadere i mercati europei di materie prime e prodotti finiti e copiati ad infimo costo senza controllo.....anziché mandar là i ns. sindacalisti ?
Ehm, si sono sempre io, Signore. Figlio mio, non hai bisogno di confessarti, tu devi solamente ringraziare! Ringraziare? E chi? I Romani, per avermi inchiodato qui, altrimenti scendevo e ti facevo UN CULO COSI’!

daniele porro 20.10.05 18:05| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ma è mai possibile che in Italia non cambia e non cambierà nulla? Serve gente nuova e non i soliti pasticcioni. VOTIAMO NUOVI DIPENDENTI. È urgente, se vogliamo cambiare l’Italia. Ecco perché.
Signor parroco, mi vorrei confessare. Certo figliolo, qual è il tuo nome? Romano Prodi, padre.
Ah! Ex Presidente del Consiglio. Ascolta figliolo, il tuo caso richieda una competenza superiore, credo sia meglio che tu vada direttamente dal Papa. Prodi va dal Papa. Sua Santità, voglio confessarmi. Come ti chiami? Romano Prodi. Ahi, figliolo, il tuo caso è molto difficile anche per me. Guarda, qui, sul lato del Vaticano, c'è una piccola cappella. Al suo interno troverai una croce, il Signore ti potrà ascoltare. Prodi, giunto nella cappella, si rivolge alla croce: Signore, voglio confessarmi. Certo figlio mio, come ti chiami? Romano Prodi. Ma chi?
Ex Presidente del Consiglio?
Ex Presidente dell'IRI?
Ex Presidente della Comunità Europea?
l'amico dei comunisti e dei gay?
Quello che ha creato la tassa una Tantum sui conti correnti di tutti ricchi e poveri,
Quello che ha creato la tassa di lusso una tantum sulle moto dei poveri e dei ricchi,
Quello che ci ha spremuti per entrare nell'Euro promettendo di restituirli
Quello che ha fatto una voragine nei conti dell'IRI e che ovviamente ha insabbiato tutto,
Quello che ha venduto la Cirio e la SME a un millesimo del loro valore e si è intascato la differenza?
Quello che ha una mezza parente a Cogne condannata per aver ucciso il figlio e non si capisce come mai giri per il mondo e sia ospite delle TV ?
Quello che ha permesso alla Cina di invadere i mercati europei di materie prime e prodotti finiti e copiati ad infimo costo senza controllo.....anziché mandar là i ns. sindacalisti ?
Ehm, si sono sempre io, Signore. Figlio mio, non hai bisogno di confessarti, tu devi solamente ringraziare! Ringraziare? E chi? I Romani, per avermi inchiodato qui, altrimenti scendevo e ti facevo UN CULO COSI’!

daniele porro 20.10.05 18:05| 
 |
Rispondi al commento

@Pax San
@Tutti quelli che pensano che Beppe dovrebbe fare qualcosa.

Ricordo che Beppe è un essere umano come tutti. Non è un supereroe che deve affrontare le NOSTRE battaglie.
Non è diverso da noi. E' COME NOI.
Cosa più importante: siamo NOI come lui.
Perchè tutti su questo blog aspettano Beppe come l'avvento del prossimo Messia?
VOI COSA STATE FACENDO!?!?!
Voi cosa fate per gli italiani, oltre che a postare su questo Blog?

Cosa faccio io? Ho appena letto il testo della devolution, e se passa sarò in giro per Bari a cercare firme (500.000), a rompere le scatole alla regione, per fare un referendum abrogativo (vana speranza, ma va tentata).

Invito tutti quelli del blog a preparare un bel foglietto per iniziare già da ora a raccogliere firme.

E chi ha ancora intenzione di protestare, o dire qualcosa... MUOVESSE IL CULO! Non avete paladini a difendervi? Perché, NE AVETE BISOGNO?

E' già molto questo blog! Perché, ricordo a quelli non del settore informatico, quando si supera un limite di traffico (che questo sito supera abbondantemente ogni giorno) SI PAGA! E di certo non ve li ha chiesti a voi i soldi per stare in piedi!

Questo blog serve per ORGANIZZARCI! E' per questo che è nato! Non per inveire contro Grillo! Quindi, prima di postare, ANDATE A FARE... VOLONTARIATO!

Forza, ad aiutare gli altri! Poi tornate qui, e vediamo se è Grillo che deve difenderci.
DOBBIAMO ESSERE TUTTI NOI! CHIARO!?

Ora che mi sono sfogato, propongo:
Aprite un programma di scrittura, fate una tabella con su "Nome, Cognome, Indirizzo, Città, N. Documento, Firma" Sopra la tabella ci mettete "RACCOLTA FIRME PER INDIRE REFERENDUM POPOLARE ABROGATIVO DELLA LEGGE DEVOLUTION" (Il numero ci sarà quando sarà approvata) e poi, dai vostri vicini a raccogliere firme!

E guardate che vengo a casa a vedere se l'avete fatto!

tze'! Sinistra, destra, Prodi, Berlusca, Grillo... ancora a parlare di 'ste cose!

Elio.

Elio Giannatempo 20.10.05 18:05| 
 |
Rispondi al commento

Considerato che si e' d'accordo tutti sul fatto che i politici fanno cio' che vogliono e tutto sommato la nostra voce non ha molto eco io avrei delle proposte concrete:
- smettere di usare il telefonino (siamo andati avanti decenni senza)
- usare l'auto il minimo indispensabile,e magari convertirla a gpl o metano
- comprare meno cazzate quando si fa la spesa
- non guardare piu' la televisione
- non comprare piu' i quotidiani
Sono convinto che gia' facendo queste cose tutti insieme,sarebbe un buon passo.
Ma chi lo fa? Nessuno.
E allora andiamo in piazza a protestare.
Ma chi lo fa? Nessuno.
A guardarci bene siamo degli schiavi contenti.

daniele ferrari 20.10.05 18:04| 
 |
Rispondi al commento

Io stimo + chi ha il coraggio di impugnare una pistola e fare una rapina... che quelli che comodamente con una firma... distruggono decine..centinaia di migliaia di persone

Postato da: raou redditi il 20.10.05 17:58

concordo... moltissimo.

Fabio La Torre 20.10.05 18:04| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: giovenale ribero il 20.10.05 17:54

tempo e fatica sprecata,ma la gente con piu' senso critico,intelligente,quando qualcuno indica la direzione,non si limita a guardare il dito.....

ciao

antonio d'arpa 20.10.05 18:02| 
 |
Rispondi al commento

probabilmente la telecom fara' la stessa cosa...
Il tronchettino riuscirà a cavarsela e noi......
pive nel sacco!!!!!!!

francesco ferrari 20.10.05 18:02| 
 |
Rispondi al commento

striscia ha parlato del s i g n o raggio ieri, è in rete il filmato di ghione
ciao

Postato da: Mauro Sacco il 20.10.05 17:50
-
-
-

ECCO IL VIDEO
ENZO GHIONE INTERVISTA IL PRESIDENDE ADUSBEF

http://tinyurl.com/97er8

Valerio Simone 20.10.05 18:01| 
 |
Rispondi al commento

ancora col signoraggio ?
miiiiiiiinchia che palle... ne hanno parlato a Striscia, a casa del nano, in prima serata...
l'hanno fatta diventare una gag... con quel minchione di ghione, lannutti l'onnipresente e il falso fazio che scappa...
e adesso davvero vi aspettate che bankitalia caghi fuori 5 miliardi di euro...
beh... allora i comici non sono loro...
solo un governo sano può ripristinare la situazione signoraggio alla normalità
quindi la questione signoraggio in se è irrilevante rispetto al problema di cambiare chi controlla i controllori...
abbiamo capito che si fottono i ricavi da signoraggio ma si fottona anche tutto il resto.

Fabio La Torre 20.10.05 18:01| 
 |
Rispondi al commento

@ brianzolo docg

una sessantina d'anni fa è successo quello che auspichi ora tu. L'opposizione si è ritirata sull'Aventino. Si è creato il Gran Consiglio del fascismo. E l'abbiamo pagata cara.

Meglio provarci ancora, fino in fondo.

Pace e Bene

Luca Popper 20.10.05 18:01| 
 |
Rispondi al commento

PALERMO (Reuters) - Oltre 280 immigrati sono sbarcati sulle coste italiane tra ieri e oggi, di questi più di 200 sull'isola siciliana di Lampedusa e 85 a Licata, sulla costa meridionale della regione.

Lo hanno riferito questa mattina le forze dell'ordine
----------------------------------------------

altri da mantenere...ale',........ venghino siori, venghino.....

ivana iorio 20.10.05 18:01| 
 |
Rispondi al commento

Spero che un giorno un giudice, prenda tutte le azioni delle banche, i loro plusultra(guadagni di borsa), e le dia a tutti i disgraziati che con Parmalat hanno fatto il botto....

A Tanzi ....no galera ...Confisca del mondo...e lavorare in Parmalat come SPAZZINO, LAVA CESSI,.... che per lui gli si posticipi l'anno di pensionamento alla morte, xchè questa deve essere la durata della punizione....

E se venisse scoperto anche per un secondo dentro una mercedes...che venisse messo in cella di isolamento.....

Io stimo + chi ha il coraggio di impugnare una pistola e fare una rapina... che quelli che comodamente con una firma... distruggono decine..centinaia di migliaia di persone

raou redditi 20.10.05 17:58| 
 |
Rispondi al commento

Notizie prese da wikipedia.it
secondo me 'italia dei velori puo' cambiare qualcosa Antonio Di Pietro
Ciao al blog

mancini Massimiliano 20.10.05 17:58| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,
CHIEDIAMO A BEPPE GRILLO DI DARE IL VIA AD UN'INIZIATIVA SUL SIGNORAGGIO.
E' UNA PICCOLA-GRANDE BATTAGLIA DA INTRAPRENDERE.
FACCIAMO SENTIRE LA NOSTRA VOCE ANCHE SU QUESTO.
Grazie.

giovenale ribero 20.10.05 17:54| 
 |
Rispondi al commento

ma 'sti cazzoni di parlamentari della sx cosa aspettano? si va da ciampi tutti insieme e si danno le dimissioni di massa. Da domani ognuno se ne sta fuori dal parlamento e si chiamano tutte le tv ed i giornalisti di tutto il mondo libero..........

brianzolo docg 20.10.05 17:54| 
 |
Rispondi al commento

X Francesco Pace e gg Questo e solo un assaggino :

n Italia, Silvio Berlusconi è stato al centro di diverse accuse di corruzione e falso in bilancio relative al periodo precedente il suo ingresso in politica; nei confronti dei giudici italiani ha espresso più volte pubblicamente perplessità. Il suo nome è inoltre stato trovato nelle liste della organizzazione massonica P2, con il numero di tessera 1816 e il grado di "apprendista muratore". Berlusconi è stato inoltre indagato dalla procura di Palermo per il reato di concorso esterno in associazione mafiosa e riciclaggio di denaro sporco, ma le indagini sono state archiviate su richiesta della Procura stessa per scadenza dei termini massimi concessi per indagare. È stato riconosciuto colpevole del reato di falsa testimonianza, ma non è mai stato condannato grazie all'amnistia. Da una intervista concessa da Paolo Borsellino a una televisione francese pochi giorni prima di morire, acquisita come prova per le indagini sulla strage di via D'Amelio, alcuni personaggi di Publitalia del calibro di Marcello Dell'Utri erano al centro di una indagine della Procura di Palermo sui rapporti tra le cosche mafiose e l'impero economico di Berlusconi.
Ecco chi ci governa
Ciao Beppe e al blog

mancini massimiliano 20.10.05 17:53| 
 |
Rispondi al commento

La cosa che mi rattrista è che la politica sta diventando un hobby...Vedi il berluska che per riempire il suo temposi è messo a cazzeggiare con l'italia.Per nostra fortuna si è dimenticato che un politico senza il favore del popolo conta come il due di coppe quando regna denari....


lorenzo lucarini 20.10.05 17:53| 
 |
Rispondi al commento

striscia ha parlato del s i g n o raggio ieri, è in rete il filmato di ghione
ciao

Mauro Sacco 20.10.05 17:50| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Luca Popper il 20.10.05 17:22

Ok, ma scusa queste leggi che modificano la costituzione non devono essere approvate anche dal senato e dal presidente della repubblica?
Se si lo faranno?

roberto d'angelo 20.10.05 17:49| 
 |
Rispondi al commento

Scusate se mi intrometto qui, ma così diffondo.
Copio una mail che mi è arrivata ora.


Sembra che nei prossimi giorni le famiglie italiane riceveranno una lettera, firmata dal Presidente del Consiglio Berlusconi, in cui il premier spiegherà le ragioni, i particolari e tutto ciò che riguarda la finanziaria appena varata e la riforma delle pensioni.
Se questa notizia fosse vera, oltre 18 milioni di capi famiglia riceveranno la lettera per una spesa che supererà i 7 milioni di euro, a carico del ministero del Tesoro e quindi di tutti i contribuenti.
Comunque uno la possa pensare, dovrebbe risultare chiaro a tutti che le ragioni della spedizione di questa lettera sono ben altre che quelle ufficiali.

Quello che invitiamo a fare è respingere al mittente la lettera che riceverete, nel momento in cui il postino ve la consegna o portandola successivamente all'ufficio postale.
E' sufficiente barrare con due righe in diagonale l'indirizzo del destinatario e scrivere RESPINTO AL MITTENTE.
Un modo civile per esprimere il nostro dissenso, se non altro da questa più che discutibile iniziativa, e giusto per dimostrare che siamo un po' stufi di farci menare per il naso... a nostre spese. Berlusconi ha il sacrosanto diritto di fare la propria campagna elettorale, ma la faccia coi suoi soldi, visto che non gli difettano.
Inoltra la mail a più gente possibile, se la ritieni un'iniziativa condivisibile!

Grazie

Valentina Tolomelli 20.10.05 17:47| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Ivana Iorio,
io ti ammiro tanto... mi puoi dire la tua età? e la tua provenienza (indicativamente non mi interessa di preciso)?
ciaoo beella!

Andrea Trulli 20.10.05 17:47| 
 |
Rispondi al commento

Scusate se mi intrometto qui, ma così diffondo.
Copio una mail che mi è arrivata ora.


Sembra che nei prossimi giorni le famiglie italiane riceveranno una lettera, firmata dal Presidente del Consiglio Berlusconi, in cui il premier spiegherà le ragioni, i particolari e tutto ciò che riguarda la finanziaria appena varata e la riforma delle pensioni.
Se questa notizia fosse vera, oltre 18 milioni di capi famiglia riceveranno la lettera per una spesa che supererà i 7 milioni di euro, a carico del ministero del Tesoro e quindi di tutti i contribuenti.
Comunque uno la possa pensare, dovrebbe risultare chiaro a tutti che le ragioni della spedizione di questa lettera sono ben altre che quelle ufficiali.

Quello che invitiamo a fare è respingere al mittente la lettera che riceverete, nel momento in cui il postino ve la consegna o portandola successivamente all'ufficio postale.
E' sufficiente barrare con due righe in diagonale l'indirizzo del destinatario e scrivere RESPINTO AL MITTENTE.
Un modo civile per esprimere il nostro dissenso, se non altro da questa più che discutibile iniziativa, e giusto per dimostrare che siamo un po' stufi di farci menare per il naso... a nostre spese. Berlusconi ha il sacrosanto diritto di fare la propria campagna elettorale, ma la faccia coi suoi soldi, visto che non gli difettano.
Inoltra la mail a più gente possibile, se la ritieni un'iniziativa condivisibile!

Grazie

Valentina Tolomelli 20.10.05 17:46| 
 |
Rispondi al commento

Signor Beppe Grillo, ho seguito la vicenda che riguardava il suo intervento alla trasmissione di Adriano Celentano. Purtroppo però lei ha deciso di non partecipare a seguito di pendenze legali. Questa sua presa di posizione, seppur condivisibile, non mi trova affatto concorde, in quanto, lei, essendo uno dei pochi (non il solo!) a dire le cose davvero per come sono, avrebbe avuto uno spazio mediatico non indifferente e che avrebbe trascinato dietro di se numerose polemiche (giuste!). Io credo che sarebbe auspicabile che lei si recasse in trasmissione per dire ciò che lei dice. E soprattutto per farlo sapere a chi non ha dimestichezza con internet o non è mai venuto a vederla in teatro. Ci ripensi. Rifiutare a priori secondo me è sbagliato

Michele Calasso 20.10.05 17:46| 
 |
Rispondi al commento

signoraggio... lo pubblichi?

tommaso Tropper 20.10.05 17:44| 
 |
Rispondi al commento

Signor Libertas!
Qualora anche a noi venissero problemi di stitichezza, saprebbe dirci dove trovare altre copie del libro del presidente "operaio", quello che lavora solo e non parla mai?
Grazie!

paolo moretti 20.10.05 17:44| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe,
ho visto il tuo dvd e devo dire che e' una bomba!!!
complimenti sei un mito!!!
in t.v. si sente la tua mancanza!!!
se vuoi vedere il mio blog ecco il link:

http://talottacomics.blog.tiscali.it

ciao e a ...presto!!!!

ROBERTO TALOTTA 20.10.05 17:44| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutto, ho trovato sulla rete, alcuni che criticano Beppe Grillo per non aver affrontato il discorso S I G N O R A G G I O.
Vogliamo discutere insieme del problema?.
Stando al sito dell'adusbef avremmo a pretendere da Bankitalia € 87,00 procapite, il modulo di richiesta lo trovate sul sito stesso.
Grazie.
P.S.: sarebbe gradito un intervento di Beppe Grillo al fine di un chiarimento in merito.

giovenale RIBERO 20.10.05 17:43| 
 |
Rispondi al commento

@ A. Pellegrini il 20.10.05 17:27

Verissimo quello che dici. Aggiungo però che questo ritardo di 10-15 anni è dovuto principalmente ai giochi politici che hanno portato al famoso ribaltone: non venne data l'opportunità alla popolo di giudicare l'operato di Berlusconi; a molti rimase il dubbio (ormai svanito!).
Però di quel periodo forse salverei una cosa: il governo tecnico. Io la vedo così: non nego la centralità della politica ma i ministri dovrebbero essere dei tecnici. Perchè devo dare retta a uno Storace di turno che prima parla dei problemi della regione LAzio e poi ci racconta come affrontare la pandemia? a che titolo? mah....

emilio zola 20.10.05 17:42| 
 |
Rispondi al commento

Lo so che non c'entra un c***o, ma secondo voi, adesso che il nostro amato premier a perso la causa intentata contro Lutazzi e dovrà pagare 100.000 euro di spese legali, questo farà una legge che fa pagare le suddette spese a chi vince un processo invece di farle pagare a chi lo perde?

Maurico Biggini 20.10.05 17:41| 
 |
Rispondi al commento

per marco franci

200 anni e basta???

facciamo un pochino di più... cmq che ci vuoi fare
bisognerebbe trovare un'altra idea migliore del denaro.. qualcosa di veramente rivoluzionario.. che possa cambiare l'economia di tutti...

Luca Tani 20.10.05 17:40| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: ROBERTO CUCCI il 20.10.05 17:35


Ti faccio una sola domanda Roberto,

se quella legge fosse stata promulgata 5 anni fa, sarebbe oggi ancora in vigore, secondo Te ?

Corrado Fertonani 20.10.05 17:40| 
 |
Rispondi al commento

ragazzi è fatta!!!
stasera dopo 6 mesi di astinenza (da TV), riaccenderò la TV!

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2005/10_Ottobre/19/santoro.shtml

davide patti 20.10.05 17:40| 
 |
Rispondi al commento

********************************************************************
----- MANCANO 170 GIORNI ALLE ELEZIONI POLITICHE DEL 9 APRILE 2006 ------
********************************************************************

Libertà & Giustizia 20.10.05 17:39| 
 |
Rispondi al commento

Sentenza nei confronti di « Romano Prodi nato a Scandiano il 9.8.1939 » e altri, in cui si dichiara il « non luogo a procedere » perché « il fatto non sussiste »
Tribunale di Roma
Ufficio del Giudice per le Indagini Preliminari
Roma, 22.12.1997
QUESTO E' IL FINALE DEL POST DI GG A PROPOSITO DELLA FISVI E PRODI. CERTO CHE SIETE PATETICI, ATTACCARE PRODI SUL PIANO GIUDIZIARIO PER DIFENDERE IL CAMPIONE ITALIANO E MONDIALE DI CRIMINALITA'.

francesco pace 20.10.05 17:37| 
 |
Rispondi al commento

Pietà...
Chiedo solo pietà per quanti bagarrano in questo blog, ancora una volta non proponendo qualcosa di fattivo mentre "loro" (intendendo la classe politica) va avanti.

Ho letto ora solo alcuni dei punti della devolution, della riforma del parlamento e del "premierato". Se credevate che la riforma elettorale fosse agghiacciante, questo è MOLTO peggio.

Non parlo per questioni di colore politico, ma per questioni pratiche di gestibilità della legge. IMPRATICABILE. Vi immaginate le regioni che dovranno deliberare su istruzione, sanità, polizia... Fatemi capire, i padani potranno togliere il regno delle due sicilie dai libri di testo?
Sono un po' troppi temi su cui un semplice consiglio regionale non ha mezzi, competenze e tempi per poter deliberare.

O sbaglio? (Fatevi un esame di coscienza sullo stato della vostra regione prima di rispondere)

Continuando: Viene tolto "l'effetto navetta" Camera-Senato che di solito le leggi fanno. Qualora infatti Camera e Senato non approvino una legge nel medesimo testo, i presidenti dei due rami del Parlamento convocano una commissione composta da trenta deputati e trenta senatori, che dovrà elaborare un nuovo testo da sottoporre al voto finale delle due Assemblee.
(60 teste decideranno le nuove leggi. Che saranno o così o basta. Se non vi sembra grave vi dico che lo è. La spiegazione al prossimo post.)

Inoltre:
Il governo potrà intervenire sulle leggi di competenza del Senato, quando ritenga necessario proporre modifiche essenziali rispetto alla realizzazione del programma.In questo caso, su autorizzazione del presidente della Repubblica che verifica l'esistenza dei presupposti costituzionali, illustrerà le sue proposte all'Assemblea di palazzo Madama. Se non verranno accolte sarà la Camera a pronunciarsi definitivamente con la maggioranza assoluta dei componenti.
Traduco: Il Governo può fare e disfare il Senato.

La fonte è: http://www.adnkronos.com/3Level.php?cat=Politica&loid=1.0.182784188

Elio.

Elio Giannatempo 20.10.05 17:36| 
 |
Rispondi al commento

per marco...belli...
mi dispiace leggere ancora di persone che credono nei rappresentanti politici italiani, europei e mondiali.
chi comanda è il dio danaro, e quindi il capitalismo e l'economia di mercato.
se non l'avete ancora capito vi siete persi 200 anni di storia....ciao e studiate.

marco franci 20.10.05 17:32| 
 |
Rispondi al commento

HO RICEVUTO E TRASMETTO

DOPO-PRIMARIE 2005


"Signor parroco, mi vorrei confessare".
"Certo figliolo, qual è il tuo nome?"
"Romano Prodi, padre"
"Ah! Ex Presidente del Consiglio.
Ascolta figliolo, mi pare proprio che il tuo caso richieda una
competenza
superiore, credo sia meglio che tu ti rechi dal Vescovo".

Così Prodi si presenta dal Vescovo chiedendogli se lo poteva
confessare.
"Certo figliolo, come ti chiami?" "Romano Prodi" "EX Presidente
del
Consiglio? No caro mio, non ti posso confessare perché il tuo è
un caso
difficile, è meglio che tu vada in Vaticano".

Prodi va dal Papa
"Sua Santità, voglio confessarmi"
"Caro figlio mio, come ti chiami?""Romano Prodi".
"ahi, ahi, ahi, figliolo, il tuo caso è molto difficile anche
per me.
Guarda, qui, sul lato del Vaticano, c'è una piccola cappella. Al
suo interno
troverai una croce, il Signore ti potrà ascoltare".

Prodi, giunto nella cappella, si rivolge alla croce: "Signore,
voglio
confessarmi"
"Certo figlio mio, come ti chiami?" "Romano Prodi"
"Ma chi?
Ex Presidente del Consiglio?
Ex Presidente del IRI?
Ex Presidente della Comunità Europea?
l'amico dei comunisti ?
Quello che ha creato la tassa una Tantum sui conti correnti di
tutti ricchi
e poveri(8x1000), quello che ha creato la tassa di lusso una
tantum sulle
moto dei poveri e dei ricchi(700.000 lire), quello che ci
spremuti per
entrare nell'EURuro (da 60.000 lire a testa), quello che a fatto
una
voragine nei conti dell'IRI e che ovviamente ha insabbiato,
quello che ha
permesso alla Cina di invadere i mercati europei di materie
prime a basso
costo senza controllo....."Ehm... sono sempre io, Signore"
"Figlio mio, non
hai bisogno di confessare, tu devi solamente ringraziare!"
"Ringraziare? E
chi?" "I Romani, per avermi inchiodato qui, altrimenti scendevo
e ti facevo
un culo così"

Pietro Rossi 20.10.05 17:30| 
 |
Rispondi al commento

Allora diciamo tutti in coro....

Berlusconi si è sempre fatto i Craxxxi suoi con i soldi della ma...ma...ma....fi...a.....
Evviva .....

Davide Parisio 20.10.05 17:30| 
 |
Rispondi al commento

@ gianni cesari
hai visto l'idea per la maglietta??
http://beppegrillo.meetup.com/2/photos/

Mauro Sacco 20.10.05 17:30| 
 |
Rispondi al commento

... e mò la devolution ... la ex cirielli ... e poi ... mah! a quando il colpo di stato!!!!

sic(!) mala tempora currunt.

Khoran F 20.10.05 17:29| 
 |
Rispondi al commento

chiedo scusa per il secondo post consecutivo:
Una spilla col logo "Parlamento Pulito" copiato paro paro dal sito del nostro Ospite?

gianni cesari 20.10.05 17:28| 
 |
Rispondi al commento

@emilio zola il 20.10.05 17:14

Sa qual'è uno dei tanti effetti collaterali
del Berlusconismo? E' che ci fa perdere tempo!
Invece di essere lì a fare le pulci ad un governo
decente perchè diventi migliore tocca star qui
a guardare impotenti un governo para-mafioso che fa cose vergognose con la speranza di averne presto uno decente!
Al prossimo giro vincerà (spero) Prodi e saremo
arrivati alla decenza stretta (non mi illudo...).
A quel punto comincerà (spero) l'opera di pressione sul nuovo governo per impedirgli di fare caxxate o per fargli fare quello che un buon governo dovrebbe fare.
Ma tutto questo avremmo potuto cominciarlo 5 o 10 anni fa. E invece...
Comunque meglio tardi che mai...

A. Pellegrini 20.10.05 17:27| 
 |
Rispondi al commento

X Tutti quelli che "Santoro spieghi il suo gesto"

Guardate, noi a sinistra abbiamo parecchio senso autocritico, non abbiamo miti "ad vitam" e se qualcuno fa cazzate viene aspramente criticato.
Ho criticato D'alema per il suo "blairismo", Fassino per la sua troppa moderazione, Prodi e' un ripiego che mette d'accordo pareri distanti.
Personalmente a Santoro va la mia disapprovazione per quello che ha fatto (non ho inoltre votato per lui... eh, fino a poco fa era possibile scegliere i candidati).
Santoro, in ogni caso, ha aperto il fianco a critiche come quelle che stiamo leggendo in questo blog.
Spero che riuscira' a dare ai suoi 500.000 elettori una spiegazione logica per questa sua decisione, ma sara' cosa difficile, almeno a mio parere.
Non cambio idea invece sul Pregiudicato del Consiglio che ha epurato le TV di stato da presenze che gli erano scomode e. Se Santoro inoltre dovesse tornate in RAI, ne avrebbe pieno diritto, visto che un tribunale ha cosi' sentenziato.
Il resto sono chiacchiere.

enzo valvola 20.10.05 17:27| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori