Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Polli all'arsenico


polli.jpg

Lo so, non devo guardare la televisione, ma domenica ero in casa, era accesa ed ho ascoltato.
C’era Paolo Brosio a “Linea Verde” in visita ad un allevamento di polli.
Il suo obiettivo era di tranquillizzarci sulla carne di pollo.
Non c’è riuscito.

I controlli riportati erano solo quelli del produttore, siamo arrivati all’autocertificazione del pollo.
Lo spazio in cui questi poveri animali si muovevano erano quasi inesistenti, mentre la legge fissa il limite di tre esemplari per metro quadrato.
E cosa mangiavano i polli? La risposta data è stata per l’80% di granaglie.
E il rimanente 20%? Contiene forse arsenico, antibiotici, pesce, farine animali?

Il virus dell’influenza aviaria, l’H5N1 siamo noi, lo abbiamo creato noi, con l’industria della carne, con la parificazione della vita animale a merce, con miliardi di polli stipati e destinati a vivere per soli tre mesi, ingurgitando antibiotici per non ammalarsi, con il becco tagliato per non beccare gli altri polli. Animali impazziti.

Mangiamo arsenico e antibiotici e produciamo malattie.
Tiziano Terzani in una delle sue ultime interviste ha detto che stiamo divorando il mondo, che non abbiamo più rispetto per la vita.

Nel film “La guerra dei mondi” gli alieni vogliono distruggere la Terra e i suoi abitanti, ma sono uccisi da un virus.
Forse gli alieni siamo noi e il virus è camuffato da Brosio che fa contro informazione per la Rai.

27 Ott 2005, 17:12 | Scrivi | Commenti (1111) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

caro beppe
sicuramente ieri avrai sentito la notzia del tg 5, che il simpatico ministro della salute ha proposto di depenalizzare l'adulterazione e la vendita dei cibi andati a male. chi vende cibarie andate a male non riscia più il carcere !!!!! questo perchè siamo sempre in contro tendenza
w l'italia e i m****hioni che ci vivono
compreso me

salvo mex 17.07.07 09:15| 
 |
Rispondi al commento

Del arsenico nel cibo dei polli ha parlato già nel 1939 un prete e"naturopata" ceco di nome F.Ferda.Sconsigliava di mangiare polli di allevamento.L'arsenico aggiunto aiuta a digerire e quindi i polli crescono più in fretta.Arsenico si deposita anche nelle loro ossa che diventano più fragili e hanno colore marrone.Così non solo noi anche i cani hanno da fare con arsenico.

Jitka Stankova in Ruscelli 08.02.07 10:58| 
 |
Rispondi al commento

meditate gente meditate : """Tom Jefferson del Cochrane Vaccines Field, esperto di vaccini, è molto scettico sull’allarme-aviaria: “Ci sono già state epidemie di influenza aviaria in passato”, spiega, “e sono state contenute dai veterinari. Questo gran baccano mi lascia molto perplesso, e puzza di montatura. Nel campo dell’epidemiologia influenzale certezze ce ne sono molto poche”, spiega Jefferson. “Uno stridente contrasto con le certezze propinate ogni giorno da cattivi maestri che sostengono di sapere a che ora e persino a che binario arriverà l’epidemia di influenza aviaria, che creano psicosi di massa: già si verificano i primi casi di anziani che hanno paura di mangiare pollo. Nessuno può affermare di sapere se ci sarà una pandemia. Perché nessuno lo sa. E di prevedere il quando non se ne parla proprio. Del resto l’assoluta impossibilità di prevedere eventi del genere è stata dimostrata dalla vicenda-SARS: chi avrebbe detto che sarebbe scoppiata un’epidemia di coronavirus? Tra parentesi anche in questo caso i cattivi maestri sono in azione, e i mass-media sono loro complici: far passare una patologia da coronavirus come un’influenza è una vera e propria opera di disinformazione”. “Dimenticando ogni prudenza scientifica e la normale procedura di chi si occupa di Sanità pubblica”, afferma F. William Engdahl, politologo di fama internazionale e autore di numerosi saggi, “la popolazione mondiale è stata scaraventata in uno stato di panico da dichiarazioni irresponsabili da parte di persone con cariche pubbliche o esponenti dell’OMS. Tutti ad agitare lo spettro di un letale ceppo virale che da uccelli infetti presenti in Asia sarebbe sul punto di contagiare l’intera razza umana, causando una pandemia di proporzioni apocalittiche. Per rafforzare il concetto, si è citata sempre l’epidemia di influenza spagnola del 1918, che causò decine di milioni di vittime, a mo' di esempio e minaccia”.

alberto lorenzi 15.02.06 17:08| 
 |
Rispondi al commento

meditate gente meditate : """Tom Jefferson del Cochrane Vaccines Field, esperto di vaccini, è molto scettico sull’allarme-aviaria: “Ci sono già state epidemie di influenza aviaria in passato”, spiega, “e sono state contenute dai veterinari. Questo gran baccano mi lascia molto perplesso, e puzza di montatura. Nel campo dell’epidemiologia influenzale certezze ce ne sono molto poche”, spiega Jefferson. “Uno stridente contrasto con le certezze propinate ogni giorno da cattivi maestri che sostengono di sapere a che ora e persino a che binario arriverà l’epidemia di influenza aviaria, che creano psicosi di massa: già si verificano i primi casi di anziani che hanno paura di mangiare pollo. Nessuno può affermare di sapere se ci sarà una pandemia. Perché nessuno lo sa. E di prevedere il quando non se ne parla proprio. Del resto l’assoluta impossibilità di prevedere eventi del genere è stata dimostrata dalla vicenda-SARS: chi avrebbe detto che sarebbe scoppiata un’epidemia di coronavirus? Tra parentesi anche in questo caso i cattivi maestri sono in azione, e i mass-media sono loro complici: far passare una patologia da coronavirus come un’influenza è una vera e propria opera di disinformazione”. “Dimenticando ogni prudenza scientifica e la normale procedura di chi si occupa di Sanità pubblica”, afferma F. William Engdahl, politologo di fama internazionale e autore di numerosi saggi, “la popolazione mondiale è stata scaraventata in uno stato di panico da dichiarazioni irresponsabili da parte di persone con cariche pubbliche o esponenti dell’OMS. Tutti ad agitare lo spettro di un letale ceppo virale che da uccelli infetti presenti in Asia sarebbe sul punto di contagiare l’intera razza umana, causando una pandemia di proporzioni apocalittiche. Per rafforzare il concetto, si è citata sempre l’epidemia di influenza spagnola del 1918, che causò decine di milioni di vittime, a mo' di esempio e minaccia”.

alberto lorenzi 15.02.06 17:07| 
 |
Rispondi al commento

@Alessandra Esposito

anzi alessandra... grazie. mi è venuto un forte dubbio... vi ricordate quel post in cui una dottoressa che seguiva gli studi sull'aviaria diceva che è molto simile all'hiv? lo so sono troppo sospettosa... ma che ci volete fare? dal punto di una cavia umana come me... tutto mi sembra possibile, anche che sia una reale giacenza di magazzino....

hiv positva 17.01.06 03:08| 
 |
Rispondi al commento

@Alessandra Esposito
alessandra la tua domanda della quale conosci la risposta senz'altro ma che non mi sogno di definire retorica perchè sacrosanta... mi fa sorridere perchè mi verrebbe da dire: per la stessa ragione per cui non producono vaccini per malattie già esistenti. è un trucco. se c'è la malattia non c'è il vaccino ma tanti farmaci... se non c'è la malattia creano psicosi... così rifilano un vaccino inutilizzato, un esperimento infruttuoso... rimanenza di magazzino... capisci ammè.... :)

hiv positva 17.01.06 03:03| 
 |
Rispondi al commento

La cosa più triste di tutte queste Kermesse, sulle "pandemie", (l'anno scorso la SARS, quest'anno l'influenza aviaria, che cosa l'anno prossimo?) è il disorientamento che provoca nelle persone, la sfiducia verso coloro che dovrebbero fornire informazione seria e comprovata. Ricordo la favola di "al lupo!...al lupo!". E quando il lupo arriverà sul serio? Di chi ci si potrà fidare?

Stefano Pavan 29.12.05 23:12| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,è da ritenere fondata la notizia secondo la quale almeno due famose industrie farmaceutiche avrebbero corrotto i media per divulgare notizie false sull'influenza aviaria allo scopo di produrre ed immettere sul mercato i vaccini contro il virus?

a presto
piero

Pierluigi Gargiulo 29.12.05 22:46| 
 |
Rispondi al commento

la lav sul sito www.lav.it propone una petizione contro l'allevamento intensivo di pollame e la regolarizzazione del settore

annalisa bragazzi 27.12.05 14:22| 
 |
Rispondi al commento

Per me il problema e'molto meno grave di come vogliono farci vedere,anche se poi di danni noi umani ne stiamo facendo tanti sapete in asia quanti polli vengono mangiati ogni giorno?MILIONI praticamente mangiano solo quelli e riso se andate a fare la percentuale vedrete che il numero di vittime e' irrisorio io lavoro nel settore delle carni e sinceramente non ho mai visto polli senza becco.Il marcio e' da ricercare nelle lobby farmaceutiche che approfittando della nostra ignoranza unita al continuo bombardamento di tv e giornali ci inducono a comprare vaccini venduti a peso d'oro per la gioia dei governi compiacenti...informatevi quanto ha speso l'italia per i vaccini da usare in un ipotetica emergenza.PS BEPPE SEI GRANDE!!!!

fausto ciavatta 11.12.05 04:27| 
 |
Rispondi al commento

VOGLIO I NOMI DELLE AZIENDE CHE HANNO COMPRATO LE UOVA MARCE RICICLATE DA USARE PER IL CIBO CHE NOI COMPRIAMO!!!

Beppe forse puoi aiutarmi/ci

Luca M.

Luca Molinelli 06.12.05 20:14| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti!
Quando ho leto su pagine Web diversi materiali in qui si parla, appunto, di cosa dano da mangiare alle povere bestie in tutto il mondo,è stata l'ultima goccia nella convinzione di diventare vegetariana e non mi pento.Aparte i poli,i poveri bovini che vanno imbotiti di carcase di animali( e non solo )pescati in Asia,India etc.Insoma c'è da pensare prima di sacrificare una bistecca...

ludmila rotari Commentatore in marcia al V2day 05.12.05 10:26| 
 |
Rispondi al commento

scrivo per la 1.prima volta;mi sono "accorto" che mi fido solo di "grillo"(!!!); che bisogna fare con 'sto tetrapak. tutti mi tranquillizzano ma io ci credo poco.

ciao

pietro

pietro bagnoli 29.11.05 22:21| 
 |
Rispondi al commento

Donazioni Airc.
Beppe, ieri sera 27 novembre volevo effettuare una donazione all'Airc per la ricerca sul cancro. Mollemente adagito sul divano, non avendo a disposizione il cellulare ho chiamato il 1254 di Telecom Italia per effettuare la mia promessa di contributo immaginando che l'importo, che avevo deciso di versare, sarebbe poi stato trattenuto sulla bolletta telefonica. Immaginavo questo, mentro ho appreso a mie spese, circa 3 Euro, che il 1254 poteva solo ripetere le modalità attraverso le quali contribuire senza effettivamente ricevere nussun contributo. Anche il sito Airc riporta "Per tutta la giornata di domenica 27 novembre gli operatori del 12 54 riceveranno le promesse di donazione in occasione della staffetta di raccolta fonsi sulle tre reti RAI.". C'è qulache emerito professore di lingua italiana che mi spieghi cosa intendono?? Devo solo chiamare il 1254 per confidargli che avevo intenzione di contribuire?? Io l'ho trovato disgustoso e molto vicino al raggiro. Ma l'airc è a conoscenza di questo piccolo meccanismo? Se destinassare i proventi delle chiamate al 1254 a favore dell'airc accumulerebbero più delle donazioni....e pensare che c'è gente che chiama in buona fede.

Grazie

Massimo De Santis 28.11.05 14:35| 
 |
Rispondi al commento

Donazioni Airc.
Beppe, ieri sera 27 novembre volevo effettuare una donazione all'Airc per la ricerca sul cancro. Mollemente adagito sul divano, non avendo a disposizione il cellulare ho chiamato il 1254 di Telecom Italia per effettuare la mia promessa di contributo immaginando che l'importo, che avevo deciso di versare, sarebbe poi stato trattenuto sulla bolletta telefonica. Immaginavo questo, mentro ho appreso a mie spese, circa 3 Euro, che il 1254 poteva solo ripetere le modalità attraverso le quali contribuire senza effettivamente ricevere nussun contributo. Anche il sito Airc riporta "Per tutta la giornata di domenica 27 novembre gli operatori del 12 54 riceveranno le promesse di donazione in occasione della staffetta di raccolta fonsi sulle tre reti RAI.". C'è qulache emerito professore di lingua italiana che mi spieghi cosa intendono?? Devo solo chiamare il 1254 per confidargli che avevo intenzione di contribuire?? Io l'ho trovato disgustoso e molto vicino al raggiro. Ma l'airc è a conoscenza di questo piccolo meccanismo? Se destinassare i proventi delle chiamate al 1254 a favore dell'airc accumulerebbero più delle donazioni....e pensare che c'è gente che chiama in buona fede.

Grazie

Massimo De Santis 28.11.05 14:35| 
 |
Rispondi al commento

Donazioni Airc.
Beppe, ieri sera 27 novembre volevo effettuare una donazione all'Airc per la ricerca sul cancro. Mollemente adagito sul divano, non avendo a disposizione il cellulare ho chiamato il 1254 di Telecom Italia per effettuare la mia promessa di contributo immaginando che l'importo, che avevo deciso di versare, sarebbe poi stato trattenuto sulla bolletta telefonica. Immaginavo questo, mentro ho appreso a mie spese, circa 3 Euro, che il 1254 poteva solo ripetere le modalità attraverso le quali contribuire senza effettivamente ricevere nussun contributo. Anche il sito Airc riporta "Per tutta la giornata di domenica 27 novembre gli operatori del 12 54 riceveranno le promesse di donazione in occasione della staffetta di raccolta fonsi sulle tre reti RAI.". C'è qulache emerito professore di lingua italiana che mi spieghi cosa intendono?? Devo solo chiamare il 1254 per confidargli che avevo intenzione di contribuire?? Io l'ho trovato disgustoso e molto vicino al raggiro. Ma l'airc è a conoscenza di questo piccolo meccanismo? Se destinassare i proventi delle chiamate al 1254 a favore dell'airc accumulerebbero più delle donazioni....e pensare che c'è gente che chiama in buona fede.

Grazie

Massimo De Santis 28.11.05 14:33| 
 |
Rispondi al commento

Ho una bimba di 4 mesi e mezzo che sto cominciando a svezzare:sulla confezione della crema di Mais e Tapioca della Mellin sono riportati gli ingredienti e vi leggo, tra le altre cose, "aromi". Ma cosa si nasconde esattamente dietro quella parola? Anche le pappe di altre marche contengono questi fantomatici ma non meglio definiti "aromi". Non credo che i ns bambini ne abbiano bisogno: sono forse "conservanti"?? Un saluto da una neo-mamma che vorrebbe vederci chiaro.

Laura Altamura 27.11.05 18:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ischifu faidi custa gosa!
itta faeusu po' cambiai su mundu?

luca allegrini 26.11.05 17:56| 
 |
Rispondi al commento

ho trovato questo articolo sulla pillola RU486

http://www.avvenire.it/

"Silenzio sui casi di morte per la pillola Ru 486
Una notizia ci mette in crisi? Meglio non darla"

ecco uno strlacio

...I fatti in questione sono quelli pubblicati mercoledì dal New York Times, e cioè la morte da shock settico, in seguito all'assunzione della Ru 486, di ben quattro donne nel giro di due anni, nella sola California. Quello che colpisce nella notizia non è solo la connessione tra aborto chimico e infezione da Clostridium Sordellii, ma il fatto che la vera causa di queste morti sia emersa solo grazie alla battaglia legale intrapresa dai genitori di Holly Patterson, una diciottenne morta per lo stesso motivo nel 2003. Quante possono essere, nel mondo (e pensiamo in primo luogo a nazioni come India e Cina) le morti da pillola abortiva, se quelle avvenute in California, Stato che gode di strutture sanitarie d'avanguardia, sono venute alla luce solo in seguito a un'inchiesta? È un'interrogativo che chi è favorevole alla Ru 486 non può evitare di porsi, se ha a cuore la salute della donna; può invece cercare, e pubblicare, eventuali prove a discarico del mifepristone.
Il New York Times, che...

e chi lo sapeva?

chi ce lo aveva detto?


ciao
piernatonio

pierantonio rancati 26.11.05 11:28| 
 |
Rispondi al commento

Grande Beppe!
Io sono Vegan da anni (non mangio nulla di animale) e questi discorsi li sento purtroppo solo nel ristretto circolo dei vegetariani.
Sentirli fuori è uno shock, il segno che qualcosa sta cambiando ma anche il sintomo che il problema è talmente evidente che non può più non essere visto.

Francesco GUERINI 25.11.05 20:35| 
 |
Rispondi al commento

Io non ho un commento ma un quesito. Qualcuno mi può spiegare come fanno le industrie farmaceutiche a sapere quale tipo di influenza sta per arrivare e ad immettere il relativo vaccino sul mercato prima che arrivi?? Il processo per immettere un farmaco sul mercato credo sia molto lungo, forse richiede diversi mesi, e allora come fanno a sapere con tutto questo anticipio di cosa ci ammaleremo?

Alessandra Esposito 25.11.05 16:18| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti.
Qualche giorno fa ho inviato un post (che non riesco più a trovare!) circa la MCS (Sensibilità Chimica Multipla) in quanto, non essendo ancora una malattia riconosciuta in Italia, è necessario che se ne parli e si sensibilizzi oltre che il nostro Governo anche l'opinione pubblica.
L'MCS è una sindrome immuno-tossica infiammatoria simile, per certi versi, all’allergia e molto spesso scambiata con essa, poiché i sintomi appaiono e scompaiono con l’allontanamento dalla causa scatenante, ma le sue dinamiche e il suo decorso sono completamente diversi, ovvero si perde per sempre la capacità di tollerare gli agenti chimici (questo dal I° stadio). E’ una sindrome multisistemica di intolleranza ambientale totale alle sostanze chimiche, che può colpire vari apparati ed organi del corpo umano: “Le sostanze chimiche danneggiano il fegato e il sistema immunitario sopprimendo la mediazione cellulare che controlla il modo in cui il corpo si protegge dagli agenti estranei; i sintomi si verificano in risposta all'esposizione a molti composti chimicamente indipendenti e presenti nell'ambiente in dosi anche di molto inferiori da quelle tollerate dalla popolazione in generale”.
Il corpo “cede” e non tollera più qualsiasi piccola traccia di sostanze di sintesi nell’ambiente, come insetticidi, pesticidi, disinfettanti, detersivi, profumi, deodoranti personali o per la casa, vernici, solventi, colle e prodotti catramosi, preservanti del legno (es.antitarlo), materiali dell’edilizia, carta stampata, inchiostri, scarichi delle auto, fumi di stufe, camini, barbecue, prodotti plastici, farmaci, anestetici, formaldeide nel mobilio, tessuti e stoffe soprattutto nuove, quindi tutto ciò che è di derivazione petrolchimica.
Per chi volesse approfondire segnalo qualche sito
http://www.disinformazione.it/mcs.htm
http://www.riconoscimentomcs.135.it/
http://www.infoamica.org/
"Dapprima ti ignorano, poi ti ridono dietro. Poi cominciano a combatterti. Poi tu vinci"Gandhi

Sabrina Bellucci 25.11.05 14:30| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti voi.
Vorrei porre l'attenzione, ma credo che non sia passato inosservato, su quel piccolissimo ed insignificante accadimento sul latte per i nostri piccoli bambini.
E' una vergogna. Bisognerebbe scendere in piazza e "chiedere la testa" degli infami che hanno taciuto, che hanno permesso una cosa del genere.
Va bene sulla presa in giro dei vaccini antiinfluenzali, va bene restare inermi davanti alle riforme assurde, antidemocratiche ed antisociali di questa maggioranza "pseudo dittatoriale"....ma c..o i bambini non si devono toccare!!!!
Il motto di "resistere,restitere,resistere" deve essere modificato in "agire,agire,agire".
Buonagiornata a tutti, e speriamo che questo latte non nuoccia gravemente alla salute...e poi dicono del fumo!

Emiliano Ferri 25.11.05 10:59| 
 |
Rispondi al commento

E così il ministro aennino della salute Storace altrimenti detto "...a famija prima de tutto..." a quanto pare s'era messo d' accordo- a quanto scrivono i giornali- con la Nestlè e la comunità europea per "smaltire" quei trenta o poco più milioni di litri di latte contaminato. Ma cosa saranno mai!! Se fate un rapido calcolo è poco meno di mezzo litro a testa per tutti gli italiani...ah un momento era latte per i neonati? Ma cosa cambia, vuol dire che che invece di mezzo litro saranno stati 50 o 100 litri a pupo...E poi avete sentito come l' Istituto Superiore della Sanità ha riempito tutti i TG di ieri-e suppongo anche di oggi- per dirci che " ANCHE SE ANCORA L'ITX NON E' STATO TESTATO POSSIAMO DIRVI CHE NON FA MALE"... vuoi vedere che tra poco lo prescriveranno per l'inappetenza dei neonati? Come sempre non c'è limite alla vergogna.

antonio rappa 25.11.05 08:13| 
 |
Rispondi al commento

La Nestlè ne ha combinata un'altra. Possibile che non sappiamo gli effetti dell'ITX?
Se ve ne sono 250 microgrammi per litro, in pochi giorni un neonato in un mese ne assume una quantità non indifferente che rapportata al peso di un adulto di 90 kg corrisponde a ca. 0,2 g, più o meno una pastiglia.
Se il prodotto è innocuo perchè non darne una pastiglietta al mese ai dirigenti Nestlé?
Perchè aspettare 5 mesi per dare una notizia così preoccupante? Perchè gli ospedali hanno continuato a consigliarlo? Perchè la Nestlè produce in Spagna una confezione così pesante?
Come è possibile che i costi di trasporto non incidano sulle decisioni delle multinazionali?

mauro cavazzoni 24.11.05 18:48| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti ragazzi, vedendo l'immagine dell'allevamento di "linea verde" mi son messo le mani nei capelli!...voglio dirvi cmq una cosa-I miei genitori hanno un'allevamento di polli(AMADORI)e voglio cercare di tranquillizzarvi:le strutture sono cambiate e il pollo viene allevato a terra e all'aperto,i mangimi sono italiani e sono seriamente controllati e in tal modo anche gli animali stessi,dalla ASL.ora gli allevamenti rimarrano chiusi per qualke mese(probabilmente un intero ciclo)!!!non so come mai un allevamento del genere possa essere ancora attivo e se non ci credete posso dimostrarvelo con delle foto delle nuove strutture di allevamento!!!secondo me ancora una volta c'è lo zampino della politica: vogliono vendere i vaccini!!con questo non voglio dire non devono fare più controlli, è giusto ke li facciano ma far chiudere delle attività non credo che lo sia!!!per non parlare dei giornalisti che la fanno sempre grossa...

Filiano Di Maria 24.11.05 16:35| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti ragazzi, vedendo l'immagine dell'allevamento di "linea verde" mi son messo le mani nei capelli!...voglio dirvi cmq una cosa-I miei genitori hanno un'allevamento di polli(AMADORI)e voglio cercare di tranquillizzarvi:le strutture sono cambiate e il pollo viene allevato a terra e all'aperto,i mangimi sono italiani e sono seriamente controllati e in tal modo anche gli animali stessi,dalla ASL.ora gli allevamenti rimarrano chiusi per qualke mese(probabilmente un intero ciclo)!!!non so come mai un allevamento del genere possa essere ancora attivo e se non ci credete posso dimostrarvelo con delle foto delle nuove strutture di allevamento!!!secondo me ancora una volta c'è lo zampino della politica: vogliono vendere i vaccini!!con questo non voglio dire non devono fare più controlli, è giusto ke li facciano ma far chiudere delle attività non credo che lo sia!!!per non parlare dei giornalisti che la fanno sempre grossa...

Filiano Di Maria 24.11.05 16:32| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Grande Beppe....
Potresti parlare un pochino anche dell'ascorbato di potassio?
Ciao e grazie.... davvero moltissime.
Gio.

Giovanni Bizzaro 24.11.05 04:22| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, lo rimando perchè ho utilizzato un carattere errato che mi ha troncato il testo(dovevo usare l'anteprima...)
===
A proposito di prese per il c..o e etica giornalistica. Ieri è venuta fuori la notizia del latte contaminato dal processo di stampa del contenitore... al TG1 delle 20 (non posso riportare il testo esatto del pezzo, ma l'ho ascoltato bene): "L'indagine è partita dal corpo forestale di Ascoli Piceno..." Dichiarazione del ministro Storace: "E' la dimostrazione che in Italia i controlli FUNZIONANO!". TG2 delle 20 e 30 udite udite: pare che l'indagine sia nata "casualmente" perchè un forestale, impegnato in una sua ricerca, si sia messo ad analizzare il latte che dava a suo figlio/a... M'è venuta la curiosità di leggere stamane su un giornale qualunque, se si faceva cenno a questo forestale e alla casualità della scoperta... nulla di nulla. La cosa meriterebbe un approfondimento che non ho i mezzi nè le capacità per fare. Interessante però nevvero?
Un saluto a tutti i frequentatori di questo autentico pubblico servizio.

Massimo Nicosia 23.11.05 11:06| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di prese per il c..o e etica giornalistica. Ieri è venuta fuori la notizia del latte contaminato dal processo di stampa del contenitore... al TG1 delle 20 (non posso riportare il testo esatto del pezzo, ma l'ho ascoltato bene):
>. Dichiarazione del ministro Storace: >. TG2 delle 20 e 30 udite udite pare che l'indagine sia nata "casualmente" perchè un forestale, impegnato in una sua ricerca, si sia messo ad analizzare il latte che dava a suo figlio/a... M'è venuta la curiosità di leggere stamane su un giornale qualunque, se si faceva cenno a questo forestale e alla casualità della scoperta... nulla di nulla. La cosa meriterebbe un approfondimento che non ho i mezzi nè le capacità per fare. Interessante però nevvero?
Un saluto a tutti i frequentatori di questo autentico pubblico servizio.

Massimo Nicosia 23.11.05 10:55| 
 |
Rispondi al commento

Forestale sequestra 30 milioni di latte bimbi Nestlé alterato

Volete saperne ancora di più?

"Come misura precauzionale, a massima garanzia dei propri consumatori, l'Azienda ha inoltre deciso di procedere alla sostituzione totale dei propri latti liquidi per l'infanzia in confezioni Tetrapak a stampa off-set ancora presenti nel mercato, con confezioni realizzate con un diverso sistema di stampa".

e non solo

Secondo la Nestlé la sostanza che ha alterato il latte non è tossica: "In base alle stesse dichiarazioni del fornitore delle confezioni e ad un'analisi rigorosa effettuata sui dati disponibili, ottenuti anche da enti indipendenti, non si ritiene che la presenza di ITX rilevata nei prodotti analizzati costituisca un rischio per la salute", dice il comunicato di ieri.

Adesso riformuliano:

STAMPA OFFSET

2.3
La stampa offset oggi

Oggi, al posto delle originali superfici stampanti su lastra di calcare si usano perlopiù sottili lastre di alluminio, o di altri materiali come la plastica e l'acciaio, che vengono avvolte intorno al cilindro stampante. Per essere impressionate, le lastre vengono dapprima ricoperte da un sottile strato di materiale fotosensibile, ad esempio un fotopolimero, che subisce una variazione di solubilità quando è esposto a un'intensa sorgente di luce blu e ultravioletta. Le immagini vengono impresse sulla lastra esponendo quest'ultima alla luce, che viene fatta passare attraverso un positivo o un negativo di pellicola.

perchè IL FORNITORE (???!!!!!) NON HA UN NOME E UN COGNOME.

Inoltre

perchè SE E' SUCCESSO COL LATTE DEI NEONATI E DELLA NESTLE' (30 Milioni di litri = 30 Milioni di confezioni) le altre ditte CHE CONFEZIONANO IL LATTE CON IL TETRAPACK GARANTISCONO CHE IL LORO LATTE E' PRIVO DI IsopropilThioXantone (ITX).

Giovanni Bernardi 22.11.05 20:22| 
 |
Rispondi al commento

Forestale sequestra 30 milioni di latte bimbi Nestlé alterato

Leggo....

La vicenda ha preso avvio nei giorni scorsi nelle Marche, dove erano state rinvenute alcune confezioni in TetraPak il cui contenuto era alterato dalla presenza di IsopropilThioXantone (ITX), una sostanza utilizzata "come fotoiniziatore di inchiostri nella fabbricazione di imballaggi", come si può leggere in un comunicato diffuso ieri dalla stessa Nestlé..

(Massimiliano di Giorgio Reuters)

STIAMO SCHERZANDO VERO?

DOVREMMO RINGRAZIARE LA NESTLE'.

Per un semplice motivo...leggete...

Contenuto di confezioni in TETRAPACK risulta ALTERATO da sostanze alterate nella stampa su TETRAPACK.

Vogliamo continuare nel sensazionalismo

I CONTENITORI IN TETRAPACK POSSONO ALTERARE IL LORO CONTENUTO PRIMA DELLA COMMERCIALIZZAZIONE

bello scoop eh?

Giovanni Bernardi

Giovanni Bernardi 22.11.05 20:11| 
 |
Rispondi al commento

moriremo tutti
per la fame di denaro e potere degli industriali
senza scrupoli,
che mettono in commercio merda
sotto forma di fiori
e noi disinformati dalla TV filo pubblicitaria
continueremo a consumare e a morire di mali sempre nuovi
..Nestle..Montana..
chissà quali e quante altre aziende
fanno cagate che non i vengono dette
farmaci ritirati dal mercato
i cui effetti collaterali sono peggiori del male che devono curare..
Beppe ho una bambina di 20 mesi
e non sò cosa potrò fare per lei..cosadarle da mangiare, da bere..
Tu come hai fatto a crescerne 5


GIANLUCA VENNERI 22.11.05 14:26| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, scusa se ti scrivo ma sto ancora pensando alla notizia che ho appena sentito al tg del latte Nestlè contaminato che stanno sequestrando in tutta Italia. Io sono mamma di due bellissimi bimbi, il più piccolo non ha ancora 3 mesi e nonostante non faccia uso del suddetto latte, mi sono venuti i brividi. Io allatto ma ho pensato a quelle mamme che, invece, per scelta o per sfortuna, non possono farlo e quindi si affidano al latte artificiale. I medici alle mamme fanno mille raccomandazioni sull'igene e la sterilizzazione di tutto quello che viene a contatto con il bimbo e poi il pericolo arriva dal latte, una cosa di cui non abbiamo nessun controllo ma solo "fiducia". Adesso è stato sequestrato, ok, ma dove andrà tutto questo latte? verrà riciclato tra un pò, quando le acque saranno più tranquille. Oppure sarà spedito in Africa ad avvelenare piccoli bimbi innocenti? o forse aspetteranno un alto Tsunami così da fare bella figura con gli "aiuti umanitari". Mi fa paura tutto questo, penso alla mucca pazza di qualche anno fa e ai polli adesso, dove va a finire tutta questa roba? tritata, macinata, polverizzata in qualche prodotto che mangiamo. Ormai sono diventata tremendamente sospettosa da non credere più che viene tutto bruciato. Una azienda, grande o piccola che sia, pensa prima ai soldi e quindi non butteranno mai via niente. "tanto la gente ha la memoria corta e tra un pò nessuno si chiederà dove è andata a finire la robaccia" e così avvelenano tutti. E poi ci chiediamo come mai ci sono in giro mucche pazze, influenze aviarie e Sars (a proposito, che fine a fatto? non se ne parla più!). Scusami ancora per questo sfogo!

Elisa Vellata 22.11.05 13:44| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti ho deciso d'iscrevermi al blog dopo aver visto lo spettacolo di grillo. ho pensato che l'ora del silenzio è finita perchè se tutti mettono a dispozione le informazioni di cui sono a conoscenza forse saremo più liberi. sono un veterinario e per il mio iter di studi ho frequentato allevamenti avicoli e mattatoi per gli stessi,non molto per mia fortuna, ma quanto basta per deicdere di non mangiare più carne di pollo tacchino e consimili da 15 anni. le motivazioni di questa scelta sono più di una la prima è che questi vengono allevati in condizioni da girone dantesco poi il fatto che in realtà noi non mangiamo polli ma pulcini giganti basta vedere l'età media della macellazione, come se non bastasse vengono trasportati al mattatoio in condizioni che neanche una fervida fantasia riesce ad immaginare alla fine la visita ispettiva viene fatta a campione con garanzie mooolto elevate. non funziona cosi solo per gli avicoli ma anche per altre specie animali vedi gli ovini o i suini in cui la visita post mortemviene effettuata a velocità supersoniche. tutto ciò in nome della produttività e dell'abbattimento dei costi. buon natale

angelo dattolo 22.11.05 13:44| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, scusa se ti scrivo ma sto ancora pensando alla notizia che ho appena sentito al tg del latte Nestlè contaminato che stanno sequestrando in tutta Italia. Io sono mamma di due bellissimi bimbi, il più piccolo non ha ancora 3 mesi e nonostante non faccia uso del suddetto latte, mi sono venuti i brividi. Io allatto ma ho pensato a quelle mamme che, invece, per scelta o per sfortuna, non possono farlo e quindi si affidano al latte artificiale. I medici alle mamme fanno mille raccomandazioni sull'igene e la sterilizzazione di tutto quello che viene a contatto con il bimbo e poi il pericolo arriva dal latte, una cosa di cui non abbiamo nessun controllo ma solo "fiducia". Adesso è stato sequestrato, ok, ma dove andrà tutto questo latte? verrà riciclato tra un pò, quando le acque saranno più tranquille. Oppure sarà spedito in Africa ad avvelenare piccoli bimbi innocenti? o forse aspetteranno un alto Tsunami così da fare bella figura con gli "aiuti umanitari". Mi fa paura tutto questo, penso alla mucca pazza di qualche anno fa e ai polli adesso, dove va a finire tutta questa roba? tritata, macinata, polverizzata in qualche prodotto che mangiamo. Ormai sono diventata tremendamente sospettosa da non credere più che viene tutto bruciato. Una azienda, grande o piccola che sia, pensa prima ai soldi e quindi non butteranno mai via niente. "tanto la gente ha la memoria corta e tra un pò nessuno si chiederà dove è andata a finire la robaccia" e così avvelenano tutti. E poi ci chiediamo come mai ci sono in giro mucche pazze, influenze aviarie e Sars (a proposito, che fine a fatto? non se ne parla più!. Scusami ancora per questo sfogo!

Elisa Vellata 22.11.05 13:43| 
 |
Rispondi al commento

Ho scritto un post qualche giorno fa in cui chiedevo, a chi lo sapesse, il perchè di questo continuo bombardamento mediatico sull'influenza aviaria. Nessuno fino ad ora mi ha risposto. Allora sono andato a cercare un po', ma neanche tanto, e ho trovato un'interessantissimo articolo che forse qualche risposta la può dare. Visitate http://www.communicationagents.com/rinaldo_lampis/2005/11/05/chi_ne_profittera_di_piu_della_bufala_dellinfluenza_aviaria_ma_rumsfeld_lattuale_segretario_della_difesa_americano.htm
Mi raccomando fatelo, così capiamo cosa ci dobbiamo aspettare da chi ci dovrebbe tutelare. Beppe ti chiedo, per favore, scrivi qualcosa anche te su questa storia.

michele pisaneschi 21.11.05 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Oriana-l'odiata fallace-fallaci
è stata insignita dell'ambrogino d'oro, la massima onoreficenza milanese.
.
Sospinta dalla Lega che ha fatto di questa occasione,
non più una celebrazione bipartisan,
ma un vero e proprio atto di forza della maggioranza
per premiare una "scrittrice" di libri al vomito
dai quali ne estrapolano il manifesto ideale gli exnofobi-semianalfabeti padani.

Forza italia
ha spinto e ottenuto invece l'assegnazione del premio a Magdi Allam,
altro bel personaggino che da anni
si lotta
affinche l'integrazione fra le diverse culture
NON possa avvenire.

Poco importa che dietro a questi mostri
ci siano anche personaggi milanesi di spicco ( a proposito, la fallaci è toscana, e magari gli fa schifo pure il risotto alla milanèss e il panetùn, abituata com'è al fast food american, come direbbe di pietro, ma allora che c'azzecca?)
come Clementina Cantoni.
Guerrilla radio consiglia viviamente ai vincitori passati e futuri dell'Ambròs
di liberarsene subito,
meglio dieci tapiri d'oro di sberleffi televisivi
che ritrovarsi accomunati a questa gentaglia indecente.

guerrilla radio
.
ps. guerrilla radio scommette che alla fine oriana non si scomoderà neanche ad andare a ritirare il regalo di natale
di bossi.
---> http://guerrillaradio.iobloggo.com/

vittorio arrigoni 21.11.05 00:38| 
 |
Rispondi al commento

Tre domande:
1 A chi e a cosa serve che le pastiglie medicinali siano TUTTE colorate con ossido ferrico (colore rosso) e biossido di titanio (sbiancante ottico).
2 Perchè tutte le pubblicità di farmaci hanno l'obbligo di comunicare ai teleschiavi le avvertenze sull'uso e tuttavia non hanno l'obbligo di farlo in modo comprensibile? (avvrtnzènfrmcusrconctlaincsdmrteavvsrilmdco)
3 Da un po di tempo si pubblicizza in TV un antiacido (il nome comincia per maal..) da prendere per il mal di stomaco. E'in libera vendita senza ricetta? Io lo usavo molti anni fa per la gastrite ma gli operai della Montedison mi avvisarono che il contenuto di idrossido di alluminio è tossico. Ho letto su Farmacognosia dei minerali questo passo:"A seguito delle considerazioni sulla tossicità dell'alluminio nella patogenesi della demenza uremica, oggi tale uso è abbandonato....", "nei soggetti con insufficenza renale esiste il rischio di accumulo nel cervello e nell'osso di cloruro di alluminio specie se associato a citrato e acido ascorbico." Un farmaco, un nome, un programma.
Salute a tutti. L.Verardo

luigi verardo 19.11.05 22:16| 
 |
Rispondi al commento

CO.R.VE.L.VA. COORDINAMENTO REGIONALE VENETO PER LA LIBERTA SULLE VACCINAZIONI.
ORGANIZZA A PADOVA : VACCINI: QUALI I RISCHI E QUALI I BENEFICI.
PARTECIPANO FLAVIO TOSI ASSESSORE REGIONALE SANITA' VENETO .
APPUNTAMENTO: VENERDI' 25 NOVEMBRE ORE 20.30 PRESSO LA SALA VALERI IN VIA DIEGO VALERI 17/19.
Email: corvelva@libero.it
www.corvelva.org

Mattia Barbirato 19.11.05 11:41| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, Come accade ogni giorno, faccio colazione con il televisore acceso. Credo che accade almeno alla metà degli italiani. Su RaiUNO una ex valetta (Ti giuro che nn ricordo il nome)intervistava una signora, ben preparata, che poteva avere più o meno 50anni. In sovraimpressione passava continuamente una scritta: “vivere con un male invisibile che non si riesce a vincere”. Ho pensato che fosse una cosa seria, ho pensato al tumore. Invece, si parlava della “Stanchezza cronica”, la signora spiegava, e la valletta inquadrata annuiva sempre, mentre passava la scritta, di sentirsi sempre spossata, stanca, di non riuscire a concentrarsi. Una volta, ha detto la signora, ho portato la macchina dal meccanico credendo che era guasta, ma lui mi ha detto che non aveva alcun problema”. Poi la signora ha detto di essersi rivolta ad un centro oncologico e di aver risolto il problema. Sulla questione, la valletta ha intervistato, l'esperto di turno, cioè l' oncologo dello stesso centro. Questi sorridente, ha detto che la signora era affetta da stanchezza cronica, che è una vera e propria malattia che ha la sintomatologia descritta dalla signora. La malattia si manifesta quando non ci sono altre malattie più gravi e può colpire soprattutto i giovani e gli adulti, raramente i bambini e mai gli anziani. Come si guarisce?Ha chiesto la valletta. Non c'è una guarigione, ma si può curare con farmaci Corto steroidei - ha risposto il medico. Poi il lieto fine: La valletta ha chiesto alla signora, Lei adesso come sta? E la signora sorridente: adesso sto bene. Capito? Se non hai una malattia, una te la trovano loro. E se sei giovane è meglio. Venderanno più farmaci. Quanti genitori ci cascheranno? Quanti giovani crederanno di avere la stanchezza cronica? E' una vergogna.
magari questa malattia esiste anche, ma credo che se continuano a bombardare così, si ammaleranno molte più persone che in realtà, non sono malate, ma gli girano solo le ....
Giuseppe CAputo, Cardito

giuseppe caputo 19.11.05 10:32| 
 |
Rispondi al commento

Se ho capito bene, sul giornale di ieri c'è scritto che, con la nuova finanziaria, si anticipa la devoluzione: ogni regione, cioè, dal 2006, deve curarsi i propri cittadini residenti;chi vuole "espatriare" per farsi curare, deve pagarsi per intero le spese. E'senza dubbio una bella conquista...Antonio Vasone

antonio vasone 19.11.05 09:13| 
 |
Rispondi al commento

FARMACI CHE AMMALANO
un libro da leggere di RAY MOYNIHAN, ALAN CASSELS


Farmaci che ammalano è un’analisi provocatoria, sconcertante e approfondita di come le multinazionali farmaceutiche creano e poi sfruttano, per lucro, le malattie.
Tre decenni fa Henry Gadsen, direttore generale di una delle principali case farmaceutiche al mondo – la Merck – rilasciò una sconcertante dichiarazione alla rivista Fortune: il suo sogno era creare farmaci per le persone sane, così da poter vendere proprio a tutti.
Questo sogno è ora il motore trainante di una delle industrie più redditizie del mondo.

Strumentalizzando la propria influenza sulla scienza medica nel suo complesso, i grandi gruppi farmaceutici stanno vendendo il terrore e stanno promuovendo la ridefinizione delle malattie umane per poter espandere il proprio mercato. I fattori di rischio per la salute e i parametri per valutarli vengono scientemente modificati per far rientrare sempre più individui tra i malati bisognosi di farmaci.

La depressione e l’osteoporosi, la menopausa e la pressione alta, i disturbi legati al ciclo e le disfunzioni sessuali – e tanti altri malesseri così diffusi nel nostro tempo – sono stati oggetto a questo proposito di una vera e propria riclassificazione.

Il risultato è un'enorme e incontrollata espansione del mercato dei medicinali che, oltre a generare miliardi di nuovi profitti, sta creando migliaia di nuovi pazienti.

Nicole Adami 18.11.05 18:10| 
 |
Rispondi al commento

Sentite qua.. Ciao Beppe


Ho ricevuto e con molto piacere pubblico in questo BLOG una mail dell'Onorevole CARLO GIOVANARDI sulla trasmissione REPORT di domenica scorsa
- Con qualche eccezione e mi scuso con queste eccezioni, rispondo con una circolare a tutti coloro che hanno sottoscritto prestampati più o meno tutti rielaborati con identico contenuto, stesse frasi, stessi insulti ecc. –

Non ho mai amato i linciaggi e ancor meno quelli che battono le mani e si esaltano quando qualcuno viene linciato.

Il servizio di Report che ha affastellato vicende ed episodi i più disparati con il filo della malizia e dell’insinuazione, ha rappresentato Luigi Cremonini come una specie di bandito e le sue aziende come una sorta di associazione a delinquere.

Addirittura si è riesumata la vicenda della mucca pazza, cercando di far credere che con la complicità del dr. Mirabella capo dei servizi veterinari per il Ministero della Salute sia stato messo in atto un doloso tentativo di ammazzare gli italiani.

Liberi voi di bere tutto quello che vi viene versato, libero io di pensare che trasmissioni così confezionate non ripongono certamente l’obiettivo di tutelare la salute dei cittadini.

L’unica cosa sicura è che in Italia e all’estero, magari in Paesi in cui non c’è nessuna tutela della salute del consumatore, ci sono molti pronti ad approfittare della situazione nel caso che andasse a buon fine il tentativo di screditare l’azienda italiana leader nel settore.


Cordiali saluti


Carlo Giovanardi

ALLEGO LA MIA RISPOSTA

ho capito, l'unico modo che ha per essere rieletto e che tutti noi guardiamo l'isola dei famosi..

non ho nessuna antipatia o simpatia per lei o per il suo partito ma è opportuno che invece di preoccuparsi di per questo tipo di giornalismo, cosa che facciamo noi con il telecomando, si preoccupi del suo partito in sicilia, che è una vergogna
max

Postato da: massimo savini il 18.11.05 17:55

massimo savini 18.11.05 17:59| 
 |
Rispondi al commento

Ma guarda un pò...da qualche settimana i media non fanno altro che invogliare la gente a "vaccinarsi"!Si,è vero, ogni anno in autunno ci propinano tali riti onde evitare il temibile virus dell' influenza ( ma terribile per chi?!Anziani?Ah,già...dimenticavo che l' Italia è una nazione con il più alto tasso d'anzianità). Ottima mossa la loro!Solo una mente avida poteva partorire tutto ciò: rendere un'UNICO fatto "vaccinazione" e "informazione sull'influenza aviaria"...Mi sorge un dubbio ( anche più di uno): ma non è che spaccino,pur di venderli,i vaccini in commercio come possibile antidoto per l' H5N1???No,no...lo sanno tutti che il virus dell' influenza umana muta di anno in anno, e che quello aviario non ha nulla a che fare...Eppure i dubbi persistono...

Vanessa Curione 18.11.05 15:57| 
 |
Rispondi al commento

Ma guarda un pò...da qualche settimana i media non fanno altro che invogliare la gente a "vaccinarsi"!Si,è vero, ogni anno in autunno ci propinano tali riti onde evitare il temibile virus dell' influenza ( ma terribile per chi?!Anziani?Ah,già...dimenticavo che l' Italia è una nazione con il più alto tasso d'anzianità). Ottima mossa la loro!Solo una mente avida poteva partorire tutto ciò: rendere un'UNICO fatto "vaccinazione" e "informazione sull'influenza aviaria"...Mi sorge un dubbio ( anche più di uno): ma non è che spaccino,pur di venderli,i vaccini in commercio come possibile antidoto per l' H5N1???No,no...lo sanno tutti che il virus dell' influenza umana muta di anno in anno, e che quello aviario non ha nulla a che fare...Eppure i dubbi persistono...

Vanessa Curione 18.11.05 15:56| 
 |
Rispondi al commento

Ho vissuto questi giorni di allarmismo un po' come se mi trovassi in un mondo tutto ovattato, dove le persone parlano ma non si sentono. Siamo qui, parliamo e parliamo, ma poi alla fine è come se non avessimo detto niente. La storia la studiamo tutti a scuola, ma come se non l'avessimo mai fatto. Qualche giorno fa ho letto un brano, da un libro di letteratura latina, che trattava la situazione politica antecedente al colpo di Stato di Cesare: beh, sembrava un'ipotetica pagina di un ipotetico quotidiano (tutto molto ipotetico) di oggi. Si ripresentano le stesse situazioni a distanza di migliaia di anni, ma niente da fare dobbiamo andare avanti. Allora mi viene un dubbio, che ha la forza di una certezza, perchè ci stanno bombardando con tutte queste notizie di possibilità di contagio, aviaria, pandemia? Sto diventando come un tredicenne, che invece delle pippe ha in mente solo uccelli, che più o meno dovrebbe essere la stessa cosa! Ma continuiamo, andiamo avanti... Storace va in piazza e mangia il pollo e ci dice che lo possiamo mangiare il pollo. Allora che cazzo volete dire... come fa a scatenarsi una pandemia se si deve stare a contatto con volatili malati per tempo prolungato, e il 99% delle persone, nei paesi occidentali, non vede un pollo vivo in tutta la sua vita!?!?! Mi dite anche un'altra cosa, come fanno a parlare di vaccini contro l'aviaria se ancora non hanno registrato casi di trasmissibilità tra l'uomo? Non ci facciamo rincoglionire, usiamolo sto cavolo di cervello, tanto ormai che c'è! Voglio sapere, se qualcuno lo sa, se questo caso mediatico è stato montato a copertura di qualcosa oppure se ha una causa puramente commerciale, visto la forza delle case farmaceutiche. Per eventuali risposte mandate mail a michele_pisaneschi@virgilio.it Grazie

Michele Pisaneschi 17.11.05 23:00| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo. Ho sentito dire, ormai troppe volte, perche' rimangano solo voci, che il ministro/sosia del gerarca nazista Goebbels, Calderoli, il leghista sposato con rito druido, lo stesso che tiene in giardino tigri e lupi, questo personaggio insomma, pare sia inquisito per fatti di pedofilia. Ti risulta qualcosa in merito? Grazie e saluti carissimi. Francesco

Francesco Manfredi 17.11.05 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Da un pò di tempo ho riscontrato che il mio organismo diventa intollerante ad un numero sempre maggiore di alimenti. Quando mi siedo a tavola, mi sembra di guardare negli occhi il mio nemico. Prima che mi uccida psicologicamente, lo addento la mia preda per ferirla, la mastico per ucciderla, la ingoio per nascondere le prove.
Il peggio viene dopo, quando il nemico si ripropone, ha una seconda vita, ti sorprende in un momento di riflessione seria: il bagno!
Ma cosa ..zzo stò cac..do?!

Francesco Lemma 16.11.05 19:13| 
 |
Rispondi al commento

Bene, ci siamo, ho fatto l'esame del liquido seminale. In base al risultato dell'esame devo decidere se operarmi o no, per poter avere figli. Il risultato dice che ho una "discreta diminuizione della fertilità". Ma accanto appare una curiosa scritta che avverte "si segnala una notevole variabilità biologica intraindividuale". Ovvero: può anche darsi che i tuoi spermatozoi fossero un po' inibiti dal doversi buttare a vuoto in una provetta da ospedale, magari quando sei con la tua ragazza urlano geronimo e sono aggressivi come marines. Ma allora su che base il medico mi può dire "devi operarti, altrimenti non potrai avere figli"???

Fabrizio Busso 16.11.05 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, cari bloggers,
ieri sera per la prima volta l'influenza aviaria mi ha fatto paura... Nel fuori onda di Sposini-Mentana,trasmesso da Striscia, il primo paventava pericoli per il passaggio degli stormi di migratori... Ho capito che chi si mette davanti al video per terrorizzarci, dell'aviaria non sa nulla, non si è documentato, non conosce minimamente i termini della questione. Trovo deplorevole che personaggi simili siano latori di un potere esteso quale quello mediatico. Persone che ,con facce compunte, annunciano l'apocalisse senza saperne nulla, che mettono a rischio decine di migliaia di posti di lavoro senza prendersi la briga di documentarsi, senza avere alcuna responsabilità. E non dimentichiamoci che questi alfieri dell'informazione,alla fine, se la ridono. E' INDEGNO. Io lavoro nel settore avicolo e vi posso assicurare che la situazione è tragica, non c'è nulla per cui rallegrarsi. Le aziende medio-piccole che meditano la chiusura sono molte,i colossi pensano a massicci tagli del personale. Se un canarino indonesiano starnutisce in Italia si crea un tornado, la gente resta a casa in cassa integrazione oppure viene licenziata.E'difficile in questo scenario spiegare, rassicurare, tranquillizzare. Gli organi cui questi compiti sono demandati cercano la sensazione, non l'informazione e, scusate se mi ripeto, non si documentano minimamente!!!

Alberto Cosaro 16.11.05 08:32| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe ora che i giornali dimostrassero coscienza e serietà chiedendo scusa per la bufala da loro inventata sull'influenza aviaria. Il vero virus sono gli pseudo-giornalisti che ci ritroviamo in Italia. Ha ragione Beppe: in Italia la libertà di stampa esiste, sono i giornalisti che non esistono! Il povero H5N1 ha provocato in 4 anni la morte di 60 persone, tutti operai di aziende avicole e in un paese con i controlli sanitari come la Cina: roba che fa più danni un raffreddore. Eppure i giornali hanno sparso il terrore in una popolazione più sensibile alla forma che ai contenuti, riducendo in ginocchio gli allevatori. E' così, va a periodi. Tre anni fa c'é stata l'estate dei pitbull: questi mostri orrendi mangia-bambini. E adesso? I pitbull si sono estinti? Oppure si sono modificati geneticamente e sono diventati docili come agnellini? Tutte invenzioni mediatiche. I giornalisti ci provano: sparano la prima cosa che viene loro in mente e stanno a guardare... la cosa tira? Bene, loro pompano. Sono stufo di vedermi propinare notizie paragonabili al colore di un golfino o alla lunghezza di una gonna. VERGOGNA!

Giovanni Mesturini 15.11.05 09:25| 
 |
Rispondi al commento

Se ad una persona è gradita la serietà e l'onesta questa persona viene subito emarginata. Succede in tutta Italia, quasi fosse uno sport nazionale. La sanità ormai vive di espedienti come quello di costringere gli italiani a vaccinarsi/rovinarsi di proprio pugno contro mali che non esistono. Quando riusciremo a scacciare dall'Italia gli sgraditi disonesti corrotti e malfattori allora potremo dire : adesso cominciamo a lavorare seriamente. Ciao a tutti.

Gerardo Gandolfo Commentatore in marcia al V2day 14.11.05 14:21| 
 |
Rispondi al commento

Se ad una persona è gradita la serietà e l'onesta questa persona viene subito emarginata. Succede in tutta Italia, quasi fosse uno sport nazionale. La sanità ormai vive di espedienti come quello di costringere gli italiani a vaccinarsi/rovinarsi di proprio pugno contro mali che non esistono. Quando riusciremo a scacciare dall'Italia gli sgraditi disonesti corrotti e malfattori allora potremo dire : adesso cominciamo a lavorare seriamente. Ciao a tutti.

Gerardo Gandolfo Commentatore in marcia al V2day 14.11.05 14:20| 
 |
Rispondi al commento

In questi giorni si parla di quel ragazzo inglese spontaneamente guarito dall'HIV.

Una sola nota: la notizia è in realtà datata OTTOBRE 2003 (cioè più di 2 anni fa).

Come è possibile tenere una notizia del genere nascosta per 2 anni? Anche i giornalisti sono troppo impegnati a guardare il grande fratello o l'isola dei famosi?

Michele Tartaglia Commentatore in marcia al V2day 14.11.05 10:10| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, cari lettori,

sono un giovane padre che recentemente ha avuto la gioia di veder nascere due splendidi gemellini....non ancora dimessi dall'ospedale mi era già pervenuto il libretto delle vaccinazioni (obbligatorie e non) da effettuare nel primo anno di vita. Un po per scetticismo un pò per avversione alle multinazionali farmaceutiche (per via dell'influenza dei polli hanno già fatturato miliardi di euro...come per la sars...) con mia moglie ci siamo guardati in giro (internet) e ci siamo imbattuti in alcuni siti (comilva.org principalmente) da cui si evince una situazione di reale CONTROINFORMAZIONE sul tema...pediatri ecc sostengono la necessità di tutti i vaccini ma ne siamo sicuri?...Sono davvero tutti indispensabili? E infine il nostro sistema immunitario tra vaccini, latte artificiale, igiene assoluta, sterilizzazioni, bendaggi, cappucci e mascherine...che fine farà??

Beppe, TE CHE SEI UN COMICO POTRESTI DIRE LA TUA IN PROPOSITO (...vista anche la tua prolificità)

Un saluto a tutti,
Leonardo

leonardo bertini 11.11.05 17:20| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe grazie per tutto quello che stai facendo...
Grazie anche a tutti gli utenti che giornalmente si connettono su questo sito e partecipano attivamente al blog con informazioni molto importanti.Come quella che la nostra amica Chiara ci ha postato ieri sulle promozioni Sim/Wap...
Infatti ho letto che acquistando un cellulare in questi negozi 4 euro saranno devoluti alla Fondazione Piemontese sulla ricerca del cancro....
direi che è un ottima azione,sopratutto visto che viviamo ormai in un mondo dove la tecnologia è di casa e che ognuno di noi ha almeno un cellulare...quindi perchè non fare qualcosa di utile per tutti??!!!

Grazie a tutti!!

Viviana Strano 11.11.05 15:23| 
 |
Rispondi al commento

Questa mattina mi è arrivata una mail...l'estratto di una lettera di Carlo Urbani.
In sintesi (il contenuto è molto forte e toccante), viene richiesto di inviare un sms al n° 48583 con il quale si regala 1€. Il ricavato sarà devoluto dai gestori TIM, WIND, TELECOM e 3... per aiutare i bambini (1€ cura 10 bambini) affetti da schistosomiasi, una malattia che colpisce fino all'80% dei i minori abitanti nei paesi delle fascia intertropicale...l'intero ricavato sarà devoluto all'associazione Italiana Carlo Urbani ONLUS per l'acquisto di medicinali.
Non è assolutamente per i soldi..ma io e le mie colleghe ci chiedevamo se davvero TUTTI i soldi saranno utilizzati per lo scopo dichiarato...e se i gestori di telefonia davvero non ne ricaveranno nulla... Tu puoi avere conferma??

Mafalda 11.11.05 13:31| 
 |
Rispondi al commento

ciao finalmente sull'influenza aviaria ho sentito delle cose vere e fatte delle proposte giuste
bravo!!!!!!continua

renata incarnato 11.11.05 13:13| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe è la prima volta che scrivo sul blog ma non ce la faccio più a star zitto sentendo continuamente parlare di aviaria e balle varie. Volevo esprimere il mio disprezzo verso tutti i gironalisti-terroristi che continano a provocare allarmismo inutile e creano non pochi disagi. Qui a Verona per esempio con la caduta del mercato dei polli un grande numero di dipendenti dell'Aia(non voglio fare pubblicità ma informazione) si troveranno presto a casa in cassa integrazione perche hanno sigillato i magazzini. Ora, perche dobbiamo paragonare gli allevamenti cinesi, dove bestie e padroni, purtoroppo dormono praticamente insieme e le norme igieniche non sanno manco cosa sono? Io sono entrato in un allevamento italiano e all'entrata mi hanno fatto fare una doccia speciale sterilizzante, perche i polli nostri(diciamola tutta, sono tutti geneticamente modificati) sono molto delicati di salute e per questo molto controllati(con le eccezzioni ovviamente). Tra le altre cose mi vanno a mettere sulle testate giornalistiche nazionali che un'anatra selvatica è risultata positiva al virus...Ma vaffà in..!!! Hanno tanti di quegli anticorpi le bestie selvatiche che la viaria per loro è come un semplice raffreddore(parole di un medico veterinario locale). Quindi io dico basta al terrorismo giornalistico, fatto di notizie semi-vere ma che influenzano l'opinione pubblica. Mica si è parlato sui giornali locali o nazionali che 5 anni fa l'aviaria era presente in parecchi comuni della provicia di Verona.Semplicemente i polli infetti venivano bruciati ed io mi ritrovo a 23 anni ancora in buona salute.
Spero di essere stato chiaro anche se molti non saranno d'accordo. Io comunque volevo dire la mia in modo anche disinteressato visto che sono semplicemente un impiegato precario in un ente pubblico
Detto questo ti saluto Beppe e ti dico che tu sei un grande!!! Il tuo ultimo show dovevano trasmetterlo su schermo gicante in piazza Bra altro che tv Svizzera

Stefano Cottini 11.11.05 11:15| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe grillo,
purtroppo ovunque si leggono e si vedono fatti di cronaca sulla sanità, o meglio, mala sanità senza riuscire a trovare una soluzione. mi e Le domando: perchè non proviamo a dare voce ad una categoria che fa parte di questo mondo, cioè gli infermieri professionali? mi aiuti a far conoscere questa professione che io svolgo così poco conosciuta ma tanto importante.
noi infermieri professionali possiamo dare tanto a questo mondo soprattutto tendere una mano alle persone che soffrono. Mi piacerebbe che qualcuno mi ascoltasse. purtroppo la gente pensa che questo lavoro sia solo una missione ma, al giorno d'oggi non basta ciò per vivere. faccio questo lavoro con tutta me stessa ma quando vedo che non riesco ad arrivare a fine mese nasce in me molta rabbia.
tutti i giorni abbiamo nelle nostre mani la vita di gente che si fida di noi, corriamo molti rischi ma ciò non toglie me la voglia di fare con tutto il mio cuore questa professione.
però mi chiedo: in questa sanità perchè non ascoltare questa categoria così importante? Mi aiuti a capire cosa posso fare per far sì che le nostre urla di rabbia non si perdano fra i sordi della sanità.

Bruna Ronchegalli 11.11.05 00:12| 
 |
Rispondi al commento

da Rainews24: "Il numero complessivo delle persone infettate, aggiornato al 10 ottobre da Peacereporter, parla di 117 casi, di cui 60 mortali, distribuiti nei seguenti Paesi: Cambogia (4 casi, 4 morti), Indonesia (5 casi, 3 morti), Thailandia (17 casi, 12 morti) e Vietnam (91 casi, 41 morti). La mortalità complessiva è dunque intorno al 50 percento (un morto ogni due infettati)."
Dunque.. 117 morti su.. quanti miliardi sono in Asia?... Quindi... che percentuale abbiamo?... lo 0,00000cosa?? secondo me ne ammazza di più lo smog di milano!
qua gli unici polli siamo noi a stare ancora a dare retta ai tg..

domitilla biondi 10.11.05 23:12| 
 |
Rispondi al commento

Vede Grillo deve sapere che io vorrei fregarmene, sono talmente stufa di tutto e di tutti che vorrei dire baaaaastaaaaaaaa!
Cerco di vivere al meglio, nel rispetto degli altri, delle regole comuni, faccio pure la raccolta differenziaaata, che farla qui è una cosa dell’altro mondo, ti guardano come se fossi un’aliena, come dire “poverina è malata, ha una carenza d’affetto”.
Io voglio essere rispettata!! Lo pretendo. Questa società non mi rispetta!! Mi devono far fare cose che non voglio, devo subire cose che non voglio subire solo perché qualcuno lo ha deciso e ciò che fa più rabbia e che in realtà… non interessa a tutti.
Sig Grillo la verità è che ci sono molte persone che la seguono, che annuiscono alle sue “rivelazioni”, ma che poi se ne freeegaaanooo di lei, di me e di tutto quello che non gli interessa in prima persona. L’unico loro interesse è riempirsi la pancia, scopare e avere i soldi, null’altro.
Qui la situazione è questa non so dalle sue parti. Io sono un’insegnante, mio marito è un insegnante e posso dirle in anteprima, visto che le nuove generazioni le vediamo tutti i giorni, che il futuro sarà peggiore assai, la nuova classe dirigente che si sta formando è ancora peggio mi creda.
La situazione è grave e noi che ce la prendiamo siamo rimasti in pochi, io cerco sempre di “sensibilizzare” questo mucchio di giovani inerti, difesi al cento per cento dai genitori per i quali noi insegnanti non siamo più nulla, zero, nix, siamo solo dei poveracci con uno stipendio di 1.200 € al mese.
E allora mi chiedo che senso ha vivere così? Sarebbe stato meglio scendere a compromessi quando ce ne era stata l’opportunità, piegarsi ma avere adesso qualcosa in più, solo per non avere a che fare con questa società rozza, stupida, ottusa con la quale giornalmente mi incontro. Io non li posso vedere più, li disprezzo.
Conosco bene le realtà di Palermo e di Catania e da qui la situazione è questa ed io e mio marito vorremmo tanto uscircene. Cinzia da Palermo.

Cinzia Franco 10.11.05 19:35| 
 |
Rispondi al commento

ciao sono nuova mi chiamo Manuela, avevo gli occhi chiusi.....e anche la mente ma quando ho visto lo spettacolo di Beppe sono rinata..o rinsavita.
Ma ora ho paura per tutto quello che ho visto e che bisogna combattere.
Possiamo farcela davvero?????

manuela juvara 10.11.05 18:47| 
 |
Rispondi al commento

Hai proprio ragione chiara sono daccordo con te...c'è la paura di tutto....anke di uscire fuori casa per 5 m...
Grazie Beppe per tutto quello che fai!!!

p.s. penso proprio che aderirò a questa iniziativa è l'occasione per comprare un nuovo cellulare,e poi siamo sotto natale!!!ma sopratutto facciamo qualcosa di utile!

Luca Caruso 10.11.05 17:01| 
 |
Rispondi al commento

Ormai c'è la paura di mangiare qualsiasi cosa,tanto ne esce sempre una...salmonella,mucca pazza,e ora il virus dei polli...

ma fortunatamente sono solo "cose" momentanee....o almeno lo speriamo....ma ce qualcosa che cè da un po' e che ancora non sappiamo come risolvere....
Il cancro....
è un tema molto serio e importante....fortunatamente c sono delle iniziative che aiutano queste ricerche...ma dobbiamo dare il nostro contributo o non riusciremo mai a risolvere questo grande problema....
nei negozi SIM/WAP c'è una bella iniziativa...pensavo che con la donazione avrei pagato il telefono di più e invece ho scoperto che il prezzo è decisamente ottimo, e sarà l'azienda a versare il contributo...e in + aiuti la ricerca sul cancro!!è importante!!!!!

Chiara Romani 10.11.05 16:54| 
 |
Rispondi al commento

Ormai c'è la paura di mangiare qualsiasi cosa,tanto ne esce sempre una...salmonella,mucca pazza,e ora il virus dei polli...

ma fortunatamente sono solo "cose" momentanee....o almeno lo speriamo....ma ce qualcosa che cè da un po' e che ancora non sappiamo come risolvere....
Il cancro....
è un tema molto serio e importante....fortunatamente c sono delle iniziative che aiutano queste ricerche...ma dobbiamo dare il nostro contributo o non riusciremo mai a risolvere questo grande problema....
nei negozi SIM/WAP c'è una bella iniziativa...pensavo che con la donazione avrei pagato il telefono di più e invece ho scoperto che il prezzo è decisamente ottimo, e sarà l'azienda a versare il contributo...e in + aiuti la ricerca sul cancro!!è importante!!!!!

Chiara Romani 10.11.05 16:53| 
 |
Rispondi al commento

salve a tutti!dato che non sono un fenomeno col computer vorrei sapere come posso fare a mandare un allegato riguardante l influenza aviaria, preso da un giornale di medicina inglese(presumo attendibile)..
e soprattutto come devo fare per mandare una mail a beppe,o ai suoi collaboratori per fargli qualche domanda su argomenti piu generici?

stefano d'offizi 10.11.05 11:21| 
 |
Rispondi al commento

L'influenza aviaria è cosa seria? Certamente!
Ma chi è responsabile dell'enorme confusione generatasi? I Tg prima terrorizzano e poi fanno un servizio sul perchè gli italici siano terrorizzati. Perchè solo adesso si scopre che la "spagnola" era di origine aviaria?
Perchè in Farmacia (sono un farmacista) non si trovano i vaccini influenzali? Perchè il Min. Storace parla di aver acquistato molte unità vaccinali di un vaccino che non esiste? Perchè nasce la notizia falsa dell'enorme vendita di antivirali influenzali in Farmacia? Nella confusione il rischio di speculazione aumenta, così anche la possibilità di sottovalutare il problema sanitario. L'influenza aviaria è sempre esistita, così il rischio di passaggio da animale ad uomo. La probabilità di un passaggio è altissima in quelle zone del sud-est cinese dove il contatto animale-uomo è costante. Tuttavia due semplici cose da ricordare possono aiutare: 1. mangiare carne cotta; 2. qualora scoppiasse una pandemia nel giro di poco tempo avremmo la dose di vaccino. Punto. Confesso che mi preoccupano di più la mancanza di coordinamento con le autorità cinesi e l'ignoranza del Ministro della Salute italiano. Filippo Apostoliti

filippo apostoliti 09.11.05 22:22| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,che mi dici del comportamento schizofrenico dell'informazione ufficiale(specie di Stato)circa l'influenza aviaria?Da una parte ministri e ministeri si affannano a "mangiar polli"e a rassicurarci circa una possibile esplosione di aviaria mentre dall'altra parte,nello stesso tg magari,le redazioni non sanno + cosa fare per diffondere allarmismo ,quasi speranzosi in questa benedetta pandemia(la paura fa vendere,vedi M.Moore).
Continua così,Beppe...
Max

Massimo Pozzato 09.11.05 17:54| 
 |
Rispondi al commento

x BELINDA

http://www.attivissimo.net/antibufala/deodoranti_killer/spray_cancerogeni.htm

suli antitraspiranti...
pare una bufala

stefano "akiro" meraviglia 09.11.05 17:12| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
Scrivo per rabbia, piu' di un mese fa mia madre ha avuto un arresto cardiaco e da allora è in coma post-anossico.
La cosa che scandalosa è che i medici gia' dopo due settimane dall'arresto ci hanno detto che il risveglio era praticamente impossibile e ci hanno indirizzato come unica soluzione dopo la terapia intesiva il ricovero presso una RSA una struttura di ricovero a lunga permanenza; in questa struttura mia madre oltre alle cure mediche non avrebbe usufruito di nessuna terapia di "risveglio". Cercando in rete ho trovato la Casa dei Risvegli di Bologna che mi ha fornito alcuni contatti sul mio territorio (Como-Lombardia) da qui ho scoperto che non solo ci sono delle strutture di "riabilitazione", ma anche dei centri specifici e che comunque per questi casi una terapia di almeno tre mesi, anche se il coma è molto grave, necessita assolutamente .
Ma perchè i medici della terapia intensiva non mi hanno dato queste informazioni e mi hanno dirottato subito verso una struttura di lunga degenza (che in prov. di Como ne esistone 7 convenzionate con ASL)??
E' possibile che anche queste informazioni importantissime devono essere recuperate presso associazioni di persone che purtroppo hanno dovuto anche loro combattere per avere queste informazioni?
Magari puo' servire.
Ciao. Fausto

Fausto Frigerio 09.11.05 16:50| 
 |
Rispondi al commento

P.S.
Mi scuso per le ripetizioni, ma il blog ogni tanto si blocca.
Controllate tutti i prodotti a base di ALLUMINIO.
L'alluminio è causa dell'Alzeimer, distrugge le cellule del cervello ed intossica il corpo.
NON USATE LE PADELLE DI ALLUMINIO per cucinare, e controllate i prodotti per il corpo come creme, deodoranti, lozioni, etc.

belinda pagan 09.11.05 13:35| 
 |
Rispondi al commento

P.S.
Mi scuso per le ripetizioni, ma il blog ogni tanto si blocca.
Controllate tutti i prodotti a base di ALLUMINIO.
L'alluminio è causa dell'Alzeimer, distrugge le cellule del cervello ed intossica il corpo.
NON USATE LE PADELLE DI ALLUMINIO per cucinare, e controllate i prodotti per il corpo come creme, deodoranti, lozioni, etc.

belinda pagan 09.11.05 13:25| 
 |
Rispondi al commento

deodoraniti e cancro al seno continua >>>>

Le donne che applicano questi prodotti subito dopo la rasatura stanno accrescendo il rischio perche'le piccole ferite causate dalla rasatura fanno si che il prodotto chimico penetri piu' facilmente nel corpo.

Per cortesia informate tutte le donne e tutti gli uomini che voi conoscete.
Il cancro al seno occupa al giorno d'oggi proporzioni veramente allarmanti.
Se con questa informazione possiamo evitarne alcuni, questo non sara' mai tempo perso.

Grazie
MSc. Gabriela Casanova Larrosa, Prof. Assistent du Departement de Biologie Cellulaire de la Faculte de Sciences de la Republique Orientaled'Uruguay.

Silvia Verri
NYU, Villa Ulivi
Via dei Bruni 27
50139 Firenze

belinda pagan 09.11.05 13:21| 
 |
Rispondi al commento

deodoraniti e cancro al seno continua >>>>

Le donne che applicano questi prodotti subito dopo la rasatura stanno accrescendo il rischio perche'le piccole ferite causate dalla rasatura fanno si che il prodotto chimico penetri piu' facilmente nel corpo.

Per cortesia informate tutte le donne e tutti gli uomini che voi conoscete.
Il cancro al seno occupa al giorno d'oggi proporzioni veramente allarmanti.
Se con questa informazione possiamo evitarne alcuni, questo non sara' mai tempo perso.

Grazie
MSc. Gabriela Casanova Larrosa, Prof. Assistent du Departement de Biologie Cellulaire de la Faculte de Sciences de la Republique Orientaled'Uruguay.

Silvia Verri
NYU, Villa Ulivi
Via dei Bruni 27
50139 Firenze

belinda pagan 09.11.05 13:06| 
 |
Rispondi al commento

deodoraniti e cancro al seno continua >>>>

Le donne che applicano questi prodotti subito dopo la rasatura stanno accrescendo il rischio perche'le piccole ferite causate dalla rasatura fanno si che il prodotto chimico penetri piu' facilmente nel corpo.

Per cortesia informate tutte le donne e tutti gli uomini che voi conoscete.
Il cancro al seno occupa al giorno d'oggi proporzioni veramente allarmanti.
Se con questa informazione possiamo evitarne alcuni, questo non sara' mai tempo perso.

Grazie
MSc. Gabriela Casanova Larrosa, Prof. Assistent du Departement de Biologie Cellulaire de la Faculte de Sciences de la Republique Orientaled'Uruguay.

Silvia Verri
NYU, Villa Ulivi
Via dei Bruni 27
50139 Firenze

belinda pagan 09.11.05 13:05| 
 |
Rispondi al commento

deodoraniti e cancro al seno continua >>>>

Le donne che applicano questi prodotti subito dopo la rasatura stanno accrescendo il rischio perche'le piccole ferite causate dalla rasatura fanno si che il prodotto chimico penetri piu' facilmente nel corpo.

Per cortesia informate tutte le donne e tutti gli uomini che voi conoscete.
Il cancro al seno occupa al giorno d'oggi proporzioni veramente allarmanti.
Se con questa informazione possiamo evitarne alcuni, questo non sara' mai tempo perso.

Grazie
MSc. Gabriela Casanova Larrosa, Prof. Assistent du Departement de Biologie Cellulaire de la Faculte de Sciences de la Republique Orientaled'Uruguay.

Silvia Verri
NYU, Villa Ulivi
Via dei Bruni 27
50139 Firenze

belinda pagan 09.11.05 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Deodoranti e cancro al seno...
Si tratta della spiegazione di una delle origini del cancro al seno.
E' una specialista in biologia cellulare che l'ha scritto,sig.ra Gabriela Casanova Larrosa dell'Universita' dell'Uruguay:

"Non e' passato molto tempo da quando ho assistito a un seminario sul cancro al seno.
Durante il periodo di "domande e risposte" ho domandato perche'l'ascella e' la parte piu' incline a sviluppare il cancro al seno.

La mia domanda non ha avuto risposta allora, ma ho appena ricevuto un pacco dove ho trovato la risposta alla mia domanda, che io voglio dividere con tutti e tutte.

La causa principale del cancro al seno e' l'utilizzo di ANTITRASPIRANTI.
La maggior parte dei prodotti di marca sono una combinazione di antitraspiranti e deodoranti. I deodoranti sono inoffensivi. Per cortesia guardate la composizione dei vostri prodotti a casa. Se ce ne sono di quelli che contengono Chloridrato di alluminio (anche sotto il nome di deodorante) bisogna gettarli nell'immonizia e provare delle altre marche che non hanno dei composti a base di alluminio. Ce ne saranno sicuramente sul mercato. La ragione e' semplice. Il corpo umano ha solamente qualche zona soggetta a eliminare le tossine: dietro i ginocchi, dietro le orecchie, tra le pieghe delle gambe e le ascelle. Le tossine sono eliminate sotto forma di traspirazione. Gli anti traspiranti impediscono questa traspirazione e quindi la funzione corporea di eliminazione delle tossine attraverso le ascelle. Queste tossine non spariscono. Sono immagazzinate nelle cellule linfatiche che si trovano sotto alle braccia.

La maggior parte dei tumori al seno hanno origine da questa regione superiore del seno. Gli uomini sono meno soggetti a sviluppare questo tipo di malattia perche'se utilizzano gli antitraspiranti questi restano sui peli delle ascelle, e non si applicano direttamente sulla pelle.

continua>>>>>

belinda pagan 09.11.05 12:56| 
 |
Rispondi al commento

Deodoranti e cancro al seno...
Si tratta della spiegazione di una delle origini del cancro al seno.
E' una specialista in biologia cellulare che l'ha scritto,sig.ra Gabriela Casanova Larrosa dell'Universita' dell'Uruguay:

"Non e' passato molto tempo da quando ho assistito a un seminario sul cancro al seno.
Durante il periodo di "domande e risposte" ho domandato perche'l'ascella e' la parte piu' incline a sviluppare il cancro al seno.

La mia domanda non ha avuto risposta allora, ma ho appena ricevuto un pacco dove ho trovato la risposta alla mia domanda, che io voglio dividere con tutti e tutte.

La causa principale del cancro al seno e' l'utilizzo di ANTITRASPIRANTI.
La maggior parte dei prodotti di marca sono una combinazione di antitraspiranti e deodoranti. I deodoranti sono inoffensivi. Per cortesia guardate la composizione dei vostri prodotti a casa. Se ce ne sono di quelli che contengono Chloridrato di alluminio (anche sotto il nome di deodorante) bisogna gettarli nell'immonizia e provare delle altre marche che non hanno dei composti a base di alluminio. Ce ne saranno sicuramente sul mercato. La ragione e' semplice. Il corpo umano ha solamente qualche zona soggetta a eliminare le tossine: dietro i ginocchi, dietro le orecchie, tra le pieghe delle gambe e le ascelle. Le tossine sono eliminate sotto forma di traspirazione. Gli anti traspiranti impediscono questa traspirazione e quindi la funzione corporea di eliminazione delle tossine attraverso le ascelle. Queste tossine non spariscono. Sono immagazzinate nelle cellule linfatiche che si trovano sotto alle braccia.

La maggior parte dei tumori al seno hanno origine da questa regione superiore del seno. Gli uomini sono meno soggetti a sviluppare questo tipo di malattia perche'se utilizzano gli antitraspiranti questi restano sui peli delle ascelle, e non si applicano direttamente sulla pelle.

continua>>>>>

Belliloo Roma 09.11.05 12:56| 
 |
Rispondi al commento

Deodoranti e cancro al seno...
Si tratta della spiegazione di una delle origini del cancro al seno.
E' una specialista in biologia cellulare che l'ha scritto,sig.ra Gabriela Casanova Larrosa dell'Universita' dell'Uruguay:

"Non e' passato molto tempo da quando ho assistito a un seminario sul cancro al seno.
Durante il periodo di "domande e risposte" ho domandato perche'l'ascella e' la parte piu' incline a sviluppare il cancro al seno.

La mia domanda non ha avuto risposta allora, ma ho appena ricevuto un pacco dove ho trovato la risposta alla mia domanda, che io voglio dividere con tutti e tutte.

La causa principale del cancro al seno e' l'utilizzo di ANTITRASPIRANTI.
La maggior parte dei prodotti di marca sono una combinazione di antitraspiranti e deodoranti. I deodoranti sono inoffensivi. Per cortesia guardate la composizione dei vostri prodotti a casa. Se ce ne sono di quelli che contengono Chloridrato di alluminio (anche sotto il nome di deodorante) bisogna gettarli nell'immonizia e provare delle altre marche che non hanno dei composti a base di alluminio. Ce ne saranno sicuramente sul mercato. La ragione e' semplice. Il corpo umano ha solamente qualche zona soggetta a eliminare le tossine: dietro i ginocchi, dietro le orecchie, tra le pieghe delle gambe e le ascelle. Le tossine sono eliminate sotto forma di traspirazione. Gli anti traspiranti impediscono questa traspirazione e quindi la funzione corporea di eliminazione delle tossine attraverso le ascelle. Queste tossine non spariscono. Sono immagazzinate nelle cellule linfatiche che si trovano sotto alle braccia.

La maggior parte dei tumori al seno hanno origine da questa regione superiore del seno. Gli uomini sono meno soggetti a sviluppare questo tipo di malattia perche'se utilizzano gli antitraspiranti questi restano sui peli delle ascelle, e non si applicano direttamente sulla pelle.

continua>>>>>

Belliloo Roma 09.11.05 12:54| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, sono na tua sostenitrice dagli anni da "te la do io l'America!" sei fortissimo e bellissimo.
Sai cosa mi sembra questa Influenza Aviaria :il crollo del simbolo della pace e della libertà : la povera colomba bianca che si ammala (per colpa dell'uomo) e viene brutalmente uccisa e sterminata, senza pietà. uccidono queste povere bestiole, chi sotterrandole vive, chi bruciandole
...sempre vive. E' crudele.
Speriamo...
Ciao Hellen

Hellen Telander 09.11.05 10:57| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe son Paolo da Genova.
Ieri ho fatto una visita oculistica di controllo. Risultato devo cambiare lenti (sebbene abbia 30 anni) perchè il mio astigmatismo continua a non stabilizzarsi.
Per me gli occhiali sono una vera e propria medicina come un antibiotico etc che mi serve per mantenere la mia abilità motoria.
Ora ti chiedo: perchè devo ridurmi a fare una lente per volta e a comprare la montatura più economica possibile (quella che ho dopo 6 anni di onorato servizio mi ha lasciato) per riuscire a spendere "solo" 160€ e nessuno mi rimborsa della spesa?
Perchè gli occhiali non vengono equiparati a medicine e quindi passati dala nostra mutua?
Non dico che qualsiasi spesa debba essere sovvenzionata x intero, ma almeno si stabilisca una cifra massima (data da un'accurata indagine di mercato per acquisto di occhiali tipo di media categoria)che la nostra assistenza concorrerebbe a pagare.
Se poi uno vuol spendere di più metterà la differenza altrimenti i "poveracci" potranno usufruire di una medicina fondamentale per la propria abilità senza dover fare salti mortali per permettersela o, peggio, senza doverci rinunciare.
Tu che ne pensi?
Ciao 1 abbraccio.

Paolo Germani 09.11.05 08:29| 
 |
Rispondi al commento

Rumsfeld trae profitto dall'inganno dalla bufala dell'influenza aviaria.

Trovate l'articolo qui: http://www.disinformazione.info/rumsfeld&aviaria.htm

Massimiliano Signorelli 08.11.05 22:04| 
 |
Rispondi al commento

dall'ADUC:

" Comunicato Stampa - ROMA: COCA-COLA SIMBOLO DEL MALE?
Autore:
Data: 7 Novembre 2005

Roma, 7 Novembre 2005. Coca-Cola simbolo del male? Sembra di si' visto che se ne contesta la vendita in edifici pubblici (universita' e municipi romani) ed ora si mette in discussione il passaggio del tedoforo olimpionico nella capitale, perche' sponsorizzato dalla nota bevanda. All'italiana, si predica bene e si razzola male considerato che un noto esponente no-global e' stato sorpreso a pasteggiare con la bibita del diavolo. La Coca-Cola e' il simbolo emblematico degli Stati Uniti d'America e l'opposizione alla sua distribuzione ha una chiara matrice ideologica. Adottando questo criterio ci si dovrebbe mettere di traverso ad una infinita' di prodotti, provenienti da questo o quel Paese appartenenti ai diversi schieramenti politici: il petrolio del Venezuela si puo' o meno accettare mentre quello dell'Arabia Saudita andrebbe rifiutato o gradito. Il tutto dipenderebbe, appunto, dal proprio credo ideologico.
Al sindaco di Roma, Walter Veltroni, consigliamo di mantenere la barra dritta: non esistono motivazioni che possano indurre l'amministrazione capitolina a predisporre un cambiamento di percorso del tedoforo in base all'appartenenza partitica di questo o quel municipio.
Primo Mastrantoni, segretario Aduc. "

eppure di motivi _non_politici_ per limitar la coca-cola ne esistono...

http://www.tmcrew.org/killamulti/cocacola/
http://it.wikipedia.org/wiki/Coca-Cola
...


che ne pensa Grillo?
commentino???

stefano "akiro" meraviglia 08.11.05 15:59| 
 |
Rispondi al commento

Cara Vanessa Sensini,ciao sono Alberto.Rileggendo il mio post mi sono reso conto di non essermi spiegato.(sono prolisso in 2000 caratteri non riesco a dire niente).Sono assulutamente d'accordo con te sulla assoluta mancanza di necessita delle vaccinazioni di massa contro l'aviaria.Soprattutto quando leggo che vogliono inniettare quei vaccini SENZA la normale prassi di controllo in laboratorio(puo durare anni).Quello che mi allarma istintivamente ,come dici tu ,non è l'aviaria in se ma l'escalation del pericolo di pandemia.Quando vedo politici di tutto il mondo prendere ferme posizioni circa la necessità di vaccini e abbattimenti di massa ,penso , ma quelli sono piu che abituati a considerare le loro azioni in termini di voti e clientelismi...Ammetto che la lobby farmaceutica è una delle piu grosse e rappresentate nelle nostre "democrazie",ma nello specifico anche quella degli allevatori avicoli (almeno in europa)è piccola ma molto agguerrita( hai notato i loro spot in favore del pollo nostrano ,hai un idea del costo complessivo di quei passaggipubblicitari?).Chi è che ha deciso di sacrificare il pollo sull'altare delle nuove medicine? Perche politici che normalmente cavalcherebbero l'onda dell'indignazione (ho come preferisco l'onda dei sostaziosi "contributi elettorali"di amadori&co),sono zitti ,perchè sindacalisti come Cofferati che è molto legato ad un territorio ad altissima produzione avicola,legati oltretutto da pensavo forti rapporti di solidarietà con i quadri e gli operai di un settore forte nei sindacati emiliani e romagnoli(questo è un esempio in "piccolo" ma ,il fenomeno é mondiale),non solo non prendono posizione ,ma addirittura si defilano.Cos'è questo gioco al massacro?cui prodest? Per adesso sono in atarassia ,sospendo ogni giudizio ,ma leggo e confronto.D'accordissimo sulla tua affermazione sulla necessita di un pensiero critico,sempre e comunque.Ciao Olanda; quello si che è un posto in cui vivrei.

alberto fortuzzi 08.11.05 12:14| 
 |
Rispondi al commento

Beppe:

BASTA DIRE CAZZATE sull'HIV e L'AIDS.

Informati, leggi ma forse non hai il coraggio di toccare le multinazionali dell'AIDS perchè anche tu hai un prezzo e a comando ubbidisci al potere delle case farmaceutiche

IL VIRUS INVENTATO. BALDINI E CASTOLDI EDITORI DI PETER H: DUESBERG WWW.DUESBERG.COM

GRILLO QUANTO TI PAGANO PER NON PARLARE DELLA TRUFFA DELL'HIV E DELL'AIDS?

nato.libero@gmail.com

Anacleto Perspicace 08.11.05 12:00| 
 |
Rispondi al commento

per me è anche peggio, buoni o cattivi,volenti o nolenti ho sempre creduto che l'essere umano sia il virus della cellula terra con tutto cio' che comporta il vivere in una cellula..ovvero il sistema che gli è intorno.

ciao a tutti

fabio lorenzano 08.11.05 00:39| 
 |
Rispondi al commento

O. M. S.
Ora Moriremo Sereni

A causa dei galletti costipati
i cui H5N1 impareranno a resistere
a tutti gli antivirali, quelli in pasticche
e quelli intra-nasali; ed ai vaccini
delle multinazionali, che hanno già incrementato
i loro guadagni del sessanta per cento
per le prenotazioni delle scorte.
Che strana cosa che la nostra morte
venga da chi ci starnazzava nell'orto
con occhi mansueti, dandoci un uovo al giorno
ed in campagna il canto del risveglio
ad un orario troppo mattutino.
Ed ora ci darà la buona notte,
con buona pace delle bombe umane,
di quelle intelligenti, e di quelle un po' sceme,
che taceranno per sempre.
Diventeranno i polli, i giustizieri
dei crimini di "tutti i nostri ieri",
e di oggi e di domani.
Che immane beffa per gli interventisti!
Che scorno per gli accesi integralisti!
E che disdetta per i pacifisti!
Ognuno in cerca del suo paradiso,
finire in un pollaio universale
come rubagalline malaccorti,
infilzati dallo spiedo
di una troppo martoriata
animalità.

Francesco De Girolamo - Roma
degirolam2@yahoo.it

francesco de girolamo 07.11.05 19:59| 
 |
Rispondi al commento

Sono decisamente allibita da una notizia appena ascoltata alla radio: il vaccino antinfluenzale è esaurito, e diverse persone sono state in coda nelle farmacie per reperirlo!!
Di seguito un estratto di un articolo preso su disinformazione.it:
"Il vaccino antinfluenzale presenta ceppi di virus resi innocui insieme a sostanze chimiche nocive all'organismo. A tutt'oggi nessuno studio epidemiologico e clinico ha dimostrato un quadro chiaro delle risultanze cliniche della vaccinazione antinfluenzale, né ha dimostrato la reale efficacia a bloccare il virus o ad impedirne l'infezione. Quindi, a riscontro di pratiche che presentano qualche rischio per una adeguata salute, non esiste assolutamente certezza tangibile, né studi epidemiologici che dimostrino l'efficienza del vaccino influenzale.
Inoltre, quando si mettono in circolo messaggi del genere: «Il vaccino è raccomandato a pazienti portatori di malattie croniche», tali pazienti, verosimilmente, rispondono molto male al vaccino, a causa della malattia cronica sottostante; mentre la vaccinazione rischia di essere la causa di peggioramento della cronicità della stessa malattia.
Si evince, quindi, che il vaccino antinfluenzale non è la panacea. Nessuna dimostrazione lo ha mai ammesso, nemmeno chi, utilizzando i media, utilizza criteri del «messaggio» non propriamente ortodossi, sia nel metodo che nel merito.
Da alcuni anni a questa parte, purtroppo, si parla di vaccini come se fossero cioccolatini: per il Morbillo, la Varicella, la Pertosse e adesso anche per l'influenza per i bambini. Meno male che la coscienza dei medici si è raffinata verso il naturale, e qualche mese fa il Consiglio che riunisce tutti i pediatri d'Italia si é opposto alla direttiva Ministeriale che consigliava di vaccinare tutti i bambini!
Non vi sembra una operazione commerciale? Pensateci bene."
A me sembra che le compagnie farmaceutiche stiano ingrassando le proprie tasche terrorizzandoci con l'influenza dei polli...

debora messina 07.11.05 18:11| 
 |
Rispondi al commento

CIAO, ALLA LUCE DELLE ULTIME NOTIZIE SU PANDEMIE DOVUTE A VIRUS DEI POLLI E, REDUCI DA MUCCA PAZZA (GIA' NON SE NE PARLA PIU', FORSE NON è PIU' DI MODA), NEL GIORNALE DI ALCUNI GIORNI FA, "LA NUOVA SARDEGNA" PUBBLICA UN ARTICOLO NEL QUALE SI SOSPETTANO DEI CASI DI PECORA PAZZA: SONO STATE ANALIZZATE LE MAMMELLE DI ALCUNE PERìCORE IN SARDEGNA ED E' STATO TROVATO IL VIRUS CHE HA UCCISO MOLTE MUCCHE.
QUINDI: CONSIDERANDO CHE ALLO SCOPPIO DEL CASO MUCCA PAZZA ABBIAMO GUARDATO CON DIFFIDENZA LA CARNE BOVINA; ALLO SCOPPIO DELL'EMERGENZA AVIARI STIAMO GUARDANDO CON DIFFIDENZA I POLLI (MA ALLA TV CI TRANQUILLIZZANO IN CONTINUAZIONE DICENDO CHE CON LA COTTURA ecc.... LORO COMUNQUE NON LA MANGIANO SECONDO ME!); ADESSO QUESTI CASI DI "PECORA PAZZA"... MA COSA POTREMO MANGIARE IN FUTURO?
AVREMO ANCHE "LATTUGA PAZZA"? O "RAVANELLI SCHIZOFRENICI"? O POMODORI CHE CI ASSALIRANNO DAI BANCHI DEL MERCATO?
QUANDO CESSERA' LA PAZZIA DELL'UOMO? QUANDO SMETTERANNO DI ALLEVARE GLI ANIMALI IN LUOGHI ANGUSTI CON LUCI SEMPRE ACCESE E NUTRITI CON CHISSA' COSA?
TUTTE QUESTE "DEVIAZIONI" SONO FRUTTO DELLA NOSTRA PAZZIA!
POSSIAMO FERMARE TUTTO CIò?
IO STO PENSANDO SERIAMENTE DI RIDURRE DRASTICAMENTE I CONSUMI DI CARNE, MA NON SOLO PER CAUSA DI QUESTE MALATTIE, MA ANCHE PER QUALCOSA CHE DA DENTRO MI DICE CHE NON E' POI COSI' TANTO CORRETTO.
IN OGNI CASO RIDURREMMO NOTEVOLMENE LE MALATTIE CHE COLPISCONO "QUELLI CHE STANNO BENE" E MANGIANO TUTTI I GIORNI.
SONO CONVINTO CHE CONTINUANDO DI QUESTO PASSO SCOPPIERA' UN NUOVO CASO OGNI ANNO... PREPARIAMOCI. CHISSA', MAGARI SAREMO DIVORATI DA UNA ENORME CICORIA CHE VUOLE SALVARE IL MONDO DALLA SUA PIU' GRANDE MALATTIA!
LEGGETE "ISOTTA, VACCA ITALIANA" IN "DOTTOR NIU'" DI STEFANO BENNI.
BUONA GIORNATA.
ROBERTO

ROBERTO BIL 07.11.05 15:28| 
 |
Rispondi al commento

Salve, sono alla ricerca se vi è in italia di un dottore esperto nella ricostruzione estetica funzionale del piede. Pultroppo ho già fatto due operazioni ma non ho risolto il problema. Cammino ma ho delle borsiti recidivanti, che non riescono a togliere, cioè le tolgono e loro ci tornano. Nell'andare avanti con il tempo tali borsiti mi creano fastidi sia nel dolore che estetico. Sono alla disperazione nessuno conosce come poter intervenire su tale problema così mi è venuto in mente che forse mandando un help su internet qualcuno ,potesse avere informazioni in merito.Chiedo scusa al Signor Beppe Grillo se mi sono permessa di adoperare il suo blob per ciò, ma rimango stupita che oggi si vada sulla luna e non si riesca a risolvere cose simili. Grazie un Abbraccio

Peri Francesca 06.11.05 23:16| 
 |
Rispondi al commento

La cosa più sconvolgente è essere consapevoli che la ricerca sui farmaci si fa solo sulle molecole di sintesi perché le molecole dei prodotti naturali non possono essere brevettate!
Meditare su questo! Quando gli uomini riusciranno a ribellarsi a questo ennesimo abuso, giocato direttamentesulla pelle degli esseri umani? Non sarebbe più semplice per l'umanità se la concorrenza sulle medicine fosse abolita?

Nicola Moranelli 06.11.05 16:02| 
 |
Rispondi al commento

Chi vi scrive è una fiorentina, nel senso della provenienza, non della bistecca, ovviamente...
Il primo e più illustre vegetariano è stato Leonardo da Vinci che già 600 anni fa diceva di non riuscire a nutrirsi di cadaveri di altri esseri viventi, fino ad arrivare a oggi e voglio citare il mito vivente Paul McCartney, che da una vita è testimonial della Peta una delle più autorevoli associazioni animaliste.
Da Toscana doc sono riuscita a rinunciare alla carne quindi vi chiedo:
COSA ASPETTATE A ESSERE VEGETARIANI?
Potete farcela, sarete più sani e più felici perchè non dovrete più uccidere nessuna altra creatura per vivere!
Provate a informarvi seriamente, quello che scoprirete vi sorprenderà:
http://www.infolavmilano.org/v1.htm
Buona serata a tutti

Veronica Bernacchioni 05.11.05 21:18| 
 |
Rispondi al commento

Ma non sarà che stiamo diventando un pò polli pure noi, a furia di sentir parlare di influenza aviaria. Finalmente siamo arrivati ad un nuovo capitolo di questa commedia da circo parliamo di IRAN chi offre di più,la parata è incominciata , basterà cambiare una "q" con una "n" e rilanciare sulla quota di miliardi di euro o di dollari da guadagnare et voila , rien ne va plus ,la roulette ricomincerà a girare e stà volta chissà quanti vinceranno ,chissà quanti fuggiranno ,chissà quanti piangeranno ,chissà quanti moriranno di febbre da missione umanitaria

nicola russo 05.11.05 15:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

so che non è strettamente inerente all'argomento polli, ma mi preme segnalarvi il caso del Dott. Fico, che da trent'anni cerca di sottoporre alla sperimentazione ufficiale una ipotesi di cura definitiva del diabete di tipo 2 insulinodipendente attraverso un intervento chirurgico. Sono una diabetica, ma non insulinodipendente e sono assolutamente disgustata dal giro affaristico miliardario che incombe su noi pazienti (siamo circa 150 milioni e siamo destinati a crescere in maniera esponenziale...).
Vi invito perciò a visitare il sito del Dott. Fico (http://www.diabetenews.8m.com./)ed a inviare mail per l'appello al Presidente Ciampi.

nicla tirozzi 05.11.05 10:13| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
ti sei mai chiesto come mai ogni anno puntuale come un orologio svizzero tutti quanti più o meno ci becchiamo l'influenza cosi detta "stagionale"?
non sarà mica che qualche buontempone di qualche casa farmaceutica ci regala nell'aria un po' di raffreddore, tosse, e altri virus che poi noi andiamo a debbellare con montagne di medicine?

p.s. ho apprezzato con piacere il tuo cd che sto prestando a tutti(spero mi scuserai ma cerco di aprire la mente a qualche amico)sono stati grandi i tuoi commenti ai fatti (o disfatte) del Tronchetto
e mi è piaciuto come già tempo fa ti avevo scritto anche io il discorso dei capitalisti con i soldi dello stato.
ciao a presto
Massimo

Massimo Rialti 04.11.05 20:00| 
 |
Rispondi al commento

Sono sempre piu schifata dai moderni metodi di produzione e dai tentativi politici di far soldi sulla salute altrui!
Premetto che gia provo un certo astio verso l'industria della carne che utilizza metodi di allevamento disumani, trattando gli animali come se fossero semplici oggetti, mettendo a rischio i consumatori e rendendo la breve esistenza dei polli a dir poco infernale!
Se fossimo in grado di organizzare una produzione tale da coprire il fabbisogno del paese evitando inutilio sprechi forse eviteremmo di incorrere nella produzione di massa quindi non sarebbero piu "necessarie" certe tecniche di allevamento orribili!
Concludo complimentandomi coi politici e i mass media....siete grandiosi!Invece di salvaguardare la salute del cittadino e di diffondere informazioni specifiche no nfanno che aumentare la confusione!
Vi stringo la mano...non cambierete mai!

Ilaria

Ilaria Lauriola 04.11.05 19:46| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUA DA Economia informazione virus - il suo blog, il foglio (www.ilfoglio.it) poi siccome sono subdolo ho cercato qualcosa su Tien An men e sul il mio eroe, lo sconosciuto che fermò i tank il 5 Giungo del 1989.. poi ho cercato di collegarmi al sito di amnesty international (www.amnesty.org) poi in quello di democracy (www.democracyweb.com).. il manaifesto l'ho letto il resto.. problemi di linea connessione..
le riporto una notizia, riportata su China Daily, giornale che io leggo con due o tre giorni di ritardo perchè viene inviato da Pechino. Questo giornale più o meno noto è definibile come il manifesto autorizzato dal partito per pubblicizzare ai parlati lingua inglese su come la Cina sia alle frontiere della democrazia del libertarismo della salvaguardia dei diritti umani della garanzia della salute per tutti, dell'uguaglianza. L'articolo che le propongo parla del virus H5N1 (glielo manderò se mi sarà possibile) le descrivo btrevemente i contenuti: si è rivelato un sospetto caso di inlfuenza aviaria nel Sud della Cina. Una bimba è morta in un reparto di terapia intensiva causa di una violenza infezione polmonare, la bimba aveva 12 anni, aveva mangiato carne di gallina. Il padre aveva scoperto alcuni casi di volatili morti nel suo pollaio (una dozzina!). Dalle prime analisi non si è rivelata come influenza dei polli. Nell'articolo si riportano il dettaglio delle spese mediche sostenuta dalla famiglia e poi si rassicurano la comunità internazionale.
Luca

Luca Rota 04.11.05 15:37| 
 |
Rispondi al commento

Economia informazione e virus - Cina.Argomento inflazionato o sottovalutato? Solo uno spauracchio o nuova realtà e fulcro degli equilibri economici globali? Ipocrisia, siamo in ritardo e i Cinesi hanno tutti i vantacci che una nazione sovrapopolata porta con se, i cinesi sono arrivat anche in Stri Lanka a lavorare a meno degli abitanti locali. Gli organi di informazione trattano l'argomanto in maniera supeficiale e non si è andati piu in là di qualche proposta di medioevalistico protezionismo per difendere il nostro mercato. Qualunque possa essere la risposta, che sia adesso! Chi deve necessariamente interveniere, scontato, è la nostra classe dirigente e politica ma le prospetive non sono rosee. Qualche tempo fà Prodi, dopo un viaggio a Pechino per incontrare il ministro dell'economia cinese disse "I cinesi mirano alla parità della bilancia import-export" è falso, tapino Prodi che crede in queste cose e ma soprattutto che vada in giro a raccontarle. Spero che dopo le elezioni nelle quali voterò per lui, ci rifaccia tirare su la testa. C'è un modo di dire che usavo per spiegare ad un dirigente dell'azienda per cui lavoro: "E' impossibile competere con i cinesi nel fabbricare tombini stradali". Il tombino è una metafora perchè rappresenta, anti-tecnologia. La tecnologia si sviluppa con la ricerca, e chi fa ricerca in Italia oggi?
Fatto queso preambolo signor Grillo, io in Cina ho passato tanto tempo, perchè sono un tecnico di quelli con la valigia. In Cina non ho solo lavorato, qui vissuto, mi sono innamorato, mi sono disinnamorato, sono stato in ospedali, università, scuole, banchetti, ho incontrato gente normale e i nuovi supermanager. La Cina l'ho adorata e l'ho odiata. Ho sempre fatto un sacco di domande cercando sempre di capire le risposte. Non si generalizzano mai situazioni e persone, forse in Cina è un abuso minore.
Oggi sono in Cina in una provincia dello Shandong e sono in fabbrica. Dopo pranzo mi sono collegato ad internet ho letto il manifesto CONTINUA

Luca Rota 04.11.05 15:33| 
 |
Rispondi al commento

E finalmente ho scoperto questo blog e, accidenti, mi evito e vi evito tutti i blablacomplimentosi sull'impegno e la lotta perchè le informazioni giungano a tutti, certo che leggendo questo post sui polli pensavo alla follia in cui siamo immersi e che ci rimpalla da polliinfetti a mucche...eh no, sono pazze e allora....pesce...ah già c'è il mercurio e....verdure si si! come? no? sono avvelenate?....uff!

allora che mangiamo? io mi informo leggo e combatto ogni giorno per spiegare ai miei tre figli che oggi non ci si deve accontentare dell'apparenza, bisogna farsi domande e cercare e informarsi e leggere e non farsi fregare da quello che dice la televisione e faccio fatica perchè ogni piccola cosa che ci propone la vita ambrosiana qui, sù nella padania di bossi (o quel che resta di lui...), devo svelargliela e fargli notare come non sempre è come pare e che se compro le uova "Allevate a terra" e le pago il doppio di quelle anonime non significa che questo mi garantisce "qualcosa"...bensì sono allevate a terra invece che su una pavimento di gomma e che comunque sono stipate come polli (manco a dirlo!) e insomma....
è dannateamnet faticoso fare questo, combattere per non essere globalizzati e non finire imbustati sottovuoti come un salume da quattro soldi...
siamo esseri umani, accidenti, meravigliosamente comlessi e "unici" su questo pianeta....io continuo e grazie Beppe....ehm scusa la confidenza ma passamela, eh?!

Alessandra Mavellia

Alessandra Mavellia 04.11.05 13:07| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto sul giornale di oggi 3/11/05 che il ministero della sanità (Storace) se l'è presa con i presidi delle scuole che hanno eliminato il pollo dal menù delle mense scolastiche con la motivazione che così non si faceva altro che aumentare la psicosi e che invece la situazione è sotto controllo.
E allora qua io non capisco più!
E' almeno da agosto di quest'anno che tutti i giorni, tutti i giorni e ancora tutti i giorni tutti i giornali e tutti i telegiornali parlano di questa benedetta (o maledetta) influenza aviaria.
Ci viene prospettato uno scenario apocalittico con milioni di contagiati e di morti: IN ESTREMO ORIENTE CI SONO STATE BEN 64 MORTI NEGLI ULTIMI 3 ANNI!!!
MA CI RENDIAMO CONTO DI QUELLO CHE CI STANNO RACCONTANDO?
Mi sembra di vivere una classico momento "kafkiano": un tic-tac martellante e ipnotizzante della pericolosità della situazione, enormi quantità di medicinali e di vaccini richiesti in tutto il mondo, esami a non finire appena si scopre un volatile morto...MA NON C'E' PERICOLO!! E' TUTTO SOTTO CONTROLLO.
Ed osano ancora prendersela con i presidi.
Come spesso accade mi sento preso per i fondelli.
Non fanno prima a dirci che è tutta una bufala, ma siccome i laboratori di ricerca sono un po' in crisi e le industrie farmaceutiche devono far quadrare i conti non si è trovato di meglio che inventarsi una situazione che porterà la popolazione mondiale sull'orlo di una catastrofe?
Se così fosse, (non ho elementi scientifici per avallare questa tesi, ma è una semplice sensazione), si prenderebbero 3 piccioni con una fava: noi ci sentiremmo tranquilli, loro si farebbero i soldi non di nascosto e impareremmo tutti quanti a prenderci per il c..o un po' di meno! Ciao.

roberto greco 04.11.05 01:10| 
 |
Rispondi al commento

CARO ALBERTO FURTUZZI,

Di questi tempi non si può essere tranquilli di nulla. Dimmi se dopo aver letto o sentito dell'avvelenamento dell'acqua in bottiglia da parte di qualche folle non hai iniziato a controllare l'integrità del tappo prima di aprirne una; o se dopo la diffusione dell'informazione sull'AIDS non iniziasti a palparti i linfonodi; oppure se dopo aver letto di un airbag esploso accidentalmente non hai avuto dei pensieri inquietanti durante la guida. Ognuno reagisce a suo modo a informazioni più o meno allarmanti in funzione del suo istinto di autoconservazione. Il tuo istinto evidentemente di mette in allerta!
Come faccio ad essere informata? Se ti riferivi ai dati sull'H7N7, io in olanda ci vivo e qualcosina più di te dovrei saperla anche se in questo caso la notizia era sia su Scienze che su National Geographic di ottobre. Quindi basta leggere ma soprattutto avere un approccio attivo e critico all'informazione pop o di massa. Per il resto non credo di essere molto piu informata di te. Dissento quando scrivi che i dati sull'aviaria olandese sono terrificanti o comunque più terrificanti di altri. Discutibile è secondo me il metodo di profilassi adottato dagli allevatori terrorizzati dai moniti dei veterinari a loro volta manipolati dalle farmaceutiche. Nel 2004, in Olanda 31 milioni di polli sono stati assassinati per paura della diffusione del virus H7N7 senza che la stampa ne parlasse più di tanto. Domanda: se lasciata progredire, l'epidemia avrebbe fatto tante vittime? Fa pensare un po alla guerra in Iraq vero?! Sugli allevatori contagiati c'è poco da discutere. Abbiamo un sistema immunitario congenito e uno acquisito in grado di produrre una vareità industriale di anticorpi. I virus in circolazione sono moltissimi e ad ogni virus si oppone il suo anticorpo. Abbiamo tre casi: l'anticorpo è efficace, il virus muore e noi sopravviviamo; l'anticorpo non ce la fa a contrastare il virus e muoriamo; il virus è solo sulle prime pagine dei giornali, l'anticorpo non si produce perchè non lo trova ma qualcuno vuole iniettarcelo dall'esterno (vaccino). Il nostro senso critico muore assieme alla nostra libertà. Il resto è letteratura.

Vanessa Sensini 03.11.05 17:47| 
 |
Rispondi al commento

PREMETTO CHE HO APPRESO E APPREZZATO IL BLOG NEL MONOLOGO CHE HAI TENUTO A NAPOLI DURANTE LA NOTTE BIANCA E MI ACCINGO A EVIDENZIARE UN ENNESIMO CASO DI... ...MALASANITA'... DOPO ESSERE STATA UNA GIORNATA IN OSPEDALE LO SPECIALISTA MI HA PRESCRITTO ALCUNI FARMACI, CHE VADO SUBITO A COMPRARE. SOLO IL GIORNO DOPO MI RECO DAL MEDICO DI BASE, CHE NON RICEVE TUTTI I GG. (2 H DI PERMESSO + 1€ ALLA PORTA), TORNO IN FARMACIA PER IL RIMBORSO, MA AHIME', C'E' UN ERRORE SULL'IMPEGNATIVA (DOSAGGIO NON CORRETTO). CHIAMO IL MIO MEDICO, CHE MI DICE DI RIPORTARE LA RICETTA E CHE ME LA CONSEGNERA' TRA 2 GG. LAVORATIVI. VI CHIEDO: E' NORMALE CHE IO DEBBA PAGARE: 2 € ALLA PORTA 4 h DI PERMESSO IN UFFICIO 1 TELEFONATA COSTI AGGIUNTI (BENZINA, PARCHEGGIO, TEMPO, STRESS, ECC.) PER UN MEDICINALE CHE COSTA € 13,00? PERCHE' NON SOLLEVIAMO UNA SOMMOSSA AFFINCHE' ANCHE I MEDICI USINO PC, FAX, E-MAIL O QUANT' ALTRO POSSA SNELLIRE QUESTA MALEDETTA BUROCRAZIA? ANCHE LUI PER NOI E' UN DIPENDENTE, NON VI PARE? CIAO

ROSANNA D'ARCO 03.11.05 17:28| 
 |
Rispondi al commento

Caro Maesto,
sabato 29 ero a Napoli non per la "notte Bianca" ma per sentire lei e per vedere da vicino Battiato.
Mi ha colpito quando ha detto che nel nostro parlamento ci sono onorevoli che sono stati condannati per terzo grado per esempio pomicino, sgarbi, de michelis......ec e che IL SENATORE andreotti e' stato assolto solo per decorezza termini.......mi sono detto e' incredibile non perche' non seguo la politica o fatti di attualita' (sono un iscitto al partito dei comunisti italiani della sez spartaco di c/mare di stabia (na) ) ma sentire tutti quei nomi insieme tutti di un fiato come ha detto a lei e' stato a dir poco toccante.
LE chiedo con tutta onesta' e se solo nel parlamento ci sono 20 onorevoli che sono stati processati ha idea quanti sindaci, consiglieri comunali , assessori italiani siano coinvolti in affari sporchi?
le chiedo 2 cose:
IO che sono un iscritto non ho piu' fiducia in nessuno e sto balenando l'idea di consegnare la tessera secondo lei faccio bene?
Seconda cosa ma hai pensato di entrare in politica , anche con una lista tutta sua "la lista grillo" visto che io ho 23 anni la seguo da 10 sono un suo fans accanito non avrei difficolta' a votare per lei come mei migliaia e migliaia di fedeli al vangelo della politica secondo grillo.
ATTENDO UNA SUA RISPOSTA E LA SALUTO NEL MOTO PIU' AFFETTUOSO CHE ESISTA CON LA SPERANZA DI RIVEDERCI AD UN SUO SPETTACOLO E DI VEDERLA ALMENO IN TV...............
GIANLUCA APICELLA

Gianluca APICELLA 03.11.05 16:46| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
dopo aver letto il tuo articolo 'i polli all'arsenico', la domanda sorge spontanea...sei vegetariano/vegano?
Grazie ciao

Stefania Simoni 03.11.05 16:34| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: alberto fortuzzi il 03.11.05 12:51

Ciao, ti ringrazio per il tuo intervento se dopo aver letto attentamente il lavoro decennale di Hamer vuoi dare un parere saro' ben felice di leggerlo.
Tieni presente pero' che Hamer ha una lunga e documentale serie di dati nonche il suo protocollo e' stato verificato nel corso di 10 anni da oltre 150 medici differenti e tutti hanno dovuto convenire sul fatto che il proceso canceroso e lo sviluppo della malattia e la sua guarigione avvenivano ESATTAMENTE come da lui previsto.

ciao

roberto d'angelo 03.11.05 15:33| 
 |
Rispondi al commento

rispondo a Roberto D'Angelo e a Vanessa Sensini.
Caro Roberto, mi chiamo Alberto sono di milano.Guarda che il medico di cui tu parli a dissotterrato 4 cadaveri in un accampamento minerario in Alaska ,questo perchè quelle persone erano morte si di spagnola ma questo non significa che non avessero prodotto anticorpi ,anzi.Il sito fu scelto perchè i cadaveri erano stati seppelliti in terreno perennemente gelato(permafrost),si pensava che a differenza degli altri milioni di morti,questi avessero mantenuto dei virus sotto forma di spore ancora vitali, oppure si sperava di trovare tracce dei possibili anticorpi.Nei " cadaveri normali" questo è impossibile ,sai la maledetta decomposizione......il medico era si militare ma del centro di Atlanta, che per inciso è si dove si conservano virus e batteri pericolosissimi,ma non è quello in cui si testano le armi batteriologiche (che è segreto e al quale ogni sera prima di dormire dovremmo mandare globalmente affanculo), ma quello che si preoccupa di creare antidoti alle cazzate del primo(la cosa non mi lascia molto tranquillo).Mi ha molto incuriosito la storia del medico di cui parli ,finito di scrivervi volo a informarmi.
Cara Vanessa ,caro Roberto, in definitiva io credo profondamente alla pericolosita dell'aviaria,anzi sono molto allarmista; penso anch'io che le case farmaceutiche si stiano spartendo introiti immensi, ma l'impressione è come quella di vedere un bimbo che gioca con una bomba a mano,adesso si diverte.... anche Vanessa (come fai a essere cosi informata?fai invidia)cita dati di contagio terrificanti,ho parlato via mail con un virologo, mi ha detto che la pecentuale di contagio di questo virus farebbe invidia ai super virus prodotti nei centri di ricerca....forse si esagera il pericolo di contagio umano,ma dal punto di vista degli uccelli non c'è da stare allegri.Ciao
P.s.il corredo genetico dei virus (aviario e spagnola) differisce di poco ma basta a renderli estranei .Come noi col porco 1% di differenza gen

alberto fortuzzi 03.11.05 12:51| 
 |
Rispondi al commento

dell'utri ci sta in mezzo tanto per cambiare quel porco sta sempre dove c'e' del marcio.
Vedi intercettazioni telefoniche e appalti preassegnati.
L'italia e' un paese in mano alla massoneria e alla mafia ormai solo qualcosa di veramente grosso puo' salvarci.

Francesco Mancini 03.11.05 12:21| 
 |
Rispondi al commento

La verità sull'influenza aviaria

L'allarmismo della pandemia aviaria

di Luciano Gianazza
http://www.medicinenon.it/modules.php?name=News&file=article&sid=34&mode=&or
der=0&thold=0

In questi giorni abbiamo spesso visto in tv e nei giornali l¹opera di
convincimento sull¹ineluttabilità della pandemia aviaria. I vari operatori
hanno diffuso così bene le loro notizie, preparate per allarmare la
popolazione al fine di fare accettare misure preventive notevoli senza
difficoltà. I vaccini sarebbero l¹arma preventiva per combattere la
pandemia. La soluzione quindi consisterebbe nel vaccinare il modo intero.
Sappiamo in realtà cosa sono le vaccinazioni e cosa fanno, in questo sito ti
puoi documentare e averne un¹idea. Vaccinare milioni di persone potrebbe
causare davvero una pandemia, che si potrebbe poi curare con altri vaccini.
Naturalmente questo è il desiderio dell¹industria farmaceutica, che se si
realizzasse farebbe affluire nelle sue casse somme di denaro immense come
non mai nella storia dell¹uomo. La lobby delle pillole ha spinto i suoi
operatori così tanto che hanno fatto davvero un bel lavoro. Abbiamo sentito
i vari comunicati che ci informavano dei nuovi focolai apparsi qui e là, dei
volatili morti, delle vittime umane e tutto ciò che fa di contorno alla
creazione della paura. Lo stato d¹allarme ha funzionato però in maniera
imprevista: le persone hanno smesso di mangiare i polli, causando un crollo
delle vendite e la protesta della lobby dei pollaioli. Non sono d¹accordo di
rimetterci soldi per far guadagnare i fabbricanti di pillole e fialette e
fanno cortei e manifestazioni di protesta. I direttori dei telegiornali, rei
di aver creato eccessivo allarmismo, ammettono una piccola parte di
responsabilità, non sono stati solo loro, ci
sono anche i politici, l¹OMS, le case farmaceutiche e chissà chi altri. Ora
ci chiedono di aiutare i pollaioli e i lavoratori che rischiano di perdere
il lavoro se la domand

Ombretta Mattioli 03.11.05 11:48| 
 |
Rispondi al commento

MILANO - "La gara per il ponte sullo Stretto la vincerà Impregilo". Quando i pm di Monza hanno letto i brogliacci delle intercettazioni telefoniche sono rimasti colpiti. Il colloquio intercettato infatti si svolge tra Paolo Savona - al momento dell'intercettazione presidente di Impregilo, una delle due cordate in gara per il ponte - e Carlo Pelanda, economista e amico di Savona. Una frase che ha sollevato l'attenzione degli inquirenti anche perché al telefono Pelanda sostiene di avere saputo da Marcello Dell'Utri del probabile esito della gara per l'appalto più costoso mai assegnato in Italia. Sarebbe stato il senatore di Forza Italia a dare assicurazioni in tal senso. In effetti, il 13 ottobre la gara è stata vinta da Impregilo.

La frase di Pelanda a Savona viene captata per caso. I microfoni degli investigatori stavano registrando le conversazioni telefoniche dei vertici di Impregilo (oggi rinnovati) nell'ambito di un'inchiesta per falso in bilancio e false comunicazioni sociali che si trascina da tempo, e nella quale sono indagati a vario titolo Paolo Savona e Pier Giorgio Romiti, figlio dell'ex presidente di Fiat. Il sostituto procuratore Walter Mapelli e il suo capo, il procuratore di Monza Antonio Pizzi, al ponte non ci pensano nemmeno. Ma, a partire dalla fine dell'estate, molte delle comunicazioni registrate iniziano a riguardare proprio la gara: sono le settimane decisive, è in gioco l'appalto del secolo, un'opera da 3,88 miliardi di euro. In lizza sono rimasti soltanto due concorrenti, dopo il ritiro delle cordate straniere: Impregilo e Astaldi.

Per entrambi i concorrenti è una partita decisiva. L'affare è colossale sia che il ponte venga costruito, ma anche (o soprattutto, come sostengono in molti) che resti sulla carta, visto che il contratto prevede una penale stratosferica in caso di recesso da parte dello Stato (il 10 per cento dell'importo totale, cioè 388 milioni, più le spese già affrontate dal general contractor) dopo la definitiva approvazione dell'opera prevista per il 2006. Così le telefonate, i contatti a tutti i livelli sono incessanti. Nulla, però, di penalmente rilevante.

Poi arriva quella telefonata che gli investigatori ascoltano e riascoltano. Che passano ai pubblici ministeri. Pizzi e Mapelli si consultano a lungo sul da farsi. E alla fine, nel corso di un interrogatorio di Paolo Savona, gli domandano: "Il professor Pelanda le ha detto che voi avreste vinto la gara per il ponte. Come faceva a saperlo? E Marcello Dell'Utri che cosa c'entra?". Savona risponde: "Era una legittima previsione: Pelanda mi stava spiegando che noi eravamo obiettivamente il concorrente più forte". I pm di Monza, tuttavia, sono convinti di avere in mano altri elementi per nutrire qualche dubbio sulla gara di aggiudicazione.

Paolo Savona e Carlo Pelanda (economista ed editorialista del Foglio e del Giornale) si conoscono da anni, hanno scritto libri insieme, niente di strano che si sentano e che parlino anche del Ponte. Ma Pelanda chiama in causa il suo amico Marcello Dell'Utri, senatore di Forza Italia, stretto collaboratore di Berlusconi. Anche Pelanda e Dell'Utri si conoscono: Pelanda è stato presidente dell'associazione "Il Buongoverno", fondata proprio dal senatore.

In Procura c'è molta cautela: non si vuole danneggiare Impregilo, la più grande impresa della zona, soprattutto adesso che i vertici coinvolti nell'inchiesta sono cambiati. Ma da quelle parole e dagli altri elementi raccolti, il procuratore Antonio Pizzi (già noto per essersi occupato delle inchieste sul Banco Ambrosiano e le Bestie di Satana) potrebbe decidere di avviare un'inchiesta per turbativa d'asta. E se questa inchiesta venisse aperta nel fascicolo potrebbe comparire anche un altro nome importante: quello dell'ex presidente della Repubblica Francesco Cossiga, che figura nei brogliacci delle intercettazioni per alcuni contatti con Pelanda. L'ex presidente e l'economista sono infatti in buoni rapporti. Pelanda è stato consigliere della Presidenza della Repubblica (mentre oggi risulta consulente del ministro della Difesa Antonio Martino).

A questo si riferiva lo stesso Cossiga quando, durante la puntata di Porta a Porta del 5 ottobre, ha rivelato: "Sono stato intercettato da un pm mentre parlo con un mio amico che brigava per ottenere gli appalti del Ponte".


(3 novembre 2005) fonte repubblica

Antonino Cristaldi 03.11.05 11:42| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo,
per favore, visto che hai parlato del ponte sullo stretto di Messina, dicci chi è questa Impregilo, cosa ha fatto nel mondo e chi la dirige. Avrei piacere sapere chi c'è dietro, e come me penso tantissime altre persone. In quale modo è riuscita ad aggiudicarsi l'appalto?
Sentitamente.

Paolo Demenego 03.11.05 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Hai perso anche tu come me tua mamma o papa', magari un fratello una sorella o amico negli ultimi 20 anni a causa del MALE INCURABILE chiamato cancro?

http://www.nuovamedicina.com/biografia.asp

Oggi forse sarebbero ancora vivi se qualcuno non avesse boicottato la VERA RICERCA sul cancro.

Fate girare questa informazione, e salviamo il dottor Hamer dalla prigione nella quale e' attualmente rinchiuso pur riconosciuto innocente e da una morte certa.

Francesco Mancini 03.11.05 10:46| 
 |
Rispondi al commento

Sig. Grillo,

stavo guardando il suo spettacolo registrato a Milano, e a proposito di ingrossamento della prostata et similia vorrei raccontarle l'esperienza di mio padre in merito.
Aveva dei piccoli problemi proprio li e ha deciso di farsi visitare allo "spettabilissimo" policlinico di Bari.
Il dottore specialista urologo e andrologo, gli ha diagnosticato un leggerissimo ingrossamento della prostata, per la qual cura gli ha prescritto tale farmaco "YOHANDROL".
Bene dirà lei... e quindi??? il problema è che questo farmaco non è commercializzato in Italia ma solo (a detta del luminare) in USA, Svizzera e San Marino e guarda caso... proprio a San Marino c'è un'azienda sponsorizzata dal suddetto dottore che vende questo farmaco.
Dopo aver cercato su internet il misterioso farmaco senza averne ricavato nulla, decido di contattare miei amici di Denver,Usa, chiedendo informazioni su questo yohandrol.
Mi rispondono a mezzo email nel giro di mezza giornata e mi dicono che quel nome non esiste negli USA (e dico USA non Uganda) nè come farmaco tantomeno come principio attivo.
Chiamiamo il dottore sputtanandolo (mica pensava avessimo amici negli USA :P) e dice che probabilmente i nostri amici vivono in una città "non abbastanza fornita"...quando mio padre gli ha detto che parlavamo di Denver e non di un villaggio del Wyoming, il prezioso luminare ha farfugliato qualcosa di incomprensibile e insensato, aggrappandosi alla sua ancora di salvezza... SAN MARINO!
Morale della favola: considerato che neanche in Svizzera esiste traccia di queste pilloline miracolose ci siamo rivolti agli amici di questo doc. e abbiamo speso 400 euro per una cura di 3 mesi.
Adesso giudichi lei.... io solo "ringrazio" la sanità italiana per queste strepitose prestazioni.
Saluti e complimenti,
Raffaele Berardi

Raffaele Berardi 03.11.05 09:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
ti invio uno scritto della mia cara nipotina Annarita Bucci riguardante la sua esperienza in Croce Rossa nel CPT di Bari Palese di qualche tempo fà...sono certo che lo leggerai. SEI GRANDE!!!

Mille profughi


"Prestare ascolto alla voce dell'altro significa lasciare la voce dell'altro libera di esprimersi e di rivelare la propria differenza,un'antropologia dell'altro è possibile solo sulla base della pratica dell'ascolto".

Lessi questa frase della prof .ssa SOLIMINI sul mio libro di antropologia proprio quella mattina in cui inaspettatamente, mentre andavo in facoltà, ricevetti la chiamata del mio ispettore che mi diceva di andare quanto prima possibile al Centro di Prima Accoglienza Profughi di Bari Palese.. mentre scappavo a casa per indossare la mia divisa,mai avrei immaginato che quella esperienza, quel mio primo lavoro mi avrebbe cambiato la vita e sopratutto il cuore.. custodisco cosi gelosamente quell' esperienza che mi è pure difficile scrivere perché è difficile scrivere cosa raccontano gli sguardi, i profumi, la vita di persone che mai avresti pensato di incontrare e che invece ora fanno parte di me.. si perché io non dimenticherò mai nessuno di quei 1000 profughi che per 4 mesi sono stati ospitati nel centro..
arrivata al campo, una ex pista di atterraggio riempita di roulotte,io e i miei colleghi iniziammo a fare tutto quello che in un centro di accoglienza come quello barese si può fare per rendere dignitosa la permanenza degli ospiti... di quegli ospiti che venivano da lontano, quasi tutti dall'Iraq.. per arrivare in Italia avevano venduto tutto ciò che possedevano,erano stati nascosti/stipati in Libia per mesi, avevano rischiato la vita durante la traversata su quella carretta del mare che tutte le televisioni hanno mandato ripetutamente in onda,si erano caricati di aspettative, di sogni, di desideri, di buoni propositi, di speranze per i propri figli.. ma non avevano fatto i conti con la legge italiana, con la legge Bossi F

roberto varese 03.11.05 05:55| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Vanessa Sensini il 02.11.05 23:26

Grazie vanessa, io sto cercando da quando sono venuto a consocenza di questo caso del Dott. Hamer di farlo conoscere a piu' persone possibile.

E' una vergogna assoluta, che si permetta che la mafia farmaceutica uccida un'altro medico di valore perche non si e' voluto piegare alla menzogna e rinnegare la sue scoperte che porterebbero immediatamente il 98% dei malati di cancro fuori dall'incubo in cui vivono.

Ma invece sta in carcere, perche' dopo che gli hanno tolto il diritto a curare radiandolo dall'albo lo hanno accusato di pratica medica illecita perche curava gratis alcuni pazienti malati di cancro!!

BASTA!! QUESTE COSE VENGONO SISTEMATICAMENTE NASCOSTE ALL'OPINIONE PUBBLICA, quando dovrebbero andare in prima pagina dei giornali e sui TG.

Chiunque di voi ha un sito WEB vi prego di sensibilizzare i vostri utenti e diffondere questo appello, cerchiamo di liberare il dott. Hamer da una morte certa in prigionia, come avvenne gia' per il dott. Reich negli anni '50 che il giorno prima della sua scarcerazione venne trovato morto nella sua cella....

tramite questo sito potete essere aggiornati sui risvolti di questa vicenda e magari aiutare.

http://www.nuovamedicina.com

Beppe parlane...

roberto d'angelo 03.11.05 00:06| 
 |
Rispondi al commento

E intanto FINI sta da quel CRIMINALE DI SHARON!!

CHE BEL PAESE DI SCHIFOSI MASSONI E MAFIOSI PIDUISTI CHE E' L'ITALIA SEMPRE DALLA PARTE SBAGLIATA STANNO SEMPRE!!

EVVIVA!
EVVIVA!
EVVIVA!

PAESE DI M...A!!

CHE CI STAI A FA DA SHARON BRUTTO CORNUTO DI UN TRADITORE CHE NON SEI ALTRO FINI?? ti stai arrfuffianando Sharon cosi magari ti autorizza come NON EBREO a curarti un tuo futuro possibile CANCRO? usando la stessa medicina che viene negata a noi non EBREI MASSONI DI M:::A?

UN GIORNO TUTTO QUESTO SARA' NON SOLO SU POCHI SITI WEB MA DI DOMINIO COMUNE WE ALLORA DO CAXXO VI ANDATE A NASCONDERE E'??

Francesco Mancini 02.11.05 23:54| 
 |
Rispondi al commento

Sono un fan del nostro amato presidente Silvio Berlusconi. Caro Beppe Grillo, t'invio una poesia che ho dedicato all'uomo della provvidenza che sta salvando l'Italia dai comunisti e dala recessione.

A Silvio

E’ il nostro Presidente,
è Berlusconi,
e sotto, è garantito,
c’ha li cojoni.

Il suo sorriso limpido e sincero
m’ha conquistato il cuore per davvero.

Il vil Borrelli, il giudice,
c’ha tentato,
ma Silvio, il nostro capo,
l’ha fregato.

Se penso a un tal Di Pietro,
che insensato,
volea chiuder in cella il beneamato.
Ma il losco figuro è decaduto,
a Montenero il tipo è scappato.

Lui guarda sempre avanti,
è un gran profeta,
è un condottiero, un duce,
è un asceta.

E’ l’unto dal Signore,
è benedetto,
e sempre sia lodato
sott’ogni tetto.

Ha un santo protettore
su nel cielo,
Bettino lui si chiama:
un uomo vero!

Un sol difetto avea
il santo uomo:
il prossimo fregava
tomo tomo.

Oh Silvio,
Duce nostro,
sei circondato
dal meglio che l’Italia ha creato.

C’è Vito, Emilio Fede e sor Ferrara
che con la pancia tonda ti ripara.

C’è poi l’Umbertino,
il cavalier padano,
che invece della spada
ha un pisello in mano.

C’è Fini,
il neofascista,
che per amore
ha pensionato il Duce
e per Signore ha scelto te,
oh Silvio!
senza pudore.

Infine son rimasti i due crociati,
Casini e Buttiglione son chiamati,
son prodi cavalieri,
ma un po’ intronati,
son ex democristiani ricreati.

E dunque amici miei,
se vincere vorrete,
a Silvio fedeltà voi giurerete.

E chiara è la promessa,
è garantita,
la tassa maledetta sarà abolita.

Poi il posto di lavoro vi darà
che in toto ad un milione arriverà.


Se invece una casetta avete innalzato,
in barba alla legge avete costruito,
il nostro Silviuccio ha ribadito:
un bel condono è pronto e garantito.

Se un giudice malvagio in cella v’ha buttati,
in due o tre minuti sarete liberati
e i vili magistrati
che di rosso son togati,
saranno poi puniti
e t

domenico anfora 02.11.05 23:52| 
 |
Rispondi al commento

Dr. Med. Mag. Teol. Ryke Geerd Hamer

6 dicembre 2000

Al Presidente del Consiglio Centrale
degli Ebrei in Germania
Signor Paul Spiegel
..
.
.

Oggetto: NUOVA MEDICINA

Egregio Signor Presidente del Consiglio Centrale degli Ebrei in Germania, Paul Spiegel

Mi rivolgo a Lei, quale presidente del suddetto consiglio, a proposito di una questione probabilmente estremamente terribile, che potrebbe coinvolgere l'intera comunità ebraica mondiale, e questo per molti secoli. Si tratta della repressione della conoscenza della NUOVA MEDICINA per i non-ebrei perpetuata da quasi vent'anni.
.
.
.

E se i suoi amici della loggia suprema israelita, la B'nai B'rith, dovessero tentare di uccidermi, neppure ciò sarebbe di nessun aiuto, infatti tutti saprebbero da questa lettera che rimarrà su Internet che solo la B'nai B'rith poteva assassinarmi, come infatti ha già provato a fare (rappresentante del Menachem Schneerson).
.
.
.
.
Ecco ora la ragione di fondo del mio scritto:
la NUOVA MEDICINA esiste da quasi vent'anni. Finora essa è stata verificata ufficialmente e pubblicamente 27 volte, cosa che è possibile fare solo nel caso di una scienza così rigorosa come la NUOVA MEDICINA, non basata su 5000 ipotesi come appunto la medicina tradizionale.
La NUOVA MEDICINA offre una possibilità di sopravvivenza, ad esempio nel caso del cancro, del 98%, mentre la pseudo-terapia della medicina tradizionale, che fa ricorso a chemio, irradiazioni e morfina, ha una mortalità del 98%
.
Negli anni Ottanta ho tenuto innumerevoli seminari di NUOVA MEDICINA in Francia,
.
.


Nel 1986 ricevetti però un duro colpo quando
.
.
.
uno scritto dal rabbino supremo, Menachem Schneerson, in cui si diceva che tutti i rabbini dovevano accertarsi che gli Ebrei venissero curati con la NUOVA MEDICINA
.
L'esercizio però della NUOVA MEDICINA, doveva avvenire segretamente e non doveva essere applicata ai non-ebrei.

RABBRIVIDISCO...

http://www.nuovamedicina.com/biografia.asp

Francesco Mancini 02.11.05 23:49| 
 |
Rispondi al commento

CARO ROBERTO D'ANGELO Appoggio pienamente il tuo interrvento. Anche in Olanda l'aviaria ha il suo passaporto, si chiama H7N7.

E IL REALITY DELLE MULTINAZIONALI FARMACEUTICHE CONTINUA. ECCO I CONCORRENTI ANCORA IN GARA E GLI ESCLUSI.


La SARS esce dal gioco

Tutto iniziò con l'omissione da parte delle autorità cinesi dell'insorgenza di un focolaio di polmonite atipica nella provincia del Guandong. Dopo tre mesi il 13/05/2003 seguì un'allerta generale lanciata per il pericolo di un'epidemia globale.
Il bilancio (non definitivo) dell'OMS al 5/04/2003 fu di 90 morti. È stata la malattia dal più alto impatto mediatico dai tempi della scoperta dell'Aids.
Che cosa ci ha insegnato la SARS? È stato un banco di prova per la verifica dei sistemi di sorveglianza sanitaria. Oggi possiamo aggiungere che l'informazione non è solo il primo rimedio contro le malattie infettive ma se usata in modo non trasparente e corretta può essere più pericolosa di qualsiasi virus.


L'H7N7 va in nomination

In Olanda è successo di peggio. Alcuni studi sugli anticorpi avrebbero rivelato che l’anno scorso almeno 1000 persone - molte più del previsto - hanno contratto un virus dell’influenza aviaria durante una gigantesca epidemia dei polli in Olanda. Sorprendentemente, coloro che hanno sviluppato sintomi dopo essere stati infettati hanno trasmesso il virus al 59% delle persone con cui sono venuti in contatto. Prima che il virus, una varietà chiamata H7N7, fosse sotto controllo, sono stati eliminati in Olanda quasi 31 milioni di polli. Un veterinario è morto per l’infezione virale, e circa 450 persone hanno riportato problemi di salute (soprattutto infezioni agli occhi come congiuntiviti). Il virologo Marion Koopmans del RIVM ha individuato il virus H7N7 in campioni oculari di 89 pazienti. Koopmans ha trovato anticorpi in circa 240 persone e stima circa 1000 infettati asintomatici.


L'H5N1 vince la prova leader

La prova consisteva nel saltare da un pollo in gabbia alle prime pagine dei giornali.

Vanessa Sensini 02.11.05 23:26| 
 |
Rispondi al commento

Consiglio a tutti un libro bellissimo: "Il contratto animale", di Desmond Morris.
Condivido la sua idea per la quale gli animali, anche se allevati per l'alimentazione, devono essere rispettati, e devono avere dei diritti imprescindibili che gli consentano una vita "dignitosa".

Adriana Coppi 02.11.05 23:17| 
 |
Rispondi al commento

IL CASO DEL DOTTOR HAMER

Forse non tutti sanno che...riprendo quello che era il titolo di una famosa vecchia rubrica della RAI, per parlare del caso del dottor Ryke Geerd Hamer, un medico di 70 anni oggi rinchiuso in una prigione francese, per l'unico motivo di aver osato contraddire i principi sui quali si basa la medicina moderna,in particolar sotto l'aspetto dei protocolli di cura dei tumori...mi torna in mente il dottor Reich e il suo imprigionamento, mi torna in mente il nostro Dottor di Bella e il suo martirio nonche' il discredito della comunita' medica e famaceutica internazionale in merito ai suoi protocolli di cura del cancro...

continua qui'

http://portale.hobbymeteo.it

Dobbiamo rendere pubblico il calvario di questo coraggioso medico tedesco BEPPE, devi parlarne, fanne un'articolo e' una cosa vergognosa, leggetevi la storia c'e' da rabbrividire.

L'aviaria? ma fatemi il piacere..riagganciate il cervello e spegnete la televisione, dal 1918 anno della spagnola ogni 10 anni circa ci sono state pandemie passate piu' o meno sotto silenzio, l'ultima nel 97/98 quando circa 78.000 americani sono morti per l'influenza stagionale ovvero piu' del doppio dell'anno precedente.
Qualcuno mi spieghi perche' un medico militare si e' preso la briga di dissotterrare tutti i cadaveri MORTI di Spagnola nel 1918 con al speranza di fare cosa? di ricreare il virus? perche' non si e' dissotterrato invece tutti quelli che al virus della spagnola hanno reagito creandosi degli anticorpi?? forse sarebbe stato piu' utile per la ricerca del vaccino visto che l'H1N1 (SPAGNOLA) e' parente prossimo dell' H5N1 (AVIARIA).

Qui' le cose NON TORNANO leggetevi cosa fanno a tutti i medici che si rifiutano di adeguarsi alle LEGGI FERREE e IMMUTABILI della medicina tradizionale, Reich, Di Bella solo per citarne 2..LA RICERCA SUL CANCRO E' UN AFFARE cosi' come le dannosissime e costosissime cure attuali e quindi la cura non verra' trovata per i prossimi 2 secoli!!. SVEGLIA

roberto d'angelo 02.11.05 22:57| 
 |
Rispondi al commento

Beppe volevo un tuo commento su LIBERO e la ADSL a 4Mb

Ciao e grazie.

massimo ricciuti 02.11.05 20:58| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti volevo solo segnalarvi che è stato fatto un nuovo attentato alla libertà e all'informazione da parte di Libero (WIND) che con il servizio ADSL ha in pratica bloccato la P2P senza informare i suoi clienti!!!
Da parte del provider non è successo niente e tutto funziona correttamente fatto sta che miriadi di persone non utilizzano più la P2P bloccata dal nostro gestore.
Tanto per intenderci la P2P è la parte di banda che utilizza internet per scambiare files di alcuni programmi per fare un esempio Emule, Skype (ormai non mi funziona più), e i vari messanger!!!

Coraggiosi ormai e consapevoli di far parte in uno stato dove regna il reggime vi saluto.

Dico solo una cosa e concludo..mi vergogno di essere Italiano!

Ciao e grazie

MASSIMO RICCIUTI 02.11.05 20:56| 
 |
Rispondi al commento

Sapete cosa penso?
Che l'influenza aviaria è una bella forma "pubblicitaria" per far lavorare le multinazionali farmaceutiche.
Avete idea di quanti farmaci antivirali stanno vendendoin questi giorni? Farmaci che scadranno in qualche magazzino (il nostro bel paese si è già premunito naturalmente..)
Intanto i bambini muoiono a valangate di morbillo o banalità come infezioni intestinali..
Ma a chi importa?

Silvia

Silvia Casarolli 02.11.05 19:53| 
 |
Rispondi al commento

CARO VITTORIO BATTAGLIA

Perchè le poltrone dei politici che pure sono in pelle SÌ, e gli interni delle auto dei cc NO?

Ti è venuto in mente qualcosa? :-)

Vanessa Sensini 02.11.05 17:59| 
 |
Rispondi al commento

Ciao,
non so se attualmente sia ancora così, ma mi sono sempre chiesto come mai le auto di carabinieri e polizia avessero i sedili in pelle!!! Un'optional solitamente piuttosto caro che vedo poco utile alle auto delle forze dell'ordine. E' vero che è più facile pulire la pelle che i sedili di tessuto, e con quello che immagino possa succedere trasportando qualche "ospite", credo possano anche tornare utili. Ma una fornitura ad hoc di tessuto specifico potrebbe essere più economico.

vittorio

Vittorio Battaglia 02.11.05 17:29| 
 |
Rispondi al commento


http://www.disinformazione.info/pollipazzi.htm

Polli messi al forno, prima di “impazzire”
Guglielmo Donadello, consulente aziendale settore zootecnico e agroalimentare (Liberazione, 19 novembre 2000)
Che cos’è oggi il pollo da carne? Stiamo parlando di broiler.
Tutti i polli che compriamo e mangiamo, in tutto il mondo, sono oramai solo di un paio di razze ibride (denominate COBB 500, i cui brevetti sono in mano alla The Cobb Breeding Company LTD), nate nei segreti laboratori di genetica applicata, selezionate esclusivamente per l’ingrassaggio. Il risultato di queste selezioni è una vera macchina biologica ad elevatissimo “indice di conversione”: un broiler mangia un chilo e mezzo di mangime e ne “produce” uno di carne. Lo fanno vivere solo 35 giorni (non ha neanche il tempo per diventare pazzo). Questi polli denominati “galletti” quando arrivano a “maturazione” pesano vivi in media sui 2,3 chili e preparati a busto circa 1,2. Per avere queste rese così elevate e cicli biologici così accelerati servono allevamenti e mangimi adatti.

Come vengono allevati
Si chiama allevamento integrato. Assoggettato, cioè, alla filiera industriale della produzione di carne, le cui principali fasi sono: produzione della gallina ovaiola, incubatoi delle uova, produzione dei pulcini, magnifici, macelli, industria di lavorazione, logistica, commercializzazione nella rete della grande distribuzione organizzata. Nel nostro paese due aziende controllano oltre il 70% del mercato. Una è l’AIA del gruppo Veronesi e l’altra è del gruppo Amadori.
L’allevamento viene svolto in grandi capannoni dove possono stare decine di migliaia di volatili: con una densità di 10-15 per metroquadro, sino a 30 chili di “carne” a mq. (I regolamenti UE per gli allevamenti biologici stabiliscono in tre polli per metro quadrato la densità massima ammissibile). Beccano tutto ciò che ha colore paglierino, giorno e notte, grazie all’illuminazione artificiale.

MATTEO GUERRINI 02.11.05 16:08| 
 |
Rispondi al commento

RISPONDO A LUANA ARFELI

In effetti l'influenza aviaria in Olanda non c'è mai stata ma è successo di peggio.
Il National Geographic (nota rivista scientifica americana) e Le Scianze (italiana) lo scorso 25 ott hanno pubblicato un articolo secondo cui l'esame degli anticorpi in soggetti olandesi mostrerebbe la vera estensione dell'epidemia. Alcuni studi sugli anticorpi avrebbero infatti rivelato che l’anno scorso almeno 1000 persone - molte più del previsto - hanno contratto un virus dell’influenza aviaria durante una gigantesca epidemia dei polli in Olanda. Sorprendentemente, coloro che hanno sviluppato sintomi dopo essere stati infettati hanno trasmesso il virus al 59% delle persone con cui sono venuti in contatto. I risultati dello studio sono stati resi pubblici dall’Istituto per la salute pubblica e l’ambiente (RIVM) di Bilthoven.
Prima che il virus, una varietà chiamata H7N7, fosse sotto controllo, sono stati eliminati in Olanda quasi 31 milioni di polli. Un veterinario è morto per l’infezione virale, e circa 450 persone hanno riportato problemi di salute (soprattutto infezioni agli occhi come congiuntiviti). In un articolo pubblicato a febbraio sulla rivista “The Lancet”, il virologo Marion Koopmans del RIVM e colleghi avevano comunicato di aver individuato il virus H7N7 in campioni oculari di 89 pazienti, usando la reazione a catena della polimerasi o coltivandolo.
Per valutare la vera estensione dell’epidemia, Koopmans e colleghi hanno ora esaminato le persone a rischio, alla ricerca di anticorpi contro il virus. Hanno trovato anticorpi in quasi la metà delle 500 persone che avevano lavorato con i polli infetti. Basandosi sul numero totale dei lavoratori a rischio, i ricercatori concludono che almeno 1000 persone potrebbero essere state infettate, molte delle quale senza manifestare sintomi.

Vanessa Sensini 02.11.05 16:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono appena stata ad Amsterdam ed ho chiesto ad un'amica olandese che cosa dicessero i media a proposito dell'aviaria: mi ha risposto che E' UNA MALATTIA ITALIANA, in Olanda non se ne parla. Stamattina ho letto che Storace ha mangiato carne di pollo per dimostrare che non c'è pericolo: siamo per caso tornati al Medioevo???

Luana Arfeli 02.11.05 14:58| 
 |
Rispondi al commento

CARA VENESSA SENSENI, grazie, la frittata era ottima; sono stato bene fino a cena.

Vedo però che hai ancora un po' di confusione in testa: io ho parlato di estensione di diritti ad esseri senzienti [senza virgolette! Chiaramente parlo di diritti relativi alle loro esigenze etologiche, (sempre senza virgolette!); quindi niente diritto ai maiali di mangiare a tavola con l'uomo, come qualcuno ha proposto, suppongo in un momento di raro acume intellettuale:-] e non mi risulta che le uova rientrino in suddetta categoria.
Il paragone è un po' forzato, dato che noi uomini non deponiamo le uova, ma se qualcuno si fa una pugnetta, tu lo reputi un omicidio?! Sai gli assassini in giro...!;-)

A parte che non sapevo che le uova si svegliassero presto, ma cosa c'entra l'orario a cui mi alzo la domenica con le esigenze etologiche (senza virgolette!) dei miei amici pennuti?

Grazie del "meraviglioso":-)

Ah, dimenticavo: chiaramente le uova erano di galline non allevate in batteria (vedi dove ho messo il mio "riconoscimento di diritti agli esseri senzienti"?)!

Bàlint Vetsey 02.11.05 14:06| 
 |
Rispondi al commento

caro amico beppe mi chiamo luca ho 30 anni e sono di milano,sono molto tristeperche il mio papaein ospedalecon una gravissimamalattia al cuore che lui non sa di avere,ti scrivo come ad un amico perche il mio papadi 67 anni nella sua vita ha sempre lavorato e sembra quasi che di lavoro stia morendo lui e li con quei occhi spenti e lo sguardo triste che non sa di avere pochi giorni di vita io l altra volta gli ho portato dei tuoi scritti e ho visto che sorrideva perche lui e un tuo grande estimatore lui non capisce la gravita della sua disperata situazione e io ho tanta tristezza nel cuoremi piacerebbe solo una cosa come un desiderio ultimo per lui che tu gli scrivessi qualcosa indirizzata a lui si chiama ivo qualcosa per farlo sorridere magari perl ultima volta ricordando magari anche una persona buona come te.ti ringrazio anche se non potrai ma per me in questo momento sei come una stella che puo anche per due minuti distrarre il mio papa che e tanto buono.ciao da luca

luca moretti 02.11.05 12:49| 
 |
Rispondi al commento

Ciao beppe, ciao amici.Circa l'influenza aviaria vorrei dire poche, chiare ,terrificanti, verita.Il pericolo è una pandemia ,con tante di quelle morti fra le popolazioni avicole mondiali da rendere innimmaginabile il futuro alimentare di popolazioni quali quelle del sud-est asiatico( mangiano quasi solo pollo).Perche esiste il pericolo di pandemia ?perche i polli vengono allevati ,come ricordava beppe, in condizioni terribili, gli allevamenti moderni sono a tutti gli effetti dei perfetti alllevamenti di super virus:,i tanti animali ammucchiati, le condizioni ambientali ( 22-26 gradi umidita 40-60%), regimi dietetici standard, la continua esposizione a antibiotici e antivirali in dosi massicce creano ceppi di micro -organismi estremamente efficaci nel contagiare popolazioni (avicole o umane) in pochissimo tempo. Per fare un esempio calzante l'unico caso a noi familiare di pandemia causata da agente virale "trasformato" è l 'influenza di spagnola alla fine della prima guerra mondiale . La vita nelle trincee , regimi alimentari standard ,scarsa igiene avevano creato questo nuovo virus che nelle unità al fronte causava una piccola moria , ma quando la guerra fini e i soldati congedati tornarono a casa si ebbero piu morti che durante tutto il conflitto.Oggi le trincee sono gli allevamenti, ricordo che i controlli (sacrosanti ) a tappeto dei nostri tanto decantati allevamenti servono solo a dirci quando questa influenza arriva non a prevenirla.Quello che mi stupisce nel mondo è la nostra incapacita di applicare soluzioni razionali a problemi chiaramente incombenti, certe volte sembra che siamo un pianeta di isterici nichilisti..... perchè siamo sempre noi piccoli frequentatori di blog a chiedere un po di coerenza !!!!!!!!!

alberto fortuzzi 02.11.05 11:31| 
 |
Rispondi al commento

Attenzione!
C'è chi di questi tempi prepara gli affari di domani.
I polli si vendono poco quindi i grossisti se li accaparrano a prezzi stracciati e li stanno congelando per venderceli tra qualche mese...quando si parlerà un po' meno dell'aviaria.
Tosto vero?

Mauro Bevilacqua 02.11.05 11:05| 
 |
Rispondi al commento

niente di nuovo purtroppo...mi meraviglia che ancora possano stupire le abominnevoli tecniche di allevamento.ammetto che il mio è un giudizio di parte, sono animalista e vegetariana, ma cercherò di essere obiettiva comunque. la mia scelta è personale, amo la natura e provo a rispettarla il più possibile. non è facile, ma credo già sarebbe un buon passo se riguaardo all'alimentazione- e quindi mi riferisco anche ai vari vegetali ogm- tutti avessimo una maggior consapevolezza di cosa arrivi nelle nostre tavole...ma l'interesse dovrebbe partire da noi.
e invece a parte scandalizzarci per 5 minuti davanti al tg, nella vita di tutti i giorni credo che sempre più il cibo sia pura merce e non più natura.
come se l'uomo si fosse dimenticato di appartenere egli stesso alla natura...siamo in preda a un delirio di onnipotenza? a mio parere già da tempo.
l'idea dell'umanità come cancro del nostro pianeta non è nuova.
e mi sento pessimista anche riguardo possibili soluzioni. perchè di fatto siamo tutti dei figli viziati, adagiati nelle comodità della vita, e credo ci risulti difficile fermarci a pensare, fermarci ed agire.
le mie parole sembreranno esagerate, ancora di più se riferite ai miei 20anni appena di esperienza su questa terra...ma credo che almeno un fondo di verità sia innegabile: ovunque ci voltiamo qualcosa non va.
se noi siamo davvero il cancro di questa terra, dovremmo comunque ricordarci ogni tanto che non siamo onnipotenti e che c'è la possibilità- sempre meno remota- che la natura ci si rivolti contro e decida di debellare questo virus che la infetta.
non riusciamo a rispettare ed amare nemmeno i nostri simili; ciò che è diverso nella maggior parte -direi totalità- dei casi è considerato inferiore. davvero abbiamo il diritto di considerarci così importanti?
il mondo è diventato il nostro ipermercato, ogni merce è sullo scaffale solo per noi, e arrivati alla cassa siamo anche convinti di non dover pagare. prima o poi qualcuno o qualcosa dovrà fermarci

anna pierobon 02.11.05 10:57| 
 |
Rispondi al commento

ho la fortuna di poter tenere una decina di polli in giardino per il consumo familiare: mangiano solo insetti, pane e mais franto, un pulcino impiega più di 6 mesi per poter diventare abbastanza grande da poter essere mangiato. Vivono all'aperto e sgambettano dalla mattina alla sera per cui sono un pò "duretti" al momento della consumazione ed è per questo che amici e parenti non li apprezzano più di tanto anche se sono SANI. che dire?

Laura Menetti Commentatore in marcia al V2day 02.11.05 10:48| 
 |
Rispondi al commento

ho seguito un intervista telefonica su Rai news 24 del presidente dell'associazione(?) avicoltori italiani, di cui non ricordo il nome, il quale, nel cercare di tranquillizzare gli acquirenti di pollame, ricordava che l'influenza aviaria è stata scoperta nell'800 e che evidentemente (anche se lui non lo dice chiaramente) è probabile che in quasi due secoli in Italia ci sia già arrivata più di una volta e probabilmente avrà ammazzato più di un pollo e di un tacchino e magari anche qualche cristiano. eppure sino ad oggi non è scoppiata nessuna pandemia. spero, dato che l'intervista l'ho sentita verso le 6 di mattina, quindi ancora mezzo addormentato, di non avere frainteso quello che ha detto, che poi andebbe verificato. qualcuno può confermare questa notizia? intanto Bush ha stanziato 6 miliardi di dollari per i vaccini (ma per quelli normali, suppongo, visto che per l'aviaria non esistono ancora)

Christian Tola 02.11.05 10:00| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti...
Lancio una provocazione:
E se questo "temutissimo virus dei polli" sia stato così tanto "pompato" dai media per distrarre il teleascoltatore da fatti più importanti?
Non voglio dire che non esiste una sorta di virus ma ritengo assurdo o quantomeno strana tutta questa attenzione.
Su qualche quotidiano ho letto che in indonesia per questo virus sono morti dal 2001 già 14 persone.
14 persone in 4 anni????Credo ci siano stati più morti per "scivolamento da buccia di banana" negli ultimi 4 anni..
Va bene la prevenzione,va bene stare con gli occhi aperti ma a me tutto questo primo piano puzza un pò...mi sembra puro allarmismo ingiustificato.
Un pò come fu con la mucca pazza.
Non si parla più di terrorismo ultimamente,di pericolo attentati..però ci hanno servito il virus dei polli!
Che ne pensate?

christian colmegna 02.11.05 09:09| 
 |
Rispondi al commento

Giusy Bendinelli, mi fa piacere che in Trentino ci siano simili oasi felici, osa che purtroppo fino ad ora non sapevo.
Inoltre, sono al corrente di altri pascoli simili sulle Alpi piemontesi e valdostane, il problema è non penso di possano paragonare una o due regioni (o parti di esse) con un intera nazione...

In Belgio ho girato per più di 1000km in lungo ed in largo e posso tranquillamente dire che sia estremamente diffuso, qui in Italia difficilmente penso si possano raggiungere le stesse estensioni...

stefano "akiro" meraviglia 02.11.05 01:45| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Bàlint Vetsey il 02.11.05 00:09

CARO BÀLYNT VATSEY,

Buona la frittata con le uova di gallina?! Con due uova in pancia sarai stato bene per almeno sei ore visto l'apporto proteico. Beh, fai conto di esserti mangiato un paio di pulcini a colazione. Immagino come andrebbero a farsi friggere le "esigenze etologiche" dei tuoi amici pennuti se solo ti svegliassi più presto la mattina (come le uova!). E il tuo riconoscimento di diritti agli "esseri senzienti" dove lo hai messo?! Fra due parentesi a forma di becco di gallina?

Dai che vai benissimo continua così anzi, come direbbe il mitiko Beppe, sei meraviglioso!!!

Vanessa Sensini 02.11.05 01:38| 
 |
Rispondi al commento

CARA VENESSA SENSENI, è pacifico che il concepire diritti sia una prerogativa umana; ciò però non ha nulla a che fare con il riconoscimento di diritti ad altri esseri senzienti! E poi perchè dovrebbero lasciare "lo spazio" che trovano?! Disprezzi ciò che nasce nella testa dell'uomo?

Tu mi chiedi di domenica... Cacchio, io a malapena ricordo ciò che ho mangiato a pranzo oggi! Cmq sicuramente mi sono alzato tardino, quindi ho fatto solo colazione...:-p

Tanto per sintonizzarci: oggi a pranzo frittata con le cipolle (alla Fantozzi:-), insalata e pane; cena: minestrone. Vado bene?

Bàlint Vetsey 02.11.05 00:09| 
 |
Rispondi al commento

sto cominciando a nutrire dubbi sulla veridicità di alcune notizie del virus H5N1 e sai perchè?
Perchè sto cercando di fare una stima di quanto guadagnerà la casa farmaceutica che ne venderà il vaccino.

Paolo Cantani 01.11.05 23:42| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe ti seguo ma molto tempo ,sono come te di Genova e ci conosciamo dal tempo in cui hai aperto il bar sulla piazzetta con tuo fratello,trovo quasi tutto giusto quello che dici e condivisibile,però non vedo come si possa cambiare lo stato delle cose dal momento che il rimedio sembra forse peggio del male mi spiego megli ,ci siamo forse dimenticati chi è il Proff.Prodi cosa hafatto con (IRI,CIRIO,NOMISMA ,TELEKOM SERBIA,ECC.ECC.)come si può pensare che sia la persona giusta per risolvere il grande casino di casa nostra e se non va bene lui chi ci mettiamo? gradirei sapere come la pensi grazie ,con simpatia Walter Brighi

Walter Brighi 01.11.05 23:24| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe ti seguo ma molto tempo ,sono come te di Genova e ci conosciamo dal tempo in cui hai aperto il bar sulla piazzetta con tuo fratello,trovo quasi tutto giusto quello che dici e condivisibile,però non vedo come si possa cambiare lo stato delle cose dal momento che il rimedio sembra forse peggio del male mi spiego megli ,ci siamo forse dimenticati chi è il Proff.Prodi cosa hafatto con (IRI,CIRIO,NOMISMA ,TELEKOM SERBIA,ECC.ECC.)come si può pensare che sia la persona giusta per risolvere il grande casino di casa nostra e se non va bene lui chi ci mettiamo? gradirei sapere come la pensi grazie ,con simpatia Walter Brighi

Walter Brighi 01.11.05 23:23| 
 |
Rispondi al commento

Vede Grillo deve sapere che io vorrei fregarmene, sono talmente stufa di tutto e di tutti che vorrei dire baaaaastaaaaaaaa!
Cerco di vivere al meglio, nel rispetto degli altri, delle regole comuni, faccio pure la raccolta differenziaaata, che farla qui è una cosa dell’altro mondo, ti guardano come se fossi un’aliena, come dire “poverina è malata, ha una carenza d’affetto”.
Io voglio essere rispettata!! Lo pretendo. Questa società non mi rispetta!! Mi devono far fare cose che non voglio, devo subire cose che non voglio subire solo perché qualcuno lo ha deciso e ciò che fa più rabbia e che in realtà… non interessa a tutti.
Sig Grillo la verità è che ci sono molte persone che la seguono, che annuiscono alle sue “rivelazioni”, ma che poi se ne freeegaaanooo di lei, di me e di tutto quello che non gli interessa in prima persona. L’unico loro interesse è riempirsi la pancia, scopare e avere i soldi, null’altro.
Qui la situazione è questa non so dalle sue parti. Io sono un’insegnante, mio marito è un’insegnante e posso dirle in anteprima, visto che le nuove generazioni le vediamo tutti i giorni, che il futuro sarà peggiore assai, la nuova classe dirigente che si sta formando è ancora peggio mi creda.
La situazione è grave e noi che ce la prendiamo siamo rimasti in pochi, io cerco sempre di “sensibilizzare” questo mucchio di giovani inerti, difesi al cento per cento dai genitori per i quali noi insegnanti non siamo più nulla, zero, nix, siamo solo dei poveracci con uno stipendio di 1.200 € al mese.
E allora mi chiedo che senso ha vivere così? Sarebbe stato meglio scendere a compromessi quando ce ne era stata l’opportunità, piegarsi ma avere adesso qualcosa in più, solo per non avere a che fare con questa società rozza, stupida, ottusa con la quale giornalmente mi incontro. Io non li posso vedere più, li disprezzo.
Conosco bene le realtà di Palermo e di Catania e da qui la situazione è questa ed io e mio marito vorremmo tanto uscircene. Cinzia da Palermo.

Cinzia Franco 01.11.05 21:40| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di contagi, di polli… leggete questa: "la televisione è il mezzo con il quale la politica si trasmette dagli uomini ai polli ... che ne pensate?
In merito alla paura da infezione x influenza aviaria, vorrei dirVi di approfittare di questo momento x riflettere sull'importanza di non mangiare + carne bianca o rossa ke sia. Informatevi e scoprirete i vantaggi a diventare vegetariano, vantaggi x il Vostro corpo fisico, x il Vostro corpo emozionale e x quello spirituale, insomma x quell'insieme di Corpo, Coscienza e Anima.
I vantaggi giungeranno anke ai Vostri amici animali ed a tutto il Nostro ambiente.
Vorrei segnalarVi questo sito: http://www.viveremeglio.org dove troverete vere notizie e/o informazioni su tantissimi argomenti, adatti a tutti i livelli di coscienza e di conoscenza.
Non Vi chiedo di darmi retta ciecamente, xkè purtroppo nessuno è profeta in patria, ma spero x Voi (ed anche x me) che almeno lo stimolo di curiosità Vi possa portare a renderVi conto di quanto possa essere importante x tutti Noi.
Comunque, fermo restando il libero arbitrio, spero ke nessuno di Voi mi risponda ke anke quel folle di Hitler era vegetariano. Ogniuno di Noi è libero di vivere come meglio pensa, ma ricordateVi questa bella massima di frank Zappa: "La mente è come un paracadute, se non si apre, sono c..zi tuoi".
Ciao, un abbraccio a tutti Voi e x il Nostro Grillaccio

Pasquale Rivoli 01.11.05 19:49| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Bàlint Vetsey il 01.11.05 17:54

CARO BÀLYNT VATSEY i diritti degli animali esistono solo nella testa dell'uomo che per altro è onnivoro quindi lasciano lo spazio che trovano. Tanto per sintonizzarci tu domenica cosa hai mangiato a pranzo?

Vanessa Sensini 01.11.05 18:45| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei invitare tutte le persone che hanno a cuore i diritti degli
animali a iscriversi alla mailing list animali_iniziative/AgireOra:
vengono segnalate proteste cui partecipare via email, per la difesa
degli animali, e notizie di manifestazioni ed altri eventi sempre sul tema.
Sono 4-5 proteste la settimana, piu' le notizie.

Per iscriversi basta seguire il link in alto a destra "Mailing List" sul
sito http://www.agireora.org

Bàlint Vetsey 01.11.05 17:54| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Francis*PAC, sono pienamente d'accordo con te: "ognuno dovrebbe riflettere prima di scrivere" (e anche imparare a scrivere;-). In questo modo riuscirebbero tutti a capire che mangiare a tavola con l'uomo non rientra certo tra i diritti inviolabili del maiale (dimmi la verità: avverti anche tu la risibilità di tale affermazione) al contrario del vivere la propria vita secondo le proprie esigenze etologiche come qualsiasi altro essere senziente (beh, almeno così dovrebbe essere...). E capirebbero tutti anche che difesa dei diritti umani e animali sono tutt'altro che inconciliabili...
Buona riflessione...

Bàlint Vetsey 01.11.05 17:45| 
 |
Rispondi al commento

IL POLLO CHE C'È IN NOI

Poche ore fa 7.000.000.000 di $ sono stati stanziati dal governo Bush per vaccinare 20.000.000 di americani. Questa esorbitante cifra non include i costi per finanziare i farmaci destinati agli allevamenti. Ecco a cosa è servita la propaganda terroristica sull'aviaria.
Riepilogando: 4 polli, 3 oche, 2 cigni e un pappagallo si ammalano e muoiono (nel '61 un virus influenzale uccise 2 milioni di polli). Un gruppetto di uomini invoca una pandemia (mai esistita) e tutti si spaventano. Un tempo il vaccino era uno strumento preventivo. Ora è diventato un alibi per chi ha deciso di fasciare una testa che non si è ancora rotta e probabilmente non si romperà.

Una cosa è certa: alla fine di questa triste storia uomini vaccinati mangeranno polli vaccinati senza che si sia diffuso il virus con evidenti ripercussioni sulla salute di tutti. Come siamo polli!

Vanessa Sensini 01.11.05 17:31| 
 |
Rispondi al commento

IL POLLO CHE C'È IN NOI

Poche ore fa 7.000.000.000 di $ sono stati stanziati dal governo Bush per vaccinare 20.000.000 di americani. Questa esorbitante cifra non include i costi per finanziare i farmaci destinati agli allevamenti. Ecco a cosa è servita la propaganda terroristica sull'aviaria.
Riepilogando: 4 polli, 3 oche, 2 cigni e un pappagallo si ammalano e muoiono (nel '61 un virus influenzale uccise 2 milioni di polli). Un gruppetto di uomini invoca una pandemia (mai esistita) e tutti si spaventano. Un tempo il vaccino era uno strumento preventivo. Ora è diventato un alibi per chi ha deciso di fasciare una testa che non si è ancora rotta e probabilmente non si romperà.

Una cosa è certa: alla fine di questa triste storia uomini vaccinati mangeranno polli vaccinati senza che si sia diffuso il virus con evidenti ripercussioni sulla salute di tutti. Come siamo polli!

Vanessa Sensini 01.11.05 17:30| 
 |
Rispondi al commento

Carissimi, ho letto i vostri commenti i in parte mi sono spaventato. E' vero che gli animali sono maltratati, mancano diritti, manca di tutto. ma con questa logica di diritto di tutto arriveremo un giorno a mangiare insieme al maiale nella stessa tavola perchè ha tutti i diritti quanti gli uomini. Va beh. Sebbene quello per cui scrivo non è refirito al diritto degli animani irrazzionali come se dice MA DIRITTI UMANI.
Io credo che invece ognuno dovrebbe riflettere prima di scrivere. Invece di scrivere tanto sul dirittto degli animali si dovrebbe scrivere sui diritti UMANI. Porra, ce gente che muore ad ogni secondo. Bambini, anziani, givani,tanta gente. E VOI VI PREOCCUPATE IN DIFFEDENRTE I DIRITTI DEGLI ANIMALI. Ma andatevene!!!

Francis*PAC 01.11.05 16:17| 
 |
Rispondi al commento

Grazie per aver citato il mitico Terzani...

Silvia Andreolini 01.11.05 15:23| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, sono completamente d'accordo con Sandra e Liliana.
Di Liliana condivido soprattutto l'affermazione sulla nullità umana, in fatto di diritti. Diritti umani o animali che differenza fa?! Tanto l'uomo li calpesta comunque!
Ah, il Dio Denaro!!!
Non ho vergogna a dirlo, io se potessi sarei un vegetariano non civile, non positivo, non benevolo con i "miei pari", perchè certi discorsi che sento e leggo in giro, certi documentari in tv su come si producono il fegato d'oca, aragoste cotte vive, maltrattamenti di ogni sorta, riti religiosi del cazzo, ti fanno proprio chiudere i pugni... e menomale che non ho nessuno di questi "signori" davanti!
Pensateci sù, voi altri, non credo di essere l'unico.
Ricollegandomi al post originario, sono d'accordo con Sandra e gli altri a dire che queste zozzerie, il virus dei polli, la mucca pazza, è colpa dell'uomo. Se tali animali fossero allevati (per me neppure quello) nel metodo naturale, non ci sarebbero mai stati.
Ma il Dio Denaro governa il mondo.
Bravi voi carnivori, continuate ad alimentare questo troiaio economico e poi vediamo come andrà a finire.
In un fumetto qualte tempo fa leggevo che il mondo sarebbe finito per un normale raffreddore... è già arrivato?!

Fabio Salomoni 01.11.05 13:28| 
 |
Rispondi al commento

ma dove sei finito; il blog si è fermato al 27-10-2005, oggi è il 01-11-2005.
Dove seiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii.

alessandro agostino 01.11.05 12:30| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
che posizioni hai davvero sulla sofferenza animale?
Quanto hai capito della faccenda dei loro diritti?
E se tanto ti inorridisccono antibiotici e quant'altro riguardo
all'allevamento di polli hai mai seriamente pensato di
abbandonare l'abitudine di mangiarli ... anzi se ci arrivassi
a pensare pensieri così profondi ... magari
pensa anche ai vitelli e a tutti gli altri animali
che voi tutti (specisti)
mentre
tanto inorridite per cosa i 'poveri' polli sono costretti a mangiare
allo stesso tempo continuate a far sì che tutto continui usando
quotidianamente i prodotti di tanto sfruttamento
quali scarpe, cibo e tutto il resto
che per voi è indiscutibilmente normale

sandra dimu 01.11.05 10:50| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,
leggendo i vostri commenti mi sono consolata un pò perchè da quando è uscito fuori il problema dell'influenza dei polli, mi sto sgolando con parenti e amici dicendo che invece di soffermarci su questa cavolo di influenza dovrebbero dire in tv chi è stato a provocarla e sopratutto come fare per smetterla.
Nessuno dice, nei telegiornali di qualunque fazione politica, che siamo noi la causa di tutto questo, come siamo la causa della mucca pazza, del porco folle ecc.....
Perchè quando c'è un problema in questo cavolo di mondo si rigira la pizza invece di andare al punto reale per risolverlo?
I potenti e ricchi non si rendono conto che in questo mondo vivono anche i loro figli e che non ci sono soldi che tengano neanche contro le malattie e l'inquinamento?
Sono stufa di parlare con gente che fa finta di non vedere, non sentire, per non agire.
Da quando ho visto una volta un documentario in tv su come viene prodotto il fegato d'oca che questi cretini francesi spacciano per una specialità, mi sono convinta che l'essere umano è ormai perso ed in questo mare di m. spero ci sia ancora qualcuno che vuole cambiare le cose.
Grazie per l'attenzione.
Liliana

Liliana Sghettini 01.11.05 10:14| 
 |
Rispondi al commento

Anch'io ho firmato la petizione e consiglio a tutti quanti di farlo. gli allevamenti intensivi sono assolutamente da abolire. Anche una firma in più può fare molto.

Anna Mozzati 01.11.05 00:31| 
 |
Rispondi al commento

Caro luca facchinetti, cos'è 'sta "vegetarianofobia"? Sei stato inseguito da un cavolo gigante da bambino?!:-D Scherzi a parte: ti consiglio di informarti sui vari aspetti della scelta vegetariana (soprattutto quelli etici e salutistici), altrimenti - permettimi di parafrasarti in grande amicizia - stai zitto. Una domanda, poi: ma chi cacchio sono "tutti quei falsi che circolano"???!!! Ma c'avrai mica manie di persecuzione...?!;-D

Per Roversi Ielasi Barbara: non ti limitare, boicotta anche la crudeltà!;-)

Vorrei invitare tutte le persone che hanno a cuore i diritti degli
animali a iscriversi alla mailing list animali_iniziative/AgireOra:
vengono segnalate proteste cui partecipare via email, per la difesa
degli animali, e notizie di manifestazioni ed altri eventi sempre sul tema.
Sono 4-5 proteste la settimana, piu' le notizie.

Per iscriversi basta seguire il link in alto a destra "Mailing List" sul
sito http://www.agireora.org

Occhio! E' un sito che apre gli occhi!;-)

Bàlint Vetsey 31.10.05 20:22| 
 |
Rispondi al commento

E'TUTTO CHIARO ORMAI ...se hai il coraggio di capire ...ma la domanda è ??...fino a quando ci sara' concesso ancora di sbagliare.

Fabio Marini 31.10.05 19:17| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto di stefano "akiro" meraviglia che è stato in belgio e sono felice per lui,ma non so se sia mai stato in trentino,per esempio,dove mucche ,pecore ,galline e quant'altro sono allevati in colline e prati liberi di pascolare tutto il santo giorno....quindi, per quanto sia anch'io perfettamente d'accordo con le denunce e le critiche di Grillo riguardo gli allevamenti-lagher in Italia,non ho voglia di sentir dire che solo oltre confine ci sono segni di civiltà.Sia perché non è sempre vero,ed anche per non dare un'etichetta negativa a priori ad una nazione che,per quanto mal governata,può tuttavia vantare figli come noi,il che non mi pare poco....Forza a tutti,miglioreremo!

Giusy Bendinelli 31.10.05 16:09| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto di stefano "akiro" meraviglia che è stato in belgio e sono felice per lui,ma non so se sia mai stato in trentino,per esempio,dove mucche ,pecore ,galline e quant'altro sono allevati in colline e prati liberi di pascolare tutto il santo giorno....quindi, per quanto sia anch'io perfettamente d'accordo con le denunce e le critiche di Grillo riguardo gli allevamenti-lagher in Italia,non ho voglia di sentir dire che solo oltre confine ci sono segni di civiltà.Sia perché non è sempre vero,ed anche per non dare un'etichetta negativa a priori ad una nazione che,per quanto mal governata,può tuttavia vantare figli come noi,il che non mi pare poco....Forza a tutti,miglioreremo!

Giusy Bendinelli 31.10.05 16:08| 
 |
Rispondi al commento

Intervengo sull'allevamento dei polli, per precisare che questi vengono allevati in capannoni dove se non ricordo male, la densità per m.quadro è di 10 animali. Vivono fino all'età di 49/51 giorni, perchè il loro peso da morti non deve superare gr.900/1100.
Mangiano un mangime composto per l'80% di cereali e il restante 20% varie cose fra cui farine animali
(ottenute con gli scarti del pollame macellato), antibiotici (usati per prevenire malattie).Ecc...
Gli animali così allevati sono super stressati, eccitati dai farmaci, non spengono mai le luci e quindi non c'è il giorno e la notte. Insomma una vita d'inferno, per finire sulle nostre tavole.
Italiani non mangiate i polli, ma anche i vitelloni, le mucche. Io sono passato all'alimentazione Bio. Faccio parte di un GAS (Gruppo Acquisto Solidale), consumo con criterio, e invito tutti a fare altrettanto.
Ciao a tutti Beppe compreso

Danilo Molinari 31.10.05 15:34| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto di stefano "akiro" meraviglia che è stato in belgio e sono felice per lui,ma non so se sia mai stato in trentino,per esempio,dove mucche ,pecore ,galline e quant'altro sono allevati in colline e prati liberi di pascolare tutto il santo giorno....quindi, per quanto sia anch'io perfettamente d'accordo con le denunce e le critiche di Grillo riguardo gli allevamenti-lagher in Italia,non ho voglia di sentir dire che solo oltre confine ci sono segni di civiltà.Sia perché non è sempre vero,ed anche per non dare un'etichetta negativa a priori ad una nazione che,per quanto mal governata,può tuttavia vantare figli come noi,il che non mi pare poco....Forza a tutti,miglioreremo!

Giusy Bendinelli 31.10.05 15:29| 
 |
Rispondi al commento

Anch'io ho firmato la petizione

( http://tinyurl.com/9s7gl ).

Fatelo anche voi, è importante!

Marco Turetta 31.10.05 13:44| 
 |
Rispondi al commento

petizione firmata
( http://tinyurl.com/9s7gl )

Stefano "akiro" Meraviglia 31.10.05 12:26| 
 |
Rispondi al commento

Ho appena letto questa news:
http://www.repubblica.it/2005/j/sezioni/scienza_e_tecnologia/pollogm/pollogm/pollogm.html

E' lecito pensare male che un po' alla volta, a forza di "terrorismo" mediatico ci faranno "digerire" gli OGM? ......
Mah.... sono perplesso e piuttosto stufo di una stampa totalmente serva della gleba dell'economia...

Un saluto
Enrico

Enrico Montanari 31.10.05 12:23| 
 |
Rispondi al commento

>Il virus dell’influenza aviaria, l’H5N1 siamo noi, lo abbiamo creato noi, con l’industria della carne, con la parificazione della vita animale a merce, con miliardi di polli stipati e destinati a vivere per soli tre mesi, ingurgitando antibiotici per non ammalarsi, con il becco tagliato per non beccare gli altri polli. Animali impazziti.

Sante parole.

Il belo è che ultimamente sono stato in Beglio ed ho avuto il piacere di notare che là le bestie sono allevate molto meglio delle nostre (stipate e dopate).
Le mucche pascolano nei campi, che sono ovunque! Mi chiedo come possiamo definire il nostro latte migliore del loro quando le nostre mucche non hanno spazio per muoversi e non vedono dell'erbetta fresca nemmeno a pagarla oro!

Consiglio a tutti un giro in Belgio per farsi un esame di coscienza...
E mangiate formaggio e latte... là conviene!

Stefano "akiro" Meraviglia 31.10.05 12:17| 
 |
Rispondi al commento

Ci vogliono spaventati, terrorizzati, inerti per poter rendere le nostre menti sempre più malleabili alle nuove esigenze di mercato.
Per quanto mi riguarda, continuo a sfamarmi anche con la carne di pollo, con un vantaggio: pur non assumendo alcun genere di medicinale guarisco nel giro di un giorno da qualsiasi influenza, raffreddore e affini.
Comunque dovrò morire in un modo o nell'altro: virus del pollo o cancro da inquinamento per me è lo stesso!
Per il momento mi "limito" a boicottare OGM e MARCHE...

Roversi Ielasi Barbara 31.10.05 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, é sempre un piacere leggerti. Ma quanto ai polli..beh..penso che come hai detto durante lo show stiamo scavando il pozzo. Oramai il problema non è più il pollo, la mucca, i vegetali o qualunque cosa vogliamo pensare in fatto di alimentazione ma l'uomo e la sua gananzia; la incapacità di accettare i tempi della natura, la incapacità di controllare in modo corretto le risorse disponibile nel nostro pianeta, di rispettare gli altri essere che non sono soltanto "nostro cibo" ma esseri a tutti gli effetti...mi viene sempre da pensare alla saggezza dei popoli antichi che ringraziavano l'animale e onoravano la loro anima che si era sacrificata per nutrirli...non é a mio modo di vedere sbagliato alimentarsi di carni, ma non rispettare la carne...predare ed essere predati è una logica naturale...ma quando si gioca ad armi pari..cosi è veramente villi e svaluta ciò che noi crediamo...che siamo superiore agli altri essere...forze dobbiamo essere più attenti a ciò che ogni uno fa perche pensare di cambiare in larga scala è scoraggiante...ma si pensiamo che possiamo cambiare le nostre azioni di poco in poco arriveremo lo stesso ai grandi numeri..RISPETTO, VALORI, MORALE...queste sono le cose per cui vale la pena di vivere..lasciamo stare le religioni che portano discordia...ogni uno si tenga la sua e lasci vivere gli altri. Lo stesso vale per tutto il resto...animali compresi..il diritto di uno finisce dove inizia quello dell'altro...teneniamo in vista anche per i polli e vivremo tutti meglio e più sani...creiamo questi valori la dove non ci sono e non avremo paura delle importazioni...ne degli immigrati...
Un abbraccio a tutti gli essere sensienti e non(ma che spero presto lo diventino)
Adriana

adrianasacevedo 31.10.05 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Per il sig Piero e i maleducati che non si attengono all'oggetto della discussione:

qui c'è gente interessata a questo problema..andate a fare i maleducati da unaltra parte..

per colpa di gente come voi in Italia al comando c'è questo IGNOBILE GOVERNO....

Sara

sara caligaris 31.10.05 11:04| 
 |
Rispondi al commento

Sempre in fatto di rapporti fra politica, economia,veccinazioni.Qualcuno ricorda il polverone sollevato 3 anni fa sui casi di meningite e relativo vaccino(come se ne esistesse una sola causa eziologica!)?Oppure sulla vaccinazione di massa contro l' Epatite C negli anni 1992 o giù di lì?la popolazione spaventata si fa punzecchiare ottenendo più rischi che benefici mentre avvelena i suoi figli con aria , acqua ,cibo e tv.Sentiti ringraziamenti.Non è che siamo noi i veri animali da allevamento???

veronica nardella 31.10.05 09:56| 
 |
Rispondi al commento

Il virus dei polli è un bel sistema per nascondere ben altri virus che girano per l'italia. Io non credo che il rischio sia così elevato come ci vien detto. Facciano quello che devono fare senza creare tutto questo terrore ad hoc. Credo che basti il terrore di non arrivare a fine mese con lo stipendio. E poi ci dicono che si muore sempre di più d'infarto....

Luciano Petretto 31.10.05 09:45| 
 |
Rispondi al commento

leggo di gente che vuole diventare vegetariana... ma vi rendete conto di ciò che dite?
Sui polli poi... quanta informazione sbagliata, falsa. torvati polli che mangiano veleno? bene se è vero dite il nome della DITTA altrimenti state zitti. Così fate solo "terrorismo"... come tutti quei falsi "vegetariani" che circolano... ma fatemi un piacere. Un po di coerenza.

luca facchinetti 31.10.05 09:35| 
 |
Rispondi al commento

leggo di gente che vuole diventare vegetariana... ma vi rendete conto di ciò che dite?
Sui polli poi... quanta informazione sbagliata, falsa. torvati polli che mangiano veleno? bene se è vero dite il nome della DITTA altrimenti state zitti. Così fate solo "terrorismo"... come tutti quei falsi "vegetariani" che circolano... ma fatemi un piacere. Un po di coerenza.

luca da verona 31.10.05 09:34| 
 |
Rispondi al commento

http://it.news.yahoo.com/051028/201/3gjpk.html

(come se fosse il primo anno che si cambia l'orario, deficienti di dottori)

Luca Molari 31.10.05 08:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CARISSIMI POLLASTRI, SE VOLETE LEGGETEVI QUESTO ARTICOLO DI LIFEGATE E SPALANCATEVI LA MENTE SULLE INCOERENZE DEI VACCINI:
http://www.lifegate.it/salute/articolo.php?id_articolo=1585
"Influenza aviaria. Paura? Vaccino antinfluenzale?
Sentite questa: "Effetto boomerang delle vaccinazioni, potrebbero favorire la pandemia".
Intervista a Attilio Speciani, noto immunologo, che ha lanciato un monito. C'è molta confusione intorno al tema delle vaccinazioni, e della relazione con la paventata epideamia di influenza aviaria.
Il timore con questa "influenza" è la possibile trasmissione ad animali diversi dal pollo o dalle anatre...
Ebbene, la sensazione è che ci sia una spinta commerciale, non solo scientifica, sulla vendita di vaccini. L'impiego della vaccinazione antinfluenzale classica - io rispetto le persone che credono fermamente che sia utile, mentre io mi riservo qualche dubbio - deve c'è un dato, pubblicato su riviste scientifiche importanti, che bisognava prendere in seria considerazione..."CONTINUA http://www.lifegate.it/salute/articolo.php?id_articolo=1585

Valerio Colombo 31.10.05 02:48| 
 |
Rispondi al commento

la sanità pubblica è uccisa dal concordato. le aziende sanitarie sono pagate con il numero di cittadini, quelle convenzionate (policlinico Gemelli, Fatebenefratelli, Bambin Gesù, IDI, regina apostolorum...)a prestazione. Se io eseguo un intervento in ospedale consumo denaro fuori bilancio sono una perdita, se lo esegue un chirurgo vaticano provoca un incasso per la sua azienda. Ergo se lavori troppo nel pubblico sei un pessimo dirigente fonte di problemi, se lavori nel privato convenzionato, specie se vaticano, sei un asso un benefattore e vieni aiutato a fare di più. il pubblico ha un sistema finanziario il privato un sistema economico! è tutto quì ed è per questo che la totalità dei direttori generali delle Asl sono ladri, inetti e partitodipendenti, meglio se riescono a dimostrare episodi di malasanità magari dimostrando la cattiva qualità dei propri dirigenti; potrebbero così meritare una gratifica. L'evidenza che i nomi sono quasi sempre gli stessi e se cacciati per incapacità diventeno DG in aziende sanitarie più grandi!

valter dedominicis 31.10.05 00:36| 
 |
Rispondi al commento

la sanità pubblica è uccisa dal concordato. le aziende sanitarie sono pagate con il numero di cittadini, quelle convenzionate (policlinico Gemelli, Fatebenefratelli, Bambin Gesù, IDI, regina apostolorum...)a prestazione. Se io eseguo un intervento in ospedale consumo denaro fuori bilancio sono una perdita, se lo esegue un chirurgo vaticano provoca un incasso per la sua azienda. Ergo se lavori troppo nel pubblico sei un pessimo dirigente fonte di problemi, se lavori nel privato convenzionato, specie se vaticano, sei un asso un benefattore e vieni aiutato a fare di più. il pubblico ha un sistema finanziario il privato un sistema economico! è tutto quì ed è per questo che la totalità dei direttori generali delle Asl sono ladri, inetti e partitodipendenti, meglio se riescono a dimostrare episodi di malasanità magari dimostrando la cattiva qualità dei propri dirigenti; potrebbero così meritare una gratifica. L'evidenza che i nomi sono quasi sempre gli stessi e se cacciati per incapacità diventeno DG in aziende sanitarie più grandi!

valter dedominicis 31.10.05 00:34| 
 |
Rispondi al commento

Che garanzia mi da' un allevamento biologico? ed uno biodinamico? (per il rispetto degli animali e delle condizioni di allevamento) Anche in questo caso si tratta di autocertificazione?
Vanessa illuminami, l'incubatrice non la posso adottare ;-), casa e' piccola! E vivo in città! Pensa che sfiga. Davvero non c'e' altra soluzione che diventare vegetariani?

Luca Rotondini 31.10.05 00:17| 
 |
Rispondi al commento

... a proposito: leggete l'ultimo libro di Tom Regan, filosofo e professore americano, edizioni Sonda...

Bàlint Vetsey 30.10.05 23:26| 
 |
Rispondi al commento

Ho un'idea bizzarra sulla influenza aviaria, manco tanto originale, ma alle nefandezze non c'è limite.
Dunque, vi ricordate quando si cominciò a dare risalto a quegli episodi di cronaca che vedevano persone azzannate, o comunque assalite dai cani? Ebbene si accese allora un nutrito dibattito sulla necessità o meno di rendere obbligatoria l'assicurazione per i cani (una specie di RC cane), in cui tutte le compagnie di assicurazione speravano, CAVALCANDO IL RISALTO MEDIATICO che ci veniva propinato.
Ora, vi sembra plausibile che l'influenza aviaria (ed il tam tam mediatico), oltre che a ridurre le importazioni dai paesi asiatici, possa più strumentalmente servire per pompare un po di denaro alle grandi multinazionali del farmaco(GLAXO, BAYER, ECC.)? sbaglio o il nostro onorevole dipendente STORACE ha già ordinato una cosa come 35.000.000 di vaccini per i suoi compatrioti?
QUINDI QUALCUNO HA GIÀ AVUTO UN RISULTATO CONCRETO DA QUESTO ALLARME!
-------
daniele

daniele baldassarre 30.10.05 22:38| 
 |
Rispondi al commento

...e pensare che mi piaceva il tuo stile...che delusione.
Sei ancora in tempo, apri gli occhi ed uttilizza il tuo poter per arrivare alla gente con informazione utile che aiute a migliore il mondo in cui viviamo.
Tu puoi.
Olga

Olga Méndez 30.10.05 21:35| 
 |
Rispondi al commento

Belle, bellissime parole, caro Beppe Grillo, smisi di mangiare carne e i suoi derivati 6 anni fa, le condizioni degli allevamenti, di tutti gli allevamenti, sono solo vagamente paragonabili a quelle dei lager nazisti, perché in confronto i lager sembrano hotel a 5 stelle, abbiamo eliminato ogni minimo residuo rispetto della vita, trasformando l'animale in macchina da produzione, riempiendo gli animali di sostanze chimiche a loro estranee, l'H5N1, e la BSE sono solo gli iceberg di un qualcosa che se non cambiamo direzione alla svelta, vedrà l'intero pianeta soccombere entro pochissimo tempo. carne è morte, e se un tempo questa frase era vera solo per i poveri animali uccisi, oggi più che mai, è vera anche per chi di quella morte si nutre, e presto lo sarà anche per chi popola questo pianeta, e per il pianeta stesso.

Piercarlo Paderno 30.10.05 21:19| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe
le tue parole sono balsamo sulle ferite inferte ogni giorno da televisione e giornali, dove MAI e dico MAI è stata spesa una parola di pietà per questi poveri animali detenuti nelle gabbie e negli hangar del mondo. Ma la Natura non sta a guardare. Si ribella. E prima o poi uno di questi virus riuscirà a mutare e a trasmettersi da uomo a uomo. Allora che diremo? Che faremo? Un giorno, spero non lontano, l'uomo guarderà a questi tempi di barbarie così come noi guardiamo adesso con orrore alla schiavitù, alla segregazione razziale, alla negazione dei diritti alle donne, etc.
Intanto la gente comune preferisce non farsi domande, chiudere gli occhi e continuare a mangiarsi il suo pollo con le patate, senza sapere che sta digerendo l'agonia.

luca de bei 30.10.05 19:57| 
 |
Rispondi al commento

nel mondo in 6 anni il virus ha fatto 60 morti
ogni anno in asia muoiono 6000 persone di influenza.

Le azziende farmaceutiche, e le multinazionali della carne bovina e suina hanno fatto il resto.

hi hi 30.10.05 18:23| 
 |
Rispondi al commento

Ho smesso di mangiare carne dal 1991. Ho visto coi miei occhi come vengono uccisi gli animali nei macelli, come vengono torturati nei laboratori delle case farmaceutiche e nei laboratiri di vivisezione. Ho guardato i loro occhi e sono morta anche io. Muoio tutte le volte che rivedo quelle scene infernali, muoio all'infinito. Il mio cuore si spacca. Hanno lo stesso sguardo disperato dei bambini affamati, torturati ed oppressi, perchè per me sono bimbi anche gli animali. La scelta di non mangiare più carne non mi ha guarito dagli incubi e ciò che maggiormente mi opprime è il fatto di non poter aiutare quegli esseri disperati. Chi dice che la Natura, il Pianeta, è incazzato a morte...beh, ha ragione. Non c'è più rispetto per la vita, per quella animale e per la nostra. Millenni orsono i cosiddetti "uomini primitivi", rispettavano la madre terra e chiedevano scusa quando, raramente, uccidevano un animale per cibarsene...e ora noi uomini "civili" cosa siamo diventati? Gaia (l'antica dea della terra) è incazzata con noi e si difende come può: uragani, terremoti, inondazioni, virus,ecc. Se veramente esiste la reicarnazione voglio diventare un virus anke io...

Angela Demontis 30.10.05 18:05| 
 |
Rispondi al commento

Credo sia più corretto dire che noi ci stiamo comportando come un virus e il Pianeta stà solo cercando gli anticorpi adatti...

Ivano Caria 30.10.05 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
ti posso consigliare un libro?
Liberazione animale, di peter singer...
troverai tra le tante cose anche le sacrosante considerazioni che hai scritto (con mio stupore, ammetto) in questo post, e che i giornalisti non potrebbero comprendere, presi come sono a mostrare il ministro Storace che ingurgita pollo (che poi, data la stazza, dovrebbe darsi ad acqua e lattuga, almeno per munirsi di qualcosa che abbia a che fare con la salute)..
l'industria della carne, così come la (s)conosciamo oggi è in buona sostanza uno dei principali motivi per cui il vegetarismo è cresciuto del 500% in 25 anni, con ovvi picchi durante le crisi come queste: in pratica vale il detto "se la conosci, la eviti"..si stanno tirando la zappa sui piedi.
ah dimenticavo, il libro di cui parlo ha 30 anni quindi per questa volta, anche se sei uno dei pochissimi che ne ha parlato in questi termini, non hai detto niente di nuovo :)

Christian Lao 30.10.05 16:39| 
 |
Rispondi al commento

Fanno la politica del terrore, ci DISTRAGGONO parlando ogni anno di una nuova epidemia. Non credo a queste cose..... credo che in cina la polmonite abbia fatto più vittime!

Credo che vogliono distrarci da tutte le stronzate che combinano in parlamento ( perchè nessuno parla della devolution e parlano tutti di Celentano?????)

Vittorio Famularo 30.10.05 16:07| 
 |
Rispondi al commento

http://www.repubblica.it/2005/j/sezioni/scienza_e_tecnologia/pollogm/pollogm/pollogm.html

alberigo petteni 30.10.05 15:05| 
 |
Rispondi al commento

http://www.repubblica.it/2005/j/sezioni/scienza_e_tecnologia/pollogm/pollogm/pollogm.html

ECCO COME INTENDONO RISOLVERE IL PROBLEMA DELL'AVIARIA, OVVIAMENTE HANNO PENSATO ALLA MANIERA PIù COMPLICATA RISPETTO AD UNA SULOZUIONE SEMPLICE E SICURA COME QUELLA DI ABOLIRE GLI ALLEVAMENTI INTENSIVI

Giorgio Simonetti 30.10.05 14:38| 
 |
Rispondi al commento

Chi mi presenta al manager di Albano?
Ne avrei bisogno per sistemare i miei figli alla Rai, le mie mogli a Mediaset, e soprattutto per divenire show man apprezzato innanzitutto come UOMO che rilascia interviste multimilionarie.
Un vantaggio rispetto ad Albano ce l'ho.
Non canto come lui a bocca chiusa emettendo acuti incomprensibili, mia moglie non è accanottata ( neologismo derivante dalla parola canotto), le mie figlie hanno studiato e non aspettano che io parta per l'Isola per potermi raggiungere parlare con me e frignare in diretta.

Gianfranco peri 30.10.05 12:52| 
 |
Rispondi al commento

Non sara' che l'aviaria risulterà essere un'influenza che alla fine dei conti provochera' una decina di morti qua e la nel mondo e qualche migliaio di suicidi per fallimento?
La vera influenza oramai è quella mediatica.
Troppa informazione scorretta puo' far molto piu' male di una pandemia.
Carrisi Family insegna.

Gianfranco Peri 30.10.05 12:39| 
 |
Rispondi al commento

Telefonia mobile.
L'Italia è un paese ricco ad econimia debole. non ha materie prime da vendere e vive di valore aggiunto a cio' che è obbligata ad acquistare all'estero.
Se ci si fa caso, l'avvento dei cellulari ha procurato un esborso fisso pari almeno a 20 euro/mese per persona ed essendoci in italia 15 milioni di famiglie con almeno 2 telefonini (stima al ribasso)possiamo ragionalmente supporre che la tassa mensile che l'Italia paga alla Telecom/Vodafone si possa aggirare intorno ai 600 milioni di euro al mese (1200 miliardi di RL - Rimpiante lire - Mezza finanziaria all'anno ) Tutti soldi tolti ai normali consumi quali il maglioncino, la pizza, una vacanza un po' piu' lunga, una rata di mutuo, insomma soldi tolti al normale commercio cui eravamo abituati. E mentre il povero commercio interno, quindi il Pil , agonizza, provocando catene di licenziamenti, la telefonia mobile progredisce in maniera esponenziale prosciugando le tasche degli italiani che non hanno tempo per veder invecchiare il proprio cellulare, subito sostituito da inutili nuovi modelli che tutto fanno anziche' limitarsi alla telefonata ( che dovrebbe essere addebitatA QUASI A COSTO ZERO CONSIDERATO l'inutilita' di investimenti corposi) mentre la Telecom anziche' investire le montagne di utile in Italia creando Pil, si preoccupa di costruire reti telefoniche, pressochè gratuite a Cuba, in Corea, ex Yugoslavia e chissa dove ancora senza ritorni economici evidenti. Chi controlla infatti i conti all'estero ?
Quindi ricordiamoci che ogni centesimo che spendiamo col cellulare è un centesimo non investito in Italia ed è un centesimo in meno nelle nostre buste paga.
Domanda:
perche' TYelcom, vodafone ecc non vengono obbligati ad reinvestire almeno il 60% degli utili in Italia in settori diversi dalla Telefonia?

gianfranco peri 30.10.05 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Poveri animali, costretti a vivere se così si può definire nel peggiore dei modi, ma quello che più mi raccapriccia sono le torture che vengono inferte fino alla morte. Questo non riguarda solo i polli ma praticamente tutti gli animali. Terzani ha ragione stiamo divorando il mondo e alla fine ci divoreremmo anche noi, anzi lo stiamo già facendo. Tutto questo accanimento su tutto e tutti, ma forse non ci ricordiamo la nostra provenienza? Lo ricordiamo che quando siamo nella pancia di mamma ripercorriamo l'evoluzione? Siamo anche pianta terra rana orso cane una parte di tutto è in noi. Sono vegetariana da 15 anni, ragazzi, non sono ancora morta!!!!!Provareper credere. Capirei se fosse l'unico sostentamento, non trovo niente mi pesco un pesce o provo a cacciare un coniglio, ma al giorno d'oggi non è sopravvivenza è ingordigia e pensare di mangiarsi il fegato d'oca ingozzata, ma ci fermiamo un pò a pensare. Tutta questa violenza e odio guardiamo dove ci sta portando!!!

paola Sandroni 30.10.05 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo, vorremmo divulgare il tuo testo "Polli all'arsenico". Hai niente in contrario?

Associazione Progetto Vivere Vegan Onlus
www.viverevegan.org

Dora Grieco 30.10.05 09:42| 
 |
Rispondi al commento

iiiiiiiiiii

luisa de felice 30.10.05 09:35| 
 |
Rispondi al commento

signor Grillo, La prego,NON TORNI IN TELEVISIONE,ma trovi il modo di incontrare gli adolescenti.Vada nelle scuole superiori(quelle che sopravviveranno alla Moratti),dia loro un motivo buono per arrabbiarsi,per scuotersi,per combattere.Se noi attuali adulti abbiamo qualche mezzo per cambiare le cose, loro hanno l'unico buon alleato delle rivoluzioni:IL TEMPO.
Grazie del servizio che ci rende,e dell'allegria.

elisa bussi 30.10.05 08:47| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti.
A proposito degli allevamenti in batteria...
In Svizzera questo tipo di allevamento è vietato già da alcuni anni.
http://www.admin.ch/ch/i/as/2003/5499.pdf
Ancora una volta la Svizzera dimostra di essere anni luce più in avanti dell'Italia e dell'Europa!!

Francesco De Menech 30.10.05 08:44| 
 |
Rispondi al commento

Mah, da un pezzo penso che il genere umano sia l'unico vero scherzo della natura, l'anello sbagliato. Chiaro, esistono unomini buoni e uomini cattivi, ma penso che la dominanza di questi ultimi sia schiacciante rispetto ai primi, e purtroppo credo che sarà sempre così. La voglia di dominare il prossimo e l'ambiente che ci circonda, con la politica o con le armi, e di fagocitare tutto ciò che ci capita a tiro è la costante della nostra storia.
Esistono culture (forse è meglio dire esistevano) che tengono in così alta considerazione gli animali grazie ai quali si sfamano da praticare rituali di ringraziamento nei loro confronti.
Qualcuno si è mai chiesto perchè i nativi del nord america avevano nomi di animale? Io me lo sono chiesto e sinceramente, leggendo qua e là non ho trovato risposte precise ma un'idea me la sono fatta: forse consideravano gli animali come una fonte di vita e di apprendimento e in base a questo costruivano la scala dei valori della propria società.
Anch'io ho visto in tv come vivono i polli negli allevamenti, e ho visto industrie dove i nastri trasportatori portavano a spasso migliaia di poveri pulcini come fossero delle arance, con alcune operaie che facevano una cernita e agguantavano i pezzi difettosi sbattendoli malamente in appositi contenitori, vivi ovviamente.
Ma non credo che per altri animali vada meglio, magari quando scoppierà la febbre dei maiali o degli agnelli vedremo al telegiornale come se la passano anche loro.
Forse non centra molto ma mi han detto che una delle ultime prove alla "talpa" (io mi rifiuto di vedere ste schifezze causa vomito) è stata quella di bersi 60 litri d'acqua in un certo tempo. Bella, se si considera che questa prova la sono andati a fare proprio in Africa, a casa di gente che crepa ogni giorno di sete. Se la gente sbava per questi programmi non c'è da indignarsi se gli animali vengono considerati solo merce.

Claudio Gigante 30.10.05 04:39| 
 |
Rispondi al commento

La specie umana si sta comportando come un parassita che ha intaccato il pianeta.
Un parassita, ne piu' ne meno.

andrea buso 30.10.05 02:26| 
 |
Rispondi al commento

L'influenza dei polli ( 5 o 6 in tutto) è un modo per "invitare" la popolazione mondiale a vaccinarsi. Poi , tramite i vaccini "dell'amore", cercheranno di avvelenarci. Ho un'amica , Ursula, in California, con cui mi sento con Skype ogni giorno, e lei ascolta una radio pirata che parla i verità: è partito tutto dal governo americano, in collaborazione con tutta la Gang mondiale dei "massoni dell'NOM", che cercano ogni stratagemma per ridurre sta popolazione mondiale così "noiosamente" povera e prolifica. Mentre quei pochi buttano gas cancerogeni con aerei nelle campagne americane per uccidere anche quelle famiglie solitarie dei ranches, qui cercano altre soluzioni. Lo tsunami è servito a frenare un po' l'avanzata asiatica e la fuga degli europei verso là. Adesso arrivano nuove paure. E funzionano come sempre. Svegliamoci: domabdate ad un politoco qualunque italiano "scusi lei sapeva del Nuovo Ordine Mondiale?", "Cosa ci può dire al riguardo?" ... vedrete la reazione.
giuliano.caimmi@fastwebnet.it

Giuliano Caimmi 30.10.05 01:32| 
 |
Rispondi al commento

Ma perchè c'è stato tutta questa cagnara sul virus aviare, con informazioni giornaliere su quanti volatili si ammalavano e dove, e non è mai stato detto che è sufficiente mangiare carne di pollo cucinata (ma chi mangia pollo crudo in Italia?)per non correre alcun pericolo?
Per 10 notizie decisamente catastrofiche, ce ne era forse mezza di informazione vera con precise istruzioni su come doveva comportarsi il consumatore!
Mi viene un pensiero maligno (il Beppe mi ha contagiato)... certo che multinazionali farmaceutiche si stanno sfregamdo le mani di questi tempi... e forse tutto questo allarmismo a loro a fatto un gran bene...

Damiano Soppelsa 30.10.05 00:36| 
 |
Rispondi al commento

Mha.....che cosa strana, avete notato nei vari servizi televisi inerenti la crisi dei polli.....la somiglianza?! Mi sa che è proprio vero che siamo il prodotto di ciò che mangiamo!!

Andrea Albertazzi 29.10.05 23:56| 
 |
Rispondi al commento

Sono contento che finalmente l'attenzione si sia rivolta non soltanto ai patimenti umani... Comunque la situazione descritta vale per tutti gli animali d'allevamento...

Credo che sarebbe ora di parlare un po' anche di veganismo, specismo, di liberazione(!) animale e non ultimo, degli effetti positivi che il progredire in tali campi avrebbe sull'umanità!

Bàlint Vetsey 29.10.05 22:06| 
 |
Rispondi al commento

OMEN MARCO MARILUNGO AIUTACI CHE NOI TI AIUTIAMO

Riepilogando, questo è un blog di SALUTE/MEDICINA in cui tutti possono dire la loro anche senza la giusta cognizione di causa. Tutti ci stringiamo attorno a questo enorme secchio di legno ciascuno a mungere la sua biopoppa.
Poi avviene l'inatteso: A postare questa volta è il cardiologo dott. OMEN MARCO MARILUNGO che vorrebbe parlare di un modo nuovo di fare il Medico, di fare Medicina... sembra avere il dente avvelenato. Cerca tramite Grillo un megafono... caspita scalpita!
Allora colgo la palla al balzo e gli chiedo di parlarci dell'uso indiscriminato dei Pace
makers e degli anticoagulanti tanto per tastargli il polso (a un esperto del cuore cosa vai a chiedere?!). Si dice disposto a farlo anche se non sembra troppo convinto... ["Mi picco di essere tra i Medici italiani che non prendono..., ops, se lo dico vengo radiato dall'albo e non posso più fare la professione che adoro e che amo, io che non sono figlio di baroni, ma di persone con le scarpe grosse: ovvero zappaterra"]. Quindi si dissolve nel nulla.

Questa brava persona sta cercando di dichiarare apertamente le inefficienze e le ingiustizie di un sistema di cui fa parte. Un cardiologo è solo l'ultimo anello del sistema sanitario (per parafrasare è l'addetto alle ostie) e come tale deve stare molto attento a quello che dice. A questo punto sarei curiosa di conoscere anche solo vagamente quali sarebbero i fondamenti della sua riforma sul modo di fare buona sanità.
QUESTA PERSONA HA BISOGNO DEL NOSTRO AIUTO. AIUTIAMOLO A LIBERARSI!!!

Vanessa Sensini 29.10.05 21:08| 
 |
Rispondi al commento

Egregio Marco Marilungo,

Si figuri. Ora diamo spazio alle argomentazioni. Grazie

Vanessa Sensini 29.10.05 20:04| 
 |
Rispondi al commento

ops, scusa Vanessa, il tuo nome mi è apparso solo ora, puoi perdonarmi?

marco marilungo 29.10.05 19:59| 
 |
Rispondi al commento

Caro Amico, anonimo, se vogliamo aprire un dibattito sull'uso indiscriminato dei Pace makers e degli anticoagulanti, sono ben disposto a farlo. Mi picco di essere tra i Medici italiani che non prendono..., ops, se lo dico vengo radiato dall'albo e non posso più fare la professione che adoro e che amo, io che non sono figlio di baroni, ma di persone con le scarpe grosse: ovvero zappaterra. Nome Omen.
Io ho dichiarato il mio nome, TU che critichi NO! Come mai?

marco marilungo 29.10.05 19:57| 
 |
Rispondi al commento

Egregio MARCO MARILUNGO,

Nel frattempo che Beppe trovi il tempo per risponderle apro una parentesi fra i polli. Perchè non ci racconta della storiella degli impianti di pace-makers giustificata pare più dagli interessi dell'azienda che li produce che da una reale esigenza del paziente? E la somministrazione degli antiaggreganti come coadiuvante cosa c'entra in tutto questo?

THANK'S DOCTOR

Vanessa Sensini 29.10.05 19:44| 
 |
Rispondi al commento

E' possibile enrare in contatto con Beppe Grillo? O è giusto pensare che i messaggi vengano filtrati ad usum ad personam dello staff? Se ciò fosse, spero di no, l'operato di dis-informazione alternativa alla catt-informazione ne verrebbe svilito. Mi rendo conto del fatto che Beppe Grillo ha tante cose da fare, sono consapevole che sono tante le mail, i messaggi sul Blog, le telefonate che sono dirette al Beppe. Allora mi chiedo, e chiedo: "Sig. Grillo, può dirmi esplicitamente che Lei non può rispondere a tutti? Con un minimo di accortezza verso coloro che non appartengono alla schiera degli eletti? E che, comunque, costituiscono parte del Gruppo di Persone che la sostengono".
Se sì, allora, personalmente, mi adeguo a parlare con le Persone del Suo Staff, sempre ché rispondano...
Io vorrei, voglio, parlarLe di un modo nuovo di fare il Medico, di fare Medicina.
Certo, cerco, tramite Lei un megafono, se Lei non è disponibile, basta dirlo con chiarezza.
Marco Marilungo, Cardiologo poco convenzionale.
www.infocuore.info

marco marilungo 29.10.05 19:34| 
 |
Rispondi al commento

E' possibile enrare in contatto con Beppe Grillo? O è giusto pensare che i messaggi vengano filtrati ad usum ad personam dello staff? Se ciò fosse, spero di no, l'operato di dis-informazione alternativa alla catt-informazione ne verrebbe svilito. Mi rendo conto del fatto che Beppe Grillo ha tante cose da fare, sono consapevole che sono tante le mail, i messaggi sul Blog, le telefonate che sono dirette al Beppe. Allora mi chiedo, e chiedo: "Sig. Grillo, può dirmi esplicitamente che Lei non può rispondere a tutti? Con un minimo di accortezza verso coloro che non appartengono alla schiera degli eletti? E che, comunque, costituiscono parte del Gruppo di Persone che la sostengono".
Se sì, allora, personalmente, mi adeguo a parlare con le Persone del Suo Staff, sempre ché rispondano...
Io vorrei, voglio, parlarLe di un modo nuovo di fare il Medico, di fare Medicina.
Certo, cerco, tramite Lei un megafono, se Lei non è disponibile, basta dirlo con chiarezza.
Marco Marilungo, Cardiologo poco convenzionale.
www.infocuore.info

marco marilungo 29.10.05 19:33| 
 |
Rispondi al commento

Caro ENRICO BOSCO,
Eh ma che c'entra col pollo?

Vanessa Sensini 29.10.05 19:19| 
 |
Rispondi al commento

I NOMI DEI POLITICI CONDANNATI SUI GIORNALI NON LI HO MICA VISTI....
Quanti milaeuri deve accumulare il Grillo per farci vedere costoro su di un giornale a tiratura felice e nazionale?
Attendo nuove...

enrico bosco Commentatore in marcia al V2day 29.10.05 19:15| 
 |
Rispondi al commento

Caro DANIELE COMOGLIO. Una sola parola per commentare il tuo commento:

GRANDADO!!!!!!!!!!!!!!!!!

THANK'S DANIELE

Vanessa Sensini 29.10.05 19:04| 
 |
Rispondi al commento

Gli esseri umani mi fanno sempre più paura, ci si scandalizza se c'è qualche mostro cannibale(come 1-2anni in Germania)ma nessuno dice niente riguardo a come trattiamo gli animali: cioè vogliamo che vengano al mondo numerosi giusto per ammazzarli per i nostri stomaci divoratori di tutto!
In tv si vedono tantissime pubblicità di carne e tutte con musiche e commenti allegri..io sto male quando sento queste amenità!!
Fin da piccolo son stato abituato a mangiare carne, ma col passare del tempo ne mangio sempre meno e spero un giorno di diventare completamente vegetariano!I primitivi cacciavano per mangiare, ora invece l'uomo si trova un pacchetto preconfezionato e non sa che quell'ammasso di carne una volta era un tenero essere vivente!!!!
Fra la carne animale non dimentichiamoci i poveri pesci ed in Giappone e Norvegia i delfini, foche, ecc...!

Daniele Comoglio 29.10.05 18:59| 
 |
Rispondi al commento

@Vanessa Sensini

Grazie a Te Vanessa :-)

Se approvate il fatto di non farvi ulteriormente dominare, allora fate girare la notizia a tutti quelli che conoscete e chiedetegli di fare altrettanto...

potremmo cominciare a rivolgere la nostra attenzione all'open-source (Linux) come anche Beppone ci ha segnalato!

Un saluto a tutti i bloggers...

Diego Marmeggi 29.10.05 18:46| 
 |
Rispondi al commento

Caro DIEGO MARMEGGI ho letto l'articolo e mi scuso. Appoggerò attivamente questa causa.

THANK'S DIEGO

Vanessa Sensini 29.10.05 18:38| 
 |
Rispondi al commento

CARO FRANCESCO BAVARO il tuo intervento è meraviglioso. E' una risposta camuffata da domanda. Se mi posso permettere di aggiungere qualcosa non toglierei l'uomo dal regno animale ma lo indicherei come il piú prepotente degli animali per due ragioni fondamentali: ha una mano con 5 dita indipendenti e una manciatina di neuroni in più che gli permettono di strutturare pensiero e linguaggio. Per il resto siamo come i polli. Se un mulo avesse 5 dita per ciascuna zampa non imbavaglierebbe il suo sherpa?! Certo che sì! I "dipendenti" che stanno lassù hanno il potere di imbavagliare chi come me o come te se ne sta quaggiù a imbottigliare messaggi nell'oceano. Si capisce dunque che non e questione di animale o uomo quanto piuttosto di mezzi. Poi ci sono i vari casi in base ai quali chi ha il mezzo adatto perde la testa; chi perde la testa pur di raggiungere il mezzo non vede il fine; chi giustifica il mezzo per ottenere il fine e chi come noi se la prende col pollo.

THANK'S FRANCESCO

Vanessa Sensini 29.10.05 18:36| 
 |
Rispondi al commento

Hai ragione caro Beppe,
Terzani dice una cosa giusta: ...stiamo uccidendo il mondo... Lo stiamo privando della propria genuinità. L'uomo, che tanto vantiamo come essere più evoluto, sta implodendo nella sua ignoranza. Ma come mai questi virus?.. Mucca pazza, Virus dei polli... Vedrete che tra poco parleremo anche di pesce al plutonio... Qui c'è qualcosa che non quadra. Il bello è che Bush va a cercare le armi chimiche in Iraq!! Ma vi rendete conto?..

Ciao Beppe, ti abbraccio, spero di vederti presto in Tv, abbiamo bisogno di chi pensa e urla fuori dal coro. Di chi ha il coraggio di urlare il dissenso per le cose che non vanno.

Enzo Laudante 29.10.05 18:20| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a Beppe ed a tutti!!!

Non mi definisco vegetariano, ma ho drasticamente diminuito il consumo di carne da un paio d'anni sino praticamente a smettere e compro uova di galline allevate all'aperto (c'è scritto sulle confezioni). Per il resto...siamo nelle mani del mercato e dell'informazione drogata!

Andrea Fontana 29.10.05 18:17| 
 |
Rispondi al commento

@ Vanessa Sensini

Lo so che sono fuori tema e me ne scuso, hai perfettamente ragione... Tuttavia se ora voi potete scambiarvi delle idee su un blog come questo, è perchè internet è ancora abbastanza libera...
"Vi piacerebbe che limitassero anch'essa ancora di più?"

La mia "propaganda da mangime" come la chiami tu è dovuta all'amore per la libertà e per l'nformatica..

Ti chiedo di leggere l'articolo...
poi deciderai con la TUA di testa è chiaro...
MA POI NON LAMENTIAMOCI SE LA RETE DIVENTERA' L'OMBRA DI SE STESSA!!!
Io cerco solo di avvertire....

E' giusto che la gente SAPPIA

Diego Marmeggi 29.10.05 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Avrei voluto scrivere qualcosa riguardo a quanto scritto da Grillo ma, leggendo alcuni commenti già "postati", mi sono accorto che sarei stato ripetitivo...
Allora mi chiedo: con tante persone che ragionano e guardano in modo così obiettivo e intelligente, com'è che siamo condizionati da una minoranza di "dipendenti" e loro "accoliti" a volte così mediocri e gretti?
Sembra che oggigiorno per avere successo nella vita (gratificazioni varie) bisogna avere meno capacità possibile .... :-((
I più imbecilli riescono a farsi strada e a occupare posizioni sempre più importanti.
...Più conosco alcuni uomini più amo gli animali...

Francesco Bavaro 29.10.05 18:11| 
 |
Rispondi al commento

CARO DIEGO MARMEGGI, se ci possono fregare loro che bene o male li conosciamo chi ci dice che non potresti fregarci tu? Chi sei? Perche non ti presenti e porti argomentazioni più convincenti prima di chiedere a destra e a manca di lasciare i nostri dati su un sito? Ma lo sai che sei sul blog del pollo?! E che per associazione libera la tua propaganda potrebbe sapere di mangime?!

Vanessa Sensini 29.10.05 18:03| 
 |
Rispondi al commento

GLI ARGOMENTI DA DISCUTERE SONO MOLTI E' VERO E TUTTI IMPORTANTI...

MA ASCOLTATE TUTTI...GIA DAL 2006 STA PER ACCADERE IL PIU' GRANDE ESEMPIO DI CONTROLLO E DITTATURA, DELLA STORIA DELL'INFORMATICA E DELLA TECNOLOGIA.....

FRA QUALCHE ANNO E GIA' ORA CHI NON SA USARE UN PC E' TAGLIATO FUORI....

ASCOLTATE....MICROSOFT IN PARTNERSHIP CON ALTRE MULTINAZIONALI STA PER ATTUARE IL PROGETTO
)))))))))PALLADIUM((((((((((

MA LO SAPETE CHE COS'E'???????????? NON POTRETE PIU' FARE NIENTE CHE LORO NON VOGLIANO!!!!!!

INTERNET, I COMPUTERS, I DVD, TUTTO SARA' SUPERCONTROLLATO DA LORO E

UDITE UDITE (((((DECIDERANNO AL POSTO VOSTRO!!!!)))))

LEGGETE CHE COS'E' PALLADIUM QUI:

http://jack.logicalsystems.it/homepage/techinfo/Palladium.asp

E POI FIRMATE LA PETIZIONE PER FERMARE QUESTO PROGETTO OSCENO QUI:

http://www.petitiononline.com/n0pal/petition.html

( Basta nome, cognome ,mail e commento!!!)

INFORMATEVI O SARA' LA PIU' GROSSA FREGATURA DELLA STORIA (per noi utenti!!!)

))))))))DIFFONDETE LA NOTIZIA, PARLATENE A TUTTI E' IMPORTANTE(((((((((((((

Diego Marmeggi 29.10.05 17:47| 
 |
Rispondi al commento

LUCA ROTONDINI compera una incubatrice per volatili poi vai da un contadino che alleva le galline alla luce del sole e accertati che abbia almeno un gallo nel suo pollaio. Quindi aspetta che facciano le uova davanti a te e prendine almeno un paio ancora calde. Mettile nell incubatrice a 37.7 °C e gira le uova almeno un paio di volte al giorno per 18 giorni. Aspetta ancora 3 giorni e vedrai la schiusa. Da loro granaglie bio in chicchi e i tuoi avanzi vegetali da mangiare per almeno 5 mesi. Se hai voglia vai sulla spiaggia e gli prendi un secchiellino di conchiglie per fargli indurire il guscio dell'uovo. Solo in questo modo potrai mangiare uova genuine e pollo incontaminato.

Nota bene: se abiti vicino a un petrolchimico, acciaieria, cementificio, ospedale o uno stabilimento che tratta il cloro o i suoi derivati per fare plastica il risultato non è garantito.

THANK'S ROTONDINI

Vanessa Sensini 29.10.05 17:46| 
 |
Rispondi al commento

GLI ARGOMENTI DA DISCUTERE SONO MOLTI E' VERO E TUTTI IMPORTANTI...

MA ASCOLTATE TUTTI...GIA DAL 2006 STA PER ACCADERE IL PIU' GRANDE ESEMPIO DI CONTROLLO E DITTATURA, DELLA STORIA DELL'INFORMATICA E DELLA TECNOLOGIA.....

FRA QUALCHE ANNO E GIA' ORA CHI NON SA USARE UN PC E' TAGLIATO FUORI....

ASCOLTATE....MICROSOFT IN PARTNERSHIP CON ALTRE MULTINAZIONALI STA PER ATTUARE IL PROGETTO
)))))))))PALLADIUM((((((((((

MA LO SAPETE CHE COS'E'???????????? NON POTRETE PIU' FARE NIENTE CHE LORO NON VOGLIANO!!!!!!

INTERNET, I COMPUTERS, I DVD, TUTTO SARA' SUPERCONTROLLATO DA LORO E

UDITE UDITE (((((DECIDERANNO AL POSTO VOSTRO!!!!)))))

LEGGETE CHE COS'E' PALLADIUM QUI:

http://jack.logicalsystems.it/homepage/techinfo/Palladium.asp

E POI FIRMATE LA PETIZIONE PER FERMARE QUESTO PROGETTO OSCENO QUI:

http://www.petitiononline.com/n0pal/petition.html

( Basta nome, cognome ,mail e commento!!!)

INFORMATEVI O SARA' LA PIU' GROSSA FREGATURA DELLA STORIA (per noi utenti!!!)

))))))))DIFFONDETE LA NOTIZIA, PARLATENE A TUTTI E' IMPORTANTE(((((((((((((

Diego Marmeggi 29.10.05 17:45| 
 |
Rispondi al commento

Ok,
mi piace il pollo, non sono vegetariano, ma voglio che quel poco di vita sia per lui decente senza mutilazioni e con spazio e cibo normale a disposizione. Ma dove lo compro in Italia? Esiste una lista di 'negozi' o altro a cui rivolgersi?

Luca Rotondini 29.10.05 17:21| 
 |
Rispondi al commento

In questa cruda realte, non si ha pieta' piu di nulla, MILIONI di bambini e adulti muoiono ogni anno per i motivi piu incredibili, piu meschini. Il senso del rispetto della vita, e sempre piu in declino, i soldi sostituiscono ormai ogni forma di moralita, e questo Virus che ci ha ormai contaminato, offusca la ragione, il cuore e divenntato solo piu che uno strumento, il sentimento, un rischio da debellare....Un uomo che non ha pieta neanche di una cratura come un bimbo appena nato, come puo avere rispetto e pieta per tutto il resto??
Mondo scifoso... anzi Esseri umani schifosi!!!
Maurizio

Maurizio Arnone 29.10.05 17:18| 
 |
Rispondi al commento

PER UNIRMI A FULVIO AGGIUNGO INOLTRE UN SITO MOLTO INTERESSANTE CHE SPIEGA DI COSA ABBIAMO BISOGNO NELL'ALIMENTAZIONE PARTENDO DALLA BASE DEL NOSTRO CORPO: CIOE' LA CELLULA
HO COMPRATO ANCHE IL LIBRO PER LEGGERE E CAPIRE MEGLIO COSA SUCCEDE METTENDO IN PRATICA POCHI DEI MOLTISSIMI CONSIGLI, SCOPRENDO COSE CHE MAI NESSUNO VI DIRA' E SEMPRE PER LO STESSO DISCORSO ECONOMICO. TIPO DEL LATTE CHE LO ESALTANO PER LE PROPRIETA' CHE HA SOLO PERKE' CONTIENE IL CALCIO, MA NESSUNO PARLA DEI DANNI CHE PROVACA IL LATTOSIO.
SE UNO VOLESSE PRATICARE IL METODO VI DICO GIA' CHE DOVRETE CAMBIARE LA VOSTRA CULTURA ALIMENTARE, MA SI PUO' COMUNQUE PRENDERNE VISIONE PER SAPERE COSA CI SUCCEDE.
INVITO CALDAMENTE A TUTTI DI PERDERE QUEI DIECI MINUTI PER ESSERE PIU' CONSAPEVOLI
http://www.metodokousmine.it/kousmine.htm

ASCOLTATE LIFEGATE RADIO SUL WEB
http://www.lifegate.it

Mark Renton 29.10.05 17:16| 
 |
Rispondi al commento

GIAN MARCO PROIETTI come non darti ragione. In effetti questi presunti produttori fanno di peggio. Facciamo un piccolo esempio a mio avviso emblematico. La produzione del latte:

Se una mucca non è gravida non da latte. L'allevatore ingravida continuamente la mucca per prenderle il latte che a questa servirebbe per allattare i suoi piccoli. Così i vitellini bevono latte liofilizzato prodotto non si sa come e noi paghiamo l allevatore che ci da il latte rubato alla mucca.
Potremmo parlare anche dell'acqua... magari un'altra volta.

THANK'S GIAN MARCO

Vanessa Sensini 29.10.05 17:14| 
 |
Rispondi al commento

La pubblicità del Pollo AIA recita: "il miglior pollo prodotto in Italia!".
Ma il pollo non è un pneumatico!
è un pollo... non si può produrre... tutt'al più si può allevare... ma non produrre.
la parola però è illuminante il rapporto che questi industriali hanno con la natura. il pollo, il grano, l'acqua sono prodotti della loro azienda, magari con copy right...

Gianmarco Proietti 29.10.05 17:05| 
 |
Rispondi al commento

NICOLA RUSSO. Per via delle mia diretta conoscenza degli ambienti sanitari non solo in Italia ma anche all'estero mi sento di confermare che la situazione è scandalosa. Hanno creato il culto della sanità: al vertice abbiamo il dio MOLECOLA SINTETICA (farmaco) con al seguito i vari vescovi e cardinali e preti (dirigenti, primari ospedalieri, madico di famiglia etc..) istruiti per diffondere la parola delle multinazionali farmaceutiche. Negli ultimi 15 anni materie fondamentali del corso di farmacia stanno spudoratamente monopolizzando i corsi di medicina. Abbiamo detto tutto.
Salutiamo

THANK'S NICOLA

Vanessa Sensini 29.10.05 16:58| 
 |
Rispondi al commento

Sembra che Tiziano Terzani arrivi tardi...
queste cose le avevano già dette gli indiani d'America + di 100 anni or sono...e non siamo ancora riusciti a smentirli!
Bravi eh?
Eppure oggi abbiamo molte + persone istruite e intelligenti, quasi tutti quelli che sono al governo dei vari paesi sono molto istruiti...!

Ciao a tutti

giuseppe verdi 29.10.05 16:52| 
 |
Rispondi al commento

ROBERTO PISCETTA Concordo perfettamente. Io rincarerei dicendo che in Italia i parametri di tolleranza alla diossina sono stati massicciamente spostati verso l'alto 6 mesi dopo Seveso (1976). Inutile ricordare che da lì in avanti i maggiori vettori della diossina sono stati gli animali da allevamento (fra questi le galline) che si sono alimentati sui tappeti erbosi contaminati. La diossina si accumula in cellule grasse, fegato, reni, latte etc. e nonostante la cottura resta intatta passando da animale a uomo. Nel nostro corpo la diox apre il varco alle radiazioni alfa le quali a loro volta danno luogo alla formazione dei radicali liberi nel punto esatto in cui si e alloggiata la molecola. Dai radicali liberi al tumore il passo è brevissimo.

Thank's ROBERTO PISCETTA

Vanessa Sensini 29.10.05 16:43| 
 |
Rispondi al commento

Perché non proviamo a parlare di sanità?
D.R.G. già solo la sigla mette i brividi, la gestione di poveri cristi che soffrono e che entrano in una vera e propria catena di montaggio , dove tutto ormai è standardizzato e guai a te !!!
Se sei fuori dallo schema questi ti ammazzano , la medicina ormai e stata parcellizzata e se come malato sei fuori dagli schemi sei perso !!!
Io in questa sanità ci sto dentro ed a volte mi vergogno , la dignità professionale e la morale stanno venendo sostituite dal Management , ormai è il malato che deve adattarsi agli schemi e se qualcosa va male la colpa e sempre e solo del malato, e per finire " Ricordatevi che quando andate in ospedale sarà fondamentale presentarsi sempre al momento giusto , sperando di trovare la persona giusta , perche chi è fuori da questa semplice regola RISCHIA la pelle !!! "
goblin.1968

Nicola Russo 29.10.05 16:36| 
 |
Rispondi al commento

CONFERMO QUANTO APPENA POSTATO DA Nanni Fulvio:

SE VOLETE CAPIRE MEGLIO VISITATE IL SITO
www.nuovamedicina.com

THANK'S FULVIO

Vanessa Sensini 29.10.05 16:31| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo non possiamo sperare di essere difesi dall'europa. Ricordate lo scandalo dei polli alla diossina nel '99? Perchè non se ne parla più? Semplice, l'UE reagì prontamente raddoppiando il limite massimo di diossina consentito negli alimenti (da 100 nanogrammi per grammo a 200 nanogrammi per grammo). La Coldiretti disse "con un limite legale di 200 nanogrammi non sarebbe scoppiato il caso del pollo pazzo in belgio". Ossia stiamo continuando a mangiare polli alla diossina, solo che non è più reato.
Controllate il sito http://www.rfb.it/csa/ultime_scandalose.htm

grande beppe, ciao

roberto piscetta 29.10.05 16:30| 
 |
Rispondi al commento

Allora, intanto cerchiamo di fare un po di ordine su tutti questi "polli", che appunto siamo noi. Nessuna influenza ci deve preoccupare se non quella che ci verrà se facciamo il vaccino antinfluenzale. Poi se vogliamo veramente destabilizzare questo potere economico che gioca sulla nostra salute, dobbiamo sapere bene cosa ci propongono i medici (spesso inconsapevoli) quando ci consigliano rimedi inefficenti e dannosi per la nostra salute. Perciò riguardo a questo invito tutti i "ribelli" a sintonizzarsi su www.nuovamedicina.com poi cominciate a riflettere sul fatto che la nostra salute è un problema economico e non morale ciao a tutti

nanni Fulvio 29.10.05 16:24| 
 |
Rispondi al commento

In effetti l'ipotesi di GIANCARLO POLO non è da scartare anzi.

Immaginiamo di avere un laboratorio in cui facciamo esperimenti. Più precisamente cerchiamo di inoculare con delle micropipette una sequenza genica (retrovirus) nel citoplasma di un batterio. Questo si moltiplica e da luogo a una coltura a crescita esponenziale. Supponiamo che per un motivo accidentale uno di questi batteri contenenti il retrovirus lasci la provetta si annidi fra le fibre del nostro camice o sotto le scarpe. Ipotizziamo che nel lasciare il contenitore il batterio porti con se un po' di matrice organica da coltura che gli permette qualche ora di sopravvivenza. Arriva una mosca o zanzara e se lo mangia o ci si posa sopra; questo per via della sua superfice adesiva gli resta attaccato. La mosca o zanzara lascia quindi il laboratorio e va dritta nel becco di un uccello. Passa un tempo di latenza e il retrovirus lascia la cellula batterica ospite e si accampa in una cellula del volatile. A questo punto è evidente che il retrovirus (H5N1) potrebbe passare dal pollo all'uomo ma non è così facile come lo è stato farlo passare dal laboratorio dell'uomo al pollo. Ammettiamo che l'iter di trasmissione del retrovirus da noi teorizzato possa essere un attimino forzato ma è un'ipotesi che potrebbe avere più attinenza con la realtà che con la fantasia.

Thank's GIANCARLO POLO

Vanessa Sensini 29.10.05 16:17| 
 |
Rispondi al commento

"Io so di non sapere", celebre frase di un filosofo che tuttavia mi si addice molto...
Io sono pienamente d'accordo con Beppe Grillo, come sempre d'altra parte. Penso però che nulla succeda per caso, come scrive Francesco nelle prime righe del primo messaggio, (cito pari:"Dal terrore che si sta creando nel mondo per via del virus dei polli, c'è chi sta trovando dei lauti introiti: la Roche..." [...]).
Non è la prima volta che ci troviamo in una situazione del genere; intendo sviluppi di virus o altro. Se guardiamo la cronologia degli eventi un po' più da lontano, sembra quasi una beffa... Virus nella carne bovina, allarme rosso, comprate solo quella sicura marchio Coop. (Rincaro della carne del 300%). Trovati allevamenti infetti, arrestati chiusi o eliminati i proprietari o ciò che ne concerne.
Una settimana dopo non si sente più nulla.
Intanto svariate mosse di mercato hanno permesso a svariate persone di "accumulare" svariate quantità di denaro.
Chissà perchè l'uomo è l'unico animale che rema contro la propria evoluzione.
Matteo Serafini.

Matteo Serafini 29.10.05 15:26| 
 |
Rispondi al commento

Mucche, Polli... presto i Maiali... e in tanto cosa staranno facendo... mentre noi "polli" inchiodati davanti la TV che ci propina storie per "polli" di polli con l'infuenza?

Un mese solo basterebbe, solamente trenta giorni, in cui non sia possibile trasmettere segnali radio... per disintossicare noi poveri "polli" con l'influenza del "Grande Fratello 11" o "Isola dei Famosi 99"... altro che sigle di virus nefasti... l'influenza peggiore è quella dei media, che rede veramente dei "polli" noi poveri uomini!

Loris Modena 29.10.05 15:26| 
 |
Rispondi al commento

Ieri al Tg ho sentito un allevatore che si lamentava del fatto che non sapeva cosa fare dei suoi polli una volta "tirati a maturazione"....TIRATI A MATURAZIONE????Mi sono venuti i brivdi..

diego pessi 29.10.05 14:59| 
 |
Rispondi al commento

La mia ipotesi sull'influenza dei polli è un pò diversa. Dal terrore che si sta creando nel mondo per via del virus dei polli, c'è chi sta trovando dei lauti introiti: la Roche che, unica produttrice di un "simil vaccino", sta monopolizzando il mercato farmaceutico. "Simil vaccino" perchè per altro non è neanche la cura adatta o definitiva, ma solamente un farmaco che attenua i sintomi. Ma in una situazione di panico anche se vendessero semplice acqua, dichiarando che salva la vita, farebbero comunque affari d'oro. Allora io mi chiedo se le case farmaceutiche non siano le dirette responsabili della diffusione del virus H5N1 virus (probabilmente anche della mucca pazza), utilizzando come mezzo le farine animali e tutti gli altri surrogati alimentari, per altro l'utilizzo di questi "mangimi" sarebbe anche un buon alibi. Facendo ricadere la colpa solo sugli allevatori.

Michele Lettieri 29.10.05 14:57| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUAIMO CON LE CAZZATE...
LONDRA, 29 OTT - Scienziati britannici stanno cercando di creare polli geneticamente modificati che siano in grado di resistere all'influenza aviaria. Si ridurrebbero cosi' i rischi anche per l'uomo. Lo scrive oggi il Times, sottolineando pero' che la ricerca non produrra' risultati utili per contrastare l'attuale pericolo derivante dall'H5N1, e che sostituire i polli 'naturali' con quelli modificati potrebbe incontrare una forte opposizione nella pubblica opinione.

Francesco Nicita 29.10.05 14:42| 
 |
Rispondi al commento

Scusa Beppe...ma perché per Natale non regaliamo tutti quanti un bell pollo infetto a SILVIO e a GEORGE!!!!...

Salvatore Mafrici 29.10.05 14:33| 
 |
Rispondi al commento

Istruzioni per cambiare il mondo

--------------------------------------------------------------------------------

I

Costruisci un cielo pittosto concavo. Dipingilo di verde o di caffè, colori belli e terrestri. Spruzza di nubi a discrezione. Appendi con attenzione una luna piena ad occidente, diciamo a tre quarti all'orizzonte. Verso oriente fai levare, lentamente, un sole brillante e potente. Riunisci uomini e donne, parla loro lentamente e con affetto, cominceranno a camminare da soli. Contempla il mare con amore. Riposa il settimo giorno.


II


Riunisci i silenzi necessari. Forgiali con sole e mare e pioggia e polvere e notte. Con pazienza affila uno dei suoi estremi. Scegli un vestito marrone e un fazzoletto rosso. Aspetta l'alba e marcia verso la grande città. A vederti, i tiranni fuggiranno terrorizzati, urtandosi gli uni con gli altri. Ma... non fermarti!... la lotta è appena cominciata.


Subcomandante Marcos

massimo testa 29.10.05 14:27| 
 |
Rispondi al commento

La parola sobrietà ci mette paura, perché si affacciano i fantasmi delle privazioni, ma dobbiamo liberarci di questi timori e capire che se abbiamo la capacità di introdurre una serie di rivoluzioni culturali, avremo la possibilità di vivere bene nonostante consumiamo di meno. E’ una grande sfida, perché noi viviamo in un sistema dove ci viene detto che questi problemi possono essere risolti purché cresca la produzione. Bisogna allora garantire di più pur disponendo di meno. Dobbiamo imparare a riprogrammare: non esiste famiglia al mondo che mette il portafoglio nel mezzo e dica che chi prima arriva meglio alloggia indipendentemente dall’uso che ne fa. Dobbiamo creare un sistema ove si dia la priorità alla soddisfazione dei bisogni fondamentali per tutti. E questa deve essere un diritto e deve essere la comunità stesa che se ne fa carico. Io mi rendo conto di sognare ad occhi aperti, ma se non abbiamo la capacità di sognare non abbiamo la possibilità di salvare il nostro pianeta e moriremo tutti.

massimo testa 29.10.05 14:22| 
 |
Rispondi al commento

salve,
non so voi ma io e' un po di tempo che mi sto facendo parecchie domande su questa "influenza aviaria"...
1) sono morte delle persone in cina, mi dispiace ma quanti sono in cina? 1 miliardo e piu'??
2) come vivevano quelli morti? penso che in certi posti ora li purtroppo vivono come noi durante e dopo la guerra, mia nonna aveva le galline sotto al letto e razzolavano in cucina... ottime condizioni igieniche quindi...
3) non e' che ci vogliono "fregare" con la storia della "influenza aviaria" e invece il virus e' un altro? mi spiego..e se saddam avesse avuto veramente delle terribili armi biologiche e durante la guerra fossero andate disperse in minima parte? e poi magari la malattia trasportata dagli uccelli?
Oppure non so se sapete che in mezzo al mare d'aral c'era un isola dove i russi facevano armi batteriologiche, quando e' crollato l'urss sono scappati lasciando la tutto cavie etc e sotterrato tonnellate di armi chimiche e batteriologiche.... e' possibile che un uccello sia andato la...e poi....
Non so se viricordate un film di fantascienza dove un intero paese era stato colpito da un microorganismo arrivato da una meteora e tutti gli abitanti sono morti tranne un bambino e un vecchio e poi gli scienziati hanno capito come combatterlo.. non e' che in cina o da qualche altra parte del mondo sia successa la stessa cosa???
alcuni link utili... :
http://www.dfd.dlr.de/app/land/aralsee/
http://web.tiscali.it/lacimiceonline/numero_marzo-aprile2000/Animali%20e%20Ambiente%20art%205.htm
http://magazine.enel.it/emporion/sezioni_dett.asp?iddoc=1271434&DataEmporion=20/04/2005

secondo me la verita' e' lunga a venire...


Giancarlo Polo 29.10.05 14:22| 
 |
Rispondi al commento

le foreste, i mari, i fiumi. Se vogliamo tentare di tracciare in tre grandi linee quali sono i meccanismi che fanno sì che il mondo diventi sempre più squilibrato, dobbiamo dire che il primo è lo sfruttamento commerciale che significa che il commercio è tutto pensato per arricchire gli intermediari, le multinazionali commerciali alle spalle dei piccoli contadini ai quali vengono pagati prezzi miseri che li costringono a vivere di stenti. Il secondo meccanismo è lo sfruttamento del lavoro. Quando noi ci soffermiamo sulla notizia che il 20% della popolazione mondiale si appropria dell’82% della ricchezza non pensiamo che ci avvantaggiamo solo di ciò che produciamo. Riusciamo a mangiarci tutto ciò che viene prodotto nel mondo, perché sfruttiamo il lavoro del Sud del mondo. Entrate in un supermercato, guardate quanto costano le banane che vengono da 5000 chilometri di distanza: costano meno delle mele che vengono dal Trentino, ma chiedetevi perché succede questo. Se andate a guardare come si lavora nelle piantagioni di banane, di ananas vedrete che ci sono salari che fanno rabbrividire. Abbiamo fatto una ricerca nelle piantagioni di ananas in Kenya, abbiamo scoperto che gli avventizi, un esercito di 2500 persone a fine giornata ha guadagnato quanto basta per comprare tre chili di farina di mais. Quando si tratta del per cosa lottare io immagino un percorso di tre tappe: azioni di urgenza, un tentativo di tamponare il danno che questo sistema fa. Dobbiamo fare così le campagne nei confronti delle imprese, fare in modo che i salari scandalosi riescano ad essere innalzati. Quindi chiedere alle imprese che cambino il loro rapporto nei confronti dei lavoratori, fare in modo che siano garantiti i loro diritti. Sono campagne che dobbiamo riuscire a fare, a conclusione delle quali ci rendiamo conto che cambiamo l’esistenza di migliaia di persone.Dobbiamo immaginare il mondo come se fosse popolato dai grassoni di 120 chili e dai magri tipo campi di sterminio dall’altra parte.

massimo testa 29.10.05 14:20| 
 |
Rispondi al commento

vorrei segnalarvi, stimolato dal commento di Emanuele che parla di grande distribuzione, un intervento di Gesualdi con un pò d'informazioni che riguardano un pò tutti:"...Susan George diceva che il 20% più ricco si appropria dell’82% della ricchezza mondiale, mentre al 20% più povero va l’1,3%. Tre miliardari nel mondo hanno un patrimonio equivalente a quanto riescono a produrre ogni anno i 48 paesi più poveri del mondo.Questo sistema tenta di farci credere che la povertà è una fatalità, sono delle grosse bugie perché sulla povertà si sa tutto. Sappiamo attraverso quali meccanismi si genera l’impoverimento e si condanna questa moltitudine di persone a vivere così. E’ uno di quei meccanismi che condanna le persone a vivere in questo modo, è il mercato...Questo sistema tenta di farci credere che la povertà è una fatalità, sono delle grosse bugie perché sulla povertà si sa tutto. Sappiamo attraverso quali meccanismi si genera l’impoverimento e si condanna questa moltitudine di persone a vivere così. E’ uno di quei meccanismi che condanna le persone a vivere in questo modo, è il mercato. Dobbiamo avere il coraggio di cominciare a denunciare seriamente i meccanismi di fondo. Il mercato divide la gente in due: da una parte gli utili e dall’altra gli inutili. Gli utili sono quelli che hanno danari in tasca, che consentono a questo sistema di continuare a girare. Guardiamoci allo specchio ed abbiamo già scoperto chi sono gli utili, sono quelli che possono consumare, sono quelli che entrano a far parte del mercato. Il sistema ha interesse a fare in modo che questa fascia di persone guadagni sempre di più. E’ questa una delle ragioni per le quali la ricchezza si concentra sempre di più nelle mani di pochi. Al contrario tutti coloro che pur riuscendo a fare una vita dignitosa, magari perché riescono a vivere di autosussistenza, il sistema non si vergogna a tirargli via anche le poche ricchezze su cui contavano. Ed ecco che nascono i poveri, perché si tolgono loro le terre...>

massimo testa 29.10.05 14:10| 
 |
Rispondi al commento

Ma è possibile che nessuno abbia pensato ad un vaccino sui polli? Tanto le case farmaceutiche guadagnerebbero soldi a palate uguale.

Andrea Aimar 29.10.05 14:05| 
 |
Rispondi al commento

finche l'uomo non imparerà a trattare tutti gli esseri viventi come suoi simili le multinazionali farmaceutiche ve lo metterà sempre nel culo!!!!

andrea ferrari 29.10.05 14:04| 
 |
Rispondi al commento

Sono un veterinario e una cosa non mi è chiara (e manco uno che ne abbia mai parlato finora): ma perchè non producono il vaccino per i polli, invece che per gli umani, come si fa per tante altre malattie ?
Le case farmaceutiche guadagnerebbero lo stesso e il virus dei polli sarebbe meno endemico laddove lo è, e avrebbe meno probabilità di spostarsi altrove
BAH ?!?

Claudio Porcellana 29.10.05 13:55| 
 |
Rispondi al commento

Capisco che il problema dell'influenza aviaria è una bufala, con relativi regali alle case farmaceutiche per i massicci acquisti di vaccini inutili, il che costituisce un'ulteriore bufala nella bufala; i più avveduti lo avevano capito subito, io invece ci ho messo un pò di tempo.
Bisogna dire, a onor del vero, che eminenti esponenti governativi e sanitari ci hanno spiegato in lungo e in largo che non c'è motivo di preoccuparsi: il fatto è che, forti di numerose fregature dovute alla scarsa attendibilità di tali esponenti, ci stiamo preoccupando lo stesso.
Lasciamo stare le discussioni sul crudo e sul cotto: a me. ad esempio, le uova crude non piacciono e poi credo che i polli crudi li mangino solo gli sfortunati che non hanno ancora scoperto il fuoco: ma è un'opinione personale, badate.
Cerchiamo intanto di ridurre i danni: ad esempio, si potrebbe promuovere una sostanziale revisione (naturalmente, al ribasso) dei prezzi dei prodotti farmaceutici che in Italia sono, non credo di dovervelo dire io, i più alti di Europa.
Non vedo perché, in una situazione di bolletta nera come quella nella quale si trovano gli italiani, devano esistere dei privilegiati, oltre ai soliti noti.
Mi piacerebbe però che il blog toccasse anche un altro argomento, sul quale mi riservo di tornare:
noi viviamo nella Repubblica Italiana o nello Stato Pontificio?
A titolo di esempio, leggo sui giornali che un ministro dell Repubblica Italiana, tale Roberto Maroni, è andato a illustrare un provvedimento di legge della Repubblica Italiana al cardinale Ruini, segretario di stato del Vaticano: scusatemi, non riesco a capire a quale titolo. A suo tempo si era parlato di "libera chiesa in libero stato": io vedo la libertà, decisamente troppa, di questa chiesa, ma non vedo quella dello stato.
A presto.

Lucio Bilancini 29.10.05 13:49| 
 |
Rispondi al commento

per i soldi c'è chi non ci lascia comprare le macchine che vanno ad aria compressa, per i soldi c'è chi schiavizza gli animali, chi rovescia tutte le norme primarie che regolano la vita della natura, chi si impossessa del mondo e della notra vita, seminando ovunque morte e distruzione. Per i soldi si comprano la nostra vita, ce la strappano, sradicano ogni centimetro di verde per trasformarlo in asfalto o in depositi radioattivi. Ma che minchia fanno i Verdi, il WWF...? Non dovrebbero permettere l'esistenza di quegli allevamenti che non rispettano gli animali, abusando della loro debolezza. Perchè deve vincere sempre il più forte? E perchè il più forte è un pezzo di merda? Allevatori andate a fanculo. Potreste guadaganre benissimo tenendo gli animali in condizioni dignitose. Non lo fate e perciò spero che un giorno vi arrivi la vendetta divina e che colpisca solo voi

ti ti 29.10.05 13:24| 
 |
Rispondi al commento

Emanuele condivido, e aggiungo.
Dai telegiornali:"bambina morta in Cina, sono in corso le analisi se decesso dovuto al TEMUTO virus"
Sempre dai telegiornali:"falso allarme era SOLO polmonite"
Non ho parole, come quei (tutti)telegiornali non ne hanno più per quel disastro successo in Pakistan.

Ciao

Roberto Fabbri 29.10.05 13:17| 
 |
Rispondi al commento

"... O natura o natura perchè non rendi poi quel che prometti allor? perchè di tanto inganni i figli tuoi?...".
Io sono nato, vivo, e morirò; le piante e animali nascono vivono e muoiono, le montagne nascono vivono e muoiono; lo stesso universo è nato vive e forse morirà.
Ma perchè dobbiamo rendere un inferno la vita di chi e che ci circonda.
Personalmente mangio di tutto, carne, verdura, pesce, ma ho scelto di RINUNCIARE (o almeno ci provo) a ciò che mi è di troppo (troppa carne, troppa pasta, troppe calorie ...) ma soprattutto ho scelto di rinunciare all'inutile e a ciò che mi crea qualche problema nel piatto, cosa?
le arance neozelandesi, i limoni argentini, le cozze cilene, le uova prodotte in batteria, il latte troppo losco, l'acqua sicula (e si purtoppo l'acqua la compro, ma è della zona!) .........
cerco di dare il giusto prezzo a ciò compro!

Grazie Nostro Signore Beppe, ma vedi di non ingrassare troppo che poi agli spettacoli sudi e ci fai un pochino schifo.. :)
grazie di aiutarci a pensare
Antonio

Antonio Costa 29.10.05 13:04| 
 |
Rispondi al commento

l'allarme per i polli come direbbe la Guzzanti
è un'altra arma di distrazione di massa.
ma si puo' mettere in ginocchio un industria,
che da da mangiare a migliaia di famiglie,
solo per creare una notizia?
l'influenza aviaria non ha fatto nenache 100 morti in tutto il mondo, da quando e' stata scoperta.
il fumo fa decine di miglia di morti tutti i
giorni!
per fame no ne parliamo!
questa è pura idiozia, o peggio
è premeditazione.

emanuele luzio 29.10.05 12:56| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti....

Come possibile soluzione:

Cominciate a non comprare più dalla grossa distribuzione, e non solo quando ci sono queste false o vere epidemie!!!

Il problema dei polli c'è in tutti gli alimenti, della grossa distribuzione, in pratica tutto cio che è "per Tutti" non è sano...

Nella mia famiglia lo facciamo da sempre... capisco che per molti sia un problema, ma se invece di andare al supermercato, compri dai contadini, dai piccoli allevatori, hai una qualità superiore, e risparmi parecchi soldi.

E non parlo dei prodotti "Bio" che trovi nei negozi, parlo di alzare le chiappe, e andare a comprare il vino e imbottigliarselo (così magari riuscite a sapere che sapore ha veramente)
fare un giro in Emilia e comprare un pò di formaggi in qualche piccolo caseificio, e se volete un pò di speck... fatevi un giro a Sauris,
in questo modo forse tutti avrebbero forse una cultura alimentare migliore, e riuscirebbero a capire cos'è buono, e cos'è che è immangiabile, anche solo da un punto di vista di sapori....

In questo modo i polli non sarebbero 20 in un metro quadro.... il vino non sarebbe tagliato con il metanolo, gomma arabica, conservanti ecc... se dimezziamo la richiesta: dimezziamo la produzione.... o meglio la distribuiamo a favore di tante piccole imprese, che magari pagano le tasse.... al posto di quei due o tre colossi che invece di pagare le tasse aprono un nuovo centro commerciale!!!

A proposito io abito a Milano... e faccio l'elettricista.... non abito vicino alle campagne, ma per nutrirmi spreco volentieri un pò del mio tempo per andare a cercarmi dei prodotti sani e genuini!

Andrea.

Andrea Villani 29.10.05 12:49| 
 |
Rispondi al commento

Scusate gli errori ed il doppio messaggio...è stata la fretta....

Samuele Scatolini 29.10.05 12:43| 
 |
Rispondi al commento

percè non ascoltate questo link?
e un intervista al Porf. Delogu che da molti anni sta facedo ricerche sul virus.....

http://www.copiacarbone.org/audio/copiacarbone-2005-10-21-52319.mp3

Samuele Scatolini 29.10.05 12:38| 
 |
Rispondi al commento

percè non ascoltate questo link?
e un intervista al Porf. Delogu che da molti anni sta facedo ricerche sul virus.....

http://www.copiacarbone.org/audio/copiacarbone-2005-10-21-52319.mp3

Samuele Scatolini 29.10.05 12:38| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Grillo!
Sono nuovo in questo blog ma comunque complimenti vivissimi per il lavoro svolto.
Dunque influenza dei polli?
I veri polli siamo noi che giornalmente ascoltiamo i notiziari che per riempire lo spazio a loro dedicato ci inondano di porcate assurde .Eh!si perche e' questo che fanno loro dicono e noi?
Cazzo!Tanto lo ha detto il telegiornale!
Ma ci rendiamo conto che ci plagiano ogni minuto della nostra vita?
Io lavoro e vivo in Germania pensate che hanno carcerato tutti i polli!Ovvero se sei in possesso di un bel pollo ruspante che con pazienza lo hai allevato solo a biada lo devi tener rinchiuso e se lo vedono a ruspare all'aria aperta te lo fregano.Il perche?Eh!troppo sano per potertelo mangiare meglio quello del supermercato che e'"controllato"
Ma dai!Questo e' un paradosso!!!!!!
Adesso immaginatevi un altro scenario.
AFRICA
una tribu di negri che cazzo dopo tanta fame e una attesa snervante sono riusciti a d allevare un pollo assurdo 5 chili di carne che aspettano solo di essere mangiati!Na fame boia!
Eh!no arriva li uno e gli dice il tuo pollo "forse" e' malato te lo dobbiamo sequestrare!!!!!!!
Ma ve lo immaginate la faccia del negro?
Ma che cazzo vuoi mica posso mangiare altro io!O mangio il pollo o crepo di fame!
Cazzo meglio mangiare un pollo che "forse" e' malato o meglio morire di fame?
Bhe! scegliendo fra le due possibilita?
Mi mangio il pollo!!!!!!
Quindi io penso che visto che "loro" ci dicono che i polli sono malati noi non li mangiamo
Ma se fossimo tutti negri non pensate che i polli forse li mangiamo anche noi?
Per finire faccio una cosiderazione personale
Anche questa volta siamo vittime di ua informazione che mira solamenmte a far salire gli audience televisivi.
l informazione e essenziale per il bene comune ma questa informazione e una montagna di spazzatura
Tanto come al solito chi si arrichisce con queste puttanate sono le case farmaceutiche che "consigliano" di fare il vacino!
ciao massimo

massimo de nardi 29.10.05 12:29| 
 |
Rispondi al commento

Ci meravigliamo che i polli siano impazziti? Come diceva Terzani, stiamo "divorando il mondo". Prima il virus della "Mucca Pazza", ora i polli, domani chissà... e continuerà così fino a quando non decideremo di avere un maggior rispetto per gli animali e per gli uomini! Altrimenti, continuando su questa strada, il nostro futuro sarà molto peggio di oggi !

Antonello Macchia 29.10.05 12:10| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe cari amici,
l'informazione tv, radio,giornali danno tutti sempre le stesse notizie, alla tv parlano sempre le stesse persone, le notizie sono manipolate e comunque i giornalisti devono obbedire alle linee editoriali, ai capi ed ai capi dei capi, e spesso anche alla loro sete di protagonismo o di carriera.
Fondiamo una rete libera dove tutto il palinsesto si deve basare sulle opinioni, informazioni, notizie, esperienze di ognuno. Ogni persona può accedere alle trasmissioni telefonicamente, per e.mail ecc. e portare il proprio punto di vista. Non ci deve essere nessuno che commenti o insegni le cose. Ogni ascoltatore-spettatore trarrà le sue conclusioni.
In Italia più che nuovi partiti che poi vedi Lega arrivati a Roma devono omologarsi ai meccanismi del potere, bisogna, a mio avviso, organizzare i movimenti che permettano alle persone di formarsi delle idee , delle opinioni
scavalcando quelle già preconfezionate che ci vengono propinate dagli imbonitori del regime.
Basta con i cervelli all'ammasso.
Beppe tu che sai esperto in materia, qual'è la tua opinione e che consigli ci puoi dare?
Frequentatori del blog che ne pensate?
Ciao a tutti


Tony Pacati 29.10.05 11:59| 
 |
Rispondi al commento

Mi viene un dubbio. Ma non è con tutto questo allarmismo che si è creato intorno al diffondersi del virus dei polli (fondato , infondato, boh!) e la corsa all'accaparramento del vaccino (con immensa felicità delle lobby delle case farmaceutiche) alla fine I VERI POLLI SIAMO NOI?

paolo morelli 29.10.05 11:23| 
 |
Rispondi al commento

W i maiali!
Non sono pazzi, non hanno l'influenza, non si butta via nulla e forse ci doneranno gli organi!(a proposito, che fine hanno fatto le notizie sulla sperimentazione dei maiali da trapianto? Ricordate?)
Cosa vuoi di più dalla vita? :-)

Paolo Bologna 29.10.05 11:18| 
 |
Rispondi al commento

...contenta che qst trasmissioni riescano a farmi pensare almeno per un momento, a farvi riflettere se sia poi necessario nutrirsi di cadaveri..lo so, è sabato e siete tutti belli tranquilli perchè nn lavorate e sarebbe meglio sollazzarvi..ma .. evviva Brosio (:

Grazia Solazzo 29.10.05 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Ciao beppe, vorrei sapere quando arriverà il virus dei conigli, dopo le mucche pazze i polli debilitanti, ci mancano solo i conigli mannari poi siamo a posto, ciao

ivan salis 29.10.05 11:16| 
 |
Rispondi al commento

@ laura galli
vuoi diventare vegetariana?
hai già risolto.

infatti basta volerlo.

;)

Mauro Mazzerioli 29.10.05 11:05| 
 |
Rispondi al commento

voglio anch'io diventare vegetariana... chi mi aiuta?

laura galli 29.10.05 11:03| 
 |
Rispondi al commento

tiziano terzani ha detto una grande verità. siamo troppi... logico che ci sia una parola "fine"
la sempre più pessimista laura.

laura galli 29.10.05 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Nel marzo 2001 alcuni ricercatori dell'università di Napoli Federico II sono riusciti a riesumare alcune forme di vita batterica trovate in un meteorite caduto sulla terra circa quattro miliardi e mezzo di anni fa. Come conseguenza di questa scoperta gli scienziati furono concordi nel sostenere che un'ipotesi molto ben fondata sull'origine della vita sulla terra potrebbe essere quella di un prestito extraterreste fatto al nostro pianeta, per via di un metorite appunto. In parole povere le prime forme batteriche non erano presenti sulla terra al momento del suo raffreddamento, ma vi giunsero e vi "prosperarono" solo in epoca successiva.

Andrea Ottone 29.10.05 10:49| 
 |
Rispondi al commento

Ho la fortuna di abitare in campagna, con a fianco a me, mia mamma e mio papà...una bella tribù. Mio papà si occupa dell'orto, coltivato solo con metodi biologici e solo per consumo personale, e delle galline (ne abbiamo 10+1 gallo superlavorante e 3 o 4 polletti. Il loro recinto è di circa 35 mq, vivono tranquilli, mangiano granaglie bio in chicchi e i nostri avanzi vegetali, alcune volte andiamo sulla spiaggia e gli prendiamo un secchiellino di conchiglie per fargli indurire il guscio dell'uovo, il gallo rompe a più non posso a tutte le galline e, se potesse, darebbe guai anche ai cani.
No, non credo che in queste condizioni l'influenza aviaria sia una cosa che ci riguarda; certo nelle condizioni in cui versano gli allevamenti convenzionali, si fa presto a parlare di epidemia, basta fare un esempio: in una stanza di 20 mq ci mettiamo due persone, a una viene il raffreddore, l'altra può stare abbastanza lontana da non beccarselo e comunque anche se se lo beccasse sarebbero due persone con il raffreddore...ora provate a pensare se in quella stessa stanza ci mettessimo 20 persone (una per mq), immagino che dal raffreddore non potrebbe salvarsi nessuno....

anna ballarin 29.10.05 10:46| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE,
HO UNA PROPOSTA (SICURAMENTE NON NUOVA, MA TI PREGO ATTIVIAMIOCI PER ATTUARLA):

FACCIAMO UNA CAMPAGNA DI AUTO OSCURAMENTO DELLA TV: QUANTE PIU' PERSONE SCOLLEGHERANNO LA TV DA CASA LORO TANTE PIU' PERSONE SARANNO MENO INFLUENZABILI PSICOLOGICAMENTE: TI PREGO SMETTIAMOLA DI DIRLO E FACCIAMOLO!!!!

rossana ballini 29.10.05 10:42| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE,
HO UNA PROPOSTA (SICURAMENTE NON NUOVA, MA TI PREGO ATTIVIAMIOCI PER ATTUARLA):

FACCIAMO UNA CAMPAGNA DI AUTO OSCURAMENTO DELLA TV: QUANTE PIU' PERSONE SCOLLEGHERANNO LA TV DA CASA LORO TANTE PIU' PERSONE SARANNO MENO INFLUENZABILI PSICOLOGICAMENTE: TI PREGO SMETTIAMOLA DI DRILO E FACCIAMOLO!!!!

rossana ballini 29.10.05 10:40| 
 |
Rispondi al commento

Aldilà delle giuste osservazioni sull'ecologia e sugli allevamenti lager, sono convinto che il motivo di tutto questo allarmismo sia dovuto alle case farmaceutiche. Le uniche che ci guadagnano e ci guadagneranno da questa faccenda. Compriamo il vaccino,(???) e già che ci siamo, anche un pò di aspirina e qualche vitamina... poveri POLLI......

Flavio Chiolino 29.10.05 10:31| 
 |
Rispondi al commento

sono pienamente d'accordo con gery. potrebbe essere una strategia per farci mangiare solo il pollo italiano, per farci arrivare al cannibalismo... in fondo noi italiani siamo polli ad aver scelto un governo così. io non l'ho fatto, ma pollo oggi mi sento.

sergio omassi 29.10.05 10:28| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, mi trovo in Inner Mongolia per un progetto di cooperazione intergovernativo (pfuiii...) italo-cinese.. sponsorizzato dal Ministero dell'Ambiente (pfuiiiiiiiii....) e dalla Municipalita di Pechino (qui non mi bastano le "i"). Mi piacerebbe raccontarvi tutto di sto progetto, ma devo frenarmi e limitarmi ad osservare che qui si mangiano polli in quantita' industriale.. polli razzolanti beati in fattorie incontaminate.. vabbe', io sono vegetariano e non li mangio, ma vi assicuro che se c'e' un posto al mondo che mi potrebbe far cambiare idea e ricominciare a mangiare pollame e' questo. NON CREDETECI!! NON E' VERO CHE QUI C'E' L'AVIARIA! E' TERRORISMO POTEZIONISTICO, la solita vecchia tattica dello "spevantali e poi facci quello che ti pare".. fate cosi': MANGIATE SOLO POLLI CHE ARRIVANO DALLA CINA, e 'fan....o a tutta l'ipocrisia sinofoba.. vi assicuro che i pomodori pachino cinesi sono buonissimi, ve lo dice uno che da sette mesi qui mangia solo pachino e uova aviarie..

gery 29.10.05 09:49| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, che tristezza questa storia dell'aviaria.
Non si sa a chi credere, non si sa dove finisce il vero e dove inizia la speculazione sulla nostra pelle.
Non si capisce dov'è il limite tra la preoccupazione per le popolazioni e la preoccupazione dell'arricchimento personale di qualcuno.
Io sono vegetariana perchè da sempre voglio personalmente non contribuire allo scempio degli allevamenti lager.

serenella spasciani 29.10.05 09:46| 
 |
Rispondi al commento

Ma diventare vegani no, eh?
Leggetevi "Ecocidio" e capirete come sia tutto da rifare, a prescindere da polli raffreddati e mucche impazzite.
Ciao a tutti!

Valerio M. 29.10.05 09:31| 
 |
Rispondi al commento

A proposito del pesce, gli allevamenti di orate e di spigole che ci sono dalle mie parti (Rg-Sr) usano imbottirle di antibiotici per non fargli prendere il raffreddore, ma c'è di peggio? il pesce che invece vive nei nostri fondali di che si nutre?
ma di clandestini che non riescono a raggiungere le nostre coste!! MMMH SQUISITO!!
ciao Erne

Ernesto Pernice 29.10.05 09:11| 
 |
Rispondi al commento


Mi sembra che la grande polvere alzata sulla così detta pandemia aviaria (dobbiamo lessicalmente utilizzare termini sempre più grandi!!!!) sia l'ennesima bufala protezionista rispetto all'economia italo/europea. Come è possibile che tutto sia emergenza, catastrofe, pan-tutto? E' più facile per le persone sentirsi rassicurati dagli interventi (quali?) dei ns mediocri governanti?
ciao a tutti
Mauro

Mauro Rivolta 29.10.05 09:11| 
 |
Rispondi al commento

A proposito del pesce, gli allevamenti di orate e di spigole che ci sono dalle mie parti (Rg-Sr) usano imbottirle di antibiotici per non fargli prendere il raffreddore, ma c'è di peggio? il pesce che invece vive nei nostri fondali di che si nutre?
ma di clandestini che non riescono a raggiungere le nostre coste!! MMMH SQUISITO!!
ciao Erne

Ernesto Pernice 29.10.05 09:09| 
 |
Rispondi al commento


Rumsfeld trae profitto dall'inganno dalla bufala dell'influenza aviaria

Del Dr.Mercola
http://www.mercola.com/2005/oct/25/rumsfeld_to_profit_from_avian_flu_hoax.htm

Trad. Stefano Pravato

Finalmente le tessere del puzzle cominciano a combaciare. Non molto tempo fa, il Presidente Bush ha cercato di instillare panico nel paese dicendoci che almeno 200.000 persone moriranno per la pandemia derivante dall'influenza aviaria, e che nell'ipotesi peggiore si potrebbero anche raggiungere i 2 milioni di morti solo negli Stati Uniti.
Questa bufala è stata poi usata per giustificare l'acquisto immediato di 80 milioni di dosi di Tamiflu, un farmaco senza valore che non tratta in nessuna maniera, versione o forma l'influenza aviaria, ma semplicemente diminuisce il numero di giorni per cui ci si ammala e può addirittura contribuire a far si che il virus abbia un maggior numero di mutazioni letali.
Quindi gli Stai Uniti hanno fatto un ordine per 20 milioni di dosi di questo farmaco inutile al prezzo di 100 dollari per dose. Il che porta ad una cifra strabiliante di 2 miliardi di dollari.
Ci hanno stato detto che è la Roche che produce il Tamiflu e, in un recente articolo del New York Times, si stava dibattendo se avrebbero o meno permesso alle industrie di farmaci generici di aumentare la loro produzione.
Ma se si scava un pò si trova che in realtà il farmaco è stato sviluppato da un'industria, la Gilead, e che 10 anni fa la Gilead ha ceduto alla Roche i diritti in esclusiva per il marketing e la vendita del Tamiflu.
Ahh, La Trama si infittisce...
Se leggete il link qui sotto della Gilead, scoprirete che il Segretario della Difesa Donald Rumsfeld è stato eletto chairman della Gilead nel 1997.
Poiché Rumsfeld è l'azionista di maggioranza della Gilead, potrà trarre tranquillamente beneficio dalla tattica del terrore governativa che si sta usando per giustificare l'acquisto di 2 milioni di dollari di Tamiflu.
Gilead Sciences Inc.
(http://www.gilead.com/wt/sec

Stefano Pravato 29.10.05 08:58| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, sei grande come al solito!
Volevo solo chiedere perchè!
Perchè si pubblicizza sui giornali la scoperta del vaccino per la malattia dei polli l'H9N1 ed invece a noi serve il vaccino per l'H5N1;

Perchè il ministro Storace si si è vaccinato con un presunto vaccino per l'H5N1 (Mi manda rai 3 del 28-10-05);

Perchè non ci fanno capire mai nulla e ci speculano sempre sopra;

Perchè!

Ciao a tutti

Marco Marcantonio 29.10.05 08:55| 
 |
Rispondi al commento

Sono pienamente d'accordo. Comunque non mi stupirei se in futuro si scoprisse che il virus lo stanno spargendo con gli aerei di proposito perché in tutta questa storia sono sempre gli stessi ad arricchirsi: le case farmaceutiche con "La Roche" in prima fila.

Chantal Livi 29.10.05 08:20| 
 |
Rispondi al commento

Per Maurizio Arena. pienamente d'accordo, sarei per l'eutanasia, non amo le agonie.

Stefania Mancini 29.10.05 06:55| 
 |
Rispondi al commento

Per maurizio arena. pienamente d'accordo, sarei per l'eutanasia, non amo le agonie.

Stefania Mancini 29.10.05 06:55| 
 |
Rispondi al commento

Hanno usato termini come pandemia per descrivere l'influenza aviaria. E noi giù a comprare medicinali e vaccini. Poi s'inventeranno qualche altra storia pur di spennarci come polli. La vera pandemia è il genere umano: quello più intelligente mai esistito sul pianeta o quasi....
I dinosauri sono sopravvissuti 150.000.000 di anni prima che un sasso gli cadesse sulla testa, l'uomo così come lo conosciamo ha cominciato ad evolversi 15.000 anni or sono, negli ultimi 150 anni ha sconvolto il clima del pianeta ...... a 150.000.000 di anni non ci arriva mica e poi abbiamo la pretesa di crederci intelligenti: siamo il cancro del pianeta terra!
Saluto tutto lo staff ed i lettori
Maurizio Arena da Luserna S.G.

Maurizio Arena 29.10.05 06:41| 
 |
Rispondi al commento

Ecco perche' io da 10 anni ho deciso di non contribuire piu' a ingrassare il mercato delle varie carni(e pesce)diventando spontaneamente vegetariano...sto bene comunque e ho un peso in meno sulla coscienza..Vai cosi' Beppe che come te ce n'e' solo uno...ciao a tutti,Franco da Zena.

Franco Papaluca 29.10.05 02:10| 
 |
Rispondi al commento

E' da secoli che esiste l'influenza aviaria,che di anno in anno muta forma,solo che quest'anno per fare riprendere le vendite di carne bovina dopo la mucca pazza,si inventano che i polli hanno l'influenza,come fosse una novità!!!poi la palla a chi passa ai conigli,all'agnello forse???a breve si troverà di nuovo in vendita la bistecca con l'osso..
Le mucche all'improvviso non mangiano più farina animale??E' come la SARS in Cina,prima a parlarne per mesi,poi all'improvviso non c'e' più!!Mah....

Luca Guerra 29.10.05 01:49| 
 |
Rispondi al commento

vi rendete conto che con due parole riescono a farci fare quello che vogliono anche se sappiamo che dicono cazzate,e sapete perchè? perchè siamo attaccati alla vita,e loro lo sanno,che per vivere un giorno in più siamo disposti a calpestare tutto e tutti,e invece per migliorarla non vogliamo sprecare tempo sopratutto per gli altri,per fortuna non siamo tutti così,e a quei pochi che invece si consumano per svegliarci non bastano mille parole per farci fare almeno una cosa giusta,i polli,poveri animali,destinati a soffrire,per la nostra ingordigia,ma se io fossi uno di loro non desidererei altro che l'estinzione come l'eutanasia per un malato che sente di non avere più motivo di vivere,non si può calpestare la vita così pensando che sia solo la nostra ad avere importanza,è da questi principi che bisognia partire per poi arrivare a combattere la manipolazione dell'informazione con la coscienza un pò più pulita.
una stretta di mano a tutti

gaspare falco 29.10.05 01:49| 
 |
Rispondi al commento

sembra che l'aviaria colpisca solo uccelli molto piccoli... Beppe consegnati all'usl più vicina!!! Sei un mito.

Aldo Tini 29.10.05 01:00| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti!

la butto lì e sarò breve.
e il pesce?! quando impazzirà il pesce? oppure è già impazzito e non frega ancora a nessuno?! perchè dopo bovini e volatili.....

scusate il disturbo

ivan cagnoli 29.10.05 00:34| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Beppe continua cosi' ciao

Gloria Quagliotti 29.10.05 00:14| 
 |
Rispondi al commento

La storia dell'influenza dei polli non sarà ingigantita per distrarci da altri problemi più gravi ( cioè tutte le leggi che stanno varando
in fretta e furia) ?
Intanto con questo spauracchio il vaccino per l'influenza va a ruba!!!!

Occhi aperti!

Gloria Quagliotti 29.10.05 00:12| 
 |
Rispondi al commento

X TUTTI I BLOGGERS:

ho postato una intervista fatta da Daria Bignardi alla SANTANCHE'.........

(IL DITO MEDIO DEL POTERE)

LEGGETELA TUTTI!!!

NON SI SA SE PIANGERE O RIDERE.....

Diego Marmeggi 28.10.05 23:42| 
 |
Rispondi al commento

X TUTTI I BLOGGERS:

ho postato una intervista fatta da Daria Bignardi alla SANTANCHE'.........

(IL DITO MEDIO DEL POTERE)

LEGGETELA TUTTI!!!

NON SI SA SE PIANGERE O RIDERE.....

Diego Marmeggi 28.10.05 23:41| 
 |
Rispondi al commento