Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Un appello ai marines


onu.jpg

Nel 2005 l'omicidio di un rappresentante dello Stato in un seggio elettorale può avvenire soltanto in due Paesi: Iraq e Italia.

Ma come sempre l'Italia è più avanti, anche dell'Iraq. Qui infatti li ammazziamo anche dopo morti.

Fortugno è stato ucciso due volte, la prima da una Luger 9x19, la seconda da domande, illazioni sulla ASL di Locri, zone grigie in cui vivrebbero i "quasi onesti".

In diretta televisiva sulla Rai è stato chiesto alla vedova di Fortugno cosa ne pensasse delle voci su suo marito relative a contatti con uomini vicino alla 'ndragheta.

Il solito Corriere ha accostato, in un editoriale di Sergio Romano, Fortugno al caso di Salvo Lima, referente di Andreotti in Sicilia, ucciso dalla mafia.

Ma Ciampi ha presenziato al funerale di Fortugno e non l'avrebbe mai fatto se non fosse stato certo della sua onestà.

L'ONU deve proteggerci alle prossime elezioni. Truppe americane di occupazione le abbiamo già un po' dappertutto: Aviano, Napoli, Ghedi Torre, Sardegna, ...

Il prossimo aprile vogliamo un marine ad ogni seggio.


P.S. Domani sera sarò insieme ai napoletani a Napoli per la notte bianca in Piazza Dante alle 22.00

28 Ott 2005, 13:45 | Scrivi | Commenti (928) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Buongiorno,

segnalo un'altra attività che stiamo portando in porto qui ad Herat noi Carabinieri


http://www.ladigetto.it/permalink/39567.html

cordiali saluti,

p.s. prego non citare mio nome

Paolo 12.12.14 17:46| 
 |
Rispondi al commento

Forbice ieri ha scritto su un giornale: "Con gli OGM la salvezza per il futuro dell'umanità".
Gli ho mandato questa mail:
Desidero dare questa informazione della quale raramente le persone che lottano contro gli O.G.M. o meglio contro le Multinazionali degli O.G.M., sono a conoscenza.
Queste poche righe che riporto integralmente sono parte di un articolo edito da "La Stampa" di domenica 21 dicembre 2003 pg.23 titolata "CULTURA E SPETTACOLI".
Il titolo dell'articolo è: FERMl l'amorale della bomba.

" Tra il 1943 e il 1945 Fermi è chiamato dal governo americano a partecipare al progetto Manhattan, diretto da Robert
" Hoppenheimer, la cui storia è ben nota.
" E' una colossale impresa scientifico-tecnologica, che vede coinvolti alcuni tra i più brillanti fisici ( Bohr, Chadwick,
" Bethe, Fermi, Teller, Anderson, Wigner, Rabi, il giovanissimo Feynman, nonchè i vecchi amici e collaboratori di
" Fermi, Emilio Segrè e Bruno Rossi ), ingegneri, chimici, matematici ( ad esempio Von Neumann ) e ha il supporto
" strategico di grandi companies industriali quali Westinghouse, General Eletric, Du Pont, Eastman Kodak , Union
" Carbide, Monsanto.

Forbice, tu sei una persona amorale, dentro di me è forte il desiderio di maledirti ma non lo faccio; hai già ricevuto la ricompensa dalla tua prostata, ma il cancro non è andato via con lei. Guarda se mangiando OGM e andando a visitare qualche centrale nucleare riesci a guarire.
Ho voglia di darti anche la data, ho la possibilità di farlo. Quando fai le tue campagne contro la pena di morte a cosa pensi, alla tua coscienza?
Non ti preoccupare, quella è stata soffocata dai tuoi compromessi.
Magari il tempo che ti rimane servisse solo a farti rinsavire.

RENATO PIANCIOLA Commentatore in marcia al V2day 05.05.08 17:43| 
 |
Rispondi al commento

grande sto sito beppe...saluti da lecce

vito pati 23.01.06 20:43| 
 |
Rispondi al commento

Beppe scusami per il mio intervento che non ha a che fare col blog ma ho bisogno del Vostro aiuto
Giustizia per Carlo Parlanti
Parte 1
Un'altra affermazione della White, perdonatemi per quello che scrivo, ma sono dichiarazioni documentate, devo dirvi cosa ha avuto coraggio di testimoniare, vi ricordo che il sito www.carloparlanti.it viene aggiornato.
La White ha testimoniato che durante il presunto stupro, il Parlanti avrebbe inserito il suo pugno chiuso all’interno della sua vagina, avrebbe successivamente aperto la mano e continuato a muoverla all’interno della vagina per piu di due minuti. In seguito avrebbe usato la stessa mano per penetrarla nell’ano senza chiuderla a pugno, questa volta. La White ha anche aggiunto che come conseguenza, un ‘lago’ di sangue sarebbe rimasto sul lenzuolo e penetrato all’interno del materasso. Gli investigatori che hanno parlato con la White il 18 luglio, alla domanda se avessero eseguito un MED-LEGAL (analisi eseguita su vittime di stupro per rilevare tracce e lesioni relative allo stesso) hanno risposto di non averlo fatto per i seguenti motivi:

Katia Anedda 02.01.06 05:14| 
 |
Rispondi al commento

Giustizia per Carlo Parlanti
Parte 2
tracce di seme non possono essere rilevate dopo un periodo di tre settimane (la White sostiene che lo stupro sia avvenuto il 29 giugno 2002) e, molto piu semplicemente, perché la White ha ammesso di aver avuto rapporti consensuali con il Parlanti tre volte nelle due settimane precedenti il 18 luglio.
Alla domanda se il MED-LEGAL avrebbe comunque rilevato lacerazioni traumatiche dovute all’inserimento di larghi oggetti in vagina o ano, la polizia ha ammesso che il test lo avrebbe fatto ma che la White non ha mai dichiarato nei due colloqui e nella lettera intercorsi con la polizia nel luglio del 2002 niente riguardo all’inserimento della mano del Parlanti nella sua vagina o nel suo ano, infine una volta confrontati con domande relative al sangue della White sul materasso e alle mancate analisi forensiche di tale sangue, i poliziotti hanno di nuovo dichiarato che la menzione del lago di sangue era assente dalle dichiarazioni e dalla lettera della White del 2002, e che durante il loro sopralluogo nell’appartamento del Parlanti il 19 luglio del 2002 la White non li ha indirizzati verso alcuna traccia di sangue da nessuna parte nell’appartamento.

Katia Anedda 02.01.06 05:12| 
 |
Rispondi al commento

Un'altra affermazione della White, perdonatemi per quello che scrivo, ma sono dichiarazioni documentate, devo dirvi cosa ha avuto coraggio di testimoniare, vi ricordo che il sito www.carloparlanti.it viene aggiornato.


La White ha testimoniato che durante il presunto stupro, il Parlanti avrebbe inserito il suo pugno chiuso all’interno della sua vagina, avrebbe successivamente aperto la mano e continuato a muoverla all’interno della vagina per piu di due minuti. In seguito avrebbe usato la stessa mano per penetrarla nell’ano senza chiuderla a pugno, questa volta. La White ha anche aggiunto che come conseguenza, un ‘lago’ di sangue sarebbe rimasto sul lenzuolo e penetrato all’interno del materasso. Gli investigatori che hanno parlato con la White il 18 luglio, alla domanda se avessero eseguito un MED-LEGAL (analisi eseguita su vittime di stupro per rilevare tracce e lesioni relative allo stesso) hanno risposto di non averlo fatto per i seguenti motivi:
tracce di seme non possono essere rilevate dopo un periodo di tre settimane (la White sostiene che lo stupro sia avvenuto il 29 giugno 2002) e, molto piu semplicemente, perché la White ha ammesso di aver avuto rapporti consensuali con il Parlanti tre volte nelle due settimane precedenti il 18 luglio.
Alla domanda se il MED-LEGAL avrebbe comunque rilevato lacerazioni traumatiche dovute all’inserimento di larghi oggetti in vagina o ano, la polizia ha ammesso che il test lo avrebbe fatto ma che la White non ha mai dichiarato nei due colloqui e nella lettera intercorsi con la polizia nel luglio del 2002 niente riguardo all’inserimento della mano del Parlanti nella sua vagina o nel suo ano, infine una volta confrontati con domande relative al sangue della White sul materasso e alle mancate analisi forensiche di tale sangue, i poliziotti hanno di nuovo dichiarato che la menzione del lago di sangue era assente dalle dichiarazioni e dalla lettera della White del 2002, e che durante il loro sopralluogo nell’appartamento

Katia Anedda 30.12.05 00:43| 
 |
Rispondi al commento

@Nicola Murru

Ho letto il tuo post: è AGGHIACCIANTE!!!

Forse l'unico modo di fermarli è dare vita ad un movimento.
So che Nicola Franco, un blogger, sta cercando di unire più persone possibili a tal scopo, per cui, per favore, scrivi a nicoladue@hotmail.com per avere delucidazioni e aderire al suo movimento.
Non è nulla di politico, ma solo un movimento di massa.
Scrivigli subito, lui ti manderà una copia della lettera che dovrai (se vorrai) sottoscrivere e rinviare al mittente.
Divulga il più possibile la notizia, io cercherò di aiutarti spedendola ai miei conoscenti.
Ho una figlia di 1 anno, e mi spaventa l'idea di darle PSICOFARMACI..

Alessia

Alessia Martina 15.11.05 11:54| 
 |
Rispondi al commento

al riguardo, vorrei aggiungere che sabato scorso 12 novembre ho seguito un documentario su un canale satellitare. Il titolo di questo documentario era 'confronting the evidence'. Si può averne il dvd gratuitamente facendone richiesta al sito www.reopen911.org oppure scaricarne le clip in Quicktime sempre sul medesimo sito. Il contenuto era veramente impressionante; riassumendolo brevemente: non solo i massimi dirigenti USA (Casa Bianca, CIA, FBI ecc) erano al corrente di ciò che stava accadendo prima del 11 settembre, ma ci sono forti prove indiziarie che l'attentato sia stato organizzato da loro e non da Bin Laden. Il motivo: IRAQ. La guerra in IRAQ non era una conseguenza ma la causa dell'11 settembre. Come aveva scritto nel 1999 Paul Wolfowitz 'per convincere gli Americani alla guerra in Iraq ci vuole un'altra Pearl Harbour'... Detto ... Fatto !!!
... che schifo !!!

Massimo Lombardi 14.11.05 09:41| 
 |
Rispondi al commento

...per risparmiare 20 minuti e bloccarsi a messina anzicchè a Villa San Giovanni, visto che da messina, per raggiungere trapani, ci vogliono 8 ore in treno e sei in pulman. per una analoga tratta, esempio roma-bologna, col pendolino si impiegano un ora e 50 minuti! il ponte è completamente inutile visto che ancora mancano le strade e le ferrovie.
giovanni

giovanni grasso 11.11.05 02:23| 
 |
Rispondi al commento

@Daniele Cruciani,
ecco tu rappresenti a pieno la casalinga di Voghera, proprio perchè non hai una tua coscienza politica. Piccolo inciso, la casalinga di Voghera (termine ironico utilizzato dai giornalisti), rappresenta colei che si interessa esclusivamente del focolaio domestico, tralasciando i problemi che non riguardano il suo ambito e per cui facilmente abbindolabile.
I personaggi storici e contemporanei che ho enunciato, hanno tramandato fino ai giorni d'oggi, ognuno con un PROPRIO PENSIERO, cosa vuol dire fare politica e come idealizzarla studiando il comportamento umano. Questo forse è uno dei motivi per cui tu non riesci a distinguere la destra dalla sinistra. Francamente le vicende giudiziarie (finora non è stato ancora condannato in via definitiva da nessun tribunale)del sig. Berlusconi potrebbero interessarmi fino a mezzogiorno, vorrei capire invece cosa cerca di fare concretamente per il nostro paese e per il popolo che ci vive (dal punto di vista economico, sociale, legislativo etc..). Ecco cosa intendo: CAPIRE, FARSI DOMANDE, CURIOSARE, STUDIARE... questi credo siano gli aspetti essenziali per avere una coscienza politica propria, scevra da ogni condizionamento mass-mediatico. Invece di inc.....ti perchè Berlusconi è al governo, o perchè altri come lui non si presentano in tribunale, o perchè tre egiziani sono in carcere, cerca di avere una tua idea politica e utilizzala sia quando vai nell'urna che quando protesti per ciò in cui credi. Secondo me chi sostiene che la mafia funziona meglio dello stato, non ha una nessun idea politica nè tanto meno una coscienza...
mia sorella ti ringrazia e ti risponde: NO COMMENT...

antonio di nunzio 08.11.05 10:27| 
 |
Rispondi al commento

E' DI ASSOLUTA PRIORITà ED IMPORTANZA VISIONARE QUESTO ESSENZIALE DOCUMENTO DI RAI-NEWS.www.rainews24.rai.it/ran24/inchiesta/video/fallujah_ITA.wmv

edoardo mazzaferro 08.11.05 01:37| 
 |
Rispondi al commento

@giacomo giannarelli

no, non siamo in guerra, tecnicamente siamo in "missione di pace per conto dell'ENI", è un comma nuovo, nelle edizione vecchie non c'è:
"l'Italia ripudia la guerra come mezzo di risoluzione ...[omississ].. fatta eccezione per tutti i casi in cui il governo ritiene di fregarsene della costituzione"

Daniele Cruciani 07.11.05 21:21| 
 |
Rispondi al commento

@antonio di nunzio

no coment è un giudizio negativo o positivo?

rispondo io stesso, no comment è semplicemente snob.

Francamente, io, come del resto credo la maggiorparte degli Italiani, attualmente ho una grande confusione nel definire cos'è destra e cos'è sinistra.
Berlusconi è un criminale, non perché lo dice Travaglio, che nel suo piccolo ha fatto soldi dicendo la verità, a differenza di chi occupa le poltrone dei telegiornali che di contro campa propinando menzogne al pubblico .. Silvio Berlusconi è un criminale perché ha infranto la legge più volte come è riportato nelle sentenze.

D'altra parte, se io dico che gli immigrati dovrebbero avere o un permesso di soggiorno non più lungo di 6 mesi o la cittadinanza è perché la situazione attuale non è accettabile.

Marx, Machiavelli, Aristotele .. cosa c'entrano? io penso che sia più opportuno chiamare in causa politici, sindacati e ... la casalinga di voghera cosa c'entra? deve avere un contratto nazionale? dobbiamo forse inventarci una assicurazione obbligatoria per le casalinghe per garantirgli una pensione?

Senti un po' snob del caizer, cosa accidenti dovrei fare io? lavoro. pago le tasse. e mi permetto di esprimere una opinione diversa dalla tua. Vedo che chi è ricco fa il proprio comodo e infrange tranquillamente la legge, mentre tre poveri immigrati Egiziani sono stati in cella di isolamento tre mesi perché sospettati di terrorismo. Capisci? Sospettati! Mentre io SO che in parlamento c'è qualcuno che non ha neanche il tempo di andare in tribunale ... La tua proposta quale sarebbe? esecuzione sommaria?

no comment dillo a tua sorella

Daniele Cruciani 07.11.05 21:10| 
 |
Rispondi al commento

Sbagli a chiamare DIPENDENTI coloro che ci ingannano. Non arriveremo a nulla.
Il fatto che il Parlamento non sia costituito in fedele rispetto della costituzione (art.56)li rende ABUSIVI;
Il fatto che, in spregio ad un referendum popolare, si continuino ad assegnare finanziamenti ai partiti li rende LADRI;
Il continuo mancato rispetto dei patti fondamentali della repubblica rende le più alte cariche COLPEVOLI DI SPERGIURO;
Il fatto che mio fratello, non disposto a regole di normale corruzione, sia sotto arresto con accuse inventate e prove costruite, indicherebbe nei partiti ASSOCIAZIONI A DELINQUERE;
Il fatto che per esprimere la mia opinione io debba adottare un nome d'arte e farlo lontano dall'ambiente in cui vivo, per non compromettere la mia attività professionale e subire la stessa sorte di mio fratello, li rende DITTATORI.
ECCO CHE IO TI PROPONGO, D'ORA IN POI, QUESTI NUOVI E PIU' CORRETTI TERMINI:
ABUSIVI - LADRI - SPERGIURI - DELINQUENTI - DITTATORI.
Non hai che da scegliere, ma, visto anche che non li ho assunti, ti prego non chiamarli più dipendenti.

marco da prato 05.11.05 10:18| 
 |
Rispondi al commento


LEGGETE IL LIBRO:

SERGIO FLAMIGNI
TRAME ATLANTICHE
KAOS EDIZIONI

giacomo giannarelli Commentatore in marcia al V2day 04.11.05 19:53| 
 |
Rispondi al commento

complimenti per essere stato premiato come il giornalista più coraggioso del mondo

domenco zerbinati 04.11.05 17:32| 
 |
Rispondi al commento

Scusate la divagazione,
sono un ragazo di Roma che di professione fa l'informatico, vorrei scrivere un libro di fantascienza per il quale ho bisogno di materiale che parli di "persuasioni occulte", marketing e controllo delle masse.
Pensavo che il Sig. Grillo potesse aiutarmi, magari se mi inviasse un indirizzo privato sarei più preciso.
Grazie per la pazienza e scusate ancora.
Carlo

Charlie 04.11.05 17:11| 
 |
Rispondi al commento


saremo tutti controllati firma la petizione
per internet libero http://www.dataretentionisnosolution.com/index.php?lang=it

La conservazione dei dati non è una soluzione!

I ministri europei della Giustizia e la Commissione Europea vogliono conservare tutti i dati relativi al traffico telefonico e di Internet di tutti i 450 milioni di cittadini europei. Se questo piano vi preoccupa, vi preghiamo di firmare la seguente petizione.

Cosa c'è di sbagliato nella conservazione dei dati? La proposta di conservare i dati del traffico permette di scoprire chi ha telefonato o mandato una e-mail a chi, quali siti web vengono visitati e persino dove si è andati con un telefono cellulare. Le aziende dei telefoni e i fornitori di servizi Internet sarebbero obbligati a conservare tutti i dati relativi al traffico dei propri clienti. La polizia e le agenzie investigative europee avrebbero accesso a tali dati. A Bruxelles sono state avanzate varie proposte, tra loro in competizione, che menzionano periodi di conservazione da 6 mesi fino a quattro anni.

La conservazione dei dati è uno strumento invasivo che interferisce con le vite private di tutti i 450 milioni di abitanti dell'Unione Europea. La conservazione dei dati è una politica che espande i poteri di sorveglianza in maniera senza precedenti. Annulla simultaneamente molte delle salvaguardie fornite dagli strumenti europei di tutela dei diritti umani, come le Direttive sulla Protezione dei Dati e la Convenzione Europea sui Diritti Umani.

La conservazione dei dati permette ai governi di interferire con le vostre vite e le vostre comunicazione private, a prescindere che siate sospettati di un crimine o meno.

La conservazione dei dati non è una soluzione al terrorismo e al crimine!
Nel luglio 2005 il Parlamento Europeo ha adottato un rapporto del parlamentare Alexander Alvaro sul progetto di conservazione obbligatoria dei dati. Il rapporto conclude che la proposta è sproporzionata.

paolo carinci Commentatore in marcia al V2day 04.11.05 16:56| 
 |
Rispondi al commento

non ho commenti da fare,
volevo solo quando farai uno spettacolo a milano o nelle immediate vicinanze
grazie paolo

paolo velutti 04.11.05 16:08| 
 |
Rispondi al commento

Non so chi leggerà quanto sto scrivendo, ma vi prego di dargli la massima evidenza possibile:

sull'inserto Affari e Finanza di Repubblica del 31/10/05 a pag.15 compare, a firma di tale Silvia Maria Busetti, un articolo così titolato: "I farmaci per controllare l'ipercinetismo dei bambini".
Era tempo che non si vedeva una marchetta così.
Nell'articolo si parla di un problema diffuso ossia il "disturbo da deficit di attenzione e iperattività" . I bimbi che ne sono colpiti hanno un rendimento scolastico al di sotto delle loro potenzialità con conseguenze sul loro livllo di autostima ( badate che è tutto vero, mando un fax a chiunque me ne chiede una copia). Si pensi che il disturbo riguarda ben il 3,5% dei bambini!Sono farmaci a base di anfetamine, ma mentre sugli adulti producono effetti eccitanti, loro (le case farmaceutiche) hanno scoperto che sui bambini invece producono effetto sedativo. Sono efficaci ben nel 70% dei casi!La Busetti arriva a sottolineare che gli effetti collaterali sono minimazzati!!: SI PARLA SOLO DI DIMINUZIONE DI APPETTITO, SONNOLENZA, STATO DI ANSIA, IRRITABILITA'. Ah, qualche bimbo (ma solo qualche bimbo) accusa anche dolori di stomaco o mal di testa. Alcuni farmaci questi sintomi li presentano all'inizio del trattamento, ma poi tendono a scomparire (non sia mai che vi venga in mente di sospendere il trattamento). Sempre la benemerita signora Busetti dichiara che esiste in Italia una proposta di legge pronta per essere votata, per consentire la distribuzione di test in tutte le scuole e la commercializzazione del metilfenidato (Ritalin) anche in Italia.

Vi prego di farmi sapere se qualcuno legge quasta lettera, diversamente cercherò altre vie per diffondere la notizia; bisogna fermarli a tutti i costi.

Dimenticavo che l'articolo è accompagnato da una tabella con l'elenco dei farmaci e l'età a partire dalla quale è possibile utilizzarli e foto con i marchi della case farmaceutiche produttrici. Insomma stanno iniziando, fermiamoli!

nicola murru 04.11.05 14:23| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, ti chiedo caldamente una cosa...Vacci anche tu da Adriano a Rockpolitik!!!!

Marco Sacca 04.11.05 13:27| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di alleanze.
Quando si parla con la gente comune, si sente dire che uno degli imperdonabili errori di Mussolini fu quello di allearsi con Hitler.

Penso che Berlusconi alleandosi con Bush stia tirando l'Italia in un casino bestiale che ce lo ricorderemo per le prossime decadi.

Bush sta facendo di tutto per montare il casus belli che possa giustificare un attacco alla Siria. L'attacco all'Iran è già in agenda.

Penso che ne vedremo delle belle, ahinoi!
Berlusca, se hai almeno un neurone che ti funziona, tirati fuori fino che seia tempo !

Ciao,
Davide

Davide Turla 04.11.05 13:10| 
 |
Rispondi al commento

Ciao beppe, scorrendo nuovamente i post relativi all'argomento trattato, noto che di "mafia" su cui era necessario esprimere pareri e idee provocatoriamente lanciato da te, non ha sortito alcun effetto...Siamo ancora qui a discutere su Berlusconi, su Celentano, su Benigni...per carità, tutto interessante, ma sinceramente e decisamente fuori luogo...oggi a Locri , proprio in questo momento, si sta svolgendo una manifestazione ed una marcia per la lotta contro la mafia... Una marcia, a mio avviso, importantissima e coraggiosa, una marcia contro la 'ndragheta e i suoi uomini, contro l'intimidazione, contro i soprusi, contro l'indifferenza della gente...Ma scusate, nessuno vi sta dicendo scendete giù a Locri e camminate con noi...nessuno vi costringe a camminare o a portare striscioni... vi si chiede soltanto si continuare a parlarne e di non lasciare che le ingiustizie e le cosidette AMMAZZATINE continuino impunemente...Ho notato con mio grosso rammarico che sui giornali e sui mass-media in genere, non si parla più di quanto accaduto in Calabria...ma è possibile che per i guru dell'informazione televisiva e non, sia più importante quante volte scorreggia ALBANO, quante volte molleggia CELENTANO, sentiamo l'opinione di CUCUZZA...ragazzi siamo messi male e non lo dico perchè voglio fare il moralizzatore, il benpensante anche perchè sarei fuori luogo...voglio "rubare" una battuta che dice Beppe nei suoi spettacoli...SIAMO IN LEGGERA, LEGGERISSIMA CONTROTENDENZA...E' necessario spegnere ogni tanto il televisore e utilizzarlo solo quando è strettamente necessario, tenerlo fuori dalla portata dei bambini, e soprattutto leggere attentamente le avvertenza prima di accenderlo... Continuiamo a farcela noi l'informazione come stiamo facendo qui...e soprattutto cerchiamo di marciare virtualmente con la gente di Locri perchè vi assicuo ne hanno bisogno...

antonio di nunzio 04.11.05 11:54| 
 |
Rispondi al commento

Fra tutte le imitazioni di Crozza la piu riuscita e' stata quella di ieri 3/11/05 a rockpolitik durante il suo monologo con gallina mentre cercava maldestramente di imitare Beppe Grillo,rubandogli pure una battuta (platone-buttiglione) o sbaglio Beppe???

filippo cagnato 04.11.05 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto tra i commenti un "vaffa.." all'euro. Mi chiedo perché a nessuno dei nostri governanti è venuto in mente di fare e diffondere un semplicissimo esperimento: prendere un prezzo a caso dal listino prezzi di un qualsiasi esercente quale era prima dell'introdzuione dell'euro e moltiplicarlo per l'indice del costo vista quale risulta negli anni successivi a quello di partenza. Quale sarà il risultato secondo voi? Dopo una operazione aritmetica tanto banale, sarebbe ancora possibile dare la colpa della nostra crescita di poco superiore allo 0 al prezzo del petrolio, alla guerra in Iraq e palle simili?
Ciao a tutti!
Annamaria!

Annamaria Di Zazzo 04.11.05 10:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E SE INVECE DI VOTARE CHI ANDRA' AL GOVERNO DOVESSIMO VOTARE PER CHI SE NE DEVE ANDARE? CIAO

MAIFREDI MASSIMO 04.11.05 10:24| 
 |
Rispondi al commento

Mi stupisco sempre quando vedo il premier in televisione.
Mi stupisco ancora.
E non voglio smettere di stupirmi.Lo guardo come fosse l' "oggetto misterioso".
E non posso fare a meno di avvertire un senso di inadeguatezza e di disagio , vergognandomi anche un pò per la volgarità dei suoi atteggiamenti e di quelli dei suoi servi, per le loro movenze così poco dignitose, che offendono noi tutti e primi fra tutti quelli che li hanno votati e che hanno creduto in loro. E so che mi corre l'obbligo di non rinunciare mai a quel senso di disagio, perchè quella scomodità che avverto - che è come essere seduta su una catasta di legna che sta per rotolare giù - è ciò che mi fa stare sempre attenta e che mi dice chiaramente che non sono ancora assuefatta al brutto ed allo sciatto ed anzi, cerco di contagiare come una febbre infetta , ogni persona che mi sta accanto,spargo questo virus che mina le coscienze, in modo che altri possano provare il mio stesso disagio ed azionino così quegli anticorpi che sono la l'essenza della resistenza, pe continuare a sentirsi vivi. E non voglio nemmeno abituarmi a questa forma di libertà così inconsueta, non condizionata e filtrata da conduttori troppo ricchi e troppo famosi per poter davvero parlare anche di me. Grazie.

antonella cristofaro 04.11.05 10:07| 
 |
Rispondi al commento

Basta con questa storia dei poveri militari morti in Iraq.
Nessuno li ha forzati ad andare......e per quanto mi possa dispiacere per gli uomini, non mi dispiace affatto per i soldati.
Sono VOLONTARI che vanno in Iraq SOLO PER SOLDI e che conoscono perfettamente i rischi a cui possono andare incontro.
Laggiù non ci sono eserciti che combattono per i loro paesi......ma solo un organizzatissimo gruppo di MERCENARI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Riccardo&Giorgia 04.11.05 09:41| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe, mesi fa ho comprato con gli incentivi il decoder digitale terrestre ,da te tanto odiato......non certo per guardare quella cacchina di maurizio costanzo e il suo show,giustamente relegato .........ma per vedere rainews24.............non guardo piu' da mesi un tg della rete pubblica ma guardo solo rainews24... a da mesi mi sembra di essere un alieno....so notizie che altri non sanno e non conosco piu' nulla della vita gossipara e dei vari isolani attalpati attapirati........grazie beppe


Fabio casadei

forlì

fabio casadei 04.11.05 08:50| 
 |
Rispondi al commento

A, FRANCESCO POLERA'


Carissimo Sig.POLERA',vorrei rivolgerle una domanda, mi dice a cosa è servito l'intervento dell'esercito in Sicilia? a niente e sa xchè?,perchè non basterebbe tutto l'Esercito del mondo finchè tutti i (CALABRESI D.O.C.) come lei si definisce, resteranno sempre degli OMERTOSI!!.
La mafia,la ndrangheta,non si annienta con l'esercito, ma con la coscenza e il coraggio della gente di denunciare alle forze di Polizia quello che tutti vedono o sentono,rischiando anche in prima persona!,e non certo assumendo l'atteggiamento delle 3 SCIMMIETTE (non vedo,non sento ,non parlo).
Chi le parla è un Meridionale come lei.

Antonio Antonino 04.11.05 08:45| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei scrivere un messaggio a Beppe Grillo in privato,come posso fare?Gazie!

Giuseppe Casillo 04.11.05 01:25| 
 |
Rispondi al commento

mi piacerebbe un Porta a Porta con te e berlusconi ma siccome lui è nano e senza attributi circolari.....ciao

alberto cimadomo 03.11.05 22:03| 
 |
Rispondi al commento

mi piacerebbe un Porta a Porta con te e berlusconi ma siccome lui è nano e senza palle resta un'utopia

alberto cimadomo 03.11.05 22:01| 
 |
Rispondi al commento


lavoratori di un fabbbrica italiana di mobili in sciopero per le percosse ricevute

SHANGHAI, Cina (AP) -I lavoratori e le news riportano giovedi che I lavoratori di una fabbrica di mobili italiana stanno scioperando per protesta riguardo presunte percosse ricevute dai supervisori stranieri in merito a una disputa per quanto riguarda tagli salariali
Questa resistenza evidenzia la crescente tensione tra lavoratori e management nel sud della Cina dove emigranti disposti a lavorare per salari minimi non sono piu cosi numerosi come una volta grazie anche alle crescenti opportunita´offerte in altre regioni.
I dipendenti della fabbrica della DeCoro a Shenzhen una zone industriale che confina con Hong Kong ,affermano che la produzione si e´fermata in seguito alla protesta di circa 3000 dipendenti contro dei presunti tagli ai salari tentati dalla direzione amministrativa della ditta.
I dipendenti sono scesi in strada martedi e hanno giovedi’hanno dovuto incontrarsi con I funzionari del dipartimento del lavoro locale I quali stavano cercando di mediare la disputa in corso.Questo almeno e´quanto afferma un dipendente contattato per telefono che per paura di ritorsioni non ha voluto fornire ne il suo nome ne il suo titolo.
L´ addetto alle pubbliche relazioni di Hong Kong citato come il l intermediario per la stampa sul sito della DeCoro non era in ufficio ma ci ha risposto con un e mail che ci avrebbe contattato il prima possibile.
L ARTICOLO AFFERMA CHE LA POLIZIA ANTISOMMOSSA ARMATA DI SCUDI E MANGANELLI HA DISPERSO LA PROTESTA DI MARTEDI. L ARTICOLO COMPARSO SUL GIORNALE DI PROPRIETA´DELLO STATO,IL “SOUTHERN METROPOLITAN DAILY” AFFERMA CHE i MANAGER DELLA FABBRICA DIEDERO MERCOLEDI UN GIORNO DI RIPOSO AI LAVORATORI, ASPETTANDOSI CHE IL GIOVEDI SUCCESSIVO TORNASSERO AL LAVORO.
Il sovracitato rapporto e quello comparso sul South China Morning Post di Hong Kong , afferma che la polemica e´scoppiata dope che I dipendenti hanno scoperto la scorsa settima

christoph busetti 03.11.05 21:31| 
 |
Rispondi al commento

...avevo praticamente finito di scrivere quando il nipote della mia consorte spingendo innavvertitamente o forse no un tasto del portatile mi ha cancellato tutto...riassumo brevemente il mio pensiero..ti ammiro e sostengo da sempre nonostante solo da pochissimo frequento il tuo blog.salto gli elogi e passo al dunque senza girarci troppo intorno.Il blog é troppo permeato dall'onnipresente nome di Berlusconi; chiaramente non posso imputare a te alcuna responsabilità evidentemente le persone in particolare di sinistra non hanno altri argomenti su cui riflettere o discutere.Mai votato ne tantomeno sostenuto Berlusconi ma mi piacerebbe un blog meno politicizzato (il tuo é chiaramente sinistroide)in cui la sinistra o le persone di sinistra usino idee e sensibilità proprie anzichè continuare con discorsi che vanno avanti da anni. Quando tra un anno non ci sarà piu lui, di chi o che cosa si parlerà?.Capisco che non "denunciare" certi atteggiamenti di questo governo é irrinunciabile ma Grillo non é ,per quanto ho capito in questi anni, uomo che possa aver bisogno di strumentalizzare praticamente tutto in relazione al caro Silvio.Vorrei un blog meno politicizzato ,fruito(che c...o di parola mi é venuta) da persone mature e coscienti del fatto che destra e sinistra non esistono piu da almeno trent'anni.alla fine non posso fare ameno di farti i complimenti per l'intelligenza ,la forza e la sensibilità tua e dei tuoi spettacoli..

maurizio riccetti 03.11.05 18:35| 
 |
Rispondi al commento

Sig. Durante non ho mai detto che non dobbiamo confrontarci con altre culture. Io ne ho esaminate altre e di gran lunga preferisco quella Occidentale, dove il progresso e il benessere mi peremettono di alleggerire il peso su fisico e morale che la vita ogni giorno ci dona. Aggiungo che ho viaggiato in molti Paesi del mondo, quindi parlo a ragion veduta. Io lascerei l'Italia per la Svizzera, la Scandinavia o l'Australia, senz'altro non vivrei nè in Africa nè in Medioriente, ma è il mio punto di vista. Però l'Europa deve rester tale e l'Africa anche, ognuna deve mantenere le proprie caratteristiche storiche, anche per dare la possibilità a chi preferisce l'una o l'altra di "gustarla" fino in fondo. Perciò io non amo nè l'esportazione della democrazia nè l'immigrazione eccessiva e destabilizzante. Il punto però non è il non volersi confrontare con altre culture, tra l'altro io non ho ne ho mai accennato. Ho soltanto detto che la Legge va fatta rispettare per il bene comune, sia che al potere ci sia il Polo o l'Unione. Se una forza politica non è su questa posizione, è tremendamente sospetta, ha capito a chi mi riferisco. La saluto ringraziandola per avermi ancora risposto e continuo il mio lavoro.

Giulio Sacchi 03.11.05 18:15| 
 |
Rispondi al commento

carissimo beppe

da anni ti davo la caccia, ma non sapevo dove sentirti.
Oggi mi sono deciso di sapere qualcosa di tattraverso il tuo sito.
Non temere per la censura della RAI , sappi che ci hai guadagnato alla grande, sei passato da un pubblico finto e pagato ad una platea semplice e schietta.
Mi avrebbe fatto picare incontrarti , sai , noi siamo un agenzia viaggi e tu questo mondo non lo hai neppure sfuorato con tutti i bontemponi che vi sono in giro...da denunciare.
TRENITALIA, ALITALIA ECC...ELEFANTI MORTI SUL GROPPONE DEL POPOLO ITALIANO ma nessuno li muove di lì..perchè ?
Spero che mi vorrai rispondere e se troverai buono venire dalle mie parti senza dire nulla a nessuno, così una sorpresa.
Di questi tempi questi atteggiamenti sono rari e spero che tu rompa questo incantesimo per trovare un amico che malgrado tutto e gli anni ha sempre avuto una grande stima per te.

un caro saluto ALFREDO

alfredo giotti 03.11.05 18:13| 
 |
Rispondi al commento

Per quale motivo Egregio Presidente del Consiglio elevare l’età pensionabile a 68 anni? Non ritiene giusto portarla direttamente a 78 anni? Arrotondandola a 80.
Considerando che la maggior parte dei lavoratori ricopre ruoli di Manager, di Imprenditori, di Banchieri o uomini dell’Alta Finanza, perchè toglierli così bruscamente e nel bel mezzo della loro vita lavorativa da codesti non usuranti impegni.
D’altronde coloro che andranno a costruirLe il Ponte sullo Stretto quale piacevole e aggraziato lavoro faranno? Coloro che asfaltano da trent’anni le ns. amate autostrade, quale più salubre (all’aria aperta si sta bene) lavoro svolgono.
Vuole mettere il metalmeccanico oppure il muratore, aspetti aspetti l’infermiere che tra un catetere e l’altro potrà autoricoverarsi.
La vita è bella, lavorare è bello, rimaniamo nel mondo del lavoro in eterno, fino alla morte.
Perchè dare spazio ai giovani, a coloro che hanno forza, inventiva, idee. Perchè dare loro la possibilità di far crescere questo Paese ringiovanendo la classe politica, la classe dirigente e operaia?
Un consiglio Egregio Presidente del Consiglio (che gioco di parole) si prenda una bella, lunga vacanza, vada in pensione e magari tra qualche decennio, se gli attuali giovani non saranno stati capaci di realizzare quello che ha sin d’ora ha fatto Lei, potrà ritornare e riprendere il timone dell’Italia tutta.

valter zago 03.11.05 17:40| 
 |
Rispondi al commento

BERLUSCONI SCATENA UNA NUOVA POLEMICA
2 nov 2005 - "Bush teme un cambiamento politico in Italia". A pochi mesi dalle elezioni, Silvio Berlusconi ha provocato un nuova polemica e una certa tensione diplomatica con gli Stati Uniti affermando, lunedì a Washington, che l'inquilino della Casa Bianca era entrato nel merito della politica italiana. Bush e Berlusconi avevano previsto di non rispondere alle domande dei giornalisti alla fine dell'incontro. Il presidente americano ha preferito non ricordare il Ciagate e tantomeno i casi che negli ultimi mesi hanno turbato i rapporti con l'Italia, da Calipari al falso dossier sull'uranio.

ED INOLTRE....

http://www.italieni.it/page.php?id=6329

debora ciuchicchi Commentatore in marcia al V2day 03.11.05 17:30| 
 |
Rispondi al commento

salve,

Oggi Prodi su Repubblica:" il mondo li deve fermare ". Chi??? I Ferrara ??? Sono le frasi sibilline...del tipo "siamo contro il terrorismo
e la guerra" .Che cosa vogliono dire....questi faccioni che chiaccherano.. frasi scomposte, politiche.
Finalmente oggi dx e sx vanno in piazza insieme, come li vedo felici...come e' bello assistere a questa comunione di vedute. Chissa' forse il persorso scelto sara' un po' sfiancante per ferrara ed estenuante per Fassino. Somigliano molto al principio dei 'vasi comunicanti'.
Marco

Marco Lombardo 03.11.05 17:11| 
 |
Rispondi al commento

A bagdad la polizia irakena ha fermato 2 terroristi che stavano piazzando nel centro della capitale un auto bomba! Ma con enorme stupore degli stessi si trattava di due unglesi appartenenti ai servizi segreti dopo essere stati imprigionati vennero liberati dai carrarmati inglesi uccidendo le guardie e facendo fuggire altri 200 detenuti.
sugli aerei che fecero crollare le torri gemelle non c’era nessun arabo a bordo! Nessun resto fu mai ritrovato !ne su quello ne su altri aerei!
sull’aereo che cadde nella campagna diretto alla casa bianca ci furono sei sopravvissuti di cui non si sa piu nulla!
Prima che l’aereo colpi la prima torre del wtc ci furono delle esplosioni nei sotterranei!
Ecc…………………
Nessun arma di distuzione di massa in irak! tuta una balla della cia!
Ora preparano un’invasione in iran!

gisberto colombo 03.11.05 16:49| 
 |
Rispondi al commento

A bagdad la polizia irakena ha fermato 2 terroristi che stavano piazzando nel centro della capitale un auto bomba! Ma con enorme stupore degli stessi si trattava di due unglesi appartenenti ai servizi segreti dopo essere stati imprigionati vennero liberati dai carrarmati inglesi uccidendo le guardie e facendo fuggire altri 200 detenuti.
sugli aerei che fecero crollare le torri gemelle non c’era nessun arabo a bordo! Nessun resto fu mai ritrovato !ne su quello ne su altri aerei!
sull’aereo che cadde nella campagna diretto alla casa bianca ci furono sei sopravvissuti di cui non si sa piu nulla!
Prima che l’aereo colpi la prima torre del wtc ci furono delle esplosioni nei sotterranei!
Ecc…………………
Nessun arma di distuzione di massa in irak! tuta una balla della cia!
Ora preparano un’invasione in iran!

gisberto colombo 03.11.05 16:49| 
 |
Rispondi al commento

cosa ne pensi dell'iran e della manifestazione di oggi??

grande beppe

fabio casadei 03.11.05 16:21| 
 |
Rispondi al commento

Mi rivolgo a forse il 20 o 30 percento dei fruitori di questo blog che ancora hanno mantenuto una buona dose di capacità umoristica nei propri confronti.
Perchè non iniziamo a impegnarci nel ponderare e credere nei nostri interventi e soprattutto a scrivere idee e programmi che riteniamo validi e pieni di speranze per creare un mondo migliore.
é oramai inutile che continuiamo a scrivere cazzate "La cia lo sapeva, cazzo in culo non fa figli, berlusconi ha comprato un rolex e lo ha regalato a Mentano, Ruini è gay, Gelli Sindona Bush e il cazzo che tammammate, mafia mafia marescià."
Ieri ho visto il DVD di Beppe Regolarmente comprato per dare il mio piccolo contributo.
Questa mattina ho perso un paio di ore mi sono informato e ora sto andando a cambiare il mio contratto della telecom con Alpikom compagnia piccola e abbastanza sana che opera in Trentino Alto Adige se mi va bene ho visto che più o meno spendero uguale con qualche scomodità in più. Ma gia il fatto che ti offrano una tecnologia woip upgradable tutto passa per adsl, ti addebitano le telefonate al secondo tutti prezzi reali e senza specchietti per le allodole e soprattutto chiudo con Telecom fisicamente (purtroppo questo è possibile solo qui, regione autonoma).O attenzione come ripeto non andrò a risparmiare, forse spenderò un pò di più però perlomeno ci provo. Penso anche di mettermi un pò a dieta smetterlà di mangiar troiate e bere acqua del rubinetta passata da un buon depuratore. Soprattutto di iniziare a non lasciare passare,
naturalmente con sarcasmo e bontà di animo, le furberie cialtronerie e stupidaggini che si incontra nella vita di tutti i giorni.
A presto Gabriele.

gabriele bartoletti 03.11.05 15:20| 
 |
Rispondi al commento

Ferma restando la legittima indignazione verso le sparate del presidente della repubblica iraniano, non avete per caso l’impressione come se qualcuno ci stesse girando la testa, con fermezza, in una direzione ben precisa? Questa simultanea alzata di scudi da parte di tutte le componenti politiche italiane (all’estero come stanno reagendo le piazze?) mi suona sospetta.. se finora non ho mai avuto paura ora forse qualche brivido ce l’ho.

paul harden 03.11.05 15:01| 
 |
Rispondi al commento

gente svegliatevi!!!!!!!!!
gli attentati terroristici in irak cosi come bali sono opera della cia!
svegliatevi!

gisberto colombo 03.11.05 13:51| 
 |
Rispondi al commento

gente aprite gli occhi!
gli attentati terroristici in irak sono opera della cia!

gisberto colombo 03.11.05 13:48| 
 |
Rispondi al commento

Scusate ma leggo solo oggi il blog.
Comunque il ns P.d.C. ha iniziato la campagna elettorale con la prima tappa in America da G.B.

A buon intenditore poche parole.........

roberto timperi 03.11.05 11:03| 
 |
Rispondi al commento

Io sono un calabrese DOC e sono anche molto orgoglioso di esserlo.A mio parere l'unica soluzione per consentire una "vera rinascita" della Calabria è quella di inviare l'esercito, che è stato richiesto anche sia dal Presidente della Regione Loiero, che dal Presidente degli Industriali Calabresi Callipo. Del resto è una cosa che si è già fatta in Sicilia. Quindi, ritengo che la stessa soluzione possa adottata essere adottata per la Calabria, a meno che non si ritenga che la 'ndangheta sia meno pericolosa della mafia siciliana................

Francesco.

Francesco Polerà 03.11.05 10:26| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,

ti mando il link della petizione popolare al governo italiano sugli allevamenti intensivi dei polli sostenuta dalla L.A.V. - Lega Anti Vivisezione -
(anche se io esprimo il mio dissenso sulle condizioni di vita di tutti gli animali da allevamento non mangiando nessun tipo di carne/pesce da 10 anni...).

http://www.infolav.org/nn-home-page-ie.htm


Stefania Giannuzzi 03.11.05 09:41| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno qui ha detto che siete tutti buoni a criticare poi quando c'è da cambiare le cose nessuno si muove, è vero, fatevi un attimo di esame di coscienza, che state facendo per cambiare le cose? Destra, sinistra, opposizione...........sono tutti uguali, la vita di qualcuno può essere un gioco politico è una vita che vale, altrimenti no, la vita di nessuno di noi presi singolarmente è un gioco politico, ammenochè non ci rapiscono gli iracheni, ma ognuna delle nostre vite è singola. In molti blog di Beppe qualcuno e io stessa ho parlato di Carlo Parlanti, uno di noi, innocente e da un anno e mezzo in prigione dall'altra parte dell'oceano sempre processo ne prove, la famiglia che si sta svenando per dargli una difesa adeguata, il rischio che non si possano fare le indagini, perchè di soldi ce ne hanno tolti a iosa, vi ho chiesto di visitare il sito www.carloparlanti.it, ma nessuno commenta, nessuno replica a pochissimi interessa, non solo molti non fanno nulla per cambiare le cose, ma nemmeno per aiutare chi sta cercando di farlo

Katia Anedda 03.11.05 04:33| 
 |
Rispondi al commento

E' ovvio che Berlusconi abbia tutelato i suoi interessi andando al potere, ma ha instaurato un "regime" in Italia...In certi ambienti, confrontarsi su certe tematiche non è più il "Manifestare la propria libera opinione", ma quanto assumere una posizione contro l'altro...Anche se molte persone di centrodestra hanno capito che il governo attuale ha fatto non pochi danni, il problema è che la gente ha visto in Berlusconi "la speranza del nuovo boom economico", e se si toglie alla gente la speranza, non resta nulla loro...Più che l'orgoglio potè la fame, disse il Conte Ugolino...Guardiamoci intorno onestamente: Berlusconi lo abbiamo eletto noi e nessuno ci ha obbligato con il fucile...Adesso siamo nella situazione che se si dice che la vicenda in Irak è stata un errore, ti prendono per disfattista...Ma che fine ha fatto il diritto costituzionale ad avere le proprie opinioni?? Io mi chiedo: è logica conseguenza del bipolarismo che questo scompaia, oppure solo un indirizzo di questo specifico governo?? Ed è lecito sacrificare il proprio diritto all' opinione nel nome di una scelta che si compie una volta ogni 5 anni?? Se questo bipolarismo non avrà punti meno aspri di dialogo, e non si dimostrerà più tollerante, si finirà per vivere un discreto numero di anni come negli anni 80, quando c'era lo scontro tra le brigate rosse e i nar...

Roberto Sangiorgi Commentatore in marcia al V2day 03.11.05 02:19| 
 |
Rispondi al commento

con questi porci di politici l'italia non va da nessuna parte!
ci vorrebbe un virus parlamentare che li sterminasse tutti!
quando si chiede a questi maiali quanto quadagnano... non sanno mai rispondere e sono sempre vaghi!
sanno ogni cavillo delle nostre buste paghe,ma non sanno mai dire quanto guadagnono loro! si vergognano come dei ladri! perche lo sono... dei ladri!
maiali!!!

gisberto colombo 03.11.05 01:07| 
 |
Rispondi al commento

A PROPOSITO DI UNA ESERCITAZIONE ANTITERRORISMO TENUTA A MILANO IL 23 SETTEMBRE 2005

Oggi hanno fatto le prove come se ci fosse stato un attentato.
Oggi hanno fatto le prove come se loro fossero preoccupati delle nostre vite e del nostro destino.
Oggi hanno fatto le prove come se loro fossero persone responsabili che sanno cosa fare per affrontare i problemi.
Oggi è come se alcuni di voi si sono sentiti più protetti e sicuri.

Questi signori “come se” quando tagliano i soldi per la sanità lo fanno per davvero.
Questi signori “come se” quando pensano ai loro affari e agli affari dei loro amichetti lo fanno per davvero.
Questi signori quando invadono altri paesi fanno disastri e tragedie per davvero, anche se poi non li mostrano in tv. Cosa ci fanno i nostri soldati in Iraq, come se fossero una forza di pace?
In questi giorni l’ENI ha distribuito milioni di euro agli azionisti per i guadagni vertiginosi che sta accumulando.
Cosa ci fanno i nostri soldati in Iraq come se fossero una forza di pace?
Ve lo dico io cosa ci fanno: difendono i pozzi di petrolio per l’AGIP, difendono i guadagni vertiginosi dell’AGIP, che significa ENI.
Sono andati in un altro paese con le armi per curare “I Buoni Affari”.

E cosa importa se noi dobbiamo, per questo, diventare amici di chi ha sotterrato decine di migliaia di vittime innocenti sotto le bombe (donne, bambini, vecchi, malati)?
Forse il terrore impotente di una donna che stringe al petto il proprio bambino, mentre suonano le sirene e fischiano le bombe che si schiantano al suolo, è diverso dal panico dello scoppio di una bomba in un metrò?
E’ diverso perché quella donna è irachena e quelle bombe sono cristiane e americane?
Cosa ci fanno in Iraq i nostri soldati? Ve lo dico io cosa ci fanno: curano dei buoni affari per l’ENI e per l’AGIP.

sonia 03.11.05 00:37| 
 |
Rispondi al commento

@Giulio Sachhi

Per rispondere brevemente invece ai concetti esposti (ho poco tempo e i concetti da lei esposti richiedono tempo)

Lei ha pensato cosa la Lega sta combinando nel nostro paese?
ci divide mettendoci uno contro l'altro (unita???)

Anche la destra è legata ad estremismi che stanno causando danni ora.

Lei non dovrebbe temere chi è diverso ,siamo tutti delle persone
con il diritto di vivere in quanto siamo venuti al mondo.

Il problema è si mantenere le tradizioni ma mentre la fanno discutere perchè in alcune aule si voleva tocliere il crocifisso (per me dovrebbe restare ,non tanto per la religione ,ma per la tradizione cattolica dell'italia) la moratti sta distruggendo l'istruzione pubblica a favore di quella privata,che le ricordo il 60/70 % degli Italiani non si può permettere.
Per difenderci da una cultura che ,in tanti casi permette a masse di ignoranti di essere abbindolati da pochi che proprio grazie alla religione ne governano le menti ,non posssiamo cedere al fanatismo anche noi.
Il medioevo è alle nostre spalle ,se altre culture ne presentano ancora alcuni aspetti non possiamo tornare indietro anche noi.
Ma la domanda che ci dobbiamo porre è,nel mondo il nostro è il modo più giusto di vivere ,e se ci rispondessimo di si ,dovremmo ancora chiederci quanto è giusto di quanto facciamo?
L'occidente sta distruggendo il pianeta chi siamo dei per farlo?

La nostra civiltà è in tanti aspetti sviluppata ma in altri ancora non abbiamo raggiunto culture antiche.

Bisogna confrontarci con le altre culture non con le guerre come da sempre facciamo,ma con il dialogo solo cosi si potra progredire.
L'epoca delle guerre è finita ,abbiamo solo due scelte o distruggerci o convivere!

Mauro Durante 03.11.05 00:33| 
 |
Rispondi al commento

@Giulio Sacchi

L'importante non è esser di sinistra o destra ,l'importante è ragionare ed esporre argomenti seri ,come da lei fatto nell'ultimo intervento.
Di questo parlavo quando l'ho criticata .

Mauro Durante 03.11.05 00:12| 
 |
Rispondi al commento

Il boom del Cavaliere trainato dalla corsa di Mediaset in Borsa
anche grazie alla legge Gasparri e ai guai della Rai
Effetto governo per Berlusconi
patrimonio familiare triplicato
In undici anni di politica il valore è salito da 3 a nove miliardi
da repubblica.it
L'economia italiana fatica a tenere il passo del resto d'Europa. Ma l'impero di Arcore - malgrado il
prestito del suo timoniere alla politica - continua a non conoscere crisi: negli undici anni dedicati a
Forza Italia e al governo, infatti, Silvio Berlusconi è riuscito a moltiplicare per tre il suo valore. A inizio
'94 il suo patrimonio era di 3,1 miliardi. Oggi i beni di famiglia sono lievitati a 9,6 miliardi. Pari alla
somma dei soldi custoditi nelle holding di controllo (980 milioni contro i 162 del '94) e delle quote in
Mediaset, Mediolanum e Mondadori, cresciute in valore da 3 a 8,5 miliardi, compresi i 2 miliardi di
liquidità appena incassati vendendo in Borsa il 16,6% delle tv.
Le fortune del premier - che Forbes cataloga oggi come il venticinquesimo uomo più ricco del mondo
- sono passate indenni attraverso la frenata congiunturale, un quinquennio di interregno dell'Ulivo e
lo sboom della bolla internet. Trainate da Mediaset che dal '94 - grazie anche al salvataggio di Rete 4
e alla resistenza "relativa" offerta dalla Rai - ha macinato record di audience, di utili e di raccolta
pubblicitaria. Il suo valore - come ovvia conseguenza - è decollato: dalla quotazione a oggi i titoli
delle tv del premier hanno guadagnato il 187%. Un'anomalia nel panorama dei media europei -
l'indice che registra il valore in Borsa del settore è sceso da allora del 4% - e anche rispetto ai
http://www.igirotondi.it 2/11/2005 22:47:40 / Page 1
risultati di altre blasonate dinastie imprenditoriali italiane: nello stesso periodo la Fiat ha ridotto del
76% la sua capitalizzazione e il titolo Benetton ha perso il 24%. Il valore della quota Mediaset in
tasca al premier è salito in undici anni da 2 a 6 mld

pasquale coppola 02.11.05 22:50| 
 |
Rispondi al commento

Il figlio di Bertinotti ( ma che lavoro fa? nemmeno laureato credo? canta? ) si è sposato con una fascista in gran pompa con scarpe da 700 € ! ( da repubblica) e i coglioni operai pagarenno con il loro voto lauta pensione a quell'individuo. Allora io di sinistra ma non coglione voto Berlusconi! almeno quello ha lavorato ed i figli almeno sono laureati!

ernesto amadio 02.11.05 20:54| 
 |
Rispondi al commento

Il figlio di Bertinotti ( ma che lavoro fa? nemmeno laureato credo? canta? ) si è sposato con una fascista in gran pompa con scarpe da 700 € ! ( da repubblica) e i coglioni operai pagarenno con il loro voto lauta pensione a quell'individuo. Allora io di sinistra ma non coglione voto Berlusconi! almeno quello ha lavorato ed i figli almeno sono laureati!

ernesto amadio 02.11.05 20:54| 
 |
Rispondi al commento

Il figlio di Bertinotti ( ma che lavoro fa? nemmeno laureato credo? canta? ) si è sposato con una fascista in gran pompa con scarpe da 700 € ! ( da repubblica) e i coglioni operai pagarenno con il loro voto lauta pensione a quell'individuo. Allora io di sinistra ma non coglione voto Berlusconi! almeno quello ha lavorato ed i figli almeno sono laureati!

ernesto amadio 02.11.05 20:51| 
 |
Rispondi al commento

@antonio del vecchio
@daniele cruciani
voglio fare una premessa, sono anch'io di sinistra, anche se non di quella estrema, a del vecchio vorrei ricordare alcune dichiarazioni rilasciate dall'on. bertinotti quando venne intervistato da Vespa: ...PERSONALMENTE TRAVAGLIO MI FA VENIRE L'ORTICARIA. La penso esattamente come lui, pur non condividendo la stessa fede politica...A mio avviso il sig. TRAVAGLIO può scrivere, dichiarare, disquisire su tutto ciò che gli pare, anche se l'argomento, anzi mi correggo, la litania è sempre la stessa...berlusconi è questo ...berlusca è così etc... In un paese democratico quale ritengo sia il nostro, le opinioni o gli argomenti, vanno affrontati da diversi punti di vista, Travaglio punti di vista non ne ha, anzi ne ha uno solo, quello di essere riuscito ad arricchirsi e a diventare popolare grazie a libri e idee a senso unico. Possibile che l'intelligenza, scusate l'intellighenzia, i portatori sani di conoscenza e di cultura, quelli che dovrebbero dire qualcosa di sinistra, non hanno altri argomenti interessanti se non quelli di attaccare berlusca e i suoi adepti... eppure ragazzi la storia ci insegna che le battaglie, soprattutto quelle politiche si affrontano diversamente... Da Aristotele a Macchiavelli, da Marx a Keynes fino a Blair...possibile che in Italia, non riusciamo ad avere argomenti o idee che non siano belligeranti...Guardate che in Italia non esiste soltanto la casalinga di Voghera, e credo che anche lei sia stufa, cerchiamo di dire e fare qualcosa che cambi veramente questo paese e cerchiamo di farlo subito. Facciamo, ognuno per la parte di competenza, qualcosa di veramente utile ed intelligente, ne abbiamo le capacità. Beppe nei suoi spettacoli lo sta facendo, con la cultura, l'ironia, l'informazione libera, il confronto, le idee, internet e così via. Ma veramente abbiamo bisogno che qualcuno ci dica cosa e come lo dobbiamo fare, chi e cosa dobbiamo votare e pensare...Io credo proprio di no.
Per Cruciani non comment

antonio di nunzio 02.11.05 19:46| 
 |
Rispondi al commento

STASERA INVECE DI GUARDARE IL MALEDETTO CALCIO GUADATE LINFEDELE SU LA7 ALLE 21.30 CON MARCO TRAVAGLIO.

Antonio Del Vecchio 02.11.05 18:36| 
 |
Rispondi al commento

stavo leggendo un librettino sulla costituzione:
...art 60:
La camera dei deputati e il senato della repubblica sono eletti per cinque anni.
La durata di ciascuna camera non puo' essere prorogata SE NON PER LEGGE E SOLTANTO IN CASO DI GUERRA .

Scusate sono ignorante, ma noi siamo in guerra?
ci stanno preparando a una guerra? con l'IRAN?
cazzo la banda bassotti(brunetta,berlusca &c)per altri 5 anni ?!
.....e la guerra???
come funziona???????

giacomo giannarelli Commentatore in marcia al V2day 02.11.05 18:32| 
 |
Rispondi al commento

La prossima Guerra?
http://trafficantedecannelloni.blogspot.com/

massimo giampietro 02.11.05 18:08| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
volevo un tuo commento sulla manifestazione organizzata da G.Ferrara davanti all'ambasciata Iraniana a Roma. Il mio parere è che questa situazione vada affrontata all'ONU e non in questo modo poichè queste manifestazioni non fanno altro che inasprire i rapporti senza portare soluzioni, infatti probabilmente ci sarà una contro-manifestazione in Iran. Per motivi di lavoro vado 3-4 volte l'anno in Iran e credo che questa invenzione di Ferrara mi crei sicuramente dei problemi in futuro. Il problema và risolto ma a grandi livelli non con le fiaccolate che hanno, purtroppo, soltanto valore simbolico; sia chiaro che la risoluzione del problema Iraniano deve essere prioritaria ma in altre sedi. Aspetto un tuo commento.
Angelo

Angelo Angeli 02.11.05 17:55| 
 |
Rispondi al commento

Gran Finale:

a farle valere. E questo alla lunga, dai e ridai, provoca, Signor Presidente, un'esasper azione per icolosa.

Con i più rispettosi saluti.

Roberto Sangiorgi Commentatore in marcia al V2day 02.11.05 17:21| 
 |
Rispondi al commento

Parte due:

(diventati poi fra annessi e connessi, 20), sia pur con qualche fatica per ché a Lei quei quattrini sembreranno un'inezia ma per me non lo sono, e ho interposto Appello. Al momento dell'Appello, nel febbraio 2004 (sei anni dopo la sentenza di primo grado) ho rinunciato alla prescrizione per ché ritenevo di aver buone ragioni da far valere. Con sentenza del 6/2/2004 il Tribunale di Mila no me le ha riconosciute, e su richiesta dello stesso Pubblico ministero, mi ha assolto. Ho richiesto allora a Bontempo i soldi che gli avevo dato. Ma il deputato ha opposto che mancava una sentenza definitiva. Se è per questo era ancora meno definitiva la sentenza di primo grado, quando avevo pagato quanto richiesto. In ogni caso il 16/11/2004 la Cassazione mi ha assolto in via definitiva. Ma l'onorevole Bontempo si rifiuta lo stesso di pagare. Aggrappandosi a uno degli infiniti possibili ricorsi colla terali che il nostro codice consente anche contro una sentenza definitiva, tira le cose per le lunghe. E conoscendo l'aberrante durata delle procedure italiane è chiaro che io quei soldi non li rivedrò mai.

Nella sostanza l'onorevole Teodoro Bontempo trattiene presso di sè quattrini che non ha più alcun titolo per detenere. Mi chiedo, e le chiedo, Signor Presidente, se questo è un comportamento degno per un onorevole, per un deputato, per un membro del Parla mento, per un rappresentante del popolo italiano al cui stipendio contribuisco, pro quota, anch'io, o se invece non disonori la Camera che Ella presiede.

Le dice questo, signor presidente anche per ché il discorso è più generale. Con noi cittadini (quelli che vengono chiamati con un sottofondo di disprezzo "gente comune"), la legge è inflessibile, spesso vessatoria, e quando incorriamo in qualche infrazione, anche minima, non ci dà scampo. Ma quando siamo noi ad avere delle ragioni nei confronti dei potenti o dei prepotenti, di qualsiasi tipo, di questa società, non riusciamo mai, per una ragione o per l'altra,

Roberto Sangiorgi Commentatore in marcia al V2day 02.11.05 17:18| 
 |
Rispondi al commento

Articolo tratto da www.massimofini.it è lungo, ma divertente:
Al presidente della Camera dei Deputati, onorevole Pierferdinando Casini.
Gentile Presidente, mi rivolgo a Lei per una questione che è privata ma, insieme, anche pubblica e politica per ché coinvolge un membro della Camera che Lei così autorevolmente presiede, l'onorevole Teodoro Bontempo.

In data 9/2/1998 il Tribunale di Monza mi ha condannato, per diffamazione dell'onorevole Bontempo, a pagare allo stesso una provvisionale di 15 milioni di vecchie lire. L'onorevole Bontempo mi aveva infatti querela to per ché in un articolo scritto per L'Indipendente del 6/2/96 profila ndosi un governo "tecnico" presieduto da Maccanico lo avevo definito un "pateracchio" in cui avrebbero dovuto stare insieme "lo stupratore Bontempo e la femminista radical chic Sandra Bonsanti". Per ché avevo usato quel termine: "stupratore"? Per ché lo stesso Bontempo, in un'intervista rila sciata a Francesco Merlo del Corriere della Sera, ripresa da altri autorevoli giornali come La Stampa, e mai smentita dall'interessato aveva dichiarato: «uno di questi giorni prendiamo in aula Casini e lo stupriamo. E quando dico stuprare non lo intendo in senso metaforico ma letterale» (Corriere della Sera 14/12/1994). Inoltre ritenevo che, in un articolo tutto politico, fosse evidente che il termine: "stupratore" fosse un contrappunto ironico all'altrettanto ironico "radical chic" appioppato alla Bonsanti. E se era lecito al deputato Bontempo usare una metafora del genere - per altro dichiarando che non era tale - doveva essere lecito anche a me.
Il Tribunale di Monza fu di diverso avviso e quindi mi condannò.
Io non ho gridato all'attentato alla libertà di stampa, nemmeno al "complotto" di toghe di un qualche colore come è ormai abitudine invalsa fra alti e altissimi esponenti della nostra cla sse dirigente. Ho fatto quello che ogni buon cittandino fa, o dovrebbe fare:ho rispettato il mio giudice,ho pagato all'onorevole Bontempo i 15.000.000

Roberto Sangiorgi Commentatore in marcia al V2day 02.11.05 17:12| 
 |
Rispondi al commento

Sig. Cruciani, La ringrazio per la risposta, dalla quale ho evinto che Lei ha capito che non sono un pasionario di una parte politica ma semplicemente preoccupato soprattutto per la sicurezza sociale che, se viene a mancare, i primi a esserne colpiti sono le persone più esposte, come i negozianti e le persone deboli, anziani, bambini ecc. Ho apprezzato molto la posizione per la legalità di Cofferati e avrei voluto da parte dei suoi alleati totale appoggio e non quel preoccupante sostegno zoppo che ha ricevuto. Inoltre, sono molto triste e preoccupato per la posizione aggressiva di comunisti e noglobal che hanno preso le parti di chi aveva trasgredito la Legge. Visto in prospettiva cosa dobbiamo aspettarci? Buongiorno a tutti.

Giulio Sacchi 02.11.05 17:06| 
 |
Rispondi al commento

rispondo a Giulio Sacchi, riguardo a tradizioni e cultura Italiana. Preciso che sono Marchigiano, quindi nato nello Stato della Chiesa. Quello che so del cristianesimo è che non ha niente a che fare con la cultura e tradizioni italiane. Il cristianesimo, specialmente dalle mie parti, è stato e continua ad essere il mezzo tramite il quale la chiesa orienta l'opinione delle persone. Questa considerazione può essere ritenuta banale, o marxista o quelle che vuoi, ma il cristianesimo è semplicemente questo. Se credo in Dio o meno sono c...i miei. Dal punto di vista della cultura, non vedo perchè quello che è organizzato dalla chiesa non debba essere contemplato nella normale (e legale) gestione degli affari. Parlo di pesche di beneficienza, feste, e tutte le altre iniziative benefiche che vengono fatte al di fuori della legge italiana, come se avessero la deroga firmata da Dio. Ti faccio presente che la costituzione Italiana regola uno stato laico e non ha come scopo il preservare la religione di stato.
Riguardo i problemi dovuti all'immigrazione, alla stessa maniera trovo poco giusto che un immigrato abbia il "permesso di soggiorno" e non la cittadinanza italiana: la differenza è che col permesso di soggiorno non è obbligato a pagare le tasse e non può votare. In particolare un immigrato può campare con 1500 euro lordi (visto che non paga le tasse), mentre un Italiano non può, quindi noi Italiani siamo sfaticati, scanzafatiche, nullafacienti. E mi domando: i sindacati dove sono? a manifestare in piazza? senza accorgersi che hanno perso la base sociale, l'unico senso della loro esistenza .. La Mafia almeno qualcosa lo fa, magari non è giusta, ma è l'unica istituzione che funziona in Italia.

Daniele Cruciani 02.11.05 16:36| 
 |
Rispondi al commento

Poco tempo fa ho mangiato della buona pasta fatta con il grano dei campi confiscati alla mafia, dove ora lavorano tanti giovani riuniti in cooperativa; anche se occorrono parecchi anni prima che le confische dei beni della malavita organizzata possano essere operative, la legge Rognoni-La Torre ha prodotto buoni esempi di riconversione dei tesori della mafia & affini. Purtroppo il 15 novembre alla camera dovrebbe essere discussa una legge (promulgata da un esponente di Forza Italia) che tende a vanificare proprio la suddetta legge, aprendo la possibilità per i malviventi di rientrare in possesso dei propri beni, magari sevendosi di prestanome di varia natura. Questa proposta di legge era già stata presentata nei giorni dell'omicidio Fortugno e, fortunatamente, sospesa. Ma verrà puntualmente ripresentata. Non sarebbe possibile fare un po' di baccano mediatico in merito a queste leggine che passano nei sotterranei del parlamento ma provocano danni incalcolabili, sconfessando a volte buone leggi esistenti?

silverio ascani 02.11.05 12:48| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, grazie da Napoli per essere stato con noi.Vorrei fare una considerazione sulle dichiarazioni del ns dipendente Berlusconi che in nome nostro è volato in America per fare campagna elettorale per se e per i suoi : VAFFANCULO!! ma non cel'ho con lui ce l'ho con i leader della sinistra che come al solito hanno gridato allo scandalo per le dichiarazioni del nano dandogli l'opportunità solita di poter dire che la stampa di sinistra aveva detto il falso sull'accaduto, che Bush non l'aveva smentito e che il titolo di Repubblica era una bufala .Ora io dico una volta tanto SIATE FURBI: CREDETELO!!!Indignatevi con BUSH ! Che si permette di interferire sulla politica interna di un alleato! Chiedete a lui una smentita!!!E sarà Bush che SPUTTANERA' il nano perchè a differenza nostra una accusa di ingerenza in America fa ancora scandalo .Ma possibile che nessuno delle grandi menti del centro-sinistra abbia fatto queste considerazioni? ma quei bei seminari di strategia politica una volta vanto delle Frattocchie a che sono serviti?

gianni chiaro 02.11.05 12:16| 
 |
Rispondi al commento

@ Ivan Verdi
@ Alessandro Rossi
Condivido quanto sostenuto nei Vs. commenti e ancor di più condivido il pensiero dell'amico Ivan quando sostiene che in questo blog si è usciti fuori tema. Ciò che sto per dire, non vuole essere polemico, ma mi sento obbligato nel dire a tutti bloggers presenti, me compreso, che come al solito siamo "italiani"...Il tema che si è trattato in questo blog fino a qualche giorno fa era ben preciso: "LA LOTTA ALLA MAFIA E LA PROVOCAZIONE LANCIATA DA BEPPE"...mi dispiace farvi notare che, come accade quasi sempre nel nostro Bel Paese, l'importante è parlarne quando succede il FATTACCIO, poi passato il SANTO non si dicono più messe...Questo a mio parere è e sarà sempre il problema di noi italiani: la mancanza di coerenza...Scusate ma la mafia si nutre proprio di questo, cioè del fatto che dopo aver agito così impunemente,in barba alle istituzioni e ai cittadini onesti, non si parli più e tutto torna come prima...Nessuno vi ha chiesto di impugnare le armi e di scendere in Calabria, in Sicilia o chissà dove...nessuno vi ha chiesto di caricarvi sulle spalle chissà quali problemi o oneri...Vi si chiede soltanto di parlarne e di continuare a farlo sempre, di discuterne con le vostre idee preziose e opinioni...perchè la MAFIA si nutre proprio del nostro silenzio e si rafforza ancora di più quando l'opinione pubblica (passatemi il termine) non ha più un'OPINIONE...In Calabria c'è un detto: "A LA SCURDATA", come dire quando meno te lo aspetti...Non permettiamo alla mafia di continuare a nutrirsi dei nostri silenzi...parliamone fino a quando avremo idee e parole ...queste le armi a nostra disposizione ...perpiacere usiamole sempre...Ragazzi siamo riusciti a sconfiggere il terrorismo riusciremo a farlo anche con la MAFIA...Basta non smettere di parlare...Grazie a tutti...

antonio di nunzio 02.11.05 10:08| 
 |
Rispondi al commento

@ Ivan Verdi
@ Alessandro Rossi
Condivido quanto sostenuto nei Vs. commenti e ancor di più condivido il pensiero dell'amico Ivan quando sostiene che in questo blog si è usciti fuori tema. Ciò che sto per dire, non vuole essere polemico, ma mi sento obbligato nel dire a tutti bloggers presenti, me compreso, che come al solito siamo "italiani"...Il tema che si è trattato in questo blog fino a qualche giorno fa era ben preciso: "LA LOTTA ALLA MAFIA E LA PROVOCAZIONE LANCIATA DA BEPPE"...mi dispiace farvi notare che, come accade quasi sempre nel nostro Bel Paese, l'importante è parlarne quando succede il FATTACCIO, poi passato il SANTO non si dicono più messe...Questo a mio parere è e sarà sempre il problema di noi italiani: la mancanza di coerenza...Scusate ma la mafia si nutre proprio di questo, cioè del fatto che dopo aver agito così impunemente,in barba alle istituzioni e ai cittadini onesti, non si parli più e tutto torna come prima...Nessuno vi ha chiesto di impugnare le armi e di scendere in Calabria, in Sicilia o chissà dove...nessuno vi ha chiesto di caricarvi sulle spalle chissà quali problemi o oneri...Vi si chiede soltanto di parlarne e di continuare a farlo sempre, di discuterne con le vostre idee preziose e opinioni...perchè la MAFIA si nutre proprio del nostro silenzio e si rafforza ancora di più quando l'opinione pubblica (passatemi il termine) non ha più un'OPINIONE...In Calabria c'è un detto: "A LA SCURDATA", come dire quando meno te lo aspetti...Non permettiamo alla mafia di continuare a nutrirsi dei nostri silenzi...parliamone fino a quando avremo idee e parole ...queste le armi a nostra disposizione ...perpiacere usiamole sempre...Ragazzi siamo riusciti a sconfiggere il terrorismo riusciremo a farlo anche con la MAFIA...Basta non smettere di parlare...Grazie a tutti...

antonio il dipendente 02.11.05 10:06| 
 |
Rispondi al commento

Perchè non parli del tuo mancato intervento sulla privatizzazione dell'acqua a Napoli.
Dopo aver letto l'articolo sul Corriere della Sera,
ho l'impressione che il declino occidentale contamina tutti.

franco balzari 02.11.05 09:39| 
 |
Rispondi al commento

Faccio un breve post-scriptum per completezza. Se l'alternativa all'attuale maggioranza fosse un governo "Schroeder" o "Blair", sarei sereno perchè avrei un'alternativa socialista senza spinte neocomuniste. Spiegatemi, perpiacere, perchè Schroeder ha preferito perdere le elezioni piuttosto che allearsi con l'estrema sinistra mentre Prodi ci sta dando in mano ai comunisti.

Giulio Sacchi 02.11.05 04:06| 
 |
Rispondi al commento

Dato che chi ono è di sinistra per alcuni è berlusconiano, fascista, razzista e quant'altro, preciso. Non sono berlusconiano nè democristiano ecc. Io, da cittadino comune voglio che vengano conservate: l'identità nazionale(abitudini, tradizioni, democrazia) e religiosa(Cristianesimo) dell'Italia. La preservazione, per quanto possibile della sicurezza sociale; sono un negoziante e sono molto sensibile al problema della sicurezza, quest'Estate ho già subito un tentativo di furto con scasso che mi è costato 900 €. La sinistra parla mai di patriottismo e di difesa delle nostre tradizioni? No, per essa chiunque venga in Italia ha diritto ad avere ciò che vuole: rimozione dei Crocifissi, costruzione di moschee, libertà di preghiera in ogni dove e quando desidera. Inoltre, i comunisti sostengono che ad ognuno va data una casa, un lavoro e concesso il ricongiungimento familiare; tutto ciò mentre noi italiani abbiamo problemi economici e di disoccupazione. Se verranno accolte le pretese dell'estrema sinistra, tutti gli immigrati clandestini avranno libero accesso all'Italia. Questo, è palese, significherebbe il sovvertimento di tutti gli equilibri: economico, religioso e sociale.
Non solo, l'estrema sinistra a cui Prodi dà buon ascolto vorrebbe l'uscita della Nato, col conseguente deterioramento dei rapporti con gli Stati Uniti. La critica ai parametri dell'Unione europea che ci metterebbe in difficoltà col resto d'Europa.
Non mi interessa chi vince anche se il suo programma non collima con tutte le mie idee. Però mi deve assicurare la sicurezza prima di tutto, il controllo rigoroso dell'immigrazione e il progresso dell'Italia che sicuramente il Comunismo, che è forte soltanto in Italia, in Cina e a Cuba, non ci darebbe. Come vedete, non sono un entusiasta dell'attuale Governo ma sono angosciato dalla probabilità che i suddetti punti abbiano compimento. Vi saluto auspicando un sereno scambio di idee, in buona fede.

Giulio Sacchi 02.11.05 03:48| 
 |
Rispondi al commento

Ho visto Primo Piano sul canale tre,parlavano del Niger-Gate, nessuno dei giornalisti intervistati sapeva chi aveva consegnato i documenti falsi a Bush, perchè quei documenti sono stati consegnati direttamente a Bush, saltando la prassi,:prima le filtra la CIA, che poi le pasa all'FBI che le consegna al Presidente, questa è la prassi!Un facendiere le ha consegnati a Elisabetta Burba che le ha consegnati a Carlo Rossella direttore allora di Panorama, che proprietario di panorama è Silvio Berlusconi, Rossella le ha consegnati direttamente all'ambasciata Americana con sede a Roma, l'Ambasciatore americano le ha consegnati direttamente a Bush, che li aspettava con ansia,il particolare curioso, è, che tutti sapevano che erano falsi, solo Bush le ha ritenuti veri, ( Per convenienza naturalmente)Quei documenti"falsi",furono deteminanti per l'attacco all'Iraq.L'italia è intervenuta con un contingente umanitario, umanitario per l'Agip,i nostri soldati sono addetti alla sorveglianza dei pozzi di petroglio, adesso fermi, dell'Agip.Forse i nostri gionalisti sono come i giocatori di calcio , si comprono e si vendono, quelli che non si fanno comperare spariscono per volontà di DIO.Quei documenti hanno provocato un disastro umanitario, chi pagherà? Tutti qui morti civili chi le avrà sulla coscienza? Quattro mesi fà sul BLOG " odio i velisti" ho pubblicato tuti i documenti che riguardano questi fatti con nomi e date, ora questo BLOG è in archivio,se lo volete visitare, grazie. Rom

romano vecchietti 02.11.05 03:18| 
 |
Rispondi al commento

@Giulio sacchi

se lei conosce un po di inglese,può vedere cosa pensano della libertà di stampa in italia nel resto del mondo.
Può vedere che c'è anche chi teme o già definisce fascista o regime
questo governo.
Tutto questo lo può trovare nei più noti quotidiani del mondo .
Pensi un pò che di prodi ne parlano come di un democratico.

Ma sicuramente per lei berlusca sa tutto e il resto del mondo sbaglia.(che sarebbe un ragionamento appunto di regime)

Mauro Durante 02.11.05 01:30| 
 |
Rispondi al commento

@giulio Sacchi

"La verità è che se Berlusconi non fosse entrato in politica, se non avesse fondato Forza Italia, noi oggi saremmo sotto un ponte o in galera con l'accusa di
mafia. Col cavolo che portavamo a casa il proscioglimento nel lodo Mondadori"

(Fedele Confalonieri, "la Repubblica" 25 giugno 2000).

Mauro Durante 02.11.05 01:23| 
 |
Rispondi al commento

@Giulio Sacchi

Le straparla della sinistra,forse prodi mangia anche i bambini
gli asini volano insieme con elefanti e giraffe sempre a causa della sinistra.

Ma mi faccia il piacere ............
Berlusconi fino ad oggi non ha fatto nulla di buono.
Continua a smentirsi da solo in ogni occasione ,ed inoltre questo
lo condisce con delle riforme tipo moratti,o leggi salvapre...niente parolacce.....si aggiusta rete quattro con il digitale.
IL digitale, prodotto tra l'altro anche da berlusca e finanziato con sovvenzioni statali (nostri soldi per facilitare una tecnologia privata e anche a pagamento??????),
a cosa dovrebbe servire ?
perchè lo stato lo sovvenziona ?
è una cosa socialmente utile?
è necessario alla vita quotidiana?
ha qualche utilità sociale?
allora perchè lo stato lo finanzia ????????
è uno scandalo!!!!!!!!
Vogliamo parlare, visti i vari processi ,di come berlusconi ha fatto il capitalista????

Pensi a dire meno banalità sulla sinistra ,è ridicolo ancora con le solite storie ,pensi a una critica costruttiva ,che motivi di critica la sinistra ne da molti.

e pensi a icampi di concentramento che arriverranno con berlusca.....hi hi hi

Mauro Durante 02.11.05 01:16| 
 |
Rispondi al commento

Ci tengo a chiudere, per la mia parte, l'interessante dibattito sul fenomeno mafioso.

Ho molto apprezzato l'intervento e le idee di A. Di Nunzio, che dalla sua posizione "privilegiata" ha potuto dare un ottimo contributo alla discussione.

Io avrei ancora tante cose da dire, ma il blog è un po' strano: dopo qualche giorno un tema diventa obsoleto. Anche se su un post obsoleto ci sarebbe più tranquillità per discutere.

Poi la storia del limite dei 2000 caratteri aiuta e non aiuta. Per me comunque è doveroso mettere il limite così ci si sforza di essere sintetici.

Bene, dico che mi auguro che un giorno potremo parlare di mafia come ora in Gran Bretagna si parla di IRA. Ricordate quando l'anno scorso (mi pare) il governo inglerse se ne uscì con la incredibile notizia della pace fatta tra IRA e istituzioni?? Beh, quello è stato un grande giorno.

E ricordo infine quanto disse il Giudice Falcone: "la mafia è un fenomeno umano e come tutti i fenomeni umani ha avuto un inizio ed avrà una fine!!"

Bene, prima di congedarmi voglio comunque dire una cosa. Io ho sempre avuto ed avrò il più grande rispetto delle Forze dell'Ordine. Però (e vengo incontro all'amico Alessandro Rossi) posso dire che ho conosciuto ed ho come amici parecchi appartenenti alle Forze dell'Ordine. Alcuni hanno fatto con me tutto il liceo ed ora occupano posizioni di vertice. Ovviamente non scendo nei particolari, ma.......lasciamo perdere!!!!

Come sempre la verità, se non proprio nel mezzo, sta a 3/4.....

Saluti a tutti.

ivan verdi 01.11.05 19:07| 
 |
Rispondi al commento

Sign.Salvo Lombardo,in fatto di stupidità Lei,è un mostro, di suo Berlusconi non ha avuto mai niente,si esibiva come CABARETTISTA sulle navi passeggeri, come nel film (il pianista sull'Oceano)come cabarettista valeva poco,e guadagnava poco,poi è diventato ricco(passando da Palermo)e bravo, la detto anche Ciancimino: bravo ragazzo, lasciatelo lavorare, diventerà famoso ne, ha le capacità!Sarà UNTO da......... ci teniamo ai nostri soldi.Mai profezia fu così vera!Salvo,Salvo,Salvo!!!!!!! O sei un coglione, o sei un M. ROM.

romano vecchietti 01.11.05 18:03| 
 |
Rispondi al commento

@antonio di nunzio
Nessuno vuole negare l'esistenza di gente veramente valorosa all'interno delle nostre forze dell'ordine, persone valide e volenterose.
Io purtroppo mi riferivo a quelle che non lo sono, che sono molte, non ho idea precisa di quale possa essere la proporzione "buoni/cattivi", ma i "cattivi" ci sono e si vedono spesso. Inoltre non mi era sembrato di aver fatto una banale generalizzazione di questo fatto, intendevo soltanto dire che c'è qualcosa che non va ad ogni livello nella gerarchia delle nostre istituzioni.
Il dicorso a cui mi riferivo... Bhe quello non è che l'ho sentitito in treno o chissa dove, è una persona che conosco, con cui sono cresciuto insieme e di cui non voglio mettere in discussione l'onestà, penso solo che non sia adatto al suo incarico. Un incarico che è riuscito ad ottenere solo grazie a delle raccomandazioni.
PS.
Ho visto che oggi hanno blindato i cantieri della per la TAV Torino-Lione per arginare le proteste degli abitanti. Sapete chi è il ministro che amministrava fino a poco fa la socetà che costruisce la linea e che ha avuto un aiuto così massiccio dalle forze dell'ordine?
Pare che sia Lunardi... Ma che bello avere degli amici su cui contare per metterlo in cu1o alla gente.

Alessandro Rossi 01.11.05 17:05| 
 |
Rispondi al commento

Caro Giulio Sacchi
quello che tu dici è parzialmente vero.

Primo perchè tutti anche quelli di destra come dici tu ,sono liberi di fare ciò che tu tu hai detto solo che non hanno niente per cui riunirsi se non razzismo e calcio.


Secondo tutte le libertà le dobbiamo alla sinistra , l'unica cosa buona fatta dalla stessa è stato portarci in Europa impedendo così a questo governo di andare oltre .

Caio Mauro 01.11.05 14:26| 
 |
Rispondi al commento

Emigrare da questa Italia non è una soluzione, a meno che, certo, non si voglia approdare nuovamente qui. Con più forza e più tenacia. Sono parecchio giovane (una ventina d'anni) e ho ancora parecchia speranza. Sono siciliano e ho ancora parecchia speranza. Non sono solo, è il motivo per cui ho ancora parecchia speranza.

Caro Beppe, qui in Sicilia devono ancora farsi le primarie e aleggia il nome di Rita Borsellino, la sorella di un Eroe. Ecco la speranza.

p.s. questa mia preferenza, che esprimo qui, di fronte a tutti, non è una "scelta politica" ma una "scelta di significato". Abbiamo bisogno di scelte forti, pregne del più fine candore contro una malavita generalizzata che sorride, caustica.

Michele Unti 01.11.05 14:25| 
 |
Rispondi al commento

Se partiamo dal principio che l'Italia è la terra dei cachi, come dice il buon Elio E le sue Storie Tese (e in fondo bisogna anche dargli ragione), il risultato ovvio quale può essere: cacate?

Cari compatrioti site dei piagnoni leccaculi, tutti sempre pronti a dare addosso all'untore (portatore nano) ma quando si tratta di tirarsi sù le maniche e mettere in ballo la propria faccia per cambiare la situazione: nooo...., allora site tutti buonisti, i cattivi sono sempre gli altri, etc. etc.

Allora le cose sono due: o sono tutte balle il fatto che la situazione sia grave oppure vi và bene così, però allora finitela di lagnarvi.

Personalmente la situazione non mi andava bene quindi ho preferito "rimboccarmi le maniche" e cambiarla (emigrato), devo ammetterlo che l'Italia mi manca, ma le soddisfazioni che in cambio ne ho avuto (professionali e finanziarie) compensano di gran lunga la "mancanza".

Saluti a tutti.

Elio Cachi 01.11.05 12:52| 
 |
Rispondi al commento

E' da un po che leggo il blog.Reputo il tutto molto interessante è carico di verve da parte dei lettori e di chi esprime le proprie opinioni.Ed io vorrei esprimerne una.Tutti parlano di mal governo,dove tutto ruota intorno ad un proprio profitto e tornaconto.Ovviamente l'incriminato è il berlusconi.Non voglio fare l'avvocato di nessuno,anche perchè nessuno può negare l'evidenza di fatti che possano tacciare il presidente dei vari intrecci politicidel proprio trascorso imprenditoriale.Però mi chiedo, visto che attaccato per il suo operato; se un imprenditore come tanti,nella fattispecie,proprietario di grandi aziende che volente o nolente,soddisfano il fabbisogno di migliaia di famiglie italiane faccia politica vivendo dei propri introiti e quindi del proprio benessere,può permettersi il lusso di possedere un panfilo ed ville lussuose???Mentre mi chiedo chi vive solo di politica es:Dalema,RutelliProdi ececc.. Con i soldi di chi possiedono tali beni??? Berlusconi sarà pur egocentrico,compromesso come tutti ma tutti, escluso nessuno imprenditore italiano, ma almeno aveva già del suo e non poco.....

Salvo Lombardo 01.11.05 12:35| 
 |
Rispondi al commento

E bravo Berlusconi! Prima dell'incontro con Bush aveva promesso che gliele avrebbe cantate chiare e così è stato. So per certo, infatti, che prima della conferenza stampa (stantia concessione fatta alla platea) il nostro insonne Presidente s'era così rivolto all'amico: "Ma che mentula di figura mi fai fare?...Te l'avevo detto che quest'idea della guerra all'Iraq era una gran troiata, ma tu capoccione…E poi che cos'è questa storia del Niger-gate? Lo sai bene (te lo giuro sulla testa dei miei figli) che i nostri Servizi segreti non c'entrano per nulla con le bubbole e fanfaluche messe in giro sulle armi di distruzione di massa. Quanto al povero Calipari, ma te lo vuoi mettere in testa che ne ho piene le tasche dei tuoi silenzi e delle tue mene. Sai che ti dico? Se continui così (e te lo dice uno che ha una parola sola) ritiro le truppe dall'Iraq, non ti porto più i cannoli quando vengo nel tuo ranch e soprattutto non ti racconto più barzellette". Pare che, dopo queste terribili minacce, il povero Giorgio Doppio Vu si sia abbandonato a un pianto dirotto non prima di aver chiesto a Condoleeza che mentula significhi la parola "mentula".
Gino Spadon

gino spadon 01.11.05 12:15| 
 |
Rispondi al commento

E bravo Berlusconi! Prima dell'incontro con Bush aveva promesso che gliele avrebbe cantate chiare e così è stato. So per certo, infatti, che prima della conferenza stampa (stantia concessione fatta alla platea) il nostro insonne Presidente s'era così rivolto all'amico: "Ma che mentula di figura mi fai fare?...Te l'avevo detto che quest'idea della guerra all'Iraq era una gran troita, ma tu capoccione…E poi che cos'è questa storia del Niger-gate? Lo sai bene (te lo giuro sulla testa dei miei figli) che i nostri Servizi segreti non c'entrano per nulla con le bubbole e fanfaluche messe in giro sulle armi di distruzione di massa. Quanto al povero Calipari, ma te lo vuoi mettere in testa che ne ho piene le tasche dei tuoi silenzi e delle tue mene. Sai che ti dico? Se continui così (e te lo dice uno che ha una parola sola) ritiro le truppe dall'Iraq, non ti porto più i cannoli quando vengo nel tuo ranch e soprattutto non ti racconto più barzellette". Pare che, dopo queste terribili minacce, il povero Giorgio Doppio Vu si sia abbandonato a un pianto dirotto non prima di aver chiesto a Condoleeza che mentula significhi la parola "mentula".

gino spadon 01.11.05 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Se Bush teme cambi di governo in Italia ,ci pensera' lui a far vincere il Berlusca le prossime elezioni!!Come ha fatto per le proprie elezioni in America.

antonio brusca 01.11.05 10:07| 
 |
Rispondi al commento

NIGER GATE:Personaggi Italiani responsabili della guera in Iraq, BERLUSCONI-SISMI-CARLO ROSSELLA- ELISABETTA BURBA-FERRARA-FELTRI-VESPA.

BERLUACONI:Ha ordinato al SISMI di creare prove false.
SISMI:ha creato le prove false volute da Berlusconi.
ELISABETTA BURBA:( Allora giornalista di PANORAMA)consegnò a ROSSELLA i documenti falsi,poi nel 2003 a Milano venne interrogata da tre agenti dell'FBI nell'AMBASCIATA AMERICANA(Strano che un cittadino Italiano venga interrogato da agenti stranieri in territorio ITALIANO e, il Governo Italiano non ne sappia niente!)
Carlo ROSSELLA:consegnò all'AMBASCIATA AMERICANA i documenti falsi che BURBA le aveva procurato in NIGER da un fantomatico faccendiere.(Pensate consegna all'AMBASCIATA AMERICANA dei documenti falsi, forse credeva di essere il primo ministro??? O era già tutto concordato col Governo?)
BRUNO VESPA:Regista del teatro di recitazione di PORTA A PORTA divulgatore del programma BLAIR che prevedeva la disinformazione e l'accattivamento dell'opinione pubblica per un intervento armato in IRAQ.
FERRARA:facente parte del programma BLAIR.
FELTRI: facente parte del programma BLAIR.
ALTRI: cosidetti esperti sulle questioni Medio Orientali sempre facenti parte del programma BLAIR.
AGIP:che si serve delle nostre truppe Italiane per vigilare i suoi pozzi.
Ho dimenticato il bombardato della CROCE ROSSA che voleva diventare un politico.
MARTINO:falso
FRATTINI:falso
FINI:falso
BERLUSCONI: lascio a voi il giudizio( Molto lento)
Tutto quello che hò scritto è vero, controllate sul BLOG (Odio i velisti) in archivio, troverete tuta la ducumentazione che scrissi 4 mesi fà.ROM.

romano vecchietti 01.11.05 01:23| 
 |
Rispondi al commento

Sempre più penoso........

WASHINGTON - "Bush teme cambi di governo in Italia", dice Berlusconi durante la conferenza stampa in ambasciata italiana successiva all'incontro con il presidente americano. Poi si corregge: "No, non è vero, o meglio non è proprio così però... basta fare uno più uno". La gaffe durante la conferenza stampa poco dopo il colloquio con il presidente degli Stati Uniti.

Salvatore Arrigo 01.11.05 00:07| 
 |
Rispondi al commento

all'ex-estimatore di Grillo, consiglio di continuare a studiare la storia, soprattutto quella contemporanea.
e magari di comprare "Intoccabili" o "Regime", scritti da Travaglio, che certamente non è di sinistra.
buona lettura!

valentina gangi 31.10.05 23:41| 
 |
Rispondi al commento

Ho appena visto il tuo dvd, perchè non ti presenti alle prossime elezioni???

Carmelina Filiuli 31.10.05 20:07| 
 |
Rispondi al commento

Ho appena visto il tuo dvd, perchè non ti presenti alle prossime elezioni???

Carmelina Filiuli 31.10.05 20:07| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe, leggere i commenti di questo blog, mi fa riflettere su quanto siano fondamentali e preziose le opinioni e i confronti che gli amici esprimono, senza remore nè censure...Ritengo che questa sia l'unica forma d'informazione libera, intelligente e realistica che si possa avere. Le esperienze individuali, e l'apporto che ognuno fornisce in questo blog, rendono possibile la conoscenza diretta dei fatti (scevra da ogni condizionamento politico o economico)che riguardano la nostra società. A proposito di società vorrei che rifletteste su alcune domande: è necessaria l'opera faraonica di costruire un ponte sullo stretto? Quali vantaggi in termini economici, di utilita', di occupazione potrebbe avere la sua realizzazione? tenendo presente che in alcune imprese di costruzione sia salabresi che siciliane vi sono infiltrazioni mafiose?! Già coprire con cemento e cavi Scilla e Cariddi...Chissà cosa ne penserebbe ULISSE...

antonio di nunzio 31.10.05 19:52| 
 |
Rispondi al commento

Le poco diplomatiche affermazioni dell'inesperto presidente iraniano Ahmadinejad, danno l'opportunità di aggiungere un altro tassello all'opera di demonizzazione in corso nei confronti del paese asiatico, funzionale agli interessi USA che hanno questo stato come prossimo obiettivo strategico. Si sta ripetendo quello a cui abbiamo assistito, solo negli ultimi tempi, con Serbia, Afghanistan, Iraq.
Salvo per POI dirci che si erano sbagliati, ma intanto.....
La legittimità dello Stato di Israele non è in discussione, come non lo sarebbe quella dello Stato di Palestina.
Documentatevi, per favore, sul numero di paesi arabi che riconoscono lo stato ebraico.
Le dichiarazioni avventate di Ahmadinejad sono state malignamente estrapolate da un contesto nel quale si dichiarava anche esplicitamente la assoluta volonta dell'Iran di non intraprendere azioni ostili nei cnfronti di Israele. Non mi stupiscono peraltro le acritiche adesioni al cosiddetto sit-in organizzato dal foglietto della signora Lario. Buona fortuna.
Roberto Cerasoli

Roberto Cerasoli 31.10.05 19:41| 
 |
Rispondi al commento

Mi rivolgo a tutti e nessuno ma mi ha fatto profonadamente riflettere la lettera scritta dall'ex stimatore di Beppe Grillo.
Io sono scappato dall'Italia proprio ora perche e scusate il mio essere scurrilee "ne avevo i coglioni pieni". Ho 27 anni, una laurea in mano e mi ritengo un ragazzo estremamente fortunato...il buon dio o gli dei mi hanno dato un minimo di intelligenza e faccio di tutto per sfruttarla....... L'unica cosa che non tollero e l'essere preso in giro in maniera becera e ridicola come mi accadeva attravrso i media,i giornali etc.etc.
Io un po di storia l'ho studiata e ho anche avuto la fortuna di viaggiare in molti stati e vi dico cari amici che attualmente siamo la barzelletta del mondo intero.....
Saro lieto e fiero di ritornare nel 2006 dopo le elezioni DEMOCRATICAMENTE vinte dalla sinistra e poter sostere la Mia amata Italia che facevo fatica a riconoscere.
Grazie a te amico Beppe Grillo perche poter dire quello che si pensa veramente e quasi diventato impossibile e seguendoti e ammirandoti ti sosterro anche dall'estero
Carlo

carlo gandino 31.10.05 18:47| 
 |
Rispondi al commento

Mi rivolgo a tutti e nessuno ma mi ha fatto profonadamente riflettere la lettera scritta dall'ex stimatore di Beppe Grillo.
Io sono scappato dall'Italia proprio ora perche e scusate il mio essere scurrilee "ne avevo i coglioni pieni". Ho 27 anni, una laurea in mano e mi ritengo un ragazzo estremamente fortunato...il buon dio o gli dei mi hanno dato un minimo di intelligenza e faccio di tutto per sfruttarla....... L'unica cosa che non tollero e l'essere preso in giro in maniera becera e ridicola come mi accadeva attravrso i media,i giornali e etc.et.
Io un po di storia l'ho studiata e ho anche avuto la fortuna di viaggiare in molti stati e vi dfico cari amici che attualmente siamo la barzelletta del mondo intero.....
Saro lieto e fiero di ritornare nel 2006 dopo le elezioni DEMOCRATICAMENTE vinte dalla sinistra e poter sostere la Mia amata Italia che facevo fatica a riconoscere.

Carlo

carlo gandino 31.10.05 18:41| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei esordire con il mio primo intervento lanciando una proposta:
apriamo un dibattito sulle forme di governo reale di una nazione.
E non alludo al potere legislativo,giudiziario,esecutivo.
Di cui pure avremmo bisogno, ma del vero potere cioè quello economico.
Il sistema capitalistico ci sta portando verso un villaggio globale che mi piace sempre meno, perchè sempre più falso, ipocrita, meschino; di questo villaggio facciamo parte ma non contiamo niente, ci illudono di essere liberi, ma quale libertà abbiamo, in quale modo possiamo esercitarla? Mi sento sempre più cinese, perdonatemi lo sfogo, ma non ne posso più.
Vorrei pensare che le mie idee siano quanto meno rispettate, se non condivise, ma mi sento di urlarle in un tunnel buio e vuoto.
Vorrei pensare ad un modo secondo il quale noi membri di questo immenso villaggio potessimo contare di più.
Proporrei il sistema capitalconsumosociale.
Perdonatemi questi sfoghi grazie

ANTONIO DEL PIANO 31.10.05 18:38| 
 |
Rispondi al commento

Spero che gli assassini di Fortugno rimangano nella loro terra. Meglio se sotto-terra.

Matteo Farina 31.10.05 18:19| 
 |
Rispondi al commento

Caro Peppe,
Voglio premettere che mi ritengo un radicale di estrema sinistra.
Devo però confessarti di essere rimasto scosso, se non addirittura sconvolto, dall'intervista che la vedova Fortugno ha rilasciato a Ballarò.
La vedova ammettendo di essere in qualche modo una spalla politica del marito, ad una precisa domanda di Flores ammetteva che il marito non aveva subito minacce nè particolari pressioni mafiose. Dichiarava inoltre e non avevano mai parlato, nemmeno per ipotesi,avesse potuto esercitare nei loro confronti.
Considerato il lungo ed articolato percorso dell'uomo politico, quelle affermazionoi fatte dalla donna che le stava accanto suonavano come una negazione dell'esistenza del fenomeno criminale per come viene descritto oggi.
Devi ammettere anche tu che quelle dichiarazioni apparivano oltremodo stonate, considerato il panorama politico meridionale e calabrese in particolare.
Forse la signora si sarà espressa male nell'emozione dell'apparizione televisiva, ma tu vai ad ascoltare quell'intervista. Resterai molto perplesso come è accaduto a me.

salvo sapuppo 31.10.05 17:56| 
 |
Rispondi al commento

A quello che afferma che siamo in una dittatura fascista, consiglio di ripassare, o probabilmente studiare, la Storia. Io oggi sono liberissimo, anzi, meno di quelli di sinistra che possono: manifestare quando e come desiderano, hanno i centri sociali, concerti dedicati, feste ecc. tutto alla luce del Sole, quindi si eviti di dire imbecillità. Non mi risulta che tutte queste opportunità le abbiano anche i ragazzi di Destra.
La stampa, poi, è quasi completamente di sinistra fatti salvi Il Giornale, Libero, Il Foglio e il Secolo d'Italia. Soltanto il gruppo L'Espresso ha in mano metà dell'editoria e sappiamo chi sostiene. Se questo è regime...
Il guaio è che a sinistra c'è una robusta componente comunista, che vorrebbe l'entrata di tutti gli immigrati che arrivano sulle nostre coste, il loro mantenimento(casa, lavoro, ricongiungimento familiare ecc.), tassare tutte le rendite, uscire da Nato e Ue. E, ciliegina, abolire la proprietà privata. Si fa presto a fare demagogia col sederino al caldo, quando poi avremo la delinquenza per le strade alle stelle, le tasse che ci tolgono il pane e la cancellazione della nostra religione e tradizioni, piangeremo. Se vincerà la sinistra spero di scappare dall'Italia, sono angosciato.
Sarei lieto di leggere un articolo di Beppe Grillo, di cui sono un ex-estimatore, sul caso Cofferati vs Rifondazione/Noglobal. Ciao.

Giulio Sacchi 31.10.05 17:38| 
 |
Rispondi al commento

Bene! Parliamo di sconfiggere le criminalità organizzate in italia. Intanto su questo blog ci si offende l'un l'altro; il leghista è razzista e ignorante, il sinistro è bugiardo e ipocrita, il destro è ladro e corruttore. E allora io continuo a dire che questo paese di merda ce lo meritiamo per intero. Nel di dietro.

Silvestro Cattaneo 31.10.05 17:16| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: antonio di nunzio il 31.10.05 13:50

Ecco.
Condivido.
Ad averne centomila poliziotti come il Di Nunzio.

Lui sa benissimo quanto fallimentare si sia rivelata l'ooperazione "Vespri siciliani".
Ha solo portato soldi e potere ad alcuni militari assetati di soldi non di gisutizia.

davide patti 31.10.05 13:59| 
 |
Rispondi al commento

@ ivan verdi,
forse non hai avuto l'opportunità di leggere le mie precedenti email... comunque non ho nessun problema a dirti che sono un appartenente alle forze dell'ordine, che ho svolto servizio per diversi anni in calabria (nella locride), che attualmente vivo e lavoro in una città del nord (definita una delle migliori per qualità della vita e altro), e che sono orgogliosamente meridionale...
Sicuramente mi sono spiegato male...volevo premettere che a mio avviso bisogna dare importanza e trattare alla stessa stregua, fenomeni che si svolgono in determinate zone, forse perchè correlati tra loro...certo con caratteristiche e situazioni ambientali totalmente diverse... ma pur sempre problemi che tuttora rimagono irrisolti. Credo che mandare un contigente militare risolverebbe solo parzialmente il problema e comunque ne provocherebbe degli altri...immagina militari e i loro mezzi con le armi spianate dinanzi alle scuole, ai comuni, alla provincia etc... magari mentre accompagni tuo figlio a scuola o tua madre a prendere la pensione...La gente penserebbe, passami il termine:"CAVOLO SIAMO IN GUERRA... MA ALLORA QUESTI MAFIOSI SONO PROPRIO FORTI"...nessuno denuncerebbe nessuno e via così...a mio avviso sono sufficienti i colleghi sia in divisa che non...Loro conoscono la realtà, le tradizioni, la gente e sanno come approcciarsi...sai a cosa mi riferisco...per cui ritengo che i mezzi (leggi, internet, mass-media e informazione in genere) e gli uomini (forze dell'ordine, impiegati pubblici, cittadini onesti) ci siano, basta essere un pò meno egoisti e uscire ogni tanto fuori dal proprio orticello e andare a zappare, magari distruggendone le colture, nel terreno del mafioso...Certo è un rischio, ma non credo che hanno "pallottole" a sufficienza, per ammazzare la gran parte della gente onesta che vive e lavora in quei posti. L'importante è cominciare, anche con un piccolo contributo, ma farlo coscientemente... perchè comunque i mafiosi hanno cominciato già da un pezzo.

antonio di nunzio 31.10.05 13:50| 
 |
Rispondi al commento

Continuo a dare un contributo a questo tema che mi sta particolarmente a cuore.

Ivan Verdi catanese ha ragione quando ricorda che Falcone per primo sosteneva che il siciliano non può caricarsi di sacrifici enormi (e/o incaprettamenti ecc.) per combattere il sistema.

Ma non condivido la stretta di polizia o leggi speciali o vespri o esercito o altro.
Irrigidire lo stato di polizia non ha mai fatto bene a nessuno tanto meno se in mano a gente esaltata come tante tra le nostre amate forze dell'ordine.
Quanti di noi sanno delle numerose trattative "private" tra Stato e Mafia?
Il problema è: Perchè? Perchè lo Stato si è arreso o perchè gli conveniva?

davide patti 31.10.05 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Caro Antonio Di Nunzio, apprezzo le tue parole equilibrate.

Comunque mi trovi in disaccordo quando dici che l'Italia è tutta unita, che la mafia e l'evasione fiscale sono la stessa cosa....mi sembra una visione un tantino idillaca e fuoridalla realtà!!

No, dico, ma qualcuno leggendo quanto premetti potrebbe inizialmente ipotizzare che Calabria-Sicilia-Campania siano la Valle d'Aosta o il trentino.

Io penso che se uno non paga le tasse il massimo che rischia è l'accertamento degli organi tributari. Se uno si mette in testa di combattere la mafia nel proprio piccolo, rischia il semplice incaprettamento!!

Poi tu proponi delle soluzioni che forse non sono lo Stato di Polizia e sono anche qui d'accordo.

Ma mentre gli 007 si infiltrano, mentre i funzionari pubblici per rigettare le pressioni mafiose si comprano il giubbetto antiproiettile, magari qualche "stretta" militaresca male non ne farebbe!!

Cosa pensi che intendesse il Giudice Falcone (quasi 15 anni fa!!) parlando di uso dei mezzi più potenti dello Stato??

Finisco col chiederti se dall'alto di tanta pacatezza, potresti darmi qualche ragguaglio circa la tua residenza e la sua atività ed in che modo hai avuto la possibilità di prendere visione della realtà del Sud Italia.

Non è una provocazone, solo curiosità. Io vivo da quasi 40 anni a Catania, sono un semplice cittadino che svolge una professione non certo a rischio (consulente finanziario), ma ti garantisco che gli atteggiamenti volenti, di sopruso, omertosi, di totale distacco se non disprezzo della legge e delle stituzioni, qui dalle mie parti sono come una capa opprimente. Una cappa che qualcuno, come dico sempre, cerca colpevolmente di esorcizzare non parlandone e basta!!

Ciao

ivan verdi 31.10.05 12:27| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
sono valentina, ho 23 anni e vivo a roma per motivi di studio, ma sono nata a Trapani, città apparentemente molto tranquilla e ultimamente molto apprezzata per l'american's cup.
sono lontana da casa da più di 3 anni ma vivo le vicende politiche della mia terra (anche se a distanza) con una certa sofferenza. penso che Trapani sia un esempio emblematico di cosa sia la mafia in Sicilia. Tutto è molto placido, tranquillo, non si vedono negozi saltare in aria, nè boss che girano con coppola e lupara. Ma se si fa un giro della città, basta fare attenzione a cosa si vede prevalentemente ed in ogni angolo: banche. Trapani ha un'infinità di banche, ma la popolazione trapanese si compone di gente che vive di stipendi medio-bassi. quindi, mi domando chi ha effettivamente bisogno di tutte queste banche?
questo è solo un esempio di cosa si nasconde dietro la facciata routinaria di una qualsiasi città siciliana.
i legami tra mafia e politica non sono una cosa nuova, e mi stupisce che Grasso se ne sia "accorto" solo ora; ma mi sento maggiormente indignata quando leggo i commenti da parte di esponenti politici di an, che si sentono offesi! sicuramente, dopo aver modificato le regole del gioco per la candidatura alla superprocura antimafia (eliminando di fatto Caselli, che ha raccolto quella sfida cominciata con Chinnici, Falcone e Borsellino - e che ovviamente dava fastidio)questi nostri politici non si aspettavano una dichiarazione simile da Grasso.
ma io non mi illudo. ormai ho capito che c'è una bella differenza tra le parole e i fatti! e mi fa rabbrividire sentire dal Ministro degli Interni che "dobbiamo convivere con la mafia"!ma mi fa ancor più male non sentire nei programmi dell'opposizione nessun riferimento alla lotta alla mafia!Mi auguro che i siciliani aprano gli occhi e comincino a rendersi conto di ciò che accade, ma ho paura che alle elezioni succederà la stessa cosa del 2001:FI prenderà la maggior parte dei seggi e Cuffaro continuerà a farla franca.

valentina gangi 31.10.05 12:21| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe, continuo a leggere sull'argomento mafia, disquisizioni tra gente del nord e gente del sud.
Non credo che il fenomeno sia riconducibile e riducibile a semplici affermazioni quali:...al nord non succede, ...c'è più cultura, più coscienza... ci vorrebbe uno stato di polizia al sud. A mio avviso tali affermazioni avrebbero senso se ogni regione fosse uno stato a se...per fortuna non è così e speriamo, nonostante la devolution, continui ad essere un unico paese dove sia la mafia quanto l'evasione delle tasse rappresentino dei fenomeni illegali nazionali e non relegati a zone geografiche ben delineate... Ciò premesso, ritengo che il problema mafia vada affrontato e visto da diverse angolazioni,ma che abbia un'unica soluzione: l'annientamento sistematico del potere d'intimidazione di cui dispone. Tenendo presente che le principali cosche hanno sede al sud, ma i loro illeciti investimenti (dal riciclaggio al traffico di stupefacenti) avviene principalmente al centro nord. Al sud occorrerebbe:
-lavoro di intelligence svolto dalle forze dell'ordine, costituendo un pool di uomini che conosca a fondo la realtà ( uomini che conoscano il territorio e le cosche e che vi lavorino da almeno 10 anni);
-impiegati, funzionari, dipendenti pubblici in genere, che si oppongano alla concessione di qualsiasi beneficio autorizzativo alle teste di legno della mafia;
-sequestri preventivi e successive confische dei beni immobili la cui provenienza e la cui titolarità sia di chiara matrice mafiosa;
-collaborazione e sinergia tra le forze dell'ordine e gli impiegati di cui sopra;
Al Nord occorrerebbe:
-controllo su attività imprenditoriali e commerciali (imprese di costruzioni, night club, bar, ristoranti) sorti nell'arco di qualche mese;
-controllo da parte degli enti pubblici (comuni e provincie etc.)sulle concessioni dei benefici di cui sopra.
Questa è una soluzione concreta e attuabile solo ed esclusivam dagli organi summenzionati e dalle leggi a loro disposizione.

antonio di nunzio 31.10.05 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Riprendo direttamente dai notiziari locali siciliani.

La candidatura di Rita Borsellino alle prossime regionali siciliane sta provocando un caso politico. La signora, sorella del giudice Paolo Borsellino, ha il sostegno dei partiti minori del centro-sinistra (i cosiddetti cespugli), di parte dei DS e parte della Margherita. Ma gli stessi DS stanno pensando ad un loro candidato mentre i vertici nazionali della Margherita, inspiegabilmente, hanno candidato niente di meno che il rettore dell’Università, Latteri (vecchia cariatide democristiana!!). Ora la parola dovrebbe passare alle primarie.

Dalla sponda opposta l’attuale presidente Cuffaro (indagato per concorso in associazione mafiosa e, se non bastasse, per concorsi “addomesticati” nella sanità siciliana) fa sapere che sarà contento di confrontarsi con il prof. Latteri: “sarebbe uno scontro leale tra due democristiani!!” Sulla stessa lunghezza d’onda l’on. Lombardo (altro politico dal curriculum significativo, ex democristiano doc), il quale sottolinea di essere contento per la candidatura dell’amico Latteri, precisando e tranquillizzando la sua parte politica circa il fatto che, comunque, l’amicizia non potrà dare luogo a cambi di schieramento!!

Vuoi vedere che ci avevo azzeccato a interpretare la discesa in campo di Rita Borsellino come un referendum sulla mafia?? Peccato che molto probabilmente ,vista la piega che sta prendendo la questione, su questo referendum i siciliani non potranno esprimersi!!

Lasciatemi dire infine che l’atteggiamento dello stesso centro-sinistra, da me prima benevolmente definito inspiegabile, ora sta scadendo nel ridicolo!! Con tutte le deprercabili conseguenze che ciò potrà avere per quella moltitudine di siciliani onesti, che grandi speranze ripongono nelle candidature di soggetti al di sopra di ogni sospetto come la Sig.ra Rita Borsellino.

Baciamo le mani!!

ivan verdi 31.10.05 11:32| 
 |
Rispondi al commento


Postato da: Gabriele Bartoletti il 31.10.05 00:18
Leghista razzista e ignorante.

Il tuo intervento mi sembra intelligente.
Ma vorrei obiettarti che non mi sembra che prima del 1992 (mani pulite) i milanesi professionisti si siano incatenati ai caselli.

davide patti 31.10.05 11:15| 
 |
Rispondi al commento

Per l'amico Raoul:

in effetti quando dico "le classi sociali in teoria più “illuminate” mostrano un forte interesse nel trascurare il problema"

lo si può leggere, come giustamete fai tu, "le classi sociali che ci marciano"

Ciao

ivan verdi 31.10.05 11:08| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di quoziente intellettivo dei nordisti e dei sudisti, io vorrei esprimere un'opinione che è questa:
Il quoziente intellettivo per fortuna, non è una questione di razza, ma di cultura e se in Italia, noi Italiani, sudisti e nordisti (non cito i centristi perchè in minoranza), abbiamo un quoziente intellettivo sotto la media, non è colpa dei nostri geni, ma della nostra miopia.
Una volta la cultura era appannaggio degli istituti scolastici e delle università, oggi è solo dei mass media.
Un'ultima considerazione sul fatto se solo i calabresi o i siciliani devono difendersi dalla mafia o dalla 'ndrangheta; se mandiamo i nostri soldati in giro per il mondo a difendere il valore della democrazia, non vedo perchè, gli stessi soldati, non possano difenderci, da quanti, nel nostro territorio calpestano questi valori.

nicola auci 31.10.05 11:04| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di quoziente intellettivo dei nordisti e dei sudisti, io vorrei esprimere un'opinione che è questa:
Il quoziente intellettivo per fortuna, non è una questione di razza, ma di cultura e se in Italia, noi Italiani, sudisti e nordisti (non cito i centristi perchè in minoranza), abbiamo un quoziente intellettivo sotto la media, non è colpa dei nostri geni, ma della nostra miopia.
Una volta la cultura era appannaggio degli istituti scolastici e delle università, oggi è solo dei mass media.
Un'ultima considerazione sul fatto se solo i calabresi o i siciliani devono difendersi dalla mafia o dalla 'ndrangheta; se mandiamo i nostri soldati in giro per il mondo a difendere il valore della democrazia, non vedo perchè, gli stessi soldati, non possano difenderci, da quanti, nel nostro territorio calpestano questi valori.

nicola auici 31.10.05 11:04| 
 |
Rispondi al commento

RE: Postato da: ivan verdi il 31.10.05 10:17

Qello che dici sugli illuminati è solo una parte di verità...poi ci sono i collusi, gli affaristi, e i marcisti della mafia
1) I collusi.....
2) affaristi...che fanno affari, costretti e non
3) Marcisti..., colo che ci marciano sulla situazione Mafia, dove si palleggiano la nominata Mafia per i loro fini;

Quale politico, Magistrato, Avvocato, Grande imprenditore ha avuto contatti con i Mafiosi....

dmanda? finora mai nessuno politico è stato mai punito per mafia, ma allora la politica non è collusa....? Oppure è cosi collusa che riesce ad Avere la prescrizione (il gobbo secolare della ns repubblica)

Maggia fa a gobba...accusì a prescrizione sarà mia compagnia per la vita......

Un modo per tagliare i traffici della mafia, è la liberalizzazione.......(i drogati esistono dai tempi dei tempi)......gli introiti al loro recupero......

raoul r 31.10.05 10:58| 
 |
Rispondi al commento

Ho seguito nei post sotto il dibattito sul fenomeno mafioso, in particolare quello della realtà calabrese dove, di recente, sappiamo bene cosa stia succedendo. Cerco di contribuirvi.

- Andando oltre i fatti terribili delle ultime settimane in Calabria, posso dire che nelle altre regioni, ad un esame attento, la situazione è almeno altrettanto seria!

- Il problema è di estrema gravità e nella marea di opinioni differenti ci sta veramente di tutto: gente del sud che si autocritica, gente del nord che dice no non vi autosputtanate anzi siamo noi che dovremmo autosputtanarci ecc ecc; secondo me c’è un fondo di verità in tutti

- Concordo pienamente con chi invoca una massiccia presenza di Forze dell’Ordine, il tanto temuto Stato di Polizia; io dico sempre che persone oneste e galantuomini veri non avranno mai niente da temere da un’applicazione severa della legge. Ho invece più paura di politici e ministri che mettono in guardia i cittadini da uno Stato di Polizia!!

- Dissento invece dall’amico bresciano che invocava assalti congiunti ai luoghi pubblici da parte di alpini, bersaglieri e quant’altro. Ribadisco con forza che in Sicilia, ad esempio, un segnale forte potrà venire dai risultati elettorali di una tornata che, spero, vedrà scendere in campo Rita Borsellino

- Non vorrei dire, ma la mia impressione consolidata è che da queste parti le classi sociali in teoria più “illuminate” mostrino un forte interesse nel trascurare il problema (diciamo così); in sostanza si avrebbe una specie di tregua ideologica, di mutuo tornacontismo: io benestante/benpensante mi faccio gli affari miei e rispetto la legge ma senza esagerare troppo (illuminato sì ma no fesso!!); tu mafioso, se sei così intraprendente, la legge mettitela pure sotto i piedi, basta che non ne risenta il mio portafoglio di benestante

- Ad ogni modo, la risposta ai drammatici problemi della questione meridionale in uno Stato democratico spetterà alla Politica (con la “P" maiuscola!!)

ivan verdi 31.10.05 10:17| 
 |
Rispondi al commento

La mafia è un fenomeno molto serio. Per sconfiggerla non si deve richiedere il sacrificio di inermi cittadini ma l’impiego dei mezzi più potenti ed efficaci delle Istituzioni

(Giudice Giovanni Falcone, 1990)


Ai tanti scettici, sempre e giustamente alla ricerca dell’informazione libera e di qualità soprattutto con i mezzi tecnici più moderni, suggerisco una cosa molto semplice.

Se ne avete la possibilità, guardatevi le immagini dell’accoglienza che i cittadini siciliani di Palermo, scossi dai terribili fatti dell’estate 1992, riservarono alle più alte cariche dello Stato presenti ai funerali del giudice Falcone e del giudice Borsellino. Soprattutto il secondo. Sono di un’evidenza ineguagliabile ed inesauribile.

Saluti.

ivan verdi 31.10.05 10:13| 
 |
Rispondi al commento

BEPPONE in RAI!!!

Ragazzi ieri sera durante il TG hanno fatto vedere Napoli e la notte bianca... da lontano (molto lontano) si è intravisto Beppone (gli altri invece li hanno inquadrati tutti da vicino... Beppone fa tanta paura ancora...) però hanno citato il nome... Che sia un inizio?

La democrazia in uno stato dittatoriale come il nostro, dove la destra fascista ed il portatore nano di autocrazia la fanno da padroni, la si conquista a piccoli passettini....

Ho una PROPOSTA AI BLOGGHISTI:

Perché non scriviamo tutti a Carlo Azelio Ciampi e gli chiediamo d'intervenire presso la TV di Stato per far dare uno spazio settimanale d'informazione diretto e condotto da Beppe Grillo il Mitico?

Beppone ti prego facci sapere cosa ne pensi e noi agiremo!!! Un'iniziativa tipo Parlamento Pulito insomma... La potremmo chiamare TV pulita...

Un caro saluto a tutti ed in particolare al grande BEPPE!!!

Mat di Maio

Mat Di Maio 31.10.05 10:12| 
 |
Rispondi al commento

sono pienamente d'accordo con francesco la russa,
sopratutto la sua idea di farti andare in onda dopo i telegiornali credo sia una vera figata!!!
rosaria

ROSARIA PARCO 31.10.05 10:08| 
 |
Rispondi al commento

Stavolta non son d'accordo col Beppe.

Il fatto che si sottolinei la più o meno evidente ed eventuale contiguità dell'ucciso con l'andrangheta non è dovuto ad un secondo assassinio. Gli omicidi si condannano sempre. Anche se ammazzano un mafioso. Sempre. Se ammazzano un politico è come se un pezzo dello stato fosse stato eliminato.

Il problema, è affrontare il fatto di non escludere che pezzi dello stato possano essere mafiosi. Certo, farlo dopo un giorno dalla sua morte è vergognoso, ma mentre la magistratura lavora, è bene che la gente apra gli occhi osservando che lo stato non è poi attualmente così onesto.

A quei livelli gestionali-politici-imprenditoriali, col sistema odierno, è probabile che uno onesto onesto onesto non campi più di due anni al suo posto.
Ma perchè prima della mala, lo farebbe fuori lo stato stesso! Il sistemone, attualmente, espelle, di rigetto, ogni elemento estraneo. E l'onesto è l'estraneo, fuori moda, fastidioso, incomprensibile, diverso, estraneo, inadeguato e disadattato, pazzo e irresponsabile.

Se la politica non riesce a farlo fuori, ci pensa la mala.

davide patti 31.10.05 10:03| 
 |
Rispondi al commento

... Se vince il "mortadella" che è rock ritorniamo tutti ricchi come prima... non vedo l'ora

Marco Gallo 31.10.05 09:31| 
 |
Rispondi al commento

Salve Beppe sono FrancescoLa Russa, un tuo estimatore prima che un tuo ammiratore.
Ti ringrazio della video cassetta che mi hai mandato, anche se dietro mia richiesta.
Spero che, come confermi anche nel video, tu legga direttamente questa mia e-mail.
Ho, per l’appunto, visto il tuo dvd registrato a Roma poco tempo fa, e mi sono, sia divertito che meravigliato, ancora una volta, per tutto cio di cui ci informi, cose che senza di te non sapremmo mai, o che comunque per il tempo che ci prende il nostro lavoro, non potremmo mai andarci a cercare.
Una cosa che mi preme dirti e che grazie a te da quando seguo i tuoi spettacoli ( sino adesso scaricati da internet ma d’ora innanzi li acquistero’ direttamente dal tuo Blog), riesco a farmi fregare meno nella mia attività e riesco a vedere meglio le cose che ci accadono attorno.
Una cosa che mi da molto fastidio e sapere che la SNN, ti riconosce uno show man di cosi alto livello da farti andare in onda in tutte quelle reti televisive, e noi italiani , che paghiamo il canone non possiamo vedere cio che vogliamo vedere.
Perché un uomo deve decidere per tutti noi?
Allora è vero che stiamo sotto regime?
Voglio chiederti di fare un referendum sul tuo Blog, e chiedere a tutti i tuoi visitatori se e giusto questo, o se ti rivogliono sulle reti che noi finanziamo con questo cavolo di Canone?!
Tu fai tante battaglie, ma credo che un posto nella prima rete ed anche subito dopo il telegiornale ti spetti! Anzi, direi che un commento a caldo dopo le minchiate che dicono al telegiornale ci starebbe molto bene, avresti anche un successone. E magari i giornalisti starebbero piu attenti a dirle.
Vorrei chiederti se ti fosse possibile farmi sapere quando tornerai a Palermo a fare lo spettacolo
Perchè sino adesso, per motivi di vario genere non sono riuscito a vederne uno.

Francesco La Russa 31.10.05 08:40| 
 |
Rispondi al commento

Dimenticavo, sarei lieto se, chi visiterà il mio blog, lasciasse il suo commento. Ringrazio per lo spazio concessomi. Ciao.

Giulio Sacchi 31.10.05 02:05| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,
dato che a parere di Grillo il bene sta a Sinistra, mi permetto di segnalarvi il mio blog, piccolo e semplice, fatto da me, cittadino e negoziante come tanti. Preoccupato per la diffusione della delinquenza, per buona parte dovuta all'immigrazione clandestina e ancor più per aver letto di recente che ci sono forze politiche che, invece di voler arginare questo fenomeno crescente e devastante, vorrebbero favorirla giustificandone sempre il comportamento(chi capisce ha capito). http://commentiamo.blogspot.com/

Giulio Sacchi 31.10.05 01:59| 
 |
Rispondi al commento

X Gabriele Bartoretti:

i leghisti ci siamo che sono razzisti ed ignoranti e su questo non ci sono dubbi ma non dire che le persone del sud hanno mediamente un quoziente intellettivo più alto del nord perchè qui il razzista ignorante lo diventi tu. E non mi tirare fuori i discorsi delle statistiche perchè non stanno in piedi.
Per le altre cose è vero che il problema della criminalità organizzata non può essere risolto da persone del nord perchè non conoscono la realtà se non perchè letta da qualche parte.
Io sono di Torino e stimo molto le persone del sud..la realtà non contribuisce a diventare più intelligenti perchè non esiste solo la mafia in Italia.
Ciao
rifletti
Andrea

Andrea Amadio 31.10.05 00:58| 
 |
Rispondi al commento

Ma che discorsi certo che il sud è pieno di gente onesta , madri e padri di famiglia che si fanno un culo tanto, un quoziente intellettivo medio più alto di quello del nord (PROBABILMENTE AFFINATO DALLA DUREZZA E COMPLESSITA DELLA SOCIETA) ma quello che il leghista razzista vi vuole dire (a parte che non capisco il razzismo cosa centri se do del bastardo a qualcuno al massimo sarò un deficente se mi sbaglio)
è che di certo la Calabria non può essere liberata dalla gente della Valtrompia. E ai livelli di organizzazione violenza e controllo del territorio se non c'è una enorme unione e sollevazione popolare appoggiata da tutte le forze dello stato esercitò compreso non si va da nessuna parte.
E il tutto deve essere fatto con estrema decisione e rapidità. Perchè con le leggi ordinarie sarà solo uno stillicidio di eroi digraziati tra forze dell'ordine cittadini e magistrati zelanti.
E se poi con leggi più decise si iniziasse a intaccare realmente i loro patrimoni quelli inizierebbero a tirare giù l'italia (Vedi Gergofili etc.) e dopo che iniziano a tirare giù Santa Apollinare in classe diciendo che la prossima sarà San Petronio lo stato sarà costretto come già successo a fare marcia indietro.(Noi gli sequestriamo venti milioni di euro e loro ci sbriciolano la pietà di Michelangelo)
Un pò alla volta naturalmente ma nel giro di qualche anno tutto ritornerebbe come prima e poi peggio. Non solo grande decisione e incisività nelle scelte di lotta ma anche grande rapidità se no anche con le leggi migliori del mondo si perde.
E visto che le istituzioni italiane non hanno mai brillato per solerzia nella lotta alla criminalità organizzata se non nasce una grande tosta e incazzata sollevazione popolare che sul piede di guerra 24 ore su 24 non impone a tutto il paese interventi continui e massicci mi spiegate voi che speranze ci sono (Non le manifestazioni con gli strisioncini cippete cioppete degli studenti delle medie superiori ogni volta che qulcuno viene ammazzato ma medici notai avvocati professori operai studenti che ogni giorno si incatenano ai caselli autostradali stazioni ponti questure a decine di migliaia per intenderci) ? E chi può fare questo voi Calabresi o gli artigiani della Valtrompia ?
Leghista razzista e ignorante.

Gabriele Bartoletti 31.10.05 00:18| 
 |
Rispondi al commento

@rosa piantoni
Hai ragione forse ho esagerato un pò con la difesa...ma proprio perchè credo nelle idee e nel lavoro delle forze dell'ordine, sia necessario difendersi da attacchi gratuiti e commenti superficiali su un tema così delicato come quello della lotta alla criminalità organizzata. Penso che tutti i giorni, ognuno di noi si alzi con l'intento di dare un suo personale contributo - se pur minimo- nella società e nel posto in cui vive...ma se nel posto in cui vivi (come in alcune località della Calabria), non ti viene data nemmeno questa possibilità, allora c'è qualcosa che non funziona nel sistema democratico...Per cui se parlarne e discuterne, come stiamo facendo noi, può servire a smuovere gli animi e il coraggio degli amici meno fortunati, ben vengano le discussioni e i confronti di opinioni...tenendo presente che i meno fortunati combattono contro quel MOSTRO chiamato mafia da quando sono nati...

Comunque grazie per avermi fatto riflettere sulla mia eccessiva difesa dei valori e delle virtù...però ti assicuro che sono le uniche cose preziose che ci rimangono e le uniche che non possono comprarci...OGGI TUTTI SANNO IL PREZZO DELLE COSE MA NESSUNO NE CONOSCE IL VALORE...

antonio di nunzio 30.10.05 23:46| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Beppe!!
Ieri ero a piazza Dante schiacciata tra la folla ma felice di sentirti..

Grazia Guadagno 30.10.05 23:21| 
 |
Rispondi al commento

@ Alessandro Rossi e Antonio Di Nunzio.
non so chi dei due abbia ragione,per quanto mi riguarda non condivido :di Alessandro il modo di porre la questione e di Antonio il modo di rispondere.Io credo abbiate bisogno di vedere la vita con occhi diversi.Alessandro prova a conoscere più da vicino le realtà di cui parli ad ascoltare le storie di vita di persone che vivono sulla propria pelle la violenza (mafiosa e criminale) ti assicuro che non sentirai mai una storia uguale all'altra e ti assicuro che ci sono molte persone ancora oneste. Antonio ,parla di tè della tua esperienza,non difendere tutto e tutti,lo sai anche tu che ci sono persone che non sono oneste ne con gli altri ne con se stesse,le persone che fanno bene il loro lavoro non hanno bisogno di farcire il loro agire di ideali troppo simbolici. Io mi batto da una vita perchè si possa vivere in questo mondo il più bene possibile,e non mi aspetto che siano gli ALTRI a farlo lo faccio a partire da me lottando quotidianamente li dove vivo e lavoro e con tutte le contradizioni che umanamente vivo. un abbraccio a tutti.

Lo sò che la proposta di Beppe è una provocazione,ma ben venga se serve a prendere coscenza !!!!!

rosa piantoni 30.10.05 21:24| 
 |
Rispondi al commento

Cossiga da buon democristiano qual è non può fare diversamente, Travaglio parla e scrive pure dei processi Andreottiani.

ATTENZIONE: MARCO TRAVAGLIO SARA' OSPITE MERCOLEDI' 2 NOVEMBRE ALLE 21:30 DE "L'INFEDELE" SU "LA7"
----------------------------------------------
Ci sono i giornalisti e quelli che fanno giuriprudenza.
I primi guadagnano maggiormente quanto + sensazionalismo fanno...i secondi dicono che la legge con cui adreotti fu impicciato, quella che presumeva impicciamento mafioso sulla base di dichiarazione di un pentito di mafia senza giudicarne l'attendibilità o la veridicità con un riscontro di prove chiare (partito il processo poi revocata senza retrodatazione), dicono che la legge con cui è stato coinvolto è ampiamente incostituzionale, senza però offrire un giudizio di colpevolezza o non colpevolezza del soggetto.
Poi arriva il giornalista, questa cosa non la dice e ti fa notare invece che Andreotti non è stato assolto ma è andato in prescrizione (per una legge abrogata senza retrodatazione)...
Io la so così...

Benvenuti nei misteri italiani...

Gianlucas Grignani 30.10.05 20:41| 
 |
Rispondi al commento

Ho visto genitori che vanno in chiesa tutte le domeniche, che baciano i piedi delle statue dei santi nelle processioni, ma che meriterebbero ceffoni per come educano i figli.
------------------------------------------
Io l'altra sera a otto e mezzo ho sentito il prefetto calabrese dire che la mafia è fatta di tre zone, una zona bianca, una grigia e una nera.
Nella zona binca ci sono le azioni legali che fa, nella grigia quelle semiillegali come lo spaccio di cocaina e droga(basti pensare al mafioso entrato colonnello nelle FARC arrestato mesi fa...)e nella nera le azioni fortemente illegali come attentati ricatti rapimenti....
Poi aggiunge: "I giovani sono la zona grigia"....

Chissà cosa avrà voluto dire...forse che i giovani drogandosi sostengono la ndrangheta e poi vengono qui a lamentarsi per che c'è la mafia...simbolo di coerenza?!

A proposto, Basta droga a Padova avete rotto il caz.cocainomani di merda...almeno una volta davanti alla stazione vicino al palazzo bianco piastrellato si vedevano palesemente gli spacciatori (giravi l'angolo e scappavi)...da due mesi c'è la gente che sniffa alla luce del giorno (almeno un po' di pudore...paura d'esser arrestati no?!) senza che succeda niente...sarà forse perchè a Padova l'estremismo di sinistra (quelli che in trasmissione con DiPietro qualche mese hanno fatto a pugni?!), gli stessi che vogliono legalizzare le droghe, hanno raggiunto livelli incredibbbili?!...è un caso che questi due termini con la difesa degli immigrati e l'idea delle carceri vuote si condensino in certi soggetti pseudopolitici estremi?
Avete rotto cocainomani di ....da Lapo ai + sconosciuti che si vedono per le strade!

Che significato ha il simbolo del cerchio con la folgore che lo passa? Vi è collegato a tutto ciò?

Vittorio sgarbuozzo 30.10.05 20:31| 
 |
Rispondi al commento

Presto,molto presto (speriamo) tutto questo schifo di politica corrotta sempre piu' vicino alla dittatura che alla democrazia sarà un brutto ricordo; stiamo arrivando per riportare giustizia,uguaglianza,libertà(in tutte le sue forme ed espressione)uguaglianza e sopratutto partecipazione del popolo all'attività politica.Stiamo cercando gente con idee,proposte,anche senza alcuna esperienza di qualsiasi ceto o classe(sono esclusi tutti i politici o ex militanti di partiti),per la creazione di un partito proveniente dal basso alla riconquista dei diritti che ogni giorno ci vengono tolti.
Se volete saperne di piu' scrivete a helloluke83@hotmail.com

Presto sarà pronto l'atto costitutivo e potrete leggerlo e commentarlo tutti.
A presto Luca

Luca Giurleo 30.10.05 20:26| 
 |
Rispondi al commento

Paolo Rivera ci lascia con una domanda:
se domani mi faccio una villetta in campagna e fuori metto una bella croce alta tre metri, l'ICI la devo pagare?

E bravo Paolo! Hai scagliato il sasso ed io lo raccolgo.
Il nostro governo, inferiore ad ogni elogio (ammesso che ci sia qualcosa da elogiare), ha pensato bene di fare l'ennesimo omaggio allo stato pontificio (ovviamente ha scelto gli ultimi giorni di agosto, quando cioè l'attenzione dei cittadini è al minimo): dopo avere assunto,suppongo su proposta della Moratti, go, in pianta stabile parecchie migliaia di insegnanti di religione precari (alla faccia di tanti altri insegnanti precari probabilmente dotati di anzianità e preparazione superiori) ha pensato ulteriormente bene di esentare dall'ICI i fabbricati, di qualunque uso e destinazione, compresi quelli commerciali, di proprietà del Vaticano. Successivamente, preso per l'ennesima volta con le mani in questa ed altre marmellate,
ha presentato, quale emendamento alla finanziaria
(prima, aggiornamento, aggiornamento dell'aggiornamento, non sono riuscito a capirlo)
per coprire con una foglia di fico i precedenti, la proposta di estendere questo beneficio anche alle altre confessioni religiose. Bella mossa, direi, soltanto che le persone che non sanno che tale beneficio vale al 99% solo per la chiesa cattolica, sono veramente poche. Tutti gli altri avrebbero il dovere civile di, diciamo così, innervosirsi.
Hai quindi perfettamente ragione di provare, sia pure provocatoriamente, ad inserirti in questo bel gioco. Del quale fanno ovviamente le spese i Comuni, ai quali va, o dovrebbe andare, il gettito dell'ICI, in mancanza del quale saranno costretti a sopprimere servizi o a farli pagare, indovina un pò a chi, a noi cittadini.
Tutto questo avviene perché abbiamo una sottospecie di presidente del consiglio il quale, come da contratto, non mette, no, le mani nelle tasche degli Italiani. Ma gli Italiani, chi sono?

Lucio Bilancini 30.10.05 20:19| 
 |
Rispondi al commento

@ alessandro rossi,
Non credo che tu sappia il significato delle parole: sacrificio,dovere,abnegazione,coraggio...
scusa tu non le puoi conoscere, perchè sono virtù che solo GLI UOMINI VERI hanno...I carabinieri, i poliziotti e tutti gli appartenenti alle forze dell'ordine, che prestano servizio in Calabria, Sicilia, Sardegna, Puglia e Campania, ti assicuro mettono a frutto proprio queste virtù... Non parlo perchè devo difendere la categoria -anche perchè non ne abbiamo bisogno- parlo perchè secondo me tu non ti sei mai chiesto: COME SI FA A MORIRE PER QUELLO IN CUI CREDI... Chiedilo alle persone che hanno perso i propri cari, barbaramente uccisi, per difendere i propri ideali, la giustizia, e soprattutto gente come TE... Mentre tu ascolti discorsi in treno, c'è qualcuno che sta cercando di dare il suo contributo alla lotta contro i "MOSTRI" ('ndragheta, camorra, mafia)e ti assicuro che non è assolutamente facile...proprio perchè c'è gente come te che dà fiato alla bocca senza avere la più pallida idea di ciò di cui si parla....

antonio di nunzio 30.10.05 20:01| 
 |
Rispondi al commento

Cossiga da buon democristiano qual è non può fare diversamente, Travaglio parla e scrive pure dei processi Andreottiani.

ATTENZIONE: MARCO TRAVAGLIO SARA' OSPITE MERCOLEDI' 2 NOVEMBRE ALLE 21:30 DE "L'INFEDELE" SU "LA7"

Jeiduth 30.10.05 19:53| 
 |
Rispondi al commento

Santanché, chi era costei?
A me piacciono molto le donne, non per quello che state pensando ma proprio come persone: a volte penso che se i nostri governanti fossero, magari in maggioranza, donne, le cose andrebbero molto meglio.
Proprio per questo mi disturba moltissimo vedere certe donnette cretine e petulanti che fanno sfoggio della loro pochezza in televisione: ma è mai possibile, mi chiedo, che con tutte le donne intelligenti e preparate che ci sono in giro, i partiti non riescano a trovare nulla di meglio di queste poverette che non hanno nulla da invidiare ai più inetti e indisponenti, quando non manifestamente stupidi, dei loro colleghi uomini?
Per fare un esempio, mi riferisco a un certo ministro UDC il quale, in quanto cattolico di ferro, o almeno di latta, dovrebbe conoscere bene almeno il catechismo: perché quindi non si ricorda che "impugnare la verità conosciuta"
(per quelli che non capiscono o semplicemente non ricordano il catechismo, si tratta di chi afferma cose manifestamente false) è uno dei "peccati che gridano vendetta al cospetto di Dio"?

Saluti a tutti.

Lucio Bilancini 30.10.05 19:42| 
 |
Rispondi al commento

GRazie per l'informazione Jeiduth.

MArco Travaglio deve essere sostenuto a tutti i costi. E' una delle poche bocche della verità.
Attenzione agli attacchi del vecchio Cossiga. Cerca di debigrare il lavoro di MArco.
Inviamogli e.mail per farlo tacere quando racconta ca...te.

Giuseppe Mazzei Avvocato 30.10.05 19:32| 
 |
Rispondi al commento

ATTENZIONE: MARCO TRAVAGLIO SARA' OSPITE MERCOLEDI' 2 NOVEMBRE ALLE 21:30 DE "L'INFEDELE" SU "LA7"

Jeiduth 30.10.05 19:23| 
 |
Rispondi al commento

In risposta al messaggio di Alessandro Rossi su gli appartenenti alle forze dell'ordine : vorrei ricordarti che molti c'hanno lasciato e penne per indossare quelle divise e sicuramente non erano dei fifoni, invece di fare il figo con queste affermazioni perchè non ci vai tu a fare qualcosa di concreto invece di stare ore dietro al computer????

Alessandro Zagaria 30.10.05 19:22| 
 |
Rispondi al commento

Propongo una nuova iniziativa da lanciare su questo blog:
Via dall'Iraq e dentro in Calabria e Sicilia !

Il nostro esercito dovrebbe essere impiegato in prima linea per proteggere i cittadini IN CASA PROPRIA, e non interessi ALTRUI ALTROVE. La criminalità organizzata deve essere combattuta con una forte presenza dello stato. Quando la presenza dello stato (e della legge) sarà più forte della criminalità organizzata, allora forse le cose inizieranno a cambiare.

Martin Pernter 30.10.05 18:34| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE L'ITALIA AVEVA SOLO BISOGNO DEL LIEVITO BERTOLINI.HAI SENTITO QUANTO BENE HANNO FATTO AGLI IRACHENI,HANNO ESPORTATO DEMOCRAZIA,TUTTE LE CONTRADDIZIONI DEL SUO CAPO,RINFACCIATO DAGLI ALTRI SONO MISTIFICAZIONI.
SRA' PER QUESTO CHE I SOLDATO ITALIANI SONO PRESI DI MIRA E OGNI TANTO PER SPORT SUBISCONO UN ATTENTATO.
TI FACCIO UNA PROPOSTA MANDIAMOCI LEI IN IRAQ E RITIRIAMO I NOSTRI SOLDATI,SOLO COSI' PUO' DARSI CHE SI RENDE CONTO,CHE NON BISOGNA SOLO INGRASSARE A SPESE DEGLI ITALIANI.
LO DICESSI AI FAMILIARI DEI NOSTRI SOLDATI,IN APPRENSIONE,E NON CIOTTI ,CIOTTI SENZA PROBLEMI.
COME SONO MAGNANIMI,QUESTI INVECE DI RADDRIZZARE LA BARCA DEGLI ITALIANI,DOVE LORO HANNO FATTO I BUCHI IN OGNI CENTIMETRO QUADRATO,VANNO A RADDRIZZARE VIRTUALMENTE LA BARCA DEGLI ALTRI.
EVIDENTEMENTE BERLUSCONI IL CONTRATTO, FARSA, CON GLI ITALIANI,L'HA RISPETTATO SOLO CON LEI.
SE STESSE ZITTA CI FAREBBE PIU' BELLA FIGURA.

ROBERTO MASSA 30.10.05 18:11| 
 |
Rispondi al commento

ps. h 22.30, mai tanta gente per strada a Napoli... grazie per essere stato con noi, Beppe.

Diego L. 30.10.05 18:00| 
 |
Rispondi al commento

W il Duce, cronache da Berlusconia

Il Duce Scilvio visita l'amico Giorgino Bushetto,
segue puntuale resoconto da camerata stenografista.
-----
Ohe' Giorgette comme va? Tutto okkey, tutto okkey?
Como? Cheddichi? Ie avrebba detto ca nun era favurevule
alla guerre all'Irakko? O veramente? E quanno l'avrebbessi
ditto, scuse, sai cum'e', mo tenghe la Salvaprevite e li
..zzi mia ca m'hanno truato li sordi offshore,
sti kaiser de giudichi comunisti. Donque, abbiame
fatto la guerre all'Irakko? E pecche? Comonque non
da retta a le strunz.te ca diche a li pennivendule dinto
a l'interviste, me le suggerische chillo fesse e Bonaiute
pe mpapocchia' li babbei ca me voteno, a me dela pace e
dela guerre me ne strafot.e, ie pense a li sordi e a le
televisiuni mia. Facimme na cose, scriveme tu c'aggia
dicere ncoppa a st'Irakke e ie lu ripete paro paro,
pero' scrivele a lettere grosse ca tenghe la cecagna. Mo
basta chiacchiere, parlamme e cose serie, quanne se magna?

Scilvio Berluschini 30.10.05 17:59| 
 |
Rispondi al commento

Grazie di cuore per aver partecipato alla notte bianca di Napoli. Mi è dispiaciuto che tu non abbia potuto ultimare il tuo spettacolo, non so se è stato sospeso volutamente o per validi motivi.Tuttavia è stato molto interessante (come sempre) quello che tu ci hai detto anche se un senso di angoscia e di sfiducia mi è rimasto dentro.La tua critica sicuramente vera e reale a Prodi ed alla sinistra in generale lascia però un dubbio. Che cosa dobbiamo fare non votiamo nemmeno per loro? Lasciamo il paese in mano alla destra? Vogliamo formare una nuovo movimento politico? E' vero che nella sinistra ci militano persone di cui è meglio non fidarsi ma tu che sai dacci una valida alternativa; altrimenti non sapremo e non potremo nemmeno avere un futuro. Grazie Ciao Roberto Rovere

roberto rovere 30.10.05 17:42| 
 |
Rispondi al commento

La criminalità organizzata nel Sud ormai è un fenomeno troppo grande da affrontare. Il nostro governo è composto da persone egoiste e superficiali. Pensano che la politica sia solo l'arte di parlar bene e di farsi i propri affari. Poi, tra le due cose, gliene riesce bene sempre e solo una,ma non è mai la prima.
Dopo i vari crack finanziari che hanno ridotto sul lastrico i piccoli risparmiatori, non si è fatto nulla contro i colletti bianchi.
Manager con le pa11e mosce che avrebbero subito vuotato il sacco se si fossero trovati davanti delle istituzioni decise a combattere questa crisi.
Cosa possiamo aspettarci allora dalla lotta contro le organizzazioni criminali? Queste hanno un'importanza che ancora non percepiamo, ma che è ben superiore a ciò che hanno mostrato finora. Mettono davvero paura, il loro potere va ben oltre l'influenza politica e la corruzione, si sono ben radicati nei loro territori e possono contare su persone disposte anche a tutto.
Chi li coimbatterà? questo è quel che mi chiedo, le nostre istituzioni sono marce fino nel midollo. Sembra che il nostro presidente del consiglio avrebbe pagato per la protezione a Cosa Nostra e che vi avrebbe fatto anche qualche affare sporco per riciclare il loro denaro, il ministro Lunardi diceva che bisogna conviverci con la Mafia, probabilmente anche lui potrebbe aver dovuto conviverci poiché possiede un'azienda che opera in uno dei campi d'azione della Mafia, la costruzione di infrastrutture.
Ma anche tra gli agenti delle forze dell'ordine non è che ci siano proprio tanti eroi pieni di coraggio, molti di loro sono fifoni, molti sono corrotti, molti sono tutt'e due le cose.
Proprio l'altra sera ho sentito uno di questi raccomandati di ritorno per licenza parlare con gli amici. Alla domanda "Ma lì in Sicilia non hai paura dei mafiosi?" ha risposto "Io sto tranquillo, questi adesso per fortuna non si ammazzano più in piazza, fanno le cose loro di nascosto cosi noi non dobbiamo fare un ca22o".
Beppe proteggici tu!!!!

Alessandro Rossi 30.10.05 17:31| 
 |
Rispondi al commento

celentano ha detto il papa è rock e zapatero e lento....ma che cazzo dice !!!!!!si è fritto il cervello CELENTENO è LENTO LA FIGA è ROCK

giuliano piccioli 30.10.05 17:29| 
 |
Rispondi al commento

La criminalità organizzata nel Sud ormai è un fenomeno troppo grande da affrontare. Il nostro governo è composto da persone egoiste e superficiali. Pensano che la politica sia solo l'arte di parlar bene e di farsi i propri affari. Poi, tra le due cose, gliene riesce bene sempre e solo una,ma non è mai la prima.
Dopo i vari crack finanziari che hanno ridotto sul lastrico i piccoli risparmiatori, non si è fatto nulla contro i colletti bianchi.
Manager con le pa11e mosce che avrebbero subito vuotato il sacco se si fossero trovati davanti delle istituzioni decise a combattere questa crisi.
Cosa possiamo aspettarci allora dalla lotta contro le organizzazioni criminali? Queste hanno un'importanza che ancora non percepiamo, ma che è ben superiore a ciò che hanno mostrato finora. Mettono davvero paura, il loro potere va ben oltre l'influenza politica e la corruzione, si sono ben radicati nei loro territori e possono contare su persone disposte anche a tutto.
Chi li coimbatterà? questo è quel che mi chiedo, le nostre istituzioni sono marce fino nel midollo. Sembra che il nostro presidente del consiglio avrebbe pagato per la protezione a Cosa Nostra e che vi avrebbe fatto anche qualche affare sporco per riciclare il loro denaro, il ministro Lunardi diceva che bisogna conviverci con la Mafia, probabilmente anche lui potrebbe aver dovuto conviverci poiché possiede un'azienda che opera in uno dei campi d'azione della Mafia, la costruzione di infrastrutture.
Ma anche tra gli agenti delle forze dell'ordine non è che ci siano proprio tanti eroi pieni di coraggio, molti di loro sono fifoni, molti sono corrotti, molti sono tutt'e due le cose.
Proprio l'altra sera ho sentito uno di questi raccomandati di ritorno per licenza parlare con gli amici. Alla domanda "Ma lì in Sicilia non hai paura dei mafiosi?" ha risposto "Io sto tranquillo, questi adesso per fortuna non si ammazzano più in piazza, fanno le cose loro di nascosto cosi noi non dobbiamo fare un ca22o".
Beppe proteggici tu!!!!

Alessandro Rossi 30.10.05 17:27| 
 |
Rispondi al commento

LEGGETE DI SEGUITO QUESTO BREVE ARTICOLO che è apparso 2 ore fa sul sito IGN sezione esteri: "Los Angeles, 30 ott. (Adnkronos) - Le perplessita' espresse dal premier Silvio Berlusconi al presidente americano George Bush su un intervento in Iraq ''giungono come una sorpresa''. Cosi' il Los Angeles Times commenta il contenuto dell'intervista che il premier ha rilasciato a La7, che verra' trasmessa domani, proprio mentre Berlusconi sara' ricevuto alla Casa Bianca. ''Per anni - spiega il giornale americano - e' stato uno dei sostenitori PIù LEALI di Bush in Europa, UN LEADER CHE HA FERMAMENTE SOSTENUTO la guerra in Iraq e uno dei pochi del continente ad aver mandato truppe in aiuto''."....Personalmente aggiungo: Allarmante ma beneaugurante il fatto che gli americani stessi stiano rendendosi conto di quanto il nostro premier cerchi maggiormente di salvare la PROPRIA faccia rispetto al decoro del paese....Questo articolo me ne pare un'ulteriore prova assolutamente inconfutabile. Domani il premier sarà "in visita" da Bush.... Evidentemente non ha apprezzato particolarmente il suo intervento.....Temo per l'Italia.

edoardo mazzaferro 30.10.05 17:18| 
 |
Rispondi al commento

LEGGETE DI SEGUITO QUESTO BREVE ARTICOLO che è apparso 2 ore fa sul sito IGN sezione esteri: "Los Angeles, 30 ott. (Adnkronos) - Le perplessita' espresse dal premier Silvio Berlusconi al presidente americano George Bush su un intervento in Iraq ''giungono come una sorpresa''. Cosi' il Los Angeles Times commenta il contenuto dell'intervista che il premier ha rilasciato a La7, che verra' trasmessa domani, proprio mentre Berlusconi sara' ricevuto alla Casa Bianca. ''Per anni - spiega il giornale americano - e' stato uno dei sostenitori PIù LEALI di Bush in Europa, UN LEADER CHE HA FERMAMENTE SOSTENUTO la guerra in Iraq e uno dei pochi del continente ad aver mandato truppe in aiuto''."....Personalmente aggiungo: Allarmante ma beneaugurante il fatto che gli americani stessi stiano rendendosi conto di quanto il nostro premier cerchi maggiormente di salvare la PROPRIA faccia rispetto al decoro del paese....Questo articolo me ne pare un'ulteriore prova assolutamente inconfutabile. Domani il premier sarà "in visita" da Bush.... Evidentemente non ha apprezzato particolarmente il suo intervento.....Temo per l'Italia.

edoardo mazzaferro 30.10.05 17:13| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi premier?
ma l'ha scordato, poverinooooooooo!
impegnato com'è a dire "sì, sì, sì!" a Bush, anche per la guerra in Iraq ( e non è poca cosa!), a mantenere equilibri fra AN e il Senatur, stabilire quando e perchè satireggiarlo ( e Aristofane sarebbe stato esiliato!), ebbene ha dimenticato il contratto con gli Italiani (stuuuuuuuupidi!)i contratti/conti aperti con la giustizia (comuniiiiiiiista!),ha omesso di dire che non desiderava entrare in guerra (cattivo Bushhhhhhh!) e scorda di avere una 'banda'.... che non è certo simpatica come quella di via Paal... che rompe le uova nel paniere e non solo quello economico.
Ora si sente secondo, terzo, se non quarto o quinto ( se non va alle cene G7 piange lacrime amare!)e così non si sente più premier. E premier di che poi? di un paese che non lo vuole?
Lui scorda (Alzheimer incombente, sembra!) noi non ci dormiamo la notte!

silvana caterina spadaro 30.10.05 17:12| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ormai e' scontato che il tuo e' un seguito in continua evoluzione; le persone, ormai esauste ed avvilite della societa' in cui vive, sentono il bisogno di vivere in modo diverso, dignitoso e civile. Credo che per te sia arrivato il momento di smetterla di salire sui palcoscenici per esibirti per raccontare la vita di tutti i giorni che ormai ci affligge, e' il momento giusto per prendere posizione per quel che riguarda le esigenze del popolo grilliano. Presentati alle nuove elezioni. Circondati di persone preparate e pronte come te al cambiamento radicale. Noi saremo con te, in tanti per migliorare la nostra nazione e la nostra qualita' di vita. Pensaci. Spero fiducioso. Saluti.

giovanni giudizioso 30.10.05 16:46| 
 |
Rispondi al commento

Scusatemi, vi scrivo per chiedere aiuto: ho visto da poco il telegiornale, e credo di aver sbagliato notte bianca, forse non ero a Napoili stanotte.
Sono tra le poche fortunate ad essere riuscita a vedere lo spettacolo di Beppe Grillo, ma uscire, trovare un posto dove andare e soprattutto tornare a casa è stato assurdo. E ripeto, sono stata fortunata: c'è chi non è riuscito a vedere nulla e ha avuto un ritorno più turbolento. Ma nel frattempo Bassolino sottolinea che questa sia stata la migliore notte bianca in Europa, il telegiornale parla di città trasformata in un enorme palcoscenico, può darsi, e il fiume umano non direzionato in alcun modo? i tafferugli con i carabinieri in diverse piazze?le persone bloccate alle uscite a piazza dante (la ragione per cui è stato fermato lo spettacolo)? i malori tra la folla e le ambulanze che non riuscivano ad arrivare? e le persone che non sono neanche riuscite ad arrivare al centro?...
Ma poco importa: Baglioni ha cantato e Pino Daniele si è fattto uno splendido concerto per 600 eletti.
Tutto molto strano, avrò visto male...altrimenti dovremmo ricadere nei soliti luoghi comuni: al Sud...I Napoletani...
Non ci credo nei luoghi comuni!
Tra l'altro mi chiedo, se non esiste una cronaca reale di una Notte Bianca, può esistere una qualunque verità su tutto il resto?

Serena Panico 30.10.05 16:12| 
 |
Rispondi al commento

adoro i calabresi e tutta la gente del sud... non vedo l'ora che i cittadini qualunque del sud facciano qualcosa - e molti già lo fanno - per scrollarsi di dosso questo luogo comune del "tutti mafiosi". al sud ci sono persone oneste come al nord, NESSUNA DIFFERENZA.

laura galli 30.10.05 15:43| 
 |
Rispondi al commento

in brasile giá da qualche anno si vota eletronicamente: l'urna é un apparecchio dove digiti no(1) o si(2) in caso di referendum o il numero del tuo candidato in caso di elezioni. Ricordo che nelle amministrative di un anno fa in totale una ventina di macchinette hanno dato problemi, ma in tre/quattro ore sono state sostituite; date un'occhiata alle dimensioni del Brasile e confrontate il numero di elettori... dal sud del mondo abbiamo qualcosa da imparare in fatto di democrazia...
grazie Beppe per questo spazio!

damiano fortin 30.10.05 15:03| 
 |
Rispondi al commento

voglio far sapere a tutti lo skifo ke ieri è stata la "meravigliosa notte bianca"(x parafrasare bassolino) di napoli,io vi ho partecipato aprendola mia serata conlo spettacolo del nostro beppone, ma già prima c'era il panico x strada le misure di sicurezza e di viabilità completamente saltate!gente ke premeva x uscire ed entrare dai mezzi pubblici e x le strade!lo spettacolo è dovuto finire anticipatamente xkè le metropolitane nn potevano far uscire le persone!
x nn parlare del fatto ke x l'organizzazine (come detto tra l'altro mal riuscita) della serata sono stati spesi soldi a nn finire, soldi ke in una città come napoli potrebbero essere fondametali x pagare infrastrutture inesistenti al momento, corsi di formazione x disoccupati, il famigerato reddito di cittadinanza, case x i senza tetto ecc e invece cosa si fa si organizza una notte bianca a dispetto di 365 giorni neri x i npoletani.....nn dico ke i napoletani nn si meritassero una cosa del genere infatti vedo di buon okkio l'okkupazione di spazi x il sociale ecc ma un minimo di lungimiranza, pragmatismo e realismo...si voleva rilanciare l'immagine della città!la cosa è fallita e molti compagni già lo dicevano; napoli nn è pronta a ste cose ma nn x napolietani ma le istituzioni ke nn funzionano e l hanno dimostrato x l'ennesima volta!
ma noi cerkiamo di resistere e di far capire l'inettitudine di sta gente affinkè le persone capiscano quali sono i loro nemici, gli danno la notte bianca ma poi sono pronti a fregarli tutto l'anno!d'altronde: pace sociale vince il capitale, guerra di classe vincono le masse!

vladimiro lenien 30.10.05 14:37| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti!
Mi chiamo Andrea ho 19 anni e abito in provincia di Torino..
ho seguito la vicenda della calabria e ho letto parecchie cose su mafia & co.
Io sono convinto che la gente del sud sia come quella del nord (se non meglio per molti punti di vista). L'omertà c'è ed è innegabile (conosco molta gente che abita al sud e mi racconta), ma l'omertà ci sarà finchè chi ha in mano il potere non fa nulla per fermare sto schifo..dite che polizia e magistrati non sanno chi sta dietro a queste cose? Dite che non sanno dove abitano e a chi chiedono il pizzo? Io penso proprio di no..non bisogna dire "la gente ci deve aiutare a risolvere la situazione" quando sono le forze dell'ordine le prime che non si muovono..
Questo è il mio pensiero ma sono disposto a discutere!

ps. volevo dire a quel furbo che ha detto di costruire un muro al sud e ucciderli tutti salvando i figli per far colonizzare dopo di andare leggermente a cagare perchè è solo un idiota!

Andrea 30.10.05 14:30| 
 |
Rispondi al commento

Beppe se ci sei contattami, possibilità di risparmio energentico 150 € a famiglia ,migliaia di assunzioni , con crescita professsionale , no scalda poltrone, basta applicare delle normative che gia esistono, ma... tutto sta nel come , non è mai stato fatto . Cascherebbero tutti nella rete,della efficienza E del risparmio ENERGETICO ,da soli.
Per spiegarlo mi ci vorrebbero più di 2000 caratteri . sempre a tua disposizione .

fulvio ricci 30.10.05 14:29| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo la nostra terra (SUD) viene ricordata solo in occasioni come questa: il giudizio è presto dato anche sui suoi abitanti!!!!! A parte naturalmente il grande spazio che ci viene gentilmente concesso nei mesi estivi per i gossip di quelli che vengono, a torto, considerati Very Important Person!!!!! Grazie per la cortesia... Ma perchè non ci si concentra sui grandi problemi irrisolti del Mezzogiorno d'Italia, anzichè liquidare l'argomento con la facilità a cui ci hanno abituato???

Chiara Fenu 30.10.05 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Pubblico qui un Off Topic perchè non so dove pubblicarlo.
Caro beppe,
spero scriverai un articolo sulla notte bianca di napoli, raccogliendo le testimonianze dei presenti. Ero lì, ma non sono riuscito praticamente ad assistere a nessuno spettacolo.
Alle 2 di notte, disperati e frustrati, siamo ritornati verso la stazione per affrontare l' ultima impresa di tornare alle nostre case.
Alla stazione centrale i pochissimi treni circumvesuviani passavano SENZA FERMARSI in quanto già riempiti nell'unica stazione precedente.
Come me centinaia di migliaia di persone sono venute, ma sono rimaste bloccate nei mezzi pubblici assolutamente insufficienti, nelle strade e nella calca.
In un evento del genere mi sarei aspettato una organizzazione capillare,con corse continue dei bus tra i principali siti delle rappresentazioni, una presenza forte delle forze dell'ordine per coordinare i flussi di persone e mantenere sgombre le corsie destinate al trasporto. Non c'era niente di tutto ciò.
Mentre oggi Bassolino & c. parlano di assoluto successo, io credo sia stato un grandissimo flop. Solo una minoranza di fortunati sono riusciti ad assistere a qualche spettacolo, tra gravissimi disagi. Una ragazza che era presente al tuo mi ha detto che comunque non si capiva niente per via del caos che regnava nella piazza.
Spero che anche stavolta ci aiuterai a far venire a galla la verità che oggi i vari reggenti ed organizzatori camuffano sotto un millantato successo.

Adalberto Molliconi 30.10.05 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Spero di postare nella sezione giusta(sono poco pratico...)pero' vorrei dire una cosa che mi sta dando parecchio i nervi...
A volte "provo" a mettermi nei panni di Berlusconi...e immaginare che quello che lui sostiene sia vero...ma mi ritrovo sempre in contraddizione!!!
Oggi è apparso uno stralcio di una intervista che ha rilasciato a La7 e che verra' trasmessa credo domani...
Il nostro Presidente del Consiglio ha detto che ha cercato di dissuadere,in tutti i modi, Bush dall'attacco in Iraq....perchè a suo dire,le vie a disposizione per una risoluzione della questione irachena erano altre....
Ora,poniamo il caso che sia tutto vero...perchè non lo ha detto agli italiani ai tempi????Perchè ora???La risposta è fin troppo semplice...ma non posso credere sia quella!!!
Lo fa per le elezioni tra qualche mese???Ma ci credi dotati di cervello ZERO???E' questo che non sopporto....che poi sia uguale a tutti i politici,posso anche essere daccordo,ma permettetemi di dissentire con questo modo stupido di fare politica!!
A volte ritengo che la colpa non sia loro..ma NOSTRA che gli diamo il nostro voto...ma esiste davvero una persona che sia trasparente e coerente?Io ho paura di no..e questo mi da altamente fastidio!!!Odio chi prende in giro le persone e non sopporto l'ipocrisia!E sono pure lautamente retribuite...assurdo....
La mia soluzione?Mandarli a casa TUTTI!!Terra bruciata attorno a questi piccoli ometti che non fanno altro che farsi SOLO i loro interessi..

marco longo 30.10.05 13:11| 
 |
Rispondi al commento

credo che l'italia sia leggermente differenziata su'alcune cose,la sicurezza e'un fattore correlato a molte cose,e quindi e facile pensare che una persona armata e malintenzionata abbia vita facile in un qualsiasi citta'del meridione.
Nella fattispecie Locri,mi sembra lievemente improbabile che un cittadino si sogni di opporsi
ad una violenza che e'parte integrante del paesaggio.
Con questo non voglio dire che ad esempio a Sondrio non ci sia la delinquenza,ma'avra'sicuramente una vita(il delinquente)un po' piu'difficile.
Tirando le somme credo che la migliore risposta da dare in questi casi sia ; cambiare la coscienza collettiva .

Bruno Limido 30.10.05 13:09| 
 |
Rispondi al commento

Non se ne può proprio più, sono schiffato dalle istituzioni o meglio dagli uomini delle istituzioni, ho 34 anni voto ed ho sempre votato per il centro destra, ma adesso non mi sento più rappresentato da nessuno, dovrei votare per il pocchino meno peggio e ritrovarmi tra qualche anno in un paese controllato da albanesi e mafie varie? Si dice anche che certi lavori gli Italiani non li vogliono più fare, provate a venire in sardegna e vedrete se non li vogliamo più fare, facciamo di tutto e nel resto dell' italia che certi lavori sono " vietati agli Italiani" , da poco un caro amico è tornato dalla toscana dove ha provato a lavorare nei vivai, è stato minacciato di essere accoltellato se avesse continuato a lavorare e sapete da chi ? Da un gruppo di albanesi che ormai si sono accaparrati la maggior parte dei posti, però sono correti, non mandano via tutti , solo i nuovi addetti, gli anziani possono rimanere almeno fino alla pensione. Perchè nessuno denuncia queste cose, io non capisco stiamo andando allo sbando e nessun cittadino sa più cosa fare per far valere le raggioni di un' Italia che va sempre più alla deriva. Quì non è più questione di chi vinca le prossime elezioni , destra o sinistra mi sa che saremmo, per un motivo o per l' altro sempre nella m...a!

Pietro Murru Commentatore in marcia al V2day 30.10.05 12:40| 
 |
Rispondi al commento

Egr. Mario Caminita, premetto che mi sembri un tantino permaloso....

Comunque mi dispiace offendere il,prossimo, perché in linea di principio mi reputo una persona di animo buono. Il fatto è che mi arrabbio quando mi trovo di fronte ad atteggiamenti ipocriti e finisco per darci dentro un po' pesantemente!!

Voglio dire che in una situazione come quella italiana degli ultimi "n" anni, proporre all'attenzione nomi come Berlusconi, Fini, la sega lombarda o ideologie di destra, lo vedo come il massimo dell'ipocrisia!! Visto quello che hanno finito per produrre. Intendo anche storicamente.

Non sono come alcuni del blog, che virgolettano certe frasi per controbattere puntualmente. Dico solo che dando una scorsa ai tuoi scritti, ne ho lette di .......

Comunque sono d'accordo con te sulla libertà di opinione, ci mancherebbe.

Ti dico ancora due cose. 1) Non detengo il sapere assoluto ci mancherebbe, ma se così fosse lasciami dire che le cose potrebbero andare meglio. Visto che (e sono in buona compagnia) al Governo non ci avrei mai spedito gentaglia simile!! 2) Se accetti un consiglio (ma già immagino ti sia offeso) in alcune delle trasmissioni TV nelle quali si discorre di Politica, che abbondano, prova a fare l'analisi logica e grammaticale delle frasi che pronuncia il Bertinotti (che dalla sua parte politica mi sembra peraltro in buona compagnia). Capirai cosa vuol dire fare Politica ed agire di conseguenza!!

Finisco col ricordarti qualche nome della parte avversa (lo chiamano centro-DESTRA o mi sbaglio?), nomi che si commentano da soli:

Berlusconi, Fini, La Russa, Miccichè, Dell'Utri, Previti, La Loggia, Santanché, Tremonti, Calderoli, fu Bossi, Borghezio, Nania, Bontempo, Prestigiacomo, Matteoli, Giovanardi, Vito.....

Boh, ho perso il conto!! Pensa che alcuni sono Ministri della Repubblica e, dietro domanda, non sapevano nemmeno i numeri di base della finanziaria che avevano votato!!

Capisci perché ogni tanto perdo la pazienza?

Cià

ivan verdi 30.10.05 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
ieri sera sei venuto a Napoli, complimenti per il tuo spettacolo che mi hanno detto che è stato eccezionale!!! Purtroppo io non sono potuto venire per via della insufficienza dei mezzi, infatto sono arrivato a piazza Dante solo alle 00.30 quando ormai avevi già finito da un pezzo!! Non immagini la mia delusione (pensate, il mio idolo è a Napoli e io non riesco a vederlo)...spero solo che prima o poi ritorni in questa città che è come hai detto tu la più bella e la più brutta del mondo perchè ho ancora ild esiderio di vederti dal vivo. Ciao e di nuovo complimenti!

Un tuo fan, Gabriele

Gabriele Ferrentino 30.10.05 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Beppe perché le mie email di segnalazione vengono ignorate? Basterebbe almeno un "acknowledgment" come dicono gli inglesi... Ho mandato 3 email in qualche modo relative a questo post prima che tu lo pubblicassi.
Nel caso non le avessi lette (come penso) e cestinate vorrei ricordarti:
1) A Latina in una caserma, un carabiniere resta ucciso da un ordigno esplosogli in faccia: quell'ordigno ormai si sa, viene dai Balcani.
2) Come ci é arrivata quella bomba dai Balcani a Latina dai carabinieri? Via Fedex? Nessuno finora si é posto il problema. Che ci fa un carabiniere in caserma a maneggiare una bomba senza necessitá apparente? Latina é zona di guerra e non lo sapevamo.. hmm..
3) Qual'e' il vero scopo della Missione ALTHEA - EUFOR in Bosnia per i nostri militari (700 a quanto pare), portare esplosivi e munizioni in Italia dai Balcani?
4) Qui arriviamo a Fortugno: collegando i primi 3 punti ed aggiungendo lo strano traffico telefonico tra membri della mafia calabrese ed il viminale (leggi repubblica.it come da mie email precedenti: http://www.repubblica.it/2005/i/sezioni/cronaca/ndrangheta/ndravi/ndravi.html ), mi viene un leggerissimo sospetto: anche il proiettile che ha ucciso Fortugno, guardacaso arriva dai Balcani.... ora non mi venite a dire che hanno usato Fedex!

Qual'e' l'origine degli esplosivi nei cassonetti di qualche tempo fa? (Leggi: http://www.interno.it/sezioni/ministro/intervistadiscorso.php?idarticolo=340 ).. siamo sicuri che le massaie anarchiche usano le loro pentole a pressione piene di polvere pirica (che pare si compri dal droghiere) per mettere paura alle istituzioni? O ce sotto qualcos'altro?
Quanta gente morirá alle prossime elezioni?

Sergio Sciarretta 30.10.05 11:48| 
 |
Rispondi al commento

@ Sig. Bartoletti

Cielo che persona eccezionale! Che analisi puntuale e documentata.

Partendo dal principio "O sei contro o sei complice" i calabresi sono una massa di mafiosi... A questo punto i bresciani, i bergamaschi ed i comaschi dovrebbero risultare invece come una accozzaglia di esseri superficiali (la borghesia del Nord non è meno attenta al superfluo), con una "toccatina" di totale distacco dalle istituzioni (fanno il loro lavoro ma io sono dall'altra parte e faccio i miei interessi).
Se andiamo in fondo alle cose, se arriviamo cioè dove lei non osa neanche guardare, si tratta di convivere con la paura, in entrambi i casi... Una, quella calabrese, genuina! Quella della morte per intenderci (ho provato con l'ascetismo ma ancora mi perseguita), l'altra un pochino meno epica, quella di sfigurare con il vicino borghese al suo primo acquisto importante.
In tutto questo aggiungo che generalizzare come lei (ma anche io) ha fatto, rende ogni discussione, sociologica o antropologica, meramente "aria fritta" e che provocare insultando non è molto corretto, di solito è una prerogativa di coloro che hanno poche argomentazioni e che desiderano innescare solo fuochi (è bello vedere la gente che si scanna vero?!? Represso?... Ops! Una provocazione insulto).

Concludo augurandole di approfondire la realtà calabrese, di lasciare a casa le statistiche dell'Istat... Il rapporto sull'Italia, prezioso volumetto per la conoscenza del Bel Paese, oggi, causa eccessivo zelo nel dipingere una situazione idilliaca, ha perso di credibilità!!!

Un saluto sincero.

Antonio Callea 30.10.05 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Ormai siamo arrivati davvero al limite...un "pover'uomo" che, per racimolare un pò di voti in vista delle elezioni prossime venture,fà la parte del gambero...peccato sia colui che ci "rappresenta" davanti agli occhi del mondo!. Ma vuole davvero farci credere che noi Italiani siamo parte attiva della scena politica ed economica internazionale?!?!?.Gli americani ci snobbano alla grande, siamo solo una delle tante pedine x rafforzare la propria autostima ed il proprio potere...poi, caro Berlusconi, non lamentarti se persino i comici o presentatori improvvisati usino la tua elegante e distinta figura per far sorridere. Potrebbe esistere un futuro diverso?. Certo che no...il gioco della politica è anche e soprattutto questo, sii più flessibile e vedrai che ne guadagnerai in termini di consenso popolare. A proposito..archiviamo x sempre la figura di Celentano dalla nostra vita!. Non sei il MESSIA, sei soltanto un PIDOCCHIO che ha fatto il conto nelle tasche altrui e che, alla fine, l'ha spuntata...ti permetti anche di predicare contro le crisi, le povertà, le limitazioni di ogni persona. Dico, CELENTANO....dove sei quando si spengono i riflettori e si tirano le somme del msg che hai lanciato? Quando abbiamo necessità di scendere in campo per agire CONCRETAMENTE, al di là di ogni parola che appare scontata? Quando abbiamo bisogno di sostegno e di speranza?!. Te lo dico io...in un letto leopardato con la tua Claudia a sghignazzare di noi stupidi che abbiamo pagato ben € 340.000,00 per vedere ogni tua anonima, insignificante e no-sense creazione del giovedì sera...Và a casa prima, x favore! Francesca.

Francesca P. 30.10.05 11:07| 
 |
Rispondi al commento

Grande Grillo, bella la provocazione del marine ad ogni seggio. Però ... non vorrei che quei superficialotti marines americana ti prendessero sul serio ... con la conseguenza che, oltre alla mafia e alle sue derivate (ndrangheta, sacra corona unita, camorra), che si occupano di far fuori i cittadini onesti e scomodi, si aggiungessero proprio loro - i marines che fanno fuori - come in Iraq - chiunque capiti sotto tiro - da Giuliana Sgrena - rea di aver mostrato gli effetti delle clusters - a perfetti sconosciuti recatisi a votare....

Giusi Rotondo 30.10.05 10:44| 
 |
Rispondi al commento

perchè non la smettiamo di pensare che basterebbe dare un calcio nel sedere a berlusconi per risolvere i norti problemi. il fallimento della sua politica è evidente. ma è il fallimento della politica. nessuno dei politici di rilevanza nazionale parla di SERVIZIO, che è il loro dovere. si parla solo di CONSENSO, da raccogliere, da strappare alla parte avversaria, da gestire, da amministrare; siamo numeri da mettere in fila e da mostrare come credenziale del loro successo. la soluzione potrebbe essere una rivoluzione. ma noi italiani non sappiamo metterci d'accordo sul colore delle persiane ad una riunione condominiale, figuriamoci a cambiare il nostro paese. tiriamo avanti amici, e godiamoci, se possibile, ogni piccola soddisfazione quotidiana. quanto ai politici, tutti uguali (e non è qualunquismo!) lasciamoli perdere. non parliamone più. tanto la nostra voce non può arrivare. sono sordi.

luca sandrelli 30.10.05 10:38| 
 |
Rispondi al commento

perchè non la smettiamo di pensare che basterebbe dare un calcio nel sedere a berlusconi per risolvere i norti problemi. il fallimento della sua politica è evidente. ma è il fallimento della politica. nessuno dei politici di rilevanza nazionale parla di SERVIZIO, che è il loro dovere. si parla solo di CONSENSO, da raccogliere, da strappare alla parte avversaria, da gestire, da amministrare; siamo numeri da mettere in fila e da mostrare come credenziale del loro successo. la soluzione potrebbe essere una rivoluzione. ma noi italiani non sappiamo metterci d'accordo sul colore delle persiane ad una riunione condominiale, figuriamoci a cambiare il nostro paese. tiriamo avanti amici, e godiamoci, se possibile, ogni piccola soddisfazione quotidiana. quanto ai politici, tutti uguali (e non è qualunquismo!) lasciamoli perdere. non parliamone più. tanto la nostra voce non può arrivare. sono sordi.

luca sandrelli 30.10.05 10:38| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe, vorrei invitare tutti i blogger presenti a leggere un libro che definisco stupendo: GENTE D'ASPROMONTE di Corrado Alvaro...Questo scrittore è stato l'unico-anche perchè calabrese- che ha raccontato in maniera lucida e con un linguaggio diretto e reale cosa vuol dire essere calabrese e vivere in quella Terra affascinante, misteriosa ma al tempo stesso inquietante... Anche se non ci vivo più - ahimè con grande rammarico- in quel lembo di terra che è la Locride, io mi sento per metà calabrese...Negli anni che ho vissuto lì, ho potuto capire che è possibile cambiare le cose... Molti dei miei amici Calabresi hanno le potenizialità, l'iniziativa, le capacità e soprattutto le idee per poter a pieno e sviluppare le risorse della loro terra... ma non le attuano perchè bisognerebbe "PAGARE DAZIO" agli uomini del "MOSTRO" ('ndregheta)... Credo che l'unico punto debole degli uomini del "MOSTRO" hanno sia l'ignoranza...per cui i killer possono anche uccidere il corpo ma dovranno arrendersi all'immortalità delle idee... già IDEE e LEGALITA' sono le uniche armi a disposizione del popolo Calabrese...spero le sfruttino al massimo per riuscire a cambiare le cose... ERACLITO sosteneva il DIVENIRE: la realtà è mutevole...tutto cambia e sotto ogni aspetto... LA REALTA' E' DIVENIRE, IL DIVENIRE E' POSSIBILE PERCHE'ESISTONO I CONTRARI... INGIUSTIZIA-GIUSTIZIA, IGNORANZA-CULTURA, PAURA-CORAGGIO... Fatevi coraggio e combattete il MOSTRO con le vostre IDEE...

antonio di nunzio 30.10.05 10:19| 
 |
Rispondi al commento

Sergio Frinzi ha scritto: "O voi che sapete tutto: scioglietemi un dubbio.
Che facciamo ora con l'IRAN ?
Lasciamo che sviluppi la bomba atomica per poi minacciarci ogni volta che scorreggiamo, od altro?
Ad majora." Risposta: Per adesso farei analizzare la tua piccola testolina e interrogherei quei tre bacarozzi che vi abitano all'interno, se non altro per capire.. :-)

Fabio Venga 30.10.05 10:02| 
 |
Rispondi al commento

O voi che sapete tutto: scioglietemi un dubbio.
Che facciamo ora con l'IRAN ?
Lasciamo che sviluppi la bomba atomica per poi minacciarci ogni volta che scorreggiamo, od altro?
Ad majora.

Sergio Frinzi 30.10.05 09:51| 
 |
Rispondi al commento

proprio ieri il nano pelato ha dichiarato che era contrario alla guerra in irak, e di averlo detto anche a bush.... i casi sono due ; o e' uno smemorato, oppure ritiene che gli italiani lo siano, basta leggersi tutte le dichiarazioni che fece all'epoca sull'appoggio incondizionato all'" amico George" e la necessita' di inviare truppe. a meno che non inizi ad avere qualche dubbio, persino lui...

fabrizio gallina 30.10.05 09:38| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori