Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Fa che questo Papa...


San Francesco.jpg

Dedico anche oggi il Post della domenica a un prete, uno di quelli veri, che sta in mezzo alla gente.
Proprio come i Francescani, a cui il Vaticano ha tolto un’autonomia che durava dal 1969.

Ecco la lettera di Alessandro Santoro, prete delle Piagge in Firenze.


Fa che questo Papa

Caro Spirito Santo, mi rivolgo a te che sei datore di vita e soffio di speranza per l’umanità intera perché tu possa penetrare nelle stanze del potere ecclesiastico per restituire quell’”alito di vita” e di profonda compassione nel cuore di questo nuovo Papa e del suo entourage perché imparino ad ascoltare la tua voce e non continuino, una volta per tutte, a farsi trascinare nei tatticismi e negli intrighi di palazzo e di potere.

Fa che questo Papa sia a piedi scalzi, semplice e umile, che diventi compagno di strada e di vita di chi fa fatica e si sente escluso e oppresso, come del resto ha fatto Gesù che ha scelto la Galilea delle genti, luogo dell’esclusione e della emarginazione per ridare vita al mondo.

Fa che questo Papa abbia il coraggio di incarnarsi nella storia degli altri, che abdichi alla Verità assoluta che schiaccia e uccide e senta il bisogno di incontrare e nutrirsi delle Verità dell’altro. Dio non ha un nome, prende ed assume il nome dei volti e delle storie degli emarginati di questo mondo e nessuno detiene la verità di Dio e può pretendere di possederla.

Fa che questo Papa scenda nei bassifondi della storia, che abbandoni i palazzi del potere, che non viva più in Vaticano, luogo del potere curiale e torni ad essere il pastore di tutti, uomo tra gli uomini senza più nessuna enfasi trionfalistica. Non abbiamo bisogno di un Papa con strutture forti e apparati pesanti, proprie dei sovrani e dei potenti, ma di un Papa che si spogli di tutto quello che lo separa e lo divide dalle persone, che sappia lasciare tutto ciò che lo rende ricco e possa concedersi l’unica ricchezza possibile per chi si fa servo, quella in umanità.
Siamo stanchi dei troppi orpelli, troppi luccichii, troppi ori che appesantiscono la sua casa, ed è arrivata l’ora che il Papa possa prendere le distanze da questo sfarzo senza senso e che impari a vivere nella povertà senza ostentazioni.

Fa che questo Papa sia capace di Vangelo, testimone e profeta di un Vangelo possibile per tutti, che sappia piangere con chi piange, ridere con chi ride, soffrire con chi soffre.
Fa che sia intransigente solo nell’amore e continui a gridare forte contro tutte le guerre del mondo e possa aiutarci, e aiutare i grandi della terra, a considerare la guerra, le guerre e la corsa agli armamenti una assurda follia.
Fa che possa far diventare la guerra un tabù inaccettabile e cancelli l’ipocrisia assurda di chi, anche nella nostra Chiesa ritiene ancora plausibile una guerra giusta.

Fa che questo Papa sia capace di perdono, che non abbia paura a riconoscere la violenza e le violenze della nostra religione, che sappia soffiare nella nostre vite e nelle nostre comunità umane uno spirito di tenerezza, perché per tutti, chiunque sia, ci possa essere un pezzo di pane, una carezza, un abbraccio e una vera liberazione.

Fa che questo Papa non ci riempia di encicliche e di documenti, troppe parole hanno inchiostrato la nostra fede, fa che cresca nell’ascolto di quella parola di Dio che è la vita degli uomini e delle donne. L’unica parola possibile da rendere viva e vera nella nostra storia è quella del Vangelo.
Rendi questo Papa carico di utopia, capace di vedere oltre e di darci il coraggio di fare un passo più in là, un Papa meno maestro e più fratello, meno grande e più debole, meno forte e più dolce, meno sicuro e più compagno. Gesù sognava e praticava il sogno di Dio, fatto di una politica di giustizia, di una economia di uguaglianza e di un Dio pienamente libero; fà che negli occhi, nelle mani, nel cuore, nella pancia, nei piedi di questo Papa ci possa essere questo stesso sogno necessario perché questo nostro affaticato mondo riabbia la vita e “l’abbia in abbondanza”.

Fa che questo Papa abbia il coraggio di abbandonare i segni del potere e possa ritrovare e concedersi il potere dei segni, perché la nostra Chiesa possa spogliarsi della porpora e rivestirsi del grembiule, possa abbandonare i conservatorismi comodi al potere e recuperare la libertà piena e viva dei figli di Dio.

Fa che questo Papa ridia spazio e attualità alla rivoluzione del Concilio che voleva che le gioie e le speranze, le tristezze e le angosce degli uomini e dei poveri diventassero pure le gioie e le speranze, le tristezze e le angosce del Vicario di Cristo e delle comunità cristiane. Le grandi aperture e novità del Concilio sono state tradite e burocratizzate, la tensione verso il nuovo si è persa nei meandri delle chiusure, delle prudenze e meschinità curiali.

Fa che questo Papa possa finalmente ridare spazio ad una collegialità vera, ad una chiesa Popolo di Dio, ad una comunione incarnata, ad una conversione senza mezze misure e compromessi. Dagli la forza ed il coraggio di proporre un nuovo concilio dove la Chiesa ripensi se stessa con il contributo vero e profondo di tutti, proprio di tutti.

Fa che questo Papa si apra all’idea di libertà e di responsabilità, che rinneghi una Chiesa moralista e sessuofoba, che possa dare spazio con pari dignità a tutte le relazioni affettive, a quell’amore plurale fatto anche di omossessuali, transessuali, divorziati, separati; è anche attraverso di loro che l’amore di Dio, così grande e universale ritroverà spazio nelle nostre comunità, troppo spesso abituate soltanto a giudicare e a condannare e non ad accogliere e a celebrare la vita.

Fa che questo Papa sappia riconoscere il valore imprescindibile delle donne, perché senza la loro sensibilità, la loro capacità di “precederci” e di amare con tenerezza, la Chiesa rimarrà sempre sterile ed incapace di futuro.

A Te Spirito Santo l’impegno di portare il respiro di tutti i piccoli e i poveri del mondo e soffiare questa brezza leggera dei perdenti e dei vinti nel cuore del Principe della Chiesa perché possa rinunciare ai titoli e alle lusinghe del Potere e possa farsi degno del Vangelo di libertà e di pace del nostro fratello Gesù di Nazaret.
Così lo sentiremo compagno e amico in questa avventura che è la vita.
Buon viaggio….”

Alessandro Santoro.

20 Nov 2005, 18:29 | Scrivi | Commenti (1583) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Domenica 25 ottobre don Alessandro Santoro ha unito in matrimonio, presso la comunità delle Piagge (Firenze) una donna-ex uomo, Sandra Alvino, con l´uomo da lei già sposato civilmente 26 anni fa, Fortunato Talotta. L'arcivescovo di Firenze Betori ha deciso che don Alessandro Santoro non potrà più guidare la "cappellania" delle Piagge, dove svolgeva la sua azione pastorale già nal 1994, e dovrà "vivere un periodo di riflessione e di preghiera".

Sono laico, poco credente e mai praticante, Don
Santoro è una persona speciale che alle Piagge ha fatto,compie e(spero)compirà cose straordinarie...
...perciò... qualunque sia la vs. fede, quali che siano i vs. (pre)giudizi o le opinioni sul suo modo di operare,

vi invito a mandare un segnale di solidarietà a quest'uomo che vive la sua missione nel segno della fratellanza, dell'impegno, della giustizia, della tolleranza.

http://firmiamo.it/solidarietaadonalessandrosantoro

Giovanni CONGIU 29.10.09 13:08| 
 |
Rispondi al commento

http://www.madredelleucaristia.it/ita/fatima3segreto.htm

È stato svelato integralmente il terzo segreto di Fatima?
Qual è l'interpretazione giusta del frammento del segreto svelato?
Le risposte sono accluse nella lettera che abbiamo scritto ai Cardinali di tutta la Chiesa e nei messaggi che Gesù e la Madonna ci hanno dato.

Signor Cardinale,

ci rivolgiamo a V.E. con amore e rispetto, coscienti di compiere un servizio importante, delicato e richiesto dall'Alto: farle conoscere la verità sul terzo segreto di Fatima.
Ciò che le esponiamo è contenuto nei messaggi soprannaturali già dati alle stampe e diffusi sul nostro sito internet: www.madredelleucaristia.it e nei colloqui intercorsi tra Dio Padre, Dio Figlio, Dio Spirito Santo e la Madonna da una parte e il vescovo Claudio Gatti e la veggente Marisa Rossi dall'altra. Quest'ultima, a cui da molto tempo il terzo segreto è stato rivelato dalla Madre dell'Eucaristia, recentemente l'ha comunciato al Vescovo, per ordine di Dio.
Noi non conosciamo la terza parte del segreto rivelato il 13 luglio 1917 nella Cova d'Iria-Fatima ai tre pastorelli, ma sappiamo che non è stata integralmente diffusa e fatta conoscere all'opinione pubblica. Il suo contenuto più importante e sconvolgente non è stato rivelato e se continuerà ad essere nascosto dalla competente Autorità Ecclesiastica, verrà fatto conoscere, nel momento stabilito da Dio, dalle persone a cui da tempo è stato affidato.
Inoltre l'interpretazione fornita prima dal Segretario di Stato il 13 maggio 2000 e successivamente dal Prefetto e dal Segretario della Congregazione della Dottrina della Fede il 26 giugno successivo è sbagliata. Poiché il frammento fatto conoscere della terza parte del segreto è una rivelazione simbolica, necessita di una illuminata interpretazione per essere compreso nei dettagli.
Chi meglio di Dio, autore del segreto, e della Madonna, che l'ha affidato ai tre pastorelli, può dare l'esatta interpretazione?
Dio e la Madonna in coll......

paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 09.02.07 12:53| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe
Ma spiegami un pò o chi solo lo sapesse chi paga le spese del papa nei suoi viaggi?
A li mortacci con la finanziaria alle porte non potrebbero tagliare anche questi sprechi
Forse dobbiamo noi poveri cristi sponsorizzare quei furfanti del Vaticano

Franco Ferraresi 29.11.06 16:07| 
 |
Rispondi al commento

Condivido le idee di questo sacerdote solo quando parla del sogno di un papa libero dalle logike di palazzo e di materialismo in genere( papa Luciani,se nn lo avessero ammazzato,ne sarebbe stato un meraviglioso esempio).Ma sbaglia alla grande quando mi negativizza la Verità Assoluta. essa è fredda è skiacciante solo quando è portata avanti con fanatismo e spietatezza, ma accompagnata dall'AMORE, DEVE ESSERE DIFESA dal papa e da ogni cristiano."Chiesa omofoba"? L'omosessuale NON va disprezzato o menato come certi bastardi fanatici fanno, ma neanke gli si può dire: "vai tranquillo, è normalissimo ke ti senti attratto dal tuo stesso sesso".Nn c'è bisogno di essere cattolici x capirlo, basta essere ragionevoli e onesti con se stessi. Gesù ha impedito ai farisei-boys di lapidare l'adultera, ma dopo le ha detto "neanke io ti condanno. Va E NON PECCARE PIù". IO sogno un clero dolce,umile e pietoso,MA SALDO CUSTODE DEL VANGELO DI CRISTO!!!

Gianluigi Cavallo 19.09.06 17:43| 
 |
Rispondi al commento

Caro Padre Santoro, scrivo semplicemente perchè vorrei conoscerla.
Sono una cattolica in crisi, perchè non riesco a trovare un cattoilico amico con cui confrontarmi,uno che abbia delle idee simili alle mie, ovunque mi giri mi sembra di avere a che fare con dei piccoli Oriana Fallaci o ministro Calderoli.Ho letto la sua preghiera e sono rimasta davvero colpita. Ammiro il suo coraggio. Mi risponda ci tengo tantissimo. Marisa

Marisa Badalamenti 16.09.06 09:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un Papa... "carico di utopia"???? Ma chi è 'sto prete? Ditegli di andare a rileggersi un po' la dottrina sociale della Chiesa invece di sparare cazzate...
L'utopia è già stata dichiarata morta dalla storia (vedasi comunismo), quindi finiamola di rievocarla...
Comunque io da cristiano un prete così non lo riconosco appartenente alla Santa Romana Chiesa.

Gianni Rossonero 16.02.06 10:45| 
 |
Rispondi al commento

caro manuel, in via teorica è tutto vero, ma nella pratica i preti sono i primi ad accettare chi non conoscono perchè si sposino in chiesa, in quanto i matrimoni portano soldi, inoltre tre quarti dei matrimoni sarebbero nulli solo che la sacra rota fa vincere i potenti e chi a soldi come per l'annulamento del matrimonio. Per finire anche chi ha fede ed è incappato per sfortuna in un divorzio ha diritto di essere accolto non come un lebbroso o un peccatore ma come persona. La Chiesa ne fa di cavolate vedi preti che si spretano e si possono sposare ma a loro tutto e lecito

nicola stefani 09.02.06 19:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PER S.S. BENEDETTO XVI

SANTO PADRE, faccio seguito alla mia email del 23 Apr. u.s. perchè sento il bisogno di parlare ancora con Te.
TI seguiamo sempre in TV e abbiamo tanta speranza in TE. Preghiamo la Beata Vergine Maria perchè Ti aiuti a farTi volare in alto per staccarTi da ciò che Ti circonda e vedere meglio. Noi Ti supplichiamo, pregando per Te, di riprendere la coraggiosa opera iniziata dal GRANDE PAPA che da solo ha tanto seminato "fuori" e anche nei campi di altri "padroni" che però erano a LUI soggetti.
Ora TU devi raccogliere, iniziando col soppesare bene i singoli "padroni" di ognuno dei TUOI campi nei quali è già stato seminato, e successivamente estirpare la (eventuale) gramigna in essi esistente. Così facendo riporterai i nostri pastori ad avere la credibilità necessaria per ridare a noi la fiducia e rafforzare Santa Madre Chiesa. Dall'alto vedrai anche lo sfacelo delle coscienze e l'imperante materialismo che ormai è ovunque e capirai che è giunto il tempo di intervenire.
Ciò comporterà decisioni sofferte ed enormi sacrifici, ma ogni rinnovamento deve avere le sue vittime. Tutto andrà però a maggior gloria di DIO e sarà di grande esempio per ridare fiducia al SUO popolo. TU, SANTO PADRE, sei assistito dallo SPIRITO SANTO e non hai certo bisogno di consigli, ma noi fedeli abbiamo il dovere di farti sapere (se ci riusciamo) quali sono i nostri pensieri, sempre devotamente e deferentemente.
Il Vaticano è anche uno Stato, per cui è ovvio e necessario che abbia i suoi "funzionari", ma, ipotizzando una scissione di "carriere", si potrebbero avere "pastori", da affiancare ai "funzionari" ma da loro indipendenti, che abbiano la volontà di dedicarsi esclusivamente alla spiritualità del gregge, sprezzanti di ogni pericolo e di ogni giudizio terreno. Dovranno andare umilmente nelle strade, nelle famiglie, fra la gente, ad ascoltare i bisogni di tutti (specie di chi non conta niente) e a portare conforto e anche aiuto. In tal modo si stann

giovanni pancari 27.01.06 19:04| 
 |
Rispondi al commento

Perdono ed indulgenza sono stati esauriti per i preti pedofili e omosex. Speriamo di arrivarci alla prossima distribuzione. Se prima non si servono quelli di casa. Anch'io sono un credente e soffro ANCHE per come si è ridotta la Chiesa.
Ti mando subito dopo il mio tele di auguri al nuovo Papa........ potrai vedere.....
Ciao

giovanni pancari 27.01.06 18:57| 
 |
Rispondi al commento

Certo che la severità e la cattiveria con cui vengono trattati i divorziati risposati è al limite del razzismo in una Chiesa che predica il perdono. Premetto che sono credente. beppe che dici? Nicola

nicola stefani 23.01.06 12:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io sono credente ma cose così abominevoli nei confronti dei divorziati risposati non le ho mai viste. pazienza la comunione ma è proprio l'amore e la comprensione che manca nelle parrocchie nei confronti di queste persone. Chiesa fatta di perfetti=chiesa fatta di curiali e fedeli bigotti.

nicola stefani 21.01.06 12:45| 
 |
Rispondi al commento

marco ceccoli 17.01.06 05:42

Io non sono mai stato in dialogo antagonista con quel sito e non c'ero nemmeno mai entrato eppure il sito è inaccessibile e forse l'hanno tolto.
Prima di iniziare a putare sentenze bisognerebbe verificarle le cose..no?
è troppo facile giudicare.
E poi criticatre il papa perchè porta le collane e gli anelli d'oro quando per primi siete voi a giudicare a portare gli anelli d'oro e ad andare in giro in macchine costose e magari non fate nemmeno un po' di volontariato..questa è proprio incoerenza.
Anch'io mi schiero contro il papa perchè non mi piace e i papi in generale no mi sono mai piaciuti per la troppa ricchezza che hanno ma certo non credo di essere io da esempio per il mondo.
Criticate il mondo cattolico la religione per cose successe anni fa e cose anche più odierne.
Ma voi pensate che non dia fastidio anche a me il fatto che il clero non voglia le coppie di fatto la pillola l'aborto i gay per non parlare di tutte le nefandezze condotte in passato?
Il problema è che questa gente lo strumentalizza il messaggio di Dio e voi che non ci credete per queste cose siete strumentalizzati.Se voi mi dite non ci credo perchè secondo me non esiste ok e non ho nulla da obbiettare ognuno è libero ma se mi dite non ci credo perchè il papa ha fatto questo e le crociate e pinochet con giovanni paolo allora un bel vaff non ve lo leva nessuno.

Andrea Amadio 21.01.06 11:18| 
 |
Rispondi al commento

Ho ascoltato ad una radio privata nazionale un cittadino, di chiara origine meneghina, riferire che Sant'Ambrogio soleva affermare che non si deve scacciare chi bussa alla nostra porta perché affamato, assetato o ignudo, in quanto costui è Nostro Signore. Immediatamente mi è venuto in mente quanto segue:
Dà da mangiare a chi è affamato,
poiché non è Nostro Signore;
Dà da bere a chi è assetato,
poiché non è Nostro Signore;
Vesti chi è nudo,
poiché non è Nostro Signore,
ma è tuo fratello.

Carlo Gamberini 17.01.06 16:33| 
 |
Rispondi al commento

Ero in dialogo antagonista con famigliaitaliana.org, quando all'improvviso ieri mattina non sono potuto accedere al sito. All'inizio nella mia ingenuità ho pensato che si trattasse di un problema di server, poi mi è sorto il dubbio che sia stato oscurato a causa della campagna denigratoria attuata da certa parte politica e per le denuncie ricevute.
Personalmente trovo più incivile mettere a tacere una voce, anche se contraria al mio pensiero, piuttosto che esprimere la propria posizione sulle possibili influenze della cultura e dei media sui comportamenti umani.
Era proprio di questo argomento delicato e complesso che si andava discutendo, ma all'improvviso... Il buio! Forse che la voce antagonista è stata oscurata da menti ancor più buie?
Se così stessero davvero le cose, non potrei che esprimere la mia profonda contrarietà per quanto accaduto.
cordialmente
marco ceccoli

marco ceccoli 17.01.06 05:42| 
 |
Rispondi al commento

è bene ricordare a tutti gli italiani che viviamo in uno Stato LAICO...non è corretto che la Chiesa, in quanto istituzione, si intrometta nella vita politica e sopratutto nella vita privata della gente che la testa per pensare e riflettere la ha e non ha bisogno di leggi "morali"cui attenersi per autoregolarsi e conoscere cosa è bene fare per sè!
Ovviamente ciascuno ha diritto di esprimere il proprio punto di vista ma non è detto che esso sia la "verità assoluta"...deve rimanere SOLO UN PUNTO DI VISTA con lo stesso peso che viene attribuito a tutti noi comuni cittadini

Serena Gargiulo 14.01.06 14:10| 
 |
Rispondi al commento

è bene ricordare a tutti gli italiani che viviamo in uno Stato LAICO...non è corretto che la Chiesa, in quanto istituzione, si intrometta nella vita politica e sopratutto nella vita privata della gente che la testa per pensare e riflettere la ha e non ha bisogno di leggi "morali"cui attenersi per autoregolarsi e conoscere cosa è bene fare per sè!
Ovviamente ciascuno ha diritto di esprimere il proprio punto di vista ma non è detto che esso sia la "verità assoluta"...deve rimanere SOLO UN PUNTO DI VISTA con lo stesso peso che viene attribuito a tutti noi comuni cittadini

Serena Gargiulo 14.01.06 14:08| 
 |
Rispondi al commento

Questo frate che scrive una lettera tanto
ingenua, bah...
Dove vive, non sa' chi e' il Papa? Tutti quelli
che dicono di voler cambiare la Chiesa dall'in-
terno sono sprovveduti peggio dei bambini; e'
come se qualcuno si arruolasse nell'esercito
convinto di poterlo migliorare col suo piccolo
contributo di pacifista.
Le poche migliorie apportate alla Chiesa si sono
avute solo grazie alle martellate date dall'esterno, dal mondo laico o miscredente.

Quanto a quelli che ci riempiono la testa con
Francesco d'Assisi: sono solo innamorati di un
mito, non sanno chi era, di come mise il suo ordine
al servizio del Papa e della caccia e tortura
degli eretici, e non sanno del suo amore per la
sporcizia, per i pidocchi, per le umiliiazioni.

Altro mito e' Gesu'; appena si conoscano un minimo
i grandi filosofi, pensatori e filantropi della
storia, ci si rende conto di come Cristo sia stato
poca cosa, coi suoi discorsi confusi, incompren-
sibili, settari.
Di fronte a Socrate, ad Epicuro, a Buddha, egli
scompare, e ben lo sanno i preti e missionari che
accostandosi all'Oriente o alle culture antiche
rimasero stupiti e cominiciarono a dubitare dei
proprii dogmi.

Il mondo e' pieno di religioni e ognuna, come
direbbe Voltaire e' pronta a reclamare la propria
autenticita' come una gallina strepitante.
Peggio di tutti pero' sono quelli che affermano
dio essere uno solo in fondo (e quale? il loro?
e perche' non fa' niente vedendo che da millenni
gli uomini si scannano per delle virgole?)

Pietosa insania il monoteismo, che solo si regge
in piedi grazie alle costrizioni; lasciati liberi
di scegliere, gli umani tornano all'essenza del
paganesimo: la ricerca della conoscenza, del piacere, e l'amore per la Natura.

E. Belcampo
paganesimo

E. Belcampo 05.01.06 23:48| 
 |
Rispondi al commento

PER IL SIGNOR DIEGO AGOSTINO

Per comprendere le scritture e la vita di Cristo è inutile fare supposizioni personali, ma attenersi strettamente a quello che è scritto.
Ha ragione quando dice che il giudizio universale non può essere solo un cambiamento in peggio, cioè in morte, infatti leggendo attentamente le scritture che riguardano questo argomento si comprende come sia un giudizio avverso per chi si oppone a Dio e ai suoi propositi, ma significhi vita eterna in una nuova e giusta società umana per coloro che amano Dio e vogliono servirlo.
Lapostolo, in 2Pietro 3:13 dice:'Ma secondo la sua promessa noi aspettiamo nuovi cieli e nuova terra, e in questi dimorerà la giustizia' Che Dio non distruggera nè la terra nè i cieli fisici si comprende da altre scritture dove dice che la terra esisterà per sempre. Quello che Dio distruggerà sarà questa società umana corrotta e malvagia, questi governi oppressivi e ingiusti, e il sistema politico mondiale. Sarà allora che la terra sarà governata dal Regno di Dio, di cui Gesù ci insegnò a pregare nel 'Padre nostro': 'Venga il tuo regno, sia fatta la tua volontà come in cielo così in terra' Il Regno di Dio è un vero governo, retto da Cristo, che recherà all'umanità benedizioni eterne.
A questo si collegano i MIRACOLI che Gesù fece nella sua vita terrena; egli li fece per due ragioni: 1)Per dimostrare che era il Messia, il figlio di Dio. 2)Per mostrare ciò che avrebbe fatto in grande scala nel Regno di Dio,cioè: guarire l'uomo dalle malattie, sfamare l'umanità, placare gli elementi, risuscitare i morti.
Tutto quello che Cristo ha detto e ha fatto ha un senso, ed è tutto scritto, non abbiamo bisogno di interpretare nulla, basterebbe leggere tutta la Bibbia da cima a fondo, e studiarla per capire ciò che veramente dice. D'altronde questo è ciò che Dio vuole:'Questo significa vita eterna; che acquistino conoscenza di te, il solo vero Dio, e di colui che tu hai mandato, Gesù Cristo'Giov.17:3
Saluti!

Tiziana Santoro 28.12.05 18:51| 
 |
Rispondi al commento

Sono tuttologo anch'io! 2

Perché Psicanalisti e Psicologi non ci fanno una lettura scientifica sui fatti riportati?
Il "miracolo" degli occhi del cieco è assurdo:
1) sarebbe un episodio di magia
2) e tutti gli altri?
che fa Gesù "ne salva uno per convincerne cento"?
Ma per piacere, non è plausibile.
Non può essere che sia un fenomeno come quelli spiegati Da Freud per i sogni?
Gesù non ad un solo miserabile ma, a tutti i miserabili di allora e non solo, voleva aprire gli occhi, sul fatto che erano UGUALI ai kaifa, ai pilato, ai ricchi, gli uomini sono tutti uguali, e verrà il giudizio universale a stabilirlo qui sulla terra.
La lettera del francescano la dice lunga, se prega: "fa che questo papa", non è la chiara spiegazione che non fa quelle cose?
Saluti

diego dagostino 26.12.05 01:50| 
 |
Rispondi al commento

Sono tuttologo anch'io! 1
Al di la che i vangeli erano solamente una specie di manuali per convincere e convertire i pagani al cristianesimo, al di la che originariamente fino a ben oltre Paolo di Tarso i cristiani erano ancora fermamente convinti che la fine di quel mondo fosse imminente.
A parte il rispetto della legge ebraica, non mi risulta che Gesù abbia imposto altre regole e dipendenze, anzi.
Il rispetto della legge ebraica veniva richiamato, più per i potenti che non per la gente comune.
Anche allora il rispetto della legge da parte di tutti era già sinonimo di uguaglianza, di libertà.
Gesù non mi pare abbia considerato molto il papa di allora, men che meno i potenti, io dico che il nome giusto è papa kaifa CCXVI, tornasse Gesù non troverebbe nessuna differenza col kaifa di allora.
Gesù non era povero, chiedeva solamente che i ricchi donassero a chi non aveva, anche qui c'è un richiamo all'uguaglianza, concetto rivoluzionario per i tempi.
Anche l'imminente arrivo del GIUDIZIO UNIVERSALE, perché deve essere inteso come fine di questo mondo terreno per un mondo di morti celesti?
Perché non poteva essere che intendesse un giudizio universale che riconducesse all'uguaglianza di tutti gli uomini, ben più rivoluzionario?
Perché ci vogliono far credere che uno, che va in giro per il suo mondo, a predicare contro le disuguaglianze economiche e sociali, dovesse intendere un cambiamento fatto di morte.
Perché ci inculcano che il Gesù giovane nella sinagoga era un fenomeno da baraccone, un ragazzo prodigio e non un contestatore che affermava già da giovane (ma meno di quel che ci raccontano) che siamo tutti uguali, che la religione siamo tutti noi, che tutti possono leggere e parlare "delle scritture", senza bisogno di trovarci sempre a fare le pecore col pastore.
continua

diego dagostino 26.12.05 01:47| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo (Tuttologo d' Italia) )devo riprenderti.
La regola scritta da san Francesco dice chiaramente che i francescani devono sottostare al vescovo del luogo.
Ad Assisi c'era una situazione anomala in quanto i francescani d' Assisi dipendevano direttamente dalla Santa Sede scavalcando il vescovo di Assisi. questa situazione non funzionava perche' logicamente creava problemi.
sarebbe come se un sindaco(il vescovo locale in questo caso) non potesse intervenire in determinate zone della sua citta'..tanto per intenderci.
Per questo motivo giustamente e' stato deciso di riportare i francescani di Asissi sotto la dpendenza del vescovo locale come dice chiaramente la regola francescana che liberamente hanno deciso di seguire.
Caro Beppe non vedere il male dappertutto.....
Dove hai studiato per diventare Tuttologo?

Filippo C. 13.12.05 19:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ci devo pensare..

Laura Crobu 13.12.05 12:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

x Sig. Mario Cacciari
Risposta a suo 28/11/05


Giusto, perchè continuare ad identificare la fede in Dio (o nella Natura) col vero o presunto bigottismo o fondamentalismo di alcuni fratellastri? O predicatori ignoranti? Sarà come tu dici, malafede o tara mentale..
Vedo che perdi tempo a cercare in libri astrusi quello che ognuno, se vuole, si vede attorno ogni giorno.. Tutti sanno che Dio è dappertutto, ecc. ecc. (come ben descrivi) e che il dialogo con lui è immediato.. Tutti e nessuno ne sono gli intermediari..
Ma come fai poi ad affermare di non esser religioso se dici queste cose? Non credi in nessuna religione? Tu credi in tutte!
E il Papa ed il Vaticano cosa centrano in questo discorso? Lasciamo ognuno al suo posto: che se c'è è previsto! Geograficamente e storicamente. Piaccia non piaccia (agli invidiosi). Amen.
E l'8 per mille? Il moderno autofinanziamento di una grande organizzazione umanitaria italiana? Doveroso sostenere "quelli che spendono la loro vita per il prossimo" come ben tu dici! Ricordando -umanamente- che nessuno lavora o può lavorare gratis.. Nemmeno i puritani dei blog..
Basta scuse per le colpe passate? Ma chi te le ha chieste? Le scuse si fanno solo a chi le fa a te: che come anche tu sai (scusa se sbaglio) nessuno è perfetto.. Anche se per fortuna c'è tanta omertà in questo mondo..
E perchè questa finale: "Comunque viva tutti i bravi preti!" Ma lasciamoli lavorare! Sono sempre meno (specie se non si lasciano sposare come i frati) e con più problemi. Anche se qualcuno si sfoga come può. Sono le colonne della Chiesa. Ma, come ripeti, meglio pensare a Dio (Deus sive Natura), invece di perder tempo a litigare con la Chiesa (cioè con santi uomini come te)!
PS. Scusa il ritardo-risposta: sono tornato da S.Limbo solo oggi (per una vacanza culturale organizzata dallo IOR in collaborazione con la FAO). Mi dispiace per il Cardone, quello pagano..

Mario Alessandro 06.12.05 05:52| 
 |
Rispondi al commento

@ Mario Alessandro

Caro Signor Mario
mi premetta di contestarle le sue affermazioni che ritengo degne di una persona della sua appartenenza.Lei denuncia il fatto che noi siamo andati fuori tema.Io,se Lei avesse letto i miei interventi,ho scritto che la lettera è pura utopia spiegandone il perchè.Vorrei innanzitutto ringraziarLa per le belle parole profuse nei nostri riguardi dandoci del: ebete ; frustrati ; repressi ; esaltati ; disperati.
Gli ATEI di questo blog,anche se a volte hanno usato parole colorite mi sono sembrate più combattivi,quindi ebete è fuori luogo.Frustrati è un termine che si addice alla vita di credente e di conseguenza di non poter dare sfogo alle vostre repressioni.La risposta per l'espressione esaltati la ritrova negli interventi di questo blog.Disperati sono quelli come Lei che devono seguire le disposizioni papali e non poter pensare con la propria testa se mai ce ne fosse stata una.La vostra ipocrisia è illimitata così come la vostra cecità mentale.Lei ci dà del SAVONAROLA.Ma non era un frate domenicano,quindi dei vostri che allora potevate impunemente mettere al rogo.Caro Signor Mario oggi siamo più fortunati ,abbiamo imparato a leggere,anche se Lei non è tanto convinto.La mancanza di rispetto verso le caste sacerdotali non nasce dalle nostre frustrazioni ma dal pragmatismo.Io considero la chiesa come un cancro della società e quindi andrebbe estirpato.

Dopo gli ultimi interventi si nota che i difensori della fede sono evaporati rispecchiando esattamente il loro stile di vita ipocrita.
Signor Mario abbia il coraggio di firmare i suoi interventi con nome e cognome,dimostrando di avere le palle.Le persone come Lei si chiamano VIGLIACCHI.

Cardone Giovanni

Cardone Giovanni 04.12.05 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Mentre leggete queste scritture, ripensate mentalmente a tutte le immagini dei PAPI; mentre sono osannati come principi, mentre gli baciano la mano, al loro vivere nel lusso sfrenato,a come sono venerati, e andate indietro nel tempo, quando avevano sugli uomini potere di vita o di morte. MATTEO 23:1-12: "GESU'parlò alle folle e ai suoi discepoli dicendo: Gli scribi e i farisei(i sacerdoti ebrei)...Tutte le opere che fanno le fanno per essere visti dagli uomini, poichè allargano gli astucci che portano come salvaguardia, e allungano le frange delle loro vesti, a loro piacciono il luogo più eminente ai pasti serali e i primi posti nelle sinagoghe, e i saluti nei luoghi di mercato e d'essere chiamati Rabbi(maestri) dagli uomini. MA VOI non siate chiamati Rabbi, poichè uno solo è il vostro maestro, MENTRE VOI SIETE TUTTI FRATELLI. Inoltre, non chiamate nessuno PADRE VOSTRO sulla terra, poichè UNO SOLO è il padre vostro, IL CELESTE. Nè siate chiamati 'condottieri' perchè uno solo è il vostro condottiero, il Cristo. Ma il più grande fra voi dev'essere vostro ministro. CHI SI ESALTA SARA' UMULIATO, E CHI SI UMILIA SARA'ESALTATO."
ATTI 10:25,26 "Come PIETRO entrò, Cornelio gli andò incontro, cadde ai suoi piedi e gli rese omaggio. Ma Pietro lo fece levare, dicendo: ALZATI; ANCH'IO SONO UN UOMO"
Inoltre c'è anche da sapere che sia alcuni apostoli che Pietro erano SPOSATI. Che con la venuta e la morte di Gesù fu abolito il sacerdozio, gli uomini non avevano più bisogno di un sacerdote per accostarsi a Dio, Perchè Gesù stesso, con la sua morte, intercede per noi, è il "sommo sacerdote". Quindi nella prima congregazione(Chiesa) Cristiana (I° II° secolo d.C.)non c'era un divario tra laici e clero. Ma vi erano degli 'Anziani'(Presbiteri), che dirigevano e insegnavano alle congregazioni. Quindi nessun capo assoluto o 'Monarchia', con tanto di sudditi ed esercito come la città del Vaticano! SALUTI

Tiziana Santoro 03.12.05 21:01| 
 |
Rispondi al commento

A mettiamo pure che Pietro è il leggittimo successore di Gesù Cristo sulla terra (cosa che non credo), alla morte di Pietro come hanno fatto a inventare il così detto "conclave" che nella Bibbia non esitest? Se lo sono inventati loro? E allora mi domando, come si fa ad affermare che il successore di Pietro è il leggittimo successore di Pietro quando uomini mortali comuni decidono il successore? Forse a questo punto era meglio tirare a sorte con dei bigliettini il successore di Pietro almeno forse sarebbe satato più credibile, la sorte può essere di Dio ma non limitata a solo ai cardinali a tutti gli appartenenti alla "Curia ", se io avrei potuto scegliere come papa avrei preferito "Don mazzi" come papa oppure perchè no "Madre teresa", ma sapete gli ultimi saranno i primi solo al cospetto di Dio, perchè su questa terra gli ultimi resteranno sempre gli ultimi è la legge del potere, altro che chiesa in Cristo.

Monica Crisci 02.12.05 21:34| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUA- del regno dei cieli. Non gli è stato detto infatti: Tu sei PIetra,ma tu sei Pietro; Pietra era il Cristo, e Simone che lo aveva riconosciuto, come lo riconosce tutta la chiesa, fu detto appunto Pietro" Gli altri apostoli non riconobbero mai questo presunto primato di Pietro.
"Cristo è capo della Chiesa" dice Efes.5:23
Il presunto diritto divino non significa nulla se chi asserisce di averlo non ubbidisce a Dio e a Cristo. "Da questo si distinguono i figli di Dio dai figli del diavolo; Non è da Dio chi non ama il suo fratello. Poichè questo è il messaggio che avete udito dal principio:Che ci amiamo gli uni gli altri.Non come Caino, che era maligno e uccise suo fratello" 1giov.3:10-12
"Non chiunque mi dice:Signore,Signore, entrerà nel Regno dei cieli,ma colui che fa la volontà del padre mio che è nei cieli" Matt.7:21-23
Anche persone che non conoscono le scritture ormai riconoscono la falsa doppiezza della chiesa cattolica "Sepolcri imbiancati".. ormai da tempo non rappresentano più Dio. Ma leggendo la Bibbia sono completamente smascherati. E'per questo che un tempo LA CHIESA BRUCIAVA LE BIBBIE E CHI Le LEGGEVA, e ha tentato per secoli di mantenerla in una LINGUA MORTA, così da tenere nell'ignoranza il popolo e opprimerlo meglio. Il vaticano è uno stato, un regno, e i papi sono i Principi, come il principato di Monaco, nè più nè meno. di divino non hanno niente! cominciate a svegliarvi voi ancora che ci credete, aprite gli occhi e leggete la Bibbia. Saluti a tutti

Tiziana Santoro 02.12.05 20:14| 
 |
Rispondi al commento

IL PAPA..MA CHI E'?
SUCCESSIONE APOSTOLICA
Definizione: Dottrina secondo cui i dodici apostoli avrebbero avuto dei successori ai quali sarebbe stata trasmessa l'autorità per diritto divino. Nella Chiesa Cattolica Romana si afferma che i pontefici romani siano i leggittimi successori di Pietro, ne occupino la posizione e ne assolvano le funzioni, dal momento che, si sostiene, Cristo avrebbe conferito a Pietro il primato dell'autorità sull'intera chiesa.
ERA PIETRO LA "PIETRA" SU CUI FU EDIFICATA LA CHIESA? Cosa dice la Sacra Scrittura?
Matteo 16:18"E io ti dico: Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia chiesa.."
Su questa scrittura si basa la loro convinzione, che ha permesso per secoli, a uomini corrotti di opprimere il popolo e perpetrare ogni sorta di crimine e omicidio in nome di Dio. Leggendo il contesto, vers.13-20 si capisce che la discussione verteva sull'identità di Gesù, egli chiese agli apostoli:"Ma voi, chi dite che io sia? rispondendo Simon Pietro disse: Tu sei il Cristo, il figlio del Dio vivente. Gesù gli disse:Felice te, Simone..perchè te lo ha rivelato il Padre mio che è nei cieli"
CHI ERA "LA PIETRA, O PIETRA ANGOLARE" SECONDO GLI APOSTOLI PIETRO E PAOLO? Atti 4:8-11 dice: "Pietro, pieno di Spirito Santo, disseloro:
Capi del popolo e anziani..Gesù Cristo il nazareno, che voi avete crocifisso.. questo GESU'E'LA PIETRA che, scartata da voi costruttori, è diventata testata d'angolo" (Pietra angolare). Efesini 2:20 dice:"Siete edificati sopra il fondamento degli apostoli e dei profeti, avendo come PIETRA ANGOLARE lo stesso CRISTO GESU'" C'è qualche dubbio su chi sia la PIetra? S.AGOSTINO disse:"Tu sei Pietro e sopra questa pietra edificherò la mia chiesa.. come se per "sopra questa" si dovesse intendere quello che Pietro ha affermato quando ha esclamato"tu sei il figlio di Dio vivo" e che Pietro ha preso nome da questa Pietra, perchè raffigura la persona della chiesa edificata sopra questa Pietra, ed ha ricevuto le chiavi

Tiziana Santoro 02.12.05 19:31| 
 |
Rispondi al commento

Innanzi tutto grazi eBeppe per darci la possibilità di scrivere, inoltre scusatemi ragazzi per ciò che scrivo riguardo il papa e la sua santa chiesa...
Involontariamente ho postato un blog su un articolo diverso, ma se vi fà piacere andato a leggerlo, si trova nella sezione informazione( http://www.beppegrillo.it/2005/11/il_curriculum_v_1.html#comments), sempre firmato da me, riguardo il documento della cei, e della sua guerra antisemita verso gli omosessuali...
La chiesa nn è altra che falsa, demagogica, predica bene ma ruzzola male...
Basta ad una chiesa fatta di uomi casti e puri (che non lo sono)..
Basta a questa chiesa sessuofoba e sopratutto omofoba tanto tra di loro ci sono omosessuali ed altro.... chi di loro è senza peccato scagli la prima pietra... si dimettano dal loro sacerdozio, sono persone false ipocrite... Silamentano che le vocazione sono sempre di meno, perchè grazie a Dio gli omosessuali adesso vivono fuori, non ha bisogno di rifugiarsi dentro le mura della stessa chiesa.... Basta, con questa guerra che porta avanti da secoli, e nn dimentichiamoci delle guerre perseguite dalla chiesa, in nome di Dio, facendo genocidi, per far sì che si creasse un unica religione...
Esiste un libero arbitrio ove ognuno di noi possa credere in quel che crede, non dev'esser imposta la religione...
Il Signore è dentro di noi, alzi la trave di legno e mi troverai (vangelo di san tommano reso eretico dalla chiesa), non mi troverai nella mura....
Ritorni pure ad Avignone per me il sommo papa, che a dir il vero l'ultimo non mi spira fiducia per niente, sopratutto quando è uscito dal balcone sembrava avesse scritto in faccia "HO VINTO CI SONO RIUSCITO"...
Basta...

francesco circottola 02.12.05 11:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come sappiamo da millenni la chiesa non prende pozizioni ma si occupa di politica nella maniera più subdola ed intrigante, il cardinale Ruini lo metterei in galera ,insieme ai vari cardinali vescovi ecc. che con la panza piena parlano di povertà emarginazione e di moralità famiglia ecc. Essendo i maggiori responsabili della dilagante imbecillità cattolica bigotta(vedi esempio comunione e liberazione i primi ad essere razzisti verso coloro che non la pensano allo stesso modo e che a rimini parcheggiano le loro belle automobili da 30mila euro cari figli di papà )Ruini in galeraaaaaaaaaaaaaaa

Roberto tartarini 02.12.05 08:56| 
 |
Rispondi al commento

@ mario cacciani

Lei deve aver inteso male il mio intervento.Le consiglio di leggere quelli che ho già fatto precedentemente per capire da dove cominciare visto che il suo nome mi sembra nuovo.Le auguro buon divertimento.

Cardone Giovanni

Cardone Giovanni 01.12.05 20:12| 
 |
Rispondi al commento

Il Vaticano ha eliminato il limbo, perchè non è mai esistito, è una delle tante verità nascoste che questa chiesa non dice, come il fatto che non bisogno prostrarsi davanti a nessuno opera fatta da mani d'uomo (è scritto proprio così sulla Bibbia) e poi c'è un altro passo che dice "ti prosterai solo davanti al tuo Dio"; tutte le volte che qualcuno si inchina ad una statua è peccatore di idolatria e quando le persone si inchinano davanti al Papa (uomo tra gli uomini) è riconoscerlo come se fosse Dio in terra, poi un altra cosa nella Bibbia Gesù dice che sarà con noi fino alla fine dei tempi allora io mi domando se una persona è presente ha bisogno di un vicario che ne fa le veci? Ha bisogno di un sostituto? Evidente mente no!!!
Riflettete e leggete con più attenzione la Bibbia, invece di credere a tutto quello che vi si dice; e non mi venite a dire la storia della venerazione invece che adorazione che se andate in un vocabolario italiano il significato è identico.

Monica Crisci 01.12.05 15:14| 
 |
Rispondi al commento

Il Vaticano ha abolito il Limbo! Quale, quello rock?Roba da matti! Per chi l'hanno fatto? Per i milioni di bambini che muoiono nel mondo per la fame e per quelle guerre che qualche loro affiliato addirittura benedice? Sicuramente no,perche' quei bambini appartengono ad altre religioni che il cardinale Ruini combatte da sempre. Io consiglierei di abolire l'Inferno, dove tanti di loro, pedofili,nobili carichi di denaro, faccendieri vari finiranno. L'unica cosa che fanno per i paesi del terzo mondo è partecipare con frasi prestampate al vertice Fao, ennesima presa in giro per quei poveri popoli.E poi si riempiono la bocca appellandosi all'etica.
A Giovanni Cardone. dico che il Papa e' una figura che viene individuata in base al momento storico in cui si vive e in funzione di questo viene eletto. Per favore basta con la cazzata che il papa è Dio in terra! Non ci credono nemmeno i miei due furetti!

mario cacciani Commentatore in marcia al V2day 01.12.05 14:54| 
 |
Rispondi al commento

@ mario cacciani

Il papa non si lascia manovrare bensì è lui il grande timoniere.La sua giurisdizione non ha confini.Non te ne accorgi che ogni volta che qualche
leccaderetano viene eletto corre al suo capezzale?.
Ciao devo scappare.

Cardone Giovanni

Cardone Giovanni 01.12.05 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Il camerata Camillo Ruini ha colpito ancora! Ora consiglia di non sposarsi con persone di fede musulmana! Già prima delle due torri sparava anatemi contro l'Islaam,lui burattino vaticano, manovrato dai compari di merenda di sempre, Berlusconi e Bush. Tra un pò consigliera' di non sposare handicappati, nani, zingari e via discorrendo! Ma d'altronde, da personaggi che dovrebbero professare la parola di Cristo, ma che da sempre vivono nell'opulenza e nel compromesso
che vuoi pretendere? Poi mi rivolgo a tutti quegli idioti che in questo blog tacciano di ateismo coloro che criticano il Vaticano. Ma volete leggerla la storia invece di stare imprigionati nella vostra ottusità e fanatismo? Ma come si fa, ripeto, come si fa ad accomunare una fede verso Dio a quella cosca rintanata in Vaticano? Ma non capite che il Papa è un politico e che nella sua elezione rientrano forze occulte mondiali? Ma non vi informate di tutte le porcherie in cui sono invischitai con al loro banca, lo Ior? Non farsi prendere per il culo è ateismo? Cari creduloni, avete solo il mondo che meritate!

mario cacciani Commentatore in marcia al V2day 01.12.05 11:19| 
 |
Rispondi al commento

@ Andrea Amadio

http://www.heiligenlexikon.de/start.html?BiographienM/Maximilian_Kolbe.htm

Purtroppo le informazioni su Kolbe le ho trovate solo in tedesco ed al momento non ho molto tempo a disposizione.

Con questo La saluto

Cardone Giovanni

Cardone Giovanni 30.11.05 23:56| 
 |
Rispondi al commento

Matteo 21:31 Chi dei due ha compiuto la volontà del padre?». Dicono: «L'ultimo». E Gesù disse loro: «In verità vi dico: I pubblicani e le prostitute vi passano avanti nel regno di Dio.
Giovanni 8:32 conoscerete la verità e la verità vi farà liberi».
Questi versetti biblici vi dicono qualcosa?
Penso che molti preti e molti vescovi ecc. interpretano la bibbia a loro piacimento e a loro favore, la verità è che Gesù stava con le prostitute, i lebrosi, gli storpi ecc.
Una chiesa che escude gli emarginati (omossessuali ecc.) non è una vera chiesa cristiana, perchè esclude i più bisognosi di comprensione e amore, Gesù non ha mai imposto niente le persone sono sempre state libere di scegliere se stare con Lui o no, la chiesa oggi impone e questo non va bene, non è giusto, non riesco a capire perchè accanirsi tanto per l'aborto se uno è cristiano cattolico non abbortisce, se invece un altro non è cristiano deve essere libero di decidere diversamente, la chiesa invece dovrebbe aiutare le persone che si trovano a vivere con uno stipendio da fame invece di fare tante polemiche inutili, penso che poche donne abbortirebbero se avessero la possibilità di risolvere i molti problemi che hanno da risolvere quotidianamente, il Papa dovrebbe tirare le "orecchie" ai nostri politici che fanno leggi solo per i ricchi e non aggevolano le persone con un reddito medio-basso, ma siccome che anche il Vaticano ha i suoi vantaggi con i suddetti signori allora si tira fuori il diavolo e l'inferno, come dire cornuti e mazziati.

Monica

Monica Crisci 30.11.05 22:11| 
 |
Rispondi al commento

SEGUITO DEL MESSAGGIO PRECEDENTE PUBBLICATO INCOMPLETO

PER : Alessandro Santoro, prete delle Piagge in Firenze.
------------------------
MIEI AUGURI AL NUOVO PAPA:
---------------------------
PER S.S. BENEDETTO XVI

Il Vaticano è anche uno Stato, per cui è ovvio e necessario che abbia i suoi "funzionari", ma, ipotizzando una scissione di "carriere", si potrebbero avere "pastori", da affiancare ai "funzionari" ma da loro indipendenti, che abbiano la volontà di dedicarsi esclusivamente alla spiritualità del gregge, sprezzanti di ogni pericolo e di ogni giudizio terreno. Dovranno andare umilmente nelle strade, nelle famiglie, fra la gente, ad ascoltare i bisogni di tutti (specie di chi non conta niente) e a portare conforto e anche aiuto. In tal modo si stanno organizzando, già da tempo, altri credi religiosi e non. Le CULTURE dell'inizio del 3° millennio sono molto dinamiche e a stretto contatto con gli "adepti", molto sensibili a sentirsi tenere in considerazione.
SANTITA' mi perdonami per quanto ho osato, ma la mia sofferenza è grande perchè vedo la Chiesa in vera difficoltà per cose alle quali si può ancora rimediare.
Rendendo gloria a Cristo invoco la Tua Benedizione anche per chi soffre accanto a me.
Giovanni Battista Pàncari

Corso Sicilia, 71
95131 Catania
Tel.: 095-327245

giovanni pancari 30.11.05 20:50| 
 |
Rispondi al commento

PER : Alessandro Santoro, prete delle Piagge in Firenze.
------------------------
MIEI AUGURI AL NUOVO PAPA:
---------------------------
PER S.S. BENEDETTO XVI

SANTO PADRE, faccio seguito alla mia email del 23 Apr. u.s. perchè sento il bisogno di parlare ancora con Te.
TI seguiamo sempre in TV e abbiamo tanta speranza in TE. Preghiamo la Beata Vergine Maria perchè Ti aiuti a farTi volare in alto per staccarTi da ciò che Ti circonda e vedere meglio. Noi Ti supplichiamo, pregando per Te, di riprendere la coraggiosa opera iniziata dal GRANDE PAPA che da solo ha tanto seminato "fuori" e anche nei campi di altri "padroni" che però erano a LUI soggetti.
Ora TU devi raccogliere, iniziando col soppesare bene i singoli "padroni" di ognuno dei TUOI campi nei quali è già stato seminato, e successivamente estirpare la (eventuale) gramigna in essi esistente. Così facendo riporterai i nostri pastori ad avere la credibilità necessaria per ridare a noi la fiducia e rafforzare Santa Madre Chiesa. Dall'alto vedrai anche lo sfacelo delle coscienze e l'imperante materialismo che ormai è ovunque e capirai che è giunto il tempo di intervenire.
Ciò comporterà decisioni sofferte ed enormi sacrifici, ma ogni rinnovamento deve avere le sue vittime. Tutto andrà però a maggior gloria di DIO e sarà di grande esempio per ridare fiducia al SUO popolo. TU, SANTO PADRE, sei assistito dallo SPIRITO SANTO e non hai certo bisogno di consigli, ma noi fedeli abbiamo il dovere di farti sapere (se ci riusciamo) quali sono i nostri pensieri, sempre devotamente e deferentemente.
Il Vaticano è anche uno Stato, per cui è ovvio e necessario che abbia i suoi "funzionari", ma, ipotizzando una scissione di "carriere", si potrebbero avere "pastori", da affiancare ai "funzionari" ma da loro indipendenti, che abbiano la volontà di dedicarsi esclusivamente alla spiritualità del gregge, sprezzanti di ogni pericolo e di ogni giudizio terreno. Dovranno andare umilmente nelle strade, nelle famig

giovanni pancari 30.11.05 20:41| 
 |
Rispondi al commento

PER : Alessandro Santoro, prete delle Piagge in Firenze.
------------------------
MIEI AUGURI AL NUOVO PAPA:
---------------------------
PER S.S. BENEDETTO XVI

SANTO PADRE, faccio seguito alla mia email del 23 Apr. u.s. perchè sento il bisogno di parlare ancora con Te.
TI seguiamo sempre in TV e abbiamo tanta speranza in TE. Preghiamo la Beata Vergine Maria perchè Ti aiuti a farTi volare in alto per staccarTi da ciò che Ti circonda e vedere meglio. Noi Ti supplichiamo, pregando per Te, di riprendere la coraggiosa opera iniziata dal GRANDE PAPA che da solo ha tanto seminato "fuori" e anche nei campi di altri "padroni" che però erano a LUI soggetti.
Ora TU devi raccogliere, iniziando col soppesare bene i singoli "padroni" di ognuno dei TUOI campi nei quali è già stato seminato, e successivamente estirpare la (eventuale) gramigna in essi esistente. Così facendo riporterai i nostri pastori ad avere la credibilità necessaria per ridare a noi la fiducia e rafforzare Santa Madre Chiesa. Dall'alto vedrai anche lo sfacelo delle coscienze e l'imperante materialismo che ormai è ovunque e capirai che è giunto il tempo di intervenire.
Ciò comporterà decisioni sofferte ed enormi sacrifici, ma ogni rinnovamento deve avere le sue vittime. Tutto andrà però a maggior gloria di DIO e sarà di grande esempio per ridare fiducia al SUO popolo. TU, SANTO PADRE, sei assistito dallo SPIRITO SANTO e non hai certo bisogno di consigli, ma noi fedeli abbiamo il dovere di farti sapere (se ci riusciamo) quali sono i nostri pensieri, sempre devotamente e deferentemente.
Il Vaticano è anche uno Stato, per cui è ovvio e necessario che abbia i suoi "funzionari", ma, ipotizzando una scissione di "carriere", si potrebbero avere "pastori", da affiancare ai "funzionari" ma da loro indipendenti, che abbiano la volontà di dedicarsi esclusivamente alla spiritualità del gregge, sprezzanti di ogni pericolo e di ogni giudizio terreno. Dovranno andare umilmente nelle strade, nelle famig

giovanni pancari 30.11.05 20:39| 
 |
Rispondi al commento

PER : Alessandro Santoro, prete delle Piagge in Firenze.
------------------------
MIEI AUGURI AL NUOVO PAPA:
---------------------------
PER S.S. BENEDETTO XVI

SANTO PADRE, faccio seguito alla mia email del 23 Apr. u.s. perchè sento il bisogno di parlare ancora con Te.
TI seguiamo sempre in TV e abbiamo tanta speranza in TE. Preghiamo la Beata Vergine Maria perchè Ti aiuti a farTi volare in alto per staccarTi da ciò che Ti circonda e vedere meglio. Noi Ti supplichiamo, pregando per Te, di riprendere la coraggiosa opera iniziata dal GRANDE PAPA che da solo ha tanto seminato "fuori" e anche nei campi di altri "padroni" che però erano a LUI soggetti.
Ora TU devi raccogliere, iniziando col soppesare bene i singoli "padroni" di ognuno dei TUOI campi nei quali è già stato seminato, e successivamente estirpare la (eventuale) gramigna in essi esistente. Così facendo riporterai i nostri pastori ad avere la credibilità necessaria per ridare a noi la fiducia e rafforzare Santa Madre Chiesa. Dall'alto vedrai anche lo sfacelo delle coscienze e l'imperante materialismo che ormai è ovunque e capirai che è giunto il tempo di intervenire.
Ciò comporterà decisioni sofferte ed enormi sacrifici, ma ogni rinnovamento deve avere le sue vittime. Tutto andrà però a maggior gloria di DIO e sarà di grande esempio per ridare fiducia al SUO popolo. TU, SANTO PADRE, sei assistito dallo SPIRITO SANTO e non hai certo bisogno di consigli, ma noi fedeli abbiamo il dovere di farti sapere (se ci riusciamo) quali sono i nostri pensieri, sempre devotamente e deferentemente.
Il Vaticano è anche uno Stato, per cui è ovvio e necessario che abbia i suoi "funzionari", ma, ipotizzando una scissione di "carriere", si potrebbero avere "pastori", da affiancare ai "funzionari" ma da loro indipendenti, che abbiano la volontà di dedicarsi esclusivamente alla spiritualità del gregge, sprezzanti di ogni pericolo e di ogni giudizio terreno. Dovranno andare umilmente nelle strade, nelle famig

giovanni pancari 30.11.05 20:39| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, sei forte tranne quando parli di Chiesa.
Non il Vescovo responsabile della sua diocesi? come è possibile che lui non abbia il controllo su quanto avviene nella stessa. Non sono i Francescani chiamati all'obbedienza per voto? Non vedo il problema da te sollevato.

Per il messaggio di don alessandro mi domando se è un prete? ma siccome lo sarà dimostra di quanto grande sia l'amore che la chiesa nutre verso le sue pecore, in attesa di una vera conversione. Chi diavolo sei per giudicare cosa significa essere papa. Il dramma del tuo messagio è che tu non sai + chi sei e ti apri a tutto. La verità è una Gesù Cristo che ha dato la propria vita per tutti gli esseri umani, hai forse dimenticato la forza del Kerygma a quello ti devi dedicare con tutte le tue forze. Ricorda che dove c'è contesa c'è satana. Madre Teresa di Calcutta aiutava chiunque perchè in chiunque vedeva Cristo, ma non contendeva nulla a nessuno. Non è importante che tutti si convertano, ma che vedano la luve di un cristiano.
Se voui uscire dalla tua personale crisi di fede, digiuna, alzati la notte e prega per te per le tue pecore. Rileggi i primi capitoli di S. paolo ai romani e vedrai la società in cui noi stiamo vivendo in cui c'è bisogno di testimoniare anche arrivando al martirio. Non parlare male di chi comanda perchè se è li lo è per volere di Dio. Se volessi poi chiedere un aiuto particolare chiedi a Maria vai a Medjugorje e scopri di nuovo l'arma della preghiera. La chiesa e il papa con essa hanno un amore per l'uomo che tu hai smarrito ricorda amare è anche corregere, la chiesa ama l'uomo, ma condanna i peccati perchè uccidono distruggono l'essere umano.
La pace di Dio possa trovarti.
Non sono un pazzo ma un fratello che si dispiace nel vedere la fede di un fratello vacillare. Mi chiamo Lorenzo ho 35 anni sono sposato, ho 4 figli, sono un dipendente statale, e a volte qualcuno pensa che io sia pazzo per questo, ma credo in Dio e nel suo figlio Gesù,il mondo è bello, Dio Onnipotente.

lorenzo marzocchi 30.11.05 18:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sempre per Cardone:

non mi sono offeso per la battuta sul cognome e ci mancherebbe ho subito anche di peggio ma ci tenevo a precisare che non bisogna farsi ingannare dalle apparenze perchè arrivo da una famiglia di COMUNISTI e PARTIGIANI!

Andrea Amadio 29.11.05 22:00| 
 |
Rispondi al commento

X Cardone Giovanni

Io non sapevo queste cose ma sono andato ad informarmi e non mi pare che abbia detto queste cose.Mi puoi scrivere l'url?Lui è nato in Polonia e c'è ritornato quando i Tedeschi l'avevano invasa dando ospitalità anche agli Ebrei.
Anche perchè se no non mi spiegherei il perchè dell'internamento in un campo di concentramento dato che la pensava come loro.

ps. potresti darmi anche del tu dato che siamo in web!

Andrea Amadio 29.11.05 21:17| 
 |
Rispondi al commento

@ Figlio di Maria

Salve leggo la sua missiva con piacere.Fa bene a farmi notare che l'inquisizione (quella feroce)sia apparsa un pò più tardi ma le basi furono gettate molto tempo prima,se non vado errato nel periodo tardo romano.Lei non a caso parla di POTERE e Gesù buttò fuori i commercianti dal tempio.Non nota una certa somiglianza con il tempio di oggi ed io mi chiedo,Le sarà venuto pure qualche dubbio o no?.Se è interessato a saperne un pò di più sull'inquisizione,può tranquillamente andare su WIKIPEDIA,c'è abbastanza per inquadrare il problema.
Grazie dell'attenzione

Cardone Giovanni


@ Andrea Amadio

Illustrissimo Signor Amadio(il Suo nome è già un programma)ha fatto bene a srivere di padre Kolbe,anche perchè,mi ha costretto a fare ricerca per qualcosa che non sapevo.Purtroppo le uniche informazioni che ho trovato sono in lingua tedesca e di certo non posso riportarle senza tradurle.Padre Kolbe era un francescano che è morto in un campo di concentramento.Non voglio prolungare il discorso ma,e quì comincia il problema,dalle sue pubblicazioni su riviste cattoliche traspare dell'antisemitismo.Testualmente dice:"La Polonia è la riserva principale dell'ebraismo che si insinua nei popoli come una metastasi,perciò i giudei devono andare via dalla Polonia".Come vede la santità di questo frate non è poi così immacolata
come potrebbe sembrare a prima vista.
In quanto a tutte le cose che sono state commesse durante tutta la storia dell'umanità non posso che darle ragione.

Cordiali saluti

Cardone Giovanni

Cardone Giovanni 29.11.05 20:55| 
 |
Rispondi al commento

Io credo che in ogni sistema ci siano mele marce e mele mature.E' innegabile il fatto che ci siano oggi e in passato preti che hanno fatto i preti e non i banchieri o i pedofili o sbaglio?La Chiesa ha le mani che grondano sangue? No! Sono alcuni elementi che non si comportano come dovrebbero e senza morale cristiana.Vogliamo citare qualcuno dei buoni invece di citare solo i cattivi? Uno per tutti? Padre Kolbe (tedesco). se non sapete chi è andate a cercare la biografia in web.
C'è chi dice di essere ateo perchè il papa e tutti i suoi dipendenti si comportano male ma quando state male ricorrete alla medicina..e sapete da dove arrivano i progressi della medicina e quando ha avuto il suo picco?Durante la seconda guerra mondiale.Si eseguivano autopsie su persone vive a cui era stato somministrato un farmaco per evitare che si muovessero e che urlassero ma che li teneva coscienti, esperimenti sui feti sui gemelli sulle donne (visite ginecologiche con i divaricatori delle vacche) e ancora altro.Se utilizzate quel criterio per fare le cose ovvero mi schiero dal pulito non fatevi più curare da nessuno nemmeno dal dentista.

Andrea Amadio 29.11.05 16:35| 
 |
Rispondi al commento

Si caro sig. Cardone Giovanni, le maani della Chiesa grondano sangue ed è quello di Gesù morto inchiodato sulla croce per mano di coloro che in lui vedevano un mistificatore, colui che era venuto per togliere loro il falso potere che avevano.

Non sono così erudito come lei, ma mi pare che l'inquisizione, quella "terribile" inquisizione, (sulla quale molti storici stanno stanno iniziando a riverere i giudizi) ai tempi di San Francesco non esistesse ancora.

Figlio di Maria 29.11.05 15:49| 
 |
Rispondi al commento

ha ragione chi si chiede chi difende la chiesa, xkè noi che la attacchimao non facciamo che trovare conferme, ma vorri propio capire su cosa si basa chi la difende (apparte il classioco io ci credo)
La chiesa è fatta di uomini ed in quanto tali peccatori, quindi io mi sento meglio quando "aiuto un vecchietta ad attraversare la strada" e non nell'andare messa.

Stefano.

Libero Nato 29.11.05 14:28| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti.

Ma dove sono finiti i sostenitori (il più delle volte ipocriti) della chiesa .Certo che dopo questa valanga di FATTI e sproloqui dei padri della chiesa
(2000 anni di misfatti lasciano parecchio da discutere) avranno adottato il loro sempre in voga taaticismo:defilarsi.

Mario alessandro non ti ho dimenticato

Tanti saluti

Cardone Giovanni

P:S.
@ Daniele Tagliati

Ha fatto bene a riportare fatti(scritti)sono difficili da contestare.

Cardone Giovanni 29.11.05 11:32| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe

OGGI E' STATO ABOLITO IL LIMBO !!!!!!!!!!!

Notizia strepitosa ed esilarante comparsa su Repubblica, oggi è stato abolito il "limbo" la conferenza per la interpretazione della dottrina (o qualche cosa di simile) ha deciso di abolire il concetto di Limbo e di mandare in paradiso per direttissima tutti quei poveri bimbi che moriranno senza battesimo.

Ma che il Papa ha imparato da Berlusconi ed ha fatto un'amnistia ed a quelli nel Limbo è applicabile la ex Cirielli ?!!!!!

E la retroattività ? E tutti quei puttini ed angioletti annoiati del nostro barocco dove finiranno? E quando scade il termine "bambini", segue le regole dei listini dei tour operator 0-2 anni, 0-6 anni con miniclub?

E quelli che decidono di battezzarsi da adolescenti hanno il Bonus Paradiso?

Ed a noi che siamo già battezzati ci tocca avere fede ed ascoltare anche queste fantasie senza commentare per guadagnarci il paradiso!!!

Non che mi interessi molto del Limbo, dell'inferno e del paradiso perchè sono parecchio occupato a sopravvivere ma quello che voglio sottolineare è come ormai anche le istituzioni di maggiore rifermento abbiano perso la capacità di tacere QUANDO NON HANNO NIENTE DA DIRE !!!!!!

MEDITATE GENTE MEDITATE

Dai frati e dai poveri dovrebbero imaprare la concretezza, dovrebbero cercare di non farli morire di AIDS e di denutrizione i BAMBIBI invece di fare filosofia RIDICOLA su dove parcheggiare le loro anime, che ne pensate !!!

Francesco Pelaia 29.11.05 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Suvvia, non disperate. Ve ne regalo un'altra.
La donna è un tempio costruito su una CLOACA... Tu, donna, sei la porta del diavolo, tu hai circuito quello stesso che il diavolo non osava attaccare di fronte. E' a causa tua che il figlio di Dio ha dovuto morire, tu dovrai fuggire per sempre in gramaglie ecoperta di cenci. (Tertulliano, scrittore latino cristiano)
Ma si, sono generoso e ve ne dono una profonda...
E' un'eresia insegnare e credere che bruciare gli eretici è contrario alla volontà dello spirito santo (Leone X, papa dal 1513 al 1521, bolla papale del 1520)

Daniele Tagliati 29.11.05 01:46| 
 |
Rispondi al commento

Io mi diverto con poco, è sufficiente per me citare i pensieri dei padri fondatori della Chiesa Cattolica Apostolica Romana (C.C.A.R.)
Le donne non dovrebbero essere illuminate o educate in nessun modo. Dovrebbero in realtà, essere SEGREGATE, poichè sono loro la causa di orrende e involontarie erezioni di uomini santi. (San Agostino)

Daniele Tagliati 29.11.05 01:36| 
 |
Rispondi al commento

A quando la fiction apocrifa su Ruini? E chi vorreste come attore?

Fabio Fantini 28.11.05 21:53| 
 |
Rispondi al commento

@ NICOLOSI FILIPPO

Caro Signor Nicolosi Io sono del parere che Lei la risposta se la sia data da sè.Purtroppo siete 1,2miliardi e questo condiziona fortemente anche la nostra vita di pagani,questo è il motivo per cui non posso ignorarla.La chiesa non sbaglia nei suoi principi bensì razzola male.Le faccio una domanda.Se lei fosse nato e vivesse in Arabia Saudita (come esempio)starebbe quì a difendere la Chiesa cattolica?.Konrad Lorenz parlava di "imprinting" e non a caso.

Con riguardo

Cardone Giovanni

@ Andrea Vitti

Che sia ben chiaro che io non metto in discussione la fede intesa come parte di sè.Nell'ultimo intervento ho accennato al tema "TEOLOGIA e LIBERAZIONE e non a caso.Io come pagano ho visto con interesse la nascita di questo movimento all'interno della chiesa.Mi domando se almeno qualcuno di voi credenti è al corrente oppure come è di consuetudine tutto viene tenuto nascosto.
Spero di essere stato eloquente.

Saluti

Cardone Giovanni

@ Figlio di Maria

Lei ha riportato una storiella piacevole nella lettura la qual cosa di ricordi di studi lontani indietro nel tempo mi porta.Ed adesso bando alle chiacchiere voi parlate di San Francesco ma mi devo permettere di ricordarLe che San Franceso ad un passo dall'essere bruciato finì.Era gia di per sè uno spirito libero che grazie alla influenza della sua famiglia riuscì a salvare la pelle.L'inquisizione di quei tempi non scherzava.
La voglio finire quì perchè ho poco tempo.
Lei parla di pazienza pensi che l'umanità sopporta i crimini del cristianesimo da ca. 2000 anni.Le mani della chiesa grondano sangue caro figlio di maria.

Un caro saluto

Cardone Giovanni

Cardone Giovanni 28.11.05 21:39| 
 |
Rispondi al commento

La chiesa è una sposa sbandata che, in mezzo ad una piazza, scopa con BANCHIERI e POLITICI avvelenando al tempo stesso la vita ai ragazzini che si fanno le seghe. (Vladimir Senakowsky)

Daniele Tagliati 28.11.05 20:50| 
 |
Rispondi al commento

@ NICOLOSI FILIPPO


Sai c'è una differenza tra credere per scelta e credere per abitudine. Io credo in Dio ed è propio per questo che schifo la chiesa perchè se analizzassimo in maniera oggettiva comportamenti ed abitudini dopo tutto di cattolico c'è ben poco...
Attenzione, io non ho niente contro i preti delle piccole realtà (come probabilmente quello a cui è dedicato questo blog), io rinnego l'istituzione gerarchica e dittatoriale che la chiesa impone.
Propio perchè c'è tanta gente che come te ci crede, propio per questo la chiesa dovrebbe pensare prima di parlare, perchè col suo grande potere può inculcare idee più di qualunque altro reggime. Un esempio che spesso pongo è: "se il papa dichiarasse che è giusto attaccare il giappone (tanto per dirne uno) mia nonna partirebbe in guerra". Pensaci, e comunque se uso uno strumento come questo è propio per trovare gente che non la pensa come me con i quali avere un confronto

Stefano.

Ps: potete darmi del tu!!!

stefano dironzo 28.11.05 20:08| 
 |
Rispondi al commento

Grillo mi devi dire ,ma onestamente, quale azione di guerra hanno fatto i soldati italiani in IraQ ? Scrivere una lettera a Ciampi come hai menzionato sarebbe assurdo.Pertanto sii sincero con la tua coscienza.Gli Italiani hanno portato in Iraq solamente AIUTO ALLA POPOLAZIONE e in cambio hanno ricevuto dagli assassini gasatori di Saddam solo morte e in Patria sconfessate le loro AZIONI tanto da richiedere l'immediato rimpatrio da parte dei soliti...noti.

NICOLOSI FILIPPO 28.11.05 19:46| 
 |
Rispondi al commento

Per Cardone Giovanni:Non vedo il motivo per cui dovrei preoccuparmi.Quello che dico e' solo una cosa,e cioe' perche' vi interessa tanto il parere della CHiesa,dal momento che per voi la Chiesa sbaglia sia nei suoi princìpi che nelle sue azioni.Ci sono oltre unmiliardo e 200 milioni che non la pensano come voi nel mondo e pertanto e' bene che ne teniate conto,se volete,se no ignoratela.

NICOLOSI FILIPPO 28.11.05 18:43| 
 |
Rispondi al commento

@ Stefano Dironzo

Il Suo intervento mi ha fatto ridere di gusto.
Mi dispiace per Suo padre,mia moglie ha perso la madre che aveva sei mesi,mio cognato 2 anni.Mia moglie mi ha raccontato che quando erano ancora in giovane età parlando tra loro è venuto fuori il discorso "ma se Dio vuole ci così bene,noi bambini,perchè ci ha portato via la mamma?.La risposta è semplice caro stefano e Lei,la conosce benissimo.Le auguro buona fortuna e conti sempre su se stesso.

Cardone Giovanni

Cardone Giovanni 28.11.05 17:18| 
 |
Rispondi al commento

dai Fioretti di San Francesco:
dal Capitolo 5

Addivenne, nel principio della religione, che santo Francesco mandò frate Bernardo a Bologna, acciò che ivi, secondo la grazia che Iddio gli avea data, facesse frutto a Dio, e frate Bernardo facendosi il segno della santissima croce per la santa obbidienza, si partì e pervenne a Bologna. E vedendolo li fanciulli in abito disusato e vile, sì gli faceano molti scherni e molte ingiurie, come si farebbe a uno pazzo; e frate Bernardo pazientemente e allegramente sostenea ogni cosa per amore di Cristo. Anzi, acciò che meglio e' fusse istraziato, si puose istudiosamente nella piazza della città; onde sedendo ivi sì gli si radunarono d'intorno molti fanciulli e uomini, e chi gli tirava il cappuccio dirietro e chi dinanzi, chi gli gittava polvere e chi pietre, chi 'l sospingeva di qua e chi di là: e frate Bernardo, sempre d'uno modo e d'una pazienza, col volto lieto, non si rammaricava e non si mutava. E per più dì ritornò a quello medesimo luogo, pure per sostenere simiglianti cose. E però che la pazienza è opera di perfezione e pruova di virtù, uno savio dottore di legge, vedendo e considerando tanta costanza e virtù di frate Bernardo non potersi turbare in tanti dì per niuna molestia o ingiuria, disse fra se medesimo: «Impossibile è che costui non sia santo uomo».

Sia sempre benedetta la Pazienza.

Figlio di Maria 28.11.05 16:33| 
 |
Rispondi al commento

@ NICOLOSI FILIPPO

Questi principi non li hai avuti sempre nel cuore bensì Te li hanno inculcati dalla nascita.Non sei l'unico,non ti preoccupare.

Cardone Giovanni

P.S

A Mario Alessandro rispondo più avanti

Cardone Giovanni 28.11.05 15:50| 
 |
Rispondi al commento

Fa che questo Papa porti la Chiesa ad essere severa verso chi rinnega i suoi princìpi.Chi vuol tenersi fuori non ha che da attuare quanto desiderato,ma non puo' e non deve intromettersi in chi questi princìpi li ha avuto sempre nel cuore.

NICOLOSI FILIPPO 28.11.05 15:22| 
 |
Rispondi al commento

... Caro spirito santo fai che tutti i clerici possano essere allergici all'oro, almeno tutto questo sperpero potrebbe andare a chi ne ha bisogno... fai che la papamobile da 2 miliardi possa fondere il motore e far camminare a piedi il papa... facci diventare tutti uguali davanti alla chiesa come lo eravamio d'inanzi a Dio e non divisi in categorie di peccatori come siamo ora (gay, divorziati, abortiste...)... fai che chi è prete per interesse sia assalito da un prudito al fondoschiena appena pronunci parole in nome di Dio... facci liberi di parlare con Dio senza intermediari a pagamento... fa che a tutti i clerici che parlano di politica gli si infiammi la lingua come se avessero mangiato peperoncino calbbrese, perche si rendano conto che hanno il potere di influenzare la gente... e sopratutto, ti prego , fai che mai più una persona vestita d'oro che vive in una reggia, che gira il mondo agitando la mano per salutare folle, che parla per frasi fatte ed utopiche, possa dire a me studente universitari, dipendente a progetto con 700 euro al mese, senza un padre morto per cancro, di fare la carita perche lo ritengo più di tutto un insulto alla mia inteligenza, come se non mi postessi accorgere del paradosso. Andate a lavorare e VERGOGNATEVI ! ! !

Stefano.

Stefano Dironzo 28.11.05 11:38| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Cardone Giovanni per aver risposto al mio passato messaggio.

Come letto in messaggio precedente vorrei precisare solo che Dio non è la Chiesa. La Chiesa è solo un mezzo. Ricordiamocelo tutti. Ognuno di noi ha dentro Dio, deve solo scoprirlo giorno per giorno.

Credo che i messaggi contenenti bestemmie dovrebbero essere eliminati dal webmaster in quanto offensivi verso una parte dei partecipanti
di questo blog.

Andrea Vitti 28.11.05 11:21| 
 |
Rispondi al commento

Per Mario Alessandro

Continuare con bigottismo e fondamentalismo ad identificare la fede verso Dio, nel Papa e nel suo regno Vaticano, credo sia oltre che malafede una pericolosa tara mentale. Mi sembra, scusa la mia ignoranza se sbaglio, che nel Vangelo di Tommaso, Vangelo accuratamente evitato dai campioni della Chiesa, gesu' citando la parola di Dio disse: "... alza una pietra e lì mi troverai, spezza un ramo e io ci sarò". Non so se le parole siano testualmente queste ma l'importante è il significato: per parlare e trovare Dio non occorrono strutture e personaggi intermediari. Dio è in tutto ciò di positivo che abbiamo intorno a noi e il dialogo tra Lui e il nostro cuore è immediato. Io non sono religioso e non credo in nessuna religione che grazie a furbi e personaggi in malafede, da sempre ha propinato bugie e paure per creare pericolosi centri di potere. Basta con il Vaticano e con i suoi accoliti. Basta chiedere scusa per colpe passate, colpe aberranti, e continuare a sbagliare con parole e fatti. Basta con l'omertà che accompagna i misfatti dei religiosi: Basta con l'8 per mille che serve solo a rimpinguare le casse dello Ior e dei suoi ambigui traffici. Viva comunque tutti i preti bravie guarda caso invisi dal Vaticano, che spendono la loro vita al servizio del prossimo. Caro Mario,continuare ad identificare Dio con la Chiesa,ripeto, è un errore inperdonabile.

mario cacciani Commentatore in marcia al V2day 28.11.05 10:24| 
 |
Rispondi al commento

Leggendo vari commenti sulla vecchia lettera, ripubblicata il 20 novembre dal nostro Grillo (opportunamente modificata per suscitar polemiche), si nota chiaramente come alla maggior parte l'argomento abbia interessato solo come input..
Alla maggior parte dei commentatori la poetica/utopica preghiera dell'ingenuo prete è servita solo o per propagandare le proprie personali obiezioni sul Cristianesimo e sulla Chiesa o per elencare gli umani errori (attuali o passati) di questa all'unico scopo di combatterli entrambi. Anzi di combattere Dio e la religione (qualsiasi) solo perchè loro non riescono a comprenderli o ad adattarvisi..
Appare chiaro che tutti questi sono molto sensibili al fatto religioso e che questo suscita loro gravi problemi esistenziali.. Che li induce a studiare, erudire, inveire, predicare. A sfogarsi insomma. Cosa legittima: ma in un blog od un sito adatto, utile allo scopo..
Ovviamente non parlo di quelli (parte minoritaria) che sono intervenuti a tema, cioè solo per commentare, puntualizzando o confutando con normale ragionamento, parti della lettera proposta all'attenzione. Questi son tutti encomiabili, a prescindere dalle relative diverse posizioni.
Ma ora ho notato che ci sono alcuni (dei primi, pure aficionados del blog) che non sanno nemmeno leggere.. (v. ad es. Giovanni Cardone 27/11/05) Sproloqui a parte.. liberamente costruiti sul nulla.
Infatti io avevo lamentato la falsificazione della lettera da parte del titolare di questo blog. Non da parte dell'autore che l'aveva pubblicata il 20 aprile sulla rivista Carta! Anche se l’ha poi permesso..
Una preghiera per l'elezione del nuovo papa, modificata macchiavellicamente in uno sfogo offensivo contro l'attuale papa.. Inserita anzi nel recente contrasto tra Gerarchia italiana e Convento di Assisi.. Quasi per rinfocolare un possibile incendio, forse spettacolare.. per gli amanti del genere. E senza nemmeno curarsi dei fatti..
Purtroppo si vede che i macchiavellismi piacciono sempre a tutti, anche ai moderni Savonarola!
Ma certi ebeti (cristiani od altro) non vadano a cadere in questi trabocchetti! Utili solo a chi li vuol strumentalizzare (cioè sopperire alla propria ignoranza religiosa) onde trovare alimento per la sua predicazione! Per carità, predichi pure! Specie se socialmente utile. Chiunque può predicare, come diceva Pietro Valdo.. Ma senza fomentare sfoghi liberatori di frustrati e repressi! O peggio aizzare controversie inutili di esaltati e disperati..

Mario Alessandro 28.11.05 03:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe, complimenti come sempre per il semplice motivo di esistere...
Provo con te, forse e' l'ultimo disperato tentativo che mi resta, dopo aver provato per mesi e mesi a contattare giornalisti, giornali, canali televisivi e dopo aver addirittura scritto alla Presidenza della Repubblica Italiana. Verso la fine di Febbraio 2004 sono stato letteralmente buttato fuori di casa mia ( dopo averci passato sette anni della mia vita ed in possesso di regolare contratto) da parte di dieci delinquenti armati di mazze e di bastoni e con l'aiuto della Polizia di Stato Italiana di stanza a Secondigliano. Ho scritto tutto in un mio blog personale diviso in tre sezioni e spero al piu' presto in una quarta: www.diecidita.blogs.it www.altredieci.blogs.it e www.trentatre.blogs.it Invito tutti a leggere e a farsi una certa idea su cio' che accade in Italia. Poi nessuno si lamenti se i giovani, nello schifo piu' totale, si levano dalle palle e vanno a cercare fortuna altrove. C'e' ancora chi si meraviglia?!? Ma va la!!! Comunque vi prego di cuore di leggere e di riflettere, non c'e' odio ne disprezzo, e' soltanto lo schifo piu' totale. Nient'altro. C. J. G. Londra Uk Domenica 27 Novembre 2005 h 20:50

Clinton Jason Giannolo 27.11.05 21:50| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, complimenti come sempre per il semplice motivo di esistere...
Provo con te, forse e' l'ultimo disperato tentativo che mi resta, dopo aver provato per mesi e mesi a contattare giornalisti, giornali, canali televisivi e dopo aver addirittura scritto alla Presidenza della Repubblica Italiana. Verso la fine di Febbraio 2004 sono stato letteralmente buttato fuori di casa mia (dopo averci passato sette anni della mia vita ed in possesso di regolare contratto) da parte di dieci delinquenti armati di mazze e di bastoni, con l'aiuto della Polizia di Stato Italiana di stanza a Secondigliano. Ho scritto tutto in un mio blog personale diviso in tre sezioni e spero al piu' presto in una quarta: www.diecidita.blogs.it www.altredieci.blogs.it e www.trentatre.blogs.it Invito tutti a leggere e a farsi una certa idea su cio' che accade in Italia. Poi nessuno si lamenti se i giovani, nello schifo piu' totale, si levano dalle palle e vanno a cercare fortuna altrove. C'e' ancora chi si meraviglia?!? Ma va la!!! Comunque vi prego di cuore di leggere e di riflettere, non c'e' odio ne disprezzo, e' soltanto lo schifo piu' totale. Nient'altro. C. J. G. Londra UK Domenica 27 Novembre 2005 h 20:41

Clinton Jason Giannolo 27.11.05 21:40| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, complimenti come sempre per il semplice motivo di esistere...
Provo con te, forse e' l'ultimo disperato tentativo che mi resta, dopo aver provato per mesi e mesi a contattare giornalisti, giornali, canali televisivi e dopo aver addirittura scritto alla Presidenza della Repubblica Italiana. Verso la fine di Febbraio 2004 sono stato letteralmente buttato fuori di casa mia (dopo averci passato sette anni della mia vita ed in possesso di regolare contratto) da parte di dieci delinquenti armati di mazze e di bastoni, con l'aiuto della Polizia di Stato Italiana di stanza a Secondigliano. Ho scritto tutto in un mio blog personale diviso in tre sezioni e spero al piu' presto in una quarta: www.diecidita.blogs.it www.altredieci.blogs.it e www.trentatre.blogs.it Invito tutti a leggere e a farsi una certa idea su cio' che accade in Italia. Poi nessuno si lamenti se i giovani, nello schifo piu' totale, si levano dalle palle e vanno a cercare fortuna altrove. C'e' ancora chi si meraviglia?!? Ma va la!!! Comunque vi prego di cuore di leggere e di riflettere, non c'e' odio ne disprezzo, e' soltanto lo schifo piu' totale. Nient'altro. C. J. G. Londra UK Domenica 27 Novembre 2005 h 20:41

Clinton Jason Giannolo 27.11.05 21:40| 
 |
Rispondi al commento

Premetto che non sono nessuno e non mi ritengo superiore a nessuno.

Vedo che, oltre che in politica e nella chiesa, c'è veramente un enorme marcio anche nella comunità dei commentatori di questo blog.
Io sto con Grillo, coi suoi limiti e le sue amicizie; invece mi fanno schifo quelli che commentano dando giudizi volgari qualunquisti infarciti di ignoranza e rozzezza interiore.
Mi ero accorto di loro già quando intervenne DiPietro. Gente incazzata a vuoto perchè, credendo di far bene, scarica la propria incazzatura su chi dà tutto sè stesso per il bene comune, come in questo caso Don Santoro (che già conoscevo).
Che ci state a fare qui? voi remate contro i buoni, anche contro Grillo. Mi sembrate solo degli inconsapevoli disturbatori, che non sanno quello che dicono.

Andrea Cognetta 27.11.05 18:22| 
 |
Rispondi al commento

Riflessioni

Vi siete chiesti mai del perchè avessero sparato al papa?.Ebbene gli hanno sparato perchè .......
Prima torniamo indietro nel tempo.Banco Ambrosiano,Calvi,Sindona,IMI,Marcinkus....per cominciare basta così.La mafia aveva perso un sacco di soldi,migliaia di miliardi,che assolutamente voleva riavere indietro.Non potendo mandare loro stessi un sicario oppure piazzare un'autobomba misero in gioco la mafia turca con la quale avevano ottimi rapporti di affari.Il sicario turco era già un morto vivente a cui fu proposto di compiere il lavoro.Mi sapete dire che interessi aveva per poter compiere tale gesto?.Il messaggio era chiaro :noi rivogliamo i nostri soldi.Certo che se i truffati dell'affare Parmalat potessere fare altrettanto.....ma noi siamo troppo buoni.

Cardonje Giovanni

Cardone Giovasnni 27.11.05 16:50| 
 |
Rispondi al commento

@ mario alessandro

Io non so se frate Santoro abbia falsificato qualcosa.Io prendo il tutto come spunto di riflessione che dovrebbe in realtà servire alla chiesa stessa per chiedersi per quale motivo la gente si allontana sempre di piu dalla religione.
La risposta stà sostanzialmente in tutti gli interventi che sono apparsi in questa discussione.Avendo a seguito una così folta schiera di servi ciechi sia nelo spirito che di cervello,la chiesa non può non prendere atto che il loro operato è ben visto sia agli occhi(ciechi)dei loro servi che agli occhi del loro Dio il quale da 2000 anni deve essersi perduto nell'universo.è troppo grande pure per lui.Per dimostrare la cecità dei credenti prendo ad esempio un fatto.Diversi anni fà si stavano effettuando degli scavi in palestina.Durante questi scavi venne alla luce,insieme a diverse altre,una tomba sulla quale appariva il nome di Gesù.Il periodo della tumulazione corrispondeva al periodo della presunta morte di Gesù.A questo punto si chiese dove fossero finite le ossa e la risposta fu che l'archeologo che le avveva trovate,le avesse messe nel mucchio con la giustificazione che non potesse trattarsi di Gesù perchè lui era salito in cielo.Ritornando alla lettera del frate io non la trovo offensiva.Io non ho bisogno di frate Santoro per denunciare tutte le vostre malefatte che voi continuate a difendere senza riuscire a fare autocritica(la vostra coscienza viene ripulita tutte le domeniche).Lei sa che l'odio è anche amore.Voi avete l'arroganza di essere portatori di verità assoluta,di amore verso il prossimo.Quando Lei parla di creduloni ha ragione ma quanti ce ne sono nelle Sue file visto che l'argomento è proprio credere o non credere.Ho cercato precedentemente di aprire una finestra su un tema che stava a cuore ad alcuni vescovi centro e sudamericani "TEOLOGIA e LIBERAZIONE".Voi che ne sapete sull'argomento?.Oppure è tabù?.Io come pagano ho la libertà di scegliere l'argomento.
Non ho più caratteri.

Cardone Giovann

Cardone Giovanni 27.11.05 16:23| 
 |
Rispondi al commento

Un'altra implorazione, oserei aggiungere alla lettera, di Don Alessandro Santoro: Che il Papa e la CEI si occupino di meno dell'utero delle donne, e magari escano a dire qualcosa, per es., sul fosforo bianco e sulle agghiaccianti immagini dei bambini trucidati con un'arma chimica che i cosiddetti paesi democratici e cattolici, compreso il nostro, non disdegnano di usare o di giustificare. Anzi sembra che l'Italia ne stia facendo una considerevole scorta.

Lara Greco 27.11.05 14:35| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo
come apparso su Repubblica recentemente,la legge regionale lombardia n°12 datata 11/3/2005 obbliga i Comuni a versarel'8%,ripeto otto per cento,dei proventi degli oneri di urbanizzazione agli enti istituzionalmente competenti in materia di culto della chiesa cattolica. Cosa c'entrano le parrocchie con la costruzione di case? E' costituzionale una legge del genere?
Cordialmente

Aurelio Civalleri 27.11.05 12:13| 
 |
Rispondi al commento

....i più deboli del mondo
PS chi è quel coglione che ha chiesto a grillo di censurare i messaggi conteneti bestemmie?
....noi dovremmo accontentare questa povera gente per ottenere il loro consenso o fare di testa nostra e farci seguire senza mentire?

Massimiliano Bertocco 27.11.05 03:49| 
 |
Rispondi al commento

i cristiani non capiranno mai che chi non crede in dio può essere comunque una brava persona, aiutare gli altri senza dover credere che in cielo c'è uno che se sei buono ti ascolta e se sei cattivo ti brucia...si credono superiori sti cristianotti del cazzo...ma sono i più deboli

Massimiliano Bertocco 27.11.05 03:40| 
 |
Rispondi al commento

PREMESSA
Come già segnalato da altri, questo è il testo dell’articolo estrapolato dalla rivista “Carta” del 20 aprile 2005. Si trattava di una preghiera, ovviamente poetica od utopica (come si preferisce), indirizzata ai Cardinali elettori (Principi della Chiesa) riuniti in conclave per l’elezione del nuovo Papa.
Ottima appunto come preghiera o poesia…Molto rappresentativa come utopia..
Ma perché falsificarla ed attribuirla ad un contesto del tutto diverso? Per renderla protestante ed offensiva? Cosa c’entra coi frati di Assisi? Per far piacere solo agli anticristiani ed agli anticlericali (che non aspettano altro per sfogare il proprio odio)? O per gli ingenui e gli ignoranti (che come al solito ci cascano)? Che bravura!

DACCI UN PAPA A PIEDI SCALZI
20 aprile 2005
Pubblichiamo un articolo di Alessandro Santoro, prete della comunità di base Le piagge di Firenze, scritto poche ore prima della elezione di Joseph Ratzinger.

Mario Alessandro 27.11.05 03:24| 
 |
Rispondi al commento

1^ PARTE:
Caro Spirito Santo,
mi rivolgo a te che sei datore di vita e soffio di speranza per l'umanità intera perché tu possa penetrare nelle stanze del potere ecclesiastico e possa essere voce, mano e penna di quei cardinali, nostri fratelli, che dovranno darci un nuovo papa, perché ascoltino la tua voce e non si lascino trascinare nei tatticismi e negli intrighi di palazzo e di potere.
Dacci un papa a piedi scalzi, semplice e umile, che diventi compagno di strada e di vita di chi fa fatica e si sente escluso e oppresso, come del resto ha fatto Gesù che ha scelto la Galilea delle genti, luogo dell'esclusione e della emarginazione per ridare vita al mondo.
Dacci un papa che abbia il coraggio di incarnarsi nella storia degli altri, che abdichi alla Verità assoluta che schiaccia e uccide e senta il bisogno di incontrare e nutrirsi delle Verità dell'altro.
Dio non ha un nome, prende e assume il nome dei volti e delle storie degli emarginati di questo mondo e nessuno detiene la verità di Dio e può pretendere di possederla.
Dacci un papa che scenda nei bassifondi della storia, che abbandoni i palazzi del potere, che non viva più in Vaticano, luogo del potere curiale e torni a essere il pastore di tutti, uomo tra gli uomini senza più nessuna enfasi trionfalistica. Non abbiamo bisogno di un papa con strutture forti e apparati pesanti, proprie dei sovrani e dei potenti, ma di un papa che si spogli di tutto quello che lo separa e lo divide dalle persone, che sappia lasciare tutto ciò che lo rende ricco e possa concedersi l'unica ricchezza possibile per chi si fa servo, quella in umanità.
Troppi orpelli, troppi luccichii, troppi ori appesantiscono la sua casa, ed è arrivata l'ora che il papa possa prendere le distanze da questo sfarzo senza senso che viva nella povertà senza ostentazioni.
Dacci un papa capace di Vangelo, testimone e profeta di un Vangelo possibile per tutti, che sappia piangere con chi piange, ridere con chi ride, soffrire con chi soffre.

Mario Alessandro 27.11.05 03:02| 
 |
Rispondi al commento

2^ PARTE:
Fa che sia intransigente solo nell'amore e continui a gridare forte contro tutte le guerre del mondo e possa aiutarci, e aiutare i grandi della terra, a considerare la guerra e le guerre una assurda follia .
Fa che possa far diventare la guerra un tabù inaccettabile e cancelli l'ipocrisia assurda di chi, anche nella nostra Chiesa ritiene ancora plausibile una guerra giusta.
Dacci un papa capace di perdono, che non abbia paura a riconoscere la violenza e le violenze della nostra religione, che sappia soffiare nella nostre vite e nelle nostre comunità umane uno spirito di tenerezza, perché per tutti ci possa essere un pezzo di pane, una carezza, un abbraccio e una vera liberazione, chiunque sia.
Dacci un papa che non ci riempia di encicliche e di documenti,troppe parole hanno inchiostrato la nostra fede, fa che cresca nell'ascolto di quella parola di Dio che è la vita degli uomini e delle donne. L'unica parola possibile da rendere viva e vera nella nostra storia è quella del Vangelo.
Dacci un papa carico di utopia, capace di vedere oltre e di darci il coraggio di fare un passo più in là, un papa meno maestro e più fratello, meno grande e più debole, meno forte e più dolce, meno sicuro e più compagno. Gesù sognava e praticava il sogno di Dio, fatto di una politica di giustizia, di una economia di uguaglianza e di un Dio pienamente libero; fà che negli occhi, nelle mani, nel cuore, nella pancia, nei piedi di questo papa ci possa essere questo stesso sogno necessario perché questo nostro affaticato mondo riabbia la vita e "l'abbia in abbondanza".
Dacci un papa che abbia il coraggio di abbandonare i segni del potere e possa ritrovare e concedersi il potere dei segni, perché la nostra Chiesa possa spogliarsi della porpora e rivestirsi del grembiule, possa abbandonare i conservatorismi comodi al potere e recuperare la libertà piena e viva dei figli di Dio.

Mario Alessandro 27.11.05 02:59| 
 |
Rispondi al commento

3^ PARTE
Dacci un papa che ridia spazio e attualità alla rivoluzione del Concilio che voleva che le gioie e le speranze, le tristezze e le angosce degli uomini e dei poveri diventassero pure le gioie e le speranze, le tristezze e le angosce del Vicario di Cristo e delle comunità cristiane. Le grandi aperture e novità del Concilio sono state tradite e burocratizzate, la tensione verso il nuovo si è persa nei meandri delle chiusure e prudenze curiali.
Fa che questo papa possa ridare spazio ad una collegialità vera, ad una chiesa Popolo di Dio, ad una comunione incarnata, ad una conversione senza mezze misure e compromessi. Dagli la forza ed il coraggio di proporre un nuovo concilio dove la Chiesa ripensi se stessa con il contributo vero e profondo di tutti, proprio di tutti.
Dacci un Papa aperto all'idea di libertà e di responsabilità, che rinneghi una Chiesa moralista e sessuofoba, che possa dare spazio con pari dignità a tutte le relazioni affettive, a quell'amore plurale fatto anche di omossessuali, transessuali, divorziati, separati; è anche attraverso di loro che l'amore di Dio, così grande e universale ritroverà spazio nelle nostre comunità, troppo spesso abituate soltanto a giudicare e a condannare e non ad accogliere e a celebrare la vita.
Dacci un papa che sappia riconoscere il valore imprescindibile delle donne, perché senza la loro sensibilità, la loro capacità di " precederci" e di amare con tenerezza la Chiesa rimarrà sempre sterile ed incapace di futuro.
A Te Spirito Santo l'impegno di portare con Te il respiro di tutti i piccoli e i poveri del mondo e soffiare questa brezza leggera dei perdenti e dei vinti nel cuore dei Principi della Chiesa radunati in conclave perché possano darci un papa degno del Vangelo di libertà e di pace del nostro fratello Gesù di Nazaret.
Buon viaggio.
Alessandro Santoro, prete delle Piagge [Firenze]

Mario Alessandro 27.11.05 02:58| 
 |
Rispondi al commento

[Tratto da La Stampa - intervista del 21 novembre 2005]
[http://www.et-et.it/articoli2005/a05m21.htm]

Ma ad Assisi "sacrificavano" anche i polli - di Vittorio Messori

«La Chiesa ha la memoria lunga. E’ dal meeting interreligioso del 1986 che Joseph Ratzinger aveva un conto da saldare con i frati di Assisi. Ora le cose sono a posto». Vittorio Messori, lo scrittore cattolico italiano più letto nel mondo (unico ad aver scritto un libro con gli ultimi due Papi) svela cosa c’è dietro il «commissariamento» pontificio del Sacro Convento e racconta di quando il futuro Benedetto XVI si indignò per i sacrifici pagani compiuti sull’altare di Santa Chiara, a ridosso della cripta gotica che conserva i resti terreni della fondatrice dell’ordine delle Clarisse.

Sacrifici pagani ad Assisi?

«Ratzinger non ha perdonato alla comunità francescana gli eccessi della prima giornata di preghiera dei leader religiosi con Karol Wojtyla. Una carnevalata, a detta di molti, che forzò la mano al Papa e furono proprio i frati ad andare molto aldilà degli accordi presi. Permisero addirittura agli animisti africani di uccidere due polli sull’altare di Santa Chiara e ai pellerossa americani di danzare in chiesa. Ratzinger aveva fortissime perplessità dall’inizio, non volle andare ad Assisi e le sue riserve limitarono i danni».

In che modo?

«La notte prima del meeting limò il testo del discorso frenando Giovanni Paolo II. E divenne nitido nella sua mente che l’enclave francescana, sganciata da ogni collegamento con il vescovo di Assisi, era un’anomalia da sanare. Andava limitata e riportata sotto il pieno controllo giuridico della Chiesa. Il conto per quelle basiliche cristiane cedute ai culti pagani è stato saldato 19 anni dopo».

Troppa autonomia?

«I frati hanno abusato del cosiddetto spirito di Assisi.

...
(Segui il link)

Massimo Conti 27.11.05 02:27| 
 |
Rispondi al commento

Da piccolo mi dicevano che chi sa lavorare fa l'operaio, chi no il caporeparto, chi non sa fare il caporeparto fa il capofabbrica, chi non sa fare neppure questo fa l'amministratore delegato ma che se uno era troppo incapace o lazzarone di fare pure questo faceva il .... prete, come Santoro il quale da' addosso alla chiesa ma che se ne stà comodo sotto le sue gonne perche diversamente non saprebbe di che vivere !!!!!!!!!!!

giovanni danesi 27.11.05 00:23| 
 |
Rispondi al commento

Sig. Orlando, mi permetto, per quanti stanno leggendo questi post di riportare il tanto
vituperato 2° comandamento, al solo fine di essere un po’ più chiaro.


2) Non farti scultura, né immagine alcuna delle cose che sono lassù nel cielo o quaggiù sulla terra o nelle acque sotto la terra. Non ti prostrare davanti a loro e non li servire, perché io, il Signore, il tuo Dio, sono un Dio geloso; punisco l'iniquità dei padri sui figli fino alla terza e alla quarta generazione di quelli che mi odiano, e uso bontà fino alla millesima generazione, verso quelli che mi amano e osservano i miei insegnamenti.

In Deuteronomio 4:2, Dio avverte: "Non aggiungerete nulla a ciò che io vi comando e non ne toglierete nulla; ma osserverete i comandi del Signore Dio vostro che io vi prescrivo".

Un’ultima domanda se mi consente. Quali interessi aveva la chiesa, e quali ancora oggi?

Cordiali saluti

VINCENZO COZZOLINO 26.11.05 21:49| 
 |
Rispondi al commento

X Stefano Orlando
Sono il signore che insiste sui comandamenti, o meglio sul 2° comandamento del Vecchio Testamento. Ho voluto introdurre un elemento di discussione “serio”.
Come ben saprà nell’impero Bizantino, attorno al 727 un numero sempre maggiore di persone iniziò ad adorare le raffigurazioni sacre (icone) in se stesse e non più come raffigurazioni della divinità.
Le icone potevano essere raffigurazioni sacre di qualsiasi genere: dalle miniature dei codici alle pitture murali. Alla base di questo era l'opinione che l'icona fosse effettivamente un luogo nel quale poteva agire il santo o, comunque, l'entità sacra che vi era rappresentata.
Per troncare queste correnti eretiche, l'Imperatore Leone III di Bisanzio, nel 730 decretò l'eliminazione di queste raffigurazioni, dando inizio al periodo detto iconoclastia (od iconoclasmo) portando così alla rivolta gli iconofili dell'Impero.
Seguì un periodo di alterne vicende che durò poco più di un secolo, durante il quale l'iconoclastia venne alternativamente approvata o bandita.
L'effetto complessivo dell'Iconoclastia fu un generale irrigidimento dei rapporti fra la chiesa d'Oriente e la chiesa d'Occidente.
Seguirono fasi alterne, come la scomunica di Leone III da parte di Gregorio III nel 731……., fino ad arrivare all’ approvazione definitiva (lasciamo perdere la storia se no facciamo notte) con l’appoggio di Irene l’imperatrice, e Adriano I con il Concilio di Nicea II nel 787.
Mi dica perché era considerata eresia in un primo momento l’adorazione delle icone? Perché la chiesa romana sostenne ed approvò tale adorazione ?

Saluti

VINCENZO COZZOLINO 26.11.05 21:35| 
 |
Rispondi al commento

un Papa come quello richiesto da Alessandro Santoro allo Spirito Santo ce lo avevamo già, si chiamava Albino Luciani, ma qualcuno dopo 33 giorni ce lo ha tolto ....

Renato Bastianello 26.11.05 21:05| 
 |
Rispondi al commento

SECONDA PARTE

Quarto motivo: ed è quello che si ritiene più decisivo e determinante nella scelta. L' Italia di quest'anno dopo due anni di siccità si trovava in una carestia tremenda, inoltre e forse proprio per questo motivo, era scoppiata una peste che dalla descrizione della sintomatologia doveva essere la bubbonica. L'una e l'altra avevano l'epicentro nella Pianura Padana, dove si narra che i soldati non trovando nulla nelle città (ridotte alla fame; facevano il pane anche con i semi dell' uva e delle ghiande macinate) mangiavano i vari tipi d'erba (erano del resto popoli della steppa e le radici e le erbe le conoscevano bene). Le mangiavano, racconta un sorpreso cronista dell'epoca "come le vacche ai bordi delle strade". La famosa nomina del " Flagello di Dio" che "dove passava non cresceva piu' l'erba" era molto verosimile, proprio perchè consumatori di radici e di germogli; infatti sradicavano gli stessi dalla terra per nutrirsene, e naturalmente non cresceva più nulla; ma loro erano nomadi, non dimentichiamolo, abituati a consumare anche i germogli delle piante per nutrirsi.
Le città, i paesi, i villaggi erano poste a quel tempo tutte sulla direttrice delle due grandi arterie: le due Postumia, inferiore e superiore. Attraversandole, Attila fu sgomento a vedere lungo le strade le numerose vittime che la peste e la carestia stava mietendo.
Insomma queste cause e concause fecero ritornare sui suoi passi verso la sua amata Ungheria ATTILA, mentre la missione di Papa Leone fece aumentare non solo il suo prestigio personale ma si mise in evidenza l' autorità papale che fu presto adattata alla circostanza come un evento soprannaturale voluto dal Dio dei cristiani, e dal suo rappresentante in terra il PAPA.


VINCENZO COZZOLINO 26.11.05 20:42| 
 |
Rispondi al commento

PRIMA PARTE
X sig. Orlando

Papa Leone; con un suo seguito raggiunge il capo Unno sul Mincio, lo ferma, Attila ascolta le sue esortazioni, i suoi ammonimenti, desiste dal suo proposito e lascia l'Italia.
La tradizione ecclesiastica successiva ha naturalmente esaltato e impreziosito con ogni sorta di circostanze soprannaturali il gesto apparentemente decisivo del sant'uomo. Ma una indagine storica appassionata ci consente di non attribuire all'influenza del Papa la salvezza dell'Italia.
Vi furono tante componenti che consigliarono ad ATTILA di desistere di scendere giù nella penisola. Alcune di relativa importanza altre invece decisive e di importanza strategica non indifferente, ma che comunque messe insieme fecero fare marcia indietro al capo Unno.
Attila non voleva -superstizioso com'era- prima di tutto andare a Roma e poi morire come aveva fatto ALARICO che lo aveva preceduto e che i cristiani attribuivano e commemoravano come una punizione di Dio.
Del resto gli stessi soldati di Attila premevano per tornarsene a casa, e alimentavano la maledizione divina, forse per non perdere il bottino che avevano già fatto nei saccheggi e che da mesi si portavano appresso.

Secondo motivo: Ezio se avesse chiesto un altro appoggio dei Goti della Gallia e Attila scendeva a Roma, lo intrappolava, visto che i suoi segretari lo informarono che l' Italia era una penisola e che non c'era sbocco per una eventuale fuga in caso di ritirata, salvo possedere una flotta navale che Attila non possedeva.

Terzo motivo: proprio perchè rischiava di rimanere intrappolato nel sud era molto probabile un attacco anche di MARCIANO da Costantinopoli, che una flotta navale la possedeva eccome.

VINCENZO COZZOLINO 26.11.05 20:40| 
 |
Rispondi al commento

IO HO VISTO TEMPO FA UN FILM(IL BANCHIERI DI DIO )DEL CASO CALVI E MI HA FATTO CAPIRE CHE LA CHIESA E PIU MALATA DELLA POLITICA.RIGUARDO QUERSTA LETTERA SONO DARCORDO IN PARTE.SCUSATE X QUALCHE ERRORE HO LA LICENZA ELEMENTARE E MI E BASTATA X ESSERE UN CITTADINO ONESTO.CI VUOLE UMILTA LA CHIESA NON CE LA.BISOGNA PREDERE ESEMPIO DEI TESTIMONI DI GEOVA. IO NO LO SONO MA LI HO FREQUENTATI SONO MOLTO UMILI E GENEROSI UN TESTIMONE DI GEOVA NON LA FARA MAI UNA GUERRA PERCHE DIO LO VIETA E UNO CHE FA LA GUERRA NON PUO ESSERE CRISTIANO..

ORAZIO ARENA 26.11.05 20:08| 
 |
Rispondi al commento

@ Giuseppe Cascavilla

A S.Giovanni rotondo i frati erano abituati ad intascare i soldi che ricevevano dai credenti(certo basta la parola).Poi madre chiesa ha deciso che anche loro volevano partecipare a nozze ed i frati giustamente si sono sentiti indignati.Da quando in quà il ladro ruba ad un'altro ladro?.

@ Stefano Colombo

Io ho sempre cercato di tenere aperto il confronto dialettico impostandolo sui fatti e questo Lei me lo deve concedere.I dogmi della chiesa non mi interessano sono solo delle astrazioni che servono a dimostrare quello che non è.A proposito di barbari lo sa che ci sono stati papi che hanno venduto l'anima al diavolo pur di salvarsi il sedere durante quei periodi.Attila era troppo intelligente,se n'è servito per i suoi scopi.
I fatti da me riportati sono tratti da documenti ufficiali della chiesa.

@ figlio di maria

Fa piacere leggere le sue missive permeate d'amore
più verso maria che verso il prossimo.Io penso che,mi scusi il linguaggio un pò colorito,le sue masturbazioni cerebrali davanti all'immagine della madonna(idolatria)più che far godere Lei,fanno godere il suo grande capo.

Grazie dell'attenzione

Cardone Giovanni

Cardone Giovanni 26.11.05 19:56| 
 |
Rispondi al commento

@ Giuseppe Cascavilla

A S.Giovanni rotondo i frati erano abituati ad intascare i soldi che ricevevano dai credenti(certo basta la parola).Poi madre chiesa ha deciso che anche loro volevano partecipare a nozze ed i frati giustamente si sono sentiti indignati.Da quando in quà il ladro ruba ad un'altro ladro?.

@ Stefano Colombo

Io ho sempre cercato di tenere aperto il confronto dialettico impostandolo sui fatti e questo Lei me lo deve concedere.I dogmi della chiesa non mi interessano sono solo delle astrazioni che servono a dimostrare quello che non è.A proposito di barbari lo sa che ci sono stati papi che hanno venduto l'anima al diavolo pur di salvarsi il sedere durante quei periodi.Attila era troppo intelligente,se n'è servito per i suoi scopi.
I fatti da me riportati sono tratti da documenti ufficiali della chiesa.

@ figlio di maria

Fa piacere leggere le sue missive permeate d'amore
più verso maria che verso il prossimo.Io penso che,mi scusi il linguaggio un pò colorito,le sue masturbazioni cerebrali davanti all'immagine della madonna(idolatria)più che far godere Lei,fanno godere il suo grande capo.

Grazie dell'attenzione

Cardone Giovanni

Cardone Giovanni 26.11.05 19:54| 
 |
Rispondi al commento

E' inutile sperare in qualcosa di buono, il mondo sta retrocedendo al più oscuro medioevo.

Melissa Rota 26.11.05 18:46| 
 |
Rispondi al commento

x GIACOMO D'ALTERIO
Sono d'accordissimo con te,
il Padre Eterno non ha bisogno di questa gente,tra ori e merletti e loro lo hanno capito,
mio nonno mi diceva sempre,mi sento piu' vicino io a Dio che tutto il clero messo insieme.
Guardando la tv ho visto un servizio che parlava di antiche chiese ,grosse cattedrali,tutte come dici tu Giacomo,con merletti e capitelli che sicuramente costruite da gente sfruttata,ripagata se non altro con pezzi di pane muffo,questo per quelli che rimanevano vivi per il massacrante lavoro che sopportavano,quindi si parlava di restauro di queste chiese e i tanntissimi soldi che ci volevano,allora io dico se i vertici del clero sono cosi' vicino a Dio,tutti questi soldi se verebbero spesi per i poveri non sarebbe piu' cristiano?
Questo chiedeva GESU' agli Apostoli,non credi?

franco perugini 26.11.05 17:31| 
 |
Rispondi al commento

Per Niccolo' Genazzani:
Concordo in pieno. E aggiungo che non abbiamo bisogno di preghiere ma di azioni. Uno scienziato abbastanza celebre di nome Albert disse che un uomo si giudica dalle azioni. Ne abbiamo le tasche piene di buoni propositi e basta. Si continua a tirare in ballo una persona vissuta divesi anni fa, piu' o meno 2005, e gli si attribuisce un po' di tutto anche frasi e concetti che una persona che conosce minimante culture un po' diverse dalla nostra sa benissimo non appartenere a Gesu' Cristo di Nazaret.
Data la trinita' molte volte si parla nel nome di un Dio o dello spirito santo e affini o come in questo caso con queste entita' astratte. Basta!!! Togliamo la D per favore non ci nascondiamo dietro ad un'astrazione utile all'uomo per spiegare gli eventi naturali che non era in grado di comprendere. Io, usiamo l'io... Assumiamoci la responsabilita' delle nostre azioni. Rispetto tutti coloro i quali necessitano di credere in un Dio, ma pretendo che questi non insultino la mia intelligenza (anche se modesta) tirando fuori la parola Dio. Parla con me ed io parlero' con te, altrimenti si e' costretti a credere ancora che una persona ora abbastanza anziana, nata in Germania qualche anno fa, sia, per scelta di qualche altro vecchietto erudito che per parlare usa una lingua morta, il rappresentante di una forza sovrannaturale che tutto sa e tutto osserva e che pinage quando dici le parolacce.
Mi scuso per il tono polemico, ma ne ho le tasche piene di questo retaggio culturale, obsoleto e onnipresente. Soprattutto in Italia.

francesco sartor 26.11.05 17:01| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe bello che...per un giorno, un solo giorno, fatto di veglia e profonda dedizione verso le sue creature, per 24 ore, il vicario di Cristo fosse realmente il Cristo. Solo per 24 ore...24 ore basterebbero per rimettere a posto ciò che ha lasciato...incompiuto.

Michele Franco 26.11.05 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto il messaggio di Santoro ed ho avuto la sensazione che venga dal cuore, ho piacere che esista ancora qualcuno che osi levare la sua voce contro un potere costituito (non solo ecclesiastico) che è VOLGARE, PREPOTENTE, BIECO E SENZA CUORE.
Poi mi chiedo:
- se questo POTERE è fatto di individui, QUANTI essi sono?
- se esistono altri individui che sono CONTRO questo sistema di POTERE .... QUANTI essi sono?
- se i secondi sono più numerosi dei primi, perchè non mandano costoro a fare dei salutari lavori nei campi?

Un abbraccio fraterno.

Francesco Fontana 26.11.05 13:03| 
 |
Rispondi al commento

Messaggio di Medjugorje
25 Novembre 2005

"Figlioli,

anche oggi vi invito pregate, pregate, pregate fino a che la preghiera non diventi vita. Figlioli, in questo tempo in modo particolare prego davanti a Dio affinché vi doni il dono della fede. Solo nella fede scoprirete la gioia del dono della vita che Dio vi ha donato. Il vostro cuore sarà gioioso pensando all’eternità. Io sono con voi e vi amo con amore tenero.

Grazie per aver risposto alla mia chiamata."

Figlio di Maria 26.11.05 12:48| 
 |
Rispondi al commento

Signore fa che questi frati seguano la regola di S.Francesco, come si deve.
Tutti si lamentano del commisariamento ai frati, ma nessuno si lamenta dei frati.
A S.Giovanni Rotondo il frate economo viaggiava in moto, un altro frate aveva la Mercedes con tanto di autista e quando il Papa (G.P.II)intervenne per mettere un pò di ordine, insorsero come se avessero toccato loro qualcosa di personale(mi sa che forse è stato così).
Se un ordine viene commissariato,com'è accaduto ad Assisi, non è mai un caso e soprattutto non viene mai fatto a cuor leggero e costituisce sempre una decisione grave.
Preghiera e povertà, questa la regola francescana.
Anche alcuni frati e preti si fanno la religione a cavoli propri, questo è il male della Chiesa:ognuno si inventa le proprie regole, il proprio magistero i propri comportamenti e poi vediamo lo schifo.

Giuseppe Cascavilla 26.11.05 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Ricordo a tutti che i vangeli non sono stati scritti da sempre, come afferma Stefano Colombo, ma che dopo Gesù ci sono stati molti scritti sulla sua persona. Qualcuno, poi, ha deciso quali erano quelli giusti (canonici) e quelli sbagliati (apocrifi).
Una domanda a tutti i cattolici: vi riempite la bocca con i vangeli, ma chi li ha scritti? Non certo Gesù. Perchè certificare certi scritti come veritieri quando sono pagine scritte da uomini? Perchè non credere a "Pinocchio" e basare la vita su questo libro?.........ma soprattutto vi siete mai chiesti come mai, Gesù, non ha lasciato scritto niente? Maometto, almeno, qualcosa di suo ci ha lasciato!

Saluti.

Niccolò Genazzani 26.11.05 11:42| 
 |
Rispondi al commento

Complimenti a padre Santoro(già il nome è una garanzia),non per quello che ha scritto ma per quello che .Ci vuole molto coraqggio a vivere per gli altri,a servire il cuore invece che i propri interessi.Vorrei se posso dire la mia modesta opinione sulla teologia:tutti noi sappiamo cos'è il bene o il male,tutti fin da bambini sentiamo una vocina che ci dice e ci consiglia.La famiglia e le condizioni di vita dignitose rafforzano questa vocina;una religione(ma sopratutto un'amico come padre Santoro)ti possono aiutare nei momenti di crescita ,dove una scelta sbagliata ti cambia la vita . La "vocina" è la nostra coscienza,che dimostra che DIO è dentro di noi,è in tutto che vediamo,che annusiamo e che sentiamo.Noi siamo in DIO e Dio è in noi,almeno credo.Mi piacerebbe tanto parlarne con Padre Santoro,persona che ammiro molto per quello che scrive,e per il coraggio che dimostra nelle sue scelte.Ciao Beppe e grazie di tutto.

Innocenti Simone 26.11.05 11:30| 
 |
Rispondi al commento

Questo post mi ha letto nel pensiero...tutto vero.. solo che sara molto difficile (impossibile?) che si realizzi tutto cio..purtroppo

Fabio Ippolito 26.11.05 11:24| 
 |
Rispondi al commento

Mi chiedo e vi chiedo ,nonostante tutto quello che sappiamo su cosa le alte gerarchie ecclesiastiche hanno fatto all'umanita nel corso della storia ,c'è ancora chi ha bisogno di riconoscercisi in questa struttura?
dal vangelo : dopo di me verranno in molti che parleranno in mio nome saranno lupi mascherati da agnelli, ma li riconoscerete dai lori frutti.
grande illuminato questo gesù.

cinquantini antonio 26.11.05 10:44| 
 |
Rispondi al commento

Ultimo intervento.
Su Leone Magno e la trasformazione della Chiesa d'Occidente.
Se incidentalmente si guardasse al contesto storico ci si ricorderebbe che i vescovi di Roma dovettero far fronte al crollo delle strutture imperiali locali, solo parzialmente sostituite dalla lontana Bisanzio, spesso piu' presenza coloniale che altro. Dall'altro lato ci sono le continue calate dei barbari. Leone e' colui che miracolosamente convince Attila a non devastare l'Italia. Miracolo, genio politico, fortuna? Probabilmente tutto questo insieme.
Quanto all'elenco di pseudo problemi storici, l'autore dovrebbe cercar di capire la differenza che esiste tra un Locus Theologicus come la tradizione e la formulazione dogmatica.

17- Verginità di Maria proclamata nel 1854?????? Questo e' semplicemente non capire l'italiano: nel 1854 si RIAFFERMA ufficialmente la fede dei Cristiani nella Immacolata Concezione, che non c'entra colla verginita' di Maria (affermata nel Vangelo, quindi sancita da sempre), ma con il suo nascere senza peccato originale.
4- Venerazione della madonna - concilio di Efeso del 431 (prima era considerata eresia)?????
Ma santo cielo, non facciamo ridere i polli! Efeso proclama Maria Theotokos, Madre di Dio, nel contesto della discussione teologica su Gesu', Dio e uomo.
E il Magnificat in Luca e' una dispensa uscita col concilio di Efeso?
Origene, Atanasio, Ambrogio, Agostino, cioe' i migliori intelletti cristiani, rendono onore a Maria.
5- Il monachismo introdotto nel 528 con ...monte cassino (Gesù dice di predicare ai popoli di tutto il mondo, non di chiudersi in conventi e monasteri)???
Gia' infatti i primi monasteri nascono in Egitto nel terzo secolo. Complimenti. C'erano poi precedenti "monastici" gia' in Israele, al tempo di Gesu' (che si ritira nel deserto, per prepararsi alla missione, ed elogia la contemplativa Maria, quando l'attiva Marta si lamenta...) con le comunita' essene, per esempio.
Il resto e' dello stesso livello, quindi basta.


Stefano Colombo 26.11.05 02:02| 
 |
Rispondi al commento

Auguriamocelo... auguriamocelo..

Marco Puglisi 26.11.05 01:39| 
 |
Rispondi al commento

non ho nemmeno più voglia di parlarne..........
tutto quel che riguarda il potere mi fa peggio che schifo...........
voglio solo dirvi questo:
ma Gesù Cristo non predicava la povertà?
e allora cos'è tutto questo oro in queste chiese?
e tutti quei "pizzi", capitelli ,etc?
tutte le volte che entro in chiesa mi vengono i brividi a vedere tutto questo;
solo una volta ho provato una bellissima sensazione:ad Assisi;
in quella chiesa di muratura e con niente "capitelli"etc, ma molto semplice son stato avvolto da una piacevolissima sensazione.
e quelle stoffe pregiate tagliate per vestire vescovi,arcivescovi, cardinali e papi?
banche e proprietà........
poi vengono a dirci cosa è giusto e cosa no!!!
quale è il sacro e il profano........
predicano bene e razzolano male?
ma vadano a fare in c..............
Grillo fammelo passare per favore.


Ps:
grillo non immagini nemmeno quanto io ti voglia bene.
assai assai assai.

giacomo d'alterio 26.11.05 00:53| 
 |
Rispondi al commento

andate su www.ltv.it e cliccate su world scegliete il video sulle torre gemelle e si aprirà un video che spiega la verità su quello che è avvenuto 11 settembre 2001
buona visione........
ciao

Iacopo Sciarri 25.11.05 22:59| 
 |
Rispondi al commento

il prontuario indicato da salvatore smaldone l'ho visto pari pari in vari volumetti di chiese evangeliche scissioniste non riconosciute manco dall'unione degli evangelici italiani.
Un consiglio: si legga una buona storia del cristianesimo e lasci perdere la retorica da propaganda. come autore Le consiglio il sempre buono Puech. Ma ce ne sono tanti altri.

Saluti

Mauro Pendoza 25.11.05 22:58| 
 |
Rispondi al commento

Mi fa enormemente piacere che sia stata pubblicata questa lettera perchè dimostra ulteriormente la dualità dellla chiesa.Da un lato c'è la politica, il denaro, l'ambizione, il controllo, il potere; dall'altro c'è il sacrificio, la comprensione, l'assistenza, il perdono, la misericordia. In questo periodo, in cui Ruini e company quotidianamente violano quelli che sono i confini di uno stato laico,sono felice che emerga il lato più vero della religione : aiutare i deboli. Io non sono credente ma rispetto chi crede in una divinità, però sono disgustato da chi sfruttando le speranza altrui si interessa solo del potere e dei giochi politici. Viva alessandro santoro e viva tutti gli uomini di chiesa che veramente ascoltano ed applicano la parola di Dio (qualsiasi Dio) aiutando chi ha bisogno.

salvatore smaldone 25.11.05 22:17| 
 |
Rispondi al commento

Allora dato che la mettiamo su questo piano vediamo qualche interessante curiosità.
1- La preghiera ai morti e il segno della croce furono inventati intorno al 300 e adottate verso il 500
2- La venerazione di santi e angeli fu introdotta nel 375 (prima considerata eresia)
3- La celebrazione della messa introdotta nel 394
4- Venerazione della madonna - concilio di Efeso del 431 (prima era considerata eresia)
5- Il monachismo introdotto nel 528 con la fondazione del monastero di monte cassino. (Gesù dice di predicare ai popoli di tutto il mondo, non di chiudersi in conventi e monasteri)
6- Invenzione del purgatorio 593 (ma forse anche del paradiso e dell'inferno visto che nella versione originale della bibbia, cioè la torah ebraica non esiste traccia di questi)
7- Il latino promosso a unica lingua di culto 600 (la bibbia dice invece che bisogna predicare nella lingua conosciuta dal popolo)
8- Adorazione della croce, delle relique e delle immagini sacre, introdotta nel 788 (nella bibbia questa è chiamata idolatria)
9- Venerazione di San Giuseppe 890
10- Canonizzazione dei Santi 995 (ma la bibbia chiama santo ogni credente)
11- Il digiuno il venerdì e durante la quaresima introdotto nel 998 (cosa contraria alle sacre scritture)
12- celibato dei preti 1079 (il vangelo dice che i ministri di Dio possono avere figli)
13- Introduzione del rosario 1090 (idea copiata dall'islam e comunque condannata da Cristo in quanto il contare le preghiere è pratica pagana)
14- Transustanziazione inventata nel 1215
15- Confessione inventata nel 1215 (il vangelo comanda di confessare i peccati direttamente a Dio e a coloro che abbiamo offeso)
16- Lettura della bibbia proibita al popolo 1229
17- Verginità di Maria proclamata nel 1854
18- Infallibilità del Papa proclamata nel 1870
19- Condanna al modernismo 1907 (insieme a tutte le scoperte scientifiche che non piacciono al papa)
20- Condanna alle scuole pubbliche 1930

Per ora c'è abbastanza materiale per divertirsi.

Daniele Tagliati 25.11.05 21:52| 
 |
Rispondi al commento

Comunica di errore,il titolo corretto è:

Il manganello e l'aspersorio

Cardone giovanni

Cardone Giovanni 25.11.05 21:47| 
 |
Rispondi al commento

@ figlio di maria e a tutta l'allegra combricola.

Per noi pagani figlio di Maria è come dire figlio di nessuno.

Questo intervento è per il resto della combricola

Pochi italiani conoscono quale centro di coordinamento e di guida delle forze più reazionarie è il Vaticano,e quale fattore di corruzione esso costituisce nella nostra vita pubblica,con la sua morale gesuitica,con la continua pratica del doppio gioco,con l'insegnamentodella cieca obbedienza ai governanti,comunque delinquenti e in qualsiasi modo arrivati al potere,purche prestino l'ossequiodovuto al santo padre......
Invece,approfondendo l'argomento,oggi mi sono dovuto convincere che la soluzione di tutti i problemi-anche di qielli che riteniamo più spiccatamente economici e tecnici-della convivenza civile,è in funzione del modo in cui si riesce a risolvere il problema della libertà di coscienza,cioè del modo in cui vengono regolati i rapporti tra lo Stato e la Chiesa .Solo una netta separazione del potere civile dal potere ecclesiastico;solo il divieto rigoroso a tutti i preti di intervenire,come preti,nella vita politica;solo la riduzione della religione ad affare strettamente privato,può consentire alla democrazia di svlupparsi nel senso da noi desiderato.....
La tragica esperienza che abbiamo vissuto sotto il regime,mille e mille volte benedetto dal papa,dai cardinali e dai vescovi,ci conferma che il vaticano è-e non può non essere-il naturale alleato di tutte le forze più reazionarie nel nostro paese e di tutti i regimi tirannici che comunque riescono ad affermarsi nel mondo,purchè siano rispettosi delle cosiddette "libertà della chiesa".
ERNESTO ROSSI ,il manganello e l'asersorio,

Scusate se i miei interventi diventano lunghi ma non riesco a stringere di più.

Con affetto

Cardone Giovanni

P.S
Non so perchè ma mi è venuto in mente l'abate Pierre ...mahh.

Cardone Giovanni 25.11.05 21:40| 
 |
Rispondi al commento

"pastore tedesco" come scrisse il Manifesto alla sua nomina e qst giornale nn c'è andato lontano!!!!!!!!!!!!

Stefanp Lonati 25.11.05 21:35| 
 |
Rispondi al commento

Popo i post sconvolgenti di oggi pomeriggio, mi sono cosparso il capo di cenere, e a piedi nudi e sotto la pioggia sono andato al Santuario delle Tre Fontane a Roma. Chiedo venia alla Madonna, e sono costantemente minacciato da persone demoniache che ohibò ho frequentato. C'era il "Capo Spirituale" della Confraternita (della quale non faccio più parte, anche se mi attiro il malocchio), il quale assomiglia spiccicato al Secondo Highlander che guarda caso hanno trasmesso due sere fa. Questo Secondo Highlander era alto, corpulento, capellone e aveva una lingua lunga, che esibiva alle suore come una lucertola. Anche io bestemmiavo in chiesa con degli adepti dello Stramonio, ma ora mi sono ritirato in una vita contemplativa e di castigo. Infatti ora sono un flagellante.

Ivan Zanotti di Acilia (Roma)

Ivan Zanotti 25.11.05 21:03| 
 |
Rispondi al commento

@ Stefano Colombo

Che gioia riaverla tra noi almeno abbiamo la possibilità di spremere le meningi.Lei ,parlando di Leone Magno mi da lo spunto per dire solo qualcosa di questo.Sull'iscrizione tombale di LeoneI posta da
SergioI appare:Egli ruggì e i cuori cominciarono a tremare.Questo papa fece di tutto per affermare la supremazia di Roma strumentalizzando la dottrina di Pietro.Diu continuo pose l'accento sulla supremazia di Pietro,sul diritto dei papi di essere guida,su Roma come seggio di tutti i seggi.
a tale scopo siserve perfino di Valentiniano e delle dame della casa imperiale.Ma quello che voglio far risaltare è quello che si riscontra nei papi (non tutti)anche oggi.In una lettera inviata ai vescovi di Campania,Piceno e Tuscia,sfoga la sua collera per la consacrazione di schiavi a presbiteri,proibendo definitivamente la nomina di coloro che"non sono di natali raccomandabili".Eppure un tempo il cristianesimo era diffuso proprio tra queste persone.Maledicendo l'ordinazione di schiavi,la chiesa si adattava alla società schiavista tardo romana e se ne faceva rappresentante come quasi nessun altro.Come vedi il lupo perde il pelo ma non il vizio.
Se non sbaglio hai menzionato il concilio di Calcedonia.Il canone 9 e 17 potenziavano i diritti
del patriarca di Costantinopoli mentre il 28°portò al grande papa Leone ,vincitore dogmatico,e al papato una terribile batosta politica e di diritto
ecclesiastico.Questo canone fu la causa del prossimo scisma fino ai giorni nostri.Come ben sà allora i concilii venivano indetti dagli imperatori ed a volte presenziati da loro stessi.La chiesa era sottoposta all'imperatore a partire da quell'anima timorata di Dio che era Costantino.Lei sa come venne chiamato il sinodo di Efeso precedente quello di calcedonia?.Il SINODO dei BRIGANTI.Un vescovo ci rimise le penne per mano dei proprii fratelli.

Con ossequii

Cardone Giovanni

Cardone Giovanni 25.11.05 20:59| 
 |
Rispondi al commento

Grande Santoro la tua lettera sarebbe da incorniciare nell'oro e spedirla ad ogni cardinale,vescovo ecc.....forse con l'oro attorno sarebbero interessati e la leggerebbero per intero.Condivido totalmente il tuo pensiero sei veramente GRANDE.

Luca x 25.11.05 20:06| 
 |
Rispondi al commento

se continuamo così la finiamo sicuramente con un pareggio..... Morto più o meno..
la Chiesa ..Le CHIESE sono delle organizzazioni politiche. chi crede in queste religioni è sicuramente complice.... CHI giustifica una GUERRA GIUSTA e' complice.... chiunque ....anche il piu' ignorante dei campanari.....
ciao a tutti con simpatia

carlo pisu 25.11.05 19:31| 
 |
Rispondi al commento

po' figlie e Mari

Certamente non puoi darmi lezioni di grammatica, sai perchè?

Non si scrive avvolte, è un errore grave! Si scrive a volte...

Adorazione: atto dell' adorare; sentimento di chi adora;idolatria : guardare qualcuno con adorazione; guardare con ammirazione molto grande talvolta esagerata.

Venerazione: venerare ,essere venerato: l'immagine fu esposta alla venerazione dei fedeli, che è fatto oggetto di devoto rispetto; devozione, reverenza, dal latino veneratio.

Come vedi sono facce della stessa medaglia.

Non puoi dare lezioni a nessuno; hai messo in dubbio la Fede di San Francesco.
Sei fortunato che la Santa Inquisizione sia andata in pensione!!

ADDIO!

VINCENZO COZZOLINO 25.11.05 18:59| 
 |
Rispondi al commento

- Non sono scomparso, ma San Paolo dice che chi non lavora neppure mangi.
- Chi eccepisce sulla questione della prima generazione di cristiani, dovrebbe rileggere quel che ho scritto e non parlare con se stesso (brutto segno psicologico).
Gli anni 80 del I secolo sono l'epoca del c.d. concilio di Jamnia, a cui si fa tradizionalmente risalire l'Ebraismo moderno.
Io con "prima generazioni di cristiani" citavo le lettere di Paolo (dai primi anni 50 in poi).
Per cui i cristiani come tali hanno una ventina d'anni. Poi Paolo pare usi materiale innodico (scritto o comunque orale ma fissato nell'uso liturgico) ancor piu' antico.
- Questione Papa. Ha ragione: 'etimologia del termine papa e' molteplice (certo anche l'uso greco "pappas" e' rilevante), ma certo molto antica, questo era il punto, mi pare.
L'episcopato monarchico e' testimoniato gia' dalle lettere a Timoteo e dalla rilevanza di vescovi di Roma come Clemente I (I sec), le cui lettere furono cosi' importanti da rischiare d'essere inserite nel canone. Certo non si osserva nei primi tre secoli della Chiesa una definizione del ruolo del Pontefice simile a quella di Leone Magno o Gregorio Magno. Ma si tratta di sviluppo organico dal punto di vista storico e di "Spirito che abita e guida la Chiesa" da quello teologico.
- Che il cristianesimo sia un fenomeno minore di sviluppo dell'Ebraismo mi sembra un concetto storicamente stimolante. L'autore di tale luminosa intuizione scriva un libro e veda quanti editori si metteranno in coda per pubblicarglielo.
- Al signore che insiste con la lista dei comandamenti, gliene propongo una ancor piu' "incompleta": "Ama Dio sopra ogni cosa e il prossimo tuo come te stesso, questa e' tutta la legge e i profeti" (cfr. Mt 22,36-40, o anche Dt 6,5).
- Al "signore" che bestemmia: se crede in Dio bestemmiare e' stupido, se no perche' spreca tempo contro l'inesistente?
Se crede a satana, buona permanenza "dove c'e' pianto e stridor di denti".

Stefano Colombo 25.11.05 18:20| 
 |
Rispondi al commento

Il figlio di Maria ascende!
C´e`chi taglia taglia teste, e chi fa roghi di streghe, altro che venerazione di Maria!
Vi correrebbe dietro con la scopa, se potesse!
Buon fugone!
Ps.leggiti chi sono stati i tafuri, quando hai tempo.

paolo moretti 25.11.05 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Ognuno la storia la legge sui libri che più gli aggradano. E dipende per chi è scritta cambia molto avvolte può pure essere stravolta e considerando le teste che sono state tagliate allora come oggi mi sorgono molti dubbi sull'apertura culturale de sti sultani.
Al caro Vincenzo dico che c'è molta differenza tra l'adorazione e la venerazione e non starò qui a fare lezione di grammatica italiana. La venerazione che la Chiesa Cattolica ha nei confronti di Maria nasce dal fatto che senza Maria non ci sarebbe stato il Cristianesimo. E ti dico di più si può arrivare alla vera adorazione di Cristo solo attraverso l'amore e la venerazione di Maria. Nessuno conosce il figlio come la propria madre quindi nessuno conosce Gesù più di Maria. Se dunque io amo Maria amo suo Figlio.
E per sta sera il mio tempo è scaduto.

Figlio di Maria 25.11.05 17:54| 
 |
Rispondi al commento

Cozzoli`,
hai visto? L´hai fatti anna`via.Ti avevo avvisato, io...
Ma dai , tornate!Si diceva per dire...
Aho!Dico a voi!

paolo moretti 25.11.05 17:53| 
 |
Rispondi al commento

X Moretti e Scocco

Ragazzi è stato un vero piacere dialogare con voi. Mannaggia devo dare il computer a mia figlia.

Figli di Maria datevi da fare se no questi due vi fanno neri.
CONSIGLIO: prima di risponderli documentatevi


SALUTI

VINCENZO COZZOLINO 25.11.05 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Cozzolino,
nun ci cascano, sul problema delulto delle immagini spariscono , fischiettano e non rispondono, altrimenti dovrebbero accettare di essere blasfemi e marcioniti.Nei casi migliori, ignorano.I vari credenti veglino, perche`DENTRO la chiesa i tipi come "il figlio di maria " stanno alzando la testa, per ridisegnare tutta la vostra tradizione.Gesu`allora sara`un borghesuccio , figlio di un´imprenditore edile, vestito griffato (Messori dixit)che odiava i pezzenti, perche`poco produttivi. Non permettetegli di distorcere la vostra identita`.Il problema e`serio, e Dan Brown non c´entra una mazza.Leggete Voi la Bibbia DA SOLI, se possibile anche in altre lingue ,per confrontare le traduzioni.Una parola puo`cambiare un´equilibrio fondato sui secoli.

paolo moretti 25.11.05 17:29| 
 |
Rispondi al commento

Potete dunque vedere da voi la differenza. Vi chiederete per quale motivo la Chiesa Cattolica Romana ha alterato i comandamenti, e ha cancellato il secondo. Alcuni sacerdoti cattolici si giustificano dicendo che il secondo comandamento era solo per gli Ebrei (il che non è vero, poiché insieme agli altri nove comandamenti, dati anch'essi agli Ebrei, esso è Parola di Dio ed è un comando rivolto a tutti gli uomini senza distinzioni, e inoltre Dio condanna severamente qualunque aggiunta o cancellazione alla Sua Parola).
Un altro sacerdote ha risposto che in realtà, alcuni fanno una divisione tra il primo e il secondo comandamento, e però uniscono il nono e il decimo, mentre altri uniscono il primo e il secondo, e separano il nono e il decimo. Naturalmente una tale risposta è un'offesa anche al meno istruito degli esseri umani.
Un altro ancora, negando apertamente la realtà, è arrivato ad affermare che la Chiesa Cattolica non ha cambiato i comandamenti, ma che siamo noi che non sappiamo leggere.
Al di là dei sofismi e dei giri di parole, la realtà dei fatti è che se non avesse tolto il secondo comandamento, la Chiesa Cattolica non avrebbe potuto più riempire le chiese e i santuari di statue ed immagini della "madonna" e dei cosiddetti santi, insegnando i fedeli a venerarle, il che è idolatria (Dio condanna sia l'adorazione - "non li servire" - che la venerazione - "non ti prostrerai davanti a loro" - di vivi, morti, oggetti e immagini. La Scrittura dice: "A Lui solo rendi il tuo culto").
Come avrebbero potuto giustificare una tale trasgressione del secondo comandamento? Così, "hanno tolto la legge, e il reato non c'è più".
In Deuteronomio 4:2, Dio avverte: "Non aggiungerete nulla a ciò che io vi comando e non ne toglierete nulla; ma osserverete i comandi del Signore Dio vostro che io vi prescrivo".

VINCENZO COZZOLINO 25.11.05 17:18| 
 |
Rispondi al commento

figlio di Maria,
amico di Messori, il mentore dell´Opus Dei.
Guarda che LA TRADIZIONE dice che lo frate Francesco parlo`con il sultano, il quale non fu "sfidato" , ma invitato a convertirsi. Se lo avesse sfidato, non sarebbe stato lasciato LIBERO di tornare, ma te lo avrebbero ridato in versione abarth.Da li`a farlo passare per cappellano, ce ne passa...e sopratutto vedi che ´sti sultani, cosi`feroci non erano, ma bensi`aperti alle altre culture. Racconta Igor Mann nel suo bel librettino sull´Islam, che consiglio, che quel poverello un po`cencioso sia stato visto allora come un "toccatello",e percio`rispettato.Altro che spade de foco e crociati.

Ma e`proprio brutto il tuo nome che non lo scrivi?

A proposito di danze nelle chiese, forse era meglio quando in vaticano cantava Bob Dylan o Santana? Ma fammi il piacere...

paolo moretti 25.11.05 17:17| 
 |
Rispondi al commento

SECONDA PARTE
Ora vediamo i dieci comandamenti SECONDO LA SACRA BIBBIA, la Parola di Dio.
Esodo 20:2-17:
1) "Io sono il Signore, il tuo Dio, che ti ho fatto uscire dal paese d'Egitto, dalla casa di schiavitù. Non avere altri dèi oltre a me.
2) Non farti scultura, né immagine alcuna delle cose che sono lassù nel cielo o quaggiù sulla terra o nelle acque sotto la terra. Non ti prostrare davanti a loro e non li servire, perché io, il Signore, il tuo Dio, sono un Dio geloso; punisco l'iniquità dei padri sui figli fino alla terza e alla quarta generazione di quelli che mi odiano, e uso bontà fino alla millesima generazione, verso quelli che mi amano e osservano i miei comandamenti.
3) Non pronunciare il nome del Signore, Dio tuo, invano; perché il Signore non riterrà innocente chi pronuncia il suo nome invano.
4) Ricordati del giorno del riposo per santificarlo. Lavora sei giorni e fa' tutto il tuo lavoro, ma il settimo è giorno di riposo, consacrato al Signore Dio tuo.
5) Onora tuo padre e tua madre, affinché i tuoi giorni siano prolungati sulla terra che il Signore, il tuo Dio, ti dà.
6) Non uccidere.
7) Non commettere adulterio.
8) Non rubare.
9) Non attestare il falso contro il tuo prossimo.
10) Non desiderare la casa del tuo prossimo; non desiderare la moglie del tuo prossimo, né il suo servo, né la sua serva, né il suo bue, né il suo asino, né cosa alcuna del tuo prossimo"

VINCENZO COZZOLINO 25.11.05 17:13| 
 |
Rispondi al commento

PRIMA PARTE
I dieci comandamenti riportati nel catechismo cattolico .
Poche persone sanno che sebbene i comandamenti insegnati nella Sacra Bibbia sono dieci, quelli insegnati nel Catechismo della Chiesa Cattolica sono in realtà soltanto nove! Il secondo, infatti, è stato letteralmente cancellato, e dal decimo ne hanno ricavato due "pezzi", per coprire il vuoto del secondo. Così, ora il secondo è in realtà il terzo, il terzo è il quarto, e così via.
Vediamo ora i "dieci" comandamenti secondo il Catechismo cattolico (dal Catechismo di S. Pio X, per la preparazione ai sacramenti). Io sono il Signore Dio tuo:
1. Non avrai altro Dio fuori di me.
2. Non nominare il nome di Dio invano.
3. Ricordati di santificare le feste *.
4. Onora il padre e la madre.
5. Non uccidere.
6. Non commettere atti impuri.
7. Non rubare.
8. Non dire falsa testimonianza.
9. Non desiderare la donna d'altri.
10. Non desiderare la roba d'altri.
[ * Nota sul terzo comandamento - La Bibbia non dice "le feste", ma "il giorno del riposo", "il settimo", ossia la nostra domenica ]

VINCENZO COZZOLINO 25.11.05 17:11| 
 |
Rispondi al commento

Caro Vincenzo, se tu mi vedi come una vittima, padrone di farlo.

Figlio di Maria 25.11.05 16:53| 
 |
Rispondi al commento

Il pio Alessandro Santoro, prete delle Piagge in Firenze, è comovente nella sua ingenuità, prega per un papa scalzo e vedi papa cardinali e monsignori coperti di lustrini come dive del varietà, agghindati con medaglie anelli e collane come il mago otelma con la sola differenza che quelli di otelma sono presumibilmente ninnoli di latta mentre gli altri sino di oro vero.
Prega un dio che, come dice la canzone di De Andre - il testamento di Tito - citata da Franco più sotto,>

Questi preti che, come dici tu Beppe, stanno tra la gente, mi fanno una gran tristezza perchè li vedo spendere grandi energie per portare loro malgrado acqua ad un mulino che "macina farina del diavolo".

A Z Cecina LI 25.11.05 16:52| 
 |
Rispondi al commento

((.... colpito nel segno. Hai raggiunto lo scopo che ti eri prefisso che era quello di far sommergere di ingiurie e offese il popolo cattolico italiano.
Bravo Complimenti.....))

Postato da: Figlio di Maria il 25.11.05 14:19

Rileggi il post e vedi che è azzeccatissimo il passo del Vangelo.
Non mi riferivo al fatto che nascondi il tuo nome; ma al tuo vittimismo.
Bisogna confrontarsi con chi non ha conosciuto ancora Dio.
Non bisogna ostracizzare coloro che non credono, ma portarli a Dio

saluti

VINCENZO COZZOLINO 25.11.05 16:35| 
 |
Rispondi al commento


Caro Gianluca

Tutto ciò che ci circonda è stato creato da DIO.

Egli ha creato uomini non robot.
Sai cos'è la Fede?
La Fede è l'insieme delle verità, dei princìpi, dei valori nei quali si crede e sui quali si fonda la propria esistenza. Tutto ciò è frutto di una credenza, di un interiore convincimento alla ragione religiosa cristiana.
Essa è la prima delle tre virtù teologali, la seconda è la Speranza, la terza è la carità.

Codiali saluti

VINCENZO COZZOLINO 25.11.05 16:08| 
 |
Rispondi al commento

Mi sto divertendo molto a seguire i discorsi del sig. Zanotti e nel frattempo alla Radio, in diretta su internet, Padre Livio Fanzaga che è in collegamento con le altre 40 Radio Maria in tutto il mondo.

Figlio di Maria 25.11.05 16:04| 
 |
Rispondi al commento

A tutti coloro che parlano di una Chiesa sessuofoba.
Vi ricordo che Gesù ha dato all'amore tra uomo e donna la dignità di Sacramento, per capirci come l'Eucaristia e il Battesimo! Il Matrimonio, nelle Lettere di San Paolo è equiparato all'amore che Cristo ha avuto per la sua Chiesa! Tutta la Bibbia è una storia d'amore di Dio per il suo popolo, una storia che inizia con una coppia MASCHIO e FEMMINA (non MASCHIO e MASCHIO o FEMMINA e FEMMINA), Adamo ed Eva e termina con la coppia Cristo-Chiesa. La stessa fedeltà e purezza che Cristo ha avuto per la sua Chiesa, fino a donare il suo sangue, è richiesta alla coppia che, davanti a Lui, si unisce in Matrimonio!

Ecco perché la Chiesa dice che il Matrimonio è indissolubile e non potrà mai pronunciarsi contro l'indissolubilità, perché Dio è fedele e non torna indietro sulla sua Parola!

Dio vi benedica.

S.T. 25.11.05 16:02| 
 |
Rispondi al commento

Zanotti,
non ecceda in stupefacenti, rientri in un´uso a modino delle suddette sostanze , e certi incontri bizzarri non si ripeteranno. Ci becca qualche banconota da questa pubblicita`?
Il suo capelock ha problemi? Salta continuamente!

paolo moretti 25.11.05 16:00| 
 |
Rispondi al commento

Continuo... Per saperne di più, basta andare su www.google.it e cercare PADRE LIVIO FANZAGA, o IL FALSARIO, e si troveranno link interessanti. W SAN FRANCESCO D'ASSISI E GLI ESORCISTI COME PADRE GABRIELE AMORTH!
Da posseduto pero' vi dico a tutti che il DEMONIO ESISTE, E SPESSO SI SPARPAGLIA IN NUMEROSE LEGIONI VERE E PROPRIE, di spiritelli demoniaci. Di quanti fatti di crimini efferati pensate sia il VERO RESPONSABILE? E' IL DEMONIO!!!

E devo dire che ci sono molti preti che non ci credono! Sono i migliori amici di Belzebù!

Ivan Zanotti 25.11.05 15:59| 
 |
Rispondi al commento

x Paolo Moretti.

Egregio Signore, Lei ha assistito ad un Miracolo in diretta: SONO STATO POSSEDUTO DAL DEMONIO CHE MI HA DETTO DI POSTARE, e poi mi è apparsa SANTA MARIA GORETTI, che mi ha detto di rimediare al post e di ritornare nell'ovile, visto che sono cattolico romano.

Fu per caso che mi accostai a RADIO MARIA, che è a livello nazionale su Modulazione di Frequenza. Io ho sentito le fasi finali del Rosario che viene recitato dalle 0,15 alle 0,35. Poi c'è PADRE LIVIO FANZAGA che commenta i fatti sui giornali e fa catechesi o parla delle apparizioni della Madonna. Ebbene: egli ha scritto vari libri soprattutto della edizioni Sugarco, come IL FALSARIO, LE APPARIZIONI DI MEDJUGORIE, LA CATECHESI ecc. ecc.

Ivan Zanotti 25.11.05 15:53| 
 |
Rispondi al commento

Che il Signore ascolti queste tue parole!

S. T. 25.11.05 15:46| 
 |
Rispondi al commento

Zanotti,
sei un genio della pubblicita`!Col tuo stile impetuoso hai fatto uno spot di niente a ´sto Fanzaga.Ha scritto molto!E`cosi`interessante?

paolo moretti 25.11.05 15:44| 
 |
Rispondi al commento

AAAAAhhhhhh sono quello del post di prima! Aaaaggghhhh chiedo perdono, nel frattempo mi è apparsa SANTA MARIA GORETTI, e sono STATO ABBAGLIATO! MI RIMANGIO I PROCLAMI DETTI NEL POST PRECEDENTE! Mi pento e mi dolgo dei miei peccati! Memento mori! Sic! W IL PAPA BENEDETTO! W LA MADONNA E IL BUON GESU'! W LA MISERICORDIA DI DIO! OGNI SERA ASCOLTERO' IL ROSARIO SU RADIO MARIA E IL BUON PADRE LIVIO FANZAGA, E SPERO DI ANDARE A MEDJUGORIE QUANTO PRIMA!
Firmato il cattolicissimo Ivan Zanotti.

Ivan Zanotti 25.11.05 15:42| 
 |
Rispondi al commento

Il proprietaro del blog è pregato di bandire tutti i messaggi contenenti bestemmie! Dio abbia misericordia di quelli che lasciano questi messaggi.

Al contrario io grido: GESU' E' IL SIGNORE!!!

S. T. 25.11.05 15:42| 
 |
Rispondi al commento

@ Andrea Vitti


Deve pur darcene ragione,che noi pagani non ci limitiamo solo a criticare ma ci sentiamo in un certo qual senso chiamati in causa per contestare affermazioni fuorvianti.

Cardone Giovanni

Cardone Giovanni 25.11.05 15:26| 
 |
Rispondi al commento

Gentile signor Vitti,
spero anch´io non offenderLa se ribadisco un concetto gia`da altri espresso. Lei e`libero di rispettare le sue regole etiche, ed io saro`in prima fila a difenderne le ragioni.Segua ATTENTAMENTE i sacramenti e comandamenti, ed io la apprezzero`(ho tanti amici teologi e preti ,cattolici , protestanti , mussulmani ed ebrei).C´e`posto per tutti.Il problema nasce dal fatto che la Ruini band (ed altri integralisti)NON lascia a me la LIBERTA`di seguire le MIE regole etiche , ritenendole non degne di esistere, inferiori cioe`alle sue.Se io decidero`per la tremenda sconfitta di un´aborto, o se vorro`provare ad avere un figlio che la natura non mi concede, dovrei andare oltre confine, o dalle mammane etc.L´uso dei contraccettivi , poi, e`indicato ANCHE per combattere molte malattie come anche l´AIDS.
Allora, non fingiamo di non capirsi: chi non rispetta chi?Ritenendola persona per bene, saro`contento di ricevere una sua replica.

paaolo moretti 25.11.05 15:23| 
 |
Rispondi al commento

I parlamentari baciapile clericali invitano ad intasare i consultori per far desistere le mignotte ad abortire. ANCHE NOI SATANISTI INTERVERREMO NEI CONSULTORI! DAREMO 300 EURO PER OGNI FETO GHERMITO DA QUESTE ZOCCOLE, E CON CODESTI FETI, LI INFILZEREMO NELLE GUGLIE DEL DUOMO DI MILANO, O CI FAREMO UNA GHIRNANDA PER BELZEBU'. PORCAMADONNA E PORCODDIO. CLORO AL CLERO. PADRE LIVIO FANZAGA E' UN INVERTITO OMOSESSUALE, ED E' UN MASSONE PIDUISTA. PORCODDIO.

Ivan Zanotti 25.11.05 15:13| 
 |
Rispondi al commento

Certo,
questa idea che Dio abbia creato un disegno dell´universo, per mettere al centro l´uomo, che a sua volta doveva (ma non sapeva gia`che Adamo avrebbe peccato?)da lui dipendere e venerarlo, lo presenta con due pecche che non mi spiego.
1)Aveva cosi`poca autostima da essere cosi`"geloso" e bisognoso di attestazioni continue di ri-conferme?
2) non si bastava?

paolo moretti 25.11.05 15:07| 
 |
Rispondi al commento

Cari,

Leggo e rifletto:

è questa la chiesa che ci meritiamo????


a presto

oscar

"Daniela Mercury, cantante brasiliana di Bahia, non sarà presente al consueto appuntamento del concerto natalizio in Vaticano.
L'eclettica artistica durante lo scorso dell'ultimo Carnevale di Rio aveva partecipato a uno spot, nell'ambito di una campagna contro l'Aids, in cui si incoraggiava l'uso del profilattico. Questo è il motivo della sua esclusione dalla manifestazione in Vaticano a cui era stata invitata cinque mesi fa nella quale avrebbe dovuto rappresentare il suo Paese.
Con lei erano stati invitati, tra gli altri, cantanti di rilievo nel panorama della musica pop internazionale come Paul Anka e Black Eyed Peas.

La Mercury, che si definisce comunque cattolica ed è ambasciatrice dell'Unicef e dell'Unaids, pare sia rimasta profondamente amareggiata e abbia reagito in modo polemico al divieto e ha dichiarato: "Riaffermo il mio diritto di dissentire dalla posizione della Chiesa riguardo all'uso del profilattico come forma di prevenzione delle malattie sessualmente contagiose come l'Aids. Il preservativo è uno strumento di protezione della vita".

oscar spano 25.11.05 15:05| 
 |
Rispondi al commento

Io mi chiedo perchè tante persone sono così critiche verso la religione cattolica e le sue istuzioni. Se una persona crede in Dio, segue delle regole che sono state riportate nel Nuovo Testamento, nei Vangeli. Al giorno d'oggi sembra che la sessualità sia tutto. Tutti a dire, ma la Chiesa è contro la contaccezione, la Chiesa è contro l'aborto, contro gli omosessuali, il divorzio ecc. A tutti quelli che criticano chiedo, Voi profondi conoscitori del Vangelo e frequentatori di Chiesa, cosa è scritto nel Vangelo a proposito di questi argomenti? Vorreste Voi tutti essere giustificati e poter fare tutto ciò che volete senza sentirvi comunque in colpa o fuori dalla Chiesa. Vero? Perchè è questa la ragione di tanto astio nei confronti della Chiesa. Volete sposarVi e poter divorziare...bene c'è il rito civile. Chi ve lo fa fare di sposarVi in Chiesa? Solo perchè è d'uso? Avete fatto una sciocchezza, una notte brava, e avete messo incinta qualcuno? Abortite o fate abortire! Ma poi non cercate una giustificazione nella Chiesa, cercatela nella vs. coscienza. Siete omosessuali. Bene, vivete felici la Vs. condizione. Nessuno Vi giudicherà. Non curatevi di ciò che dicono gli altri. Se è vero amore, nessuno lo può impedire. La Chiesa e la fede sono un'altra cosa. Bisogna sentirla dentro. La fratellanza con gli altri, ama il prossimo tuo come te stesso. La solidarietà verso i meno fortunati di te. Il rispetto per la vita. L'Inquisizione ormai è solo un triste ricordo. Se credete in Dio e seguite la Sua strada vedrete che le critiche verso la Chiesa perderanno di molto il loro significato. Non riduciamoci a semplici integalisiti, come altri stanno facendo attualmente, ovvero istigando alla guerra per cose accadute ancor prima della nascita di Cristo. Se uno non crede in Dio, non c'è problema, ma le regole di comune convivenza e di amore dettate da Dio possono comunque essere valide anche per lui.
Spero di essere stato chiaro e di non aver offeso nessuno per quanto scritto.

Andrea Vitti 25.11.05 15:01| 
 |
Rispondi al commento

++++++++PER GIANLUCA GHISELLI.+++++++++

Sono d’accordo anche con Lei,per questo La invito a leggere il mio sito riportato in calce al mio precedente intervento,qui interanmente ripreso.

"Sono d’accordo con Alessandro Santoro, prete delle Piagge in Firenze, nonostante il mio ateismo di sempre, soprattutto ove dice:

Fa che questo Papa abbia il coraggio di incarnarsi nella storia degli altri, che abdichi alla Verità assoluta che schiaccia e uccide e senta il bisogno di incontrare e nutrirsi delle Verità dell’altro. Dio non ha un nome, prende ed assume il nome dei volti e delle storie degli emarginati di questo mondo e nessuno detiene la verità di Dio e può pretendere di possederla.
Abdicare alla verità assoluta significa semplicemente che il vangelo non è parola di Dio. Quindi è parola dell’uomo alla ricerca di Dio. Chi vuol saperne di più su questo appassionante argomento vada al mio sito http://xoomer.virgilio.it/13041932ggf/dongiustosemiaperta "


Giuseppe Totaro 25.11.05 14:52| 
 |
Rispondi al commento

@ Figlio di Maria

Caro FIGLIO DI MARIA,le faccio notare che non mi sono mai permesso di ingiuriare il popolo cattolico per quello che mi riguarda ma mi sono arrogato il diritto di contestare le Vostre affermazioni.
Le faccio anche notare che alla fine dei miei interventi metto per iscritto il mio nome e cognome.

Con affetto

Cardone Giovanni

Cardone Giovanni 25.11.05 14:44| 
 |
Rispondi al commento

X Enrico Battisti:

non dovrebbe esserci uno stato su cui GOVERNARE!!!

annalisa zedda 25.11.05 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Egregio sign. Grillo,
alcuni giorni fa ho ricevuto quest' e-mail e mi chiedevo se è possibile una cosa cosi schifosada parte della giustizia italiana...
Io sono un volontario dell'aeronautica e quindi difficilmente,spero,mi capiterà una cosa simile,ma se la giustizia italiana è davvero così allora dobbiamo temerla,noi cittadini o militari che sia,piuttosto che sentircene protetti!
Il testo che segue è parziale,ma può essere visionato per intero al sito: http://www.militari.info/dblog/articolo.asp?articolo=44
Aspetterò con ansia un suo commento e magari un suo consiglio sul dafarsi!di
Distinti saluti
P.s. lei si che ha le p...e,ho visto il suo spettacolo trasmesso dalla tv svizzera...lei è proprio un grande!
Ecco a lei il teso...

L’agente Ivan Liggi in servizio di pattuglia sulla statale Adriatica il 24.02.1997 intimava l’ALT ad 1automobilista, che si dava alla fuga forzando il posto di blocco.Dopo 1inseguimento la pattuglia riesce a fermare questa folle corsa, ma improvvisam l’auto riprende la fuga, investendo l’agente Liggi e facendolo cadere.
In questi momenti di concitazione,il poliziotto si rialza da terra, rincorre il fuggitivo estraendo l’arma dalla fondina,che aveva il colpo in canna, parte un colpo, il proiettile infrange il lunotto posteriore e colpisce l’automobilista, uccidendolo. Dalla Corte D’assise di Rimini l’agente Liggi è stato condannato a 4 anni per omicidio colposo.
Nel 2000 il Procuratore Generale di Bologna, impugnata la sentenza, trasforma l’imputazione in omicidio volontario. Ivan è condannato a 9 anni e 5 mesi di reclusione “per aver sparato volontariamente ad altezza d’uomo”.
La Cassazione, nel 2001, annulla la sentenza, rinviandola alla Corte d’appello di Bologna, che conferma la condanna. La Corte di Cassazione, il 15 Ottobre 2004, conferma la seconda condanna, che Ivan ha iniziato a scontare in carcere dal 16 Ottobre 2004. Anche la Corte dei Conti presenta il conto e intima ad Ivan di risarcire al Ministero dell’Inte...

rosiello giovanni 25.11.05 14:36| 
 |
Rispondi al commento

caro vincenzo io non voglio contestarti, ma voglio solo capire. Per esempio tu parli di demonio. Bene io ti chiedo se Dio è assoluto, quindi immutabile eterno indivisibile unico e che tutto comprende come fa ad esistere qualcuno o qualcosa al di fuori di DIo?

Scocco Gianluca 25.11.05 14:33| 
 |
Rispondi al commento

Caro cozzolino se ti basi su un testo come la bibbia parti da qualcosa che non ha fondamento per cui non possiamo incontrarci su nulla.
Grazie comunque ciao!

Scocco Gianluca 25.11.05 14:29| 
 |
Rispondi al commento

RIMANETE SOLI E SEMPLICI

Significa non partecipare all'attrito, non dare l'approvazione nè morale nè materiale ai gruppi o organizzazioni che si formano con lo scopo di scontrarsi e di perpetuare la violenza. Quando ci si riunisce in organizzazioni non si fa altro che gettare il seme della violenza perchè ogni organizzazione deve fondarsi su dei postulati, deve avere una propria dottrina e delle affermazioni da difendere. Tutti coloro che sono contro cio' che l'organizzazione afferma sono nemici ed in qunto tali vanno combattuti. Meglio per l'uomo se cerca di non porsi limiti di aggirare le barriere alla comprensione, di essere libero, comprensivo, duttile, aperto a tutti.
Chi fa discriminazione sessuale crea barriere, chi impone una religione crea divisioni, chi e' convinto che le sue idee siano giuste e le altre sbagliate crea violenza gratutita.

Allontaniamoci da questo

Scocco Gianluca 25.11.05 14:23| 
 |
Rispondi al commento


IL PECCATO ORIGINALE

Dio ha creato l'uomo e la donna a sua immagine perché siano pienamente felici del loro essere «uomini» e figli di Dio, vale a dire perché possano partecipare alla vita intima di Dio e realizzarsi attraverso il dono disinteressato di se stessi.

Ma l'uomo, sedotto dal demonio che lo fa dubitare della parola di Dio, decide da quel momento in poi di non dipendere più da nessuno e di essere luce a se stesso. Deciderà da solo ciò che è bene e ciò che è male. L'uomo volta deliberatamente le spalle a Dio, separandosi così dalla sorgente dell'amore.

E' questo il peccato originale. Dio rispetta la decisione dell'uomo. Ecco allora l'irreparabile rottura, quella dei primi uomini, che, ancora oggi, ha conseguenze su ciascuno di noi e intorno a noi.

La rottura con Dio comporta :
- sicuramente la perdita del rapporto filiale con Lui. Per la prima volta, l'uomo ha paura e si vergogna davanti a Dio. L'uomo si nasconde: «Ho udito il tuo passo nel giardino: ho avuto paura » (Gen 3,10). L'uomo si allontana da Dio credendo che sia Lui ad allontanarsi

VINCENZO COZZOLINO 25.11.05 14:13| 
 |
Rispondi al commento

Caro COZZOLINO cos'è il peccato originale??
Dammi una spiegazione logica grazie

Scocco Gianluca 25.11.05 13:56| 
 |
Rispondi al commento

Caro cos'è il peccato originale??
Dammi una spiegazione logica grazie

Scocco Gianluca 25.11.05 13:54| 
 |
Rispondi al commento

Per loredana capalbo

per te Dio è assoluto?

Scocco Gianluca 25.11.05 13:48| 
 |
Rispondi al commento

Beh!
Leggendo gli ultimi post, mi sento in buona compagnia. Non e`poco. Spesso, bisogna aspettare qualche giorno affinche`i post si raffredino, e salgano di tono.
Alcune volte , come oggi, vale la pena .
Un saluto.

paolo moretti 25.11.05 13:33| 
 |
Rispondi al commento

Ma dico, ancora gira sta storia delle presunte scuse che il papa avrebbe fatto nei confronti dell'umanità per gli abomini della chiesa. Qualcuno ha provato a leggere bene tra le righe della dichiarazione di G.P.II fatta in quella che viene chiamata "giornata del perdono"?
1- Il perdono viene chiesto a Dio e non alle vittime.
2- I peccati non sono attribuiti direttamente alla chiesa come istituzione ma ai figli della chiesa, che saremo noi in quanto battezzati.
3- Non si fa un solo nome dato che molti di questi figli della chiesa sono ora venerati come santi.
4- La maggior parte delle nefandezze vengono collocate nel secondo millenio, probabilmente perchè i pagani che vivevani nel primo, ora non sono in grado di pretendere molto.
5- Si chiede perdono e cito testualmente per "i mezzi dubbi per i fini giusti". Qual'è il fine giusto? Incenerire le streghe?

Che tra le persone di tutte le religioni e no ci sia brava gente non lo mette in dubbio nessuno. Ma rendiamoci conto che l'ideologia cattolica ha 2000 anni. E' stata fatta per adattarsi ai contadini e pastori palestinesi di allora. Nei secoli si è arricchita di dogmi, di postulati, di potere, di denaro e di genocidi. Sarebbe ora di cambiare qualcosa perchè teniamoci a mente che la libertà, il diritto di essere laici o adirittura di non riconoscersi con il cattolicesimo ce lo siamo conquistati non ci è stato regalato da nessuno, tanto meno da loro.
Oggi la chiesa cattolica non fa altro che ingloriarsi di se stessa, adopera DIO e CRISTO come farebbe una multinazionale commerciale con un testimonial d'eccezione riducendo questo ad una figura di secondo piano. Io non sono cattolico ma vivo tra i cattolici e mi pare che ci sia tra di loro un carico di ipocrisia enorme. C'è un grande rispetto per i simboli: il papa, cardinali, vescovi, crocifissi e preti in genere ma non vedo nessun rispetto per il Dio in cui dicono di credere.

Daniele tagliati 25.11.05 13:26| 
 |
Rispondi al commento

@ Stefano Colombo

Buon giorno Signor Colombo,fa piacere incontrare che finalmente qualcuno che possa considerarsi erudito.
Lei però mi deve permettere di dissentire dalle sue affermazioni riguardo il papa.
A Roma non si era mai sviluppata l'idea di un particolare status del vescovo locale come successore di pietro!Ogni sede vescovile,anche la più insignificante,era all'inizio"sede apostolica".Ogni vescovo aveva diritto,per la sua carica e il suo ruolo,anche all'epiteto"apostolicus"e al sostantivo"apostolatus".La definizione di un semplice vescovo come summus pontifex è rintracciabile per la prima volta in uno scritto papale(il cattolico Baus).I capi più antichi non si sentivano nemmeno "papi".Non avevano nessun altro titolo che quello di semplici vescovi.Al contrario.Mentre in oriente patriarchi,vescovi abati ricevevano l'appellativo di papa(pappas,padre),a Roma la definizione appare per la prima volta su una lapide dell'epoca di Liberio(352-366).Diventa comune anche in occidente nel tardo V secolo,quando i vescovi,romani e non,la usano riferita a se stessi,e comunque non regolarmente prima del tardo VIII secolo.Dal secondo millennio in poi la parola "papa" diventa un diritto esclusivo del vescovo di Roma ,anche se ancora nel XI e XII secolo alcuni vescovi non romani si definiscono "vicarius Petri".Il titolo "summus Pontifex"vale addirittura per tutti i vescovi fino all'alto medioevo.Di conseguenza il primato del "papa" è contestato da sempre.Prima di tutto dai teologi cattolici,dai padri della chiesa,dai vescovi stessi.

Nella speranza di aver ampliato le Sue conoscenze Le auguro una felice giornata.

Cardone Giovanni

Cardone Giovanni 25.11.05 13:19| 
 |
Rispondi al commento

I praticanti cattolici (non i cattolici praticanti, che son quelli onesti), fanno come Bush, che si ricordano sempre della strage delle torri, e dimenticano quelle perpetrate da loro.

Non nominare e non illustrare Dio?
Sarebbe la fine dell´arte sacra, la bibbia degli illetterati.
La volgarizzazione di un Dio padre, col barbone, , che cammina facendo rumore nel giardino municipale dell´Eden, la trovi solo nella Genesi, la parte piu`antica e primitiva della Bibbia.In seguito, i testi biblici divengono piu`"moderni", mostrando un Dio sempre piu`astratto , distante , insondabile.
La chiesa romana, ha ripreso questa idea primitiva, ingiungendo anche che il testo biblico dovesse esser decifrato solo dai sacerdoti.Il risultato? Che alla fine dello stato pontificio, i territori tenuti distanti da luteranesimo e illuminismo, fossero il popolo con la piu`alta percentuale di analfabeti.Un fardello che scontiamo ancora oggi (65 % della popolazione italiana con titolo di studi inferiori).
Se lo papa re fosse rimasto, staremmo ancora oggi come nei paesi arabi(sapessi come invidiano gli Imam!), senza contare che quello romano fu uno degli ultimi stati a togliere la pena di morte(un dubbio, ma la pena capitale fu tolta ufficialmente? Forse no), loro che amano la difesa delle eiaculazioni...

paolo moretti 25.11.05 12:58| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
ho saputo che la RAI sta preparando una fiction su Papa Luciani, il papa sognato da Alessandro Santoro. Ti invito a leggere il libro di David Yallop "In nome di Dio", dove emergono fatti a dir poco inquietanti sulla fine di Papa Luciani. Sono propenso a credere che Luciani sia stato assassinato proprio quando all'interno della Curia e della Loggia P2 si comprese che il nuovo pontefice avrebbe detto e fatto tutto ciò che Alessandro Santoro si augura che un nuovo Papa possa fare. Solo per dirne una, Luciani aveva deciso di allontanare Marcinkus, mentre Papa Woityla lo lasciò alla guida dello IOR, nonostante fossero emersi i suoilegami con Calvi, Sindona e il riciclaggio dei soldi della mafia.
La fiction in arrivo probabilmente non farà emergere nulla di tutto questo. Dipingeranno Luciani come un uomo semplice e sprovveduto, inadatto ad un incarico così grande, mentre la realtà è stata ben diversa. Luciani credo proprio sia stata la grande possibilità stroncata sul nascere. Stai pronto a denunciarlo. Grazie.

Federico Cauli (Roma)

federico cauli 25.11.05 12:55| 
 |
Rispondi al commento

Dalla Bibbia, sappiamo che l'osservanza dei comandamenti di Dio è un dovere di tutti i credenti, e che tramite la loro osservanza ci si fa un tesoro nel cielo. Questo tesoro, però, non è la vita eterna, perché essa è il DONO di Dio. Quindi mediante la fede, dopo essersi ravveduti, si ottiene la remissione dei peccati e la vita eterna, e mediante l'osservanza dei precetti di Dio ci si fa un tesoro nel cielo.
Per fare un esempio pratico, credendo in Cristo si viene salvati dal peccato e dall'inferno, mentre dando elemosine ai poveri, aiutando le vedove e gli orfani, visitando gli ammalati, non rendendo male per male, ecc. ci si fa un premio in cielo che in quel giorno Dio farà conoscere a ciascuno di noi. Più abbiamo lavorato al bene del nostro prossimo e più grande sarà il premio.
Ripetiamo però che la salvezza dell'anima è PER GRAZIA, e non possiamo in alcun modo ottenerla per meriti personali o attraverso il battesimo, la preghiera, le elemosine, ecc.

La Bibbia dichiara: "Infatti è per grazia che siete stati salvati, mediante la fede; e ciò non viene da voi; è il dono di Dio. Non è in virtù di opere affinché nessuno se ne vanti" (Efesini 2:8).
"L'uomo non è giustificato per le opere della legge ma soltanto per mezzo della fede in Cristo Gesù" (Galati 2:16).
Siamo dunque stati salvati solo per fede, per seguire il Signore, e "per fare le opere buone, che Dio ha precedentemente preparate affinché le pratichiamo" (Efesini 2:10).

VINCENZO COZZOLINO 25.11.05 12:53| 
 |
Rispondi al commento

@ Stefano Colombo

Buon giorno Signor Colombo,fa piacere incontrare che finalmente qualcuno che possa considerarsi erudito.
Lei però mi deve permettere di dissentire dalle sue affermazioni riguardo il papa.
A Roma non si era mai sviluppata l'idea di un particolare status del vescovo locale come successore di pietro!Ogni sede vescovile,anche la più insignificante,era all'inizio"sede apostolica".Ogni vescovo aveva diritto,per la sua carica e il suo ruolo,anche all'epiteto"apostolicus"e al sostantivo"apostolatus".La definizione di un semplice vescovo come summus pontifex è rintracciabile per la prima volta in uno scritto papale(il cattolico Baus).I capi più antichi non si sentivano nemmeno "papi".Non avevano nessun altro titolo che quello di semplici vescovi.Al contrario.Mentre in oriente patriarchi,vescovi abati ricevevano l'appellativo di papa(pappas,padre),a Roma la definizione appare per la prima volta su una lapide dell'epoca di Liberio(352-366).Diventa comune anche in occidente nel tardo V secolo,quando i vescovi,romani e non,la usano riferita a se stessi,e comunque non regolarmente prima del tardo VIII secolo.Dal secondo millennio in poi la parola "papa" diventa un diritto esclusivo del vescovo di Roma ,anche se ancora nel XI e XII secolo alcuni vescovi non romani si definiscono "vicarius Petri".Il titolo "summus Pontifex"vale addirittura per tutti i vescovi fino all'alto medioevo.Di conseguenza il primato del "papa" è contestato da sempre.Prima di tutto dai teologi cattolici,dai padri della chiesa,dai vescovi stessi.

Nella speranza di aver ampliato le Sue conoscenze Le auguro una felice giornata.

Cardone Giovanni

Cardone Giovanni 25.11.05 12:42| 
 |
Rispondi al commento

Colombo,
lo scomparso.
1) Definire "prima generazione" quella dell´80 dopo cristo, ossia 50 anni dopo la morte di Cristo, ci vuol coraggio da vendere, oltre che carenze di matematica.
2) poiche`questa estate mi e`stata mostrata in Turchia da un gruppo di teologi tedeschi piu`di una chiesa antecedente al concilio di Nicea,(e a proposito,nessuno mi ha perseguitato!)devo chiederle, se illo tempore i cristiani avessero gia`in testa Roma come citta`santa, centro della cristianita`,oppure , come credo ,la chiesa romana e`figlia della chiesa turco-siriana.
Perche`l´imperatore indiceva i primi concilii,e li influenzava parecchiuccio, se lo e`mai chiesto?
3) Definire lo sterminio armeno come sterminio di cristiani cattolici romani, da una persona onesta e di cultura come lei non me lo sarei aspettato.
Attualmente i cristiani cattolici in Armenia sono duecentomila, gli altri sono cristiani armeni:furono i cattolici tutti uccisi dai Turchi?
Si compri un Bignami, le manca.

Mi auguro di ascoltare sue risposte a riguardo , quando ne avra`tempo...

paolo moretti 25.11.05 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Alcune precisazioni sui Vangeli e su come sono stati cambiati nel corso dei secoli per venire incontro alle esigenze della chiesa(documentabili). PARTE QUARTA.

Si legittimò in questo modo, anche la deificazione di Maria (divenuta così Madre di Dio stesso) la quale era stata creata da Dio che l'aveva poi fecondata e ne era divenuto il figlio e al tempo stesso anche il padre fecondatore…
La deificazione di Maria ottenne anche lo scopo di assorbire molti culti pagani tradizionali (ldaea, Iside egiziana, Astarte fenicia…) ancora associati alla Magna Mater deorum, la Dea Madre di tutti gli dei, e di convertire i templi di queste dee pagane al culto della Madonna. Vi erano anche altri motivi per negare l'esistenza dei fratelli di Gesù.
La causa prima appare ovvia: anche ritenendo che Gesù fosse il maggiore tra tutti i suoi fratelli, dopo la nascita di sei o sette figli Maria, indubbiamente, vergine non poteva più esserlo.
Ma se Gesù aveva già avuto la sua nascita mirabolante e poteva così rivaleggiare con le divinità pagane, perché voler insistere sul fatto che Maria rimase vergine anche dopo il parto, in aperta contraddizione con i Vangeli? Semplicemente si voleva evitare che i discendenti dei famigliari di Gesù potessero reclamare di dirigere la Chiesa nascente, in base a legittima successione.

Gianluca Ghiselli 25.11.05 12:31| 
 |
Rispondi al commento

Alcune precisazioni sui Vangeli e su come sono stati cambiati nel corso dei secoli per venire incontro alle esigenze della chiesa(documentabili). PARTE TERZA.

Venne perciò, successivamente, aggiunta nel primo capitolo di Matteo e di Luca la frase. "Un vento calerà su di te e ti coprirà come un'ombra la potenza dell'Altissimo" (Luca 1,35) che è la copia identica dei comportamenti utilizzati da Zeus per accoppiarsi con le donne terrestri. La mitologia pagana si sposa con la nuova religione così da realizzare il sincretismo.
Le cose non erano, però, ancora del tutto sistemate. La Chiesa gradiva molto poco le continue negazioni della purezza di Maria contenute negli altri passi del Vangelo. Così, sul finire del 300 Giovanni Crisostomo fece approvare il dogma della sempiterna verginità di Maria, ante partum, in partu, post partum.
Da quel momento si cominciò, così, a sostenere che i fratelli di Gesù erano in realtà cugini.
La discussione rimaneva però aperta. Anche a molti padri della Chiesa pareva eccessivo sostenere che i redattori dei Vangeli si fossero dimenticati di dare il giusto credito a un'informazione sbalorditiva come la perpetua verginità di Maria. Era come smentire gli stessi evangelisti, che continuavano ad attribuire fratelli a Gesù. Così sulla verginità di Maria si dibatteva pochissimo, inizialmente. Ma si poneva un ulteriore problema. Gesù non poteva essere soltanto il figlio subalterno di Dio. Ciò avrebbe significato che la nuova fede era in realtà il credo nel Dio dei giudei, con l'unica differenza di averlo dotato di prole. Quindi, ovviamente, il libro adottato avrebbe dovuto continuare a essere la Bibbia e i cristiani romani non avrebbero potuto distanziarsi, come volevano, dai giudei. Così nel Concilio di Nicea del 325, vi fu una disputa animatissima, tanto che alcuni partecipanti vennero uccisi (erano gli ariani, che contestavano questa manipolazione dei Vangeli). Si decise infine che Gesù non era solo il Figlio, ma Dio stesso incarnato.

Gianluca Ghiselli 25.11.05 12:28| 
 |
Rispondi al commento

A Paolo e mò vuoi troppo.

Na cosa per volta.

Prima le scuse e poi forse la pecunia.

Per la chiesa già è tanto aver riconosciuto le sue gravi colpe. Non amo la dietrilogia, mi basterebbe che pensassero più allo Spirito e meno ai........ dello Stato Italiano.

Saluti

P.S. c'è un mio post di ieri sui comandamenti del vecchio testamento. Leggi il secondo e dimmi cosa ne pensi. Nessuno degli amici "cattolici praticanti" che scrivono su questo blog lo ha commentato....perchè?


VINCENZO COZZOLINO 25.11.05 12:24| 
 |
Rispondi al commento

Alcune precisazioni sui Vangeli e su come sono stati cambiati nel corso dei secoli per venire incontro alle esigenze della chiesa(documentabili). PARTE SECONDA.

Anche presso i giudei e i cristiani primitivi vi erano le tracce della derivazione del culto matriarcale e la Madre Terra (antica dea) era divenuta la Ruah o Spirito Santo. I "figli di Dio" (così sì chiamavano abitualmente gli uomini ebrei devoti), erano figli di umani ma derivavano la loro forza vitale dall'unione creatrice di Dio con Ruah, la Madre.
Ecco dunque la logica trinità: Padre, Madre, Figlio. Ogni creatura aveva una Madre e un Padre divini e una madre e un padre umani. I sacerdoti guerrieri patriarcali decisero di abrogare la Ruah , ma il suo culto era troppo radicato. Tutto quello che fu possibile fare fu toglierle il nome.
La Ruah , dunque, divenne solo lo Spirito Santo, entità asessuata e incorporea. Quando i cristiani della scuola di Paolo cominciarono a sostenere, quindi, l’unione tra Maria e lo Spirito Santo i giudeo-cristiani restarono sgomenti.
Il Vangelo di Filippo, mostra tutto lo sbalordimento dei cristiani dell'epoca; "Taluni hanno detto che Maria ha concepito dallo Spirito Santo. Essi sono in errore. Essi non sanno quello che dicono. Quando mai una donna ha concepito da una donna?" ((Vangelo di Filippo, 17, a cura di M. Crateri, I Vangeli Apocrifi, Einaudi, Torino 1969)).
Il Vangelo apocrifo di Tommaso cita uno Spirito Santo femminile, che chiama la Innocente Spiritualità.
Nel momento della "verginificazione" di Maria si ricorse così a una trinità maschile che è davvero un mistero della fede. Nei primi Vangeli, invece, come già accennato, la nascita non aveva proprio nulla di miracoloso e quindi genealogie e riferimenti a Giuseppe come padre avevano senso.
Ma l'idea che Gesù fosse solo un essere umano non era sufficientemente esportabile ovunque.
Fu allora che San Paolo fece diventare Gesù un semidio nato in modo straordinario.

Gianluca Ghiselli 25.11.05 12:21| 
 |
Rispondi al commento

Non rispondo alle cose allucinanti e fuori da ogni ragionevolezza che ho letto in questo blog, ma voglio solo dire questo:
Se nonostante quest'odio contro la Chiesa e Benedetto XVI,
nonostante l'incredulità dilagante,
nonostante la chiusura di molti,
la Chiesa continua a annunciare il messaggio di speranza all'uomo e il Papa non si ferma nel suo cammino di guida dell'umanità verso Dio (anche lui in cammino)
non è per il potere temporale, o per le ricchezze materiali
ma perchè la sostiene Dio con il suo aiuto e il suo amore.
Grazie GESU' per averci dato la Chiesa che continua instancabilmente (attraverso il Papa, i vescovi, i preti, le suore e i LAICI, cioè i battezzati) a portare al mondo un messaggio di pace e di amore, perchè si prende cura nel silenzio dei poveri, dei malati e degli emarginati,anche se agli occhi del mondo spiccano solo le cose che non vanno, anche se a molti farebbe più comodo avere una chiesa a loro misura.
Sapete che fa più rumore un albero che cade di una foresta che cresce? Nella vita occorre accorgersi delle foreste di bene che crescono, anche di quelle,che ci piaccia o no,che vengono irrigate dalla chiesa cattolica.

Loredana Capalbo 25.11.05 12:20| 
 |
Rispondi al commento

proprio questa mattina guardavo i canali rai.........secondo me danno proprio l'idea del clima che c'è in Italia.
Da una parte (raiuno) c'è il papa che presiede l'apertura dell'anno accademico della cattolica. Dall'altro i poveri lavoratori che manifestano contro la Finanziaria (raitre).
Come dire, da una parte l'Italia dei ricchi, vescovi, ministri etc... e dall'altra chi nn riesce ad arrivare alla fine del mese.
C'è una completa prostrazione di fronte alla Chiesa da parte del nostro governo, e nn solo;
Per far trasmettere un servizio in cui si mostra che in ospedali cattolici non si può chiedere la pillola del giorno dopo o dove si parli delle malefatte della Chiesa si deve aspettare l'una di notte..........a mio parere questo è abbastanza vergognoso in un paese dove ogni giorno i politici si sciacquano la bocca con la parola "laicità"

Filippo Aceto 25.11.05 12:17| 
 |
Rispondi al commento

Alcune precisazioni sui Vangeli e su come sono stati cambiati nel corso dei secoli per venire incontro alle esigenze della chiesa(documentabili). PARTE PRIMA

Per i Vangeli, Gesù non era l'unico figlio di Giuseppe e Maria. Nel Vangelo secondo Marco (6,3) sì afferma, al contrario, che egli avesse ben quattro fratelli e più di una sorella. Lo stesso dicasi del Vangelo di Matteo (13,55). Marco (3,32) cita fratelli e sorelle in un numero imprecisato.
Anche Giovanni (7,5) indica la presenza di fratelli.
Per Giuseppe Flavio (il più noto storico ebraico dell'epoca) Giacomo, fratello di Gesù, fu condannato a morte nell'anno 62 dal gran sacerdote. Eusebio di Cesarea (265/339 circa), un prelato greco autore di Storia della Chiesa, riferisce di un nipote di Gesù, figlio di suo fratello.
Un altro credo fondamentale dell’istituzione ecclesiastica è la verginità di Maria. Ma in tutti i più antichi scritti apocrifi Maria non è considerata Vergine. E anche nelle prime versioni degli evangelisti non vi sono riferimenti a una nascita miracolosa di Gesù.
Il Vangelo di Marco, il più antico tra quelli riconosciuti, ignora il concepimento virginale. Anche Paolo, i cui testi sono i più prossimi alla vita di Gesù, fa discendere il bambino da Davide giungendo sino a Giuseppe (ritenendolo dunque, a tutti gli effetti, il padre). Ma se il padre non era Giuseppe ma Dio, a che pro tutto questo dispiegamento di avi?

La realtà della "verginità" di Maria è stata storicamente spiegata: sì è trattato di un errore durante la traduzione greca della Bibbia quando sì traslò giovane donna (alma) ((Pepe Rodrìguez, Verità e Menzogne della Chiesa Cattolica, trad. C. Tognonato, Editori Riuniti, Roma 1998)) in vergine.
Ma se i teologi si sono accorti dell'errore perché hanno continuato a insistere sulla verginità mariana?
Perché i popoli primitivi adoravano una divinità femminile, la Madre Terra. Con l'andare del tempo essa venne affiancata a una divinità maschile, più potente.

Gianluca Ghiselli 25.11.05 12:15| 
 |
Rispondi al commento

Proprio questa mattina guardavo i canali rai.........secondo me danno proprio l'idea del clima che c'è in Italia.
Da una parte (raiuno) c'è il papa che presiede l'apertura dell'anno accademico della cattolica. Dall'altro i poveri lavoratori che manifestano contro la Finanziaria (raitre).
Come dire, da una parte l'Italia dei ricchi, vescovi, ministri etc... e dall'altra chi nn riesce ad arrivare alla fine del mese.
C'è una completa prostrazione di fronte alla Chiesa da parte del nostro governo, e nn solo;
Per far trasmettere un servizio in cui si mostra che in ospedali cattolici non si può chiedere la pillola del giorno dopo o dove si parli delle malefatte della Chiesa si deve aspettare l'una di notte..........a mio parere questo è abbastanza vergognoso in un paese dove ogni giorno i politici si sciacquano la bocca con la parola "laicità"

Filippo Aceto 25.11.05 12:14| 
 |
Rispondi al commento

Comunque , ho letto con piu`attenzione cio`che hai detto, ed e`interessante .Il battesimo fatto da persona consapevole vale piu`di cento battesimi "imposti".
Che nell´ecclesia ci siano persone buone e da rispettare non lo dubita nessuno.
Certamente , in ogni istituzione qualche mela buona c´e`.
Il fatto che queste povere anime debbano passar la vita a riparar crepe fatte dagli altri, ho i miei dubbi. Dubito anche che Cristo avesse intenzione di creare una nuova religione .
Gli bastava quella giudaica.

Hai fatto bene a ricordare i catari, ma non dimenticherei la strage in Africa e Sud-america per la propagazione dell´AIDS , che si potrebbe contrastare con l´uso della "camisinha", il condom.Questa istituzione religiosa non propaga amore, ma dolore.

paolo moretti 25.11.05 12:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ Stefano Colombo

Buon giorno Signor Colombo,fa piacere incontrare che finalmente qualcuno che possa considerarsi erudito.
Lei però mi deve permettere di dissentire dalle sue affermazioni riguardo il papa.
A Roma non si era mai sviluppata l'idea di un particolare status del vescovo locale come successore di pietro!Ogni sede vescovile,anche la più insignificante,era all'inizio"sede apostolica".Ogni vescovo aveva diritto,per la sua carica e il suo ruolo,anche all'epiteto"apostolicus"e al sostantivo"apostolatus".La definizione di un semplice vescovo come summus pontifex è rintracciabile per la prima volta in uno scritto papale(il cattolico Baus).I capi più antichi non si sentivano nemmeno "papi".Non avevano nessun altro titolo che quello di semplici vescovi.Al contrario.Mentre in oriente patriarchi,vescovi abati ricevevano l'appellativo di papa(pappas,padre),a Roma la definizione appare per la prima volta su una lapide dell'epoca di Liberio(352-366).Diventa comune anche in occidente nel tardo V secolo,quando i vescovi,romani e non,la usano riferita a se stessi,e comunque non regolarmente prima del tardo VIII secolo.Dal secondo millennio in poi la parola "papa" diventa un diritto esclusivo del vescovo di Roma ,anche se ancora nel XI e XII secolo alcuni vescovi non romani si definiscono "vicarius Petri".Il titolo "summus Pontifex"vale addirittura per tutti i vescovi fino all'alto medioevo.Di conseguenza il primato del "papa" è contestato da sempre.Prima di tutto dai teologi cattolici,dai padri della chiesa,dai vescovi stessi.

Nella speranza di aver ampliato le Sue conoscenze Le auguro una felice giornata.

Cardone Giovanni

Cardone Giovanni 25.11.05 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Alcune precisazioni sui Vangeli e su come sono stati cambiati nel corso dei secoli per venire incontro alle esigenze della chiesa(documentabili). PARTE PRIMA

Per i Vangeli, Gesù non era l'unico figlio di Giuseppe e Maria. Nel Vangelo secondo Marco (6,3) sì afferma, al contrario, che egli avesse ben quattro fratelli e più di una sorella. Lo stesso dicasi del Vangelo di Matteo (13,55). Marco (3,32) cita fratelli e sorelle in un numero imprecisato.
Anche Giovanni (7,5) indica la presenza di fratelli.
Per Giuseppe Flavio (il più noto storico ebraico dell'epoca) Giacomo, fratello di Gesù, fu condannato a morte nell'anno 62 dal gran sacerdote. Eusebio di Cesarea (265/339 circa), un prelato greco autore di Storia della Chiesa, riferisce di un nipote di Gesù, figlio di suo fratello.
Un altro credo fondamentale dell’istituzione ecclesiastica è la verginità di Maria. Ma in tutti i più antichi scritti apocrifi Maria non è considerata Vergine. E anche nelle prime versioni degli evangelisti non vi sono riferimenti a una nascita miracolosa di Gesù.
Il Vangelo di Marco, il più antico tra quelli riconosciuti, ignora il concepimento virginale. Anche Paolo, i cui testi sono i più prossimi alla vita di Gesù, fa discendere il bambino da Davide giungendo sino a Giuseppe (ritenendolo dunque, a tutti gli effetti, il padre). Ma se il padre non era Giuseppe ma Dio, a che pro tutto questo dispiegamento di avi?

La realtà della "verginità" di Maria è stata storicamente spiegata: sì è trattato di un errore durante la traduzione greca della Bibbia quando sì traslò giovane donna (alma) ((Pepe Rodrìguez, Verità e Menzogne della Chiesa Cattolica, trad. C. Tognonato, Editori Riuniti, Roma 1998)) in vergine.
Ma se i teologi si sono accorti dell'errore perché hanno continuato a insistere sulla verginità mariana?
Perché i popoli primitivi adoravano una divinità femminile, la Madre Terra. Con l'andare del tempo essa venne affiancata a una divinità maschile, più potente.

Gianluca Ghiselli 25.11.05 12:11| 
 |
Rispondi al commento

proprio questa mattina guardavo i canali rai.........secondo me danno proprio l'idea del clima che c'è in Italia.
Da una parte (raiuno) c'è il papa che presiede l'apertura dell'anno accademico della cattolica. Dall'altro i poveri lavoratori che manifestano contro la Finanziaria (raitre).
Come dire, da una parte l'Italia dei ricchi, vescovi, ministri etc... e dall'altra chi nn riesce ad arrivare alla fine del mese.
C'è una completa prostrazione di fronte alla Chiesa da parte del nostro governo, e nn solo;
Per far trasmettere un servizio in cui si mostra che in ospedali cattolici non si può chiedere la pillola del giorno dopo o dove si parli delle malefatte della Chiesa si deve aspettare l'una di notte..........a mio parere questo è abbastanza vergognoso in un paese dove ogni giorno i politici si sciacquano la bocca con la parola "laicità"

Filippo Aceto 25.11.05 12:10| 
 |
Rispondi al commento

Cozzolino,
oltre alle (dovute) scuse, ha parlato anche di restituzione delle vergognose decime ricevute nei secoli dai reali di spagna e portogallo, ottenute dallo sfruttamento di terre e sottosuolo sulla pelle di indios prima e neri dopo? Noi sulla terra quantifichiamo le scuse con risarcimenti materiali.Altro che Giovanna d´Arco. Gli sghei.

paolo moretti 25.11.05 11:59| 
 |
Rispondi al commento

vorrei chiderti un'informazione beppe, ho visto il tuo spettacolo a Milano e devo dire che mi è piaciuto moltissimo, ma la cosa che mi ha più colpito è il fatto dell'esistenza di "Skype", e cioè di un telefono che ti fa pagare così poco.
Appena ho sentito quelle cose subito ho scaricato il programma e l'ho installato.E fino a qui ci siamo.Tu poi hai parlato di ordinare quel telefono per fare le chiamate, però andando sul sito di skype non ho trovato nulla che potesse riguardare l'ordinazione del telefono, bensì mi diceva che con la carta di credito dovevo acquistare dei crediti per poter chiamare(in pratica da quel che ho capito, acquistavo dei crediti che mi venivano scalati ad ogni chiamata).a quel punto mi sono trovato un pò confuso, e ho pensato di chiederti informazioni a riguardo, visto che lo vorrei iniziare ad usare il più presto possibile.
Grazie.
cordiali saluti.fabrizio

fabrizio rupilli 25.11.05 11:42| 
 |
Rispondi al commento


x MARCO B

II Battesimo « è il più bello e magnifico dei doni di Dio. [...] Lo chiamiamo dono, grazia, unzione, illuminazione, veste d'immortalità, lavacro di rigenerazione, sigillo, e tutto ciò che vi è di più prezioso. Dono, poiché è dato a coloro che non portano nulla; grazia, perché viene elargito anche ai colpevoli; Battesimo, perché il peccato viene seppellito nell'acqua; unzione, perché è sacro e regale (tali sono coloro che vengono unti); illuminazione, perché è luce sfolgorante; veste, perché copre la nostra vergogna; lavacro, perché ci lava; sigillo, perché ci custodisce ed è il segno della signoria di Dio »

Non sarebbe meglio battezzarsi da adulti?
Certamente capiremmo meglio il Sacramento.

Saluti

VINCENZO COZZOLINO 25.11.05 11:23| 
 |
Rispondi al commento

Grandissimo Papa, grandissimo uomo, vero testimone di dio in terra.

Magari fossero tutti come Lui, o meglio fossimo..

Mi sorge un dubbio la pensavano tutti come LUI?

VINCENZO COZZOLINO 25.11.05 11:07| 
 |
Rispondi al commento

L'8 marzo 2000, papa Wojtila pronunciava la "richiesta di perdono" per i mali inferti dalla chiesa nei secoli a tutta l'umanità. In particolare, Giovanni Paolo II recitava il "mea culpa" pensando alle vittime della Santa Inquisizione. Il processo che metteva sotto esame il tribunale medievale accanitosi nei secoli contro coloro che venivano definiti eretici, si concludeva con le pubbliche scuse del papa, dopo essersi aperto 6 anni prima. Nel 1994, con la lettera apostolica Tertio Millennio Adveniente datata 10 novembre, Giovanni Paolo II avviava la preparazione del Giubileo chiedendo ai cristiani di "pentirsi" soprattutto per Giovanna d'Arco alla testa del suo esercito "l'acquiescenza manifestata, specie in alcuni secoli, a metodi di intolleranza e perfino di violenza nel servizio della verità."

VINCENZO COZZOLINO 25.11.05 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Cari fratelli "increduli", vorrei farvi una domanda:
"Come fate a parlare con tanta dovizia di particolari di qualcosa che conoscete solo per sentito dire?" Spero che la domanda non appaia provocatoria perchè non è nelle mie intenzioni accusare nessuno, vorrei solo farvi notare che la Chiesa non è solo l'edificio che vedete lungo le vie delle vostre città, la Chisa è sopratutto il Corpo mistico di Gesù.
Quando voi accusate il clero di incoerenza con i valori del Cristianesimo dite una cosa giusta ma permettetemi un'altra domanda:"Quanti tra di voi hanno piena coscienza di cosa significhi, il fatto di avere aderito a Cristo, mediante il Battesimo?" In altre parole, siete sicuri che la "coerenza del battezzato" stia nel fatto di giudicare le crepe della facciata della Chiesa?
Tante persone preti,semplici fedeli, preferiscono lavorare con Amore per rendere quella facciata meno "crepata" ma coerente al Corpo Eucaristico che sta al suo interno.
Secondo voi perchè?
Quale oscuro interesse li spinge?
Vi invito a rifletterci con onestà e scoprirete che tutte queste persone sono fedeli alle indicazioni della Chiesa, perchè hanno piena coscienza che nonostante le incongruenze della condizione umana, dalla quale non sfugge nessuno, neanche i preti che gestiscono la vita della Chiesa, solo la comunità Eucaristica è il luogo ideale per incontrare Dio.
Perchè cari fratelli l'amore non è una cosa mia o tua ma nostra e per essere nostra, ha bisogno di un popolo che la condivida.
E questo popolo nonostante tutto è la Chiesa.

Marco B 25.11.05 10:54| 
 |
Rispondi al commento


Il 22 luglio del 1209 in Béziers ( sud della Francia) vennero scannate vive oltre centomila persone (cattolici, catari-albigesi, donne, bambini), dall’armata di Cristo (così si chiamava il più grosso esercito dell’epoca, oltre 500 mila uomini) che per capo militare aveva il legato papale Arnauld-Amaury ... l’abate bianco, il quale comandava i signori feudali del nord della Francia che avevano aderito alla crociata promossa da papa Innocenzo III per sterminare l’eresia catara: cataro vuol dire «puro», erano puri cristiani che combattevano la Chiesa romana corrotta. Quel giorno avvenne il primo genocidio della storia dell’umanità: un esercito cristiano sterminò una popolazione cristiana inerme ...

VINCENZO COZZOLINO 25.11.05 10:47| 
 |
Rispondi al commento

Sono d’accordo con Alessandro Santoro, prete delle Piagge in Firenze, nonostante il mio ateismo di sempre, soprattutto ove dice:

"Fa che questo Papa abbia il coraggio di incarnarsi nella storia degli altri, che abdichi alla Verità assoluta che schiaccia e uccide e senta il bisogno di incontrare e nutrirsi delle Verità dell’altro. Dio non ha un nome, prende ed assume il nome dei volti e delle storie degli emarginati di questo mondo e nessuno detiene la verità di Dio e può pretendere di possederla."

Abdicare alla verità assoluta significa semplicemente che il vangelo non è parola di Dio. Quindi è parola dell’uomo alla ricerca di Dio. Chi vuol saperne di più su questo appassionante argomento vada al mio sito http://xoomer.virgilio.it/13041932ggf/dongiustosemiaperta

Giuseppe Totaro 25.11.05 09:50| 
 |
Rispondi al commento

Colombo,
la perla, comunque e`quando ci insegna delle persecuzioni dei cristiani nel periodo nazista. Qui proprio si supera, aprendo nuove strade per gli storici. Ancora si discute sugli appoggi piu`o meno chiari della chiesa al regime hitleriano, sulla sua organizzazione con la croce rossa della fuga di gerarchi nazisti da Genova verso il sud-america , la cosidetta "strada dei topi". Lei zittisce tutti , ascrivendoli chiaramente tra i martiri, perseguitati in quanto cristiani. Azz!Io saro`ignorante, ma lei che sa, e`complice.

paolo moretti 25.11.05 09:35| 
 |
Rispondi al commento

Colombo,
Mindanao mi era sfuggita,ma certo ne hanno fatto una strage.In Cina non se la passano meglio altre religioni, quindi non si batta il petto solo lei .Voi avete inventato l´omicidio per cause religiose, teorizzando il "malificium",concetto alla base di ogni jihad, e di questo avete il copyright.Avete risposto delle decime prese dalla Chiesa dalle colonie spagnole/portoghesi ? Quando darete i soldi indietro agli Indios? In Siria e Libano chi vi persegue?
Mi piacerebbe trovare tanti luoghi di culto mussulmani in europa, quanti ne conosco di cristiani in Siria o Turchia.Esca da casa, e veda con i suoi occhi, poi giudichera`. Il mondo e`meno brutto di quello che pensa.

paolo moretti 25.11.05 08:58| 
 |
Rispondi al commento

ma "Fa che questo Papa torni a farci pagare l"ICI" sto prete non lo scrive?

Fabio Ramassotto 25.11.05 08:46| 
 |
Rispondi al commento

Signor Colombo,
Premetto che non sono Ebreo,ne`studioso (lascio a Lei la conoscenza delle Sacre letture), ma osservatore equidistante.
Che i 12 apostoli , Cristo, ed i primi cristiani, siano stati ebrei non lo sa solo un cervellone come Lei.La festa del capodanno si festeggia l´ottavo giorno dalla circoncisione di Cristo.Voi nascete come una setta che asseriva che il Mashiach , l´unto del signore , sia nato gia`, e Cristo fu infatti crocifisso come Rex Judeorum. Spiace sottolinearlo, ma qualsiasi frase del Vangelo si ritrova nella Bibbia.
Siete una fotocopia pure mal fatta.Non avete una briciola di originalita`, se non nell´istinto antisemita che ha contrassegnato il vostro edipico rapporto con gli Ebrei.
Che ci siano testi storici che testimonino l´arrivo di Pietro a Roma me ne dia notizia , cosi`butto il Bignami.
L´unico legame con Roma nasce da quel "sant´uomo" di Costantino ed Elena , perche`per emergere dalla melma vi siete attaccati come cozze all´imperatore.E da allora siete sopravvissuti, legandovi sempre alla carrozza del piu`forte.

paolo moretti 25.11.05 08:46| 
 |
Rispondi al commento

PER IL SIGNOR MORETTI:
la prego cambi il sussidiario dove ha studiato (?) storia.
1) Cristiani "setta giudaica"?
Si legga un bignami delle lettere di San Paolo, cosi' si rendera' conto che la coscienza d'essere Chiesa e' gia' ben viva nella prima generazione di Cristiani.
Negli anni 80 del I secolo, le autorita' rabbiniche riunite a Jamnia, espulsero ufficialmente i cristiani (detti ancora Nazareni, persino il nome di cristiani non era ancora "fisso") dalle sinagoghe, dettando una preghiera/maledizione detta qehal'el.

2) Ma dove l'ha trovato lo "sgoob" sulla non esistenza della Chiesa Cattolica in quanto ramo della "chiesa ortodossa"? Gli ortodossi? E quali di grazia? Bizantini? Armeni? Copti? Bulgari? E che dire dei Russi? Magari forse si riferisce ai Melkiti? E i Maroniti, non li vogliamo?
Sappia che la Chiesa e' una, col vescovo di Roma, Pater Patrum (PaPa), patriarca d'Occidente o dei Latini, successore di Pietro e quindi primus inter pares, con primato di onore ufficialmente sancito nelle liturgie conciliari dal IV secolo (concilio di Nicea) appena dopo la fine delle persecuzioni.
E rimane unita, "cattolica", fino allo scisma d'Oriente, 1054, con le reciproche scomuniche (revocate) tra il cardinal legato Umberto di Silva Candida e il patriarca bizantino Michele Cerulario.
Studiare un po' evita brutte figure.
Sull'antichita' dell'istituzione, mi vorrebbe citare - dall'alto delle sue vette scientifiche - un'istituzione che abbia una dimostrabile continuita' (non per esempio l'Ebraismo, che ha cambiato piu' volte istituzioni) piu' antica della successione episcopale nella sede romana?
Posso sbagliarmi, ma cosi' a memoria non mi viene in mente nulla.

Stefano Colombo 25.11.05 07:41| 
 |
Rispondi al commento

Genocidio Armeno (800mila/un milione di vittime)
Massacro dei Cristeros messicani (200/300mila vittime).
70 anni di persecuzioni religiose in URSS e satelliti
Persecuzioni in Spagna (prima e durante la Guerra Civile)
Persecuzione sotto il Nazismo
OGGI:
Vietnam
Cambogia
Corea del Nord
Cina
Birmania
Timor Est
Mindanao
Egitto
Sudan
Nigeria
Pakistan
Libano
Siria
alcune zone dell'India.
Questo e' un breve elenco dei posti dove la Chiesa e' stata e/o resta perseguitata. E sono sicuro di star dimenticando altro.
Nella sola Timor Est ci sono stati 200mila morti in 25 anni. Gli estremisti islamici indonesiani hanno decapitato tre ragazzine cattoliche che andavano a scuola, dieci giorni fa. Un'altra bambina e' riuscita a scappare e raccontarlo. Le autorita' si rifiutano di indagare.
In Cina c'e' appena stata un'ondata di arresti di cattolici e protestanti in previsione della visita del presidente USA. Si sa per certo che migliaia di cattolici sono chiusi in campi di lavoro.
La Chiesa con la sua diplomazia (disarmata) cerca di lavorare perche' in tutti questi posti le condizioni dei cristiani (ma poi di tutti) migliorino.
Anche a questo serve l'istituzione.
Pensateci su.

Stefano Colombo 25.11.05 06:42| 
 |
Rispondi al commento

BAH

Gianluca Scocco 25.11.05 02:02| 
 |
Rispondi al commento

GRANDE MATTEO UGOLINI IL TUO POST E' ESPRESSIONE DI GRANDE SENSIBILITA' ED EVOLUZIONE COMPLIMENTI.

Postato da: Gianluca Scocco il 25.11.05 00:42

Io non credo che chi creda sia insensibile o non sia evoluto..io sono cattolico non ho mai rotto le scatole a nessuno e tanto meno non ho mai fatto del moralismo spicciolo.Ognuno è libero di credere e fare ciò che crede nel rispetto altrui.
Forse più che distinguere religione da religiosità bisognerebbe capire chi è un cristiano vero e chi non lo è e come si comportano.Cosa che nessuno di quelli che urlano contro Dio e contro i preti hanno capito compreso tu.
L'ignoranza non va bene e prima di parlare bisogna informarsi.Non tutti prendono spunto dal papa primi fra tutti ci sono io e chi prende spunto dal papa non vuol dire che sia un bigotto o una persona di m***a.

Andrea Amadio 25.11.05 01:20| 
 |
Rispondi al commento

CREDO CHE CI SIA UNA GROSSA CONFUSIONE IN ATTO TRA RELIGIONE E RELIGIOSITA' CHE SONO L'UNO IL CONTRARIO DELL'ALTRO.

Gianluca Scocco 25.11.05 00:51| 
 |
Rispondi al commento

GRANDE MATTEO UGOLINI IL TUO POST E' ESPRESSIONE DI GRANDE SENSIBILITA' ED EVOLUZIONE COMPLIMENTI.

Gianluca Scocco 25.11.05 00:42| 
 |
Rispondi al commento

Io invece spesso sogno una vita priva di idee religiose che molto spesso dividono anziche unire, sogno che ogniuno di noi riesca con l'uso della propria ragione e coscenza a discriminare il bene dal male e quindi che ci possa essere un codice etico e filosofico tale da farci vivere tutti in armonia e quando dico tutti dico esseri umani, animali e vegetali: ogni creatura vivente.
Quindi sogno di ritornare alla vita primordiale pero' con la consapevolezza di quello che facciamo.

Matteo Ugolini 24.11.05 23:51| 
 |
Rispondi al commento

Credo proprio di aver trovato il blog di due di quei cialtroni che non fanno che postare a go-go per screditare ogni inziativa di Grillo, lo tempestano con scariche di diarrea verbale («Grillo 6 1 coglione..» «Grillo maiale...»), santificano i parlamentari condannati eletti in parlamento («Cirino Pomicino ha intascato tangenti? Anche il reo può riabilitarsi. Se lo votano... «Lino Jannuzzi -quello che infangò con ogni genere di falsità Falcone e Borsellino da vivi, poi li elogiò da morti per scagliarsi contro i loro "eredi"- diventa martire della libertà di stampa ...), screditano -non sempre a torto- l'opposizione («ha depenalizzato il reato di abuso d'ufficio per salvarsi» «Bertinotti indossa cravatte da 300 euro»)
Cominciamo a rendere la pariglia... facciamo capire loro che anche i loro politici non sono dei candidi gigli di campo... che qualche mazzetta l'hanno data o intascata...

I BLOG DI DUE DISTURBATORI:
http://ilnojoso.splinder.com/
http://www.camelotdestraideale.it
camelotdestraideale@yahoo.it

Marco Ferri 24.11.05 22:55| 
 |
Rispondi al commento

Non meriti nemmno insulto..anzi ti voglio bene!
Le bestemmie non mi offendono più..ognuno dice ciò che pensa e anche se hai mancato di rispetto a me e atutti i cristiani ed ebrei non importa io e gli altri ti vogliamo bene lo stesso!
Ciao!

ps. la vita bisogna prenderla con più bonta se no si finisce per avere sempre mal di stomaco e questo fa male a te e ai tuoi genitori che sborsano soldi per farti curare!
Stammi bene!

X Lisa:
grazie per le cose che hai scritto che sono molto di spessore..quello che la gente di questo blog ma soprattutto quella della vita di tutti i giorni non capisce è che quello che conta è amare indipendentemente da quello che fa il Papa!
"Ama il prossimo tuo come te stesso"..questo è il comandamento che vale tutta la bibbia!
Ciao e buon lavoro!

Andrea Amadio 24.11.05 22:17| 
 |
Rispondi al commento

Il papa facesse ciò che più gli aggrada. Noi satanisti invochiamo SATANA che corrompa a se' questa chiesa di fantocci e pupazzi. W Satana, copriremo il vaticano di escrementi. Parola dei Bambini di Satana. OZZIE LIBERO! Ha agito in conformità dei dettami di Balahal! UN PORCODDIO A TUTTI I LETTORI. CLORO AL CLERO. 666.

Alex Chilleri 24.11.05 21:56| 
 |
Rispondi al commento


SECONDA PARTE
Volontari, parrocchiani, vicini di casa, amici di diversi colori politici e diverse fedi religiose che ognuno a modo suo si da da fare perché il “suo” mondo sia migliore.

Tu che leggi sei già una persona fortunata.
Intanto puoi leggere. Perché SAI leggere, perché HAI gli occhi o anche perché c’è qualcuno che legge PER TE. Perché hai accesso a internet. Hai un computer o hai accesso ad un computer.

Leggi il blog di Grillo, che è uno che si da da fare.
Magari hai visto in tv Report della Gabanelli.

Ormai siamo così assuefatti allo schifo che ci vuole impegno per non lasciarsi trascinare dall’ansia e dal pessimismo. Però siamo in tanti. SIAMO IN TANTI! Tanti che si danno da fare.

San Francesco ha detto qualcosa come: cominciate a fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile e vi sorprenderete a fare l’impossibile.

Questo è quello che ho provato sulla mia pelle. Dio penserà allo sfarzo della Chiesa quando lo riterrà opportuno. Io penso a quello che posso fare oggi.

Grazie agli autori dei post del:
20/11/05 Enrica Corradini Bordoni ore 21.16, Clelia Berti ore 22.36
21/11/05 Roberto Costantini ore 00.46 e 00.52, Omar Ottonelli 01.39,Ireneo Gerosa 10.08, Serena scuderi 10.14, Berardo Guzzi 10.34, Francesco Guarino 10.35, Ambra Schiavon 10.57, Carla Rigetti 11.36, Laura Tuci 11.51, Costanza Cappellin 11.52, Vincenzo Fiore 12.16, Danilo Costantino 12.45, Loredana Solerte 12.52, Hellen Tellander 12.49, Bartolomeo Nicolotti 13.09, Damiano Tonello 14.39, Francesca Caprini 15.10, Raffele Tomei 19.48, Mario Monaco 21.24, Davide Rocchi 21.53 e 22.32 e 23.26, Salvatore Gargiulo 22.14, Fabrizio Basica 23.13, Dario Solinas 23.19, Graziano Poretti 23.52.
22/11/05 Michela Russo 8.51 e Stefano Evangelisti 9.23
24/11/05 Fabio Fantini 18.40

…per citarne alcuni. Sono in tanti e si danno da fare.

Lisa Volontieri

lisa volontieri 24.11.05 21:45| 
 |
Rispondi al commento

PRIMA PARTE

A cosa serve questa denuncia dello sfarzo della Chiesa se non ad accendere sdegno, inaridire offerte (perché dovrei dare io un euro quando la chiesa potrebbe vendere un calice d'oro per dare da mangiare a cinquanta bambini?), rendere più cinici coloro che lo sono già e incoraggiare all’immobilismo coloro che hanno buone intenzioni ma non sanno concretizzarle?


Io non faccio il Papa e quindi non mi permetto di criticare ciò che non so. Sono grata di aver avuto Giovanni Paolo II e sono grata ora di avere Benedetto XVI. Non si possono fare confronti (eppoi a che gioverebbe?) Dio si serve di tutti per far arrivare il Suo messaggio.

Io non faccio il Frate delle Piagge, non so come si fa. Però visto che il suo messaggio mi è arrivato posso testimoniare cosa è successo al mio cuore DOPO aver letto la sua lettera.

Tante parole in apparenza belle e nobili che nascondono velate o anche non troppo velate critiche alla gestione economica della Chiesa.
Siamo così assuefatti dalle notizie sempre più cruente e negative che ci propinano che non siamo più in grado di ribellarci (liberarci da) chi ce le propina.
E’ proprio guardando la pagliuzza nell’occhio del fratello che non si vede la trave nel proprio…


Io sono una persona fortunata.
Ognuno di voi può essere una persona fortunata, se vuole.
All’inizio ho fatto fatica perché ero schiacciata dall’ansia (come posso sopravvivere in balia di gente che decide di abbattere la foresta amazzonica, inquinare impunemente questo mondo, permettere che esista la pena di morte, l’infibulazione, bambini che muoiono di fame, le mine anti uomo, finanziamenti ad armamenti A FINI ECONOMICI???) ma appena ho aperto uno spiraglio alla speranza, anzi no, alla Fede ecco che ho visto tutto L’ALTRO LATO DELLA MEDAGLIA: ho visto centinaia di persone comuni (senza cariche particolari) che quotidianamente fanno piccole o grandi azioni SENZA CURARSI DI GUARDARE COSA FA L’ALTRO. Fanno e basta. Si danno da fare.

lisa volontieri 24.11.05 21:43| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente un sacerdote che si occupa delle cose veramente importanti, anzichè perdersi in moralismi inutili!

Vera Dalla Via 24.11.05 21:15| 
 |
Rispondi al commento

"valore imprescindibile delle donne"

????

Ok, ma i bambini???

Quelli ammazzati negli aborti?

Non sono prima di tutto loro "i piccoli e i poveri"?

Il valore della donna prima di tutto?

Altre cose sono condivisibili, ma questa...........

Super Berna 24.11.05 20:49| 
 |
Rispondi al commento

Probabilmente lo stesso Santoro mentre scriveva questa lettera già sapeva essere essa un semplice utopico sfogo letterario.
La cosa che mi sorpende un pò leggendo il blog (ma non solo) è che molti esprimono la nostalgia
di G.P. II. Questo è strano in quanto la dottrina di Wojtyla era esattamente quella inventata da Ratzinger (topo ballerino?) ora suo successore.
Non è certo mistero che Karol ci metteva la
faccia, l'immagine fino ad arrivare all'immolazione televisiva e Joseph il pensiero
teologico/politico. In parole povere tutti sanno che chi tirava i fili in casa pontificia era
sempre quest'ultimo.
Ne deduco quindi sia impossibile sperare (ora meno di prima) in una svolta nelle politiche
vaticane ma che piuttosto si vada verso un inasprimento (per altro già in atto) dato che
l'attuale monarca pontificio è da sempre famoso per essere tradizionalista o per meglio dire un
integralista.
Non solo la sua elezione è la naturale continuazione alla precedente ma puzza di zolfo visto che se non fosse stato eletto papa la procedura giudiziaria presentata dalla corte del Texas contro l'ora Benedetto XVI, accusato di complotto per coprire le molestie sessuali contro tre ragazzi da parte di un seminarista, avrebbe fatto il suo corso.
Con la sua promozione a monarca l'amministrazione Bush di sicuro respingerà la denuncia. Questo per non alterare i rapporti
diplomatici tra Città Del Vaticano e Stati Uniti ma anche perchè come capo di stato il Ratzinger
gode di immunità diplomatica.
Ecco allora che la lettera di Santoro (al cui comunque rendo atto del coraggioso gesto) resterà appello inascoltato e probabilmente presto dimenticata. Un bel esercizio di dialettica insomma, che colpisce di sicuro chi ha orecchie per ascoltare.
Bella anche l'idea di stamparla e lasciarla nelle chiese, ma quali risultati dovrebbe avere visto che ovviamente risulterà silenzio assoluto a chi le orecchie le adopera unicamente per rincretinirsi con la solita prosopopea?

Daniele Tagliati 24.11.05 20:22| 
 |
Rispondi al commento

Basta con questa barbarie!!!
Guardate cosa stanno facendo a questi poveri animali!!!

www.strasbourgcurieux.com/fourrure

Prego il Sig. Grillo che ci dia una mano in questa lotta agli orrori!!!
Grazie a tutti quelli che diffonderanno questo messaggio.
Rossana

Rossana Deiana 24.11.05 20:06| 
 |
Rispondi al commento

X dario ravasi
Caro dario per carita' (ops che termine) scherzavo ci manca solo che si prenda in seria considerazione la nascita di un nuovo partito
scherzavo con simpatia ciao

carlo pisu 24.11.05 18:45| 
 |
Rispondi al commento

ah! il magico potere temporale! il saggio e lungimirante monsignor Marcinkus diceva il giusto: la chiesa non si regge su un' AVE MARIA.
CIAt LUX

sauro soriani 24.11.05 18:42| 
 |
Rispondi al commento

ah! il magico potere temporale! il saggio e lungimirante monsignor Marcinkus diceva il giusto: la chiesa non si regge su un' AVE MARIA.
CIAt LUX

sauro soriani 24.11.05 18:42| 
 |
Rispondi al commento

Ciao,
vedo che l’argomento chiesa scalda e divide sempre parecchio, ma proprio da un estremo all’altro, da chi c’è troppo dentro e ne parla troppo bene, a chi ne è troppo fuori e ne parla troppo male.
Sono un cattolico abbastanza praticante di 36 anni, cresciuto da uno di quei preti che cercavano di vivere con coerenza quello che annunciavano, in mezzo a mille frustrazioni e restando quasi sempre soli.
Ancora oggi fatico a capire i suoi sforzi di obbedienza per rimanere nella chiesa, il piegarsi a ordini superiori che lo frenavano e gli tarpavano le ali.
Ora quello che queste persone ti lasciano dentro, soprattutto quando non ci sono più, è qualcosa difficile da spiegare, è una specie di responsabilità morale del tipo “ora tocca a te”, una lampadina sempre accesa, una spina in un fianco, una paternità sempre più “fisica”.
La Chiesa per me è questo, è la non violenza, è il lavorare in silenzio per il bene e la crescita degli altri, sono queste persone, che ti fanno “vedere” Dio quando la tua fede troppo piccola non te lo permette. Il resto è aria ai denti.
E la chiesa si salverà e continuerà ad esistere solo se rimane ancorata ai poveri, se rimane fedele al messaggio originario cioè il Vangelo; altrimenti è sale che non ha sapore e motivo di scandalo. Ce lo dice la Bibbia, tutte le volte che un popolo si sentiva l’eletto, credeva di possedere Dio, imparava a memoria le sue leggi e se le appendeva al collo, regolarmente perdeva il treno, Dio era già altrove, a ricominciare, dai pagani, dagli ultimi.

Fabio Fantini 24.11.05 18:40| 
 |
Rispondi al commento

Ciao,
vedo che l’argomento chiesa scalda e divide sempre parecchio, ma proprio da un estremo all’altro, da chi c’è troppo dentro e ne parla troppo bene, a chi ne è troppo fuori e ne parla troppo male.
Sono un cattolico abbastanza praticante di 36 anni, cresciuto da uno di quei preti che cercavano di vivere con coerenza quello che annunciavano, in mezzo a mille frustrazioni e restando quasi sempre soli.
Ancora oggi fatico a capire i suoi sforzi di obbedienza per rimanere nella chiesa, il piegarsi a ordini superiori che lo frenavano e gli tarpavano le ali.
Ora quello che queste persone ti lasciano dentro, soprattutto quando non ci sono più, è qualcosa difficile da spiegare, è una specie di responsabilità morale del tipo “ora tocca a te”, una lampadina sempre accesa, una spina in un fianco, una paternità sempre più “fisica”.
La Chiesa per me è questo, è la non violenza, è il lavorare in silenzio per il bene e la crescita degli altri, sono queste persone, che ti fanno “vedere” Dio quando la tua fede troppo piccola non te lo permette. Il resto è aria ai denti.
E la chiesa si salverà e continuerà ad esistere solo se rimane ancorata ai poveri, se rimane fedele al messaggio originario cioè il Vangelo; altrimenti è sale che non ha sapore e motivo di scandalo. Ce lo dice la Bibbia, tutte le volte che un popolo si sentiva l’eletto, credeva di possedere Dio, imparava a memoria le sue leggi e se le appendeva al collo, regolarmente perdeva il treno, Dio era già altrove, a ricominciare, dai pagani, dagli ultimi.

Fabio Fantini 24.11.05 18:39| 
 |
Rispondi al commento

ok mi informerò sui diversamente credenti - ...
non vorrei che si travisasse una cosa però: non voglio credere, voglio sapere (questa è una differenza netta tra chi è religioso e chi non lo è ) ed inoltre farei a meno di una etichettatura

x quanto riguarda i partiti: anche i partiti sono una cosa vecchia e superata bisogna pensare oltre, la rappresentanza ha fallito, dobbiamo tornare ad essere tutti uguali e valere in quanto uomini e donne

saluti

dario ravasi Commentatore in marcia al V2day 24.11.05 18:30| 
 |
Rispondi al commento

ok mi informerò sui diversamente credenti - ...
non vorrei che si travisasse una cosa però: non voglio credere, voglio sapere (questa è una differenza netta tra chi è religioso e chi non lo è ) ed inoltre farei a meno di una etichettatura

x quanto riguarda i partiti: anche i partiti sono una cosa vecchia e superata bisogna pensare oltre, la rappresentanza ha fallito, dobbiamo tornare ad essere tutti uguali e valere in quanto uomini e donne

saluti

dario ravasi Commentatore in marcia al V2day 24.11.05 18:28| 
 |
Rispondi al commento

io penso che la chiesa cattolica dovrebbe praticare maggiormente la virtù dell umiltà e dare l esempio ai propri seguaci invece che infondere in essi la sicurezza di essere gli unici depositari della verità assoluta.io sono cristiana ma non riconosco nella chiesa l insegnamento di Gesù Cristo il quale non possedeva nulla e invitava ad amare il prossimo.il clero e in modo particolare tutti quelli che risiedono nella santa sede danno forse l idea di povertà?e pensano forse ad aiutare concretamente i poveri del mondo?le cifre di quanti poveri esseri umani muoiano quotidianamente di fame nel mondo sono spaventose e vergognose in un mondo che continua la corsa verso il potere e l egoismo indifferente alla sofferenza di intere popolazioni.NON è QUESTO CHE CI HA INSEGNATO GESù CRISTO!!!!!ma purtroppo è cosi che agiscono gli alti prelati affamati di potere e di prestigio più che di amore e compassione

anna mistrali 24.11.05 18:26| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori