Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Italiani brava gente


shenzhen.jpg
Foto: http://chinaherald.net

In Cina, come riportato dalla CBC e dal Chinadaily, oltre a capitali e a industriali da esposizione, esportiamo anche picchiatori.

I dipendenti cinesi della societa' italiana DeCoro (fabbricante di divani esportati principalmente in America) hanno manifestato in strada a Shenzhen mercoledi 2 novembre contro i ripetuti pestaggi, subiti da diversi lavoratori in varie occasioni, da parte dei supervisori stranieri e l'abbassamentro dello stipendio.
I manifestanti sono stati dispersi dalla polizia in tenuta antisommossa.

Un record.
Siamo gli unici al mondo che picchiamo i cinesi perchè lavorano poco.
Dopo anni in cui hanno fatto neri i lavoratori italiani, le aziende ora fanno neri anche i cinesi.

Ma in Africa come faranno?
Lì non puoi far nero un nero.

Ci toccherà esportare in Cina anche la triplice sindacale...

Fonti:
http://www.china-labour.org.hk/public/contents/news?revision%5fid=18724&item%5fid=18718
http://www.china-labour.org.hk/public/contents/news?revision%5fid=18798&item%
5fid=18796

9 Nov 2005, 15:58 | Scrivi | Commenti (901) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

ITALIANI BRAVA GENTE?

L’Italia è un Paese migliore della Destra che lo
governa in questo momento. Migliore della Destra che nel tempo recente lo ha
già governato, anche se qualcuno troppo spesso finge di dimenticarlo, per sette
lunghi e improduttivi anni. L’Italia è un grande Paese democratico, è un Paese
che ama la democrazia”. Con queste
parole, lo scorso 25 ottobre a Roma, dal palco della manifestazione nazionale
del PD, il segretario Walter Veltroni scuoteva l’orgoglio della folla istante
che lo acclamava, ricalcando parole pronunciate dal suo simile americano
(Barack Obama).


Tralasciando il
desolante balletto di numeri sulla partecipazione alla manifestazione
(rasentando il ridicolo le cifre strumentalmente rinfacciate da una parte
politica all’altra) e prescindendo dal pensiero politico di ognuno, è giusto
dare per scontata la verità della impegnativa affermazione di Veltroni? Siamo davvero sicuri che gli Italiani siano
un Popolo migliore della “Casta” che li governa? Oppure a consentire che
oggi l’Italia sia governata da una casta politica è proprio il fatto che il
nostro è un Paese che si regge sulle caste?


GASPARE SERRA
(IL DOSSIER COMPLETO E’ CONSULTABILE SUL BLOG: http://spaziolibero.blogattivo.com)

GASPARE SERRA 14.11.08 22:00| 
 |
Rispondi al commento

Concordo con il dott. Bazzinori sull'argomento 'cinesi'.
Peraltro già lo conobbi sul sito www.stipsi.net, dove elargiva preziosi consigli e ha curato molte genti.
Bisogna mangiare poche merendine e basta.

peter pan 27.05.08 23:05| 
 |
Rispondi al commento

Questo è l'ennesimo esempio di autolesionismo (sembra che in Italia non siamo pù capaci di fabbricare più nulla); ma quello che più è grave è che l'installazione di questi nuovi e futuristci contatori ci facciano costare le bollette mediamente dal 30 al 35% piu care senza che vengano modificate le proprie abitudini sui consumi (basta un semplice raffronto con le precedenti bollette ante contatore elettronico);
ciò sembra dovuto al nuovo sistema di rilevazione del consumo di energia che non si limita a rilevare la "potenza attiva" cioè quello che effettivamente consumiamo ma anche quella 'reattiva', che non svolge attivita' diretta, cioe' quella che non viene utilizzata dall' utente. Se il nuovo contatore registra anche la potenza reattiva, saremo costretti a pagare anche energia che non consumiamo''
In più di dell'80% degli utenti che hanno avuto ilcambio den contatore si sono ritrovati sostanziosi e ingiustificati aumenti.
E' necessario che il problema venga amplificato e che vengano date risposte chiare.
Questo è un furto e va denunciato all'Autorità Giudiziaria.

Pierluigi Castriota 03.02.06 00:15| 
 |
Rispondi al commento

Sono il Dott. Ermanno Bazzinori,
direttore amministrativo della Castral Clonation(clonazione umano-canina).
Sono convinto che ai cinesi possa piacere molto la Ferrari, anche perché essendo piccoli e con poco bagaglio appresso per loro è una quattro posti abbondante.
I cinesini sono abituati ad essere picchiati quando lavorano. Se nessuno li prendesse a calci nel sedere ogni tanto, si sentirebbero trascurati e rischierebbero di diventare come quei lazzaroni che abbiamo noi nella bassa.

Dott. Ermanno Bazzinori


Dott. Leghist Ermanno Bazzinori

Dott. Ermanno Bazzinori 27.01.06 15:30| 
 |
Rispondi al commento

Sono il Dott. Ermanno Bazzinori,
direttore amministrativo della Castral Clonation(clonazione umano-canina).
Sono convinto che ai cinesi possa piacere molto la Ferrari, anche perché essendo piccoli e con poco bagaglio appresso per loro è una quattro posti abbondante.
I cinesini sono abituati ad essere picchiati quando lavorano. Se nessuno li prendesse a calci nel sedere ogni tanto, si sentirebbero trascurati e rischierebbero di diventare come quei lazzaroni che abbiamo noi nella bassa.

Dott. Ermanno Bazzinori


Dott. Leghist Ermanno Bazzinori

Dott. Ermanno Bazzinori 27.01.06 15:29| 
 |
Rispondi al commento

Se mandiamo la triplice in Cina anche loro tra 20 anni avranno problemi di competitività!

Andrea Liuti 10.12.05 00:57| 
 |
Rispondi al commento

Numerose sono le fabbriche Italiane sfruttano i lavoratori stranieri. Leggete FILA che combina:

http://www.ethicalstore.org/dblog/articolo.asp?articolo=4

massimo de luca 03.12.05 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Incredibile! Abbiamo dichiarato guerra alle importazioni cinesi di "capi d'abbigliamento a basso costo" e allo sfruttamento di manodopera (schiavismo) cinese (che avrebbero danneggiato il Made in Italy per milioni di Euro)... e cosa stiamo facendo adesso? Esporteremo FERRARI invadendo il mercato cinese dell'auto (ovviamente affogheremo nel Rosso solo quei pochi Cinesi che possono permettersi un'auto...) con auto da 250.000 euro l'una! Quanto tempo credete che ci metterà il Made in Italy a rifarsi dei "milioni" di Euro persi a causa di T-Shirt Made in China che costano solamente 5 Euro l'una? (considerando che non hanno il marchio d'omologazione CE e quindi passibili di sequestro da parte delle Autorità preposte!) Siamo andati in Cina a promuovere la "612 Scaglietti" come fosse "l'unico oggetto di cui i Cinesi non potranno più fare a meno", a "educare" gli ignari studenti (età media 10 anni) di una decina di scuole ad apprezzare il Made in Italy... e la piccola e media impresa italiana? Di chi o cosa avranno parlato i vertici Ferrari, Pirelli, Fiat, Puma (sponsor "tecnico" della manifestazione), etc. a Shangay? Forse di come salvare il futuro di migliaia di operai Cinesi clandestini costretti a dormire all'interno di angusti scantinati adibiti a imprese tessili (che lavorano "in conto terzi" per le Major del tessile italiano)? Intanto godiamoci lo spettacolo...
Partecipiamo gaudenti all'apoteosi Ferrari!(http://www.ferrariworld.com/FWorld/fw/events/chinaTour/index.jsp?language=it

Doctor Evil 01.12.05 10:49| 
 |
Rispondi al commento

LE CONDIZIONI CONTRATTUALI CAPESTRO DELLA ADSL DI TELE 2

“il Cliente avrà la facoltà di recedere in ogni momento con preavviso di 30 giorni da comunicare a TELE2”

però......

1) Se recedi prima della scadenza naturale del contratto ti devi pagare lo stesso tutti i 12 mesi del canone della ADSL: - “tutti i corrispettivi di cui all’art. 15 (ivi inclusi gli eventuali canoni per il noleggio del modem) dovuti fino alla scadenza della Durata prevista e/o prescelta dal Cliente”

2)Ti devi pagare pure il canone di noleggio del modem, anche se nel frattempo si rompe !!

3) Devi rendergli a spese tue il modem che avevi a noleggio (corriere espresso 60 euro) e se non glielo mandi ti addebitano la bellezza di 69 euro: - “la cessazione, per qualsiasi motivo, delle presenti condizioni generali determina l’obbligo del Cliente di restituire a TELE2, entro 30 giorni dal momento in cui la cessazione divenga efficace, il dispositivo e gli eventuali accessori a proprie spese. In caso di mancata restituzione, trascorsi 90 giorni dalla cessazione delle presenti condizioni generali, nonché in caso di restituzione di dispositivi danneggiati, il Cliente dovrà corrispondere a TELE2 una penale pari a € 69”.


“Alla scadenza della Durata prescelta dal Cliente, le presenti condizioni generali si intenderanno tacitamente rinnovate alle medesime condizioni per periodi, di volta in volta, di durata pari ad un anno, salvo che una delle parti non comunichi all’altra la propria disdetta almeno 60 giorni prima della scadenza”.


TRADUZIONE: PUOI RECEDERE QUANDO VUOI CON 30 GIORNI DI PREAVVISO, MA TI PAGHI TUTTE LE SPESE DI UN ANNO DI CONTRATO oppure DEVI DARE DISDETTA 60 GIORNI PRIMA DELLA SCADENZA ANNUALE, ALTRIMENTI IL CONTRATO SI RINNOVA AUTOMATICAMENTE DI UN ALTRO ANNO ALLE MEDESIME CONDIZIONI ! !!!

cESARE pIRI 29.11.05 16:01| 
 |
Rispondi al commento

mi spiace ammetterlo ma da tempo leggo quel che scrive grillo.
io non so ma ho una specie di avvilimento quando sento certe cose e mi dispiace non essere.
quello che occorrerebbe essere per cambiare le cose.
perchè mi è stata insegnata l'ubbidienza?
perchè non si fa la rivoluzione come nel 1789 in francia? o come in russia nel 17
dove sono le mie palle?
cosa ho da perdere?
se chi comanda se la canta e se la ride è perchè la gente si comporta come me.
ruminino mentro l'italia mi manda al macello.
mi uccidono con calma e metodo.
grazie a grillo odio me stesso. ne sono orgoglioso.
mi spiace comunicarvi il mio disagio ma non ne posso più.
odio il mio paese ogni giorno di più. ho 30 anni e mi è stata succhiata via ogni volontà.ogni entusiasmo.ogni alternativa. leggo la sera nel silenzio e non vedo scelta, ne futuro, ne soluzione. fortuna che non avrò figli. le donne sono dietro a chi "ha" non gliene faccio torto.
vi chiedo scusa e spero che voi non siate afflitti come me.

evaldo amatizi 23.11.05 19:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho sentito parlare in un video dei suoi spettacoli di skype. Ho scaricato dal sito il programma ma non so come utilizzarlo. non è che lei sarebbe così gentile da darmi una mano oppure indicarmi a chi rivolgermi per avere ulteriori informazioni.
ho ascotato con attenzione i discorsi del suo spettacolo è proprio un peccato che per ascoltarla bisogna guardare la rete svizzera, ce ne fossero persone come lei che vanno dirette al punto senza giri di parole o nascondersi dietro grossi paroloni che non hanno nessun significato.
la stimo molto.
grazie per avermi dedicato un minuto del suo preziosissimo tempo.
saluti
Rosa
rosa@geacostruzionisrl.it

Rosa Franzese 17.11.05 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo,
seguo il tuo blog dallo spettacolo fatto a Roma l'estate scorsa;condivido buona parete delle cose che dici ma mi rimane un dubbio ..a che serve?
Siamo sicuri che per migliorare il nostro Paese(purtroppo ne faccio parte anche io!)basti solo far vedere le situazioni che non vanno? Noi cittadini vedendo tutto ciò che ci circonda veramente abbiamo la voglia di cambiare?..eh sì perchè per cambiare un paese non basta stare seduti in poltrona a criticare oppure dire quello che vada fatto nella speranza che qualcuno si muova o la faccia al posto nostro;per migliorare bisogna intervenire attivamante.Il problema è che noi italiani non solo non abbiamo la consapevolezza dei nostri diritti ma continuiamo a ignorare l'unica cosa che potrebbe darcela:la conoscenza.
Che dire di uno stato in cui trasmissioni ridicole(non è un'offesa anzi..) come il grande fratello facciano ascolti record e trasmissioni culturali vengano ignorate o mandate in onda ad orari impossibili?
Certo è più facile guardare la televisione che leggere un libro,ma la democraticità di un paese è tanto più grande quanto più grande è il grado di istruzione e di conoscenza dei propri membri.57.000.000 di persone istruite fanno un paese civile,500.000 politicanti e un popolo di indifferenti fanno l'Italia.
CAMBIAMOLA!!!
Un'ultima cosa;il vero strumento di democrazia diretta in Italia già esiste: il referendum.Usiamolo;facciamo capire ai nostri dipendenti(scusa se ti rubo l'intuizione ma come si dice a Roma "é bella")che noi siamo presenti e controlliamo il loro operato,non siamo indifferenti.
In definitiva caro Beppe Grillo non sciupare il consenso che hai ottenuto in giro per Lo Stivale,non rimanere solo uno contro ma scendi in campo attivamente.
Io sono pronto a lavorare insieme a tutti coloro i quali abbiano voglia di cambiare,non mi interessano i soldi ho già il mio lavoro e poi l'obiettivo comune non ha prezzo: la nostra credibilità.
Distinti Saluti
Luca Coppola

Luca Coppola 17.11.05 14:40| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera sig Grillo
Ho appena letto una notizia scandalosa, il nostro dipendente nichi vendola ha speso quasi 350 mila euri in visita a new york.
e meno male che è di sinistra.
http://liberoblog.libero.it/italia/bl1782.phtml

Complimenti e grazie
Luciano

Luciano Brambatti 17.11.05 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe
Sono rimasto entusiasto del tuo Dvd. Ho scoperto purtroppo una triste realtà futura: nel 2006 il DIGITALE TERRESTRE del Vindice Gasparri sostituirà' per sempre la normale televisione.
Una tecnologia che verrà imposto a suon di legge a nonni, nonne di tutt'Italia. Ci vedi mia nonna di 92 anni a cimentarsi col box? Come posso salvarla, lei che vede Quark, il TG e qualche fiction storico religioso?
Come dici sempre: l'Italia va in leggera controttendenza!!!!
E come si dice dalle mie parti (abruzzo): un altra pigna in c....lo!!!!

Filippo

Filippo Colangelo 17.11.05 13:19| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, volevo complimentarmi.... per le tue sante verità.....
Buona giornata...

Giusi Contino 17.11.05 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
ho quarantacinque anni e sono padre di due figli di cui sono fiero ed orgoglioso.
Insieme a mia moglie abbiamo sempre cercato di farli crescere in un ambiente tranquillo, lontano, quando possibile, dalle preoccupazioni di ogni giorno.
Spesso però, guardando il mondo che ci circonda, ci chiediamo in che cosa noi adulti abbiamo sbagliato perché è assodato che stiamo lasciando in eredità ai nostri figli e a tutte le generazioni future un mondo peggiore di quello in cui noi abbiamo vissuto la nostra gioventù.
Certo il progresso in questi decenni ha fatto passi da gigante, ma a quale prezzo?
Abbiamo sempre inquinato senza limiti e ora cerchiamo di correre ai ripari magari con qualche semplice blocco del traffico.
La guerre stanno proliferando e con la scusa della difesa preventiva si invadono illegalmente stati senza che nessuno (Nazioni Unite dove siete?) muova un dito.
Senza parlare delle guerre dimenticate che si combattono in molte parti del mondo ma di cui non se ne parla perché nel sottosuolo di quei paesi c’è solo sabbia o roccia e non petrolio.
Ma osservando le immagini televisive (soprattutto di piccole emittenti e non certo di quelle di stato) che ci proiettano scene di bombardamenti con armi vietate e dei loro terribili risultati, io e mia moglie ci troviamo veramente in difficoltà a rispondere alle pressanti domande dei nostri figli che ci chiedono il perché di tutto questo.
A volte con le lacrime agli occhi, sfiorando con le mani i loro visi inorriditi, diciamo loro: “Non smettete mai di amare chiunque vi stia vicino e di lottare per i vostri ideali”
Forse è un po’ poco per cambiare le cose, ma siamo comunque sicuri di essere ancora in tempo per farlo.
Grazie Beppe perché sappiamo di non essere soli.

saro vaccaro 17.11.05 11:16| 
 |
Rispondi al commento

i miei saluti sig.beppe
leggo volentieri le notizie che dai,e se posso dire la mia....ti faccio i miei complimenti a te che li trovi e a chi gli legge.sono passati ormai molti anni dalla tragedia di otrano( 28 marzo 1997)dove morirono 81 persone donne bambini,mariti,e padri.vorrei da parte mia sugerire se e possibile un approfondimento sull tema almeno per l'aniversario 28/03/2006.anche se come si vede sara l'ennesima strage impunita.invito anche i lettori di questo blog dire la loro..........

alban murati 17.11.05 04:53| 
 |
Rispondi al commento

Ho visto il filmatino dove parli dei politici che sono dei dipendenti, cosa che vado docento agli amici da una vita, comunque dacci istruzioni come fare fare per l'idea che hai detto nel filmatino io sono d'accordo ciao ciao ciao.................................

valerio guerzoni 17.11.05 04:09| 
 |
Rispondi al commento

CARO BERLUSCONI PRIMA DI DARE UNA CASA AGLI SFRATTATI ( BUONA QUESTA COME PROPAGANDA ELETTORALE) FAI IL POSSIBILE DI DARE UNA CASA A TUTTE QUELLE PERSONE CHE SONO RIMASTE SENZA CASA PER COLPA DEGLI EVENTI NATURALI .
TANTO PER RINFRESCARTI LA MEMORIA CI SONO QUELLI DEL TERREMOTO DI COLFIORITO , DELL'ALLUVIONE DEL PIEMONTE , DELL'ERUZIONE DELL'ETNA E MISCUSO SE NON HO INSERITO TANTI ALTRI, CHE SONO NEI CONTAINER .
L'INVERNO E' ALLE PORTE.
CARO BERLUSCONI PRIMA DI PARLARE MA SOPRATTUTTO SPRARLARE , METTI IN FUNZIONE QUEL PICCOLO CERVELLO CHE A CONTATTO CON L'UMIDITA' FA BRUTTI SCHERZI.

enzo altini 16.11.05 23:44| 
 |
Rispondi al commento

ho appena visto le immagini trasmesse dai Rai news 24 delle bombe al napalm a falluja.
BUSH BLAIR E BERLUSCONI SIETE DEI CRIMINALI DI GUERRA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

enzo altini 16.11.05 23:34| 
 |
Rispondi al commento

purtroppo ne avrà ricevute a bizzeffe di queste e-mail...ma DEVO proprio chiederle un favore: darmi una speranza!
sto mettendo da parte un pò di soldi, quanto basta per poter regalare ad un amico la possibilità di venirla a vedere ad uno dei suoi FANTASTICI spettacoli.
è un regalo di compleanno, farà gli anni il 22 novembre...crede che nel 2006 ci siano possibilità? lui sta a Roma. se ha "vaghe" date in progetto....ne sarei FELICISSIMA!
Spero la mia richiesta non le risulti talmente banale e scontata da non farci caso....!
le posso affermare che sarebbe il regalo più bello che possa fare in vita mia.

la ringrazio di cuore.

anna

Anna Iannotta 16.11.05 20:29| 
 |
Rispondi al commento

purtroppo ne avrà ricevute a bizzeffe di queste e-mail...ma DEVO proprio chiederle un favore: darmi una speranza!
sto mettendo da parte un pò di soldi, quanto basta per poter regalare ad un amico la possibilità di venirla a vedere ad uno dei suoi FANTASTICI spettacoli.
è un regalo di compleanno, farà gli anni il 22 novembre...crede che nel 2006 ci siano possibilità? lui sta a Roma. se ha "vaghe" date in progetto....ne sarei FELICISSIMA!
Spero la mia richiesta non le risulti talmente banale e scontata da non farci caso....!
le posso affermare che sarebbe il regalo più bello che possa fare in vita mia.

la ringrazio di cuore.

anna

Anna Iannotta 16.11.05 20:29| 
 |
Rispondi al commento

sto scrivendo a Beppe Grillo...che emozione!
purteoppo ne avrai ricevute a bizzeffe di queste e-mail...ma DEVO proprio chiederle un favore: darmi una speranza!
sono una studentessa del liceo e sto mettendo da parte un pò di soldi, quanto basta per poter regalare ad un amico la possibilità di venirti a vedere ad uno dei tuoi FANTASTICI spettacoli.
è un regalo di compleanno, farà gli anni il 22 novembre...credi che nel 2006 ci siano possibilità? lui sta a Roma. se ha "vaghe" date in progetto....ne sarei FELICISSIMA!
Spero la mia richiesta non le risulti talmente banale e scontata da non farci caso....!
le posso affermare che sarebbe il regalo più bello che possa fare in vita mia.

la ringrazio di cuore.

anna

Anna Iannotta 16.11.05 20:24| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe
Magari andassero in cina Bertinotti, Epifani e compagnia bella ad esportare un pò dei nostri diritti!!
Invece quelli predicano bene ed intanto in cina oscurano internet, bloccano le comunicazioni voip e wikipedia e noi arricchiamo l'economia cinese.
(Vorrei anche ricordare che la cina è stata l'unica nazione al mondo che non ha espresso le condolianze quando è morto il papa)

Agostino Pallini 16.11.05 16:23| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,

dopo aver letto questo articolo: http://www.repubblica.it/2005/b/rubriche/glialtrinoi/mohsen/mohsen.html mi è venuta una curiosità:
Ma lo stato si assume poi le sue responsabilità? risarcisce adeguatamente chi subisce un simile affronto? Ci sono delle scuse pubbliche?
Non lo so. Se qualcuno ha le risposte, vi prego, nonlasciatemi nel dubbio.

Paolo Oggioni 16.11.05 11:30| 
 |
Rispondi al commento

E' evidente che anche in cina certi lavori non li vuole fare più nessuno, tanto è vero che oltre alle aziende bisogna esportare anche i picchiatori. Quando si dice globalizzazione...

Marco De Nardis 15.11.05 23:25| 
 |
Rispondi al commento

E' evidente che anche in cina certi lavori non li vuole fare più nessuno, tanto è vero che oltre alle aziende bisogna esportare anche i picchiatori. Quando si dice globalizzazione...

Marco De Nardis 15.11.05 23:25| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo non esporteremo mai una triplice in Cina a causa dell'egoismo dei sindacalista e della loro piccolezza. Non sono capaci neanche di creare un Sindacato Europeo Forte e Unico che possa costringere i governanti europei ad una trattativa globale sui diritti dei lavoratori e sulla equità del trattamento e della Giustizia Sociale. Che abbia la forza di costringere l'Europa dei "magliari" a mettere dei vincoli sociali ai paesi extraeuropei che vogliono commerciare in "libertà".

maurizio mariotti 15.11.05 12:34| 
 |
Rispondi al commento

salve a tutti io sono un dipendente a tutt'oggi fatico ad arrivare a fine mese sono 3 anni che ho lo stesso reddito non, è colpa dell'euro
il cambio è stato fatto non 1 euro = L 1.936,27
ma 1 euro = L 1.000 e questo a creato un caos
che tutti noi sappiamo.
Secondo voi si può avere un lavoro dignitoso?
si può avere un salario aganciato " come una volta scala mobile " all'economia di mercato?
le tasse più chiare non creative con tanti balzelli e liquote?
Governo quanto vuoi? 1000 lire to ecco quà
>>>"Questa e circa una battuta del beppe"<<<
ti servono 60.000 euro per cittadino italiano
compresi i neonati? facciamo un colossale mutuo
e finalmente risaniamo questo stato super spendaccione e dopo tutte le spese del governo stipendi, difesa, vari ministeri, ecc.sulla gazzetta ufficiale.
sareste d'accordo. :D

gino giglio 15.11.05 07:36| 
 |
Rispondi al commento

Scusa Beppe per il ritardo nel rispondere a questo Blog!

Immagino che non lo leggerà mai nessuno!!!

E' l'evoluzione che va avanti!
Gli stessi errori fatti durante la ns rivoluzione industriale, ora vengono rifatti nei paesi emergenti come Cina, India ecc.
Solo che gli abusi in casa ns li abbiamo letti sui libri di scuola, ora, grazie alla telecomunicazione globale, tutte queste belle novità ci vengono "regalate" in diretta e con tanto di servizio fotografico, filmato, giudizio e condanna.

Sinceramente sono stufo, si stufo che il mondo debba per forza andare avanti così, con la sola ipocrisia dei governanti che ritengono costantemente di essere nel giusto, di aver paura di perdere le occasioni, vedi il più volte citato Ciampi che in ogni sua visita in paese emergente (Cina, Romania, Turchia ecc)ci recita la poesia che:"Non dobbiamo perdere l'occasione....".
Ma "occasione" di cosa!!!!! Si, di perdere la ns ricchezza e buttare la ns costituzione nel cesso.

Personalmente sarei molto più contento di sacrificare parte del mio benessere, ma acquistare prodotti esclusivamente ITALIANI e ridare cosi lo slancio alla ns economia, ma, c'è sempre un ma, tenere molto ma molto sotto controllo i vari produttori affinché rimanga la concorrenzialità, prima che il solito politico del caso (forse tutti loro!!) trovi il metodo per corrompere nuovamente il sistema e......va beh le solite cose!!

Saluti

Emanuele Palombi 14.11.05 11:10| 
 |
Rispondi al commento

Propongo a chi lo ritenga giusto, mandare le nostre indignazioni via e-mail a questi "sfruttatori" perchè cose simili sono inaccettabili, delocalizzare il lavoro ci rende tutti più poveri e in cambio ci rifilano questa pessima immagine internazionale.
E per chi ha memoria corta, non bisogna dimenticare che il nostro dipendente Carlo Ciampi in occasione della sua ultima visita in Romania, piuttosto che difendere il lavoro per gli italiani (l'italia è un paese fondato sul lavoro...) a incoraggiato le aziende a delocalizzare in Romania. Bene, io delocalizzerei loro con una pedala sul culo!

DECORO INDUSTRIAL
www.decoro.com
e-mail: info@decoro.com

Marco Baldissara 14.11.05 10:45| 
 |
Rispondi al commento

E'vero, noi italiani siamo gli unici al mondo che picchiano i cinesi perché lavorano poco.
Ma lo facciamo per un motivo ben preciso, il nostro presidente ha promesso di dare le case a tutti.
E quanti divani ci vogliono per arredare tutte ste' case?

sauro mazzante 13.11.05 21:39| 
 |
Rispondi al commento

@ giovanni perrino

Concordo con lei circa l'abuso edilizio che è presente all'interno dei sassi: il buon senso non la fa da padrone in molta gente. Ma lei immagina senza un organo di tutela cosa accadrebbe? Quali atti, ancor più vandalistici si realizzerebbero? Io credo dovremmo riflettere un pò onde evitare di ammirare un bel grattacielo alto diedi piani nel bel mezzo della gravina materana...

Katya Madio 13.11.05 16:59| 
 |
Rispondi al commento

Mitttico Maroni!
Va a controllare i lavoratori in nero cinesi...
già perchè solo loro fanno lavorare in nero...
ma tanto è colpa della Cina e dell'€uro!

stefano nogara 12.11.05 16:40| 
 |
Rispondi al commento

Adesso maltrattiamo pure i cinesi. Qui stanno facendo un 'puzzo' con questa storia dell'imprenditrice assassinata.Io vorrei sapere...se fosse stata una artigiana comune o Italo balinese nessuno se la sarebbe rifilata.Adesso i media in toscana non parlano di altro che di lei.
E oggi anniversario di Nassirija...con quale coraggio si intitolano strade e piazze, dove la nascondete questa verita', in nome di cosa.
Come e' possibile paragonare gli eroi della resistenza o di chi soffre a causa del male altrui, con questi 'palestrati' che hanno tutte le armi in pugno???
Ma che coraggio hanno oggi le piu' alte cariche dello stato? Perche' non distinguono?Perche' si sclerotizzano?
saluti
Marco

Marco Lombardo 12.11.05 12:59| 
 |
Rispondi al commento

No la triplice no!!!!!!!!!
Già hanno uno stipendio da fame (hai mai visto un cinese grasso?), e poi gli facciamo pagare anche la tessera sindacale???????

Graziano Rizzi 12.11.05 11:52| 
 |
Rispondi al commento

ESPORTIAMO I DIRITTI.......................

giovanni carassale 12.11.05 11:34| 
 |
Rispondi al commento

Siamo due dipendenti di una delle tante aziende che costituiscono l’indotto Piaggio; solo oggi,a nome di tutti i dipendenti della ditta M.V.P SRL di Poggetti Fabio e Gabriella, abbiamo avuto il coraggio e la forza di chiederti aiuto, in quanto la situazione posti di lavoro in Valdera è seriamente a rischio.
Questa è la storia della nostra azienda: la collaborazione con Piaggio nasce intorno agli anni ’70 in una piccola officina,arrivando negli anni ’90 a contare più di 250 dipendenti,diventando leader nella fornitura di ammortizzatori anteriori per scooter. L’espansione del gruppo Poggetti arriva a contare i 500 dipendenti grazie all’acquisizione dell’azienda SEBAC ITALIA (leader nella fornitura di ammortizzatori posteriori,non solo Piaggio) situata in provincia di Bologna.
La situazione di oggi è ben diversa: dei 500 dipendenti , ne sono rimasti solamente 150.
La prima azienda del gruppo a chiudere i battenti sarà la M.V.P. con circa 80 dipendenti.
Questa trattativa viene resa difficile dal comportamento dei nuovi dirigenti Piaggio, in primo luogo dott. Colaninno e dott. Sabelli che continuamente snobbano l’ indotto Piaggio, rivolgendosi sempre di più verso i mercati orientali,fattispecie CINA.
Nei vari incontri fra Piaggio , istituzioni locali e sindacati,ad essere messi sul banco degli imputati siamo sempre stati noi dell’indotto , considerati non all’altezza dei concorrenti cinesi sia per qualità che prezzo.
MA QUALE QUALITA’ …..PARLANO QUESTI SIGNORI , se buona parte del materiale che arriva dalla Cina risulta scarto, e non sempre dopo operazioni supplementari riescono a renderlo utilizzabile.MA DOVE ANDREMO A FINIRE CON QUESTA POLITICA??????.CHE NE SARA’ DI NOI E DELLE NOSTRE FAMIGLIE????? DOVREMO ANDARE TUTTI IN CINA???...........Colannino Brava Persona!!!!!

Marco Lazzeroni 12.11.05 08:02| 
 |
Rispondi al commento

ho letto i vari commenti sul lavoro è sulla Cina,certo e scandaloso quello che stà avvenendo ,ma non basta lagnarsi ,sperando che qualcuno ci risolva i problemi dovremmo avere tutti il coraggio di rimmetterci in gioco,scendendo in piazza e sopratutto non comprando più prodotti di dubbia provenienza,anche se diventa sempre più difficile non comprare cinese in quanto ormai viene quasi tutto prodotto li, qua di "made in italy" ci sono solo le etichette, stampate chiaramene in cina..applicate sui prodotti quando arrivano in italia ed il gioco e fatto ,e noi ci compriamo della porcheria con prezzo "molto italiano" comodo fare l'imprenditore cosi eh!!!in Piemonte non passa giorno che qualche azienda non chiuda x delocalizzare la produzione,la nota casa di caschi AGV che strapaga Valentino Rossi è andata in Cina,lasciando un centinaio di famiglie nella merda...non comprate più caschi AGV, costano cari ...anche se fatti a bassissimo costo.
ma i Sindacati che fine hanno fatto???? sono morti da tempo..sono troppo impegnati x il TFR..una bella torta da mangiare eh..
i lavoratori dovrebbero essere tutti uniti, invece x indebolirci ci separano x categorie..
e noi ci caschiamo sempre, dove erano gli impiegati quando la polizia caricava gli operai che manifestavano x i loro diritti e un salario decente?????? stavano alle finestre a guardare
alcuni applaudivano ..brutti ipocriti, adesso che la Fiat li vuole lasciare a casa Piangono i miserabili...siamo noi che dobbiamo costruirci un futuro migliore ,tutti insieme...impiegati ,operai, postini,autisti,commessi,fattorini, ecc ecc...
basta piangersi addosso, e sono stufo di sentire di persone che si sono suicidate x avere perso il lavoro..cerchiamo almeno di cadere in piedi x essere pronti a ripartire.. a Torino sono molti i casi suicidi ,ben taciuti dalla stampa nazionale..qualche caso viene citato da giornali locali,Giornalisti Ipocriti..che poi fanno sciopero x gli stessi problemi..
Torino 2006 Olimpiadi della Vergogna

Domenico rinaldi 12.11.05 06:10| 
 |
Rispondi al commento

Per chi non lo avesse capito ancora, questo comportamento è una delle tante conseguenze nefaste della globalizzazione, belle azioni di chi dimentica la storia o forse non la mai studiata.
Ma che futuro di benessere si può creare se non si rispettano i diritti civili + elementari? A che serve dopo un limone troppo spremuto (a sangue)? A che serve un terreno sfruttato fino alla desertificazione? A che serve una cementificazione senza regole e senza verde? A che serve una vita passata a far finta di niente e a voltare lo sguardo dall'altra parte?
Fate attenzione alle azioni boomerang perchè se non siamo uniti nel far rispettare i nostri diritti, se non aiutiamo gli altri ad ottenere gli stessi benefici, gli stessi diritti, ci sarà sempre qualcuno che proverà a levarceli.

Pasquale Rivoli 12.11.05 00:44| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, leggo sempre i tuoi messaggi, sono stato al tuo spettacolo ad Eboli (SA) e ho comprato il tuo dvd.
Per ora voglio dirti solo una cosa:
GRAZIE DI ESISTERE!

Alfonso Marino 12.11.05 00:05| 
 |
Rispondi al commento

Non vi sentite direttamente coinvolti voi imprenditori italiani che vi comportate onestamente.Non si parla dell'italia ma io scommetto che molti"imprenditori"sarebbero felicissimi di poter dare qualche sano schiaffone ai propri dipendenti e probabilmente qualcuno lo meriterrebbero...ma la mia educazione e cultura mi vieta anche solo di pensare a cio che che grillo ha riportato.Non sono abbastanza sfruttati i cinesi??Vergognatevi....

mario quatra 11.11.05 21:39| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: luciano vianello il 11.11.05 17:14

GRANDE LUCIANO!!!

Ettore Martinenghi 11.11.05 21:37| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici del blog,
Beppe Grillo ci racconta dei misfatti che alcuni nostri connazionali avrebbero commesso in Cina: non so se sia effettivamente così, ma se lo fosse non mi meraviglierebbe per niente. Non perché io ritenga che gli italiani siano particolarmente cattivi, ma soltanto perché penso che la percentuale dei "cattivi" in Italia non sia sostanzialmente diversa da quella degli altri Paesi e che comunque sia abbastanza elevata.
Ho l'impressione che la grande maggioranza di voi sia costituita da giovani; io, che sto viaggiando velocemente (proprio perché siete giovani, non potete sapere ancora che oltre una certa età il tempo accelera e ci sembra che la settimana duri tre giorni) verso la settantina, senza affatto sentirmi più saggio di voi (ho solo più esperienza, credo, ma l'esperienza è solo la somma delle fregature) voglio raccontarvi una piccola storia di Roma, la città nella quale sono nato e sempre vissuto.
Tanti anni fa i poveri, quelli veri, erano moltissimi, molto più di oggi, e quindi pochissimi si potevano permettere un gelato d'estate: per questo motivo il gelataio, che si spostava a bordo di un immenso triciclo bianco a pedali,non nuotava certo nell'oro più degli altri. Quindi nella stagione invernale, nella quale anche i pochi clienti sparivano, si riciclava come venditore di pere cotte, indossando la stessa giacca bianca estiva. Diventava così il "PERACOTTARO", termine che a Roma viene tuttora usato correntemente per indicare una persona di poco conto e, in genere, di scarsa competenza e prestigio.
Chi mi avesse pazientemente seguito fin qui si chiederà cosa c'entra tutto questo con gli italiani, le loro virtù e i loro difetti.
E' semplice, vi ho fatto il ritratto del presidente del consiglio (non il nostro, perché noi facciamo parte del 54% che non lo ha votato e, spero, continuerà a non votarlo) che è il vero PERACOTTARO di oggi, che, come il Padreterno, ci vorrebbe tutti a sua immagine e somiglianza.
Un caro saluto a tutti

Lucio Bilancini 11.11.05 21:26| 
 |
Rispondi al commento

La verità è caro Beppe, che la situazione è già nera da tanto tempo in Italia e ora non contenti imprenditori o loro scagnozzi sfruttano nel vero senso della parola i lavoratori anche a casa loro.
In Italia ti fanno neri in altro modo, sfruttandoti oltre misura, togliendoti i tuoi diritti, imponendo al lavoratore solo doveri e qualora ti venisse voglia di aprire gli occhi, di far valere i tuoi diritti...sei finito!!! In Italia ti fanno nero in altri modi, alle botte ancora non arrivano...ma non è una buona cosa ugualmente.Io lavoro in una azienda famosa in tutto il mondo, con circa 900 dipendenti, ma ahimè ancora in versione "padronale". Quindi per avere cio' che ti spetta o conosci il padrone o ti attacchi! Sono (per mansione) un impiegato amministrativo da due anni, ma per contratto ancora un OPERAIO DI 3°e la mansione di operaio è stata svolta dal sottoscritto per il primo mese e mezzo di lavoro nella mia attuale ditta...
Questa è una delle tante ingiustizie che si verificano in Italia e so benissimo che si verificano fatti ben peggiori del mio...come ad esempio cio' che è accaduto in Cina...che schifo, chissà cio' che passa per la testa di queste persone quando compiono questi atti da criminali. Naturalmente la news è passata sotto silenzio dei nostri network vero?

Pierluigi Moi 11.11.05 19:09| 
 |
Rispondi al commento

LE FONTI!!!

Bravo Beppe, cita SEMPRE le fonti quando parli nei tuoi articoli. La verità fa male!!!

Enzo Budelli 11.11.05 17:47| 
 |
Rispondi al commento

Il problema, a mio parere, è che di imprenditori degni di questo nome ne sono rimasti pochissimi.
Mi spiego: se io sposto la mia impresa in un paese lontano qualche migliaio di chilometri, devo per forza avere una convenienza non indifferente a farlo,(pensate solo ai costi di trasporto, creare di sana pianta un ciclo di produzione e quant'altro) di questa convenienza si arricchiscono solo questi "prenditori" perchè non si preoccupano, una volta che il prodotto finito torna in Italia, di far godere un po' anche noi della loro convenienza, tutt'altro.
Risultato:
Tantissime imprese si trasferiscono in questi paesi dove producono a prezzi stracciati e a noi rivendono con dei ricarichi spaventosi (altro che euro!) guadagnando un sacco di soldi; i lavoratori italiani, nel migliore dei casi, (quando la ditta non si è trasferita in Cina o chissà dove allora perdono direttamente il lavoro) per non perdere il posto accettano qualsiasi condizione (soprattutto i giovani) e la ricchezza prodotta rimane in tasca al "prenditore".Quando voglio le scarpe fatte in Cina, vado direttamente al negozio dei cinesi.

Walter Saletti 11.11.05 17:20| 
 |
Rispondi al commento

gentile (poco) sig.stefano b.
lei non ha mai avuto dipendenti e si vede...
noi datori di lavoro non sappiamo neanche cos'è il licenziamento immediato per insubordinazione che, nella realtà non esiste a meno che non si trovi un altro dipendente disposto a testimoniare!!!
non sapete di cosa parlate ! informatevi! ma "sulla strada" non negli uffici dei sindacati!!!
la realtà è molto ma molto diversa dalla vostra teoria!
io chiedo solo al dipendente di lavorare in cambio di uno stipendio e non di essere schiavizzato!!! lo stipendio non è un diritto caro signore, è un dovere per me pagarlo così come dovrebbe essere un dovere lavorare!!
attacchi pure la spina del cervello prima di parlare!

luciano vianello 11.11.05 17:14| 
 |
Rispondi al commento

Da un po' di tempo mi interesso delle problematiche della globalizzazione e dello sfruttamento dei lavoratori. Già qualche anno fa venni a sapere, per il Vietnam, di aguzzini giapponesi uccisi o malmenati dai lavoratori esasperati, quindi non credo che siamo noi i primi a malmenare i lavoratori cinesi, che peraltro sono tenuti in condizioni disumane per tanti versi (ho apprezzato i reportages sulla cina de La Repubblica). Considerando poi che la notizia è uscita sugli organi di informazione e che gli stessi sono strettamente controllati dal regime, non sarà che questa notizia rappresenta un "avvertimento trasversale", magari per le frequenti dichiarazioni anti-cinesi del nostro ministro delle finanze o per qualche altro motivo?

Stefano Cambi 11.11.05 16:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Se tu vieni censurato, non è certo per le critiche, ma per il tuo modo d'esprimerti che non è idoneo ad una comunità, seppure virtuale.

Visto che hai espresso questa considerazione senza insulti io pure ti rispondo senza insulti e salutandoti cordialmente."

Max Stirner
vorrei sapere 2 cose
1) come fai a sapere i post censurati, visto che vengono cancellati appena online e sfido chiunque a leggerli visto che non hai il tempo neanche di un "aggiorna" vengono censurati per gli argomenti scomodi ma tu ripeto non puoi saperlo
2) che risposta mi hai dato hai letto la domanda???

P.V.

Bob Zin 11.11.05 14:37| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
sono 20 anni che manco dall'Italia ma ho incominciato a scoprirla da quando seguo le tue notizie.Non mi sono acora iscritto al tuo sito ma lo faro' a breve Sono molto fiero di essere Italiano (anche se durante l'ultimo mio viaggio sono stato trattato come un extra comunitario da un poliziotto il quale mi chiese il permesso di soggiorno nonostante, testimone mia sorella,io mostrai il mio passaporto Italiano)Cosa succede li da voi?
Sei eccezionalmente Bravo e grazie per essere Italiano
Ciao e cordiali saluti da Hong Kong
Walter

Walter Bonanno 11.11.05 14:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il giudizio di Dio non va in prescrizione...

Matteo Ricuccio 11.11.05 13:48| 
 |
Rispondi al commento

Io insisto Beppe!lascia stare le cazzate e parla di Assenteismo se hai le palle!oppure è un argomento TROPPO IMPOPOLARE!!

io sono un operaio che lavora!

marco rizzato 11.11.05 13:16| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: franco Bressanin il 11.11.05 12:22

ehhhhh.....io "vivo" con 900€ che mi bastano e(non sempre)x bagare le bollette. Mi reputo fortunato xche gli ultimi assunti nella mia azienda ne percepiscono meno di 800. Ore settimanali 40, flessibilità obbligatoria, xcui visto che si fanno turni si lavora di sabato....ahhhh altra fortuna sono single, se di fortuna si tratta visto che sono divorziato.

Alvaro Agostini 11.11.05 13:04| 
 |
Rispondi al commento

Strana questa cosa, in un paese dove credevo tutti sapessero usare le mani, mi riferisco ai cinesi che credevo esperti di arti marziali, ora che si fanno pestare anche loro per me oggi, cari amici, si è sfatato un mito. In cina prima o poi succederà un casino esagerato che vedrà un capovolgimento degli assetti economico-politici.

Mario Palermo 11.11.05 12:49| 
 |
Rispondi al commento

La situazione in Cina rispecchia quello che sta succedendo in Italia: Problemi a non finire per i lavoratori. Otto di noi sono stati messi in mobilità da un giorno all'altro senza studiarne le conseguenze che può avere per tutta l'azienda !
Leggete il comunicato:
RCS LICENZIA


La RCS-Quotidiani (Rizzoli-Corriere della sera) ha aperto la procedura di mobilità per i lavoratori della sede di Scandicci.

La scorsa settimana la RCS-Quotidiani ha aperto la procedura di mobilità per otto lavoratori della sede di Scandicci. Presso tale sede sono operative, tra l’altro, le redazioni di due prestigiose case editrici storiche del territorio fiorentino e toscano, la Sansoni e la Nuova Italia Editrice, entrambe del gruppo RCS.

La RCS (Rizzoli-Corriere della sera), che conta diverse migliaia dipendenti, ha dichiarato di non avere lavoro per otto lavoratori dell’amministrazione, operanti a Scandicci, ed ha avviato la procedura di mobilità senza avere preventivamente aperto un tavolo di confronto con le Organizzazioni Sindacali e con le Rappresentanze Sindacali Unitarie per tentare di individuare delle soluzioni. Tale modo di procedere rappresenta un’assoluta novità rispetto alle consuetudini di questo Gruppo ed incontra la nostra più decisa disapprovazione.

RCS ha, peraltro, recentemente concluso un’importante operazione di informatizzazione che da un lato ha portato ad una razionalizzazione e all’individuazione di un alto numero di esuberi (partita ormai ufficialmente chiusa), dall’altro ha reso possibile la totale gestione del lavoro in rete. Dal momento che il lavoro si svolge ormai con la massima efficienza in rete è indifferente, da un punto di vista organizzativo, che il lavoratore si trovi fisicamente in una sede piuttosto che in un’altra. Risulta pertanto incomprensibile e inaccettabile che si voglia ora sostenere da parte dell’azienda la necessità di una centralizzazione a Milano.
RSU RCS di Firenze

iacopo Sannazzaro 11.11.05 12:47| 
 |
Rispondi al commento

Ormai gli unici VERI IMRENDITORI del nostro paese sono i lavoratori dipendenti.
L'equa divisione ha funzionato.
Una categoria di persone si è presa tutti i rischi dell'imprenditoria ed un'altra tutti i vantaggi.
Mantenersi un posto di lavoro è diventata la vera IMPRESA.
Mantenersi un posto ed una rendita da imprenditore (specie superprotetta e super agevolata dal potere politico) è una facile furbata.

Andrea Giovannini 11.11.05 12:42| 
 |
Rispondi al commento

gentili signori,
leggo con vero disgusto su questo sito la questione dei lavoratori cinesi picchiati da datori di lavoro stranieri.
sono anche io un datore di lavoro, ho quasi quaranta dipendenti tra interni ed esterni e sono, probabilmente, uno dei pochi che ancora segue tutte le regole.
mi trovo spesso ad avere colloqui di lavoro con gente che "sgrana" gli occhi quando gli dico che eventuali straordinari verranno regolarmente pagati o cose simili.
detto questo mi sento offeso da persone come voi che danno per scontato che tutti i datori di lavoro sono disonesti, sfruttatori e picchiatori ma nessuno spende mai una parola a favore della mia categoria.
faccio notare che non c'è nessuna regola scritta a nostra tutela e soprattutto non c'è nessun obbligo per il lavoratore di lavorare!!!
hanno solo diritti e nessuno vuole toglierglieli... ma i doveri?
se un dipendente non vuole lavorare non posso fare assolutamente nulla!!! ma lo stipendio lo devo pagare lo stesso...
e questa la vostra giustizia cari signori della sinistra?
siete buoni a fare propaganda!!!
meno lavoro, più stipendio, più diritti e niente doveri!
complimenti, i voti li prenderete sicuramente ma l'economia sarà sempre nella stessa m...

luciano vianello 11.11.05 12:39| 
 |
Rispondi al commento

Leggo il Blog dello stimatissimo Beppe da sempre, ma questo è il mio primo intervento scritto, ritengo che il problema "lavoro giallo" sia da analizzare sotto più punti di vista, anche perchè l'introduzione di un sistema occidentale sul controllo del lavoro sicuramente non troverebbe un riscontro diretto e immediato, in quanto la cultura orientale stessa è particolarmente ristretta.
Infatti solo in città orientali ad alta densità urbana, riscontriamo una vera presa di coscienza sul valore del singolo in ogni sua collocazione sociale, mentre nelle periferie, dove si concentrano i maggiori stabilimenti produttivi, la coscienza dell' "io" sociale è ancora molto labile, sono ancora legati ad un concetto di collettività che ormai nella società odierna è improponibile prorpio a causa di quelle grandi Major che sfruttano questo concetto radicato per ottenere lavoro a basso costo.

Aprofitto per salutare e ringraziare l' incommensurabile Beppe Grillo, che se fossi donna mi sposerei subito.

Fabrizio Paviolo Commentatore in marcia al V2day 11.11.05 12:24| 
 |
Rispondi al commento

Leggo molti commenti su lavoro. paghe e stipendi che non arrivano, da fame, decurtati, ..
Lavori interinali, lavori neri, rossi, gialli.
Io allora mi ritengo fortunato.
Sono un insegnante, laurea in ingegneria. Faccio l'insegnante perche' dopo 15 anni all'estero comne volontario nel sociale, tornato in Italia ero cosi' vecchio che nessuno ti prendeva piu' a far qualunque cosa. Ora con quasi 20 anni di anzianita' prendo 1300 (milletrecento) euro netti e lavoro circa 23 ore la settimana.

Mi vergogno perche' mi lamentavo e non sapevo di essere cosi' fortunato, a confronto con chi da 38 ore di duro lavoro ci tira fuori come me.
Io sopravvivo perche' posseggo la casa in cui vivo, una vecchia cascina comprata quando le case costavano poco, con i soldi guadagnati facendo l'idraulico in nero.
Oggi l'idraulico non lo posso piu' fare, e' pesante come lavoro.

dimenticavo: sopravvivo perche' sono single.

E a voi cvome vi va? come fate a sopravvivere con stipendi cosi'?

PS: mi lamento ancora perche il promesso aumentoagli ijsegnanti, di circa 50 euro mensili (netti) partira' forse da gennaio 2006, e cosi' pure gli arretrati, si spera.

Franco Bressanin - insegnante in Verona

franco Bressanin 11.11.05 12:21| 
 |
Rispondi al commento

come ho già detto più volte nel tuo sito io credo che la cosa più importante oggi sia ESPOPRTARE I DIRITTI IN CINA e dare appoggio a quelle persone che cercano di far valere i diritti e non umiliarle quando loro intenti non sono stati raggiunti

rino didomenico Commentatore in marcia al V2day 11.11.05 11:46| 
 |
Rispondi al commento

come ho già detto più volte nel tuo sito io credo che la cosa più importante oggi sia ESPOPRTARE I DIRITTI IN CINA e dare appoggio a quelle persone che cercano di far valere i diritti e non umiliarle e criticarle, a volta anche deriderle quando questi a volte con ore di lavoro perse perchè partecipano a scioperi e ecc... perchè non sono riusciti a raggiungere il loro scopo

rino didomenico Commentatore in marcia al V2day 11.11.05 11:44| 
 |
Rispondi al commento

,Qualcosa sulla Cina.
Mia figlia ieri ha comprato un paio di jeans (made in Italy) e un paio di scarpe da ginnastica (made in Vietnam) di una nota marca; spesa jeans € 89,00 scarpe da ginnastica € 90,00.
Mi sono incazzato per due motivi:
primo perchè ha speso circa trecentomila delle vecchie lire per due oggetti che, complessivamente, varranno 10,00 euro, secondo perchè pretendo che per 90,00 euro compri scarpe fatte a casa nostra.
Cina, Vietnam, Bangladesh tutte grandi opportunità di mercato......ragazzi smettiamo di comprare la roba da chi ha delocalizzato in quei paesi per risparmiare sui costi e a noi ci fa un culo così!!! Bravi questi imprenditori, bravi.

Walter Saletti 11.11.05 11:40| 
 |
Rispondi al commento

Credo che non sia tutto qua, però prima di credere in qualcos’altro bisogna fare i conti con quello che ce qua, e allora mi sa che crederò prima o poi in qualche dio,
Credo che se mai avrò una famiglia, sarà dura tirare avanti con settecentoeuro al mese, però so anche che se non mi sistemo da qualche parte adesso che sono ancora giovane, e non inizio a leccare qualche culo, come fanno tutti i miei capi officina, difficilmente cambieranno le cose…
Credo che ho un buco grosso dentro, ma anche che la musica, la mia passione per Vasco e dei suoi concerti, qualche amichetta, le stronzate con gli amici,
bè, ogni tanto questo buco me lo riempiono…

Credo che la voglia di scappare da un paese o da una città, vuol dire che hai voglia di scappare da te stesso, e credo che da te non ci scappi neanche se sei Neal Armstrong,
Credo Che non sia giusto giudicare la vita degli altri, perché comunque non puoi saperre proprio un cazzo della vita degli altri,
Credo che per credere in certi momenti ti serva molta energia, e quella purtroppo a volte viene a mancare….

Per adesso è tutto…

Un Saluto Grosso a tutto il Blog


Andrea


andrea camma 11.11.05 11:15| 
 |
Rispondi al commento

Chissà cosa hanno in mente per farmi girare i coglioni?

Il contratto di lavoro, come c’è scritto sulla busta paga, scade alla fine di Gennaio 2006, io sul lavoro non torno più, resterò in mutua fino a quando sarà possibile, e se arrivo alla scadenza del contratto bene, altrimenti darò le dimissioni prima.

Ora voglio proprio vedere se lo stipendio me lo versano sul conto, ma se non me lo versano, non mi rivolgo ai sindacati, perché si conoscono sindacato e datore di lavoro e quindi si passano la palla l’uno con l’altro, ma mi rivolgo all’ INTENDENZA DEL LAVORO, INTENDENZA DI FINANZA ETC. ETC.


Io non sono cattivo, io vivo e lascio vivere, ma questa volta è diverso, sono stato sfruttato per bene e mal pagato, e non ho nessuna intenzione di lasciare perdere….

Pagheranno fino in fondo….

Arto per arto, occhio per occhio, dente per dente….


E come si dice in questi casi;

"Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi"
A.Einstein


Ho scritto tutto questo, per mettere al corrente tutti della situazione in cui mi trovo, e forse lo era anche GIANNA la ragazza che lavorava insieme a me che si è tolta la vita…

Ma io non mi tolgo la vita per delle persone che non sanno cosa vuole dire rispettare il loro prossimo….

Ma io farò tutto l’opposto…

Un giorno ho avuto una discussione con un mio amico, lui , bè lui e uno di quelli bravi, bravi a credere a chi gli dicono di credere, lui dice che se uno non crede in certe cose non crede in niente, bè non è vero anch’io credo !!

Credo che non sia l’aspetto fisico delle persone a determinare l’intelligenza,
Credo che ognuno di noi si meriti un padre che sia decente con lui, almeno fino a quando non si sta in piedi,
Credo che ne ho passate troppe, e che ho avuto sempre più problemi che anni…

andrea camma 11.11.05 11:14| 
 |
Rispondi al commento

Passato un altro mese, mi consegnarono la prima busta paga, convinto di trovare molti soldi, con tutte le ore che avevo fatto più le ore lavorate il SABATO E DOMENICA.

(Praticamente lavoravo sette giorni su sette)

Aperto la busta paga, ebbi una brutta sorpresa!!!!!!!!!!!!

Quando lavoravo come INTERINALE ero di 3 livello, adesso che ero sotto la ditta mi avevano degradato di 2 livello, e le ore lavorate di straordinario me le avevano messe tutte in busta sotto una voce incomprensibile, senza avermi chiesto l’autorizzazione.
La maggior parte delle ore di straordinario me le hanno prese tutte in trattenute, perché quando superi il tetto delle ore permesse di lavoro aumenta anche la percentuale di trattenute,

PRATICAMENTE LAVORI GRATIS……….

Constatato questo chiesi informazioni al titolare ma senza nessun riscontro……..

Iniziai ad avere dei contrasti con il capo officina, ogni giorno che passava la situazione si faceva sempre più tesa;

Avendo constatato che il lavoro era tanto e molto pesante, ero arrivato al punto di avere problemi seri di schiena (VERTEBRE SCHIACCIATE, CON DUE PUNTE DI ERNIA DEL DISCO).
Portai a fare vedere tutta la documentazione medica al capo officina.

Chiesi di lavorare a dei pezzi più leggeri, e mi sentii dire di risposta che se non potevo lavorare ai pezzi pesanti allora non potevo neanche lavorare ai pezzi leggeri….

Che gran Bastardo!!!

Allora mi misi in mutua per una settimana, per riposarmi un poco, ma la settimana dopo quando rientrai sul lavoro ebbi una spiacevole sorpresa, mi misero di nuovo ai pezzi pesanti, allora io non potendomi rifiutare di lavorare chiesi di mettermi un paranco, ma mi risposero che non c’erano i soldi per comperarne uno!!!!

Allora mi sono messo di nuovo in mutua, perché sul lavoro avevo capito che stavano usando il MOBBING.

Ora sono tre settimane che sono a casa in mutua, oggi è l’11 novembre 2005 e l’ acconto non me l’anno ancora versato sul conto;

andrea camma 11.11.05 11:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Allora prima di andare via rimasi in parola che mi avrebbe telefonato lei quando il contratto di lavoro era pronto, cosi sarei andato a firmarlo, per essere in regola.

Cosi feci.

Cercai il titolare tutti i giorni in ditta ma o non c’era o se c’era non era disponibile!!!

Man mano che i giorni passavano io ero sempre messo a fare pezzi pesanti, e non mi sono mai lamentato, mentre quelli più grandi e grossi di me facevano pezzi piccolini, e si lamentavano ancora…

I pezzi che facevo erano molto pesanti, pesavano circa trentacinque – quaranta chili l’uno, e la produzione era molto alta, ma mi sono adattato, anche perché avevo bisogno di lavorare.
Mi chiesero di fare più ore di lavoro e cosi iniziai a farne a volte anche dieci, e spesso tredici o quattordici, con l’accordo che me le avrebbe pagate fuori busta, perché per legge 626 dell’antinfortunistica devono passare delle ore da un turno all’altro.

Un giorno mi chiesero di fermarmi di più, perché c’erano dei pezzi ovali da raddrizzare a martellate con il martello di plastica; io mi fermai, feci dalle 6.00 del mattino alle 15.00 del pomeriggio, uscii dal lavoro per andare a prendere mia madre che usciva dal lavoro per portarla a casa.

Il tempo di mangiare un panino, e sono ripartito per andare a lavorare, sono rientrato alle 15.30 sono stato fuori solo mezzora, iniziai e uscii alle 20.30.

Andato a casa per mangiare qualche cosa, sono rientrato alle 21.00 e sono andato avanti fino alle 4.00 di notte.

Per un totale di 20 ore lavorate in un giorno!!!

Arrivato a casa dalla stanchezza e dallo stress subito e dal male alla schiena non sapevo più neanche il mio nome, però ho fatto il sacrificio per racimolare un pò di soldi o almeno

(Così credevo)!!!!!!!!

Dopo un mese intero di lavoro non si era fatto ancora vivo nessuno per darmi informazioni sul contratto, se era pronto e quando avrei potuto firmarlo…

andrea camma 11.11.05 11:12| 
 |
Rispondi al commento

Storia Di Un Ingiustizia:

Voglio mettere a conoscenza del blog la situazione in cui mi trovo.

Se qualcuno ha dei consigli o dei suggerimenti o vuole solo contattarmi scrivete a peandr@alice.it

Vi ringrazio anticipatamente.

Ho iniziato a lavorare nella ditta in cui lavoro attualmente come INTERINALE, con la promessa di assunzione dopo tre mesi di lavoro, perchè volevano vedere se ero in grado di lavorare alle loro macchine utensili……..così dicevano.
Io sono l’unico interinale italiano nella ditta mentre gli altri sono tutti extracomunitari.

Pensavo di avere trovato delle brave persone (ci siamo sempre conosciuti di vista, e sono al corrente che mia mamma giocava quando era bambina con il padre del titolare), ma mi sono reso conto di avere sbagliato e adesso vi dico perché :

Parte PRIMA:

Facendo seguito a quello che c’è scritto sopra:

Dovevo solo fare tre mesi da interinale, poi in verità me ne hanno fatti fare sei;

Primo contratto confermato per un mese;

Secondo contratto confermato per due mesi;

Terzo contratto confermato per tre mesi.

Alla fine dell’ ultimo contratto, fino dopo la scadenza, non mi hanno detto niente se ero confermato o meno e neanche in agenzia interinale mi sapevano dire niente; passati nove giorni che ero a casa mi telefona la segretaria e mi dice che mi avevano assunto sotto la propria ditta: io tutto contento ringrazio e riverisco !!!

MA QUI ERA SOLO L’INIZIO DEL CALVARIO……

Ho iniziato a lavorare facendo sette ore al giorno.
Man mano che i giorni passavano mi chiedevano di fermarmi a fare straordinario; io per ringraziare lo facevo, anche se era mal pagato, e anche se me lo mangiavano tutto in trattenute.
Nel frattempo ho portato tutti i documenti che mi ha chiesto la segretaria della ditta, e quando li ho consegnati le ho chiesto qualche informazione sulla mia assunzione: mi ha risposto che lei non sapeva niente e che dovevo parlarne col titolare.
Allora prima di andare via rimasi in parola che

andrea camma 11.11.05 11:11| 
 |
Rispondi al commento

Ma come è possibile che ancora stiamo a discutere sulle attenuanti, sulle strutture del capitalismo o l'interpretazione del capitalismo? Come è possibile che scriva un imprenditore protestando perchè lui e i suoi lavorano venti ore al giorno, ect? Cosa voleva dire con questo? Che gli operai vanno picchiati perchè lavorano solo 8 ore al giorno? Mi scuso se la prendo male, lo rispetto, ci mancherebbe, ma dobbiamo sentirci tutti in colpa? Dobbiamo giustificare quegli imprenditori che ordinano ai loro scagnozzi di picchiare i dipendenti poco produttivi? Ma che razza di modificazioni genetiche abbiamo subito? Come siamo ridotti, a pensare soltanto alla maledetta PRODUZIONE, e tutto il resto che si fotta? Non ho letto tutti i commenti ma per favore scriva qualche imprenditore onesto, ancora lucido, che lavora anche tanto ma non se la prende col mondo, perchè nessun medico gli ha ordinato di fare impresa. E, santo cielo, va bene, le imprese sono necessarie, per carità, ma quanti uomini sono morti per produrre e, quasi sempre, per far arricchire le imprese? Tra l'altro io sono un libero professionista, quindi non sto facendo difese corporative: semmai sto prendendo le difese della "sensibilità umana" (o dell'intelligenza, che pare stia scomparendo).Non sono "contro" gli imprenditori, sono sicuro che ce ne sono tanti che sono onesti e rispettosi. Si facciano sentire: ci dicano che si può produrre senza distruggere le persone nè l'ambiente in cui viviamo, magari guadagnando un po' meno, ma sentendosi più leggeri nell'anima.

Michele Perli 11.11.05 10:55| 
 |
Rispondi al commento

Da imprenditore sostengo da sempre che la salute dell'Azienda dipende molto dal corretto rapporto con i propri operai. Non solo non si risolve nulla con le maniere forti ma anzi si rischia di incrinare irrimediabilmente la collaborazione con dipendenti validi e fedeli. Detto questo, mi preme sottolineare che noi tutti acquirenti di beni prodotti in nazioni che non rispettano l'ambiente ed i diritti umani e sociali dei lavoratori siamo colpevoli, perchè avalliamo quelle ingiustizie. Uno dei modi per difendere e valorizzare il nostro prodotto nazionale quello di esportare giustizia
sociale e non le bastonate.Deve essere sottolineato che l'Imprenditoria Italiana è fra le più attente e rispettose nella tutela dei propri dipendenti. Magari quella cinese un poco di meno Di fatto qui in Toscana, dove la comunità cinese è molto consistente, sono numerosi e ripetitivi gli episodi accertati da Polizia e Guardia di Finanza circa metodi adottati di prassi da imprenditori orientali di condurre le loro aziende con sistemi che definire da "schiavisti" suonerebbe come un complimento. Con parità di condizioni sociali e di diritti parlare di dazi e politica protezionistica non avrà più senso perchè i produttori opererebbero a parità di condizioni.
A proposito: ma chi ha dato, qui in Italia, i finanziamenti e le autorizzazioni a certe Aziende italiane per delocalizzare le loro strutture all'estero. La DeCORO ha iniziato nel 1997!! Meditate gente, meditate!!!

Riccardo Bozzi 11.11.05 10:52| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo sul fatto che (per fortuna) esistono ancora molte aziende (per lo più a conduzione famigliare) che lavorano onestamente, e giustamente non si può fare di un'erba un fascio. Certo è che purtroppo (specialmente ove si parla di grosse aziende di capitali) si scoprono anche casi di sfruttamento incivile, soprattutto nei confronti di extracomunitari o nelle filiali di importanti società localizzate nei paesi poveri. D'altronde è assodato che la delocalizzazione nei paesi in via di sviluppo comporta per i nostri cari avidi sfruttatori notevoli vantaggi: schiavizzazione del personale (che non è sufficentemente tutelato dalle leggi del paese), possibilità di inquinare senza limiti, grazie all'assenza di una specifica normativa per la salvaguardia dell'ambiente, risparmio/evasione fiscale (ovunque sia possibile) e via dicendo. Poi succede che ci troviamo a pagare un sacco di soldi per una casa costruita da un impresario edile italiano che ha sfruttato a costi bassissimi il lavoro di tunisini, marocchini, albanesi, rumeni (situazione diffusissima qui al nord-est), oppure ad acquistare un capo di vestiario firmato italiano, ma fabbricato in cina (magari a suon di pestaggi). E' vergognoso che queste cose accadano e non venga fatto nulla per impedirlo. Inutile poi lamentarsi della concorrenza cinese: io ad esempio preferisco negozi e ristoranti cinesi a quelli italiani, dato che ottengo gli stessi risultati a prezzi decisamente più onesti.
Cordiali saluti.

Sonia Bristot 11.11.05 10:31| 
 |
Rispondi al commento

In una grande economia in sviluppo queste cose possono anche accadere non svegliamoci sempre verginelli.

E se quei cinesi si portassero a casa pezzi di stoffe o collaborassero per l'apertura di uno stabilimento identico come accade spessissimo, l'autorità cinese come sappiamo non fa nulla anzi vi è il sospetto che esistano delle collaborazioni per sfruttare il know-how degli stranieri per creare una economia totalmente cinese.

Non voglio giustificare ciò che è illegale di per se, ma per favore non facciamo sempre i bambini. Questo vale anche per Grillo.

Stefano Scattolon 11.11.05 10:18| 
 |
Rispondi al commento

Il problema non é, a mio parere, nella natura dell'Italiano, del Francese o del Tedesco: é nell'uomo (e non in TUTTI!). Abbiamo questa capacità distruttiva e prevaricatrice che ci caratterizza. Non abbiamo rispetto per gli altri (risorse ambientali comprese) perché pensiamo che stia tutto qui per noi, che la terra sia nostra e che solo la nostra specie abbia il diritto di avere tutto ciò che vuole. I cinesi, ma dai i cinesi li vediamo come formiche, facciamo le battute sceme e li muore la gente come in tante altre parti del mondo. Il problema non é il capitalismo, il problema é l'interpretazione spregiudicata del capitalismo, é il voler sfruttare al massimo le risorse altrui per poterne trarre vantaggio. Si perde il significato "anche" educativo di una azienda come portatrice di valori. Chi lavora in una grande azienda lo sa bene, vive ogni giorno (fortunatamente in modo molto molto meno drammatico dei poveri cinesi, africani, boshimani, etc. - comunque persone come noi!), queste piccole prove di forza, questi equilibrismi per "galleggiare" nella quotidianeità. Le aziende devono reintepretare la loro missione: d'accordo, profitti, ma anche crescita delle persone. C'é un patrimonio in ogni persona che va tirato fuori e le Aziende che hanno le persone con questa capacità creano valore, trasmettono messaggi emotivi ai Clienti e non celebrali. Non possiamo pensare sempre di essere i più forti ed i più furbi. Oggi sono i figli di cinesi nostri coetanei a prendere le botte: ma domani? Chi lo spiega a queste "aziende"? Non capiscono che rappresentano un Paese intero? (anche me!). Non voglio che i cinesi mi vedano male ... e vedano male in futuro i miei figli.

DOBBIAMO IMPARARE A VIVERE E A TOLLERARE ANCHE SE LE COSE NON VANNO IN NOSTRO FAVORE. LE GUERRE IN FONDO QUALE RISULTATO PORTANO? (ALMENO QUELLE PASSATE): FANNO DIVENTARE LE PERSONE UGUALI. TUTTI GIU' NEL FANGO. TUTTI A RICOSTRUIRE. NEGLI ULTIMI 100 ANNI ABBIAMO AVUTO 2 POSSIBILITA' DI RICOSTRUIRE UN MODELLO DIVERSO ...

COMINCIAMO A DARE UN SEGNO ALLE POPOLAZIONI CHE HANNO CAPITO COME VIVERE NEL RISPETTO LORO E DELL'AMBIENTE http://digilander.libero.it/cygnuss/varie/rappbosh.htm

Alessandro Fossatelli 11.11.05 10:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E no porca miseria. Vacci piano Grillo.
Io sono un imprenditore e assieme ai miei 2 fratelli portiamo avanti l'azienda fondata dal nulla dai nostri genitori 40 anni or sono. Diamo lavoro a 250 persone e non facciamo neri nessuno.
Mia madre ha 72 anni e tutte le mattine è in ufficio.
Tra mille difficoltà siamo cresciuti abbiamo fatto innovazione e abbiamo creato occupazione. Non abbiamo mai avuto contestazioni sindacali rilevanti (anni 70 a parte).
Ora c'è il "pericolo/opportunità" Cina e noi, e non solo noi, stiamo spingendo al massimo sull'innovazione tramite la ricerca e sviluppo investendo ingenti risorse economiche, collaborando con le università. Non passa giorno senza una nuova idea, una piccola miglioria, un suggerimento creativo che migliora il prodotto e il processo produttivo. Pensiamo e speriamo che la soluzione Cina sia evitabile sfruttando al massimo lo sviluppo e la riorganizzazione interna. Ma questo è forse possibile nel nostro settore (meccatronico cioè macchine gestite da sistemi elettronici) ma non certo in tutti i settori.
Se quello che abbiamo fatto noi lo facessi tu in proporzione produrresti 1000 battute nuove al giorno.


Ci sono migliaia di imprenditori che ogni mattina (e notte) pensano a nuovi prodotti e nuove tecnologie produttive per migliorare il rapporto qualità/prezzo dei prodotti al punto da rendere assurdo comprare cinese.
L'economia italiana si basa sulle piccole e medie aziende gestite nella maggioranza dei casi da imprenditori oculati spesso geniali innamorati del proprio lavoro. Ci sono i lazzaroni certo e questi vanni isolati e colpiti. Chi va in Cina spesso non ha alternative.

Il nord est ha fatto miracoli ed ora è in difficoltà.
Un abbraccio.

andrea fioravanti 11.11.05 09:56| 
 |
Rispondi al commento

E SI...VI RICORDATE LA FAMOSA MAGLIETTA
"ITALIANS DO IT BETTER"...INFATTI SAPIAMO PICCHIARE MEGLIO,SAPIAMO FARE DI TUTTO.SIAMO CONOSCIUTI IN TUTTO IL MONDO...
IO,COME FIGLIO DI EMIGRANTI,E POI EMIGRATO ANCHE IO...PERO SEMPRE CON LA TESTA BEN ALTA DI ESSERE ITALIANO.
SIAMO CONOSCIUTI IN TUTTO IL MONDO...
SE DICO CHE SONO SICILIANO,MI RISPONDONO CHE SONO DELLA MAFIA...
SE DICO CHE SONO NAPOLETANO,MI RISPONDONO CHE SONO DELLA CAMORRA...
SE DICO CHE SONO ITALIANO,AAA ARMANI,VERSACE...
LA COLPA DI TUTTO QUESTO E DEL GOVERNO ITALIANO.
"I HAVE A DREAM" CHE UN GIORNO DIRANNO L'ITALIANI SONO DELLA BUONA GENTE,CHE ESPORTIAMO DIRITTI,CHE TRATTIAMO LA GENTE CON GENTILEZZA (SENZA BASTONI E LUPARA)
SAREBBE TROPPO BELLO...PERO ASPETANDO QUESTO MOMENTO...
...Bono, ahò, è Lavazza. Più lo mandi giù, e più ti tira su!...

Sergio Balbino 11.11.05 09:06| 
 |
Rispondi al commento

Scrivete a questi bastardi di DECORO (mi riferisco alla dirigenza che ha permesso questo schifo di violenza e non ovviamente ai dipendenti onesti)

http://www.decoro.com/
Non trovo sulla loro cartina delle sedi varie la loro sede italiana (forse non esiste in Italia)

Leggo il loro motto:
"La qualità è made in Italy, i prezzi made in China"

Bombardateli di crititche in tutte le lingue
loro mail: info.us@DeCoro.com

NICO BINI 11.11.05 08:53| 
 |
Rispondi al commento

e' proprop vero!!!! mandiamo la triplice alleanza e ce li leviamo dai c.....ni per un po'!! che CHE SCANDALO!!!!!

paola matteucci 11.11.05 07:25| 
 |
Rispondi al commento

Caro Valentino Boni,

spesso e volentieri a 17 anni si e' infervorati per cose di cui non si ha un esperienza diretta. Se sento un liceale lamentarsi per questioni tipo "il lavoro", "il mondo" e via discorrendo, prendo in considerazione quello che dice, ma mi domando cosa ne sappia, su cosa si basino i suoi ragionamenti e solo raramente credo sia esperienza diretta. Sappiamo bene (anche se non lo confessiamo mai) che la maggior parte degli scioperi delle "superiori" sono fatti per "spirito di gruppo" e saltare l'interrogazione di matematica, e non per motivazioni dirette. Sono stato insegnante alle superiori, e dopo gli scioperi ho sempre speso almeno un quarto d'ora per capirne le motivazioni. Pochi sapevano perche' erano scesi in piazza, e di quei pochi solo la "crema" era davvero convinta fosse giusto cosi'.

Forse ieri sono stato un po' cattivo col sito che hai suggerito. Lo spirito e' quello di dare un'idea di base sulla situazione politica nazione per nazione. Ma, a parer mio, e' piu' un sunto per chi ha poco tempo e vuol farsi un'idea, piuttosto che "lo stato del'arte".

La mia era solo un'opinione su un link. E come tutti i link suggeriti sta a noi decidere se vale la pena o no salvarlo tra i bookmarks. Hai comunque cercato di fare qualcosa di positivo per la comprensione di alcuni argomenti cari alla "board" e per questo ti ringrazio vivamente fin d'ora.

Alvise Sommariva 11.11.05 01:43| 
 |
Rispondi al commento

Fa' piacere che almeno tu,Beppe, abbia fatto conoscere questa notizia .Anche se c'e' lo sciopero i tg non l'avrebbero mai fatto sapere!

antonio brusca 10.11.05 23:49| 
 |
Rispondi al commento

Ma davvero ci stupiamo di quanto è successo? In un paese dove i confronti tra politici di diverso schieramento sono risse verbali, dove gli spalti di un stadio di calcio si trasformano a volte in un ring di lotta libera e a volte in un campo di battaglia (spesso tutte e due insieme), in un paese dove a 9 anni i bambini indossano scarpe di Prada e hanno cellulari da 700 ci stupiamo per un "semplice" pestaggio da parte di un danaroso imprenditore nei confronti di semplici operai? Per quanto sia dotato di mente superiore, spesso l'uomo si comporta come il più bestiale degli animali, purtroppo siamo in una società "civile", quindi non si può applicare la legge del taglione (magari poterli ripassare come si deve), pertanto giù multe salatissime e galera per mesi senza alcun sconto della pena... Chissà perché credo che, come tanti altri in palese torto, riusciranno a sfuggire a qualsiasi punizione.

Marco Turetta 10.11.05 21:18| 
 |
Rispondi al commento

Grande Beppe, come faremmo senza di Te?
purtroppo e' da 2 anni che non riesco a vederti, quindi nn so se ne hai gia' parlato ma....

PIRELLI

recentemente ho visto al tg5 un servizio sulla nuova fabbrica (praticamente una piccola cittadina) a Quingdao/China, il Provera dice ...
per il mercato locale ...
Vi do' qualche dato ... la Pirelli produce gomme, ruotini di scorta per un giro di affari di miliardi in Sud America, Turchia, Egitto, Paesi dell'Est, Germania, Cina e le vende poi in America, Australia etc
Morire se ne producono in Italia !!!!(minima parte - diciamo 95% all'estero 5% qui') oppure si potrebbe dire: ...pur di non far lavorare un italiano... perche' tutto questo ??? che se ne fa' di tutti sti soldi ??? se poi non ci ha tempo di goderseli ??? la barca ce l'avresti lo stesso anche se avessi meno fabbriche in giro x il mondo e qualcuna in + in Italia, a gia'...
dimenticavo... i pagamenti ai fornitori vengono fatti in .....svizzera !!!!!! alla faciaccia nostra che paghiamo le tasse !!!! mi raccomando eh facciamo Afef sindaco di Roma ..... che vergogna... ma come fanno a specchiarsi la mattina ??? cmqe sono contento che almeno l'Inter non vince un tubo !!!
lo so , sono soddisfazioni da poco ...

oso solo immaginare in che condizioni possono lavorare in certi paesi... sapete vero che i materiali/sostanze per la produzione di pneumatici sono altamente nocivi vero ?

ho comprato il DVD e' gia' arrivato !!! me lo guardo Sabato sera ... SEI TUTTI NOI !!!!!

Alessandro Carminati 10.11.05 21:13| 
 |
Rispondi al commento

Non tutte le aziende italiane sono serie, alcune... forse troppe hanno chiuso in Italia per apre in Cina...mandando a spasso tantissimi lavoratori... con la scusa dei costi troppo alti.
Peccato che poi vendono in Italia con il marchio italiano e con prezzi italiani nonostante i bassi costi cinesi.

adriana bruno 10.11.05 21:12| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
sei un grande...ti vorrei vedere Presidente del Consiglio in Italia...ci pensi?Voglio solo dirti una cosa..lavoro in un fast food e ho 27 anni...rischio il licenziamento perchè mi hanno beccato in ufficio al computer mentre navigavo in rete...indovina che sito?beppegrillo.it.....sono orgoglioso di me stesso....
Hasta amigo e ricorda sempre che noi napoletani siamo gli unci a falsare la roba dei cinesi...ciao
Giovanni Marino

giovanni marino 10.11.05 21:11| 
 |
Rispondi al commento

Grande Beppe, come faremmo senza di Te?
purtroppo e' da 2 anni che non riesco a vederti, quindi nn so se ne hai gia' parlato ma....

PIRELLI

recentemente ho visto al tg5 un servizio sulla nuova fabbrica (praticamente una piccola cittadina) a Quingdao/China, il Provera dice ...
per il mercato locale ...
Vi do' qualche dato ... la Pirelli produce gomme, ruotini di scorta per un giro di affari di miliardi in Sud America, Turchia, Egitto, Paesi dell'Est, Germania, Cina e le vende poi in America, Australia etc
Morire se ne producono in Italia !!!!(minima parte - diciamo 95% all'estero 5% qui') oppure si potrebbe dire: ...pur di non far lavorare un italiano... perche' tutto questo ??? che se ne fa' di tutti sti soldi ??? se poi non ci ha tempo di goderseli ??? la barca ce l'avresti lo stesso anche se avessi meno fabbriche in giro x il mondo e qualcuna in + in Italia, a gia'...
dimenticavo... i pagamenti ai fornitori vengono fatti in .....svizzera !!!!!! alla faciaccia nostra che paghiamo le tasse !!!! mi raccomando eh facciamo Afef sindaco di Roma ..... che vergogna... ma come fanno a specchiarsi la mattina ??? cmqe sono contento che almeno l'Inter non vince un tubo !!!
lo so , sono soddisfazioni da poco ...

oso solo immaginare in che condizioni possono lavorare in certi paesi... sapete vero che i materiali/sostanze per la produzione di pneumatici sono altamente nocivi ?

ho comprato il DVD e' gia' arrivato !!! me lo guardo Sabato sera ... SEI TUTTI NOI !!!!!

Alessandro Carminati 10.11.05 21:11| 
 |
Rispondi al commento

LA MURGIA BARESE, DISTRETTO DEL SALOTTO TRA SANTERAMO, ALTAMURA E GRAVINA IN PUGLIA.
QUI ORA E' DI MODA LA DELOCALIZZAZIONE.
LA NS. MANODOPERA SPARSA TRA ROMANIA E CINA.
LA NS. MANODOPERA IN CINA, IN CASA NOSTRA
I CINESI. QUI VENDONO DI TUTTO E AD UN PREZZO "SOLIDALE". SI SOLIDALE CON LE FAMIGLIE DEGLI OPERAI, LE FAMIGLIE CHE RIMANGONO QUI, NELLA NOSTRA MARTORIATA MURGIA, IN ATTESA CHE SI TROVI ALTRA OCCUPAZIONE, IN ATTESA CHE CI SIA UNA BUONA RACCOMANDAZIONE, IN ATTESA DI UN QUALSIASI STRACCIO DI POSTO, IN ATTESA DI UN FUTURO MIGLIORE.
E NEL FRATTEMPO, QUESTE FAMIGLIE SBARCANO IL LUNARIO COME POSSONO.
E I CINESI ACQUISTO SEMPRE PIU' SPAZI DI MERCATO. PER QUESTE FAMIGLIE, E NON SOLO, SONO UNA MANNA, A POCO PREZZO COMPRI DI TUTTO: UN PAIO DI PANTALONI, LE SCARPE, IL GIUBOTTO ... SONO COME I DISCOUNT DOVE COMPRI PASTA, FARINA, LATTE ... TUTTO A POCO PREZZO PERCHE' NON DI MARCA.
I CINESI, MENO MALE CHE CI SONO!

BEPPE QUANDO VIENI A GRAVINA?

CIAO LUIGI

luigi larocca 10.11.05 20:35| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe hai ragione quando dici "Siamo gia cotti", ed hai ragione quando dici che le battaglie si vincono con l'informazione...facciamo una pagina del blog con l'elenco di tutte le aziende italiane producono nei paesi a basso reddito ed importano i loro prodotti macchiati di sfruttamento e sofferenza a 50 euro a t-shirt...boicottiamoli e facciamoli morire!!! grazie per il tuo blog e per la tua "vera" informazione....buon lavoro

stefano bortoletto Commentatore in marcia al V2day 10.11.05 19:21| 
 |
Rispondi al commento

Siamo alle solite!
La crisi è sempre più profonda e anche alcuni industruliali non sanno più a quali "santi" rivolgersi per mantere la loro quota di mercato, i guadagni, etc. etc.

Bassetti Niccolò 10.11.05 19:03| 
 |
Rispondi al commento

A parte l'ovvio sdegno per quanto riferito da Grillo circa i pestaggi, mi preme sottolineare però una considerazione che mi veniva girando per i negozi delle metropoli cinesi.
Ovunque entrassi ero assalito dai commessi, per la maggior parte ragazzine e ragazzini che immagino pagati pochissimo. Il loro numero era sempre francamente eccessivo, non è insolito vedere in un piccolo negozio dieci-dodici commesse la metà delle quali alle prese con l'unico cliente e le altre ordinatamente ferme nell'attesa.
Manca nella Cina attuale, come mi riferiva anche una delle nostre guide, una classe dirigente anche di basso livello capace di dare produttività alle imprese e di sfruttarne al meglio le enormi risorse di manodopera a costo quasi zero.
Ci stiamo pensando noi italiani a riempire il vuoto. A forza di sberle.

Carlo Alberto Cenacchi 10.11.05 17:55| 
 |
Rispondi al commento

viva la globalizzazione!!!
viva la democrazia!

max lanzilli 10.11.05 17:49| 
 |
Rispondi al commento

@ Adriana Cancellaro
@ Francesca Forni
@ Federico Pasini

Io ho soltanto espresso quello che molte persone, con una certa visione politica, pensano ormai da anni come hanno dimostrato i risultati di tutte le elezioni amministrative svolte dal 2001 in poi. C'è una sola persona che dovremo ringraziare ed è Beppe Grillo che ci permette questo scambio di idee nella massima libertà. Il confronto di opinioni, a volte anche lo scontro,
è sempre fonte di ricchezza. Se siete d'accordo, ci trasferiamo sul post dedicato a Falluja e ne parliamo un po'. Tutti sono invitati.

Walter Saletti 10.11.05 17:48| 
 |
Rispondi al commento

Diamine anche in Cina i cattivi sono gli sporchi capitalisti italiani. Così cattivi che anziché lasciar fare alle efficienti forze di polizia locali picchiano di loro pugno i dipendenti. Cavolo che storia!
Si dai mandiamola anche la la Triplice, voglio proprio vederli mentre li impiccano :-)

Riccardo Palazzani 10.11.05 17:09| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
ti seguo da anni e ti ammiro da sempre.
Solo due righe per farti i miei complimenti per il tuo lavoro. Grazie di esistere!!!

Clara Aranci 10.11.05 16:49| 
 |
Rispondi al commento

FRANK SROSSO
(MA CHE CAZZO DI NOME HAI)

ci svarsè


HAI PERSO ciao


cimbro mancino 10.11.05 16:44| 
 |
Rispondi al commento

ANDREOTTI IN TV NON LO VOGLIO VEDERE !!!

ECCO LO SPOT CHE AVREI VOLUTO:

http://www.megaupload.com/?d=9X8LXG8C

SCARICATELO E DIFFONDETE ! LA VERITA' DEVE ESSERE CONOSCIUTA ! E' PRIORITARIO !

http://www.megaupload.com/?d=9X8LXG8C

Andrea Cagli 10.11.05 16:32| 
 |
Rispondi al commento

hai ragione Beppe, bisognerebbe esportarla si la triplice sindacale, con Bertinotti alla sua testa

Tempo sei mesi la Cina sarebbe sicuramente al tracollo finanziario, e finirebbe di farci concorrenza

viva la triplice!!!

Dario Magni 10.11.05 16:31| 
 |
Rispondi al commento

ATTI CONCRETI

SVEGLIA RAGAZZI!!

PER TUTTI COLORO CHE NON CREDONO NE' NEL CENTRODESTRA NE' NEL CENTROSINISTRA!!

INVITO A SOTTOSCRIZIONE LETTERA X GRILLO E MEET UP.

ABBIAMO PREPARATO IL TESTO DI UNA LETTERA DA SPEDIRE A BEPPE GRILLO ED A TUTTI I "MEET UP" (in formato cartaceo).

In essa è contenuto un appello per muovere i primi passi verso la realizzazione di una ASSOCIAZIONE NAZIONALE E UNA TV SATELLITARE.

Chi volesse leggerla ed eventualmente sottoscriverla può pubblicare la sua mail (o inviarmela per posta elettronica) ed io gliela manderò!

VI CHIEDO UN ATTO DI BUONA VOLONTA!
FATEMI PERVENIRE LE VOSTRE MAIL!!!

Coraggio vi chiedo un'adesione massiccia!
Questa è la mia mail: nicoladue@hotmail.com

saluti

Nicola Franco Commentatore in marcia al V2day 10.11.05 16:08| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: antonio d'arpa il 10.11.05 15:37
--------------------------------------------

DIMENTICAVO!

Tu non sei nuovo di questo blog, forse ti sei riciclato, mah... vedremo

Max Stirner

Max Stirner 10.11.05 15:56| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Libera Informazione il 10.11.05 15:48

A PROPOSITO DI ATMOSFERA...

...mi piacerebbe sapere il parere di benni/grillo/piano/ecc,sull'argomento

SCIE CHIMICHE!

ma forse sono piu' pericolosi le flatulenze dei cinesi malmenati....in fondo vuoi mettere quanti gas serra si creerebbero con 1,5 miliardi di SCORREGGE!!

antonio d'arpa 10.11.05 15:53| 
 |
Rispondi al commento

scusate,...

sono un blogger nuovo,vorrei fare la mia piccola parte CONCRETA per cambiare le cose che non vanno nel mondo,e mi hanno detto di venire su questo sito che ci sono ottimi spunti.....
qualcuno puo' dirmi se beppe ha avviato qualche cosa di CONCRETO per smettere di scavare e cominciare a risollevare questo paese???
grazie

Antonio

Postato da: antonio d'arpa il 10.11.05 15:37
--------------------------------------------

Ciao Antonio e benvenuto nel blog; avevamo giusto bisogno di volenterosi.
hai trovato gli ottimi spunti in questo blog? La persona che ti ci ha mandato pare di sì, ma tu...? Hai cominciato a fare qualcosa di concreto per cambiare le cose? Se sì, quali? Se no, cosa aspetti? Aspetti chi, che ti dica cosa devi fare?
A proposito di Grillo, visto che si è assunto il compito di scavare in questo paese, non può scavare, portare via il materiale (concetto dello sterro/riporto), progettare e costruire...
Lui con un piccone scava, tu con la pala sposta lo scavato, intanto, poi si vedrà.
Ciao

Max Stirner

P.V,

Max Stirner 10.11.05 15:52| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Peter Paper il 10.11.05 15:37

SE AVESSI AVUTO MEZZI E CERVELLO PER PROPORRE,L'AVREI FATTO!

infatti io non critico,non giudico,ma CHIEDO!

XCHE VOGLIO FARE LA MIA PARTE!

tu sai darmi la risposta??

COSA HA FATTO BEPPE DI CONCRETO CHE IO POSSA CONDIVIDERE,FINANZIARE,FARNE PARTE??

ps:evita di dire il blog,perche' io vedo solo dei pensieri esposti da lui (a volte condivisibili,a volte meno.)e un seguito di post in cui prevalentemente ci si insulta se si espongono pareri diversi...

...a volte ci sono OTTIME informazioni,ma ti perdi a cercarle nella marea di parole inutili.allora meglio i motori di ricerca.

MA E' VERO CHE E' IL SITO PIU' VISITATO D'ITALIA?

ALLORA COME MAI NON VEDO RACCOLTE FIRME PER PROMUOVERE REFERENDUM,O INTERROGAZIONI PARLAMENTARI?

(PS:IO HO FIRMATO PER BARROSO E FAZIO,...MA MI E' SEMBRATO FUMO NEGLI OCCHI...)

attendo risposta CONCRETA.

grazie

antonio d'arpa 10.11.05 15:48| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Francesca Forni il 10.11.05 15:22

sai più che quale forma di governo sia la migliore cercherei di capire come formare i nostri giovani perché ci manca qualche cosa soprattutto se questa crisi economica é solo l'inizio della vera crisi.

mo devo scappare ciao a tutti.

Igor Scicchitano 10.11.05 15:47| 
 |
Rispondi al commento

scusate,...

sono un blogger nuovo,vorrei fare la mia piccola parte CONCRETA per cambiare le cose che non vanno nel mondo,e mi hanno detto di venire su questo sito che ci sono ottimi spunti.....

qualcuno puo' dirmi se beppe ha avviato qualche cosa di CONCRETO per smettere di scavare e cominciare a risollevare questo paese???

grazie

Antonio

antonio d'arpa 10.11.05 15:37| 
 |
Rispondi al commento

LIBERA INFORMAZIONE

Non lo dico io ma il sito ufficiale di eoloenergie. Comunque ho letto tutta la home page e ribadisco che è un'interessante tecnologia, con qualche rischio per la temperatura del globo (emissioni di aria fredda a -20°C per milioni di auto sarebbe da valutare bene),ma sempre ad un impatto ambierntale molto inferiore della tecnologia degli idrocarburi.

lucia algisi 10.11.05 15:34| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Libera Informazione il 10.11.05 15:30

lo spazio mediatico che meritava,avrebbe dovuto essere lo stesso di tutte le pubblicita' delle compagnie telefoniche,e servizi ad esse connessi.

ALLORA SI,AVREBBE AVUTO IL GIUSTO SPAZIO MEDIATICO!!

antonio d'arpa 10.11.05 15:33| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Francesca Forni il 10.11.05 15:22

--------------------------------------------
Ragazzi, per favore, disponendo solo di una tastiera e di un video, se non s'impara a cogliere quel velo d'ironia che alcuni blogger di vecchia data usano, rischiate continuamente il fraintendimento. Se si è nuovi e non si conosce lo stile del blogger, porsi almeno due "perché?" prima di rispondere.
Pensateci

Max Stirner

Max Stirner 10.11.05 15:31| 
 |
Rispondi al commento

Edmond dantes

ottima idea, ma irrealizzabile, perchè i giornali di partito del centrodestra, Il giornale, Libero, e il secolo d'italia, si autosostengono, si sa di chi sono il giornale e il foglio, libero ha un direttore editore in gamba, e il secolo e foraggiato da certi poteri forti vicino ad An.
RESTANO QUELLI DI CENTRO E DI SINISTRA L'UNITA' HA GIA CHIUSO UNA VOLTA, NON LA LEGGEVANO NEMMENO I DS, IL MANIFESTO E LIBERAZIONE STANNO IN PIEDI A COLLETTE E SOSTEGNI STATALI.

SAI GLI ULULATI CHE SI SENTIREBBERO, CONTRO IL POTERE CHE CENSURA E LIMITA LA LIBERTA' DI INFORMAZIONE?

lucia algisi 10.11.05 15:27| 
 |
Rispondi al commento

UHH!!! bel programma
ODO UN TINTINNAR DI MANETTA.

Postato da: lucia algisi il 10.11.05 14:25

------------------------------------------------

Paura eh?

Max Stirner

Max Stirner 10.11.05 15:27| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Fabio Bolgiani il 10.11.05 14:32
Scusa ero talmente scossa dal filmato e i post si riferivano a questo che ho presso il tuo commento come riferito a Falluja.

Non mi sono espressa con riferimento al problema in Cina giustamente perchè non ho riscontri.
Danila

Danila polini 10.11.05 15:26| 
 |
Rispondi al commento

FRANK SROSSO

CAROGNA

RITORNA NELLA FOGNA

cimbro mancino 10.11.05 15:25| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Igor Scicchitano il 10.11.05 15:10

Attenzione, perché se non ricordo male l'ultimo ad aver proposto una tirrannia di saggi é finito prigioniero di un tiranno di Siracusa...
Comunque concordo pienamente con te sulla diagnosi ma affatto sulla cura. Onestamente non saprei cosa proporre di alternativo, ma tutto sommato la democrazia, per quanto sia una forma di governo imperfetta, é la migliore non delle possibili, ma sicuramente delle esistenti.
Ciao

Francesca Forni 10.11.05 15:22| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi Per Favore...non cadiamonel tranello di certi personaggi(Frank Srosso e altri)...sonopersone che non meritano attenzione....vogliono solo distruggere questo spazio democratico..e ci riusciranno se rispondiamo alle loro provocazioni....INDIFFERENZA!!...difendiamo il buon senso....non caghiamoli nemmeno di striscio...Max Stimer...non sprecare fiato con certi personaggi....INDIFFERENZA!!INDIFFERENZA!!INDIFFERENZA!!INDIFFERENZA!!

Davide Caiaffa 10.11.05 15:22| 
 |
Rispondi al commento

scusate,...

sono un blogger nuovo,vorrei fare la mia piccola parte CONCRETA per cambiare le cose che non vanno nel mondo,e mi hanno detto di venire su questo sito che ci sono ottimi spunti.....

qualcuno puo' dirmi se beppe ha avviato qualche cosa di CONCRETO per smettere di scavare e cominciare a risollevare questo paese???

grazie

Antonio

antonio d'arpa 10.11.05 15:22| 
 |
Rispondi al commento

facciamo una raccolta di colletta di firme perchè il governo cinese dia piu libertà, in cina su internet certe parole non possono essere ricercate. andiamo oltre.

rocco rasna 10.11.05 15:17| 
 |
Rispondi al commento

Non esisterà mai un dittatore morbido e giusto... dittatore leggi letimologia della parola stessa... parola che fa paura
Con stima
Saluti

Postato da: Andrea Pedaggio il 10.11.05 14:42

andrea, ieri ho visto un servizio sulla televisione italiana, 85 % delle persone che comprano un veicolo sono coscenti che questo possa costituire un danno all'ambiente ma solo il 6% si informa sul consumo del veicolo che sta per comprare.... ed il consumo e solo il sesto criterio di scelta....

A me basterebbe anche giusto, buono o morbido é un optional che in parte sarebbe conseguenza del comportamento del bambino....

ciao

Igor Scicchitano 10.11.05 15:16| 
 |
Rispondi al commento

LIBERA INFORMAZIONE,

perchè l'informazione sia libera deve essere corretta, tu hai detto che questa vettura è finita in un qualsiasi cassetto di una FIAT,ESSO o GM che sia.
Guarda che il sito che hai dato tu www.eoloenergie.it dice chiaramente che il 19/01/05 c'è stata una presentazione di tale tecnologia alla stampa, con il patrocinio del comune di Roma e svoltosi all'Università La Sapienza di Roma. Presentazione che ha avuto come moderatore Federico Fazuoli ed è stato dato un ampio servizio sul TG1.
Comunque una tecnologia molto interessante. sia per le autovetture, che per il riscaldamento.

lucia algisi 10.11.05 15:14| 
 |
Rispondi al commento

x Max
ora capisco il tuo ragionamento ma permettimi non lo condivido... un dittatore resta tale sempre se no è una figura divera a mio giudizio,
Con simpatia nonostante le divergenze di opinione (con te si può discutere tranquillamente)
Andrea

Andrea Pedaggio Commentatore in marcia al V2day 10.11.05 15:13| 
 |
Rispondi al commento

Nicola Franco, portiamopiù soldi a Grillo facciamo la sua tevisioncina privata dove può sermoneggiare a suo piacimento, svegliati se non ti piace la tv vai su internet oppure leggiti un bel libro.

Postato da: lucia algisi il 10.11.05 14:16

Bella idea!!

Io ci sto !!
Grazie Luci

lidia tirina 10.11.05 15:12| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Bob Zin il 10.11.05 15:04

-----------------------------------------

Se tu vieni censurato, non è certo per le critiche, ma per il tuo modo d'esprimerti che non è idoneo ad una comunità, seppure virtuale.

Visto che hai espresso questa considerazione senza insulti io pure ti rispondo senza insulti e salutandoti cordialmente.

Max Stirner

P.V.

Max Stirner 10.11.05 15:11| 
 |
Rispondi al commento

Ecco il nonno di Willy pete, o fosforo bianco.

http://www.tate.org.uk/liverpool/ima/rm6/images/vietnamchildren_lg.jpg

Naturalmente anche all'epoca fu venduto come bufala.

Pace e Bene

Luca Popper 10.11.05 15:11| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Max Stirner il 10.11.05 14:34

Postato da: Andrea Pedaggio il 10.11.05 14:42

ossimoro.... conoscevo il termine in inglese e mi chiedevo quale fosse la sua traduzione in italiano. grazie.

comunque sul dittatore, ultimamente ho poca fiducia nel "popolo" soprattutto nei giovani perché vedo pochissima propensione al sacrificio, poca preparazione alle difficoltà della vita e la mancanza del concetto che i beni si producono e non che si autoproducano tutti soli soletti, e con tutto questo ho paura che non ci facciamo una grande società, indipendemente da chi ci governa anzi soprattutto se ci danno pure la libertà di decidere chi ci governa :-).

Andrea vedi il dittatore come un padre buono e premuroso ma al tempo stesso con la giusta severità per preparare il bambino alle difficolta della vita da adulti, e so che mi prenderò molti insulti ma vedo noi società non molto diversi da un bambino piccolo, per giunta di quelli di oggi che al supermercato danno della stronza alla mamma che non gli compra l'ennesimo gioco.

ciao


Igor Scicchitano 10.11.05 15:10| 
 |
Rispondi al commento

x Marco Bonfio
Mi ha stupito che ne abbia parlato il tg5 perfino, ma secondo me ci vorrebbe un Post vero e proprio del Beppe o un suo intervento a queste manifestazioni
Saluti Andrea

Andrea Pedaggio Commentatore in marcia al V2day 10.11.05 15:07| 
 |
Rispondi al commento

Ecco il vero Willy pete o fosforo bianco:

http://wellington.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=725476

Saluti

giorgio delle pertiche 10.11.05 15:07| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Andrea Pedaggio il 10.11.05 14:53

---------------------------------------------

Eppure non mi pare difficile...

A chi non andrebbe a genio di esser4e governato da un dittatore (inteso con pieni poteri assoluti) se costui fosse un illuminato, un buono, un generoso ecc. ecc.

Quando affermai che concordavo con tale aspirazione aggiunsi pure che si trattava di un ossimoro, che sta quasi per "una contraddizzione in termini", anche se qualche eccezione la storia l'ha fornita: vedi tale Lorenzo de Medici detto il Magnifico.
Più chiaro ora? Speriamo; in caso contrario non è molto importante e .... tiriamo innanzi *__^

Ciao

Max Stirner
P.V.

Max Stirner 10.11.05 15:06| 
 |
Rispondi al commento

ho letto alcuni dei vostri commenti,e come sempre c'è qualcuno che divaga, qualcuno che continua a cercare alibi alla propria vergogna.
Ho solo una cosa da aggiungere, che son soddisfatta e ringrazio per l'esistenza di questo sito, che ci permette una quotidiana riflessione sulle notizie che ci trasmettono e ancor di più su quelle che ci vengono nascoste.
Ringrazio questo modo semiserio di denunciare delle realtà, a volte così gravi e assurde, da assumere talvolta i contorni della comicità, perchè comicità pura sarebbe se fossero solo frutto della nostra immaginazione. Ma purtroppo non è così, e a chi sottolinea che questo non è poi un articolo così eclatante, io rispondo e dico che non dovremmo mai abituarci alla violenza, all'abuso, alla prepotenza esercitata da coloro che detengono il potere, da parte di qualsiasi paese o estrazione politica provengano. Questo è fare giornalismo, riportare le notizie, lasciando la libera interpretazione e soprattutto la conseguente riflessione.
Grazie Beppe

Donatella Ritzu 10.11.05 15:05| 
 |
Rispondi al commento

ATTI CONCRETI

Postato da: DOMENICO ORLANDO il 10.11.05 15:01


Concordo pienamente.

Se siamo sulla stessa lunghezza d'onda, sottoscrivi l'appello a Grillo: nicoladue@hotmail.com.

Nicola Franco Commentatore in marcia al V2day 10.11.05 15:05| 
 |
Rispondi al commento

FORSE ABBIAMO AVUTO L'ONORE DI AVERE GRILLO TRA DI NOI POVERI MORTALI, LIBERA INFORMAZIONE HA FATTO UN POST DEGNO DEL BEPPE NAZIONALE.

lucia algisi 10.11.05 15:04| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe. Confido nel tuo buon senso e rispetto per l'ambiente. Prova anche tu a convincere i manifestanti NO TAV che si stanno opponendo ad un'opera fondamentale per creare finalmente una rete di traffico merci su ferro anche in Italia e liberare le strade e le autostrade dai TIR inquinanti. Se durante i sondaggi si trovera' amianto , uranio o Kriptonite saro' il primo a oppormi, ma solo di fronte a dati di fatto certificati.

PS dove sono finiti i NO OLIMPIADI della val di susa? E' bastata la vertiginosa crescita del valore delle loro case e dei prezzi degli affitti nella stagione invernale per farli sparire tutti?

christian marino 10.11.05 15:02| 
 |
Rispondi al commento

Ditemi tra tutti i possibili politici di destra, di sinistra o di centro chi secondo voi ha la coscienza pulita.

esistono sia a destra che a sinistra ma sono invischiati dalla melma dei nostri dipendenti
e quindi sono impotenti non possono fare nulla
e se ci provano melma melma melma

MANDIAMOLI TUTTI A CASA SIOA A DESTRA SIA A SINISTRA RIVOLUZIONIAMO QUESTA POLITICA DI MERDA
PRENDIAMOCI IL NOSTRO.....

franco paganini 10.11.05 15:01| 
 |
Rispondi al commento

ATTI CONCRETI

SVEGLIA RAGAZZI!!

PER TUTTI COLORO CHE NON CREDONO NE' NEL CENTRODESTRA NE' NEL CENTROSINISTRA!!

INVITO A SOTTOSCRIZIONE LETTERA X GRILLO E MEET UP.

ABBIAMO PREPARATO IL TESTO DI UNA LETTERA DA SPEDIRE A BEPPE GRILLO ED A TUTTI I "MEET UP" (in formato cartaceo).

In essa è contenuto un appello per muovere i primi passi verso la realizzazione di una ASSOCIAZIONE NAZIONALE E UNA TV SATELLITARE.

Chi volesse leggerla ed eventualmente sottoscriverla può pubblicare la sua mail (o inviarmela per posta elettronica) ed io gliela manderò!

VI CHIEDO UN ATTO DI BUONA VOLONTA!
FATEMI PERVENIRE LE VOSTRE MAIL!!!

Coraggio vi chiedo un'adesione massiccia!
Questa è la mia mail: nicoladue@hotmail.com

saluti

Nicola Franco Commentatore in marcia al V2day 10.11.05 15:01| 
 |
Rispondi al commento

http://www.rainews24.it/Notizia.asp?NewsID=57784


Che si fottano tutti destra,sinistra e centro questi sono i risultati della politica.

filippo battistella 10.11.05 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Forse qualcuno l'ha già fatto.
Vorrei segnalarvi:

http://www.disinformazione.info/notav.htm

Dove si descrivono le vere motivazioni della protesta degli abitanti della Val di Susa contro il TAV. Anche per questa lotta sarebbe bello comprare una pagina di un quotidiano... che ne dite?

Buona lettura.

Marco Bonfio 10.11.05 14:56| 
 |
Rispondi al commento

X Max
Ho cercato il significato di ossimoro ma non continuo a capirne il contesto
Ciao
Andtre

Andrea Pedaggio Commentatore in marcia al V2day 10.11.05 14:53| 
 |
Rispondi al commento

ATTI CONCRETI

SVEGLIA RAGAZZI!!

PER TUTTI COLORO CHE NON CREDONO NE' NEL CENTRODESTRA NE' NEL CENTROSINISTRA!!

INVITO A SOTTOSCRIZIONE LETTERA X GRILLO E MEET UP.

ABBIAMO PREPARATO IL TESTO DI UNA LETTERA DA SPEDIRE A BEPPE GRILLO ED A TUTTI I "MEET UP" (in formato cartaceo).

In essa è contenuto un appello per muovere i primi passi verso la realizzazione di una ASSOCIAZIONE NAZIONALE E UNA TV SATELLITARE.

Chi volesse leggerla ed eventualmente sottoscriverla può pubblicare la sua mail (o inviarmela per posta elettronica) ed io gliela manderò!

VI CHIEDO UN ATTO DI BUONA VOLONTA!
FATEMI PERVENIRE LE VOSTRE MAIL!!!

Coraggio vi chiedo un'adesione massiccia!
Questa è la mia mail: nicoladue@hotmail.com

saluti

Nicola Franco Commentatore in marcia al V2day 10.11.05 14:53| 
 |
Rispondi al commento

RE: FRANK SROSSO
Grillo può esserti antipatico: ognuno ha le sue idee. Ciò nulla toglie al fatto che i bravi occitadentali, da un lato contestano la "concorrenza sleale" della Cina, ma dall'altro producono "in loco" a costi irrrisori e rivendono in casa a prezzi lunari.
L'oggetto del contendere non è nuovo. Molti mesi orsono, dopo anni di "si dice", organizzazioni internazionali (tra le quali Amnesty International, sulla cui serietà spero tu non voglia obiettare) hanno reso pubbliche testimonianze (tante) degli operai cinesi di due calzaturifici (28.000 dipendenti totali) della provincia di Shangai, di un unico proprietario e che producono per conto di Timberland e Puma. Dalle registrazioni emerge che:
a) la paga giornaliera è di 0,45 EUR e gli straordinari sono obbligatori e non pagati: servono per "riscattare" le prime mensilità, trattenute dal datore di lavoro per evitare dimissioni del lavoratore
b) si lavora 110/115 ore settimanali e si riposa una domenica ogni due lavorate
c) ampio ricorso di lavoro minorile e nessuna tutela della maternità
d) brandine accanto ai macchinari e condizioni di salute che definire "approssimative" è un eufemismo: le tomaie sono trattate con sali di cromo esavalente, proibito da noi in quanto altamente cancerogeno (se hai visto "Erin Brokovich" al cinema capisci di cosa si parla)
e) i sindacalisti sono nominati dalla proprietà e le ispezioni degli occidentali sono ampiamente preannunciate: gli operai studiano un formulario con domande e risposte già confezionate
f) Timberland e Puma, quando è scoppiata la grana, hanno prima negato e poi hanno belato "Noi non sapevamo, non potevamo sapere...".
Tanto per capirci. Le Puma "Michael Schumacher" costano circa 185 EUR e le Timberland tra i 140 ed i 180 EUR, ma gli operai prendono 0,45 EUR/giorno e chi ce le vende si giustifica(va) con l'alto costo del lavoro occidentale. Parimenti, ci sono testone di cazzo che comperano le scarpe ed irridono il buonismo terzomondista.
VERGOGNATI!

giampiero solenghi 10.11.05 14:52| 
 |
Rispondi al commento

Non tutte le aziende italiane sono serie, alcune...forse troppe.... hanno chiuso in Italia per aprire in Cina....mandando a spasso tantissimi lavoratori... con la scusa dei costi troppi alti. Peccato che poi vendono in Italia con il marchio italiano e con il prezzo italiano
nonostante i bassi costi cinesi.

Adriana Bruno 10.11.05 14:50| 
 |
Rispondi al commento

ATTI CONCRETI

Ragazzi uno dei modelli di tv satellitare che potremmo adottare è la BLOG TV DI "NESSUNO TV"

Questo è il sito:
http://www.nessuno.tv/site/it/nessuno/home_page.asp

E' un canale di CONTROINFORMAZIONE LIBERA sostenuto da bloggers come noi e da alcuni imprenditori.

E' un esempio concreto e reale che quando le cose si vogliono si riescono anche a fare!

In alternativa potremmo anche decidere (se ci fosse l'ASSOCIAZIONE l'avremmo già fatto!!) di sviluppare una collaborazione con loro.

NessunoTV è visibile sul canale 890 di SKY e, free per tutti, sulle seguenti frequenze: HotBird 3, Transponder 72, Frequenza 12.149, FEC 3/4, Symbol Rate 27.500.

E' L'UNICO MODO PER USCIRE DALL'INCUBO DELL'INFORMAZIONE OMOLOGATA!

Perché non organizziamo un incontro con i responsabili di Nessuno tv?

SOTTOSCRIVI L'APPELLO A GRILLO : scrivimi a nicoladue@hotmail.com

Nicola Franco Commentatore in marcia al V2day 10.11.05 14:50| 
 |
Rispondi al commento

ATTI CONCRETI

Ragazzi uno dei modelli di tv satellitare che potremmo prendere a modello è la BLOG TV DI "NESSUNO TV"

Questo è il sito:
http://www.nessuno.tv/site/it/nessuno/home_page.asp

E' un canale di CONTROINFORMAZIONE LIBERA sostenuto da bloggers come noi e da alcuni imprenditori.

E' un esempio concreto e reale che quando le cose si vogliono si riescono anche a fare!

In alternativa potremmo anche decidere (se ci fosse l'ASSOCIAZIONE l'avremmo già fatto!!) di sviluppare una collaborazione con loro.

NessunoTV è visibile sul canale 890 di SKY e, free per tutti, sulle seguenti frequenze: HotBird 3, Transponder 72, Frequenza 12.149, FEC 3/4, Symbol Rate 27.500.

E' L'UNICO MODO PER USCIRE DALL'INCUBO DELL'INFORMAZIONE OMOLOGATA!

Perché non organizziamo un incontro con i responsabili di Nessuno tv?

SOTTOSCRIVI L'APPELLO A GRILLO : scrivimi a nicoladue@hotmail.com

Nicola Franco Commentatore in marcia al V2day 10.11.05 14:47| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Andrea Pedaggio il 10.11.05 14:42

---------------------------------------------
Ciao Andrea

Scusami ma non pensavo di dovere spiegare il significato di "ossimoro"; leggi bene il mio post e controlla il significato di "ossimoro"

Un saluto con simpatia da

Max Stirner

Max Stirner 10.11.05 14:47| 
 |
Rispondi al commento

ATTI CONCRETI

Postato da: lucia algisi il 10.11.05 14:16

Lucia permettimi di dirti che non hai capito nulla.

La tv, come la intendo io, non serve per passarci il tempo ma dev'essere uno strumento di CONTROINFORMAZIONE che arrivi al grande pubblico per SCROLLARLO dal TORPORE in cui vive.

Se la tv è libera e indipendente è un arma formidabile contro il regime e soprattutto la PREMESSA per AZIONI POLITICHE FUTURE come il BOICOTTAGGIO COMMERCIALE!

E' chiaro adesso?

A proposito, di libri ne leggo già tanti; sono stufo di leggere e basta senza poter METTERE IN PRATICA le cose che apprendo.

Saluti

Nicola Franco Commentatore in marcia al V2day 10.11.05 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Chiediamolo ai Cubani se amano tanto il leader maximo, mi sa quelli che lo stimano sono due, Maradona e e quel giornalista della rai di cui ora mi sfugge il nome.
Anche molto imperfetta io preferisco la buona e vecchia democrazia.

lucia algisi 10.11.05 14:43| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori