Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La guerra ai poveri


baraccopoli.jpg
Foto: www.inthesetimes.com

Ho deciso di dedicare alcune domeniche ai preti, quelli veri.
Oggi ascoltiamo insieme le parole di padre Alex Zanotelli.

"Il 4 novembre ho assistito alla demolizione di tre campi Rom, situati nel comune di Casoria, nella provincia di Napoli. In questi campi c’erano circa quattrocento persone.
Alle 8.00 del mattino sono arrivate, scortate dalla Polizia, scavatrici, ruspe, cingolati per demolire il tutto.
Sembrava un esercito in assetto di guerra che spianava tutto. Unica sorpresa: il campo era stato abbandonato dai Rom lungo la notte. Infatti la sera prima, un notevole contingente di Polizia aveva ammonito tutti ad andarsene. E se ne erano andati, scappando da tutte le parti: chi verso la stazione ferroviaria (Piazza Garibaldi), chi verso centri sociali ove poter passare la notte.

Non si era mai visto a Napoli un’azione del genere: buttare fuori con la forza persone dal proprio habitat senza offrire loro prima un altro luogo ove andare. Mi ricordava certe scene viste nei regimi militari. Mi ricordava soprattutto le demolizioni che avevo visto delle baraccopoli di Nairobi. Mai mi sarei aspettato che avrei assistito a simili scene nella mia Italia.

Era da alcuni mesi che accompagnavo, insieme al professore Marco Nieli, da vicino, l’avventura di questi Rom: gente buona, semplice, attiva, gente che non ha mai partecipato ad una guerra, gente che era scappata dalla Romania per trovare un po’ di dignità. Ero stato, con Marco, ospite dei Rom di Casoria: un’ospitalità calorosa e aperta.
Con loro ho potuto vedere la realtà del campo. Devo confessare che non avevo mai visto in Italia, una situazione così degradata. Mi faceva venire in mente certi angoli di Korogocho, la baraccopoli di Nairobi, dove sono vissuto per 12 anni. Questo sia per la sua posizione, sia per le condizioni del campo. Infatti l’accampamento Rom di Casoria è posto sotto un immenso arco con piloni enormi della tangenziale di Napoli. Ma le condizioni igieniche e ambientali del campo non sono meno agghiaccianti. Baracche accatastate una sopra l’altra in piccolissimi spazi. Senza acqua potabile. Stretto tra due ferrovie (un ragazzo è morto qualche mese fa sotto un treno). Enormi topi che passeggiavano tranquillamente.

La gente ci ha accolto con tanto calore e tanti caffè. Avevano invitato tutti a venire l’11 aprile davanti al Comune di Casoria per parlare con gli esponenti del Comune. Quel giorno buona parte della comunità venne in piazza a urlare, gridare, battere i tamburi, per chiedere l’acqua potabile nel campo, un bus per portare i bambini a scuola ed infine un luogo alternativo ove i Rom potessero costruire il loro campo.

E’ incredibile che in Campania non ci sia ancora una legge quadro per i Rom. Furono solo promesse. Dopo tante insistenze… arrivarono i poliziotti, le ruspe……e via! Via tutti quelli che sporcano le nostre città. La cosa più incredibile fu che il comune di Casoria è stato commissariato per infiltrazioni mafiose! Come ultimo gesto il sindaco uscente aveva firmato l’ordinanza dello sgombero.

Grave, molto grave che si dia effetto immediato ad un’ordinanza di un sindaco “scaduto”! Il prefetto l’ha immediatamente resa effettiva! E’ proprio vero che sono sempre i poveri a pagare. Ma ho visto un gruppo di fuggiaschi fuori dalla stazione Gianturco: donne incinte, bambini che piangevano…Ora vivono nella diaspora della quasi totale indifferenza delle istituzioni e dei cittadini. E’ questa l’Italia democratica? E’ così che trattiamo i Rom? Non è forse così che trattiamo anche gli immigrati chiudendoli nei CPT, veri lager? I poveri a Nord come a Sud, a Napoli come a Nairobi, non contano! Eppure sono volti!"
Alex Zanotelli

13 Nov 2005, 14:43 | Scrivi | Commenti (2285) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Io sono una ragazza nata a Napoli..e volevo dire semplicemente questo ad Alex ..
Io condividerei il tuo stupore se tu stessi parlando dell'Austria ..o dell'Inghilterra o anche del nord Italia ...ma tu stai parlando della regione Campania una regione che e conosciuta anche a Nairobi per il suo grado di criminalita di degrado che ahime suoerano per fama la sua bellezza e con le sue potenzialita. La gente e stanca e stanca di aprire bottega e pagare ilpizzo e stanca di lottare per l'immondizia per la criminalita tutta nostrana con cui deve convivere e dico deve !!!immagina ora che altro disagio si aggiunge a chi e gia sofferente io non mi meraviglierei di questa intolleranza ..ma mi meraviglio della tua superficialita...

carla guerriero 19.06.07 23:26| 
 |
Rispondi al commento

E' VERAMENTE DISARMANTE LEGGERE ALCUNI COMMENTI CHE DEFINIREI COME INTOLLERANTI SE NON ADDIRITTURA RAZZISTI. MA INSOMMA NON CI SI RENDE CONTO CHE LA CONVIVENZA E' INEVITABILE E CHE PER CONVIVERE MEGLIO SONO INDISPENSABILI L'APERTURA, IL DIALOGO E CHE QUESTI STRUMENTI HANNO BISOGNO DI TEMPO..CI SONO DEI DIRITTI UMANI CHE DEVONO ESSERE GARANTITI INDIPENDENTEMENTE DAL FATTO CHE UNO RUBI O DELINQUA, PERCHE' SENNO' ALLORA SAREBBE GIUSTO CHE LE PRIGIONI FACCIANO SCHIFO, I CARCERATI DOVREBBERO STARE IN POSTI DA INFERNO E CASOMAI CON TUTTA LA LORO FAMIGLIA, FIGLI COMPRESI..ALCUNI SONO ANCHE COLPEVOLI DI OMICIDIO..LI POTREMMO ANCHE TORTURARE, PERCHE' NO?
CREDO CHE PRIMA DI GIUDICARE SIA FONDAMENTALE TRATTARE QUESTA GENTE COME PERSONE, QUALI SONO E DARE LORO UNA REALE POSSIBILITA' DI SCELTA E PARTECIPAZIONE TENENDO CONTO DELLE DIFFERENZE CULTURALI E DELLE DIFFICOLTA' CHE NE CONSEGUONO, MA ANCHE DELLE OPPORTUNITA' CHE QUESTE CI OFFRONO. MI PARE UNA GUERRA TRA POVERI QUELLA TRA CHI NON HA ED E' ITALIANO E TRA CHI NON HA E NON E' CITTADINO DI QUESTO PAESE, QUINDI ANCORA PIU' ESPOSTO..CREDO CHE GLI UNICI CHE SI AVVANTAGGIANO DI QUESTA SITUAZIONE SIANO I VERI LADRI, POTERI RICCHI E FORTI TROPPO SPESSO TRAVESTITI DA PORTATORI SANI DI BENESSERE, MENTRE SI TRATTA DI VERE E PROPRIE CANCRENE SOCIALI.

TONCI SALO 18.01.07 11:10| 
 |
Rispondi al commento

Non sono i ROM la cosa che scandalizza di più , ma
l'applicazione iniqua della legge in Italia.Questo paese è stato rovinato dal POLITICAL CORRECT
di finocchi pacifisti e ragazzini comunisti che il
comunismo neanche sanno cosa è perchè si curano solo di compiacere e fottere le loro puttanelle fanatiche quanto loro e proprio come loro
ignoranti fino al midollo delle l ossa.Così odio tutti i politici i quali piuttosto che mettere a posto questo paese pensano a tutelare questi reietti mal voluti da qualunque altra etnia e disprezzati da da qualsiasi paese del mondo
(ci sarà un perchè). Vi sarebbero diverse soluzioni da adottare ma visto che le forze dell'ordine devono seguire le direttive dei politici sopracitati sarebbe opportuno che fossimo
noi a prendere la situazione in mano , se quella
gente non capisce di più che la prepotenza e la violenza allora sarà ciò che dovremo dargli.
La violenza non è mai un bene , ma potrebbe essere il male minore , se sono nomadi allora dovrebbero
iniziare a sloggiare oppure potrebbe rivelarsi
necessario dargli un incentivo a suon di 357 magnum e vedere se corrono più veloci delle pallottole ( loro possono avere armi illegali in
quelle loro rulotte ma io ho tonnellate di armi
legali in casa mia compresi anche fucili da assalto). Questa potrebbe essere una soluzione
ragionevole per molti altri problemi (vedi mafia).
E' ovvio che bisogna discernere caso per caso (vedi guicciardini) perche il fare di tutta l'erba un fascio è sempre ingiusto e moralmente basso quindi pongo l'esempio di un mio conoscente che
attualmente è un onesto lavoratore ben voluto da tutti , costui è di provenienza ROM ma egli e sua madre per integrarsi rifiutarono la propria cultura che ora anche costui condanna e disprezza.

Mazza Alessandro 06.01.07 15:21| 
 |
Rispondi al commento

Ciò che da da mangiare agli zingari è l'ipocrisia.
I leghisti sbagliano ad odiare tutti gli extracomunitari sempre e comuqnue, voi intellettualodidi di sinistra il contrario.
A Roma gli zingari sono la principale causa di microcriminalità, e sono sempre impuniti.

Marco Boligni 24.12.06 19:55| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente qualcuno che parla bene dei Rom!Conosco la loro situazione a Roma,da 13 anni faccio un doposcuola gratuito x volontariato, parlo il romanes.La metà degli zingari che abita a Roma ha meno di 18 anni, con una speranza di vita come quella del Malawi.Sono costretti a vivere in posti orribili,ma fa tenerezza vedere i bambini che si sforzano di andare a scuola bene,puliti e ordinati.Soffrono tantissimi pregiudizi in una società capace di accettare qualsiasi altra diversità,tranne la loro.Il prefetto Serra,dopo aver addossato la colpa del degrado di Trastevere ai poveri,non ai maleducati o ai negozianti prepotenti e corruttori,se l'è presa con loro,dicendo che non si vogliono integrare.Certo,tra gli zingari c'è chi ruba e fa reati(non li fanno anche Tronchetto o Previti?),ma anche chi pulisce il marciapiede dove abita fino a 100 mt oltre.Gli zingari danno fastidio a tutti i politici,sono bipartisan,odiati dai sindaci di destra e sinistra.Eppure sono persone,non vanno giudicate in massa o perseguitate.Mi piacerebbe che Grillo con il suo charme e la passione per la verità li difendesse un pochino,almeno per bilanciare tutte le fesserie che scrivono i giornali(rubano i bambini,li rapiscono con tutti quelli che hanno già,fanno finta di essere mutilati???).Chiunque è interessato alla verità sulla condizione dei Rom può scrivermi paolorrom@hotmail.com

Paolo Cristiano 29.10.06 01:24| 
 |
Rispondi al commento

sono una donna di 34 anni separata da circa tre, con a carico 2 bambine di 6 e 3 anni,il mio ex non si cura in nessun caso delle sue figlie,e io non riesco nemmeno a combatterlo perche' gli avvocati costano molto,sono costretta a vivere da 3 anni in una stanza in condizioni pietose ho paura dei servizi sociali, si paura di perdere le mie bambine, sono tutto quello che ho. vorrei solo un po' di giustizia da questo mondo che approva leggi che vanno contro le persone come me.
sono giovane ,ma avvolte le forze mi mancano, sono sola a roma apparte una sorella ma ovviamente non posso gravare anche sulla sua condizione economica.
vorrei un segnale un aiuto, questo lo chiedo per le mie piccole bambine che sono costrette a vivvere in maniera poco decorosa...so' anche che di persone come me ce ne e' pieno il mondo, ma io sono veramente disperata.
seguo il tuo blog molto spesso e spesso ho trovato articoli molto interessanti e umani, insomma di vita quotidiana e di gente come me. spero tu non cestinerai questa mia e-mail. chiedo scusa ma non e' il mio hobby scrivere, ma tutto cio' che e' scritto e' uscito come di getto dal mio cuore. monica

Monica Sclafani 10.10.06 22:28| 
 |
Rispondi al commento

Gentile Alex Zanotelli
Il mio non è un commento morale sulla vicenda, perchè i rom in quanto esseri umani vanno tutelati. Cito la dichiarazione dei diritti umani gli esseri umani vanno rispettati e tutelati senza discriminazioni di sesso, razza e religione.
Ma entriamo nel caso specifico sa che il comune di Casoria non ha acqua per i suoi cittadini la elemosina da altri comuni, sa cosa significa stare giorni e giorni senza acqua, e pensi io pago le tasse le bollette e non la posso avere, allora come può regalarla a400 persone. la saluto

valentina esposito 07.10.06 23:32| 
 |
Rispondi al commento

VOGLIO DIRE UNA COSA RIGUARDO AI ROM SECONDO ME E' GIUSTO QUELLO CHE E' ACCADUTO A LORO. IO SONO UN' ITALIANA DI 23 ANNI NATA A MILANO E RESIDENTE A MILANO. HO AVUTO UN FIGLIO PERCHE' NON AVEVO CASA E LAVORO MI HANNO TOLTO MIO FIGLIO. MENTRE AI ROM GLIELI LASCIANO, IO NON CAPISCO A ME MI HANNO DECRETATO LO STATO DI ADOTTABILITA' E NON HO AVUTO IL TEMPO DI DIFENDERMI. LA COSTITUZIONE E' UGUALE PER TUTTI. SONO INVALIDA CIVILE AL 70%. HO FATTO REGOLARE DOMANDA PER LA CASA POPOLARE, ADESSO MI RITROVO A RIFARE LA DOMANDA, PERCHE' E' ENTRATA LA MORATTI COME SINDACO. HANNO ELIMINATO LA GRADUATORIA DI EMERGENZA DOVE NE FACEVO PARTE.
ORA MI TOCCA PAGARE UN'ALTRA MARCA DA BOLLO DA CIRCA 15€. VIVO IN MEZZO ALLA STRADA, SONO SOTTO I SERVIZI SOCIALI, CHE NON FANNO NIENTE DALLA MATTINA ALLA SERA. SENO' A QUEST'ORA AVEVO LA CASA.
CHE COSA DOVREI DIRE CHE MI DISPIACE PER I ROM?
ANZI, LORO DAL COMUNE HANNO PIU' DI ME. I CAMPER E LE ROULOTTE DA DOVE LI PRENDONO? NON MI DICA CHE LE COMPRANO PERCHE' NON CI CREDO.
UN CAMPER COME MINIMO TI COSTA SUI 10.000€ E LA ROULOTTE PURE.
VENITE UN PO' A VIVERE IN MEZZO ALLA STRADA E ALLARGHERETE UN PO' GLI ORIZZONTI.
I PRETI SI FANNO IN QUATTRO PER GLI EXTRACOMUNITARI, MENTRE A NOI ITALIANI CHI CI PENSA?
CERCO AIUTO E NESSUNO ME LO DA'.
COSA DEVO FARE?

CHIARA COLONNETTA 27.09.06 11:44| 
 |
Rispondi al commento

salve a tutti è la prima volta che scrivo e sono felice dei confronti che si affrontano in questo spazio.
Confronto, sarebbe la chiave per uscire dall' emarginazione che circonda la minoranza rom sinti.
Stò realizzando un documentario insieme a dei ragazzi rom sinti, ed essendo anche io una ragazza,bè stiamo imparando a conoscerci, come è difficile ma è l'unica strada!
auguri a tutti silvia

silvia paoluzzi 04.03.06 12:47| 
 |
Rispondi al commento

Contraddizione in termini : .

Cosa significa disprezzare un GRUPPO di persone per una loro qualità intrinseca ?
...e quelli che danno simili commenti... sono per caso sicuri di essersi già interrogati abbastanza su cosa sia l'amore?

mariangela barlotti 03.02.06 13:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

bisogna mandare a casa tutti quelli non in regola,che sono il 99,99 per cento. Avete visto i prezzi degli affitti delle case? Sono in 10 famiglie e possono pagare cifre assurde, cosi' "noi" non troviamo nulla. Per non parlare delle case popolari. Aiutiamoli: a casa loro! Qui a La Spezia siamo invasi: Rumeni,Polacchi,Russi,Cinesi,Centro e Sud America,Africani...... Basta,a casa(e non voto certo lega)basta col falso pietismo interessato. Non ci sono sghei per tutti.

franco ferrari 15.01.06 00:29| 
 |
Rispondi al commento

Ahh, questa poi... i rom sono povere persone maltrattate dalla società? forse c'è un motivo?
Sono una ragazza di Acerra, una zona vicinissima ai comuni in questione. Come si chiama un sindaco che cerca solo di proteggere la propria cittadina? mafioso? non direi. Ma se per qualcuno la mafia si preoccupa di farci vivere tranquilli, allora, mafia sia! E poi vi lamentate delle deficienze dello Stato. Deficienti sono quelli che con quest'ottica buonista giustificano la gentaccia. Mi viene da chiedermi se cotanta ingenuità sia assolutamente gratuita. Una persona anziana a me molto cara è stata massacrata di botte nella sua casa da tre rom. dopo una settimana purtroppo si è spenta. E non è l'unico caso di anziani maltrattati a sangue da questa gente. Come dovrei adesso reagire? Cosa direi se fossi il sindaco della mia città alla famiglia di questa persona ingiustamente martorizzata? Potrei provare a spiegare che sono brave persone infondo... sicuramente capirebbero! Qualcuno ha scritto che si sono denudati dei loro averi e sono poveri immigrati in Italia. Ma i loro averi li avranno forse dati ai bisognosi? Provate a guardare le loro casa (o sarebbe meglio forse dire ville?) a Torbellamonaca. Poi mi fate sapere chi sono gli asceti!

Caterina Bibbi 29.12.05 14:48| 
 |
Rispondi al commento

CI STUPIREMO PIU' DI QUALCOSA?
Parla una ragazza di Roma che giorno per giorno vede crescere l'orrore per le strade della capitale.
Andando a Piazza Vittorio si devono vedere persone mutilate fisicamente .
Il parco di Colle Oppio è ormai diventato un dormitorio pubblico ( una volta sono andata a correre la mattina presto, ma ho dovuto rinunciarci perchè ho svegliato decine di persone);adesso dopo una certa ora chiudono i cancelli , così i cittadini non possono accedervi ma i senzatetto li scavalcano .... buffo no?
Ieri sono andata a un bar di Piazza Fiume e una tossicomane mi ha strappato gli occhiali di dosso, perchè non avevo spiccioli da darle , ma solo una misera sigaretta....comprensibile no?
A Termini gira un barbone che sputa adosso a chi non gli dà dei soldi; per non parlare di gentili signori che chiedono compagnia alle passanti, scoprendosi gli attributi....dovremmo esserne lusingate?
I mezzi pubblici sono luoghi claustrofobici, oltre che fonte di maleodoranti incontri.
Mi sono dimenticata qualcosa?

rachele terrinoni 24.12.05 16:45| 
 |
Rispondi al commento

Ecco qui. Chiuso un tratto di autostrada Napoli-Pompei-Salerno per danni alla struttura causati dall'esplosione di una bombola di gas in un accampamento di zingari che sta giusto sotto.

Poi se un sindaco li sgombera con la forza è un cattivone.

Mario Aiello 23.12.05 12:51| 
 |
Rispondi al commento


====================================================================================================


Il Patto dello Sciacchetrà

Le ultime dichiarazioni di Fiorani stanno facendo emergere la verità sull’incontro che ha visto il SENATORE LUIGI GRILLO, Gran Maestro dell’operazione di corruzione e appropriazione indebita più sporca dalla fine di Tangentopoli.

L’incontro ha visto la partecipazione di: Fazio, Fiorani, Berlusconi e Grillo. Le dichiarazioni ufficiali vollero far passare l’idea di una difesa delle banche italiane contro l’assalto dei Barbari europei.

In realtà, il Senatore Luigi Grillo, eletto in Liguria nelle fila di Forza Italia, aveva bisogno di tanti soldini per costruirsi la VILLA nella Riviera Ligure (costruita abusivamente nel Parco Naturale delle Cinque Terre e poi condonata); quale sistema migliore per fare ciò se non fregare un po’ di soldi ai correntisti della Banca Popolare di Lodi.

Il sistema a quanto sta dicendo Fiorani era semplice: bastava aprire un conto nella sua Banca, dare l’appoggio politico all’operazione bancaria più sporca della Seconda Repubblica e in cambio ci si ritrovava un bel gruzzoletto sul proprio conto corrente.

Il Senatore Grillo, una delle figure più losche della Politica italiana, ha fiutato subito l’affare e si è lanciato nella strenua difesa della scalata di Fiorani, ovviamente le sue dichiarazioni pubbliche sono state ripagate a suon di MILIONI di euro.

Il problema è che i soldi affluiti nelle tasche di LUIGI GRILLO erano dei correntisti della Banca Popolare di Lodi che sono stati truffati, rapinati e beffati; una persona che ha rubato dei soldi agli italiani dovrebbe stare in GALERA e non in Parlamento in una posizione chiave (Presidente della Commissione Trasporti del Senato).


IL SENATORE LUIGI GRILLO DEVE STARE IN GALERA E NON IN PARLAMENTO !!!!


===================================================================================================


Marco Gilles 21.12.05 11:16| 
 |
Rispondi al commento

sempre a proposito della "bontà" e "utilità" degli zingari

http://ilmessaggero.caltanet.it/view.php?data=20051220&ediz=01_NAZIONALE&npag=35&file=B.xml&type=STANDARD

e inoltre:
http://ilmessaggero.caltanet.it/view.php?data=20051220&ediz=01_NAZIONALE&npag=35&file=I.xml&type=STANDARD

alberto cardulo 20.12.05 14:25| 
 |
Rispondi al commento

Premetto...non facciamo di tutta l'erba un fascio...ma consiglio di leggere l'articolo sul sito del Resto del Carlino (http://ilrestodelcarlino.quotidiano.net/art/2005/12/06/5393829)...poi certo lo fanno anche italiani (a prescindere...sono da considerarsi persone??? non avrei pietà)..ma appunto ne abbiamo già a sufficienza dei nostri senza bisogno di prenderne da fuori...e non venite a dirmi che è razzismo...conosco, lavoro e gioco con ottime persone straniere...quelle oneste e civili...

Marco Guerra 06.12.05 19:02| 
 |
Rispondi al commento

nomadi, brava gente...aspetto ancora notizie di buone azioni compiute dai rom...intanto leggetevi quello che passa il convento...

http://ilmessaggero.caltanet.it/view.php?data=20051206&ediz=01_NAZIONALE&npag=34&file=E.xml&type=STANDARD

alberto cardulo 06.12.05 14:45| 
 |
Rispondi al commento

non è finita.... purtroppo!

http://sucardrom.blog.tiscali.it/hd2311903/

Sucar Drom 01.12.05 12:55| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno.
Ammiro molto il blog, lo leggo e lo apprezzo tanto.Ho lavorato e lavoro con ragazzi extracomunitari che magari parlano 5 lingue e lavano i pavimenti con una laurea in tasca, senza nulla pretendere.Non sono razzista.L'unica cosa che mi stona però in questa discussione è il fatto che uno dei punti fondamentali del pensiero di Bebbe (che stimoe seguo molto, anzi complimenti per l'Herald Tribune)è la chiarezza. Allora da ex polizziotto, non fascista e non xenofobo, garantisco che la chiarezza con queste persone non può esserci, perchè NON VOGLIONO imparare a parlare, a scrivere, e molti NON SANNO NEMMENO QUANTI FIGLI HANNO..La chiarezza sulla PROVENIENZA di auto che persone normali non si possono permettere (al massimo qualche odontotecnico e qualche commericialista, non di sicuro io che faccio l'assicuratore) di gioielli e di contanti (a Padova dove facevo servizio, in Piazzale Stanga una rom è stata trovata dal sottoscritto con 14.000.000 di compiante Lire sotto il grembiule, la cui origine resterà sempre un mistero), di motorini e quant'altro non può essere fatta.Invidio il Sig. Don Zanotelli, perché ha una compassione e sicuramente una cultura più alta della mia, che lo spinge a difendere queste PERSONE.Questo apprezzamento, però, esula dal mio confarmici.

Scalfi Francesco 28.11.05 09:29| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno.
Ammiro molto il blog, lo leggo e lo apprezzo tanto.Ho lavorato e lavoro con ragazzi extracomunitari che magari parlano 5 lingue e lavano i pavimenti con una laurea in tasca, senza nulla pretendere.Non sono razzista.L'unica cosa che mi stona però in questa discussione è il fatto che uno dei punti fondamentali del pensiero di Bebbe (che stimoe seguo molto, anzi complimenti per l'Herald Tribune)è la chiarezza. Allora da ex polizziotto, non fascista e non xenofobo, garantisco che la chiarezza con queste persone non può esserci, perchè NON VOGLIONO imparare a parlare, a scrivere, e molti NON SANNO NEMMENO QUANTI FIGLI HANNO..La chiarezza sulla PROVENIENZA di auto che persone normali non si possono permettere (al massimo qualche odontotecnico e qualche commericialista, non di sicuro io che faccio l'assicuratore) di gioielli e di contanti (a Padova dove facevo servizio, in Piazzale Stanga una rom è stata trovata dal sottoscritto con 14.000.000 di compiante Lire sotto il grembiule, la cui origine resterà sempre un mistero), di motorini e quant'altro non può essere fatta.Invidio il Sig. Don Zanotelli, perché ha una compassione e sicuramente una cultura più alta della mia, che lo spinge a difendere queste PERSONE.Questo apprezzamento, però, esula dal mio confarmici.

Scalfi Francesco 28.11.05 09:25| 
 |
Rispondi al commento

http://www.gfbv.it/3dossier/sinti-rom/it/rom-it.html#r3

Giorgio Fiandrino 28.11.05 03:54| 
 |
Rispondi al commento

Con i vostri figli partiste un giorno
per un lungo viaggio senza ritorno
inconsapevoli incontro alla sorte
camminavate verso i campi di morte

Sul vostro petto non c’erano stelle
per voi bastava il color della pelle
perdeste la vita e la libertà
chissà se qualcuno se ne ricorderà

I treni in partenza da quelle stazioni
avevano molte destinazioni
Auschwitz Treblinka non c’è differenza
ovunque lacrime e sofferenza

Zingari, Rom, Sinti, Gitani
tanti nomi per un solo destino
morire passando attraverso un camino

Ai boschi ai monti ed agli amici
ripensavate nelle notti infelici
mentre al freddo tra le urla dei cani
aspettavate con ansia il domani

All’improvviso nel freddo inverno
vi risvegliavate dentro all’inferno
col dottor Mengele ed i suoi assistenti
pronti a far su di voi esperimenti

Costretti a suonare con i violini
mentre uccidevano i vostri bambini
una razza a parte voi eravate
poveri passeri dalle ali spezzate

Zingari, Rom, Sinti, Gitani
ancora oggi dai libri è ignorato
il vostro supplizio ed il sangue versato

E voi superstiti di quella follia
rimanete con noi non andate via
non abbiate paura di raccontare
ciò che la gente deve sapere

Al mondo mostrate il vostro tatuaggio
dovete osare avere coraggio
Figli del vento la vostra storia
non deve sparire dalla memoria

Voi testimoni col vostro dolore
aiutateci a rendere il futuro migliore
parlate forte di quel tempo passato
e di un olocausto dimenticato

Giorgio Fiandrino 28.11.05 03:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sinti

Là oltre le case di quei contadini
Da un vecchio cortile si sente gridare
Son le voci dei Sinti e dei loro bambini
Che un giorno qui han dovuto restare

Sono ormai nel ricordo della loro vita
Il viaggio la musica e le loro canzoni
Poco a poco col tempo ogni cosa è finita
Non è più il tempo dei carrozzoni

Fuori all'aperto si affannan le donne
Vanno e vengono intorno al gran fuoco
Oltre alla fatica ed alle lunghe gonne
Del tempo passato è rimasto assai poco

Soltanto il dolore non li ha abbandonati
Ci sono abituati poiché sanno soffrire
Da sempre si sentono disprezzati
Da chi li giudica senza capire

Per mille anni essi han camminato
Attraversando monti villaggi e città
Con il sangue essi hanno pagato
L'infinita voglia di libertà

Nelle sere d'estate stanno lungo la via
E' là che attendono l'imbrunire
Tra mille ricordi ed una gran nostalgia
Sognan domani di poter ripartire

Ma il loro viaggio è la foto sbiadita
Degli anni trascorsi a vagabondare
Di un'avventura per sempre finita
Che non potrà più ricominciare…

Giorgio Fiandrino 28.11.05 03:42| 
 |
Rispondi al commento

per Venanzio Cortesi.
Certo che il cognome non ti si addice!
Poi devi essere uno sfigato tremento per chiamarti Venanzio.


Un bacio sulle labbra maschione, il tuo Ebreo Giorgio.

Giorgio Fiandrino 28.11.05 03:22| 
 |
Rispondi al commento

A quelli che non sanno cos'è la povertà vera!
Facciamo un gioco:

1) denudatevi dei vostri averi, di tutto
2) trasferitevi in un paese a piacere per esempio l'italia
3) ora che siete in italia senza soldi e senza niente da vendervi cosa fate?
4) provate a cercarvi un lavoro
5) non ve lo danno (non avete documenti, non siete italiani)
6) dopo 2 giorni avete fame cosa fate?
7) Nella migliore delle ipotesi fate la carità
8) Nella peggiorre fate una rapina
9) Nessuno credo rinucerebbe all'istinto della vita per morire di fame
10) Come risolvete il problema?

Giorgio Fiandrino 28.11.05 02:45| 
 |
Rispondi al commento

Aiuto pensavo che gente come il signor Cortesi non esistesse più ... ci sono tante cose in Italia che non vanno ma non credo che una dittatura possa fare di meglio ... anzi ...


Spero che Babbo Natale faccia un regalo all'Italia: UN FUHRER CHE CACCI A CALCI IN CULO CON GLI ANFIBI CHIODATI GLI ZINGARACCI DI MERDA DALL'ITALIA, E SE NON SE NE VANNO INSIEME AGLI IMMIGRATI CLANDESTINI, ALLORA GIU' FOSFORO BIANCO, NAPALM OPPURE RIAPRIRE LE DOCCE.
SIEGH HEIL!
UN POPOLO, UNA NAZIONE, UN FUHRER!!!

Venanzio Cortesi 25.11.05 21:56| 
 |
Rispondi al commento

CONTRARIO! CONTRARIO! CONTRARIO!
Mi spiace sul piano umano perche' sono uomini e non bestie, ma le popolazioni ROM, sia i benestanti(quelli che si guadagnano la vita truffando la gente, che vivono in case/ville abusive e viaggiano con auto di lusso) che quelli che se la passano male (quelli dell'articolo)non hanno mai voluto e soprattutto cercato di integrarsi con le nostre abitudini, le nostre leggi e soprattutto con i DOVERI! Hanno sempre voluto DIRITTI i quali non sono prioritari rispetto ad un cittadino italiano che PAGA LE TASSE, che LAVORA e si fa' un m...o tanto per arrivare a fine mese con lo stipendio che prende!
Tanto tutti(politici, preti ecc.)parlano sempre di emergenza e quindi di tolleranza nei loro confronti, quando sono loro che (pagati per questo)non sono in grado di legiferare in merito per risolvere i problemi!!! CHE SE LI PORTASSERO A CASA LORO!!!

Daniele Sangrigoli 25.11.05 14:24| 
 |
Rispondi al commento

La rabbia della comunità e delle forze dell'ordine è tanta nei confronti di un gruppo di persone che non hanno nessun interesse a integrarsi, è ora di individuare un territorio a livello europeo dove insediandoli daremo loro animali da allevare, sementi e attrezzature nonchè immobili dove vivere una volta per tutte e vigilando sulla loro permanenza attraverso alcune generazioni fisseremo in loro il senso del lavoro e le radici in un territorio. Ad ogni modo da qualche parte entrano nel nostro territorio, lo strumento dell'asilo politico va rivisto nei loro confronti.

Stefano Scattolon 25.11.05 09:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La rabbia della comunità e delle forze dell'ordine è tanta nei confronti di un gruppo di persone che non hanno nessun interesse a integrarsi, è ora di individuare un territorio a livello europeo dove insediandoli daremo loro animali da allevare, sementi e attrezzature nonchè immobili dove vivere una volta per tutte e vigilando sulla loro permanenza attraverso alcune generazioni fisseremo in loro il senso del lavoro e le radici in un territorio. Ad ogni modo da qualche parte entrano nel nostro territorio, lo strumento dell'asilo politico va rivisto nei loro confronti.

Stefano Scattolon 25.11.05 09:28| 
 |
Rispondi al commento

La rabbia della comunità e delle forze dell'ordine è tanta nei confronti di un gruppo di persone che non ha nessun interesse a integrarsi, è ora di individuare un territorio a livello europeo dove insediandoli daremo loro animali da allevare, sementi e attrezzature nonchè immobili dove vivere una volta per tutte e vigilando sulla loro permanenza attraverso alcune generazioni fisseremo in loro il senso del lavoro e le radici in un territorio. Ad ogni modo da qualche parte entrano nel nostro territorio, lo strumento dell'asilo politico va rivisto nei loro confronti.

Stefano Scattolon 25.11.05 09:28| 
 |
Rispondi al commento

I Rom sono un popolo che non ha nessuna intenzione di integrarsi,che ci usa e basta.Sono mosche bianche quelli che lavorano onestamente.Tutti gli altri vivono rubando e truffando.Li conosco bene,sono stata in contatto con loro per molto tempo.Così come gli albanesi,i macedoni,gli slavi,ci prendono solo per il c...perchè il vostro buonismo gli permette di metterci i piedi sopra e di sfruttarci e deriderci.Il razzismo è un 'altra cosa.Questa gente non merita nulla.Se proprio volete aiutare qualcuno,perchè non i negri,i vucumpra?sono persone veramente umane,in grado di rispettare e di farsi rispettare per la loro educazione innata,la loro umiltà anche se parlano correttamente quattro lingue.Vendono accendini e cd e calzini e vengonos fruttati dalla malavita,dormono per terra,ma non rubano non violentano e non uccidono.Sono in grado di interloquire con chiunque senza prenderlo in giro o ingannarlo.Se di qualcuno mi devo commuovere,io mi commuovo di loro.Di loro non parlano le cronache nere,non rapinano le vecchiette,non girano coperti d'oro o in mercedes,non fanno rapine in villa,non violentano donne.Sono razzista?

Alessia Rizzi 25.11.05 02:21| 
 |
Rispondi al commento

Contrario su tutta la linea! le persone deboli vanno aiutate, non i parassiti.
Le persone sfortunate in salute vanno aiutate non i nullafacenti.
le persone che hanno compassione dei piccoli e dei più bisognosi di cure vanno aiutate, non chi butta i propri figli a mendicare e li pesta di botte o li vende.
Coloro i quali cercano di inserirsi in maniera umile e dignitosa vanno stimolati a restare per vivere onestamente, non chi fa della mendicanza e del furto l'unica fonte di sostentamento.
Non li amo, ma non ho razzismo dentro di me. Non credo sia giusto che possano vivere in data maniera volontariamente in uno stato che si definisce "civile". L'Italia, per quanto Paese contraddittorio, offre a molte persone straniere una vita dignitosa e paritetica, basta provarci!

Andrea Biagiotti 24.11.05 22:05| 
 |
Rispondi al commento

Contrario su tutta la linea! le persone deboli vanno aiutate, non i parassiti.
Le persone sfortunate in salute vanno aiutate non i nullafacenti.
le persone che hanno compassione dei piccoli e dei più bisognosi di cure vanno aiutate, non chi butta i propri figli a mendicare e li pesta di botte o li vende.
Coloro i quali cercano di inserirsi in maniera umile e dignitosa vanno stimolati a restare per vivere onestamente, non chi fa della mendicanza e del furto l'unica fonte di sostentamento.
Non li amo, ma non ho razzismo dentro di me. Non credo sia giusto che possano vivere in data maniera volontariamente in uno stato che si definisce "civile". L'Italia, per quanto Paese contraddittorio, offre a molte persone straniere una vita dignitosa e paritetica, basta provarci!

Andrea Biagiotti 24.11.05 22:04| 
 |
Rispondi al commento

la realtà non esiste in questo caso, esistono punti di vista semmai, su un fenomeno che è complesso e articolato e su cui non si possono sputare sentenze fascistoidi come molti di voi hanno fatto....la vostra tolleranza zero è solo un restyling della vecchia intolleranza,zingari cattivi e ladri noi buoni e lavoratori, ma se pensate di risolvere così ogni problema, liberissimi di pensarlo, ma secondo me così non si risolve nulla, tutto qui....

pasquale spina 24.11.05 21:14| 
 |
Rispondi al commento

PER IL SIGNOR PASQUALE SPINA

il suo messaggio ha un tono leggermente moralistico (ma guardi non la voglio offendere, per carità). Però facendo un discorso generale, cioè non rivolto "ad personam" ma considerando il fenomeno nel suo complesso, posso tranquillamente dire che la maggior parte dei rom (che possono essere di qualsiasi nazionalità)non sono persone "tranquille". ovviamente poi ci sono le eccezioni, ci mancherebbe, ma purtroppo questa è la realtà

antonio rossi 24.11.05 15:06| 
 |
Rispondi al commento

Lei scrive:

"Era da alcuni mesi che accompagnavo (...) da vicino, l’avventura di questi Rom: gente buona, semplice, attiva, gente che non ha mai partecipato ad una guerra, gente che era scappata dalla Romania per trovare un po’ di dignità."...

Mi perdoni...ma sono veramente stanco, rotto e strarotto di questa retorica pietista...
Ma chi cerca di convincere?!?!? Provi a dirlo a quelli che sono costretti a vivere nelle vicinanze di un campo rom!!..gente buona, semplice, attiva, pacifica...CHE SANTI!!! E NON CE N'ERAVAMO MAI ACCORTI!!!e che cattivoni quegli italiani che non aprono le porte delle loro case comprate a mutuo o non regalano le auto comprate a suon di sacrifici costringendo i rom a provvedere da soli!!

"Questo sia per la sua posizione, sia per le condizioni del campo. Infatti l’accampamento Rom di Casoria è posto sotto un immenso arco con piloni enormi della tangenziale di Napoli. Ma le condizioni igieniche e ambientali del campo non sono meno agghiaccianti. Baracche accatastate una sopra l’altra in piccolissimi spazi. Senza acqua potabile. Stretto tra due ferrovie (un ragazzo è morto qualche mese fa sotto un treno). Enormi topi che passeggiavano tranquillamente."
Guarda caso, sono sempre solo i rom nelle baraccopoli. Ci sono decine e decine di etnìe extracomunitarie, ma più o meno tutti si dan da fare. I rom, li mortacci loro, che cosa aspettano? ecco cosa aspettano:

"Quel giorno buona parte della comunità venne in piazza a urlare, gridare, battere i tamburi, per chiedere l’acqua potabile nel campo, un bus per portare i bambini a scuola ed infine un luogo alternativo ove i Rom potessero costruire il loro campo."
CAVOLI, CHE PREPOTENZA!!! NIENTEMENO!!!!! Cioè, dovrebbe provvedere il comune coi soldi dei contribuenti, tagliare i già esigui fondi per istruzione, sanità, infrastrutture ecc per darli a stì qua???????
é assurdo..è il colmo dei colmi!
BEN VENGANO LE RUSPE !!!!!

Firmato,
Uno che vive a meno di 100mt da un campo rom.

andrea giovanardi 24.11.05 14:31| 
 |
Rispondi al commento

Lei scrive:

"Era da alcuni mesi che accompagnavo (...) da vicino, l’avventura di questi Rom: gente buona, semplice, attiva, gente che non ha mai partecipato ad una guerra, gente che era scappata dalla Romania per trovare un po’ di dignità."...

Mi perdoni...ma sono veramente stanco, rotto e strarotto di questa retorica pietista...
Ma chi cerca di convincere?!?!? Provi a dirlo a quelli che sono costretti a vivere nelle vicinanze di un campo rom!!..gente buona, semplice, attiva, pacifica...CHE SANTI!!! E NON CE N'ERAVAMO MAI ACCORTI!!!e che cattivoni quegli italiani che non aprono le porte delle loro case comprate a mutuo o non regalano le auto comprate a suon di sacrifici costringendo i rom a provvedere da soli!!

"Questo sia per la sua posizione, sia per le condizioni del campo. Infatti l’accampamento Rom di Casoria è posto sotto un immenso arco con piloni enormi della tangenziale di Napoli. Ma le condizioni igieniche e ambientali del campo non sono meno agghiaccianti. Baracche accatastate una sopra l’altra in piccolissimi spazi. Senza acqua potabile. Stretto tra due ferrovie (un ragazzo è morto qualche mese fa sotto un treno). Enormi topi che passeggiavano tranquillamente."
Guarda caso, sono sempre solo i rom nelle baraccopoli. Ci sono decine e decine di etnìe extracomunitarie, ma più o meno tutti si dan da fare. I rom, li mortacci loro, che cosa aspettano? ecco cosa aspettano:

"Quel giorno buona parte della comunità venne in piazza a urlare, gridare, battere i tamburi, per chiedere l’acqua potabile nel campo, un bus per portare i bambini a scuola ed infine un luogo alternativo ove i Rom potessero costruire il loro campo."
CAVOLI, CHE PREPOTENZA!!! NIENTEMENO!!!!! Cioè, dovrebbe provvedere il comune coi soldi dei contribuenti, tagliare i già esigui fondi per istruzione, sanità, infrastrutture ecc per darli a stì qua???????
é assurdo..è il colmo dei colmi!
BEN VENGANO LE RUSPE !!!!!

Firmato,
Uno che vive a meno di 100mt da un campo rom.

andrea giovanardi 24.11.05 14:30| 
 |
Rispondi al commento

Non c'è niente da fare, i "rom" sono cattivi, perchè non lavorano, chiedono l'elemosina, forse rubano, noi siamo buoni e pronti a commuoverci e a lottare per grandi cause, purchè siano lontane da noi...mentre quando i problemi sono vicino a noi ci si restringe la visuale...
Poi mica si distingue tra caso e caso, no ogni rom in quanto tale è bollato a vita... e perfino un racconto di ordinaria ingiustizia come quello fatto da zanotelli viene deriso senza nemmeno provare a pensare cosa voglia dire vivere in delle baracche ed essere lasciato in mezzo alla strada dalle "civili" ruspe di un'amministrazione comunale....cmq ricordo un pò a tutti che "se questo vuol dire rubare, questo filo di pane tra miseria e fortuna lo può dire soltanto chi sa di raccogliere in bocca il punto di vista di Dio."

pasquale spina 24.11.05 14:03| 
 |
Rispondi al commento

Lo scritto del prete è un po' melenso...e poi non so che rom conosca...io so solo che al mio paese loro girano in mercedes e io in panda (ma quella vecchia), che la polizia non li tocca e a me rompe i coglioni anche se lascio la macchina 3 minuti sulle strisce blu con le 4 frecce accese, che se non trovano lavoro non si disperano, mentre per me sono cazzi amari...e questo non è razzismo (ho molti amici polacchi e rumeni e anche loro si lamentano dei rom!), ma è la REALTà!

Postato da: antonio rossi il 24.11.05 13:25

antonio rossi 24.11.05 13:28| 
 |
Rispondi al commento

lo scritto del prete è un po' melenso...e poi non so che rom conosca...io so solo che al mio paese loro girano in mercedes e io in panda (ma quella vecchia), che la polizia non li tocca e a me rompe i coglioni anche se lascio 3 minuti sulle strisce blu con le 4 frecce accese, che se non trovano lavoro non si disperano, mentre per me sono cazzi amari...e questo non è razzismo (ho molti amici polacchi e rumeni e anche loro si lamentano dei rom!), ma è la REALTà!

antonio rossi 24.11.05 13:25| 
 |
Rispondi al commento

Come al solito quando si parla di stranieri e in particolar modo di "rom", viene a galla il peggio dell'italiano brava gente che vuole togliere queste ingombranti briciole dal tavolo...a dimostrazione esemplare che i nostri mezzi di comunicazione col loro insistere sui cervelli parlando di queste persone usando termini che le descrivono solo in quanto non sono rispetto a noi, clandestini, extracomunitari, mai persone stanno ottenendo ciò che tre governi con le loro proposte legislative hanno creato: un consenso sempre più vasto nella trasformazione di persone in non persone, con tutto quello che ne consegue.

pasquale spina 23.11.05 20:18| 
 |
Rispondi al commento

che tristezza!!!!


BARI - Solo un intervento tempestivo dei carabinieri, dietro segnalazione di numerosi cittadini, potrà forse salvare la bambina rom di poco più di un mese che rischia la morte per assideramento.

La madre, una romena di 20 anni, chiedeva l'elemosina ai semafori in una strada di Bari, incurante dei danni che pioggia e freddo avrebbero potuto causare alla bambina che teneva in braccio. La piccola ,al momento dell'intervento dei carabinieri, era cianotica.

Una volta trasportata rapidamente all'ospedale pediatrico Giovanni XXIII, il ricovero per problemi respiratori legati ad un principio di assideramento è stato immediato. La madre invece è ora agli arresti ospedalieri, in modo da permetterle di allattare la figlia.

Si attende ora solo la decisione del tribunale dei minorenni per un eventuale affidamento della neonata.

paolo principe 23.11.05 16:51| 
 |
Rispondi al commento

che tristezza!!!!


BARI - Solo un intervento tempestivo dei carabinieri, dietro segnalazione di numerosi cittadini, potrà forse salvare la bambina rom di poco più di un mese che rischia la morte per assideramento.

La madre, una romena di 20 anni, chiedeva l'elemosina ai semafori in una strada di Bari, incurante dei danni che pioggia e freddo avrebbero potuto causare alla bambina che teneva in braccio. La piccola ,al momento dell'intervento dei carabinieri, era cianotica.

Una volta trasportata rapidamente all'ospedale pediatrico Giovanni XXIII, il ricovero per problemi respiratori legati ad un principio di assideramento è stato immediato. La madre invece è ora agli arresti ospedalieri, in modo da permetterle di allattare la figlia.

Si attende ora solo la decisione del tribunale dei minorenni per un eventuale affidamento della neonata.

paolo principe 23.11.05 16:48| 
 |
Rispondi al commento

X NED GTY

IL FATTO CHE TU NON METTA IL TUO VERO NOME, SIGNIFICA CHE LE TUE AFFERMAZIONI TI RISULTANO VERGOGNOSE, IN QUALCHE MEANDRO DELLE TUA COSCIENZA. PENSACI.

Alessandra Carelli 23.11.05 13:45| 
 |
Rispondi al commento

X NED GTY

IL FATTO CHE TU NON METTA IL TUO VERO NOME, SIGNIFICA CHE LE TUE AFFERMAZIONI TI RISULTANO VERGOGNOSE, IN QUALCHE MEANDRO DELLE TUA COSCIENZA. PENSACI.

Alessandra Carelli 23.11.05 13:41| 
 |
Rispondi al commento

ROM=COMBUSTIBILE ALTERNATIVO!
ROM=COMBUSTIBILE ALTERNATIVO!
ROM=COMBUSTIBILE ALTERNATIVO!
ROM=COMBUSTIBILE ALTERNATIVO!
ROM=COMBUSTIBILE ALTERNATIVO!
ROM=COMBUSTIBILE ALTERNATIVO!
ROM=COMBUSTIBILE ALTERNATIVO!
ROM=COMBUSTIBILE ALTERNATIVO!
ROM=COMBUSTIBILE ALTERNATIVO!


AL ROGO QUESTI SPORCHI VERMI!!

Ned gty 23.11.05 11:26| 
 |
Rispondi al commento

Io ci lavoro in mezzo.
ci sono buoni e cattivi anche tra di loro.
Ma è la loro filosofia di vita, cioè quella di vivere in modo parassitario nei confronti della società, che non condivido.
Vivono senza produrre. E non ne hanno la minima voglia. Questo è il punto: non ne hanno voglia.
Beppe, stavolta forse non sai bene di che hai parlato...

Paolo Fondacci 23.11.05 08:54| 
 |
Rispondi al commento

Ciao,
non credo ai miei occhi! ma stiamo impazzendo tutti? ... parlate dei "poveri" zingari ?
Sono dei parassiti consapevoli, la peggiore specie ... ho pena solo per i piccoli che ai loro occhi è tutto un gioco e ti fanno la linguaccia ...

Alessio Giuliano 23.11.05 00:58| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,

ho scaricato il documento della FAO, report sulla fame nel mondo: terrorizzante, non ho altre parole.
Perchè non lo pubblichiamo, anche se è in inglese, sul sito?
Perchè non lo facciamo girare tutti quanti, magari cercando di portarlo nelle scuole?
E' importantissima la battaglia sull'acqua che facciamo qui a Napoli, ma altrettanto importante è insegnare ai bambini a non sprecare le risorse che sono di tutti, soprattutto di chi ne ha poche in quel momento. Da consigliere di circolo, scuola elementare delle mie figlie, ho saputo che nelle ultime settimane i pasti forniti dalle ditte vincitrici di appalto per la refezione bisettimanale, ed a base di pollo sono stati buttati, ancora intonsi nelle loro vaschette...se una platea di circa 700 alunni, dei quali circa 550 pagano per usufruire del servizio mensa, buttano 450/550 confezioni di petto di pollo(solo nella scuola delle mie figlie), moltiplica il numero per gli alunni delle scuole elementari d'Italia ed hai un bel risultato...colpa dei giornalisti, dei media, del ministero della salute, del ministero dell'istruzione(sic!), della regione/provincia/comune, del provveditorato, dei genitori, delle maestre...comunque fobia aviaria o no, questi sono i risultati.Amen!
Combattiamo per l'acqua non privatizzata, ma continuiamo a sprecarla ognuno di noi nelle proprie case, continuiamo a comperare acqua in...bottiglia a costi da champagne...possiamo pubblicare il documento FAO, magari con commenti di Alex?
Marcello

Marcello Ciucci 22.11.05 18:19| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,

ho scaricato il documento della FAO, report sulla fame nel mondo: terrorizzante, non ho altre parole.
Perchè non lo pubblichiamo, anche se è in inglese, sul sito?
Perchè non lo facciamo girare tutti quanti, magari cercando di portarlo nelle scuole?
E' importantissima la battaglia sull'acqua che facciamo qui a Napoli, ma altrettanto importante è insegnare ai bambini a non sprecare le risorse che sono di tutti, soprattutto di chi ne ha poche in quel momento. Da consigliere di circolo, scuola elementare delle mie figlie, ho saputo che nelle ultime settimane i pasti forniti dalle ditte vincitrici di appalto per la refezione bisettimanale, ed a base di pollo sono stati buttati, ancora intonsi nelle loro vaschette...se una platea di circa 700 alunni, dei quali circa 550 pagano per usufruire del servizio mensa, buttano 450/550 confezioni di petto di pollo(solo nella scuola delle mie figlie), moltiplica il numero per gli alunni delle scuole elementari d'Italia ed hai un bel risultato...colpa dei giornalisti, dei media, del ministero della salute, del ministero dell'istruzione(sic!), della regione/provincia/comune, del provveditorato, dei genitori, delle maestre...comunque fobia aviaria o no, questi sono i risultati.Amen!
Combattiamo per l'acqua non privatizzata, ma continuiamo a sprecarla ognuno di noi nelle proprie case, continuiamo a comperare acqua in...bottiglia a costi da champagne...possiamo pubblicare il documento FAO, magari con commenti di Alex?
Marcello

Marcello Ciucci 22.11.05 18:05| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,

ho scaricato il documento della FAO, report sulla fame nel mondo: terrorizzante, non ho altre parole.
Perchè non lo pubblichiamo, anche se è in inglese, sul sito?
Perchè non lo facciamo girare tutti quanti, magari cercando di portarlo nelle scuole?
E' importantissima la battaglia sull'acqua che facciamo qui a Napoli, ma altrettanto importante è insegnare ai bambini a non sprecare le risorse che sono di tutti, soprattutto di chi ne ha poche in quel momento. Da consigliere di circolo, scuola elementare delle mie figlie, ho saputo che nelle ultime settimane i pasti forniti dalle ditte vincitrici di appalto per la refezione bisettimanale, ed a base di pollo sono stati buttati, ancora intonsi nelle loro vaschette...se una platea di circa 700 alunni, dei quali circa 550 pagano per usufruire del servizio mensa, buttano 450/550 confezioni di petto di pollo(solo nella scuola delle mie figlie), moltiplica il numero per gli alunni delle scuole elementari d'Italia ed hai un bel risultato...colpa dei giornalisti, dei media, del ministero della salute, del ministero dell'istruzione(sic!), della regione/provincia/comune, del provveditorato, dei genitori, delle maestre...comunque fobia aviaria o no, questi sono i risultati.Amen!
Combattiamo per l'acqua non privatizzata, ma continuiamo a sprecarla ognuno di noi nelle proprie case, continuiamo a comperare acqua in...bottiglia a costi da champagne...possiamo pubblicare il documento FAO, magari con commenti di Alex?
Marcello

Marcello Ciucci 22.11.05 18:05| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, hai toppato. Lasciatelo dire.

Qualcuno mi spieghi perchè queste persone vengono definite "nomadi" se da almeno 50 anni non si schiodano dalle palle.

E qualcuno si faccia avanti, qui, adesso per promuovere la propria zona di residenza a campo di accoglienza dei rom.

A parlare son buoni tutti, poi via a casa, nella zonetta borghese, senza rom e slavi ai semafori...

Valerio Secondi 22.11.05 15:23| 
 |
Rispondi al commento

X VALERIO PALO

Grazie per la tua attenzione, ma non mi merito un complimento per aver descritto una situazione nella quale mi ci sono ritrovata. Io vivo in un condominio/residence di un paesino di campagna. Non siamo relegati in casermoni popolari, così come lo erano i ROM. Si vive bene, ma tutti paghiamo mutuo e bollette. Si lavora spesso in due per vivere decentemente (come la maggior parte degli italiani). I ROM sono stati sfrattati definitivamente, ma tutta la vicenda mi ha lasciato l'amaro in bocca. Perchè questo padre non ha fatto nulla per far vivere i figli meglio di lui, pur avendone la possibilità? Aggiungo che la polizia NON SI E' FATTA MAI VEDERE, nonostante la presenza di clandestini a tutte le ore del giorno e della notte, e nonstante ci fossero degli esposti confermati dalla stessa ACLI resp. del progetto di integrazione. C'è comunque qualcosa che non va nel sistema.

Alessandra Carelli 22.11.05 10:07| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe
mi sono informato sul sistema voip è una vera innovazione ho scoperto inoltre una azienda internazionale che è riuscita ad applicare questa tecnologia anche sulla telefonia mobile, contattami in modo tale che possiamo rendere pubblica questa scoperta,per tutti quelli che non vogliono piu' utilizzare telecom.

ivan brazzoli 21.11.05 18:08| 
 |
Rispondi al commento

finchè si sta bene chi se ne frega degli zingari,finchè non ti rubano la macchina chi se ne frega degli zingari, finchè non ti fottono il portafoglio chi se ne frega degli zingari, finchè non tentino di rapirti il figlio chi se ne frega degli zingari, finchè sfruttano i bambini chi se frega deli zingari. Aspettiamo che fottono anche te così anche tu potrai dire finchè si sta bene chi se ne frega degli zingari.Ma se toccano la tua vita ( in uno stato democratico virtuale che già ti fa girare i co.....ni con tutti i ca...i connessi) allora, solo allora vedrai lo zingaro non come quell'essere carico di cultura etnica popolare pieno di storia e tradizioni ma, come uno straccione morto di fame che sta tentando di fotterti a priori. E che non sono sereno e pieno di precarità che lo stato mi offre. L'oggettività del giudizio latente spero non si manifesti solo per un atto criminoso di un singolo rom ma che continui a essere il rispetto per l'uomo universale come essere ed al suo diritto alla vita. Ilprobema come dicevo è quando ti fottono il portafoglio!!!!??

maurizio di cesare 21.11.05 13:21| 
 |
Rispondi al commento

Continuazione della scheda sui Rom tratta dal libro"Taoma e il mondo di Giunglaparola"di prossima uscita
...conquistare la misteriosa e magica tecnica della scrittura, alcuni bambini, per i motivi più disparati, non riescono ad accedere a questo sacrosanto diritto, che è il diritto a farsi ascoltare nelle loro più elementari esigenze, esperienze, aspirazioni e desideri, magari sotto forma di gioco.
Tra questi popoli di bimbi sfortunati, ce n'è uno particolarmente sfortunato, vale a dire il popolo dei bambini rom, ancora più senza-parola degli altri senza-parola. Questi bambini si aggirano per le strade delle nostre inquinate e affaccendate metropoli straboccanti di parole scritte sui cartelloni, sui giornali, sui cartellini in bella vista nei negozi pieni di ogni ben-di-dio, sui banchi della scuola, negli uffici, pronunciate ai Tg nazionali e regionali, agli shows televisivi della sera campioni di audience, etc., e quasi non riescono a farsi ascoltare o, addirittura ad attirare l'attenzione su di sé. In realtà, loro sanno parlare benissimo la loro bellissima lingua, il Romanés e magari altre tre o quattro in sovrappiù, ad esempio il serbo o il rumeno, il tedesco, l'italiano, il napoletano o il veneziano, ma lo stesso non riescono a farsi ascoltare e capire. E' come se tutti noi popoli europei, superindaffarati e sempre di corsa, avessimo deciso, di comune accordo, che le loro parole non valgono, sono come una moneta fuori uso e senza valore corrente, che al massimo si può esibire come un pezzo di antiquariato e magari appendere in un bel quadretto alla parete.
Li vediamo chiedere l'elemosina, offrire rose o accendini, lavare vetri, ma non riusciamo a capire realmente chi sono, da dove vengono, che tipo di vita facevano prima e fanno adesso, che vita vorrebbero fare. Oltre a essere muti, spesso sono anche invisibili. Nessuno li vede realmente o li ascolta, nessuno cerca di capire ciò che loro si sforzano di farfugliare tra i denti. Nessuno li guarda negli occhi

carola flauto 21.11.05 12:44| 
 |
Rispondi al commento

Continuazione della scheda sui Rom tratta dal libro"Taoma e il mondo di Giunglaparola"di prossima uscita
...conquistare la misteriosa e magica tecnica della scrittura, alcuni bambini, per i motivi più disparati, non riescono ad accedere a questo sacrosanto diritto, che è il diritto a farsi ascoltare nelle loro più elementari esigenze, esperienze, aspirazioni e desideri, magari sotto forma di gioco.
Tra questi popoli di bimbi sfortunati, ce n'è uno particolarmente sfortunato, vale a dire il popolo dei bambini rom, ancora più senza-parola degli altri senza-parola. Questi bambini si aggirano per le strade delle nostre inquinate e affaccendate metropoli straboccanti di parole scritte sui cartelloni, sui giornali, sui cartellini in bella vista nei negozi pieni di ogni ben-di-dio, sui banchi della scuola, negli uffici, pronunciate ai Tg nazionali e regionali, agli shows televisivi della sera campioni di audience, etc., e quasi non riescono a farsi ascoltare o, addirittura ad attirare l'attenzione su di sé. In realtà, loro sanno parlare benissimo la loro bellissima lingua, il Romanés e magari altre tre o quattro in sovrappiù, ad esempio il serbo o il rumeno, il tedesco, l'italiano, il napoletano o il veneziano, ma lo stesso non riescono a farsi ascoltare e capire. E' come se tutti noi popoli europei, superindaffarati e sempre di corsa, avessimo deciso, di comune accordo, che le loro parole non valgono, sono come una moneta fuori uso e senza valore corrente, che al massimo si può esibire come un pezzo di antiquariato e magari appendere in un bel quadretto alla parete.
Li vediamo chiedere l'elemosina, offrire rose o accendini, lavare vetri, ma non riusciamo a capire realmente chi sono, da dove vengono, che tipo di vita facevano prima e fanno adesso, che vita vorrebbero fare. Oltre a essere muti, spesso sono anche invisibili. Nessuno li vede realmente o li ascolta, nessuno cerca di capire ciò che loro si sforzano di farfugliare tra i denti. Nessuno li guarda negli occhi

carola flauto 21.11.05 12:43| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, invio per cominciare la prima scheda informativa sul popolo Rom tratta dal mio libro"Taoma e il mondo di Giunglaparola" di cui tu hai curato la prefazione.
Invito tutti ad informarsi sui Rom, come fa da anni il Prof. Marco Nieli di Opera Nomadi che ha curato per il mio Romanzo le schede informative:
3) C'è un popolo di bambini senza-parola in mezzo a noi…
Come abbiamo visto, in tutto il mondo, numerosi bambini sono costretti a lavorare duramente a causa delle ingiuste condizioni economiche imposte dal sistema, di gravi situazioni di necessità familiare, dalla malattia e da altre circostanze. A questi bambini, non solo viene negato il diritto alla scuola, al gioco e a una vita serena, ma in generale viene sottratto o negato addirittura il diritto alla parola. Che significa ciò? Ovviamente, questi bambini continuano a parlare la lingua che hanno appreso da piccoli, ma, non potendo frequentare una scuola regolarmente, non hanno la possibilità di migliorare le loro competenze linguistiche, sia orali che scritte. Questo fa sì che i loro diritti saranno sempre meno rispettati, perché essi non hanno avuto un'istruzione adeguata e non riescono a uscire dall'assurdo circolo vizioso miseria-sfruttamento-miseria. Oltretutto, non avendo avuto la possibilità di imparare un mestiere vero, rimarranno sempre dipendenti da un meccanismo perverso che li vuole schiavi o operai abbrutiti e sottopagati.
Questa violenza che dall'esterno si abbatte improvvisamente sulle loro piccole vite, capita per giunta di solito in momenti molto delicati dell'esistenza di una persona. Essa nega loro la possibilità di esprimersi e anche di vivere con serenità e spensieratezza la propria in-fanzia (=condizione di senza-parola, dal latino in-fans, che non parla). Proprio, infatti, in quella particolarissima fase della vita (4-10 anni), in cui il bimbo comincia a usare e a sviluppare questo strano strumento che è la lingua e si avvia anche a conquistare la misteriosa e magica tecnica del

carola flauto 21.11.05 12:29| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, invio per cominciare la prima scheda informativa sul popolo Rom tratta dal mio libro"Taoma e il mondo di Giunglaparola" di cui tu hai curato la prefazione.
Invito tutti ad informarsi sui Rom, come fa da anni il Prof. Marco Nieli di Opera Nomadi che ha curato per il mio Romanzo le schede informative:
3) C'è un popolo di bambini senza-parola in mezzo a noi…
Come abbiamo visto, in tutto il mondo, numerosi bambini sono costretti a lavorare duramente a causa delle ingiuste condizioni economiche imposte dal sistema, di gravi situazioni di necessità familiare, dalla malattia e da altre circostanze. A questi bambini, non solo viene negato il diritto alla scuola, al gioco e a una vita serena, ma in generale viene sottratto o negato addirittura il diritto alla parola. Che significa ciò? Ovviamente, questi bambini continuano a parlare la lingua che hanno appreso da piccoli, ma, non potendo frequentare una scuola regolarmente, non hanno la possibilità di migliorare le loro competenze linguistiche, sia orali che scritte. Questo fa sì che i loro diritti saranno sempre meno rispettati, perché essi non hanno avuto un'istruzione adeguata e non riescono a uscire dall'assurdo circolo vizioso miseria-sfruttamento-miseria. Oltretutto, non avendo avuto la possibilità di imparare un mestiere vero, rimarranno sempre dipendenti da un meccanismo perverso che li vuole schiavi o operai abbrutiti e sottopagati.
Questa violenza che dall'esterno si abbatte improvvisamente sulle loro piccole vite, capita per giunta di solito in momenti molto delicati dell'esistenza di una persona. Essa nega loro la possibilità di esprimersi e anche di vivere con serenità e spensieratezza la propria in-fanzia (=condizione di senza-parola, dal latino in-fans, che non parla). Proprio, infatti, in quella particolarissima fase della vita (4-10 anni), in cui il bimbo comincia a usare e a sviluppare questo strano strumento che è la lingua e si avvia anche a conquistare la misteriosa e magica tecnica del

carola flauto 21.11.05 12:28| 
 |
Rispondi al commento

non riesco a fare funzionare il sistema telefonico SKYPE da te menzionato nel tuo spettacolo.se puoi mandami dettagliate spiegazioni sul funzionamento.ciao e grazie.

continua così che se un grande
VISANI MASSIMILIANO

MASSIMILIANO VISANI 21.11.05 10:37| 
 |
Rispondi al commento

Sinceramente non provo molta pietà per gli zingari.
Avete mai visto i ROM in Romania? Vivono esattamente come vivono da noi. Stanno in baracche, insegnano l'arte di rubare ai figli e non vogliono lavorare. Se parlate con un rumeno vi confermerà ciò che vi dico.

Li odiano esattamente come li odiamo noi...
scommesse clandestine per corse di cavalli, combattimenti di cani, Usura, furti, rapine, sequestri di persone e tanta prepotenza.
Da piccolo sono stato picchiato da loro, anche da maggiorenni e sono stato minacciato con una pistola durante una partita di calcetto (ed avemano dai 9 ai 15 anni).

Fate voi

pietro grimaldi 21.11.05 10:34| 
 |
Rispondi al commento

nel sito

http://www.fottilitalia.com/
il sito anti-italiano per eccellenza

c'è nella nuova sezione LA BACHECA
Il vero BLOG "omnidirezionele" dove tutti i COMMENTI sono a loro volta dei POST che possono essere commentati e non bisogna essere registrati
Questo sì che è veramente libero!

Marcello

marcello ariosti 21.11.05 09:11| 
 |
Rispondi al commento

buongiorno vorrei sapere se skype mi permette di fare soltanto telefonate internazionali o se consente anche di fare telefonate urbane e interurbane in italia? Se si vorrei sapere se chi chiamo deve avere skype o non ha importanza. porgo i più cordiali saluti, e faccio i miei complimenti a Beppe Grillo perchè è una persona che ha il coraggio di dire quello che pensa, anche se ciò può essere pericoloso.

LOMBARDI DAVIDE 21.11.05 00:17| 
 |
Rispondi al commento

de andre' degli zingari dice: «Un popolo che secondo me, proprio perché gira il mondo da circa 2000 anni - senza armi - meriterebbe il premio nobel per la pace, in quanto popolo. [...] Mi si dirà che gli Zingari rubano: è vero, hanno rubato anche in casa mia. Si accontentano però dell'oro e delle "palanche". L'argento, per esempio, non lo toccano, perché secondo loro porta male, lascia il nero... Quindi vi accorgete subito se siete stati derubati da degli Zingari... D'altra parte si difendono come possono. Si sa bene che l'industria ha fatto chiudere diversi mercati artigianali: buona parte dei Rom erano e sono ancora artigiani, lavoratori di metalli (in special modo del rame), addestratori di cavalli e giostrai... tutti mestieri che purtroppo sono caduti in disuso.
Gli Zingari rubano, è vero... però io non ho MAI sentito dire o visto scritto da nessuna parte che gli Zingari abbiano RUBATO tramite BANCA... e questo a me pare che sia un dato di fatto».

saverio romano 20.11.05 23:08| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
davvero ti trovi in errore stavolta, se hai visitato il campo rom a Casoria, forse ti hanno portato in qualche altro luogo perchè il campo rom che hanno demolito non era altro che un'immane discarica che questi "poverini" hanno creato in pochissimo tempo, inoltre sono stati segnalati casi di meningite in quel campo che non è poco, io li incontro tutti i giorni e davvero non sono persone affidabili, sincere e per nessun motivo possono ispirare pietà, basta vedere come trattano i loro poveri bambini.
Ciao Micaela

micaela forleo 20.11.05 22:47| 
 |
Rispondi al commento

Chi scrive è un abitante di Casoria. Per chi non la conoscesse (dalle notizie su omicidi camorristici, problema spazzatura o simili) è una città con 65.000 abitanti con una densità di popolazione tra le più alte del MONDO. Bene. Questa città fa veramente schifo. MA KE KAZ CI VENGONO A FARE GLI ZINGARI A CASORIA? Qui non c'è lavoro per tutti i giovani ke come me sono laureati, figuriamoci x gli zingari. Qui questi vivono di espedienti (ke a Napoli significa RUBARE), si arrangiano (cioè RUBANO), insomma tirano a'campare (tentando anche rapimenti di bambini come all'Ikea di Casoria).

Mandiamoli pure in un posto lontano dove c'è lavoro, tanto lavoro......STATE TRANQUILLI TANTO LORO RITORNANO.

Antonio da Casoria 20.11.05 21:06| 
 |
Rispondi al commento

il "prof" del primo commento non poteva che insegnare al cepu...

Franco Cerri 20.11.05 20:48| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono precise Leggi regolate dal Diritto, soprattutto sul Diritto di Cittadinanza. I nomadi (o più precisamente pseudo-nomadi), che bivaccano in Italia, NON SONO CITTADINI ITALIANI, E NON POTRANNO MAI AVERE LA CITTADINANZA. Così come gli immigrati con permesso di soggiorno, che è uno strumento temporaneo, giusto il tempo di racimolare qualche soldo e ritornare da agiati nei Paesi di loro provenienza. Infatti qui in Italia con 10 Euro non ci fai quasi nulla, mentre per esempio in Mozambico ci mangi per tre settimane! Non so se mi spiego. E contro il TERRORISMO, è utilissima la presa delle impronte digitali, anche per evitare sdoppiamenti di personalità a questi furfanti. Fino a quando c'era la LEVA OBBLIGATORIA, non prendevano nei tre giorni, le nostre impronte digitali, a noi cittadini italiani? E chi sono gli immigrati e quei sinistroidi che sbraitano contro queste misure? Cosa c'è dietro? Meditate gente, meditate.
Prof. Gaetano Infusoli
Docente di Storia Contemporanea
Università Privata CE.PU.R.

Gaetano Infusoli 20.11.05 19:19| 
 |
Rispondi al commento

Io penso solo che, come in tutte le etnie di questo mondo, ci siano i sui buoni e i suoi cattivi. Anche qui in Italia mi sembra che ce ne siano dei ladri, addirittura legalizzati(ancora peggio!!), che non si fanno tanti scrupoli a portare avanti le loro porcherie. Magari quelli sono lindi, con una villa di 500mq con giardino, che girano sul porche chajen, tutti infighettati.
Io ho conosciuto dei rom e decisamente mi hanno fatto sentire più a mio agio che certi s....zi italiani

Fulvio Cobianchi 20.11.05 19:03| 
 |
Rispondi al commento

Pazzesco!!! Conosco più di uno zingaro che lavora!!! Ma sarà un miracolo o forse è che hanno incontrato qualcuno con meno pregiudizi di tutti quelli che hanno la maggior parte delle persone che hanno lasciato un commento. Uno di questi zingari fa il gelataio a boccea, un altra signora fa le pulizie ma l'elenco potrebbe essere lungo...è preoccupante vedere tutti questi commenti, tutti uguali, che ripetono tutti le stesse cose...ma quanti di voi sono entrati in un campo nomadi? Quanti di voi si sono mai messi a parlare in maniera civile con uno zingaro???Si parla tanto di non fare la demagogia, di non raccontare favole e storielle ma 1 esempio per tutti:la storia degli zingari che rubano i bambini è una storia vecchia e falsa quanto quella dei comunisti che li mangiavano!!! Andatevi a guardare gli atti giudiziari,mai uno zingaro è stato riconosciuto colpevole di questo reato...e parlo da persona che l'ha studiato!!! Prima di ripetere a macchinetta pregiudizi e storielle bisognerebbe conoscere meglio il problema...non tutti gli zingari rubano e non credo che la percentuale sia del 99.9%!!!Qualche zingaro ruba,qualche zingaro lovora e qualcuno fa la fame ai margini delle nostre belle città ma tutti vivono e sono costretti a subire umiliazioni,pregiudizi e violenze da tanti che come voi sputano condanne sulla vita di chi non si conosce se non per sentito dire!!!

Stella Cervogni 20.11.05 17:47| 
 |
Rispondi al commento

Beppe io voglio:
giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia,giustizia! NO ALL'INDIFFERENZA,NO ALLE LEGGI PROMOTRICI DELL'ILLEGALITA'! Dopo parliamo di tolleranza,che non vuol dire esserlo sempre! Grazie Beppe! Ti stimo molto! Nessuno e' perfetto! Neanche te!

giovanni stasi 20.11.05 15:48| 
 |
Rispondi al commento

allora un attimo!!!!!!!!!!!!
persone che derubano altre persone, che affittano i propri pargoli, che affollano i semafori riempiendo le tasche della camorra che mendicano si umiliano e si pongono alla stregua di bestie da soli senza essere costretti, solo per poter vivere delle proprie leggi, che in fondo sono leggi barbare, sbajate, dove non cè rispetto per la dignità umana, dove non cè rispetto per i diritti dei bambini, dove non cè rispetto per niente e per nessuno tranne che per i capotribù che continuano a girare rikoperti d oro e ke continuano a stringere patti con la delinquenza organizzata non hanno diritto a tantissime cose
se entro nella casa del SIGNORE devo rispettare i suoi fottutissimi comandamenti
bene io in quella casa non ci entro xkè rispetto ki si trova li per condurre una vita secondo quelle leggi!!!!!!!!!!
nell mio quartiere ci sono persone ke lavorano e ke non riescono a mantenere la propria famiglia, xkè volenti o nolenti devono rispettare le fottutissime leggi di kuesto fottutissimo paese di m***a, devono pagare le fottutissime tasse, alcuni si trovano a dover pagare anke tassi altissimi di usura e racket a quelle stesse persone che ingrossano le proprie tasche anche grazie ai rom.
quindi prima di schierarci dalla parte dei "poveri" che hanno deciso di vivere nella "povertà" facciamo in modo che kiunque possa godere degli stessi diritti, ke kiunque possa avere una casa, facciamo in modo che un bambino di 10anni non debba stare per una giornata intera sotto un semaforo...ETCETCETC(SONO COSì TANTE LE INGIUSTIZIE CHE NON SI POSSONO ELENCARE TUTTE)
CAZZO NON DOBBIAMO CURARE LE FOGLIE MA DOBBIAMO INTERVENIRE SULLE RADICI
QUELLE PERSONE SONO STATE CACCIATE DA UNA TERRA CHE NON ERA LA LORO PERCHE' LE LEGGI DI QUESTO STATO LO PREVEDEVANO ALCUNI DEI LORO DIRITTI NON SONO STATI RISPETTATI COSI' KOME TUTTI I GIORNI NON VENGONO RISPETTATI I DIRITTI DI PERSONE CHE VIVONO SULLA PROPRIA TERRA IN MODO ONESTO

daniele caliendo 20.11.05 15:01| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto molti interventi ma non tutti (essendo migliaia...). Mi chiedo solo se a qualcuno sia mai capitata un'esperienza positiva... di un qualche zingaro che abbia trovato lavoro o aiutato il prossimo.
Mi sembra che si lamentino tutti quanti a parte chi utilizza inutilmente la demagogia (tutti buoni e belli si vive meglio... trallallero trallallà... PS: le favole sono per i bambini)

Massimo Enoniram 20.11.05 11:54| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei se qualcuno mi rispondesse a questa domanda, ma è vero che gli zingari hanno leggi speciali in italia perchè un re d'italia si è sposato una rom? Se fosse vero ecco perchè ci sono così tanti rom in italia ed nelle altre nazioni europee occidentali che ho visitato ce ne sono in un numero molto ridotto o per niente. Grazie se qualcuno mi risolve questo quesito.

michele onofri 19.11.05 21:41| 
 |
Rispondi al commento

Postato da Paolo Rivera il 13.11.05 23:38

you are reason

red carl 19.11.05 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Postato da Paolo Rivera il 13.11.05 23:38

Hai ragione.

carla rossi 19.11.05 16:42| 
 |
Rispondi al commento

Gente...Forse ci stiamo dimenticando che anche i Rom sono persone...Se non gli si da la possibilità di integrarsi e si continua a cercare nella gente povera la causa di tutti i furti e gli omicidi, non se ne viene più a capo. Io ho il brutto vizio di chiedermi il perchè delle cose...Quindi mi sto chiedendo perchè una persona (qualsiasi persona, non necessariamente un extracomunitario) arriva a rubare...C'è chi ruba perchè assetato di soldi, ma c'è anche chi ruba perchè ha fame...Con questo non voglio giustificare nessuno, ma provate un po' ad avere fame, a vedere i vostri bambini che hanno fame... poi mi fate sapere come si sta a vedere un bmw che ti passa davanti...

Benedetta Cremonesi 19.11.05 09:20| 
 |
Rispondi al commento

Scusate se mi dilungo un po' ma dimenticavo una cosa.
Se ci pensi bene caro Valerio tutto il "Mandrione" è stato un errore. E' un errore costruire dei palazzoni e sbatterci tutte le famiglie più sfasciate della città. Un po' come il campo nomadi o come tante altre periferie disastrate. Pensa ad esempio a quel mostro che in molti conosceranno che è Corviale.
Credi che da posti così possano uscire dei lord?
Certo ognuno è padrone del proprio destino e per fortuna anche dalle situazioni peggiori escono delle ottime persone così come da delle ottime famiglie possono uscire dei delinquenti, ma un certo condizionameno esiste e non lo si può negare. Il palazzone e il campo, luoghi che si provano a tenere fuori dalla città, tirano fuori il peggio di te, mentre luoghi e ambienti positivi ti aiutano a tirare fuori i tuoi lati migliori.
Allora se vogliamo città più sicure e belle non basta il poliziotto di quartiere, può servire ma non basta, e tantomeno le ronde leghiste come qualcun'altro proponeva.
C'è bisogno di costruire spazi più umani e cercare una integrazione vera con quelli che ci fanno paura solo perchè non parlano la nostra lingua.
Non esiste un'altra strada. Possimo mettere le sbarre alle nostre finestre ma non riusciremmo a metterle a tutte le coste italiane. E se anche ci riuscissimo otterremmo solo di auto-imprigionarci.

Stefano Orlando 19.11.05 01:35| 
 |
Rispondi al commento

Per Valerio Palo,
non mento affatto.
Vivo a Tor de Cenci da 20 anni. Conosco benissimo il Mandrione, ovvero le case popolari di via lorizzo e conosco anche i casamonica e i di silvio perchè sono stato a casa loro.
Hai ragione, in quel posto c'è molta delinquenza, ma ti posso assicurare che gli zingari non sono gli unici.
Tu dici fatti e non parole. Ma questo non vuol dire solo fare esempi in cui si dimostra che gli zingari sono dei farabutti. I fatti è anche impegnarsi per migliorare il proprio quartiere. Spostare gli zingari da una parte all'altra abbattendo i campi con le ruspe senza proporre una soluzione alternativa, oppure sbatterli in prigione un volta ogni tanto non sono delle vere soluzioni, non perchè debbano delinquere a volontà, ma perchè il problema della delinquenza, del disagio sociale e della marginalità rimane. L'intervento repressivo mette una pezza su una situazione sfasciata che merita un lavoro forse più faticoso e paziente.
Ma passiamo ai fatti. Da circa 10 anni porto avanti un doposcuola nel quartiere a cui partecibano bambini ialiani, e zingari sia del mandrione che del campo. I bambini vivono in un ambiente violento e difficile dove imparano molte cose che non dovrebbero ma non l'hanno scelto, ci si sono trovati, come tu non hai scelto una madre che ti ha educato bene, sei stato fortunato. Forse invece di aspettare che diventino grandi, che delinquano e poi sbatterli in prigione, si potrebbe provare a fare qualcosa di più efficace prima.
Io ci provo. Certo non è facile. La maggior parte di loro esce dalla quinta elementare che non sa leggere e scrivere. E' difficile immaginare in quelle condizioni un futuro sereno. La scuola potrebbe fare molto ma a volte non ce la fa, malgrado la buona volontà di insegnanti molto brave. Ma è troppo facile prendersela con qualcun'altro che sia la famiglia o le istituzioni.Siamo tutti responsabili.E possiamo fare qualcosa. Prima di tutto cercare di comprendere e dare una mano prima di giudicare e condannare.

Stefano Orlando 19.11.05 01:16| 
 |
Rispondi al commento

ma perchè si continuano a chiamare rom? tutto nel mondo cambia e si trasforma e queste persone no? se prima si' rubacchiavano ma pure aggiustavano le pentole, gli ombrelli le seggiole, vendevano la frutta, suonavano e ballavano ( eccome! ) commerciavano in animali vari,oggi che fanno se non rubare, sfruttare i minori commerciare di tutto un pò e rubare ancora, quale il loro modello di vita se non di avere tutti i beni materiali di questo sistema ma non pagarne gli oneri, quelli li paghiamo noi che al posto della roulotte abitiamo in una casetta , ma allora mi sembra che qualcosa non torni. certamente però la domanda può essere perchè cominciare da loro per fare pulizia, va bene cominciamo da qualche parte ma poi continuiamo perchè di sudici ce ne sono ovunque.

mari ghi 19.11.05 00:15| 
 |
Rispondi al commento

DAVID IRVING LIBERO! E' UNO DEI PIU' INSIGNI STUDIOSI DI STORIA, ED E' UNA ABERRANTE ASSURDITA' ACCUSARLO DI APOLOGIA DI NAZISMO! L'assurdità è data dal mandato di cattura europeo: così un cittadino britannico può essere punito in Austria per delle assurdità che non stanno né in cielo né in terra. In Gran Bretagna non esiste il reato di apologia del nazismo, e in Austria si (ma Haider non doveva abolirlo?). Ma quale apologia! Gli studi di questo insigne professore sono i più accurati sulla questione tra l'altro degli zingari ed omosessuali andati a lavorare nei campi di lavoro. Ovviamente qualche zingaro (che non ha mai lavorato), avrà infartato. E poi che apologia è? E' la sacrosanta VERITA': GLI ZINGARI VANNO DEPORTATI IN CINA A LAVORARE NELLE MASSERIE, o se no VANNO RIPULITI I CAMPI ROM, CON LO ZYGLON-B. LA DERATTIZAZZIONE E' NECESSARIA!

Giuseppe Lavezza 18.11.05 22:46| 
 |
Rispondi al commento

ho visto lo speciale di primo piano riguardante l'offensiva di Falluja e l'utilizzo del fosforo bianco da parte degli americani;ma dico io chi era quel personaggio interpellato che cosi insistentemente sosteneva che venne usato unicamente per illuminare gli obiettivi?ma ci credeva davvero? mi ha lasciato senza parole...

Angelo Ingrao 18.11.05 19:01| 
 |
Rispondi al commento


@ LUCA NANNELLI

ma sei quel Luca nannelli che conosco io????

se sì - fatti sentire_

Leonardo Migliarini 18.11.05 18:52| 
 |
Rispondi al commento

X STEFANO ORLANDO-X STEFANO ORLANDO
Grande Alessandra Carelli!Un altro esempio pratico(FATTI NN PAROLE ORLANDO)di come sia impossibile integrarli!E tu vivresti a TOR DE CENCI!!!!??????Quindi menti sapendo di mentire!!!quando facevo gli esempi delle case popolari abitate dai rom parlavo del mio quartiere,Spinaceto-tor de cenci!!ti dice niente la parola MANDRIONE?Quello è il modo con cui noi ragazzi(ho22anni)chiamiamo quei palazzoni vicino alla circoscrizione,abitati anche da rom,e dove la criminalità è a livelli impressionanti!E riguardo al campo nomadi,confermo:MENTI SAPENDO DI MENTIRE!!Tantissime persone si lamentano degli zingari e dei loro furti,del loro chiedere continuamente e in modo insistente l'elemosina,del rubare portafogli al mercato di spinaceto e le macchine poi nn ne parliamo.Ti assicuro che il "sottomondo"(nel senso di ambiente"malandrino")di spinaceto tor de cenci l'ho conosciuto.Sai quando sei adolescente con certe realtà ci entri in contatto..e ti assicuro che,nonostante una ovvia presenza di italiani,i rom erano assoluti protagonisti!!Conoscevo un amico che comprava soldi falsi dai rom e li rivendeva...INFORMATI MIO CARO STEFANO..BASATI SUI FATTI NN SUI PRINCIPI IDEOLOGICI

valerio palo 18.11.05 18:40| 
 |
Rispondi al commento

wwCaro Lorenzo Pini chi ha posto questa domanda non ha una bella casa non è un razzista, ma è un semplice ragazzo che ha dovuto abbandonare la sua bella terra di Sicilia per lavoro e si è trovato l'appartamento "visitato" durante la notte e,casualmente,il giorno prima si erano insediati alcuni zingari poco distanti!!! Allora lasciamo perdere razzista o cose del genere,perchè anche le formiche nele loro piccolo s'incazzano!!!

Giuseppe Roppolo 18.11.05 18:10| 
 |
Rispondi al commento

Sentite qua.. Ciao Beppe


Ho ricevuto e con molto piacere pubblico in questo BLOG una mail dell'Onorevole CARLO GIOVANARDI sulla trasmissione REPORT di domenica scorsa
- Con qualche eccezione e mi scuso con queste eccezioni, rispondo con una circolare a tutti coloro che hanno sottoscritto prestampati più o meno tutti rielaborati con identico contenuto, stesse frasi, stessi insulti ecc. –

Non ho mai amato i linciaggi e ancor meno quelli che battono le mani e si esaltano quando qualcuno viene linciato.

Il servizio di Report che ha affastellato vicende ed episodi i più disparati con il filo della malizia e dell’insinuazione, ha rappresentato Luigi Cremonini come una specie di bandito e le sue aziende come una sorta di associazione a delinquere.

Addirittura si è riesumata la vicenda della mucca pazza, cercando di far credere che con la complicità del dr. Mirabella capo dei servizi veterinari per il Ministero della Salute sia stato messo in atto un doloso tentativo di ammazzare gli italiani.

Liberi voi di bere tutto quello che vi viene versato, libero io di pensare che trasmissioni così confezionate non ripongono certamente l’obiettivo di tutelare la salute dei cittadini.

L’unica cosa sicura è che in Italia e all’estero, magari in Paesi in cui non c’è nessuna tutela della salute del consumatore, ci sono molti pronti ad approfittare della situazione nel caso che andasse a buon fine il tentativo di screditare l’azienda italiana leader nel settore.


Cordiali saluti


Carlo Giovanardi

ALLEGO LA MIA RISPOSTA

ho capito, l'unico modo che ha per essere rieletto e che tutti noi guardiamo l'isola dei famosi..

non ho nessuna antipatia o simpatia per lei o per il suo partito ma è opportuno che invece di preoccuparsi di per questo tipo di giornalismo, cosa che facciamo noi con il telecomando, si preoccupi del suo partito in sicilia, che è una vergogna
max

Postato da: massimo savini il 18.11.05 17:55

massimo savini 18.11.05 18:04| 
 |
Rispondi al commento

lo sai ke la gente parlava in kuel modo allepoka degli impressionisti???e sai ke nn tutti i writers sono ragazzini?mi sa ke ti konviene pensarci prima di agire in kuel modo perke le bombolette nel sedere potresti ritrovartele tu..mi spiace ke tu sia kosi maledukatoe poko istruito pero posso kapire da cio ke tu di arte nn ne sai nulla...

paolo di bello 18.11.05 17:39| 
 |
Rispondi al commento

ma i rom non sono quelle persone che rubano x vivere??? o chiedono soldi ai semafori?
Non mi pare che facciano dei lavori regolari, eppure girano con macchinoni.......

paola 18.11.05 17:31| 
 |
Rispondi al commento

Non so a Napoli, credo alla buona fede di Zanottelli, ma a Foggia i rom han preso a sassate la Croce Rossa.

Giuseppe Cascavilla 18.11.05 16:28| 
 |
Rispondi al commento

VALERIA FONTANA, tornatene in germania, però nel 1930.
se parli così non sai nemmeno cosa significa legalità.

giovanni d'elia 18.11.05 16:00| 
 |
Rispondi al commento

Ma piantiamola con questo inutile buonismo!!!!
I rom gente "buona e tranquilla"????!!LEGALITA'.
Finchè ci sarà questo buonismo inoportuno in Italia questa parola non avrà senso.
Grazie e ciao a tutti.

VALERIA FONTANA 18.11.05 15:20| 
 |
Rispondi al commento

Ma piantiamola con questo inutile buonismo!!!!
I rom gente "buona e tranquilla"????!!LEGALITA'.
Finchè ci sarà questo buonismo inoportuno in Italia questa parola non avrà senso.
Grazie e ciao a tutti.

VALERIA FONTANA 18.11.05 15:19| 
 |
Rispondi al commento

ok che il metodo forse non era quello giusto ma io non trovo nemmeno giusto (o meglio dire, sensato) che i rom si insediino nelle nostre citta con tanto di villaggi, e il nomadismo?? che fine ha fatto? i tuoi figli non vanno a scuola perchè sei nomade, non paghi le tasse e non fai niente x il prossimo perchè sei nomade, e vuoi una casa, fatta da noi e con acqua da noi distribuita? eh no.
senza contare che come già detto è fin troppo evidente come si procurano il cibo, nonchè i vari mercedes e bmw...

x i fascisti o nazisti o presunti tali: pensate fino a 10000000 alla seconda prima di aprire quella fogna.

Daniele Montali Commentatore in marcia al V2day 18.11.05 14:24| 
 |
Rispondi al commento

CARO STEFANO ORLANDO,
il tuo post è degno di ammirazione ed è in chiaro contrasto con altri NON civili. Non conosco la realtà di un campo nomadi, ma nel mio palazzo c'è una famiglia di etnia ROM, che ha trovato casa grazie ad un progetto di integrazione delle ACLI locale. Sono in contatto con il resp. di tale progetto che mi ha confermato che il padre della famiglia, dopo aver finto un'iniziale volontà di vivere da cittadino come tutti noi, vive di espedienti illegali, chiede soldi alle organizzazioni umanitarie sfruttando i figli piccoli. Ad oggi hanno in corso lo sfratto esecutivo perchè non hanno più pagato l'affitto. Faccio presente che TUTTE le associazioni, comune compreso, si sono prodigati per farlo lavorare. Grazie a Dio almeno i figli vanno a scuola e non mendicano (con loro e la madre, a mio avviso sfruttati, ho un rapporto cordiale). Lascio stare i disagi per la presenza di moltissimi ospiti clandestini che soggiornano in un appartamento di 65 m2. E quando gli diciamo di rispettare almeno la quiete altrui, siamo accusati di essere razzisti. Si sta diffondendo una forma di razzismo al contrario, da parte degli immigrati che in questo modo pretendono di avere solo diritii. DIREI CHE LA VERITA' STA NEL MEZZO.

Alessandra Carelli 18.11.05 14:23| 
 |
Rispondi al commento

POVERTA' = ADOZIONI INTERNAZIONALI -


GIRO PER CONOSCENZA QUESTA MAIL, FIRMATA DA MARIO CAPELLARI (DIRETTORE DI "BOLLETTINO DEL LAVORO" DI FERRARA).

venerdì 18 novembre alle ore 23 / 23.15 inizierà su Retequattro il nuovo programma condotto da Irene Pivetti dal titolo LIBERI TUTTI.

Nella prima puntata si parlerà anche del DRAMMA ADOZIONE.

In particolare ci sarà un'intervista a MASSIMO (che conosco personalmente). E' una delle 22 coppie ormai bloccate da anni, e che in parte conosciamo, con la pratica di adozione internazionale bloccata in Romania.

Massimo è assai noto a tutti coloro che seguono i forum dell'adozione (in particolari quello di Aibi)

E' talmente disperato che lui e sua moglie - che periodicamente vanno in Romania a trovare la loro figlia adottiva - stanno vendendo i loro beni per poi trasferirsi in Romania e vivere definitivamente accanto alla cucciola........ che - norme o non norme - per loro è ormai diventata moralmente loro figlia. La bimba sa che loro sono i suoi genitori adottivi e da tempo si chiede perchè lei non possa stare insieme con il suo papà e la mamma italiani. Massimo e sua moglie vanno periodicamente in Romania a trovare; passano tutte le estati con lei.

La bimba gli è stata assegnata nel 2001 quando aveva 4 anni, ora ne ha 8.

Non perdetevi la trasmissione....... anche perchè sappiamo che questi episodi sono solo la punta di in iceberg.

Fate girare questa notizia a quanti più amici conoscete.... sperando che finalmente anche i politici si decidano ad attivarsi per rimuovere i presupposti di queste assurdità.

Alessandra Carelli 18.11.05 14:07| 
 |
Rispondi al commento

trovo davvero deplorevole questo menefreghismo nei confronti dell'africa,terra che avrebbe davvero bisogno di piu' attenzioni e aiuti e invece tutto quello che accade crediamo che non ci riguardi,ma non sono uomini pure loro???
mi domando come possano andare avanti cosi'non e' possibile l'unica cosa che siamo riusciti a mandare in africa senza problemi,noi come nazione italiana e' aime'..la talpa,proggramma che non ho mai seguito ma che a QUANTO MI RACCONTANO E' DAVVERO 1 INSULTO AI MASAI E A TUTTE LE POPOLAZIONI AFRICANE,MA PERCHE' PROPRIO IN AFRICA????????NON SAREBBE STATO PIU' DISCRETO FARLO NEL GIARDINO DI BERLUSCONI(PER RISPARMIARE)E MANDARE LAGGIU AIUTI CONSIDEREVOLI CHE SAREBBERO SENZALTRO MEGLIO GRADITI.E' 1 VERGOGNA MI VERGOGNO AD ESSERE ITALIANA,SIAMO SENZA CUORE..PROPONGO QUINDI 1 RACCOLTA FIRME CONTRO L'ABOLIZIONE DI QUESTI PROGGRAMMI DEMENTI,CHE NON SERVONO AD ALTRO CHE A DIMOSTRARCI STUPIDI.FACCIAMO SENTIRE QUELLA PARTE DELL'ITALIA CHE E' CONTRO A QUESTE ASSURDITA'

caterina rolando 18.11.05 14:04| 
 |
Rispondi al commento

trovo davvero deplorevole questo menefreghismo nei confronti dell'africa,terra che avrebbe davvero bisogno di piu' attenzioni e aiuti e invece tutto quello che accade crediamo che non ci riguardi,ma non sono uomini pure loro???
mi domando come possano andare avanti cosi'non e' possibile l'unica cosa che siamo riusciti a mandare in africa senza problemi,noi come nazione italiana e' aime'..la talpa,proggramma che non ho mai seguito ma che a QUANTO MI RACCONTANO E' DAVVERO 1 INSULTO AI MASAI E A TUTTE LE POPOLAZIONI AFRICANE,MA PERCHE' PROPRIO IN AFRICA????????NON SAREBBE STATO PIU' DISCRETO FARLO NEL GIARDINO DI BERLUSCONI(PER RISPARMIARE)E MANDARE LAGGIU AIUTI CONSIDEREVOLI CHE SAREBBERO SENZALTRO MEGLIO GRADITI.E' 1 VERGOGNA MI VERGOGNO AD ESSERE ITALIANA,SIAMO SENZA CUORE..PROPONGO QUINDI 1 RACCOLTA FIRME CONTRO L'ABOLIZIONE DI QUESTI PROGGRAMMI DEMENTI,CHE NON SERVONO AD ALTRO CHE A DIMOSTRARCI STUPIDI.FACCIAMO SENTIRE QUELLA PARTE DELL'ITALIA CHE E' CONTRO A QUESTE ASSURDITA'

caterina rolando 18.11.05 14:01| 
 |
Rispondi al commento

ma come si fa a difendere un popolo di ladri e truffaturi!! andate a vedere il campo nomadi di brescia : camper con parabola , mercedes , porsche boxter ; ma quale povertà dovrebbero cacciarli via tutti.

Postato da: MARCO BERTOLI il 18.11.05 09:25

GLI ZINGARI NON SOLO TANTO DIVERSI DAI NOSTRI POLITICI:

ma come si fa a difendere un popolo di ladri e truffaturi!! ma quale povertà dovrebbero cacciarli via tutti.


EPPURE NON VI FANNO COSì SCHIFO.COME MAI?

Nicola Cellamare 18.11.05 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Mentre in Italia, Milano - Bologna - Napoli..., si usano le ruspe contro le minoranze sinte e rom, in Svizzera si propone una legge per incrementare i finanziamenti ai Comuni e ai Cantoni per la costruzione di spazi di transito e di sosta per queste minoranze etniche linguistiche.


Il Governo propone una legge per i nomadi.
Secondo il Governo grigionese si deve esaminare la creazione di una legge federale per il sostegno ai nomadi. In questo modo verrebbe creata una base legale per il versamento di sussidi ai Cantoni e ai Comuni. Questo è quanto scrive il Governo nella sua presa di posizione relativa all'avamprogetto del rapporto del Consiglio Federale sulla situazione dei
nomadi in Svizzera. Il Governo propone un sostanziale aumento dei sussidi federali alla Fondazione "Un futuro per i nomadi svizzeri". Un simile aumento ed eventualmente anche un aumento del capitale di fondazione permetterebbero alla fondazione di aumentare sensibilmente i propri contributi, attualmente del 10 per cento, per la creazione di spazi di transito e di sosta per i nomadi. Secondo il Governo, misure di questo tipo favorirebbero senza dubbio la disponibilità dei Cantoni e dei Comuni alla creazione di nuovi spazi. Si dovrebbe inoltre esaminare se i mezzi federali del promovimento della costruzione di abitazioni non potrebbero venire messi a disposizione anche per i nomadi.
Cancelleria di Stato dei Grigioni
(da La Gazzetta di Sondrio)

Sucar Drom 18.11.05 13:39| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra ancora di sentire quel sant'uomo di Pillitteri che prendendosela con un povero controllore atm gli diceva:
"Fascista! Squadrista! Vai in giro con il braccialetto d'oro tu...."
e quello di rimando
"Perchè non li ospiti fuori casa tua gli zingari?"

...il cattivo sono sicuro che fosse il controllore atm.... l'altro invece PARLAVA TANTO BENE... un così brav'uomo.

Quanti Pillitteri ci sono in questo forum????

Bettino Craxi 18.11.05 13:16| 
 |
Rispondi al commento

vorrei chiarire alcuni aspetti sulla situazione povertà e immigrazione, che forse a qualche italiano sfuggono.
in questi ultimi anni la gestione del settore servizi sociali sta sprofondando sempre di più. i fondi messi a disposizione da stato, regioni e comuni calano ogni anno, non si indicono da anni nuovi concorsi per nuovo personale, e quello già operativo è ovunque insufficiente, dalle grandi città fino ad arrivare ai piccoli comuni. e questo me lo disse un'operatrice della regione lombardia settore servizi sociali, così come un'assistente sociale di un piccolo comune di montagna, non dei pazzi!!
non c'è la possibilità nemmeno di monitorare la situazione attuale, perchè c'è troppo da fare e troppo poco personale. mi sembra che tutto questo sia una vergogna, come è una vergogna pensare che chi non ha i soldi per mangiare e per vivere in una casa vera, si possa permettere di avere e mantenere macchine di lusso. sono i soliti luoghi comuni che vedono gli immigrati solo come un peso, mentre la presenza di persone di provenienza, cultura, usi e costumi diversi dalle nostre dovrebbe essere visto come un grande patrimonio. e ritengo che nella maggior parte dei casi la delinquenza (che non ha distinzioni di nazionalità!) sia una conseguenza forzata dovuta da un lato proprio all'impossibilità di offrire all'immigrato, quanto all'italiano disoccupato, un aiuto concreto, una buona struttura sociale informativa e di sostegno, e un lavoro dignitoso, dall'altro alla sbagliata comunicazione che facciamo del nostro paese, come se fosse il paese dei balocchi e "della gente che piace alla gente che piace", come si sente dire spesso in servizi di sedicenti telegiornali.
è una vergogna che ancora oggi a godere dei più importanti e inderogabili diritti umani sia un elite e non tutta intera la popolazione di questo pianeta. dobbiamo ricordarci che nessuno può far finta di niente o peggio lamentarsi senza poi fare nulla anche di piccolo per contribuire a cambiare le cose, solo perchè esempi di degrado si trovano dall'altra parte del mondo, o più semplicemente in periferia, in zone che non frequentiamo, lontane da casa nostra.
silvia

silvia iotti 18.11.05 12:38| 
 |
Rispondi al commento

Questa volta hai esagerato!
Scusami ma questa volta mi trovi in disaccordo, hai toppato.
Non mi ritengo razzista, ma nei confronti degli Zingari si, scusami, ma nei miei 40 anni ancora ne devo vedere uno che lavora, almeno uno! campano di espedienti, furti, estorsione, rubano i bambini (si beppe non negarlo), usurai ecc.
Non mi si venga a dire che anche gli italiani fanno questo, si forse è vero, una considerazione però, mentre per gli italiani (e anche extracomunitari) vale per l'ordine del 1-2 % per loro Beppe vale per il 99;999% CAPITO!
QUESTA VOLTA MI HAI FATTO INCAZ....RE!

G Orfanelli 18.11.05 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Provo sdegno e indignazione di fronte all'intolleranza il razzismo e qualsiasi forma di ghettizzazione umana.Tuttavia non posso negare il fatto che i rom sono per natura ben diversi da quelli poeticamente descritti da Beppe o dal compianto De Andrè.Molti di loro sono ladri,imbroglioni,spacciatori,schiavisti,magnacci,sfruttatori,ed è per questo che mi fanno schifo,non in quanto zingari.Caro Beppe tu sei un uomo,rispetti la natura,l'ambiente e gli altri esseri umani che meritano rispetto.Loro no!loro non rispettano niente,guarda la merda che si creano intorno e che sconfina nella nostra vita,loro non rispettano la vita nemmeno dei propri piccoli.Se parli bene di questi uomini infami allora parla bene anche di Silvio,Tronchetti,Dell'Utri,Andreotti,Bush etc.etc.
Riflettete,nessuno vi costringe ad essere buonisti a tutti i costi.

Emilio Iannone 18.11.05 12:07| 
 |
Rispondi al commento

Nel nostro paese i poveri di cui doversi occupare sono sempre più numerosi ma a quanto pare fanno rumore solo quelli stranieri! Di campi nomadi ne esistono tanti in Italia ma non mi sento di definirli poveri in cerca di un po' di dignità! Quegli stessi "poveri", spesso fuori dalle loro baracche hanno macchine di grossa cilindrata, sono gli stessi che ci si può trovare in casa a rubare e sono gli stessi che cercano di strappare i bambini dalle braccia delle loro madri! Mi spiace, tutti hanno bisogno di trovare una sistemazione decorosa, ma prima di dare colpa ad una regione che cerca di togliere un po' di degrado (e in Campania ne esiste davvero tanto soprattutto nelle periferie) occorre prendersela con un governo che permette a migliaia di persone di entrare ogni giorno nel nostro paese senza che possano trovare quella dignità di cui si parla in quest'articolo!

Sissi (MI)
settembre_01@excite.it

Alfonsina Massa 18.11.05 11:25| 
 |
Rispondi al commento

Nonostante il fatto di averli avvertiti di questa situazione nel 1991, prima di entrare in azione nell’ambito della mia legittima difesa spingendo il comandate maggiore Lussese Vincenzo, che ordino la distruzione a negare l’esistenza di questo storia d’ingiustizia a palazzo Chigi, il palazzo del Governo, ma hanno preferito violenza di stato con cui si sono assicurati questa situazione che, nessuno l’invidierà per vari motivi, come nessuno mi ha mai invidiato la vita da cane che mi facevano fare, causa della loro crudeltà e il loro terribile sistema che faceva brividi agli stranieri e gli italiani per bene! Erano sicuri di usarmi per passare questa corruzione, ma in questa parte di questa incredibile storia hanno scoperto che era meglio la sciarmi in pace al posto di scatenare una violentissima guerra, che hanno subito anche loro la sua terribile conseguenza di cui non sono responsabile come sostenevano i fedeli del sistema che violentava la mia persona e mi torturavano mezzo la strada sotto i riflettori! > >
I miei aggressori hanno impiegato un vero e proprio potenziale; hanno stretto alleanze contro di me per evitare la scoperta del vero volto, del loro “terribile sistema” da parte degli italiani per bene e gli indesiderati ospiti stranieri, durante 15 anni di violenza di stato e complotti con cui giustificavano i falsi sospetti così ridicoli, inoltre erano prodotto dell’immaginazione di persona cattive di pessimo profilo culturale, umano e morale, la cosa che consideravo la causa principale che, ha provocato questa storia d’ingiustizia che, nessuno avrebbe creduto se non fosse vera come hanno testimoniato tutti coloro che seguivano i suoi sviluppi da 15 anni in cui hanno scatenato una violentissima azione usando tutto di cui anche la natura!

lemin ould 18.11.05 11:23| 
 |
Rispondi al commento

Nonostante il fatto di averli avvertiti di questa situazione nel 1991, prima di entrare in azione nell’ambito della mia legittima difesa spingendo il comandate maggiore Lussese Vincenzo, che ordino la distruzione a negare l’esistenza di questo storia d’ingiustizia a palazzo Chigi, il palazzo del Governo, ma hanno preferito violenza di stato con cui si sono assicurati questa situazione che, nessuno l’invidierà per vari motivi, come nessuno mi ha mai invidiato la vita da cane che mi facevano fare, causa della loro crudeltà e il loro terribile sistema che faceva brividi agli stranieri e gli italiani per bene! Erano sicuri di usarmi per passare questa corruzione, ma in questa parte di questa incredibile storia hanno scoperto che era meglio la sciarmi in pace al posto di scatenare una violentissima guerra, che hanno subito anche loro la sua terribile conseguenza di cui non sono responsabile come sostenevano i fedeli del sistema che violentava la mia persona e mi torturavano mezzo la strada sotto i riflettori! > >
I miei aggressori hanno impiegato un vero e proprio potenziale; hanno stretto alleanze contro di me per evitare la scoperta del vero volto, del loro “terribile sistema” da parte degli italiani per bene e gli indesiderati ospiti stranieri, durante 15 anni di violenza di stato e complotti con cui giustificavano i falsi sospetti così ridicoli, inoltre erano prodotto dell’immaginazione di persona cattive di pessimo profilo culturale, umano e morale, la cosa che consideravo la causa principale che, ha provocato questa storia d’ingiustizia che, nessuno avrebbe creduto se non fosse vera come hanno testimoniato tutti coloro che seguivano i suoi sviluppi da 15 anni in cui hanno scatenato una violentissima azione usando tutto di cui anche la natura!

lemin ould 18.11.05 11:20| 
 |
Rispondi al commento

grazie Stefano Orlando per gli argomenti civili e intelligenti in mezzo a questa marea di MERDA che ho letto in questo blog sui rom (ignoranza mista ad arroganza), ma sapete che molti in Germania parlando degli italiani usano gli stessi toni che voi usate sui rom (sporchi, ladri ecc.)? ne siete consapevoli?
se l'Italia siete voi, tenetevi Berlusconi e la sua banda: ve lo meritate, vi rappresenta degnamente! e non c'entra la destra o la sinistra, qui siamo ai livelli di lotta illuministica contro le tenebre.

Maria Teresa Arbia 18.11.05 10:31| 
 |
Rispondi al commento

per dovere di cronaca e visto che il post su Cofferati è stato tolto leggeti questo:

http://ilrestodelcarlino.quotidiano.net/art/2005/11/17/5391717

aggiungo inoltre (ma nessuno ne parla) che verranno stanziati dal comune parecchi soldi per risolvere il degrado di p.zza Verdi e che a seguito dei tagli agli enti locali e quindi al comune la giunta ha deciso di aumentare l'ICI e la tassa sulla spazzatura alle seconde terze case e alle ville sui colli.
saluti

Vincenzo Curcio 18.11.05 10:03| 
 |
Rispondi al commento

ORA BASTA!!!!
Non ci bastava la legge proporzionale, la legge ex-Cirielli, la Devolution e tutte le disposizioni ad personam di questo governo!
Adesso dobbiamo riscrivere la Storia.
Non solo è arrivata, come logica conseguenza, l'assoluzione per tutti gli imputati per la Strage alla Questura di Milano del maggio 1973.
Adesso si prova, in maniera più palese di altre volte, di smontare l'unica sentenza che ha visto la condanna all'ergastolo di Giusva Fioravanti e Francesca Mambro per la Strage di Bologna del 2 agosto 1980.
Ovviamente le indiscrezioni, per la riapertura del caso, vengono da quel Dossier Mitrokin, che ad ogni piè sospinto risorge dalle sue ceneri per gettare ulteriori ombre sul nostro passato.
Ovviamente c'è il solito deputato di Alleanza Nazionale che è lì pronto a scatenere il solito putiferio, affinchè si possa far "giustizia" alle "ingiustizie" perpetrate ai suoi fedeli camerati Fioravanti e Mambro.
E altresì, ovviamente, c'è il solito telegiornale di partito (Tg2) che si affretta ad intervistare il povero Fioravanti, che inizia un'arringa in sua difesa, accusando questo o quell'arabo, visto che adesso va molto di moda!
A prescindere che il "nostro" Fioravanti è un pluriomicida e quindi dovrebbe stare in carcere e non in regime di semi-libertà.
A prescindere che in questo modo non si fa altro che bloccare l'istruttoria sui mandanti che guarda caso comprende esponenti di spicco della Loggia Massonica P2.
(sì, quella dove il "nostro" Presidente del Consiglio aveva la Tessera n° 1816, mi pare??).
A prescindere che, la Strage di Bologna, è l'unica strage commessa in Italia ad avere dei colpevoli materiali.
Dopo tutti questi "a prescindere" mi domando:
SIAMO ANCORA QUI A DOMANDARCI SE QUESTO GOVERNO E' DEMOCRATICO E LIBERALE?
Vogliamo continuare a mettere la testa sotto la sabbia come gli struzzi, facendo finta di nulla, lasciando che tutto passi inosservato?
E l'opposizione dov'è? l'opposizione che dovrebbe garantire l'equilibrio in questo paese?

Luca Nannelli 18.11.05 09:48| 
 |
Rispondi al commento

ma come si fa a difendere un popolo di ladri e truffaturi!! andate a vedere il campo nomadi di brescia : camper con parabola , mercedes , porsche boxter ; ma quale povertà dovrebbero cacciarli via tutti.

MARCO BERTOLI 18.11.05 09:25| 
 |
Rispondi al commento

(((Qual'è la reazione di tutti coloro che, tanto parlano bene degli zingari,un domani si troverebbero vicino alla loro bella casa un accampamento di ROM?))))


Io in vari interventi ho provato a difendere questi poveracci dall'enorme quantità di razzismo e di bugie sul loro conto che ho letto in questo post.
La reazione che avrei domani se mi trovassi un campo vicino la mia bella casa è la stessa che ho avuto oggi e che ho da circa 8 anni, da quando cioè hanno installato un campo nomadi attrezzato a circa 700 m da casa mia a tor de cenci a Roma. In pratica nessuna reazione particolare.
Prima che il campo venisse installato nel quartire ci sono state una gran quantità di proteste, assemblee e manifestazione varie perchè gli abitanti non volevano il campo vicino casa loro. Tuttavia il campo è stato fatto lo stesso, e sapete una cosa che potrebbe sembrarvi strana? dopo non ci sono state più proteste. Gli zingari non davano tutto questo fastidio, anzi quasi non ci si accorgeva della loro presenza.
Forse non è stato proprio un miracolo: va detto infatti che il campo di Tor de Cenci è uno dei pochi campi attrezzati, in cui gli zingari vivono in una situazione dignitosa, e non è una baraccopoli nel fango.
Questo non vuol dire che sia un bel posto. Rimane sempre un ghetto ai margini della città, separato dal quartiere dalla pontina e con un accesso difficile da raggiungere.
Però almeno condizioni di vita leggermente più civili hanno fatto si che certi problemi siano risolti, ad esempio i bambini vanno tutti a scuola e gli utenti dell'autobus dal naso delicato sono contenti perchè, guarda caso, se gli zingari hanno la doccia per lavarsi, non puzzano!!!
Rimane forse il problema più grave: molti degli zingari che vi abitno e che conosco personalmente vorrebbero lavorare, magari per andare a vivere in una casa, ma chi glielo dà lavoro ad uno zingaro? Io stesso ho provato ad aiutarli nella ricerca del lavoro ma senza successo.

Stefano Orlando 18.11.05 01:16| 
 |
Rispondi al commento

Ernesto.
Innanzitutto sono genericamente di sinistra,non
comunista in quanto i comunisti,come i fascisti
e i colonizzatori del resto,nel mondo ne hanno fatte di tutti i colori.
Non penso che la passata legislatura abbia brillato,ma almeno non ha fatto cio' che le ho detto ieri,ha gestito la situazione sistemando
magari un po'i conticini.Quindi il dilemma non è
tra una coalizione meravigliosa e una media,ma
tra una media (Un po'meglio delle passate pero'...MI CONSENTA)
e una che costantemente da prove di forza,di prepotenza,di ruffianeria, di ingiustizia sociale
e di mancato rispetto per la nostra e per le altrui culture.

COSTANTINI ROBERTO 17.11.05 21:34| 
 |
Rispondi al commento

LA GIUSTIZIA AI GIUSTI...DOVREBBE ESSERE COSì? LA GIUSTIZIA è SEMPRE STATA DALLA PARTE DI CHI NON NE HA BISOGNO...
SONO UN GIOVANE RAGAZZO KE HA GIà CAPITO LA SORTA DI "REGOLAMENTO" KE Cè IN STO MONDO, NELLA POLITICA SOPRATTUTTO....FORSE PERKè SONO CRESCIUTO IN UN AMBITO RIVOLUZIONARIO, RESTA IL FATTO è KE BISOGNA COMBATTERE CERTE INGIUSTIZIE....LA POVERTà E LA GIUSTIZIA SI COMBATTONO CON LE PAROLE E CON I FATTI...è QUESTO KE IL GRANDE MAESTRO GRILLO MI STA INSEGNANDO.....COME ULTIMA COSA VI CHIEDO: MA LA CHIESA,è CONSIDERATA LO STATO PIù RICCO AL MONDO?Bè DOVE CAZZO SONO STI SOLDI?PREDICATE DALL'INIZIO DELLA RELIGIONE LA PACE, KE NON è MAI ESISTITA TRA L'ALTRO, INOLTRE è CONSIDERATA UNA FETTA IMPORTANTE E POTENTE (NON LO METTO IN DUBBIO)....MA SERVONO FATTI NON PREGHIERE PER CERTE INGIUSTIZIE....GIUSTIZIA AI GIUSTI!!!!!

DE VITO GABRIELE 17.11.05 21:17| 
 |
Rispondi al commento

CITO :

Sgombero forzato campo ROM a Bergamo
06 Settembre 2001

Sos al campo rom

Anche la Asl di Bergamo ha preso atto della scandalosa situazione in cui versano i due campi nomadi di Celadina. Dopo un sopralluogo nei due campi (dove sopravvivono 60 rom e 150 kosovari, tra cui 50 bambini) i medici della Asl hanno riscontrato sei casi conclamati e dodici sintomatici di shighella, un'infezione causata da un germe che attacca l'intestino e provoca pericolose dissenterie.
-----------------------------

Il problema è che non puoi vivere in questo modo al giorno d'oggi. Grillo, se indichi il male ma non la cura sei uno dei tanti nel coro, un surfista come altri che cavalca l'onda.

quale è la tua proposta per mettere d'accordo accoglienza e convivenza civile?

Filippo Aieie 17.11.05 21:07| 
 |
Rispondi al commento

Io gli zingari li ho avuti in casa e mi hanno portato via tutto quello che conservavo di valore. Vicino a casa mia vengono abitualmente in quel di Cambiago si fermano (sono circa 100 roulottes) si agganciano all'acqua dei pompieri e stazionano per una settimana. Quando se ne vanno è pieno di merda dappertutto (non in senso figurato, proprio MERDA!!) e pattumiera.
Ora io che pago le tasse su tutto! nel vedere questi signori che vivono in questo modo a casa mia e lasciano tutto lercio mi incazzo tremendamente, se Grillo vuole accogliersi nelle sue proprietà private liberissimo di farlo, io invece sarei per un pronto intervento dei buldozer. Stammi bene Grillo

Filippo Aieie 17.11.05 20:53| 
 |
Rispondi al commento

>>
Qual'è la reazione di tutti coloro che, tanto parlano bene degli zingari,un domani si troverebbero vicino alla loro bella casa un accampamento di ROM?

Postato da: giuseppe roppolo il 17.11.05 18:16
>>

non ho una bella casa ma mi trovo meglio con un nomade come vicino di casa piuttosto che con un razzista
mi sentirei più tranquillo

lorenzo pini 17.11.05 18:36| 
 |
Rispondi al commento

Nessuno è in grado di rispondere ad una semplice domanda:perche la Rai deve incassare oltre alla pubblicità anche il canone ? Qualche anima buona pensa che,poveretta,deve assicurare il servizio pubblico;ma vi sembra che il livello rai sia diverso da quello delle reti private ? ma vi sembra che esistano differenze sostanziali sui palinsesti,tale che una rete possa definirsi privata e l'altra pubblica ? Ma vi sembra che il livello di pubblicità in rai sia inferiore a quello della rete pubblica ? Insomma come dice Beppe,mi sono rotto le palle di pagare il canone;
lo considero una violenza a casa mia,un insulto alla mia intelligenza e non voglio contribuire alla messa in onda di scemate con i miei soldi (isole dei cretini,Pipi Baudi vari e Celentani predicatori di nulla,finti straccioni seduti su montagne di soldi nostri)Propongo a tutti gli amici che mi leggono ,di inviare alla rai una civile protesta via mail dandone conto su questo blog:vediamo quanti siamo!

gaetano arcarese 17.11.05 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Nessuno è in grado di rispondere ad una semplice domanda:perche la Rai deve incassare oltre alla pubblicità anche il canone ? Qualche anima buona pensa che,poveretta,deve assicurare il servizio pubblico;ma vi sembra che il livello rai sia diverso da quello delle reti private ? ma vi sembra che esistano differenze sostanziali sui palinsesti,tale che una rete possa definirsi privata e l'altra pubblica ? Ma vi sembra che il livello di pubblicità in rai sia inferiore a quello della rete pubblica ? Insomma come dice Beppe,mi sono rotto le palle di pagare il canone;
lo considero una violenza a casa mia,un insulto alla mia intelligenmza e non voglio contribuire alla messa in onda di scemate con i miei soldi (isole dei cretini,Pipi Baudi vari e Celentani predicatori di nulla,finti straccion seduti su montagne di soldi nostri)Propongo a tutti gli amici che mi leggono ,di inviare alla rai una civile protesta via mail dandone conto su questo blog:vediamo quanti siamo!

gaetano arcarese 17.11.05 18:27| 
 |
Rispondi al commento

Qual'è la reazione di tutti coloro che, tanto parlano bene degli zingari,un domani si troverebbero vicino alla loro bella casa un accampamento di ROM?

giuseppe roppolo 17.11.05 18:16| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
mi dispiace dire che stavolta non sono daccordo con te e padre Alex Zanotelli; è bello dire diamo una mano al prossimo, davvero una cosa lodevole e per tutti quelli che sono al di fuori di questa realtà è anche facile dire messaggi come quello che ho appena letto. Ma noi che ne siamo dentro abbiamo una idea moooolto diversa dalla vostra; infatti tra tutte le persone che conosciamo quante di loro riuscirebbero "a porre l'altra guancia"...poche, pochissime forse solo Alex Zanotelli. Voi non sapete quanti e quali problemi portino questi "zingari". E' davvero umiliante dire che noi siamo costretti a vivere insieme a loro, che sono un vero e proprio degrado della società(rubano,sporcano e non lavorano!!!). Attenzione però, questo non è razzismo, non c'entra proprio niente il razzismo. Io inviterei tutti quelli che non vivono a Napoli e sono favorevoli ad aiutare gli zingari a vivere un bel pò di tempo in questa città e poi vorrei sapere se la loro opinione sugli zingari è sempre la stessa o è cambiata...E non mi si venga a dire che aiutarli è un fatto di umanità indipendentemente da quello che fanno, perchè ragionando così allora i criminali più incalliti andrebbero perdonati e rilasciati dal carcere; se qualcuno la pensa così provi ad immaginare un mondo dove tutti i crminali fanno quello che vogliono e poi vengo rimessi in libertà per "umanità"; lo stesso ragionamento può essere fatto per gli zingari: loro vengono da noi clandestinamente, infangano la città, creano disagi e noi dovremmo aiutarli? Beh allora lasciatemi dire che anch'io rinuncio a laurearmi in ingegneria e mi metto a fare lo zingaro, tanto anche se rubo auto e moto c'è sempre gente che mi vuole aiutare invece di sbattermi in galera o rimandarmi al paese di origine!!!!

Gabriele Ferrentino 17.11.05 17:55| 
 |
Rispondi al commento

.ma i nomadi non dovrebbero girare sempre e mai fermarsi....???altrimenti che nomade è?????

Filippomaria dalessio 17.11.05 17:30| 
 |
Rispondi al commento

esistono rom buoni e rom cattivi,italiani buoni e italiani cattivi. generalizzare criminalizzando su larga scala è sbagliato.
non mi sembra che il problema dei rom salti fuori quando vengono assunti in nero e sottopagati per rischiare il culo appesi a trenta metri.

vincenzo staglianò 17.11.05 16:13| 
 |
Rispondi al commento

Nei campi nomadi si addestrano i terroristi di AL-QAEDA!!

Fabio Rota - Bergamo 17.11.05 14:29| 
 |
Rispondi al commento

X ROBERTO COSTANTINI.


vede sig costantini come siete voi di sinistra?
attacate subito, e trovate sempre un modo per uscirme fuori dalle cose.
Io no sono ne di destra ne di sinistra.
Lei mi giudica subito dicendo che sono un DESTROIDE....subito,
Veda i fatti in italia oggi. Per favore
Anni fa quando c'era occhetto a governare la vostra ideologia, le cose non sono cambiat.Ma le diro' di piu' i comizi he faceva occhetto veltroni d'alema, ecc ecc li ho seguiti , anche se non ho idee politiche, io vedo solo cio' che avviene sulla mia pelle ,oggi.
Sicuramente lei avra' una casa lussuosa, e si professa comunista.Ben per lei.
i pensionati, che forse lei , non sente tale problema, mi deve spiegare il perchè oggi, nel 2005 i lavoratori ancora vengono licenziati senza giusta causa, i pensionati non vivono ma sopravvivono, e non creda che a me fa piacere vedere oggi,persone che hanno dato il culo per i figli per la famiglia, a dover chiedere prestiti, per poter andare avanti.Eppure tutte queste cose anche quando governava la sinistra c'erano e sono rimaste.Oggi sento e vedo, solo un attacco continuo su questo e quello, sig roberto io che sono ignorante per favore mi comunichi una lista di cose buone di leggi che ha fatto la sinistra verso di noi ,poveri cittadini d'italia??? Io noto solo una cosa. Che i dirigenti dei partiti di sinistra ecc ecc un po' rosicano di chi è andato al governo.Si ricordi che D'alema è andato al governo da solo, senza che noi tutti cittadini avessimo votato, ce lo siamo ritrovato dall'oggi al domani. Mi faccia il piacere..copieghi sig Roberto, che cosa ha fatto di buono la sinistra oggi??
L'ici la continuiamo a pagare,introdotta da voi
I contratti di formazione che allo scadere dei due anni ti licenziano in tronco, li ha introdotti bertinotti,
Mi spiega perchè d'alema è stato pizzicato ad abitare in 200 mq a roma a sole 20 MILALIRE AL MESE!!!(FONTE STRISCIA LA NOTIZIA)?
Mi spega perchè prodi ad oggi becca 23 MILAEUROAL MESE solo per aver ricoperto la poltrona all'unione europea???
Loro la povertà non la sentono.
A NO...LORO SON COMUNISTI!!!
Mi scusi sig Roberto e buona giornata.

ERNESTO 17.11.05 14:06| 
 |
Rispondi al commento

X ROBERTO COSTANTINI.


vede sig costantini come siete voi di sinistra?
attacate subito, e trovate sempre un modo per uscirme fuori dalle cose.
Io no sono ne di destra ne di sinistra.
Lei mi giudica subito dicendo che sono un DESTROIDE....subito,
Veda i fatti in italia oggi. Per favore
Anni fa quando c'era occhetto a governare la vostra ideologia, le cose non sono cambiat.Ma le diro' di piu' i comizi he faceva occhetto veltroni d'alema, ecc ecc li ho seguiti , anche se non ho idee politiche, io vedo solo cio' che avviene sulla mia pelle ,oggi.
Sicuramente lei avra' una casa lussuosa, e si professa comunista.Ben per lei.
i pensionati, che forse lei , non sente tale problema, mi deve spiegare il perchè oggi, nel 2005 i lavoratori ancora vengono licenziati senza giusta causa, i pensionati non vivono ma sopravvivono, e non creda che a me fa piacere vedere oggi,persone che hanno dato il culo per i figli per la famiglia, a dover chiedere prestiti, per poter andare avanti.Eppure tutte queste cose anche quando governava la sinistra c'erano e sono rimaste.Oggi sento e vedo, solo un attacco continuo su questo e quello, sig roberto io che sono ignorante per favore mi comunichi una lista di cose buone di leggi che ha fatto la sinistra verso di noi ,poveri cittadini d'italia??? Io noto solo una cosa. Che i dirigenti dei partiti di sinistra ecc ecc un po' rosicano di chi è andato al governo.Si ricordi che D'alema è andato al governo da solo, senza che noi tutti cittadini avessimo votato, ce lo siamo ritrovato dall'oggi al domani. Mi faccia il piacere..copieghi sig Roberto, che cosa ha fatto di buono la sinistra oggi??
L'ici la continuiamo a pagare,introdotta da voi
I contratti di formazione che allo scadere dei due anni ti licenziano in tronco, li ha introdotti bertinotti,
Mi spiega perchè d'alema è stato pizzicato ad abitare in 200 mq a roma a sole 20 MILALIRE AL MESE!!!(FONTE STRISCIA LA NOTIZIA)?
Mi spega perchè prodi ad oggi becca 23 MILAEUROAL MESE solo per aver ricoperto la poltrona all'unione europea???
Loro la povertà non la sentono.
A NO...LORO SON COMUNISTI!!!

ERNESTO 17.11.05 14:05| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, è vera la notizia secondo la quale Nichi Vendola in visita nella Grande Mela, con 17 cari amici in 4 giorni, ha speso 345.000,00 € della regione?

Riccardo Rosatelli 17.11.05 13:48| 
 |
Rispondi al commento

Non c'è nessuno che abbia voglia di fare un SUPER-EROE? Mi rivolgo a tutti quei giovani che non sanno cosa fare per ingannare il tempo..sicuramente è impegnativo e offre tanta notorietà più del GRANDE FRATELLO!!!PENSATECI é UN'IDEA CONTRO CORRENTE!!!!

laura marcato Commentatore in marcia al V2day 17.11.05 13:46| 
 |
Rispondi al commento

Non c'è nessuno che abbia voglia di fare un SUPER-EROE? Mi rivolgo a tutti quei giovani che non sanno cosa fare per ingannare il tempo..sicuramente è impegnativo e offre tanta notorietà più del GRANDE FRATELLO!!!PENSATECI é UN'IDEA CONTRO CORRENTE!!!!

laura marcato Commentatore in marcia al V2day 17.11.05 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Non c'è nessuno che abbia voglia di fare un SUPER-EROE? Mi rivolgo a tutti quei giovani che non sanno cosa fare per ingannare il tempo..sicuramente è impegnativo e offre tanta notorietà più del GRANDE FRATELLO!!!PENSATECI é UN'IDEA CONTRO CORRENTE!!!!

laura marcato Commentatore in marcia al V2day 17.11.05 13:45| 
 |
Rispondi al commento

X ISIDORO DE ROSA
Io, se lo vuole sapere signor Isidoro ho tantissimi amici laureati che come me sono dovuti andar fuori a cercare lavoro, tutti napoletani ovviamente. Lo so che lei parla con cognizione di causa, Napoli la conosco bene, ci ho vissuto fino a 28 anni, ma se lei ha letto qualche post c'è certa gente che generalizza,"porci napoletani" lei non credo che definisce tale se stesso, e tanti suoi altri amici e parenti che vivono con lei. Ammetto ed è chiaro che a Napoli il tasso di delinquenza è maggiore rispetto ad altre città d'Italia e questo è innegabile ma definire "porci" 1.000.000 di persone quando magari ne sono responsabili 100.000 dei guai della città non lo trovo giusto. Le assicuro che siamo troppi a Napoli quello è il vero problema, e nella moltitudine è statistico che le mele marcie sono di più. Vivo non lontano dalla Svizzera ora e vedo quel paese come un esempio di civiltà, ma ci vogliamo rendere conto che tutta la Svizzera è quanto la Lombardia e la densità di popolazione è molto più bassa? E' tutto molto più facilmente controllabile le leggi sono severe, le assicuro con il lavoro che faccio che ho quotidiano contatto con gli Svizzeri che vengono in Italia e che sono di gran lunga più scostumati degli italiani, perchè li la legge li stanga, qui invece sanno che la legge è più garantista e vogliono fare il loro porco comodo. Non voglio uscire fuori tema guardi la gente che ho frequentato io a Napoli non mi ha mai "sbranato" sarà pure una fortuna, io i contatti con la città li ho ancora in quanto spesso per nostalgia scendo volentieri, Le assicuro che ho molta più paura nella Metro' di Milano dove ci sono persone(almeno dall'aspetto) poco raccomandabili peggio che a Napoli.Un altra cosa che noto quando torno a Napoli,tutti si lamentano ma nessuno ha il coraggio di andar via allora il problema dov'è? nella mentalità del tiriamo a campare...e no qui sta l'errore, allora dico o si scappa da Napoli o si lotta per cercare di migliorarla.

DANILO TRONCO 17.11.05 13:44| 
 |
Rispondi al commento

Se chiedete agli anziani di udine,se è vero della leggenda sui rom che rubano i bambini..vi risponderanno che non è una leggenda! E' successo molti anni fa nella mia famiglia!!!

laura marcato Commentatore in marcia al V2day 17.11.05 13:36| 
 |
Rispondi al commento

Salve,
ho appena letto un articolo interessante sul sito di "Report" relativamente al Brasile ed alla produzione di carburante - alcol - dalla canna da zucchero dal titolo "L'auto vegetale". Sembra quasi un uovo di colombo; pare, fra l'altro, che l'Italia, con le sue Magneti Marelli e FIAT (si cita per quest ultima solo una Fiat Palio), sedi brasiliane beninteso, sia un'attrice protagonista in questa "piece".

Retoricamente mi chiedo come mai queste curiose quanto buone nuove, vengano all'attenzione solo quando vi si inciampa per caso.

Igor Longagnani 17.11.05 13:18| 
 |
Rispondi al commento

ciao leggete questo articolo,
http://liberoblog.libero.it/italia/bl1782.phtml
mi sa che alla fine la sinistra si comporti uguale alla destra.
ma chi devo votare Beppe, se Berlusconi non va bene , tu pensi che Prodi sia migliore?
ciao

marco barattieri 17.11.05 13:13| 
 |
Rispondi al commento

Fare apologie dei rom è effettivamente un po'grottesco. Anzitutto perchè a loro non importa.
D'altra parte, l'orgoglio d'essere dei buoni borghesi......... Molto, MOLTO più grottesco!

Alessio Di Landro 17.11.05 13:03| 
 |
Rispondi al commento

rileggendo i post mi viene una grande tristezza

mi vergogno di essere italiano...

Nicola Cellamare 17.11.05 13:03| 
 |
Rispondi al commento

X DANILO TRONCO

Guarda che ho scritto quello sfogo con cognizione di causa.
Sono NAPOLETANO e vivo a NAPOLI. E sai quale è il migliore paragone per descrivere NAPOLI ?
E' come una tigre in gabbia, bellissima, ma guai a tentare di accarezzarla, o peggio entrare nella sua gabbia, per ammirarla più da vicino, ti sbranerebbe. Meglio gardarla in fotografia, o in televisione, in qualche documentario del national geographics.
Ciao tigrotti !!!! io cercherò in tutti i modi di andare via.

isidoro de rosa 17.11.05 13:00| 
 |
Rispondi al commento

Cerco qualcuno che mi spiegasse che attività abbia svolto padre Zanottelli in Vaticano per destinare parte delle immense disponibilità dello IOR (detta altresì banca vaticana)a favore dei poveri o degli emarginati.
Chiedo questo perchè ne ho piene le palle di sentire le prediche di persone che si sono fatte una presunta verginità spalando merda in un posto sperduto del mondo(quando c'è n'è tanta da spalare anche da noi),quindi ritornano cercando una definitiva santificazione mediatica nel tentativo (demagogico, perchè sempre di sicura approvazione) di far passare noi occidentali colpevoli solo per il fatto che viviamo nel benessere.Se ne guardano bene dal disturbare in maniera efficace i manovratori (istituzioni religiose , stato laico e multinazionali),perchè tanto da loro riceverebbero solo delle sonore pedate nel culo.....................

Stefano Rigotti 17.11.05 12:57| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, Beppe
prima di scrivere il mio commento sono andata a leggere quelli degli altri,pensando di trovare tanta gente che si fosse incazzata per quello che è successo a Napoli e invece, per la stragrande maggioranza ho trovato solo gente che della gravità del problema non aveva capito proprio nulla.
Possibile che nessuno pensi mai alle vere vittime di queste situazioni aberranti: i bambini.Sempre e comunque loro, non c'è più nessuno che si pone questo problema, nessuna pietà è giusto così sono i più deboli e rimangono schiacciati da un sistema che non li calcola proprio.
I bambini non sono razzisti non guardano se un compagno di giochi è nero, bianco, giallo, rosso, o rom, giocano e basta.
Certo quello non è il miglior modo di risolvere il problema dei rom, sbattendoli in mezzo a una strada, cari, carissimi napoletani.
Una sgomenta Giuliana.

giuliana marchini 17.11.05 12:56| 
 |
Rispondi al commento

Per Stefano Idardo e Alice Sisti

MA DOVE VIVETE? UNA LEGGENDA METROPOLITANA IL FATTO CHE I ZINGARI RUBINO I BAMBINI? MA LI LEGGETE I GIORNALI? GLI ULTIMI FATTI DI LECCO E FIRENZE CHE QUASI QUASI ALLA ZINGARA I GENITORI DOVEVANO CHIEDERE SCUSA! IO ABITO A ROMA, CHE è PIENA E STRAPIENA DI ZINGARI E FATTI DI TENTATO RAPIMENTO NE SONO CAPITATI ECCOME! SOLO TRA LE PERSONE DI MIA CONOSCENZA CI SONO STATI 3 CASI!. RUBANO IN CASA, TU LI PRENDI SUL FATTO, CHIAMI LA POLIZIA E SAI QUESTI COSA TI DICONO (E' SUCCESSO A ME): "TANTO LI PRENDIAMO E FRA DUE ORE SONO FUORI. L'UNICO MODO PER FARGLIELA PAGARE E'PICCHIARLI MENTRE NOI CE NE ANDIAMO DI LA'" QUESTO E' L'UNICO MODO PER FARGLIELA PAGARE E LA POLIZIA HA LE MANI LEGATE! POSSIBILE CHE POSSIAMO OTTENERE GIUSTIZIA SOLO IN QUESTO MODO? (CERTO MI PIACEREBBE CHE CI LASCIASSERO FARE LO STESSO CON IL BERLUSCA E CLAN DI LADRI AL SEGUITO). SIAMO INDIFESI CONTRO QUESTA GENTE, DOBBIAMO DARGLI UN CALCIO IN CULO E MANDARLI VIA. SONO ROM? NOMADI GIROVAGHI? ANDASSERO A GIROVAGARE A CASA LORO (AH CERTO, NON POSSONO, LI' SONO DEI RISPETTABILI DIVENTATI RICCHI CON I SOLDI "GUADAGNATI" ONESTAMENTE ALL'ESTERO.

elisabetta civile 17.11.05 12:46| 
 |
Rispondi al commento

Senza andare fino in Romania so per certo da racconti di medici di Guardia Notturna che in zone di Roma tipo Casilino ci sono villoni Hollywodiani abitati da Rom che hanno personale di servizio italiano con marmi a profusione e bottiglioni di profumo griffati da un Litro e magari le donne vanno in giro a mendicare ed i maschi stanno nullafacenti a seguire strani traffici....in realtà evidentemente hanno una cultura di destra intesa come dispregio delle regole e sopraffazione.... Dobbiamo capire tutti ed anche tu Grillo che ammiro incodizionatamente che per battere il Berlusconismo occorrono regole precise per tutti compresi i Rom.....

Phantom of Paradise 17.11.05 12:32| 
 |
Rispondi al commento

x Stefano Orlando
Nn mi sono molto simpatici quelli che sono convinti di avere la verità in tasca sulla base di ideologie e principi "poco pratici".Il basso livello(come dici tu)dei commenti al post forse evidenzia un problema,o meglio, un'esasperazione,che nn va marchiata subito come razzismo.Ti dirò di più; molti dei commenti che ho letto(tra cui il mio)riportano spesso delle esperienze vissute nella vita quotidiana.hai ragione riguardo al rapimento dei bambini,ma sulle macchine di lusso e sul fatto che per loro sia culturale essere dei parassiti della società no!ti copio il commento che ho mandato,forse ti chiarisco meglio quello che penso.
Mi dispiace ma ultimamente beppe sei un po buonista. I rom sono un'etnia che nn vuole integrarsi,che culturalmente vive alle spalle della società che la ospita, e trovare delle eccezioni è difficile.Sgombrare come a Casoria nn è il modo migliore,bisognerebbe cercare una soluzione alternativa, ma anche in questo caso molto dipende dalla vera natura dei rom.vengo da un quartiere di roma che ha cercato di integrare i rom dando loro delle case popolari. A parte la palese ingiustizia nei confronti dei POVERI ITALIANI, la realtà ora è che nei palazzi da loro abitati viene gestita tutta la criminalità di zona, dallo spaccio ai furti, ed ogni crimine passa da loro. Insomma..sono diventati I BOSS DEL QUARTIERE...EH SI, SI SONO INTEGRATI BENE! E poi nn credo che i rom siano poveri davvero. Basta guardare le macchine che ci sono all'interno deicampo nomadi,comprate dai capofamiglia grazie allo ruttamento dei bambini messi al mondo apposta per renderli dei piccoli criminali. A Roma ci sono famiglie Rom(Casamonica e Di silvio) che controllano interi quartieri,portando un po di sana criminalita organizzata come nn si conosceva dai tempi della Banda della Magliana!! Per concludere,credo che bisognerebbe espellere quei rom che reiterano i reati, dato che di reale voglia di integrazione nn nnn ne hanno.
UN CONSIGLIO: PRIMA DI FARE COMMENTI

valerio palo 17.11.05 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Con l'occasione del discorso sui nomadi vorrei porre un problema.
Perchè certa cultura di "sinistra" (di cui forse faccio parte...) ha parlato per anni della necessità di ridurre il carico demografico riducendo anche le nascite e poi paradossalmente difende proprio chi vanifica questo andando in giro con bambini legati al collo in mezzo al traffico.
Forse un riflesso condizionato ed un complesso di colpa che nella mancanza di volontà di fare prole (il proletariato di una volta) perchè costosa e faticosa da mantenere pensa ed in pieno accordo con una visione capitalistica del lavoro di demandare al Terzo mondo (anche quello di casa nostra) questa incombenza (il fare figli) lasciando alle anime belle la difesa degli stessi.
Secondo me l'unica strada è quella intrapresa da Cofferati, REGOLE UGUALI PER TUTTI.
E se qualcuno vuole chiamare Il Romeno a fare un qualsivoglia lavoro che non può o non vuole fare in prima persona, si faccia carico dei costi totali e non scarichi sulla collettività il risparmio ottenuto nell'utilizzare qualcuno che dorme sotto i ponti e magari mangia alla mensa Caritas e quindi può offrire prezzi stracciati.Certa carità mi risulta essere pelosa ed interessata.

Phantom of Paradise 17.11.05 11:58| 
 |
Rispondi al commento

Come si fa a fare diventare l'accattonaggio una professione?
Io capisco qualcuno che diventa povero, un popolo che diventa povero in seguito a qualche sconvolgimento sociale, ma non capisco chi della "povertà" fa una professione.
La povertà può essere una scelta (San Francesco ) ma non può e non deve diventare una professione.Giusto ieri ho letto sul giornale del caso del dipendente dell'anagrafe arrestato perchè vendeva false identità anche a degli zingari per cifre anche fino a 20.000 €.
In mezzo ad una massa di gente che lo fa per professione diventa difficile identificare il reale bisognoso.
Se voglio una vita nomade (scelta anche bella e romantica) vado nelle praterie non mi accampo sotto i cavalcavia.....

Phantom of Paradise 17.11.05 11:43| 
 |
Rispondi al commento

l'Articolo sui rom, mi dispiace dirlo ma è evidente che l'autore non ha la minima idea di come i "poveri" rom vivono.
Io vivo a Roma dove credo ci sia la più grande comunità rom italiana, è chiaro contstatare che la maggior parte di lovo vive di illegalità (dai furti a tutte le altre possibili attività criminali).
Beppe, ti invito a lasciare per un po' la tua villa e venire qui a Roma, magari travestito da turista straniero.
Sono amareggiato dei metodi incivili usati dallo stato e li disapprovo completamente. In ogni caso sono del parere che se i rom vivono in Italia devono rispettare le leggi come tutti noi italiani!
Un piccolo esempio, I controllori dei mezzi pubblici li controllano nemmeno, loro possono andare senza biglietto... dopotutto a chi mandare la multa?

buona giornata

Angelo Silvio 17.11.05 11:43| 
 |
Rispondi al commento

l'Articolo sui rom, mi dispiace dirlo ma è evidente che l'autore non ha la minima idea di come i "poveri" rom vivono.
Io vivo a Roma dove credo ci sia la più grande comunità rom italiana, è chiaro constatare che la maggior parte di lovo vive di illegalità (dai furti a tutte le altre possibili attività criminali).
Beppe, ti invito a lasciare per un po' la tua villa e venire qui a Roma, magari travestito da turista straniero.
Sono amareggiato dei metodi incivili usati dallo stato e li disapprovo completamente. In ogni caso sono del parere che se i rom vivono in Italia devono rispettare le leggi come tutti noi italiani!
Un piccolo esempio, I controllori dei mezzi pubblici non li controllano nemmeno, loro possono andare senza biglietto... dopotutto a chi mandare la multa?

buona giornata

Angelo silvio 17.11.05 11:41| 
 |
Rispondi al commento

l'Articolo sui rom, mi dispiace dirlo ma è evidente che l'autore non ha la minima idea di come i "poveri" rom vivono.
Io vivo a Roma dove credo ci sia la più grande comunità rom italiana, è chiaro contstatare che la maggior parte di lovo vive di illegalità (dai furti a tutte le altre possibili attività criminali).
Beppe, ti invito a lasciare per un po' la tua villa e venire qui a Roma, magari travestito da turista straniero.
Sono amareggiato dei metodi incivili usati dallo stato e li disapprovo completamente. In ogni caso sono del parere che se i rom vivono in Italia devono rispettare le leggi come tutti noi italiani!
Un piccolo esempio, I controllori dei mezzi pubblici li controllano nemmeno, loro possono andare senza biglietto... dopotutto a chi mandare la multa?

buona giornata

Angelo silvio 17.11.05 11:39| 
 |
Rispondi al commento

no... se i rom vogliono dei servizi devono lavorare. Cosi come faccio io. Non bisogna essere razzisti al contrario.

lalla gherardi 17.11.05 11:30| 
 |
Rispondi al commento

Chi li ha come vicini di casa non li vuole. Mi chiedo perché. Perchè più di duemila commenti contrari? Che abbiano tutti torto? Che vivano tutti nel pregiudizio? Allora questo blog non ha ragione d'essere... Giusto? Forse questa volta sarebbe auspicabile una risposta diretta da parte del creatore del blog. Che ci spieghi meglio...

Giovanna Cordoni 17.11.05 11:01| 
 |
Rispondi al commento

FOSFORO BIANCO sui campi nomadi!

Ora e subito.
Cerchiamo di creare un bel castello di indizi che la comunità ROM si sta alleando con AL-QAEDA!!
Ragazzi, io inizio subito a creare il mio bel dossier, poi lo spedisco alla CIA... magari mi assoldano anche come agente e mi rendono super-partes, come tutti i mezzi mafiosi che da 30 anni pilotano le stragi in giro per il mondo.
Tanto agli americani non hanno bisogno di molte prove. Gli dici AL-QAEDA e non capiscono piu' un cazzo.
AL-QAEDA / ROM + ecoterroristi, un cocktail micidiale.
3 colpi d'artiglieria caricati con il fosforo bianco, e via.
Alla fine diremo che volevamo solo illuminarli.

Fabio Rota 17.11.05 10:55| 
 |
Rispondi al commento

No, mi dispiace ma non sono d'accordo, caro Beppe. E' ora di smetterla di fare i poeti, si accetti che ci sono persone che non tollerano i Rom, una volta per tutte. Non dico certo che misure estreme siano corrette, ma se una cerchia di persone ritiene sia giusto avere dei campi nomadi, che se li facciano nel loro giardino, non a km di distanza da casa loro.

Alberto Ressia 17.11.05 10:08| 
 |
Rispondi al commento

NO GRILLO I ROM NO!!!

Chi cavolo va a rubare negli appartamenti dei medi cittadini ? Cha fa i piccoli furti nelle auto ? Chi sporca l'ambiente ? NON CAPISCO COME MAI MOLTE PERSONE ARRIVANO IN ITALIA NON CHIEDONO NIENTE LAVORANO E SI INTEGRANO E QUESTI BENEDETTI ROM CHE ROMPONO I COGLIONI E TUTTO IL RESTO. NON CAPISCO CHI LI DIFENDE!!!! Ma di quale civiltà sono portatori quella di rubare, fregare, elemosinare e fare i furbi!!! Per me ne possiamo benessimo fara a meno, di loro e di chi li difende. CONCLUDENDO E' ORA CHE SI INTEGRINO E VIVANO COME TUTTI GLI ALTRI LAVORANDO E GAUDAGNANDO ONESTAMENTE, BASTA CON SUSSIDI E PIAGNISTEI VARI.

SALUTI.

giacomo rosati 17.11.05 08:41| 
 |
Rispondi al commento

Gentili Signori, Vivo in Romania da 6 anni. In quasi tutte le citta' esistono quartieri interi di ville enormi, che in occidente crederemmo essere di Berlusconi o Gates. In Romania appartengono a familie di Rom. E' sufficiente fermarsi a Timisoara, all'inizio della Romania, per osservare questi scempi architettonici abusivi, senza bisogno di andare fino a Bucarest. Occorrerebbe lottare contro il racket che utilizza questi rom, condotto dalle loro autorita' di clan chiamate Bulibasa, e non riempirli di aiuti. La mia maestra delle elementari diceva: "Non dare un pesce al povero, ma insegnagli a pescare!".

Nicola Basile 17.11.05 05:30| 
 |
Rispondi al commento

X Stefano Orlando

Mi dispiace essere io ad informarti, ti sei fatto prendere per il culo anche tu.

Alessandro Sanna 17.11.05 02:35| 
 |
Rispondi al commento

Stò anch'io a Torino e mi risulta che quelli che occupano abusivamente i centri sociali non si mettano certo a rinforzare i muri o le fondamenta dei palazzi quindi evitiamo di dire cavolate "senza di loro crollerebbero" pare quasi che li reggono con le braccia. Ho finito qualche ora fa di parlare di zingari con una ragazza Rumena, l'ha tirata fuori pure lei la storia che gli zingari hanno dei villoni della madonna ma loro vivono nelle roulette che hanno parcheggiate davanti e che il fatto di vivere in quel modo, in mezzo alla sporcizia, fa parte della loro cultura, sue testuali parole "se entri in casa puoi leccare il pavimento per quanto è pulito ma loro vivono nella merda nelle roulotte che hanno parcheggiate davanti". Cos'è mo pure i rumeni sono razzisti verso altri rumeni? Tra l'altro le case di cui parla sono nello stesso paese in cui vive. Sempre comunque tenendo presente che un rumeno non può essere razzista verso un altro rumeno.

Alessandro Sanna 17.11.05 02:34| 
 |
Rispondi al commento

Che in Italia ci fosse una certa dose di razzismo non è una novità, ma devo dire che i commenti a questo post mi hanno veramente colpito. Non solo per la profonda ignoranza che rivelano e l'estrema violenza dei toni, ma anche per il bassisimo livello delle argomentazioni usate contro i rom.
Credevo che i lettori del blog si collocassero in una fascia culturale medio-alta. Tutte persone che utlizzano internet e verosimilmente non solo per navigare su siti porno, visto che si fermano a leggere un sito di informazione come questo.
Pertanto non mi aspettavo da tutti comprensione, saggezza, e intelligenza nei commenti ma quantomento, se bisogna prendersela con dei poveracci che non hanno fatto nulla di così grave, che si usassero delle argomentazioni leggermente meno sciocche.
Invece ho letto delle cose a dir poco ridicole come rom che potrebbero andare a vivere in dei villoni in Romania ma preferiscono il fango dei campi perchè quella è la loro culturra, oppure ancora la leggenda metropolitana che gli zingari rubano i bambini.
Senza fare l'elenco delle assurdità, un'altra cosa che mi colpisce è la loro mole. Mai avrei creduto che in così tanti avessero potuto raggiungere livelli così bassi. Forse ero troppo ottimista.
Devo confessare che ho anche provato una certa paura. Alcuni menzogne che ho letto, soprattutto per la frequenza con cui sono ripetute che le fa automaticamente diventare delle verità che non hanno bisogno di essere dimostrate, non possono che ricordare la propaganda nazista contro gli Ebrei.
Da quello che leggo mi rendo conto che se oggi un esaltato qualunque proponesse nuovamente una "soluzione finale" nei confronti dei ROM, in tanti sarebbero pronti a seguirlo. Forse gli Ebrei si salverebbero questa volta ma non sono più tanto sicuro neanche di questo.
Bisogna stare molto allerta per non ritrovarsi all'improvviso colpiti da un male grande come è stato il male dell'olocausto.

Stefano Orlando 17.11.05 02:15| 
 |
Rispondi al commento

Per Paolo Casoto


Tu dici:
(((Rubare è sbagliato e chi lo fa deve risponderne, indipendentemente da quelle che sono le sue condizioni sociali o etniche.

Costruire abusivamente è sbagliato, siano esse ville in Costa Azzurra (con base sottomarina annessa) o baracche di lamiera.

Non pagare le tasse è un reato, sia per gli industriali che per chi sopravvive con attività illecite.

Chi commette un reato deve essere punito, perchè la legge è uguale per tutti (o almeno per quelli che non si chiamano Cesare P.).

Accogliamo gli altri, facciamo in modo che possano integrarsi con noi e che possano migliorare le loro condizioni di vita, ma non poniamoli al di sopra della legge, perchè in questo modo ne rimettiamo tutti quanti.))))


Sono perfettamente daccordo con te. Mi chiedo solo perchè nella pratica questi principi vengono fatti valere solo nei confronti dei poveracci e mai nei confronti dei vari ricchi, proprietari di ville, industriali, cesari previti, presidenti del consiglio, e politici vari che pure tu nomini?

Stefano Orlando 17.11.05 01:25| 
 |
Rispondi al commento

Avete rotto i coglioni, ce l'avete con i napoletani, ma cosa vi hanno fatto? Molti di voi anzi penso quasi tutti neppure l'hanno vista Napoli molti giudicano da immagini che in televisione mostrano sempre e solo la periferia degradata, ma avete visto la periferia di Milano? io ci sono stato e dico che è anche peggio, Vogliamo parlare delle metropolitane? quella di Milano è schifosamente sudicia e puzzolente, venite a farvi un giro in quella di Napoli e vedete la differenza di pulizia all'interno. Io personalmente sono orgoglioso di essere napoletano, città ricca di cultura e bellezze che in altre parti d'Italia vi sognate. Purtroppo ora vivo al nord per cause di lavoro,si qui al nord dove dite che c'è gente civile...la civiltà sapete qual'è? Quella di tenersi l'immondizia nelle case, perchè quelli della nettezza urbana passano una volta a settimana a ritirare i rifiuti(e voglio pure vedere che fanno sciopero,visto che lavorano una volta la settimana)mentre a Napoli (scioperi a parte) viene ritirata tutte le sere. Sapete qual'è la mia fortuna? Quella di avere un posto auto privato dove raccolgo la spazzatura (purtroppo devo arrangiarmi così) poichè per strada neppure i bidoni ci sono visto che nelle ricche civiltà del nord neanche i marciapiedi avete dove sistemare i bidoni dei rifiuti, ma pur di tenervi la strada pulita preferite tenervi tutto in casa perchè dovete far vedere che siete civili...questo non viene detto. Qual'è la vera civiltà allora?

Danilo Tronco 17.11.05 01:19| 
 |
Rispondi al commento

In un primo momento mi sono lasciato prendere anche io, come la stragrande maggoiranza di chi ha scritto su questo post, dall'accanimento contro i rom. Indubbiamente essi sono un problema non indifferente, per tutti i difetti che ormai tutti sappiamo. Ma riflettendo, prendendo ad esempio una grande città, facciamo NAPOLI, gli zingari sono l'ultimo dei problemi. Sarebbe bello che demolendo tutti i campi nomadi, e deportando tutti i rom, NAPOLI sarebbe un città vivibile, non ci sarebbero più i furti nelle case, non ci sarebbero più straccioni e barboni che chiedono l'elemosina, non ci sarebbero più le montagne di spazzatura che ammorbano l'aria, non ruberebbero più le auto o le moto, non ruberebbero più i portafogli o le borse sugli autobus o per la strada in mezzo ai mercati. Perlomeno i rom li riconosci subito e stai attento, ma voi che vivete a NAPOLI, lo sapete benissimo che la nostra città è come un enorme campo rom, dove sono ben altre le persone dalle quali dovete guardarvi, potenzialmente tutti. Quando esci di sera devi fare i conti con :
automobilisti incoscienti, parcheggiatori abusivi, scendi dall'auto e ti devi guardare subito in giro per qualche eventuale scippatore, devi stare attento ad evitare zone pericolose, truffatori di ogni genere che aspettano il pollo di turno, inciviltà di ogni genere, che si vedono solo da queste parti. Il vero problema di NAPOLI non sono i rom, ma l'invivibilità e la mancanza del più elementare senso della legalità e di civiltà, la dilagante delinquenza a tutti i livelli a cominciare da quella minorile, a finire con la camorra, che stà annegando questa città, nelle sue stesse paure. Quindi via i nomadi, ma via anche tantissimi NAPOLETANI !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

isidoro de rosa 17.11.05 00:55| 
 |
Rispondi al commento

Costantini! non insultare le bestie!

daniele g. 16.11.05 23:52| 
 |
Rispondi al commento

Povero me!
Restituitemi il mio caro scooterone!
Poi ritornate a parlare di tolleranza ad oltranza!?!
Premetto che stimo tutti i popoli, chi più, chi meno nel caos di questo pazzo mondo,partecipano inconsapevolmente ad un disegno,ad eccezione di questo che mi rende alquanto cattivo, non cerco odio razziale ma giustizia nella coesistenza tra tutti noi.
A BRESCIA IL FENOMENO DEI FURTI coincide con l'arrivo del Luna Park, chi saranno mai questi...?
Lascio ai miei sfortunati concittadini questa risposta, che haime sono incappati nelle medesime situazioni, a voi altri sostenitori dei rom dico: non sapete neanche lontanamente cosa mi suscitano questi "signori" nomadi,
certe esperienze vanno vissute in prima persona,
altrimenti c'é il rischio che ci scureggi il cervello,
perbenisti del caxxo!
Andate a lavorare!!!
Sudatevi il pane come hanno fatto miei genitori e tanti altri come loro in Germania!!!
Basta!!!
Rendiamo Grazie al sindaco!!!
Forza No tav!!!

giovanni stasi 16.11.05 23:44| 
 |
Rispondi al commento

NANDI.
CHE NON TI PIACCIANO GLI ZINGARI,FATTI TUOI.
MA ESPRIMITI COME UN UOMO NON COME UNA BESTIA.

COSTANTINI ROBERTO 16.11.05 23:42| 
 |
Rispondi al commento

Povero me!
Restituitemi il mio caro scooterone!
Poi ritornate a parlare di tolleranza ad oltranza!?!
Premetto che stimo tutti i popoli, chi più, chi meno nel caos di questo pazzo mondo,partecipano inconsapevolmente ad un disegno,ad eccezzione di questo che mi rende alquanto cattivo, non cerco odio razziale ma giustizia nella coesistenza tra tutti noi.
A BRESCIA IL FENOMENO DEI FURTI coincide con l'arrivo del Luna Park, chi saranno mai questi...?
Lascio ai miei sfortunati concittadini questa risposta, che haime sono incappati nelle medesime situazioni, a voi altri sostenitori dei rom dico: non sapete neanche lontanamente cosa mi suscitano questi "signori" nomadi,
certe esperienze vanno vissute in prima persona,
altrimenti c'é il rischio che ci scureggi il cervello,
perbenisti del caxxo!
Andate a lavorare!!!
Sudatevi il pane come hanno fatto miei genitori e tanti altri come lui in Germania!!!
Basta!!!
Rendiamo Grazie al sindaco!!!
Forza No tav!!!

giovanni stasi 16.11.05 23:34| 
 |
Rispondi al commento

Intanto vorrei segnalare una piccola vittoria della LEGALITA' ottenuta dalle Forze dell'Ordine: a Roma dopo lunghe indagini sono state tratte in custodia cautelare 150 persone, tra le quali Pubblici Ufficiali del Municipio Roma I, dei Vigili Urbani e dell'Anagrafe. Questi bastardi (TRADITORI DELLA NAZIONE), in cambio di soldi e con combine, facevano ottenere la cittadinanza italiana ad improbabili bastardi di immigrati/e clandestini, zingari di merda e fecciaglia varia. Circonveivano poveri vecchi rincoglioniti, e per poche centinaia di Euro li convincevano a riconoscersi come padri naturali di questi figli di puttana. E questi zingari si fregiavano così della cittadinanza italiana, e diventavano pure cittadini con più diritti degli ITALIANI VERI. Hanno fatto una retata in tre campi rom, e se li sono bevuti a questi pseudo-italiani ladri del cazzo. E le loro donne ad urlare ed inveire e fare maledizioni alle Forze di Polizia! LEGALITA'! PRENDERE LE IMPRONTE DIGITALI A TUTTI QUESTI BASTARDI, così la smettono di cambiare identità decine di volte e prendere in giro il POPOLO ITALIANO. Spero che la Giustizia faccia il suo corso, ma temo che tutto si areni in breve tempo. Almeno i nazisti prendevano e fucilavano senza troppe storie! Quello che dicevano, facevano!

Alvaro Nandi 16.11.05 23:33| 
 |
Rispondi al commento

Io sono di Torino e anche qua a Torino avvengono azioni simili da parte della polizia: vedasi il cacciare i ragazzi dai centri sociali..ovvero da abitazioni che senza di loro crollerebbero!!
I nostri potenti vogliono ripulire le città solo nell'aspetto, perchè farlo nella morale, ecc avrebbe un brusco risvolto anche contro di loro, siccome sono i primi maiali!

Daniele Comoglio 16.11.05 23:20| 
 |
Rispondi al commento

ERNESTO.
Se le cose vanno male in Italia LA COLPA NON E'
DEI TUOI CARI AMICI DELLA DESTRA CHE GOVERNANO
DA 5 ANNI PREMIANDO L'ILLEGALITA'FREGANDOSENE
DEI PENSIONATI A CUI TANTO TIENI.
SE LA COLPA E'DELL'EURO SE I PREZZI SONO RADDOPPIATI,COME MAI NEL RESTO D'EUROPA CIO'NON
E'AVVENUTO?????
CARO DESTROSO,I CONDONI DEL TUO AMICO (FISCALE,EDILIZIO) COSA SONO?PREMI ALLA LEGALITA'?
TI PIACE IL NUOVO STRAVOLGIMENTO DELLA COSTITUZIONE?E DELLE RETATE CONTRO ESPONENTI DELLA COALIZIONE DI CENTRO DESTRA IN ODORE DI MAFIA,CHE NE DICI?E DELLA LEGGE ELETTORALE A POCHI MESI DALLE ELEZIONI?E DELL'ENNESIMA PROMESSA ELETTORALE CHE ILLUDE GLI SFRATTATI?
E I SOLDI AGLI ENTI LOCALI,SEMPRE MENO?COME FEDERALISTI SIETE
UN PO'COSTRADDITTORI,MI PARE.E LA VERGOGNOSA CAMPAGNA MEDIATICA DEL PREMIER CHE TRATTA PIU'DI
META' PAESE COME FOSSIMO ULTRASTALINISTI SOLO
PERCHE'NON LO VOTIAMO(E NON LO VOTEREMO MAI)??

COSTANTINI ROBERTO 16.11.05 22:55| 
 |
Rispondi al commento

E' inutile nasconderci dietro ad un dito.
Iroma non li sopporta nesssuno.
Per quello che fanno,per come lo fanno ecc ecc, culture diverse mentalità diverse,ecc certo fa orrore sentire e vedere certe cose, vedere che oggi se non stai attento a tuo figlio te lo rapiscono dal passeggino....se non metti le triple serrande ti entrano da dentro lo spioncino, dalle intercapedini dei muri...
Ma la cosa che vorrei dire, se mi vede a quel signore che non so chi sia...zanotelli...che napoli è una bellissima città, e non vedete quello che succede, provate ad andare prima di natale nei vicoli, a s gregorio armeno,certo lo so...ci vorrebbe un po piu' di legalità, ma è cosi' napoli...coi suoi profumi con la sua gente...(che soffre in silenzio)
Zanotelli dovrebbe preoccuparsi dei pensionati , dei nostri pensionati,che oggi a milano davanti alla caritas, fa la fila come in russia per prendere un pezzetto di pane, perchè non ce la fa' ad arrivare a fine mese, l'euro li ha massacrati, grazie a prodi,si dovrebbe preoccupare zanotelli, ed anche tu beppe, di aiutare i giovani ad avere oggi ideali... vi dovreste preoccupare di come fa una famiglia composta da cinque persne a sopravvivere oggi.
E la sinistra che fa oggi solo comizi,per i voti, e se ne fotte della gente, non ho mai sentito proposte per i giovani, per la famiglia ecc ecc, cosa fanno?? perchè non fanno l'abolizione dell'ici a tutti?? sinistroidi che oggi hanno case dal miliardo in su.. è bello fare quello che aiuta gli altri cosi'...ma che gli frega....
Ai lavoratori di oggi che cosa dite??? Ai precari?? che devono tirare avanti con solo 900 euro al mese che cazzo gli dite sinistroidi???dite sicuramente prendetevela col governo.
QUESTO VORREI SAPERE...NO DEI ROM POVERINI...

CAZZO!!!!

ERNESTO 16.11.05 22:23| 
 |
Rispondi al commento

Driiin- Driiiin-suona la sveglia per Fabio Atzei...non offenderti...i Rom non sono assolutamente costretti a rubare perchè poveri!!Non lo sono!!ciao

laura marcato Commentatore in marcia al V2day 16.11.05 22:22| 
 |
Rispondi al commento

E' inutile nasconderci dietro ad un dito.
Iroma non li sopporta nesssuno.
Per quello che fanno,per come lo fanno ecc ecc, culture diverse mentalità diverse,ecc certo fa orrore sentire e vedere certe cose, vedere che oggi se non stai attento a tuo figlio te lo rapiscono dal passeggino....se non metti le triple serrande ti entrano da dentro lo spioncino, dalle intercapedini dei muri...
Ma la cosa che vorrei dire, se mi vede a quel signore che non so chi sia...zanotelli...che napoli è una bellissima città, e non vedete quello che succede, provate ad andare prima di natale nei vicoli, a s gregorio armeno,certo lo so...ci vorrebbe un po piu' di legalità, ma è cosi' napoli...coi suoi profumi con la sua gente...(che soffre in silenzio)
Zanotelli dovrebbe preoccuparsi dei pensionati , dei nostri pensionati,che oggi a milano davanti alla caritas, fa la fila come in russia per prendere un pezzetto di pane, perchè non ce la fa' ad arrivare a fine mese, l'euro li ha massacrati, grazie a prodi,si dovrebbe preoccupare zanotelli, ed anche tu beppe, di aiutare i giovani ad avere oggi ideali... vi dovreste preoccupare di come fa una famiglia composta da cinque persne a sopravvivere oggi.
E la sinistra che fa oggi solo comizi,per i voti, e se ne fotte della gente, non ho mai sentito proposte per i giovani, per la famiglia ecc ecc, cosa fanno?? perchè non fanno l'abolizione dell'ici a tutti?? sinistroidi che oggi hanno case dal miliardo in su.. è bello fare quello che aiuta gli altri cosi'...ma che gli frega....
Ai lavoratori di oggi che cosa dite??? Ai precari?? che devono tirare avanti con solo 900 euro al mese che cazzo gli dite sinistroidi???dite sicuramente prendetevela col governo.
QUESTO VORREI SAPERE...NO DEI ROM POVERINI...

CAZZO!!!!

ERNESTO 16.11.05 22:22| 
 |
Rispondi al commento


@ Marco Brioni

e Giuseppe Lastrone

scusatemi tanto - proprio perché sono in Italia da SEMPRE non ha senso buttarli fuori_

quello che dovreste capire voi è che se voi vivete in modo diverso da loro, non è perché siete gli unici veri portatori di verità su come deve vivere la gente in Italia - perché sennò tutti potremmo dire a tutti come devono vivere - se voi vivete in modo diverso è perché ve l'hanno insegnato e perché poi l'avete scelto_

INTEGRAZIONE infatti non significa che una persona si debba adeguare al 100% a me - INTEGRAZIONE significa convivenza, NEL RISPETTO DELLE LEGGI - siccome non c'è nessuna Legge che vieti di vivere allo stato brado, nomade e di elemosina, non capisco a cosa vi riferite TUTTI VOI con integrazione - sarebbe come dire che un musulmano italiano deve andare in chiesa o un buddista italiano non possa alzarsi alle 5 per meditare o un Krishna italiano non possa andare in giro ballando e cantando_

I ROM SONO UN TIPO DIVERSO DI ITALIANI - COME I LADINI I I SUDTIROLESI, che hanno avuto la sfiga, o la fortuna, di ritrovarsi amministrativamente in territorio italiano_

TUTTO QUESTO - NATURALMENTE - A PRESCINDERE DAL DOVERE DI FARGLI RISPETTARE LE LEGGI - E SE NON CI SI RIESCE, BISOGNA FARLO LO STESSO, A TUTTI I COSTI - COME CON TUTTE LE PERSONE_

ULTIMA COSA - siccome l'integrazioe e il rispetto delle diversità FANNO PARTE DELLA MIA CULTURA, E SE GUARDATE BENE DOVREBBE FARLO ANCHE DELLA VOSTRA - potrebbero tacere anche tutti quelli, prima di voi, che blaterano sul "difendere la nostra cultura" - PERCHÉ IO LA DIFENDO!!!

SENNÒ SIETE PIÙ LIMITATI DEL CARO BENITO, PER CUI DIFENDERE LA PROPRIA CULTURA VUOL DIRE RINNEGARE LUTERO, ERASMO, LOCKE, KANT, HOBBES, VOLTAIRE, HEGEL, FREUD, POPPER, RUSSELL, PRATICAMENTE RINNEGARE TUTTI QUELLI CHE L'HANNO COSTRUITA, A PARTE I PAPI_

Leonardo Migliarini 16.11.05 21:11| 
 |
Rispondi al commento

x ivan sintoni
Il mio ribrezzo è dato non tanto dai napoletani schifosi,maiali..ma da chi come te li descrive così!Non ti permetto di generalizzare a tal punto,sono una napoletana orgogliosa di esserlo...la mia famiglia affonda le sue radici in questa terra e posso giurare che non tutto ciò che dici corrisponde a realtà.Non ti ho mai visto scrivere di napoli in maniera positiva,forse l'esempio lampante del degrado che tanto ti affanni a criticare lo hai ricevuto dal e nel contesto familiare in cui sei vissuto o continui a vivere.I miei genitori mi hanno trasmesso tutto il buono che ha questa città,facendomi riconoscere,non conoscere attenzione, il male ed imparare ad evitartlo ed è quello che faccio!Quanto ai viaggi,ho girato molto il mondo,ti assicuro che nessuno mi ha dato della napoletana schifosa...anzi ai loro occhi non sembravo neppure napoletana;se ci fossero meno persone come te al mondo,ci sarebbe meno stupore nel vedere napoletane civili e oneste come me!!..e sarebbe già un enorme passo avanti per napoli...se quelli come te oltre a dipingerla con toni cupi e esagerati,portassero nel mondo o in italia anche la bellezza e il sole di napoli.

rosangela visone 16.11.05 20:58| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
ti occupi dei poveri e dei preti, quelli veri, che si occupano di loro con notevoli sacrifici personali? Hai perfettamente ragione, non posso, per tanti motivi che è inutile elencare, non essere d'accordo con te.
Però ti chiedo un favore: la prossima volta occupati invece dei preti falsi, quegli ayatollah della chiesa cattolica, che continuano a ingerirsi indisturbati (anzi, con l'appoggio di questa sottospecie di governo e dei vari lacché che si etichettano come cattolici) negli affari della Repubblica Italiana!
Io vorrei tanto rimandarli ad Avignone, ma purtroppo i Francesi non sono fessi come noi e i falsi preti sanno benissimo che,se fossero in Francia, gli farebbero capire subito dove devono fermarsi e in più, invece di riconoscergli i privilegi che i nostri governi gli hanno scioccamente (dovrei dire disonestamente, perché siamo noi cittadini a pagare) concesso, gli farebbero pagare cara l'ospitalità.
Vorrei proprio sentire cosa ne pensi.

Lucio Bilancini 16.11.05 20:30| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,vivo in un paese di circa 5000 abitanti.Da molti anni di rom ve ne vivono parecchi e ti assicuro che oltre all'acqua potabile hanno molto di più. Non molto lontano da me ve ne abitano parecchi, vieni a stare una settimana da me ti faccio vedere e sentire che cosa fanno tutto il giorno.Ciao Mario

Mario Mustillo 16.11.05 19:36| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: paolo mantegazza il 16.11.05 18:24

Ciao Paolo!
ho letto casualmente un paio dei tuoi commenti!
secondo te la soluzione a questo problema quale sarebbe?
in sintesi, e sempre se secondo te, ce n´é una!
premesso che cacciando gli abitanti di quel campo rom nn si é risolto un bel niente perché da qualche altra parte andranno (stazione Garibaldi e dintorni).
tu ad es. da che parte stai? Con i Rom o con gli abitanti di Casoria?
Il tuo é un discorso puramente filosofico o parli per esperienza di vita?
Sappi que questa nn é una critica, mi interessa conoscere il punto di vista di altre persone che nn la pensano come me!

luigi falvera 16.11.05 18:43| 
 |
Rispondi al commento

se con i vostri specilli andaste ad indagare nel tessuto sociale vi accorgereste che tanti italiani sono fisicamente e psichicamente inidonei a lavorare in banca, a lavorare in fabbrica, a fare lavori di concetto. campano sui loro genitori e grazie alla rindondanza relativa di benessere che un paese quasi democratico e quasi industrializzato comunque ancora offre. Perché qui non si può morire direttamente di fame, un piatto di minestra si trova. Rubano l'aria che respirano e sprecano tutto. Non vi fanno altrettanto schifo? Magari ne conoscete parecchi e sono amici vostri. Secondo certi sondaggi, per carità valga solo come indicazione tendenziale, però dicevo: secondo certi sondaggi 6 italiani su 10 riescono a trovare un lavoro stabile, magari di merda, solo perché indirizzati da conoscenti e parenti. Dura lex sed lex. Vi dice niente? Il più bel familismo regola profondamente le nostre vite. Non vi fa schifo il familismo in versione civile e borghese? La finite di coltivare il mito assurdo della Legge e della Giustizia, non c'è proprio nessun paladino disposto ad ammettere per una volta che a modo suo produce scorregge, escrementi, ambisce a vivacchiare, quando può prende quello che gli conviene senza chiedersi prima se lo ha guadagnato? Volete arrestare tutti i minorenni che taccheggiano e rompono una serratura? Poi dove li mettete, se è lecito, volete che le nostre prigioni assomiglino sempre di più a quelle brasiliane? Volete rimandarli a casa? Lo sapete che costa? E che poi ritornano? Sveglia, non ci sono i soldi, non c'è la logistica, non c'è la convenienza per nessuno(solo per certi corvacci e venditori di saponette)ad imboccare le strategie da integerrimi cazziduri.

paolo mantegazza 16.11.05 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Io ho lavorato per alcuni anni con i Rom. Purtroppo (o per fortuna) hanno una cultura completamente diversa dalla nostra, e non è facile per loro capire noi e viceversa. Soltanto frequentandoli(e la maggior parte delle persone li fugge come la peste) si riesce a comprendere la motivazione di taluni comportamenti così alieni dal nostro modo di vivere. Da qui nasce la maggior parte dei pregiudizi che circolano al loro riguardo ( GLI ZINGARI NON RUBANO I BAMBINI!!!!) che li fanno considerare dalla maggior parte delle persone, anche le più tolleranti(molti mi hanno detto: io non sono razzista con gli stranieri, ma gli zingari non li sopporto..."). Posso solo dire questo a chi abbia una minima curiosità di avvicinarsi ad un mondo così lontano da noi anche se vivono in casa nostra: non avere paura perchè sono molto amichevoli con i gagè(così ci chiamano) e in realtà hanno una cultura di grande ricchezza, nonostante l'apparenza..... Alice, Torino

alice sisti Commentatore in marcia al V2day 16.11.05 18:21| 
 |
Rispondi al commento

le nomadi che la sera rientrano nei loro campi prendono l'autobus e fanno la pipi' sui sedili forse perche' si sentono emarginate ed incomprese
vuoi vedere che devo cambiare il mio punto di vista per non bagnarmi i jeans quando torno la sera!!
Ma dai beppe tutto questo non si puo' sentire ne accettare
TITTI

tiziana dambrosi 16.11.05 18:18| 
 |
Rispondi al commento

A proposito delle situazioni di poverta' che attanagliano il nostro secolo e che bene o male tutti abbiamo sotto gli occhi quotidianamente io sono molto perplesso e non so' neanche io come pormi . La situazione e' assai tosta .Io penso che ci sono tante situazioni che sono sostenute con degli aiuti che pero' non lo dovrebbero essere . Una volta quando le cose erano molto piu' blande e il sistema non permetteva aiuti, le persone si ingegnavano per risolvere i problemi , adesso invece ogni motivo e' valido per chioedere la carita' e gli aiuti alle associazioni che se ne occupano .Cosi' cosa si ottiene : 1)che tutti chiedono aiuto ,2)si creano degli organi addetti agli aiuti che spesso sono truffe ,3) ma cosa ben piu' grave si azzerano gli stimoli per migliorarsi. Un esempio su tutti? Le pensioni false di invalidita',specialita' di nostre certe zone.Forse non sono la persona piu' giusta per giudicare , ma molte volte le persone dovrebbero essere piu' dignitose e cercare di autosostenersi.

Bob Ravaglia 16.11.05 17:56| 
 |
Rispondi al commento

L'essere nomadi e apolidi, garantendo l'impunità, consente troppo spesso ai ROM di avere atteggiamenti sprezzanti nei confronti delle leggi. Il comune cittadino si trova ad affrontare inerme, e contemporaneamente, due sentimenti contrastanti: da un lato il senso di colpa indotto dai media e da tutti coloro che paventano il razzismo per indurci ad un buonismo ad oltranza, mentre invece si vorrebbe difendere il proprio spazio vitale, laddove la convivenza con queste persone sia divenuta intollerabile; dall'altro lato ci si chiede perché mai dobbiamo assecondare le pretese di chi vuole sfruttare le nostre risorse ma non ha nessuna intenzione di integrarsi, di chi anche avendo a disposizione i campi nomadi non si adopera per mantenerli puliti e vivibili, ma attende, a volte pretende, che a questo provvedano altri, così che si creano le situazioni di degrado esasperato che sono sotto gli occhi di tutti. Il problema dei ROM non è di facile soluzione. Si potrebbe cominciare dai bambini: costringiamo i genitori (che non sempre lo fanno) a mandarli a scuola, e anche noi esortiamo i nostri figli all'accoglienza, e troviamo un modo per togliere ai genitori quei bambini che sono costretti all'accattonaggio. I bambini non hanno colpe, e sono lo specchio della realtà che vivono. Diamo loro diverse visioni della vita, cosicché da grandi siano in grado di scegliere.

Paola Paolini 16.11.05 16:47| 
 |
Rispondi al commento

STANDING OVATION PER Giuseppe Lastrone

i rom sono in Italia dal 1400... se non si sono integrati in 600 anni... non lo faranno piu'....

pero' queste cose in Italia non si possono dire altrimenti siamo razzisti... e allora via , mettiamoci tutti a 90 gradi e invitiamoli ad entrare...

marco brioni 16.11.05 16:38| 
 |
Rispondi al commento

sostenere che si apprezzano africani ed asiatici nel momento in cui vestono, mangiano, si divertono e lavorano in modo simile al vostro, è per l'appunto xenofobia, anche se non si strepita e non si ricorre al rinforzo ideologico di qualche teoria generale, mistagogia paranazista o pseudoscienza. non è un ragionamento ma un SENTIMENTO che acquista a sproposito dignità logica. Come se io vi scrivessi: sapete, oggi mi sento innamorato! Voi rispondereste: e sti cazzi..
Voi dite: "Ciao sono Caio, vivo a Lilliput e conosco un maghrebino che fa l'imbianchino e non si lamenta, e gli voglio tanto bene. E mio nonno in carriola paga le tasse e ha una casetta in Canada". Io vi rispondo: "buon per voi e per lui, ma chi se ne frega?"
rifarsi solo al proprio micragnoso privato, come se chi vi contesta non ne avesse uno suo, è attitudine al qualunquismo. è frutto di un'ansia querulomane andare a ritagliarsi due sondaggi sulla padania o sul carlino, postare articoli di giornale e pretendere così di rendere inoppugnabili le idee balzane. ed il vostro è ancora SENTIMENTO.
nella maggior parte dei casi invece, ha ragione da vendere chi si incazza e non riconosce le critiche mossegli con l'argomento del "buonismo". una gramigna inestirpabile, questo pseudoconcetto, e per lo più adoperato da chi effettivamente non sa uscire dalla dimensione adialettica dei buoni e dei cattivi. Cercando di applicare queste categorie si finisce per ragionare su spettri identitari (I ROM, I LADRI, I POVERACCI, GLI ITALIANI, I PRETI) anziché su processi e reazioni. Non ho imparato quasi niente leggendovi, non mi frega un cazzo se vi sentite insultati. Non volete responsabilità, volete essere allo stesso tempo paladini e tolleranti. La vostra cultura è fictional, siete puerili. Il buonismo, se esiste, fa uno con il cattivismo, ed è come i peti, chi lo denuncia lo ha prodotto

paolo mantegazza 16.11.05 16:02| 
 |
Rispondi al commento

Risposta a Beppe Pancot:

Io nn credo proprio che ogni cittadino italiano che ha una casa abusiva gli abbattano la casa. Gli fanno il CONDONO invece!!! Se lo ricordi!!!

Tihomir B 16.11.05 15:47| 
 |
Rispondi al commento

A proposito dei Rom e della lettera di Alex che denunciava un vero e proprio abuso dei diritti inalienabili che qualsiasi persona deve avere garantiti, a prescindere dalla cultura di appartenenza. Un brivido mi ha attraversato il corpo, quando nel leggere i commenti di una buona parte dei cittadini "miei conterranei",tocco con mano che la "xsenofobia" dopo Hitler non è mai scomparsa, anzi è aumentata, dal momento che oggi ci dovrebbe essere maggiore consapevolezza prima di sparare a zero in modo indiscriminato contro un Popolo di cui nessuno conosce nulla.
Non si può accettare mai che delle persone vengano sgomberate senza nessuna garanzia di un minimo di accoglienza altrove. Non è accettabile che ancora dopo secoli circolino tanti pregiudizi sulle cuture Rom( chiarisco che sono diverse le culture Rom). Non è accettabile che vengano passati su questo blog messaggi e slogan razzisti e leghisti, pur se è un libero spazio di espressione, io la censura la applicherei contro le "maialate", caro Beppe, le porcate razziste vanno censurate senza pietà!!! Se avessero tagliato Hitler già dalle sue prime manifestazioni di libera opinione, si sarebbe evitata una pagina " abominevole" della storia dell'umanità. Io mi vergogno di essere una persona!! Preferirei essere una pianta o un animale sicuramente non si permetterebbero di reagire senza essere stati assaliti dai loro simili, soprattutto se i loro simili sono l'unico popolo al Mondo e nella storia che non hanno mai fatto una guerra.
Quanta rabbia contro un popolo inerme e ghettizzato che subisce generalizzazioni e sputi senza diritto di replica!!!Trovatemi un ROM che abbia risposto a queste infamie pubblicate contro di loro! Non c'è! Se si potesse denuncerei per diffamazione tutti quelli che hanno fatto commenti offensivi contro I ROM dal momento che loro non possono rispondere.
E quanta poca indignazione si registra contro le volgarità che la TV nazionale trasmette nei suoi vergognosi reality "finti".

carola flauto 16.11.05 15:46| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo non sono d'accordo.
Non credo di essere razzista e non voglio assolutamente sentir parlare di vagoni e gas, però occorre tener conto della diversità che esiste ed è innegabile tra i vari popoli e tra le varie persone.
E' innegabile che tantissimi rom sono molto più ricchi del lavoratore medio di qualunque popolo sia; questi rom vivono per loro scelta, per loro tradizione in questa situazione che noi, nella nostra visione della società, classifichiamo da disadattati.
Fanno richieste ai comuni unicamente per ottenere (gratis come tutto il resto) qualcosa in più.
Ciò non toglie che ci possono essere alcuni rom indigenti per davvero ( non sicuramente tutto un campo) e questi devono essere aiutati per i loro bisogni nella misura in cui accettino di fare un lavoro onesto come tutti noi!
Vorrei ora immaginare un posto qualunque in cui possano stare tutti i rom ( e non intendo rievocare concetti quali deportazioni, etc. ma solo fare per un momento un ragionamento astratto) e solo loro: chi coltiverebbe la terra per trarne cibo, chi scaverebbe un pozzo per avere l'acqua potabile, chi costruirebbe le tubazioni, chi.........
E no, cari voi, il popolo rom è sopravvissuto nei secoli alle spalle di altri popoli, di diversa cultura, che, come si dice, si son fatti un mazzo tanto.

Giuseppe Lastrone 16.11.05 15:40| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo non sono d'accordo.
Non credo di essere razzista e non voglio assolutamente sentir parlare di vagoni e gas, però occorre tener conto della diversità che esiste ed è innegabile tra i vari popoli e tra le varie persone.
E' innegabile che tantissimi rom sono molto più ricchi del lavoratore medio di qualunque popolo sia; questi rom vivono per loro scelta, per loro tradizione in questa situazione che noi, nella nostra visione della società, classifichiamo da disadattati.
Fanno richieste ai comuni unicamente per ottenere (gratis come tutto il resto) qualcosa in più.
Ciò non toglie che ci possono essere alcuni rom indigenti per davvero ( non sicuramente tutto un campo) e questi devono essere aiutati per i loro bisogni nella misura in cui accettino di fare un lavoro onesto come tutti noi!
Vorrei ora immaginare un posto qualunque in cui possano stare tutti i rom ( e non intendo rievocare concetti quali deportazioni, etc. ma solo fare per un momento un ragionamento astratto) e solo loro: chi coltiverebbe la terra per trarne cibo, chi scaverebbe un pozzo per avere l'acqua potabile, chi costruirebbe le tubazioni, chi.........
E no, cari voi, il popolo rom è sopravvissuto nei secoli alle spalle di altri popoli, di diversa cultura, che, come si dice, si son fatti un mazzo tanto.

Giuseppe Lastrone 16.11.05 15:39| 
 |
Rispondi al commento

La cultura dell'accoglienza è l'unica via per garantire la convivenza delle genti in un mondo in continuo movimento come il nostro.

Tuttavia tale forma di cultura non può essere posta al di sopra della legalità; non della legalità segnata sulla carta (legge Bossi Fini in testa) ma di quella legalità che è propria del senso civico comune alla società.

Rubare è sbagliato e chi lo fa deve risponderne, indipendentemente da quelle che sono le sue condizioni sociali o etniche.

Costruire abusivamente è sbagliato, siano esse ville in Costa Azzurra (con base sottomarina annessa) o baracche di lamiera.

Non pagare le tasse è un reato, sia per gli industriali che per chi sopravvive con attività illecite.

Chi commette un reato deve essere punito, perchè la legge è uguale per tutti (o almeno per quelli che non si chiamano Cesare P.).

Accogliamo gli altri, facciamo in modo che possano integrarsi con noi e che possano migliorare le loro condizioni di vita, ma non poniamoli al di sopra della legge, perchè in questo modo ne rimettiamo tutti quanti.

Mandi mandi

Paolo Casoto 16.11.05 15:36| 
 |
Rispondi al commento

I rom sono un problema serissimo, e che secondo me non si risolverà mai, insomma, possono vivere come vogliono per quanto mi riguarda, è giusto che abbiano i loro spazi, magari che possano usufruire di abitazioni popolari(e ce ne vorrebbero molte di più) ma prima di mandarli sulla strada, bisognerebbe trovare loro un'altro posto. Si fa presto a dire che rubano, chi non possiede nulla e deve vivere, che altre opzioni ha? davvero poche a mio avviso.
Comunque ci sono tanti poveri italiani, bisognerebbe risolvere i problemi non solo per accogliere i Rom, ma anche per i nostri connazionali poveri come loro. Ci vogliono case e lavoro, i soldi non si devono spendere in portaborse e in stipendi altissimi per i politici

Fabio Atzei 16.11.05 15:34| 
 |
Rispondi al commento

Si parla di aiutare i rom, gli extracomunitari, chiunque non sia italiano e passi per le nostre frontiere va aiutato, ma agli italiani nessuno ci pensa.

Provate a vedere come vivono i nostri anziani che non hanno soldi per pagarsi costose case di ricovero.

Provate a vedere come vive una persona italiana che ha perduto tutto, chiedete ai nostri barboni dove vivono, per loro nessuno fa niente.

Pero' se qualcuno tocca un marocchino o un tunisino giu' tutti a gridare al razista.

Io sono in cerca di lavoro e ho bisogno di una casa, ho sempre lavorato e sempre pagato le tasse, aiutate me per primo.

massimo rosiglioni 16.11.05 15:20| 
 |
Rispondi al commento

I Casamonica e i Tredicine: due clan miliardari che operano a tutto campo senza che l'Autorità possa farci niente! Con i soldi chissà quante collusioni con chi dovrebbe garantire la legalità. Queste "famiglie" di bastardoni dovevano essere caricate nei treni con i vagoni piombati e spedite nei camini. Ma erano talmente ricchi che corruppero anche le autorità fasciste dell'epoca, e la Wermacht non ha potuto farci niente all'epoca. Sarebbe stata l'unica azione decente che le S.S. avrebbero compiuto per il bene dell'umanità! GASSARE TUTTI I ROM! GOTT MIT UNS! SIEG HEIL!!!

Pippo Nazionalsocialista 16.11.05 14:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I Rom sono "Uomini"
E come tali gli unici responsabili di loro stessi.
Se hanno deciso di vivere così .. lo facciano pure..
Devono comunque accettarne le conseguenze!

Se rubano:
- DEVONO essere arrestati e condannati.

Se hanno non pagano le tasse:
- DEVONO essere arrestati e condannati.

Se stuprano:
- DEVONO essere arrestati e condannati.

Se hanno una casa abusiva:
La casa DEVE essere abbattuta!

Esattamente come a qualsiasi altro cittadino Italiano

Beppe

Beppe Pancot 16.11.05 14:47| 
 |
Rispondi al commento

Francamente, dei ROM non me frega una beneamata mazza. A dirla proprio tutta però dovrei anche aggiungere che mi fa invero piacere se vengono allontanati, almeno dai miei sensi, vista ed odorato in testa. La mia non è solo una critica distruttiva; infatto ho una proposta concreta su dove destinarli tutti. A scelta tra

1) tornare in Romania (a casa loro, cioè)
2) andare ad accamparsi in Vaticano
3) un sorteggio per pochi fortunati per andare a convivere con Alex Zanotelli a casa sua.

Adriano Luce 16.11.05 14:45| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe..
i rom purtroppo sono un grande problema ..
stimo le persone come padre alex pur essendo ateo..ma non sono d'accordo con lui...chi vuol essere legalizato rimanga pure acertandosi se abbia un posto di lavoro e un posto dove vivere..
gli altri via ....trovate ingiusto che i bimbi vengano costretti a elemosinare...sono con voi..
se un bimbo ha una madre e un padre indegni,le leggi italiane glielo portano via ,siamo in italia ..applichiamo le leggi...
ciao cri
ps..non sono assolutamente razzista ho amici di colore e ospito ettualmente a casa mia un rumeno pienamente regolare..che lavora e paga le tasse

cristian panzera 16.11.05 14:26| 
 |
Rispondi al commento

Per Matteo.

Ciao Matteo.
Sono il don Max di qualche rigo sotto. Non ho menzionato il fatto dell'esenzione dall'ICI per le attività commerciali delle parrocchie solo perchè mi sono mancati i caratteri.
E' una cosa semplicemente disgustosa: in un momento di difficoltà per tutti, tutti devono fare la loro parte, comprese le parrocchie. E la propria parte comincia pagando onestamente le tasse, compresa l'ICI.
La mia parrocchia ha dei terreni fabbricabili, su cui fino all'anno scorso pagavo l'ICI. Secondo tale legge, sarei esonerato. Mi sembra una cosa indegna. Ho già scritto una lettera al sindaco per avvertirlo della mia contrarietà a questo provvedimento e se c'è un modo per pagare ugualmente l'ICI (magari come contributo volontario!).

d.Max

Massimiliano Villani 16.11.05 14:22| 
 |
Rispondi al commento

In ogni città, soprattutto in città enormi come Roma, la Chiesa possiede beni immobiliari in grande quantità.
In molti di essi vivono regolarmente poche, pochissime persone.
Dalle alte mura che circondano alcune di queste strutture poco esce e pochi entrano.
Ora tutti questi centri, anche se fanno attività commerciale, non pagano più tasse.

Non sarebbe bene che la Chiesa anche in Italia, come nei paesi del terzo mondo, rivolgesse gli occhi soprattutto verso i diseredati anzichè farsi solo i fatti (economici) propri?

Dobbiamo forse chiedere ai pensionati italiani (sempre più poveri) o ai giovani (sempre più dal lavoro precario) o ai lavoratori (e ce ne sono molti in mobilità o in cassa integrazione) di pagare le tasse per aiutare i poveracci che vengono da noi a sperare in una vita, in un futuro, o chi tanto ha tanto dovrebbe dare?

"Venuto infine colui che aveva ricevuto un solo talento, disse: Signore, so che sei un uomo duro, che mieti dove non hai seminato e raccogli dove non hai sparso; per paura andai a nascondere il tuo talento sotterra; ecco qui il tuo. .......
E il servo fannullone gettatelo fuori nelle tenebre; là sarà pianto e stridore di denti. "

da MATTEO "Parabola dei talenti"

Rosario Vesco 16.11.05 14:09| 
 |
Rispondi al commento

ROM DI MERDA, QUESTO E' UN MESSAGGIO PER VOI!!
NON VENITE A RUBARE NELLE CASE DEI BOLOGNESI CHE VI GAMBIZZIAMO, SPARANDOVI NELLE GAMBE!!!
VEDI CRONACHE RECENTI DI BOLOGNA!!!

MI RAMMARICO SOLO CHE L'ING. 80 ENNE NON ABBIA COLPITO LA ROM IN PIENO CRANIO, I LADRI DEVONO MORIRE TUTTI E MOLTO DOLOROSAMENTE!

Lollo Bologna 16.11.05 14:08| 
 |
Rispondi al commento

ROM DI MERDA, QUESTO E' UN MESSAGGIO PER VOI!!
NON VENITE A RUBARE NELLE CASE DEI BOLOGNESI CHE VI GAMBIZZIAMO, SPARANDOVI NELLE GAMBE!!!
VEDI CRONACHE RECENTI DI BOLOGNA!!!

MI RAMMARICO SOLO CHE L'ING. 80 ENNE NON L'ABBIA COLPITO LA ROM IN PIENO CRANIO, I LADRI DEVONO MORIRE TUTTI E MOLTO DOLOROSAMENTE!

Lollo Bologna 16.11.05 14:07| 
 |
Rispondi al commento

CHIESA ERUINOMANE!

Grillo ha introdotto questo intervento di
Zanotelli parlando dei preti, "quelli veri". Io sono un prete, anche se non so se, con tutti i miei difetti, i miei limiti, le mie incoerenze, posso essere chiamato un "prete vero". Sono diventato prete perchè affascinato dalla persona del Cristo e dal suo vangelo.
Quello che però devo dire è che mi sento frustrato quando l'immagine della chiesa italiana passa attraverso quel faccione del card. Ruini. Non capisco come è che in Italia non ci sia nessun vescovo che abbia il coraggio di dire: Io la penso diversamente. NO! Hanno solo da andare da Bruno Vespa a parlare di tutto di più (i vescovi sono i migliori sponsor del logo della Rai). Ebbene, scrivo qui, caro Beppe e cari amici del blog, per dire che non tutta la chiesa è appiattita sul Ruini-pensiero.
1) Sul concordato: non è vero che il concordato ha valore assoluto per regolare i rapporti fra stato e chiesa. In uno stato come il nostro, dove la Costituzione "riconosce e garantisce" la libertà degli individui e dei gruppi, il concordato non sarebbe strettamente necessario. Non lo dico io: lo afferma l'on. Oscar Luigi Scalfaro, che non è un talebano laicista ma un figlio devotissimo della chiesa (mi scuso se non sono in grado di dare riferimenti precisi).
2) Sull'ora di religione: è uscito un documento di intellettuali italiani (fra cui Cacciari e Eco) che invitano a inserire nei programmi istituzionali lo studio dei testi biblici come testi fondamentali per comprendere la storia e la cultura occidentale. Se io fossi stato un vescovo avrei risposto: "Al diavolo l'ora di religione (merce di scambio con i governi di turno) e facciamo così: come si studia l'Iliade e l'Odissea, facciamo studiare pure la Bibbia!"
3) Sul no al sacerdozio per gli omosessuali: motivazione: la tendenza omosessuale può dare fastidiosi impedimenti per il ministero. Perchè, la tendenza eterosessuale non può dare impedimenti simili? Mi sembrano ipocrisie.

d.Max

Massimiliano Villani 16.11.05 14:07| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno Beppe e buongiorno a tutti.Torno sull'argomento per ribadire che si e' fatta tanta demagogia,si e' sconfinati nel razzismo,nell'intolleranza,nel turpiloquio che questo blog dovrebbe scacciare,ma il motivo e' chiaro:l'integrazione e' e deve essere sempre un tema di confronto reciproco,non si puo' sempre ostentare questo buonismo univoco e soprassedere sui tanti commenti di persone derubate,ingannate,abbandonate ed esasperate a tal punto da dire basta ai Rom,ai Sinti e a tutti quelli che del nomadismo hanno fatto uno scudo dietro il quale nascondere di peggio.Noi Italiani abbiamo si' di che vergognarci spesso e volentieri,ma questo non vuol dire trattare con lo stesso peso e la stessa misura gli altri.Integrazione Si,ma non sottomissione,ne'abusi ne'eccessi da parte nostra ne' da parte di nessuno che ACCETTI di vivere nel nostro stesso paese,alle STESSE condizioni,con DIRITTI e DOVERI e lavorando,in poche parole:onesti(come la parte onesta degli stanieri che con certi paragoni ci rimette).Non ho altro da aggiungere.

mauro marcassoli 16.11.05 14:06| 
 |
Rispondi al commento

X Luigi Esposito

Chi è che è poverissimo? I ROM? vedi se ne conosci qualcuno disposto a scambiare i suoi averi con i miei.

Alessandro Sanna 16.11.05 13:52| 
 |
Rispondi al commento

X IO IO


Postato da: Alessandro Sanna il 16.11.05 02:26

gli ebrei sono i padroni del mondo
gli zingari rubano i bambini
poi li danno ai comunisti che li mangiano

ah! dimenticavo che gli immigrati puzzano (solo quelli extracee of course)

LA SINTESI DI TUTTO!!

Postato da: IO IO il 16.11.05 13:09

Hai fatto il quote del post sbagliato quella roba non l ho scritta io

Alessandro Sanna 16.11.05 13:46| 
 |
Rispondi al commento

Ma i preti non dovrebbero citare almeno una volta in quello che dicono il nome di Gesù Cristo???
che razza di prete è mai questo.

Franco Lampada 16.11.05 13:40| 
 |
Rispondi al commento

Dimenticavo....ieri ho detto che sono andata ad abitare lontano dal più famoso campo di zingari di udine...stamattina,siccome davanti alla mia nuova abitazione c'è un grande parcheggio,ho trovato due bellissimi camper nuovi di palla mega accessoriati,e indovinate di chi erano?Room (notate la R maiuscola per non mancare di rispetto),e sapete andando via cosa mi hanno lasciato? una bella montagna di rifuti nonostante ci fosse stato un cassonetto a 8 metri da loro....

laura marcato Commentatore in marcia al V2day 16.11.05 13:36| 
 |
Rispondi al commento

X IO IO


Postato da: Alessandro Sanna il 16.11.05 02:26

gli ebrei sono i padroni del mondo
gli zingari rubano i bambini
poi li danno ai comunisti che li mangiano

ah! dimenticavo che gli immigrati puzzano (solo quelli extracee of course)

LA SINTESI DI TUTTO!!

Postato da: IO IO il 16.11.05 13:09

Hai fatto il quote del post sbagliato quella roba non l ho scritta io

Alessandro Sanna 16.11.05 13:28| 
 |
Rispondi al commento

Mandarli via perchè sporchi e pericolosi?
Ma chi, tutti: adulti, bambini, uomini, donne?... colpevoli di che, di essere poverissimi?
Mandarli dove? Spostiamo il problema ma il problema resta, e il problema non è la presunta illegalità di questi ultra poveri da combattere. Il problema è il loro recupero, la loro integrazione...altrimenti cosa proponete? napalm o fosforo bianco? I nostri emigranti di inizio secolo erano sporchi e affamati. Allora il punto non è essere Rom, zingari, italiani o magrebini o musulmani. Che piaccia o no abbiamo tutti dignità di esistere e chi vive in condizioni migliori non può far altro che aiutare i più deboli. Nè è possibile pensare ad un mondo diviso in base alle razze (concetto vago!). E tutto questo si può fare nel rispetto del codice civile o il codice penale e tutto quanto significa legalità. E' illegale rubare non essere Rom. Il problema della povertà e dell'emarginazione è di tutti coloro che poveri ed emarginato non sono ed è una questione degna di essere posta all'attenzione internazionale per fare vere politiche. Ecco cosa fare secondo me, porre all'attenzione di quelli che giustamente BG chiama i nostri "dipendenti", quali sono le politiche che ci interessano. Quali sono le cose di cui devono occuparsi. Ma forse, ai "signori delle guerre" tutto ciò interessa poco o forse interessa poco a noi preoccupati di non perdere l'ultimo modello di telefonino!?

Luigi Esposito 16.11.05 13:28| 
 |
Rispondi al commento

bravo Leonardo!baci Laura

laura marcato Commentatore in marcia al V2day 16.11.05 13:24| 
 |
Rispondi al commento

Sequestri al clan dei Casamonica

Dieci ville, diversi appartamenti a Roma e Ciampino, 32 cavalli da corsa, galoppo e trotto, 200 conti correnti bancari, 75 auto di lusso, comprese Ferrari e Porsche. Gli investigatori della Dia, insieme a polizia, carabinieri e guardia di finanza, hanno sequestrato al clan dei Casamonica un piccolo impero stimato 85 milioni di euro. Nel corso dell'operazione è stata anche ricostruita, per la prima volta, la mappa gerarchica della famiglia composta da 324 persone e sono emersi i nomi dei falsi intestatari e prestanome degli immobili sequestrati. In corso ulteriori accertamenti fiscali e amministrativi sulle autorizzazioni che i Casamonica hanno ottenuto per la costruzione di ville con piscine.


Sicuramente erano soldi guadagnati facendo gli operai alla FIAT

Alessandro Sanna 16.11.05 13:23| 
 |
Rispondi al commento

cito no name:

"nb
in questa catena di razzismi e pregiudizi gli unici non razzisti sono proprio gli zingari che non hanno bisogno di nessuno con cui prendersela per legittimare la loro identità (che non è in crisi come quella dei "gagè" italici che hanno bisogno di un nemico per affermarla)
gli italiani avrannno l'inno e la bandiera ma non sanno più chi sono
gli zingari hanno una cultura e un'identità di cui vanno fieri e che si tramandano senza bisogno di avercela con un altro popolo che si inventano, patetcamente, come nemico
dovremmo studiarli per imitarli"

vorrei approfondire la cultura ROM.. avresti dei link??

(ci vuole ben poco a legittimare la cultura dello sfruttamento del più debole,donna o bambino che sia, guarda la mafia, la n'drangheta o la camorra come si sono imposte bene. un giorno ci troveremo a difendere anche la cultura mafiosa?)

Leonardo L 16.11.05 13:20| 
 |
Rispondi al commento

OT
Ecco dove siete! Eh,eh! dovevo immaginarlo!

Cari xenofobi,
aspettiamo un vostro contributo sul blog di Fallujah, e sulle dichiarazioni ufficiali degli Usa sul fosforo bianco:nessuno che senta il bisogno di commentare tra i nostri teocon?

Sapete se su questo tema ci sono manifestazioni di Ferrara in vista?

(Vi trovo moscetti, oggi...)

paolo moretti 16.11.05 13:15| 
 |
Rispondi al commento

qualcuno ha detto che vogliamo i zingari fuori dall'italia, io non penso sia vero. qui si chiede solo di impedire i reiterati abusi da parte di questi signori, visto che a fare le spese di questi abusi non sono politici e alto borghesi (che decidono dove mettere un campo nomadi perchè non abitano sicuramente nella borgata dove lo installano) ma i cittadini che magari hanno già molti problemi che sembrano difficili da risolvere nell'italia dei demagoghi di destra e sinistra e del disgustoso politically correct che ammanta tutto ciò che tocca di ipocrisia.
quanto ai quattro bambini razzisti che si firmano adolf e nomi simili, o chiedono il ripristino delle docce a gas e dei lager non sono nemmeno da prendere in considerazione, probabilmente sono degli adolescenti frustrati a cui serve un buon psicanalista.

Leonardo L 16.11.05 13:14| 
 |
Rispondi al commento

Ancora questa storia del razzismo.... ma nessuno che riesce a dire qualcosa di positivo sui rom.

il problema è che il mondo non è diviso in buoni o cattivi, esistono conflitti, tensioni, realtà complesse e difficili da gestire. non si tratta di giudicare, ma di comprendere, dati alla mano, che non tutti gli arabi sono islamici, non tutti gli islamici terroristi, non tutti gli italiani mafiosi, non tutti rom ladri, non tutti gli albanesi rapinatori..finchè non usiamo lo stesso metro di giudizio per tutti, e cioè non partendo dall' etnia ma dal problema sociale che spesso sta dietro.. difficile forse, ma almeno è coerente.

daniele gaudenzi 16.11.05 13:11| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Alessandro Sanna il 16.11.05 02:26

gli ebrei sono i padroni del mondo
gli zingari rubano i bambini
poi li danno ai comunisti che li mangiano

ah! dimenticavo che gli immigrati puzzano (solo quelli extracee of course)

LA SINTESI DI TUTTO!!

IO IO 16.11.05 13:09| 
 |
Rispondi al commento

Mohsen.
Cosa c'entra con gli zingari?
sono sicuro che fosse stato uno di loro i carabinieri si sarebbero ben guardati dal chiedergli i documenti.....

Ancora questa storia del razzismo.... ma nessuno che riesce a dire qualcosa di positivo sui rom.
L'unica difesa che ho visto è sempre e solo l'attacco al presunto razzista, che sia vero o no.

no name 16.11.05 12:57| 
 |
Rispondi al commento

gli zingari anche se in maggior parte sono italiani arrivano con le loro bmw serie 9 fregate agli italiani (anche gli zingari sono spesso italiani ma hanno un colore della pelle diversa quindi per comodità razziale li distingueremo) e rubano dagli abitacoli delle povere duna che guidano gli italiani (duna? ma allora a chi rubano le bmw gli zingari?) i loro bambini, tutto questo su ordine degli ebrei che possiedono il pianeta (e dai lo sanno tutti: lo dicono perfino i savi di sion!)

po,i rubati questi bambini, gli zingari non sanno bene che farsene visto che ne hanno già tanti, perfino troppi, così vendono i bambini rubati ai comunisti che prima se li mangiano e poi fanno il ruttino
ma gli zingari, visto che gli italiani dicono che sono così ricchi, non sanno che farsene dei soldi dei comunisti (che intanto hanno digerito) e così li danno a bin laden che si compra un deumidificatore per la grotta, la telecamerina minidv, un cavalletto (dai cinesi) e un centinaio di nastrini che così si può fare i filmini amatoriali anche lui e non solo 'sti cazzo di zingari brutti sporchi e cattivi!!

nel mentre i meridionali scoprono che se c'hai uno più sfigato da coprire di merda, per proprietà transitiva questa merda smette di essere gettata su di te, ad esempio dai torinesi che a loro volta la stessa merda gliela tiravano gli americani quando erano andati come immigrati clandestini a raccogliere le mele in california, fino a quando loro non l'hanno tirata sui meridionali...
eccetera

nb
in questa catena di razzismi e pregiudizi gli unici non razzisti sono proprio gli zingari che non hanno bisogno di nessuno con cui prendersela per legittimare la loro identità (che non è in crisi come quella dei "gagè" italici che hanno bisogno di un nemico per affermarla)
gli italiani avrannno l'inno e la bandiera ma non sanno più chi sono
gli zingari hanno una cultura e un'identità di cui vanno fieri e che si tramandano senza bisogno di avercela con un altro popolo che si inventano, patetcamente, come nemico
dovremmo studiarli per imitarli

lorenzo pini 16.11.05 12:54| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo la legge non è uguale per tutti .
Un tempo gli zingari erano tollerati perchè "parenti " della regina. Oggi sono diventati tutti profughi .
Certo che potevano mandare solo un ufficiale giudiziario con l'ordine di sgombero , non le ruspe e la forza pubblica.

I room sono gente civile avrebbero capito ed eseguito.

Andrebbe spiegata ora la differenza tra democrazia e demagogia : quello sui poveri bambini zingari etc. è solo stupida demagogia.

I primi a schiavizzare i loro bambini sono proprio i loro genitori : li mandano a rubare , li maltrattano etc..
La legge non è uguale per tutti : se una assistente sociale viene a casa tua e vede il figlioletto con il brodo al naso , te lo tolgono .
Agli zingari no : lasciano allevare la stirpe a loro immagine e somiglianza .
Avete mai visto uno zingaro lavorare?
E come sbar<cano il lunario gli zingari ? Ah , dimenticavo , esiste la provvidenza...
Un paese civile e democratico fa rispettare le regole: parassiti e banditi vanno mandati a casa loro .
Il resto è demagogia , è non volere vedere la realtà.
Ricordo che l'art 1 della nostra Costituzione dice che la Repubblica Italiana è fondata sul lavoro . Non sul furto ed accattonaggio.
Un saluto

Fandango Rossi 16.11.05 12:49| 
 |
Rispondi al commento

Mohsen, cittadino francese
prigioniero in via Corelli


A volte ci si imbatte nel razzismo allo stato puro. Non quello sofisticato, elaborato, che si caratterizza per l'incipit "io non sono razzista, però..." Qua si parla del razzismo che dice: "Hai la pelle scura, e dunque sei illegale".

In sé non è una grandissima novità. In Italia esistono razzisti ruspanti che occupano cariche importanti nelle istituzioni, come il parlamentare europeo Mario Borghezio il quale - non ci stancheremo mai di ricordarlo finché non chiederà pubblicamente scusa (dunque, molto probabilmente, per l'eternità) - in un comizio è giunto a definire 'facce di merdà gli immigrati di religione musulmana.

Ma la storia di Mohsen ha un elemento in più. Segna un momento l'incontro tra il razzismo analfabeta e la quotidianità dell'ordine pubblico, richiama certe turpi gesta della polizia di Los Angeles. Delinea una prassi nascente? Speriamo di no, ma il solo dubbio dà un motivo in più per raccontarla.

Mohsen, che ha vent'anni, da due vive in Italia e frequenta a Perugia l'università per stranieri. Fino a quel giorno dello scorso agosto conduceva l'esistenza normale di un ragazzo della sua età: un piccolo appartamento, una fidanzata, un gatto.

Era una giornata molto calda e Mohsen s'era svegliato tardi. Ancora un po' stordito, s'era vestito di corsa, aveva calzato un paio di ciabatte di gomma, aveva afferrato il mazzo di chiavi e poi era sceso giù, in piazza, per comprare il giornale e fare colazione al bar. La torpida routine d'una torrida giornata di agosto.

Lasciamo per un momento Mohsen a sfogliare il suo quotidiano preferito e osserviamolo da lontano. Mettiamoci, insomma, nello stesso angolo visuale di quei due poliziotti che, accaldati, quella mattina svolgevano il loro turno di lavoro per le vie di Perugia. Ecco, il piccolo appartamento non c'è più, tanto meno il gatto e la fidanzata. Si disintegra anche il libretto dell'università. Non parliamo poi dei saggi di informatica, dei romanzi in italiano e in francese, dei cd, dell'impianto stereo. Resta solo un ragazzo nero, trasandato, che scruta le pagine di un quotidiano. Gli annunci economici, probabilmente. A meno che non stia solo fingendo di leggere per darsi un contegno. Uno studente? Difficile. E' agosto, l'università non funziona. Un clandestino allora? Molto probabile.

Anzi, certo. Già, perché i due poliziotti raggiungono Mohsen che si risveglia di soprassalto. "Documenti!", gli intimano. Ha un momento di esitazione, si fruga nelle tasche. Niente. Li ha lasciati su, a casa. "Vado a prenderli". Vecchio trucco: il ragazzo vuole guadagnare un po' di tempo e poi darsela a gambe. "Seguici in centrale".

E qua Mohsen commette un grave errore. Pur essendo senza documenti, si arrabbia. Già, come farebbe ognuno di noi se due poliziotti lo trascinassero in questura solo perché è andato all'edicola sotto casa senza la patente, la carta d'identità o il passaporto. Così Mohsen protesta e, a un certo punto, addirittura grida: "Sono francese!". (Parentesi: era agosto e ancora non era scoppiata la rivolta delle banlieue. Seconda parentesi: una vicenda come quella che stiamo raccontando, se si fosse verificata in Francia, sarebbe stata una parabola adatta a spiegare uno dei motivi della stessa rivolta).

Ma torniamo al punto di vista dei poliziotti. Il ragazzo sostiene d'essere "francese". Una scusa più patetica non si era mai sentita. Di solito dicono di aver smarrito il permesso di soggiorno, o danno un falso nome. Ma "sono francese" è davvero troppo. Non che i due poliziotti non sappiano che esistono francesi neri, ma questo ha tutte le caratteristiche del clandestino. Non gli credono. Mohsen capisce che le cose si stanno mettendo malissimo. Comincia ad aver paura. Cambia tono. Supplica i poliziotti di accompagnarlo a casa.

Niente da fare. La macchina della Bossi-Fini si è già messa in moto. Mohsen - che è francese per davvero, un francese figlio di genitori tunisini, dunque uno di quegli 'immigrati di seconda generazione" che tra qualche anno popoleranno in gran numero anche le nostre città - viene portato a Milano. Da quando vive in Italia c'è già stato tre volte, ha visitato i monumenti principali e anche il Museo della scienza e della tecnica. Solo che ora ci arriva a bordo di un cellulare e trova alloggio non in un albergo ma nel Centro di permanenza temporanea di Via Corelli dove fa un corso accelerato di vita e vede un sacco di cose molto brutte (non le raccontiamo perché, come ripete continuamente il nostro governo, nei Cpt non si verificano violenze e dunque il ragazzo deve aver avuto allucinazioni da stress).

L'incubo è durato ventidue giorni. Il tempo che è occorso alla madre per interrompere le sue vacanze in Egitto, prendere un aereo per Milano e trovare un avvocato che ha chiarito ciò che lo stesso Mohsen, quella torrida mattina di agosto, avrebbe facilmente chiarito se solo gli fosse stato consentito di rifare le scale di casa.

(la storia di Mohsen ci è stata raccontata da Daniele Comberiati)

(16 novembre 2005)

lorenzo pini 16.11.05 12:33| 
 |
Rispondi al commento

letti i tanti commenti alla bellissima lettera di padre Zanotelli, ci permettiamo di proporre, in questo breve spazio, un percorso di interazione con le famiglie di Rom che sono state sgomberate da Casoria, ma come tutti sanno sono presenti sul territorio napoletano. il primo passo è quello di mettere in rete tutte le istituzioni (Ministeri, Prefettura, Regione, Comuni, Provveditorato e Provincia) e il privato sociale (associazioni, cooperative, parrocchie,..), presenti sul territorio.
il secondo passo è quello di fare una mappatura dei bisogni espressi dalle famiglie rom e dalle comunità locali. in questa fase, come in tutte le altre, è importante il coinvolgimento diretto degli stessi Rom, tramite progetti di mediazione culturale. nella mappatura sono da capire i motivi che hanno spinto queste famiglie ad emigrare e, mettendosi in rete con l'Unione Europea, verificare le possibilità di ritorno in Romania. a nessuno piace abbandonare il proprio paese anche se siamo consapevoli che la situazione dei Rom in Romania è molto difficile, tanto che la stessa Unione Europea ha posto dei vincoli sulla questione rom.
terza fase, concomitante con le prime due, distribuire le tante famiglie su tutto il territorio provinciale, ricercando quelle sensibilità che certo, come abbiamo capito negli ultimi venticinque anni della nostra attività, non sono ne di destra ne di sinistra. naturalmente, non si pensi che risolvendo la questione abitativa tutto va a posto, anzi.. il lavoro deve essere la priorità. sottolineiamo che in generale i rom rumeni hanno sempre preferito un lavoro da dipendenti, piutosto che un lavoro autonomo. è da verificare con le stesse famiglie, confrontandosi con gli spazi presenti nel mondo economico. il progetto deve prevere la casa (no al campo nomadi, ghettizzante, ingestibile e costoso). un'ultima considerazione: siamo consapevoli che la Provincia di Napoli ha milioni di problemi, ma è anche vero che i napoletani hanno milioni di risorse... e tanta, tanta fantasia...

Sucar Drom 16.11.05 12:25| 
 |
Rispondi al commento

Quantomeno mi sembra di capire dei semplici concetti da questa discussione:
1)gli italiani sono veramente incazzati (la colpa di chi è?);
2)i rom non hanno una gran bella immagine presso la maggioranza degli italiani (ricordiamo, quella che ha eletto l'attuale governo);
3)c'è chi cavalca quest'onda per convogliare tra le sue fila qualche adepto in più (li avete visti i manifesti di Forza Italia/AN a Roma contro il sindaco Veltroni, che ha spostato i rom per pulire il vecchio campo nomadi?);
4)[già questi tre punti, ricordano, ovviamente in parte, la situazione della Germania del periodo nazista (ebrei, olocausto..ricordate?! Vabbè, per favore però, ora non mi dite che gli ebrei non sporcavano, lavoravano..ma se non ti lavi, oltretutto perchè non hai l'acqua e vivi in spazi affollatissimi, non sei più un essere umano? Non hai più diritti?)];
5)gli italiani quindi spostano spesso l'odio per chi ha rubato e ruba loro soldi e dignità, verso un bersaglio facile, opponendosi magari ad una fornitura di un servizio gratuito di pulizia di un campo nomadi (v. Roma) che costa qualche milione di euro, che è comunque un servizio utile alla comunità (v. anche voce: diritti umani) città (meno degrado=meno criminalità?), mentre i propri governanti, imprenditori ecc. sfilano loro quotidianamente da sotto gli occhi quello straccio di,mi ripeto, dignità da cittadini che gli rimane;
6)che ci sono dei signori che:
a)da piccoli i bambini rom gli han fregato le caramelle;
b)da ragazzi gli han rubato un paio di jeans (già, rubano i vestiti..come è successo a me);
c)da grandi Beppe Grillo ha iniziato a pagarli per scrivere centinaia di commenti sui post e sobillare le masse ignoranti.
Per favore ragazzi, vi chiedo di analizzarvi quando scrivete a fiume. Questo blog non è (o lo è?) uno strumento psicanalitico. Usate il tasto "anteprima", leggete, respirate, rileggete..e poi rileggete ancora. Altrimenti fate veramente paura. E scoraggiate l'intervento moderato di altri cittadini COME VOI.

Riccardo Iorio 16.11.05 12:24| 
 |
Rispondi al commento

una notizia così per gradire:

Baby gang aggrediva coetani nel parco

Aveva una precisa gerarchia la baby gang composta da sei minorenni, tutti appartenenti ad ottime famiglie della Milano bene. A bordo di motorini, spadroneggiavano nella zona dei Navigli e in particolare all'interno del parco Ravizza. Il "capo" e il suo braccio destro avevano il compito di individuare le vittime, tutti coetanei, e chiamare poi attraverso il telefonino gli altri membri della banda. I malcapitati venivano aggrediti, sottoposti ad una vera e propria perquisizione, rapinati di quanto in loro possesso e spesso costretti a pesanti gesti di umiliazione, come baciare i piedi al capo della gang, un ragazzino di appena 15 anni. La Polizia ha denunciato a piede libero 4 minorenni e ne ha segnalati altri 2, non imputabili perchè sotto i 14 anni, al Tribunale dei Minori.

Pensiamo che fare commenti utilizzando singoli episodi sia molto semplice e poco costruttivo.
Vogliamo ricordare che la maggioranza (80%) dei Sinti e Rom sono Cittadini Italiani, quindi non capiamo chi possa o perchè si possa mandarli via...
Queste minoranze sono presenti in Italia dal 1400, come attestano le diverse cronache dell'epoca.
Ora verso queste minoranze, in seicento anni, si è fatto di tutto e il contrario di tutto:
dalle caccie vere e proprie a schivizzarli, dal toglierli i figli per estirpare le loro culture a gasarli nelle camere a gas, da emettere editti di espulsione alle ruspe, dai cartelli di divieto di sosta ai "nomadi" (ancora presenti in Italia) a costringerli nella scuola con il chiaro intento di assimilarli...... l'elenco è lungo e spaventoso.
Ora alcuni di loro rubano e noi cosa facciamo? siamo chiari e puri, pronti a non vedere le politiche di segregazione e discriminazione che l'Europa continua a denunciare.
Credo che dobbiamo provare a conoscerci, sapendo che in ogni prova ci stanno anche i fallimenti, e costruire insieme dei patti sociali condivi.
Copia incolla del mess. di Sucar Drom. per ricordare

Vincenzo Fusco 16.11.05 12:15| 
 |
Rispondi al commento

Caro Mirko Barbieri leggiti il commento appena prima del tuo e vergognati!

Vincenzo Fusco 16.11.05 11:57| 
 |
Rispondi al commento

Mi piacerebbe conoscere il record di commenti ai vari temi proposti nel sito, perchè credo che questa volta si è raggiunto un numero ragguardevole.
Comunque, ho notato con piacere che l'opinione a riguardo è unanime.
PER LA PRIMA VOLTA SIAMO TUTTI D'ACCORDO.
Nessuno si è schierato minimamente con gli zingari.
Tutti abbiamo avuto problemi causati da loro e tutti li vogliamo fuori dall'Italia SUBITO.
Caro Pretucolo prendi nota, gli Italiani ti hanno mandato un messaggio chiaro.

Mirko Barbieri 16.11.05 11:38| 
 |
Rispondi al commento

leggendo qua e là i commenti alla denuncia di padre zanotelli sono rimasto nauseato dai toni razzisti, violenti e ignoranti.consiglio vivamente la lettura del post del 15.11.05 delle ore 12,35 di sucar drom. m.d.

mauro dallonda 16.11.05 11:24| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace ma su questo post non sono daccordo. Ok il buonismo, il pacifismo, l'altruismo, il senso di carità e la difesa del debole: ma non nascondiamo la quotidiana realtà dietro a questo vestito talare: gli zingari di cosa vivono? Nel migliore dei casi la lettura delle carte altrimenti (ma è solo un 90% dei casi) furti, ruberie, e furbizie illegali e/o ineducate nei confronti del paese che li ospita. Non parlo per sentito dire, parlo per esperienza diretta dato che prendo pullman, e vivo altre 1000 quotidianità che mi portano (PURTOPPO!) a contatto con questa gente, che non si capisce perchè vive legalmente nell'illegalità. Non è razzismo e confronto con storie quotidiane inaccettabili.

Grillo questo post non mi è proprio sembrato opportuno.

davide montoro 16.11.05 11:23| 
 |
Rispondi al commento

dal quotidiano " il messaggero " ( di Roma) di oggi, riassumo:

arrestati dipendenti comunali che rilasciavano false certificazioni e documenti di identità: così i rom "compravano" la cittadinanza italiana a 20.000 euro.

Gente brava ed onesta, e povera soprattutto !

vedi:
http://ilmessaggero.caltanet.it/view.php?data=20051116&ediz=01_NAZIONALE&npag=1&file=ANAGRAFE.xml&type=STANDARD

fabio ricci 16.11.05 11:21| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti, razzisti e non.Io abito a 2 km da quel campo nomadi sgomberato ed effettivamente era uno dei posti più fatiscenti che abbia mai visto.Penso però che lo sgombero coatto sia un atto criminale, almeno come tutti gli atti criminali che possono commettere dei ROM o dei delinquenti comuni.Se proprio le amministrazioni comunali vogliono risolvere il "problema" ROM provvedano a trovare delle aree attrezzate con acqua potabile e servizi igienici dopodichè prevedano dei controlli periodici affinchè i figli di queste persone frequentino normalmente la scuola o centri di formazione al lavoro...solo facendogli sentire le istituzioni vicine potranno adottare le basi della nostra cultura, la nostra cultura e ripeto la nostra e non la loro non è con un impronta digitale su un foglio che la si trasmette...le impronte digitali le prendessero ad Andreotti che è ancora lì e nessuno si indigna per questo...solo qualche comico come Beppe. Volevo infine aggiungere che sono un sociologo ed è interessante alcune volte vedere come la mancanza di argomenti possa far scaturire nelle persone le solite frasi fatte sui napoletani, sui ROM, sugli albanesi ecc. Insomma è una guerra tra poveri.

vincenzo moschetti 16.11.05 11:20| 
 |
Rispondi al commento

una provocazione per tutti. le "zingare" rubano i bambini? lasciamo rispondere ad un fatto di cronaca che ha catalizzato l'attenzione nazionale.
Una rom arrestata e poi prosciolta a Firenze, di Marisa Nicchi su Aprile.

Solleva alcune riflessioni politiche la storia di Diamanta Petrache, la donna zingara arrestata con l’accusa di aver tentato di rapire un bimbo a Firenze e, dopo quattro giorni di carcere, rimessa in libertà. Infatti, il gip Anna Sacco, dopo aver convalidato l'arresto, ha disposto la scarcerazione della donna perché non ha riscontrato le prove che confermavano le accuse a lei addebitate, ancor prima che arrivasse una successiva testimonianza che la scagionerebbe. Come tutti sanno, il carcere può scattare solo dopo l’accertamento di prove a conferma delle accuse. E’ un obbligo di legge che riguarda chiunque sia coinvolto, anche gli zingari.
Nel caso fiorentino le prove necessarie non esistono e per di più la donna non risulta essere “socialmente pericolosa”. Sarcasticamente si potrebbe aggiungere, malgrado sia zingara! In questi casi non è superfluo ricordare che nel nostro Codice vige la presunzione di innocenza sempre e per tutte/i, e questo in nome della legalità che tanto impegna il dibattito politico di questi giorni. Una cosa è certa: tra gli zingari, come tra tutti, c’è chi è onesto e chi no, e per i reati commessi deve essere punito. Ma solo per questo, non perché è zingaro.
Invece, il ministro di Grazia e giustizia Castelli, sollecitato da Fini, ha accusato i magistrati fiorentini di offendere “il comune senso di giustizia del popolo”, di fare “del razzismo al contrario”. Loro soffiano sul vento razzista per attizzare l’emotività usando il pregiudizio secondo cui “le zingare rubano bambini”. E’ un fantasma che si aggira tra le nostre sugsuggestioni, manifestandosi nel timore dei piccoli di essere portati via, lontano dai genitori, o in quello degli adulti di vedere scomparire il proprio figlio nel nulla. Timori dolorosi ....

Sucar Drom 16.11.05 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
mi dispiace dire che stavolta non sono daccordo con te e padre Alex Zanotelli; è bello dire diamo una mano al prossimo, davvero una cosa lodevole e per tutti quelli che sono al di fuori di questa realtà è anche facile dire messaggi come quello che ho appena letto. Ma noi che ne siamo dentro abbiamo una idea moooolto diversa dalla vostra; infatti tra tutte le persone che conosciamo quante di loro riuscirebbero "a porre l'altra guancia"...poche, pochissime forse solo Alex Zanntelli. Voi non sapete quanti e quali problemi portino questi "zingari". E' davvero umiliante dire che noi siamo costretti a vivere insieme a loro, che sono un vero e proprio degrado alla società. Attenzione però, questo non è razzismo, non c'entra proprio niente il razzismo. Io inviterei tutti quelli che non vivono a Napoli e sono favorevoli ad aiutare gli zingari a vivere un bel pò di tempo in questa città e poi vorrei sapere se la sua opinione è sempre la stessa. E non mi si venga a dire che aiutarli è un fatto di umanità indipendentemente da quella che fanno, perchè ragionando così allora i criminali più incalliti andrebbero perdonati e rilasciati dal carcere; se qualcuno la pensa così provi ad immaginare un mondo dove tutti i crminali fanno quello che vogliono e poi vengo rimessi in libertà per "umanità"; lo stesso ragionamento può essere fatto per gli zingari: loro vengono da noi clandestinamente, infangano la città, creano disagi e noi dovremmo aiutarli? Beh allora lasciatemi dire che anch'io rinuncio a laurearmi in ingegneria e mi metto a fare lo zingaro, tanto anche se rubo auto e moto c'è sempre gente che mi vuole aiutare invece di sbattermi in galera o rimandarmi al pasese di origine!!!!

Gabriele Ferrentino 16.11.05 11:07| 
 |
Rispondi al commento

x tutti quelli che hanno attaccato il Sindaco di Bologna e lo hanno criticato per lo sgomebro con le ruspe:

Bologna, 10:44

IMMIGRATI: BOLOGNA, A FINE MESE ALLONTANATI DA LUNGORENO
Entro il 30 novembre gli immigrati clandestini accampati nelle baracche abusive realizzate sul greto del fiume Reno, alla periferia occidentale di Bologna, lasceranno l'insediamento precario per essere accolti nell'area di emergenza predisposta dal Comune in via S.Caterina di Quarto. Lo stabilisce l'ordinanza firmata ieri sera dal sindaco di Bologna, Sergio Cofferati, dopo il laborioso accordo sull'ordine del giorno per la legalita' raggiunto all'interno della giunta e dopo settimane di polemiche nate da una prima operazione di sgombero disposta dal sindaco proprio nei confronti degli accampati sul Lungoreno. L'ordinanza di Cofferati fa riferimento anzitutto a una situazione di pericolo per gli accampati - in prevalenza rumeni - derivante dall'innalzamento del livello del fiume Reno dopo le piogge degli ultimi tempi; poi, ad una situazione di emergenza "complessa" che riflette "aspetti sociali, di incolumita' personale intesa in senso stretto e di sicurezza in generale". Completata l'evacuazione, da qui al 30 novembre, di "tutti coloro che dimorano lungo le sponde del fiume Reno, esposti al rischio di esondazione", tutte le strutture, i manufatti e i rifiuti abbandonati lungo le sponde del fiume saranno rimossi. Sono previste soluzioni alternative al trasferimento nell'area accoglienza di S.Caterina di Quarto per quegli immigrati abusivamente accampati sul Lungoreno che "accettino l'assistenza e l'inserimento in progetti sociali e umanitari".


Vincenzo Curcio 16.11.05 11:05| 
 |
Rispondi al commento

preciso non vuole essere una difesa dei rom,argomento che io non saprei come affrontare tanto mi sembrano assurde le due tesi dell' accoglienza ad oltranza e " spariamogli" alle spalle ma scarico dalla rete ed inoltro


"si da' il caso che vengano costruiti dei villini a schiera nel vicentino, trevigiano, lago di garda

un bel giorno appare una coppia
macchinone e vestiti costosi
palesemente zingari, ma coi soldi

chiedono, si informano, dicono che piace
e sganciano caparre da 20/30 mila neuri sull'unghia

ovviamente, davanti al danaro, nessuno ne chiede la provenienza, o si fa
problemi
i schei xe' schei e xe' i bessi che move el mondo

poi pero' ,a costruzione avanzata, si presentano
assieme a 40 parenti (frotte di bambini, donne colle gonne a fioroni e
foulard, panni stesi sull'erba) con roulotte che si accampano nel
giardinetto della villa

ai costruttori viene un coccolone, temono di non riuscire piu' a vendere
gli altri villini
e quindi cercano di liquidare i nomadi restituendo la caparra e mettendoci
sopra anche un cento neuri

a quel punto - magia! - salta fuori un avvocato della coppia che
a rigor di legge
chiede la restituzione della caparra radoppiata per recesso contrattuale

e cosi', sfruttando una discriminazione, passano di zona in zona
raccattando neuri
(GENIALE!)

a un certo punto si sparge la voce tra i costruttori che tendono un agguato:
saltano fuori i carabinieri
i quali, dopo gli accertamenti del caso,
scoprono che non si tratta di truffa ma di un'agire perfettamente legale

insomma: bastava pensarci, un minimo di organizzazione, un tocco di classe
e si riescono a spillare quattrini anche dai palazzinari"


senza alcuna vena di polemica, solo per riflettere; i nostri " zingari ", quelli che ci governano, che amministrano le varie parmalat, carne montana ecc sono solo un po' più attenti.... vanno in giro senza gonne a fiori... e non ci caschiamo

maria da napoli 16.11.05 11:05| 
 |
Rispondi al commento

x tutti quelli che hanno attaccato il Sindaco di Bologna e lo criticato per lo sgomebro con le ruspe:

Bologna, 10:44

IMMIGRATI: BOLOGNA, A FINE MESE ALLONTANATI DA LUNGORENO
Entro il 30 novembre gli immigrati clandestini accampati nelle baracche abusive realizzate sul greto del fiume Reno, alla periferia occidentale di Bologna, lasceranno l'insediamento precario per essere accolti nell'area di emergenza predisposta dal Comune in via S.Caterina di Quarto. Lo stabilisce l'ordinanza firmata ieri sera dal sindaco di Bologna, Sergio Cofferati, dopo il laborioso accordo sull'ordine del giorno per la legalita' raggiunto all'interno della giunta e dopo settimane di polemiche nate da una prima operazione di sgombero disposta dal sindaco proprio nei confronti degli accampati sul Lungoreno. L'ordinanza di Cofferati fa riferimento anzitutto a una situazione di pericolo per gli accampati - in prevalenza rumeni - derivante dall'innalzamento del livello del fiume Reno dopo le piogge degli ultimi tempi; poi, ad una situazione di emergenza "complessa" che riflette "aspetti sociali, di incolumita' personale intesa in senso stretto e di sicurezza in generale". Completata l'evacuazione, da qui al 30 novembre, di "tutti coloro che dimorano lungo le sponde del fiume Reno, esposti al rischio di esondazione", tutte le strutture, i manufatti e i rifiuti abbandonati lungo le sponde del fiume saranno rimossi. Sono previste soluzioni alternative al trasferimento nell'area accoglienza di S.Caterina di Quarto per quegli immigrati abusivamente accampati sul Lungoreno che "accettino l'assistenza e l'inserimento in progetti sociali e umanitari".


Vincenzo Curcio 16.11.05 11:05| 
 |
Rispondi al commento

I bambini non scelgono il luogo dove nascere, non scelgono da chi nascere, ma possono scegliere il luogo dove crescere.
Chiediamo a un bambino rom se preferisce giocare con i topi e la sporcizia, se ama chiedere l'elemosina piuttosto che lavare vetri, se riesce a sopportare il freddo dell'inverno e il caldo soffocante dell'estate. I loro genitori sfornano bambini per ricavarne denaro. La loro non è una filosofia di vita, ma una scelta legata al denaro e all'illegalità.
Una domanda: come può un rom possedere un'auto se non ne dichiara il possesso, la messa su strada, l'assicurazione...? E se dovesse investire qualcuno o causare un incidente? Perchè se io decido di metter su una bancarella per strada devo pagare tasse e autorizzazioni, mentre un rom costruisce la sua casa di cartone dove più gli piace e lava vetri a pagamento senza autorizzazione? Questo non è razzismo. Parlerei così di chiunque vanti la sua libertà a dispetto della legalità.

Francesco Lemma 16.11.05 11:01| 
 |
Rispondi al commento

per giovanna mucerino
Ma dai? parlate di legalità? è quello che la lega fa da anni contro arabi terroristi, albanesi che rapinano ville, nomadi che rubano ecc..mi spiace per voi è evidente che siete tutti leghisti!
w la lega

silvia maria 16.11.05 10:32| 
 |
Rispondi al commento

Mi hanno rubato il portatile!!! Chiamo la polizia che mi dice che sono stati i ROM (Rumeni), ok dico io allora andate al compo nomadi e riprendete la mia roba ca..o!!! La polizia mi risponde: "Mi spiace il tuo portatile non lo ritrovi più!" Cioè capite?? lo stato ha paura dei ROM, lo stato non controlla non fa nulla....per una volta che fanno una cosa giusta non ci lamentiamo! Se fossimo noi nel loro paese e ci comportassimo male che cosa succederebbe? io VOGLIO soluzioni vere ed efficaci ai problemi, non dico che la violenza sia la strada giusta, ma nemmeno il buonismo, non risolve nulla! Se un ubriacone (italiano o straniero che sia) gira in macchina per le strade e mette a rischio la mia vita oltre che la sua bisogna ritirargli a vita la patente e fargli una multa di 50.000 euro allora forse la gente ci pensa su prima di guidaere ubriaca!!!! Le sigarette (e io fumo) dovrebbero costare 100 euro a pacchetto, la benzina dovrebbe costare 10 euro al litro e io dovrei avere una macchina che con 1 litro mi fa 300 km!!!! Voglio soluzioni non stron...e poi un ultima cosa: la chieo a tutti a chiunque la sappia, vi prego rispondetemi: quanti soldi fa lo stato con il gioco del lotto superenealotto etc etc etc??? e dove vanno quei soldi??? Io vorrei solo capire come mai in Italia non ci sono soldi ma lo stato ne prende una valanga!!! Perchè non ci mostrano i conti??? E sopratutto perchè un contabile di destra fa i conti diversi dal contabile di sinistra? Hanno calcolatrici che fanno i conti in modo diverso? 1+1 non fa 2 indipendentemente dallo skieramento politico? Io vorrei un governo tecnico chi se ne frega degli ideali, quelli tanto li creiamo e portiamo avanti noi!!! Non voglio 77.000 leggi ne basta 1 "AMA E FAI CIO CHE VUOI"
Scusate lo sfogo...in questa Italia di Me..a e bello trovare un luogo come questo dove la gente non è un numero ma un essere intelligente libero di esprimere le proprie idee.

Massimo B. 16.11.05 10:26| 
 |
Rispondi al commento

E' assurdo che nel 2005/6 ancora si facciano simili discorsi...
Non esiste il BUONISMO o il RAZZISMO o la PERSECUZINE oggi esiste il DIRITTO e la LEGGE!
In Italia,almeno cosi' dovrebbe essere,si lavora, si pagano le tasse e si vive dignitosamente nel RISPETTO del prossimo.
i ROM secondo voi,come direbbe DIPIETRO, che ci azzeccano!?
Sono fuori da ogni parametro,visto che oggi i parametri la fanno dapadrone, e DEVONO rivedere il loro modo di vivere per uniformarlo a quello LEGALE degli italiani.
Non vogliono lavorare?Ci tengono particolarmente a rubare ,insozzare e far danni?
CALCIO NEL CULO!Fuori dall'Italia.
Non e' razzismo, qui esistono delle regole che tutti,piu' o meno, cerchiamo di rispettare.
Se ti vanno bene ok, altrimenti vai altrove.
POVERINI...eh? povere creature...non e' mica colpa loro...a no? Non e' loro la colpa?
Allora sappiate che parecchi tentativi di recupero sono stati vanificati proprio da loro!
Si sono opposti con forza a qualsiasi tentativo di integrazione,solo una minima parte acconsente a far studiare i figli e ha dare loro la possibilita' di SCEGLIERE il loro futuro.
Perche' dovremmo tenerli qui a delinguere?Perche' dovremmo sprecare soldi e tempo per ritrovarci in casa dei teppisti che , ogni santo giorno,rubano,sporcano,rompono e danneggiano fisicamente anche i nostri figli?E magari ogni tanto ne fanno sparire uno, tanto per tenersi in allenamento...
Fuori...loro , le loro roulotte con macchinoni che costano piu' di casa mia,le loro zecche e pidocchi e la loro cultura della questua e del ladrocinio a tutti i costi.
FUORI! E con loro magari la nostra classe politica,tanto sono della stessa pasta,zecche escluse.

enrico bosco Commentatore in marcia al V2day 16.11.05 10:22| 
 |
Rispondi al commento

egregio signor grillo
sicuramente quello che e successo al campo nomadi e una cosa brutta, non posso dire mi meraviglio che sia successo in italia ormai qui si vede anche di peggio. Io vivo nella periferia di un piccolo paesino del sud e le posso dire che i nomadi qui hanno ben altra fama che essere poveri e indifesi.i luoghi in cui stazionano vengono lasciati pieni di merda , scusatemi il termine ma e proprio quello che voglio esprimere , quando c'e' una comunita' accampata nelle case vicine si susseguono le rapine e puntualmente la merce viene ritrovata nelle loro roulotte, uscire la sera per andare in determinati posti vicini ai loro accampamenti e piu una prova di coraggio che un uscita distensiva per respirare un po d'aria.
io capisco che le amministrazioni non fanno nulla per loro ma le amministrazioni non fanno nulla per nessuno.sinceramente io credo che fino a quando ci saranno questi comportamenti da parte di queste persone non ci potra mai essere un dialogo,loro continueranno ad essere emarginati il mondo dell eguaglianza e molto lontano, le culture sono diverse i modi di vivere sono diversi.

gianluca cerra 16.11.05 10:10| 
 |
Rispondi al commento

La cosa più brutta è non poter esprimere opinioni più che legittimi come la richiesta di legalità e rispetto delle regole necessarie per vivere in una società senza sentirsi dare del razzista.
Non ho letto nient'altro che insulti da quelle persone che sono intervenute per difendere i rom, forse perchè non c'è niente che possano dire (anche solo per ignoranza magari) in loro difesa?
Purtroppo questa inclinazione a insultare gli altri per sentirsi superiori (ho difeso un rom da quel razzista! sono meglio di lui!) può portare solo ad accentuare i problemi e non certo a risolverli.
Ormai questo post non sembra avere più niente da dire.
un saluto a tutti

Giorgio Z 16.11.05 10:07| 
 |
Rispondi al commento

Buona giornata!
Una lotta per difendere i rom mi mancava! Quando una per difendere i cittadini dai rom?
5-6anni fa' due zingarelli sono stati sorpresi a travasare roba dal cammion arrugginito dei miei genitori, commercianti ambulanti, alla loro auto nuova fiammante... giustizia fatta? Piu' o meno:
dal comando dei vigili son usciti prima i due rom che i vigili che li avevano arrestati.
Mio padre si e' sentito dire:>.

Bonny Bonello 16.11.05 10:05| 
 |
Rispondi al commento

Io sono Napoletano, e forse sono un po' aggiornato sull'argomento.
Mi dispiace per la prima volta non sono d'accordo con Beppe (non per questo non lo seguiro più).
Il problema è più complesso di quello che possa sembrare.
Da noi i Rom non si limitano a chiedere elemosina (anche se a volte la pretendono).
Un campo nomadi a napoli significa ricettazione di ogetti rubati,organi,armi e a volte vendita di bambini.
Forse sarò impopolare, ma non concepisco che gli adulti di queste popolazioni sfruttino i bambini per la questua (non vi sto a raccontare le immagini raccapriccianti) crescendoli nell'ignoranza, nella povertà e nel sudiciume...quando poi li vedo sorridere con i denti d'oro e girare in macchinoni eleganti e costosi..insomma questa gente con tutto il rispetto per la loro cultura, è anacronistica, e deve imparare a convivere con il presente e con le altre culture (in questo caso la nostra).
Mi dispiace affermare che siamo sempre noi a dover andar incontro a dover capire gli altri, ma gli altri perchè devono rimanere fermi e non venirci incontro.
Non invento niente dicendo che la convivenza è un punto di incontro nel rispetto delle diversità.
MI DISPIACE RIPETERLO
se questo popolo non impara a convivere non è fatto per stare qui!!!
Vi assicuro che i napoletani convivono e si integrano con altre culture, religioni e società meglio di qualsiasi altro popolo italiano (potrei elencare una serie infinita di esempi che ho vissuto sulla mia pelle ed altri che ho visto con i miei occhi)...ma non vogliamo più essere sfruttati da nessuno, che siano politici,altri popoli, polizia. I Napoletani sono stanchi...EVVIVA MASANIELLO...EVVIVA FEDERICO II

Ettore Cicalese 16.11.05 10:03| 
 |
Rispondi al commento

Sono ITALIANA e (mi viene da piangere) non se ne può più...i miei genitori hanno dovuto fare molti sacrifici...lavorare senza sapere cosa fossero le ferie e i fine settimana...ed io con loro...anche poter mangiare un dolcetto o cioccolatino era una festa avevo 13 anni...non potevo permettermi di comprarmi guardaroba, mi dovevo accontentare di scarpe da ginnastica e jeans...tutto quello che ho raggiunto me lo sono guadagnato...compresa la casa in cui abito, che per mantenerla devo lottare perchè tra acqua cosidetta potabile, scarichi in fogna con fogne aperte e enti che dopo che gli scrivi se ne strafregano di occuparsene, ICI, mondezza, bollette e altre tasse che debbo pagare perchè se no la casa me se la mangiano altro che possesso!...e poi devo rattristarmi per le persone che vengono sfrattate da un campo nomadi detto Rom...SI AVETE RAGIONE DEVO INDIGNARMI CON QUELLE PERSONE CHE GLI HANNO PERMESSO DI FARE QUESTI CAMPI...1)SONO NOMADI SI SPOSTASSERO...2)PAGASSERO LE TASSE SULL'IMMONDIZIA E TENESSERO PULITO IL POSTO DOVE PARCHEGGIANO (usufruisco dei mezzi pubblici senza pagare il biglietto, non gli si può stare vicino da quanto puzzano, e a noi italiani se ci beccano così sono capaci pure di farci la multa visto che sui mezzi pubblici lessi una volta che c'è uno specifico articolo di legge)...3)LUCE, ACQUA E QUANT'ALTRO LO PAGASSERO COME QUALSIASI ALTRA PERSONA CHE VIVE IN ITALIA E PAGA LE TASSE ANCHE QUELLE PER L'OCCUPAZIONE DEL SUOLO PUBBLICO...se no facciamo si che anche noi Italiani smettiamo di pagare queste tasse così se nessuno pagherà più, gli enti se ne possono pure andare da sto paese e oltre a loro rimaniamo tutti senza servizi di sanità...acqua...luce...riscaldamenti ecc...però almeno non saranno solo i soliti a pagare...e furbi a usufruire...LA LEGGE E' UGUALE PER TUTTI MA NON TUTTI SONO UGUALI PER LA LEGGE...questo purtroppo è quello che sto vivendo...non è giusto... :..(

Beatrice 16.11.05 09:34| 
 |
Rispondi al commento

LETTERA PER BEPPE GRILLO

Caro Beppe,
chi ti scrive è un cittadino,
che per il momento non si sente ancora italiano.
Il sentimento che in questo momento pervade nella mia mente,
e un sentimento di avvilimento e di amarezza, ma non per questo mi do per vinto.
Lo so forse quello che penso è un luogo comune, ma e pur vero che questo e quello che sta
diventando il sentimento comune della maggior parte delle persone.
Uno dei motivi di questo mio(e non solo) sentimento io lo individuo nella scarsa,
o quasi totale assenza di libertà!
ITERNET poteva essere il più grande spiraglio di LIBERTA‘
(non è un errore ortografico se parlo al passato),
Ma questa libertà è stata subito rubata e rivenduta, con il pagamento di un abbonamento mensile,
o di una tariffa a consumo!
E’ vero forse parlo per l’ egoismo di una categoria, ma la domanda che mi pongo è:
Perchè pagare sulla stessa bolletta due tipi differenti di tariffe(cioè LE CHIAMATE e L‘ABBONAMENTO)
e ancora pagare A PARTE I “SERVIZI” INTERNET,
(e come se non bastasse ti FANNO anche incappare nelle TRUFFE tipo 899)???.
Caro Beppe, vorrei per ora salutarti con un GRAZIE per il contributo che stai dando
a questa nazione, e continua a maltrattare i nostri dipendenti!!!

P.s.:Per le ragioni sopracitate ho deciso di aprire un blog (mio malgrado con un provvider)
e chi volesse sostenermi nella mia battaglia per rendere Internet Utile, GRATUITO e semplice!
Può farlo inviando le sue opinioni e le sue eventuali soluzioni all' indirizzo:
massimilianocoraggio.blog.tiscali.it (In attesa di avere un blog tutto Nostro!!!).

Massimiliano Coraggio 16.11.05 08:58| 
 |
Rispondi al commento

In fondo siamo tutti razzisti, col vicino di casa che tiene lo stereo alto, con quello che ti taglia la strada all'incrocio, col datore di lavoro che per la sua posizione ti "schiavizza" per 10 ore senza pagarti gli straordinari e via dicendo.
Ma tutta questa gente ospite nel nostro paese cosa fa per vivere? lavora? paga le tasse? a questo punto conviene fare gli ospiti anche a noi, così avremo luce, gas ed acqua pagati e soprattutto avremo anche la casa invece di pagarla a suon di euro!!!

Massimiliano Tonti 16.11.05 07:41| 
 |
Rispondi al commento

vivo oramai da 5 anni in Florida e mi dispiace che gente come Bertinotti,Bobo Craxi,dico Bobo craxi e il Grande deMichelis parlino ancora. mi dispiace ma Ve li meritate. Si perche' qualcuno li ha pur votati se sono li

maurizio giordanengo 16.11.05 03:16| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: pico toff il 16.11.05 02:19

ALESSANDRO SANNA
è la trota che spompina l'ALFIO RAMMOLLITI secondo lucy busecca. e poi si vanta perché ha lo zio di brooklin.
buon ingoio, e poi mastica la gomma del ponte

Postato da: pico toff il 16.11.05 02:19

Te invece che saresti? Hai un pensiero coerente oltre ad insulti. Per quanto riguarda il mio zio di Broklyn non è a Broklyn ma a Long Island, per il resto, uno zio che è partito con la valigia di cartone ed è riuscito a vivere e farsi una famiglia nonostante i pregiudizi della gente e senza fare il delinquente? Me ne vanto eccome, scusa se è poco. Magari ce ne fossero un 80% tra le merde che difendi. Ma parlaci un po di te, chi sei, cosa fai, che idee ti passano nella testa oltre ai pompini.

Alessandro Sanna 16.11.05 02:26| 
 |
Rispondi al commento

gli ebrei sono i padroni del mondo
gli zingari rubano i bambini
poi li danno ai comunisti che li mangiano

ah! dimenticavo che gli immigrati puzzano (solo quelli extracee of course)

lorenzo pini 16.11.05 02:22| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Stefano Orlando il 15.11.05 20:50

Guarda che io non ho preteso di affermare che percentuale di zingari ruba. Io nei campi già ci vado e da circa 10 anni. Non ho mai fatto una rilevazione statistica su quanti di essi rubano perchè non mi interessa ma posso dire sulla base della mia modesta esperienza che non è il 99%.
Siccome sei tu a fornire cifre tanto precise mi chiedevo solo dove le avessi prese. Forse hai fatto quella ricerca che mi consigliavi?
Se non l'hai fatta prima di sparare cose che non puoi dimostrare dovresti quanto meno fermarti un po' a pensare.

Si l'ho fatta.

Alessandro Sanna 16.11.05 02:21| 
 |
Rispondi al commento

ALESSANDRO SANNA
è la trota che spompina l'ALFIO RAMMOLLITI secondo lucy busecca. e poi si vanta perché ha lo zio di brooklin.
buon ingoio, e poi mastica la gomma del ponte

pico toff 16.11.05 02:19| 
 |
Rispondi al commento

Caro Ivan Sintoni,

Una breve analisi:
Dici:
"tu puoi parlare male di tizio e caio ma nn sei autorizzata a parlare male della loro provenienza........"

Non mi sono lamentato della loro provenienza, visto che essendo nomadi, essenzialmente non si sa da dove provengano.

Dici
"Il problema dei razzisti è questo parlate senza capire cio che dite.....sembra che ormai fare i razzisti sia una cosa socialmente accettata,"

In altre parole, sono razzista perche' non la penso come te. Complimenti. Peccato che lavoro con indiani, europei, marocchini, cinesi e vietnamiti e mi trovo benissimo.

Dici:
"Dovete abbassare le penne ,avete rotto i coglioni voi e la vostra smania di superiorità raziale. Parla male di antonio o giovanni non di milioni di persone............"

A parte i tuoi errori di "spelling" e l'inutile aggressivita' verbale, non ho mai parlato di superiorita' razziale.

So benissimo del trattamento che hanno avuto da Hitler durante la seconda guerra mondiale, ma francamente non mi importa molto di dimostrare che un italiano e' per natura migliore di altri. Sono conscio che come italiani abbiamo molto di imparare. Anche i nomadi hanno molto da imparare.

Visto che comunque conosci bene la cultura nomade, che lavori fanno i nomadi per avere le Mercedes? I giostrai? Mah, forse hanno investito in borsa ... puoi chiedere ai tuoi amici quali titoli hanno ...
mi serve un aiutino perche' voglio comprarmi la macchina nuova.

Alvise Sommariva 16.11.05 01:23| 
 |
Rispondi al commento

Zingaro Al Forno ....

bello pseudonimo, comunque sono d'accordo con te. e dopo avergli sparato alla schiena denudarlo per poi venderne per farne dei capi vintage da vendere in uno di quei negozietti del centro dal mood così cool. Minimo minimo un duecento euri per i pantaloni dai tanto si trova sicuramente il pariolino o l'ex san babilino che te li compra per andare a fare il figo in vasca....pensa che presa per il cuolo. si dai dai! molto figo! effettivamente per salvaguardare i vestiti la soluzione di mirare alla testa è quella più idonea. non ci vevo pensato! geniale

complimenti vivissimi.

ivan C 16.11.05 00:55| 
 |
Rispondi al commento

Zanotelli, sant'uomo, non ho nulla da dire.
è che qui non è questione di essere veramente di sinistra, e poi cosa diavolo vuol dire essere veramente di sinistra??! mah!
non è questione di essere di destra, dei preti, dei mangiapreti o dei mangiastrozzapreti.
la questione è che ognuno di noi vorrebbe vivere in mondo, quantomeno una città. più piccolo? va bene facciamo quartiere, nel quale la vita sia decente. tutto quello che rende questa vita non decente va combattuto. a partire dal 'piccolo' per arrivare al grande. e il problema di certi individui è un problema certo e che va risolto.

legalità, di sinistra, di destra di qua di la.
ragionevolezza, a me piace come parola.

suvvia fondiamo il partito dei ragionevoli, che prende l'albanese o l'italiano di turno che ruba in casa e ti stupra la moglie davanti agli occhi e gli da una pena certa. ma certa! cazzo!

il partito che prende il rom di turno che si fa il culo facendo.....che cazzo fa un rom?! voi ne avete mai visti lavorare? ah si non ci fidiamo! non hanno possibilità.....mmm forse c'è qualcosa che mi sfugge! comunque prendiamo chiunque sia la persona per bene e la facciamo vivere tranquilla tranquilla con noi.

purtroppo si va a finire sempre nell'utopia, però sarebbe tanto bello potersi fidare.

Ivan C 16.11.05 00:47| 
 |
Rispondi al commento

Cosi' bisogna trattare gli zingari a fucilate nella schiena.

http://www.emilianet.it/database/emilianet/emilianet2.nsf/6ab2c64c56f0d061c125676a00456f0d/5034830c8d73fac5c12570ba004ffe63?OpenDocument

Di una cosa sola non mi rammarico che non l'abbia presa alla testa!

Zingaro Al Forno 16.11.05 00:42| 
 |
Rispondi al commento

Ancora con questa storia che i comuni pagano acqua e luce ai ROM?
Mi sembra che padre Zanottelli è stato chiaro, in quel campo, e vi assicuro anche in molti altri, di luce e acqua nemmeno l'ombra!!!

(((Alex Zanottelli:"Quel giorno buona parte della comunità venne in piazza a urlare, gridare, battere i tamburi, per chiedere l’acqua potabile nel campo, un bus per portare i bambini a scuola ed infine un luogo alternativo ove i Rom potessero costruire il loro campo.)))

Stefano Orlando 16.11.05 00:38| 
 |
Rispondi al commento

Non entro nel merito delle cose che ha detto Zanotelli, per motivi di tempo, almeno per ora. Schifato da certi commenti che ho letto, (non quelli scritti da razzisti e fascisit, ma da gente che si crede di "sinistra", mi permetto solo di chiedere a questi di "sinistra", magari un po' mangiapreti,, che fanno certe affermazioni che sanno tano da luogo comune, sui ROM, gli immigrati, i clandestini, ect ect.

"Sapete chi e' Alex Zanotelli? Se non lo sapete, vi dico solo che ha vissuto 12 anni in mezzo agli ultimi del mondo, da vero uomo di sinistra. Altro che i parolai alla Bertinotti, Diliberto, D'Alema, Fassino, ect.ect. tutti complici e collusi con il criminale tessera P2 1816 !!!!!!

Leggendo i commenti razzisti e di "sinistra", di persone che non hanno capito nulla cosa voglia dire essere di sinistra veramente, dico solo che il berlusconismo coltivato dai dirigenti del PCI-PDS-DS sta dando i suoi frutti : veramente l'Italia e' stata ridotta dalla P2 e dai dirigenti del PCI-PDS-DS ad un vero Paese di merda.

Norimberga per ceto politico italiano complice e colluso con la P2 : http://xoomer.virgilio.it/pcampoli

Pietro Campoli 16.11.05 00:27| 
 |
Rispondi al commento

Caro Vincenzo,

si faceva così per ridere, e non sono affatto un intellettuale, solo che era simpatico che l'avevi ripetuto due volte

Stefano Orlando 16.11.05 00:22| 
 |
Rispondi al commento

Neppure io riesco a vedere un campo nomadi come una situazione di povertà ineluttabile, non in Italia, per lo meno. Una povertà e una mancanza di decoro di quel genere, se mai, è auto-indotta. Dalle proprie scelte, come quella di essere nomadi: un tempo i ROM si guadagnavano da vivere con l'artigianato del rame, arte ormai completamente persa. Ad una nomade minoranza schiacciante inserita in una società stanziale non resta quindi che vivere di espedienti, carità, e furti (certo non possono vivere di caccia e pesca, soprattutto in città...). Per non essere incarcerati hanno scoperto che bastava insegnare a rubare ai minorenni, e questo li ha resi particolarmente antipatici, per lo meno a me. Se poi il loro campo da provvisorio diventa stanziale, ma senza tutte le garanzie sanitarie che DEVE caratterizzare un insediamento alle porte di una città, allora la ruspa è una scelta obbligata, e poi anche la calce viva. Certo si sarebbe potuto offrire loro almeno delle tende per un tempo limitato, in modo che potessero pianificare il loro successivo spostamento.

luisa Pasuto 16.11.05 00:20| 
 |
Rispondi al commento

a me piacerebbe vivere in un mondo di persone buone. utopia.

certezza, vivere in un mondo popolato da buonisti e persone non buone è assai pericoloso.

non voglio fare di tutta un'erba un fascio, ma non venitemi a dire che certe 'popolazioni' siano mosse dall'intento d'integrarsi. per carità, tra di loro ci sono sicuramente persone per bene e che cercano di 'sopravvivere'. purtroppo però si portano dietro un cospicuo numero di individui che, pur non avendo un lavoro, si permettono di andare in giro con, chiamiamoli beni di lusso, che mio padre che si fa il culo da onesto cittadino da quando aveva 16 anni non può ancora permettersi. che vengano a dimostrarmi come fanno a potersi permettere certe cose, allora dirò a loro benvenuti. altrimenti vorrei che in ogni campo, come di fatti avviene in ogni quartiere o zona della città, ci fosse una postazione fissa delle forze dell'ordine. perchè io sinceramente non mi fido. abito poco lontano da un campo rom. mi hanno da poco 'asportato chirurgicamente' uno scooter che era il mio unico mezzo di locomozione e l'esperienza maturata in tutti questi anni, scusatemi, mi fa dire che con ogni probabilità, se una pattuglia delle forze dell'ordine fosse passata nelle vicinanze del campo all'incirca 5 minuti dopo il furto. non sarei nenache dovuto andare a fare la denuncia. mi spiace veramente scrivere certe cose, però, come non vogliamo essere presi per il culo per questioni 'grandi' dai vari potenti di turno. cerchiamo di non farci prendere per il naso anche da quelli che vengono dipinti come poveretti e che , invece, il più delle volte ci marciano. ripeto sono sicuro che anche tra la gente del campo vi siano brave persone. come noi pagano l'operato di persone un po' meno brave. mi correggo, noi paghiamo grazie a persone con le fette di prosciutto davanti agli occhi e cioè tutti i babbei che hanno votato il berlusca in buona fede.

ciao

Ivan C 16.11.05 00:14| 
 |
Rispondi al commento

mi spieghi nel cacciare da baracche abusive della gente che i soldi per una casa li avrebbe, che i soldi che ha se li è guadagnate calpestando i diritti della gente onesta, a vivere tranquilla al godersi le cose che si è sudata senza il pericolo che qualcuno se le fotta a poter accedere a quei fondi che potrebbero aiutare anche loro visto che ad esempio a me il comune non ha mai pagato la bolletta della luce o dell'acqua, quali diritti umani si sarebbero calpestati? e i diritti degli altri quelli non li difende nessuno? o bisogna far leva sulla compassione della gente prendendola per il culo? Ho un vicino di casa che campa con 450€ al mese in una casa che gliene costa 200 eppure ha abbastanza dignità da non andare a piangere davanti la porta di nessuno e soprattutto non venire a rubare nella tua di casa. Il problema della democrazia distorta? in Italia abbiamo una costituzione che li sancisce questi diritti, è ora che li rispettino tutti soprattutto quelli degli altri e non come spesso succede che stà gente pensa solo ai suoi diritti e mai ai suoi doveri tra cui quello di vivere civilmente.

X giovanna mucerino

sulla parola legalità quelli di sinistra è meglio se non parlano che la infangano ogni volta che scendono in piazza.


Per quelli che dicono "pensate ai nostri emigranti che venivano additati con mafiosi...." e perchè non è vero che si portavano dietro la mafia? Non dicevano forse la verità? e non potremmo dirla noi ora? e comunque al di là della mafia i nostri emigranti in America e in Germania andavano a farsi un culo come un cappello di prete altro che cazzate, provate a fare una ricerca e vedete quanti si spaccavano la schiena affrontando la fame e la povertà ma mantenendo la loro integrità, onestà e dignità, non azzardatevi minimamente ad accostare i nostri emigranti deli anni 20-30 con queste merde che ci stanno invadendo ora, io ne ho parecchi di parenti emigrati negli states e sti tizi che difendete non sono degni neanche di pulirgli il culo.

Alessandro Sanna 16.11.05 00:04| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di povertà
Ho letto nel sole 24 ore di ieri, 14 nov., i risultati di un’indagine sui costi e sui redditi delle famiglie italiane e sono rimasto colpito dai valori indicati (in euro). Permettetemi di fare delle considerazioni in merito convertendo i costi da euro a lire, così mi rendo meglio conto dei pesi…chissà se mi abituerò mai all’euro…
L’articolo riporta a pagina 3 questa analisi statistica:
spesa media mensile di una famiglia italiana è di 2.313 euro (4.478.593 lire):
al nord di 2.537 eu (4.912.317 lire)
al centro di 2.466 eu (4.774.842 lire)
al sud di 1.892 eu (3.663.423 lire)
Io abito nel nord-est dell’Italia, in una zona ricca (in teoria), ma vi assicuro che di famiglie con un reddito mensile di 4.912.317 lire (2.537 euro) ne conosco veramente poche; non so se a voi risulti che nelle vostre zone il costo medio per famiglia rientri fra quelli indicati dalla ricerca. Se poi moltiplichiamo per dodici tali importi, il reddito annuo medio al nord per famiglia risulta essere di 58.947.804 lire (30.444 eu).
L’indagine ha dettagliato la spesa media italiana mensile, suddividendola fra spesa di gestione (1.165 eu, cioè 2.255.755 lire) e spesa per consumi (1.148 euro, cioè 2.222.838 lire). Fra le spese di gestione ci sono: la casa (abitare) 794 euro (1.537.398 lire); auto, treno, aereo ecc. (muoversi) 322 euro (623.479 lire); telefono (comunicare) 49 euro (94.877 lire). Fra le spese per consumi ci sono invece: nutrirsi 561 euro (1.086.247 lire), cure familiari 48 eu (92.941 lire), vestire 177 euro (342.720 lire), salute e benessere 159 eu (307.867 lire), home entertainment 53 eu (102.622 lire), outdoor entertainment 37 eu (71.642 lire), per care 8 eu (15.490 lire) e vacanza 105 eu (203.308 lire).
La spesa media mensile italiana per famiglia sale a:
2.791 eu (5.404.130 lire) se c’è 1 figlio,
2.930 eu (5.673.271 lire) se ci sono 2 figli,
2.935 eu (5.682.952 lire) se ci sono 3 o più figli.
Ora capisco perché in Italia non si fanno più figli

Gianpietro Colla 16.11.05 00:04| 
 |
Rispondi al commento

Caro Stefano Orlando chiedo umilmente scusa.
Una erre(R) saltata comunque non cambia la sostanza.
E' proprio vero che a sinistra sono tutti intellettuali.Chiedo venia dal profondo del cuore se ho offeso la tua, senz'altro, profonda cultura scuotendo così il tuo nobilissimo animo intriso di divina conoscenza.

saluti

vincenzo cozzolino 16.11.05 00:03| 
 |
Rispondi al commento

Ognuno ha diritto di vivere come crede, ma nessuno ha il diritto di FAR VIVERE I BAMBINI in quel modo! Nessuno ha il diritto di USARE I BAMBINI come fanno i rom, per accattonaggio furti e altro. Certo tenersi un bimbo in braccio in nell'aria puzzolente della stazione della metro fa rendere PIU SOLDI, ma chi difende i diritti di quel bambino! Da noi se un operaio perde il posto di lavoro in breve viene l'assistente sociale e gli porta via i figli che tutto sommato avrebbero fatto una vita povera ma decente con i propri genitori, i ROM invece fanno quello che vogliono con DONNE e BAMBINI. E ogni tanto, ne rapiscono qualcuno, o per lo meno ci provano come a Firenze e a Brescia quest'anno! Per fare elemosina vanno benissimo! Questo nella MIA ITALIA non lo posso più tollerare! Ti piace fare lo straccione e vivere di espedienti..fai lo straccione e vaffa...ma i bambini NO! Questo non lo posso permettere!

M.Paladini 16.11.05 00:01| 
 |
Rispondi al commento

Caro Stefano Orlando:

vedo che l'argomento ti interessa, e ti confesso che sotto sotto mi fa piacere.

Se parliamo di protesi fisse mono-pluri (tipo capsule e ponti per intenderci), direi che sono le piú care.

Ovviamente esistono trattamenti migliori e piú cari, come gli impianti osseointegrati e tutta la chirurgia che gli sta dietro, ma nel caso degli zingari non sono affatto indicati perché, a cusa delle infime condizioni igieniche in cui vivono, svilupperebbero infezioni molto pericolose (anche fatali).

A questo punto però non vorrei aver dato un'idea al sadico di turno.

Roberto Volpi 15.11.05 23:53| 
 |
Rispondi al commento

termino la lettura di questo blog, con una considerazione. se pretendere la legalità da parte di tutti, rom e politici compresi, se condannare i falsi poveri come i rom e le ricchezze di politici che non hanno mai fatto nulla nella vita, si passa per razzisti o fascisti, ebbene, mi vanto di essere un razzista e un fascista! grillo, mi hai deluso.

giacomo zanitti 15.11.05 23:47| 
 |
Rispondi al commento

@Roberto Volpi

Allora forse mi sbagliavo ma, correggimi se sbaglio, ce ne sono di molto più costose, e quindi non sono certo uno status symbol, nè un bene di lusso. Giusto?

Stefano Orlando 15.11.05 23:46| 
 |
Rispondi al commento

x Silvia

Se leggi bene, quelli di sinistra imperniano i loro scritti intorno alla parola "legalità".
Lo so che per voi di destra è difficile recepirla.Mi duole tra l'altro ricordarti che sfogliando i libri di storia non risulta esserci mai stata una "Nazione Padana" ma piuttosto un Regno delle due Sicilie,invaso e depredato.
Siccome siamo nel 2oo5 sono onorata di essere italiana.

saluti tricolori

giovanna mucerino 15.11.05 23:42| 
 |
Rispondi al commento

@Alessandro Sanna

La democrazia non si fonda solo sul principio di maggioranza, perchè altrimenti se ne avrebbe una forma distorta chiamata "dittatura della maggioranza".

Tale principio infatti deve accompagnarsi al rispetto dei diritti umani (cosa che non è avvenuta a casoria e che tu non apprezzi), al rispetto per la minoranza (cosa che non hai affatto), e alla libertà di parola.

Durante il fascismo vero, non quello dipinto di rosso che solo tu conosci, accadeva quello che piace a te. Il duce aveva vinto delle elezioni, aveva la maggioranza, e quindi tutti gli oppositori potevano pure essere eliminati

Stefano Orlando 15.11.05 23:39| 
 |
Rispondi al commento

Caro Stefano Orlando:

chi ti ha detto che le protesi dentali d'oro sono le piú economiche?

Io lavoro nel settore odontoiatrico, rifornisco cliniche dentali e ti posso dire che non è come dici.


Roberto Volpi 15.11.05 23:38| 
 |
Rispondi al commento

(((Probabilmente non conoscerò a fondo Max, Lenin o R. Luxemburg ma di una cosa sono certo,non posso andare in biblioteca, rispolverare il Capitale di Max e risolvere i problemi del 2005.
Cari compagni bisogni vecchi problemi di sempre.

Postato da: VINCENZO COZZOLINO il 15.11.05 22:42)))

Ma chi è sto Max che ha scrito il capitale? Non lo conosco a fondo neanche io.

Stefano Orlando 15.11.05 23:30| 
 |
Rispondi al commento

Quindi se la maggioranza della gente vuole gli zingari fuori dalle palle diventa automaticamente "giusto" e gli zingari "DEVONO" andare fuori dalle palle nonostante quello che pensa la minoranza della gente. Questa è democrazia e se non vi stà bene non venite a parlare di giustizia democrazia e libertà quando invece pretendereste che le cose vadano come volete voi, è questo il vero preludio al fascismo anche se lo dipingete di rosso.

Alessandro Sanna 15.11.05 23:29| 
 |
Rispondi al commento

X ALFIO NUMMULITI il 15.11.05 21:34

Il problema di fondo è l'attuazione seria ed incontrastata della LEGALITA'. Se le forze dell'ordine nicchiano, per altre priorità dovute ai gradi o ad ordini superiori, e se spesso è vano il collaborare fattivo dei cittadini onesti ed indignati, c'è poco da fare.

Il problema è proprio questo, in Italia abbiamo la chiesa e i comunisti, che parlando di loro non si capisce come mai parlino di pace e libertà cercando di instaurare il comunismo che con cose come libertà e democrazia c'entra ben poco visto che tutti i paesi in cui regna non esistono ne libertà ne democrazia e in parecchi c'è la pena di morte (Corea, Cuba, Cina...) ma tant'è anche questa è l'Italia. Il problema non sono le forze dell'ordine o le leggi, ma la gente i comunisti i cattolici e gli anarchici. Non serve uno stato di polizia, ma è impossibile che in uno stato si possa far rispettare ed attuare la legge se ha gente che manifesta (non autorizzata) davanti ad un carcere al grido di "tutti liberi" (vedi Bergamo) o davanti ad un CPT come puoi pretendere di controllare e arginare un fenomeno con queste premesse. Il problema dell'Italia è proprio questo siamo le puttane d'europa ma vi siete chiesti come mai le manifestazioni di questa gente contro la pena di morte sono tutte anti-USA e nessuno che piange le esecuzioni in Cina o nei paesi musulmani? Perchè gli albanesi vengono in Italia invece di andare in Grecia? (gli sparano alla frontiera come li vedono da lontano) e così ce li troviamo noi a fare le rapine nelle ville e quando li arrestano il giorno dopo stanno fuori. La questione è che arrivati ad un certo punto al poliziotto gliene sbatte il cazzo di rischiare del suo per farsi poi prendere per il culo da quello stesso sistema che per compito istituzionale dovrebbe difendere. Poi un discorso sulla democrazia, ciò che è giusto e ciò che è sbagliato non è un valore universale è la maggioranza della gente che decide.

Alessandro Sanna 15.11.05 23:24| 
 |
Rispondi al commento

@MArio Palermo

Tu scrivi:"Hanno protesi d'oro e imp. satellitari e macchine di grossa cilindrata."

Ma non lo sai che le protesi d'oro sono le più economiche ed è per questo che le portano i poveracci?

Stefano Orlando 15.11.05 23:18| 
 |
Rispondi al commento

Ma che bravi! ma non era la sinistra ad accusarci di razzismo? ed ecco che voi fate discriminazione sui vostri protetti! almeno noi siamo coerenti, tutti fuori dalla padania !
padania libera!
w bossi!

Silvia Maria 15.11.05 23:00| 
 |
Rispondi al commento

Cara Lucy,

esordisco subito rassicurandoti sul fatto che anche per me le colpe maggiori ricadono su questa "classe politica". Concedimi le virgolette perche' penso che questo governo sia forse fra i peggiori che questa nostra povera Italia post-bellica abbia avuto. Mi chiedi se leggo di storia contemporanea? Rispondo: si, di tutti gli argomenti e da svariate e contrastanti fonti è per questo che non trovo una collocazione nell'attuale arco costituzionale (e d'altronde chi potrebbe senza un minimo di dubbi?). Tu perfettamente a ragione sostieni che non tutti i ladri o rapinatori sono zingari. Io mi sento di risponderti che però molti zingari sono ladri o rapinatori e, bada bene, non per necessità o per crudeltà verso il prossimo, bensì perché fa parte della "cultura" di molti di loro. Perché la mia cultura di base cattolica (anche se non praticante, tanto che mi sono sposato in comune) mi insegna ad aiutare il prossimo e la loro insegna invece a fregarlo?
Adesso ti saluto anche se continuerei a discorrere per ore perché (come molti...) domattina ho una sveglia abbastanza tragica (6.00). Sai io vado al lavoro... :-)

Un saluto,
Matteo

Matteo Pieri 15.11.05 22:54| 
 |
Rispondi al commento

CI SONO LINEE DI DEMARCAZIONE CHE PURTROPPO VENGONO CONTINUAMENTE OLTREPASSATE DA COMPORTAMENTI SBAGLIATI DA QUESTE COMUNITA,
IL RADERE AL SUOLO DEL CAMPO ROM A CASORIA PENSO
CHE SIA STATO UN BENE PER VARIE RAGIONI CHE QUI NN STO AD ELENCARE.MA E ALTRETTANTO VERO CHE QUESTE RUSPE DOVREBBERO ESSER DIREZIONATE VERSO U QUELLE ISTITUZIONI ICANCRENITE DELLO STATO DOVE VENGONO RUBATI E APPROPRIATI IN MODO INDEBITO I
NOSTRI SOLDI RADEREI AL SUOLO LE CASE DI PARLAMENTARI,SENATORI A VITA CON STIPENDI DA FAVOLA DI ANDERSEN E POI SISTEMARLI IN CAMPI CON I
VARI CONFORT.SI POSSONO CONSIDERARE PIAGHE I ROM?
FORSE LA PIAGHE PIU NERE LE ABBIAMO PRESENTI PROPRIO NELLE NOSTRE SUCCULENTE ISTITUZIONI
SALUTI DA UNO CHE LAVORA PER SOPRAVVIVERE

mirko ghiatto 15.11.05 22:50| 
 |
Rispondi al commento

Caro Bertinotti spero tu legga queste email,non penso siano tutti fascisti o diessini che scrivono.Vanno bene i sit-in fuori all'ambasciata U.S.A., vanno bene le manifestazioni per la pace ma non va bene che tu sia stato assente alla votazione per la legge Gasparri.E' passata per due voti e mancavano trenta deputati del centrosinistra tra i quali "tu" (ti do del tu perchè siamo compagni)e Diliberto.Sarebbe ora che si facesse una manifestazione per i nostri poveri, per il caro assicurazione, per il caro energia, per il caro spesa.Insomma per qualcosa di più "frivolo" come ad esempio i bisogni della gente.Aiutiamo a vivere più serenamente il quotidiano a "tutti i cittadini".Come pretendiamo, il rispetto della legalità dalla destra, dobbiamo esigerla anche dalla sinistra.Non si occupano le case,si rispetta una graduatoria (è la legge).Scusami se sono giustamente incacchiato,se vado a lavorare, se pago le tasse, se rispetto le leggi.Dopo tanti anni di militanza nel tuo partito e dopo essere stato minacciato di morte dalla camorra per l'azione politica mia e della mia compagna,ed aver denunciato la cosa all'autorità giudiziaria per un profondo senso di giustizia e per il rispetto della legalità mi viene un Giordano e uno Zanotelli e candidamente si pongono fuori dalla legge.Cari miei io ho vissuto con i miei figli mesi di angoscia, ho messo a repentaglio la vita della mia famiglia per la legalità e voi adesso venite a dirmi che questa parola è un'optional,si puo' anche bypassare.Forse non sarò comunista. Probabilmente non conoscerò a fondo Max, Lenin o R. Luxemburg ma di una cosa sono certo,non posso andare in biblioteca, rispolverare il Capitale di Max e risolvere i problemi del 2005.
Cari compagni bisogni vecchi problemi di sempre.

VINCENZO COZZOLINO 15.11.05 22:42| 
 |
Rispondi al commento

matteo,
la gentilezza d'animo non va a braccetto per forza con la dabbenaggine! sono una ragazza, beh, appena un po' più vecchia di te (33), e non credo di vivere sulla luna. un tabaccaio DEVE essere pragmatico! Questuanti al mio bancone si presentano quotidianamente, vogliono le sigarette e vogliono dei soldi. Non faccio spesso l'elemosina, e mai nel mio negozio, per ovvie ragioni. Non ne vado fiera e neppure me ne vergogno, bisogna distinguere bene, è come un fatto di grandezze scalari. Non ho mai subito rapine, ma purtroppo la mia categoria è piuttosto esposta, e purtroppo in blocco i piccoli esercenti reagiscono invocando le purghe e la detenzione indiscriminata di armi automatiche. Provo a spiegarti, perché mi sembri una persona gentile. Non c'entra la pietà, e nemmeno l'ottimismo. Io sono notoriamente triste e incazzata. Ma è la classe politica che mi fa paura. Non ho paura dei ladruncoli. Comunque ti assicuro che i rapinatori, soprattutto se armati, non sono per forza zingari. Ma il punto è che io non credo, scusa matteo se insisto, all'EFFICACIA dei metodi che sembri purtroppo caldeggiare tu! Ti piace la storia contemporanea? Leggi qualche dispensa, e serenamente, dimmi quando in una grande città il tasso di violenza è stato azzerato e quando non hanno fatto fatica le piccole famiglie a tirare la carretta. Vuoi parlare del ventennio? Spero di no, per te. Sensibili miglioramenti nella vita civile non coincidono con l'instaurazione di uno stato di gendarmi e militari, che ti assicuro, diventano presto onerosi da mantenere e pericolosi per i poveri cristi come te e come me. I miglioramenti realistici dipendono da una economia sana, gestita da persone almeno serie se non geniali, e non da quattro imprenditori con i loro galoppini. e anche dalla distensione. Coraggio signor matteo, e non farti fregare!!

lucy busecca 15.11.05 22:34| 
 |
Rispondi al commento

@lucy busecca

Cara Lucy,
lo sai (spero non ti dispiaccia se ti do del tu, a dispetto della mia prosa a tratti forbita ho solo 30 anni!) cosa mi differenzia da te? La pragmaticità. Tu credi in un mondo ideale in cui tutti vanno d'amore e d'accordo, senza discriminazioni di sorta (cosa peraltro esecrabile senza appello), senza differenze sociali e in cui tutti si prendono per mano e vanno verso un futuro roseo e pieno di speranza e positività. Io la penso in modo sconsolatamente diverso (e me ne dispiace, credimi). Chi come te e me si guadagna da vivere onestamente, senza prevaricare o sopraffare nessuno se lo merita a braccia aperte questo mondo. Chi invece non fa ciò (per SCELTA come sovente accade con questi galantuomini, non per situazione contingente), lo ripeto, mi dispiace, ARIA! Purtroppo non viviamo nella valle dell'Eden, la mela l'ha già colta (e mangiata) qualcun altro...

Matteo Pieri 15.11.05 22:10| 
 |
Rispondi al commento

alfio nummuliti si scopa le svizzere.
qualche volta anche la polenta tiepida, e si fa spompinare dalle trote. attento all'amo.

lucy busecca 15.11.05 22:08| 
 |
Rispondi al commento

QUOTE:

forse è una quastione di disagio. qua si pensa che rubino i bimbi per storpiarli e mandarli a chiedere l'elemosina.pensate che mito metropolitano!!!!
io non do mai l'elemosina (ai semafori....) ma mi sento sempre in colpa. mi "giustifico" con me stessa pensando che se lo facessi, incentiverei...
però mi fanno pena. tanta.

Postato da: raffaella putignano il 15.11.05 21:52

Finalmente qualcosa di umano. Un po' di pietà. Molti lo chiameranno buonismo. Io credo che sia ciò ci distingue come uomini: un cuore con dei sentimenti!

Postato da: Stefano Orlando il 15.11.05 22:00

Stefano, cosa ne diresti se domattina uscendo di casa ti ritrovi un accampemento di questa gente che non se volessero andare nemmeno per l'ombra della mente e magari ogni tanto ne trovi qualcuno in casa tua che ti minaccia con un coltello??.......che carini !! che cuore !!

Fabio Gabellini 15.11.05 22:08| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori