Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

No alla legge delega pro mafia!

  • 678


don Ciotti.jpg

Dedico il post della domenica a Don Ciotti, un prete di quelli veri che sta in mezzo alla gente e al suo appello per salvare la legge sui beni confiscati alla mafia.

"Nel 1995, “Libera” raccolse un milione di firme per spingere il Parlamento ad approvare una riforma della legge Rognoni - La Torre che introducesse la possibilità di destinare all’uso sociale i beni confiscati alle mafie. Prima dell’entrata in vigore della legge 109/96, i beni immobili “recuperati” si contavano davvero in poche decine. Oggi, degli oltre 6.500 beni confiscati ne sono stati destinati oltre 2.500. In Sicilia sono nate molte cooperative e altre ne stanno per nascere in altre regioni. In questi primi dieci anni abbiamo toccato con mano che la confisca e l'utilizzo sociale dei beni é certamente un problema che chiama in causa la politica, è certamente un problema sociale, con una dimensione culturale non indifferente, ma è anche un problema etico e educativo. Restituire alla collettività quello che è stato frutto di violenza, di illegalità, di traffici, di sfruttamento, di morte è fondamentale.

Oggi il nostro Parlamento rischia di approvare un disegno di legge delega che vanificherebbe i risultati ottenuti. Tra i molti aspetti discutibili si prevede la possibilità di revisione, “senza limiti di tempo” e su richiesta di chiunque sia titolare di un “interesse giuridicamente riconosciuto”, dei provvedimenti definitivi di confisca. Chi potrebbe gestire – sia esso Comune o cooperativa o associazione – un bene in una simile precarietà, dopo aver speso risorse pubbliche per la sua ristrutturazione? È un regalo che viene fatto alle mafie e ai mafiosi.

Un’altra scelta discutibile, presente nel nuovo disegno di legge, è dato dall’affidamento all’Agenzia del Demanio dell’intera gestione dei beni, dal sequestro alla confisca. Ci sembra un paradosso ulteriore: in passato, è stata proprio l’Agenzia del Demanio, per le gravi carenze strutturali che ha, ad aver rappresentato un freno a tutto il processo.

Il Parlamento può correggere ancora la rotta, se recepisce alcune proposte.
La prima proposta è quella di cancellare la possibilità di revisione della confisca e da parte di “chiunque”, prevedendo la revoca con equo indennizzo nel caso di vittime di errori giudiziari.
La seconda è l’istituzione di un’Agenzia ad hoc nella quale far confluire tutte le competenze e le professionalità costruitesi in questi anni e oggi disperse in mille rivoli.
Da ultimo, occorre valorizzare il ruolo dei cittadini e delle associazioni nella promozione della legalità e nel contrasto alle mafie. Sì, perché a parole, si fa continuamente appello alla “società civile”, alle associazioni, ai giovani, ma, nei fatti, se ne cancella il loro potenziale contributo, in termini di spinta, di accompagnamento, di verifica, di controllo, di vera partecipazione.

E’ per queste ragioni che l’associazione Libera (che raccoglie più di 1200 associazioni nazionali e locali, scuole, cooperative) e molti familiari delle vittime delle mafie chiedono con un appello un serio e approfondito ripensamento, in sede di dibattito parlamentare, del disegno di legge delega AC 5362, soprattutto per quanto riguarda la possibilità di revisione dei provvedimenti definitivi di confisca, affinchè tutte le forze politiche sappiano trovare il corretto equilibrio tra la tutela dei diritti di chi subisce i provvedimenti di confisca e la necessità di sottrarre alle organizzazioni mafiose gli immensi patrimoni che accumulano ogni anno, nell’illegalità e nel sangue. Trasformando questi beni, come sta avvenendo faticosamente oggi, in segni tangibili di legalità e giustizia. "

Don Ciotti.

Aderite all'appello per email: libera@libera.it o per fax: 06/6783559

27 Nov 2005, 18:19 | Scrivi | Commenti (678) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 678


Commenti

 

Pietro Grande che ha commentato su custanzeddu, ci sei ancora? Io sono una nipote acquisita di Musmeci e tutto cio' che dici e' vero. Io ne sono diretta vittima, vari beni sono stati "nascosti" dalla mia famiglia usando me come Beneficiaria di Trust che non ho mai percepito.

Costanzo viveva inizialmente nel lusso di un paesino prima di Taormina. Durante il periodo di latitanza e durante una mia visita in Sicilia da Londra, avevo qualche 18 anni al tempo, mio zio mando' richiesta di vedermi e da li si scauri' una missione segreta in mano a vari miei familiari che mi portarono sa lui a vederlo. Da che eravamo sulla stradale verso Taormina, a che mio cugino col suo fuori strada getta la macchina direttamente sulla campagna alla nostra sinistra prima dell'uscita per Taormina. Da li, il fuoristrada era entrato al suo massimo uso, mentre barcollevamo sul terreno semi incollinato. Ad un tratto, dalle colline in fondo la campagna, fuori escono altri fuoristrada, tutti neri e blindati che si aggregano alla nostra macchina. Io ero in visita con un'amica di Londra in macchina con mia cugina, quella quasi moriva dallo spavento, io invece ero incredula al massimo perche' quel lato della mia famiglia non lo conoscevo ( e mai mi fu spiegato, se non dato come qualche "piccolo" coinvolgimento da parte dello zio Costanzo..). Da quel tratto, i fuoristrada si versarono direttamente su di un primo marciapiede che dava alla periferia di questo paesino. Una volta li, mio zio lo trovai fresco fresco che si ammirava il mare, apertamente, mentre in strada e tutti i paesani che lo salutavano, portandogli "rispetto". Era latitante. Lo sapevano tutti. Un'intero paese che "taceva", lo copriva, e lo faceva stare BENE. Per pranzo poi si sali' in appartamento e altro che latitanza - aveva mia zia che gli cucinava come se non fosse cambiato niente e tutti i parenti, fra cui i miei genitori, seduti a tavola imbandita, super tranquilli. Rientro' in Aci piu' in la, il paesino chiaramente lo annoiava.

Graziella Penna 22.09.16 14:52| 
 |
Rispondi al commento

ciao!!!io sono giuliana!!:..nn ho nessun commento da dire!!!!!!!

giuliana troina 19.07.06 13:32| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe,
sono uno studente di pisa della facoltà di economia e commercio...ieri sera abbiamo deciso di vedere il tuo spettacolo con degli amici...sono rimasto colpito dalla immensa quantità di informazioni che ci hai messo a disposizione... tutte cose che normalmente non conosciamo per la limitatezza dei nostri mezzi informativi...spesso parlano delle nuove generazioni "limitate" ed orientate solo al "progresso"...ma come può un ragazzo sviluppare una propria coscienza se plagiata da simili metodi di informazione?
comunque io sto facendo una tesi sul mercato della droga, e sui metodi di gestione e controllo del traffico di stupefacenti al livello globale...proprio per cercare di dimostrare come spesso dietro ciò che ci raccontano ci sono sempre un sacco di cazzate...se nel corso della tua ricerca tu riuscissi a pubblicare qualche articolo qualche fonte interessante mi troveresti interessato..ciao ale

alessandro micheletti 10.01.06 14:07| 
 |
Rispondi al commento

Sono assolutamente d'accordo: ciò che é sottratto alla mafia deve avere un'utilità sociale!
L'unico vero bene, a cui il mafioso tiene davvero, anche più di uno stesso familiare, é la "roba" accumulata con atti di ruberia di violenza fisica e psicologica inauditi.
Lo STATO li spogli di tutto e li metta a pane ed acqua, gettando la chiave, ricordando che mafioso é anche chi profitta del suo ruolo istituzionale per rubare!
Cordiali saluti
emilio

emilio d'ambrosio 05.01.06 11:38| 
 |
Rispondi al commento

Cara Ivana da quello che ne so il gas non viene trasportato sotto pressione ma a 160 °C sottozero.
Quindi un problema in meno.
Poi ogni m3 di gas freddo da origine a 600 m3 di gas a t ambiente, pronto ad essere immesso nella rete per la distribuzione.
Non ho trovato altre notizie di approfondimento sui rigassificatori oltre a quelle che ti ho scritto, quindi ti sarei grato se mi potessi indicare dove trovarne di ulteriori che descrivano il ciclo completo che va dall'estrazione, al raffreddamento, fino alla distribuzione finale nel paese acquirente.
Grazie.

Davide Colombino 04.01.06 16:15| 
 |
Rispondi al commento

Ma lo sai che in Italia ci sono otto milioni di rincoglioniti che guardano "l'Isola dei famosi2? e lo sai che ci sono un altro paio di milioni di mignotte che darebero tutto per fare le veline, le letterine, ecc ecc? ma lo sai che ci sono un altro paio di milioni di andicappati mentali che tutti i giorni fingono di essere persone normali? ma lo sai che in questo bel paese sic! esisotono inoltre altri quattro o cinque milioni di leccaculo che tutto darebbero per fare i portaborse a quei politici a cui noi "paghiamo lo stipendio?" E allora, tolti io e te, in quanti rimangono? hai capito adesso, mio ingenuo amico?

Antonino Pietrantonio 01.01.06 15:48| 
 |
Rispondi al commento

caro Alberto, sono d'accordo con te in tutto, però ti posso dare un consiglio che per me è inutile (ho cinquanta anni!!!) e cioè:- Se hai al massimo trenta anni e conosci una lingua straniera, vattene da qquesto paese di merda! ciao.

Antonino Pietrantonio 01.01.06 15:10| 
 |
Rispondi al commento

Non comprendo le esitazoni del governo nella nomina del nuovo governatore di BANKITALIA. Esiste un'unica persona in grado di traghettare l'economia bancarria italiana, l'unica dotata di poetica preveggenza: BEPPE GRILLO.

Vincenzo Rochira 26.12.05 11:44| 
 |
Rispondi al commento

a Martina Martignoni 08.12.05 19:40

.....continuo:
http://zonafranca.ilcannocchiale.it/

http://www.centomovimenti.it/feedback/index.php?page=26
VEDERE PER CREDERE! Non ti fermare ad ascoltare chi vende solo fumo. Io non ho trovato Associazioni antiX, antiY, antiZ, disposte a darmi una vera ASSISTENZA.
scrivimi se vuoi e ciao

giovanni pancari 24.12.05 14:16| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo a Martina Martignoni.
tu non sai cosa è veramente la MAFIA, tu conosci solo quello che ti vogliono fare conoscere!
VEDERE PER CREDERE:

http://www.terrelibere.it/terrediconfine/index.php?x=completa&riga=01746

http://www.cuntrastamu.org/wordpress/index.php


ciao e, se vuoi, scrivimi direttamente. ti potrò dire e far vedere tanto, che quì non entra.

giovanni pancari 24.12.05 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Aderisco all'iniziativa contro la legge pro-mafia.
Giusi

Giuseppina Salami 14.12.05 21:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

scuola di teatro

http://tuttinscena.blogspot.com/2005/12/nasce-roma-una-nuova-scuola-di-teatro.html

franco severini 12.12.05 23:57| 
 |
Rispondi al commento

Leggete cosa scrivono di noi...
http://www.guardian.co.uk/g2/story/0,3604,1665025,00.html

Marzia T. 12.12.05 14:29| 
 |
Rispondi al commento

Come sempre in Calabria si fanno le cose per bene...
Leggetevi questo articolo su republica.
http://www.repubblica.it/2005/l/sezioni/cronaca/marespr/marespr/marespr.html

fabio maneli 12.12.05 09:45| 
 |
Rispondi al commento

http://multinationalmonitor.org/ ... un sito per riflettere e molto sull'opera delle compagnie contro l'umanità.
Giorgio Scaglione

giorgio scaglione 11.12.05 22:33| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
seguo sempre il tuo blog e devo dire che riesce sempre in un modo o nell'altro a smuovere le coscienze e le idee.Di questo ti sono e sarò sempre grato.
Ma c'è una cosa che non capisco:il signoraggio è un argomento tabù? E' un argomento di cui è meglio non parlare ? E' una cazzata?
Te lo chiedo perchè non ne posso più di leggere i post di quei 2-3 soliti noti che ti accusano di fregartene o (peggio ancora)di essere in qualche modo colluso anche tu con 'sto discorso.
Fammi/facci capire: parla una volta di 'sto cazzo di signoraggio e spiega il tuo modo di vedere la questione. Per quello che ho letto dai blog e dai siti dei soliti noti,il signoraggio sembra essere un problema reale ( ma non solo nostro, però). Dacci la tua opinione a riguardo; anche perchè il tuo silenzio su ciò non fa che alimentare le solite malelingue che quotidianamente ti attaccano.
Se poi si capirà che hanno esposto un problema reale, non penso sia un problema rendergliene merito. Se così non fosse, forse i soliti noti taccerebbero per sempre.
E comunque si farebbe finalmente chiarezza.

Grazie

Leonardo Bertoni 11.12.05 18:22| 
 |
Rispondi al commento

dopo che le "imbarcazioni" usate per trasportare clandestini sono state confiscate dalla guardia di finanza vengono allegramente fatte affondare con dell'esplosivo dalla marina militare italiana perchè in dover di coerenza sanno già che se verranno rivendute finiranno in mano a organizzazioni mafiose italo-albanesi. (modalità contestabile da chiunque ma disicuro di un effetto immediato).
Ora vorrei analizzare dove sia la coerenza nell'azione che ho descritto io e quella del governo...


http://digilander.libero.it/afimo/all_insaputa_del_popolo_sovrano.htm
Non è che le banche ci guadagnano di brutto, siamo noi che ci perdiamo di brutto.basta pensare che TUTTE le tasse che lo stato ci chiede non servono ad altro che se non a pagare quel debito fittizio derivato dal signoraggio, finto perchè le banche ci chiedono indietro dei soldi che a loro son costati moooolto poco(il costo tipografico in pratica)mentre a noi costano sacrificio, sudore, ore e ore e ore e ore.. e ore del nostro tempo. Il denaro non ha un valore intrinseco..è solo carta, un METRO di misura del valore di merci e lavoro, e non è quindi accettato perchè ha un valore..ma ha un valore perchè è accettato dalla gente come MISURA di valora(lavoro, sudore, merci e fatiche dei lavoratori).Ma ci vien fatto credere che sia una merce(falso) e che abbia pure un valore suo(falsissimo)..pensate che cavolo ci farebbe un banchiere in un isola deserta con tutti quei "pezzi di carta"!! Come il metro è uno strumento dimisura le lunghezze, il denaro non è altro che uno strumento di misura del valore. Allora dire che uno Stato non può costruire un ospedale perchè non ci sono abbastanza soldi sarebbe come dire che non si puà fare una strada perchè non ci sono abbastanza chilometri!! assurdità assolute.. può sembrar strano ma siamo davvero a questo punto!così le banche(per tenerci ben stertti al guinzaglio) ci hanno pure convinto che l'abbondanza di denaro sarebbe male altrimenti questo perde valore per l'inflazione(altro termine insignificante)...come se, per tornare all'esempio di prima, più una strada è lunga è più il metro si "accorcia"!e così ci son popoli che muoiono di fame non perchè non ci sia da mangiare ma perchè non ci son soldi...che assurdità..cazz solo in questo mondo di merd son possibili queste cose!ce l'hanno proprio messo lì lì...e fa male! ma non è tardi per fare qualcosa..e per evitare altre guerre mondiali!!
http://digilander.libero.it/afimo/all_insaputa_del_popolo_sovrano.htm

francesco russo 11.12.05 13:44| 
 |
Rispondi al commento

(ANSA) - MILANO, 8 DIC - Indagati per bancarotta fraudolenta Mario Besana, fondatore della B Burago, il figlio Marco e altri amministratori della societa'. L'iniziativa della Procura di Monza, nell'ambito dell'inchiesta sul fallimento della storica casa di automobiline di Burago Molgora (Milano). Nei giorni scorsi la GdF ha compiuto varie perquisizioni sequestrando documenti nella sede della societa' e nelle abitazioni dei vari amministratori. L'azienda e' stata dichiarata fallita il 17 ottobre scorso.

CITAZIOEN FONTE SITO ANSA.

COMMENTO: ADESSO FALLISCONO ANCHE LE AZIENDE CHE
PRODUCONO AUTOMOBILINE.. ! I BAMBINI NON COMPRANO
PIU MAKKININE...cosa possiamo aspettarci in futuro se non comprano piu automobiline?...
la notizia fa riflettere.

alberto rossi 11.12.05 10:08| 
 |
Rispondi al commento

Il signor Lunardi ha detto che lo stato, in fondo, dovrebbe convivere con la mafia.Già! Ad avercela a fianco a volte bisogna scendere a compromessi. Beh, ad essere uomini di stato ce ne vuole di coraggio. Ad essere titolari di uno studio di progettazione fra i maggiori in Italia ci vuole però iniziativa imprenditoriale. Chissà perchè viene il dubbio che tutti questi silenzi sui clan siano dovuti agli interessi delle grandi società in gioco. E naturalmente parlo di quelle legate alla costruzione delle grandi imprese edilizie stradali. Dalla TAV al nord al ponte di Messina a sud. Che non ci sia anche stavolta lo zampino di Andreotti? A me spaventa di piu' in pubblicità che in Parlamento. Vai Don Ciotti, non ti immagini quante persone ti vogliono bene.

gianni russo 11.12.05 07:35| 
 |
Rispondi al commento

la vera beffa è stata trasformare gli obbligazionisti in azionisti, e con la super visura delle banche bloccare i pacchetti azioni piccoli e rigenerare la nuova societa'.
Chiaro esempio di finanza creativa

luca superbi 09.12.05 16:11| 
 |
Rispondi al commento

Ma perchè, le proposte della Casa delle Libertà Provvisorie ci stupiscono ancora? Ricordo che il 31/07/02 scandivamo in 5000 MAFIA MAFIA sotto il Senato al più bel girotondo a cui ho partecipato.
Un saluto a tutti,
Alex Roma

Alessandro Silvestri 09.12.05 16:06| 
 |
Rispondi al commento

sono uno degli "sfigati" ex azionisti parmalat; ma lo sapete che chi aveva azioni....oltre a non avere ricevuto nulla (logico vista la beffa del cambio merce oggligazioni = azionisti)....non puo' tuttora mettere a perdita e scalare dal conteggio del capital gain o perdite azionarie le somme? Tutte le banche pero' siiiiii!!!tuttora le azioni ex Parmalat finanziaria risultano bloccate : chiaramente non vendibili, ma neanche defalcabili dal capital gain a forfait o nel 730. Eh si, noi non siamo banche

luca superbi 09.12.05 16:06| 
 |
Rispondi al commento

beppe

mi spieghi la questione del signoraggio è vero che le banche centrali, private, ci guadagnano di brutto?

grazie

p

paolomusumeci

paolo musumeci 09.12.05 11:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quest'estate ho partecipato ad un campo di lavoro in Sicilia in un terreno confiscato alla mafia. Ora è proprietà della Cooperativa "Lavoro e non solo" appartenente a Libera.Ora quei terreni sono lavorati da gente onesta che considera il suo lavoro un valore fondamentale perchè portatore di dignità.Questa legge deve continuare ad esistere perchè è forse l'unico strumento con il quale si può combattere nei fatti la mafia,creando delle aree in cui questa non penetri nella vita lavorativa. Battiamoci insieme a Libera per la giustizia, contro tutte le mafie.

Martina Martignoni 08.12.05 19:40| 
 |
Rispondi al commento

Ok, signore e signori.
Benito Le Rose in realtà scrive su ilgiulivo.com, un sito filoberlusconiano che si sforza di fare satira "contro i benpensanti della kultura italiana". E' un sito che attacca tutti gli avversari del premier. Vera satira filogovernativa: da far invidia agli austriaci del 1830, complimenti.
Comunque, dietro ai post di Benito Le Rose ci sono vari "giulivini" che si consigliano cosa rispondere e cosa aggiungere. Ogni post è costruito in modo preciso.
Addirittura gli errori di ortografia sono messi apposta per scatenare reazioni e permettere agli autori di farsi grasse risate e convincere e convincersi che tutti quelli che non la pensano come loro sono intellettualoidi snob (magari comunisti).
Alcuni esempi (pochi):
1.
Giulio Cesare said,
December 7, 2005 @ 7:29 pm
Cris
stai spopolando. Li hai colti di contropiede. Però non hai corretto l’errore di italiano che ti avevo segnalato e te lo hanno fatto subito notare
2.
Giulio Cesare said,
December 7, 2005 @ 7:46 pm
Caro Walter,
l’ho scritto proprio io. Siccome tutti mi davano dell’ignorante, sono andato a scuola serale per migliorare il mio italiano ed ho ottenuto qualche risultato. Io non faccio il noglobal di professione, invece di lamentarmi e spaccare vetrine, cerco di migliorarmi. Comunque invierò ancora qualche messaggio con errori, così qualche acculturato potrà sentirsi superiore e darmi dell’ignorante.
VISTO CHE SIAMO IN TANTI E LORO TEMONO L’INVASIONE DA PARTE NOSTRA DEL LORO BLOG, BEH, E’ PROPRIO QUELLO CHE DOBBIAMO FARE: www.ilgiulivo.com

ANTI "IL GIULIVO" 08.12.05 04:34| 
 |
Rispondi al commento

Ok, signore e signori.
Benito Le Rose in realtà scrive su ilgiulivo.com, un sito filoberlusconiano che si sforza di fare satira "contro i benpensanti della kultura italiana". E' un sito che attacca tutti gli avversari del premier. Vera satira filogovernativa: da far invidia agli austriaci del 1830, complimenti.
Comunque, dietro ai post di Benito Le Rose ci sono vari "giulivini" che si consigliano cosa rispondere e cosa aggiungere. Ogni post è costruito in modo preciso.
Addirittura gli errori di ortografia sono messi apposta per scatenare reazioni e permettere agli autori di farsi grasse risate e convincere e convincersi che tutti quelli che non la pensano come loro sono intellettualoidi snob (magari comunisti).
Alcuni esempi (pochi):
1.
Giulio Cesare said,
December 7, 2005 @ 7:29 pm
Cris
stai spopolando. Li hai colti di contropiede. Però non hai corretto l’errore di italiano che ti avevo segnalato e te lo hanno fatto subito notare
2.
Giulio Cesare said,
December 7, 2005 @ 7:46 pm
Caro Walter,
l’ho scritto proprio io. Siccome tutti mi davano dell’ignorante, sono andato a scuola serale per migliorare il mio italiano ed ho ottenuto qualche risultato. Io non faccio il noglobal di professione, invece di lamentarmi e spaccare vetrine, cerco di migliorarmi. Comunque invierò ancora qualche messaggio con errori, così qualche acculturato potrà sentirsi superiore e darmi dell’ignorante.
VISTO CHE SIAMO IN TANTI E LORO TEMONO L’INVASIONE DA PARTE NOSTRA DEL LORO BLOG, BEH, E’ PROPRIO QUELLO CHE DOBBIAMO FARE: www.ilgiulivo.com

ANTI "IL GIULIVO" 08.12.05 04:33| 
 |
Rispondi al commento

Oggi c'è stato a Latina uno spettacolo teatrale per i ragazzi contro i morti (bambini compresi) per mafia.

Paola Bassi 07.12.05 19:53| 
 |
Rispondi al commento

La Legge Rognoni-La Torre fu emanata in seguito all’ennesimo omicidio della mafia, intorno agli anni '80; con essa, a una particolare categoria di soggetti, in relazione a taluni reati, fù introdotta la possibilità di procedere alla verifica dei beni e al conseguente sequestro e confisca, provvedimenti questi operanti dopo aver resistito, ovviamente in sede di appello, a tutti i gradi di giudizio... Penso che già di per se si pongono una serie di problemi, tra cui, secondo me, individuati in quest’ordine:

- poche le indagini patrimoniali svolte dagli organi investigativi;

- difficoltà tecnico-giuridiche per individuare i beni mafiosi;

- necessità di apportare correttivi alla legge R. La T. per meglio aggredire i patrimoni mafiosi;

- problemi di gestione dei beni sequestrati e riflessi negativi sull’occupazione.-

Ora... con una proposta di legge, consentiranno ai mafiosi di rientrare in possesso dei loro stessi beni!


Cos’è un atto politico o un provvedimento di rimedio alle ingiustizie? Vista la moltitudine di parlamentari indagati mi viene più di un sospetto!!!!!!!!!
Grande Grillo.

Cerzosimo Davide 07.12.05 12:02| 
 |
Rispondi al commento

beppe grillo, l'umanità ha bisogno di quelli come te che ci fanno sentire meno impotenti rispetto agli orrori di questo mondo perpetrati per salvaguardare gli interessi di pochi.penso sempre che chi fa tanto male per un interesse personale gli sfugge il particolare più bello e più brutto della vita e cioè la morte che rende tutto provvisorio, se eravamo immortali quanto altro male ci sarebbe stato! auguri bebbe!

bruno di giuseppe 07.12.05 00:42| 
 |
Rispondi al commento

FERMIAMO L'ALLEVAMENTO DI ORSI PER LA BILE IN CINA
Jill Robinson dell'Animals Asia Foundation si occupa da anni degli orsi della Cina costretti a vivere in gabbie molto strette che comprimono il petto e il ventre non permettendogli di respirare a fondo per comprimere meglio la cistifellea e facilitare il pompaggio della bile. Questo liquido organico è utilizzato come farmaco dalla medicina tradizionale cinese. Gli orsi vengono tenuti così per tutta la loro vita con un catetere infilato nel ventre. Possono solo allungare una zampa fuori per prendere un po' di pessimo cibo.

Membri del Parlamento Europeo hanno lanciato una Dichiarazione scritta che invita le autorità cinesi a terminare per sempre l’allevamento di orsi in Cina. Affinché questa dichiarazione possa diventare una politica dell’UE è necessario che riceva il supporto di oltre 367 MEP.
Una volta ottenuto questo, il Presidente del Parlamento Europeo scriverà al governo cinese chiedendo la fine dell’allevamento di orsi in Cina. Questo sarebbe un grande passo in avanti per incitare il governo cinese a concludere questa pratica una volta per tutte.
Le 367 firme sono richieste prima del 26 Dicembre 2005.

Firma la petizione on line alla pagina http://www.oipaitalia.com/appelli/vivisezione_bileorsi.htm


clelia berti 06.12.05 22:17| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
stamattina mentre bevevo il caffè mi è giunta all'orecchio una bellissima notizia, di quelle che ti cambiano la giornata, ti fanno sentire forte con l'orgoglio di continuare a sperare e lottare..."Rita Borsellino è il candidato dell'Unione per la regione Sicilia".
Da stamattina questa notizia mi rimbomba nelle orecchie...mi fa andare con il pensiero verso tutti quei siciliani che non smettono di lottare, che non si arrendono e che vogliono una Sicilia dove la Giustizia sia il motore della politica.
Il mio pensiero va verso Giovanni Falcone e Paolo Borsellino...perchè questa vittoria è una cavalcata verso quel cambiamento culturale che hanno promosso con il loro lavoro e il loro sacrificio. Anche se, molto spesso, il loro lavoro è stato calpestato, oggi sembra concretizzarsi il loro motto:
"gli uomini passano, le idee restano, restano le loro tensioni morali e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini".
Ecco che il mio pensiero va a Luigi Ciotti, Libera e a tutti coloro che hanno il coraggio e la rabbia di promuovere la legalità, che quotidianamente rischiano e non accettano compromessi che puzzano di mafia.
Questo è il primo passo...ora tutti (e parlo da non siciliano)non dobbiamo smettere di sostenere i siciliani nel ri-prendersi la loro Terra e auspico che questo blog dia voce a questa battaglia, dia voce a Rita, ai siciliani e alla Legalità.

Alessandro

Alessandro Simeone 05.12.05 22:15| 
 |
Rispondi al commento

IMPORTANTE.come si possono risolvere i molti problemi che rovinano la nostra vita e la nostra società, legati alla criminalità e alla malavita, che sia dovuta a extracomunitari o a nostri concittadini, se non si risolve il PRIMO DEI PROBLEMI dell'intero sistema? che non nasce nell'illegalità ma è protetto e nascosto, e cresce e si rafforza sempre più direttamente nelle leggi e nelle cosidette "istituzioni di diritto pubblico" assecondato da quei camerieri-politici-pagliacci che dovrebbero fare gli interessi della collettività e invece sono solamente gli artefici della nostra schiavitù, per prottegere la loro posizione privilegiata(ma sempre sottomessa):
>>[...]Gli Stati Nazionali piuttosto che emettere da sé e far circolare tutta la valuta e il credito necessari a soddisfare il potere di spesa del Governo per lo sviluppo del paese e il potere d'acquisto dei consumatori, si occupano per conto dei banchieri di espropriare i cittadini del proprio reddito e patrimonio, tassandoli per pagare un "debito pubblico" fittizio e inestinguibile che nasce dall'uso della moneta-debito, inventato ad uso e consumo dei banchieri e che serve loro a mantenere il potere, prosciugando le ricchezze produttive di una nazione dopo l'altra, mantenendone i popoli in schiavitù, esercitando con il loro potere condizionamenti e pressioni su governi di ogni regime politico, con il dominio dell'intera economia produttiva attraverso la regolazione del credito e la monetizzazione del debito ed, in particolare, esercitando il controllo sui mezzi di informazione di massa al fine di evitare che le masse diventino consapevoli delle tecniche e dei meccanismi bancari che sono stati architettati nel corso degli anni per la confisca occulta delle ricchezze e patrimonio dei cittadini e degli Stati[...]>continua su
http://www.sovranitamonetaria.org/
>altri siti
http://digilander.libero.it/afimo/all_insaputa_del_popolo_sovrano.htm
http://digilander.libero.it/afimo
http://www.centrostudimonetari.org

giovanni rossi 05.12.05 20:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo parlante (x niente questa volta),
sto ancora aspettando un tuo commento sulla vacanza del sig. Nic Ventola in America con i soldi dei contribuenti ossia € 350.000,00 per 4 giorni con i suoi amichetti. Ti premetto che non sono di destra ma nemmeno di sinistra visto le solite facce di c.... in giro. Non commentare solo quello che ti fà comodo. Questa volta hai toppato e sei stato nominato, alla prossima sperando che il tuo verbo sia + prolifico o ti si è incartocciata la lingua? 6 furbo + del diavolo tu..........

Gallo 05.12.05 18:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

belin
non mi riscontra l'e-mail.
scrivi tu a questo punto.
f.sco bui

francesco bui 05.12.05 14:44| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe e tutti, soprattutto siciliani, Rita Borsellino ha vinto le primarie e si presentera' come candidata alla Regione contro Cuffaro.
Rita Borsellino presidente e'un'occasione UNICA per ridare dignita' alla Sicilia, per dare un segnale ai corrotti e ai mafiosi al potere che si puo' fare qualcosa di piu' che stare seduti e zitti.
Sosteniamo tutti Rita Borsellino,sosteniamo quella parte di Sicilia onesta che combatte ogni giorno per liberarsi dalla mafia.
Se Rita ce la fa, potrebbe essere l'inizio di una nuova era.
Difendiamo, proteggiamo e supportiamo Rita Borsellino, Don Ciotti e tutti quelli come loro che nonostante tutto sono ancora li' a combattere ANCHE PER NOI.
Dimostriamo a noi stessi che possiamo farcela, uniti.
Maurizio

Maurizio Pignone 05.12.05 10:38| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,

mi riferisco al giovane ragazzo che scrive su l’intervista di Tronchetti. Anche io ero in sala e mi ricordo dell’intervento di Ludovico.

Per amore della verità però occorre precisare che l’uscita di MTP non è stata esattamente come quella che ha riportato il giovane amico. Al di là del trionfalismo con cui descrive le reazioni della platea e degli intervistato…che invero ha notato solo lui.

Ecco cosa ne pensa l’ansa:
Alla domanda di uno studente sul valore della controinformazione, il presidente di Telecom ha risposto così: "Non credo che esista controinformazione, parlarne significherebbe dire che c'è un regime, e non credo che ci sia". In tema di libertà di stampa, il presidente Telecom ha sostenuto che "ci sono giornalisti buoni e cattivi", e che ogni giornalista debba "fare il proprio mestiere in buona fede: poi, leggendo, si capisce quali sono quelli buoni, meno buoni, o influenzabili". Il valore più importante in questo senso, per MTP "l'indipendenza intellettuale", ed è compito dei giovani lettori saperla individuare.
Invitare la gente a ragionare mi sembra una bella sfida. E credo siamo ben lontani delle immagini romanzate di Ludovico.
Questo perché è sempre giusto offrire un contributo alla verità. Il buon tronchetti ha tanti talloni su cui essere attaccato, concentriamoci su quelli veri!
Sinceramente
Filippo Maria Sasgro

Filippo Maria Sasgro 04.12.05 21:19| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe ,
oltre a ringraziarti perla tua disponibilità e cortesia nell'intervenire in puntata di Glob due settimane fa , volevo segnalarti che anche la citazione della scorsa puntata (2.12.2005) ha sortito un effetto , Citazione sull'Unità Fronte del Video di oggi domenica 4.12 sul razzismo velato ed elettorale di certi titoli di giornali che non dovrebbero essere schierati .
Grazie ancora e buona settimana
Enrioc Bertolino

Enrico Bertolino 04.12.05 19:07| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe ,
oltre a ringraziarti perla tua disponibilità e cortesia nell'intervenire in puntata di Glob due settimane fa , volevo segnalarti che anche la citazione della scorsa puntata (2.12.2005) ha sortito un effetto , Citazione sull'Unità Fronte del Video di oggi domenica 4.12 sul razzismo velato ed elettorale di certi titoli di giornali che non dovrebbero essere schierati .
Grazie ancora e buona settimana
Enrioc Bertolino

Enrico Bertolino 04.12.05 19:07| 
 |
Rispondi al commento

FUORI I NOMI!

Cari Beppe e don Ciotti ora che avete lanciato il sasso dovreste avere il coraggio anche di pubblicare i nomi dei nostri dipendenti che stanno brigando per cambiare la legge.
E' giusto che si sappiano per regolarsi alle prossime elezioni. Grazie.

gianfranco maruccio 04.12.05 17:08| 
 |
Rispondi al commento

per Cinzia

Cara Cinzia prendi l'aspetto positivo della faccenda! Non cerchiamio sempre l'aspetto negativo a tutti i costi!
Ciao Giuseppe

Nb in genere concordo con i tuoi interventi ma talvolta appari un pò .....!!

giuseppe fiore 04.12.05 00:10| 
 |
Rispondi al commento

Di che ti stupisci scusa? Una delle cose che questo governo ha fatto (Berlusconi? Ci sei?) è stata quella di togliere a Don Ciotti e al Gruppo Abele i fondi che riceveva dal governo...

Daniela Crosta 03.12.05 23:22| 
 |
Rispondi al commento

leggete marco bonaiuti e il suo libro "OBIETTIVO DECRESCITA" (c'e'anche il relativo sito www.decrescita.it) ...e poi fatemi sapere l'effetto che fa.
Adesso vi saluto per evitare l'effetto rimbalzo (leggete il libro di bonaiuti e capirete!) un bacio a tutti i bloggisti e a te bebbe

Elisabetta Bardone 03.12.05 21:50| 
 |
Rispondi al commento

leggete marco bonaiuti e il suo libro "OBIETTIVO DECRESCITA" (c'e'anche il relativo sito www.decrescita.it) ...e poi fatemi sapere l'effetto che fa.
Adesso vi saluto per evitare l'effetto rimbalzo (leggete il libro di bonaiuti e capirete!) un bacio a tutti i bloggisti e a te bebbe

Elisabetta Bardone 03.12.05 21:50| 
 |
Rispondi al commento

Che dire i mafiosi sono schifosi, uomini che parlano di dignità e di onore ma che hanno la muffa al posto del cuore, non riesco neanche più a parlarne di certe "persone", sono così ridicoli e insensati che dovrebbero sparire per diritto all'evoluzione umana....................comunque proprio questo avverrà, si disperderranno nei buchi neri dell'incoscienza.
noi pensiamo al nostro bene e armiamoci del coraggio necessario di dir loro ciò che pensiamo semza alcuna censura.
L'attuale governo è gestito da questi uomini senza anima e quindi è anch'esso così debole che basta un soffio leggero per mandarlo all'inferno.............soffiate gente soffiate............

Teresa Distefano 03.12.05 18:13| 
 |
Rispondi al commento

ULTIMO APPELLO AI SICILIANI - PASSATE PAROLA
Domani, domenica 4 dicembre, andate a votare per le primarie preferendo la Signora RITA BORSELLINO.
La cosa è seria, si parla di un accordo dell'altro candidato Latteri con l'ondivago Lombardo. Impediamo i trucchi politici. per istruzioni su come votare e dove votare vedi http://www.ritapresidente.it/ Grazie.

giovanni grasso 03.12.05 17:55| 
 |
Rispondi al commento

Eccezionale beppe,preg.mo sig. Grillo:
Conoscendo il tuo ruolo di nemico e castigatore principe delle compagnie telefoniche,vorrei commentare ciò che ho ascoltato dal presidente del codacons in merito ai nuovi numeri di telefonia di servizio,tipo quella pubblicizzata da quei due coglioni,a cui sparerei con pallettoni al sale,del 892/892etc.Ebbene,l'aumento,rispetto al vecchio servizio che vanno a sostituire è circa del 160%!!!!!!Gli altri si attestano intorno al 70/80 %,(filantropi?).Ma in che paese viviamo dove certe cose passano sotto rigoroso silenzio,sia del governo che dell'opposizione?E tronchetti provera che va a conferenze per i giovani,indicando la sua carriera di imprenditore puro!Ho le palle piene di sprechi,ruberie autorizzate,interessi bancari al correntista pari a zero e interessi sui prestiti,carte di credito,sconfinamenti,che rasentano l'usura,Che fare oltre a dare voce a persone come te?Con affetto e ammirazione per le tue battaglie(dove non sarai mai solo)Alberto Collini.

alberto collini 03.12.05 12:45| 
 |
Rispondi al commento

tranquillizzatemi, o comunque avvertitemi

grazie in anticipo

Postato da: pietro grande il 02.12.05 10:37
____________________________________________________

Hihihih, tranquillo! Qualcuno avrà visto l'altro ieri sera il film "The Ring" e avra' voluto farti uno scherzo.

Ire nula 02.12.05 15:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ieri notte (h:00:30 circa) attaccato alla mia porta d'ingresso ho trovato uno strano messaggio scritto su un bigliettino: FRA 7 GIORNI

Da premettere che in casa mia c'e' quasi sempre qualcuno, e quindi chi voleva lasciare messaggi, ieri sera poteva lasciarli a mia madre. Ho chiesto nel palazzo, ai vicini a parenti ed amici se sapessero o avessero qualcosa da dirci, ma niente.
Che sia un avvertimento mafioso perche' ho detto alcune verita'? (sono un po paranoico lo ammetto )

Bloggers tutti, sapete se l'indirizzo IP possono leggerlo anche chi è al di fuori dello staff di Grillo?
tranquillizzatemi, o comunque avvertitemi

grazie in anticipo

pietro grande 02.12.05 10:37| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, leggo ogni mattina il tuo Blog e ogni volta l'indignazione cresce e con lei la disperazione di trovarci in un paese governato da "dipendenti" che hanno la levatura morale e politica (non voglio neppure parlare di onestà..) da "fenomeni da baraccone".
Stamattina ho pensato di mandarti l'estratto di un articolo di Furio Colombo (l'Unità 21/11/05) che uso come antidoto all'amarezza. Mi ricorda che la Politica è un'altra cosa:
..."Era il progetto di un giovane uomo che credeva nel rispetto degli esseri umani e della loro libertà fino al rischio (e poi fino al prezzo) della sua vita. Molti ricorderanno che il tema della campagna elettorale del 1968 è stata la guerra del Vietnam. Ricorderanno che Robert Kennedy ha giocato tutto il suo prestigio nell’impegno contro quella guerra, non ha esitato a sfidare il presidente in carica, Johnson, del suo stesso partito, che rifiutava il ritiro delle truppe americane. Ricorderanno che, con la carta della pace, ha vinto tutte le elezioni primarie democratiche, fino alla tappa finale, la California, in cui ha completato la sua vittoria, è diventato il candidato del partito democratico alle elezioni presidenziali e, quella stessa sera (4/6/68), all’Hotel Ambassador di Los Angeles, è stato ucciso.
Erano passati pochi anni da quando John Kennedy, nel suo celebre discorso all’American University, aveva detto che «la pace si salva con la pace» e non con le minacce di guerra, dando il primo grande segnale di distensione fra i due imperi atomici.
Erano passati pochi mesi da quando Robert Kennedy, di fronte a folle festanti (le prime, le uniche dell’America Latina intorno a una
personalità americana, prima e dopo di allora) aveva detto, a Lima, a Bogotà, in Argentina, in Brasile che «non è il Paese più forte quello più degno di guidare, ma il Paese più rispettoso delle libertà, della dignità, dei diritti civili, dei diritti umani di tutti le donne e i bambini e gli uomini di ogni altro Paese Paese del mondo».

Giorgio Citelli 02.12.05 09:18| 
 |
Rispondi al commento

Note the triumvirate:
Bush- Oil and Gas, doing quite well, oil up 300% since 2000, Oil companies rack up the biggest profits in history, and even an effort in congress to apply a windfall tax to fund help to low income families with exorbitant heating bills this winter was shot down by the Republicans. Federal subsidies doled out to Oil companies for new refineries.
Cheney- Military-Industrial Complex (Halliburton et al)- doing quite well- with US military spending FY 2006 at $441.6 billion, not counting Iraq and Afghanistan. These alone are running at $5 billion a week.
The US now spends more on it's military than all other countries on the planet combined.
Rumsfeld- Big Pharma- doing quite well here too. After a Medicare Drug Benefit Package that will likely cost the federal government $1.2 trillion in the next decade, thanks in part to sweetheart provisions preventing the federal government from negotiating lower prices for large quantities. Pharma Bonanza. Now the threat of pandemic avian flu... and Rumsfeld's Tamiflu is the most wanted drug in the world.

Giammarco Binetti 02.12.05 00:59| 
 |
Rispondi al commento

CORTEO NAZIONALE A.I.P.
CONTRO L’INDUSTRIA DELLA PELLICCIA
Genova 10 dicembre 2005 h. 15.00 P.za Alimonda
Lanciamo il secondo corteo nazionale contro la sanguinaria industria
della pelliccia, che massacra e tortura barbaramente animali di tutte le specie, compiendo una strage dalle proporzioni enormi.

Il concentramento iniziale per la seconda iniziativa nazionale della campagna Attacca l’Industria della Pelliccia è il luogo in cui fu ucciso Carlo Giuliani nel 2001.
Una scelta simile non è casuale per il movimento animalista radicale, che fa della determinazione e del supporto all'azione diretta parte del suo percorso di lotta.
L’accostamento della nostra iniziativa alle giornate contro i potenti del pianeta è appropriato, perchè siamo consapevoli che lo sfruttamento animale è un aspetto drammatico di un sistema politico, economico e sociale che reifica la vita per sadici scopi di profitto e potere.
In un’ottica che consideri le torture inflitte agli animali al pari di quelle sofferte dagli umani e dall’ambiente, in termini quantitativi e di gravità. L’industria della pelliccia occupa sicuramente un posto di primissimo piano: allevatori e rivenditori mietono oltre un miliardo di vittime ogni anno dopo averli imprigionati e catturati con le trappole nei pochi habitat naturali rimasti. Essi costituiscono una rete globale di orrore e supplizi che il mondo non ha affatto superato: le camere a gas, le scosse elettriche, le violente bastonate inferte fino allo sfinimento sono all’ordine del giorno per esseri viventi che hanno la sfortuna di non appartenere alla specie padrona.

L’attività di contrasto messa in atto dall’Aip intende fare pressione sui responsabili, coinvolgendoli in un vortice di proteste che nell’alto
numero raggiunto non hanno uguali precedenti nel movimento.
Info: Milano laboratorioantispecista@yahoo.it
Bologna bolognaveganvrew@yahoo.it

clelia berti 01.12.05 22:38| 
 |
Rispondi al commento

ok, aderire all'appello del sito... però non era forse meglio firmar delle petizioni? o inondare chi di dovere di e-mail?

Stefano "akiro" Meraviglia 01.12.05 19:49| 
 |
Rispondi al commento

"Restituire alla collettività quello che è stato frutto di violenza, di illegalità, di traffici, di sfruttamento, di morte è fondamentale"

sante parole, chi sostiene il contrario avrà i suoi interessi...

Stefano "akiro" Meraviglia 01.12.05 19:43| 
 |
Rispondi al commento

sono una ragazza di 24 anni, abito a Palermo ed assisto dalla nascita al lento sfacelo dei sogni e delle libertà dei giovani, sotto l'ombra pesante e tenebrosa della mafia. non è proprio possibile regalare a Cosa Nostra tutti i beni accumulati, e per i quali la nostra terra ha versato molto sangue. il parlamento deve assolutamente rivedere questa legge, altrimenti davvero un manto eterno di SFIDUCIA potrà calare su tutte le istituzioni...e allora dopo che non ci vengano più a parlare di legalità, giustizia. e diritti umani! siamo troppo arrabbiati noi giovani siciliani, l'approvazione di questa legge significherebbe davvero vanificare il lavoro di tanti magistrati che hanno pagato con la vita la lotta alla mafia, e di tanti che ogni giorno, nel loro piccolo, convivono con la cultura mafiosa e tentano di scardinarla. Daniela Di Maio, COMITATO SICILIA BEDDA

Daniela Di Maio 01.12.05 16:12| 
 |
Rispondi al commento

Ciao beppe,
leggendo i giornali in questi giorni ed in particolare "Il Giornale", sono venuto a conoscenza di un evento storico che dovrebbe far pensare e riflettere. Per quello che ho letto, a quanto pare Romano Prodi sapeva il luogo dove il presidente Moro era nascosto dalle Brigate Rosse. Per altro se ricordo bene, anche la Fallaci ne parlava in un suo libro. In entrambe le fonti si dice altresì che Prodi si giustificò dicendo che il nome "Gradoli" era uscito (proprio così, uscito) durante una seduta spiritica. Non so se ridere o piangere per le sue affermazioni, ma comunque di sicuro ciò dovrebbe far riflettere sulla persona che abbiamo davanti e che ha la possibilità di governarmi. Come è possibile tutto ciò?
Io non ho risposte. Mi aiuti Lei ad averne e magari con la Sua voce, ad informare il paese.
saluti
Marco Serafini
Montréal (Canada)

Marco Serafini 01.12.05 15:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ieri sera nella trasmissione 8 e 1/2 dell'inquietante Ferrara dal tema viagra paghi 2prendi3 per pensionati che non vogliono arrendersi mai (più o meno),si è assistito al mirabolante show del pluricentenario card.Tonini il quale, in un delirante discorso che tirava in ballo anche il povero Kant, non ha usato mezzi termini e ha definito l'OMOSESSUALITà UN CRIMINE,l'OMOSESSUALE UN DEPRAVATO PEDOFILO,UN MANIACO CHE ATTENDE LE POTENZIALI PREDE DIETRO AL MURO SMANIOSO SI POTERLE PALPEGGIARE.Mi disgusta riportare quest'oscenità nello spazio dedicato al Grande Don Ciotti,ma è troppo forte la tentazione di evidenziare la differenza tra un vero Uomo di Dio e uno (dei tanti..ahimè) cazzari della "fede" ai quali si rendono onori e si concedono spazi televisivi per sdiarreare anatemi (sempre riguardo alla sessualità,ovviamente)in nome e per conto di Dio...Caro card.Tonini, non è che più che sessofoba la vostra chiesa,il vostro monnezzaio del quale si vede tutto il peggio tranne che la Vertà Cristiana,e invece sessuomane?Avete proprio il chiodo fisso, eh vecchi sporcaccioni?Chissà che nefandezze avete sigillato nell'armadio della sacrestia, nefadezze di cui accusate il prossimo, ma che stanno solo nella vostra coscienza sporca e arida, incapace di amare e di muoversi con e verso la gente..Esistesse il viagra per aumentare le prestazioni del cervello e dell'anima, caro il mio Tonini, lei sarebbe uno dei primi ad avere diritto alla somministrazione gratuita e pure coercitiva..

Elena.M 01.12.05 14:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Torno appena da una visita del sito dell'associazione "Libera", presieduta da Don Luigi Ciotti. Sbaglio nell'avere qualche riserva circa la collaborazione tra l'associazione e la TIM(TelecomItaliaMobile)?! Che c'entrano l'una con l'altra?! Bah!

catania viviana 01.12.05 13:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao ragazzi! se non sbaglio il portatore nano di democrazia (il nostro beneamato presidente silvio berlusca) ha affermato di essere riusciuto a fare meglio della Tacher (forse l'ho scritto sbagliato,scusate...cmq fu un primo ministro inglese). E' stato prorio bravo: ha fatto tante riforme lui (e anche lei)! quel primo ministro inglese (donna in questo caso) portò l'inghilterra allo sfascio economico. Un esempio sono i malati terminali che dovevano morire a casa perchè i posti letto in ospedale costavano troppo e non c'erano più soldini nelle casse dello stato....ma bravo silvio! sei stato proprio bravo! la mamma può essere orgogliosa di te. Continua a dare la pappa alla mafia che lei poi si prende cura dei tuoi conti e li fa lievitare per bene....tanto noi cittadini non contiamo nulla. Raggazzi mi rendo conto che i nostri dipendenti ci sn sfuggiti di mano e hanno ammutinato. Gli abbiamo concesso troppi diritti e adesso ne paghiamo le conseguenze

iop elena 01.12.05 13:37| 
 |
Rispondi al commento

Intanto Brusca è rientrato in possesso di alcuni suoi beni confiscati. Avanti così!!! dimmi chi voti (e cosa voti) e ti dirò chi sei!!!

Nicola Andrucci 01.12.05 12:57| 
 |
Rispondi al commento

sapete quale è stata la strategia utilizzata da Falcone e Borsellino per colpire le cosche?
individuare le fonti di guadagno e bloccarle, per far uscire allo scoperto i pesci grossi. la prova che il metodo funziona, si può intuire ricordando le due stragi più famose che gambizzarono l'antimafia...
oggi la principale fonte di liquidi e di consenso è la televisione. diciamo che la TV è ciò che gli ha permesso di essere cosi potenti, non in strada, ma dentro le nostre teste! ci crea paure, confusione, insicurezza e distrugge i principi, esaltando l'estetica. boicottiamo la televisione!
è come avere un pistola puntata alla testa e non accorgersene.

andrea cogoni 01.12.05 12:16| 
 |
Rispondi al commento

http://www.cambiaresipuo.it/index.php

Massimo Mengacci 01.12.05 12:06| 
 |
Rispondi al commento

Rimango di sasso davanti alla notizia di ieri sera data alla TV: Sarà possibile per le persone ultrasessantacinquenni ottenere prestiti milionari che, se non estinti dal richiedente stesso, verranno automaticamente rimandati agli eredi.
Con tutto il rispetto per le persone anziane, sembra l'ennesima presa per i fondelli, in un economia zombie come la nostra, dove continuano a coinvolgere i cittadini in questa folle strategia che ci vuole a tutti i costi complici ed indebitati per l'eternità !

E si continuano a stampare pezzi di carta..

Giacomo Cusato 01.12.05 11:45| 
 |
Rispondi al commento

Ho 54 anni. Dalla maggiore età ha sempre partecipato alle votazioni politiche, sia in occasione di elezioni, che dei referendum. Da giovane avevo l’entusiasmo e l’illusione che il mio voto, insieme a quello di chi condivideva i miei ideali, avrebbe cambiato in meglio la società. Negli ultimi anni esco dal seggio elettorale con la sensazione di chi, bisognoso di una boccata d’aria fresca, deve accontentarsi della latrina che puzza di meno. Nonostante ciò sono consapevole che il voto è ormai l’unica espressione democratica che ci è rimasta.
Durante il referendum, riguardante il sistema elettorale, nella cabina di voto ho scelto il sistema maggioritario. Mi era stato spiegato che dà stabilità, che meglio si adegua all’Europa bla bla bla.. Ci ho ragionato, mi sono convinta, come lo sono tutt’ora.
Ora questo governo ha cambiato idea, ha deciso che no, è meglio il proporzionale. Allora io mi sento estremamente umiliata dai nostri dipendenti, perché hanno una così scarsa stima nella mia capacità di comprensione e di critica da pensare che io mi adegui a ciò che essi decidono, che io faccia secondo i loro interessi. solo perché mi dicono che faccio i miei E’ già umiliante ascoltarli in tv raccontare panzane e menzogne con la convinzione che io telespettatrice creda loro. Ma addirittura fare ciò che a loro fa comodo cioè votare col proporzionale questo proprio no! è troppo per la mia dignità! Ecco perché quest’anno per la prima volta nella mia vita non voterò. E’ vero che il mio voto non cambia le sorti del paese , ma vorrei tanto poter scongiurare Ciampi di non firmare questa legge, di non privarmi di un mio sacrosanto diritto.
fiorini marisa via luciano manara,10 22032 albese con cassano como

fiorini marisa 01.12.05 09:50| 
 |
Rispondi al commento

-MIA MOGLIE ED IO (soli) AVREMMO VOLUTO, DA TEMPO, ESITARE IN VARI MODI
TUTTO IL PATRIMONIO NON AVENDO PIU' LA POSSIBILITA' DI AMMINISTRARLO ESSENDO
AVANTI NEGLI ANNI, CON SALUTE CAGIONEVOLE E PRIVI DI UNA QUALSIVOGLIA
PERSONA DI FIDUCIA. COSI', ULTIMAMENTE, ABBIAMO ANCHE DECISO DI ALIENARE
TUTTO, SOLTANTO IN CAMBIO DI UNA DECOROSA E GARANTITA RENDITA VITALIZIA.
PERTANTO SIAMO IN CERCA DI UN ENTE, UNA ISTITUZIONE, UN PRIVATO O ALTRO,
- CHE ABBIA LA INFLESSIBILE VOLONTA' DI INTERESSARSI CON AUTOREVOLEZZA,
PERSEVERANZA E SERIETA' AL NOSTRO CASO - AL QUALE CEDERE LE NOSTRE
PROPRIETA' CHE, SE UTILIZZATE, SONO FONTI DI SICURO REDDITO PER IL
SOSTENTAMENTO DI NUMEROSE FAMIGLIE.
ESAMINIAMO ANCHE QUALUNQUE ALTRA PROPOSTA.
IL PATRIMONIO DI CUI SOPRA E' GIA' AMPIAMENTE DESCRITTO MA DIVERSAMENTE
OFFERTO NEL SITO WEB : http://www.investisicilia.com
QUALORA NON FOSSE DI DIRETTO INTERESSE, PREGHIAMO DI COMUNICARCI A CHI
POTREMMO RIVOLGERCI PER POTER ESSERE ANCORA UTILI ALLA SOCIETA', FACENDO DEL
BENE E DANDO A NOI LA POSSIBILITA' DI VIVERE DECOROSAMENTE
IN ATTESA DI UN GRADITO RISCONTRO, SALUTIAMO DISTINTAMENTE.-"
Giovanni Pancari e Roberta Marin
Catania (Italia)
Tel.: 095-327245

Postato da: giovanni pancari il 09.10.05 21:55


GIOVANNI PANCARI È L'AUTORE DELLA DENUNCIA RIPORTATA SU
www.terrelibere.it/terrediconfine/index.php?x=completa&riga=01746#

Loredana Solerte 01.12.05 07:20| 
 |
Rispondi al commento

http://www.terrelibere.it/terrediconfine/index.php?x=completa&riga=01746#

Si tratta di una denuncia. Il testo è lungo, ma spiega chiaramente come ci ritroviamo soli, noi siciliani onesti, quando la mafia decide di impadronirsi delle nostre cose.
Due stralci:
>>Invero l’esistenza di detto vasto progetto criminale dietro a quelli che invece venivano sistematicamente classificati come “atti vandalici” o “di teppismo” e commessi “da drogati” o “da extracomunitari”, era stata già compresa dal sottoscritto, il quale, pur consapevole dei rischi che correva, ha tuttavia continuato, con tenacia e speranza (affrontando anche ingenti spese) a denunziare circostanziatamene tutti gli atti criminosi (o almeno quelli dei quali aveva notizia e solo quelli che potevano apparire tali anche ad altri, prodigandosi per evidenziare il loro “salto di qualità”), compiuti contro il medesimo e la consorte. Ciò, non solo senza riscuotere alcuna “solidarietà” da chicchessia, ma, tra la generale indifferenza, ha subito anche un quasi totale isolamento, ricevendo inoltre accuse opportunistiche e pretestuose di manie di persecuzione, di essere un attaccabrighe o quant’altro.>>
>>Il sottoscritto, senza scendere dall’auto, chiedeva ripetute volte che venisse liberato il passaggio. Nel frattempo l’uomo col fucile aveva quasi finito di aggirare l’auto. Solo quando il sottoscritto faceva presente che altre vetture lo seguivano, il giovane tirava fuori la testa e, avendo di certo sentito il rumore dell’auto del dott. Licita che sopraggiungeva, immediatamente diceva qualcosa e, dai cespugli, dagli alberi, da dietro il muro, saltavano fuori circa 7-8 ragazzi, che in pochi secondi spostavano i tre mezzi. A ciò assistettero anche il dott. Licita e il figlio, che, rendendosi conto di ciò che era accaduto, “invitò” il sottoscritto ad abbandonare subito i luoghi. Il sottoscritto potè solo rilevare la targa (RG – 263230) dell’ultima auto (fuoristrada?) e solo di questa. Il dott. Licita ripartì soltanto qua

Loredana Solerte 01.12.05 06:57| 
 |
Rispondi al commento

beppe for president
fans club PortoAzzurro

mae e pao 30.11.05 23:01| 
 |
Rispondi al commento

non è di moda criticare la chiesa: il problema è che la chiesa ha fatto il suo tempo, la gente si accorge dei suoi mille errori e del suo lento declino. P.S. attenti perchè viviamo comunque il suo colpo di coda...

d.r.

dario ravasi Commentatore in marcia al V2day 30.11.05 21:25| 
 |
Rispondi al commento

don ciotti è una grande persona. il giorno in cui la maggior parte di noi sarà in grado di battersi x una società giusta e civile - come fa lui - lasciando alle spalle il mondo malato odierno faremo un passo evolutivo notevole e ci dimenticheremo di mafia, chiesa, stato...

dario ravasi

dario ravasi Commentatore in marcia al V2day 30.11.05 21:20| 
 |
Rispondi al commento

Si parla troppo spesso di preti veri; ma i preti sono tutti veri. Nella nostra società una certa ideologia ha reso di moda criticare i preti, nello stesso momento in cui andrebbero criticati proprio tanti severissimi e poco credibili giudici del prossimo. La mafia poi assume mille volti e si trova molto diffusa anche negli atteggiamenti di tantissime persone che pensano di possedere una grandissima saggezza.

Stefano Di Pasquale 30.11.05 21:15| 
 |
Rispondi al commento

Perchè le gerarchie eclesiastiche non dicono la loro e si esprimono su questo problema come fanno tuti i "santi" giorni su altri temi;forse questo non riguarda le coscienza e la morale cristiana !!?? FOrza paris.Giovanni da PG.

Giovanni Lostia 30.11.05 21:10| 
 |
Rispondi al commento

Colgo l'occasione per sottolineare in questo blog che l'Italia è stata rovinata NON SOLTANTO da Berlusconi, il quale tra l'altro è sulla scena politica da 10 anni.
Questo paese è stato rovinato da gente come Andreotti, condannato in via definitiva per associazione mafiosa il 15 Ottobre 2004, reato caduto in prescrizione perchè commesso prima del 1980.
Il senatore prescritto a vita

Lo scrivo giusto affinchè non se lo dimentichi nessuno. Con tutti i cazzi che abbiamo per la testa può capitare...

michele l 30.11.05 15:46| 
 |
Rispondi al commento

Certo che di sortite originali, questo governo ne ha avute tante in questi anni, caro Beppe! Non si può dire che sia stato un governo inattivo! Ma con la sua "filosofia del fare" ci sta distruggendo. E' inutile stare a elencare tutte le leggi (guai a definirle ad hoc, vero?), leggine e riforme fin qui fatte (tra le ultime quella sull'università). Beppe! Sono uno studente di 24 anni! SONO IMBIZZARRITO COME UN BISONTE! Mi sto logorando il fegato! Non ne posso più! Tornando alla legge delega AC 5362 sulla confisca dei beni alla mafia, "forse" i nostri dipendenti si sono dimenticati alcune frasi che Borsellino pronunciò ad un mese esatto dalla sua morte, parole semplici ma forti, di quelle che uno si dovrebbe scrivere su un foglio e portarsele con sè come promemoria:"……………La lotta alla mafia non deve essere soltanto una distaccata opera di repressione, ma un movimento culturale e morale, anche religioso, che coinvolga tutti, che tutti abitui a sentire la bellezza del fresco profumo di libertà che si oppone al puzzo del compromesso morale, dell’indifferenza, della contiguità, e quindi della complicità…………." Non voglio aggiungere altro, sono troppo arrabbiato! CIAO! Viva la libertà, viva Libera, viva Don Ciotti!

Federico Montagni 30.11.05 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Contro il comportamento dei furbi (mafia bianca) è importante anche un forte umorismo (facoltà grazie a cui si pensa,si conosce,si impara). Gli umoristi come BIERCE, in USA,hanno fatto emergere la "la criminalità dei lavori non manuali c.d. colletti bianchi".Grazie per l'impegno profuso da tutti coloro che combattono contro i FURBI.

c.carlo 30.11.05 15:21| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
devo comunicarti che la tua leadership di comico sul Blog sta per essere ceduto ad un "soggetto" di tutto rilievo,tale Benito Le Rose,che,oltre a manie di protagonismo,regala sempre vere e proprie chicche di sano umorismo,non ridevo così da mesi.Cacchio Beni',perchè non vai a Zelig? Che spreco!
Provoca,scrive,scrive,risponde,sputa,abbaia,fa le imitazioni,le capriole e poi scrive ancora e riscrive ma quanto scrivi però,eh? e che enfasi! Hai imparato da poco?
Vorrei ricordare al buon Benito che hanno inventato le chat per questo, scarica MSN o Yahoo messenger, vedrai quante paroline potrai scrivere in tempo reale e quante azzuffatine potrai prenderti con i tuoi "simpatizzanti".
Però offendere Beppe no,questo non lo accetto,ripetutamente poi.
Sei un coglione dai, ammettilo anche tu. Sei nel Blog sbagliato,te ne sei accorto? E come se andassi nella curva del Milan a gridare forza Juve ma poi, se hai un po di cervello,(tranquillo non è il caso tuo)scappi. Hai espresso il tuo disappunto, il tuo colore e la tua bandiera? Mo basta!
Se hai tutte queste manie di protagonismo,perchè non apri un bel sito tutto tuo, chiamalo con un nome rivoluzionario come te, tuonante, che fa paura e fa capire che non scherzi, che hai gli "attributi". Che ne so,chiamalo: www.testedicazzo-forum.com
Se non ti piace il Blog o non sei d'accordo con le nostre idee, PERCHE' NON VAI FUORI DAI COGLIONI? Beppe, capisco che tutti debbano esprimere la loro opinione, la libertà d'espressione, si, ma ti prego, le zanzare e le spine nel culo NO! Anche se mi mancheranno le sue battute e i suoi show, toglilo dal Blog, sono disposto a sacrificare parte del mio benessere quotidiano perchè mi sei caro e tengo anche al nostro gruppo che ogni giorno è sempre più compatto, solidale a te e in espansione. Non lo devi bruciare perchè poverino è "fatto così" ma perchè siamo a noi a chiedertelo. Sicuro che in parecchi sarete del mio parere vi saluto e vi abbraccio tutti.

con sincero Affetto
Carlo

Carlo Ventimiglia 30.11.05 13:35| 
 |
Rispondi al commento

Il Signoraggio indica l'insieme delle entrate derivante dal battere moneta. Il termine deriva dalla parola neolatina "signore". Oggi questo diritto appartiene allo Stato e nell'ambito delle moderne scienze economiche la stessa parola, signoraggio, indica il reddito monetario dato dalla differenza tra gli interessi percepiti sulle attività e il costo, modesto, di produzione delle banconote.
Il reddito da signoraggio, cioè la differenza tra valore nominale della moneta e costi di produzione, percepito dalla Banca d'Italia e dalle altre banche, è indebito e deve essere restituito ai cittadini, è quanto deciso dal Giudice di Pace di Lecce, nella sentenza del 26.09.2005. "Risulta” - si legge nella sentenza - "che solo il 5% è posseduto dall'INPS (Ente pubblico) e il restante 95% appartiene a privati, Gruppo Intesa, Gruppo San Paolo Imi, Gruppo Assicurazioni Generali, Bnl, ecc.."
Le banche centrali e quindi la Banca d'Italia non sono proprietarie della moneta che emettono e su cui, illecitamente e senza una normativa che glielo consente, percepiscono interessi grazie al tasso di sconto, prestandolo al Tesoro.
La questione è assurda solo ove si pensi che la stessa Banca d'Italia nel suo statuto all'art. 3, comma 3, così recita: "Le quote di partecipazione possono essere cedute, previo consenso del Consiglio superiore, solamente da uno ad un altro ente compreso nelle categorie indicate nel comma precedente. In ogni caso dovrà essere assicurata la permanenza della partecipazione maggioritaria al capitale della banca da parte di enti pubblici o di società la cui maggioranza delle azioni con di enti pubblici o di società la cui maggioranza delle azioni con diritto di voto sia posseduta da enti pubblici". MDC invita i cittadini a rivolgersi all’Associazione per inoltrare la richiesta delle somme indebitamente percepite. E’ possibile con E’ possibile contattare il numero 329 6860517 (sempre attivo) oppure scrivere all’e-mail: alessandropatrzi@mdc.it

Robert Alk 30.11.05 13:20| 
 |
Rispondi al commento

Sono una ragazza di 23 anni e ho da poco intrapreso un'attività lavorativa. Svolgo attività di segreteria in un Centro Servizi Acli e sono tantissimi i casi di persone che faticano a "sopravvivere" che mi capitano sotto gli occhi. Sono allibita per quante persone anziane debbano vivere con meno di 500 euro al mese e, nella maggior parte dei casi, con un affitto da pagare. I comuni riservano a queste persone agevolazioni irrisorie.
E' questo il benessere degli italiani? E' questa la ricchezza che pervade il nostro Paese?
Un'altra situazione che mi riguarda ancora più da vicino è quella lavorativa: certo che il lavoro c'è ma per quanti anni una persona deve lavorare senza avere un minimo di certezza economico/lavorativa? Come ci si può costruire un futuro da persone indipendenti?

Elena Re 30.11.05 12:32| 
 |
Rispondi al commento

Carissima Cinzia, è il voto disgiunto che fà la differenza: stando alle proiezioni, la CDL avrà 26 seggi contro i 17 dell'unione.
Una cosa è l'elezione del sindaco e un'altra è quella del consiglio comunale.
CIAO

Marco Monari 30.11.05 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Penso che se un italiano stuprasse un'extracomunitaria nel suo paese farebbe notizia.
Non siamo "autorazzisti".

GIOVANNI BLASI 30.11.05 11:45| 
 |
Rispondi al commento

@ federico corticelli il 30.11.05 10:30

ritengo gravissimo il fatto che episodi del genere avvengano nelle università.
È un riflesso della nostra società italiana
Che squallore

Loredana Solerte 30.11.05 11:40| 
 |
Rispondi al commento

Se a casa stanno bene, perchè disturbarli.
Si deve capire che i mafiosi sono come noi e desideano come noi, ma usano metodi diversi per ottenere tutto.
Le guardie poverine non possono fare niente anzi si vedono passare davanti analfabeti e nulla facenti con macchine da sogno (per chi?) che vestiti da distinti signori sono osannati dalla polazione.
Si deve capire che in Calabria (parlo solo di questa regione perchè la conosco direttamente) vince solo chi decide la mafia e non si discute.
Quindi basta con queste stronzate.
Ognuno è padrone del suo destino....

Fabio Maneli 30.11.05 11:39| 
 |
Rispondi al commento

Saluto tutti i lettori e schierandomi nettemente dalla parte di DON CIOTTI grido a tutta l'ITALIA che la mafia sta di nuovo rinverdendosi, e sghignazzando alle nostre spalle, lo noto per le strade del mio paese SCORDIA dove rivedo quegli atteggiamenti che notavo da ragazzino,spero che sia solo una mia impressione, ma nell'attesa che qualcosa si muova,anche da parte della societa' civile (magari senza la commemoazione di qualche coraggioso)proclamo uno sciopero ad oltranza dello Spinello a tutti i ragazzi che ne fanno uso,iniziando a rifiutare un piacere oggi per avere cento benefici domani sopratutto senza il sorriso sgradevole degli spacciatori.

Postato da: Salvo Centamore il 30.11.05 09:11

abbiamo capito che prendi per il c..o
la mafia nn sta rinverdendosi. la mafia purtoppo c'é, nn è sparita.
Quali atteggiamenti rivedi? ma che c...o dici...
nella tua canna dev'essere stata aggiunta dell'ammoniaca

Loredana Solerte 30.11.05 11:11| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,
vi prego do osservare questa mia riflessione perchè sono rimasto allibito di fronte ad un episodio accaduto a metà ottobre, e che tutti sapete: la laurea regalata a Tronchettino allo IULM di Milano. Ora io sono uno studente di questa università, frequento il secondo anno di scienze della comunicazione, e lavoro 5 ore al giorno per pagarmi gli studi. E un bel giorno entro in aula e mi vedo di fronte una persona che mi guarda con aria saccente, e che invece, come tutti sanno, dovrebbe essere ai lavori forzati talmente è indebitata, che mi parla di come investire nelle relazioni pubbliche. E gli danno la laurea, quella che io invece mi devo sudare (giustamente).Ho pensato una cosa molto semplice: ma il messaggio è questo? Ruba e sarai premiato? E sapete cosa ho fatto?Ho scritto al mio illustre rettore, indignandomi, e facendogli notare i dati relativi a quella persona orribile che è Tronchettino. Risposte, ovviamente zero. Allora ho deciso che forse è il caso di non sbattersi più di tanto, basta arrivare alla fine del ciclo senza eccellere. Perchè tanto anche se sei bravo non conta, c'è sempre chi ruba prima di te e che fa discorsi in aule di università.

federico corticelli 30.11.05 10:30| 
 |
Rispondi al commento

Come al solito questo governo fa di tutto per aiutare i propri "amici" mafiosi con leggi e provvedimenti ad hoc. Anche in questo caso è chiarissimo il conflitto di interess. Forza Don Ciotti!! No alla mafia, no a questo governo!

Claudio Paoli 30.11.05 10:18| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe!
Questa è l'ennesima conferma che mafia e governo vivono in una casa comune! Ci vorrebbe proprio un'epurazione di tutto questo male che mette in ginocchio il ns Paese e le ns istituzioni! Volevo rispondere a colui che involontariamente ha offeso tutti i siciliani e tutti i calabresi!Fabio io sono calabrese e ne sono molto fiero e da calabrese sono molto più arrabbiato di te contro la mafia e per giunta sono una persona onesta che ha sempre lavorato e cercato di fare qualcosa di buono per la propria gente e la propria terra! Purtroppo anch'io come tanti holasciato la mia terra, ma non prima di essermi scontrato e aver lottato con una realtà che non è per niente facile! Volevo invitarti a riflettere prima di dire certe cose e t'inviterei volentieri in Calabria per farti conoscere tanta gente onesta! Comunque Berlusconi è stato eletto da una grande maggioranza d'italiani non solo dai calabresi e dai siciliani e credo che coloro che lo hanno eletto debbano farsi un esame di coscienza e cercare di fare meglio alle prossime elezioni!Cerchiamo di essere uniti per ridare lustro al ns Paese e soprattutto al sud della penisola che è soltanto criticato ma mai ascoltato!Vorrei che i nuovi leader dell'Italia andassero a vivere nel sud d'Italia per vedere da vicino le difficoltà a cui sono sottoposte le famiglie per arrivare a fine mese! Da qui fare un programma di risanamento trasparente ed efficace!Ciao e viva l'Italia

Fabrizio Papaleo 30.11.05 10:14| 
 |
Rispondi al commento

Mi è spontaneamente venuto in mente di inviare il post al Presidente della Repubblica ... non so se servirà, ma l'ho fatto.

Ciao
Laura

Laura Menetti Commentatore in marcia al V2day 30.11.05 09:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma quale antiproibizionismo, basterebbe la certezza delle pene. Solo che con un parlamento pieno di condannati in via definitiva che legiferano liberamente secondo voi chi ha interesse dall'alto nel cambiare le cose?

sono le forze dell'ordine ed i giudici che dovrebbero reagire perche' servitori dello stato e non dei ladri! ma tanto l'importante e' che a fine mese si becchino la paghetta e che gli facciano qualche parata militare - loro sono tutti contenti quieti ed arrapati. e noi al solito nella tempesta.


ma che palle che schifo di paese

Fabio Ramassotto 30.11.05 09:31| 
 |
Rispondi al commento

ma secondo voi la storia della stabillizazione dei precari a Messina non rasenta molto questo articolo del cosice penale:

416-ter Scambio elettorale politico-mafioso
La pena stabilita dal primo comma dell’art. 416-bis si applica anche a chi ottiene la promessa di voti prevista dal terzo comma del medesimo art.
416-bis in cambio della erogazione di denaro.

ai magistrati dell'antimafia l'ardua sentenza.
P.S.: ricordo a chi non lo sapesse che l'articolo 416bis che prevede l'associazione mafiosa venne proprio riconosciuta e inserita nel codice penale a partire dal 1982 con la legge Rognoni-La Torre
Dopo l'assassinio di la Torre e del Gen Dalla Chiesa.
saluti

Vincenzo Curcio 30.11.05 09:27| 
 |
Rispondi al commento

Vabbe' ma scusate ma secondo voi perche' Berlusconi e' circondato da Siciliani e Calabresi?
Chi l'ha messo li'? Non vi siete accorti che e' solo un fantoccio che dice stronzate?


bye bye Italia

Sconforto Totale 30.11.05 09:24| 
 |
Rispondi al commento

se la mafia e convivente con la politica
l'italia non potra mai cambiare, è inutile
parlare e discutere sul problema mafia
se poi i veri mafiosi sono nello stato
io credo che ci vogliono pene severe e togliere
il superfluo dal governo tanti partiti che non hanno valore e tantissimi politici che no hanno utlitàoggi si vede solo il nascere di nuovi partiti e nient'altro.L gara al potere è aperta
per poi piangere per un attimo, e fare bolle di sapone su delitti di mafia,per poter dire facciamo.... diciamo... costruiamo.. e chi più ne ha ne metta ...per non far nulla ma solo per presentarsi al popolo che non è più sovrano, ma con gl'occhi spenti da non vedere e non capire
che tutti proprio tutti ci stanno prendento in giro. non ci sono politici e politica che potra risoolvere il nostro problema,quindi non facciamocci meraviglia di tutte ste stranezze
vedi cirio vedi mafia vedi fazio e vedi e vedi e vedi e ancora vedei .......
ciaso vincenzo
SVEGLIAMOCCI

Tosti Vincenzo 30.11.05 09:22| 
 |
Rispondi al commento

Saluto tutti i lettori e schierandomi nettemente dalla parte di DON CIOTTI grido a tutta l'ITALIA che la mafia sta di nuovo rinverdendosi, e sghignazzando alle nostre spalle, lo noto per le strade del mio paese SCORDIA dove rivedo quegli atteggiamenti che notavo da ragazzino,spero che sia solo una mia impressione, ma nell'attesa che qualcosa si muova,anche da parte della societa' civile (magari senza la commemoazione di qualche coraggioso)proclamo uno sciopero ad oltranza dello Spinello a tutti i ragazzi che ne fanno uso,iniziando a rifiutare un piacere oggi per avere cento benefici domani sopratutto senza il sorriso sgradevole degli spacciatori.

Salvo Centamore 30.11.05 09:11| 
 |
Rispondi al commento

A tutti quelli che vogliono battere la mafia.Antiproibizionismo!!! Le mafie di tutto il mondo vivono con i guadagni della droga proibita.Proibita perche' possa essere venduta a prezzi 1000 volte superiore al suo effettivo.Con quei soldi si corrompono tante persone moralmente minorate. Si rifletta su questo tema.Tema spinoso per le coscienze umane,ma necessario.Ciao.
Postato da: stefano lentini il 29.11.05 17:30
...................................................................................................

La mafia nn vive solo di droga. Ma è sicuramente un elemento indispensabile.
L'antiproibizionismo sarebbe un efficace contrattacco
sono daccordo con te Stefano.

Loredana Solerte 30.11.05 08:04| 
 |
Rispondi al commento

consiglio vivamente a tutti di copiare questa lettera e spedirla via mail ai vostri amici, una proposta di legge così infame non deve restare nascosta!!

daniele leso 30.11.05 07:58| 
 |
Rispondi al commento

A Messina assunzioni elettorali
di Carmelo Lopapa (Repubblica.it, 24 novembre 2005)

Un emendamento di An alla Finanziaria spalanca le porte della pubblica amministrazione a 500 precari del Comune di Messina.
Accade a tre giorni esatti dalla competizione elettorale nella quale proprio un candidato del partito di Fini, Luigi Ragno, contenderà all'avversario dell'Unione Francantonio Genovese la poltrona di sindaco.
Un'operazione che porta il sigillo dello stesso leader di An, in accordo col ministro dell'Economia Tremonti. È bastato un piccolo tratto di penna per correggere il provvedimento, inserito nel decreto fiscale, che in un primo tempo prevedeva la stabilizzazione per i precari delle città con almeno 300 mila abitanti. La modifica ha ridotto la soglia alle ''città con almeno 250 mila residenti'', sufficiente a far rientrare in gioco appunto Messina e i suoi 500 lavoratori socialmente utili.

Cinzia Puglisi 30.11.05 07:13| 
 |
Rispondi al commento

Marco Monari il 30.11.05 05:44
MARCO MONARI, MA CHE DICI:

www.rainews24.it/Notizia.asp?NewsID=58204

Mercoledì, 30 Novembre 2005 ore 6:41 CET (GMT +01:00
Messina. Elezioni comunali: si va verso il ballottaggio
Messina, 29 novembre 2005
Lo scrutinio di poco meno del 50% dei seggi (120 su 254) conferma la tendenza al ballottaggio per l' elezione del sindaco di Messina.
Il candidato della Cdl, Luigi Ragno, ha il 46,95% delle preferenze; quello del centrosinistra, Francantonio Genovese, il 45,16%.
Queste le percentuali degli altri aspiranti a sindaco: Nunzio Romeo, del Movimento per l' autonomia, il 7%; Filippo Clementi, di Alternativa sociale Sicilia con Alessandra Mussolini, lo 0,48%; e Vincenzo Alastra, di Fiamma Tricolore, lo 0,41%.

Cinzia Puglisi 30.11.05 06:41| 
 |
Rispondi al commento

dal quotidiano di Bossi:

Il Premier: vertice sul ddl risparmio

Devo convocare - ha detto Berlusconi - un vertice per verificare se tutti i partiti della Cdl sono d’accordo su alcune modifiche riguardanti la Banca d’Italia e le pene. Non quelle sul reato di danno su cui c’è‚ l’accordo, ma quelle sul reato di pericolo.Il Premier ha anche detto che la questione di un’eventuale eliminazione della Golden share va chiesta al ministro dell’Economia Giulio Tremonti.In merito alla proposta di Berlusconi è intervenuto il senatore Luigi Grillo, il quale ha sottolineato che «La prospettazione, da parte del presidente del Consiglio, di una riunione di maggioranza nella quale valutare se e quali modifiche apportare al Ddl sul Risparmio è una risposta tempestiva e positiva all’esigenza che fosse lo stesso Berlusconi, con l’equilibrio e il realismo con i quali affronta questi problemi di particolare complessità, a occuparsi in prima persona della materia».[Data pubblicazione: 29/11/2005]

giorgia della seta 30.11.05 06:38| 
 |
Rispondi al commento

DAL GIORNALE DELLA LEGA: COMPITO A CASA. ESPRIMETE UN GIUDIZIO SULLE DUE NOTIZIE.
Quando si dice bisogna essere lungimiranti...

Incorporati Mcc e FinecoFininvest nel patto di Capitalia

Anche Fininvest entra nel patto di sindacato di Capitalia che ha approvato l’incorporazione di Mcc e Fineco nella capogruppo guidata da Cesare Geronzi e Matteo Arpe. Attraverso i concambi dell’ex Mediocredito centrale entrano tra i “soci forti” oltre alla società di Berlusconi anche i gruppi Merloni, Angelini e Pesenti, che si uniscono a quelli già presenti. Complessivamente il patto riunisce il 31,6% del capitale di cui il 30,5 sindacato. Una nuova riunione degli azionisti del patto è prevista per il prossimo gennaio, quando sarà già efficace la nuova ripartizione delle quote, ha assicurato il presidente del sindacato, Vittorio Ripa di Meana. In quell'occasione si potranno forse conoscere le intenzioni di Abn Amro, primo azionista di via Minghetti, se risalire o meno al 9% del capitale della banca romana. Il patto può comunque incrementare ancora di un 3% le quote sindacate, ha ricordato Arpe. In predicato di entrare in futuro nel patto c’è sempre la fondazione Cassa di Risparmio di Roma. Geronzi ha comunque apprezzato l’apertura mostrata dall’Ente capitolino e si è mostrato fiducioso sulle prossime mosse da Amsterdam. Al termine dell’assemblea ha infatti affermato di non credere che quando scatterà l’opzione di vendita per Abn, nell’ottobre 2006, gli olandesi usciranno.[Data pubblicazione: 29/11/2005]
Il Premier: vertice sul ddl risparmio

Devo convocare - ha detto Berlusconi - un vertice per verificare se tutti i partiti della Cdl sono d’accordo su alcune modifiche riguardanti la Banca d’Italia e le pene. Non quelle sul reato di danno su cui c’è‚ l’accordo, ma quelle sul reato di pericolo.Il Premier ha anche detto che la questione di un’eventuale eliminazione della Golden share va chiesta al ministro dell’Economia Giulio Tremonti.In merito alla proposta di Berlusconi è i

giorgia della seta 30.11.05 06:36| 
 |
Rispondi al commento

Noi ci incazziamo, ci si indigna, urliamo contro tutte le mafie e malediciamo tutti i mafiosi.... ma la CDL a Messina ha preso in mano il consiglio comunale con il 55% dei voti... meditiamo gente meditiamo....

Marco Monari 30.11.05 05:44| 
 |
Rispondi al commento

No al PONTE della MAFIA !!!!

No al PONTE della MAFIA !!!!

No al PONTE della MAFIA !!!!

No al PONTE della MAFIA !!!!

No al PONTE della MAFIA !!!!

No al PONTE della MAFIA !!!!

No al PONTE della MAFIA !!!!

No al PONTE della MAFIA !!!!

No al PONTE della MAFIA !!!!

No al PONTE della MAFIA !!!!

No al PONTE della MAFIA !!!!

No al PONTE della MAFIA !!!!

Rokko creaco 30.11.05 05:04| 
 |
Rispondi al commento

CHI non si RIBELLA è COMPLICE,
CHI è COMPLICE è un MAFIOSO !!

CHI non si RIBELLA è COMPLICE,
CHI è COMPLICE è un MAFIOSO !!

CHI non si RIBELLA è COMPLICE,
CHI è COMPLICE è un MAFIOSO !!

Rokko creaco 30.11.05 04:59| 
 |
Rispondi al commento

NO AL PONTE DELLA MAFIA !!!!!

Rokko creaco 30.11.05 04:55| 
 |
Rispondi al commento

Bah! Purtroppo non mi scandalizzo più di tanto... Se si pensa che la mente che ha concepito il partito di maggioranza al governo (Dell'Utri) si è beccato, in primo grado, 9 anni per concorso esterno in associazione mafiosa....

Nadir Mognato 30.11.05 01:39| 
 |
Rispondi al commento

Spero che almeno in questo la sinistra sia unita e responsabile!!!Resistere resistere resistere!!! solo questo deve essere l'obiettivo negli ultimi mesi di questo governo ladro!

Mura Antonio 30.11.05 00:29| 
 |
Rispondi al commento

QUESTI SONO SEMPRE PIU'TRASPARENTI.

BOBO CONTI 30.11.05 00:12| 
 |
Rispondi al commento

MI SEMBRA TUTTO MOLTO MA MOLTO EVIDENTE.

BOBO CONTI 30.11.05 00:11| 
 |
Rispondi al commento

E' arrivato il momento in cui bisogna dimostrare che questo non è un governo di illusionisti e che anche se follini, per non dire casini, remano contro (come si diceva nei bei tempi andati), bisogna mantenere le promesse.
ve lo ricordate lo striscione in curva che chiedeva a berlusconi di mantenere le promesse e di abrogare il 41 bis, il carcere duro per intenderci per i reati di mafia? Ve li ricordate gli stallieri? i processi per mafia? vi ricordate su cosa indagavano falcone e borsellino?
questo non è un governo di casini-sti; è arrivato il momento di fare un'operazione verità per questo che il nostro Cavaliere Onorevole presidente del consiglio Silvio Berlusconi si recherà in tutte le regioni d'Italia; grazie presidente incominci pure dalla sicilia che tanto a dato al suo partito

aloisio apicella 30.11.05 00:05| 
 |
Rispondi al commento

è incredibile!Il Demanio non riesce a sbrigarsi le normali pratiche di sua competenza(Autorizzazioni,Concessioni,ecc...)e loro vogliono continuare a perseverare nell'errore.

Luca Gaiser 29.11.05 23:01| 
 |
Rispondi al commento

MAFIOSI!!!! SOLO COSI POSSONO ESSERE DEFINITI COLORO CHE VOGLIONO MODIFICARE LA LEGGE LA TORRE.

MARCO CUSIMANO 29.11.05 22:07| 
 |
Rispondi al commento

ci risiamo...ma non ci caschiamo più.
come al solito le tv e i loro telegiornali fanno disinformazione.
questa sera al tg5 ho sentito dire che per gli acquisti di natale gli italiani ricorrono agli acquisti con pagamenti a rate "a interessi zero".
gli interessi...le spese di conto e quant'altro sarebbe sopportato dai commercianti per favorire gli acquisti che così sarebbero aumentati di molto.
e siamo tutti contenti e soddisfatti che qualcuno si accolli gli interessi delle nostre rate.
che bello.
MA CHE CAZZO VOGLIONO FARCI CREDERE?????
MA QUANDO MAI UN BENE ACQUISTATO A RATE COSTA DI MENO DI UNO ACQUISTATO IN CONTANTI?????
il vero motivo per cui compriamo a rate è che non abbiamo più un soldo nel salvadanaio.
NON ABBIAMO PIU' SOLDI.
e così siamo costretti a comprare a rate. provate a fare una telefonata alla AGOS (è una delle tante "finanziarie") e vedrete che non vi mollano più.
ti offrono denaro "gratis"..."senza spese"..."in contanti".
MA QUANDO MAI UNO CHE HA I SOLDI TE LI PRESTA SENZA SPESE???????
adesso per favore...a natale...cerchiamo di comprare cose utili...cose poco costose.
NON COPRIAMOCI DI DEBITI PER FARE REGALI DI NATALE.
facciamo invece un versamento di qualche euro a qualche fondazione...associazione...del tipo unicef, per aiutare i bambini poveri.
o magari qualche altra associazione.
e poi a natale...a parenti ed amici facciamo vedere il vaglia postale col quale abbiamo fatto il versamento e diciamo loro :"ecco...quest'anno non faccio regali...QUESTO E' ANCHE IL VOSTRO REGALO di natale per i più bisognosi".
ABBASSO CHI C'HA I SOLDI E TE LI VUOLE DARE "SENZA INTERESSI E SENZA SPESE".

cato & cato 29.11.05 21:37| 
 |
Rispondi al commento

cominciamo a informarci su come fare a ingarbugliare le cose.
perchè la mafia potrebbe anche essere legale.
leggete questo articolo

http://www.lombardiaimprese.it/cnt_articles.php~articolo~~~841~~categoria~~~25.html

michele falchi 29.11.05 21:31| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo ad Anna Buzzoni che ha postato il 29.11.05 alle 14:23

Ciao, l'argomento che si tratta in questa pagina è leggermente diverso; ti consiglio di cercare dove già l'argomento viene ampiamente trattato magari usando un motore di ricerca.
Ciao!
Marco.

Marco Pigliapoco 29.11.05 19:17| 
 |
Rispondi al commento

la regione sicilia ha cambiato lo slogan della campagna elettorale
quello nuovo è
OCRA SICILIANO


Ocra è il colore del grano, che un tempo era coltivato largamente. Ocra è il colore della Sicilia, specie d'estate. Ocra è il colore del deserto che invade sempre più la nostra amara terra. Eppure un tempo questa terra era ricca di boschi.
io preferisco una Sicilia verde di piantagioni e blu per il mare intorno.
Via chi inaridisce la Sicilia, via chi le ruba l'acqua e cementifica il territorio. Via i mafiosi.
RITA BORSELLINO
PER CHI VUOLE CAMBIARE DAVVERO

Cinzia Puglisi 29.11.05 19:03| 
 |
Rispondi al commento

la raccolta di firme avrà valore se il firmatario aggiunge il suo nome completo + indirizzo di residenza completo.
Sta girando anche una raccolta di firme per lo stesso scopo nella quale basta si chiede di mettere solo nome e cognome: non basta e quindi non ha valore.
Aiutiamo Don Ciotti mettendo tutti i nostri dati personali. E soprattutto prendendo una tessera di Libera, più tesserati ci saranno e più forza avrà libera. Dovremmo puntare ad 1.000.000 di tesserati. E' possibile ? Basta aprire il sito di Libera e vedere le istruzioni...

Franco

franco borghi 29.11.05 19:01| 
 |
Rispondi al commento

Se i telegiornali parlassero di queste cose anzichè di Albano e la Lecciso forse la nostra coscienza prenderebbe atto dei valori necessari per la vita di tutti i giorni. Ma siamo sicuri che noi non vogliamo la Lecciso? Forse distrarci con queste pirlate ci fa comodo? Non so più cosa pensare e dire. Un abbraccio a tutti

mario paleardi 29.11.05 18:51| 
 |
Rispondi al commento

A tutti quelli che vogliono battere la mafia.Antiproibizionismo!!! Le mafie di tutto il mondo vivono con i guadagni della droga proibita.Proibita perche' possa essere venduta a prezzi 1000 volte superiore al suo effettivo.Con quei soldi si corrompono tante persone moralmente minorate. Si rifletta su questo tema.Tema spinoso per le coscienze umane,ma necessario.Ciao.

stefano lentini 29.11.05 17:30| 
 |
Rispondi al commento

LA LOBBY MAFIOSA

Questo tentativo di depotenziare l'efficacia della legge Rognoni_La Torre dovrebbe ricevere più attenzione dai media come qualcuno ha giustamente sottolineato. Mi fa sospettare che esista in Parlamento tra le altre anche una lobby della Mafia. Vorrei tanto sapere da Grillo CHI SONO I PROMOTORI DI QUESTA MODIFICA: NOMI E COGNOMI. Li voglio vedere pubblicati su questo blog. Cari concittadini, vi prego di inoltrare anche voi questa richiesta a Grillo.
Facciamo qualcosa per favore.

gianfranco maruccio 29.11.05 17:10| 
 |
Rispondi al commento

E' ammirevole quanto svolge don Luigi Ciotti. Io sono nata a Napoli una città bellissima ma allo stesso tempo estremamente difficile nella quale diventa complicato fare qualsiasi cosa, pertanto dare spazio ad iniziative che mettalo al primo posto la legalità e la giustizia è importatissimo, perchè a Napoli come in tanti altri posti problematici le persone oneste ci sono e sono tante. A queste persone si deve dare la forza e il coraggio di combattere e di sognare.
Nunzia D'Aniello

Nunzia D?Aniello 29.11.05 16:51| 
 |
Rispondi al commento

io non riesco a capire, come sia possibile far passare certe notize all'ombra di gran polveroni... si è fatto un gran discutere di proporzionale, e maggioritario e le quote rosa dell'attrice di soap opera Stefy Prestigiacomo e certe 'bombe' vengono 'dimenticate' da qualsiasi organo d'informazione...
e studio aperto che mi fa' un servizio sul cane che si è rotto l'unghia, e il tg4 ... il tg 4
...
perchè non chiediamo spiegazioni, a organi d'informazioni e nostri dipendenti...

rob 29.11.05 16:23| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei dare forza e speranza ad un Paese come il nostro che di risorse ne ha tante, eppure ogni giorno mi capita di incontrare solo insoddisfatti. Pochissimi i servizi al cittadino che funzionino, pensioni rasoterra, trasporti inefficienti, un quadro davvero negativo.Ce ne vogliamo rendere conto che il vero problema è la giustizia in Italia e che è l'unico punto da cui ripartire? Perchè gli italiani si sono assopiti, sfiduciosi e privi di interesse per il loro futuro. O i politici si riaquistano la fiducia o qui ci andrebbe una bella rivoluzione e pulizia a destra e sinistra! Scaldiamoci pure gli animi, che è ora..

Chiara Pizzighello 29.11.05 16:17| 
 |
Rispondi al commento

LE CONDIZIONI CONTRATTUALI CAPESTRO DELLA ADSL DI TELE 2

“il Cliente avrà la facoltà di recedere in ogni momento con preavviso di 30 giorni da comunicare a TELE2”

però......

1) Se recedi prima della scadenza naturale del contratto ti devi pagare lo stesso tutti i 12 mesi del canone della ADSL: - “tutti i corrispettivi di cui all’art. 15 (ivi inclusi gli eventuali canoni per il noleggio del modem) dovuti fino alla scadenza della Durata prevista e/o prescelta dal Cliente”

2)Ti devi pagare pure il canone di noleggio del modem, anche se nel frattempo si rompe !!

3) Devi rendergli a spese tue il modem che avevi a noleggio (corriere espresso 60 euro) e se non glielo mandi ti addebitano la bellezza di 69 euro: - “la cessazione, per qualsiasi motivo, delle presenti condizioni generali determina l’obbligo del Cliente di restituire a TELE2, entro 30 giorni dal momento in cui la cessazione divenga efficace, il dispositivo e gli eventuali accessori a proprie spese. In caso di mancata restituzione, trascorsi 90 giorni dalla cessazione delle presenti condizioni generali, nonché in caso di restituzione di dispositivi danneggiati, il Cliente dovrà corrispondere a TELE2 una penale pari a € 69”.


“Alla scadenza della Durata prescelta dal Cliente, le presenti condizioni generali si intenderanno tacitamente rinnovate alle medesime condizioni per periodi, di volta in volta, di durata pari ad un anno, salvo che una delle parti non comunichi all’altra la propria disdetta almeno 60 giorni prima della scadenza”.


TRADUZIONE: PUOI RECEDERE QUANDO VUOI CON 30 GIORNI DI PREAVVISO, MA TI PAGHI TUTTE LE SPESE DI UN ANNO DI CONTRATO oppure DEVI DARE DISDETTA 60 GIORNI PRIMA DELLA SCADENZA ANNUALE, ALTRIMENTI IL CONTRATO SI RINNOVA AUTOMATICAMENTE DI UN ALTRO ANNO ALLE MEDESIME CONDIZIONI ! !!!

cESARE pIRI 29.11.05 15:59| 
 |
Rispondi al commento

Quando questi 4 cani della sinistra erano al Governo hanno fatto danni indicibili ( come in tutte le altre parti del mondo ); oggi si ripropongono per guidare il paese farneticando sugli obiettivi mancati dal Governo in carica e continuando ad adottare l'unica strategia che conoscono: il terrorismo e la menzogna.
Fortuna loro che la madre degli ruba stipendio votanti a sinistra, è sempre incinta

Giordo Giorgio 29.11.05 15:49| 
 |
Rispondi al commento

Trovo sempre più scandaloso questo progresso della mafia in un Paese che si definisce civile, che con il passare degli anni e dei governi dovrebbe sempre più dare durissimi colpi alle mafie tanto da annientarle nel nome del popolo sovrano e invece sono le mafie che danno durissimi colpi allo Stato con il rischio di annientarlo.
D'altra parte non è certo adesso che si sono scoperte le collusioni tra mafia, affari, finanza e politica.
Ho un sogno, l'ho sempre avuto, di vivere in un' Italia libera, che fosse esempio per altre nazioni di capacità di lotta contro poteri occulti, un'Italia del popolo sovrano, dei cittadini liberi e in grado di scegliere il proprio futuro.
Aderisco pienamente contro la protesta nei confronti di quei dipendenti che agiscono contro lo stato, contro di noi, permettendo leggi che restituiscano o meglio che regalino ai mafiosi ciò che costoro ci hanno rubato con le loro violenze.
Penso a questi dipendenti (i parlamentari)che agiscono contro l'azienda he li ha assunti (Lo Stato Italiano). Ma secondo le leggi del lavoro, un lavoratore che reca danno all'azienda, sia economicamente che in immagine non può essere licenziato automaticamente per giusta causa?

Giancarlo Piccitto 29.11.05 15:36| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Loredana,

ma perche' si cerca di provocare ad ogni costo?
Cosa c'entra il fatto di come mi firmo... focalizzare l'attenzione su questo e' spostare il punto della discussione sul niente.
Io ti solo fatto notare che, secondo me, non puoi affermare che tutti i commenti che vengono censurati sono commenti inutili.
Ho postato parecchio e sono stato censurato parecchio, solo perche' parlavo del condono di cui avrebbe usufruito grillo.
Confermo che per me e' un grande, che l'ho appoggiato e che sono andato a diversi suoi spettacoli. Ma perche' non si puo' avere un atteggiamento moderato? O si e' con lui o si e' contro di lui? Non capisco...
Il buonismo non centra... e' solo che mi sono preso una grossa delusione (e non solo io) con Grillo.
Per me e', assieme alla famiglia Fo, Terzani e altri, un modello...

>>Uno che dubita di Grillo, è difficile che lo
>>finanzi.

Ma come si fa ad andare avanti cosi' con il paraocchi? Uno non puo' avere dubbi? Ed appoggiare certe iniziative lo stesso?

Ho bisogna solo idolatrare? In Italia mi sembra che si possa essere solo di parte, o da una o dall'altra. E ovviamente la parte dalla quale si sta e' immacolata, perfetta, senza macchia...
Ma come si fa? Ma non capiamo che sono tutte persone? Che possono sbagliare anche i nostri miti, politici, amministratori? Perche' difenderli o accusarli a spada tratta solo seguendo le simpatie o le nostre emozioni? E' vero che manca in Italia un personaggio carismatico che ci faccia sognare, ma non per questo bisogna sempre andare in giro con la testa fra le nuvole, no?

Riassumo:

-Beppe e' un grande!
-Ma se ha evaso il fisco e approfittato del condono tanto criticato nei suoi spettacoli, ha fatto una cazzata.
-la cesura che viene fatta in questo sito, per difendere la sua immagine e' triste.

Federico Flego.

Federico Flego 29.11.05 14:43| 
 |
Rispondi al commento

Ciao,
questa e' la prima volta che scrivo, anche se vi leggo sempre. Volevo il vostro aiuto per recuperare nel web articoli e spunti interesanti per una tesi di laurea master sull'effetto dell'Euro in Italia, soprattutto il ruolo che ha avuto Prodi in tutta la faccenda.
Grazie mille,
Anna from Dublin

Anna Buzzoni 29.11.05 14:23| 
 |
Rispondi al commento

Ciao,
questa e' la prima volta che scrivo, anche se vi leggo sempre. Volevo il vostro aiuto per recuperare nel web articoli e spunti interesanti per una tesi di laurea master sull'effetto dell'Euro in Italia, soprattutto il ruolo che ha avuto Prodi in tutta la faccenda.
Grazie mille,
Anna from Dublin

Anna Buzzoni 29.11.05 14:22| 
 |
Rispondi al commento

La colpa è nostra, non ci importa di niente ci indignamo e poi ?......
Ho vissuto per molti anni in un paese dove alcune sere i ragazzi le passavano andando in giro a sparare con la pistola, per non parlare delle scene da film americani di sparatorie e tantissime altra merda che ho visto e vissuto.
Ora quando torno a casa mi accorgo che è ancora peggio, questi vigliacchi si sono solo ripuliti esternamente, perchè ormai possono apparire e ricoprire anche cariche pubbliche. MI piange il cuore ma la vita è una ed io non voglio ritornare ed essere sommerso dalla merda di nuovo.

Fabio Maneli 29.11.05 14:05| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco perchè i nostri "dipendenti" e non onorevoli debbano far passare delle leggi così.
I dipendenti che lavorano male o che ledono il bene di un'azienda, normalmente vanno LICENZIATI!

Pedro Madera 29.11.05 13:35| 
 |
Rispondi al commento

Domani, mercoledì 30 novembre, la Carovana Internazionale Antimfie 2005 sbarcherà in Sardegna e sarà ricevuta dal Presidente del Conisglio regionale, Giacomo Spissu, che, nell'occasione, sottoscriverà l'appello promosso dall'associaizone Libera di Don Ciotti per salvare la legge sui beni confiscati alla mafia. Il Presidente dell'assemblea legislativa sarda, con questo gesto, vuole così testimoniare il suo impegno a difesa di una normativa che ha prodotto importanti risultati in Italia.

L'addetto stampa
Alessandro Aramu

Alessandro Aramu 29.11.05 13:11| 
 |
Rispondi al commento

Domani, mercoledì 30 novembre, la Carovana Internazionale Antimfie 2005 sbarcherà in Sardegna e sarà ricevuta dal Presidente del Conisglio regionale, Giacomo Spissu, che, nell'occasione, sottoscriverà l'appello promosso dall'associaizone Libera di Don Ciotti per salvare la legge sui beni confiscati alla mafia. Il Presidente dell'assemblea legislativa sarda, con questo gesto, vuole così testimoniare il suo impegno a difesa di una normativa che ha prodotto importanti risultati in Italia.

L'addetto stampa
Alessandro Aramu

Addetto stampa del Presidente del Consiglio regionale della Sardegna 29.11.05 13:11| 
 |
Rispondi al commento

Avrei molto altro da dire ma ora devo sospendere; concludo, per ora con una raccomandazione : leggete i 2 libri della KAOS "Berlusconi, inchiesta sul signor TV" e "Gli affari del PResidente".
Anche se il criminale di ARCORE, tessera P2 1816 ha un sacco di denaro, accumulato violando sistematicamente le leggi italiane, mai potra' smentire le verita' contenute in quei 2 volumi;
la fortuna del criminale tessera P2 1816 e' una sola, oggi : gode di complicita' e di connivenze che lo stanno salvando.

Pietro Campoli 29.11.05 13:07| 
 |
Rispondi al commento

Solo una "Norimberga" alla casta politica criminale italiana (POLO-ULIVO), solo quel processo che PAsolini voleva fare alla DC negli anni '70 potra' liberare il Popolo italiano dal regime della P2 e del PCI-PDS-DS;
PAsolini le prove non le aveva, oggi le prove contro i criminali che si sono impossessati dello Stato Italiano ci sono : basta non essere MAFIOSI, OMERTOSI ma persone LIBERE
Chi vuol aiutare me, ma anche tutti noi in questa guerra per la VERITA', la LEGALITA' e la GIUSTIZIA puo' dare il proprio contributo, oltre che a questo BLOG anche al BLOG http://pcampoli.blogspot.com

Pietro Campoli 29.11.05 13:02| 
 |
Rispondi al commento

http://www.splinder.com/mediablog/antofu/media/6408987

http://www.splinder.com/mediablog/antofu/media/6408987

http://www.splinder.com/mediablog/antofu/media/6408987

http://www.splinder.com/mediablog/antofu/media/6408987

http://www.splinder.com/mediablog/antofu/media/6408987

Ire nula 29.11.05 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Come mai nessuno in Italia, ne' tra gli "avversari politici" ne' negli organi di informazione, ha pensato di informare correttamente l'elettorato durante la campagna elettorale del 1994?
Il 12-09-1994 ho capito perche' : per quello che mi e' accaduto al festival Nazionale dell'Unita' di Modena http://xoomer.virgilio.it/pcampoli/940912.html

Pietro Campoli 29.11.05 12:55| 
 |
Rispondi al commento

Leggendo le 18 pagine della Introduzione del libro "Berlusconi, inchiesta sul Signor TV" edito dalla casa editrice Kaos, 1994 http://xoomer.virgilio.it/pcampoli/Premessa-berluscaTV.htm
si apprende che :
1 - la tessera P2 1816 aveva offerto un assegno in bianco a Ruggeri e Guarino affinche' non pubblicassero nel 1987 il libro "Berlusconi, inchiesta sul signor TV" edito da Editori Riuniti, casa editrice del PCI.
2 - la tessera P2 1816 trascino' in Tribunale Ruggeri-Guarino che avevano rifiutato l'assegno; ma la Cassazione, dal marzo 1993 ha totalmente scagionato gli autori del libro per il reato di diffamazione.
3 - la tessera P2 1816 il27-09-1988 ha violato la legge rendendo falsa testimonianza sulla data di iscrizione alla loggia P2.
http://xoomer.virgilio.it/pcampoli/sentenza.html

Pietro Campoli 29.11.05 12:48| 
 |
Rispondi al commento

Si combatte la mafia solo con la Verita'-
E la verita' e' che oggi, in Italia, siamo nel regime della P2 e del PCI-PDS-DS.
Le prove?
Oramai comincio a stancarmi di scrivere al vento, gente onesta di destra, di centro, di sinistra cercate di spegnere la TV e di leggere!!!! leggete ad esempio cio' che il criminale di guerra Tessera P2 1816, matricolato bugiardo n. 215/89 Reg. Gen. della Corte di Appello di Venezia voleva occultare

Pietro Campoli 29.11.05 12:47| 
 |
Rispondi al commento

Pietro Campoli
grande sito il tuo
grande anche te

Loredana Solerte 29.11.05 12:43| 
 |
Rispondi al commento

C'e' censura?

Pietro Campoli 29.11.05 12:38| 
 |
Rispondi al commento

Scusa Beppe, intendevo dire ke il flefo finanzia le tue iniziative

Loredana Solerte 29.11.05 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Fede Flefo il 29.11.05 12:25
come faccio a rispondere a uno che si firma prima Ico Flefo poi Fede Flefo e aggiunge anche Fred?
nn ho mai letto questo nick prima.
Secondo me sei solo un troll che si camuffa bene nel buonismo.
Uno che dubita di Grillo, è difficile che lo finanzi.
Ma a ki la vuoi dare a bere?

Loredana Solerte 29.11.05 12:32| 
 |
Rispondi al commento

X Loredana Solerte

Parli con molta competenza!

Come fai a sapere che tutti i post censurati sono "scarabocchi inutili"?

Non mi sembrava di aver scritto solo inutilita'...
Tantomeno parolacce e/o insulti!

O fai parte dello staff pittore e cerchi di recuperare la sua immagine?

Illuminami per favore!

Fred

Fede Flefo 29.11.05 12:25| 
 |
Rispondi al commento

X CARLO PRIANI

Ciao Carlo,

Effettivamente quello dei commercianti non e' il mio mondo e ho tanto da capire... :)
...
Alcuni miei post precedenti (e non solo miei), civili ed educati, sono stati rimossi in quanto sollevavano il problema della presunta (sembra certa) fruizione da parte del Bepi (che rimane per me comunque un mito!) del condono fiscale, da lui aspramente criticato.

Sono d'accordo con te che Grillo non verra' mai a rispondere a questa in questo
blog. Come avevo gia' scritto, lui non ha il tempo di leggerla e probabilmente paga (?) dei collaboratori per "tenerla pulita" e per riferirgli gli argomenti di interesse.

A questo punto, e' evidente che lui sia a conoscenza di questo filone (filoncino!) di discussione riguardo un suo probabile atteggiamento contraddittorio.

Forse sbaglio, ma il fatto che ci sia stata questo tipo di censura, da lui autorizzata e, probabilmente, suggerita, e' in evidente contrasto con i gli ideali che promuove di informazione libera e democrazia diretta.

Questa cosa proprio non riesco a mandarla giu'. Io sostengo (anche economicamente) Grillo nelle sue iniziative, vado ai suoi spettacoli.
Per me e' un mito... ma questo atteggiamento da politico dei nostri tempi, proprio non lo capisco.
Per questo penso che sia giusto che si faccia sentire. Se non lo fa, sapendo che alcuni di noi si sono accorti (sulla propria pelle) della sua censura... per me e' come un'ammissione di colpevolezza. Non fraintendermi, non sono giustizialista, il fatto e' che, ammissione x ammissione, meglio farla in faccia che alle spalle con la scure. Mi sembra che Grillo adotti la tecnica "si sgonfiera' da solo". E ha ragione! Se dicesse qualsiasi cosa in merito, lo amplificherebbe. Ma e'
una cosa di cui gia' Berlusconi e' maestro. Non replicare, non accettare il confronto... tanto, poi gli italiani gia' il giorno dopo si saranno gia' scordati...
Resta comunque lodevole per tante sue iniziative, ma questa cosa della censura... bleah!

Tante buone cose.

Ico Flefo 29.11.05 12:19| 
 |
Rispondi al commento

Ti capisco Valentina, ma penso siano ancora "guaglioni" (è scritto giusto?..)
dai e dai, cresceranno pure loro!
ciao :-)

Paola Bassi 29.11.05 12:09| 
 |
Rispondi al commento

Questo blog è come i muri delle nostre città

c'è chi ci scrive sopra uno scarabocchio qualsiasi, chi delle parolacce, chi invece realizza delle vere e proprie opere d'arte o scrive frasi grandiose.
Ogni tanto lo staff da una mano di vernice sugli scarabocchi davvero inutili
purtroppo, paradossalmente gli sbagli servono a farci comprendere quanto è stupido farli

Loredana Solerte 29.11.05 12:08| 
 |
Rispondi al commento

a paola
forse hai ragione,non sono una fanatica del buonismo ma di razzismo di basso livello ne vedo gia' tanto,a te non ha fatto un effetto di merda(ora mi sento autirizzata a usare il linguaggio ke preferisco)leggere tutte quelle righe dell'ortaggio malefico?è bella l'apertura e ho avuto piacere a duellare verbalmente con dei protofascisti dalle idee confuse ma cosi' a ke serve?non informa, non dialoga e fa solo male a noi ke dobbiamo sorbircelo.
w la diversita' nn vuol dire w gli imbecilli.
grazie cmq per la risposta ,mi ha fatto davvero piacere:-)
a presto
baci pacifici

valentina scarpuzza 29.11.05 12:04| 
 |
Rispondi al commento

@ Valentina Scarpuzza,

anche a me, quando sono entrata per la prima volta in questo blog giorni fa, mi si rizzavano i capelli in testa a leggere certi insulti. Poi ho capito che:
- sono una minoranza,
- sono più o meno sempre gli stessi nomi, anche se possono o a volte cambiare il nick e basta ignorarli, prima o poi si stancano;
- il blog comunque è aperto a tutti, e forse non ci sarebbe neanche gusto a vedere che siamo tutti belli e buoni e d'accordo.. no? :-)
ciao

Paola Bassi 29.11.05 11:45| 
 |
Rispondi al commento

se qualcuno desidera vedere la conferenza stampa di SAntoro su "la mafia è bianca" è disponibile su www.arcoiris.tv. Lì trovate anche altro materiale sulla mafia e su Libera. l'interfaccia non è delle migliori quindi non perdete la pazienza se non trovate subito quello che cercate.

ciao

f

francesco sanna 29.11.05 11:28| 
 |
Rispondi al commento

cosi' non va' beppe,non posso venire sul blog e far scorrere il cursore per un tempo lunghissimo leggendo sempre la stessa frase,lo capisci ke fa male al cuore?sono napoletana e credimi quando dico ke ho un fornitissimo vocabolario di parolacce e ke spesso ho avuto la tentazione di usarlo per i commenti,pensavo' pero' che,viste le regole di cui sopra,avresti(giustamente)provveduto ad eliminarmi.
mi chiedo allora xke' devo rispettare quello che gli altri ignorano,beppe attento ke gli epiteti potrei decidere di rivolgerli a mastro cipolla(povera cipollina mia, x mesi nn potro' mangiarne la sontuosa frittata..)o a te ke lo lasci fare.
va bene la differenza d'opinioni ma questa è istigazione a delinquere.
mi aspetto almeno una risposta,e che non sia ke il blog siamo noi o che non puoi controllarlo tutto,sarebbe troppo banale.
a presto.

valentina scarpuzza 29.11.05 11:25| 
 |
Rispondi al commento

Chi ancora non ha il cervello obnubilato si sarà chiesto: ma di che guerra va cianciando un premier la cui maggioranza governativa ha condonato di tutto e di più, fatto rientrare con lo scudo fiscale i capitali esportati illegalmente con garanzia di anonimato e pagando un risibile 2,5%(più o meno il costo degli spalloni per portare il contante fetido oltrefrontiera),depenalizzato il falso in bilancio nel paese dei grandi crack finanziari(proprio mentre in Usa si inasprivano le pene e i falsificatori di bilanci si beccavano 25 anni di carcere, così come l'evasione viene ancora punita severamente),delegittimato e costretto alle dimissioni Tano Grasso da commissario antiracket? Che ha ridotto i fondi (i sindacati di polizia da anni denunciano carenze di organici e di mezzi) e di fatto depotenziato le forze dell'ordine, tagliato le scorte ai magistrati mentre ai nostri optimates in Parlamento, ottimamente pregiudicati (24) e condannati nei primi gradi di giudizio (un centinaio) è assicurata una superprotezione (da chi? ndr) con gorilla e auto blu antiproiettile; che ha predisposto una revisione della legge (già troppo morbida in quanto prima che il sequestro diventi confisca effettiva si deve attendere tutto l'iter giudiziario) sulla sottrazione dei beni ai mafiosi, e ha approvato uno stillicidio di leggi ad personas per danneggiare indagini e processi e far raggiungere agli imputati eccellenti l'impunità. Cosa avrà mai da aggiungere chi ha definito i giudici "cancro da estirpare", "mentalmente disturbati" e "geneticamente diversi dalla razza umana", ha straparlato di "Stato di Polizia", "giacobinismo e toghe rosse", "golpe giudiziari" mentre il suo fido Ministro Lunardi vomitava frasi quali "bisogna convivere con la mafia", il suo braccio destro DellUtri veniva condannato a 9 anni per concorso esterno in associazione mafiosa e altri sgherri attaccavano Rita Borsellino perché "usa il cognome del fratello"?
SANTACHIARA
www.centomovimenti.com/2005/novembre/26_mafia.htm

Cinzia Puglisi 29.11.05 11:13| 
 |
Rispondi al commento

APPELLO AI SICILIANI
Il 4 dicembre - domenica, si vota per le primarie in Sicilia. Invito tutti gli elettori a reaarsi nei seggi per votare ovviamenrte la Borsellino. Grazie
Giovanni

giovanni grasso 29.11.05 10:58| 
 |
Rispondi al commento

berlusconi e la mafia
http://www.carmillaonline.com/archives/2003/07/000355.html

L'ultima di Berlusconi: siamo contro la mafia
http://www.centomovimenti.com/2005/novembre/26_mafia.htm

certo che berlusconi ha lo stesso senso dell'umorismo di cuffaro non trovate?

Cinzia Puglisi 29.11.05 10:54| 
 |
Rispondi al commento

alcune notizie che fanno ben sperare per il bene del nostro paese (e specie per i siciliani):
1) si annuncia un ballotaggio tra il candidato del centro sinistra e quello del centro destra (ricordo a tutti che nelle ultime tornate nel comune di Messina il centrodx aveva avuto il 65%)
2) il predidente della regione sicilia Cuffaro non si candiderà alle prossime regionali

invito e concludo visto l'avvicinarsi del periodo natalizio a regalare a nostri amici o parenti il libro la Mafia è bianca"
saluti
PS: Chi a paura muore tutti i gironi chi non ha paura muore una volta sola
PAOLO BORSELLINO

Vincenzo Curcio 29.11.05 10:40| 
 |
Rispondi al commento

Catania.
"Guglielmino! La macchina pronta e'?". "Pronta, signora! Agli
ordini!". Il signor Guglielmino, un tipo molto decorativo, e': l'Autista
dda' Mugghieri ddu Sinnicu. In italiano, sarebbe semplicemente l'autista
della signora Scapagnini; ma ditelo in catanese, e vedete che siete gia'
nell'atmosfera giusta. Guglielmino, che spesso parla in dialetto ed e'
vissuto a lungo accanto a Scapagnini, e' dunque anche un esperto di
teatro dialettale: e percio' e' giusto che, fra le centinaia di
delibere-manna che piovono sugli amici del Comune, ce ne sia stata una
anche per lui. "Per l'organizzazione di due Rassegne di Teatro
Dialettale, euri...".
Vabbe'. Meglio tardi che mai, un magistrato ci
vuol vedere chiaro. "Signor sindaco, ma in base a che cosa lei ha
firmato quella delibera?". "Firmato? Chi firmo'? Io non firmai! Non e'
mia, quella firma! Me l'hanno falsificata!".

Arriva il perito calligrafo, chiamato dal tribunale, e dopo qualche
settimana comunica: no, la firma falsa firma vera e', proprio del signor
sindaco di sua propria mano in persona personalmente. E ora? Abuso
d'ufficio? Galera? Nooo! Lasciatelo li', poveru sinnicu: e' vero che di
costare costa assai, ma e' dai tempi di Angelo Musco che a Catania non
si vedeva uno che ci faceva divertire cosi'!

Ire nula 29.11.05 10:40| 
 |
Rispondi al commento

signori,chiedo il massimo della concetrazione affinchè quando andrete alle urne l'energia cinetica del nostro grande re (cav. S.B.)non vi induca a sbagliare casella!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Sarebbe un disastro (come già lo è) avere per altri anni questo governo!Chiedo anche di organizzarci attraverso le associazioni,quelle delle vostre città,dei vostri paesi,delle vostre campagne:per far sentire di più la voce dei cittadini,di noi tutti,è indispensabile essere organizzati,combattere attraverso il dialogo con le istituzioni,partendo dalla piccola frazione alla grande città!Non lasciamo che poche centinaia di migliaia di persone dirigano in toto il nostro paese!La costituzione del nostro paese è fondata sulla democrazia ed è un diritto fantastico,non facciamocela rubare,non facciamocela togliere.Cominciamo con piccoli passi.Spegnete il televisore,uscite alla sera e dialogate,sfruttiamo quel modo fantastico di aggregarci che sono le associazioni,i circoli,i locali...facciamo,facciamo,sfidando la noia,il freddo della sera!Diamo soldi ai nostri giovani partecipando attivamente alle loro iniziative,scopriamo cosa sono i centri sociali,inventiamo...inventiamo...inventiamo...ma vi prego......BOICOTTATE LA TELEVISIONE...BOICOTTATE LA TELEVISIONE...e riempite gli spazi pubblici.
Io vivo a Bologna,quasi 400000 mila abitanti e ogni volta che giro,esco,mi infilo in posti serali mi accorgo dello iato che si è creato fra le generazioni,non c'è compenetrazione.O giovani o meno giovani,trovare ambienti multigenerazionali è estremamente difficile...sicuramente il teatro,ma il resto?????Signori,fuori...FUORI,a discutere e a crescere tutti assieme...per un'Italia migliore!

matteo tononi 29.11.05 10:29| 
 |
Rispondi al commento

Greg pulcher
mi definisci grande
ma nn lo sono perche' devo coprirmi con un nick

nessuno mi protegge
ho capito però che se nn si reagisce in qualche modo
noi siciliani rimarremo in questo torpore

Qualcuno qui ha avuto il coraggio di tappezzare le città con cartelli con slogan:
La mafia fa schifo. Difendiamo le nostre libertà.

ti rendi conto? nientemeno che cuffaro e i suoi compari hanno fatto affiggere questa frase.

Siamo al paradosso che delinquere è la norma, mentre chi agisce correttamente è il cattivone che tarpa le ali della libertà di delinquere.

pietro grande 29.11.05 09:57| 
 |
Rispondi al commento

@ Ilaria Bruni h. 19.21 28.11

Ieri sera non ho potuto risponderti.
Intanto mandare e tenere in Iraq i nostri militari, per tutto questo tempo, a guardia di una raffineria ci è costato un mucchio di soldi che potevano essere spesi per mandare in galera qualche decina di mafiosi o camorristi, (ma i voti poi chi li garantiva?), poi credo che anche la presenza fisica, visibile dello stato sia un buon deterrente.Ovviamente non basta. Pero' è un primo passo; certo che se mandiamo i soldati in alcune regioni e poi abbiamo un governo che revisiona la legge sulla confisca dei beni ai mafiosi..

PS. La Sig.ra Iorio è verace,dice quel pensa, spesso pensa e dice male, ma è molto meglio di tanti che postano non firmandosi o di altri che non prendono una posizione netta.Quindi lasciatela stare.

Saletti Walter 29.11.05 09:47| 
 |
Rispondi al commento

@ Greg pulcher il 29.11.05 09:29

grazie per l'appellativo
ma avrai ben capito che pietro nn e' il mio vero nome

p grande e p piccolo vanno sempre musmeci di cognome
e quindi sono parenti di c.
anzi il piccolo e' suo figlio, pero' quando ai tempi lo conobbi, sembrava al di fuori del giro, anche perche' troppo giovane
Il grande, invece era già un bastardo ed e' il nipote di c (figlio del fratello di c)

pietro grande 29.11.05 09:45| 
 |
Rispondi al commento

pietro grande il 29.11.05 08:48

sei un grande.

La mafia vive del silenzio dei paurosi, e tu non lo sei.
Se ogni persona che conosce un mafioso ne facesse il nome, la mafia sparirebbe come neve al sole.
Coraggio, dopo le manifestazioni contro la mafia, abbiate il coraggio di fare i nomi.
Vedete, noi italiani siamo famosi per essere codardi, e la mafia lo dimostra, la mafia vive solo della paura della gente comune, ma la gente comune SIAMO NOI, sono io e sei tu, e noi non dobbiamo farci mettere i piedi sul collo da quattro bastardi solo perche' alzano la cresta.
Coraggio a tutti noi.

Greg pulcher Commentatore in marcia al V2day 29.11.05 09:29| 
 |
Rispondi al commento

"LA MAFIA E' BIANCA" E' UN SERVIZIO ECCEZIONALE SULL'INTRECCIO MAFIA-AFFARI-POLITICA, CHE PERO' NON E' TRASMESSO SULLA TV PUBBLICA, MA SI TROVA IN DVD IN LIBRERIA. E' STATO REALIZZATO DA 2 OTTIMI PROFESSIONISTI CHE COLLABORAVANO CON SANTORO...

daniela - verona 29.11.05 09:24| 
 |
Rispondi al commento

BRUCIAMO GLI SPORCHI NEGRI
Postato da: Mastro cipolla il 28.11.05 19:54


masto cipolla....non va bene cosi....basterebbe rimandarli a casa
Postato da: IVANA IORIO il 28.11.05 19:55


ivana
penso che gli abitanti del paese in cui vivi, ti disprezzino , non perché sei di origini meridionali, ma proprio perché sei gretta e meschina.
Purtroppo, nemmeno noi meridionali ti riaccoglieremmo fra noi.
Vedi, se rispediti indietro, i negri avranno sempre una casa, Quelli come te, invece, se i settentrionali nn vi volessero più, nn avreste mai una casa, perché nessuno può stimarvi

Loredana Solerte 29.11.05 09:14| 
 |
Rispondi al commento

Quando don Ciotti venne nella nostra città e parlò di queste cose ai ragazzi delle nostre scuole l'aula magna dell'università straripava e nonostante questo ebbe la gentilezza di fare entrare la nostra classe delle "scuole basse " ai piedi della cattedra e di interloquire con i miei ragazzi che rimasero entusiasti di quell'incontro,il suo racconto accorato è servito più di mille pagine di storia,e solo così i ragazzi sono entrati nella questione mafia concretamente,se loro ci sono riusciti possibile che nessun parlamentare lo "voglia" capire a fondo? annamaria cioja

annamaria cioja 29.11.05 08:55| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, vorrei capire dove sono oggi quei professoroni che fino a ieri hanno incoraggiato mamme e bambini a bere tanto latte magari Nestlè e Milupa. E' una vita che gli esperti nutrizionisti occultati dealle multinazionali perciò anche dai media, dicono che il latte in commercio non è più latte, che fa male a tutti indistintamente e che provoca allergie e intolleranze a go-go; guarda caso oggi un bambino su tre soffre di queste malattie artificiali. E' una vita che associazioni serie no-global consigliano di boicottare Nestlè perchè invia a pagamento latte in polvere ai paesi poveri, latte scaduto, che ammazza migliaia di bambini con la dissenteria.
Dove sono ora gli scienziati, i medici, i professoroni che si vantano della loro cultura, che consigliano vaccini killer allo scopo di aumentare i profitti personali ed avere i finanziamenti dalle multinazionali per la finta ricerca e ne consigliavano anche il consumo di latte in polvere... dove sono questi assassini ? Hitler in confronto era una suora.
La vergogna sale alta, i ns. scienziati, non tutti, ma la maggioranza si, sono dei potenziali delinquenti, che delinquono coperti da leggi costruite ad oc per i loro sporchi interessi.
Questi sono la malavita attuale, i mafiosi del ns. secolo, le persone che starebbero bene nelle ns. carceri, non chi ruba per mangiare o i clandestini.
Merda ma è mai possibile che la giustizia divina ci impieghi così tanto ?
Ciao Beppe soaccagli il culo.

Angelo Lunetti 29.11.05 08:53| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori