Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Stand up! Clean up! The Parliament...


pagina-HT.jpg


Cari amici e amiche del blog,

finalmente usciamo con la pagina internazionale sull'International Herald Tribune per l’iniziativa Parlamento Pulito.
Nessuna testata internazionale da me contattata ha voluto pubblicare l’elenco dei nomi e in qualche caso non ne hanno neppure voluto parlare.

L’International Herald Tribune ha accettato di pubblicare la pagina senza i nomi dei 23 parlamentari italiani condannati in via definitiva, ma con il link alla pagina del blog che li contiene con la descrizione dei loro reati.

La verità ormai non passa più attraverso i media convenzionali, ma attraverso la Rete e questo nostro blog ne è un esempio.

Oggi questa pagina sarà letta in tutto il mondo grazie a voi.

Coraggio. Beppe Grillo.

Scarica il pdf dell'articolo.

Ps: Il costo della pagina è stato di 48.275 euro + 19,60% di Iva. Tra qualche giorno pubblicherò l'elenco di tutte le persone che hanno contribuito con le loro iniziali e l'importo versato, oltre al saldo complessivo.


Chiunque voglia partecipare può fare un versamento sul conto corrente:
Intestato a: Beppe Grillo
ABI 05018
CAB 12100
c/c 116276
Swift: CCRTIT2T84A
Iban: IT35B0501812100000000116276
CIN B
BANCA POPOLARE ETICA
Causale: Parlamento Pulito.

22 Nov 2005, 08:53 | Scrivi | Commenti (1843) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Ciao Grillo, mosche, zanzare e chi più ne ha pi nè metta, ragazzi per adesso il mondo deve girare cosi, al contrario, inutile che fate battaglie, V-Day, P-Day è solo tempo perso...

ragazzi..., le leggi le dobbiamo rispettare noi cittadini, i parlamentari possono fare quel che cazzo voglio, non pagare le tasse, andare in pensione in meno di 3 anni, pagare tangenti, non essere intercettati.

come si potrebbe immaginare un mondo dove i politici sono persone che fanno gli interessi dei cittadini, ma stiamo scherzando??, io penso che se chiunque fosse li farebbe anche peggio, perchè è la natura dell'uomo metterla in culo al prossimo, ci fu uno che predicava di amare il tuo prossimo come te stesso, lo appesero in una croce senza perdere tempo.

signori storia che si ripete sempre negli anni e nei secolo. Vi chiederete allora cosa dobbiamo fare?, subire con vasellina D.O.C. o reaggire?,

signori dovete pensare che un politico qualsivoglia per avere i voti e per fare una campagna elettorale ci voglio soldi,ma tanti soldi, che necessariamente devono arrivare da fonti, queste fonti chiedono in cambio leggi di favore....

quindi per rompere questo annello ci vorrebbe un partito finanziato dagli stessi cittadini, per fare le leggi a favore dei cittadini, e se il partito dei cittadini non fa le leggi a favore dei cittadini non ricevera più i fondi, quindi fuori dalle balle.

Oggi ho visto il comizio di un politico, che parlava del V-Day, ho avuto l'impressione che aveva l'acqua sotto i piedi e dava l'impressione che stava parlando del V-day come un movimento politico, mentre è chiaro a tutto che esso è un movimento civile, cittadino, sociale, di persone che hanno le palle piene dell'arroganza di chi commette reati è fa i comunque i cazzi suoi, in parlamento.

Volete fare un reset?, ci credete veramente?, è necessario fare un referendum che chiede che tutti i parlamentari degli ultimi 10 anni non si possono presentare alle elezioni solo cosi si forse cambiare

francesco Cicala 17.09.07 00:14| 
 |
Rispondi al commento

Paolo Acerbi si poteva salvare?
Le riflessioni di Michelangelo.


Se fossi arrivato in tempo ad inviare questo scritto, se fosse stato letto, se fosse stato preso in considerazione……..
Troppi se fosse per Paolo Acerbi.
Che qualcuno legga ora! Per favore
Non considerare assolutamente il contesto della storia, ma riflettere e indagare su identico caso ed epilogo ( ospedale Garibaldi Catania 1973).
**************
Ho inviato alla direzione del Policlinico San Matteo di Pavia - Dr.ssa Maria Antonietta Bressan - tutto quanto è stato da me scritto, testimoniato e ora archiviato nel “Rapporto K” sul caso di Mangiafico, suggerendo persino di chiedere all’ospedale di Catania la cartella clinica del paziente per verificare le analogie dei due casi. La risposta è stata quella che mi aspettavo (silenzio), non quella che speravo.

Paolo Acerbi non è morto di coma cerebrale. Un eccesso di penthotal nell'anestesia lo portò al coma epatico e da lì alla morte per errore di diagnosi.
Si poteva salvare?
Io posso dimostrarlo.
Ho inserito nel mio blog

un documento in cinque post di una incredibile, agghiacciante analoga tragedia di un giovane medico siracusano Fulvio Mangiafico che muore in coma all'ospedale Garibaldi di Catania (1973) per un banale intervento di rinoplastica.
Anche per lui il coma fu diagnosticato cerebrale.
Si potevano salvare?
L'informatica in trent'anni si è un milione di volte evoluta...
la scienza medica ha fatto un percorso da lumaca.
I baroni della medicina, assisi sul trono del potere e dell'arroganza, pontificano e decretano
su argomenti a loro sconosciuti, invadendo campi etici e religiosi in complicità di ideologie
e interessi politici.
L'uomo è confuso, inerme e disorientato, è come un cieco che ha bisogno di una Guida.
E ciechi sono coloro che hanno in mano il potere.
Ma che forse un cieco può guidare un altro cieco? E Pierg.Welby si poteva salvare? Vedi 4 post sul blo

Michelangelo Blanco 24.06.07 11:07| 
 |
Rispondi al commento

Negli Stati Uniti ci sono quasi 500 milioni di abitanti e hanno poco piu di 500 parlamentari.
Perche' in Italia per governarne 60 milioni ne abbiamo bisogno piu' di 900?

paolo gagini 05.03.06 08:31| 
 |
Rispondi al commento

Per chi si lamenta e continua a dire che "vuole le fonti" di ste notizie io rispndo che Beppe fa bene a non dartele! A forza di pappa pronta non si cresce! Ragazzi, Beppe ci da degli input ma poi siamo noi a doverli sviluppare!

www.parlamentopulito.com

Non chiederti cosa puo fare beppe per te, fai tu qualche cosa per beppe! (e per te stesso)

marco staffoli Commentatore in marcia al V2day 21.02.06 01:32| 
 |
Rispondi al commento

Per la campagna Parlamento Pulito, sarebbe molto interessante inserire anche i dati relativi alla condanna subita ai parlamentari, il grado di giudizio, i riferimenti agli atti processuali, e via di seguito.

Mi pare che cosi' la cosa acquisti piu' spessore e ci si metta nelle condizioni di argomentare con i soliti sospettosi di "complotto rosso".
Sono sicuro che molti dati sono gia' presenti nella lunga lista di commenti gia' riportati sotto questo argomento, ma se qualcuno volesse indicarmi altre fonti e riferimenti nella mia mail, mi farebbe una cortesia.

Saluti a tutti

Flavio Fusarpoli 22.01.06 19:39| 
 |
Rispondi al commento

Per la campagna Parlamento Pulito, sarebbe molto interessante inserire anche i dati relativi alla condanna subita ai parlamentari, il grado di giudizio, i riferimenti agli atti processuali, e via di seguito.

Mi pare che cosi' la cosa acquisti piu' spessore e ci si metta nelle condizioni di argomentare con i soliti sospettosi di "complotto rosso".
Sono sicuro che molti dati sono gia' presenti nella lunga lista di commenti gia' riportati sotto questo argomento, ma se qualcuno volesse indicarmi altre fonti e riferimenti nella mia mail, mi farebbe una cortesia.

Saluti a tutti

Flavio Fusarpoli 22.01.06 19:37| 
 |
Rispondi al commento

per ripulire il parlamento servirebbe un sistema elettorale che ,diversamente da quello attuale, non premi chi è più ricco,chi ha più conoscenze, chi ha più possibilità di apparire sui media..
A mio avviso l'unico sistema che può garantire questo è l'estrazione a sorte.No,non sto scherzando,non avrebbe prodotto un parlamento di inquisiti,di corrotti,di avvocati solamente. Un sorteggio tra i candidati avrebbe dato un parlamento più simile alla nostra nazione o come altrimenti dice qualcuno essi ci rappresentano benissimo? Io non credo.

angelo giugni 19.01.06 23:56| 
 |
Rispondi al commento

Hitler prima di scomparire ha lasciato detto che tornera', ma il suo simbolo di terrore non sara' piu' una svastica bensi' una grande B.
Oggi possiamo dire con certezza che e' tornato , sotto forma di cinque persone che cercano di portare il pianeta al baratro, potrebbe essere troppo tardi per fare qualcosa .
Queste cinque persone sono gli spigoli di un pentagono :Bush, Blair , Berlusconi , Bin Laden , Bill Gates. Sono i cinque demoni piu' pericolosi.

ogmios true 02.01.06 22:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUANDO VERRA' PUBBLICATA LA PAGINA?

GIOVANNI BETTACCHINI 31.12.05 12:06| 
 |
Rispondi al commento

sONO D'ACCORDO CON aLEANDRO bALDI, PENSO CHE NON C'è PIù DIFFERENZA è UNA CORSA AL POTERE... C'è VOLUTA TANTA STORIA E TANTI SACRIFICI DI UOMINI E DONNE PER AVERE UN'Italia unita e adesso si fanno differenze, si parla di Padania e così via... penso ci sia poca onestà a cominciare dai propri pensieri e quando si va a votare.

Maria S. "Il Giornale"

Anna Maria Sciacca 30.12.05 16:06| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo con te... quanta storia e sacrifici di uomini e donne ci sono voluti per fare l'Unità d'Italia?! Questa non è una Italia di valori, è una corsa del più forte per arrivare al potere, non c'è onestà, e il pensiero sbagliato di molti si è visto nei risultati che oggi abbiamo e stiamo vivendo.
Volevo chiederti hai lo stesso nome e cognome del cantante, è un caso?

maria sansebastiano 30.12.05 15:51| 
 |
Rispondi al commento

Mi duole rimarcare, come altri hanno fatto, la pessima qualità (per fare un eufemismo) della traduzione del testo.

Senza dubbio "fa molto italiano", nel senso deteriore del termine.

Non posso credere che questo sia il testo che è stato pubblicato. Possibile che non ci fosse qualcuno in grado di scrivere inglese intelleggibile?

luca andreucci 30.12.05 01:37| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

questa notte non sono riuscito a dormire e così verso le 5,30 ho acceso la tv e ho visto un pò rainews24. Essendo un pò stordito dal sonno mancato non è che abbia prestato molta attenzione ma ad un certo punto è passata in sovrimpressione una notizia che un pò mi ha risvegliato: il portatore nano di democrazia indagato per l'ennesima volta per corruzione. Siamo l'unico paesa ql mondo in cui un tizio che ha corrotto giudici è presidente del consiglio. Sono sato in diversi paesi esteri e posso giurara che siamo una barzellatta.

Ma possibile che un soggetto del genere deve rappresentare il nostro paese? E' una cosa schifosa, dobbiamo porvi fine. Io non ci sto a farmi rappresentare dal nano, non son o come lui.

Mi dispiace di non aver sostenuto le campagne "Fazio vattene" e "Parlamento Pulito" ma ti prego di andare avanti e stai sicuro che avrai anche il mio appoggio.

Ciao.

Turcio Riccardo 29.12.05 13:35| 
 |
Rispondi al commento

> signor parroco, mi vorrei confessare".
>>"Certo figliolo, qual è il tuo nome?"
>>"Silvio Berlusconi, padre"
>>"Ah! Il Presidente del Consiglio.
>>Ascolta figliolo, mi pare proprio che il tuo
>>caso
>>richieda una competenza superiore, credo sia
>>meglio che tu ti rechi dal Vescovo".
>>Così Berlusconi si presenta dal Vescovo
>>chiedendogli se lo poteva confessare.
>>"Certo figliolo, come ti chiami?"
>>"Silvio Berlusconi"
>>"Il Presidente del Consiglio? No caro mio, non ti
>>posso confessare perché il tuo è un caso difficile, meglio che tu vada in
>>Vaticano".
>>Berlusconi va dal Papa
>>"Sua Santità, voglio confessarmi"
>>"Caro figlio mio, come ti chiami?"
>>"Silvio Berlusconi".
>>"ahi, ahi, ahi, figliolo, il tuo caso è
>>molto difficile anche per me.
>>Guarda, qui, sul lato del Vaticano, c'è una
>>piccola cappella. Al suo interno troverai una
>>croce, il Signore ti potrà ascoltare".
>>Berlusconi, giunto nella cappella, si rivolge alla croce:
>>"Signore, voglio confessarmi"
>>"Certo figlio mio, come ti chiami?"
>>"Silvio Berlusconi"
>>"Ma chi?
>>Il Presidente del Consiglio?
>>Il Presidente del Milan?
>>il Presidente di Mediaset?
>>l'amico di Craxi, Previti e Dell'Utri?
>>Quello condannato a 28 mesi di carcere per
>>finanziamento illecito ai partiti e mai
>>andato in
>>galera perchè il reato andrà in
>>prescrizione?
>>Quello con il fratello che se la cava grazie
>>al patteggiamento?
>>Quello che va in chiesa ma è divorziato?
>>Quello con dei processi in corso per
>>concussione,associazione a
>>delinquere, corruzione, falso in bilancio,
>>abigeato?"
>>"Ehm... sono sempre io, Signore"
>>"Figlio mio, non hai bisogno di confessare,
>>tu devi solamente
>>ringraziare!"
>>"Ringraziare? E chi?"
>>"I Romani, per avermi inchiodato qui,
>>altrimenti scendevo
>>e ti facevo un culo così"
>>
>>
>>NOTA:
>>TUTTI GLI ITALIANI CHE RICEVERANNO QUESTA
>>COMUNICAZIONE HANNO L'OBBLIGO CIVILE E
>>MORALE DI
>>INVIARLA A 10 AMIC

Michele Patella 29.12.05 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Ho ricevuto il 24/10/2005 da una mia amica una e-mail, con un allegato, proprio sul tema dei "nostri politici". In questo allegato vengono riportati foto, nomi, reati e condanne inflitte ai parlamentari che ci rappresentano al governo. Vorrei inviarvela per farvela visionare e non sarebbe male se si potesse mettere in rete per far conoscere a tutti chi sono "questi signori".
Vorrei però sapere come devo fare ad inviarvi un allegato con estensione .pps scusandomi della mia ignoranza. Spero di avere notizie a breve, buon lavoro e andate avanti così!!!

Tiziana Pierleoni Commentatore in marcia al V2day 24.12.05 10:40| 
 |
Rispondi al commento

Ho ricevuto il 24/10/2005 da una mia amica una e-mail, con un allegato, proprio sul tema dei "nostri politici". In questo allegato vengono riportati foto, nomi, reati e condanne inflitte ai parlamentari che ci rappresentano al governo. Vorrei inviarvela per farvela visionare e non sarebbe male se si potesse mettere in rete per far conoscere a tutti chi sono "questi signori".
Vorrei però sapere come devo fare ad inviarvi un allegato con espenzione .pps scusandomi della mia ignoranza. Spero di avere notizie a breve, buon lavoro e andate avanti così!!!

Tiziana Pierleoni Commentatore in marcia al V2day 24.12.05 10:37| 
 |
Rispondi al commento

Ho ricevuto il 24/10/2005 da una mia amica una e-mail, con un allegato, proprio sul tema dei "nostri politici". In questo allegato vengono riportati foto, nomi, reati e condanne inflitte ai parlamentari che ci rappresentano al governo. Vorrei inviarvela per farvela visionare e non sarebbe male se si potesse mettere in rete per far conoscere a tutti chi sono "questi signori".
Vorrei però sapere come devo fare ad inviarvi un allegato con espenzione .pps scusandomi della mia ignoranza. Spero di avere notizie a breve, buon lavoro e andate avanti così!!!

Tiziana Pierleoni Commentatore in marcia al V2day 24.12.05 10:36| 
 |
Rispondi al commento

LE IMPRESE DEL SENATORE LUIGI GRILLO

Il senatore Luigi Grillo, portavoce dei furbetti del quartierino e strenuo difensore del governatore Antonio Fazio, preso con le mani nella marmellata, con un conto alla Banca popolare di Lodi sul quale risultano depositate plusvalenze anomale (250.000 Euro) derivanti da trading su titoli, scoperte dagli ispettori della Banca d'Italia e dalla magistratura.

UNA CARRIERA TUTTA CAPRIOLE
Democristiano della corrente di Base, eletto per la prima volta in Parlamento nel 1987, Grillo arriva al governo nel 1992 con Giuliano Amato, che lo nomina sottosegretario alle Finanze con ministro Franco Reviglio.
Nel 1994 viene rieletto per i popolari di Mino Martinazzoli, ma è subito folgorato da Berlusconi, cui consegna il voto che consente al Centrodestra di avere la maggioranza al Senato. I popolari lo espellono, ma il Cavaliere lo premia con la poltrona di sottosegretario alle Aree urbane. Rieletto nel 1996 e nel 2001, nominato presidente della Commissione lavori pubblici e comunicazioni, è tutto un turbine di zelo berlusconiano.

E’ relatore della legge Gasparri fatta su misura per il capo, presenta l'emendamento per scorporare dai tetti pubblicitari le televendite e quello al condono edilizio che cancella il divieto di costruzione nelle aree incendiate e che gli vale il "premio Attila".

MA LA SUA VERA PASSIONE SONO LE BANCHE
E' lui che aiuta Fiorani nelle prime scalate, come quella della Banca di Chiavari, è lui che difende le fondazioni bancarie da Giulio Tremonti.
Poi il capolavoro. IL "PATTO DELLO SIACCHETRÀ", che segna la pacificazione tra Berlusconi e Fazio. Venerdì 14 gennaio, cena a palazzo Grazioli tra il premier, il governatore, il ministro dell'Economia Domenico Siniscalco e Grillo, il quale offre ai commensali la bottiglia di vino delle Cinque Terre che battezzerà l'accordo per la difesa dell'"italianità delle banche".

UN AFFARISTA?
Lo accerteranno i giudici, che indagano su quei conticini nella banca di Fiorani

Giorgio Minghella 23.12.05 17:29| 
 |
Rispondi al commento

====================================================================================================


Il Patto dello Sciacchetrà

Le ultime dichiarazioni di Fiorani stanno facendo emergere la verità sull’incontro che ha visto il SENATORE LUIGI GRILLO, Gran Maestro dell’operazione di corruzione e appropriazione indebita più sporca dalla fine di Tangentopoli.

L’incontro ha visto la partecipazione di: Fazio, Fiorani, Berlusconi e Grillo. Le dichiarazioni ufficiali vollero far passare l’idea di una difesa delle banche italiane contro l’assalto dei Barbari europei.

In realtà, il Senatore Luigi Grillo, eletto in Liguria nelle fila di Forza Italia, aveva bisogno di tanti soldini per costruirsi la VILLA nella Riviera Ligure (costruita abusivamente nel Parco Naturale delle Cinque Terre e poi condonata); quale sistema migliore per fare ciò se non fregare un po’ di soldi ai correntisti della Banca Popolare di Lodi.

Il sistema a quanto sta dicendo Fiorani era semplice: bastava aprire un conto nella sua Banca, dare l’appoggio politico all’operazione bancaria più sporca della Seconda Repubblica e in cambio ci si ritrovava un bel gruzzoletto sul proprio conto corrente.

Il Senatore Grillo, una delle figure più losche della Politica italiana, ha fiutato subito l’affare e si è lanciato nella strenua difesa della scalata di Fiorani, ovviamente le sue dichiarazioni pubbliche sono state ripagate a suon di MILIONI di euro.

Il problema è che i soldi affluiti nelle tasche di LUIGI GRILLO erano dei correntisti della Banca Popolare di Lodi che sono stati truffati, rapinati e beffati; una persona che ha rubato dei soldi agli italiani dovrebbe stare in GALERA e non in Parlamento in una posizione chiave (Presidente della Commissione Trasporti del Senato).


IL SENATORE LUIGI GRILLO DEVE STARE IN GALERA E NON IN PARLAMENTO !!!!


===================================================================================================

Marco Gilles 21.12.05 12:12| 
 |
Rispondi al commento

e' tolto dalle palle.... MA NON AVEVA LA COSCIENZA A POSTO?.....ci ha messo cosi tanto tempo a dimetersi perche doveva ultimare il lavoro...OCCULTARE TUTTO L'OCCULTABILE...
rimane solo il bacio in fronte.....IN FONDO COS'E' UN BACIO!
---------------
L'ACCORDO TRA BERLUSCONI E BOSSI ERA FONDATO SU QUESTIONI ECONOMICHE:
BOSSI: IO NON TI ROMPO I C******I E TU (RIVOLTO A BERLUSCONI MI FAI APRIRE UNA BANCA.
BERLUSCONI: CERTO STAI TRANQUILLO DEVI PROMETERMI CHE NON FARAI NESSUNA CRISI.... PER LA BANCA E' TUTTO OK .. MA DEVI FARMI UN PICCOLO FAVORE...... GLI AMICI SICILIANI DEVONO INVESTIRE UN PO DI QUATTRINI MA HANNO DIFFICOLTA'... HEM! CIOE'.. INSOMMA LA FAMIGLIA HA BISOGNO DI ...HEM ! DICIAMO RIPULIRE UN PO DI SOLDI...LA TUA PROSSIMA BANCA POTREBBE ESSERE UN BUON COLLETTORE.
OVVIAMENTE DEVE POI .......
BOSSI: NON TI PREOCCUPARE.... QUALCHE BUON INVESTIMENTO E POI SI CHIUDE..
HA HA HA HA HA!
------------
FIORANI HA DECISO DI RESTITUIRE IL MALTOLTO.
RICUCCI E' PREOCCUPATO... QUALCUNA ANCORA DI PIU'...... QUANTE MARCHETTE DOVRA' FARE IN COSTA SMERALDA'?

CARLO PISU 20.12.05 15:43| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
sono il ragazzo che oggi a Torino, alla manifestazione NO-TAV, ti ha stretto la mano. Ribadisco e propongo a te e a tutti la urgente necessità, dopo le tante tue campagne ("Fazio vattene", "Parlamento pulito"), di un'azione popolare per la RIDUZIONE DEL NUMERO DEI PARLAMENTARI E DEL LORO STIPENDIO. Basta piangerci addosso con vittimismi inutili. Sono un po' saturo: a me le battute su Berlusconi non fanno piu' ridere. Ti apprezzo anche perchè nei tuoi show pronunci o ti riferisci raramente a lui. Basta: IGNORIAMOLO!

Biagio Roggia 17.12.05 21:43| 
 |
Rispondi al commento

EMMA BONINO come Beppe Grillo.

E' una delle donne più intelligenti, capaci, oneste e stimate in Europa e al mondo. Ma in Italia è praticamente desaparecida....!
Tutti i giornali e le Tv del mondo ospitano spesso le sue opinioni, mentre in Italia in decine di Tv nazionali e locali non appare mai...! E' pericolosa perchè dice cose controcorrente e sacrosante, che il 70% degli italiani condivide, quel 70% di italiani che nel 1999 l'avrebbe fortemente voluta alla Presidenza della Repubblica.
L'ho vista persino una sera su Al Jazheera ma sulla RAI impossibile....!!!
Nel suo ormai pluridecennale tentativo per portare la democrazia nei paesi arabi (oltre che in Italia...),vive a Il Cairo continua a organizzare Conferenze di democratici nei Paesi Arabi e in Medio Oriente, e cerca di prendere altre iniziative innovative e foriere di speranza, come la Comunità delle Democrazie, rischiando seriamente la vita per le sue (...e per le nostre)idee.
Visto che nessun media italiano ne da traccia, ne do' notizia qui sul blog di Beppe Grillo, uno che è stato bandito dalla Tv per le sue (...e le nostre idee).
Onore a Emma Bonino, al suo coraggio e alla sua tenacia. Comunque mancano solo alcuni mesi e poi è probabile che Emma torni dopo 12 anni nel Parlamento Italiano e allora....se ne accorgeranno tutti, compresi i giornalisti e i media italiani perchè è talmente enorme la differenza di statura morale e politica di Emma con la quasi totalità degli altri politici italiani. Mancano solo alcuni mesi...in cui però tenteranno in tutti i modi di impedire che Emma torni in Parlamento....per non avere alcun testimone pensante e parlante alle loro malefatte !

EMMA FOR PRESIDENT e BEPPE FOR PREMIER

Ciao, G.P. Ferraguti da R.E.

Giampaolo Ferraguti 15.12.05 17:01| 
 |
Rispondi al commento

NON AVENDO LA SUA EMAIL SPERO PROPRIO CHE QUESTA MIA SIA LETTA DA QUALCHE PERSONA A LEI VICINA.

Sig. presidente del consiglio ieri ho sentita dire DA LEI la seguente frase" per votare la sinistra bisogna essere stupidi" IL RUOLO ISTITUZIONALE CHE LEI RICOPRE NON DOVREBBE CONSENTIRLE DI USARE CERTI TONI DA BAR DEL "CIAMBELLINO" FINO A ORA ABBIAMO SOPPORTATO LE SUE ESTERNAZIONE DA BAR CON MOLTA PAZIENZA ORA DOPO LE SUE ESTERNAZIONI HO TUTTO IL DIRITTO COME LEI DI ESTERNARE PUBBLICAMENTE UN GIUDIZIO NON POLITICO, MA DA BAR COME FA LEI NELLE SEDI ISTITUZIONALI, QUINDI POSSO DIRLE CON TUTTA IL MIO TOTALE DISPREZZO CHE LEI è UN CRETINO. E BADI BENE NON CRETINO PER IL SUO COMPORTAMENTO MA CRETINO GENETICAMENTE PARLANDO. , CREDO CHE LE TESI UN PO SOTTOVALUTATE DEL PROFFESSOR LOMBROSO ABBIANO PIENA APPLICAZIONE NEI SUOI CONFRONTI E NEI CONFRONTI DELL'ATTUALE PRESIDENTE AMERICANO. A GUARDAR BENE LE VOSTRE FACCE CREDO CHE POSSANO ANDARE A COLMARE UN VUOTO. TRA VOLTI DI INCENDIARI, UXORICIDI, FRATICIDI ,, ANCHE I VOLTI DEI CRETINI.
IL SUO AMICO BOSSI DICE CHE è UN MAFIOSO.. PUO' ESSERE... IO LA RITENGO PIU UN CRETINO.
UNO CHE VOTERA' A SINISTRA. (STUPIDO?)

CARLO PISU 15.12.05 16:43| 
 |
Rispondi al commento

Gli italiani vogliono consapevolmente sapere fino a che punto la Mafia abbia partecipato alle decisioni del governo di Roma o collaborato con esso.

Gli italiani vogliono consapevolmente sapere chi sono gli esegutori materiali e i mandanti,connazionali,delle stagi di Milano,di Brescia,di Bologna.

Gli italiani vogliono consapevolmente sapere da quali menti e in quale sede sia stato varato il progetto della "stategia della tensione" (prima anticomunista e poi antifascista,indifferentemente).

Gli italiani vogliono consapevolmente sapere quale sia stato il vero ruolo della Cia.

Gli italiani vogliono consapevolmente sapere quale sia stato il vero ruolo del Sid.


Fin che non si sapranno tutte queste cose insieme - e la logica che connette e la lega in un tutto unico non sarà lasciata alla sola fantasia dei moralisti -la coscienza politica degli italiani non potrà produrre nuova coscienza.Cioè l'Italia non potrà essere governata.

Pier Paolo Pasolini,"Lettere Luterane" 1976.

Nicola Cellamare 15.12.05 14:27| 
 |
Rispondi al commento

il buffone di Arcore ha affermato che chi voterà a sinistra è uno stupido!beh io sono fiero ed orgoglioso di essere "stupido".e poi parafrasando Forrest Gump: stupido è chi lo stupido fà...

enzo bruno 14.12.05 19:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MANDIAMO AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA CIAMPI UN PACCO DI CARTOLINE DI PROTESTA. (UNO PER REGIONE). LA MORTE DEL PROPORZIONALE E' STATA GIA' DECRETATA DA UN REFERENDUM (CARO PORTATORE INSANO DI DEMOCRAZIA LA VOLONTA' POPOLARE E SACRA).SAREBBE PIU' LOGICO ABOLIRE IL MAGGIORITARIO CON UN'ALTRO REFERENDUM.
AIUTIAMO IL NOSTRO VECCHIO A PRENDERE UNA DECISIONE SERIA. HA TUTTI I DIRITTI E I POTERI PER FARLO.

ps TUTTI I GRUPPI MEETUP POTREBBERO FARE DA COORDINATORI . FACCIAMOLGLIELO VEDERE A QUESTO NANO E A TUTTA LA BANDA BASSOTTI. FACCIAMO PRESTO PRIMA CHE SIA TARDI.

CARLO PISU 14.12.05 18:42| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo ad un post di Piero Listingi.
Piero, sono completamente d'accordo con te!
Sarebbe il caso di far emergere in maniera incisiva il malgoverno di alcune amministrazioni locali. Io vivo ad Aprilia (LT) e ormai da troppo tempo le lobbies di affaristi che gravitano dal centro sinistra (ieri) al centro destra (oggi) hanno calpestato la dignità di una cittadina giovane come la nostra:
-niente politica, solo spartizione di poltrone;
-azienda di riscossione tributi,ASER, creata ad hoc con il 30% di aggio!!!per 20 anni!!!da usura!!!;
-privatizzazione dell'acqua (legge Galli) gestita da Acqualatina, con bollette quadruplicate e contestate da oltre 5000 cittadini, che ancora attendono risposta..e questa per trent'anni!!!;
-gare d'appalto confezionate per amici degli amici;
-parcelle impressionanti per avvocati con cui il comune ha intrapreso anche contenziosi non ancora ultimati, liquidate con l'avallo di dirigenti-convenzionati che lavoravano nello studio dello stesso avvocato;
-casse comunali ridotte all'osso nonostante l'aumento vertiginoso dei tributi locali:strade distrutte,non ci sono i soldi per attapparle, non ci sono i soldi per pagare i dipendenti delle aziende municipalizzate, non ci sono i soldi per pagare i creditori (ma per l'avvocato sì), addirittura non ci sono i soldi per la carta per fotocopie;
- lottizzazioni e concessioni rilasciate all'acqua di rose, con conseguente proliferarsi di palazzine altamente rifinite, mentre la gente aspetta ancora le case popolari;
Potrei continuare ancora, ma credo che basti a rendere l'idea!
Caro Beppe...fai partire qualche campagna contro amministrazioni come queste!
Saluti
Marvi

Marvi 1978 14.12.05 17:38| 
 |
Rispondi al commento

Dal sito forza-italia.it (muro dei commenti)
-------------------------------------------
da: Luisa
Bisogna impedire a tutti i costi che la sinistra vada al potere o sarà regime! Se necessario impediremo le elezioni! Silvio donaci la libertà.
-------------------------------------------

Dopo questa perla, Beppe ti devi ritirare, perchè il portatore nano di povertà e il suo popolo fedele sono molto più comici di te. Mi dispiace ma la classe non è acqua!

Roberto Zoccali 14.12.05 17:01| 
 |
Rispondi al commento

Qualcosa si dovra' pur fare. ci stanno derubando del risultato referendario contro il proporzionale.Siamo alle solite dobbiamo sperare che CIAMPI non firmi la legge.. ma dopo quello che ha detto PRODI ieri,,, credo non ci saranno speranze. L'unica soluzione è far capire a CIAMPI che questa legge è IL Popolo del no CHE NON LA VUOLE. (CON BUONA PACE DEL SUO COMITATO SCIENTIFICO PER LA VERIFICA DELLA COSTITUZIONALITA' DELLE NUOVA LEGGE ELETTORALE) ! BISOGNA SCENDERE IN PIAZZA! MARCIA SU ROMA!!!!!!!!!!!
E' LA MIA PROPOSTA.. UNA MARCIA SU ROMA SILENZIOSA CONTRO QUESTA LEGGE E MAGARI SE I TEMPI SONO A NOI FAVOREVOLI ANCHE PER LA GRAZIA A SOFRI.
PS DOVREBBERO COORDINARE QUESTA MANIFESTAZIONE I GRUPPI MEETUP DI OGNI CITTA.
CIAO A TUTTI

CARLO PISU 14.12.05 12:23| 
 |
Rispondi al commento

sai Beppe, mi sono iscritto oggi al tuo blog, ho stampato vari post per poterli leggere con calma..ebbene, mi permetto di "buttarti lì" un fatto: mio figlio è morto il 23.03.04 a 12 anni, ucciso da 2 anestesisti "distratti" che non avevano acceso il respiratore in corso operatorio. 15 mesi di coma e di lotta sua e nostra, poi il decesso. A maggio di quest'anno la condanna: 11 mesi a uno, 13 mesi all'altro. Il secondo è anche il responsabile provinciale alla sanità di Varese(beffa!tremenda beffa!) della Lega Nord e vicesindaco di Besozzo. Hanno preso provvedimenti? Cambia qualcosa? Il partito l'ha escluso o sospeso? Noo, niente di tutto ciò! Il suddetto ha presentato la sua candidatura alle regionali, in appoggio a Zanello (poi eletto), sicuramente si presenterà alle comunali della prossima primavera. Mi fa male tutto ciò, la politica mi fa male e schifo, non trovo più appoggi e sicurezze, mio figlio è morto per una distrazione e io sto male. Non è ancora finita la mia lotta, sto aspettando i provvedimenti dell'Ordine dei medici di Varese per una sospensione (come previsto nel loro codice deontologico), continuo a scrivere ma non ottengo risposte, ma non mollo: ho sete di giustiziaaa!! Sono piccolino ma non ho paura, scriverò a tutto il mondo se fosse necessario!
Un caro saluto

giuseppe paganini 13.12.05 16:37| 
 |
Rispondi al commento

Qualcosa che so dei fascisti a piede libero:

http://www.mytempdir.com/313407

http://www.mytempdir.com/313442

Grazie per l'attenzione.
Arrivederci...

Carletto Marx 13.12.05 14:21| 
 |
Rispondi al commento

Oggi del clean up ne parla anche l'inglese The Guardian
http://www.guardian.co.uk/g2/story/0,3604,1665025,00.html

ada guglielmino 12.12.05 15:45| 
 |
Rispondi al commento

Sono un sessantenne avanzato, credo di essere uno dei pochi votanti di Di Pietro, e quindi ho visto di tutto, credo nelle cose che dici, Beppe e ti vorrei anch'io in parlamento, plaudo al "Parlamento pulito" e siccome non sono povero ho contribuito alla iniziativa, ho solo un dubbio che mi rode perchè mi dispiacerebbe veramente tanto se fosse reale:
MA BEPPE..COME E' LA TUA, DI FEDINA PENALE? Ti prego, dimmi che è immacolata, e se non lo è,
dimmelo lo stesso! Mi accontento di una e-mail privata. Una stretta di mano.

Francesco Murgia 10.12.05 17:03| 
 |
Rispondi al commento

Sono un sessantenne avanzato, credo di essere uno dei pochi votanti di Di Pietro, e quindi ho visto di tutto, credo nelle cose che dici, Beppe e ti vorrei anch'io in parlamento, plaudo al "Parlamento pulito" e siccome non sono povero ho contribuito alla iniziativa, ho solo un dubbio che mi rode perchè mi dispiacerebbe veramente tanto se fosse reale:
MA BEPPE..COME E' LA TUA, DI FEDINA PENALE? Ti prego, dimmi che è immacolata, e se non lo è,
dimmelo lo stesso! Mi accontento di una e-mail privata. Una stretta di mano.


Sono un sessantenne avanzato, credo di essere uno dei pochi votanti di Di Pietro, e quindi ho visto di tutto, credo nelle cose che dici, Beppe e ti vorrei anch'io in parlamento, plaudo al "Parlamento pulito" e siccome non sono povero ho contribuito alla iniziativa, ho solo un dubbio che mi rode perchè mi dispiacerebbe veramente tanto se fosse reale:
MA BEPPE..COME E' LA TUA, DI FEDINA PENALE? Ti prego, dimmi che è immacolata, e se non lo è,
dimmelo lo stesso! Mi accontento di una e-mail privata. Una stretta di mano.

Francesco Murgia 10.12.05 16:59| 
 |
Rispondi al commento

Non ha bisogno di alcun commento quanto il minitro Giovanardi ha detto. Si classifica da sé!
Posso solo dire "no comment"...

Andrea Ciotti 10.12.05 14:49| 
 |
Rispondi al commento

Non ha bisogno di alcun commento quanto il minitro Giovanardi ha detto. Si classifica da sé!
Posso solo dire "no comment"...

Andrea Ciotti 10.12.05 14:47| 
 |
Rispondi al commento

scusate...mah la lista non è completa: dov'è finito il caro, buon, vecchio Silvio?....ah già...è il Premier...scusate per un attimo dimenticavo che Lui ci rappresenta!

BELLA FIGURA DI MERDA!!!

elisa de fazio 10.12.05 12:32| 
 |
Rispondi al commento

****************************************************************************************************

SOLUZIONE FINALE

TI VA STORTO QUALCOSA NELLA VITA ??

PERDI IL LAVORO PRECARIO ???

TI COSTRUISCONO UN'AUTOSTRADA CHE PASSA NEL TUO GIARDINO ??

HAI 500 EURO DI PENSIONE AL MESE ???

NON PUOI FARTI UNA FAMIGLIA XCHE' NON HAI UN LAVORO ??

Prendi un arma qualsiasi, purchè sia efficace .....

Esci di casa.....

Dirigiti nel più vicino ufficio di un politico...

Vai davanti al parlamento.....

Vai a sentire un comizio elettorale.....

ACCOPPA UN POLITICO A CASO ..... IL PRIMO CHE TI CAPITA SOTTO TIRO

O SE SEI ESPERTO SCEGLI QUELLO PIù ANTIPATICO


L'ITALIA INTERA TE NE SARà INFINITAMENTE GRATA !!!

Grazie, Grazie, Grazie, Grazie, Grazie, Grazie, Grazie, Grazie, Grazie, Grazie


***************************************************************************************************

FIGHT THE POWER 08.12.05 20:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ottimo lavoro beppe!
apprezzo la correttezza del testo: nessuna ombra di giustizialismo, nessun accenno a leggi e leggine che andrebbero a peggiorare le cose.

apprezzo il richiamo alla responsabilità dei politici condannati che dovrebbero dimettersi da soli come accade nel resto (o quasi) del mondo.

spero che ciò contribuisca a maturare un senso civico nei cittadini italiani che ancora hanno il brutto vizio di favorire in politica persone che mentono, che dimostrano scaltrezza, furberia, che operano al di là della legge: berlusca e andreotti insegnano...

luca frangella 06.12.05 18:50| 
 |
Rispondi al commento

dichiarazione di LUNARDI.. il tav si farà ad ogni costo..!!!!!!!!..

si vede a occhio che lui guadagnerà uno sproposito di quei 15 miliardi previsti..

luca zanette Commentatore in marcia al V2day 06.12.05 18:43| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, riporto il commento erudito del nostro dipendente Ministro Giovanardi ad una domanda posta da un giornalista locale durante una visita alla città di Piacenza.
Alla richiesta di commento alla iniziativa di pubblicazione dell'elenco dei nomi dei condannati in via definitiva ti tacciava di giustizialisto pericoloso causa dei mali dell'italia degli ultimi 10 anni.
Non male e a voi tutti i commenti e le riflessioni.

G: Paolo Molaschi 05.12.05 20:45| 
 |
Rispondi al commento

RIDUZIONE DEGLI STIPENDI DEI PARLAMENTARI EUROPEI

In seno al Parlamento europeo, dopo anni di dibattito, si è giunti ad un accordo per rendere uniformi gli stipendi dei deputati.

Mentre prima gli stipendi dei deputati europei erano legati a quelli dei deputati nazionali, dai prossimi anni saranno portati tutti alla stessa cifra pari a 7000 euro, più i rimborsi per le spese di segreteria e di viaggio che siano effettivamente dimostrabili tramite fatture.

Tale norma è stata introdotta dopo anni di disparità tra i diversi paesi poiché esistevano enormi differenze tra gli stipendi dei deputati; ad esempio i deputati italiani guadagnavano più di tutti i loro colleghi europei con cifre di dieci volte superiori rispetto a quelli dei paesi dell’est.

Mi viene da pensare alla riduzione ridicola, proposta dalla finanziaria attualmente in discussione, che prevede un taglio del 10%, ma solo sulla diaria mensile dei deputati, lasciando inalterati tutti i rimborsi spese che vengono percepiti a fronte di spese spesso nemmeno sostenute e che in pratica raddoppiano lo stipendio effettivo.

È facile prevedere un fuggi fuggi dei nostri rappresentanti in Europa, che chiederanno di essere rimpatriati nel più breve tempo possibile……chissà cosa escogiteranno i geni italiani della truffa ??

COME SEMPRE I DEPUTATI ITALIANI SI DIMOSTRANO I Più ONESTI !!!!

cESARE PIRI 03.12.05 15:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Signor Grillo si contenga chiribbio!

S.B. da Arcore 02.12.05 13:14| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe
Senti se ti piace questa idea. Dato che siamo in prossimità delle elezioni dei nostri dipendenti facciamoci fare qualche bella promessa da LORO, tipo quelle che fa' il nano malefico ma che nessuno gli ha chiesto,
poi voteremo sul blog quella che ci piace di più e gli prometteremo il nostro voto...che ne dici si può fare?
Saluti e Complimenti per i tuoi sforzi

Paolo titta 02.12.05 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Il quotidiano Politiken ha pubblicato GRATIS.

Angelo P1 02.12.05 11:29| 
 |
Rispondi al commento

Caro BEPPE GRILLO

Dimenticavo Politiken ha pubblicato anche i 23 nomi dei politici compromessi con la legge con le relative condanne.


grazie ancora per l'áttenzione

Angelo P1 02.12.05 11:26| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo,
Ti comunico che mercoledi 30 novembre 2005
Nel quotidiano danese POLITIKEN 1 sezione Dietro pagina é uscito un tuo articolo che occupa 1/4 di pagina con la tua foto.

Aspetto notizie dalla tua redazione di come farvi recapitare il file.

Grazie

Angelo P1 02.12.05 11:22| 
 |
Rispondi al commento

CI AVETE ROTTO I COGLIONI!!!!!!!!!
A POSTO DI STRONZEGGIARE INCOMINCIATE AD APRIRE GLI OCCHI. DESTRA SINISTRA CENTRO SU E GIU, VAFFANCULO!!!!!!!!!!!!! TUTTI STRONZI CHE VANNO LI PER FARE I CAZZI SUOI. BEPPE NON NE POSSO PIU!!!!!! MI SONO ROTTO I COGLIONI ANCHE DI TE, VAI A PUBBLICARE I CAZZI NOSTRI SU GIORNALI STRANIERI, MA NON C'è PIU RELIGIONE!!!!! TUTTI PARLATE MA NESSUNO FA NIENTE, IO VOGLIO DIRE MA SE QUANDO CI SONO LE ELEZIONI NON CI VA NESSUNO, CHE SUCCEDE? NON SO LEGALMENTE CHE SUCCEDE, MA E ARRIVATA L'ORA DI DIRE A I NOSTRI POLITICI: LEVATEVI DAI COGLIONIIIII!
ALT
IO SONO UN UOMO DI DESTRA, E PIU CHE VADO AVANTI DICO: POVERO QUELL'UOMO CHE HANNO UCCISO CON LE BASTONATE A TESTA IN GIU, PERO ANCHE IN QUELLA POSIZIONE NON GLI E' USCITO NULLA DI TASCA. UOMINI COSI NON NE ESISTONO PIU'. PRODI\BELUSCONI\BELUSCONI\PRODI, CAZZO SIAMO MESSI BENE, AUGURI A TUTTI. NON RIESCO PIU NEMMENO A DIRE VIVA L'ITALIA.

Enzo Calderone 02.12.05 00:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro ROBERTO SANDRINI
non hai lasciato neanche la tua mail come posso contattarti? sono un bresciano anch'io e vorrei esserci anche se non conosco il politico in questione perche' se c'e' da tirar sassi ad un democristiano sono sempre in prima linea.
DOVE E QUANDO, VIA E ORA!

claudio maga 01.12.05 23:41| 
 |
Rispondi al commento

Ciao beppe,
leggendo i giornali in questi giorni ed in particolare "Il Giornale", sono venuto a conoscenza di un evento storico che dovrebbe far pensare e riflettere. Per quello che ho letto, a quanto pare Romano Prodi sapeva il luogo dove il presidente Moro era nascosto dalle Brigate Rosse. Per altro se ricordo bene, anche la Fallaci ne parlava in un suo libro. In entrambe le fonti si dice altresì che Prodi si giustificò dicendo che il nome "Gradoli" era uscito (proprio così, uscito) durante una seduta spiritica. Non so se ridere o piangere per le sue affermazioni, ma comunque di sicuro ciò dovrebbe far riflettere sulla persona che abbiamo davanti e che ha la possibilità di governarmi. Come è possibile tutto ciò?
Io non ho risposte. Mi aiuti Lei ad averne e magari con la Sua voce, ad informare il paese.
saluti
Marco Serafini
Montréal (Canada)

Marco Serafini 01.12.05 15:31| 
 |
Rispondi al commento

L'iniziativa non sarebbe male (anzi a livello morale non fa una piega)ma a livello pratico un problema c'è... se si facesse una legge di questo tipo si inizierebbe una persecuzione degli avversari politici attraverso una giustizia non del tutto imparziale (poichè come tutti noi sappiamo la legge non è uguale per tutti come dovrebbe)... e nessuno potrebbe più rappresentare nessuno... come disse gesù quando andò a difendere Maria Maddalena... chi non ha peccato scagli la prima pietra.

luciana brigati 01.12.05 13:26| 
 |
Rispondi al commento

Io credo che forse l'unico modo per migliorare e creare un mondo migliore è iniziare da noi stessi cercando con il nostro esempio di coinvolgere chi è piu vicino a noi !

http://ilmondodeglionesti.blogspot.com/

http://www.sololo.it/ leggete qualche pagina del diario di "pino" c'è molto da riflettere :-)

dalla mariga giulio 30.11.05 20:12| 
 |
Rispondi al commento

HAI FATTO BENISSIMO!

A NAPOLI SI DICE:" METTIGLI LA M...A IN FACCIA!"

Gianpaolo D'Ignazio 30.11.05 15:03| 
 |
Rispondi al commento

DOPO LA SPLENDIDA (CHE CHE NE DICA QUALCHE PSEUDO PATRIOTA DA STRAPAZZO PREOCCUPATO PIù DELLA MAGRA FIGURA FATTA DALL'ITALIA CAUSA QUESTA INIZIATIVA, CHE DA ESSERE QUOTIDIANAMENTE PRESO PER IL CULO E SPUTTANATO NEL MONDO INTERO DA UN GOVERNO DI POLITICI CORROTTI,UMANAMENTE IGNORANTI,SEMI ANALFABETI,DELINQUENTI,MAFIOSI INTOCCABILI,RE MIDA AL CONTRARIO CHE TRASFORMANO IN MERDA TUTTO QUELLO CHE TOCCANO)OPERAZIONE PARLAMENTO PULITO,SAREBBE D'UOPO INIZIARE LA CAMPAGNA "VATICANO PULITO":MANDARE A CASA I VARI PORPORATI CHE, BESTEMMIANDO IL CRISTO,IL SUO AMORE SINCERO PER TUTTI GLI UOMINI,LA SUA VICINANZA SOPRATUTTO A CHI è ULTIMO, EMARGINATO,RINNEGATO,IL SUO RIGORE NELL'AMMONIRE CHI ALZA LA MANO CONTRO IL FRATELLO,IL SUO METTERE IN GUARDIA I POTENTI DALL'AGIRE IN MODO DISONESTO E MALVAGIO, SI ACCANISCONO CONTRO I VARI "DIVERSI",GLI OMOSESSUALI,I MUSSULMANI(SCONSIGLIANDO CALDAMANTE I MATRIMONI MISTI MUSSULMANI-CATTOLICI) E, IN NOME DI UN'IPOTETICA DIFESA DELLA VITA, INFIERISCONO SUL DOLORE CHE UNA DONNA PROVA NEL DOVER PRATICARE UN ABORTO RIEMPIENDOLA DI SENSI DI COLPA, FACENDOLA SENTIRE LONTANA DA DIO,ADDITANDOLA COME ASSASSINA.MA RATZINGER,RUINI E COMPAGNIA E CO.HANNO URLATO "VERGOGNA!!" DI FRONTE AL FOSFORO BIANCO??E FANNO FORSE SENTIRE LA LORO VOCE NEI CONFRONTI DI QUESTA GUERRA ASSURDA TRANNE CHE QUALCHE TIMIDA SCOREGGIA DI CIRCOSTANZA??NON CI SONO FORSE VITE DA DIFENDERE IN IRAQ??HANNO FORSE MAI TUONATO CONTRO LA POLITICA CORROTTA,CORRUTRICE, MAFIOSAMENTE COLLUSA, SEMPRE DALLA PARTE DEL POTENTE E MAI DALLA PARTE DEL POVERO CRISTO?.RATZINGER INCONTRA BERLUSCA, BUSH E DELINQUENTI VARI COI TARALLUCCI..CHI AMA CRISTO NON PUò CHE RAGGELARE.BASTA CON QUESTACRICCA PORPORO-PUTTANA CHE SI VUOL "FORTE" COI DEBOLI,ED è DEBOLE, SOTTOMESSA,COMPLICE COI "FORTI-FURBI"!SE LA CHIESA SONO I CRISTIANI DI CRISTO, QUESTI VOGLIONO DI CERTO ESSERE RAPPRESENTATI E GUIDATI DA GRANDI UOMINI COME DON CIOTTI NON DA AMBIGUI INQUISITORI SOLTANTO DELLA VITA DELLA GENTE SOTTO LE LENZUOLA!

Elena.M 30.11.05 14:19| 
 |
Rispondi al commento

Fantastica iniziativa. Peccato che in Italia pare che essere onesto oggi sia una disgrazia.

Vorrei informarvi che a Brescia il 2 dicembre nella sede del convento delle ORSOLINE si terrà un comizio del partito PDC (Partito democratico cristiano) il cui segretario è il nostro ex dipendente PRANDINI !!!!

Non sò se ve lo ricordate è stato anche ministro in passato. Pensate che ogni volta che un bresciano guarda una strada non completata oppure un ponte abbandonato a metà costruzione pensa a quest'uomo.

Io il 2 dicembre ci sarò... e non per fagli i complimenti. Vorrei non essere il solo ad indignarsi.

Ciao.

Roberto Sandrini 30.11.05 11:34| 
 |
Rispondi al commento

Ma ditemi su 300 e passa deputati del centrodestra se solo 21 sono i condannabili ,gli altri 279 e passa cosa debbono dire ,dal momento che la condanna di quelli li accomuna agli occhi della gente sprovveduta a cui fa presa la propaganda a senso unico? Desiderei che qualcuno mi ripsondesse.

Filippo Nicolosi 30.11.05 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
ti ringrazio, e ringrazio tutti coloro che hanno contribuito, perchè la verità venisse palesata. Vorrei sapere se costituisce reato affiggere la lista dei nomi in giro per la mia città. Abito a Reggio Calabria e sono stanco di essere preso in giro da tutti coloro che cercano di spacciare per verità le menzogne. Vorrei, e scusatemi se chiedo troppo, che chi mi rappresenta in parlamento o in qualunque altro posto fosse migliore di me, o per lo meno, come me.
In ultimo vorrei esprime la mia profonda tristezza per il fatto che sono passati cinque anni e ci troviamo a scegliere nuovamente tra due meravigliose persone, il dipendente Berlusconi e il dipendente Prodi.

Saluti a tutti
Domenico


Domenico Costantino 30.11.05 10:26| 
 |
Rispondi al commento

Caro Bebbe Grillo, ho visitato solo oggi il Tuo sito e ne sono rimasto meravigliato. Mi sono messo a riflettere ed ho pensato che in un periodo storico come quello attuale, in cui chi più urla tanto più ottiene ragione, chi più è ricco tanto più ottiene ciò che vuole, chi più promette tanto più attrae l'attenzione, e chi non urla viene escluso, chi è povero viene allontanato e chi rammostra la realtà viene messo a tacere, è senza dubbio utile e necessario anche il tuo modo comunicare.
A presto.

Stefano Legnaioli 30.11.05 10:03| 
 |
Rispondi al commento

GRILLO SEI MILIARDARIO E CHIEDI CONTRIBUTI PER L'INSERZIONE SU GIORNALI STRANIERI DEI 23 NOMI DI UOMINI POLITICI INQUISITI? CHIEDI CONTRIBUTI,INVECE, PER FARE BENEFICENZA IN ITALIA A TANTI POVERI CRISTI CHE ANCHE POCHI EURO FANNO COMODO:I NOMI GLI ITALIANI LI SANNO DA TEMPO E NON C'ERA ALCUN BISOGNO DI ESPORTARLI IN TERRA STRANIERA. A LORO NON RESTANO IMPRESSI I NOMI RESTA IMPRESSA IL NOME "ITALIA" E SOTTO QUESTO PUNTO DI VISTA CI HAI SCREDITATO TUTTI.QUELLO CHE VALE E' IL VOTO CHE GLI ITALIANI DARANNO ALLE URNE ,SENZA FIACCOLATE,GIROTONDI,SCIOPERI POLITICI CHE NON SERVONO A NIENTE.ABBIAMO A DIFFERENZA DEI PAESI EX ED ATTUALI COMUNISTI LA POSSIBILITA'DI VOTARE ED ALLORA USIAMOLA.IL BRAVO COSSUTTA VOLEVA TOGLIERE L'EMBLEMA DELLA FALCE E MARTELLO PER RECUPERARE PIU' VOTI;MA GLIELO HANNO IMPEDITO: TOGLIERE LA FALCE E MARTELLO E' COME SCREDITARE E RINNEGARE TUTTO UN PASSATO E L'ATTUALE PRESENTE.MA LE PERSONE NON SONO SCIOCCHE SI REGOLERANNO DI CONSEGUENZA ALLE URNE.

Filippo Nicolosi 30.11.05 09:42| 
 |
Rispondi al commento

complimenti per il tuo impegno, continua così perchè dai speranze a tutti quei cittadini come me che vivono tutti i giorni della loro vita subendo i sopprusi dell'illegalità e la prevalicazione dei potenti, solo perchè la nostra rilevanza economica è del tutto irrilevante.

piero parisi 30.11.05 09:31| 
 |
Rispondi al commento

Non immagini neanche Beppe quanto apprezziamo il tuo lavoro, sei veramente un grande.Rimpiango ancora di non aver assistito al tuo spettacolo a Napoli durante la notte bianca ,causa l'iper affollamento di piazza Dante. L' operazione parlamento pulita la dobbiamo portare sulla prima pagina del TIME , anche se sono un giovane 22enne squattrinato ti giuro che ci metto anche un pò del mio! Pensaci!
Ultimo consiglio: cerca di promulgare il blog su giornali gratuiti tipo city, leggo, ecc. Stammi bene Beppe!

Infante Adriano 30.11.05 01:55| 
 |
Rispondi al commento

Una proposta: Candidiamo Beppe al Parlamento, lo eleggiamo e facciamo vedere a tutti cosa sa e (sappiamo) fare.

alessio nasti 29.11.05 23:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una proposta: Candidiamo Beppe al Parlamento, lo eleggiamo e facciamo vedere a tutti cosa sa e (sappiamo) fare.

alessio nasti 29.11.05 23:18| 
 |
Rispondi al commento

La cosa VERAMENTE triste è che quei 23 ci rappresentano più che bene, benissimo... il nostro caro Parlamento ci dà un insindacabile spaccato del nostro Paese

Graziella de Domenico 29.11.05 22:15| 
 |
Rispondi al commento

La cosa VERAMENTE triste è che quei 23 ci rappresentano più che bene, benissimo... il nostro caro Parlamento ci dà un insindacabile spaccato del nostro Paese

Graziella de Domenico 29.11.05 22:15| 
 |
Rispondi al commento

La cosa VERAMENTE triste è che quei 23 ci rappresentano più che bene, benissimo... il nostro caro Parlamento ci dà un insindacabile spaccato del nostro Paese

Graziella de Domenico 29.11.05 22:14| 
 |
Rispondi al commento


BEPPE GRILLO QUANTO GUADAGNI OGNI SERATA?
-----------------------------------------
CHI LO SA????????????????????????????????
------------------------------------------

antonio manicone 29.11.05 22:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


X BEPPE GRILLO

FACCI SAPERE QUANTO PRENDI A SERATA.

antonio manicone 29.11.05 22:05| 
 |
Rispondi al commento

Grande Beppe Grillo!
Continua cosi'!
Sono 1 tuo fan!
Solo 1 curiosita': qualche tempo fa un quotidiano (non ricordo quale) riportava la notizia che hai patteggiato una condanna per evasione fiscale.E' vero?
Spero di no.
Mi piacerebbe credere che almeno tu sia pulito.
Ciao

Giuseppe Fedele 29.11.05 21:25| 
 |
Rispondi al commento

Mi fate semplicemente ridere :Grillo(e non e' una novita') ma anche tutti quelli che scrivete in questo forum.Tutti i miei post sono stati cancellati.Questo seguira'.Rimarrann0 solo quelli che "incenseranno" il Sig.Grillo e tutta la sinistra. Ma dove avete imparato la democrazia in Russia? in Cina ? o a Cuba.Forse nella Corea del nord.

Filippo Nicolosi 29.11.05 20:42| 
 |
Rispondi al commento

Grande Tiscali, c' è un link al blog sull' home page!!
Saluti Pietro

L' UNICA ALTERNATIVA POSSIBILE E' LA DEMOCRAZIA DIRETTA!!!!

Pietro Murru Commentatore in marcia al V2day 29.11.05 20:05| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti.mi chiamo luca e vengo da LENTINI un paese di 35000 abitanti in provincia di siracusa e a 30km da catania.lentini viene definita la CITTA' delle ARANCE.... vero abbiamo produciamo arance da dio dal novellino all'arancia rossa che si sà ha potere antiossidante.Ai tempi di mio nonno avevamo un economia delle arance allucinante nella zona della stazione c'erano circa 20 magazzini che lavoravano tutti ininterrottamente,c'erano anche bottege e anche giornalai e c'era un movimento di gente che era spaventoso. la fila dei camion, carichi di arance,che si veniva a creare era spaventosa. Oggi è tutto sparito abbiamo solo giardini con arance di lusso ma che rimangono la perche nessuno le compra..... cavolo arance enormi belle succose,gustose,sane,biologiche maledizione e nessuno le compra ? e poi vado per i grandi supermercati e cosa trovo ? delle arance tutte belle lucide e pulite vendute a circa 1,20 euro provenienti dal marocco!!! dalla spagna !!!!! e tra un po arriverannno anche dal sudafrica. a scuola mi hanno insegnato che la globalizzazione ha effetti positivi. non credo almeno nella mia zona il mercato delle arance sta morendo caspita non si riesce nemmeno a far partire 10 vagoni di arance contro i 500 vagoni al giorno di un tempo. e lo sapete chi si sta muovendo per salvare le arance della zona di lentini ? i giapponesi molte arance verranno spedite a tokyo........

luca valenti 29.11.05 19:36| 
 |
Rispondi al commento

ho 32 anni sono sposata ed ho un bimbo di otto mesi. sono dieci anni che lavoro e avessi trovato un datore di lavoro che mi abbia messo in regola. lavoro part-time in uno studio commerciale e guadagno 300 euro al mese in nero. mio marito ne guadagna 1200 con contratto a progetto. quando i parlamentari decidono di aumentarsi gli stipendi, pensano prima di affacciarsi dalla finestra e guardare il mondo. sono profondamente triste per la mia situazione che mi accomuna atanta altra gente. scrissi una volta ai sindacati ma anche loro se ne sono fregati.ci sono situazioni senza controllo che continueranno a rimanere tali.i miei diritti quando potrò averli? grazie per lo spazio e per lo sfogo che mi è stato concesso.

raffaella feraco 29.11.05 19:28| 
 |
Rispondi al commento

io sono una ragazza di 15 anni
Ho visto poco tempo fa il tuo spettacolo di Aprile a Roma.Grazie a te mi si è aperto un nuovo mondo.Le cose che dici sono dirette ed è questo che rende tutto vero,non viene filtratro.
Grazie.

giulia salerno 29.11.05 18:59| 
 |
Rispondi al commento

Internet è un mezzo di libertà e democrazia come del resto questo blog...ma come facciamo a far sapere a parecchi italiani specie del sud italia (senza offesa naturalmente) ovvero ai pensionati o a coloro che hanno meno dimesticchezza con internet e il pc la verità che viene detta su questo blog ??
la mia proposta che giro a Beppe Grillo (sperandoche lo legga) è quella di pubblicare almeno una volta a settimana i vari argomenti del blog e magari selezionando i post migliori sui giornali a diffusione garuita (CITY, METRO, LEGGO, etc) che credo sarebbero ben lieti di informare e di accettare...basta solo contattarli...del resto provare non nuoce..vero beppe!!!
ciao

Vincenzo Curcio 29.11.05 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Ho l'impressione che neanche il più illuminato dei politici potrebbe risolvere i problemi del mondo di oggi. Gli esseri umani sono miliardi e purtroppo in un mare così grande le teste di cavolo saranno sempre svariate centinaia di milioni. Se non si riesce a rendere non dannoso l'uomo, studiamo una strategia, naturalmente incruenta, naturalmente a lungo termine, per limitare, arrestare la crescita demografica del pianeta. Siamo maledettamente troppi, le risorse sono limitate.
Penso che tutti i cancri del pianeta terra se non risolti per tempo saranno inevitabilmete risolti dalla guerra.

Stefano Mirandola 29.11.05 14:00| 
 |
Rispondi al commento

Perchè non assumiamo dei dipendenti politici filippini o indiani? costano meno! Ci sono persone in gamba anche tra quei popoli, sapete?

massimo savarese 29.11.05 11:45| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente ho mandato anch'io il mio piccolo contributo, così mi sento un pò più in diritto di dare un suggerimento per la prossima pubblicazione "Parlamento pulito". Se l'obiettivo n.1 è di cacciare dal governo i delinquenti che ci sono ora subito dopo (pregando che Prodi vinca) proporrei di pulirlo dai personaggi sporchi dell'opposizione, tipo D'Alema, una serpe cresciuta nel seno del centro sinistra che non può che indebolirlo

Marco Rinaldi Commentatore in marcia al V2day 29.11.05 09:17| 
 |
Rispondi al commento

ma come? solo 48mila euro?:)
ma compriamo la copertina del TIMES!!
dai grillo siamo una POTENZA, alza il target, la prox volta facciamo uno spot sulla cnn.
Un abbraccio

ALberto

Alberto RUggi 28.11.05 22:44| 
 |
Rispondi al commento

sempre a lamentarci senza creatività per intraprendere una RIVOLUZIONE DEMOCRATICA. Immagina che tutti i rivoluzionari votino per un piccolo partito del 2% o giù di lì. Il giorno dopo la CASTA politica, i PADRONI sarebbero defenestrati e forse si metterebbero a correre per comprarsi quel piccolo partito e fare transumanza. Immagina pure che quel piccolo partito abbia una storia di 'pulizia', lotte sane, preparazione per saper fare regia. I RADICALI??? In ogni caso qui non si tratterebbe di scegliere per chi votare ma di fare la RIVOLUZIONE, questo è l'obiettivo e i radicali potrebbero essere semplicemente il CONTENITORE DELLA RIVOLUZIONE nel raccogliere un maggioranza capace di creare shock. Poi si vedrà, ma prima la RIVOLUZIONE. Un abbraccio ai coraggiosi.

mario tancredi 28.11.05 21:22| 
 |
Rispondi al commento

immagina una RIVOLUZIONE DEMOCRATICA: tutti votano per un piccolo partito che non arriva al 2% e, per questo suo limite non è incastrato nella rete delle collusioni, interessi, lobbies etc. Il giorno dopo la 'casta' dei 'padroni' è defenestrata democraticamente senza spargimento di sangue. Correranno a cercare di comprarsi quel partito e fare transumanza per rimettersi in sella??? Certo è che sarebbe un gran colpo, meglio dell'astensione per protestare. Immmagina poi che ci possa essere quel piccolo partito con una storia di 'pulizia' e di lotta, in grado di mantenersi fermo, preparato, informato capace di tener duro e non farsi comprare e invadere. Forse i RADICALI??? Perchè non provare? Non tanto per sceglere questo o quello, ma solo per fare la RIVOLUZIONE, la DECAPITAZIONE. Il coraggio però ce lo deve mettere ognuno di noi senza stare più solo a lamentarsi. FACCIAMO CASINO, poi si vedrà. Un abbraccio

mario tancredi 28.11.05 21:09| 
 |
Rispondi al commento

HO CAPITO TUTTO...DA GRANDE VOGLIO FARE IL DEPUTATO!!!

E' meglio che essere imprenditore:
- Fai poco o nulla
- Hai i vantaggi di essere dipendente ma guadagni come un imprenditore
- Hai un sacco di vantaggi vari
- Sei vezzeggiato da tutti
- ...

Tutti politici che si stà meglio!!!

Stefano.

Ps:Io ho 22 anni ed immaginate che fiducia posso avere in questa gente...

Stefano Dironzo 28.11.05 20:28| 
 |
Rispondi al commento

Beppe hai provato sui quotidiani a diffusione gratuita (METRO, LEGGO, CITY)???
Penso che con quella cifra ti avrebbero pubblicato nomi e cognomi...
Ciao.

Alessandro Serra 28.11.05 16:13| 
 |
Rispondi al commento

La libertà è un virus: diffondi il contagio!

Il progetto VIRAL VIDEO è una zona franca
da cui potranno levarsi voci non filtrate
che circolando liberamente,
speriamo possano intaccare il muro
del pensiero unico e della censura.

Fatti contagiare dalla libertà di critica,
diffondi gli audiovisivi del Viral Video Project!
http://www.viralvideo.it/elenco.html

mailto:viralvideo@fastwebnet.

massimo ranzani 28.11.05 15:33| 
 |
Rispondi al commento

ancora... CONTRO LA LEGGE ELETTORALE TRUFFA!!

Fabio Guidi Commentatore in marcia al V2day 28.11.05 14:59| 
 |
Rispondi al commento

bellissimo ma non deve finire qui...
adesso un'altra CONTRO LA LEGGE ELETTORALE TRUFFA!!!

Fabio Guidi Commentatore in marcia al V2day 28.11.05 14:52| 
 |
Rispondi al commento

Il Comune di Milano (destra e sinistra pienamente d'accordo)ha deciso di promuovere l'utilizzo di Viagra ai pensionati con uno stanziamento di 500.000 euro ..."senza sottrarre nulla ai servizi essenziali"... come detto in tv dall'assessore Tiziana Maiolo. Mi piacerebbe sapere quali occhiali abbia utilizzato l'assessore per avere una così chiara visione dei servizi essenziali nella realtà milanese pensionati

augusto moiola 28.11.05 12:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...continua

Questa classe politica ha causato un danno al paese di 2 MILIONI E 446 MILA MILIARDI (L. 2.446.000.000.000.000) La sola camera dei deputati costa al cittadino 4.289.968 AL MINUTO !
>

I dati non tengono conto dell'ultimo aumento stipendiale

laura

E' facile dire Parlamento pulito, destra ladrona, aumentano le tasse, siamo al collasso etc.

laura

Francesca Rossi 28.11.05 10:26| 
 |
Rispondi al commento

La Sinistra predica bene e razzola male (come si dice a Roma)
-da: www.ricostruire.it

COSTO DI UN DEPUTATO (i dati non sono aggiornati ai recenti aumenti)
STIPENDIO 37.086.079 AL MESE STIPENDIO BASE 19.325.396 al mese
PORTABORSE 7.804.232 al mese (generalmente parente, familiare o amico dell'amico dell'amico del cugino di uno raccomandato)
RIMBORSO SPESE AFFITTO 5.621.690 al mese RIMBORSO SPESE (che non si possono dire) 1.001.320 al mese
RIMBORSO SPESE VIAGGIO 2.052.910 al mese TELEFONO CELLULARE gratis
TRIBUNA D'ONORE NEGLI STADI gratis TESSERA DEL CINEMA gratis
TESSERA TEATRO gratis TESSERA AUTOBUS - METROPOLITANA gratis
FRANCOBOLLI gratis VIAGGI AEREO NAZIONALI gratis
VIAGGI TRENO CARROZZA LETTO gratis CIRCOLAZIONE AUTOSTRADE gratis
CORSO LINGUA STRANIERA gratis PISCINE E PALESTRE gratis
VAGONE RAPPRESENTANZA DELLE FS gratis AEREO DI STATO gratis
USO DI PREFETTURE ED AMBASCIATE gratis CLINICHE gratis
RIMBORSO SPESE MEDICHE gratis ASSICURAZIONE INFORTUNI gratis
ASSICURAZIONE IN CASO DI MORTE gratis AUTO BLU CON AUTISTA gratis
GIORNALI gratis RISTORANTE gratis (nel 1999 hanno mangiato e bevuto gratis per 2.850 milioni di lire, diconsi DUE miliardi...)
Liquidazione (per ogni anno di mandato si intascano uno stipendio) Pensione 4.762.669 (possono acquisire il diritto alla pensione dopo 35 mesi in Parlamento mentre obbligano i cittadini a 35 anni)
Indennità di carica (da 650.000 circa a 12.500.000) 200.000.000 circa li incassano con il rimborso spese elettorali (in violazione alla legge sul finanziamento ai partiti)
50.000.000 ogni anno ciascuno se fondano un giornaletto.
(la sig.ra Pivetti, ex-Presidente Camera dei Deputati, per tutta la vita avrà l'auto blu ed una scorta sempre a suo servizio)

segue...

Francesca Rossi 28.11.05 10:21| 
 |
Rispondi al commento

Che dire della notizia apparsa oggi sull'ansa,della candidatura di Sgarbi a sindaco di Roma? L'ho trovata molto ironica dopo aver letto le motivazioni della sua condanna! Sicuramente come "datrice di lavoro" ci penserei MOLTO a farmi rappresentare da chi.....a buoni intenditori poche parole....ciao

cristiana cauro 27.11.05 23:42| 
 |
Rispondi al commento

Che dire della notizia apparsa oggi sull'ansa,della candidatura di Sgarbi a sindaco di Roma? L'ho trovata molto ironica dopo aver letto le motivazioni della sua condanna! Sicuramente come "datrice di lavoro" ci penserei MOLTO a farmi rappresentare da chi.....a buoni intenditori poche parole....ciao

cristiana cauro 27.11.05 23:39| 
 |
Rispondi al commento

La libertà è un virus: diffondi il contagio!

Il progetto VIRAL VIDEO è una zona franca
da cui potranno levarsi voci non filtrate
che circolando liberamente,
speriamo possano intaccare il muro
del pensiero unico e della censura.

Fatti contagiare dalla libertà di critica,
diffondi gli audiovisivi del Viral Video Project!
http://www.viralvideo.it/elenco.html

mailto:viralvideo@fastwebnet.


PARTE XVII...SEGUE
http://www.viralvideo.it/elenco.html
). Nove anni dopo il suo primo governo e due anni dopo l'avvio del secondo, Berlusconi non ha risolto il conflitto d'interessi né tantomeno ha ceduto alcuna delle sue aziende. Anzi, il 21 dicembre 2001, comunica agli italiani che "il conflitto d'interessi esiste solo nel senso che le mie aziende ci hanno rimesso da quando sono entrato in politica al servizio del Paese". E il 7 maggio 2003, ancora più esplicito: "Il conflitto d'interessi è una scusa. Tutti vedono bene che non c'è nessun conflitto d'interessi. Anzi, io non posso fare che cose sfavorevoli al mio gruppo. Non c'è stata una sola decisione assunta da questa maggioranza e da questo governo che abbia portato cose a mio favore. Da quando sono sceso in politica, il mio gruppo ha subìto soltanto danni enormi". Viralvideo vi invita a contribuire alla diffusione di questo documento sulla base della convinzione che la libertà di sapere sia la prima condizione della libertà di giudizio.
Non disperate di potervi opporre a questi abusi, nessun capitale o governo può tacitare la verità senza la vostra collaborazione, dovete solo decidere di rifutare l’indifferenza e la rassegnazione.
www.viralvideo.it
La libertà è un virus, diffondi il contagio!


PARTE XVII
http://www.viralvideo.it/elenco.html
BERLUSCONI E IL CONFLITTO D'INTERESSI
"Dire che nell'attività di governo e politica ci sia stato qualche volta un interesse personale, non solo del signor Berlusconi, ma anche di altri membri di Forza Italia, è una vergogna" (14-12-95). "La vecchia classe politica che facendo politica prendeva soldi. Io posso dire che per fare politica ne ho spesi parecchi" (15-12-95). Il primo governo Berlusconi passerà alla storia per due provvedimenti: il decreto Biondi, che vietava le custodia in carcere per corruzione alla vigilia dell'arresto di Paolo Berlusconi per corruzione; e la legge Tremonti, che ha fruttato alla Mediaset dello stesso Berlusconi (Silvio) sgravi fiscali per 243 miliardi. "Ho dato incarico ai miei manager di avviare le dismissioni delle mie proprietà" (23-3-94). "Ho sempre riconosciuto che c'era un'anomalia da sanare... Sono il primo a proporre una soluzione di separazione drastica tra l'esercizio dei doveri di governo e l'esercizio dei diritti proprietari" (2-8-94). "Le mie aziende o le congelo o le vendo. Voglio assolutamente dividere i miei interessi privati che ho come azionista Fininvest dalla mia attività pubblica che svolgerò nell'interesse di tutti. Credo che quella del blind trust americano sia la soluzione ideale" (11-4-94). "Oggi vi annuncio che ho deciso di vendere le mie aziende, perché credo che qualcuno, quando si prende un impegno e dentro questo impegno ci sono certe condizioni che sono ostative allo svolgimento globale dell'impegno, deve avere anche il coraggio di sacrificarsi... Non sarà facile trovare un compratore, ma andremo in Borsa con la televisione e terrò una quota assolutamente non di maggioranza" (23-11-94). "Da novembre ho dato mandato irrevocabile alla Fininvest di vendere le tv" (18-3-95). "Venderò le tv ad imprenditori internazionali" (Il Giornale, 1-4-95). "Il conflitto d'interessi sarà risolto nei primi cento giorni del mio governo" (5-5-2001)...CONTINUA

MASSIMO RANZANI 27.11.05 17:28| 
 |
Rispondi al commento

PARTE XVI...SEGUE...
http://www.viralvideo.it/elenco.html
... Il reato non è intrinsecamente politico, né lo diviene nel caso che l'autore del reato speri di cambiare la politica del governo comprando influenza politica, e neanche se il potere giudiziario, perseguendo lui, spera di ripulire la politica. Nessuno degli argomenti dei richiedenti riesce a persuadermi in nulla che i reati in questione siano politici. Non riesco proprio a vedere i pagatori corrotti della politica come i "Garibaldi di oggi", o cercatori di libertà, o "prigionieri politici".

"I magistrati milanesi abusavano della carcerazione preventiva per estorcere confessioni agli indagati" (30-9-2002). Anche questo cavallo di battaglia della polemica berlusconiana anti-giudici è smentita dai fatti e, soprattutto, dalla relazione consegnata al governo dai quattro ispettori ministeriali inviati contro il pool di Milano nell'ottobre 1994 dal guardasigilli Alfredo Biondi (Forza Italia, primo governo Berlusconi). Relazione resa nota il 15 maggio '95: "Nessun rilievo può essere mosso ai magistrati milanesi, i quali non paiono aver esorbitato dai limiti imposti dalla legge nell'esercizio dei loro poteri [...]. Non si è riscontrata un'apprezzabile e significativa casistica di annullamenti delle decisioni che hanno dato luogo a quelle detenzioni [...]. I provvedimenti custodiali sono stati spesso suffragati [...] dall'ulteriore e decisiva prova della confessione dell'indagato. Né è risultato che tali confessioni siano state in seguito ritrattate perché rese sotto la minaccia dell'ulteriore protrarsi della detenzione [...]. Non è possibile ascrivere quelle confessioni alle "condizioni fisiche e psicologiche disumane" nelle quali si sarebbero venuti a trovare molti indagati, alcuni dei quali suicidatisi, condizioni cui fa riferimento l'on. Sgarbi: non è stata mai segnalata l'applicazione di regimi detentivi differenziati e inaspriti rispetto alla generalità dei casi".

MASSIMO RANZANI 27.11.05 17:22| 
 |
Rispondi al commento

PARTE XVI...SEGUE....
http://www.viralvideo.it/elenco.html
"I magistrati del pool di Milano avevano come obbiettivo quello di favorire la presa di potere da parte delle sinistre" (9-5-2003). A parte le considerazioni già esposte, è interessante leggere la risposta data il 23 ottobre 1996 dal ministro dell'Interno britannico Simon Brown al Parlamento britannico, per spiegare il diniego opposto al ricorso degli avvocati di Berlusconi, i quali parlavano di inchieste e reati "politici" per opporsi alla consegna dei documenti sui conti esteri della galassia All Iberian: "Se ben capisco l'argomentazione dei richiedenti [la Fininvest], essi sostengono che l'azione giudiziaria in corso in Italia per donazioni illecite di 10 miliardi al signor Craxi è politica, e che le accuse di falso contabile [...] sarebbero reato connesso. Le donazioni politiche illegali sono un reato politico? Non sono d'accordo. A me sembra piuttosto un reato contro la legge ordinaria promulgata per garantire un corretto ordinamento del processo democratico in Italia - reato in nulla diverso, diciamo, dal votare due volte alle elezioni [...]. Il reato in questione è stato commesso per influenzare la politica del governo: non si pagano clandestinamente grosse somme di denaro a un partito politico senza uno scopo [...]. Non accetto in nessun modo che il desiderio della magistratura italiana di smascherare e punire la corruzione nella vita pubblica e politica, e il conflitto che ciò ha creato tra i giudici e i politici in quel paese, operi in modo tale da trasformare i reati in questione in reati politici. È un uso scorretto del linguaggio definire la campagna dei magistrati come improntata a "fini politici",o le loro azioni nei confronti del signor Berlusconi come persecuzione politica.Al contrario, tutto ciò che ho letto su questo caso suggerisce che la magistratura stia dimostrando una giusta indipendenza politica dall'esecutivo ed equanimità nel trattare in modo eguale i politici di tutti i partiti...

MASSIMO RANZANI 27.11.05 17:17| 
 |
Rispondi al commento

PARTE XVI...SEGUE...
http://www.viralvideo.it/elenco.html

"I magistrati milanesi abusavano della carcerazione preventiva per estorcere confessioni agli indagati" (30-9-2002). Anche questo cavallo di battaglia della polemica berlusconiana anti-giudici è smentita dai fatti e, soprattutto, dalla relazione consegnata al governo dai quattro ispettori ministeriali inviati contro
il pool di Milano nell'ottobre 1994 dal guardasigilli Alfredo Biondi (Forza Italia, primo governo Berlusconi). Relazione resa nota il 15 maggio '95: "Nessun rilievo può essere mosso ai magistrati milanesi, i quali non paiono aver esorbitato dai limiti imposti dalla legge nell'esercizio dei loro poteri [...]. Non si è riscontrata un'apprezzabile e significativa casistica di annullamenti delle decisioni che hanno dato luogo a quelle detenzioni [...]. I provvedimenti custodiali sono stati spesso suffragati [...] dall'ulteriore e decisiva prova della confessione dell'indagato. Né è risultato che tali confessioni siano state in seguito ritrattate perché rese sotto la minaccia dell'ulteriore protrarsi della detenzione [...]. Non è possibile ascrivere quelle confessioni alle "condizioni fisiche e psicologiche disumane" nelle quali si sarebbero venuti a trovare molti indagati, alcuni dei quali suicidatisi, condizioni cui fa riferimento l'on. Sgarbi: non è stata mai segnalata l'applicazione di regimi detentivi differenziati e inaspriti rispetto alla generalità dei casi".

MASSIMO RANZANI 27.11.05 17:10| 
 |
Rispondi al commento

PARTEXVI...SEGUE...

...."La magistratura politicizzata, nel 1992-'93, ha cancellato cinque partiti dalla vita pubblica, risparmiando i comunisti per portarli al potere" . A parte il fatto che, a Milano, il pool Mani Pulite arrestò e inquisì quasi l'intero vertice del Pci-Pds, esattamente come quelli dei partiti moderati, va detto che le prime elezioni dopo Tangentopoli non le vinsero le sinistre. Le vinse Berlusconi, occupando lo spazio lasciato libero dal pentapartito che si era sciolto per mancanza di voti dopo lo scandalo. Il 24 gennaio 1994, al momento della sua discesa in campo, il Cavaliere elogiò il pool di Milano per avere scoperchiato lo scandalo di Tangentopoli: "La vecchia classe politica è stata travolta dai fatti e superata dai tempi [...]. L'autoaffondamento dei vecchi governanti, schiacciati dal peso del debito pubblico e del finanziamento illegale dei partiti, lascia il paese impreparato e incerto...". E il 6 febbraio rincarò la dose: "Basta con i ladri di Stato, noi siamo per una politica nuova, diversa, pulita. Siamo l'Italia che lavora contro l'Italia che ruba". Subito dopo tentò di avere nel suo governo i due simboli del pool di Mani Pulite: Antonio Di Pietro al ministero dell'Interno e Piercamillo Davigo alla Giustizia. I due, però, rifiutarono. Ma evidentemente, all'epoca, Berlusconi non li considerava "toghe rosse".

MASSIMO RANZANI 27.11.05 15:16| 
 |
Rispondi al commento

PARTE XVI...SEGUE...
... Nell'ordinanza del giudice Carlo Bianchetti che il 15 maggio 2001 archivia l'inchiesta e assolve il pool di Milano, si legge: "Alla causazione del cosiddetto "ribaltone" è stata sostanzialmente estranea la vicenda dell'invito a presentarsi, dal momento che, secondo la testimonianza dell'allora ministro Maroni, la decisione della Lega Nord di "sfiduciare" il governo Berlusconi (decisione che era stata determinante nella caduta dell'Esecutivo) era stata formalizzata il 6 novembre 1994, e perciò due settimane prima; trovava comunque le sue radici in un insanabile contrasto tra la Lega Nord e gli altri partiti del Polo delle Libertà risalente a fine agosto '94, allorché l'on. Bossi era venuto a sapere dell'intenzione del capo del governo di "andare alle elezioni anticipate in autunno".
"Nel processo Sme non ci sono né indizi né prove contro di me, c'è solo il teorema della signora Stefania Ariosto, una mitomane che ha fatto dei pettegolezzi. Per la Sme mi aspetterei non un processo, ma una medaglia d'oro al valore civile per avere salvato l'Italia da una svendita di un bene pubblico per 500 miliardi quando ne valeva 2500". La teste Stefania Ariosto non parla dell'affare Sme: si limita a raccontare ciò che ha visto e sentito a proposito di Previti e della corruzione di alcuni giudici romani. In realtà, nel processo Sme, gli imputati sono sotto accusa per alcuni bonifici bancari. Il primo riguarda l'industriale Pietro Barilla (deceduto nel '93): il 2 maggio e il 26 luglio 1988 da un conto estero di Barilla partono due accrediti (1 miliardo e 800 milioni di lire) destinati all'avvocato Attilio Pacifico, braccio destro dell'avvocato berlusconiano Cesare Previti. Pacifico versa, secondo l'accusa, 200 milioni in contanti al giudice Filippo Verde, e tramite bonifico 850 a milioni a Previti e 100 al giudice Renato Squillante. Il secondo bonifico chiama invece direttamente in causa la Fininvest. Il 6 marzo 1991, dal conto svizzero "Ferrido", aperto dal capo della tesoreria Fininvest Giuseppino Scabini, vengono accreditati 434.404 dollari sul conto "Mercier" di Previti, da dove, un'ora dopo, vengono girati sul conto "Rowena" del giudice Squillante. Secondo l'accusa, il conto Ferrido (della galassia All Iberian) era alimentato con fondi personali e familiari di Berlusconi. Di qui l'accusa, per tutti, di corruzione giudiziaria. Per la Sme (la finanziaria alimentare dell'Iri), Berlusconi non sventò alcuna svendita: la quota dell'azienda in vendita da parte dell'Iri era stata valutata 500 miliardi da due esperti dell'università milanese Bocconi, e dunque Carlo De Benedetti, unico offerente nel 1985, aveva offerto quella cifra. Poi Berlusconi, su ordine di Craxi, si intromise nell'affare, rilanciando per un 10% appena: il minimo indispensabile per entrare in partita. Dunque offrì 550 miliardi, poco più di De Benedetti, poco meno di un quinto rispetto al valore che oggi egli pretende di attribuire alla Sme del 1985.

MASSIMO RANZANI 27.11.05 15:10| 
 |
Rispondi al commento

PARTE XVI...SEGUE...
http://www.viralvideo.it/elenco.html
"E questo potere arbitrario e di casta è stato illiberalmente esercitato nel 1994 contro un governo sgradito alla magistratura giacobina di sinistra, governo messo platealmente sotto accusa attraverso il suo leader in un procedimento iniziato a Napoli mentre presiedeva una Convenzione delle Nazioni Unite e sfociato poi, per assoluta mancanza di fondatezza, in una clamorosa assoluzione molti anni dopo" (29-1-2003). Berlusconi si ostina a ripetere che, nel 1994, il suo governo fu rovesciato dall'invio di un "avviso di garanzia" per le mazzette Fininvest alla Guardia di Finanza, a Napoli, mentre lui presiedeva un convegno sulla criminalità organizzata. Si trattava in realtà di un "invito a comparire" (una convocazione per un interrogatorio), dovuto per legge, che non fu affatto notificato a Napoli, ma a Roma. E fu preannunciato al telefono all'interessato la sera prima (21 novembre '94) dai carabinieri. Fu dunque Berlusconi, pur sapendo di essere sospettato di corruzione, a decidere ugualmente di
presiedere il convegno anche l'indomani (giorno 22), esponendo il buon nome dell'Italia al ludibrio internazionale. Ai magistrati milanesi, secondo un'informativa dei carabinieri, risultava che lui, la sera stessa del 21, sarebbe rientrato a Roma abbandonando il convegno napoletano inaugurato la mattina. Perciò inviarono i militari per la consegna a Roma, non a Napoli. Quanto alle ragioni della caduta del governo, quell'atto non ebbe alcuna conseguenza. L'hanno stabilito i magistrati di Brescia, ai quali Berlusconi aveva presentato un esposto contro i magistrati milanesi per "attentato agli organi costituzionali" (cioè al suo primo governo)

MASSIMO RANZANI 27.11.05 15:07| 
 |
Rispondi al commento

PARTE XVI...SEGUE...
http://www.viralvideo.it/elenco.html

"Le inchieste sul mio gruppo sono iniziate soltanto dopo il mio impegno in politica. Prima non avevo mai subito nulla del genere" (17-6-2003). Ma è vero il contrario: prima nascono le inchieste sulla Fininvest di Berlusconi, poi (e forse proprio per questo) Berlusconi "scende in campo" politico. La prima indagine (poi archiviata) sul Berlusconi imprenditore, per traffico di droga, fu aperta a Milano nel lontano 1983. Nel 1989 poi, sempre a Milano, Marcello Dell'Utri finì per la prima volta sotto inchiesta per mafia (prosciolto). La tesi della persecuzione politica per via giudiziaria, già esposta dal premier in una denuncia a Brescia, è stata così smontata dal gip Carlo Bianchetti nell'archiviazione del 15 maggio 2001: "Risulta dall'esame degli atti che, contrariamente a quanto si desume dalle prospettazioni del denunciante, le iniziative giudiziarie… avevano preceduto e non seguito la decisione di "scendere in campo"… [Il pool di Mani pulite ha compiuto, tra] il 27 febbraio '92 e il 20 luglio '93, ben 25 accessi presso Fininvest e Publitalia". Lo stesso Berlusconi, al momento di entrare in politica verso la fine del 1993, aveva confidato ai famosi giornalisti Enzo Biagi e Indro Montanelli (che l'hanno poi raccontato): "Se non entro in politica, fallisco e mi arrestano".

MASSIMO RANZANI 27.11.05 15:01| 
 |
Rispondi al commento

PARTE XVI...SEGUE....
http://www.viralvideo.it/elenco.html

"Non ho mai fatto alcun attacco alla magistratura" (10-10-95). "Se c'è una cosa che mi viene addebitata e che non risponde al vero è da parte mia un giudizio negativo nei confronti dei magistrati" (25-11-95). "Io sono un grande estimatore della magistratura e l'ho dimostrato nella mia attività di governo, durante la quale sono sempre stato vicino ai problemi dei giudici" (7-12-95). "Mi consenta ancora una volta di esprimere ammirazione verso la magistratura e i giudici" (23-1-96). Una costante dell'azione politica è l'attacco sistematico, scientifico, incessante alla magistratura di ogni ordine e grado: dai pm di Milano (ma anche di Palermo, Napoli, Torino: tutti quelli che si sono occupati di lui o di sue aziende) ai giudici per le indagini preliminari, da quelli di tribunale a quelli di appello, su su fino alle sezioni unite della Corte di Cassazione, massima istanza giurisdizionale del Paese.

MASSIMO RANZANI 27.11.05 14:56| 
 |
Rispondi al commento

PARTE XVI...SEGUE...
http://www.viralvideo.it/elenco.html

"Publitalia non ha mai emesso fatture false, e funziona come un orologio" (31-5-95) .Ma i massimi dirigenti di Publitalia, dal presidente fondatore Marcello Dell'Utri in giù, hanno patteggiato condanne per decine di miliardi di false fatture e frodi fiscali.

"Sono pronto a lasciare la guida del Polo, la Camera e la vita politica se verrà dimostrato un rapporto mio o della Fininvest o di una società del gruppo col signor Bettino Craxi, diverso da quello della pura amicizia!" (29-11-95). Craxi è colui che nel 1984 impose con il suo governo al Parlamento ben due decreti ad personam, i "decreti Berlusconi", per salvare le televisioni dell'amico finite sotto inchiesta (e minacciate di sequestro dai magistrati) perché trasmettevano illegalmente su tutto il territorio nazionale. La Corte di Cassazione, confermando la prescrizione del reato di finanziamento illecito nel processo sulla società berlusconiana off-shore "All Iberian", ha ritenuto dimostrato che Berlusconi versò illegalmente a Craxi, tra il 1990 e il 1992, ben 21 miliardi estero su estero. Ma Berlusconi non ha lasciato la vita politica.

MASSIMO RANZANI 27.11.05 14:51| 
 |
Rispondi al commento

PARTE XVI.....
http://www.viralvideo.it/elenco.html

BERLUSCONI IMPUTATO
"Giuro sui miei cinque figli che non so nulla di quanto mi viene contestato (le tangenti alla Guardia di Finanza, ndr). Sono vittima di una grande ingiustizia. Mi dicono che questo avviso è la risposta a quanto stiamo facendo" (23-11-94). "E' come se mi avessero mandato un avviso di garanzia accusandomi di non chiamarmi Silvio Berlusconi. Siccome sono certo di chiamarmi Silvio Berlusconi, non credo che nessun tribunale giusto al mondo possa condannarmi perché mi chiamo Silvio Berlusconi. Può esserci una condanna, ma allora non sarà un atto di giustizia, ma sovversione " (1-12-94). "Io corruttore? Sarebbe come incolpare suor Teresa di Calcutta, dopo una vita di sacrifici, se una bambina dell'istituto allungasse una mano per pigliare un quarto di mela dal fruttivendolo, non per sé, ma per darlo ad un altro " (27-10-95). "Nessuno si è reso responsabile di corruzione, il capo del gruppo non era minimamente a conoscenza di quanto gli viene addebitato. Il vero scandalo sta semmai nel fatto che la mia impresa, come quasi tutte le imprese italiane, sia stata sottoposta a pressioni concussive da parte di un corpo armato dello Stato... Siamo stati costretti a pagare da un'associazione a delinquere come la Guardia di Finanza, da elementi deviati di un corpo armato dello Stato" (16-1-96). Con buona pace dell'incolpevole prole, due dirigenti Fininvest verranno definitivamente condannati per corruzione della Guardia di Finanza, un consulente legale definitivamente per favoreggiamento, i due segretari per falsa testimonianza in primo e secondo grado, mentre Berlusconi verrà condannato dal Tribunale per
corruzione, dichiarato prescritto (cioè responsabile, ma non più punibile) dalla Corte d'appello, infine assolto dalla Cassazione. Ma solo per "insufficienza probatoria".

"Publitalia non ha mai emesso fatture false, e funziona come un orologio" (31-5-95) .Ma i massimi dirigenti di Publitalia, dal presidente fondatore Marcello Dell'Utri in giù


PARTE XV....SEGUE....
http://www.viralvideo.it/elenco.html

"Comprare Alessandro Nesta (difensore della Lazio e della Nazionale, ndr) per il Milan? Sono cose che non hanno più nulla di economico, di morale. Nel calcio abbiamo sbagliato tutti, ora basta" (23-8-2002). L'indomani il Milan di Berlusconi annuncia l'acquisto di Nesta, avvenuto da almeno una settimana.

"Non capisco tutta questa fretta per la legge Cirami sul legittimo sospetto (che gli consente di spostare i

suoi processi da Milano a Brescia, ndr)" (31-7-2002 ). "La legge sul legittimo sospetto è una priorità per il governo" (30-8-2002).

"E se in Irak non ci fossero più armi di distruzione di massa? Come parere personale, non credo che ci siano più quegli ordigni" (16-10-2001, al termine di un lungo incontro con Vladimir Putin). "Sono e resto con Blair, l'alleato più vicino a Bush. Non ho mai detto che Saddam non ha armi di distruzione di massa. Dico solo che potrebbe avere avuto il tempo di distruggerle o di metterle da qualche altra parte" (17-10-2002, dopo le incredule proteste di Londra e Washington).

"Mediaset non farà alcun ricorso al condono fiscale" (30-12-2002). Berlusconi smentisce le rivelazioni del quotidiano La Repubblica, il quale calcola che il condono fiscale contenuto nella legge finanziaria Berlusconi consentirà al gruppo Mediaset di chiudere la lite col fisco per il possesso di società off-shore risparmiando multe per 100 milioni di euro, pari a 200 miliardi di lire. Cinque mesi dopo, il settimanale l'Espresso scoprirà che Mediaset ha regolarmente fatto ricorso al condono, risparmiando così circa 120 milioni di euro di imposte.

"Ho assoluta fiducia nella Cassazione, fiducia che non né mai mancata. Altra cosa sono certi pm che vogliono un ruolo particolare e imbastiscono processi che finiscono nel nulla" (26 gennaio 2003).L'indomani la Cassazione gli dà torto e non sposta i suoi processi da Milano. Lui, il premier, tuona subito contro i "giudici golpisti".

MASSIMO RANZANI 27.11.05 14:42| 
 |
Rispondi al commento

PARTE XV....SEGUE....
http://www.viralvideo.it/elenco.html

"Ho fatto un'esposizione sommaria della legge finanziaria e ho trovato un'ottima accoglienza sia da Prodi sia dal commissario Pedro Solbes" (10-10-2001) . Così Berlusconi al termine di un incontro ufficiale a Bruxelles con il presidente Romano Prodi e gli altri membri della Commissione europea. Senonché Prodi cade dalle nuvole: "Non ne abbiamo neanche parlato". Anche Solbes lo smentisce: "Non ho espresso alcun giudizio sulla finanziaria italiana, la valuterò insieme al patto di stabilità". Berlusconi è costretto alla retromarcia: "Io ho illustrato l'azione del mio governo, Prodi e Solbes mi hanno ascoltato in silenzio". Poi, in conferenza stampa, se la prende con il "club della menzogna della sinistra" che gli attribuirebbe frasi mai dette.

"La tv pubblica è interamente nelle mani della sinistra, e anche la tv privata si sbilancia a sinistra" (30-1-2002, a Le Figaro). Appena tornato al governo, Berlusconi, che già detiene il monopolio assoluto della televisione commerciale (Canale 5, Italia 1, Rete 4), nomina suoi uomini al vertice delle tre reti pubbliche Rai (presidente Antonio Baldassarre, direttore generale Agostino Saccà). Costoro allontanano dal video i due giornalisti più famosi della Rai, sgraditi al premier - Enzo Biagi e Michele Santoro - nonché il comico Daniele Luttazzi, anche lui inviso al Cavaliere. Poi, quando il primo consiglio di amministrazione si dimette agli inizi del 2003, Berlusconi riunisce gli alleati in casa propria per decidere i nuovi consiglieri, facendo infuriare addirittura i presidenti delle due Camere, che rifiutano di ratificare le nomine. Alla fine, viene creato un nuovo Cda Rai formato da 4 esponenti del centro-destra e uno
solo del centro-sinistra. Anche il direttore generale, amico di Berlusconi e del fratello Paolo, è di stretta obbedienza governativa.

MASSIMO RANZANI 27.11.05 14:38| 
 |
Rispondi al commento

PARTE XV....
http://www.viralvideo.it/elenco.html

BERLUSCONI PREMIER/2
"Meno tasse per tutti" (slogan elettorale di Berlusconi, maggio 2001). Le tasse degli italiani resteranno le stesse, anzi aumenteranno per l'incremento sostanzioso dei tributi regionali e comunali, in conseguenza dei tagli ai trasferimenti governativi a comuni e regioni. Il 13 novembre 2001, in visita a Granada (Sagna), Berlusconi e il suo ministro dell'Economia Giulio Tremonti comunicano che "i conti pubblici non sono ancora a posto", dunque di ridurre le tasse non se ne parla. Così come della riforma delle pensioni, promessa in campagna elettorale alla Confindustria. Che subito protesta.

"Non ho mai detto che la civiltà occidentale è superiore all'Islam. E' colpa di una sinistra irresponsabile che diffonde notizie false sul mio conto" (7-9-2001). In realtà Berlusconi, soltanto il giorno prima, ha dichiarato testualmente in una conferenza stampa dalla Germania: "Noi dobbiamo essere consapevoli della superiorità della nostra civiltà, che ha dato luogo al benessere e al rispetto dei diritti umani e religiosi. Cosa che non c'è nei paesi dell'Islam... Dobbiamo evitare di mettere le due civiltà, quella islamica e quella nostra sullo stesso piano… La libertà non è un patrimonio della civiltà islamica… La nostra civiltà deve estendere a chi è rimasto indietro di almeno 1400 anni nella storia i benefici e le conquiste che l'Occidente conosce… C'è una singolare coincidenza fra gli islamici e gli anti-global nella loro opposizione all'Occidente". Poi l'incidente diplomatico internazionale, le proteste della Lega Araba ("posizioni razziste"), l'imbarazzo dell'Occidente impegnato nel tentativo di coinvolgere nella lotta al terrorismo fondamentalista delle Due Torri i paesi islamici moderati. Così il Cavaliere è costretto alla smentita, cioè all'ennesima bugia.

"Ho fatto un'esposizione sommaria della legge finanziaria e ho trovato un'ottima accoglienza sia da Prodi sia dal commissario Pedro Solbes" (10


PARTE XIV...ABBREVVIAMO VA....
http://www.viralvideo.it/elenco.html

BERLUSCONI RICANDIDATO
"Dal 1995, passata all'opposizione dopo il golpe politico-giudiziario, mentre fischiavano le pallottole delle procure politicizzate, Forza Italia…" (da "Una storia italiana", l'autobiografia illustrata di Berlusconi inviata in 20 milioni di copie a tutte le famiglie italiane nell'aprile 2001, in piena campagna elettorale). Forza Italia passò all'opposizione perché, il 21 dicembre '94, Berlusconi salì al Quirinale e si dimise da presidente del Consiglio: la Lega Nord gli aveva revocato l'appoggio, votando mozioni di sfiducia insieme al Ppi di Rocco Buttiglione e al Pds di Massimo D'Alema. Le procure non c'entrano nulla.
"Io non ho nulla a che vedere con All Iberian e non possiedo società off-shore all'estero" (Silvio Berlusconi, 15-3-2000). La Cassazione ha già accertato definitivamente che All Iberian è interamente controllata dalla Fininvest. Tant'è che i suoi conti esteri venivano aperti dal tesoriere centrale del gruppo Berlusconi, Giuseppino Scabini. All Iberian è una società off-shore con sede all'estero (isole del Canale), come le altre 63 scoperte dal pool di Milano e confermate dalla società di revisione internazionale Kpmg.

"Le nostre holding erano intestate ai nostri consulenti perché si faceva così, era tutto normale: le trovavamo già pronte negli studi professionali specializzati" (26-4-2001). Le 34 holding "Italiana 1,2,3,4 eccetera" che stanno dietro alla Fininvest sin dalla fine degli anni 70 e le altre società della galassia berlusconiana nascono quasi tutte senza il nome di Berlusconi, ma intestate a prestanome: una cinquantina fra parenti, amici, casalinghe baresi, disoccupati calabresi, elettricisti, malati terminali colpiti da ictus, persino un cecoslovacco nato nel 1887. Tutto normale?

"Nessun mistero sulle origini delle mie fortune: ho cominciato con la liquidazione di mio padre: 30 milioni" (26-4-2001). Poi, però, fra il 1978 e il 1983 Berlusconi

MASSIMO RANZANI 27.11.05 14:29| 
 |
Rispondi al commento

PARTE TREDICESIMA... (SI..MA A QUALE NATALE)
http://www.viralvideo.it/elenco.html

BERLUSCONI EDITORE
"Noi non abbiamo giornali- partito. Noi non teorizziamo né tantomeno pratichiamo l'informazione come strumento di ricatto politico. I nostri sono eccellenti prodotti editoriali, non fabbriche di consenso o, quel che è peggio, di calunnie, di derisione, di disprezzo… Non ho mai usato né mai userò i miei mezzi di comunicazione per scatenare campagne di aggressione contro un concorrente, né diffamare chi non è d'accordo con me. Lascio questi metodi ad altri" (Epoca, 20-10-93). Chiunque conosca giornali e tv berlusconiani sa che, almeno dopo l'entrata in politica di Berlusconi, sono stati trasformati in formidabili strumenti di attacco, aggressione e spesso anche di diffamazione per i magistrati e gli avversari politici del loro proprietario.

MASSIMO RANZANI 27.11.05 14:23| 
 |
Rispondi al commento

PARTE DODICESIMA....
http://www.viralvideo.it/elenco.html

BERLUSCONI OPPOSITORE
"La par condicio ha danneggiato gravemente il Polo delle libertà" (20-4-95) .L'Osservatorio dell'università di Pavia sulle televisioni dimostra, ininterrottamente dal 1995, che i politici più presenti sulle reti televisive sono Berlusconi e i suoi uomini.

"Pochi ricordano che la Thatcher ha privatizzato qualunque cosa, tranne che la British Telecom" (Liberal, 4-4-95). Ma è vero il contrario. Scrive infatti Margaret Thatcher nella sua autobiografia ("Gli anni di Downing Street", Sperling & Kupfer, 1994, pag.577): "British Telecom fu il primo servizio pubblico ad essere privatizzato. Più di qualsiasi altra, la sua vendita pose le basi del capitalismo ad azionariato popolare in Gran Bretagna... Fui più che soddisfatta quando nel novembre 1984… British Telecom fu finalmente privatizzata".


"Non so se avrò voglia di tornare a Palazzo Chigi. Troppo faticoso. La presidenza del Consiglio non la reputo essenziale, non ho questa ambizione personale " (10-2-95). "Non mi ritengo indispensabile. Sono assolutamente favorevole ad un tecnico a Palazzo Chigi, io potrei restare leader del Polo in cabina di regia" (13-4-95). "Adesso che si torna al teatrino della politica, diventa inutile che io resti in pista. Meglio tornare a curare le mie aziende" (31-5-95). "Il ruolo di regista delle riforme, come leader del Polo in Parlamento, è un ruolo che mi attira molto di più di quello di presidente del Consiglio" (10-10-95). Silvio Berlusconi avrà sempre un solo candidato per Palazzo Chigi: Silvio Berlusconi.

MASSIMO RANZANI 27.11.05 14:20| 
 |
Rispondi al commento

PARTE UNDICESIMA SEGUE....
"Vi assicuro che non ci sarà il condono edilizio" (30-5-94). "Nel Consiglio dei ministri o altrove non ho mai pronunciato la parola 'condono'. Sono i giornali che vogliono farci apparire come gli altri governi" (23-6-94). Un mese dopo il suo governo varerà il condono edilizio, e subito dopo quello fiscale.

"Alla Rai non sposterò nemmeno una pianta " (29-3-94). "Mai mi occuperò di questioni televisive, per non dare l'impressione di voler favorire i miei affari, anzi starò più dalla parte della Rai che della Fininvest " (30-5-94). Pochi giorni dopo, Berlusconi destituisce anzitempo l'intero consiglio d'amministrazione della Rai, per nominarne uno nuovo di sua fiducia, con appositi direttori di rete e tg. E proclama: "E' certamente anomalo che in uno Stato democratico esista un servizio pubblico televisivo contro la maggioranza che ha espresso il governo del Paese. Questa Rai non piace alla gente: me l'ha detto un sondaggio. Il governo se ne occuperà tra breve" (7-6-94).

"Le nonne, le mamme e le zie d'Italia stiano tranquille: non sarà toccata una lira delle pensioni attuali" (10-9-94). Poco dopo Berlusconi tenta una riforma che taglia drasticamente le pensioni, poi bloccata da una manifestazione sindacale con oltre un milione di persone e dalla dissociazione del suo ministro del Lavoro Clemente Mastella, nonché del partito alleato Lega Nord che lascia il governo e lo rovescia.

MASSIMO RANZANI 27.11.05 14:16| 
 |
Rispondi al commento

PARTE UNDICESIMA....
http://www.viralvideo.it/elenco.html

BERLUSCONI PREMIER/2
"Il nostro futuro ministro della Giustizia è la dottoressa Parenti" (6-2-94). Invece sarà Alfredo Biondi.

"Credo che al ministero dell'Interno ci sia bisogno di una persona esperta... di un nonno" (La Stampa, 20-4-94). Infatti offre il ministero al pm Antonio Di Pietro (44 anni), ma questi rifiuta, e allora Berlusconi nomina il leghista Roberto Maroni (39 anni) .

"Siamo orientati ad un governo molto snello, magari con meno sottosegretari: sarebbe una bella rottura con il passato" (12-4-94). I sottosegretari saranno 39, rispettivamente 3 e 4 in più rispetto ai precedenti governi Ciampi e Amato.


"Il criterio per l'assegnazione dei ministeri sarà assolutamente meritocratico, nessuna spartizione delle poltrone" (19-4-94). Infatti, per esempio, la latinista Adriana Poli Bortone andrà alle Risorse Agricole.

"Questo governo è schierato dalla parte dell'opera di moralizzazione della vita pubblica intrapresa da valenti magistrati. No ai colpi di spugna. Da questo governo non verrà mai messa in discussione l'indipendenza dei magistrati" (al Senato, 16-5-94). In 7 mesi di vita, il governo Berlusconi metterà quotidianamente in discussione l'indipendenza dei giudici e approverà in tutta fretta il "colpo di spugna" di Biondi, detto anche "decreto salvaladri", che vieta l'arresto per i reati di corruzione, concussione, finanziamento illecito e falso in bilancio.

"Falcone e Borsellino hanno dato la vita contro la mafia. E' nel loro nome che il governo si sente vincolato a proseguirne l'opera. Sarebbe suicida abbassare la guardia contro la criminalità. Bisogna invece dotare di strumenti migliori la polizia e la magistratura" (al Senato il 16 e alla Camera il 18-5-94). Il primo governo Berlusconi e la sua maggioranza tenteranno di smantellare la legislazione voluta (e pagata con il sangue) da Falcone e Borsellino: carcere duro per i boss (41-bis), legge sui pentiti, supercarceri nelle isole e così via.

"Vi assicuro che non ci s


PARTE DECIMA...
http://www.viralvideo.it/elenco.html


BERLUSCONI CANDIDATO
"Tutti mi chiedono di candidarmi. Ma io so perfettamente quello che posso fare. Se io facessi la scelta politica dovrei abbandonare le televisioni e cambiare completamente mestiere. Un partito di Berlusconi non c'è stato, nè ci sarà mai" (13-9-93). Due mesi dopo nasce ufficialmente Forza Italia e Berlusconi si candida alla presidenza del Consiglio.

"Se fonderò un partito? Ho sempre dichiarato il contrario, sarà la ventesima volta che lo ripeto. Lo scrive chi ha interesse a mettermi contro gli attuali protagonisti della politica. E perciò farà finta anche stavolta di non leggere la mia smentita, per cui mi toccherà di ripeterla per la ventunesima volta e chissà per quante altre volte ancora" (Epoca, 23-10-93). Come sopra.
"Il mio presunto partito esiste soltanto sulle pagine di alcuni giornali" (alla commissione Bilancio della Camera, 26-10-93). Come sopra.

MASSIMO RANZANI 27.11.05 14:09| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, io ho sostituito la foto del Che che avevo da quando ero adolescente con la tua, quella di Luttazzi, Dario Fo, Moretti, Benigni, Gaber, Sabina Guzzanti, Giorgio Bocca, Umberto Eco, Pansa et altri grandi; questo per farti capire da che parte sto.
Permettimi però di fare un'osservazione, forse stupida; se uniformiamo uno come Visco (abuso edilizio) che almeno aveva cercato di abbassare il debito pubblico, per dirne una, a tutti gli altri nomi della lista, è come mettere sullo stesso piano un Ricucci o un Berlusconi con un "pincopallino" che non si fa dare lo scontrino in un negozio qualsiasi.
Come diceva quell'ingenuo di Betlemme? "chi non ha peccato scagli la prima pietra?", secondo me in italia il 90% delle persone ha qualche abuso da farsi perdonare, se rincorriamo la perfezione è la fine; la sinistra si perde nei dettagli come sempre e la destra va avanti come treno: se passa la nuova legge con il Presidente della Repubblica? ci facciamo l'insalata ed il parlamento avrà l'autonomia ed il potere che aveva sotto quell'altro grande onnipotente degli anni venti.
Sono sicuramente un qualunquista mediocre e superficiale, con un contratto precario "stabile" ormai da 5 anni, che non riesce ad arrivare alla fine del mese (santi genitori che mi aiutano), ma ripeto a me di Visco che ha costruito un muro in più mi frega poco, mi interessa di più invece che il debito pubblico sotto isso si era abbassato vistosamente ed i soldi risparmiati si potevano reinvestire per lo sviluppo della nostra "povera patria". Vi voglio bene e perdonatemi per l'ignoranza.

Salvatore Fiorino 27.11.05 14:09| 
 |
Rispondi al commento

PARTE NONA...
BERLUSCONI INCAPPUCCIATO
"Non ricordo la data esatta della mia iscrizione alla P2, ricordo comunque che è di poco anteriore allo scandalo. Non ho mai pagato una quota di iscrizione, né mi è stata richiesta" (27-9-1988, al Tribunale di Verona). Berlusconi s'iscrisse alla P2 nei primi mesi del 1978 e pagò regolarmente la quota di iscrizione di 100 mila lire. Di qui la falsa testimonianza.

"Basta con questa storia della P2: l'ho già detto, ricevetti la tessera per posta e non pagai neppure la quota d'iscrizione " (10-3-94). Ma, come ha testimoniato anche Licio Gelli, gran maestro venerabile della loggia P2, "Berlusconi ha fatto la normale iniziazione alla loggia P2".

MASSIMO RANZANI 27.11.05 14:06| 
 |
Rispondi al commento

PARTE OTTAVA...
BERLUSCONI GIOVANE
"La mia carriera canora (come cantante sulle navi da crociera, ndr) è cominciata con una tournée in Libano" (7-6-1989). Ma secondo Giuseppe Fiori, suo biografo non autorizzato, Berlusconi non è mai stato in Libano.

"Al 'Gardenia' (un locale notturno, ndr) di Milano, come poi sarebbe avvenuto a Parigi, dopo aver cantato mi buttavo in pista per ballare con le bionde" (ibidem). Ma Berlusconi non ha mai suonato a Parigi.

"Ho studiato due anni a Parigi, alla Sorbona, e per mantenermi dovevo suonare e cantare nei locali della capitale" (8-7-1989). Ma Berlusconi non ha mai studiato alla Sorbona: semmai alla Statale di Milano.

"A Parigi facevo il canottaggio ed ero campione italiano studentesco con il Cus di Milano" (luglio 1989). Parigi a parte, esistono seri dubbi sui titoli sportivi conquistati dal Cavaliere in canoa.

MASSIMO RANZANI 27.11.05 14:02| 
 |
Rispondi al commento

PARTE SETTIMA...

TUTTE LE BUGIE DI BERLUSCONI
"Io dico sempre cose sincere, anche perché non ho memoria e dimenticherei le bugie. Come ci si può fidare di chi usa la menzogna come mezzo della lotta politica? La gente deve fidarsi solo di chi dice la verità" (Silvio Berlusconi, 2-3-94)
Indro Montanelli, il più grande giornalista italiano scomparso nel 2001, lo conosceva bene, avendolo avuto per 15 anni come editore. E diceva: "Silvio Berlusconi è un mentitore professionale: mente a tutti, sempre anche a se stesso, al punto da credere alle sue stesse menzogne". Una pulsione incontenibile e irrefrenabile, quella del presidente del Consiglio italiano verso la menzogna. Persino in Tribunale. Infatti, il 22 ottobre 1990, la Corte d'Appello di Venezia l'ha riconosciuto colpevole di aver mentito ai giudici sotto giuramento: "Il Berlusconi - si legge nella sentenza - deponendo avanti il Tribunale di Verona, ha dichiarato il falso, realizzando gli estremi obiettivi e soggettivi del contestato delitto": cioè la falsa testimonianza, a proposito della sua iscrizione alla loggia massonica P2. Il reato, accertato, fu dichiarato estinto grazie a una provvidenziale amnistia approvata nel 1989. Negli Stati Uniti la menzogna (specie se giurata dinanzi a un giudice) comporta l'immediato impeachment: il colpevole lascia la Casa Bianca. In Italia, entra a Palazzo Chigi. E, naturalmente, continua a mentire. Come prima e più di prima. Quello che segue è un piccolo catalogo ragionato delle bugie berlusconiane

MASSIMO RANZANI 27.11.05 14:00| 
 |
Rispondi al commento

PARTE SESTA...
TUTTO CIÒ CHE PENSO DI BERLUSCONI
di Umberto Bossi, ministro delle Riforme Istituzionali del governo Berlusconi
Silvio Berlusconi era il portaborse di Bettino Craxi. E' una costola del vecchio regime. E' il più efficace riciclatore dei calcinacci del pentapartito. Mentre la Lega faceva cadere il regime, lui stava nel Mulino Bianco, col parrucchino e la plastica facciale. Lui è un tubo vuoto qualunquista. Ma non l'avete visto, oggi, tutto impomatato fra le nuvole azzurre?

Berlusconi è bollito. E' un povero pirla, un traditore del Nord, un poveraccio asservito all'Ulivo, segue anche lui l'esercito di Franceschiello dietro il caporale D'Alema con la sua trombetta. Io ho la memoria lunga. Ma chi è Berlusconi? Il suo Polo è morto e sepolto, la Lega non va con i morti. La trattativa Lega-Forza Italia se l'è inventata lui, poveraccio. Il partito di Berlusconi neo-Caf non potrà mai fare accordi con la Lega. Lui è la bistecca e la Lega il pestacarne.

Berlusconi mostra le stesse caratteristiche dei dittatori. E' un kaiser in doppiopetto. Un piccolo tiranno, anzi è il capocomico del teatrino della politica. Un Peròn della mutua. E' molto peggio di Pinochet. Ha qualcosa di nazistoide, di mafioso. Il piduista è una volpe infida pronta a fare razzia nel mio pollaio.

Berlusconi è l'uomo della mafia. E' un palermitano che parla meneghino, un palermitano nato nella terra sbagliata e mandato su apposta per fregare il Nord. La Fininvest è nata da Cosa Nostra. C'è qualche differenza fra noi e Berlusconi: lui purtroppo è un mafioso. Il problema è che al Nord la gente è ancora divisa tra chi sa che Berlusconi è un mafioso e chi non lo sa ancora. Ma il Nord lo caccerà via, di Berlusconi non ce ne fotte niente. Ci risponda: da dove vengono i suoi soldi? Dalle finanziarie della mafia? Ci sono centomila giovani del Nord che sono morti a causa della droga. A me personalmente Berlusconi ha detto che i soldi gli erano venuti dalla Banca Rasini, fondata da un certo Giuseppe Azzaretto, di Palermo, che poi è riuscito a tenersi tutta la baracca. In quella stessa banca lavorava anche il padre di Silvio e c'erano i conti di numerosi esponenti di Cosa Nostra.

Bisognerebbe conoscere le sue radici, la sua storia. Gelli fece il progetto Italia e c'era il buon Berlusconi nella P2. Poi nacquero le Holding. Come potrà mai la magistratura fare il suo dovere e andare a vedere da dove vengono quei quattrini, ricordando che la mafia quei quattrini li fa con la droga e che di droga al Nord sono morti decine di migliaia di ragazzi che ora gridano da sottoterra? Se lui vuole sapere la storia della caduta del suo governo, venga da me che gliela spiego io: sono stato io a metter giù il partito del mafioso. Lui comprava i nostri parlamentari e io l'ho abbattuto.

Quel brutto mafioso guadagna soldi con l'eroina e la cocaina. Il mafioso di Arcore vuole portare al Nord il fascismo e il meridionalismo. Discutere di par condicio è troppo poco: propongo una commissione di inchiesta sugli arricchimenti di Berlusconi. In Forza Italia ci sono oblique collusioni fra politica e omertà criminale e fenomeni di riciclaggio. L'uomo di Cosa Nostra, con la Fininvest, ha qualcosa come 38 holding, di cui 16 occulte. Furono fatte nascere da una banca di Palermo a Milano, la banca Rasini, la banca di Cosa Nostra a Milano.

Forza Italia è stata creata da Marcello Dell'Utri. Guardate che gli interessi reali spesso non appaiono. In televisione compaiono volti gentili che te la raccontano su, che sembrano per bene. Ma guardate che la mafia non ha limiti. La mafia, gli interessi della mafia, sono la droga, e la droga ha ucciso migliaia e migliaia di giovani, soprattutto al Nord. Palermo ha in mano le televisioni, in grado di entrare nelle case dei bravi e imbecilli cittadini del Nord.

Berlusconi ha fatto ciò che ha voluto con le televisioni, anche regionali, in barba perfino alla legge Mammì. Molte ricchezze sono vergognose, perché vengono da decine di migliaia di morti. Non è vero che 'pecunia non olet'. C'è denaro buono che ha odore di sudore, e c'è denaro che ha odore di mafia. Ma se non ci fosse quel potere, il Polo si squaglierebbe in poche ore.

Incontrare di nuovo Berlusconi ad Arcore? Lo escludo, niente più accordi col Polo. Tre anni fa pensarono di farci il maleficio. Il mago Berlusconi ci disse: "Chi esce dal cerchio magico, cioè dal mio governo, muore". Noi uscimmo e mandammo indietro il maleficio al mago. Non c'è marchingegno
stregato che oggi ci possa far rientrare nel cerchio del berlusconismo. Con questa gente, niente accordi politici: è un partito in cui milita Dell'Utri, inquisito per mafia.

La "Padania" chiede a Berlusconi se è mafioso? Ma è andata fin troppo leggera! Doveva andare più a fondo, con quelle carogne legate a Craxi.

Io con Berlusconi sarò il guardiano del baro. Siamo in una situazione pericolosa per la democrazia: se quello va a Palazzo Chigi, vince un partito che non esiste, vince un uomo solo, il Tecnocrate, l'Autocrate. Io dico quel che penso, lui fa quel che incassa. Tratta lo Stato come una società per azioni. Ma chi si crede di essere: Nembo Kid?

Ma vi pare possibile che uno che possiede 140 aziende possa fare gli interessi dei cittadini? Quando quello piange, fatevi una risata: vuol dire che va tutto bene, che non è ancora riuscito a mettere le mani sulla cassaforte.

Bisogna che Berlusconi-Berluscosa-Berluskaz-Berluskaiser si metta in testa che con i bergamaschi io ho fatto un patto di sangue: gli ho giurato che avrei fatto di tutto per avere il cambiamento. E non c'è villa, non c'è regalo, non c'è ammiccamento che mi possa far cambiare strada... Berluscoso deve sapere che dalle nostre parti la gente è pronta a fargli un culo così: bastano due secondi, e dovrà scappare di notte. Se vedono che li ha imbrogliati, quelli del Nord gli arrotolano su le sue belle ville e i suoi prati all'inglese e scaraventano tutto nel Lambro.

Berlusconi, come presidente del Consiglio, è stato un dramma.

Quando è in ballo la democrazia, a qualcuno potrebbe anche venire in mente di fargli saltare i tralicci dei ripetitori. Perché lui con le televisioni fa il lavaggio del cervello alla gente, col solito imbroglio del venditore di fustini del detersivo. Le sue televisioni sono contro la Costituzione. Bisogna portargliele via. Ci troviamo in una situazione di incostituzionalità gravissima, da Sudamerica. Un uomo ha ottenuto dallo Stato la concessione delle frequenze tv per condizionare la gente e orientarla al voto. Non accade in nessuna parte del mondo. E' ora di mettere fine a questa vergogna. Se lo votate, quello vi porta via anche i paracarri.

Se cade Berlusconi, cade tutto il Polo, e al Nord si prende tutto la Lega. Ma non lo faranno cadere: perché sarà pure un figlio di buona donna, ma è il loro figlio di buona donna, e per questo lo tengono in piedi.

Ma il poveretto di Arcore sente che il bidone forzitalista e polista, il partito degli americani, gli va a scatafascio. Un massone, un piduista come l'arcorista è sempre stato un problema di "Cosa sua" o "Cosa nostra". Ma attento, Berlusconi: né mafia, né P2, né America riusciranno a distruggere la nostra società. E lui alla fine avrà un piccolo posto all'Inferno, perché quello lì non se lo pigliano nemmeno in Purgatorio. Perché è Berlusconi che dovrà sparire dalla circolazione, non la Lega. Non siamo noi che litighiamo con Berlusconi, è la Storia che litiga con lui.

(le frasi contenute nel testo sono state pronunciate testualmente da Umberto Bossi fra il 1994 e il 1999, cioè durante le tensioni del primo governo Berlusconi, dopo la rottura fra Bossi e Berlusconi nel dicembre 1994 e prima della loro riappacificazione alla fine del 1999. Le date esatte delle dichiarazioni, tratte da giornali quotidiani e agenzie di stampa, sono le seguenti: 1,7,9,10,13 marzo 1994; 5 aprile 1994; 4,11,23,31 maggio 1994; 1,12,17 giugno 1994; 29 luglio 1994; 6,8,13 agosto 1994; 1 settembre 1994;
6,20,23 dicembre 1994; 14 gennaio 1995; 22 marzo 1995; 13 aprile 1995; 10 giugno 1995; 29 luglio 1995; 25 gennaio 1996; 14,19,25 agosto 1997; 18 giugno 1998; 22 luglio 1998; 13 settembre 1998; 3, 27 ottobre 1998; 24 febbraio 1999; 13 aprile 1999; 10 settembre 1999; 19 ottobre 1999)

MASSIMO RANZANI 27.11.05 13:56| 
 |
Rispondi al commento

PARTE QUINTA
TUTTI I PROCESSI DI BERLUSCONI
Bugie sulla loggia P2 (falsa testimonianza )
La Corte d'appello di Venezia, nel 1990, dichiara Berlusconi colpevole di aver giurato il falso davanti al Tribunale di Verona a proposito della sua iscrizione alla P2, ma il reato è coperto dall'amnistia del 1989. Interrogato sotto giuramento Berlusconi aveva detto: "Non ricordo la data esatta della mia iscrizione alla P2, ricordo comunque che è di poco anteriore allo scandalo […]. Non ho mai pagato una quota di iscrizione, né mai mi è stata richiesta". Berlusconi però si era iscritto alla P2 nel 1978 (lo scandalo è del 1981) e aveva pagato la sua quota. Così i giudici della Corte d'appello di Venezia scrivono: "Ritiene il Collegio che le dichiarazioni dell'imputato non rispondano a verità […], smentite dalle risultanze della commissione Anselmi e dalle stesse dichiarazioni rese del prevenuto avanti al giudice istruttore di Milano, e mai contestate […]. Ne consegue quindi che il Berlusconi ha dichiarato il falso", rilasciato "dichiarazioni menzognere" e "compiutamente realizzato gli estremi obiettivi e subiettivi del delitto di falsa testimonianza". Ma "il reato va dichiarato estinto per intervenuta amnistia".

Tangenti alla Guardia di Finanza (corruzione )
I grado: condanna a 2 anni e 9 mesi per tutte e quattro le tangenti contestate (niente attenuanti generiche).
Appello : prescrizione per tre tangenti (grazie alle attenuanti generiche), assoluzione con formula dubitativa (comma II art.530 c.p.p) per la quarta. Nelle motivazioni si legge: "Il giudizio di colpevolezza dell'imputato poggia su molteplici elementi indiziari, certi, univoci, precisi e concordanti, per ciò dotati di rilevante forza persuasiva, tali da assumere valenza probatoria".
Cassazione : assoluzione. La motivazione contiene due riferimenti alla classica insufficienza di prove. La Cassazione non può entrare dichiaratamente nel merito, né dunque annullare la sentenza precedente con formula dubitativa: deve emettere un verdetto secco (conferma oppure annulla). Ma nella motivazione i giudici della VI sezione penale rimandano esplicitamente all'"articolo 530 cpv": dove "cpv" significa "capoverso", cioè comma 2 ("prova contraddittoria o insufficiente"). A 12 righe dalla fine, a scanso di equivoci, i supremi giudici hanno voluto essere ancora più chiari. Si legge infatti: "Tenuto conto di quanto già osservato sulla insufficienza probatoria, nei confronti di Berlusconi, del materiale indiziario utilizzato dalla Corte d'appello...".

All Iberian 1 (finanziamento illecito ai partiti)
I grado : condanna a 2 anni e 4 mesi per i 21 miliardi versati estero su estero, tramite il conto All Iberian, a Bettino Craxi.
Appello : il reato cade in prescrizione, ma c'è: "per nessuno degli imputati emerge dagli atti l'evidenza dell'innocenza".
Cassazione : prescrizione confermata, con condanna al pagamento delle spese processuali. Nella sentenza definitiva tra l'altro si legge: "Le operazioni societarie e finanziarie prodromiche ai finanziamenti estero su estero dal conto intestato alla All Iberian al conto di transito Northern Holding [Craxi] furono realizzate in Italia dai vertici del gruppo Fininvest spa, con il rilevante concorso di Berlusconi quale proprietario e presidente. […] Non emerge negli atti processuali l'estraneità dell'imputato".

All Iberian 2 (falso in bilancio)
Processo sospeso in attesa che sulla legittimità delle nuove norme in materia di reati societari approvate dal governo Berlusconi si pronuncino l'Alta Corte di giustizia europea e la Corte costituzionale italiana. Se le eccezioni sollevate da vari tribunali verranno respinte, il reato sarà dichiarato prescritto.

Medusa Cinema (falso in bilancio )
I grado : condanna a 1 anno e 4 mesi (10 miliardi di fondi neri che, grazie alla compravendita, vengono accantonati su una serie di libretti al portatore di Silvio Berlusconi).
Appello : assoluzione con formula dubitativa (comma 2 art. 530). Berlusconi, secondo il collegio è così ricco che potrebbe anche non essersi reso conto di come, nel corso della compravendita, il suo collaboratore Carlo Bernasconi (condannato) gli abbia versato 10 miliardi di lire in nero. Scrivono i giudici: "La molteplicità dei libretti riconducibili alla famiglia Berlusconi e le notorie rilevanti dimensioni del patrimonio di Berlusconi postulano l'impossibilità di conoscenza sia dell'incremento sia soprattutto dell'origine dello stesso".
Cassazione : sentenza d'appello confermata.

Terreni di Macherio (appropriazione indebita, frode fiscale, falso in bilancio)
I grado : assoluzione dall'appropriazione indebita e dalla frode fiscale (per 4.4 miliardi di lire pagati in nero all'ex proprietario dei terreni che circondano la villa di Macherio, dove vivono la moglie Veronica e i tre figli di secondo letto), prescrizione per i falsi in bilancio di due società ai quali "indubbiamente ha concorso Berlusconi".
Appello : confermata l'assoluzione dalle prime due accuse. Assoluzione anche dal primo dei due falsi in

bilancio, mentre il secondo rimane ma è coperto da amnistia.
Cassazione: in corso.

Caso Lentini (falso in bilancio)
I grado : il reato (10 miliardi versati in nero al Torino Calcio in occasione dell'acquisto del giocatore Luigi Lentini) è stato dichiarato prescritto grazie alla nuova legge sul falso in bilancio.
Appello : in corso.

Consolidato gruppo Fininvest (falso in bilancio)
Il gip Fabio Paparella ha dichiarato prescritti, sulla base della nuova legge sul falso in bilancio, i 1500 miliardi di lire di presunti fondi neri accantonati dal gruppo Berlusconi su 64 off-shore della galassia All Iberian (comparto B della Fininvest). Il pm Francesco Greco ha presentato ricorso in Cassazione perché la mancata fissazione dell'udienza preliminare gli ha impedito di sollevare un'eccezione d'incostituzionalità e di incompatibilità con le direttive comunitarie delle nuove norme sui reati societari e con il trattato dell'Ocse.

Lodo Mondadori (corruzione giudiziaria )
Grazie alla concessione delle attenuanti generiche il reato - che in primo grado ha portato alla condanna di Cesare Previti - è stato dichiarato prescritto dalla Corte d'Appello di Milano e dalla Corte di Cassazione. Nelle motivazioni della Cassazione, tra l'altro, si legge: "il rilievo dato [per concedere le attenuanti generiche] alle attuali condizioni di vita sociale ed individuale del soggetto [Berlusconi è diventato presidente del Consiglio], valutato dalla Corte come decisivo, non appare per nulla incongruo…".

Sme-Ariosto (corruzione giudiziaria )
A causa dei continui "impedimenti istituzionali" sollevati da Berlusconi e dei conseguenti rinvii delle udienze, la posizione del premier è stata stralciata dal processo principale. Ed è stato creato un processo parallelo, che però Berlusconi ha sospeso fino al termine del suo incarico (o sine die, in caso di rielezione o di nomina ad altra carica istituzionale) facendo approvare a tempo di record il Lodo Maccanico, proprio alla vigilia della requisitoria, delle arringhe e della sentenza, e a 40 mesi dall'inizio del dibattimento.

Sme-Ariosto (falso in bilancio)
In seguito all'entrata in vigore delle nuove norme sul diritto societario, questo capo d'imputazione contestato a Berlusconi per il denaro versato - secondo l'accusa- ad alcuni giudici, è stato stralciato. Il processo è fermo in attesa che l'Alta Corte di giustizia europea si pronunci sulla conformità tra le nuove regole e le normative comunitarie. Ma, anche in caso di risposta positiva per i giudici, resterà bloccato per il Lodo Maccanico. Come tutti gli altri procedimenti ancora in corso a carico di Silvio Berlusconi.

Diritti televisivi (falso in bilancio e frode fiscale)
Indagini preliminari in corso alla Procura di Milano (pm Alfredo Robledo e Fabio De Pasquale), a carico di numerosi manager del gruppo, più il presidente di Mediaset Fedele Confalonieri e il titolare Silvio Berlusconi, il quale - secondo l'ipotesi accusatoria - avrebbe continuato anche dopo l'ingresso in politica nel '94 ad esercitare di fatto il ruolo di dominus dell'azienda. Oggetto dell'indagine: una serie di operazioni finanziarie di acquisto di diritti cinematografici e televisivi da majors americane, con vorticosi passaggi fra una società estera e l'altra del gruppo Berlusconi, con il risultato di far lievitare artificiosamente il prezzo dei beni compravenduti e beneficiare di sconti fiscali previsti dalla legge
Tremonti, approvata dal primo governo dello stesso Berlusconi per detassare gli utili reinvestiti dalle imprese. Un presunto falso in bilancio che i magistrati valutano in circa 180 milioni di euro nel 1994.

Telecinco (violazione delle leggi antitrust e frode fiscale in Spagna)
Il giudice anticorruzione di Madrid Baltasàr Garzòn Real, dopo aver chiesto nel 2001 al governo italiano di processare Berlusconi o, in alternativa, di privarlo dell'immunità in modo di poterlo giudicare in Spagna, non ha ancora ricevuto risposta. Per questo il procuratore anticorruzione Carlo Castresana, nel maggio 2002, ha pregato Garzòn di rivolgersi di nuovo alle autorità italiane. Berlusconi in Spagna è accusato - insieme a Marcello Dell'Utri e ad altri dirigenti del gruppo Fininvest - di aver posseduto, grazie a una serie di prestanomi e di operazioni finanziarie illecite, il controllo pressoché totalitario dell'emittente Telecinco eccedenti rispetto ai limiti dell'antitrust spagnola, negli anni in cui il tetto massimo era del 25 per cento delle quote azionarie.

Mafia (concorso esterno in associazione mafiosa e riciclaggio di denaro sporco)
Indagini archiviate a Palermo su richiesta della Procura per scadenza dei termini massimi concessi per indagare.
Bombe del 1992 e del 1993 (concorso in strage )
Le inchieste delle Procure di Firenze e Caltanissetta sui presunti "mandanti a volto coperto" delle stragi del 1992 (Falcone e Borsellino) e del 1993 (Milano, Firenze e Roma) sono state archiviate per scadenza dei termini d'indagine. A Firenze, il 14 novembre 1998, il gip Giuseppe Soresina ha però rilevato come Berlusconi e Dell'Utri abbiano "intrattenuto rapporti non meramente episodici con i soggetti criminali cui è riferibile il programma stragista realizzato". Cioè con il clan corleonese che da vent'anni guida Cosa Nostra, con centinaia di omicidi e una mezza dozzina di stragi. Aggiunge il giudice fiorentino che esiste "una obiettiva convergenza degli interessi politici di Cosa Nostra rispetto ad alcune qualificate linee programmatiche della nuova formazione [Forza Italia]: articolo 41 bis, legislazione sui collaboratori di giustizia, recupero del garantismo processuale asseritamente trascurato dalla legislazione dei primi anni 90". Poi aggiunge che, nel corso delle indagini, addirittura "l'ipotesi iniziale [di un coinvolgimento di Berlusconi e dell'Utri nelle stragi] ha mantenuto e semmai incrementato la sua plausibilità". Ma purtroppo è scaduto "il termine massimo delle indagini preliminari" prima di poter raccogliere ulteriori elementi.
Il gip di Caltanissetta Giovanni Battista Tona ha scritto: "Gli atti del fascicolo hanno ampiamente dimostrato la sussistenza di varie possibilità di contatto tra uomini appartenenti a Cosa Nostra ed esponenti e gruppi societari controllati in vario modo dagli odierni indagati [Berlusconi e Dell'Utri]. Ciò di per sé legittima l'ipotesi che, in considerazione del prestigio di Berlusconi e Dell'Utri, essi possano essere stati individuati dagli uomini dell'organizzazione quali eventuali nuovi interlocutori". Ma "la friabilità del quadro indiziario impone l'archiviazione".
C'è, infine, la sentenza della Corte di Assise di Appello di Caltanissetta, che il 23 giugno 2001 ha condannato 37 boss mafiosi per la strage di Capaci: nel capitolo intitolato esplicitamente "I contatti tra Salvatore Riina e gli on. Dell'Utri e Berlusconi", si legge che è provato che la mafia intrecciò con i due "un rapporto fruttuoso quanto meno sotto il profilo economico". Talmente fruttuoso che poi, nel 1992, "il progetto politico di Cosa Nostra sul versante istituzionale mirava a realizzare nuovi equilibri e nuove alleanze con nuovi referenti della politica e dell'economia". Cioè a "indurre nella trattativa lo Stato ovvero a consentire un ricambio politico che, attraverso nuovi rapporti, assicurasse come nel passato le complicità di cui Cosa Nostra aveva beneficiato".

MASSIMO RANZANI 27.11.05 13:53| 
 |
Rispondi al commento

PARTE QUARTA...
BERLUSCONI E I SUOI MISTERI
La vita e la carriera dell'imprenditore Silvio Berlusconi, nonostante le biografie autorizzate che il protagonista ha fatto pubblicare o propiziato nel corso degli anni con fini auto-agiografici, rimane costellata di buchi neri e di domande senza risposta. Piccolo riepilogo degli omissis più inquietanti.

1) La Edilnord Sas è la società fondata nel 1963 da Silvio Berlusconi per costruire Milano 2. Soci accomandatari (quelli che vi operano), oltre al futuro Cavaliere, sono il commercialista Edoardo Piccitto e i costruttori Pietro Canali, Enrico Botta e Giovanni Botta. Soci accomandanti (quelli che finanziano l'operazione) il banchiere Carlo Rasini, titolare dell'omonima banca con sede in via dei Mercanti a Milano, e l'avvocato d'affari Renzo Rezzonico, legale rappresentante di una finanziaria di Lugano: la "Finanzierungesellschaft für Residenzen Ag", di cui nessuno conoscerà mai i reali proprietari. Si tratta comunque di gente molto ottimista, se ha affidato enormi capitali a Berlusconi, cioè a un giovanotto di 27 anni che, fino a quel momento, non ha dato alcuna prova imprenditoriale degna di nota.

2) Sulla banca Rasini, dove il padre Luigi Berlusconi lavora per tutta la vita, da semplice impiegato a direttore generale, ecco la risposta di Michele Sindona (bancarottiere piduista legato a Cosa Nostra e riciclatore di denaro mafioso) al giornalista americano Nick Tosches, che nel 1985 gli domanda quali siano le banche usate dalla mafia: "In Sicilia il Banco di Sicilia, a volte. A Milano una piccola banca in piazza Mercanti". Cioè la Rasini, dove - ripetiamo - Luigi Berlusconi, padre di Silvio, ha lavorato per tutta a vita, fino a diventarne il procuratore generale. Alla Rasini tengono i conti correnti noti mafiosi e narcotrafficanti siciliani come Antonio Virgilio, Salvatore Enea, Luigi Monti, legati a Vittorio Mangano, il mafioso che lavora come fattore nella villa di Berlusconi fra il 1973 e il 1975.

3) Il 29 ottobre 1968 nasce la Edilnord Centri Residenziali Sas (una sorta di Edilnord 2): stavolta, al posto di Berlusconi, come socio accomandatario c'è sua cugina Lidia Borsani, 31 anni. E i capitali li fornisce un'altra misteriosa finanziaria luganese, la "Aktiengesellschaft für Immobilienanlagen in Residenzentren Ag" (Aktien), fondata da misteriosi soci appena 10 giorni prima della nascita di Edilnord 2. Berlusconi da questo momento sparisce nel nulla, coperto da una selva di sigle e prestanome. Riemergerà solo nel 1975 per presiedere la Italcantieri, e nel 1979, come presidente della Fininvest. Intanto nascono decine di società intestate a parenti e figuranti, controllate da società di cui si ignorano i veri titolari. Come ha ricostruito Giuseppe Fiori nel libro "Il venditore" (Garzanti, 1994, Milano), Italcantieri nasce nel 1973, costituita da due fiduciarie ticinesi: "Cofigen Sa" di Lugano (legata al finanziere Tito Tettamanzi, vicino alla massoneria e all'Opus Dei) e "Eti A.G.Holding" di Chiasso
(amministrata da un finanziere di estrema destra, Ercole Doninelli, proprietario di un'altra società, la Fi.Mo, più volte inquisita per riciclaggio, addirittura con i narcos colombiani).

4) Nel 1974 nasce la "Immobiliare San Martino", amministrata da Marcello Dell'Utri e capitalizzata da due fiduciarie del parabancario Bnl: la Servizio Italia (diretta dal piduista Gianfranco Graziadei) e la Saf (Società Azionaria Finanziaria, rappresentata da un prestanome cecoslovacco, Frederick Pollack, nato nientemeno che nel 1887). A vario titolo e con vari sistemi e prestanome, "figlieranno" una miriade di società legate a Berlusconi e ai suoi cari: a cominciare dalle 34 "Holding Italiana" che controllano il gruppo Fininvest. Secondo il dirigente della Banca d'Italia Francesco Giuffrida e il sottufficiale della Guardia di Finanza Giuseppe Ciuro, consulenti tecnici della Procura di Palermo al processo contro Marcello Dell'Utri per concorso esterno in associazione mafiosa, queste finanziarie hanno ricevuto fra il 1978 e il 1985 almeno 113 miliardi (pari a 502 miliardi di lire e 250 milioni di euro di oggi), in parte addirittura in contanti e in assegni "mascherati", dei quali tutt’oggi "si ignora la provenienza". La Procura di Palermo sostiene che sono i capitali mafiosi "investiti" nel Biscione dalle cosche legate al boss Stefano Bontate. La difesa afferma che si tratta di autofinanziamenti, anche se non spiega da dove provenga tutta quella liquidità. Lo stesso consulente tecnico di Berlusconi, il professor Paolo Jovenitti, ammette l'"anomalia" e l'incomprensibilità di alcune operazioni dell'epoca.

5) Nel 1973 Silvio Berlusconi acquista da Annamaria Casati Stampa di Soncino, ereditiera minorenne della nota famiglia nobiliare lombarda rimasta orfana nel 1970, la settecentesca Villa San Martino ad Arcore, con quadri d'autore, parco di un milione di metri quadrati, campi da tennis, maneggio, scuderie, due piscine, centinaia di ettari di terreni. La Casati è assistita da un pro-tutore, l'avvocato Cesare Previti, che è pure un amico di Berlusconi, figlio di un suo prestanome (il padre Umberto) e dirigente di una società del gruppo (la Immobiliare Idra). Grazie alla fortunata coincidenza, la favolosa villa con annessi e connessi viene pagata circa 500 milioni dell'epoca: un prezzo irrisorio. E, per giunta, non in denaro frusciante, ma in azioni di alcune società immobiliari non quotate in borse, così che, quando la ragazza si trasferisce in Brasile e tenta di monetizzare i titoli, si ritrova con una carrettate di carta. A quel punto, Previti e Berlusconi offrono di ricomprare le azioni, ma alla metà del prezzo inizialmente pattuito. Una sentenza del Tribunale di Roma, nel 2000, ha assolto gli autori del libro "Gli affari del presidente", che raccontava l'imbarazzante transazione.

6) Nel 1973 Berlusconi, tramite Marcello Dell'Utri, ingaggia come fattore (ma recentemente Dell'Utri l'ha promosso "amministratore della villa") il noto criminale palermitano, pluriarrestato e pluricondannato Vittorio Mangano. Il quale lascerà la villa solo due anni più tardi, quando verrà sospettato di aver organizzato il sequestro di Luigi d'Angerio principe di Sant'Agata, che aveva appena lasciato la villa di Arcore dopo una cena con Berlusconi, Dell'Utri e lo stesso Mangano. Mangano verrà condannato persino per narcotraffico (al maxiprocesso istruito da Falcone e Borsellino) e, nel 1998, all'ergastolo per omicidio e mafia.

7) Il 26 gennaio 1978 Silvio Berlusconi si affilia alla loggia Propaganda 2 (P2), presentato al gran maestro venerabile Licio Gelli dall'amico giornalista Roberto Gervaso. Paga regolare quota di iscrizione (100 mila lire) e viene registrato con la tessera 1816, codice E.19.78, gruppo 17, fascicolo 0625. La partecipazione al pio sodalizio gli procaccerà vantaggi di ogni genere: dai finanziamenti della "Servizio Italia" di Graziadei ai crediti facili e ingiustificati del Monte dei Paschi di Siena (di cui è provveditore il piduista Giovanni Cresti) alla collaborazione con il "Corriere della Sera" diretto dal piduista Franco Di Bella e controllato dalla Rizzoli dei piduisti Angelo Rizzoli, Bruno Tassan Din e Umberto Ortolani.

8) Il 24 ottobre 1979 Silvio Berlusconi riceve la visita di tre ufficiali della Guardia di Finanza nella sede dell'Edilnord Cantieri Residenziali. Si spaccia per un "un semplice consulente esterno" addetto "alla progettazione di Milano 2". In realtà è il proprietario unico della società, intestata a Umberto Previti. Ma i militari abboccano e chiudono in tutta fretta l'ispezione, sebbene abbiano riscontrato più di
un'anomalia nei rapporti con i misteriosi soci svizzeri. Faranno carriera tutti e tre. Si chiamano Massimo Maria Berruti, Salvatore Gallo e Alberto Corrado. Berruti, il capopattuglia, lascerà le Fiamme Gialle pochi mesi dopo per andare a lavorare per la Fininvest come avvocato d'affari (società estere, contratti dei calciatori del Milan, e così via). Arrestato nel 1985 nello scandalo Icomec (e poi assolto), tornerà in carcere nel 1994 insieme a Corrado per i depistaggi nell'inchiesta sulle mazzette alla Guardia di Finanza, poi verrà eletto deputato per Forza Italia e condannato in primo e secondo grado a 8 mesi di reclusione per favoreggiamento. Gallo risulterà iscritto alla loggia P2.

9) Il 30 maggio 1983 la Guardia di Finanza di Milano, che sta controllando i telefoni di Berlusconi nell'ambito di un'inchiesta su un traffico di droga, redige un rapporto investigativo in cui si legge: "E' stato segnalato che il noto Silvio Berlusconi finanzierebbe un intenso traffico di stupefacenti dalla Sicilia, sia in Francia che in altre regioni italiane (Lombardia e Lazio). Il predetto sarebbe al centro di grosse speculazioni in Costa Smeralda avvalendosi di società di comodo aventi sede a Vaduz e comunque all'estero. Operativamente le società in questione avrebbero conferito ampio mandato ai professionisti della zona". Per otto anni l'indagine, seguita inizialmente dal pm Giorgio Della Lucia (poi passato all'Ufficio istruzione, da anni imputato per corruzione in atti giudiziari insieme al finanziere Filippo Alberto Rapisarda, ex datore di lavoro ed ex socio di Marcello Dell'Utri) langue, praticamente dimenticata. Alla fine, nel 1991, il gip milanese Anna Cappelli archivierà tutto.

10) Il terzo, seccante incontro ravvicinato fra il Cavaliere e la Legge risale al 16 ottobre 1984. Tre pretori, di Torino, Roma e Pescara, hanno la pretesa di applicare le norme che regolano l'emittenza televisiva e che il Cavaliere ha deciso di aggirare, trasmettendo in contemporanea gli stessi programmi su tutto il territorio nazionale. I tre magistrati fanno presente che è vietato, non si può e bloccano le attrezzature che consentono l'operazione fuorilegge. Il Cavaliere oscura le sue tv, per attribuire il black out ai giudici, poi scatena il popolo dei teledipendenti con lo slogan "Vietato vietare", opportunamente rilanciato dallo show del giornalista piduista Maurizio Costanzo. Lo slogan viene subito tradotto in legge dal presidente del Consiglio Bettino Craxi. Il quale abbandona una visita di Stato a Londra per precipitarsi in Italia e varare un decreto legge ad personam ("decreto Berlusconi") che riaccende immediatamente le tv illegali del suo compare. Lo scandalo è talmente enorme che, persino nel pentapartito, qualcuno non ci sta. E il decreto viene bocciato dall'aula come incostituzionale. Due dei tre pretori reiterano il sequestro penale delle attrezzature utilizzabili oltre l'ambito locale. Così Craxi partorisce un secondo decreto Berlusconi, agitando davanti ai riottosi partiti alleati lo spauracchio della crisi di governo e delle elezioni anticipate, in caso di mancata conversione in legge. Provvederà poi lo stesso Caf a legalizzare il monopolio illegale Fininvest sulla televisione commerciale con la legge Mammì, detta anche "legge-Polaroid" per l'alta fedeltà con cui fotografa lo status quo .

MASSIMO RANZANI 27.11.05 13:50| 
 |
Rispondi al commento

PARTE TERZA
Vita di Berlusconi Cronologia

VITA DI BERLUSCONI. CRONOLOGIA
1936. Nasce a Milano il 29 settembre, primo di tre figli (due maschi e una femmina) di Luigi Berlusconi, impiegato alla Banca Rasini, e Rosa Bossi, casalinga.
1954. Prende la maturità classica al liceo salesiano Copernico e s'iscrive all'Università Statale, facoltà di Giurisprudenza. A tempo perso, vende spazzole elettriche porta a porta, fa il fotografo ai matrimoni e ai funerali, suona il basso e canta nella band dell'amico d'infanzia Fedele Confalonieri (anche sulle navi da crociera).
1957. Primo impiego saltuario nella Immobiliare costruzioni.
1961. Si laurea in legge con 110 e lode, a Milano: tesi sugli aspetti giuridici del contratto pubblicitario, e vince una borsa di studio di 2 milioni messa in palio dalla concessionaria Manzoni. Evita, non si sa come, il servizio militare. E si dà all'edilizia, acquistando un terreno in via Alciati, grazie alla garanzia fornitagli dal banchiere Carlo Rasini, che gli procura anche un socio, il costruttore Pietro Canali. Nasce la Cantieri Riuniti Milanesi.
1963. Fonda la Edilnord Sas: soci accomandanti Carlo Rasini e il commercialista svizzero Carlo Rezzonico (per la misteriosa finanziaria luganese Finanzierungesellschaft für Residenzen Ag). Nel 1964 apre un cantiere a Brugherio per edificare una città-modello da 4 mila abitanti. Nel 1965 è pronto il primo condominio, di cui però non riesce a vendere nemmeno un appartamento. Poi, non si sa come, riesce a venderlo al Fondo di previdenza dei dirigenti commerciali.
1965. Sposa Carla Elvira Dall'Oglio, genovese, che gli darà due figli: Maria Elvira (1966) e Piersilvio (1969).
1968. Nasce l'Edilnord 2, acquistando terreni nel comune di Segrate, dove sorgerà Milano 2.
1969. Brugherio è completa con 1000 appartamenti venduti.
1973. Fonda la Italcantieri Srl, grazie ad altre due misteriose fiduciarie ticinesi, la Cofigen (legata al finanziere Tito Tettamanti) e la Eti AG Holding (amministrata dal finanziere Ercole Doninelli). Acquista ad Arcore, grazie ai buoni uffici dell'amico Cesare Previti, la villa Casati Stampa con tutti i terreni ad Arcore, a prezzo di superfavore. Previti infatti è pro-tutore dell'unica erede dei Casati Stampa, la contessina dodicenne Annamaria, e contemporaneamente amico di Silvio e in affari con lui.
1974. Grazie a due fiduciarie della Bnl, la Servizio Italia e la Saf, nasce l'Immobiliare San Martino, amministrata da un ex compagno di università, Marcello Dell'Utri, palermitano. In un condominio di Milano 2 nasce una tv via cavo, Telemilano 58, che passerà ben presto all'etere col nome di Canale 5. Berlusconi si trasferisce con la famiglia a villa Casati, affiancato dal boss mafioso Vittorio Mangano, assunto in Sicilia da Dell'Utri come "fattore", cioè come amministratore della casa e dei terreni.

Mangano lascerà Arcore soltanto un anno e mezzo - due anni più tardi, in seguito a due arresti e a un'inchiesta a suo carico per il sequestro di un ospite della villa amico di Berlusconi.
1975. Le due fiduciarie danno vita alla Fininvest. Nascono anche la Edilnord e la Milano 2. Ma Berlusconi non compare mai: inabissato e schermato da una miriade di prestanomi dal 1968 al 1975, quando diventa presidente di Italcantieri, e al 1979, quando assumerà la presidenza della Fininvest.
1977. Appena divenuto Cavaliere del Lavoro, acquista una quota dell'editrice de Il Giornale , fondato nel 1974 da Indro Montanelli.
1978-1983. Riceve circa 500 miliardi al valore di oggi, di cui almeno una quindicina in contanti, per alimentare le 24 (poi salite a 37) Holding Italiana che compongono la Fininvest, di cui si ignora tutt'oggi la provenienza. Sono gli anni della scalata di Bettino Craxi, segretario del Psi dal 1976, al potere e della sua ascesa al governo.
1978. Si affilia alla loggia massonica deviata e occulta "Propaganda 2" (P2) del maestro venerabile Licio Gelli, a cui è stato presentato dal giornalista Roberto Gervaso. Tessera numero 1816. Di lì a poco comincerà a ricevere crediti oltre ogni normalità dal Monte dei Paschi e dalla Bnl (due banche con alcuni uomini-chiave affiliati alla P2). E inizierà a collaborare, con commenti di politica economica, al "Corriere della Sera", controllato dalla P2 tramite Angelo Rizzoli e Bruno Tassan Din. La P2 verrà poi sciolta, in quanto "eversiva", con un provvedimento del governo Spadolini.
1980. Berlusconi fonda, con Marcello Dell'Utri, Publitalia 80, la concessionaria pubblicitarie per le reti tv. Conosce l'attrice Veronica Lario, al secolo Miriam Bartolini, che recita in uno spettacolo al teatro Manzoni di Milano senza veli. Se ne innamora. La nasconde per tre anni in un'ala segreta della sede Fininvest in Via Rovani a Milano. Poi la donna rimane incinta e nel 1984, sempre nel segreto più assoluto, partorisce in Svizzera una bambina, Barbara. Berlusconi la riconosce. Padrino di battesimo, Bettino Craxi.
1981. I giudici milanesi Gherardo Colombo e Giuliano Turone, indagando sui traffici del bancarottiere mafioso e piduista Michele Sindona, trovano gli elenchi degli affiliati alla loggia P2. Ma Berlusconi non subisce danni dallo scandalo che travolge il governo, l'esercito, i servizi segreti e il mondo del giornalismo.
1982. Berlusconi acquista l'emittente televisiva Italia 1 dall'editore Edilio Rusconi.
1984. Berlusconi acquista l'emittente Rete 4 dalla Mondadori: ormai è titolare di tre network televisivi nazionali, e può entrare in concorrenza diretta con la Rai. Ma tre pretori, di Torino, Pescara e Roma, sequestrano gli impianti che consentono le trasmissioni illegali di programmi in "interconnessione", cioè in contemporanea su tutto il territorio nazionale. Craxi vara un decreto urgente (il primo "decreto Berlusconi") per legalizzare la situazione illegale. Ma il decreto non viene convertito in legge perché incostituzionale. Craxi ne vara un altro (il secondo "decreto Berlusconi"), minacciando i partiti alleati di andare alle elezioni anticipate in caso di nuova bocciatura del decreto. E nel febbraio '85 il decreto sarà approvato, dopo che il governo avrà posto la questione di fiducia.
1985. Berlusconi divorzia da Carla Dell'Oglio e ufficializza il legame con Veronica, che gli darà altri due figli: Eleonora (1986) e Luigi (1988). Le seconde nozze verranno celebrate, con rito civile, nel 1990, officiante il sindaco socialista di Milano Paolo Pillitteri, cognato di Craxi. Testimoni degli sposi, Bettino e Anna Craxi, Confalonieri e Gianni Letta.
1986. Berlusconi acquista il Milan Calcio e ne diviene presidente (nel 1988 vincerà il suo primo scudetto). Intanto fallisce l'operazione La Cinq in Francia, che chiuderà definitivamente i battenti nel '90. E' Jacques Chirac a cacciarlo dal suolo francese, definendolo "venditore di minestre".
1988. Il governo De Mita annuncia la legge Mammì sul sistema radiotelevisivo. Che in pratica fotografa il duopolio Rai-Fininvest, senza imporre al Cavaliere alcun autentico tetto antitrust. Berlusconi acquista la Standa. La legge verrà approvata nel 1990.
1989-1991. Lunga battaglia fra Berlusconi e De Benedetti per il controllo della Mondadori, la prima casa editrice che controlla quotidiani (La Repubblica e 13 giornali locali), settimanali (Panorama, Espresso, Epoca) e tutto il settore libri. Grazie a una sentenza del giudice Vittorio Metta, che il tribunale di Milano riterrà poi comprata con tangenti dall'avvocato Previti per conto di Berlusconi, il Cavaliere strappa la Mondadori al suo concorrente. Una successiva mediazione politica porterà poi alla restituzione a De Benedetti almeno di Repubblica, Espresso e giornali locali. Tutto il resto rimarrà a Berlusconi.
1990. Il Parlamento vara la legge Mammì, fra le polemiche: Berlusconi può tenersi televisioni (nel
frattempo è entrato anche nel business di Telepiù) e Mondadori, dovendo soltanto "spogliarsi" de Il Giornale (che viene girato nel '90 al fratello Paolo).
1994. Berlusconi, ormai orfano dei partiti amici, travolti dallo scandalo di Tangentopoli, entra direttamente in politica, fonda il partito di Forza Italia, vince le elezioni politiche del 27 marzo alla guida del Polo delle Libertà e diventa presidente del Consiglio. Il 21 novembre viene coinvolto nell'inchiesta sulle tangenti alla Guardia di Finanza. Il 22 dicembre è costretto a dimettersi, per la mozione di sfiducia della Lega Nord, che non condivide più la sua politica sociale e preme per la risoluzione del conflitto d'interessi.
1996. Berlusconi, indagato nel frattempo anche per storie di mafia, falso in bilancio, frode fiscali e soprattutto corruzione giudiziaria insieme a Previti, si ricandida alle elezioni politiche, ma perde. Vince il candidato del centrosinistra (Ulivo), Romano Prodi. Trascorrerà 5 anni all'opposizione, alle prese con una serie di inchieste giudiziarie e di processi, conclusi con diverse condanne in primo grado, poi trasformate in prescrizioni e (raramente) in assoluzioni in appello e in Cassazione.
2001. Il 15 maggio vince le elezioni alla guida della Casa delle Libertà e torna alla presidenza del Consiglio.

MASSIMO RANZANI 27.11.05 13:46| 
 |
Rispondi al commento

VADO AVANTI....

PARTE SECONDA

Lettera di presentazione di Gianni Vattimo

Caro Collega,
il breve testo che troverà in allegato è una sommaria presentazione del personaggio che, secondo le regole della rotazione, occuperà nel prossimo semestre il posto di presidente del Consiglio Europeo. Questa presentazione è stata preparata da due giornalisti italiani, Marco Travaglio e Peter Gomez, che da tempo seguono le vicende politiche e giudiziarie di Silvio Berlusconi e ne scrivono sulla stampa italiana. Non sempre, però, queste vicende sono conosciute adeguatamente negli altri Paesi dell'Unione. So bene che proprio in questi giorni, in occasione dell'inizio del "semestre italiano", molta stampa europea ha fornito più informazioni del solito sul discusso personaggio. Ma siccome si attribuisce agli italiani, anche ai partiti di opposizione, l'intenzione di contribuire al "successo" del semestre europeo del nostro premier, io diffondo questo opuscolo informativo proprio perché non intendo contribuire in alcun modo a tale successo. Anzi, credo che un vero successo dell'Italia, e anche dell'Europa, si possa realizzare solo riducendo al minimo il danno che la democrazia, l'indipendenza dell'Europa dagli Usa, la libertà di informazione, la lotta contro la corruzione, possono ricevere dalla presidenza europea di Silvio Berlusconi. Una conoscenza dettagliata e, nonostante le apparenze, obiettiva, della sua storia affaristico-politico-giudiziaria può, spero, servire a questo scopo.
Un cordiale saluto
Gianni Vattimo

MASSIMO RANZANI 27.11.05 13:34| 
 |
Rispondi al commento

E premetto ke nn ho il Cayenne
Caro Beppe leggi e guarda un po stà cosa ciao

PARTE PRIMA

www.viralvideo.it
La libertà è un virus, diffondi il contagio!

"Berlusconi"
di Marco Travaglio e Peter Gomez
Con il consenso degli autori Marco Travaglio e Peter Gomez e del filosofo eurodeputato Gianni Vattimo, riportiamo qui di seguito l’opuscolo "Berlusconi" di Marco Travaglio e Peter Gomez.
L'opuscolo "Berlusconi", tradotto in quattro lingue (francese, inglese, spagnolo e tedesco) è stato distribuito da Gianni Vattimo (su domanda del quale il libretto stesso è stato redatto) a tutti i Parlamentari europei nel pomeriggio del 2 luglio 2003, giorno della presentazione, da parte del presidente del Consiglio dei Ministri italiano Silvio Berlusconi, del programma della presidenza italiana dell'Unione Europea.
Si ringrazia inoltre Mario Cedrini e Stefano Cardone autori dell’edintig cartaceo e online.
Il documento è disponibile online sul sito http://www.giannivattimo.it.
------------------
Viralvideo si complimenta per l’iniziativa ed é lieto di dare il proprio contributo alla diffusione del documento qui di seguito riportato integralmente in Italiano.
Viralvideo vi invita a contribuire alla diffusione di questo documento sulla base della convinzione che la libertà di sapere sia la prima condizione della libertà di giudizio.
Non disperate di potervi opporre a questi abusi, nessun capitale o governo può tacitare la verità senza la vostra collaborazione, dovete solo decidere di rifutare l’indifferenza e la rassegnazione.
www.viralvideo.it
La libertà è un virus, diffondi il contagio!

"Berlusconi" di Marco Travaglio e Peter Gomez

MASSIMO RANZANI 27.11.05 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo. Chi ti scrive non è un economista né tantomeno un esperto. Sono un semplice cittadino con un dubbio che vorrei tu mi chiarissi.
Leggo nel tuo Blog del 21-11-05:
"L’aumento del tasso di interesse farà sì che la gente compri l’euro, aumentandone il suo valore, ma l’esportazione diminuirà.
Io penso che la BCE sta tentando di contrastare l’inflazione con gli strumenti sbagliati.
L’effetto sarà l’aumento della disoccupazione”.
Forse che la SOLUZIONE è l’esatto contrario e bisogna favorire l’esportazione?
Non metto in dubbio l’autorevolezza di tali affermazioni, faccio però una riflessione.
L’inflazione fa levitare i prezzi, il cittadino perde il suo potere d’acquisto e il mercato interno langue dando origine al processo inverso che un tempo si chiamava recessione.
Per ravvivare l’economia basterebbe, sembra, abbassare i prezzi con l’estero, cioè svalutare l’Euro: all’estero conviene comprare in Italia e l’economia riprende.
E qui c’è il mio dubbio. I cittadini italiani si trovano a COMPRARE in Italia con gli stessi soldi ma con i prezzi aumentati. Si trovano anche a COMPRARE all’Estero, con i prezzi aumentati dalla svalutazione dell’Euro. Si trovano quindi a dover SPENDERE più di prima per prodotti e servizi. Bene,dici tu, perché il maggior incremento delle esportazioni crea più lavoro e permette di vendere all’estero quello che produciamo in Italia. Ma vendere a prezzi minori all’estero significa SVENDERE la propria produzione e ACQUISTARE invece a prezzi maggiori, e fin qui le leggi di mercato fan da padrone. Quello che non torna è che il GUADAGNO per le maggiori esportazioni le fa solo chi esporta, non il governo italiano e i suoi cittadini, ma gli esportatori privati, che non hanno intenzione di dividere il “bottino” con gli altri cittadini, i quali ne pagano le conseguenze. Inoltre i salari DEVONO essere contenuti per la concorrenza estera.
E non venirmi a dire che scegliamo il male minore.
Giancarlo Carli
Pontedera (PISA)

Giancarlo Carli 27.11.05 13:09| 
 |
Rispondi al commento

Grande Beppe,
grazie dell'iniziativa, sei l'unico ed il vero politico italiano! Ma quello che ti fa grande è che (ancora) NON sei assunto come tutti i parlamentari! L'unico che forse può seguirti potrebbe essere Antonio Di Pietro.

Pace e Bene,

Massimo Conti.

Massimo Conti 27.11.05 02:12| 
 |
Rispondi al commento

INIZIATIVA GRANDIOSA!.....SCRIVO DA SCANZANO JONICO IL PAESE KE SAREBBE DOVUTO DIVENTARE IL CIMITERO DELLE SCORIE NUCLEARI DI TUTTA EUROPA GRAZIE AGLI SPORCHI AFFARI DEI NS DIPENDENTI!.....FACCIO PRESENTE ANKE LA INCREDIBILE SITUAZIONE IN CUI VERSA IL NS COMUNE DOVE DOPO 4 MESI DI CARCERE PER BROGLI ELETTORALI E MINACCE DI TIPO MAFIOSO(OLTRE NATURALMENTE AD ALTRE CONDANNE ANCHE DEFINITIVE PER TRUFFA ALLA REGIONE) MARIO ALTIERI,SINDACO DI ALLEANZA NAZIONALE, TORNA AL SUO POSTO DOPO KE IL MINISTRO DELL'INTERNO PISANU HA DECISO DI NON SCIOGLIERE,SENZA MOTIVAZIONE AI CITTADINI, IL CONSIGLIO COMUNALE..........!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!STIAMO VIVENDO MOMENTI DIFFICILI IN VISTA DELLE ELEZIONI POLITICHE....E DELLE COMUNALI!...........SAREMO NOI IL SUO TRIBUNALE?...INTANTO DAL POSTO DI COMANDO IL BENEAMATO POTRà CONTINUARE AD AMMINISTRARE E........ESSERE IL GARANTE N'1 DELLO SVOLGIMENTO DELLE ELEZIONI!!!!!.........VORREI KE TU APPROFONDISCA QUESTO ESEMPIO DI "DEMOCRAZIA" CONTATTANDO L'ASSOCIAZIONE AMBIENTALISTA "SCANZIAMOLESCORIE"....SUBITO DOPO I GIORNI DELLA PROTESTA LA SOLITUDINE HA ACCOMPAGNATO I NS GIORNI...I MEDIA NON HANNO PIù ACCESO I LORO RIFLETTORI.....TIM FACCIO INOLTRE PRESENTE KE ESISTE UNA RICHIESTA DI COMMISSIONE D'INCHIESTA FERMA DA ORMAI 2 ANNI IN PARLAMENTO....TUTTO TACE!
ORA BASTA!!!..VIA I DELINGUENTI DALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE!!....MENTRE NOI GIOVANI CONTINUIAMO AD ESSERE CONDANNATI PER QUALCHE GRAMMO DI MARYUWANNA!!!.....www.scanziamolescorie.org

rocco faillace Commentatore in marcia al V2day 26.11.05 18:47| 
 |
Rispondi al commento

PORTIAMO LA NOSTRA BATTAGLIA DIRETTAMENTE IN PARLAMENTO

Sosteniamo una legge DI INIZIATIVA POPOLARE per bandire da ogni carica pubblica chi ha subito condanne in via definitiva

BEPPE GRILLO IMPEGNATI CON NOI

RACCOGLIAMO LE FIRME

Invita Beppe Grillo a scendere in campo inviando una mail al seguente indirizzo:

segnalazioni@beppegrillo.it

cesare piri 26.11.05 17:29| 
 |
Rispondi al commento

@ Stefano Marone

Anch'io amo profondamente la democrazia, che fino a prova contraria vuol dire governo del popolo.

Ma visto che l'Italia è una democrazia palamentare, il potere che in democrazia spetta al popolo, viene trasferito tramite libere elezioni ai parlamentari che sono investiti del potere di rappresentare chi li ha eletti.

Quindi stabilito che il potere, in democrazia, spetta al popolo questo ha la possibilità non solo di eleggere i deputati ma anche di legiferare.

Infatti la tanto bistrattata Costituzione italiana da la possibilità a qualunque gruppo di cittadini di presentare la cosidetta INIZIATIVA DI LEGGE POPOLARE cioè una proposta dilegge su qualunque argomento.

Si tratta di un caso di democrazia diretta che assieme al referendum è sancito nella Costituzione.

Mentre il referendum è solo abrogativo, cioè serve per eliminare una legge che il popolo non vuole, LA PRPOSTA DI LEGGE AD INIZIATIVA POPOLARE serve a presentare in parlamento una legge qualora i parlamentari siano in "altre faccende affaccendati".

A questo punto non ci vedo niente di male se una parte del popolo italiano presentasse una proposta di legge per avere un PARLAMENTO PULITO !!!

cesare piri 26.11.05 17:24| 
 |
Rispondi al commento

Io la mia tessera elettorale me la tengo ben stretta, visto che è il solo mezzo per far sentire la mia voce alla classe politica.

Il popolo, il cittadino, la gente ha un grande potere..........quello di poter scegliere chi lo rappresenta, ma per poter scegliere al meglio bisogna conoscere.

Il non voto alle elezioni, l'astensione ai referendum, il non impegno nella politica o nella vita sociale sono il peggior nemico della democrazia e consentono ai soliti noti di continuare a prenderci in giro autorigenerandosi all'infinito.

cesare piri 26.11.05 17:10| 
 |
Rispondi al commento

Cito:"VOGLIO VEDERE SE I PARLAMENTARI AVRANNO IL CORAGGIO DI AFFOSSARE IN AULA UNA LEGGE PRESENTATA DAL POPOLO ITALIANO"
Fine della citazione

Caro blogger... ma possibile che nessuno arriva a capire che visto che abbiamo _libere elezioni_ i parlamentari _sono_ il Popolo Italiano?
Io spero vivamente che un parlamento "affossi" una legge fondamentalmente fascista come quella di "Parlamento Pulito".
Non volete Parlamentari condannati in parlamento? Non eleggeteli, non votate nè loro nè i loro partiti! Questo è quanto.
Ma i condannati vengono eletti lo stesso?
Così vuole il Popolo Sovrano. Io amo la Democrazia, e la democrazia è anche questo.

Per chi si lamenta che "per aprire un locale pubblico ci vuole la fedina penale pulita e invece..." la parola chiave è _eletto_. Un parlamentare, anche se condannato, è parlamentare se viene eletto in libere elezioni. ed è diverso rispetto ad aprire un bar.
amen

Stefano Marone 26.11.05 15:02| 
 |
Rispondi al commento

Ciao ragazzi che vogliono cambiare questo sistema del cazzo!!!

io sono con voi!!

raccolgiamo le firme per PARLAMENTO PULITO!!!


BEPPE!! COME DOBBIAMO FARE???!!!

Andrea Zanoli 26.11.05 15:02| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE RACCOGLIAMO LE FIRME!
RIPULIAMO IL PARLAMENTO!
Saluti
Pietro

Pietro Murru Commentatore in marcia al V2day 26.11.05 13:44| 
 |
Rispondi al commento

Penso che una persona normale con qualcosa da fare non riesca a star dietro a tutti questi messaggi; e questo e' un peccato in quanto sono tutti meritevoli di attenzione. Ma leggendone un po' quello che trapela e' la frustrazione di gente la quale si illude che il sistema democratico (cosi' come lo conosciamo) sia dalla parte della gente comune. Questo sistema politico e' solo il modo migliore di procrastinare l'esistenza dell'attuale sistema economico, il quale si fonda sulla disparita'.
Non mi meraviglio quindi che l'oligarchia borghese sia immune dalle leggi atte a sottomettere chi lavora per il profitto altrui. Cio' che la gente normale potrebbe fare e' STUDIARE l'attuale sistema economico e rendersi conto dei pregi e dei difetti. Quindi proporre un sistema alternativo, cio' non e' utopia, ma l'unica strada percorribile per avere, non un futuro migliore, ma un futuro.
Attualmente sono all'estero a studiare, in quanto fortunatamente ho vinto una borsa di studio che mi ha trirato fuori dal sistema univestiario italiano, davvero imbarazzante. non ho la tv e non seguo gli sviluppi della politica italiana cosi' da vicino. Chi pensa pero', con tutto il rispetto, di cambiare le cose pubblicando su uno strumeto di contollo dell'opinione pubblica come il giornale, credo che stia percorrendo una strada chiusa. Infatti, se pubblicare una pagina con una notizia, che i giornali DOVREBBERO rendere nota per ottemperare alla loro funzione, costa dei bei soldi, allora ci si rendera' presto conto che i media sono al servizio di un'oligarchia, ovvero dei finanziatori, ovvero di quelli che traggono profitto dal lavoro altrui.
L'unico strumento di rimostranza che la gente comune ha e' lo SCIOPERO, e tale strumento, che ora e' contollato da sindacati al soldo degli stressi padroni che dovrebbero contrastare, e' diventato Selvaggio.
Scendere in piazza non e' da selvaggi ma e' l'unico modo di farsi sentire concretamente! Francesco.

francesco sartor 26.11.05 13:40| 
 |
Rispondi al commento

PORTIAMO LA NOSTRA BATTAGLIA DIRETTAMENTE IN PARLAMENTO

Sosteniamo una legge DI INIZIATIVA POPOLARE per bandire da ogni carica pubblica chi ha subito condanne in via definitiva

BEPPE GRILLO IMPEGNATI CON NOI

RACCOGLIAMO LE FIRME

Invita Beppe Grillo a scendere in campo inviando una mail al seguente indirizzo:

segnalazioni@beppegrillo.it

segnalazioni@beppegrillo.it

segnalazioni@beppegrillo.it

Celeste Tronfi 26.11.05 13:27| 
 |
Rispondi al commento

Per invitare Beppe Grillo a Presentare in Parlamento una LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE che vieti agli indagati di presentarsi alle elezioni mandiamo tutti una mail al seguente indirizzo:

segnalazioni@beppegrillo.it

X UNA LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE CONTRO I CORROTTI IN PARLAMENTO

x FAR IMPEGNARE BEPPE GRILLO SULLA RACCOLTA DI FIRME

X FARE UNA COSA CHE NON E' MAI STATA FATTA NELLA STORIA DELLA NOSTRA REPUBBLICA

segnalazioni@beppegrillo.it

Cesare Piri 26.11.05 13:20| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
complimenti per tutto quello che fai;

in seguito alla lettura del post mi è venuta una riflessione spontanea, io sono un ristoratore e per ottenere la licenza di somministrazione bevande alcoliche mi è stata richiesta una sorta di fedina penale (giustamente) riguardo la mia persona rilasciata dalla questura oltre ad altra documentazione da presentare per il rilascio dell'autorizzazione.

Quindi mi chiedo è più pericoloso servire alcolici od essere a capo di un governo?????

Capisco pure che per emanare una legge simile per i politici italiani sarebbe molto difficile in quanto sarebbero soggetti ad un conflitto di interessi incredibile.

Come dire siamo in un vicolo cieco??

Luca Bonetti 26.11.05 13:07| 
 |
Rispondi al commento

Ricordo che la nostra COSTITUZIONE permette le cosiddette "LEGGI DI INIZIATIVA POPOLARE", e cioè tramite la raccolta di firme dei cittadini è possibile presentare al Parlamento una legge che impedisca ai "condannati" e quindi colpevoli di qualsivoglia reato di presentarsi alle elezioni politiche.

INVITO QUINDI I BLOGGERS A COSTITUIRE UN COMITATO CHE CON IL SOSTEGNO DI BEPPE GRILLO POTREBBE RACCOGLIERE LE FIRME PER PRESENTARE UNA LEGGE PER LE "MANI PULITE" DI CHI CI GOVERNA.

VOGLIO VEDERE SE I PARLAMENTARI AVRANNO IL CORAGGIO DI AFFOSSARE IN AULA UNA LEGGE PRESENTATA DAL POPOLO ITALIANO.

NON CREDO CHE LA LORO FACCIA DA CULO POSSA ARRIVARE A TANTO............NEL CASO SUCCEDA ALLORA VIVA LA REVOLUCION !!!

Cesare Piri 26.11.05 13:06| 
 |
Rispondi al commento

A PROPOSITO DI TESSERE ELETTORALI TIRATE IN FACCIA AI POLITICI

Io la mia tessera elettorale me la tengo ben stretta, visto che è il solo mezzo per far sentire la mia voce alla classe politica.

Il popolo, il cittadino, la gente ha un grande potere..........quello di poter scegliere chi lo rappresenta, ma per poter scegliere al meglio bisogna conoscere.

Il non voto alle elezioni, l'astensione ai referendum, il non impegno nella politica o nella vita sociale sono il peggior nemico della democrazia e consentono ai soliti noti di continuare a prenderci in giro autorigenerandosi all'infinito.

Il sistma si cambia dall'interno impegnandosi in prima persona oppure si fa la rivoluzione.

W LA REVOLUCION ! ! !

Cesare Piri 26.11.05 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Questo dimostra che oggi nessuno si vergogna di niente. Per partecipare ad un Concorso pubblico devi avere la fedina penale pulita. Io vengo da un paese Comunista (CSSR - Cecoslovacchia)che non era tutta questa dittatura feroce come vieniva descritta qui, ma non c'èra la democrazia e la libertà di altri pensieri che solo quelli Comunisti, ma non vedo la differenza dei privilegi e dei abusi che li si perpetuavano in nome del comunismo e qui in nome della democrazia.
Li il parlamentare aveva tutto quello desiderava, qui il parlamentare ha tutto quello che desidera.
Li i giornalisti non li epuravano dalle televisioni, perchè erano di loro, se no non stavi dietro al microfono. Qui invece ti tocca buttarli fuori, per non farli parlare pertanto anche qui non si possono dire le verità.
Ma più sto in questo paese e più Berlusconi fa entrare questi parlamentari nelle istituzioni ( giardinieri compresi), più ho voglia di essere Comunista, alle sue origini ideologiche dove veramente si parla della Giustizia per gli onesti, una giustizia Globale per la gente sana.

Alessandro Imondi 26.11.05 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Grande radio Deejay!!!!
http://www.deejay.it/default.jsp?s=radio&l=dettaglio_articolo&idArticolo=507&idTg=Programma&idProgramma=26#

marco farese 26.11.05 11:29| 
 |
Rispondi al commento

L'ho appena letto...sono rimasto perplesso!

http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=45821

marco farese 26.11.05 11:15| 
 |
Rispondi al commento

Oh ma Beppe Grillo ke gira in ferrari da quando ha vent'anni non può comprarsele lui le pagine ?

Francesco Libero 26.11.05 10:59| 
 |
Rispondi al commento

A quando delle Votazioni Politiche per Svotare le persone?
Nelle schede elettorali perchè si deve votare solo i candidati e non si può votare per l'eliminazione dei politici che si vuole estromettere dalla politica?!

Voglio poter SVOTARE i politici indegni di rappresentarci!!!

Sebastiano Rainò 26.11.05 09:59| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, non potrò ringraziarti mai abbastanza per quello che hai fatto! Sputta..ti agli occhi di tutto il mondo…purtroppo non credo che persone che hanno la faccia come il c..o ne possano risentire della cosa, e quindi come sempre rimarranno al loro posto, che schifo!
Mi piace molto l’ iniziativa avanzata da qualcuno nel blog: raccogliere firme tramite la rete per imporre le nostre scelte ai nostri dipendenti e mandare a casa quelli che sbagliano.

Pietro

L’ unico futuro possibile è la Democrazia Diretta !!!!!

Pietro Murru Commentatore in marcia al V2day 26.11.05 09:49| 
 |
Rispondi al commento

si e' vero ieri su GLOB il programma su raitre con Bertolino (spero si chiami cosi'), hanno fatto vedere la pagina pubblicata ringraziando Beppe Grillo.. ciao a tutti

mirko collina 26.11.05 09:07| 
 |
Rispondi al commento

Ti ho sentito casualmente su "GLOB"... FANTASTICO!!!!!!

Marina Nuvola 26.11.05 01:55| 
 |
Rispondi al commento

sono nauseata per aver letto quest'elenco, e sono preoccupata per me e per il futuro dei miei figli. Dobbiamo fare qualcosa, non possiamo stare solo a guardare.... Grazie Beppe per l'opportunità che ci dai

antonella minucci 26.11.05 01:00| 
 |
Rispondi al commento

Come era prevedibile quasi nessuno ha parlato della tua iniziativa Beppe, guardando casualmente ora (00.45) "GLOB L'OSCENO DEL VILLAGGIO" su Raitre, Enrico Bertolino ha mostrato la pagina dell'HERALD TRIBUNE, ringranziandoti per l'inizitiva!!
.... che dire solo i nottambuli come me avranno visto la trasmissione.... e la cosa mi rattrista moltissimo!!


ANGELO MICHIELETTO 26.11.05 00:46| 
 |
Rispondi al commento

GRANDE BEPPE !!!

Pure Bertolino nel programma Glob ha parlato del tuo articolo sul parlamento pulito a raitre. Dedicandoti un applauso.

Ciao

Diego Rossi 26.11.05 00:43| 
 |
Rispondi al commento

Ciao ZIO Beppe....
Ho apprezzato con piacere l'idea avuta da un cittadino italiano, frequentatore del tuo blog, di raccogliere tutte le firme possibili per fare un po' di piaz pulita dalle parti di Montecitorio.
E' semplice: potresti creare una pgina wb con diversi campi significativi come ad esempio il numero di carta di identità, o di patente ecc che servano a testimoniare la veridicità della iniziativa suddetta. Tenuto conto dei frequentatori del blog, e del suo numero, potrebbe scaturire un bellisimo esempio di democrazia diretta.....a fare sentire la voce di chi e' stanco di sopportare qul fastidioso senso di strafottenza palese di tutta la classe politica, di qualunque colore essa sia.

Un abbraccio.

Gae

Gaetano Coiro 25.11.05 23:56| 
 |
Rispondi al commento

Sono convinto che il problema è che i nostri dipendenti non hanno vergogna.
Non hanno vergoga delle s...te che dicono, non hanno vergogna delle s..te che fanno, e quando i cittadini scendono in piazza se ne stra.....no.

Sono daccordo con l'amico che pensa di formare dei comitati per la raccolta di firme, ma visto l'andazzo degli ultimi venti anni e con questa classe politica che abbiamo, si dovrebbe fare una raccolta firme una volta al mese.

Un buon progetto sarebbe quello di poter raccogliere firme tramite la rete.

Non sono un esperto di informatica, ma credo che come possiamo fare delle operazioni bancarie in sicurezza tramite la rete, sia possibile utilizzare una firma eletronica per diversi usi e tra questi anche la partecipazione alla cosultazioni popolare tramite rete.
Credo che sarebbe una grade conquista sociale, è poterebbe dei vantaggi nel convolgimento dei singoli cittadina alla vita politica, e nello stesso tempo i nostri dipendenti sentirebbero un po di fiato sul collo.

Paolo

Paolo Arena 25.11.05 22:21| 
 |
Rispondi al commento

Io, come altre persone con cui mi sto organizzando, pensavo di prendere in mano la lista e di dividerci i compiti.

Visto che, oltre al danno subito dal loro reato, dobbiamo pure mantenerli con i nostri soldi, abbiamo pensato di metter mano alle mani.

Un paio di sonori ceffoni, non fanno male a nessuno, anzi, spesso fanno pure bene.

Azioni veloci, mordi e fuggi, eseguite da gruppi poco numerosi, supportati da una retroguardia che copra la fuga.

Cominceremo come da lista quando verra´ pubblicata.

Ovviamente, l' obbiettivo finale, sara´ il nostro bel nano da discarica ;-)

Mario Chiesa 25.11.05 21:03| 
 |
Rispondi al commento

All'idividuo che si firma simphons
esci da questo blog,encofalopiatto

Franco Caracciolo 25.11.05 20:32| 
 |
Rispondi al commento

A francesco (pace), anche il tuo cognome e una contradizione,HahAhahahahahahahhahha

Franco Caracciolo 25.11.05 20:27| 
 |
Rispondi al commento

Ricordo che la nostra COSTITUZIONE permette le cosiddette "leggi di iniziativa popolari", e cioè tramite la raccolta di firme dei cittadini è possibile presentare al Parlamento una legge che impedisca ai "condannati" e quindi colpevoli di qualsivoglia reato di presentarsi alle elezioni politiche.

INVITO QUINDI I BLOGGERS A COSTITUIRE UN COMITATO CHE CON IL SOSTEGNO DI BEPPE GRILLO POTREBBE RACCOGLIERE LE FIRME PER PRESENTARE UNA LEGGE PER LE "MANI PULITE" DI CHI CI GOVERNA.

VOGLIO VEDERE SE I PARLAMENTARI AVRANNO IL CORAGGIO DI AFFOSSARE IN AULA UNA LEGGE PRESENTATA DAL POPOLO ITALIANO.

NON CREDO CHE LA LORO FACCIA DA CULO POSSA ARRIVARE A TANTO............NEL CASO SUCCEDA ALLORA VIVA LA REVOLUCION !!!

Cesare Piri 25.11.05 19:12| 
 |
Rispondi al commento

Siamo veramente grandi!!!!!
Sono fiero di poter dire "ho contribuito anch'io"!

Buona giornata a tutti

Andrea Nespoli 25.11.05 17:25| 
 |
Rispondi al commento

Non sono un giurista, ma credo che una legge che non permetta di eleggere un deputato condannato che ha scontato la sua pena sia sostanzialmente fascista.
D'altra parte, tutti dovrebbero sapere di cosa sono stati accusati e condannati quelli che frequentano abitualmente televisioni e giornali, e, visto che si tratta di reati legati alla funzione pubblica che possono svolgere solo se eletti, evitare di eleggerli spetta agli Italiani. (bisognerebbe dire a Vespa di smetterla di "spiegare cosa succede altrimenti la gente non capisce").

Finora ho sempre votato per una persona che si chiama Calzolaio, perchè c'è stata la possibilità di votare le persone e non i partiti.

Visto il cambio di rotta del nostro parlamento, una cosa si potrebbe fare, inviare la lista dei deputati giudicati e condannati alle sedi dei partiti e pubblicare le loro risposte.

Nelle vicinanze delle elezioni pubblicare le liste di ogni partito e confrontarle vedendo quali sono quelle che contengono meno giudicati che devono ancora scontare la pena.

La corruzione sembra un peccato veniale, ma poi se si prendono tangenti sulla sanità qualcuno ci può anche crepare per un disservizio che è valzo lo sfizio del figlioletto di papa di turno o della moglie o di se stesso. C'è chi ha preso dei soldi per starsi zitto quando non sono stati costruiti muri di sostegno e risanamento per zone a rischio frane .. poi i danni sono miliardi. Un politico corrotto è molto peggio di chi ruba, in fin dei conti è come un sicario, uno strano sicario che uccide il padrone, cioè la gente che lo ha eletto e gli da da mangiare.

Se la prossima volta voto col proporsionale, voto tutti, una croce per partito.

Daniele Cruciani 25.11.05 17:07| 
 |
Rispondi al commento

Non solo nessun giornale italiano ma anche a livello internazionale nessuno ha voluto pubblicare qualcosa che è vero e confermabile in qualsiasi momento. Parliamo di condannati in via definitiva, qualcosa scritto su degli atti ufficiali, non di teorie, di illazioni. Fatti! Eppure nessuno lo vuole fare! Questa è l'informazione oggi: omissioni e falsità. Falsi problemi tirati fuori ad arte per alzare polveroni e parlare di aria fritta. Dimenticando le vere questioni che devono andare affrontate.
Caro Beppe ti ringrazio per quello che fai, ho partecipato all'iniziativa e ne sono contento. Ma resta l'amaro in bocca di una situazione generale sull'informazione e l'impegno ad affrontare i reali problemi del mondo da parte di istituzioni, politici, managers ed imprenditori decisamente latente.
Solo in rare occasioni si parla dell'inquinamento mondiale che porta all'innalzamento della temperatura con conseguente scioglimento dei ghiacci, della mortalità infantile, per malattie, delle guerre e guerriglie in troppi paesi nel mondo, dello stato delle ns città dell'emarginazione, dello sfruttamento delle risorse, tutti problemi poco affrontati e male affronatti con soluzioni che spesso portano ancora maggiori danni piuttosto che segnare un'inversione di tendenza.
Il mondo, secondo gli esperti (tenuti a silenzio, opportunamente) non può durare ancora molto. Chi dice 50 chi dice 100 anni ma una cosa è certa: senza acqua non c'è vita, e il mondo sta andando in questa direzione. Ciecamente.

Ivano Croce Commentatore in marcia al V2day 25.11.05 16:43| 
 |
Rispondi al commento

vorrei dire 2 paroline al coniglio che si firma Homer Simpson: E' facile essere volgare ed usare parole inutili tipiche di una persona ACEFALA!! se non sai che significa prendi un vocabolario!! ammesso che tu sappia come lo si usa. Perche invEce di nasconderti dietro il nome di un personaggio di un cartone animato non metti il tuo vero nome, e scrivi qualcosa di serio invece di offendere?? GRAZIE

Fabrizio Palombaro 25.11.05 16:41| 
 |
Rispondi al commento

Sono del parere che l'abolizione completa delle Società di Capitali cambierebbe la faccia del mondo e potrebbe risolvere almeno il 90% di tutti i problemi che lo assillano.
Perché mai nessuno, nemmeno fra i più intelligenti, i più bravi e i più impegnati, si azzarda a dire una sola parola su questo argomento?
(mitt. Gianfranco Quinto - Via del Pontiere,29 - 37122 VERONA)

Gianfranco Quinto 25.11.05 16:41| 
 |
Rispondi al commento

dopo aver scritto 2 righe cioè che mi vergogno di essere governato da questi soggetti al sig Galvagno deputato FI):

ex sindaco socialista di Asti, nel ’96 ha patteggiato 6 mesi e 26 giorni di carcere per

inquinamento delle falde acquifere, abuso e omissione di atti ufficio, falso ideologico, delitti

colposi contro la salute pubblica (per l’inquinamento delle falde acquifere) e omessa denuncia

dei responsabili della Tangentopoli astigiana nello scandalo della discarica di Vallemanina e

Valleandona (smaltimento fuorilegge di rifiuti tossici e nocivi in cambio di tangenti)
vi faccio leggere la risposta ricevuta: fatevi 2 risate
Sono dispiaciuto per il tono da Lei usato nel descrivere la vicenda giudiziaria dell'On. Galvagno.
Anche se non credo che Lei abbia intenzione di essere obiettivo, Le faccio presente che:
- è vero che l'Onorevole è stato accusato di inquinamento delle falde acquifere, abuso e omissione di atti ufficio, falso ideologico, delitti

colposi contro la salute pubblica (per l’inquinamento delle falde acquifere) e omessa denuncia

dei responsabili della Tangentopoli astigiana nello scandalo della discarica di Vallemanina e

Valleandona (smaltimento fuorilegge di rifiuti tossici e nocivi in cambio di tangenti)

- è vero che l'On. ha patteggiato ex art 444 p.c.p.

- è vero anche il fatto che tra i numerosi "compagni di merenda" cioè le persone che sono state processate insieme a lui l'Onorevole ha scelto di patteggiare. MA SA CHE FINE HNNO FATTO TUTTI GLI ALTRI COINPUTATI: ASSOLTI! QUINDI SE NON AVESSE PATTEGGIATO, L'ONOREVOLE SAREBBE STATO ASSOLTO. INVECE L'ONOREVOLE HA DECISO DI PATTEGGIARE PER NON SOTTOPORRE LA FAMIGLIA AD ALTRI ANNI DI PROCESSI E DI SPESE PESANTI.

IN CONCLUSIONE:

spero che abbia capito, in caso contrario, pazienza.

Sono e resto sempre pronto al confronto.

Marco Galvagno

Fabrizio Palombaro 25.11.05 16:30| 
 |
Rispondi al commento

beppe.. ma perkè non vai a fare pompini ai cammelli? te lo pago io il viaggio.

homer simpson 25.11.05 16:27| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto alcuni stralci dell'articolo "ADDIO DOLCE VITA" preso dall'economist. E c'è gente che ha il coraggio di dire che Beppe Grillo ci ha fatto fare una brutta figura! Beppe Grillo ha dimostrato che c'è ancora qualcuno che si accorge di quello che sta succedendo. Agli occhi di tutta l'Europa siamo dei falliti; un popolo che da questo governo si è fatto rubare pure la dignità. Uno schifo, è gli abbiamo fatto fare i loro porci comodi fino alla fine del mandato, e ne vanno fieri. Poveri illusi che siamo. C'è chi spera ancora di poter fare belle figure. Ci hanno sputtanato ben bene e ne vogliono uscire a testa alta. Ma come fate a dire che Beppe Grillo ci ha fatto fare figuracce, con che coraggio.

Matteo Bi 25.11.05 16:19| 
 |
Rispondi al commento

Francamente trovo questa iniziativa ridicola,
tanto più che per appoggiarla bisognerebbe fidarsi della giustizia italiana.
Io non me la sento viste le cavolate che i giudici italiani, per altro nella maggior parte dei casi schierati politicamente, combinano ogni giorno

Niccolò Galli 25.11.05 16:01| 
 |
Rispondi al commento

Dico solo questo : se anche l'iniziativa del'articolo sull'Herald porterà una qualche forma di pubblicità a Beppe ed al blog... BEN VENGA! L'iniziativa è comunque lodevole, il blog è LIBERO, chi ha sovvenzionato l'iniziativa l'ha fatto di sua spontanea volontà e se non intendeva finanziare questa pubblicità aveva solo da tenersi i suoi soldini...
O no?
Che problema c'è?

Grazie Barbùn

Paolo Settimelli 25.11.05 15:56| 
 |
Rispondi al commento

Oggi sul settimanale inglese THE ECONOMIST è apparsa un'inchiesta sul nostro paese realistica e cruda come vuole lo stile anglosassone.

Chi conosce un po’ di inglese farebbe bene a darci una letta, la si trova anche sul sito web
www.economist.com

Ve ne do un assaggio:

ADDIO DOLCE VITA
…......l'Italia è in una fase di lento e lungo declino........Cambiare questa tendenza richiederebbe molto più coraggio di quello che i presenti leader politici mostrano..….
.....................

L'inchiesta conclude così............
.....nel breve periodo ci sono buone ragioni per essere ansiosi per l'Italia !!!!

Cesare Piri 25.11.05 15:35| 
 |
Rispondi al commento

Marco G
Attenzione il coraggioso educato e pericolosissimo, ma sopratutto unico lavoratore ha dovuto cambiare nome , new entry nella ignore list Marco G. Tabella scemi del villaggio aggiornata.
Marco G
IVANA IORIO
GIORGIO BIZ
MAURIZIO LOLLO
RUDY BENEDETTO
Cortesemente ignorateli, serve per un blog migliore, intutil discutere con dei muli
P.S. continuero a riportare la ignore list sperando di sortire effetto sui normali, è vero loro hanno diritto a sbttere i pugni sulla tastiera come scimmi , ma d'altro canto noi abbiamo il diritto di ignorarli. Io vorrei fare a meno di esaltere la ignore list ma purtroppo vedo ancora dei normali che si arrabbiano con queste scimmie, non ve lo fate il fegato amaro gente che insulta coperta da falsi nomi nella vita non può essere che repressa, ignorante e vigliacca (ritratto dell'elettore medio di destra italiano). Cortesemente dimostriamo di essere migliori di loro l'indifferenza è la migliore arma, guardate solo come si incazzano quando leggono di proposte del genere, parolacce e insulti rivelano un disagio incolmabile davanti alla evidenza dei fatti.
Un saluto a tutti

luca trebian 25.11.05 15:13| 
 |
Rispondi al commento

fly robin silvia:

per i marchi della nestlè puoi controllare questo editoriale:

http://www.aduc.it/dyn/comunicati/comu_mostra.php?id=128821

Stefano "akiro" Meraviglia 25.11.05 14:34| 
 |
Rispondi al commento

inquietante che nessun quotidiano abbia voluto pubblicare i nomi.
non si tratta di diffamazione ma di reati GIA' giudicati.

sono proprio tutti servi, e non solo del dio danaro.

confidiamo in un futuro alla fight club... una bella rivolta dal basso.

Stefano "akiro" Meraviglia 25.11.05 14:30| 
 |
Rispondi al commento

@"…con tutti quel denaro (più di 50mila euro) invece che comperare una pagina non si sarebbe potuto fare qualcos'altro? Per esempio adottare a distanza 1000 bambini bisognosi?…"

Prova a pensarla in questo modo: con € 50mila abbiamo provato a fare in modo che i tuoi figli e i tuoi nipoti non diventino bisognosi in seguito alla politica condotta da personaggi, che in base alla loro fedina penale, ci hanno già dimostrato che con la politica non devono averci niente a che fare.
Prevenire è meglio che curare, no?

cristiano di giovanni 25.11.05 14:24| 
 |
Rispondi al commento

GRAZIE.

troppo si è già detto e non è il caso di aggiungere altro.

Il mio grazie va a te Beppe, non tanto per quello che fai (che è molto) ma per il modello che rappresenti e che molti utenti del Blog rappresentano.

Dobbiamo ridefinire i parametri di cosa è BENE e cosa è MALE, di chi è una brava persona e chi no.

Noi che crediamo e sosteniamo quello che dici siamo BRAVE persone a prescindere dagli schieramenti politici.

Come ho già detto molte volte le tue battaglie sono le stesse che, a suo tempo, hanno dato la spinta al movimento Leghista ad esempio.
Quindi non cadiamo nella trappola dei partiti.

Le brave persone con principi MORALI sono sia a destra che a sinistra.

Conosco moltissimi COGLIONI di DESTRA E ALTRETTANTI DI SINISTRA.

Dovremmo riappropiarci della MORALITA' e applicarla al nostro credo politico, non il CONTRARIO.

Buona camicia a tutti.


Servo Muto 25.11.05 13:35| 
 |
Rispondi al commento

Sono stato ad ascoltarti per molto tempo, ma ora rompo il silenzio anch'io per dirti: GRANDE!!
Sarà difficile che riusciamo a toglirceli dai co...oni, però si prova. Bravo

Vittorio Bordin 25.11.05 12:57| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, sono contento che finalmente sia stato pubblicato l'articolo. Ti voglio fare però una domanda vera (alla quale cioè non so rispondere): con tutti quel denaro (più di 50mila euro) invece che comperare una pagina non si sarebbe potuto fare qualcos'altro? Per esempio adottare a distanza 1000 bambini bisognosi? Davvero non è una polemica, me lo sto chiedendo veramente. Mi chiedo anche se è normale dover COMPERARE qualcosa che tutte le testate giornalistiche dovrebbero PUBBLICARE perchè è il loro lavoro informare? Al massimo potremmo limitarci a comperare il giornale in edicola, no? Ciao

@Postato da: marco testa il 25.11.05 10:02
------------------------------------------------
Marco, per la beneficienza ci sono parecchie organizzazioni umanitarie, che hanno un proprio c/c postale (così non devi pagare cifre astronomiche alle banche per un bonifico) e una rete sul territorio (così da controllare che i soldi raccolti, spesso cifre enormi, finiscano a chi davvero ne ha bisogno e non a qualche imbroglione). Molto spesso tra i commenti, in occasione di qualche catastrofe (es. il terremoto in Afghanistan) qualcuno ha segnalato le coordinate bancarie o postali dove fare versamenti. Certo, Grillo potrebbe segnalare più spesso qualche iniziativa, ma non cadere nella trappola di certi galoppini della Destra che gridano allo spreco di soldi (e i soldi sprecati per finanziare i decoder del digitale terrestre? e le auto blu? e i soldi sprecati per il televoto ai reality show?)

Marco Ferri 25.11.05 12:52| 
 |
Rispondi al commento

la lotta che stai facendo e' meritevole di tutte le lodi possibili,il governo che ci dirige ci sta mettendo veramente paura, continua cosi'anche per noi.
con affetto e simpatia alberto

sangermano alberto 25.11.05 12:51| 
 |
Rispondi al commento

Primo Mastrantoni è veramente un burlone....mi piacerebbe fargli un contratto co.co.co.co.co.co.co.co.co.co.co.co per lavorare in teatro!

matteo tononi 25.11.05 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Salve.
Incuriosito, ho letto anch'io l'articolo dell'ADUC e mi sono fortemente meravigliato che l'autore ritenga, scrivendolo, "...Chi e' stato definitivamente condannato ha anche pagato il debito con la societa'. Non basta?".
I "poveri cristi" vengono ospitati nelle patrie galere a pane ed acqua,
i "potenti" vengono spesso (quasi sempre) graziati e quando proprio ricevono una pena é "una pena" .

Pier Angelo Albertini 25.11.05 12:18| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grande Beppe,
se non lo avessi letto, ti invio un comunicato stampa dell'ADUC (http://www.aduc.it/dyn/comunicati/)a firma del suo segretario.
Tu sei un professionista, ma non snobbare la comicità di questo dilettante, alcune battute sono davvero esilaranti!
-------------------------------------------------

BEPPE GRILLO CHIEDE L'AUTOSOSPENSIONE DEI PARLAMENTARI CONDANNATI. NOI CHIEDIAMO LA MARCATURA A FUOCO

Roma, 23 Novembre 2005. Beppe Grillo ha lanciato l'operazione "Pulizia in Parlamento", chiedendo ai parlamentari, definitivamente condannati, di autosospendersi. Noi invece ne proponiamo la marchiatura a fuoco sulla fronte, cosi' per strada ciascun cittadino potra' esprimere pubblica repulsione, additando il reietto, coprendolo di insulti, di sputi, di uova (marce), magari dandogli anche qualche ceffone e qualche calcio, trascinarlo per la pubblica via e infine appenderlo (si scelga tra il collo e i piedi). Di quali colpe si tratta? Di sosta vietata o di stupro? Di novelli Saint Just non ne abbiamo proprio bisogno. Sappiamo come e' andata a finire. Grillo intende anche, alla pari dello spietato pubblico accusatore, obbligare tutti i fanciulli ad un regime vegetariano, bandire dal Paese tutti quelli che non hanno amici, proibire alle fanciulle vergini di camminare sole per strada e sciogliere d'ufficio tutti i matrimoni che non hanno avuto figli? Chi e' stato definitivamente condannato ha anche pagato il debito con la societa'. Non basta?
Primo Mastrantoni, segretario Aduc

Guido Billwiller 25.11.05 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Per far si che tutti gli Italiani si rendano conto di quello che sta succedendo, bisognerebbe farlo dire a Walter Nudo o Ridge, o ancora meglio durante programmi ad alto contenuto culturale come La Talpa o L'Isola dei Famosi perchè gli Italiani ormai credono solo a quello. Povera Italia, e c'è chi si preoccupa di fare figuracce con il resto dell'Europa. E come se durante una gara di rutti uno si vergognasse perche gli scappa una scureggia!

Matteo Bi 25.11.05 11:50| 
 |
Rispondi al commento

Maurizio Blondet
24/11/2005
La Camera de DeputatiUn lettore ci invia una istruttiva tabella, pubblicata dal Times, sulla retribuzione annua dei parlamentari europei.
Ebbene sì, avete indovinato: ecco un altro record italiano.
I parlamentari italiani sono in assoluto quelli più pagati tra i parlamentari in Europa e cioè euro 144.084,36 annui.
Per comprendere la differenza con gli altri Paesi, considerando solo i più importanti, rileviamo che un parlamentare tedesco guadagna euro 84.108,00 annui, uno inglese euro 81.600,00, uno francese euro 62.779,00 (meno della metà di quanto guadagna un italiano), uno spagnolo euro 35.052,00; i meno pagati sono i parlamentari polacchi, euro 7.370,00 annui.
Che dire?

Fabrizio Palombaro 25.11.05 11:45| 
 |
Rispondi al commento

PERCHE NON SCRIVETE 2 RIGHE A QUESTE PERSONE!!!!!
BIONDI_A@camera.it
m.dellutri@senato.it
info@marcellodellutri.it
delpennino_a@posta.senato.it
derigo_w@posta.senato.it
segreteria@giorgiogalvagno.it
info@augustorollandin.it

Fabrizio Palombaro 25.11.05 11:32| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti e grazie BEPPE per ciò che fai!!!
bene riguardo alle sentenze definitive di questi nostri BEN PAGATI dipendenti ho un'idea, perchè non andate sul sito http://www.agenziacomunica.it e cliccate per vedere tutti i numi di questi m...li che ci dovrebbero rappresentare, e poi andate su google, digitate i nomi di questi delinquenti e cercate le loro home page, dove potete scrivergli 2 righe e soprattutto ciò che pensate di loro. Io ho appena iniziato con BIONDI, e adesso continuo con gli altri. ciao!!!

Fabrizio Palombaro 25.11.05 10:58| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti,
se vi piace l'informazione indipendente come quella di Beppe Grillo vi consiglio caldamente di visitare il sito di Maurizio Blondet www.effedieffe.com e il magnifico sito di www.luogocomune.net. Per postare dovrete iscrivervi ma ne vare veramente la pena.

Gianni Morselli 25.11.05 10:43| 
 |
Rispondi al commento

Internazionale ha dedicato un breve articolo sull'iniziativa di "Parlamento Pulito". Ora si può dire che siamo riusciti anche a pubblicare in Italia. C'è anche la traduzione in italiano:

"Questa pagina è stata finanziata da centinaia di italiani per scoprire se in qualche parte del mondo esiste uno stato in cui 23 parlamentari condannati per vari reati possono sedere in parlamento e rappresentare i cittadini. Se esiste un altro paese così vorremmo proporgli un gemellaggio. Se non esiste, chiediamo al mondo di spiegarci perchè i 23 parlamentari italiani, già condannati in Italia per i reati elencati sul mio blog www.beppegrillo.it, siedono nel parlmento italiano ed in quello europeo.
I nomi dei parlamentari italiani si possono leggere all'indirizzo www.beppegrillo.it/clean_up, perchè nessun giornale o rivista straniera ha voluto pubblicarli.
Chiediamo a questi parlamentari, che sono pagati da noi, di autosospendersi per dare un segnale concreto che il nostro paese sta cambiando."

Qualcuno è daccordo nel fare un volantinaggio nella propria città per denunciare questa situazione?

Daniele Farneti 25.11.05 10:11| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

sono contento che finalmente sia stato pubblicato l'articolo. Ti voglio fare però una domanda vera (alla quale cioè non so rispondere): con tutti quel denaro (più di 50mila euro) invece che comperare una pagina non si sarebbe potuto fare qualcos'altro? Per esempio adottare a distanza 1000 bambini bisognosi? Davvero non è una polemica, me lo sto chiedendo veramente. Mi chiedo anche se è normale dover COMPERARE qualcosa che tutte le testate giornalistiche dovrebbero PUBBLICARE perchè è il loro lavoro informare? Al massimo potremmo limitarci a comperare il giornale in edicola, no?
Ciao

marco testa 25.11.05 10:02| 
 |
Rispondi al commento

Egregio Sig. Grillo, approvo in pieno la tua campagna, ma purtroppo immagino che non farà effetto, e i personaggi di cui sopra saranno sempre lì per parecchio tempo. Quello che vorrei sapere, però, è: le varie condanne ricevute, pecunarie e detentive, come le hanno sgamate? Perchè non credo proprio che le abbiano ottemperate... Ma un povero cristo qualunque, le condanne, le scampa? Ossequi.

Enrico Contini 25.11.05 09:45| 
 |
Rispondi al commento

http://www.deejay.it/default.jsp?s=radio&l=dettaglio_articolo&idArticolo=507&idTg=Programma&idProgramma=26#

L'INTERVISTA DI IERI DEL TRIO MEDUSA A BEPPE SU RADIO DEE JAY..........
ASCOLTATE!!!!!!!!!!!!

Paolo Liguori 25.11.05 06:38| 
 |
Rispondi al commento

Credo proprio di aver trovato il blog di due di quei cialtroni che non fanno che postare a go-go per screditare ogni inziativa di Grillo, lo tempestano con scariche di diarrea verbale («Grillo 6 1 coglione..» «Grillo maiale...»), santificano i parlamentari condannati eletti in parlamento («Cirino Pomicino ha intascato tangenti? Anche il reo può riabilitarsi. Se lo votano... «Lino Jannuzzi -quello che infangò con ogni genere di falsità Falcone e Borsellino da vivi, poi li elogiò da morti per scagliarsi contro i loro "eredi"- diventa martire della libertà di stampa ...), screditano -non sempre a torto- l'opposizione («ha depenalizzato il reato di abuso d'ufficio per salvarsi» «Bertinotti indossa cravatte da 300 euro»)
Cominciamo a rendere la pariglia... facciamo capire loro che anche i loro politici non sono dei candidi gigli di campo... che qualche mazzetta l'hanno data o intascata...

I BLOG DI DUE DISTURBATORI:
http://ilnojoso.splinder.com/
http://www.camelotdestraideale.it
camelotdestraideale@yahoo.it

Marco Ferri 24.11.05 22:54| 
 |
Rispondi al commento

Dobbiamo rispondere a questo leghista che non ha nemmeno il coraggio di andare a volto scoperto o, meglio, lasciamo cadere le sue provocazioni e andiamo avanti con in groppa anche il suo fardello per il bene di tutta l'umanità, che lui fondamentalmente detesta?

Antonio Buffoli 24.11.05 22:30| 
 |
Rispondi al commento

http://www.deejay.it/default.jsp?s=radio&l=dettaglio_articolo&idArticolo=507&idTg=Programma&idProgramma=26#

L'INTERVISTA DI OGGI A BEPPE DEL TRIO MEDUSA SU RADIO DEE JAY......
ASCOLTATE!!!!!!!!!!!!!

Paolo Liguori 24.11.05 22:14| 
 |
Rispondi al commento

crederci sempre
arrendersi mai

non abbiamo mai goduto di tanta liberta come in questi anni;

non arrendiamoci oggi come dove basta poco per tenercela e ampliarla e ancora meno per perderla!

non facciamo i bambini immaturi e Ignoranti aggiungerei, che non apprezzano le cose che non hanno combattuto per averle e non ne capiscono il valore.

la pena di morte è iniqua, perche è applicata solo ai polli e non a chi le combina grosse;
nessun uomo ha il diritto intimo di decidere la morte di un altro uomo.
con la pena di morte si perpetua il crimine.
un governante che si fa propaganda con la pena di morte non è poi cosi ricco di virtu morali.

non so il tredici dicembre come si possa fare, ma forse è meglio battersi per eliminarla definitivamente, e per perpetuare i diritti umani, non i crimini che stanno divenendo un abitue dela civilta moderna non piu dei degenerati di un tempo, vedi super inquinamento, espropriazioni finanziarie legali (vedi borse), guerre e suoi derivati.

maria abbate 24.11.05 21:35| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe , il 13 dicembre verrà giustiziato nel carcere di S.Quintino in America l'ennesimo detenuto (questo è stato candidato 5 volte al premio nobel per la pace), facciamo qualcosa, grazie.

Noro Marco 24.11.05 20:52| 
 |
Rispondi al commento

Inanzitutto grazie di esistere Beppe, senza di te molte cose resterebbero sconosciute al popolo.Quello che stò per dire sono sicuro che potrebbe farmi espellere dal tuo blog. Tu parli di quasi tutti, ma di un personaggio neanche tu puoi parlarne o se lo fai lo fai in maniera superficiale, non perché è più potente di altri ma perché tirando fuori i suoi scheletri (che tu conosci) rischieresti di perdere la simpatia di certi ambienti e certe persone che ti stimano e ti difendono.Tu sai perfettamente di chi stò parlando. Parlando dei suoi scheletri come fai giustamente per tutti gli altri, certe persone e ambienti oggi neutrali o a te simpatizzanti, almeno credo, farebbero di tutto per screditarti.Per ora i fatti mi danno ragione perché in nessuno dei tuoi spettacoli ne hai parlato. Forse e meglio così, non stà a me giudica avendo le tue idee anche io forse avrei agito come te. Comunque sei sempre uno dei miei fari in questo mondo dove la stampa e piena di censure. Prima di tangentopoli tutti sapevano delle tangenti ma con mani pulite l'Italia sembrava avesse scoperto l'acqua calda. Mi auguro un giorno che anche su questo personaggio arrivi un giorno un Grillo, un Di Pietro, un Falcone un Borsellino, un faro che faccia luce, così riscopriremo l'acqua calda. l'ho so che chi leggerà queste poche parole mi prendera per coglio.., pazzo, molto probabilmente tu Beppe neanche la leggerai.

pietro corona 24.11.05 20:43| 
 |
Rispondi al commento

ezio greggio a striscia ha appena fatto un'accenno della pagina sul quotidiano!

Diego Favaretto 24.11.05 20:42| 
 |
Rispondi al commento

Secondo voi è giusto quello che De Michelis, De mita ed altri Sciacalli , hanno risposto e cioè che comunque qualcuno li ha votati?

Noro Marco 24.11.05 20:29| 
 |
Rispondi al commento

E' assurdo che questi personaggi possano rappresentarci al parlamento dopo essere stati condannati, anche perchè se io avessi una condanna penale non potrei partecipare a cariche pubbliche, mentre questi delinquenti possono.
Ma la cosa piu assurda e che nessun organo di informazione ne faccia mai parola dedicando almeno un piccolo trafiletto, scrivendo pagine intere e lessandoci i sacrosanti con albano e la lecciso

floris andrea 24.11.05 20:24| 
 |
Rispondi al commento

Aleeeeeeeeeeeeee!!!!!!!!!!

Roberto Selmi 24.11.05 20:11| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe,
perchè non ti fai un'accredito paypal cosi' tutti possono contribuire senza spendere cifre folli per un bonifico
ciao e grazie

De Simone Cesare 24.11.05 19:54| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Beppe, soldi versati per qualcosa di buono!

Andrea Aimar 24.11.05 19:47| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe,
forse tu stai toccando l'unico punto debole di tutti questi "personaggi" famosi; la pubblicità negativa sui giornali e sui vari media.
Se, come spero, riceverai molte nostre adesioni alla raccolta fondi e di conseguenza ti avanzeranno dei soldi, perchè non pubblichi sui vari quotidiani questa lista senza commenti in modo completamente asettico. Non credo che pubblicare delle sentenze sia reato.
Ti seguo molto e ti apprezzo e stimo tantissimo.
ciao claudio luna

claudio luna 24.11.05 19:34| 
 |
Rispondi al commento

Beppe 6 un grande ho letto l'articolo su la repubblica.
ci vediamo a bologna!

Mari Carlo 24.11.05 19:29| 
 |
Rispondi al commento

Sarà banale, ma il mio primo pensiero è stato...povera Italia ! Povera Italia se dobbiamo gioire quando la verità viene resa pubblica, povera Italia se per far sì che la verità diventi patrimonio comune sia indispensabile avere una notevole disponibilità economica.
Ho seguito la politica per anni, nel mio piccolo mi sono anche impegnato per i miei ideali, miei e di tanti altri compagni, ma oggi questa politica mi disgusta. Non la politica in generale , ma questo sfacciato gusto del gestire il potere. Se abbiamo ancora qualche cosa in cui credere, se riteniamo che un mondo diverso sia possibile, diventa quanto mai indispensabile un impegno diffuso e capillare, slegato da partiti e da tutte le logiche a loro connesse. Ritengo che questo blog, insieme a tanti altri siti di controinformazione, possa essere un buon punto di partenza, ma l'impegno sociale deve essere di tutti. Non ci basta scacciare questo governo arrogante e per nulla rispettoso della Democrazia, se vogliamo gettare le basi per l'edificazione di una società giusta e solidale. Non illudiamoci che questo fantomatico centrosinistra ci cambi la vita e faccia risorgere il paese. Citando il commpianto Giorgio Gaber " io non mi sento italiano, ma per fortuna o purtroppo lo sono..."

Luca Benedetti 24.11.05 18:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, mi ricordo che l'onorevole Di Pietro, alle scorse elezioni, propose di non candidare chi aveva in atto procedimenti giudiziari a carico. Così, per trasparenza!!!
Non fu accettata cotanta scandalosa iniziativa!!
Si consumò, così, il divorzio con il centro-sinistra. Perchè?


Sempre se la mente non mi inganna,la legge Gasparri sull'emittenza è passata per soli 2 voti. MANCAVANO ALL'APPELLO 30 DEPUTATI DEL CENTROSINISTRA TRA CUI BERTINOTTI E DILIBERTO.

Di cosa stiamo parlando?

Il maciume è dappertutto. I nostri "carissimi" dipendenti non trovi che dovrebbero avere la bontà di essere presenti perlomeno nei momenti topici?

Grazie per aver fatto diventare ancora più ricco Berlusconi e la sua famiglia.


Saluti

VINCENZO COZZOLINO 24.11.05 18:21| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
nonostante sono molto giovane ti seguo da molto tempo grazie anche ai miei genitori che ti amano alla follia e a mia madre che è di Genova come te.
Penso che sei una persona onesta e sincera e fai un lavoro che ti onora veramente tanto.
Ti ringrazio di cuore per le notizie che fai sapere a me e a tutti quelli che visitano il tuo blog.
Grazie anche per rendermi partecipe nelle tue iniziative che sono a dir poco EROICHE.


Buon Lavoro.

Mara Alfano 24.11.05 18:20| 
 |
Rispondi al commento

X GRILLO:
Questo post:
GRANDE GRILLO.......sono anni che navigo nella rete
e tu sei uno dei pochi che la usa per fare cose concrete SEI GRANDE....
Per quelli che parlano e sparlano a vanvera vorrei dire con tutto il rispetto che uno come me dopo avere cambiato lavoro per ben 45 (quaratacinque) volte in 12 anni con stì contratti a termine del ca@@o !!! può far bene se non altro psicologicamente
sapere che c'è ancora qualcuno che reagisce alle menzogne di alcuni politici che al contrario sanno solo chiaccherare e fare false promesse.

E' il mio non di Mino Reho...occhio all'ordinamento nel database del blog perchè sennò....è inutile mettere il nome !!!

massimo drago 24.11.05 18:15| 
 |
Rispondi al commento

la legge è quella cosa che per gli amici si interpreta e per i nemici si applica

vincenzo napoli 24.11.05 18:06| 
 |
Rispondi al commento

Segnalo la pubblicazione dei nomi dei parlamentari condannati sul sito www.agenziacomunica.it

Thea Pietramala

Thea Pietramala 24.11.05 17:42| 
 |
Rispondi al commento

Di ritorno dall'Irlanda, Stato di cui sono cittadino non residente (vivacchio a Roma), ho letto il suo paginone sull'IHT del 22.11.05 e l'elenco dei parlamentari che godono di una sentenza definitiva e non lasciano i loro scranni mal pagati.Non ricordo se si tratti di parlamentari africani o asiatici eletti dai cittadini del loro Paese o di parlamentari italiani eletti da cittadini italiani. Nel secondo caso forse basterebbe raccomandare (parola sempre di moda in Italia)agli ingenui e distratti elettori della Repubblica italiana, fondata sul lavoro (salvo scioperi),di non votare più per i gentiluomini da lei elencati: non sono infatti degni di rappresentare dei cittadini elettori di un Paese noto nel mondo per la mancanza totale di disonestà, di criminalità organizzata, di corruzione, di evasione fiscale, ecc. Noto che lei (non la conosco e non so come sbarchi il lunario in questo Bel Paese, a me caro per altri versi)é "di parte" avendo discriminato nel suo elenco di "malandrini" i poveri centro-sinistri a favore dei centro-destri che, con FI, fanno la parte del leone. Possibile che i cattivi stiano solo da una parte? Ne dubito.

Giovanni Bonini 24.11.05 17:31| 
 |
Rispondi al commento

l'iniziativa "Parlamento Pulito" mi piace, ma rischia di essere una bella utopia.
Propongo:
Alle prossime politiche candidiamo gente che sia al difuori dei soliti giri: penso ad esempio a tutti quelli che provano sui media (in TV soprattutto) a ripulire e/o sputtanare i soliti noti. In testa al gruppo potrebbe esserci Beppe, ma dietro di lui i vari Andrea Vianello (Mi manda rai tre), le Iene, gli Antonio Ricci ecc.
Mi piacerebbe vedere cosa sanno fare di meglio!

Mino Reho 24.11.05 17:27| 
 |
Rispondi al commento

GRANDE GRILLO.......sono anni che navigo nella rete
e tu sei uno dei pochi che la usa per fare cose concrete SEI GRANDE....
Per quelli che parlano e sparlano a vanvera vorrei dire con tutto il rispetto che uno come me dopo avere cambiato lavoro per ben 45 (quaratacinque) volte in 12 anni con stì contratti a termine del ca@@o !!! può far bene se non altro psicologicamente
sapere che c'è ancora qualcuno che reagisce alle menzogne di alcuni politici che al contrario sanno solo chiaccherare e fare false promesse.

massimo drago 24.11.05 17:26| 
 |
Rispondi al commento

Non ho fatto il bonifico perchè ho qualche problema lavorativo e 3 figli !!
Comunque ho pubblicato la notizia sul sito della città dove abito www.ovada.it .
Ciao

Stefano Bruzzi 24.11.05 17:12| 
 |
Rispondi al commento

HO APPENA ORDINATO UN BONIFICO PER IL PARLAMENTO PULITO!!!! VORREI ESSERE MILIONARIO PER POTER LUCIDARE DA CIMA A FONDO, TUTTE LE NOSTRE ISTITUZIONI!!!! SE QUALCUNO COME BEPPE GRILLO VI PERMETTE DI CAMBIARE O DI TENTARE DI CAMBIARE LE COSE...COGLIETE QUESTA OPPORTUNITA'.
MEGLIO CHE RESTARE IPNOTIZZATI IN UN MONDO DI, bush,berlusconi,blair. BUONA VITA.

marco farese 24.11.05 16:54| 
 |
Rispondi al commento

LA STRATEGIA DELLA PENSIONE
di Michele Serra

LEGGI QUESTO ARTICOLO CON VIGNETTA QUI:

http://www.politikon.it/modules/news/article.php?storyid=985

ECCO ALCUNI STRALCI:


La sinistra italiana, in piena crisi di autostima, stremata da un ripensamento identitario e organizzativo che ne assorbe ogni adrenalina residua, dovrebbe specchiarsi più spesso nella formidabile immagine di efficienza, dinamismo e inventiva offerta dal suo irriducibile rivale, Silvio Berlusconi.

Già considerata capace di sobillare procure e tribunali d´Italia per un grandioso disegno inquisitorio, ora viene accusata dal premier, nel corso di un comizio già passato alla storia del cabaret, di addestrare finti pensionati per spedirli "sui tram" a fingere indigenza per denigrare il governo.

È la famosa strategia della pensione.
Non corrisponde, ovvio, a niente di vagamente verosimile: perfino gli onesti tram, quando evocati da Berlusconi, fanno pensare più a musical sulla Milano del tempo che fu, con Bramieri e la Masiero al Teatro Manzoni sotto una scenografia di troller, piuttosto che al parco effettivamente circolante, per altro mai frequentato da un magnate che sorvola in elicottero un paese a lui totalmente sconosciuto.

Ma l´immagine dei pensionati cenciosi e maldicenti, che imbeccati dagli agit-prop di partito salgono e scendono dai mezzi pubblici per aizzare alla sovversione sociale credule massaie e giovani inesperti, non può che rinfocolare lo spento orgoglio della sinistra italiana.
Tanto per cominciare, lo scenario è un fantastico cocktail di tutti o quasi i luoghi prediletti dall´immaginario della sinistra storica.
C´è Brecht: il sordido organizzarsi degli indigenti, la metropoli come sentina del cattivo operare. C´è Zavattini (ah, quegli anziani che borbottano in dialetto milanese…) e la lezione del neorealismo, con gli attori presi dalla strada. ...CONTINUA


caro beppe ho 22 anni...sono di roma e ti seguo praticamente da sempre perche ho mio padre che si ammazza dalle risate appena ti vede..(ed è felice perche la pensi come il popolo e sei l unico che dice il suo pensiero)purtroppo pero solo in dvd(che ce li ha tutti)e quando capita in tv ma solo sul programma verita cioe"blob"...ti faccio una piccola premessa...sono completamente ignorante in politica ma fin da bambina ho saputo guardando il passato(grazie ai film sulle guerre,i massacri subiti e i racconti dei miei nonni)con chi schierarmi...cioè la sinistra...perche a tutt oggi se mi guardo in giro vedo l imprenditore con il soldo(berlusconi)che diventa sempre piu ricco e il lavoratore che perde sempre piu denti...e io purtroppo faccio parte del lavoratore fortunatamente con i denti ma sempre sotto padrone...la mia domanda è:perche dove credo ci debba essere(a conferenze stampe,innaugurazioni,funerali e santificazioni) il presidente della repubblica c'è sempre berlusconi???sono convinta che ciampi sara rieletto perchè è trasparente...vorrei tanto sapere la tua ti ringrazio un bacio tiziana

tiziana de scisciolo 24.11.05 16:28| 
 |
Rispondi al commento

Ciao amici. Scusate il delirio di protagonismo. Avrei un un ultimo appello da rivolgervi. Il caro Daniele Luttazzi ci regala sull'argomento, un articolo sempre collegato all'evento dell'arresto del deputato regionale siciliano Udc Costa, in cui dettaglia un elenco dei politici Udc ritenuti "vicini" alla Mafia. Per maggiori dettagli vi invito a visitare il suo Blog http://www.danieleluttazzi.it

Alessandro Collura 24.11.05 16:27| 
 |
Rispondi al commento

privilegi per i potenti , nulla per gli altri , che paese è questo che permette ricche prebende agli amici degli amici, posti di prestigio ai figli di ..,privilegi ai forti, e ai tanti una vita fatta di soldi contati e frustrazioni quotidiane. Abbiamo poche armi : la ragione e le elezioni .... riflettiamo.

lacalandra vincenzo 24.11.05 16:10| 
 |
Rispondi al commento

Carissimi,vi invito a leggere l’articolo,doloroso per un siciliano,“L'Isola dei Mafiosi” di Marco Travaglio http://www.jacopofo.com/?q=node/325 (L’Unità 17/11),di cui riporto alcuni estratti.“(…) finisce in galera uno degli ultimi leader dell'Udc siciliana a piede libero:il deputato regionale David Costa,considerato il pupillo del boss Bonafede e che (…) si definisce "pupillo di Casini".Il quale Casini (…) gli aveva garantito la ricandidatura (…) Chi vede la tv di regime non può capire cos'è l'Udc.Per capirlo bisogna andare in libreria e acquistare un dvd che andrebbe in tv in qualunque democrazia.Infatti in Italia è proibito.S'intitola "La mafia è bianca" e racconta le gesta di Cuffaro e dei suoi boys (…) Cuffaro, immortalato da telecamere e microspie mentre chiacchiera al telefono e in albergo con gli amici degli amici (…) Cuffaro ammette candidamente di aver chiesto voti ad Angelo Siino, mafioso noto a tutti fuorché a lui:"Lo credevo un pilota di rally" (…) Il mensile Antimafia2000 pubblica un inserto su tutti i politici che la magistratura ha accertato aver intrattenuto rapporti con mafiosi (…) L'Udc (…) primeggia addirittura su Forza Italia.Il suo "padre nobile" è Calogero Mannino, imputato per mafia (…) Poi c'è Cuffaro,rinviato a giudizio per favoreggiamento alla mafia,salvato (…) dall'accusa di concorso esterno,e dunque promosso presidente dell'ultimo congresso Udc.Poi il sottosegretario al Welfare Saverio Romano,indagato e archiviato per i rapporti col boss Guttadauro.Poi la delegazione dei deputati regionali:(…) Antonio Borzacchelli,arrestato e rinviato a giudizio;c'è l'assessore (…) Salvatore Cintola,indagato per i suoi rapporti con Giovanni Brusca;e c'è Vincenzo Lo Giudice (…) arrestato ad Agrigento (…), chiamava i carabinieri "cani".Invece (…) Bartolo Pellegrino (…),li definiva "sbirri" (…) Completano il quadro Mimmo Miceli, consigliere comunale a Palermo, arrestato e rinviato a giudizio (…);e Nino Nicotra, ex sindaco di Acireale, arrestato (…)”

Alessandro Collura 24.11.05 16:02| 
 |
Rispondi al commento

Questa iniziativa non mi entusiasma. Si vuole davvero mettere in mano ad un potere dello stato (il potere giudiziario) un'arma così grande contro un altro potere dello stato (il potere legislativo)?
Mi pare folle.
Con il "parlamento pulito" qualunque giudice può decidere chi va in parlamento e chi no.
Ma chi li elegge i giudici?? E' il Parlamento l'unica rappresentanza del popolo sovrano...
Siamo una repubblica Parlamentare, e vorrei restassimo così. niente repubbliche giudiziarie, grazie.

Stefano Marone 24.11.05 15:51| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Beppe, sei un grande!

pietro murru Commentatore in marcia al V2day 24.11.05 15:50| 
 |
Rispondi al commento

GRANDE BEPPE............ NON VOTIAMO NESSUNO DI QUESTI SIGNORI....E NEANCHE DI NESSUN'ALTRO SCHIERAMENTO.
VOTIAMO TUTTI INSIEME UN NOME DI FANTASIA TIPO "ANTONIO LATRIPPA"...... PER FARGLI CAPIRE LA NOSTRA POTENZA........E PERICOLOSITA'!!
ANZI PREPARA TU UN PROGRAMMA ELETTORALE... DOVE AL 1° POSTO METTEREI LA DIMINUZIONE DI ALMENO IL 70% DI RIDUZIONE DI STIPENDIO TI TUTTI I POLITICI NOCHE' BUROCRATI VARI!!! SIAMO NOI QUELLI CHE PRODUCIAMO....CIAO

RICCARDO D'ALESSIO 24.11.05 15:45| 
 |
Rispondi al commento

noi italiani meritiamo di essere rappresentati da gente onesta ed è uno scandalo che nessun giornale abbia il fegato per pubblicare questo elenco che è un servizio a cittadini.grande beppe siamo tutti con te.
marco

Marco Calzola 24.11.05 15:41| 
 |
Rispondi al commento

vendo lancia thema i.e. turbo 16v blu notte cerchi da 16" NOS da 25 litri gancio traino
con sritte laterali adesive recanti il seguente messaggio >http://www.signoraggio.it< al migliore offerente

GIOVANNI SANDI 24.11.05 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Ciao visto che i signori politici, con la riforma della
legge elettorale hanno eliminato il voto di preferenza,
penso che sarebbe carino dare pubblicità alle
liste con candidati condannati, così come
hai fattto x i deputati in carica

Grazie
Antonio

antonio contardi 24.11.05 15:38| 
 |
Rispondi al commento

Vai Beppe!
CACCIAMO I CONDANNATI DALLE NOSTRE ISTITUZIONI ANCHE IN REGIONI, PROVINCE E COMUNI.

Giorgio Peci 24.11.05 15:30| 
 |
Rispondi al commento

Pino Fava
Un partigiano che dice "se eleggono un mafioso , bene il popolo è sovrano" è partigiano quanto il mio bisnonno che aveva la tessera del partito fascista, bastardo coglione, ti permetti di infangare il nome di chi ha permesso all'italia di essere un paese libero, stronzo............gente come te che si permette di sputare sui partigiani e di usare il loro nome , ma chi cazzo sei liguori, fede, un qualche coglione di Forza Mafia o alleanza andrangheta, che cazzo sei un porno pappone cocainomane sballone, torna dalla fogna da cui sei uscito depravato e ringrazia che io non ho le palle di un partigiano per andare a sparare ai coglioni di gente come te

luca trebian 24.11.05 15:22| 
 |
Rispondi al commento

Per andrea micci

Caro Andrea,
non sono d'accordo con te; chi occupa un posto così' importante, deve essere al di sopra di ogni sospetto. Purtroppo siamo stati abituati da troppi anni, a questa triste usanza. Poteva essere una eccezione, invece è diventata una prassi.
Ma tu se fossi padre, saresti tranquillo se tua figlia avesse un insegnante condannato per pedofilia ? oppure se avesse come fidanzato un ex-stupratore ? Saliresti sereno su un aereo sapendo che il pilota è stato condannato di omicidio per guida in stato di ebrezza ? Siamo seri.
Alla guida di un paese è meglio che ci siano persone veramente per bene, anziché personaggi dal passato poco limpido.
Io vorrei liberare il Parlamento dai La Malfa, Cirino Pomicino, De Michelis, Andreotti (anche lui non assolto) Previti ecc. ecc.

Fabrizio Filippetti 24.11.05 15:11| 
 |
Rispondi al commento

La butto lì!! Ma una raccolta firme per far sì che chi ha pene passate in giudicato non possa rimanere in Parlamento, è possibile?? Visto che anche co.co.co. sono i più pagati in Europa e in mezzo mondo

Luca Loiacono 24.11.05 15:07| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Beppe!
Oggi sono proprio contento. Grazie al mio piccolo contributo e degli italiani che hanno creduto a questa tua grande iniziativa abbiamo "sputtanato" in tutto il mondo i nostri dipendenti che in passato hanno "sbagliato"....

mimmo manna 24.11.05 15:05| 
 |
Rispondi al commento

Giovanni Smimmo sono con te!

Fabio Ramassotto 24.11.05 14:56| 
 |
Rispondi al commento

omplimenti Beppe!
Possiamo essere orgogliosi di te, delle tue iniziative e di come sei riuscito a riunire gli "svegli", i "coscienti", gli "assennati" in una campagna che va portata avanti ad oltranza, in tutti i modi!


Ne abbiamo tutti le scatole piene delle psicosi che questi criminali ci hanno creato: Un padre di famiglia HA PAURA per colpa loro. Un lavoratore E' TERRORIZZATO per il suo futuro, per colpa loro. Un onesto cittadino e' OLTRAGGIATO dalla loro viscida condotta, dalle menzogne che questi DIPENDENTI sputano quotidianamente.

Se non reagiamo noi, TUTTI, uniti, compatti, ne pagheremo ancora per anni, decenni, delle terribili conseguenze. E vedremo i risultati proprio sui nostri figli, che "loro" vogliono far diventare rincoglioniti da TV, assillati dalla difficolta' di trovare un lavoro onesto e dunque, per forza di cose, poco attenti ad una politica condotta da DELINQUENTI, MAFIOSI, e nel migliore dei casi da INCOMPETENTI sanguisughe.

giovanni smimmo 24.11.05 14:52| 
 |
Rispondi al commento

STORACE DIFENDE LA NESTLE' CONTRO DI NOI.

STORACE E' UN DIPENDENTE DELLA NESTLE'.

STORACE E' CONTRO DI NOI.


se credete vero questo post rispeditelo.

Nicola Cellamare 24.11.05 14:40| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE,
è CURIOSO NOTARE CHE DA TEMPO SBANDIERI AI 4 VENTI L'EVENTUALITà CHE FAZIO FACCIA FARE UNA GRAN FIGURA DI MERDA ALL'ITALIA INTERA RESTANDO AL SUO POSTO,
POI PUBBLICIZZI UN ELENCO DOVE FAI PASSARE IN TUTTO IL MONDO IL PARLAMENTO ITALIANO COME UN DISTACCAMENTO DI SAN VITTORE...
A CHI GIOVA TUTTO CIO?
MI DOVETE SPIEGARE A CHE SERVE SPUTTANARE IL NOSTRO PARLAMENTO NEL MONDO DAL MOMENTO CHE I NOSTRI PANNI SPORCHI POSSIAMO LAVARCELI SOLO NOI?
GRAZIE.

Postato da: emilio marini il 24.11.05 12:43

Caro Emilio forse non hai capito una cosa che chi DENUNCIA fa del bene al paese è chi FA LE CAZZATE che sputtana il paese.

Ma questo non è colpa tua a forza di dirti che chi denuncia è un bastardo, ci hai creduto anche tu come molti...


Beppe sta dimostrando che ci sono anche italiani civili e corretti...

Nicola Cellamare 24.11.05 14:35| 
 |
Rispondi al commento

emilio marini ha scritto:

>MI DOVETE SPIEGARE A CHE SERVE SPUTTANARE IL >NOSTRO PARLAMENTO NEL MONDO DAL MOMENTO CHE I >NOSTRI PANNI SPORCHI POSSIAMO LAVARCELI SOLO NOI?

*** Il problema e' che in casa i panni sporchi non se li lava nessuno, anzi, visto che certi privilegi sono duri da mollare, e che in Italia sono questi signori che comandano mi sembra difficile trovare una soluzione al problema, perche' siamo tutti d'accordo che questo e' un problema o no?

Rendere noto il problema, oltre che doveroso ed onesto verso le istituzioni dei paesi con i quali abbiamo rapporti, e' il solo modo per tirare giu' le "difese immunitarie" a 'sti signori incruattati, vogliamo provare a diventare una nazione normale o no?

In quanto allo sputtanamento, sono convinto che rendere note le cose esattamente come sono puo' solo migliorare la situazione, non c'e' nulla di peggio che lasciare sospetti ed ombre, la diffidenza e' comunque piu' pericolosa della conoscenza.

Giampaolo Molinari 24.11.05 14:35| 
 |
Rispondi al commento

MA AVETE VISTO STORACE AL TG? SEMBRA ABBIA INTASCATO I SOLDI PER METTERE A TACERE LA VICENDA DEL LATTE PER BAMBINI INQUINATO DALL'INCHIOSTRO, GIA' DA APRILE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Fabio Ramassotto 24.11.05 14:27| 
 |
Rispondi al commento

Caro "Rolando da Genova" - ma cosa c'è da rovinare?

E soprattutto, che diavolo ne sai tu dell'immagine dell'Italia nel mondo?

Io vivo già all'estero, a Düsseldorf, e leggo spesso il Financial Times. Ti assicuro che dopo Berlusconi e Fazio, più m...a addosso di così non è possibile avere. I colleghi di ufficio prendono per i "fondelli" noi Italiani quasi tutti i giorni... quando per i Parlamentari, quando per le vicende delle banche, quando per Berlusconi che fa le corna a qualche altro Ministro in una foto ufficiale... se si astengono dal prenderci in giro è per il rispetto personale della sensibilità della persona.

Mi dispiace che non sia apparsa sul Financial Times. Bravo Beppe continua così.


Ciao, Marco.

Marco Ermini 24.11.05 14:13| 
 |
Rispondi al commento

X Rolando da Genova:

Non mi sembra che l'immagine dell'Italia nel mondo peggiori in seguito alla pubblicazione (più che giusta!!!) dell'elenco dei nostri cari parlamentari inquisiti su una testata a livello mondiale.

Riusciamo a renderci ridicoli proprio perchè li teniamo al governo!!!

Non vedo perchè ti scaldi tanto.....hai qualcosa da nascondere????

O sei imparentato con qualcuno di loro????


flavia da Cagliari 24.11.05 14:12| 
 |
Rispondi al commento


Rolando sei una vergogna per l'umanità

Michele Morini 24.11.05 13:56| 
 |
Rispondi al commento

COMPLIMENTI PER AVER DANNEGGIATO ANCORA LA NOSTRA IMMAGINE NEL MONDO!!!!!!!! ma Grillo non sei stato condannato anche tu per omicidio colposo? Forse avreste potuto far mangiare qualche cristiano con quei soldi, ma si sa che a voi malati di sfigaggine preferite sprecare soldi per distruggere che per far del bene. in fondo 600.000 persone comprano repubblica tutti i giorni!

Rolando da genova 24.11.05 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Avreste dovuto vedere con quale sufficenza mi hanno servito ieri al Banco di Sicilia per effettuare il bonifico. Il dipendente aveva l'aria di quello che stava trasmettendo il bonifico sul c/c di Riina.

BHA'!

Ire nula 24.11.05 13:41| 
 |
Rispondi al commento

Grazie per l'iniziativa. Partecipo molto volentieri.


p.s. comunque Sig.Grillo credo nessuna testata abbia voluto i nomi perche' non fa notizia la corruzione in Italia. E' scontata e conosciuta, sono 4 anni che il mondo ci deride per il portatore nano di democrazia.......

Fabio Ramassotto 24.11.05 13:32| 
 |
Rispondi al commento

E' giusto che gli italiani sappiano che c'è gente che non deve stare al Parlamento se non è una persona senza macchia e degna di fiducia, e lo devono sapere tutti. Anche se in realtà, da quello che capisco, noi possiamo molto poco, perchè noi li votiamo e poi loro si fanno le leggi che vogliono loro, non quello che occorrono a noi popolo, che siamo i loro daatori di lavoro. Ho letto alcune notizie sul sito internet "www.fottilitalia.it", sugli stipendi dei nostri dipendenti parlamentari, senza escludere gli altri delle regioni, ed anche se non sò dove prendano certe notizie, non posso essere che disgustato, non tanto per lo stipendio, per quello è giusto che se fanno il loro dovere sia un buono stipendio (che dovrebbe essere anticorruzione), ma per tutti gli altri privilegi che hanno oltre allo stipendio. IO, noi non abbiamo gli stessi privilegi, io la mattina mi alzo, prendo la mia auto, e vado a lavorare, pago la pizzeria con i miei soldi, quando me lo posso permettere, non ho nulla di gratis e aspetto lqa mia pensione che forse prenderò quando avrò raggiunto i 40 anni si contributi, se il mio datore di lavoro me lo permetterà. Perchè i nostri dipendenti parlamentari dopo 35 mesi di parlamento già possono prendersi la pensione? La realtà purtroppo è che alla fine noi possiamo fare nulla, perchè questi privilegi i nostri dipendenti non se li toglieranno mai, siano di destra che di centro o di sinistra, ..e allora cominciamo ad eliminarne qualcuno non degno a rappresentarci.
Ciao a tutti
Pino

Giuseppe Manuli 24.11.05 13:20| 
 |
Rispondi al commento

non sono troppo d'accordo sull'idea che un condannato con sentenza definitiva non possa fare politica o sedere in Parlamento a prescindere da qualunque altra considerazione. Innanzitutto i reati non sono tutti uguali, può un diciottennne essere beccato con un paio di canne (non na sanzione amministrativa) e venire condannato. Questo non lo marca a vita come un pericoloso manigoldo! Ma anche ammesso che una persona abbia commesso un reato più rilevante, è tanto assurdo che una persona possa "redimersi", possa maturare una diversa coscienza di sè e del mondo circostante? Se Sofri, tanto per dire un nome, (di cui raramente condivido le posizioni) venisse graziato e qualcuno lo candidasse,sarebbe così scandaloso? C'è un bisogno costante di riproposizione della questione morale nella politica, perchè è la base, la condizione necessaria di un sano rapporto di fiducia tra elettorato e classe politica, ma l'estremismo su certe tematiche mi pare, comunque, un pò pericoloso.

andrea micci 24.11.05 13:12| 
 |
Rispondi al commento

Salve,
la settimana scorsa ascoltavo "la sfida" su radio 24 il tema era la lista dei 23 nomi.
Un giornalista di cui non ricordo il nome, se non sbaglio del Tempo, diceva che chi tuona sull'immoralità di una legge poi non dovrebbe utilizzarla, parlava del condono del quale a suo dire, lei avrebbe beneficiato, mi chiedevo cosa risponde.
E poi,io non sono daccordo sulla lista di proscrizione, ma su un codice etico che ogni partito dovrebbe avere per cui non dovrebbe più candidare personaggi con condanne. Ma con la nuova legge elettorale come facciamo adesso a sceglierci il nostro candidato ?!!
Perdoni l'ignoranza la saluto cordialmente Barbara

Barbara Lusci 24.11.05 13:07| 
 |
Rispondi al commento

domani 25/11/2005 l'italia si ferma per scioperare io operaio metalmeccanico sto aspettando l'aumento contrattuale e nello stesso giorno quelli delle banche mangiano e bevono come i porci. evviva l'italia

pasquale mancino 24.11.05 13:05| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Marco Pizzi il 24.11.05 12:21

E CHI SE NE FREGA DI PARLARE CON TE NON CE LO METTI???

Paolo Liguori 24.11.05 12:49| 
 |
Rispondi al commento

grande eugenio Berti....mi offro volontario per appendere i cartelloni nelle strade della città di Bologna....se poi mi sbattono dentro...(ripeto,questo mondo e nello specifico l'Italia,è montato al contrario)c'è qualcuno che mi può aiutare????non avrei soldi per pagarmi un buon avvocato...sapete, si fa due lavori per avere forse mille euro al mese...

matteo tononi 24.11.05 12:43| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE,
è CURIOSO NOTARE CHE DA TEMPO SBANDIERI AI 4 VENTI L'EVENTUALITà CHE FAZIO FACCIA FARE UNA GRAN FIGURA DI MERDA ALL'ITALIA INTERA RESTANDO AL SUO POSTO,
POI PUBBLICIZZI UN ELENCO DOVE FAI PASSARE IN TUTTO IL MONDO IL PARLAMENTO ITALIANO COME UN DISTACCAMENTO DI SAN VITTORE...
A CHI GIOVA TUTTO CIO?
MI DOVETE SPIEGARE A CHE SERVE SPUTTANARE IL NOSTRO PARLAMENTO NEL MONDO DAL MOMENTO CHE I NOSTRI PANNI SPORCHI POSSIAMO LAVARCELI SOLO NOI?
GRAZIE.

emilio marini 24.11.05 12:43| 
 |
Rispondi al commento

ATTENZIONE!!!!!!!!!!!
APPELLO X TUTTI

Richiamo ancora una volta la vostra attenzione su quanto sta capitando a Palazzo Madama a proposito della riforma elettorale. Il dibattito e le votazioni sono infatti cominciate questa mattina e a meno di sviluppi inaspettati il testo sarà licenziato al massimo entro la prossima settimana.
Fermiamo la legge vergogna, l'ennesimo scippo della volontà popolare
. Firmiamo tutti la petizione a Ciampi perchè blocchi la riforma e la rinvii alle Camere. E' possibile farlo su www.pattoveneto.it - www.mariosegni.it

Gloria Monaco

RIFORME: SENATO, SU LEGGE ELETTORALE 18 PREGIUDIZIALI DA UNIONE =

Roma, 24 nov. - (Adnkronos) - E' iniziato l'esame della riforma
elettorale nell'aula di palazzo Madama. L'opposizione ha presentato
diciotto pregiudiziali, undici di costituzionalita' e sette di
sospensiva, ora in discussione. (segue)
RIFORME: SENATO, SU LEGGE ELETTORALE 18 PREGIUDIZIALI DA UNIONE (2) =

(Adnkronos) - Per ciascuna pregiudiziale e' previsto un oratore
che la illustra per un tempo massimo di dieci minuti. Sono gia'
intervenuti cinque senatori. Al termine dell'illustrazione delle
pregiudiziali e' previsto il loro voto cui seguira' il dibattito nel
quale interverranno un oratore per gruppo per un massimo di dieci
minuti. Nell'ordine del giorno dei lavori dell'Aula per oggi e'
previsto anche l'incardinamento del ddl sulla prescrizione e la
recidiva, la cosiddetta ex Cirielli.

(Epa/Ct/Adnkronos)
24-NOV-05 10:59

NNNN

gloria monaco 24.11.05 12:42| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe ciao atutti/e volevo fare una precisazione a pietro lascala. dovresti leggerti il programma eletorale del attuale governo spagnolo,il mese di marzo 2003 zapatero disse che la prima cosa che avrebbe fatto era ritirare le truppe spagnole in irak, cinvolte in una gurra illegale, illegittima,vergognosa. mai e poi mai gli spagnoli si sono arresi al terrorismo. zapatero non e il mio politico preferito. pero a tutto il mio rispetto per essere l`unico politico al mondo ad aver mandato a cagare al portatore nano di democrazia u.s.a non come il nostro portatore nano che per quattro barrile di petrolio tiene i nostri militari in irak. ad essere complice di un genocidio. sono orghoglisissimo di essere italiano e difendere il mio paese all estero,pero mi verghogno quando parlano dei nostri politici in generale.paghare uno sverghognato come bossi e la lega euna vergogna non ritirare i militari dal irak. gente che vuole brucire la bandiera italiana edamandare a fanculo in irak. madrid 24/11/2005 vivva le persone di buona volonta e a la merda i pezzi di merda che ci governano ciao atutti.

agostino bove 24.11.05 12:39| 
 |
Rispondi al commento

ATTENZIONE!!!!!!!!!!!
APPELLO X TUTTI

Richiamo ancora una volta la vostra attenzione su quanto sta capitando a Palazzo Madama a proposito della riforma elettorale. Il dibattito e le votazioni sono infatti cominciate questa mattina e a meno di sviluppi inaspettati il testo sarà licenziato al massimo entro la prossima settimana.
Fermiamo la legge vergogna, l'ennesimo scippo della volontà popolare
. Firmiamo tutti la petizione a Ciampi perchè blocchi la riforma e la rinvii alle Camere. E' possibile farlo su www.pattoveneto.it - www.mariosegni.it

Gloria Monaco

RIFORME: SENATO, SU LEGGE ELETTORALE 18 PREGIUDIZIALI DA UNIONE =

Roma, 24 nov. - (Adnkronos) - E' iniziato l'esame della riforma
elettorale nell'aula di palazzo Madama. L'opposizione ha presentato
diciotto pregiudiziali, undici di costituzionalita' e sette di
sospensiva, ora in discussione. (segue)
RIFORME: SENATO, SU LEGGE ELETTORALE 18 PREGIUDIZIALI DA UNIONE (2) =

(Adnkronos) - Per ciascuna pregiudiziale e' previsto un oratore
che la illustra per un tempo massimo di dieci minuti. Sono gia'
intervenuti cinque senatori. Al termine dell'illustrazione delle
pregiudiziali e' previsto il loro voto cui seguira' il dibattito nel
quale interverranno un oratore per gruppo per un massimo di dieci
minuti. Nell'ordine del giorno dei lavori dell'Aula per oggi e'
previsto anche l'incardinamento del ddl sulla prescrizione e la
recidiva, la cosiddetta ex Cirielli.

(Epa/Ct/Adnkronos)
24-NOV-05 10:59

NNNN

gloria monaco 24.11.05 12:30| 
 |
Rispondi al commento

Come scrisse tanti anni fa Michele Serra sul suo fantastico "CUORE": se c'è un ladro in Parlamento è perche 250.000 ladri lo hanno votato!
E' triste, ma condivido il concetto. Penso sia giusto percorrere ogni strada possibile per "tentare" un risveglio sempre (purtroppo) più improbabile.
A proposito di "rainew24" e "ballarò" che hanno parlato e documentato di quanto accaduto in IRAQ con l'uso del fosforo bianco: invito te, caro Beppe, a proporre una iniziativa volta a far conoscere a più gente possibile che ancora oggi si muore in quel modo (fermo restando che già morire per una guerra è orribile).
Franco Di Stefano

Franco Di Stefano 24.11.05 12:29| 
 |
Rispondi al commento

Continuiamo per questa strada. E' la più dura e anche per questo credo sia la più giusta!

Ho postato l'iniziativa sul mio blog.

http://altrainformazione.splinder.com

Carlo Vivese 24.11.05 12:23| 
 |
Rispondi al commento

@ Paolo Liguori

AHAHAHAAHAH
Ha parlato uno che non ha neanche il coraggio di firmarsi... MUAHAHAHAHAHA
Con te non ci parlo, come Grillo non ha parlato col "travestito" (cioè uno che si è firmato con uno pseudonimo) che ha scritto del suo condono.
Firmati, cioè arriva almeno ad essere piccolo quanto me, e poi parliamo.

Marco Pizzi 24.11.05 12:21| 
 |
Rispondi al commento

@ pierre carrera

Cioè scusa... tu stai forse dicendo che in quotidiani come la Repubblica, L'Unità, il Manifesto,... non c'è libertà di stampa? Che Grillo non l'avrebbero pubblicato?
Che il berluska controlla anche quei quotidiani??

Franco Vina 24.11.05 12:18| 
 |
Rispondi al commento

Scusate se intervengo di nuovo, ma non ce la faccio piu' qui ed ho 'soltanto' 27 anni...
Io penso che per farci ascoltare bisogna che si sciopera, pero' bisogna farlo bene, uniti. Un paio di anni fà (circa) in Francia per la modifica di una legge hanno scioperato per una settimana intera, trasporti uffici bar stampa, fino a quando
non hanno ottenuto quello che volevano,
cioè l'abolizione o la modifica di quella legge (nn ricordo perchè forse nn se ne è parlato molto qui in Italia). Noi siamo Italiani ca...o, ma se ci uniamo possiamo ottenere anche noi quello che vogliamo, lo abbiamo dimostrato diverse volte.
Blocchiamo l'italia per una settimana intera, vedrai che a qualcuno lassu' se non puo' prendere il caffè, non puo' leggere i giornali o non puo' mettere neanche la benzina, dopo una settimana si accorge che qualcosa non và.
Poi deleghiamo un nostro rappresentante (Dott. Grillo per esempio) e penso che se chiediamo ci verrà dato.

Forza regà...Ci vuole un po' piu' di coraggio!

Andrea cacciamani 24.11.05 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Non so se qualcuno lo ha già proposto, nella campagna delle prossime elezioni politiche si può tappezzare le nostre città con manifesti con i nomi e i reati dei nostri politici dipendenti, condannati in via definitiva??

Eugenio

Eugenio Berti 24.11.05 12:09| 
 |
Rispondi al commento

a questi nemmeno gli puoi tirare un cavalletto fotografico in fronte che passi pure dalla parte del torto.....

Fabio Ramassotto 24.11.05 11:58| 
 |
Rispondi al commento

al tipo che non ha il coraggio di mettere il suo nome e cognome "Postato da il 22.11.05 08:53"..ci vuole del bel coraggio a dire quello che dici. Prima di dire "coglione" fatti un bel esame da un neurologo..magari ti può aiutare ad accendere l'unico neurone che ti e' rimasto...come quello dei Simpson...vergognati e guardati intorno e non il televisore...

davide mazzoli 24.11.05 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Perchè per fare i senatori e i deputati non è necessario alcun tipo di concorso pubblico? intendo a parte dalla pubblica elezione, un concorso atto a stabilire chi ha i requisiti minimi di cultura dello stato oltre che una fedina penale pulita.

Andrea Arioli 24.11.05 11:54| 
 |
Rispondi al commento

ATTENZIONE!!!!!!!!!!!
APPELLO X TUTTI

Richiamo ancora una volta la vostra attenzione su quanto sta capitando a Palazzo Madama a proposito della riforma elettorale. Il dibattito e le votazioni sono infatti cominciate questa mattina e a meno di sviluppi inaspettati il testo sarà licenziato al massimo entro la prossima settimana.
Fermiamo la legge vergogna, l'ennesimo scippo della volontà popolare
. Firmiamo tutti la petizione a Ciampi perchè blocchi la riforma e la rinvii alle Camere. E' possibile farlo su www.pattoveneto.it - www.mariosegni.it

Gloria Monaco

RIFORME: SENATO, SU LEGGE ELETTORALE 18 PREGIUDIZIALI DA UNIONE =

Roma, 24 nov. - (Adnkronos) - E' iniziato l'esame della riforma
elettorale nell'aula di palazzo Madama. L'opposizione ha presentato
diciotto pregiudiziali, undici di costituzionalita' e sette di
sospensiva, ora in discussione. (segue)
RIFORME: SENATO, SU LEGGE ELETTORALE 18 PREGIUDIZIALI DA UNIONE (2) =

(Adnkronos) - Per ciascuna pregiudiziale e' previsto un oratore
che la illustra per un tempo massimo di dieci minuti. Sono gia'
intervenuti cinque senatori. Al termine dell'illustrazione delle
pregiudiziali e' previsto il loro voto cui seguira' il dibattito nel
quale interverranno un oratore per gruppo per un massimo di dieci
minuti. Nell'ordine del giorno dei lavori dell'Aula per oggi e'
previsto anche l'incardinamento del ddl sulla prescrizione e la
recidiva, la cosiddetta ex Cirielli.

(Epa/Ct/Adnkronos)
24-NOV-05 10:59

NNNN

gloria monaco 24.11.05 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Sono stanco di dover sempre pensare alla nostra politica ed ai nostri politici,ovvero quelli che ci dovrebbero governare,quelli di cui ci dovremmo fidare ed invece siamo arrivati ad punto tragicomico,uno schifo pazzesco,dove non si capisce più niente,si contraddicono in continuazione,quello che dice uno di destra,dopo un mese dice le stesse cose uno di sinistra che il mese prima aveva condannato le parole usate dal suo avversario.......sono stanco,non ci capisco più niente,niente di niente.Ci trattano come degli imbecilli,ma siamo degli imbecilli,incapaci di reagire,incapaci di reazioni,non sappiamo cosa fare..ma la domanda che mi sovviene è....ma vogliamo fare qualcosa o no!!!
In Germania il cancelliere uscente schroeder si è messo da "parte" con dignità e spirito invidiabile,(perchè penso che a nessuno piaccia perdere)passando il suo mandato nelle mani della nuova cancelliera (ed è inutile che sprechi righe per dire che ancora una volta un altro paese è avanti minimo 50 anni a noi)con un mazzo di fiori,augurandole un buon mandato per il bene della nazione.....ma perchè qui non succede??
perchè siamo solo dei ladri e non pensiamo al bene comune?,alla socialità,alla nostra socialità.mi dispiace fare paragoni con altri paesi,ma se ti tieni un pò informato è inevitabile,anche se pure loro hanno i loro difetti,ma sono onesti..qui invece abbiamo un premier che dice:"NON E' GIUSTO CHE UN PREMIER ABBIA DEI PROCESSI IN CORSO",come dire i miei processi vanno annullati.Non discuto neppure il fatto che anche negli altri paesi ci siano,gli evasori,i delinquenti,i ladri ecc.ecc.MA CAZZO QUANDO LI BECCANO SON C...I!!!!!!!
Per finire ho visto la tua lista "P2",è solamente la riprova di tutto quello che ho scritto findora.Io sono con te ma è dura perchè mi sento solo (non proprio solo solo)ma dò un colpo di coda quando vedo una persona come te,parlare alla gente,arrabbiarsi,contestare e sopratutto non mollare mai,vai beppe non mollare mai,che io non mollo!

FABIO PERATICI 24.11.05 11:51| 
 |
Rispondi al commento

per vittorio Abramo....Per cominciare,una citazione di Simpson mi fa gia accapponare la pelle e poi vorrei dirti che l'Italia va male grazie a persone come te...che se ne fregano e si lamentano continuamente.Sarei veramente felice se esseri del tuo calibro (ci metto i anche la lista dei politici condannati e tutti gli altri arraffoni di questo mondo montato all'incontrario) si facessero un esame di coscienza e se ne stessero zitti a guardare i Simpson.Coglione

matteo tononi 24.11.05 11:48| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono iniziative che vanno incoraggiate ed aiutate e querlla della pagina pubblicata sul gironale è un'iniziativa lodevole,scordatevi di sentirne parlare in Italia ,forse qualcuno non ha ancora ben capito che in Italia almeno per il momento la libertà di stampa e di informazione è a dir poco inesistente ,si parla solo delle solite 4 stronzate ...beppe vai avanti cosi

pierre carrera 24.11.05 11:47| 
 |
Rispondi al commento

Certe volte stare zitto e fare la figura dell' imbecille è meglio che aprire la bocca e darne la certezza". Homer Simpson

Postato da: Vittorio Abramo il 24.11.05 11:35

APPUNTO ...STAI ZITTO ALLORA!!!!

Paolo Liguori 24.11.05 11:42| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Marco Pizzi il 24.11.05 11:19

MA CHE STAI A DI!!!!
LA TASSA DI SUCCESSIONE VA A BENEFICIO PER I RICCHI E ULTRARICCHI COME BERLUSCONI E CO.
NEL TUO PICCOLO NON TI VIENE NIENTE.....NON SO QUANTO PICCOLO SEI...

http://www.unita.it/index.asp??SEZIONE_COD=&TOPIC_ID=370

Paolo Liguori 24.11.05 11:40| 
 |
Rispondi al commento

Certo che ridurre il tutto ad un modo di farsi pubblicità è testimonianza di un tipica forma mentis che ODIO e detesto come la peste!

E poi se fosse veramente così, spendere 48.000 euro per lanciare un blog tutto in italiano su una testata giornalistica straniera, sarebbe proprio da COGLIONI!!!! Bastava spendere un centinaio di euro in Italia ed il ritorno sarebbe stato 48000 volte superiore.

"Certe volte stare zitto e fare la figura dell' imbecille è meglio che aprire la bocca e darne la certezza". Homer Simpson

Vittorio Abramo 24.11.05 11:35| 
 |
Rispondi al commento

Certo che ridurre il tutto ad un modo di farsi pubblicità è testimonianza di un tipica forma mentis che ODIO e detesto come la peste!

E poi se fosse veramente così, spendere 48.000 euro per lanciare un blog tutto in italiano su una testata giornalistica straniera, sarebbe proprio da COGLIONI!!!! Bastava spendere un centinaio di euro in Italia ed il ritorno sarebbe stato 48000 volte superiore.

"Certe volte stare zitto e fare la figura dell' imbecille è meglio che aprire la bocca e darne la certezza". Homer Simpson

Vittorio Abramo 24.11.05 11:33| 
 |
Rispondi al commento

X Marco Pizzi
La tassa di successione era un entrata fiscale che si ripartiva poi sulla collettivita'.
Avendola eliminata del tutto ha portato ad una minore entrata fiscale che andava a beneficio di tutti.
Poteva essere lasciata perche' per noi poveri mortali c'era l'esenzione fino ad un certo ammontare del patrimonio e quindi farla pagare ai patrimoni eccedenti quel certo limite.

Marco D'Errico 24.11.05 11:32| 
 |
Rispondi al commento

@ Mark Brio

Caro Mark,
nessuno vuole difendere i parlamentari condannati che siedono in parlamento, ci mancherebbe.

Vorrei solo capire da quelli che partecipano a questo blog se secondo loro i 58.000 euro spesi non potevano essere impiegati in altro modo. Io la mia idea l'avevo buttata lì: usarli per una borsa di studio.

Parli di evasione fiscale... certamente di evasori al governo e all'opposizione ce ne sono a bizzeffe, ma dovresti anche ricordarti che tra chi ha usato il condono fiscale (forse perchè qualche dubbio sulla correttezza delle sue dichiarazioni dei redditi ce l'aveva) c'è anche Grillo (per non parlare di Celentano, Benigni, della moglie di Prodi... gente che non mi pare essere al governo, ma contro il governo, quindi anche loro caro mio ci hanno magnato).

Parli di tassa di successione... è vero, il berluska ha risparmiato tonnellate di denaro da questa legge, ma ricordati che anche tu e io potremo nel nostro piccolo usufruirne.

Io il mio neurone l'ho attivato

Ciao

Marco Pizzi 24.11.05 11:19| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: alessandro moro il 24.11.05 11:10

DIMMI PIUTTOSTO COME FA UNO STIPENDIO DI UN CALCIATORE A COSTARE COME 7-8 FERRARI!!!!!

+ IVA

Paolo Liguori 24.11.05 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: alessandro moro il 24.11.05 11:10

DIMMI PIUTTOSTO COME FA UNO STIPENDIO DI UN CALCIATORE A COSTARE COME 7-8 FERRARI!!!!!

Paolo Liguori 24.11.05 11:13| 
 |
Rispondi al commento

48.275 euro + 19,60% di Iva??? ma come fa UNA PAGINA "PUBBLICITARIA" su un quotidiano, sia pure a distribuzione internazionale, a costare quanto 3 automobili? siamo veramente alla follia...

alessandro moro 24.11.05 11:10| 
 |
Rispondi al commento

La lunghezza di questa pagina può solo rallegrare, indubbiamente la partecipazione aumenta sempre di più, fa piacere constatare che nel nostro paese non esistono solo individui che si sentono coinvolti solo se si parla di calcio. E soprattutto non si lasciano infinocchiare dalla cattiva informazione.
Continua così, vai forte Beppe.

fabrizio cognigni 24.11.05 11:08| 
 |
Rispondi al commento

ELENCO PARLAMENTARI CONDANNATI IN VIA DEFINITIVA.
Massimo Maria Berruti (deputato FI):
8 mesi definitivi per favoreggiamento nel processo tangenti Guardia di Finanza.
Alfredo Biondi (deputato FI):
2 mesi patteggiati per evasione fiscale a Genova.
Vito Bonsignore (eurodeputato Udc):
2 anni definitivi per tentata corruzione appalto ospedale Asti.
Umberto Bossi (eurodeputato e segretario Lega Nord):
8 mesi definitivi per tangente Enimont.
Giampiero Cantoni (senatore FI):
Come ex presidente della Bnl in quota Psi, inquisito e arrestato per corruzione, bancarotta
fraudolenta e altri reati, ha patteggiato pene per circa 2 anni e risarcito 800 milioni.
Enzo Carra (deputato Margherita):
1 anno e 4 mesi definitivi per false dichiarazioni al pm su tangente Enimont.
Paolo Cirino Pomicino (eurodeputato Udeur):
1 anno e 8 mesi definitivi per finanziamento illecito tangente Enimont, 2 mesi patteggiati per
corruzione per fondi neri Eni.
Marcello Dell’Utri (senatore FI e membro del Consiglio d’Europa):
condannato definitivamente a 2 anni per frode fiscale e false fatturazioni a Torino (false fatture
Publitalia); ha patteggiato 6 mesi a Milano per altre vicende di false fatture Publitalia.
Antonio Del Pennino (senatore FI):
2 mesi e 20 giorni patteggiati per finanziamento illecito Enimont; 1 anno 8 mesi e 20 giorni
patteggiati per i finanziamenti illeciti della metropolitana milanese.
Gianni De Michelis (eurodeputato Socialisti Uniti per l'Europa):
1 anno e 6 mesi patteggiati a Milano per corruzione per le tangenti autostradali del Veneto; 6
mesi patteggiati per finanziamento illecito Enimont.
Walter De Rigo (senatore FI):
1 anno e 4 mesi patteggiati per truffa ai danni del ministero del Lavoro e della Cee per 474
milioni di lire in cambio di falsi corsi di qualificazione professionale per la sua azienda.
Gianstefano Frigerio (deputato FI):
condannato a Milano a oltre 6 anni di reclusione definitivi per le tangenti delle discariche (3
anni e 9 mesi, co

Fabio Menci 24.11.05 10:58| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono dei venduti che continuano ad attaccare
questa iniziativa, dicendo che sono soldi sprecati e che si potevano usare per un altro scopo.

E' solo demagogia e un malcelato tentativo di screditare Beppe e, cosa ancora peggiore, di difendere i delinquenti che siedono in parlamento a rappresentarci.

Chiedetevi piuttosto cosa avreste potuto fare con migliaia di miliardi di lire di evasione fiscale, evasi dal vostro NANO-idolo, più tutti i soldi sottratti allo stato (milioni di miliardi) per la famose legge sulle tasse di successione, più lo sfascio totale dell'economia.

prima di parlare azionate il neurone se l'avete

V E R G O G N A

Mark Brio 24.11.05 10:55| 
 |
Rispondi al commento

PARLAMENTO PULITO

Per il conferimento di trentaquattro consulenze esterne tra
il 1994 ed il 1996, il sindaco di Roma, Francesco Rutelli,
e numerosi esponenti della giunta capitolina sono stati condannati
dalla Corte dei Conti a risarcire l'erario per una somma complessiva
di 3 miliardi di lire. Secondo i magistrati contabili della
sezione giurisdizionale della Regione Lazio, gli incarichi
''debbono considerarsi illeciti ed i compensi conseguenti
costituiscono ingiusto depauperamento delle finanze del Comune
di Roma''. Secondo i magistrati, ''il danno concretamente subito
dal Comune di Roma e' grave''

laura

Francesca Rossi 24.11.05 10:50| 
 |
Rispondi al commento

@Marco Pizzi
Chi ha deciso di aderire all' inziativa voleva quello che è stato fatto. Se si fosse trattato di una iniziativa di beneficienza vi sarebbero state , credo uguali adesioni.
Io ho versato perchè volevo che il progretto andasse a buon fine, per la beneficienza uso altri canali, alle volte trovati su questo blog.
Saluti

Andrea Pedaggio Commentatore in marcia al V2day 24.11.05 10:40| 
 |
Rispondi al commento

Grande Beppe! Quando ci dice credere in ciò che si fa e non mollare mai. Tu ne sei un grande esempio.
Dell'articolo sull'Herald Tribune, in Italia, ne ha parlato il TG della Sette. Quando ho sentito la notizia ho esultato. Qualche sera fa hanno anche parlato, a otto e mezzo, del fosforo bianco bianco a Bagdad.
Una voce fuori dal coro, non è molto ma noi possiamo fare molto.
Io diffondo sempre le notizie a quante più persone conosco...
Saluti a tutti

Tamara Zangara 24.11.05 10:36| 
 |
Rispondi al commento

QUALCOSA NON DEVE AVER FUNZIONATO, IL MESSAGGIO ERA:

hai detto bene: "Coraggio!", speriamo ci contagi tutti...
intanto La Stampa dopo aver dedicato con deferenza pagine e pagine alla "posizione della Chiesa" sull'aborto, l'RU486, i consultori e molto altro ieri titolava "Beppe Grillo "moralizzatore" sull'Herald Tribune... ed è significativo che sia possibile sentirsi sentire contenti che l'abbiano ALMENO pubblicato

marco rinaldi Commentatore in marcia al V2day 24.11.05 10:27| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: paolo dominioni il 24.11.05 10:12

ARIDAIE!!!!
LO SCOPO DI QUESTA INIZIATIVA ERA DI ESPORTARLA ALL'ESTERO!!!
PER L'ITALIA NE PARTIRANNO DI ALTRE...VEDI IL POST DI BEPPE "PARLAMENTO E CASINO'" DEL 3-11-2005:

http://www.beppegrillo.it/2005/11/parlamento_casi_1.html#comments

Paolo Liguori 24.11.05 10:26| 
 |
Rispondi al commento

bravi tutti quelli che hanno finanziato la pubblicazione. ammiro la capacità di beppe di tenere viva la speranza di un cambiamento. mi chiedevo, così tanto per curiosità, ma la somma pagata è standard per l'acquisto di una pagina sull'H.T., oppure è determinata dal contenuto????
saluti

elisa grosso 24.11.05 10:25| 
 |
Rispondi al commento

hai detto bene: "Coraggio!", speriamo ci contagi tutti...
intanto La Stampa dopo aver dedicato con deferenza pagine e pagine alla "posizione della Chiesa" sull'aborto, l'RU486, i consultori e molto altro ieri titolava "Beppe Grillo" > sull'Herald Tribune... ed è significativo che sia possibile sentirsi sentire contenti che l'abbiano ALMENO pubblicato

Marco Rinaldi Commentatore in marcia al V2day 24.11.05 10:23| 
 |
Rispondi al commento

beppe sei un mito

Stefano Scordo 24.11.05 10:15| 
 |
Rispondi al commento

Si, ok, bella iniziativa...
però....

forse all'estero qualcuno ne ha parlato, ma in italia (a quanto ne so) non è stato ne menzionato ne riportato su alcun giornale.

A cosa è servito?

paolo dominioni 24.11.05 10:12| 
 |
Rispondi al commento

Postato da: Priamo Carboni il 24.11.05 10:00

LO SCOPO DEL PROGETTO ERA DI FAR CONOSCERE QUESTE COSE ALL'ESTERO.....
QUINDI NON ERA NEI PIANI PUBBLICARE LA LISTA SU UN GIORNALE ITALIANO.

Paolo Liguori 24.11.05 10:10| 
 |
Rispondi al commento

GRANDISSIMO BEPPE!

SEI IL MIO IDOLO!

se vedo ancora qualche spiraglio di luce è grazie a te!

GRAZIE

janez donno 24.11.05 10:05| 
 |
Rispondi al commento

Sicuramente l'effetto sarebbe stato più efficace se pubblicato su un giornale italiano. Ma come ben sappiamo sono tutti asserviti al potere e venduti.
Un risultato a mio avviso però lo si è ottenuto: se ne parla!!!!!
Ieri pomeriggio ad esempio ne ha parlato lo speacker Mauro Marino su radio KISSKISS, il quale ha appunto sottolineato l'assurdità del doversi rivolgere alla stampa estera per poter esprimere ed informare liberamente il popolo, su dei fatti che tutti sanno, ma nessuno ne parla.
Questo a mio avviso è un inizio......speriamo bene!!!!

Priamo Carboni 24.11.05 10:00| 
 |
Rispondi al commento

Continuo ad essere un po' (tanto) contrariato perché qui sul blog non viene inserita nessuna traduzione in lingue straniere delle condanne dei parlamentari. Chi dice che la pagina dell'herald è destinata principalmente a noi italiani secondo me fa del pressapochismo. Evidentemente Beppe Grillo ha ricevuto ordini precisi dai suoi avvocati, un po' come l'herald tribune.

Speriamo che lo staff di beppegrillo.it riceva quindi un via libera da grillo al più presto, anche se più tempo passa, meno impatto avrà la traduzione.

Mi fa piacere che i meetup o quant'altri pubblichino nomi e facce dei condannati ma è QUI SUL BLOG, dove arrivano centinaia di migliaia di persone, che c'è bisogno di mettere tutte le informazioni possibili.

Non crediate che questa sia una faccenda secondaria, perché se questo è un blog libero e non censurato non si spiega la paraculaggine legale che sta assumendo beppegrillo.it riguardo alla lista dei condannati

max bevilacqua 24.11.05 09:46| 
 |
Rispondi al commento

per igor Patron.
La formazione che tu citi (Italia dei Valori), rappresenta quell'italia astiosa ed invidiosa che vuole dividerci fra buoni e cattivi, onesti e ladri.
Basta frequentare le poche sezioni che l'Italia dei Valori ha in giro per il Paese, per capire che i pochi iscritti sono gli scarti degli altri partiti. Gente di poche idee e confuse.
Grillo potrebbe farne parte, e magari in futuro sostituire l'attuale boss e padrone.

aleandro baldi 24.11.05 09:46| 
 |
Rispondi al commento

Ma vi siete chiesti che beneficenza avreste potuto fare con i quasi 58.000 euro usati per comprare quella pagina che in una settimana nessuno si ricorderà più?

Non si sarebbe potuto anche solo selezionare una famiglia bisognosa e pagarle l'affitto per alcuni anni? O darli come borsa di studio per formare qualche valido giovane ("Borsa di studio per formare i politici di domani")? Non sarebbero stati spesi meglio??

Marco Pizzi 24.11.05 09:37| 
 |
Rispondi al commento

olè 1600esimo

paolo aresta 24.11.05 09:30| 
 |
Rispondi al commento

Prendi Repubblica di oggi (24 11 05) vai a pagina 15, ti leggi l'intervista a Grillo e poi, piatto ricco mi ci ficco, leggi anche pagina 14, " Cellulari, spioni e schede fasulle, la grande rete di Totò Cuffaro".
Incipit: "Palermo - Per più di un anno Maddalena Carollo, nata il 24 giugno del 1951 a Villabate in provincia di Palermo, ha parlato con mafiosi e spioni, assessori che prendevano ordini dalla "famiglia" di Bracaccio e marescialli infedeli che prendevano soldi. Quando qualcuno ha tentato di capire chi fosse mai questa signora così addentro a quelle cose di Palermo, ha scoperrto che per l'anagrafe italiana Maddalena non era mai esistita. Falsa era la data di nascita e falso pure il codice fiscale esibito per attivare una carta sim. Quella scheda in realtà la usava un uomo: il governatore Totò Cuffaro…"

cristiano di giovanni 24.11.05 09:26| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra una forte provocazione che rischia di avere effetti autolesionistici non solo per la nostra reputazione all'estero. Chi ricorda più il caso di Enzo Tortora, morto con la "Colonna Infame" tra le mani? Il nostro Belpaese figlio del Diritto Romano è dotato di almeno 160.000 leggi, spesso a favore del Principe. Forse sarebbe opportuno DIFFIDARE il Parlamento da emanarne di nuove - tranne una bella legge sulla lobby - e promuovere il miglioramento di quelle vecchie. Ad onta della corposità del diritto codificato, non sarei così fiducioso nell'imparzialità del giudice: la legge si interpreta per gli amici e si applica con i nemici. Siamo uno dei paesi più corrotti al mondo, come pensare che la Magistratura costituisca felice eccezione? Con gli avvocati "accompagnatori" che abbiamo??? Ci sono anche le barzellette, tante: "Avvocato: quest'aula è calda come un forno! E non lo so ?!? E' qui che mi faccio il pane!!!"; "Differenza tra un avvocato e un avvoltoio: uno è un essere che si nutre delle disgrazie altrui, l'altro è un povero volatile africano...". Abbiamo pochi Magistrati integri ammazzati, onore alla memoria, e tanti che arrivano dal paesello con la scarpa e la ciabatta, per farsi la villa in collina poco dopo, di cui non si parla mai, perché non è semplice attaccare un Magistrato: chi ne ha i mezzi??? Solo qualche potente.
Allora, questo giustizialismo alla vaselina un tanto al chilo? Crediamo che se certi cassetti non fossero rimasti accuratamente chiusi, le denunce archiviate, i tempi esagerati, non avremmo evitato certe porcherie nazionali?
Approvo incondizionatamente, invece, l'impegno per affrancare l'Italia dalla dipendenza energetica e dallo strozzinaggio istituzionale e privato che ci ha condotti al gigantesco debito pubblico attuale: in questo campo anche i reati commessi sono stati giganteschi MA NON SE NE PARLA TROPPO.

A