Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Un Nobel per Milano


Dario Fo.jpg

Oggi ho deciso di pubblicare la lettera di un premio Nobel, di Dario Fo che si è candidato come sindaco di Milano.
Io mi schiero con lui, un uomo onesto, intelligente e, anche se ha una certa età, con idee nuove sulla mobilità, sull'energia, sull'integrazione, sull'inquinamento.
Dario è un uomo che ci invidia tutto il mondo, per migliorare Milano è perfetto.

"Cari amici,

sono Dario Fo e vengo a dirvi che in un attimo di follia mi sono buttato in questa avventura: concorro alle primarie per essere scelto come sindaco di Milano, insieme ad altri tre candidati.

Da tempo mi sono reso conto che la situazione fisica e umana di Milano è a dir poco tragica.
Qualcuno in seguito al mio gesto mi ha quasi aggredito, chiedendomi: “Ma chi te lo fa fare? Dove vuoi arrivare? Che t’importa di diventar sindaco? Sei un uomo che ha goduto di tutte le fortune: le tue opere sono rappresentate in tutto il mondo, hai ricevuto riconoscimenti straordinari, sei pure Nobel… ma che vuoi ancora!?”.

E io rispondo: “Voglio vedere la mia città un po’ più civile, un po’ più vivibile, meno caotica, con una periferia meno triste, anzi disperata.

Non posso soffrire il proliferare di furbi e incoscienti che pensano solo a far cassa, svendendo palazzi e beni del Comune, comprese l’aria, l’acqua e la terra. Per questo mi sono buttato e mi sto dando da fare come un pazzo.”

Qualche giorno fa c’è stata una grande manifestazione con migliaia di ragazzi delle scuole che protestavano contro i tagli imposti dal Ministro dell’Istruzione, Letizia Moratti, e contro il progetto che li vuole selezionati in cittadini di prima, seconda e terza categoria. Sono andato in mezzo a quei giovani vocianti e giustamente incazzati.
Speravo di trovarci anche il mio antagonista maggiore, l’ex prefetto Bruno Ferrante, ma non c’era.
Ho pensato: “Forse teme le intemperanze dei ragazzi.”

Il giorno appresso mi sono trovato al quartiere Isola fra una folla di cittadini che manifestavano contro le speculazioni edilizie che il Comune sta realizzando in quella zona dove ha in programma di distruggere un parco dal nome poetico, il Bosco di Gioia, abbattendo ogni pianta per farci crescere palazzi enormi e grattacieli.
Ho cercato il mio antagonista appoggiato dai Ds e dalla Margherita… ma lui non c’era.

Mi dicono che è stato visto in un palazzo del centro a conversare con grandi imprenditori del mattone e della calce.

Qualche giorno dopo dei compagni hanno chiamato me e Franca perché ci recassimo subito in Via Lecco, dove dei rifugiati politici, fuggiti da Eritrea, Somalia, Sudan, disperati hanno occupato un palazzo abbandonato da sedici anni. Il Comune ha in progetto di buttarli fuori all’immediata. Anche il mio concorrente Ferrante è stato chiamato per offrire la propria solidarietà a quei 273 diseredati.
Ma lui non c’era. Ha dichiarato che non sarebbe venuto a parlare coi rifugiati politici. E ha aggiunto: “Non è così che si risolvono i problemi. Quel palazzo è di privati, l’occupazione è illegale.”

Ma se c’è qualcuno che è illegale è lo stato e il comune, che non permettono loro, pur avendo il permesso di soggiorno di ottenere un lavoro, una casa e una dignità. Pure il contributo mensile di 400 euro è stato loro da mesi sospeso.

Accidenti! Ma quando riuscirò a vedere il mio antagonista, o almeno qualcuno dei Ds e della Margherita che lo sostengono?!
Al Comune sta passando il progetto per la costruzione di altri grattacieli alla vecchia fiera… un disastro per la popolazione che abita intorno. Il quartiere si ribella al progetto e ha indetto una riunione pubblica per discutere della situazione grave alla quale era invitato anche Ferrante. Io ci vado, ma Ferrante non c’è.

Dov’è Ferrante?

Ieri hanno deciso di vendere a privati, un enorme antico palazzo di proprietà comunale, già casa popolare, invece di restituirlo ai legittimi inquilini che lo abitavano prima della ristrutturazione durata 20 anni, e che oggi vivono in abitazioni fatiscenti.

Bisogna protestare, muoversi: Ferrante vieni anche tu? Ferranteeee!… Non mi risponde…
Finisce che mi toccherà andarci da solo."

Dario Fo

24 Nov 2005, 18:25 | Scrivi | Commenti (1903) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Grande Dario, e grande Beppe, che dice la verità, solo la verità. Mi ricordo ancaro i Gitopigi.

Filippo Capaccioli 06.03.06 13:23| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Dario,

Penso che tu sia uno dei più grandi simboli di questa città, hai vinto un Nobel quindi io sono sicuramente l'ultimo che può consigliarti cosa fare...ma tu sai meglio di me cosa si dice a Milano "A ogni ufelee al so miste". Per favore non farlo!!! Questa città ha bisogno di buoni ed onesti amministratori non di un grandissimo attore...Ricordo Indro Montanelli quando rifiutò di diventare senatore a avita perchè voleva essere un "giornalista assolutamente indipendente" e ora lo ricordiamo come uno dei più grandi giornalisti italiani.
Hai vinto il premio Nobel anche per la tua satira sul potere e su chi gestisce il potere, se e quando tu avrai il potere farai satira su te stesso?? Tu sei e devi rimanere un grande artista, ci hai insegnato a guardare il mondo e i potenti con i tuoi occhi...continua a farlo!!!
Sono sicuro che potrai fare grandi cose per Milano semplicemente rimanendo quallo che sei, lo hai già dimostrato, se non sbaglio il Nobel viene dato a chi migliora il mondo e tu lo hai già migliorato con la tua arte. Sono sicuro che ci sono ancora bravi ed onesti amministratori la fuori, aiutaci a trovarli e a sostenerli.

ciao

Roberto

Roberto Dellavedova 05.02.06 16:18| 
 |
Rispondi al commento

Tutto il mondo ci invidia Dario Fo?
Ma chi sarebbe? Noi di certo non lo conosciamo in USA.
Regards

Vanda Croasdale 30.01.06 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Tutto il mondo ci invidia Dario Fo?
Ma chi sarebbe? Noi di certo non lo conosciamo in USA.
Regards

Vanda Croasdale 30.01.06 12:08| 
 |
Rispondi al commento

forse hai ragione
riguardo gli americani non so
ma per i finali quelli di ponte milvio sono molto piu' di impatto effettivamente che ne dici ciao

il deficionte


un deficionte 26.01.06 14:50| 
 |
Rispondi al commento

Questo è l'unico motivo per cui mi piacerebbe essere cittadina milanese: poter finalmente contribuire ad una vera svolta.....votando finalmente per una persona che potrebbe rappresentarmi!
Sono stanca di votare contro e mai a favore.
Elena

Elena Francani 24.01.06 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Poche ore dopo che in questo blog ho manifestato in questo il mio personale sostegno a Dario Fo per la sua elezione a Sindaco di Milano, invitando contestualmente tutti a visionare il mio sito web: http://www.mobbing-sisu.com per fare prendere atto degli interminabili illegalità che mi sono state fatte impunemente subire a Milano, il Server presso il quale è alloggiato il mio sito web, ha bloccato il servizio di diramazione, senza alcun preavviso o avviso spontaneo. Dietro mia richiesta formale mi è stato risposto che il difetto è dovuto ad un problema tecnico. Con tutta la tecnologia avanzata di cui si può disporre un paese progredito, dopo che sono trascorsi due giorni, i tecnici della stessa Compagnia non sono ancora riusciti a ripristinarmi il servizio, né a motivarmi in maniera circostanziata un così lungo oscuramento del servizio che oltretutto ho pagato. Non capisco se si tratta davvero di un incidente casuale o piuttosto provocato per non fare constatare le prove in un momento “caldo”, riguardante la città di Milano. Si vorrebbero mantenere insabbiate le illegalità esercitate di nascosto ai miei danni sul posto di lavoro da funzionari dirigenti dell’Ospedale Fatebenefratelli e Oftalmico di Milano, anche dopo che sono stata ridotta ammalata e portatrice di handicap in servizio e per causa di servizio. Io insisterò sempre a dire che i cittadini di un paese qualunque esso sia, hanno il diritto di ricevere l’Informazione, anche se si tratta di illegalità commesse da funzionari insospettabili della Pubblica Amministrazione milanese! Nel caso di persistenza dell’oscuramento del mio sito web provvederò a trasferirlo in un altro Server più affidabile.

Giovanna Nigris 19.01.06 20:26| 
 |
Rispondi al commento

In bocca al lupo caro Dario Fò sei uno dei pochi in cui riporre una speranza per vedere una politica più vicina ai cittadini e ai loro bisogni. Se ci riesci, sarai e saremo, in grado di proporre anche in altri contesti personalità del libero pensiero alla guida di grandi città e perchè no del nostro amato paese, per ora in mano a spregiudicati faccendieri travestiti da politici e in alcuni casi neppure travestiti. Quindi gli auguri li faccio anche a me, che sono stanco come te.

Andrea Girardini 17.01.06 16:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grazie Dario per la tua sincerità, per la tua onestà e il tuo coraggio di dire verità che oramai sono valori sempre più in via di estinzione e soprattutto grazie per la tua preziosa candidatura a sindaco di Milano. Grazie anche a tutti gli amici e simpatizzanti che mi hanno inviato le centinaia di petizioni firmate e per quelle che verosimilmente non ho ricevuto per le miriadi azioni di attacco-pirata al mio computer e che ricevo a casa mia ogni giorno. Da donna, l’avere ricevuto14 anni di stillicidio terroristico da parte dell’Ente datore di lavoro (l’Ospedale Fatebenefratelli e Oftalmico di Milano) così come documentato e provato nel mio sito web: www.mobbing-sisu.com sono stati per me come un’eternità. Questi delitti meticolosamente narrati, descritti e dimostrati nelle pagine dello stesso sito non possono essere definiti altrimenti se non: “terrorismo” sia fisico che psicologico. Oggi siamo attorniati da una valanga di persone che fa finta di non sapere e di non vedere quello che succede a Milano e ai cittadini.

Giovanna Nigris 17.01.06 14:48| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Dario, per la tua sincerità, per la tua onestà e il tuo coraggio di dire verità che oramai sono valori sempre più in via di estinzione e soprattutto grazie per la tua preziosa candidatura a sindaco di Milano. Grazie anche a tutti gli amici e simpatizzanti che mi hanno inviato le centinaia di petizioni firmate e per quelle che verosimilmente non ho ricevuto per le miriadi azioni di attacco-pirata al mio computer e che ricevo a casa mia ogni giorno. Da donna, l’avere ricevuto14 anni di stillicidio terroristico da parte dell’Ente datore di lavoro (l’Ospedale Fatebenefratelli e Oftalmico di Milano) così come documentato e provato nel mio sito web: www.mobbing-sisu.com sono stati per me come un’eternità. Questi delitti meticolosamente narrati, descritti e dimostrati nelle pagine dello stesso sito non possono essere definiti altrimenti se non: “terrorismo” sia fisico che psicologico. Oggi siamo attorniati da una valanga di persone che fa finta di non sapere e di non vedere quello che succede a Milano e ai cittadini.

Giovanna Nigris 17.01.06 14:47| 
 |
Rispondi al commento

Questa notte per esempio sono state sfondate delle auto in via Rucellai dove abito io (zona Precotto) e non ho udito nessuno informare l’opinione pubblica. Parecchie illegalità sono mantenute ben nascoste per fare credere che c’è più ordine e tranquillità di quello che in realtà ci sono. Ad una manciata di giorni dal voto elettorale del 9 aprile prossimo è indispensabile fare sapere a chi è stato dato il voto elettorale e che oggi ci GOVERNA per modo di dire. Per aiutare una donna quale sono io vittima sia di reato che di frode giudiziale, ridotta ammalata e portatrice di handicap tutto per espletare un servizio di pubblica utilità in ospedale, personaggi chiamati Onorevoli e Senatori preferiscono ancora fare finta di non sapere e di non vedere. Dulcis in fundo, paradossalmente si sente persino dire che quegli stessi personaggi politici fanno inviare truppe militari per esportare la democrazia all’estero. E’ allucinante! Ciò è ancor più spaventoso se si pensa che per questa “mascherata” si sacrificano vite umane e tutto sotto il nome di MISSIONE DI PACE. C’è anche la burla! Grazie Dario io ti aspetto anche come eventuale candidato alla futura Presidenza della Repubblica. Un cordiale saluto. Giovanna

Giovanna Nigris 17.01.06 14:44| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe,e la prima volta che ti scrivo (pero' da tanto che ti seguo).Io vivo in spagna,e cerco di informarmi sulla situazione in italia,ma mi rendo conto leggendo la tua pag.web che e' l'unico modo di sapere le cose cosi' come stanno!perche(quasi tut
te le notizie dei giornali sono
manipolati)per questo volevo dirti Grazie di cuore.

giuseppe distadis 13.01.06 11:54| 
 |
Rispondi al commento

atro che dario fo a milano si rischia di ritrvarci come sidaco la moratti che giustamente non aveva fatto abbastanza danni come ministro della pubblica istruzione.dopo due mandati di albertini quanto puo' soffrire ancora questa citta'?

andrea costarelli 09.01.06 01:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SONO QUESTI I POLITICI CHE DOBBIAMO VOTARE!!!!!


io non sono un moderato!
Se cercate un moderato state attenti a votare per me,
perché con me si rischia!
Ma veramente volete un sindaco moderato?
Il moderato è forte con i deboli e debole con i forti.
Il moderato finge di risolvere i problemi senza affrontarli!
Il moderato chiude un occhio sulle speculazioni edilizie.
Il moderato caccia gli inquilini dalle case in centro
e poi le rivende ai magnati della speculazione.
Il moderato trasforma in ghetto la periferia.
Il moderato accetta una scuola per ricchi e una per i poveri.
Il moderato lascia intristire la città, e applaude ai grattacieli, dove non si vedono
bambini che giocano e gente che pedala in bicicletta.
I
l moderato teme di dispiacere ai cittadini che contano
E non concede la parola a quelli che non hanno voce.
Il moderato non cambierà mai nulla.
Il moderato non risolverà il problema dell’inquinamento
di Milano, non salverà i polmoni da settantenni dei bambini di 5 anni.
Il moderato non vi libererà dal traffico, dal milione
di automobili spernacchianti che hanno trasformato la città
in una camera a gas.
Oggi sembra che non essere moderati sia un difetto o un delitto;
oppure che sia un privilegio dei giovani.
Ma ci vogliono tanti anni… per diventare veramente giovani!
Milano, se la mi musica e’ troppo forte, allora vuol dire
che stai diventando troppo vecchia.
Nessun moderato ha mai fatto la storia,
e nessun moderato ha mai preso un Nobel.
Io non sono un moderato!
Sarò un sindaco che rischia.
Perché credo che il rischio del cambiamento sia l’unica risposta corretta per chi
investe il suo voto in un progetto per Milano.
Se scegliete di votare per me, rischiate molto…
rischiate persino di trovarvi finalmente a vivere in una città migliore!

Dario Fo

Nicola Cellamare 02.01.06 20:06| 
 |
Rispondi al commento

Sono contentissima di questa candidatura, mi dispiace solo non poter partecipare alle votazioni. Sono Una studentessa fuori sede vivo a Milano da 4 anni e non molto bene....non è sicuramente questa una città per/pro studenti...spero di andare via al più presto, perchè in realtà nessuno ascolta quello che hai da dire. E' una città troppo repressiva, impositiva e sicuramente eccessivamente costosa. Spero che Dario Fo possa essere eletto( anche perchè passare da Albertini alla Moratti.....)soprattutto perchè mi auguro che possa dare una ventata di cultura a questo posto così asettico e deputato al denaro fine a se stesso.
grazie
un saluto
ila

Ilaria Modugno 02.01.06 19:00| 
 |
Rispondi al commento

Ma tu hai mai insegnato? Io non ho mai lavorato in fabbrica e forse hai ragione, del resto Gramsci diceva che l'intellettuale organico deve avere competenza ed esperienza anche del lavoro di fabbrica. Ma tu hai mai insegnato? Chi ti ha detto che ce ne freghiamo?E che privilegi abbiamo?Io penso che gli operai si facciano un...ma chi ti ha detto che insegnare sia una passeggiata?Basta con la storia della mezza giornata, basta colle ferie pagate.IL bravo insegnante lo è sempre, l'ho già detto, deve assimilare, elabora, legge, si aggiorna, si fa anche il culo in fabbrica se possibile, nel senso che cerca di capire. E allora, scusa, visto che oggi una famiglia monoreddito (io lo sono) con quella cifra non ci vive se non ha qualcosa di suo( io non l'ho, i miei genitori sì, ma non io) allora capisci che l' insegnante diventa un mezzo insegnante. Poi basta con le guerre fra poveri. Il problema vero è che Marx alla fine aveva ragione, nel senso che si va verso il Brasile.Ossia privilegi per pochissimi e proletarizzazione di massa.Te ne sei accorto?
Con tutto il rispetto.Ciao

stefania martani 25.12.05 23:14| 
 |
Rispondi al commento

Gentile Sig. Fo, se fosse così cortese da rendere noto il suo domicilio, sarei ben lieto di okkuparlo. Sono un povero cittadino italiano disokkupato.

Mauro Mascazzini 24.12.05 17:30| 
 |
Rispondi al commento

Sono pienamente d'accordo; è una vita che compro tutto a rate perchè diversamente non posso permettermi nulla; nel passato ho comprato a rate un' enciclopedia dell'Electa sulla pittura Italiana che mi è costata in lire 3.500.000 e che poi ho rivenduto per mancanza di soldi. Il bello è che l'ho venduta a Maraldi nota libreria di Roma mi sono beccata due multe per divieto di sosta davanti alla libreria ( spegatemi come avrei potuto portare la mastodontica opera in libreria) ho avuto solo 800.000 lire di valutazione e poi qualche tempo dopo ho notato che la mia stessa enciclopedia Maraldi l'ha venduta a prezzo pieno. Che bello che qualcuno mi presta i soldi!

nunzio rosa adele 23.12.05 18:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

... vedo che la frequenza con cui si risponde a questo post è veramente misera!

Probabilmente meno se ne parla (della candidatura di FO') e meglio è....

...putroppo se la Moratti è il suo avversario probabilmente le speranze che Dario Fo' non vinca sono poche....

Se così sarà Auguri a Milano di "Buon Anno"!

Già scadente come città, chissà cosa succederà..

Sono curioso di osservare ma a distanza...

Marco 23.12.05 18:14| 
 |
Rispondi al commento

LE IMPRESE DEL SENATORE LUIGI GRILLO

Il senatore Luigi Grillo, portavoce dei furbetti del quartierino e strenuo difensore del governatore Antonio Fazio, preso con le mani nella marmellata, con un conto alla Banca popolare di Lodi sul quale risultano depositate plusvalenze anomale (250.000 Euro) derivanti da trading su titoli, scoperte dagli ispettori della Banca d'Italia e dalla magistratura.

UNA CARRIERA TUTTA CAPRIOLE
Democristiano della corrente di Base, eletto per la prima volta in Parlamento nel 1987, Grillo arriva al governo nel 1992 con Giuliano Amato, che lo nomina sottosegretario alle Finanze con ministro Franco Reviglio.
Nel 1994 viene rieletto per i popolari di Mino Martinazzoli, ma è subito folgorato da Berlusconi, cui consegna il voto che consente al Centrodestra di avere la maggioranza al Senato. I popolari lo espellono, ma il Cavaliere lo premia con la poltrona di sottosegretario alle Aree urbane. Rieletto nel 1996 e nel 2001, nominato presidente della Commissione lavori pubblici e comunicazioni, è tutto un turbine di zelo berlusconiano.

E’ relatore della legge Gasparri fatta su misura per il capo, presenta l'emendamento per scorporare dai tetti pubblicitari le televendite e quello al condono edilizio che cancella il divieto di costruzione nelle aree incendiate e che gli vale il "premio Attila".

MA LA SUA VERA PASSIONE SONO LE BANCHE
E' lui che aiuta Fiorani nelle prime scalate, come quella della Banca di Chiavari, è lui che difende le fondazioni bancarie da Giulio Tremonti.
Poi il capolavoro. IL "PATTO DELLO SIACCHETRÀ", che segna la pacificazione tra Berlusconi e Fazio. Venerdì 14 gennaio, cena a palazzo Grazioli tra il premier, il governatore, il ministro dell'Economia Domenico Siniscalco e Grillo, il quale offre ai commensali la bottiglia di vino delle Cinque Terre che battezzerà l'accordo per la difesa dell'"italianità delle banche".

UN AFFARISTA?
Lo accerteranno i giudici, che indagano su quei conticini nella banca di Fiorani

Giorgio Minghella 23.12.05 17:28| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Dario, sei talmente grande e bello che mi commuovi!!!

L'unico mio rammarico nel non vivere più in città è che cosi' non ti posso votare-

Condivido pienamente la tua impostazione, l'importanza che ogni persona sia protagonista della sua storia, nella realtà che vive, non dando niente per scontato,che ci sia consapevolezza soprattutto nella scelta di chi ci deve "dirigere"
Milano è grande, basta rovinarla!

Luisa Motta 22.12.05 09:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

====================================================================================================


Il Patto dello Sciacchetrà

Le ultime dichiarazioni di Fiorani stanno facendo emergere la verità sull’incontro che ha visto il SENATORE LUIGI GRILLO, Gran Maestro dell’operazione di corruzione e appropriazione indebita più sporca dalla fine di Tangentopoli.

L’incontro ha visto la partecipazione di: Fazio, Fiorani, Berlusconi e Grillo. Le dichiarazioni ufficiali vollero far passare l’idea di una difesa delle banche italiane contro l’assalto dei Barbari europei.

In realtà, il Senatore Luigi Grillo, eletto in Liguria nelle fila di Forza Italia, aveva bisogno di tanti soldini per costruirsi la VILLA nella Riviera Ligure (costruita abusivamente nel Parco Naturale delle Cinque Terre e poi condonata); quale sistema migliore per fare ciò se non fregare un po’ di soldi ai correntisti della Banca Popolare di Lodi.

Il sistema a quanto sta dicendo Fiorani era semplice: bastava aprire un conto nella sua Banca, dare l’appoggio politico all’operazione bancaria più sporca della Seconda Repubblica e in cambio ci si ritrovava un bel gruzzoletto sul proprio conto corrente.

Il Senatore Grillo, una delle figure più losche della Politica italiana, ha fiutato subito l’affare e si è lanciato nella strenua difesa della scalata di Fiorani, ovviamente le sue dichiarazioni pubbliche sono state ripagate a suon di MILIONI di euro.

Il problema è che i soldi affluiti nelle tasche di LUIGI GRILLO erano dei correntisti della Banca Popolare di Lodi che sono stati truffati, rapinati e beffati; una persona che ha rubato dei soldi agli italiani dovrebbe stare in GALERA e non in Parlamento in una posizione chiave (Presidente della Commissione Trasporti del Senato).


IL SENATORE LUIGI GRILLO DEVE STARE IN GALERA E NON IN PARLAMENTO !!!!


===================================================================================================

Marco Gilles 21.12.05 12:10| 
 |
Rispondi al commento

In merito alla campagna per Milano (sembra una guerra!!) date un'occhiata a questo Link di informazione sulla strategia Morattiana:
http://punto-informatico.it/p.asp?i=56925&r=PI

Non ho parole.....

Corrado Milani 20.12.05 12:39| 
 |
Rispondi al commento

un altro "so tutto io" che ha trovato il modo di mangiare e bere ...gratis

fabrizio R. 20.12.05 11:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non penso che Fo si voglia candidare per ottenere nuove conquiste come alcuni hanno scritto! gli credo quando dice che lo fa per vedere milano un pò meno degradata.Lui e la moglie sono sempre stati dalla parte dei più deboli...anche prima di entrare in politica!
sì a Fo
Solidarietà ai VALSUSINI
grazie Grillo (chissenefrega se sei di sinistra o di destra? l importante è che la pensi come la pensi...!)

marina cacciola 19.12.05 17:52| 
 |
Rispondi al commento

non penso che Fo si voglia candidare per ottenere nuove conquiste come alcuni hanno scritto! gli credo quando dice che lo fa per vedere milano un pò meno degradata.Lui e la moglie sono sempre stati dalla parte dei più deboli...anche prima di entrare in politica!
sì a Fo
Solidarietà ai VALSUSINI
grazie Grillo (chissenefrega se sei di sinistra o di destra? l importante è che la pensi come la pensi...!)

marina cacciola 19.12.05 17:52| 
 |
Rispondi al commento

non penso che Fo si voglia candidare per ottenere nuove conquiste come alcuni hanno scritto! gli credo quando dice che lo fa per vedere milano un pò meno degradata.Lui e la moglie sono sempre stati dalla parte dei più deboli...anche prima di entrare in politica!
sì a Fo
Solidarietà ai VALSUSINI
grazie Grillo (chissenefrega se sei di sinistra o di destra? l importante è che la pensi come la pensi...!)

marina cacciola 19.12.05 17:50| 
 |
Rispondi al commento

Gilberto Gil, non Joao Glberto

eli 19.12.05 17:15| 
 |
Rispondi al commento

vai dario...impiccati

beppe lillo 19.12.05 14:29| 
 |
Rispondi al commento

Forza Dario , sei l'unico che può fare qualcosa .
Ma ho paura che te lo permettano....
Vedi Emma come l'hanno defenestrata .

efisio granata 19.12.05 11:31| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe secondo me la democrazia attuale e' una forma di governo del tutto superata. Ma quando ce ne renderemo conto? Continuiamo ad alternare governi fallimentari, destra sinistra centro, E' TUTTO UGUALE .... i politici sono le persone sbagliate nel posto sbagliato. Sono vuoti, non hanno sogni e meno che mai l'intelligenza. Dobbiamo cambiare il sistema. Non vado a votare ormai da molti anni perche ho capito una cosa fondamentale: il mio voto non conta nulla. Andando a votare e' come se legittimassi il loro diritto a governare. Non lo faro' mai piu'. Le nostre divisioni fanno la loro fortuna. Governare e' PREVEDERE...
Vorrei invitare te e tutti i frequentatori del Forum a leggere il libro : LA GENIOCRAZIA, il sistema politico del futuro. Basta digitarlo su un qualsiasi motore di ricerca e scaricarlo gratis. Posso garantire che dara' un grande entusiasmo e voglia di lottare. Con questo sistema di voto rimarremo in un IMMOBILISMO che rallentera' il nostro sviluppo di molti anni...
CI ANNULLIAMO A VICENDA invece di unirci e andare nella stessa direzione. Dovremmo correre perche' molte cose minacciano la sopravvivenza dell'uomo e vanno affrontate al piu' presto. Per quanto riguarda il TAV, io dico che SARA DURA per loro perche' dovranno darci delle risposte esaurienti, cosa che non riusciranno a fare perche' NON ESISTONO. Ciao Luca Torino.

luca mirra 18.12.05 22:10| 
 |
Rispondi al commento

Dove firmare
CARI AMICI,
sono gli ultimi giorni per la raccolta delle firme necessarie alla
candidatura di Dario a sindaco di Milano per le prossime primarie del 29 gennaio 2006. Per chi volesse appoggiare la sua candidatura, forniamo qui di seguito l'elenco dei punti di raccolta, che sarà aggiornato in tempo reale. Ringraziamo tutti quanti per il sostegno.

TUTTI I GIORNI IN DUE PUNTI FISSI :
- c/o ART & GALLERY Via Arese, 5 dalle 15 alle 21 tel. 026071991.
- c/o Trattoria Toscana da Aldo - viale Sarca 187 (orario ristorante)
- c/o nostro ufficio in Corso di Porta Romana 132 tel 02 58430506
citofono CTFR, se no risposta contattare 339-4522256.

SABATO 17 DICEMBRE 2005
- Viale Papiniano - Piazza Cantore dalle 10 alle 13,30;
- Piazza Minniti dalle 9 alle 12;
- Metro Pagano c/o mercato equosolidale Garabombo dalle 11 alle 20;
- Via Dante-P.zza Cairoli 15.00 alle 19.00
- Teatro dell'Elfo in via Ciro Menotti, 11 dalle 19,45 alle 21 ( più
intervallo e fine spettacolo "Morte accidentale di un anarchico").

DOMENICA 18 DICEMBRE 2005
- Piazza San Babila - Toscanini (lato Borgogna) dalle 14 alle 19,30;
- Piazza Cinque Giornate (lato Coin) dalle 10 alle 18;
- Metro Pagano c/o mercato equosolidale Garabombo dalle 11 alle 18
- Via Dante-P.zza Cairoli 10.00 alle 19.00
- Teatro dell'Elfo in via Ciro Menotti, 11 dalle 14,45 alle 16 ( più
intervallo e fine spettacolo "Morte accidentale di un anarchico").

Nicola Cellamare 17.12.05 11:04| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo al post di Serra Alessandro,
Allucinante.....come si può proporre a Grillo di candidarsi in politica...
Soprattutto con i personaggi indicati (Luttazzi,... ecc)è da folli, qualcosa non va!
SONO DEI COMICI...! non sono in grado di fare politica solo perchè ne parlano sul palcoscenico..(il punto di vista che hanno è diverso!!)
Ma sono convinto che Grillo non ci entrerebbe mai in politica...nonostante sia un genio della comicità....
A parte il fatto che contrariamente a chi scrive in questo Blog non penso proprio che Grillo sia così di sinistra come pensate...
SPERO CHE NON CI PENSI MAI!(e non lo farà mai sicuramente perchè è intelligente non come FO che vuole aumentare le proprie conquiste (neanche i soldi)!)
Vi immaginate FO in aula di consiglio che gesticola nelle decisioni da prendere o che per sdrammatizzare fa' delle smorfie o ride, non ce lo vedo proprio.
Bla...Bla....Bla....Uhf...ahahahaha..brrrrr
Avanti così.......(e non avanti Savoia che pure quello vuole candidarsi per riprendersi le proprietà perse...!)

Marco 16.12.05 22:34| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo ad Elena Bianchi, che gentilmente partecipa alla mia discussione.
Direi che la tua osservazione è corretta e riflette il pensiero di molti di noi...
Chi votare??
Non mi ritengo politicamente in grado di darti una risposta, in quanto non appartengo a schieramenti e neppure ad un pensiero di massa per mia fortuna o disgrazia a seconda dei punti di vista, ma posso sicuramente affermare che così com'è non va di certo bene! e non penso solo all'Italia...(qui sicuramente gli avvenimenti sono amplificati..percheee..perchè è un paese buffo! ridanciano non per persone serie ma per i furbi. In quanto il paese vive un costante compromesso storico che appartiene al passato e per questo non si rinnova.
Mi riferisco all'unità nazionale con la monarchia al fascismo, alla DC, al PC e altri c...i vari.(le abbiamo provate tutte ma mai nulla è cambiato anche se c'è chi afferma che il fascismo e la monarchia, con tutti i difetti e guerra a parte, nonostante tutto dava una certa garanzia nel vivere)
Questi partiti appaiono tutti contrapposti fra loro nelle idee e nei programmi politici di fronte alla gente, ma uniti più che mai all'interno dei palazzi del potere per la difesa dei propri interessi, SI METTONO D'ACCORDO (cosa che secondo me per esempio non succede negli altri paesi, o perlomeno non in questo modo)
è anche vero che democrazia = compromesso in quanto devo accontentare un po tutti (magari in alcuni casi più alcuni che altri) Vorrei poter valutare le persone per quello che hanno fatto in politica prima di votarle e per questo VORREI CHE I POLITICI PRESENTASSERO CON UN CURRICULUM scritto,piuttosto che parole, e dal quale emergano gli obiettivi raggiunti nel loro percorso professionale (VISTO CHE DEVONO LAVORARE ANCHE LORO)
A quel punto potrei forse in modo più razionale valutare chi deve governare (e non in base al colore)lo so è sicuramente utopistico.
NON VOTEREI MAI DARIO FO PROPRIO PER QUESTO e
VORREI CHE CHI NE PARLA BENE MI RISPONDESSE.

Marco 16.12.05 22:05| 
 |
Rispondi al commento

Dove firmare
CARI AMICI,
sono gli ultimi giorni per la raccolta delle firme necessarie alla
candidatura di Dario a sindaco di Milano per le prossime primarie del 29 gennaio 2006. Per chi volesse appoggiare la sua candidatura, forniamo qui di seguito l'elenco dei punti di raccolta, che sarà aggiornato in tempo reale. Ringraziamo tutti quanti per il sostegno.

TUTTI I GIORNI IN DUE PUNTI FISSI :
- c/o ART & GALLERY Via Arese, 5 dalle 15 alle 21 tel. 026071991.
- c/o Trattoria Toscana da Aldo - viale Sarca 187 (orario ristorante)
- c/o nostro ufficio in Corso di Porta Romana 132 tel 02 58430506
citofono CTFR, se no risposta contattare 339-4522256.

SABATO 17 DICEMBRE 2005
- Viale Papiniano - Piazza Cantore dalle 10 alle 13,30;
- Piazza Minniti dalle 9 alle 12;
- Metro Pagano c/o mercato equosolidale Garabombo dalle 11 alle 20;
- Via Dante-P.zza Cairoli 15.00 alle 19.00
- Teatro dell'Elfo in via Ciro Menotti, 11 dalle 19,45 alle 21 ( più
intervallo e fine spettacolo "Morte accidentale di un anarchico").

DOMENICA 18 DICEMBRE 2005
- Piazza San Babila - Toscanini (lato Borgogna) dalle 14 alle 19,30;
- Piazza Cinque Giornate (lato Coin) dalle 10 alle 18;
- Metro Pagano c/o mercato equosolidale Garabombo dalle 11 alle 18
- Via Dante-P.zza Cairoli 10.00 alle 19.00
- Teatro dell'Elfo in via Ciro Menotti, 11 dalle 14,45 alle 16 ( più
intervallo e fine spettacolo "Morte accidentale di un anarchico").

Nicola Cellamare 16.12.05 20:58| 
 |
Rispondi al commento

I miei complimenti per le bellissime parole usate per il Sig. Fo.
Vedo che intelligentemente hai prontamente offerto delle alternative a questa magnifica persona che si candida nella speranza di risollevare Milano.
Perchè non dai un'occhiata a chi ci è stato fin ora?

Dario non posso votarti per le primarie perche' non sono di milano ma se lo fossi...

Avresti il mio voto sicuro!!!!!!!

In Bocco Al Lupo.Grande Dario !!!!!!!
non sono di Milano, ma sapere di avere un sindaco come Te, mi farebbe stare più sereno, i milanesi hanno questa opportunità, auguro loro di non lasciarsela sfuggire....

Sandro Pastrucci 16.12.05 20:34| 
 |
Rispondi al commento

scrivo perchè sono venuta a conoscenza di una notizia che mi fa sembrare i vertici di milano, sindaco e consiglio comunale, ancora peggio di quello che pensavo. oggi la scuola del piccolo circo di porta volta è stata sfrattata. per chi non ne è a conoscenza questa scuola, che si presenta sotto la forma di un tendone da circo formato bonsai, fornisce uno spazio aggregativo diverso, insolito e sicuramente positivo per un quartiere(zona porta volta) che non offre, come gran parte della citta, molti spazi creativi e costruttivi per un "pubblico" vario.(oltre ad essere una vera e propria scuola di arti circensi per bambini e adulti offre settimanalmente spettacoli di vario genere che riescono ad animare un po' la zona).
quello su cui io volevo porre l'accento è il fatto che dopo essersi aggiudicato lo spazio, su cui ora sorge il tendone, mediante un bando di concorso e dopo essersi riuscita a battere contro una giunta che voleva togliere alla scuola questo spazio, con ogni mezzo, per farne un parcheggio,la scuol è anche riuscita a vincere il ricorso al tar. bene dopo tutto questo oggi la scuola viene sfrattata. sfruttando cavilli burocratici e utilizzando i sui POTERI SPECIALIil sindaco di Milano e la sua giunta riescono a togliere questo spazio al tendone per farne un PARCHEGGIO.
rimango senza parole,ho 19 anni e non riesco veramente a capire come si può fare ad avere una città migliore se anche le piccole iniziative e attività, che possono rendere Milano più viva, vengono stroncate così.per un parcheggio...
spero veramente che con le elezioni qualcosa cambi e ringrazio tutti quelli che nonostante i bastoni tra le ruote riescono e continuano a promuovere iniziative che muovono e rendono viva la città.
clara

clara storti 16.12.05 13:58| 
 |
Rispondi al commento

Ma come fate a dire che voterete Fo? Sapete che ha sostenuto con i centri sociali l'occupazione di un edificio di via Lecco a Milano da parte dei cosidetti "rifugiati"? Successivamente è andato sul posto con delle scope ed ha detto: "Forza ragazzi! diamoci da fare per pulire tutta la sporcizia!" e se n'è andato...

Lorenzo Donegà 16.12.05 08:45| 
 |
Rispondi al commento

Bene...un corno

Vorrei che qualcuno degli estimatori di Dario Fo' come condidato in politica, si ponessero queste domande (indipendentemente dal personaggio) e che rispondessero ai miei quesiti:

Cosa è la politica?
Cosa fa un artista?
Fareste mai costruire la VOSTRA casa ad un comico?
Fareste istruire i VOSTRI figli da un analfabeta?
Portereste la VOSTRA auto a riparare da un Barbiere?
Partendo oltretutto dal presupposto che fare politica è una vocazione come farsi prete....

Può un artista fare il politico?

Se si--> allora ognuno di noi potrebbe fare da adulto qualunque cosa, ma come la fa...?
-->ovviamente di m...a

Per me INVECE è NO!

PERCHEeee' NON POSSIEDE LA CULTURA NE LA TESTA PER FARLA ALTRIMENTI L'AVREBBE FATTA PRIMA DI 70 ANNI,
L'AVREBBE ALMENO DIMOSTRATO PRIMA E NON SUL PALCOSCENICO MA NELLA VITA DI TUTTI I GIORNI.

NON E'LA SUA VOCAZIONE !
SICURAMENTE NON AVREMO UN POLITICO CON I C......I!
LO VOGLIAMO CAPIRE O NO!

Questo vale in genere...indipendentemente da Dario Fo.

Gradirei una risposta da quelli che continuano a rovinare l'Italia scegliendo questi incompetenti.

Del resto è sempre stata così, un paese dove un chimico fa il banchiere, un matematico fa il contabile, un ingegnere vende aspirapolveri, un ragionere costruisce case .....e così via.

Va a capire... tutti soldi e risorse PERSE!
COSI' NON PROGREDIAMO PER NIENTE!

Marco 15.12.05 23:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CARO CARLO TU SOPRAVVALUTI IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO!

IN OGNI CASO LUI CREDE SIANO STUPIDI TUTTI GLI ITALIANI ,NON SOLO QUELLI CHE NON LO VOTANO, INFATTI INVIERA' AD OGNI FAMIGLIA UN FUMETTO CHE ILLUSTRERA' LE COSE FATTE (?) DAL GOVERNO!

IL FUMETTO, COME IN 1a ELEMENTARE !

BEH UN ELETTORE CHE LO VOTA COME SI POTREBBE DEFINIRE ?

Marco C. 15.12.05 19:12| 
 |
Rispondi al commento

NON AVENDO LA SUA EMAIL SPERO PROPRIO CHE QUESTA MIA SIA LETTA DA QUALCHE PERSONA A LEI VICINA.

Sig. presidente del consiglio ieri ho sentita dire DA LEI la seguente frase" per votare la sinistra bisogna essere stupidi" IL RUOLO ISTITUZIONALE CHE LEI RICOPRE NON DOVREBBE CONSENTIRLE DI USARE CERTI TONI DA BAR DEL "CIAMBELLINO" FINO A ORA ABBIAMO SOPPORTATO LE SUE ESTERNAZIONE DA BAR CON MOLTA PAZIENZA ORA DOPO LE SUE ESTERNAZIONI HO TUTTO IL DIRITTO COME LEI DI ESTERNARE PUBBLICAMENTE UN GIUDIZIO NON POLITICO, MA DA BAR COME FA LEI NELLE SEDI ISTITUZIONALI, QUINDI POSSO DIRLE CON TUTTA IL MIO TOTALE DISPREZZO CHE LEI è UN CRETINO. E BADI BENE NON CRETINO PER IL SUO COMPORTAMENTO MA CRETINO GENETICAMENTE PARLANDO. , CREDO CHE LE TESI UN PO SOTTOVALUTATE DEL PROFFESSOR LOMBROSO ABBIANO PIENA APPLICAZIONE NEI SUOI CONFRONTI E NEI CONFRONTI DELL'ATTUALE PRESIDENTE AMERICANO. A GUARDAR BENE LE VOSTRE FACCE CREDO CHE POSSANO ANDARE A COLMARE UN VUOTO. TRA VOLTI DI INCENDIARI, UXORICIDI, FRATICIDI ,, ANCHE I VOLTI DEI CRETINI.
(tutto questo è avvalorto dal suo vano tentativo di modificarne l'aspetto attraverso le plastiche facciali)
IL SUO AMICO BOSSI DICE CHE è UN MAFIOSO.. PUO' ESSERE... IO LA RITENGO PIU UN CRETINO.
UNO CHE VOTERA' A SINISTRA. (STUPIDO?)

carlo pisu 15.12.05 16:54| 
 |
Rispondi al commento

non sono di Milano,ma stimo chi crede ancora e si impegna a farlo, in un cambiamento forte contro le rapine legalizzate della politica Italiana.FORZA Dario!!!!

Massimo Demaria 14.12.05 20:01| 
 |
Rispondi al commento

io non sono daccordo con la candidatura di Dario Fo a sindaco di milano perchè lo distruggeranno.
Ce lo vedete voi il menestrello Fo a districarsi fra giochi di poteri, ricatti politici, voltagabbana, intrallazzatori, compromessi, appalti, indicazioni di partito diverse dalle sue convinzioni, attacchi personali, accuse ingiuste, ecc. ecc.
Da sindaco non avrà il pubblico pronto ad applaudirlo, ma cittadini interessati prima di tutto ai propri interessi e pronti ad incattivirsi.

Remo Presenza 14.12.05 19:03| 
 |
Rispondi al commento

Dario Fo vai in pensione che è meglio. non vorrei essere troppo volgare. Ogni volta

marco valli 14.12.05 11:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono un grande estimatore di Dario Fo come attore. Ma davvero si è candidato alle primarie come sindaco di milano? Con una lettera come quella? Dai, siamo seri!

verri pier 13.12.05 19:28| 
 |
Rispondi al commento

Sono un grande estimatore di Dario Fo come attore. Ma davvero si è candidato alle primarie come sindaco di milano? Con una lettera come quella? Dai, siamo seri!

verri pier 13.12.05 19:28| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
mi permetto di postare questo articolo più per simpatia (e rispetto, stima, ecc.ecc.) nei confronti di dario Fo, che non perchè sia attinente al tema.
Come forse hai intuito io sono una farfalla rossa; uno di quegli ultras gay ( come ci hanno definito...) che ha contestto Ruini...(grazie tra l'altro per lo spazio sul blog)..
Ieri è passata la fiaccola olimpica da Siena e noi ci siamo decisi a contestarla.
Tutta la nostra protesta si muove su due canali:
1.Mercificare la fiaccola, da sempre simbolo dipace, con sponsor e sponsor che la precedono ( e la susseguono) è quantoeno squallido...
2.Se poi lo sponsor è la Coca-Cola, le cose si complicano.. La multinazionale statunitense, oltre a sfruttare il lavoro sotto pagato asiatico, è responsabile nell'ultimo anno dell'omicidio di 8 sindacalisti colombiani.
Bene... Ieri a fare questa protesta eravamo pochi (non più di 20).... Abbiamo distribuito volantini informativi sulla Coca Cola, piazzato uno striscione e ci siamo decisi a consegnare al teodoforo di turno (Enrico Chiesa, un calciatore del Siena) una bandiera della Pace ed una cola prodotta dal Commercio equo e solidale.
Per tutta risposta le moto della polizia (ah dimenticavo di dire che sono più i poliziotti che gli organizzatori al fianco del portatore della fiaccola)ci hanno quasi investito, due vigili ci hanno sbattuto faccia al muro tra gli sguardi divertiti e gli incitamenti della gente attorno..
Sono consapevole che non potrai pubblicare questo articolo, ma almeno in privato puoi rispondermi???
L'email è quella o anche quella delle farfalle (farfallerosse@farfallerosse.org).
P.s. Tutti i giornali ci hanno chiamato per vare informazioni, ma una volta saputo degli "scontri" (scontri non sono, ma non sapevo come definirli) hanno deciso di non pubblicarci...

Un abbraccio da un estimatore con le ali (in quanto farfalla),

Alessandro Cannamela

Alessandro Cannamela 13.12.05 10:03| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
mi permetto di postare questo articolo più per simpatia (e rispetto, stima, ecc.ecc.) nei confronti di dario Fo, che non perchè sia attinente al tema.
Come forse hai intuito io sono una farfalla rossa; uno di quegli ultras gay ( come ci hanno definito...) che ha contestto Ruini...(grazie tra l'altro per lo spazio sul blog)..
Ieri è passata la fiaccola olimpica da Siena e noi ci siamo decisi a contestarla.
Tutta la nostra protesta si muove su due canali:
1.Mercificare la fiaccola, da sempre simbolo dipace, con sponsor e sponsor che la precedono ( e la susseguono) è quantoeno squallido...
2.Se poi lo sponsor è la Coca-Cola, le cose si complicano.. La multinazionale statunitense, oltre a sfruttare il lavoro sotto pagato asiatico, è responsabile nell'ultimo anno dell'omicidio di 8 sindacalisti colombiani.
Bene... Ieri a fare questa protesta eravamo pochi (non più di 20).... Abbiamo distribuito volantini informativi sulla Coca Cola, piazzato uno striscione e ci siamo decisi a consegnare al teodoforo di turno (Enrico Chiesa, un calciatore del Siena) una bandiera della Pace ed una cola prodotta dal Commercio equo e solidale.
Per tutta risposta le moto della polizia (ah dimenticavo di dire che sono più i poliziotti che gli organizzatori al fianco del portatore della fiaccola)ci hanno quasi investito, due vigili ci hanno sbattuto faccia al muro tra gli sguardi divertiti e gli incitamenti della gente attorno..
Sono consapevole che non potrai pubblicare questo articolo, ma almeno in privato puoi rispondermi???
L'email è quella o anche quella delle farfalle (farfallerosse@farfallerosse.org).
P.s. Tutti i giornali ci hanno chiamato per vare informazioni, ma una volta saputo degli "scontri" (scontri non sono, ma non sapevo come definirli) hanno deciso di non pubblicarci...

Un abbraccio da un estimatore con le ali (in quanto farfalla),

Alessandro Cannamela

Alessandro Cannamela 13.12.05 10:01| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
mi permetto di postare questo articolo più per simpatia (e rispetto, stima, ecc.ecc.) nei confronti di dario Fo, che non perchè sia attinente al tema.
Come forse hai intuito io sono una farfalla rossa; uno di quegli ultras gay ( come ci hanno definito...) che ha contestto Ruini...(grazie tra l'altro per lo spazio sul blog)..
Ieri è passata la fiaccola olimpica da Siena e noi ci siamo decisi a contestarla.
Tutta la nostra protesta si muove su due canali:
1.Mercificare la fiaccola, da sempre simbolo dipace, con sponsor e sponsor che la precedono ( e la susseguono) è quantoeno squallido...
2.Se poi lo sponsor è la Coca-Cola, le cose si complicano.. La multinazionale statunitense, oltre a sfruttare il lavoro sotto pagato asiatico, è responsabile nell'ultimo anno dell'omicidio di 8 sindacalisti colombiani.
Bene... Ieri a fare questa protesta eravamo pochi (non più di 20).... Abbiamo distribuito volantini informativi sulla Coca Cola, piazzato uno striscione e ci siamo decisi a consegnare al teodoforo di turno (Enrico Chiesa, un calciatore del Siena) una bandiera della Pace ed una cola prodotta dal Commercio equo e solidale.
Per tutta risposta le moto della polizia (ah dimenticavo di dire che sono più i poliziotti che gli organizzatori al fianco del portatore della fiaccola)ci hanno quasi investito, due vigili ci hanno sbattuto faccia al muro tra gli sguardi divertiti e gli incitamenti della gente attorno..
Sono consapevole che non potrai pubblicare questo articolo, ma almeno in privato puoi rispondermi???
L'email è quella o anche quella delle farfalle (farfallerosse@farfallerosse.org).
P.s. Tutti i giornali ci hanno chiamato per vare informazioni, ma una volta saputo degli "scontri" (scontri non sono, ma non sapevo come definirli) hanno deciso di non pubblicarci...

Un abbraccio da un estimatore con le ali (in quanto farfalla),

Alessandro Cannamela

Alessandro Cannamela 13.12.05 09:56| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
mi permetto di postare questo articolo più per simpatia (e rispetto, stima, ecc.ecc.) nei confronti di dario Fo, che non perchè sia attinente al tema.
Come forse hai intuito io sono una farfalla rossa; uno di quegli ultras gay ( come ci hanno definito...) che ha contestto Ruini...(grazie tra l'altro per lo spazio sul blog)..
Ieri è passata la fiaccola olimpica da Siena e noi ci siamo decisi a contestarla.
Tutta la nostra protesta si muove su due canali:
1.Mercificare la fiaccola, da sempre simbolo dipace, con sponsor e sponsor che la precedono ( e la susseguono) è quantoeno squallido...
2.Se poi lo sponsor è la Coca-Cola, le cose si complicano.. La multinazionale statunitense, oltre a sfruttare il lavoro sotto pagato asiatico, è responsabile nell'ultimo anno dell'omicidio di 8 sindacalisti colombiani.
Bene... Ieri a fare questa protesta eravamo pochi (non più di 20).... Abbiamo distribuito volantini informativi sulla Coca Cola, piazzato uno striscione e ci siamo decisi a consegnare al teodoforo di turno (Enrico Chiesa, un calciatore del Siena) una bandiera della Pace ed una cola prodotta dal Commercio equo e solidale.
Per tutta risposta le moto della polizia (ah dimenticavo di dire che sono più i poliziotti che gli organizzatori al fianco del portatore della fiaccola)ci hanno quasi investito, due vigili ci hanno sbattuto faccia al muro tra gli sguardi divertiti e gli incitamenti della gente attorno..
Sono consapevole che non potrai pubblicare questo articolo, ma almeno in privato puoi rispondermi???
L'email è quella o anche quella delle farfalle (farfallerosse@farfallerosse.org).
P.s. Tutti i giornali ci hanno chiamato per vare informazioni, ma una volta saputo degli "scontri" (scontri non sono, ma non sapevo come definirli) hanno deciso di non pubblicarci...

Un abbraccio da un estimatore con le ali (in quanto farfalla),

Alessandro Cannamela

Alessandro Cannamela 13.12.05 09:55| 
 |
Rispondi al commento

evviva dario fo sindaco di Milano,veltroni al centro....ma purtroppo non ho ancora candidati per Napoli...peccato che il Brasile abbia Joao Gilberto alla cultura,però possiamo rimediare con uno dei fratelli Giuffrè.
Bando agli scherzi,sono davvero contento per la candidatura di un uomo di cultura come l'illustre dario FO.Tremate,tremate,la rivolta dei comuni è cominciata,ma anche al governo sentirei volentieri qualche novità...Lucarelli per i servizi segreti,alex zanotelli all'istruzione,Gino strada alla sanità,Biagi alla Cultura,ecc. ecc.. mi piacerebbe anche solo per provare.......

yari gugliucci 13.12.05 01:04| 
 |
Rispondi al commento

Credo che la tua crociata yari serva a poco visto che come hai detto tu gli americani regalano il lieto fine solo nei loro film ma nella vita sono altro che salvatori della missione umanitaria....Tookie ha il destino segnato ma ho apprezzato il tuo impegno.
valentina

valentina segre 13.12.05 00:52| 
 |
Rispondi al commento

Egregio signor Fo'

Le devo dire che l'idea di vederla governare una imponente città come quella di Milano mi rallegra molto, dato che la stimo come persona, però se permette sarei curioso di conoscere ciò che realmente ha intenzione di fare per la città e per il suo sviluppo.
Le chiedo ciò, non perchè ritengo che lei non sia all'altezza del compito che è intenzionato a compiere, ma semplicemente perchè di questi tempi i politici hanno sempre cercato di annebbiarci la vista con parole fumose, e fatti altrettanto offuscati.Ritengo che Milano come l'Italia abbiano bisogno di sicurezza, e questa in lei c'è?La prego di capirmi.
P.S.
Lei per me è sempre stato un personaggio degno di rappresentare la nostra nazione.

Christopher Fassio 12.12.05 18:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono d'accordo con il Sig. Fo quasi al 100%; l'unico neo è la presenza dei rifugiati. Vorrei poter dire "ma sì, accogliamoli", "ma sì, diamo loro casa e lavoro", "ma dai, diamogli 400 euro al mese", ma purtroppo, a costo di sembrare razzista, non ce la faccio. I nostri "dipendenti" ci hanno abituato a continui sbarchi di disperati e mentre loro vengono accolti in strutture seppur fatiscenti a me viene rifiutato un mutuo perchè non ho un lavoro a tempo indeterminato; per loro viene prevista la sanatoria e la regolarizzazione del lavoro, a me resta un contrattino per lavorare tre mesi e poi cari saluti. I disperati vanno aiutati là dove c'è la disperazione, mandando aiuti e soprattutto insegnando loro a gestire le ricchezze del proprio Paese. Accogliere tutti in Italia, in questo Paese del bengodi dove non gode nessuno se non i politicanti, non serve a nulla. Non serve ad immigrati e rifugiati, che arrivano speranzosi e trovano miseria; non serve agli italiani senza lavoro e senza certezze.

Elena Bianchi 12.12.05 14:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

forza dario<anche se non ti vogliono<

emiddio di palma 12.12.05 09:56| 
 |
Rispondi al commento

Presente al dibattito su La7 in merito alla NoTAV è riuscito solamente a produrre uno scarabocchio e insulti al responsabile della polizia (mi scuso ma non ricordo il nome).
1)Lo scarabocchio: ma come? Un uomo di tale intelligenza,in mezzo a esperti tecnici, Valsusini informatissimi e rappresentanti del governo è riuscito solo a disegnare uno schizzo sui tumulti durante le manifestazioni!Questo me lo aspetto da un manifestante adolescente; da un candidato a sindaco gradirei maggiore serietà nel rappresentare i cittadini.
2)Insulti al rappresentante della polizia: quando hai la possibilità di discutere con i dirigenti del governo, e non direttamente con i manganelli della polizia, non ti puoi permettere di sputare insulti e far andare via tali rappresentanti.
Lo scopo di un tale dibattito, quando hai la fortuna di avere presenti tali figure, è quello di cercare soluzioni insieme, se una delle parti se ne và non c'è dialogo e non hai fatto l'interesse del cittadino, che invece si prende le mazzate perchè tu hai fatto lo splendido con un paio di battute sferzanti!
Nella vita reale il bravo politico è quello che fà di tutto per aiutare la gente e non quello che usa le tribune politiche per fare spettacolo....quello lasciamolo al teatro!

Sergio Carroni 12.12.05 09:01| 
 |
Rispondi al commento

Devo dire che la prima impressione di Dario Fo politico è stata parecchio deludente.
Presente al dibattito su La7 in merito alla NoTAV è riuscito solamente a produrre uno scarabocchio e insulti al responsabile della polizia (mi scuso ma non ricordo il nome).
1)Lo scarabocchio: ma come? Un uomo di tale intelligenza,in mezzo a esperti tecnici, Valsusini informatissimi e rappresentanti del governo è riuscito solo a disegnare uno schizzo sui tumulti durante le manifestazioni!Questo me lo aspetto da un manifestante adolescente; da un candidato a sindaco gradirei maggiore serietà nel rappresentare i cittadini.
2)Insulti al rappresentante della polizia: quando hai la possibilità di discutere con i dirigenti del governo, e non direttamente con i manganelli della polizia, non ti puoi permettere di sputare insulti e far andare via tali rappresentanti.
Lo scopo di un tale dibattito, quando hai la fortuna di avere presenti tali figure, è quello di cercare soluzioni insieme, se una delle parti se ne và non c'è dialogo e non hai fatto l'interesse del cittadino, che invece si prende le mazzate perchè tu hai fatto lo splendido con un paio di battute sferzanti!
Nella vita reale il bravo politico è quello che fà di tutto per aiutare la gente e non quello che usa le tribune politiche per fare spettacolo....quello lasciamolo al teatro!

Sergio Carroni 12.12.05 08:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nooo,
non ci credo.
Milano è una città malata, io ho 22 anni e tutti i giorni pago per parcheggiare in strada per andare all'università, col terrore di prendere multe dai vigili, che sono diventati degli esattori tributari ambulanti.

Viviamo in un Paese che invecchia, governato da vecchi, incapace di esprimere candidati migliori di Prodi e Berlusconi, gli stessi che si erano candidati 10 anni fa e che insieme hanno fatto più danni di craxi e della dc, solo ... persone che hanno 60/70 anni non devono essere lasciate a governare il nostro paese... per il semplice motivo che nn hanno alcun interesse a preservarlo, perchè non guardano al futuro ma cercano con del nuovo potere di coprire quanto di marcio hanno fatto in passato.

E adesso si candida un altro vecchio a sindaco di Milano. Uno che sfrutta, o vuole sfuttare, la sua presunta autorevolezza, conquistata in un altro campo, per governarci.
Uno che fa propaganda con mezzi simili a quelli della gente che critica, che tutti noi critichiamo, fatta, nel suo piccolo, di menzogne...l'ultima cosa che mi ricordo è di quando il signor Fo ha fatto la buffonata in cui, dopo aver chiamato giornali e tv, ha fatto finta di pulire un'abitazione di immigrati, con tanto di secchio e scopettone. Peccato che dopo le fotografie se ne sia andato senza far niente, con in tasca un bell'articolo sul giornale del giorno dopo pieno della solita demagogia.

Basta farci prendere per il culo, sia da destra che da sinistra, basta menzogne e basta buffoni.

Beppe per piacere, non appoggiare quest'altro bugiardo.

Stefano Pregunta 10.12.05 16:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
Sono perfettamente allineato con TAZIO su quando afferma in merito a Dario Fo (CHE TU CHIAMI MAESTRO?????.... di cosa???).
Non ho mai ben capito che cosa faccia e che cosa insegni nel suo lavoro...
Probabilmente un bravo comico/attore di teatro (che non mi piace) ma per il resto non penso in grado di fare "altro".

Mi stupisco solo che uno come te possa ammirare un elemento di questo genere (probabilmente sta mutando come un OGM....) figlio dei comunisti che:
- parlano di libertà e sono i primi a non garantirla
- parlano di pace e fanno tutti i giorni la guerra psicologica laddove non possono farla fisicamente....(laddove possono invece farla vedi CINA)
- sono menti contorte prive di concretezza e adatti solo "all'arte povera" (non mi pare infatti che i paesi comunisti e post-comunisti abbiano tutta quest'arte come ci fanno credere i comunisti detentori della cultura???)

non sono di Milano ma spero quindi che Dario Fo non diventi mai sindaco di Milano.
Come può un uomo "d'arte" risolvere i problemi concreti di una città.

.. forse è proprio questo il difetto della politica, la fanno persone che fanno tutt'altro che questo lavoro, ne deduco che pertanto quando entrano in politica fanno esclusivamente i propri interessi.....

Non ho voluto esprimermi in termini volgari e scortesi, però Tazio non ha tutti i torti .... su quella persona..

Ciao

Marco

Marco 09.12.05 23:17| 
 |
Rispondi al commento

I miei complimenti per le bellissime parole usate per il Sig. Fo.
Vedo che intelligentemente hai prontamente offerto delle alternative a questa magnifica persona che si candida nella speranza di risollevare Milano.
Perchè non dai un'occhiata a chi ci è stato fin ora?

LUCA BISIO 09.12.05 16:57| 
 |
Rispondi al commento

CHE TRISTEZZA .. ADESSO SEI ANCHE UN FAN DEL PIU' GRANDE COGLIONE DELLA TERRA, NOBEL RUBATO,DEMENTE ED ACCANITO OPPOSITORE DI CHI NON LA PENSA COME LUI.
IL CATTOCOMUNISTA CHE AMA I MILIARDI VA IN GIRO NELL'ITALIA CHE LUI DIPINGE ILLIBERALE A FARE SERMONI CUBANI , CONTRADDIZIONE EMBLEMATICA DELLA STUPIDITA' DELL'INDIVIDUO.
CARO BEPPE MI RIMANI SIMPATICO MA SEI COME LE UOVA DI QUESTI GIORNI....

TAZIO CAVANNA 09.12.05 13:06| 
 |
Rispondi al commento

Salve,vorrei una risposta da lei signor Beppe (posso permettermi di chiamarla così?)
vorrei sapere cosa ne pensa dei buoni lavoro...
le spiego:sono una studentessa di 22 anni,vado all'università e faccio un lavoro part-time in un pub...prendo 30 euro a serata per 6 ore di lavoro,cioè 5 euro l'ora...
ho sentito al tg di questa iniziativa dei buoni lavoro,di 10 euro l'ora (non risultano altri tagli),e subito mi sono interessata....
pensavo fosse una buona idea...
poi,mi sono meglio informata leggendo sui quotidiani,e invece ho capito che è una cavolata...perchè?
perchè i buoni li PUO'( e non DEVE) dare il datore di lavoro,al posto dei soldi contanti, 7.50 vanno a te e il rimanente suddiviso così: 1,30 INPS, 0.70 INAIL e 0.50 alla società che gestisce il servizio ; e fino a qui ci sto...ma....ma se il datore di lavoro è un privato,ad es.se io avessi una baby sitter e invece di darle 10 euro in banconote,le do il buono,...è un conto (e poi bisogna vedere se a me va di procurarmi i buoni...o se mi pesa il....) ma se il datore di lavoro,è un privato (come il mio capo) che mi paga 5 euro l'ora,ma chi glielo fa fare di prendere i buoni,che costano il doppio,per pagarmi??????
e le dico che qui a roma,la situazione è quasi dappertutto la stessa...nei pub,come cameriera,vai bene se ti pagano 7-8 euro...ma 10 ancora non l'ho mai sentito,soprattutto quando sei in nero....quindi,tanto di cappello se questa new idea servirà per baby sitter o simili(ne son felice) ma per i camerieri? a noi chi ci pensa???
leggo dal messaggero del 5-12 :il sistema è destinato A FAR USCIRE DAL PAGAMENTO IN NERO alcune categorie di lavoratori saltuari:STUDENTI,CASALINGHE,DISOCCUPATI,PENSIONATI ... e cita tra il lavori: baby sitter,badante,giardiniere,ripetizioni...
allora non capisco:si fa solo per alcuni lavori in nero? c'è quindi una categoria? io lavoro in nero,ma non conto? mi illumini lei...
grazie
by Cameriera a cui girano parecchio le........

corinna trebbi 09.12.05 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Salve,vorrei una risposta da lei signor Beppe (posso permettermi di chiamarla così?)
vorrei sapere cosa ne pensa dei buoni lavoro...
le spiego:sono una studentessa di 22 anni,vado all'università e faccio un lavoro part-time in un pub...prendo 30 euro a serata per 6 ore di lavoro,cioè 5 euro l'ora...
ho sentito al tg di questa iniziativa dei buoni lavoro,di 10 euro l'ora (non risultano altri tagli),e subito mi sono interessata....
pensavo fosse una buona idea...
poi,mi sono meglio informata leggendo sui quotidiani,e invece ho capito che è una cavolata...perchè?
perchè i buoni li PUO'( e non DEVE) dare il datore di lavoro,al posto dei soldi contanti, 7.50 vanno a te e il rimanente suddiviso così: 1,30 INPS, 0.70 INAIL e 0.50 alla società che gestisce il servizio ; e fino a qui ci sto...ma....ma se il datore di lavoro è un privato,ad es.se io avessi una baby sitter e invece di darle 10 euro in banconote,le do il buono,...è un conto (e poi bisogna vedere se a me va di procurarmi i buoni...o se mi pesa il....) ma se il datore di lavoro,è un privato (come il mio capo) che mi paga 5 euro l'ora,ma chi glielo fa fare di prendere i buoni,che costano il doppio,per pagarmi??????
e le dico che qui a roma,la situazione è quasi dappertutto la stessa...nei pub,come cameriera,vai bene se ti pagano 7-8 euro...ma 10 ancora non l'ho mai sentito,soprattutto quando sei in nero....quindi,tanto di cappello se questa new idea servirà per baby sitter o simili(ne son felice) ma per i camerieri? a noi chi ci pensa???
leggo dal messaggero del 5-12 :il sistema è destinato A FAR USCIRE DAL PAGAMENTO IN NERO alcune categorie di lavoratori saltuari:STUDENTI,CASALINGHE,DISOCCUPATI,PENSIONATI ... e cita tra il lavori: baby sitter,badante,giardiniere,ripetizioni...
allora non capisco:si fa solo per alcuni lavori in nero? c'è quindi una categoria? io lavoro in nero,ma non conto? mi illumini lei...
grazie
by Cameriera a cui girano parecchio le........

corinna trebbi 09.12.05 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Salve,vorrei una risposta da lei signor Beppe (posso permettermi di chiamarla così?)
vorrei sapere cosa ne pensa dei buoni lavoro...
le spiego:sono una studentessa di 22 anni,vado all'università e faccio un lavoro part-time in un pub...prendo 30 euro a serata per 6 ore di lavoro,cioè 5 euro l'ora...
ho sentito al tg di questa iniziativa dei buoni lavoro,di 10 euro l'ora (non risultano altri tagli),e subito mi sono interessata....
pensavo fosse una buona idea...
poi,mi sono meglio informata leggendo sui quotidiani,e invece ho capito che è una cavolata...perchè?
perchè i buoni li PUO'( e non DEVE) dare il datore di lavoro,al posto dei soldi contanti, 7.50 vanno a te e il rimanente suddiviso così: 1,30 INPS, 0.70 INAIL e 0.50 alla società che gestisce il servizio ; e fino a qui ci sto...ma....ma se il datore di lavoro è un privato,ad es.se io avessi una baby sitter e invece di darle 10 euro in banconote,le do il buono,...è un conto (e poi bisogna vedere se a me va di procurarmi i buoni...o se mi pesa il....) ma se il datore di lavoro,è un privato (come il mio capo) che mi paga 5 euro l'ora,ma chi glielo fa fare di prendere i buoni,che costano il doppio,per pagarmi??????
e le dico che qui a roma,la situazione è quasi dappertutto la stessa...nei pub,come cameriera,vai bene se ti pagano 7-8 euro...ma 10 ancora non l'ho mai sentito,soprattutto quando sei in nero....quindi,tanto di cappello se questa new idea servirà per baby sitter o simili(ne son felice) ma per i camerieri? a noi chi ci pensa???
leggo dal messaggero del 5-12 :il sistema è destinato A FAR USCIRE DAL PAGAMENTO IN NERO alcune categorie di lavoratori saltuari:STUDENTI,CASALINGHE,DISOCCUPATI,PENSIONATI ... e cita tra il lavori: baby sitter,badante,giardiniere,ripetizioni...
allora non capisco:si fa solo per alcuni lavori in nero? c'è quindi una categoria? io lavoro in nero,ma non conto? mi illumini lei...
grazie
by Cameriera a cui girano parecchio le........

corinna trebbi 09.12.05 11:57| 
 |
Rispondi al commento

Dario ti adoro.Coraggio,vai avanti
Ti prego di rispondermi: vorrei sapere qualcosa di più sulla riforma Moratti,sui giovani incazzati che erano in corteo. Il tuo pensiero.
E'una questione di litigio tra me e mio figlio

Roselin Pescetto 09.12.05 11:30| 
 |
Rispondi al commento

ciao sono luca e volevo chiederti : se gli uomini politici sono nostri dipendenti perchè non facciamo un referendum per stabilire noi i loro compensi mensili ( es. max 5000 € al mese), togliendogli tutti i privilegi che hanno , così potranno fare leggi che tutelino anche chi guadagna (lavorando seriamente) circa 1000 € al mese .
Spenderemo un pò di soldi ma saranno gli unici spesi bene.

Mi scuso , gli argomenti non riprendono la discussione di questo blog ma non sapevo dove inserire questo intervento


grazie buon lavoro e buone feste

luca massini 09.12.05 10:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Italiani brava gente!

Portiamo la pace in Irak!

C'è un filmato della battaglia dei ponti di Nassirya dell'agosto 2004 su www.rainews24.it dove è possibile vedere ed ascoltare i militari italiani.


Italiani brava gente!!!!!
Sono i messia della pace!!!!!

Berlusconi vaffanculo!!

Mi sorge un dubbio: aveva forse ragione il Sindaco di Marano? Non sono dei martiri, ma solo dei professionisti?

Prima di rispondere andate sul sito e visionate il filmato.

fidel said 09.12.05 09:25| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe io nn mi schiero con fo,
nn lo ritengo neppure degno del nobel.
intorno agli anni 70 fo gridava o ci min o ci min con una asta di bandiera cinese,la cui punta era "delicatamente" appoggiata sulla gola di mio padre,poliziotto,a roma.pensa che mio padre,medaglia d'oro al merito della repubblica,ufficale al merito tutte riconoscenze guadagnate sul campo andando a fare del bene con il potere datogli dallo Stato teneva nel mentre la mano sulla pistola e aveva paura che fo lo infilzasse....quindi se fo è ancora vivo lo deve a mio padre.ed io dovrei simpatizzare per chi ineggiava a o ci min?oppure per chi si vANTA di aver lanciato molotov?no grazie preferisco la correttezza

Giuseppe Ragusa 09.12.05 07:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Londra: due Nobel contro gli USA!

Harold Pinter ha recitato ieri sera questa poesia nel discorso di ringraziamento per il premio nobel per la letteratura di quest’anno.

Ha attaccato senza alcun pudore bush e blair smascherando dal pulpito del nobel i 50 anni di crimini commessi dagli u.s.a. e sicuramente la vicenda avra’ echi internazionali (ma non in italia naturalmente..).

SPIEGO ALCUNE COSE
[...]
E una mattina tutto stava ardendo
e una mattina i roghi
uscivan dalla terra
divorando vite,
e da allora fuoco,
polvere nera da allora,
e da allora sangue.
Banditi con aeroplani e con mori,
banditi con anelli e duchesse,
banditi con neri frati benedicenti
venivano dal cielo ad uccidere bambini,
e per le strade il sangue dei bambini
scorreva semplicemente, come sangue di bambini.

¡ Sciacalli che lo sciacallo rifiuterebbe,
pietre che il cardo secco morderebbe e sputerebbe,
vipere che le vipere odieranno !

¡ Di fronte a voi ho visto il sangue
di Spagna sollevarsi
per affogarvi in una sola onda
di orgoglio e di coltelli !

Generali,
traditori:
guardate la mia casa morta,
guardate la Spagna violata:
ma da ogni casa morta esce metallo ardente
invece dei fiori,
ma da ogni squarcio della Spagna
esce la Spagna,
ma da ogni bambino morto esce un fucile con occhi,
ma da ogni crimine nascono proiettili
che scoveranno un giorno il punto
del vostro cuore.

Chiederete: ¿ perché la sua poesia
non ci parla del sogno, delle foglie,
dei grandi vulcani del paese natìo ?

¡ Venite a vedere il sangue per le strade,
venite a vedere
il sangue per le strade,
venite a vedere il sangue
per le strade !

Pablo Neruda - premio Nobel 1971

Il testo dell'intero del discorso (in inglese) qua: http://books.guardian.co.uk/news/articles/0,6109,1661516,00.html

L’intera poesia ed altri riferimenti e link nel mio blog:
http://bruno.eumeme.org

Bruno Moroni 08.12.05 18:13| 
 |
Rispondi al commento

... correct: ...sono più che auspicabili ... ^_^

ijimiaz galir 07.12.05 23:58| 
 |
Rispondi al commento

La privatizzazione e la liberalizzazione è più che auspicabile. Ciò che è necessario cambiare è il ruolo dello stato e del governo nell'economia

* Basta con le sovvenzioni ai ruffiani!
* Basta con le politiche daziarie e dell'incentivo!
* Basta con i beni pubblici che non si sa di chi sono e non si può cazziare nessuno!
* Più diritto e più economia!
* Basta con gli statalisti, i pianificatori i moderati, i cattocrati, i finiti liberal e gli imperialisti.
* BASTA con questo reimpasto forzitalista di socialisti
* Più liberalismo VERO E DI ANNATA: VON HAYEK, VON MISES E FAMIGLIA!

E' ORA DI CAMBIARE!

BASTA! BASTA! BASTA! BASTA! BASTA! BASTA!

ijimiaz galir 07.12.05 22:16| 
 |
Rispondi al commento

un amico mi ha segnalato il sito della santanchè.......una nostra dipendente....
andate a vederlo....c'è stato qualcuno che ha mandato questa ...ehm...signora in parlamento.....chi rappresenta? cosa rappresenta?
e sopratutto cosa fa?
chissà quante altre persone del genere dovrebbero rappresentarci,,,,
non ho parole.....

massimiliano lancerotto 07.12.05 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Visto che Fo si candida come Sindaco di Milano, Perché l'unico vero erede di "Masaniello", Beppe Grillo, non si candida come nostro "dipendente" alle prossime elezioni politiche. Sarebbe per me e credo per molti altri italiani un raggio di luce in una notte buia; forse l'unica persona che per Intelligenza, Cultura ed integrità morale potrebbe diventare il ns. "faro politico". A maggior ragione che in vista delle prossime politiche io non riesco a trovare un programma elettorale degno di nota né tanto meno degli uomini in grado di fare politica, ma solamente "tanto rumore per nulla".

Fabrizio Amato 05.12.05 13:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

X Fabio Calamaiuffi.
No, sono marxista!!! Io sono marxista!!! Io non firmo lettere per Prodi, sono marxista!! Io non sto con chi propugna la flessibilità, sono marxista! Io sono contro gli LSU di D'Alema, sono marxista!! Sono contro il capitalismo di sinistra, sono marxista. Io sono antiimperialista, sono marxista!!! Ecco cosa sono, adesso dimmi tu cosa sei! Se lo sai

Giovanni Petrosillo 05.12.05 12:45| 
 |
Rispondi al commento

PALERMO. Gli elettori siciliani dell'Unione hanno scelto Rita Borsellino come candidato alla presidenza della Regione. Lo hanno fatto in 180 mila preferendola al rettore Ferdinando Latteri, espresso dalla Margherita, che è stato sconfitto in quasi tutti i seggi. Una vittoria schiacciante che arriva quasi a toccare il 70% delle preferenze. La sorella del magistrato ucciso in via d'Amelio «non è stata preferita» in pochissimi centri, e fra questi uno solo nel Palermitano, a Misilmeri, in cui è forte la presenza di Cosa nostra e dove sono stati arrestati molti favoreggiatori di Provenzano.


per Cinzia: il tuo è servito!! e adesso?

ciao Joseph

joseph fiore 05.12.05 10:52| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
volevo parlare dello sconcerto che suscita in me la nostra situzione politica. Premetto che è da pochi anni che riesco a capire la logica e i meccanismi di cosa significa governare e amministrare un paese.
Confido nelle capacità dell'uomo e penso che esistano persone con genio e capacità superiori che dovrebbero emergere per poter guidare il nostro paese. Penso che per fare ciò sia fondamentale essere liberi da interessi che possano interferire con il mero intento di governare secondo l'ottica di portare beneficio ai cittadini e al loro benessere.
Far politica deve essere ricordarsi sempre che il ruolo che si occupa serve a rappresentare i cittadini e non se stessi, che le decisioni che si prendono devono portare agevolazioni ai cittadini e non ai propri interessi, far valere le idee in cui si crede e non prevaricare gli altri. parlare sempre con lo stesso tono di voce, mai dire che l'altro sbaglia ma sostenere le proprie idee con tenacia.
Penso che berlusconi sia una piaga per la nostra società e per la nostra dignità, e chi lo sostiene abbia dimenticato completamente che governare sia lo strumento di organizzazione e coordinamento delle attività dei cittadini (quindi attività economiche, culturali, di informazione, di tutela della salute, assistenziale, la scuola, gli asili e tutto quello che le persone pensino sia importante per la loro realizzazione)quindi come pùo l'uomo più ricco e potente d'italia garantire ciò senza che in qualche modo i suoi interessi possano interferire con le sue scelte!
Penso anche che la sisnistra con le sue rapprentanze faccia solo tanta confusione e non abbia chiaro in mente che noi vogliamo qualcuno che esca dagli schemi di questa politica falsa, qualcuno che veramente si confronti e rapporti con il volere comune e che almeno provi e far tornare alle persone la fiducia che chi li rappresenta sia libero da giochi di potere e che agisca secondo rispetto fratellanza e libertà.
Non voglio perdere la speranza.

Marco Carfagna 05.12.05 02:32| 
 |
Rispondi al commento

Al dilà di ogni credo religioso sono convinta che gli interventi della Chiesa Cattolica in Italia siano ormai eccessivi anche data la calorosa accoglienza che ogni "desiderio" di Ruini ha oggi, in prossimità delle elezioni, presso numerose forze politiche di destra e sinistra.
Criticare queste ingerenze negando in tanti/tantissimi l'8 per mille, potrebbe essere una buona idea?? Io farò cosi.
Saluti,
Patrizia Salvatori

patrizia salvatori 05.12.05 00:14| 
 |
Rispondi al commento

Il programma elettorale

C'è una gran varietà di opinioni: mio padre è democratico cristiano, e poiché è impiegato al Vaticano, tutte le sere recita il rosario; di tre fratelli, Luigi il più anziano è socialista rivoluzionario; io invece sono monarchico, al contrario di Ludovico, che è repubblicano. Prima di cena litighiamo spesso per via di questi benedetti principî: chi vuole qua, chi vuole là... Sembra un congresso ! Facciamo il finimondo ! Ma appena mamma ci dice che sono cotti gli spaghetti siamo tutti d'accordo nel programma. Se magna

giampietro fontanella 04.12.05 22:16| 
 |
Rispondi al commento

gentile signor marco serafini buonasera, io prima di tutto rifletterei sulla persona che ti sta ANCORA governando, e magari pensare come è possibile tutto ciò?

giovanna rossi 04.12.05 21:16| 
 |
Rispondi al commento

Облыселый карлик потеряет следующие избрания!

Un abbraccio a Dario, a Beppe che ne parla e un augurio in russo per il 2006.. ho usato babelfish spero non sia un russo pessimo..

max bevilacqua 04.12.05 17:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve, è la prima volta che scrivo su questo blog.
Volevo dire su Dario Fo candidato che la sinistra come al solito dimostra di non prendere la politica come una cosa seria candidando persone che non c'entrano niente con la politica e che usano il loro nome noto per illudere le persone insoddisfatte.
Il Nobel poi una volta lo vincevano per l'Italia grandi artisti che non facevano politica con le loro opere per esempio Pirandello, Montale,ecc. e non Fo che da sempre fa politica con i suoi spettacoli.

Vittorio Rossi 04.12.05 16:09| 
 |
Rispondi al commento

Come al solito rieccoci. Abbiamo mantenuto tutti i nostri impegni...andiamo avanti. Ad ogni angolo di strada. E giù con quella faccia da maschera carnevalesca, tanto la foto è stata ritoccata. Posso sapere per quanto dovrò sopportarlo?Per quanto dovrò sopportarlo, lui soprattutto, e pure tutte questa facce da affaroni, mestatori, trafficanti, senza dignità nè pudore?Lo spazio visivo non è qualcosa di attinente alla mia privacy?La tv posso zappare, ma se guido che faccio, giro gli occhi a rischio di tamponare quello davanti?Perchè il mio spazio deve essere invaso? Io non lo voglio vedere.Non lo voglio vedere. Questo buffone io non lo voglio vedere.Nè i suoi pari. Avesse detto: abbiamo mantenuto tutti i miei impegni.Andiamo avanti!!!

stefania martani 04.12.05 10:02| 
 |
Rispondi al commento

Per una volta vorrei essere milanese e voterei DARIO FO senza pensare di aver scelto il "meno peggio".

Per una volta vorrei essere milanese e voterei DARIO FO senza pensare di aver scelto il "meno peggio".

Per una volta vorrei essere milanese e voterei DARIO FO senza pensare di aver scelto il "meno peggio".

Per una volta vorrei essere milanese e voterei DARIO FO senza pensare di aver scelto il "meno peggio".

Per una volta vorrei essere milanese e voterei DARIO FO senza pensare di aver scelto il "meno peggio".

Per una volta vorrei essere milanese e voterei DARIO FO senza pensare di aver scelto il "meno peggio".


Nicola Cellamare 03.12.05 20:13| 
 |
Rispondi al commento

RIDUZIONE DEGLI STIPENDI DEI PARLAMENTARI EUROPEI

In seno al Parlamento europeo, dopo anni di dibattito, si è giunti ad un accordo per rendere uniformi gli stipendi dei deputati.

Mentre prima gli stipendi dei deputati europei erano legati a quelli dei deputati nazionali, dai prossimi anni saranno portati tutti alla stessa cifra pari a 7000 euro, più i rimborsi per le spese di segreteria e di viaggio che siano effettivamente dimostrabili tramite fatture.

Tale norma è stata introdotta dopo anni di disparità tra i diversi paesi poiché esistevano enormi differenze tra gli stipendi dei deputati; ad esempio i deputati italiani guadagnavano più di tutti i loro colleghi europei con cifre di dieci volte superiori rispetto a quelli dei paesi dell’est.

Mi viene da pensare alla riduzione ridicola, proposta dalla finanziaria attualmente in discussione, che prevede un taglio del 10%, ma solo sulla diaria mensile dei deputati, lasciando inalterati tutti i rimborsi spese che vengono percepiti a fronte di spese spesso nemmeno sostenute e che in pratica raddoppiano lo stipendio effettivo.

È facile prevedere un fuggi fuggi dei nostri rappresentanti in Europa, che chiederanno di essere rimpatriati nel più breve tempo possibile……chissà cosa escogiteranno i geni italiani della truffa ??

COME SEMPRE I DEPUTATI ITALIANI SI DIMOSTRANO I Più ONESTI !!!!

cESARE PIRI 03.12.05 15:28| 
 |
Rispondi al commento

Qualche sera fa ho avuto modo di visionare dei documenti riguardanti i tragici fatti di New York dell'11 Settembre 2001.
I documenti sono accessibili a tutti collegandosi al sito internet http://www.thepowerhour.com.
Forse dovrei aggiungere che si tratta di roba forte, non adatta ai deboli di cuore e soprattutto non idonea a chi si ostina a considerare benevolmente il genere umano.
Non desidero aggiungere alcun commento, ma mi piacerebbe che voi tutti ci deste un'occhiata ed ancor più mi piacerebbe sapere cosa ne pensate.

Vito Annolino 03.12.05 15:28| 
 |
Rispondi al commento

Volevo solo aggiungere che ieri sera ascoltando l'intervista fatta dalla Bignardi nel suo programma tv a Dolce e Gabbana si è fatto un'accenno alle elezioni milanesi citando i due candidati Moratti e Ferrante.
E Fo mi sono chiesto?
Fa tutta questa paura? E' proprio un mistero, un mistero buffo.
Forza Dario, non sono di Milano ma faccio il tifo per te.
Ciao a tutti

pasquale ruocco 03.12.05 14:36| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe:
Mi associo a quanto richiesto da Luisa Denti in quanto il fenomeno delle scie chimiche ha preso una dimensione veramente vasta (in tutto il mondo).
In una trasmissione televisiva di una nota emittente locale di Cagliari, fatta ieri notte (g.2.12.05 ore 22 circa) l'argomento è stato affrontato da alcuni ricercatori, non appartenenti alla scienza "ufficiale", di fronte a un noto professore (che non ha commentato).
Le notizie che sono state trasmesse sono veramente da brivido in quanto una flotta di aereomobili di tutti i tipi (sembrerebbe anche di tipo civile) verrebbe adoperata metodicamente per "irrorarci" con non meglio definite sostanze chimiche le quali, oltre a inquinare l'aria e il territorio ( e i nostri polmoni)in aree vastissime, sembrerebbe che abbiano il potere di distruggere le resistenze organiche delle coltivazioni di tipo tradizionale.
Il fenomeno è realmente visibile quasi tutti i giorni in quanto le normali scie di condensazione, visibili nell'aria al passaggio degli aerei ad alta quota, hanno un tempo di decadimento assai breve (massimo 1/2 ora) mentre le scie incriminate durano anche più di due ore. Nel succitato programma è anche apparsa una foto dove,sulla coda di un aereo, era sistemato una specie di enorme ventilatore avente lo scopo di espandere il "prodotto" rapidamente.
Il fatto che più allarma è quello che non si riesca a sapere nè dalle fonti militari, nè dai nostri "Dipendenti", da chi e perchè vengono fatte queste "operazioni" su larga scala.
Secondo questi ricercatori(tra i quali c'era anche Corrado Malanga, noto chimico del C.U.N.)gli input per i voli e le"irrorazioni" arrivano dalla "cellula" americana della NATO. Questo mi spaventa ancora di più.
Lo scopo "presunto" di queste irrorazioni potrebbe essere quello di distruggere le colture tradizionali a vantaggio dei famigerati O.G.M.; ma non vorrei credere a tanto! Sebbene a pensare a ciò che l'america ha combinato ai suoi poveri militari durante gli esperimenti atomici degli anni cinquanta........
Sarebbe comunque ora di condurre una severa inchiesta e di allertare le strutture preposte per una verifica a tutto campo del "fatto". Noi, nel nostro piccolo, cerchiamo di far conoscere il più possibile la questione, fosse anche al nostro vicino di casa.Gli organi Istituzionali (se ne esistono ancora seri e scevri da legami politici) dovrebbero fare la loro parte contattando e chiedendo "lumi" agli organi militari, senza accontentarsi delle "solite spiegazioni cretine" del tipo (sono solo scie di condensazione che stanno dando luogo a ingiustificati allarmismi".
Avanti tutta Beppe.
Franco Toro

Francesco Toro 03.12.05 11:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Voglio cominciare a preparare il terreno a Beppe, se mai si decidesse di cominciare a fare sul serio con le elezioni, inviero' l'indirizzo del suo blog a tutti quelli che conosco, così che comincino a conoscerlo non solo per il comico che la tv che lo ospitava ci ha lasciato come ricordo, ma per quello che e' ora con argomenti seri e di attualita' che coinvolgono TUTTI.
Invito tutti coloro che non credono piu' nella serieta' di una politica italiana a fare lo stesso e se ci sono idee migliori per diffondere il movimento di Beppe, proponga.
Solo se saremo in tanti possiamo sperare di avere un partito alternativo, anzi un movimento, il cui obbiettivo è quello di riconquistare l' italia.
Muoviamoci, perche' il tempo stringe e le elezioni sono alle porte, se non altro con la conoscenza e l' aiuto dei post di Beppe gli elettori guarderanno la scheda con altri occhi... probabilmente schifati.
Beppe, io sto reclutando...tu che fai vieni?

Scino Gianpietro 03.12.05 00:08| 
 |
Rispondi al commento

vai avanti così
sono anni che ti seguo
e che la penso esattamente come te
siamo schiavi
siamo abbastanza liberi da poter ancora sognare.
nient'altro.niente di più.
ho 35 anni.sono un musicista,un imprenditore,un autotrasportatore,un socio accomandatario della mia sas,sono un compositore,sono un maestro di musica diplomato,sono un maestro elementare diplomato,ho una casa di produzione,produco i miei album,i miei siti web,ho relazioni sociali fortunamente,dato che,a pistoia,esistono ancora persone che hanno voglia di condividere i propri sogni ed i propri guai,continuo a realizzare i miei sogni malgrado sia ogni giorno sempre più pericoloso,ho rincominciato dopo dieci anni a parlare tra una canzone e l'altra dei miei spettacoli,dopo che nel lontano 1993 la domodossola imola gino otranto sandro,mi intimò a più riprese anche durante la mia performance,a non parlare,a non spiegare cosa la canzone che stavo per cantare,dicesse;andiamo avanti.mio padre era un partigiano,ed oggi quasi devo vergognarmene,anche in casa mia.
questa è l'italia,oggi,adesso.ma non è nostra.
riprendiamocela.

M° Gian Mario Vistoli
gianmariovistoli@tiscali.it
info@raviproductions.com

gian mario vistoli 02.12.05 23:39| 
 |
Rispondi al commento

Carissimi amici, per coloro che intendessero partecipare alla manifestazione contro le pellicce a Genova sabato 10 dicembre. Si stanno organizzando anche dei pullman però per maggiori informazioni vi prego di visitare il sito www.campagnaaip.net. Grazie a tutti coloro che parteciperanno. A presto

clelia berti 02.12.05 22:00| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, ti adoro. Hai mai detto cosa ne pensi di Bertinotti? Se si, dimmi dove posso leggere il tuo commento, se no, Vorrei tanto sapere cosa ne pensi di lui !!

Paola Frattini 02.12.05 20:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vivo in provincia di Cagliari, ma sono nato e cresciuto a Cagliari, citta che è sempre stata di destra.
Adesso però che la regione è governata dalla sinistra 7 delle 8 provincie (tra cui anche quella di Cagliari) son governate dal centro-sinistra e ci aprossimiamo alle elezioni... come al solito fan di tutto per perdere.
Il centro-sinistra non si è ancora accordato su un nome... (non su un programma), e nell fratempo la citta è già invasa di spot del nuovo sindaco di centrodestra (Alleanza Nazionale come il predecessore però in forte contraposizione con lui...), quindi vada avanti signor Fò, forse i soui avversari alle primarie son piu impegnati in facende politiche (poltrone) lei è più impgnato a far politica, auguri.

Lazzaro Caffiero 02.12.05 19:46| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe sono di napoli ho visto il tuo ultimo dvd ( originale al 100 % ) e siccome so che apprezzi molto i napoletani per le loro idee....
ti segnalo questo sito di arte e antiquariato WWW.GIUSTOCOLLECTION.COM unico nel suo genere sia per l importante collezione sia per i futuri contenuti di notizie riguardanti il settore , attivo da circa due mesi conta circa 10.000 presenze speriamo di continuare con grandi numeri anche con il vostro aiuto grazie .......

michele giusto 02.12.05 19:28| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
sono qui ancora a chiedere la tua candidatura, il tempo stringe e le cosa da fare sono molte.
Prendi subito la decisione che molti stanno aspettando. Fonda non un partito, che la storia contemporanea ci ha insegnato essere ormai un gruppo di persone che non hanno voglia di lavorare e puntano solo a fregare il prossimo per arricchire il proprio portafoglio, a noi serve invece un vero proprio MOVIMENTO fatto da persone che la pensano come te, con la voglia di pulire non solo il parlamento, ma tutto il paese da atteggiamneti e ingiustizie vergognose.
Non abbiamo alternative, sei una persona intelligente e come avrai gia' capito, dopo la Casa delle Liberta' non puo' esserci l' UNIONE, cambieranno i colori, le faccie, le parole, la posizione parlamentare, ma la realta' sara' sempre e comunque amara, non risolveranno i nostri problemi...TU QUESTO LO SAI.
Ti chiedo un grosso sacrificio, non è una passeggiata e me ne rendo conto, ma io come spero anche tu, amo questo paese e quello che e' stato prima del grande buio di questi ultimi anni.
Nel mio piccolo sono disposto a cominciare la tua campagna elettorale proprio da qui inserendo un post ogni giorno per attirare l' attenzione.
Se non li fermeremo il prima possibile non riusciremo piu' a tornare indietro, saranno talmente potenti da schiacciare chiunque si opponga a loro,....spero che non sia gia' troppo tardi.
Scusa se ti assillo, vorrei una tua posizione in merito che mi faccia desistere dall' essere insistente anche se spero invece in un tuo intervento dove lasci un minimo di possibilita' che cio' che chiedo si avveri.
Ti saluto, e ti auguro una buona riflessione, semmai ti ho minimamente incuriosito con i miei discorsi.
Ciao Comandante.



Gianpietro Scino 02.12.05 18:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Dario,

sei una persona magnifica e ti stimo al di la dell'immaginabile, la tua vita, i tuoi spettacoli i riconoscimenti l'amore del pubblico forse persino il tuo stesso figlio sono testimoni di che grande persona tu sia. Scrivere una lettera sul blog di grillo e' di sicuro un'abile mossa perche' e' tra i piu' visitati d'italia, dalle persone giuste! ma puo' risultare controproducente se gestita male. scendere in piazza per protestare e' molto nobile, dare sussidi a chi non lavora e' molto nobile ma fare politica pulita senza facili proclami paroloni e avversari e dare un futuro tangibile alle proprie idee e' piu' difficile. E qua 'da Grillo' e' quello che noi PRETENDIAMO.
Siamo STUFI della solita politica di attacchi a colpi sempre piu' bassi siamo ARCISTUFI della destra e della sinistra come se dividessero l'italia in due e non si potesse crescere TUTTI INSIEME eliminando quei 4 5 padroni MONOPOLISTI che GOVERNANO l'economia l'industria la politica l'informazione i sindacati ole'.
DARIO ALMENO TU noo, non cadere NELLA politica, nella destra contro sinistra, non abbassarti a questo gioco non fatto per persone DIGNITOSE LIBERE e progressiste.
IO e molti crediamo in un futuro migliore, lottiamo per un futuro migliore, AIUTACI ad ottenere un futuro migliore, pensa a noi, tuoi elettori, come all'INTERLOCUTORE PIU' INTELLIGENTE, e meno informato sui fatti, che ti sia mai trovato davanti, non alla solita massa da educare con slogan campagne elettorali a colpi bassi e paroloni come grandi imprenditori del mattone e della calce.
ELIMINA dalla tua personale lista nera le parole IMPRENDITORE e INDUSTRIALE che se sono fatti bene sono proprio quelli che portano RICCHEZZA alla nostra gente, facci invece entrare MONOPOLISTA, MULTINAZIONALISTA, FARMACISTA, GROSSISTA, PETROLIERE, PROCURATORE, AZIONISTA DI MAGGIORANZA, BRUNO VESPA e chi piu' ne ha piu' ne metta

AIUTO, Dario almeno tu

Magagnini Claudio

claudio maga 02.12.05 18:16| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, una mia conoscenza superficiale ti mostrava ai miei occhi come "un comico come tanti altri", ma l'altra sera, non avendo di meglio da fare, ed avendo avuto in prestito il dvd del tuo ultimo spettacolo, dopo averlo visto, sono rimasto scioccato: non solo sei un comico di qualità superiore, ma potresti essere il più grande (anche se non ci vuole un granchè) giornalista italiano, e cosa ancor più sorprendente potresti farmi tornare la voglia ( che ho perso ormai da anni grazie alla ridicolaggine e mediocrità di tutti politici italiani) di tornare a votare. SE TI CANDIDI SONO SICURO CHE VINCIAMO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

federico rodio 02.12.05 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, una mia conoscenza superficiale ti mostrava ai miei occhi come "un comico come tanti altri", ma l'altra sera, non avendo di meglio da fare, ed avendo avuto in prestito il dvd del tuo ultimo spettacolo, dopo averlo visto, sono rimasto scioccato: non solo sei un comico di qualità superiore, ma potresti essere il più grande (anche se non ci vuole un granchè) giornalista italiano, e cosa ancor più sorprendente potresti farmi tornare la voglia ( che ho perso ormai da anni grazie alla ridicolaggine e mediocrità di tutti politici italiani) di tornare a votare. SE TI CANDIDI SONO SICURO CHE VINCIAMO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

federico rodio 02.12.05 18:14| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, una mia conoscenza superficiale ti mostrava ai miei occhi come "un comico come tanti altri", ma l'altra sera, non avendo di meglio da fare, ed avendo avuto in prestito il dvd del tuo ultimo spettacolo, dopo averlo visto, sono rimasto scioccato: non solo sei un comico di qualità superiore, ma potresti essere il più grande (anche se non ci vuole un granchè) giornalista italiano, e cosa ancor più sorprendente potresti farmi tornare la voglia ( che ho perso ormai da anni grazie alla ridicolaggine e mediocrità di tutti politici italiani) di tornare a votare. SE TI CANDIDI SONO SICURO CHE VINCIAMO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

federico rodio 02.12.05 18:14| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, una mia conoscenza superficiale ti mostrava ai miei occhi come "un comico come tanti altri", ma l'altra sera, non avendo di meglio da fare, ed avendo avuto in prestito il dvd del tuo ultimo spettacolo, dopo averlo visto, sono rimasto scioccato: non solo sei un comico di qualità superiore, ma potresti essere il più grande (anche se non ci vuole un granchè) giornalista italiano, e cosa ancor più sorprendente potresti farmi tornare la voglia ( che ho perso ormai da anni grazie alla ridicolaggine e mediocrità di tutti politici italiani) di tornare a votare. SE TI CANDIDI SONO SICURO CHE VINCIAMO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

federico rodio 02.12.05 18:13| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, una mia conoscenza superficiale ti mostrava ai miei occhi come "un comico come tanti altri", ma l'altra sera, non avendo di meglio da fare, ed avendo avuto in prestito il dvd del tuo ultimo spettacolo, dopo averlo visto, sono rimasto scioccato: non solo sei un comico di qualità superiore, ma potresti essere il più grande (anche se non ci vuole un granchè) giornalista italiano, e cosa ancor più sorprendente potresti farmi tornare la voglia ( che ho perso ormai da anni grazie alla ridicolaggine e mediocrità di tutti politici italiani) di tornare a votare. SE TI CANDIDI SONO SICURO CHE VINCIAMO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

federico rodio 02.12.05 18:13| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, una mia conoscenza superficiale ti mostrava ai miei occhi come "un comico come tanti altri", ma l'altra sera, non avendo di meglio da fare, ed avendo avuto in prestito il dvd del tuo ultimo spettacolo, dopo averlo visto, sono rimasto scioccato: non solo sei un comico di qualità superiore, ma potresti essere il più grande (anche se non ci vuole un granchè) giornalista italiano, e cosa ancor più sorprendente potresti farmi tornare la voglia ( che ho perso ormai da anni grazie alla ridicolaggine e mediocrità di tutti politici italiani) di tornare a votare. SE TI CANDIDI SONO SICURO CHE VINCIAMO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

federico rodio 02.12.05 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, una mia conoscenza superficiale ti mostrava ai miei occhi come "un comico come tanti altri", ma l'altra sera, non avendo di meglio da fare, ed avendo avuto in prestito il dvd del tuo ultimo spettacolo, dopo averlo visto, sono rimasto scioccato: non solo sei un comico di qualità superiore, ma potresti essere il più grande (anche se non ci vuole un granchè) giornalista italiano, e cosa ancor più sorprendente potresti farmi tornare la voglia ( che ho perso ormai da anni grazie alla ridicolaggine e mediocrità di tutti politici italiani) di tornare a votare. SE TI CANDIDI SONO SICURO CHE VINCIAMO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

federico rodio 02.12.05 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, una mia conoscenza superficiale ti mostrava ai miei occhi come "un comico come tanti altri", ma l'altra sera, non avendo di meglio da fare, ed avendo avuto in prestito il dvd del tuo ultimo spettacolo, dopo averlo visto, sono rimasto scioccato: non solo sei un comico di qualità superiore, ma potresti essere il più grande (anche se non ci vuole un granchè) giornalista italiano, e cosa ancor più sorprendente potresti farmi tornare la voglia ( che ho perso ormai da anni grazie alla ridicolaggine e mediocrità di tutti politici italiani) di tornare a votare. SE TI CANDIDI SONO SICURO CHE VINCIAMO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

federico rodio 02.12.05 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, una mia conoscenza superficiale ti mostrava ai miei occhi come "un comico come tanti altri", ma l'altra sera, non avendo di meglio da fare, ed avendo avuto in prestito il dvd del tuo ultimo spettacolo, dopo averlo visto, sono rimasto scioccato: non solo sei un comico di qualità superiore, ma potresti essere il più grande (anche se non ci vuole un granchè) giornalista italiano, e cosa ancor più sorprendente potresti farmi tornare la voglia ( che ho perso ormai da anni grazie alla ridicolaggine e mediocrità di tutti politici italiani) di tornare a votare. SE TI CANDIDI SONO SICURO CHE VINCIAMO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

federico rodio 02.12.05 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, una mia conoscenza superficiale ti mostrava ai miei occhi come "un comico come tanti altri", ma l'altra sera, non avendo di meglio da fare, ed avendo avuto in prestito il dvd del tuo ultimo spettacolo, dopo averlo visto, sono rimasto scioccato: non solo sei un comico di qualità superiore, ma potresti essere il più grande (anche se non ci vuole un granchè) giornalista italiano, e cosa ancor più sorprendente potresti farmi tornare la voglia ( che ho perso ormai da anni grazie alla ridicolaggine e mediocrità di tutti politici italiani) di tornare a votare. SE TI CANDIDI SONO SICURO CHE VINCIAMO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

federico rodio 02.12.05 18:11| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, una mia conoscenza superficiale ti mostrava ai miei occhi come "un comico come tanti altri", ma l'altra sera, non avendo di meglio da fare, ed avendo avuto in prestito il dvd del tuo ultimo spettacolo, dopo averlo visto, sono rimasto scioccato: non solo sei un comico di qualità superiore, ma potresti essere il più grande (anche se non ci vuole un granchè) giornalista italiano, e cosa ancor più sorprendente potresti farmi tornare la voglia ( che ho perso ormai da anni grazie alla ridicolaggine e mediocrità di tutti politici italiani) di tornare a votare. SE TI CANDIDI SONO SICURO CHE VINCIAMO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

federico rodio 02.12.05 18:10| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, una mia conoscenza superficiale ti mostrava ai miei occhi come "un comico come tanti altri", ma l'altra sera, non avendo di meglio da fare, ed avendo avuto in prestito il dvd del tuo ultimo spettacolo, dopo averlo visto, sono rimasto scioccato: non solo sei un comico di qualità superiore, ma potresti essere il più grande (anche se non ci vuole un granchè) giornalista italiano, e cosa ancor più sorprendente potresti farmi tornare la voglia ( che ho perso ormai da anni grazie alla ridicolaggine e mediocrità di tutti politici italiani) di tornare a votare. SE TI CANDIDI SONO SICURO CHE VINCIAMO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Federico Rodio 02.12.05 18:08| 
 |
Rispondi al commento

Che bello !
Dario Fo sindaco di Milano.
Sembra quasi un sogno ma un pò sono delusa; sì, perchè mi aspettavo che Fo non si buttasse in politica, come fanno cani e porci ultimamente. Io vorrei vederlo sempre lottare ma fuori dall'immondizia della politica. Per carità, non perchè ho paura che anche lui si sporchi di questa immondizia. Ho paura che venga scambiato per un opportunista come tutti gli altri, che fa solo demagogia.Ho paura che,se vincesse,comincerebbe a piovergli fango addosso (sappiamo bene da chi), come se non gliene fosse piovuto abbastanza in passato e ingiustamente! E questo Dario Fo non lo merita.
Mi è piaciuto Gino Strada che, rispondendo alla domanda di Fabio Fazio se si butterebbe in politica, ha risposto: "Ho di meglio da fare !"

laura violante 02.12.05 16:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Parlo da ex uomo di sinistra, quella sinistra che aveva dei valori puri e non anche intaccati da interessi, fatta da uomini che avevano certo modo di sentire sociale. Oggi più che mai sono convinto che barricarsi dietro ad una sigla partitica, sia castrante ed improduttivo. L'uomo libero da cornici politiche e quindi da condizionamenti, è in grado di essere se stesso e di sentire cosa è bene e cosa è male; solo così si possono portare avanti le battaglie "scomode" che contrastano le lobbyes economiche...purtroppo però per chi non è inquadrato in una qualche struttura politica, risulta più complicato il raggiungimento del grande sogno della PACE della PROSPERITA' e dell'ARMONIA fra le genti.
Politica dovrebbe essere fatta da persone pulite e di buon senso. Pare che la famosa questione morale sia ormai passata in "cavalleria". Caro Dario hai tutta la mia stima e solidarietà.

Simone Zeggio 02.12.05 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
sono una ragazza di 19 anni della provincia di Ravenna (PIù precisamente di Faenza) tI scrivo per dirti che rimango sempre più scandalizzata da cio che sta accadendo in italia. Qualche sera fa ho sentito che a "Porta a Porta" paravano di dare il viagra gratis agli anziani.Ora voglio dire, niente in contrario anche loro i poverini dovranno soddisfare le loro signore se no sai che borsa, ma perchè dare il viagra gratis quando ci sono malattie incurabili e il prezzo delle medicine (che poi servono solo a stare un po meglio non a guarire) hanno prezzi esorbitanti? Purtroppo io sto vivendo di persona questa tragica situazione e ogni giorno che passa mi sento sempre più triste e sconsolate perchè sembra che non esistiamo o non veniamo considerati (tanto siamo dei malati terminali). Non sarà di certo il messaggio di una ragazzina come me a cambiare le cose...ma per fortuna che ci sono persone come te (anche se sono ancora troppo poche)ke hanno le palle d dire le cose come stanno! Grazie e non cambiare mai!!!! BEPPE 6 IL BOSS!!!!

Sara Randi 02.12.05 15:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe (EROE EUROPEO),

fai anche tu come Dario:
scendi in campo x Noi >CANDIDATI<!

rinnoverò l'invito tutti i giorni fino al 9 aprile o finchè non risponderai.

Potresti aprire un partito tutto tuo (per esempio La Casa dei Comici o Unione Comici per l'Italia) ne a dx ne a sx, e candidare con te una lista (Luttazzi, Ricci, Guzzanti, Fo).

La cosa grottesca è che non stò scherzando.

sei ancora in tempo, cazzo sei sordo?

se vuoi cambiare le cose devi entrarci nel sistema!

sii il Ns. cavallo di troia...

se possono esserci 1000 e + politici comici, può esserci anche 1 comico in politica...

i tuoi consigli ci fanno morire dal ridere, ma se non diventi il capo del consiglio rischiamo di morire davvero...sai che risate dopo!

suggerirei poi di aprire un nuovo post dedicato alla tua candidatura x testare l'opinione del popolo.

ciao...

Alessandro Serra 02.12.05 14:54| 
 |
Rispondi al commento

Beppe ma tu non dicevi che Fo aveva comprato il Nobel e che in caso di rapimento dello pseudocomico nessuno si sarebbe sognato di pagare il riscatto? La coerenza è virtù di pochi, ma sinceramente non mi aspettavo di leggere stronzate simili sul tuo blog.

Felice Gabriele 02.12.05 14:43| 
 |
Rispondi al commento

hai la mia fiducia! in bocca al lupo! Lello

Lello Centa Commentatore in marcia al V2day 02.12.05 14:20| 
 |
Rispondi al commento

Un solo ordine morale:

Dario Fo Sindaco.

Rita Borsellino Governatrice.

Sarebbero 2 degni dipendenti pubblici

MARIO VISONE 02.12.05 13:49| 
 |
Rispondi al commento

Per una volta vorrei essere milanese e voterei DARIO FO senza pensare di aver scelto il "meno peggio".

mario val 02.12.05 13:42| 
 |
Rispondi al commento

..scusa il disturbo...ti avevo mandato una mail,...volevo sapere se l'avevi letta e una tua opinione sulla stessa....grazie.......

federico alessio 02.12.05 13:03| 
 |
Rispondi al commento

...dai ragazzi cosa dite...che bello, finalmente, ci voleva,ecc.
Dario Fo in politica è un eresia..oppure è la normalità che in Italia si finisca sempre in politica..si guadagna molto e si lavora zero! Peccato che un premio nobel si svilisca cosi'!!
Tra l'altro aveva promesso di "pulire con la scopa" e non ha nemmeno avuto voglia di farlo...ha si milanesi...siete messi bene!
Al diavolo queste faccie pulite che ti inculano da dietro!!!!

MIRCO MORELLI 02.12.05 12:43| 
 |
Rispondi al commento

buon giorno Beppe,

sono un vigile del fuoco di pordenone e la sera del tuo spettacolo di apertura del tour ero presente; con il mio comandante abbiamo fatto di tutto per invitarti in caserma dopo lo spettacolo ma i tuoi manager non ci hanno permesso di avvicinarti e sicuramente non ti hanno passato il messaggio di invito.
spero che la prossima volta sia possibile fare due chiacchiere con te, sicuramente scoprirai un mondo di problemi che magari ignori.

qualche volta ricordati di noi, vorrei poterti spedire un libro e sapere che ne pensi dopo che ti sono passati i brividi.

fammi sapere se sara' poossibile fartelo recapitare.
un abbraccio.
mauro

Mauro Massimi 02.12.05 09:35| 
 |
Rispondi al commento

Io penso che l'attuale governo abbia stuprato l'italia, che quello precedente l'abbia ignorata e che il prossimo governo potrebbe essere uguale al precedente, se va "bene", oppure uguale all'attuale se vogliamo proprio farci del male.
Effettivamente, come leggo in altri post, personaggi illustri del nostro teatro, appassionati alla politica del nostro paese, critici, come appunto Grillo, Fo, Guzzanti S., Rossi P. e poi altri sicuramente dell'ambito giornalistico, artistico-musicale, scientifico, economico ecc., potrebbero davvero dar vita ad un nuovo ed effervescente schieramento politico, attivo e catalizzante per la attuale partecipazione virtuale alle problematiche che vengono espresse ampiamente in questo blog.
Abbiamo bisogno di una terapia d’urto che ci possa portare fuori dalla corruzione delle azioni politiche che necessitano del voto solo per continuare a perpetrare tali azioni.
Ci vuole una tempesta di pensiero e di azione, una sorta di kathrina o di tsunami dove noi siamo i superstiti e che TIM, Vodafone e gli altri ci lascino stare… ci pensiamo noi.
Questo blog potrebbe rappresentare la corrente d’aria calda o il sisma.

sergio nardò 02.12.05 02:51| 
 |
Rispondi al commento

Dario Fo citazione:
"Ma se c’è qualcuno che è illegale è lo stato e il comune, che non permettono loro, pur avendo il permesso di soggiorno di ottenere un lavoro, una casa e una dignità. Pure il contributo mensile di 400 euro è stato loro da mesi sospeso."

Il contributo mensile di 400 Euro?!!?

Vogliamo parlare anche di cittadini italiani, anziani per la maggiorparte, che in questa città che ormai ha un costo della vita pari a quello di Montecarlo devono vivere con meno di 400 euro al mese!!
Non sono solo gli extracomunitari ad avere i problemi oggi in Italia cerchiamo di ridare dignità anche agli italiani...

Marco Fabbri 02.12.05 01:51| 
 |
Rispondi al commento

Dario buona fortuna e un altro voto in più lo avrai di sicuro

Christian Tangorra 02.12.05 01:42| 
 |
Rispondi al commento

Rumsfeld's growing stake in Tamiflu
Defense Secretary, ex-chairman of flu treatment rights holder, sees portfolio value growing.

October 31, 2005: 10:55 AM EST
By Nelson D. Schwartz, Fortune senior writer

NEW YORK (Fortune) - The prospect of a bird flu outbreak may be panicking people around the globe, but it's proving to be very good news for Defense Secretary Donald Rumsfeld and other politically connected investors in Gilead Sciences, the California biotech company that owns the rights to Tamiflu, the influenza remedy that's now the most-sought after drug in the world.

Rumsfeld served as Gilead (Research)'s chairman from 1997 until he joined the Bush administration in 2001, and he still holds a Gilead stake valued at between $5 million and $25 million, according to federal financial disclosures filed by Rumsfeld.

The forms don't reveal the exact number of shares Rumsfeld owns, but in the past six months fears of a pandemic and the ensuing scramble for Tamiflu have sent Gilead's stock from $35 to $47. That's made the Pentagon chief, already one of the wealthiest members of the Bush cabinet, at least $1 million richer.

Rumsfeld isn't the only political heavyweight benefiting from demand for Tamiflu, which is manufactured and marketed by Swiss pharma giant Roche. (Gilead receives a royalty from Roche equaling about 10% of sales.) Former Secretary of State George Shultz, who is on Gilead's board, has sold more than $7 million worth of Gilead since the beginning of 2005.

Another board member is the wife of former California Gov. Pete Wilson.

"I don't know of any biotech company that's so politically well-connected," says analyst Andrew McDonald of Think Equity Partners in San Francisco.

What's more, the federal government is emerging as one of the world's biggest customers for Tamiflu. In July, the Pentagon ordered $58 million worth of the treatment for U.S. troops around the world, and Congress is considering a multi-billion dollar pu

Giammarco Binetti 02.12.05 00:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono d'accordo con Luisa, Beppe dovresti entrare in politica, fonda un partito, se decidi di combattere il sistema hai gia' il mio voto e anche quello di moltissime altre persone stanche di questa politica corrotta, arrogante, menefreghista, opportunista incompetente.
Per contrastare l'impatto mediatico che il premier adottera' investendo fior di milioni non sara' facile.....ma io sono disposto a contribuire economicamente iscrivendomi al tuo partito.
Pensaci sul serio e tiraci fuori dai guai.
Il nome del partito?
Se vuoi ti aiutiamo noi a trovarlo....potrebbe essere:
C.I.O Cittadini Italiani Onesti -
il simbolo?........-
una spiga di grano in uno specchio d'acqua -(pane e acqua, due cose semplici ma essenziali di cui non si puo' fare a meno).
L'importante sono i buoni propositi (e tu ne hai parecchi!) per sbaragliare questa classe politica e fare davvero l'interesse del cittadino.
Aspetto un tuo annuncio!!!!
Ciao Comandante.

Gianpietro Scino 02.12.05 00:19| 
 |
Rispondi al commento

Voterei Fo con tutto il cuore, mi manca solo la residenza milanese.. ma semplicemente

ATTACCANDO L'ANTAGONISTA NON SI VA DA NESSUNA PARTE

spero che Fo sia la persona per iniziare una politica !!COSTRUTTIVA!!

claudio maga 01.12.05 23:21| 
 |
Rispondi al commento

ma all'ora si parla di politica,,,invidioso di non essere milanese.vai Darione......

valerio rotilio 01.12.05 23:02| 
 |
Rispondi al commento

CORTEO NAZIONALE A.I.P.
CONTRO L’INDUSTRIA DELLA PELLICCIA
Genova 10 dicembre 2005 h. 15.00 P.za Alimonda
Lanciamo il secondo corteo nazionale contro la sanguinaria industria
della pelliccia, che massacra e tortura barbaramente animali di tutte le specie, compiendo una strage dalle proporzioni enormi.

Il concentramento iniziale per la seconda iniziativa nazionale della campagna Attacca l’Industria della Pelliccia è il luogo in cui fu ucciso Carlo Giuliani nel 2001.
Una scelta simile non è casuale per il movimento animalista radicale, che fa della determinazione e del supporto all'azione diretta parte del suo percorso di lotta.
L’accostamento della nostra iniziativa alle giornate contro i potenti del pianeta è appropriato, perchè siamo consapevoli che lo sfruttamento animale è un aspetto drammatico di un sistema politico, economico e sociale che reifica la vita per sadici scopi di profitto e potere.
In un’ottica che consideri le torture inflitte agli animali al pari di quelle sofferte dagli umani e dall’ambiente, in termini quantitativi e di gravità. L’industria della pelliccia occupa sicuramente un posto di primissimo piano: allevatori e rivenditori mietono oltre un miliardo di vittime ogni anno dopo averli imprigionati e catturati con le trappole nei pochi habitat naturali rimasti. Essi costituiscono una rete globale di orrore e supplizi che il mondo non ha affatto superato: le camere a gas, le scosse elettriche, le violente bastonate inferte fino allo sfinimento sono all’ordine del giorno per esseri viventi che hanno la sfortuna di non appartenere alla specie padrona.

L’attività di contrasto messa in atto dall’Aip intende fare pressione sui responsabili, coinvolgendoli in un vortice di proteste che nell’alto
numero raggiunto non hanno uguali precedenti nel movimento.
Info: Milano laboratorioantispecista@yahoo.it
Bologna bolognaveganvrew@yahoo.it

clelia berti 01.12.05 22:45| 
 |
Rispondi al commento

Questo programma elettorale fa invidia al vecchio "pane e figa x tutti".

Immagino che per elaborarlo ci sarà voluto molto impegno.

marco massi 01.12.05 18:53| 
 |
Rispondi al commento

Per una volta vorrei essere milanese e voterei DARIO FO senza pensare di aver scelto il "meno peggio".

Nicola Cellamare 01.12.05 18:29| 
 |
Rispondi al commento

LA SOLITA RETORICA...CONTINUI A FARE IL GIULLARE ALTRIMENTI DICA, NON SOLO COSA VUOL FARE, MA, ANCHE IL COME. GRILLO MI STUPISCO DI LEI DOVE SONO I FATTI IN QUESTA LETTERA PRESENTAZIONE?

Massimiliano Fonseca 01.12.05 16:11| 
 |
Rispondi al commento

Ciao beppe,
leggendo i giornali in questi giorni ed in particolare "Il Giornale", sono venuto a conoscenza di un evento storico che dovrebbe far pensare e riflettere. Per quello che ho letto, a quanto pare Romano Prodi sapeva il luogo dove il presidente Moro era nascosto dalle Brigate Rosse. Per altro se ricordo bene, anche la Fallaci ne parlava in un suo libro. In entrambe le fonti si dice altresì che Prodi si giustificò dicendo che il nome "Gradoli" era uscito (proprio così, uscito) durante una seduta spiritica. Non so se ridere o piangere per le sue affermazioni, ma comunque di sicuro ciò dovrebbe far riflettere sulla persona che abbiamo davanti e che ha la possibilità di governarmi. Come è possibile tutto ciò?
Io non ho risposte. Mi aiuti Lei ad averne e magari con la Sua voce, ad informare il paese.
saluti
Marco Serafini
Montréal (Canada)

Marco Serafini 01.12.05 15:37| 
 |
Rispondi al commento


EKKEKKAZZO RAGAZZI QUANDO SI VOTA?

Dario fo come comico non mi piace lo ammetto, è una questione di gusti, ma credo che sia una gran bella persona con quel suo faccione sempre sorridente

Dario il mio voto è già nel cassetto!
un bacione alla Franca

Sergio Aguero

Sergio Aguero 01.12.05 15:26| 
 |
Rispondi al commento

Da REPUBLICA:
La DIGOS di Messina ha fatto irruzione in un seggio trovando schede già compilate con la croce sul simolo di AN.

Questa notizia ieri i telegiornali la hanno ignorata.

Fabio Maneli 01.12.05 14:37| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, io non capisco perchè non fai ancora un blog sulle scie chimiche. Non pensi che sia davvero il caso? La cosa è evidente ormai a un sacco di persone in tutto il mondo.

luisa denti 01.12.05 13:08| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco perchè si continua su questo Blog ad ignorare ripeto ignorare una concreta iniziativa di proporre Beppe grillo e questo splendido seguito alle prossime elezioni politiche ed amministrative. Non si parla sempre di agire qui?
Cambiamo i governi delle città delle regioni e dell'Italia intera!!
Non sprechiamo le nostre energie a fare la cronaca delle mediocrità e dei giochetti dei nostri attuali "dipendenti" ma piuttosto usiamole tutte per creare un'alternativa politica incolore chiara e con obiettivi utili alla sopravvivenza dignitosa e serena nostra e dei nostri discendenti.
Pensate ad un'Italia con leggi giuste e rispettate, amministratori capaci di sfruttare le risorse e i cervelli, con una grande attenzione al sociale e all'ambiente, alla comunicazione libera e al progresso delle scienze e del Pensiero.
Perchè voi, Beppe Grillo e il suo staff, non fate nulla per "guidarci" e finalizzare tutte queste energie in un sano movimento politico? Milioni di italiani sarebbero finalmente liberi di fare una buona scelta e mandare finalmente a casa l'Italia dei Buttiglione e dei Mastella, dei Berlusconi e dei D'Alema, dei Bossi e dei Rutelli....che vergogna!!! Che schifo!!!

domenico puntllo 01.12.05 12:22| 
 |
Rispondi al commento

BERLUSCONI E’ PRONTO A RICOPRIRE LE NOSTRE CITTA’ CON 750 MILA MANIFESTI 6 X 3 !!!!
PRATICAMENTE VEDREMO LA SUA FACCIA PIU ’ DI QUANTO VEDREMO IL CIELO E IL SOLE !!!!
(http://news.excite.it/politica/226361)

Marco C. 01.12.05 11:46| 
 |
Rispondi al commento

sono in parte daccordo con Tony Cordaro ma, l'esperienza ci insegna che i movimenti hanno vita breve e non sono sempre incisivi in quanto la
politica ha imparato a metabolizzarli, forse occorre creare una rete di persone che partendo da principi,temi,tesi condivise si prestino ad operare all'interno dei partiti, di tutti i partiti, per cercare di far spazio a quanto si condivide... fare una politica trasversale ai partiti... ed è per questo principio che la candidatura di Dario Fo' ,che stimo tantissimo primo come persona e poi come artista, la ritengo giusta e mi dispiace di non poter votare a Milano perchè avrei assolutamente dato il mio consenso a Dario come sindaco

alvaro picinetti 01.12.05 10:07| 
 |
Rispondi al commento

io penso che partendo dall'esperienza di questo blog sia importante creare un movimento che si presenti in politica. Beppe, tu hai maggiori possibilità di noi in questo senso. Creare un movimento pulito, onesto e serio ci permetterebbe di fare una breccia nel muro di squallore che questi criminali hanno costruito.

Tony Cordaro 30.11.05 23:46| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe,
sono Cristiano, abito a Roma, e ti scrivo perchè vorrei esprimere la mia profonda amarezza per come il governo gestisce le cose in Italia.Come tu sai questo e' un paese pieno di "furbi", sopprattutto in politica...sono tante le cose che vorrei riportare, ma intanto comincio con il discorso relativo alle pensioni.Ti sembra umano che un povero comune cittadino, che lavora onestamente, e che tutto sommato guadagna ormai una miseria, rapportato al costo carissimo della vita,debba essere usurpato di ben 400 euro sullo stipendio per darle allo Stato? e questo e' un discorso personale ma che si estende a tutti i comuni cittadini. Si dice che queste trattenute versate siano per una pensione futura, ma si sa che le pensioni future andranno scomparendo,o quantomeno ci verrà restituito neanche un terzo di quello che abbiamo versato per tutti gli anni lavorativi...sono stanco delle prese in giro, delle promesse da parte del governo, mai mantenute, sono stanco di tutti i MAGNIACCIA che arraffano denaro e potere nell'ambito della politica, a partire da quello stronzo (scusa l'espressione) di Berlusconi.
ti saluto con immensa stima.
Cristiano Brugnola

cristiano brugnola 30.11.05 23:00| 
 |
Rispondi al commento

Non mi pare che il Tuo modo di risolvere i problemi sia stato, quel giorno, molto diverso da quelli che critichi... Armiamoci e partite! Un'altro politico che ha un senso di responsabilita' inesistente... Mi dicono che hai fatto spettacoli qualitativamente ottimi.. forse e' quello il tuo lavoro... La politica da bar, lasciala fare al bar... Dovrebbero indire uno sciopero degli elettori... Ma ha nessun politico viene in mente che forse gli Italiani sono stufi del rimbalzino tra maggioranza ed opposizione -parlo di quella parlamentare ma anche regionale, provinciale, comunale e quindi con maggioranza sia di c.sinistra che di c.destra-.. E' possibile che ultimamente non vi sia in nessuna aula un problema che trovi una soluzione armonica tra i due schieramenti? Democrazia potrebbe voler anche dire trovare una soluzione che accontenti la piu' ampia fetta di elettori ai problemi che purtroppo ogni giorno ci sono... Non date, voi uomini in vista, giudizi basati solo sulla fede politica -quindi avvelenati- ma liberi e ponderati.. Rispettare le minoranze, ma dando precedenza alle maggioranze, per Dio! Rispettare le minoranze, ma rispettare prima di tutto le leggi, per Allah! Basta alimentare scontri politici.. Don Camillo dice che il seme dell'odio fa germanare altro odio... Rifletteteci e amate l'Italia... Sono Alpino, amo il tricolore e per lui farei qualsiasi cosa, cio' non toglie che l'autonomia regionale non mi dispiaccia, nonostante io non sia ne di destra ne di sinistra, ma semplicemente qualcuno che guarda se un'idea e' buona di qualsiasi 'zucca' essa sia figlia... Giusta e' la solidarieta' ma altrettanto giusto e' premiare di piu' chi piu' s'impegna... Molto spesso la ragione non e' assoluta ma di entrambe le parti,bisogna ponderarla... Viva l'Italia, il migliore paese del Mondo!

Davide Bosi 30.11.05 20:37| 
 |
Rispondi al commento

Vai Dario, facci sognare, ho letto qualcuno che dice che un premio Nobel non può fare il sindaco perchè diverse sono le competenze.....amico mi fai sganassare dal ridere, davvero, altro che Daro Fo , il comico sei tu.... scusa ma Calderoli o Castelli li hai mai sentiti? Li hai mai visti?? Guarda davvero scusa ma non ce la faccio... da ammazzasse da ride... ah poi non parliamo del capo....l'Italia va bene perchè abbiamo 2-3-589 telefonini a testa e telefoniamo alle pischelle... da schiantarsi.... Dario in bocca al lupo, e mi raccomando, in caso niente sfilate in mutande D&G come i veri Sindaci competenti..... da schiantasse... ah ah ah competenza...ah ah ah

Ugo Cittadini 30.11.05 19:20| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe proprio una scia di pulizia in mezzo a tanto luridume.
Se fossi di Milano voterei senza esitazione il grande DARIO FO.
Lui non è grande perchè famoso o perchè premio Nobel.
Lui è grande dentro.
Pensate - Che favola!!! Dario FO che batte in casa i dipendenti (come dice Beppe) della CDL.
Sarà una gioia incommensurabile che festeggerò fino all'alba del nuovo giorno.
AUGURI DI CUORE DARIO

TERESA NUNNARI 30.11.05 18:58| 
 |
Rispondi al commento

Ma complimenti!, Che bel programmino elettorale.... Ma se e' cosi' facile fare il sindaco, mi candido anch'io; basta dare la casa a tutti, dare piu' fondi a tutti, piu' verde, magari trasformiamo la citta' in un enorme Leoncavallo, tanto li' di verde ne hanno tanto, e se lo fumano pure senza che nessuno gli dica niente! Complimenti, ci voleva proprio un premio nobel per architettare un programma cosi' elaborato. Forse il suo antagonista e' a fare qualcosa di piu' serio, almeno lo spero.

Claudio Burchi 30.11.05 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,

I premi Nobel sono gente bravissima nei loro campi, ma è sbagliato coinvolgerli su temi di ogni genere. Infatti un astronomo può essere un genio a definire la vita di un corpo celeste, ma non è detto che ne capisca di politica. Dario Fo è un genio nel suo campo, quello della letteratura in senso lato. Spero che continui ad arricchire il Mondo con le sue opere letterarie e che non gli venga tolto tempo con un incarico di primo cittadino di Milano, che non è la sua area di eccellenza.

Guido Pusterla 30.11.05 17:58| 
 |
Rispondi al commento

Ho 25 anni, nato e cresciuto a milano, e alle prossime primare non so ancora a chi andrà il mio voto.

La lettera che ha inviato Fo non mi ha convinto per nulla; sono stufo di gente che dice cosa NON fanno gli altri o dove NON sono andati...
Nel mio piccolo dirò cosa ho fatto io. Ho cercato il programma di Fò e non l'ho trovato (se qlc lo trova...)! ho trovato quello che ha fatto quando non era in politica, ma non quello che FARA'.

Altra cosa che probabilmente ai piu in questo blog non farà piacere, ma la dico ugualmente..
Magari prima di risolvere i problemi degli immigrati sarebbe il caso di sistemare quelle dei milanesi, che pagano le tasse anche per pagare i sussidi agli immigrati.

Saludos
Diego

Diego Saj 30.11.05 15:27| 
 |
Rispondi al commento

GRANDE, GRANDISSIMO DARIO!! Peccato che sono Romano, avrei votato molto volentieri la Tua candidatura anche perchè è di anime e cuori puliti come il Tuo che abbiamo bisogno anche noi a Roma. Ti auguro tutto il bene del mondo e che Tu abbia la forza e la volontà di arrivare fino in fondo, fino a dare un colpo alle fondamenta della 2^ citta italiana (checchè ne dica Bossi & co). Comunque se occorresse, sono disponibile ad aiutarTi come posso.
Ciao Dario, ciao Franca e ciao Beppe, un grande abbraccio e "hasta la victoria, siempre!"

Pasquale Rivoli 30.11.05 14:47| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo ,

Ti ho sempre reputato un'uomo coraggioso ed un padre di famiglia, con difetti come tutti ( ad esempio una dietina la dovresti fare consiglio spassionato ) .Una cosa che mi lascia perplesso è che ultimamente , anche nei tuoi spettacoli di Aprile 2005 , si notano certe prese di posizione politiche che certamente mi fanno sorridere ma che lasciano un pò con l'amaro in bocca non perchè siano di parte e anche se lo fossero sei libero di scegliere (siamo ancora in democrazia per ora )ma perchè ti ho sempre reputato superpartes e vorrei che la tua immagine rimanesse tale .Per quanto riguarda la candidatura di Fo vorrei ,tanto per cambiare ,avere una copia del suo programma .Sono daccordo che la persona ha probabilmente tutte le carte per poter avere un grande ritorno d'immagine , ma dubito fortemente che possa essere un "buon" politico (se il buono esiste) anche perchè ha tutto da perdere e nulla da guadagnare da uomo colto quale in definitiva è . Comunque il mio augurio per te Grillo :

ti sei battuto contro tutti e continua a batterti contro TUTTI .


Ciao e in bocca al lupo .

Bruno Bruschi 30.11.05 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Provate a mettere la fotografia di Prodi vicino a quella di Fo non vi sembra che i giullari di corte si sono svegliati? Milano ha bisogno di gente che veramente sappia lavorare, perchè è una città metropolitana, i problemi sono grandi e tanti, non stiamo parlando di un piccolo paese di provincia. A Milano non si può provare, bisogna fare e sopratutto saperlo fare. Milano merita di più, io mi auguro che politici di buon senso si mettano in contatto tra di loro per formare uno schieramento (indipendentemente dal partito) con la voglia di lavorare seriamente per Milano.

gabriella trabattoni 30.11.05 11:28| 
 |
Rispondi al commento

Scusate se insisto, ma ritengo che in una competizione fra Dario Fo e l'ex prefetto Ferrante il primo sia senza dubbio preferibile. Il fatto che non abbia mai servito la collettività non significa proprio nulla e tanto meno conta la polemica sterile sul passato repubblichino. Anche Montanelli ha aderito al partito fascista ma ha riconosciuto, in tempi in cui non conveniva tanto farlo, l'errore compiuto ed è stato comunque forse il più grande giornalista italiano post unità. Sicuramente Dario Fo non è il candidato ideale per una città come Milano ma almeno, in confronto a Ferrante, fa politica, nel senso che si schiera, è di parte, dice come la pensa piaccia o non piaccia. Ferrante è proprio una creatura di questo centro-sinistra senza identità.Sicuramente lo si conosce meno ma ha tutta l'aria di ricalcare quell'andazzo politically correct che permea gli unionisti.A Milano, come in Italia purtroppo, abbiamo bisogne di persone che si schierino definitivamente, che delineino dei tratti distintivi. Basta con questo finto perbenismo borghese, che tutto concilia e tutti unisce. Scegliamo per chi sceglie ... possibilmente a sinistra, ovviamente

Andrea Musu 30.11.05 10:55| 
 |
Rispondi al commento

Il discorso sulla politica italiana rimane purtroppo sempre legato alla scelta del male minore.Già, perchè signori sapete che un parlamentare (con precedenti penali e condanne a carico) guadagna circa 20.000 euro al mese!!cazzo!!Tutti. E mi fa ridere anche Bertinotti, falso comunista borghese che guadagna su di noi.In ogni caso, io un ladro nano venditore di fumo in parlamento non lo voglio più vedere. Poi tutto diventa relativo se abbiamo Schifani, un analfabeta in parlamento. Ora io non credo che all'estero stiano meglio di noi, ma almeno gente come Buttiglione e Vito non ce l'ha nessuno.Siamo un paese governato da persone che si venderebbero la loro mamma piuttosto di non finire in carcere. Vergogna!

federico corticelli 30.11.05 10:15| 
 |
Rispondi al commento

Certo che l'ego è veramente grande, un uomo dello spettacolo che non ha mai lavorato per i cittadini vuole dirigere una città, ma ragazzi basta, abbiamo bisogno di persone preparate e non persone che sono molto brave solo nell'uso delle parole, impariamo ad andare oltre e a pensare con la nostra testa, basta manipolazioni basta!!!!!!!!!!!!!!

gabriella trabattoni 30.11.05 09:45| 
 |
Rispondi al commento

Certo che l'ego è veramente grande, un uomo dello spettacolo che non ha mai lavorato per i cittadini vuole dirigere una città, ma ragazzi basta, abbiamo bisogno di persone preparate e non persone che sono molto brave solo nell'uso delle parole, impariamo ad andare oltre e a pensare con la nostra testa, basta manipolazioni basta!!!!!!!!!!!!!!

gabriella trabattoni 30.11.05 09:44| 
 |
Rispondi al commento

Suggerirei a Dario Fo di inserire nel suo programma l'istituzione della gratuità fiscale per tutte le compagnie teatrali e di abolire le sovvenzioni ai Teatri. Per migliorare la cultura occorre detassare la creatività, la poesia, lo spettacolo, come diceva già Carmelo Bene. E come fà Beppe. Taglio totale al Teatro di stato.
Leonardo Vecchi, piacenza

Leonardo Vecchi 30.11.05 01:30| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti

ho già letto della polemica su Fo repubblichino; c'è chi lo difende dicendo che si può cambiare idea (all'apparenza il concetto è giusto) accusando i suoi accusatori di non essere in grado di vedere gli errori del passato di Berlusconi e so(r)ci: altri poi dicono semplicisticamente che la sua (di Fo) eventuale elezione porterebbe ad una gestione "sicuramente" non peggiore di quelle precedenti.

Premesso che egli come sindaco potrebbe essere il migliore al mondo e volendo contemporaneamente dire che chi ricorda il passato di Fo non per forza è indulgente con l'attuale capo del governo (tanto per dare un colpo al cerchio e uno alla botte) vorrei sapere DIRETTAMENTE DA GRILLO che cosa egli ne pensi di questa candidatura a sindaco da parte di un uomo che è stato riconosciuto con SENTENZA DEFINITIVA come "Repubblichino e RASTRELLATORE" (credo che parteggiare per una repubblica sia meno grave che partecipare a massacri di partigiani) quando è Grillo stesso a dire che chi è pregiudicato di qualche reato non debba ricoprire cariche pubbliche.

Curiosando sull'argomento in questione ho trovato questo articolo sul sito di AN:
"http://www.alleanzanazionale.it/an/page.asp?I=0&VisImg=S&Art=1982&Cat=2"

Se qualche persona è in grado di dimostrare il contrario di quanto è riportato all'indirizzo che ho scritto me lo faccia sapere; mille grazie.

Riccardo Giuliani

Riccardo Giuliani 29.11.05 23:51| 
 |
Rispondi al commento

quando il comune o le regioni inizieranno a fare corsi di formazione per diventare veri politici tanti problemi saranno risolti. nel frattempo meglio si votino persone intelligenti e stimate dal mondo intero. tra un paio di settimane i nobel x l'ulcera virale.

francesco molina 29.11.05 22:56| 
 |
Rispondi al commento

non sono dalla parte politica di dario fo , forse sono l'unica che non ha mai visto il personaggio al lavoro , ma sono milanese e ho visto la mia città peggiorare negli ultimi 15 anni . non sono daccordo col dare soldi ai rifugiati politici , chi mi dice che lo sono davvero ? neanche la casa a neanche il lavoro . anche fo ha invitato i milanesi per andare a pulire una caSA DOVE ABB. IMMIGRATI, ha portato solo scope poi si è diliguato. la mia città è diventata un vero schifo . vedo stranioeri in giro senza lavorare , come fanno a vivere , ci vuole poca immaginazione .sono daccordo sul proibire nuove orrende costruzioni e favorire di piu il verde che amilano ce ne poco ,pensiamo anche alle grandi città europee che ne hannopiu di noi .posso dire per concludere che ci vogliono piu fatti e mono parole , è una frase fatta ma è questo che c'è bisogno , se poi il jolly e dario fo ben venga , qualcuno deve prendere il toro per le corna .

alba cassandrelli 29.11.05 22:22| 
 |
Rispondi al commento

ci risiamo...ma non ci caschiamo più.
come al solito le tv e i loro telegiornali fanno disinformazione.
questa sera al tg5 ho sentito dire che per gli acquisti di natale gli italiani ricorrono agli acquisti con pagamenti a rate "a interessi zero".
gli interessi...le spese di conto e quant'altro sarebbe sopportato dai commercianti per favorire gli acquisti che così sarebbero aumentati di molto.
e siamo tutti contenti e soddisfatti che qualcuno si accolli gli interessi delle nostre rate.
che bello.
MA CHE CAZZO VOGLIONO FARCI CREDERE?????
MA QUANDO MAI UN BENE ACQUISTATO A RATE COSTA DI MENO DI UNO ACQUISTATO IN CONTANTI?????
il vero motivo per cui compriamo a rate è che non abbiamo più un soldo nel salvadanaio.
NON ABBIAMO PIU' SOLDI.
e così siamo costretti a comprare a rate. provate a fare una telefonata alla AGOS (è una delle tante "finanziarie") e vedrete che non vi mollano più.
ti offrono denaro "gratis"..."senza spese"..."in contanti".
MA QUANDO MAI UNO CHE HA I SOLDI TE LI PRESTA SENZA SPESE???????
adesso per favore...a natale...cerchiamo di comprare cose utili...cose poco costose.
NON COPRIAMOCI DI DEBITI PER FARE REGALI DI NATALE.
facciamo invece un versamento di qualche euro a qualche fondazione...associazione...del tipo unicef, per aiutare i bambini poveri.
o magari qualche altra associazione.
e poi a natale...a parenti ed amici facciamo vedere il vaglia postale col quale abbiamo fatto il versamento e diciamo loro :"ecco...quest'anno non faccio regali...QUESTO E' ANCHE IL VOSTRO REGALO di natale per i più bisognosi".
ABBASSO CHI C'HA I SOLDI E TE LI VUOLE DARE "SENZA INTERESSI E SENZA SPESE".

cato & cato 29.11.05 21:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

molto bene!
Voglio proprio vedere se dopo tante parole, soprattutto criticando, uno poi sia in grado di fare fatti concreti e in direzione delle critiche mosse in precedenza. Vorrei vedere negli stessi panni anche Te Beppe..
Conferati é un esempio che la strada é dura quando bisogna decidere e agire senza tanti bla bla bla..

buon lavoro!

marco campana 29.11.05 20:36| 
 |
Rispondi al commento

sempre carissimi entrambi,
scusate se insisto ma arriverei a dire che se Dario Fo farà il sindaco di Milano, potrebbe indicare ferrante come vicesindaco. Stupiamoli, sovvertiamo le consuetudini. (basta, non rompo più).,p.

pietro gimelli 29.11.05 20:20| 
 |
Rispondi al commento

«Per osservare un mercato del lavoro che funziona bene, dove i giovani trovano lavori veri, non il precariato, e c'è poca disoccupazione, non è necessario andare Oltreoceano e copiare l'odioso liberismo americano. Basta studiare la Danimarca, il Paese che protegge chi perde il lavoro più di ogni altro al mondo, e ciononostante ha pochi disoccupati, dimostrazione che un mercato del lavoro efficiente non richiede necessariamente di essere brutali con chi non trova lavoro. La Danimarca c'è arrivata eliminando qualunque ostacolo ai licenziamenti, soprattutto togliendo di mezzo i giudici e il diritto di chi è licenziato ad appellarsi a un tribunale. E così le imprese danesi, sapendo che sbagliare un'assunzione non è un dramma, assumono. Certo la Danimarca non è il paradiso: capita anche che qualche imprenditore cattivo licenzi un dipendente solo perché è iscritto al sindacato. Ma neppure questo è un dramma perché i sussidi di disoccupazione sono generosi e durano tre anni. Però si perdono immediatamente se l'Agenzia del lavoro trova un posto adeguato ed il disoccupato lo rifiuta. Chi si impegna ad adottare il modello danese?».

Gabriele Bartoletti 29.11.05 20:03| 
 |
Rispondi al commento

Caro Fo (e caro Grillo),
ma davvero quello che voi vorreste leggere di luminoso, di stravagante, di colto, di sinistra da uno come Dario Fo, ha bisogno di essere messo in relazione con la presenza-assenza di Ferrante?
Sto con voi, ma aiutiamoci a sognare con pragmatismo, non cadiamo in format da comunicazione politica di chi non ha molto da dire. Con affetto ,p.

pietro gimelli 29.11.05 20:01| 
 |
Rispondi al commento

...ma come si fa a dire che Dario Fo e Franca Rame non sanno far altro che attaccare il Papa e la Chiesa?!?!

Vada a leggersi qualche biografia di Dario Fo e sua moglie, e vedrà che proprio per aver attaccato la mafia, in un programma del 1962, la famiglia Fo ricevette minacce di morte e venne messa sotto scorta dalla polizia.
Sono stati boicottati per critiche allo stalinismo e alle posizioni di PCI.
Il 9 Marzo 1973 Franca Rame viene sequestrata, seviziata e violentata da un gruppo di fascisti.

Va beh, non vado oltre, chi parla solo per dar fiato alle trombe dovrebbe veramente andare a fare il giullare...ma direttamente nel medioevo

vergogna

http://www.itineraria.it/rfbiogr.htm

Per chi volesse informarsi sulle vicissitudini della Famiglia Fo prima di attaccarli, segua il link sopracitato.

Valentina Pugliese 29.11.05 19:17| 
 |
Rispondi al commento

...e ci risiamo...
Premessa: per capire uno spettacolo di Dario Fo bisogna avere per lo meno una cultura di base che, evidentemente, ancora a qualcuno manca.
Mi domando come sia possibile dare del populista ad un Premio Nobel, ad un uomo che ha da insegnare moltissimo a tutti, ad una figura che, mosca bianca, fa fare bella figura all'Italia nel mondo e che non si va a cercare "il popolo" che vada a vedere i suoi spettacoli (non ho mai visto manifesti suoi e di Franca che richiamassero l'attenzione) ma è il popolo che si informa in rete, che fa passaparola e che affolla i teatri (così come per Beppe).
La cosa triste e tragica è questa: ovviamente, che si candidi un comico, anche se della portata di Dario Fo, alla carica di Sindaco di Milano, significa che siamo alla frutta per quanto riguarda il "parco-politici" a disposizione .... ma la cosa peggiore è che noi (di sinistra) riconosciamo di essere alla frutta e per questo cerchiamo di trovare un modo per dare una smossa alla situazione ... tutte le persone di destra che conosco, invece, questa condizione non la vedono neanche! Quando gli occhiali rosa che gli sono stati messi davanti agli occhi si romperanno miseramente rivelando la realtà nuda e cruda (molto cruda), saranno quelli che diranno: "Ma come, era tutto rose e fiori fino a ieri!!".

Ma a nessuno dice niente il fatto che ultimamente si stiano moltiplicando i casi di donne rispettabili, pensionate e di buona famiglia che decidono di improvvisarsi ladre per riuscire a sbarcare il lunario?? Possibile che solamente ai miei occhi questo sia un sentore di malessere estremo e di difficoltà apparentemente insuperabili??
E si che non credo di essere un genio ...

Valentina Pugliese 29.11.05 19:02| 
 |
Rispondi al commento

SCUSATE ESCO DAL TEMA.....
IO NON SONO UN ANIMALISTA.....
MA PRIMA DI SCUARTARE QUESTE BESTIOLE DOVEVANO ALMENO UCCIDERLE COME SI DEVE SENZA TUTTA QUESTA SOFFERENZA (UN'ALTRA ANCHE SE PICCOLA INCIVILTA' DELLA NOSTRA CIVILTA').

DA GENOVA CON AFFETTO PER BEPPE.

QUESTO E' IL LINK PER IL FILMATO.

http://www.strasbourgcurieux.com/fourrure/

riccardo arado 29.11.05 17:50| 
 |
Rispondi al commento

vogliamo tutti gli uomini al potere del nostro paese con un contratto di lavoro a progetto....chi deciderà di mettersi in gioco in questo modo, destra o sinistra non m'interessa gli darò il mio voto, altrimenti sarà l'ennessimo scambio di favori tra eletto e classe dirigente. Facciamoci sentire, sig. Fò ci faccia vedere che non è come gli altri....non inizi subito a perdersi nella più classica delle battaglie elettorali, quelle fatte solo ed esclusivamente di misere accuse di chi fà o non fà...come tra bambini al parco.

Roberto Sergiusti 29.11.05 17:44| 
 |
Rispondi al commento

continuiamo con i vecchi schemi e i vecchi modi di pensare ... In effetti l'attuale sindaco ha già pensato bene di rendere Milano un pò più vicina alla Svizzera, ci manca solo un gendarme.
Il giorno dopo che uscì la classifica che Milano era fra le 8 città più care del mondo, l'attuale sindaco invece di prendere atto della grave cosa ha esclamato : "Significa che Milano è una citta che vale tanto". Peccato che Milano è fatta anche di tanti giovani laureati e super specializzati che guadagnano 1000€ al mese, che ne spendono 400 per un buco di stanza. E i tanti pensionati e madri e padri di famiglia che ogni mese faticano a chiudere i conti? Mi piacerebbe una Milano meno d'elite e più popolare, meno fashion e più street wave. Non impazzisco per gli steorotipi della sinistra, per intenderci la Kefia o il jeans pulisci strada, ma nemmeno la borghesia troppo ingessata. Ma l'avete visto Ferrante, sembra uscito da una boutique di via Montenapoleone. E Forse il popolo puzza troppo... No?

Andrea Musu 29.11.05 17:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dario Fo ha sempre amato ergersi a Paladino indiscusso della Verità e della Giustizia; ed è in virtù di questa sua convinzione che oggi si candida a Sindaco di Milano.
Strano, però, che un uomo mosso da ideali tanto elevati abbia dedicato la propria vita professionale a "far finta" di criticare il sistema, sempre evitando di attaccare i "veri" potenti! Mi spiego: da sempre Fo ama attaccare pesantemente il Papa e la Chiesa (è questo, anzi, uno dei suoi cavalli di battaglia), ben sapendo che i Papi non hanno mai querelato nè mai querelebbero alcun loro calunniatore!
E' pur vero che a volte Fo ha inveito contro certi politici nostrani (contro alcuni, non contro tutti...) ma - si sa - i pagliacci del teatrino della politica italiana sono burattini, non burattinai...
Da un paladino della Giustizia e della Verità, addirittura insignito del Premio Nobel, ci si sarebbe aspettati un giudizio "urlato" contro la mafia che è il vero (e unico) potere forte che ammorba l'Italia!
E, invece, niente: contro questo male italiano il signor Fo non ha mai speso una parola, non ha mai sferrato uno dei suoi attacchi, forse temendo che potesse capitargli qualcosa di peggio di una querela ...
Così come non abbiamo mai sentito il nostro Paladino azzardare una battutina, una criticuccia contro il suo onnipotente (e ora compianto)concittadino Cuccia o contro il super onnipotente (anch'esso compianto) Avvocato di Torino...
Tutti noti galantuomini a cui il nostro eroico Fo ha sempre tributato un rispettoso e silenzioso ossequio... non proprio degno di chi ama definirsi un giullare!
Per Fo i veri (e unici) nemici da sfottere, da canzonare sono il Papa e la Chiesa: anche se fu proprio un Papa, Giovanni Paolo II, l'unico che - a differenza di Fo - ebbe il coraggio di inveire pubblicamente contro la mafia, arrivando addirittura a minacciarla: quello fu un vero Paladino della Verità e della Giustizia!
Tutti gli altri - giullari compresi - sono solo degli ipocriti e dei vigliacchi...

Lorenzo Gnavi 29.11.05 17:06| 
 |
Rispondi al commento

Nella lettera di Dario Fo,si trova questo trafiletto:

""Qualche giorno dopo dei compagni hanno chiamato me e Franca perché ci recassimo subito in Via Lecco, dove dei rifugiati politici, fuggiti da Eritrea, Somalia, Sudan, disperati hanno occupato un palazzo abbandonato da sedici anni.Il Comune ha in progetto di buttarli fuori all’immediata. Anche il mio concorrente Ferrante è stato chiamato per offrire la propria solidarietà a quei 273 diseredati.
Ma lui non c’era. Ha dichiarato che non sarebbe venuto a parlare coi rifugiati politici. E ha aggiunto: “Non è così che si risolvono i problemi. Quel palazzo è di privati, l’occupazione è illegale.”

[..]Pure il contributo mensile di 400 euro è stato loro da mesi sospeso"".

D'accordo su quanto scritto precedentemente,ma non sono d'accordo sulla totale esposizione dei fatti.O meglio sulla pretesa,che si nota nell'esposizione.Dire che lo stato è fuorilegge perchè non dà loro un lavoro,è quantomai "partigiano",passatemi il termine,anche perchè bisognerebbe anche chiedersi perchè,questi rifugiati,pur essendo "regolari" non hanno un lavoro.Bisognerebbe chiedersi,perchè il comune ha tolto loro il sussidio di 400 euro.
Bisognerebbe riflettere,per non trovarsi poi dalla parte di chi,un lavoro non lo "vuole" trovare,perchè comodo dei suoi 400 euro;dalla parte di chi una casa (con annessi e connessi,vedi tasse,bollette,etc) "regolare" non la vuole trovare.
Poi non è detto che i fatti siano quelli da me ipotizzati,però è giusto farsi delle domande ,prima di scrivere concetti che a volte sanno tannto di demagogia sociale,fermo restando che il problema del lavoro e della case ,affligge non solo stranieri con regolare permesso di soggiorno,ma anche italiani con regolare CITTADINANZA ITALIANA,che "tecnicamente",ripeto TECNICAMENTE,non eticamente,ne hanno più diritto.

Giordano.

Giordano Colleoni 29.11.05 16:18| 
 |
Rispondi al commento

PER SOLIA NICOLA

meno male che c'è lei...che è molto molto intelligente....

grillo gibo 29.11.05 15:57| 
 |
Rispondi al commento

...omissis...ho visto un suo spettacolo e non ho capito niente...
Non avevo il minimo dubbio, mi creda...

solia nicola Commentatore in marcia al V2day 29.11.05 15:50| 
 |
Rispondi al commento

bravo Manfredi...
a me sinceramente hanno rotto questi menestrelli da strapazzo e questi buffoni di corte che pensano d'essere dei geni della lampada...Fo fai teatro, settore nel quale almeno puoi piacere ad alcuni (non a me...ho visto uno spettacolo e non ho capito niente), ma lascia stare ambiti che non ti competono e nei quali vai avanti a suon di populismi....
saluti

grillo gibo 29.11.05 15:06| 
 |
Rispondi al commento

per enzo bruno.

Ti capisco e ti appoggio appieno

solia nicola 29.11.05 14:57| 
 |
Rispondi al commento

Ferrante, che e' una persona per bene, nn c' era perche' era una tappa avanti a Fo. Invece Fo c' era durante la Repubblica di Salo', e nn era dalla parte giusta. Come attore nn mi piace per nulla. Come uomo nemmeno. Tengo per Ferrante. Ciao

Francesco Manfredi 29.11.05 14:52| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe,dopo i continui attacchi del torquemada Ruini,ho deciso di costruirmi una catacomba dove poter professare liberamente il mio pensiero ed i miei ideali socialisti e democratici!!! inoltre più vado avanti nella lettura del codice da vinci,più la realtà clericale appare sporca ,oscura ed integralista.la cosa mi ricorda un testo degli anni 70:medioevo prossimo venturo,sicuramente si riferiva ai nostri tempi.Sono convinto che il clero vada fermato in tempo,in modo chiaro e...definitivo.
La fede è una cosa la religione ed i suoi interessi terreni sono un altra.Liberiamoci della CEI,del braccio armato del vaticano l'OPUS DEI,di Comunione e Liberazione ed anche dell'azione cattolica.

enzo bruno 29.11.05 14:29| 
 |
Rispondi al commento

In risposta a Marco Rossi del 24.11.05 19:06 :
lui diceva che bisogna solo valutare le persone e non le loro idee...
io dico 2 cose non so' se Dario Fo possa essere in grado di governare una città come Milano... spero di si (anzi prego per Lui), ma le persone che chiedono di andare al potere non bisogna solo valutarle per la conoscenza che noi abbiamo di essi in pubblico...ma dovremmo poter conoscerne la loro coerenza con gli altri. Però la cosa più importante è che dovremmo poter valutare oggettivamente le idee e le intenzioni riguardanti le opere e le azioni che la persona in questione vuole intraprendere e l'eventuale fattibilità di queste ultime. Finito ciò che da programma elettorale era previsto, la persona eletta dal cittadino, dovrebbe di nuovo mettere a disposizione tale "carica" e farsi da parte, perchè nel frattempo ci sarà qualcun'altro pronto con altre idee!
Scusami per queste idee un tantino "confuse" sulla questione, ma è quello che penso, visto che "il dubbio" e non la "malignità", è parte della mia vita, in quanto senza di esso si vivrebbe in un modo alquanto "alla cieca"!

Ciao a tutti


P.S:

Per Beppe, sei un grande... mi dispiace che tu non ti candidi in qualche maniera in politica, ma ti capisco... Sei uno tra i più grandi comici di "satira politica" che mai sia esistito dopo Totò, anche se lui non si è mai esposto più di tanto... IO CREDO IN TE... continua per la tua strada, cerca di coinvolgere di più TUTTI, fatti spazio di nuovo in RAI mandando affanculo un po di "personcine-ine-ine" lì presenti. TU HAI IL DIRITTO DI STARE LI' PIU' COSI' COME TUTTI QUELLI CHE CI STANNO E DI DIRE QUELLO CHE VUOI (CHE SIA NELL'INTERESSE DI TUTTI).
Non ti far piegare da nessuno e da niente (al limite del "martirio")!
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
!!!!FORZA BEPPE!!!!
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Donato Lamanuzzi 29.11.05 14:09| 
 |
Rispondi al commento

Nonostante viva a Milano e nonostante pensi che il mio voto se lo meriti senz'altro Dario Fo, vorrei dire, più in generale, che abbiamo bisogno di persone che parlino un linguaggio diverso per esprimere concetti diversi e soprattutto per fare cose diverse.Diverse da cosa? Da questa mentalità uniformata e conservatrice,dagli schemi e steorotipi ormai affermati.Se con questa maggioranza siamo tornati al pre-politico, con l'opposizione forse torneremo al grigio e basso livello della politica italiana. Dobbiamo turarci il naso e votare a sinistra o cercare di partecipare? Io vorrei, ma come posso. Indicatemi una via, la seguirò!

Andrea

Andrea Musu 29.11.05 13:51| 
 |
Rispondi al commento

io sono 5 anni italia e io non ho casa e lavoro.sono spossato con italiana e 2 figli e 2 figli in marocco e lo stato non mi vuole dare nemeno 1000 euro di aiuti o una casa e uno lavoro bene con libretti giusti perchè non continuo a vendere cose non giuste.vio avete tutto di più di quello che serve e non e giusto che non dovete darmi.il signor fo deve fare sindaco noi che abbiamo bisogno voi avete.grazie a buoni italiani

said berraj 29.11.05 13:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ahhh dimeticavo....
adesso mi aspetto che Dario Fo vada ad aizzare i suoi "amici" musulmani a fare quello che hanno fatto i loro "compagni" in Francia per poi dire "io lo avevo detto".
Eppoi qualcuno di voi è in grado di spiegarmi come la sinistra (compresi gli "intellettuali alla Fo) siano così tanto vicini ai musulmani che di sinistra hanno NIENTE (vedi ancora Francia, vedi donne, vedi omosex, vedi laicità, ecc. ecc.) Mipiacerebbe proprio (ma ditemelo prima che emigro in Kazakistan) che andassero al potere Fo con i musulmani; sai che bei risultati?
Donne cominciate a sveglairvi sul serio. Omossessuali dichiaratevi etero a tutti gli effetti se no saranno dolori.
Evviva l'Italia (caro Azeglio siamo alla frutta davvero).

Miki Viviani 29.11.05 13:32| 
 |
Rispondi al commento

quanti inutili parole per uno che o si ritira un attimo prima delle primarie per evitare figuracce oppure si prende il suo pacchettino di finti consensi alle finte primarie (probabilmente di voti di elettori del polo a cui non par vero di avere un simile avversario alle elezioni vere)e torna a fare spettacolo con un po di pubblicità gratuita prendendosela con i milanesi che non hanno capito la portata di un simile evento (proprio roba da ridere).il signor fo si presentasse solo con una sua lista e senza i simboli dei partiti storici prenderebbe lo zeroqualcosina di voti come è già successo e come succede a qualsiasi persona anche meno nota.la classica tempesta in un bicchiere d'acqua.incredibile come ci sia qualcuno che crede veramente che basti una persona per modificare il sistema e poi che persona.non ci sono riusciti di pietro borsellino falcone la lega,o sono stati uccisi o sono stati acquistati profumatamente,adesso arriva fo et voilà cambia tutto.oggettivamente ridicoli.questo paese non ha più speranze di reazione e sicuramente non si mette in mano a uno che appoggia l'illegalità extracomunitaria e non a scapito delle persone oneste.fa pena e fa tristezza già un popolo che ha bisogno di eroi,se poi in mancanza di eroi pensa anche solo lontanamente di affidare il proprio destino a questi elementi siete proprio all'ultima spiaggia

vincenzo re 29.11.05 13:25| 
 |
Rispondi al commento

Per Danila polini

Mi sembra doveroso risponderLe
Primo: le curie non sono stato a parte,sotto l'egida del Vaticano ma di nazionalità italiana (giusto per sgombrare il campo da equivoci).
Secondo: premesso che non sono cattolico ma cristiano evangelico, la mia era un'ovvia provocazione. Qui in Italia la voce più forte nonpuò che essere della chiesa Cattolica. Ma il problema non è tanto la chiesa Cattolica che esprime un suo parere (mi chiedo ancora perchè non può farlo, se cura le anime avrà pur il diritto di spiegare certe cose che riguardano la morale, e questo indipendentemente dal fatto che noi possiamo o meno essere d'accordo). Il problema sta nel fatto che certi argomenti non si possono toccare; e così se uno è antiabortista npn lo può dire, se è contro la sperimentazione sui feti non lo può dire, se è contro gli islamici che vogliono islamizzare l'occidente non lo può dire, e via dicendo.
QUindi: un bel bagno di umiltà e di coerenza non fa, e farebbe, male a nessuno. Chi decide chi può dire che cosa? Beppe Grillo? Lei? QUelli che la pensano come Lei?
Alla faccia della democrazia.
Un caro saluto.

Miki Viviani 29.11.05 13:24| 
 |
Rispondi al commento


Chissà perchè tu puoi fare politica mentre la chiesa no???!!!???!! I comici hanno dei privilegi???
Siamo proprio la repubblica delle banane

Postato da: Miki Viviani il 29.11.05 08:48

Li spiego:
Solo per dire una, perchè lui è un cittadino di questo paese.
Se fai politica devi essere "cittadino".
Se curi le anime no .
Allora scegli che cosa sei , onestamente.
Se il vaticano è un paese puo fare politica al suo interno, se è un luogo , diciamo sacro, si dedichi alle anime specialmente le cattoliche che ne hanno un sacco bisogno. Avrei mile altre argomentazioni ma per adesso questa basta.

Danila polini 29.11.05 13:09| 
 |
Rispondi al commento

Dario, Milano chiede aiuto. Non deluderla anche tu

Francesco

Francesco Piperno 29.11.05 12:52| 
 |
Rispondi al commento

Caro Dario Fò,
Mi entusiasma la tua intraprendenza, le tue idee primarie sono interessanti, ma è davvero triste sentire la Margherita dei DS antagonista.
Guarda, non sono ne di destra ne di sinistra, e sinceramete mi sono stuffato di avere solo 2 possibilità di parte...questa non è democrazia! la cosa davvero più odiosa a mio discapito, rimane la SINISTRA, come dice Beppe..bisognerebbe rinchiuderli tutti e tappargli la bocca...sono davvero tristi le ideologie che ancora oggi assillano il povero popolo italico.
In bocca al lupo.

Italiano Stefano 29.11.05 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Caro Dario,mi viene da pensare alla tua immagine vincente a MILANO e sento l'avvicinarsi a te di personaggi tipo :ex comunisti,post comunisti,demoipocristiani, castratori chimici e liberalfasci "BRIVIDI" . Sarà mai possibile che l'intelligenza a volte vada a farsi fottere e cerchi di dimostrare la sua condizione di disponibilità verso gli andicappati politici "POPOLO MILANESE" per l'occasione ? "FORZA CORAGGIO E MUTANDE DI LATTA " con ammirazione e apprensione ti saluto e azzardo un simbolico abbraccio . Uberto Loddo

uberto loddo 29.11.05 09:43| 
 |
Rispondi al commento

Secondo la nostra Costituzione chiunque ha dei diritti ha anche doveri. Beppe può fare politica come te e come chiunque altro, che paga le tasse.
Altrimenti è troppo facile....8 per mille!!!
Sabrina

sabrina frassini 29.11.05 09:21| 
 |
Rispondi al commento

VAIIII BEPPEEEE

ascolta, se ti dico che sono un DS, o un PRC o comunque uno che sta a sinistra (non con Berlusca insomma), sosterresti la mia candidatura a Sindaco del mio piccolo paese? Vabbè dai mi accontenterei del COnsiglio di quartiere...no ok allora mi basta come rappresentante sindacale dell'azienda in cui lavoro.....vabbè dai mi accontento di rappresentante di classe dell'asilo di mio figlio.
E che non si dica che non sei "politicamente" schierato. Chissà perchè tu puoi fare politica mentre la chiesa no???!!!???!! I comici hanno dei privilegi???
Siamo proprio la repubblica delle banane

Miki Viviani 29.11.05 08:48| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe buongiorno a te e tutti gli uomini di buona esperanza,cioe a tutti i passeggeri di questa nave a forma di stivale su cui navighiamo ,contento per la canditatura di dario fo a milano,e una novita spettacolare davvero per i madonnari avere la fortuna di poter candidare un uomo della sua statura intellettuale,un uomo semplice.... che parla alla gente con la sua arte,la parola,il pensiero,cose oggi rarissime da trovare visto l'impegno a consumare tutto il piu in fretta possibile.
vivo a nettuno(roma) ,credo il secondo comune in italia(l'altro e' torretta palermo) dove e stato sciolto il consiglio comunale per mafia appena una settimana fa.
dopo aver passato sindaci di tutti i colori politici,non se ne puo' piu...di questi professionisti delle parole vuote.
spero che dopo l' antimafia che dovra' governare questa citta'per 18 mesi ,non dico un nobel come dario fo.. ma almeno un comico che ci ridia un po di speranza e di sorrisi si candidi anche dalle nostre parti.
spero a milano vada bene intanto
ciao
enzo

colaluca enzo 29.11.05 08:16| 
 |
Rispondi al commento

Il rapporto che gli italiani hanno con la loro città è, secondo me, tipo un complesso di edipo. Tutti vorremmo governala (la nostra città, nostra madre) e tutti odiamo chi la governa (gli amministratori, nostro padre) Non serve essere premio nobel per amare una città ma basta amarla e, più importante, ricordarsi di amarla il giorno delle elezioni, cercando di tralasciare il tornaconto personale in favore delle esigenze della città e di chi la popola!

Stefano Paoli 29.11.05 03:33| 
 |
Rispondi al commento

Dario Fo penso sia uno che può rompere gli schemi della politica e sono però d'accordo con l'intervento precedente: spero non si faccia ingabbiare dagli schemi della politica. DARIO se leggi questo blog convicici Grillo a candidarsi. Lo diciamo continuamente ma fà finta di non sentire!

roberto piacentini 29.11.05 02:10| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, sono un giovane 25 enne e non abito a Milano ma volevo esprimere il mio pensiero per quanto riguarda il tema del sindaco di Milano. Penso sia stata una scelta saggia quella di deciderlo tramite elezioni primarie e credo soprattutto che il candidato Dario Fo sia il candidato giusto del Unione. Pur essendo iscritto ai Ds mi sento di appoggiare virtualmente (non essendo di Milano) la sua candidatura. Un uomo di cultura e di intelligenza, e soprattutto che rappresenta quello che Milano ha veramente bisogno: un uomo di sinistra vero di grande intelligenza. Fare la scelta di candidare Ferrante a sindaco di Milano penso non sia corretta o meglio, nella scelta previlegerei Fo. Forse la scelta di Ferrante è una scelta mano di campo, meno coraggiosa, devendo in Ferrante un moderato. Ma le regionali in Puglia insegnano! Sarà difficilissimo ma proviamoci a vincere a Milano

Roberto Casarini 29.11.05 02:02| 
 |
Rispondi al commento

Beh, che dire ...
Leggere Dario Fo sul sito di Beppe Grillo ... che coppia!!
Sono cresciuta a forza di sentire Beppe urlare in tv e Dario fare il diavolo a quattro sul palcoscenico ... sono commossa.
L'unica mia paura è che anche tu, Dario, rimanga intrappolato tuo malgrado nella rete di burocrazia, menefreghismo, nepotismo e ignoranza che la fa da padrona in ogni istituzione, figuriamoci in una città come Milano ...
Nonostante questa mia paura, senza dubbio ti appoggerò nella speranza che tu riesca a portare una ventata di intelligenza e riesca a dar da mangiare alla "tiggggra, che tigggra" le fettone di prosciutto che ricoprono gli occhi della gente ... se non in tutta Italia, almeno in quel di Milan ....
Tanti cari auguri,
una tua fan sfegatata.

Valentina Pugliese 29.11.05 00:20| 
 |
Rispondi al commento

COMPLIMENTE DARIO FO E UN GRANDE E SARA DI PIU PIU PER MILANO MI ADGURO CHE TUTTA MILANO SIA CON LUI FARA CAMBIAR TANTE COSE A RISENTIRSE ALLA VITTORIA..
MARIA JULIA DELGADO
DEL SALVADOR

delgado maria julia 29.11.05 00:14| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

sappiamo che ti sei occupato di democrazia diretta. Ti
invitiamo ad aprire un forum sull'argomento.
Constatiamo infatti un tragico scollamento tra volontà
popolare e sistemi governativi.
Questo dimostra che quella occidentale non è una vera
democrazia (e dire che facciamo la guerra per
esportare questo sistema politico!).

Noi in realtà non decidiamo niente. La nostra
democrazia consiste soltanto nel delegare i
parlamentari che fanno finta di rappresentarci.

Al contrario, se siamo noi cittadini il soggetto
decisionale, dobbiamo esser noi a far proposte e
scelte sulle cose che ci riguardano: quartiere,
sanità, scuola, giustizia sociale ed economica ecc.,
delegando l’indispensabile. Non dimentichiamo che già
nell’antica Grecia esistevano forme di democrazia
diretta ed i cittadini si occupavano a rotazione della
cosa pubblica.

La sensibilità e la creatività che sono in ciascuno
di noi sono un potenziale umano unico ed
insostituibile che possiamo condividere per far
nascere una comunità umana basata sull’intelligenza
del cuore.

Dai comitati di quartiere, dai circoli, dalle
associazioni di qualunque fede, dai forum informatici
nascano proposte da sottoporre alla decisione popolare
come in un continuo referendum utilizzando
l’informatica.

Dagli straordinari movimenti pacifisti che come fiumi
attraversano le nostre strade può nascere sulla terra,
una civiltà della condivisione portatrice di una nuova
cultura della vita.

Elisabetta Cassio Claudia Michelesi

claudia michelesi 28.11.05 23:10| 
 |
Rispondi al commento

Due notizie, due casi si incrociano in questi giorni. Cossutta vuole eliminare falce e martello dal simbolo per ovviare ad un ostacolo sulla strada delle elezioni ( belin che ostacolo! la sinistra fa sul serio eh!?), mentre Pierferdi Casini, sparando a zero sul nano ( per poi ritrattare, ovvio, ma intanto bèccate questa) sostiene che non è il caso che un illusionista difenda gli italiani dal comunismo.
Considerazioni:
1 - Un' altra panzana del nano è smascherata: non è lui l' erede di De Gasperi, ma Casini (in combutta con Follini, secondo me..mi sembrano tanto lo sbirro buono e quello cattivo). E grazie tante! La DC non è un cadavere solo perchè ne ha la puzza, anche se lo abbiamo sperato.
2 - Si rafforza in me l' idea che un vero partito di sinistra in Italia può esistere solo come forza antagonista..I vecchi comunisti (gli unici credibili, secondo me) sono rimasti di sasso di fronte al vuoto politico (ma non certo esecutivo!) del nuovo che è avanzato..mentre quelli nuovi o fanno casino nelle piazze o si affannano a rendersi presentabili..falce e martello? Perchè non cancellarli nell' 89? Paura, eh? In nessun caso si impegnano a convincerci della loro capacità di fare qualcosa di buono. A questo proposito credo che il caso Cofferati sia un esempio piuttosto interessante.
3 - In tutto questo chi si fa avanti a riempire il buco lasciato dal nano è chi gli ha lasciato un Paese esterrefatto e disastrato: la Democrazia Cristiana, poco democrazia e tanto cristiana..
Seconda repubblica? 15 anni buttati nel cesso!!

jacopo grassi 28.11.05 21:38| 
 |
Rispondi al commento

Ma perchè anche Grillo non si candida alle politiche??? Non sto scherzando ed immagino che la proposta sia stata avanzata già da altri
Filippo

filippo litti 28.11.05 20:43| 
 |
Rispondi al commento

Caro Dario, sono davvero contento della tua candidatura a sindaco di Milano..come molti hanno già scritto, non so se Ti faranno eleggere, però è giusto provarci! io sono con te, un uomo del tuo carisma può fare tanto per questa città che sta diventando davvero invivibile. hai tutto il mio sostegno! CONTINUA COSI'!

Andrea Palmirani 28.11.05 20:06| 
 |
Rispondi al commento

Auspico per la candidatura a sindaco di Milano, una unione politica tra la Lega Nord e Forza Nuova, soprattutto per fronteggiare efficacemente l'invasione incontrollata di extracomunitari che anche se sono in regola con il permesso di soggiorno, non lesinano a nascondere "amici" o "amici di amici" che sono clandestini e probabili "dormienti".
Prodi è un mascalzone! Stai attento: guai se osi dare la cittadinanza italiana ai bimbi che nascono "solo per caso" in Italia da genitori che non sono cittadini italiani. Questi bimbi sono solo cittadini stranieri e basta. E pensasse quel borghesone mortadellone agli ITALIANI! W L'ALLEANZA TRA LEGA NORD E FORZA NUOVA A MILANO.

Mauro Domeneddei 28.11.05 20:06| 
 |
Rispondi al commento

Quando ho saputo questa notizia i miei occhi si sono gonfiati e ho incominciato a ballare immaginandomi guitto in calzamaglia nera dai denti espressivi.
Anche se non sono di milano credo che una personalità creativa, coerente e onesta e gioiosa non possa che dare a questa città un volto nuovo.Chissà perchè ho immaginato una milano tutta colorata.
So che è difficile che ci arrivi, ma vi immaginate uno che zompa alle manifestazioni ufficiali conscio del suo background di battaglie sociali e personali di grande rilevanza (oltre che di un premio nobel)? Altro che le corna, le barzellette e le canzoni di apicella...
Forse qualcosa può cambiare, ma io non posso votare, sigh...

Enrico Paolo Ingegno 28.11.05 19:28| 
 |
Rispondi al commento

non so se la faranno arrivare...purtroppo non credo che tutto sia davvero nelle mani degli elettori di milano, ho come l'impressione che tra la matita copiativa e il computo totale ci sia una parte che sfugge a noi normali cittadini, ma se mai ce la facesse sarò contento, pur vivendo a la spezia, che un uomo di sinistra, 'antico' ma sempre nuovo come uno del genere deve essere, stavolta ci sia realmente, al posto dei 'soliti noti' privi di coraggio e idee. la ammiro e faccio il tifo per lei, chissà che la sinistra non si svegli, quella politica intendo.
roberto marinoni

roberto marinoni 28.11.05 19:12| 
 |
Rispondi al commento

finalmente è sceso in piazza un vero intelletuale con tutti i crismi per far vedere come si possono cambiare le cose in concreto e dove l uguaglianza sia un diritto e non un un'utopia...grande dario vorrei tanto avere la possibilità di votare un sindaco come te anche a Verona.. la mia città che ormai fra la piazza che vuole fare Zeffirelli e la tramvia che non riesce a partire sta diventando invivibile...

Andrea Rimpici 28.11.05 19:01| 
 |
Rispondi al commento

Stimato premio Nobel, le invio la presente per evidenziare il parere di un neutrale apolitico quale io sono. E' ovvio essere in accordo con sulle problematiche esposte, ma non trova più corretto nei confronti dei sui potenziali elettori cercare di spiegarci come voglia provare a risolvere le questioni da lei riportate e non utilizzare il semplicissimo e noiosissimo "tiro al bersaglio" sul candidato opposto. Mi convinca con idee. Ferrante non c'era e lei si? Bravo. Sono felice. Ero felice anche senza saperlo. Conosciamo la sua persona e la sua sensibilità ai problemi sociali. Da apolitico non ho bisogno io di vederla ad una manifestazione in tv per crearmi un opinione su di lei. Preferirei crearmela sentendo un programma, una idea. Inoltre ricordi che anche lei dovrà parlare con imprenditori del mattone, che le piaccia o no e soprattutto, creda, ne esistono anche di onesti. Le attuali campagne di destra e sinistra non fanno altro che consolidare voti già acquisiti, senza per nulla convincere chi come me, soprattutto a livello comunale crede ancora che le persone ed i programmi possano fare la differenza, al di là del partito. Illuso, lo so. Il non governare è il peggiore dei governi e spesso mi sembra di vedere molta ambizione verso questa meta.
Grazie e scusate se le idee sono poche e confuse..
Aldo


Aldo Limo 28.11.05 18:53| 
 |
Rispondi al commento

Tanto si sa che non si assume più, c’è da pagare troppo in contributi e poi non si può licenziare, manipolare la persona. Si preferisce pagare un intermediario, che chi sa come vince le gare e inserisce il suo personale sottopagato per potersi comprare vari appartamenti, macchine e quant’altro.
Forse è questo il mio nullo consiglio: conviene assumere, si spende di meno. Sono sei anni che non supero 1000 euro al mese e il mio principale vostro appaltatore quadruplica la mano d’opera. Le ho chiesto solo di esaminare i miei valori, i miei e di tanti altri che mandano avanti
Onorevole Francesco Rutelli parte II.

l’azienda dove metà del personale dorme, si aggiorna sul Corriere dello sport, oppure compila le schedine con i PC aziendali.
Grazie per la sua valutazione, ne terremo conto nel lavoro dei circoli, nella campagna per le elezioni. Vinca il migliore, per noi cambierà ben poco. Voi continuate a preparare i programmi, a darci promesse e speranze tanto non ci crede più nessuno, almeno di noi precari.

Roman Malych 28.11.05 18:06| 
 |
Rispondi al commento

Onorevole presidente Francesco Rutelli,

ci sono tanti problemi simili al mio, ci sono tante soluzioni simili alla mia, ci sono tante premesse simili alle vostre. Non accetto però le giustificazioni di tipo: “dietro di lui non c’è nessuno decisivo - potente, chi è lui e perché devo fare qualche cosa per lui?”.
Parto dalla fine. Io non sono nessuno e forse rappresento molti. Molti che hanno votato lei, hanno creduto e lavorato per lei, per i suoi collaboratori e che hanno ricevuto risposte simili. Siamo tanti precari, siamo in tanti a non poter dimostrare qualche cosa, siamo in tanti senza una chance.
Non pretendevo nulla, ma neanche pretendevo la superficialità da lei e dai suoi collaboratori sulla valutazione delle persone che faticano e non hanno avuto la fortuna vostra, mentre invece dietro di voi c’era qualcuno che vi ha dato la possibilità di dimostrare, che vi ha aperto gli ambienti chiusi, che vi ha dato la spinta per camminare, che vi ha aiutato. Siete poco diversi dai vostri avversari politici, siete politici. Politici come tutti, che ricambiano senza guardare a destra o a sinistra, ma ricambiano solo a quelli dietro i quali c’è qualcuno per voi. Siamo in molti i delusi, delusi di Lei, dell’On. Di Carlo dell’On Marrazzo, dei circoli della Margherita dove abbiamo lavorato, creato, cercato, faticato, con la convinzione di un futuro migliore per tutti, con la risposta sopra citata. Mille grazie.
Io che sono nulla, oppure un voto per lei, nel caso specifico, ho chiesto di poterle far vedere la lista dei lavori svolti da me per il gruppo Municipale di Roma. Sono sei anni consecutivi che lavoro come consulente per vari settori. Non ho mai chiesto l’assunzione, non ho mai fatto nessun lavoro per essere aiutato, ho chiesto solo continuità di lavoro. Volevo essere direttamente io a fare da consulente per l’azienda e non tramite una persona che appunto per le vostre amicizie sfrutta e sottopaga 60 persone come me.

Roman Malych 28.11.05 18:05| 
 |
Rispondi al commento

Dario Sindaco , Milano torna grande anzi ... buona

se la sinistra osa il popolo risponde

in bocca al lupo

Valentino Puglisi 28.11.05 17:52| 
 |
Rispondi al commento

Auguri per Dario fo, ma sicuramente non passerà queste primarie,perche dietro la sua canditatura non ci sono poteri forti o interessi economici, come è sempre sucesso nelle grandi citta.
Sono sicuro che le persone oneste non vengono mai ascoltate.
Ciao da Seui,(nuova provincia sell'ogliastra) sardegna.

sergio bonifanti 28.11.05 17:51| 
 |
Rispondi al commento

Gli faccio gli auguri, e se i Milanesi saranno così patacca da non votarlo, Dario ti prego candidati a Rimini che abbiamo bisogno di tè.

Andrea Rossi 28.11.05 17:39| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo non sono un cittadino di Milano e non potrò votare per Dario Fo. Questo mi spiace molto, perchè sarebbe per me la prima volta che sulla scheda elettorale contrassegnerei il nome di un candidato al quale vorrei realmente dare il mio voto. Anzichè dover scegliere il meno peggio o comunque un nome imposto e non certo dalla volontà popolare. In bocca al lupo! Massimo Piovano - Torino

Massimo Piovano 28.11.05 17:35| 
 |
Rispondi al commento

Penso che se Dario Fo riuscisse a diventare sindaco di Milano sarebbe proprio una bella svolta di umanità e di dignità per la città e spero proprio che sia l'inizio di tante altre svolte. IN BOCCA AL LUPO E IN C. ALLA BALENA!!!!!!!!!!!!!!!!

P.S. e poi sarebbe tanto bello vedere il livore della faccia del Berlusca !!!!

anita falcitelli 28.11.05 17:25| 
 |
Rispondi al commento

caro Dario e caro Beppe,
quando leggo le vostre valutazioni mi sento bene, anzi benissimo; sono chiare, ineccepibili, da gente per bene.
Ma come diavolo si spiega che a Milano si sono fatti e ri-fatti governare da quelli che fanno tutte quelle porcate?
Un caro saluto,
AUG

Augusto Di Stefano 28.11.05 17:21| 
 |
Rispondi al commento

Proprio oggi facendo zapping alla tv mi e' capitato di vedere la trasmissione "Genius" di Mike Bongiorno il quale, dopo avere fatto la seguente domanda ad un ragazzo: "quale vincitore del premio Nobel si e' recentemente candidato per diventare sindaco di Milano?" e dopo la risposta errata del ragazzo, ha detto che quella giusta era "Dario Fo" e che qualora quest' ultimo fosse divenuto sindaco " tutti noi ci saremmo messi a ridere perche' come sindaco di Milano abbiamo un comico"!!!!!!!!!!!!!!
Ora a parte ribadire la grande ignoranza di Mike Bongiorrno (fatto che e' scontato x tutti) e il fatto che Dario fo per me non è un comico ma una grande e spiccata personalità del teatro e della satira, voglio dire due cose:
1-Non è possibile che in tv dobbiamo avere questi soggetti cosi' ignoranti!!!!!!!!!!!
2-Anche se sono di Napoli e soprattutto NON sono comunista stimo moltissimo Dario Fo e gli faccio i miei piu' sinceri auguri sperando che diventi sindaco di Milano e che ripulisca quella citta' !!!!!!!!
Ps Mike Bongiorno ha anche dichiarato che Letizia Moratti e' un GRANDE MINISTRO (sempre peggio signori, sempre peggio!!!!!!!!!!!!!!)
tanti auguri Dario

Tommaso li' 28/11/2005

Tommaso Corso 28.11.05 17:20| 
 |
Rispondi al commento

Il Presidente della Camera Casini ha detto che non si riferiva assolutamente a Silvio Berlusconi quando parlava di illusionismi, illusionisti ed illusioni. Propongo un sondaggio tra tutti gli utenti del blog per scoprire l' arcano. In lizza ci sono:1)il mago otelma ;2)il mago Zurlì;3)il mago Forest. Il mago Otelma ha già un voto, il mio.

Alberto Costa 28.11.05 17:15| 
 |
Rispondi al commento

caro Dario e caro Beppe,
quando leggo le vostre valutazioni mi sento bene, anzi benissimo; sono chiare, ineccepibili, da gente per bene.
Ma come diavolo si spiega che a Milano si sono fatti e ri-fatti governare da quelli che fanno tutte quelle porcate?
Un caro saluto,
AUG

Augusto Di Stefano 28.11.05 17:13| 
 |
Rispondi al commento

Spero che il sig. Ferrante sia a conoscenza dell'esistenza di questo blog. O che gliene sia data.

andrea pisaniello 28.11.05 17:13| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto la lettera di Dario Fo.
E' bello che continui, con entusiassmo, rabbia ed energia, ad impegnarsi attivamente per la sua città e il suo paese e la sua candidatura è assolutamente in linea con la sua storia.
Tutti noi lo abbiamo visto in prima linea, accanto a noi in manifestazione e non solo nei salotti.
Mi dispiace però che se la prenda soprattutto con il suo "antagonista", come lo definisce lui.
Io non so ancora per chi voterò, ma di due cose sono certa: 1) non mi piace chi sparla di altri per presentare se stesso; 2) questo non è certo il momento perchè la sinistra si presenti DISUNITA! Ben vengano candidati diversi, si facciano le primarie, decidano i cittadini. Ma poi si lavori tutti insieme, uniti per il BENE dei cittadini. L'unione si deve percepire sin d'ora, si deve lavorare per creare un terreno comune, oltre le differenze e magari le divergenze. Ferrante non deve essere visto come ANTAGONISTA, ma come compagno di lotte che si è candidato in modo molto serio (dimettendosi da Prefetto) e che -non foss'altro che per questo- si merita il nostro rispetto. Caro Fo, anzichè fare il "primo della classe", perchè non chiami il tuo "compagno di lotte", anch'egli candidato sindaco, per confrontarvi sui problemi della città, per organizzare insieme degli incontri. Ognuno ha una storia, esperienze, sensibilità che se condivise possono solo aggiungere ricchezza. E questo vale per tutti.

Emanuela Ferraris 28.11.05 17:09| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,
Sono di Milano, ho letto un centinaio di commenti riguardo la candidatura di Dario Fo' sia pro che contro, personalmente sono molto pro.
Rispetto molto anche i commenti contro, ma una volta che abbiamo la possibilita' di cambiare volto perche' non lo facciamo a prescindere che possa essere in linea con il nostro pensiero politico? E' gia successo con il presidente della regione Lombardia " rieletto " grazie anche alla splendida campagnia offerta da scherzi a parte.
Qua c'e' la prova concreta che x il momento in regione non si e' fatto nulla, tranne che fornirci del tesserino della asl nuovo di pacca.
NON PERDIAMO QUESTA OCCASIONE.
SE POI NON SAREMO SODDISFATTI DELL'OPERATO LO POTREMO LICENZIARE.
Ciao a tutti Davide

davide pisoni 28.11.05 17:04| 
 |
Rispondi al commento

Sono un ragazzo di 21 anni laureando in urbanistica un corso che si avvicina sempre più a un pensiero filosofico che a un corso didattico sterile come ce ne sono molti.
Sviluppo sostenibile, pianificazione ambientale sono il mio pane quotidiano, ma per adesso solo in facoltà.
LA REALTà è DIVERSA!
Più di altre figure professionali la nostra è vicina alla politica territoriale e nella maggior parte dei casi le nostre idee di sostenibilità devono scendere a compromessi con i ritorni del politico di turno, o della giunta comunale.
Penso che avere come sindaco un soggetto come Dario Fò possa scardinare in partenza questo sistema e creare una reazione a catena che spurghi i sistemi corrotti di pianificazione (in cui molti come me dovranno combattere), e dare finalmente spazio a tante menti, studiosi, intellettuali che saranno motivati a dare il meglio e a contribuire con il loro lavoro a migliorare il territorio, coscienti di avere finalmente un sindaco che può intendere a pieno i proggetti e le potenzialità del territorio che amministrano.
Grazie Dario!Spero per noi tutti

Alessio Vitelli 28.11.05 16:45| 
 |
Rispondi al commento

Milano bastarda metropoli.........questa città deve cambiare.
Sono una studentessa fortemente intenzionata a cambiare città e stato non appena mi laurerò, per migrare in un posto dove si possa essere felici nelle piccole cose di tutti i giorni.
La candidatura di Dario Fo mi entusiasma molto e , in caso di vittoria potrebbe risanare la città di milano dall'attuale apatia.
Nonostante si dica che Milano sia la città della moda e del design, io sono convinta che invece sia la città dell'apparenza ,del nulla e dell' ipocrisia.
è possibile che uno studente di architettura paghi più di 5 euro per entrare in triennale?( a Madrid il museo Reina Sofia costa 1,50 euro per gli studenti.)
è possibile che se vai bici sul marcipiede, i pedoni ti insultino , tollerando invece l'esercito di macchine parcheggiate su carreggiata e marciapiede?
è possibile che uno studente spenda 600 euro per un monolocale a lambrate?
è possibile che un sindaco ( gabriele albertini)creda di poter eliminare spaccio e criminalità recintando e riempiendo di telecamere i nostri parchi?
a milano si è tutto possibile ....per questo e per tanti altri inquietanti motivi sono estremanente infelice di vivere in questa città , vedo un futuro cupo, sopratutto per i giovani , una spirale inversa.... spero con tutto il cuore che Dario Fo possa diventare il nuovo sindaco.

diba khairy 28.11.05 16:28| 
 |
Rispondi al commento

Emerito Savonarola o chiunque tu sia, la tua becera filosofia, è la manifestazione più evidente della paura che, gente stupida come te ha di chi vuole tentare un qualsiasi cambiamento in una società come la nostra, che ormai ha perso ogni capacità di rinnovarsi.Tu sei il classico esempio di quella parte di questo Paese, che ha degli interessi affinchè le cose restino nel marciume in cui siamo già sommersi.Eppure malgrado te e tutti quelli come te, mi auguro che la sfida di Dario vada a buon fine , se non altro per dare un minimo di speranza a tanta brava gente, che paga ogni giorno con innumerevoli sacrifici la latitanza dai problemi reali ,di una classe politica mafiosa e rapace e dalla quale lui dovrà imparare a difendersi.Sarà molto dura , ma noi lo sosterremo con tutto ciò di cui siamo capaci .Io non sono di Milano, ma spero per il bene di questa grande città ,che i suoi cittadini trovino lo stesso coraggio che Dario sta dimostrando.

Giuseppe Tidona 28.11.05 16:11| 
 |
Rispondi al commento

Con la candidatura di Dario Fò al comune di Milano si chiude un ciclo di candidature eccellenti: Cicciolina, Rivera, Moana Pozzi, Tony Negri, Swarzenegger (in America), Grillini ecc spero ardentemente che non si candidi anche: Vitali, Carletto Mazzone, Selene, Giovanni Rana, Francesco Amadori, Loredana Lecciso ecc
Senza nulla togliere e senza nessuna intenzione di mischiare le cose ma sinceramente non mi pareva il caso che uno che si dedica al Teatro cominciasse anche avere delle velleità di protagonismo così accentuate.
Rimani a far Teatro caro Dario, io non sono di sinistra e nemmeno di destra e non amo la tua satira (a mio modo di vedere banale) ma di sicuro faresti meno danni che non a capo del comune della più importante città d'Italia.

roberto la bella 28.11.05 16:09| 
 |
Rispondi al commento

ci manca solo un ex-repubblichino a fare il sindaco di Milano. E poi scusate, ma chi cavolo ce lo invidia Dario Fò? Abbiamo finalmente la possibilità di esportarlo e non lo facciamo?

Quanto a demagogia comunque sia a te (Beppe) che a Lui (il Nobel) non ve ne manca. Già il coniare il termine "legittimi inquilini" mi pare demenziale, anche perchè andrebbe coniato anche quello di "proprietari illegittimi" visto che come conseguenza si dovrebbe privare questi ultimi della possibilità di vendere quello che gli appartiene... il tutto puzza molto di Stalinismo bello e buono (= quello che è nostro è del popolo e quello che è del popolo è mio)

E poi chi saremmo noi per offrire casa, lavoro, dignità e soprattutto un contributo di 400 euri agli immigrati che arrivano da mezzo mondo? Non è che poi a ricevere tutte queste cose da noi italiani ricconi i poveri immigrati finiranno per sentirsi umiliati?

Ma va bene, mi avete convinto, diamo a tutti gli immigrati i 400 euri, ma che dico i 2000 euri al mese + una bella casa + il lavoro, senza scordarsi l'auto, i vestiti, il cibo, l'asilo gratis ai figli, l'assistenza sanitaria, la scuola fino alla terza laurea e il tutor per imparare l'italiano ...e i soldi per farlo? e chissenefrega, qualcuno se li sarà fregati quei soldi, andiamo a chiederli al Berlusca (al Tronchetto meglio di no) o agli evasori fiscali...

Avanti poppolo, alla riscossa.......

franco arsan 28.11.05 16:01| 
 |
Rispondi al commento

........ jack nickolson nel film- qualcosa e' cambiato- dice alla donna che ama:"...tu mi fai venire voglia di essere un uomo migliore".Se a questo deve servire la candidatura di DARIO FO', che ben venga...
...............candidatura ho detto, non elezione....

patrizio ripoli 28.11.05 15:51| 
 |
Rispondi al commento

dagli sotto grande dario, magari tu inizi, poi qualcuno tipo grillo ti viene dietro eeeee sta a vedere che tra un po di tempo anche il parlamento italiano non si ritrova con gente onesta che sa il fatto suo e che magari da in beneficenza tutti quei benefit di cui oggi godono i nostri PADRONI.
occhio solo a non farti ammazzare sai, persone come te hanno la capacità di far resuscitare fantasmi tipo br, nar, ao, ecc
AUGURI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

marzella alessandro 28.11.05 15:36| 
 |
Rispondi al commento

Faccio i miei auguri a Dario Fo, perchè credo che i suoi pensieri siano onesti e sinceri.

Però un pò mi dispiace e mi preoccupo per lui.
La politica è un pò come Re Mida.......l'unica differenza è che qualsiasi cosa tocchi non diventa oro ma.........

....e comunque, in bocca al lupo Dario (anche se ti preferirei nella veste di precettore per una nuova classe dirigente e di un nuovo modo di "fare politica").

paola zambardi 28.11.05 15:19| 
 |
Rispondi al commento

Ciò che ci piacerebbe non è cio che è.... il mondo,la società civile, le politiche, il commercio, le religioni, la cultura fanno parte di sfere di influenza separate che possono anche collimare ma che hanno insite in sè specificità altrimenti peculiari...
Quando Dario Fo ci racconta della sua indignazione durante la visita al parco che qualche faccendiere vuole suo per farne una grossa speculazione, ha ragione se entriamo nella sfera del sentimento, tanto che lui fa riferimento al nome poetico di "il Bosco di Gioia", ha torto se entriamo nella sfera politica, perchè altrimenti non ci spieghiamo come possano essere conciliate le esigenze di una chiassosa sinistra che vuole le case e il lavoro per gli immigrati, se poi non vogliamo toccare i parchi, a meno che non facciamo intervenire il simpatico ma poco intelligente presentatore ed oggi financo politologo "Celentano"...che qualche buona idea lui forse c'e l'ha.
Sono simpatizzante di Dario ma capisco di più il suo teatro rispetto alle sue intenzioni politiche.
Non vorrei essere frainteso: le intenzioni politiche di Dario sono nobilissime come lo è il suo animo e per questo a mio modesto parere la sua sfera dovrebbe rimanere quella culturale perchè dove si stà cimentando ci sono gli interessi politici e sopra quelli gli interessi economici che non hanno nulla a che fare con la societa' civile e che non danno conto a quest'ultima.poi ci sono le esigenze di bilancio ecc.. ecc..

Auguri comunque caro Don Chisciotte del XXI secolo

Alessandro Vaglia 28.11.05 15:11| 
 |
Rispondi al commento

Per il sedicente Savonarola
Sei solo un cretino

solia nicola Commentatore in marcia al V2day 28.11.05 14:33| 
 |
Rispondi al commento

"Io mi schiero con lui, un uomo onesto, intelligente e, anche se ha una certa età, con idee nuove sulla mobilità, sull'energia, sull'integrazione, sull'inquinamento."

hahahah...grillo fai sempre ridere anche quando fai il serio. Vorrei anch'io aver vinto un promio nobel per la letteratura interpretanto opere del manzoni e facendo il buffone con Ruzzante. Purtroppo sono ben conscio che tutto ciò non fa di me un esperto di integrazione di inquinamento di energia e di mobilità.
E' per questo che Fo come politico ci sta benissimo, perchè è pieno di aria fritta come ce ne son tanti. Quanto a onesta ed intelligenza non discuto...ne saprai meglio tu.
Quanto a olio di colza....preparatevi all'olio di gomiti con Fo sindaco altro che a quello di Colza.

Comunque io proporrei Eva Hengher come candidato sindaco...oppure Selen...non si sa mai, magari passiamo all'olio di vasellina...a no aspe, quello lo usa già Fo con noi...

Girolamo Savonarola 28.11.05 14:28| 
 |
Rispondi al commento

Dario Fo..? Non lasciamoci abbagliare.... Piuttosto Grillo come Presidente ma con pieni poteri.
Che Fo faccia teatro, che di teatrini ne abbiamo già visti a sufficienza. E che si faccia un esame di coscienza quando parla di disponibilità verso il prossimo. Gli "Armiamoci e andate" non ci aiutano e non ci servono.
Grazie

Raffaele Fumo 28.11.05 14:22| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti. Ciao Beppe.
Sono esausto di tutto, specialmente di questo vergognoso sistema per fare soldi a partire dai comuni fino alle regioni. Mi spiego meglio.
Lavoro come procacciatore d'affari e dunque sono in movimento continuo. Mi reco nel Comune di Molinella, vicino Bologna, per lavoro e manco a dirlo gli infernali autovelox mi fotografano. La velocità rilevata e' di 70 km orari, con lo "sconto" 66km/h.
Ammenda di 143 euro e 2 punti dalla patente....tutto questo perche' STAVO LAVORANDO.......LAVORANDO. Il limite era 50 km/h, ma sfido chiunque, compresi i SIGNORI VIGILI URBANI, a mantenere una velocità costante come questa: vi si indolensisce una gamba...e' impossibile.
Tutto cio' e' ovvio. Come e' ovvio che il comune di Molinella ha posto tele restrizione su una strada sulla quale potrebbe tranquillamente elevarlo a 90km/h per via delle sue caratteristiche. Ladri. Ladri. Ladri. Vi servite di modi così subdoli per sottrarre denaro a chi , per esigenze di lavoro , e' costretto a spostarsi di continuo e su tutto il territorio esponendosi così al rischio continuo di multe, salatissime , il cui UNICO SCOPO E' DI INGROSSARE LE RISORSE DEI VARI ENTI LOCALI, non QUELLO DI FAR RISPETTARE LA LEGGE.

Scusatemi per lo sfogo.

Ciao Beppe.

Gaetano Coiro 28.11.05 14:20| 
 |
Rispondi al commento

vorrei sprofondare...... ho letto il messaggio sbagliato.... SCUSAAAA..... ehhehehehehe

si, sono un coglione... prima che me lo dite voi tutti. hehehehehe

Col solito affetto
Francesco Di Martino

Francesco Di Martino 28.11.05 14:17| 
 |
Rispondi al commento

HEYYYY... REDAZIONE !!!!
IL MESSAGGIO CHE HO SCRITTO NON E' QUELLO PUBBLICATO A MIO NOME IL 27-11-05 ore 02.47.

HO SCRITTO, PERCHE' COSI' PENSO, BENE DI DARIO, MA DESIDEREREI CHE NON MI FOSSERO ACCOLLATE DELLE COSE CHE NON HO DETTO.

SONO CERTO ESSERE UN PROBLEMA DEL SITO, PERCIO' NON HO REMORE NEI VOSTRI CONFRONTI, MA VI PREGHEREI DI RIMETTERE LE COSE AL PROPRIO POSTO PER FAVORE.

CON AFFETTO.
Francesco Di Martino

Francesco Di Martino 28.11.05 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Anche se non sono di Milano apprezzo che un uomo di cultura e sentimento come Dario Fò si stia adoprando per migliorare la realtà di questa grande e poliedrica città.
Gli auguro ogni fortuna fidando ciecamente nella sua intelligenza, sapienza ed incorruttibilità.

gennaro cerchiara 28.11.05 14:07| 
 |
Rispondi al commento

E' ora che le nostre menti migliori scalzino tutti questi imprenditori burocrati e parassiti .Sono davvero contento che le persone eccelse del nostro paese scendano in campo e mettano la loro intelligenza e il loro sentimento a disposizione del popolo e non solo sul palcoscenico. Anzi Beppe "lei che e' un comico " salga in cattedra , almeno l'appoggio dei suoi seguaci sarebbe garantito al 100% !Salvate l'Italia

bob ravaglia 28.11.05 14:06| 
 |
Rispondi al commento

Anche se non sono di Milano apprezzo che un uomo di cultura e sentimento come Dario Fò si stia adoprando per migliorare la realtà di questa grande e poliedrica città.
Gli auguro ogni fortuna fidando che nella sua intelligenza, sapienza ed incorruttibilità.

gennaro cerchiara 28.11.05 14:06| 
 |
Rispondi al commento

Seconda pagina de l'Unità di oggi sul duello Fo - Ferrante per Milano "Le primarie risvegliano finalmente la passione.. etc."

E in terza pagina "Cuffaro getta la spugna. E' il primo successo di Rita Borsellino".

Ed è uscito pure fuori il sole!

Paola Bassi 28.11.05 13:15| 
 |
Rispondi al commento

CORAGGIO DARIO, HAI IL NOSTRO APPOGGIO.

COMUNQUE VADA ALLE PRIMARIE, TUTTI UNITI POI ALLE ELEZIONI

ROBY TOSO 28.11.05 13:13| 
 |
Rispondi al commento

Fo Sindaco a Milano, Grillo Presidente della Repubblica e Nanni Moretti Presidente del Consiglio, così finalmente tutto il mondo ci prenderà per il culo.
Quando avrò la fortuna di vedere un candidato della sinistra che abbia lavorato almeno un'ora in vita sua?

Giordo Giorgio 28.11.05 13:00| 
 |
Rispondi al commento

Ladri, mafiosi, pornostar,cantanti, attori,ecc... ecc.. ormai la classica seggiolina è li in vendita a chi ha la forza finanziaria per propagandarsi al meglio,per Dario tanto di cappello come comico ed attore. la sua lettera da politico non la leggo, sicuramente sono un sacco di fregnacce da propaganda elettorale.

Claudio Moretti 28.11.05 12:47| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti voi...
Sono contento che Dario Fo abbia deciso di fare qualcosa per Milano, una città importante che può e deve dare tanto a noi Italiani.
Inoltre penso che l'idea di Fo vada oltre alle solite aspirazioni dei nostri dipendenti politici, intenti solo a raccimolare fama alle spalle della popolazione, Fo ha già raggiunto obbiettivi importanti nella sua vita, per questo motivo penso che il suo mettersi in gioco nel mondo della politica sia reale e senza secondi fini.
Caro Fo sarà difficile per te, ti metteranno in difficoltà con tutte le armi che possiedono, ma non mollare......Milano e l'Italia ha bisogno di persone come te!!!!!!
Beppe aspetto con ansia......una tua trasmissione....

alfredo biondolillo 28.11.05 12:38| 
 |
Rispondi al commento

le persone come il signor Fo con idee diverse da quelle che abitualmente albergano nelle teste della parte maggiore dei nostri amministratori/dipendenti hanno il dovere credo di impegnarsi nel tentativo di cambiare le cose che credono non andare bene e alla lunga risultare dannose per la collettività.
Ma esistono diverse altezza dalle quali calare le decisioni
Il sindaco di Milano può tentare di risolvere i problemi di Milano, introdurre idee innovative e comportamenti virtuosi che avvantagerebbero i cittadini di Milano e pochi altri.
Ma basta che i sindaci di Rho o di Monza abbiano un'idea diversa, che ne so, sulla qualità dell'aria o sul traffico privato, per vanificare i comportamenti virtuosi introdotti o imposti alla cittadinanza di Milano da un tiranno illuminato
Dovrebbe invece candidarsi potendolo fare alla carica di segretario generale delle Nazioni Unite, del WTO, della Banca Mondiale, del Fondo Monetario dell'ICCP (The International Climate Change Partnership), del WHO. Questo purtroppo però non si può fare

Dalle primarie per il candidato sindaco di Trieste poi ho ricavato l'impressione che tutto quel fermento positivo di movimenti, associazioni, gruppi di acquisto solidale ecc, si sia in buona misura tenuto alla larga dalla consultazione. Tre candidati, due impresentabili, assolutamente distanti da un qualsivoglia barlume di idea alternativa. Il terzo portatore invece di mentalità diverse (pace, ambiente, solidarietà ecc.al primo posto dell'agenda) che però a raccolto pochissimi voti. Forse vittima di invidie e incomprensioni, personalismi e primodonnismi (mi scuso per il neologismo) che troviamo anche in questi gruppi.
Spero proprio che il signor Fo non faccia la stessa fine.

paolo degrassi 28.11.05 12:28| 
 |
Rispondi al commento

appoggio pienamente Dario Fo...è tempo di modifike a milano come in ITALIA!!!!!!!!!!!!!!!!

giuseppe costa 28.11.05 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Immenso Dario, Ti adoro come maestro di vita,come maestro di arte teatrale,come maestro...di tutto. Ti auguro di stracciare tutti i tuoi antagonisti latitanti e di apportare il tuo illuminato contributo alla città di Milano. Mi spiace solo che non potrò votarti. Perchè non fai candidare Franca a Napoli?

Antonio Annunziata 28.11.05 11:56| 
 |
Rispondi al commento

MICHELANGELO TI ODIO !!!
Mi sveglio ogni mattina con il cuore gonfio di desideri.
Il più grande: essere fiero di essere un cittadino di questa Nazione. Come è dolorosa e pesante questa cosa.
Alle elementari, la mia “vetusta” maestra si era impegnata a fondo per fare intendere a frugoletti di 8 anni il significato di Patria, di Popolo, di Nazione, sottolineando con passione i contenuti reconditi di queste parole e la necessità di usare la maiuscola come una forma di rispetto per sostantivi che corrispondono a grandi concetti.
Massaggiandomi il collo mentre cercavo la mia faccia nello specchio, (devo cambiare quel cuscino di merda!) ho avuto una rivelazione inaspettata:
la colpa di tutto, il senso di disagio che provo, l’amarezza del non essere, dipende da quel figlio della strada di Michelangelo.
Certo è lui la causa del mio malessere e della decadenza di questo Paese. Se lui non avesse inteso lasciare una traccia di sé profonda come un’orrenda ferita di spada, se non avesse sentito l’urgenza e la necessità di porre l’Uomo al centro delle questioni sacre e profane, se non avesse trattato Papi e miscredenti in maniera strumentale per affermare la sua grande Opera, se non fosse mai nato, allora non avremmo nulla per cui sentirci oggi così amaramente inadeguati e tronfi della nostra mediocrità di italioti, potremmo perseguire senza difficoltà la strada della non coscienza e dell’involuzione.

Michelangelo ti odio! E con te tutti quei tuoi compagni di merende, Il Raffi, il Tiepolo e poi quelli che hanno inteso l’arte come scienza sperimentandone modi e tecniche innovative, maledetti architetti, disgustosi scienziati, spregevoli filosofi.
Ci avete costretto all’inadeguatezza, voi razza barbara di alieni pervertiti, interessati solo all’Eternità, al tirare fuori dalla propria anima cose nuove, belle, piene di alterigia e disprezzo per chi a pensare fa fatica e non va oltre il mangiare, respirare e riprodursi.

Leonardo Frontani 28.11.05 11:41| 
 |
Rispondi al commento

...che bella lettera di attacchi gratuiti!
Mi sale un brivido a pensare ad un personaggio come te come sindaco di una grande città come Milano!
Caro Dario...vai a fare i tuoi versi senza senso in teatro e lascia stare Milano, che non ha bisogno di buffoni e giullari come te!

Massimo Grassi 28.11.05 11:35| 
 |
Rispondi al commento

Cari Fo e Grillo,
onestamente non credo che leggerete mai questa lettera ma mi piace immaginare che possa essere reale un contatto, sia pure di penna, con due persone così intelligentemente obbiettive.
Mi chiamo marco, sono un artigiano di 47 anni, e faccio questo lavoro da 27 anni.
Sentendo la radio dalla mattina alla sera, tutti i giorni, tutto il giorno, mi sono fatto un'idea piuttosto nitida di come sia gestita l'informazione, da sempre, in un Paese fatto di "repubbliche a conto proprio", di isole, di atomi:
serve dividere per gestire il potere e in Italia questo è piuttosto facile ma oggi mi sono accorto di non avere più voglia di ascoltare belle teste che pensano al posto mio, l'informazione che è promozione, serve a far orientare la massa di pecoroni: "esodo estivo- boom di vendite a rate per le feste natalizie- la borsa ha avuto un sussulto per le dichiarazioni del presidente della FED..." E via tutti a chiedersi come andare in vacanza, o cosa comprare a rate (interessi zero, eh !!!) o, ciliegina sulla torta, come investire in borsa, ah, la borsa, eh, la borsa....
Sono stufo, mi sento più intelligente di quanto mi racconta l'informazione, ho un lavoro autonomo e comunque io senza 'sta massa di mangiapaneaufo campo lo stesso, mentre loro, senza il mio consenso (leggasi VOTO), dovrebbero levarsi dai dentroilriccio (marroni); e dico dovrebberro ricordando il caro e vecchio De Michelis che all'ultimo congersso del RINASCENTE PSI (il collegamento con il Grande Magazzino mi è venuto al momento, non l'ho fatto apposta, ma ci sta davvero benino) cercava di far seccare il mastice che lo incollava alla sedia riparandosi dagli sputi che, viceversa, lo rendevano molliccio....
Insomma, la faccio breve: non andrò più a votare finchè non vedrò facce nuove e persone che non mi prendano per le chiappe, perchè a questo punto, con internet, l'Europa, l'informazione che arriva dall'estero continuare a tenerci questa pletora di
incapaci da 40 milioni al mese è da scemi.
Grazie.

marco rindori 28.11.05 11:24| 
 |
Rispondi al commento

se si candida Baccini a Roma,è più che giusto che Fo concorra per Milano.Così,se Dario vincesse,avrebbe finalmente un po' di visibilità,perlomeno sul tg regionale,visto che è stato epurato da tutti gli organi di informazione.

Giulia Coppo 28.11.05 11:01| 
 |
Rispondi al commento

Giovanni Petrosillo,
ma sei stupido o sei un giovane di forza italia?

Fabio Calamaiuffi 28.11.05 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Comunque caro Dario,
strada facendo vedrai chi sono i tuoi amici diessini, capirai che il potere ce l'hanno nelle ossa e che non vogliono cambiar un bel nulla. Sono servi pagati e strapagati

Giovanni Petrosillo 28.11.05 10:47| 
 |
Rispondi al commento

La politica e l'Amministrazione Pubblica hanno estremamente bisogno di persone intelligenti, capaci di analizzare e risolvere i problemi dei cittadini.
Dario Fo è sicuramente una delle persone che faranno bene e se ha deciso di dedicare il suo tempo a Milano lo farà sicuramente con senso civico e passione.
Coraggio siamo con Lui e mi auguro che riesca a creare un gruppo di collaboratori altrettanto capaci.

Marzio Azzoni 28.11.05 10:45| 
 |
Rispondi al commento

Premetto che non sono di Milano ma Dario Fo, non mi convince, pur apprezzandolo molto come autore e attore. E' facile cavalcare le proteste. Il vero problema è trovare le soluzioni, possibilmente, più eque per tutti.Dica quali provvedimenti amministrativi, come Sindaco, porterebbe in consiglio comunale nel primo anno di amministrazione. Su questo si potrà valutare la sua proposta di candidatura.
Saluti
Vincenzo Genovese

Vincenzo Genovese 28.11.05 10:40| 
 |
Rispondi al commento

Non è giusto.
Non è giusto che un personaggio come Dario Fo
"scenda in campo per noi"
siamo alla frutta
In bocca al Lupo Dario.

Nunzio Capizzi 28.11.05 10:30| 
 |
Rispondi al commento

Caro Paolo jr,
proprio perchè la persona in questione ha 80 anni (e non 90 come dici tu...)ed ha sicuramente molte altre cose migliori da fare che impegnarsi per restituire a te, Paolo jr, una città più vivibile, merita tutto il tuo rispetto e quello di tutti i milanesi. In ogni caso qualsiasi migliore alternativa (??) potrà essere presa in considerazione. Hai qualcosa da suggerire?

Francesca Barzagli 28.11.05 10:28| 
 |
Rispondi al commento

Gli Ultimi saranno i Primi,
per questo Casini con il suo governo ha devastato il paese? Chi spiega al Berlusca che non sono ci sono mai stati ben 200 terroristi?
Come fa Fini a non essere picchiato dalla base del suo partito per i voti che AN perde e perdera'? Chi dice a Bossi che il suo partito xenofobo di sottosviluppati mentali ignoranti non ha mai raggiunto alcun traguardo?
Chi dice al fratello del Berlusca che sta con un mignottone che alla recita di natale della scuola gia' faceva la parte della caverna? Come mai se la scopa invece di stare giustamente in carcere ad essere sodomizzato da qualche negrone statuario?
Perche' non contiamo piu' niente di niente in europa e nel mondo? perche' Ruini non e' vestito con una bella camicia nera e al posto del crocifisso non ha un aquila? perche' i Carabinieri che tanto amano e servono il paese scortano i Parlamentari della lista "il parlamento pulito" alla camera invece di portarli al regina coeli?

io per due canne sono stato menato e portato dentro due giorni, questi rubano milardi e niente...............................................................................................................................................


mah, ho un forte stato di confusione mentale...


Fabio Calamaiuffi 28.11.05 10:28| 
 |
Rispondi al commento

Non ho mai particolarmente apprezzato Dario Fo nelle sue varie rappresentazioni, e non mi piace il suo modo di porsi alla gente, ma credo che quello che stia per fare, gli rende onore e lo appoggio sinceramente in questa sua futura campagna. Spesso chi ha un certo carisma e decide di compiere queste azioni, ponendo la sua faccia in prima linea, è persona di grande carattere e capacità, ed è per questo che non apprezzando l'artista, appprezzo il candidato.
Spero che anche Beppe, presto ci dia modo di votarlo!!!!!!!(solo che lui lo adoro come artista)
Hai visto mai che i comici non siano quelli al governo ed i comici i giusti governanti?

Massimo Rialti 28.11.05 10:24| 
 |
Rispondi al commento

Premesso che io vivo da sempre a Napoli, ho letto della candidatura di Dario Fò e mi è venuta tristezza perchè vorrei avere la possibilità di votare un personaggio simile anche nella mia città. Forza Dario se non ti eleggono i lumbard vieni a candidarti da noi...

Luca Riccio 28.11.05 10:17| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei chiedere però a Beppe Grillo di andare fino in fondo nelle sue analisi. Caro Beppe non ti sembra che la distinzione tra buoni e cattivi capitalisti sia speciosa e che il capitalismo agisce a seconda delle situazioni? Perchè fai un critica mirabile e poi dici ci sono capitalisti buoni.Chi si arrichisce lo fa sempre col lavoro altrui. Dagli le condizioni adeguate e poi vedi dove finiscono i capitalisti buoni! come diceva Nanni loy: Dopo non aver mai lavorato li nominano pure cavalieri del lavoro, altrui!!!

Giovanni Petrosillo 28.11.05 10:07| 
 |
Rispondi al commento

Spero vivamente che Dario FO sia eletto. Spero che i milanesi capiscano quale opportunità si stia presentando loro. Che fortuna che avete!!! non sono di Milano, ma facio il tifo per Dario FO. Mi sentirei più orgigliosa di essere Italiana.

Ho letto i messaggi contro le politiche a favore degli immigrati e dei rifugiati, e mi chiedo perchè gliitaliani che sono cosi' contro gli "immigrati" non si mettono cinque minuti nei panni di un somalo o di un magrebino o di un afgano o di un rumeno. Che cosa faremmo se nel nostro paese non avessimo da mangiare, se nel nostro paese ci fosse la guerra, se gli altri fossero interessati al nostro paese solo per sfruttare ancora di più? Se vedessimo i nostri figli morire di fame o di morbillo? Non andremmo anche noi all'estero per cercare di far sopravvivere la nostra famiglia e noi stessi?
GLI ITALIANI non sono forse andati in tutto il mondo in cerca di lavoro e di una vita migliore?
perchè gli altri non dovrebbero farlo?

ALLORA FORZA DARIO FO', spero che tu possa dar voce a tutti coloro che vivono a Milano, e non solo ai ricchi e ai "bianchi".
In bocca al lupo e grazie per il tuo impegno e il tuo esempio.

Federica Marengo 28.11.05 10:05| 
 |
Rispondi al commento

ciao Dario!
mi fa un certo effetto poterti scrivere a darti addirittura del tu! ma mi viene naturale..xchè tu sei una persona che ho sempre seguito...sei un uomo giovane dentro per tutte le cose che hai fatto e per tutti i tuoi progetti......
Sono sempre stata una tua ammiratrice...perfino da bambina poichè mio padre ti adorava, e io avevo modo così di seguirti....
Ora bambina non lo sono più da un pezzo...e ..non posso fare a meno di sentirmi molto sconfortata nel vedere come questa mia, questa nostra bella Italia...paese d'arte e di artisti...famosa nel mondo per i suoi paesaggi da sogno...per il suo illustre passato di pittori e poeti...sia adesso ridotta!!!!
Io non solo ti metterei nelle mani Milano...ma se fosse possibile l'Italia intera!
Mi fido di te! Tu hai sempre agito senza scendere a compromessi, hai sempre fatto quello che ritenevi giusto senza lasciarti intimorire da nessuno e sei arrivato all'apice del successo sostenendo un ruolo scomodo, solo con la tua forza di volontà, la tua coerenza, il tuo senso del giusto.
per questo io ti sostengo a piena voce...e ti auguro un mare di auguri!!

tiziana selva 28.11.05 10:04| 
 |
Rispondi al commento

Vabbe', Casini e' un subdolo portavoce del Vaticano (che ce lo butta sempre nell'ano), avete per caso sentito i TG ieri gridare allo scandalo sul PRELATO che si e' SCOPATO trenta ragazzini? no, i preti evidentemente sono IMPUNITI come i parlamentari.

Un giorno dovra' pur esserci una giustizia divina... tra prelati e politici ci sara' l'inferno pieno.

Fabio Ramassotto 28.11.05 10:01| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia ha vissuto al di sopra delle proprie possibilità? Certo,non io però con 800 euro mensili, non mio padre impiegato ILVA, non mia nonna con la pensione minima.Casini sì, i suoi parenti sì, i capitalisti aiutati dallo stato sì. Pagassero loro adesso!

Giovanni Petrosillo 28.11.05 10:00| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ieri in televisione ho sentito il dipendente Casini lanciare un monito agli Italiani. Ha detto che l'Italia(e quindi noi italiani) ha vissuto economicamente, per molti anni , sopra le proprie possibilità. Ha detto "noi politici" non possiamo dire agli Italiani "quello che gli Italiani vogliono sentirsi dire", ma che invece bisogna dire agli Italiani che ci aspettano tempi duri e che bisogna tirare la cinghia !!!! E fino a dove la dobbiamo tirare sta ca...o di cinghia? E l'hanno pure applaudito!
Paolo.
P.S: ovviamente non s'è capito se la cinghia la tireranno pure i nostri dipendenti.....in questo nostro prossimo futuro.

paolo tumolo Commentatore in marcia al V2day 28.11.05 09:52| 
 |
Rispondi al commento

Se pensi che il problema siano i 90 anni sbagli di grosso, è abbastanza lucido ed è questo il problema.

Giovanni Petrosillo 28.11.05 09:45| 
 |
Rispondi al commento

Se Fo era stanco di vedere Milano in mano ai lestofanti ha scelto la via peggiore per migliorarla. Candidandosi per entrare a far parte di quel sistema di potere che crea i nostri politici. Scusatemi se faccio altri paragoni, ma mi sembrano calzanti, chi si ricorda del grande Gian Maria Volontè che portò Scalzone in Francia per evitargli l'arresto? Sono questi i gesti migliori per combattere il potere!E' vero anche lui si candidò per il PCI ma erano altri tempi.

Giovanni Petrosillo 28.11.05 09:36| 
 |
Rispondi al commento

Sono pienamente d'accordo per la candidatura di Dario Fo a sindaco. Fo e' una persona estremamente intelligente e da sempre coerente con i propri credo. Basta con quei semianalfabeti che siamo costretti a sorbire giornalmente! Basta con i voltagabbana inquietanti e ambigui come Cacciari e Cofferati! Basta con i servi del Vaticano e del potere! E quello che mi più mi dà il voltastomaco è che certi comportamenti incoerenti, arroganti,di totale disinteresse per i problemi sociali provengono proprio dall'area di sinistra,dove proliferano personaggi squallidi e dal dubbio passato. La storia ci insegna che i grandi cambiamenti sono stati ottenuti con i grandi personaggi. Questa nazione sta regredendo continuamente con il crescente clima da santa inquisizione e con politucoli deficienti! Ben vengano i Dario Fo! L'importante è che la gente lo capisca o per capirlo devono arrivare a fine mese mangiando patate?

mario cacciani Commentatore in marcia al V2day 28.11.05 09:34| 
 |
Rispondi al commento

speriamo che la sua candidatura non serva solo a far vincere il centro destra dividendo i voti della "sinistra". io ovviamente preferisco Dario...l'ho visto anche 3 volte dal vivo...eccezionale

aron prati 28.11.05 09:32| 
 |
Rispondi al commento

Non voglio dire che tra lui e i destri non ci sia differenza, tuttavia un sasso gettato in acqua muove solo la superficie della stessa e invece noi avremmo bisogno di un vero e proprio maremoto. A Milano e in tutta Italia. Qui si vive sempre peggio eppure continuano a distrarci con la bella vita di matrici-veline televisive e con gossip patetici sugli sballi dei potenti!

Giovanni Petrosillo 28.11.05 09:28| 
 |
Rispondi al commento

VOCE FUORI DAL CORO
Bhe credo sia giusto che anche Dario Fò abbia il suo spazio. Io, personalmente, non amo Fò nè come uomo nè come artista, le sue performance non mi fanno sorridere e neanche pensare. Ritengo inutile e veramente tedioso questo modo di affrontare i problemi, populista e finto-solidale, della sinistra italiana.
Sono però convinto che chiunque debba avere la possibilità sia di esprimere le proprie convinzioni che di candidarsi ovunque lo ritenga necessario.
Mi chiedo però, se Dario Fò non fosse stato premio Nobel e bandiera della sinistra italiana, sarebbe stato candidato?
Se Pasquale Zappello avesse chiesto a Rifondazione, alla Margherita, a Forza Italia ecc di essere candidato come sindaco di Milano, lo avrebbero preso sul serio o lo avrebbero mandato a quel paese?
Forse Dario Fò è più intelligente di Pasquale Zappello, ha delle idee più moderne e più incisive? Bhe se nessuno conosce quelle di Pasquale, difficilmente si potrà sapere.
La demagogia imperante crea sempre dei martiri e degli eroi come anche il caso di Grillo, assurto agli altari del martirio. Certo è che se i nostri 2 amici (Grillo e Fò) si facessero un bell'annetto sui cantieri sia d'estate con 40 gradi che d'inverno con -12 allora, e solo allora li prenderei sul serio. Purtroppo i 2 martiri delle sinistra italiana se ne stanno a casa sotto un bel piumone quando c'è freddo e al largo di Pantelleria quando qui fa caldo. Io dovrei ascoltare questa gente? mi dispiace per voi ma io non vi voterò mai così come non voto nessuno e insegno la disobbedienza civile del non voto anche ai miei figli.

Roberto La Bella 28.11.05 09:26| 
 |
Rispondi al commento

Sono molto contento della candidatura di Dario Fo come sindaco di Milano, e anche molto invidioso: noi a Palermo possiamo opporre il maitre-à-penser Diego Cammarata: che forza! A parte i guai umani di casa mia, però, ho provato, nel leggere la lettera di Fo, un certo imbarazzo: ma come, una persona per bene come lui, uno che pensa, che lotta, si incazza, riflette e fa riflettere, che guarda al di là del proprio naso, utilizza uno spazio come questo blog per sottolineare le assenze del contendente anzichè raccontare il proprio programma e i propri progetti? Non sono un elettore di Milano, ma io il mio candidato non vorrei sceglierlo perchè il rivale è inefficiente, assente, colluso, inetto, arrogante, ecc. In questo modo, gentile signor Fo, la scelta che lei propone tra sè e Ferrante rischia di essere presa per esclusione dell'altro, anzichè per scelta del proprio rappresentante desiderato. Non perda questa occasione, e soprattutto non perda l'occasione di distinguersi dal tristissimo gregge della politica e dei politici che ci (dis)amministrano; Lei può farlo! Grazie, la saluto con molta stima.

roberto buccola 28.11.05 09:22| 
 |
Rispondi al commento

Il filosofo comunista Costanzo Preve
disse, giustamente, che avrebbe voluto più Giorgio Gaber e meno Dario Fo per una nuova alternativa anticapitalista, anche nella cultura.
Dario è entrato a far parte di quel partito della ragionevolezza Dalemian-veltroniana che a definirla di sinistra ci vuole fantasia:guerrafondaia e servile. Un soggetto irriformabile che puzza dalla testa e che si coltiva plebi festose di militanti ciechi senza più spirito d'autocritica.

Giovanni Petrosillo 28.11.05 09:21| 
 |
Rispondi al commento

Salve, sono entusiasta della candidatura di Dario Fo a sindaco di Milano, ma mi piacerebbe che la sinistra riproponesse le primarie (quanto è accaduto in Puglia, e io sono della prov. di Lecce, è molto indicativo!!!).

Giuseppe Cacciatore 28.11.05 09:19| 
 |
Rispondi al commento

Se attraverso te Grillo posso parlare con Dario Fo:
Se ti riferisci al palazzo di piazzale Dateo è interessante vedere che i commercianti una volta ivi residenti sono tutt'oggi stipate in baracche costruite all'interno dei giardini di Corso Indipendenza.
Uno di loro mi ha detto che li avevano messi li per un paio di anni, per ristrutturare il palazzo Dateo, a distanza di 10 anni sono ancora li ed il palazzo lo stanno vendendo.

Caro Dario io ti voterò ma quanti potenti ti appoggeranno? Sei sicuro dei numeri e di come questi verranno letti?
Questa nostra Milano è fondamentalmente di destra che cosa possiamo inventarci per superare i numeri.

Mauro Bevilacqua 28.11.05 09:19| 
 |
Rispondi al commento

Ascoltavo quello che diceva Dario Fo, anni addietro, quando era nel gruppo la Comune.Contro il gradualismo, contro il capitalismo, contro il fascismo. Poi ho ripensato a quando ha firmato quella lettera che chiedeva a Bertinotti di non uscire dal governo Prodi. Forse l'unica cosa comunista che Bertinotti ha fatto nella sua vita, contro il burocrate capitalista di stato Prodi. Sono convinto che Fo è meno rozzo dei forzisti o dei leghisti, ma ormai non è più una questione di bon ton. Si tratta di essere realmente diversi e da uno che voleva salvare Prodi non so se ci si possa aspettare molto.

Giovanni Petrosillo 28.11.05 09:13| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo con l'iniziativa di candidare Fo a Sindaco di Milano anche se non sono d'accordo su tutto ciò che Fo stesso rappresenta o dice. Eè in ongi caso, infinitamente meglio del personale politico esistente. Comunque in tutta Italia è lo stesso: chiedi qualcosa al politico e lui non c'è mai. E, nelle periferie, dove "certi" problemi ci sono eccome, con l'assenza della politica cosiddetta istituzionale si lascia il campo libero a Forza Nuova, FSN ecc. ecc. e altri soggetti simili che almeno (e sottolineo almeno)con gli abitanti della zona ci parlano!

Sergio Mauri 28.11.05 09:00| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori