Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Balle spaziali


Balle spaziali.jpg

Franco Debenedetti, senatore DS: “Se Fiorani avesse voluto lasciare l’Italia l’avrebbe già fatto mentre il presunto reato non può essere reiterato, e di prove non se ne possono occultare
Questo è il fratello meno furbo di Carlo. Se è così certo di quello che dice perché non va a dichiararlo ai giudici di Milano?
E se non lo è si iscriva a una compagnia di avanspettacolo.

Piero Fassino, leader dei Ds: “Io non sono compagno di merende di nessuno”.
E si vede! Ma almeno a cena qualcosina mangerà con Consorte della Unipol.
Lo stesso Consorte che il 19 luglio 2005 si scambiava queste battute con Fiorani:
Fiorani: “Gianni, io mi sento sangue del tuo sangue…tu sai che io sono sempre pronto e disponibile e lavoro anche un po’ sott’acqua come tu hai capito bene…”
Consorte: “Giampi devi fare due tre pensate su un presidente di prestigio (di BNL, ndr)… che noi dovremmo avvicinare”.

Antonio Fazio, governatore della Banca d’Italia: “Va benissimo. Io non mi dimetto. Ho la coscienza serena
Cosa dire a uno così? Se un giorno dovessero arrestarlo non se ne accorgerà neppure, penserà di essere in visita a un monastero di clausura.

Giovanni Consorte, presidente Unipol indagata per aggiotaggio: “Noi andiamo avanti per la nostra strada. E con il nostro progetto, che è ambizioso e di taglia europea. E’ assolutamente praticabile. A-sso-lu-ta-men-te”.
Soprattutto se si recherà in carcere da Fiorani a chiedere suggerimenti per la gestione della BNL.

Berlusconi dice che il governo “istituzionalmente” non può far nulla per la rimozione di Fazio e che è “inutile parlarne”.
Ma non era lui l’uomo dotato di super poteri, che faceva le super leggi per i prescritti e per le elezioni?

I francesi volevano la fantasia al potere, noi siamo oltre: al potere abbiamo la presa per il c..o.

15 Dic 2005, 18:10 | Scrivi | Commenti (904) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Stamattina un gran via vai di aerei sulla pianura padana con vistose scie chimiche oggi pomeriggio come previsto una strana nuvolaglia…
perchè Beppe Grillo non se ne occupa ?
invito tutti a leggere l'articolo
"speciale SCIE CHIMICHE" su

http://www.fottilitalia.com/
che si definisce "il sito anti-italiano per eccellenza"

mario rossi 08.03.06 16:41| 
 |
Rispondi al commento

un po di anni fa a pordenone scattò l allarme atrazina,tutti semi scandalizzati dalle cisterne di acqua potabile sotto le loro case,dal fatto che l atrazzina la usavano i contadini come diserbante nei campi della pedemontana sopra pordenone...a distanza di una decina d anni attualmente e chi sa da quanto tempo la base USAF di aviano lava le piste di decollo/atterraggio con una soluzione di atrazzina che continua a infestare l ambiente e l uomo...tralasciando uranio impoverito,scarichi inesistenti,serbatoi di aerei che piovono dal celo ecc..

Stefano Bet 29.01.06 23:19| 
 |
Rispondi al commento

SCIE CHIMICHE

un problema di cui nessuno si occupa neanche Beppe Grillo, il problema delle SCIE CHIMICHE l'unico che ne parla è
http://www.fottilitalia.com/
il sito anti-italiano per eccellenza

quasi in esclusiva

Invito anche Beppe Grillo ad occuparsene
Marcello

marcello ariosti 25.01.06 13:31| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo con indignazione alla lettera di Gino paoli (che amo e stimo). Luigi Tenco è stato un grande artista e una persona socialmente impegnata. Diceva: "Protesta chi si espone, chi rischia, non chi dice cose ovvie che vanno bene a tutti, levati i matti, s'intende". E andava oltre"Parlagli di divorzio, della mafia e dia ltre faccende che scottano, e allora vedrai che la gente si arrabbia e ti da addosso" Tu caro Gino sai che Luigi fu censurato in anni che dire certe cose era quasi impossibile, ricordi "Cara Maestra" e "La Ballata del Marinaio" "E se ci dirannoo" e tutto il resto! Mi piacerebbe sapere perché Dopo il ritrovamento del cadavere di Luigi, e i vari spostamenti (giustificati in modo incredibile dal commissario Molinari nella trasmissione Domenica IN da Bonolis) non venne fatta almeno unìautopsia riparatrice! La fanno abitualmente anche agli ottantenni morti in ospedale. La verità è che Tenco era uno scomodo ed era già stato minacciato di morte, a Sanremo era deciso adenunciare le Combines e le schifezze che ruotavano intorno al casinò. Veniamo all'attualità: Paoli ed altri (Zanicchi, Lauzi...) Insinuano che coloro che vogliono la verità siano dei cinici o degli opportunisti. Mentre i veri amici, quelli che lo amavano, desiderano solo che il suo corpo riposi in pace. Peccato che alcuni di loro siano gli stessi che 39 anni fa, mentre Luigi era cadavere in un obitorio, salirono sul palco di Sanremo e cantarono: qualcuno vinse anche quel maledetto festival, e altri, che oggi si dichiarano amici, non si degnarono neppure di accompagnarlo al camposanto (ma restarono in quell'ambiente corrotto a far soldi) Mentre molti "cinici" da 39 anni si battono per far conoscere il grande artista Tenco e e smascherare le malefatte e le bugie di quella notte, perchè sono convinti che non sia ne banale ne indifferente se Tenco si sia ucciso o se sia stato ucciso, ritenendo che storia, memoria e verità vadano sempre perseguite anche a distanza di 39 di distanza.Grazie Renzo

Renzo Zannardi 22.01.06 23:57| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo a Ezio. la penso esattamente com te vedo che stiamo sprofondando in un baratro di
delinquenza, corruzione ai piu alti livelli,perpetrati dai nostri politici che pensano solo al loro tornaconto, assillati da buonisti, perdonisti e pertanto in assenza di leggi adeguati vittime impotenti della criminalita di oqni tipo e livello.
Purtroppo non posso per vArie ragioni emigrare come vorrei in NUOVA ZELANDA e abbandonare questo paese di M----A.

ferri giuliano 04.01.06 13:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credo che con questa classe politica l'Italia sia destinata a fare la fine dell'Argentina.Un paese che lascia fuggire nella più completa indifferenza i propri migliori cervelli(ce ne sono in tutto il mondo)e che importa criminali da ogni dove,è destinato a una fine miserevole.
La corruzione è agli stessi livelli precedenti di "Mani pulite".Credo che ormai la salvezza sia emigrare verso paesi più civili del nostro.Perchè questi politucoli (tutti dal primo all'ultimo) non fanno leggi per combattere la corruzione e la criminalità? Perchè hanno paura che la cosa poi gli si ritorcerà contro.

EZIO PERASSO 02.01.06 22:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Andrà a finire che se va avanti così tra 2 anni la gente i soldi non li metterà più in banca, ma sotto al materasso come una volta!
O almeno, è quello che i ladri sperano... insomma, c'è feeling tra loro, che siano o meno al governo!

Mirko Monti 02.01.06 18:06| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe Grillo cosa mi sai dire della truffa legalizzata dell'I.C.I
Si perche' mi sembra stano che uno debba pagare una tassa di proprieta' sulla casa dove vive con la famiglia, se ancora la casa non e' mia ma ancora di proprieta' della banca truffaldina che ti trattiene il mutuo.
Ciao e continua cosi a rompere il belino ai politici e truffatori del governo e non.

Giuseppe Scolari 28.12.05 20:19| 
 |
Rispondi al commento

Dopo quanto appreso dalla stampa su consorte- unipol - bnl è necessario che non solo i DS ma tutti quelli che sperano in un cambiamento nella politica italiana chiedano pubblicamente le dimissioni immediate di d'alema, fassino e compagni. Non sarà possibile nessun cambiamento politico vero, nè realizzare la svolta etica e morale necessaria per ricostruire la nazione fin quando detti personaggi continueranno ad imperversare sulla scena italiana. Spero che con la Tua collaborazione si possa tentare.

carmela russo 26.12.05 22:04| 
 |
Rispondi al commento


So che centra poco con l'argomento, ma il titolo "Balle spaziali" me ne ha fatta venire in mente un'altra. Navigando su internet ho trovato che è in vendita terra sulla Luna ...?????.... questo è il link truffa a parer mio http://www.planetaryinvestments.com/

CHE C'E' DI STRANO GLI AMERICANI POSSO FARE QUELLO CHE VOGLIONO!

peggio per chi si fa fottere!

CARLO PISU 26.12.05 16:01| 
 |
Rispondi al commento


Oggi Silvio ha detto che Putin non è mai stato comunista, perché "Ha subito con i suoi familiari l'assedio di Stalingrado".

Eg, già. Solo che Putin è nato nel 1952 a Leningrado.

Qualcuno me la spiega?

ABBIAMO ELETTO UN NANO! SIC ET SIMPLICITER!

CARLO PISU 26.12.05 15:56| 
 |
Rispondi al commento

"...Attenzione: Il sistema rappresentativo delle deleghe contiene in se il desiderabile seguente (che evidentemente lo precede): la volontà di tutti a partecipare della cosa pubblica, che fa i conti con l'impossibilità materiale. Delega e rappresentanza erano un compromesso, buono. Oggi l'impossibilità che ha necessariamente generato il meccanismo, non esiste più. La storia lo percepisce e siccome la storia è il frutto dei sentimenti e mai della razio, si prepara a rendere possibile cio che non è mai stato tale. A questo punto qualcuno potrebbe pensare che io non amo tanto la democrazia, questo qualcuno non sa cosa è la democrazia. Democrazia non è rappresentanza, non è delega, non è voto. Questi sono gli strumenti della demorazia. Democrazia è la più ampia partecipazione alla discussione pubblica: "La democrazia degli altri" Amartya Sen - Mondadori. ..."

Per far emergere una azione cosciente di miglioramento bisogna cambiare il sistema di incentivi. Partecipazione alla cosa pubblica vuol dire disporre delle proprie risorse ed impegarle attraverso le proprie scelte ("libero arbitrio") in armonia e coerenza con le regole del territorio ( leggi fatte dai legislatori ).
Non è più accettabile il finanziamento a gruppi di potere che agiscono su "delega" di sottogruppi (arbitrio politico) nè la quasi totale assenza di concorrenza in un mercato dei capitali, tipicamente italiana. Questi due "cavalli matti", totalmente indipendenti dalla discrezionalità e scelta dei cittadini devono essere ridimensionati. Nel primo caso cambiando le regole sulle competenze di chi ci governa. Nel secondo caso cercando strade alternative per rientropizzare un mercato, ormai concentrato. Ogni monopilio, se non naturale e con garanzie di possibilità di entrata, è contro l'interesse dei cittadini -> sempre. La delicatezza del tema è aggravata dal fatto che questi istituti hanno un potere di erosione internazionale spaventoso. In chi dobbiamo confidare?

Un saluto.

ijimiaz galir 23.12.05 23:50| 
 |
Rispondi al commento

Oggi Silvio ha detto che Putin non è mai stato comunista, perché "Ha subito con i suoi familiari l'assedio di Stalingrado".

Eg, già. Solo che Putin è nato nel 1952 a Leningrado.

Qualcuno me la spiega?

Edo C. 23.12.05 15:19| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe, innanzi tutto tanti auguri di buon natale e soprattutto di un felice anno nuovo sperando che, per cambiare porti qualche miglioramento(anche se non sono ottimista nemmeno per i prossimi decenni).Semplicemente sono ovviamente d'accordo con te riguardo alle regole che hai elencato,soprattutto per i punti 4-5-6.Aggiungerei anche una sensibile riduzione di stipendio(almeno della metà)per questi politici e/o politicanti, che guadagnano molto di più rispetto a quelli degli altri paesi europei,facendo andare le cose molto peggio.Mi chiedevo quindi:se i "nostri dipendenti"possono votare per auto-aumentarsi lo stipendio (come mugabe in zimbabwe),potremmo noi comuni mortali organizzare un referendum per abbassarglielo visto che ci rubano un sacco di soldi? un caro saluto.
maurizio bottan -pistoia-

maurizio bottan 23.12.05 15:08| 
 |
Rispondi al commento

Bene... non ricevo risposte da nessuno, ma comunque vado avanti:

Punto 1. del mio programma:
Lo Stato deve istituire un salario minimo sotto il quale un datore di lavoro non può scendere. Questo salario minimo può variare a seconda della professione...

2. Le forze dell'ordine DEVONO andare alla ricerca di tutti coloro che lavorano in nero e obbligare il loro datore di lavoro a metterli in regola. Se si rifiutano allora la loro azienda deve essere chiusa (il lavoro si sposterebbe quindi da un'azienda illegale ad una legale che potrebbe quindi avere bisogno di manodopera extra e quindi potrebbe assumere il personale dell'azienda chiusa)

3. Basta con i contratti a termine. Dopo 2 contratti a termine il contratto diventa automaticamente a tempo indeterminato. Questo anche se i due contratti a termine non sono consecutivi (questo per evitare che la gente venga lasciata a casa tra un contratto e un altro)

4. Obbligare banche e assicurazioni ad abbassare i loro prezzi e aprire il mercato italiano ad aziende straniere a patto che facciano gli stessi prezzi che fanno nel loro Paese

5. Se un politico commette un reato durante il periodo in cui è in carica, deve essere processato per alto tradimento (oltre che per il reato commesso). Basta con l'immunità parlamentare)

6. Chiunque sia stato condannato (anche solo in primo grado) non può candidarsi a cariche pubbliche (fintanto che dura il processo) e MAI più se condannato in maniera definitiva

Resto in attesa di suggerimenti

Mauro Lauro 23.12.05 14:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ieri ho visto il suo cd che ho acquistato dal suo sito.
Come al solito lei è stato un grande, certo che però io mentre ridevo riflettevo e mi domandavo che cosa avessi tanto da ridere; perchè in realtà stavo ridendo delle nostre disgrazie, che tutti noi conosciamo, ma che non facciamo niente per
far cambiare le cose.
In realtà io credo che noi italiani non abbiamo
le ......... per fare niente, speriamo sempre che
qualcuno ci risolva questi problemi, forse crediamo che intervenga un super eroe (sa ci fanno vedere un sacco di s......... per televisione).
Comunque concludo tanto inutile andare avanti io sono allineata con lei, e adesso esprimerei, come i miei bambini hanno fatto nella loro letterina rivolta a Babbo Natale (perchè secondo me la cosa triste è che loro già si rendono conto del futuro di m.... che li attende),il desiderio di un futuro migliore e che lei torni a fare veramente il comico per farci ridere la sera dopo una onesta e dura giornata di lavoro.

Con affetto
Maria Rita e famiglia
e soprattutto un Buon Natale e Felice Anno Nuovo
a lei e a tutta la sua famiglia.

mariarita gernini 23.12.05 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Parlo a nome di un gruppo di dipendenti precari della croce rossa. Ormai da anni in questa condizione, ma stavolta pare che ci lascino tutti a casa optando per i lavoratori interinali. Considera che siamo circa l'ottanta per cento rispetto ai dipendenti di ruolo ci hanno anche proposto di lavorare 2 mesi gratis per poi rientrare in qualche modo, non so bene quale comunque la storia e molto lunga e articolata e sarò ben lieto di illusrartela dettagliatamente qualora tu volessi. aiutooooo!!!!!!!!!!!!!! GTrazie

Bruno Trevisani 22.12.05 15:44| 
 |
Rispondi al commento

Parlo a nome di un gruppo di dipendenti precari della croce rossa. Ormai da anni in questa condizione, ma stavolta pare che ci lascino tutti a casa optando per i lavoratori interinali. Considera che siamo circa l'ottanta per cento rispetto ai dipendenti di ruolo ci hanno anche proposto di lavorare 2 mesi gratis per poi rientrare in qualche modo, non so bene quale comunque la storia e molto lunga e articolata e sarò ben lieto di illusrartela dettagliatamente qualora tu volessi. aiutooooo!!!!!!!!!!!!!! GTrazie

Bruno Trevisani 22.12.05 15:43| 
 |
Rispondi al commento

Tutti i manifesti della campagna di Berlusconi sono stati realizzati con software craccato; è sufficiente vedere le proprietà dei pdf per rendersene conto; appare paradossale che un paladino della legalità che ha fatto una vera battaglia contro la pirateria informatica ricorra a questi espedienti; VERGOGNA!

BOB JAMES 22.12.05 14:26| 
 |
Rispondi al commento

In questa situazione di sfiducia totale nelle istituzioni, in questo clima di falsità generale , dove , come dice Beppe Grillo , si sparano bugie talmente grosse che uno fa fatica a credere di averle realmente sentite ,( tipo quella sparata in una serata da Vespa post elezioni regionali, in cui il rappresentante del Polo dicharava che la loro sconfitta era dovuta al fatto che le televisioni sono tutte manipolate dalla sinistra), io penso che la destra non starà ad aspettare il verdetto del popolo italiano alle elezioni. Cercherà di fare come ha fatto Bush con gli americani , ci spaventeranno con ogni mezzo possibile, (vedi già tutto il casino riguardo all'influenza aviaria, vedi già tutte queste prove antiterrorismo nelle piazze delle città d'Italia , ( in America c'è il negro cattivo e noi in Italia abbiamo gli iracheni terroristi e gli extracomunitari che pensano solo a violentare le donne ). Temo veramente il peggio. Quando venne eletto , mi son chiesta se saremmo tornati a votare.....
Ultimo pensiero : mai che sentissi un prete che dice '' chi ruba va all'inferno''

Ester Balducci 22.12.05 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Auguri a Beppe Grillo e a tutti gli amici un felice natale...


p.s. Grazie Beppe

Renzo Lucente 22.12.05 12:45| 
 |
Rispondi al commento

VORREI TRANQUILLIZZARTI.
TEMPO ADDIETRO FU FATTA UNA SEGNALAZIONE AGLI ENTI PROTEZIONE ANIMALI ED ALTRE ASSOCIAZIONI INTERNAZIONALI.
NON SEI IL PRIMO CHE L'HA FATTO!
MA E' UNA SOLA COME DIREBBERO A ROMA.
SONO FOTOMONTAGGI E L'ECCENTRICO WEBMASTER HA RISPOSTO CHE APPELLANDOSI AL DIRITTO DI ESPRESSIONE E DI PENSIERO NON TOGLIERA QUESTE FOTO DAL SITO CHE HANNO SUSCITATO PERPLESSITA' MA CHE SONO SOLO DEI FOTOMONTAGGI FATTI AD HOC

Alessandro B 22.12.05 11:55| 
 |
Rispondi al commento

VORREI TRANQUILLIZZARTI.
TEMPO ADDIETRO FU FATTA UNA SEGNALAZIONE AGLI ENTI PROTEZIONE ANIMALI ED ALTRE ASSOCIAZIONI INTERNAZIONALI.
NON SEI IL PRIMO CHE L'HA FATTO!
MA E' UNA SOLA COME DIREBBERO A ROMA.
SONO FOTOMONTAGGI E L'ECCENTRICO WEBMASTER HA RISPOSTO CHE APPELLANDOSI AL DIRITTO DI ESPRESSIONE E DI PENSIERO NON TOGLIERA QUESTE FOTO DAL SITO CHE HANNO SUSCITATO PERPLESSITA' MA CHE SONO SOLO DEI FOTOMONTAGGI FATTI AD HOC

Alessandro B 22.12.05 11:55| 
 |
Rispondi al commento

VORREI TRANQUILLIZZARTI.
TEMPO ADDIETRO FU FATTA UNA SEGNALAZIONE AGLI ENTI PROTEZIONE ANIMALI ED ALTRE ASSOCIAZIONI INTERNAZIONALI.
NON SEI IL PRIMO CHE L'HA FATTO!
MA E' UNA SOLA COME DIREBBERO A ROMA.
SONO FOTOMONTAGGI E L'ECCENTRICO WEBMASTER HA RISPOSTO CHE APPELLANDOSI AL DIRITTO DI ESPRESSIONE E DI PENSIERO NON TOGLIERA QUESTE FOTO DAL SITO CHE HANNO SUSCITATO PERPLESSITA' MA CHE SONO SOLO DEI FOTOMONTAGGI FATTI AD HOC

Alessandro B 22.12.05 11:54| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe,è la prima volta che ti scrivo e lo faccio per portarti a conoscenza di una cosa terribile che riguarda i gatti..ti chiedo un piccolo aituo diffondi questo messaggio tu che sei la nostra voce...p.s. sei un grande..ti allego il messaggio ....grazie..C' è un sito su Internet contro il quale dobbiamo protestare,affinchè
sparisca per sempre. Un giapponese che vive a New York sta creando e
vendendo gatti, che si chiamano BONSAI CATS (Gatti Bonsai).Fino a qui
sembra che non ci sia nulla di strano,ma...ai gatti viene somministrato un
restringente muscolare,dopodichè vengono inseriti in ampolle di vetro,
VIVI!!! E lì dentro vivono per tutta la vita,sigillati.
Respirano attraverso un piccolo buco e gli danno da mangiare attraverso
un tubicino.Le ossa del gatto si adattano alla forma dell'ampolla
perche quando vengono inseriti sono ancora molto piccoli. Questa cosa
terribile va molto di moda a New York,in Indonesia e in Cina.Potrai
constatarlo sul sito http://www.bonsaikitten.com Per poter protestare,questa
lista deve contenere almeno 500 nominativi.

Per favore,copia questo messaggio a un messaggio bianco allega il tuo
nome alla fine della lista e
invialo a tutte le persone che conosci. E soprattutto, s e questa email
ti arriva con già 500 nominativi inseriti nella lista, o quando li avrà
raggiunti,inviala subito a questo indirizzo email:anacheca@hotmail.com
Grazie


LISTA:
>
>
> 1. Lise-Lotte Nilsson
>
>
> 2. Ana Checa, Mexico, D.F..
>
>
> 3. Manolo Aller, Mexico D.F..
>
>
> 4. Alberto Huerta, Mexico D.F..
>
>
> 6. Teresa Morato,MexicoD F..
>
>
> 7. Ximena Goyenechea, Mexico D.F.
>
>
> 8. Marias Lara, Mexico D.F.
>
>
> 9. Marina Arencibia, Venezuela
>
>
> 10. Ana Maria Carvajal, Venezuela
>
>
> 11. Edgard D\'Angelo, Venezuela
>
>
> 12. Claudio q. (italia)
>
>
>

claudio quartarone 22.12.05 11:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Notizia del 21 dicembre 2005 - 14:10 Più software rubato per tutti
Un blogger scopre che la campagna affissioni del premier è stata realizzata con un programma pirata

L'illecito programma di Berlusconi

di Gianni

Facciamo così. Collegatevi al sito web di Forza Italia, scaricate sul vostro computer il pdf di uno dei nuovi poster della campagna di Berlusconi e aprite la finestra "informazioni" (su Mac premete "mela-i") del file pdf appena scaricato e... sorpresa!

Ecco che sotto l'etichetta "creatore" appare il nome del programma QuarkXPress, con cui l'esecutivo della campagna è stato realizzato, seguito dalla lettera "[k]" che sta, notoriamente, ad indicare che il programma è stato abusivamente "crackato".
Sì, avete capito bene. La campagna di Forza Italia che va sotto il titolo di Operazione verità, è stata realizzata con software illegalmente duplicato e quindi senza averne acquisita la regolare licenza d'uso!

Solo tre giorni fa è stato dato grande rilievo all'operazione della Guardia di Finanza di Roma che ha sequestrato oltre 400 copie di programmi illegali in particolare software illecitamente duplicato, o utilizzato al di fuori dei legittimi contratti di licenza, nelle forme dell'underlicensing (duplicazione del programma, di cui si è acquistata la licenza, su più postazioni) o della masterizzazione abusiva o del download da Internet di programmi "crackati". "È preoccupante scoprire che l'illegalità è così capillarmente diffusa, non solo fra privati cittadini e piccoli venditori di strada abusivi – diceva in merito all'operazione il Colonnello della Guardia di Finanza di Roma Giuseppe Zafarana – ma anche fra imprenditori e solidi professionisti".

Certo lo stesso Colonnello non si aspetterà di trovare tra gli utilizzatori del software pirata, ed in maniera così platealmente scoperta, gli estensori della campagna dello stesso Presidente del Consiglio.
Una storia che assume contorni paradossali (se non ridicoli) pensando all'attività del

Michele Santona 22.12.05 09:16| 
 |
Rispondi al commento

CARISSIMO BEPPE,
TI SEGUIAMO DA TANTISSIMO TEMPO (MALGRADO LA NOSTRA RELATIVAMENTE GIOVANE ETA'. 26 ANNI...!!!)
VOLEVAMO SOLO DIRTI CHE SEI UN GRANDE, NON SOLO PER TUTTE LE COSE ASSOLUTAMENTE VERE CHE DICI, MA SOPRATTUTTO PERCHE' ABBIAMO APPENA VISTO UN TUO VIDEO, RISALENTE A MOLTI ANNI FA, CON IL GRANDE, MITICO, UNICO, GENIO DI CHICO BUARQUE (VIDEO DELLA CANZONE CIRANDA DA BAILARINA)...NON CI POSSIAMO CREDEREEEEEE!!!! LO HAI CONOSCIUTO!!!!!!
ABBIAMO VISSUTO IN BRASILE ENTRAMBE, QUINDI PUOI CAPIRE IL LIVELLO DI ADORAZIONE CHE ABBIAMO NEI CONFRONTI DI QUEL PAESE MA SOPRATTUTTO DI CHICO!!!
ANCHE SE NON CI RISPONDERAI SEI UN GRANDE!!!!!
CONTINUA COSI'!!!

Anna e Silvia Commentatore in marcia al V2day 21.12.05 22:15| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di sassolini.....
come mai non sono mai stati pubblicati i nomi delle aziende clienti dei produttori di derivati delle uova marce.,
non sara' che dopo aver festeggiato a panettoni,
pandori e simili verremo a sapere di aver mangiato pulcini morti?
buon appetito a tutti........

otello rossini 21.12.05 21:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bene, vedo che non sono il solo a pensarla così. Invito chiunque sia d'accordo con me a scrivermi le sue idee (mauro_lauro@yahoo.com). Voglio vedere se si riesce a fare qualcosa per cambiare la situazione in cui ci troviamo. Invito anche Beppe a partecipare. Lo so che non vuole candidarsi, ma io abbraccio le sue idee e mi piacerebbe che ci aiutasse. Come ho già detto: è ora di riprenderci l'Italia.

Mauro Lauro 21.12.05 16:51| 
 |
Rispondi al commento

In Italia succede di peggio.
Caso Angelo Russo e famiglia.
Trattasi di sette con infiltrazioni nella polizia e nelle Istituzioni.
Mafia bianca.
Una famiglia a Milano distrutta, e l'opera di demolimento è ancora in atto.
Assordante silenzio anche da parte dei rivoluzionari alla Grillo.

Angelo Russo 21.12.05 15:36| 
 |
Rispondi al commento

====================================================================================================


Il Patto dello Sciacchetrà

Le ultime dichiarazioni di Fiorani stanno facendo emergere la verità sull’incontro che ha visto il SENATORE LUIGI GRILLO, Gran Maestro dell’operazione di corruzione e appropriazione indebita più sporca dalla fine di Tangentopoli.

L’incontro ha visto la partecipazione di: Fazio, Fiorani, Berlusconi e Grillo. Le dichiarazioni ufficiali vollero far passare l’idea di una difesa delle banche italiane contro l’assalto dei Barbari europei.

In realtà, il Senatore Luigi Grillo, eletto in Liguria nelle fila di Forza Italia, aveva bisogno di tanti soldini per costruirsi la VILLA (costruita abusivamente nel Parco Naturale delle Cinque Terre e poi condonata) nella Riviera Ligure; quale sistema migliore per fare ciò se non fregare un po’ di soli ai correntisti della Banca Popolare di Lodi.

Il sistema a quanto sta dicendo Fiorani era semplice: bastava aprire un conto nella sua Banca, dare l’appoggio politico all’operazione bancaria più sporca della Seconda Repubblica e in cambio ci si ritrovava un bel gruzzoletto sul proprio conto corrente.

Il Senatore Grillo, una delle figure più losche della Politica italiana, ha fiutato subito l’affare e si è lanciato nella strenua difesa della scalata di Fiorani, ovviamente le sue dichiarazioni pubbliche sono state ripagate a suon di Milioni di euro.

Il problema è che i soldi affluiti nelle tasche di GRILLO erano dei correntisti della Banca Popolare di Lodi che sono stati truffati, rapinati e beffati; una persona che ha rubato dei soldi agli italiani dovrebbe stare in GALERA e non in Parlamento in una posizione chiave.

GRILLO IN GALERA
GRILLO IN GALERA


====================================================================================================

Marco Gilles 21.12.05 11:02| 
 |
Rispondi al commento

====================================================================================================


Il Patto dello Sciacchetrà

Le ultime dichiarazioni di Fiorani stanno facendo emergere la verità sull’incontro che ha visto il SENATORE LUIGI GRILLO, Gran Maestro dell’operazione di corruzione e appropriazione indebita più sporca dalla fine di Tangentopoli.

L’incontro ha visto la partecipazione di: Fazio, Fiorani, Berlusconi e Grillo. Le dichiarazioni ufficiali vollero far passare l’idea di una difesa delle banche italiane contro l’assalto dei Barbari europei.

In realtà, il Senatore Luigi Grillo, eletto in Liguria nelle fila di Forza Italia, aveva bisogno di tanti soldini per costruirsi la VILLA (costruita abusivamente nel Parco Naturale delle Cinque Terre e poi condonata) nella Riviera Ligure; quale sistema migliore per fare ciò se non fregare un po’ di soli ai correntisti della Banca Popolare di Lodi.

Il sistema a quanto sta dicendo Fiorani era semplice: bastava aprire un conto nella sua Banca, dare l’appoggio politico all’operazione bancaria più sporca della Seconda Repubblica e in cambio ci si ritrovava un bel gruzzoletto sul proprio conto corrente.

Il Senatore Grillo, una delle figure più losche della Politica italiana, ha fiutato subito l’affare e si è lanciato nella strenua difesa della scalata di Fiorani, ovviamente le sue dichiarazioni pubbliche sono state ripagate a suon di Milioni di euro.

Il problema è che i soldi affluiti nelle tasche di GRILLO erano dei correntisti della Banca Popolare di Lodi che sono stati truffati, rapinati e beffati; una persona che ha rubato dei soldi agli italiani dovrebbe stare in GALERA e non in Parlamento in una posizione chiave.

GRILLO IN GALERA

GRILLO IN GALERA


====================================================================================================

Marco Gilles 21.12.05 11:00| 
 |
Rispondi al commento

POST CENSURATI
Questo sito è manipolato nei contenuti.
Post "regolari" vengono censurati per omogenizzare la discussione.

Per questo:
Non può mancare ogni mattina la giusta dose di guano per lo staff.

BUON GUANO STAFF DI MERDA (umana)!!!

Steppen Wolf 21.12.05 06:03| 
 |
Rispondi al commento

www.nonlosapevo.com
beppe, apri il cuore e guarda anche questo.
un fortissimo abbraccio.
giovanni

giovanni bizzaro 21.12.05 02:18| 
 |
Rispondi al commento

senti,a proposito,che ne pensi di una poltroncina per il sottoscritto?

alfonso de crescenzo 20.12.05 23:34| 
 |
Rispondi al commento

Mauro, tutto bene quello che dici e che vorresti fare. Soltanto una cosa non è chiara: "votare il meno peggio". Io non metterei sullo stesso piano i due schieramenti. Non credi sia proprio questo il piano? La "gente" deve poter credere che sono tutti "ladri", da una parte e dall'altra, quindi cosa importa per chi votiamo e, comunque, il cardinal Ruini e la CHIESA si schierano da quella parte.... chissà... forse...ma si riproviamoci. Tu vorresti candidarti, ok! Perchè no. La mia parte cerco di farla in un modo più semplice: parlando e cercando di far pensare un po' di più le persone. Io vedo una superficialità e un modo di vivere al limite della imbecillità. L'Italia è a pezzi? Ma io ho preso una TV a schermo piatto da 40 poll. e inizio a pagare nel 2007..pensa che affare! Ma...la Banca d'Italia, Berlusconi, Prodi,l'economia a rotoli (tu dici)...Ma chi se ne fotte!! (dice lui)tanto c'è Vespa ke mi spiega tutto.

Maurizio Rizzotti 20.12.05 20:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

legendo di qua edi la ,bankaitalia ,Della valle,l'economia cinese che ci sorpassa.Ma quando si fa una piccola rivoluzione.AD esampio smettiamo di andare nei centri commerciali per un paio di giorni giusto per vedere l'economia degli imprenditori italiani come va a fersi fottere

nico wolf 20.12.05 19:05| 
 |
Rispondi al commento

Temo purtroppo che Grillo sia persona troppo seria e con troppi sani ideali per candidarsi in politica!Ma certo nella fantasia lo voterei anche io!!!
Lo ringrazio comunque per quello che fa che é già molto utile.

angelica ardovino 20.12.05 18:20| 
 |
Rispondi al commento

Credo che se si candidasse il Sig.Beppe Grillo avrebbe sicuramente il mio voto e quello di molti altri. Lo invito dunque a farlo.
Saluti
Andrea

Andrea Dozio 20.12.05 17:36| 
 |
Rispondi al commento

Appena dimesso, a Fazio hanno offerto una candidatura per le prossime politiche con la DC.
Miiiiii....ecco perchè nessuno mi si fila. Perchè non ho avvisi di garanzia!!! Domani vado a commettere una truffetta anch'io!
Stefano

Stefano Arditi 20.12.05 15:37| 
 |
Rispondi al commento

GRILLO SULLA RAI!!!!
ti ho visto beppe su Blob!
stai tornando a farti sentire da molti....

Stefano Ferrario 20.12.05 15:23| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi miei che tristezza,stiamo cadendo sempre + in basso...però ci voleva a noi italiani un portatore sano di ottimismo,di democraxia...però che grande che è,è riuscito a superare tutti i vari "magnaccioni" che si sono susseguiti al nostro governo...
La sua forza è di riuscire a fare tutto alla luce del giorno,cosicchè non si pensi che quello che lui fa sia fuori legge...
Io capisco che l'opposizione in Italia ha la sola funzione di stipendiarsi a nostre spese,visto che i succulenti stpendi che prendono gli vengono gentilmente offerti da NOI,ma cavolo quando si decideranno di svegliarsi dal torpore che li travolge da qualche anno?
Con questo non voglio dire che sia meglio uno o l'atro schieramento politico,ma almeno fateci credere che i soldi che vi diamo siano spesi nel modo piu' giusto e cioè perorare i diritti di noi poveri disgraziati.
Quindi concludo,perchè in Italia non si adotta il sistema americano per cui,il partito o i partiti che si candidano e perdono le elezioni,se ne vanno a casa o a zappare la terra visto che di braccia levate all'agricoltura ce ne son molte,visto anche che il nostro paese deficita di forza lavoro e manod'opera?

federico viselli 20.12.05 14:51| 
 |
Rispondi al commento

A tutti i lettori del blog:

Mi capita di ricevere delle telefonate commerciali con una voce preregistrata che invita a comprare prodotti o semplicemente che mi ricorda che sono aperti i negozi durante le festività natalizie.
Il numero di telefono dal quale partono le chiamate, non è nascosto, ma se chiamo, risulta occupato.
Il numero è 0415321853

Chiunque abbia ricevuto telefonate simili, lo scriva sul blog, e prego anche Beppe di interessarsi, visto che chiamando il 187, il numero in questione risulta privato.

Grazie, Sebastiano.

Sebastiano Cuscito 20.12.05 11:23| 
 |
Rispondi al commento

volevamo dare la bimba ma in modo che non subisse traumi,aspettando che dopo tanti incontri graduali fosse pronta.
Luigi,il babbo, dopo qualche ora saputo dei fatti si è scusato in mille modi con i serv,soc, dicendo che noi genitori eravamo all'oscuro di tutto etc.
Dopo poco alle 15,15 circa i servizi hanno telefonato che la famiglia scortata dalla polizia è stata accompagnata all'autostrada.
a noi resta un dolore senza misura,ci sentiamo vittime di una crudelta' gratuita che nessun uomo puo' meritare.Pensare alla nostra piccola sola con due estranei,senza i suoi giochi,i suoi pupazzi, i suoi fratelli è un dolore che spacca il cuore .
nessuno di noi ha fatto nulla di male,l'abbiamo amata come una figlia,era la nostra pricipessa,loro non sanno che tutti la chiamavamo affettuosamente "pippi",per lei avremmo fatto qualunque sacrificio pur di non farle del male,pur di renderle la vita meno dolorosa.Noi non avevamo nulla nei confronti della nuova famiglia ora non posso pensare che una mamma possa guardare sua figlia negli occhi dopo averla sottratta in quel modo e con quella violenza.Come possono tenerla tra le braccia, pensare di amarla dopo quello che le hanno fatto,ma hanno un cuore?Sono scappati come i ladri e le cose che iniziano male finiscono anche male ..aurora tutto questo l'ha gia' respirato e tutto quello che di peggio potevano gliel'hanno gia' fatto.I figli non sono i nostri,sono di chi li ama e cresce con amore.
complimenti anche al centro adozioni per la profesionalita',la crudelta',il condizionamento con cui preparano questi nuovi genitori all'incontro con i figli...davvero encomiabile.Spero si vergognino per cio' che hanno fatto e magari cambiando mestiere potrebbero almeno evitare altri insanabili danni ai minori.Questo è riferito anche ai giudici del t.m. di Venezia ,uno scandalo senza spiegazione, niente di piu' cudele e vergognoso potevano fare..i nostri poveri bimbi chi li difende?
famiglia moretti

franco ferrari 20.12.05 05:56| 
 |
Rispondi al commento

In data 30/11 due giudici onorari del t.m. di Venezia in visita presso la nostra famiglia ci hanno chiesto la disponibilita' ad accompagnare Aurora nel percorso adottivo a nuova famiglia dopo averci riempito di molti complimenti a proposito di come l'avevamo cresciuta serena etc.
Noi ingenuamente avevamo pensato a questo percorso in modo graduale,se pur con tanto dolore e fatica,ci sentivamo disponibili per il bene della piccola a fare di tutto perchè questo avvenisse nel modo piu' dolce e meno traumatico possibile.
Sgomenti siamo rimasti quando mercoledi' 13/12 ci è stato proposto quello che l'assist.soc. e la psicologa del centro adozioni di verona hanno chiamato "inserimento":dopo tre brevi momenti di incontro con la nuova famiglia al nido (circa un'oretta) aurora avrebbe dovuto restare con loro il sabato 17 circa dalle 10 di mattina alle 16 del pomeriggio.Nessuno sapeva nulla di chi è Aurora tranne in quel poco tempo e dalle informazioni ricevute dal nido che lei frequenta solo di mattina e solo da fine settembre.Nessuno sa i suoi gusti alimentari.Nessuno sa le sue canzoncine preferite.Nessuno sa le sue abitudini per addormentarsi,quali sono i suoi giochi preferiti...nessuno la conosce!!!!!
Con tanta angoscia ci siamo adeguati anche perchè per la psicologa(e x fortuna che lei ha studiato!)questo era tutto normale.Alla notte stranamente A.ha avuto diversi incubi ed era molto agitata e anche al momento di uscire con la dada delle "passeggiate"(che avrebbe dovuto portarla all'incontro)non voleva assolutamente andare.
Sabato mattina durante il tragitto per andare alla visita protetta in centro ha incontrato la nonna...lei subito le è corsa incontro e non voleva lasciarla.L'assist.soc.in malo modo l'ha portata via.In seguito la nonna ha incrociato sempre li' la nuova mamma adottiva che alle parole sofferte e piangenti della nonna che chiedeva solo un po' di umanita' nel passaggio le ha dato una spinta e se ne è corsa in casa.La nonna ha ripetuto che noi volevam

franco ferrari 20.12.05 05:53| 
 |
Rispondi al commento

BREVE COMMENTO
Gli affetti della bambina e lo strazio del suo allontanamento da quella che sente come la sua famiglia valgono meno dell’avere una famiglia più giovane e senza al proprio interno un fratellino down. Chi adotta i portatori di handicap è talvolta esaltato come eroico, ma poi evidentemente non è tanto apprezzato. Beatrice aveva diritto ad una famiglia “migliore”!
Altri problemi possono forse essere emersi durante il dibattito: ogni storia ha una sua complessità, ma la bambina è stata in quella famiglia (e bene) per 20 mesi in affidamento. Se la famiglia andava bene prima e la bambina è stata trovata in ottime condizioni, perché non lasciarla lì, essendoci tra l’altro anche i requisiti per l’adozione?
O le istituzioni usano veramente l’affidamento come istituto per tempi brevi o considerano i rapporti che si instaurano tra i bambini (specialmente se piccoli) e i genitori affidatari. E’ ora che le istituzioni riconoscano a quei rapporti la dignità e lo spessore che hanno realmente e che chiunque non sia accecato da ideologie vede subito e subito rispetta.
La legge 149/01 separa adozione e affidamento, ma prevede anche che in qualche caso particolare ci sia il passaggio tra i due. Si può adottare un bambino perfino senza i requisiti anagrafici in caso di “rapporto stabile e duraturo col bambino”. Ma che rapporto più stabile e duraturo ci può essere di quello di chi cura un bimbo nei primi 20 mesi della vita o di chi comunque lo tiene a casa propria per mesi e anni?
Carla Forcolin

Carla Forcolin (presidente dell’associazione “La gabbianella e altri animali”, affidataria lei stessa e autrice del libro “I figli che aspettano”) ha raccolto la storia dal papà affidatario di Beatrice (0415233578, cell 3387677324)

La famiglia vuole far rispettare la privacy della bambina e di tutti gli altri suoi componenti. Solo il padre, Luigi, è disposto a parlare per telefono della sua vicenda con eventuali giornalisti (cell. 3480597382)che si astengano dal coin

franco ferrari 20.12.05 05:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non è vero che il governo non può fare nulla. Potrebbe per esempio nazionalizzare la banca privata Banca d'Italia, con un capitale ridicolo, che essendo quella che ha avanza dallo Stato il Debito Pubblico farebbe diventare lo stato debitore verso sè stesso.

Potrebbe poi modificare lo statuto del suo ente per far decadere Fazio o fare un mandato a tempo.

Potrebbe far azzerare il vertice Banca Italua dato che i proprietari sono privati mentre per statuto devono essere enti pubblici .

Come dice Marco della Luna in Euroschiavi, i banchieri sono in realtà quelli che foraggiano e quindi comandano tutta la classe politica, e sono quindi "padroni dello stato": il voto serve solo per dare una apparente legittimità al controllo dei cittadini. Se uno non sa di essere servo, come fa a liberarsi?


Loris Palmerini 20.12.05 02:20| 
 |
Rispondi al commento

BREVE COMMENTO
Gli affetti della bambina e lo strazio del suo allontanamento da quella che sente come la sua famiglia valgono meno dell’avere una famiglia più giovane e senza al proprio interno un fratellino down. Chi adotta i portatori di handicap è talvolta esaltato come eroico, ma poi evidentemente non è tanto apprezzato. Beatrice aveva diritto ad una famiglia “migliore”!
Altri problemi possono forse essere emersi durante il dibattito: ogni storia ha una sua complessità, ma la bambina è stata in quella famiglia (e bene) per 20 mesi in affidamento. Se la famiglia andava bene prima e la bambina è stata trovata in ottime condizioni, perché non lasciarla lì, essendoci tra l’altro anche i requisiti per l’adozione?
O le istituzioni usano veramente l’affidamento come istituto per tempi brevi o considerano i rapporti che si instaurano tra i bambini (specialmente se piccoli) e i genitori affidatari. E’ ora che le istituzioni riconoscano a quei rapporti la dignità e lo spessore che hanno realmente e che chiunque non sia accecato da ideologie vede subito e subito rispetta.
La legge 149/01 separa adozione e affidamento, ma prevede anche che in qualche caso particolare ci sia il passaggio tra i due. Si può adottare un bambino perfino senza i requisiti anagrafici in caso di “rapporto stabile e duraturo col bambino”. Ma che rapporto più stabile e duraturo ci può essere di quello di chi cura un bimbo nei primi 20 mesi della vita o di chi comunque lo tiene a casa propria per mesi e anni?
Carla Forcolin

Carla Forcolin (presidente dell’associazione “La gabbianella e altri animali”, affidataria lei stessa e autrice del libro “I figli che aspettano”) ha raccolto la storia dal papà affidatario di Beatrice (0415233578, cell 3387677324)

La famiglia vuole far rispettare la privacy della bambina e di tutti gli altri suoi componenti. Solo il padre, Luigi, è disposto a parlare per telefono della sua vicenda con eventuali giornalisti (cell. 3480597382)che si astengano dal coin

franco ferrari 19.12.05 17:15| 
 |
Rispondi al commento

A fine marzo i servizi sociali di F. comunicano alla famiglia affidataria che è stato decretato lo stato di abbandono della bambina, in quanto la patria potestà della mamma è stata dichiarata decaduta.
Il cambiamento della residenza della bambina porta intanto al passaggio di competenza della piccola ai servizi sociali di L. Questi chiedono di parlare con la giudice relatrice al telefono, ma la giudice si nega. La mamma della bambina fa ricorso contro il decreto che le fa perdere la patria potestà e chiede che la bambina sia lasciata presso la famiglia che già cura e la accudisc Beatrice. Il Ancora una bambina costretta a subire un terribile abbandono in nome della legge e degli errori ricorso è bocciato.
Il 30 novembre 2005 due giudici onorari si presentano in casa Moretti, fanno alla famiglia i complimenti per buona salute della bambina e il buon rapporto che evidentemente ha instaurato con i vari membri della stessa e rapidamente se ne vanno chiedendo alla famiglia affidataria se è disponibile ad accompagnare Beatrice presso la coppia adottiva.
La camera di consiglio in cui si sarebbe deciso dell’adozione della bambina fu fatta il 7 dicembre.
Si è deciso perfino che la famiglia affidataria non avrebbe dovuto conoscere quella adottiva. In questo modo qualsiasi forma di passaggio dolce della bambina tra la prima e la seconda viene impedita .

franco ferrari 19.12.05 17:11| 
 |
Rispondi al commento

I FATTI
Una bambina di circa 40 giorni, la chiameremo Beatrice, viene data dai servizi sociali di F. in affidamento ad una famiglia di L. il 3-6-04 con l’accordo che avrebbe dovuto starci un mese o due. Per avere un ampio margine di tempo, prima dell’adozione possibile, viene stilato un accordo per cui la bimba può stare in famiglia fino a settembre 2004. Ma poi il termine dell’affido viene spostato a novembre e quindi a dicembre 2004. Quindi si dà per scontato che la bimba resti dov’è fino ai giorni nostri.
Già nel settembre 2004 i servizi sociali di F. propongono alla famiglia di fare domanda di adozione della bambina e il 26-10-04 la famiglia affidataria, a tale scopo, chiede udienza al giudice relatore del T.M. di Venezia, ma viene ricevuta il 16-12-04 in assenza del giudice stesso. In quell’occasione i coniugi affidatari incontrano invece una giudice onoraria che li spinge a fare domanda di adozione “mirata”, cioè volta proprio a quella bambina, data la loro relazione consolidata con lei. Per fare il percorso dell’adozione è necessario però farne richiesta al giudice relatore, la quale nega simile autorizzazione, perché “La minore ha diritto ad una famiglia migliore, cioè più giovane e senza fratelli” (si fa presente che la famiglia affidataria è composta oltre che dai genitori da una ragazza grande, figlia biologica della mamma e da un fratellino adottato e portatore di handicap, di 11 anni. Il padre ha 38 anni e la madre rientra a pelo nella fascia d’età prevista dalla legge per adottare).
Il 3 maggio 2005 viene mandata una lettera all’allora Presidente del T.M. di Venezia, dott. Campanato, ora non più in sede. In quella lettera si faceva presente il prolungarsi eccessivo dell’affidamento e il desiderio della coppia, dotata dei requisiti di legge per adottare, perché potesse tenere stabilmente con sé Beatrice, che aveva già subito un abbandono. Nessuno rispose.

franco ferrari 19.12.05 17:08| 
 |
Rispondi al commento

Cara Silvia purtroppo penso che tu abbia ragione! Gli interessi ormai hanno superato l'ideologia,qualunque essa sia. A mio giudizio possiamo fare solo una cosa, ripartire con i nostri figli inculcando in loro con l'esempio, quali siano i veri valori di una società democratica, ed iniziando da noi stessi, guardando nel nostro giardino, essendo consapevoli di intraprendere un difficoltoso cammino.
Saluti

fabrizio ceccarelli 19.12.05 16:43| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto oggi di un gruppo di manifestanti che ha bloccato la marcia del tedoforo verso Torino, costringendo gli organizzatori delle olimpiadi invernali a spegnere la fiamma. Come si può fare una cosa tanto stupida, cosa c'entra la fiamma olimpica, che da millenni è simbolo di libertà e di fratellanza tra i popoli con le beghe della politica locale?

Matteo Milani 19.12.05 16:20| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto oggi di un gruppo di manifestanti che ha bloccato la marcia del tedoforo verso Torino, costringendo gli organizzatori delle olimpiadi invernali a spegnere la fiamma. Come si può fare una cosa tanto stupida, cosa c'entra la fiamma olimpica, che da millenni è simbolo di libertà e di fratellanza tra i popoli con le beghe della politica locale?

Matteo Milani 19.12.05 16:19| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto oggi di un gruppo di manifestanti che ha bloccato la marcia del tedoforo verso Torino, costringendo gli organizzatori delle olimpiadi invernali a spegnere la fiamma. Come si può fare una cosa tanto stupida, cosa c'entra la fiamma olimpica, che da millenni è simbolo di libertà e di fratellanza tra i popoli con le beghe della politica locale?

Matteo Milani 19.12.05 16:18| 
 |
Rispondi al commento

I tavoli su cui gioca Gnutti sono almeno tre: Antonveneta, Bnl, Rcs. La sua holding, l’Hopa è nei fatti l’anticamera degli affari e delle scalate. Nel consiglio di amministrazione ci sono Giovanni Consorte dell’Unipol legato ai Ds, Giampiero Fiorani, Stefano Ricucci e Ubaldo Livolsi, già amministratore Fininvest e uomo di fiducia di Berlusconi. Tutti quanti insieme.

gianluigi vottero 19.12.05 15:44| 
 |
Rispondi al commento

NON HO PIU INTENZIONE DI FARMI PRENDERE PER STRONZO PER RAGIONI DI STATO!!!!

ijimiaz galir 19.12.05 14:38| 
 |
Rispondi al commento

Un mio amico straniero non proprio a posto con la giustizia mi ha ricordato un proverbio "Quando vai a Roma fai il romano " Lui rubicchia ma dice ,"Sono in Italia e faccio l'italiano " .Noi i nostri avvocati ,commercialisti e consulenti vari ;quanto ci hanno fatto rubare oggi ? Siamo ladri che rubano in casa dei ladri ,siamo al massimo del minimo, non tanto per il gesto , ma perchè è l'unica maniera per soppravvivere c...o. Basta con l'indignazione ;non se ne può più nemmeno di quella . E' possibile che in tutte le parti del mondo ci sono state rivoluzioni tranne che in Italia ? Noi anche in quello siamo andati al rimorchio, non abbiamo geneticamente gli attributi per prendere in mano la situazione a meno che non ci torni il nostro conticino personale ;che adesso è obbligatoriamente bancario e quindi presumibilmente attaccabile .Che fà un buon italiano quando viene attaccato ? Si allae ,non importa con chi ,ma l'equazione che ne segue è " se la banca cerca di fregarmi non mi merita andarle contro , ma allearmi con il professionista che conosco e che sicuramente avrà rapporti più amichevoli di me per esempio essere nel consiglio di amministrazione della banca " Ergo il professionista insegna alla banca come fregarci ma poi insegna a noi come " RISPARMIARE " sulle tasse così siamo pari .L'unico che ci guadagna è il professionista . Io dico basta con questi dottori che complicano a tal punto le cose da renderle incomprensibili .Nel tuo programma di governo caro Mauro mettici anche che chi studia e lavora in Italia non può sempre remare contro

uberto loddo 19.12.05 14:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io temo tanto che tutto ciò si risolva nel solito modo, "all'italiana": se ne parla un po' e poi, tutti a dimenticare e rimettere i colpevoli al loro posto. è ora che gli italiani si incazzino davvero, quante cirio e parmalat e bnl e quant'altra sporcizia dovremo ancora sopportare prima di reagire? e l'Europa? a cosa serve l'Europa unita se poi non hanno nemmeno stabilito regole base uguali per tutti i paesi, se non si stabilisce un organo che garantisca coerenza e legalità, visto che ora i problemi di un singolo paese inevitabilmente ricadono con maggior peso su tutta la comunità europea?qui in Italia c'è da un lato quella che i politici amano tanto definire CLASSE DIRIGENTE, e dall'altro tutti noi altri, che non contiamo un accidente. qui ogni cosa viene fatta ad esclusivo beneficio della classe dirigente, a loro non interessa se ogni mese gli italiani manifestano e scioperano, se fanno fatica a vivere e nutrirsi, perchè loro continueranno sempre a stare bene!anche con la crisi... e concludo citando una persona che a mio modo ha davvero capito come vanno le cose: Nanni Moretti: con questi dirigenti (di sinistra) non vinceremo mai! magari le elezioni questo giro le vinceranno anche, ma chi non vince sarà ancora una volta il popolo italiano, costretto a fare i conti con gente che fa tante promesse elettorali, perchè sa quali sono i problemi e le priorità da affrontare, e poi si dimentica di tutto, anche di essere di sinistra!

silvia iotti 19.12.05 14:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Mauro,mi farebbe piacere parlarti e scambiare qualche idea sul tuo progetto.Mandami un e-mail. A presto Bernardo

Bernardo Biondi 19.12.05 13:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io continuo a pensare che la colpa di quello che sta succedendo sia tutta nostra. Io mi sono offerto di cercare di cambiare le cose, nessuno si è mai degnato di rispondere. Ma io dico: tutti sappiamo che votare sinistra oggi come oggi è solo un modo per non votare destra, non lo si fa per convinzione, ma solo per evitare che berlusconi rimanga dove è. Non sono molto convinto che la sinistra sia il minore dei mali, ma anche se lo fosse io non voglio votare il meno peggio... voglio votare il meglio... visto che il meglio non c'è io voglio candidarmi... ma per fare questo voglio l'aiuto di tutti quelli che gridano che l'Italia è un Paese in declino, un Paese dove la "classe dirigente" ruba, dove non esistono più etica ne morale... insomma IO VOGLIO CAMBIARE ma da solo non ce la faccio... quindi.... vogliamo dimostrare a tutti cosa siamo in grado di fare quando ci mettiamo tutti insieme? Il programma? Questo lo si fa assieme... RIPRENDIAMOCI IL NOSTRO PAESE!!!!!

Mauro Lauro 19.12.05 12:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...Che dire; hai gà detto tutto !

Gianpaolo D'Ignazio 19.12.05 12:10| 
 |
Rispondi al commento

Più che dei compagni di merende di fazio vorrei parlare di un altra cosa, di un miracolo:I nostri dipendenti, come il buon Grillo (non l’amichetto di Fiorani ,ma Beppe) chiama giustamente deputati e senatori come regalo di Natale (oltre al taglio dei fondi per lo spettacolo ed altre squisitezze) ci hanno regalato un miracolo:
una grave condizione disabilitante ,dovuta a patologie di varia natura ed a volte a problemi di origine psicologica è stata debellata improvvisamente! Dall’altro ieri infatti i sordomuti si chiameranno sordi”preverbali”.
Fantastico.
Sicuramente è solo il primo passo: tra qualche tempo assumeranno il nome di preudentipreverbali.
Immagino la felicità dei genitori che potranno finalmente dire:
questo è mio figlio/a, è un diversamenteabilepreudenteprevebale.
Aspetto con ansia il momento in cui i paraplegici si chiameranno “predeambulanti” ed i ciechi che da “ipovedenti” con soddisfazione si chiameranno “prevedenti” o meglio preveggenti.
Gli spastici come si chiameranno: prerilassatimuscolarmente?
I nostri dipendenti attualmente al governo sono geniali:e’ vero che continuano a tagliare i fondi per il sociale, ma con un semplice decreto riescono a dare gioia e serenità a migliaia di famiglie italiane.
Grazie,questo sarà sicuramente un natale da ricordare. AUGURI!

paolo proietti 19.12.05 11:32| 
 |
Rispondi al commento

…del nilo, del tigri e dell’eufrate, i piccoli cantori dell’antoniano azzurro, gli spacciatori di polverina bianca azzurra, delle canne celesti, dell’acido lisergico, la squadra rosso azzurra antincendio del biscione, lo stato maggiore del circolo: duri a morire con silvio fino alla morte di valguarnera caropepe, le spogliarelliste azzurre del sexi fan club: lo famo strano ma per silvio combattiamo!!!, il direttore di libero, italia azzurra, sicilia in festa, bella calabrisella, l'ex presidente del club laziale oggi romanista:son finiti i tempi cupi forza lupi; l'intera curva nord milanista di rocca palumba, lo stato maggiore della lega...vale a dire borghezio e i 4 per 4, le veline verdi, i cantanti napoletani gigi e mariuccio merola con tutti i loro 528 fans, le controfigure di arcore, le comparse di cinecittà, i simpatizzanti del piccolo fiore di bressanone, i soci del club di san giuseppe yato:gli amici tieniteli stretti i nemici ancora piu stretti, i nani del circo azzurro città di arcore, la compagnia di teatro stabile di nerello sul pescarese che ogni natale mette in scena: la passione di silvio, gli aderenti al sodalizio:gli amici del tirolo dal 900 ai giorni nostri, i seminaristi nero azzurri della parrocchia di san giustiniano martire, i chirichetti di frattocchie, la congrezione azzurra di frosinone, i menestrelli della cintura torinese, l'intera mitica classe operaia rosso azzurra di mirafiori, i soci del circolo sputacchieri di alessandria, le amiche della mamma di silvio, lo stato maggiore di AENNE, i produttori del colorante per capelli A-ENNE, nelle colorazioni azzurro, nero e verde, i colonnelli putrefatti del regime, le donne del regime, le vedove del regime, i piccoli del regime, gli amici del regime, i pensionati neri del regime, quello che rimane del regime; il cardinale ruini, il ministro buttiglione e tutti i suoi casini, la delegazione centrista del quartiere spinasanta della frazione del comune di vinossa sul casale....to be continued

to be continued 19.12.05 11:06| 
 |
Rispondi al commento

Ultime notizie: stamani alle 5 è iniziata l'operazione Italia pulita. 50.000 Militari dell'esercito, 25.000 agenti di P.S., 12.000 agenti della guardia di finanza, 60.000 carabinieri, 8.000 poliziotti, 1375 agenti della polfer, 1290 guardie forestali, 3500 vigili urbani, 2000 vigili del fuoco, 44 corazzieri a cavallo e 39 a piedi, 125 agenti della sechiurity auanaghen (Alberto Sordi n.d.r.), oltre 1000 volontari delle giubbe verdi lega nord, hanno fatto irruzione in oltre 300 comuni, 75 capoluoghi di provincia, 19 capoluoghi di regione, 700 paesini sotto i 1000 abitanti, 4000 comuni tra i 10000 e i 25000 abitanti, in oltre 64 comunità montane, 322 frazioni, quartieri periferici e zone limitrofe, nonchè nei palazzi chigi, madama, aventino e sul pincio di Roma, trando (trando: voce del verbo tirare forte verso dentro) in arresto nell'ordine: silvio berlusconi e la gentile mamma, fedele confalonieri ancellotti e kaka, gianni letta, emilio fede, angelino alfano, bondi adornato e l'intera corrente comunista presente in forza italia, tutti gli stallieri di palermo partinico corleone e prizzi, i sindaci forzisti e i consiglieri del quartiere tuscolano a roma, villaggio peruzzo ad agrigento, la noce di palermo, l'elefantino di catania, lo stazzone di sciacca, baddrarò acquasanta e zen di palermo, nonchè i soci del club forza azzurri di vercelli, vigevano, viggiù, venezia, vicenza, vicari, i piccoli azzurri del club service di albano laziale, i soci del circolo velico di roma terme, abbiate grasso, castelpulciano, aricò, canicattì, castrofilippo, canicattini bagni, caserta e villagrazia di carini, i pensionati del circolo torinese amici dei grissini, lo zio di piero fassini torinese e tifoso del milan, i club rossoneri di alessandria, matera, firenze, bologna, reggio e modena, i piccoli scalatori di montecchio, le pensionate azzurre di livorno, le casalinghe di valenza sul po, sul tevere, sul reno, sul danubio, sul canal grande, sul fiume naro e akragas, sulle rive...

ignazio ferreri 19.12.05 10:44| 
 |
Rispondi al commento

forse dovremmo prendere atto che ormai è tutto perduto.
e la conferma secondo me l'avremo con l'inizio di quello che si prevede lo scandalo del secolo,
sono curioso di vedere quanta gente arriverà davanti ai giudici, e quanti saranno suicidati prima.

forse stiamo trascurando il potere che è ancora nelle mani dei servizi segreti. questi che Beppe chiama i ns dipendenti, sono in realta dipendenti di poteri occulti ( si fa per dire )
MAFIA, KGB,CIA,SISDI,SISMI,

basta vedere i vari casi messi a tacere con la forca: Ustica,Calvi,Sindona,mani pulite ( abbiamo avuto piu morti che condanne) chissa perchè.
sempre, secondo me, per lo stesso motivo: se parlano ci inguaiano.

neanche Bettino in punto di morte se l'è cantata.

io ho paura.

fate un po voi 19.12.05 09:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi piacerebbe tanto sapere che faccia ha Antonio Fazio...perche' quel mostro cubista che si vede sotto gli occhialoni non e' altro che un c..o -

Paolo Rossi 19.12.05 08:29| 
 |
Rispondi al commento

"...Non è lecito accettare una ideologia perversa che riduce l’uomo a merce, perché essa è contro l’uomo ed è finalizzata alla sua schiavizzazione e distruzione.
Non è lecito attuare una predazione indiscriminata del pianeta, perché questa è l’unica
casa che abbiamo e i segni della sua degradazione sono ormai insostenibili..."


IL PASSO DEL GIGANTE

Il passo del gigante/
non ha amore/
enorme s’alza/
sposta e cala./

Il passo del gigante/
non ha occhi da guardare/
scavalca terre/
spezza esili vite/
con il suo sordido andare./

Vita fatti giunco/
Vita vivi/
oltre il passo del gigante./


Furio Garzaro

Furio Garzaro 19.12.05 01:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mio caro ijimiaz galir
credo che qualche milione di uomini con una forte fede nei valori che praticano abbiano più forza di tutte le corporazioni della Terra.
Io sono cristiana per nascita, quando i cristiani cominciarono a diffondersi nell'Impero romano, molti pensarono che la loro fede fosse minoritaria e perdente. E invece l'impero romano cadde e il cristianesimo si diffuse.
Ci sono eventi eclatanti che catturano l'attenzione dei media e altri che si muovono costantemente e amplificandosi ma fuori dai fari della propaganda dei regimi. Ma non dobbiamo trascurarli. Una massa grandissima di persone sta cambiando il loro modo di pensare, di vivere, di comprare, di consumare con una visione che fa a meno di concetti come PIL, progresso, competività, lotta di tutti contro tutti, lucro, profitto per il profitto ecc. Si sta precostituendo una nuova economia che avanza, prima ancora che sui testi dei teorici, nella vita pratica e nelle scelte di milioni di persone. E la cosa grandissima è che essa è universale, così come voleva essere universale la lotta marxista del proletariato, che poi si è diluita nei rivoli superficiali degli interessi locali. Ormai i partiti per tutte queste persone non rappresentano che schemi di potere obsoleti.

Faccio una piccola notazione: i fatti del WTO di Hong Kong dimostrano chiaramente che la parola no global riguarda miliardi di persone al mondo e problemi di economia globale, eppure i nostri media continuano a propinarci la lezioncina che no global sia l'autonomista che ha dato un pugno sul naso di Borghezio, o il blach blok di Genova o il disubbidiente di Casarini. Non è così. Capito l'inganno? Ci fanno sciftare via dai problemi reali ingannadoci persino sulle parole. Vogliono uomini-merci incapaci di pensare

viviana vivarelli 18.12.05 20:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

cari amici,secondo me dovremmo muoverci tutti subito. ricorderete gli sviluppi di tangentopoli
come e finita?! tutti moralizzatori i D.s. in testa
ma le uniche iniziative vere e giuste furono intrapese da don ciotti e pochi altri con la petizione popolare che mirava a confiscare e ridistribuire quei soldi rubati a noi.
i 70 milioni di euro del fiorani potrebbero servire a costruire case umane ed ecocompatibili a chi non ne ha; oppure creare il redditto di cittadinanza........
che ne pensate? e come potremmo mobilitarci?
giuliano

giuliano riccitelli 18.12.05 20:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La cosa che più manca è la coscienza individuale,
siamo così cechi nei ns. falsi rifugi dati dal benessere che non abbiamo più regole morali tutto va bene purchè convenga!!!!! Ne stiamo pagando le conseguenze su tutti i fronti apriamo gli occhi...la società non è un' entità astratta, immateriale...siamo noi, tutti noi e comportarci bene significa non condividere anche quello che di male viene fatto a un altro anche se al momento non tocca noi...i manager che non hanno comportamenti etici vanno cacciati e non sovvenzionati sperando di ricevere un domani qualche favore...

Auzas 18.12.05 19:45| 
 |
Rispondi al commento

Non ho parole...
Sono un giovane di 28 anni e sono cosi' deluso, amareggiato e frustrato dal caso Fiorani che...mi mancano le parole appunto, per esprimere l'estremo disappunto di fronte ad una certa e indefinibile classe dirigente, alla totale disintegrazione di ogni principio etico e morale, alla totale mancanza di rispetto su ogni fronte. Episodi come questi sembrano mandare in frantumi ogni principio sul quale ho impostato la mia personale e professionale condotta di vita, tutto questo e' intollerabile.

Scusate per lo sfogo.

Beppe continua cosi', grazie per il tuo impegno.

Ps. Ovviamente Fiorani tra 6 mesi sara' di nuovo in circolazione presumo...

Stefano Gualtieri 18.12.05 19:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"No comment"; lasciamo che la Magistratura faccia il suo dovere e che la Politica provveda a "licenziare" Fazio: ne va dell'immagine internazionale del nostro paese già duramente colpita.

Paolo Calvani 18.12.05 18:16| 
 |
Rispondi al commento

7)

*"...I no global rappresentano l’unica lotta di resistenza contro questa perversione.
Nei singoli stati il nuovo pensiero ha strenui sostenitori negli economisti, nei sociologi,
nei fisici, negli scienziati, nella gente comune…e anche in molti sindaci ( i sindaci della
Valsusa sono un esempio di difesa del territorio) ma, più si sale nella gerarchia politica,
più tutto si appanna, al punto da trovare leader dei Ds dalla parte neoliberista, tra
coloro che vendono l’acqua di Napoli o di Firenze o di Livorno o che difendono, come fa
Prodi, la Bolkestein. ..."

I no global, perdonami, rischiano di fare più confusione che avere una reale efficacia in termini di miglioramento della vita e della società. La verità è che viviamo tutti in un grande equivoco, un grande stagno in cui non ci sono fazioni o parti, ma solo ruffiani di fango che smuovono il fondo il più possibile per far diventare torbide le acque e confuse le coscienze che periscono lentamente per i continui fallimenti delle azioni del cuore.
Il vero unico partito da sconfiggere è il partito dei ruffiani che sono privati, ma agiscono attraverso le istituzioni, pionieri e ricercatori di rendite continue, sfruttatori delle politiche della correttezza, isolazionisti per natura e pratica di vita.

Così WARNING!!! IVAN IL MATTO!!! FALSI BERSAGLI!!! Ridisponete il fronte dei devilman non vs etichette ma a tutela del diritto individuale, non dei gruppi. E' un'algebra più fine e meno permissiva.

Un grande saluto ed un grazie per avermi risposto. ^_^

Ciao Viviana.

ijimiaz galir 18.12.05 17:03| 
 |
Rispondi al commento

6)

* "...Non è lecito accettare una ideologia perversa che riduce l’uomo a merce, perché essa è contro l’uomo ed è finalizzata alla sua schiavizzazione e distruzione.
Non è lecito attuare una predazione indiscriminata del pianeta, perché questa è l’unica
casa che abbiamo e i segni della sua degradazione sono ormai insostenibili..."

Gran parte dei problemi di carattere istituzionale provengono non solo da una carenza di normativa o
da una mancata applicazione, ma da una mancata assegnazione dei diritti di proprietà. Se la roba
è di tutti allora è di nessuno, anche questa è una semplice ma ferrea legge che è bene ricordare nei propri ragionamenti e lascia spazio a ruffianismi di varie categorie. Non viviamo nell'eden ma sulla crosta di un pianeta.

*"...I poli si stanno sciogliendo, il clima sta peggiorando, si parla di una nuova
glaciazione dell’Europa entro pochi anni. Questa corsa folle deve finire..."

Si tratta di armonizzare e rispettare le normative, non di fare filosofia o
politica mercantile, ma leggi.

* "...La globalizzazione non è la legge del mercato, della concorrenza e della competizione, è il
saccheggio di pochi gruppi forti attuato in ogni perverso modo su tutto quello che c’è,
senza rispetto per la vita umana, per la libertà, per la democrazia. E’ il sistema della
giungla dove vale la legge del più forte..."

Molto semplicemente questa non è globalizzazione ma ruffianizzazione.

continua....

ijimiaz galir 18.12.05 17:00| 
 |
Rispondi al commento

5)

* "...Tutto il mondo è peggiorato..."

Praticamente da nessuna parte c'è stato realmente libero mercato bensì mercato politico.

"...I “no global” sono coloro che in tutto il mondo si oppongono al piano scellerato della globalizzazione economica,
che va contro ogni diritto umano, contro un mondo sostenibile, contro la sopravvivenza del pianeta, contro il futuro
delle prossime generazioni. I “ no global” rappresentano oggi l’unica vera sinistra mondiale che sta dalla parte degli
esclusi, dei reietti, degli emarginati, dei deboli, dei cittadini del mondo.
I danni della globalizzazione sono ormai troppo avanzati...."

I "no global" hanno sbagliato obbiettivo. Una reale forma globalizzazione s'ha ancora ad'avvenì.

* "...In tutto il mondo il pensiero no global acceso in milioni di persone rifiuta la logica
perversa e disumana di questa globalizzazione economica, una globalizzazione, è stato detto,
del mercato ma non dei diritti..."

La globalizzazione economica è tutt'altro che disumana e perversa.
La globalizzazione economica implica spontaneamente quella dei diritti: non dopo ma durante, perchè se non è così allora è bene chiamare le cose con il loro nome -> Non globalizzazione
economica ma GLOBALIZZAZIONE RUFFIANICA.

continua...

ijimiaz galir 18.12.05 16:55| 
 |
Rispondi al commento

4)

...

-> La globalizzazione è, come dottrina, l'allargamento della cooperazione fra popoli e fra individui
attraverso il libero scambio che ne è il vettore, l'abbattimento (che non vuol dire con i cannoni)
delle barriere allo stesso.
Lo scambio deve avvenire attravesro la contrattazione e nel rispetto del contratto. Fine ( o quasi :) )
della cattivissima dottrina pro-global. Dopodichè comincia la sfilata dei ruffianismi.
-> Se di fallimento si può parlare, allora si parli di fallimento istituzionale delle normative
NON di fallimento dei mercati, che non esiste -> perchè sono un processo e non un risultato. Il marcato
emerge dal quadro normativo.

* "...Ma la globalizzazione fa danni immani in Asia, in Africa, nell’America del sud… dappertutto.
Basti pensare alle 2000 dighe in India volute dalla BM che hanno devastato intere regioni cacciando
le popolazioni. O alla Bolivia..."

Di nuovo il fallimento è istituzionale e normativo non di mercato. Anzi probabilemente è più corretto
parlare, in assenza di normative, di non mercato.

* "...Parole d’ordine della globalizzazione sono:
- tutto deve diventare merce, non esistono valori o diritti
- ciò che non è mercificabile non esiste
- il mercato deve stare sopra ogni cosa
- il profitto ..."

-> Queste tre affermazioni sono molto condivisibili per molte ragioni. Prime fra tutte il diritto individuale.
Confermi ciò che sostengo. Ma ti prego: basta di dare la colpa alla globalizzazione vs politica. Non è così.
Non centra la globalizzazione e non centra la politica. Centrano i ruffiani di questa finta politica che incuciandosi
con alcuni privati, per mezzo dei canali pubblici (istituzionali: sia nella assenza, sia nella circuizione), fanno
danni oltre ogni umana aspettativa.
Gli indicatori lasciali stare. Nel senso, sono molto importanti, ma perlopiù si basano su logiche deviate a monte.
E molto complicato orientarsi su indicatori reali ed obiettivi ( a pro od a contro ).

continua

ijimiaz galir 18.12.05 16:51| 
 |
Rispondi al commento

3)

* "...E’ la predazione spietata di pochi che vogliono ridurre a merce tutto ciò che esiste
per il dominio totale del pianeta ..."

Se questo c'è, e non lo nego, senz'altro percorre i canali dell'associazionismo pubblico,
perchè "super-partes". Prova a fargli colonizzare il pianeta con una applicazione ferrea e rispettosa
del diritto di proprietà. Ti posso garantire che colonizzano i miei maroni! (scusa è una battuta ^_^)

* "...Il sistema feroce della globalizzazione economica è stato chiamato “Impero”.
Ne troviamo i segni nel piano bellicista di Bush (al comando delle lobbies delle armi e del
petrolio), che prevede una serie di guerre infinite, anche nella piccola Italia nella
pretesa di Berlusconi di annientare la democrazia per sostituirla con un sistema totalitario
di stampo neocon, nell’erosione europea dei diritti del lavoro, nella vendita di beni
fondamentali come le strade o l’acqua, nella distruzione progressiva dello stato sociale…lo
vediamo in Europa nei propositi di annichilire i diritti del lavoro con la direttiva
Bolkestein e di proteggere capziosamente banchieri come Fazio..."

Qui perdonami vorrei non permettermi, ma ritengo ci sia un po' di confusione. In questo senso:
-> La globalizzazione dei popoli avviene, e non potrebbe essere altrimenti, attraverso la
globalizzazione dei mercati. E meno male perchè questo vuol dire allacciamento del tessuto normativo
pur nel rispetto della concorrenzialità territoriale di carattere normativo -> che è solo positiva.
-> la neo econ ed il neo liberismo innanzitutto non è liberalismo e non è liberismo.
-> la neo econ ed il neo liberismo sono progetti politici.
->l'interpretazione politica del liberalismo è stata ed è una cosa differente dal liberalismo
-> La globalizzazione è coloniale perchè la politica è coloniale. Il caso Usa è un esempio.
Il caso dell'Inghilterra imperiale ne è stato un altro.

continua...

ijimiaz galir 18.12.05 16:49| 
 |
Rispondi al commento

2)

* "... Questi grandi capitali vogliono imporre un controllo totalitario dell’economia per
aumentare il loro arricchimento e il loro smisurato potere in modo da calpestare ogni
Costituzione, ogni stato, ogni unione di stati, ogni valore umano e ogni diritto civile..."

Ecco appunto. E' prorprio quello che intendo per associazionismo pubblico. La costruzione di
grandi berte istituzionali lontane dai cittadini. Cannoni al plasma che sparano mercanti geneticamente modificati per canali preferenziali. Contaminazione istituzionale, connubi che portano al fallimento istituzionale -> carenza di normativa e di tessuto giuridico.
Posso anche essere daccordo ma l'economia non si controlla, le istituzioni si. E' un problema
di chi fa le leggi e le norme e ne garantisce il rispetto.

* "...E’ la cosa più contraria alla democrazia e ai diritti umani che sia mai stata inventata,
un piano di fronte a cui la strategia folle di Hitler impallidisce.
E’ la predazione spietata di pochi che vogliono ridurre a merce tutto ciò che esiste per il
dominio totale del pianeta..."

Le regole del mercato libero (non deregolamentato, ma non daziato e senza tutele di posizione) prevede un tipo di selezione di stampo Darwiniano che è positiva, perchè consiste nell'emergenza di
"un migliore" del cui operato beneficiano tutti:
-> attraverso l'apprendimento e l'imitazione di strategia, tecnologie di produzione ed idee.
-> attraverso la diversificazione della produzione che se concorrenziale, garantisce (prezzi bassi) e fruibilità massima
-> atraverso l'innovazione che questo processo alimenta.

La degenerazione (normativa) dell'interpretazione Darwiniana è il vero problema:
-> nella forma Spenceriana: del più forte che uccide il più debole come risultato di un conflitto
bellico e dei suoi derivati. Hitler e Bush
-> nella forma Hamiltoniana: selezione per affinità parentale. Si salvano i parenti e gli
amici degli amici. Tipica Italiana!

....continua

ijimiaz galir 18.12.05 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Viviana per la risposta, mi fai sentire molto considerato :)

Sei molto preparata e non è facile starti dietro. Permettimi di fare alcuni
commenti rispettosi su quanto hai affermato, che non condivido del tutto.

"L'importanza di chiamarsi onesto":

1)
* "...A Hong Kong diecimila manifestanti, soprattutto orientali e contadini, inferociti,
stanno assediando la sede del convegno del WTO ..."

Mi fa molto piacere che facciano valere le proprie ragioni. Trovo sarebbe più utile assediassero le istituzioni "di casa" dato che hanno sempre sostenuto un certo tipo di logica.

* "...Il WTO è uno dei principali organismi internazionali del grande capitalismo mondiale,
che, insieme al Fondo Monetario e alla Banca Mondiale, sta perpetrando da alcuni anni il
più grosso assalto della grande finanza al mondo per un controllo globale, in nome di un
neoliberismo estremo che predica un mercato privo di regole..."

permettimi:
-> il mercato NON è assenza di regole ( rispetto del contratto, diritto di proprietà )
-> nell'ambito di un quadro istituzionale internazionale tra paesi la scelta tra protezionismo e non protezionismo (utilizzo di dazi) costituisce una scelta di configurazione normativa e politica. Ricordiamoci che il protezionismo è discriminatorio.
-> Se il WTO, il Fondo monetario internazionale e la Banca Mondiale sono politicizzati
non lo si deve certo al mercato.

* "... ma che in realtà vuole sottoporre il mercato alle regole di predazione di poche
corporazioni..." ,

Infatti non esiste nulla di più politicizzato delle corporazioni.

....continua.

ijimiaz galir 18.12.05 16:43| 
 |
Rispondi al commento

@ dott. Pirolo

Lei si chiede se ci può essere un limite alla loro ingordigia; evidentemente no! e questo quotidianamente ci viene dimostrato! Così pure, evidentemente non c'è limite al quel senso di potenza ed immunità alle leggi che "dovrebbero" regolare la ns. società.
Ma il dramma più grande è l'infinito livello di sopportazione che stiamo dimostrando e che continuiamo ad avere.
Sembra che i problemi vissuti dalla ns. società e che screditano il ns. paese, non ci tocchino, sembra che ogn'uno di noi ne sia immune!
Per questo con dispiacere dico che non c'è limite anche al ns. egoismo ed ignoranza, che crea questo senso di indifferenza alle quotidiane nefandezze partorite questa banda di lad....& politichesi.
Spero che questo popolo si svegli, che si renda conto che non è un fatto di appartenere alla sinistra o alla destra, la realtà e che continuando così a subire passivamente, pensando solo al ns. orticello, grazie a questi cialtroni si arriverà ad una situzione la cui tragidità, farà si che, non ci saranno ne vinti e ne vincitori.
Con l'augurio che questo popolo si svegli, la saluto.

I. Visconti 18.12.05 16:15| 
 |
Rispondi al commento

Io lo ripeto... abbiamo internet e abbiamo le idee... io mi candido... voi votatemi... facciamo vedere loro cosa e' in grado di fare il popolo... rivoluzioniamo tutto... facciamogliela pagare...

Mauro Lauro 18.12.05 15:31| 
 |
Rispondi al commento

Credo che questi "signori" in genere, mentano sapendo di mentire e con altrettanta certezza affermino queste cose con la faccia di bronzo che li contraddistingue sapendo che tanto nessuno gli farà mai niente o almeno è piuttosto difficile che le loro colpe abbiano delle punizioni proporzioae all'importanza dei danni che anno fatto.
Cmq la speranza è l'ultima a morire già vederli in galera, sempre se ci finiscono visto che molte volte finiscono in infermerie delle carceri, è una soffisfazioe di non poco conto.
Vai avanti così Beppe!

giacomo nicolai 18.12.05 15:15| 
 |
Rispondi al commento

Ciò che colpisce degli ennesimi scandali è l’arroganza e l’indifferenza con cui i protagonisti reagiscono alla scoperta dei loro crimini. Un atteggiamento che dimostra non solo l’immoralità ma anche l’individualismo spietato che li anima. Se infatti tali personaggi sentissero l’importanza sociale del ruolo che ricoprono. E se si identificassero con gli ideali professati dalle organizzazioni in cui militano, non esiterebbero ad abbandonare la poltrona per la vergogna. E invece, vivendo il loro ruolo sociale come un fatto personale, come traguardo individuale della propria carriera. Una volta scoperti, continuano quella lotta per il potere che gli ha permesso di essere dove sono. Cioè, privi di freni inibitori, intraprendono una battaglia personale contro la Giustizia, come se questa fosse un nemico personale qualunque. Come se avessero il potere di piegare perfino la verità. Cosa che grazie a costosissimi avvocati figli delle stesse logiche, succede sempre più spesso. La risposta a questi pirati della moralità non può che essere collettiva. Alla deriva dell’individualismo spietato bisogna contrapporre una moralità condivisa. Bisogna impedire in ogni modo che tali pirati emergano, anche perché alla fine i loro danni li paghiamo tutti.

Tommaso Merlo 18.12.05 14:55| 
 |
Rispondi al commento

grande grande grande Beppe come sempre ! avevamo ragioe ...ma quie soldi spesi su Repubblica ...forse sono serviti! forse qualche magistrato aveva letto la nostra pagina!!!!!!

fausto renzi 18.12.05 13:49| 
 |
Rispondi al commento

Quando qualcuno vuol parlare di globalizzazione, lo pregherei, prima, di leggersi "The corporation", il durissimo libro di Joel Bakan, prof. di diritto alla Britisch Columbia, e di guardare il cd allegato, che riporta il durissimo documentario che è stato proiettato anche nelle nostre sale italiane.

Cito alcune frasi:
"Le corporation oggi governano le nostre vite: decidono cosa mangiamo, cosa vediamo e cosa indossiamo (anche cosa pensiamo). Il loro mandato istituzionale è la ricerca incondizionata del profitto, senza però alcuna considerazione per gli interessi sociali e ambientali"
"Ma la storia insegna che ogni istituzione dominante può essere sconfitta. I grandi imperi, la monarchia, i partiti comunisti dell'Europa orientale sono stati tutti travolti o ridimensionati. Il collasso del capitalismo delle multinazionali può non essere imminente, ma, nel mondo, il malessere cresce e lo sta portando alla disfatta".

Quando si chiede come mai i cittadini abbiano democraticamente eletto Berlusconi, Bush, Milosevic.. si deve ricordare che un'alta percentuale dei votanti è analfabeta di ritorno, che non legge giornali nè libri, che vive in un ambiente sociale limitato, che non si confronta con diversi, che è plagiato dalla tv, che si muove in un costante stato di ignoranza o di manipolazione.
Questa stato di ignoranza colpisce anche coloro che hanno un computer.
Le informazioni che noi ci scambiamo girano in un raggio molto ristretto, la maggior parte degli italiani in questo momento non sa nemmeno chi sia Fazio, ma un numero molto superiore di persone sa chi è la Lecciso e chi guiderà il festival di san Remo. Anche questa tv è un modo abile per dirigere l'informazione o negarla.
Anche ciò che viene detto in una scuola. O in una chiesa.
Si diventa uomini nel momenti in cui si decide di non essere più "fatti" dagli altri, ma di "farci" da noi. Ma quel momento, per la maggior parte della gente, non arriva mai.

viviana vivarelli 18.12.05 13:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Carissimo sig. Dughera,
E' la prima volta che intervengo in una discussione, mi voglia perdonare se commetto qualche errore, fino ad ora mi ero limitato solo a leggere i vari post. Il vostro commento, mi ha spinto ad intervenire. Ci sono un sacco di persone che la pensano come noi, ed è a quelle persone che mi rivolgo, ma è possibile che la nostra pazienza sia così grande, o quell'elastico che abbiamo nello stomaco, perchè è li che si troverà, è talmente forte da resistere a tutte le sollecitazioni, che oramai giornalmente e qualche volta anche tre o quattro volte al giono lo tendono sempre più.
Ma io mi domando, con tutti questi soldi che ci sottraggono giorno dopo giorno mese dopo mese anno dopo anno, ma che c...o ci faranno.
Ma ci sarà un limite alla loro ingordigia, non si rendono conto che stanno esasperando sempre di più le masse, eserciti di poveri Cristi, che ogni mattina si alzano per sbarcare il lunario, quando possono, spero che si rendano conto una volta per tutte, che stanno portando il nostro bellissimo paese allo sfascio, è un'agonia lenta, ma costante che giorno dopo giorno sta dissanguando tutte quelle povere famiglie che costituiscono la spina dorsale del nostro paese ed è grazie a loro che tutte queste sigh!!! "brave persone" riescono a fare tutto quello che fanno.
Colgo l'occasione per porgere a tutti i miei più cordiali saluti.
dott. Michele Pirolo

Michele Pirolo 18.12.05 13:05| 
 |
Rispondi al commento

il sistema bancario italiano alle aziende da corda per impiccarsi.
banche = usarai legalizzati.

massimo pedrana 18.12.05 12:43| 
 |
Rispondi al commento

Mi unisco alla bellissima analisi di Viviana Vivarelli che fossi in Beppe Grillo invierei in copia ai giornali( e vediamo quanto ne pubblicherebbero!) e ai nostri politici di tutti gli schieramenti perchè sentano un pò di vergogna per quello che sta succedendo.
Mi voglio però soffermare sul " Vaticano" perchè Viviana lì si è superata: condivido in pieno la sua analisi e aggiungo che è anche troppo benevola perchè adesso tutti dai baciapile ( tipo Casini) agli indifferenti ( quasi tutto il Centro-destra ) agli opportunisti ( molti esponenti del Centro-Sinistra) avrebbero ora il dovere di spiegare perchè Ruini e compagnia ( Formigoni,Casini in prima fila ) possano ancora interferire pesantemente sulla politica italiana dopo le malefatte ( Marcinkus,Sindona,Ambrosoli,Calvi per citare le più gravi ) che il Vaticano con le varie accolite associazioni ha fatto nel nostro paese( avrà mica ragione Dan Brown sull'Opus Dei ,Massoneria etc.....?):vorrei sapere se il Cardinale Ruini permetterà a Fazio e Fiorani di fare la Comunione.......
Devo purtroppo dare ragione a Viviana anche sul comportamento di alcuni esponenti del Centro-Sinistra : non vorrei che come con Tangentopoli si stia sviluppando un Inciucio Gigante:a questo punto i pochi politici "onesti" battano un colpo ( credo che si sentirà poco rumore.Auguri.......

Ezio Szorenyi 18.12.05 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Come hai ragione Beppe, e su questo non ci supera nessuno ... purtroppo!!!! Come ci liberiamo di quelli che hai citato?

Giusi Rotondo 18.12.05 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Mi sono rotto le balle, che mi sono diventate spaziali!!! Si sono mangiati l'Italia e non sai più da che parte girarsi per trovare politici degni di questo nome! Scusate lo sfogo...
PS complimneti al blog, che ha un numero di lettori superiore a qualsiasi quotidiano in Italia.

Giovanni Grasso 18.12.05 11:43| 
 |
Rispondi al commento

5)
Non è lecito accettare una ideologia perversa che riduce l’uomo a merce, perché essa è contro l’uomo ed è finalizzata alla sua schiavizzazione e distruzione.
Non è lecito attuare una predazione indiscriminata del pianeta, perché questa è l’unica casa che abbiamo e i segni della sua degradazione sono ormai insostenibili.
I poli si stanno sciogliendo, il clima sta peggiorando, si parla di una nuova glaciazione dell’Europa entro pochi anni. Questa corsa folle deve finire.
La globalizzazione non è la legge del mercato, della concorrenza e della competizione, è il saccheggio di pochi gruppi forti attuato in ogni perverso modo su tutto quello che c’è, senza rispetto per la vita umana, per la libertà, per la democrazia. E’ il sistema della giungla dove vale la legge del più forte.
I no global rappresentano l’unica lotta di resistenza contro questa perversione.
Nei singoli stati il nuovo pensiero ha strenui sostenitori negli economisti, nei sociologi, nei fisici, negli scienziati, nella gente comune…e anche in molti sindaci ( i sindaci della Valsusa sono un esempio di difesa del territorio) ma, più si sale nella gerarchia politica, più tutto si appanna, al punto da trovare leader dei Ds dalla parte neoliberista, tra coloro che vendono l’acqua di Napoli o di Firenze o di Livorno o che difendono, come fa Prodi, la Bolkestein.

viviana vivarelli 18.12.05 10:54| 
 |
Rispondi al commento

4)
I “no global” sono coloro che in tutto il mondo si oppongono al piano scellerato della globalizzazione economica, che va contro ogni diritto umano, contro un mondo sostenibile, contro la sopravvivenza del pianeta, contro il futuro delle prossime generazioni.
I “ no global” rappresentano oggi l’unica vera sinistra mondiale che sta dalla parte degli esclusi, dei reietti, degli emarginati, dei deboli, dei cittadini del mondo.
I danni della globalizzazione sono ormai troppo avanzati: non solo focolai di guerre sono ovunque, non solo l’avanzare della democrazia è stato arrestato, non solo le risorse della Terra sono devastate e il nostro futuro è gravido di minacce ma il pianeta stesso è allo stremo.
In tutto il mondo il pensiero no global acceso in milioni di persone rifiuta la logica perversa e disumana di questa globalizzazione economica, una globalizzazione, è stato detto, del mercato ma non dei diritti.

viviana vivarelli 18.12.05 10:52| 
 |
Rispondi al commento

3)
Parole d’ordine della globalizzazione sono:
- tutto deve diventare merce, non esistono valori o diritti
- ciò che non è mercificabile non esiste
- il mercato deve stare sopra ogni cosa
- il profitto è l’unico dio
- per mercato non si intende affatto libera concorrenza o competizione ma lo sbaragliamento con armi lecite o illecite di ogni cosa che contrasti il potere di pochi
- il potere politico, dei parti, degli stati, dei governi.. non esiste e deve essere assoggettato a questi gruppi di potere
(Se il termine parola ‘gruppi’ non è chiaro, si pensi alle ‘corporation’, le grandi multinazionali delle armi, dei farmaci, del petrolio, degli OGM, dell’acqua…)

Promesse: Aumentare l’occupazione. Portare la pace e la democrazia. Aumentare il benessere. Ridurre la povertà.
Niente di più falso. Tutti gli indicatori provano ampiamente che sono stati raggiunti risultati opposti: L’occupazione diventa sempre più precaria, mentre cadono le tutele del lavoro. La guerra imperversa. La democrazia è in grave rischio anche nei paesi occidentali e nella stessa America. La povertà è aumentata. Tutto il mondo è peggiorato.

viviana vivarelli 18.12.05 10:50| 
 |
Rispondi al commento

2)
Il sistema feroce della globalizzazione economica è stato chiamato “Impero”.
Ne troviamo i segni nel piano bellicista di Bush (al comando delle lobbies delle armi e del petrolio), che prevede una serie di guerre infinite, anche nella piccola Italia nella pretesa di Berlusconi di annientare la democrazia per sostituirla con un sistema totalitario di stampo neocon, nell’erosione europea dei diritti del lavoro, nella vendita di beni fondamentali come le strade o l’acqua, nella distruzione progressiva dello stato sociale…lo vediamo in Europa nei propositi di annichilire i diritti del lavoro con la direttiva Bolkestein e di proteggere capziosamente banchieri come Fazio.
Ma la globalizzazione fa danni immani in Asia, in Africa, nell’America del sud… dappertutto. Basti pensare alle 2000 dighe in India volute dalla BM che hanno devastato intere regioni cacciando le popolazioni. O alla Bolivia che lotta per la strada con morti per riprendersi l’acqua o il gas. O ai paesi africani che non possono esportare prodotti agricoli perché Bush o i governanti europei danno sovvenzioni agli agricoltori così da farli esportare a prezzi inferiori ai costi (dov’è qui il libero mercato?). O ai paesi asiatici produttori di cotone che non possono vendere lo stesso. All’India che si è vista sottrarre il diritto al suo riso. All’Irak, dove gli americani hanno imposto “nella Costituzione” l’obbligo di piantare sementi Monsanto. Ai milioni di malati di AIDS che muoiono per i prezzi troppo alto delle medicine, che le micidiali corporazioni farmaceutiche americane impongono per massimare i profitti. O alla carne sempre peggiore e nociva perché le mucche sono alimentate con pericolosi OGM.

viviana vivarelli 18.12.05 10:48| 
 |
Rispondi al commento

)
Per rispondere a ijimiaz galir sulla “globalizzazione”, occorre molto spazio.
Meglio sarebbe che Grillo aprisse un blog sugli scontri di Hong Kong.

A Hong Kong diecimila manifestanti, soprattutto orientali e contadini, inferociti, stanno assediando la sede del convegno del WTO, l’Organizzazione mondiale del commercio. Non importa che chiamino se stessi ‘no global’, ciò che importa è che lottano contro l’attuale globalizzazione economica che sta distruggendo le loro vite.
Il WTO è uno dei principali organismi internazionali del grande capitalismo mondiale, che, insieme al Fondo Monetario e alla Banca Mondiale, sta perpetrando da alcuni anni il più grosso assalto della grande finanza al mondo per un controllo globale, in nome di un neoliberismo estremo che predica un mercato privo di regole ma che in realtà vuole sottoporre il mercato alle regole di predazione di poche corporazioni.
Questi grandi capitali vogliono imporre un controllo totalitario dell’economia per aumentare il loro arricchimento e il loro smisurato potere in modo da calpestare ogni Costituzione, ogni stato, ogni unione di stati, ogni valore umano e ogni diritto civile. E’ la cosa più contraria alla democrazia e ai diritti umani che sia mai stata inventata, un piano di fronte a cui la strategia folle di Hitler impallidisce.
E’ la predazione spietata di pochi che vogliono ridurre a merce tutto ciò che esiste per il dominio totale del pianeta.

viviana vivarelli 18.12.05 10:47| 
 |
Rispondi al commento

So che centra poco con l'argomento, ma il titolo "Balle spaziali" me ne ha fatta venire in mente un'altra. Navigando su internet ho trovato che è in vendita terra sulla Luna ...?????.... questo è il link truffa a parer mio http://www.planetaryinvestments.com/

Luana De Santis 18.12.05 10:46| 
 |
Rispondi al commento

Il Tonino ha fatto bene a mettersi in politica, innanzi tutto perchè ha la possibilità di parlare senza rischiare una censura o un'indagine sul suo operato di magistrato,da qualche ministro colluso.Forse la sua voce è soprafatta da altre più tonanti, più rumorose, che con tale visibilità non ti consentono di vedere cosa effettivamente c'è dietro.

Genesio Barra 18.12.05 10:03| 
 |
Rispondi al commento

Perchè niente cambi, tutto deve cambiare....
Era il Gattopardo, un film, ma si sa che la fantasia è figlia della realtà.
Lasciare che qualcuno guidi il vapore presuppone che ci siano gli strumenti per determinare la competenza alla guida, ma quando una Nazione intera sale sul vapore e naviga allegramente verso uno scoglio enorme che potrebbe far colare a picco la barca, è mai possibile che nessuno si accorga o avverta o fermi il pilota, per una manifesta incapacità tecnica al ruolo che tutti gli avevano dato? Ovvio che sia impossibile, ergo: siamo tutti
responsabili per questa situazione e soprattutto per la nostra congenita mancanza di fiducia gli uni negli altri, un paradosso, lo so, ma isolarsi nel proprio interesse piccolino, di casa, di famiglia, nei piccoli traffici quotidiani impedisce di guardare lontano, di pensare in grande, di essere davvero una Nazione unita e non un accrocchio di coglioncini convinti ognuno di essere più furbo dell'altro.
Il sogno? Nessun voto, tutti che fanno cartella e se ne ritornano alle occupazioni che avevano, un Parlamento rinnovato con il limite di età di 25 anni, cioè dai 18 ai 25 anni: così quando sbagliano è per inesperienza e non per la "troppa" esperienza... E' solo una provocazione, tanto qui tutti siamo alla spalletta del vapore a guardare l'acqua salire.....

marco rindori 18.12.05 10:01| 
 |
Rispondi al commento

Giuliano, ti ringrazio, ma, credimi, non è una passeggiata. Molti non se ne rendono ancora conto. Ho cominciato a interessarmi di politica solo da poco e già sono nel mirino. Mi limito a riferire fatti assodati e a mettere insieme due piu' due e ho tempo di fare ricerche, e poi, non essendo piu' di nessun partito, mi permetto il lusso della libera critica, anche alla mia sinistra, ma sto già ricevendo di tutto: falsificazioni, insulti, virus, diffamazioni, minacce di stupro, pesanti insulti osceni a me alle mia famiglia, minacce di morte. Non hai idea. Mi pare di aver scoperchiato leggermente un verminaio e già i vampiri mi attaccano pesantemente.
Quando feci la campagna delle bandiere di pace fu lo stesso, avevo anche la Digos in casa e mi perquisirono l'auto e avevo il telefono sotto controllo. E solo perchè dicevo che la pace era meglio della guerra. Tu non sai quanto il male sia profondo e radicato.
E questo dice come siamo messi: se una privata cittadina, piccola, ignota e impotente, una piccola nessuno come me, dice cose che tutti dovrebbero sapere, scattano forze che la individuano subito e la massacrano.
Non è affatto un bel mondo. Alla fine anche chi dirà: "Questo pane è cattivo" o "Io sono disoccupata" sarà messo alla gogna, come con Mussolini.
Capisco gli attacchi a uno come Travaglio o Falcone o la Forleo, ma pensare che c'è gente che si mette alle costole di una cittadina debole per distruggerla o diffamarla mi fa senso.
Ma io so perché questi attacchi mi fanno diventare più dura. Perchè capisco il loro gioco e non voglio darla loro vinta. Perchè capisco che allora non parlo per me ma per tutti e dico cose che per qualcuno non devono essere conosciute e dunque ho un dovere che mi oltrepassa. I miei dicono che sto cambiando in peggio e sembro una kamikaze. Magari ci moriro' per questa cosa. Ma che fa? Se siamo arrivati a un punto che dire le cose come stanno fa correre dei rischi mortali, allora vuol dire che siamo tutti in trincea.

viviana vivarelli 18.12.05 09:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"venga un uomo"
hai detto bene: dovrebbe venire un uomo nuovo. Ma dovrebbe essere come il Messia, che non sia un politico! Perchè l'ultimo che è venuto non era un politico ma un faccendiere spregiudicato che ha saputo asservirsi la corruzione dei politici. Ed ormai siamo all'ultimo atto.... Rischiamo - se tutto va bene - di trovarci fuori dall'Europa, oppure di fare la fine dell'Argentina.

claudio sgrignani 18.12.05 08:25| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe!
Quando si vede ciò che è successo in questi giorni, non possiamo far finta di nulla o limitarci a lanciare i nostri latrati alla luna. La corruzione è assolutamente trasversale ed abbraccia in un mortale afflato tutta l'economia nazionale dallo I.O.R. all'Unipol. Non facciamo una quetione di schieramenti,di singoli partiti. Non facciamo il gioco dei giustizialisti, alla Di Pietro, nè quello del partito dei giudici. Sembra che adesso i giornali abbiano scoperto Unipol. Da sempre la quasi totalità delle pubbliche amministrazioni sono assicurate da Unipol (nelle regioni rosse in coassicurazione con INA Assitalia, che invece nelle altre inverte esattamente le posizioni). Chiedete alle coop. se i premi che pagano sono di mercato o spesso alterati da ragioni politiche. Leggetevi l'intervista a Donegaglia, (presidente della fallita Coop Costruttori di Argenta)sui rapporti con Unipol Consorte e Co.
Siamo ormai a quello che Gherard Ritter chiama "Il volto demoniaco del potere". Si corrompe e si delinque non più solo per danaro ma per quella droga sottile che fa sentire questi uomini di sinistra, di centro, di destra, dei santi, degli eroi, dei poeti, dei navigatori,dei trasmigratori......al punto da aver perso il senso della realtà, e di poter impunemente dire di "sentirsi con la coscienza a posto". Eppure mi piace pensare che ancora esista un'Italia di persone per bene, che non vogliono più questi professionisti della politica, che da Prodi a Fassino passando per Rutelli, Casini, Follini ci subiamo ad ogni telegiornale in ogni stupido talk show. Spegnamo le televisioni, facciamogli capire che non li vogliamo più vedere. Mandiamoli a casa una volta per tutte e sommergiamoli nel ridicolo di una omerica risata, come ai tempi del Vivaldi, quando eravamo ancora ragazzi, ed il mondo era come una lavagna dove i buoni erano divisi dai cattivi.

Gianfilippo Dughera 18.12.05 07:23| 
 |
Rispondi al commento

IO PENSO CHE QUESTO SCANDALO SIA STATO TIRATO FUORI APPOSTA X NON TROVARNE UNO PIU GROSSO
LA VERITA E CHE L ITALIA ORMAI E UN ENORME FRUTTETO TUTTO MARCIO
ANDREBBE CREATO UN TRIBUNALE INTERNAZIONALE SPECIALE X FARE PIAZZA PULITA
COSI CI SAREBBERO ANCHE NUOVI POSTI DI LAVORO
XCHE LE GALERE CHE ABBIAMO ADESSO NON BASTEREBBERO X CONTENERLI TUTTI

GIO PAU 18.12.05 00:58| 
 |
Rispondi al commento

Cara viviana,

NON HO LA TUA ELOQUENZA NE LA TUA PROPRIETà DI SINTESI E ANCHE SE NON TI CONOSCO DI PERSONA
SENTO CHE POSSO FIDARMI DI CIO CHE DICI E SEI FRA QUELLE RARE PERSONE CHE RIESCE A DAR VOCE, TALE E QUALE, AI MIEI PENSIERI E MI E' DI GRANDE CONFORTO SAPERE CHE ESISTONO ANCORA DELLE "TESTE INCONTAMINATE". CARI SALUTI. GIULIANO

giuliano viola 17.12.05 21:22| 
 |
Rispondi al commento

@viviana vivarelli

Viviana un grazie di cuore per le informazioni e lo stile.

Tuttavia mi permetto di dissentire "...con la mia testa sotto i tuoi piedi ..." (rif N.C.R.c.P.)su:

* la demonizzazione della privatizzazione e
"mercatizzazione" dell’acqua, delle scuole, degli ospedali, dei beni fondamentali
-> si alla mercatizzazione
-> si alla tutela normativa della concorrenzialità

* la speranza di "eticità laica" personificata: fin quando ci saranno mediatori di interessi ci saranno fenomeni di corruzione. Questa è ormai definibile una legge di natura. Non dico "come" e non dico "sarà meglio" o "sarà peggio" ma la scelta alternativa è di lasciar spazio a quadri normativi meno politicizzati, responsabilità personale e mercato.
Le leggi del mercato sono dure ma sono di tutti e lasciano spazio all'associazionismo privato responsabile ed autofinanziato. L'associazionismo pubblico ( che è poi il "privato previlegiato" ) è il vero preblema dell'italia ( per me ).

*lo schema partitico: il liberalismo non è nè di destra nè di sinistra ma se lasciato libero realmente di agire attraverso la defiscalizzazione e l'interruzione dei flussi pubblici a "mammona" scardinerebbe gran parte di questo sistema. Seppure con costi sulle persone ( ribadisco l'associazionismo privato come fonte di "fronte" ).

Un liberalismo normato e non politicizzato potrebbe essere una chiave realistica da poter seguire per rinascere ( con costi -> abbattimento delle rendite ) culturalmente.

Non mi illudo: le rendite di posizione che abbiamo tutti in italia attraverso una politica di tutela ( che si sta rivelando sempre più di immagine ) sono per noi, abituati a climi "caldi", pressochè irrinunciabili.
Non credo che quest'andazzo cambierà. Possiamo solo sperare che non peggiori.

Un saluto e GRAZIE ( a Viviana ).

Firmato un ex di sx. ora apol.

ijimiaz galir 17.12.05 21:05| 
 |
Rispondi al commento

@Michele Giannuzzi

Sono d'accordo.
Ma cosa faresti un giorno o l'altro?

Marco Pigliapoco 17.12.05 19:47| 
 |
Rispondi al commento

Viviana Vivarelli, complimenti sinceri, finalmente qualcosa di nuovo, rispetto al solito modo "urlato" (scritte in maiuscolo!) spiegando con grande chiarezza il tuo pensiero che, sono certo, è quello che tanti, compreso me, avrebbero voluto esporre, con le parole giuste, come hai saputo fare tu.
Per una nuova Italia pulita e giovane credo ce ne vorrebbero tante di Viviane (e Viviani), scusa il bisticcio, di fronte a ciò che hai postato si rimane sconcertati e nello stesso tempo, cosapevoli che c'è qualcuno in mezzo a noi che ha le idee chiare, sono quelle come te cara Viviana, che dovrebbero presentarsi alle elezioni.
Sinceramente,un tuo nuovo ammiratore.

Max Fidello 17.12.05 19:44| 
 |
Rispondi al commento


chi sa tace,
chi non sa tace,
chi sa e non vuol tacere, parlerebbe anche, ma solo a 25 euri a biglietto.
chi poi lo vuol far tacere, paga, e lo fa tacere.
poi arriva chi crede di sapere ancora di piu, e ve lo dirà, se gli date 1.000.000 di euri a puntata, e farà parlare anche chi era stato messo a tacere.( nel frattempo 20.000 euri al mese al parlamento europeo per non fare un cazzo li ha ciulati, ma ci rinuncia), per poter tornare a dirci dove stanno i buoni e dove i cattivi, sempre a suon di migliaia di euri.
andiamo bene...
fanno 12.000.000 di spettatori, gli sponsor sono contenti, i conti tornano, e tutti a casa a mangiare e bere alla bella faccia degli stronzi che gli hanno dato la possibilità: i figli di un italia piccola piccola.
io un giorno o l' altro .........

Michele Giannuzzi 17.12.05 19:34| 
 |
Rispondi al commento

Per Giovi le Bon.
Hai ragione.
Non parlate al manovratore.
Non intercettate il manovratore.
Non processate il manovratore.
Il popolo è ignorante e tale deve rimanere se no la politica si complica troppo.
Forse una politica senza popolo sarebbe molto più semplice ed alla portata degli attuali addetti ai lavori.
Se andassero a scopare il mare, solo per esempio, nessuno gli romperebbe i ...... ma siccome mettono le mani nelle mie tasche (e come!!!) se vossia permette vorrei tanto dire la mia.

Andrea Giovannini 17.12.05 19:10| 
 |
Rispondi al commento

Chi non se ne è andato dall'Italia è perché si sentiva protetto e riteneva di poter fare quello che voleva.
I poveri cristi scappano.
I potenti la buttano in politica e si dichiarano perseguitati.
Ora con la Cirielli-Berlusconi la criminalità diminuirà fortemente gazie alla prescrizione e Berlusca avrà rispettato il contratto.

Andrea Giovannini 17.12.05 19:04| 
 |
Rispondi al commento


c'è un'informazione che sfugge a molti.
ho letto qualcosa del caso tenco, ad esempio che il questore di sanremo, all'epoca della morte del cantante, arrigo molinari, è morto il 27 settembre 2005, accoltellato nel suo hotel ad Andora, da non si sa chi.
ciò che desta sospetto, è che il 5 ottobre dello stesso anno, molinari avrebbe dovuto essere presente all'udienza per il processo, per truffa, contro la banca d'italia.
bankitalia è stata condannata a pagare 5 mld a tutto il popolo italiano.
ma si tratta di briciole, rispetto agli interessi in ballo.
molinari, ha fatto parte, tra l'altro, della p2 e di gladio.

un bell'intreccio, ma saranno solo coincidenze...

jimmy cobb 17.12.05 18:57| 
 |
Rispondi al commento

Troppo forte quel film :)

Roberto Bandini 17.12.05 18:51| 
 |
Rispondi al commento

Sono assolutamente daccordo con Riccardo
,ma non riesco a fidarmi dell'alternativa politica che ci viene proposta,non mi convincono,non credo che porteranno un vero cambiamento,anzi..la tua proposta è davvero sensata,ma le urne dovrebbero rimanere VUOTE COMPLETAMENTE,dovremmo essere tutti uniti nel dimostrare il nostro disprezzo per chi si permette di prenderci in giro in modo così evidente e senza il minimo senso di vergogna o rimorso...MA CON CHE CORAGGIO IL GOVERNATORE PUò CONTINUARE A RESTARE AL SUO POSTO?COME FANNO I SUOI COLLABORATORI ONESTI(se ce ne sono,ma non ho dubbi...oddio spero!)A LAVORARGLI ACCANTO?DAVVERO LO STATO NON HA NESSUNA ARMA?NEMMENO L'EUROPA?Se ci penso mi sembra inverosimile poi mi ricordo che siamo in Italia!!!Eppure amo il mio paese e vorrei davvero fare qualcosa per renderlo un pò più trasparente e onesto,ma da dove partire?Fazio sa di avere(a parole)tutti contro ma non mi sembra che dall'inizio di questa faccenda si sia lasciato scalfire più di tanto dalle parole che gli sono state rivolte,quindi non so quanto gliene freghi della nostra opinione...

Erika Lucchi 17.12.05 18:13| 
 |
Rispondi al commento

Beh devo ammettere che ogni volta che leggo i post e relativi commenti provo un senso di allegria, di piacere generalizzato nel vedere che ci sono molte persone che riescono ad esprimere ciò che pensano e lo rendono visibile a tutti. Nello stesso tempo provo anche frustrazione, rabbia, un senso di disgusto vastissimo. Ci sarebbero mille ragioni per fare la valigia e andarsene più in la.
Chi oggi si trova al governo altro non fa, che truccare le carte cambiare le regole omaggiare le proprie finanze e i propri interessi, chi gli sta di fronte, altro non fa che annuire, ossequiare, contestare ma fondamentalmente rimanere aggrappato con tutti i mezzi alla propria posizione. Mi sembra che sia davvero difficile avere a disposizione alternative politiche, finanziarie ed economiche valide, che curino la vita del popolo che a mio modo di vedere oggi (ma forse da sempre) si lascia scivolare tutto sulla pelle. Abbiamo bisogno di qualcosa di diverso, di persone con altri valori. E tra poco voteremo ancora. Ma quante alternative vere abbiamo? Il tempo passerà ancora una volta e ci ritroveremo qui a leggerci l'un l'altro per esprimere i nostri pensieri su chi con il nostro voto molto probabilmente costruirà il proprio potere?
E se invece non votassimo? Se invece di urlare cominciassimo a parlare sotto voce ad un maggior numero di persone? Se le urne rimanessero vuote, dite che qualcuno si accorgerebbe di noi?
Riccardo.

creatini riccardo 17.12.05 17:33| 
 |
Rispondi al commento

@viviana vivarelli
mi hai lasciato muto!!!
ottima analisi

luca urbani 17.12.05 17:23| 
 |
Rispondi al commento

8)
Ora la preoccupazione è in tutte le file: Bossi trema per Eurocredinord,
Tremonti si prenderà la sua rivincita.
Ai DS resta il grave compito di spiegare agli elettori cosa intendono fare del loro disgraziato partito.
E Prodi, in quanto leader dell’Unione, ha l’obbligo di parlare con chiarezza e dire cosa sta veramente offrendo agli elettori.
Non possiamo accettare che qualcuno metta una toppa sul fattaccio, mentre prosegue la linea baffettiana dei ‘capitani coraggiosi’ e dei ‘furbetti del quartierino’ in un perverso neoliberismo delle finanze senza lacci di basso
malaffare che implicato ormai tutti.
Ma temiamo che questa risposta non sarà data. Temiamo che continueranno quelle cene ad Arcore saltando le differenze di bandiera in cui si surclassa il parlamento e si azzera la democrazia.
Domani Fazio andrà di nuovo nella sua Chiesa e di nuovo leggerà Isaia. Io vorrei che un buon cristiano si alzasse e gli leggesse il passo dove Gesù caccia i mercanti dal Tempio.

viviana vivarelli 17.12.05 16:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

8)
Ora la preoccupazione è in tutte le file: Bossi trema per Eurocredinord,
Tremonti si prenderà la sua rivincita.
Ai DS resta il grave compito di spiegare agli elettori cosa intendono fare del loro disgraziato partito.
E Prodi, in quanto leader dell’Unione, ha l’obbligo di parlare con chiarezza e dire cosa sta veramente offrendo agli elettori.
Non possiamo accettare che qualcuno metta una toppa sul fattaccio, mentre prosegue la linea baffettiana dei ‘capitani coraggiosi’ e dei ‘furbetti del quartierino’ in un perverso neoliberismo delle finanze senza lacci di basso
malaffare che implicato ormai tutti.
Ma temiamo che questa risposta non sarà data. Temiamo che continueranno quelle cene ad Arcore saltando le differenze di bandiera in cui si surclassa il parlamento e si azzera la democrazia.
Domani Fazio andrà di nuovo nella sua Chiesa e di nuovo leggerà Isaia. Io vorrei che un buon cristiano si alzasse e gli leggesse il passo dove Gesù caccia i mercanti dal Tempio.

viviana vivarelli 17.12.05 16:54| 
 |
Rispondi al commento

Questa accozzaglia di gente, non sono i compagni di merenda, ma con me che non arrivo a fine mese con la pensione,e a tanti altri, mi piacerebbe avvicinarli.... altro che cavalletto.

Pietro Alfonsi 17.12.05 16:54| 
 |
Rispondi al commento

7)
In Italia inqualificabile resta poi il comportamento dell’assemblea di Bankitalia cui spettava l’immediata sospensione di un personaggio screditato come Fazio e sorpreso a passare informazioni privilegiate come uno con le mani nella marmellata, e che tuttavia essa non ha esercitato alcuna pressione, ha permesso che il discredito affondasse sempre più il nostro massimo organismo finanziario nazionale e il paese con esso. Il minimo che i cittadini dovrebbero chiedere è l’azzeramento di tale assemblea! Qui non c’è solo Fazio da azzerare, ma tutti i responsabili di Bankitalia, altro che
guarentigie legate al ruolo e alla funzione, qui l’abuso toglie rispettabilità, legittimità, decenza! Arroccarsi nei privilegi di un potere
autonomo non è accettabile quando quel potere illecitamente trama contro gli interessi di un intero popolo!
Venga da fuori un governatore non ammanicato, non appartenente al quadro politico e clericale insozzato, e rifaccia un nuovo quadro gestionale! Venga un uomo capace non di intrighi e spartizioni ma di eticità laica, di competenza in macroeconomie corrette, di rispetto dei regolamenti europei, ma soprattutto un uomo fedele a un’etica che non si misura con le donazioni alle chiese o ai partiti e con le genuflessioni e i gesti scaramantici ma con una condotta integerrima!

viviana vivarelli 17.12.05 16:48| 
 |
Rispondi al commento

6)
Dallo scandalo non si salva nemmeno l’UE, perché è davvero grottesco che di fronte a questi passaggi di patrimoni, a queste rapine di miliardi di euro fatte contro i risparmiatori, a queste leggerezze finanziarie ..l’unico appunto che Trichet è riuscito a fare debba essere sui regali a Fazio e parenti! Non una parola sul tradimento dell’alta funzione di vigilanza e controllo, sull’immane abuso di ufficio, sul gigantesco conflitto di interessi, sulla manipolazione corrotta del mercato.
Ma che codice di condotta ha questa Banca Europea che stigmatizza due gioiellini mentre chiude gli occhi sugli enormi patrimoni incettati a suon di rapina?
Ma allora l’UE non è nulla, non conta nulla, non rappresenta nulla!?
Non ci bastava l’ignominia della Bolkestein con cui si tenta di svendere la vita e i diritti dei lavoratori europei, non ci basta la mercatizzazione dell’acqua, delle scuole, degli ospedali, dei beni fondamentali, dovevamo
vedere anche questo comportamento della Banca europea?! Non era contenta l’UE di vedersi svergognata quella Costituzione che serviva a difendere solo gli interessi dei potenti mentre si calpestavano gli interessi dei cittadini?

viviana vivarelli 17.12.05 16:45| 
 |
Rispondi al commento

5)
Noi vorremmo solo che avventuristi che dilapidano il patrimonio morale, sociale e ideale della sinistra abbiano a perdere il loro potere.
Il sistema bancario è degradato, il governo non è autorevole, ma perché il partito dei progressisti deve rendere anche la sinistra non più credibile?
Io mi sento di sinistra ma davvero non mi sento Unipol!
Molti misfatti non sarebbero mai successi se un governo serio fosse intervenuto alle prime avvisaglie dello scandalo dei bond argentini o della Cirio, prima di far esplodere la Parmalat e, ora, una tangentopoli bancaria di queste proporzioni. Un governo che si rispetti
sarebbe scattato subito ma un’opposizione che si rispetti sarebbe scattata come un sol uomo senza farci vedere i battibecchi odierni e per noi
incomprensibili tra un Rutelli e un Prodi, interessati diversamente all’affare.
La Cdl è sull’orlo del disfacimento, i Ds, se continuano con questa regia, saranno presto sull’orlo del disfacimento, l’Europa si sta degradando come un uovo marcio…
Ma che il grande Bé ne approfitti ora per far passare un pacchetto sul risparmio che depenalizza ancora di più il falso in bilancio e magari ci infili pure la depenalizzazione della bancarotta fraudolenta, come vuole da tempo, dice solo che la rogna non curata si estende.
Il governo ha fatto marcire gli scandali finanziari senza intervenire per due anni e l’opposizione invece di fare il suo dovere si è collusa! Ora la riforma sul risparmio dovrebbe vederla prona in un ulteriore inciucio nello
svergognamento totale dell’immagine Italia. Che tutto questo prosegua per interessi personalistici lascia senza fiato! Aveva ragione Montanelli a dire che più del grande Bé temeva la sua contaminazione. Qui sono neoliberisti
tutti! Invece che alla ideologizzazione pensano solo alla lucro-speculazione! Sono tutti figli di Mammona, preti compresi! Mosé dovrebbe scendere di nuovo dalla montagna e spaccargli il vitello d'oro in testa!

viviana vivarelli 17.12.05 16:42| 
 |
Rispondi al commento

4)
I DS sono molto preoccupati anche se spandono melasse di “vogliamo trasparenza”, “faremo giustizia”, “proveremo la nostra innocenza” ma le dichiarazioni diventano vieppiu’ grottesche. Si deve anche sentire Dini che dice che Consorte, amministratore delegato e presidente di Unipol, ora sotto indagine della magistratura, ha forse commesso “un eccesso di ingenuita’” !?
Ma tutta questa operazione delle coop rosse tesa alla grande Unipol, terzo polo delle assicurative italiane, e poi alla scalata alla Bnl per entrare nel gran oceano speculativo dei pescecani del malaffare, l’ha voluta Baffino, l’anima nera della sinistra rossa, il grande dissipatore, il daimon della distruzione, colui che ha affossato per sempre Gramsci e il Manifesto, la resistenza e lo statuto dei lavoratori, l’infiltrato della porta accanto,
quello che Ingrao disse: “Ma è proprio comunista, costui?”
Ma perché UNIPOL ha lasciato che si distruggesse in questo modo il valore di 150 anni di storia e di passione di vita cooperativa? Perché ha permesso che un Baffino qualunque sporcasse il suo patrimonio sociale e ideale? Non bastavano le precedenti distruzioni dello stesso delle tutele del lavoro, della democrazia parlamentare, dell’equilibrio dei poteri? E’ questa la linea delle nuove coop? E’ questa la nuova linea DS? Allora tanto valeva che nella quercia al posto della falce e martello ci mettano una carta di credito!
Vedere passare dal valore ai valori non è proprio esaltante. Il danno di immagine che si abbatte sul mondo cooperativo e sul partito è immane. La natura politica e sociale dell’operazione UNIPOL, scalata Bnl, è fortemente discutibile.

viviana vivarelli 17.12.05 16:39| 
 |
Rispondi al commento

3)
Il metodo è ovviamente quello di tangentopoli 1, ma sono tutti attenti a negarlo, massimamente il grande Bé che teme l’insorgenza di una magistratura bellicosa che potrebbe allargare troppo gli svelamenti compromettenti e i
facili inciuci.
Davvero più che di un nuovo libro nero sul comunismo attenderemmo con ansia un libro sulle partite doppie di questi collusi, che mostrerebbero un mondo di spartizioni trasversali interpartitiche, tra finanze laiche, rosse e clericali, che molto poco ha a che fare con gli schieramenti di facciata, dove l’intrepido Calderoli divide torte con gli odiati comunisti o con le sante tonache. Il sistema partitico è una maschera, le contrapposizioni sono fasulle, tutto confluisce in uno stesso mercatismo.
Siamo noi piccoli a vivere nel mondo delle bandiere, delle ideologie, delle fedi, dei principi e dei valori, siamo noi a dividerci e a contrapporci e a portare avanti battaglie, ma nel mondo della finanza tutto questo non c’è, c’è solo una gran pappa accomunata con tanti cucchiai che ci affondano per portarne via il più possibile e dove ognuno sgomita col suo doppio petto di Caraceni o la sua tonaca cardinalizia per arraffarne più che può.
Il piccolo Bè è molto arrabbiato per questi avvisi di garanzia e queste manette facili, vuole tappare la crepa prima che diventi una voragine, per questo ha dato l’ordine di ripetere a spron battuto: “questa non è una
tangentopoli” e, come si vede, i DS hanno prontamente ubbidito.
Ma ormai il piccolo Bè sbatte dappertutto e anche a Bruxelles prende a facciate il muro
e il suo sorriso diventa sempre più rigido.

viviana vivarelli 17.12.05 16:36| 
 |
Rispondi al commento

2)
Il governatore ha sempre avuto rapporti privilegiati con alti esponenti della gerarchia ecclesiastica, in primis con il cardinale Giovan Battista Re, attualmente titolare dell’importante dicastero dei vescovi, già
sostituto alla Segreteria di Stato e stretto collaboratore di papa Wojtyla.
Re è stato il suo referente primo, per vecchia amicizia, ma il ‘santo banchiere’ ha sempre avuto udienza facile anche presso il segretario di Stato, Sodano, e il presidente della Cei, Ruini. Poi c’è l’Opus Dei che si è schierata a difesa del Governatore, tirandosi dietro Cl e Focolarini, insomma tutte le guarnigioni di Benedetto XVI sono interessate a perpetuare
l’affare.
Purtroppo l’esibizione di certi comportamenti liturgici ha la stessa funzione di compassi e grembiulini (lo ha dimostrato Andreotti che si
comunicava ogni mattina mentre la sera vendeva la Sicilia alla mafia) e vorremmo che la Chiesa di Benedetto nascondesse meglio certi attaccamenti agli interessi terreni. La collusione esasperata con certe sporcizie
finanziarie non potrebbe che allargare la richiesta di uno scioglimento dei patti tra Stato e Vaticano e non so quanto una nuova tangentopoli gioverebbe alla causa cattolica. L’Italia costituisce una anomalia nei paesi che
ospitano cattolici e i privilegi del Vaticano potrebbero non essere eterni.
Si deve proprio dirlo: i Legionari di Cristo rendono più di una tessera massonica, e non sono un gruppo da poco (gli stessi che hanno finanziato il film ‘Passione’ di Mel Gibson in America): 30.000 membri in venti nazioni,
decine di scuole e università, due atenei solo a Roma e una fama di ultraconservatori. Vedete come tutto si lega, anche l’attacco alla 194, alla pillola RH 486, ai PCS e il ritorno a una politica reazionaria, misogina e feudale! Ovvio che Andreotti stia dalla parte di Fazio. Molto meno ovvio che ci stia Fassino!

viviana vivarelli 17.12.05 16:34| 
 |
Rispondi al commento

Per anni Bankitalia è stata “un baluardo di credibilità”, oggi lo scandalo delle scalate bancarie procede veloce, svelando la sua ampiezza vomitevole.
Ormai per convincere il governatore Fazio ad andarsene si è mosso persino il cardinale Re.

Nell’affare c’è dentro lo IOR, la Banca del Vaticano che vuol mettere al suo vertice il trio cadinalizio Re-Sodano-Ruini. Fazio avrebbe dovuto garantire anche qualche bel guadagno alle finanze vaticane? Che il modo fosse illecito
o predatorio a nessuno sembra importare, del resto il crack ambrosiano è un bel precedente dove nessun dettame evangelico fu esattamente seguito. Non ne abbiamo avuto abbastanza di manovre speculative del Vaticano, con la morte
di 8 persone e la scomparsa di 1.193 miliardi di lire dell’epoca?
Il Vaticano è sempre stato il primo protettore di Fazio, al punto che, si dice, che Fazio durerà finché ci sarà questa protezione, e, quando sarà sollevata, Fazio perirà.
Ma la lentezza di intervento del presidente della Banca centrale europea, Jean Claude Trichet, è un'altro tassello da mettere nel puzzle, visto che Trichet si aspetta un alto incarico proprio dalla Santa Sede. I conflitti di interessi e i vantaggi personalistici in questa storia di sprecano. La Chiesa ha parlato prima di complotto massonico contro Fazio (Ettore Bernabei che denuncia “un attacco al sistema bancario italiano da ambienti
internazionali protestanti ben collegati al mondo massonico”), ora fa marcia indietro e provvederà, si spera, a trovare qualche incarico riparatore al suo diletto figlio in seno a quello IOR diretto dal tedesco Hans Tietmayer,
grande amico di Fazio.

viviana

viviana vivarelli 17.12.05 16:30| 
 |
Rispondi al commento

...scusate, oggi sono un po' impulsivo...

ijimiaz galir 17.12.05 16:01| 
 |
Rispondi al commento

Adesso basta.

O cambiamo !!!PRESTO!!! le regole con la testa.

O cambiamo !!!PRESTO!!! le teste con la spranga.

Io non ho più intenzione di allattare parassiti.

Un saluto.

ijimiaz galir 17.12.05 15:57| 
 |
Rispondi al commento

@ STEFANO DE FILIPPIS

.In america tutto ciò è normale, se si rispettano le severe regole della SEC, senza scandali e senza dietrologie... Chi è senza peccato scagli la prima pietra, il profitto è un peccato molto confessato dai cattolici mentre invece è un merito per i protestanti ed i calvinisti! Che Grillo fosse diventato un integralista cristiano? A quando la sua presenza tra il sacro collegio? Un pò di moderazione sarebbe più gradevole, specialmente da un sedicente pacifista.


QUANTE CONTRADDIZIONI.... REGOLE SOLO REGOLE
CHE TU SIA CATTOLICO , PROTESTANTE O EBREO... CACCIA I SOLDI SE VUOI COMPRARE.. NON TI PARE?
QUI NON SI TRATTA DI QUESTIONI RELIGIOSE...
RIPETO IO SE VADO IN BANCA MI FANNO IL PELO E CONTROPELO PER DARMI UN FIDO!!!!!!!!!
.SE UNO FA IL TRUFFATORE PER QUALUNQUE RAGIONE POLITICA O RELIGIOSA... SEMPRE TRUFFATORE E'.... CERTO LE REGOLE DELLA SEC.
PER QUANTO RIGUARDA I SOLDI L'AMERICA E' GRANDE... PECCATO CHE I FILO AMERICANI DI GOVERNO SIANO TUTTI DEI TRUFFATORI!IN ITALIA VIGE LA REGOLA... INVESTIRE CON I SOLDI DEGLI ALTRI.... LECITO è VERO MA SE FAI UNA TRUFFA ,IN AMERICA TI METTONO IN GALERA E GETTANO LE CHIAVI IN MARE!!!

IN ITALIA TI DANNO UN LOCULO AL PANTHEON!

IN ITALIA ESISTE LA REGOLA DEL FOTTERE GLI ALTRI CON IL PERMESSO DEI POLITICI E DELLA CHIESA.


CARLO PISU 17.12.05 15:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Propongo una petizione Nazionale via Internet con milioni di Firme per rimuovere il fossile dalla sua Poltrona.
No!! Ho Capito c'ha l'attack sotto, e allora basta solo un po di solvente...o allimite gli sfiliamo i calzoni!! :-)

Amedeo Di Filippo 17.12.05 15:06| 
 |
Rispondi al commento

» Preghiera in gennaio «

Lascia che sia fiorito
Signore, il suo sentiero
quando a te la sua anima
e al mondo la sua pelle
dovrà riconsegnare
quando verrà al tuo cielo,
là dove in pieno giorno
risplendono le stelle.
Quando attraverserà
l'ultimo vecchio ponte
ai suicidi dirà
baciandoli alla fronte,
venite in Paradiso
là dove vado anch'io
perché non c'è l'inferno
nel mondo del buon Dio.
Fate che giunga a Voi,
con le sue ossa stanche
seguito da migliaia
di quelle facce bianche,
fate che a voi ritorni
fra i morti per oltraggio
che al cielo ed alla terra
mostrarono il coraggio.
Signori benpensanti
spero non vi dispiaccia
se in cielo, in mezzo ai Santi
Dio, fra le sue braccia
soffocherà il singhiozzo
di quelle labbra smorte
che all'odio e all'ignoranza
preferirono la morte.
Dio di misericordia
il tuo bel Paradiso
lo hai fatto soprattutto
per chi non ha sorriso
per quelli che han vissuto
con la coscienza pura
l'inferno esiste solo
per chi ne ha paura.
Meglio di lui nessuno
mai ti potrà indicare
gli errori di noi tutti
che puoi e vuoi salvare.
Ascolta la sua voce
che ormai canta nel vento
Dio di misericordia
vedrai, sarai contento.
Dio di misericordia
vedrai, sarai contento
Fabrizio De Andrè

Umberto Secchi 17.12.05 14:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A proposito di televisione mi chiedo se sono l'unica ad aver notato che la qualità di QUALSIASI TIPO DI PROGRAMMA TELEVISIVO peggiora drasticamente di giorno in giorno,fatta eccezione forse per qualche sporadico telefilm/sceneggiato un minimo interessante o almeno diverso dal solito.Inoltre è aumentata la pubblicità in ogni fascia oraria...ho sempre più l'impressione che si faccia di tutto per portarci dalla disperazione a investire quel pò di risparmi che abbiamo nel digitale terrestre oppure nel buon vecchio satellite...e mi hanno quasi convinto,a suon di film brutti e scadenti,reality show strafinti e strascontati,telegiornali(NESSUNO ESCLUSO)tutti uguali(addirittura con gli stessi servizi)con notizie e servizi montati e travisati a piacere...boh,ma come siamo arrivati a questo punto?Perchè?I giornalisti dalla parte del cittadino che raccontano la notizia nuda e cruda e non mezze verità e teatrini per infinocchiarci e monopolizzare il nostro pensiero dove sono?Non credo che siano spariti,ma solo costretti al praticantato eterno senza nessuna possibilità di farsi sentire davvero oppure relegati su siti internet od ostacolati e esiliati.Perchè invece di Celentano(mamma mia che tristezza il suo ultimo programma,con pensieri troppo facili e scontati e nessuna vera presa di posizione indipendente da schieramenti politici)non posso ascoltare Beppe Grillo che senza pause infinite e mezzi termini mi spiega cosa davvero non va nella società e cosa possiamo fare in modo tangibile e pratico per difenderci dalle prese per il c..o che ci propinano da destra e sinistra(credete davvero che Prodi sia un santo?)?E fare qualcosa noi per riportarlo in televisione?Qualcuno ha qualche idea?Ion non saprei da dove partire...

Erika Lucchi 17.12.05 14:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La caccia al criminale è aperta!!!! Vorrei solo far notare ai censori della vita economica nazionale che: (sono di sinistra e ho fatto il bancario,non il banchiere, e la banca mi ha anche licenziato perchè è fallita grazie al disinvolto uso dei soldi come è successo per il caso in questione) Mi consta, che la legge italiana non vieti e non condanni chi, nel rispetto delle regole, specula in borsa. Dato ciò per assunto, non mi spiego perchè ci sia questo attacco frontale verso il cittadino Consorte! Costui è un top manager che guadagna,bonta sua, cifre colossali all'anno e non differentemente da suoi consimili è padrone di giocare in borsa o ai cavalli ciò che guadagna. Altro sarebbe se si intascasse o si fosse intascato i fondi della cassa Unipol... Questo clamore intorno al suddetto signore è specioso ed artificioso. Quandanche il Consorte avesse avuto un prestito dalla banca di Fiorani per giocarselo in borsa, non vedo il nesso tra ciò e la scalata alla BNL. Da ex bancario posso dire che tutto nasce dal timore dei padrini politici di questa ultima banca di essere scoperti e ricattati dai nuovi padroni. Chi non sa cosa succede nelle "segrete stanze" vede soltanto il fatto marginale della rappresentanza di un A.D. di una società assicurativa legata storicamente al popolo di sinistra e perciò non può associare questa appartenenza alla speculazione. In america tutto ciò è normale, se si rispettano le severe regole della SEC, senza scandali e senza dietrologie... Chi è senza peccato scagli la prima pietra, il profitto è un peccato molto confessato dai cattolici mentre invece è un merito per i protestanti ed i calvinisti! Che Grillo fosse diventato un integralista cristiano? A quando la sua presenza tra il sacro collegio? Un pò di moderazione sarebbe più gradevole, specialmente da un sedicente pacifista.

Stefano De Filippis 17.12.05 13:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Certe volte penso che questo Paese debba prima andare al collasso e morire prima di ripulirsi di tutti questi ladri che lo tengono in ostaggio.
Una specie di catarsi purificatoria...
L'avevo già scritto tempo fa: ci vogliono tutti i 58 milioni di Italiani che marcino verso il Parlamento e tirino fuori a calci nel sedere tutti quei mangiapane di deputati e senatori

Damiano Aresu 17.12.05 13:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

>Berlusconi dice che il governo “istituzionalmente”
>non può far nulla per la rimozione di Fazio e che è
> “inutile parlarne”.
>Ma non era lui l’uomo dotato di super poteri, che
>faceva le super leggi per i prescritti e per le
>elezioni?

forse mi sbaglio ma nn era ancora lui che ha messo lo zampino per la "riforma dell'ordinamento giudiziario", ma come, i magistrati si e Fazio no?

strano... "molto" strano.

Stefano "akiro" Meraviglia 17.12.05 13:09| 
 |
Rispondi al commento

Oltre ad essere nel blog di beppe, è bene ritornare tra la gente che viene rimbambita dalla TV... Altrimenti alle prossime elezioni ci chiudono anche il blog.
Qui a Treviso siamo immersi nella Lega fino al collo... adesso aspetto solo di vedere quanti soldi hanno presso per la loro banketta padana che stava per fallire.
Ah, il nuovo che avanza...

romeo scarpa 17.12.05 11:35| 
 |
Rispondi al commento

INSOMMA A CHE c***o SERVE LA BANCA D'ITALIA?

1) LA BANCA D'ITALIA DOVREBBE CONTROLLARE LE BANCHE E CIOE' SE I SOLDI CHE I CITTADINI VERSANO CI SON TUTTI ( SBAGLIO?)

2)LA BANCA D'ITALIA CONTROLLA I BENI DELLE BANCHE,
CIOE' CONTROLLA QUELLO CHE DICHIARANO DI AVERE IN CASSA E SOPRATUTTO CHE CI SIA SIA TUTTO ok?
SO BENE CHE STO SEMPLIFICANDO MA .. CREDO CHE A NASO STIA MIRANDO BENE.

TUTTO QUESTO PER EVITARE CHE QUALCHE BANCHIERE FACCIA IL FURBO , CI SONO QUINDI DELLE REGOLE DA RISPETTARE.
LA MIA BANCA QUANDO CHIEDO UN PRESTITO FA UN CONTROLLO DEI MIEI BENI E MI DA UN FIDO SOLO SE HA LA GARANZIA CHE IO RESTITUISA I SOLDI.
ESERCITA QUELLO CHE ESERCITA LA BANCA D'ITALIA NEI CONFRONTI DELLE ALTRE BANCHE.

QUELLO CHE INVECE STA SUCCEDENDO IN ITALIA ADESSO
(SOLO ADESSO?) E CHE IMPRENDITORI APPOGGIATI DAI POLITICI E DALLA CHIESA (C***O LA CHIESA C'E' SEMPRE IN MEZZO.. CHE STRANO)COMPRANO QUALUNQUE COSA (BANCHE , PALAZZI, STRUTTURE DEMANIALI(CIOE' NOSTRE) SENZA AVERE I SOLDI NECESSARI.
MI SBAGLIO?
POI CI SONO LE BANCHE CHE COMPRANO CON SOLDI CHE NON SONO PROPRI, CIOE' COMPRANO CON SOLDI DEI CORRENTISTI SENZA CHE QUESTI SAPPIANO NIENTE.
COME? FACENDO MAGARI SPARIRE I SOLDI DAI CONTI CORRENTI PER UN PO' E FARLI FIGURARE COME PROPRIETA' DELLA BANCA( TANTO GLI ISPETTORI DELLA BANCA D'ITALIA SONO STATI QUI IERI , OGGI NON RITORNANO)E QUEI SOLDI DICHIARATI IERI E MAGARI RIENTRATI DI NOTTE NEI CONTI DEI CLIENTI IGNARI RISULTANO VIRTUALMENTE SEMPRE DELLA BANCA TANTO CHI C***O CONTROLLA?
MA NASCE UN PROBLEMA CHI VENDE DOVRA' INCASSARE I SOLDI QUINDI QUESTO RAGIONAMENTO CROLLA. SE IO VENDO QUALCOSA E NON MI DANNO I SOLDI SONO MESSO MALE.
A M E N O C H E '
MA VUOI VEDERE CHE........................
ECCO L'ANELLO DI GIUNZIONE PER CHIUDERE LA CATENA
DI S.ANTONIO(FAZIO?)
CHI COMPRA NON HA I SOLDI E CHI VENDE NON è PROPRIETARIO DI NIENTE!!!!!!!!!!!!!


COSI' SI SPIEGA LA FINANZIARIA CREATIVA?

FANTASIE BHO?

carlo pisu 17.12.05 11:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, guarda che è vero che Fiorani avrebbe potuto tagliare la corda. Ma avrebbe potuto solo se avesse avuto un minimo di contatto con la realtà: lui e i suoi amicucci/compagnucci della parrocchietta a furia di giocare a monopoli sulla nostra pelle, pensavano di essere intoccabili a forza di intascare profitti e rifilare bufale. Per questo che sono molto contento che abbiano ingabbiato Fiorani in attesa che la sua sorte sia condivisa dagli altri galantuomini della sua schiatta. Anche a sinistra c'è una classe dirigente da ancien regime, che non solo non ha imparato nulla da mani pulite, ma che dopo essere riuscita a sfangarsela è tornata più arrogante e impenitente di prima (Da tempo stavo lavorando, ma Travaglio è arrivato prima su un libro che avrebbe dovuto chiamarsi "i ladri di Pisa" in cui avrei riassunto tutti i favori che centrodestra e centrosinistra si sono scambiati in questi anni, appunto come i famosi ladri di Pisa che litigano di giorno e rubano insieme di notte). In questo caso, e non solo per i magistrati, ma anche per i giornalisti ci sarebbero due cose da fare: primo seguire il denaro. Secondo: vedere chi, in questi ultimi mesi si è più speso per chi e incrociare I due dati.
Se ne vedrebbero delle belle.
Ps: perchè vergognarsi di un po' di sano giustizialismo, se questo vuol dire non rassegnarsi al governo dei ladri e dei loro reggicoda?

Gianni Ruotolo 17.12.05 11:29| 
 |
Rispondi al commento

cosa c'entra la tv con questi problemi !!!???

fabrizio rioldi 17.12.05 11:20| 
 |
Rispondi al commento

Non lamentiamoci abbiamo i "dipendenti" che ci meritiamo e che "hanno" votato. Che cosa si pretende da un popolo che il pomeriggio accende la Tv e guarda Cucuzza, La Liofreddi e il burattino che le sta vicino, i due due dementi (che si considerano giornalisti!!!!) che conducono "Verissimo" e per finire Studio Aperto su Italia 1?. Da un popolo che freme per sapere tutto sulla Lecciso sulle veline e sui calciatori e il giorno dopo in ufficio ci fa pure i commenti sopra?
Ma avete visto quanta cacca ci fanno vedere in TV? forse per nasconderci i problemi veri? o per renderci innoqui e cretini?
Facciamo chiudere queste trasmissioni cretine per favore...

Mauri-Mauri 17.12.05 11:03| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe sono pochi giorni che sono iscritta al tuo sito più leggo e più abbiamo voglia io e la mia famiglia di fare qualcosa per toglierci un pò di merda intorno ci è tornato la voglia di partecipare grazie!

irma mussoni 17.12.05 10:16| 
 |
Rispondi al commento

Beppe ancora una volta ci illumini la mente con delle informazioni concrete e reali, grazie.
Altro che fantasia, quì stiamo trascendendo oltre i limiti possibili e immaginabili della sopportazione, abbiamo i fantapolitici e i fantapartiti e le fantatasse.Continuiamo a sperare è l'unica cosa che possiamo fare per ora, se vedemo.
ciao beppe, hai tutto il nostro appoggio sei il più grande;).....

Attilio Minghetti 17.12.05 10:06| 
 |
Rispondi al commento

E Xké???... Forse ke io, ke nel 1989 ho denunciato la "banda SELVAGGI, DE GAETANO, MANCINI" - inventori dell'IFM, 1.000 mld di ex lirette RAPINATI -, andando a Palazzo di giustizia sulle mie gambe, HO OTTENUTO QUALCOSA???...
Dei lunghi anni di galera a cui furono condannati, hanno scontato, grazie al "famigerato" Decreto BIONDI, SOLO 17 GIORNI!
Ma mi fàcc-ino il piacere anke i Giudici!
Ciao da Edoardo 335.6779013

Edoardo Brambilla 17.12.05 10:03| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe...volevo ringraziarti x la tua passione,coraggio & energia ,x il tuo amore x la giustizia , nel vero senso della parola ...x la spinta a riflettere & conoscere ...xchè è veramente sull'ignoranza che contano "gli altri" x andare avanti camminando sopra a tutto quello che ti appartiene ...
" quando perdi il diritto di essere diverso perdi il privilegio di essere libero..."
peace
Laura Bambi

Laura Bambi 17.12.05 09:21| 
 |
Rispondi al commento

Scusatemi, sarò ripetitivo ma ormai in questa repubblica delle banane non mi sorprendo più di nulla.
E mi sembra anche giusto che quando si va all'estero noi italiani si venga presi per il culo.
Siamo rappresentati da dei FENOMENI DA CIRCO(di infima qualità per giunta)e abbiamo una informazione che fa cagare e vomitare (vedi servizio sulla passata di pomodoro putrefatta all'ora di cena).
Spero quindi, alla luce di tutto ciò, che questa gentaglia venga finalmente SPAZZATA VIA e che magari si candidi come presidente del consiglio SBIRULINO. Sicuramente non ci capirà un cazzo di politica ma almeno i bambini si divertiranno a vederlo.
Faccio naturalmente 1000 scuse alla Sig.ra Mondaini e vi saluto.

Ciao Beppe e Ciao a Tutti

giovanni mancini 17.12.05 09:14| 
 |
Rispondi al commento

Ha ragione Gino Paoli, si sta usando la storia del povero Tenco per non parlare di cose scottanti di oggi. LASCIATELO RIPOSARE IN PACE SE E' VERO CHE ESISTE QUALCOSA DI LA'

SAVINO LIBERTAZZI 17.12.05 09:01| 
 |
Rispondi al commento

.... E NEL FRATTEMPO, CHI è STATO "CONSIGLIATO/COSTRETTO" A COMPRARE UN PACCHETTO DI AZIONI DELLA POPOLARE ITALIANA (CREDO MIGLIAIA E MIGLIAIA DI RISPARMIATORI E PICCOLI IMPRENDITORI) QUALCHE MESE FA ... DA TEMPO CONTIUNA A PRENDERLA NEL C...O SENZA CHE NESSUNO, DICO NESSUNO, SI SIA OCCUPATO DELLA QUESTIONE. DEL TONFO IN BORSA DEL TITOLO CHE HA OLTREPASSATO OGNI LIMITE, E PER IL QUALE LA CONSOB NON E' ASSOLUTAMENTE INTERVENUTA, ANCORA NESSUNO NE PARLA, PROBABILMENTE IN ATTESA CHE CAPITI QUALCOSA DI SIMILE AI "BOND ARGENTINI". CARO BEPPE TI PREGO DI BUTTARE UN OCCHIO ANCHE SU QUESTA SITUAZIONE ED EVIDENZIARLA, DOVE POSSIBILE, ALL'OPINIONE PUBBLICA !!!

Guglielmo Margio 17.12.05 08:53| 
 |
Rispondi al commento

povero cavaliere,tutti lo attaccano quando fa le leggi su misura x lui, tutti lo attaccano qnd fa delle riforme, tutti lo attaccano qnd segue le regole......anche io me ne laverei le mani di questa faccenda!!!!!
qualunque cosa faccia verrà sempre criticato.

simone pellitta 17.12.05 08:49| 
 |
Rispondi al commento

Buon giorno a tutti,
credo che sia facile arlare, ma qui nessuno riesce a far nulla! temo che l'onestà sia andata su un altro pianeta!
Temo che ogni cosa venga fatta anche in onestà si lerci sempre in un marciume immediato e poco edificante!
Sono sinceramente stanco di sentire queste cose, ma non sarò mai stanco di combatterle!Nel mio picolo sono stato accusato di non fare, ma il non informare e il non voler apparire non è sintomo di poca volontà e di non operosità, ma di lavorare nell'ombra. Non sopporto le persone che fanno di tutto perché ci sia il propio nome su un foglio o su un manifesto, per farsi pubblicità!
Mi scuso per questo sfogo visto che mi sono comportato come chi non sopporto! perdonatemi!
in ogni modo mi viene sempre più il voltastomaco!
ciao a tutti,
Luca.

Luca Casella 17.12.05 08:47| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/8.