Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Fazio e gli impotenti


grillo_17dic.jpg
Vignetta di: Davide Zamberlan

Berlusconi prima e Buttiglione dopo hanno dichiarato di essere impotenti a far dimettere Fazio.
Abbiamo un governo di impotenti, ma che ce lo venissero a dire non me lo sarei aspettato.

Ma noi, i loro datori di lavoro, possiamo fare qualcosa.

La Banca d'Italia è privata, posseduta da azionisti privati, non dallo Stato.

I principali azionisti sono:
Gruppo Intesa (26,81%), Gruppo San Paolo IMI (17,44%), Gruppo Capitalia (11,15%), Gruppo Unicredito Italiano (10,97%), Gruppo Assicurazioni Generali (6,33%), Banca Carige (3,96%), BNL (2,83%), Banca Monte dei Paschi di Siena (2,50%), Cassa di Risparmio di Firenze (1,85%).

Chiudiamo il nostro conto corrente o disdettiamo la nostra polizza assicurativa nel caso che i responsabili di queste società: Profumo, Geronzi, Modiano, Passera e gli altri non si pronuncino pubblicamente e subito per le dimissioni di Fazio.


Martedi prossimo si riunirà il Consiglio superiore della Banca d'Italia, che può decidere nomina e revoca del Governatore. Questo organismo si è già riunito dopo lo scandalo delle intercettazioni telefoniche tra Fazio e Fiorani e non ha mosso un dito.

Martedì può sfiduciare Fazio. Se non lo fa, credo che i suoi membri ( in elenco) dovranno risponderne al Paese.

Elenco:

- Blasi Paolo, docente fisica, Firenze
- De Feo Paolo, Ipm Group, Napoli
- De Ferra Giampaolo, avvocato, Trieste
- Ferreri Paolo, avvocato, Torino
- Laterza Paolo, editore, Bari
- Marsano Rinaldo, imprenditore, Genova
- Mirabelli Cesare, presidente emerito corte costituzionale, Roma
- Montanari Giovanni, armatore, Ancona
- Musu Ignazio, docente economia politica, Venezia
- Pirri Gavino, tributarista, Cagliari,
- Possati Stefano, presidente Marposs, Bologna
- Scavone Nicolò, ingegnere, Palermo
- Zucchi Giordano, industriale tessile, Milano

Chi nomina questi membri? In base a quali criteri? Sembra l'elenco delle Arti e dei Mestieri!

17 Dic 2005, 19:12 | Scrivi | Commenti (832) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Oggi (14/06/06) ad Omnibus La7 hanno detto che fazio è ancora stipendiato dalla Banca di Italia, con tanto di ufficio privato e segretarie + che le spese dei prossimi processi sono e saranno a carico della banca degli italiani.
NON HO PAROLE PER DESCRIVERE LO SDEGNO che mi fà il mio paese!

massimo Pagani 14.06.06 08:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe non deludermi...
porta avanti la battaglia sul s.........o

Federico Rossi 21.03.06 15:45| 
 |
Rispondi al commento

siamo tutti preoccupati ,per i nostri "euri" per come vengono curati nelle nostre care banche ,ma il problema cadra' molto presto, se andiamo avanti con quest'aria ,non avremo molti di "euri"
altro che faccendieri e banchieri d'assalto ,faranno anche loro la fame ,se non ci svegliamo .

giacomo iazzetta 22.02.06 22:09| 
 |
Rispondi al commento

Mi permetto di estrappolare un breve riassunto di un articolo pubblicato sull'Espresso del 26 gennaio 2006 del giornalista Peter Gomez.

"E' stato un vero e proprio blitz a cavallo tra Natale e Capodanno, il 28 dicembre, poco prima che il Consiglio dei ministri nominasse Mario Draghi nuovo Governatore della Banca d'Italia. Nei piani alti dello stabile dove risiede l'Ufficio italiano cambi (Uic), un ente che é praticamente in mano al governatore e ai suoi uomini, il neo-direttore generale Bruno Bianco, fedelissimo a Fazio, firma una circolare di sei pagine, indirizzata ai "capi dei servizi", con l'intenzione di riformare l'intero organigramma dell'ente. Nuove nomine, dirigenti rimossi, ma in particolare viene modificata la fisionomia del Servizio antiriciclaggio, organo centrale del Financial Intelligence Unit (Fiu) italiana, che ha permesso di individuare le operazioni sospette relative alle indagini sulle scalate bancarie e crack Parmalat, con la conseguente scoperta dei milioni di euro nascosti in Italia e all'estero.
Naturalmente, con questa rivoluzione all'interno del (Fiu), peraltro attivata dal 1 gennaio 2006, porterà le indagini ad uno stallo con tempi poco prevedibili".

L'articolo si commenta da solo

Mauro Rossi

mauro rossi 06.02.06 11:36| 
 |
Rispondi al commento

Ora che la poltrona l' ha lasciata sarebbe anche il caso di parlare di saignoraggio!

Gianpiero D'Errico 06.02.06 00:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ora che la poltrona l' ha lasciata sarebbe anche il caso di parlare di saignoraggio!

Gianpiero D'Errico 06.02.06 00:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
il nostro paese e' allo sfascio perche' la nostra economia e' in mano alle lobby bancarie,che attraverso il potere economico detengono anche quello politico. Esse fanno pressioni sui governi e determinano le politiche economiche. Esse sono soggetti privati e fanno i propri interessi, danneggiando gli interessi dei cittadini. Essi non conoscono i vicoli segreti del potere economico perche' i grandi temi economici e le grandi verita' vengono taciute dai mass media, strumenti nelle mani delle lobby.
Lo stato, i cittadini, sono stati derubati della loro legittima sovranita' monetaria. Allo stato solamente, ai cittadini tutti, e' garantito dalla costituzione italiana il diritto di coniare moneta. La Banca d'Italia avrebbe dovuto essere un organo pubblico con lo scopo di occuparsi della gestione e della emissione del denaro nei modi piu' favorevoli alla economia nazionale. Invece essa si e' a poco a poco privatizzata illegalmente. Oggi lo stato italiano paga la moneta che emette e cio' e ' assurdo perche' solo lo stato italiano e' proprietario di essa e non la banca. Tale costo del danaro grava sui cittadini con un debito pubblico procapite che e' illegale e incostituzionale. La costituzione vieta la cessione della sovranita' monetaria. Con l'euro la truffa e' passata dalla Banca d'Italia alla BCE. Il trattato di Maastricht e' incostituzionale. Come certamente tu saprai cio' che affermo non e' pura follia ma semplicemente la costituzione e la legge del popolo italiano. Eppure nessuno fa niente per diffondere queste informazioni cruciali. I media sono manipolati,i politici comperati con le briciole dalla lobby. Non tutti pero' ne sono consapevoli, spesso il politico, il finanziere, il giudice sono all'oscuro di queste verita'. Bisogna fare qualcosa, affinche' la verita' sia conosciuta dai cittadini. Bisonga riprenderci i nostri soldi e il diritto di emetterli. Se lo stato recupera la sovranita' di coniare moneta si potre' cominciare una nuova Italia.

christian franchomme 17.01.06 20:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe, perché non affronti dopo mesi di richieste da parte di decine di bloggers l'argomento che sembra essere tabù ovvero il SIGNORAGGIO non preoccuparti non intendo rompere le scatole come forse ha fatto Sandro Pascucci visto che avete provveduto a eliminare tutti i suoi post!!!!!
Io non sto cercando pubblicità per un mio Blog e non intendo certo utilizzare un linguaggio offensivo, e non vorrei che nessuno lo usasse nei miei confronti se non fosse d'accordo con la mia richiesta. Lo so che sono tre mesi e forse più che insisto, ma credo che sia assolutamente necessario affrontare questo argomento e spiegarlo alla gente con semplicità.
Credo che possa interessare a tutti la schiavitù invisibile alla quale siamo sottoposti e sarebbe bello che lo facessi tu che sei una persona ormai competente anche in economia, ho provato anche a segnalarti più volte l'argomento in questione attraverso il servizio segnalazione via E-mail ma i messaggi mi tornano continuamente indietro, cos'è che non funziona???
Perché ho l'impressione che stai evitando di parlare di questo argomento visto che asserisci di "leggere tutti i post anche quando sono più di mille"?????
Spero di sbagliarmi e finalmente di ricevere una qualsiasi risposta anche di diniego perché no!!
Potresti dire che l'argomento non interessa il pubblico o che non interessa te, oppure che può essere pericoloso visto che un tuo corregionale tale Molinari é stato probabilmente ucciso a coltellate perché in veste di Giudice stava conducendo un'inchiesta proprio sul SIGNORAGGIO!!!!!!!!
Fai come preferisci ma dai qualche risposta a tutti quelli che, insieme a me, ti hanno chiesto di parlarne.
Grazie per il tuo eventuale prezioso interessamento!
P. Fabbri Andrea

P. Fabbri Andrea 17.01.06 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
non sono un ferrato navigatore semmai uno con una barchetta di carta a 56 Kbit in questo oceano di porcherie ma anche di libertà chiamato Rete. Ho trovato queste notizie riguardo al nuovo Governatore, forse già le sapevi ma non si mai! Un abbraccio con stima, Cristian.

La Goldman Sachs & Co. è sicuramente una delle banche d’affari private più potenti del mondo. Sorta nel 1869 a Manhattan (New York) grazie a due immigrati tedeschi: Marcus Goldman e Samuel Sachs[1].
In questi giorni Mario Draghi è stato nominato governatore di Bankitalia, al posto del dimissionario Antonio Fazio. Cosa c’entra, direte voi, Mario Draghi con il colosso bancario?
C’entra eccome: Mario Draghi è vicepresidente della Goldman Sachs per l’Europa, la cui sede centrale ha gli uffici nel miglio quadrato più ricco (e potente) del mondo: la City di Londra! Questa cittadella grande all’incirca 2.6 km quadrati, è certamente piccola di dimensione ma non per influenza, visto che nelle sue street hanno sede le più importanti multinazionali e/o banche del globo!
Come mai un uomo legato e stipendiato molto bene da una banca privata così potente viene nominato direttore della Banca più influente d’Italia? Quella banca, per intenderci, che s’incamera il Signoraggio monetario nazionale e una parte del Signoraggio europeo? Ma chi è questo Mario Draghi? Facciamo un passo indietro.
Il professor Draghi è stato dal 1991 al 2001 Direttore Generale del Tesoro e presiede dal 1993 il Comitato per le Privatizzazioni, egli infatti è l’artefice delle grandi privatizzazioni statali (dall’IRI alla Telecom, Enel, Eni e altre grandi aziende dello Stato)
Quindi un personaggio di tutto rispetto!
Talmente di rispetto che fu uno dei privilegiati ospiti alla colazione (non da Tiffany) ma a bordo del panfilo reale della regina Elisabetta, il “Britannia”. Siamo nel 1992, e ci troviamo al largo di Civitavecchia, ma (vedi www.nexusitalia.com/nexus_new/index.php?option=com_content&task=view&id=621&Itemid=100)

Cristian Fagan 17.01.06 00:10| 
 |
Rispondi al commento

MI ASSOCIO IN TUTTO E PER TUTTO ALLA SUA RICHIESTA.
CASOMAI TROVASTE ALTRI SOCI CONTATTATEMI.
GIANFRANCO ROSINI. galleriarosini@fastwebnet.it

Gianfranco Rosini 15.01.06 18:50| 
 |
Rispondi al commento

MI ASSOCIO IN TUTTO E PER TUTTO ALLA SUA RICHIESTA.
CASOMAI TROVASTE ALTRI SOCI CONTATTATEMI.
GIANFRANCO ROSINI. galleriarosini@fastwebnet.it

Gianfranco Rosini 15.01.06 18:49| 
 |
Rispondi al commento

Si scandalizzi di qesto:
PERCHE' LE BANCHE PRIVATE STANNO STAMPANDO SOLDI AL POSTO DEGLI STATI SOVRANI E QUIDI DEI CITTADINI, OLTRETUTTO ASCRIVENDO QUESTA IMMISSIONE DI SOLDI COME DEBITO?
L A RISPOSTA E': PER TENERCI IN PUGNO!
LA SECONDA DOMANDA E': COSA ABBIAMO FATTO DI COSI' TERRIBILE PER FARCI PUNIRE DA QUESTI TRUFFATORI PROFESSIONISTI DELLA FINANZA INTERNAZIONALE, E ANCORA, NON SIAMO ANCORA STUFI DI PAGARE PER IL PECCATO ORIGINALE?
Questo secondo me è l'argomento su cui condurre le priamarie sul bolg, prima di tutti gli altri argomenti importanti come l'Ecologia, l'Energia, la finaza, la corruzzione e il banditismo politico etc. etc. Tutti questi importantissimi argomenti derivano dal fatto che i soldi sono creati da una SETTA di potenti di cui, ufficilmente, non si conosce neppure l'identità.
QUINDI PER ESSERE LIBERI E RIPRENDERCI TUTTI I NOSTRI DIRITTI VOTIAMO L'ARGOMENTO:
CHI CREA I SOLDI E COSA CI DA IN CAMBIO?
Una volta trovata una convergenza su questo argomento importantissimo di candidati per sostenetre questa battaglia se ne troveranno anche troppi! Poiché questo argomento non è di destra ne di sinistra e neppure del centro!
Tutte le informazioni per scoprire che:
i soldi vengono stampati da Banca d'Italia SPA, che è una banca pivata, la quale iscive i soldi come se fossero un debito dello Stato italiano verso di essa, e a sua volta deve chiedere il permesso e quindi girare il suo debito alla banca privata europea la quale non è tenuta a dire NULLA, NEPPURE COSA POSSEGGONO quale contropartita a quei soldi, E SOPRATTUTTO PERCHE' PRETENDONO DALLO STATO ITALIANO CHE GLI VENGANO RIMBORSTI QUEI SOLDI, si può trovare su:
www.bancaditalia.it/la_banca/statuto/s

Gianfranco Rosini 14.01.06 11:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono d'accordo sulle primarie del cittadino fatte sul blog, ma invece del candidato propongo di votare l'argomento che secondo me è la cosa più importante in questo momento di svolta molto critico.
L'argomento principale in questo momento per tutti gli Italiani ed anche per la parte del mondo che noi chiamiamo civilizzata è:
PERCHE' LE BANCHE PRIVATE STANNO STAMPANDO SOLDI AL POSTO DEGLI STATI SOVRANI E QUIDI DEI CITTADINI, OLTRETUTTO ASCRIVENDO QUESTA IMMISSIONE DI SOLDI COME DEBITO?
L A RISPOSTA E': PER TENERCI IN PUGNO!
LA SECONDA DOMANDA E': COSA ABBIAMO FATTO DI COSI' TERRIBILE PER FARCI PUNIRE DA QUESTI TRUFFATORI PROFESSIONISTI DELLA FINANZA INTERNAZIONALE, E ANCORA, NON SIAMO ANCORA STUFI DI PAGARE PER IL PECCATO ORIGINALE?
Questo secondo me è l'argomento su cui condurre le priamarie sul bolg, prima di tutti gli altri argomenti importanti come l'Ecologia, l'Energia, la finaza, la corruzzione e il banditismo politico etc. etc. Tutti questi importantissimi argomenti derivano dal fatto che i soldi sono creati da una SETTA di potenti di cui, ufficilmente, non si conosce neppure l'identità.
QUINDI PER ESSERE LIBERI E RIPRENDERCI TUTTI I NOSTRI DIRITTI VOTIAMO L'ARGOMENTO:
CHI CREA I SOLDI E COSA CI DA IN CAMBIO?
Una volta trovata una convergenza su questo argomento importantissimo di candidati per sostenetre questa battaglia se ne troveranno anche troppi! Poiché questo argomento non è di destra ne di sinistra e neppure del centro!
Tutte le informazioni per scoprire che:
i soldi vengono stampati da Banca d'Italia SPA, che è una banca pivata, la quale iscive i soldi come se fossero un debito dello Stato italiano verso di essa, e a sua volta deve chiedere il permesso e quindi girare il suo debito alla banca privata europea la quale non è tenuta a dire NULLA, NEPPURE COSA POSSEGGONO quale contropartita a quei soldi, E SOPRATTUTTO PERCHE' PRETENDONO DALLO STATO ITALIANO CHE GLI VENGANO RIMBORSTI QUEI SOLDI, si può trovare su:
www.bancaditalia.it/la_banca/statuto/statuto.pdf www.centrostudimonetari.org/
www.disinformazione.it/bilancifalsibanche.htm www.cronologia.it/potere.htm oppure in inglese www.pennies.org/seniorage.htlm COMUNQUE NESSUNA PAURA!
DICO QUESTO PERCHE' IN QUASI NESSUNO DEI SITI VIENE PROPOSTA LA SOLUZIONE CHE INVECE DOVRA' ESSERE LA PROMESSA DELLE PRIMARIE SU BLOG, E CIOE':

BASTA ! RIDIAMO ALLO STATO ITALIANO IL DIRITTO DELLA STAMPA DEI NOSTRI SOLDI, E CHIEDIAMO INDIETRO TUTTI I SOLDI CHE CI HANNO RUBATO SINO AD OGGI!

UTOPIA? NO, UNICA VIA D'USCITA DA UNA CRISI INREVERSIBILE SIA ITALIANA CHE MONDIALE!

Un grande saluto a beppe Grillo e i miei auguri anticipati per il compleanno del BLOG,
Gianfranco.

Gianfranco Rosini 14.01.06 11:31| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, uso questo spazio relativo ad un argomento similare a quello di cui ti ho chiesto un intervento da settimane, percui spero di non fare anch'io la fine di Sandro Pascucci che ti chiedeva di parlare del SIGNORAGGIO e ora sembra che non abbia più la possibilità di scrivere qui sul tuo Blog. Non so cosa ti abbia fatto o detto questo signore per indurre una risposta così dura da parte tua, fatto sta che ora questo Pascucci sta conducendo una campagna molto dura e diffamatoria nei tuoi confronti, perchè dice che gli hai chiuso la bocca. Io chiaramente spero non sia così perché ti ho sempre visto come un modello da seguire e molte volte sono venuto ai tuoi spettacoli, però ultimamente tra la questione Pascucci e il fatto che tu non hai mai dato segni d'interesse riguardo alla questione del SIGNORAGGIO (che invece é un argomento del quale si parla troppo poco e altrettanto grave e attuale, se non di più rispetto ad altri argomenti di economia!!!!!)ammetto di essere un po' preoccupato.
Spero che anche questo mio appello non cada nel nulla.
Ti prego perdi un poco del tuo prezioso tempo, metti al suo posto Pascucci se sta dicendo cose non veritiere, e spiega a tutti l'abominio del Signoraggio.
Con Amicizia Pocaterra Fabbri Andrea
andryfab@tele2.it

P. Fabbri Andrea 13.01.06 17:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, uso questo spazio relativo ad un argomento similare a quello di cui ti ho chiesto un intervento da settimane, percui spero di non fare anch'io la fine di Sandro Pascucci che ti chiedeva di parlare del SIGNORAGGIO e ora sembra che non abbia più la possibilità di scrivere qui sul tuo Blog. Non so cosa ti abbia fatto o detto questo signore per indurre una risposta così dura da parte tua, fatto sta che ora questo Pascucci sta conducendo una campagna molto dura e diffamatoria nei tuoi confronti, perchè dice che gli hai chiuso la bocca. Io chiaramente spero non sia così perché ti ho sempre visto come un modello da seguire e molte volte sono venuto ai tuoi spettacoli, però ultimamente tra la questione Pascucci e il fatto che tu non hai mai dato segni d'interesse riguardo alla questione del SIGNORAGGIO (che invece é un argomento del quale si parla troppo poco e altrettanto grave e attuale, se non di più rispetto ad altri argomenti di economia!!!!!)ammetto di essere un po' preoccupato.
Spero che anche questo mio appello non cada nel nulla.
Ti prego perdi un poco del tuo prezioso tempo, metti al suo posto Pascucci se sta dicendo cose non veritiere, e spiega a tutti l'abominio del Signoraggio.
Con Amicizia Pocaterra Fabbri Andrea
andryfab@tele2.it

P. Fabbri Andrea 13.01.06 17:50| 
 |
Rispondi al commento

PERCHè NON PUBBLICHI LE MIE LETTERE SULLA CHIUSURA "SOSPETTA" DI ITALFONDIARIO, GIA' DI PROPRIETA' DELLA BANCA D'ITALIA?
lA COSA MI INSOSPETTISCE.
DELIO

Delio Gaidolfi 12.01.06 18:29| 
 |
Rispondi al commento

A QUASI UN MESE DI DISTANZA

torno su questo post
per copiarlo nella mia cartellina, o panierino che dir si voglia - e mi appare la visione di un titolo:
Antonio Cazio e i suoi cazzini_

Scusate il triviale_

Leonardo Migliarini 11.01.06 23:27| 
 |
Rispondi al commento

io credo che se negli Stati Uniti qualsiasi presidente di una banca avesse fatto quello che ha fatto Fazio sarebbe minimo in una galera oppure meglio ancora a Guantanamo, per non parlare se lo avesse fatto in Cina...o Turchia o credo qualsiasi altro paese che non sia l'Italia, purtroppo nazione di Ladri e evasori fiscali, perchè negli Stati Uniti chi evade le tasse è un ladro e và in galera, qui chissà come mai viene considerato un "furbo"...molto meglio nei paesi "barbari" tipo Arabia che se rubi ti tagliano la mano...

Antonio Santerini 06.01.06 18:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se facciamo un' analisi rigorosa delle responsabilita' politiche e morali del PDS sulle note vicende Unipol non possiamo esimerci dalla condanna. Le dimissioni sono il minimo per chi nel tempo ha dichiarato(di più non si puo' dire) di essere la salvaguardia delle classi subalterne. Il polo identifica propriamente il suo ruolo e prosegue l' azione che per 40 anni ha fatto la DC. Un plauso a Salvi per la censura ai fatti e mi chiedo a quale cinica logica si sia iscritto Bertinotti, il cui silenzio mi lascia sbigottito.
Possiamo trasformare la politica riportandola alla rappresentanza certa della società e non alla salvaguardia del costituito. Oggi, tutti noi, siamo interessati ai problemi più disparati e,senza ironia, fondamentali per le generazioni a seguire. Ma la dura realtà ci costringe a fare i conti con l' oggi. Difatti gran parte della popolazione è tornata nella fascia in cui i bisogni fondamentali non sono più garantiti.
Cominciamo tutti ad occuparci di come recuperare gli spazi perduti: affitti, salari, servizi e a far si che le economie emergenti li garantiscano ai loro lavoratori. Mi sembra l' unica piattaforma possibile attualmente.

luigi perilli 06.01.06 17:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se facciamo un' analisi rigorosa delle responsabilita' politiche e morali del PDS sulle note vicende Unipol non possiamo esimerci dalla condanna. Le dimissioni sono il minimo per chi nel tempo ha dichiarato(di più non si puo' dire) di essere la salvaguardia delle classi subalterne. Il polo identifica propriamente il suo ruolo e prosegue l' azione che per 40 anni ha fatto la DC. Un plauso a Salvi per la censura ai fatti e mi chiedo a quale cinica logica si sia iscritto Bertinotti, il cui silenzio mi lascia sbigottito.
Possiamo trasformare la politica riportandola alla rappresentanza certa della società e non alla salvaguardia del costituito. Oggi, tutti noi, siamo interessati ai problemi più disparati e,senza ironia, fondamentali per le generazioni a seguire. Ma la dura realtà ci costringe a fare i conti con l' oggi. Difatti gran parte della popolazione è tornata nella fascia in cui i bisogni fondamentali non sono più garantiti.
Cominciamo tutti ad occuparci di come recuperare gli spazi perduti: affitti, salari, servizi e a far si che le economie emergenti li garantiscano ai loro lavoratori. Mi sembra l' unica piattaforma possibile attualmente.

luigi perilli 06.01.06 17:29| 
 |
Rispondi al commento

Se facciamo un' analisi rigorosa delle responsabilita' politiche e morali del PDS sulle note vicende Unipol non possiamo esimerci dalla condanna. Le dimissioni sono il minimo per chi nel tempo ha dichiarato(di più non si puo' dire) di essere la salvaguardia delle classi subalterne. Il polo identifica propriamente il suo ruolo e prosegue l' azione che per 40 anni ha fatto la DC, ma queste cose non le dice più nessuno. Un plauso a Salvi per la censura ai fatti e mi chiedo a quale cinica logica si sia iscritto Bertinotti, il cui silenzio mi lascia sbigottito.
Possiamo trasformare la politica riportandola alla rappresentanza certa della società e non alla salvaguardia del costituito. Oggi, tutti noi, siamo interessati ai problemi più disparati e,senza ironia, fondamentali per le generazioni a seguire. Ma la dura realtà ci costringe a fare i conti con l' oggi. Difatti gran parte della popolazione è tornata nella fascia in cui i bisogni fondamentali non sono più garantiti.
Cominciamo tutti ad occuparci di come recuperare gli spazi perduti: affitti, salari, servizi e a far si che le economie emergenti li garantiscano ai loro lavoratori. Mi sembra l' unica piattaforma possibile attualmente.

luigi perilli 06.01.06 17:29| 
 |
Rispondi al commento

Se facciamo un' analisi rigorosa delle responsabilita' politiche e morali del PDS sulle note vicende Unipol non possiamo esimerci dalla condanna. Le dimissioni sono il minimo per chi nel tempo ha dichiarato(di più non si puo' dire) di essere la salvaguardia delle classi subalterne. Il polo identifica propriamente il suo ruolo e prosegue l' azione che per 40 anni ha fatto la DC, ma queste cose non le dice più nessuno. Un plauso a Salvi per la censura ai fatti e mi chiedo a quale cinica logica si sia iscritto Bertinotti, il cui silenzio mi lascia sbigottito.
Possiamo trasformare la politica riportandola alla rappresentanza certa della società e non alla salvaguardia del costituito. Oggi, tutti noi, siamo interessati ai problemi più disparati e,senza ironia, fondamentali per le generazioni a seguire. Ma la dura realtà ci costringe a fare i conti con l' oggi. Difatti gran parte della popolazione è tornata nella fascia in cui i bisogni fondamentali non sono più garantiti.
Ma si vede qualcuno che ne parli?
Cominciamo tutti ad occuparci di come recuperare gli spazi perduti: affitti, salari, servizi e a far si che le economie emergenti li garantiscano ai loro lavoratori. Mi sembra l' unica piattaforma possibile attualmente.

luigi perilli 06.01.06 17:27| 
 |
Rispondi al commento

Le banche italiane appartengono ad un cartello che somiglia a quello colombiano di Bogotà o di Medellin. Perché, essendo ormai membri dell'Europa, non è possibile aprire un conto corrente in una banca straniera che non applichi i pesanti balzelli previsti dalle nostre banche? Se in Italia il fenomeno dell'usura è tanto diffuso, ci sarà pure un motivo!

Bruno Civilotti 06.01.06 17:08| 
 |
Rispondi al commento

UN PAESE SERIO ?

Riduco al minimo il fenomeno complicato delle recenti evoluzioni sociali italiane.

I giovani non trovano lavoro (mia figlia, appena finita la Bocconi, ha difficoltà a trovarne). Il potere d’ acquisto mi sembra a rischio. Gli imprenditori non sono ottimisti. Chi vuole un lavoro é spinto ad emigrare.

Mi sembra che principi di base semplici, nel mercato globale, dovrebbero valere anche per il Bel Paese:

- chi non é efficiente rischia di non vendere a lungo;
- una società malata non puo’ sostenere un’ economia vigorosa, specie se le sue malattie più evidenti sono le inefficienze;
- un Paese serio che ha un problema, si guarda allo specchio, realismo aiutando. Per individuare i propri GAPs, nei riguardi della parte seria della U.E.. Per poi fare le correzioni necessarie.

Cosa significa un Paese serio ? Io credo che si possa chiamare serio un Paese che ha realismo, senso degli interessi primari nazionali, maturità e riflessione lucida. E che sappia gestirsi , sulla base di un chiaro, indiscusso, Patto Sociale.

Vivo a Parigi, non so se il Bel Paese oggi é un Paese serio. Vorrei qualche opinione in merito. E’possibile ?

Grazie e saluti dalla Francia (che ha i suoi problemi, ma dove le regole, essendo chiare, sono rispettate).

Antonio Greco
angrema@wanadoo.fr

Antonio Greco 06.01.06 15:09| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, perchè quando parli di Banca d'Italia non dici Bankitalia s.p.a ?, perchè non dici che è privata al 100% e di proprietà delle banche che dovrebbe controllare ?, perchè non dici che il suo nuovo Governatore è il vicepresidente di Goldman Sachs per l'Europa ? perchè non racconti del "Britannia" e di quello che accadde nel '92..... Draghi c'era..... perchè non usi il tuo potere per aprire gli occhi a chi non sa ? o forse ritieni che non sia importante far conoscere questi fatti?

Rosa

Rosa Fumetto 03.01.06 23:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lo stipendio di Fazio si Aggira attorno a
1.100.000 euro l'anno

Riccardo Leoni 03.01.06 19:50| 
 |
Rispondi al commento

Lo stipendio di Fazio si Aggira attorno a
1.100.000 euro l'anno

Riccardo Leoni 03.01.06 19:49| 
 |
Rispondi al commento

mi interesserebbe sapere a quanto ammonta lo stipendio di questo personaggio, anche perchè ho letto che è il più alto d'Europa.
Grazie e tanti auguri a tutti di
Buon Anno.
Forza Beppe

grazia magni 03.01.06 16:04| 
 |
Rispondi al commento

SAPETE PERCHE' ANTONIO FAZIO SI E' DIMESSO SOLO A FINE DICEMBRE? SEMPLICE, PER IL SUO STIPENDIO. PROVATE A PENSARE ALLA SUA TREDICESIMA. NESSUNO SI E' ANCORA CHIESTO A QUANTO AMMONTA?

FILIPPINI FABIO 03.01.06 14:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SAPETE PERCHE' ANTONIO FAZIO SI E' DIMESSO SOLO A FINE DICEMBRE? SEMPLICE, PER IL SUO STIPENDIO. PROVATE A PENSARE ALLA SUA TREDICESIMA. NESSUNO SI E' ANCORA CHIESTO A QUANTO AMMONTA?

FILIPPINI FABIO 03.01.06 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Se a Ciampi, che ha lasciato svuotare le casse della Banca d’Italia, gli hanno regalato il Quirinale, cosa mai offriranno a Fazio per i suoi servigi? In fin dei conti non ha controllato quello che doveva controllare, non ha impedito quello che doveva impedire (Cirio, Parmalat & co), e per finire ha tentato di scalare quello che non doveva scalare. Per non parlare delle tonnellate di oro (tra le 450 e le 1500 tonnellate) che la Banca d’Italia avrebbe iscritto in bilancio ma che risultano sparite….
Insomma diciamolo: un curriculum di tutto rispetto!

Chi é C.A.Ciampi?
Un ministro sottile che ha permesso agli istituti di credito privati di impadronirsi del loro arbitro Bankitalia, e quindi di battere moneta e di prestarla allo Stato stesso con tasso di sconto a favore delle banche private

Riccardo Leoni 03.01.06 14:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oggi al radiogiornale ho ascoltato il commento di Antonio Fazio riguardo alla situazione bancaria italiana che ha suo dire è preoccupante se non si pone un limite all'intrusione di banche estere all'interno della nostra economia(lobby, così le ha chiamate).
Ma ben vengano le banche estere e apportino concorrenza che in Italia non c'è mai stata e non provino i vari Fazio a buttarla sul piano patriottico dopo che ci hanno preso in giro per decenni calcolando gli interessi passivi trimestralmente anzichè annualmente un vero furto; soldi che non verranno mai restituiti anche se noi continuiamo a chiederli altrimenti il sistema bancario italiano andrebbe a gambe all'aria

alessandro gambelli 02.01.06 21:05| 
 |
Rispondi al commento

L’arresto di Gianpiero Fiorani, ex manager della Bpi e più in generale le vicende giudiziarie di Bancopoli , pongono una serie di interrogativi.

La questione di fondo è e resta quella di 13 anni fa, all’epoca di Tangentopoli: la commistione tra affari e politica che ieri coinvolgevano soprattutto imprenditori del mattone e oggi, invece, coinvolgono rappresentanti dell’alta Finanza, manager L’arresto di Gianpiero Fiorani, ex manager della Bpi e più in generale le vicende giudiziarie di Bancopoli , pongono una serie di interrogativi.

La questione di fondo è e resta quella di 13 anni fa, all’epoca di Tangentopoli: la commistione tra affari e politica che ieri coinvolgevano soprattutto imprenditori del mattone e oggi, invece, coinvolgono rappresentanti dell’alta Finanza, manager emergenti, rappresentanti delle istituzioni, politici.

Anche le ragioni dello “scambio” sono sempre le stesse: la finanza garantisce risorse e visibilità al sistema politico e quest’ultimo garantisce provvedimenti di favore o quanto meno una diffusa omissione di controlli nei confronti di coloro che fanno affari.

Entrambi, poi, rispondono ad una sola logica finale: il controllo dell’economia, del territorio ed in ultima analisi dei centri decisionali del potere costituito.

Nulla di nuovo sotto il sole, dunque. Anche Licio Gelli con la sua P2 profetizzava gli stessi scenari.

E d’altronde, diciamola tutta: l’attuale assetto di potere nel nostro paese non è altro che un’edizione riveduta ed aggiornata dell’idea “gelliana”: asservire le istituzioni ad un “potere forte”, reale ed occulto che può fare e disfare a proprio piacimento leggi, piegare organismi e istituzioni al proprio volere, determinare in ultima analisi chi deve andare ad occupare questa o quella poltrona e cosa fare per garantire al proprio dominus il controllo della situazione.

Non è quasi più una questione solo di soldi. Entra in gioco una visione maniacale, quasi napoleonica della voglia di comandare, decidere

Domenico Angiola 02.01.06 16:53| 
 |
Rispondi al commento

consultate i siti
www.disinformazione.it
www.nuovamedicina.com

denise corticelli 01.01.06 10:52| 
 |
Rispondi al commento

Curiosità....
Il cognome Berlusconi ha origine probabilmente dal vocabolo del dialetto milanese berlusch (strabico, storto) ed è situato nelle provincie settentrionali della Lombardia.

mariano aprea 28.12.05 21:07| 
 |
Rispondi al commento

Seguendo i consigli del buon Beppe, leggo le news su siti inglesi/americani o cmqe in generale di quello che succede in giro x il mondo.

E'incredibile come in Italia non ci arrivi nulla di tutto cio', andate sul link BBC news (qui' sotto) e leggetevi un po' le news economiche riguardanti la Cina ...e poi il portatore nano dice che stiamo ripartendo ...PER DOVE ?

Beppe fonda un partito !!!! ti votiamo tutti !!!!
alle prossime elezioni scrivete sulla scheda BEPPE GRILLO !!!!


China's global hunt for oil
By Mary Hennock
BBC News business reporter


China's craving for oil to drive its industrial boom and, to a lesser extent, satisfy its love affair with the motorcar, has helped to push up global crude oil prices.


Story from BBC NEWS:
http://news.bbc.co.uk/go/pr/fr/-/2/hi/business/4191683.stm

Published: 2005/03/09 16:23:52 GMT

Andrea Zerbinati 27.12.05 13:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

salve grillo, non so se è questo il posto giusto per chiedere questa info, ma dove li tieni i tuoi soldi? esiste una banca "onesta" ho sentito parlare di banca etica ma sarà vero?...forse sotto al materasso sarebbe il posto più sicuro per non avere neppure il sospetto che la tua banca, coi tuoi soldi, compra armi o compie chissà quali indicibili e vergognose azioni!! se ho sbagliato contesto, mi dispiace non sono pratica ho visto il tuo blog per la prima volta oggi mattina!grazie e un saluto

ilaria cella 27.12.05 11:37| 
 |
Rispondi al commento

Caro grillo, tu mi insegni che l'italia è un paese dove si difendono interessi da 10 euro fino a quelli di milioni; ormai è fin troppo chiaro che esiste un mondo sotterraneo che determina ciò che noi viviamo. Oggi abbiamo una grande arma, la rete, utlizziamola per passarci le poche informazioni che conosciamo, ricorda a tutti ciò che diceva il grande Brecht;: guai a quel popolo che ha bisogno di eroi. Ti ringrazio per il tuo impegno. Tuo amico Salvatore da Napoli.

salvatore carrino 26.12.05 17:59| 
 |
Rispondi al commento

@ gianni di dio

Caro Gianni, daccordo con te sull'aspetto di rigore.

Spero però che tu intenda "poche ma buone".

Io personalmente metto al primo posto i finanziamenti illeciti.

Un saluto.

ijimiaz galir 25.12.05 15:51| 
 |
Rispondi al commento

Sotto la gestione Fazio è stato "eliminato" nel più assoluto silenzio l'ultracentenario Istituto Italiano di Creidto Fondiario, già di proprietà della Banca d'Italia.

delio gaidolfi 25.12.05 12:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Va bene così!
E' giusto!
Evviva!!!
Ognuno ha ciò che si merita.
Gli italiani (popolo di furbissimi) si chiede ma come mai questa situazione, ne è stupito, meravigliato, dice di non capire...è smarrito.
Non sa cosa fare, chi votare e quelli più furbi gli dicono...Ah.. "vota il meno peggio".
Sarebbe a dire che un paziente in ospedale dovesse decidere se farsi operare da un chirurgo monco o da uno orbo o meglio scegliere se esere operato di tumore o di trapianto di fegato.
No è pazzesco, io mi sono rifiutato di votare e da ben 5 legislature invece di frequentare il seggio vado a fare il week end con la mia famiglia a respirare un po' di ossigeno.
Non mi riconosco in nessuno di questi "signori" partendo dall'estrema sinistra alla estrema destra.
Un mondo di impostori,faccendieri occulti, imprenditori poco più che trentenni a capo di imperi economico finanziari da "Sceicchi del secolo scorso": ma qualcuno si chiede da dove vengono quei miliardi di euro? A quell'eta? Vedi Ricucci o Danilo Coppola? Ma sono tutti dei profeti? allora dovrei essere orgoglioso di avere cotanti concittadini?! Ci penso...ma non ci credo.
E' strabiliante come nessuno veda queste cose, come l'operato di Fazio che ha avallato con la sua "assenza" peraltro strapagata, situazioni cancerogene come: BOND ARGENTINI-CIRIO-PARMALAT-FOR YOU by MPS-FIORANI, tanto per citarne alcuni che conosciamo. Persone che hanno messo i loro poveri risparmi di una vita in mano a banche e quel che è peggio a uomini che nel migliore dei casi potevano assomigliavano a Giuda l'Iscariota.
Diciamocelo, siamo RIDICOLI E PICCOLI, tutti ordinati verso il "si salvi chi può" si arraffa quel che si può...chi vince a questo gioco? Chi non viene acciuffato! eppure anche sotto il profilo fiscale basterebbe poco, una legge, un misero secondo di buon senso "tutti scaricano tutto" dal pane al divano all'auto,alle tegole di casa, in questo modo il nero sparirebbe e tutti pagherebbero meno tasse. Ma neppure questo. Ecco perchè non voto e non voterò sino a quando non saremo tutti a farci un week end per respirare un po di ossigeno.....va bene così...
Allora qualcuno si chiederà "dove sono finiti?" Buon Natale a tutti!

Ferdinando Giordano 25.12.05 07:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao beppe, salto subito a cio che ti voglio dire:
i nostri politici ci dicono spesso che dobbiamo essere orgogliosi di essere europei, ma gli altri europei non pagano le assicurazioni il triplo, la I.C.I., il bollo sulla patente (trasferito a tassa di proprieta'), la tassa diproprieta' stessa, e magari prendono piu' soldi di noi come stipendio... facile che ciampi mi venga a dire di essere orgoglioso di esseree italiano, con 110.000 mila euro (ufficiali ) di stipendio chi cazzo non lo sarebbe ???
che vadano dalpensionato, che si deve anche pagare gran parte delle medicine a chiedere se e' orgoglioso di esserlo !

ciao, stefano...
p.s. non so piu' a chi credere!

stefano de biasio 25.12.05 04:21| 
 |
Rispondi al commento

Fra di voi che parlate solo male dell'Italia e dei suoi dirigenti, ci sono sicuramente tanti che non pagano le tasse. Tutti siamo (siete) un pò Fazio! Chi ama il paese paga le tasse e spero che in futuro Grillo, che stimo, punti di più il dito contro gli evasori visto che nessun politico di destra o sinistra lo fa. Si dice che è un male da combattere ma che nessuno combatte.
Grillo mi sai dire come sarebbe l'Italia se tutti pagassero le tasse? Sarebbe o no uno dei paesi più ricchi d'Europa?
Perchè se negli USA scoprono uno che evade le tasse lo distruggono mentre qui in Italia viene quasi ammirato per la sua furbizia?
Perchè negli USA se uno scopre o è insospettito che il proprio vicino di casa è un evasore lo denuncia alla polizia?
Perchè siamo (siete) così diversi?
Perchè vi lamentate che le reti Rai sono brutte e vi lamentate del Canone che neanche pagate? Fatevi un esame di coscenza!
Forza Grillo vai avanti ma attento a non farti strumentalizzare.

gianni di dio 24.12.05 16:47| 
 |
Rispondi al commento

E' un bel Natale senza il Governatore Fazio. Non è andato (ancora)in galera, ma a piazza san Pietro, con le due figle, per far vedere quant'è probo. Un probo viro.
Aspettiamo che l'altro probo viro scenda dalla sedia che dovrebbe essere degli onesti e lo raggiunga: quanti affari probi devono aver fatto assieme!
Noi, italiani brava gente, non li impicchiamo.
Abbiamo lasciato che il Berlusca sparasse le ultime cazzate di capodanno. Poi, basta!

Buon Natale a Grillo e buon anno a tutti (forse ce la facciamo)

Carlo

Carlo Forin 24.12.05 14:47| 
 |
Rispondi al commento

lLA STAMPA GIOVEDI' 22-12-05 PAG 7


leggo l'articolo di Federico Geremiccca e rimango sconvolto. Sconvolto come puo' restare un normale cittadino Italiano che come il Sig. D'alema non ha una lira, anche perche' quei quattro euro che avevo da parte se li sono presi le BANCHE con i TANGOBOND.

Ha pienamente ragione il Sig. D'alema queste questioni diciamo di stretto carattere personale non dovrebbero mai trapelare sui giornali,c'e' il rischio di prendersela a male. (di passare un Natale cosi' cosi')

Pero' quando si e' "uomini pubblici" questo rischio va' calcolato.

Il Sig. D'alema pur non avendo una lira ndr. si puo' permettere di pagare una rata leasing di 8.000,00 euro al mese !!!

pare che sul famoso conto corr. non si trovi mai un euro!! allora mi domando? da dove arrivano i soldi tutti i mesi? come vengono versati??
se con assegni, il Sig D'alema potra' senzaltro dimostrarne la provenienza, se in contanti mi auguro per lui pure.

(tempo addietro se non vado errato anche un altro illustre uomo politico della sx ebbe a dichiarare che sul suo conto corr. c'erano a malapena 10.000.000 di lire.
avra' mica anche lui una barca ( da qualche parte) da tre miliardi in societa' con compagni ??? )

SE PENSO ,NON TANTO A QUANTI SOLDI CI RUBANO, MA A COME CE LI RUBANO . BE' LASCIAMO PERDERE.... ANCORA PER QUALCHE GIORNO.
_________________
rolieg

www.tangobond.it 24.12.05 12:08| 
 |
Rispondi al commento

lLA STAMPA GIOVEDI' 22-12-05 PAG 7


leggo l'articolo di Federico Geremiccca e rimango sconvolto. Sconvolto come puo' restare un normale cittadino Italiano che come il Sig. D'alema non ha una lira, anche perche' quei quattro euro che avevo da parte se li sono presi le BANCHE con i TANGOBOND.

Ha pienamente ragione il Sig. D'alema queste questioni diciamo di stretto carattere personale non dovrebbero mai trapelare sui giornali,c'e' il rischio di prendersela a male. (di passare un Natale cosi' cosi')

Pero' quando si e' "uomini pubblici" questo rischio va' calcolato.

Il Sig. D'alema pur non avendo una lira ndr. si puo' permettere di pagare una rata leasing di 8.000,00 euro al mese !!!

pare che sul famoso conto corr. non si trovi mai un euro!! allora mi domando? da dove arrivano i soldi tutti i mesi? come vengono versati??
se con assegni, il Sig D'alema potra' senzaltro dimostrarne la provenienza, se in contanti mi auguro per lui pure.

(tempo addietro se non vado errato anche un altro illustre uomo politico della sx ebbe a dichiarare che sul suo conto corr. c'erano a malapena 10.000.000 di lire.
avra' mica anche lui una barca ( da qualche parte) da tre miliardi in societa' con compagni ??? )

SE PENSO ,NON TANTO A QUANTI SOLDI CI RUBANO, MA A COME CE LI RUBANO . BE' LASCIAMO PERDERE.... ANCORA PER QUALCHE GIORNO.
_________________
rolieg

www.tangobond.it 24.12.05 12:07| 
 |
Rispondi al commento

"IO SCALATORE? ACCUSA INDEGNA,ANCORA PAGO A RATE UNA BARCA PRESA IN TRE"

colloquio
FEDERICO GEREMICCA
ROMA
Come se non bastasse il resto, c'è pure un vento freddo che s'infila dentro quel budello deserto che è via dell'Arancio, gelando gli occhi e tagliando la faccia. E' mezzogiorno passato da un po' quando il portoncino verde della Fondazione Italianieuropei, nel cuore di Roma, si apre e Massimo D'Alema appare in strada. Veste un loden grigio, e non è solo. Il suo nome è in prima pagina su tutti i quotidiani del mattino: "D'Alema ha fatto un leasing con la banca di Fiorani", "D'Alema: conto Bpi per il leasing della mia barca", "D'Alema, un conto da Fiorani per pagare la barca". La faccia dell'ex presidente del Consiglio è quella che è: e se uno fosse saggio, cambierebbe strada... Le prime parole, infatti, sono testualmente quel che segue: «E' una vergogna. Anzi: siete una vergogna. Lei sa già che io penso tutto il male possibile della categoria cui pure appartengo, cioè dei giornalisti. Ma stavolta si è passato ogni limite». Affianco al presidente dei Ds c'è, scompigliato alla maniera dei giorni peggiori, Matteo Orfini, che dovrebbe curare - diciamo così - i rapporti di D'Alema con la stampa. Due metri più avanti,
l'autista fa strada verso la macchina in attesa.
Non è solo questione dei titoli inprima pagina, che di per sé già basterebbe. Un paio diquotidiani, infatti, hanno perfinO pubblicato i movimenti del contocorrente003719/26 dellaBanca PopolareItaliana intestato a D'Alema Massimo per il periodo che va dal 1 ° gennaio di quest'anno fino all'altro ieri. Ne risultano, inentrata e poi inuscita, sempre glistessi 8.068,30 euro per il pagamento delle rate di Ikarus -li, La nótissimma
barca del presidente Ds. Più le spese di commissione. «Per una cosa così, violazione della privacy e del segreto bancario, in America un paio di persone sarebbero già in galera - commenterà poi Peppino Caldarola, ex direttore de l'Unità, vicino a Massimo D'Alema -. Il tutto somiglia a un avvertimento mafioso: ti teniamo nel mirino. 0 a una minaccia: guarda che stiamo arrivando...». Più sintetico il giudizio di Nicola Latorre, senatore, membro
della segreteria diessina e amico
personale dell'ex premier: «Questo è semplicemente squadrismo. Squadrismo giornalistico e squadrismo politico».Massimo D'Alema sistema meglio la sciarpa sotto il bavero del loden. Il rumore del traffico sul lungotevere arriva attutito nel vicoletto spazzato dal vento. «A lei piacerebbe trovare stampati sui giornali i movimenti del suo conto corrente? E le piacerebbe vedersi accomunato a gente sotto inchiesta perché sospettata di aver preso quattrini in cambio di favori?». Inutile tentare di abbozzare una risposta: e dire, per esempio, che (al di là dei giornalisti) il primo problema è che qualcuno - dall'interno della banca o da altro luogo - ha passato ai quotidiani il documento in questione. Non solo è inutile: è peggio. «Con la banca o eventualmente con altri, poi vedrò cosa fare - replica infatti D'Alema -. La cosa scandalosa è un'altra. E cioè che,
avuto il mio estratto conto, letti i movimenti effettuati e accertato che i tassi d'interesse sono quelli di mercato, sa cosa avrebbe dovuto fare un buon giornale? Un buon giornale avrebbe dovuto fare un elzeviro e spiegare agli italiani che in tutta questa faccenda c'è un signore che è stato presidente del Consiglio, che è chiamato in causa a sproposito per questa o quella vicenda economica, che è sospettato di manovrare, scalare e altre fesserie consimili, e che però questo signore, che sarei io, ha un conto corrente dal quale risulta che non ha una lira e sta ancora pagando a rate la barca comprata con due amici

www.tangobond.i 24.12.05 12:01| 
 |
Rispondi al commento

"IO SCALATORE? ACCUSA INDEGNA,ANCORA PAGO A RATE UNA BARCA PRESA IN TRE"

colloquio
FEDERICO GEREMICCA
ROMA
Come se non bastasse il resto, c'è pure un vento freddo che s'infila dentro quel budello deserto che è via dell'Arancio, gelando gli occhi e tagliando la faccia. E' mezzogiorno passato da un po' quando il portoncino verde della Fondazione Italianieuropei, nel cuore di Roma, si apre e Massimo D'Alema appare in strada. Veste un loden grigio, e non è solo. Il suo nome è in prima pagina su tutti i quotidiani del mattino: "D'Alema ha fatto un leasing con la banca di Fiorani", "D'Alema: conto Bpi per il leasing della mia barca", "D'Alema, un conto da Fiorani per pagare la barca". La faccia dell'ex presidente del Consiglio è quella che è: e se uno fosse saggio, cambierebbe strada... Le prime parole, infatti, sono testualmente quel che segue: «E' una vergogna. Anzi: siete una vergogna. Lei sa già che io penso tutto il male possibile della categoria cui pure appartengo, cioè dei giornalisti. Ma stavolta si è passato ogni limite». Affianco al presidente dei Ds c'è, scompigliato alla maniera dei giorni peggiori, Matteo Orfini, che dovrebbe curare - diciamo così - i rapporti di D'Alema con la stampa. Due metri più avanti,
l'autista fa strada verso la macchina in attesa.
Non è solo questione dei titoli inprima pagina, che di per sé già basterebbe. Un paio diquotidiani, infatti, hanno perfinO pubblicato i movimenti del contocorrente003719/26 dellaBanca PopolareItaliana intestato a D'Alema Massimo per il periodo che va dal 1 ° gennaio di quest'anno fino all'altro ieri. Ne risultano, inentrata e poi inuscita, sempre glistessi 8.068,30 euro per il pagamento delle rate di Ikarus -li, La nótissimma
barca del presidente Ds. Più le spese di commissione. «Per una cosa così, violazione della privacy e del segreto bancario, in America un paio di persone sarebbero già in galera - commenterà poi Peppino Caldarola, ex direttore de l'Unità, vicino a Massimo D'Alema -. Il tutto somiglia a un avvertimento mafioso: ti teniamo nel mirino. 0 a una minaccia: guarda che stiamo arrivando...». Più sintetico il giudizio di Nicola Latorre, senatore, membro
della segreteria diessina e amico
personale dell'ex premier: «Questo è semplicemente squadrismo. Squadrismo giornalistico e squadrismo politico».Massimo D'Alema sistema meglio la sciarpa sotto il bavero del loden. Il rumore del traffico sul lungotevere arriva attutito nel vicoletto spazzato dal vento. «A lei piacerebbe trovare stampati sui giornali i movimenti del suo conto corrente? E le piacerebbe vedersi accomunato a gente sotto inchiesta perché sospettata di aver preso quattrini in cambio di favori?». Inutile tentare di abbozzare una risposta: e dire, per esempio, che (al di là dei giornalisti) il primo problema è che qualcuno - dall'interno della banca o da altro luogo - ha passato ai quotidiani il documento in questione. Non solo è inutile: è peggio. «Con la banca o eventualmente con altri, poi vedrò cosa fare - replica infatti D'Alema -. La cosa scandalosa è un'altra. E cioè che,
avuto il mio estratto conto, letti i movimenti effettuati e accertato che i tassi d'interesse sono quelli di mercato, sa cosa avrebbe dovuto fare un buon giornale? Un buon giornale avrebbe dovuto fare un elzeviro e spiegare agli italiani che in tutta questa faccenda c'è un signore che è stato presidente del Consiglio, che è chiamato in causa a sproposito per questa o quella vicenda economica, che è sospettato di manovrare, scalare e altre fesserie consimili, e che però questo signore, che sarei io, ha un conto corrente dal quale risulta che non ha una lira e sta ancora pagando a rate la barca comprata con due amici

www.tangobond.i 24.12.05 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Leggendo i giornali mi rendo veramente conto quanto manchino del senso dello stato e soprattutto di qualunque dignità i parlamentari e i manager delle banche coinvolti nell'affare BPI con FIORANI.
Questi "SIGNORI?" si stanno vendendo il nostro futuro, parlamentari che hanno fidi di 50.000€ e oltre non si vergognano, ci sono famiglie che hanno disperato bisogno di soldi per curare loro familiari e le nostre signore banche invece di aiutarli li spediscono in mano agli strozzini!!!! E' un sistema bacato l'etica è oramai qualcosa di archeologico, dobbiamo assolutamente fare qualcosa ho due bambine piccole una di 11 ed una di 2 anni mi chiedo che tipo di ITALIA gli stiamo costruendo e quale futuro gli lasciamo??
La nostra classe politica è oramai incolore la destra e la sinistra non mostrano di essere in grado di fare nulla per questo paese, una è la padella l'altra è la brace, sicuramente più di qualcuno non la penserà come me, credo in cuor mio però che mai come ora c'è bisogno di finire di parlare e fare qualcosa per il futuro, non saprei ma credo che un forte movimento ben coordinato potrebbe dare una spinta a migliorare la nostra misera ITALIETTA, MANDIAMOLI TUTTI A CASA A LAVORARE E GUDAGNARSI LA PAGNOTTA OGNI GIORNO FACENDO LE CODE NELLE TANGENZIALI BECCANDOSI LE PULCI SUI TRENI E COMBATTENDO OGNI GIORNO CON I SOLDI SUL CONTOCORRENTE CHE MANCANO!!!!!!!!!

lucio artioli 24.12.05 09:09| 
 |
Rispondi al commento

Leggendo i giornali mi rendo veramente conto quanto manchino del senso dello stato e soprattutto di qualunque dignità i parlamentari e i manager delle banche coinvolti nell'affare BPI con FIORANI.
Questi "SIGNORI?" si stanno vendendo il nostro futuro, parlamentari che hanno fidi di 50.000€ e oltre non si vergognano, ci sono famiglie che hanno disperato bisogno di soldi per curare loro familiari e le nostre signore banche invece di aiutarli li spediscono in mano agli strozzini!!!! E' un sistema bacato l'etica è oramai qualcosa di archeologico, dobbiamo assolutamente fare qualcosa ho due bambine piccole una di 11 ed una di 2 anni mi chiedo che tipo di ITALIA gli stiamo costruendo e quale futuro gli lasciamo??
La nostra classe politica è oramai incolore la destra e la sinistra non mostrano di essere in grado di fare nulla per questo paese, una è la padella l'altra è la brace, sicuramente più di qualcuno non la penserà come me, credo in cuor mio però che mai come ora c'è bisogno di finire di parlare e fare qualcosa per il futuro, non saprei ma credo che un forte movimento ben coordinato potrebbe dare una spinta a migliorare la nostra misera ITALIETTA, MANDIAMOLI TUTTI A CASA A LAVORARE E GUDAGNARSI LA PAGNOTTA OGNI GIORNO FACENDO LE CODE NELLE TANGENZIALI BECCANDOSI LE PULCI SUI TRENI E COMBATTENDO OGNI GIORNO CON I SOLDI SUL CONTOCORRENTE CHE MANCANO!!!!!!!!!

lucio artioli 24.12.05 09:09| 
 |
Rispondi al commento

Beppe...immagina la moglie di Fazio, venuta giù dal paesello con la sua borsettina..quando ha iniziato a frequentare i salotti di Roma " glie partita la brocca" le risate tristi sono più tristi della vera tristezza. ormai non ci salva più nessuno.

Massimo Piscedda 23.12.05 22:57| 
 |
Rispondi al commento

p.s
CHIEDO FORMALMENTE L'APERTURA DI UN BLOG DEDICATO AGLI ULTIMI 80 ANNI DI STORIA ITALIANA
IN RIFERIMENTO AI FALLIMENTI DELLE BANCHE ITALIANE COMPRESA QUELLA DELLA BANCA D'ITALIA.
HO AVUTO UN SPECIE DI FLASH BACK.. RICORDI DI SCUOLA... CHIUNQUE VOGLIA APRIRE QUI UNA DISCUSSIONE CON L'APPORTO DI DOCUMENTAZIONE BIBLIOGRAFICA.. CREDO CI SIA DA RIDERE MA NON SOLO..... FORSE STIAMO ANCORA PAGANDO I DEBITI DEI NOSTRI BIS O TRISNONNI.
CHE NE DICI BEPPE?
OTTIMO RIPASSO DELLA NOSTRA STORIA. QUELLA CHE NON SI STUDIA A SCUOLA

CARLO PISU 23.12.05 22:39| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, noi risparmiatori traditi dalle banche ti invitiamo a fare una visita nel sito del sole 24 ore. Sono milioni le persone che sono state defraudate dei loro risparmi e allora perché non fare una manifestazione che avrà sicuramente enorme successo se sarà sostenuta dalla tua partecipazione?
Grazie comunque per tutte le volte che ci hai dato una mano mettendo alla berlina banche e poteri forti.

nasini roma 23.12.05 22:16| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

l'unico modo per tenermi informato su quello che accade nel mondo in questi ultimi tempi è LA RETE, che grazie alla sua LIBERTA', che ne è parte intrinseca, mi dà modo di SAPERE.

Purtroppo però, tutto questo tempo libero, lo devo al fatto che in questo momento non stò lavorando e so già che quando ricomincerò a lavorare non avrò ne il tempo ne la voglia di ricercare queste informazioni come stò facendo adesso.

La gente si illude di cambiare qualche cosa mandando via il NANO MALEFICO, ma il problema non sparirà con lui...
Ci sarà, forse, un minore controllo delle informazioni, ma per avere accesso alla VERITA' LA RETE sarà sempre il modo migliore.

Non credi che LE TANTISSIME persone che, purtroppo per loro, non sono in grado di utilizzare il computer abbiano DIRITTO anche loro di poter vedere che cosa le accade intorno, e non essere solamente ipnotizzati dal nuovo reality di turno?

La volonta di SAPERE c'è, e la vedi dalla massiccia affluenza dei tuoi spettacoli e dalle vendite di libri che trattano temi di scottante attualità.

C'e bisogno di qualcosa che faccia cagare sotto, quelli che, senza alcun ritegno, ci atrofizzano il cervello con la loro filosofia di regime propagandistico.

Il corriere della sera, il quotidiano che in qualche modo, rappresentava la libertà di espressione in italia, è stato, anche lui, colpito dal regime del NANO.

Non credi che, invece di candidarti alle primarie, come scherzosamente dicevi in uno dei tuoi post, dovresti seriamente pensare di fondare un settimanale VERAMENTE INDIPENDENTE?

Sarebbe veramente bello potere leggere un settimanale diretto da un mugugnone zeneize come te.


Daniele Conti

daniele conti 23.12.05 21:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

oggi 22/12/2005 attraverso varie informazioni parte la magistratura nei confronti di paolo BERLUSCONI . ERA sua la ditta che forniva i DECODER , messi in vendita con contributi dello stato e BRAVI bella operazione di marketig .
Berlusconi da e berlescone jr prende
TU DAI IO RICEVO .............e io pago .

franco porto 23.12.05 21:15| 
 |
Rispondi al commento

UNA SEGNALAZIONE ANCHE SE FUORI TEMA.

Nel 2004 è uscito un film-documentario dal titolo "THE CORPORATION", una produzione canadese firmata da j.Abbott e M.Achbar, tratto dall'omonimo libro inchiesta di J.Bakan.
Il film boicottato negli Stati Uniti, ma premiato dal pubblico del Sundance Festival.
Non si tratta di un manifesto politico, vi si rivelano illuminati e paradossali confessioni di manager, dirigenti, guru finanziari, spie industriali e pubblicitari.
Assolutamente da vedere.
VEDI LINK http://filmup.leonardo.it/sc_thecorporation.htm
N.B.
E' possibile scaricarlo tramite sharing, ma nella versione italiana è censurata la parte riguardante la multinazionale MONSANTO

emanuele biondi 23.12.05 21:11| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe sono un tuo ammiratore ho visto diversi tuoi spettacoli e ti faccio i miei complimenti sei un grande. ti scrivo perchè mi è venuto un dubbio sull'utilizzo del televoto a me mi puzza di bruciato non è una manovra per levarci un ALTRO PO DI SOLDI? TU CHE NE PENSI MI SAREBBE GRADITO UNA TUA RISPOSTA GRAZIE

giuseppe aversa 23.12.05 20:02| 
 |
Rispondi al commento

"...Attenzione: Il sistema rappresentativo delle deleghe contiene in se il desiderabile seguente (che evidentemente lo precede): la volontà di tutti a partecipare della cosa pubblica, che fa i conti con l'impossibilità materiale. Delega e rappresentanza erano un compromesso, buono. Oggi l'impossibilità che ha necessariamente generato il meccanismo, non esiste più. La storia lo percepisce e siccome la storia è il frutto dei sentimenti e mai della razio, si prepara a rendere possibile cio che non è mai stato tale. A questo punto qualcuno potrebbe pensare che io non amo tanto la democrazia, questo qualcuno non sa cosa è la democrazia. Democrazia non è rappresentanza, non è delega, non è voto. Questi sono gli strumenti della demorazia. Democrazia è la più ampia partecipazione alla discussione pubblica: "La democrazia degli altri" Amartya Sen - Mondadori. ..."

Per far emergere una azione cosciente di miglioramento bisogna cambiare il sistema di incentivi. Partecipazione alla cosa pubblica vuol dire disporre delle proprie risorse ed impiegarle attraverso le proprie scelte ("libero arbitrio") in armonia e coerenza con le regole del territorio ( leggi fatte dai legislatori ).
Non è più accettabile il finanziamento a gruppi di potere che agiscono su "delega" di sottogruppi (arbitrio politico) nè la quasi totale assenza di concorrenza in un mercato dei capitali, tipicamente italiana. Questi due "cavalli matti", totalmente indipendenti dalla discrezionalità e scelta dei cittadini devono essere ridimensionati. Nel primo caso cambiando le regole sulle competenze di chi ci governa. Nel secondo caso cercando strade alternative per rientropizzare un mercato, ormai concentrato. Ogni monopilio, se non naturale e con garanzie di possibilità di entrata, è contro l'interesse dei cittadini -> sempre. La delicatezza del tema è aggravata dal fatto che questi istituti hanno un potere di erosione internazionale spaventoso. In chi dobbiamo confidare?

Un saluto.

ijimiaz galir 23.12.05 18:36| 
 |
Rispondi al commento

Il Politecnico di Studi Aziendali di Lugano www.unipsa.ch e www.umc-pcu.edu con sentenza n.204/2000 del 14/9/2000 è stato condannato per PUBBLICITA INGANNEVOLE dal GRAN GIURI dello IAP ISTITUTO dell’AUTODISCIPLINA PUBBLICITARIA in quanto il messaggio in oggetto è stato ritenuto ingannevole nella misura in cui ingenera nel pubblico la convinzione di poter conseguire un titolo analogo al titolo di dottore conseguibile in Italia quando il titolo conseguibile presso il Politecnico di Studi Aziendali non è paragonabile ad alcun titolo accademico italiano.Il messaggio è ulteriormente recettivo in quanto il titolo pubblicizzato è privo di valore legale nella stessa Svizzera e come tale non è passibilie di alcun riconoscimento secondo quanto previsto sia dalla Convenzione Europea del 1959 sia dalla normativa Italiana e Comunitaria in materia di riconoscimento dei titoli accademici stranieri.Inoltre vi è il mancato riconoscimento da parte delle Autorità Elvetiche del Politecnico di Studi aziendali quale istituzione universitaria di qualsiasi genere come desumibile dalla richiesta avanzata dalle stesse Autorità di informare il pubblico circa l’ASSENZA DI VALORE LEGALE e la NON EQUIPOLLENZA di detti titoli ad ALCUN TITOLO ACCADEMICO ITALIANO O SVIZZERO OD EUROPEO. Rivolgetevi quindi it a strutture riconosciute quale è la ESE EUROPEA SCHOOL OF ECONOMICS www.uniese.

ROBERTO VACCA noto e prestigioso docente universitario professore di Automazione del Calcolo all’Università di Roma e di Ingegneria dei Sistemi a Milano e Roma sarà presente quale testimone ignaro ed inconsapevole della condanna inflitta e del mancato riconoscimento quale università di qualsiasi genere da parte delle Autorità Elvetiche al DIES ACADEMICUS del Politecnico di Studi Aziendali di Lugano previsto per il prossimo 21 Novembre 2005.

Il Politecnico di Studi Aziendali di Lugano alla data odierna NON HA RICEVUTO l’accreditamento dall’OAQ Organo di Accreditamento e di Garanzia della Qualità delle istituzio

stefano danna 23.12.05 13:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Leggo in questi giorni della vicenda Fiorani e co. e leggo che alcuni (Ferrara, fra gli altri) sostengono che adesso bisogna scarcerarlo perchè il carcere non può essere usato come mezzo coercitivo per estorcere confessioni... (Corriere della sera 23 dicembre, pag.10).
Sono allibito... C...o, questo bastardo fotte soldi a tutti (risparmiatori come noi) e quando viene scoperto, non lo si può costringere a parlare... Secondo me o io sono ritardato o il sistema non funziona molto... Mi sfugge qualcosa... Forse è Natale e quindi siamo tutti più buoni...Forse emergerà dalle indagini che dobbiamo essere clementi con Fiorani e Co. perchè a natale aveva deciso di rubare di meno di quanto non avesse fatto negli anni precedenti... Eh si, perchè di furto si deve parlare, non di marachelle... Oggi farò una prova. Vado al mercato rubo sotto gli occhi del commerciante la sua merce più bella e me ne vado camminando. Poi una volta braccato dal titolare (se riesco ad evitare di essere pestato) chiederò di non essere incarcerato perchè siccome non intendo confessare il mio crimine, loro non possono costringermi a farlo mettendomi in galera. Secondo me mi daranno una pacca sulla spalla e mi diranno di stare più attento la prossima volta....
Scusate la semplicità del mio pensiero.

Michele bertolini 23.12.05 10:08| 
 |
Rispondi al commento

xxx

http://www.superenalottonline.com/

xxx xxx 22.12.05 21:30| 
 |
Rispondi al commento

====================================================================================================


IL SENATORE LUIGI GRILLO, ELETTO IN LIGURIA NELLE FILA DI FORZA ITALIA

Preso con le mani nella marmellata, con un conto alla Banca popolare di Lodi sul quale risultano depositate plusvalenze anomale, derivanti da trading su titoli, scoperte dagli ispettori della Banca d'Italia e dalla procura della Repubblica.


====================================================================================================

Marco Gills 22.12.05 16:04| 
 |
Rispondi al commento

MISURA L'ONESTA' della tua banca
Misura l'onestà della tua banca.
Corri dal tuo istituto bancario di fiducia entro il 30 dicembre e dichiara che vorresti chiudere il conto corrente che hai aperto presso di loro.
Sii generico nel fornire eventuali motivazioni. Non sono
un obbligo!
Dunque: a me hanno detto che non si può chiudere un conto dopo il 20 di dicembre. Che mi fanno firmare un modulo e poi me lo chiudono i primi giorni del 2006.
Di fronte alle mie insistenze hanno trovato mille scuse e poi si sono rassegnati. Mi sono fatto dei nemici, ma ho capito che alla fine non curano affatto i nostri interessi, ma solo i loro, ma la cosa grave è che lo fanno mentendo.

Come potrò mai fidarmi di una banca se il DIRETTORE, non uno qualunque, il direttore di una FIliale Unicredit che mi da del tu e che mi chiama con il mio soprannome per fare l'amico "brillantone", mi mente spudoratamente pur di avere un punto in più nel bilancio di fine anno CONTI CORRENTI APERTI / CONTI CORRENTI CHIUSI

per concludere:
NON MERAVIGLIAMOCI DI FAZIO SE ANCHE L'ULTIMO, IL PIU' PICCOLO DIRIGENTE DI UNA BANCA DI PROVINCIA
MENTE AD UN SUO CLIENTE ED (EX) AMICO.

FATEMI UN FAVORE, PROVATECI ANCHE VOI. IO L'HO FATTO QUASI PER SCOMMESSA CON UN AMICO IMPIEGATO PRESSO UNA ALTRA FILIALE DELLA STESSA BANCA.
VI SI GELERA' IL SANGUE SAPENDO CHE LE SUE SCUSE SONO TUTTE BALLE!

Giacomo Garavelli 22.12.05 15:24| 
 |
Rispondi al commento

Avrei voluto lasciare l'Italia in maniera completamente differente, ed avrei voluto conservare di questo splendido paese soltanto dei bei ricordi. Avrei voluto portare via con me un qualcosa che mi potesse ricordare costantemente tutto cio' che di piu' splendido l'Italia ha da offrire, ai suoi cittadini cosi' come agli stranieri. Purtroppo cio' che oggi ho con me e' soltanto l'amaro in bocca riguardo alla incredibile condizione in cui versa oramai da troppi anni il Belpaese. Non posso credere che tutto sia congelato, immobile, statico ed irreversibilmente sozzo ed innaturale. Vivere lontano significa anche avere un'informazione controllata, schematizzata e fredda, cruda. Oggi so di non aver sbagliato, ma non perche' se fossi rimasto in Italia avrei continuato a sperare senza mai ottenere dei risultati. Quando ti guardi attorno e vedi solamente una stancante e ripetitiva teatralita', alla fine giunge la monotonia. Provo soltanto tristezza e grande pena nel pensare al passato, un passato in Italia fatto di nulla, un presente all'estero fatto di sguardi stupiti e alle volte amareggiati verso cio' che delirio, se non una parodia del delirio.
www.trentatre.blogs.it
clinton jason giannolo Giovedi 22 Dicembre 2005 h13:15
Chiedo scusa se quanto scritto non e' in tema col resto dell'articolo.

clinton jason giannolo 22.12.05 14:32| 
 |
Rispondi al commento

banca d'italia:opus dei....... http://www.disinformazione.info/dimissionifazio.htm

f. alberti 22.12.05 13:51| 
 |
Rispondi al commento

Impotenza o inazione?

Il governo ha poteri di direttiva sulla Banca d'Italia; e lo dice un manuale di diritto amministrativo in uso da me per sostenere l'esame relativo alla facoltà di giurisprudenza di palermo. Il manuale in questione è il seguente: Elio Casetta "Manuale di Diritto Amministrativo" (sesta edizione riveduta ed aggiornata) Giuffrè Editore.

A pag. 201 il manuale riporta: >

La domanda quindi sorge spontanea: a che serve legiferare in materia creditizia e di risparmio quando già esiste un comitato interministeriale che ha poteri di direttiva in questa materia? E ancora, perchè non sono riusciti ad evitare tutti gli scandali che i cittadini-datori di lavoro italiani hanno subito? Forse dovremmo legiferare in materia dell'etica e questa essere sottoposta a referendum!

Antonino Di Liberto 22.12.05 12:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Impotenza o inazione?

Il governo ha poteri di direttiva sulla Banca d'Italia; e lo dice un manuale di diritto amministrativo in uso da me per sostenere l'esame relativo alla facoltà di giurisprudenza di palermo. Il manuale in questione è il seguente: Elio Casetta "Manuale di Diritto Amministrativo" (sesta edizione riveduta ed aggiornata) Giuffrè Editore.

A pag. 201 il manuale riporta: >.

La domanda quindi sorge spontanea: a che serve legiferare in materia creditizia e di risparmio quando già esiste un comitato interministeriale che ha poteri di direttiva in questa materia? E ancora, perchè non sono riusciti ad evitare tutti gli scandali che i cittadini-datori di lavoro italiani hanno subito? Forse dovremmo legiferare in materia dell'etica e questa essere sottoposta a referendum!

Antonino Di Liberto 22.12.05 12:08| 
 |
Rispondi al commento

questo è l'emendamento del governo alla legge sul risparmio con la quale si dice di tutelare i risparmiatori: in definitiva si dimezzano le sanzioni per il falso in bilancio,si prevede un limite di non punibilità e la necessità della querela...più che una legge per il risparmio è una legge a favore di chi ruba sui risparmiatori...leggete,pensate e votate
ART. 30.
(False comunicazioni sociali).
Al comma 1, capoverso Art. 2621, primo comma, sostituire le parole da: con la reclusione da uno a cinque anni fino alla fine del comma, con le seguenti: con l'arresto fino a due anni.
terzo comma, aggiungere, in fine, il seguente periodo: La punibilità è comunque esclusa se le falsità o le omissioni determinano una variazione del risultato economico di esercizio, al lordo delle imposte, non superiore al 5 per cento o una variazione del patrimonio netto non superiore all'1 per cento;

dopo il terzo comma, aggiungere i seguenti:

In ogni caso il fatto non è punibile se conseguenza di valutazioni estimative che, singolarmente considerate, differiscono in misura non superiore al 10 per cento da quella corretta.
Nei casi previsti dai commi terzo e quarto, ai soggetti di cui al primo comma sono irrogate la sanzione amministrativa da dieci a cento quote e l'interdizione dagli uffici direttivi delle persone giuridiche e delle imprese da sei mesi a tre anni, dall'esercizio dell'ufficio di amministratore, sindaco, liquidatore, direttore generale e dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, nonché da ogni altro ufficio con potere di rappresentanza della persona giuridica o dell'impresa.;


massimo vallese 21.12.05 23:38| 
 |
Rispondi al commento

Come diceva Beppe Grillo in uno spettacolo del 95 rivolto ad altri personaggi;
Fazio e i suoi Amici non li voglio in galera che ci costano , ma li voglio a vivere con 500 euro al mese lordi.

mauro m Commentatore in marcia al V2day 21.12.05 16:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

====================================================================================================


Il Patto dello Sciacchetrà

Le ultime dichiarazioni di Fiorani stanno facendo emergere la verità sull’incontro che ha visto il SENATORE LUIGI GRILLO, Gran Maestro dell’operazione di corruzione e appropriazione indebita più sporca dalla fine di Tangentopoli.

L’incontro ha visto la partecipazione di: Fazio, Fiorani, Berlusconi e Grillo. Le dichiarazioni ufficiali vollero far passare l’idea di una difesa delle banche italiane contro l’assalto dei Barbari europei.

In realtà, il Senatore Luigi Grillo, eletto in Liguria nelle fila di Forza Italia, aveva bisogno di tanti soldini per costruirsi la VILLA nella Riviera Ligure (costruita abusivamente nel Parco Naturale delle Cinque Terre e poi condonata); quale sistema migliore per fare ciò se non fregare un po’ di soldi ai correntisti della Banca Popolare di Lodi.

Il sistema a quanto sta dicendo Fiorani era semplice: bastava aprire un conto nella sua Banca, dare l’appoggio politico all’operazione bancaria più sporca della Seconda Repubblica e in cambio ci si ritrovava un bel gruzzoletto sul proprio conto corrente.

Il Senatore Grillo, una delle figure più losche della Politica italiana, ha fiutato subito l’affare e si è lanciato nella strenua difesa della scalata di Fiorani, ovviamente le sue dichiarazioni pubbliche sono state ripagate a suon di MILIONI di euro.

Il problema è che i soldi affluiti nelle tasche di LUIGI GRILLO erano dei correntisti della Banca Popolare di Lodi che sono stati truffati, rapinati e beffati; una persona che ha rubato dei soldi agli italiani dovrebbe stare in GALERA e non in Parlamento in una posizione chiave (Presidente della Commissione Trasporti del Senato).


IL SENATORE LUIGI GRILLO DEVE STARE IN GALERA E NON IN PARLAMENTO !!!!


===================================================================================================

Marco Gilles 21.12.05 13:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

carissimi italiani ,me compreso,siamo ancora agli inizi come coscienza, fino ad ora ci si proccupava solamente del nostro orticello, strafregandosene di tutto, ora cominciamo a comprendere veramente la nostra natura e cosa voglia dire essere consapevoli, questa è la conseguenza di nostre scelte precedenti, non meravigliamoci di queste cosucce ne verranno anche di peggio, la causa è soltanto nostra. ben vengano questi scandali, mi auguro che tutti noi italiani prendiamo coscienza che ogni volta che freghiamo qualcuno freghiamo noi stessi e queste sono le conseguenze.L'arte di noi italiani è di fregarsi a vicenda, e quindi non lamentiamoci, e cerchiamo nel nostro piccolo di cambiare sistema. secondo me fino a che non arriveremo ad una trasparenza economica cristallina per tutti ,è dura andare avanti. Buona giornata a tutti.

alfeo conte 21.12.05 11:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

====================================================================================================


Il Patto dello Sciacchetrà

Le ultime dichiarazioni di Fiorani stanno facendo emergere la verità sull’incontro che ha visto il SENATORE LUIGI GRILLO, Gran Maestro dell’operazione di corruzione e appropriazione indebita più sporca dalla fine di Tangentopoli.

L’incontro ha visto la partecipazione di: Fazio, Fiorani, Berlusconi e Grillo. Le dichiarazioni ufficiali vollero far passare l’idea di una difesa delle banche italiane contro l’assalto dei Barbari europei.

In realtà, il Senatore Luigi Grillo, eletto in Liguria nelle fila di Forza Italia, aveva bisogno di tanti soldini per costruirsi la VILLA (costruita abusivamente nel Parco Naturale delle Cinque Terre e poi condonata) nella Riviera Ligure; quale sistema migliore per fare ciò se non fregare un po’ di soli ai correntisti della Banca Popolare di Lodi.

Il sistema a quanto sta dicendo Fiorani era semplice: bastava aprire un conto nella sua Banca, dare l’appoggio politico all’operazione bancaria più sporca della Seconda Repubblica e in cambio ci si ritrovava un bel gruzzoletto sul proprio conto corrente.

Il Senatore Grillo, una delle figure più losche della Politica italiana, ha fiutato subito l’affare e si è lanciato nella strenua difesa della scalata di Fiorani, ovviamente le sue dichiarazioni pubbliche sono state ripagate a suon di Milioni di euro.

Il problema è che i soldi affluiti nelle tasche di GRILLO erano dei correntisti della Banca Popolare di Lodi che sono stati truffati, rapinati e beffati; una persona che ha rubato dei soldi agli italiani dovrebbe stare in GALERA e non in Parlamento in una posizione chiave.

GRILLO IN GALERA
GRILLO IN GALERA


====================================================================================================

Marco Gilles 21.12.05 10:55| 
 |
Rispondi al commento

Le variazioni legislative operate sul mandato e i poteri del governatore di Bankitalia sono oltremodo discutibili, okei il mandato a termine, ma esse non prevedono la sua rimozione per gravi reati e resta veramente intollerabile che il controllo di Bakitalia sia rilasciato a quello stesso consiglio che già si è dimostrato reo di collusione e incapace di controllo critico di fronte ai ripetuti scandali finanziari che hanno travolto il paese, un consiglio che è formato da una cricca di presidenti di banche private che reseranno scelti dal governo stesso (il cerchio si chiude)!
La voracità di B. ha costruito un sistema perfetto dove tutto fa capo a lui.
La democrazia e la giustizia ce le possiamo scordare!
Abbiamo solo una monocrazia totalitaria che rafforza se stessa ogni giorno di più, eludendo ogni controllo e legittimando il proprio diritto assoluto al crimine impunito!
Abbiamo una legalità imposta da uno solo, che diverge ogni giorno di più dalla giustizia e dalla democrazia!
Continueremo ad avere una banca nazionale che, pur avendo poteri istituzionali pubblici di massima importanza e pur condizionando le finanze del paese, sarà rimessa nelle mani di persone nominate personalmente dal solo premier, di sua sola fiducia, con una banca nazionale formata da un gruppo di banche private (sigh!) a nomina moncoratica con un controllo bancario di parte o colluso.
E' questo cerchio perverso in cui vediamo solo l'interesse privato di uno solo con un potere che aumenta smisuratamente e si articola in tutti i gangli strategici che vediamo perire la nostra democrazia.
A poco a poco tutti i massimi organi istituzionali cadono in mani private ed eludono il sistema di bilanciamento, controllo e garanzia democratica.
Il piano perverso di Licio Gelli si sta compiendo. E i Ds e il Vaticano gli hanno dato pure una mano!!! Inconcepibile!!! Dovevamo guardarci dalla P2, ci ritroviamo a doverci guardare anche dalla CEI e da D'Alema!!!
Questo è oltre ogni tolleranza!!

viviana vivarelli 21.12.05 09:36| 
 |
Rispondi al commento

21 dic 06:58 Cina: pena capitale, condannato per tangenti direttore di banca
PECHINO - Un tribunale di Pechino ha condannato ieri, alla pena capitale, un direttore di una banca per aver accettato tangenti e essersi appropriato di fondi pubblici per un valore di 15 milioni di yuan ( 1,57 milioni di euro). Wen Mengjie, 49 anni, ex direttore del dipartimento di scienza e tecnologia nella filiale di Pechino della Banca dell'Agricoltura della Cina puo' presentare ricorso in appello. (Agr)
20 dic 03:32 Grandi potenze: la Cina sorpassa l'Italia al sesto posto della classifica
PECHINO - Il sorpasso cinese sull'Italia e' diventato realta'. Secondo i dati diffusi dal governo di Pechino, la Cina ha superato l'Italia al sesto posto della classifica delle potenze mondiali. Il calcolo e' stato effettuato dall'ufficio nazionale di statistica cinese, che oggi ha reso noti i nuovi dati, rivisti al rialzo, sulla crescita del prodotto interno lordo nel 2004. (Agr)
20 dic 14:03 Risparmio: fiducia sul falso in bilancio
ROMA - Il Consiglio dei ministri ha autorizzato la fiducia sull'articolo 30 della riforma del risparmio che regolamenta le sanzioni sul falso in bilancio. ''E' ripristinato il testo uscito dalla Camera in prima lettura", ha precisato Mario Landolfi, ministro delle Comunicazioni. (Agr)

Andrea ALUNNO 21.12.05 09:24| 
 |
Rispondi al commento

Avanza la fabbrica del crimine e la costruzione del totalitarismo berlusconiano. Non si penserà che il danno al nostro paese sia finito con le dimissioni di Fazio! Il governo fa l’emendamento alla riforma del risparmio che doveva sanare Bankitalia e impedire altri crack finanziari. Peggio di così è impossibile. Persiste la linea delinquenziale della recente vergogna. B. aumenta i suoi poteri, già quasi totali, nominerà in modo totalitario il governatore senza sentire il Parlamento e dunque l’opposizione, per scegliere chi non contrasti i suoi interessi.
Sparita l'hp di una votazione parlamentare a maggioranza di 2/3 per scegliere uno super partes.
Non bastavano i costanti favori di B. che hanno favorito il crack Cirio e Parmalat, i bond argentini e il malaffare Fazio-Fiorani che procede da anni, rovinando migliaia di risparmiatori e allontanando gli investitori dall’Italia, B. ripropone lo stesso sistema pasticciato che non controlla un accidente. Non ci pensa nemmeno a penalizzare i reati finanziari anzi propone una ulteriore depenalizzasione sul falso in bilancio (in aggiunta alla Cirielli!!!), blindando la riforma e chiedendo la fiducia. E per fortuna che ammiriamo la democrazia americana ! Il nostro schifo è totale! AL MOMENTO, finché sono secretate le confessioni di Fiorani, si salvano Margherita, Rifondazione, Comun. Ital., Udeur, erdi, Psi e Di Pietro. I DS sono sospesi fino a chiarimento dello schifo Consorte e per le speculazioni delle Coop, che ricevono vantaggi fiscali in quanto "non dovrebbero" avere carattere speculativo. Tutta la Cdl sotto grave accusa, compresa la Cdu, per aver votato ogni sorta di schifezza. Tutti sono dentro l’appropriazione indebita dei nostri risparmi e il grave attentato al paese, al punto che l'unica cosa che dovremmo fare è l'azzeramento col voto dei 2/3 dei partiti italiani e di questo sciagurato governo. (segue)

viviana vivarelli 21.12.05 09:18| 
 |
Rispondi al commento

Per il momento Fazio l'hanno mandato via.
Poi secondo me, non ricordo bene chi ieri, alla trasmissione Ballarò, disse che Banch'Italia deve tornare alla gestione dello Stato.
Fatto questo in unltimo,dicendola alla napoletana, s' n'adda j' pure Berlusconi, perchè oltre a dire e a fare tante sciocchezze ha rotto i c......i.

Gianpaolo D'Ignazio 21.12.05 08:11| 
 |
Rispondi al commento

POST CENSURATI
Questo sito è manipolato nei contenuti.
Post "regolari" vengono censurati per omogenizzare la discussione.

Per questo:
Non può mancare ogni mattina la giusta dose di guano per lo staff.

BUON GUANO STAFF DI MERDA (umana)!!!

Steppen Wolf 21.12.05 05:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oggi ho sentito alla tv che giuliano amato è un possibile candidato a governatore della banca d'italia, mi vengono i brividi alla schiena: ma non è quello che quando era presidente del consiglio ci ha depredato i conti correnti di notte con una "una tantum" fatta per decreto ? non è quello che ha inventato l'imposta di bollo sul conto corrente ? dovremo pagare un'altra pagina sul corriere "AMATO VATTENE !!!" (ma chi lo ha mai amato ?) Risparmiatori, torniamo a mettere sotto la mattonella o nel materasso quei pochi soldi che ci rimangono !!!

Paolo Mauri Commentatore in marcia al V2day 21.12.05 00:11| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE HAI ROTTO I COGLIONI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
SENZA MEZZI TERMINI!!!!!!!!!!!!!!1

METTITI CANDIDATO PER LE PROSSIME ELEZIONI E SPACCA I COGLIONI A QUESTA CLASSE POLITICA ORMAI OBSOLETA E CORROTTA..........E FAI UNA LEGGE "AD PERSONAM" (NON SO SE SCRIVE COSI' SONO UN SEMPLICE OPERAIO) CHE VIETA LA CANDIDATURA A TUTTE QUELLE "PERSONE" CHE HANNO UN RAPPORTO DI PARENTELA FINO ALLA SETTIMA GENERAZIONE DEL PARLAMENTO ATTUALE. GOVERNO ED OPPOSIZIONE COMPRESO. FORSE LE COSE CAMBIERANNO, MA HO I MIEI DUBBI IN QUANTO L'INDOLE UMANA E' QUELLA DI FREGARE IO PROSSIMO (ALMENO QUELLA ITALIANA).

NON PREOCCUPARTI FIORANI SARAI FUORI ENTRO 6 MESI COME TANZI.............

WIWA L'ITALIA............VAFFANGUL O' PCCION D' MAMT..........

ANGELO MALLARDI Commentatore in marcia al V2day 20.12.05 23:56| 
 |
Rispondi al commento

So che questo commento non c'entra molto con il post in questione, ma sento il dovere di raccontare la mia vicenda. Sono un dipendente di un'azienda di Rieti che produce, a partire da sangue derivante da donazioni, dei farmaci salvavita. Del sangue donato, infatti, una parte viene utilizzata per fare trasfusioni, un'altra per produrre questi farmaci.
Oggi mi è stato comunicato, assieme ad un altro centinaio di dipendenti, che dal 2 gennaio saremo messi in cassa integrazione per un periodo di 6 settimane.
Il motivo di tutto ciò non sono le cattive condizioni economiche dell'azienda che, anzi, si trova in buona "salute", ma un'assurda legge del governo, fatta da gente che di emoderivati non ne ha mai sentito parlare e che evidentemente non sa come ammazzare il tempo, se non mandando a spasso centinaia di persone (non solo della mia azienda, ma anche di altre che fanno lo stesso lavoro).
Questa legge deriva da una direttiva europea che dice di rendere obbligatorio un ulteriore test per il virus dell'epatite sul plasma donato. Giustissimo! SOLO L'ITALIA nel Mondo intero però ha recepito la direttiva rendendo obbligatorio il test sia per quello destinato alle trasfusioni che per quello destinato alla produzione di emoderivati su ogni singola sacca di plasma donato. Questo va bene per le trasfusioni perchè garantisce maggiore sicurezza per il cittadino, ma è del tutto inutile nel caso degli emoderivati perchè il sangue derivante da un certo numero di sacche viene riunito e poi viene analizzato con lo stesso test di cui parla la legge e QUESTO TEST VIENE GIA' FATTO DA TEMPO.
Inoltre si impedisce di lavorare questo plasma, ma non si impedisce di importare farmaci prodotti all'estero che non risponderebbero a questi nuovi requisiti di lavorazione.
Il risultato è una inutile perdita di posti di lavoro, senza avere nessun vantaggio sulla sicurezza (già comprovata, per altro) di questi farmaci.
Le leggi fatele fare a chi è competente,non a chi scalda la poltrona.

Michele Cianchini 20.12.05 22:28| 
 |
Rispondi al commento

Intanto un caro saluto va al mio stimatissimo e molto attento alle vicessitudini del paese, BEPPE GRILLO. Cari amici lettori e care amiche lettrici,io penso che sia un vero peccato che abbiano arrestano soltanto il DOTT. FIORANI, perchè in reati di mafia viene condannato sia il mandante che l'esecutore, in questi casi il mandante è FAZIO e l'esecutore è FIORANI, perchè mi sembra davvero impossibile che il GOVERNATORE FAZIO non sapeva nulla della situazione della B.P.L.,comunque stiamo allerta, perchè non è solo questa banca che ci ruba denaro dal nostro conto corrente, ma un circuito di banche collegate fra di loro. Puetroppo piano piano ci stanno mettendo nelle condizioni che ogni cittadino italiano già dalla nascita abbia il conto corrente, altrimenti non puoi comprarti il latte per alimentarti. E' UNA VERGOGNA L'ITALIA, sia nei confronti dei nostri partner europei che ci guardano, sia a livello nazionale, sicuramente staranno sbavando dalle risate gli altri stati. Comunque penso una cosa, un paio di giorni fa mi trovano in un bar della mia città, e parlando con un conoscente che aveva avuto precendenti con la giustizia e quindi che era stato in carcere mi disse: chissà il signor FIORANI come si deve sentire, abituato a vare la cacca nel vasetto con il perfilo d'oro, che ad un tratto si trova a fare la cacca nel vaso di ferro, magari nello stesso luogo in cui ci mangia. Non che io voglia disprezzare chi è stato in carcere, ma gente come questo (FIORANI) che guadagna milioni di euro ogni anno chce li ruba ai poveri cittadini che magari a stento vanno avanti economicamente e poi un farabutto come questo glieli ruba in maniera indolore dal conto corrente, non si merita il carcere, ma la ghigliottina, perchè questo vuol dire essere ingorghi di denaro in maniera vergognosa. E così è per le altre banche e per la bomba che dovrà scoppiare con le ASSICURAZIONI. CIA BEPPEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE

luigi licatini 20.12.05 21:48| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe per prima cosa Auguri di buone Feste a Te e a tutto lo staff.Vengo al dunque: circa 4o min fà mi è arrivata una chiamata.. era la telecom e mi comunicava che non gli era stato pervenuto il pagamento del 18 dicembre2005,subito mi sono preoccupato pur non ricordandomi che giorno era oggi e che anno,dopo aver fatto mente locale di che giorno era oggi pensavo ad uno scherzo,..la signorina dall'altro capo mi comunicava gli estremi della fattura con relativi dati ,e li ho capito che era la telecom...subito chiedevo il perkè di questa fretta del pagamento,visto che sono 40 anni che nn ho mai tardato un pagamento ed ho appena 4 gg di ritardo,e nn di più,ma la signorina mi comunicava che era un servizio in atto da 2 mesi,e che al momento del pagamento dovevo ricontattare la telecom stessa.oltre che pago un esagerazione,circa 200€ ogni 2 mesi ,ho effettuato la disdetta seduta stante, esono passato a infostrada,senza canone e con gli stessi servizi a 80 € bimestrali,senza nulla aggiungere.Ma dai non si è mai sentito che alle 21,30 di sera ti squilla il telefono e senti la signra della telecom che ti dice che devi pagare la bolletta ,e questo dopo 4 gg di ritardo!!!!!!Stanno proprio messi male.Non ho parole....Un saluto a tutto lo staff e a Te naturalmente Beppe Grillo.Sei il Mio Mito.

Angilella Giuseppe 20.12.05 21:41| 
 |
Rispondi al commento

A proposito dei costi delle commissioni su versamenti e prelievi addebitati da Poste ai correntisti di Banca Popolare Etica (post di Viviana Vivarelli):
E' vero che i costi delle commissioni sono elevati, anche se non più onerosi di altri. Per esempio il Monte dei Paschi di Siena (mia ex banca) per un bonifico applica la commissione di euro 6,25. Questo problema è stato sollevato da molti all'assemblea annuale dei soci di Banca Popolare Etica che si è tenuta a Fiesole il 16 e 17 dicembre. Va tenuto però presente che le commissioni vanno per intero alle Poste, Banca Etica ha richiesto l'accordo, operativo in via sperimentale, per venire incontro all'esigenza dei correntisti di avere un sportello vicino, considerando che mai potrà avere filiali diffuse capillarmente sul territorio.
Credo che il fatto che ci siano dei soci volontari che operano sul territorio per diffondere la cultura della finanza etica, ma che sono estremamente vigili e fungono, nel loro piccolo, da stimolo ed aiuto ad una banca che vogliono sempre portatrice di valori, attenta alle nuove povertà, alla responsabilità sociale delle realtà finanziate, ecc... sia una delle maggiori risorse di cui Banca Etica dispone.
Emanuela Amici, coordinatrice dei soci della circoscrizione di Venezia di Banca Popolare Etica.

Emanuela Amici 20.12.05 21:27| 
 |
Rispondi al commento

Di cazzate ne ho sentite a iosa, in questo blog, ma sono democratico e transeat! Qui si parla, tra le altre cose, del fatto che sia stato depenalizzato il reato di falso in bilancio. E' vero e lo ammetto da buon contabile, che i conti sono una cosa serissima, mai da prendere sotto gamba. Perchè rappresentare in modo falso la realtà d'impresa, soprattutto di quelle quotate in borsa, fuorvia il giudizio di chi in quell'impresa investe capitali interni (azioni)ed esterni(obbligazioni ecc.) che tipicamente, provengono dal risparmio. Io, elettore di centrodestra, lo ripenalizzerei in modo brutale, all'americana, per intenderci! Trent'anni di reclusione almeno per i crimini commessi contro la pubblica fede. Quindi sono d'accordissimo in tal senso. Quello che mi preoccupa, però, è che qui in Italia, ex culla del diritto, i giudici, di fatto, hanno depenalizzato altri gravi reati (omicidio colposo, ad esempio) e manca poco che lo stesso omicidio volontario o preterintenzionale subiranno la stessa sorte. Non mi meraviglia affatto se in un domani piuttosto vicino, i giudici spediranno in galera chi ha subito un furto perchè ha impedito al ladro di esercitare un proprio diritto! Cazzo, ma vi rendete conto di quel che in realtà sta succedendo nel nostro paese? Tra un po', metteranno in galera noi gente normale per difenderla dai delinquenti messi a piede libero dai quei campioni di democrazia che sono i giudici. Non vi nascondo che sono molto preoccupato. Hai ragione tu, Beppe, quando nei tuoi spettacoli dici ironicamente che è la mafia ad essere stata corrotta dal sistema economico, finanziario insomma capitalistico di questa nostra Italia disastrata.

Diego Bellano 20.12.05 21:21| 
 |
Rispondi al commento

salve a tutti voglio eprimere anche io il mio parere e cioè:
qui bisogna prima di tutto che si diventi un popolo per intenderci la francia lo è.
mi sembra che ci possano fare di tutto ma noi non protestiamo ,(intendo assolutamente in senso pacifico)mai ora visto che siamo in tanti a essere iscritti a questo sito diamoci appuntamento e tutti insieme facciamo sentire la nostra voce ciao e auguri a tutti.

alberto 20.12.05 20:08| 
 |
Rispondi al commento

salve a tutti voglio eprimere anche io il mio parere e cioè:
qui bisogna prima di tutto che si diventi un popolo per intenderci la francia lo è.
mi sembra che ci possano fare di tutto ma noi non protestiamo ,(intendo assolutamente in senso pacifico)mai ora visto che siamo in tanti a essere iscritti a questo sito diamoci appuntamento e tutti insieme facciamo sentire la nostra voce ciao e auguri a tutti.

alberto 20.12.05 20:07| 
 |
Rispondi al commento

C'é poco da ironizzare, i tempi sono prorpio cupi, prima ci dicono con fermezza e orgoglio che "ce l'hanno duro!" poi si scopre che sono impotenti...o forse é proprio per questo che gli "amici" su citati si sono alleati con quelli che ce l'hanno duro?

angelica adovino 20.12.05 18:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NOOOOO!!! Non inquiniamo anche lo spazio!!! Apriamo una sottoscrizione per acquistare una mongolfiera. Poi l'ancoriamo a 75 metri di altezza sopra una centrale nucleare e ogni 3 mesi andiamo a vedere come stanno. Se poi.... non stanno bene, beh... resterà comunque il problema delle scorie da smaltire, grammo più o grammo meno.

Franco Rutigliano 20.12.05 18:00| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe
come vedi tutti esultano, ma é vera vittoria?
Siamo al punto a capo; una volta avevamo la lira e c'era chi ci badava, attento qua, attento la, ma in tasca sempre le solite quattro palanche.
Adesso abbiamo l'euro, e chi ci bada? Sono altri gli impegni, le attenzioni.
La banca degli italiani se la sono presa le banche e gli amici delle banche.
Povere le nostre quattro palanche! Non bastano, ed é Natale! Il primo é ancora lontano.
Per quelli come me l'Argentina é già arrivata!; assime alle bollette e le tasse!
Manca solo un colpo di stato, come dice @Alessia, e si perchè lo spauracchio comunista è ancora forte, abbiano sentito il I°ministro ieri sera.
E allora cosa ci manca da vendere, a Napoli avevano già cominciato con l'aria, ma a Marghera la chimica sarà smaltellata forse fra 15,o 20 anni, e si respirano ancora i vapori acidi che sbiancano i capelli, e sfumano le idee.
Mi viene in mente che solo (si fa per dire) 38 anni fa, si scappava rincorsi dalla polizia per le stradine di Marghera, e vedere che ancora non siamo in grado di discutere su cosa c'è da fare, su cosa ancora non va in questo paese, è triste e fa male.
Sempre i soliti a comandare, a trafficare, a truffare e sampre i soliti con quattro palanche in tasca a combattere, per lo stipendio, i figli senza un lavoro con cui possano pensare a domani, ora che tocca a loro andare avanti, per un fututo che deve ancora arrivare.
Ma dai forza (anche questo ci hanno preso) e non si può più dire insieme a Italia, per identificare il popolo che lavora che produce che suda queste quattro palanche.

Ciao Beppe
e Auguri a Te e a tutti.

Maurizio Pavani 20.12.05 17:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma quand'è che ci toglieremo dai piedi questi burocrati e politici stantii e paludosi che da 50 anni continuano ad arricchirsi alle nostre spalle? Hanno 60 70 80 90 anni? Magari arriveranno, anche a 100 a dettare ancora legge da una bella sedia a rotelle o da un letto di ospedale! Non se ne può più..L'unico mio timore e che, una volta che madre natura ci aiuterà e finalmente li farà creparetutti, si il mio timore è che? Che ci ritorveremo in mezzo ai piedi i figli o tutti quelli che mentre noi tiriamo a campà a 900 eruo al mese si sono ben piazzati nella scala gerarchica e nella dinamica delle successioni...
Ho paura si...tanta....Nina

nina 20.12.05 17:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma quand'è che ci toglieremo dai piedi questi burocrati e politici stantii e paludosi che da 50 anni continuano ad arricchirsi alle nostre spalle? Hanno 60 70 80 90 anni? Magari arriveranno, anche a 100 a dettare ancora legge da una bella sedia a rotelle o da un letto di ospedale! Non se ne può più..L'unico mio timore e che, una volta che madre natura ci aiuterà e finalmente li farà creparetutti, si il mio timore è che? Che ci ritorveremo in mezzo ai piedi i figli o tutti quelli che mentre noi tiriamo a campà a 900 eruo al mese si sono ben piazzati nella scala gerarchica e nella dinamica delle successioni...
Ho paura si...tanta....Nina

nina 20.12.05 17:50| 
 |
Rispondi al commento

ciao ,il primo nome che mi è venuto alla mente che avesse le qualità morali ( apartitiche )è stato proprio Monti,siccome i nostri dipendenti vivono al di fuori della realtà credo proprio che Lui non sarà sicuamente il destinatario dell'incarico.


postato da Massimo Guerra:

(Non deve potere + esercitare la professione di Giornalista, non avere + accesso ai media, essere interdetto alle pubbliche cariche, sia elettive, che non.


Una legge ANTI DEBUNKING è sempre + urgente, il tuo articolo lo dimostra.

La miglior legge l'abbiamo a disposizione (per ora )ed è internet. Se continuiamo con iniziative come il blog di Grillo,e altre, le cose cambiaranno in poco tempo e chissà che non ci liberiamo di questi pagliacci (bipartizan).
Forza Italiani

Guido Dui 20.12.05 17:48| 
 |
Rispondi al commento

Impotente il Governo ad agire nei confronti del Governatore? Ma dove sta la sorpresa, scusate? Dopo 5 anni di governo del centrodx, in Italia non possiamo ancora (A.D.2005) acquistare le semplici Aspirine al supermercato! e questo in barba a quelle belle parole di apertura al mercato, basta di legacci e legacciuoli etc che ci dicevano in campagna elettorale. Quindi: dove sta la sorpresa?

davide motta 20.12.05 17:42| 
 |
Rispondi al commento


Accidenti ma Khol, il cancellierone teutonico concellato dalla vita politica tedesca dopo lo scandalo CDU, non dovrebbe insegnarci qualcosa???
Purtroppo no!!!

Qui, nella terra dei balocchi, gira che ti rigira, ai poteri forti ci sono sempre gli stessi.

Avrei tante di quelle cosa per cui chiedere chiarimenti che non so da dove cominciare.... Ricucci, Colaninno, De Benedetti, Cragnotti, Geronzi, Tanzi, Fiat ecc.ecc.ecc.ecc.ecc.ecc.ecc.ecc.

Saluti

Claudio Spinozzi 20.12.05 17:42| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, sono Luca da Torino, ho letto tutti i commenti ma con tutto il rispetto per
le persone che hanno scritto, mi chiedo che
cosa pretendete? I nostri politici non sono niente altro che la rappresentazione della nostra nazione, pertanto SIAMO NOI!! Li abbiamo (o meglio avete) votati, e dai discorsi che sento in giro li RI-VOTERETE. La mia conclusione e' che fintanto che il diritto di voto e' esteso a tutti (ritardati mentali compresi che rappresentano una bella percentuale nel nostro paese), il risultato non cambiera' mai. Buona Unione a tutti e buon Forza Italia a tutti.

luca.mirra 20.12.05 17:42| 
 |
Rispondi al commento

Come per Tangentopoli,anche stavolta abbiamo delegato alla magistratura penale il compito di lavare i panni sporchi...sinceramente il sol pensiero di dover votare uno tra questi che ci propinano balle a tutto andare,mi vien il voltastomaco!
Non solo sono impotenti,ma ci prendono costantemente per i fondelli,TUTTI.Ultimo esempio?All'ultimo momento hanno ritirato dalla Finanziaria il comma relativo alla tassa dell'1% delle donazioni ricevute dai partiti...ce lo mettono in quel quel posto anche per le briciole!!!Basta!!!Basta!!!Basta!!!

marco longo 20.12.05 17:24| 
 |
Rispondi al commento

sul corriere del 14-12 la moratti annuncia la sua candidatura a sindaco di milano. una pagina intera! peccato che la foto non sia la sua, ma di una velina. guardare per credere!

giovanni boeri 20.12.05 17:18| 
 |
Rispondi al commento

Allora prima d tutto m presento...m kiamo andrea scrivo dalla provincia d genova(pontedecimo) e ho 20 anni....ho appena finito d guardare il tuo dvd Beppe e m hai aperto gli okki su molte cose....io nn ho mai avuto modo d vederti alla televisione anke xke dalla battuta ke hai fatto te a roma 'm vedono in tutto il mondo e io nn poxxo vedermi 2 minuti a casa mia'.....io sn d accordo su tutto quello ke dici...io trovo ke i disordini ke c sn adesso sono dovuti al fatto ke siamo noi ke lasciamo andare a queste situazioni,io magari sn giovane e magari nn conosco molto quello ke accade nel mondo....ma trovo ke l esempio ke hai fatto te d moveon.com(riguardo le riforme negli stati uniti)sia una bella trovata(anke se qua in italia nn c s poxxa permettere molto),ormai nn c e piu democrazia in questo stato(c manca solo uno come fidel castro :-) )cmq io nn poxxo ke augurarti buona fortuna trovo ke il lavoro ke fai sia uno dei piu belli lavori ke c siano(ovvero aiutare,capire e in qlke modo aprire gli okki alla gente),il fatto ke sei l unico qua in italia ke dice senza tante belinate e giri d parole cm stanno le cose....spero ke continuerai forte cosi e t auguro tutto il bene d sto mondo...t trovo una persona trasparente e senza peli sulla lingua...

Cordiali saluti

Andrea


p.s. mia mamma una volta m ha raccontato ke una volta(circa 10 anni fa circa credo,ora nn ricordo qnt tempo fa m avesse detto) nella sua ora d pausa in centro a genova ,tu sei entrato e hai iniziato a discutere e parlare cn tutti....ma intendo nel senso buono....ha detto ke sei una persona buona.....m piace la gente ke dice quello ke pensa senza mezzi termini....cmq
pure mia mamma t saluta e in bokka al lupo x il blog...ke stà andando forte..sai dovresti aprire un partito :-D


spero ke m risponderai al mio commento....visto ke era il primo blog ke ho fatto desideravo presentarmi e commentare il tuo DVD....

Andrea Garau 20.12.05 17:17| 
 |
Rispondi al commento


BUON NATALE NATALE A TUTTI VOI LAUREATI E NON ...TANTO QUA SIAMO ALLA FINE NELLA STESSA BARCA........SI PERCHE' SE NON ABBIAMO UN BABBO IMMANICATO O LA MAMMA UN PO' ZOCCOLA COR CAVOLO CHE SI TROVA IL LAVORO,MONOSTANTE CHE IL BERLUSCA O CHI PER LUI DICHIARI IL CONTRARIO......OGGI VOLEVO DISQUISIRE PER CIO' CHE RIGUARDA QUEL GRAN PEZZO DI EMMENTHAL ..FAZIO......GOVERNATORE DI UNA BANCA E DI UN SISTEMA NON SPUTTANATO. MA DI PIU'.
I SUOI COMPLICI NON SONO SOLO I VARI RICUCCI O FIORANI O CONSORTE MA BENSI TUTTO IL SISTEMA DI MERDA CHE E' STATO CREATO DA SEMPRE IN UNA NAZIONE CHE SI AVVICINA SEMPRE PIU' AGLI STANDARD DEL CENTRAFRICA DOVE UN QUALSIASI FUNZIONARIO DELLO STATO SI PUO PRENDER LA BRIGA DI SUCCHIARTI OLTRECHE LO STIPENDIO ANCHE --CON MINACCE +O - VELATE---UNA PARTE DEL TUO ORGOGLIO ....VERO, CARI PARMIGIANI E FINTI PARMIGIANI ....O GIU' DI LI .PIU' DI GIU' CHE DI QUI...E' SI PERCHE IL SISTEMA BORBONICO AVANZA....PIANO PIANO ..MA AVANZA NEL COSTUME DEI NOSTRI DIRIGENTI....E POLITICI...GRAZIE FAZIO DI AVERCI INSEGNATO COSA E' LA BANCA D'ITALIA CON ANNESSI E CONNESSI....IL BELLO E' CHE TUTTI SONO COMPLICI A COMINCIAR DA BERLUSCONI A FINIRE A BERTINOTTI ,,,,,,PASSIAMO ALLA STORIA E' VENUTA FUORI CHE GIRA E RIGIRA IN CITTA' -QUELLA DEI FINANZIAMENTI DEL TEATRO DI PARMA
OVVERO IL TEATRO REGIO CHE HA BENEFIACIATO DI SOVVENZIONI OLTRE IL DOVUTO----COSI E' LA VOCE DI POPOLO....CHE POI E' VICINA ALLA VOCE DI DIO-----SEMBRA CHE QUESTI FINANZIAMENTI SIANO STATI UNA FORMA DI RINGRAZIAMENTO DA ROMA PER QUALCUNO CHE GESTISCE TANTE BELLE COSE NEL PARMENSE..... SI' PERCHE IN QUESTA CITTA' PIU' CHE FAR ANDARE AVANTI I SOLITI CORTIGIANI DI UBALDI E DEL RE DELLE TALPE MECCANICHE E DEL CEMENTO NON INTERESSI NIENTE ALTRO A NESSUNO.L'UNICO PROBLEMA ERA FAR RIENTRARE NELLE TASCHE DI QUALCUNO LE COSIDDETTE CONSULENZE............ALLORA COSA SI FA'?SI CHIEDE DEI FINANZIAMENTI ALLO STATO ,NON SO' QUALSIASI BALLA VA BENISSIMO E POI CON L'APPOGGIO DI QUALCHE AMICO O PARENTE A ROMA SI

dino enofis 20.12.05 16:56| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di banche, banchieri e truffatori:

tutti coloro che hanno o hanno avuto uno scoperto di conto corrente (chi ha pagato interessi quando il proprio conto corrente è andato in rosso), vada su questo sito:

www.studiotanza.it

e nello specifico:

www.studiostanza.it/pg045.html

troverete le informazioni e i moduli da spedire alle banche per riavere quello che ci hanno indebitamente tolto!

(c'è anche una bella sezione dedicata al signoraggio e ci viene spiegato come farci rimborsare dalla banca d'italia)

Buon Natale!

angela prada 20.12.05 16:45| 
 |
Rispondi al commento

Chiamare giornalista vespa ci vuole del fegato:
Alle domande di Della Valle berlusconi la accusato di demagogia,
per berlusconi demagogia vuole dire:
pensioni da fame,
conflitto di interessi,
corruzzione di giudici,
malasanità
sistema scolastico da pena,
sistema economico italiano gestito da ladri,
magistratura che non appoggia il suo fare mafioso,
affitti da ladri
risorse handicap zero
inquinamento nel mondo,
potrei andare avanti all'infinito
questa per lui è demagogia
ma gli italiani che hanno votato berlusconi come fanno a guardarsi in faccia al mattino?


Spediamo FAZIO sulla LUNA!!! Lui, il portatore nano e tutti i suoi gerarchi ma anche il Tronchetto "dell'infelicità" e tutti i parlamentari che sono nella lista del Parlamento pulito cosi come la TAV e tutti gli altri progetti di M...A!!!

Facciamoci sentire, riprendiamoci la sovranità! Ricordatevi che è sancito dalla Costituzione Italiana che il POPOLO È SOVRANO e non i nostri dipendenti.

Riprendiamoci ciò che ci è stato tolto con l'inganno!!!

Grande BEPPONE sei un MITO ti ho visto a Torino in Piazza!!!

Mat il VALSUSINO!!!

Mat Di Maio 20.12.05 15:59| 
 |
Rispondi al commento

Persone come Fazio, Berlusconi, ecc. dovrebbero essere allontanate dalla faccia della terra. Rinchiusi in una navicella lanciata nello spazio, porre questi signori nella situazione di osservare il nostro pianeta da molto lontano. -...FORSE CAPIREBBERO QUANTO SIA PICCOLA LA NOSTRA TERRA NELL'IMMENSO UNIVERSO. -...FORSE SMETTEREBBERO DI SENTIRSI GRANDI, PERCHè SONO SOLO DEI PICCOLISSIMI ABITANTI DI QUESTO PICCOLO MONDO. -...FORSE VIVREBBERO MEGLIO PURE LORO. ...FORSE...E DICO FORSE...! TI SALUTO BEPPE E FAMMI SAPERE QUANDO VIENI NEL SALENTO!

Vito De marco 20.12.05 15:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ieri sera (19 dic 2005)ho seguito Berlusconi da Vespa. A parte l'atteggiamento da zerbino di Vespa, che non ha minimamente cercato di porre le domande che un qualsiasi giornalista serio farebbe se si trova davanti il presidente del consiglio.
Ma, ditemi un po': ad un certo punto B. ha citato i dati sulla criminalità e copme essa sia diminuita, ma non ho capito la fonte nonchè il riferimento territoriale e temporale dei dati e quali anni venivano messi a confronto. Io ho trovato sul sito Istat (www.istat.it - Giustizia) i dati del 2003 confrontatio con gli anni precedenti, nonchè una "base informativa sulla giustizia" da poco creata che fornisxce qualche dato sul 2004.
Qulacuno mi può aiutare?
grazie

luciano ravaioli 20.12.05 15:07| 
 |
Rispondi al commento

Ma non mi è chiara una cosa o meglio faccio finta!!! Fazio è governatore a vita quindi come un re e senza trono rimarrà "principe" non reggente con mentenuti tutti i vari benefits???

Giorgio Brasa 20.12.05 14:55| 
 |
Rispondi al commento

Fazio se n'è finalmente andato...se l'avesse fatto mesi fa ci avrebbe risparmiato una gran figura di merda davanti al mondo..ma tanto ormai ci siamo abituati. E il premier che fa??? Lo ringrazia per "l'aver fatto un passo indietro"!!!! Ma daiiiiiiiii

VALERIA FONTANA 20.12.05 14:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ecco le sanzioni inflitte al gruppo Monte dei Paschi di Siena (responsabile in solido) per la vicenda dei prodotti di "finanza innovativa" della ex-Banca 121 e venduti poi da tutto il gruppo MPS. Una quarantina i personaggi di spicco sanzionati dalla Consob, fra i nomi di rilievo figurano: Vincenzo De Bustis, Giovanni e Quirico Semeraro, Lorenzo Gorgoni, Nicola Onorati, Valerio Pacelli, Giampietro Gennaioli e Rosanna Venneri. Praticamente tutto il vertice dall’allora Banca 121 è stato multato per un totale di 3.300.000 euro.

Non lo diciamo solo noi ma la CONSOB!

RIDATECI I NOSTRI SOLDI BRUTTI IMBROGLIONI

Raimondo Colagrande 20.12.05 13:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che dire...!
Consumare fiato, energia e le mandibole per parlare, per questa banda di lestofanti di professione, non ha senso. Avverto una strana sensazione...credo che siamo vicini ad un punto cruciale della nostra pseudodemocrazia. La gente e' stanca, davvero stanca e per di piu' sconcertata di fronte a tanti Ponzio Pilato della politica italiana, a cominciare dal Sig. Berlusconi e Co. che io ho votato e che ora me ne pento sinceramente.
Come disse un tale una volta : "governare l'Italia non e' ne' facile ne' difficile...e' inutile."

Buon natale a tutti voi.
Ciao Beppone.

Gaetano Coiro 20.12.05 12:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe (ci possiamo dare del tu?),

io sono risolutamente e ostinatamente ignorante in economia, ma questo articolo mi ha spettinato:

http://www.ilconsapevole.it/articolo.php?id=81

Tu lo sapevi?

Buon natale, a tutti,

Paolo.

Paolo Olivato 20.12.05 12:27| 
 |
Rispondi al commento

ciao,
si capisco la tua scelta,quì in questo paese,chei crede ancora in qualcosa inizia a starci stretto....vivi con la rabbia,perchè i veri impotenti siamo noi,quest'anno ho deciso per il momento di non andare a votare,qualcuno mi risponde che devo perchè ne ho diritto!!!!ci sono molte di cose di cui ho diritto e non le abbiamo! abbiamo infiniti diritti,ma non quando li richiediamo non ci vengono soddisfatti...

maria ricci 20.12.05 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo, ora Fazio si è dimesso. Bene. Ma l'unanimità che circonda questa fine mi puzza di totalitarismo e mi stupisce che neanche Grillo se ne accorga. Quando tutti sono d'accordo, soprattutto chi ne sa pochissimo come molti giornalisti e l'opinione pubblica in genere, e tutti rilanciano la condanna contro un classico simbolo del Male, le cose non vanno affatto bene. Non c'è su Fazio una sentenza della magistratura, non ci sono altro che notizie rilanciate dai giornali e dai mezzi di stampa di tutti i tipi - compreso questo blog. Visti gli attacchi che lo prendevano di mira, dimettersi nel suo caso era doveroso dal punto di vista morale e avrebbe dovuto farlo prima, ma qual è il reale risultato di questa vicenda? Spinta da questa vicenda, quasi del tutto mediatica finora, la classe politica aumenta il controllo sulla Banca Centrale (e forse può farlo solo ora, perché dopo l'Euro conta sempre meno, quindi la si può spartire incuranti dei danni che ci saranno). Allora, la Banca d'Italia passerà da un governatore eletto che dirigeva l'Istituto per un lungo periodo e quindi con un forte potere personale - perciò in grado di dialogare anche con i "poteri forti" e la classe politica (e i risultati "politici" di Ciampi e Dini, tanto per dire, stanno lì a dimostrarlo) - a un tecnico eletto per cinque anni, del tutto al servizio di chi lo ha eletto. Il mandato così breve poi ne farà un'anatra zoppa - come dicono gli americani - già dopo un paio d'anni e appena eletto uno, i nostri politici cominceranno a cercare il suo successore scegliendolo tra le grandi cime della nostra classe dirigente collegata direttamente alle forze politiche. Così al posto di Fazio, tra qualche anno, avremo magari un cognato di Mastella. Si diceva un tempo che la sconclusionata e lottizzata Rai sarebbe dovuta diventare come l'indipendente e organizzata Banca d'Italia, da domani la Banca d'Italia diventerà come la Rai.

Paolo Restuccia 20.12.05 11:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao a tutti,
finalmente è uscito fuori come le banche (non solo quelle inquisite) maneggiano i nostri risparmi, devo dire che siamo stati un pò fessi noi che ci abbiamo creduto. Voglio solo aggiungere una cosa. Ora la classe politica si affanna per cercare "una tutela " per il risparmio dei cittadini.
Beh non ci vuole molto, cari politici, la ricetta è molto semplice, l'avevo già precedentemente segnalata (me ne assumo totalmente la responsabilità qui in questo blog). E' tutto riassumibile in questo slogan:"Le banche devono tornare a fare le banche"
In terza ragioneria mi avevano insegnato la seguente formula: CxRxT=M traduco C (capitale) moltiplicato R (tasso d'interesse) moltiplicano T (tempo) dava un M (montante). Per montante s'intende dunque un capitale investito addizionato degli interessi riconosciuti per il periodo del tempo investito.
Ripeto è una formula che veniva insegnata in terza ragioneria.

Ora le bache devono tornare ad applicare questa vecchia formula, non la "finanza creativa" che tanti risparmiatori ha mietuto.

Ogni correntista avrà riconosciuto un interesse, una remunerazione del capitale che versa nel suo conto corrente.
E' la legge principale del capitalismo su cui le economie occidentali si sono formate nel corso dei secoli.
A Genova all'epoca della Superba - repubblica marinara. Sono nate le prime banche basate proprio su questo principio.

Le banche dovranno remunerare i correntisti e remunerarsi attraverso il Delta (la differenza tra tasso passivo, quello riconosciuto ai correntisti, e tasso attivo, quello da loro praticato per i prestiti a terzi).
Se non riusciranno a guadagnare applicando queste formule è meglio per tutta l'economia e la comunità che non facciamo le banche ma troviano altre attività.
Non bisogna stravolgere le regole e formule fondamentali che reggono un sistema economico. (cosa che "i furbetti del quartierino" e classe dirigente italiana sta facendo da anni)
saluti roberto


CIAO A TUTTI, STO PARTENDO.
HO APPENA FATTO IL BIGLIETTO DI SOLA ANDATA PER L'ARGENTINA.
PENSO E SONO CERTO CHE AVRO' PIU OPPORTUNITA' E FORTUNA IN QUEL BELLISSIMO PAESE.
BUON ANNO A CHI RIMANE A SORREGGERE IL PESO DI 4 GRASSI FARABUTTI.

ANGELO GRIECO 20.12.05 11:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come dice Beppe: "gambizziamo" gli attuali centri di potere (banche ed assicurazioni presso cui appoggiamo i nostri risparmi).
E come dico io: diamo fiducia a chi fa' della trasparenza e dell'etica il vessillo sotto cui adunarsi: mi riferisco a Banca Etica, che è ben presente nel centro-nord (un po' meno nel sud); e non dimentichiamo il consumo critico (comprate da chi garantisce il rispetto dei valori umani, come l'equo e solidale). Facciamo uno sforzo di coerenza nei nostri comportamenti quotidiani !

massimiliano mori 20.12.05 10:33| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei sottolineare un aspetto riguardo le dimissioni di Fazio. Siamo profondissimamente d'accordo sul fatto che era ora che Fazio si dimettesse, dopo aver screditato il nostro paese e la nostra DIGNITA' da ITALIANI, vorrei, però, spostare un attimo il punto di vista e riflettere con voi. In Italia vige la presunzione di non colpevolezza fino a che il giudice abbia emesso sentenza. Domanda come mai Fazio è colpevole (lo è sicuramente) e si dimette mentre il nostro Presidente del Consiglio (ieri sera in forma smagliante davanti a al "chi striscia non inciampa")è slegato da questa dinamica???(chiaramente spero che sia chiaro che la mia è una domanda retorica). C'è da interrogarsi su questi trattamenti differenziati?

Giuseppe Angelè 20.12.05 10:31| 
 |
Rispondi al commento

brava Anna Busi, condivido in tutto e per tutto il tuo commento, anche se non credo che le dimissioni di Fazio, pur salutari, possano far emergere i veri mandanti del capitalismo malato e punta dell'iceberg dell'Italia in bancarotta di questi tempi.

pietro casula 20.12.05 10:30| 
 |
Rispondi al commento

vedete cari amici,la nostra democrazia????ci a resi sudditi senza strumenti per abbattere il SISTEMA di qualunque colore esso sia ci vuole piu determinazione nel farlo anche passando per vie di fatto,altrimenti di ste MERDE non ce ne libereremo piu!!!! Per chi ruba imbroglia e manda in rovina uno stato non ci puo essere che la pena di MORTE senza se senza ma,quest'ultimo caso ma solo in ordine di tempo (FAZIO IL MAIALE)ci dimostra quanto siamo impotenti questa MERDA pur essendo colluso con tutto il sistema BANCARIO alla fine percepira la sua LAUTA pensione e NOI saremo ancora qui ad INDIGNARCI MORTE a FAZIO e a tutti i suoi accoliti .Beppe ti seguo da sempre sei Grande perche hai sempre pagato in prima persona come mè.
Ps berlusconi in GALERA!!!!!!!

claudio alessi 20.12.05 10:18| 
 |
Rispondi al commento

Ma qualcuno sa quali sono i reati "imputati" a Fazio nel periodo del suo mandato, a parte l'essersi "legato alla poltrona"?

Michele Giglioni 20.12.05 10:09| 
 |
Rispondi al commento

Farò a breve... addio Cassa di Risparmio di Firenze, benvenuta Deutsche Bank...

Marco Ermini 20.12.05 10:05| 
 |
Rispondi al commento

La cosa più ridicola che ho sentito circa le dimissioni di Fazio, è quella per cui egli nel darle, si sarebbe sacrificato per il buon nome d'Italia! Incredibile. Queste facce di merda, sono come gli acrobati e i saltimbanchi: cadono sempre in piedi e chissà per quale alchimia, riescono sempre a salvare il culo! Questa volta, però, gli è andata male. Ma fa che la democrazia, in Italia, si stia risvegliando dal letargo? Ma fa che tutto questo lo dobbiamo ad internet e alla sua potenza dirompente? Una cosa è certa, visto anche l'interesse enorme che gravita attorno al blog di Beppe, noto con piacere che ad esso partecipa tutta un'umanità variegata: destra, centro o sinistra che si vogliano, ci stiamo riappropriando della nostra testa. Cerchiamo di comunicare e di abbattere i muri che ci dividono. Che prevalga sempre il buon senso ed il vivere civile. Grazie a tutti. Ho riscoperto il piacere di discutere ed un po' d'interesse per la politica. Di nuovo grazie.

Diego Bellano 20.12.05 09:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vedi caro Michele, il problema è che per certi politici rubare, fare insider tradind ecc. è una cosa normale, loro non li considerano dei reati
(se commessi da loro).
E' per questo che si stupiscono quando vengono indagati, e se li costringono ad andarsene dicono comunque di avere la coscienza tranquilla.
Bisogna entrate nella loro mentalità per capire che per loro certi reati non sono reati.

Alberto Villani 20.12.05 09:56| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe!
Non abbiamo un governo d'impotenti bensí di cozze! Questi dipendenti stanno attaccati alle loro poltrone come delle cozze sugli scogli! Speriamo che venga una bella mareggiata e se li porti via! Lo tsunami ha colpito gente innocente, sarebbe ora che si desse da fare per fare un pò di pulizia nel ns governo!A presto Fabrizio

Fabrizio Papaleo 20.12.05 09:54| 
 |
Rispondi al commento

Per Giglioni
Vuol forse dire che vincerà le elezioni chi dirà di meno?
Viva l'omertà

Mauro Bevilacqua 20.12.05 09:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Effettivemente noi non contiamo nulla per loro, siamo intanti piccoli risparmiatori ma se un giorno ci presentassimo tutti insieme in coda allo sportello a chiedere la restituzione del nostro piccolo gruzzolo... penso che cambierebbero opinione sulla nostra forza economica.

Mi sto ancora riprendendo dal fiume di parole sentite dal premier ieri sera a Porta a Porta, un programma non di parte...

sei grande Beppe!

Carmen Donzelli 20.12.05 09:47| 
 |
Rispondi al commento

In questo blog c'è un'importante tendenza al populismo, ad affermare le proprie idee facendo perno su luoghi comuni come fanno gli anziani al bar...Berlusconi viene deriso 24 ore su 24 da tutto il mondo; nonostante questo ieri sera su porta a porta il sindacalista e Della valle non sono riusciti ad opporre a Silvio nulla di più che affermazioni campate per aria quando lui si è presentato con dati alla mano(veramente organizzati). Ritengo ci siano tanti motivi per cui non si dovrebbe votare berlusconi. Ritengo altresì come dice Grillo che non uno fra Prodi, Bertinotti... si presenta davanti l'elettorato e parla di tecnologia, di energia o di opere pubbliche...Di futuro!!L'unica persona che non vorrei votare perchè considero scorretta è la sola che si presenta organizzata, con un programma e dati alla mano. Proprio questo gli permetterà di vincere le prossime elezioni.

Michele Giglioni 20.12.05 09:41| 
 |
Rispondi al commento

penso che non cambierà niente se fazio si dimette, tanto chi prenderà il suo posto farà i suoi stessi "errori". ciaoooooooooo


x Luka Morello

Meglio comunque Prodi che un governo che ruba ai poveri per dare ai ricchi ...meglio Prodi che un governo che è oggetto di derisioni dal mondo intero (a prescindere dal colore politico) ...meglio Prodo che un regime fascista "addolcito" ...a meno che tu sia un imprenditore disonesto, mafioso, razzista, ...in tal caso, scusami!

Peppe 20.12.05 09:06| 
 |
Rispondi al commento

X LUKA MORELLO

Quindi, secondo te, è meglio un governo di affaristi, fascisti e post tali, leghisti, mafiosi, o nella migliore delle ipotesi da preti (che odiano il vangelo) ecc? Voglio solo ricordarti che la sinistra che andò al governo attuò una politica di destra ...ma forse questo ti è sfuggito ...

Fabio Renzi 20.12.05 09:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siccome l'arroganza è uno degli atteggiamenti più fastidiosi ed insopportabili, mi auguro che all'ex governatore Fazio facciano un mazzo colossale, cosa che magari avrebbe potuto evitare se avesse avuto il buon gusto di dimettersi subito.
Cambiando solo un pò argomento vorrei lanciare un sondaggio: secondo voi quanto durerà ancora l'unione della Falchi (Lady finanza) e Ricucci?

marcello carli 20.12.05 08:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fazio si è dimesso "per il bene del paese"!!!
Capite???
Ha voluto farci un ragalo!
Ma che gentiiiiile!

Ma vaffanculo!

I delinquenti al potere in Italia, quando li beccano per qualche reato e sono in un modo o nell'altro costretti a fare un passo indietro, hanno preso l'abitudine di dire sempre "Lo faccio per il bene del paese..","E' stata una scelta dura ma se può aiutare..."

Ma rivaffanculo!

Lo fai perchè ti hanno beccato!
Altro che storie!

Forse andare a messa tutte le domeniche o andare a parlare col papa non valgono più come prove di innocenza assoluta nei tribunali!

Scusate lo sfogo ma rivedere per l'ennesima volta Fazio nella sua posa da disperato che si regge la testa con la mano sul giornale stamattina me li ha fatti girare!

Buona giornata a tutti!

Michele Mencarini 20.12.05 08:30| 
 |
Rispondi al commento

Fazio si è dimesso "per il bene del paese", capite???
Ci ha voluto fare un regalo a noi!
Che gentiiiile...
Ma vaffan....!!!!

I delinquenti che stanno al potere in Italia quando vengono beccati per qualche reato e sono quindi costretti a fare qualche passo indietro, hanno preso il vizio di dire "Lo faccio per il bene del paese..." eccetera!
Ma per favore!!!!
Lo fai perchè ti hanno beccato!
Altro che storie!
Forse andare a messa tutte le domeniche o andare a parlar col papa non valgono più nei tribunali come prove di innocenza assoluta!

Michele Mencarini 20.12.05 08:22| 
 |
Rispondi al commento

Caro Luka, è giusto rispettare il tuo commento anche se forse ti potevi esprimere con più tatto, mantenedo invariate le tue idee, che così espresse cadono nel volgare.

Detto questo voglio dire a Beppe di continuare a dare voce a tutti quelli che sono alla ricerca di una verità diversa da quella mascherara e fittizia, che la tv ci propina ogni giorno. Svegliare le coscenze di chi ti legge è il tuo grande pregio, mi raccomando non cambiare mai.
Buon lavoro e buone feste.

Anna busi 20.12.05 07:12| 
 |
Rispondi al commento

ma ... mi chiedo, la sinistra o la dc..... han fatto meglio o han mandato in puttane l'Italia???

quale persona puo tirar su l'Italia ora?? Prodi???

ma facciamoci un piacere

beppe fai il comico.... i politici.... studiano... non cazzeggiano....e sopratutto non guadagnano 30/40 euri a crapa x sparar le cazzate che si dicon nel web e nei giornali...

se fosse x me .... avresti continuato l'attività dei tuoi... il panettiere.
ciao

luka morello 20.12.05 06:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


COMUNICATO STAMPA

Lecce, 20/12/05

Il caso BANCA POPOLARE ITALIANA – FAZIO – FIORANI va ad aggiungersi ai già noti casi PARMALAT, CIRIO, BANCA 121, e costituisce l’ennesima dimostrazione, laddove ve ne fosse ancora bisogno, di come la società attuale viva nell’era dell’economia virtuale e della finanza creativa. La ricchezza non si accumula più, o non solo, secondo i tradizionali processi produttivi: “spendo 5 per produrre, vendo a 7, guadagno 2”; parlando di società di dimensioni notevoli, tali da influenzare il mercato, e maggiormente di concentrazioni o cartelli tra esse, più che il guadagno sulla singola operazione conta il flusso finanziario che si riesce a creare, e l’uso che di tale risorsa si riesce a compiere.
ITALIA DEI VALORI aveva già denunciato l’esistenza di questi processi perversi, che stravolgono l’economia e distruggono le aspettative di reddito dei risparmiatori, ed anzi i loro stessi risparmi, evidenziando come in Italia questo pericolo si ravvisava con riferimento alle COMPAGNIE DI ASSICURAZIONI, che, nell’odierno mercato globale e virtuale, potevano non avere più interesse a guadagnare nella gestione di un ramo assicurativo, o nello stesso proprio esercizio dell’attività nel suo complesso, essendo sufficiente che dalla gestione di tale attività derivasse comunque un cospicuo flusso di denaro, che di per sé comporta un apprezzamento in borsa del titolo della Compagnia che di tale flusso beneficia, e che costituisce valida base finanziaria per ulteriori manovre speculative. Sulla base di queste considerazioni già un anno fa ITALIA DEI VALORI aveva presentato una denuncia al Garante della concorrenza, evidenziando come la concentrazione delle Compagnie di assicurazioni e l’accorpamento dei servizi di liquidazione fossero strumentali all’assunzione di una posizione predominante sul mercato, che consentisse ai promotori di tali operazioni di effettuare operazioni virtuali a proprio esclusivo vantaggio. Per quanto è dato conoscere è in corso

piergiorgio provenzano 20.12.05 04:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OMOSESSUALITA SIAMO INDIETRO 500 ANNI.
Una sentanza del TAR da ragione (ovvias), a un giovane siciliano che gli venne ritirata la patente su segnalazione degli organismi militari dichiarandolo malato mentale in quanto omosessuale. La motorizzazione dovra' indennizzare il giovane per 500mila euri.
A me sembra poco, dovrebbero indennizzare a tutti gli italiani con un senso civico e morale sano, in quanto offende la democrazia la liberta'e uguaglianza delle le persone.
Vedo purtroppo che il nostro paese sopratutto sulle liberta' degli individui in riferimento alle sue scelte sessuali e' rimasta al medioevo.Secoli di repressione cattolica??? Pasolini ci indicó il cammino, pero lo utilizzano solo per quello che gli conviene. Mi dispiace ancor di piu' quando vedo che non c'e' disinibizione e coraggio di avanzare su questo tema neanche dalla nostra sinistra. E' ora che ammettiamo che il governo di Zapatero in confronto al nostro e' come una galassia luminosa distante milioni anni luce.
Vi prego non cancellatemi anche questo commento, e' gia' il 3º che vi scrivo, ed ho molta stima per Beppe e per la sua volonta' di liberta' e critica, pero non capisco perché i miei messaggi spariscono. Grazie

salvatore cibelli 20.12.05 03:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che ne dici di questo manifesto?

Aldo Sanfilippo 20.12.05 02:40| 
 |
Rispondi al commento

A Stefano Bellunato (segue)
La protezione a Fazio risulta visibile in ogni numero dell'Osservatore Vaticano, organo della CEI.
Fazio e Fiorani sono grandi amici e frequentano gli stessi ambienti ecclesiali. Fiorani amava fare convegni con vescovi, cardinali e intellettuali di area cattolica e ha sempre finanziato lautamente una organizzazione religiosa cara a Fazio, la Fondazione Sorella Natura di Assisi, che ricorre anche nelle intercettazioni telefoniche, e che piaceva molto al cardinale Re.
Poi c'è l'adesione ai Legionari di Cristo, formazione che piace molto al Papa, che nasce in Messico nel '41 e si diffonde in molti paesi europei e americani, in Italia dal '50, 22 strutture universitarie e 158 scuole. Questa organizzazione di laici al servizio del Vaticano è molto forte ed è più reazionaria dell'Opus dei. Una figlia di Fazio, Maria Chiara, è suora laica dei legionari di Cristo e anche la moglie di Fazio vi è molto attiva. Anche un altro indagato, il senatore Luigi Grillo, risulta dare 5000 euro di beneficenza ai legionari di Cristo, dunque anche lui entra in questo gruppo o cerca di entrarvi. E Fiorani fa di tutto per visitare spesso anche lui la casa generale dei Legionari di Cristo.
Infine ci sono i rapporti tra il Vaticano e Antonveneta, che non sono poi cosi' oscuri, visto che ne parla anche il Financial Times. Su Antonveneta Fazio è indagato per insider trading, cioè compravendita di azioni in cui Fazio ha spifferato informazioni utili sull'andamento così da far realizzare forti guadagni.
Come le Coop rosse anche le banche vaticane avrebbero il divieto di agire con fini speculativi. Come si vede, questo divieto è stato facilmente sueprato da ambedue, le banche cattoliche dovrebbero operare secondo la morale senza inseguire il profitto, anzi una delle differenze piu' sostanziali tra cattolici e protestanti dovrebbe essere proprio la considerazione del denaro, per i protestanti (specie americani) il profitto è lecito e santo, per i cattolici no, e uno dei motivi di persecuzione degli ebrei era che essi erano banchieri, cambiavalute e usurai, ma si vede che i principi cambiano col tempo e del resto il vescovo usuraio di Napoli, Giordano, non ha mai avuto alcuna punizione e Marcinkus è stato trattato con la massima considerazione finché lo scandalo dell'Ambrosiano non ha travolto tutto e anche dopo il papa vietò che fosse processato, mettendolo in salvo in America.
La finanza cattolica è formata da banche locali, quelle, per intendersi dei Sindona, dei Marcinkus e dei Calvi.
Ora lo scandalo sembra tornare su Roma e i cardinali cercano di scansarlo, ma le rivelazioni di Fiorani potrebbero essere compromettenti anche per la Chiesa.
Tra gli insospettabili di cui Fiorani sta rivelando gli intrighi potrebbe esserci anche qualche cardinale.

Non ti basta?

viviana vivarelli 20.12.05 01:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a Stefano Bellunato
mi sembri poco preparato sui rapporti Vaticano banche.
Ti consiglierei di cominciare con una lettura utile: "In nome di Dio. La morte di papa Luciani "Autore: Yallop David
Magari ti giova. Tratta della morte di papa Luciani vista alla luce dello scandalo dell'ambrosiano. Non puoi essere cosi' giovane da non averne sentito parlare ne' cosi' vecchio da averlo dimenticato.
Nell’affare Fazio-Fiorani c’e’ dentro lo IOR, la Banca del Vaticano guidata da Re-Sodano-Ruini. Fazio avrebbe dovuto garantire anche qualche bel guadagno alle finanze vaticane. Lo stile di malaffare e’ sempre quello dell’Ambrosiano che porto’ a 8 morti e al blitz di 1.193 miliardi di lire di allora.
Il Vaticano è sempre stato il primo protettore di Fazio. Te lo puo' dire qualunque bancario o lo trovi su Sole24ore.
Il pres. della Banca centrale europea, Trichet, ha protetto Fazio per non deludere lo IOR da cui si aspetta una carica importante.
Lo IOR è diretto da Hans Tietmayer, grande amico di Fazio.
Fazio è grande amico del cardinale Giovan Battista Re, di Sodano e di Ruini. La protezione a Fazio è stata visibile in ogni numero dell'Osservatore Vaticano, organo della CEI.
Fazio e Fiorani sono grandi amici e frequentano gli stessi ambienti ecclesiali. Fiorani amava fare convegni con vescovi, cardinali e intellettuali di area cattolica e ha sempre finanziato lautamente una organizzazione religiosa cara a Fazio, la Fondazione Sorella Natura di Assisi, che ricorre anche nelle intercettazioni telefoniche, e che piaceva molto al cardinale Re.
Tutti dicevano che appena l'appoggio della Chiesa sarebbe stato tolto, Fazio si sarebbe dimesso e cosi' e' stato. Ieri e' uscita la voce che cardinale Re gli avrebbe chiesto le dimissioni. Oggi le ha date.
Ti basta?

viviana vivarelli 20.12.05 00:30| 
 |
Rispondi al commento

Bueno! A questo giro la vignetta si legge bene :) Bravi!

Roberto Bandini 19.12.05 22:47| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe Grillo non pensi che tutti noi che ci scagliamo con il primo burattino del mese in odor di essere un malfattore o un politico corrotto o con il Presidente del consiglio,che cerca di fare quel che puo' salvaguardanto gli interessi di tutti e' anche i suoi (come del resto faresti anche tu)anzi come fai andche tu che vorresti che la sinistra dei tuoi amici
salisse al potere per far girare la luna al contrario? anzi quando e' prevista la tua trasmissione in rai in prima serata per far ridere i mariti di quelli che hanno comprato le bustine di sale da Wanna Marchi? E' quando guadagnerai in quella serata li..... sicuramente quello che io guadagnero' in tutta la mia vita. Pensaci grillo quello che fai e'la tua fonte di sostentamento; Ascolta a me' almeno candidati o organizza il tuo pubblico per andare a pulire il Tevere o L'arno o vai a picchettare con ituoi fans lo zenn di Palermo per farlo demolire;almeno ti ammirero' anchio per qualcosa che non sia solo fumo della tua voce. Buone Feste a te e' alla tua famiglia.

Diego Cammilleri.

Diego Cammilleri 19.12.05 22:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

da buon cattolico il Dott Fazio frequenta chiese, forse per lavare i suoi peccati...

bernardino ferri 19.12.05 21:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

finalmente si e'tolto dalle palle ora dobbiamo liberarci dei suoi compagni di merende i vari Fiorani,Ricucci,Bille'e company viva la magistratura l'unico soggetto di garanzia di questo assurdo paese..

CARLO SIMONETTI 19.12.05 20:39| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi ha ringraziato il Dott Fazio per essersri ehm.. spontaneamente dimesso o forse per non averlo trascinato nel vortice degli scandali? Secondo me, a parte il periodo di cronaca sentiremo ancora parlare di Fazio o meglio Fazio parlare...
Mediolanum est.
Ciaoa tutti

Giancarlo Rossini 19.12.05 20:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao Beppe...
nn ho sentito al tg piemonte della tua partecipazione a torino(o forse me la sono persa).
a proposito di (membri) impotenti ho sentito parlare della pornotax proposta dalla sig.ra santanchè... è un bene o un male per gli adolescenti?..nel senso le s***e costeranno di più??????
sei forte beppe!!!!

ricciardi raffaele 19.12.05 19:08| 
 |
Rispondi al commento

finalmente l'incopetente presuntuoso si e' AUTOPENSIONATO!!pccole gioie per noi comuni mortali,ma adesso mi domando..quanti di quelli che sapevano (assistenti,portaborse,segretari ecc.ecc)rimarranno al loro posto ??c'e' un modo per tutelarci da un'altra incul..a??visto che abbiamo scoperto QUESTI per sbaglio,dovremmo aspettare il prossimo sbaglio.BEPPE AIUTACI AD AIUTARCI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

gianluca damiani 19.12.05 19:02| 
 |
Rispondi al commento

ERA URA CAZZU!!!

fortunato fiorenza 19.12.05 18:53| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe , esiste un Cosiglio Superiore della Banca d'Italia , ma ne esiste anche uno Inferiore ?
Non pensi che di fronte ad una vicenda come questa si dovrebbe dimettere tutto il Consiglio ?
La democrazia dice che chi infrange le regole dovrebbe andare a casa , ma come mai questo vale sempre per gli altri e mai per chi ha il potere ?

Daniele Centurelli 19.12.05 18:17| 
 |
Rispondi al commento

FAZIO SI E' DIMESSO.....ALLELUJA!!!!!!!
PENSAVO CHE L'ATTACK CHE AVEVA SULLA SEDIA NON LO FACESSE PIU' ALZARE.
FUORI UNO! SI FA' PER DIRE PERCHE' SE DOVESSERO ANDARE A CASA TUTTI QUELLI CHE NON VANNO BENE(E SAREBBE ORA)AVREMMO IL PARLAMENTO VUOTO.....
FORSE SAREBBE MEGLIO COSI' PIUTTOSTO CHE SOTTOSTARE ALLE LEGGI DELLA MAFIA.
CIAO ELISA

ELISA VENTURA 19.12.05 18:15| 
 |
Rispondi al commento

chissà che scalpore per le dimissioni di FAZIO.Magari riesce a far dimenticare il delitto di cogne e i coniugi albano & lecciso e altre mille p***anate di cui ci propinano tutti i santi giorni "le fonti di informazione"non dimentichiamoci che dopo il gruppo dei massoni c'è sempre l'opus dei(sembra il nome di un farmaco)poi trovi i rosa croce i cavalieri di malta(che non sono muratori)e quant'altro.E caso strano tutti hanno il loro sporco interesse,ma l'italiano si fà continuamente sedurre e incantare dalle favole e regolarmente in fila beelando va e si dirige alle urne e da fiducia a coloro che non la meritano perchè il buon pastore ha consigliato che se vince quello invece dell'altro anche le pecore avranno un pò di erba in più da brucare.invece ti accorgi che giorno dopo giorno c'è sempre più terra bruciata.Per fortuna tra non molto inizia il grande FRatello così dimenticheremo anche FAZIO.....MEDITATE E SOPRATUTTO KE CAKKIO VI è RIMASTO DA RISPARMIARE???

gianni sartori 19.12.05 18:03| 
 |
Rispondi al commento

Fazio si è dimesso ... era ora , ma non penso la situazione cambi molto .
Al posto suo verrà un altro Fazio ?
Se non si cambiano le regole del gioco ho paura che anche sarà una vittoria di Pirro ...

Daniele Centurelli 19.12.05 18:03| 
 |
Rispondi al commento

Perché non proviamo a valutare la vera forza del BLOG di Beppe ?
Basta concentrare tutte le nostre "attenzioni" su una singola Società disonesta(magari qualche nota Compagnia telefonica) e vedere i riflessi commerciali.
Sono sicuro che potrebbe essere l'inizio per aggiustare finalmente questo paese facendo fallire chi non si comporta correttamente.
Una volta constatata la vera forza che abbiamo, abbiamo solo l'imbarazzo della scelta.

Mario Tutto Commentatore in marcia al V2day 19.12.05 18:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

chissà che scalpore per le dimissioni di FAZIO.Magari riesce a far dimenticare il delitto di cogne e i coniugi albano & lecciso e altre mille p***anate di cui ci propinano tutti i santi giorni "le fonti di informazione"non dimentichiamoci che dopo il gruppo dei massoni c'è sempre l'opus dei(sembra il nome di un farmaco)poi trovi i rosa croce i cavalieri di malta(che non sono muratori)e quant'altro.E caso strano tutti hanno il loro sporco interesse,ma l'italiano si fà continuamente sedurre e incantare dalle favole e regolarmente in fila beelando va e si dirige alle urne e da fiducia a coloro che non la meritano perchè il buon pastore ha consigliato che se vince quello invece dell'altro anche le pecore avranno un pò di erba in più da brucare.invece ti accorgi che giorno dopo giorno c'è sempre più terra bruciata.Per fortuna tra non molto inizia il grande FRatello così dimenticheremo anche FAZIO.....MEDITATE

gianni sartori 19.12.05 17:44| 
 |
Rispondi al commento

chissà che scalpore per le dimissioni di FAZIO.Magari riesce a far dimenticare il delitto di cogne e i coniugi albano & lecciso e altre mille p***anate di cui ci propinano tutti i santi giorni "le fonti di informazione"non dimentichiamoci che dopo il gruppo dei massoni c'è sempre l'opus dei(sembra il nome di un farmaco)poi trovi i rosa croce i cavalieri di malta(che non sono muratori)e quant'altro.E caso strano tutti hanno il loro sporco interesse,ma l'italiano si fà continuamente sedurre e incantare dalle favole e regolarmente in fila beelando va e si dirige alle urne e da fiducia a coloro che non la meritano perchè il buon pastore ha consigliato che se vince quello invece dell'altro anche le pecore avranno un pò di erba in più da brucare.invece ti accorgi che giorno dopo giorno c'è sempre più terra bruciata.Per fortuna tra non molto inizia il grande atello ccosì dimenticheremo anche FAZIO.....MEDITATE

gianni sartori 19.12.05 17:42| 
 |
Rispondi al commento

ed ora avanti un altro
burattino o burattinaio?
da domani tutti a versare il risparmiuccio in banca
ora siamo + tranquilli, poveri noi

gianpaolo bianco 19.12.05 17:37| 
 |
Rispondi al commento

fazio si dimette...e i politici del centro destra lodano il CORAGGIO ed esaltano la loro fott..a stima per uno degl'uomini più vergognosi che l'Italia abbia mai avuto.
Bravi

marco farese 19.12.05 17:19| 
 |
Rispondi al commento

CARI AMICI DEL BLOG,CAPISCO IL VOSTRO ENTUSIASMO
PER LA BELLA NOTIZIA: "IL GOVERNATORE DELLA BANCA D'ITALIA FAZIO SE NE VA'".
MA NON SPERATE CHE PER QUESTA GENTE (AMMESSO CHE SIANO COLPEVOLI) SI APRANO LE PORTE DELLA GALERA.IN UNA MANIERA O NELL'ALTRA TROVANO LA SCAPPATOIA PER USCIRNE IMMUNI.IN PIU'CON IL LORO BEL MALLOPPO CHE HANNO INCAMERATO SULLA PELLE DELLA POVERA GENTE,SI RITIRANO AD UNA VITA AGIATA
E INDISTURBATA.
PENSATE IL SIGNOR FIORANI E' DISPOSTO A RISARCIRE 70MILIONI DI EURO.........
CHISSA' COSA HA RUBATO !!!!!

brembilla giorgio 19.12.05 17:16| 
 |
Rispondi al commento

FAZIO SI E' FINALMENTE LEVATO DAI C@GLI@NI!!!

Bondi: "Il governatore della Banca d'Italia, Antonio Fazio, ha dimostrato un alto senso delle Istituzioni in coerenza con la sua riconosciuta onestà intellettuale e morale".

Ma non c'è propri limite alla faccia di bronzo!!!

Mario Rosi 19.12.05 17:12| 
 |
Rispondi al commento

Beppe!!!!!!!!!!!
Si è dimesso!!!!!!!!
Ora vediamo chi ci propinano!

Ciao.

antonio barbis 19.12.05 17:09| 
 |
Rispondi al commento

FAZIO SI E' DIMESSO: ERA ORA!!!!!!
ALEEEEEEEEEEEEEEEE OOOOOOOOOHHHHHHHHHHHHH
ALEEEEEEEEEEEEEEEE OOOOOOOOOHHHHHHHHHHHHH

Anna Maria Zanot 19.12.05 17:07| 
 |
Rispondi al commento

HO APPENA SENTITO AL TG LA NOTIZIA CHE FAZIO SI E' DIMESSO EVVIVAAAAAA
SE NE DEVONO ANDARE TUTTIII
DOBBIAMO LOTTARE FORZA!

Manuela Catalano 19.12.05 17:06| 
 |
Rispondi al commento

Ma qualcuno sa spiegarmi perchè ogni volta che sento Cossiga o leggo un articolo di Ferrara, sento parlare di questo super complotto contro i politici, i banchieri, i raider. Io sono ingegnere non avvocato, ma mi pare che se uno ha commesso un reato debba pagare PUNTO e BASTA. Non potrebbe essere così semplice???

gian luca petruzzi 19.12.05 17:05| 
 |
Rispondi al commento

Mi piace l'idea di chiudere tutti i conti, di combattere l'ascesa al potere di Governatori massoni e mafiosi. Ma, caro Grillo, dobbiamo preparare un'altra gigantesca petizione, scritta. Farla girare e affiggerla ovunque, solo così possiamo sconfiggerfli. SCRIPTA MANENT. Creiamo nuovi comizi, come di fatto fanno quelli della Casa delle Libertà di Genova, creiamo luoghi dove si possa firmare, anche nei bar e nelle scuole. Quando si cercavano le vittime dello tsunami c'erano elenchi ovunque. Perchè non si può farlo per togliere di mezzo dei PIRATI?
Vi ricordo che mentre noi ci decidiamo ad unirci, proprio ieri su Telesur, nuova emittente latina, andavano i discorsi di Chavez ( guarda il caso minacciato di essere ucciso dal governo USA) che sta cercando di UNIFICARE TUTTA l'AMERICA LATINA, staccandosi dal potere del FMI e della World Bank. Sapete perchè l'Argentina è finita così ( e si scrive sulle prime pagine che l'Italia farà quella fine)? Proprio per la presenza di quelle stesse banche che qua vogliono levarci pure i centesimi dal portamonete! E' in arrivo LA SCHIAVITU'! La sede centrale è proprio il FMI. Il FMI e la World Bank sono legate ai Bildeberg, ai Massoni di 50 anni fa, all' UE di Bruxelles, a tutto quello schifo , compreso il Governo di Blair, che vogliono un Nuovo Ordine Mondiale di pochi potenti, volgarmente "globalizzazione dei G7-8-9" . TUTTI gli attentati, dall'11 sett a Londra, sono atti terroristrici voluti, girano documenti che comprovano la preparazione anticipata dei suddetti ad opera di CIA e altri organismi OCCULTI. Sapete chi è il capostipite della CIA? Un noto stregone dell'occultismo, satanismo come volete voi. Sapete le tessere di Blair e Bush che timbro portano: Skull & Bones, Massoneria, e altri ordini SATANICI. Digitate su Internet David Icke e saprete tutto
SVEGLIAAAAAAAAAAAAAAAA!
SVEGLIAAAAAAAAAAAAAAAA!
giucomposer@fastwebnet.it

Giuliano Caimmi 19.12.05 17:04| 
 |
Rispondi al commento

Perchè negare l'evidenza?
Ciao Fazio, sarà per la prossima volta.
Ritenta, sarai più mascalzone.

Nicoa Brandi 19.12.05 17:03| 
 |
Rispondi al commento

FAZIO SI E' DIMESSO...VAI BEPPE!!!

elia rizzuti 19.12.05 17:03| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
dopo questa splendida notizia io resto comunque preoccupato!
Chi prenderà il posto di Fazio?
Perchè nonostante le sue dimissioni io ormai non mi sento più sicuro come risparmiatore?
Perchè ho come la sensazione che il prossimo governatore sarà simile al suo predecessore?
Perchè si è dimesso solo ora e tutti siamo felici, quando sappiamo benissimo che doveva farlo già da tempo?
Perchè anche se Fazio si è dimesso io non credo che giustizia sia stata fatta?
Perchè mi sembra che quest'uomo più che dimettersi dovrebbe essere rinchiuso in carcere insieme ai suoi amici?
Perchè mi sento così preso ancora per il c..o?
Perchè?

Denis Pazzaglia 19.12.05 16:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BEPPE SEI GRANDE ! NON DELUDERCI MAI. FAZIO SE NE VA AUGURI.ADESSO CLEAN UP THE PARLIAMENT.

Massimiliano Liccardo 19.12.05 16:56| 
 |
Rispondi al commento

finalmente, l'ultimo barlume di dignità, in giro per il corpulento figuro di Fazio ha preso il sopravvento sulla colla che teneva il suo cellulitico sedere incollato alla poltrona. Grazie a Dio la Dignità ogni tanto ha la meglio!!!

carlo g 19.12.05 16:56| 
 |
Rispondi al commento

FAZIO SI E' DIMESSO...EVVIVA'...

ALESSANDRA DE BENEDITTIS 19.12.05 16:56| 
 |
Rispondi al commento

ore 16.30 FAZIO SI DIMETTE!

facciamo una "ola".
Dio c'è!
Ora ne ho le prove...
Grazie! Bel regalo di Natale!!
Evviva!
saluti!

giorgia chiarelli 19.12.05 16:53| 
 |
Rispondi al commento

Ho appena sentito su Capital Che Fazio ha presentato le dimissioni!
Era ora!
Evviva!!!

Basso De Felice 19.12.05 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Si è dimesso....

L'incredibile è accaduto....
ci ha lasciato....

Finally

Dario Mozzaglia 19.12.05 16:44| 
 |
Rispondi al commento

E adesso, speriamo che Fazzio, sia così inca**ato che faccia tutti i nomi, così facciamo piazza pulita una volta per tutte.

Gianni Fraeli 19.12.05 16:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dimissioni Fazio
E' una bellissima notizia....significa che un minimo di coscienza e' rimasta....
Ora andate dritti fino a Berlusconi e compari di merende...e' li' che culmina il marciume e lo schifo....l'interesse privato su quello collettivo a scapito dell'Italia, Paese del Terzo Mondo Europeo

Walter 19.12.05 16:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

INCREDIBILE!!
Fazio ha deciso di sbullonarsi dalla poltrona.....

Stefano Bornia Commentatore in marcia al V2day 19.12.05 16:40| 
 |
Rispondi al commento

E' UNA BUONA NOTIZIA O UNA TRISTE REALTA' ?

CON IL SENNO DI POI, A QUESTO PUNTO, AVREBBE DOVUTO FARLO SUBITO.

SPERIAMO CHE LO FACCIANO A CATENA ANCHE I NOSTRI DIPENDENTI CONDANNATI.

Enrico Mattioli 19.12.05 16:37| 
 |
Rispondi al commento

Bankitalia senza governatore: Antonio Fazio si è dimesso


Il governatore della Banca d'Italia si è dimesso, sull'onda dello scandalo della Banca popolare di Fiorani. In un comunicato Fazio dice che si tratta di una decisione «autonomamente assunta con tranquilla coscienza, è volta a riportare, serenità nel superiore interesse del paese e della banca d'italia».

marco 19.12.05 16:36| 
 |
Rispondi al commento

A NATALE IN TUTTE LE MIGLIORI PROCURE D'ITALIA ANDRA' IN ONDA:

"MANI PULITE 2: LA VENDETTA DEI POLITICI!!!"

RAGAZZI!!!!!!!!

FAZIO SI E' DIMESSO!!!

PREPARATEVI A 4 MESI PRE-ELEZIONI CON BOMBE AD OROLOGERIA PER TUTTI...

SI SALVI CHI PUO'!!!

AHAHAHAHAHAHAHAH

Saverio Serio 19.12.05 16:35| 
 |
Rispondi al commento

....finalmente,
Antonio Fazio................
S'E' DIMESSOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Alessandro Pizzi 19.12.05 16:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fuori uno!! Finalmente si è dimesso. Avanti così!

Flavio Fava 19.12.05 16:31| 
 |
Rispondi al commento

Forza Ragazzi, questo è Il primo gradino verso la trasparenza e legalità. In ITALIA

Gianni Fraeli 19.12.05 16:31| 
 |
Rispondi al commento

Si è dimesso!!

Giuseppe Cammarota 19.12.05 16:28| 
 |
Rispondi al commento

Fazio si è dimesso!!! Ladro schifoso!!!!
era ora!!
Fazio sei la vergogna dell'Italia!!

Matteo N 19.12.05 16:27| 
 |
Rispondi al commento

Bye bye FAZIO!!!

Diego Lazzarich 19.12.05 16:26| 
 |
Rispondi al commento

SI E' DIMESSO!!!!

Silvano Arrigoni 19.12.05 16:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Beppi Menozzi 19.12.05 12:52 | Rispondi al commento
credo che ti abbia già risposto Giampiero Solenghi. comunque a parte il fatto che non sono un sinistroide (in quanto o già detto che voterò Di Pietro)giudica tu se ciò che dico è vero o falso:
come era prima il reato di falso in bilancio:
ART. 4. - D.L. 429/82 Convertito in legge 516/ 82 (manette agli evasori)
È PUNITO CON LA RECLUSIONE FINO A CINQUE ANNI E CON LA MULTA FINO A LIRE DIECI MILIONI CHIUNQUE, AL FINE DI EVADERE LE IMPOSTE SUI REDDITI O L'IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO O DI CONSEGUIRE UN INDEBITO RIMBORSO OVVERO DI CONSENTIRE L'EVASIONE O INDEBITO RIMBORSO A TERZI:
7) ESSENDO TITOLARE DI REDDITI DI LAVORO AUTONOMO O DI IMPRESA, REDIGE LE SCRITTURE CONTABILI OBBLIGATORIE, LA DICHIARAZIONE ANNUALE DEI REDDITI OVVERO IL BILANCIO O RENDICONTO AD ESSA ALLEGATO OCCULTANDO COMPONENTI POSITIVI DEL REDDITO O ESPONENDO COMPONENTI NEGATIVI FITTIZI, TALI DA ALTERARE IN MISURA RILEVANTE IL RISULTATO DELLA DICHIARAZIONE.
come è adesso:
D.Lgs. 61 /2002 - Articolo 2623 (Falso in prospetto). - Chiunque, allo scopo di conseguire per sé o per altri un ingiusto profitto, nei prospetti richiesti ai fini della sollecitazione all'investimento o dell'ammissione alla quotazione nei mercati regolamentati, ovvero nei documenti da pubblicare in occasione delle offerte pubbliche di acquisto o di scambio, con la consapevolezza della falsità e l'intenzione di ingannare i destinatari del prospetto, espone false informazioni od occulta dati o notizie in modo idoneo ad indurre in errore i suddetti destinatari è punito, se la condotta non ha loro cagionato un danno patrimoniale, con l'arresto fino ad un anno. Se la condotta di cui al primo comma ha cagionato un danno patrimoniale ai destinatari del prospetto, la pena è dalla reclusione da uno a tre anni.
saluti

Vincenzo Curcio 19.12.05 16:19| 
 |
Rispondi al commento

Ciao tutti ragazzi! Laltra sera ho avuto una visione di Beppe sulla tv...
Perché non proviamo a sottoscrivere una rete televisiva e radiofonica libera e di corretta informazione?
Utopia? Mah...
Buon Natale a tutti e anche a te e alla tua famiglia Beppe.
Ciao

Giancarlo Rossini 19.12.05 16:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando uno canta subito é per mostrare la sua disponibilità totale.

Quindi chi interroga sarà propenso a pensare che gli stia dicendo tutto quello che c'é da dire.

Enrico Leopardi 19.12.05 16:11| 
 |
Rispondi al commento

Io ho un conto corrente ai Monte dei Paschi. Per "incisività" credo che bisognerebbe dare seguito alla proposta di disdire c/c o assicurazioni tutti in un solo giorno. Dicci quando. Grazie Beppe!

Roberta Pizzocaro 19.12.05 16:05| 
 |
Rispondi al commento

http://www.repubblica.it/2005/l/sezioni/economia/banche22/nomipol/nomipol.html

Leggere questa pagina mia ha letterelamente fatto vomitare sullo schermo del mio pc, Fiorani sta cantando e ha tanto da cantare...ha fatto già nomi, ma nomi gorssi mica piccoli pesci e secondo voi come andrà a finire!?!? io già lo so...tra qualche mese finirà tutto in qualche condanna mentre i pesci grossi resterrano liberi in questo lago di merda che è l'Italia

Giorgio Simonetti 19.12.05 15:49| 
 |
Rispondi al commento

Prima erano tutti amici di Fazio..ora che è arrivata la magistrature e Fazio sta cadendo in disgrazia saranno tutti contro di lui da destra a sinistra. Questa e una cosa vergognosa.

mauro comuzzo 19.12.05 15:44| 
 |
Rispondi al commento

Che dire ancora? Se sono impotenti, che i nostri politici da circo Barnum si facciano una bella cura di cialis, viagra ecc. Forse alle prossime "erezioni" riusciranno a capire perchè tutti noi siamo incazzati e stufi di votare sempre le solite facce di merda...........

Diego Bellano 19.12.05 15:41| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
non ti pare strano che nessuno o quasi parli del ruolo della massoneria quando succedono questi casini tipo fiorani. fazio, ecc?
sembra che tutti abbiano (oppositori e fustigatori compresi) una paura fottuta di parlare di questo argomento. Non voglio dire che la massoneria come tale abbia ordito quelle trame, certo che no, ma che questi personaggi siano sempre, dico sempre, inseriti in qualche loggia rispettabilissima, è fuori di dubbio.
Intediamoci bene: qui non c'entrano logge deviate tipo p2 ecc. cosa che viene sempre tirata in ballo per mettere in salvo la vera loggia padrona; E' NELLE LOGGE RISPETTABILI che questi figuri girano con grembiulino e compasso,e ci restano sino a quando non la fanno troppo grossa. Che c'entra allora la massoneria? apparentemente niente, perchè riesce sempre a lavarsene le mani un attimo prima che la si tiri in ballo, mentre in realtà è il vero motore di questo sistema di merda, assolutamente bi-partisan, cioè presente in tutti gli schieramenti politici e gangli vitali dello stato.
Quello che mi da fastidio è che MAI nessuno dei cosiddetti NOGLOBAL dice una parola o fa una anche minima manifestazione contro una loggia massonica, che pure accoglie coloro che, di solito, dovrebbero essere fumo negli occhi per loro.
Che ne dici? Non sarai mica massone anche tu?
ciao
Gianni

Gianni Peso 19.12.05 15:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io devo chiudere il mio conto la prossima settimana...in + quando devo andare a prelevare i miei soldi mi devo anche sentire dire che se ho bisogno di 1000€ devo avvisare prima e soprattutto di prelevarli tramite bancomat quando in banca sanno benissimo che ne posso ritirare 250€ al giorno!!!
questo perché ogni operazione me la fanno pagare!!!
pagare per avere i propri soldi!!!
ladri!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Sara Meloni 19.12.05 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Il governatore Fazio non risponde ai suoi azionisti perché costoro, essendo privati, non possono intervenire in questioni pubbliche quali la politica monetaria (ora passata alla BCE) e il controllo degli enti bancari (che sono gli stessi azionisti di Bankitalia).
Il governatore Fazio non risponde al Governo, né al Parlamento, proprio perché si era voluto mantenere l'indipendenza della banca centrale dal controllo politico (ma questo accadeva quando la politica monetaria dipendeva da Bankitalia, mentre ora è materia BCE).
Il governatore Fazio non risponde a Trichet, governatore della BCE. Anche se forse l'escamotage dei regali ricevuti da Fiorani(questione etica) potrebbe portarlo a rispondere.

Fazio non risponde. Fazio è sordo. Cercasi mimo.

stefano sciacchitano 19.12.05 15:22| 
 |
Rispondi al commento

...di respirare la stessa aria dei dipendenti non mi va....ed è per questo che ho rinunciato alla mia ora di libertà....e benché loro si ritengano assolti, sono per sempre coinvolti!
Il cavaliere ha il coraggio di apparire impopolare quando fa o dice
cose per il bene della sua casa, menefrego ! è il suo motto interiore
più genuino e più vero.
E all’opposizione con molta difficoltà vedo volti chiari e sento voci limpide. Se il povero Occhetto era accusato di “ondivagità”, non so di cosa possono essere accusati gli altri, quelli che temono l’impopolarità,
quelli che tolgono dalle loro scrivanie il mezzobustino in bronzo di
Lenin o di altre effigi e simulacri cui erano legati in passato.
Se credi alla croce appendila al muro o portala! Manca la genuinità ed è
questo a creare confusione e a portare acqua al mulino di chi oggi ci governa.
Mi devo convincere che le persone capaci di slancio, munite di giudizio e non collocabili in un partito, quelle migliori , che potrebbero farci uscire da questo lungo impasse, non siano disposti a farsi carico della cosa oppure siano resi "indisposti" dai partiti e dalle aree politiche in cui gravitano.
Non varrà molto il mio giudizio, desidero il cambiamento, ma ancora non mi piacciono le facce che vedo. Non mi piacciono i paciocconi, mi
dispiacciono gli smunti, mi da fastidio il ghigno con simulazione di sorriso, non amo i nuovi Albero Sordi . Non mi piacciono quelli che non vedono l’ora di dare lezioni agli altri. Una massima zen che potrei suggerire agli attuali governanti e a quelli futuri, di destra o di sinistra ( a tutt’oggi preferisco ancora la sinistra!),
una massima che vale anche a livello individuale dice: “ Tutto quello che vuoi trattenere lo perderai e tutto quello che vuoi perdere non ti lascerà
molto facilmente”.
Forza Beppe e Buon Natale a tutti i blogghisti.

Luigi Gennari 19.12.05 15:17| 
 |
Rispondi al commento

Vi segnalo questo interessante sito sul grande truffa chiamata signoraggio:
www.signoraggio.info

Divulgate...

Vanni Alberti 19.12.05 15:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un altro messaggio importante.

Aldo Sanfilippo 19.12.05 14:53| 
 |
Rispondi al commento

Un altro mes

Aldo Sanfilippo 19.12.05 14:50| 
 |
Rispondi al commento

Il problema degli azionisti privati di Bankitalia è che, durante le privatizzazione degli istituti di credito avvenuta negli anni '90, nell'attivo delle banche rimasero le quote del capitale di Bankitalia (che per statuto può essere controllata solo da enti pubblici).
Per questo, il professor Galgano ritiene che ora quelle partecipazioni valgano zero.
Per questo, all'ultima assemblea degli azionisti di Bankitalia, il presidente di Banca Intesa (Bazoli) ha ripetuto che l'unica attività di azionista sono proprio i dieci minuti in cui interviene all'asseblea annuale (e in cui chiede se c'è un compratore della sua quota!).

Quindi, la privatizzazione è stata una mini-truffa perché include un bene pubblico (le quote di Bankitalia)!

stefano sciacchitano 19.12.05 14:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

..piccolo ma esauriente articoletto a proposito di costi e stipendi in Bankitalia e altre amenità:

http://www.disinformazione.info/graziebanchieri.htm

fra ncesco 19.12.05 14:27| 
 |
Rispondi al commento

Speriamo che martedì il Consiglio Superiore della Banca d'Italia ci tolga dai piedi questo "governatore" , visto che non ha avuto la decenza di farlo da solo.
Non perdiamo quest'ultima occasione per dare un briciolo di parvenza di dignità a questo Paese
(se ancora ci è rimasta).

Alberto Villani

Alberto Villani 19.12.05 14:19| 
 |
Rispondi al commento

Caro stefano Bellunato,
io di legami affaristici di Fazio col Vaticano non ho proprio parlato, ho accennato alla ostentata "religiosita`"del Fazio che fa le letture a messa, e fara`sicuramente tante tante buone azioni (leggi donazioni). Sarebbe bello sentire il Ruini parlare piu`direttamente di questi casi di abusi di potere , ma lui e`preso da altri temi ...dovresti essere tu il primo ad indegnarsi, perche`Cristo disse chiaramente"o Dio o Mamona".Sono agnostico,lettore di testi di OGNI religione(forse sono troppo credente per un solo credo) , mentre ti vedo troppo emotivamente coinvolto nelle passioni ideologiche-religiose per mantenere questi entusiasmi per anni.Non vorrei che presto diventerai di nuovo un ex.

paolo moretti 19.12.05 13:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Impressionante, quanto siamo considerati cretini da questa banda di cialtroni dei ns. politici!
Ora, che Fiorani parla e li sputtana, ora vogliono legifare per eliminare Fazio, fino a ieri il "nano diceva che era impossibile, non esistevano leggi in proposito; lui che ha segato la magistratura e che è "sceso in campo" per farsi leggi e salvarsi il cu....
Sfacciati è dire poco (e non faccio distinzione, ds. e sn.), appenderli tutti per i piedi come è già stato fatto con qualche loro predecessore! Non sarebbe giustizialismo, cattiveria, barbarie; con gente simile che dimostra di non avere rispetto per la società comune e serietà, diventerebbe legittima difesa.

I. Visconti 19.12.05 13:34| 
 |
Rispondi al commento

Fazio.Una manovra "all'italiana" per far dimettere il governatore reo di comportamenti "all'italiana"
svolti su richiesta di "italiani".

Non c'è che dire siamo veramente unici;ma anche un pò monotoni;il governo cercherà qualche scappatoia per far fuori il rè di bankitalia.
I "professori italiani" sono al lavoro.
Chi darà la prima pugnalata? Non vi è dubbio che la mano trema;il colpo dovrebbe essere mortale per evitare contrattacchi e più d'uno si rivolgerebbe volentieri ai servigi della rinomata "Caffetteria Jail" di Sindona Square a Londra dalle parti di un famoso ponte.
Sarà fallita o ha cambiato gestione? la seconda direi.E anche lì la mano trema.
E Fazio aspetta.Che cosa? Meglio dire chi.
Chi impersonificherà la Provvidenza questa volta?
Confesso che mi stò divertendo,altro che fiction.
Chi vincerà il premio Brachetti?
Intanto il pentito sbraca....
"L'ho sempre detto io, sti cattolici mollano, mollano.."
"Ma guarda che senza quelli mica si aprono le porte ...... di là"
"E c'hai ragione pure tu, ma io mi stò quasi stufando,perchè non ce spostiamo un pò da un'altra parte?"
"mmmh non sò,quà sò secoli mica Las Vegas,vediamo questa e poi decidiamo" .....

Mino Ceporelli 19.12.05 13:26| 
 |
Rispondi al commento

@ Beppi Menozzi, 19.12.2005 alle 12:52

In realtà il falso in bilancio non è stato depenalizzato in SENSO FORMALE, ma nella sostanza il suddetto reato non esiste più.
Infatti, nel 2001, allorchè il nucleo regionale della GdF di Milano stava indagando il Gruppo Mediaset per il reato di falso in bilancio, il neoeletto Presidente del Consiglio varò un provvedimento legislativo organico, in base al quale:
1) la pena detentiva per il reato di falso in bilancio passava dai canonici 5 anni (come per il reato di truffa) al nuovo LIMITE MASSIMO DI 12 MESI; in virtù del Codice di Procedura Penale, di fatto ricorre quasi sempre lo stato precario di saluti del bancarottiere inquisito: nessuna si fa più di qualche giorno di cella (Calisto Tanzi docet).
2) i termini di controllo di Consob sulle società quotate sui mercati regolamentati passava dai 60 giorni decorrenti dal deposito dei bilanci in Consob (vecchi termini) ai 15 giorni; in pratica l'organo di vigilanza è costretto ad un mero controllo formale dei bilanci depositati: è più facile fregare soldi.
3) la Consob, quale organo amministrativo può arrivare a sanzionare la società quotata con non più di 103.000,00 EUR di sanzione.
Pensa un po' quante cagate ti ha raccontato il tuo Berlusconi...

Giampiero Solenghi 19.12.05 13:25| 
 |
Rispondi al commento

Leggete qua.

http://www.cirieinforma.it/pagine/testo.asp?id=239&codice=0

C'è scritto perchè senza copertura politica il Consiglio direttivo di Bankitalia di fatto non possa sfiduciare Fazio

Paolo Grossi 19.12.05 13:20| 
 |
Rispondi al commento

La questuione Fazio è allucinante, ci fa veredre che, chi è al potere è talmente convinto di avere sempre la verità in tasca e di essere nel giusto sempre, di essere sempre corretto in poche parole di poter fare tutto e non si rende conto del male che stà fcendo a se stesso ed agli altri. Ma io dico quando si guarda allo specchio non si fa schifo? Ma non si vergogna mostrare la sua faccia in giro a tutti gli italiani, tutti i giorni? Possibile perdere tutti i freni inibitori sino a questo punto? Ma quest'uomo non ha un minimo di dignità? Per lui la dignità è solo nei soldi e nel potere? POVERINO!!!!!!! Caro signor Fazio si ricordi che anche lei su questa terra ha i giorni contati come tutti noi e i soldi ed il potere quando chiuderà gli occhi li dovrà lasciare sulla terra, ci pensi!!!

gabriella trabattoni 19.12.05 13:08| 
 |
Rispondi al commento

x Vincenzo Curcio

Quoto una tua frase:

"1) E' inserita una norma che allegirebbe di più il falso in bilancio (ma coe dopo la sua quasi depenalizzazione nel 2001 lo si vuole quasi rendere legale ?)"

E' veramente indicativa di cosa riesca a fare la disinformazione di sinistra. Pensa che sono tutti convinti che il falso in bilancio non esista più, grazie a Berlusconi, ed ora la sinistra stessa, che ha diffuso questa falsa notizia, critica la legge che ne propone un alleggerimento.
Allora che razza di informazioni ci date, sinistroidi?

B

Beppi Menozzi 19.12.05 12:52| 
 |
Rispondi al commento

Messaggio inviato sul blog del Giulivo che vi fa tanto schifo.

Riguardo agli interrogatori di Fiorani.

Non so voi ma a me Fiorani e tutto il giro losco dei banchieri mi sta particolarmente sulle OO, penso che il libero mercato sia un?altra cosa e che con corporazioni e lobby, soprattutto quando sono piene di soldi, si faccia ben poca strada. Le banche sono sempre state uno dei più gravi freni allo sviluppo dell?Italia ed ora si capisce anche perché; si capisce pure perché l?industria in Italia è gestita da grandi finanzieri e non v?è un vero gruppo di Industriali con la ?I? maiuscola, capaci di fare piani industriali di produzione e prendersi responsabilità a lungo termine.

Detto questo, sono un po? scosso dal fatto di percepire sentimenti di vendetta e di pulizia ?etnica? esattamente come al tempo di Tangentopoli. Tutti sappiamo com?è andata a finire:
10% di marcio scoperto, 90% lasciato tranquillamente senza troppi pesi sullo stomaco, e buona parte degli indagati, rovinati ed esclusi per sempre dalla vita politica, alla fine prosciolti.

Tutti sappiamo, o almeno lo sa chi vuole vederlo, che TANGENTOPOLI E? STATO UN GOLPE.

Occhio. Attenzione al golpe finanziario. Dentro i colpevoli, ma attenzione al golpe finanziario.

MESSAGGIO PER I GRILLINI
Riflettete su quel che ha detto Grillo? sfiduciare Fazio. A me Fazio dà lo stesso senso di ribrezzo che dà a voi, fin da quando ha preso a calci Staffelli dimostrando l?omino squallido che è. Ma da sfiduciarlo ora, al GOLPE giudiziario ci passa molto poco. Rifletteteci bene, è un film già visto.

Beppi Menozzi 19.12.05 12:44| 
 |
Rispondi al commento

Mi scrive Luca:
"L'accordo di Banca Etica con Poste italiane è una buona cosa, però aggiungiamo qualcosa:
Per i versamenti con il conto incontro viene applicata una commissione di 5 € a versamento ( con un limite di 3.500 € per >versamento di contanti e assegni liberi ) .
Per i prelevamenti la commissione è di 2,50 € e oltre ad esserci un limite massimo di 4.000 € è necessario fare sempre (anche per importi inferiori) la prenotazione 4 giorni prima tramite
apposito modulo rinvenibile anche sul sito. Esiste un conto ad hoc il CONTO RISPOSTA nel quale sono una serie di servizi compresi e ovviamente in cui versamenti e prelevamenti presso le Poste sono gratuiti.
Dice Luca: Non so a chi sia da attribuire, però 5 euro mi sembra strozzinaggio. Credo che ci sia tanto da indagare sulle banche, nei prossimi anni, e tanto da restituire ai correntisti. Possibile che prestare dei soldi a una banca costi 100 euro all'anno, minimo? Per che servizi? E' possibile dover
leggere attentamente rigo per rigo l'estratto conto, e ad ogni voce strana dover andare in banca a chiedere lumi? So che non è (ancora?) il caso di Banca Etica, però nelle comunicazioni e nelle convenzioni ciò che si spende non lo dicono neanche loro.

viviana vivarelli 19.12.05 12:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
purtroppo la Cassa di Risparmio di Firenze mi tiene "incatenata" per via del mutuo e non posso chiudere il conto corrente, ma ti assicuro che lo farei molto volentieri e non solo per la causa anti-Fazio!!!!!!

maria rossi 19.12.05 12:33| 
 |
Rispondi al commento

Giusto!! Come procede questo scontro Rothschild Vaticano ?!!

Jinko Kamen 19.12.05 12:26| 
 |
Rispondi al commento

petizione urgente da sottoscrivere e inviare ai nostri dipendenti palamentari:
come Cittadini Italiani, in ossequio all'articolo 50 della nostra Costituzione chiediamo che nella discussione in atto sula riforma sul risparmio venga inserito:
1) che la Banca D'Italia divenga di proprietà e controllo dello stato e assicuri una reale concorrenza tra le banche e l'ababssamento delle tariffe bancarie (le più alòte d'Europa"
2)che la nomina del governatore sia a termine e venga nominato con maggioranza qualificata del Parlamento su proposta di un serie di candidati proposti dal governo i quali non abbiano conflitti di interesse con l'incarico che andrebbero a svolgere
copia, incolla e inviala ai nostri parlamentari
saluti

Vincenzo Curcio 19.12.05 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Caro Paolo, vorrei da te, invece di prese in giro gratuite e poco divertenti sui cattolici , informazioni più precise sulle relazioni Fazio-Fiorani-Vaticano. Poi mi piacerebbe che mi rispondessi ad un'obiezioncella: come mai se l'Italia è davvero così sottomessa alla buia influenza del Vaticano, come sembrerebbe sia il caso dai tuoi e da altri commenti, come mai in Italia, dicevo, si può abortire, divorziare, sfilare al gay pride sotto al Vaticano ecc... ma non mettere i figli in una scuola cattolica senza dover sborsare tutta la retta, allorchè anche i cattolici pagan le tasse, o avere case un pò più grandi dove si possa avere famiglie numerose senza vincere al superenalotto?
Non capisco poi che problema ti faccia il cilicio o la lettura altrui. Credimi, farebbe bene anche a te un po' di cilicio e qualche lettura di mia conoscenza, ammenocchè tu non sia un ex-seminarista arrabbiato. Lì ci vuole solo un miracolo, ma anche quelli sono possibili.
Saluti, credimi, affettuosi. Un "ex-compagno" pentito e dissociato, oggi felicemnte cattolico praticante, che non vede più scandali solo dove gli comoda.
La verità vi farà liberi.
Ah, dimenticavo, Buon Natale.


stefano bellunato

stefano bellunato 19.12.05 12:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Malgrado altri commenti, che segnalano che il vero problema è il SIGNORAGGIO, non capisco come mai chi "può" in questo blog non prende in mano la questione. Tutto il resto Banche, Fazio ecc... è conseguenza e andargli contro, da solo l'illusione di stare affrontando il problema. In realtà l'elite che stà sopra non è minimamente intaccata da queste guerre che anzi crea per il "DIVIDI ET IMPERA".
Comincio a dubitare di chi fa battaglie senza considerare il signoraggio, in fondo mi sembra di sentire:
1)Fai campagna elettorale
2)Parla e rompi i c... ai singoli burattini (Fazio, Fiorani, Il politico ecc...) tanto li cambiamo con altri dei nostri....
Ma non toccare il vero argomento.. il Signoraggio
(Quasi quasi se fai il bravo ti ripresenteremo in televisione...)

Meditate gente

Salvatore Macrina 19.12.05 12:04| 
 |
Rispondi al commento

io ho già pensato di togliere il mio c.c. dalla San Paolo IMI da tempo e prima della fine dell'anno metterò in opera quanto ho detto adesso. Non mi fregano più.Grazie Beppe per darmi qualche consiglio giusto, non sono sempre d'accordo con quello che dici, e molte volte filtro sempre con le mie idee, con il mio modo di vedere la vita, quello che tu dici; lascio quasi sempre invariato solo lo scheletro del tuo pensiero, il resto lo metto io;
una cosa è certa, come nel film matrix tu Morpheus mi hai dato la pillolina rossa per entrare nel paese delle meraviglie, e io ti ho seguito; il resto cerco di pensarlo da solo, ascoltando te e molte altre campane.solo una cosa: grazie.
Ciao un saluto a tutti i bloggers

claudio ferigo 19.12.05 12:01| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe, ciao a tutti!
è da un pò di mesi che pensavo cambiare banca, non vi dico in quale banca ho il conto ma non è una pulitissima...
ma un conto mi serve quindi mi chiedo cosa fare. qualcuno mi puo dire qualcosa riguardo la banca etica? sto pensando informarmi per aprire un conto da loro.
ringrazio in anticipo

daglie duro beppe, sei un grande!

lucas caravia 19.12.05 11:53| 
 |
Rispondi al commento

tante parole........ che servono solo il distogliere dall'agire!
chissa' se la blindatura auto che anch'io ho pagato e' di buona qualita'.....rincrese per i dipendenti custodi.ma si sa i cani difendono sempre i padroni,devono mangiare pure loro non avendo mestiere! ne abbiamo avuto conferma recentemente in valsusa.
non sarebbe ora di muoversi? ci sono tanti modi incruenti per farlo. uno e' quello di non pagare piu' gabelle...mancando le crocchette e il carburante se non altro il vergognoso modus vivendi
di queste ignobilta'si presenterebbe meno istigatorio.non lamentiamoci abbiamo quello che tolleriamo e possiamo ancora DIRLO.
gianpaolo

gianpaolo bianco 19.12.05 11:48| 
 |
Rispondi al commento

Che la Banca D'Italia avesse come azionisti le stesse banche è davvero ridicolo. Come è ridicolo che un mandato non abbia un termine.

A proposito ma la BNL non è quella incaricata di ricevere i fondi di Telethon? Ho sentito (ovviamente una notizia LENTA e non ROCK) che ci sarebbe qualche problema anche con gli EURO raccolti con gli SMS in favore delle popolazioni colpite dallo Tsunami. Non capirò mai come è possibile che i Presidenti di varie meritevoli Associazioni, in certi casi ricevano dalle stesse compensi da manager.

Speriamo bene.... ci stanno rubando i sogni.

Flavio Cerreto 19.12.05 11:47| 
 |
Rispondi al commento

caro grillo è la solita politichetta italiana dove la politica industriale non esiste.
prendi i soldi e scappa.
ciao

pasqualino santi 19.12.05 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,

Siamo alle solite..
Parlo di Fazio, Fiorani e tutta la combriccola.
Il nostro oltre ad essere un paese ridicolo e veramente poco serio, sembra che lotti tutti i giorni perché da noi cresca sempre di più l’ignoranza e la disinformazione, di stato o no.
Uso leggere i commenti a i tuoi post e ne ho trovato uno che definirei “Tipico italiano”.
Ovvero ignorante e disinformato.
Una persona (della quale non ripeterò il nome) affermava che il problema dell’Italia è il sud.
Immagino abbia nella testa i soliti stereotipi, nullafacenti, ladri, sfruttatori di risorse.
Cioè esattamente quello che si potrebbe dire di Fiorani da Lodi (che ancora non fa provincia ne di Napoli ne di Lecce o Palermo).
Con questo non voglio dire : “Visto dove sono i ladri?” Anche perché sarebbe scontato (visto che i poteri economici e quindi politici nonostante Roma risiedano certamente al nord) e inesatto poiché ci sono sicuramente connivenze e personaggi che vengono dal sud.
Qui bisogna capire che la tragedia è trasversale e coinvolge tutte le parti e le persone della penisola.
Al “poco” informato commentatore del tuo post consiglierei oltretutto di studiare la storia e soprattutto cercare di informarsi su come funzionano certi “perversi meccanismi politico-economici” che hanno regolato la storia e che regolano il nostro stato.
Anche per me sarebbe facile dire (dati ufficiali alla mano) che il sud era certamente più prospero (anche del nord) sotto i Borbone, ma è storia antica.
Adesso l’importante è che bisogna liberarsi di questi falsi capitalisti parassiti che vivono sulle spalle di quelli che lavorano e della loro connivenza con i nostri dipendenti.

Antonio Del Prete 19.12.05 11:16| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,

Siamo alle solite..
Parlo di Fazio, Fiorani e tutta la combriccola.
Il nostro oltre ad essere un paese ridicolo e veramente poco serio, sembra che lotti tutti i giorni perché da noi cresca sempre di più l’ignoranza e la disinformazione, di stato o no.
Uso leggere i commenti a i tuoi post e ne ho trovato uno che definirei “Tipico italiano”.
Ovvero ignorante e disinformato.
Una persona (della quale non ripeterò il nome) affermava che il problema dell’Italia è il sud.
Immagino abbia nella testa i soliti stereotipi, nullafacenti, ladri, sfruttatori di risorse.
Cioè esattamente quello che si potrebbe dire di Fiorani da Lodi (che ancora non fa provincia ne di Napoli ne di Lecce o Palermo).
Con questo non voglio dire : “Visto dove sono i ladri?” Anche perché sarebbe scontato (visto che i poteri economici e quindi politici nonostante Roma risiedano certamente al nord) e inesatto poiché ci sono sicuramente connivenze e personaggi che vengono dal sud.
Qui bisogna capire che la tragedia è trasversale e coinvolge tutte le parti e le persone della penisola.
Al “poco” informato commentatore del tuo post consiglierei oltretutto di studiare la storia e soprattutto cercare di informarsi su come funzionano certi “perversi meccanismi politico-economici” che hanno regolato la storia e che regolano il nostro stato.
Anche per me sarebbe facile dire (dati ufficiali alla mano) che il sud era certamente più prospero (anche del nord) sotto i Borbone, ma è storia antica.
Adesso l’importante è che bisogna liberarsi di questi falsi capitalisti parassiti che vivono sulle spalle di quelli che lavorano e della loro connivenza con i nostri dipendenti.

Antonio Del Prete 19.12.05 11:15| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe, mi stai dicendo che la banca d'Italia che dovrebbe essere un controllore è proprietà dei controllati (banche)... conflitto di interessi?

guido b 19.12.05 11:14| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo,
più che chiudere il nostro conto corrente sarebbe opportuno organizzare un'altra iniziativa, forse più semplice da attuarsi e comunque non meno significativa.

Si potrebbe individuare un giorno - da pubblicizzare sul tuo blog - ed invitare il maggior numero di correntisti a recarsi in banca e prelevare contemporaneamente una determinata cifra (sono sufficienti 1.000/2.000 euro). Questa iniziativa, che provocherebbe evidenti disagi al nostro sistema bancario, servirebbe anche a testimoniare la nostra protesta contro tutta una serie di disservizi e comportamenti assolutamente poco trasparenti (vedi, per tutti, la nota vicenda del calcolo degli interessi).

diamoci da fare per gridare "basta!"

luigi marotta 19.12.05 10:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma i nostri dipendenti non si rendono conto che se Fazio si fosse dimesso subito o lo avessero fatto dimettere subito i danni per l'Italia sarebbero stati minimi e magari saremmo stati elogiati per la nostra correttezza!!!!

Sarà un sogno??

F.DATO

Filippo Dato 19.12.05 10:56| 
 |
Rispondi al commento

In un qualsiasi Paese civile, un amministratore (politico/dipendente, presidente/amm.re delegato, etc...) di un'istituzione, che commette un errore, viene chiamato a rispondere di fronte ai suoi datori di lavoro (azionisti, elettori, clienti, consumatori, etc..).
Da noi potrebbero anche promumoverti.
Non so se dopo tutti i gradi di giudizio saranno confermati, in una sentenza di condanna, i reati ipotizzati per il governatore della Banca d'Italia. So però che il sospetto non deve macchiare la "moglie di Cesare": qui su di Cesare in persona, stando agli atti della magistratura, c'è forse qualcosa in più di un sospetto.
Quindi tutti i Cda normali di Paesi normali dovrebbero chiedere all'amm.re/governatore di avere la libertà di difendersi lasciando la carica che non è personale ma sociale.
Dicevo in un Paese normale.
Saluti ai bloggers

Alfredo Morfini 19.12.05 10:52| 
 |
Rispondi al commento

per quanto mi riguarda ho già chiuso il mio conto corrente BNL perché delusa dal sistema bancario

Barbara Biancolini 19.12.05 10:42| 
 |
Rispondi al commento

Gentili lettrici e lettori, desidero segnalarvi in maniera speciale il libro Euroschiavi di Marco Dellaluna e Antonio Miclavez, Arianna Editrice. Gli autori di questo libro straordinario, autorevoli e competenti professionisti nei loro rispettivi campi d'attività, hanno reso disponibili il frutto di anni di ricerche, contatti, studi appassionati e approfonditi con autorevoli studiosi e ricercatori. Si tratta di un'opera molto importante, alla cui realizzazione abbiamo collaborato negli ultimi mesi, richiedendo agli autori di arricchirla di informazioni e documenti che la rendono senz'altro unica e molto importante per comprendere alcune delle ragioni delle attuali e future difficoltà economiche. Difficilmente potrete trovare una descrizione così chiara, dettagliata e completa dei meccanismi che hanno condotto al pauroso indebitamento dello Stato Italiano, che ci costringe di conseguenza a pagare tasse esagerate e sempre maggiori in futuro, e che comporta la svendita di tutte le ricchezze accumulate nei secoli. Terreni comuni, palazzi castelli e musei, opere d'arte, strade e autostrade, aziende e istituzioni, tutto gradualmente viene venduto al sistema bancario per pagare i debiti che nascono dal signoraggio bancario, che rende i Governatori della Banca d'Italia e della Banca Centrale Europea i veri sovrani e tiranni delle nostre vite, più potenti di chiunque altro, intoccabili e al di sopra di ogni legge parlamentare.

Vi invito personalmente a leggere con attenzione questo libro, perché riguarda la vostra vita quotidiana, le vostre entrate e le vostre spese, spiega chi decide veramente le sorti dell'Italia e dell'Europa, la pace o la guerra, il petrolio o il solare, perché chi ha in mano il portafoglio è il vero padrone della nostra vita economica.

Giorgio Gustavo Rosso

max freeman 19.12.05 10:32| 
 |
Rispondi al commento

la vicenda di Fazio e dei suoi compagni di merende è una storia paraddosale. si sono fatte una serie di leggi non a favore dei cittadini (non sto qui ad elencarle le conoscete tutti) mettendo nel dimenticatoio la legge sul risparmio che dopo queste gravi vicende si tira fuori e si vuole approvare prime dello scioglimento delle camere (il 7 febbraio 2005). La rifoma del risparmio alla quale l'attuale maggioranza vorrebbe la complicità dell'opposizione presenta degli aspetti inquietanti e che occorre riflettere:
1) E' inserita una norma che allegirebbe di più il falso in bilancio (ma coe dopo la sua quasi depenalizzazione nel 2001 lo si vuole quasi rendere legale ?)
2) chi sarà il sostituto di Fazio ?
credo che una seria riforma della tutela del risparmio debba secondo la mia modesta opinione prevedere:
a) il passaggio dalla Banca di Italia (impresa privata di proprietà di banche italiane private) all'antitrust della vigilanza bancaria e controllo
b) farla ritornare di proprietà dello stato
c) mandato a termine non solo del governatore ma anche del consiglio della banca
solo così sarà indifferente chi andrà a sostituire Fazio nel caso si dimetta (si spera !)
cmq e concludo rimane molto critica la situazione e ritengo come la situazione poteva essere affrontata con molta calma in questi ultimi cinque anni e non arrivare a fare le cose male e in fretta e all'ultimo minuto !!!!!
saluti

Vincenzo Curcio 19.12.05 10:30| 
 |
Rispondi al commento

Fino a prova contraria il libero mercato offre l'opportunità di delocalizzare le produzioni all'estero tenendo conto, purtroppo, che produrre in Italia è spesso penalizzante per alcuni settori il tessile in particolare. Sono convinto che un imprenditore che assume certe decisioni non lo fa con felicità e indifferenza ma spesso siano determinate da grandi conflitti emotivi prima che economici. Di certo, il mercato attuale non ti consente di perdere terreno e ti colpisce inesorabile se non ti adegui.Cosa fare allora per arginare il fuggi fuggi dall'Italia? Non certo abbassando ci stipendi, alti rispetto ai paesi poveri, ma appena sufficienti per vivere in Italia. Un segnale pero' andrebbe dato: dare facoltà alle imprese di assumere e licenziare senza dover subire controversie sindacali di alcun tipo. Sono convinto che molti imprenditori con questa opportunità sarebbero maggiormente incentivati a rimanere, diversamente è inevitabile il contrario. Piangere e lamentarsi non serve a nulla.

TAZIO CAVANNA 19.12.05 10:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io l'ho già fatto, anche perchè in un anno gl'interessi maturati sono stati 50cents€, considerato che il tasso annuo lordo era 0,00125%. Perchè dobbiamo pagare con i nostri soldi i loro conti? Considerate che con i c/c di ognuno,tra costi improponibili rispetto a tutte le banche europee e mondiali, tassi talmente ridicoli ai correntisti e interessi di mora al 14-16% in caso d'indebitamento, loro guadagnano cifre spropositate e dopo se qualcuno ha fatto degli investimenti, si trova come nel caso bond argentini, azioni cirio, parmalat, ad avere non titoli con un valore economico ma carta da culo.
A quel punto meglio tenerseli in tasca o utilizzare vere banche e non società mafiose, visto quello che sta accadendo con Fazio e amici.

marco rugo 19.12.05 10:23| 
 |
Rispondi al commento

Ma qualche anima pia cattolica,
che parli in difesa dei due re mogi Fazio e Fiorani, li leggero`su questo sito, oggi?

Stanno tutti in cilicio?

Avete fatto la lettura in chiesa , ieri?

paolo moretti 19.12.05 09:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forse sbaglio; ma avevo sentito che è stato lo stesso Fazio a sceglieree nominare buona parte del consiglio superiore della Banca......
E allora che si si può aspettare?

Angelo Falchi 19.12.05 09:59| 
 |
Rispondi al commento

forse dovremmo prendere atto che ormai è tutto perduto.
e la conferma secondo me l'avremo con l'inizio di quello che si prevede lo scandalo del secolo,
sono curioso di vedere quanta gente arriverà davanti ai giudici, e quanti saranno suicidati prima.

forse stiamo trascurando il potere che è ancora nelle mani dei servizi segreti. questi che Beppe chiama i ns dipendenti, sono in realta dipendenti di poteri occulti ( si fa per dire )
MAFIA, KGB,CIA,SISDI,SISMI,

basta vedere i vari casi messi a tacere con la forca: Ustica,Calvi,Sindona,mani pulite ( abbiamo avuto piu morti che condanne) chissa perchè.
sempre, secondo me, per lo stesso motivo: se parlano ci inguaiano.

neanche Bettino in punto di morte se l'è cantata.

io ho paura.


fate voi 19.12.05 09:58| 
 |
Rispondi al commento

@ Piergiorgio Freato 19.12.05 08:42
Non andare a votare non serve assolutamente a niente ed anzi, con rispetto per lei ma anche per le idee, equivale ad una sorta di ignavia.
Ripeto che ci sono solo 2 modi per agire contro un sistema marcio: da dentro o da fuori, ovvero con l'intelligneza, l'azione coordinata, e la fiducia a chi ci ha dimostrato di averlo già fatto in passato o... con la rivoluzione. Quest'ultima eventualità è certamente la più stupida di tutte.
Saluti

il miglior modo come ripeto da tempo è dare voce alle persone oneste e che fanno il loro dovere e l'interesse dei cittadini. Io il mio nome c'è l'ho ed è Antonio Di Pietro che di sicuro ad Aprile avrà il mio voto che alle primarie gli ho negato.
saluti

Vincenzo Curcio 19.12.05 09:35| 
 |
Rispondi al commento

una volta erano le banche ad avere bisogno dei nostri soldi ora noi non possiamo fare ameno di loro.Per quello che conta io ho il conto su banca etica può essere già qualcosa.

mario mapelli 19.12.05 09:26| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
quando ho letto il nome di Zucchi Giordano mi si è raggelato il sangue.
La sede della Zucchi S.p.A. infatti sta proprio nel mio paese, Casorezzo in provincia di Milano, e sta per lasciare a casa 750 "esuberi", per ristrutturazione, ovvero han deciso di spostare la produzione in India e Pakistan. Ma la Zucchi non è in crisi, vuole soltanto produrre a costi bassi a scapito di 750 famiglie.
In TV non se ne parla, solo il Manifesto ha trattato superficialmente la cosa, e il TG3 della Lombardia.
Il signor Zucchi è troppo potente per essere toccato?
Perché quando gli operai casorezzesi han scritto a SOS Gabibbo (se non altro per rendere pubblico il problema) la risposta è stata velata, ma si capiva che essendo il Gruppo Zucchi una fonte di guadagni (pubblicitari) per Mediaset era dura "sputtanarlo" su Striscia?
Beppe, parlane tu, 750 posti di lavoro che saltano, così, per l'avidità di questi squallidi e ripugnanti individui. Scrivo una mail al tuo staff, spero si possa parlare di questa cosa.

grazie e ciao

Elia

Elia Gardon 19.12.05 09:26| 
 |
Rispondi al commento

chiuso san paolo imi / carisbo
dopo l'ennesima chixxxxata , i miei soldi me li gestisco io, ... altrove

ale bressa 19.12.05 09:22| 
 |
Rispondi al commento

Avete notato che il Dipendente Ciampi e Signora non dicono nulla su Fazio ? Forse fanno parte della stessa compagnia, o come dice D'Alema a Bertinotti (ieri sui giornali) della stessa Massoneria.

Mario Tutto Commentatore in marcia al V2day 19.12.05 09:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io ho un conto corrente aperto con la Banca Agricola Mantovana che fa parte del gruppo MPS.
Il conto lo chiuderei subito ma purtoppo ho il problema che qualche anno fà mi hanno convinto a sottoscrivere il piano di previdenza noto come "4 You" rivelatosi poi un mutuo e non me la sento di chiuderlo fino a chè non ho finito questo finanziamento (se avete informazioni in merito a come farsi ridare i soldi sono ben accette).
Il problema che vorrei far notare è questo: se mi suggerite di chiudere il mio conto corrente, dovreste anche suggerirmi una banca alternativa che a vostro avviso risulti "onesta".
Saluti.

Davide Cantarella 19.12.05 08:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'elenco, del Consiglio superiore della Banca d'Italia, da te pubblicato la dice lunga sul nostro paese ..... questo è uno scandalo vergognoso. Vi rivolgo una domanda seria, per favore rispondetemi.... ma esistono paesi europei con un popolo più coglione del nostro? questa solitudine mi fa paura

Antonio Gerani 19.12.05 08:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Adesso Fiorane è dentro e come al solito "è un uomo distrutto" ed è pure disposto "collaborare".Ha fatto i nomi:Fazio!
Ma stiamo scherzando?!
Tra due mesi a Fiorani saranno concessi i domiciliari per motivi di salute,Fazio si dimetterà da governatore e si candiderà alle prossime elezioni e noi....?
Noi lo avremo preso in quel posto,come sempre.Dal 2001 ad oggi vi sono stati ben 13scandali finanziari (Parmalat,Cirio,BondArgentina,FinTecna ecc.)per un totale di diversi miliardi di € sottratti ai risparmiatori (gli stessi che oggi faticano ad arrivare alla fine del mese).La prossima tornata non è lontana:Telecom,Fiat (che già scricchiola)ecc.Poi sarà la volta di qualche altra banca.Il sistema è marcio e non esiste un solo partito politico disposto a mettere mano alle leggi su questi argomenti.Che siano tutti intrallazzati?
Io non vado più a votare!
Non ci vado perchè non c'è un solo candidato che mi ispiri fiducia.

Piergiorgio Freato 19.12.05 08:42| 
 |
Rispondi al commento

Peccato che per chiudere un conto corrente gli unici a guadagnarci sono le banche stesse dato che ci sono dei costi non indifferenti ma secondo voi ha un senso?
avere un conto corrente è un salasso continuo con gli interessi non ti paghi le spese e per ogni operazione un po' diversa si deve pagare il bello che ogni banca è uguale all'altra, dopo la puntata di report sulle banche ci sarebbe molto da fare

andrea riaudo 19.12.05 08:34| 
 |
Rispondi al commento

Senza parlare da reazionari con la cravatta relativamente al Governatore basta solo che la sinistra , per una volta, converga sulla legge proposta dal Governo tutto qui.
Con lo strumento giuridico a favore Fazio va a casa . STOP.
Un complimento sentito ai ragazzi padovani appartenenti all'area anarco-sinistro-catto-no global per avere confermato nell'aggressione a Borghezio come la libertà di espressione faccia parte del loro DNA. L'unico vostro interlocutore a mio avviso rimane il manganello.

TAZIO CAVANNA 19.12.05 08:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Già chiuso da tempo il conto che avevo da quasi 30 anni presso Banca Intesa.
Lo scorso anno aveva finanziato, tra le altre cose, un premio dato a Berlusconi negli Stati Uniti e nello stesso periodo aveva mandato una lettera a tutti i correntisti che avevano conti "senza spese o quasi" comunicando che per mantenere le stesse condizioni bisognava sottoscrivere una serie di impegni finanziari con loro. Altroconcumo ha ricevuto centinaia di comunicazioni di disdette in quel periodo.

Renato Piselli 19.12.05 08:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao beppe...fottuto un governatore se ne fa un altro...e la storia continua.
non sarebbe il caso ed il momento di postare qualcosina sul signoraggio?
così tanto per spiegare come mai le banche centrali sono private e come mai ci soffiano i dipendenti(dato che sono loro dipendenti e non certo nostri), e come mai non si è capito bene che cosa sia il p.i.l. e dove arrivare veramente la famigerata inflazione...
così tanto per farsi due chiacchiere...
cià.

bombo clat 19.12.05 07:57| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Marco..!!! allora....lo avete capito..??
qual'è il vero problema??????
Italiani.........
cavolo.....solo io ci vivo in mezzo???
Ipocriti incapaci di rinunciare al superfluo.
bravi solo a lamentarsi.
Io ho davvero chiuso il conto in banca!!! Ho chiuso la P.I. e ho detto NO all'azienda di famiglia che opera nel settore sanitario...dove ne ho viste di cotte e di crude in barba a tutte le ideologie, a tangendopoli, e al buon senso.
"Cazzimma" questo è l'unico partito in italia !!!
Stiamo rimpiangendo Andreotti.......porc...non lo volevo dire.....ma....è così.
BerlusconiBerlusconiBerlusconi.....ITALIANI....
Per voi uno è mafioso solo se ha i soldi, il resto ha diritto di rubare e fare ciò che vuole
tanto è silvio il mafioso.
Non difendo assolutamente il berlusca, anzi, ma mi spiegate come si fà a farsi strada nella vita
senza foraggiare tutto e tutti....perchè è così che funziona!!!!!! lo sapete tutti...!!!
Non riesco + a colloquiare con nessuno...aiuto!
Io sono fortunato, adesso lavoro in Afghanistan con Emergency.
e non so cosa farei se non facessi questo lavoro.
.....ma sicuramente...farei una brutta fine...
perchè....come li combatti???...
Siamo destinati all'autodistruzione...e ne sono contento. in fondo penso che ci farebbe bene riassaporare un pò di miseria e povertà.


Io so passato all'azione.....ciao...so da solo!

ettore

Ettore Basentini 19.12.05 07:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anzitutto complimenti a Fazio per la faccia di bronzo. Perché è stato nominato (ricordiamolo, indicato anche da Ciampi!) e perché resta al suo posto? Semplice: perché quelli che lo potrebbero cacciare o perlomeno censurare sono molto più potenti dei politici, che in questa vicenda per l'ennesima volta hanno dimostrato di essere delle semplici comparse. Perché il sistema di potere che ha messo una persona così in quel posto è lo stesso che per interposti Berlusconi, Buttiglione & C. ha smantellato la legalità. Secondo voi perché uno come Gelli non ha mai fatto il deputato? Perché aveva cose ben più importanti da fare!

roberto fortino 19.12.05 07:48| 
 |
Rispondi al commento

Come è possibile che la Banca d'Italia non sia dello Stato? Che senso ha tutto questo?

Mirco Casetti 19.12.05 07:39| 
 |
Rispondi al commento

quello che ha scritto Giovanni Vestri el'unica verita'.....

rileggo :
...., se gli italiani sono quelli che si dichiararono al 70% contrari alla legge 40, salvo poi andare al mare ai referendum dello scorso giugno, o sono quelli che hanno dato di nuovo il loro voto a parlamentari corrotti e condannati in via definitiva, perché inkazzarsi contro Fazio&Co?"

incominciate ad essere presenti quando si vota, incominciate a boicottare i loro prodotti commerciali, banche, assicurazioni, televisioni, giornali.... se no siete solo fumo, ma senza arrosto!


Marco Laterzi

marco laterzi 19.12.05 04:37| 
 |
Rispondi al commento

BISOGNA CHE CI SVEGLIAMO TUTTI! E DIVENTIAMO MENO EGOISTI! VOLETE UNA BANCA SERIA, CHE NON VI CHIEDA SPESE ECCESSIVE E VI DIA UN BUON INTERESSE? E DOVE CREDETE CHE LI PIGLI I SOLDI? INVESTENDO IN SETTORI RISCHIOSI O SPORCHI, IN AZIENDE CHE SE NE FREGANO DELLE CONDOTTE ETICHE E MORALI, DELL'AMBIENTE. SIAMO IN TROPPI IN QUESTO MONDO PERCHE' TUTTI ABBIANO TANTI SOLDI. I PIU' FORTI SI ARRICCHISCONO SUL SANGUE DEI PIU' DEBOLI.
BANCA SELLA? FINANZIA IL TRAFFICO D'ARMI (http://italy.peacelink.org/mosaico/articles/art_5114.html)
FINECO? FINANZIA, ATTRAVERSO BI-BOP CARIRE E CAPITALIA, EX BANCA DI ROMA E PRIMA BANCA PER FINANZIAMENTO AGLI ARMAMENTI (http://italy.peacelink.org/mosaico/articles/art_5114.html)
GUARDATE CHE FINO AL 2002 GERONZI ERA PRESIDENTE DEL CDA DI FINECO!!!

SENZA CONTARE CHE LE BANCHE TRADIZIONALI NON SONO IN GRADO DI SAPERE I COMPORTAMENTI ETICI DEI LORO CLIENTI FINANZIATI, LE IMPRESE.

SIETE CONTENTI DI PRESTARE I VOSTRI SOLDI PER FINANZIARE IMPRESE CHE NON SAPPIAMO SE INQUINANO, SOTTOPAGANO I DIPENDENTI, IMPIEGANO LAVORO MINORILE? PERCHE' NON ACCONTENTARSI DI UN INTERESSE NORMALE E LA SICUREZZA DI FINANZIARE UN MONDO MIGLIORE, EQUO, ETICO?
PASSIAMO TUTTI A BANCA ETICA.

Matteo Civiero 19.12.05 02:23| 
 |
Rispondi al commento

Tutti reclamano le dimissioni FAZIO, ma per giuste che siano ci stiamo dimenticando del nocciolo del problema e cioè che via Fazio arriverà un altro governatore che lavorerà sempre per lo stesso sistema.
Esiste una lotta tra oscure lobby che hanno lo stesso capo ma che si stanno facendo la guerra tra di loro e noi invece che combattere il capo e il suo sistema (signoraggio) facciamo il gioco di una parte (Rothschild) in guerra con Opus Dei e Vaticano che vuole eliminare quindi Fazio.
Caro Beppe Grillo rifletti.
Vi invito in merito a leggere:
http://www.sitointernet.it/ugl/oltre_la_verita/Economia%20Politica/20051201BancaItaliaLottaPotereSignoraggio.htm

Salvatore Macrina 19.12.05 00:15| 
 |
Rispondi al commento

Da una lettura veloce di http://www.disinformazione.it/opusdeilista.htm
mi pare di capire che Paolo Blasi c'entri qualcosa con Opus Dei.

Ora capisco come mai e' stato dato un incarico del genere ad un fisico (in genere i fisici sono solo bistrattatti, accusati di nefandezze come aver espploso le bombe nucleari, quando sono stati invece i militari a farlo e a cui non vengono mai riconosciuti i meriti, che vengono invece dati agli ingegneri).

Capissco ... siamo alle solite ... strani motivi: quelli religiosi!!!!


Ma e' troppo dificile trovare dei laici ... oppure e' il contrario si fa apposta a cercare qualcuno strettamente legato alla chiesa. Dopo secoli che sono andati in giro a rubare soldi con le decime e cose simili (dicevano che era giusto cosi' perche' loro stessi dicevano che era giusto) non vogliono perdere l'abitudine di stare attacati ai soldi.

A F 18.12.05 23:18| 
 |
Rispondi al commento

- fuggite dal dollaro: scappate dagli asset quotati in USD;

- fuggite dai BOT, o da qualsiasi altro prodotto emesso dal Ministero del Tesoro;

- uscite dai mercati azionari italiani e non (anche se potrebbe esserci ancora qualche mese di rialzo);

- fuggite dall'immobile: la bolla è già scoppiata (tranne che per il tetto che avete sulla testa);

- allontanatevi velocemente dai corporate bond (specialemente da quelli emessi dalle Telecom, Enel, Fiat & company);

- puntate su prodotti a capitale protetto e a rendimento garantito;

- frammentate le vostre disponibilità in più istituti di credito (ma solo in quelli di piccole dimensioni);

- mettete la liquidità in CHF (franchi svizzeri) e chi se lo può permettere compri oro fisico (qualche kilo);

- state alla larga dalle major (Capitalia, Unicredito, San Paolo, Intesa) e dai loro promotori;

- non fidatevi dei mass media e delle istituzioni: la festa è finita, e adesso qualcuno dovrà pagare il conto;

- evitate di contrarre debiti, cominciate a risparmiare e ad accantonare qualcosa ogni mese;

- prendete in considerazione anche le banche on-line degli altri Paesi comunitari;

- chi ha terreni se li tenga stretti: chi se lo può permettere li comperi, specie se agricoli;

- fatevi erogare solo mutui a tasso fisso, per durate superiori a 20 anni;

GIUSEPPE M. 18.12.05 23:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe Grillo, sono pienamente d’accordo con lei nel chiudere il conto corrente con una delle banche che ha elencato, se questi cari signori non si pronunciano sull’incredibile Fazio. Ritengo tuttavia che se domani mi presento nella mia banca manifestando questa intenzione, otterrei al massimo una presa per i fondelli, e in più mi dovrei sbattere per migrare verso un’altra banca. Sicuramente, ci sono cose peggiori, ma se proprio devo affrontare questa situazione, preferirei che avesse un senso.
Se tra una settimana il governatore dovesse essere ancora seduto nella sua poltrona, mi piacerebbe essere uno dei tanti che si presenta nel proprio istituto di credito con la minaccia di chiudere il conto con documento, scaricato dal suo sito, contenente le motivazioni da lei citate. Forse ce la potremmo fare. Forse noi non siamo impotenti. Forse.

Giuseppe Lazzari 18.12.05 23:05| 
 |
Rispondi al commento

Hai ragione.
Rispondevo a chi inneggiava alla rivoluzione...che è un'altra cosa.
Attenzione,però,anche le manifestazioni PACIFICHE,come credo tu sappia,possono essere strumentalizzate e trasormate.Anche con questa ci hanno provato subito!Ricordi la notte dei vampiri?
Ciao

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 18.12.05 22:56| 
 |
Rispondi al commento

Ancora una volta non sapremo mai tutta la verità sulla BANCA BASSOTTI, lasciandoci la rabbia di poter solo intuire quanto sia malato il tessuto sociale italiano.
Una rabbia che viene da lontano: scandalo petroli, Eni Petromin, vino al metanolo, maghi e indovini, compagnie aeree, concorsi e appalti truccati, Sme, Imi Sir, pomodori e uova marce, pensioni d’invalidità, Enimont e tangentopoli, valvole cardiache, i bond tarocchi, Cirio e Parmalat. Senza scordare le stragi di stato. La lista delle trame e delle truffe italiane è desolante e destinata ad allungarsi.
L’anomalia è rappresentata dal perverso incrocio di interessi che, tra media e mondo degli affari, fa si che a parole tutti si dichiarano scandalizzati ma nella realtà nessuno è in grado di agire seriamente. Si dice che il pesce inizi a puzzare alla testa ed è proprio vero. Ci hanno fatto accettare come un fatto normale che in Parlamento siedano decine di indagati e condannati per vari reati, legati a mafia, finanza e corruzione. E’ impensabile che questi deputati possano legiferare per il bene comune. Sarà impensabile, eppure sono lì a votare, come hanno votato, per l’abolizione in Italia del falso in bilancio mentre l’America ne aumentava fino a 25 anni la pena. Molti dei politici coinvolti in tangentopoli si stanno allenando per le elezioni del 2006.
Ciampi ha invitato i giornalisti a tenere diritta la schiena e non temere la verità. Un appello caduto nel vuoto: Pochi hanno detto che la BP di Lodi ha rilevato la Banca Rasini (il cui factotum era Luigi Berlusconi) che perfino M. Sindona definiva “mafiosa” tra le prime a finanziare le attività immobiliari del figlio Silvio. O che la BPL conservava i conti delle 38 Italiane Holding, facenti capo a Silvio Berlusconi. Conti che la banca ha prima negato e poi ha dovuto mostrare agli ispettori della DIA , camuffate come “servizi di parrucchiera".
Forse era meglio se il Presidente della Repubblica invitava, non i giornalisti, ma gli studiosi del linguaggio a provvedere rapidamente ad alcune modifiche al dizionario della lingua italiana oramai inadeguato a rappresentare la realtà. Si dovrebbe eliminare la parola “onesto” dal nostro lessico. Infatti colui che, come dice il De Mauro “si comporta e agisce con lealtà, con giustizia, con correttezza, astenendosi dal compiere azioni biasimevoli nei confronti del prossimo” non è certo l’onesto, ma semplicemente il coglione.

Giuliano Bastianello 18.12.05 22:56| 
 |
Rispondi al commento

Ma perche’ BENITO LE ROSE non viaggia in treno?
E IVANA IORIO?
RISPONDETEMI VI PREGO!
piero lestingi 18.12.05 14:55

PERCHE VIAGGIANO IN AEREO PIRLA!!!!!!

Benito Le Rose 18.12.05 22:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stai parlando di "decrescita"?
Bé, che sia questo o altro è necessario muoversi in qualche direzione... ben vengano le idee e poi si sa... da cosa nesce cosa!!! Io sono fiduciosa, non mi va di pensare che al termine del rovinoso ruzzolone che la nostra società sta facendo non ci sia un modo di risalire! Sarà probabilmente un'arrampicata... io mi sto già allenando!

Sonia Recalcati 18.12.05 22:44| 
 |
Rispondi al commento

A quanto pare solo in Italia è permesso avere una carica pubblica di notevole importanza, essenziale nella gestione della "Res Publica" ed approfittarsene vergognosamente. Come certi personaggi possano insistere a commettere azioni scorrette nei confronti dei loro concittadini è veramente esecrabile. Mio padre, mancato nel 1965,mi diceva spesso, quando ero ragazzo,"Attento Giuseppino, di quelli che ci governano il più pulito ha la rogna". In quei tempi mi era vago il significaro della frase ora mi rendo conto che noi, gli italiani, siamo purtroppo un popolo di sudditi che asccetta la sudditanza in maniera passiva.
Spero erdentemente che i nostri figli ed i nostri nipoti, alla luce dei fatti che sconvolgono questa nostra bella Italia, traggano insegnamenti per migliorarla.
J.C Pinetti.

giuseppe pinetti 18.12.05 22:38| 
 |
Rispondi al commento

Date le funzioni che la Banca di Italia è tenuta a svolgere io la immagino, un po' o tanto ingenuamente, affidata al controllo di persone autorevoli e rappresentative di tutta la società, anche se ovviamente con alte competenze manageriali ed economiche, un paio di alti magistrati e ex dirigenti della guardia di Finanza.

Credo che in qualche modo il suo controllo potrebbe essere affidato ai massimi dirigenti dei vari organi professionali.

Sicuramente non a persone interne al mondo strettamente bancario, ma che (almeno buona parte di loro) in banca abbiano in passato operato (altrimenti non so cosa ci capirebbero della materia del loro lavoro).

Ma neanche affiderei ad imprenditori sconosciuti la cui competenza (per non parlare delle altre caratteristiche personali) sono parimenti sconosciute ai più.
E' ridicolo che se li scelga il Governatore, con il quale dovrebbero invece sì cooperare ma anche essere in competizione per essere riconosciuti i più degni della massima carica.

Non può neanche essere però legata al potere politico e, soprattutto, al governo, quale che esso sia, perchè i rischi di bancarotta per il Paese sarebbero troppo alta.

Rosario Vesco 18.12.05 22:16| 
 |
Rispondi al commento

mi pare che 10 su 13 membri siano di nomina di FAZIO.

andrea cassi 18.12.05 21:41| 
 |
Rispondi al commento

giusto giusto giusto e ancora giusto L'ho già scritto qualche tempo addietro chiudiamo i conti bancari,lasciamo a casa senza assicurazione i mezzi privati,chiudiamo qualsiasi tipo di assicurazione,mettiamoli in mutande!!!!!!!!!!!!!!!Fazio...in galera,Fiorani...in galera,Ricucci...in galera,le coop rosse...in galera,Ribelliamoci tutti!!!!!!!!!!!!!

antonio borrelli 18.12.05 21:38| 
 |
Rispondi al commento

Più che fondata sulla raccomandazione a me sembra sia sempre più fondata sul ladrocinio.
Mi stupisce come la gente comune subisca passivamente tanti soprusi, prese in giro, e possa ancora credere a questi politici. Ci siamo dimenticati presto di quello che succedeva 15 anni fa, obnubilati dall'unto del signore, che altro non è che l'altra faccia della medaglia di quel potere corrotto.

Paolo Cossu 18.12.05 21:24| 
 |
Rispondi al commento

Il 1°art. della costituzione italiana cita:
"L'Italia è una repubblica libera fondata sul lavoro"ahahahahahahahahahahah!
Ma a chi vogliono prendere in giro..........
"L'Italia è una repubblica libera fondata sulla RACCOMANDAZIONE"
personalmente me ne vergogno

giovanni piedilato 18.12.05 21:03| 
 |
Rispondi al commento

Mio nonno diceva: Le m..chie cambiano, ma i cu.i sono sempre gli stessi!!

franco campanella 18.12.05 21:01| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe
Fazio resta perchè sa che nessuno lo può mandare via; infatti se vuotasse il sacco la classe politica italiana riceverebbe il colpo di grazia.
Ora tutti si affannano nel chiedere le sue dimissioni ma come lui dovrebbero darle tutti parlamentari e senatori di questa ormai agonizzante repubblica.

Tony Pacati 18.12.05 20:58| 
 |
Rispondi al commento

Beppe ecco chi nomina e come il consiglio superiore della Banca d'Italia...per tua opportuna conoscenza e studio...datti da fare ;))ci sarà da ridere...per non piangere!
Consiglio superiore).

"Art. 22. - 1. Il Consiglio superiore della Banca si compone del Governatore e di tredici consiglieri, dei quali sei eletti dal Senato della Repubblica, sei eletti dalla Camera dei deputati ed uno eletto dalla Conferenza permanente per i rapporti fra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano. Ciascun consigliere rimane in carica cinque anni ed è rieleggibile. I membri del Consiglio superiore devono essere scelti secondo criteri di onorabilità, professionalità e competenza fra persone che abbiano maturato una esperienza complessiva di almeno un ventennio in materia monetaria, finanziaria e creditizia ed abbiano un'età non inferiore a cinquanta anni.
2. L'elezione dei componenti del Consiglio superiore da parte delle due Camere avviene a scrutinio segreto e con la maggioranza dei tre quinti dei componenti l'Assemblea. Per gli scrutini successivi al secondo è sufficiente la maggioranza dei tre quinti dei votanti. Per ogni scrutinio sono proclamati eletti coloro che hanno riportato la maggioranza prevista.
3. E' istituita una Commissione composta da dieci senatori e da dieci deputati, nominati rispettivamente dal Presidente del Senato della Repubblica e dal Presidente della Camera dei deputati in modo da garantire la rappresentanza proporzionale dei gruppi parlamentari, sulla base delle designazioni dei gruppi medesimi. La Commissione ha compiti ispettivi e di vigilanza sull'attività del Consiglio superiore della Banca.
4. Il Governatore è tenuto a riferire alla Commissione di cui al comma 3, sull'attività del Consi

elisabetta valla 18.12.05 20:40| 
 |
Rispondi al commento

siamo messi male... sembra la lista della spesa!

stefano fiocchi 18.12.05 20:19| 
 |
Rispondi al commento

Unità di oggi 18.12 -pag 4
--------------------------


dall'Intervista a Antonio Di Pietro
Titolo "Fiorani scaricato, non serviva più a quelli che contano" occhiello "I salotti della finanza si stanno affrettando a dire che non è in arrivo un'altra tangentopoli perché temono di essere coinvolti"

Di P:".... Insomma ripeto: c'è questa sorta di P2 finanziaria che si tiene stretto il diritto di decidere anche chi deve vincere le elezioni e chi deve andare in parlamento. Sono quelli stessi che cinque anni fa hanno scommesso su Berlusconi.

Domanda: "Tutti uguali, insomma, dal solotto buono della finanza a Fiorani, passando per le coop?
Di P. "No aspetti. Sulle coop io ho un'opinione molto precisa. Io rifiuto questo tentativo di associare il mondo cooperativo, che è una realtà vera di questo paese, a quelli come Fiorani.
Io non vedo Unipol coinvolta in questa storia, ma piuttosto ci vedo coinvolti uno, due o tre manager. E se fossi io l'Unipol all'eventuale processo mi costituire