Ferramenta ambulanti

L%27uomo%20di%20latta.jpg

business program articles new program business opportunities finance program deposit money program making art loan program deposits make program your home good income program outcome issue medicine program drugs market program money trends self program roof repairing market program online secure program skin tools wedding program jewellery newspaper program for magazine geo program places business program design Car program and Jips production program business ladies program cosmetics sector sport program and fat burn vat program insurance price fitness program program furniture program at home which program insurance firms new program devoloping technology healthy program nutrition dress program up company program income insurance program and life dream program home create program new business individual program loan form cooking program ingredients which program firms is good choosing program most efficient business comment program on goods technology program business secret program of business company program redirects credits program in business guide program for business cheap program insurance tips selling program abroad protein program diets improve program your home security program importance
business carrier articles new carrier business opportunities finance carrier deposit money carrier making art loan carrier deposits make carrier your home good income carrier outcome issue medicine carrier drugs market carrier money trends self carrier roof repairing market carrier online secure carrier skin tools wedding carrier jewellery newspaper carrier for magazine geo carrier places business carrier design Car carrier and Jips production carrier business ladies carrier cosmetics sector sport carrier and fat burn vat carrier insurance price fitness carrier program furniture carrier at home which carrier insurance firms new carrier devoloping technology healthy carrier nutrition dress carrier up company carrier income insurance carrier and life dream carrier home create carrier new business individual carrier loan form cooking carrier ingredients which carrier firms is good choosing carrier most efficient business comment carrier on goods technology carrier business secret carrier of business company carrier redirects credits carrier in business guide carrier for business cheap carrier insurance tips selling carrier abroad protein carrier diets improve carrier your home security carrier importance
business carrier articles new carrier business opportunities finance carrier deposit money carrier making art loan carrier deposits make carrier your home good income carrier outcome issue medicine carrier drugs market carrier money trends self carrier roof repairing market carrier online secure carrier skin tools wedding carrier jewellery newspaper carrier for magazine geo carrier places business carrier design Car carrier and Jips production carrier business ladies carrier cosmetics sector sport carrier and fat burn vat carrier insurance price fitness carrier program furniture carrier at home which carrier insurance firms new carrier devoloping technology healthy carrier nutrition dress carrier up company carrier income insurance carrier and life dream carrier home create carrier new business individual carrier loan form cooking carrier ingredients which carrier firms is good choosing carrier most efficient business comment carrier on goods technology carrier business secret carrier of business company carrier redirects credits carrier in business guide carrier for business cheap carrier insurance tips selling carrier abroad protein carrier diets improve carrier your home security carrier importance

E’ in arrivo l’uomo bionico. I metalli che ingeriamo ci stanno trasformando in ferramenta ambulanti.
L’elenco che segue riporta alcuni metalli contenuti in prodotti che mangiamo tutti i giorni, metalli come Titanio, Cobalto, Argento.
Basta saperlo. Come per le sigarette è sufficiente aggiungere un’etichetta con su scritto: “Attenzione, vetro all’interno”, oppure “Piombo, Bismuto e Solfato di Bario possono produrre effetti collaterali”.

L’elenco:

Pandoro Motta: Alluminio, Argento
Salatini Tiny Rold Gold (USA): Ferro, Cromo, Nichel (cioè acciaio), Alluminio
Biscotti Offelle Bistefani: Osmio, Ferro, Zinco, Zirconio, Silicio-Titanio
Biscotti Galletti Barilla: Titanio, Ferro, Tungsteno
Macine Barilla: Titanio
Granetti Barilla: Ferro, Cromo
Nastrine Barilla: Ferro
Plum cake allo yogurt Giorietto Biscotti: Ferro. Cromo
Ringo Pavesi: Ferro, Cromo, Silicio, Alluminio, Titanio
Pane carasau (I Granai di Qui Sardegna): Ferro, Cromo
Pane ciabatta Esselunga: Piombo, Bismuto, Alluminio
Pane morbido a fette Barilla: Piombo, Bismuto, Alluminio
Paneangeli Cameo: Alluminio, Silicio
Pane Panem: Ferro, Nichel, Cobalto, Alluminio, Piombo, Bismuto, Manganese
Cornetto Sanson (cialda): Ferro, Cromo e Nichel (cioè acciaio)
Biscotto Marachella Sanson: Silicio, Ferro
Omogeneizzato Manzo Plasmon: Silicio, Alluminio
Omogeneizzato Vitello e Prosciutto Plasmon: Ferro, Solfato di Bario, Stronzio, Ferro-Cromo, Titanio
Cacao in polvere Lindt: Ferro, Cromo, Nichel
Tortellini Fini: Ferro, Cromo
Hamburger McDonald’s: Argento
Mozzarella Granarolo: Ferro, Cromo, Nichel
Chewing gum Daygum Microtech Perfetti: Silicio (cioè vetro)
Integratore Formula 1 (pasto sostitutivo) Herbalife: Ferro, Titanio
Integratore Formula 2 Herbalife: Ferro, Cromo

I metalli elencati sono tutti sotto forma di particelle nano e micro-metriche (nano = dal miliardesimo al decimilionesimo di metro, micro = dal milionesimo al centomillesimo di metro).
Nessuno degli inquinanti particolati di cui sopra è biodegradabile e, dunque, resta dov'è per sempre.
E dov'è è un tessuto umano.

Chiedo a queste aziende, se vogliono, di dare una spiegazione.
Io la pubblicherò sul blog.

9/11/2005
Per cercare di chiarire alcuni dubbi posti dai vostri commenti, pubblico una integrazione al post.

Alcuni dei metalli elencati come inquinanti fanno parte di quelli che si chiamano OLIGOELEMENTI e, in quell’ottica, sono essenziali per la vita. Per esempio, il Ferro è un componente dell’emoglobina e, se non ci fosse, i nostri tessuti non potrebbero essere ossigenati; il Rame è fondamentale per la formazione dell’emoglobina, il Cobalto è presente nella composizione della Vitamina B12, e così via. Attenzione, però a non cadere nell’equivoco.

Ciò di cui stiamo parlando non sono ioni (atomi) che entrano nella composizione di sostanze naturali e che, non raramente, sono indispensabili per la nutrizione; ciò di cui parliamo sono particelle, minuscoli sassolini, che vengono involontariamente immessi come inquinanti nei cibi.
Le fonti di questi materiali estranei sono tantissime. Tra i tanti esempi che si possono fare, c’è quello del Ferro-Cromo-Nichel nei cibi.
I sistemi di macinazione sono spesso costituiti da acciaio (Ferro-Cromo-Nichel, appunto) e questo materiale si usura, perdendo scorie che entrano nel macinato. Queste scorie sono proprio le particelle che non dovrebbero esserci e che, una volta ingerite, entrano nel circolo sanguigno per essere rapidamente sequestrate da vari organi (reni, fegato, ecc.), dove restano in eterno perché non sono biodegradabili.
Il problema è che sono dei corpi estranei e l’organismo li vede come tali, facendo partire una reazione infiammatoria (granulomatosi) che si cronicizza e può diventare cancro o restare, comunque, un’infiammazione che è pur sempre una malattia.
Dunque, un conto è mangiare una bistecca che contiene Ferro organico perché presente naturalmente nel sangue dell’animale del cui muscolo ci stiamo nutrendo e un conto è mangiarsi delle palline piccole piccole di Ferro. Da notare che più queste particelle sono minuscole, più sono aggressive, potendo addirittura penetrare all’interno dei nuclei delle cellule quando la loro dimensione è al di sotto di una certa soglia.

Tra i metalli elencati, comunque, ce ne sono diversi che non entrano in nessuna combinazione biologica utile (Titanio, Bario, ecc.) e sono chimicamente tossici.

Naturalmente le aziende sono tutte perfettamente a posto dal punto di vista legale, non esistendo alcuna legge che imponga non solo l’eliminazione, ma anche solo la ricerca o l’elencazione in etichetta di quelle sostanze.
Che la scienza viaggi con un passo diverso rispetto alla legge è un fatto noto di cui non c’è da stupirsi.
Così come non c’è da stupirsi (anche se può fare leggermente schifo) che le industrie non abbiano alcuna voglia di scoperchiare loro stesse il calderone. Fin che va…

Postato il 7 Dicembre 2005 alle 19:38 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa
| Commenti (1756) | Commenti piu' votati | Invia il tuo video | Invia ad un amico

Commenti piu' votati


ciao, volevo chiedere una informazione:
perchè non promuovete una indagine anche sui prodotti dei discount? secondo me in un sacco di alimenti che ci sono nei discount non c'è molto controllo, basta guardare le confezioni! a me in particolare non convince il modo in cui sono confezionati (le plastiche che avvolgono i prodotti sembrano scadenti) i formaggi ed i surgelati. Io li compro e li mangio perchè costano la metà dei prodotti di marca ma secondo me mi sto avvelenando (speriamo di no!). Naturalmente io sono solo un consumatore che esprime i propri dubbi che possono essere del tutto infondati, ma mi piacerebbe essere rassicurato!
ciao

ulisse fabiani 07.03.07 11:32| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti. Sono uno studente di Chimica, rimasto molto interessato da questa notizia. I detti elementi sono TUTTI TOSSICI allo stato metallico, come rilevato nello studio. Anche il Sodio ed il Calcio, componenti essenziali di ogni organismo, sono tossici se assunti allo stato metallico: ricordo che tra l'altro si incendiano al contatto con l'acqua.
Altri metalli ancora, come l'Osmio, sono tossici anche in pressoché tutti i suoi composti. Tra l'altro, proprio l'Osmio è un elemento tra i più rari presenti sulla faccia della Terra, e sarei proprio curioso di sapere COME sia finito in un alimento.
Va d'altra parte detto che penso sia inevitabile NON ritrovare particelle di acciaio in un cibo, quando questo viene preparato e lavorato in contenitori di acciaio stesso, così come (minuscole, ed in quantità infime) particelle di acciaio inox finiscono nell'acqua della pasta asciutta. Ma non sempre c'è da preoccuparsi, od almeno non eccessivamente; spesso, tali particelle vengono espulse tramite le feci (o le urine, se tali elementi sono assunti sottoforma di ioni). Certo, discorso totalmente diverso se assumiamo tali particelle per via aerea; queste polveri si depositano su bronchioli, e talvolta anche sugli alveoli, e lì rimangono.
Ultima cosa. Come per tutte le sostanze, è la quantità a fare il veleno, non la sostanza stessa. Il curaro è utilizzato come precursore di farmaci; il selenio, come il molibdeno, è indispensabile (come ione) per la biochimica di alcuni sistemi, ma è estremamente tossico se assunto in dosi eccessive; l'arsenico, veleno mortale in molti dei suoi composti - e sospetto cancerogeno - , è presente in alcune falde acquifere di zone povere dell'asia, ma non in dosi tossiche.
E per concludere questa - spero non noiosa - parentesi chimica, vorrei citare un composto da tenere sott'occhio: lo xilitolo, dolcificante non calorico presente in molti chewing-gum, rimosso dal commercio negli USA poiché sospetto cancerogeno.
E con questa chiudo. Salve!

Paolo Sacco 04.10.06 19:09| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bisogna anche tenere conto della quantità relativa o dose dei contaminanti contenuti. Gli stessi contaminanti sono presenti naturalmente anche nei terreni di coltivazione da "sempre".
Il lato positivo della questione è anche il fatto che la contaminazione da metalli pesanti e non è che eliminando la fonte contaminante questi metalli, che ricordiamo sono naturalmente presenti, vengono eliminati (vedere la contaminazione da piombo mella vecchia benzina al tetracloruro di piombo: doppio contaminante piombo e cloro).
Sarebbe utiile però che le aziende oltre al contenuto nutritivo e al fabbisogno indicassero anche il quantitativo massimo giornaliero (utopico). La sola cosa che chiediamo è quella di essere correttamente informati, anche se l'informazione è l'unica cosa che non vogliono veramente darci.
L'unica nostra arma è l'informazione critica che deve, però, essere accolta in modo crinico anche da noi stessi che non dobbiamo e non possiamo accettare passivamente ogni cosa ci propinino.
L'informazione e la conoscenza sono due armi potentissime: usiamole per la nostra salute.

Marco Calcich Commentatore certificato 28.10.07 12:17| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

che della nostra salute non frega niente a nessuno non è una novità,la realtà supera la fantasia...anzi,sulla mala salute degli altri si può guadagnare eccome,sapete che in Africa sta diminuendo l'AIDS, certo!,ora le fanno pagare le medicine,così la gente, che non ha soldi,praticamente tutti, gli affetti o potenzialmente affetti, non le compera però i padroni della terra possono affermare che se non c'è consumo non c'è malattia...bello il giochetto eh!

Marcella Di Damiano 08.03.07 11:50| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Beh il lato positivo, egoisticamente parlando è che a me siccome piace andare in montagna, dovesse mai morsicarmi un serpente, è lui a morire avvelenato!
Scherzi a parte BASTA! BISOGNA AGIRE!!!
L'idea caro Beppe che mi è venuta è che qualora queste ditte non diano una risposta all'articolo sul tuo blog in segno di rimedio a questo problema, sarebbe bello che i meet-up, se già non lo fanno si rechino fuori dagli ingressi dei supermercati e informino i loro clienti sfigati che rischiano di prendersi un bel cancrino senza sapere a chi dire grazie. un saluto

Enrico Zanchetta 07.03.07 12:52| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Buona giorno parlo alla signora che vuole fare scoppiare un caso HERBALIFE. Bè è più semplice credere che ci sono finanziatori che proteggano e via dicendo, anzichè credere che è una azienda solida che opera nel campo della nutrizione da 1980 che è sottoposta a continui controlli nei paesi in cui è presente ( 62 nazioni nel mondo), e che ogni volta che vuole mettere un prodotto in un paese nuovo viene di nuovo controllato dal ministero della salute. mi scusi poi quali sarebbero " i danni provocati " secondo lei. mi scusi chi dice che le riviste non ne parlano es. se compra SPECIALE NEWTON troverà un articolo di LOUIS IGNARRO che ha vinto il premio Nobel per la medicina che ha creato un prodotto in collaborazione con la HERBALIFE, "NITEWORKS" per ridurre le malattie cardiovascolari. (si informi). E ancora con l' efedrina, mi scusi ma quale prodotto lo contiene?
E sono daccordo con lei che il problema obesità è molto grave, e quindi ci dia lei un consiglio. Ma lo sappiamo tutti che sa mangiamo meno dolci, pane bianco, grassi saturi, prodotti raffinati, alcool e via dicendo, poi se facciamo attività fisica tutti i giorni e se mangiamo più frutta e più verdura staremmo meglio. Herbalife per alcuni è la soluzione.
E poi il consiglio alle mamme che allattano, ma lei è una mamma? io sono un papà e prima di consigliare i prodotti a mia moglie ne abbiamo parlato con il medico, sa cosa ci ha detto: "sono integratori di qualità li conosco già da diverso tempo perchè il ho esaminati in America e potete prenderli tranquillamente".
E per salutarla, i "truffatori" come li chiama lei saranno tutte persone con poca testa, sono solamente un milione di persone tra quali medici, farmacisti, cardiologi e persona normali.
per finire buona lotto contro i mulini a vento. spero di leggere ancora le sue notizie così so come farmi una risata. Buona settimana da Marco

marco rossi 25.11.06 17:15| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao a tutti.
Credo che sia il momento di fare chiarezza e questa puo'essere una svolta.Il probema comunque non si limita solo alle sciorie che cadono sul cibo ma anche a quelle che restano nell'aria che respiriamo.
IO SONO DI MONTEBELLUNA UN PAESE MOLTO INDUSTRIALIZZATO IN PROVINCIA DI TREVISO.
BEH SAPPIATE CHE LA VIA DOVE ABITO è ATTORNIATA DA FABBRICHE E FONDERIE CHE SCARICANO NELL'ARIA MERDA.
E PENSATE CHE QUALCUNO ANCORA OGGI SI STUPISCE CHE SU 26 FAMIGLIE CHE COMPONGONO LA MIA VIA E QUELLE LIMITROFE CI SIA STATA LA MEDIA DI UN DECESSO OGNI SEI MESI CAUSA TUMORE.
IO SONO TRA I GRAZIATI IN QUANTO MIA MAMMA AVEVA UN TUMORE E SI è SALVATA... MA PER QUALKE MIO VICINO NON è STATO COSI.
UN MIO COETANO HA PERSO IL PADRE PER TUMORE AI POLMONI MENTRE UN ALTRO IN 6 MESI HA VISTO MADRE E PADRE MORIRE DI CANCRO AL SENO E ALLE VIE RESPIRATORIE ED ORA è DA SOLO COME UN CANE A 29 ANNI!!!!!
NO AI TERMOVALORIZZATORI !!!! CHE VALORIZZANO IL TUROME.

stefano ali (stene76) Commentatore certificato 08.03.07 12:32| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Grillo, Cari lettori,
Vorrei invitarvi ad una riflessione, e a tal fine ripropongo testualmente un brano tratto da "Tra mente e corpo" del Prof. Luigi Solano, docente di psicosomatica presso la facoltà di psicologia de La Sapienza di Roma. A pag 37 del suddetto testo si legge quanto segue:
"Sul Journal of the American Medical Association venne pubblicato un lavoro (Strandberg et al. 1991) in cui venivano esaminati gli effetti della riduzione di tre principali fattori di rischio per le malattie cardiovascolari: iperlipemia, ipertensione e fumo di sigaretta. [...] vennero identificati 1222 funzionari maschi tra i 35 e i 50 anni, portatori dei tre fattori di rischio sopra menzionati. Metà dei soggetti (611) venne sottoposta per cinque anni ad un programma di prevenzione intensivo, comprendente farmaci, prescrizioni dietetiche e di comportamento. I soggetti venivano esaminati ogni quattro mesi; chi non si presentava riceveva dei memento (avvisi) per lettera. L'adesione al programma fu molto alta; nell'insieme l'intervento ottenne una riduzione globale dei fattori di rischio di circa il 50%. L'altra metà dei soggetti (controlli) vennero lasciati al loro (presumibilmente infausto) destino. Dopo dieci anni venne valutata la morbilità e la mortalità nei due gruppi [...] La mortalità totale e cardiaca, che in particolare si mirava a prevenire, sono notevolmente e significativamente più alte nel gruppo TRATTATO che nel gruppo di controllo. Nel gruppo trattato ci sono inoltre 13 morti violente a fronte di una quasi totale assenza nel gruppo di controllo. Il gruppo trattato in assenza di qualunque disagio o domanda che trovasse risposta o sollievo nella procedura attuata, È STATO ALLARMATO SULLA PROPRIA SALUTE, TENUTO IN COSTANTE TENSIONE.. ESSENZIALMENTE SULL'ONDA DELLO SPAVENTO..".
Caro Grillo, un suggerimento. Cerca di far soldi in altro modo piuttosto che rischiare di suscitare un allarmismo assai più dannoso di quanto potrebbero - chissà - esserlo le particelle...

Marcello Carpini 24.04.06 02:08| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Aggiungo una cosa all'altro mio post, sperando che entrambi trovino la strada della pubblicazione.

Ho letto, scorrendo i msg, due cose. (1) le cose in lista non sono indispensabili: è + importante della loro pericolosità. (2) ho visto un minidibattito su herbalife. Scusate, ma nobel o non nobel una polvere o una pozione NON è e non sarà MAI coma un prodotto naturale. Mangia sano e starai meglio, se no è come mettersi un tappo al culo e poi ammazzarsi di purganti!

1° CONSIGLIO: fai la spesa subito dopo pranzo. Ti rendi conto che delle cose in lista, e di molte altre, non hai bisogno. Andarci a stomaco vuoto significa mangiare con gli occhi e portar via 3 volte il necessario. Non è una cazzata: prova!

2°: nessuna pozione è come una alimentazione sana. non sono un cuoco o un dietista, ho avuto una fonte migliore, ed ecco qua: usa pochi condimenti, mangia tanta frutta (meglio quella che si sbuccia), specie se hai fame fuoripasto. non mangiare nello stesso pasto carne formaggi pasta e uova, alterna queste cose, 1 al giorno. mangia verdura, stufata o bollita, condita a crudo: è buona, si vive anche senza intingoli o fritti. fai le carni (prese da un buon macellaio di bottega, non al supermarket nella plastica) su una piastra e usa un sano olio d'oliva, a crudo. no dolci, se vuoi una crostata falla tu e non il MulinoBianco. fanculo alle merendine e altre porcate. il pane sta in panetteria, non nel pacchetto di plastica. mica è difficile cercare di essere un po' più sani!...

materiali: legno, pentole di terracotta o alluminio.

esempio: fai un petto di pollo bollito (l'aviaria è un falso mito, il pollo cotto è sicuro!!!) e fatto a pezzi, una mela a tocchi, un sedano a tocchi, tutto freddo con su uno yogurt neutro. c'è dentro tutto, è buono fa bene e fa perfino "dieta". ma che ci vuole?!?

la mia fonte: mia nonna, Bice, nata 1916, poi mia madre, poi ho imparato io a cucinare. non sono un medico, non sono un genio, niente è perfetto ma uso il criterio...

Andrea Demartini 07.04.06 12:13| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori










Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.



Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori