Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Gli uomini delle caverne


uomo delle caverne.jpg

Stefano Benni mi invia questa sua riflessione sugli uomini delle caverne.

"Si dicono moderni, ma in realtà vogliono riportare il mondo indietro di milioni di anni.
Sono gli uomini delle caverne, gli estremisti del nuovo potere economico .
La loro mentalità è paleolitica : il mondo è del più forte, la clava è il profitto, e la terra è una preda.

Si distinguono perché si battono minacciosamente il petto gridando lo slogan: “Grandi lavori“. Amano scavare nuove caverne e gallerie per farci passare un supertreno superveloce ma non sanno costruire un normale, decoroso treno per i pendolari. Perché una delle loro paleobugie è questa : una cosa fatta male che va più in fretta è meglio di una cosa fatta bene che va più piano.
Sono eiaculatori precoci, che non ce la fanno a godere del mondo.

Stupidi e avidi, pitecantropi e pidueantropi, insistono in un progetto ormai fallito, un modello di sviluppo che non riesce più a progredire, ma solo a riportare indietro la qualità della vita di tutti.
Grugniscono: “non ci lasceremo intimidire”, si dicono moderni e chiamano gli altri arretrati.

Togliamogli dalla bocca questa bugia.

Arretrato è chi sceglie il progetto che piace agli affaristi e ai mafiosi.
Moderno è chi sceglie il progetto migliore.

Arretrato è chi fa propaganda a ciò che ha già deciso, come tutti i vecchi dittatori.
Moderno è chi lo fa discutendone prima.

Fare il ponte di Messina è una cazzata ducesco- neroniana.
Mettere a posto le ferrovie dei pendolari, la Salerno-Reggio Calabria, lo svincolo di Mestre e la tangenziale di Milano, rifare gli acquedotti , gli argini e i porti, questo sarebbe moderno.

Vendere un biglietto dove è segnata un’ora in meno da Milano a Napoli e poi fare tre ore di ritardo, è un vecchissimo trucco.
Arrivare in orario da Milano a Napoli sarebbe una trovata modernissima.

Emmenthal Lunardi non è moderno, gli appalti agli amici sono vecchi come il mondo. Ed è vecchio opportunismo essere un giorno europeista e un giorno devoluzionista.
I valsusini non solo contestano la Tav, ma fanno anche proposte. Hanno dell’economia una visione molto più moderna e complessa rispetto agli uomini delle caverne.

Saper riconoscere i punti critici della storia, quella dove il progresso si incrina e si rompe, è opera di alta ingegneria.

I vecchi cavernicoli almeno avevano un alibi: dovevano imparare tutto ogni giorno. Questi invece non hanno imparato e capito un c...o.

Continuano a fare miliardi con la spremuta di dinosauro, il petrolio preistorico, e non glie ne frega niente di pensare a cosa accadrà quando sarà finito.
Per questo gli uomini delle caverne sono furibondi: perché hanno di fronte una civiltà superiore. Gente che sa vedere il mondo come un organismo vivo, non come a una materia prima, e sa pensare a un futuro. Perciò mille volte più moderni e realisti di loro.

E adesso, pitrecantropi onorevoli e/o affaristi, andate pure nel vostro ristorante preferito a mangiare la tartare di mammuth, a parlare di dividendi, a far bancarotte e speculazioni.
Ma dalla manica della giacca blu, spunta il pelo.

Chiamatevi col vostro nome: siete uomini delle caverne quotati in borsa, negli ultimi anni avete scavato un tunnel , e adesso non sapete come uscirne. Usate pure la clava e il manganello , ma non dite che è in nome del progresso."

Stefano Benni, il lupo.

8 Dic 2005, 19:11 | Scrivi | Commenti (777) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

FELIPE.PARDO ALIAGA Nº 255,URB.PALERMO,TRUJILLO LA LIBERTAD-24393 ,PERÙ.

alejandro malca correa 11.01.07 20:51| 
 |
Rispondi al commento

cerco lavoro come actore de teatro o assintente en casa para curarlo a lei,ok beppe fai l`bravo con me tu sei uomo po diavolo forze non cè ginte en dcco teatro però io poso aiutarlo;per cortezia raggione .005144224402 :005144282088,oi parlo italiano efatto scuola en perù en la facolta di IDIOMA,UNIVERSITA NAZIONALE DI TRUJILLO,LA LIBERTAD - PERU- 24393 SIGNOR.ALEJANDRO JAIME MALCA CORREA;REFERENZA ALLA SIGNORA.AGOSTINA PIGNI.0039-0331-412058,CHE LEI BISOGNA PARLARE CON SIGNORA ANGELA PIGNI;IO ADESSO DEVO FINIRE ENFERMIERE TÈCNICO,LO UNICO CHE IO BISOGNO È LAVORARE (TRABAJAR)CON MOLTO ORGULLO,ARRIVERERCI.

alejandro malca correa 11.01.07 20:47| 
 |
Rispondi al commento

Se gli uomini dioggi non sono ancora convinti del carattere nefasto di un sistema chi li ha condotti dalla crisi al crack, dal fallimento alla rivolta, dalla rivoluzione alla guerra;un sistema che compromette la pace, rendendola inquieta e affaccendata; che fa della guerra un cataclisma universale, egualmente disastroso per i vincitori come per i vinti; che toglie ogni senso alla vita e ogni valore allo sforzo; che snatura il mondo e abbruttisce il popolo; se di tutti i mali che ci sono piombati addosso gli uomini di oggi fanno risalire la causa a tutto, tranne che allo sviluppo della macchina, ciò dipende dal fatto che non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire.
Per la puerile ammirazione degli ingegnosi giocattoli che li divertono, per l'esaltazione fanatica dell'idolo che han foggiato e al quale sono ora pronti a sacrificare i propri figli, si sono esaltati a tal punto ed hanno talmente chiuso gli occhi all'evidenza da sperare tuttora che l'indefinito progresso delle macchine li conduca diritti ad un Età dell'Oro.
Senza tener conto dello scompiglio che il progresso della macchina arreca continuamente nelle istituzioni, accenniamo soltanto a quei vantaggi che abbagliano gli sciocchi.
Le macchine ci fanno risparmiare tempo e fatica, producono l'abbondanza, moltiplicano gli scambi e fanno nascere contatti più intimi tra i popoli. Finiranno con l'assicurare a tutti quanti gli uomini un ozio perpetuo.
Ma se è vero che le macchine servono a risparmiare tempo, come mai nei paesi dove la macchine imperano incontri solo gente sempre indaffarata e sempre angustiata dalla mancanza di tempo, mentre nei paesi dove l'uomo produce tutto col lavoro delle proprie mani, egli trova il tempo per far tutto e, se vuole, molto tempo ancora per non far niente?

alberto rinaudo 30.01.06 03:50| 
 |
Rispondi al commento

ho manifestato domenica 22 gennaio contro il ponte sullo stretto di Messina.E'stato un corteo bellissimo pieno di colori,musica e allegria.I pitecantropi erano nelle loro caverne a mangiarsi le mani perchè mai a Messina (città silente e accondiscendente con il potere)si era vista tanta bella gente a condividere l'idea di una vita che non sia solo profitto ma anche sogno natura poesia rispetto per il nostro ambiente. Grazie Stefano Benni

maria costantino 27.01.06 16:09| 
 |
Rispondi al commento

RICORDATEVI CHE QUESTI HANNO INVENTATO UNABOMBER…

Il potere politico-mafioso di Roma è ormai alla frutta ed organizzano
continue messe in scena contro le grandi opere ora che le LORO di
“grandi opere” le hanno “sistemate”. Ci riferiamo all’inutile Tav
Roma-Napoli (mentre per giustificare la Tav Roma-Napoli “regalano” i
biglietti del treno nel Nord falsificano gli orari ferroviari per
disincentivare i cittadini ad usare il treno. Un esempio è la linea
Brescia-Parma i cui tempi di percorrenza sono triplicati rispetto al
vero sul sito degli stronzi di Trenitalia) al salvataggio delle
squadre di calcio Roma e Lazio, al controllo dell’economia italica
attraverso le costose “Authority”, col trasferimento della Consob a
Roma, per non dire del controllo della distribuzione del sangue e
degli organi donati e molto altro.
La contemporanea protesta contro la Tav Torino-Lione ed il ponte sullo
stretto di Messina per “unire” il paese anche nelle proteste
significa che sono proprio messi male. Aspettiamoci un “incidente”
ferroviario anche grave PROVOCATO magari in una qualche troncone della
Tav tipo Torino-Novara o Firenze-Roma, magari durante le Olimpiadi
perché costoro BLOCCHINO tutte LE GRNDI OPERE non interessanti alla
spocchia romana. Per il Nord intendiamo la Tav Milano-Verona-Venezia,
il passante di Mestre, il “Mose”, la 4° linea del metrò a Milano, le
pedemontane, la Tav Milano-Genova e quant’altro. Certo la scusa sarà
una “riflessione sulla politica dei trasporti e dell‘ambiente” o
simile in attesa di poter controllare “democraticamente” lo
stato-zombie tramite il diritto di voto dei “nuovi italiani” che
fremono far entrare. L’operazione SUPERKOSSOVO è in pieno svolgimento.
Chi può cominci a scappare. Chi vuole rimanere farà bene ad armarsi
poiché Roma vuole utilizzare le orde immigrate (vedi Francia e Olanda)
come “tutori” dell’unità nazionale. Meditate gente, meditate.

Canna-Power Team
http://www.fottilitalia.com/
il sito antitaliano

resoli giuseppe 23.01.06 15:26| 
 |
Rispondi al commento

Per Ezio Pensiero

Caro Ezio, forse ho un pò esagerato. Intanto, il buon uso della lingua italiana non è così importante: abbiamo altro a cui pensare.
Capisco che la questione degli impianti di riscaldamento era solo un esempio: in fondo, è solo una questione di bassa macelleria, che può essere affrontata da qualunque modesto tecnico. Come studente di ingegneria, me ne sono occupato alcuni decenni fa, e non mi sembra che la tecnica sia molto progredita: con l'uso di materiali moderni di isolamento sono stati ridotti i coefficienti di trasmissione delle pareti, e sono stati introdotti sistemi di regolazione computerizzati ed anche pratici sistemi di regolazione locale. L'uso dei calcolatori ha anche permesso di ridurre a ore un tempo di progettazione che una volte richiedeva settimane.
Il fatto di impiegare rubinetti che sospendono il flusso mentre ti lavi i denti consente un altro risparmio, ed essendo l'acqua un bene non infinito,come sappiamo tutti, è una cosa meritoria. Tolto questo ed altri fatti analoghi, ugualmente meritori e, tra poco, probabilmente indispensabili, vorrei che non ti aspettassi miracoli dalla tecnica, neanche da quella tedesca, che personalmente, avendo avuto occasione di esaminarla nel corso della mia vita professionale, non ho mai trovato così esaltante.
Chiarisco che nel corso del mio lavoro ho comprato molte macchine all'estero (in Italia non si trovavano) specialmente in Germania, Gran Bretagna e Francia, ma che queste stesse macchine sono state molto migliorate nelle officine dove ho lavorato, miglioramenti apprezzati e adottati dalle stesse ditte fornitrici. Non eravamo dei fenomeni, eravamo solo degli italiani come quelli che sbagliano tutto, ma che in fondo non sono stupidi e pasticcioni come qualcuno vorrebbe credere.
Ho però l'impressione che tu, come me, in realtà non ce l'abbia con gli italiani: siamo soltanto delusi, ci aspetteremmo di meglio,da loro.
Sperando in migliori incontri futuri, ti faccio i migliori auguri.

Lucio Bilancini 23.12.05 16:34| 
 |
Rispondi al commento

....non va mangiata quella roba eh!!! al massimo fumala altrimenti guarda che risultati...

Andrea Biagiotti 21.12.05 19:31| 
 |
Rispondi al commento

====================================================================================================


Il Patto dello Sciacchetrà

Le ultime dichiarazioni di Fiorani stanno facendo emergere la verità sull’incontro che ha visto il SENATORE LUIGI GRILLO, Gran Maestro dell’operazione di corruzione e appropriazione indebita più sporca dalla fine di Tangentopoli.

L’incontro ha visto la partecipazione di: Fazio, Fiorani, Berlusconi e Grillo. Le dichiarazioni ufficiali vollero far passare l’idea di una difesa delle banche italiane contro l’assalto dei Barbari europei.

In realtà, il Senatore Luigi Grillo, eletto in Liguria nelle fila di Forza Italia, aveva bisogno di tanti soldini per costruirsi la VILLA (costruita abusivamente nel Parco Naturale delle Cinque Terre e poi condonata) nella Riviera Ligure; quale sistema migliore per fare ciò se non fregare un po’ di soli ai correntisti della Banca Popolare di Lodi.

Il sistema a quanto sta dicendo Fiorani era semplice: bastava aprire un conto nella sua Banca, dare l’appoggio politico all’operazione bancaria più sporca della Seconda Repubblica e in cambio ci si ritrovava un bel gruzzoletto sul proprio conto corrente.

Il Senatore Grillo, una delle figure più losche della Politica italiana, ha fiutato subito l’affare e si è lanciato nella strenua difesa della scalata di Fiorani, ovviamente le sue dichiarazioni pubbliche sono state ripagate a suon di Milioni di euro.

Il problema è che i soldi affluiti nelle tasche di GRILLO erano dei correntisti della Banca Popolare di Lodi che sono stati truffati, rapinati e beffati; una persona che ha rubato dei soldi agli italiani dovrebbe stare in GALERA e non in Parlamento in una posizione chiave.

GRILLO IN GALERA

GRILLO IN GALERA


====================================================================================================

Marco Gilles 21.12.05 11:06| 
 |
Rispondi al commento

POST CENSURATI
Questo sito è manipolato nei contenuti.
Post "regolari" vengono censurati per omogenizzare la discussione.

Per questo:
Non può mancare ogni mattina la giusta dose di guano per lo staff.

BUON GUANO STAFF DI MERDA (umana)!!!

Steppen Wolf 21.12.05 06:07| 
 |
Rispondi al commento

Un ministro delle Infrastrutture che di fronte alla protesta compatta di un'intera comunità(ragazzi, anziani, lavoratori..)sa solo affermare: 'la TAV si farà comunque' è un irresponsabile, uno che della democrazia rappresentativa non ha capito niente. Io non conosco la realtà geologica della Valsusa, ma so che i montanari la montagna la conoscono bene, e se un montanaro si preoccupa, anche il 'cavernicolo' deve saggiamente preoccuparsi. Soprattutto se il 'cavernicolo' fa parte del governo di un paese democratico. Il problema è che questa opere pubbliche calate dall'alto sono solo una sorta di belletto per una certa classe dirigente, la stessa che parla di un ponte sullo Stretto, certo non necessario, quando ci sono zone del sud dove l'acqua arriva ancora con le autocisterne (quando arriva). Solo che riparare un acquedotto-colabrodo non è freudianamente altrettanto appagante che traforare una montagna o costruire il più grande ponte del mondo. E allora si deve farli stare zitti questi Valsusini e i cavernicoli ricorrono all'unico mezzo che conoscono: la 'clava'. Una bella rastrellata come ai bei vecchi tempi, in piena notte, e tutti a casa, che tanto in un paese di cavernicoli certi mezzi non fanno mica scalpore. Ma quelle manganellate a brucia pelo, contro una comunità pacifica, si sono ritorte contro gli stolti che le hanno usate, sono state troppo palesemente criminali persino per un paese intossicato da Bruno Vespa e dall'Isola dei Famosi.
Io non credo di vivere in un paese compiutamente civile, lo dico serenamente, però ho fiducia negli italiani e credo che dopo aver toccato il fondo, come in questi ultimi anni, si può solo risalire, cominciando col cambiare la classe dirigente. Oppure si può scavare e andare inesorabilmente verso un destino da paese in via di sviluppo.


Grande Benni, come sempre!

Chiara

Chiara Macchi 20.12.05 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Ah "uomo moderno"! Perchè non ti calmi un pò? Cos'è? Non ti senti sessualmente soddisfatto? Prima di cadere in codesti deliri mentali, fai un bel respirone. Ti si ossigena il cervello e diventi più lucido! Parola di "australopiteco comunista fazioso" e anche "stupido", visto che il tuo amante padrone Silvio ci ha definiti così. Ma come cavolo farai ad essere così cieco!?

Federico Montagni 20.12.05 13:05| 
 |
Rispondi al commento

Un altro post... bello ma inutile come quasi tutti quelli di questo blog...

E' inutile che scrivi questo post sottintendendo delle cose...
La sinistra cosa ha fatto mentre è stata al governo...???
Niente... nessuna opera pubblica....


Non ha diminuito il traffico a milano, non ha diminuito il tempo di percorrenza milano-napoli..
non ha fatto una di quelle cose che tu imputi non aver fatto il governo berlusconi...

caro mio sei fuori strada.... fuorissima strada...
Perchè non dici che il tempo di percorrenza di milano-torino sarà dimezzato... perchè non lo dici????
perchè????????????????????????????
perchè????????????????????????????

a proposito di milano...
lo sai che sono iniziati i lavori per la quarta corsia sulla milano bergamo...
perchè non lo dici???????????????????????????
perchè?????????????????????????????????
perchè?????????????????????????????????'
perchè????????????????????????????????

siete di una faziosità senza paragoni...
tu sei un uomo delle caverne...
perchè vuoi lasciare tutto com'è.....
o perchè pensi che tutto si possa risolvere in un giorno....

andate su voi di sinistra...
regalateci il regime
regalòateci il regime


luca speransini 20.12.05 12:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cro Grillo, pur condividendo in linea di massima le tur coraggiose lotte per un mondo migliore sotto il profilo politico, sociale ed ambientale, devo, purtroppo stigmatizzare l'agressione di 50 debosciati che hanno aggredito Borghezio (come li chiameresti 50 contro uno???). Il fattaccio se fosse stato compiuto da ragazzi della dx cosa sarebbe successo??? scioperi, dimostrazioni, interrogazioni parlamentari, richieste di dimissioni, insulti e così via.. mentre siccome i personaggi sono della ex.sx, ma sempre di sx, nulla! Assolutamente nulla. Come giudichi tutto ciò?? La violenza va sempre condannata sia di dx che di sx, ma ultimamente, da quando governa, purtroppo, il Berlusca, tutto è consentito alla sx, tutto ciò è vergognoso. La sx invece di urlare, insultare (ormai da 5 anni) poteva presentare dei programmi alternativi, fare una ottima politica di sx a 360 gradi..invece solo violenza.. peccato si è persa un'altra buona occasione. Personalmente non ho + fiducia in nessun polo politico e tutto mi sembra sprofondare nell'anarchia, nella insofferenza nel degrado morale, politico e sociale.

franco puglisi 19.12.05 16:08| 
 |
Rispondi al commento

Si, mi piace questo pensiero.
Mi ricorda le situazioni di chi soffre di "eroismo": se ci sono imprese eccezionali da compiere ci si buttano (in questo caso eccezionali come guadagni e visibilità) mentre nel quotidiano, quello piccolo ma necessario, annaspano.

Paolo Borin

Paolo Borin 13.12.05 09:56| 
 |
Rispondi al commento

Un regalo di Natale il nostro governo se lo merita dopo tutti quelli che ci ha fatto negli ultimi anni ... vi va di incontrarci tutti a piazza montecitorio la sera del 23 Dicembre, ore 18:00, ognuno con una copia della lettera di licenziamento per giusta causa da consegnare "A MANO" ai nostri governanti ?
Beppe, ti aspettiamo numerosi.

salvatore telato 13.12.05 08:58| 
 |
Rispondi al commento

Ti capisco perfettamente yari,ma non mollare,il successo arriverà per chi lo merita e tu lo meriti e anche il nostro paese che sembra in rovina e distrutto si rialzerà,e tu puoi esserne già una risposta............

raffaele mammato 13.12.05 00:41| 
 |
Rispondi al commento

ciao. io vorrei solo una spiegazione:
perchè proprio adesso dato che il progetto sono vari anni che è sul tavolo a me sembra strumentale per poi mettere i soliti violenti a ingarbugliare tutto io non sono ne per il si ne per il no io faccio un mestiere e non posso entrare nel merito .grazie dell'informazione che dai pero non sparate solo ai soliti perchè sotto sotto ci entrano tutti,

CAldart Marco 12.12.05 19:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il grande lupo nn perde nè pelo nè vizio....contibnua stefano continua per favore!!!

luca scotto 12.12.05 18:49| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me è stato anche troppo buono, Stefano , ad esprimersi così.
Personalmente non oso farlo perché sarei troppo offensivo, verso questi, diciamo così, "personaggi"!

Gianpaolo D'Ignazio 12.12.05 18:29| 
 |
Rispondi al commento

...Ma dov'eri?
Grazie anche a nome dei bloggisti leccesi.
Un abbraccio

Anna Durini 12.12.05 17:35| 
 |
Rispondi al commento

Per Fabiola Bruschini..
qual'è il soggetto del tuo commento?
Sinceramente non penso di rivolgermi ad uno spacciatore sbagliato.. se tu ti senti rappresentata a livello mondiale da quei quattro manigoldi che risiedono all'interno di Montecitorio sono estremamente felice per te..
Io purtroppo sono molto esigente su questo punto e non riesco.. a muovere dalla Tav o TAC, fino alla riforma universitaria con diligente gesto dell'On. Santaché, passando dalla riforma dell'ordinamento giudiziario,e quella dell' assetto Costituzionale, dalle intromissioni della Chiesa (accettate per poter portare a casa i voti di cattolici ed indecisi),dalle misure di (in)sicurezza alla minaccia costante di un attentato terroristico (che non si sà quando o come ma prima o poi verrà..), dalla Lecciso in TV.. non riesco.L'etica di quello che è giusto è stata perduta, quell'etica basilare dove il rispetto per l'essere umano e per le sue libertà si sono perse; siamo in balìa di generazioni vuote che poggiano i loro idoli nei vari Costantino, Reality di vario genere, Uomini e donne.. non c'è un confronto vero con la realtà perchè questa non deve essere mostrata nella sua crudele verità.
I fatti non sono più riportati ma predigeriti e sparati a raffica direttamente dai manigoldi sopra citati. Potrei andare avanti ore, ore, ore..

Semilia Valentino 12.12.05 17:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grillo, organizza una raccolta di firme che ti consenta di andare alla Rai per un tuo monologo! Dai, proviamoci.

Antonio Coro 12.12.05 17:02| 
 |
Rispondi al commento

Grillo, organizza una raccolta di firme che ti consenta di andare alla Rai per un tuo monologo! Dai, proviamoci.

Antonio Coro 12.12.05 17:01| 
 |
Rispondi al commento

Scusa... ogni opinione è rispettabilissima, per carità, ma leggendo questo tuo commento non posso fare a meno di esclamare: "Cambia spacciatore"! Ma con chi ce l'hai? Ma che ti è successo?... "orride ammucchiate", "bestia assatanata di sesso"... Lo stress è micidiale per tutti, comprendo, però... rileggiamoci, prima di spedire, e magari facciamoci una bella risata, che fa bene alla salute. Poi, se non siamo d'accordo con il movimento NO TAV, cerchiamo di ARGOMENTARE.
Ciao ciao

Fabiola Bruschini 12.12.05 16:52| 
 |
Rispondi al commento

buongiorno a tutti,
grande Stefano Benni..bellissima la similitudine, soprattutto perchè appropriata.
Muovendo dal presupposto che chi naviga e legge tale blog è conscio della situazione in cui versiamo.. propongo un rimedio, che a me pare più efficace, per far sentire la nostra voce.
L'italiano come tutti i popoli del mondo, non vanno governati (grazie, ma abbiamo già libero arbitrio nonché precetti morale ed etici di ogni tipo, perciò credo di sapermi governare da solo), ma vanno rappresentati cercando di sviluppare gli interessi della collettività e non delle lobby (prodotto americano di bassa qualità).Siamo a quattro mesi circa dalle elezioni politiche e mentre una fazione continua a barcollare cercando di creare tutto quello che non è stato fatto nella legislatura più lunga della storia della Repubblica, per di più male e contro i principi di democrazia(non diranno mica che non hanno avuto tempo!!), l'altra ha pensato bene di produrre un programma di 800 pagine, così snello e affrontabile che ogni italiano possa tranquillamente capire quali sono gli obbiettivi da raggiungere; le fazioni terze (o di controllo diretto od indiretto dell'espressione del potere politico)quali Magistratura e Mass Media sono costantemente imbavagliate, strumentalizzate, ridicolizzate salvo qualche servo del potere..
Siamo al centro di una grande candid camera che dura da troppo tempo perciò propongo di NON ANDARE A VOTARE.. è un pò utopico, ma sono stanco di sentire persone rassegnate che si lamentano senza muovere un dito.. il potere di legittimazio9ne del Parlamento è NOSTRO (art.1 Cost) quindi dobbiamo usarlo.Siccome italiano = uomo = voto, non siamo niet'altro che questo un numero per permettere a determinate persone di fare i loro interessi, cominciamo a fare i nostri..
A tutti dico di tenere duro e mantenere vive queste dimostranze di giustizia sociale, un giorno sartemo noi a prendere il loro posto e potremmo dare una sferzata a questa involuzione dell'essere umano.

Valentino Semilia 12.12.05 16:16| 
 |
Rispondi al commento

uno scrittore contemporaneo molto quotato

Manu Oddi 12.12.05 16:09| 
 |
Rispondi al commento

uno scrittore contemporaneo molto quotato

Manu Oddi 12.12.05 16:09| 
 |
Rispondi al commento

Ciao...volevo commentare l'articolo di Stefano Benni apparso sul blog...Credo che, sia pure in modo un po' estremo, il commento sull'affarismo imperante in Italia sia giustissimo... purtroppo il nostro paese( e l'intero pianeta ) non puo' piu' sopportare la megalomania e la presunzione di infallibilita' della cosiddetta classe dirigente e dei potenti del pianeta che vorrebbero piegarlo ai loro voleri....ma finche' ci sara' gente come Beppe Grillo o lo stesso Stefano Benni ad alzare la voce su questi misfatti allora ci rimane un po' di speranza per il futuro... sperando che gente come lunardi calderoli berlusconi eccetera (non mi sono scordato la maiuscola....eheheh) siano messi in condizione di non nuocere piu' ...Ciao !!

luca cecchini 12.12.05 15:19| 
 |
Rispondi al commento

Premetto mi piaci come comico ma a volte mi sembri rosso di faccia e nero di tasca.
Sono un commerciante da anni di dichi e dvd ma come fai a chiedermi di vendere il tuo dvd in negozio se critichi i prezzi e publicizzi internet per lo scarico di film e canzoni!!!!!!
Voglio una risposta sensata!!!!!!

FUSA ANDREA 12.12.05 14:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,ho appena finito di vedere il tuo spettacolo romano su dvd,che mi ero perso dal vivo,e devo dire che sono rimasto sconcertato sopratutto dal sistema d' informazione in italia(non che non lo sapessi,ma dire le cose con ironia fa molto piu' riflettere)Sono editore da poco e volevo metterti a disposizione lo spazio che vuoi per poter far conoscere certe situazioni.Anche se è una piccola "Voce"(la voce del villaggio,free press 20000 copie,molto diffusa e letta sopratutto a roma nord)lo spirito per il quale è nata è proprio questo;dare le notizie.E' un gesto che mi fa ricordare come fare l 'editore,adesso ,ed in seguito ,nonostante la continua crescita economica e d'interesse del giornale.Con stima Maurizio Sbordoni

maurizio sbordoni 12.12.05 14:48| 
 |
Rispondi al commento

GRANDE STEFANO BENNI!!!!!!!!!!
Quando leggo cose come queste ritrovo un pò di quella speranza che questi quattro affaristi da strapazzo , mi hanno tolto in 4 anni di miserevole governo!!
E' vero, ci stanno imbrogliando ogni giorno per ingrassarsi alle nostre spalle. Hai ragione in tutto quando dici che bisogna far funzionare bene quello che già esiste.E' là, che si dimostra di essere "moderni" , efficienti, capaci ,tecnicamente preparati , abili e quindi meritevoli di ulteriore ...credito politico!!
Questi volponi non ne hanno per niente , quindi...MANDIAMOLI A CASA!!!!
E se quelli che vengono dopo fanno le stesse cazzate.... bene , a casa pure loro a calci nel sedere.
E chi vuol capire ...intenda!!

Giuseppe Tidona 12.12.05 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Mi chiedo: ma se l'Italia ha menti come quelle di Benni, Grillo e tanti che partecipano a questo blog, perchè dobbiamo accettare quello che stanno subendo i nostri amici della Val di Susa?
Certo "amici"!!!
Le montagne della Valle sono di tutti noi, sono state dei nostri padri e dovranno essere dei nostri figli.
E poi....ma ve l'immaginate un povero macchinista (che guadagnerà quanto....1.500,00? 1.800,00 Euro?) che deve percorrere almeno 2 volte al giorno 50 Km - hei dico 50 Km!!!!!!- in un tunnel?
Ma non vi siete sentiti, come mi sono sentita io, offesa e vilipesa da un essere che dice "è inutile che frignate....il tunnel si fa!".

Io cercherò di mandarlo a casa tra qualche mese.
Credo che stavolta saremo in tanti.

paola zambardi 12.12.05 11:44| 
 |
Rispondi al commento

Buona giornata a tutte le straordinarie persone che accedono quotidianamente al blog per discutere,confrontarsi..combattere!Grazie a te Beppe che hai creato questa arena di combattenti per la salvaguardia dell'informazione!Che fatica però,qualcuno mi conose già e magari crede che a 31 anni non bisogna abbattersi,però all'alba del "trattato di Kioto" vedere Roma paralizzata da due gocce d'acqua e avere in mente quel titolo pesante dell'economist "Addio Dolce Vita"demoralizza.Siamo ultimi vabbene,ma che devo fare,cioè scrolliamoci di dosso le trasmissioni spazzatura,le polemiche inutili sulla famiglia Carrisi,l'Anas con i suoi cartelli "Neve" e nessuno che gli scrive sotto "Fa Freddo" sento un senso di smarrimento generale tra i miei amici,colleghi,etc. e a chi mi dice vattene a Londra che hai talento non posso che alzare le spalle e sorridere perchè è qui che voglio vincere la mia battaglia,nel mio paese ma nemmeno sentirmi un illuso che spreca i propri anni!!!!Grazie a tutti e a te Grillo che hai raggiunto una fase da condottiero di giustizia.Auguri alla nuova Italia.

yari gugliucci 12.12.05 11:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho letto da qualche parte che "gli indiani d'America" (i cosiddetti pellerossa) quando dovevano prendere decisioni importanti che riguardavano la comunità intera (decisioni politiche quindi...) cercavano di "capire" come quelle decisioni avrebbero inciso sulla vita della comunità (tribù...) delle sette, dico sette, generazioni a seguire!
Direi che questo è uno degli aspetti che manca (?) ai ns politici di oggi: la capacità di prendere decisioni ponderate e "lungimiranti" nel senso di guardare un po' più in là ...del proprio naso! Ma è forse pretendere troppo?
Ritengo quindi che Benni abbia pienamente ragione. Ma è tempo che la gente ritorni in piazza, come hanno dimostrato gli abitanti della Valle di Susa, compatta, decisa a dire "Basta!" a questo stato di cose perchè c'è di mezzo non solo il nostro destino, ma anche quello dei ns figli e nipoti ecc.
La storia ci insegna (ah quanto ci insegna), ma questi cavernicoli ovviamente non ...sanno leggere!

camillo forcella 12.12.05 11:28| 
 |
Rispondi al commento

Posso offrire a Grillo, a Benni ed agli eventuali lettori il racconto di un episodio avvenuto ieri, così come mi è stato riferito telefonicamente da tre amici di Faenza che l'hanno vissuto in prima persona.
Al ritorno da una breve gita a Firenze hanno preso il trenino a due soli vagoni non elettrificato, vecchissimo, scomodo e pieno di gente che avrebbe dovuto riportarli a casa dopo più di due ore - tempo già di per sè assurdo - e che nei giorni feriali è anche frequentato da parecchi pendolari in viaggio, in particolare, fra il Mugello e il capoluogo toscano. Giunti a Borgo San Lorenzo - dove spesso si cambia - il capotreno ha invece detto loro di rimanere dove si trovavano, perchè dopo venti minuti avrebbero ripreso il viaggio. In effetti il treno è ripartito per fermarsi però poco dopo a Marradi, dove i passeggeri sono stati fatti tutti scendere dal treno perchè i binari e la stazione erano a loro volta occupati da circa duecento marradesi con in testa il sindaco, inferociti perchè dovevano tornare a Firenze in vista del lunedì e il treno precedente era stato incapace di contenerli. Carabinieri locali, naturalmente, mobilitati. Quindi il treno dei miei amici, come dicevo, è stato fatto arbitrariamente svuotare per subito riempirlo con gli altri passeggeri contestatori. Il capotreno ha detto ai primi: "Aspettateci qui che scendiamo con gli altri a Borgo San Lorenzo, li lasciamo là e poi torniamo su per prendere voi e portarvi a Faenza". Così è stato fatto e così più di cento persone hanno aspettato al freddo per due ore per un comportamento a dir poco disorganizzato, poco rispettoso e sconcertante nella stazioncina di Marradi. In sostanza i miei amici sono partiti poco dopo le 16 da S. Maria Novella per arrivare intorno alle 21 a Faenza: se da Marradi fossimo scesi a piedi, mi ha detto uno di loro, avremmo fatto prima. Questo a proposito delle assurdità di questo paese e della differenza fra ciò che è realmente moderno e ciò che è realmente arretrato!

Rocco Minasi 12.12.05 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Fra non molto si vota. è la volta buona che tutte le persone che sono realmente interessate al futuro di qusto paese, che per quanto vituperato ha dato lezioni al mondo in vari settori, possono dire la propria. Esercitate questo diritto! Togliete il potere di mano agli affaristi.
Non ci servono inadeguate opere avveniristiche, ma adeguate opere moderne. Pensateci.

Luca Russo 12.12.05 10:20| 
 |
Rispondi al commento

Carissimi Beppe e Stefano Benni, mi conforta che ci siano persone come voi, con le vostre idee, la vostra creatività. Da quanto leggo anche nei commenti di tanti di noi avverto molto sconforto ma anche un'inestinguibile sete di giustizia. Concordo nel mettere alla berlina la grottesca avidità della destra che, come diceva anche Maurizio Pallante, è "indecente". Ma vorrei anche veder crescere un'organizzazione del consenso basata su valori di equità, sostenibilità e solidarietà trasversale sia alla destra che alla sinistra. Sono stanco di assistere all'ennesima commedia del confronto politico basata sull'insano antagonismo fra i voraci predatori cavernicoli di destra e le pecorelle smarrite della sinistra. Chiamiamoci fuori dal nefando compromesso che vede complici vittime e carnefici ! Un saluto fraterno.

Roberto Cavaliere 12.12.05 10:16| 
 |
Rispondi al commento

Concordo perfettamente quanto magistralmente scritto da Stefano Benni e come moltissimi sono estremamente preoccupato per dove questi forsennati, pazzi, ingordi, pregiudicati etc etc "nostri politici" ci stanno portando e quello che mi fa più paura e che moltissimi, come me, sono talmente presi dalla necessità di arrivare a far quadrare il bilancio familiare che il tempo libero diventa poco anche per protestare...... Forse sono paranoico ma sembra quasi che l'attuale congiuntura sia "voluta", necessaria affinchè parte consistente della "massa" sia troppo intenta a sbarcare il lunario per potersi preoccupare di altro.... e quindi i trogloditi proseguono a portarci verso la preistoria!!!!!

Maurizio Gugliotta 12.12.05 05:55| 
 |
Rispondi al commento

Io mi chiedo....ma se un popolo, se un essere umano, è consapevole del fatto che il mondo sta andando in una direzione diversa da quella desiderata dalla gran parte dei suoi abitanti, cosa aspettiamo ad unirci tutti?
Quale e cosa dovra' essere la molla che ci spingerà a dire no a chi pensa di poter decidere per noi???
Forse l'errore non lo fa chi pensa di decidere per conto nostro, ma chiunque continua a permettere che queste persone possano continuare a decidere cosa è bene e cosa è male x noi.
Caro Beppe, bisognerebbe proporre una associazione popolare che preveda l'iscrizione libera di ogni cittadino ad essa e che tale movimento si preoccupi di stabilire la volontà comune in merito al nostro benessere globale.
Quali sono le priorità da stabilire?
In che modo stabilirle?
Domandiamoci prima cosa è meglio x noi, in quanto abitanti del pianeta terra e non solo delle quattro mura che circondano i nostri sonni.
Poi forse qualcosa di buono, ognuno di noi ha le potenzialità x farlo.
Ivan

ivan russo 12.12.05 00:02| 
 |
Rispondi al commento

Io mi chiedo....ma se un popolo, se un essere umano, è consapevole del fatto che il mondo sta andando in una direzione diversa da quella desiderata dalla gran parte dei suoi abitanti, cosa aspettiamo ad unirci tutti?
Quale e cosa dovra' essere la molla che ci spingerà a dire no a chi pensa di poter decidere per noi???
Forse l'errore non lo fa chi pensa di decidere per conto nostro, ma chiunque continua a permettere che queste persone possano continuare a decidere cosa è bene e cosa è male x noi.
Caro Beppe, bisognerebbe proporre una associazione popolare che preveda l'iscrizione libera di ogni cittadino ad essa e che tale movimento si preoccupi di stabilire la volontà comune in merito al nostro benessere globale.
Quali sono le priorità da stabilire?
In che modo stabilirle?
Domandiamoci prima cosa è meglio x noi, in quanto abitanti del pianeta terra e non solo delle quattro mura che circondano i nostri sonni.
Poi forse qualcosa di buono, ognuno di noi ha le potenzialità x farlo.
Ivan

ivan russo 11.12.05 23:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credo che ormai l'uomo sia paradosso di sé stesso. E' difficile pensare di fermare un processo senza causare danni a migliaia di persone. Non che sia d'accordo col progetto TAV,
ma non posso non pensare alle persone che sono
appese a questo progetto. Perché se da una parte si riuscisse a bloccare tutto, dall'altra ci sarebbero una marea di persone senza lavoro e quindi senza reddito e quindi senza vita.

E come per questo esempio, ogni problema ha
il suo bel risvolto umano. E sia che si vinca
sia che si perda, qualcuno finisce per rimetterci.
E guardacaso si parla sempre di chi, sul piatto
del casinò,è costretto a rilanciare la propria vita.

Casino uscire dal circolo...

D.

Dario Carta 11.12.05 23:55| 
 |
Rispondi al commento

volevo proporre una modesta riflessione che mi è nata osservando ciò che sta succedendo in Val di Susa e tutt'intorno (nel mondo). Il mio timore è che la base della società non siano più gli uomini, anzi, che la società in quanto costituita da uomini non sia più di interesse per essi stessi. Il fondamento dell'agire umano sembra proprio essere un altro: i soldi. L'uomo non lavora più per la società in cui vive, ma per il Mercato, concentrandosi ovviamente sul suo personale guadagno. Prima di essere membri di una società noi siamo parte di un Mercato dove si vendono la nostra libertà (a poco prezzo, tanto di quella non gliene frega niente a nessuno), la nostra salute (idem), i nostri valori e principi, il nostro tempo, la nostra vita.
Dove ci porterà questa corsa? Su un treno in un tunnel infinito e infinitamente inutile? su un ponte? spero proprio di no.
Tanti saluti a tutti.
E' meraviglioso poter dire liberamente ciò che si pensa. Grazie Beppe!

andrea faidutti 11.12.05 23:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

propongo il Sindaco del mio paese,Arconate, l'onorevole poco "onorevole" europarlamentare di Forza italia mantovani Mario come primo cavernicolo per molti e gustosi motivi quaòli la proposta per un paese "grande" di 2500 abitanti in più in tre casermoni perchè "lui è bravo a dare le case alle giovani coppie", un progetto di una piazza riscaldata "come fanno nel nord2 così possiamo andare in piazza a scaldarci, un cunicolo tecnologico per nani, una progetto di metropolitana leggera ( Arconate ha 5800 abitanti)la richiesta di avere le cicogne e altre c....e del genere!
Naturalmente manca un asilo nido e la scuola materna è piena ma quste sono cose "normali" che non fanno grande un paese quindi non si fanno

sono orgogliosamente felice di sentire articoli come quelo di benni

luciana ( denunciata, minacciata, insultata per dire queste cose in pubblico...)

luciana stangalino 11.12.05 23:26| 
 |
Rispondi al commento

Concordo in assoluto!! E' il ritratto preciso e triste della nuova classe.

marina voudouri 11.12.05 21:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che dire... concordo in pieno con quanto detto da Adelio Ruffoni.. purtroppo abbiamo quello che meritiamo.
E ne ho una conferma ogni qualvolta mi azzardo a mettere i piedi fuori dalla soglia di casa.
Molti stanno prendendo coscienza , ma temo che siano ancora troppo pochi anche se potenzialmente, sembrano in aumento.
Il problema è che si tratta veramente di un'impresa durissima convincere la gente a mollare il calcio su Sky ed i programmi idioti della tv, nonchè la pubblicità che ci induce al consumismo più sfrenato.
Per non parlare di una maleducazione sempre più dilagante che guarda caso si fa sentire maggiormente proprio a ridosso delle feste!! Mah...
E poi... non solo, ci convincono anche che se facciamo un'offerta ai poveri del mondo, facciamo una buona azione! Certo.. una buona azione a chi ne raccoglie i frutti.. e non parlo dei poveri!!!

Andrea Veroni 11.12.05 18:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le riflessioni di Stefano Benni hanno sempre il potere di sorprendermi per lo spessore e acuta visionarietà, è come se togliesse le ragantele dalle meningi, è come spalancasse le finestre sulla ragione così ovvia e maltrattata, è come uno sputo negli occhi di chi non ha domande...le sue riflessioni sono il trionfo del gande pensatore sul pensiero misero imperante.
e Beppe Grillo subito al posto del Pecoraro!

marialuisa righi 11.12.05 18:22| 
 |
Rispondi al commento

Le riflessioni di Stefano Benni hanno sempre il potere di sorprendermi per lo spessore e acuta visionarietà, è come se togliesse le ragantele dalle meningi, è come spalancasse le finestre sulla ragione così ovvia e maltrattata, è come uno sputo negli occhi di chi non ha domande...le sue riflessioni sono il trionfo del gande pensatore sul pensiero misero imperante.
e Beppe Grillo subito al posto del Pecoraro!

marialuisa righi 11.12.05 18:20| 
 |
Rispondi al commento

L'alta velocità è solo la punta di un iceberg. Le ferrovie sono governate in modo da servire solo a certi interessi. Con il nuovo orario, entrato in vigore proprio oggi, sono stati aboliti in pratica gli Interregionali, per esempio tutti i Torino-Genova-Pisa-Livorno (ce n'erano sei al giorno in ciascuna direzione). Due i principali risultati.
1) Chi da Torino vuole raggiungere la riviera di Levante (Nervi, Camogli, Santa Margherita, Rapallo, Chiavari, Sestri Levante, le Cinque Terre, La Spezia con Portovenere, Sarzana, eccetera: mete frequentatissime dai piemontesi) dovrà cambiare treno a Genova. Molto incentivante, questo, per tanta gente, specie anziani ma non solo, che all'idea di "cambiare treno" vanno in panico. Oltre tutto da due anni, con un'altra geniale trovata, è stato deciso che "non si aspettano le coincidenze in ritardo", neppure per cinque minuti. Concretissima quindi la possibilità di restare bloccati a Genova, essendo il ritardo regola fissa.
2) Chi da Torino vuole andare a Pisa dovrà prendere l'Intercity o l'Eurostar. Risparmierà forse una mezz'oretta (salvo ritardi!), ma spenderà il doppio. Molto incentivante per chi sceglie il treno per fare economia.
Nel frattempo, continua la soppressione di linee secondarie, quelle che servono le piccole cittadine e i paesi.
Questo modo di governare le ferrovie è antisociale e antiecologico, ma onestamente occorre dire che non è solo italiano. In tutta Europa i treni costano troppo e non funzionano bene. Per andare in treno da Torino a Praga, per esempio, ci vogliono 24 ore, ma, quel che è peggio, il biglietto costa esattamente come quello che si spende andando in automobile, con un'utilitaria. Quindi se si è in due a fare una vacanza a Praga, in auto si spende la metà che in treno. Bell'incentivo ecologico... E i treni ad alta velocità, ovviamente, hanno prezzi proibitivi. L'Europa dovrebbe impostare molto diversamente le sue ferrovie. Ma non è Europa dei popoli, è Europa delle banche, e dunque...!


bisognerebbe ogni tanto,fermarsi e contemplare
tutto cio' che la natura ha costruito nel corso
dei millenni,ridimensionandol'uomo,
adeguandolo cosi'ad un ruolo marginale rispetto agli eventi naturali!
lo so' e' difficile che cio'accada ma lo spero!!!
che senso ha costruire nuove autostrade quando poi sono e saranno automaticamente sempre ingorgate!
la protesta dei valsusini e'sacrosanta,
la minaccia che questa nuova realizzazione possa
anche lontanamente minare la salute di quelle popolazioni deve essere presa in considerazione
da chi ci governa!
e poi non dimentichiamo che la natura vince
sempre sull'uomo!

gianfranco maggio 11.12.05 17:01| 
 |
Rispondi al commento

Io sto tra la val di susa e la val sangone.Io sono a favore del tav, quà come al solito si protesta per il puro gusto di farlo,perchè come disse grillo nello spettacolo 2005 era il primo a lamentarsi per i trasporti su gomma, che la maggior parte di tir viaggiano vuoti,quest'opera tende a migliorare tale problema.
Noi come italia dobbiamo andare avanti,non in dietro,i verdi francesi si stanno chiedendo il perchè di tutto sto casino da parte dei valsusini.E poi vi ricordo, ce giusto a venaus, c'è una centrale idroelettrica interamente scavanta nella montagna,bèh... per quello non si è lamentato nessuno mi sembra..
Certo che se andiamo avanti cosi' poi non lamentatevi se siamo sempre gli ultimi,gia non avete voluto il nucleare, e poi devo dire, che a me non dispiacerebbe andare a parigi in meno di 3 ore.
Comunque conferamte che questo è un paese di soli conradittori.

lillo bunet 11.12.05 16:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grazie a Stefano Benni e a Beppe Grillo, siete fra i pochi portavoce del buonsenso, irrorato da competenze che i più, chissà perchè, sottovalutano.
Questo è il risultato di anni e anni di informazione controllata e distorta. La verità è che chi conosce le cose, tecnici esperti in ogni settore, non viene mai messo in condizione di esprimere, rivolgendosi a tutti, le proprie conoscenze, quando questo ostacola i biechi intrallazzi politico economici della classe dirigente, in particolare di quella italiana.
é bello che qua si possa parlare e instaurare un confronto, è bello sapere che c'è ancora chi contesta, e lo fa mettendo in gioco competenze importanti, di prestigio, che possano motivare ogni posizione diversa da quella ottusa e dominante.

ciao a tutti e grazie

alberto bossi 11.12.05 16:31| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
posso dissentire? in fondo, OGNI POPOLO HA IL GOVERNO CHE MERITA. Evidentemente, poichè Berlusconi è stato eletto democraticamente e ahimè rischiamo di ritrovarcelo per altri 5 anni (che saranno probabilmente gli ultimi della democrazia così come la conosciamo) evidentemente alla maggioranza degli italioti va bene così. O no? Siamo il popolo che riesce a non incazzarsi se ci tolgono Biagi e Santoro (nonostante i 5 milioni di spettatori per oltre dieci anni) ma siamo preoccupatissimi di comprarci il decoder se il grande fratello va sul digitale e partecipiamo a tutti i quiz sulla talpa e sull'isola dei coglioni. Questo siamo. La rovina dell'italia sono gli imbecilli intruppati che rimangono appiccicati alla TV anche quando non c'è una fava da vedere. Ignoranti e cialtroni, questo sono gli italiani. E ci meravigliamo che una volpe come Berlusconi & camerati non ne approfittino per farsi i cavoli propri? Ma per favore!!!

Adelio Ruffoni 11.12.05 16:24| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
posso dissentire? in fondo, OGNI POPOLO HA IL GOVERNO CHE MERITA. Evidentemente, poichè Berlusconi è stato eletto democraticamente e ahimè rischiamo di ritrovarcelo per altri 5 anni (che saranno probabilmente gli ultimi della democrazia così come la conosciamo) evidentemente alla maggioranza degli italioti va bene così. O no? Siamo il popolo che riesce a non incazzarsi se ci tolgono Biagi e Santoro (nonostante i 5 milioni di spettatori per oltre dieci anni) ma siamo preoccupatissimi di comprarci il decoder se il grande fratello va sul digitale e partecipiamo a tutti i quiz sulla talpa e sull'isola dei coglioni. Questo siamo. La rovina dell'italia sono gli imbecilli intruppati che rimangono appiccicati alla TV anche quando non c'è una fava da vedere. Ignoranti e cialtroni, questo sono gli italiani. E ci meravigliamo che una volpe come Berlusconi & camerati non ne approfittino per farsi i cavoli propri? Ma per favore!!!

Adelio Ruffoni 11.12.05 16:22| 
 |
Rispondi al commento

come tutti sono stufo di essere preso in giro
x le grandi opere la tav il treno super veloce
il ponte sullo stretto di messina ma dico questi politici ci vanno in giro sui treni sulle strade autostrade italiane? che serve la velocita' della tav se tutto intorno si va piano
i pendolari sono stipati tipo carri bestiame
l'autostra salerno reggio fa pieta' e una mulattiera ma prima mettete a posto le strade le autostrade gli acquedotti che fanno acqua da tutte le parti dopo dopo parliamo di tav e ponte di messina ma ditemi a chi si deve votare x cambiare le cose in questo paese xche non mi fido + di nessuno mi sembrano tutti uguali questi politici

tolisano gennaro 11.12.05 16:21| 
 |
Rispondi al commento

Concordo pienamente con te, Stefano. Grazie per averlo detto, anche se il risvolto triste di questa storia è il fatto che debbano essere quelli come te a farsi portavoce della realtà delle cose e non coloro che più o meno (in)degnamente ci rappresentano Lassù.

Angelo Mazzocchetti 11.12.05 15:58| 
 |
Rispondi al commento

Caro Gian Piero, hai perfettamente ragione, siamo talmente regrediti che i popoli del 3° mondo al ns. confronto sembrano "scandinavi" fossi più giovane avrei già messo in atto il tuo consiglio, visto che siamo anche diventati un popolo senza spina dorsale, egoista , gretto, meschino, degno di essere rappresentato e guidato da questa banda di CIALTRONI E MALAVITOSI.

Se quello che una volta era il popolo che ha dato i natali al rinascimento, non si risveglia è giusto che finisca sotto il giogo di questi IPOCRITI PROFESSIONISTI DELLA PAROLA e gioire delle regalie come il "digitale terrestre" ed il grande fratello.

I. Visconti 11.12.05 15:13| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,
posso solo dire che concordo pienamente su quanto haI scritto. E' praticamente impossibile, dissentire , di fronte all' evidenza dei fatti.
Ma quei palafitticoli, prima o poi, la smetteranno di rompere le scatole, Beppe. Siine certo. Ciao. Ireneo

Ireneo Gerosa 11.12.05 15:11| 
 |
Rispondi al commento

Roberto Bandini 11.12.05 12:55

Il suo commento appare ragionevole. Ma pensi al possibile esito della vicenda: si fa il tunnel; i lavori vanno avanti per 15-20 anni durante i quali la valle è sconvolta e molti valligiani si ammalano per l'amianto, l'uranio ecc. Lei crede che la gente si ricorderà più dei rasponsabili originari? I politici sono trasformisti, per mestiere, anche volendo non riusciremmo più a capire di chi sono state le responsabilità del disastro (sai quanti governi si saranno avvicendati in 20 anni!
Le faccio un paragone. La signora Condoliza Rice (mi scusi non l'ho scritto correttamente) in giro per l'Europa si è difesa dalle accuse di tortura dicendo che l'intelligence americana (grazie a quella pratica) ha salvato molte vite, anche europee. Può immaginare quanti l'abbiano bevuta. Quante sono invece le persone che d'acchito le avrebbero risposto: "Grazie, ma se non aveste proditoriamente invaso delle nazioni asiatiche non ci sarebbe stato bisogno nè di torturare nè di salvare vite dal terrorismo.." Non tante, temo, perchè la gente in genere ha la memoria corta ed è in posizione di inferiorità rispetto ai politici allenati a mentire e a coprire le menzogne con altre menzogne.
Cordialmente,
Carmelo


Carmelo La Licata 11.12.05 15:08| 
 |
Rispondi al commento

leggendo questo grandissimo brano mi sono sentito triste (ho trattenuto un paio di lacrime) ed incazzato, ma anche felice che tante menti riescano a ribellarsi utilizzando l'intelligenza, la ragione. Forse sarà più difficile farsi ascoltare non avendo l'appoggio dei mezzi di comunicazione dittattoriali di massa, probabilmente gli esseri preistorici monocellulari realizzeranno le loro magagne, ma non dobbiamo smettere di credere nell'evoluzione ideologica e nella protesta ad una falsa democrazia.
Una domanda: come facciamo a farci ascoltare se è risaputo che non esiste peggior sordo di colui che non vuole ascoltare (o non sa ascoltare per via dei pochi neuroni avuti in dotazione)?
I falsi sordi divulgatori di cazzate non dovrebbero essere eletti per rappresentarci!
devono essere interdetti, specialmente il clan dei 23!
impariamo a scegliere e a farci ascoltare!
nicola cipriani

nicola cipriani 11.12.05 14:59| 
 |
Rispondi al commento

grande stefano benni e grande beppe che ci comunichi tante notizie molto più interessanti di quelle che circolano in giro sui mass-media..spero che prima o poi i dinosauri si estinguano!!non è forse già successo?Ciao Gemma

gemma cusatelli 11.12.05 14:43| 
 |
Rispondi al commento

non male ...

milvia stefani 11.12.05 14:00| 
 |
Rispondi al commento

Ho una proposta da fare,
facciamo uno scherzone a tutti i ns cari dipendenti statali, andiamo via tutti! ma tutti gli lasciamo marocchini sud americani e albanesi MA SAI CHE FACCE !!! BERLUSCONI COL TRADUTTORE IN 3 LINGUE!!!!MAS LIBERTAD POR TODOS!!! GIAMPY DA ZENA p.s. PRIMA O POI ME NE VADO

GianPietro Mainardi Commentatore in marcia al V2day 11.12.05 13:47| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe,
nel gurdare quello che sta succedendo nella Val di Susa, la voglia della gente di esporre la propria indignazione ad una cosa che mina il loro equilibrio ambientale.
Trovo una certa analogia su quello che era accaduto qualche tempo in Basilicata,precisamentea Scanzano, quando si cercò di portarci le scorie, anche lì la popolazione si ribellò a tutto ciò.
In questi due avvenimenti, come ho detto prima, trovo una analogia comune...Quando il popolo s'incazza non c'è nulla da fare, si deve ascoltarlo altrimenti son dolori.
Purtroppo noi popolo, molto spesso non ci arrbbiamo, con questo genere di politica cavernicola, come letto nel blog, ma ci nascondiamo.
Però quando ci ricordiamo, che il popolo è il sovrano e chi ci rappresenta è solo un nostro dipendente... allora alziamo la voce, facendo cadere certezze, di chi pensa solo ai propri interessi.
Dovremmo alzarla più spesso questa voce...

giuseppe asprella 11.12.05 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Condivido pienamente la visione chiara e precisa di Stefano Benni, apprezzo l’onesto impegno di Beppe Grillo. Mi sento vicino (nonostante la distanza fisica poiché vivo a Cagliari) e solidale con la protesta degli abitanti della Val Susa. Sono STANCO di dover osservare passivamente tutti i soprusi perpetuati continuamente, incessantemente, da un potere ottuso e arrogante che non mi rappresenta, CHE NON CI RAPPRESENTA! Un potere che rappresenta solo se stesso e lo sconfinato interesse personale di ogni elemento che lo compone (I nostri “dipendenti” appunto, per dirla alla Beppe). Ai Poliziotti e Carabinieri e Forze dell “ordine?” dico: quando vi togliete l’elmetti scudi e mazze tornate a casa trovate famiglie uguali a quelle delle persone che avete preso a manganellate in faccia, avete gli stessi problemi (risparmiare, pagare le tasse, sbarcare il lunario, difendere la salute dei vostri cari) delle persone che avete preso a manganellate in faccia cinque minuti prima. Se ci pensate potreste essere tranquillamente dall’altra parte della barricata se si trattasse di difendere i vostri bambini dai rischi di un cancro da amianto. L’unico motivo che avete per pestare gente inerme è l’ordine di una testa di cazzo che sta sopra di voi, con tutta probabità seduto comodamente nella sua poltrona di pelle a tirare cocaina. Prima che Poliziotti, Carabinieri ecc. siete PERSONE con il diritto e il dovere di pensare e SCEGLIERE con la vostra testa se compiere o no un grave atto di violenza, UN ORDINE SUPERIORE NON CI SOLLEVA MAI DALLE NOSTRE RESPONSABILITÀ.
A proposito di Tav Invito tutti, a leggere il documento del Dott. Edoardo Gays all’indirizzo:
http://www.notav.it/allegati/DocUff/Gays_amianto.pdf. E’ inoltre interessante, alla pagina www.notav.it, il filmato 01)- Scandalo Tav - Documentario autoprodotto dai cittadini Romani.

Ottorino Palomba

Ottorino Palomba 11.12.05 13:06| 
 |
Rispondi al commento

Io non ho capito come mai il ponte con la Sicilia sarebbe una cavolata.
Probabilmente non conosco l'argomento.
Credo che raggiungere la Sicilia col ponte invece che con il traghetto sarebbe buono, ma del resto non so niente, quel resto che probabilmente rende ovvio il fatto che farlo sia una cavolata.
Pensate che in modo ignorante come probabilmente la vedo io la vedono anche milioni di italiani che hanno eletto e che potrebbero rieleggere l'odiato da tanti Berlusconi.
Vero è che spesso anche la gente non capisce, ma prima di arrivare a questa conclusione bisognerebbe discutere sul modo in cui la si informa e se è giusto che sia essa ad informarsi o se è chi vuole decidere se fare le opere che deve preoccuparsi di quanto questa si informa e di come la informa.
Non so se si capisce il senso, probabilmente mi esprimo male.
Forse è un circolo vizioso.
Al di là del ponte con la Sicilia è vero che comunque prima, dopo, insieme, forse meglio prima come dicono tanti, vanno fatte anche le altre opere, le altre sistemazioni, della autostrada tanto nominata, dei treni in orario.
Dovrebbe essere un principio giusto quello di sistemare prima le cose esistenti che non vanno e poi di farne altre nuove.
Comunque sia io chi sono per giudicare? Non ritengo di aver le informazioni adatte.
Quelli che devono averle e devono essere in grado di giudicare se fare delle opere o no sono chi governa.
Quelli che scegliamo chi governa siamo noi in teoria e anche se non abbiamo le stesse informazioni, dovrebbe su di noi esserci un riflesso di ciò che fa chi governa in modo tale da esprimere poi la nostra opinione.
Insomma: anche se non capiamo e non abbiamo tutte le informazioni necessarie a stabilire se è più utile fare prima il ponte o sistemare l'autostrada, dovremmo comunque poi a posteriori renderci conto se ciò che è stato fatto ha migliorato la vita di qualcuno in qualche modo.
Dopo ognuno deciderà se è contento o meno e ciò si rifletterà su chi governa, in teoria.

Roberto Bandini 11.12.05 12:55| 
 |
Rispondi al commento

Benni sei cazzuto!. Secondo me l'economia è diventata un fine. Non si fa più l'economia, o il mercato, per fornire e distribuire risorse, ma perché essa, si crede, è l'indice più chiaro del progresso di un Paese.

In poche parole, come è stato probabilmente detto mille volte, l'unico scopo rimasto è quello a brevissimo termine del guadagno o dell'occupazione. In questo modo nascono vere e proprio abominazioni come un'organizzazione assurda (OMC) che vorrebbe favorire l'economia subordinando ad essa qualunque altro aspetto. L'ambiente, le questioni sociali, la salute pubblica, si sono trasformati in "optional" che vanno ignorati se impediscono il commercio di alcuni prodotti o la realizzazione di opere pubbliche. Secondo me le priorità andrebbero completamente invertite. Bisognerebbe mettere le redini all'economia e guidarla seguendo il corso dei fiumi, la crescita della vegetazione, le necessità del maggior numero di persone.

La razza umana dovrebbe possedere la capacità di mettere da parte i propri appetiti primordiali e pensare di più a tutte le conseguenze delle propri azioni. Abbiamo grosse responsabilità e non possiamo fuggirle. L'Italia è forse uno degli esempi più chiari perchè la politica è particolarmente segnata, grazie ai numerosi conflitti di interesse, dall'amore per l'economia fine a sè stessa.

Gli indiani Cree hanno una profezia:
*Solo dopo che l'ultimo albero sarà abbattuto
Solo dopo che l'ultimo fiume sarà stato avvelenato
Solo dopo che l'ultimo pesce sarà pescato
Soltanto allora scoprirai che il denaro non si mangia".
Vorrei concludere con una domanda.
Cosa accadrebbe se tutti i maggiorenni della Terra (ognuno secondo le leggi del proprio Paese) potesse acquistare un'auto e guidarla? Quale sarebbe il comportamento delle case automobilistiche?
Un saluto a tutti. Questo blog è straordinario! Claudi

Claudio Pradelli 11.12.05 12:29| 
 |
Rispondi al commento

Sono molto d'accordo con Stefano Benni, io penso che in effetti sia giunta l'ora di togliere definitivamente il potere a questi personaggi apppartenenti alle luride sette mafioso-massoniche e che il popolo si riappropri finalmente dei suoi leggittimi diritti.

Andrea Alessandri 11.12.05 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Questo tema è di una importanza straordinaria per capire dove si stia dirigendo l'intera razza umana. Secondo me l'economia è diventata un fine. Non si fa più l'economia, o il mercato, per fornire e distribuire risorse, ma perché essa, si crede, è l'indice più chiaro del progresso di un Paese. In poche parole, come è stato probabilmente detto mille volte, l'unico scopo rimasto è quello a brevissimo termine del guadagno o dell'occupazione. In questo modo nascono vere e proprio abominazioni come un'organizzazione assurda (OMC) che vorrebbe favorire l'economia subordinando ad essa qualunque altro aspetto. L'ambiente, le questioni sociali, la salute pubblica, si sono trasformati in "optional" che vanno ignorati se impediscono il commercio di alcuni prodotti o la realizzazione di opere pubbliche. Secondo me le priorità andrebbero completamente invertite. Bisognerebbe mettere le redini all'economia e guidarla seguendo il corso dei fiumi, la crescita della vegetazione, le necessità del maggior numero di persone.
La razza umana dovrebbe possedere la capacità di mettere da parte i propri appetiti primordiali e pensare di più a tutte le conseguenze delle propri azioni. Abbiamo grosse responsabilità e non possiamo fuggirle. L'Italia è forse uno degli esempi più chiari perchè la politica è particolarmente segnata, grazie ai numerosi conflitti di interesse, dall'amore per l'economia fine a sè stessa.
Gli indiani Cree hanno una profezia:
*Solo dopo che l'ultimo albero sarà abbattuto
Solo dopo che l'ultimo fiume sarà stato avvelenato
Solo dopo che l'ultimo pesce sarà pescato
Soltanto allora scoprirai che il denaro non si mangia".
Vorrei concludere con una domanda.
Cosa accadrebbe se tutti i maggiorenni (ognuno secondo le leggi del proprio Paese) potesse acquistare un'auto e guidarla? Quale sarebbe il comportamento delle case automobilistiche?
Un saluto a tutti. Questo blog è straordinario!

Claudio Pradelli 11.12.05 12:21| 
 |
Rispondi al commento

Sinceramente non capisco tutto questo accanimento su un qualcosa che penso sia stato pensato, studiato e sviluppato da qualche anno, si perchè questo genere di lavori, nasce in qualche decennio, si sa i tempi della pubblica amministrazione sono lunghi; proposta, studio di fattibilità, concertazione con gli enti locali, progetto, varianti, pareri degli esperti, corte dei conti, gara di appalto, assegnazione dell'appalto, permessi delle autorità locali, insediamento del cantiere ed inizio lavori. Pensiamo davvero che tutto questo si sia fatto in qualche anno? Magari con la promessa che tutti i governi danno da lavorare ai poveri disoccupati, proprio qualche esponente di quelli che oggi si strappano le vesti, aveva dato inizio a tutto l'iter sopra citato. Non capisco l'accanimento a rendere un fatto di questa natura solo un fatto politico. Devo tra le altre cose osservare, che la protesta legittima degli abitanti valsusini, fatta nei modi e nei termini "civile e democratici" è sacrosanta. Ogni rimostranza fuori da questi canoni, va repressa per tutelare la legalità della Legge e i diritti degli stessi valsusini.
Avrei preferito non lasciare alcun commento, conscio della rabbia e della cecità di alcune persone che lasciano messaggi su questo blog, che a qualcuno potrebbe sembrare di parte, a senso unico, ma noto che ogni tanto si leva anche qualche voce di dissenso.
Ribadisco che le mie sono idee razionali che non si sposano con nessuna strumentalizzazione politico-elettorale, mi ritengo un moderato che guarda ciò che succede, ma si ritrova in gioco quando la misura è colma o in campo le voci sono troppo sbilanciate. A buon intenditore poche parole!
Con questo intervento sono conscio di attirarmi molti insulti, ma è per questo che lo faccio, così saprò valutare la pasta con cui si nutre questo blog.
Viva l'italia!

Giancarlo

Giancarlo Colombo 11.12.05 11:24| 
 |
Rispondi al commento

Vogliamo dire la verità vera ?
Gli interessi economici e/o elettorali che sono alla base delle opere come la tav, in Italia hanno spesso la meglio su altre motivazioni.
Ognuno ha, giustamente, la sua opinione, ma da quando è nato il capitalismo funziona così e non saremo certo noi a cambiarlo.
L'ideale sarebbe che la tav venisse realizzata in maniera tale che ci fosse poi lo spazio per migliorare gli altri aspetti negativi delle ferrovie e dei trasporti in generale: gli ambientalisti francesi, che scemi non sono, hanno favorito il progetto tav perché vuol dire anche meno camion per le strade, meno traffico sulle linee ferroviarie normali e quindi piú spazio per altri treni; ma gli autotrasportatori forse temono di perdere mercato ? Perché non si convertono dal trasporto su gomma al trasporto su rotaia ? Perché guadagnerebbero meno ?
Ciò che a mio avviso nella nostra classe politica manca è l'intelligenza di pensare che "mangiare" un po' meno sulla singola opera gli consentirebbe di "mangiare" piú a lungo, realizzare l'opera prima e meglio per tutti e fare la bella figura di aver favorito la gente.
La tav viene bloccata con la scusa dell'uranio, ma la gente di Saluggia la sentite lamentarsi delle scorie di Trino ?

Enrico Querci 11.12.05 10:59| 
 |
Rispondi al commento

Che aggiungere viva Benni e viva chi come lui ha ancora il coraggio di usare il cervello.
Perchè l'idiozia ormai è un attitudine così diffusa che anche solo manifestare un concetto razionale ti potrebbe renderti un alieno.

Marco Vecchi 11.12.05 10:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Notizia:
(ANSA) - MILANO, 11 DIC - E' stato espulso ieri dall'Italia Mohammed Daki, il marocchino assolto il 28 novembre dalle accuse di terrorismo internazionale. Il legale del marocchino ha definito l'espulsione ''molto grave'' e una ''rivalsa''. Ha detto che ieri mattina verso le 6 Daki e' stato prelevato dalla Digos dal dormitorio della Caritas di Reggio Emilia, citta' dove aveva l'obbligo di dimora e di firma, ed e' stato portato all'aeroporto di Malpensa dove e' stato imbarcato su un volo diretto a Casablanca.

FONTE (ANSA)

COMMENTO: ke facciamo? iniziamo con la pulizia etnica? no... credo il motivo sia un altro...


alberto rossi 11.12.05 10:03| 
 |
Rispondi al commento

Benni ha solo ragione.
Per logica.
Per intelligenza non subordinata alle dottrine né alle manfrine del finto disdegno sulle critiche al mondo dell'economia e della politica quale suo sempre più maldestro strumento.
Perché certe cose se le dicessero (innanzitutto, e le dicessero un po' più spesso) chi può dirle, a chi compete (non parlo di mestieranti trendy e aziendaioli) allora le capirebbe in modo più esaustivo anche chi possiede una minore cultura ma minima intelligenza e sufficiente onestà.
La sostanza della situazione a cui Benni fa riferimento, in fondo, ciò di cui si tratta realmente, è tanto semplicemente grave che altro non può fare la volpe che mettersi a guardia del pollaio mascherandosi da fattore, da veterinario, da poliziotto, da garzone, da predicatore, fin da pollo pur di continuare a controllare il pollaio, il traffico di ingresso ed uscita, uso ed abuso di uova, mangime, pollame.
E' paradossale che certe cose siano costretti a dirlo Grillo, Benni, Travaglio o Guzzanti, in forma o meno di satira o ironia. E' paradossale perché la maggioranza di coloro che dovrebbero e che possono farlo più propriamente, a cui competerebbe, non lo fa, non facendo quindi il proprio lavoro o facendolo disonestamente quando non agiscono in arrogante aperta copertura omertosa del potere di un regime, per dirla in sinistrese.
Poiché se lo sa e lo dice Benni, e Grillo, e tu che leggi ed io stesso allora vuol dire che c'è chi la sa davvero tutta, in tutta la reale gravità, la situazione, cosa succede e cosa sono i fenomeni dell'economia attuale, la quale dicono essere 'di mercato', ma che è ormai un mostro, un freak, un prodotto da frankestein quasi compiuto, un mercato modificato geneticamente per finalità antiche come i pitecantropi, finalità degne di un'antropologia per cui basta un ventesimo del cervello che abbiamo, inutilmente quindi: il controllo del potere e delle risorse e il privilegio di un tale status a costo dell'autodistruzione.
Il problema è paradossale in sé stesso proprio perché tutto questo accade in esatta contraddizione della sopravvivenza della specie umana a vantaggio unicamente una sola categoria di specie: una specie di volpe scaltra e completamente impazzita. Il potere economico è ormai avulso da ogni logica degna di tale definizione, tutto chiuso in un modello di realtà errato come errata era la concezione del mondo antropocentrico dell'universo tolemaico. In una realtà evidentemente differente da quella del mondo di Lucy, l'ominide, di Abramo Lincoln o di mio nonno, oggi tale modello adotta (ed applica, come nulla fosse) princìpi e parametri obsoleti, inetti, pericolosi.
Come dire che più stupidi non potremmo essere visto che sono passati millenni, centinaia di millenni (più gli ultimi cinquecento o anche solo gli ultimi trecento anni davvero straordinari) per raggiungere capacità intellettive ed etiche di conseguenza, nell'ottica della realtà tangibile, davvero superiori, prendendo coscienza del mondo, della natura e degli esseri che ne fanno parte, dello spirito e della sostanza dell'uomo e delle sue società.
Eppure oggi molti negano che stiamo cambiando rapidamente lo stato del sistema-terra dell'ambiente, delle risorse. Negano che stiamo alterando l'equilibrio dell'ecosistema globale (figurati se possono ammettere è lo abbiamo già fatto!).
Come negano l'evidenza di uno scivolamento, una "mission creep" di epoca in epoca, dell'economia capitalista dal puro teorico paradigma del mercato e del benessere comune (ovvero di tutti, sembra una romanticheria tragicomica anche solo dirlo) verso posizioni e atteggiamenti di vera e propria (e fatale per sé stessa) isteria collettiva, una patologia di tipo psichico, allucinatorio dove i manager ammaestrati da pitecantropi pazzi e il profitto stesso ormai trattano il paradigma stesso come dei cani resi affamati pazzi dagli esperimenti considererebbero il cibo: lo masticano senza ormai curarsi che sia cibo, che sia sufficiente al resto del canile o che sia andato a male, che sia tossico o corrosivo o cancerogeno per sé, per la propria prole.
Dei Cani tanto pazzi che anche dopo la sazietà continuano a mordere e masticare, divorando tutto quello che possono addentare e morsicare, anche i simili, ormai senza nemmeno curarsi delle ragioni del cibo, del nutrirsi, nemmeno di cosa sia ormai cibo e cosa non lo sia, del perché continuare a divorare ogni cosa come fosse cibo.

Benni dice delle cose che dovranno essere dette sempre più spesso nel prossimo futuro. Sarà sempre più necessario dirle. Sono cose ben note, ovvie, da tempo per gli economisti di tutto il mondo (almeno alla metà sveglia, competente, reattiva ed intellettualmente onesta).
Anche noi dovremmo esserne consapevoli.
Nella letteratura internazionale che tratta le questioni di economia politica ed ambientale e quelle socioeconomiche globali si parla da diverso tempo degli economisti del pensiero detto "Flat-Earth", che se non fossero i campioni di un atteggiamento (e di uno stile intellettuale) molto serio e pericoloso per la nostra sana sopravvivenza sarebbero una stupenda barzelletta.
Questi gran "maestri di civiltà" (spesso massoni infatti, tanto per portare una tunichetta da Cavalieri, la durlindana e potere esibire le lame rotanti alle conferenze) pensano davvero - non è uno scherzo o una battuta di Burt Simpson - che la terra, il sistema-terra e ogni sistema umano economico o sociale sia grande quanto la loro famelica visione di sviluppo infinito, le risorse e la loro depredazione non abbiano limiti materiali ed etici, o perlomeno finiscano laddove finiscono le possibilità di trarne profitto, e che sia, come ai tempi dei Crociati e degli imperi coloniali, illimitatamente a completa disposizione loro, preda della loro "fame" di risorse in nome del Progresso quando non in nome di Dio, però il Progresso non è per tutti ma solo di chi piace alla Banca Mondiale e alle maggiori volpi a guardia della maggioranza dei pollai più pieni, finché ce n'è.
Per essi la terra e i sistemi si autorigenerano e si autoadattano ALL'UOMO, come se nulla stesse accadendo, come se Kyoto fosse un capriccio dei rompicoglioni invidiosi del loro potere, come se Lomborg fosse uno scienziato e cinquemila scienziati fossero un Lomborg, come se la terra fosse piatta e il Sole girasse intorno alla CEI e a Bill Gates e alle sette sorelle e al Texas, come se la Moratti fosse una persona sviluppata che si intende di scienza e di didattica.
Tanti lo sanno, lo sanno benissimo chi sono, a chi altri "appartengono", e cosa vogliono e come pensano e come questo distrugge ogni tentativo di uno sviluppo sostenibile e tollerabile antropologcamente.
Energia, ambiente, comunicazione, informazione, economie della globalizzazione, migrazioni, squilibrio e patologie, privilegi e controllo finaziario globale ed interessi geopolitici strategici, tigri asiatiche, economie ricche, di potere che studiano mosse di arroccamento come cozze inviperite attaccate agli scogli, come i banchieri ad una posizione tattica.
Perché oltrettutto, la "pacchia" è alla frutta. E così anche quel paradigma o almeno la sua interpretazione e la sua applicazione.
Di questo e di molto altro, di tutto e in dettaglio si occupa la volpe a guardia del pollaio. Anche se pazza.
E' di questo sviluppo senza progresso (lo aveva già ben detto Pasolini) che oggi noi iniziamo a registrare la misera predestinazione, ad averne consapevolezza compiuta. Anche se quasi tardi.
Altro che "Prodi contro Mazinga" come fosse la vera questione! Altro che "D'Alema è antipatico" o "Ruini e Rutelli alle crociate". Anche se significative, queste faccende sono solo conseguenze di una certa informazione (consigli per gli acquisti annessi) avuta dalla volpe e dell'atteggiamento che ne deriva. Dinanzi alla "mamma" della civiltà dei neocavernicoli, queste sono beghe tra gallinelle.
Qui la faccenda è ben più grande e pericolosa.
E anche se da qualche parte occorrerà pur (ri)partire per tentare di riportare (votando innanzitutto, comunque, invece che starnazzare o mafioseggiare) la nostra vita fuori dalle fauci di cani pazzi, occorre anche da parte nostra maggiore attenzione e pensiero "senza il gobbo" scritto dalla volpe, con il sorriso scaltro, lo stile, il pelo e la pelliccia di volpe.
Emancipiamo il nostro cervello e la nostra vita da grossolani indottrinamenti dei "pensatori" della Terra Piatta. Emancipiamoci dal modello dello sviluppo senza progresso, dello sviluppo antropologicamente sottoviluppato del giurassico umanoide che, anche se ha e ci sconta un bel videofonino per natale, rimane eticamente ancora scimmiesco, trombone, ma grasso e indispettito perché ha solo l'ultima fetta di torta e tutti lo guardano mentre lui ringhia, con le fauci ancora aperte e la pazzia a mille.
Iniziamo col non farci dire come stanno le cose proprio dalla volpe a guardia del NOSTRO pollaio.
Iniziamo a toglierci dal groppone della nostra informazione e del nostro atteggiamento intellettuale, di individui, questa volpe che sta a guardia del NOSTRO pollaio.

Senza capacità critica di evidenza, senza onestà intellettuale, senza scelte di vera sopravvivenza e di armonia con il nostro stesso mondo, l'ecosistema o i sistemi umani, tutti, comprese le nazioni - tutte le nazioni -, allora ogni altra capacità che riteniamo arrogantemente "superiore", lo spirito, la filosofia, l'etica e più banalmente e pragmaticamente, la politica, rimangono pettegolezzi e chiacchiere da cialtroni, stronzate di una specie che ha imparato solo a dirsi stronzate per lasciare che pochi divorassero l'intero raccolto compresi i semi di un raccolto futuro destinabile a tutti e lasciando che quei pochi si mangiassero il futuro globale per farsi una tiro di coca e giocare a bingo in mezzo a tante puttane.

Di questo passo finisce che ci ridono dietro anche gli scimpanzè e i castori, figuriamoci i pitecantropi originali. Essi almeno si sono evoluti in qualcosa.
Siano noi che stiamo dimostrando di essere antropologicamente degli inetti, inadatti a gestire le nostre stesse capacità intellettive, le stesse che nella preistoria gli ominidi hanno saputo invece "inventarsi" e sviluppare.
Quello almeno è stato sviluppo con progresso.
Noi così ci rendiamo ridicoli di fronte a noi stessi e alla nostra stessa storia.
Con tutti i nostri videofonini e i tanti Ruini, con le moltissime cose buone e le troppe stronzate che ci diciamo e che di cui abusiamo.

Corrado Paparo 11.12.05 09:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

certamente si rimane a bocca spalancata davanti alla muraglia cinese, o alle piramidi o ... fai pure tu altri esempi, ma per favore non confondiamo le grandi opere con il progresso.
Opporsi a cattivo utilizzo di denaro pubblico non è stare fermi, così come proporre soluzioni alternative non è stare fermi.
Rifiutare il dialogo, questo sì che è addirittura immobilismo.

egilas bonsanti 11.12.05 09:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

noi italiani siamo straordinari...giriamo il mondo e spalanchiamo la bocca,vedendo le opere di altre grandi città,poi quando dobbiamo farle noi siamo sempre a fare muraglie x non farle realizzare....certa politica fà veramente ridere...xchè la sinistra vuole stare ferma? forse x voi il tempo non esiste....xcaso siete fermi ancora nel 1970? svegliatevi....

mauro bucca 11.12.05 09:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Penso, da parte mia, che l'uomo (come genere) non abbia mai smesso di comportarsi da cavernicolo e di rispondere all'istinto della sopravvivenza della specie. Ciò che incuriosisce nell'uomo contemporaneo, osservandolo, è cosa per lui rappresenta la salvezza e cosa il pericolo.
Come i primitivi il branco dà senso di maggiore forza, e da appartenenti ad un branco ci si comporta da spavaldi.
Vale a mio avviso ricordare che alla fine, al di sopra di ogni limitata scelta umana regnano le leggi della natura, imprevedibili, inspiegabili ma il più delle volte con effetti catastrofici.
Diciamo che nel XXI secolo continuiamo a lottare branco contro branco e non abbiamo ben chiaro che siamo tutti sulla stessa barca e che se c'è un modo per sopravvivere tutti e meglio, probabilmente è tempo di rivedere le strategie di confronto fra esseri umani.

Lorena Pinciaroli 11.12.05 07:53| 
 |
Rispondi al commento

ORMAI NN CREDO PIU' NELLE RIVOLUZIONI PACIFICHE,LORO DELLE NOSTRE MARCIE E STRISCIONI SE NE SBATTONO LE PALLE,SI DOVREBBE PASSARLI TUTTI PER I FERRI......QUELLI CHE VERRANNO DOPO STARANNO PIU' ATTENTI.
LORO SONO I "GIUSTI E I SAGGI" QUELLI CHE MANIFESTANO INVECE SONO I "DELINQUENTI,I POCHI FASCINOROSI,INACCETTABILI",SMANGANELLATI DA GENTE CHE STA'SULLA STESSA BARCA MARCIA (LE FORZE DELL'ORDINE).
UOMINI DELLE FORZE DELL'ORDINE,VOI DOVRESTE RIFIUTARFI DI FARE DELLE COSE DEL GENERE,VOI SIETE DEI NOSTRI NN DEI LORO........PERDERESTE IL LAVORO,....BE'..NN SAREBBE UNA GRAN PERDITA
MA UN GUADAGNO DI DIGNITA'.

cristiano parmiani 11.12.05 00:41| 
 |
Rispondi al commento

Non credo che fare soldi e mirare ad un profitto cospicuo sia sbagliato,e che opere come il ponte e l'alta velocita'non vadano costruite.sbagliate lo diventano quando, per arrivare ad esse non si tiene conto della vita altrui.qindi se qualcuno vuole costruire un c...o di treno che viaggia a 400km\h per dimostrare che noi italiani siamo ipertecnologici ,o fare tanti di quei soldi che normalmente corrispondono ad un PIL di tutto rispetto...CHE LO FACCIANO.Ma non devono dimenticare che le formichine che pagano sia il ponte che il super estratto conto sono i pellegrini come me ..che non hanno 2 lauree (che poi servono ad in...are il popolino) o cariche politiche ,ma sgobbano ad oltranza per fare a pugni con i conti di fine mese.per concludere,non abbiamo capitali e quando vogliamo giocare con i treni ,compriamo quelli in scatola.Lasciateci illudere che i paesaggi italiani siano anche nostri.

gianluca damiani 10.12.05 22:08| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto su una bozza di un libro mai pubblicato quanto segue: "l'armatura dell'uomo nei secoli" Mani e piedi.
Clava.
Freccia ed arco.
Freccia, arco e scudo.
Freccia, arco, scudo ed elmo.
Freccia, arco,scudo elmo e parastinchi.
Freccia, arco, scudo, elmo, parastinchi e parabraccio.
Armatura completa, lancia, scudo e cavallo.
Blasone.
Blasone e carrozza.
Automobile.
Automobile e barca.
Automobile, barca e moto.
Automobile, barca, moto e muta.
Automobile, barca, moto, muta e casco.
Aereo.
Aereo ed elicottero.
Telefono cellulare.
Ma....... l'uomo dov'è?!
Ci penserà lo stato sovrano a spogliarlo poco a poco di tutto!

marisa bonsanti 10.12.05 21:37| 
 |
Rispondi al commento

Riguardo a coloro che "vendono petrolio e dopo non gliene frega più niente", credo che sappiano già cosa fare con il dopo petrolio. Sono convinto che hanno tutto pronto(brevetti, campagne pubblicitarie ecc.) Vorrei rammentare che nel 1973 (pubblicato sul secolo XIX di Genova) un ingegnere di Torino con una variazione al suo motore per 150.000 lire aveva già percorso 3000 Km in europa con la sua auto. La Fiat gli voleva comprare il brevetto per mezzo miliardo. Chiaro che molto probabilmente quel brevetto (come altri, così la penso io) è nel cassetto di qualcuno. Insomma l'idrogeno gratuito non esisterà, perchè sono talmente bravi a farcelo pagare più della benzina.

Vladimiro Ierardi 10.12.05 21:12| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno un giorno forse creò il mondo...la terra,l'aria,l'acqua,il fuoco...i quattro elementi principali erano lì a disposizione di tutti gli individui, NESSUNO ESCLUSO...ma negli anni le cose mutarono...
Qualcuno un giorno parlò di "responsabilità dello scenziato"...forse perché non ci vuole poi tanto a capire che di uno strumento si possono fare usi giusti e sbagliati....
cosa successe negli anni?
Un signore di nome Thomas Edison un giorno inventò la lampadina per metterla a disposizione di TUTTI,come il signor Meucci inventò il telefono, e senza citare tutte le invenzioni fatte nei secoli mi chiedo come siano state applicate piuttosto...
e non è difficile rispondere... il progresso è nelle tasche di 4 industriali mafiosi, grazie a chi ancora crede che se vuoi una cosa buona >, grazie a chi crede che non ci siano soluzioni alternative, a chi si benda gli occhi, a chi si tappa le orecchie e parla a vanvera.
e mentre la terra viene distrutta,i cari vecchi elementi naturali vengono spartiti fra i potenti,vengono sottratti al resto del mondo che li paga a caro prezzo... o peggio che non può nemmeno pagarli ed è costretto a morire: si perché è VERGOGNOSO che nel TERZO MILLENNIO ci siano bambini che MUOIONO di SETE all'ombra dell'oro di plastica degli uomini delle caverne.

NESSUNO è CONTRO IL PROGRESSO,SOLO CHE C'è QUALCUNO CHE PENSA DI METTERLO A DISPOSIZIONE DI TUTTI IN PIENO RISPETTO DELLA NATURA,E QUALCUN'ALTRO CHE SI CREDE SUPERIORE,CHE SCEGLIE LA VIA PIù FACILE PIUTTOSTO CHE QUELLA PIù GIUSTA.

federica ferrigno 10.12.05 20:08| 
 |
Rispondi al commento

> DA BARBON VICE SINDACO BRUZOLO, CONFERMATO DA COTTERCHIO PRESIDENTE
> LEGAMBIENTE VALSUSA COMUNICANO QUESTO SMS
>
> "CONFERMATA TOTALE CHIUSURA ALLE RICHIESTE DELA VALLE. GOVERNO REGIONE
> PROVINCIA HANNO FIRMATO ACCORDO SU COME PROCEDERE: STOP VENAUS PER QUALCHE
> MESE MENTRE UN OSSERVATORIO STUDIA-POI VIA AL BUCO. INTANTO PASSANO LE
> OLIMPIADI.....SIAMO PACIFICI NON FESSI. Questa è una splendida notizia. La stanza dei bottoni se la sta facendo sotto per le olimpiadi!!!! Bene. Nel contempo della "tregua olimpica" noi non si molla e il tempo lo utilizzeremo per "approfondire" ....alcune cosucce!!! Senza abbassare la guardia.... :)

nadia redoglia Commentatore in marcia al V2day 10.12.05 20:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vi rendete conto che scrivete, scrivete, scrivete, ma non avete tirato fuori un ragno dal buco, dite sempre le stesse cose,ormai trite e ritrite, provate a ripassare sui post! oh, sono tutti uguali, inutile che stiate quì a rompervi le palle l'uno con l'altro, oggi a palazzo chigi i sindaci di Val di Susa, si sono messi d'accordo con il governo,rifaranno un tavolo di dicussione e la TAV come era presumibile si farà e tutto questo, facendo il verso a Blade Runner "finirà come lacrime nella pioggia, è tempo della tav"
State scherzando?! Sono d'accordo tutti in modo trasversale, destra-sinistra-centro-capo dello stato, gli unici contro sono gli estremi sinistri da Bertinotti a Cosutta al Pecoraro ma per ragioni prettamente politiche, perciò tutti i vostri discorsi vanno a finire, come era presumibile, nel perfetto nulla.
Come i metalli, come i tetrapak, nulla...nulla, perchè così va il mondo, comanda chi ha il potere,
Bush era il più odiato del mondo, è stato rieletto
a furor di popolo e così sarà per Berlusconi, lo odiano tutti ma è al governo, tranquillo, passando attraverso una congiuntura europea disastrosa, e quando farà vedere i risultati del suo governo, sarà rieletto e tutti a beverone,
bisogna altresì ricordare che se è al governo qualcuno lo ha votato nel 2001, visto che ha una maggioranza spaventosa! e gli italiani che l'hanno votato? ma allora sono la maggioranza silenziosa...spaventosa e silenziosa!

Max Fidello 10.12.05 20:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma non c'e'un modo x levarci questi elementi dai piedi?
io ho un'idea
sequestrare i loro soldi
comprare un'isola in mezzo al pacifico costruire un super albergo e ficcarli tutti dentro
naturalmente senza fargli mancare niente sia chiaro
e i loro soldi che se li ficchino in culo
questa secondo me è giustizia
i pazzi in manicomio
e gli imprenditori bravi a lavorare

giovanni pau 10.12.05 19:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il giochino Arretrato - Moderno, mi ricorda Celentano con Rock - Lento e dunque, se non arretrato, è comunque NON innovativo. Inoltre quello che non mi piace affatto nella lettera di Benni è il disprezzo per il profitto che si percepisce come filo conduttore del suo discorso. Questo, caro Benni, è altrettanto Arretrato... morto e sepolto. Dalla sua lettera traspare che chi fa profitto è un malandrino, gli altri sono grandi innovatori.
Non c'è nulla di più arretrato. E noi dovremmo combattere affinchè ciò fosse chiaro a tutti.
Se il profitto è generato dalla creazione di valore, senza per ciò violare i diritti degli altri, non è assolutamente da disprezzare, al contrario è da auspicarsi.
Con ciò non voglio dire che la caso della TAV rientri in questi parametri, e cioè che crei valore senza violare diritti sacrosanti come quello alla salute delle popolazioni locali,
ma per favore smettiamola di dire che chi fa profitto è il diavolo arretrato e chi non lo fa
è un grande innovatore.
Questi sono concetti del 1900! Cerchiamo di andare avanti.

emilio lapiello 10.12.05 19:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E si! mi sono proprio convinto che questa è un'altra colossale cazzata imposta ,come dice benni, dagli uomini delle caverne.Come il ponte sullo stretto, le unutilità faraoniche sono all'ordine del giorno di questo governo. Solo una cosa mi sorprende, ma solo un pò. Perchè i siciliani non si sono mobilitati per la difesa del loro territorio per chiedere che questa montagna di soldi stanziati per uno stupido colossale monumento, vengano usati per esempio al raddoppio dei binari della maggior parte del sistema ferroviario siciliano e alla lotta alla mafia? Misteri della vita.

Pino 10.12.05 18:51| 
 |
Rispondi al commento

E si! mi sono proprio convinto che questa è un'altra colossare cazzata imposta ,come dice benni, dagli uomini delle caverne.Come il ponte sullo stretto le unutilità faraoniche sono all'ordine del giorno di questo governo. Solo una cosa mi sorprende, ma solo un pò. Perchè i siciliani non si sono mobilitati per la difesa del loro territorio per chiedere che questa montagna di soldi stanziati per uno stupido colossale monumento, vengano usati per esempio al raddoppio dei binari della maggior parte del sistema ferroviario siciliano e alla lotta alla mafia? Misteri della vita.

Pino 10.12.05 18:50| 
 |
Rispondi al commento

concordo in pieno con stefano benni, il lupo. mandiamoli tutti a casa da sx a dx questi str.....i di dipendenti.

francesco falcone 10.12.05 18:22| 
 |
Rispondi al commento

Gli uomini che possono contemplare un vasto orizzonte, sembrano avere il dono di poter scrutare gli ambienti e le situazioni da molte angolazioni e sanno sfruttarli.Ma poi quando gli orizzonti si restringono e gli ambienti diventano pezzi di carta o simboli su uno schermo... ...è facile che perdano il controllo.

La convivenza è il nostro problema, la divisione del patrimonio comune. Dobbiamo ribadire che certe istituzioni apparentemente non sono nate con l'intento di arrecare danno a cose della Natura o a persone,ma con il sogno di riuscire insieme a usufruire al meglio dei doni che la terra elargisce.

Purtroppo per questioni di sopravvivenza le persone si vendono a caro prezzo la conoscenza e non tutti se la possono comprare.

Così c'è chi riesce a sfruttare le risorse usufruite e chi non ci riesce, c'è chi le accumula.

Chi tanto e chi niente.
Il gioco del potere.
Sembra quasi che alla fine sono le stesse istituzioni che impediscono un equilibrato sfruttamento e un' equa distribuzione delle risorse.

Il risultato è che la comunità come il singolo uomo medio non ha più una "vista" lungimirante.
precari noi giovani precaria la comunità precari gli equilibri naturali.

francesco ottaiano 10.12.05 18:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

concordo in pieno con stefano benni, il lupo. mandiamoli tutti a casa da sx a dx questi str.....i

francesco falcone 10.12.05 18:21| 
 |
Rispondi al commento

Non avete anche voi il desiderio di sentire il profumo del napalm, che brucia nella strada alla mattina, invece che fare colazione, tutti in piazza a distruggere vetrine e negozi, assaltare e violentare, demolire e razziare, stuprare e darci alla pazza gioia scatenando i nostri più infimi e bassi istinti, liberi dalla polizia e dai carabinieri, potremo aprire tutte le prigioni e armare i delinquenti così si faranno giustizia da soli metteranno a ferro e fuoco ogni tipo di casa, palazzi, castelli, bisogna distruggere questa civiltà, società dei consumi sfrenati, basta stare comodamente negli uffici, al caldo d'inverno e al fresco d'estate a scrivere sui blog tutto il giorno piuttosto che lavorare, smettere di andare in ferie,bruceremo hotels da Cortina a Siracusa, l'italia sarà un enorme incendio e tutto ricomincierà a germogliare, erba nuova, bella tosta da farci dei bei cannoni,senza che ci arrestino,e infileremo i fiori nel posteriore e diventeremo i figli dei fiori, ai no-frocial una candela accesa sempre nel cecio e così potranno cantare "noi siam come le lucciole"
con l'aiuto di vendola, pecoraro e grillini, sarà fantastico stare tutto il giorno a cannoneggiarci di erba sana, sdraiati in mezzo a prati infiniti
come "strawberry fields forever" mangeremo i frutti che ci regalerà il buon Dio che tutti ama,in fondo abbiamo o no il libero arbitrio!!!
e così in orride ammucchiate, selvagge e senza pudore, uomini e donne potranno finalmente dar sfogo alla bestia assatanata di sesso, e il giorno dopo? ecchisenefrega, intanto non abbiamo mangiato i metalli,hai detto niente!!! e Negri potrà riprendere a formare le br, ma allora non saprà più contro chi sparare, cacchio non ci avevo pensato...e Dario Fo con chi se la prenderà!
e se Berlusconi non ci sarà più...cavolo...come faremo ad inveirgli contro!!! non ci sarà più Lunardi a volere la tav e noi? con chi faremo resistenza resistenza resistenza, poveri noi tapini,è più triste di prima...che stress....

Max Fidello 10.12.05 18:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cacchio, Beppe, un altro comunista di cacca rivoluzionario e folle, quando la smetterai di mettere in crisi Berlusconi-superciuk?
lasciatelo lavorare è oltre la metà dell'opera, deve terminare per restare vivo, già poichè se fai una promessa agli operai e poi non la mantieni rischi la faccia; ma se fai una promessa alla mafia e poi non la mantieni rischi la vita.
quindi per il bene suo e dei suoi amici di merenda lasciamo che continui a depauperare l'Italia raschiando il fondo del barile, gente cote te, come Benni, come Travaglio, come Fò, come Santoro, come Biagi, come Vauro, come Luttazzi e tanti altri non hanno capito un cacchio, baciamo le mani, andrea

Andrea Falzone 10.12.05 17:35| 
 |
Rispondi al commento

I testi di Benni sono taglienti, dissacratori, mirano al cuore, con ironia e con sarcasmo; ma contro questi "uomini delle caverne" servono i fatti e, per fatti, intendo l'impegno concreto di persone giuste nella vita politica del paese; le parole, anche se di un essere umano che stimo per la sua onestà intellettuale, non servono a nulla, se non a roderci ancora di più nelle viscere; serve un movimento che nasca dal basso come quello dei girotondi, che scavalchi i partiti, putridi e sozzi. Appunto, i girotondi, che fine hanno fatto? E la brava gente che li ha creati? Facevano troppa paura a qualcuno? Credo anche nella rete, come Beppe Grillo, sarà l'unico strumento in grado di salvare l'essere umano da pochi folli, megalomani, senza scrupoli. Perchè la rete è di tutti.

Alberto Populin

Alberto Populin 10.12.05 17:33| 
 |
Rispondi al commento

FORZA BEPPE, SIAMO PRONTI PER UNA BELLA GUERRA CIVILE, "ARRIBA REVOLUCAO" RIVOLUZIONE, FACCIAMO FUORI TUTTI, PERCHè ASPETTARE LE ELEZIONI CHE DESTRA O SINISTRA VORRANNO LA TAV SIEMPRE SIEMPRE,
E NOI CI TOCCHERà MANGIA' IL FERRO E IL NICHEL CHE NON RIESCO A DIGERIR? FORZA HO GIà ANFIBI PRONTI LUCIDATI E TUTA MIMETICA CON WAPONS E GUN, ANDAMO A MATAR TUTTI, COMPAGNEROS...EVVIVA IL CHE, EVVIVA IL FIDEL, EVVIVA RIVOLUTION, TU SARAI IL GENERAL DE TUTTI NOI E CI COMANDERAI PER LIBERAR PER SIEMPRE IL TERRITORIO ITALIANO, ARRIBA ARRIBA VIVREMO COME NEL PARADISO CUBANO E AVREMO UNA BARACCHINA A TESTA, BASTA PESTICIDI, AUTOMOBILI, CI FAREMO IL NOSTRO ORTICELLO LA NOSTRA MUCCA,LE GALLINA SENZA AVIARIA,E LI PURCELUN PARA FAR EL SALAMINO NON PIù CACCIATORINO, NON PIù NEGRONETINO E SENZA NICHELINO,CI FACIAMO I TURTEI CON LA SUCCA E STIAMO DA DIO, E ALLA SERA NO TV, NO TAV, NO SCOPAR, NO DORMIR, NO LAVORAR,NO QUALSIASI COSA, LIBERIAMO L'UOMO DALLE COMODITà, URCA, NOI TORNIAMO ALL'ETà DELLA PIETRA, ALLORA SI CHE SI STAVA BENE, VOLEVI UNA DONNA GLI DAVI UNA LEGNATA IN TESTA E TE LA PORTAVI NELLA GROTTA, QUELLA ERA VITA, TU SARAI IL NOSTRO LEADER MAXIMO BEPUN EL GRILLUN E L'ITALIA SARà TUTTA UN ORTO, PIENO DI MUCCHE, CAPRETTE CHE CI SALUTANO E I MONTI CI FANNO CIAO,è BELLISSIMO, BUTTEREMO GIù TUTTI I PONTI E DISTRUGGEREMO LE STRADE, LASCIEREMO SOLO LE VIE DEGLI ANTICHI ROMANI E ANDREMO A CAVALLO, NON CI SARANNO PIù POLVERI AL PIOMBO,E I NOSTRI POLMONI RESPIRERANNO,PER AVER LA ROBA DA VESTIRCI FAREMO ALZAR LE NOSTRE DONNE ALLE 5 DEL MATTINO, ANDRANNO A MUNGERE LE VACCHE E CI CUCIRANNO ABITI FATTI CON IL CUOIO,E LAVERANNO NEI FIUMI PIATTI E MUTANDE CON LA CENERE CHE PIù BIANCO NON SI PUò, POI TRA 2000 ANNI TORNERà IL PROGRESSO MA NOI SAREMO GIà MORTI E LI FREGHIAMO EH EH EH EH

Max Fidello 10.12.05 17:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei consigliare la lettura del libro di Domenico De Simone "Un'altra moneta", in cui c'è un passaggio in cui si chiarisce un modo alternativo per risolvere il problema della locazione di strutture indesiderate ma utili (come ferrovie, ponti, discariche, inceneritori,ecc.), spiegando il significato di NIMG Questions (Not In My Garden), e sul diverso modo che regimi diversi affrontano il problema.
Il libro, però, tratta soprattutto della possibilità di cambiamento dalla moneta "cartastraccia" timbrata BCE con Titoli Obbligazionari a Tasso Negativo emessi da Movimenti di persone. E soprattutto è liberamente scaricabile dal sito www.domenicods.tk in formato PDF. LEGGETELO TUTTI!!!

Marco Zonta 10.12.05 16:37| 
 |
Rispondi al commento

caro Marco Bruzziches a me non me ne fotte un cazzo se Beppe Grillo evade o meno le tasse.

questo sito nn fa è altro ke informare (come altri del resto) in modo trasversale.
sta all'intelligenza delle persone filtrare e scegliere ciò che ritengono vero o falso.

l'importante è che si possa dissentire.
si possa far valere le proprie ragioni.

si possa DISSOBBEDIRE!!SIEMPRE!!
ahaha!!

Luciano Lucifero 10.12.05 16:35| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Massimo (mi permetto di darti del tu),
anch'io fino a poco fa mi ponevo il problema se esistesse un modo "tecnicamente efficace" di risolvere la questione.

Poi mi sono ricreduto: la tecnica c'entra poco, anche se tutto fosse fattibile senza "esternalità" e senza rischi, a che servono in realtà quest'opera, il Ponte sullo Stretto e molte altre ?

Faccio molti km per lavoro (soprattutto in auto, ma anche in treno): ci sono tante esigenze prioritarie, cominciamo da quelle veramente importanti; cerchiamo di investire in sviluppo sostenibile, in qualità (e non solo in quantità), nello spostamento del traffico merci dalla gomma alla rotaia sul NOSTRO territorio nazionale, nella riqualificazione delle periferie urbane, ...

Questo Stato, invece, investe cifre immense sulle cose che meno interessano i cittadini: finanziamenti per decoder digitali terrestri (tecnologia morta, idiota e troglodita per accedere alla quale basta recarsi in un grande magazzino ed avere il bonus) e non collegamenti internet superveloci e computer per tutti (tecnologia innovative per avere le quali bisogna essere nati in determinati anni, inoltrare domande per avere uno sconto parziale), trafori e ponti inutili e non tangenziali intasate e autostrade in perenne ristrutturazione, ...
Potrei continuare a lungo (ma confido che tutti abbiano chiari gli esempi).
D'altra parte queste opere (tunnel, ponti, decoder, ...) soddisfano delle esigenze così sentite che c'è la coda di investitori privati alla porta e la coda di clienti alla cassa....

E' ora di finirla con queste classi dirigenti fatte per lo più da ignoranti, inetti, arroganti e disonesti ladri di galline, capaci solo di portarci verso il baratro e incapaci di comprendere il concetto di "collettività".

E' ora che tutti i cittadini capaci ed intellettualmente onesti si muovano e tornino a partecipare e gestire la cosa pubblica nell'interesse di tutti e non di questa e quella lobby.

Giovanni Lanaro 10.12.05 14:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Consiglio vivamente di leggere l'introduzione del libro L'Impero di Toni Negri. costa 10 euro, ma spiega cosa sono affari, speculazione TAV, ecc... Capire l'attuale, avere una coscienza storica è vivere

gianni pivetta 10.12.05 14:33| 
 |
Rispondi al commento

Gran bell'articolo....

Matteo Melchiori 10.12.05 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei chiedere un paio di cose:
- tutte queste schifezze metalliche è possibile eliminarle in qualche modo?
- puoi interpellare qualche tua conoscenza per scoprirlo? (che so, un megamagnete a fine della catena della macinazione delle farine...)

grazie e buon lavoro (ottimo lavoro ^_^)
massimo

Masimo Zannoni 10.12.05 14:12| 
 |
Rispondi al commento

veramente molto bello questo testo, che sottoscrivo in pieno...

michele alfonzetti 10.12.05 14:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Capisco il tuo sconforto, però gli Uomini NERI DENTRO, mi fanno più paura è quelli il più delle volte sono uomini bianchi, con i guanti bianchi con la camicia di seta pura bianca, li trovi in ogni luogo.SONO I PEGGIORI.

marino bozzi 10.12.05 13:57| 
 |
Rispondi al commento

Lavoro che ci hanno tolto,hanno cancellato la nostra dignità di esser umani,solo che ancora non ci si è resi conto di questo.Tutto coi va bene,e quindi ci sta bene se ce la mettono sempre nel culo!Gli ideali in politica non sono mai esistiti,la corruzione c'è sempre stata sin da tempi di cui non ho memoria alcuna!Provate ad analizzare la vera essenza del capitalismo pensato da MARX e mettetelo a confronto con quello attuato dal comunismo.COMUNISMO lontano anni luce dall'idea origianaria di marx!
Hai ragione Beppe è la conoscenza che ci renderà realmente liberi!
Pasquale

Pasquale Sacchinelli 10.12.05 13:14| 
 |
Rispondi al commento

Ponte di Messina,TAV, condoni edilizi(a favore dei mafiosi),evasione fiscale,falsi braccianti,etc etc..Probelemi sempre esistenti da quando è nata la REpubblica!E la cosa più triste è che ogni anno si amplificano a danno dell'onesto lavoratore!La nuova generazione non ha futuro!E' inutile prendersela coi politi,la colpa è nostra,anzi voistra in quanto io ho rinunciato da tempo al mio diritto di voto!Naturalmente non mi vanto di ciò,ma purtroppo non ci sono candidati carismatici e capaci di intervenire con intelligenza sui vari problemi che affliggono L'italia!
La colpa è nostra che ci fermiamo alla superficie delle cose,non abbiamo iniziativa alcuna,si va sempre dietro alle manifestazioni organizzate dai partiti politici e sindacati.Non ricordo una ma dico una manoifestazione spontanea organizzata dai soli cittadini senza l'ausilio della merda politica!
Se veramente vogliamo cambiare la situazione,cerchiamo di prendere prima coscienza di noi stessi come essere umani pensanti,capaci di agire autonomamente!
Come cittadino parteciperò alle manifestazioni di piazza quando scompariranno le bandire rappresentati i vari partiti compresi i politici stessi che hanno invaso persino la televisione e noi cretini che li seguiamo anche!
SE non erro in italia siamo circa 76 milioni di abitanti,sicuramente molti di più con l'ingresso degli stranieri!
Provate ad immaginare una totale astensione al voto con aggiunta anche di atsenersi a presentare il classico modulo 730 per il pagamento delle tasse.Dovrebbero mettere in galera circa 76 miolioni di italiani,sempre che ci riescano,e sempre se riusciranno a fare a meno dei nostri soldi!
Questo per farvi capiree che il vero potere è nostro in realtà,solo che non si ha una reale coscienza di ciò.La cosa è utopistica perchè siamo noi limitati a pensarla così,preferiamo starcene belli e tranquilli senza muovere un dito.Non è il partito politico che ci dà da mangiare,ma è il nostroi lavoro quotidiano che ci mantiene..(continua)

Pasquale Sacchinelli 10.12.05 13:07| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo

Gli uomini delle caverne, hanno perso un avversario, per loro molto pericoloso, e per noi, che dalle caverne vorremmo finalmente uscire, un alleato un amico prezioso di cui sentiremo la mancanza.

Intervengo per la prima volta sul tuo blog e vorrei farlo proponendo la mia ammirazione per Paolo Sylos Labini, scomparso da pochi giorni; la mia stima per la sua figura, la mia sconfinata ammirazione per il suo anticlericalismo (che come ha ricordato Giovanni Bachelet, non gli impediva affatto di avere “profonda stima e considerazione per la fede cristiana”).

Forse posso apparire come uno che salta, presto per giunta, di “palo in frasca”, ma per omaggiare la figura di Sylos Labini voglio testimoniare che da qualche giorno sono sotto l’influenza dell’ascolto di un tema musicale, che ho ascoltato per caso, guardando un servizio del TG3 dedicato a “Le Cirque du Soleil”.

Il tema, si chiama “Alegria”, che è anche il titolo dello spettacolo che quella “compagnia di giro” tiene attualmente in cartellone.

Ebbene forse non è un tema, musicalmente parlando, di alto valore, ma ugualmente mi sono scoperto ad ascoltarlo con grande piacere, e mi sono chiesto perché.

La risposta che mi sono dato, è che la sua melodia il suo tono, coincidono in pieno con lo stato d’animo di cui da tempo sono prigioniero, per cui sono…….

Allegro…..
…… come può essere una persona che ha la fortuna di godere di una moltitudine di stimoli, anche i più dissonanti fra loro, che so.......
.... una buona zuppa di pane nel latte come l’acquolina in bocca per lo struggente ricordo della zuppa di cipolle alla lombarda, che proponeva il compianto Franco Colombani......

.....la lettura dell’ultimo numero di Tex Willer “Fratello Bianco”, come la lettura dei racconti di Alice Munro che stanno sotto il titolo “Il percorso dell’amore”

.....l’ascolto di Glen Gould che suona le sonate per piano di Hindemith, o Mina che canta My way….

Ma sono anche contemporaneamente…….

Malinconico

Come solo si può essere in un Paese soffocato dal peso millenario di un “potere” da sempre fobico e autarchico, anche quando “costretto” ad indossare le maschere della democrazia.

Un potere che nelle sue forme migliori (figuriamoci quelle peggiori) non sa liberarsi di una sudditanza psicologica che lo vede sempre e comunque in debito di una legittimazione, che sempre qualcun altro gli deve concedere………:

….il Papa, il re di Francia o quello di Spagna, Lenin o Stalin, Hitler o Truman, Reagan o la Thatcher …… e da ultimo tutti quelli, nessuno escluso, che vanno blaterando di sé di essere…….riformisti….. un potere però, mai capace di farsi legittimare, in modo franco e trasparente, dal suo popolo.

Ecco allora che la scomparsa di una figura come Paolo Sylos Labini, non può non coincidere con un ulteriore scrollone alla speranza.

Perché se è pur vero che oggi è importante come qualcuno scrive: “cacciare i lanzichenecchi” anche per rendere così omaggio allo stesso Sylos ......è pur vero che scacciati questi lanzichenecchi, quelli che si apprestano a sostituirli, lanzichenecchi forse non sono, ma certamente sono però ombre pallide e sbiadite (come solo uomini delle caverne possono essere), ancora alla ricerca di una luce di cui riflettere.

Ombre pallide, capaci da sé a mala pena, di far ciascuna lo sgambetto all’altra (o prendersi a colpi di clava sulla testa e possibilmente di spalle), pronte tutte ancora una volta, a farsi legittimare dall’alto, o, in subordine, ad elemosinare un passaggio sull’Itaska o una comparsata in TV-spazzatura, tutte convinti che il popolo, in fondo, possa solo fare quello che ha sempre fatto ……. “se gratta”.

Vittorio Melandri (Piacenza)

Vittorio Melandri 10.12.05 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Gentile Sig. Grillo,
di recente ho appreso tramite pubblicità via radio, di una nuova importantissima campagna a favore degli animali, promossa dalla L.A.V.
Mi spiego meglio: la L.A.V. promuove una campagna contro il maltrattamento e la tortura degli animali dal pelliccia allevati in Cina; e a questo scopo cercano di sensibilizzare la massa per bloccare l'importazione di pellicce di animali allevati in maniera barbara e a questo scopo promuovono la visita di un sito internet: www.nonlosapevo.com
Il sito mostra immagini davvero atroci.
La prego di volermi aiutare a valutare la questione in quanto mi sento di sposare a pieno la loro causa, ma ho una terribile sensazione....
Se lei avra modo di scaricare il video...noterà che mentre si vedono immagini di maltrattamenti assurdi, viene spiegato quanto sia sbagliato acquistare pellicce, A BASSO COSTO, provenienti da allevamenti che non seguano le norme dell'occidente che regolano la materia.
Quello che voglio dire è che tanto che c'erano non potevano criminalizzare anche l'uso di pellicce allevate in occidente? credo che il discorso sarebbe stato molto più coerente. Crede anche Lei che forse vi sia semplicemte qualcuno dietro tutto il movimento, che cerca di eliminare semplicemnte la concorrenza?
La prego di volermi aiutare a capire meglio e a fare un quadro più completo della vicenda perchè
NON VOGLIO CHE QUALCUNO RIESCA A MANIPOLARE LA MIA COSCIENZA!!

Voglio concludere con il dirLe che ho un cane che tutti in casa trattiamo come un re, e che se fosse, come sicuramente mi confermerà Lei, semplicemente una campagna corretta sarò felice di sposarla e di farla conoscere a tutte le persone che conosco.

Saluti
Andrea

Andrea Catalano 10.12.05 11:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono abbastanza confusa. Sono giorni che cerco in tutti i modi di capire cosa sta succedendo, leggendo, informandomi, ascoltando i pareri di amici e famigliari. Purtroppo ho notato due cose che mi hanno lasciata parecchio delusa. La prima è una posizione troppo dura, da entrambe le parti, senza spazio per la discussione e per la coesistenza. Chi è favorevole alla TAV critica i contestatori e non vuole aprire gli occhi sui disagi che essa si porta dietro. I disagi che qui conosciamo tutti bene, ma che purtroppo molti (fuori da questo sito) ignorano. Chi è contrario alla TAV ringhia e pesta i piedi, senza sapere che invece i Valsusini non protestano contro questo benedetto treno a priori, ma contro quello che li è stato tolto (senza nemmeno chiedere il permesso).
La seconda cosa preoccupante che ho notato è la disinformazione. Io ho poco più di 20anni e dei miei coetanei quasi nessuno ha la più pallida idea di cosa sia la TAV, dove sia la Val Susa, perchè si protesta, perchè ci sono tutti quei poliziotti coi manganelli. Alcuni pensano che i manifestanti siano lì per assicurarsi che alle prossime elezioni non venga rieletto Berlusconi. E la cosa interessante è che, anche quest'ultimi, hanno un'opinione ben precisa sulla situazione (ovviamente inventata al momento). Quelli che invece ne sanno qualcosina in più, si limitano a pendere le parti dello schieramento politico a cui appartengono.
So che la disinformazione spesso è un male che noi stessi ci creiamo (in fin dei conti anche solo leggere un blog di questo genere potrebbe servire a schiarire le idee di chi non sa cosa stia succedendo). Ma mi chiedo: qualcosa pure si potrà fare per dire, una volta per tutte, come stanno i fatti realmente.
A tal proposito segnalo un articolo sul numero di "Panorama" dell'1 dicembre in cui si parla di individualismo italico e di effetto NIMBY. E in cui, tadaaa, compare la tastimonianza di un uomo che esclama: "La TAV nel mio giardino? In nome del futuro e della comunità!"

Lucia Colombo 10.12.05 11:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Maledetti

Giuseppe Cascavilla 10.12.05 10:53| 
 |
Rispondi al commento

Roma, 13/11/05

Lettera aperta

p.c. I.N.P.G.I. Immobiliare,
Roma pz Apollodoro 1

non mi ci fossi mai imbattuta!

Marzo 1979: reddatrice alla Rusconi, via Bissolati, sono single, senza parenti, ed ho un bambino di 5 anni. Abito, in via Valnerina, un appartamento parte di un intero piano in vendita. C’è la crisi degli alloggi, ma odio le beghe e lascio quella casa prima di iniziare a dibattermi contro uno sfratto.
L’inpgi mi assegna quest’altra casa, all’epoca fuori dal mondo. O questa o niente. Umida, buia, da nuova più fatiscente che da vecchia. Quattro viaggi al giorno, Settebagni/via Bissolati, con il Quadrifoglio Salaria/Olimpica in costruzione: quotidiniamente otto ore di auto. Il mio bambino sarebbe cresciuto appoggiandosi a una donna attenta alle sue necessità, ma senza una mamma…
Vero che in questo stabile sulle prime ebbi coinquilini un Santoro e un Santalmassi
(ciò evidenzia la buonafede del Presidente Inpgi) ma dopo pochi mesi assegnaste ai due televisivi, dietro loro richiesta, altro alloggio. Tale Di Mitri, single, lo trasferiste addirittura a Piazzale delle Muse: due passi dal posto di lavoro!
Per me nessuna occasione. Eppure per voi avrei dovuto essere un problema di coscienza. Fa niente!

Tralasciamo i portieri sulle palle di mezzo inquilinato, la rottura delle tubature interne, le muffe fino al soffitto e il vostro intervento solo all’indomani di una denuncia alla ASL,. la sostituzione di tutti i mobili marciti con mobilia di giunco, senza che denunciaste la rovina all’assicuratore. E il raffazzonamento dei pavimenti (rotti per raggiungere le tubature) a mezzo di piastrelle sconnesse, di vari colori: il fitto sempre quello !
A quindici anni di distanza il rimborso di euro 2000, e l’impegno dell’avvocato Manetta a ristrutturare tutto l’appartamento.
Passeranno altri due anni e si darà inizio ai lavori. Grazie alla sensibilità del geometra addetto che non smetterà di ricordarmi: “Se non ci fossi stato io…”.
Ma ad un certo pun


Ci sono persone delle quali si dice: "hanno spessore". Intendendo lo spessore umano una dote naturale, o assunta dalla cultura, soltanto da alcuni più intelligenti degli altri. Dissento.
Acquisire, via via che scorre la vita, uno "spessore", secondo me, è il drammatico risultato della sofferenza del vissuto. Difficile perciò sensibilizzare in tema di vivibilità dell'habitat chi non ne subisce, sulla propria pelle, i disagi.
Be'fin qui ho detto niente di nuovo, potreste riassumerlo nella saggia boutade: "Ti hanno pestato un piede, ma io non ho sentito il male".
Così, nell'indifferenza generale, si verificano dei casi in cui l'habitat condiziona un'intera esistenza e lascia ferite indelebili nell'animo.
Riduce ad una schiavitù psicologica e crea un senso d'impotenza invalicabile.
Nel mio piccolo l'habitat è la casa in cui vivo. Oggi abbastanza agevolmente, si fa per dire. Però ha divorato gli anni più belli della mia vita, mi è stato d'incaglio alla carriera, soprattutto mi ha impossibilitata ad essere una normale mamma italiana.
L'habitat, come potrete constatare leggendo, nel mio post successivo, la "lettera aperta" che di recente ho inviato all'I.N.P.G.I/Immobiliare, facente parte dell'istituto di previdenza di noi giornalisti, può trasformarsi nell'elemento principale di una biografia. E se l'articolo del magnifico Benni mi porta a pubblicarla, qui, è perchè il suo Uomo delle Caverne alligna ovunque trovi il pretesto del Potere, ma riesce a dominare soltanto sui deboli. In parte grazie all'indifferenza generale, che gli è complice.
Ed ecco la mia biografia, condensata in una sola paginetta risicata: una "lettera aperta" alla quale l'Immobiliare dei Giornalisti non ha risposto, e non risponderà mai. Perchè gli Uomini delle Caverne non sanno scrivere.

margherita simoni 10.12.05 10:18| 
 |
Rispondi al commento

Lunedi prossimo andrò a discutere in azienda il mio allontanamento dal lavoro perchè "prossimo alla pensione". Mi mancano 2 anni e questi "protosauri" mi hanno proposto un contratto a "progetto" a 20.000 € Lordi all'anno per risparmiarne 67.000 €. Ho risposto che non sono un "laureato". Allegherò alla mia pratica questa lettera di Stefano Benni per evitare tanti giri di parole ma sopratutto per far sapere come la pensa un "progressista". Grazie mille di esistere. Siete un sostegno psicologico migliore di qualsiasi religione perchè siete dalla parte dell'Uomo.
Ciao a tutti

Angelo Lamon Commentatore in marcia al V2day 10.12.05 09:52| 
 |
Rispondi al commento

Saranno dunque i cosiddetti atei oppure i religiosi generici(quelli che sono religiosi dentro)a salvare la terra da questo stupro continuo?
Ogni religione insegna il bene, il rispetto
del prossimo e della natura.
Ad occhio e croce sulla Terra ci sono più
persone che professano una religione che
cosiddetti atei.
Dunque, ci dovrebbe essere un "partito" per il rispetto del prossimo e della natura, così grande da non permettere tali spudorate violazioni.
Verrà il giorno in cui i capi religiosi lanceranno dai loro scanni anatemi contro
politici, governanti e contro chiunque non osserva almeno questi due principi e cioè
il rispetto del prossimo ed il rispetto per la Terra che ci ospita e che ospiterà i nostri figli e nipoti, se questi signori con il loro agire lo permetteranno?

luigi gennari 10.12.05 07:38| 
 |
Rispondi al commento

@ cristiano giachetti Risposta a p. 9.12.05 17:40

E’ normale che non tu sai chi abbia ragione.. Quanti connazionali lo sanno? Come possono saperlo se nessuno li informa o li informa poco e male? Ma il problema principale non è l’utilità o meno della TAV. Che certo sarà molto molto utile. Il problema, stavolta evidenziato dai fatti e che tutti hanno potuto notare, è se sia giusto che un Governo democratico usi a suo piacimento delle terre di legittimi proprietari, non consulti né loro e né i loro rappresentanti, anzi nemmeno i sindaci che sono pure rappresentanti suoi, non cerchi di mediare con loro per arrivare ad un accordo (e non solo per convincerli), crei loro ulteriori problemi per favorire altri, e li invada di poliziotti, glieli mandi contro… Ma se il metodo è manganellare i legittimi proprietari delle terre per poterle utilizzare a piacimento di sé o di altri (non importa se di maggioranza o minoranza), e senza tante spiegazioni (sia pur per scopi nobili o borghesi), allora non è proprio proprio“democratico”.. E noi italiani questo metodo lo conosciamo già.. anzi molti per esperienza personale.. Ed è ovvio che stavolta siamo “anti” a priori.. Valsusa a parte, oggi a me e domani a te.. PS. Se poi ritieni che la Valsusa gode di costosi privilegi (cosa che non risulta) fai bene a protestare contro Valdaosta, Trentino, Friuli + Sardegna e Sicilia, che godono di privilegi ormai fuori-corso, per gli statuti speciali di oltre 50 anni fa, a differenza delle altre regioni italiane. Alla faccia dell’uguaglianza sancita dalla vigente Costituzione! Ma questo Governo cosa fa? Mario da Verona

Mario Alessandro 10.12.05 05:23| 
 |
Rispondi al commento

TAV? Ridere o ..?

Parole di TAV S.p.A, società di scopo di RFI per la realizzazione delle linee veloci.

"Attraverso una presenza costante sul territorio, TAV mantiene un continuo dialogo con le istituzioni locali, così da recepire le istanze e le esigenze dei cittadini coinvolti dai lavori di costruzione delle nuove linee."

[Continua nella pagina delle News per il Piemonte: http://www.tav.it/5/default.asp?id=106&codice=5&codice1=007 ]

"La Valutazione di Impatto Ambientale ha carattere pubblico e viene emessa solo previo parere dei cittadini e dei soggetti istituzionali coinvolti."

nonché

"La corretta attuazione degli impegni assunti è garantita dall’Accordo Procedimentale, strumento innovativo di concertazione con il Ministero dell'Ambiente."

[Continua in L'ambiente e il territorio|La tutela dell'ambiente: http://www.tav.it/3/default.asp?id=86&codice=3&codice1=005]

Purtroppo non si può sapere in cosa consista l'Accordo Procedimentale poiché il link riconduce alla presentazione di TAV SpA, mentre per la Valutazione di Impatto Ambientale, il Ministero per l'Ambiente ci mostra la VIA .. [http://www.tav.it/3/default.asp?id=1109&codice=3&codice1=010&codice2=002]
procedura inventata negli USA, paese noto per l'attività pro ambiente dei propri governi.

Pinco Pallino 10.12.05 05:13| 
 |
Rispondi al commento

@ cristiano giachetti Risposta a p. 9.12.05 17:40
E’ normale che non tu sai chi abbia ragione.. Quanti connazionali lo sanno? Come possono saperlo se nessuno li informa o li informa poco e male? Ma il problema principale non è l’utilità o meno della TAV. Che certo sarà molto molto utile. Il problema, stavolta evidenziato dai fatti e che tutti hanno potuto notare, è se sia giusto che un Governo democratico usi a suo piacimento delle terre di legittimi proprietari, non consulti né loro e né i loro rappresentanti, anzi nemmeno i sindaci che sono pure rappresentanti suoi, non cerchi di mediare con loro per arrivare ad un accordo (e non solo per convincerli), crei loro ulteriori problemi per favorire altri, e li invada di poliziotti, glieli mandi contro… Ma se il metodo è manganellare i legittimi proprietari delle terre per poterle utilizzare a piacimento di sé o di altri (non importa se di maggioranza o minoranza), e senza tante spiegazioni (sia pur per scopi nobili o borghesi), allora non è proprio proprio“democratico”.. E noi italiani questo metodo lo conosciamo già.. anzi molti per esperienza personale.. Ed è ovvio che stavolta siamo “anti” a priori.. Valsusa a parte, oggi a me e domani a te.. PS. Se poi ritieni che la Valsusa gode di costosi privilegi (cosa che non risulta) fai bene a protestare contro Valdaosta, Trentino, Friuli + Sardegna e Sicilia, che godono di privilegi ormai fuori-corso, per gli statuti speciali di oltre 50 anni fa, a differenza delle altre regioni italiane. Alla faccia dell’uguaglianza sancita dalla vigente Costituzione! Ma questo Governo cosa fa? Mario da Verona

Mario Alessandro 10.12.05 05:09| 
 |
Rispondi al commento

...è facile criticare...
...più difficile, invece, è fare...
Sicuramente i potenti di questo mondo avranno tante pecche: saranno, talvolta, disonesti, avidi,
egoisti, miopi, ecc.
Ma gli uomini del "NO" non sono meglio di loro !
Sono persone che dicono "NO" a tutto...
...eterni "contestatori"...
...eterni "brontoloni"...
...eterni uomini dell'opposizione...
...sono nati "all'opposizione" e moriranno "all'opposizione"...
...eterni "resistenti"...
...ma che cosa propongono ???
Sono bravissimi a dire "NO" ma raramente dicono "COME"...
Per la verità qualche distinguo da fare c'è:
Beppe Grillo, ad esempio, talvolta, fa delle proposte...
...e per questo, penso, lui va aprezzato...
Quando Grillo mi parla di nuove tecnologie, nuove idee, lo apprezzo...
Quando critica e basta, invece, mi verrebbe da dirgli: "vediamo tu che cosa sai fare..."
Se ci sono i ladri, i disonesti e gli incapaci, li si accusa in modo preciso (come, fa ad esempio,
Marco Travaglio)...
...è penoso, invece, assistere a questi "No global" che vogliono fare solo "casino"...
Solo "casino" !
Tutti questi "contestatori" perchè non si propongono loro di governare il mondo ?
Sono bravissimi a contestare...
...ma vediamo loro che sanno fare...
E' facile dire "Rock" e "Lento"...
Osservazione: quando ci si imbatte nei problemi concreti del governare, persino Cofferati diventa "di destra"...
Riflettete su questo fatto...
Quando si tratta di governare, persino Fassino e D'Alema fanno le leggi sulla flessibilità del lavoro...
La galleria in Val di Susa: ma è pensabile che non la facciano ???
C'è già tutta la pianura piemontese che è "puntellata" di pilastri per la TAV e, secondo voi, non dovrebbero fare la galleria ???
Forse che la TAV si dovrebbe fermare alla barriera delle Alpi ?
Se il progetto è già avviato è logico che la galleria si farà ! Sono d'accordo tanto a destra (Berlusconi & company) come a sinistra (D'Alema, Rutelli, Fassino, Prodi)...

MASSIMO BERTONI 10.12.05 03:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ andrea liuti
... solo un invito... cerca di leggere tutto quello che e' scritto su un testo e anche di capire il suo significato. Benni non ha detto che dobbiamo tutti stare fermi e dire NO NO e NO come i bambini. Benni ha detto che invece di fare opere grandiose che sanno di propaganda soprattutto quando molta gente non le vuole, sarebbe bene osservare i veri problemi che gli italiani si trovano ad affrontare quotidianamente e risolvere quelli. Leggi pure la mail dell'amico siciliano che dice che prima di fare la doccia deve leggere sul giornale se avra' l'acqua o meno.
Per favore, davvero, ogni volta che si presentano queste situazioni non ti schierare da una parte o dall'altra solo per seguire la tua squadra (politica) del cuore (se ne hai una). Io sono dell'avviso che bisogna risolvere i problemi della gente, negli ultimi anni la qualita' della vita degli italiani (normali, non quelli che possiedono televisioni o squadre di calcio) e' peggiorata clamorosamente, i debiti delle famiglie sono aumentati vertiginosamente e indipendentemente da quello che ci dicono converrai con me che sta cosa e' vera, si sente nell'aria (a meno che anche tu non possegga una tv o una squadra di calcio, beninteso!).
Se anche tu come me sei dell'avviso che l'Italia non deve rimanere indietro allora ti prego di informarti meglio e di capire i motivi per cui questa TAV in fondo non e' poi cosi' indispensabile. Almeno non ora.
Una nazione e' avanti quando pensa alla sua gente e non la prende a manganellate solo perche' esprime il suo parere contro qualcosa.
Cordialmente,
Gabriele Paolini

gabriele paolini 10.12.05 03:14| 
 |
Rispondi al commento

Riporto una parte di alcune riflessioni fatte sul mio blog personale
- azcecina.blogspot.com/ -

Il gran parlare che si è fatto in questi ultimi tempi dei problemi legati all'espansione produttiva della Cina e dell'India ma anche TAV in Val di Susa mi hanno fatto riflettere significato di parole come modernità, sviluppo, progresso.
Secondo me il genere umano è arrivato, e forse ha superato, il punto in cui è indispensabile fare alcune riflessioni e trarne decisioni conseguenti. Continuiamo a ragionare ed a comportarci come gli uomini delle caverne, loro quando la caverna era troppo piccola per la tribù ne cercavano una più grande, e se era occupata cercavano di scacciarne gli occupanti, non avevano nessuna idea di limiti di territorio, anche perché non avevano la più pallida idea di quanto fosse grande la terra. Noi che ci definiamo moderni ed evoluti pur conoscendo i limiti fisici del pianeta continuiamo a comportarci come i cavernicoli, costruendo sempre nuove "caverne" come se a questo non ci fosse un limite e invece il limite c'è e probabilmente è stato gia ampiamente superato.
Soltanto lo spazio i numeri ed il tempo sono infiniti (qualcuno ci mette anche la stupidità umana), tutto il resto è fisicamente limitato, detta così sembra una banalità ma non lo è affatto se è vero che i governi più potenti del mondo continuano imperterriti a ragionare come se questi limiti fisici non esistessero. Non solo si continuano a costruire case, strade, auto, ponti, gallerie ..... ma si sostiene che bisogna costruirne sempre di più, almeno il 4 - 5 % ogni anno possibilmente il 9 -10 % come in Cina, guai a scende sotto il 2%.
Ma questi grandi economisti la banca mondiale, i vari G7, G8 che si riuniscono per decidere le sorti del mondo "sanno far di conto"? La sanno usare una tabella di excel e ed impostare una colonna di incremento del 5% anno per 50 o per 100 anni, io lo ho fatto ed i numeri sono impressionanti 1146,74% a 50 e 13150,13% a 100 anni.

A Z Cecina LI 10.12.05 02:40| 
 |
Rispondi al commento

Con ciò non si vuole certo affermare che essi abbiano costantemente un’aria mesta - dopotutto hanno sempre la speranza di rifarsi in un’altra vita - ma la maggior parte delle volte in cui si mostrano particolarmente allegri e scherzosi, il tutto risuona come un qualcosa di artificioso, come una facciata, un modo per piacere, per accattivarsi le simpatie del prossimo, ma che lo si sente a mille miglia di distanza essere falso, posticcio, per nulla spontaneo; e la cosa più triste è che anche loro lo sanno.


Non parliamo poi della possibilità di scherzare sulla loro fede: si è passibili di denuncia! Ma c’è da comprenderli: per chi vive in bilico tra il paradiso e l’inferno c’è poco da scherzare…


Ma si sa, dal sublime al ridicolo non c’è che un passo, e ciò che per alcuni è assolutamente sacro e intoccabile, per altri può essere oggetto di risa e di ironia.


In questa sezione, dunque, abbiamo deciso di raccogliere alcune battute e citazioni umoristiche sulla fede, battute che spesso riescono a rilevare meglio di tante riflessioni serie il ridicolo di certi atteggiamenti e di certe credenze. Anzi, possiamo dire che a volte la migliore risposta alla seriosità della religione è proprio una gran bella risata.

Alessandro Betti 10.12.05 02:39| 
 |
Rispondi al commento

sono stufo di fare commenti, scusate

Alessandro Betti 10.12.05 02:34| 
 |
Rispondi al commento

Segnalo un link fondamentale che vi invito a far girare il + possibile:

http://www.lunanuova.it/servizi/tav/index.html

E' del bisettimanale Luna Nuova, la cui redazione si trova ad Avigliana, Valsusa (lo dico per chi sia geograficamente poco preparato):
trovate tutte le questioni messe sul tavolo (ma sarebbe meglio dire nascoste e negate dai nostri politici di razza) dal 1999 al 2003 (legge obiettivo, la "presentazione" del progetto Tav, compensazioni, Martinat, Pininfarina, i francesi, un geologo etc.).
Segnalatelo magari alle redazioni dei "grandi" giornali, che si svegliano sempre tardi e poi credono (e fanno credere) che siano i valsusini ad aver aperto tardi gli occhi!
Leggete e fatevi drizzare i capelli.
Leggete e fatevi drizzare i capelli.
Leggete e fatevi drizzare i capelli.
Leggete e fatevi drizzare i capelli.
Leggete e fatevi drizzare i capelli.

http://www.lunanuova.it/servizi/tav/index.html

marco dori Commentatore in marcia al V2day 10.12.05 01:28| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Benni e bravo Grillo e bravi tutti quelli che credono ancora al beneficio del dubbio, al di là della difesa delle proprie piccole certezze, si sa, le proprie certezze fungono da difesa del territorio, da alibi protezionistico della propria sfera, ma quando questa sfera è minacciata cosa avviene?
Allora e solo allora ci si indigna; solo quando veniamo minacciati in prima persona ci solleviamo e gridiamo al lupo al lupo..
Troppo comodo e anche ipocrita giocare con la sensibilità della massa che, ricordiamolo, contempla anche noi; dunque sarebbe auspicabile un cambiamento che vada oltre l’identificazione con qualsivoglia ideologia, politica, etica o fideistica, cambiamento che possa partire da ognuno di noi, perché chiunque viva immerso in questa società massificante e omologatrice, che sia sotteso alla più infima legge di mercato, non possa sollevarsi contro le iniquità e i soprusi contro la naturale evoluzione di un popolo a meno di rinunciare anche al minore dei benefici che la società di cui fa parte gli può elargire.
In quanto a dinosauri e trogloditi mi pare opportuno sottolineare che la conduzione di una società, come di uno stato o di una tribù è sempre, anche nelle sue forme estreme, funzione ed espressione di chi è parte costituente di essa.
Funzione o espressione mai completamente esaustiva del singolo, ma qui risiede il cimento, nel tentare, ognuno con le proprie forze, di opporre un’alternativa alla corrente.
E allora sfidiamo il sistema, ma nel nostro piccolo, non facciamoci carico virtuale delle pene dell’umanità se non siamo in grado di rinunciare ai benefici che otteniamo dal sistema costituito.
Non è un problema di ideologia ma di coscienza.

Antonio Migliaccio 10.12.05 01:22| 
 |
Rispondi al commento

La demagogia non l'ho mai considerata una cosa positiva, tanto più se accompagnata da maldestri tentativi di far passare generiche affermazioni di giustizia universale per attacchi politici a questo o a quel governo (ma di solito a questo).
Forse le "grandi opere" aiuteranno anche a qualcuno vicino ai politici, ma per lo meno ci sono delle idee, e nn credo che siano tutte necessariamente sbagliate. In Italia sono decenni che non si migliorano le infrastrutture, neanche sotto "altri" governi, ma non mi sembra che in compenso sia migliorata la situazione dei pendolari! Ringrazio Stefano Benni per avermi appena detto che la penso come uno di una civiltà inferiore, e per questo dovrei essere furibondo, ma più che altro sono stupito per la superbia di questa gente, che si mette su un pulpito e predica l'inferno ai non credenti.
Non ho mai letto un libro di steano benni (il minuscolo è voluto, per un piccolo uomo basta un minuscolo) e purtroppo non credo riuscirò mai a leggerne uno (penso che nn cercare di capire qualcosa di chi la pensa come te sia un difetto).

Andrea Liuti 10.12.05 01:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao ragazzi, mi kiamo Luca e scrivo dalla stupenda Sicilia (Siracusa). Quì noi abbiamo un piccolissimo problema ke ci affligge da secoli e non è il traffico come diceva lo zio nel film Jonny Stecchino, ma è l'acqua.A Gela e provincia hanno l'acqua razionalizzata, scrivono sul giornale locale le zone che mano a mano copriranno nei giorni a seguire.Risultato ho amici che prima di farsi la doccia, devono leggere sul giornale se la loro zona sarà coperta o meno.Naturalmente mezza Sicilia è in queste condizioni ma loro vogliono fare quello stramaledetto ponte del c...o!! Create dissalatori,ripristinate gli acquedotti,togliete alla mafia la gestione dell'acqua.Minkia ragazzi,quì abbiamo sete!!!!

Luca Provenza 10.12.05 01:09| 
 |
Rispondi al commento

mi scuso,non è vero che ci son medici che esercitano senza laurea o maestri elementari pedofili o poliziotti che assumono droghe....dormite tranquilli che tra un po arriva,babbo natale arriva...ma piano con le offese!mi son sbagliato,cribbio!

fulvio stefani 10.12.05 00:15| 
 |
Rispondi al commento

dove lavoravo prima, facevo i campionamenti per le acque potabili, alle fonti di emungimento, e ho visto degli sprechi che hanno scioccato la mia anima idealista, e infranto i miei sogni sul progresso umano. alle prime piogge di autunno, e fino alla primavera successiva più serbatoi di raccolta andavano in "sfioro" e buttavano via più acqua potabile preziosa di quella che veniva effettivamente incanalata, si parla di milioni di metri cubi buttati !. In altre parti invece si raccoglieva in un bacino tot, e a valle arrivava si e no il trenta percento di tot, a causa ( mi dicevano) di perdite lungo il percorso! Perdite ?! del 70% !? In altre parti ancora sono stati costruiti enormi serbatoi che raccolgono tutta l'acuqa emunta, senza sfiori, nemmeno d'inverno e... la ributtano di nuovo negli invasi...anche in quel caso mi si disse ( e va bè questa vasca non serve, è stata costruita ai tempi della cassa del mezzogiorno quando tutti dovevano mangiare...). Io credo che anche oggi si "mangi" e quelli che mangiano hanno anche più fame, e dispongono di più portate, di quelli di ieri. In italia c'è una maggioranza di persone civili, e intelligenti e sagge, incapaci però di far valere i loro desideri e le loro idee, perchè la democrazia italiana è diventata una "macchina invincibile" asservita ai grandi "interessi sistemici", e i politici di oggi sono dei professionisti cavillosi, aggressivi ed elitari, che molti votano per abitudine, sostenuti più dalla gente sfiduciata che non va più a votare che non da quiella che li vota. I voti nella nostra democrazia sono come i soldi delle nostre tasse, vengono intercettati e incanalati in un sistema che sta sempre più tagliando i servizi ai cittadini e sta asservendo il grande meccano degli interessi multinazionali e globali. Grazie Beppe per il tuo lavoro, non stancartene mai, e ignora gli insulti, molti ancora devono capire...Voglio ringraziare Stefano per i suoi libri che leggo con grande passione Un abbraccio a tutti.

massimo esposito Commentatore in marcia al V2day 10.12.05 00:15| 
 |
Rispondi al commento

Buon viaggio! Io invece passerò il Capodanno a Venaus o ovunque decidano di organizzare un Capodanno no-tav. Lì ci saranno i miei familiari, i miei amici e tante persone con cui da anni condivido questa battaglia. E' questione di gusti ma io lo trovo meglio di un Natale/Capodanno in una città anonima in mezzo a gente di cui non mi importa nulla e a cui non importa nulla di me.
Non so se, come dici tu, le luci di N.Y. possano farci vedere le cose in modo diverso al nostro ritorno... forse potrebbero essere solo un breve abbaglio!

Daniela Gras 09.12.05 23:56| 
 |
Rispondi al commento

Caro Rocco,

sono contento di essere stato considerato un lucano (sono di Bari) ,ma sono 15 anni che insegno all'Un.della Basilicata e devo ringraziare il popolo lucano Volevo dirti che insieme ai miei studenti abbiamo sfilato a Scanzano portando il gonfalone della nostra Università. Al nuovo (speriamo) governo credo che i lucani dovrebbero chiedere di avere delle ferrovie decenti !!

Nicola Cardinale 09.12.05 23:54| 
 |
Rispondi al commento

AHAHAHAH questa riflessione è fantastica!Goliardica per quanto sia veritiero tutto ciò che è stato detto e allo stesso tempo ti fa incazzare perchè si sa da sempre qual è il marcio e nessuno fa nulla (qualcuno che ha il potere),è inutile continuare a parlare e parlare, alla fine si fa lo stesso gioco dei politici..bisogna avere dei fatti, una cazzo di azienda che produca qualcosa con "intelligenza" (boccette di dentifricio che si possono ricaricare, per fare un esempio banale..)e qualcuno che prenda il potere e sradichi il marcio,quello vero, quello che in 2000 anni siamo riusciti a comprendere, con l'esperienza di vita, cosa che al giorno d'oggi viene buttata nel cess.

Chi da contro a Grillo appioppandogli qualunque appellativo evidentemente ha la mentalità limitata eppure ciò che fa Grillo, a mio avviso, è cercare proprio di ampliarla, quindi queste persone non sono nientemeno coloro che devono essere istruite a una maggiore comprensione di ciò che sta attorno.Come tutti noi. L'era del più forte è tutt'ora corrente, chi comanda è solo perchè ha la potenza e i contatti giusti, ma non venitemi a dire che è uno intelligente, se per intelligenza si intende riuscire a tenere a mente il maggior numero di modi per aggirare le leggi che egli stesso crea allora probabilmente siamo messi veramente male.

Non ci sarà nessuno in grado di contrastare questa stupidità immatura, dovrebbe esserci qualche filosofo o "saggio" in un paese, per riuscire a consigliare il "potente" nelle sue decisioni , tanto siamo o non siamo ancora nella mentalità dei tempi antichi?

Sono convinto che se continueremo di questo passo, con questo sistema retrogrado, i più ricchi diventeranno i contadini con le loro fattorie, ritornando in un periodo in cui si lottava per una gallina o una vacca..tutt'ora viviamo un medioevo tecnologico, il pensiero è sempre lo stesso, cambiano solo i modi per metterlo in pratica, in maniere più sofisticate così da metterlo di dietro in maniera palesemente evidente.
Ci si sta chiudendo a riccio per preservare i propri beni e ampliarli.
In fondo vi voglio bene.

Giovanni Bombardier 09.12.05 23:47| 
 |
Rispondi al commento

Il ponte di Messina è un ottima idea, chi crede che non serve è uno stronzo razzista

Luigi 09.12.05 23:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Devo dare ragione a Pinco Pallo... Anche a me Grillo piaceva fino all'iscrizione al suo blog... Per lo stretto di Messina in tanti hanno rotto le balle perchè non si faceva.. ora che si fa le rompono altrettante.. ma tutto il traffico che si risparmia con la TAV non si considera? Sono un cuore ecologista ma purtroppo alcune scelte vanno fatte sperando di fare il meno peggio... per quel che riguarda i contestatori si ricordino che dialogare significa ascoltare le proposte, non voler comandare a tutti i costi... cara sinistra, i veri dittatori che non accettano altre idee siete voi!

Davide Bosi 09.12.05 23:35| 
 |
Rispondi al commento

la legge è uguale per tutti. (democrazia).
Se andare allo stadio per inveire contro i polizziotti o aderire ad una manifestazione solo per tirare qualcosa agli sbirri è quello che ci piace di più: da oggi c'è anche la val di susa.
...sarà dura...

tomash disù 09.12.05 22:49| 
 |
Rispondi al commento

Sarei molto lieto di segnalare a tutti i bloggers un nuovo movimento, che sta nascendo, fondato da Massimo Fini. Molto molto interessante

www.massimofini.it

Daniele

Cucculelli Daniele 09.12.05 21:25| 
 |
Rispondi al commento

Un saluto a tutti, mi è piaciuto il commento di frate Beppe... che dire .. la libertà di opinione e il rispetto dei veri principi sono le azioni più difficili per gli uomini di potere, la storia si ripete!!! Chissa se nel 300 a.c. Quell'Uomo semplice ma saggio non avesse bevuto la cicuta... Purtroppo sotto altre forme tutti i giorni anche noi beviamo un po' di cicuta ( stress inquinamento ingiustizie etc) Suvvia amici facciamoci forza!! Ginger59

Maria Pierluca 09.12.05 21:18| 
 |
Rispondi al commento

STEFANO BENNI SEI UNICO!

Leggetevi l'articolo di Marco Ponti, tecnico dalle indiscusse credenziali, sulla TAV.
http://italy.indymedia.org/news/2005/12/941204.php

Temevo che la TAV fosse il...minimo risultato con il massimo sforzo (pecuniario), comune a tutte le scelte statali (paga Pantalone).
Salvo poi, nel privato, ottenere il massimo risultato con il minimo sforzo (pecuniario): vedi digitale terrestre (Italia piena di cartelloni, vendita di decoder - fortunatamente inferiore alle aspettative - vendita delle partite di calcio, tutto in famiglia o, al massimo, con i soldi nostri), mediaset QUESTA SI' CHE SFRUTTA I BINARI AL MASSIMO e anche oltre, vedi legge Gasparri, e messaggio promozionale, e pubblicità divisa anche per le ore in cui...non c'è - ciò vuol dire che ci sono delle punte da urlo:VE NE SIETE ACCORTI? Frodi di qualsiasi tipo, dati (o dadi) truccati.
Le nostre autostrade continuano ad ingoiare TIR; i nostri treni merci stanno fermi nelle stazioni.
I nostri treni (PREFERIBILMENTE QUELLI PER I PENDOLARI) arrivano con i soliti ritardi , tranne l'eurostar per non pagare la multa E PER ACCONTENTARE I VIP...
Merci su gomma...diciamo che negli anni '80 la Confindustria ha distrutto le ditte di trasporto merci "sindacalizzate" e creato una miriade di padroncini per abbattere i costi. Come se non bastasse l'Europa ci ha vomitato addosso altre migliaia di TIR.Tra Bologna e Firenze si può stare sempre in corsia di sorpasso e sulla destra c'è una fila ininterrotta di TIR.
Finiremo come il Cile travolti da uno sciopero di camionisti? L'Italia è il paese di Bengodi e i
camionisti tolgono il freno e...il disco orario di qua' dalle Alpi,tanto nessuno controlla. La polizia stradale è come la fata morgana. E il CABOTAGGIO? E il trasporto su GOMMA? Troppo facile, troppo economico. Il ponte di Messina farà risparmiare 20 minuti alle nostre merci ma tanto sono in ritardo di 2 giorni rispetto a quelle spagnole che...altro che ponte sullo stretto, NO TAV, prendono l'aereo!

luigi borgognoni 09.12.05 20:44| 
 |
Rispondi al commento

Non sono né uno importante come Stefano Benni né tanto meno un frate che ha probabilmente una formazione "medievista" alla Benedetto XVI, tuttavia sento di dover essere - in questo caso - una voce fuori dal "coro". (A proposito, non è da te, Grillo, patrocinare un "dibattito" in cui sono tutti d'accordo..."). Sono tornato dalla Francia quattro giorni fa, ebbene sapeste quanto ci prendono in giro per la contestazione alla TAV! Per i francesi, per gli europei (ed anche per me) è troppo arduo capire perché in Italia ci si oppone SEMPRE al progresso, alle opere di pubblica utilità!... Forse ho capito qual è il motivo principe: nell'arettratezza è più facile, per tanta gente, "mangiare", ossia fare guadagni illeciti (appalti e subappalti, ad esempio, come "spuntano" meglio, nell'arettratezza...). Se nemmeno la TAV sarà realizzata, grande sarà la mia amarezza, avrò perso ogni speranza nel miglioramento del nostro Paese.

Pasquale Navarra 09.12.05 20:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sono né uno importante come Stefano Benni né tanto meno un frate che ha probabilmente una formazione "medievista" alla Benedetto XVI, tuttavia sento di dover essere - in questo caso - una voce fuori dal "coro". (A proposito, non è da te, Grillo, patrocinare un "dibattito" in cui sono tutti d'accordo..."). Sono tornato dalla Francia quattro giorni fa, ebbene sapeste quanto ci prendono in giro per la contestazione alla TAV! Per i francesi, per gli europei (ed anche per me) è troppo arduo capire perché in Italia ci si oppone SEMPRE al progresso, alle opere di pubblica utilità!... Forse ho capito qual è il motivo principe: nell'arettratezza è più facile, per tanta gente, "mangiare", ossia fare guadagni illeciti (appalti e subappalti, ad esempio, come "spuntano" meglio, nell'arettratezza...). Se nemmeno la TAV sarà realizzata, grande sarà la mia amarezza, avrò perso ogni speranza nel miglioramento del nostro Paese.

Pasquale Navarra 09.12.05 20:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GIUSTAMENTE MI SONO SCAZZATO sono mesi che scrivo attualmente i governanti Mangiano ci sono tante persone povere. VERGOGNATEVI....... NON SIETE ITALIANI MA . . . . . LADRI

cante roberto 09.12.05 20:07| 
 |
Rispondi al commento

Mai analisi fu più attenta e minuziosa, hai detto tutto forse é un po il riassunto degli interventi di questo blog .
Siamo molti e ci vediamo bene non riescono più ad ingannarci ma cosa aspettiamo a mandarli tutti a produrre saremmo più competitivi dei Cinesi.
Facciamogli sentire la nostra voce , che ci siamo , che non ci hanno mai infinocchiati e che siamo Noi il paese gli abitanti di questa bella Italia che vogliono distruggere a loro piacimento. Facciamoci sentire e forte perchè è ora che si caghino sotto.

roby boss 09.12.05 19:11| 
 |
Rispondi al commento

GRILLO MI PIACE (O DOVREI DIRE MI PIACEVA!?!?!) MA DA QUANDO MI SONO ISCRITTO AL BLOG DEVO PURTROPPO CONSTATARE CHE E' UN RACCOGLITORE DEI COMMENTI, SPESSO TRITI E RITRITI (NEL SENSO DI GIA' SENTITI IN TV), CON UN'UNICA PROVENIENZA POLITICA. GRILLO HA SEMPRE CAMUFFATO IL PROPRIO CREDO POLITICO ATTACCANDO A DESTRA E SINISTRA. DEVO RICREDERMI?

PINCO PALLO 09.12.05 19:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E'proprio così...complimenti per l'analisi della situazione! Se 30 anni fà circa, qualcuno avesse fatto ciò che oggi si sta facendo in Val di Susa e forse domani toccherà affrontare sullo Stretto di Me, non dovrei oggi soffrire osservando gli scempi fatti in nome dello "sviluppo industriale" a Saline joniche,vera cattedrale nel deserto che nulla ha potarto se non il DEGRADO e la fine di meravigliose coltivazioni di gelsomino e bergamotto lungo coste bellissime!!! Quando cerco di spiegare ai miei figli ciò che era quel posto prima che qualcuno si mettesse in testa di "creare economia", mi ritrovo immediatamente nei panni del "vecchio" della canzone di Guccini, senza riuscire a trattenere le lacrime!!! NON SIAMO NOI I VISIONARI, GRAZIE A TUTTI COLORO CHE CERCANO DI DIFENDERE LA TERRA DEI PROPRI FIGLI!

beatrice barillaro 09.12.05 18:57| 
 |
Rispondi al commento

@ Marco Benvenuto 17.15

Un saluto sincero a un italiano che vive a New York ma è riuscito a non farsi stritolare dagli artigli dei lupi in doppiopetto...
Hai ragione l'Italia è fatta di grandi e piccole individualità, pure geniali. Il giorno che ci accorgeremo di essere anche un popolo, non nel senso retorico di patria, ma in quello di comunità, sarà ancora meglio.
Per ora ci tocca la devolution e i devolutori, ma ancora per poco

Paola Bassi 09.12.05 18:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

valerio simone (o chissà chi sei) credo che tu debba riprenderti un attimino, ma solo un po' eh?? non tantissimo. quanto basta perchè tu possa capire che non c'hai capito un c...o, convieni??

franco panza 09.12.05 18:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stefano Benni sei un mito pure tu!

Matteo Raggi 09.12.05 18:19| 
 |
Rispondi al commento

x giovanni cairoli
Ma tu la realta' come la vedi?
Non è che vi fanno vrdere tutte le sere,
la favola del Lupo Cattivo?
Sere fà ascoltavo "BATTI E RIBATTI" IO GLI CAMBIEREI NOME "MISFATTI E ANCORA MISFATTI"
OSPITE LUCA BARBARESCHI NOTORIAMENTE PROFESSATOSI
DI DESTRA(N.D.R.)DICEVA CHE GIRANDO AL SUD PER IL SUO SPETTACOLO AVEVA TROVATO UN SACCO DI OPERE NUOVE A COMINCIARE DALLE STRADE.
IL RAMMARICO MIO SAI QUALE E' STATO?
CHE NO VI SIA CADUTO DENTRO CON TUTTA LA MACCHINA ALLE MIGLIAIA DI STRADE PIENE DI DIRUPI ED ANCHE CHE NON E' VENUTOO DALLE MIE PARTI(AMMINISTRAZIONE F.I. + A.N.) SENNO' GLIELO BUTTAVO IO.
OSIAMO APPELLARE TERZO MONDO L'AFRICA.
QUESTI CI HANNO ESCLUSO PURE DALL'ULTIMO MONDO.
AD MAIORA PENSA UN PO PER LA TAV IN VAL DI SUSA
CHE LAMPANTE REALTA'.
P.S LA REALTA' NON E' FILOSOFEGGIARE,LA REALTA' E DI QUELLI CHE LA VIVONO E LA SUBISCONO CON L'AGGIUNTA DEI MANGANELLI.
CHE BELLA DEMOCRAZIA CON QUESTO GOVERNO.

Roberto Massa 09.12.05 17:44| 
 |
Rispondi al commento

boh... io non so chi abbia ragione ma ho sentito un'intervista a messner che diceva tra le altre cose che i verdi francesi ad esempio non sono contrari all'alta velocità.
Diceva anche che si tratta di un progetto europeo e che per l'italia restarne fuori sarebbe penalizzante.
Diceva che di questa cosa si è discusso per anni ed ora in val di sua si fanne proteste ma prima nessuno se ne sbatteva... sarà politicizzata la protesta?
Sembra inoltre che la val di susa sia di molto privilegiata rispetto ad altre valli limitrofe la cui economia è molto più penalizzata in quanto in quella valle passa un'autostrada importante e che l'indotto portato da quel passaggio sia considerevole.
Insomma, sono sicuramente contro le sopraffazioni, gli abusi di potere e le imposizioni dall'alto, ma non so se in questo caso sia realmente controproducente o sia invece un bene la realizzazione del tratto alta velocità.
Che poi il governo debba non essere rieletto a tutti i costi e che tutti gli attori muovano le pedine che possono e facciano propaganda anti appena possono vabbè... è il nostro sport quotidiano.
Evviva l'anti, abbasso il pro. A priori.

cristiano giachetti 09.12.05 17:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono Daccordo al 100%,
Auspico un nuovo inizio fatto di "persone"
non d' ideologie, né di Sud o di Nord,
di ristoranti Padani , Mastella Casini o Nani,
non parlando di Fini che non sa neanche lui
che cavolo è diventato.
Il (Fine) non giustifica i mezzi, la ricchezza non sono solo i quattrini, alla fine prevarrà la
ricchezza della qualità umana, è qui il futuro,
questo farà la differenza!
Guglielmo by Napoli

Guglielmo Di Girolamo 09.12.05 17:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forse siamo così stupidi perchè sin dalla preistoria i nostri antenati si sono dati troppi colpi di clava in testa....

Vincenzo Molletta 09.12.05 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordissimo con Benni.

Generalmente gli uomini di potere soffrono del magna magna, di un atavismo ereditato dai trogloditi quando la fame era tra le principali cause di morte.

La ricerca del cibo è il primo obbiettivo degli animali, compreso l'uomo.
L'imperativo è: riempire la panza.
Tutti i beni materiali sono riconducibili al bisogno di mangiare, acquisire, introiettare, assumere fino a scoppiare.

Una casa non basta, ne occorrono due, moglie e amante, auto, successo, notorietà, essere riconosciuto come elemnto valido che può far parte del clan e del relativo banchetto.
Chi non è allattato bene da piccolo, diventa inevitabilmente un tirchio spilorcio.

Bisogna risolvere il problema della fame nel mondo, non solo dei poveri, ma soprattutto dei ricchi!
Non si stancano mai di ingrassare, di aumentare il reddito; la chiamano anche: massimizzazione (del diametro della panza).

E c'è di più! Non occorre andare a ricercare quello che i primitivi ci hanno lasciato come eredità più grande (la fame); basta indagare sul passato prossimo.

Notate qual'è la data di nascita dei magna magna più impegnati a svuotare le risorse.
Si noterà che i più giovani nascono durante la seconda guerra mondiale e si sorbiscono, in tenera età, anche il dopoguerra fatto di fame.

Quelli più vecchi, nati negli anni '30, hanno una sorte peggiore perchè non solo vivono coscientemente guerra e dopoguerra, ma sottostanno all'educazione rigida dei loro genitori, vissuti a loro volta nella prima guerra e nel regime.

Gli anni della contestazione sono fatti da quei ventenni nati nella fame della guerra. Contestano i dettami dati dai loro genitori di anteguerra che impongono, durante il boom economico, l'austerità, il risparmio, il lasciare il piatto pulito, l'economia, ecc.

Finalmente ora da adulti, possono spendere e spandere a piacimento, riscattando le ristrettezze subite nell'infanzia e nella giovinezza.

Chi non ha fame scagli la prima pietra.

Francesco.

Francesco Marillo Commentatore in marcia al V2day 09.12.05 17:33| 
 |
Rispondi al commento

circa gli uomini delle caverne vorrei parlarvi, non perche` sia poi cosi` sorpreso.. dell`animale che abita gli usa.. indossa una seria divisa blu con un bel corredo di armi e strumenti vari e ha l`abitudine di infastidire persone normali.. Nel paese delle grandi infrastrutture, grandi aziende, di cui si possono leggere meravigliose descrizioni della liberta` di stampa, di espressione, puoi fare businnes, ma gia`n consiglio, non scattate foto ad un incendi perche` a new york potrebbe accadervi di essere picchiati da 6 cops, finire in pringione, non sapendo dove tutte le tue cose sono, non sapendo circa il passaporto, 10 ore senza mangiare, in piedi, 20 persone in una stanza 4x4.. per poi essere rilasciati come non colpevoli dalla corte.. con molte ferite e abrasioni, e senza medicazione..
quindi vi dico qualcosa, il nostro paese ha molti difetti, molte persone lavorano senza saperlo per gli uomini delle caverne, i re della foresta... ma in italia, forse perche` ormai sono abituato nessuno viene picchiato senza motivo come se fossero anni di pieno fascismo.. ci sono molti autori politici che scrivono circa questo, mensiono gore vidal ma ce ne sono altri che non ricordo perche sono molto olto stanco perche` quello che scrivo e` finito non piu di 4 ore fa e qui in ny ora sono le 11 15 am..
per tutta la mia vita, in ogni paese considerato industrializzato ho trovato molte cose migliori dell`italia.. questa volta dico che bisogni stare attenti a seguire questa cultura, e` oppressiva, fatta di corporazioni, di grandi guadagni.. ma grandi disuguaglianze nello stesso..
l`america ha fatto buone cose cose ai suoi inizi.. ma vi diro` sono fiero della nostra piccola italia.. perche` la gente qui segue il potere o l`opposizione.. che a volte e` lo stesso.. o per ignoranza o per convenienza ma credo raramente segue perche` crede fortemente in questa via.. forse siamo cani sciolti, non saremmo patriottici, ma siamo un popolo di piu o meno grandi individualita`.. it`s not bad

Marco Benvenuto 09.12.05 17:15| 
 |
Rispondi al commento

L'ho presa da qui:
http://www.forum.dado.tv/viewforum.php?f=2&sid=69d9c5f189979d4f038fe49efc0b32a2

e' troppo bella!!!

Felicità!
E' la proporzionale da Pasqua a Natale
la felicità...
E' per battere Prodi, così tu non schiodi
la felicità...
E' salvare la faccia e la saccoccia
la felicità!


Felicità!
una legge "ad personam", chi te la donam
la felicità...
E' un gran bel parlamento, tutto contento
per l'immunità...
Poi c'è la prescrizione del processone...
trallà lalalà!

Felicità!
E' se vedi qualcuno che paga le tasse
la felicità...
tu te ne guardi bene, perché ti conviene
ce stai a fregà...
E ringrazia Tremonti per tutti gli sconti
che ti farà...

Gennaro Martinelli 09.12.05 17:15| 
 |
Rispondi al commento

dai un nuovo significato al termine "qualunquista". Complimenti

max bevilacqua 09.12.05 17:07| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei fare i complimenti piu' sinceri a Stefano Benni per aver scritto un intervento che condivido parola per parola, sono realmente quasi commosso nel constatare che nel nostro paese gli uomini con l'ingegno piu' brillante non contano un granche':
e' anche nostro dovere sostenerli ogni giorno con impegno e con convinzione!
Grazie a Grillo per darci la possibilita' di leggere
questi commenti autorevoli.

marco buzzi 09.12.05 17:02| 
 |
Rispondi al commento

D'accordissimo con Stefano Benni ma mi chiedo perchè siamo arrivati a questo? Perchè il popolo non è presente alla vita pubblica? oppure se lo è spesso lo è solo a parole, difficilmente con i fatti?
Secondo me concentrare le nostre energie solo sul lavoro ci ha rincretiniti tutti; è importante il lavoro perchè bisogna vivere ma bisogna anche saper rinunciarvi per affrontare anche altri lavori come, per esempio, quello del cittadino.

Tony Pacati 09.12.05 16:56| 
 |
Rispondi al commento

Quanto utilizzato dal signor Benni per illustrare alcuni tipi di individui non è, come può sembrare, una metafora, bensì la realtà così com’è. Benché i termini usati come preistoria o paleolitico non siano esattamente quelli giusti poiché generici, ci troviamo comunque di fronte a dei parametri arcaici che appartengono a configurazioni le quali hanno in priorità unicamente pulsioni istintive. Ciò che il signor Benni chiama un ‘paleolitico’ cogliendone l’arretratezza, in verità si chiama Homo sapiens sapiens; e non si tratta di qualcosa di non meglio identificato, avvolto nelle nebbie e difficile da vedere, perché sono argomenti dei quali si viene a sapere alle elementari. Ora però, dire di noi che siamo dei Sapiens e basta suona male, e troppo poco; purtroppo però la verità è all’opposto, e non c’è altro su questa Terra se non dei Sapiens; quindi delle configurazioni ferme al paleolitico sul serio, che non riguarda però solo i Potenti ma anche e soprattutto coloro che i Potenti usano a proprio piacimento, vale a dire noi.
L’argomento è molto interessante, poiché riserva molte sorprese e non tutte brutte; è un vero peccato che lo spazio manchi per affrontarlo con la dovuta attenzione. Di fatto però, sulla Terra si svolge una guerra tra uomini e animali, la quale a sua volta può essere semplificata ulteriormente nella lotta tra una strategia stabile di tipo maschile e una di tipo femminile. Tutto qua; il resto è solo la moltiplicazione per ‘n’ volte della stessa matrice. Esiste solo un esercito in grado di fermare il Sapiens, quello culturale, appunto, squisitamente femminile, il quale come colei che lo ha prodotto scatena l’ira e il disprezzo di tutti i Sapiens di questa Terra. Ma non c’è altra arma, né altra strada se non questa. Può sembrare ridicolo e anche arrischiato, ma sono gli artisti l’embrione umano per eccellenza meglio ancora se amici di qualche studioso o scienziato che dir si voglia, in modo che si chiamino con i loro nomi le cose.
Grazie.

Carmine Memico 09.12.05 16:48| 
 |
Rispondi al commento

Non ho mai letto un libro di Stefano Benni; credo che sia arrivato il momento di leggerne uno o regalarlo a Natale.
Tieni duro Beppe

Giovanni Paolucci 09.12.05 16:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Egregio Pinco Pallo,

io sono effettivamente per uno stato di diritto in cui si rispettano le regole. Alcune di queste regole prevedono che si faccia il meglio per i cittadini: è vero che molti media fanno passare l'idea che l'alta velocità in Val di Susa sia utile per tutti. Il fatto è che non lo è; come ho già detto in altri miei post, quei soldi è meglio spenderli per migliorare molte delle nostre strutture che fanno, mi duole dirlo, veramente schifo! (la nostra rete ferroviaria è un esempio, ma se si facesse la lista temo che ci vorrebbero mesi di discussione, sic! :)

Mi trova d'accordo sul fatto che troppo spesso le decisioni in Italia (e anche altrove) siano prese in modo da sfruttare l'emotività della gente... e non lo si fa mai a caso!!!

Nel caso della Val Susa, per risolvere la questione basterebbe semplicemente valutare queste due cosa in maniera seria:

1) Qual e' l'impatto ambientale dell'opera (cosa che è stata fatta superficialmente)
2) Valutare i costi ed i benefici
3) Valutare i costi ed i benefici di altre opere pubbliche di costi similari per vedere se non ci sono opere piu' urgenti che migliorino la vita di un maggior numero di persone

La cosa richiederebbe che si ritardasse di qualche mese l'inizio dell'opera. Dov'e' il problema nel ritardare di qualche mese se questo serve a rassicurare i cittadini? Il problema è che se non cominciano entro la fine dell'anno, addio finanziamenti della Comunità Europea.

Per quel che riguarda i centri sociali... come ho detto prima, se sono legali non c'e' problema. Se non lo sono, si applichi la legge (la quale per definizione non dovrebbe avere "colore" nè ideologia in uno stato democratico)

Marco Musico' 09.12.05 16:46| 
 |
Rispondi al commento

Poco da dire se non concordare e approvare in pieno, e complimenti a Stefano Benni per l'ottima metafora... cavernicoli preistorici arretrati moralmente e materialmente, che di fronte all'intelligenza e alla modernità rispondono a colpi di clava...

Grandissimi come sempre Beppe e Stefano!

Mario Gabrielli Cossellu 09.12.05 16:36| 
 |
Rispondi al commento

X Nicola Cardinale....
...sono lucano come te...sono di Scanzano....fino a quando noi cittadini saremo "censurati" le ns ferrovie saranno lentissime!!!!Ma credo ke specialmente x noi lucani,dopo SCANZANO,RAPOLLA e la ribellione di MELFI....niente sarà più come prima....stiamo partendo dal basso per non essere più censurati!...in LUCANIA abbiamo delle arterie stradali efficenti ma da "curare" assiduamente....STIAMO LOTTANDO X AVERE L'AEREOPORTO A PISTICCI SCALO...per quando riguarda le ferrovie il discorso è molto complicato....bisognerebbe raddoppiare le linee di tutto il sud...quindi sviluppare un progetto per la città di Matera!!!DOBBIAMO LOTTARE PER VIVERE....magari se si inizia a "divulgare" notizie come l'isolamento ferroviario materano si potrà finalmente pianificare l'intero piano di ristrutturazione delle ferrovie del mezzogiorno........
........P:S: il sottosegretario alle infrastrutture è lucano,si chiama Viceconte ed è talmente coglione da non capire ke con metà dei soldi del "ponte sullo stretto" rifai l'intera SA-RC,e raddoppi tutte le linee ferroviarie del mezzogiorno....VICECONTE VATTENE!

rocco faillace Commentatore in marcia al V2day 09.12.05 16:26| 
 |
Rispondi al commento

grazie stefano, riesci a esprimere in modo magistrale quanto sentiamo e vorremmo dire.

siamo noi i pionieri del nuovo mondo. non esistono ancora molti partiti politici o strutture umane organizzate ( coem ad es. il Movimento Umanista) per diffondere e strutturare fronti di azione coerenti.

ma siamo appunto all'alba. a presto!
cecio


parole sante! :)

luca urbani 09.12.05 16:21| 
 |
Rispondi al commento

@ egregio sig marco musicò

quindi lei dà ragione a chi vuole sgomberare i centri sociali insediati in edifici non legalmente di loro proprietà...

Cmq il mio post non era contro i centri sociali (contro cui non ho niente, se non sconfinano troppo nellillegalità). Non è neanche contro i contenuti della manifestazione in val di susa.
Piuttosto è contro il metodo usato per manifestare il proprio dissenso. Non è detto che chi porta in piazza più persone abbia ragione per forza. Se 100000 italiani favorevoli al TAV andassero in valdisusa, la ferrovia andrebbe fatta? Io non lo credo, come non credo che vada abolita a causa della manifestazione.
Sfortunatamente in Italia le decisioni si prendono più per l'impatto mediatico che per interesse nazionale

pinco pallo 09.12.05 16:17| 
 |
Rispondi al commento

OT ma non troppo FASTWEB: le NOVITA'
+++++++++++++++++++++++++++++++++++++
L'ultima *Novità" (dopo avere firmato il contratto) consiste nell'anticipo di 50 Euro, se il pagamento avviene tramite canalizzazione sul C/C bancario.
Saranno restituiti alla fine del rapporto, e se non saranno restituiti chi si impelegherebbe in una vetenza giudiziaria per 50 Euro?
Nel contratto, costituito da una sola facciata scritta con caratteri a corpo uno, NON c'è scritto niente:

* Nè il pagamento anticipato di DUE mensilità, anche con la canalizzazione sul C/C
* Nè il contributo d'attivazione di E. 45
* Nè L'addebito a monte delle "Cinque Ore" delle chiamate ai cellulari, e chiamate al 702...
* Nè, ancora meno, l'anticipo di E. 50 con la canalizzazione sul C/C
-
E' scritto solo , ed in ***neretto***: "Sconto di 50 Euro sulla prima fattura".
L'utente, convinto di avere fatto un affare, firma, poi poco alla volta "scopre" le "Novità".
Domanda: se tutto "Si sa che è così, perché così fan tutti"(????) significa qualcosa firmare un contratto nel negozio, quindi non online?
_____________ www.ricostruire.it ____________
Questo ed altro (di molto peggio) accade perché, nella latitanza della politica, impegnata sempre con questioni elettorali, nella solitudine
dell'Utente, questi sceglie di chinare il capo per il quieto vivere. Chi si impelegherenbbe mai in una vertenza per 50 Euro. Su questo e solo su questo si fonda l'arricchimento esponenziale di concentrazioni mostruose, che creiamo solo noi, e che ci stritolano.
A pensarci bene, serbirebbe a qualcosa scrivere in coro al Garante? Chi è il garante, un morto di fame, messo lì dai partiti, secondo il manuale Cencelli

Prospero Pirotti 09.12.05 16:14| 
 |
Rispondi al commento


DOMANDA ALLE RAGAZZE & DONNE CHE LEGGONO/SCRIVONO
----------------------------------------
(MA ANCHE A QUEI RAGAZZI & UOMINI CHE SE VOGLIONO SCRIVONO COSE MERAVIGLIOSE)

Non vi pare che si ecceda un po' in "cazz.. porc..putt.. frocio, no tu sei un pomp.., vaffanc ...)? Non è un linguaggio vagamente maschilista?

Vogliamo qui ricordare il sesso di quegli individui, con la clava .. con il cimiero, con il bazooka... o in doppiopetto e la 24ore, che hanno portato nel mondo guerre, sopraffazione del più debole, sfruttamento delle risorse, etc.?
Cosa insegneremo ai figli maschi, di sproloquiare sui blog o anche portare le buste della spesa alla madre, aiutare i fratelli con i compiti, andare in farmacia per il nonno?

Così, m'è venuta e l'ho buttata lì

Paola Bassi 09.12.05 16:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come al solito Stefeno Benni trova il modo e le parole per appassionare migliaia di studenti e lavoratori!!!!sei grande....LUPO!!!!!
::::BENNI SINDACO DI BOLOGNA:::::::::

rocco faillace Commentatore in marcia al V2day 09.12.05 16:04| 
 |
Rispondi al commento

Egregio Pinco Palla,

se (e dico SE) lei okkupasse un centro sociale che sta legalmente in uno stabile, verrebbe trattato (giustamente) come verrei trattato io se cercassi di okkupare casa sua!!!

Qui il problema non è lo stesso... i Valsusini sono in casa loro e la stanno difendendo... esattamente come farebbe lei se io cercassi di entrare in casa sua per far danni!

Marco Musico' 09.12.05 15:57| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe e ciao a tutti voi (o quasi).
E' un pò che non scrivo qulche riga ma leggo tutti i giorni i tuoi blog. Duplico e divulgo.
Vedo che c'è sempre gente che viene sul sito per scrivere C......e ma non importa. Ogni giorno mi chiedo se ne vale la pena continuare a "lottare" Tu beppe dici (e denunci) delle cose "elemetari" fai discorsi capibili da tutti in linguggio semplice, dovrebero capire tutti cosa dici PORCA PUTTANA e invece NO! Quello che tu dici è di usare il buon senso, cosa che dovrebbe approvare tutti e invece NO!! IO non capisco più nulla come si fa a non capire che questi (e altri) dipendenti devo fare cose giuste per noi che li paghiamo invece di fare cose insensate??? bha non so, sono talmente in....o che non riesco più ad andare avanti non riesco ad esprimere tutto quello che vorrei dire.
BEPPE io ti seguiro sempre
ciao ciao
Vittorio

Vittorio Cometti 09.12.05 15:57| 
 |
Rispondi al commento

x Giovanni Cairoli

Caro e raffinatissimo Giovanni Cairoli, finché ci saranno coglioni come te, Berlusconi e Lunardi (e i loro degni compari) potranno dormire sonni tranquilli...

Mauro Belgiorno 09.12.05 15:55| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, credo che si stiano infiltrano molte persone all'interno dei commenti che cercano di infangare il tuo nome e di divulgare notizie che secondo la mia opinione non vale neppure la pena di ascoltare.
A volte mi sembrano estremamente stupidi e volgari!
Sono qui nel tuo blog solo ed esclusivamente per poter essere informato in maniera alternativa, e credo che certi usi e costumi non ci appartengano.

Denis Pazzaglia 09.12.05 15:54| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei ricordare che la città di MATERA non ha la Ferrovia dello Stato (unica provincia d'Italia), ma le Ferrovia Appulo Lucana che impiega circa 1 e 30 ' per raggiungere BARI a 60 km.
La stessa Ferrovia Appulo Lucana collega POTENZA-BARI in circa 3 ore per 125 km !!!
Abbiamo delle linee TBV treni a bassa velocità !!
Ma siamo al SUD e l'unica cosa che ci meritiamo sono le scorie a Scanzano !!!!

Nicola Cardinale 09.12.05 15:54| 
 |
Rispondi al commento

Ma se io con altre persone cercassi di occupare un centro sociale per farlo chiudere perché crea problemi alla zona, come verrei trattato?
Il mio gesto verrebbe chiamato espressione di democrazia come in val si susa o verrei bollato come fascistoide?

pinco pallo 09.12.05 15:52| 
 |
Rispondi al commento

Credo che la protesta dovrebbe essere innanzitutto contro quel porco mafioso di LUNARDI e contro il capomafia RIDENS.

Questi loschi individui si pappano i nostri soldi con appalti subappalti consulenze ecc ecc , è una cosa talmente vergognosa che al confronto i precedenti scandali finanziari italiani dal dopoguerra ad oggi sono nulla.

Questi sono maiali , facce da culo , che non hanno nel DNA i geni del pudore , della dignità ,dell'onestà , assolutamente no , tabula rasa.

MANDIAMO A CASA QUESTA BANDA DI DELINQUENTI

POI PARLIAMO DI TAV SI O TAV NO

MANDIAMO A CASA I MAFIOSI

CACCIAMO BERLUSCONI

INDEGNA PERSONA (SCHIFOSA)

NON LO TOCCHEREI NEANCHE COL BASTONE

SALUTI

cimbro mancino 09.12.05 15:48| 
 |
Rispondi al commento

Signor Cairoli,

lei che da del komunista a destra e a manca, mi spiega come mai tra chi protesta ci sono sindaci che non appartengono al centro sinistra?

Sicuro che quelle migliaia di persone che protestano in Val Susa siano tutte komuniste?

Se si ferma un attimo e la smette di insultare chi non la pensa come lei, magari si accorgerà della debolezza di alcune delle sue considerazioni.

In ballo c'e' la necessità di cominciare l'opera entro il 31/12 altrimenti il nostro governo si "fuma" la possibilità di intascare i finanziamenti europei, altrimenti non si vede perchè abbiano così fretta di cominciare. Fare uno studio di impatto ambientale un minimo serio può portar via alcuni mesi....se si comincia con qualche mese di ritardo che differenza fa? Altri stati che dovrebbero essere interessati alla stessa linea di comunicazione non hanno ancora tentato di incominciare il progetto... Che utilità ha fare la suddetta tratta se poi mancano i pezzi a cui bisogna raccordarsi?
A meno che.... qualcuno non debba metter mano su un sacco di soldi: allora costruire una bella cattedrale nel deserto avrebbe assolutamente senso!

Marco Musico' 09.12.05 15:46| 
 |
Rispondi al commento

il troglodita pappone, e accoliti, una libertà ce la lascia ed auspica: quella di sognare in tanti.
All' era d' ora con Montezemolo l' esporta medinitaly, e intanto Totti e tette a tutti

Corindo Alunni 09.12.05 15:42| 
 |
Rispondi al commento

Bella Stefano,sei incredibile.
Manca solo il lieto fine: il Meteorite Olocenico, che inizierà una Nuova Età con l'estinzione degli uomini delle caverne e un nuovo illuminismo per l'Homo Sapiens..
Basta che il meteorite a contatto con l'Atmosfera si frammenti in piccoli parti che andranno a puntare tutti gli Uomini Delle Caverne..
Facile, si no..
Nel frattempo, aspettando fiduciosi, continuiamo a lottare contro quei Trogloditi.
W La Revolucion!!!!!!

"se un posto ti sembra lontano, mettiti in viaggio e pensaci camminando" DICONO I BAMBINI CINESI

marco puppin 09.12.05 15:42| 
 |
Rispondi al commento

Bella Stefano,sei incredibile.
Manca solo il lieto fine: il Meteorite Olocenico, che inizierà una Nuova Età con l'estinzione degli uomini delle caverne e un nuovo illuminismo per l'Homo Sapiens..
Basta che il meteorite a contatto con l'Atmosfera si frammenti in piccoli parti che andranno a puntare tutti gli Uomini Delle Caverne..
Facile, si no..
Nel frattempo, aspettando fiduciosi, continuiamo a lottare contro quei Trogloditi.
W La Revolucion!!!!!!

"se un posto ti sembra lontano, mettiti in viaggio e pensaci camminando" DICONO I BAMBINI CINESI

marco puppin 09.12.05 15:40| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo in Italia è vizio comune iniziare a costruire le case prima dal tetto...Ovviamente questo ne è il risultato!

Elisa Pacorig 09.12.05 15:40| 
 |
Rispondi al commento

grillo, perchè non ci parli un pò degli anarchici e dei centri sociali, che, con il loro comportamento, infangano il buon nome dei valsusini? per caso, questi criminali, sono tuoi amici?

giacomo zanitti 09.12.05 15:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scrivo solo per dire che noi (io e la mia ragazza) continuiamo nella nostra "opera" di stampa (e affissione alla bacheca dela piazza del nostro paese) di alcuni articoli, tratti da questo e altri siti di vera informazione (per esempio, dal blog di Luttazzi, dall'Unità o da articolo21.com)

Ciao a tutti e grazie a chi si sbatte (almeno un pochino) per un mondo migliore per tutti.

Massimo e Lucia

Massimo Renaldini 09.12.05 15:11| 
 |
Rispondi al commento

Facile parlare. Facile insultare, appiccicare etichette (sei di siniiistraaa!) quando uno se ne sta a casuccia sua al caldo, lontano da certi territori e relativi problemi.

In realtà questo vomito, questa infame porcheria non è nè di destra nè di sinistra: è... "multicolor"! Assolutamente trasversale. E forse per questo fa ancora più schifo.

In ogni caso a quelli che ho letto qui, tanto pronti a giudicare, ad offendere, a tranciare giudizi così definitivi auguro, domani, di venire a sapere che vicino a casa loro (ma molto vicino: magari espropriandogli il giardino!) costruiranno... chessò: una mega autostrada, una linea ferroviaria dell'alta velocità, una bella centrale nucleare (no, no, niente di ipertecnologico: magari qualcosa con vecchie tecnologie, così rumoreggia ed inquina ancora di più). E poi vorrei vederli continuare a sorridere, arroganti tronfi e soddisfatti come ora.

A tutti, ma proprio tutti tutti, chi contro e chi a favore, consiglio di andarsi a leggere I FATTI, (documentati, firmati e controfirmati non da quattro valligiani retrogradi, ma da economisti, medici, geologi, istituti di ricerca: ogni genere d'esperto quindi) sul sito dei no-Tav: www.notavtorino.org.
E DOPO, solo dopo, giudicare.

Maurizia Vaglio 09.12.05 15:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per Andrea Giovannini

Ma hai riletto quello che scrivi? La tangenziale di mestre necessaria, criminale industrializzazione, mose, esodo: è bello far confusione citando parole a caso. Goditi il ponte (di ferie) e riposati ;)

Matteo ferigo 09.12.05 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo anonimo italiano.
Tu sì che ci dai il buon esempio di come si ragiona.
Sicuramente resti anonimo perché le tue dichiarazioni di somma saggezza ce le regali e non pretendi ringraziamenti.
Tieni presente che una delle massime fregature che ha preso il popolo è di essere emigrato dalle campagne ed ora la "vita bucolica" è diventato un bene per pochi ricchi.
Dove c'era una povera cascina ora c'è una villa con piscina.
Chi ancora non ha fatto la fesseria di andare a vivere nel caos della città e vuole tenersi stretto quel bene inestimabile che è la campagna ha tutte le ragioni.
Chi vuole le grandi opere (dove, sicuramente, la mafia non c'entra niente) deve farle, almeno, senza massacrare qual poco di natura che ancora ci resta.
Quella della mafia dei furmagiatt è una perla di cui ti ringrazio ma non ci crede nemmeno Al Capone.

Andrea Giovannini 09.12.05 14:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per fortuna emerge anche in questo blog la stupida arroganza dei maldestri gibboni.

Spero tanto che non la leggano, si infuriano con una civiltà superiore ma non sono carino come Benni, non credo al pacifismo assoluto, anche la ribellione di Ghandi era uso della forza ma senza aggresione, era pressione di massa con l'uso della forza della massa.

E se questa viene repressa con le armi allora sono cazzi per chi lo fa.

Intendo sopravvivere vivendo in un mondo adatto all'uomo non ai cavernicoli, senza se e senza ma.

Gibboni !

massimo guerra 09.12.05 14:51| 
 |
Rispondi al commento

Per Matteo Ferigo.
La tangenziale di Mestre è necessaria perché, a suo tempo, nessuno è riuscito ad opporsi alla criminale industrializzazione della Laguna Veneta.
Uno scempio non ne giustifica un secondo.
Forse l'unico progetto MOSE' che funzionerà, alla fine, sarà un ESODO delle popolazioni da quella zona supermassacrata.

Andrea Giovannini 09.12.05 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Per fortuna non perdo più tanto tempo a leggere le opinioni che molti italici lasciano su questo blog. Ne ho sentite di migliori nei bar frequentati da alcoolisti abituali. Ne ricavo solo un senso di sconforto, si materializza la sensazione astratta della decadenza, ampiamente meritata dal popolo di cui purtroppo faccio parte. La verità sulla TAV? gli indigeni della famosa valle non sopportano i lavori ventennali quando i mafiosi locali avevano deciso di far palanche con le olimpiadi del formaggio... E' chiaro che quei luoghi radioattivi e pestilenziali hanno alterato le menti degli indigeni: piuttostoi che pensare a figli e nipoti (che non ci sono) meglio godere della conquistata ignoranza bucolica... Potrebbero brevettare e griffare Babbo Natale...

Anonimo Italiano 09.12.05 14:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In effetti, fregare il prossimo è arte antica.
Quello che meraviglia è che ci sia, comunque sempre, qualcuno disposto o ansioso di farsi fregare.
Così è successo con l'elezione di Berlusconi & C.
La verità e che tantissimi italiani, votando Berlusconi, pensavano di qrricchirsi (di stare cioè dalla parte di chi frega gli altri) invece si sono ritrovati regolarmente tra i trombati.
Conclusione: fregare il prossimo è arte antica; farsi fregare lo è altrattanto.
Buona grande opera a tutti.

Andrea Giovannini 09.12.05 14:27| 
 |
Rispondi al commento

IGNORANTE dimmi da dove scrivi cosi ti porto un pò
di amianto sotto casa e ti faccio un bel antipasto con uranio .........ti basta
DA PARTE DI 100.000 E PIù PERSONE

andrea sturari 09.12.05 14:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ MANCUSO GIOVANNI

VAI A DARE IL CULO, RETROGRADO, TI VA DI OFFENDERE SOLO PERCHE' C'E' LO SCHERMO DAVANTI O HAI LE PALLE DI DIRMI CERTE PAROLE IN FACCIA?
E RACCONTALE A TUA MADRE CERTE BALLE, TORNA ALLA TUA TERRA DI MAFIOSI, PRIMA DI GIUDICARE CIO' CHE SI FA AL NORD, STRONZO DAL COGNOME MAFIOSO, MAGNAMELANZANE E BASILICO

Giovanni Cairoli 09.12.05 14:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...vorrei davvero che coloro che vogliono realizzare il treno ad alta velocita' provassero a stare per quattro ore dietro ad una colonna di TIR sulla meravigliosa e UNICA corsia percorribile della Salerno-Reggio in una radiosa mattinata domenicale...ma noi il disagio lo comprendiamo...stanno lavorando per noi...da tanti anni!!!

aurora spadea 09.12.05 14:05| 
 |
Rispondi al commento

grillo, perchè non ci parli degli anarchici e dei centri sociali, che, con le loro azioni, infangano le giuste proteste dei valsusini? sono per caso, questi criminali, amici tuoi?

giacomo zanitti 09.12.05 14:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...vorrei davvero che coloro che vogliono realizzare il treno ad alta velocita' provassero a stare per quattro ore dietro ad una colonna di TIR sulla meravigliosa e UNICA corsia percorribile della Salerno-Reggio in una radiosa mattinata domenicale...ma noi il disagio lo comprendiamo...stanno lavorando per noi...da tanti anni!!!

aurora spadea 09.12.05 14:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PERCHE' QUESTO ESAGERATO FANATISMO NELL'OSTACOLARE UN'OPERA PUBBLICA UTILE ALLA NAZIONE???

Franco Onesto 09.12.05 13:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per tutti i SI-TAV:
c'è un modulo, pre voi, da compilare all'indirizzo

http://www.notav.it/modules.php?name=News&file=article&sid=1765

Rita Russo 09.12.05 13:49| 
 |
Rispondi al commento

Signor Cairoli,

vorrei che mi spiegasse cosa serve a me italiano l'alta velocità se per andare da Pavia a Milano con un semplice treno si accumulano ritardi medi di 30 minuti (quando si è fortunati)? Le è mai capitato di prendere un Intercity che su 39Km di tratta accumula 45 minuti di ritardo?
Tanto per darle un dato, i nostri treni Intercity dovrebbero avere una velocità di crociera di 180Km/h... peccato che in molte tratte della nostra rete questa velocità non è possibile!!! Invece di far andare un treno a 250Km/h, cominciamo a consentire a quelli normali di andare alla loro velocità "normale"!!

Per il Ponte di Messina, poi, a che serve una simile struttura se la rete dei trasporti siciliana e' praticamente ferma a metà degli anni '50??? Uno si fa la tratta del ponte in 10 secondi.... e poi accumula 2 ore perchè si ferma appena arriva a Messina perchè le strade non sono in grado di smaltire il traffico! Non parliamo della rete ferroviaria, poi!

In Italia dobbiamo cominciare a far funzionare le cose normali, poi magari ci occupiamo delle altre!

Marco Musico' 09.12.05 13:45| 
 |
Rispondi al commento

grazie che ci riempite di ca**ate quando vi fa comodo grazie. Sono anni che i progetti per il passante di mestre sono pronti, ma grazie a bambinesche proteste come quelle della val sua i lavori non sono mai partiti. Le stesse scuse, gli stessi supposti problemi e rischi ambientali, i soliti poverini che hanno i lavori in casa. Il risultato è una tangenziale di mestre che definire al collasso è una gentilezza e l'inquinamento nei suoi dintorni è enorme. Ma fino a che "il progetto migliore" è quello che non esiste e si contnua a dire No perchè ogni proposta non va bene (perchè è mafiosa, vantaggiosa per i potenti, antidemocratica, ducesca ecc ecc) le cose vanno a rotoli e voi state li a piangervi addossso. Questo si che è moderno, questo si che è democratico, questo si che ci sta portando sempre di più verso il fondo. Grazie voi che potete, grazie voi che ne sapete sempre e comunque di più degli altri, grazie voi che parlate ma quando c'è da agire sul serio non vi si trova mai. Grazie


Innovazioni, modernità,la tav e solo un treno chè và più veloce. Come il ponte sullo stretto.Correre ,velocità ,siamo sicuri che sia questo il futuro la modernita.

Gentile Giuseppe 09.12.05 13:35| 
 |
Rispondi al commento

Tutte le forze politiche sono concordi nel giudicare la TAV come necessaria all'Italia per stare al passo dell'Europa e del progresso.

Da Rutelli a Berlusconi l'accordo è unanime.

E' ora di finirla con questa protesta farsa che ci proietta nel ridicolo dinnanzi a tutta l'Europa. Della questione amianto ne hanno parlato a Rai 3 nel programma Gaia, con Mario Tozzi geologo da sempre schierato tra i "veri" e qualificati ambientalisti, ed è risultato che il problema è tecnicamente risolvibile senza problemi per la salute.
Credo che sia giunta l'ora di dire basta alla strumentalizzazione da parte della solita Rifondazione Comunista e di dire le cose come stanno.

Silvano Ferri 09.12.05 13:31| 
 |
Rispondi al commento

Lorenzo de Pippis 09.12.05 13:17
--------------
.....me ne sapresti indicare qualcuno?

giuliano bes 09.12.05 13:27| 
 |
Rispondi al commento

Nella home del sito

http://www.arcoiris.tv/

potete vedere i filmati sulla "notte dei manganelli" in Val Susa

(l'autore del filmato appartiene ad ACMOS, ass. vicina al Gruppo Abele)

Rita Russo 09.12.05 13:24| 
 |
Rispondi al commento

Questo Natale lo trascorrero' a New York.

E' fantastica di notte, ve la consiglio, evadete, e quando tornerete in Italia vi accorgerete che tutte queste beghe sono da bambini.

BAMBINI!!!!! SMETTETELA O CHIAMO L'UOMO NERO

e tu Stefano Benni, non ti vergogni nel rivolgerti cosi' alla gente? Quanti anni hai? Si vede lontano un miglio che dici queste cose anche se non le pensi. A leggerti mi viene il diabete, sei peggio del libro cuore. Falso, opportunista e di parte.

Sembra che tu enfatizzi per convincere anche te stesso.

Questo Natale lo trascorrero' a New York, è fantastica di notte, o forse a Parigi.

liberanos a malo 09.12.05 13:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo blog sta diventando sempre più frequentato da fascisti.....mi limiterò a leggere soltanto Beppe Grillo.
Peccato......

Lorenzo de Pippis 09.12.05 13:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perchè le opere di alta ingegneria chiamate case in quella valle sono state fatte come funghi vista l'alta presenza di metalli pericolosi?
Amianto e uranio.

Se c'è amianto e uranio ci vuole la smobilitazione di tutti coloro che rischiano restandone a contatto.
Le case in condizioni di vicinanza di amianto e uranio devono essere dichiarate inabitabili per la preservazione della salute.
Perchè si sfrutta facendo paura alla popolazione la questione amianto e uranio per bloccare la TAV e non si dice loro di sgomberare le case?

Se veramente esistono tutti questi problemi di alta ingegneria io pretendo l'abbattimento di quelle case di alta ingegneria proprio in onore della coerenza con cui pretendete di parlare (Grillo e Benni).

Ma finitela di spaventare la gente!

Giovanni pascoli ma non dire stronzate, anche lato Francese c'è l'amianto tanto che nel tratto che stanno costruendo stanno proprio adoperando la Talpa che bagna con bentonite e acqua le fibre smangiate della punta.
Solo i baluba come Grillo credono che si costruisca il foro a suon di esplosioni.

Regime arnaldo 09.12.05 13:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo Natale lo trascorrero' a New York.

E' fantastica di notte, ve la consiglio, evadete, e quando tornerete in Italia vi accorgerete che tutte queste beghe sono da bambini.

BAMBINI!!!!! SMETTETELA O CHIAMO L'UOMO NERO

Liberanos a malo 09.12.05 13:09| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei ringraziare il signor Benni per averci ricordato per l'ennesima volta i disagi della nostra Italia e per aver dovuto sparare sentenze sulla Tav senza neanche certificare o addurre qualche dato.Un altro scrittore,presunto intellettuale,che riesce ad attaccare con molta semplicità il potere,ma che non porta nessuna soluzione,nè una critica propositiva.
Dimmi Benni,che ce ne facciamo noi della tua satira da bar dello sport?

Marco Fagnocchi 09.12.05 13:07| 
 |
Rispondi al commento

SALVE ITALIA!!!
Stefano,sei semplicemente FANTASTICO!!!
Grazie per esserci!!!
Un saluto a tutti.

Modesto Gagliardi Commentatore in marcia al V2day 09.12.05 13:06| 
 |
Rispondi al commento

PROVA COMUNICAZIONE...

perchè i post che scrivo il blog di grillo non me li pubblica?

Regime arnaldo 09.12.05 13:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SI!! MA IN TUTTO CIò,DOPO CHE HO CAPITO EFFETTIVAMENTE.. QUANTUNQUAMENTE..COMPRENDENTEMENTE QUELLO CHE MI DICI,MIO GURU GRILLO,IO..........CHE VOGLIO LA MACCHINA "EOLO",STACCARMI DAL RISCALDAMENTO CONDOMINIALE PER METTERMI I PANNELLI SOLARI,DARE LA MIA PEZZA A CHI SA GESTIRMELA NEL MODO PIU APPROPRIATO...ECCETERA ECCETERA ..ECCETERA...............CAGGIAFà?...OPPURE....CHI DEVO VOTARE SE TU....(in ginocchio con la testa china e le mani protese in avanti,rivolte a te)..mio guru peppo,non ti candidi (candidi..guarda il gioco di parole..)a qualcosa???????????...SALUTI CARISSIMI

lLuca Anoardo 09.12.05 13:00| 
 |
Rispondi al commento

Stanotte verso le 3 hanno trasmesso su rainews24 un filmato inedito sui nostri soldati a Nassiriya. Filmato che mediaset ha censurato al programma le iene. Sono rimasto senza parole. L'Italia ha partecipato attivamente alla guerra e Ciampi dovrebbe ordinare all'esercito il ritiro immediato!!!!!!!!!

Il filmato lo trovate qua

http://www.rainews24.it/Notizia.asp?NewsID=58480

Luca Lanari 09.12.05 12:57| 
 |
Rispondi al commento

Mi hanno sempre detto che in democrazia la maggioranza vince.
La maggioranza degli abitanti della Val di Susa non vuole la TAV contro una minoranza di str..zi, cioè di politici, perchè la maggioranza degli abitanti della Val di Susa deve perdere ???

Stefano

stefano crema 09.12.05 12:55| 
 |
Rispondi al commento

Mai lette tante cazzate da una persona sola. Stò Benni è peggio di Berlusconi. L'amianto è nelle vostre teste, anche se la Tav è "potenzialmente" un pessimo affare ma è un segno dei tempi, di cambiamento di modernità. Se pensiamo che ogni innovazione non sia conveniente allora dovevamo rimanere nelle caverne, forse era un mondo più giusto ma io preferisco questo, nonostante ci siano molte cose sbagliate.

Antonio Del Giudice 09.12.05 12:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

--Arretrato è chi sceglie il progetto che piace agli affaristi e ai mafiosi.
Moderno è chi sceglie il progetto migliore.--
SI BRAVO BENNI, BRAVO!!! BRAVO!!! BRAVO!!!

--Continuano a fare miliardi con la spremuta di dinosauro--
SI BRAVO BENNI, BRAVO!!! BRAVO!!! BRAVO!!!

---siete uomini delle caverne quotati in borsa---
SI BRAVO BENNI, BRAVO!!! BRAVO!!! BRAVO!!!

---Postato da Beppe Grillo il 08.12.05 19:11 | Muro del pianto ---
SI BRAVO BENNI, BRAVO!!! BRAVO!!! BRAVO!!!

Fabio Marghe' 09.12.05 12:50| 
 |
Rispondi al commento

Stefano Benni ha detto grandiosamente e come lui sa fare ciò che avevo scritto giorni fa nel primo post sull'argomento TAV:

è qualcosa del passato !

nel "65 Gagarin fa le sue prime orbite nello spazio, nel "67 vola il Concorde, nel "69 lo sbarco sulla luna, nei "70 le diverse missioni apollo

nel 2005 si bucano le montagne per costruire un'opera paleolitica che è altamente antieconomica (non farà mai profitto e non sarà mai sfruttata se non per una minima percentuale)

si cerca di fare ponti in una zona altamente sismica e con un vulcano attivo nelle vicinanze (e lasciamo perdere le zanzare mafiose pronte già a spillare il sudore della gente)

Robert Pau 09.12.05 12:50| 
 |
Rispondi al commento

chi oridna di picchiare la brava gente va rimosso,
o almeno toglietegli la clava...

Marco T. 09.12.05 12:47| 
 |
Rispondi al commento

ANCHE OGGI SIAMO INVASI DA TROLL E GIULIVI...

Emiliana Di Carlo 09.12.05 12:45| 
 |
Rispondi al commento

reGIME ARNALDO Qwerty Erno O COME CAZZO SI DIVERTE AD AUTO APPELLARSI (LE PROPONGO COGLIONE SGONFIO)
sta cazzata dove l'ha sognata??... certo che le rocche basiche della zona piemontese che possono contenere amianto si estendono dal lato italiano fin al versante francese, l'orogenesi alpina é avvenuta prima che l'uomo apparisse su questo pianeta e i confini tra nazioni non esistevano. IO HO FATTO LE ANALISI DELLE ROCCE DELLE DISCENDERIE E DEL TUNNEL IN COSTRUZIONE DEL VERSANTE FRANCESE E SO CHE ROCCE CI SONO. VORREI SAPERE SE ANCHE LEI HA LAVORATO SU QUESTO PROGETTO E QUINDI DOVE, SE E QUALI ROCCE CONTENETI AMIANTO HA POTUTO OSSERVARE. GRAZIE


GIOVANNI PASCOLI 09.12.05 12:43| 
 |
Rispondi al commento

@Regime arnaldo
Non hai capito niente, e non ti spiego nemmeno il perchè.
Il vero problema italiano è che ci sono troppi che parlano senza nemmeno capire cosa dicono.
Ma ce la faremo.

Mariella Maffoni 09.12.05 12:42| 
 |
Rispondi al commento

NO TAV
per favore mettete in condivisione tutti i video che trovate e anche le foto su Emule! io quello che trovo lo piazzo là
basta scrivere no tav AND polizia oppure no tav e basta
NO TAV

Emiliana Di Carlo 09.12.05 12:40| 
 |
Rispondi al commento

ho sognato il cavaliere nel SUO isolotto, in una grande tavolata di "amici" del suo partito cercare di difendersi da un attacco di zombi tra cui c'ero anche io.
poi mi sono svegliato ed in televisione ho visto gente che cucinava e ho capito che era solo un sogno.

freddy dimatteo 09.12.05 12:40| 
 |
Rispondi al commento

ANCORA MANAGANELLATE SU DONNE BAMBINI E ANZIANI. E ANCORA CI RACCONTANO LA FAVOLETTA CHE E' STATA TUTTA COLPA DI 1000 ESTREMISTI.

TUTTO QUESTO PERCHE' L'ING. LUNARDI & FIGLI POSSANO MANGIARSI LA LORO PARTE DI TANGENTI.

MA IN CHE CAZZO DI PAESE VIVIAMO? CHI ABBIAMO ELETTO? TRASCINANO IL PAESE ALLA ROVINA ECONOMICA PER MANIFESTA INCAPACITA' E POI PASSANO SOPRA DONNE, BAMBINI E ANZIANI PUR DI MANGIARSI I NOSTRI SOLDI? E CI RACCONTANO LA FAVOLETTA CHE E' TUTTA COLPA DEGLI ESTREMISTI? ... CHE PER CARITA' CI SARANNO ANCHE STATI, MA COME SI FA A GESTIRE LA SITUAZIONE COSI' STUPIDAMENTE .... STUPIDI MANGANELLI AL POTERE .......

L'ITALIA E' SEMPRE STATO UN PAESE NON ALL'ALTEZZA DI FRANCIA E GERMANIA, MA DAVVERO CI MERITIAMO QUESTI CRIMINALI AL POTERE? DAVVERO TANTA STUPIDITA' E INCAPACITA'?

Marco Lacaita 09.12.05 12:39| 
 |
Rispondi al commento

SE PASSA LA TAV, UCCIDETE FALCONE E BORSELLINO PER LA TERZA VOLTA !!!
LA SECONDA E' STATO IL PONTE SULLO STRETTO, CHE NON SI VEDRA' MAI, E PER I PROSSIMI 50ANNI SERVIRA' A LEVARVI GLI ULTIMI SPICCIOLI DALLE TASCHE !!


LUNARDI E META' PARLAMENTO SONO MAFIOSI !!

lando carlissian 09.12.05 12:39| 
 |
Rispondi al commento

Io vivo in Toscana dove si sta costruendo la TAV come pochi sanno con grandi difficoltà e danni ambientali ma nessuno ne parla e qui che vorrei fare alcune riflessioni purtroppo amare sulla " censura" che c'è nell'informazione in Italia:non so se a volte si tratti di "auto-censura" ma certo che chi come me si informa puntualmente su tutti gli organi di informazione disponibili ha la sensazione di una colossale presa per i fondelli come si dice da queste parti e cioè:
-- se come sembra il Corridoio 5 Europeo è stato già deciso ovviamente l'Italia non credo possa ritirarsi;il problema mi sembra sia "dove" debba passare e qui penso ci siano enormi interessi in mezzo e certo con un Governo come questo ed un Ministro delle Infrastrutture come Lunardi mi sembra difficile riuscire a capirci qualcosa
-- se un giornale come il Corsera però pone dei quesiti inquietanti sulla pericolosità dell'ambiente di Val di Susa tanto che alcune grosse imprese anche estere si sono ritirate dalloscavare gallerie una ragione ci sarà se gli abitanti hanno giustificati timori
Purtroppo questo governo non ha le capacità per affrontare il problema e l'unica soluzione è una moratoria di 4-5 mesi in cui tutii si mettano ad un tavolo insieme ai comissari europei per decidere sul corridoio 5 : bisogna fare attenzione perchè le provocazioni strumentali di esponenti del governo sono mirate ad inquinare la campagna elettorale :la tentazione del portatore nano è " muora Sansone( sic!) con tutti i Filistei" Auguri...........

Ezio Szorenyi 09.12.05 12:38| 
 |
Rispondi al commento

QUESTI SONO UNA MONTAGNA DI SOLDI .....................
V O S T R I .........
DA DISTRIBUIRE NEI PROSSIMI 50ANNI A LOR MAFIOSI !!

IL RESTO SONO FAVOLE E VASELINA !!

lando carlissian 09.12.05 12:27
-
-
-


CHE DISCORSI FAI? QUESTA E' UN'OPERA PER GLI ITALIANI, PER LA NAZIONE ITALIA. DIMMI COME LE COSTRUISCI LE INFRASTRUTTURE PER UNA NAZIONE CHE STA' GUARDANDO AL SUO FUTURO EUROPEO? CON GI SCHIAVI CINESI?

SIETE VOI DI ESTREMA SINISTRA L'AMIANTO DELL'ITALIA, IL PONTE NON VI VA', IL DIGITALE TERRESTRE NON VI VA', LA TAV NON VI VA'.

GUARDATE LA REALTA' DEI FATTI, E ANCHE VOI VI RICREDERETE, ANCHE SE E' DIFFICILE PER VOI, DOVRESTE MODIFICARVI GENETICAMENTE E DISINTOSSICARVI DA BERTINOTTI.

Giovanni Cairoli 09.12.05 12:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perchè le opere di alta ingegneria chiamate case in quella valle sono state fatte come funghi vista l'alta presenza di metalli pericolosi?
Amianto e uranio.

Se c'è amianto e uranio ci vuole la smobilitazione di tutti coloro che rischiano restandone a contatto.
Le case in condizioni di vicinanza di amianto e uranio devono essere dichiarate inabitabili per la preservazione della salute.
Perchè si sfrutta facendo paura alla popolazione la questione amianto e uranio per bloccare la TAV e non si dice loro di sgomberare le case?

Se veramente esistono tutti questi problemi di alta ingegneria io pretendo l'abbattimento di quelle case di alta ingegneria proprio in onore della coerenza con cui pretendete di parlare (Grillo e Benni).

Ma finitela di spaventare la gente!

Giovanni pascoli ma non dire stronzate, anche lato Francese c'è l'amianto tanto che nel tratto che stanno costruendo stanno proprio adoperando la Talpa che bagna con bentonite e acqua le fibre smangiate della punta.
Solo i baluba come Grillo credono che si costruisca il foro a suon di esplosioni (la cui polvere tra l'altro può essere sempre bagnata).

Regime arnaldo 09.12.05 12:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Qwerty Erno
sta cazzata dove l'ha sognata??... certo che le rocche basiche della zona piemontese che possono contenere amianto si estendono dal lato italiano fin al versante francese, l'orogenesi alpina é avvenuta prima che l'uomo apparisse su questo pianeta e i confini tra nazioni non esistevano. IO HO FATTO LE ANALISI DELLE ROCCE DELLE DISCENDERIE E DEL TUNNEL IN COSTRUZIONE DEL VERSANTE FRANCESE E SO CHE ROCCE CI SONO. VORREI SAPERE SE ANCHE LEI HA LAVORATO SU QUESTO PROGETTO E QUINDI DOVE SE E QUALO ROCCE CONTENETI AMIANTO HA POTUTO OSSERVARE. GRAZIE

GIOVANNI PASCOLI 09.12.05 12:36| 
 |
Rispondi al commento

Io sono favorevole all'alta velocità. Lo sono perchè ritengo che serva a ridurre il traffico aereo e dunque l'inquinamento dell'alta atmosfera che è tra le emergenze ambientali forse meno evidenti, ma potenzialmente più pericolose. Lo sono perchè il Paese non può rimanere ancorato a sistemi di trasporto
vetusti, lasciando che solo gli "abbienti" possano permettersi strutture moderne, lo sono perchè i trasporti attuali hanno rendimenti energetici modesti e dunque fanno consumare petrolio inutile nelle centrali elettriche.
Ma naturalmente sono perchè tutto questo avvenga in modo razionale, democratico, economico ed efficiente. Abbiamo invece un progetto di alta velocità totalmente pazzesco, imposto con i manganelli, enormemente costoso e così lento che quando sarà terminato la tecnologia usata avrà pochi anni di vita utile. E naturalmente ci saremo giocati una valle alpina. Per fare progetti in questo modo bisogna avere una particolare abiezione morale e incapacità intellettuale, occorre essere incuranti della gente e avidi di tangenti, è necessaria infine una straordinaria incompetenza tecnologica. Certo è lungo da spiegare, ma si può sistetizzare facilemente: occorre essere berlusconiani.

Alberto Massari 09.12.05 12:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lasciamoli lavorare, lasciamoli fare.Mi ricordo benissimo chi criticava questo governo ,passava per un pessimista, uno che a paura di cambiare che sa solo lamentarsi. Hanno lavorato,hanno fatto ma dove sono i cambiamenti.Non parlo della sinstra perche non è al governo, trovo inutile dire quello che hanno fatto loro quando governavano , semmai sarebbe utile ricordaglielo se andranno al potere. Io il cambiamento lo vedo nella persone come in val susa ho nelle varie manifestazioni che si sono fatte in passato.Facciamo lavoriamo non basta più.

Gentile Giuseppe 09.12.05 12:32| 
 |
Rispondi al commento

VOI che non capite l'importanza di tutte queste grandi opere, finalmente i siciliani che lavorano e studiano al nord potranno tornare a casa per le feste con 2 ore di anticipo grazie alla TAV e al PONTE anche se non vedranno mai ne l'una ne l'altra (ci vuole molto tempo per far mangiare tutti), VOI VECCHIETTI che vi battete contro il progresso e manganallate i poliziotti perchè non volete aspettare che si alzi la barra del passaggio a livello per andare a fare la spesa dall'altra parte della strada, VOI GENITORI della valle che volete fermare il progresso solo perchè non volete che i vostri bimbi giochino con le costruzioni di amianto, ma tanto vi fregano lo stesso perchè giocano con i Ringo in Titanio, VOI tante famiglie che SOPRAVVIVETE a stento con lo stipendio di impiegato ( per i più fortunati ) volete fermare il progresso perchè quei 20, 50, 60 miliardi di euro, che appartengono anche a voi, vorreste tenerli tutti per voi magari per comprare i libri ai vostri figli, ma a che servono i libri ?VOI DISOCCUPATI confessate! vorreste parte di quesi soldi per uscire dalla miseria e non essere costretti a lavorare per la MAFIA o per uscire dall'ILLEGALITA' ? PAZZI! poi chi è che fa funzionare l'Italia ? ! VOI che vorreste andare al concessionario per comprare l'auto del FUTURO (da non confondere con i motori EURO 4) per migliorare poco poco l'ambiente per i vostri discendenti! ma vi confondete perchè il futuro è dell'auto ad idrogeno ma il futuro era già presente 20 anni fa, ma allora il futuro è passato o è passato il futuro ,visto come siete confusi? noi che vi vogliamo bene vi aiutiamo , VOI ricordate che con il petrolio non ci si confonde a cercare auto ecologiche così avrete finalmente più tempo per guardare la tv e meno per pensare e confondersi ! VOI che non volete che il progresso vi aiuti a vivere un po' di meno e peggio! VOI TUTTI siete ANTICHI !



valerio passanisi 09.12.05 12:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perchè le opere di alta ingegneria chiamate case in quella valle sono state fatte come funghi vista l'alta presenza di metalli pericolosi?
Amianto e uranio.

Se c'è amianto e uranio ci vuole la smobilitazione di tutti coloro che rischiano restandone a contatto.
Le case in condizioni di vicinanza di amianto e uranio devono essere dichiarate inabitabili per la preservazione della salute.
Perchè si sfrutta facendo paura alla popolazione la questione amianto e uranio per bloccare la TAV e non si dice loro di sgomberare le case?

Se veramente esistono tutti questi problemi di alta ingegneria io pretendo l'abbattimento di quelle case di alta ingegneria proprio in onore della coerenza con cui pretendete di parlare (Grillo e Benni).

Ma finitela di spaventare la gente!

Giovanni pascoli ma non dire stronzate, anche lato Francese c'è l'amianto tanto che nel tratto che stanno costruendo stanno proprio adoperando la Talpa che bagna con bentonite e acqua le fibre smangiate della punta.
Solo i baluba come Grillo credono che si costruisca il foro a suon di esplosioni.

Regime arnaldo 09.12.05 12:30| 
 |
Rispondi al commento

l'analisi del lupo Stefano è sicuramente frutto di intelligente visione della vita. In virtù di quanto lui ha scoperto ,dal 1987 ho potuto chiudere la mia piccola azienda per non entrare nel carrozzone della cassa del mezzogiorno. A fronte di una effimera ricchezza costruita sulla corruzione ho scelto la libertà.Libertà di pensiero e di parola.Detto qusto non giudico chi ne ha fatto parte perchè quando si ha un impegno con i dipendenti necessari all'azienda non si può chiudere bottega con facilità. Da allora quindi ho vissuto come libera professionista e mi sono governata con un semplice criterio :quanto mi serve per vivere con decoro e dignità
senza arricchirmi alle spalle di chi necessita della mia prestazione professinale? E sulla base di questo criterio ho stabilito il costo della mia prestazione. Risultato viaggio con una macchina R4, ho potuto mettere in condizione mia figlia di vivere del suo lavoro. Ho una casa che
rende in quanto una parte è stata destinata a B&B e sono serena perché ho potuto rallentare i ritmi della mia vita e attraverso i mezzi di comunicazione mi sembra di essere padrona del mondo senza possederlo.

Tutto ciò l'ho potuto raggiungere grazie al mio istintivo rifiuto di ogni condizionamento ma prima di aver avuto ragione di me ho dovuto verificare sulla mia pelle la mia ribellione ad un vecchio, obsoleto e ottuso mondo. Allora mi chiedo se ci sono riuscita io rallentarlo ci saranno riusciti altri ed il lupo Stefano penso sia uno di questi.

marisa bonsanti 09.12.05 12:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"IL PROGRESSO, L'EUROPA, I COLLEGAMENTI VELOCI, L'ECOLOGIA, L'AMIANTO, L'URANIO, KIEV, LIONE, IL DORSO DI MULO, IL TRASPORTO SU GOMMA ECC.....

NON CENTRANO UN SANTO CAZZO !!

QUESTI SONO UNA MONTAGNA DI SOLDI .....................
V O S T R I .........
DA DISTRIBUIRE NEI PROSSIMI 50ANNI A LOR MAFIOSI !!

IL RESTO SONO FAVOLE E VASELINA !!

lando carlissian 09.12.05 12:27| 
 |
Rispondi al commento


Perchè le opere di alta ingegneria chiamate case in quella valle sono state fatte come funghi vista l'alta presenza di metalli pericolosi?
Amianto e uranio.

Se c'è amianto e uranio ci vuole la smobilitazione di tutti coloro che rischiano restandone a contatto.
Le case in condizioni di vicinanza di amianto e uranio devono essere dichiarate inabitabili per la preservazione della salute.
Perchè si sfrutta facendo paura alla popolazione la questione amianto e uranio per bloccare la TAV e non si dice loro di sgomberare le case?

Se veramente esistono tutti questi problemi di alta ingegneria io pretendo l'abbattimento di quelle case di alta ingegneria proprio in onore della coerenza con cui pretendete di parlare (Grillo e Benni).

Ma finitela di spaventare la gente!

Giovanni pascoli ma non dire stronzate, anche lato Francese c'è l'amianto tanto che nel tratto che stanno costruendo stanno proprio adoperando la Talpa che bagna con bentonite e acqua le fibre smangiate della punta.
Solo i baluba come Grillo credono che si costruisca il foro a suon di esplosioni.

Qwerty Erno 09.12.05 12:25| 
 |
Rispondi al commento

Stefano Benni è un bravissimo lettore, molto arguto e abile a coinvolgere il lettore. Peccato che indulgi nello sport nazionale di screditare l'avversario politico. Non sarebbe più utile e costruttivo parlare di fatti e spiegare in cosa non si è d'accordo, invece di accusare di mafia, piduismo e opportunismo gli avversari? Quali sono le proposte concrete dei demosinistri e dei comunisti?

Guido Pusterla 09.12.05 12:21| 
 |
Rispondi al commento

PER i soliti disinformati e PER BEPPE SE TI PUO ESSERE UTILE. 2/2
Poi ancora qualche osservazione visto che su sto progetto ci ho lavorato in parte e mi sono rifiutato in altra parte. La LTF ha speso decine o centinai adi migliaia i euro per avvocati e cause in corso proprio perché nel tratto frncese, visto che la mafia non esite qui da noi, sono state appaltate in parte delle opere di analisi all'università di grenoble che ha utilizzato dei metodi di indagine " innovativi e tecnologici" come va di moda adesso. Questo é successo perché uno della commissione aveva ineteressi affinche cosi fosse. Il risultato é stato che gli studi fatti hanno preso delle cantonate incredibili al punto che hanno pure sbagliato a determinare il tipo di rocce, quando hanno cominciato i lavori la frsesa si é piantata dopo pochi metri, e la ditta di perforazione ha fatto causa alla LTF. Il risultato é che si sono dovuti rifare gli studi preliminari in fretta e furia, sprecando soldi, tempo e per fortuna nient'altro. Allora nel caso francese l'errore nell scambiare una roccia per un'altra non ha avuto conseguenze ambientali e sanitarie. Pero mi preoccupa molto il fatto che questa cosa possa succedere anche con rocce contenenti amianto e uranio........
E le mie preoccupazioni sono date dal fatto che il progetto ESECUTIVO per il tratto italiano della TAV é stato fatto in fretta e furia la scorsa primavera..... 6 mesi di tempo per un progetto di una tratta di tunnel di 20 km!!!! e tra l'altro siccome non c'erano soldi ( e tempo) non é stata fatta nessuan indagine in situ ma ci si é limitati a sintetizzare "due armadi" di carte contenenti studi dei piu disparati fatti negli ultimi 60 anni nella regione. e non vi parlo degli stipendi proposti ai geologi per questo lavoro, perché questo é un al'tro problema. Per favi un esempio di paragone, un tratto dell'alptransit di 15 km ha visto un lavoro di 3 anni per redigere il progetto ESECUTIVO e e altri 7 anni di studi sul territorio. CONTENTI?

giovanni pascoli 09.12.05 12:21| 
 |
Rispondi al commento

Il geologo Mario Tozzi, da sempre in prima linea per la difesa dell'ambiante ha parlato a Rai3 della questione amianto in Val di Susa dicendo che è un problema tecnicamente risolvibilissimo.

Quello che in Italia dobbiamo risolvere non è il problema amianto, è il problema legato alla presenza della sinistra nemica di ogni progresso.

Gli ambientalisti francesi stanno criticando le proteste degli italiani e hanno dimostrato come la TAV sia amica dell'ambiente in quanto toglie traffico pesante dalle nostre strade.

BASTA CON I FALSI ALLARMISMI LANCIATI DA PERSONE CHE CON L'ECOLOGIA NON HANNO NIENTE A CHE FARE.
SE FOSSE PER LORO CI FAREBBERO ATTRAVERSARE LE ALPI A DORSO DI MULO, MENTRE LORO VIAGGIANO IN MERCEDES.

SI ALLA TAV - SI AL PROGRESSO - NO ALLA SINISTRA MEDIOEVALE.

SONO ITALIANO E SONO EUROPEO

Giorgio Savetti 09.12.05 12:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PER i soliti disinformati e PER BEPPE SE TI PUO ESSERE UTILE.
Sono semre il GEOLOGO e ho ancora fatti da raccontare
L'aminato noné solubile nell'acqua per cui nelle falde, nelle acque di sorgente non c'é. Inoltre le fibre di amianto immerse e diluite in acqua non sono pericolose e non lo sono piu di tanto nemmeno se ingerite perché l'organismo riesce a liberarsene e a smaltirle. poi ci sono vari tipi di amianto tutti pericolosi ma alcuni piu facilmente smaltibili dall'organismo altri meno. In ogni caso é sempre letale quando le fibre ( immaginate milioni di aghi microscopici) sono "secche, sospese nell'aria e RESPIRATE. Poi l'aminato per motivi geologici, e ho sentito degli ignoranti dire delle cazzate immani, é concentrato proprio lungo la fascia pedemontana del varsante italiano, IN FRANCIA NON C'E'!!!!!!!!!!! poi ci sono normative europee che sono molto severe rispetto alle fibre di amianto tant'é che
Poi l'amianto di per se non é dannoso, sono le fibre microscopiceh diperse nell'aria ad esserelo e il miglio modo di dipserder nell'aria delle fibre contenute in una roccia é quello di spaccarle, perforarle, fale esplodere( perché in alcune tratte, proprio dove ci sono le rocce contenetn amianto é previsto l'uso di esplosivo. Idem per il trasporto e lo stoccaggio , non si puo trattare smarino contenente amianto come si tratta uno smarino di calcare
O MEGLIO IN FRANCIA NON CI SONO LE ROCCE (SERPENTINITI- ROCCE BASICHE A BASSO GRADO METAMORFICO) CHE NE CONTENGONO IN QUANTITA' PERICOLOSE. LA STESSA COSA VALE PER LA PECHBLENDA.

giovanni pascoli 09.12.05 12:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io credo che questa discussione sulla TAV sia impostata, come sempre in Italia, sul fatto che tutto sia o bianco o nero. Cioè questa TAV o è assolutamente necessaria o è assolutamente distruttiva. In realtà probabilmente la verità stà nel mezzo. La TAV a parere mio è necessaria, perchè l'Italia è già particolarmente indietro rispetto all'Europa in tutti i settori, bisognerebbe che almeno nei trasporti recuperassimo un pò di strada. E' vero però che quest'opera è stata fatta senza una analisi di impatto ambientale e senza molta trasparenza sull'appalto vero e proprio e questo è una cosa che Lunardi dovrebbe ammettere. Io spero che a questo punto ci sia una attenta analisi con persone esperte e iparziali, se nella montagna c'è amianto ma lo scavo VIENE FATTO SECONDO MODERNE TECNOLOGIE E SECONDO LEGGE può essere tranquillamente fatto, senza il minimo pericolo per gli operai e per la popolazione. E' inutile lamentarsi che l'Italia è indietro e poi se si costruisce qualcosa fare scioperi e lotte. E poi che centra Agnoletto e i centri sociali della Campagna e di tante altre regioni, con la Val Susa?

Michele Poiega 09.12.05 12:20| 
 |
Rispondi al commento

!!! WOW !!!! Grande post,Grazie a STEFANO BENNI (chiunque tu sia,...comunque uno di noi liberi cittadini progressisti) e grazi a BEPPE per avergli concesso il suo spazio. >PAROLA D'ORDINE !!!! ANDARE AVANTI !!!!

Massimo Di Bella Commentatore in marcia al V2day 09.12.05 12:19| 
 |
Rispondi al commento

Gli uomini delle caverne e la storia dell'orso.

In un’intervista a “Repubblica” il segretario dei Ds,dice in modo chiaro
quello che aveva già detto la sera prima a “Porta a porta”
"Bisogna coinvolgere la gente del luogo nella decisione sulla Tav,
bisogna parlare con loro, discutere, cercare un accordo"
D. Non si rischia così la paralisi?
Fassino,"No, perché la questione non è se fare o
non fare quei lavori. Noi non possiamo dire: la Tav non si fa. E’ un’opera importante che va realizzata"
D. - E se la "gente" non è daccordo?
Fassino,"Bisogna coinvolgere la gente del luogo nella decisione sulla Tav,
bisogna parlare con loro, discutere, cercare un accordo"
D. Non si rischia così la paralisi?
Fassino,"No, perché la questione non è se fare o
non fare quei lavori. Noi non possiamo dire: la Tav non si fa. E’ un’opera importante che va realizzata"
D. - E se la "gente" non è daccordo?
Fassino,"Bisogna coinvolgere la gente del luogo nella decisione sulla Tav,
bisogna parlare con loro, discutere, cercare un accordo"
D. Non si rischia così la paralisi?
Fassino,"No, perché la questione non è se fare o
non fare quei lavori. Noi non possiamo dire: la Tav non si fa. E’ un’opera importante che va realizzata"
D. - E se la "gente" non è daccordo?....

copia e incolla a piacimento

mauro felluga 09.12.05 12:18| 
 |
Rispondi al commento

Per chi non avesse ancora visto le foto degli "eversivi".

Nella home del sito
www.notav.it
potrete vedere la foto di un "infiltrato" e quella di una "pericolosissima eversiva" valsusina (occhio che solo a vederla c'è da farsela addosso), e poi le foto della prof. Dosio (forse voleva baciare qualche poliziotto ma è stata un po' "respinta")

Rita Russo 09.12.05 12:15| 
 |
Rispondi al commento


roberto brianzolo 09.12.05 11:50

L'ho visto pure io.
La prima cosa che mi ha fato pensare è come la guerra cambia l'uomini. Quei ragazzi probabilmente qualche domenica fa erano in piazza a parlare di calcio con gli amici o a videochiamare la loro ragazza.
La seconda cosa che ho pensato è quanto si abitua la gente che non è in guerra a i filmati di morte, a nessuno evidentemente lo ha sorpreso piu di tanto .

Mi associo a le tue parole, non ho parole.

Danila polini 09.12.05 12:15| 
 |
Rispondi al commento

Ti ringrazio per quello che fai (gratis).
E' un enorme conforto nel tenere duro.
In fondo lo fai x questo, no?
Cmq ho sempre saputo che non ero pazzo a pensare queste cose, le stesse che tu hai esattamente e magistralmente espresse.
Mondi sicuramente diversi, idee parallele al 100%.
Come un sudoku: tante possibilità ma una unica soluzione.
Grazie ancora.

uno percento 09.12.05 12:14| 
 |
Rispondi al commento

Che dire.....il lupo utilizza la Fantastica come il più sublime dei linguaggi ed arriva dritto al cuore....sottoponendoci il problema reale farcito dal suo stile......sono totalmente daccordo.......e sono totalmente depresso guardando la mia impotenza allo specchio del quotidiano,forse la speranza è cercare di alimentare e diffondere sempre di più le informazioni che questa pseudo-libertà vuole negarci.....questa è la missione che voglio intraprendere e anche il mio volontario lavoro,"il postino dell'informazione libera...............grazie Beppe per questo posto di lavoro......grazie Lupo per la tua capacità comunicativa..........

david poggiolini 09.12.05 12:14| 
 |
Rispondi al commento

Perchè le opere di alta ingegneria chiamate case in quella valle sono state fatte come funghi vista l'alta presenza di metalli pericolosi?
Amianto e uranio.

Se c'è amianto e uranio ci vuole la smobilitazione di tutti coloro che rischiano restandone a contatto.
Le case in condizioni di vicinanza di amianto e uranio devono essere dichiarate inabitabili per la preservazione della salute.
Perchè si sfrutta facendo paura alla popolazione la questione amianto e uranio per bloccare la TAV e non si dice loro di sgomberare le case?

Se veramente esistono tutti questi problemi di alta ingegneria io pretendo l'abbattimento di quelle case di alta ingegneria proprio in onore della coerenza con cui pretendete di parlare (Grillo e Benni).

Ma finitela di spaventare la gente!

Qwerty Erno 09.12.05 12:14| 
 |
Rispondi al commento

In un paese di servi è difficile non comandare, questo è quello che diceva Mussolini e che di sicuro pensa Berlusconi.

Montanelli aveva previsto tutto dicendo che Berlusconi è una malattia che si cura soltanto con il vaccino, con una bella iniezione di Berlusconi a Palazzo Chigi, al Quirinale, al Vaticano, dove vuole. Soltanto dopo saremmo immuni.

26 Marzo 2001

Montanelli e il REGIME Berusconiano!
http://italia2.blog.tiscali.it/

Alessandro Gerini 09.12.05 12:13| 
 |
Rispondi al commento

@NICOLA LORENZINI il mentecatto giulivo

Max Stirner e' un parassita dei centri sociali. Avete notato come oggi non abbia postato proprio lui che era presente tutti i santi giorni a rompere i coglioni aggredendo tutti quanti non la pensavano come Grillo?
Speriamo lo abbiano mazzato di botte a Val Di Susa.

Nicola Lorenzini 09.12.05 03:31 | Rispondi al commento |
------------------------------------------------

Ciao caro, Il fatto che una persona si limiti a leggere gli altri, quando ritiene d'avere detto il dovuto, rientra solo nelle caratteristiche delle persone con un po' d'intelligenza: saper parlare quando occorre e saper tacere quando non s'ha nulla da dire; leggere gli altri ed imparare ciò che non si sa.
Tu non sai fare nè l'una cosa, nè l'altra, e certamente le volte che tu scrivi su questo blog, cambiando nome, è solo per dire le fregnacce che qualcuno, da qualche parte, ti dice di scrivere, perché di tuo, non sapresti fare neppure una O con un bicchiere.
Noto con piacere che attiro l'attenzione della feccia come te ed i tuoi compari, persino quando non mi faccio sentire e ciò mi fa immaginare, con immenso piacere, qunto Sentiate il peso della mia presenza quando sono attivo sul blog; con il tuo post, sei proprio tu ed i tuoi compari a confermarmelo, IDIOTI!

Ciao caro il mio mentecatto giulivo

Max Stirner

P.V

Max Stirner 09.12.05 12:12| 
 |
Rispondi al commento

@NICOLA LORENZINI il mentecatto giulivo

Max Stirner e' un parassita dei centri sociali. Avete notato come oggi non abbia postato proprio lui che era presente tutti i santi giorni a rompere i coglioni aggredendo tutti quanti non la pensavano come Grillo?
Speriamo lo abbiano mazzato di botte a Val Di Susa.

Nicola Lorenzini 09.12.05 03:31 | Rispondi al commento |
------------------------------------------------

Ciao caro, Il fatto che una persona si limiti a leggere gli altri, quando ritiene d'avere detto il dovuto, rientra solo nelle caratteristiche delle persone con un po' d'intelligenza: saper parlare quando occorre e saper tacere quando non s'ha nulla da dire; leggere gli altri ed imparare ciò che non si sa.
Tu non sai fare nè l'una cosa, nè l'altra, e certamente le volte che tu scrivi su questo blog, cambiando nome, è solo per dire le fregnacce che qualcuno, da qualche parte, ti dice di scrivere, perché di tuo, non sapresti fare neppure una O con un bicchiere.
Noto con piacere che attiro l'attenzione della feccia come te ed i tuoi compari, persino quando non mi faccio sentire e ciò mi fa immaginare, con immenso piacere, qunto Sentiate il peso della mia presenza quando sono attivo sul blog; con il tuo post, sei proprio tu ed i tuoi compari a confermarmelo, IDIOTI!

Ciao caro il mio mentecatto giulivo

Max Stirner

P.V

Max Stirner 09.12.05 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Solo tre, anzi nessuna


Nella sua replica al Parlamento europeo, Silvio Berlusconi ha risposto al deputato del Pse Baròn Crespo che gli aveva chiesto di non trasportare in Europa la sua attitudine a fare leggi "su misura". Berlusconi ha replicato ricordando che sono "sono solo tre" le leggi che in un qualche modo lo riguardano e "sono state la risposta parlamentare, con strumenti democratici, a chi approfitta del suo ruolo di funzionario pubblico per attaccare dal punto di vista giudiziario gli oppositori politici"
(Ansa, 2 luglio 2003)

"Non esiste una legge fatta da questa maggioranza da cui io abbia tratto beneficio"
(Silvio Berlusconi, Il Giornale, 1° dicembre 2005)

"Assolto 'perché il fatto non è più previsto dalla legge come reato'. Con questa formula si è chiuso oggi a Milano dopo circa 10 anni, fra indagini e udienze, il processo All Iberian, dove il presidente del consiglio Silvio Berlusconi era imputato insieme a tre ex manager della Fininvest, Giancarlo Foscale, Alfredo Zuccotti e Ubaldo Livolsi. Tutti, secondo l'accusa, avrebbero falsificato i bilanci Fininvest tra il dicembre '89 e il dicembre '95, occultato disponibilità extracontabili tra cui 23 miliardi di lire che dalla società off-shore All Iberian sarebbero finiti sul conto Northern Holding riconducibile all'allora segretario del Psi, Bettino Craxi. La sentenza è arrivata nel primo pomeriggio dopo 20 minuti di camera di consiglio. All'apertura dell'udienza c'è stata la presa d'atto del collegio, presieduto da Mariarosa Busacca, che la decisione della Corte di Giustizia Europea (alla quale i giudici del processo Sme avevano presentato ricorso) 'non ha cambiato il quadro normativo di riferimento', cioè quello dettato dalla nuova legge sui reati societari varata dal governo Berlusconi nell'aprile del 2002" (Ansa, 26 settembre 2005)

(9 dicembre 2005)

Nicola Cellamare 09.12.05 12:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono stato tra i molti che da diverse settimane scrivevano a Grillo pregandolo di prendere in considerazione i problemi legati alla Nostra protesta NO TAV. Ora non posso fare altro che ringraziarlo per lo spazio che Ci dedica e Ci dedichera'.Per come molta gente abbia cambiato idea grazie a Lui. La protesta di ieri (08.12.05) è sicuramente sforata al di fuori della legalità ma purtoppo dopo gli ultimi avvenimenti è stato necessario comportarsi così.Adesso bisogna assolutamente ricominciare a respirare un clima più disteso e riprendere un dialogo REALMENTE costruttivo.
Grazie a tutti quelli che c'erano.

Matteo Gioberto 09.12.05 12:08| 
 |
Rispondi al commento

@NICOLA LORENZINI il mentecatto giulivo

Max Stirner e' un parassita dei centri sociali. Avete notato come oggi non abbia postato proprio lui che era presente tutti i santi giorni a rompere i coglioni aggredendo tutti quanti non la pensavano come Grillo?
Speriamo lo abbiano mazzato di botte a Val Di Susa.

Nicola Lorenzini 09.12.05 03:31 | Rispondi al commento |
------------------------------------------------

Ciao caro, Il fatto che una persona si limiti a leggere gli altri, quando ritiene d'avere detto il dovuto, rientra solo nelle caratteristiche delle persone con un po' d'intelligenza: saper parlare quando occorre e saper tacere quando non s'ha nulla da dire; leggere gli altri ed imparare ciò che non si sa.
Tu non sai fare nè l'una cosa, nè l'altra, e certamente le volte che tu scrivi su questo blog, cambiando nome, è solo per dire le fregnacce che qualcuno, da qualche parte, ti dice di scrivere, perché di tuo, non sapresti fare neppure una O con un bicchiere.
Noto con piacere che attiro l'attenzione della feccia come te ed i tuoi compari, persino quando non mi faccio sentire e ciò mi fa immaginare, con immenso piacere, qunto Sentiate il peso della mia presenza quando sono attivo sul blog; con il tuo post, sei proprio tu ed i tuoi compari a confermarmelo, IDIOTI!

Ciao caro il mio mentecatto giulivo

Max Stirner

P.V

Max Stirner 09.12.05 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Beppe è un pò replicato sto messaggio, ma in quelli della TAV non l'ho messo per rispetto, lo posto qui per l'ultima volta ... PER FAVORE OCCUPATENEEEE!
mi permetto di scriverti perchè recentemente mi è venuta una preoccupazione in più in "questa Italia di beep beep", circa uno strano fenomeno al quale non credevo e del quale mi sono ricreduto: le scie chimiche nel cielo o chemitrails (che un pò fa + figo, un pò banalizza la questione). Le avevo notate diverse volte e mi ci sono pure sorpreso, per eccessiva lunghezza delle scie, per le assurde geometrie e per la suicida perfetta intersezione delle rotte (alla faccia di tutte le norme sulla navigazione aerea), ma essendo buonista e fiducioso, come te, non ci ho posato più di tanto il pensiero. Domenica scorsa (4/12/05) mentre passeggiavo in spiaggia con le mie numerose figlie, ho assistito ad una lezione di macramè aereo proprio sopra la mia testa, 8-10 aerei hanno in pochi minuti realizzato una perfetta griglia geometrica nel cielo. Avendo con me, casualmente (detto così sembra il contrario), un potente binocolo di fabbricazione cinese (sic!), li ho osservati con attenzione: aerei senza insegne bianchi e grigi, tri e quadrimotori (ma le scie erano due per tutti e provenivano dal terzo di coda). Il giorno dopo li ho rivisti (per caso!?) in internet ... erano loro: aerocisterne USAAF KC10 e KC135 "stratotanker" ... infatti hanno realizzato dei perfetti cirrostrati!
So che un paio di volte nel 2003 e nel 2004 un peone parlamentare ha fatto perfino un'interrogazione senza ottenere alcuna risposta. Vedi tu se riesci a farci un pò di casino, pare siano delle sostanzine potenzialmente frantumamaroni e la cosa non ci entusiasma affatto.

Luca Sanna 09.12.05 12:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono preoccupata per lo sciopero di due giorni dei giornalisti di TV e carta stampata.
Chiunque ha notizie rilevanti è pregato di postarle. Grazie

condivido il post di Paola perchè lo sciopero precedente era stato fatto nei giorni del fosforo bianco in iraq...

non è che...

Nicola Cellamare 09.12.05 12:06| 
 |
Rispondi al commento

ciao sono un valsusino, leggo nei commenti che c'è un pò di confusione, vorrei provare a fare un pò di chiarezza: 1, la presenza di amianto e uranio è risaputa, in valsusa c'è un tasso di mortalità causa infezione polmonare più alta rispetto la media nazionale, qualche decennio fa vi era addirittura una cava a Giaglione a 2km da Venaus in cui si trattava l'uranio, e non si venga a dire che queste sostanze seppur tossiche si possono lavorare in sicurezza; a peggiorare la situazione viè la legge obiettivo che sancisce nuove deroghe ambientali, come quella per cui "le terre e rocce da scavoanche di gallerie, non costituiscono rifiuti anche quando contaminate, durante il ciclo produttivo, da sostanze inquinanti derivanti dalle attività di escavazione, perforazione e costruzione, sempreché la composizione media dell'intera massa non presenti una concentrazione di inquinanti superiore ai limiti massimi previsti dalle norme vigenti", da sottolineare che i limiti massimi sonostati ulteriormante alzati.
2- se questi pensano di imporre con la violenza delle forze del disordine l'apertura di 10 cantieri per 20 anni si sbagliano di grosso e lo sanno benissimo anche loro, ci tengono molto a Venaus perchè con l'apertura di quel cantiere iniziano a succhiare denaro spacciando il lavoro come sopralluogo geognostico, ma in verità significa l'inizio dei lavori dato che le dimensioni (12km di lunghezza 6m di diametro)rappresentano il 20% del lavoro finito
3- è un progetto dannoso alla salute che non porta benefici economici se non alle ditte addette ai lavori, non è vero che il 40% delle merci passerà su qsta linea, varie documentazioni testimoniano al massimo 1% di capacità di trasporto, comunque sia nessuno può prevedere i benefici che porterà tra 20anni. Personalmente credo che questo sia un progetto senza senso disegnato per lasciare cattedrali nel deserto, la nostra linea tradizionale è sfruttata solo al 30% è possibie riammodernarla per le merci e per i pendolari

michele di filippo 09.12.05 12:05| 
 |
Rispondi al commento

BASTA BASTA BASTA.... IN PIAZZA!!!!!!!!!!

lauro ferrari 09.12.05 12:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono preoccupata per lo sciopero di due giorni dei giornalisti di TV e carta stampata.
Chiunque ha notizie rilevanti è pregato di postarle. Grazie

Paola Bassi 09.12.05 12:00 | Rispondi al commento |
CONCORDO !! BEPPE SE PUOI MANTIENICI AGGIORNATI, NON DOBBIAMO ABBANDONARE LA VALSUSA !!

lando carlissian 09.12.05 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Sono molto demoralizzato e demotivato.

Pensate veramente che l'Italia riuscira' ad andare avanti?

Sto leggendo il libro di Travaglio (Inciucio).
Forse in quel libro c'e' la risposta.

E' meglio scappare all'estero. Peccato, mi sono fatto sfuggire un'occasione qualche settimana fa.

Oggi sono molto pessimista, chissa' perche'...

Carmine

Carmine Federico 09.12.05 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Mi fa ridere il concetto di legalità.
"Manifestate, ma chiusi in quel recinto."
Ma che discorsi da emeriti imbecilli, ovvio che per manifestare il dissenso servono atti eclatanti che lo amplifichino, serve una sorta di disobbedienza civile. La legalità è fatta proprio per impedire il dissenso, com'è possibile farsi "sentire" manifestando nel proprio giardino?
Quale subumana mente può partorire una simile idiozia?
E' giusto occupare strade, autostrade e ferrovie? No, forse non è giusto, ma è l'unico modo per farsi ascoltare, del resto non è giusto nemmeno che una dittatura partitocratica venga spacciata per democrazia... quindi, italians, sarebbe ora di indignarsi per le ingiustizie più grandi, anziché attaccarsi alle quisquillie.

Luther

lutt blis 09.12.05 12:04| 
 |
Rispondi al commento

Linux e' moderno, windows e' preistorico e lento.

www.cryptolife.org

phillip bailey 09.12.05 12:04| 
 |
Rispondi al commento

RESISTENZA NO TAV 09/12/2005


Il popolo riconquista la valle
Il presidio di Venaus viene sgomberato nella notte di mercoledi'. Tra le 3 e le 4 le "forze dell'ordine" caricano duramente e con violenza i manifestanti che stanno bloccando l’avvio del cantiere Tav. Diversi i feriti. Alcune persone vengono picchiate a sangue. Pisanu aveva avvertito tutti che in Val di Susa c'erano gruppi di "eversori": i mille poliziotti che aggrediscono e feriscono duecento persone nel sonno. E subito tutti i media ed i politici a blaterare di "scontri e tafferugli" quando invece si tratta di una premeditata aggressione contro chi non puo' difendersi nemmeno scappando. Ma la provocazione ottiene l'effetto contrario a quello sperato e la protesta si allarga.
Da Torino e da tutta l'Italia arriva sostegno alla lotta dei valligiani, non solo sotto forma di presidi in varie citta', ma con la presenza di decine di migliaia di persone che giovedi' mattina danno vita a una imponente e sorprendente manifestazione. Il corteo, determinato a riprendersi le zone del presidio sgomberate dalla violenza di Stato, accerchia il cantiere, ne smonta le strutture e costruisce delle barricate per fronteggiare la polizia.

http://italy.indymedia.org/index.php

Nicola Cellamare 09.12.05 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Sono preoccupata per lo sciopero di due giorni dei giornalisti di TV e carta stampata.
Chiunque ha notizie rilevanti è pregato di postarle. Grazie

Paola Bassi 09.12.05 12:00| 
 |
Rispondi al commento

ISLAMOFASCISMO
New York. Nessuno è riuscito a motivare, giustificare e legittimare l’intervento militare in Iraq meglio di quanto ha fatto lunedì mattina l’ex rais Saddam Hussein in persona. L’ex dittatore iracheno è sotto processo a Baghdad e ieri ha scelto di non presentarsi in aula, sicché l’udienza è stata rinviata al 21 dicembre, dopo le elezioni parlamentari di settimana prossima, le terze in un anno. Ma lunedì Saddam c’era. L’avete visto su tutti i giornali e su tutte le televisioni: vestito col solito completo grigio a righe e con un’elegante camicia bianca, Saddam teneva il Corano in mano (lui, il presunto dittatore “laico”) e minacciava col dito alzato giudice e testimoni.Eppure non è stata raccontata la cosa più importante accaduta in quell’udienza, una frase urlata da Saddam e riportata, timidamente, soltanto dal New York Times di martedì. L’ex dittatore, infatti, si è paragonato a Benito Mussolini e parlando di sé in terza persona ha detto che “Saddam Hussein è l’uomo che seguirà il percorso di Mussolini, il quale resistette all’occupazione fino alla fine”. In una sola frase c’è la quadratura del cerchio e la conferma delle teorie elaborate dagli intellettuali di sinistra Christopher Hitchens e Paul Berman (e da un piccolo quotidiano di opinione), secondo cui l’islamismo radicale e il baathismo saddamita sono le due facce della stessa medaglia islamo-fascista, ovvero la continuazione in salsa araba e musulmana dei due totalitarismi europei del secolo scorso. La conferma non poteva essere più chiara: un ex dittatore, accusato di crimini disumani, brandisce il Corano, si paragona orgogliosamente a Mussolini, spiega che l’occupazione americana in Iraq è dello stesso tipo di quella che liberò l’Italia dal fascismo e svela che i “resistenti” iracheni s’ispirano ai repubblichini di Salò.Paul Berman, incontrato dal Foglio nel suo ufficio alla New York University dove tiene un corso su Tocqueville,

franco paganini 09.12.05 11:59| 
 |