Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

I cuculi aziendali

  • 793


Cuculo.jpeg

Anticipiamo il Banco di Bilbao: compriamo le azioni della BNL e poi le rivendiamo, speculandoci sopra.
Perché lasciare ai soli capi azienda la possibilità di fare insider trading? Facciamolo anche noi.
Chiediamo in prestito i soldi alle banche agli stessi tassi di interesse concessi a politici e finanzieri dalla Banca Popolare Italiana.
Operazioni legittimate dalla Banca d’Italia e quindi applicabili a tutti i correntisti.

Comprando le azioni delle aziende, anche una sola, possiamo partecipare alle assemblee degli azionisti, fare delle domande, registrare le risposte e diffonderle su Internet.

E allora, perché non toglierci questa soddisfazione, iniziando da Telecom Italia, e trattare da dipendenti nella prossima assemblea questi capitalisti senza capitali.
Che usano le aziende dalle quali sono pagati come se fossero loro.

Non sono loro!

La Parmalat non era di Tanzi.
La BPI non era di Fiorani.
La Telecom Italia non è del tronchetto.
La Unipol non è di Consorte.
Capitalia non è di Geronzi.

Le aziende appartengono agli azionisti, hanno l’obiettivo di migliorare la qualità dei servizi, di accrescere il loro valore sul mercato.

I dirigenti devono fare questo e nient’altro.

La loro immagine personale non ci interessa.
Lavorino di più e rilascino meno interviste.
Ci interessano i risultati, se non ci sono se ne devono andare a casa.

Alle prossime assemblee degli azionisti facciamo sentire la nostra voce, a partire da quella di Telecom.

27 Dic 2005, 18:48 | Scrivi | Commenti (793) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 793

| La Settimana | Trackback (4)

Commenti

 

Offriamo prestiti sulle garanzie e le basi non collaterali e si concede prestito per tutta la parte della parola, indipendentemente dalla quantità, i nostri piani sono facili ans flessibili.
Concediamo prestito per entrambi i gruppi e gli individui ad un tasso di interesse fisso del 3% e le spese di sovvenzioni negociable, Applica oggi e godere di vantaggi e una bella sorpresa dai nostri assistenti esperti.

Se siete interessati a questo servizio di contattarci via e-mail o la nostra pagina web ufficiale:
oceania.financialaids@hotmail.com
http://oceaniafinancierosfirmessida.blogspot.com

OSCAR BOSQA 25.05.14 09:30| 
 |
Rispondi al commento


fioccheti vincenzo scritto il: 15.4.2014 alle 19:38

la stragrande maggioranza delle buste paga delle famiglie monoreddito vengono attualmente assorbite da mutuo e finanziarie, e quindi non utile al mercato interno,provocando un ulteriore crollo
della richiesta del mercato,e generando un continuo e lento crollo finanziario . Perchè non viene considerata la possibilità di uno strumento finanziario che dia la possibilità a migliaia di famiglie
di potere risanare la propria posizione economica.Proporre la possibilità di accedere una sola volta
della propria esistenza ad un finanziamento alla scadenza di anni 20 strutturato solo per tale scopo,e dettagliato nei principi e modalità di accesso dalla comunità europea.Visti i sacrifici che tale concetto
“europa”sta sottoponendo le famiglie tale prodotto economico rappresenterebbe un messaggio alle nuove generazioni e un monito all’accesso alla richiesta di credito.Sperando di essere riuscito a trasmettere il mio pensiero e di essere disponibile a qualsiasi dibattito.Ridurre tale idea semplicemente ad un prestito vuol dire non percepire la difficoltà drammatica sociale che le famiglie stanno attraversando.Certamente tale concetto non è la soluzione ma certamente potrebbe rappresentare la consapevolezza di appartenere ad una comunità .Ognuno si assume le proprie responsabilità con i propri errori e fare i conti con il passato,semplicemente dare tempo.Rimaniamo alle nuove generazioni in concetto unico EUROPA . fiocchetti vincenzo

fiocchetti vincenzo 20.05.14 12:58| 
 |
Rispondi al commento

Benvenuti a 24Hour Prestito Servizio

Hai provato a ottenere prestiti dalle banche senza successo ? Urgente bisogno di soldi per uscire del debito ? Hai bisogno di soldi per l'espansione o la creazione della propria struttura? Ottenere un prestito da una delle principali società di prestito del Regno Unito . 24 ore Prestito Il servizio è una delle più grandi prestiti garantiti aziende nel Regno Unito e il nostro personale cordiale ed esperto sono in grado di elaborare la tua richiesta rapido ed efficiente . Si può prendere in prestito più di qualsiasi termine 1-25 anni, e prendere in prestito qualsiasi importo da £ 2.000 a £ 50.000.000,00 per qualsiasi scopo . Per maggiori informazioni , si prega di contattare via email : 24hourloanservice@gmail.com
Saluti
Larry Fox

Larry Fox 23.04.14 14:53| 
 |
Rispondi al commento

E' inutile girarci intorno, avranno sempre la meglio quelli che gestiscono le aziende. Gli azionisti, specie quelli di minoranza sono tutti passivi e non si uniscono mai per far valere la loro voce.

Antonio Scocca 05.09.06 13:27| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo da quasi un anno i fili del telefono Telecom che si sono staccati dal muro. La scatola di derivazione (loro la chiamano "box") ormai divelta, non solo penzola dal muro, ma ha anche i fili accessibili a chiunque si voglia attaccare per telefonare. Sfortunatamente usiamo internet e abbiamo anche ordinato ALICE ADSL, che naturalmente funziona a metà del normale; Abbiamo segnalato la cosa CENTINAIA di volte, talvolta calmi e ragionevoli, talvolta meno, talvolta molto inc...adirati. Dopo una telefonata all' apice della catena dell' incazzatura abbiamo ottenuto un sopralluogo dei tecnici che hanno garantito un intervento in settimana....quasi tre mesi fa!! Per farla breve l'epilogo fino ad oggi è un NULLA DI FATTO, paghiamo il canone Telecom perchè ci avevano convinti con la storiella che in casi di necessità sulla linea tenere Telecom Italia poteva garantirne l' intervento, sapete per quella storia della proprietà degli ultimi cm di doppino, una specie di ricatto mafioso, solo che quando sei regolare nei pagamenti con Cosa Nostra sei tutelato, con gli amici di Telecom Italia NO. Se ci fosse un gestore tenuto da Cosa Nostra gli concederei la voltura della linea TANTO PAGHIAMO UGUALE, ma con assenza di servizio.
P.S. Chiedo scusa alle persone del call Canter del 187 che si sono subiti i miei torpiloqui.

Fabrizio Germoni 25.04.06 09:54| 
 |
Rispondi al commento

in una fattura la telecom ha erroniamente messo 2 mesi di alice flet + modem circa 91 euro ho tempestivamente comunicato al 187 che mi hanno invogliato a pagare,per poi nun rapido rimborso, per non andare incontro a more varie,la suddetta fattura e stata pagata in settembre, mi hanno anche inviato una comuunicazione che attesta di questo rimborso(in dicembre)stiamo a marzo ancora non si e sentito ne visto nessuno, i fax, le raccomandate,i continui litigi con il 187, non so piu' cosa fare. Ho mandato una racc. anche aLLA SEDE GENERALE TELECOM non e' cambiato niente,spero di essermi rivolto alla persona giusta,io non mi arrendo..........

raffaele berligi 08.03.06 13:21| 
 |
Rispondi al commento

Ah Michelò, ancora ste fregnacce scrivi?
Ho saputo da fonti certe che hai cambiato lavoro. Ma come, nella amata azienducola non eravate lanciati verso un luminoso avvenire?
Fai così, se puoi (e se non mi cassano il messaggio personale) rispondi o scrivimi all'email che ho tante cose da dirti.
Paolo

Paolo Santoni 27.02.06 15:09| 
 |
Rispondi al commento

Tutto questo ha dell'incredibile!!! I ladri italiani (snai e quindi ughi) già condannati per aggiottaggio che rubano insieme allo stato circa il 40% su ogni scommessa oscurano i siti inglesi per la TUTELA dello scommettitore visto che prendono SOLO il 10 %. Ed infatti nn capisco come fa il governo Berlusconi (che chiaramente nn ne saprà nulla ma dovrebbe occuparsi di chi lavora insieme a lui e si occupa delle specifiche attività), un governo liberale a non guardare come fanno ad esempio in GB (la nazione top per il gaming) in tema di liberalizzazione e tassazione delle scommesse cosa che da lavoro a migliaia di persone (e quindi benessere) senza rubare direttamente nelle tasche degli italiani, per non dire poi che questo fare sta facendo collassare l'ippica italiana, quindi oltre a nn creare nuovi posti di lavoro presto ne farà perdere. Per chi volesse saperne di più sulle differenze di tassazione tra l'italia ed il mondo civile può andare su www.nelrossodelluovo.com saluti massimimiliano d'auria

massimiliano d'auria 27.02.06 15:07| 
 |
Rispondi al commento

per S. Valentino mia moglie mi ha regalato il DVD di Beppe e mi sono subito incollato alla tv per guardarlo.
Sono rimasto in catalessi e totalmente rapito per due ore e mezza. Sei grande Beppe.
Però vorrei sottolineare una cosa circa il modello monetario attualmente in vigore che opera in un vuoto legislativo/giurisprudenziale.
Non sono daccordo con te quando concludi dicendo che le banche ci prestano "soldi nostri". prima considerazione: è vero che la moneta circolante non ha contropartita in oro.
Seconda considerazione: è vero che in fin dei conti siamo noi a dare valore alla carta stampata che riceviamo.
terza considerazione: ci sono norme che attribuiscono IN VIA ESCLUSIVA il potere di stampare carta moneta a soggetti quali la Zecca di Stato. Chiunque violi questa prescrizione commette reati gravissimi!
Uno dei cardini del nostro ordinamento giuridico è il principio "possesso vale titolo" quindi in sostanza io sono proprietario di ciò che ho (rectius ciò che posseggo ad eccezione di alcune categorie di beni). la carta moneta (nella sua cartacea essenza) non appartiene a nessuno, neanche alle banche neanche alle banche. Al contrario le banche hanno molti soldi perchè sono soggetti che per loro natura attraggono i soldi.
Se tu non hai soldi da parte o non hai sufficiente capacità produttiva degli stessi, entri nel girone infernale del credito che, a meno che si tratti di mutuo gratuito, ha una sua contropartita (giusta o sbagliata che sia). Paradossalmente il soggetto che teoricamente possiede più denaro di tutti è l'azienda che fornisce la carta e l'inchiostro per la fabbricazione delle banconote, nell'ipotesi di inadempimento del pagamento delle forniture da parte del committente; ma vi immaginate che cosa potrebbe succedere che questa azienda avesse dalla sua un patto di riservato dominio???

Adolfo Mirenghi 17.02.06 11:54| 
 |
Rispondi al commento

TREVISO 3/2/06.Sono tornato da PARMA DISTRUTTO.Missione fatta.Come da notizie di GAZZETTA di PARMA 3/2 e TELEPARMA 2/2(che ringrazio vivamente).PACCO VUOTO VILLA SIGNOR tanzi CONSEGNATO ORE 12.30.A tutti i possessori di azioni parmalat PARFIN inviamo la delega a BEPPE GRILLO a rapresentarci come piccoli risparmiatori truffati.PER la prossima assem.PARMALAT. VOCE AI PICCOLI RISPARMIATORI TRUFFATI e AI POSSIBILI PROSSIMI A ESSER TRUFFATI. www.controletruffe.com

cogo andrea 03.02.06 18:16| 
 |
Rispondi al commento

qualcuno ha mai partecipato ai corsi fatti dalle compagnie assicurative?noi siamo stati cacciati senza motivo dopo una settimana ingiustamente ,il corso non ci e' stato pagato,e come motivazione ci e' stato detto che non eravamo in grado di fare i consulenti assicurativi,in base acosa non lo so visto che non abbiamo mai cominciato a lavorare!!io non so come funzionino queste cose ma questi corsi vengono forse finanziati da qualche ente?non e' che l'ina assitalia ha avuto dei finanziamenti x questi corsi e poi ci manda tutti a casa?se qualcuno ha avuto la mia stessa esperienza fatevi sentire!!e' una truffa vera e propria,una presa in giro verso ragazzi che hanno voglia di lavorare!

roberto leone 31.01.06 11:29| 
 |
Rispondi al commento

A ore da treviso portero' il "regalo"PACCO VUOTO" A parma in villa SIG. tanzi.I molti truffati NON DIMENTICANO tutti i disaggi che stanno passando.--www.controletruffe.com--GRAZIE GRILLO,per il tuo coraggio.

cogo andrea 30.01.06 12:33| 
 |
Rispondi al commento

tempo fa, quando ero molto più ingenuo di adesso, e appena laureato sottoscrissi un piano my way propostomi da un promotore della banca 121, acquistata da Monte Paschi Siena. Io volevo semplicemente mettere qualcosa da parte ma non credevo di sottoscrivere un mutuo (non ho neanche casa di mia proprietà).

Dopo un anno ho interrotto il pagamento delle rate my way ma non lo accettano quelli del mps (non sono stato un onesto cittadino e devo pagare..) e mi hanno intimato di saldare il conto delle rate non versate.

Mi sono anche rivolto ad un’associazione di consumatori (ADOC) per conciliare ma nulla da fare.

La situazione attuale è drammatica : la banca ha tanti mezzi a sua disposizione (FASSINO fai qualcosa!!!).

sono stato iscritto nel registro nero nella centrale rischi e rischio la confisca dei beni perchè la banca si è rivolta ad una società recupero crediti...Che furba...

La soluzione che mi propone l'adoc è di pagare le rate insolute (oltre 9000 euro) per poi eventualmente fare causa per riottenere il denaro… Ancora più furba...

Help..


una curiosità:come è possibile che una banca,o qualcosa di simile,dopo che molti cittadini sono stati truffati,si permetta pure di prenderli per i fondelli?
p.s.la pseudobanca è contoarancio e la presa in giro è nell'ultima pubblicità dove i possessori di bond argentini sono raffigurati un caduta libera!vergognosi

marcello familari 22.01.06 10:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forse era solo un problema tecnico......

Cari bloggers, invitate anche voi Il Nostro Beppone nazionale a darsi da fare e parlarci del SIGNORAGGIO, io sono più di tre mesi che glielo chiedo!!!!
Forse avrete visto il film MATRIX, ecco quando più di un anno fa ho scoperto il signoraggio e come se avessi scoperto anch'io la risposta a tante mie domande, volete svegliarvi anche voi e prendere atto che siete schiavi delle banche e che lavorate tutta la vita per loro!!
Se siete curiosi andate a vedere questi siti:
www.disinformazione.com
www.effedieffe.com
www.signoraggio.info
www.signoraggio. com
..............decidete voi se continuare con la vostra misera vita che é pure la mia, oppure pur continuando a fare sia pur una misera vita, sapere perché la state facendo......

Svegliamoci, se saremo abbastanza forse potremo cambiare qualcosa!!!!!
andryfab@tele2.it

P. Fabbri Andrea 20.01.06 00:51| 
 |
Rispondi al commento

sento puzza di censura, i miei commenti non vengono inseriti, dai staff di Beppe non impeditemi di scrivere, lo so che il signoraggio non vi piace.......in fondo rischio di mio se qualcuno vorrà farmi la pelle!!!!!!!

P. Andrea 20.01.06 00:37| 
 |
Rispondi al commento

Un distributore automatico di latte appena munto c'è anche nel LAZIO nei pressi di SABAUDIA l'ho scoperto insieme alle mie tre bambine!!!!!
La ritengo un'invenzione straordinaria!!!

rosario caiazza 17.01.06 19:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un distributore automatico di latte appena munto c'è anche nel LAZIO nei pressi di SABAUDIA l'ho scoperto insieme alle mie tre bambine!!!!!
La ritengo un'invenzione straordinaria!!!

rosario caiazza 17.01.06 19:03| 
 |
Rispondi al commento

Buon giorno , caro Beppe Grillo, sei come il vino buono, che con il passare del tempo migliora, anche se tu eri già D.O.C. anche a 14 anni! E' parecchio tempo che non ci vediamo a Genova, ma ora mi rifaccio con il tuo BLOG che ti fà onore e ...fà onore a me, che sono la tua vecchia insegnante di Chimica e Merceologia.
Le tue attività ,come uomo di spettacolo sono semre state intelligenti, come cittadino italiano esemplari, hai sempre avuto la stoffa e le "palle" qualunque sia stato l'oggetto del tuo interesse. Perciò: BUON LAVORO !!!!!!!!!!!!!!!
ti abbraccio
Laura Marchini.

Laura Marchini 16.01.06 18:51| 
 |
Rispondi al commento

Buon lavoro caro Beppe Grillo , sei come il vino buono che con il tempo migliora.E'parecchio tempo che non ti incontro a Ge. Ma ora mi rifaccio seguendo il tuo BLOG che ti fa onore e fa onore anche alla sottoscritta che è la tua vecchia insegnante di Chimica e Merceologia.
BUON LAVORO!!!!!!!!!!
ti abbraccio
Laura Marchini

Laura Marchini 16.01.06 18:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

HO VISTO OGGI ALLE 14.00 UN SERVIZIO ,AL TG3, SU DEI VOLENTEROSI RAGAZZI (FORSE DI AN) CHE HANNO APPESO A DEI LAMPIONI IN ALCUNI QUARTIERI DI ROMA
DEI FANTOCCI IMPICCATI A SIMBOLEGGIARE LE VITTIME DELLO STROZZINAGGIO,. QUESTA VOLTA NON CONTRO GLI USURAI (QUELLI UFFICIALI CIOE' I CRAVATTARI) MA CONTRO I PADRONI DI CASA EQUIPARABILI SECONDO LORO ( E SECONDO ME) A GLI USURARI.
ECCO UN ARGOMENTO SU CUI DESTRA E SINISTRA DOVREBBERO CONFRONTARSI!

CARLO PISU 16.01.06 15:41| 
 |
Rispondi al commento

LEGGO OGGI SU REPUBBLICA CHE UN'ALTRA FAMIGLIA DI IMPRENDITORI "I MERLONI " ASSURGONO A DIVENTARE "GABELLIERI " AL PARI DEI BENETON E TRONCHETTI PROVERA. SI PROPRIO COSI' VOGLIO GESTIRE ANCHE LORO LE AUTOSTRADE.
VIVA I SAVOIA!!!!!

CARLO PISU 16.01.06 15:33| 
 |
Rispondi al commento

SONO UN PO' SCORAGGIATO

Caro Beppe ma ti scrivo ancora una volta, rivolgendomi al tuo servizio di segnalazione visto che non c'è altro modo di parlare con te dopo tante richieste fatte per chiederti ancora di parlarci del *signoraggio*, io so cos'é e penso che lo sappia anche tu, spero di non fare la fine di Sandro Pascucci (non so cosa ha fatto per non poter più scrivere sul tuo BLOG), che postava spesso su questo argomento, ma non dici che tutti hanno diritto di esprimersi se poi però sempre sia vero chiudi la bocca a qualcuno non va mica tanto bene!!
Se non altro parlane per smentire Pascucci che sta conducendo contro di te una campagna molto aggressiva attraverso il suo Blog , e visto che ho inviato molti post chiedendoti di parlare del signoraggio, che ritengo sia uno dei veri mali che opprimono la libertà delle persone, non capisco come mai tu non l'abbia mai fatto finora , percui mi sta venendo qualche dubbio, posso immaginare che non puoi leggere certo tutti gli interventi che vengono scritti, però é parecchio che ti faccio questa richiesta!!!
Posso anche capire che non puoi passare il tuo tempo a rispondere e giustificarti ad ogni attacco che ricevi ma vedi tu ti sei posto in una posizione che secondo me esige la mancanza di alcun dubbio nei tuoi confronti e perciò devi sempre dimostrare di essere all'altezza purtroppo per te!!
Se tu dovessi cominciare per un motivo (Pascucci) o l'altro, comprese chiaramente le infamità e le bugie, non risultare più credibile non lo sarebbero più anche le preziose cose che dici e da questo perderemo tutti qualcosa!
Io ci sarò a Trieste come l'hanno scorso spero di sentirti dire anche qualcosa sul signoraggio.

Ciao Con amicizia Pocaterra Fabbri Andrea andryfab@tele2.it

P.S. Ti ho anche inviato lo stesso messaggio al tuo servizio di segnalazione visto che non ti si può contattare in altro modo con il mio numero di telefono così posso spiegarmi meglio.

P. Fabbri Andrea 13.01.06 17:12| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe
a proposito di banche sono una dei 90 mila fottuti in tutta Italia dalla
ormai ex banca 121.Non so se conosci la storia ma questa banca attraverso
i suoi geniali promotori oltre ai ormai mitici bond argentini a rifilato
investimenti a lungo termine spacciandoli per investimenti a breve termine...non
so se hai sentito parlare del May way.... :pagherò circa 220 euro al mese
per i prossimi 25 anni per un investimento che non ho chiesto.Ho denunciato
il promotore ma pare che la magistratura stia archiviando i casi e dovremo
fare una causa civile contro la banca...Comunque la banca ci ha risposto
che siamo giovani,con un buon reddito e quindi possiamo pagare!...Come dire
non è reato imbrogliare chi ha soldi o meglio derubare chi ha soldi Quindi
domani tutti a casa del nano....
P.S.
Io e mio marito non siamo ricchi
ti mando questa email per lanciare un appello agli altri 88 mila:fatevi sentire!

paola balzani 12.01.06 18:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe
a proposito di banche sono una dei 90 mila fottuti in tutta Italia dalla
ormai ex banca 121.Non so se conosci la storia ma questa banca attraverso
i suoi geniali promotori oltre ai ormai mitici bond argentini a rifilato
investimenti a lungo termine spacciandoli per investimenti a breve termine...non
so se hai sentito parlare del May way.... :pagherò circa 220 euro al mese
per i prossimi 25 anni per un investimento che non ho chiesto.Ho denunciato
il promotore ma pare che la magistratura stia archiviando i casi e dovremo
fare una causa civile contro la banca...Comunque la banca ci ha risposto
che siamo giovani,con un buon reddito e quindi possiamo pagare!...Come dire
non è reato imbrogliare chi ha soldi o meglio derubare chi ha soldi Quindi
domani tutti a casa del nano....
P.S.
Io e mio marito non siamo ricchi
ti mando questa email per lanciare un appello agli altri 88 mila:fatevi sentire!

paola balani 12.01.06 18:15| 
 |
Rispondi al commento

abbiamo adesso una idea più chiara sulle lobbies che si oppongono alla scandalosa lievitazione delle tariffe assicurative sulle autovetture?
il problema è serio e dovrebbe avere risalto invece che finire volutamente nel dimenticatoio

massimo quirino 12.01.06 11:40| 
 |
Rispondi al commento

Spettabile Grillo come dici in una tua battuta:io che sono un comico di economia ne capisco , potresti per favore spendere due parole sulla vicenda unipol perchè non ci ho capito niente, vedo che stanno alzando dei gran polveroni forse per coprire notizie più importani come i soldi che fiorani dava a politici della lega.
Ieri sera mio padre mi ha detto :hai visto i tuoi comunisti ci sono dentro pure loro ! e io mi chiedo ,in che modo? e poi gli ho detto non rivestono nessuna carica istituzionale devono dare conto solo ai loro elettori e credo che lo faranno . Ho tanta confusione perche non capisco come quella faccia di Cu.o possa presentarsi in tv e additare i comunisti sapendo benissimo che lui non è in prigione per il solo motivo che ha cambiato delle leggi in suo favore.ciao e se puoi rispondici grazie

Gulino Fabrizio 11.01.06 18:49| 
 |
Rispondi al commento

Spettabile Grillo come dici in una tua battuta:io che sono un comico di economia ne capisco , potresti per favore spendere due parole sulla vicenda unipol perchè non ci ho capito niente, vedo che stanno alzando dei gran polveroni forse per coprire notizie più importani come i soldi che fiorani dava a politici della lega.
Ieri sera mio padre mi ha detto :hai visto i tuoi comunisti ci sono dentro pure loro ! e io mi chiedo ,in che modo? e poi gli ho detto non rivestono nessuna carica istituzionale devono dare conto solo ai loro elettori e credo che lo faranno . Ho tanta confusione perche non capisco come quella faccia di Cu.o possa presentarsi in tv e additare i comunisti sapendo benissimo che lui non è in prigione per il solo motivo che ha cambiato delle leggi in suo favore.ciao e se puoi rispondici grazie

Gulino Fabrizio 11.01.06 18:11| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe
sono un ragazzo al 4 anno di ragioneria vorrei sapere dove riesci a reperire le informazioni che dai sulle varie imprese. vorrei cercare di orizzontarmi.

aspetto tua risposta

andrea sironi

andrea sironi 11.01.06 17:07| 
 |
Rispondi al commento

Ho finito di leggere il libro "I ruggenti anni novanta" di J. Stiglitz, economista americano consigliere del governo Clinton, sulle ragioni della crisi economica che stiamo vivendo.
Ho trovato nel libro molte delle risposte che cercavo da tempo, perciò lancio l'iniziativa:
Regaliamone una copia ai nostri due prossimi candidati alle elezioni, perchè non ripetano più gli sbagli del passsato (prossimo) e perchè diano il via ad una nuova era di sviluppo (!!!!)
Federica

Federica Pantani 11.01.06 15:48| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

mi piacerebbe sentirti parlare della Tobin Tax. Secondo me potrebbe essere uno strumento utile per scoraggiare investimenti a brevissimo termine (speculazioni) e incoraggiare invece investimenti in progetti di VERA RISTRUTTURAZIONE delle aziende.

Guarda un po'? I manuali di economia ci insegnano che i titoli (azioni, obbligazioni) vengono emessi per CREARE UN UTILE DURATURO NEL TEMPO per gli azionisti, e non per far divertire "immobiliaristi" alla Ricucci che comprano un titolo oggi e lo rivendono domani.

Tra l'altro l'"allegria" con cui vengono emessi titoli (e vengono in essi convertiti molti prestiti bancari) fa sì che le banche diventino azionisti potenti delle "grandi" industrie italiane.

Sono consapevole che applicare la Tobin Tax sia un'utopia, ma perché non cominciare almeno a parlarne?

Pensi che potrebbe essere una perdita di tempo?

Daniele Franchino 11.01.06 14:36| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppone...e a tutti.
tu dici a partire dagli azionisti telecom?
pare che sia avviata l'indagine sulle scalate a questa azienda... TU CHE SEI UN COMICO... dicci se arriveranno a qualcosa... e se i poveracci degli ultimi strati avranno conseguenze negative.
in che paese siamo... milionari che rubano i pochi risparmi alle vecchiette... sara' demagogia ma e' la realta'. mio figli oha 11 mesi, appena capira' qualcosa mi guardera' negli okki e mi chiedera': " ma in che cavolo di mondo siamo?" ... ovviamente io lo mandero' da te!!!!
alby

alberto giuliani 11.01.06 13:35| 
 |
Rispondi al commento

Il piemonte , a livello occupazionale sta morendo!!
Tutti i piemontesi e i Torinesi in primis per lavorare dovranno andare fuori da questa città che non riesce a sostituire la FIAT con altre forme occupazionali!!

Ma perchè per lavorare io devo partire da Torino e andare a Milano o Roma o Bologna o verona o ...con conseguente aumento del traffico in autostrada,treni pieni di pendolari,pernottamenti negli alberghi,lontananza dai propri cari (moglie,figli) etc...

Tutta la bolla di sapone delle olimpiadi 2006 si sta sciogliendo e dopo??

Calogero Aiosa 11.01.06 10:16| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti,quello che mi vien da dire vedendo "i valori" che ci pervengono dalla cosidetta classe dirigente sono che dobbiamo fottere quanti più polli possiamo,perchè tanto alla fine sono i polli che finiscono arrosto,a gambe all'aria, mentre coloro che sono marci e corrotti fino al midollo la fanno franca;loro sono ricchi e perciò esiste un diverso grado di giustizia,ben diverso da quello dei polli. Io so che finchè non riusciremo a staccarci da questo sistema basato sul denaro non ci saranno altro che pene e dolori per il 90 per cento di noi uomini.Noi uomini dobbiamo riscoprire cio che vuol dire solidarietà tra di noi perchè ciò che vuole il capitalismo è proprio infondere in ognuno di noi un senso di sfiducia negli altri,di isolamento in noi stessi perchè questo mondo è una fogna e quelli come berlusconi ce lo confermano ogni giorno.Noi uomini dobbiamo trovare una strada diversa da quella del libero mercato ed enormi guadagni da una parte contro paghe e pensioni DA FAME dall'altra.ciao a tutti.Luca.

sergio palato 11.01.06 02:07| 
 |
Rispondi al commento

PARLACI DEL SIGNORAGGIO!!!!!!!

10/01/06
Ok Fazio alla fine ha mollato la poltrona ma insisto......

Caro Beppe, ti ho già inviato decine di richieste tramite vari post e una segnalazione via E-mail e te la rinnovo, perchè credo sia molto importante far sapere alla gente circa la più grande truffa in atto da tanti anni a danni, non solo degli italiani, ma di tutti i popoli mondiali, sto parlando del SIGNORAGGIO che sta indebitando il mondo da più di trecento anni.
Penso che bisogna sensibilizzare la gente sul ruolo della banche, perchè come consumatori possiamo e dobbiamo fare qualcosa, in fondo le banche usano i nostri soldi per prestarne ad altri, creano denaro dal nulla potendo far leva su un misero 2% di deposito!!!!
Sarebbe un po' come se io avendo solo il 2% di un ipotetico capitale necessario all'acquisto della casa me la comprassi aggiungendo un restante 98% che non ho!!!!!! Comodo!!
Le Banche stanno facendo indebitare tutti i paesi del mondo pestando soldi che non hanno e guadagnando interessi su questi prestiti, ci succhiano la linfa vitale senza in realtà fare nulla!
Perché non ne parli??? non li ricevi i messaggi dal servizio di segnalazione del sito???????
Ciao!!!.

P.S. Tempi duri sono attesi sia in Italia che nel resto del mondo

andryfab@tele2.it

N.B. vedi il sito: www.disinformazione.it e www.effedieffe.it
e il libro di Eugenio Benetazzo Duri e puri acquistabile online sul sito www.nexusitalia.com

P. Fabbri Andrea 10.01.06 23:36| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe,
è vero quello che ho letto per sbaglio oggi su libero?
1800 euro per sanare situazioni di irregolarità fiscale da parte di Berlusconi?
ma soprattutto è vero che del suddetto condono hanno beneficiato anche: flavia prodi, jacopo fo, l'immobiliare beta, i caf cgil di lazio e basilicata, la reggiana immobiliare...
ma soprattutto tu caro beppe proprietario della gestimar immobiliare con numerosi proprietà in liguria e sardegna? mi cadrebbe un mito. spero proprio che tu mi dica che non è vero...rispondimi ti prego!

roberto d'ambrosio 10.01.06 22:37| 
 |
Rispondi al commento

ciao

rosario migliorisi 10.01.06 19:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, sono un impiegato di 47 anni che da 27 lavoro nel area veneto e FVG. prendo spunto dalla visione di Berlusconi in otto e mezzo di ieri 9 gennaio per esprimere un pensiero semplice.In italia parliamo di liberismo, ricerca, meritocrazia, di passaggi generazionali nelle aziende che dovrebbero portare linfa nuova, con una disinvolura che fa apparire la cosa fatta o manchi poco al suo compimento che ci condurrà tutti a vivere un nuovo miracolo italiano. Abbiamo e compiliamo statistiche per tutti i gusti. Però a me sembra dalla mia posto di lavoro nel "mitico nord est", che tutto sia una grande soap opera senza l'ultima puntata. Oramai nell'economia c'è il rinascere di casate familiari, una volta note solo nei liberi professionisti ora sempre di più anche nelle aziende, nello spettacolo e perfino nelle previsioni del tempo. Hai mai pensato di analizzare questo fantastico triangolo del nord est con i suoi incredibili imprenditori ??
Sono certo che riusciresti a far ridere su una tragedia annunciata.

mauro

mauro gaiarsa 10.01.06 18:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

in italia parliamo di liberismo, ricerca, meritocrazia di passaggi generazionali nelle aziende, con una disinvolura che sembra cosa fatta o che manchi poco al realizzarsi di un nuovo miracolo italiano. Abbiamo e compiliamo statistiche per tutti i gusti. Però a me sembra dalla mia posto di lavoro nel "mitico nord est", che tutto sia una grande soap opera senza l'ultima puntata. Oramai nell'economia c'è il rinascere di casate familiari, una volta note solo nei liberi professionisti ora sempre di più anche nelle aziende, nello spettacolo e perfino nelle previsioni del tempo. Hai mai pensato di analizzare questo fantastico triangolo del nord est con i suoi incredibili imprenditori ??
Sono certo che riusciresti a far ridere su una tragedia annunciata.

mauro

mauro gaiarsa 10.01.06 18:35| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
sono uno studente di ingegneria elettrica presso la facoltà Federico II di Napoli.Le scrivo per segnalarle un documento che mi è capitato tra la posta elettronica e che ho trovato esilarante e tristeallo stesso tempo(come solo noi napoletani e affini riusciamo ad essere).Non avendo la possibilità di inviare allegati tramite il blog,dovrà fare affidamento su ciò che riporterò di seguito,ma,qualora lo desideri,ho la fotocopia del documento originale.Si tratta di una lettera(a cuore aperto) inviata da un correntista della BNL ai suoi "cari" prestatori di denaro.

"Spett.le BNL - Banca Nazionale del Lavoro - Via Toledo n°12 - Napoli.
C/c ordinario n°******
Riscontro 1 Vsdel 01/02/2002 per contestarne il contenuto.La mia posizione debitoria trae origine da un vecchio c/c da voi mantenuto in vita solo per lucrarne esosi interessi e spese.
Comunque mi corre l'obbligo di comunicarVi che.pur volendo far fronte a tutti i miei debiti,non sono in condizioni economiche tali da poter soddisfare le richieste di pagamento di tutti i miei creditori.Pertanto,essendo oberata di debiti,ogni fine mese metto nei bussolotti le richieste di pagamento dei vari creditori ed estraggo a sorte;il fortunato sarà pagato.
Vi avverto,pertanto,che se insistete nelle Vs rischieste non parteciperete alle prossime estrazioni.
Salerno lì 26/03/2002."

La saluto citandole una frase a me cara di Albert Einstein(uno che alle medie aveva una pagella peggiore della mia):
"Se io e te ci scambiamo una mela,ognuno di noi ha mezza mela.Ma se io e te ci scambiamo un'idea,entrambi abbiamo due idee."

La saluto con affetto e ammirazione.

Andrea Fasolo 10.01.06 16:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

....stavo leggendo la repubblica...centro pagina "il condono di Berlusconi, al fisco sanatoria da 1.800 €..." ma ...è il caso di commentare? forse no ma sentirsi impotenti e presi per il culo non è bello e sta durando anche troppo!!!!!!
Scusate lo sfogo

Michela Cipriani 10.01.06 13:37| 
 |
Rispondi al commento

Non male l'idea di partecipare alle assemblee...parlo da ex azionista telecom e pirelli che grazie a grillo ha evitato di perdere soldi in queste "aziende".

Gianluca Capriulo 09.01.06 18:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...in mezzo a tante cose che fanno sorridere (ma ci sarebbe da piangere) leggo sul sito della Banca D'Italia:
“ La Banca d'Italia ha dato, nella sua storia secolare,
un contributo fondamentale alla stabilità
e al progresso della nostra economia.”

Antonio Fazio

...ma quando parla di "NOSTRA" economia cosa intende esattamente ?!?

lorena artiano 09.01.06 17:05| 
 |
Rispondi al commento

urgente! consultate i siti:
www.disinformazione.it
www.noeuro.it

denise corticelli 09.01.06 15:48| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace solo di non detenere al momento azioni Telecom, altrimenti ti farei la delega, non potendo partecipare all'assemblea.Vorrei tanto sapere cosa ne pensi del fatto che Draghi,chiamato a sostituire Fazio, abbia già un conflitto di interesse sulla scalata UNIPOL.
Un altro dilemma mi perseguita cosa hanno avuto in cambio le banche per convertire il prestito obbligazionario FIAT, a condizioni così svantaggiose,(il titolo vale unpo' più di 7 €, ma è stato convertito a un valore di 10,28€ se non sbaglio)

M. Ester Contro 09.01.06 15:23| 
 |
Rispondi al commento

Aveva ragione Berlusconi , lui le tasse le ha veramente abbassate (a se stesso ) infatti usando il famoso condono fatto dal suo governo con soli 1800 euro ha sanato la sua situazione debitoria del 2002 per svariati milioni.
Da la repubblica 09/01/2006.

Pasquale Rezza 09.01.06 15:20| 
 |
Rispondi al commento

come si fa a comperare le azioni?

ciro ferrara 08.01.06 21:46| 
 |
Rispondi al commento

l'avete letto l'articolo su Grillo IL VERO PROGRAMMA DEL GOVERNO PRODI
SU
www.fottilitalia.com

giuseppe resoli 08.01.06 16:08| 
 |
Rispondi al commento

Sono un artigiano di Ragusa. Vorrei capire perché non viene applicato un sistema, a mio parere, molto semplice (forse a causa della mia poca cultura). Consiste nel rendere fatturabile qualsiasi tipo di lavoro; nel senso che se un proprietario di una civile abitazione ha interesse a ricevere fatture o ricevute fiscali che successivamente porterebbe a detrazione si innescherebbe un meccanismo di trasparenza ed il fisco non dovrebbe fare salti mortali.

rosario migliorisi 08.01.06 15:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Leggendo un settimanale olandesi (Elsevir)ho letto una intervista che il sig.Grillo a dato alla giornalista olandese Anne Branbergen in Roma,allora mi a fatto piacere conoscere il suo blog.
Emigrato da tanti anni in Olanda ma la mia terra natale non si dimendica, sono di Taranto e a volte vado a trovare i miei parenti in vacanza, arrivo con tanta esultanza ma appena entro nella citta` dalla parti di Massafra mi viene un lanquore a vedere che dopo tanto anni si entra come in una pattumiera, strade sporche di rifiuti e altro, non parlamo delle buche e incivilita degli automobilisti.per fare di Taranto un citta che si rispetti bisogna iniziare dal cittadino ad educarlo,rispettare,essere educato con tutti.Poi il Tarantino deve rimbocarsi le maniche avere iniziative per risolvere il problema della disoccupazione.Leggendo che il comune punisce con multe elevate ai parcheggiatori che le loro macchine vengono lasciate cosi senza un buon senzo e rispetto sia al pedone che agli invalidi, quei soldi si dovrebbero usare per creare infrastrutture che agevoli il parcheggio e creare posti di lavoro.
Si potrebbero elencare molte altre cose, mi fermo qui.
Cordialmente Saluti Lino

P Rizzuni 08.01.06 15:16| 
 |
Rispondi al commento

Essendo un Italiano emigrato da molti anni in Holanda ho seguito il caso della banca di Antonveneta con la banca ABN AMRO.
Il caso si e concluso a favore della banca Holandese.Adesso non rimane altro che il marciume che il sig.Fazio ha creato in tutti questi anni escano fuori e si puniscono adeguadamente,senza tener riquardo di nessuno.
Cordiali Saluti.

P Rizzuni 08.01.06 14:33| 
 |
Rispondi al commento

ciao!sono una studentessa universitaria di scienze politiche a roma!e vuoi sapere che cosa uno dei nostri professori ci dice dyrante le lezioni??che i piccoli investitori nel mercato della borsa sono considerati come carne da macello...vagli a dare torto!in bocca al lupo per il tuo lavoro..sei un grande..

annalisa bretti 08.01.06 11:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Do un commento a quanto letto, riguardo la proposta di candidare il Beppe... Io mi trovo in Pakistan come volontario nelle aree a nord-est di Islamabad... Porto la mia piccola goccia...
Quando posso navigo e le uniche notizie che mi posso permettere di navigare sono quelle di questo sito... Ne sono felice...
Ma alla fine, Beppe si candida?

Federico Cecutti

Federico Cecutti 07.01.06 15:09| 
 |
Rispondi al commento

@ BEPPE GRILLO

& glocal:

{Zenone Sovilla
Frank dall'Australia
Danila Fava
Dorina
Hugo
Maurizio Musco
Giovanni Vestri
Amadio
Vivarelli
e tutti gli altri che hanno fatto ottimi commenti}

E' ormai ovvio che tutti avvertono la necessità di un cambiamento che proceda verso una forma di maggiore partecipazione, di maggiore controllo, di maggiore etica che vuol dire pulizia e netta suddivisione dei compiti istituzionali ed incentivi coerenti.

Ora, ognuno ha nella sua testa "il nuovo mondo" con pregi e difetti, abbiamo bisogno di un simbolo attorno a cui costruire ed attorno a cui unirci: la testa del nostro ariete, l'incudine su cui martellare, la punta del rostro. Rischiamo altrimenti per l'ennesima volta di dissipare la forza della esigenza.

Beppe, diciamoci la verità. Tu hai già una enorme "base elettorale", io non voglio che tu faccia il politico di professione. Io voglio che tu sia il nostro "Virus bianco" che penetri il sistema e lo infetti cambiando un po' le regole del gioco. Il volto della protesta che non può più rimanere sulle strade ma deve entrare in parlamento. La vox populi. A questo punto candidati, noi ti votiamo per un progetto a termine, che finisca subito dopo le riforme. Ti aiuteremo finanziariamente, ma devi fare la mossa aperta e sincera con il progetto preciso ed a termine, in modo tale che la gente capisca che non vuoi governare ma riformare.

Astensionismo per astensionismo, preferisco che ci sia una voce che entri democraticasmente nelle stanze del potere, non starne fuori. Riflettiamoci tutti. Non un partito, non una politica. Ma una celere prospettiva di riforma in dialogo con le mummie presenti in parlamento.

Non violento, democratico e con uno scopo: che non è il governo di cinque anni, ma la riforma costituzionale. Una manovra apartitica.

Pensiamoci bene tutti, e soprattutto tu Beppe, per favore.

Un saluto.

ijimiaz galir 05.01.06 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Come al solito la fanteria del cavaliere parte all'attacco nel momento meno opportuno, sperando di riscattare non si sa bene quale torto subito.Il risultato è che il fante in questione,oltre a fare la classica figura da ottuso(e mi ritengo ancora gentile ..),dimentica che per problemi di tale portata non conta la "fazione" politica rea di tale scempio ma bensì la gente che ne paga le conseguenze,ovvero TUTTI NOI..destra e sinistra e centro e sopra e sotto...non ti sei accorto che forse ,mentre scrivi difendendo i validi uomini di FI dall'acredine diffusa(forse vendono delle pillole in farmacia per farla passare..)e mettendo in guardia i comunisti ,ti stai piegando un pò troppo sulla scrivania assumendo quella posizione a 90° che è proprio ciò che TUTTI i politici si auspicano che tu assuma??Prova a ragionare con la tua testa(quella sopra il collo..peccato che qui non si possa disegnare),forse eviteresti di diffondere il qualunquismo politico e i dibattiti da "Porta a Porta".Grazie.

Davide Galilei 05.01.06 15:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Circa 7 anni fa, feci una tesi di ricerca riguardo il mondo bancario.
Già allora, mi erano evidenti quali sarebbero stati i risultati delle politiche in atto.
Subito dopo la laurea; molte banche mi hanno cercato per colloqui di assunzione; che non è mai avvenuta. Il motivo è stato, secondo loro, che le mie tesi erano di cambi radicali; ma essi avrebbero incrinato le banche stesse.
Sarebbe bello che si divulgassero alcune mie teorie e si capirebbe in che economia di POCHI siamo.
Le assicurazioni e le banche, protette dagli enti di controllo e dalle leggi vigenti, scaricano sui " consumatori " non solo le enormi inefficenze; ma anche ...
Se si analizzasse la storia bancaria Italiana, si noterebbe come è costellata di mille scandali con le poltrone sempre al loro posto.
Es: BNL ha finanziato la mafia?
Fondazione Ca.Ri.Plo era la più ricca del mondo? E le cartelle rimborsate in modo anomalo?
Ca.Ri.Plo come mai ha comprato parecchie Casse di Risparmio del Meridione che " puzzavano "? Si può immaginare di cosa (gergo dialettale).
Come mai alcune banche sono sempre presenti nei crack e nulla succede?
Come mai per operare con alcune società big nazionali devi farti finanziare dalle banche presenti nei crack.
Molti altri interrogativi ci sono.
Cosa ne pensate?
C'è un bancario che sa dare risposte vere?

Stefano M. 05.01.06 14:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma è possibile, io m kiedo, che un piccolo paesino come il mio abbia in attivo la bellezza di 10 banche????

Noci (Ba)..... (una piccola svizzera....)

luciana bianco 05.01.06 13:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

strano che dopo quanto emerso dalle cooperative rosse, e attendiamo quello che emergerà, strano dico, che ci sia ancora così tanta acredine verso FI e il governo.
possibile che non si riesca ad ammettere che il marcio c'è un pò dovunque, nemmeno di fronte all'evidenza?
calmi, sinistresi, altrimenti dovrete rimangiarvi troppe dichiarazioni di difesa...

italo pasqualini 05.01.06 12:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Viva Beppe,

Beppe Premier
formazione politica: il grillo parlante

Dopo avere raccolto fondi per comprare pagine sui giornali, è giunto il momento di organizzare raccolte fondi per comprare i giornali.

che ne dite?

Lorenzo Picciafuoco Commentatore in marcia al V2day 05.01.06 10:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Silvio Berlusconi sulle vicende recenti di malaeconomia: "Un intreccio inaccettabile tra politica e affari". (4 gennaio 2006)
...sic!

diego miele 05.01.06 09:13| 
 |
Rispondi al commento

SOS SOS SOS SOS SOS SOS

Aiuto Beppe, serve il tuo aiuto. In BPI in vista dell'assemblea del 27 e 28 gennaio si stanno RIORGANIZZANDO I "SOLITI NOTI". DOVREMMO FARLA FALLIRE PER MANCANZA DEL NUMERO MINIMO DI SOCI. ALLEGO IL LINK....:-(
http://www.ilcittadino.it/edicola/Articoli/2006/01/04/LOD1-h.asp?Data=04/01/2006&Pagina=9

Ulisse Lamotta 05.01.06 06:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Economia & Finanza:stavo facendo una considerazione sulla quantità disumana di informazioni finanziarie che promettono facili guadagni e in tempi rapidi, trovando soluzioni di investimento che hanno alla base , a mio avviso, una grande fantasia. Sono riuscito a leggere un libro di 280 pagine riguardante l'argomento in questione e ci ho trovato il nulla assoluto; non posso fare altro che elogiare l'autore che è riuscito a farmi spendere €20,00 per non dirmi niente. Forse qualche perla di saggezza in merito posso darla io e cioè che nessun libro, nessuna stampa specializzata, nessuna banca e loro funzionari, saranno mai in grado di farmi guadagnare dei soldi.

giuseppe perrone 04.01.06 20:18| 
 |
Rispondi al commento

consiglio a tutti di leggere il libro: Licenziare il padrone! E' molto interessante e denso di spunti sulla differenza tra l'imprenditore privato e quello pubblico.
buona lettura a tutti
fabio

fabio de concilio 04.01.06 20:06| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, alla luce di quanto accaduto negli ultimi tempi, volevo denunciare una truffa in atto da parte della Banca di Roma, stile Fiorani. Due anni fa mi è stato proposto ed ho sottoscritto un canone di 13€ mensili che contemplava diversi servizi (Bancatelweb, Canone carta di credito,...). Ebbene, gli stessi servizi mi sono stati addebitati singolarmente sul mio c/c, in aggiunta al canone mensile che già pago. In definitiva, oltre ai 13€ mensili, ogni tre mesi mi hanno addebitato 8€ per il servizio web e 30€ per la carta di credito, oltre alle varie spese di spedizione e imposte di bollo. Sto preparando l'intera documentazione da sottoporre alla mia filiale. Invito tutti i correntisti Capitalia a controllare e monitorare attentamente il proprio conto corrente. Ringraziandoti per l'ospitalità, ti terrò aggiornato. A presto.

Giulio Di Napoli 04.01.06 18:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

grande Beppe!!
peccato che in italia le cose sono un po' impraticabili.
O ci vogliono i soldi o ci vogliono i mezzi.
ciao

matteo robustelli 03.01.06 21:15| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,
non molto tempo fa il Banco di Chiavari e della Riviera Ligure, di cui ero correntista, è stato acquistato dalla Banca Popolare di Lodi (oggi Banca Popolare Italiana - BPI).
Poco dopo l'acquisizione ho cominciato a ricevere delle lettere dalla "nuova" banca con le quali in pratica mi si chiedevano soldi per servizi fino ad allora gratuiti o più soldi per i servizi a pagamento.
Dopo qualche mese ho estinto il conto, anche perchè avevo bisogno di un mutuo per la casa e le condizioni peggiori me le faceva proprio la mia cara vecchia banca, probabilmente un premio per essere stato loro correntista per più di dieci anni.
La cosa brutta in tutto ciò è che all'atto della chiusura del conto la "Bipielle" mi ha chiesto 150,00 € di rimborso spese di chiusura, come se cancellarmi dalla lista dei clienti comportase chissà quale spesa. Non potendo fare altrimenti ho ingoiato il rospo e ho pagato, conservando però tutte le carte e ripromettendomi un domani di verificare la correttezza di questo comportamento.
Dati i fatti di cronaca recenti ho finalmente capito a cosa serviva taglieggiare i clienti/consumatori.
Questa volta è giunto il momento di farsi rimborsare: anzi, se qualcuno ha notizia di un'iniziativa legale in tal senso nei confronti della BPI/Bipielle da parte di qualche gruppo di privati o associazione mi farà proprio una cortesia.

Un saluto a tutti,
Gianni Venturini

Gianni Venturini 03.01.06 19:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

bella idea sarebbe un azionariato popolare come tu lo intendi. ma purtroppo se compri un titolo anche se costa 1 centesimo ti costa quasi cento euro all'anno fra polizza titoli e bolli.......
alla fine a questi gli facciamo un favore

fabiano ravaglia 03.01.06 19:03| 
 |
Rispondi al commento

Il fatto che i nostri condottieri finanziari non siano per la maggior parte delle persone limpide e capaci è chiaro a tutti. Quello che non riesco realmente a capire è come persone di questo tipo pervengano a ricoprire ruoli di tale importanza.
Per alcuni si è finalmente chiarito che la loro è soltanto una figura che funge da prestanome ad organizzazioni illecite che non possono apparire alla luce del sole (vedi art. sul Sole rif. all'immobiliarista Coppola). Per altri il motivo del loro successo è del tutto sconosciuto.
Lavoro in banca e mi occupo dei finanziamenti alle aziende. Mi è stato insegnato a valutare con estrema attenzione il bilancio delle aziende che di volta in volta andiamo a finanziare, a dare valutazioni sulle persone che ho di fronte, a prestare attenzione alla storia dell'azienda ed ai suoi obbiettivi. Sulla base di questi accorgimenti, finanziamenti a personaggi che sono alla ribalta della cronaca ultimamente non sarebbero potuti esistere.
Ora mi chiedo se ci dobbiamo lamentare su come vengono gestite le maggiori aziende italiane o su come queste persone siano arrivate al comando di tali aziende. Forse tramite una serie di contratti interinali?

Roberto Zuccarello 03.01.06 18:19| 
 |
Rispondi al commento

carissimo beppe, ricordo come se fosse ieri durante il tuo spettacolo al PalaRossini di Ancona, lo scorso anno..o due anni fa'(?)..., le seguenti parole "attne, ricordatevi che nella scalata alle banche Italiane gli stranieri(in particolare parlavi degli olandesi) sono gente seria...e succedera' di tutto e faremo di tutto x segare a loro le gambe, con i nostri intrallazzi..." Profetico, come al solito, o piu' semplicemente realista ed onesto nel dire le cose come stanno, come al solito...il problema e' sempre quello, saro' distratto, saro' qualunquista, ma questi ammonimenti molto preventivi(Parmalat,Cirio...) continuo a sentirli solo da te.....bravo e preparato tu come sempre, ma ...che tristezza!!!!!

paolo anderlini 03.01.06 18:06| 
 |
Rispondi al commento

PArole sante....
abbasso i ladri,

Nik Net 03.01.06 17:47| 
 |
Rispondi al commento

Ho 23 anni e ogni giorno di più mi chiedo perchè mio padre dopo 30 anni di onesto lavoro da imprenditore rispettoso dei suoi collaboratori e di tutti coloro che lo hanno aiutato ad accrescere il valore dell'azienda si trova ancora a dover dipendere da una banca,a passare ore e ore,giorni e giorni per cercare di trovare tassi e spese d'ufficio migliori per non dover soffocare sotto il peso degli interessi. allora mi chiedo se il reale problema dell'economia italiana sia realmente ciò che ci vogliono far credere in tv o se forse servirebbe un risanamento morale da parte di coloro che dovrebbero guidarci verso ciò che l'italia merita. Loro vorrebbero farci credere che il problema è al di fuori della loro portata e che stanno facendo di tutto per far tornare le "vacche grasse" ma....se le fondamenta di una casa non sono solide la casa non regge!!!!
Un giorno un conoscente mi disse che "la società va così..non la puoi cambiare,ti devi solo adeguare se vuoi vivere" Messaggio deprimente verò? Ciao a tutti e grande beppe!!!!

Marco Zazzetta 03.01.06 17:40| 
 |
Rispondi al commento

oggi siamo tutti indignati, con i politici ed i vari amministratori....
Scommettiamo che poi dalle urne e successivamente sulle poltrone del potere economico siederanno sempre quelli, che oggi ci fanno ribrezzo?
Siam forse noi gli incapaci???
Perchè non votiamo tutti "nessuno", e finalmente li spediamo a casa!?!
Non dimentichiamo che pochi mesi orsono tutti erano/eravamo contenti degli accordi con altri Paesi per trasferire le industrie. Fra poco sentiremo piangere per la mancanza di occupazione, e per l'aumento delle importazioni dall'Asia.
Ma siamo certi che ogni gg ci guardiamo in faccia.
Tutto dipende da noi e non da altri (cosa che ci piace, evitiamo le nostre responsabilità)
Uniamoci gente e facciamo una bella pulizia.
Ciaoooo

adriano treccani 03.01.06 16:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
comprendo bene le ragioni che militano per la proposizione di una legge di iniziativa popolare che limiti temporalmente i mandati parlamentari: scollare la sedia da certi fondoschiena...
Tuttavia, non sono del tutto convinto che il rimedio sia migliore del male.
Ricordiamo tutti lo slogan in voga durante tangentopoli: "la società civile deve scendere in campo".
Quanti avvocati, imprenditori, fiscalisti, ingegneri, domatori di leoni e ballerine sono, allora, scesi in campo sul finire degli anni novanta.
Tanti e tali che, qualche tempo dopo, da più parti si è sentita rimpiangere la dc e si sono addirittura levate apologie del craxismo...
Il tasso di legalità, per intenderci, non è certo migliorato. E la qualità delle leggi uscite dal parlamento (parlo dal punto di vista tecnico legislativo) è peggiorato drasticamente.
E, tanto per gradire, la società civile - quella rimasta fuori da Montecitorio - si è ancor più allontanata dalla politica.
Il mio timore è che, ma mi posso sbagliare, l'onesto idraulico di Viareggio, la preparata prof. di italiano di Matera ed il coscienzoso commercialista di Piacenza (per fare qualche esempio), giunti freschi freschi a Montecitorio (sempre che, e a maggior ragione con la nuova legge elettorale, trovino partiti politici disposti a candidarli...), spenderebbero buona parte della prima legislatura nel tentativo di orientarsi tra corridoi e commessi, tessere elettroniche e microfini dei cronisti parlamentari.
Senza offrire, poi, garanzia di irreprensibilità etica, nel lungo periodo.
Usando la tua metafora: se hai un buon dipendente non lo cacci solo perché è passato del tempo dalla sua assunzione. Se hai un dipendente incapace o disonesto, ti prepari alla causa davanti al giudice del lavoro...
Forse, più che una legge che limiti a due i mandati parlamentari sarebbero auspicabili strumenti per garantire un maggiore controllo sull'attività dei parlamentari e un più responsabile uso del voto... Un abbraccio

Roberto Bortolotti 03.01.06 16:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

cosa ne pensate della denuncia al giornalista Nuzzi de "il giornale".
non è forse informazione quella o perchè si tocca a sinistra non sta bene e non si fa??!!

franco mira 03.01.06 13:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Propongo un modo di mandarli a casa tutti i padroni dell'Italia: la resistenza passiva alla...Televisione!!! Non accendiamola più, per le informazioni (vogliamo chiamarla informazione quella che ci propina la TV?) possiamo utilizzare tutto quello che c'è di alternativo. Per gli altri programmi? Ne sentiremmo davvero la mancanza? C'è di meglio che guardare la tv spazzatura che ci rifilano (come il panem et circenses, che teneva buone le masse dell'antica roma). Se tutti gli italiani spegnessero la tv, anche gli introiti pubblicitari calerebbero, una bella crisi economica, certo. Un bel boicottaggio. E in più gli faremmo vedere che il loro strumento pubblicitario/elettorale non serve più a niente. Che non ci facciamo più incantare.
Maria Vittoria Curatolo
Milano

Maria Vittoria Curatolo 03.01.06 10:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

bello E SOPRATTUTTO UTILE quell'elenco degli onorevoli con reati, però mi dispiace che la notizia non sia completa soprattutto per evittare falsi schieramenti .
un esempio su tutti mancano tutti quei onorevoli dei radicali che hanno "tradito " le leggi sulla droga. e se non sbaglio c'è un omissione di tanti altri di sinistra (manca anche Berlusconi se non sbaglio)
utile la strada che state percorrendo ma le notizie devono essere precise se no si cade nella strumentalizzazione
robertino

robertino d. 03.01.06 10:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

grazie beppe!
per come stai chiarendo le idee a tanta gente in italia e per come incoraggi tutti noi verso un paese migliore, ma che sopratutto vogliamo nostro!
grazie

federico brogi 03.01.06 10:26| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe,
ho visto il tuo spettacolo a Roma del 2005 e l'ho trovato illuminante ed esilarante.
Volevo chiederti se il farmaco SINGULAIR pediatrico è tra quelli nocivi.Su questo argomento è nata una diatriba tra la pediatra e lo specialista allergologo che segue mio figlio.La pediatra mi dice che quel farmaco serve solo per far arricchire lo specialista e farlo andare ai congressi, lo specialista invece dice che è un farmaco vitale per la salute di mio figlio che è allergico all'ulivo e soffre di asma.
Ti ringrazio e ti saluto con affetto.

Daniela De Benedictis 03.01.06 10:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"...Scusi.. grillo..Ma.. Lei che è un Comico...."

Ciao Beppe!!


Navigando.. per la rete.. tra un sito ed un altro.. mi è venuta la curiosità di leggermi qualche news..
è un pò ormai che visito il tuo sito... ma non ho mai trovato il tempo.. ne le parole giuste per postare un messaggio !
Quando ero più piccolo.. seguivo i tuoi spettacolo.. su tele +.. perchè mi facevi ridere.. e tanto anche.. (vedere quest'ometto.. simpatico..agitarsi..in modo buffo e dire parolacce..urlare.) non ero in grado di cogliere.. il reale messaggio che comunicavi!anche perchè.. da bambino.. non interessa.. la sostanza.. ci si ferma all'apparenza..

Ma da qualche tempo.. a questa parte...
o meglio.. da quando sono entrato nell'età.. adulta.. e mi rendo conto di tutto.. cio che accade attorno a me ,seguire i tuoi monologhi.. non mi fa più ridere così tanto..

mi spiego meglio:
sei molto simpatico.., geniale.. , pungente.. ma purtoppo le cose di cui ci informi.. mi lasciano basito e sconvolto..
talvolta mi raccapricciano...

ti ringrazio di cuore però.. perchè se non ci fossi tu .. davvero non ci sarebbe nessun altro a farci aprire gli occhi..

Spero che tu possa riscontrare sempre più contatti. e spero che un giorno una persona che espone la realtà dei fatti.. per come è.. non debba temere una querela.. o(peggio)una condanna..

Grazie Mille!!
Buon 2006


I direttori delle agenzie della BPI sono evidentemente collusi con Fiorani. Chi lo avvisava dei decessi dei clienti per poter azzerare i loro c/c, altrimenti?

Le banche propongono al mercato i loro "piani triennali" in cui si pongono degli obiettivi di determinati utili, che puntualmente vengono raggiunti.
In che modo? Vi aiuto io, che ne so qualcosa...
1- Obbligazioni strutturate: sono degli strumenti che permettono di investire in mercati rischiosi (azioni, cambi, ecc) garantendo il rimborso del capitale iniziale. Sono SEMPRE una fregatura, qualunque obbligazione strutturata incorpora una percent. di guadagno immediata per la banca che la colloca (in genere tra il 4 e il 5%), quindi per farla acquistare al cliente al prezzo di 100 deve vendere ciò che in realtà ha un valore pari a 95 o 96. Appena concluso il collocamento il prodotto sottoscritto dal cliente al prezzo di 100 piomba al suo valore reale. Di queste obbligazioni OGNI banca ne colloca diverse CENTINAIA DI MILIONI DI € al MESE.
Una volta si faceva compravendita di titoli e si pagava una percentuale (trasparente) sulle transazioni: pagavamo l'operazione, indipendentemente dal titolo, quindi potevamo aspettarci dei consigli, alla banca interessava operare non portarci a sottoscrivere questo o quello. Con le obbl. strutt. il guadagno della banca è occulto, e il "consulente" porta il cliente a sottoscrivere ciò che conviene alla banca.

Le spese: l'Antitrust, da pochi giorni responsabile della concorrenza delle banche, deve intervenire SUBITO: gli estratti conto, la stampa dei movimenti...ma soprattutto c'è una beffa: per dovere di trasparenza le banche devono comunicare ai correntisti ogni variazione delle condiz. con un "documento di sintesi", che ci fanno pagare: percui cambiano piccole condizioni (es. giorni di valuta per assegni postali) solo allo scopo di inviare il suddetto documento di sintesi, che esiste in 3 versioni: c/c, titoli, bancomat da noi costano 1,5€ l'uno minimo 4 volte l'anno...contate


Se è vero che la matematica è una scienza esatta, il vero crimine riguarda il fatto che le banche Italiane non potevano non sapere. Il lato scuro della luna. Ma in tutta la dinamica dei bond argentini una cosa non mi è molto chiara. In quel periodo di folli vendite ad oltranza, ricordo che alcuni amici che lavoravano e lavorano ancora nella city americana mi dicevano che tutto quel boom era una montatura assurda, un suicidio preannunciato. I banchieri Italiani si, gli stessi che negano un finanziamento ad una piccola ditta artigiana ma erogano miliardi ad una grande industria in corsa verso il fallimento. È evidente che i coefficienti e le variabili matematiche scelte e/o considerate da parte di questi dirigenti bancari acquisiscono una componente culturale e tecnologica che non supera quella di un onesto guardiano del cimitero di Airola. Sia la BAM che la Monte di Paschi e altre banche ancora più irresponsabili non potevano non sapere; per sfizio ho fatto una lunga ricerca fino ad accumulare un denso materiale riguardo le pubblicazioni delle opinioni e le interviste di quell’epoca fatte ai più noti consulenti della city americana e UK. Durante la causa e nella sentenza alle banche, perché non sono state considerate queste informazioni cosi ampiamente note a tutto il mondo finanziario? Come è possibile dare credito a d un paese con un debito interno ed estero che matematicamente non riuscirà mai a pagare? Spero che queste notizie possano prima o poi essere pubblicate da qualcuno con coraggio.

l. marchi 03.01.06 01:38| 
 |
Rispondi al commento

Se è vero che la matematica è una scienza esatta, il vero crimine riguarda il fatto che le banche Italiane non potevano non sapere. Il lato scuro della luna. Ma in tutta la dinamica dei bond argentini una cosa non mi è molto chiara. In quel periodo di folli vendite ad oltranza, ricordo che alcuni amici che lavoravano e lavorano ancora nella city americana mi dicevano che tutto quel boom era una montatura assurda, un suicidio preannunciato. Mentre nelle city americane ed inglesi pullulavano le notizie del pericolo dei bond argentini, in Italia si vendeva senza nessun timore. Ricordo bene che persino il sole 24 ore dava ampio spazio sul suo giornale e radio ai soliti cervelli consiglieri che annunciavano i bond come un sicuro successo. Sicuro successo sulla scorta di chi, di cosa? Di un paese dal quale è matematicamente arcisaputo e dimostrato che non riuscirà a pagare mai il suo debito interno e tanto meno quello esterno? La grande ditta dell’industria del latte La Serenissima s.p.a. della famiglia Mastellone di Buenos Aires (famiglia di origine veneta) non ha voluto vendere alla Parmalat e avverti a tutti gli altri industriali del pericolo Parmalat e non solo, insieme ad altri grossi industriali come Benetton (padrone dei pascoli di pecore di mezza Patagonia) cercarono di avvertire a molti investitori Italiani del pericolo dei bond argentini, finché alcune minacce telefoniche da parte dei maestri della paura non fecero tacere soprattutto i Ma stellone al punto che dovettero trasferirsi per un periodo di mesi all’Uruguay e raddoppiare le bodyguard quando tornavano a Buenos Aires a controllare le loro aziende. La dinamica Cirio, Parmalat e Bond Argentini è molto più complessa di quanto si pensi ma è stata utile per misurare le capacità tecnico cognitiva e professionale dei personaggi della city italiana e soprattutto dei banchieri e dei dirigenti delle filiali delle banche Italiane

l. marchi 03.01.06 01:32| 
 |
Rispondi al commento

ANSA Notizie

* Gas: forniture normali all' Austria
* Gas: piena fornitura all'Ungheria
* Gaza, missile in campo profughi

* Cassano: domani la firma con Real

* Yemen: impegno su rilascio pacifico
* Gas: forniture a Ungheria normali

QUESTO SCRIVEVA L'ANSA IL GIORNO 02-01-2006
MA COME??
UN MISSILE A GAZA, OSTAGGI NELLO YEMEN,
IL GAS CHE FATICA NELL'EROGAZIONE SU SCALA EUROPEA
E.....CASSANO CHE FIRMA CON IL REAL??????????????
MACCCCHISSSSSENEFREGA DI CASSANO!!!!!!!!!!!!!!
MA CHE C'ENTRA!!!!!
E' UNA NOTIZIA DA METTERE TRA QUELLE SOPRACITATE???
BEPPE, TI PREGO, HAI GIA' ACCENNATO QUALCOSA CHE RIGUARDASSE IL CALCIO NEI TOUR PRECEDENTI MA INSISTI, INSISTI PERCHE' PROBABILMENTE QUALCUNO NON HA BEN CAPITO LA DIFFERENZA TRA DIVERTIMENTO E COSE SERIE.......E NON PARLO SOLO DELL'ANSA MA ANCHE DI TELEGIORNALI E QUOTIDIANI....
CIAO...
GIORGIO

GIORGIO BENEDETTI 03.01.06 01:17| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe sono disperato avevo un negozio di computer che ho dovuto chiudere dopo numerosi furti ma la mazzata finale estato perdere una causa dove dei miei ex clt avevano rimosso i siggilli dei computer da me venduti e poi sostituito i pezzi e dopo questo sono stato chiamato in causa perchè mi accusavano di aver venduto merce non richiesta da loro dopo tante verifiche la ragione era dalla mia parte perchè avevo fatture di aquisto e documenti che erano dalla mia parte provando la mia innocenza il giudice un idiota non ha assolutamente letto la documentazione e ora mi ha dato torto avevo la vittoria in pugnio ed ora mi ritrovo a pagare 2500 euro che io povero cristo non ho perchè ho appena iniziato a lavorare e guadagno appena 500 euro al mese avevo chiesto una rateizzazione ma lo str...zo dell'avvocato me la negata aiutami ti prego cosa devo fare e possibile che siamo nelle mani di questi idioti e menomale che fa iul giudice di pace altrimenti quanta gente sarebbe in galera ingiustamente ? ti chiedo un'aiuto sarei disposto anche a sputtanare questo idiota che si fa chiamare giudice
grazie anticipatamente Luigi

Luigi La Candia 02.01.06 20:31| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,
una domanda forse stupida: ho acquistato il tuo dvd (tuo spettacolo del 28 Aprile 2005 a Roma) in una libreria dell'areoporto di Roma pochi giorni fa (se lo prendevo qui sul tuo sito spendevo meno! ..vabbè), perchè ci sono i "bip" di censura su alcune parole durante lo spettacolo? Adesso la censura vale anche in visione privata oltre che in televisone in fascia protetta? ...oppure ti sei autobippato?

Ciao, un saluto e continua cosi che vai bene!

Alessandro

Alessandro Buggiani 02.01.06 20:30| 
 |
Rispondi al commento

Mi piace come affronti e denunci i misfatti dell'odierna società.Se ognuno di noi, invece di chiudersi nei suoi guai facendosi riempire la testa di retorica, s'impegnasse a difendere il suo diritto alla verità, snidando la menzogna in questa dilagante epidemia ,si potrebbe vivere in un mondo di rispetto,di giustizia e di pace, di quella pace costruita con onestà sulla verità di tutti e non su quella personale che si vuole che altri accettino senza condizioni e riserve.Auguri e in bocca al lupo!

Litiana Balzi 02.01.06 18:52| 
 |
Rispondi al commento

beppegrillo vive del suo...sudato lavoro...e si vede...fossero tutti così...vai beppe sei grande...buon anno!

ANGELO DEL GAUDIO 02.01.06 18:12| 
 |
Rispondi al commento

ma beppegrillo come vive...quanto guadagna...

ANGELO DEL GAUDIO 02.01.06 18:04| 
 |
Rispondi al commento

ma beppegrillo come vive...quanto guadagna...

ANGELO DEL GAUDIO 02.01.06 18:04| 
 |
Rispondi al commento

ma beppegrillo come vive...quanto guadagna...

ANGELO DEL GAUDIO 02.01.06 18:03| 
 |
Rispondi al commento

perchè non denunciare tutti i responsabili delle agenzie di territorio della Banca Popolare italiana per concorso in truffa ai danni dei loro correntisti?
Sicuramente erano al corrente di quanto succedeva, e una loro corresponsabilità è ipotizzabile. Una denuncia potrebbe servire anche come monito ai loro colleghi direttori di agenzia di altre banche a vigilare sul loro operato perchè, pagando di persona, forse si stà più attenti!

adriano tasinato 02.01.06 17:18| 
 |
Rispondi al commento

Sono un dipendente del gruppo Unipol, sono un po preoccupato per il tradimento è stato perpetrato a tutta quella gente che pedissequamenteha creduto al mito del buon amministratore delegato. Strano che anche i vertici delle coop si siano fatte prendere in castagna, cosa mai successa prima, ma l'abbaglio del mercato della finanza ha accecato anche loro, il proliferare degli utili, il salamelecchi dei consensi li hanno abbagliati. Ora siamo con un manipolo di disonesti che ci hanno derubato.
Complimenti, volvo solo sapere se esiste anche per me un piccolo riconoscimento visto che quella montagna di utili li hanno fatti sfruttando il plusvalore del mio operato. Dove devo andare a riscuotere?

MAURO FASSINA 02.01.06 15:55| 
 |
Rispondi al commento

Si ha la senzazione che attraverso le dimissioni di Fazio e l'incriminazione di un paio di Banchieri si intenda stendere un velo "gattopardesco" su quanto è successo in Italia negli ulitmi dieci anni (dopo la privatizzazione delle banche).
ATTENZIONE CARO BEPPE: ..se due piccoli pesci (Fiorani & C.) sono riusciti a fare tanto mi chiedo:
-sono regolari tutte le operazioni fatte dai grandi banchieri, cioè quelli che hanno operato le grandi concentrazioni bancarie, che hanno acquistato come bruscolini le piccole banche e, stravolgento tutto, le hanno catapultate in un alveo internazionale?
Mi chiedo ancora:
- ci sono "eminenze grige" anche per le mega concentrazioni e i "pseudo-risanamenti bancari"?
-che fine faranno le cordate di potere (centinaia di colletti bianchi) che hanno tecnicamente realizzato il "cartello" delle banche per aggirare le norme sulla concorrenza?
Ed infine:
- che ne sarà dei collegamenti tra le grandi imprese, finanziamenti bancari, emissioni di bond?
- si continuerà a permettere alle Banche il rastrellamento della liquidità nazionale per le speculazioni finanziarie? o d'ora in poi si potrà imporre un comportamento realmente etico alle banche e la ripresa del loro ruolo di volano per l'economia?
-E ancora: perchè ora non si guarda al mercato delle sofferenze bancarie che in questo periodo sono agli onori delle cronache economiche quale ultima fonte di "businnes" per le banche e le Società di recupero crediti e non certamente per i cittadini?
BISOGNA IMPEGNARSI AFFINCHE' LE ISTITUZIONI VADANO FINO IN FONDO E SI PERSEGUA LA NEUTRALIZZAZIONE DI TUTTI I RESPONSABILI DELLA SITUAZIONE IN ATTO CHE TANTI DANNI HA CAUSATO.
TUTTE LE ISTITUZIONI DEVONO ESSERE ALLERTATE AFFINCHE' NON VENGA TRASCURATO NULLA ALTRIMENTI E' SOLO QUESTIONE DI TEMPO E SI RICOMINCERA' TUTTO DACCAPO...altri "Consorte" altri "Fiorani"...altri cittadini truffati..economia senza banche e banche senza vincoli.
PERCIO'..I COLPEVOLI TUTTI...TUTTI FUORI DAL GIOCO.

maria carmela Diana 02.01.06 13:39| 
 |
Rispondi al commento

Si ha la senzazione che attraverso le dimissioni di Fazio e l'incriminazione di un paio di Banchieri si intenda stendere un velo "gattopardesco" su quanto è successo in Italia negli ulitmi dieci anni (dopo la privatizzazione delle banche).
ATTENZIONE CARO BEPPE: ..se due piccoli pesci (Fiorani & C.) sono riusciti a fare tanto mi chiedo:
-sono regolari tutte le operazioni fatte dai grandi banchieri, cioè quelli che hanno operato le grandi concentrazioni bancarie, che hanno acquistato come bruscolini le piccole banche e, stravolgento tutto, le hanno catapultate in un alveo internazionale?
Mi chiedo ancora:
- ci sono "eminenze grige" anche per le mega concentrazioni e i "pseudo-risanamenti bancari"?
-che fine faranno le cordate di potere (centinaia di colletti bianchi) che hanno tecnicamente realizzato il "cartello" delle banche per aggirare le norme sulla concorrenza?
Ed infine:
- che ne sarà dei collegamenti tra le grandi imprese, finanziamenti bancari, emissioni di bond?
- si continuerà a permettere alle Banche il rastrellamento della liquidità nazionale per le speculazioni finanziarie? o d'ora in poi si potrà imporre un comportamento realmente etico alle banche e la ripresa del loro ruolo di volano per l'economia?
-E ancora: perchè ora non si guarda al mercato delle sofferenze bancarie che in questo periodo sono agli onori delle cronache economiche quale ultima fonte di "businnes" per le banche e le Società di recupero crediti e non certamente per i cittadini?
BISOGNA IMPEGNARSI AFFINCHE' LE ISTITUZIONI VADANO FINO IN FONDO E SI PERSEGUA LA NEUTRALIZZAZIONE DI TUTTI I RESPONSABILI DELLA SITUAZIONE IN ATTO CHE TANTI DANNI HA CAUSATO.
TUTTE LE ISTITUZIONI DEVONO ESSERE ALLERTATE AFFINCHE' NON VENGA TRASCURATO NULLA ALTRIMENTI E' SOLO QUESTIONE DI TEMPO E SI RICOMINCERA' TUTTO DACCAPO...altri "Consorte" altri "Fiorani"...altri cittadini truffati..economia senza banche e banche senza vincoli.
PERCIO'..I COLPEVOLI TUTTI...TUTTI FUORI DAL GIOCO.

maria carmela 02.01.06 13:37| 
 |
Rispondi al commento

Sono convinto che i "furbetti del quartiere" in qualche modo c'entrano anche nella mia vicenda. Ve la racconto anche perchè non saprei da chi altro farmi ascoltare:
Parlo del titolo TECNODIFFUSIONE sospeso dall'inizio del 2004 (la mia perdita è di circa 45000 euro: cifra destinata all'acquisto di prima casa);
La Consob si è "accorta" dei conti di Tecnodiffusione solo dopo il caso Cirio e Parmalat ed ha voluto giustificare la sua presenza e il suo ruolo istituzionale dimostrandosi "efficace"; ha quindi sospeso la contrattazione sul titolo tecnodiffusione, Opengate, et... nel mese di Gennaio 2004 , per motivi di cui evidentemente avrebbe dovuto accorgersi prima.
Non mi risulta infatti che in quel periodo ci siano state novità che già non si sapessero da mesi sui bilanci della società Tecnodiffusione;
La Consob doveva intervenire da tempo per salvaguardare quelli come me che hanno abboccato e hanno comprato da chi già sapeva come sarebbe andata a finire.
Non ho i mezzi per intentare azioni contro nessuno e continuo a sentirmi incazzato perchè nessuno rappresenta i diritti di tutti gli altri azionisti "non Parmalat".
Spero almeno che la mia esperianza possa tornare utile a qualcuno
ciao

Salvatore Ciardulli 02.01.06 11:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oggi 2 Gennaio 2006, quando l'Italia insiste nel non dare segni di vita, leggiamo i dati 2005 della Cina. La crescita e' stata del 9.8%. I dati non sono completi, ed il valore definitivo sara' piu' alto. Ripeto il mio precedente suggerimento: l'Europa deve fare sistema, e l'Italia deve risvegliarsi dal torpore indotto dai media.

Luca dellaPenna 02.01.06 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Leggo con una certa apprensione la proposta di Giovanni Caria del 1 gennaio “ e se andassimo tutti in banca a prelevare tutto il danaro depositato …”

Questa frase non tiene conto di una realtà che ormai dal 1971 ha profondamente cambiato la gestione del denaro da parte delle banche e cioè che le banche non sono più tenute ad avere depositi di denaro che coprano i prestiti/finanziamenti elargiti dalle stesse.

Quello che accade quando andiamo in una banca a chiedere un prestito o un mutuo è una scrittura che sancisce semplicemente che NOI siamo debitori verso la banca di X soldi. Con questo semplice sistema la banca può legalmente “imprestare” denaro per n volte rispetto all’ammontare dei depositi.

Se la proposta di Giovanni dovesse essere attuata in grande scala, il contante in deposito nelle banche potrebbe soddisfare solo i primi della fila … :)

Ormai il vero potere non lo detiene più chi possiede il denaro (che è solo virtuale), bensì chi controlla il debito !

Renato Ciucci 02.01.06 11:04| 
 |
Rispondi al commento

Duecentodieci dipendenti assunti per rispondere a quattro o al massimo cinque telefonate al giorno. Altre centinaia che si lamentano perché, dovendo passare il tempo al bar, giocano a zecchinetta e poi perdono soldi. Cinquecento apparecchietti che, piazzati su altrettanti camion, avrebbero dovuto seguirne elettronicamente i movimenti e invece risultano ammassati nei capannoni come ferrivecchi. Almeno 500 tra consulenti, collaudatori, commissari per gli appalti, «monitori», cioè addetti ai test sulla qualità delle forniture, costati la bellezza di 28 milioni di euro. Un vicecommissario e due subcommissari stipendiati nel 2003 con 1,140 milioni di euro, esattamente 68,5 volte più di quanto prendevano i loro colleghi appena 5 anni prima.

Ci sarebbe da ridere di fronte a un concentrato così pittoresco di assurdità, ma purtroppo dietro quel teatrino che è l'emergenza dell'immondizia in Campania ci sono una città e una regione che stanno affogando tra i rifiuti: 3,5 milioni di balle di scarto, per smaltirle, secondo esperti, ci vorranno da 20 a 30 anni, se tutto va bene. «Un disastro ambientale, economico, istituzionale e politico»

io io 02.01.06 08:21| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, innanzitutto un sereno (speriamo per tutti)2006. Poi avrei un suggerimento che se attivato credo che avrà un effetto da bomba atomica.
Cosa ne pensi se io, tu e tutti coloro che ne hanno piene le tasche di questi banchieri-bancari, di questo governo nauseabondo, domani mattina andassimo tutti in banca a prelevare tutto il danaro depositato, rinunciare a bancomat, carta di credito ecc. il tutto per almeno 6 mesi?. Tu pensi che sia vantaggiosa (a parte il costo per la chiusura del conto e "forse" per l'eventuale riapertura di uno) per noi italiani? Io penso di si. Quei ladroni che con i nostri soldi si fanno grandi, dove li prenderanno dopo i soldi?
E' chiaro che chi ha un mutuo in corso non potrà partecipare, ma sono convinto che se tutti facessero così vedremmo un fuggi fuggi di delinquenti dalle banche ma soprattutto aumenteranno i tassi di interesse a favore dei correntisti al fine di invogliarli a depositare di nuovo il denaro.
Ciao beppe e "AVANTI TUTTA"

Giovanni Caria 01.01.06 15:18| 
 |
Rispondi al commento

Guerra al Tronchetto:
In una bolletta Telecom del 4 bimestre 2005 mi è toccato pagare circa 25 euro per un canone adsl che avevano attivato senza il mio consenso. Nella successiva bolletta si sono "dimenticati" di restituirmi i soldi, ma si sono ricordati di farmi pagare degli interessi di mora pari al 2% della fattura per 3 giorni di ritardo. Finalmente qualche giorno fa mi hanno rimborsato il canone per l'adsl non richiesta, peccato che a me non spettava nessun interesse di mora per 4 mesi di ritardo. Li ho chiamati e ho chiesto spiegazioni: non sapevano che dirmi! presto invierò un fax al servizio reclami Telecom, invito tutti coloro che si trovano di fronte a questi FURTI di chiamare il 187, protestare e farsi sentire: non hanno il diritto di trattenere i nostri soldi senza pagare gli interessi: chiedete indietro tutto, anche 47 centesimi di euro, come ho fatto io.

Francesco federico Peru 01.01.06 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Da un manifesto dell'Unipol affisso nelle case del popolo circoli arci ecc,

"I NOSTRI VALORI SONO I VOSTRI VALORI "

paolo corradini 31.12.05 14:38| 
 |
Rispondi al commento

Oggetto: considerazioni di un cittadino


Signor Berlusconi,
non solo ha colto tutte le opportunità che la vita Le ha offerto, e questo é assolutamente apprezzabile ed anche lodevole, ma ciò che é disgustoso é che ha platealmente corrotto la sorte(!), perché si determinassero le condizioni a suo favore, tentando, poi, maldestramente, fruendo anche dell'aiuto della pletora di velinari , sempre disponibili alla prostituzione della propria dignità civica, di farle percepire come vantaggiose per tutta la collettività!
Questo mi ha profondamente intristito, amareggiato ed anche offeso, perchè avevo immaginato che potesse davvero avere qualche qualità politica, nella sua accezione originaria.
Quanta delusione, invece!
Si é preoccupato esclusivamente di se stesso e dei suoi accoliti, altro che degli Italiani, che in gran numero le avevano dato fiducia (non sono fra questi!), comportandosi come un qualsiasi bottegaio!
L'avrei apprezzato se avesse avuto l'onestà umana di presentarsi nella sua reale veste, ma ha voluto mascherarsi, degradando le Istituzioni del Repubblica ad un misero teatro parrocchiano, sul quale ha fatto sfoggio della sua meschinità e grettezza!
La legge del contrappasso le manderà il conto ed allora, forse, assaporerà l'amarezza del proprie nefandezze: aver trasformato lo Stato italiano, erede della culla del diritto, in uno retto da norme, che esaltano l'illegalità, anzi dove l'illegalità é eretta a "modus vivendi"!
E' il peggior crimine, che chi ha responsabilità di governo possa consumare, perchè distrugge la concezione stessa della società, che ha come suo presupposto strutturante le regole ed loro rispetto fino al sacrificio di sé!
Socrate docet, ma lei non lo conosce, evidentemente!
Ha voluto strafare, cogliendo l'insipienza della p

emilio d'ambrosio 31.12.05 13:53| 
 |
Rispondi al commento

http://xoomer.virgilio.it/signoraggio/signoraggio2.html

cavolo! che notizia!

carlo pisu 31.12.05 10:38| 
 |
Rispondi al commento

TOP MANAGER: un TOPO nel formaggio

Finalmente di recente ho sentito dare il giusto nome ad un fenomeno che sembra essere molto diffuso: l'associazione a delinquere.
Credo che sia purtroppo questo il vero nome di quella che si tenta di far passare come "governance" delle aziende, in specie quelle grandi ed ex pubbliche.

La corporate governance dovrebbe essere un sistema atto a garantire e contemperare gli interessi di tutti i cosiddetti stakeholders (azionisti, dipendenti, clienti, ...). Il sistema di c. g. dovrebbe evitare la frode ai danni dell'azienda e ad appannaggio del top management e di alcuni azionisti (non certo i minori).

Mi dispiace aver utilizzato il termine "frode" ma è quello che mi viene dal cuore; vorrei fosse difesa la sana imprenditorialità e la buona fede delle persone che lavorano per l'azienda, con dei valori forti e che meriterebbero dei capi azienda migliori, certamente più attenti anche alla missione sociale che le organizzazioni direttamente o indirettamente dovrebbero perseguire.

Oltre che ben remunerati (forse così si spiegherebbero gli stipendi stellari del top management) i vertici delle aziende andrebbero sottoposti ad un regime sanzionatorio - a fronte di comportamenti opportunistici - più severo e forse più dettagliato nella casistica dei comportamenti perseguiti.

E' troppo facile evidentemente passare indenni e l'occasione, si sa, fa l'uomo top manager.

I danni economico-sociali (e di immagine per l'intero paese) provocati da manager senza scrupoli sono immensi (più ci penso e più mi inc...)
Spero che un "nuovo corso" stia per cominciare perchè abbiamo toccato il fondo.

Un caro saluto.

luca romano 31.12.05 09:41| 
 |
Rispondi al commento

A V E V A T E D U B B I ?

15 milioni a Forza Italia, 10 miliardi di lire alla società Medusa, 5 milioni di euro al Milan
Gli inquirenti verificano i flussi finanziari che legano la Bpi con Arcore
Dalla Lodi super prestiti ai Berlusconi
Al fratello del premier 30 milioni di euro
di MARCO MENSURATI E FERRUCCIO SANSA

MILANO - Una maxi multa di oltre cinquanta milioni di euro. Una pena patteggiata da Paolo Berlusconi nel processo per la discarica di Cerro. Una somma in buona parte pagata con denaro della Banca Popolare di Lodi, arrivati grazie a un fido di 30 milioni di euro.
La proposta protocollata con il numero 053141 viene avviata dalla sede milanese dell'istituto di credito. "Come è noto - si legge nel documento - il dottor Berlusconi ha in essere un procedimento giudiziario che andrà a definizione mediante patteggiamento per un importo complessivo di poco più di 50 milioni di euro. Di questa somma il richiedente è nella disponibilità di 20 milioni di euro e pertanto ci viene chiesta la parte residua necessaria". I funzionari della banca ritengono l'operazione priva di rischi, ma per ulteriore sicurezza aggiungono: "A maggior garanzia acquisiamo firma del dottor Silvio Berlusconi, il cui spessore patrimoniale è di indiscusso valore".

Un "grande fido", come viene definito dalla banca, per pagare una condanna. Niente di illecito, il tasso è del 7,25. E Paolo Berlusconi pochi mesi dopo restituisce il denaro. Con una piccola sorpresa, nell'ottobre dello stesso anno il fratello del Cavaliere chiede un altro fido: 10 milioni di euro "per generiche e momentanee esigenze di liquidità". Come garanzia questa volta Berlusconi junior presenta titoli per 3 milioni di euro (valore di carico di 6,9 milioni). Un fido come tanti altri se non fosse il valore e per il fatto che a tutt'oggi Paolo Berlusconi non avrebbe ancora restituito la somma ricevuta.

anton ross Commentatore in marcia al V2day 31.12.05 01:23| 
 |
Rispondi al commento


Due episodi, che sono però la prova più evidente che tra la famiglia Berlusconi e la banca di Lodi i contatti d'affari erano profondi. E duravano da anni. Un filo su cui gli inquirenti milanesi si sono imbattuti passando le intercettazioni telefoniche tra i "furbetti del quartierino": è la notte del 12 luglio quando Fiorani chiama Gnutti. È la notte del "bacio in fronte" di Fiorani al governatore Fazio, che ha appena messo la firma per l'Opa su Antonveneta. Al tavolo di un ristorante di Valeggio sul Mincio, Emilio Gnutti è seduto con il premier Berlusconi. Chiuso il telefono con il Governatore, Fiorani chiama Gnutti, gli racconta dell'ok tanto atteso, parla con il Cavaliere. Gnutti è un fiume in piena e rivela a Fiorani: "Ho sentito il Presidente commosso della cosa, gli ho detto che andremo avanti con Rcs e che ci deve dare una mano".

Un episodio che Berlusconi sostiene di non ricordare, nonostante, come appare chiaro dai rapporti economici con Lodi, Fiorani non gli fosse sconosciuto. Da qui gli investigatori stanno cercando di ricostruire tutti i flussi di denaro tra i Berlusconi e Lodi. E all'attenzione della Finanza è finito un altro movimento Lodi-Arcore di valore decisamente rilevante: 15 milioni di euro. Destinataria del prestito è Forza Italia. Nel 2002 il Presidente del Consiglio firma una fideiussione personale per far ottenere al movimento azzurro il prestito. Lo scopo? Permettere al cassiere Rocco Crimi di ripianare i debiti contratti durante la campagna elettorale con la Hdc del sondaggista Luigi Crespi. Anche in questo caso niente di illecito, ma l'episodio è un'ulteriore dimostrazione che tra Berlusconi e la banca di Lodi c'è un filo diretto.
La firma della garanzia avviene quando Gianfranco Boni - il braccio destro di Fiorani arrestato due settimane fa - si presenta direttamente a villa San Martino, nel verde di Arcore.

anton ross Commentatore in marcia al V2day 31.12.05 01:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma esaminando i conti di Lodi i finanzieri si sono ritrovati davanti ad altri passaggi di denaro consistenti (e finora, a quanto pare, leciti): c'è Medusa prima di tutto. Nel 1999 la società di produzione e distribuzione cinematografica ottiene un fido da 10 miliardi di lire. Una normale operazione finanziaria; certo, Medusa ha alle spalle un gruppo molto solido, ma nella relazione della banca è evidenziato che la società "non ha ancora raggiunto una dimensione ottimale dei ricavi".
Infine c'è anche il Milan. E sono altri cinque milioni di euro, ricevuti con un fido su un conto utilizzato esclusivamente per le operazioni legate all'impianto di Milanello.

Flussi di denaro. Decine di milioni di euro. Ma i legami tra Lodi e il Biscione hanno radici ben più lontane. La Popolare di Lodi è l'istituto che nel 1991 ha incorporato la Banca Rasini (alla quale fa cenno anche il gip Clementina Forleo nei suoi provvedimenti), il crocevia dal quale sono passati buona parte dei primi soldi del Cavaliere e dove suo padre Luigi è stato per vent'anni l'uomo di fiducia della proprietà. Eppure quando nel 1998 gli uomini della Direzione Investigativa Antimafia bussarono alle porte della Bpl per ricostruire i movimenti sui conti delle holding che avrebbero fatto capo a Berlusconi si sentirono rispondere: "Quelle società non figurano tra i nostri clienti". Poi la sorpresa, un equivoco forse o un tocco di genio degli uomini della Lodi: la scheda delle società che controllano la Fininvest si trovava alla voce "Servizi di parrucchieri ed istituti di bellezza".

E ancora: c'è lo snodo Efibanca, la banca d'affari che negli anni Ottanta finanzia l'inizio dell'avventura televisiva del Cavaliere. L'istituto che ha avuto a lungo come consulente Cesare Previti. E che da Bnl pochi anni fa è passato - con tutta la sua documentazione e il suo passato - in altre mani. Di chi? Della Popolare di Lodi di Gianpiero Fiorani.

anton ross Commentatore in marcia al V2day 31.12.05 01:18| 
 |
Rispondi al commento

Uno dei commenti che più mi hanno lasciato di sasso è sato quello che "diversi settori della politica italiana hanno esultato perchè il nuovo governatore di bankitalia è un ""cattolico riservato""???? Ma deve controllare ils itema bancario o deve dire messa????

walter squarcia 30.12.05 22:10| 
 |
Rispondi al commento

Che dire?

Forse ke l'Italia è un terreno fertile x i ladri?

Ke le mafie spadroneggiano?

Ke i politici sono tutti avvocati di mafiosi, ke poi li fanno eleggere in Parlamento?

Ma no!

Credete alla TV e ke Santa Maria De Filippi, patrona del buon gusto televisivo, ci protegga!

Gioele Piccichè 30.12.05 21:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Allego quanto ricevuto.
Non sono un giocatore ma credo che sia una forma di censura economica bella e buona.



Gentile Cliente,

Dovresti aver recentemente appreso che il Parlamento italiano ha approvato una legge che potrà influire sulle modalità di accesso ai siti di scommesse e gioco, incluso il sito betfair.com

La nuova legge, che entrerà in vigore il 1 gennaio 2006, ha lo scopo di impedire agli internet provider italiani (es.: Alice, Tiscali, Fastweb, ...) di consentire l’accesso a qualsiasi sito di scommesse presente su una lista redatta dal Ministero delle Finanze e dall’AAMS (l’Ammistrazione Autonoma dei Monopoli di Stato). Nel caso in cui l’internet provider italiano non provveda ad implementare le misure tecnice in grado di bloccare gli accessi a questo tipo di siti, sarà soggetto ad una ingente multa. Betfair spera di non essere presente su quella lista poichè non ha fatto alcun tipo di pubblicità illegale in Italia, a differenza di numerosi operatori stranieri.

Ciò nonostante, se dovesse avere delle difficoltà ad accedere a Betfair.com attraverso il suo fornitore dei servizi internet, potrà essere in grado di accedervi attraverso altri sistemi. Dovrà inviare un email ad italia@betfair.com e le forniremo le informazioni necessarie per continuare ad accedere al sito Betfair.com.

Betfair sta analizzando tutte le possibili opzioni. Siamo lieti di cooperare con i vari governi e rispettare le leggi locali, ciò nonostante questa nuova situazione è in contrasto con le leggi della Comunità Europea riguardanti la libera circolazione di beni e servizi. Faremo in modo di controllare attentamente l’evolvere della situazione e la informeremo dei relativi sviluppi.

Augurandole un felice anno nuovo, la salutiamo cordialmente.

Il team betfair




caro beppe ho una segnalazione da farti: oggi 30/12/05 ho letto sul sito dell'ansa che in spagna verranno pubblicati sul web gli stipendi dei parlamentari e tra poco anche i soldi dati ai gruppi partitici. grande!!!! chiediamo che lo facciano anche qui. buon 2006

rudi capra 30.12.05 18:33| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe vorrei sapere cosa succederebbe tecnocamente se la maggior parte degli italiani rinuncerebbe a votare alle prossime elezioni? ciao e buon anno

Massimo Piscedda 30.12.05 15:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, chiedi al nostro Tronchetto come sta il suo salvadanaio, con la scusa di ridurre il debito di Telecom la sta svuotando di ogni valore come ad esempio l’ennesimo saccheggio ai danni dei beni immobiliari della suddetta. Anche questa volta si è fatto un bel regalino travasando circa 500 milioni di euro vendendo palazzi di Telecom alla SUA Pirelli RE. Scommettiamo a chi resterà il cerino acceso ? Un saluto e buon anno
Carlo (dipendente telecom)

carlo pizzini 30.12.05 13:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La proposta di Beppe è tecnicamente possibile. Perché non fondare un "cartello" di piccoli azionisti che possa essere riconosciuto nei CdA?

Franco Bordoni 30.12.05 13:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si il problema è che non tutti conoscono alla perfezione certi argomenti diciamo di Economia anche avendoli studiati e ristudiati fra scuola e Università e non tutti gli italiani hanno modo e tempo di andare alle assemblee degli azionisti.
Anzi solo avessi delle azioni tanta roba vuol dire che avrei tanti più soldi di quanti ne ho ora. Io di azioni per ora non ne ho mai viste molte ne in mano a me ne in mano ai miei.
Certo con gli ultimi eventi meglio così almeno non c'abbiamo perso molto ehe!
Comunque il principio di base è giusto e Beppe fa bene a scrivere queste cose sicuramente.

Roberto Bandini 30.12.05 13:01| 
 |
Rispondi al commento

ATTENZIONE!!!
==============================
www.uncas.splinder.com
==============================
le azioni BNL sono pericolosamente sopravvalutate, il fatto che scomparirà dalla scena (non avrebbe mai dovuto comparirvi, quantomeno per i rapporti dimensionali di cui oggi si avvede perfino Epifani) uno dei 2 (diconsi due) competitors, renderà più agevole la scalata da parte dell'altro che potrà offrire il valore vero (prossimo a 1,7 euro).
Del resto anche quello che è successo al titolo RCS (prossimo a 6,7 euro durante le furbate dei furbetti, intorno a 4 oggi) dovrebbe insegnare qualcosa: soprattutto ai comici a far ridere e ai risparmiatori a rivolgersi a consulenti qualificati.

Francesco Bastianelli 30.12.05 12:42| 
 |
Rispondi al commento

Ve lo dicevo che spesso si devono ribaltare le posizioni: altro che interessi di sinistra, D'Alema, Fassino, ecc.

Guardate qua: alla voce BPI di Fiorani vengono a galla banca Rasini, finanziamenti a Forza Italia e chissà quanto ancora.
Alla faccia dei destrofili inchilosati alla cocciutaggine.

http://www.repubblica.it/2005/l/sezioni/economia/banche28/superprestiti/superprestiti.html

Francesco Marillo Commentatore in marcia al V2day 30.12.05 12:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

queste storie mi fanno tanto male, ed è giusto che ci sfoghiamo e denunciamo i continui soprusi che noi semplici cittadini dobbiamo subire quotidianamente in ogni ambito. anche i miei genitori sono stati truffati dai bond argentini, e mia nonna, i cui soldi persi sono persi e basta, visto che lei non c'è più..
e poi hanno il coraggio di fare in tv delle pubblicità davvero offensive, come quella della coop, dopo decenni di "la coop sei tu" ora più beffardamente ci dicono "la coop sei ANCHE tu" e ti piazzano una stronza che si sente di dover pure lavorare per loro mentre dovrebbe fare la spesa con la figlia.ho 28 anni e sono già troppo stanca e incazzata per tutte queste menzogne e questi ladri che usano le parole a proprio piacimento per convincerci, mentre in realtà ci stanno solo prendendo in giro, giocando con la vita di ciascuno di noi e il futuro nostro e anche di chi ha famiglia.coraggio!prima o poi tutta questa amarezza sarà troppa per molti!e forse qualcosa si potrà fare,o è tutto ormai una faccenda più grande di noi?io non credo in una giustizia di dio, io aspetto, "panta rei", tutto scorre, prima o poi il capitalismo e le globalizzazioni imploderanno su sè stessi come un soufflè mal riuscito, è verrà il momento di ristabilire i veri diritti di ogni uomo, porre davvero tutti gli uomini con eguali diritti e dignità.. utopia tanta ma anche tanta speranza perchè a forza di grattare il fondo anche del fondo non rimane più niente!silvia

silvia iotti 30.12.05 12:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Complimenti al Tuttologo Grillo ma nel caso dei consigli per gli acquisti azionarii c'è da rimanere stupefatti: facendo in quel modo descritto si possono solo perdere soldi, altro che governare le Società! Complimenti anche per la "scoperta scientifica" che il panettone delle Coop fa bene alla salute; vorra dire che l'unico inquinante era Consorte!Saluti al Comico Sapiente e Benestante.

giorgio del gaudio 30.12.05 12:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si commuove, Settimio Coatti. «Questa cartella con la sottoscrizione di lire 50 per il Mutuo Soccorso era di mio nonno, che si chiamava come me. E´ del 1905 e l´ho fatta vedere anche a Piero Fassino, quando noi del Carspac l´abbiamo incontrato nella federazione ds di Ferrara. Gli ho spiegato che in quegli anni e anche dopo la seconda guerra c´erano dei contadini che mettevano l´ipoteca sulla casa per prendere i soldi in banca e darli alla cooperativa. La coop - ci spiegavano i vecchi - era il futuro degli uomini liberi dai padroni. Noi ci abbiamo creduto. Non possono fregarci tutto. Così non perdiamo solo i soldi ma anche la dignità. Per questo, nell´ultimo corteo di noi ex soci, ho scritto un cartello: "Consorte, la tua Opa invece che sulla Bnl dovevi farla sulla Coopcostruttori"». Sono mille i racconti in un paese che si sente tradito. «Mia madre ha 85 anni e crede di avere in coop un libretto con 40.000 euro. Non ho avuto il coraggio di dirle nulla. La mantengo io, con la mia pensione». «Mia madre andò alla Coopcostruttori il 18 maggio 2003 a depositare 5.000 euro su un libretto dove già ce n´erano 100.000. Due giorni dopo ruppe la dentiera e chiese indietro 4.000 euro. Non glieli hanno mai dati. E´ così che si fanno i soldi per le Opa?».
http://www.assinews.it/rassegna/art...p301205ba3.html

Alberto Villa 30.12.05 11:54| 
 |
Rispondi al commento

Voi continuate a fidarvi di queste persone?". Vogliamo vedere cosa succede. Senza il prestito sociale, le coop non possono vivere».
Argenta è stata bombardata e rasa al suolo il 12 aprile del 1945.
«Il secondo bombardamento - raccontano nella sede del Carspac Massimo Cricca, Nerina Baldi, Valerio Cellini, Settimio Coatti e Guelfo Toti - c´è stato nell´aprile 2003, quando la Coopcostruttori ha cominciato a dire ai soci prestatori che non c´era liquidità. I soldi si potevano depositare ma non prelevare. Ancora nel marzo 2003, in un´assemblea a Filo d´Argenta, il capo della cooperativa, Giovanni Donigaglia, aveva avuto la sfrontatezza di dichiarare: "Ci sono in giro dei corvi che mettono in giro certe voci. Continuate a portare i soldi alla Coopcostruttori, è un´azienda in piena salute". Subito dopo è arrivato il fallimento ed è iniziato il dramma». Quasi tutte le famiglie si sono trovate senza più un soldo. «Fare sparire 84 milioni in un paese come questo, assieme ai posti di lavoro persi nel fallimento, vuol dire tornare a quella povertà che avevi solo sentito raccontare: non hai i soldi per la casa, per un matrimonio, sei in difficoltà anche per comprare i libri di scuola ai figli. I negozianti, qui in paese, hanno perso il 40% degli incassi».
Si va a bussare alla Lega delle cooperative, cui Coopcostruttori era associata. «Il presidente Giuliano Poletti prima non si fa trovare poi, quando ci incontra, ci dice che non sa proprio come trovare i soldi. Intervengono i partiti, quelli di sinistra, perché sono quelli che prendono i nostri voti. Alla fine del 2003 Poletti ci dice che darà vita a una fondazione per raccogliere la solidarietà delle altre cooperative. In questo modo vengono recuperati 16 milioni, che servono a pagare il 20% dei libretti di risparmio ed il 17% delle azioni di partecipazione cooperativa. Ma ora la Lega ci ha fatto capire che la solidarietà delle altre coop è agli sgoccioli, e che non dobbiamo aspettarci altri rimborsi».

Alberto Villa 30.12.05 11:51| 
 |
Rispondi al commento

30 dicembre 2005
Ad Argenta un crac travolge oltre 3 mila soci: "Nessuno ci rimborsa"

"La Legacoop ci ha tradito a loro l´Opa, a noi la miseria"

ARGENTA (Ferrara) - Si sentono traditi, umiliati e offesi. Ma dichiarano ancora il loro amore per «la cooperativa», perché se i nonni non fossero diventati scariolanti, braccianti e poi muratori e operai in cooperative che si chiamavano «Terra e Lavoro» o «Fornace e Mulino» qui ci sarebbero ancora le paludi e la malaria.
«Non sarebbe mai arrivato il progresso», dicono. «La cooperazione è stata una grande cosa, anche perché a dirigerla c´erano uomini come Giulio Bellini, padre dell´attuale sindaco, che hanno lavorato una vita e sono morti con le pezze al ****. Ma adesso con le pezze al **** ci siamo noi, che abbiamo creduto all´insegnamento dei nostri padri ed abbiamo investito i nostri soldi nella Coopcostruttori, che ci ha portato via tutto.
Ottantaquattro milioni di euro, rubati a 3.270 soci. La Lega delle cooperative ha detto che non sa dove trovare i soldi per rimborsarci. Ed i 2.000 milioni di euro da consegnare all´Unipol per l´Opa Bnl, dove li trova?».
C´è un fantasma che si aggira nel mondo delle coop e si chiama Carspac.
Significa Comitato di assistenza e rappresentanza per soci prestatori e azionisti delle cooperative e riunisce da più di due anni i cittadini di Argenta e dintorni che hanno prestato i loro soldi alla Coopcostruttori, come fosse una banca. «No, meglio di una banca. Mettere i soldi in cooperativa, con il prestito sociale, voleva dire non dare soldi ai padroni ma a chi creava nuovi posti di lavoro per noi ed i nostri figli. Il crac è stato pesante e qualche famiglia ha perso anche fra i 300.000 ed i 400.000 euro perché aveva messo in coop i risparmi di tutti, dai nonni ai cognati. Ma noi non possiamo accettare di essere presi in giro. Se necessario, andremo davanti ai supermercati coop in tutta Italia e diremo: "Noi abbiamo messo i nostri risparmi in cooperativa ed abbiamo perso tutto.

Alberto Villa 30.12.05 11:48| 
 |
Rispondi al commento

sulla falsariga del servizio "interflora" proporrei di istituire un servizio per inviare dei significativi messaggi anche ai nostri "dipendenti".
chiamerei questo servizio "intermerda".
Lascio immaginare che tipo di regalo in occasione delle festività. questo servizio dà anche la possibilità di scegliere, oltre al destinatario, la quantità, la qualità e la consistenza del prodotto da inviare.

Beppe, canditati almeno tu.
( a te non invierò il servizio inter...merda)

Egidio Sgarbi 30.12.05 11:24| 
 |
Rispondi al commento

Invitiamo tutti BEPPE GRILLO (soprattutto noi piccoli azionisti truffati) alla seconda assemblea parmalat.L'11-2-2006 tutti a Treviso A manifestare al Palaverde (anche fuori) per lui.www.controletruffe.com--3473076527--GRAZIE BEPPE PER IL TUO CORAGGIO.


caro amico mio Beppe
credo che dopo questa nuova nomina di questo
sig Draghi ci sarà una svolta un nuovo capitolo
della nostra "una volta" Italia come e successo con il cambio della prima nostra leggislatura
si troverà il modo di carpire di più e meglio,
ogni nuovo cambiamento è un'innovazione al modo di carpire denaro.
e oggi è il turno di un'altro ancora forse più furbo.
IL mio penziero e che la nostra classe "politica"
dirigenziale si sono messi in fila e a turno
uno dopo l'altro arrivano al vertice per poter carpire, e quando anno finito,ritornano in fila
come una catena di " San Antonio" e noi che facciamo rimaniamo a guardare per poi rivotare il
giovane di turno che giovane non è .
e la giostra continua e gira e gira e non finiosce piu.
ricordiamo cirio, parmalat, e ancora più giu
ad arrivare a tangentopoli gli scandali della sanita'
e tutto cio che ce di più marcio noi l'ho abbiamo adottato come politica e modo di vita e
siamo sempre pronti a perdonare ricordiamoci di Crax che dopo morto l'italiano a pianto per la sua scomparsa e cosa abbiamo fatto abbiamo ricreato il partito socialista e di nuovo votare. mentre un povero pensionato oggi non puo più pagarsi di che vivere , mentre vede il " politico " che gode di benefici, come una lucrosa pensione, e prima la BELLA VITA il vivere da nabbabbi, barche,e cio che c'è di piu bello.
Io mi domando, perchè dobbiamo elargire tutti questi stipendi e il popolo morire di fame.
L'italia
e finita

Vincenzo Tosti 30.12.05 09:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
condivido come quasi sempre il contenuto dei tuoi messaggi, ma direi che in questo caso c'è da precisare una cosetta: hai ragione quando dici che le aziende non sono cosa propria dei dirigenti ma semmai degli azionisti; guarda però che ora come ora il potere e la proprietà non sono più identificati come nell'800, quando un colletto di pelliccia ed un cilindro significavano qualcosa. La cosiddetta "rivoluzione manageriale" ha mandato al potere coloro che hanno le conoscenze strategiche per mettersi nele posizioni giuste per captare informazioni e prendere decisioni senza più il famoso rischio personale ed economico delle prime fasi del capitalismo.
Tizio o caio non posseggono nulla, salvo un ruolo che è stato dato loro secondo regole (legali od illegali, civili o mafiose, meritocratiche o clientelari è altra questione) che prescindono dall'esposizione economica. vien quasi da rimpiangere Agnelli.
Ma in letteratura c'è ampia previsone di dove finiscono i sistemi economici fatti così, e non c'è da ridere.
Giovanni

Giovanni Giuseppe Nicosia 29.12.05 23:17| 
 |
Rispondi al commento

Caro Andrea,
Capisco molto bene la tua ira riguardo a quanto ha deciso la Corte Costituzionale,tuttavia,non si tratta di una presa di posizione politica bensì di rispetto della costituzione!!!!!
Come si può generalizzare parlando di immigrati???secondo te sono tutti tra le pagine della cronaca nera? non ce ne sono di onesti?? forse dovresti farti un giro in fabbrica o in qualche altro posto di lavoro umile,per vedere quanti italiani onesti ci lavorano.
Ad ogni modo il problema sta proprio nel fatto che la costituzione italiana,per fortuna,tutela l'essere umano in quanto tale,a prescindere che sia clandestino o cittadino,per la costituzione è semplicemente un essere umano che va tutelato in quanto tale.
Vietare ingresso sul suolo italiano a stranieri significa negare loro la libertà,di essere uomini!!!
La Bossi Fini è una legge imperfetta,e in quanto tale è stata respinta per incostituzionalità!!
Per cui,non serve invieire contro la magistratura,accusandola di complotti o schieramenti di parte
Bisogna prendere in considerazione che cosa sarebbe successo se la legge non fosse stata dichiarata incostituzionale,Significherebbe che ogni altra libertà garantitaci dalla costituzione,potrebbe essere soppressa con altrettanta facilità!.
buon anno a tutti

michele delpin 29.12.05 23:07| 
 |
Rispondi al commento

Ad aprile del 2006 diventerò padre ed ahime,non potrò usufruire del bonus bebè della Finanziaria perchè per il 2006 spetta ai secondogeniti mentre per i nati nel 2005 spetta ai primogeniti.non capisco questa distinzione,oltretutto senza tetto di reddito sicchè una famiglia che guadagna 100.000 euro all'anno potrà godere dello stesso bonus di una famiglia di 15000,oo euro l'anno.Credo che sia piu'equo dare il bonus alle famiglie con basso reddito e scendere di bonus col crescere del reddito stesso,insomma Totti con tutti i soldi che guadagna può godere del bonus dato che il figlio è nato (primogenito) nel 2005,mentre io che guadagno molto meno di Totti...dopo il danno la beffa!!!

Gianluca Rompietti 29.12.05 23:04| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe, in questo deserto di disinformazione forse tu mi puoi aiutare a rispondere a queste semplici domande.
1) Come viene nominato il consiglio superiore di bnca d'Italia?
2) Perchè lo steso consiglio non si è dimesso insieme a Fazio?
3) Perchè Grilli è stato scartato perchè troppo "giovane" (a 49 anni????) e poi ci lamentiamo dell'invecchiamento dle ns. paese.
Un saluto

Walter Squarcia 29.12.05 22:10| 
 |
Rispondi al commento

MA SECONDO VOI QUESTO DRAGHI E' MIGLIORE O PEGGIORE DI FAZIO?
IO HO L'IMPRESSIONE CHE NON CAMBI NIENTE IN QUESTA ITALIA SCONCLUSIONATA.
CHE IL VATICANO CON I SUOI SEGRETI FINANZIARI SIA DENTRO L'ECONOMIA NAZIONALE FINO AL COLLO NON LO PUO' NEGARE NESSUNO.
POTREBBE PUBBLICARE I DATI RELATIVI ALL'INCASSO DELL'8X1000 E IL RELATIVO BILANCIO..
C***O SONO SOLDI NOSTRI!
NOI VIVIAMO ANCORA NEL MEDIOEVO!
IMMAGINATE L'ATTUALE PAPA CHE DICE" IL PROCESSO A GALILEO ERA GIUSTO, LA CHIESA ERA PIU' RAZIONALE DEGLI SCIENZIATI! (INTERVISTA AL CORRIERE DELLA SERA 1990)
L'ALTRO PAPA QUELLO CHE LUI ADESSO SOSTITUISCE. HA FATTO MEA CULPA PER IL COMPORTAMENTO DELLA CHIESA IN QUEL PERIODO!
ogni papa ha la sua verita'!


CARLO PISU 29.12.05 20:03| 
 |
Rispondi al commento

Fuggire dalla borsa prima che i furbetti ci freghino impunemente!
Ci sono aziende che lavorano con i capitali dei piccoli azionisti risparmiatori e se questi ritirassero i loro soldini vendendosi ognuno le poche azioni in loro possesso, quelle aziende chiuderebbero o sarebbero strozzate dalle banche creando molti disoccupati.
L'investimento azionario non è un male da eliminare ma da rendere più sicuro con leggi più severe per chi truffa con i falsi bilanci i piccoli azionisti.
Giusto il contrario di ciò che ha fatto il governo con la nuova legge sul risparmio.
In questa situazione è consigliabile fuggire dalla borsa!

basoli giovanni 29.12.05 17:56| 
 |
Rispondi al commento

Salve ragionavo fra me e me...... se io con la mia famiglia (moglie e due figlie) faccio debiti e vado in rosso sul c/c, quanto vado avanti?Minimo il direttore mi chiama 10 volte al giorno,dicendomi la solita cosa. Non succedendo nulla, mi si intima il rientro immediato ed io e tutta la mia famiglia ci trviamo con quattro palle al culo ( come si dice da noi in Toscana) senza sapere quale sono le tue. Perchè viene concesso a ditte, amministratori, faccendieri, e chi più ne ha più ne metta di fare debiti su debiti? Non ci siamo proprio si tende a privilegiare colore che fanno debiti e nn coloro che onestamente saldano tutto e nn vanno mai in rosso...... CHE VERGOGNAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!1
COSI SI VA POCO LONTANO.

marco ferrera 29.12.05 17:37| 
 |
Rispondi al commento

salve a tutti voi,sto facendo una tesi in diritto del mercato finanziario dal titolo "gli sviluppi penali della scalata alla bnl"volevo sapere se qualcuno era cosi gentile da indicarmi dei siti dove prendere informazioni anche vecchie che risalgono a quest'estate quando ha avuto inizio la vicenda.la mia mail è basf83@libero.it ringrazio tutti

marcello di rocco 29.12.05 17:28| 
 |
Rispondi al commento

Sig. Grillo...la seguo sempre e come sempre le do ascolto,infatti ho scaricato sul mio pc SKYPE,ma nn riesco ad aquistare il credito iniziale necessario per effettuare telefonate. Saprebbe aiutarmi? la ringrazio preventivamente. Un saluto da Sanremo

vania oliveri 29.12.05 17:26| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, sono Adriano e scrivo da Bergamo. A casa uso solo il cellulare. Mi chiedevo cosa devo fare x sfruttare skype. In ufficio sono invece monopolizzato da telecom. Spero possiate aiutarmi.
Vi scopro solo oggi, ma credo diventeremo molto amici. Felice anno nuovo

adriano vecchi 29.12.05 16:56| 
 |
Rispondi al commento

salve,la giornata si è aperta con la magnifica notizia data dai nostri fantastici tg italiani che il draghi è nuovo governatore al posto di fazio.come dire dalla padella alla brace insomma. E tanto per cambiare un cattolico fervente e riverente nei confronti del vaticano; mi sa tanto che la banca d'italia è controllata dal vaticano.Qui ci vuole veramente una nuova porta pia,perchè è intollerabile l'ingerenza vaticana nello stato italiano e nella vita degli italiani. Il nostro pensarci liberi è una illusione che dobbiamo far tornare realtà; Il vaticano sta strabordando senza limiti e questo non va assolutamente bene.ciao a tutti.

sergio palato 29.12.05 16:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.disinformazione.info/dimissionifazio.htm
" Chi vincerà? Lo sapremo tra qualche giorno, e mentre attendiamo trepidanti, il governo, burattino dei Poteri Forti, ha blindato il disegno di legge sul risparmio in discussione alla Camera, mettendo la fiducia su due emendamenti: l'articolo 19.100 su Bankitalia (mandato a termine di 6 anni per il governatore) e il 30.100 - guarda caso - sul falso in bilancio.
Evviva i marpioni e la finanza creativa!!!"

E certo i poteri forti sono la sinistra ed i DS...
Bello anche il finale che serve per riportare tutto a Berlusconi, non sia mai che il bertinottiano disinformazione.info ex-.it non si scagli contro un oppositore politico.

E poi cavoli tutti quelle coincidenze sicuramente è un inciucione incredibile, altro che Bertinotti e Soros (una volta un poeta scrisse odi et amo...oggi bertinotti a Soros dice amo et amo....Soros uno speculatore palesemente amato da tutta la sinistra estrema o meno).
Ma certo Soros non centra nulla con indymedia...tanto quanto http://www.movisol.org/soros1.htm

Ma vi accorgete di quanto assurdi siete a sostenere la disinformazione?!
Siete tornati alla caccia alle streghe, per cui anche solo un saluto è la fonte di qualsiasi inghippo economico, soprattutto se prevede il coinvolgimento di Berlusconi o dell'America.
Siete vittime dei vostri stessi pregiudizi-ipocrisie (e nella maggior parte votare anche i DS...).

Saluti e auguri per i botti di capodanno...

Testi carlo 29.12.05 15:46| 
 |
Rispondi al commento

Siamo proprio nella M....!!!!!
Ragazzi che possiamo ancora fare?
Beppe aspettiamo anche un tuo parere!!!
http://www.disinformazione.info/dimissionifazio.htm
---------------------------
E lo credo bene se cerchi nel cesso le notizie per forza che sei nella merda...

Testi carlo 29.12.05 15:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe ti mando questo link http://www.ilcittadino.it/edicola/Dwp/2005/12/29/14.asp?Pagina=14&Data=29/12/2005.
Riguarda la BPI. Il 27 e 28 gennaio c'è l'assemblea FARSA della BPI, convocata da chi???? Dal "vecchio consiglio di amministrazione. Dobbiamo farla COMMISSARIARE e rinviare l'assemblea altrimenti subentreranno i soliti prestanome:-(. AIUTACI!!!

Ulisse Lamotta 29.12.05 15:27| 
 |
Rispondi al commento

dal corriere di oggi:
Via libera al vicepresidente di Goldman Sachs dal Consiglio dei ministri Mario Draghi governatore di Bankitalia Ok all'unanimità .
PREGO LEGGERE QUESTO LINK E CERCHIAMO DI CAPIRE E DISCUTERNE(a proposito di Draghi).
Siamo proprio nella M....!!!!!
Ragazzi che possiamo ancora fare?
Beppe aspettiamo anche un tuo parere!!!
http://www.disinformazione.info/dimissionifazio.htm

grazia simonao 29.12.05 14:26| 
 |
Rispondi al commento

dal corriere di oggi:
Via libera al vicepresidente di Goldman Sachs dal Consiglio dei ministri Mario Draghi governatore di Bankitalia Ok all'unanimità .
PREGO LEGGERE QUESTO LINK E CERCHIAMO DI CAPIRE E DISCUTERNE(a proposito di Draghi).
Siamo proprio nella M....!!!!!
Ragazzi che possiamo ancora fare?
Beppe aspettiamo anche un tuo parere!!!
http://www.disinformazione.info/bilderberg4.htm

grazia simonao 29.12.05 14:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

----------------------------------------------------
ANTONIO FAZIO SOSTUTUITO CON MARIO DRAGHI ALLA GUIDA DELLA BANCA D'ITALIA.
----------------------------------------------------


*) DOVE STUDIO' FAZIO E DOVE STUDIO' DRAGHI?
-----------
ENTRAMBE HANNO STUDIATO AL MIT (Massachusetts Institute of Technology) A BOSTON. SPERIAMO CHE NON GLI ABBIANO INSEGNATO AD INCASSARE REGALI DA BANCHIERI COME FAZIO ... SPERIAMO, APPUNTO ... MA FORSE ERA UN ESAME OBBLIGATORIO ..... E ALLORA ... AVREMMO SOSTITUITO FAZIO CON UN FAZIO-RELOADED ...


*) SONO CATTOLICI?
-----------
MA GUARDA CASO, SONO ENTRAMBE CATTOLICISSIMI !!!


*) MA NON E' FINITA !!!
-----------
DRAGHI E' STATO INFATTI ARTEFICE DELLA MAGGIOR PARTE DELLE PRIVATIZZAZIONI (MA NON LIBERALIZZAZIONI) DELLA NOSTRA ECONOMIA!! OGGI, IL SETTORE DELL'ENERGIA E' STATO PRIVATIZZATO. MA SE VUOI LA LUCE, A CHI TI RIVOLGI SE NON ALL'ENEL A ALL'AEM????? BENE, QUESTE SOCIETA' OLTRE AD ESSERE STATE ASSEGNATE AD AMICI, POSSONO SPREMERE I CITTADINI CON LE TARIFFE CHE VOGLIONO.


*) PRODI E' STATO CONSULENTE DI Goldman Sachs, SOCIETA' PER CUI LAVORA DRAGHI. SARA' UN CASO????
-----------
NO. INFATTI DRAGHI ERA direttore generale del ministero del Tesoro AI TEMPI DELLE PRIVATIZZAZIONI DI CUI SOPRA, QUANDO PRODI ERA AL QUIRINALE.

.... MA NON AVREMO CACCIATO UN DELINQUENTE STUPIDO DELL'OPUS DEI PER METTERCENE UNO PIU' CATTIVO DI Goldman Sachs AMICO DI PRODI????

primo giordani 29.12.05 14:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non c'è niente di più vero, Beppe sei un grande!!

M.B. 29.12.05 14:06| 
 |
Rispondi al commento

L'amnistia deve essre fatta!!!! Tutti quelle persone che sono reclusi per piccoli reati,o in attesa di processo stanno dentro e fuori è pieno di faccendieri,presidenti amm. delegati che truffano appoggiati e protetti da politici(attori televisivi). Se questi ultimi stanno fuori,l'amnistia è un dovere democratico.

baiocco feliciano 29.12.05 12:50| 
 |
Rispondi al commento

I cuculi umani sono tanti e si stanno moltiplicando con la velocità dei conigli.
Non so se acquistando qualche azione di qualche grossa società si possa sortire un qualche effetto. Una volta che si indice l'assemblea degli azionisti, due volte all'anno in media, si va come uomini sandwich a far casino, qualche telecamera a riprendere, e poi i cuculi di maggioranza riprendono a fare gli affari loro.
Non abbiamo la loro forza, usiamo il cervello anzichè le braccia: le banche che sono state coinvolte in azioni giudiziarie e hanno prodotto danni ai cittadini espressi da sentenze non devono più partecipare a gare pubbliche per l'affidamento della gestione di tesoreria degli enti pubblici per almeno 5 anni.
Si purificano e poi tornano a partecipare.
Comincerei dalla Banca D'Italia che gestisce le casse dei Ministeri.
Che ve ne sembra? Il popolo del blog oltre che esprimere opinioni in libertà, cosa molto bella, riesce anche a fare proposte?
Buon 2006.

Alfredo Morfini 29.12.05 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Come per le altre iniziative sono disponibile in questo caso a comprare delle azioni Telecom. Come posso fare ? Attendo istruzioni

Angelo Lamon Commentatore in marcia al V2day 29.12.05 12:34| 
 |
Rispondi al commento

DEDICATED TO GIORDO GIORGIO:
Facile scrivere scemo, un po' meno dirlo "face to face", ogni scemo o offesa gratuita "detta" meriterebbe un bel ceffone "dato", mancanza di rispetto per mancanza di rispetto meglio la seconda, è sonora e procura anche un certo piacere. Io non ti ho offeso e non devi dirmi ciò devo che fare se rispetto gli altri, chi ti ha detto che non produco reddito ? Chi ti ha invitato qui a scrivere ? E' uno spazio libero per scrivere un'opinione, non per offendere. Se non sei d'accordo "fora di ball" ok ? Le offese usale pure con tua moglie durante l'amplesso, claro ?

Marco Roberto 29.12.05 12:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ok Grillo: ti mettiamo a disposizione dei soldi affinchè tu possa investirli e fare la rivoluzione. Ce la faremo mai a far vincere l'Altra Italia sull'Alta Italia? Davvero ci potremmo riprendere la nostra esistenza? Se si allora facciamola, perdiana, sta rivoluzione economica usando le stesse armi dei Grossi Mangioni. Non fosse altro che per togliere la certezza della sedia sicura sotto al posteriore di questi incapaci...

cristiano giustozzi 29.12.05 12:17| 
 |
Rispondi al commento

Magari Speroni fosse senza cervello : non potrebbe nuocere! Io penso invece che abbia un cervello deviato e fradicio, per cui dice e (ahime') fa' solo cose volte al male.

Gaetano Telese 29.12.05 11:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao a tutti, volevo solo consigliare a tutti di controllare cosa è successo alle azioni BNL il giorno di pubblicazione di questo post. Le azioni si sono inpennate.
Questa iniziativa di Beppe mi sembra ottima spero che continui a permettere a tutti di fare insider trading così finalmente qualcuno (banca d'italia) si renderà conto che questa non è finanza ma solo gioco d'azzardo truccato.
Vincenzo

VINCENZO GULISANO 29.12.05 10:51| 
 |
Rispondi al commento

ho inserito nella barra degli indirizzi www.vietatoentrate.it ma il sito "cannot be found"....oi

elena abis 29.12.05 10:49| 
 |
Rispondi al commento

IL mio punto di vista....
Chi compra delle azioni spera di lucrare sul lavoro altrui, seduto comodamente in poltrona spera alle 20.20 che il telegiornale gli dia la buona notizia di aver incrementato il proprio gruzzoletto di qualche decimo di punto...
a tutte queste persone dico...
non me ne frega un cazzo se perdete i soldi nelle azioni, nelle obbligazioni, nei bot cct etc.
andate a lavorare e producete ricchezza...
domanda proprio per voi...
Si sa che, il valore delle azioni dovrebbe crescere se migliora l'andamento dell'azienda...
Poniamo il caso che tu sia un dipendente telecom, e abbia anche delle azioni telecom:
Viene deciso dal C.D.A che bisogna tagliare i posti di lavoro e le azioni di conseguenza acquisteranno valore...
Da che parte ti metti? da quella del C.d.a e quindi te ne devi andare a casa oppure da quello dell'impiegatuccio che vedrà di conseguenza diminuire il proprio capitale investito?
A te l'ardua risposta...
Pirla !!!

mauro micheletti 29.12.05 09:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao a tutti, oggi su www.vietatoentrate.it c'è un piccolo articoletto che cerca di spiegare - spero in modo chiaro! - quello che sta succedendo nell'Italia economica a proposito di UNIPOL. E' rivolto ai meno esperti nel campo per capirci qualcosa in più. Grazie per l'attenzione. Raffaele Mastrogiovanni

Raffaele Mastrogiovanni 29.12.05 08:29| 
 |
Rispondi al commento

Sig Speroni, lei di libero ha solo la testa , ovvero senza cervello

giovanni DI PIETRO 29.12.05 07:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Corte Costituzionale interviene nuovamente con una bocciatura sulla legge Bossi-Fini.

A cadere è la norma che ha introdotto pene più severe per il solo fatto che il CLANDESTINO rientrato illegalmente in Italia fosse stato PRECEDENTEMENTE denunciato per il reato di ingresso nel territorio nazionale senza autorizzazione ministeriale.

BRINDIAMO! Ennesimo regalo del pensiero debole, di una magistratura politicizzata e militante.

Mentre la sinistra si frega le mani e ammicca agli immigrati... non vi illudete, non certo per solidarietà! E' un' operazione meschina per accaparrarsi un futuro serbatoio di voti FATTA SULLE SPALLE degli italiani ONESTI.

Non è razzismo, stiamo parlando di CLANDESTINI E RECIDIVI, gente venuta qui SOTTRAENDOSI alle regole e RIFIUTANDO l'integrazione.

Con quali obiettivi... basta leggere una qualsiasi pagina di cronaca nera per scoprirlo.

E il rispetto delle regole, la certezza della pena? Ah no, dimenticavo... vengono prima amnistie, condoni, indulti e perdoni, solo perchè i signori carcerati non si possono permettere una suite e pasteggiare a caviale e champagne.

A QUESTO PUNTO ABOLIAMO LE FRONTIERE, E CHI VUOLE PUO' TRANQUILLAMENTE INVADERE LA NOSTRA PATRIA MENTRE NOI EDUCATAMENTE CI CALIAMO LE BRAGHE

Regaliamo loro i nostri diritti, la nostra sicurezza, il nostro lavoro, le nostre case, la nostra cultura.

Se diamo troppo fastidio, magari emigriamo NOI, perchè no?

Ma non è che ANCHE la giustizia dovrebbe essere amministrara in nome del POPOLO? Anche i GIUDICI dovrebbero essere nostri DIPENDENTI.

E la gente, almeno qui nelle periferie degradate della Padania NON VUOLE la criminalità portata dai CLANDESTINI.

NON VUOLE vedere gli affetti familiari, o il frutto di una vita di LAVORO depredati dai nuovi barbari.

Ma forse mi sbaglio, forse viviamo tutti in un elegante villa romana dei Parioli, giriamo con la scorta e l'auto ministeriale, e la sera andiamo a cena da Fortunato al Pantheon.

PADANIA LIBERA

Andrea Speroni 29.12.05 06:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se Beppe Grillo divenisse Premier la stampa estera direbbe che in Italia non è cambiato nulla.
"Hanno tolto un comico e ne hanno messo un'altro"
heheheheheh.....


Caro Beppe non puoi aiutarci ancora di piu ? Come ? Semplice, crea un lista di "tecnici" senza partito, ad es.:

1) Premier = tu
2) Ministro degli Esteri = diplomatico italiano più esperto
3)Ministro dell'Interno = miglior sociologo italiano
4)Ministro di Grazia e Giustizia = il più bravo magistrato italiano
5)Ministro della Economia e Finanza = il più bravo economista italiano;
6) Ministro delle Attività Produttive = un altro eccellente economista italiano;
7) Ministro dell'Istruzione, Università e ricerca: un rettore di una importante Università italiana;
8) Ministro del Lavoro e politiche sociali = il più bravo giuridico o sociologo o economista sul tema lavoro e occupazione
9) Ministero della Difesa = il più bravo stratega italiano
10) Ministero delle Politiche agricole e forestali = il più bravo biologo o agronomo italiano
11) Ministero Ambiente e tutela del territorio = il più esperto in Scienze Ambientali italiano
12) Ministero Infrastrutture e trasporti = il più bravo Ingegnere in Italia
13) Ministero della Salute = il più bravo medico italiano
14) Ministero dei Beni e attività culturali = il massimo esperto d'arte nazionale
15) Ministero delle Comunicazioni = il più bravo Ingengere in Telecomunicazioni in Italia

Stesso iter per i Ministeri senza portafoglio. Da italiano sogno un governo di questo calibro, non un ministro di Grazia e Giustizia che non ha studiato nemmeno un esame di diritto ....

PS = BANCOPOSTA ha fatto accordi con Berlusconi ? Bene, a breve chiuderò il conto e non la consiglierò più a nessuno perchè da correntista doveva comunicarmi una scelta così scadente e ne conterò 4 al mio consulente quando vado a chiuderlo, davanti agli altri clienti ovviamente !!!

Marco Roberto 29.12.05 00:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

olèèè..censura in azione!
SPARITO il mio post con relativi commenti!
bene! ma...
azz, non si fa così!!!
non avevo scritto niente di male!! :-(((

atmo sferico 29.12.05 00:17| 
 |
Rispondi al commento

x pasquale rezza

Hai visto giusto, fazio è come certi arbitri
non truccavano il gioco per loro stessi...

........ non sara solo uno sporco tentativo di addolcirgli la pillola per paura che uno nella posizione di fazio ne avrà di segreti da svelare che fanno tremare questi signori?
Non so voi, ma io è un po' che ci penso.

luigi salomone 29.12.05 00:11| 
 |
Rispondi al commento

Concordo con l'amico Esposito, almeno Consorte e Sacchetti si sono dimessi. Gente condannata in via definitiva, e talvolta per reati di mafia, altro che aggiotaggio, è ancora tranquilla al suo posto. Rifletti Manfredi!

Michele Brindisi 28.12.05 23:50| 
 |
Rispondi al commento

C'è una cosa che non ho ben capito, il presidente del consiglio con tutti i suoi dipendenti (leggi parlamentari),dopo aver fatto letteralmente a pezzi, e costretto quasi a forza a dimettersi il povero Fazio, si sono poi sperticati in ringraziamenti e pubblici riconoscimenti di meriti per il grande lavoro svolto in tanti anni per i quali la nazione dovra essergli grata ecc. ecc.
Ma allora perchè uno a cui si deve essre grati per quello che ha fatto deve essere cacciato quasi con ignominia.
IO uno bravo e perbene come fazio (se è vero)
lo terrei ben stretto al suo posto, non sara solo uno sporco tentativo di addolcirgli la pillola per paura che uno nella posizione di fazio ne avrà di segreti da svelare che fanno tremare questi signori?
Non so voi, ma io è un po' che ci penso.

pasquale rezza 28.12.05 23:46| 
 |
Rispondi al commento

intervengo su quanto dichiarato da Marco Esposito:"vorrei rendere onore ad una persona che ha fatto qualcosa che in italia non fa mai nessuno: ha dato le dimissioni".
Rispetto qualsiasi opinione ma, personalmente, non credo ci sia da rendere onore a Consorte.
Le dimissioni le ha rassegnate solo perchè sfiduciato dal CdA e quindi.... anticipando la cacciata.
Inoltre rendiamoci conto, se le trascrizione delle intercettazioni telefoniche sono vere (e non vedo perchè non lo debbano essere)che hanno speculato per se stessi e per gli altri (chi??) e che vertici di importanti organizzazioni e di partiti erano (almeno in parte) al corrente di tutto.
Non si parla di gestione allegra, parliamo di reati finanziari, reiterati, pianificati (o meglio premeditati).
Personalmente non vedo differenze tra Consorte e Fiorani (dal punto di vista morale)e cmq grazie anche alle strette maglie ispettive di Bankit (pronta a "massacrare" un direttorucolo di filiale bancaria di campagna che ha lasciato - in buona fede - sconfinare un artigiano).
Occorre fare una radicale pulizia.

Giorgio Gardini 28.12.05 23:41| 
 |
Rispondi al commento

TUTTA COLPA DEL BERLUSCA!
E' lui che,oltre a Previti e soci,ha inventato i Tanzi,i Cragnotti,i Fiorani,i Consorte e quanti altri ancora non sono stati beccati.
Peccato che le anime belle della sinistra che in questi dodici anni gli hanno contato anche i capelli e i peli nel c...non ne abbiano trovato uno.Chissa' come sia possibile per un Consorte qualsiasi avere conti milionari a Montecarlo,fatti pure esentasse (le coop se non faceva una legge il Berlusca non pagavano neanche quelle!) e riportati in Italia tramite l'aborrito scudo fiscale (sempre creato dal Berlusca)dalla sinistra.Vuoi vedere che un "conflittino di interesse" ce l'aveva pure la sinistra ma nessuno ne sapeva niente? Un "cotè finanziario di riferimento" come lo chiama oggi Bersani?
E gli intelligentoni della sinistra dov'erano?I sapienti in confronto al popolo ignorante del centro destra erano tutti in piazza con la bandierina rossa a berciare contro il nano maledetto?
Ma non preoccupatevi più. Appena arriva Prodi al governo con la sua corte dei miracoli accadranno i seguenti prodigi:
-non ci saranno più alluvioni
-non nevicherà più (tranne che nei luoghi dove sciano i (sciuri) che l'hanno votato
-diminuiranno i prezzi
-diminuiranno le tasse
-tutti non avranno problemi economici
-si lavorerà di meno
-si sciopererà di meno
-l'Inter vincerà lo scudetto
-la benzina e le bollette caleranno

SE CI CREDETE VOTATE PRODI


IO E'DA UN PEZZO CHE HO APERTO GLI OCCHI ANCHE CON QUESTI QUA,ALTRO CHE IL BERLUSCA!

mario manfredi 28.12.05 23:34| 
 |
Rispondi al commento

scusate, nn ho letto tutti i commenti, ma vorrei rendere onore ad una persona che ha fatto qualcosa che in italia non fa mai nessuno: ha dato le dimissioni. Sarà stato un tipo discutibile, un affarista senza scrupoli ed un venduto al dio denaro, ma ha dato le dimissioni. Il sig. Consorte ha dato le dimissioni da amministratore delegato di unipol, l'unipol nn era sua e ha dato le dimissioni. Dopo discuteremo su chi era veramente il sig. Consorte, ma ha dato le dimissioni. E gli altri? A quando ? O forse nn hanno lo stesso rispetto? Maledetto vizio italiano ! Intanto saluti al sig. Consorte, sperando che altri, più pelati di lui seguano il suo esempio...

marco esposito 28.12.05 23:06| 
 |
Rispondi al commento

Grande idea approfittare dei diritti di azionisti per rompere le palle... L'unica obiezione che mi viene è: qualcuno ha detto che la differenza principale fra le società per azioni qui in Italia (e in Europa) e quelle in USA è che da noi il monte azioni è posseduto in grossa parte da poche persone o famiglie che così controllano la suddetta società, e ai piccoli risparmiatori restano i bruscolini, diciamo il 5% o meno. In USA invece la cosa è invertita: il 95% del capitale azionario è sparpagliato fra milioni di piccoli azionisti e invece le persone veramente con le "mani in pasta" detengono solo quote di controllo. La conseguenza è che qui le cose vanno come sappiamo perchè questa distribuzione azionaria favorisce un approccio "mafioso" alla finanza; però anche il sistema americano ha dei difetti, e cioè che gli azionisti - milioni di sig. Rossi - pretendono dei ritorni immediati (cioè nel breve termine, 3 o 6 mesi) per i loro investimenti e quindi gli amministratori devono lavorare per massimizzare la rendita a breve termine, a scapito della pianificazione nel tempo, dei diritti sindacali e dei diritti umani. Insomma, stimola la filosofia del "Fa' guadagnare alla società più soldi che puoi, più in fretta che puoi, con meno scrupoli che puoi, se no gli azionisti ti licenziano fra 6 mesi"

Marco Schiattareggia 28.12.05 23:02| 
 |
Rispondi al commento

sono correntista di unipol banca.
quello che succede in questi giorni è una situazione poco simpatica a riguardo di questa banca,purtroppo non posso fare a meno di una banca
perchè lo stipendio deve pur essere bonificato da qualche parte; posso dire che ne ho cambiate diverse,e questa mi sembrava ottima! ma ora non so più.
Caro Beppe Grillo sappiamo che le banche sono
aziende che hanno la capacità di ingrandirsi sempre più, perchè ogni loro movimento... noi lo paghiamo;insomma tutto quello che loro ci fanno noi paghiamo. Ma questi manager,persone molto capaci che dirigono banche, aziende, ecc. ecc.
mi chiedo oggigiorno il manager che scopo ha
nell'azienda?
Da come posso percepire questa situazione;
farebbero bene mandarli a casa perchè mi sembra di capire che il ruolo da manager è quello di imbrogliare noi tutti ma sopratutto anche la stessa azienda per quale lavora.
Grazie a tutti.
Cinzia Avallone 28/12/2005

cinzia avallone 28.12.05 21:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Penso sempre che il nostro problema sia uno solo, dobbiamo, dico dobbiamo mandarlo a casa il "LESTOFANTE" non possiamo più tollerare di aver un Presidente del Consiglio con il dubbio che sia un delinquente, i suoi reati sono prescritti, in un paese serio questo non succede, in un paese serio un politico se ha guai con la giustizia da le dimissioni è affronta il processo come un semplice cittadino. Berlusca il "Pifferaio Magico" ha fregato dico ha fregato tutti gli italiani, accerchiato da persone come il suo Vice del Vice, sostituto del Sostituto del sostituto, ha avuto il coraggio di ripresentarci un Ministro dell'economia prima cacciato poi richiamato. Apriamo gli occhi il "Lestofante" aveva bisogno di far un grande polverone per non finire in galera, vi è riuscito chiamando nel suo nascente partito la melma della melma umana, gli inquisiti degli inquisiti, i vari Previti, DELL'UTRI ecc. Per difendere la sua villa non ha esitato a chiamare un mafioso dalla Sicilia. Negli ultimi cinque anni solo leggi ad personam, mentre il paese stringe la cinghia lui si arricchisce, ma il colmo sta nel fatto che con la sua faccia da pagliaccio in TV ci dice che viviamo nel paese del Bengodi. BASTA BASTA l'imperativo per il 2006, l'anno della liberazione, è mandiamolo a casa il nano capellone e lestofante VIVREMO MEGLIO

Domenico Ametrano 28.12.05 21:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA COSA CHE è PIU' ASSURDA E CHE TUTTE QUESTE PERSONE INQUISITE NON VENGONO ASSOLUTAMENTE "GIUSTIZIATE"....SECONDO VOI QUANTA DIFFERENZA C'è TRA UNA PERSONA CHE DERUBA UN'ALTRA,DA QUESTI CHE DERUBANO INTERE COMPAGNIE,TRUFFANDO NON SOLO GLI AZIONISTI DELLE STESSE,MA POVERI RISPARMIATORI CHE NON FANNO ALTRO CHE FIDARSI DI PROCURATORI FINANZIARI CHE PUTROPPO DEVONO FARE IL GIOCO DELLE GROSSE BANCHE O HOLDING FINANZIARIE....
VERGOGNA...PERCHè NON ABOLIRE "L'ARTICOLO 18" PER I POLITICI..COSICCHE' DI RIUSCIRE A MANDARLI TUTTI A CASA SENZA DOVER GIUSTIFICARE NIENTE A NESSUNO?
SONO IMMUNI DA TUTTO ANCHE DA TUTTE LE CAVOLATE CHE CI DICONO,E CI FANNO DIGERIRE OGNI GIORNO...
ORMAI NON PASSA GIORNO CHE NON SI SENTA DI SCANDALI ECONOMICI,AZIONARI,COME SE FOSSE DIVENTATO UNO SPORT DOVE CHI RUBA O TRUFFA E' CONSIDERATO MOLTO DI PIU'....
ANDATEVENE TUTTI A CASA....

federico viselli 28.12.05 19:55| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE MI ASPETTO CHE TU DICA QUALCOSA ANCHE SU L'AUTOASSOLUZIONE DEL BERLUSCA.
HA DEPENALIZZATO IL FALSO IN BILANCIO E ADESSO CANTA VITTORIA ALLA SUA INNOCENZA.
CHE SCHIFO. SONO DISGUSTATO DA QUESTO PAESE RUFFIANO E SERVO DEL POTERE.

MARCO TRINGALI 28.12.05 19:45| 
 |
Rispondi al commento

LE IMPRESE DEL SENATORE LUIGI GRILLO

Il senatore Luigi Grillo, portavoce dei furbetti del quartierino e strenuo difensore del governatore Antonio Fazio, preso con le mani nella marmellata, con un conto alla Banca popolare di Lodi sul quale risultano depositate plusvalenze anomale (250.000 Euro) derivanti da trading su titoli, scoperte dagli ispettori della Banca d'Italia e dalla magistratura.

UNA CARRIERA TUTTA CAPRIOLE
Democristiano della corrente di Base, eletto per la prima volta in Parlamento nel 1987, Grillo arriva al governo nel 1992 con Giuliano Amato, che lo nomina sottosegretario alle Finanze con ministro Franco Reviglio.
Nel 1994 viene rieletto per i popolari di Mino Martinazzoli, ma è subito folgorato da Berlusconi, cui consegna il voto che consente al Centrodestra di avere la maggioranza al Senato. I popolari lo espellono, ma il Cavaliere lo premia con la poltrona di sottosegretario alle Aree urbane. Rieletto nel 1996 e nel 2001, nominato presidente della Commissione lavori pubblici e comunicazioni, è tutto un turbine di zelo berlusconiano.

E’ relatore della legge Gasparri fatta su misura per il capo, presenta l'emendamento per scorporare dai tetti pubblicitari le televendite e quello al condono edilizio che cancella il divieto di costruzione nelle aree incendiate e che gli vale il "premio Attila".

MA LA SUA VERA PASSIONE SONO LE BANCHE
E' lui che aiuta Fiorani nelle prime scalate, come quella della Banca di Chiavari, è lui che difende le fondazioni bancarie da Giulio Tremonti.
Poi il capolavoro. IL "PATTO DELLO SIACCHETRÀ", che segna la pacificazione tra Berlusconi e Fazio. Venerdì 14 gennaio, cena a palazzo Grazioli tra il premier, il governatore, il ministro dell'Economia Domenico Siniscalco e Grillo, il quale offre ai commensali la bottiglia di vino delle Cinque Terre che battezzerà l'accordo per la difesa dell'"italianità delle banche".

UN AFFARISTA?
Lo accerteranno i giudici, che indagano su quei conticini nella banca di Fiorani

Marco Gills 28.12.05 19:27| 
 |
Rispondi al commento

Il cuculo è un uccello che si appropria di un nido di un altro volatile, ne mangia le uova e poi vi deposita le sue e lascia che il derubato le covi.
Il richiamo al cuculo mi sembra alquanto calzante.
Tony

Tony Pacati 28.12.05 19:03| 
 |
Rispondi al commento

x Maurizio che ha postato su Bancoposta.
Col cavolo le spese sono la metà.
Con la notizia che vi è entrata la Banca del berlusca ora più che mai chiuderò il mio conto.
Se sei correntista leggiti l'estratto conto a differenza della pubblicità dopo tre mesi è apparso l'addebito per bollo.Chiesto delucidazioni al numero verde mi si rispondeva che erano per legge.Indovina a chi davano la colpa di quella legge?Al Berlusca.
Bisogna fare una bella denuncia per pubblicità ingannevole,perchè se è vero che in un anno le spese sono poche e il contorno che ti fotte.

Roberto Massa 28.12.05 18:23| 
 |
Rispondi al commento

Mi aspettavo l'imboscata ed infatti dopo avere esposto il tutto la loro solidarieta' mi fu subito espressa ma....ecco dove casca l'asino 4 di loro di cui il Direttore Generale cercarono in maniera spudorata di accentrare le responsabilita su di me dicendomi:Cara Signora Lei sapeva quello che faceva non possiamo certamente per un funzionario maldestro condannare l'intera banca le pare?A quel punto dichiarai apertamente guerra e tirai fuori l'asso dalla manica e risposi:Ovviamente se io tirassi fuori i nomi degli alri risparmiatori che sono stati come me ingannati non solo dal vostro funzionario ma pure dal Direttore della banca che vi rappresenta e dovrebbe tutelare e salvaguardare l'onorabilita della banca io dico che vi troveresti in guai seri ,ho una mezza intenzione di scrivere a "Finanza ed Affari" e nel contempo di esporre il tutto all'Ombudsman(ente superpartes).I toni cambiarono subito e mi fu chiesto di pazientare pochi giorni e sarei stata convocata.Non persi tempo e mi recai dal migliore avvocato fiscalista della mia citta il quale mi disse alla fine della trafila che se fossi andata in giudizio avrei perso ricordo esattamente"A mai cercato a leggere in grassetto le clausole bancarie?" insomma mi dava per perdente.Fui convocata di li a poco dai grandi capi e mi fu offerto senza discussione un assegno di Lire 25.000.000 lo rifiutai e disse ora do io a voi una settimana e voglio esattamente azzeramento delle perdite del conto espropriatomi(50 milioni) ed in piu un assegno di almeno 40.000.000 perche' ritengo solo di essere colpevole in minima parte NON ERO STATA ATTENTA AGLI SQUALI, in caso contrario articolo su tutti i giornali economici e avrei assemblato i poco tempo i risparmiatori.Nel pomeriggio vengo convocata vengono accolte le mie richieste ed il tutto pagato in assegno circolare ho ancora oggi la copia.Ragazzi vi do un consiglio tutte le banche sono uguali e la loro competenza e pari allo zero partite sempre con l'idea che davanti avete uno squalo!

rosella franzelli 28.12.05 18:08| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe ogni giorno trovo qualcuno che vaneggia,parla per sentito dire o legge il giornale di regime.
Qualcuno dice che se tu avessi una societa' sarebbe gia' fallita,niente male, perchè penso tutti hanno aperto gli occhi e stanno pagando sulla propria pelle,il fallimento totale di questi saccenti e per niente onesti.
Pensa te per questi la disonestà e un lavoro come un altro.
Nel mio piccolo paesino non appena pigliato possesso del comune Sfascio Italiaed A.N.,il Presidente della sezione locale di A.N.e qualcuno altro tenta subito di fottere i cittadini mettendo su un incidente fasullo con l'Assicurazione del Comune,fatto desistere dal proseguire da qualcuno che gli ha sbandierato che c'era qualche giudice dalla toga rossa che se ne sbatteva di FIni e Sberlusconi.
Di qualche onorevole locale e vice presidente della Provincia sempre locale,fortunatamente per noi oggi non più, di A.N.ne ho parlato in precedenti post,anzi dell'on.le nel post della bocca della verità.Pensa, che in paesino di 8.000 abitanti o giù di lì hanno e stanno facendo ancora sconquassi,immagina fino ad Aprile in tutta Italia cosa hanno combinato e stanno ancora combinando per lavoretti personali in corso.
E qualcuno ancora blatera sulla Barca di D'Alema.
Hanno ammazzato l'unico divertimento degli Italiani(borghesi) il calcio,con la legge Gasparri,tho! Ancora A.N.Ma non dovevamo non rivederci più?,e questo tiene la fissa sulla pagliuzza e non la trave nel suo occhio.
Il giochetto di Gasparri,basta che spulcia che somma ha sborsato mediaset per le partite della Juve,per rendersi conto che il suo compagnuccio di merenda non ha guadagnato niente?
Ancora non si vuole rendere conto che o di destra o di sinistra i disonesti ci stanno sulle p...e.Sfortuna per lui che i suoi compagnucci sono affamati dai tempi della caduta di Mussolini e sono parecchi anni o no?
Pensa te ho visto gente che si è venduta per un panino.BEL
Sperando che si incominci a ragionare su come toglierci questa dai piedi

Roberto Massa 28.12.05 18:06| 
 |
Rispondi al commento

questo ennesimo avvilente spettacolo di fazio fiorani gnutti ricucci e compagnia cantante ci dimostra come tangentopoli non sia servita ad un benemerito cazzo.Mentre il popolo tira la cinghia,e tra poco non ci sarà più nemmeno quella,eccoli là i furbetti d'italia a ridere e spassarsela alla faccia di noi fessi italiani che sgobbiamo tutto il giorno per ritrovarci con quattro soldi in tasca a fine mese.Il mio augurio per un felice 2006 è che i giudici DEVONO FARE TABULA RASA di questa classe politica corrotta,inetta,parassita e mafiosa.I giudici sono la nostra unica speranza per un mondo diverso.Questa sotto classe politica dove ci ha portato lo vediamo ogni giorno e questo schifo deve finire!I giudici devono spazzare via una volta per tutte questa spazzatura!E oltretutto pensate alle risate che si sta facendo il caro fazio pensando che benchè pesantemente inquisito si intascherà una liquidazione ultra miliardaria ovviamente pagata dai soliti fessi italiani!!!!!!!! Io quando ho perso il lavoro per non aver voluto la tessera della CISL mi sono rivolto ai "servizi sociali" (ah ah ah,che barzelletta!!!)e la risposta è stata:" possiamo aiutarla con 14 euro al mese!!! E COSA CAZZO CI DOVREI FARE CON 14 EURO/MESE?!!! BERLUSCONI CI HAI TRITURATO I COGLIONI!!!!!! VATTENE!SPARISCI!SEI UNA DISGRAZIA PERL'ITALIA!

sergio palato 28.12.05 17:54| 
 |
Rispondi al commento

L'INVENZIONE DELLA PIETRA FILOSOFALE

Grazie al possesso di notizie riservate i capi delle società quotate in Borsa possono, acquistando e vendendo le azioni, creare denaro dal nulla. Quello che era un mito degli alchimisti del medioevo ora è realizzato da questi squallidi personaggi a beneficio proprio e dei loro protettori politici. Per non parlare dei compensi degli amministratori delegati delle grandi società, milioni di euro all'anno. Le plusvalenze realizzate grazie all'INSIDER TRADING
corrispondono esattamente alle perdite di quello che viene definito sprezzantemente il "Parco Buoi", cioè i piccoli azionisti. Questa gentaglia, grazie a illimitate disponibilità economiche vive una vita e gode di privilegi paragonabili ai signori feudali di un tempo.

gianfranco maruccio 28.12.05 17:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe, perchè te la prendi tanto col tronchetto? Lui cià 45 miliardi di € di buffi ma da da mangiare a 100.000 persone.Io ciò 123 mila € di mutuo a 30 anni, sono monoreddito (€ 27.000 netti/anno) e do da mangiare "solo" ad 1^ moje milanese,2 figli + 1cane + 2canarini e una ventina di pappagallini australiani.Per risparmiare ho tolto il telefono fisso, per cui il tronchetto mi frega solo coi cellulari. In fondo aveva ragione Gaber "...io non ho paura del Berlusconi in se, io ho paura del Berlusconi che è in me". E poi una domanda: non posso permettermi di essere azionista di alcun che,con invidia constato che i dirigenti (anche quelli che non fanno un c....)per aver raggiunto gli obbiettivi aziendali si portano a casa stock option e/o stock grant da "leccarsi i baffi".Visto lo "sforzo titanico" (per una azienda che basa il suo fatturato sulla rendita non mi pare tutto "sto sforzo") ti pare giusto che gli azionisti li premino con le SO oltre agli stipendi indubbiamente meno miseri del mio?

Luciano Zazzaretti 28.12.05 16:59| 
 |
Rispondi al commento

Mi spiace ripetermi...
Spero che Beppe ci faccia un presto post sopra.

Il sistema economico e marcio la nuova finanza
come la vecchia sono uguali come pure la
seconda repubblica...

In quest'ultimi anni c'è in atto un disegno degenerativo allarmante...

1)
prima il nano e soci evitano i suoi problemi
con la giustizia con leggi a personam e attuano
una campagna mediatica che comincia molti anni fà
con i media a loro
disponibile... per delegittimare l'operato della giustizia....fu chiamata giustizialismo, procure
rosse....

2)
il conflitto di interesse non ne parla piu...
anzi con la riforma delle comunicazioni le tre
rete rimangono salde in possesso del nano.
(per comunicare meglio...le balle agli italiani)

3)
la riforma della costituzione si inserisce sempre
in questo quadro indebolendo il potere del
presidente della repubblica, ect. A favore
del primo ministro....la riforma elettorale
per cercare di non perdere la poltrona.

4)
la riforma della giustizia si inserisce sempre
in questo quadro indebolendo l'independenza
della magistratura.
(in vacanza tutto l'hanno...largo al marcio)

5)
con la riforma delle comunicazioni le tre reti
dei cittadini (RAI) rimangono sotto il controllo
della politica e del gov. Non come con la riforma fatta di recente in spagna, (vedere il film viva zapatero.)

6)
La riforma della bankitalia è debole, è il
minimo che si potesse fare dopo gli
scandali parmalat, cirio, le ultime OPA.
(gli organi di controllo dormono...mentre
il risparmiatore viene cucinato)

7)
Il falso bilancio viene depenalizzato
, i tempi di prescrizione si abbreviano.
(cosi loro stanno un pò piu tranquilli)


in tutto veramente bravi sono riusciti a farlo in 2-4 anni..

se sentite qualcosa nel fondo schiena
forse non è troppo tardi....

Italiani su marte ???

luigi salomone 28.12.05 16:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

come mai è sparito il mio post sulla fiat? avevo solo detto una cosa vera, non si può? lo stato non deve dare soldi a un'azienda privata!

andy notav 28.12.05 16:14| 
 |
Rispondi al commento

Interni
«Il reato di falso in bilancio è stato cancellato». Berlusconi si è assolto per legge ed ha permesso al Tronchetti di fregarci quando vuole.

basoli giovanni 28.12.05 15:50| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei sottolineare alcuni paradossi economici esistenti nella nostra società. La maggior parte di noi è abituata a ragionare in un'ottica meramente consumistica, l'utilità dello studio effettuato è spesso posta in relazione alla capacità produttiva che essa è in grado di garantire. La produzione di determinati beni paradossalmente risulta più importante di altri anche se per il progresso umano sono immensamente inferiori. Un esperto di marketing che studia come condizionare la gente al consumo è più importante di un archeologo che cerca di chiarire le origini della nostra storia. Un operaio specializzato nella produzione di Ipod è economicamente più importante di un fisico nucleare che studia la composizione della materia, un rappresentante viene considerato economicamente più importante di un insegnante di storia...beh forse sono le stesse basi della nostra società che andrebbero riviste, insieme al concetto di economicamente utile...


Paolo Ares Morelli
laureati incazzati su:
http://www.freeforumzone.com/viewforum.aspx?f=78497


e questo vale anche per le cooperative.
il grande male dei nostri tempi è l'asimmetria informativa tra i manager e i consiglieri di amministrazione (gli azionisti, i soci).
Ma la colpa non è dei manager, bensì di chi li deve controllare che molte volte si accontenta della poltrona, e non pone domande, questioni o problemi per salvaguardare il proprio gettone di presenza o per trovare lavoro a qualche parente..

james joyce 28.12.05 15:29| 
 |
Rispondi al commento

Può essere, cito a memoria che, tra Bond Argentini, Cirio, Parmalat per quanto riguarda i crack e BPI>ANTOVENETA/UNIPOL>BNL sotto la competente vigilanza di BANKITALIA per gli scandali finanziari sia Berlusconi che porta sfiga? Mi spiego: 5 anni fà è andato al potere un capitalista, passano 5 anni e siamo alle macerie di un capitalismo italiano già indiscutibilmente poco "etico" in passato; se poi ci mettiamo che anche i D'Alema i Fassino, i Prodi , i Rutelli vorrebbero un pezzo della torta siamo al caffè anzi all'ammazzacaffè. Essendo, gli italiani, i più "furbetti der quartierino" d'Europa i nostri vicini non ci potrebbero chiedere, un giorno, di uscire dal club? Secondo te, Beppe "i tedeschi, i francesi etc pensano che gli italiani siano più levantini, infingardi poco affidabili adesso o nel passato?

Luciano Zazzaretti 28.12.05 15:18| 
 |
Rispondi al commento

Può essere, cito a memoria che, tra Bond Argentini, Cirio, Parmalat per quanto riguarda i crack e BPI>ANTOVENETA/UNIPOL>BNL sotto la competente vigilanza di BANKITALIA per gli scandali finanziari sia Berlusconi che porta sfiga? Mi spiego: 5 anni fà è andato al potere un capitalista, passano 5 anni e siamo alle macerie di un capitalismo italiano già indiscutibilmente poco "etico" in passato; se poi ci mettiamo che anche i D'Alema i Fassino, i Prodi , i Rutelli vorrebbero un pezzo della torta siamo al caffè anzi all'ammazzacaffè. Essendo, gli italiani, i più "furbetti der quartierino" d'Europa i nostri vicini non ci potrebbero chiedere, un giorno, di uscire dal club? Secondo te, Beppe "i tedeschi, i francesi etc pensano che gli italiani siano più levantini, infingardi poco affidabili adesso o nel passato?

Luciano Zazzaretti 28.12.05 15:17| 
 |
Rispondi al commento

Mi piacerebbe molto che ogni riunione riguardante il pubblico potesse essere pubblicata e commentabile pubblicamente, come questo blog: riunioni di grandi Spa, comuni, province, regioni, e persino del governo, tutto un blog..
Non sarebbe meglio?

Matteo Raggi 28.12.05 15:10| 
 |
Rispondi al commento

E' vero che viene censurato il termine SIGNORAGGIO? Beppe parlacene dai, sono stato su altri blog che ti accusano di censura... è vero?

fabio carli 28.12.05 15:06| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, sono in disaccordo con la tua frase...."Le aziende appartengono agli azionisti, hanno l’obiettivo di migliorare la qualità dei servizi, di accrescere il loro valore sul mercato"....ma proprio tu? Ti sei imborghesito?

Lavoro per un'azienda americana quotata al NYSE e permettetemi di dire che piú le cose vanno bene in borsa, piú le cose vanno male in ufficio.

Le aziende devono produtte reddito (e benessere) non solo agli azionisti ma anche e SOPRATTUTTO a chi vi lavora.

Leggo inoltre W Zapatero; Bé il social fenomeno di cui sopra oltre a permettere il matrimonio gay (tra due fustacci di 2 metri e 100 kili di muscoli,chi fará da mater?) ha pure proposto di pagare a carico del contribuente (ergo, anche io che vivo a Madrid)l'operazione per il cambio di sesso: solo dire a Zapatero che ho pagato di tasca mia 3 vaccini a 74 euro l'uno......mia figlia ancora non vota, i froci si!

Aggiungo inoltre che se da una parte il caro Zapatero ha ritirato le sue truppe dall'Iraq (cosa che non mi sento di contestare) dall'altra si é precipitato in america latina a vender carri armati ed aerei da guerra! PACIFISTA
Se questa é equita, viva la scorretteza!
Se questa é coerenza, viva il delirio!

Michele Cerbella 28.12.05 15:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A Giulio Cesare:

Mi chiedo come tu ti permetta di intervenire in un blog libero, costruttivo e acculturato come questo di Grillo, quando ti riveli (tu, per bocca tua!), per parole e modo d'agire, come un bieco disturbatore della qiuete pubblica, vanaglorioso e mistificatore (vari nikname, vari blog, varie illazioni senza lo straccio di una prova).

Inoltre noi fruitori del blog, a cui interessan poco le vostre meschinità di rimbalzo da una tastiera all'altra, siamo tristemente vittime del comportamento misero che le vostre menti, ben lungi dall'essere colte, lungimiranti e civili, ci propinano. A noi interessa scambiare opinioni costruttive, complimenti al Beppone, suggerimenti, link utili su informazione, tecnologia, ambiente ed energetica, e quant'altro, fossero anche solo gli auguri di buone feste.

Ah...lo fate apposta... (disturbare, distogliere, infangare)...
Ah! non me n'ero accorto.
Ah! che allocco sono.

VERGOGNATI! Tu e gli altri...
Ma sei una persona civile od una spia vergognosa, senza nè onore, nè dignità di portar neanche i pantaloni??

NASCONDITI e non disturbare più con nick vari e stupidaggini.

Ciao a tutti gli affezionati al blog

forza Beppe

Albi

albi cammello 28.12.05 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Non c'entra niente con la discussione, ma se lo volete mandiamo una cartolina natalizia a Tony Blair per ricordargli le promesse fatte durante il G8 del 08/07/2005 per combattere la povertà nel mondo. Un gesto semplice, non costa nulla e non servirà ad un cazzo. Questo è l'indirizzo: http://www.makepovertyhistory.org/xmascard/index.shtml?entry=cornerwhitebandsmallright&referrer


Gianni Solo 28.12.05 15:00| 
 |
Rispondi al commento

salve a tutti,
VORREI ORGANIZZARE INIZIATIVE SIMILI A QUELLE DEI RAGAZZI DEL MEETUP DI GENOVA E DI MILANO E CERCO ADESIONI. volantinaggio e altre forme di promozione per PARLAMENTO PULITO, nella mia zona: PROVINCIA DI ASCOLI - SUD MARCHE.

meetupsbt@yahoo.it

luca vivese 28.12.05 14:57| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe inutile dirti quanto ammiro il tuo operato quotidiano,sei veramente un mito vivente, ricevo le tue mail e non sai che piacere è, non vado oltre per non essere prolisso e monotematico. Premetto sono un dipendente Telecom è mai come in questi anni (diciamo che Colaninno è stato l'apripista alle nefaste manovre)si respira aria di precarietà e assoluta dissolutezza, oramai non si bada più alla qualità del servizio reso al cliente ma si pensa solo a numeri a cifre a obbiettivi (dei responsabili naturalmente) mentre i dipendenti vengono sviliti ad ogni piano ristrutturale il che oramai sono all'ordine del giorno, le sigle cambiano ogni sei mesi,tant'è che molti di noi non sanno più a quale settore appartiene o la sua sigla.Io per il prossimo anno mio malgrado mi sono promesso di dire che lavoro alla Motta così al massimo mi chiedereanno che tipo di zibbibbo o canditi vengano usati per la ricetta o cumunque un azienda di un altro settore, perchè come dico che lavoro in Telecom mi mettono in croce, vuoi per i problemi che si protraggono per mesi, vuoi per gli errori commessi sulle bollette !!! CHe dire potrei continuare ma preferisco chiudere qui, ed augurare a tutti quanti che il 2006 sia un anno più sereno possibile.

Giampiero binanti 28.12.05 14:53| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo ho appena comprato 2 biglietti del tuo spettacolo,a Locarno il 4 febbraio.Così, mi tocca fare 400 km per ammirarti.

In futuro, spero che verrai a Zurico Lucerna o nella Svizzera Tedesca.

Un saluto sei Grande
V.L.

vito liberto Commentatore in marcia al V2day 28.12.05 14:50| 
 |
Rispondi al commento

CONSORTE non E' la SINISTRA ITALIANA !

insisto !

non cadiamo in questa trappola , che sembra architettata ad hoc per far vincere le elezioni a chi sappiamo !

g . corti

g . corti 28.12.05 14:49| 
 |
Rispondi al commento

sbaglio o per tanzi si parla di 4 anni di carcere ... per quella cifra io mi farei anche 50 anni di carcere !!!

... ah, dimeticavo, magari adesso con la legge che vogliono fare sull'amnistia, magari gli condonano tutto!!

enrico fumagalli 28.12.05 14:43| 
 |
Rispondi al commento

I protagonisti dei blog sono personaggi di ogni genere: dall'esperto di economia all'amante della buona cucina, dallo scrittore in cerca di fama a chi ha semplicemente voglia di dire la sua. Tanto che non sono pochi coloro che sostengono che è questo ormai «il solo spazio di democrazia rimasto è la rete».

Portavoce di questa filosofia è uno dei blogger più apprezzati, visitati e contestati in Italia, Beppe Grillo (beppegrillo.it)

http://www.unita.it/index.asp?SEZIONE_COD=HP&TOPIC_TIPO=&TOPIC_ID=46472

A stasera

Paolo Rivera 28.12.05 14:33| 
 |
Rispondi al commento

ATTENZIONE!!!
ALLARME PHISHING!!!

Phishing per Banca Intesa e Fineco.

La stessa e-mail utilizzata lo scorso 15 dicembre torna oggi a circolare per un nuovo caso di phishing per due degli istituti di credito maggiormente colpiti nel corso del 2005: Banca Intesa e Fineco.
VEDI:
http://www.anti-phishing.it/news/articoli/news.28122005.php

Riccardo Fiume 28.12.05 14:32| 
 |
Rispondi al commento

Quello che Beppe va dicendo da molti anni sulle banche(associazioni a delinquere)io l'ho sperimentato e provato sulla mia pelle.Fin dal 1998 allora correntista del Banco di Chiavari oggi proprieta' del rapinatore Fiorani dove vi posso assicurare che gli addebiti di ingenti somme (LIRE 847.000)mi erano state caricate sul mio c/c adducendole, quando ne chiesi spiegazioni ad un pagamento all'erario da me fatto in altra sede siccome proprio in quel giorno mi trovavo fuori citta chiesi immediatamente spiegazioni perche i conti non mi tornavano 3 giorni dopo mi stornarono la somma e chiesero una sommessa scusa si erano sbagliati(sic)Mi rapinarono di £50.0000.000 (50 milioni) con la scusa che tramite un loro procacciatore di affari(giocatore d'azzardo) avrei non solo messo il denaro in un posto sicuro ma anche tratto benefici (il signore mi fu presentato dall'impiegato e dal direttore della banca lavoravano in combutta)In pochi mesi persi i 50.000 ed in piu i dipendenti in specifico uno si era permesso di entrare nel mio c/c e senza mia autorizzazione mandarmi a meno di altre 50.000.000 totale(100.000.000)Quando ritornai da Londra ed aprii la posta un fremito di rabbia mista ad certa impotenza si impadroni di me ma senza perdermi d'animo mi recai subito alla banca e senza essere annunciata chiesi spiegazioni al direttore che prontamente chiamo' l'uomo del borsino ma ambedue sembravano caduti dal cielo diedi loro tempo 4 ore affinche chiamassero l'uomo in cui avevano riposto la loro fiducia ed i soldi di tanti risparmiatori affinche mi desse una spiegazione del tutto e, ritenendo la banca responsabile me ne andai. Tornando a casa sapevo gia che fare, chiamai gli ispettori interbancari a Milano ed in poche righe spiegai l'accaduto era Venerdi mi richiamarano dandomi appuntamneto per il lunedi mattina.Quando mi recai alla banca centrale ore 9.30 di un caldo lunedi avevano schierato le loro forze migliori direttori vici direttori ed ispettori segue....

rosella franzelli 28.12.05 14:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ragazzi, l'è dura davéra... primo, io non ci capisco un accidente, ma temo che abbia ragione chi dice nel blog che se hai una sola azione vai all'assemblea e non ti fanno nemmeno entrare, altro che prendere la parola; secondo, ho scoperto che il nano arcoreo ha le mani in pasta alla Posta, il che mi rattrista perché avevo spostato il mio conto da una banchetta locale alle PT sicuro che fossero un meno zozze, e invece mi trovo Sua Inciuciatezza perfino dentro all'ufficio postale sotto casa, stracazzo... terzo, perché per la terza volta in due mesi ho una recrudescenza di bronchite spastica dovuta (ne sono arciconvinto) al fatto che a Milano e hinterland, dove vivo io, ormai si respira solo condensato, quella roba che sui pacchetti di sigarette il produttore deve dichiarare per legge, mentre nessuno si cura di farci sapere con certezza cosa possiamo fare per evitare di morire avvelenati dalla stessa attività respiratoria... che giornataccia!


PAOLO RIVERA

INBOX

Max


salve a tutti,
VORREI ORGANIZZARE INIZIATIVE SIMILI A QUELLE DEI RAGAZZI DEL MEETUP DI GENOVA E DI MILANO E CERCO ADESIONI. volantinaggio e altre forme di promozione per PARLAMENTO PULITO, nella mia zona: PROVINCIA DI ASCOLI - SUD MARCHE.

luca vivese 28.12.05 14:18| 
 |
Rispondi al commento

W Zapatero il Giusto

settembre e dicembre 2005 a «operazioni di guerra» in Iraq, oggi apre sulla notizia che la nave ha protetto i bombardamenti statunitensi nel paese: «Una squadriglia

Ranise Antonio 28.12.05 14:17| 
 |
Rispondi al commento

se volete meditare gente o semplicemente farvi 4 risate andate a leggervi
"IL DENARO" di Emile Zola;
c'è demtro tutto:parmalat & co,gli aumenti di capitale,l'insider train in face of people,i banchieri fichi che si fanno la contessa,il mgistrato dalle mani pulite,tutto ambientato all'epoca sua,vale a dire attorno al 1829...
meditate gente meditate

alan veda 28.12.05 14:14| 
 |
Rispondi al commento

Madre Teresa...

http://adriano2001.blog.excite.it/

Sandro Sandri 28.12.05 14:12| 
 |
Rispondi al commento

Ma se comprassi un'azione di ogni azienda dando delega ad una persona sola?
Pensa che divertimento!

Beppe?! Eh! Ci faremmo un bel po' di risate!
Almeno...

Maria Grazia Di Paolo 28.12.05 14:07| 
 |
Rispondi al commento

@ELENA BIANCHI

Mi dici come si fà? Non è una presa in giro, voglio davvero sapere come fare una rivoluzione NON VIOLENTA! Ti lascio il mio indirizzo mail, aspetto fiduciosa idee tue e di chi vorrà collaborare: elenaedade@libero.it
Grazie e buona vita!
Elena Bianchi 28.12.05 13:38 |
-------------------------------------------------
ECCOLA! Ad ogni problema veramente grave, come le leggi ad personam, o i cambiamenti della costituzione a colpi di maggioranza relativa,
SCIOPERO GENERALE AD OLTRANZA, RIMANENDO NELLE PROPRIE CASE.

Io non conosco altri metodi.
ciao
Max Stirner


CHIST SO PROPR STRUNZ .A proposito volevo dare dello strunz anche a CLAUDIO LUTI (noto gay milanese ) LUCA BASSANI E AI LORO COMPAGNI DI MERENDE.(LUCA BASSANI ex bticino)fratello di un noto piedofilo(ha ha ha ha )ticinese.

gino ricciolino 28.12.05 13:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'idea è geniale, ma sostenere singolarmente i costi bancari per comprare piccole quote azionarie mi sembra assurdo, di regali alle banche se ne fanno già tanti!
Coordiniamoci e compriamoci una quota collettiva dove ognuno si impegna a comprare una sola azione, e magari se il destino vuole con i soldi di qualche plusvalenza possiamo compiere qualche altro gesto significativo per il bene della collettività nazionale (es:Fazio vattene).
Ma se vogliamo risposte da i top manager non è meglio cercare di enrare in possesso delle azioni di BankItalia?

Cmq concretizziamo queste idee e ricordiamoci che l'Italia è nostra!!!!!!

Danilo Pugliese 28.12.05 13:53| 
 |
Rispondi al commento

Per favore riusciamo a dirci d'ACCORDO sulf atto che PRODI, FASSINo D'ALEMA, BOSELLI, MARRAZZO, ecc. debbano essere mandati ai box almeno per 1 giro ?
FAcciamo fuori (elettoralmente)il nano, ma sostituiamolo con persone serie non con i pagliacci di CONSORTE !!!!

Antonio Luci 28.12.05 13:52| 
 |
Rispondi al commento

PER FORTUNA NESSUNA DI QUESTE SOCIETA' E' DI GRILLO SE NO SAREBBE GIA'FALLITA.
ANCHE LA FIAT NON E' PIU ' DEGLI AGNELLI EC.ECC. SI TRATTA SEMPRE DI UTILI IDIOTI!!!!!!!!!!!!!!!! E' LA VITA NON PUOI CAMBIARLA CON 4 PIRLA DA UN SITO CIAO IO VOLEVO O I SOLDI NON LE AZIONI SPAGNOLE .. MI PULISCO IL SEDERE CON LA CARTA!!!
SE CONSORTE E'STATO INDAGATO E' SOLO PER FAR CADERE MASSIMO E PIERO non PER GIUSTIZIA !!! RICORDATELO E'STATO IL VECCIO CARLETTO A D IRE CHE DOVEVANO COMANDARE IL BELLO GUAGLIONE ED IL BRUFOLONI E COSI' SARA' ALLA FACCIA VOSTRA!!!

roberto Bobbio 28.12.05 13:50| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe e cari tutti, al momento i miei spiccioli sono in una piccola banca locale, ma vorrei piazzarli in una banca etica. Mi potete fornire gli indirizzi degli sportelli "etici" in Lombardia? E poi, queste banche sono davvero etiche? Inoltre: c'è qualcuno che sa spiegarmi perchè i costi di tenuta conto, invio estratto conto e compagnia bella delle banche italiane sono tra i più alti d'Europa e del mondo? Potete rispondere a elenaedade@libero.it
Grazie!

Elena Bianchi 28.12.05 13:47| 
 |
Rispondi al commento

Beppe capisco che la tua idea di partecipare alle assemblee degli azionisti e' simpaticamente provocatoria ma e' chiaro che e' poco efficace perche' 100 persone con 1 sola azione che si presentano ad un AdA come entita' autonome non contano una mazza. Sarebbe invece molto piu' efficace se queste 100 persone si riunissero in un associazione, cooperativa o quant'altro che le unisca in una entita' piu' solida insomma un unico punto di riferimento con magari l'opportunita' tutti assieme di pagarsi un avvocato coi contro...fiocchi per eventuali diatribe legali. Di sicuro 100 persone organizzate in questo modo avrebbero piu' effetto di 1000 ognuna per i fatti suoi. Certo ci vorrebbe qualcuno che faccia da punto d'aggregazione...

fabrizio asteli 28.12.05 13:47| 
 |
Rispondi al commento

#
Giulio Cesare said,

December 23, 2005 @ 10:11 am

CATONE E’ MAX STIRNER. ALLELUJA

Egregio Sig. Max Stirner,
penso tu abbia bisogno di alcune precisazioni che ti aiutino a chiarirti un po’ le idee.

MAX: GRAZIE!

—->1. noi non ci siamo mai lamentati che Max Stirner inviasse la “crema” a commentare sul Giulivo, ci siamo “lamentati” del contrario, a meno che M.S. non ritenga la “crema” coloro che vengono a scrivere solo sciocchezze ed insulti;

MAX: Decisamente l’ironia non t’appartiene e un uomo privo d’ironia tende sempre a prendersi troppo seriamente; il tuo nick lo conferma.

—->2. se volevi farci visita come MS, dovevi firmarti MS e non Catone, perchè la maggior parte delle persone non può capire che sotto la girandola di nicknames con cui vi presentate ci sia tu;

MAX: MAX STIRNER scrive sul blog di Grillo, qui scrive CATONE e in questo non vi è alcuna girandola di nick e nel modo in cui io ho postato, qualsiasi persona, dotata di una normale intelligenza, avrebbe colto la volontà di farsi riconoscere; ovviamente non posso imporre a persone che non dispongono di mezzi intellettuali adeguati, a capire se non possono farlo; su questo ti do atto.

—->3. io non sono né S. Wolf, né G. Ponte. Non ho mai scritto da voi con questi nomi. Se tu fossi in grado di fare l’analisi comparata dei testi, l’avresti capito, ma, come ho scritto, non sei in grado di farla;

MAX: Io non ho mai affermato che tu possa essere S. Wolf e l’ho ribadito pure nel precedente post, ma da quanto affermi non sei proprio in grado di capire neppure le affermazioni esplicite altro che analisi comparata! Quando fai un’affermazione riporta la pezza d’appoggio altrimenti ti becchi del BUGIARDO.

—->4. io non scrivo per Benito Le Rose. BLR ha scritto da voi per mesi quando io ancora non conoscevo né il Giulivo, né il blog di Grillo. Io ho scritto e fatto postare da voi, come BLR, alcuni commenti. Tali commenti sono serviti a “smarcherarvi” per quello che siete ed hanno suscitato la reazione che tutti conosciamo. Se avessimo voluto farlo in incognito, non lo avreste mai capito.

MAX: Quando BLR scrive in “originale” è inimitabile e quindi i post suoi sono perfettamente riconoscibili. Quando invece i post li detti tu, pur essendo delle “perle” di ovvietà e di banalità non possono confondersi con l’inimitabile BLR e, a riprova di ciò, vi sono post tuoi dove lo rimproveri per non aver corretto su un post da te dettato, un errore di grammatica che fece nello scrivere.
Per quanto riguarda il fatto che abbiate voluto fare scoprire il vostro giochetto, dimostrate solo di essere ancora più infantili con tali affermazioni, ma questo è affar vostro.

—->5. io, sul vostro blog, ho scritto per circa due settimane con un altro nickname, mi serviva per avvalorare una mia tesi. Me l’avete confermata al 100%. Nessuno di voi ha capito che scrivevo anche sul Giulivo e che ero la stessa persona. Ho scritto una trentina di post, senza mai offendere nessuno e senza provocare nessuno, mi avete risposto con una sequela di insulti. Il sig. Max Stirner è una delle persone che mi hanno insultato gratuitamente. Altri elementi non te li dò, perchè per il momento non intendo farti sapere con che nickname ho scritto da voi;

MAX:Ma va? Hai postato con un altro nick? Una girandola di nick dunque?
Se tu affermi che Max Stirner ti offese gratuitamente, io mi sento autorizzato a darti del BUGIARDO; tu sei un BUGIARDO! Tu non dichiari in che occasione questo avvenne, perché non puoi sostenere le tue affermazioni; tu sei un BUGIARDO e questo è l’unico motivo per il quale non dai altri elementi; Stirner non aggredisce mai per primo e gratuitamente!

—->6. confermo di non aver “ufficialmente” compreso il testo del commento scritto da CATONE alias “Max Stirner”. E’ scritto in pessimo italiano e senza un filo logico. Frasi spesso sconnesse, prive di razionalità e consequenzialità logica. Naturalmente io “ufficiosamente” ho compreso quello che volevi dire, ma non perchè tu lo abbia espresso in modo chiaro, bensì per altre ragioni che non ti stò a spiegare e che hanno qualche attinenza con il mio Q.I.(sono presuntuoso). Proprio perchè “ufficialmente” non sono in grado di comprendere il tuo post, sono in grado di fare l’analisi comparata. E’ un concetto un po’ complicato, è inutile quindi che ti sforzi a comprenderlo.

MAX: La tua valutazione sul mio italiano mi lascia indifferente, ma pare il bue che da del cornuto all’asino. “Ufficialmente” non hai compreso, perché hai avuto bisogno che il parroco della tua parrocchia ti spiegasse “ufficiosamente” il senso del post. Tu, a quanto pare, hai sempre delle ragioni che non stai a spiegare ed io “ufficiosamente le capisco, ma a certe tue dichiarazioni non ho alcun dubbio a credere. Che tu sia un gran presuntuoso, non hai bisogno di metterlo tra parentesi, perchè ogni carattere dei tuoi scritti trasuda presunzione e spocchia; altro che analisi comparata! tu sei un complessato che, stufo di farsi dare dell’ignorante ad ogni piè sospinto, si è impegnato alle serali (questo è un merito) per raggiungere uno stato di decenza. Altro che 17.000 euro al mese dal Berlusca! tu sei uno che tira a campare!

Questo è un tuo post:

Giulio Cesare said,

December 7, 2005 @ 7:46 pm

Caro Walter,

l’ho scritto proprio io. Siccome tutti mi davano dell’ignorante, sono andato a scuola serale per migliorare il mio italiano ed ho ottenuto qualche risultato. Io non faccio il noglobal di professione, invece di lamentarmi e spaccare vetrine, cerco di migliorarmi. Comunque invierò ancora qualche messaggio con errori, così qualche acculturato potrà sentirsi superiore e darmi dell’ignorante.

—->7. Max Stirner, quando nella risposta ti scrivo “ Decidi come vuoi chiamarti “, significa non solo che ho capito chi sei, ma ti tendo anche una “trappolina” per farti scoprire le carte, giusto per avere la certezza matematica. Per l’ennesima volta, non hai capito un tubo e sei caduto come una pera cotta. Sono settimane che ti faccio intervenire quando voglio sia sul blog di Grillo che qui da noi e non sei mai riuscito a capire neanche questo;

MAX: Certo, che geniaccio! Non ho capito nulla perché avevi capito tutto tu. Poveretto! Guarda che se continui così ti sbrodoli addosso; anche la boria e la spocchia esigono un contegno, ma se sei contento così...

—->8. certo che nella scelta dei nomi sei un fenomeno. Prima ti scegli quello di un anarchico “sfigato” e poi inviti con pubblici appelli sul blog di Grillo a votare per Di Pietro, l’uomo di “legge e ordine”, le due cose fanno a pugni in termini di coerenza, ma, contento tu, contenti tutti. Da noi scrivi con il nick di Catone. Immagino tu faccia riferimento a Catone il Censore. Per tua informazione, Catone subì ben quaranta processi al suo tempo e non era dalla parte dei giudici. Come la mettiamo con l’appello a Di Pietro. Anche sui nicknames, confusione assoluta, come negli scritti;

MAX: Anche queste affermazioni evidenziano la crassa ignoranza in cui galleggi. Max Stirner è personaggio a te completamente sconosciuto e tu, storpiandolo in Marx lo dimostri, perché altrimenti avresti saputo che fu il più feroce nemico del comunismo, ma la tua ignoranza abissale arriva persino a confonderlo con gli anarchici insurrezionalisti e bombaroli, senza sapere che egli fu definito, per anni “anarchico individualista” perchè per le sue idee, per l’originalità del pensiero e la sua novità, non sapevano come collocarlo nell’evoluzione del pensiero filosofico. Sono ormai 50 anni che questa definizione e considerata superata perchè inadeguata ed a lui viene ufficialmente attribuito il merito di essere stato l’ispiratore di Friedrich Nietzsche, nientemeno; la tua ignoranza è abissale, ma potresti riprendere le scuole serali, oppure imparare a tacere quando non sai una cippa.
Per quanto riguarda CATONE dimostri ancora una volta a che livello infimo ti trovi. Non essendo questo un trattato, ti posterò solo due righe che riguardano CATONE, ed un link da cui qualcuno che legge potrà dedurre quanto ignorante sei; Studia che l’ignoranza prima o poi ti presenta il conto!

CATONE IL CENSORE

“I ladri di beni privati passano la vita in carcere e in catene, quelli di beni pubblici nelle ricchezze e negli onori.”
“Fures privatorum furtorum in nervo atque in compedibus aetatem agunt, fures publici in auro atque in purpura.”

Catone, citazione in Aulo Gellio, Notti attiche, XI, 18, 18.

http://web.genie.it/utenti/i/inanna/livello2/catone-1.htm

come vedi CATONE non solo non è quello che dici tu, ma è pure attualissimo ed è per questo che me lo sono scelto, altro che incoerenza! Studia ignorante!
Vorrei aggiungere che il tuo nick lo trovo molto appropriato e ti faccio i miei complimenti; Se le tue capacità fossero pari alle tue aspirazioni, credo che potresti ambire molto in alto, peccato però che i termini siano invertiti. Comunque, se ho capito il tuo pensiero, è meglio essere il capo di una tribù di pigmei che un “primus interpares”, ma se non stai attento a sceglierti i blogger con cui ti scontri, i tuoi adepti potrebbero capire che non sei un boscimano, ma un pigmeo come loro.

—->9. se un giorno ne avrò voglia ti dimostrerò, documenti alla mano, che sei anche RAZZISTA;

MAX: Se…, ma…, forse…, Parla quando puoi parlare, altrimenti ti converrebbe tacere. tutte queste illazioni che non possono dimostrare nulla, dimostrano solo la tua pochezza.

—->10. la prossima volta che vuoi scrivere da noi, firmati pure Max Stirner, noi non minacciamo e non inviamo virus a nessuno. E’ Max Stirner che minaccia di farlo nei suoi commenti.

MAX: Se me lo permetti, io posto con il nick che mi pare poi, se tu vuoi capire ufficialmente o ufficiosamente non è affar mio; se io posto lo faccio per il piacer mio e se tu ed i tuoi seguaci non siete in grado di capire, affare vostro.
Ritengo che, dopo esserci spiegati, non resti spazio per un dialogo e, se non verrò chiamato in causa, come amate fare spesso, non credo che avrò motivi per postare in questo blog; se io intrverrò sarà solo per “PAR PARI REFERTUR”. Se non verrò chiamato in causa…

Ciao caro e studia!

CATONE


ok: tolgo i soldi dalla posta poi vado a comprare un power mac g5 quadriprocessore lo metto in rete pago un haker per entrare nel pentagono e faccio sparare un paio di missili nucleari sulla testa del nano.

Mannaggia mi sa che faccio troppi danni collaterali!!!!!

Oppure vinco le elezioni e in 100 giorni cambio tutte le leggi che ha fatto il nano, lo processo lo metto in galera,espatrio tutta la famiglia ad hammamet,ridistribuisco il denaro rubato.

forse va meglio così.

Maurizio Menghini 28.12.05 13:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bravo Grillo spero che dai un occhiata a questo post.

L'idea di comprare una azione per poi partecipare alle assemblee degli azionisti...
è buona idea l'aveva proposta anche di pietro
se non ricordo male.

In quest'ultimi anni c'è in atto un disegno degenerativo allarmante...

1)
prima il nano e soci evitano i suoi problemi
con la giustizia con leggi a personam e attuano
una campagna mediatica con i media a loro
disponibile... per delegittimare la giustizia.

2)
il conflitto di interesse non ne parla piu...
anzi con la riforma delle comunicazioni le tre
rete rimangono salde in possesso del nano.

3)
la riforma della costituzione si inserisce sempre
in questo quadro indebolendo il potere del
presidente della repubblica, ect. A favore
del primo ministro.

4)
la riforma della giustizia si inserisce sempre
in questo quadro indebolendo l'independenza
della magistratura.

5)
con la riforma delle comunicazioni le tre reti
dei cittadini (RAI) rimangono sotto il controllo
della politica e del gov. Non come con la riforma fatta di recente in spagna, (vedere il film viva zapatero.)

6)
La riforma della bankitalia è debole, è il
minimo che si potesse fare dopo gli
scandali parmalat, cirio, le ultime OPA.
(gli organi di controllo dormono...)

7)
Il falso bilancio viene depenalizzato
, i tempi di prescrizione si abbreviano.


Il disegno è chiaro ed è a 360 gradi.

se sentite qualcosa nel fondo schiena
forse non troppo tardi....

Italiani su marte ???

luigi salomone 28.12.05 13:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

All'estero molto spesso per i conti correnti le spese sono NOTEVOLMENTE inferiori! Nella mia esperienza personale, avendo vissuto per un anno negli stati uniti avevo la necessità di avere un cc presso una agenzia di una nota banca. Svariate sono le differenze, sono rimasto molto colpito (purtroppo è brutto dire di essere stati stupiti da una cosa che dovrebbe essere tanto naturale)quando per esempio, nell'operazione di chiusura conto, mi hanno ridato fino all'ultimo centesimo, senza trattenere nulla causa "operazione chiusura conto".

Davide Magistri 28.12.05 13:29| 
 |
Rispondi al commento

3. promuovere una verifica periodica dell’operato dei dirigenti di partito e di chi ricopre incarichi di governo, o di rappresentanza generale, interamente sottratta alle logiche autoriproduttive oggi dominanti

massimo guerra 28.12.05 12:41

e se durante la verifica, si scopre che, gli interessi del paese sono messi tra le.. "varie ed eventuali", un bel CALCIO NEL CULO e avanti il prossimo

Buona giornata


x Maurizio Meneghini

in questi 2 link si dice - tra le altre brutture - che Mediolanum (la banca del B) ha l'esclusiva per la distribuzione dei prodotti finanziari ed assicurativi dagli uffici postali.
http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=stampa&cod=3411&numero=999
http://lnx.hackerexpert.com/home/modules.php?name=News&file=article&sid=29

fabrizio asteli 28.12.05 13:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

COME VOLEVASI DIMOSTRARE
E CHE CA@@O!!!!!!!

c'è ancora qualcosa che non sia suo suo?
14mila sportelli di Poste Italiane Spa farebbero gola a qualsiasi banca, ma, se si eccettua un tentativo fatto da Deutsche Bank nel 2001, finora nessun istituto di credito era stato capace di metterci le mani. L'impresa è ora riuscita alla Mediolanum. Essendo una banca online, Mediolanum è sempre stata priva di sportelli mentre ora, grazie all'accordo con Bancoposta, i suoi clienti potranno domiciliare i loro bonifici nella capillare rete di Bancoposta e la banca di Silvio Berlusconi e del suo socio Ennio Doris si trasformerà, da banca virtuale, nell'azienda con maggiore copertura territoriale. (...) Va considerato, fra l'altro, che il costo di un impiegato postale è circa la metà di quello di uno sportellista bancario con mansioni analoghe. L'unico dettaglio che stona è che Mediolanum è una banca di proprietà del premier e che il ministero delle comunicazioni è l'autorità regolatrice dell'attività di Poste Spa, un'impresa a totale partecipazione pubblica. (...) L'intera operazione, secondo un'interrogazione del ds Giorgio Panattoni, è stata pilotata da Massimo Sarmi, vicino ad An, e dal ministro Maurizio Gasparri, e rientra in una strisciante privatizzazione di Poste Spa che verrà quotata in Borsa.c

Maurizio Menghini 28.12.05 13:19| 
 |
Rispondi al commento

Io ho fatto cosi', ho il cc in una banca piccola locale.
In questo modo non ho risolto i problemi del mondo ma almeno non mi trattano a pesci in faccia.

A proposito, all'estero per dei cc non si paga niente o qualcosa tipo 1 euro all'anno, vorrei capire perche' in Italia si paga da 50 a 100 euro l'anno?
Qualcuno ha una soluzione? A parte tenere i soldi sotto il materasso.

Ghigo Renzulli 28.12.05 13:19| 
 |
Rispondi al commento

sono d'accordo a fare una raccolta fra noi per comprare qualche azione prima dei....capitalisti per poter diffondere quello che succede nelle stanze...dei bottoni. Speculare non sta bene:
ci vuole sempre il buon esempio.Che ne pensi?ciao marilena

marilena stella 28.12.05 13:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Facile profezia.

Già questa estate ad Agosto un'uscita di Violante che parlava di GIUSTIZIALISMO immediatamente dopo la pubblicazione delle intercettazioni telefoniche di Fazio e Fiorani in cui si citava anche Consorte era una profezia certa di ciò che accade oggi.

Imparate a leggere i media anche come strumento di comunicazione di messaggi cifrati per l'avversario politico con cui si è inciuciati.

Marco Travaglio: L'inciucio !

Tutto vero, come al solito.

massimo guerra 28.12.05 13:10| 
 |
Rispondi al commento

ROVESCIAMOLI!!!

Non ci accontentiamo di rompergli le scatole!

Questi capitalisti non sanno più dove sbattere la testa!

L'unica soluzione che propongono alla "NOSTRA" crisi (visto che loro continuano a fare la vita da nababbi) sono i soliti "NOSTRI" sacrifici.

Destra-centro-sinistra uniti contro i lavoratori, i precari, i migranti per fargli pagare le colpe di una classe dirigente completamente inadeguata.

Visto che non c'è una alternativa costruiamola noi e appoggiamo tutti i movimenti già esistenti.

Iniziamo col chiedere la scala mobile per i salari e la rinuncia al precariato.

Solo un mondo che si basi sul soddisfacimento dei bisogni delle persone e sull'eliminazione delle miserie umane può eliminare tutte le cose che ci fanno indignare.

Sigismondo Lettieri 28.12.05 13:09| 
 |
Rispondi al commento

sono daccordo di chiudere in cc in banca e passarlo alla posta...poi mi sorge un dubbio... di chi è la posta?
Mi sa che ci ha messo le mani il nano.

se sapete qualcosa prego fare sapere.

Grazie
Maurizio

Maurizio Menghini 28.12.05 13:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ROVESCIAMOLI!!!

Non ci accontentiamo di rompergli le scatole!

Questi capitalisti non sanno più dove sbattere la testa!

L'unica soluzione che propongono alla "NOSTRA" crisi (visto che loro continuano a fare la vita da nababbi) sono i soliti "NOSTRI" sacrifici.

Destra-centro-sinistra uniti contro i lavoratori, i precari, i migranti per fargli pagare le colpe di una classe dirigente completamente inadeguata.

Visto che non c'è una alternativa costruiamola noi e appoggiamo tutti i movimenti già esistenti.

Iniziamo col chiedere la scala mobile per i salari e la rinuncia al precariato.

Solo un mondo che si basi sul soddisfacimento dei bisogni delle persone e sull'eliminazione delle miserie umane può eliminare tutte le cose che ci fanno indignare.

sigismondo lettieri 28.12.05 13:07| 
 |
Rispondi al commento

ROVESCIAMOLI!!!

Non ci accontentiamo di rompergli le scatole!

Questi capitalisti non sanno più dove sbattere la testa!

L'unica soluzione che propongono alla "NOSTRA" crisi (visto che loro continuano a fare la vita da nababbi) sono i soliti "NOSTRI" sacrifici.

Destra-centro-sinistra uniti contro i lavoratori, i precari, i migranti per fargli pagare le colpe di una classe dirigente completamente inadeguata.

Visto che non c'è una alternativa costruiamola noi e appoggiamo tutti i movimenti già esistenti.

Iniziamo col chiedere la scala mobile per i salari e la rinuncia al precariato.

Solo un mondo che si basi sul soddisfacimento dei bisogni delle persone e sull'eliminazione delle miserie umane può eliminare tutte le cose che ci fanno indignare.

Sigismondo Lettieri 28.12.05 13:06| 
 |
Rispondi al commento

Il profeta Giuseppe Turani scriveva su Repubblica il 18 luglio 2005 la seguente profezia foriera di funesti auspici per la sinistra italiana:

A sinistra, comunque, Consorte comincia a fare un po' paura perché, se da un lato sta dando testa e gambe a una struttura di "finanza rossa" (che può sempre essere utile), dall'altro cresce il numero di quelli che pensano che Consorte stia diventando troppo potente e troppo incontrollabile. La galassia delle cooperative, come si diceva, è tutta piena di suoi fedelissimi e quindi Consorte è uno che si controlla da sé. E domani Consorte invece di aiutare il partito, cioè, i Ds, potrebbe anche mettersi in testa di dare ordini al partito. Insomma, le coop hanno partorito il loro piccolo Cuccia. Solo che adesso Cuccia guarda lontano e più che servire vuole servirsi della politica.

E il profeta Turani scrisse a chiare lettere:

E domani Consorte invece di aiutare il partito, cioè, i Ds, potrebbe anche mettersi in testa di dare ordini al partito.

E ora la maledizione è stata lanciata contro il Consorte stesso e la Grande Quercia, il nocciolo duro della Sinistra italiana
La profezia del profeta Turani s'è avverata
Alleluja Alleluja

La montagna Sinistra Italiana ha partorito il ttopolino Consorte, detto il Cuccia delle Coop rosse
Che Iddio salvi la Sinistra

Mladic Ratko 28.12.05 12:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un commento al post di ALESSANDRO SANDRINI.


Sono pienamente d'accordo con te.
Allora, per incominciare, aria più pulita da respirare in modo tale, l'ossigeno pulito che respireremo, renderà più pulito il nostro sangue che, arrivando al cervello, migliorerà le nostre capacita di pensiero e prenderemo decisioni più sagge e più vicine alle nostre vere esigenze.
Perciò da domani, ABOLIZIONE TOTALE DI AUTOMOBILI, CAMION e tutto ciò che abbia a che fare con petrolio e affini.
Si ritorna al caro vecchio cavallo, bicicletta o al massimo il TRENO.
Peccato che in Italia siamo un branco di ambientalisti senza palle, altrochè Verdi e compagnia bella, tutte galline che sbraitano solo quando hanno una certa "convenienza", diversamente non gli frega un bel niente a nessuno.
Se la TAV inquina, le Autostrade invece.....purificano l'aria?, per forza, le autostrade non passano in Val di Susa e per ciò come vedi a nessuno gli frega niente, anzi, quando c'è un problema in Autostrada, ci incazziamo tutti, sia di destra che di sinistra, come mai ????
Lo smog nelle città e paesi, è forse il governo Berlusconi che lo produce? (in Val di Susa non ci sono le città.....)
Perchè ci scandalizziamo se spendiamo soldi per mandare delle inutili sonde in giro per l'universo, invece di "risolvere" i problemi di inquinamento terrestre ?
Perchè un certo tipo di inquinamento va bene e un'altro tipo invece no ?
Perchè i Verdi non vanno in bicicletta invece che in auto o in aereo ? (o in barca..)
Secondo me, l'inquinamento è come una decisione politica che sia di destra che di sinistra e come tale può andare bene per qualcuno, scontentando altri.
Finche ci sarà la politica a regolare l'ambiente, tra poco respireremo e mangeremo CACCA, con la politica e i capitali non si salvaguarda l'ambiente, per questo ci vuole una cosa gratutita: EDUCAZIONE E RISPETTO PER GLI ALTRI.

Allora, vogliamo fare gli ambientalisti o vogliamo continuare a fare i buffoni ?

Meditate gente, meditate

Fabio Gabellini 28.12.05 12:50| 
 |
Rispondi al commento

C'entra poco con il tema ma vale la pena leggerlo.

Vi invito a riflettere su di un solo dato: nelle carceri italiane i detenuti sono per un terzo tossicodipendenti, per un terzo extracomunitari, per un terzo originari dall'antico Regno delle due Sicilie.

In Italia ci sono 60.000 detenuti per 42.000 posti, è il numero più alto di tutta la storia repubblicana e la maggioranza è o in attesa di giudizio o condannato a pene detentive inferiori a tre anni. La quasi totalità dei detenuti ha un livello di istruzione infimo. Se si è benestanti o istruiti è pressocché impossibile finire in carcere.

Non può sfuggirci cosa significano questi dati. Un carcere pieno di malati e di vittime o del colonialismo (interno ed esterno) o del fallimento dei sistemi educativi di questo paese è un carcere di classe ed un carcere coloniale. Una giustizia sabauda contro i regnicoli, una giustizia gentiliana, una giustizia colonialista e coloniale.

E' stata stucchevole fino alla nausea la manifestazione del giorno di Natale a Roma che ha riunito per l'amnistia (che nessuna parte politica metterà nel programma per il 9 aprile) quelle stesse classi dirigenti (Ferrara, Cossiga, Capezzone, D'Alema...) che hanno costruito questo stato delle cose negli ultimi 144 anni, passando dall'Italia liberale, al fascismo, alla Repubblica.

Gennaro Carotenuto
Fonte: www.gennarocarotenuto.it
Link:http://www.gennarocarotenuto.it/dblog/articolo.asp?articolo=399

Fabio Manfredi 28.12.05 12:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Di tutto quello che ho sentito sulle banche, una considerazione non mi sembra male.
Dovremmo tutti chiudere il nostro conto corrente ed aprirlo in posta.
Le spese e le commissioni bancarie hanno raggiunto livelli da rapina legalizzata.
Le banche fanno pagare agli utenti le loro inefficienze, aumentando le tariffe; e per non abbassarle impediscono a banche estere di entrare nel mercato italiano...la concorrenza da fastidio alle nostre banche che sanno che all' estero le tariffe sono più basse.
Ma a noi chi ci pensa ?
Chiudere il conto...e pedalare !

R. Leo 28.12.05 12:41| 
 |
Rispondi al commento

E' indispensabile:
- una Legge istitutiva di Primarie Aperte
- la riforma dei Partiti

Su quest'ultimo punto , vista la malafede e il qualunquismo di alcune dichiarazioni a favore del Regime Partitico attuale, devo proprio dilungarmi.
E' solo uno schema, ma è sicuramente molto condiviso da tutti coloro che sono andati a partecipare alle Primarie Nazionali e Regionali.

Per la riforma della politica

1. La democrazia nei partiti


Rilanciare la democrazia e riavvicinare i cittadini alla politica significa mettere in discussione lo stato attuale dei partiti e delle istituzioni.

Come abbiamo visto, il sistema elettorale, sia nella versione nazionale che in quella per gli enti locali, rende questo obiettivo tutt’altro che agevole, ma non si può attendere una riforma che non sappiamo se, quando e come sarà per sollevare il dibattito e tentare l’impresa.
Le questioni da affrontare sono: i percorsi di formazione delle scelte e dei programmi, i modi della loro attuazione, la verifica dell’effettiva corrispondenza fra le scelte democraticamente assunte e le decisioni operative che ne conseguono, la selezione dei rappresentanti. Questi temi sono decisivi sia nella vita interna dei partiti, che nelle istituzioni, anche se la diversità dei protagonisti (da un lato gli iscritti, dall’altro i cittadini), e quella della funzione (il partito può decidere solo per sé, per il resto concorre alla decisione; l’istituzione decide per tutti) impongono un approccio e soluzioni non identici.
In via di principio gli iscritti ai partiti hanno a disposizione più canali di partecipazione direttamente connessi con la decisione politica: quello interno al partito di appartenenza, quello della coalizione di cui il loro partito è componente, quello del confronto pubblico promosso dalla coalizione che può riguardare il programma e la selezione dei candidati (primarie). Nella realtà questi processi di partecipazione democratica sono ridotti ai minimi termini. Il fenomeno ha investito molto più pesantemente i partiti che svolgono funzioni di governo, ma un abbassamento del livello di vita democratica, che si manifesta nel restringimento delle sedi decisionali e in un eccesso di personalizzazione, ha investito tutte le forze politiche.
Nei partiti che svolgono funzioni di governo si è prodotta e si sta tuttora consolidando una trasformazione profonda e strutturale. I partiti spesso nascondono la loro sempre più evanescente identità dietro il dovere di lealtà nei confronti della coalizione di cui fanno parte. Il loro autonomo contributo all’elaborazione dei programmi diviene sempre meno significativo, anche perché la gravitazione verso l’area moderata dell’elettorato indotta dal sistema elettorale e il proposito di non vincolare troppo l’azione di governo a rigidi mandati conferiscono ai programmi stessi una fisionomia assai fluida. I partiti si riservano nel migliore dei casi una funzione di carattere semplicemente istruttorio sui programmi, ma conservano un potere effettivo, sul quale concentrano la propria attenzione, nella selezione delle candidature. Anche questo compito, tuttavia, è stato quasi completamente sottratto agli iscritti. Esso viene gestito da cerchie molto ristrette di personale politico, di regola da coloro che detengono posizioni di rilievo dentro le istituzioni d’intesa col vertice del partito. Gli incarichi istituzionali sono diventati l’obiettivo prioritario della carriera politica sia in ragione dell’apprezzabilissima condizione economica che garantiscono, sia per il fatto che consentono notevoli possibilità di collocazione nel sistema di potere allargato. Tutto ciò è fonte di appiattimento del dibattito politico e di atteggiamenti dettati da conformismo e opportunismo. Il ricambio generazionale viene limitato al massimo e controllato con grande attenzione. L’autoreferenzialità dei gruppi dirigenti è nello stesso momento causa ed effetto di questo meccanismo. Una rottura in senso democratico della vita dei partiti è impossibile se non si affronta e si scioglie risolutamente questo intreccio che è, probabilmente, la causa prima del loro scadimento nella considerazione dei cittadini e persino di una parte non esigua degli iscritti.

Gli obiettivi che ci sembra debbano essere perseguiti prioritariamente sono:


1. restituire all’impegno politico il significato di una scelta dettata da un’alta motivazione e del tutto disinteressata sul piano personale

2. creare le condizioni per una selezione del personale politico attraverso una larga partecipazione democratica che tenga conto anche dei requisiti e delle dimostrate capacità dei candidati

3. promuovere una verifica periodica dell’operato dei dirigenti di partito e di chi ricopre incarichi di governo, o di rappresentanza generale, interamente sottratta alle logiche autoriproduttive oggi dominanti

4. assicurare un costante e frequente ricambio nelle cariche a partire da quelle maggiormente ambite

Si tratta di aspetti sui quali negli ultimi tempi sono giunti da più parti appelli o denunce destinati però a restare senza alcun effetto. Occorre che i partiti decidano nuove e cogenti regole che diano la certezza di un radicale cambiamento.

Nell’ordine, proponiamo:
1. Sottrarre alle cariche istituzionali e a quelle di rappresentanza generale (presidenze di aziende, enti, ecc., non assimilabili ai ruoli dirigenziali di tipo gestionale di cui parleremo più avanti) almeno quella parte di attrattività che è legata ai notevoli compensi economici e ai vantaggi che possono derivare da un uso personalistico della funzione. Il contrasto alla personalizzazione rinvia ancora una volta alla riforma dei sistemi elettorali, ma può essere perseguito anche rafforzando e rendendo obbligatoria la pratica della collegialità. Un atto emblematicamente ispirato alla collegialità dovrebbe essere la presentazione congiunta nella campagna elettorale del candidato sindaco, o presidente, e della giunta chiamata ad affiancarlo. Così facendo, non solo si attenuerebbe l’eccesso di leaderismo, ma si consentirebbe ai cittadini una migliore valutazione degli schieramenti in campo, accrescendo così la loro consapevolezza e perciò il grado di democrazia (nella parte dedicata specificatamente a democrazia e rappresentanza nelle istituzioni torneremo su questo tema). Un altro esempio, stavolta riferito alla vita interna dei partiti, può essere il divieto sanzionabile per il segretario, a qualunque livello di responsabilità, di avanzare pubblicamente proposte politiche rilevanti prima di averne discusso negli organismi dirigenti. La pratica contraria, diffusa ovunque, ingessa il confronto e lo riduce a una sorta di referendum pro o contro il segretario. Sul punto relativo alla appetibilità delle cariche, occorre un drastico ridimensionamento dei compensi e la soppressione di tutti i benefits che non siano direttamente correlati con lo svolgimento dell’incarico. Non c’è nessuna demagogia in tale richiesta. Sorprende, piuttosto, come non si sia compreso che l’autopromozione economica avrebbe ancor più distaccato i cittadini dalla politica. Gli alti compensi sono stati giustificati con parametri riferiti al mercato e con l’argomento che, altrimenti, persone dotate di alta professionalità e redditi elevati non avrebbero mai accettato di svolgere incarichi pubblici. Così facendo, però, si è dato un altro colpo all’idea che l’impegno pubblico deve essere essenzialmente una scelta guidata da un forte contenuto ideale. L’esempio dei sindacati, dove le retribuzioni dei dirigenti restano assai prossime a quelle di lavoratori dipendenti di qualifica medio-alta, dimostra come sia possibile associare un’alta responsabilità e un forte impegno personali con un equo stipendio. Fino a quando non sia realizzato questo ridimensionamento dei compensi, gli eletti dovrebbero senza eccezione alcuna mettere a disposizione del proprio partito una quota consistente del loro compenso (non meno del 50%) da raccogliere in un fondo la cui trasparente gestione dovrebbe avere finalità sociali o culturali. L’accettazione di tale vincolo dovrebbe valere come precondizione per la candidatura o per l’incarico.

2. Rompere la prassi della cooptazione, vale a dire della promozione diretta da parte del livello superiore che con questo metodo si assicura la propria indiscussa continuità. In ogni organizzazione in cui vige il sistema della cooptazione, l’obiettivo di chiunque aspiri a migliorare il proprio status diviene quello di rendersi gradito a coloro cui compete la scelta. In un partito le conseguenze sono distruttive, sia per l’immagine che offre di sé, sia per le dinamiche interne che ne scaturiscono. Si può prevedere che per le cariche interne di partito e per le candidature a cariche elettive le proposte da valutare siano sempre in un numero almeno triplo rispetto ai posti da ricoprire, che possano essere presentate anche dal basso con un ragionevole numero di sostenitori, e che ognuna sia accompagnata da un ampio curriculum contenente per ciascuna delle attività svolte anche una puntuale valutazione condotta da soggetti, preferibilmente esterni, di provata obiettività. Con queste modalità, che danno a tutti la possibilità di contare nella decisione da assumere, sarà senz’altro garantita un’ampia partecipazione. La selezione è indubbiamente più complessa quando ci si sposta sul terreno di competenza della istituzione, comprendendovi anche gli incarichi di rappresentanza generale. In questo campo la cooptazione è elevata addirittura a norma generale in quanto sono competenza del sindaco, o del presidente, la nomina della giunta e l’assegnazione degli incarichi. Si tratta di una norma prevista per liberare i vertici dell’istituzione dal tutoraggio dei partiti, ma, com’era ampiamente scontato, in questo modo si sono soltanto sottratte le decisioni dalla possibilità di un controllo trasparente. Dietro le quinte la partita viene giocata esattamente come prima, con la differenza che mentre prima quelle pratiche potevano essere contestate, adesso si finge che neppure esistano. Non è in discussione il fatto che venga ricercato un equilibrio fra le varie forze politiche che compongono la coalizione vincente a partire dalla rappresentatività di ciascuna di esse. L’aspetto inaccettabile è ancora una volta quello di veder sottomessi criteri di capacità e competenza alla pressione di gruppi organizzati di vario segno. Si potrebbe pensare a un percorso di questo genere: una volta compiuta la scelta del candidato sindaco, o presidente, le forze che costituiscono la coalizione selezionano mediante processi decisionali partecipativi (v. quanto indicato sopra per le cariche di partito e per le candidature a cariche elettive) le loro proposte per la giunta corredate dai curricula relativi; dopodiché il candidato sindaco, o presidente, configura in sostanziale coerenza con quelle proposte la giunta con la quale si presenta alla cittadinanza già nella campagna elettorale.

3. Introdurre il principio della verifica periodica dei rappresentanti. Oggi la prassi non dice soltanto che la cooptazione è il metodo prevalente per la selezione, ma anche che il secondo mandato, quando si tratta di incarichi “di pregio” (è il caso degli assessori, dei consiglieri regionali, dei parlamentari e delle presidenze), è garantito a tutti indipendentemente dal riconosciuto buon esito del primo (salvo casi eccezionali), e che una volta esaurito il secondo mandato verrà trovata o “inventata” un’appropriata collocazione per la persona in oggetto (una sollecitudine, questa, dedicata di regola a chi fa parte del giusto circuito). E’ veramente paradossale che l’attività pubblica, che più di ogni altra dovrebbe essere sottoposta al giudizio della collettività di riferimento, sia invece ricondotta sostanzialmente all’autovalutazione di chi vi opera. Affronteremo più avanti il tema del controllo sull’operato degli amministratori che compete ai cittadini. Ma neppure gli iscritti al partito di cui gli eletti, o i nominati, siano rappresentanti vengono messi nelle condizioni di formulare un’opinione motivata. Chi difende il metodo attuale sostiene che sono i cittadini col loro voto a dare il giudizio confermando o revocando la loro fiducia. Questa è una pura mistificazione. Nelle elezioni amministrative e regionali il sistema elettorale è congegnato in modo da contrapporre due coalizioni così che ciascuna accredita come consenso ricevuto anche il voto di elettori insoddisfatti, ma che la premiano per l’unico motivo che vogliono impedire la vittoria della coalizione avversa. In questo senso neppure il sindaco o il presidente che vengano ripresentati per un secondo mandato sono effettivamente giudicati dai cittadini, perché il voto travalica la figura dei singoli e solo in modestissima misura il leader aggiunge o toglie qualcosa alla coalizione. La stessa considerazione vale per l’elezione dei parlamentari almeno per la parte, nettamente preponderante, regolata dal sistema maggioritario. E’ essenziale, perciò, introdurre il principio della verifica, che deve valere per i rappresentanti dei livelli istituzionali ma anche per i dirigenti di partito, ed essere una modalità ricorrente (ad esempio, una volta l’anno). In questo ambito si tratta di verifiche da condurre in sedi di partito. Gli obiettivi sono il ripristino di un controllo dal basso e lo sviluppo di una libera discussione dalla quale traggano forza la volontà di partecipazione e di valorizzazione delle competenze e riceva nuovo impulso il ruolo fondamentale, anche se non esclusivo, dei partiti in quanto soggetti collettivi e democratici nella formazione delle classi dirigenti. Ribadiamo, invece, la nostra contrarietà allo strumento delle primarie. Oltre alle irrisolvibili questioni che riguardano la disparità nelle condizioni di partenza dei concorrenti (il censo, l’aver occupato posizioni di rilievo nella gestione della cosa pubblica, ecc.), oltre alle incursioni dei poteri forti che possono condizionarne l’esito, oltre all’estrema personalizzazione della politica del tutto congenita con tale strumento, resta la considerazione di fondo che le primarie sono una modalità di selezione propria di una democrazia delegata e non partecipativa, e di un modello di democrazia nel quale i partiti decadono dal ruolo loro assegnato dalla Costituzione e si trasformano irreversibilmente in comitati elettorali.

4. Stabilire in modo tassativo che non si possono superare i due mandati. L’inderogabilità di una simile norma è oggi resa assolutamente necessaria dalla concentrazione dei poteri decisionali per le candidature e le nomine in cerchie ristrette di persone per la massima parte collocate nelle istituzioni. E’ evidente che questo vincolo per essere efficace richiede di essere combinato con le misure indicate in precedenza, soprattutto con l’instaurazione di criteri di valutazione e sedi collettive di verifica che assicurino, quando se ne ravvisi l’utilità, avvicendamenti anche più frequenti.
Oggi il percorso di carriera è micidiale: terminati i due mandati (ma il terzo e oltre non sono infrequenti), fatta salva la condizione di “integrazione” del soggetto, viene ricercato un impiego che gli assicuri un compenso almeno prossimo a quello percepito in precedenza. La proliferazione di enti, agenzie, consigli di amministrazione, ecc. che si è avuta nel corso degli anni ha in gran parte questa origine (il fenomeno non conosce distinzioni fra centro-destra e centro-sinistra). Tutto questo produce almeno tre effetti perversi: si ritarda il ricambio generazionale che è un insostituibile requisito di efficienza per ogni istituzione, oltre che un fisiologico dovere delle generazioni mature; si crea un micidiale intreccio burocratico in cui la gratitudine e la fedeltà si antepongono al confronto politico e delle idee; si trasmette una pessima idea della politica e delle stesse istituzioni sempre più identificate come luoghi deputati alla gestione del potere piuttosto che alla progettazione e al governo della società, anche perché chi vuole essere confermato in posizioni di prestigio presta una cura particolare al rapporto con i suoi grandi elettori. E’ nota la tesi con la quale si giustifica lo stato di cose presente: chi compie un percorso istituzionale o di direzione di un partito acquisisce un’esperienza che lo fa essere una risorsa da non perdere. Non è un argomento privo di fondamento, ma in via puramente teorica. Per essere una risorsa così importante, occorre non solo aver fatto un’esperienza, ma averla fatta molto bene, e a dirlo non possono essere l’interessato o quelli che l’hanno direttamente scelto o, più spesso, cooptato; inoltre, le risorse importanti non cessano di essere tali se, dopo aver occupato per un po’ la prima fila vanno ad occupare la seconda o la terza, in altre parole se mettono a disposizione il loro sapere per favorire o accelerare l’acquisizione di sapere di altri, facendo appunto retrocedere il loro interesse personale. La classica frase “di lui (di una lei non viene mai detto) non possiamo fare a meno” è il modo per sottomettere le regole a un’apparente causa di forza maggiore. Più brevi sono gli incarichi, più semplice e naturale risulta il ritorno all’attività svolta prima di assumerli. I lunghi distacchi sono di difficilissima gestione perché il reinserimento nel lavoro sarà inevitabilmente traumatico, se non altro per le modifiche che il lavoro subisce a grande velocità. Non tener conto di questa evidenza significa semplicemente scegliere la via dell’autoriproduzione di una classe dirigente.

Per la fonte ed ulteriori approfondimenti: http://www.laretedeimovimenti.it/belpaese/perlasinistra

massimo guerra 28.12.05 12:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

un bambino sul suo sito ,ha descritto noi adulti come 100 blog non riuscirebbero a fare

www.francydelorenzi.it

gianni zizi 28.12.05 12:39| 
 |
Rispondi al commento

Caro lascala, ma stai copiando e incollando lo stesso post da sei mesi? :-) ahahah dai, sforzati un pochino che puoi fare di meglio! ih ih ih

pietro lanoia 28.12.05 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Che nel c**o me lo metta il nano posso comprenderlo benissimo. Ma che siano questi falsi sinistrorsi difensori delle lobbies economiche, mi fa rabbia da non crederci. Bisogna agire. Il voto non serve a nulla. Ci vuole uno scatto d'orgoglio. Partecipare non è solo votare, ma fare pressione. E serve la conoscenza, altrimenti non si va da nessuna parte. L'unica cosa 'buona' che potevano fare nella riforma del risparmio, ovvero il passaggio delle quote azionarie allo Stato, lo hanno cancellato per volere della lega nord. Altro che Roma ladrona!!! Hanno lasciato la proprietà di Bankitalia ai privati per altri tre anni, aspettando che il solito colpo di spugna lavi il marcio.

giovanni perrino 28.12.05 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Iraq. El Mundo: fregata spagnola nel Golfo offri' copertura ai bombardamenti USA. Anche dopo il ritiro delle truppe


FONTE:http://www.rainews24.rai.it/Notizia.asp?NewsID=58870


NON C'E' NIENTE DA FARE, OGGI E' IL GIORNO DELLA BELLA SINISTRA... (MA PORCCC....)

Luca Maroldo SCHIFATO 28.12.05 12:04

Mi sono fatto una verifica dei dati e fonte.

Sul sito US Navy c'è solo questo:

The United States Navy on the World Wide Web
A service of the Navy Office of Information, Washington DC
send feedback/questions to comments@chinfo.navy.mil
The United States Navy web site is found on the Internet at
http://www.navy.mil
----------------------------------------------------------------
NavNews for Tuesday, July 15, 2003

NNS030714-17. Mason, Spanish Navy to Participate in
Combined CSSQT

From Naval Sea Systems Command Public Affairs

WASHINGTON (NNS) -- The Naval Sea Systems Command
program executive office for integrated warfare systems (PEO
IWS) and the Spanish F-100 program office are conducting the
air defense portion of a combined combat systems ship
qualification trials (CSSQT) with the Spanish navy July 17-22 off
the coast of Wallops Island, Va.

USS Mason (DDG 87) and the Spanish frigate Alvaro de Bazan
(F 101) are participating in the CSSQT, a series of at-sea
exercises and tests to verify shipboard systems have been
installed correctly, and can be operated and maintained safely
and effectively. The CSSQT includes interoperability testing,
simulated and live gun firings, and will culminate in standard
missile firing exercises.

This is the first combined Aegis CSSQT with an allied Navy,
according to Dean Kimelheim, head of PEO IWS' test and
evaluation division. The trials will allow both Mason and Alvaro
de Bazan to jointly test their Aegis weapon systems, and
command, control, communications, computers, and intelligence
systems.

"Alvaro de Bazan is the first European naval ship with the Aegis
weapon system," explained Kimelheim. "This combined CSSQT
is a big deal for both navies, because it allows us to test our
capabilities together, and enhance our interoperability with our
European allies."

In addition to improving interoperability, the CSSQT's
objectives are to enhance coalition warfare and identify potential
areas for improvements in systems performance.

For related news, visit the Naval Sea Systems Command Navy
NewsStand page at www.news.navy.mil/local/navsea.


Com'è evidente è un'eservitazione risalente al 2003 in acque USA.

Sul sito ufficiale della Marina Miliatre USA non c'è altro in merito alla Alvaro de Bazan.

Sito ufficiale:www.news.navy.mil

Ricerca per nome: Alvaro de Bazan.

Questo è il risultato.

La fonte della query di ricerca è la seguente:http://www.chinfo.navy.mil/navpalib/news/navnews/nns03/nns030715.txt

massimo guerra 28.12.05 12:32| 
 |
Rispondi al commento

x Luca Maroldo SCHIFA

Anchio avevo avuto la stessa idea....
Ma molti sembrano che abbiamo dimenticato quello che ha scoperto mani pulite con il lodevole
contributo del ex magistrato Di Pietro.

Quello che successo dopo è stato grave con
forte contributito di tutti i media in parte sotto il controllo del nano e soci.

di criminalizzare la magistratura...
vi ricordate il nano e soci quando parlava del giustizialismo...
i suoi problemi li ha subito risolti con leggi a suo favore.

Hanno infamato la magistratura e l'ex pm
gli unici ingrado di mettergli il pastone
tra le ruote, l'affondo è stata la riforma
della giustizia fatta dal recente gov.
per allargare il controllo dai media hai
giudici... tutto chiaro.

Il tutto è andato cosi il partito-azienda
prende milioni di voti per andarci in c..lo, l'ex pm prende una mangiata di voti, dopo
aver tentato di far rispettare le attuali
leggi di merda....

poi è arrivato anche la depenalizzazione del falso in bilancio.

Italiani su marte !??

luigi salomone 28.12.05 12:27| 
 |
Rispondi al commento

Chiediamo in prestito i soldi alle banche agli stessi tassi di interesse concessi a politici e finanzieri dalla Banca Popolare Italiana....
sarebbe bello eh???
...quella che si dice la combinazione dei detti...
in Sardegna si dice "aicci nci arrennescit fintzas su cucu, (trad. così ci riesce anche il cuculo)

Su Bardaneri 28.12.05 12:24| 
 |
Rispondi al commento

giovanni perrino 28.12.05 12:11
_________________________________
posso essere d'accordo solo in parte , i DS non sono la sinistra della piazza e delle fabbriche ( quella vera) le commistioni con i poteri forti sono sempre più radicate all'interno del partito .

In ogni caso CONSORTE è sempre stato solo CONSORTE (amico di cossiga amico a destra e sinistra). E noi non abbiamo scelta o votiamo la sinistra o votiamo il NANO , abbiamo solo una cartuccia il nove aprile , cerchiamo di spararla alla meno peggio ancora per la prossima legislatura , poi vedremo il da farsi.
Società civile, sindacati, volontariato, associazioni avranno modo di esprimersi, ma prima di tutto MANDIAMO il NANO A CASA !
Primo passo per il cambiamento del paese !

Non pensare che sia così indottrinato da affermare che PRODI risolverà tutti i problemi dell' Italia e degli Italiani , ma sicuramente è meglio ( di poco ) della cozzaglia di gente infima che ricopre attualmente incarichi istituzionali e che legifera a comando del NANO e schiaccia le proteste a suon di manganelli !

g. corti

g . corti 28.12.05 12:23| 
 |
Rispondi al commento

Ciao.

Queste sono le tariffe di Skype per quanto riguarda l'Italia.

Le puoi vedere su http://www.skype.com/products/skypeout/rates/all_rates.html.
FISSO senza iva € 0.017 con iva € 0.020
CELL senza iva € 0.250 con iva € 0.287


Gaetano Nenna 28.12.05 12:22| 
 |
Rispondi al commento

@Marco Sandrini

-------------------------------------------------
CHE CAZZO C'ENTRA IL PIANETA GIOVE
-------------------------------------------------

Giove stà per "Galileo In-Orbit Validation Element", ed è un progetto europeo (alternativo a quello americano esistente) per la navigazione satellitare.

Questo tuo intervento denota la superficialità con cui Voi ambientalisti trattate questi argomenti (vedi l'esempio del nucleare) e di conseguenza create danni economici e di sviluppo enormi al paese, e ne paghiamo tutti il conto (purtroppo)

ugo intini 28.12.05 12:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da un'idea di Bettino Craxi


"Quando un equilibrio entra in crisi e si creano poteri troppo forti, prevaricanti, la democrazia si corrompe. Provi ad immaginarsi che cosa significherebbe in Italia una situazione in cui i grandi gruppi industriali, che già posseggono i giornali, possedessero pure le banche e il loro potere si allargasse a quello finanziario, assommato a quello industriale e dell'informazione. Si creerebbe un forte squilibrio. Se il potere giudiziario usa il potere che ha in modo violento, interpretando le leggi sovente in modo estensivo o abusivo e senza controlli e travolgendo ogni forma di controllo e ogni possibilità di arginare questa violenza, questo significa che una società comincia ad essere una società meno democratica, significa che la democrazia viene deformata" (Bettino Craxi, l'Avanti!, 7 novembre 1992).

"Prodi, secondo Volontè dell'Udc, sarebbe il 'suggeritore' di una manovra organizzata dai poteri forti per allontanare Fazio da via Nazionale" (Ansa, 4 agosto 2005).

"La sinistra non ci sta: 'I giornali dei poteri forti ci vogliono mettere nel tritacarne'. Fassino: se la elementi la magistratura indaghi, ma non si può non cedere che da mesi ci cerca di impedire all'Unipol di fare un polo banche-assicurazioni" (l'Unità, 15 dicembre 2005)


FONTE: http://www.repubblica.it/2003/k/rubriche/cartacanta/28dicemb/28dicemb.html?ref=hprub

Luca Maroldo SCHIFATO 28.12.05 12:21| 
 |
Rispondi al commento

Si nega l'amnistia ai ladri di polli e si depenalizza un reato (ex) che consente di truffare un intero popolo.
VIA DALLA BORSA AZIONARIA! fUGGIRE PRIMA CHE CI LASCINO TUTTI IN MUTANDE.

basoli giovanni 28.12.05 12:16| 
 |
Rispondi al commento

Ripeto:

CONSORTE NON E' LA SINISTRA !

non ho detto che non sia di sinistra ( e poco me ne frega)
ma NON E' LA SINISTRA , è un uomo d'affari che fa scalate con i soldi della sinistra , ma NON è la sinistra .

Si Si.......all'inizio dicono tutti così, poi......si sa, il denaro rende l'uomo LADRO !!

Fabio Gabellini 28.12.05 12:14| 
 |
Rispondi al commento

ciao scusate so che non è lo spazio adatto ma vorrei qualche dritta su skype:
ho acquistato credito skypeout per 10 euro!
ho fatto 3 chiamate su cellulari per un totale di 5 minuti e mi hanno adebitato 1.75 euro!
ma allora qual'è la tariffa verso i cellulari?perchè spendo più così che chiamando con vodafone?
qualcuno mi sa spiegare?

michele caiati 28.12.05 12:12| 
 |
Rispondi al commento

@ g.corti

io direi: i DS non sono la sinistra.

giovanni perrino 28.12.05 12:11| 
 |
Rispondi al commento

...BEPPE...io avrei un'idea ancora migliore....in questi giorni...rovistiamo nelle nostre soffitte o nei nostri scantinati...cerchiamo tutti quei giochi di società vecchi che magari non usiamo più...che so MONOPOLI o CRACK o...non so...insomma dai hai capito tutti quelli che hanno banconote finte.....magari van bene anche le FISHES della roulette....poi andiamo nelle banche e così per gioco...(FINANZA CREATIVA?!?)...gli rompiamo le balle per farci aprire un conto...te la immagini la faccia del cassiere...o addirittura quella del direttore...ah...se dovessero per caso rifiutare...gli diciamo che eventualmente loro ci possono dare in cambio BOND ARGENTINI,AZIONI TELECOM O...si dai,insomma, hai capito....altra carta straccia da riciclare....CHIAMIAMOLA PROTESTA CREATIVA...eh....

CRISTIAN BERARDI 28.12.05 12:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non ha senso parlare di telecom quando ben altre imprese (m....set) tramite vari magheggi arrivano a vendere intrattenimento in pay-per-view e abbonamento a un miliardo di telespettatori e diventano la prima azienda europea (sempre grazie a traffici poco puliti) a trasmettere su videotv.
Abbiamo un intero sistema malato, ma il tutto parte dall'alto.
E telecom è ovviamente collegata: tele+, d+, stream, telecom, tf1, vivendi, europa tv, dfree, mediaset, kirchmedia, ammar e un saudita... tutti insieme appassionatamente, ma solo quella che inizia per m ci guadagna.

p v

Umberto Mas 28.12.05 12:10| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti,

Vorrei ribattere a chi critica i no-global e gli ambientalisti sul fattore "progresso".

Rispondo da geologo e quindi da scienziato, senza nessun colore politico: mi incuriosisce quello che c'e' su Giove, moltissimo, pero' ancora non si sa neanche bene cosa c'e' sulla Terra e vogliamo sapere cosa c'e' su Giove? Se gli studi sulla Terra fossero a uno stadio piu' avanzato, forse lo tsunami non avrebbe causato questa strage.
Inoltre, se ci fosse una maggiore responsabilita' ambientale, forse a Napoli non ci sarebbe stata quella speculazione edilizia attorno al Vesuvio, vorrei ricordare, infatti, che se il vulcano si sveglia, di Napoli e dintorni restera' solo il ricordo di Maradona.
Ancora non sappiamo come prevenire i terremoti o come generare un vortice sufficiente per generare energia (c'e' un topic su http://greenhouseffect.blogspot.com, leggilo), considerati, inoltre, i tagli alla ricerca, e spediamo milioni per un satellite per Giove?
Prima di andare all'allargamento dei confini nello spazio conosciuto, dobbiamo prima studiare bene cosa abbiamo sotto i piedi.
Sono anch'io per il progresso, pero' ritengo vada fatto come si deve e la TAV sicuramente non e' progresso.
Progresso per me vuol dire migliorare le condizioni di vita attuali intaccando il meno possibile l'ambiente, ovvero senza inquinare aria, acqua, senza abbattere foreste e cercando il modo di difendersi nel miglior modo possibile dalle calamita' naturali.
Insomma, se qui per un terremoto muoiono 23 bambini, tutto sommato che mi frega di conoscere meglio Giove? Preferisco studiare affinche' non si ripeta una strage del genere.


@ Tullio Angioletti

E' vero anch'io parlo chiaramente ma non dico mai a nessuno di stare muto.
Sei mica leghista?

Saletti Walter 28.12.05 12:09| 
 |
Rispondi al commento

Scusate l' OT.
Capisco la regola "si ricorda che saranno eliminati i messaggi anonimi(quindi privi di nome e cognome reali)"

Pero'

In base a cosa viene definito il nome e cognome reale ? A discrezione dello staff ?
Non ho problemi a riportare il mio nome e cognome , ma ho fatto diversi msg con Francesco Z. e son stati cancellati.
Se La prossima volta li faro' come Mario Rossi o come Giuseppe Verdi... che sono "REALI".
A mio parere questo blog dovrebbe fare un salto di qualità in quanto non è accessibile per persone che hanno una macchina non troppo recente (o magari un palmare senza vagonate di ram)provate ad aprire una pagina con 1200 commenti... già con questa si pianta quando ricerco del testo.

Mettete un sistema che suddivida in pagine !

O Grillo cambiamo e miglioriamo (o almeno proviamoci ) l'Italia ok , ma comincia a migliorare pure te eh !
Basta poco per renderci l'accesso e l'usabilità del tuo sito migliore.

Francesco Zeppilli 28.12.05 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Ho una curiosità, forse stupida ma che da giorni non mi fa pensare ad'altro. Vorrei sapere (se qualcuno lo sa), con che compagnia di assicurazioni il Sig. D'Alema ha assicurato la sua barca?...se fosse l'Unipol sarebbe una coincidenza incredibile...

Gianluca Faso 28.12.05 12:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".