Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Insegna a tuo figlio


Frei-Betto.jpg

Frei Betto, un prete di quelli veri, che sta in mezzo alla gente, amico del presidente del Brasile Lula, mi ha inviato una lettera rivolta a un bambino brasiliano.
Ma potrebbe essere un qualunque bambino del mondo, anche italiano.
Leggetela, se volete, ai vostri figli.


Insegna a tuo figlio che il Brasile può farcela, e che deve crescere felice di essere brasiliano. Vi sono in questo paese giudici giusti, benché questa verità possa suonare sgradevole. Giudici che, come mio padre, non hanno mai dato lavoro ai familiari, pur avendo figli avvocati, che mai hanno sfruttato il proprio incarico per ottenere un favore e che, imparziali, hanno dato causa vinta anche ai poveri, contestando ricchi padroni o aziende che si sono viste obbligate a riconoscere che, per certi uomini, l’onore non è un bene negoziabile.

Insegna a tuo figlio che in questo Paese vi sono politici integri, amministratori competenti, autorità meritevoli che non si lasciano corrompere, che non nascondono le infamie sotto il tappeto, che non hanno paura di risultare sgraditi agli amici o di deludere i potenti, che hanno il coraggio di pensare con la propria testa e di tutelare più l'onore che la vita.

Insegna a tuo figlio che non avere talento sportivo o viso e corpo da top-model, che sentirsi brutti a confronto dei vigenti canoni di bellezza, non è motivo per perdere l'autostima. La felicità non si compra né è un trofeo che si conquista vincendo la concorrenza; è intessuta di valori e virtù, e disegna, nella nostra esistenza, quel senso per il quale vale la pena vivere e morire.

Insegna a tuo figlio che il Brasile ha dimensioni continentali e le terre più fertili del pianeta. Non è quindi giustificabile tanta terra senza gente e tanta gente senza terra. Così come la liberazione degli schiavi ha tardato, ma è arrivata, anche la riforma agraria avrà il suo momento. E auguriamoci che sulla sua strada scorra poco sangue.

Sappia tuo figlio che i senza terra che occupano aree incolte, indebitamente accaparrate dai latifondisti o abbandonate sono, oggi, chiamati "banditi", come un tempo la condanna aveva colpito Gandhi, seduto sui binari delle ferrovie inglesi, e su Luther King che occupava le scuole proibite ai negri.

Insegna a tuo figlio che pionieri e profeti, da Gesù a Tiradentes, da San Francesco d'Assisi a Nelson Mandela, sono stati invariabilmente trattati, dalle élite del loro tempo, da sovversivi, malfattori, visionari.

Insegna a tuo figlio che il Brasile è un paese lavoratore e creativo. Milioni di brasiliani si alzano presto ogni mattina, mangiano al di sotto dei loro fabbisogni e consumano la maggior parte della loro vita sul lavoro, in cambio di uno stipendio che non gli garantisce nemmeno l'accesso ad una casa propria. E tuttavia questa gente è incapace di rubare una matita dall'ufficio, un mattone dal cantiere, un attrezzo dalla fabbrica. Ed è orgogliosa di non cadere in basso, dove allo stesso livello si ritrovano i banditi dai colletti bianchi ed i piccoli malviventi. É gente fatta della stessa materia prima di quei netturbini di Vitória che consegnarono alla polizia dei sacchi pieni di denaro, che rapinatori di banca avevano nascosto in un secchio.

Insegna a tuo figlio ad evitare la corsia preferenziale di questa società neoliberista che cerca di inculcarci che essere consumatore è più importante che essere cittadino, che incensa chi dilapida fortune, che esalta più l'estetica che l'etica. Convincilo che la felicità non è il risultato della somma di piaceri, e che la via spirituale è un tesoro che si custodisce nel profondo del cuore - chi riesce ad aprirlo godrà di allegrie indescrivibili.

Sappia tuo figlio che il Brasile è la terra degli indios che non si sono piegati al giogo dei portoghesi, e di Zumbi, Angelim e Frei Caneca, di Joana Angélica e Anita Garibaldi, dom Helder Câmara e Chico Mendes.

Insegna a tuo figlio che non deve per forza essere d'accordo con il disordine stabilito e che sarà felice se si unirà a coloro che lottano per trasformazioni sociali che rendono questo paese libero e giusto. Trasmetterà allora a tuo nipote l'eredità della tua saggezza.

Insegna a tuo figlio a votare secondo coscienza, e a non avere mai disgusto della politica, in quanto chi agisce così è governato da chi non ne ha, e se la maggioranza dovesse provarlo, sarà la fine della democrazia. Che il tuo voto ed il suo siano in favore della giustizia sociale e dei diritti dei brasiliani immeritatamente così poveri e esclusi, per motivi politici, dai doni della vita.

Insegna a tuo figlio che ad una persona bastano pane, vino e un grande amore. Coltiva in lui i desideri dello spirito, il rispetto verso i più anziani, l’amore per la natura, la difesa dei più fragili.

Sappia tuo figlio ascoltare il silenzio, rispettare le espressioni di vita e lasciarsi amare dal Dio che lo abita.”

Frei Betto

4 Dic 2005, 17:11 | Scrivi | Commenti (825) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Ma è un prete serio perchè è amico di Lula?

Flavio Serra 10.09.07 22:39| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Comunque, al di là delle mie parole (parlare di Brasile mi fa sempre venire i nervi, ho subito troppi traumi là), Grillo sono con Lei.

Mi sembra che Lei sia l'alternativa più che valida a questa politica di m***a.

Jake Cassella 20.04.07 13:52| 
 |
Rispondi al commento

Grillo, mi meraviglio di Lei.

Ma com'è possibile fare apologia del Brasile?
Un paese così squallido, brutto, monumento mondiale allo spreco ed agli schiaffi alla miseria. Brasilia, la capitale pensata, la nuova concezione della città... con quegli orrori urbanistici pagati fior di miliardi? Con quella sporcizia, con quel degrado, con quei palazzi che cadono a pezzi con i rifiuti tossici buttati nelle bidonvilles?
E i brasiliani, gente così disponibile e gentile solo a parole? Che ti chiedono assegni vitalizi solo per un invito a pranzo?
Le donne brasiliane (quelle che NON fanno la fame), forse le più facili ma anche le più viziate dell'intero pianeta, pronte a chiedere soldi, regali, e fregarsene di chi, ad un chilometro da casa loro muore di fame, di pistola, soffre le botte degli squadroni della morte e le bottiglie incendiarie che gli vengono tirate?
Ed un mercato del sesso che fa far affari d'oro anche a Lula?

Abbiamo visto papponi che gestivano case di appuntamento con BAMBINE. Bambine con tanto di catalogo e tariffario con tempo e prestazioni!!
Li abbiamo fatti arrestare. Un mese dopo, ed erano liberi. Questa gente è protetta, impunita, e poi dicono che il mercato della prostituzione è colpa degli Europei!
Abbiamo protestato, abbiamo fatto raccolte di firme. Niente, il Brasile è sordo, non si rende conto, vive nella disinformazione e nell'ignoranza e la gente ne va pure fiera.

Ma lo vogliamo capire che sono i funzionari al governo che da una parte fanno campagne fasulle contro lo sfruttamento e dall'altra coprono questi criminali? Gli stessi che stanno facendo a pezzi l'Amazzonia?

E gli scandali politici? Lula & company, peggiori perfino dei nostri Craxi e co. Ma i nostri li abbiamo messi in galera.
Questo presidente operaio ha rubato, ha concusso, ha incamerato soldoni prelevandoli dalle tasche della propria gente.
Il Brasile li ha i condannati in Parlamento? O sono stati già tutti "perdonati" prima che iniziassero i processi a carico?

Jake Cassella 20.04.07 11:22| 
 |
Rispondi al commento

E' una lettera semplicemente splendida! Marco

Marco Ilapi 05.04.07 13:24| 
 |
Rispondi al commento

Beh, a quanti di voi sarà capitato di recente di sentirsi inadeguati a vivivere nella fretta devastante del nostro tempo? Di questo passo la qualità della vita sarà scandita da brevi intervalli in cui forse ci ritroveremo a...PENSARE! Anche la dolce provincia, baluardo tenace di dimensioni più a misura d'uomo, è ormai contaminata dalla spasmodica ricerca di regole temporali oculate e, francamente, antipatiche. Una disumanizzazione senza fine. Sono da poco rientrata dal Brasile, una terra ricca , generosa e audace, ma in cui la violenza generata dalla povertà non conosce confini . E' giusto che ci si fregi di essere società civile quando ancora non si riesce a drenare una situazione come quella dei "bambini di strada" , nuvole di piccoli cuori palpitanti, che si oppongono con veemenza al decremento delle nascite in Europa? Quale e quando sarà il tempo di giovani sorridenti e propensi al divenire umano, con ancora una luce originaria e commovente impressa negli occhi? Riflessioni meditate una notte, in canoa, sulle acque del Rio Negro, dove il tempo pare non aver ricevuto notizie dal mondo in fuga! Sulla maglia della guida sedunta davanti a me,una frase che Frei Betto pare avere interpretato:" Jesus Cristo nunca perde a batalia!" Saluti, e grazie Beppe!

Ivana Badolato 06.02.06 15:33| 
 |
Rispondi al commento

Beh, a quanti di voi sarà capitato di recente di sentirsi inadeguati a vivivere nella fretta devastante del nostro tempo? Di questo passo la qualità della vita sarà scandita da brevi intervalli in cui forse ci ritroveremo a...PENSARE! Anche la dolce provincia, baluardo tenace di dimensioni più a misura d'uomo, è ormai contaminata dalla spasmodica ricerca di regole temporali oculate e, francamente, antipatiche. Una disumanizzazione senza fine. Sono da poco rientrata dal Brasile, una terra ricca , generosa e audace, ma in cui la violenza generata dalla povertà non conosce confini . E' giusto che ci si fregi di essere società civile quando ancora non si riesce a drenare una situazione come quella dei "bambini di strada" , nuvole di piccoli cuori palpitanti, che si oppongono con veemenza al decremento delle nascite in Europa? Quale e quando sarà il tempo di giovani sorridenti e propensi al divenire umano, con ancora una luce originaria e commovente impressa negli occhi? Riflessioni meditate una notte, in canoa, sulle acque del Rio Negro, dove il tempo pare non aver ricevuto notizie dal mondo in fuga! Sulla maglia della guida sedunta davanti a me,una frase che Frei Betto pare avere interpretato:" Jesus Cristo nunca perde a batalia!" Saluti, e grazie Beppe!

Ivana Badolato 06.02.06 15:30| 
 |
Rispondi al commento

Beh, a quanti di voi sarà capitato di recente di sentirsi inadeguati a vivivere nella fretta devastante del nostro tempo? Di questo passo la qualità della vita sarà scandita da brevi intervalli in cui forse ci ritroveremo a...PENSARE! Anche la dolce provincia, baluardo tenace di dimensioni più a misura d'uomo, è ormai contaminata dalla spasmodica ricerca di regole temporali oculate e, francamente, antipatiche. Una disumanizzazione senza fine. Sono da poco rientrata dal Brasile, una terra ricca , generosa e audace, ma in cui la violenza generata dalla povertà non conosce confini . E' giusto che ci si fregi di essere società civile quando ancora non si riesce a drenare una situazione come quella dei "bambini di strada" , nuvole di piccoli cuori palpitanti, che si oppongono con veemenza al decremento delle nascite in Europa? Quale e quando sarà il tempo di giovani sorridenti e propensi al divenire umano, con ancora una luce originaria e commovente impressa negli occhi? Riflessioni meditate una notte, in canoa, sulle acque del Rio Negro, dove il tempo pare non aver ricevuto notizie dal mondo in fuga! Sulla maglia della guida sedunta davanti a me,una frase che Frei Betto pare avere interpretato:" Jesus Cristo nunca perde a batalia!" Saluti, e grazie Beppe!

Ivana Badolato 06.02.06 15:25| 
 |
Rispondi al commento

Beh, a quanti di voi sarà capitato di recente di sentirsi inadeguati a vivivere nella fretta devastante del nostro tempo? Di questo passo la qualità della vita sarà scandita da brevi intervalli in cui forse ci ritroveremo a...PENSARE! Anche la dolce provincia, baluardo tenace di dimensioni più a misura d'uomo, è ormai contaminata dalla spasmodica ricerca di regole temporali oculate e, francamente, antipatiche. Una disumanizzazione senza fine. Sono da poco rientrata dal Brasile, una terra ricca , generosa e audace, ma in cui la violenza generata dalla povertà non conosce confini . E' giusto che ci si fregi di essere società civile quando ancora non si riesce a drenare una situazione come quella dei "bambini di strada" , nuvole di piccoli cuori palpitanti, che si oppongono con veemenza al decremento delle nascite in Europa? Quale e quando sarà il tempo di giovani sorridenti e propensi al divenire umano, con ancora una luce originaria e commovente impressa negli occhi? Riflessioni meditate una notte, in canoa, sulle acque del Rio Negro, dove il tempo pare non aver ricevuto notizie dal mondo in fuga! Sulla maglia della guida sedunta davanti a me,una frase che Frei Betto pare avere interpretato:" Jesus Cristo nunca perde a batalia!" Saluti, e grazie Beppe!


Beh, a quanti di voi sarà capitato di recente di sentirsi inadeguati a vivivere nella fretta devastante del nostro tempo? Di questo passo la qualità della vita sarà scandita da brevi intervalli in cui forse ci ritroveremo a...PENSARE! Anche la dolce provincia, baluardo tenace di dimensioni più a misura d'uomo, è ormai contaminata dalla spasmodica ricerca di regole temporali oculate e, francamente, antipatiche. Una disumanizzazione senza fine. Sono da poco rientrata dal Brasile, una terra ricca , generosa e audace, ma in cui la violenza generata dalla povertà non conosce confini . E' giusto che ci si fregi di essere società civile quando ancora non si riesce a drenare una situazione come quella dei "bambini di strada" , nuvole di piccoli cuori palpitanti, che si oppongono con veemenza al decremento delle nascite in Europa? Quale e quando sarà il tempo di giovani sorridenti e propensi al divenire umano, con ancora una luce originaria e commovente impressa negli occhi? Riflessioni meditate una notte, in canoa, sulle acque del Rio Negro, dove il tempo pare non aver ricevuto notizie dal mondo in fuga! Sulla maglia della guida sedunta davanti a me,una frase che Frei Betto pare avere interpretato:" Jesus Cristo nunca perde a batalia!" Saluti, e grazie Beppe!

Ivana Badolato 06.02.06 11:50| 
 |
Rispondi al commento

Beh, a quanti di voi sarà capitato di recente di sentirsi inadeguati a vivivere nella fretta devastante del nostro tempo? Di questo passo la qualità della vita sarà scandita da brevi intervalli in cui forse ci ritroveremo a...PENSARE! Anche la dolce provincia, baluardo tenace di dimensioni più a misura d'uomo, è ormai contaminata dalla spasmodica ricerca di regole temporali oculate e, francamente, antipatiche. Una disumanizzazione senza fine. Sono da poco rientrata dal Brasile, una terra ricca , generosa e audace, ma in cui la violenza generata dalla povertà non conosce confini . E' giusto che ci si fregi di essere società civile quando ancora non si riesce a drenare una situazione come quella dei "bambini di strada" , nuvole di piccoli cuori palpitanti, che si oppongono con veemenza al decremento delle nascite in Europa? Quale e quando sarà il tempo di giovani sorridenti e propensi al divenire umano, con ancora una luce originaria e commovente impressa negli occhi? Riflessioni meditate una notte, in canoa, sulle acque del Rio Negro, dove il tempo pare non aver ricevuto notizie dal mondo in fuga! Sulla maglia della guida sedunta davanti a me,una frase che Frei Betto pare avere interpretato:" Jesus Cristo nunca perde a batalia!" Saluti, e grazie Beppe!

Ivana 06.02.06 11:45| 
 |
Rispondi al commento

Beh, a quanti di voi sarà capitato di recente di sentirsi inadeguati a vivivere nella fretta devastante del nostro tempo? Di questo passo la qualità della vita sarà scandita da brevi intervalli in cui forse ci ritroveremo a...PENSARE! Anche la dolce provincia, baluardo tenace di dimensioni più a misura d'uomo, è ormai contaminata dalla spasmodica ricerca di regole temporali oculate e, francamente, antipatiche. Una disumanizzazione senza fine. Sono da poco rientrata dal Brasile, una terra ricca , generosa e audace, ma in cui la violenza generata dalla povertà non conosce confini . E' giusto che ci si fregi di essere società civile quando ancora non si riesce a drenare una situazione come quella dei "bambini di strada" , nuvole di piccoli cuori palpitanti, che si oppongono con veemenza al decremento delle nascite in Europa? Quale e quando sarà il tempo di giovani sorridenti e propensi al divenire umano, con ancora una luce originaria e commovente impressa negli occhi? Riflessioni meditate una notte, in canoa, sulle acque del Rio Negro, dove il tempo pare non aver ricevuto notizie dal mondo in fuga! Sulla maglia della guida davanti a me una scritta che Frei Betto pare avere interpretato: " Jesus Cristo nunca perde a batalia!" Saluti a tutti.

Ivana Badolato 06.02.06 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Un bell'articolo anche su Grillo

“Il vero programma del (futuro?) governo Prodi “

nel sito http://www.fottilitalia.com/
il sito anti-italiano per eccellenza

G. R.

resoli giuseppe 01.02.06 09:39| 
 |
Rispondi al commento

è molto bella la lettera riportata qui sopra!!solo che sono appena tornato dal brasile e diciamo che nn ho avuto gli stessi risultati descritti qui sopra!!la terra è fertile è vero,ma se solo provi a coltivarla e a fare tanti soldi,passa poco che ti sparano!!
la gente è vero,va molto a lavorare,è una cazzata quella dei brasiliani che rubano o dei bambini delle favelas,che vanno in giro a scavallare la gente!!!io comunque in spiaggia il marsupio nn lo portavo neanche,prevenire è sempre mejo!!!
è inutile andare a vivere da un'altra parte,tanto troveremo sempre la stessa monnezz'!!
i problemi fanno parte della vita di tutti i giorni,sono solo convinto che l'unico modo x vivere felici sia quello di viaggiare continuamente,muoversi,conoscere,nn stare mai fermi,dato che la permanenza rende l'uomo schiavo di se stesso!!siamo nati x essere liberi,x vagare nel nostro piccolo territorio che è la terra!!ricordiamoci che siamo animali come le zebre,le balene o le aquile!!
basta dire stronzate va,meglio che esco un po'!!!
saudage me mata.........!!!!

alessandro sofo 10.01.06 21:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

====================================================================================================


Il Patto dello Sciacchetrà

Le ultime dichiarazioni di Fiorani stanno facendo emergere la verità sull’incontro che ha visto il SENATORE LUIGI GRILLO, Gran Maestro dell’operazione di corruzione e appropriazione indebita più sporca dalla fine di Tangentopoli.

L’incontro ha visto la partecipazione di: Fazio, Fiorani, Berlusconi e Grillo. Le dichiarazioni ufficiali vollero far passare l’idea di una difesa delle banche italiane contro l’assalto dei Barbari europei.

In realtà, il Senatore Luigi Grillo, eletto in Liguria nelle fila di Forza Italia, aveva bisogno di tanti soldini per costruirsi la VILLA nella Riviera Ligure (costruita abusivamente nel Parco Naturale delle Cinque Terre e poi condonata); quale sistema migliore per fare ciò se non fregare un po’ di soldi ai correntisti della Banca Popolare di Lodi.

Il sistema a quanto sta dicendo Fiorani era semplice: bastava aprire un conto nella sua Banca, dare l’appoggio politico all’operazione bancaria più sporca della Seconda Repubblica e in cambio ci si ritrovava un bel gruzzoletto sul proprio conto corrente.

Il Senatore Grillo, una delle figure più losche della Politica italiana, ha fiutato subito l’affare e si è lanciato nella strenua difesa della scalata di Fiorani, ovviamente le sue dichiarazioni pubbliche sono state ripagate a suon di MILIONI di euro.

Il problema è che i soldi affluiti nelle tasche di LUIGI GRILLO erano dei correntisti della Banca Popolare di Lodi che sono stati truffati, rapinati e beffati; una persona che ha rubato dei soldi agli italiani dovrebbe stare in GALERA e non in Parlamento in una posizione chiave (Presidente della Commissione Trasporti del Senato).


IL SENATORE LUIGI GRILLO DEVE STARE IN GALERA E NON IN PARLAMENTO !!!!


===================================================================================================

Marco Gilles 21.12.05 14:05| 
 |
Rispondi al commento

Forza Lega Sempre e ovunque!

Edoardo Fumagalli 19.12.05 13:13| 
 |
Rispondi al commento

Borghezio è quello che per i migranti voleva i "vagoni piombati", invece hanno dato agli italiani i vagoni con le zecche. Quello di “sparare agli scafisti!”.
E' quello che girava con la sua banda per i treni con l'alcool per la "pulizia etnica" e faceva alzare donne marocchine per pulire dove erano sedute, spruzzandoglielo anche addosso.
E' quello che nel 2000 a Torino girava con la sua banda di padani (le camicie verdi sono come le camicie brune di Hitler) con le fiaccole e, sotto un ponte, dette fuoco a un dormitorio di stranieri, incendiando il pagliericcio dove dormiva un rumeno, condannato per questo a due mesi e 20 giorni in 3° grado di appello.
Nel '93 ha preso una multa di 750.000 lire per aver picchiato un bambino marocchino.
E’ stato neofascista, dell'ambiente di Ordine Nuovo e ha fatto comizi col gruppo neofascista di Forza Nuova. Era a Klagenfurt, in Austria, al convegno internazionale dell'estrema destra populista e xenofoba promosso dal Fpoe, il movimento di Haider, coi rappresentanti del partito razzista belga Vlaams Blok, per discutere liste comuni alle elezioni europee del 2004. Invitò al convegno di "formazione" dei giovani padani Alain de Benoist, cima della destra radicale europea, padre del "differenzialismo etnico", nuova frontiera del pensiero razzista, per la preservazione delle diverse identità culturali, nazionali e religiose (alla Pera!) che ripropone i retaggi dell'intolleranza xenofoba.
continua......

Mauro De Giorgi 19.12.05 09:21| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
qualche giorno fa, il quotidiano "Il Tempo " ti ha dedicato una pagina ...parlava di CONDONO TOMBALE ...
mi piacerebbe sapere la tua verità in proposito
Grazie

piergiorgio bonanni 14.12.05 08:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi sono passato mezz´ora a leggere i commenti alla lettera di Frei Betto.
Meno male che gli italiani sanno ancora ridere, scherzare, dire schiocchezze, ammirare, scegliere certi valori e repudiarne altri, essere grossolani, valorizzare il mondo o no, riuscire a vedere un palmo oltre il proprio naso e credere che LA VITA ESISTE CON L´ASSURDITÁ DI TANTI PROBLEMI INDIVIDUALI E/O SOCIALI.
Vivo in Brasile da oltre 20 anni. Il blog di Beppe Grillo (che ho incontrato per caso) mi sta aiutando a SENTIRE le contraddizioni sociali e culturali dell' Italia di questi ultimi 20 anni.
Tra elogii e repudi, non faccio nessun fascio. Riconosco semplicemente che tutto il mondo é paese e che il 'Bel Paese' non é necessariamente il paese migliore per viverci.
Dall' 82, lavoro e vivo con decine e centinaia di bambini, ragazzi e giovani brasiliani di periferia (in una cittatidna del nord del Braile, nell´Amazzonia orientale)con tanta voglia di vivere (loro ed io), con altrettanti problemi, con un sacco di ingiustizie e perversioni, con tanta speranza e proposte sociali, polítiche e amministrative...E, vi assicuro, non é che riusciamo a risolvere molti problemi...MA SI CAMMINA SPERANDO OLTRE LA SPERANZA.
Ringrazio chi scrive e crede contra tutte le ingiustizie e mi fanno ridere di ingenuitá chi se la prende con i preti... come se fossero loro i boia o i salvatori del mondo (potete ammazzare tutti i preti di tutte le religioni di questo mondo, che il mondo non migliora per questo, né 'dio' vi ricompenserá se pensate di aver fatto qualcosa di decente!)
Le radici dei problemi sono ben altre e ben piú gravi e complicate.
La miséria, la violenza, la droga, l´indifferenza religiosa, gli affari, l´esplorazione econômica , culturale e sessuale fanno parte della vita reale... e non sono um problema esistenziale di religione o ateismo.
Credo che, forse, sará possibile risolvere, almeno in parte, certi problemi 'umani', con la saggezza di pensare e decidere quali cause attaccare e quali obiettivi (sociali, culturali, polítici, ideológici, etc.)raggiungere. Meglio ancora se in gruppo... o in comunitá.
Ciao.
Angelo Paganelli

Angelo Paganelli 10.12.05 02:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se si deve ringraziare l'equilibrio dei vertici di polizia e carabinieri, se lo Stato, ieri, ha perso, arrendendosi alla spontanea repubblica della Val di Susa, salvando la dignità, evitando disastri (Neirotti La Stampa), chi bisogna ringraziare per le botte prese l'altra sera a Venaus, e non dai poliziotti che erano già lì da parecchi giorni, che oramai bevevano vin brulè, sorridevano e si scaldavano con la nostra legna, ma da truppe (picchiatori)inviate da Roma appositamente?. Vorrei inoltre ringraziare i vigili del Fuoco che si sono RIFIUTATI, di usare getti d'acqua contro i manifestanti.
faber. un val segusino.

fabrizio papandrea 09.12.05 19:26| 
 |
Rispondi al commento

DROGA - CHE FARE
Se in macchina un tuo amico o conoscente o un collega o meno a cui hai dato un passaggio ha in tasca del "fumo" sei fregato. Le forze di polizia pronte a sospettare di tutto e tutti ti affibbiano l'art. 75 del d.p.r. 309/90 anche se tu non ne sai niente. E da lì la rottura di palle non finisce più. Analisi alla ASL, colloquio con lo psicologo, programma terapeutico a cui se non ti sottoponi, anche se non ne hai bisogno, ti causa la sospensione della patente, del passaporto, della carta d'identità valida per l'espatrio. E quel gran genio di FINI vuole ancora di più inasprire i provvedimenti. Sono d'accordo nel perseguire i drogati, ma così siamo tutti in "LIBERTA' VIGILATA". Quando meno te lo aspetti ti arriva una mazzata indescrivibile. Hai voglia a dire che bevi solo acqua minerale, nessuno poliziotto, carabiniere o finanziere ti crede. Ti sfiancano dicendoti che non è la prima volta, facendoti passare per un abitueè. MI RACCOMANDO SE PORTATE QUALCUNO IN MACCHINA PRIMA PERQUISITELO.

Giorgio Andreucci 09.12.05 19:01| 
 |
Rispondi al commento

che bello poter leggere queste lettere ed emozionarsi e sperare in un mondo migliore.
Sì ci sono persone meravigliose.....anche se i giornali (certi) e la tv fanno di tutto per fartelo dimenticare.
betta

elisabetta trinelli 09.12.05 18:13| 
 |
Rispondi al commento

Grazie, per l' iscrizione, nel frattempo vorrei segnalalare un pettegolezzo:

Quanti italiani (Coinvolti al deficit dell'economia italiana) pensano di aver comprato MADE IN ITALY viaggiando su vetture FIAT, come PANDA, DOBLO', SEICENTO prossimamente SEDICI e PANDA CROSS ect. , (Convinti di aiutare il mercato Italia)?: NESSUNO.
Invece, viaggiano su VETTURE DELL' EST, prodotte in Romania , Ungheria.
Mentre, gli stessi, lavoratori italiani, costretti a stare a casa, dopo aver pagato contributi per finanziamenti di stabilimenti fiat italiani non ammortizzati, ora si pagano anche, coi contributi pagati, la loro cassa integrazione con distruzione dell' economia italiana, e' un imbroglio, uno scandalo, l' immagine e' chiara....vedi responsabili.....brand fiat....occorre ridurre le frodi occulte.......che schifo!

Un cassa integrato, amareggiato, dipendente fiat qualita', saluti.

Carlo Pangella 09.12.05 17:59| 
 |
Rispondi al commento

Io capisco che il problema della Val di Susa sia importante ma non riesco a capire perchè non provochi uno scandalo sulla questione Cina:

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2005/11_Novembre/21/pellicce.shtml

Il Vice Ministro Urso scrive a Mendelson che non verranno più importate pellicce dalla Cina se si continuerà in questa direzione ma senti cosa scrivono di Mendelson in questo articolo:

Il problema principale dell’attuale impasse è l’incapacità politica di Peter Mandelson, che possiede qualità politiche ma non quelle di un politico. E’ una persona che desta sospetti tra molti membri del suo stesso partito, è noto nell’ambiente politico inglese per mettere lo stile al di sopra della sostanza, una persona il cui nome è divenuto proverbiale in Inghilterra per ambiguità, un uomo che non avrebbe né questa né un’altra posizione se non fosse per il favore di cui gode presso Tony Blair. Per farla breve, si tratta probabilmente della persona meno adatta per gestire una situazione in cui la fiducia è il requisito essenziale per ottenere successo.

Secondo te arriveremo ad una soluzione? Scusami ma credo che questo problema sia molto più importante della questione Val di Susa. E' una questione di sensibilità!

Elisabetta Zonin 09.12.05 15:59| 
 |
Rispondi al commento

...o lasciarsi abitare dal Dio che lo Ama.
Infatti gli uomini amati da Dio non sono solo quelli giusti, quelli non corrotti, quelli che non hanno mai commesso un ingiustizia nella loro vita, ma quelli che si riconoscono peccatori. Gesù Cristo è infatti morto per i "peccatori" e non per i giusti.

daniele lo forti 09.12.05 15:34| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Nadia ti invio questa bellissima lettera trovata sul blog di Beppe Grillo,tanti cari saluti a te e Piero.

nadia pelizzari 09.12.05 13:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' una lettera sritta con il cuore, molto bella;
oggi se ne leggono poche cosi'!
Grazie a Frei Betto e a te caro Beppe!
Come sempre d'altronde

FABIO GALIE' 09.12.05 11:24| 
 |
Rispondi al commento

In questi giorni si sente parlare solo della TAV,
non sentiamo voci allarmate sull'uso delle uova marce da parte di aziende senza scrupoli;dopo la notizia data un solo giorno da giornali e televisione c'e' il silenzio piu' assoluto.
Dato che i prodotti risultanti dall'uso di tali porcherie resteranno sugli scaffali per lungo tempo, essendo a lunga scadenza,chi ci potra dire quali sono i marchi interessati? FORSE SE NE RIPARLERA' A GENNAIO, DOPO LE FESTE!?
FORSE TU SAI GIA' LA RISPOSTA A QUANTO SOPRA.
Ciao e grazie per l'attenzione
LUCIANO SAVORETTI 06 5818795- 347-6217546

Luciano Savoretti 09.12.05 10:54| 
 |
Rispondi al commento

In questi giorni si sente parlare solo della TAV,
non sentiamo voci allarmate sull'uso delle uova marce da parte di aziende senza scrupoli;dopo la notizia data un solo giorno da giornali e televisione c'e' il silenzio piu' assoluto.
Dato che i prodotti risultanti dall'uso di tali porcherie resteranno sugli scaffali per lungo tempo, essendo a lunga scadenza,chi ci potra dire quali sono i marchi interessati? FORSE SE NE RIPARLERA' A GENNAIO, DOPO LE FESTE!?
FORSE TU SAI GIA' LA RISPOSTA A QUANTO SOPRA.
Ciao e grazie per l'attenzione
LUCIANO SAVORETTI 06 5818795- 347-6217546

Luciano Savoretti 09.12.05 10:53| 
 |
Rispondi al commento

A mio figlio
Camminerai su strade che non ho mai battuto e volerai tra cieli ove non ho mai volato,
scoprirai valli e nuove pianure, oltre le mie montagne.
Come naufrago alla deriva, avrai forza e coraggio per immaginare un approdo,
oltre l'orizzonte piatto e deserto delle mie paure.


... ho un figlio di circa 2 anni, qualche tempo addietro ho voluto scrivere questa, concedetemi il vezzo di chiamarla così, ... poesia; poche frasi che gli leggerò quando sarà più grande. Nel mio intento, quello di trasmettergli quei valori che rendono una vita degna di essere vissuta... non trovavo le parole per fargli capire quello che veramente volevo dirgli. Ho letto la lettera di Frei Betto. La leggerò insieme a quella poesia.

Alessandro Zampieri 09.12.05 10:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le cose essenziali della vita sono semplici, anche se il mondo è tremendamente complesso. Se ci viene voglia di capire se il nostro comportamento è quello giusto basterebbe immaginarsi cosa succederebbe se tutti gli uomini si comportassero allo stesso modo.

Lucio Scognamiglio 09.12.05 09:39| 
 |
Rispondi al commento

***PER TUTTI I BLOGGERS***
++THIS IS A PUBLIC SERVICE ANNOUNCEMENT++
Ok, signore e signori.
Benito Le Rose in realtà scrive su ilgiulivo.com, un sito filoberlusconiano che si sforza di fare satira "contro i benpensanti della kultura italiana". E' un sito che attacca tutti gli avversari del premier. Vera satira filogovernativa: da far invidia agli austriaci del 1830, complimenti.
Comunque, dietro ai post di Benito Le Rose ci sono vari "giulivini" che si consigliano cosa rispondere e cosa aggiungere. Ogni post è costruito in modo preciso.
Addirittura gli errori di ortografia sono messi apposta per scatenare reazioni e permettere agli autori di farsi grasse risate e convincere e convincersi che tutti quelli che non la pensano come loro sono intellettualoidi snob (magari comunisti).
Alcuni esempi (pochi):
1.
Giulio Cesare said,
December 7, 2005 @ 7:29 pm
Cris
stai spopolando. Li hai colti di contropiede. Però non hai corretto l’errore di italiano che ti avevo segnalato e te lo hanno fatto subito notare
2.
Giulio Cesare said,
December 7, 2005 @ 7:46 pm
Caro Walter,
l’ho scritto proprio io. Siccome tutti mi davano dell’ignorante, sono andato a scuola serale per migliorare il mio italiano ed ho ottenuto qualche risultato. Io non faccio il noglobal di professione, invece di lamentarmi e spaccare vetrine, cerco di migliorarmi. Comunque invierò ancora qualche messaggio con errori, così qualche acculturato potrà sentirsi superiore e darmi dell’ignorante.

VISTO CHE SIAMO IN TANTI E LORO TEMONO L’INVASIONE DA PARTE NOSTRA DEL LORO BLOG, BEH, E’ PROPRIO QUELLO CHE DOBBIAMO FARE: www.ilgiulivo.com
Grazie a Umberto Mas per averci informati.

ANTI "IL GIULIVO" 09.12.05 05:38| 
 |
Rispondi al commento

***PER TUTTI I BLOGGERS***
++THIS IS A PUBLIC SERVICE ANNOUNCEMENT++
Ok, signore e signori.
Benito Le Rose in realtà scrive su ilgiulivo.com, un sito filoberlusconiano che si sforza di fare satira "contro i benpensanti della kultura italiana". E' un sito che attacca tutti gli avversari del premier. Vera satira filogovernativa: da far invidia agli austriaci del 1830, complimenti.
Comunque, dietro ai post di Benito Le Rose ci sono vari "giulivini" che si consigliano cosa rispondere e cosa aggiungere. Ogni post è costruito in modo preciso.
Addirittura gli errori di ortografia sono messi apposta per scatenare reazioni e permettere agli autori di farsi grasse risate e convincere e convincersi che tutti quelli che non la pensano come loro sono intellettualoidi snob (magari comunisti).
Alcuni esempi (pochi):
1.
Giulio Cesare said,
December 7, 2005 @ 7:29 pm
Cris
stai spopolando. Li hai colti di contropiede. Però non hai corretto l’errore di italiano che ti avevo segnalato e te lo hanno fatto subito notare
2.
Giulio Cesare said,
December 7, 2005 @ 7:46 pm
Caro Walter,
l’ho scritto proprio io. Siccome tutti mi davano dell’ignorante, sono andato a scuola serale per migliorare il mio italiano ed ho ottenuto qualche risultato. Io non faccio il noglobal di professione, invece di lamentarmi e spaccare vetrine, cerco di migliorarmi. Comunque invierò ancora qualche messaggio con errori, così qualche acculturato potrà sentirsi superiore e darmi dell’ignorante.

VISTO CHE SIAMO IN TANTI E LORO TEMONO L’INVASIONE DA PARTE NOSTRA DEL LORO BLOG, BEH, E’ PROPRIO QUELLO CHE DOBBIAMO FARE: www.ilgiulivo.com
Grazie a Umberto Mas per averci informati.

ANTI "IL GIULIVO" 09.12.05 03:30| 
 |
Rispondi al commento

***PER TUTTI I BLOGGERS***
++THIS IS A PUBLIC SERVICE ANNOUNCEMENT++
Ok, signore e signori.
Benito Le Rose in realtà scrive su ilgiulivo.com, un sito filoberlusconiano che si sforza di fare satira "contro i benpensanti della kultura italiana". E' un sito che attacca tutti gli avversari del premier. Vera satira filogovernativa: da far invidia agli austriaci del 1830, complimenti.
Comunque, dietro ai post di Benito Le Rose ci sono vari "giulivini" che si consigliano cosa rispondere e cosa aggiungere. Ogni post è costruito in modo preciso.
Addirittura gli errori di ortografia sono messi apposta per scatenare reazioni e permettere agli autori di farsi grasse risate e convincere e convincersi che tutti quelli che non la pensano come loro sono intellettualoidi snob (magari comunisti).
Alcuni esempi (pochi):
1.
Giulio Cesare said,
December 7, 2005 @ 7:29 pm
Cris
stai spopolando. Li hai colti di contropiede. Però non hai corretto l’errore di italiano che ti avevo segnalato e te lo hanno fatto subito notare
2.
Giulio Cesare said,
December 7, 2005 @ 7:46 pm
Caro Walter,
l’ho scritto proprio io. Siccome tutti mi davano dell’ignorante, sono andato a scuola serale per migliorare il mio italiano ed ho ottenuto qualche risultato. Io non faccio il noglobal di professione, invece di lamentarmi e spaccare vetrine, cerco di migliorarmi. Comunque invierò ancora qualche messaggio con errori, così qualche acculturato potrà sentirsi superiore e darmi dell’ignorante.

VISTO CHE SIAMO IN TANTI E LORO TEMONO L’INVASIONE DA PARTE NOSTRA DEL LORO BLOG, BEH, E’ PROPRIO QUELLO CHE DOBBIAMO FARE: www.ilgiulivo.com
Grazie a Umberto Mas per averci informati.

ANTI "IL GIULIVO" 09.12.05 03:24| 
 |
Rispondi al commento

***PER TUTTI I BLOGGERS***
++THIS IS A PUBLIC SERVICE ANNOUNCEMENT++
Ok, signore e signori.
Benito Le Rose in realtà scrive su ilgiulivo.com, un sito filoberlusconiano che si sforza di fare satira "contro i benpensanti della kultura italiana". E' un sito che attacca tutti gli avversari del premier. Vera satira filogovernativa: da far invidia agli austriaci del 1830, complimenti.
Comunque, dietro ai post di Benito Le Rose ci sono vari "giulivini" che si consigliano cosa rispondere e cosa aggiungere. Ogni post è costruito in modo preciso.
Addirittura gli errori di ortografia sono messi apposta per scatenare reazioni e permettere agli autori di farsi grasse risate e convincere e convincersi che tutti quelli che non la pensano come loro sono intellettualoidi snob (magari comunisti).
Alcuni esempi (pochi):
1.
Giulio Cesare said,
December 7, 2005 @ 7:29 pm
Cris
stai spopolando. Li hai colti di contropiede. Però non hai corretto l’errore di italiano che ti avevo segnalato e te lo hanno fatto subito notare
2.
Giulio Cesare said,
December 7, 2005 @ 7:46 pm
Caro Walter,
l’ho scritto proprio io. Siccome tutti mi davano dell’ignorante, sono andato a scuola serale per migliorare il mio italiano ed ho ottenuto qualche risultato. Io non faccio il noglobal di professione, invece di lamentarmi e spaccare vetrine, cerco di migliorarmi. Comunque invierò ancora qualche messaggio con errori, così qualche acculturato potrà sentirsi superiore e darmi dell’ignorante.

VISTO CHE SIAMO IN TANTI E LORO TEMONO L’INVASIONE DA PARTE NOSTRA DEL LORO BLOG, BEH, E’ PROPRIO QUELLO CHE DOBBIAMO FARE: www.ilgiulivo.com
Grazie a Umberto Mas per averci informati.

ANTI "IL GIULIVO" 09.12.05 03:20| 
 |
Rispondi al commento

***PER TUTTI I BLOGGERS***
++THIS IS A PUBLIC SERVICE ANNOUNCEMENT++
Ok, signore e signori.
Benito Le Rose in realtà scrive su ilgiulivo.com, un sito filoberlusconiano che si sforza di fare satira "contro i benpensanti della kultura italiana". E' un sito che attacca tutti gli avversari del premier. Vera satira filogovernativa: da far invidia agli austriaci del 1830, complimenti.
Comunque, dietro ai post di Benito Le Rose ci sono vari "giulivini" che si consigliano cosa rispondere e cosa aggiungere. Ogni post è costruito in modo preciso.
Addirittura gli errori di ortografia sono messi apposta per scatenare reazioni e permettere agli autori di farsi grasse risate e convincere e convincersi che tutti quelli che non la pensano come loro sono intellettualoidi snob (magari comunisti).
Alcuni esempi (pochi):
1.
Giulio Cesare said,
December 7, 2005 @ 7:29 pm
Cris
stai spopolando. Li hai colti di contropiede. Però non hai corretto l’errore di italiano che ti avevo segnalato e te lo hanno fatto subito notare
2.
Giulio Cesare said,
December 7, 2005 @ 7:46 pm
Caro Walter,
l’ho scritto proprio io. Siccome tutti mi davano dell’ignorante, sono andato a scuola serale per migliorare il mio italiano ed ho ottenuto qualche risultato. Io non faccio il noglobal di professione, invece di lamentarmi e spaccare vetrine, cerco di migliorarmi. Comunque invierò ancora qualche messaggio con errori, così qualche acculturato potrà sentirsi superiore e darmi dell’ignorante.

VISTO CHE SIAMO IN TANTI E LORO TEMONO L’INVASIONE DA PARTE NOSTRA DEL LORO BLOG, BEH, E’ PROPRIO QUELLO CHE DOBBIAMO FARE: www.ilgiulivo.com
Grazie a Umberto Mas per averci informati.

ANTI "IL GIULIVO" 09.12.05 03:16| 
 |
Rispondi al commento

***PER TUTTI I BLOGGERS***
++THIS IS A PUBLIC SERVICE ANNOUNCEMENT++
Ok, signore e signori.
Benito Le Rose in realtà scrive su ilgiulivo.com, un sito filoberlusconiano che si sforza di fare satira "contro i benpensanti della kultura italiana". E' un sito che attacca tutti gli avversari del premier. Vera satira filogovernativa: da far invidia agli austriaci del 1830, complimenti.
Comunque, dietro ai post di Benito Le Rose ci sono vari "giulivini" che si consigliano cosa rispondere e cosa aggiungere. Ogni post è costruito in modo preciso.
Addirittura gli errori di ortografia sono messi apposta per scatenare reazioni e permettere agli autori di farsi grasse risate e convincere e convincersi che tutti quelli che non la pensano come loro sono intellettualoidi snob (magari comunisti).
Alcuni esempi (pochi):
1.
Giulio Cesare said,
December 7, 2005 @ 7:29 pm
Cris
stai spopolando. Li hai colti di contropiede. Però non hai corretto l’errore di italiano che ti avevo segnalato e te lo hanno fatto subito notare
2.
Giulio Cesare said,
December 7, 2005 @ 7:46 pm
Caro Walter,
l’ho scritto proprio io. Siccome tutti mi davano dell’ignorante, sono andato a scuola serale per migliorare il mio italiano ed ho ottenuto qualche risultato. Io non faccio il noglobal di professione, invece di lamentarmi e spaccare vetrine, cerco di migliorarmi. Comunque invierò ancora qualche messaggio con errori, così qualche acculturato potrà sentirsi superiore e darmi dell’ignorante.

VISTO CHE SIAMO IN TANTI E LORO TEMONO L’INVASIONE DA PARTE NOSTRA DEL LORO BLOG, BEH, E’ PROPRIO QUELLO CHE DOBBIAMO FARE: www.ilgiulivo.com
Grazie a Umberto Mas per averci informati.

ANTI "IL GIULIVO" 09.12.05 03:16| 
 |
Rispondi al commento

***PER TUTTI I BLOGGERS***
++THIS IS A PUBLIC SERVICE ANNOUNCEMENT++
Ok, signore e signori.
Benito Le Rose in realtà scrive su ilgiulivo.com, un sito filoberlusconiano che si sforza di fare satira "contro i benpensanti della kultura italiana". E' un sito che attacca tutti gli avversari del premier. Vera satira filogovernativa: da far invidia agli austriaci del 1830, complimenti.
Comunque, dietro ai post di Benito Le Rose ci sono vari "giulivini" che si consigliano cosa rispondere e cosa aggiungere. Ogni post è costruito in modo preciso.
Addirittura gli errori di ortografia sono messi apposta per scatenare reazioni e permettere agli autori di farsi grasse risate e convincere e convincersi che tutti quelli che non la pensano come loro sono intellettualoidi snob (magari comunisti).
Alcuni esempi (pochi):
1.
Giulio Cesare said,
December 7, 2005 @ 7:29 pm
Cris
stai spopolando. Li hai colti di contropiede. Però non hai corretto l’errore di italiano che ti avevo segnalato e te lo hanno fatto subito notare
2.
Giulio Cesare said,
December 7, 2005 @ 7:46 pm
Caro Walter,
l’ho scritto proprio io. Siccome tutti mi davano dell’ignorante, sono andato a scuola serale per migliorare il mio italiano ed ho ottenuto qualche risultato. Io non faccio il noglobal di professione, invece di lamentarmi e spaccare vetrine, cerco di migliorarmi. Comunque invierò ancora qualche messaggio con errori, così qualche acculturato potrà sentirsi superiore e darmi dell’ignorante.

VISTO CHE SIAMO IN TANTI E LORO TEMONO L’INVASIONE DA PARTE NOSTRA DEL LORO BLOG, BEH, E’ PROPRIO QUELLO CHE DOBBIAMO FARE: www.ilgiulivo.com
Grazie a Umberto Mas per averci informati.

ANTI "IL GIULIVO" 09.12.05 03:15| 
 |
Rispondi al commento

beh, certo, la speranza fa parte di noi,è l'unica arma che abbiamo per difenderci e spesso purtroppo è l'unica pillola antidolorifica che ci viene data dalla chiesa dallo stato e da chiunque non riesca a trovarti una soluzione
il risultato è sempre lo stesso :nella speranza di un mondo migliore abbassiamoci i pantaloni e guardiamo lo spettacolo osceno che ci offre la società, molto spesso documentato e mandato anche in onda dall'unico mezzo amplificatore e distorsivo ormai in grado di persuaderci, la tv.
e poi? ci crediamo degli immortali e stiamo a guardare, ma il tempo non ci dà ragione.
una vita di soli sacrifici non è una vita.
io non è che sono retorico oppure scontato,io veramente mi sono rotto i coglioni.
scusate la volgarità, grazie.

antonio stilo 09.12.05 00:19| 
 |
Rispondi al commento

dopo la disfatta dell'italia, leggi a misura di persona, rientri di capitali, falso in bilancio, rogatorie, fabbriche che chiudono, padri di famiglia e giovani senza più un futuro,
loro che ci vogliono far credere di aver diminuito la disoccupazione, di aver combattuto la delinquenza comune, la mafia, la necessità delle grandi opere, nessuno mai si è preoccupato degli stipendi di noi operai che abbiamo perso il valore di acquisto di un buon 40 percento
la difficoltà di arrivare a fine mese la difficoltà a fare una spesa in più e speriamo che la salute regga
sono amareggiato, schifato, da questa politica
che non fa altro che difendere le persone benestanti
mi auguro di tutto cuore che le prossime elezioni diano una scossa profonda a questo stato di cose

paolo tosi 08.12.05 18:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A mio figlio,ormai 40enne, devo aver insegnato poco e male.Infatti ho litigato con lui e non ci parliamo da 15 giorni. Perchè? Per la Moratti.
Nel senso che lui prendeva le difese del ministro dopo aver seguito un'intervista fattale da M. Latella,credo su Sky.Io non avevo argomenti validi da opporgli perchè non so molto della riforma Moratti se non che privilegia le scuole private alle pubbliche e poco altro.
Come rendermi più edotta?Mi risponderete? Grazie

Roselin Pescetto 08.12.05 18:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

è troppo facile fare appello al cuore della gente... diversi millenni di storia dell'umanità dimostrano che questo cuore non esiste, che la fede non aiuta il miglioramento delle società - forse l'unica cosa che può salvarci è la ragione

dario ravasi Commentatore in marcia al V2day 08.12.05 16:38| 
 |
Rispondi al commento

quindi la morale è: vivi da schiavo in questa società e vedrai che cambierà? posso avere tutta la fiducia del mondo in questa società, ma se sono costretto solo a svegliarmi tutte le mattine per accrescere gli interessi del mio capo (essere incompetente in ogni materia, denaro compreso)non avrò mai il tempo di cambiare neanche la più piccola delle cose! Il lavoro sta togliendo la vita alle persone che ancora credono a questa società e nel frattempo un sistema che privilegia SEMPRE I POCHI viene mantenuto esclusivamente per inerzia.

Massimiliano bertocco 08.12.05 14:23| 
 |
Rispondi al commento

Sono stato in Guinea Equatoriale un mese a spese mie per contribuire alla costruzione di un asilo, ho vissuto l' esperienza più bella della mia vita, ma non perchè sono pago del fatto di aver contribuito a far del bene, ma perchè ho conosciuto persone che mi hanno insegnato cosa vuol dire vivere.
Le parole di questa lettera mi hanno ricordato tutto cio'.
Stavo dimenticando........
Grazie frei Betto

Aldo Pallaoro 08.12.05 12:31| 
 |
Rispondi al commento

Non sono uno che fa politica ma non mi piacciono le bugie e questa volta l'ha detta la sinistra italiana appoggiando Chavez.
Chavez: sirena venezuelana
Quando al mattino spalanchi la finestra su Caracas la vita è già cominciata da un pezzo. La naturale allegria del venezuelano è un po’ intiepidita dalla soffocante situazione economica.
E’ vero che il caraibico ha sempre voglia di vivere e che trova nella musica e nell’amore la giusta compensazione alla miseria in cui vive. Quando però il caraibico diventa genitore cominciano ad esistere anche le necessità dei figli, che per crescere hanno bisogno di alimentarsi e tutto il resto. In Venezuela manca il necessario oramai, da Svizzera sudamericana, come veniva chiamata, si avvia verso una situazione simile a Cuba o all’Albania .
Sapete cos’è la ‘cadena’? Ve lo spiego in due parole. Chavez che a reti unificate e magari ‘sniffato’ fino ai reni parla e parla, in diretta tv, per dieci ore senza fermarsi mai, in un turbinio di parole e insulti simil Saddam.
Non è vero che tutto il popolo è con Chavez, provate a entrare in qualsiasi chat venezuelana e se masticate un po’ di spagnolo l’aggettivo più usato dalla gente per definirlo è ‘el loco’ (il pazzo).
Pazzo di sé, dietro una facciata comunista si nasconde un dittatore violento abituato ad atti cruenti. Parla di popolo e di povera gente ma la maggior parte sa che non è vero quello che dice.
Anti Usa si dichiara perché sa di poter essere smascherato, mentre la Spagna l’ha armato fino ai denti.
Pochi giorni fa le elezioni per il Parlamento. I milioni di oppositori si sono astenuti dal votare, tanto il signore avrebbe dimostrato con la forza di essere il vincitore. Lo è stato ugualmente, con il 100% dei voti perché hanno votato solo i suoi e sapete quanti erano i votanti di quelli aventi diritto?
Erano soltanto il 25%, del 75% restante cosa vogliamo farne?
Bugiardi i sinistroidi italiani che asseriscono che Chavez sta con il popolo, bugiard

cosmo de la fuente 08.12.05 12:30| 
 |
Rispondi al commento

Non Mi fido!!
io dovrei stare con un organizzazione che parla di poverta come un valore? ahh si bene!i loro testi dicono di non possedere che un paio di sandali e di non farsi chiamare padre ne eminenza perchè uno solo ne hai e si fanno chiamare pure santità e incassano ben 5 Miliardi di euro in contanti ogni anno forse di piu'perche non lo dicono (fonte economist). professano l'amore!! ma nelle loro file ben 1.700 sacerdoti del solo brasile sono sotto giudizio per pedofilia (corriere della sera 21/11/2005).
Come fai a fare il prete in brasile?? fare del bene lo si puo' fare anche senza il vaticano spa.
C'è chi dice rimanere nella struttura per cambiarla dall interno,inpossibile cambiare chi non vuole. Se resti all interno la sostieni la giustifichi e ne sei complice!!
Belle parole ma da un pulpito sbagliato,
questo e' il mio pensiero.

Stefano


dispiace vedere che non tutti hanno capito che l'italia è più simile al bresile di betto di quanto lo sia lo stesso brasile con l'aggravante di non considerarsi paese del terzo mondo quando invece non lo siamo e non solo noi purtroppo..

gaspare falco 08.12.05 11:36| 
 |
Rispondi al commento

La lettera è molto bella, credo che sarebbe giusto diffonderla a tutti.
non mi piacciono alcuni commenti!

Ho a che fare con la tendenza che l'intellettuale non possa concepire la fede, perchè essa non può essere schematizzata da un calcolo matematico, perchè non vi sono calcoli preposizionali fatti di implicazioni logiche che sottendono ad una tautologia... che limitati! L'uomo ha anche un cuore che va (fortunatamente) oltre alla cognizione.
Dire ciò che si pensa è giusto, un dovere credo, ma certe volte si farebbe bene se si riflettesse un pò, anzichè criticare per un partito preso.

Daniele Pinato 08.12.05 10:53| 
 |
Rispondi al commento

@Aldo Pallaoro

Ti sbagli...fanno pesare eccome. La pagherò io l'ici che gli istituti religiosi non pagheranno. In nome di cosa? di una fede che non ho.

L'onestà intellettuale non ha fede, è obiettiva e non corrotta da scorciatoie dogmatiche.

Tu credi pure ma lascia stare le persone come noi che sono tante e ogni giorno sono sempre di più

Stefano Bisogni 08.12.05 09:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sta' a te giudicare se la "fede" sia giusta o sbagliata, ci sono milioni di persone che hanno "fede" e di sicuro non te lo fanno pesare, come fai pesare tu la liberta' di scrivere delle proprie idee o fedi.
In questa lettera c'è la volonta' di cambiare, anche se utopicamente, un modo d' essere dei nostri giorni, e che ci sara' poi di tanto orripilante se ci metti un po' di "fede"?
non è che per caso hai paura di questa "fede"

Abbindolare, forse credi che milioni di persone siano state abbindolate, credi veramente che siano tutte cosi' stupide....io di sicuro no, e non mi permetto certo di di giudicarle.
Dare dei falsi messaggi, la mafia da' falsi messaggi, non chi predica l' uguaglianza, il rispetto, l' orgoglio ecc.
La genetica è, anche a mio parere una scienza giusta, ma bisogna essere obiettivi, se usata solo per fare i soldi, allora è sbagliatissima.
Non ne faccio una questione personale, ma credo che bisogna rispettare chi, come questo prete, senza far del male a nessuno, cerca di migliorare le cose per i più deboli, e se ci riesce allora forza, seguiamolo, credenti e non, perchè, a mio modesto parere, fare questo aiuta ad essere migliori.
Ciao
Aldo

Aldo Pallaoro 08.12.05 09:33| 
 |
Rispondi al commento

belli gli intendimenti della lettera.pero'chi è stato in brasile,e intendo quello vero,potra' dirti senza tema di smentita che il brasiliano
è come tutti gli altri,se puo' te lo mette in quel posto.e nonostante tutto io personalmente
andrei a viverci,perche' è anche vero che un sorriso non te lo nega nessuno.

spione cristofaro 08.12.05 08:15| 
 |
Rispondi al commento

MA ALLORA CONTINUI!!!!

Mi diverto molto a leggere i post scritti dalla stessa mano e con lo stesso stile e von messaggi a distanza di pochi minuti e con nomi diversi.
Allora ti ribadisco quanto segue:

1) Le cose che dice Frei sono anche giuste e condivisibili tranne i riferimenti a Dio, Cristo, Madonne e Santi perchè non tutti si fanno abbindolare dalle religioni o da maghi e fattucchiere!

2) Far del bene non è sbagliato, lo è farlo dando falsi messaggi a popolazioni più deboli culturalmente.

3) La genetica, la dimostrazione che l'uomo può ricreare la vita ALLA PERFEZIONE dimostra che qualsiasi riferimento ultratereno è superaato, smascherato e sbugiardato!! (per favore non parlatemi della pecora Dolly... andate a vedere tutte le nascite in vitro dell'ultimo anno in Rusia e in Cina dove lavorano anche i nostri scienziati scacciati dall'oscurantismo culturale che ci soffoca

4) Ogni anni si fanno passi avanti sullo studio della materia, passi che rivoluzioneranno i cicli economici e le culture. Le cose a cui noi oggi diamo valore domani potrebbero non averne più. C'è una corsa alla manipolazione della materia per creare nuovi materiali da altri materiali poveri. Tutto viene studiato per il sostentamento umano nello spazio, ma in realtà avrà forti ripercussioni benefiche su di noi. Ma non era Dio che poteva creare e modificare tutto.. a quanto pare no!! E' l'uomo che lo può fare.

5) La sola parola "fede" indica che ci devi credere aldilà di ogni prova contraria. E' un assegno in bianco contro la ragione e l'intelligenza. E' più facile credere o non credere che capire. L'uomo moderno cercherà di capire perchè oggi, più di ieri, ne ha i mezzi!!

6) Da 10 anni ogni Domenica aspetto dei miei amici fedeli praticanti fuori dalla Chiesa per andare a prendere l'aperitivo.Anche su loro ammissione c'è sempre meno gente che va in chiesa e tutta questa evanescente ritorno alla religiosità è del tutto mediatica e virtuale. Quante videochiamate con il Papa morto

stefano bisogni 08.12.05 06:38| 
 |
Rispondi al commento

Ok, signore e signori.
Benito Le Rose in realtà scrive su ilgiulivo.com, un sito filoberlusconiano che si sforza di fare satira "contro i benpensanti della kultura italiana". E' un sito che attacca tutti gli avversari del premier. Vera satira filogovernativa: da far invidia agli austriaci del 1830, complimenti.
Comunque, dietro ai post di Benito Le Rose ci sono vari "giulivini" che si consigliano cosa rispondere e cosa aggiungere. Ogni post è costruito in modo preciso.
Addirittura gli errori di ortografia sono messi apposta per scatenare reazioni e permettere agli autori di farsi grasse risate e convincere e convincersi che tutti quelli che non la pensano come loro sono intellettualoidi snob (magari comunisti).
Alcuni esempi (pochi):
1.
Giulio Cesare said,
December 7, 2005 @ 7:29 pm
Cris
stai spopolando. Li hai colti di contropiede. Però non hai corretto l’errore di italiano che ti avevo segnalato e te lo hanno fatto subito notare
2.
Giulio Cesare said,
December 7, 2005 @ 7:46 pm
Caro Walter,
l’ho scritto proprio io. Siccome tutti mi davano dell’ignorante, sono andato a scuola serale per migliorare il mio italiano ed ho ottenuto qualche risultato. Io non faccio il noglobal di professione, invece di lamentarmi e spaccare vetrine, cerco di migliorarmi. Comunque invierò ancora qualche messaggio con errori, così qualche acculturato potrà sentirsi superiore e darmi dell’ignorante.
VISTO CHE SIAMO IN TANTI E LORO TEMONO L’INVASIONE DA PARTE NOSTRA DEL LORO BLOG, BEH, E’ PROPRIO QUELLO CHE DOBBIAMO FARE: www.ilgiulivo.com

ANTI "IL GIULIVO" 08.12.05 04:14| 
 |
Rispondi al commento

Ok, signore e signori.
Benito Le Rose in realtà scrive su ilgiulivo.com, un sito filoberlusconiano che si sforza di fare satira "contro i benpensanti della kultura italiana". E' un sito che attacca tutti gli avversari del premier. Vera satira filogovernativa: da far invidia agli austriaci del 1830, complimenti.
Comunque, dietro ai post di Benito Le Rose ci sono vari "giulivini" che si consigliano cosa rispondere e cosa aggiungere. Ogni post è costruito in modo preciso.
Addirittura gli errori di ortografia sono messi apposta per scatenare reazioni e permettere agli autori di farsi grasse risate e convincere e convincersi che tutti quelli che non la pensano come loro sono intellettualoidi snob (magari comunisti).
Alcuni esempi (pochi):
1.
Giulio Cesare said,
December 7, 2005 @ 7:29 pm
Cris
stai spopolando. Li hai colti di contropiede. Però non hai corretto l’errore di italiano che ti avevo segnalato e te lo hanno fatto subito notare
2.
Giulio Cesare said,
December 7, 2005 @ 7:46 pm
Caro Walter,
l’ho scritto proprio io. Siccome tutti mi davano dell’ignorante, sono andato a scuola serale per migliorare il mio italiano ed ho ottenuto qualche risultato. Io non faccio il noglobal di professione, invece di lamentarmi e spaccare vetrine, cerco di migliorarmi. Comunque invierò ancora qualche messaggio con errori, così qualche acculturato potrà sentirsi superiore e darmi dell’ignorante.
VISTO CHE SIAMO IN TANTI E LORO TEMONO L’INVASIONE DA PARTE NOSTRA DEL LORO BLOG, BEH, E’ PROPRIO QUELLO CHE DOBBIAMO FARE: www.ilgiulivo.com

ANTI "IL GIULIVO" 08.12.05 04:13| 
 |
Rispondi al commento

le parole di questo prete sono molto importanti e giuste; ma oltre che dargli ragione bisognerebbe che ognuno si facesse un esame di coscenza x vedere quanto e quando asseconda una società malata senza combatterla


p.s. non definite il post, poesia: la Poesia è una cosa diversa

dario ravasi Commentatore in marcia al V2day 08.12.05 01:08| 
 |
Rispondi al commento

mio figlio tra un mese parte per il brasile per un mese di volontariato sono molto felice per lui

maria tosato 07.12.05 23:56| 
 |
Rispondi al commento

ADDIO AI COFFEE SHOP OLANDESI, CHIUSURA IN TEMPI BREVI

Fonte: Ansa

andrea cogoni 07.12.05 22:54| 
 |
Rispondi al commento

Trovo il contenuto della lettera molto condivisibile ed aggiungo che proviamo in tanti tutti i giorni ad insegnare ai nostri figli i principi morali piu' nobili, ma(domando) i nostri figli li imparano? Come possono imparare quando ad insegnare siamo solo noi poveri genitori ed invece a plagiarli sono tutti i canali di informazione che li bombardano di falsi valori e ancor piu' falsi ideali?Comunque, mai mollare...Era solo uno sfogo...

Mauro Piconi 07.12.05 22:19| 
 |
Rispondi al commento

Bello, davvero bello e sincero.... Peccato che nella realtà finora non mi sia capitato di vedere attuati certi valori nel mondo della politica...

Stefano ghinassi 07.12.05 21:26| 
 |
Rispondi al commento

bellissimo... ma forse sarebbe stato piu' efficace se nella fot questo grande uomo nn somigliasse cosi' tanto a tremonti... e' 3 volte che evito di leggere il post perche' dalla foto sembra lui....

marta sorbi 07.12.05 20:04| 
 |
Rispondi al commento

Ho avuto solo ora l'occassione di leggere quella che ritengo la più bella delle poesie dedicate all'UOMO e al senso dela VITA. Forse un giorno, magari come regalo per Natale, tutti i figli del mondo potranno vedere una nuova realtà fatta di onestà, senso di responsabilità, e rispetto della dignità di ogni uomo, senza distinzione di
sesso, razza, lingua, religione, opinioni politiche, condizioni personali e sociali.
Auguri, per un futuro felice

LEONE CARMINE 07.12.05 19:25| 
 |
Rispondi al commento

ho scritto un "di" di troppo.....ma il senso s'è capito

marco brodo 07.12.05 19:15| 
 |
Rispondi al commento

sarebbe bello poter votare qualcuno di seriamente impeganto per le persone e non per il potere !!!

Marco Brodo 07.12.05 19:13| 
 |
Rispondi al commento

Semplicemente da togliere il fiato!
Come semplicemente da togliere il fiato sono commenti ed affermazioni, in tal caso provocatori ed inutili, contro la Chiesa, preti o quant'altro.
Qui basterebbe parlare di uomini, di esempi, di coraggio, di determinazione.
Qui basterebbe stampare ed appendere in camera da letto, sul comodino, per non dimenticare di parlare con i nostri figli.
I missionari che ho conosciuto in Africa, quelli di cui parli tu Beppe su questo blog, quelli sono i veri uomini!!

Valeria Alfieri 07.12.05 18:45| 
 |
Rispondi al commento

Leggo con ritardo la stupenda lettera di Frei Betto:
ho una figlia di 4 anni, ma appena potra' capire
gliela spieghero', perche' e' una grande lezione di verita'.
Complimenti Beppe, meno male che esistono persone come Frei Betto e te.

Dario Bartoleni 07.12.05 17:48| 
 |
Rispondi al commento

Non sono cattolica ma,
leggendo i commenti di questa lettera, scritta da una PERSONA, (prete o no ha importanza?) mi sono chiesta?
Forse insegnare ai nostri figli che il rispetto per la natura per le persone, per l'opinione altrui e per se stessi è sbagliato?
Io ho due ragazzi di 22 e 19 anni e credo veramente che se vogliamo un mondo migliore dobbiamo insegnare loro proprio questi valori.
Siamo veramente sicuri che quello che insegnamo ai nostri figli sia giusto?
Non è forse meglio, ogni tanto chiederselo?
Non è forse uno spunto per una riflessione questo?
Forse avete ragione voi che condannate quest'uomo, in quanto prete, e il "povero" Beppe, che ringrazio soprattutto per il coraggio che ha di dire sempre quello che pensa, per aver pubblicato quetsa lettera?!
Si può veramente affermare "So io cosa insegnare a mio figlio?"
I nostri figli sono il nostro futuro o no?

direi Tre "R": Rispetto di se stessi. Rispetto degli altri. Responsabilità di tutte le tue azioni

mario magici 07.12.05 16:50| 
 |
Rispondi al commento

Non sono cattolica ma,
leggendo i commenti di questa lettera, scritta da una PERSONA, (prete o no ha importanza?) mi sono chiesta?
Forse insegnare ai nostri figli che il rispetto per la natura per le persone, per l'opinione altrui e per se stessi è sbagliato?
Io ho due ragazzi di 22 e 19 anni e credo veramente che se vogliamo un mondo migliore dobbiamo insegnare loro proprio questi valori.
Siamo veramente sicuri che quello che insegnamo ai nostri figli sia giusto?
Non è forse meglio, ogni tanto chiederselo?
Non è forse uno spunto per una riflessione questo?
Forse avete ragione voi che condannate quest'uomo, in quanto prete, e il "povero" Beppe, che ringrazio soprattutto per il coraggio che ha di dire sempre quello che pensa, per aver pubblicato quetsa lettera?!
Si può veramente affermare "So io cosa insegnare a mio figlio?"
I nostri figli sono il nostro futuro o no?

direi Tre "R": Rispetto di se stessi. Rispetto degli altri. Responsabilità di tutte le tue azioni

magica 9 07.12.05 16:48| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Carlo,
mi fa piacere conoscere una persona che, oltre a conoscere Gesù come te, conosca addirittura Dio!
Posso pensare, e sperare per te, che tu lo senta, non posso altresì credere che tu lo conosca. Ho smesso da tempo di credere allo Spirito Santo che tutto guida e che soffi dove vuole. Ho smesso di crederci più o meno quando ho smesso di credere a Babbo Natale. Non mi addentro nel mio credo religioso perchè potrei offendere il credo di altri, e non voglio, così come non volevo assolutamente sminuire la figura ed il lavoro di un padre missionario, che penso siano gli unici uomini di chiesa che abbiano tradotto in fatti le parole di Gesù. Ti ringrazio inoltre per avermi dato del "giovane d'oggi", quando sono stato un giovane di ieri. Permettimi di distinguermi però da chi vuole insegnarmi la vita attraverso favolette inculcateci col catechismo, e da chi in maniera prepotente e presuntuosa, si permette di dire che conosce Gesù e Dio! Conosciamo veramente la figura di Gesù, o quella che ci è stata tramandata nei millenni è un immagine censurata e resa più "divina" dalla chiesa? Scusami, ma io nel "credi senza chiedere" non mi ci rivedo......

Alessandro Costantini 07.12.05 16:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Sappia tuo figlio ascoltare il silenzio, rispettare le espressioni di vita e lasciarsi amare dal Dio che lo abita.”
..finisce così questa lettera, piena di amore, verità e consigli. Questa lettera che vuole dirci di imparare noi per primi ad amare, imparare noi per primi a non restare indifferenti di fronte alle crudeltà di questo mondo, imparare noi per primi ad Essere e non Apparire. Come si può insegnare qualcosa quando neppure noi sappiamo metterla in pratica? Questo messaggio è principalmente per noi, noi che abbiamo il grande, difficile e meraviglioso compito di crescere i nostri figli nel migliore dei modi. P.s. non credo in Dio, ma credo nell'amore che lui rappresenta.
Un abbraccio
daniela

daniela marchini 07.12.05 15:53| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,
grazie per la lettera commovente,io a i miei figli (che ne ho due Michela 6 anni e Mirko quasi 2)cerco di insegnare loro dei principi fondamentali della vita oltre quelli elencati dalla lettera...,cioè EDUCAZIONE,AMORE,ONESTà oltre a questo però ho insegnato un'altra cosa, e non è una fesseria,è la verità......gli ho insegnato ogni volta vede un cartellone pubblicitario oppure in televisione la faccia del "portatore nano di democrazia" di alzare la mano con solo il dito medio....devo dire che sto trovando delle soddisfazioni allucinanti anche se serve a poco ma almeno è un buon inizio.Saluto tutti.
Luciano

Luciano Coscarella 07.12.05 14:23| 
 |
Rispondi al commento

A 14 anni si è ancora bambini.Si incomincia a guardarsi intorno ad avere le proprie idee.

simone stellini 07.12.05 14:19| 
 |
Rispondi al commento

A 14 anni si è ancora bambini.Si incomincia a guardarsi intorno ad avere le proprie idee.
Poi ognuno cresce come crede,ma questi sono sani principi.

simone stellini 07.12.05 14:16| 
 |
Rispondi al commento

Chi insegna dovrebbe essere il maestro di sè stesso come lo era il Mahatma Ghandi. Ma se uno non riconosce che il Mahatma era un Maestro arriva ad ucciderlo. Così come hanno ucciso Gesù.
In modo pratico come si fa a riconoscere un VERO maestro da uno falso? Il genere umano è talmente sprofondato nell'ignoranza che è difficile riconoscerlo. Quando uno dice che bisogna sparare vive nell'odio e nell'ignoranza. Dio non ci ha creati per odiare ma per amare. Come posso insegnare ad essere in pace se non sono in pace con me stesso? Tutto sta dentro di noi, solo noi possiamo sapere se siamo dei maestri che possono insegnare agli altri i veri valori spirituali dell'uomo. La lettera di Frei Betto è bella e nobile. Ma io suggerisco un ulteriore passo in avanti per migliorare gli esseri umani: la meditazione.Trovare un piccolo spazio di tempo solo per noi e per l'introspezione e meditare su questa semplice domanda: Odio qualcuno? O forse odio me stesso e perchè? Per illuminare il buio che c'è dentro di noi bisogna meditare e cercare di spostare l'attenzione dall' esterno a dentro di noi. Non c'è salvezza per l'umanità se non c'è una crescita spirituale interiore.
Scusate se sembro presuntuoso ma lo faccio per aiutarvi ad amare anzichè odiare e per chi vuole approfondire la verità dentro di noi vedi il sito sahaja yoga.it, grazie.

Giò D'Angiò 07.12.05 14:04| 
 |
Rispondi al commento

ho frequentato il mondo cattolico per anni in varie situazioni ..non posso negare che spesso ho ricevuto messaggi positivi,spunti chiari per una convivenza pacifica con l'uomo in genere;il messaggio cristiano di essenzialità, rispetto, e passione per un'idea indiscutibilmente rivoluzionaria...ma allo stesso tempo non posso nemmeno negare che la quantità di sacerdoti capaci di trasmettermi una testimonianza positiva e vera si contano sulle dita delle mani...non rinnego il mio passato ma oggi con una consapevolezza maggiore temo l'istituzione chiesa, temo che alla mia libertà possa essere tarpate le ali dall'indottrinamento.
cerchiamo di separare l'uomo dalla carica che riveste:il messaggio da lui forgiato non avrebbe lo stesso valore? questa domanda è rivolta sia agli uomini\donne di fede sia a coloro che attaccano qualsiasi cosa che si possa collegare alla chiesa

stefania rovereti 07.12.05 12:16| 
 |
Rispondi al commento

Leggo Brasile, ma ho in mente l'Italia del Sud.

C'è bisogno della cultura dell'ONESTA' nella scuola e nella politica.
Questa rivoluzione possono farla solo pochi uomini illuminati e capaci. Spero tanto che ce ne sia rimasto qualcuno.

Giuseppe Rossi 07.12.05 11:59| 
 |
Rispondi al commento

Non riesco a capire perchè quando c'è qualcuno che vuole farci ragionare, vuole insegnarci un pò di amore, di umanità in questo mondo che tutti diciamo essere schifoso perchè ognuno pensa ai fatti suoi ecc. ecc. appunto non riesco a capire perchè poi ci deve essere la reazione di Alessandro. Dopo aver letto la lettera di Frei Betto, premetto io non credo, sono agnostica, mi sono sentita con il cuore pieno di gioia nel sapere che in Brasile ci sono persone così e soprattutto che questo paese, grazie al presidente Lula, è in via di miglioramento e così spero sarà anche per il Venezuela e per tutti i paesi poveri dove spero che prima o poi (spero sempre prima) i governi si rendano conto che bisogna lavorare seriamente e soprattutto per la gente povera. Sì è vero ho citato personaggi di sinistra ma scusatemi non è mica colpa mia se la gente di sinistra riesce a essere più umana, più giusta e soprattutto a sganciarci dal potere statunitense. Se qualcuno può insegnarci qualcosa di buono per i nostri figli che ne hanno tanto bisogno in questo mondo di m.... bisognerebbe solo dirgli GRAZIE!!!!!!!

anita falcitelli 07.12.05 11:40| 
 |
Rispondi al commento

mi permetto di aggiungere qualcosa.
tutti gli esseri umani dovrebbero seguire la propria coscienza e rifiutarsi di eseguire ordini al di fuori di essa.
quando accade, o l'esecutore è corrotto, o non ha altra via d'uscita. ritrovarsi senza lavoro o magari in carcere per non aver eseguito un ordine, scoraggia molte persone oneste.
allo stesso modo, chi disobbediva a hitler non veniva risparmiato.
ma i cambiamenti partono sempre dal basso.
ogni singolo deve lottare per difendere i propri principi. è tuttto ciò che ci resta.
nella lettera del prete, c'è un bel riferimento a gesù, mandela, ghandi che hanno creduto nella propria coscienza, rifiutandosi di eseguire gli ordini.
ma essi non devono rimanere utopie, erano persone come noi, che ci hanno creduto! dovremmo far nostri quei principi, capire i loro insegnamenti e applicarli un passo alla volta.

ma siamo deboli... (pur)troppo deboli.

andrea cogoni 07.12.05 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Alessandro Costantini scrive:

A me soltanto il fatto che una persona mi dica cosa io debba insegnare ai miei figli mi fa un po' incazzare, anche se gli insegnamenti sono giusti. Ho sempre pensato che il Maestro debba essere scelto dal potenziale allievo, e non imporsi come tale. In fondo Gesù si è forse scelto i suoi apostoli, o magari loro hanno scelto lui? Poi, il resto posso condividerlo, anche se non conosco la realtà del Brasile se non quella miserabile delle favelas, quella che con pietismo schifoso ci propone la televisione. E' che viviamo come in uno stadio: ci sono 80.000 persone che guardano la partita e 200 cretini, ma quei 200 cretini fanno molto più casino degli altri.....e hanno molta più risonanza.
-----------------------------------------------
Alessandro Costantini 07.12.05 09:55

Risposta ad Alessandro Costantini:

E' vidente, caro Alessando, che oltre a non conoscere la realtà del Brasile non conosci nemmeno Gesù e quindi Dio.
Giusto per puntualizzare,è lo Spirito Santo che soffia dove vuole.E' Gesu che ha scelto i suoi discepoli, non diciamo fregnacce!
Riguardo all'allievo che si sceglie l'insegnante,mi spieghi come un bambino che conosce solo la fame e la disperazione,che dovrebbe giocare come tutti i bambini di questo mondo pur non avendo ninente con cui farlo, nemmeno i genitori, possa avere l'esperienza,la maturità e la consapevolezza di sceglieresi il "giusto" insegnante?
Infondo è un prete missionario che ha parlato e ha usato parole d'amore.Possibile che anche l'amore vi fa incazzare a voi giovani di oggi?
Allora è proprio vero che questo non è il regno di Dio,quello dobbiamo meritarcelo cari signori.
Se non siamo in grado di riconoscere l'amore di chi ha DATO la propria vita agli altri, a Dio, vuol dire che siamo dei pazzi. Frei Betto è, come molti altri, un esempio per tutti.
Non sputiamo veleno su tutto e su tutti, altrimenti finisce che le vipere siamo noi. Giusto?

Un saluto affettuoso a tutti
Carlo

Carlo Ventimiglia 07.12.05 10:57| 
 |
Rispondi al commento

Sono stata in Brasile e ho potuto ammirare la bellezza di una terra da troppo tempo sfruttata proprio per la sua ricchezza. Ho lavorato in una favela con suore e preti, ho visto i meninos de rua trattati come bestie. Bambini dimenticati o da dimenticare. Ancora oggi molti preti aiutano questi ragazzi e lo fanno con il cuore, non per imporre un credo religioso. Arturo Paoli a Foz do Iguaçu e padre Julio Lancelotti nelle carceri minorili di San Paolo (per approfondire http://www.rrrquarrata.it/padrejulio/julio_lancellotti.htm) Allo stesso modo anime discrete aiutano i religiosi nel silenzio. Sono stata dai sem terra e ho visto brillare nei loro occhi la rivoluzione e la speranza di una riforma agraria. Il Brasile è una terra bellissima e bisogna raccontarlo ai bambini, soprattutto a quelli che si lasciano andare nelle strade sniffando colla, bisogna parlare ai bambini. Nella loro ingenua saggezza abita la speranza di un futuro migliore.
http://guerrillaradio.iobloggo.com/

teresa sirio 07.12.05 10:51| 
 |
Rispondi al commento

Sono stata in Brasile e ho potuto ammirare la bellezza di una terra da troppo tempo sfruttata proprio per la sua ricchezza. Ho lavorato in una favela con suore e preti, ho visto i meninos de rua trattati come bestie. Bambini dimenticati o da dimenticare. Ancora oggi molti preti aiutano questi ragazzi e lo fanno con il cuore, non per imporre un credo religioso. Arturo Paoli a Foz do Iguaçu e padre Julio Lancelotti nelle carceri minorili di San Paolo (per approfondire http://www.rrrquarrata.it/padrejulio/julio_lancellotti.htm) Allo stesso modo anime discrete aiutano i religiosi nel silenzio. Sono stata dai sem terra e ho visto brillare nei loro occhi la rivoluzione e la speranza di una riforma agraria. Il Brasile è una terra bellissima e bisogna raccontarlo ai bambini, soprattutto a quelli che si lasciano andare nelle strade sniffando colla, bisogna parlare ai bambini. Nella loro ingenua saggezza abita la speranza di un futuro migliore.
http://guerrillaradio.iobloggo.com/

teresa sirio 07.12.05 10:50| 
 |
Rispondi al commento

ma avete letto la lettera che ho letto io ......c'è un sacco di cinismo in questo mondo.Se il vostro orgoglio ve lo permette FATE TESORO DELLE PAROLE DI QUESTA LETTERA POTREBBERO DIVENTARE INDISPENSABILI .

andrea ferrari 07.12.05 10:49| 
 |
Rispondi al commento

ma avete letto la lettera che ho letto io ......c'è un sacco di cinismo in questo mondo.Se il vostro orgoglio ve lo permette FATE TESORO DELLE PAROLE DI QUESTA LETTERA POTREBBERO DIVENTARE INDISPENSABILI .

andrea ferrari 07.12.05 10:45| 
 |
Rispondi al commento

amen

Matteo Raggi 07.12.05 10:26| 
 |
Rispondi al commento

Bè,la lettera non è che impone qualcosa, è solamente un consiglio.
E come ogni consiglio può essere liberamente seguito o no.
E' un monito, non un vademecum da seguire forzatamente.
Sbattere la porta in faccia a quel che dicono gli altri non aiuta certo il dialogo e la crescita personale.
Questa è la mia opinione.
Liberi di condividerla o no.

Giuseppe Cascavilla 07.12.05 10:18| 
 |
Rispondi al commento

A me soltanto il fatto che una persona mi dica cosa io debba insegnare ai miei figli mi fa un po' incazzare, anche se gli insegnamenti sono giusti. Ho sempre pensato che il Maestro debba essere scelto dal potenziale allievo, e non imporsi come tale. In fondo Gesù si è forse scelto i suoi apostoli, o magari loro hanno scelto lui? Poi, il resto posso condividerlo, anche se non conosco la realtà del Brasile se non quella miserabile delle favelas, quella che con pietismo schifoso ci propone la televisione. E' che viviamo come in uno stadio: ci sono 80.000 persone che guardano la partita e 200 cretini, ma quei 200 cretini fanno molto più casino degli altri.....e hanno molta più risonanza.

P.S. Stefano Bisogni......sono d'accordo con te.

Alessandro Costantini 07.12.05 09:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

gianluca, sono convinto anch'io che ci siano belle persone nel clero, come in ogni frangia di società, e sono quelli che negli anni sono stati via via emerginati dai papi (in particolare dall'ultimo fulgido esempio polacco). si chiamavano romero, hanno i nomi di quei sudamericani che si opponevano alle dittature, di quelli che parlano della teoria della liberazione...sono tanti, erano tanti, anche nella nostra italica Sicilia.
Romero è stato ucciso in chiesa, tanti altri sono stati 'invitati' a cambiare mansione (anche il povero Marcinkus hacambiato mansione dopo lo IOR...).

Ma c'è una novità che avrà dato il voltastomaco a ruini e benedetto... finalmente alcuni teologi hanno chiesto un 'appello' per rivedere il processo di beatificazione di wojtyla visto che, secondo loro, ha mancato in numerosi dei suoi 'doveri' apostolici. L'unica cosa, nota e riconosciuta, è che ha smantellato il potere dei suoi odiati nemici comunisti (quasi come silvio!).
Più che episcopale mi sembra sia stato un vero detentore di potere, politico!

luca beghini 07.12.05 09:54| 
 |
Rispondi al commento

La lettera di questo "vero prete" mi ha veramente dato una speranza...ai miei nipotini e ai miei "futuri" figli cercherò di insegnare questa speranza nella nostra società...la speranza che esistano ancora persone che fanno il proprio lavoro con onestà e che migliorano la società restando nell'ombra...grazie

Michela Dell'Annunziata 07.12.05 09:53| 
 |
Rispondi al commento

Non credo che Frei Betto, per il suo messaggio faccia un uso strumentale della sua religione, il Dio a cui si riferisce è in tutti noi (io sono ateo) e si manifesta in mille modi,ma non ha attinenza con il suo messaggio.Quindi trovo sterili i commenti che mi sembra critichino la forma e non il contenuto.
Del resto ormai nella nostra società le forme prendono il sopravvento sui contenuti, basta guardarsi in giro e meditare su quello che succede dal nostro quartiere al mondo intero.
Il buon senso non esiste più, tutto quello che potrebbe essere risolto con poco diventa come minimo un dibattito,generalmente di tipo elettorale.
Ma è proprio questo lo strumento di chi ci governa(nel mondo non solo in Italia)per depistare la gente,per farle perdere di vista le cose serie,un pò come si fa con i bambini quando piangono perchè vogliono qualcosa che non abbiamo (generalmente il tempo e l'affetto da dedicargli)e gli compriamo il leccalecca o la playstation.
Non so sinceramente cosa fare, sono pacifista, ma forse bisognerebbe cominciare a sparare(metaforicamente) ai Bush ai Blair,ai mille Berlusconi del mondo.Sparare sul serio, unirsi,boicottare,interferire seriamente con i sistemi economici che ci stanno portando alla rovina, non ci vuole uno scienziato per capire che non si pùo continare a consumare più di quello che si produce,non si può pensare di utilizzare risorse non rinnovabili all'infinito.Io credo che verranno tempi davvero bui,i nostri figli sono in grave pericolo, il mondo lo è,forse siamo ancora in tempo o forse no,quello che è certo è che siamo su un treno senza freni che sta andando dritto su un binario morto, ci vorranno grandi sforzi e sacrifici per riprendere in mano il nostro futuro e sperare in un mondo pulito,sano e giusto.

Ugo Giordano 07.12.05 09:48| 
 |
Rispondi al commento

Dopo tutto questo insegnare, vanno trovati gli alunni pronti ad imparare e "smettere di chiudersi in bagno a fumare". Quello che voglio dire è che con gli insegnanti proposti dai nostri canoni sociali, viene di conseguenza perdere l'arte di ascolare e perdere la fiducia nel prossimo... per divincolarci dalle manette a cui siamo legati alla "loro" idea di società, bisogna intanto incominciare a dare alla "tv la stessa importanza che viene data a una lavastoviglie" (Gaber) e piano piano incominciare a preoccuparsi delle parole dette e udite da persone più vicine alle nostre bocche e orecchie. Senza smettere di sognare...perchè l'utopia è come l'orizzonte.. fai un passo e si allontana di un passo e perchè credere nell'utopia? Anche solo x continuare a sognare e ad andare avanti.

davide serafini 07.12.05 09:37| 
 |
Rispondi al commento

Dopo tutto questo insegnare, vanno trovati gli alunni pronti ad imparare e "smettere di chiudersi in bagno a fumare". Quello che voglio dire è che con gli insegnanti proposti dai nostri canoni sociali, viene di conseguenza perdere l'arte di ascolare e perdere la fiducia nel prossimo... per divincolarci dalle manette a cui siamo legati alla "loro" idea di società, bisogna intanto incominciare a dare alla "tv la stessa importanza che viene data a una lavastoviglie" (Gaber) e piano piano incominciare a preoccuparsi delle parole dette e udite da persone più vicine alle nostre bocche e orecchie. Senza smettere di sognare...perchè l'utopia è come l'orizzonte.. fai un passo e si allontana di un passo e perchè credere nell'utopia? Anche solo x continuare a sognare e ad andare avanti.

davide serafini 07.12.05 09:35| 
 |
Rispondi al commento

Chi ai nostri tempi accenna anche una sola volta all'onore, per me e' un grande uomo.

Fabio Ramassotto 07.12.05 09:27| 
 |
Rispondi al commento

La penso anche io come Roberto Cavana, sono molto avvilita e indignata, non c'entra niente avere fede religiosa oppure no, sono semplicemente parole di speranza; ringrazio anch'io Frei Betto.

angela barbagallo 07.12.05 09:14| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
non solo leggerò questo alle mie figlie ma lo mando anche in rete con la preghiera di farlo girare. Ed anche a qualche amicizia in Brasile.
Buona giornata e forza e coraggio prima o poi manderemo a casa il nano e tutti quelli come lui...
Mat

P.S.: Beppe ma mi spieghi com'è possibile che c'è tanta gente che crede alle Palle Stratosferiche (per non dire altro) che il portatore nano di democrazia ed i suoi adepti ci raccontano? Chi è causa del suo male pianga se stesso...

Mat Di Maio 07.12.05 09:13| 
 |
Rispondi al commento

ho letto la lettera di Betto e credo che una lettera di vita che tutti noi dovremmo incorniciarla e portarla come insegnamento per tutti noi al di la dei colori politici
o delle proprie idee religiose e di fede.
ricordiamoci che il diritto umano non ha un colore o una fede.
Vincenzo Tosti

Tosti Vincenzo 07.12.05 09:08| 
 |
Rispondi al commento

TITOLO: LO RACCONTO AI MIEI FIGLI

Avete ntato che in questo blog c'è sempre una mano femminile che ripete con ossessione, m sotto nomi diversi la stessa cosa:

1) Ma quanto è bella questa poesia
2) Sono indignata perchè c'è gente che non condivide
3) Lo racconterò alle mie figlie o figli

Andate a controllare questi utenti

Elena Soccornini
laura cecchini
ale russo
rosarina ventura costa
Marta Marrone
antonella biasi
rita nuzzo
patrizia lo Iacono
Cristiana Di Stefano

e vedrete che scrivono le stesse cose con lo stesso stile liturgico.
Mi rivolgo a te, chiunque tu sia!! Abbi il coraggio di firmarti col tuo nome vero come faccio io, di non inquinare subdolamente e meschinamente questo blog.
E poi renditi conto che qui scrive anche chi non crede e che ne ha l'assoluto diritto di non farlo.

Renditi conto che per me e per tanti altri il Papa e il Mago Othelma hanno la stessa legittimità, ovvero quello di rappresentare quello che non c'è, di raccontare cose non dimostrabile e per questo di chiedere soldi e privilegi.

Questa gente, e siamo in tanti, sa che si può far del bene anche non in nome di Cristo; devi capire questa cosa... il proclama di frei è sbagliato e offensivo in quelle parti che richiamano la religione perchè le stosse cose si possono ottenere dalle persone di buona volontà che nella maggioranza del mondo sono atee!!

Per questo motivo, amica vigliacca così tanto da non usare il proprio nome, impara a rispettare chi non crede a ciò che non è dimostrabile.

Vai a strafogarti di ostie e a sbucciarti le ginocchia fino alle rotule nel chiedere perdono di ciò che non hai commesso e per favore, quando dai 10 Euro di elemosina alla chiesa danne altrettanti all'associazione di maghi e fattucchiere d'italia (poverini fanno la fame).

Io non perderò tempo a leggere alle mie figlie (io le ho davvero) il proclama di Frei perchè sono bambine educate ad essere buone cittadine del mondo in nome di nessun feticcio religioso.

Stefano Bisogni 07.12.05 07:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bellissima...basta togliere, anzi no, aggiungere Italia,Argentina, Perù, Cile, e possiamo benissimo capire come l'Italia stia diventando il Sud America dell'Europa. Intendiamoci, loro stanno lottando per tentare di eliminare la corruzione e quant'altro.Tutto questo fa onore a questi popoli.
Noi no!Ci siamo dentro e continuiamo ad essere indifferenti.
Fabrizio

fabrizio serafini 07.12.05 04:09| 
 |
Rispondi al commento

Sono avvilito ,perche' se si riesce a polemizzare
anche di fronte a parole di speranza di un uomo che da anni quotidianamente si batte per i diritti dei piu' deboli,sulle strade e nelle favellas del Brasile,allora davvero potremmo scannarci su ogni cosa e continuare a sputarci addosso le proprie frustazioni e ideologie.
Io non sono religioso,ma queste parole mi hanno
commosso e dato speranza,
e percio' ringrazio di cuore Frei Betto!

Roberto Cavana 07.12.05 00:25| 
 |
Rispondi al commento

il fatto è gravissimo e sulla questione dei poliziotti che non c'entrano non sono d'accordo, c'entrano e come!i valsusini hanno parlato di esaltati che picchiavano vecchi e persone indifese. Quello che è successo mostra la reale natura delle persone che ci governano e dei loro servi: pazzi e dispotici.
per la libertà di esistere e manifestare Il 17 tutti a torino!!!

Fabio Zavatta 07.12.05 00:04| 
 |
Rispondi al commento

il fatto è gravissimo e sulla questione dei poliziotti che non c'entrano non sono d'accordo, c'entrano e come!i valsusini hanno parlato di esaltati che picchiavano vecchi e persone indifese, non mi sembrava mica che la celere dovesse affrontare lo squadrone della morte...quello che è successo mostra la reale natura delle persone che ci governano e dei loro servi: pazzi e dispotici.
per la libertà di esistere e manifestare Il 17 tutti a torino!!!

Fabio Zavatta 07.12.05 00:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi ha molto colpito,negativamente ciò che è accaduto l'altra notte in Val di Susa.La politica del MANGANELLO è ritornata in auge.I poveri polizziotti(parafulmini dei politici),non sono loro i colpevoli.Colpevole è il governo,che dialoga con il bastone,che tratta i poveri abitanti della Val Susa come dei bambini capricciosi.No,No,No!!!I politici devono servire il popolo perchè eletti dal popolo e pagati dal popolo,il popolo cari politici non è SERVO DI NESSUNO!!!

Michele di Tondo Commentatore in marcia al V2day 06.12.05 22:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ringrazia da parte mia e delle mie figlie frei Betto. Proprio stasera avevo aperto il tuo blog per inserire un mio messaggio nel muro del pianto perchè sono stanca di vedere mio marito lavorare 16 ore al giorno (fa un doppio lavoro) per avere circa 1500€ a fine mese. Io stessa non lavoro meno, solo che arrivo al massimo a percepire 1000€ perchè, naturalmente, metà di queste 16 ore sono dedicate alla gestione (isterica) della casa e della famiglia. Bontà delle mie figlie mostrarci ancora stima e comprensione. Ormai io non ho più desideri veramente miei e profondi, vorrei solo capire cosa posso fare per migliorare la mia situazione economica e quindi migliorare la qualità di vita della nostra famiglia (leggi: passare più tempo tranquillo insieme noi con le nostre adorate figlie). Grazie per le parole di frei Betto da cui ricavo un respiro di speranza.

Elena Soccornini 06.12.05 22:46| 
 |
Rispondi al commento

ho due figlie.. sento il dovere di insegnare loro valori che sempre meno ritrovo intorno a me...facendo fatica, sentendomi scoraggiata a volte, quando il mio essere genitore viene inficiato da chi manovra in maniera occulta questo nostro mondo...
mi sento minacciata nel diritto di essere genitore secondo le mie convinzioni.. perchè il mio essere genitore forse è "sovversivo" e non rientra nei canoni e nelle norme stabilite...
ecco allora che in occasioni come questa ho piacere di leggere loro, come una fiaba, questa lettera ed aggiungo anche.....

"insegna a tuo figlio che la verità, la capacità di volare alto con la mente, la capacità di discernere,di cambiare le cose che si possono cambiare...tutto ciò passa attraverso l'amore per la conoscenza...unico strumento capace di muovere rivoluzioni radicali...perchè se ciò non fosse, anche le più grandi rivoluzioni rischiano di divenire appannaggio di chi del sapere non ne fa una questione di elevazione mentale ma di potere.. la storia ci insegna come ciò sia avvenuto troppe volte...anche da parte di chi si fregiava del titolo di difensore dei deboli...
un abbraccio fraterno

laura cecchini 06.12.05 22:14| 
 |
Rispondi al commento

che dire? sarebbe troppo bello che ci fossero molte più persone come Frei Betto , forse ci sarebbe più rispetto per molti valori che ormai, aime sembrano scomparsi sommersi dalla scatola nera della tv spazzatura e dal poco pensare.
Ciao.

Marcello Furia 06.12.05 20:57| 
 |
Rispondi al commento

Io i salsegusini li conosco bene
sono delle cape toste, come si dice. Nella questione in oggetto però
sono manovrati politicamente da quella genia politica insensata che è
la ciurma dei Verdi e degli ecologisti che io chiamerei, tout court,
medievalisti, se non cavernicoli.

Tritare una montagna ai valsegusini ha fatto tanto comodo quando si è
trattato di aprire il varco del Frejus dato che loro si sentono tanto
francesi, ma soprattutto perché questo avrebbe, a suo tempo, permesso
ai francesi di venire comodamente a fare acquisti in Italia gonfiando
le tasche dei valligiani, cosa puntualmente avvenuta.

Per il motivo contrario hanno osteggiato l'autostrada per anni e
sapete perchè? Perchè i camionisti avrebbero tirato diritto e non si
sarebbero più fermati a mangiare e a fare acquisti a BOrgone, Susa e
Mompantero, ecco perchè!

A nessuno di costoro importa molto dell'ambiente perché i lavori per
la TAV, per quanto impegnativi e rischiosi, come tutti i grandi lavori
di questo genere, non vengono effettuati con disinvoltura.
sanno come le norme
vengano rispettate in maniera decisamente maniacale.

Mi sento in questo caso di dare ragione alla retorica di Ciampi, che
di solito mi irrita, ma penso anch'io che il progresso non si può
fermare e che a frignare sono soltanto preposti i bambinetti.
Meditate gente....

Davide Luppi 06.12.05 20:31| 
 |
Rispondi al commento

Questa lettera è molto bella e leggendola ahimè mi accorgo che potrei leggerla a molti bimbi del mio quartiere senza dover fare tanti km per arrivare in Brasile....ma c'è un passo che andrebbe bene anche per la mia ex e tanti altri che come lei, piccini non sono, ma che dicono "l'amore non basta!"...Certo, se questo intacca il loro egoismo è logico che non basta!!

Pasquale Autiero 06.12.05 20:30| 
 |
Rispondi al commento

Insegna a tuo figlio che Beppe Grillo deve andare al governo, che la maggior parte dei politici dovrebbe stare in carcere e che le persone intelligenti devono cambiare questo paese.

Cristiano Brizzi 06.12.05 19:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Permettimi di dire la mia sulla polizia che ha manghenellato i manifestanti in Val di Susa.
Sono la moglie di un poliziotto, spesso mio marito, tornando da un servizio di ordine pibblico, è taciturno. A volte è schifato di essere intervenuto, (con il manganello), più spesso torna umiliato dagli insulti ricevuti dai manifestanti. Lui svolge il suo lavoro, esegue gli ordini che gli vengono impartiti. Ti prego Beppe, non commettere anche tu l'errore dei giornalisti che accusando sempre gli operatori del manganello e non accusano chi impartisce l'ordine, il questore, il prefetto o direttamente il ministro dell'interni.
Gtazie Beppe, forse non sono stata chiarissima ma sono certa che tu mi capirai.
Ciao, un pò in anticipo, Buon Natale!
Giovanna

Giovanna Damone 06.12.05 18:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Permettimi di dire la mia sulla polizia che ha manghenellato i manifestanti in Val di Susa.
Sono la moglie di un poliziotto, spesso mio marito, tornando da un servizio di ordine pibblico, è taciturno. A volte è schifato di essere intervenuto, (con il manganello), più spesso torna umiliato dagli insulti ricevuti dai manifestanti. Lui svolge il suo lavoro, esegue gli ordini che gli vengono impartiti. Ti prego Beppe, non commettere anche tu l'errore dei giornalisti che accusando sempre gli operatori del manganello e non accusano chi impartisce l'ordine, il questore, il prefetto o direttamente il ministro dell'interni.
Gtazie Beppe, forse non sono stata chiarissima ma sono certa che tu mi capirai.
Ciao, un pò in anticipo, Buon Natale!
Giovanna

Giovanna Damone 06.12.05 18:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Permettimi di dire la mia sulla polizia che ha manghenellato i manifestanti in Val di Susa.
Sono la moglie di un poliziotto, spesso mio marito, tornando da un servizio di ordine pibblico, è taciturno. A volte è schifato di essere intervenuto, (con il manganello), più spesso torna umiliato dagli insulti ricevuti dai manifestanti. Lui svolge il suo lavoro, esegue gli ordini che gli vengono impartiti. Ti prego Beppe, non commettere anche tu l'errore dei giornalisti che accusando sempre gli operatori del manganello e non accusano chi impartisce l'ordine, il questore, il prefetto o direttamente il ministro dell'interni.
Gtazie Beppe, forse non sono stata chiarissima ma sono certa che tu mi capirai.
Ciao, un pò in anticipo, Buon Natale!
Giovanna

Giovanna Damone 06.12.05 18:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

grazie di cuore, perchè se di "buoni maestri" ce ne sono sempre meno, la voce di quei pochi deve farsi più grossa! (nel frattempo che le nostre orecchie possano diventare più grandi...)

obrigado

lorenzo balduzzi 06.12.05 18:06| 
 |
Rispondi al commento

Quello che davvero importa è che guardandoci indietro, nel tempo, l'uomo sia comunque migliorato.
quello che importa è, che io vivo , qui oggi meglio di mia nonna che faceva la mondina a "0" lire al giorno
...che tutto questo è una conquista... che va conservata che va migliorata e.. difesa qui oggi.
Diciamo ai nostri figli il valore di non essere ignoranti per non essere ignorati.

Cristina Burelli 06.12.05 17:51| 
 |
Rispondi al commento

boa tarde beppe

te agradeço pela linda exposição. espero que o povo italiano possa aprender mais com esse escrito e tentar melhorar a propia identidade social deixando de um lado a corrida ao consumo...

sempre fiel

atenciosamente

tancredi Dollfus 06.12.05 17:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao a tutti, scrivo per comunicare la mia delusione verso questo episodio e per ringraziare Beppe Grillo per le sue informazioni.
Sono veramente delusa da questo paese in cui molte persone non sanno neanche cosa significhi "dignità" e in cui i giovani sono solo considerati capre da mandare al macello o voraci lupi(senza offesa per gli animali) da arruolare per continuare a "magnare"....Un paese in cui i giovani non hanno spazi per riflettere e confrontarsi in modo diretto e in cui si cerca, invece di sviluppare il proprio cervellino, di tenere il più possibile la gente all'oscuro delle cose per rigirarsela come si vuole...Stiamo peggio del MEDIOEVO....!!!!!Comunque sono contenta che ci sia tanta gente che la pensa più o meno come me o che comunque non si fa mettere i piedi in testa nonostante tutto....questo mi da forza....Ciao a tutti p.s. io sono valsusina.....!

Furesi Manuela 06.12.05 17:05| 
 |
Rispondi al commento

Ecco la lettera:
Passa tranquillamente tra il rumore e la fretta e ricorda quanta pace può esserci nel silenzio,finchè è possibile senza doverti abbassare,sii in buoni rapporti con tutte le persone,dì la verità con calma e chiarezza e ascolta gli altri, anche i noiosi e gli ignoranti, anche loro hanno una storia da raccontare,evita le persone volgari ed aggressive, esse opprimono lo spirito. Se ti paragoni agli altri, corri il rischio di far crescere in te orgoglio e acredine, perchè sempre ci saranno persone più in basso o più in alto di te. Gioisci dei tuoi risultati così come dei tuoi progetti. Conserva l'interesse per il tuo lavoro, per quanto umile, è ciò che realmente possiedi per cambiare.Il mondo è pieno di tranelli.Ma ciò non acciechi la tua capacità di distinguere la virtù; molte persone lottano per grandi ideali, e dovunque la vita è piena di eroismo. Sii te stesso, soprattutto non fingere negli affetti e neppure sii cinico riguardo all'amore, poichè a dispetto di tutte le aridità e disillusioni, esso è perenne come l'erba. Accetta benevolmente gli ammaestramenti che derivano dall'età,lasciando con un sorriso sereno le cose della giovinezza. Coltiva la forza dello spirito per difenderti contro l'improvvisa sfortuna, ma non tormentarti con l'immaginazione. Molte paure nascono dalla stanchezza e dalla solitudine, al di là di una disciplina sii tranquillo con te stesso. Tu sei un figlio dell'universo non meno degli alberi e delle stelle, tu hai diritto di essere quì, e che ti sia chiaro o no, non vi è dubbio che l'universo ti si stia schiudendo come dovrebbe. Perciò sii in pace con Dio, comunque tu lo concepisca e qualunque siano le tue lotte e le tue aspirazioni, conserva la pace con la tua anima pur nella rumorosa confusione della vita, con tutti i suoi inganni, i lavori ingrati e i sogni infranti, è ancora un mondo stupendo.Fai attenzione, cerca di essere felice.
Antica chiesa di S.Paolo, Baltimora, datata 1692

Davide Luppi 06.12.05 16:53| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, scrivo per comunicare la mia delusione verso questo episodio e per ringraziare Beppe Grillo per le sue informazioni.
Sono veramente delusa da questo paese in cui molte persone non sanno neanche cosa significhi "dignità" e in cui i giovani sono solo considerati capre da mandare al macello o voraci lupi(senza offesa per gli animali) da arruolare per continuare a "magnare"....Un paese in cui i giovani non hanno spazi per riflettere e confrontarsi in modo diretto e in cui si cerca, invece di sviluppare il proprio cervellino, di tenere il più possibile la gente all'oscuro delle cose per rigirarsela come si vuole...Stiamo peggio del MEDIOEVO....!!!!!

Furesi Manuela 06.12.05 16:31| 
 |
Rispondi al commento

Ricordo a tutti l'emendamento della finanziaria 2005 che esonera gli edifici ecclesistici (anche quelli ad uso commerciale) dal pagamento dell'I.C.I.
Questo é il tributo che Il Governo paga (con i nostri soldi ovviamente)per l'appoggio e la connivenza della Chiesa alle ingiustizie ed illegalità che si stanno commettendo.

Raffaele Alboni Commentatore in marcia al V2day 06.12.05 16:28| 
 |
Rispondi al commento

Caro Betto,
qui siam tutti presi ad accusarci come i capponi del Manzoni, di chi sia il responsabile della situazione del ca**o che viviamo. Nessuno che pensi che il lavoro piu`importante sia quello di fare un passo indietro,e fermarsi a capire cosa NOI STESSI possiamo fare.
Grazie per la lettera,tu nel tuo piccolo puoi dire "io c´ho provato".
Boa sorte!
Com a bencao da gente!

paolo moretti 06.12.05 16:11| 
 |
Rispondi al commento

Caro Betto,
qui siam tutti presi ad accusarci come i capponi del Manzoni, di chi sia il responsabile della situazione del ca**o che viviamo. Nessuno che pensi che il lavoro piu`importante sia quello di fare un passo indietro,e fermarsi a capire cosa NOI STESSI possiamo fare.
Grazie per la lettera,tu nel tuo piccolo puoi dire "io c´ho provato".
Boa sorte!
Com a bencao da gente!

paolo moretti 06.12.05 16:09| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna assolutamente rendere pubblica la Crimine Solicitationes. Appendiamone una copia fuori delle chiese o organizziamo un volantinaggio durante l'Angelus!!! Smascheriamo una volta per tutte questi impostori che si sono arricchiti nei secoli grazie alle bugie, alle paure che sono riusciti, con arte, a cementare nell'animo della gente. Facciamo capire a tutti che bel soggetto si cela sotto le vesti purpuree di Benedetto XVI!Facciamolo prima che rigirino la frittata, loro grandi maestri menzogneri vaticani e ci taccino di ateismo! Rendiamo pubblico che la "Crimine" fu emanata da Giovanni XXXIII, meglio conosciuto come il papa buono! I papi buoni non esistono, lo volete capire brutti creduloni che non fate altro che ingigantire la potenza di questa banda!
I papi sono solo il frutto di freddi calcoli da parte di eminenze grige e poteri occulti! Uscite da quella coltre di ipocrisia in cui vivete! Lo sapete bene di che pasta son fatti questi soggetti però vi fa comodo non vedere e non capire! Un vescovo, un cardinale sono le strade più giuste e forti per ottenere qualche privilegio eh, furbastri! Il Vaticano deve rimanere solo un museo disabitato!

mario cacciani Commentatore in marcia al V2day 06.12.05 15:20| 
 |
Rispondi al commento

Ancora io, perchè veramente stiamo arrivando al parossismo, ormai suffragete e neo mamme Teresa si alternano al blog come il popolo di credenti alla capanna di Gesù, orde di credenti si ammassano lungo le mura di protezione del neo-santone Grillo, animate da sacro fuoco credente, c'è qualcuno che racconta di pseudo-credenti che si sono fatti crocifiggere sul posto.
UDITE UDITE sta tornando JOAN-LUI, e mi viene in mente con un sorriso, Bracardi che direbbe:"MACCHèTERRINGRAZII, MACCHèTERRINGRAZII...rattattatà, quando c'era lui si che andavano bene le cose, altrochè tutti sti piagnoni,pipipi,pipipi...macchettefrega,tutti mangiavano e lavoravano e i treni arrivavano in orario senza pulci e zecche rattattatà, dopo per forsa eh, è impassito per il troppo potere, ben ma da bon, ma per vent'anni tutti lo osannavano e applaudivano proprio come fanno oggi con il Peppone vèh, da salvatore di anime a dittatore il passo è breve ben ma da bon, e quì c'è una massa di pipipipipipi che si fanno irretire da quattro fregnacce vèh...macchettefrega!!! Bene, dopo un po di parodia, direi che questo blog è fantastico, bisogna riconoscere che il Grillone nazionale lascia postare no-limit quasi come Sector, l'importante che ci sia libertà di parola, tutto il resto dipende dal proprio credo e dalla convinzione di essere dalla parte giusta, credo che si dovrebbe smettere di considerare l'avversario come l'essere immondo da liquefare nell'acido, pensare che il potere logora chi non ce l'ha, rispettarsi a vicenda, mia madre diceva che chi offende è un maleducato, devo pensare che la classe politica e non, non abbiano avuto una educazione di base? non abbia avuto una madre che diceva di non offendere? purtroppo in Italia e non solo, l'offesa ed il turpiloquio politici e non, sono diventati un dogma da seguire in modo quasi religioso.
Poi ci lamentiamo se stuprano, uccidono e spaccano tutto, con l'esempio che hanno...!!!

Davide Luppi 06.12.05 14:58| 
 |
Rispondi al commento

Sappia tuo figlio che non tutto il clero è come l'insopportabile Ruini. Con l'odio negli occhi e l'oro al collo. Con la sua voglia di Santa Inquisizione. Con la sua smania di potere. Con l'ingerenza verso un mondo che non è il suo.
Sappia tuo figlio che ci sono preti, missionari, frati che si spogliano di tutto per darsi interamente agli altri senza volere nulla in cambio.

Gianluca Tamburini 06.12.05 14:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sappia tuo figlio che non tutto il clero è come l'insopportabile Ruini. Con l'odio negli occhi e l'oro al collo. Con la sua voglia di Santa Inquisizione. Con la sua smania di potere. Con l'ingerenza verso un mondo che non è il suo.
Sappia tuo figlio che ci sono preti, missionari, frati che si spogliano di tutto per darsi interamente agli altri senza volere nulla in cambio.

Gianluca Tamburini 06.12.05 14:44| 
 |
Rispondi al commento

Sappia tuo figlio che non tutto il clero è come l'insopportabile Ruini. Con l'odio negli occhi e l'oro al collo. Con la sua voglia di Santa Inquisizione. Con la sua smania di potere. Con l'ingerenza verso un mondo che non è il suo.
Sappia tuo figlio che ci sono preti, missionari, frati che si spogliano di tutto per darsi interamente agli altri senza volere nulla in cambio.

Gianluca Tamburini 06.12.05 14:37| 
 |
Rispondi al commento

In giro assisto a lotte sanguigne tra chi è di sinistra e chi è di destra, persone che nonostante tutto non accettano il confronto con l'oppositore perseguendo a sostenere che solo chi la pensa come lui può avere ragione.
Io credo che come disse Gaber tra chi è di sinistra e chi è di destra le differenze non siano troppe, l'interesse di chi governa (sia che sia di destra, sia che sia di sinistra) è che il popolo sia il più possibile diviso e ignorante. La storia ha insegnato che gli estremismi e gli integralismi hanno portato disastri,genocidi,distruzione di cultura e di libertà. Quello che non capiamo è che chi governa ci vuole come loro fingono di essere : uno contro l'altro, a scannarci per ogni cosa.
La politica fatta in parlamento vuole che noi ci affrontiamo e che non ci confrontiamo. Se ognuno iniziasse ad ascoltare con oggettività le ragioni del "nemico" scoprirebbe alcune idee condivisibili, e se facesse un'analisi oggettiva delle idee dell' "amico" scoprirebbe alcune idee sbagliate. Un mondo migliore è costruibile solo se si intavola un discorso "bipartizan" in cui si accetta che i diritti della persona sono il punto di partenza è la prima e la cosa fondamentale da globalizzare. In un mondo in cui tutti abbiamo eguali diritti le idee, la conoscenza e le informazioni possono circolare liberamente e ognuno può agire liberamente pur nel rispetto dei diritti altrui. Io credo che un buon progresso tecnologico debba andare di pari passo con un progresso ideologico e civile. Ogni giorno tutti noi prima di accusare i potenti di portare il mondo allo sfacelo dovremo interrogarci su cosa facciamo noi nel nostro piccolo per rendere il mondo migliore. Pensare che i problemi altrui non sono anche nostri in un mondo globale non è accettabile, e tantomeno è accettabile che solo i potenti possano fare qualcosa per cambiare le cose.Siamo tutti divisi in confini ideologici, geografici, sociali, molte di queste divisioni a mio avviso non sono concrete.

Marcello Magaldi 06.12.05 14:19| 
 |
Rispondi al commento

Come vedi caro Peppone,e come vedono tutti leggendo i post, hai toccato "profondamente" il cuore delle mamme che con la lettera del bravo prete hanno visto risorgere dalle ceneri l'Araba Fenice. Complimenti sei in gamba...riesci ogni volta a toccare ogni ceto sociale,l'operaio, lo studente cheguevarista (il quale ammazzava a sangue freddo con un colpo in testa i "disobbedienti")la mammina in apprensione per la letterina a Gesù, su cui hanno costruito un impero di consumismo, una natività resa una bolgia di truculenti pranzi e luculliane cene,EVVIVA ED ALLELUIA è nato Gesù, dobbiamo festeggiare e visto che è nato in una grotta al freddo e al gelo, dai che lo vendichiamo mangiando come porci infoiati, orate frate, si orate e salmone, con qualche kilo di uova di storione, altro che orate frate, il signor C. che ogni sera si beve un litro di jack daniels con un litro di birra rossa, alla faccia della crisi, 3 pacchetti di sigarette, alla rifacciaccia della crisi, se fate 4 conti in croce sapete cosa si spende il sig.C al mese per i suoi stravizi? dai 900 ai 1000 euro, uno stipendio di un conducente di autobus, e questi sono i compagnucci in crisi?
O.K. va tutto bene compagni, contrordine, è stato uno scherzo...non c'è la crisi, è solo per la poltrona, dove possiamo seguitare a ciucciare grana e a salassarvi con tasse, licenziamenti e togliervi le seconde case,così noi ci facciamo le quarte sulla costa azzurra..eh eh eh...opss mi ero dimenticato di dirvi di acquistare una pomata a base acquosa, penetrerà con nonsalance,e voi godrete come ricci e ululerete alla luna : "Grazie Prrrodi, finalmente sto godendo" Ah dimenticavo, sapete da quando scrivo sul blog quanti virus mi arrivano al giorno? una settantina, mai capitato prima, ma si da il caso che il mio provider li scarica direttamente dentro al cesso...a presto.

Davide Luppi 06.12.05 14:06| 
 |
Rispondi al commento

Come al solito, chi dissente è retorico.... NO NO,
ho letto cose molto sensate di chi non crede e di chi si indigna perchè è stata inserita la religione in argomenti universali come quelli riportati. Si può essere persone buone e giuste senza essere credenti!!
BASTA, chi creda continui a credere ma non venga a fare la morale di vita a chi non crede!! In nome della religione abbiamo perso secoli di civiltà e continuiamo a perderla!!

alvaro visconti 06.12.05 13:56| 
 |
Rispondi al commento

Caro padre, credo che leggerò qualcosa del genere a mia figlia a natale. Credo che come ogni anno, nonostante i buoni propositi, correrò a spendere la tredicesima tutta d'un fiato. Credo che quest'anno Babbo Natale andrà vestito di bianco e che il suo carro avrà tante "renne" vestite di rosso e con tutti i soldi che risparmierà ( I.C.I. ) potrà rendere felici tanti bimbi sfortunati, tanti uomini disidratati, danno poveracci disadattati. Caro padre, quella bella lettera la giri per conoscenza al SUO SANTO PADRE, tanto per conoscenza!

ale russo 06.12.05 13:50| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti.
Forse la lettera è retorica, ma lo sono anche molti commenti (soprattutto quelli denigratori).
E anche il mio lo sarà, agli occhi di molti.
Non credo nella chiesa e nei preti; me ne sono allontanata quando ho iniziato a pensare con la mia testa ai disastri causati alla mia personalità dal bigottismo cattolico e clericale. Mi è rimasta la ricerca della spiritualità e il fascino delle religioni (che tra loro sono molto simili)
Mi è rimasto il fascino per i missionari.
Quelli per me sono veri preti.
E credo che dare giudizi sull'operato di uno di loro o sulla loro conoscenza religiosa mi sembra presuntoso.
Vivere in Italia, nelle nostre belle case e nel nostro bel paese che non conosce (fortunatamente) i problemi del Brasile, non sia la stessa cosa che vivere in un paese dove c'è povertà, miseria e bambini che si fanno di colla.
Tutto il mio rispetto per Betto. Che nella sua veste di sacerdote e di uomo deve pur dare una speranza a chi non ne ha.
Qualcuno ha detto che i genitori non hanno tempo di parlare ai figli.
Spero che ci si renda conto che isole dei famosi, talpe, e grandi fratelli e nonni vari (per non parlare di drammi veri e seri) sono il frutto di quella mancanza di tempo....(o forse di argomenti???).

Vi invito a leggere "Il vangelo secondo Gesù Cristo" di Josè Saramago.
Può essere utile per capire meglio le parole di Frei Betto.

Saluti a tutti voi.

paola zambardi 06.12.05 13:43| 
 |
Rispondi al commento

una lettera piena di speranza e di ottimi motivi per non sentirsi soli.Perchè a volte mi sembra che ci si stanchi di lottare perchè ci si sente soli.Dobbiamo ricominciare a "frequentarci" e capire che si può fare,si deve provare a fare di questa bella e maltrattata minoranza di persone che lottano e non si arrendono ai valori del consumismo una maggioranza.Questa lettera,è vero,potrebbe essere indirizzata a un qualsiasi bambino del mondo,ma anche ad ogni adulto.

rosarina ventura costa 06.12.05 13:27| 
 |
Rispondi al commento

A me sembra invece che ci sia gente su questo post che civilmente abbia commentato il proprio dissenso rispetto ad alcune cose dette da Frei. Non tutti credono e quindi possono dissentire dai richiami troppo religiosi. E' civiltà anche questa oppure chi non crede è un cittadino di serie B?

Elena Davids 06.12.05 13:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Certo che lo, inserisco il mio commento,mentre voi vi state stracciando le vesti e vi coprite il capino di cenere chiedendo umilmente perdono al cospetto di Dio, o giacete nel famoso letto di Procuste, 0ggi addì 7 dicembre, anno domini 2005,
sono partite 9.000.000 milioni di auto x 3 di ogni componente in media = 27.000.000 di italiani che stanno andando a pregare negli hotels di prima categoria o in processione alle Maldive, per purificarsi dall'essere stati peccatori e siamo solo all'inizio, chissà quanti "peccatori" ci saranno entro la fine dell'anno!!! eeeh, ma con questa tremenda crisi che ci sta schiacciando,
ci vuole un po di relax, che dite? mi vien da ridere, quando penso ai fondi neri detenuti nelle banche "legalmente" che andrebbero a coprire il debito pubblico e risanare anche i più disgraziati barboni in giro, e tutti come boccaloni a beverone a credere alle stron..te che vi propinano da mane a sera, e per distogliervi dal quotidiano cosa si inventa Peppone? il prete buono e misericordioso, come quelli che si riempiono la canonica di prostitute, ovvero si portano a casa il lavoro da sbrigare, quasi quasi faccio il prete anch'io, hai visto mai!!! E chi se lo sogna un harem così...! E non venite a fare i perbenisti, proprio voi che volete far sposare due gay e affidargli anche un bambino, ma rob de matt, AIUTOOOOO, L'ITALIA E' IN CRISI, ACCORRUOMO ACCORRUOMO dice il mortadelun, e dietro tutte le cornacchie sinistre a blaterare come gallinacei,
SVEGLIAAAAAA, GIU' DALLE BRANDEEE!!!!!

Davide Luppi 06.12.05 13:19| 
 |
Rispondi al commento

Non so se questo sia il posto giusto dove inserire il mio commento ma è lo stesso.
I laici: dove sono finiti?
Per me esistono in questo momento 2 chiese parallele: la chiesa vissuta attraverso le esperienze ed i messaggi come quello appena letto e che secondo me porta alle radici del cristianesimo e la chiesa istituzione rappresentata dall'apparato, dai vescovi e sempre allineata con il potere. Ultimamente mi riesce molto difficle seguire quest'ultima. Le posizioni su aborto, preti gay, ICI, coppie di religioni miste, coppie di fatto sono molto lontane secondo me dallo spirito originario. Come si fa a sentire ogni sera il cardinale Ruini predicare contro le leggi dello stato (194, Pacs, referndum, ecc.ecc.)? Come si fa a sentire che le coppie di religione miste sono sconsigliate (soprattutto se musulmano lui e cristiana cattolica romana lei)? Come si fa a concedere moralmente l'esenzione ICI alla Chiesa per le attività commerciali relative al culto in tale momento di difficoltà economica?Come può essere che alle scuole elementari a mia figlia insegnino Religione Cattolica e non Religione? La Costituzione ed il rispetto delle minoranze dove sono finite?
Mi sembra che l'accusa di teocrazia che noi rivolgiamo ai musulmani sia da applicare anche per l'italia. Mancano soprattutto i laici che non fanno sentire la loro voce a sufficienza. Il pensiero laico sta svanendo non più sostenuto da un'anima politica. Gli unici pensieri un po' laici li ho sentiti dai radicali (di sinistra);gli altri tutti zitti per la loro cassa elettorale.
Propongo pertanto alcune iniziative per cercare di scuotere la chiesa toccandola nei punti oggi più sensibili:
1) non dare l'8 per mille alla Chiesa Cattolica ma a qualcun altro (mia moglie mi sgriderà sicuramente!)
2) verificare se il concordato è effettivamente applicato correttamente o se è applicato in modo unidirezionale
3)comportarsi da cittadini e non da fedeli nelle proprie scelte.

Nicola Adinolfi 06.12.05 13:16| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco perchè la gente si incazza così tanto difronte ad una lettera così piena di amore e di volgia di ricominciare. Anche se la chiesa ha del marcio credo che dovremmo essere orgogliosi del fatto che ci sono ancora preti che credono in quello che fanno e credono di poter cambiare le cose in paese dove è davvero difficile vivere.
Grazie a Frei Betto e a tutti quelli che ci credono ancora...

Marta Marrone 06.12.05 13:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Viva i bambini, viva la Libertà, viva Frei Betto.
Beppe, un saluto a tutti, e se puoi, manda questo messaggio anche a Betto:

Oh Betto, um grande abraço de min e de Frei Manu Retumba, ex Dominicano. Ele te conhece e agora vive na França numa Abadia de Entrammes.

Aléx 06.12.05 13:06| 
 |
Rispondi al commento

Ogni tanto apro questo blog per vedere... gli argomenti. Ogni volta è possibile constatare con mano la... bontà dei tuoi frequentatori. Quando i post sono qualunquisti, disfattisti, di tutto e di più tranne che ..sensati, i post sono 1000/2000 ma quando l'argomento è decisamente più...concreto, ecco che i post cadono drasticamente, come in questo caso. Niente di nuovo, i tuoi amici hanno un colore ben preciso e l'umiltà è lungi da venire, lo sappiamo bene.
Non che l'altro colore sia più...brillante ma il colore di quelli che vorrebbero un mondo migliore, a parole, e poi invece di lavorare preferiscono farsi una passeggiata in Val di Susa, perchè è quella la priorità della nostra società, vero?, mica altre cose, allora questo post del prete offre l'opportunità di capire molto di più di altre cose, l'obiettività di questo blog.

luca alberti 06.12.05 12:30| 
 |
Rispondi al commento

Grazie per questa bellissima lettera che leggerò alle mie figlie.
Non ho commenti da fare, a parte la speranza che ogni persona che crede veramente a questi valori non rimanga "sottomarina" ma sia in "superficie" ovunque.
Grazie Antonella

antonella biasi 06.12.05 12:24| 
 |
Rispondi al commento

queste lettere fanno bene al cuore di tutti. Finalmente una grande lettera per riscldare l'inverno. Nelle prossime settimane, mentre tutti correranno a comprare cose inutili per il Natale (ma quale Natale?)ad alcuni basterà leggere questa lettera per essere felice. quando capiremo che la vera felicità è nei nostri gesti, nelle parole, nel nostro impegno, nella vita di tutti i giorni? quando ci risveglieremo dal bombardamento mediaticio che ci trasforma in consumatori idioti?
vorrei dire tante cose, ma sarebbe inutile...GRAZIE PER QUESTA LETTERA, GRAZIE PER AVERMI FATTO SOGNARE

vedder77 06.12.05 12:23| 
 |
Rispondi al commento

Grazie per questa bellissima lettera che leggerò alle mie figlie.
Non ho commenti da fare, a parte la speranza che ogni persona che crede veramente a questi valori non rimanga "sottomarina" ma sia in "superficie" ovunque.
Grazie Antonella

antonella biasi 06.12.05 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Grazie per questa bellissima lettera che leggerò alle mie figlie.
Non ho commenti da fare, a parte la speranza che ogni persona che crede veramente a questi valori non rimanga "sottomarina" ma sia in "superficie" ovunque.
Grazie Antonella

antonella biasi 06.12.05 12:19| 
 |
Rispondi al commento

Certe volte ti rendi conto che non sei il solo a pensarla così,in un mondo che sfugge dalla vera essenza delle cose e della vita.E così pensi che la tristezza che molte si prova ad essere diversi da tanti altri è invece fonte di pazienza e di gioia di vivere.
Questo insegnamento dovremmo darlo non soltanto ai nostri figli ma a tutti coloro che non riescono a fermarsi per un solo attimo e pensare che nel gioco della vita non c'è amore e giustizia se non c'è libertà e rispetto degli altri...

rita nuzzo 06.12.05 12:09| 
 |
Rispondi al commento

Ancora una volta questo blog si riempie di un pressapochismo fantozziano,chi si è rotto le scatole di preti che seguitano a chiedere consensi con una lettera che chiunque con un minimo di cultura riuscirebbe a scrivere, quì il prete parla del Brasile, ma quanti Brasile ci sono nel mondo? Ci siamo già scordati delle guerre che infestano il terzo mondo? Dove la sofferenza non è solo la mancanza di cibo, in più vi sono torture e mutilazioni, bambini violentati dimenticati da tutti e anche da Dio,bambini rapiti anche nel nostro paese per rivendere organi "belli freschi" ditemi cosa potete fare voi che esultate ad ogni cosa che posta Peppone, penso che una buona parte dei frequentatori del blog preferisca lasciarsi trasportare dall'illusione che Grillo sia il rimedio del mondo, il nuovo Gesù in terra,ma non è così,pensa di essere la vostra anima da risvegliare, ma così facendo, leggo in molte risposte, proprio la mancanza di personalità, il bisogno di qualcuno che vi prenda per mano, e vi porti verso un mondo migliore, privo di ingiustizie e tanti politici "bravi" e integerrimi, come Prodi, Fassino, Cossutta, Bertinotti,tanto per citare gli "attori" televisivi che piangono perchè babbo D'Alema gli ha dato la benedizione, leggendo i vostri post ho l'impressione di vedere tanti appartenenti alla categoria degli invertebrati,tutti a dire : Braaavo Grillo, sei un Graaande, vai avaaaanti così, che a noi non ce ne può fregà de meno " questo in sintesi, quello che in realtà pensate, mentre Cristiana che parla di cose concrete,di come si potrebbe fare per evitare le contaminazioni, viene letta con serietà da pochi intimi. E alla fine cosa leggi...
AAAAAH maledetto nano più ricco di me, te la do io l'america,se avessi i tuoi soldi farei peggio,
siii, mi comprerei l'Italia e poi deporterei tutti a cuba, nell'ultimo paese Stalinista, dove il povero leader maximo,vive in una stamberga a 30 dollari al mese...forza compagneros andiamo a
matar el Berluska...ostregheta!

Davide Luppi 06.12.05 12:07| 
 |
Rispondi al commento

Molto bella. Anche se secondo me dovrebbe essere più diretta agli adulti che insegnano ad altri adulti poichè i bambini queste cose le sanno già

nicola ciancabilla 06.12.05 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, ti posso ringraziare? Ho trovato la letterina di Natale per i genitori dei miei ragazzi della parrocchia dove sono catechista se passi da reggio calabria vieni a trovarci cosi te li faccio conoscere noi siamo a S.Caterina d'Alessandria non facciamo tante parole (come è tipico dei calabresi),ma i ragazzi sono davvero fantastici, i più grandi hanno pure uno spettacolo in cartellone che è fatto davvero bene, ma forse io sono un pò di parte,comunque i miei miglior auguri per te e per i tuoi Patrizia

patrizia lo Iacono 06.12.05 11:58| 
 |
Rispondi al commento

@Jon Mors

Grazie per le tue parole. Comunque io non sono pessimista perchè l'esserlo, o il non esserlo dipende dagli obiettivi che ti poni.

Urlare "PACE" è bello e coinvolgente quanto inutile e controproducente.

Se passi una vita ad urlare PACE e farai le marce, i sit-in e altre idiozie del genere, stai tranquillo che morirai infelice per il tempo perso.

Io, valutando che tutto ciò che sta avvenendo in IRAQ è una guerra tra gruppi di imprese petrolifere la cui nazionalità è trasversale, ho deciso di utilizzare il meno possibile la macchina, installare pannelli solari, cambiare il riscaldamento da gasolio a gas e tanti piccoli accorgimenti come ha fatto Beppe Grillo.

Con i soldi che risparmio ho deciso di farmi una connessione ad internet più seria, di guardare il meno possibile la tv e partecipare a qualche blog.

SONO FORTEMENTE CONVINTO CHE QUESTE COSE A LUNGO ANDARE ROMPINO LE SCATOLE MOLTO DI PIU' DI QUALCHE MIGLIAIO DI SFACCENDATI CHE PASSANO IL TEMPO AD ULULARE CONTRO LA LUNA!!

Ci sarebbe tanto da dire e comunque grazie per chi mi compreso e un carissimo "sarà per la prossima volta..." per chi non ci è riuscito.

Stefano Bisogni 06.12.05 11:54| 
 |
Rispondi al commento

Tu prete buono, io uomo cattivo!

amba alagi 06.12.05 11:52| 
 |
Rispondi al commento

@Stefano Bisogni
--------------------------
pensando di cambiare il mondo con azioni marginali, senza capire che sono i microcomportamenti di miliardi persone a rendere più vivibile, o meno vivibile questo mondo.
--------------------------

è propio cosi'.
tanti alzano il ditino inquisitore verso i "loro", come se ci fossero gli sfruttati e impotenti (noi) e quelli cattivi che sfruttano tutti gli altri (loro), non capendo che loro sono solo in funzione di noi.
-loro- non esisterebbero se i -noi- prendessero coscenza di sè stessi e si comportassero di conseguenza: sono i -noi- che fanno il mondo, i tanti -noi-, non i pochi -loro-.
non è Berlusconi o Bush o Blair che fanno il mondo (anche se apparentemente è cosi) ma l'ignoranza, la poca cultura, il poco coraggio, l'enorme egoismo e indifferenza di milioni e milioni di persone che prendono forma in Bush , Berlusconi e Blair e tutti gli altri -loro-.
questo per dire che, non è mandando a casa un Bush o un Berlusconi che si risolvono i problemi del mondo e nemmeno quelli di USA o Italia, perchè i problemi sono i milioni di persone che questi rappresentano, che si estrinsecano nelle loro azioni e nei loro pensieri quotidiani.

-------------------------
Io da parte mia so di essere un uomo piccolo perchè immerso in una società fatta di tanti individui che la pensano ognuno a modo proprio e questa è la vera ricchezza del mondo. Ma questo è anche ciò che dimostra che la retorica fatti di grandi ideali poco applicabili è superata, inutile e dannosa esattamente come te.
-------------------------

difatti non è con la morale o l'etica imposta (qualunque essa sia) che cambierà qualcosa, ma con la presa di coscenza di *ogni* singolo individuo.. e questo sinceramente mi riesce molto difficile da credere, visto che l'intelligenza e il buon senso, oltre che il buon cuore, sono cose che ci sono nel genere umano ma non sono diffusissime.
ecco perchè pure io sono tendenzialmente pessimista in materia.

Jon


Jon Mors 06.12.05 11:24| 
 |
Rispondi al commento

la poesia, ma anche la prosa e diciamo tutta l'arte, e'espressione viscerale dell'essere umano, per questo e' sempre stata e sempre sara' uno straordinario lenitivo per la nostra vita.
Niente di piu'. Bisognerebbe sapere cosa e' un uomo, non chi e'. Chi e', e'domanda oziosa e malposta, da spazio solo all'arte che e' moltissimo, ma ripeto e'solo lenitiva. Importante e' sapere cosa e' un uomo. Quella di Betto e' una straordinaria poesia, punto. A parte la metrica.

andrea pasquini 06.12.05 11:03| 
 |
Rispondi al commento

BOBO quello che dici tu é come dire che tutti i siciliani, pugliesi, calabresi, sardi o napoletani o addirittura tutti gli italiani, sono dei gran mafiosi.

Questo tipo di pregiudizio mi sta francamente sulle palle perché io sono leccese, lavoro, mi alzo presto, non rubo il mio padrone e i suoi clienti, non sparo alla gente e sopratutto NON sono l'eccezione che ne conferma la regola.
E questo mi permette di essere fiero di me, della mia gente, della mia terra così come lo può essere un bambino brasiliano!
Chi torna dal Brasile, che io considero l'India dell'Occidente, ne torna cambiato e sopratutto innamorato...una ragione ci sarà.
Un pò come chi "scende" nel Salento...;-)

gabriele chirienti 06.12.05 11:01| 
 |
Rispondi al commento

bello./
mi fa credere/
che/
qualcosa in comune/
tra chi Vive/
e Crede in SE STESSO/
c'è,/
aldila' dell'aldila'/
a cui io personalmente non credo.//

grazie beppe

marta abba 06.12.05 10:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BRAVO LANDO!!!
MA CHI CAZZO SONO STI PRETI CHE FANNO DEL
BENE??SONO IMPOSTORI CHE FANNO FINTA DI ANDARE
IN MEZZO AI LEBBROSI,ALLE GUERRE,NELLE BIDONVILLE
MA POI SONO PROPAGANDISTI DEL VATICANO,LO FANNO
PER DANARO,POTERE ED E'VERO,SANNO DI VASELLINA.
BRAVO LANDO,COSI'SI RAGIONA.
ANZI,FAI UNA BELLA COSA:VAI TU A SOSTITUIRLI
COSI'CI TOGLI UNA POSSIBILITA'DI VENIRE FREGATI DA QUESTI QUA!!!
VAI TU IN MEZZO AI LEBBROSI IN INDIA O DI NOTTE
A RECUPERARE E POI CURARE TOSSICODIPENDENTI O PROSTITUTE ALBANESI,DAI TU RIFUGIO AI SENZA TETTO
ITALIANI E STRANIERI NELLE CITTA',VACCI TU IN AFRICA A SOCCORRERE SCHELETRINI ANCORA VIVI O
IN BRASILE NELLE BIDONVILLE A BECCARTI UN BEL
COLPO DI PISTOLA O A LOTTARE CONTRO LA CAMORRA
PER SALVARE I GIOVANI DA UN DESTINO INESISTENTE.
PRIMA DI SCRIVERE CERTE MINCHIATE "COLLEGATI
COL TUO CERVELLO,PER FAVORE".


leggi

antonella de maio 06.12.05 09:25| 
 |
Rispondi al commento

Mi spiace quello che e' accaduto ma dispiace ancora di piu' il fatto che tu ti sia disamorato di "quel mondo" come l'hai chiamato tu perche' e' proprio questo che quel tipo di persone vuole da noi, farci disamorare delle cose che ci appartengono e ci uniscono in una lotta continua per il miglioramento di questo pianeta, pensa se tutti quelli che hanno lottato anche fino alla morte magari soltanto per un pensiero controcorrente si fossero arresi alle prime battute e non faccio citazioni perche' ce ne sono tantissimi, dico pensa se questo fosse accaduto forse avremmo ancora "l'anello al naso" e l'impossibilita' di esprimersi come sto facendo io ora e come tu hai fatto scrivendo a Grillo.
Quindi vai e cerca di cambiare e migliorare il giornalismo di cui vuoi far parte e quindi tutto il resto e le sconfitte prendile come cibo di cui nutrirti per rafforzarti.
Ciao e in bocca al lupo.

fabio frattali 06.12.05 09:16| 
 |
Rispondi al commento

Parole da condividere al 100% naturalmente , come non si potrebbe..
ma invito tutti a meditare su queste parole dette da Frei Betto in un intervista alcuni anni fa ( basta andare su internet e informarsi come la pensa betto sulla politica...):
Come vanno le cose a Cuba?

E' stato superato il momento di maggiore crisi nel '93. Ora le cose vanno meglio. Io sono stato a Cuba a marzo, fortunatamente l’embargo non viene rispettato fino in fondo. C’è stata una crescita economica. Il turismo sta diventando un fattore importante per far arrivare moneta pregiata a Cuba. Insomma le cose vanno un po' meglio dopo un periodo di grave crisi.

E il dopo Fidel? Ci saranno difficoltà?

No! Assolutamente no. Ci sono molti dirigenti preparati. Molti ministri capaci. Insomma un gruppo dirigente in grado di far fronte al dopo Fidel. Questo anche se è chiaro che Fidel ha un grande carisma. Anche senza Fidel Cuba andrà avanti. Il socialismo cubano non è fondato su una sola persona, su un solo uomo.

Invito tuuti a riflettere:
Esiste il fascismo nero e il fascismo rosso come tutti quelli che sono andati a Cuba hanno constatato.

riccardo franconeri 06.12.05 09:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PER Antonio Ciardi (parte seconda)

su quello ho forti dubbi. Ho frequentato anch'io il mondo del volontariato e ho scoperto quanto è ideolocizzato. Si aiuta chi la pensa come te e si lascia morire chi invece non ti è utile. Poi la parola volontariato è tale se la tua azione non ti porta dei vantaggi diretti per il tuo lavoro e carriera. E purtroppo in larga parte non è cosi'. Per 10 volontari, 6 lo fanno per propri scopi non propriamente umanitari. Io parlo per esperienza diretta. Per quanto riguarda il Brasile, fatti una vacanza in un posto non turistico e degradato e poi capirai quanto siano vuote le parole retoriche di un Prete, sicuramente mosso da nobili principi, ma all'atto pratico completamente ininfluente per le sorti di un popolo.
In quello che hai scritto hai colto il mio scetticismo nelle persone come te, che agiscono e pensano in preda al delirio di omnipotenza, pensando di cambiare il mondo con azioni marginali, senza capire che sono i microcomportamenti di miliardi persone a rendere più vivibile, o meno vivibile questo mondo.
Se non sei consapevole di questo, se non ce l'hai nel DNA sarai e rimarrai sempre l'uomo piccolo che crederà di essere grande, questo si il delirio!! Io da parte mia so di essere un uomo piccolo perchè immerso in una società fatta di tanti individui che la pensano ognuno a modo proprio e questa è la vera ricchezza del mondo. Ma questo è anche ciò che dimostra che la retorica fatti di grandi ideali poco applicabili è superata, inutile e dannosa esattamente come te.
Se non l'hai capito io non do più credito a chi proteta senza portare soluzioni, a chi accusa senza portare le prove, a chi crede a qualsiasi cosa senza averne verificato la veridicità.

Stefano Bisogni 06.12.05 08:44| 
 |
Rispondi al commento

PER Antonio Ciardi

Caro Antonio, questo mondo con le ovvietà non va avanti perchè alla fine, a furia di sentirsi dire le stesse cose tutti i giorni le metabolizzano fino a provarne fastidio. Ed ecco che io sono uno dei tanti che prova quel astidio del buonismo inutile e tante volte dannoso. Un esempio??
Il RUANDA!! Terra in cui vi erano migliaia di organizzazioni umanitarie che negli anni hanno fatto si che la popolazione aumentassi in modo vertigginoso. *** C'erano organizzazioni umanitarie religiose di ogni genere che davano da mangiare agli affamati senza insegnargli a coltivare un campo, a guarire gli ammalati senza insegnargli a costruire un pozzo per l'irrigazione.
L'ovvietà era non far morire la gente, il non ovvio ma utile era aiutarli a crescere come società, a far si che si autosostentassero. Ed ecco l'inevitabile (visto con i miei occhi), e cioè che le due etnie più presenti in quella zona iniziassero a stare strette in un territorio che storicamente aveva risorse solo per un terzo della popolazione attuale. Il resto è storia documentata... senza che le varie organizzazioni umanitarie dicessero la verità e cioè che l'andare giù ad aiutare questi poveretti ingrossava le loro tasche di denaro perchè 2/3 degli aiuti se li erano tenuti loro. Ma anche questo è documentato e sul web si trova. I missionari non sono fuori moda, come dici tu. Pensa che in certi posti sono così di moda che le madri nascondono i figli ("notizia di un anno fa su un giornaletto di provincia come il Times").
Poi citi la croce rossa, emergency, Green peace, ecc. Non mettere insieme la Croce Rossa con Emergency con Green Peace. Ogniuna a modo suo ha un diverso impatto sul mondo. Della Croce Rossa niente da dire, di Emergency qualcosina legata ad una troppa politicizzazione dei suoi interventi..., ma di Green Peace per favore... ormai una multinazionale del ricatto ambientalista. Che poi il volontariato tenga in piedi il mondo.. (continua)

Per questo motivo sono molto scetti

Stefano Bisogni 06.12.05 08:21| 
 |
Rispondi al commento

la lettera e' molto commovente ma sopratutto reale,parla di una condizione di vita che esiste e che un bambino italiano non compeciscfe per l'ignoranza di genitori che credono nell'estetica piuttosto che nella qualita' di vita.la lettera da un vero insegnamento trasmesso da un uomo vero , ma purtroppo credo che pochi genitori riescano a trasmettere ai propri figli il valore di queste parole , non necessariamente per colpa loro ma per colpa di una societa' troppo materialista .
VAI BEPPE SEI SEMPRE IL MIGLIORE

ferrari cassia 06.12.05 08:14| 
 |
Rispondi al commento

Durante la notte in corso (sono adesso le 5) la
>polizia ha attaccato il presidio anti TAV di
>Venaus, manganellando duramente.
>Abbiamo notizia di diversi feriti.
>Dal presidio circondato arriva un appello alla solidarietà attiva.
>Chi può vada al più presto a Venaus.
>
>RESISTENZA!
>
>FAI Torino
>338 6594361
>011 857850
>

maria da napoli 06.12.05 08:13| 
 |
Rispondi al commento

La polizia ha attaccato il pesidio in Val di Sua nella notte, VIGLIACCHI!!!!
inondiamo le caselle email di proteste!!!

Paola Bassi 06.12.05 08:13| 
 |
Rispondi al commento

tenete duro in val di susa,l'italia è con voi..NO AL TAV..

andy rossi 06.12.05 08:04| 
 |
Rispondi al commento

L'ITAGLIANO ?

L'uomo stanco 06.12.05 07:12| 
 |
Rispondi al commento


CARO BEPPE,

INVECE DI DEDICARE IL BLOG DOMENICALE A QUESTI "VERI PRETI", PERCHE' NON LO DEDICHI AD UNA O AD ALCUNE DELLE 29.000 ONG LAICHE CHE OPERANO NEL PIANETA ??

L'ITAGLIANO MEDIO CREDE CHE ESISTA SOLO QUELL'ASSOCIAZIONE DI CRIMINALI E TRUFFATORI DELLA CARITAS !!

PS: A ME QUESTI "PRETI ALLA LIBRO CUORE" MI SANNO TANTO DI VASELINA !!

lando carlissian 06.12.05 07:03| 
 |
Rispondi al commento

L'uomo del mese di Guerrilla Radio
è un bimbo
di dodici anni:
Ahmed Islam Hatib.

Barbaramente ucciso dai soldati israeliani.

FINCHE' I PALESTINESI IMBOTTISCONO I LORO FIGLI DI TRITOLO E LI MANDANO A FARSI ESPLODERE NEGLI AUTOBUS ISRAELIANI PIENI DI DONNE E BAMBINI (ANCHE LORO BAMBINI MA SE ISRAELIANO VALE PROBABILMENTE MENO !!), QUESTO TIPO DI INCIDENTI POSSONO ACCADERE !!

lando carlissian 06.12.05 06:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

AIUTO DALLA VALLE DI SUSA, STANNO MASSACRANDO LA GENTE A VENAUS, HANNO FERITO ANCHE DEI GIORNALISTI E NON LASCIANO PASSARE LA AMBULANZE.
HANNO DISTRUTTO IL PRESIDIO CON LE RUSPE E PRESO A MANGANELLATE IN FACCIA LA GENTE CHE ERA LI!. MA DOVE SIAMO? IN UN PAESE DELL'AMERICA LATINA O IN UNO SCHIFO DI POSTO DOVE I SOLDI MASSACRANO LA GENTE?

GIUSEPPINA CAGLIOTI 06.12.05 05:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cerchiamo di non confondere il "desiderabile" o "l'idealistico" con la prassi e la realtà. Noi siamo ancora schiavi di un reimpasto socialista e dirigista. Il liberalismo ed il liberismo l'Italia non l'ha mai visto nemmeno con il binocolo {e non sto dicendo che sia bello o brutto, miglio o peggio}. E ricordiamoci di alcune questioni, a mio modo di vedere fondamentali:
* il liberalismo è una dottrina di "libertà" e di "assenza da coercizione", a prescindere dalle false interpretazioni e deturpazioni che ruffiani di turno applicano metodicamente e costantemente.
* il "consumatore" come arbitro delle forze sociali ed economiche è una cosa assolutamente auspicabile e nell'interesse reale di tutti. Il ruolo del politico risiede nel tutelare i diritti degli individui, in particolare quelli economici poichè senza libertà economica, tutto rimane su carta.
*l'intervento dello stato nell'economia interna ed internazionale comporta gravi danni interperiodali e sistematici che gravano sulla schiena di tutti, a cominciare dalle fasce deboli.
*c'è una grande corrente di pensiero liberale sviluppatasi nel periodo delle grandi dittature, fascismo, nazismo e comunismo, che purtroppo ha avuto in europa poco risalto: la scuola austriaca di Von Mises, Von Hayek ed a seguire.
*il riappropriarsi delle libertà che oggi non sono garantite, prima fra tutte il potere discrezionale delle scelte degli individui, cittadini ed attori economici, può avvenire solo, esclusivamente ed inderogabilmente attraverso la assunzione di responsabilità delle sclete e rischio di fallimento.
*il resto è pura demagogia.

PS Grillo sei un grande e sono con te. Non fraintendere: anche a me fa schifo questa sciarada reimpastata che osa definirsi liberale, e non sono assolutamente indifferente al tema delle cd. fasce deboli. Ma i discorsi sulle libertà hanno un profilo ed una logica affatto lineare e vanno trattate con il rigore che purtroppo richiedono.

ijimiaz galir 06.12.05 01:47| 
 |
Rispondi al commento

"....Insegna a tuo figlio che ad una persona bastano pane, vino e un grande amore. Coltiva in lui i desideri dello spirito, il rispetto verso i più anziani, l’amore per la natura, la difesa dei più fragili.

Sappia tuo figlio ascoltare il silenzio, rispettare le espressioni di vita e lasciarsi amare dal Dio che lo abita.”-----------
E' da stamattina che leggo post e commenti contro la persona autrice di questi scritti e contro Beppe Grillo che li ha pubblicati....mi chiedo solo perché? Perché le ha scritte un sacerdote cattolico.
E perché su cose simili scritte da Gandhi, da Marx, dai cantautori nelle loro canzoni, da scrittori nei loro libri, ecc... c'è sempre comunque qualcuno che da loro addosso? Perché non rispecchiano la loro idea politica...
Perché sappiamo solo remare contro tutto e tutti? Perché non ci soffermiamo a leggere il significato di ogni singola parola con il cuore, ma ci sbrighiamo a slittare con il mouse in fondo per leggere la firma con gli occhi.
Dobbiamo imparare ad ascoltarci, a leggerci, a capirci e cercare quella difficoltosa via di mezzo che porta alla civile convivenza, anche in un semplice Blog. Dobbiamo imparare ognuno a vestire i panni dell'altro, a camminare scalzi se l'altro non ha scarpe da indossare, a sforzarci di capire il linguaggio dell'altro che non ha la capacità d'imparare il nostro, ad andare d'accordo tra noi italiani se vogliamo vivere nel mondo globale....dobbiamo imparare ad imparare... perché nessuno di noi ha la verità in tasca. Non si ferma l'odio con la rabbia, ma con l'amore.
So che qualcuno non sarà d'accordo con me, ma per favore, ditemelo senza rancore se potete.

Cristiana Di Stefano 06.12.05 01:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Insegna a tuo figlio che tutto quello che sta scritto nella lettera di Frei Betto lo renderà martire, come lo sono i giusti, la sua strada sarà sempre in salita.
Sarà frainteso e male interpretato, ad ogni sua azione ci sarà sempre una reazione.
Insegnagli che è tanto vale schierarsi sempre dalla parte del giusto per sapere che chi si accanisce contro di lui deve in ogni caso farlo, anche se sa di aver sbagliato.
Non diventerà ricco, non usufruirà dei guadagni e degli sconti ricavati dal raggiro, ma quando avrà toccato il fondo potrà contare sulle sue stesse scelte per ritrovare coraggio nel suo senso più vero.

Forse ti renderai conto che pur sapendo di poter evitare tutto questo a tuo figlio insegnandogli a comportarsi nel modo neutrale del qualunquista, il regalo più grosso da parte tua sarà quello di raccontargli la tua esperienza e il tuo punto di vista perché lui possa fare le sue scelte ...e capirai di aver fatto un'altra volta la cosa giusta.

Andrea Trimboli

andrea trimboli 06.12.05 01:41| 
 |
Rispondi al commento

MI IMPRESSIONA MOLTO leggere reazioni violente ad una cosa buona come questa lettera. Il buono ed il cattivo dovrebbero essere concetti chiari di buon senso comune, e dentro di noi (sotto il marcio di certe persone) sono inequivocabili per coloro che sanno ascoltare la propria coscienza e non la propria testa di minchia!!!
Una cosa buona è oggettivamente buona, è buona quando fa del bene a qualcuno senza fare male a nessuno . Cosa c'è di negativo nella lettera? Nulla, allora i minchioni devono trovare comunque qualcosa che rispecchi il loro animo depravato ed accusano il povero Grillo.
Cero che certa gente deve vivere proprio di merda con se stessa se ha tanta rabbia in corpo. Mi dispiace per loro..
Certa gente rende il mondo proprio uno schifo, ma per fortuna per loro è peggio che per me.

Pierpaolo Gaspardo 06.12.05 01:34| 
 |
Rispondi al commento

RICORDIAMO PADRI COME SAN KOLBE ED IL CARDINALE ROMERO (SPERIAMO CHE BEATIFICHINO ANCHE LUI),
QUESTI PERSONAGGI SONO PATRIMONIO DELL'UMANITA'
E LO SARANNO PER SEMPRE,COME GANDHI E MARTIN LUTHER KING.

ROBERTO COSTANTINI 06.12.05 00:07| 
 |
Rispondi al commento

Scusatemi tutti ho commesso un errore nel postare la mia caxxata scusatemi ancora
Gianni

gianni piccolo 05.12.05 23:56| 
 |
Rispondi al commento

Sapete qualcosa sui fantomatici regali di Natale di sky per es. il 4 dicembre doveva essere visibile a tutti la programmazione di primafila io non sono riuscito a vedere un bel niente
grazie
Gianni

Gianni Piccolo 05.12.05 23:45| 
 |
Rispondi al commento

Chi é anticlericale in assoluto, chi odia i preti e non crede "in quelli veri" é semplicemente razzista. E ll razzismo é l'oppio degli ignoranti, per usare un'espressione marxista. Bisogna ascoltare chiunque, fascista, papa o anarchico che sia e giudicare ciò che dice non ciò che è. Ma bisogna ancora dirle queste cose? Un minimo di elasticità mentale..

Gabriele Cattaneo 05.12.05 23:44| 
 |
Rispondi al commento

Parole belle senza retorica , parole dette con dignita' ed occhi asciutti .
Parole per un grande paese come il Brasile che io amo.Spero di leggere un giorno questa lettera a mi figlio che fra l 'altro sara per meta' Brasiliano , come sua madre . Spero che non rimanga deluso di essere nato in Italia .
Spero anche che sia letta da chi ha scambiato questo mondo per una vetrina dove esporre la propria vanita' . Lo spero , per tutti .
Um abraço .

Paolo Secchiaroli 05.12.05 23:20| 
 |
Rispondi al commento

ECCO COSA ACCADREBBE, SE BERLUSCONI, FINI, CALDEROLI, GIOVANARDI, MARONI, TREMONTI E TUTTI GLI ALTRI DELINQUENTI, RISCRIVESSERO LA STORIA:

http://espertone.blogspot.com

IL REVISIONISMO FASCISTA TORNEREBBE AD AMMORBARE NOI ED I NOSTRI FIGLI.

DIFENDIAMOCI, E DIFENDIAMOLI!!!!

JAMES REVIDA 05.12.05 23:19| 
 |
Rispondi al commento

Parole belle senza retorica ne lacrime , parole dette con dignita' e occhi asciutti .
Parole per un grande paese come il Brasile che io amo.Spero di leggere un giorno questa lettera a mi figlio che fra l 'altro sara per meta' Brasiliano , come sua madre . Spero che non rimanga deluso di essere nato in Italia .
Spero anche che sia letta da chi ha scambiato questo mondo per una vetrina dove esporre la propria vanita' . Lo spero , per tutti .
Um abraço .

Paolo Secchiaroli 05.12.05 23:18| 
 |
Rispondi al commento

proprio xkè nn lo conosci.....STAI ZITTOOOOO! DEMENTE.....!

grillo sei un grande....se solo questa società alienata si svegliasse un pò!nemmeno le tue parole bastano....
Grandissimi suguri e complimenti ai VERI preti....continuate così...tanta gente crede in voi!

maria trimarchi 05.12.05 23:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

leggi e medita.

renox@renox.com 05.12.05 23:09| 
 |
Rispondi al commento

Caro andrea, secondo me non hai capito molto bene, Grillo non ha copiato le parole degli altri ma ha dato voce ad altri.... scusa se è poco.. và bè fa niente.
emilio

emilio parente 05.12.05 23:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grillo fa bene a far parlare questi preti. La chiesa non è solo il vaticano e io credo che fin quando questa chiesa profetica e radicale testimoniata da questi preti non avrà più spazio e forza, non cambierà nemmeno la nostra società. Grillo fai parlare anche don Barbero! www.viottoli.it

P.s.: piccolo appunto sulla struttura del blog. A mio parere dovrebbe consentire più dialogo fra gli utenti. Così è molto difficile poter dialogare, finisce che tanti scrivono, tantissimi leggono, pochissimi dialogano...

alessandro salerno Commentatore in marcia al V2day 05.12.05 22:53| 
 |
Rispondi al commento

Ho avuto l'onore ed il piacere di conoscere frei Betto, presentatomi da un comune amico domenicano .Betto ha il carisma del profeta ed questo suo messaggio è il più bel dono di Natale .
Amici, se diamo corpo a questo messaggio le future messi saranno copiose ed allora varrà la pena di vivere perchè la speranza per un mondo migliore sarà realizzata ! Un buon Natale a tutti

giannantonio mezzetti 05.12.05 22:29| 
 |
Rispondi al commento

L'uomo del mese di Guerrilla Radio
è un bimbo
di dodici anni:
Ahmed Islam Hatib.

Barbaramente ucciso dai soldati israeliani.

La sua colpa?
giocava davanti a casa con una pistola,
ovviamente giocattolo.
Come tutti i bambini del mondo,
ma c'è solo un posto al mondo
dove giocare a guardie e ladri può costare
la perdita della vita:
Palestina.

I suoi genitori,
stanchi di questo continuo spargimento di sangue innocente,
hanno voluto dare una lezione,
a chi pensa che l'occupazione del territorio palestinese
sia la soluzione più prossima per raggiungere una pace durevole.

Hanno donato gli organi
del loro bambino assassinato,
proprio ad un'ospedale israeliano,
e sperano che sia proprio un ebreo,
il destinatario della vita che loro regalano
pur essendo la mano di un israeliano
quella che ferocemente a messo fine all'esistenza del loro figlio.

Avrenno recepito il significato del gesto dalle parti di Tel Aviv???

Inshallah.
guerrilla radio
ttp://guerrillaradio.iobloggo.com/

alessandra arrigoni 05.12.05 22:29| 
 |
Rispondi al commento

@ Salfilippo Andrea 05.12.05 12:1

"Insegna a tuo figlio che in questo Paese vi sono politici integri, amministratori competenti, autorità meritevoli che non si lasciano corrompere, che non nascondono le infamie sotto il tappeto, che non hanno paura di risultare sgraditi agli amici o di deludere i potenti, che hanno il coraggio di pensare con la propria testa e di tutelare più l'onore che la vita."


GRILLO Sei un Demente! sei arrivato a sfruttare Dio x FARE politica VERGOGNATI IMBECILLE!

Bravo a copiare le belle parole degli altri!
Non ti conosco, ma so di sicuro che sei tutto scemo.

nino ruggeri 05.12.05 22:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dite questo ai vostri figli:

Nomadismo

Qualcuno (mi pare Majakovskij) ha detto “Dio ci salvi dal maledetto buon senso”: se tutti fossero normali e se fossero dotati esclusivamente di buon senso non esisterebbero gli artisti e probabilmente neppure i bambini.

È tempo di nomadismo. Hanno ragione loro, gli zingari.
Vivono su questo pianeta da migliaia di anni senza nazione, esercito, proprietà. Senza scatenare guerre.
Custodiscono una tradizione che rappresenta la cultura più vera e più semplice dell’uomo, quella più vicina alle leggi della Natura.
Andiamo verso un mondo di pochi ricchi disperatamente sempre più ricchi, mentre il resto dell’umanità, quei miliardi di uomini che continuano a chiamare curiosamente “le minoranze”, si muovono in modo molto diverso da quello che consideriamo normale.
Vanno verso l’abolizione del denaro, adottano lo scambio, che è già un primo passo in direzione di una maggiore spiritualizzazione, come nelle società primitive.
L’uomo, spogliatosi delle pulsioni economiche, si spiritualizzerà di più, tornerà in un primo momento verso un mondo inevitabilmente più arcaico, ma sicuramente verso una guarigione.
...parole di Fabrizio De Andrè...

Parole di Faber 05.12.05 22:14| 
 |
Rispondi al commento

@ Salfilippo Andrea!
"GRILLO Sei un Demente! sei arrivato a sfruttare Dio x FARE politica VERGOGNATI IMBECILLE!"

Ma che c'entra scusa?

Marco Braga 05.12.05 21:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Spero che il fratello BEtto si penta e ritorni alla casa dEl PADRE.

Benito Le Rose 05.12.05 21:30| 
 |
Rispondi al commento

Bellissima!

Daniele Cerra 05.12.05 21:20| 
 |
Rispondi al commento

Questa lettera del prete brasiliano mi ha molto colpito e deve far riflettere tutti sul nostro modo di vivere e di come solo una minoranza di noi paesi ricchi consuma e spreca in modo abnorme le risorse del pianeta.
Le condizioni di vita dei paesi dell'America Latina e del continente Africano pesano come un macigno su tutte le ns coscienze.
Ma dove andremo a finire se pensiamo solo all'avere e non all'essere.....

fabio castoldi 05.12.05 21:09| 
 |
Rispondi al commento

Se giudichi un prete come uomo prima che come prete che senso ha avere pregiudizi del tipo "non ho mai lasciato mio figlio con un prete"? Allora non dovresti neanche farlo andare a scuola!
bye

Gigi De Vivo 05.12.05 20:45| 
 |
Rispondi al commento

(ANSA) - TEL AVIV, 5 DIC - Si chiamava Haim Amram e aveva 26 anni il guardiano che oggi ha intercettato il kamikaze palestinese al centro commerciale di Natanya.Cosi' Amram ha impedito al terrorista di compiere un massacro di ancora piu' vaste dimensioni. Amram e' rimasto ucciso pochi istanti dopo, quando il kamikaze e' riuscito a divincolarsi e ad attivare il proprio ordigno. Le altre vittime identificate finora sono: Daniel Golani, 45 anni, Alya Rozen


ONORE E GLORIA A QUESTO EROE FIGLIO DI ISRAELE

Benito Le Rose 05.12.05 20:30| 
 |
Rispondi al commento

Elisabetta Carosi 05.12.05 20:20 | Rispondi al commento |
I punti vuol dire tutto quello che hai detto??

Caxxo grazie adesso ne so un altra.

PARA BAILAr LAS BAMBAS Muchachas

Benito Le Rose 05.12.05 20:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Basta con i preti!!!
che dicano cose sbagliate, dicano cose giuste: che lo facciano da uomini!
abbiamo l´informazione religiosa reazionaria a mezzo stampa ufficiale e quella progressista a mezzo Grillo... ma basta!

Maria Adele Del Vecchio 05.12.05 20:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Benito Le Rose 05.12.05 20:08

Belìn,nel mio post è citato il sito da dove è estrapolato lo stralcio da me editato.Non per nulla,caro il nostro benito,non per nulla.Forse perchè,ognuno,se incuriosito,potesse andaselo a leggere integralmente?

Ah,i puntini di sospensione che avrai notato,ma dubito,all'inizio e alla fine dello stralcio, significano che ci sono un inizio ed una fine altre.

En esta hora:voluntad de heroes ^_^

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 05.12.05 20:20| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti. Sono un grande appassionato della storia relativa al periodo del Risorgimento Italiano ed ho alla fine dedotto che, probabilmente, se l'Italia non fosse stata unificata da quei criminali assetati di sangue e denaro conosciuti come i Savoia, ora le cose andrebbero meglio in quanto gran parte della penisola ed, in particolare, il Sud (che all'epoca era sotto i Borbone) avrebbe intrapreso la strada dello sviluppo economico ed industriale che stava cominciando a crescere in quel periodo. Dunque, a mio avviso, l'Italia fu fatta ma fu fatta malissimo ed è per questo motivo che ormai provo un sentimento di grande tristezza quando penso alla grandezza degli ideali repupplicani, unitari e democratici di Mazzini e faccio un confronto col comportamento dei nostri dipendenti privi di qualsiasi senso dello stato.

VIVA L'ITALIA

Alessandro da Roma 05.12.05 20:11| 
 |
Rispondi al commento

ELISABETTA COMPLETO IO L NETRVISTA clap clap clap clap


E il dopo Fidel? Ci saranno difficoltà?

No! Assolutamente no. Ci sono molti dirigenti preparati. Molti ministri capaci. Insomma un gruppo dirigente in grado di far fronte al dopo Fidel. Questo anche se è chiaro che Fidel ha un grande carisma. Anche senza Fidel Cuba andrà avanti. Il socialismo cubano non è fondato su una sola persona, su un solo uomo.

Una parte della sinistra italiana, post comunista, è molto critica per quanto riguarda i diritti umani a Cuba...

E' una visione del tutto eurocentrica della questione. Non si può confrontare la situazione cubana con i paesi occidentali. E poi - sbotta Frei Betto con un portoghese incalzante - i diritti umani a Cuba sono più rispettati che in Italia. A Cuba non ci sono politici corrotti. Non c’è la Mafia. Non ci sono emarginati. Non ci sono imprenditori corrotti. Gli ex comunisti dovrebbero criticare la situazione politica italiana non quella cubana. Nel paese governato da Fidel Castro sono stati ospitati 10 mila bambini di Chernobyl. Non credo che l’Italia abbia fatto altrettanto.

Benito Le Rose 05.12.05 20:08| 
 |
Rispondi al commento

intervista a Frei Betto(Carlo Alberto Libânio Christo)
di lo Galeotti

Il mercato è il nuovo Dio dei popoli dell'occidente

...

Questo papato è ormai alla fine...

Voi europei - taglia corto Frei Betto - siete molto preoccupati dalla figura del papa. Noi non siamo sensibili come voi a questi problemi. Noi siamo preoccupati di cambiare la società, di cambiare le condizioni di vita dei

poveri. Non abbiamo il problema di chi è papa. Il punto, semmai, lo ribadisco, è cambiare la concezione della chiesa. Deve essere cambiata la struttura della chiesa. Serve una chiesa più vicina al Vangelo, ai poveri.

Più spirituale. Al contrario il nord del mondo sta sacralizzando il mercato. C’è una vera offensiva neoliberale. C’è una sacralizzazione del liberismo. Noi non vogliamo una sacralizzazione né del liberismo né del socialismo. Va cercato invece un rapporto sano tra libertà e giustizia.

Spieghi meglio questa idea della sacralizzazione del mercato.

Il mercato è il nuovo dio. Tutto viene regolato dal mercato. Non si può fare nulla se il mercato non è d’accordo. Non contano le Scritture, non conta il Vangelo. Quello che conta sono gli indici di borsa. Questa è una vera e propria idolatria. La nostra salvezza non dipende più da Cristo ma dal mercato. Chi sta fuori dal mercato, che poi è la maggioranza, è condannato. A me sembra che questo sia uno degli snodi centrali dell'ideologia che domina l’occidente.

...

http://www.ilcircolino.it/personaggi/freibetto/interv.htm

CLAPCLAPCLAPCLAPCLAPCLAPCLAPCLAPCLAPCLAPCLAPCLAP

...a parte scritture,vangelo e affini.Ad ognuno il proprio credo.

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 05.12.05 20:05| 
 |
Rispondi al commento

LA PASSIONE DI OSTIA

Ci sono preti e preti.
a questo proposito vorrei segnalare che l'altro ieri Un senza tetto (che definizione!) dopo aver accusato un malore è stato accompagnato al pronto soccorso dell’ospedale di Ostia ed abbandonato su una lettiga in corsia.

Ha cominciato a vomitare ed il suo vomito disturbava medici ed infermieri.

E’ stato portato fuori dall’ospedale e se lo sono dimenticato.

Per 12 0re.

Una telecamera ha ripreso la sua agonia: le mani rovinate da una vita di stenti, il sangue il vomito.

All’alba è morto.Solo.

Sembra la sceneggiatura di un film di Pasolini e invece è successo davvero.

Praticamente nelle stesse ore il vicario di Cristo in terra,Papa Ratzinger ,dal balcone di piazza San Pietro,dopo aver convocato tempo addietro, nell’ordine Rutelli,Mastella,Casini e Berlusconi tracciava le nuove linee dell’impegno politico dei cattolici in Italia.

Naturalmente non ha speso una sola parola sull’episodio della “Passione di Ostia” ,ma forse la sofferenza degli umili è meno importante delle strategie politiche degli ex e neo democristiani.


Sarebbe un peccato non realizzarlo e che rimanga solo un sogno.
Un cordiale saluto

Bruno Ves 05.12.05 20:01| 
 |
Rispondi al commento

ueila Benedetto Le Rose !

ancora insisti a farti chiamare Benito,anziché Benedetto?
non ti piace il tuo nome?
perché preferisci Benito?

un cattolico abbraccio

luciano 1888

luciano anastasia 05.12.05 19:59| 
 |
Rispondi al commento

AMICI DI BEPPE GRILLO, CONSUMATORI DISPERATI, ORGANIZZIAMO LA RESISTENZA AL CONSUMISMO!!! OGNI CITTADINO RESPONSABILE SI ISCRIVA AD UNA DELLE TANTE ASSOCIAZIONE DI CONSUMATORI, E FACCIA SENTIRE LA PROPRIA VOCE.

A.C.U. MARCHE - L'Associazione consumatori utenti amica di BEPPE GRILLO
con sede in ANCONA Via Piave, 49/C
INVITA I MARCHIGIANI AMICI DI BEPPE GRILLO
ad ISCRIVERSI PER L'ANNO 2006 e PARTECIPARE alle ATTIVITA'ed ai PROGETTI realizzati per sensibilizzare l'opinione pubblica ad un CONSUMO PIU' ETICO, RESPONSABILE e SOLIDALE.

come fare per iscriversi?

manda due righe alla nostra e-mail
"carlocardarelli@libero.it"

noi Vi manderemo (sempre via e-mail-unico e vero mezzo di comunicazione) lo stampato di ADESIONE, da FIRMARE e RESTITUIRE alla NOSTRA SEDE x posta).

ISCRIVERSI COSTA SOLO 1 EURO all'anno!
Da spedire alla nostra SEDE COME VALORE IN FRANCOBOLLI DI PRIORITARIA.

L'ISCRIZIONE DA DIRITTO A:

1) essere informati sulle ultime novità nel settore del consumerismo,
2) essere informati sulle attività associative ACU locali e nazionali,
3) partecipare (con diritto di voto), a tutte le nostre riunioni.

W GLI AMICI DI BEPPE GRILLO.

Ciao e AUGURI a TUTTI da:

Carlo Cardarelli "carlocardarelli@libero.it"
360598355

CARLO CARDARELLI Commentatore in marcia al V2day 05.12.05 19:56| 
 |
Rispondi al commento

...i dati spietati delle organizzazioni umanitarie segnalavano che, dal primo di gennaio al 30 giugno del '93, per esempio, a Rio de Janeiro, polizia, vigilantes e guardie armate, quasi sempre impunite, avevano già ammazzato 321 minori e che a San Paolo, la città più avanzata del Brasile, l'anno prima la polizia militare, che continuava a godere di impunità anche dopo l'avvento della democrazia, aveva ucciso 1370 persone, mentre quella civile soltanto 5.
...
E non c'era ancora stata la strage degli otto bambini di Piazza della Candelaria, di Rio,

uccisi nel sonno

qualche settimana dopo,

dai poliziotti pagati

dai negozianti della zona,

stanchi delle ruberie di questi piccoli lupi affamati.

http://www.ilcircolino.it/personaggi/freibetto/teologo.htm

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 05.12.05 19:52| 
 |
Rispondi al commento

Per BENITO ROSE......
Perche non vai a rompere le Pa..e su qualche altro sito?
Sembra che sei tu quello con la stitichezza ....
Anzi perche non provi a lavorare come tutti noi immigranti?
Se il prete menzionato e' un Marxista amico di Castro
MEGLIO ANCORA!!!!!!!!!!!
PS
In ogni caso un commento da uno che si chiama (o peggio si fa chiamare) BENITO ?!?
fa solo ridere.........
(non mangiare troppa polenta che ti viene la Pellagra
...se non ti e' gia venuta?)

moreno visini 05.12.05 19:46| 
 |
Rispondi al commento

@ lorenzo da torino

Ciao Lorenzo, vediamo:

Non credo neanch'io che ci sia gente che per sbafare ingannare etc. pensi di farsi prete, ci sono ben altri modi più chiari per quello, ma semmai è il contrario: ci sono quelli che entrano in seminario per un sentimento di vocazione, e anche quelli che vi entrano magari come unico mezzo per uscire dalla miseria materiale e intellettuale (succede ancora spesso in America Latina e Africa), ma poi si vanno perdendo e cadono in vizi che, va bene, sono umani, ma i preti hanno spesso l'aggravante dell'ipocrisia, dell'ingerenza sociale e personale, dell'arroganza del "consacrato dal Signore". Se poi questi vizi diventano smania di potere e lussi tipici del livello vescovile in su, allora questi veri e propri "preti falsi" non meritano assolutamente nulla del rispetto che è riservato solo alle persone oneste e coerenti, anche se non perfette come tutti gli esseri umani.

Riguardo all'uso da parte di Beppe dell'espressione "veri preti", non credo sinceramente che voglia intendere che "tutti gli altri" non lo siano; dice "un prete di quelli veri", uno tra i tanti che ci sono, anche se evidentemente, inevitabilmente, viene alla mente la comparazione diretta con i principali esempi di preti falsi, gente di potere, di lusso e di arroganza, come i vari Ratzinger, Ruini e compagnia bella che sfoggiano porpore cardinalizie e tiare vescovili e allo stesso tempo ignorano, emarginano o combattono quei preti che invece scelgono di essere veri, testimoniando la propria fede e applicando in se stessi e nel mondo che li circonda il miglior messaggio evangelico, di amore, di pace e di giustizia.

Un saluto.

Mario Gabrielli Cossellu 05.12.05 19:33| 
 |
Rispondi al commento

Sono andato ha visitare il sito di sto Frei BEtto.
MA questo è un marxista pervertito amico di Castro .
MA va la!!!!!
ma vada VIA!!!!!!!!

Benito Le Rose 05.12.05 19:31| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe volevo chiederti il permesso di inserire questa bellissima lettera sul mio blog

Gianni Chianese 05.12.05 19:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ECCO COSA ACCADREBBE, SE BERLUSCONI, FINI, CALDEROLI, GIOVANARDI, MARONI, TREMONTI E TUTTI GLI ALTRI DELINQUENTI, RISCRIVESSERO LA STORIA:

http://espertone.blogspot.com

IL REVISIONISMO FASCISTA TORNEREBBE AD AMMORBARE NOI ED I NOSTRI FIGLI.

DIFENDIAMOCI, E DIFENDIAMOLI!!!!

!
!
!
!
!
!

JAMES REVIDA 05.12.05 19:18| 
 |
Rispondi al commento

ECCO COSA ACCADREBBE, SE BERLUSCONI, FINI, CALDEROLI, GIOVANARDI, MARONI, TREMONTI E TUTTI GLI ALTRI DELINQUENTI, RISCRIVESSERO LA STORIA:

http://espertone.blogspot.com

IL REVISIONISMO FASCISTA TORNEREBBE AD AMMORBARE NOI ED I NOSTRI FIGLI.

DIFENDIAMOCI, E DIFENDIAMOLI!!!!

!
!
!
!
!
!

JAMES REVIDA 05.12.05 19:15| 
 |
Rispondi al commento

Onore ai Giudici giusti in questo sporco mondo

Max 05.12.05 19:11| 
 |
Rispondi al commento

Bella Omelia.

Purtroppo, secondo me, pensare, parlare, agire di conseguenza, è possibile solo per un Padre Spirituale.
La realtà, da un figlio, se viene nascosta o edulcorata, verrà solo fraintesa con gli effetti più disparati.
I buoni propositi devono essere insegnati dai genitori in qualità di tutori maturi e perfettamente coscienti della realtà del mondo in cui si vive e quello che sarebbe bello esistesse , ma renderli un obbligo da seguire diventerebbe una forzatura ingiustificata.
L'impegno del genitore oggi, non è solo insegnare i buoni propositi, ma spiegare il motivo per il quale questi propositi devono essere ricordati, appresi e come vanno portati a compimento.
E' chiaro che tutto diventa molto articolato, specialmente se si pensa alle domande che possono scaturire.
Non è mai bastato solo pregare per un mondo migliore.

roberto casetta 05.12.05 19:02| 
 |
Rispondi al commento

@Discussione-Elisabetta Carosi 05.12.05 17:12
********************************************
Sono appena rientrato, ho finito adesso di fare copia/incolla dei tuoi post. Li leggerò dopo. Non sapendo cosa hai scritto, e cosa strana, in questo modo, ti mando un grande
bacione fraterno ( RESPIRA )


Sono Marco Tordi.
Ciao MAX STURNER. te sei el mio filosofo. aih visto che il mio italiano eh un pocheto mejo adeso.
Max non o' capio parchè me scrivi de sveiarme parchè se no faso la fine de me mama. varda che mia mama xe tanto sveia par la so eta, la capise ancora tuto e la lavora com mi nel orto.
poi parchè aih scrito bauco ? non te volevi ofendare vero ? ti te xe un filosofo e non te scrivi insulti. par questo mi non me ofendo.
alora consiliame anca ti cosa votare parchè votare giusto xe molto importante.
ciao Max filosofo.

Par quel sior che scrive del vin tavarnelo. Caro mio a me mi piase el proseco e el clinto. non bevo porcaria mi. prosit come i dise in austria. Ciao

Marco Tordi 05.12.05 18:59| 
 |
Rispondi al commento

Amen.

davide battista 05.12.05 18:55| 
 |
Rispondi al commento

Nuantri Desimo 05.12.05 18:41 | Rispondi al commento |
MA perchè offendete sempre??

Dimmi povero uomo che te successo nella vita??
Tua moglie/ragazza ta lasciata per un produttore di tavernello??
Dimmi soffri di stitichezza?'

Guarda che non devi essere abbuttato ,la vita è bella lo stesso come dice il prete qui sopra ,la felicità non si compra .
Dai che c è la puoi fare se propio non ci riesci usa il Guttalax

Benito Le Rose 05.12.05 18:48| 
 |
Rispondi al commento

Visto che qualcuno ha accennato della conferenza nazionale sulla droga in corso a Palermo volevo dire alcune cose. la prima è che alla conferenza sonos tati esclusi gli enti locali, il volontariato, i SE.R.T e naturalmente l'opposizione (della serie loro sela cantano e se la suonano)
secondo: la cosa più allarmante è che uscito fuori dinuovo il discorso del disegnod i legge sulla droga. Non entro nel merito ma posso solo dire che da quasi cinque anni si è cercato di risolvere l'inadeguatezza di questo governo di far fronte a questi seri problemi colpendo l'Immigrato, il tossicodipendente il detenuto recidivo (rispettivamente con al legge Bossi-Fini, questo disegne di legge di Fini e con la ex cirielli). Non è un discorso da comunisti (come diranno quelli di centrodx) ma i problemi non si affrontano solo con la repressione o cercando di togliere fisicamente il problema riponedoli nelle carceri italiane.
saluti

Vincenzo Curcio 05.12.05 18:47| 
 |
Rispondi al commento

Penso che questo messaggio riassuma quello che tiene in piedi la società, il senso di fiducia verso gli altri che è bisogna coltivare e rinforzare. Noi in italia ne siamo particolarmente privi, campioni del misero individualismo, e per di più ce ne si fa pure vanto. Dai che una strada c'era, c'è e ci sarà per vivere meglio! Seguiamola, seguiamo queste parole, non dimentichiamole!

Paolo Borin

Paolo Borin 05.12.05 18:44| 
 |
Rispondi al commento

Sono Marco Tordi.
A tuti grasie par le risposte.
Paolo MORETTI parchè vuoi mandarme via. non xe democratico. se non vuoi leggiare quelo che scrivo poi fare a meno a me me va bene lo steso.
io o' scrito parchè avevo finto i lavori nel orto e messo al coverto le mie due cavarette e adeso avevo tempo. a me mi piase questo blogo de Bepi Grilo.
Par NUANTRI Desimo, mi non o' paura del diavolo parchè non vago in chiesa. parò xe vero sto studiando el italiano con mio nevodeto così posso scrivare mejo in futuro.

Marco Tordi 05.12.05 18:44| 
 |
Rispondi al commento

Marco Tordi 05.12.05 18:24
-----------------------------
Ciao belo, mi digo che to mama, lassala votare come ghe pare, che de poco la se ciava a 89 ani, poareta, anca se te riuscisi a farghe capire che la gà sempre sbaglià a votare, in de la so vità, la podaria pensare che la je insiminia e te podarissi farla morire desperà.
Ma ti, belo del segnore, se ancora te si lì a far ste domande, a gò paura che le speranse le sia poche; se non te fe in pressia a sveiarte fora e te dormi in pie, te risci de fare la fine de to mama.
Mi no che te digo cosa votare, ma te digo solo: svejateeeeeeee che un can te magna, baucco!

ciao belo

Max Stirner

Max Stirner 05.12.05 18:41| 
 |
Rispondi al commento

non possiamo parlare del NANO in un post di Frei Betto, sarebbe come mischiare lo champagne con il tavernello.

buona serata a tutti ......

g . corti 05.12.05 18:36


tavernello? ancora ancora va, in mancanza d'altro

il fatto che il NANO è la feccia del vino, non il tavernello

e ci vuoi mettere dentro pure un Benito Le Rose? cioè il residuo del residuo della suddetta FECCIA

saludos amigos

Nuantri Desimo 05.12.05 18:41| 
 |
Rispondi al commento

....temo che leggendo queste cose i bambini del futuro subiranno un trauma enorme nel momento che si scontreranno con il mondo vero, quando cioè capiranno che i buoni non vincono, è meglio prepararli raccontando loro la verità perchè riescano a cambiare le cose veramente senza illudersi come abbiamo fatto noi

fortunato campopiano 05.12.05 18:38| 
 |
Rispondi al commento

Marco Tordi 05.12.05 18:24

non possiamo parlare del NANO in un post di Frei Betto, sarebbe come mischiare lo champagne con il tavernello.

buona serata a tutti ......

g . corti 05.12.05 18:36| 
 |
Rispondi al commento

@ Benito Le Rose

Si dice :gli gnocchi

Cardone Giovanni 05.12.05 18:32 | Rispondi al commento |


Grassie cioè GRAzie.

Benito Le Rose 05.12.05 18:34| 
 |
Rispondi al commento

Invita tuo figlio a studiare la storia. E Anche se scritta dai vincenti,ti accorgerai tuttavia degli orrori perpetrati nel tempo dalla Chiesa Cattolica già dalle sue origini.Oltre i roghi, le inquisizioni, le crociate e la pena di morte.
Il problema si risolve dalla radice.Basta con i moralismi fasulli compreso te Grillo!! Nessuno di voi parla e opera davvero.La giustizia si compie con i fatti non con l'alienante prostesta di parolai come voi.Andate in piazza S.Pietro a dire la verità storica del nostro paese compresa quella dei Papi e allora potrete ritenervi dei veri discepoli della giustizia e della pace sociale.Così siete solo delle illuse marionette che paradossalmente sostengono istituzioni maniplatorie.
Guardate e vedrete:
Comunismo Sovietico = milioni di morti
Nazismo germanico = genocidio
Storia dell'Islamismo = morti su morti
Storia del Cristianesimo = morti su morti
Storia dell'Ebraismo = morti su morti
Guerre Americane del XX sec = milioni di morti
Capitalismo = milioni di morti e autodistruzione del pianeta
Imperialismo anglosassone = genocidi
Imperialismo spagnolo = genocidi
Imperialismo portoghese = genocidi
Eccetera Eccetera Eccetera

La vera denuncia costa molto cara ovvero la vita.
Piantate di mettervi in mostra protetti o dalla fama (vedi Grillo) o dalla Chiesa (vedi Frei Betto)almeno per il rispetto dei morti.

Leonardo Gaiba 05.12.05 18:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A Tordi,
nun te scuso l´OT!
per una volta che c´era un post un po`serio, c´hai ammosciato er dibattito coll´Innominabile. Ma nun te basta mai? Ce lo mettemo come er sale alla pasta? Ma te possino!Vai su altri lidi, te prego!

paolo moretti 05.12.05 18:32| 
 |
Rispondi al commento

@ Benito Le Rose

Si dice :gli gnocchi

Cardone Giovanni 05.12.05 18:32| 
 |
Rispondi al commento

Marco Tordi 05.12.05 18:24 | Rispondi al commento |

CAro Marco segui il consiglo di tua madre.

Dei sinistri non bisogna fidarsi.

Benito Le Rose 05.12.05 18:31| 
 |
Rispondi al commento

Marco Tordi 05.12.05 18:24

noantri desimo che fuera mejo che tu studiessi, asi un te se capisse mica, neh?
ma una cosa te la vulisse disere: vota pure lo diablo de l'inferno, ma no a Berluscona

capissi?

Nuantri Desimo 05.12.05 18:29| 
 |
Rispondi al commento

A quello che ripete che i bambini non vanno educati (ai valori), ma che anzi noi dovremmo essere da loro educati, ricordo che la generazione dei sessantottini i propri figli li ha educati con i metodi da Lei proposti. ossia la generazione degli attuali trentenni, di certo quella che ha dato il contributo meno stimolante nel secolo passato.So´tutti bambocci viziati e senza nerbo.

paolo moretti 05.12.05 18:28| 
 |
Rispondi al commento

Bona sera amicchi. Sono Marco Tordi.

vado aut topico OT come disè voantri.
o' una domanda da farve. me sono di sinnistra, no comunista eh. i comunisti non mi piaciono, parò sono socialista ma no di Crassi o DEmichelis. a me Berlusconi non mi piase molto parchè ah tanti schei, parò ah aumentato la pensione de mia mama e anca a mi pago manco tasse su la pension.
mia mama che ah 89 ani dise che bisogna votare par Berlusconi io diso di no. voantri che siete tuti studiati cosa dicete ?

Marco Tordi 05.12.05 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Cristiana Di Stefano 05.12.05 17:53

gent.ma Cristiana, innanzitutto ti faccio i miei più cari auguri per la Tua malattia, e mi permetto di non essere d'accordo con Te sull'argomento: partendo dal più frivolo desiderio sessuale , ti assicuro che è completamente l'opposto, inoltre il THC ( principio attivo) è un vasodilatatore e aumenta la libido ( te l'assicuro) , continuando più seriamente , chi guida dopo aver assunto cannabis mette ( percosì dire) il PILOTA AUTOMATICO e viaggia ben al di sotto delle medie che ti può indurre l'alcool o la coca e comunque sono d'accordo che bisogna sempre guidare LUCIDI.
Ma la domanda è un'altra, perchè lo STATO deve vietarmi di non essere lucido come voglio io ma come vuole Lui?? perchè posso ubriacarmi ed andare in coma etilico e autodistruggermi legalmente e non posso fumare quello che voglio perchè sono fuorilegge?
Tra l'altro non esiste nessuno studio serio e scientifico che attesti la pericolosità fisica e psichica della Cannabis.

Tutto è nato nel 1929 negli USA ( è lunga la storia ma è lampante che la CANAPA tutta è stata resa fuorilegge dalla nascente multinazionale della plastica che voleva sostituire le fibre naturali( canapa appunto) con le fibre sintetiche Nylon, plastica ed altro. Hanno infatti per la prima volta nella storia introdotto una TASSA di produzione ai contadini per disincentivarli nel produrla! naturalmente in Italia la tassa l'hanno introdotta nel 1951) , poi 80 anni di disinformazione e quegli idioti degli hyppies hanno fatto in modo che la gente veda la cannabis come la peste.

Ora non fumo più ma in passato l'argomento l'ho conosciuto e ti dico che non ha compromesso nella maniera più assoluta la mia condizione di salute o il mio sviluppo personale e professionale!
ANZI in qualche modo l'ha favorito,
Diffido di chi si fa paladino della salute altrui, su l'argomento cannabis sono in gioco interessi policoelettorali e finanziari, esempio la carrozzaria della famosa eolocar era di canapa!

g.corti 05.12.05 18:20| 
 |
Rispondi al commento

Io sono d accodo con quelli che considerano questo "prete" un cattocomunistà.

MA non accetto che si critichi la fede CRistiana o Ebraica.
REligione che vi hanno permesso di essere Uomini liberi,di fondere la nostra Civiltà.
Non sopporto tutti quêgli ipocriti che sputano sulla fede Cristiana Giudaica.
FEde che vi ha resi liberi!!!!!


Tutti credete o pensate che noi Occidentali siamo arrivati ad un livello di libertà GRAZIE ALL ragione umana,vi sbagliate!!
PErchè se la RAgione umana è un valore universale, perchè le altre civiltà sono 1000 anni indietro??

Chi ci ha permesso questa evoluzione di libertà è stato l avvento di GEsu CRISTO che ci ha permesso di conoscere il DIO di Abramo .
Senza le leggi di MOSè ,senza il sacrificio del Cristo oggi noi tutti dico tutti non ci sentiremmo fratelli e compassionevoli!!!!

TUTTO il resto è bla bla bla bla blabla e come bla bla finira!¨
Convertitevi!!!!!!!

Benito Le Rose 05.12.05 18:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Signora Di Stefano,
se siamo dáccordo che la cannabis ha gli stessi difetti del bicchiere di vino di troppo (e qualche effetto positivo in piu`da Lei menzionato), abbiamo solo due scelte:
a) rendiamo illegale alcool e cannabis
b) legalizziamole tutte e due.
Con simpatia
paolo moretti

paolo moretti 05.12.05 18:17| 
 |
Rispondi al commento

Leggo i commenti, i Pro, i Contro, i Forse, i Non so... e mi piacciono tutti. Che mi stia rincoglionendo?

Paola Bassi 05.12.05 18:14| 
 |
Rispondi al commento

E`terribile, c´e`un messaggio stimolante,di una persona limpida ed invece di far volare i pensieri per respirare aria migliore , qualcuno ci trova un OT di quel mentecatto di Giovanardi.La chiesa di cui parla Betto non ha nessun collegamento con quella del torsolo sunnominato.
Ma cosa si dovra`fare per disinfettare i nostri cervelli?Stiamo messi maluccio!

paolo moretti 05.12.05 18:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non riesco ad entrare in "discussione"

Antonio Ciardi 05.12.05 18:07| 
 |
Rispondi al commento

.........dovremmo umilmente imparare certi messaggi lanciati in mille modi dai Nostri figli e non solo pretendere di dettare la Nostra legge!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Dobbiamo anche ascoltare la Loro voce e non sempre se non quasi mai lo facciamo.

Franco Bernasconi 05.12.05 18:05| 
 |
Rispondi al commento

La falsita' dell' immagine abinata al modo di presentare una notizia di carattere religioso, diventa politicamente nociva alle persone che comunicano con il profondo del sentimento, essendo libere. La mistificazione di tutto questo diventa ENERGIA sprecata in modo innutile. non produttiva per nessun essere umano. Continuate, Continuate a giocare con la vita Altrui.

roberto cante 05.12.05 18:03| 
 |
Rispondi al commento

Ce ne vorrebbero di + di preti veri.

Nando Castelli 05.12.05 18:01| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Beppe, a te e a chi partecipa attivamente e passivamente al tuo blog.

Roberto Gandolfi 05.12.05 17:56| 
 |
Rispondi al commento

X ARNALDO TAGLIAOZZO 05.12.05 17:11------- Sono d'accordo sul fatto che la cannabis sia una droga leggera e sia una sostanza utilizzata in alcune terapie, non sono d'accordo sul fatto che non sia pericolosa per gli altri.
I miei medici mi avevano proposto di fare la terapia con la cannabis per la mia sclerosi multipla ma ho rifiutato e ti spiego perché.
Sicuramente è una sostanza che allevia i dolori di chi soffre di cancro e i problemi dovuti alla chemio. Per me sarebbe una cura non indicata, poiché essendo un calmante mi rallenterebbe ancora di più i collegamenti periferici, già danneggiati dall'attacco degli anticorpi alla mielina. Quindi peggiorerei sicuramente la mia condizione, le gambe e le braccia sarebbero più deboli e farei ancora più fatica a fare ogni cosa. Essendo un calmante mi toglierebbe ogni forza, anche quella che mi sta permettendo di pensare, digitare e risponderti, la cannabis mi metterebbe fuori uso come farebbe bere 3 quarti di litro di vino. Quindi lo dico da malata, non prenderò mai la cannabis, come sto attenta all'alcool.
Ora ti spiego perché è pericolosa x gli altri.
Se guidi, dopo aver assunto la cannabis stai fuori come un balcone e non sei meno pericoloso di chi è ubriaco o ha assunto eroina, cocaina o altre pasticche o mix vari.
Se investi un pedone sotto l'effetto della cannabis seI tu che rendi quel poveraccio dipendente alla sedia a rotelle x il resto della sua vita.
Riflettici x favore!
P.S.: se è un farmaco va venduto in farmacia sotto ricetta medica come gli altri psicofarmaci e le altre sostanze. Un'altra cosa: la cannabis ti toglie il desiderio sessuale...i vasi sanguigni non si dilatano...non so come dirlo... insomma cmq spero di essermi spiegata.

www.webcristiana.tk

Cristiana Di Stefano 05.12.05 17:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sono ..come si usa dire,un frequentatore
di chiese o luoghi di culto e di preghiera
ma di una cosa sono certo:Senza la fede e le
istituzioni che la rappresentano (di qualsiasi
religione)il mondo sarebbe dominato dal caos.
Le fede,i credenti sono il collante che ancora
tengono in piedi un equilibrio di per se
precario,e ironizzare su persone che ancora
hanno degli ideali,e "sacrificano"il loro tempo
e la loro vita in funzione di persone meno
fortunate,sia azione poco SAGGIA e scellerata.


Antonio Ciardi 05.12.05 17:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mmm...adesso ci mettiamo a fare pure i bimbi....
:(

luca urbani 05.12.05 17:43| 
 |
Rispondi al commento

Per persone come questa (persona , non importa se sacerdote o no) conta piu` il fare che il dire. Ci sono tanti volontari e sacerdoti in giro per il mondo che agiscono , per rendere possibile un mondo con meno differenze tra gli "ultimi" ed i "primi". Dedico questo pensiero a tutte (e sottolineo tutte) le persone che spendono il proprio tempo , le proprie energie , la propria vita, dedicandosi agli ultimi nei posti piu` lontani, sperduti, scomodi, desolati , poveri del mondo. Invidio il loro coraggio e mi vergogno di non essere capace di fare almeno un decimo di quanto fanno in situazioni molto piu` difficili.

R. Beretta 05.12.05 17:43| 
 |
Rispondi al commento

luca urbani 05.12.05 17:35 |

Si luca le sgarette,caxxoo finalmente forse c è la faccio anzi sicuramente c è la faccio con DIO accanto non posso fallire :)))

Benito Le Rose 05.12.05 17:38| 
 |
Rispondi al commento

@Postato da Benito Le Rose il 05.12.05 17:35

Geneeee???

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 05.12.05 17:38| 
 |
Rispondi al commento

Elisabetta Carosi 05.12.05 17:30 |

Cara Elisa ridi ridi che la nonna ha fatto i gnocchi

Benito Le Rose 05.12.05 17:35| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Brillo 05.12.05 17:24 | Rispondi al commento |


Incredibile io sono 20 giorni che ho smesso di fumare !!!
Sono rinato!!
Dopo 18 anni finalmente ci sto` riuscendo a smettere.


PS:Vedi Di cosa è capace DIO??
Gli faccio una Preghiera ed il giorno dopo mi fa` smettere,DIO è veramente immenso!!!

Benito Le Rose 05.12.05 17:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ECCO COSA ACCADREBBE, SE BERLUSCONI, FINI, CALDEROLI, GIOVANARDI, MARONI, TREMONTI E TUTTI GLI ALTRI DELINQUENTI, RISCRIVESSERO LA STORIA:

http://espertone.blogspot.com

IL REVISIONISMO FASCISTA TORNEREBBE AD AMMORBARE NOI ED I NOSTRI FIGLI.

DIFENDIAMOCI, E DIFENDIAMOLI!!!!

!
!
!
!
!
!

JAMES REVIDA 05.12.05 17:22| 
 |
Rispondi al commento

lorenzo da torino 05.12.05 16:03

Sono d'accordo in parte con il tuo discorso.

Riportare una lettera di un sacerdote che può "fare notizia" non esclude automaticamente la presenza di altri sacerdoti in gamba pur non essendo "sotto i riflettori".

Per quanto riguarda i preti falsi purtroppo te ne potrei fare un elenco e nemmeno cortissimo

Ripeto, putroppo.

Non mi riferisco ovviamente al prete (all'uomo) che può sbagliare, ma a colui che agisce in malafede e nettemente in "controtendenza" alla propria vocazione.

Non per questo un credente deve rinunciare alla propria fede, non sia mai; ciò non toglie che come scriveva De Andrè c'è "chi ruba in nome di Dio"... e non solo.

Osvaldo Tagliani 05.12.05 17:22| 
 |
Rispondi al commento

arnaldo tagliaozzo 05.12.05 17:11
_____________________________________

sono d'accordo con Te al 100%

chiaramente chi legifera in materia, o non conosce minimamente l'argomento o è in malafede o si approccia al problema per fini ELETTORALI ( come nel caso del dipendente Ministro Giovanardi)

In ogni caso non risolve la questione perche la soluzione è solo ed esclusivamente la LEGALIZZAZIONE .

Così si mantiene la finta cultura dello sballo clandestino per la quale i ragazzini vanno matti ! ( della serie come sono figo FUMO le CANNE !)

Anche questa volta il MINISTRONE Giovanardi ha dato prova di grande INADEGUATEZZA al ruolo conferitogli dai malaugurati elettori !

g. corti

B

g . corti 05.12.05 17:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

g . corti 05.12.05 17:08

Sicuramente un discorso così sarebbe stato ragionevole... anche se credo che ci siano cose che anche non facendo morire fisicamente le persone le possano far morire mentalmente e spiritualmente e un di queste, ho appurato frequentando diversi utilizzatori, sono convinto sia il fumo. Per questo, mia personale opinione, non è meno grave di cose che possono uccidere. Ma rispetto il pensiero di altri.
La mia era una provocazione per accendere l'argomento.
Ciao
Mike

Mike Sangui 05.12.05 17:15| 
 |
Rispondi al commento

6/6...e fine per favore

BETTO-Sappia tuo figlio ascoltare il silenzio, rispettare le espressioni di vita...

BETTA-amiamo il silenzio,condito con musica.A volte,io,esagero con il volume...ma non si può stare SEMPRE IN

SILENZIO,anzi,questo è un periodo che BISOGNA URLARE!Siamo rimasti talmente in pochi con un'anima che se non dovessimo

urlare chi ci sentirebbe?

BETTO-...e lasciarsi amare dal Dio che lo abita...

BETTA-questa chiosa è fantastica.Si,ad OGNUNO IL SUO DIO...a quando LA CHIUSURA DEL VATICANO?VATICANO VATICANO VATICANO

VATICANO VATICANO VATICANO VATICANO VATICANO VATICANO VATICANO VATICANO VATICANO VATICANO VATICANO VATICANO VATICANO

VATICANO,oh!La sua messa in LIQUIDAZIONE?

Con infinito rispetto e conscia che anche Lei ha le MANI LEGATE.

Elisabetta Carosi


P.s.:se non doveste più leggere miei postati...ora ne conoscete i motivi.Azzzz,certa gente,per la propria sicurezza,non dovrebbe neanche essere pensata,figuriamoci scrivere di loro.Ma come Lei ha scritto:"...sarà felice se si unirà a coloro che lottano per trasformazioni sociali che rendono questo paese libero e giusto"...ecco,io sono felice così!


Democrazia...bah!Dov'è?

DOVE SONO GLI ADULTI-LASCIATE STARE I BAMBINI!

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 05.12.05 17:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

perchè prima di scrivere uno non si informa?
scoprirebbe che,a differenza dell'alcool,è una droga leggera, non da dipendenza, non esiste una dose letale, non esiste crisi di astinenza (perchè non da dipendenza) al contrario è indicata per pazienti in chemioterapia (vedere www.canapaterapeutica.it), non uccide i tuoi rapporti sociali, non ti rende pericoloso per gli altri........
il vino, di cui in italia nessuno negherebbe un bicchiere ad uno sconosciuto anche se E' una groga pesante (da un punto di vista medico), pericolosa, che da dipendenza, che rende euforici/aggrressivi, che rende pericoloso guidare.

ERGO: è solo una cosa meno conosciuta e mantenerne illegale la diffusione serve solo a gonfiare di soldi la malavita!!!!

arnaldo tagliaozzo 05.12.05 17:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

5/6 - ex 5/5

BETTO-...disgusto della politica...

BETTA-FATTO!

BETTA-...sarà la fine della democrazia...

BETTA-FATTO!

BETTO-...Che il tuo voto ed il suo siano in favore della giustizia sociale e dei diritti...

BETTA-hahahahahahahahahah...venga avanti chi ha mai votato per il contrario.Ma ancora non c'è dato sapere dove

siano,giustizia e diritti.

BETTA-Insegna a tuo figlio che ad una persona bastano pane, vino e un grande amore. Coltiva in lui i desideri dello spirito,

il rispetto verso i più anziani, l’amore per la natura, la difesa dei più fragili.

BETTA-FATTO...mi sono sempre chiesta,però,in quanti siamo a farlo!Noi pochi stiamo,forse,crescendo degli EMARGINATI,dei

futuri DISADATTAI?Poi,mi dico chissene,poi,poi...sempre per il principio che un figlio GIA' E' fin dalla nascita,a lui il

suo cammino.Indubbiamente porterà con se,come io porto quella dei miei genitori,l'esempio della mia PROFONDA ONESTA',quella

del padre.Due "disatattati" sicuramente per questa società.Dei genitori che non amano la MERCE VARIA(piccola

digressione:aviaria,avariata),sia fisica che materiale.

continua...

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 05.12.05 17:11| 
 |
Rispondi al commento

4/5

BETTO-Insegna a tuo figlio ad evitare la corsia preferenziale di questa società neoliberista che cerca di inculcarci che

essere consumatore...la via spirituale è un tesoro che si custodisce nel profondo del cuore - chi riesce ad aprirlo godrà di

allegrie indescrivibili.

BETTA-inculcarci...mi scusi l'irriverenza,ma io aggiungere un'altra parolina,non la scrivo,basterà togliere la C alla

sua..Mio figlio cresce con me ed io con lui,quante cose ha insegnato lui a me,è ben conscio di quel che accade.E' ben

conscio del suo inconscio,del suo spirito sovrano.

BETTO-Sappia tuo figlio che il Brasile è la terra degli indios...non deve per forza essere d'accordo con il disordine

stabilito...sarà felice se si unirà a coloro che lottano per trasformazioni sociali che rendono questo paese libero e

giusto...

BETTA-eccolo di nuovo.I NUOVI MARTIRI...per la CODARDIA DEGLI ADULTI.Come in Italia,dove in Calabria sono i ragazzi a

manifestare per chiedere giustizia.Ad esser messi in primo piano,ripresi,intervistati.Messi in pericolo.Dove sono quei

VIGLIACCHI degli ADULTI?E poi,così,Lei questi ragazzi me li sta incitando alla RIVOLTA,mi scusi sa!DOVE SONO GLI

ADUUUUULTIIIII!!!

continua...

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 05.12.05 17:10| 
 |
Rispondi al commento

Elisabetta... Di Pietro non sembra malaccio....
ma poi..bisognerebbe conoscerlo di persona!

Mike Sangui 05.12.05 17:10| 
 |
Rispondi al commento

3/5

BETTO-Sappia tuo figlio che i senza terra che occupano aree incolte, indebitamente accaparrate dai latifondisti o

abbandonate sono, oggi, chiamati "banditi", come un tempo la condanna aveva colpito Gandhi, seduto sui binari delle ferrovie

inglesi, e su Luther King che occupava le scuole proibite ai negri.Insegna a tuo figlio che pionieri e profeti, da Gesù a

Tiradentes, da San Francesco d'Assisi a Nelson Mandela, sono stati invariabilmente trattati, dalle élite del loro tempo, da

sovversivi, malfattori, visionari.

BETTA-ah,ecco,siamo d'accordo.Bene.I veri RIFORMATORI,quelli onesti,da sempre sono stati considerati così.Di più,dei pazzi

idealisti...guarda noi!E qui,mi fa riflettere sul precedente punto che Lei ha scritto:"...vale la pena di morire"!Si,portare

avanti degli ideali,lottare per essi,fa rischiare la vita.Anche solo scrivere i propri IDEALI,fa rischiare la vita.Quanti,in

Italia,l'hanno persa solo per questo.

BETTO-Insegna a tuo figlio che il Brasile è un paese lavoratore e creativo...consumano la maggior parte della loro vita sul

lavoro, in cambio di uno stipendio che non gli garantisce nemmeno l'accesso ad una casa propria...orgogliosa di non cadere

in basso...

BETTA-ma sta parlando dell'Italia?

continua...

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 05.12.05 17:09| 
 |
Rispondi al commento

Mike Sangui 05.12.05 16:50
________________________________

La frase corretta che GIOVANARDI avrebbe potuto pronunciare sarebbe stata: " ..fumare marijuana è una scelta discutibile , bisogna però accettare le scelte di 2 milioni e mezzo di abituali consumatori in Italia e 20 milioni in europa e fare un distinguo grande come una casa fra le droghe considerate pesanti e realmente dannose (che uccidono) e la Marijuana (che non ha mai ucciso nessuno) ...."

se avesse aperto con queste premesse sarebbe stato un passo avanti e una discussione produttiva .........

g . corti

g . corti 05.12.05 17:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

2/5

BETTO-Insegna a tuo figlio che non avere talento sportivo...che sentirsi brutti a confronto dei vigenti canoni di

bellezza...perdere l'autostima...La felicità non si compra...quel senso per il quale vale la pena vivere e morire.

BETTA-TALENTO.Sono convinta che ognuno nasca con il proprio.Anche il più stupido,o ritenuto tale,ne ha uno,vedi Ligabue,il

pittore intendo.Il SEGRETO sta,nel far CRESCERE i propri figli senza COSTRIZIONI,senza STRADE PREDEFINITE.Farli,SERENAMENTE,

ascoltare il PROPRIO INTERNO.Non proseguo,lo spazio è minimo.Però,l'ultima frase...vale la pene SEMPRE vivere,Le dico,non

vale la pena mai di morire per qualcosa.Ma neanche in vita.Le spiego.Se accade che qualcosa ti fa morire,pur rimanendo in

vita,devi LOTTARE,questo si,per RIAPPROPRIARTI della TUA vita.A NIENTE E A NESSUNO,questo ho insegnato a mio figlio,devi

permettere d'intralciare il TUO cammino.Che è tuo ED UNICO.Qui dico insegnato,nel senso pieno del termine,perchè purtroppo

non siamo gli unici ad interagire con i nostri figli,vedi la scuola..."Lei pensi alla materia che a mio figlio ci penso

io,anzi lui stesso"quante volte l'ho dovuto dire.

BETTO-Brasile...tanta terra senza gente e tanta gente senza terra...riforma agraria avrà il suo momento. E auguriamoci che

sulla sua strada scorra poco sangue.

BETTA-tanta terra senza gente?Quasi quasi.Qui stiamo intollerabilmente gomito a gomito.Una riforma che richiede sangue per

essere fatta...come diceva qualcuno"Andate e moltiplicatevi"..."Andate e occupate,arate,seminate"e affanc_o"!

continua...

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 05.12.05 17:08| 
 |
Rispondi al commento

SCUSA BEPPE,DEVO SFOGARMI ANCHE IO!SONO ANNICHILITA.HO SCRITTO UN CINCININO PIU' DI 2000 CARATTERI...

1/5

Prendendola come lettera rivolta a un bambino italiano(come tu,Beppe suggerisci):

BETTO-“ Insegna a tuo figlio che l'Italia può farcela, e che deve crescere felice di essere Italiano;

BETTA(cioè io)-ho "insegnato"a mio figlio ad essere felice d'essere.Punto.

BETTO-Vi sono in questo paese giudici giusti...imparziali hanno dato causa vinta---anche ai poveri---contestando ricchi

padroni o aziende...per certi uomini, l’onore non è un bene negoziabile;

BETTA-non dovrebbero essere tutti così?Quella che un tempo veniva considerata una riprorevolissima eccezione,l'ingiustizia

intendo,oggi è una riprorevolissima regola accettata.La legge è uguale per tutti,recita...si recita

BETTO-Insegna a tuo figlio che in questo Paese vi sono politici integri, amministratori competenti, autorità meritevoli che

non si lasciano corrompere, che non nascondono le infamie sotto il tappeto, che non hanno paura di risultare sgraditi agli

amici o di deludere i potenti, che hanno il coraggio di pensare con la propria testa e di tutelare più l'onore che la vita.

BETTA-ah,qui la volevo.Questa è la frase che m'ha portata a scrivere.Potrebbe fare una bella letterina anche per i bambini

italiani,ma specifica per loro.M'incuriosisce sapere,qui in Italia,chi sono codesti.Dove si nascondono.Qui tutto scorre

nelll'illegalità rampante,nella malvessazione.Tra bustarelle,compromessi,cartelli,lobby.Scheletri negli armadi di tutti,ci

par di capire,visto che non ci riesce di far uscire uno,dico UNO,DECENTE che possa far qualcosa per far RINASCERE

quest'Italia irriconoscibile e massacrata.

continua...

Elisabetta Carosi Commentatore in marcia al V2day 05.12.05 17:07| 
 |
Rispondi al commento

Ma dopo tutte queste belle discussioni,siete arrivati a qualche conclusione??


DIO C è!!!!!!!!!!!!!!!

Benito Le Rose 05.12.05 17:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Heil Hitler 05.12.05 16:47

Frankie Red 05.12.05 16:49
_________________________________


Ragazzini è ora della merenda, correte che mamma vi chiama !

Spero solo che non siate in età di voto....

g . corti

g . corti 05.12.05 17:00| 
 |
Rispondi al commento

X PIETRO LASCALA
EVIDENTEMENTE AL MATTINO FAI COSI USO ABBONDANTE DI FUMO CHE TI IDENTIFICO CON ESSO.
A PROPOSITO DI EMANDAMENTI FANNE FARE PER ISTITUIRE UN UNICO CONTO CORRENTE BANCARIO O POSTALE INTESTATI A BERLUSCONI,FINI E COMPAGNIA BELLA,DOVE NOI TUTTI CON UNA DELEGA DICIAMO AI NOSTRI DATORI DI LAVORO DI VERSARE IL NOSTRO LAVORO E SUDORE A LORO COSI NON NE' PARLIAMO PIU'.A PROPOSITO C'ERA QUACHE LEGGE PERSONALE CHE TI INTERESSAVA?
DATESI CHE SONO AD PERSONAM E PURAMENTE ELETTORALI (VEDASI LSU DI MESSINA ECC.)NOI NON TI VOGLIAMO DEPRESSO,TU FALLA EMANARE AL PIU' PRESTO E NOI TI FACCIAMO FELICE.
COSE DELL'ALTRO MONDO.
AL MATTINO FACCI IL PIACERE,FA' COLAZIONE COME TUTTI GLI ALTRI ITALIANI OPPURE FA' COME FANNO GLI AMERICANI(BUONA PARTE)S'ATTACCANO ALLA BOTTIGLIA DI WISKY.
PIETRO,PIETRO SEI PROPRIO UN CASINISTA.

Roberto Massa 05.12.05 16:59| 
 |
Rispondi al commento

Ciao ragazzi, volevo avvisarvi che il sito www.laspecula.com ha aggiornato. A presto.

================
WWW.LASPECULA.COM
================

Jessica Mostoles 05.12.05 16:57| 
 |
Rispondi al commento

@MANUELA BELLANDI

...sei forte!...effettivamente il concetto dei 5 stadi dell'acqua mi ha messo un po' in crisi....

bellandi manuela 05.12.05 16:50 |

------------------------------------------------
Vai a leggerti il post che tratta degli stati dell'acqua e forse comprenderai che non sei proprio scema ma, semplicemente, non ti applichi.
CiaO
Max Stirner


Ehi...tu! tu che ti firmi con Heil Hitler... ma il credo Nazista non è quello del superuomo coraggioso!??! e allora perchè non scrivi il tuo nome e ti nascondi dietro uno pseudonimo?!

Mike Sangui 05.12.05 16:52| 
 |
Rispondi al commento

OT per chi ha tempo da perdere (2/2).

Comunicato Sindacale del C.A.A.D.D
Confederazione Angeli Arcangeli della Destra Democratica
Oggetto: presunte voci sulla soppressione del Limbo.

Annunciamo ai nostri Tesserati che, qualora venisse approvato il passaggio
di miliardi di anime dal comparto infernale Limbo al comparto superiore,
generandosi, per ovvie considerazioni logistiche, un flusso di altri
miliardi di anime verso l'alto, col risultato di aumentare la popolazione
del Paradiso, verrà indetta una serata con musiche e balli celestiali
con lo scopo di festeggiare:
-la ripresa di ritmi di lavoro consoni alle potenzialità produttive
dei lavoratori, dopo la fase critica del ventesimo secolo.
-la migliore socializzazione favorita dalla riduzione degli spazi fino
ad ora sottosfruttati per mancanza di clientela, che consentirà, inoltre,
l'innalzamento dei già elevati standard di sicurezza attuali, ottenuti
con millenni di concertazioni sindacali con la Dirigenza.
Non saranno comunque tollerati, in nessun caso, fenomeni di esultanza
estrema: siamo pur sempre Angeli ed Arcangeli.

*************

Buona Serata a Tutti.
Giovanni.

Giovanni Piuma 05.12.05 16:52| 
 |
Rispondi al commento

OT per chi ha tempo da perdere (1/1)

Comunicato Sindacale del C.A.A.S.D
Confederazione Angeli Arcangeli della Sinistra Democratica
Oggetto: presunte voci sulla soppressione del Limbo.

Annunciamo ai nostri Tesserati che, qualora venisse approvato il passaggio
di miliardi di anime dal comparto infernale Limbo al comparto superiore,
generandosi, per ovvie considerazioni logistiche, un flusso di altri
miliardi di anime verso l'alto, col risultato di sovraffollare il
Paradiso, verrà indetto uno sciopero a singhiozzo, ma ad oltranza,
con lo scopo di esigere:
-l'assunzione di nuovo personale in misura adeguata alla maggiorazione
della mole di lavoro a cui i lavoratori celestiali saranno sottoposti;
-l'acquisizione di nuovi confortevoli locali, commisurati ai massicci
cambiamenti e tali per cui il lavoratore sia nella possibilità di
svolgere i propri compiti negli standard di sicurezza attuali,
ottenuti con millenni di battaglie sindacali con la Dirigenza.
Non saranno comunque tollerati, in nessun caso, fenomeni di lotta
estrema: siamo pur sempre Angeli ed Arcangeli.

Giovanni Piuma 05.12.05 16:50| 
 |
Rispondi al commento

"..... fumare mariujana è una scelta di morte ..."

...in effetti è una frase un po' d'effeto ma completamente sbagliata...
io direi: ""..... fumare mariujana è la scelta di chi scappa... del più debole.. di chi non sa affrontare la realtà..."
Così era più realistica?
;-)
Mike

Mike Sangui 05.12.05 16:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Secondo Voi, se gesù Cristo o chi per lui scendesse sulla Terra, andrebbe dal papa o da chi? Si riconoscerebbe in questa Chiesa?
E se tornasse Maometto, approverebbe i cosiddetti kamikaze?
E cosa direbbero Mosè e compagnia bella dei rituali ebraici?

Carlo Cappelletti 05.12.05 16:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...ribadisco il concetto....sono scema...

bellandi manuela 05.12.05 16:26 |
-----------------------------------------

Se proprio insisti..., chi meglio di te può saperlo? Io ho fatto di tutto per smontare questa tua opinione, ma pare che le tue certezze siano assolute, mi dispiace!
Ciao
Max Stirner

Max Stirner 05.12.05 16:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

comunque ognuno è libero di dire secondo il suo medosto parere ,sè un prete sia vero o falso.
non incolliamoci alla definizione usata dal sigor grillo!!
mi di spiace di non avere appagato il tuo ego
con una non risposta,siamo fatti così tutti a sua immagine e somiglianza.


OT x tutti

il nostro dipendente ministro per i RAPPORTI CON IL PARLAMENTO ha fatto oggi un intervento a Palermo all'incontro nazionale sul tema delle droghe .

"..... fumare mariujana è una scelta di morte ..."

complimenti al ministro per il realistico modo di affrontare il tema !!!!


CON QUESTA GENTAGLIA NON SI FARA' MAI UN PASSO AVANTI ....in nessun campo .

Giovanardi il primo colpevole di quello che dici è chi Ti ha invitato a parlare , sei licenziato ! prendi le tue scartoffie e levati dalle palle !


g. corti

g . corti 05.12.05 16:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe, ciao sono Giacomo di Mantova, non è che x caso hai voglia di inserire nella tua tourneè che partirà a Gennaio anche Mantova?Grillo For President? non sarebbe una brutta idea...tu cosa nè pensi?tanto se lo fa Berlusconi qual'è il problema?

Giacomo Guaiumi 05.12.05 16:29| 
 |
Rispondi al commento

@ "lorenzo da torino",

te lo provo a spiegare, ti farei anche uno schemino, peccato non si possano metter su files grafici qui:

"prete vero" è semplicemente uno che cerca di seguire gli insegnamenti del suo dio in quanto a Amore, Pace e Giustizia, il meglio che può. Che aiuta i poveri, non solo dandogli un pezzo di pane ma anche cercando di risolvere i problemi che creano tanta povertà. Che vive la propria vocazione come una benedizione missionaria, e con missionario non vuol dire uno che va a rompere i corbelli al prossimo perché "si salvi", ma uno che testimonia con l'esempio la sua fede, nel suo piccolo, così come nel suo grande se può.

Invece,
"prete non vero" è colui che si riempie la bocca di belle parole ma poi non fa nulla per metterle in pratica, perchè mangia a quattro palmenti senza batter chiodo, perchè è colluso con i potenti e regge la borsa a chi sfrutta e inganna la gente, perché vive nell'ipocrisia morale e sessuale, perché sta continuamente cercando la pagliuzza degli altri e non vede la propria trave.

È chiaro il concetto?