Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La Voce della Val di Susa/4


8dicembreValdiSusa.jpg


8 dicembre Val di Susa 2.JPG
foto: manifestazione 8 dicembre 2005 Venaus

Elenco una serie di luoghi comuni sulla Val di Susa con i commenti del comitato No TAV e due foto degli scontri dell’8 dicembre in cui si possono notare i famosi 1000 black block e anarchici citati dal dipendente Pisanu. Lo stesso che ha detto che non c’è stata alcuna carica al bivacco di Venaus.

Se esiste un comitato Pro TAV e vuole confutare questi punti, mi invii una mail e la pubblicherò, se non è possibile confutare questi punti si apra allora una commissione di inchiesta europea.

" I nove luoghi comuni

1. SENZA LA TORINO-LYON IL PIEMONTE SAREBBE ISOLATO DALL'EUROPA
In realtà il Piemonte è già abbondantemente collegato all’Europa e soprattutto attraverso la Valle di Susa. In questa valle esistono già due strade statali, un’autostrada e una linea ferroviaria passeggeri e merci a doppio binario. Esiste perfino la cosiddetta autostrada ferroviaria (trasporto dei TIR su speciali treni-navetta). Sono tutte linee di collegamento con la Francia attraverso due valichi naturali (Monginevro e Moncenisio) e due tunnel artificiali (Frejus ferroviario e autostradale). Il tutto in un fondo-valle largo in media 1,5 km ! A fatica ci sta anche un fiume, la Dora Riparia, che di tanto in tanto va in piena

2. LE LINEE FERROVIARIE ESISTENTI SONO SATURE
In realtà l’attuale linea ferroviaria Torino-Modane è utilizzata solo al 38% della sua capacità. Le navette per i TIR partono ogni giorno desolatamente vuote. (Ma sono state riscoperte e prese d’assalto nel periodo di chiusura del Frejus per incendio). Il collegamento ferroviario diretto Torino-Lyon è stato soppresso per mancanza di passeggeri. E il flusso delle merci -previsto da chi vuole l’opera in crescita esponenziale -è invece sceso del 9% nell’ultimo anno!

3. LA TORINO-LYON E’ INDISPENSABILE AL RILANCIO ECONOMICO DEL PIEMONTE.
In realtà è’ vero il contrario. Togliendo risorse (è tutto denaro pubblico) alla ricerca, all’innovazione e al risanamento dell’industria in crisi profonda (Fiat e non solo), il TAV sarà la mazzata finale all’economia piemontese

4. Il TAV TOGLIERA’ I TIR DALLA VALLE
In realtà tanto per cominciare, i 10/15 anni di cantiere necessari a costruire la Torino-Lyon porteranno sulle strade della Valle e della cintura di Torino qualcosa come 500 camion al giorno (e alla notte) per il trasporto del materiale di scavo dai tunnel ai luoghi di stoccaggio. Con grande aumento di inquinanti e polveri. Finita la apocalittica fase di cantiere e realizzata la Grande Opera, chi ci dice che le merci passeranno dall’autostrada alla nuova ferrovia? Anzi. I promotori dell'opera e recenti studi di ingegneria dei trasporti ci dicono che solo l' 1% dell'attuale traffico su gomma si trasferirà sulla ferrovia. Bel vantaggio

5.I VALSUSINI SONO EGOISTI. NON PENSANO AGLI INTERESSI DELL’ITALIA.
In realtà attraverso la Valle di Susa, attualmente, passa già il 35% del totale delle merci che valicano le Alpi! Lungo l’Autostrada del Frejus passano circa 4.500 TIR al giorno, contro i 1.500 del Monte Bianco, in val d’Aosta, dove il numero dei TIR è stato limitato per legge.

6.LA TORINO-LYON PORTA LAVORO AI PIEMONTESI
In realtà come già sta succedendo per tutte le infrastrutture in corso, si tratterebbe di lavoro precario, per mano d’opera in gran parte extracomunitaria. Inoltre le ditte appaltatrici si porterebbero tecnici e operai dalla loro Regione (ditte e buoi dei paesi suoi). Per i comuni della Valle di Susa e della cintura di Torino arriverebbe invece un bel problema: la mafia. Turbative d'asta sono già state individuate per la fase di sondaggio geologico a carico di uomini politici piemontesi e non... figurarsi per la realizzazione dell'opera!

7.LA LINEA E’ QUASI TUTTA IN GALLERIA. CHE MALE FA?
In realtà fa malissimo. Il tracciato prevede una galleria di 23 km all’interno del Musinè, montagna molto amiantifera. La talpa che perforerà la roccia immetterà nell’aria un bel po’ di fibre di amianto. Invisibili e letali. Il vento le porterà dappertutto. Il foehn le porterà fin nel centro di Torino. Respirare fibre di amianto provoca un tumore dei polmoni (mesotelioma pleurico) che non lascia scampo. L’amianto è un materiale fuori legge dal 1977. Scavare gallerie in un posto così è illegale e criminale. E ancora: il tunnel Italia-Francia di 53 km scavato dentro al Massiccio dell’Ambin incontrerà (oltre a falde e sorgenti che andranno distrutte) anche roccia contenente uranio. E ancora: una linea in galleria si porta appresso tante gallerie minori, trasversali a quella principale. Si chiamano gallerie di servizio, o più simpaticamente, ‘finestre’. Ce ne saranno 12! Con altrettanti cantieri, tutti a ridosso di centri abitati. Sarà un inferno di rumore, polvere, camion avanti e indietro per le strette vie dei paesi, di giorno e di notte, per 15 anni almeno. E ancora: la perforazione di tratti montani così lunghi vicino a centri densamente abitati potrà prosciugare le falde idriche e gli acquedotti, come accaduto per le gallerie TAV del Mugello, oggetto di processi per disastro ambientale. E ancora: la viabilità sarà stravolta. Verranno costruiti sovrappassi in corrispondenza di ogni cantiere. Forse queste nuove strade saranno calcolate come compensazioni all’impatto ambientale dell’opera? (per averne una vaga idea, farsi un giro sull’autostrada Torino-Milano osservando i guasti della tratta TAV Torino-Novara).

8. QUEST’OPERA FA BENE ALL’ECONOMIA, PERCHE’ METTE IN MOTO CAPITALI PRIVATI
In realtà il costo stimato di 20 miliardi di euro è tutto a carico della collettività. Tutto denaro pubblico, ma affidato a privati, secondo la diabolica invenzione del general contractor. Garantisce lo Stato Italiano. Nessun privato ci metterà un euro, soprattutto dopo l’esperienza del tunnel sotto la Manica che ha mandato in fallimento chi ne aveva acquistato i bond. I tantissimi soldi che servono a quest’opera verranno tolti alle linee ferroviarie esistenti (già disastrate), a ospedali, scuole, e a tutti i servizi di pubblica utilità, e allo sviluppo delle energie rinnovabili destinate a sostituire il petrolio. E ancora: è già previsto che la nuova linea ferroviaria Torino-Lyon avrà altissimi costi di gestione e che sarà in perdita per decine e decine di anni. E ancora: nonostante la maggior parte del tracciato sia in territorio francese, il governo italiano si è impegnato a sobbarcarsi il costo dei due terzi della tratta internazionale (Borgone – St.-Jean-de-Maurienne). Tanto paghiamo noi.

9. CHI E' CONTRO LA TORINO-LYON E' CONTRO IL PROGRESSO
In realtà è vero il contrario. Il progresso non deve essere confuso con la crescita infinita. Il territorio italiano è piccolo e sovrappopolato, le risorse naturali (acqua, suolo agricolo, foreste, minerali) sono limitate, l'inquinamento e i rifiuti aumentano invece senza limite, il petrolio è in esaurimento. Progresso vuol dire comprendere che esistono limiti fisici alla nostra smania di costruire e di trasformare la faccia del pianeta. Progresso vuol dire ottimizzare, rendere più efficiente e durevole ciò che già esiste, tagliare il superfluo e investire in crescita intellettuale e culturale più che materiale, utilizzare più il cervello dei muscoli. Il TAV rappresenta l'esatto contrario di questa impostazione, è un progetto vecchio e ormai anacronistico, che prevede una crescita infinita nel volume del trasporto merci (che poi saranno i rifiuti di domani), privilegia come valore solo la velocità e la quantità, ignora la qualità, ovvero se e perché bisogna trasportare qualcosa."

IL MOVIMENTO NO TAV

10 Dic 2005, 13:06 | Scrivi | Commenti (965) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

buona sera sono mario , dopo l'annulamento dello spettacolo di beppe qui a novara ci siamo rimasti malissimo , spero che guarisca presto , vorrei sapere se la data sara fatta o cancellata per sempre , in citta si dice che non si fara piu , beppe smentiscili tutti e vieni a novara! ti aspettiamo , un abbraccio .
attendendo vostra risposta , vi porgo i miei distinti saluti.

mario ferraro 26.09.07 21:33| 
 |
Rispondi al commento


Approvato dal Senato il ddl Lunardi
LE "GRANDI OPERE'' CEMENTIFICHERANNO E DEVASTERANNO L'ITALIA A FAVORE DEI PROFITTI CAPITALISTICI E MAFIOSI
Via libera ai lavori per nuove autostrade e del Ponte di Messina. Sanatoria per i cantieri Tav
ABOLITE LE REGOLE DI SALVAGUARDIA AMBIENTALE
Con l'approvazione del Senato, il 4 agosto scorso, del disegno di legge (ddl) del ministro per le infrastrutture, Pietro Lunardi, la "legge obiettivo'' delle "grandi opere'', ovvero il disegno stramiliardario megaspeculativo di cementificazione e di devastazione dell'Italia del governo del neoduce Berlusconi, compie un passo molto concreto. Un passo assai pericoloso e grave nel metodo e nei contenuti, sul piano legislativo e operativo. Su una materia così delicata per le implicazioni politiche, economiche e per assetto idrogeologico del Paese, il governo ha respinto con arroganza le critiche e le obiezioni mosse anche da numerose organizzazioni ambientaliste, ha impedito la discussione parlamentare e, con un metodo decisionista e fascista, ha imposto il voto di fiducia, ottenuto facilmente avendo la maggioranza: 165 sì, 77 contrari, 3 astenuti.

IL NEODUCE IMPONE IL METODO DECISIONISTA E ANTIDEMOCRATICO
Il ddl contenente le norme per la realizzazione delle grandi infrastrutture pubbliche, che già faceva parte del "Piano dei 100 giorni'' varato all'indomani dell'insediamento del governo Berlusconi e nei confronti del quale i gruppi parlamentari dell'"oppo-sizione'' avevano presentato 2.000 emendamenti, è passato modificato da un maxi-emendamento presentato dallo stesso Lunardi che, se possibile, ha peggiorato ulteriormente il testo originario. L'aspetto più grave che caratterizza politicamente l'intero ddl lo si trova subito nell'art.1 che, in pratica, delega il governo a gestire direttamente la materia e a "semplificare'' le procedure anche in deroga a vincoli legislativi esistenti (ambientali, urbanistici, paesaggistici, ecc) ritenuti impacci e lacciuoli da eliminare.

Maria Pia Pettograsso 25.01.06 18:18| 
 |
Rispondi al commento

Leggete, prego, questo articolo
BEPPE GRILLO E L’ENERGIA su

http://www.fottilitalia.com/index.php

il sito antitaliano per eccellenza

Ilaria Bocchini

bocchini ilaria 21.01.06 09:59| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente leggo qualche voce ragionevole! La mia impressione è che la ragionevolezza sia stata lasciata a casa da tutti. Da una parte si dice "La TAV si farà comunque" dall'altra si prospettano scenari assurdi di morte come se fossimo seduti su una centrale nucleare foderata di amianto.

Amianto: l'hanno estratto e lavorato per anni SENZA PRECAUZIONI perché non se ne conosceva la pericolosità ma, nonostante questo, NON sono morte migliaia di persone come si vorrebbe prospettare parlando degli scavi odierni... come mai? Sono morti alcuni dei lavoratori che sono stati per anni a contatto diretto con le fibre... alcuni... Ho molto rispetto per loro e per le loro famiglie, ma con gli scenari che si prospettano ora, allora la val di Susa dovrebbe essere già un enorme cimitero! Mi ricordo che l'amianto si usava molto per i supporti delle serpentine elettriche degli asciuga-capelli!!! Chissà quanto ne abbiamo respirato TUTTI asciugandoci dopo la doccia! Siamo tutti morti che camminano?
Uranio: leggo una delle tante e-mail farneticanti che ho ricevuto: " Dai siti di stoccaggio delle macerie, non solo voleranno le polveri d'uranio (per capirci quelle di Cernobyl), ma verranno anche contaminate le acque della Dora, che si sa, vengono usate per irrigare. Se i nostri soldati
nei balcani muoiono a causa dell'uranio impoverito, che ne sara di noi a contatto con quest'uranio che impoverito non e?"

MA CI RENDIAMO CONTO DELLE BESTIALITA' CHE SONO RIUSCITI A INFILARE IN 5 RIGHE????
In natura l'uranio non si trova allo stato libero ma solo sotto forma di ossido o sale complesso in minerali come la pechblenda e la carnotite e bisogna lavorare migliaia di tonellate di minerale per estrarne una piccola quantità che poi, solo dopo essere stato ARRICCHITO può essere utilizzato nelle centrali. Le nostre montagne sono centrali nucleari e non lo sapevamo? Ma fatemi il piacere!
I ragionamenti, la cautela, le valutazioni mi stanno bene; lo sbraitare fanatico, l'assolutismo e le falsità NO!

Mauro Levrini 13.01.06 20:09| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
vorrei dare la mia testimonianza (l'ennesima) riguardo all'efficienza dei collegamenti ferroviari Modane-Torino e della REALE necessità della TAV, essendo io un'abitante della Val Susa. Sabato 7 gennaio 2006 mi trovavo a Valfréjus, piccola stazione sciistica poco sopra Modane. Sono partita per il rientro alle 14.00 e, tenendo conto di varie coincidenze Autobus-Treni, sarei dovuta arrivare a casa all'incirca alle 16, max 16.30, MA...cosa è successo??? A Modane nessun autobus x Torino, calcolando che quello messo a disposizione era saturo e di conseguenza NON disponibile. Parto da Modane alle 16.30, mi puppo un'ora e mezza di coda al Traforo (prevedibile per il gran rientro), arrivo a Bardonecchia e naturalmente..nessun treno per Torino se non dopo un'ora e mezza di attesa. Risultato? 6 ORE E MEZZA PER UN TRATTO DI 80 Km. circa. E tutto ciò capitava proprio lì, dove si scatena la polemica TAV-NOTAV. Poi, riflettendoci, sono arivata alla conclusione più ovvia: CON LA TAV TUTTO QUESTO NON SAREBBE ACCADUTO!!! Non credete anche voi?? Non credete anche voi che sia UNA VERGOGNA PARLARE DI TAV, quando non riescono neppure ad assicurarmi un servizio DECENTE per un'ora di viaggio, alla modica cifra di 10€??? Credo che non ci sia bisogno di grandi commenti...questo è lo specchio di come funzionano le cose in Italia.
Ciao a tutti e..un consiglio: A Modane Andateci in auto!!

Monica Vernì 10.01.06 14:18| 
 |
Rispondi al commento

Scusate ma forse non si capisce bene da come ho scritto prima che "sono a favore di chi sta protestando civilmente in Val di Susa".

A chi comandava le forze dell'ordine quei giorni:
"Ma non era meglio ritirarsi subito? Permettere il fermo dei lavori, far calmere gli animi (ancora non so cosa è accaduto in realtà) e poi fare il punto della situazione?"
Sarebbe stato un comportamento ragionevole.

Io vorrei osservare dei buoni comportamenti dagli altri, degli esempi positivi per potermi migliorare. Ho bisogno di buoni punti di riferimento per potermi migliorare. Altrimenti si va indietro come i gamberi.

Fabrizio Amici 21.12.05 19:29| 
 |
Rispondi al commento

E' un po' peggio di quanto pensavo "una leggera controtendenza".
Ho letto solo ora i 9 punti della protesta, dopo aver ascoltato tg e letto i giornali.
Vi posto quanto inviato a 2 miei amici diversi giorni addietro, un mio pensiero datato a quando NON ERO INFORMATO:

-----
XXX XXXX ha scritto:
> Ciao!
>
> Ho letto il blog di Grillo (in particolare l'articoletto *La Voce della Val di Susa/4*). A parte i toni vagamente demagogici, che ne pensate delle nove ragioni dei No-Tav?
>
>XXX
----
Non ho avuto modo di leggerla né tanto meno di conoscere le nove ragioni dei no-Tav,
però qualcosa alla tv ho visto e sinceramente non me la sento di dargli torto.

Nella Val di Susa c'è gente che lavora bene e che tiene conto e da conto il paesaggio
e la salute della natura circostante con uno stile di vita se non compatibile molto vicino all'esserlo.

Io capisco perfettamente i loro timori rispetto a come potrebbero essere fatti male i progetti e i futuri lavori.
Soprattutto ritengo che se una vallata intera si rivolta contro la Tav allora è il caso di
fermarsi un momento a riflettere e a parlare con le persone coinvolte.
Questo perché SE i progetti sono DAVVERO BUONI allora è il caso di
mostrarlo agli interessati fino a che non ne saranno convinti anche loro,
con buona pace dello Stato che rappresenta la Cittadinanza.

Non si sono rivoltate quattro persone ma una intera comunità.
Ora, se non è dovuto a strumentalizzazioni politiche (non penso anche se tutto è possibile),
checché se ne dica (incluso il Capo dello Stato) non si può forzare la cosa.

E' giusto fare la Tav, ma è doveroso assicurare la perfezione dei progetti, l'informazione,
la concertazione e l'accessibilità ai progetti stessi verso gli interessati prima dell'avvio dei lavori
(cosa che tirando io a indovinare dopo aver visto ai tg la violenza indotta della protesta,
direi che non c'è stata o non come avrebbe dovuto essere; io me sarei magnati vivi tutti i responsabili
correlati al progetto in quanto rei secondo me di non aver fatto il loro dovere fino in fondo; se lo avessi
commissionato io questo lavoro mi sarei incxxxxto come una iena non con gli abitanti della Val Susa
ma come avrete certamente compreso con tutti i responsabili correlati al progetto).

Ciampi l'ha avvisato .. La Tav s'ha da fare!
Va bene, dico io. E' giusto e necessario.
Solo non continuiamo a fare le solite porcate. A quei poracci che iannamo a sfascià un paradiso
(almeno durante i lavori ielo sfasceremo per forza di cose) famo in modo da fa' le cose per bene
da non avere strascichi, problemi strutturali, ambientali, ecc. , ma soprattutto li dobbiamo
rassicurare prima di cominciare sulla bontà dei progetti e della loro corretta applicazione
e stò paradiso dovrà tornare come prima alla fine dei lavori (solo con un Tav in più).

Ammesso che quasi tutto sia ad hoc,
le macerie del tunnel o di quello che sarà degli scavi nella roccia, che fine fanno????

Io li capisco e a parte le botte date alla police (ma non saprei come sono andate le cose)
gli do anche ragione!!!! Per quanto riguarda la richiesta di maggiore tutela e consapevolezza, benintesi!!!!

Fabrizio Amici 21.12.05 19:15| 
 |
Rispondi al commento

====================================================================================================


IL SENATORE LUIGI GRILLO, ELETTO IN LIGURIA NELLE FILA DI FORZA ITALIA

Preso con le mani nella marmellata, con un conto alla Banca popolare di Lodi sul quale risultano depositate plusvalenze anomale, derivanti da trading su titoli, scoperte dagli ispettori della Banca d'Italia e dalla procura della Repubblica.


====================================================================================================

Marco Gilles 21.12.05 16:56| 
 |
Rispondi al commento

Il traffico merci su gomma reale verso la Francia che passa per la Val di Susa è in costante diminuzione (6% annuo)Anche i TIR che passano, di conseguenza stanno diminuendo.
I TIR continuano però a viaggiare vuoti o portano a spasso per l' Europa la stessa merce ( per. es. bicchieri ) che poi rientra in Italia e questo mi è stato confermato da due cammionisti che ben conosco. Non so il perchè... frodi fiscali ???
In Francia il reale progetto TAV riguaderebbe solo il trasporto persone.
A Bruxelles il faraonico corridoio 5 Lisbona-Kiev non è mai stato scritto o disegnato su carta.
Nelle gallerie Tav il treno non potrebbe superare i 110 Km ora mentre sulla linea "vecchia" può fare tranquillamente i 160.
27 miliardi di Euro è il costo reale stimato per le TRE gallerie che dovrebbero attraversare la valle, una di 23 Km, una di 12 Km ed una di 53 Km. Le prime due dovrebbero attraversare monti con grossi giacimenti amiantiferi mentre la terza porta il rischio uranio, rischio reale perchè misurato in passato decine di volte.
LO smarino di questa enorme ed inutile opera potrebbe coprire con uno strato di 10 cm tutta la provincia di Torino ( è per dare l'idea della quantità )La ditta della famiglia Lunardi come la CMC pare, dico pare, siano in difficoltà economiche ( debiti contratti con l' Europa )Se riescono ad iniziare i sondaggia Venaus potrebbero risanare i loro conti aggiudicandosi un finanziamento europeo; ma non c è nulla di deciso a Bruxelles. Allora perchè la fretta ed i Manganelli in testa alle persone ? Non è che finanziamenti per il TAV in Italia sono arrivati anche dalle banche e li le scadenze vanno rispettate?
Anche il ponte sullo stetto di Messina, il cui appalto è stato vinto dalla CMC, non è visto di buon occhio dall' Europa ( ciao finanziamenti ?? )

Non so... poi si avvicinano le elezioni; tangenti ai partiti per la campagna elettorale fatte sorgere dal cilindro TAV?

Non so o si sa troppo bene

P.S. In Francia, l' alta velocità non è vista così bene come i Media vogliono farci credere, soprattutto perchè non ci sono soldi per le compensazioni e perchè stanno scoprendo che è finalizzata al trasporto persone.
In Germania il traffico merci su gomma è al 65%, in Italia è al 67%. La Germania è all' avanguardia nel trasporto merci.

Miletto gualtiero 19.12.05 18:27| 
 |
Rispondi al commento

Scandaloso :D

Roberto Bandini 17.12.05 14:31| 
 |
Rispondi al commento

ho letto l'ultimo articolo di beppe su internazionale, riguarda l'utilizzo di materie prime prodotte vicino a casa... bevete l'acqua che sgorga da una sorgente vicina, così il traffico di mezzi pesanti logicamente diminuirà... se seguiamo questa linea anche per altri prodotti, di merce dovrebbe circolarne di meno e i nostri prodotti dovrebbero avvantaggiarsene.
d'accordo anche- e lo farò- sulla donazione di caprette di natale a popoli di paesi lontani.
tutto su "internazionale"
ciao

laura galli 16.12.05 16:55| 
 |
Rispondi al commento

mentre leggevo questo post mi montava la rabbia, perchè penso che nonostante tutte le proteste e e i cortei di quella gente cosi ferma e coraggiosa, a cui mi sento molto vicina perchè è gente come me, che ancora crede nei valori e per essi combatte, credo che nonostante tutto quel disastro si compierà, perchè ancora una volta ci faranno tacere, ancora una volta si prenderanno gioco di noi, ancora una volta il denaro e il potere avranno la meglio sulla ragione e il buonsenso.
sono incinta di 10 settimane e adesso si che mi indigno perchè adesso, per mio filgio, voglio davvero un mondo migliore.
lo avremo mai?

elena barbi 16.12.05 12:23| 
 |
Rispondi al commento

mentre leggevo questo post mi montava la rabbia, perchè penso che nonostante tutte le proteste e e i cortei di quella gente cosi ferma e coraggiosa, a cui mi sento molto vicina perchè è gente come me, che ancora crede nei valori e per essi combatte, credo che nonostante tutto quel disastro si compierà, perchè ancora una volta ci faranno tacere, ancora una volta si prenderanno gioco di noi, ancora una volta il denaro e il potere avranno la meglio sulla ragione e il buonsenso.
sono incinta di 10 settimane e adesso si che mi indigno perchè adesso, per mio filgio, voglio davvero un mondo migliore.
lo avremo mai?

elena barbi 16.12.05 12:19| 
 |
Rispondi al commento

In Val di Susa si sta vedendo di tutto... pure cartelloni imbecilli con slogan che non c'entrano nulla ma rivelano l'inconscia deviazione mentale che si raggiunge solo in questo paese: "Fuori i nazisti dalla Val di Susa... No TAV genocidio".
Ma che razza di protesta idiota è?
Che c'entra l'onnipresente genocidio ebraico??
Quando poi capitano conseguenze nefaste, come a Genova: cioè Italiani contro Italiani...
Si parla, si straparla, ci si tira i capelli, si scrivono panzane e denigrazioni... mai nessuno che vada dritto al dunque e sotto casa dei responsabili!!
Mai visto un manager delle FFSS picchettato dagli scioperanti a domicilio: si sono visti sempre e solo migliaia di cittadini straincazzati perchè coinvolti a tradimento da treni e stazioni chiuse o in ritardo.
Mai nessuno che pensi un pò più in là del proprio orticello, per risolvere una questione in nome di tutti o della collettività...
Certo è più facile prendersela usando luoghi comuni instillati da culture estranee, è meglio far casino facendolo pagare al resto della popolazione, è così facile aizzare con la scusa che lo Stato è un "corpo estraneo"... e comodo pure dire "Sono Valsusino"...
Ma poi soluzioni vere che valgano per tutti?
Quando le si tirano fuori?
- Perchè nessuno, ad esempio, non difende l'argomento dell'inutilità del TAV per carenza di convogli ferroviari o domanda passeggeri?
- Perchè nessuno non dimostra con cifre quanto sia inutile un TAV misto (merci e passeggeri) se poi dopo Torino inizia per forza a rallentare (i merci danno sempre precedenza ai passeggeri)?
- Perchè nessuno dice che se si vuole migliorare la qualità della vita (o rispettare Kyoto) valsusina, visto che le merci viaggiano maggiormente su autoveicoli, non servono treni ma "MOTORI E BIOCARBURANTI PULITI"?
- Perchè nessuno dice che un "Corridoio Lisbona-Kiev" non serve perchè tanto non esiste ancora nemmeno uno straccio di Camera di Commercio Italoucraina malgrado siano migliaia i loro far soldi qui?

Susanna Prezio 16.12.05 09:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

è rivoltante vedere come l'interesse economico di pochi stia schiacciando il bene fisico e sociale di centinaia di migliaia di persone.

valsusini siamo con voi!

tamer shahin 15.12.05 10:46| 
 |
Rispondi al commento

sono letteralmente ANSIOSA di poter spedire di nuovo 10 euri a beppe per rendere pubblica un'altra protesta comune.
NONVEDOL'ORA
CIAO

laura galli 15.12.05 09:23| 
 |
Rispondi al commento

Sul giornalismo italiano e gli innumerevoli occultamenti da esso attuato

Giornalisti, non avete il coraggio di fare qualsiasi altro lavoro di segreteria, il giornalista deve dar voce non alle pubblicità e alla propaganda politica del vostro direttore, ma a chi non ne ha. E la pubblicità e la propaganda politica, di voce e visibilità, ne hanno troppa.

Maria Pina Panella 14.12.05 20:47| 
 |
Rispondi al commento

In ogni città d'Italia dovrebbero costituirsi comitati promotori di protesta verso il TAV e verso ogni iniziativa mafiosa ,appoggiata da governi mafiosi (aspettiamo tutti al varco il nuovo, si spera, governo di centrosinistra per sperare dinuovo)da bastardi senza scrupoli .Avete visto che fine stanno facendo i palazzinari,la nuova generazione di banditi rispettabili? Ecco a che cosa serviva cambiare il sistema legislativo:fare abortire con questa esseri ignobili,la grande e maimorta mamma Tangentopoli.
Dobbiamo scendere in piazza,fermere le tav, i ponti e tutto ciò che sulla nostra pelle fa ingrassare il culo di questi maledetti. Fermiamoli o sarà lafine di questo bellissimo paese!

mario cacciani Commentatore in marcia al V2day 14.12.05 16:36| 
 |
Rispondi al commento

Dobbiamo fare qualcosa per i noTAV, non dobbiamo lasciarli soli, avete sentito l'introduzione di "chi striscia non inciampa" alla sua trasmissione di ieri sera? che l'Italia è il paese "dei contro tutto a meno che le cose non siano fatte nell'orto del vicino"? basta con la strategia della divisione, siamo contro tutte le stronzate, ancora di più se danneggiano il vicino (magari più indifeso e isolato). Siamo tutti contro la TAV, il Ponte di Messina, e tutte le strategie dei "Furbi" e dei Poteri Occulti per "Riciclare" le masse senza fine di denaro che spillano, con gli accorgimenti + demenziali, a tutti gli inermi (?) cittadini per reindirizzarle nel potere dei "burattinai di questa Società"; ma vi siete mai chiesti da dove vengono e dove finiscono le migliaia di milioni di € di debito pubblico dell'Italia? non avete ancora capito le "partite di giro" delle entrate pubbliche? ci vuole troppo spazio per spiegarle, ma poco cervello per capirle, sono così assurdamente evidenti!!!? Fino al giorno in cui non avranno svenduto, non solo l'Italia con la totale bancarotta, ma ogni possibilità di sopravvivenza.
Amici vogliono la guerra? dell'informazione (per ora) e noi diamogliela, facciamo volantinaggi informativi in tutti i cantoni in cui ci troviamo, in attesa della imminente resa dei conti che li aspetta... non ad opera nostra, noi basta ci mettiamo lo spirito, UNO PER TUTTI, TUTTI PER UNO: IO sono con BEPPE, è l'unico che per ora condivido e approvo al 100 %. Dai che ce la possiamo faccela. Franco

franco santi 14.12.05 14:19| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe
Qualche giono fà hanno dato la notizia delle uova marce destinate al macero che invece venivano additivate con sostanze chimiche e inserite sul mercato, sicuramente presso ditte dolciarie.
Siccome l'accaduto era su larga scala poichè interessava diverse regioni italiane, mi domando
perchè non se ne parla più?
Quali industrie avevano ricevuto questi prodotti?
Cosa ci siamo mangiati fino ad oggi?????
Per favore parlane tu!!!!

vincenzo salzo 14.12.05 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Ma com'è possibile che nonostante mani pulite e tutto il suo seguito, nn è cambiato prorpio nulla? Anzi, proprio grazie al nano calvo, le nuove leggi permettono ai "furbi" manager, di appropriarsi e rubare più di prima, senza mai pagare di tasca propria.
Purtroppo non siamo educati al sociale, nè tantomeno stiamo trasmettendo alle nuove generazioni questa educazione, alla giustizia, al rispetto degli altri.
Ma qual'è il vero obiettivo del governo, il guadagno di pochi o la crescita di una nazione intesa in tutte le più ampie accezioni? Certo, ci vogliono persone capaci, di ampie vedute, umili e con qualità che finora, nn sono affatto emerse.
Ciao
Francesco

francesco santangelo 14.12.05 11:13| 
 |
Rispondi al commento

Ho tutto il mio rispetto per chi sta protestando per impedire la Torino-Lione e sono d'accordissimo con l'esposizione delle cifre che provano "l'inutilità dell'ennesima opera inutile". Il problema reale sta nel fatto che ormai chi governa (nessuno escluso) dirotta sistematicamente l'attenzione dell'opinione pubblica su argomenti di carattere secondario rispetto ai reali e quotidiani bisogni della gente. La mistificazione del significato dei termini, i messaggi subliminali che inducono i più giovani a porgersi nei confronti del prossimo nella modalità "aggressiva a prescindere", i falsi modelli che spingono al consumismo sfrenato delle cose inutili, la tecnologia che crea l'esigenza, non sono altro che il prodotto dell'aver ormai delegato ai pochi persino l'attitudine del pensare. Fermiamoci tutti a riflettere se, tornare a vivere con la nostra testa, le nostre emozioni, i nostri sentimenti oppure "lasciarsi vivere" andando dove non si sa di andare e non sapere quanto tempo ancora ci vorrà per andare dove non è dato sapere.

Grazie

Walter Martini 14.12.05 02:54| 
 |
Rispondi al commento

Bella democrazia, loro decidono e fanno in modo che le cose vadano secondo la loro volontà....loro i politici. Politici in senso generico, gente (?!) senza scrupoli che pensa al proprio benessere e al proprio tornaconto, ma si ricordino che quando anche loro saranno imbottiti di uranio e amianto il benessere l'avranno lasciato qualche anno di vita prima. Il popolo non vuole il TAV, ma noi popolo significhiamo qlcs nella nostra bellissima Italia che i potenti stanno mandando alla deriva?! Io credo di si. Io, anzi, SPERO di si!

Maria Mancino 14.12.05 00:59| 
 |
Rispondi al commento

Oddio ho scritto IN QUI anzichè IN CUI! eheheh pardon! :)

Fabio Colombo 14.12.05 00:56| 
 |
Rispondi al commento

Condivido l'avversione alla linea TAV ed aggiugo che il problema trasporto merci è assurdo:
basterebbe ottimizzate ed attrezzare meglio le linee esistenti ed il problema sarebbe risolto.
Comunque, TAV = Treni Assolutamente Vani !!!

Paolo Castelnuovo 13.12.05 23:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buongiorno a tutti e un saluto affettuoso al mio compaesano Beppe Grillo!

Sono nuovo su questo blog, complimenti vivissimi Beppe, l'ho scoperto grazie al tuo spettacolo di Milano filmato dalla tv svizzera( che un mio amico mi ha prestato).

a proposito della TAV, vorrei sottolineare questa frase in qui è racchiuso tutto:

"Progresso vuol dire comprendere che esistono limiti fisici alla nostra smania di costruire e di trasformare la faccia del pianeta"

E' davvero tutto.

Fabio da Genova

Fabio Colombo 13.12.05 20:39| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo,

confesso che mi sto “appassionando” alla questione Tav in quanto giovane interessato ma, nonostante la buona volontà, non molto informato. Nella speranza di colmare queste mie lacune, pregherei Lei e il movimento No-Tav di rispondere ad alcune mie domande. Non si tratta di domande provocatorie, ma solo un modo per capire questioni che mi paiono abbastanza oscure. Mi scuserà la lunghezza e la frammentazione delle domande in diversi post, e mi spiace se ho abusato di questo suo spazio, ma capirà che non potevo fare altrimenti.

1) Mi pare di aver capito che, in merito alla Tav, non è stata presentato, a suo tempo, nessun ricorso al Tar. Se è vero, perché chi si oppone alla Tav non ha agito in tempo con mezzi adeguati e democratici invece di attuare quella che, in definitiva, è un’azione di forza?
2) Certamente i comuni della Val di Susa a suo tempo avranno approvato tutti il progetto della Tav e rilasciato le conseguenti concessioni edilizie. Se le cose erano così palesemente nocive per il territorio, perché nessuno si è mosso prima?
3) E’ praticamente certo che, nel prossimo futuro, si verificherà un massiccio spostamento di merci dall’est asiatico in potente via di sviluppo fino alle Americhe. Si tratta della cosiddetta direttrice Est-Ovest. Grazie alla sua fortunatissima posizione geografica, la Val Padana potrà essere il vero crocevia di questa direttrice, anche perché naturale incrocio con un’altra direttrice – quella Nord-Sud – meno importante ma comunque significativa. Si tratta, evidentemente, di un’occasione strepitosa di sviluppo, che la Tav consentirà di cogliere, in quanto parte di una ferrovia di scambio merci ad alta velocità che collegherà Kiev a Lione, mi par di capire. La transazione di merci per il nord Italia è forse l’unico modo per vincere in tempi rapidi la crisi in cui versa il nostro paese, e per rientrare nel giro economico delle grandi nazioni. Perché, dunque, si parla di “inutilità economica” della Tav?
- continua

Riccardo Maggiolo 13.12.05 20:33| 
 |
Rispondi al commento

- continua -

4) Perché ambientalisti e cittadini francesi, pur dovendo traforare in condizioni simili e sulla stessa montagna, non si sono opposti al progetto e anzi si lamentano (ambientalisti e cittadini, sottolineo) che i lavori da parte nostra non siano ancora iniziati?
5) Dato che, comunque, lo sviluppo di un paese non può prescindere dallo sviluppo delle proprie infrastrutture di trasporti (ma anche di inceneritori, discariche, porti…), dove si potrebbero attuare queste strutture senza ledere la volontà di qualsivoglia cittadino italiano (“not in my backyard”)?
6) Se l’attuale tratta ferroviaria della Val di Susa è utilizzata solo al 38%, come sostiene il comitato No-Tav, questo non potrebbe essere semplicemente perché si tratta di una linea vecchia, tortuosa e molto lenta? Non potrebbe essere proprio per questo che i produttori la disdegnano a favore dell’inquinante trasporto su gomma?
7) Il comitato No-tav dice che il progetto toglierà soldi alla ricerca, all’innovazione e al rilancio dell’industria. Ciò, mi sento di dire, è falso, in quanto mi pare che i finanziamenti statali vadano per compartimenti stagni, e dunque i soldi eventualmente risparmiati dalla non-attuazione della Tav potrebbero essere investiti solo in altre strutture di trasporti, e non in altre aree. Perché questa svista?
8) Perché il comitato No-Tav sostiene a priori che il traffico “di costruzione” della Tav verrà attuato solo attraverso centinaia di Tir? Non si potrebbe utilizzare quella tratta ferroviaria che lo stesso comitato No-Tav sostiene come perfettamente funzionante e, anzi, sottosfruttata? D’altronde, data la lentezza di tale, ai produttori potrebbe anche non andar bene, ma lo Stato non avrebbe queste cadenze poi così serrate da rispettare, e dunque potrebbe certamente avvalersene.

- continua -

Riccardo Maggiolo 13.12.05 20:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

- continua -

9) Secondo il comitato No-Tav, per la Val di Susa passa il 35% del traffico di merci che valicano le alpi per un totale di 4.500 tir al giorno. Facendo un po’ di calcoli, la cifra mia pare, proporzionalmente, alquanto azzardata. Aggiungendo i 1.500 tir al giorno che attraverserebbero il Monte Bianco sempre secondo il comitato No-Tav (e che quindi rappresenterebbero una percentuale del 13% circa), ne risulterebbe che tutti i restanti 11 altri grandi valichi alpini (Tarvisio, Brennero, Sempione, Gottardo, San Bernardo, San Bernardino…) coprirebbero appena il 45% del traffico di attraversamento delle Alpi (togliendo un 5% residuale)! Cioè appena (ripeto: 11 valichi tutti insieme) 5.000 tir al giorno circa! Per chiunque abbai affrontato l’Auto-Brennero all’ora di punta questa stima potrebbe apparire quantomeno sospetta.
10) Se è vero che passano 4.500 tir al giorno in Val di Susa, com’è possibile che non ci sia bisogno di alcuna altra nuova struttura di trasporti? 4.500 tir al giorno e non c’è alcun ingorgo, nessun tipo di bisogno di un nuovo metodo di trasporto merci?
11) Il comitato No-Tav sostiene che l’opera porterà solo lavoro precario per mano d’opera extracomunitaria. In primo luogo, vorrei sapere quali sono le fonti di una tale affermazione. In secondo luogo, mi pare che il lavoro sia lavoro, e anche se precario e effettuato da extracomunitari porta comunque un beneficio alla società, a meno di voler fare discorsi razzisti o xenofobi, ma mi pare che nessuno qui voglia assumere posizioni simili. Dunque perché questa avversione?

- continua -

Riccardo Maggiolo 13.12.05 20:30| 
 |
Rispondi al commento

- continua -

12) Il comitato No-Tav sostiene di aver già individuato turbative mafiose per quanto riguarda la fase di sondaggio geologico. Vorrei cortesemente conosce le fonti di tali informazioni. Inoltre, vorrei sapere su quali basi si ritengono sicuri in anticipo che infiltrazioni mafiose avverranno anche durante i lavori. Dato che in Italia ci vogliono anni per concludere un processo di matrice mafiosa anche per i reati più evidenti, la cosa mi incuriosisce.
13) Il movimento No-Tav sostiene che la montagna da traforare contiene grossi giacimenti amiantiferi e di uranio. Vero. Quello che, per quel che ne so, non è assolutamente vero, è che anzi si potrebbe chiamare “disinformazione di parte”, è che questi elementi, se non esposti a particolari condizioni (deterioramento per l’amianto e bombardamento di ioni per l’uranio, mi pare) siano in qualche modo – in qualsiasi modo – nocivi alla salute umana. Penso che qualunque chimico possa confermare che l’amianto non deteriorato e l’uranio non trattato non siano in alcun modo nocivi alla salute. Comunque sia, penso sia assodato che le tecnologie esistenti consentono largamente di tenere sotto controllo il problema.
14) Molti, pure il comitato No-tav, sostengono a ragione che il petrolio sia in via di esaurimento. Perché, dunque, combattere un tipo di trasporto mezzi, quello ferroviario, che non va a petrolio e non inquina a favore di quello su gomma, notoriamente consumante petrolio e assai inquinate?
15) Il comitato No-Tav suggerisce, in alternativa, di “potenziare le strutture ferroviarie esistenti” nella Val di Susa. Vorrei sapere se è stato fatto uno studio di fattibilità in proposito. E poi vorrei sapere come potrebbe una linea ferroviaria che aggira una montagna e passa per diverse stazioni essere competitiva e all’altezza delle esigenze di trasporto attuali e future.

La ringrazio anticipatamente dell’attenzione e del tempo che mi vorrà dedicare. Saluti.

Riccardo Maggiolo

Riccardo Maggiolo 13.12.05 20:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

.... propongo anch'io di acquistare uno spazio su un quotidiano e dare una corretta informazioni su questo argomento...

rossella bevivino 13.12.05 16:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

leggo sempre con molto piacere i blog che ricevo sulla mia posta, mi appassiono e mi dispiace non poter continuare da casa per approfondire questi argomenti, facendo altre ricerche, visitando altri siti ecc.
Anche se queste informazioni sono come il cane che si morde la coda, più conosci più ti intristisci....
questa storia del TAV mi fa venire i brividi, tutti ne parlano come un opera inutile, dannosa per il nostro territorio e per gli italiani, e anzichè ascoltare il popolo, il governo che dovrebbe curare i nostri interessi, ci rema contro, ignorandoci completamente.

Più leggo le motiviazioni del governo per attuare questo progetto più mi viene in mente il disastro del Vajont, dove anche i politici, gli architetti, e i responsabili degli studi di fattibilità, si rendevano conto della non attuabilità del progetto ma si andava avanti lo stesso per puro vantaggio economico e mediatico.
Sono dello stesso parere quando si dice che sarebbe più utile e intelligente migliorare le infrastrutture già esistenti, e su questo il pensiero va anche all'altro progetto che si ha intenzione di attuare come quello del ponte sullo stretto.....

Questo accanimento di manie di grandezza del nostro governo, è l'esternalizzazione da parte di un poveretto megalomane che soffre di un gran senso di inferiorità tanto da alzarsi i tacchi delle proprie scarpe e da lenire le sue rughe perchè non accetta il tempo che scorre!!!
D'altronde le grandi opere servono per rimanere immortali nel tempo.... eh? o no!!!!
Perdonate lo scivolo dell'ultima parte ma cosa altro pensare di questa gente che ci governa e che se anche riuscissimo a rimandarli a casa non mi viene in mente chi potrebbe sostituirli...?
Beh forse uno ci sarebbe....
Dai Beppe .... pensaci tu.....!!!!


rossella bevivino 13.12.05 15:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ti farei andare a vivere in Val di susa sotto il cantiere TAV... poi tra 10 anni mi racconti come stai...
Dovresti ringraziare chi ha ancora voglia di lottare...mah

Filippo 13.12.05 15:53| 
 |
Rispondi al commento

Ti farei andare a vivere in Val di susa sotto il cantiere TAV... poi tra 10 anni mi racconti come stai...
Dovresti ringraziare chi ha ancora voglia di lottare...mah

Filippo 13.12.05 15:53| 
 |
Rispondi al commento

Caro Paolo, se vuoi documentarti ti segnalo due siti dove potrai trovare moltissimo materiale e tutte le ragioni dell'opposizione al Tav.

http://www.legambientevalsusa.it .

http://www.notavtorino.org .

Grazie alle persone come te che vogliono informarsi, diffondere le informazioni e' stata in questi anni il nostro obiettivo, dobbiamo continuare sempre piu' capillarmente, solo cosi' si potra' vincere.


UN salutone.

Flavia Quarto 13.12.05 14:06| 
 |
Rispondi al commento

Consiglio la lettura del libro "Corruzione ad Alta Velocità" del giudice Imposimato e altri, edito da Koinè. Ed inoltre la ricostruzione dei fatti e degli antefatti che danno ottimi spunti di riflessione sul contesto e sull'utilità di quest'opera, presenti su DIARIO.IT e LA VOCE.IT. Nel mio piccolo ritengo che l'efficienza si faccia con le piccole opere con i piccoli interventi mirati, non DILAPIDANDO denaro pubblico in opere faraoniche. Tanto più che uno studio di fattibilità e convenienza delle medesime richiede la valutazione di elementi, parametri e scenari futuri difficilmente quantificabili. Diffidiamo dunque delle GRANDI OPERE, che sono costose, inutili, dannose, pericolose, interminabili, foriere di corruzione e tangenti. Ma sono irrinunciabili e strategiche solo per chi ci lucra sopra.
In conclusione per sottolineare il controsenso logico e il paradosso del TAV, mi permetto una battuta: per rispondere ai problemi e alle sfide del futuro ci presentano come SOLUZIONE LA COSTRUZIONE DI UNA NOVELLA TRANSIBERIANA COME NEL 1800. Accidenti: siamo nel XXI secolo e questi qui ci vogliono propinare come segno di modernità un’opera del XIX secolo, pur di riempire il loro portafoglio e trovare una nuova fabbrica di tangenti.
TANGENTOPOLI 3: DI PIETRO DOVE SEI? RITORNA!!
Ciao Beppe, e coraggio!!

FABRIZIO AGUET 13.12.05 13:38| 
 |
Rispondi al commento

Mi è piaciuto il tuo commento garbato,sono perfettamente d,accordo,e aggiungerei alla lista Buttiglione che in una intervista a una TV privata ha sostenuto che con l,uranio avremmo risolto i problemi dell,economia.saluti dalla Liguria.

Achille Lanata 13.12.05 13:26| 
 |
Rispondi al commento

Lo stato italiano ormai rappresenta sempre meno il popolo e sempre più i politici che se ne fregano di noi! Ormai siamo arrivati a votare alle elezioni il meno peggio della situazione. Io mi vergogno di vivere in questa situazione. è uno schifo!!

nunzia boccassini 13.12.05 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Segnato del non detto e lo sperato,
Affranto nel verdetto di uno stato
Reo d’aver lasciato forze stanche
Ad intervenire bianche
Nell’arma di quel pugno, o manganello,
Sferrato a colpire un capannello
Di persone senza forze,
Inermi nel morale e nelle scorze
Ma dure nell’assolo della voce,
Calda della calma, che domanda solo pace.

“Tu c’eri?” – mi domandi,
Con il cuore in mani grandi
E tasche strette ad abbracciare
Pugni stagni, in questo mare
Di carezze ormai lontane e già scordate,

Erba di montagne un po’ scavate
Dalla fame di potere e di denaro
Che nell’occhio, il popolino ignaro,
Leggi del mercato non comprende.
E s’offende.

Io ero dentro,
Nell’amianto ero al centro
Stanco fiore che risboccia
Viola e verde, affaccia
Dalla roccia e cerca lume che gli dica
Qual è il senso della vita.

Su la testa
Quando il sole vi calpesta
Senza offrire una ragione
Allo stato di vissuto di prigione.

È la faccia a stare male
Sotto il peso delle suole,
Ma radici sanno il nero della terra
E chi l’ha detto che la vita non sia serra
Nell’ombroso delle viscere?
Crescere
Sulla pietra la natura lo concede.

E allora scalza il piede
Incosciente che s’affanna a porre fine
Alla tua storia, con le spine
Vai a punger la memoria della gente
Ché ritorni a ritrovarsi nel presente.


(Dario Carta – Milano, 12/12/2005) ...in realtà era una poesia, con i versi a capo, ma qui mi ha sballato tutto... resta il senso però... che è quello che voglio trasmettere.

Dario

Dario Carta 13.12.05 12:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

molto interessante moderato e incisivo il tuo intervento .
manca però di alcune informazioni che lo avrebbe reso ancor più produttivo :
quali sono le fonti , i link , etc etc.....
che ti hanno fatto cambiare idea sul TAV ?

Maurizio

maurizio arcuri 13.12.05 12:09| 
 |
Rispondi al commento

Mi associo al NO TAV e al NO Ponte sullo Stretto
ed aggiungo:
No alle centrali eoliche (inquinamento ambientale)
No alle centrali ad idrocarburi (inquinamento)
No alle discariche (inquinamento)
No agli inceneritori (inquinamento)
No ai telefonini (inquinamento elettromagnetico)
No ai piloni elettrici ad alta tensione (inquinamento)
No ai Mc Donald ed ai ristoranti nei centri cittadini (puzza di cibo cotto)
No alle "jeanserie" nei centri cittadini.
No alle linee tranviarie (producono vibrazioni)
No alle metropolitane (producono vibrazioni)
No alle automobili (inquinamento)
No ai motorini (inquinano più delle automobili)
No agli autobus (spaccano le strade fanno rumore e producono vibrazioni)
No ai dipendenti pubblici (non hanno voglia di lavorare

Liberiamo la fantasia scriviamo su tutti i muri antichi e moderni che non sono ancora scritti!!!

P.S.
Abbasso Berlusconi!

luigi cerchio 13.12.05 11:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma come si fa ad essere orgogliosi di essere italiani quando mettiamo alla nostra guida un gruppo di loschi personaggi assetati di soldi e di vana gloria... capaci di malmenare chiunque si metta tra loro e il loro " TESSOROOO" ! Questi cialtroni di politicanti capaci solo di ciarlare e ciarlare davanti ai loro galoppini che applaudono ad ogni c...ta che dicono ma quando le cose si fanno serie sanno nascondere bene la mano che a lanciato il sasso!! Io non sono nè un anarchico nè un rivoluzionario ma vedendo come i miei rappresentanti al governo si comportano mi vergogno per loro!! dico loro che anch'io sono Valsusino che mandino pure i loro nazi-poliziotti a malmenare me e la mia famiglia!! Devono giustificare un altro furto di soldi alla comunità? Lascino in pace le montagne ed i loro abitanti cerchino un'altra scusa del c...zo come sanno fare bene e gli dia sti miliardi a Lunardi son!! VERGOGNA!!

massimiliano schembri 13.12.05 11:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bravo Beppe mi associo.... propongo di pubblicare il tuo blog di oggi..anche a spese nostre... stampiamo manifesti ... la par conditio e' ancora viva no??? LA Tv non fa che parlare dei benefici della TAV solo da te apprendo quanto cio' che dicono e' del tutto falso... STAMPIAMO MANIFESTI!!! facciamo informazione!!

Donatella Finocchiaro 13.12.05 11:47| 
 |
Rispondi al commento

sono uno dei tanti che sentendo le varie forme di informazione si era fatto una certa idea pro-tav. le varie puntate di beppe-val di susa 1,2,3,4-mi hanno fatto capire che mi sbagliavo...non posso far altro che associarmi anche IO al NO alla TAV...ciao a tutti.
francesco

francesco di lione 13.12.05 11:33| 
 |
Rispondi al commento

Mi associo al NO alla TAV...e aggiungo aggiungo...NO al ponte sullo stretto!!!

greta giunta 13.12.05 10:53| 
 |
Rispondi al commento

Mi associo al NO della TAV..così come dico NO al ponte sullo stretto di Messina...
non capisco perchè non si debbano potenziare i mezzi di comunicazione che già esistono nel nostro paese...mah sarà che gli interessi che girano intorno allo "sviluppo" del nostro paese sono molto alti per qualcuno?!?

greta giunta 13.12.05 10:48| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti,
vi scrivo dalla "lontanissima" Sicilia. E' ormai da diverse settimane che invado il mio posto di lavoro (operatore d'impianto in una zona industriale del siracusano) con le notizie pubblicate sul blog. Cerco in tutti i modi di far arrivare la contro informazione (che in realtà è poi quella vera) a più persone possibile, anche se parecchie volte devo scontrarmi con l'indifferenza generale. Ed in particolar modo noto un certo distacco nei confronti dell'argomento TAV.
Volevo solo dire a tutti gli abitanti della Val di Susa un paio di cose:
IO SONO VALSUSINO!
Sono un siciliano che vive tra miliardi di problemi comuni a tutti i sicialiani, ma prima di tutto sono un ITALIANO, che condivide le prepotenze che tutti i giorni ci vengono inflitte. E come molti, sono stanco. Voglio un'Italia diversa, fondata sul lavoro, che tuteli i diritti inalienabili, che predisponga i mezzi necessari affinchè ciascuno viva la propria vita degnamente. E voglio che un siciliano lotti per una giusta causa nella Val di Susa!
Non mollate! VIVA LA LIBERTA', VIVA LA FRATERNITA', VIVA L'ITALIA!

Tony Cirnigliaro 13.12.05 10:48| 
 |
Rispondi al commento

Se a qualcuno interessa cosa ne pensano i francesi, date un'occhiata.

http://geohistech.free.fr/lyon/lyon_turin.rtf


RICORDATE COME E' FINITA LA FACCENDA DELLE SCORIE RADIOATTIVE IN BASILICATA?

Chi la dura la vince. NON MOLLATE.


Dario Genovese 13.12.05 10:40| 
 |
Rispondi al commento

La cosa che mi lasciava stupito e' la totale assenza di informazione pubblica sulle problematiche della galleria e sulle ragioni dei NOTAV
Non solo anche il sito ufficiale NO TAV NON riporta le loro ragioni come mai???

Paolo Jr 13.12.05 10:39| 
 |
Rispondi al commento

Come ha già detto qualcuno... non dimentichiamo che c'è di mezzi Lunardi e la sua azienda di famiglia (che naturalmente è ormai intestata al figlio).
E dobbiamo trovarci in una situazione (unica) in cui le decisioni sulla TAV sono affidate a Lunardi & co....cosa mai deciderà chi ha la propria impresa interessata....???
Ah, certo...lui dice che l'impresa del figlio (sua!) non è coinvolta nei lavori....peccato che sbaglia...non è coinvolta nei lavori nel territorio italiano ma lo è nella parte francese!!!!!! Piccolo particolare...l'opera è cofinanziata (mossa abile quanto squallida.....che squallida).
(Tutte queste notizie nn sono inventate ma sono state prese dalla trasmissione Report - Rai Tre)

Francesco Cosenza 13.12.05 10:32| 
 |
Rispondi al commento

Come ha già detto qualcuno... non dimentichiamo che c'è di mezzi Lunardi e la sua azienda di famiglia (che naturalmente è ormai intestata al figlio).
E dobbiamo trovarci in una situazione (unica) in cui le decisioni sulla TAV sono affidate a Lunardi & co....cosa mai deciderà chi ha la propria impresa interessata....???
Ah, certo...lui dice che l'impresa del figlio (sua!) non è coinvolta nei lavori....peccato che sbaglia...non è coinvolta nei lavori nel territorio italiano ma lo è nella parte francese!!!!!! Piccolo particolare...l'opera è cofinanziata (mossa abile quanto squallida.....che squallida).
(Tutte queste notizie nn sono inventate ma sono state prese dalla trasmissione Report - Rai Tre)

Francesco Cosenza 13.12.05 10:30| 
 |
Rispondi al commento

Penso che sia utile non mettere gli incidenti, seppure gravissimi e indegni in un paese civile, al centro della questione. Questo perché il classico modo di ragionare dei nostri politici è sempre il solito ovvero quello di distogliere l'attenzione dal vero problema da risolvere.
Siccome il vero problema secondo me è questo progetto veramente assurdo, cerchiamo di restare il più possibile su questo. Bella e esauriente la lista delle bugie pubblicata qui sopra. io nei siti dei notav ho trovato anche numerosi dati che possono essere molto utili a capire il problema. Vi confesso che fino ad un mese fa superficialmente dicevo: "Che palle, le solite proteste locali dei soliti egoisti". Questa volta mi sbagliavo. Onestamente penso che sarebbe di straordinario impatto organizzare contemporaneamente in tutte le città d'Italia UNA MANIFESTAZIONE contro il TAV. però dovrebbe essere organizzata in modo un po' originale e senza l'intervento di estremisti che sanno solo rovinare quello che invece c'è di buono in questa protesta popolare. ciao a tutti.

claudio chiari 13.12.05 10:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

autogestione!
si alla manifestazione del 17

Marco Marco 13.12.05 10:15| 
 |
Rispondi al commento

Facciamoglielo nel c..o il tunnel a questi politici mafiosi!!!

Potere al Popolo, W il Popolo!!!

Vittorio Cristiano 13.12.05 09:51| 
 |
Rispondi al commento

il tunnel facciamoglielo nel c..o a questi politici mafiosi!!!!

W il popolo, potere al popolo!!!

Vittorio Cristiano 13.12.05 09:47| 
 |
Rispondi al commento

Guardando queste foto mi viene in mente solamente una domanda:" Capisco che le forze dell’ordine devono ubbidire appunto agli “….ordini”, ma come si fa a caricare madri di famiglia ed anziani? Si prova rimorso? Lo chiedo a carabinieri e poliziotti !! Picchiereste vostra madre o vostro padre? O permettereste ad un vostro collega di farlo?

massimiliano schembri 13.12.05 09:42| 
 |
Rispondi al commento

Mi associo a Fabio C. perchè secondo me è proprio
così.

Gianpaolo D'Ignazio 13.12.05 09:00| 
 |
Rispondi al commento

e bravo beppe sei riuscito a far pensare al tav anche a chi non ne sapeva nulla.
vivo vicino al cantiere di grandi gallerie, i camion che passano davanti casa, giorno e notte, hanno infangato le pareti esterne di casa e si sono formate delle crepe all'interno. chi non vede non puo' immaginare... spero che le gallerie finiscano presto, anche se una è da più di 20 (DICO VENTI) anni che la stanno scavando...
e sono a metà dell'opera ma ora è stata bloccata, la ditta che ci lavora è fallita perchè .....SENTITE QUESTA !!!.....
L O S T A T O N O N P U O ' P A G A R E.
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
viva l'itaglia.
ciao

laura galli 13.12.05 08:55| 
 |
Rispondi al commento

Certo la colpa è sempre di anarcoinsurrezionalisti !!!!!!!!!!!!! quando non sanno più cosa dire tirano in ballo sempre loro..............se fosse così sarebbe quello che si meritano, mi rendo conto che è brutto dirlo ma: una bella spedizione punitiva di Black Block al potere corrotto non sarebbe male.......CHE SCHIFO....oggi più hai soldi e più hai potere, questo è quello che conta per essere qualcuno che conta !!!! la saggezza, l'onestà, la responsabilità, la fierezza e quant'altro...non appartengono più ai politici.

sara.barbetta Commentatore in marcia al V2day 13.12.05 08:55| 
 |
Rispondi al commento

confermo, quest'anno per andare e tornare a/da Lyon ho dovuto cambiare a Chambery, a meno di pagare un casino per dei TGV che fanno una fermata ogni 500 km...

walter marazzini 13.12.05 08:45| 
 |
Rispondi al commento

la TAV è così tanto voluta perchè LUNARDI è titolare di una grande Azienda specilizzata a fare gallerie????????????????????????????

Fabio Crisetti 13.12.05 08:43| 
 |
Rispondi al commento

Viva Grillo. Viva viva viva. Caro Grillo, sei stato brevettato?? o sei a rischio imitazioni?

Un saluto.
Luigi

Luigi Stefanizzi 13.12.05 08:09| 
 |
Rispondi al commento

E pensare che la ferrovia è l'unica che supporta seriamente il concetto di "Slow Food".
Peccato che lo applichi troppo alla lettera: infatti! Le carote che partono da Verona ci impiegano due giorni per arrivare a Milano...
I tramezzini che i pendolari di Carimate e Lentate portano ogni giorno a Milano (30 Km di tratta, pure in discesa) ci impiegano un'ora e 15 minuti..! Più Slow di così ! :-))
Eh! Se ci fosse ancora Necci risolverebbe lui

Beppe Caruso 13.12.05 03:10| 
 |
Rispondi al commento

"....Ottimizzazione, un parolone enorme, che sta alla base della sopravvivenza e della vita, costa sacrificio, energia ma alla fine ripaga...TUTTI. Mi sa che il problema è proprio questo. Se fa comodo a tutti, quei pochi che anelano allo "sviluppo economico" come faranno ad ingrassarsi alla faccia dei molti? Questo TAV mi suona come il Digitale Terrestre. Inutile, Obsoleto, a vantaggio dei soliti. ..."

UP per Diego Zanetti!
UP per Diego Zanetti!
UP per Diego Zanetti!

Diego, basta levargli le mani dalla ciccia e chiuderli in parlamento a fare ciò che dovrebbero fare e non fanno! leggi e regole per noi!
Fuori la politica dal mercato!
Basta con le cagate di "ottimizzazione" ed "utilità collettiva"!
Se per un privato è ottima una cosa, se la faccia e non si rompa i coglioni agli alpini, che hanno tutto l'interesse di cambiare la loro cazzo di valle in meglio! Privatizzate sto suolo pubblico!
Se qualcuno che abita ad 800 km di distanza non è contento si compri una dorsale con i suoi amici e si costruisca la sua cacchio di ferrovia con i suoi soldi. O se no, può sempre votare con i piedi ed andare nel paese dei costruttori di ferrovie che "ottimizza" e produce tanta "utilità collettiva"!
Faccia poi solo sapere qual'è, giusto per insultarlo un po' ... :)

PS. scusate le scurrilità :)
.... ovviamente purtroppo questo paese è ancora molto l'italia.

Un saluto.

ijimiaz galir 13.12.05 01:46| 
 |
Rispondi al commento

no tav finalmente si tiene vivo l'argomento ed è proprio quello che il nano pelato non vuole... forza valsusini che l'italia si è destata... con tutto il cuore auguri piero bartorelli pianezza

piero bartorelli 13.12.05 01:13| 
 |
Rispondi al commento

NO-TAV-AMO
In questo momento di calma apparente approfitto per fare gli auguri di buone feste a tutti i NO TAV sperando che venga raggiunto l'obiettivo, ma non quello della schifosissima legge, dalla
Calabria anche noi urliamo NO PONTE.
Un'idea e un suggerimento in occasione della TAVola rotonda : vista la disponibilità dimostrata e considerata l'altezza, perchè non mandare il nostro presidente del consiglio-minatore e tutti i nostri onorevoli ministri a scavare la montagna, in ordine di altezza, quindi di diritto l’ordine dovrebbe essere il premier, Pisanu, Maroni fino al più alto e grosso (per allargare la galleria) seguiti, per sicurezza, da una vigile ed attivissima scorta di forze dell'ordine, aspettando che la montagna faccia il resto? Oppure non è che oltre all'uranio e all'amianto lì dentro ci sono i famosi ed onnipresenti insurrezionalisti della montagna? Perchè in quel caso c'è da stare preoccupatissimi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
MARIAGRAZIA

Mariagrazia Raffaelli 13.12.05 00:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per roberto d.

www.admin.ch/ch/i/ff/2005/2767.pdf

Camillo Ossola 12.12.05 20:22| 
 |
Rispondi al commento

www.admin.ch/ch/i/ff/2005/2767.pdf

Camillo Ossola 12.12.05 20:21| 
 |
Rispondi al commento

NON GETTARE LA SPUGNA,ti seguo da sempre,da un lontano spettacolo fatto nella piazza di sorrento circa 13 anni fa...non mollare,sei TU il nostro MEDIA,il tuo blog è fonte di spunti riflessivi troppo importanti e altrimenti difficili da sviluppare e sopratutto da trovare...
CONTINUA COSI E AVRAI SEMRPE UN ESTIMATORE E UN PROMULGATORE DELLE TUE IN QUEL DI SALERNO!
sviluppo della mente per perseguire un corretto sviluppo del domani!
IO CI CREDO!

antonio giuliano 12.12.05 20:15| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, complimenti per gli encomiabili sforzi che fai nell'esporre delle giuste critiche all'opera in questione. Anche io mi domando che senso ha fare una cosa del genere. D'altronde è la stessa domanda che mi pongo per ipotetiche realizzazioni come il ponte sullo stretto di Messina e via dicendo.

Igor Italiani 12.12.05 19:32| 
 |
Rispondi al commento

Sono veramente disgustato dell'arretratezza del nostro paese in materia di informazione:
--- la TAV ,sembra ormai essere chiaro ,è un'enorme bufala e un grave danno ambientale ed economico
.....ma allora come è possibile che molti anche stimati tecnici e politici non abbiano il coraggio di dire la verità?

...... ma come è possibile che il denaro sia così potente che addirittura va contro una legge economica basilare che dice almeno di valutare gli effetti dgli enormi investimenti proposti

.......ma quando ci svegliamo? Possibile che solo dopo una prova di forza di persone semplici ma di grande coraggio ci si sia messi intorno ad un tavolo a discutere invece che farci vergognare di esere italiani con le immagini di poliziotti che alle 3 di mattina maganellavano cittadini inermi che manifestavano pacificamente le loro sacrosanti ragioni

E' incredibile come molti amministratori locali ( per prima la Governatrice Bresso) vedano come ineluttabile la TAV : passi per Lunardi che deve pur guadagnare per vivere con le sue imprese di escavazioni( che vergogna! ) ma chi è a capo di una Regione deve ai suoi elettori una spiegazione "scientificamente ancorch'è eticamente" comprensibile.

Leggendo questo Blog e pochi articoli di esperti non prezzolati ci si rende conto dell'inutilità della TAV .... e pensare che alle prime notizie delle manifestazioni in Val di Susa pensavo a qualcosa di puramente folkloristico ( questo appariva dalla Stampa e dalla Televisione):meno male che c'è Internet e questo Blog.
Facciamo qualcosa di serio per favore!!!!

Ezio Szorenyi 12.12.05 17:08| 
 |
Rispondi al commento

W la TAV!

fatti furbo beppe!

omar ondo 12.12.05 14:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ringrazio Roberto Cupidi per aver messo a fuoco il vero punto della situazione:
"La contrapposizione non tanto tra destra e sinistra ma tra Potere e Democrazia!

Democrazia, dice giustamente Roberto, non è votare ogni 4 anni ma occuparsi del proprio paese.
Mi dispiace per il valsusino che diventerà papà tra poco e che non si cura della salute di suo figlio, fa molto male e dimostra di essere un pessimo papà. Il menefreghismo è il primo male del mondo; il secondo è l'ignoranza che fa credere agli slogan prezzolati.
Ci aggiungerei l'incoerenza di chi ha creduto al buco del precedente governo, al buco prodotto dall'euro, al deficit senza colpe governative che ci ha messo all'ultimo posto dell'Europa, alla necessità di diminuire i servizi pubblici e lo stato sociale aumentando tasse e bollette, e che, malgrado questo, ora, arriva a credere che si possano anche investire enormi capitali, di cui non si capisce l'origine, in opere faraoniche come il tunnel da 54 km o il ponte di Messina! Pensare che tutto possa stare insieme, deficit profondo e spese alle stelle, dimostra una ingenuità straordinaria che sfiora la stolida follia
viviana

viviana vivarelli 12.12.05 13:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando si attaccano normali cittadini chiamandoli “anarco-insurrezionalisti”, quando li si bastona come delinquenti se difendono democraticamente i loro diritti,scatta un segnale di allarme che porta a cercare i veri nemici del paese.
Quando Lunardi, ministro dei lavori pubblici, fortemente interessato ai guadagni delle proprie aziende private, in forte conflitto di interessi, quello stesso che dichiarò di voler convivere con la mafia, dice la menzogna che per anni ha atteso invano i sindaci della Valsusa… allora la coppa dell’ira trabocca e diventa urgente pecisare qualcosa.
Questi che dicono di rappresentare la volontà popolare e di governare con democrazia, hanno inventato una Legge per scavalcare proprio questa volontà e questa democrazia.
Nel 2001 Cirino Pomicino costruì la “Legge Obiettivo”, rifiutata dall'UE, con cui il governo può fare grandi opere o insediamenti industriali,in modo aziendalista, senza concertarsi con i rappresentanti di territorio.
Al centro sinistra la legge va bene. Prodi tace. Berlusconi la riprende.
L'indecente Legge estromette i cittadini e gli Enti locali dalle procedure di approvazione e valutazione dei progetti.
E’ una vera e propria auto-licenza a devastare. La Legge cancella in un solo colpo mezzo secolo di progresso civile sul governo del territorio e di lavori pubblici, e vìola duramente la programmazione economica, la pianificazione urbanistica, la sostenibilità ambientale e la trasparenza delle procedure.
La Legge Obiettivo non e’ una procedura a concorso che seleziona i progetti migliori, ma uno "sportello" per finanziare iniziative gia’ concordate con accordi politici di sotto banco, senza alcuna valutazione economica degli effetti degli investimenti pubblici.
I suoi meccanismi "accelerativi" permettono di finanziare qualsiasi immondizia.
Il nostro problema non è la Valsusa ma questo 'mercantismo' bypartisan che sta sostituendo le leggi democratiche con espedienti da comitati di affari
viviana

Viviana Vivarelli 12.12.05 13:15| 
 |
Rispondi al commento

o come la signora Franzoni? come Previti?
è abbastanza semplice fare un quadro della situazione, é un altro mondo pieno di persone ormai private dell'esserlo ma nello stesso tempo assegnate a nuova vita.
quella vita che prima aveva fatto solo parte degli incubi, ora è reale...
la prima volta è come tutte le prime volte.
è semplicemente il nostro immaginario costruito su nozioni acquisite da film e da giornali che prende forma.
Da astratto diventa reale é straordinariamente tutto è esattamente come lo avevi immaginato, spaventosamente reale.
perquisizioni personali, chiavi, cancelli, paura.... odori di mandria di animali costretti al piccolo spazio, rumori spaventosi, sottomissione , malattie, prepotenza,
le regole del carcere le conoscono tutti e non sono quelle che decide la legge, sono quelle create dal connubio di bugie e verità, quelle che su trovano tra operatori e carcerati.
non rompi il cazzo e stai tranquillo, "quasi sempre"... dipende da chi sei , come sei, quello che hai fatto, o quello che dicono che puoi aver fatto.
è un sistema isolato che funziona sulla pelle dei tossicomani morti per arresto cardiaco, per i suicidi, per gli abusi sui più deboli, sul denaro dei famigliari, ecc
tutto questo spaventoso mondo di nicchia genera un giro di affari non indifferente,
denaro potere e conoscenze che sono poi la stessa cosa sono alla base della buona riuscita di un processo.
se buono significa fare uscire un assassino solo perché è ricco e paga bene cmq
io personalmente la galera non la auguro a nessuno, neanche ai parlamentari mafiosi, sono anche contro la pena di morte e non posso neanche fare oltre.....

quindi rimando il giudizio ad altra data....vita.....e
grazie per lo sfogo personale
ciao peppe


stefano evangelisti 12.12.05 12:56| 
 |
Rispondi al commento

la giustizia è degli uomini e la galera è la punizione degli uomini lasciamo al divino almeno il giudizio
Noi uomini che nella nostra limitata conoscenza dei fatti, delle dinamiche, e degli effetti che la vita stessa assoggetta ai diversi individui, abbiamo creato un articolatissimo sistema RIEDUCATIVO. un freddo giudizio dove la carta scritta fa da signora trascurando le facce le emozioni e  le articolate ambiguità della vita che ci differenziano il sistema rieducativo delle nostre carceri ha fallito, e ormai nemmeno gli operatori del settore lo difendono in alcun modo. Ormai palesemente coscienti del disastroso effetto che la galera fà sulle persone mandiamo in galera solo i poveracci e li ammucchiamo in celle da 8 o più persone senza dare nessuna  possibilità di occupare il tempo in attività di comune utilità. 5 anni davanti al televisore é la condanna reale.... un ragazzo difficile che nel corso di dieci anni accumula una serie di piccoli reati  concatenati da un problema di base, si vede assegnare condanne di 4 o 5 o  più anni. dopo 15 anni....
magari negli ultimi anni si era rieducato "da Solo" aveva fatto un paio di figli , ma questo non interessa la giustizia non ha tempo ne denaro per fermarsi a raccogliere storie racconti che non abbiamo inerenza con il fatto. sfido chiunque a calcolare gli anni che dovrebbe scontare solo se scientificamente parlando gli venissero fatti pagare tutti i reati commessi in gioventù, di tutte le volte che l'abbiamo fatta franca.
meno male che la giustizia di dio non da galera, perché se ragionava come i giudici, con i mezzi che aveva faceva saltare tutti. la legge è un serpente con la coda che si muove sempre , paragonabile alla lingua di sabbia dell'isola di Brac in Croazia.. due correnti opposte cambiano la forma della punta a secondo del vento, delle correnti, delle maree.
come vive un condannato adesso, cosa significa essere condannati, come sentirsi da condannato:
come Silvio Pellico? come il Canaro ? come Pertini

stefano evangelisti 12.12.05 12:54| 
 |
Rispondi al commento

forse andrò controcorrente ma sono molto perplesso per quello che sta succedendo intorno all'argomento TAV . io non sono riuscito a farmi una opinione precisa sull'opportunità dell'opera , data la scarsa e la mala informazione di cui disponiamo, ma mi domando : dove erano quelli che oggi protestano quando il progetto fu approvato, quando le gare di appalto vennero tenute , quando gli aspetti ambientali venivano valutati ecc... ?? in ogni azienda che si rispetti si discute , anche molto, prima di prendere una decisione ma , una volta presa, si procede con la massima velocità . perchè questo non deve avvenire anche nel settore pubblico ? adesso , nel momento che il cantiere deve iniziare i lavori, spuntano movimenti d'opinione , magistratura, politici , gente comune che mira a bloccare tutto (magari anche con giuste motivazioni). che razza di paese è questo ? perchè non ci facciamo governare da un altro paese (es . Svezia, Norvegia, ecc..) ? credo che dovremmo guardare molto di più alle nazioni civili senza preconcetti e presunzioni.

giovanni sartini 12.12.05 12:51| 
 |
Rispondi al commento

cari no-tav come me.

io ho vissuto parecchi anni all'estero.

vi posso assicurare che in nessun caso dei manifestanti potrebbero marciare verso la polizia con bastoni, ombrelli e quant'altro in mano senza subirne le conseguenze.
non ho mai visto la polizia indietreggiare per non manganellare. mi ricordo in occasione di una manifestazione in germania, si sedevano sui binari con le mani dietro la schiena per bloccare il treno carico di scorie radiattive, i poliziotti li prendevano di peso e li spostavano.
se qualcuno dei manifestanti azzardava una reazione qualsiasi veniva massacrato di botte e arrestato,e non si aprivano inchieste per accertare le colpe dei poliziotti. nessun giornalista si metteva ad indagare per poter in qualche modo infangare l'operato della polizia.

i poliziotti non sono altro che figli di italiani come noi, figli di gente comune in cerca del posto fisso, e non hanno nessuna voglia di manganellare donne, vecchi, e bambini per il solo gusto di farlo. ma se i manifestanti nei poliziotti vogliono sfogare la loro rabbia, puo succedere che, sia da una parte, che dall'altra ci si fa male.

vi chiedo solo di non rendere piu difficile un compito di per sè ingrato.

evitate di ridicolizzare un corpo che ci torna utile in ogni momento della giornata.

p.s. non ho parenti poliziotti.

sono sempre del parere ke la TAV se la devono scavare loro a mani nude.

un abbraccio al popolo valsusino

michele michele 12.12.05 11:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In questo paese c’è la smania del voler convincere per forza
qualcuno delle proprie tesi, a costo di fare i furbetti e calcare un pò la mano su argomentazioni, dati, statistiche, etc.
La mattina chiunque può alzarsi dal suo letto e improvvisarsi
esperto di qualcosa.
E allora sono costretto a seguire in TV il pastore della Val di Susa che cerca di convincermi
sul perchè non va costruito il tunnel, salvo poi che viene spalleggiato dai regressisti di turno (Verdi, R.Comunista, etc.)
e allora si che ha ragione.
Devo ricordare al dipendente Bertinotti come ragiona un comunista? OK
Il tunnel della TAV è di interesse collettivo,
va anteposta all'interesse locale dei val Susini che non lo vogliono, quindi "sadda fà"!
Così ragionerebbe un comunista, solo che oggi frutta più l'essere sempre contro su qualsiasi cosa.
I poliziotti poi i veri proletari, costretti per quattro soldi a stare li,
a resistere alla guerra psicologica dei provocatori, e quando dall'alto gli arriva l'ordine di
caricare per ristabilire l'ordine pubblico.... si grida: boia la polizia!!!
Mi convincono ancora meno del pastore val susino i nostri politici tifosi della TAV,
magari perchè concussi con le aziende appaltatrici.
Meno di meno mi convincono i silenzi da paraculo della banda dipendenti Prodi.
Così la chiamerei "l'Unione", BDP (banda dipendenti Prodi) questi per mesi sono stati a discutere su
dove buttarsi (pro o contro TAV) per guadagnare qualche voto, quando poi scelgono di regalarci il loro punto di vista
sulla questione... solo stronzate, ti confondono ancora di più.

Mi piacerebbe invece sentire cosa ne pensa l'ingegnere fantasma,
un cavolo d'ingegnere non assoldato dalle aziende appaltatrici, esiste ancora o no?!!!
E' l'unico deputato a parlare e non ne ho visto 1!!!!
Finchè non sento l’ingegnere fantasma continuerò a non farmi convincere.
Propongo all’ingegnere fantasma di andare in val di Susa, di provare a convincere il pastore che di formaggio se ne intende più di lui.

Che paese ragazzi...

Armando Pacifico 12.12.05 11:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando Lunardi ha detto che è stato per anni ad aspettare gli amministratori della Valsusa, ha detto una spudorata menzogna.
Quando poi si sono decisi a fare la famosa riunione che ha avuto un nulla di fatto, i rappresentanti della valle erano solo 5, di cui solo 3 sindaci su 43, in netta minoranza con gli altri partecipanti.
Ora questo è contro ogni regola democratica.
Solo le dittature si permettono di devastare un territorio senza ascoltare i suoi abitanti.
E in Cina, dove lo hanno fatto per un elettrodotto, senza consultare i comitati di villaggio, c’è stata una rivoluzione con un centinaio di morti e diecimila persone in rivolta.
Se vi piace chiamare questi cittadini “anarco-insurrezionalisti”, come ha fatto vergognosamente Pisanu, padroni!
E se vi piace manganellarli e mandarli all’ospedale e svergognarli sulla stampa di regime, potete farlo!
Ma questi sono altri affronti che si aggiungono a quelli precedenti che spiegano chiaramente quale sia la linea autoritaria di Berlusconi!
E infatti l’ordine, sia di diffamare i valsusini come terroristi, che di picchiarli all’impazzata è venuto espressamente da Berlusconi e non si era manifestato nella linea precedente di Pisanu ma si è materializzato dopo che il ministro dell’interno ha conferito con Berlusconi.
Ora noi non stiamo parlando solo della Valsusa ma dei diritti di un cittadino democratico, di democrazia vera o ipocrita. E se questo diritto è sentito perfino in Cina, dove la democrazia non esiste, figuriamoci in Italia, dove ci sono precise leggi che regolano i rapporti tra lo stato e i cittadini. Ed è proprio nei modi con cui si esercitano questi rapporti che una democrazia si distingue da una dittatura.
In Svizzera i cittadini sono sentiti perfino se si variano i limiti di velocità, in Francia sulla TAV il governo ha cercato contatti e soluzioni, solo da noi la democrazia viene calpestata da destra e da sinistra.
viviana

viviana vivarelli 12.12.05 11:14| 
 |
Rispondi al commento

L'analisi effettuata da Beppe Grillo è talmente circostanziata e fondata su elementi concreti che non può non essere esaminata pubblicamente e portata a conoscenza attraverso gli organi di stampa.

Paolo Calvani 12.12.05 11:11| 
 |
Rispondi al commento

Sfacciate bugie:

-il flusso Lisbona Kiev è inesistente, la linea Torino-Lione è inutile e le ferrovie hanno addirittura soppresso la fermata a Lione. Il flusso delle merci non è da Lione a Kiev, dove si muove poco, ma dal nord Europa al sud e viceversa.

-se passano più merci in una zona nessuno se ne arricchisce ma si ha l’effetto Bronx.

-la Tac non solo bucherebbe due volte le Alpi, ma passerebbe attraverso paesi poveri a est che non faranno certo la TAC per compiacere Lunardi.

-avere la TAC non porta automaticamente le merci dal tir al treno. Bisognerebbe deprimere i TIR tassandoli e questo farà salire i costi delle merci. Gli esperti italiano e francesi dicono che sarebbe spostato al treno solo l’1% delle merci. Ne vale la pena?
Nel frattempo stanno sparendo i treni a minor costo, gli interregionali, e stanno peggiorando sempre più i treni per i pendolari che ricevono il 90% dell’utenza italiana. E’ questo il progresso?

-la linea passerebbe fuori da Torino senza fermate, proseguendo per Milano. Non è stato previsto il collegamento con Orbassano. Torino resterebbe isolata a livello ferroviario.
Allora non è meglio scegliere i valichi del Friuli? O il Frejus? O il Mercantour? Addirittura il primo progetto prevedeva una linea da Marsiglia.

Diversi stimati professionisti hanno evidenziato i rischi di carattere geologico, ambientale , idrogeologico, esondabilità della Dora Riparia, e ribadito la sismicità dell’area.

Nei post non sento parlare dei danni alle falde acquifere. Tutte queste opere prosciugano le risorse indiche del territorio. Basti vedere quel che accade sulla Linea Bologna Firenze dove la gente beve ormai l’acqua delle autobotti.
E i depositi di scorie tossiche a loro volta inquinano le acque sotterranee.

viviana vivarelli 12.12.05 10:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari amici della no TAV, bravi.Un piccolo paletto è stato piantato ma purtroppo non basta, la TAC non si deve fare ne ora ne mai.
Inutile elencare le ragioni che la maggior parte di noi conosce.
La manifestazione di Sabato è importante,così come è importante iniziare da subito ad informare la gente che ancora non sa.Il documento che è stato pubblicato oggi sul blog è perfetto, bisogna distribuirlo nelle grandi città a tutti.
Bisognerebbe istituire un vero e proprio ufficio stampa che divulghi le informazioni in maniera "scientifica"
Sono disponibile a dare una mano.
Tenere Duro

franco campanella 12.12.05 10:51| 
 |
Rispondi al commento

sposterei a Susa per 15 anni la sede della provincia, della regione e perchè no dei ministeri interessati e così potremo constatare se i garantisti TAV saranno disposti a correre gli stessi rischi dei residenti.

guido valsecchi 12.12.05 10:44| 
 |
Rispondi al commento

Grazie, Grazie, Grazie, Grazie, Grazie, Grazie, Grazie, Grazie, Grazie, ecc......
FINALMENTE QUALCUNO CHE CI INFORMA!!!!

Massimo Piccinelli 12.12.05 10:38| 
 |
Rispondi al commento

Il progetto presenta vistosi vizi:

-assenza di ogni connessione del treno coi luoghi di arrivo, costi incredibili. L’UE ci metterebbe solo il 10%, il 90% sarebbe a carico dei contribuenti con un cedimento del bilancio e un aumento di tasse per decine di anni (chi è che diminuiva le tasse e non metteva le mani nelle tasche degli italiani?!). Nessun privato ci ha ancora investito una lira.

-Superficialità e grettezza del progetto: in 13 anni nessuno ha fatto un calcolo preciso dei costi o una analisi di fattibilità. Mancano: la soglia massima, la spesa per le connessioni, i costi di esercizio, i pesantissimi costi di manutenzione, i costi per recuperare i danni ambientali, i pagamenti alla popolazione, la previsione del danno ambientale e perfino l’esame del territorio!
E l’opera costerebbe 4 volte il ponte di Messina, farcela pagare senza nemmeno ascoltarci è un crimine, e con una legge fatta apposta (il piano obiettivo) per scavalcare il territorio!

Oggi il traffico merci non fa che scendere; se il traffico fosse minimo l’opera sarebbe inutile con costi insopportabili per il paese; se invece passasse un treno ogni 2 minuti, 500 treni al giorno, come dicono, la valle sarebbe invivibile ed il rischio di incidenti altissimo. Quando un tir pieno di carta igienica ha preso fuoco nel Monte Bianco, il tunnel (11 km) è stato chiuso per tre anni. Se un treno deragliasse o si incendiasse in un tunnel da 53 km avremmo una catastrofe inimmaginabile.
Ricordiamo che l’UE per “corridoio” intende un insieme di strutture ferroviarie, magari ammodernando linee esistenti.

viviana

viviana vivarelli 12.12.05 10:38| 
 |
Rispondi al commento

Caro Federico Bianchini, la UE non interviene perché ha inserito la Torino-Lione tra gli interventi prioritari. Inoltre, oltre a prendersela con il governo attuale, ricordo che a capo della Commissione Europea c'era un certo Romano Prodi.
Io continuo a dirlo, dover scegliere tra Berlusconi e Prodi è un insulto alla nostra intelligenza.

Ferdinando Mavellia 12.12.05 10:34| 
 |
Rispondi al commento

Notiamo che:

-Il 60% delle merci trasportate su ferro passa già in Piemonte, e circa il 35 % del totale attraverso le Alpi passa già in Vallsusa. Il progetto ucciderebbe la valle facendola diventare “un corridoio di servizi”. In un regime dittatoriale si può fare (vedi Cina).

-Inutile citare la Francia, la situazione è ben diversa per territorio e politica: tutta pianura, scarsa popolazione alpina, diverso operato del governo, preciso piano ambientale e di pagamento danni, nessun massiccio contaminante, nessun traforo di 53 km, un progetto chiaro e a regola di legge. Qua siamo nella follia della rapina.

-Scorie: il tasso di tumori polmonari in zona è già altissimo grazie ai lavori precedenti con discariche a cielo aperto e scorie contaminanti. La quantità minima di roccia amiantifera estratta dalla “Gronda” sarebbe di 1.151.000 metri cubi, si pensa di stoccarne la metà sempre in valle, sempre a cielo aperto con un sistema continuo di carrelli a cremagliera per vent’anni senza alcun progetto di sicurezza per la dispersione di fibre d’amianto. Solo l’enorme cantiere per vent’anni aumenterebbe del 3% le sostanze inquinanti da idrocarburi e polveri disperse
-I PERCORSI ALTERNATIVI CI SONO ! Perché nessuno ne parla? Sono meno costosi e più facili. E’ stato scelto “di proposito” il progetto più costoso e difficile, con la complicità di Prodi, i governi di centro sinistra, Bersani, le coop rosse e Lunardi.
Lunardi ha la commissione anche in Francia.
Il conflitto di interessi è lampante. Per saltare ogni contatto coi cittadini si è creato il totalitario “piano obiettivo’ nato da Cirino Pomicino con l’appoggio di Prodi e respinto dall’UE. Altro che dialogo!?

-Ogni esperto può dirci che non è progresso trasportare ogni giorno 500 t di uova italiane in Francia e contemporaneamente 500 t di uova francesi in Italia, esso è ricerca scientifica e innovazione tecnologica.

viviana

viviana vivarelli 12.12.05 10:33| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti, ragazzi.
io sono super d'accordo con voi ma nei vostri commenti ho sempre letto che siete "siamo" sempre ed esclusivamente contro il belusca.
Mi Sorge una domanda spontanea se non sbaglio sono due volte che viene eletto, ma chi è che lo elegge?

maria luisa intaglietta 12.12.05 10:33| 
 |
Rispondi al commento

Siate precisi: questa non è una TAV = linea per passeggeri, resa inutile dalle linee aeree basso costo. E’ una TAC = alta velocità per merci.

COSTI
Per diventare legge dello stato, l’opera deve prevedere quanto costa, come sarà pagata e da chi. Prima di parlare di progresso sarà meglio parlare di conti. Troppo facile intascare le tangenti e riversarne i costi su di noi ! Questo è cinismo!
Ricordiamo: l’Eurotunnel della Manica è costato 3 volte la stima, ha 3 volte meno traffico del previsto, ha fatto in 10 anni 9 miliardi di Euro di deficit, ha rovinato migliaia di risparmiatori. A pagare saremmo solo noi!
Per capire quanto tengano all’opera basta il fatto che abbiamo 22 km in Italia e il resto in Francia ma il governo si è offerto di pagare i tre quarti dell’opera.
I soldi non ci sono (siamo o non siamo in recessione e con un deficit dello stato che ha modificato addirittura i tassi europei?) eppure il governo intende garantire, a nome nostro, un prestito enorme dalle banche, a nostro carico, per cui, come per ogni prestito, dovremmo pagare interessi pesantissimi ora per un’opera ventennale che schianterebbero il deficit con rialzo delle tasse e riduzione di ogni altro opera o servizio pubblico! Poiché le risorse sono poche (le tasse che possiamo pagare), trasferendo i nostri soldi a grandi opere inutili l’economia sarà distrutta; in particolare peggioreranno, per mancanza di fondi, i trasporti di tutto il resto del paese, specie il centro e il sud, perché le ferrovie dovranno ridurre ancor più gli investimenti.
Il progetto si basa su presupposti surreali: un periodo di crescita economica perenne, con un PIL che aumenta tra il 1,8 e il 2,4% (?), l’aumento parallelo del traffico merci, l’utilizzo massiccio di questa linea a discapito di altre (?).

-Ma l’improvvisa urgenza non è un caso, dipende dalla riunione estiva con l’UE ma SOPRATTUTTO dal fatto che si vuol mettere le mani sull’affare prima delle elezioni
viviana

viviana vivarelli 12.12.05 10:30| 
 |
Rispondi al commento

Spero che tutta questa vergogna porti gli italiani e i valsusini a sapere cosa votare il 9 Aprile!!!Ricordiamoci che ci governa è stato votato dalla maggioranza di noi.A questo punto voglio pensare che a primavera questo governo di despoti sia licenziato.Se qualcuno lo sa visto che su questo blog c'è tanta gente preparata e colta, può laUE intervenire attivamente in questa faccenda.?Il territorio italiono è anche europeo?Inoltre paesi vicini come francia e svizzera sarebbero coinvolti da un eventuale inquinamento atmosferico da AMIANTO si faranno sentire spero!E' COMUNQUE UN ATTO CRIMINALE SPENDERE COSì TANTI SOLDI NOSTRI SENZA UN CONSENSO UN CONFRONTO.QUESTI SIGNORI STANNO RUBANDO LETTERALMENTE!


L'informazione è talmente distorta e corrotta, che un mio conoscente abita e lavora nella zona interessata ed è quasi indifferente quasi tendente al pro tav.
La cosa più sconcertante è che tra 4 mesi diventerà papà....

Laura Solei 12.12.05 10:07| 
 |
Rispondi al commento

Valerio Simone 10.12.05 18:09

Se c'è un idiota che ragiona a senso unico, che se la prenderebbe con Prodi anche qualora il migliore tuo amico (sempre che tu ne abbia) ti tr.mb.s.e la ragazza, sei tu.

Che tesi vuoi smontare?????

Tu, proprio???????

Smontare le tesi???

Pensa a ricomporre il tuo cervello.
Amnzi, vendilo; faresti un affare... è praticamente nuovo, mai usato

Chiarisci te stesso, che ce n'è di lavoro da fare

Osvaldo Tagliani 12.12.05 10:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ero anch'io a favore della TAV, ma le argomentazioni espresse in questo documento mi sembrano plausibili e per questo ho cambiato idea. Grazie a questo sito di controinformazione (o vera informazione?): dai TG ormai si sentono solo aspetti folkloristici della realtà.

Alessandro Sacilotto 12.12.05 09:11| 
 |
Rispondi al commento

D'accordo su tutto ma soprattutto sul punto 9, la vera radice di tutti i problemi!

Saluti! :-)

Patrick De Angelis 12.12.05 09:01| 
 |
Rispondi al commento

Ancora grazie a Beppe per questo documento, sintetico, ma essenziale che riassume perchè il NO alla Tav; perchè il NO ad un'opera che è ANTIECONOMICA e TOTALMENTE INUTILE!!!

NO TAV sempre e per sempre!!

Francesca Marzo 12.12.05 08:54| 
 |
Rispondi al commento

Cosa dobbiamo mai fare per far sì che questo documento dei valligiani possa diventare di pubblico dominio?
Dobbiamo finanziare ancora pagine sui giornali o annunci in Tv a pagamento?

E' inutile fare referendum Tav/no Tav se poi quello che passa è che quest' opera è "irrinunciabile" e vi sono soltanto benefici nella sua realizzazione.

Sempre più mi pare emerga una contrapposizione non tanto tra destra e sinistra,
ma tra Potere e la sua forma di gestione e Cittadini, nella misura in cui non vengono rese pubbliche le ragioni dei valligiani e soprattutto su queste non viene instaurato un trasparente dialogo, a cominciare dall' informazione televisiva soprattutto dei telegiornali.

Democrazia non è solo poter andare a votare ogni 4 anni; non è manichea: o c'è o non c'è; si esprime in contenuti; l' amore per tali contenuti dovrebbe albergare nel cuore di ogni cittadino più dell' amore per una o per l' altra parte politica.

Nella fattispecie l' amore per una completa, corretta e imparziale informazione da un lato, ed un dialogo trasparente dall' altro; queste sono le armi, le vere richieste, che come cittadini abbiamo per riprenderci in mano sempre di più quello che sulla carta è un nostro diritto:
una SOSTANZIALE democrazia.

Cari saluti a Tutti i Cittadini d' Italia.

Roberto Cupioli Commentatore in marcia al V2day 12.12.05 08:37| 
 |
Rispondi al commento

DObbiamo smettere con la politica della crescita continua, irresponsabile, oltretutto a spese dell'esistente. L'infrastruttura viaria e ferroviaria è fatiscente. Ebbene, l'unica risposta è quella di costruire sempre opere nuove, destinate al degrado in pochi anni. Con i soldi spesi per queste opere potremmo fare manutenzione a migliaia di km di strade e di ferrovie !

Claudio ZIni 12.12.05 07:58| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, fai bene a spingere su questo argomento, poiche` sei l'unica voce fuori dal coro.
Bisogna far capire alla gente che costruire, sbancare, cementificare, non e` l'unico modo per progredire.

Continua cosi`

Andrea Parmeggiani 12.12.05 07:32| 
 |
Rispondi al commento

Dopo aver reso la carta verde inutile ci tolgono anche gli interregionali..che rabbia ci manca solo che aumentino il prezzo dei biglietti, non voglio pagarla io la tav e penso nessun altro studente fuori sede in italia ciao beppe

Francesco Puppo 12.12.05 04:53| 
 |
Rispondi al commento

Ottimizzazione, un parolone enorme, che sta alla base della sopravvivenza e della vita, costa sacrificio, energia ma alla fine ripaga...TUTTI. Mi sa che il problema è proprio questo. Se fa comodo a tutti, quei pochi che anelano allo "sviluppo economico" come faranno ad ingrassarsi alla faccia dei molti? Questo TAV mi suona come il Digitale Terrestre. Inutile, Obsoleto, a vantaggio dei soliti. Ho una proposta + intelligente per rilanciare l'economia e ridare vigore alle finanze statali: portiamo lo stipendio di tutti i politici a 800 euro mensili, comprensivi di indennità e non ancora tassati e tangenti comprese. In pensione dopo 40 anni di contributi, con la speranza che ci restino secchi prima. Penso che il risparmio possa essere garantito. Chi è con me? Sembra una proposta poco seria?

Diego Zanetti 12.12.05 02:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dopo i 2 documentari di GRAN successo(oltre 7000 download in una settimana!!) è arrivato il TERZO ATTO della serie SCANDALO TAV.
In questo documentario,finalmente, cadono i primi nomi colpevoli e/o complici del massacro eco-ambientale e sociale avvenuto qui a Roma dal 1996 ad oggi da parte della TAV!
Assessori Comunali Di Roma e dirigenti TAV, ItalFerr e RFI. Il filmato ripropone in replica una trasmissione di RAI 2 intitolata "Perchè" dove queste persone, davanti a decine di onesti cittadini, dichiarano UFFICIALMENTE che un opera del genere è incompatibile con il territorio, che i cittadini per colpa di questa opera avranno moltissimi DANNI, e che è da pazzi solo pensare di costruire delle gallerie del genere a meno di 10 metri dalle case(SONO ARRIVATI A 3 METRI!!). La trasmissione in questione è andata in onda il 3 maggio 1997. Oggi, Dicembre 2005, le GALLERIE SONO STATE COSTRUITE QUASI PER INTERO!!! HANNO PREDICATO UNA COSA E POI NE HANNO FATTA UN'ALTRA! CHI DEVE PAGARE PER QUESTO DISASTRO?? FINO AD ORA ABBIAMO PAGATO SOLO NOI CITTADINI! Il documentario termina con le riprese dei cantieri in questi ultimi mesi(proprio per far delineare le notevoli differenze tra le PAROLE E I REALI FATTI!).
Spero che questi documentari aiutino anche gli abitanti della Val Di Susa a comprendere a pieno chi è la TAV. NON FIDATEVI!! NOI CI SIAMO PASSATI PRIMA DI VOI! Buona Visione:
1)
ed2k://|file|[Xvid.Divx.ITA].SCANDALO.TAV.-.Documentario.autoprodotto.dai.cittadini.di.Roma..(DIFFONDERE).avi|383528448|D38E3DDC815067341A9AF6075BBDCDF6|h=IANMZLLCN5FVEDGP7L2YDQONZ4GVKFKM|/
2)
ed2k://|file|(Xvid.DIVX.ITA.DIFFONDERE).Scandalo.Tav.-.ATTO.SECONDO.-.Documentario.autoprodotto.dai.cittadini.Romani.NO.TAV.avi|733554688|E02F07D33E73130C136F401E9C707337|h=BLEK5GI5FFQO4WA7MZTGVYF4GOV6PLOR|/
3)
ed2k://|file|(Xvid.Divx.ITA.DIFFONDERE).Scandalo.Tav.-.ATTO.TERZO.-.Documentario.autoprodotto.dai.cittadini.Romani.NO.TAV.avi|557301760|6FF2294B943130EF381CA3806C4EDF71|h=AVBSDRGMKAX4IDQC7YIC2VXS67NMNIGU|

Daniele Bonifazi 12.12.05 01:09| 
 |
Rispondi al commento

FINALMENTE DOPO 10 ANNI DI SILENZI QUALCOSA SI MUOVE!SONO 10 ANNI CHE NOI ROMANI PROTESTIAMO E CONTESTIAMO LA TAV!10 ANNI DI INCUBI,VITA POCO SALUBRE E POCHE ORE DI SONNO!10 ANNI DI VITA DENTRO AD UN CANTIERE!! LA LINEA PASSA A 3 METRI DAI CONDOMINI DI ROMA EST PER BEN OLTRE 12 KM!MIGLIAIA I FAMIGLIE VIOLENTATE DALLA TAV!UN MURO DI BERLINO CHE DIVITE LA CITTA',UN QUARTIERE DALL'ALTRO!UN MURO ALTO OLTRE 12 METRI LUNGO OLTRE 12 KM DENTRO AL CENTRO URBANO DI ROMA!LE CASE DEI FRONTISTI UFFICIALMENTE INAGIBILI E INCOMPATIBILI! E SIAMO COSTRETTI A VIVERE QUI!CI AVEVANO PROMESSO ESPROPRI LUNGO LA LINEA,CON RELATIVO ABBATTIMENTO DEGLI EDIFICI E IL PAGAMENTO DEL VALORE DELL'INTERO IMMOBILE.COSI NON E' STATO!I SOLDI NON C'ERANO E NON CI SONO!I PIU' FORTUNATI HANNO AVUTO MENO DELLA META' DEL VALORE DELL'IMMOBILE!PERCIO' DOBBIAMO VIVERE A SOLI 3 METRI DA 4 GALLERIE ALTE OLTRE 12 METRI(OGNI APPARATMENTO TRASFORMATO IN LOCULO!)CON INFILTRAZIONI D'ACQUA NELLE CANTINE CAUSATE DAI LAVORI,CREPE E CROLLI DI DEGLI EDIFICI PER LE NOTEVOLI VIBRAZIONI E RUMORI MOLESTI,INTERI EDIFICI DICHIARATI INCOMPATIBILI E INAGIBILI!CARICHE DELLA POLIZIA E DELLE FORZE DELL'ORDINE CONTRO I CITTADINI MENTRE LE SCAVATRICI ENTRAVANO CON PREPOTENZA DENTRO AI GIRADINI CONDOMINIALI!(E SI MIEI CARI,LA TAV E' PRATICAMENTE ENTRATA DENTRO CASA DI MIGLIAIA DI FAMIGLIE!),CONTINUI SUPPRUSI E PROBLEMI!SONO 10 ANNI CHE NON VIVIAMO!E CHIEDIAMO GIUSTIZIA!E' CONTRO NATURA,CONTRO L'AMBIENTE,CONTRO IL NORMAL VIVERE CIVILE COSTRUIRE UN ECOMOSTRO DEL GENERE ALL'INTERNO DEL CENTRO URBANO DELLA CITTà ETERNA!RIPETO:UN MURO DI BERLINO,ALTO 12,50 METRI E LUNGO OLTRE 12 KM E LARGO QUANTO(E FORSE PIù) UN AUTOSTRADA A 3 CORSIE(A DOPPIO SENSO,PERCIO' 6 CORSIE) NEL CUORE DEL CENTRO URBANO DI ROMA!QUESTO ECOMOSTRO PENETRA DA EST A OVEST(PERCIò DALLA PERIFERIA VERSO STAZIONE TERMINI)DIVIDENDO COMPLETAEMENTE A METà INTERI QUARTIERI E BORGATE!ECCO PERCHè,PORTATI ALLA ESASPERAZIONE,MOLTI CITTADINI DI ROMA SI SONO DATI FUOCO! BASTAAA!

Daniele Bonifazi 12.12.05 01:07| 
 |
Rispondi al commento

PER TUTTI COLORO CHE NON CONOSCONO IL METODO PER SCARICARE I DOCUMENTARI:


Per scaricare i 3 documentari. Bisogna utilizzare un software open Source chiato EMULE:
Lo potete scaricare da qui:
http://www.emule-project.net/home/perl/general.cgi?l=18

E' un client (il più famoso al mondo) Per il file Sharing(Condivisione di File).
E' possibile scaricare i 2 file inserendo gli appositi link oppure cercando la parola "Scandalo Tav" nel motore di ricerca interno ad Emule.
Abbiamo scelto questa soluzione per ovvi motivi economici(attualmente ci sono complessivamente 4600 utenti in contemporanea che scaricano il file!!! ci vorrebbero molti euro al mese per avere un sito con banda minima alta e garantita!!)

GRANDE NOVITA': TROVATE I PRIMI 2 VIDEO ANCHE SU QUESTO SITO: http://www.arcoiris.tv/

Daniele Bonifazi 12.12.05 01:05| 
 |
Rispondi al commento

Non sono d'accordo su alcuni argomenti dell'articolo.
Il Piemonte è sì già collegato all'europa ma solo dal punto di vista della viabilità ordinaria. Su strade e autostrade il trasporto merci è, oltre che costoso e inquinante, pericoloso.
Creare un'alternativa su rotaia ad alta velocità comporterà una diminuzione dell'inquinamento, dei costi di trasporto e della sicurezza per gli altri veicoli.
Oltre che per i costi minori, il trasporto su rotaia è più rapido, quindi le aziende che si occupano di logistica hanno tutto l'interesse di abbandonare i tir.
Le linee ferroviarie esistenti non sono adatte al trasporto merci perché, avendo molte fermate per supplire all'utenza passeggeri, non è abbastanza veloce rispetto al trasporto su gomma.
I carotaggi che la protesta ha impedito servono per identificare in anticipo la presenza di rocce amiantiche e minerali radioattivi. Comunque la tecnologia odierna è in grado di effettuare scavi attraverso tali materiali garantendo la massima sicurezza, e le scorie contenenti amianto sono già destinate a depositi di sicurezza.
Quindi, tutte le obiezioni riguardanti la sicurezza ecologica sono prive di fondamento.
I valsusani, o meglio i loro sindaci, già in passato hanno manifestato in direzioni opposte a quella odierna, inoltre ci sono molte zone nella valle in cui la popolazione è favorevole alla TAV con percentuali superiori al 70%. Secondo me molti partiti stanno sfruttando la situazione per fini di propaganda, sia in un verso che nell'altro.
A conferma di cio', bisogna notare che da parte francese né la popolazione né le amministrazioni locali né i movimenti ambientalistici si sono opposti ai lavori che, fra l'altro, sono già cominciati.

Ovunque nel mondo, dove dalla strada si è passati alla rotaia o, ancora meglio, al trasporto navale e fluviale, si sono avuti solo benefici: non capisco perché in Italia dovrebbe essere diverso.

P.S.
Politicamente sto dalla parte di Beppe.

Gianni Cal 12.12.05 00:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho letto sul sito del Corriere della Sera (12-12-05) che i Francesi sono pro TAV, come mai? non hanno gli stessi problemi? Oppure la questione è stata solo gestita meglio? Ciò non vuole dire che hanno ragione, ma vale forse la pena di approfondire.

Luca Ngo Dinh 12.12.05 00:22| 
 |
Rispondi al commento

Indignata, ferita, amareggiata ieri sera ho mandato una e-mail ha tre tg ( tg5 , rai3, rai news) supplicandoli di dire finalmente la verità sulla TAV...Oggi ho capito che sono pure molto ingenua... Ho scritto anche alla trasmissione Report,l'unica redazione di giornalisti che continuo a stimare, nel loro archivio hanno dei servizi sull'alta velocità che dovrebbero assolutamente riproporre agli italiani... Sono d'accordo con quanto ho letto sopra, che dobbiamo fare per aiutare gli abitanti della val di Susa? Carissimo Beppe Grillo, ora che sappiamo, come possiamo agire? Quello che è successo in questi giorni è molto grave e ora questa finta disponibilità ad ascoltare i no tav cosa nasconde? Quando ci bastoneranno...nuovamente? Perchè credo che ogni persona si debba sentire calpestata nella propria dignità e nei propri diritti,dopo quanto successo,ma purtroppo dai commenti che sento attorno a mè, è un'altra delle cose che ingenuamente credo io!!! Spero che sia il frutto della disinformazione,o meglio , la vittoria di chi continua a chiamare "gruppetto di anarchici" ;padri,madri, insegnanti,parroci, geologi, vigili del fuoco,bambini e ragazzi, sindaci,medici...
Insomma, io, sono abbastanza "incavolata" ma questa rabbia la voglio usare per aiutare,quindi se debbo venire a Torino o andare in val di Susa o raccogliere firme, ci sono!!
grazie, a presto
Nadia Valtellina SO

nadia sandrini 12.12.05 00:05| 
 |
Rispondi al commento

Io sinceramente non so se questa opera italo-francese sia utile o meno, ma mi chiedo un'altra cosa.
I Val Susini (se così si chiamano....abbiate pietà degli errori !) stanno sulla loro terra, loro, conoscono il territorio, vi abitano, ci vivono e ci muoiono anche !
Saranno padroni di poter dire la loro su una mega-opera che invade il loro territorio?
Trovo vergognoso che qualcuno abbia deciso di mandare l'esercito contro quella gente,trovo spregevole chi di quell'esercito ha fatto parte e parte attiva !
Che le istituzioni, cioè i dipendenti del nostro stato, siano mille miglia lontanti dai nostri bisogni e dalle nostre rivendicazioni ormai la storia lo riafferma quotidianamente, ma quei dipendenti, pagati dalle mie tasche di onesto e pluritassato cittadino, che beccano uno stipendio, seppur penoso, grazie ai miei sacrifici, poi si impegnino anche a mazzolare i miei concittadini (e di queste cose, caro Beppe ne ho viste a migliaia....) a me non stà affatto bene.
Vorrei fare una petizione.
Io non voglio più pagare gli stipendi a quei dipendenti statali che massacrano i miei concittadini.
Chiediamo l'espulsione da qualsiasi incarico pubblico a chi usa deliberatamente la forza contro la gente inerme.
Fuori questi animali dai corpi dello Stato!

Stefano Federici 11.12.05 23:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gentilissimo Beppe Grillo,

In effetti, pur essendo io favorevole al progetto per l'Alta velocità, mi sono posto una bella domanda: "Perché serve tanto una linea ad alta velocità fra Torino e Lione, quando il precedente collegamento diretto è stato sopresso da Trenitalia?".
La domanda me la sono posta diverso tempo fa e l'ho posta anche alle Ferrovie dello Stato tramite il loro sito dove garantiscono risposte entro novanta giorni. Secondo voi mi hanno fatto mai sapere qualcosa? Nulla di nulla e sarà passato oltre un anno. La cosa da meditare.

Andrea Crocioni 11.12.05 23:13| 
 |
Rispondi al commento

Avevi la bellissima abitudine di citare le fonti quando riporti dei dati, questa volta sembra che ti sia passato di mente! Crediamo tutti nella tua buona fede ma chiunque in queste condizioni potrebbe dire il contrario e dire che sia vero! Non credi?

Enrico Galli 11.12.05 23:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao grillo. ho sentito tramite il presidente della comunità montana Ferrentino (che è un prof della mia scuola!!!) che ci sarai anche te nellla manifestazione del 17 a Torino. puoi indicarmi il programma della giornata? esempio, dove vi trovate e a che ora.. grazie per tutto quello che fai.
Uno studente di Torino

ario gaviore 11.12.05 22:33| 
 |
Rispondi al commento

Perchè non raccogliere le firme per manifestare il nostro dissenso?

marty scalas 11.12.05 22:29| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, facci sapere come possiamo contribuire attivamente alla protesta Notav pur vivendo al centro-sud.... perchè non promuovere un'iniziativa come quella di "Via le truppe dall'Iraq"scrivi una lettera al presidente della Repubblica Ciampi?
Complimenti davvero per il tuo blog.
P.S. Il sito non è il mio personale, è semplicemente uno dei miei preferiti....
Cordialmente
Davide

Davide Santoro 11.12.05 19:54| 
 |
Rispondi al commento

mi hai convinto già dia 2i punti ero sbalordito, sono un NO TAV anche io ora! alla grande! facci spaere come di concreto possiamo aiutare il movimento NO TAV, a presto!

Matteo Raggi 11.12.05 19:44| 
 |
Rispondi al commento

HELP...

caro beppe chiedo aiuto a te..
qui in liguria quelli delle ferrovie sono diventati matti.. hanno tolto tutti gli interregionali.. avanti con gli intercity con prenotazione obbligatoria... peccato che oggi abbia preso il treno e mancasse propria la carrozza in cui avevo il posto prenotato..
per piacere intervieni tu...

Simona Arnaldi 11.12.05 19:41| 
 |
Rispondi al commento

Da mesi è in atto una protesta molto più silenziosa (dato che nessuno ne parla) ma enormemente più vasta di quella della Val di Susa. Mi riferisco all'operazione di Trenitalia SpA di eliminare i treni Interregionali. Questi treni sono utilizzati quotidianamente da centinaia di migliaia di persone per lavoro o studio. Chi utilizza il treno deve già affrontare orari e scomodità (dato che il treno non passa sotto casa e raramente sono puntuali). Ora si aggiunge la beffa al danno. Nella maggior parte dei casi si deve cambiare treno (Esempio da Fidenza a Torino piuttosto che da Fiorenzuola a Milano è necessario prendere due treni) utilizzando in almeno una delle due tratte un Inter City o comunque treni più costosi degli Interregionali. Senza contare che gli Inter City sono sempre in grandissimo ritardo. Tutto ciò per "sanare" il bilancio delle ferrovie e come al solito sulle spalle dei lavoratori e degli studenti. Grazie ciao Beppe.

Oriano Ghirardelli 11.12.05 19:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe
cari amici del blog...

sono un po' preoccupato.
Oggi il dipendente Fini ha ribadito che la TAV si farà. solo che l'inizio dei lavori sarà a maggio 2006.
Spero proprio che le comunità della Val Susa non lo permettano.

Benchè io vivo a Biella sono con la Gente della Val Susa.

Io sono Valsusino.

P.S.
per la gente della Val Susa:
siete grandi e coraggiosi e meritate tutto il mio rispetto, di tutti gli onesti Italiani.
Mi spiace non essere con voi il 17 dicembre...
in bocca al lupo.

Paolo Miotto 11.12.05 19:33| 
 |
Rispondi al commento

Prima di porvi incondizionatamente al suo servizio dovreste sapere 2 cose, la prima che le sue probabilita' di rivincere le elezioni sono quasi nulle, ...................

Francesco Mancini 11.12.05 17:19 |
---------------------------------------
Ed a te chi te la detto,Fassino in sogno?

giuliano bes 11.12.05 19:27| 
 |
Rispondi al commento

n suggerimento: tra le tante opere impossibili la più realizzabile è quella proposta a PORTOBELLO dove un tipo sosteneva che smantellando una parte del monte TURCHINO prov.di GENOVA si sarebbe creata una corrente d'aria in Val Padana risolvendo l'annoso problema della nebbia.

Oggi se si parla di un ponte di km in campata unica e adatto a sostenere anche una ferrovia, se si parla di un buco di 20Km con 15 anni di lavori tra materiali tossici e/o radioattivi, perchè non parlare del trasporto della cima di un monte al mare sottostante creando un utile riempimento oppure usare lo stesso materiale per coprire una discarica di rifiuti...

I soldi stanziati per "IL BUCO" spendeteli per la ricerca AIDS TUMORI e SCLEROSI MULTIPLA
in modo da trasportare in EUROPA SALVEZZA e non i soldi di POCHI

andrea trimboli 11.12.05 19:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bravo Beppe!
Vediamo un pò se e che ti rispondono!
Vogliamo affittare un'altra pagina di quotidiano e denunciare i fatti? logicamente descrivendo tutte le cose più utili da sapere tipo di chi è la ditta appaltatrice che si occuperà (spero che non ci sarà nessun lavoro) dei lavori di costruzione della TAV... etcetcetc
Che dici Beppe siamo corti coi tempi?

Emiliana Di Carlo 11.12.05 18:13| 
 |
Rispondi al commento

A tutti i sostenitori del nano portatore di infelicita'.

Prima di porvi incondizionatamente al suo servizio dovreste sapere 2 cose, la prima che le sue probabilita' di rivincere le elezioni sono quasi nulle, secondo vedetevi questo filmato per sapere chi e' il vostro idolo, se avete ancora un po di onesta' intellettuale vi dovrebbero poi venire dei dibbi sulla legittimita' dei capitali di questo signore che si e' presentato come il salvatore della patria ingannando milioni di cittadini di tutti i ceti sociali.

Poi se dopo aver visto il video ancora siete convinti che aiutarlo e' per il vostro bene e quello del paese beh c...i vostri.

Agli altri:

Qui puoi scaricare il filmato e anche diffonderlo in formato wmd e quindi non sei obbligato ad instalalre realplayer, io sto masterizzando a mie spese un pacco di DVD da distribuire in giro in maniera tale che anche chi non ha il PC possa vederlo, se lo fate anche voi possiamo controbattere l'imminente aggressione preparata da forza italia in vista delle elezioni.


http://www.canerobot.it/download.php

ORA UN MEZZO PER COMBATTERLO CON LE SUE STESSE ARMI LO AVETE FATELO.

Francesco Mancini 11.12.05 17:19| 
 |
Rispondi al commento

FRANCESI...

i francesi sono a favore della TAV,

In Italia le grandi opere pubbliche, quelle vere non le faranno mai perchè non ci guadagna nessuno.

9 APRILE elezioni politiche: in quel giorno con una matita segneremo la fine di questo incubo...
Ricordatevi, non prima, non dopo ma in quel momento sarà importante segnare ciò che vogliamo nel nostro paese.

Mauro Mauro 11.12.05 17:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ho sentito che il prezzo del biglietto del treno sarà di molto superiore al costo del trasporto su gomma (pedaggio autostradale più costi di viaggio). Non credevo alle mie orecchie. Ma allora cosa lo facciamo a fare? o crediamo seriamente allo spirito ecologista delle aziende di trasporto? Un politico intervistato in merito ha detto che basterà aumentare il costo dell'autostrada. Un vero idiota.

Ermanno Panara 11.12.05 16:49| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, sono daccordo con Mario Rossi (mario rossi 11.12.05 13:53):
E' ora che tu scenda in campo e che diventi la punta della nostra freccia, perchè se con l'arco scaglieremo un tronco non otterremo nulla; ma se al tronco faremo la punta, allora forse riusciremo a trafiggere gli ostacoli che troveremo davanti.
Basta parlare, è ora di agire...

Gabriele C. 11.12.05 16:36| 
 |
Rispondi al commento

Mangiafuoco = S.Berlusconi

Una vecchia canzone di Edoardo Bennato ma ancora oggi attuale!!!


Non si scherza, non è un gioco
sta arrivando Mangiafuoco
lui comanda e muove i fili
fa ballare i burattini

State attenti tutti quanti
non fa tanti complimenti
chi non balla, o balla male
lui lo manda all'ospedale

Ma se scopre che tu i fili non ce l'hai
se si accorge che tu il ballo non lo fai
allora sono guai - e te ne accorgerai
attento a quel che fai - attento ragazzo
che chiama i suoi gendarmi
e ti dichiara pazzo!...

C'è un gran ballo, questa sera
ed ognuno ha la bandiera
marionette, commedianti
balleranno tutti quanti

Tutti i capi di partito
e su in alto Mangiafuoco
Mangiafuoco fa le scelte
muove i fili e si diverte

Ma se scopre....ecc.

C'è una danza molto bella
tra Arlecchino e Pulcinella
si riempiono di calci
si spaccano le ossa
Mangiafuoco sta alla cassa

Mangiafuoco fa i biglietti
tiene i prezzi molto alti
non c'è altro concorrente
chi ci prova se ne pente!...

Pietro 11.12.05 16:28| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

SEI UN GRANDE, pero mettici un avviso al tuo blog,
leggerlo fa male alla salute, dopo un po'
ti fa venire la gastrite e male al fegato.^^

Marco Campanini 11.12.05 16:16| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo su gran parte di quanto scritto.

Su una cosa pero' rimango perplesso. L'insistenza a proposito dell'uranio. Forse non sapete che l'uranio e' uno degli elementi piu' diffusi nelle rocce. In tutte le rocce vi e' un'alta quantita' di uranio. Anche nei mattoni che costruiscono le case, nelle piastrelle, ecc. vi e' un'alta quantita' d'uranio.

Passando al discorso del trasporto di camion via ferrovia: quanto costa a parita' di merce trasportata effettuare il trasporto (per una fissata origine e destinazione, ad esempio Torino-Lione) a) con un camion su tutto il percorso, b) via ferrovia c) con camion, imbarcato sul tratto alpino su ferrovia?

Andrea Fascilla 11.12.05 16:05| 
 |
Rispondi al commento

qualcuno può spiegarmi dove intendono scaricare tutto il materiale di sterro che da quanto leggo contiene materiali inquinanti e tossici? non penso che se si deve trasportare, del terreno ricco di amianto lo si possa fare con un normale camion.. in tal caso lo si porterebbe a spasso per mezza val di susa...
purtroppo (mea culpa) non sono sufficientemente informato qualcuno può darmi una dritta? ringrazio anticipatamente
e a costo di sembrare ridicolo lancerei un appello.. per le vacanze di natale invece di andare a far la settimana bianca, una capatina dagli amici della val di susa sarebbe un bel gesto

Gianmarco Cantafio 11.12.05 16:01| 
 |
Rispondi al commento

FINALMENTE DOPO 10 ANNI DI SILENZI QUALCOSA SI MUOVE!SONO 10 ANNI CHE NOI ROMANI PROTESTIAMO E CONTESTIAMO LA TAV!10 ANNI DI INCUBI,VITA POCO SALUBRE E POCHE ORE DI SONNO!10 ANNI DI VITA DENTRO AD UN CANTIERE!! LA LINEA PASSA A 3 METRI DAI CONDOMINI DI ROMA EST PER BEN OLTRE 12 KM!MIGLIAIA I FAMIGLIE VIOLENTATE DALLA TAV!UN MURO DI BERLINO CHE DIVITE LA CITTA',UN QUARTIERE DALL'ALTRO!UN MURO ALTO OLTRE 12 METRI LUNGO OLTRE 12 KM DENTRO AL CENTRO URBANO DI ROMA!LE CASE DEI FRONTISTI UFFICIALMENTE INAGIBILI E INCOMPATIBILI! E SIAMO COSTRETTI A VIVERE QUI!CI AVEVANO PROMESSO ESPROPRI LUNGO LA LINEA,CON RELATIVO ABBATTIMENTO DEGLI EDIFICI E IL PAGAMENTO DEL VALORE DELL'INTERO IMMOBILE.COSI NON E' STATO!I SOLDI NON C'ERANO E NON CI SONO!I PIU' FORTUNATI HANNO AVUTO MENO DELLA META' DEL VALORE DELL'IMMOBILE!PERCIO' DOBBIAMO VIVERE A SOLI 3 METRI DA 4 GALLERIE ALTE OLTRE 12 METRI(OGNI APPARATMENTO TRASFORMATO IN LOCULO!)CON INFILTRAZIONI D'ACQUA NELLE CANTINE CAUSATE DAI LAVORI,CREPE E CROLLI DI DEGLI EDIFICI PER LE NOTEVOLI VIBRAZIONI E RUMORI MOLESTI,INTERI EDIFICI DICHIARATI INCOMPATIBILI E INAGIBILI!CARICHE DELLA POLIZIA E DELLE FORZE DELL'ORDINE CONTRO I CITTADINI MENTRE LE SCAVATRICI ENTRAVANO CON PREPOTENZA DENTRO AI GIRADINI CONDOMINIALI!(E SI MIEI CARI,LA TAV E' PRATICAMENTE ENTRATA DENTRO CASA DI MIGLIAIA DI FAMIGLIE!),CONTINUI SUPPRUSI E PROBLEMI!SONO 10 ANNI CHE NON VIVIAMO!E CHIEDIAMO GIUSTIZIA!E' CONTRO NATURA,CONTRO L'AMBIENTE,CONTRO IL NORMAL VIVERE CIVILE COSTRUIRE UN ECOMOSTRO DEL GENERE ALL'INTERNO DEL CENTRO URBANO DELLA CITTà ETERNA!RIPETO:UN MURO DI BERLINO,ALTO 12,50 METRI E LUNGO OLTRE 12 KM E LARGO QUANTO(E FORSE PIù) UN AUTOSTRADA A 3 CORSIE(A DOPPIO SENSO,PERCIO' 6 CORSIE) NEL CUORE DEL CENTRO URBANO DI ROMA!QUESTO ECOMOSTRO PENETRA DA EST A OVEST(PERCIò DALLA PERIFERIA VERSO STAZIONE TERMINI)DIVIDENDO COMPLETAEMENTE A METà INTERI QUARTIERI E BORGATE!ECCO PERCHè,PORTATI ALLA ESASPERAZIONE,MOLTI CITTADINI DI ROMA SI SONO DATI FUOCO! BASTAAA!

Daniele Bonifazi 11.12.05 15:21| 
 |
Rispondi al commento

PER TUTTI COLORO CHE NON CONOSCONO IL METODO PER SCARICARE I DOCUMENTARI:


Per scaricare i 3 documentari. Bisogna utilizzare un software open Source chiato EMULE:
Lo potete scaricare da qui:
http://www.emule-project.net/home/perl/general.cgi?l=18

E' un client (il più famoso al mondo) Per il file Sharing(Condivisione di File).
E' possibile scaricare i 2 file inserendo gli appositi link oppure cercando la parola "Scandalo Tav" nel motore di ricerca interno ad Emule.
Abbiamo scelto questa soluzione per ovvi motivi economici(attualmente ci sono complessivamente 4600 utenti in contemporanea che scaricano il file!!! ci vorrebbero molti euro al mese per avere un sito con banda minima alta e garantita!!)

GRANDE NOVITA': TROVATE I PRIMI 2 VIDEO ANCHE SU QUESTO SITO: http://www.arcoiris.tv/

Daniele Bonifazi 11.12.05 15:18| 
 |
Rispondi al commento

Pietro di Cesare di Bruno 10.12.05 20:08
-------------------------------------
Allora mi sa che non hai mai messo un piede in cantiere idiota, vai a progettare giardinetti.

giuliano bes 11.12.05 15:18| 
 |
Rispondi al commento


Dopo i 2 documentari di GRAN successo(oltre 7000 download in una settimana!!) è arrivato il TERZO ATTO della serie SCANDALO TAV.
In questo documentario,finalmente, cadono i primi nomi colpevoli e/o complici del massacro eco-ambientale e sociale avvenuto qui a Roma dal 1996 ad oggi da parte della TAV!
Assessori Comunali Di Roma e dirigenti TAV, ItalFerr e RFI. Il filmato ripropone in replica una trasmissione di RAI 2 intitolata "Perchè" dove queste persone, davanti a decine di onesti cittadini, dichiarano UFFICIALMENTE che un opera del genere è incompatibile con il territorio, che i cittadini per colpa di questa opera avranno moltissimi DANNI, e che è da pazzi solo pensare di costruire delle gallerie del genere a meno di 10 metri dalle case(SONO ARRIVATI A 3 METRI!!). La trasmissione in questione è andata in onda il 3 maggio 1997. Oggi, Dicembre 2005, le GALLERIE SONO STATE COSTRUITE QUASI PER INTERO!!! HANNO PREDICATO UNA COSA E POI NE HANNO FATTA UN'ALTRA! CHI DEVE PAGARE PER QUESTO DISASTRO?? FINO AD ORA ABBIAMO PAGATO SOLO NOI CITTADINI! Il documentario termina con le riprese dei cantieri in questi ultimi mesi(proprio per far delineare le notevoli differenze tra le PAROLE E I REALI FATTI!).
Spero che questi documentari aiutino anche gli abitanti della Val Di Susa a comprendere a pieno chi è la TAV. NON FIDATEVI!! NOI CI SIAMO PASSATI PRIMA DI VOI! Buona Visione:
1)
ed2k://|file|[Xvid.Divx.ITA].SCANDALO.TAV.-.Documentario.autoprodotto.dai.cittadini.di.Roma..(DIFFONDERE).avi|383528448|D38E3DDC815067341A9AF6075BBDCDF6|h=IANMZLLCN5FVEDGP7L2YDQONZ4GVKFKM|/
2)
ed2k://|file|(Xvid.DIVX.ITA.DIFFONDERE).Scandalo.Tav.-.ATTO.SECONDO.-.Documentario.autoprodotto.dai.cittadini.Romani.NO.TAV.avi|733554688|E02F07D33E73130C136F401E9C707337|h=BLEK5GI5FFQO4WA7MZTGVYF4GOV6PLOR|/
3)
ed2k://|file|(Xvid.Divx.ITA.DIFFONDERE).Scandalo.Tav.-.ATTO.TERZO.-.Documentario.autoprodotto.dai.cittadini.Romani.NO.TAV.avi|557301760|6FF2294B943130EF381CA3806C4EDF71|h=AVBSDRGMKAX4IDQC7YIC2VXS67NMNIGU|

Daniele Bonifazi 11.12.05 15:16| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe...nel 2005 io e una persona legatisima a me abbiamo percorso in eurostar per circa 20 volte la tratta roma-milano e viceversa...trenitalia vende il biglietto dicendo che la durata del viaggio è di 4 ore e trenta...la verità è che il quarto d'ora di ritardo neanche lo calcolano più, il ritardo è nel 90 per cento dei casi di 25 minuti, anche quando supera la mezzo'ora,perchè dal ventiseiesimo ti devono rimborsare metà biglietto...innumerevoli sono le situazioni di ritardi disastrosi tipo un ora un ora e mezza...questa è la tav roma milano....chissa come sarà la tav torino lyon????

stefano bortoletto Commentatore in marcia al V2day 11.12.05 15:03| 
 |
Rispondi al commento

Bel discorso. Verissimo tutto ma la situazione ci impone di essere pragmatici e non filosofi. Non intendevo polemizzare o sminuire le tue riflessioni e dato che hai la mente così aperta vai sul sito della LAV e guarda il filmato sugli animali squoiati vivi,dimmi che devo rivedere la cosa sotto una luce diversa,dimmi che devo riflettere e pensare alle ragioni culturali o alla povertà economica e spirituale di queste persone ed allora ...

Monica Tombolato 11.12.05 14:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Criminalizzare la ricchezza ed il lavoro è stupido. In particolare la ricchezza generata dal lavoro, è assurdo. Noi nasciamo per natura diseguali e per fortuna. Il punto è come coordianare le nostre disegualianze in un sistema che garantisca pari dignità, libertà, e rispetto delle regole e delle persone (quindi se non in violazione delle regole contro le stesse persone [[[ NOI!!]]] ASSOLUTA NON VIOLENZA). E credo che fin qui possiamo essere tutti daccordo.
Non è possibile e sensato criminalizzare il "ricco", ma è doveroso criminalizzare il "ruffiano". E dell'emergenza dei "ruffiani", veri parassiti del sistema, siamo tutti responsabili nel momento stesso in cui scegliamo la logica della tazza e del mestolo, nel momento in cui prediligiamo le RENDITE di posizione dovute alle logiche protezionistiche -> TUTTE! ai guadagni di mercato concorrenziale, nel momento in cui abbaiamo la responsabilità, ma non ne vogliamo sapere di occuparcene, della nostra sopravvivenza e ci affidiamo al magnate magnone od all'idea del Dio Stato come perfetto risolutore dei problemi della nostra società, od unica via, o garanzia degli interessi dei gruppi e delle MAGGIORANZE. Ed intanto per la MAGGIORANZA stanno costruendo nel SEDERE dei valsusini una supposta ache va a rotaie senza considerare la comunità come parte interessata quindi con potere di contrattazione: CARENZA DI ASSEGNAZIONE DI PROPRIETA'.
Io davvero vorrei che vi fermaste pacificamente a riflettere se il sistema in cui viviamo sia il frutto di una reale evoluzione istituzionale od una soluzione, senz'altro stimabile, che persone di senno hanno dovuto mettere insieme l'indomani la fine di un epoca di barbarie, dittatura e schiavitù della prima metà di questo secolo.

PS Mi dispiace rompere i coglioni, e mi dispiace che qualcuno consideri inutile questo tipo di discorsi. Credo che si debba tutti reimparare, tra di noi - ed è ciò che la rete ci permette di fare! - perchè non siamo più abituati a scegliere in prima persona.

ijimiaz galir 11.12.05 14:23| 
 |
Rispondi al commento

un articolo molto chiaro ed esaustivo per chi è realmente interessato a sapere perchè il progetto alta velocità in val di susa è difeso con tanta veemenza e quali sono i reali rischi per la nostra salute. Ve lo consiglio caldamente.Se dopo averlo letto qualcuno sosterrà che Tav sia un buon progetto mi contatti,gli pagherò lo psichiatra

http://italy.indymedia.org/news/2005/12/941080.php

Monica Tombolato 11.12.05 14:19| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti,nella puntata dell'INFEDELE di Gad Lerner di settimana scorsa m'è sembrato di sentire che la trivella che dovra perforare la montagna ora si trova esattamente in CANADA ed arrivera (guarda caso)l'anno prossimo.
forse la temporanea chiusura del cantiere è dovuta a questo?

marco golia 11.12.05 14:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Piccolo imprenditore stanco.
Caro Beppe, secondo me sia giunti a un punto cruciale. Da sempre in Italia tutti parlano, parlano, parlano ma quando è ora di agire la maggior parte ritorna nel buio, amico fidato e accogliente che protegge con le sue spire e ci consente di vivere fregandocene di tutto e di tutti.
Come puoi leggere, moltissime persone sono contrarie alla Tav, al prepotere, al malgoverno, all'ingiustizia, al dover sempre e solo subire....
Ma quando è ora di agire , siamo un gruppo allo sbando, c'è chi vuole tutto, chi vuole un pò, chi cerca la violenza, chi non è più sicuro perchè non ha tempo.
Nei tuoi spettacoli, nel tuo blog, ovunque vai raduni migliaia di persone che ti ascoltano, che pensano, che approvano quello che dici. Le persone , la storia insegna, hanno bisogno di un leader.
E' ora che scendi in campo, che diventi la punta della nostra freccia, perchè se con l'arco scaglieremo un tronco non otterremo nulla; ma se al tronco faremo la punta, allora si riusciremo a trafiggere gli ostacoli che troveremo davanti. Chi ci governa se ne frega di noi, sia di dx che sx che centro.
Basta parlare, è ora di agire...

mario rossi 11.12.05 13:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' in questa battaglia per lasciare la valle così com'è, che si decide se siamo maturi per il disastro, o noi italiani ci stiamo veramente evolvendo.
Possiamo anche non imitare sempre gli altri paesi (discorso di Pericle all' aeropago) ma proponiamo anche noi delle idee alternative di sviluppo, come fa in questo Blog il preparatissimo professor Grillo, facciamo onore ai nostri antenati che hanno alimentato il Rinascimento e hanno tirato fuori dal fango della brutalità del medioevo l'intera Europa. L'Italia ha l'opportunità di diventare ancora una volta il faro di un nuovo modo di concepire la civiltà e l'economia, CI SONO MOLTI PRESUPPOSTI QUI IN ITALIA La popolazione è colta, consolidata nel cristianesimo, che è già un buon passo verso una civiltà eticamente superiore, ci sono intelligenze profonde che in altri paesi ci invidiano, come possiamo essere arrivati alla situazione in cui ci troviamo !
Ci dev' essere una forza superiore, sovranazionale, contro la quale non riusciamo ad opporci: c'è paura, c'è troppa paura !
Con tutte le menti di alta qualità che ci sono in Italia, capaci di governarla, e trasformarla in un qualcosa che non si è mai visto prima da nessun altra parte del mondo, ci ritroviamo un governucolo esautorato, pronto ad aderire a sistemi corrotti e disumani, che sta facendo ridere tutti gli esperti di economia del mondo.
Io non riesco a far altro che scrivere, sono troppo minuscolo e confuso, ho pochissimo tempo libero, e vivo in un deserto dei Tartari, la cui sabbia è fatta di gente ormai sfiduciata da secoli, spero di poter fare di più, e scrivere di meno.
Ciao Beppe, grazie a te e al tuo staff, per avermi offerto questa opportunità, VOI CHE POTETE, AGITE ! CORAGGIO !

massimo esposito Commentatore in marcia al V2day 11.12.05 13:52| 
 |
Rispondi al commento

Ho appena visto le foto...Pisanu V A T T E N E!!!!
In una discussione con colleghi e amici si parlava in generale, insomma ho espresso il punto di vista sulla Lega e i politici in generale...anche quelli dell'opposizione...insomma per non farla lunga mi hanno dato del "comunista"...ragazzi meditate! Ahhhhhhhhhhhhh la signora con il crocefisso davanti ai poliziotti è una "comunista" che recitando "l'Ave O Maria" cerca di far sparire i poliziotti!

Rosario Moreno 11.12.05 12:54| 
 |
Rispondi al commento


Prima dell'avvio del cantiere approfondimenti sanitari, ambientali ed economici
"Tregua" nel segno del dialogo tra il governo e le amministrazioni locali
Tav, rinviati i lavori di scavo
nasce un tavolo a Palazzo Chigi
Soddisfatti Bresso e Chiamparino. Assemblea delle comunità di Val Susa.

OCCHIO CHE STANNO CERCANDO DI PRENDERE TEMPO, VI VOGLIONO PRENDERE PER STANCHEZZA !!!

BEPPE TUO DOVERE E' TENERCI AGGIORNATI, TENERE VIVA LA QUESTIONE NO TAV !!

GRAZIE, TI AMO ANCHE SE NON SONO GAY !!

PS: a suo tempo penseremo anche al signoraggio !!

lando carlissian 11.12.05 12:53| 
 |
Rispondi al commento

ma come è possibile?? come è possibile che questo governo continui a fare tutto quello che più fa comodo ai suoi ministri?ciò che va contro le loro idee viene distrutto(vedi il popolo no tav)...ma quale progresso?l'italia invece di andare avanti ogni giorno,a ogni ora va sempre più indietro e questo è imbarazzante....
come possiamo combatterli pacificamente se ci tarpano le ali con la forza?

Lucia Ruotolo 11.12.05 12:50| 
 |
Rispondi al commento

qualcuno trovi il modo di sapere chi è il poliziotto che ha parlato contro le cariche: se scrive a Beppe sono sicuro che lui lo pubblicherà.

Stefano Spensieri 11.12.05 12:48| 
 |
Rispondi al commento

PIETRO LA SCALA E' UN GIULIVINO !

I GIULIVINI SONO TUTTI MENTALMENTE RITARDATI !!

LI CHIAMANO: UTILI IDIOTI !

lando carlissian 11.12.05 12:46| 
 |
Rispondi al commento

IL DOVER CONTINUAMENTE SPIEGARE L'INUTILITA' DI QUESTA GALLERIA, E SOPRATUTTO CHE POCHI SI RENDONO CONTO CHE DIETRO A TUTTO QUESTO E A LUNARDI C'E'LA MAFIA.....MI SEMBRA DI VIVERE NEL PAESE DEI BAGONGHI !!

Gianni Zanzi 11.12.05 12:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a Marco Saggio seconda parte

8. E invece sarà ammortizzata facendo pagare i soliti noti: noi lavoratori dipendenti dalla busta paga "certa" (nel senso che non si può barare). Noi che siamo gli unici che non possono evadere e pagano fino all'ultimo cent. La pagheremo due volte: in busta paga e con tutte le imposte indirette che già subiamo (benzina, beni di consumo, ICI, RSU, luce, gas,...).

9. Ops..non ha scritto un punto nove...perché?

Cordiali saluti

federico carboni 11.12.05 12:42| 
 |
Rispondi al commento

a Marco Saggio

ho letto attentamente le sue risposte ai nove punti.

1. Le multinazionali qui non ci vengono perché il lavoro dipendente è tutelato. Preferiscono andare nei paesi sottosviluppati perché così possono massimizzare i profitti a scapito del epersone che lavorano in condizioni di sfruttamento. Non ci sono altri motivi: solo il dio denaro.

2. Tipica mentalità consumistica: la ferrovia che c'è non funziona? Allora si butta via...perché invece non si lavora per ottimizzare e migliorare?

3. E' una delle gambe del tavolo pignorato su cui daremo da mangiare pane e cipolla ai nostri figli perché saremo indebitati fino al collo e strangolati dalle tasse. Ma non non mi preoccupo: qualche datore di lavoro umano che mi farà lavorare 23 ore al giorno per 500 euro al mese lo troverò senz'altro...

4. Se si fa che la ferrovia convenga? E chi lo potrebbe fare? Il mago di Oz? In teoria è possibile ma credo che per molte aziende il trasporto su gomma sarà sempre più conveniente e non solo per motivi meramente economici.

5. Che la TAV sia la scelta giusta credo sia ancora da dimostrare...sui valsusini non esprimo pareri. Non li conosco. Ma quando una popolazione di 63.000 persone (sindaci in testa) scende in piazza qualche domanda me la faccio...lei no evidentemente.

6. La ferrovia esiste dalla fine dell'800. Non la crea la TAV. E mi pare che da molti anni a questa parte l'unica preoccupazione di chi gestisce le ferrovie siano solo il risparmio e il taglio dei costi. Non certo la qualità del servizio e tantomeno la promozione dell'occupazione.

7. Già dimenticavo. Tanto gli addetti ai lavori saranno prevalentemente extracomunitari. Se anche se ne ammalassero o morissero qualche decina non c'è da preoccuparsi vero? Peccato che le fibre d'amianto siano di dimensioni e taglio talmente piccole da essere trasportabili come un polline per km...potrebbe respirarle anche lei o uno dei suoi familiari....

segue

federico carboni 11.12.05 12:32| 
 |
Rispondi al commento

Si deve fare e si farà.
Gli interessi dei valsusini non contano un cazzo rispetto a quelli dell'Europa.
Mal che vada si toglie la ferrovia vecchia e sosctituisce con la nuova.

Luca Bartolomei 11.12.05 12:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ Marco Saggio

Signor Marco,

la Tav mi ricorda, da un punto di vista mediatico, l'elettrificazione delle ferrovie e il diritto di precedenza dei treni nazionali sulle linee locali voluti da Mussolini, strombazzata in pompa magna dal regime e col rsultato che ancora oggi abbiamo una miriade di linee pendolari coi locomotori diesel che ci mettono circa due ore a fare 100 km.

Capisco che ci sono gli azionisti da far contenti a fine anno, ma mentre il mondo parla di come arginare gli effetti del surriscaldamento terrestre, ed è un dato risaputo che la produzione agricola corre il rischio di cedere sotto il peso dell'ipersfruttamento dei terreni, noi stiamo a preoccuparci di un progetto concepito 15 anni fa e che ne richiederà non meno di altri 50 per essere operante e in attivo (ammesso e non concesso).

Prego gli entusiasti di questa devastante "atomica ferroviaria" che è la Tav di tirarsi giù le fette di prosciutto dagli occhi abbastanza celermente, grazie.

Roberto D. 11.12.05 12:21| 
 |
Rispondi al commento

Ma è vero che c'è L'URANIO?!!.... Se SI,BEPPE,ti ricordi lo SETTACOLO che hai fatto a MILANO, trasmesso dalla TSI, dove affermasti che L'ENEL stava acquistando una centrale NUCLEARE in qualche Paese dell'EST a noi vicino(non ricordo la Nazione)!!?... Non ti viene qualche sospetto?!! Personalmente da quando ti seguo, riesco ad associare molti più DUBBI,però con qualche certezza, prima erano solo DUBBI!

Antonio Venturini 11.12.05 12:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ Camillo Ossola

Cortesemente, mi fornisce i dati, o un link, sull'amianto nel tunnel svizzero?

Grazie.

Roberto D. 11.12.05 12:16| 
 |
Rispondi al commento

@ Giovanni Davoli e altri pro-Tav

Sono tutte balle, e lo sapete benissimo.

La Tav è un progetto antiquato, superato, dispendioso senza ritorno e pensato quando non esistevano le lowcost nè le "autostrade del mare" (più logiche ed economiche, soprattutto con un futuro prossimo di incertezza energetica). Senza contare che in Val di Susa passa già un'autostrada ferroviaria (utilizzata al 38%, come scrive Grillo) e che andare da Lisbona a Kiev poteva avere senso, forse, nella Guerra Fredda per portare truppe e riforminemti in caso di conflitto con il Patto di Varsavia, ma NON NE HA PIU' OGGI.

Lo sbocco a Nord sono i porti del nordeuropa, lo sbocco a sud sono i porti del Mediterraneo: andare in Portogallo passando per le Alpi è l'idea più balzana che si possa praticare, oggi.

Roberto D. 11.12.05 12:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chiedo scusa per la domanda che forse già altri hanno fatto: c'è la possibilità di scrivere qualcosa per email ai nostri dipendenti per fargli sapere cosa pensiamo sulla TAV?
Sarebbe bellino inondare di email qualche cassetta postale per far sapere cosa pensa sulla questione anche chi, come me, non può essere presente fisicamente ai bivacchi della Val di Susa.

Grazie

federico carboni 11.12.05 12:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Possiamo discutere sulle argomentazioni, ma piantatela di dire che i verdi francesi infamino quelli italiani, che sono invece politicizzati ecc.

Les Verts français solidaires des manifestants de la vallée de Susa (6 dicembre 2005 www.lesverts.fr) ...in altri comunicati e' stata riconosciuta la particolarita' della valle, la mancanza di una trasparenza sulle valutazioni di impatto ambientale ecc.
Quindi, se ci sono argomentazioni sul si tav ben vengano, ce ne sono altre contro basate su calcoli economici che sovrastimano la crescita della domanda di trasporto e sottostimano i costi e che vedono comunque l'opera risolversi in un disastro economico senza alcun beneficio per l'ambiente ne per la velocita'.
Ma ok...esistono valutazioni diverse, ma smettetela con questi "i nostri verdi son cattivi i loro son buoni e son favorevolissimi al progetto"....perche' NON e' vero, per quanto i verdi francesi non siano compatti

Nicola Gualandi 11.12.05 12:04| 
 |
Rispondi al commento

Caro Anonimo Italiano leggendo il tuo accorato post mi sono tornati alla mente i mitici Cochi e Renato:.."ma dove vado se parto??"..il problema è: meglio un'italia orgogliosamente agreste o un italia di anonimi italiani che per sport si spostano frenetici su trenini frenetici da Parigi a San Felice sul Panaro per andare a lavorare in ceramica?non pensi che l'italia agreste (magari lo fosse davvero) avrebbe bisogno di far ben altro che devastanti cementificazioni, buchi nelle montagne,pericolosissimi ponti per dimostrare di essere un paese "avanti",un paese che non vuol essere tagliato fuori dai big europei?non ti dicono niente le parole "università allo sfascio" ,"mancanza di investimento sulla ricerca"?non sarebbe proprio investendo sulle persone, sugli anonimi italiani come me e te piuttosto che su un pilone di un ponte che si potrebbe fare davvero qualcosa per l'agreste italietta?i "cervelli" italiani fuggono, i politici ignoranti che rendono l'italia più che un paese agreste una cloaca maxima aumentano:questa è la vera età della pietra di una vergognosa italietta..allora ti domando:meglio mettere sul treno come rappresentante dell'italia un bel tartufo d'alba o un anonimo (tra i tantissimi nostri anonimi dipendenti ignoranti) roberto calderoli ?.io non ho dubbi.

Elena M. 11.12.05 12:03| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE, LA MIA STIMA PER TE è TANTA!! LA GENTE è STANCA!!!

danilo placido 11.12.05 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Signor Marco Saggio il fatto che ci mettano ore a fare 250 Km è dovuto al fatto che, in italia, è stata tagliata in un modo miope, per non dire di peggio, la manutezione delle vie ferrate.

Luca Favro 11.12.05 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Volete sapere a cosa e a chi serve la Tav???
Ecco......a chi serve......e perchè.

http://www.legambientevalsusa.it/documenti/23-8-2003_conflitto_Lunardi.htm]

sandri fioravanti 11.12.05 11:52| 
 |
Rispondi al commento

Quale piccolo imprenditore piemontese (senza interessi ferroviari) replico ai NO-TAV:
segue (2):

7. NO TAV: LA LINEA E’ TUTTA IN GALLERIA, SI SCAVERA’ URANIO E AMIANTO
SI TAV: Il problema dell’amianto, se presente, è serio ma limitato agli addetti ai lavori. Magari trovassimo uranio, in Italia ci mancano materie prime. Ci vado io subito a lavorare in un impianto di arricchimento dell’Uranio 235. Il calore interno al nostro pianeta (vulcani e geotermia inclusi) proviene proprio dalle reazioni atomiche dell’uranio, in Africa esistono delle montagne naturalmente calde e fumanti a causa della presenza dell’uranio in superficie. Certo che a seminare patate queste cose non potete saperle.

8. NO TAV: QUEST’OPERA NON FA BENE ALL’ECONOMIA
SI TAV: Il debito pubblico fa male, molto male perché indebita il lavoro dei dipendenti privati (oggi tassati con contributi già superiori al 50%!). Al pubblico non rimane che fare degli investimenti atti a guadagnare e recuperare i costi senza gravare sui contributi del lavoratori. L’opera deve essere ammortizzata come un Mutuo di una qualunque casa.

Marco Saggio 11.12.05 11:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

www.notav.it
www.notavtorino.org
http://blogeko.info

Simona Angeletti 11.12.05 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Quale piccolo imprenditore piemontese (senza interessi ferroviari) replico ai NO-TAV:

1. NO TAV: IL PIEMONTE NON E’ ISOLATO DALL'EUROPA
SI TAV: In futuro il lavoro in Europa verrà sviluppato e gestito solo da Gruppi industriali all’estero, in Italia infatti le Multinazionali non vogliono venire. In Piemonte , Lombardia, ecc non rimarrà che sperare di fare i terzisti per questi gruppi industriali esteri. Dobbiamo essere più vicini in termini di tempo (velocità di consegna e assistenza) ai committenti esteri. In Italia le aziende grosse non ci sono più. Forse non siamo isolati per i turisti ma per il lavoro si.

2. NO TAV: LE LINEE FERROVIARIE ESISTENTI NON SONO SATURE
SI TAV: Per forza non sono sature, ci vuole mezza giornata per fare 250 KM!

3. NO TAV: LA TORINO-LYON NON E’ INDISPENSABILE AL RILANCIO ECONOMICO DEL PIEMONTE.
SI TAV: E’ vero che non è indispensabile ma è una delle gambe del tavolo su cui potranno mangiare i nostri figli domani.

4. NO TAV: Il TAV NON TOGLIERA’ I TIR DALLA VALLE
SI TAV: Questo non è un fattore tecnico-ingegneristico ma solo di volontà e capacità politico-economica. Se si fa in modo che la ferrovia conviene (rapporto tempo/costi favorevole) perché andare su gomma?

5. NO TAV: I VALSUSINI NON SONO EGOISTI. PENSANO AGLI INTERESSI DELL’ITALIA.
SI TAV: I Valsusini, come tradizione nelle montagne piemontesi, non sanno prendere la scelta migliore, preferiscono ostacolare nuovi sviluppi. In passato si è spesso sbagliato anche nella Valle stessa, continuiamo pure ad andare alla cieca e sbagliare perché non si sa o non si vuole trovare la soluzione giusta per ciascuna parte.

6. NO TAV: LA TORINO-LYON NON PORTA LAVORO AI PIEMONTESI
SI TAV: La ferrovia è un solo un mezzo, non sufficiente ma necessario come tanti altri.

7. NO TAV: LA LINEA E’ TUTTA IN GALLERIA, SI SCAVERA’ URANIO E AMIANTO
SI TAV: Il problema dell’amianto, se presente, è serio ma limitato agli addetti ai lavori. Magari trovassimo uranio, in Italia ci m

Marco Saggio 11.12.05 11:49| 
 |
Rispondi al commento

RISPOSTA RAGIONATA AI 9 LUOGHI COMUNI

8. QUEST’OPERA FA BENE ALL’ECONOMIA, PERCHE’ METTE IN MOTO CAPITALI PRIVATI
Ripeto: tutte le infrastrutture gestiscono in perdita (strade, autostrade, ecc) è per questo motivo che le può fare solo lo stato, non capisco questa mania di volere una infrastruttura in attivo. La strada che passe sotto casa vostra gestisce in attivo? Allora lo stato ha fatto male a farla……spiega un po’ com’è la cosa!
9. CHI E' CONTRO LA TORINO-LYON E' CONTRO IL PROGRESSO
Il progresso non è un fine da perseguire, direi che chi va contro la TAV va contro ad un buon progetto. Per quanto riguarda le ricerca; notare che la ricerca non si fa dando i soldi a tizio o a caio dicendogli trova un modo per risparmiare energia! (un’idea sovietica di ricerca) La ricerca si fa dandosi un obbiettivo e risolvendo i problemi che si trovano lungo il percorso. Per esempio una delle imprese più importanti per la ricerca è state la conquista della Luna (ma non per il fatto di essere andati sulla Luna, ma per i problemi nuovi ed inaspettati che si sono trovati e poi risolti durante l’impresa). Stessa cosa, molto più in piccolo, per la TAV (ciò far andare un treno a 300 km/h per tutta Europa in piena sicurezza).

giovanni davoli 11.12.05 11:48| 
 |
Rispondi al commento

@roby boss 11.12.05 10:32

Hai scritto:
"un benestante anche tu. che sfrutti gli altri nel tuo piccolo e fin che ti danno questa possibilità ti accontenti del tuo piccolo privilegio."

Ma sono io benestante perchè sfrutto gli altri o perchè sono bravo a lavorare?

Vergogna, come fai a pensare che chi lavora o guadagna sia disonesto???

Oggi un lavoratore che ha un buon lavoro è un delinquente... NON RIESCO A CREDERCI!!

MA chi cazzo sfrutto io??? Sei tu che sei un fallito se ragioni in questo modo.

Se siete tutti così caro Beppe Auguri quando dovrai cominciare a trattare argomenti più responsabili!!


attilio colombo 11.12.05 11:48| 
 |
Rispondi al commento

RISPOSTA RAGIONATA AI 9 LUOGHI COMUNI

1. SENZA LA TORINO-LYON IL PIEMONTE SAREBBE ISOLATO DALL'EUROPA
per fortuna aggiungerei! ma è un po’ come dire che senza statali ed autostrade l’Italia sarebbe comunque stata collegata,infatti esisteva già il sistema viario romano (qualcuno si rende conto di quanto hanno visto avanti i romani quando hanno costruito le loro strade?)
2. LE LINEE FERROVIARIE ESISTENTI SONO SATURE
I dati riportati sono veri, ma il fatto è che nel campo dei trasporti è l’offerta a generare la domanda e non viceversa. Se non esiste un sistema veloce, affidabile ed economico nessuno chiederà di utilizzare il treno per i trasporti. Esempio: se da casa mia per andare a Roma c’è solo un treno al giorno, io in prevalenza cercherò di usare l’auto, ma se ho a disposizione 10 corse al giorno, userò il treno.
3. LA TORINO-LYON E’ INDISPENSABILE AL RILANCIO ECONOMICO DEL PIEMONTE.
Non si può ragionare in termini regionali, la TAV è una infrastruttura indispensabile al rilancio economico dell’Europa.
4. Il TAV TOGLIERA’ I TIR DALLA VALLE
Per lo meno farà in modo che non aumenti il traffico su gomma, valgono le stesse cose del punto 2.
5.I VALSUSINI SONO EGOISTI. NON PENSANO AGLI INTERESSI DELL’ITALIA.
I Valsusini sono spaventati.
6.LA TORINO-LYON PORTA LAVORO AI PIEMONTESI
Rifuggo l’idea tutta DC-PCI del “fare le opere per dare lavoro”; preferisco pensare che si lavora per fare le cose che servono
7.LA LINEA E’ QUASI TUTTA IN GALLERIA. CHE MALE FA?
Una linea i galleria ha un impatto minore nell’esercizio, maggiore nella costruzione. L’amianto c’è ma è un problema nella sola fase di scavo, dopo lo scavo la galleria viene progressivamente gettata in cemento pertanto il vento può soffiarci dentro e non una sola fibra di amianto verrà portata in valle. Durante lo scavo servono invece misure idonee, peraltro tecnologicamente disponibili; ugualmente per lo stoccaggio del materiale di scavo, che io metterei nelle vecchie cave di amianto.

giovanni davoli 11.12.05 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Io dico solo una cosa: prima di sputare sentenze, attendiamo almeno che siano terminati i lavori di sondaggio del terreno per stabilire se e in quali quantità sono presenti amianto e uranio. Poi, a seconda se il risultato dà esito positivo o negativo, si decide se non fare o se fare la galleria.

I lavori di scavo che dovrebbero iniziare a breve non riguardano ancora l'opera definitiva, ma soltanto il cunicolo di ispezione proprio per fare quetsi accertamenti. Il cunicolo viene comunque scavato sul tracciato previsto per l'opera completa, perché se i risultati dell'analisi danno parere favorevole all'idoneità del terreno, si procede allargando il cunicolo, se danno parere contrario, si chiude tutto quanto.

Questi lavori dovrebbero essere terminati per aprile 2006. Allora sapremo se sarà realmente possibile realizzare l'opera completa o se dovremo cambiare tracciato.

Se non sarà possibile realizzare l'opera, ci rassegneremo all'evidenza, cosa dobbiamo fare...

Giacomo Caielli 11.12.05 11:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@Christian Bonatto Minella

La tua proposta valida nel principio ma è inapplicabile...sai quanto costa raccogliere le firme e presentarle???

Smettila tu di dire c....te! e tieni i piedi per terra

attilio colombo 11.12.05 11:40| 
 |
Rispondi al commento

@Christian Bonatto Minella

La tua proposta valida nel principio ma è inapplicabile...sai quanto costa raccogliere le firme e presentarle???

Smettila tu di dire c....te! e tieni i piedi per terra

attilio colombo 11.12.05 11:40| 
 |
Rispondi al commento

Ho sbagliato a mandare le mie argomentazioni
erano dirette ad alessandro colmanet

Faso Stefano 11.12.05 11:38| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, scusate se voglio fare il polemico, ma se il TAV è un problema che colpisce la Val di Susa perch sono arrivati quei minc...ni di no-global che hanno già fatto abbastanza danni al G8.
Ed è inutile far vedere solo le foto che fanno "comodo" (manifestanti pacifici ecc..) perchè dietro alla vecchietta con il crocifisso potrebbe esserci un centinaio di pezzi di m..da che è pronti a lanciare san-pietrini o chi sà che altro ancora.
Non fraintedetemi non sono PRO-TAV, ma sono solo un genovese che ha già visto trasformare una manifestazione pacifica in un casino privo di logica.
P.S. a quel cavolo di bivacco non era solo presente la ragazza con i capelli rossi ma un sacco di "bravi" ragazzi con "Armature" fatte con matterassini da bivacco, caschi, bastoni e chi piu ne ha più ne metta.
Certo si stavano preparando a una manifestazione pacifica
Scusate il disturbo...

Alessandro B. 11.12.05 11:38| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, scusate se voglio fare il polemico, ma se il TAV è un problema che colpisce la Val di Susa perch sono arrivati quei minc...ni di no-global che hanno già fatto abbastanza danni al G8.
Ed è inutile far vedere solo le foto che fanno "comodo" (manifestanti pacifici ecc..) perchè dietro alla vecchietta con il crocifisso potrebbe esserci un centinaio di pezzi di m..da che è pronti a lanciare san-pietrini o chi sà che altro ancora.
Non fraintedetemi non sono PRO-TAV, ma sono solo un genovese che ha già visto trasformare una manifestazione pacifica in un casino privo di logica.
P.S. a quel cavolo di bivacco non era solo presente la ragazza con i capelli rossi ma un sacco di "bravi" ragazzi con "Armature" fatte con matterassini da bivacco, caschi, bastoni e chi piu ne ha più ne metta.
Certo si stavano preparando a una manifestazione pacifica
Scusate il disturbo...

Alessandro B. 11.12.05 11:37| 
 |
Rispondi al commento

Sig. Beppe
ma si possono raccogliere delle firme per un eventuale REFERENDUM sui lavori? DEMOCRAZIA.
Io destinerei i soldi utilizzati per quest'opera per recuperare le scuole e le abitazioni fattiscenti delle zone ad ALTO RISCHIO SIMICO. Toglierei dai CONTAINER gli abitanti dell'umbria. Saluti e basta con le CA...TE!

Christian Bonatto Minella 11.12.05 11:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@roby boss 11.12.05 10:32

Hai scritto:
"un benestante anche tu. che sfrutti gli altri nel tuo piccolo e fin che ti danno questa possibilità ti accontenti del tuo piccolo privilegio."

Ma sono io benestante perchè sfrutto gli altri o perchè sono bravo a lavorare?

Vergogna, come fai a pensare che chi lavora o guadagna sia disonesto???

Oggi un lavoratore che ha un buon lavoro è un delinquente... NON RIESCO A CREDERCI!!

MA chi cazzo sfrutto io??? Sei tu che sei un fallito se ragioni in questo modo.

Se siete tutti così caro Beppe Auguri quando dovrai cominciare a trattare argomenti più responsabili!!

Attilio Colombo 11.12.05 11:30| 
 |
Rispondi al commento

Volevo rispondere a franco montemuro.
1 Non hai dato dei dati o valori a contestare le upinioni emerse
2 Ogni volta che c'è una protesta emergono i comunisti
3 hai ragione a dire che le nostre struttore sono precarie e questo dovrebbe far pensare che avrebbero bisogno di un migliore studio invece approvere un progetto che forse andava bene 30 anni fa
4 Quello che stanno facendo è un imposizione bella e buona dimostrata dal fatto della carica al bivacco
5 hai ragione sei un illuso perchè la storia insegna che per i soldi ci si puo dimenticare di tutto di più
Cordiali saluti

Faso Stefan 11.12.05 11:21| 
 |
Rispondi al commento

Volevo rispondere a franco montemuro.
1 Non hai dato dei dati o valori a contestare le upinioni emerse
2 Ogni volta che c'è una protesta emergono i comunisti
3 hai ragione a dire che le nostre struttore sono precarie e questo dovrebbe far pensare che avrebbero bisogno di un migliore studio invece approvere un progetto che forse andava bene 30 anni fa
4 Quello che stanno facendo è un imposizione bella e buona dimostrata dal fatto della carica al bivacco
5 hai ragione sei un illuso perchè la storia insegna che per i soldi ci si puo dimenticare di tutto di più
Cordiali saluti

Stefano faso 11.12.05 11:20| 
 |
Rispondi al commento

...scommetto che mi aiuterai!
Mi ci gioco tutto quel che ho: cioè niente!

sisalvi chipuò 11.12.05 11:20| 
 |
Rispondi al commento

Dopo il NO TAV in Piemonte, il NO PONTE in SIcilia, il NO INCENERITORI in Campania, NO SONDAGGI PETROLIFERI in val di Noto, no centrali elettriche ovunque, ovvero il NO alla qualunque dappertutto mi piacerebbe conoscere quali alternative abbiamo alla vita agreste che ci aspetta. Mi chiedo: quando abbatteremo anche tutte le gallerie alpine? Possibile che non ci siano anche lì problemi di amianto, uranio, ecc? E quando affonderemo le mega-navi-truffa dei traghetti F.S. Messina-Villa S.G.? E' normale spacciare per traghetto una nave che esce dal porto a marcia indietro, e in pieno stretto fa una pittoresca inversione a U? Quando la Caronte ha dei veri traghetti (piccoli però) che vanno dritti da una sponda all'altra dello stretto? Ma si, facciamo transitare la TAV da Rotterdam, lasciamo il Piemonte a sviluppare l'era del tartufo d'oro e del vino DOC, semmai potenziamo le ferrovie con la Serbia, avremo tanto bisogno del loro carbone per le nostre centrali elettriche...

Anonimo Italiano 11.12.05 11:19| 
 |
Rispondi al commento

Con la sottilissima differenza che non voglio salvarmi da una figuraccia o mantenermi una poltrona...
ma liberarmi di anni e anni ancora di pesanti scocciature, nonchè del peso che ho con me stessa di non aver fatto pagare il giusto prezzo a quelle precedenti!
Mi aiuti?
Scommetto di si!

sisalvi chipuò 11.12.05 11:17| 
 |
Rispondi al commento

In Ticino (CH) si sta costruendo un tunnel sotto il Gottardo come quello in Val di Susa (anzi sarà più lungo di 4km.)

http://www.ticino-tunnel.ch/infocentro/home.html

Anche qui ci sono gli stessi problemi, amianto compreso, ma tutto è stato superato. I cantieri sono visitati a pagamento da turisti e scolaresche. Sono stati tutelati ambiente e popolazione. Il traffico pesante su gomma sarà obbligatoriamente spostato su rotaia.
Perchè in Italia non riuscite a fare lo stesso?

Camillo Ossola 11.12.05 11:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

N O T A V

V o t i a m o NOTAV

Non vogliqmo una CAZZATA DEL GENERE

Vota anche tu NOTAV

http://www.petitionspot.com/petitions/notav

Francesco Montemurro 11.12.05 11:11| 
 |
Rispondi al commento

Ti fa specie?
Ad essere sincera sono, addirittura, democratico-politeista!

sisalvi chipuò 11.12.05 11:09| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori