Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Stiamo mantenendo tutti gli impegni!


Stiamo mantenendo tutti gli impegni.jpg
Scarica il manifesto.

In questi giorni e fino alla fine della campagna elettorale i nostri dipendenti spenderanno i nostri soldi per piazzare la loro faccia su manifesti 6x3 in tutta l’Italia.

Non strappateli.

Loro ci credono veramente:
che sono responsabili,
che in tutte le scuole c’è Internet e gli studenti parlano l’inglese,
che hanno mantenuto le promesse,
che gli italiani devono adottare i bambini cinesi,
che le grandi opere sono partite,
che hanno fatto le riforme per il Paese.

Il problema è che a queste putt..te non ci credono più i loro datori di lavoro.

Ma se un politico mente in pubblico con un cartellone elettorale non dovrebbe essere perseguibile per legge?

Vorrei dare qualche consiglio, gratis, ai lettori del blog che, li capisco, vorrebbero strappare e imbrattare, urlando, questi attentati alla loro intelligenza e alla loro psiche.

Si potrebbe:

- sullo stile di Hyde Park a Londra, dove ogni oratore può dire la sua, portare una cassetta davanti al cartellone, salirci sopra e, in maniera documentata, spiegare perché non si è d’accordo.
Magari è meglio andarci con un paio di amici ed un megafono

- scrivere su un foglio perché il messaggio del cartellone è falso, fotocopiare il foglio e distribuirlo ai passanti

- inviare una mail circoscritta al dipendente sul messaggio ritenuto falso, aiutandolo a capire dove sta sbagliando

- spedire a casa del dipendente lettere A/R con dati reali sulla situazione italiana, in modo che si possa ricredere.

Ps: Noi qualche obiettivo comunque, a differenza dei nostri dipendenti, lo abbiamo raggiunto:
un po’ in ritardo, ma Fazio si è tolto dalle p..e !

Ah, ci avesse dato retta la scorsa estate…
Il problema è ora chi prenderà il suo posto: speriamo Monti.

19 Dic 2005, 16:38 | Scrivi | Commenti (1710) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

E' davvero molto semplice e costruttivo risolvere con gli insulti. Gaber diceva, "Libertà è partecipazione",.. PArtecipazione non demolizione. Questa non è informazione. Sono capace anche i bambini di dire "Oh guarda Pierino si è messo le mani nel naso è un bambino cattivo!! Gne Gne!". Complimenti per la maturità politica. COmplimenti grillini per l'aiuto che state dando ad un paese con energie sprecate. Volete fare qualcosa? Aiutate come gruppo le persone che soffrono e sono in difficoltà. Piano piano sottovoce,.. senz urlare insultare. Cominciamo tutti ad avere un ETICA nell'agire a partire dagli insulti che leggo ogni mattina dal labiale delle brave persone che non riescono a superarmi, con quella rabbia quella foge da Vaffanculisti, la stessa rabbia che vedo in un Grillo che non ha saputo trovare alcuna soluzione ai problemi dell'Italia che dire VAFFA... Ma perchè no VOTIAMOLO tutti! Vediamo cosa risolve e in che modo? Sarei proprio curiosa. LE cose sono sempre molto ma molto più complicate per chiunque di noi. Ringraziamo Budda per averci dato dei politici di professione, se no avremmo solo una massa di Robespierre che finirebbero per mettere il nostro paese in un mare di guai diplomatici,.. ma certo anche in un mare di verde di boschi tapezzato di celle fotovoltaiche,.. e celle ad idrogeno,.. che a smaltirle quelle ti voglio vedere,.. Continuiamo così,.. facciamoci del male.

Simona Croci 19.09.07 16:29| 
 |
Rispondi al commento

x la pubblicità dei cartelloni elettorali nel caso e ripeto solo nel rarissimo caso in cui,gli impegni mantenuti o le promesse elettorali riportate sui manifesti non dovessero corrispondere alla realtà o quantomeno avvicinarsi, non potrebbe intervenire quantomeno l'Authority (spero si scriva così) per la pubblicità ingannevole?

patrick labonia 28.02.06 17:57| 
 |
Rispondi al commento

scusate per la divagazione, ma qualcuno saprebbe spiegare il significato di quei manifesti elettorali con faccione del candidato e banale slogan? Mettendo da parte l'ironia, pensate che ci sia qualcuno che vedendo il faccione e la frase banale dica : ah bene, voto per lui ! E' possibile che vengano depauperate le foreste per la richiesta di ingenti quantitativi di carta, non per stampare bei libri o per diffondere cultura, ma per tediare cittadini con banalità che presumo non diano luogo a nessun risultato. Se io decido di votare per uno dei candidati in questione vi assicuro che non lo faccio assolutamente xchè vedo la gigantografia del ritratto con la banalità allegata, anzi..... Ma allora a che serve tutto questo scempio? Avete delle spiegazioni esaurienti ? Grazie

Antonio zitelli 28.02.06 14:22| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici,
qualche giorno fa ho sentito in TV un'affermazione dell'On. Di Pietro: "dobbiamo spiegare agli Italiani che le tasse vanno pagate, perché sono necessarie alla vita della comunità".
La dichiarazione mi ha sorpreso, poiché mi sembra che fra i politici - anche fra quelli per i quali simpatizzo - sia in corso una poco nobile gara per titillare i più meschini egoismi degli Italiani, promettendo loro facili riduzioni fiscali, tacendo però il particolare che ogni taglio delle imposte comporta inevitabilmente uno scadere della qualità dei Servizi che uno Stato Civile deve fornire ai propri Cittadini.
Sulle orme di Di Pietro, qualcuno riuscirà ora anche far capire agli Italiani che Sanità, Scuola, Trasporti, Sicurezza, Giustizia, ecc., non sono doni che cadono dal cielo, e che la qualità di questi servizi - di cui gli Italiani si lamentano perennemente - è direttamete proporzionale alle risorse economiche ad essi dedicate, ossia all'entità delle entrate tributarie?
Si riuscirà a far sapere agli Italiani che nei Paesi dove questi servizi sono senz'altro migliori - ad esempio, in Norvegia, Svezia, Finlandia, ecc. - le fasce di reddito più alte sono tassate al 63 - 65%, senza che i Cittadini siano ridotti alla fame e senza che le economie di quei Paesi vadano a rotoli?
Si riuscirà a sfatare l'opinione corrente, avallata dall'autorevole testimonianza del nostro Presidente del Consiglio, secondo la quale chi paga le tasse è un fesso?
Spero che la via indicata da Di Pietro convinca la coalizione a moderare la ricerca del consenso a qualunque costo, a non rincorrere i voti di coloro che sono sensibili a certe argomentazioni, ma che concedono un'adesione labile e transitoria, come quella che si è meritato il Cavaliere.
Roberto Sega

Roberto Sega 06.02.06 19:52| 
 |
Rispondi al commento

LETTERA APERTA AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO

Signor Presidente,
Lei non può continuare ad ingannare gli Italiani, raccontando loro che il Tribunale di Milano ha riconosciuto la Sua innocenza e lo ha mandato assolto.
I giudici di Milano hanno attribuito a Lei ed al Suo legale e sodale Previti il reato di corruzione in atti giudiziari, uno dei reati più gravi ed ignobili, in uno Stato democratico.
Nel corso del procedimento giudiziario a Suo carico, una disposizione parlamentare studiata ed approvata dai Suoi collaboratori ha stabilito la modifica dei termini di prescrizione del reato che a Lei era addebitato.
Il normale buon senso fa fatica a comprendere perché Lei, anziché pretendere di proseguire il processo fino alla sentenza chiarificatrice, si sia invece affrettato a richiedere il beneficio della prescrizione, secondo quanto previsto dal provvedimento architettato dai Suoi adepti.
Lei, laureato in giurisprudenza, dovrebbe sapere che la prescrizione estingue il giudizio, ma non il reato: pertanto, al momento, Lei è un "ex inquisito su cui gravano pesanti sospetti", e non è affatto un "innocente assolto", stante che Lei, invece della limpidità di una sentenza che, a Suo dire, sarebbe stata di ampia e totale assoluzione, ha preferito l'ambiguità del rifiuto ad essere giudicato.
E Lei dovrebbe anche sapere che in questa circostanza le parole "innocenza" ed "assoluzione", sono uno spudorato falso ed una sfrontata menzogna, sia sul piano legale che su quello morale, con l'aggravante di essere pronunciate da un Presidente del Consiglio.
Per il rispetto che pure Lei deve alla figura istituzionale da Lei ricoperta, dovrebbe sentire imperiosa la necessità di dimettersi, evitando l'ormai prossima umiliazione di una indecorosa cacciata da parte di tutti gli Italiani.
Buona fortuna, Presidente.
Roberto Sega

Roberto Sega 22.01.06 23:42| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici,
devo scusarmi con i lettori del blog, per alcuni miei messaggi più volte ripetuti.
Poiché ho visto che il disguido ha colpito anche altri partecipanti, ritengo utile segnalare che credo di averene individuato l'origine e di avere anche notato come risolverlo.
L'inconveniente si verifica quando, anziché scrivere il messaggio direttamente sulla mail, lo si scrive a parte e poi lo si porta sul blog con il "copia-incolla": si potrà osservare che in questo caso la casellina che indica i caratteri disponibili rimane ferma a 2000, e probabilmente questo genera un errore nel sistema, perché da un lato la mail risulta vuota e dall'altro invece rileva comunque la presenza di caratteri.
Quando si spedisce la mail, dopo qualche secondo la trasmissione sembra bloccarsi, per cui viene naturale interromperla e ripetere l'invio, per vederla di nuovo bloccarsi, e così via: solo in secondo momento ci si accorge che il sistema ha invece inviato tutte le mail…
Per risolvere il problema, ho rilevato che è sufficiente inserire "dal vivo", prima dell'invio, una parola o anche un semplice carattere, che potrà poi essere cancellato: si vedrà che la casella indicherà l'esatto numero di caratteri disponibili, e la trasmissione procederà regolarmente, senza intoppi.
Un cordiale saluto.
Roberto Sega

Roberto Sega 21.01.06 20:57| 
 |
Rispondi al commento

OPERAZIONE "LA NOSTRA VERITÀ" - PARTE SECONDA

Questa è la seconda scena del post dedicato, in particolare, ai simpatizzanti di Forza Italia: ho titolato l'operazione "la nostra verità", in quanto riguarda un altro componente della mia famiglia.
Mia figlia si è laureata nel 2001, come traduttrice-interprete simultanea e consecutiva nelle lingue tedesca e spagnola; inoltre, conosce bene l'inglese ed il francese, per averli studiati al liceo e per frequenti permanenze in quei paesi.
Conseguita la laurea, pur consapevole di dover scontare il noviziato ed un ragionevole periodo di formazione, era tuttavia entusiasta di entrare nel mondo del lavoro, con tutte le carte in regola per ottenere un discreto successo, confortata anche dai 6x3 "UN BUON LAVORO ANCHE PER TE".
Oggi, quasi ventottenne, si trova ad avere svolto, ormai da circa cinque anni, solo dei "lavoretti" di scarso contenuto professionale, spesso in nero, quasi nessuno attinente la sua specializzazione, tutti a tempo determinato; recentemente anche con l'innovativa formula del lavoro "a somministrazione".
La mancanza di esercizio le sta facendo perdere la padronanza dei meccanismi mentali e l'elasticità di linguaggio così necessari nelle tecniche di interpretazione.
Ma soprattutto - e questo è il tema più doloroso - sta perdendo la fiducia in se stessa, l'autostima ed il legittimo orgoglio di una giovane che tanto si è impegnata per costruirsi una solida base di partenza.
Forse la mia famiglia è particolarmente scalognata, ma questa, cari signori, è "la nostra verità", documentabile e dimostrabile.
Sicuramente più verità di quelle basate sui numeretti delle statistiche, già per se stesse poco verificabili e tanto meno attendibili in quanto avallate da un notorio contafrottole, ormai riconosciuto ciarlatano inaffidabile persino dai più sprovveduti dei suoi stessi fedeli, e sostenuto solo dai più ottusi ed interessati accoliti.
Cari saluti.
Roberto Sega

Roberto Sega 19.01.06 18:31| 
 |
Rispondi al commento


La notizia del giorno é che non ci sono notizie. Non comprate i giornali italiani, gente, non aprite le televisioni, gustatevi un videogioco o andate a fare una bella passeggiata col cane o col nipotino, non vi perdete niente, viviamo in un paese dove l'unica cosa che occupa la mente degli omuncoli e delle donnine sorridenti della televisione e della carta stampata é dar conto agli italiani delle comparsate televisive del miliardario-ridens, il Faccio-tutto-io, Sono-secondo-solo-a-Dio-ma-mi-sto-attrezzando-alla-sfida.

Vi sono uomini e donne nel mondo che languiscono nelle carceri africane in attesa di un processo che mai avranno, Gazprom forse ci taglierà le forniture del gas metano a causa del gelo cattivo che spezza i cavi elettrici e uccide gli animali nelle tane, mille, bellissime storie ci potrebbero raccontare i giornalisti e gli uomini della televisione che accadono nel vasto, meraviglioso mondo che abitiamo, ma da noi é una litania infinita, un incubo quotidiano di noia e pena: le menzogne palesi del cavalier Silvio Berlusconi vengono propalate senza contradditorio o smentita, esondano dai video accesi e dalle prime pagine dei giornali, tracimano dalle bocche dei vulcani spenti della nostrana 'informazione' e scivolano come lava merdosa a tutto coprire, lordare della nostra dignità nazionale.


zane franco 19.01.06 09:16| 
 |
Rispondi al commento

OPERAZIONE "LA NOSTRA VERITÀ" - PARTE PRIMA

Questo post è dedicato soprattutto ai simpatizzanti di Forza Italia.

Mia moglie è andata in pensione nel '99, con i fatidici quindici anni di contributi, che avrebbero dovuto garantirle un reddito mensile di circa settecentoquarantamila lire nette.
Il governo Amato, visto che io percepivo una pensione "ricca" - circa due milioni di lire al mese, a stento sufficienti per una vita appena dignitosa - stabilì che mia moglie dovesse rinunciare all'integrazione al minimo.
La sua pensione risultò pertanto di circa novantamilalire al mese nette.
Naturalmente, mia moglie la prese molto male, e quando il Cavaliere le ha sbandierato davanti al naso "UN MILIONE DI PENSIONE PER TUTTI", è stato facile farla abboccare all'amo.
Mia moglie non lo ammetterà mai, ma ho il sospetto che alle ultime politiche lei abbia votato Berlusconi, sebbene avessi cercato di farle capire che in quel modo lei faceva mercimonio del suo Voto.
Dopo le elezioni (finita la festa, gabbato il santo), è venuto fuori che il famoso "milione per tutti" era in realtà un milione solo per gli ultrasettantenni, purché con redditi familiari inferiori a 21 milioni di lire lordi.
Mia moglie non aveva quei requisiti - quanti li avevano? - ed è rimasta esclusa: la sua pensione ammonta, oggi, a circa centoventi euro al mese.
Quando ero bambino, nella salumeria sotto casa c'era un cartello sul quale era scritto "Si fa credito solo ai novantenni, purché accompagnati dai genitori".
Berlusconi, dimostrando meno coraggio civile di un pizzicarolo ipocrita, ha nascosto le sue riserve mentali e, con il voto carpito a mia moglie ed a chissà quanti altri sprovveduti, ha potuto sostenere di governare con il consenso della maggioranza degli italiani.
Ora, sostiene perfino di avere mantenuto tutte le promesse.
E questo non è ancora tutto: quanto prima invierò una seconda parte.
Un saluto.

PS: che cacchio è successo alla pagina "la bocca della verita"?

Roberto Sega 17.01.06 16:42| 
 |
Rispondi al commento

OPERAZIONE "LA NOSTRA VERITÀ" - PARTE PRIMA

Questo post è dedicato soprattutto ai simpatizzanti di Forza Italia.

Mia moglie è andata in pensione nel '99, con i fatidici quindici anni di contributi, che avrebbero dovuto garantirle un reddito mensile di circa settecentoquarantamila lire nette.
Il governo Amato, visto che io percepivo una pensione "ricca" - circa due milioni di lire al mese, a stento sufficienti per una vita appena dignitosa - stabilì che mia moglie dovesse rinunciare all'integrazione al minimo.
La sua pensione risultò pertanto di circa novantamilalire al mese nette.
Naturalmente, mia moglie la prese molto male, e quando il Cavaliere le ha sbandierato davanti al naso "UN MILIONE DI PENSIONE PER TUTTI", è stato facile farla abboccare all'amo.
Mia moglie non lo ammetterà mai, ma ho il sospetto che alle ultime politiche lei abbia votato Berlusconi, sebbene avessi cercato di farle capire che in quel modo lei faceva mercimonio del suo Voto.
Dopo le elezioni (finita la festa, gabbato il santo), è venuto fuori che il famoso "milione per tutti" era in realtà un milione solo per gli ultrasettantenni, purché con redditi familiari inferiori a 21 milioni di lire lordi.
Mia moglie non aveva quei requisiti - quanti li avevano? - ed è rimasta esclusa: la sua pensione ammonta, oggi, a circa centoventi euro al mese.
Quando ero bambino, nella salumeria sotto casa c'era un cartello sul quale era scritto "Si fa credito solo ai novantenni, purché accompagnati dai genitori".
Berlusconi, dimostrando meno coraggio civile di un pizzicarolo ipocrita, ha nascosto le sue riserve mentali e, con il voto carpito a mia moglie ed a chissà quanti altri sprovveduti, ha potuto sostenere di governare con il consenso della maggioranza degli italiani.
Ora, sostiene perfino di avere mantenuto tutte le promesse.
E questo non è ancora tutto: quanto prima invierò una seconda parte.
Un saluto.

PS: che cacchio è successo alla pagina "la bocca della verita"?

Roberto Sega 17.01.06 16:41| 
 |
Rispondi al commento

OPERAZIONE "LA NOSTRA VERITÀ" - PARTE PRIMA

Questo post è dedicato soprattutto ai simpatizzanti di Forza Italia.

Mia moglie è andata in pensione nel '99, con i fatidici quindici anni di contributi, che avrebbero dovuto garantirle un reddito mensile di circa settecentoquarantamila lire nette.
Il governo Amato, visto che io percepivo una pensione "ricca" - circa due milioni di lire al mese, a stento sufficienti per una vita appena dignitosa - stabilì che mia moglie dovesse rinunciare all'integrazione al minimo.
La sua pensione risultò pertanto di circa novantamilalire al mese nette.
Naturalmente, mia moglie la prese molto male, e quando il Cavaliere le ha sbandierato davanti al naso "UN MILIONE DI PENSIONE PER TUTTI", è stato facile farla abboccare all'amo.
Mia moglie non lo ammetterà mai, ma ho il sospetto che alle ultime politiche lei abbia votato Berlusconi, sebbene avessi cercato di farle capire che in quel modo lei faceva mercimonio del suo Voto.
Dopo le elezioni (finita la festa, gabbato il santo), è venuto fuori che il famoso "milione per tutti" era in realtà un milione solo per gli ultrasettantenni, purché con redditi familiari inferiori a 21 milioni di lire lordi.
Mia moglie non aveva quei requisiti - quanti li avevano? - ed è rimasta esclusa: la sua pensione ammonta, oggi, a circa centoventi euro al mese.
Quando ero bambino, nella salumeria sotto casa c'era un cartello sul quale era scritto "Si fa credito solo ai novantenni, purché accompagnati dai genitori".
Berlusconi, dimostrando meno coraggio civile di un pizzicarolo ipocrita, ha nascosto le sue riserve mentali e, con il voto carpito a mia moglie ed a chissà quanti altri sprovveduti, ha potuto sostenere di governare con il consenso della maggioranza degli italiani.
Ora, sostiene perfino di avere mantenuto tutte le promesse.
E questo non è ancora tutto: quanto prima invierò una seconda parte.
Un saluto.

PS: che cacchio è successo alla pagina "la bocca della verita"?

Roberto Sega 17.01.06 16:37| 
 |
Rispondi al commento

Chiacchiere al web. L'Italia è finita. Rimangono gli italiani. E questo blog...

Fabrizio Carid 16.01.06 14:09| 
 |
Rispondi al commento

LE IMPRESE DEL SENATORE LUIGI GRILLO

Il senatore Luigi Grillo, portavoce dei furbetti del quartierino e strenuo difensore del governatore Antonio Fazio, preso con le mani nella marmellata, con un conto alla Banca popolare di Lodi sul quale risultano depositate plusvalenze anomale (250.000 Euro) derivanti da trading su titoli, scoperte dagli ispettori della Banca d'Italia e dalla magistratura.

UNA CARRIERA TUTTA CAPRIOLE
Democristiano della corrente di Base, eletto per la prima volta in Parlamento nel 1987, Grillo arriva al governo nel 1992 con Giuliano Amato, che lo nomina sottosegretario alle Finanze con ministro Franco Reviglio.
Nel 1994 viene rieletto per i popolari di Mino Martinazzoli, ma è subito folgorato da Berlusconi, cui consegna il voto che consente al Centrodestra di avere la maggioranza al Senato. I popolari lo espellono, ma il Cavaliere lo premia con la poltrona di sottosegretario alle Aree urbane. Rieletto nel 1996 e nel 2001, nominato presidente della Commissione lavori pubblici e comunicazioni, è tutto un turbine di zelo berlusconiano.

E’ relatore della legge Gasparri fatta su misura per il capo, presenta l'emendamento per scorporare dai tetti pubblicitari le televendite e quello al condono edilizio che cancella il divieto di costruzione nelle aree incendiate e che gli vale il "premio Attila".

MA LA SUA VERA PASSIONE SONO LE BANCHE
E' lui che aiuta Fiorani nelle prime scalate, come quella della Banca di Chiavari, è lui che difende le fondazioni bancarie da Giulio Tremonti.
Poi il capolavoro. IL "PATTO DELLO SIACCHETRÀ", che segna la pacificazione tra Berlusconi e Fazio. Venerdì 14 gennaio, cena a palazzo Grazioli tra il premier, il governatore, il ministro dell'Economia Domenico Siniscalco e Grillo, il quale offre ai commensali la bottiglia di vino delle Cinque Terre che battezzerà l'accordo per la difesa dell'"italianità delle banche".

UN AFFARISTA?
Lo accerteranno i giudici, che indagano su quei conticini nella banca di Fiorani

Marco Gills 10.01.06 11:37| 
 |
Rispondi al commento

15 mesi, spero che qualcuno lo ricorderà, uscì la campagna estiva dei ds con la headline provocatoria Forza, Italia. Sottotitolo: con i ds il paese ritrova le sue energie.
Non vi sembra quanto meno singolare la headline Italia, forza. uscita in questi giorni a firma Forza Italia?
Sul sito dei ds potete trovare il manifesto del 2004, quello col surfista, su cui tra l'altro uscì anche un articolo su Repubblica e che seminò numerose polemiche.
Vorrei sapere cosa pensare in proposito

alessio logrippo 03.01.06 15:48| 
 |
Rispondi al commento

A proposito del Sig. Fazio, è vero che nonostante sia stato sostituito, continuerà a percepire 'A VITA' il suo stipendio da governatore della Banca d'Italia, che secondo alcuni conteggi approssimativi (comunicati su un programma radiofonico nazionale) si possono stimare a 4 volte lo stipendio del Sig. Greenspan (se si scrive così) direttore della Federal Reserve??

Francesco Melegari 03.01.06 10:37| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Andrea. Hai fatto le stesse domande, aprendo la discussione al mio post. Ti ho risposto indirettamente scrivendo a Julie. Proverò ad essere più diretta. Riguardo Porta a Porta non è affatto normale che un organo di informazione,che un giornalista e chiunque lavori in questo campo,si lasci condizionare dal Governo.Questo accade nei regimi,non nelle democrazie.In democrazia si sbugiarda chi mente ed il compito dell'informazione è proprio quello di scavare nella notizia;il compito del giornalista è quello di vedere ciò che la politica non vede,o ancor meglio mostrarci ciò che i politici ci nascondono. Per quello che dici sugli spot elettorali devi sapere caro Andrea che questo genere di propaganda,basata su tecniche tipiche del marketing, è nato con Forza Italia e con l'entrata in politica di Silvio Berlusconi che nella sua vita si era sempre occupato di pubblicità, ossia di come rifilare ai consumatori (oggi cittadini)prodotti effimeri. Il marketing è proprio questo : far sembrare indispensabile, genuino ed unico ciò che non lo è. Immagina dunque la degenerazione che hanno subito la poltica e la propaganda dal '94 in poi grazie a tali tecniche persuasive, che non fanno riferimento ai contenuti ma alla forma migliore per "infinocchiarci" . Ballaro'lo vedo spesso, e sappi che tutto è tranne che fazioso; tu forse non ricorderai le inchieste di Santoro e non hai idea di cosa sia il giornalismo europeo e soprattutto anglosassone ed americano. Li' i giornalisti sparano a zero a destra e a sinistra, senza rischio di censura e senza essere additati di essere di parte, poichè sono i detentori di verità che i politici non dicono, e guai a mettere in discussione la libertà di pensiero e di opinione. IL giornalismo appartiene al giornalismo, non alla politica. Informati meglio, leggi la stampa estera quotidianamente e ti accorgerai di com'è indietro il nostro paese e delle notizie censurate dai nostri TG ormai pieni di rubriche di cucina e di gossip.

Maria Laura Frattarelli 03.01.06 00:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao a tutti, sono uno studente di 16 anni in provincia di Verona e volevo far notare alcuni aspetti che vengono mai sottolineati in molti commenti. Il primo riguarda Porta a Porta, dove trovo normale che la trasmissione possa avere influenze del governo in carica. Il secondo riguarda gli spot elettorali: credo che ogni politico sia libero di farli come meglio crede! Comunque io ho già visto quelli di Rutelli e non é che siano tanto meglio...Poi volevo porre una domanda: qualche fanatico di Beppe Grillo ha mai visto la trasmissione Ballarò su Rai 3 condotta da Floris? Vi sembra così obbiettiva? Come ripeto il centro destra è al governo e si sa che porta influenze nella televisione pubblica, ma la sinistra non è al governo ma riesce a comandare comunque!!! Come la mettiamo? Questo riguarda interamente Rai 3 che sembra l'abbiano fatta ad personam...Si...Contro Berlusconi!!! E poi il TG4 sarà anche di parte...ma il TG3? E Blob? Lasciandovi il tempo di rispondere a questi numerosi interrogativi faccio tanti auguri di Buon Anno a tutti i sostenitori di Beppe Grillo. Andrea Borioli

Andrea Borioli 31.12.05 16:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Carissimo Beppe Grillo è la prima volta che scrivo sul blog.Lo trovo interessante e utile. Penso che internet sia oramai l'unico modo per potere proporre le proprie idee a chiunque.
Credo che in Italia il caos oramai regni sovrano e lo vedo nelle cose di tutti i giorni. Mio nonno era un socialista che quando arrivava in visita il duce andava "per la sicurezza" a soggiornare presso le "autorità". Molte cose sono cambiate ma credo che se mio nonno vedesse "parte" dei socialisti alleati con la cdl un "po'" si scandalizzerebbe. Tu non credi?
Penso poi che oramai gli italiani siano stanchi di parlare di destra o sinistra proprio per il fatto che qui si parla e basta. Una mia amica una volta mi disse che quando il marito aveva la sua squadra di calcio e la Ferrari vincenti e il telefonino nuovo, era apposto così. Credevo scherzasse ma era vero. Credevo fosse un caso isolato ma mi rendo conto che è tragicamente collettivo!
Allora la domanda nesce spontanea ... stiamo impazzendo?

Auguri di un anno migliore a tutti, Ale.

Alessandro Ballerini 31.12.05 11:39| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Julie, sono perfettamente d'accordo con te, hai proprio centrato il punto della situazione: quello della volgarizzazione della politica italiana, quello del cittadino spettatore, della trasformazione e degenerazione del termine "cittadino" che ha assunto la valenza di "utente che fa odience", di "acquirente", di "consumatore", e via discorrendo. La prova di come questa nuova visione del far politica sia radicata tra gli italiani e abbia fatto breccia nelle menti delle nuove generazioni -che purtroppo non hanno memoria storica - è il commento al mio post. Mi scrive un ragazzino di 16 anni che appunto vede normale che un politico utilizzi le sue reti televisive per far propaganda o che ricorra a tecniche di marketing per convincerci. Un ragazzo che a 16 anni, non potendo ricordare i bei tempi delle inchieste di Santoro, trova normale il salotto di Vespa e fazioso un Floris che di fazioso non ha nulla. Forse questo ragazzo griderà allo scandalo se ascoltasse in tv la vera satira (Grillo, Guzzanti & Co.), mentre troverà divertenti gli spettacoli del Bagaglino. Inoltre chiuso e ovattato nell'imbecillimento a cui la nostra televisione ci porta, non saprà mai che in Francia ci sono programmi satirici talmente "forti" e "crudeli" in cui gli attori SPARANO al Presidente Chirac accusandolo di "avergli fregato i soldi!".

Maria Laura Frattarelli 31.12.05 01:16| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di cartelloni pubblicitari di Forza Italia ce n'è uno che a Bologna suscita ilarità, sembra una barzelletta e ha suon di satira: il solito faccione a 10000 denti del nostro Dipendente e uno slogan:"COFFERATI, TANTE CHIACCHIERE E NIENTE FATTI!". Ormai è chiaro che la campagna elettorale del 2006 dell'omino sarà tutta incentrata sul far sembrare credibile tutto ciò che non lo è. Non meravigliamoci allora di vederlo a Porta a Porta piagnucolante mentre afferma che i mezzi di comunicazione e l'informazione in Italia sono in mano alla "Sinistra"...Domani forse aprirà il dibattito su un temaltrettanto "interessante", lo immagino lamentarsi di come Emilio Fede l'abbia tradito e sia diventato un Bolscevico...e forse qualcuno persino ci crederà..FANTAPOLITICA...

Maria Laura Frattarelli 29.12.05 19:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo e tanti altri commenti sono proprio quello che nn bisogna fare..in quanto piu' si parla di "lui" e piu' lo si rafforza! io lavoro nel privato all'interno del piu' grande ente pubblico..e non sapete quanto è dura vedere il quotidiano scempio dei lavoratori pubblici...attenzione in quanto sotto i nostri occhi hanno regolamentato i lavoratori di serie a-b-c ecc. il tutto grazie anke ai sindacati vera piaga dei gg nostri.....VERGOGNA...Mentre su giornali e tv si parla di indultino si e no, della Moratti sindaco di Milano o del digitale terrestre..Pezzotta Epifani e co vanno a porta a porta a fare salotto...Siamo sicuri che il problema sia solo il nano.. quelli della sinistra farebbero meglio ad organizzare una vera alternativa senza paura di cadere in domande scomode come quella di Chiambretti a Prodi sui matrimoni gay..puntualmente glissata dal mortadella.....

biagio sele 28.12.05 22:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Amici e amiche,
buongiorno.
Sono francese e vivo e lavoro in Italia, anche se può sembrare pazzo.
Non vi lasciate pigliare per il culo da un governo che non ha nessuna credibilità all'estero, e che avrà solo una legitimità se gliela date voi!!
Pensate un po che la pubblicità politica alla Berlusconi and Co. esiste solo in Italia (siete infatti in leggera controtendenza!), e che in nessun altro paese dell'Europa si potrebbe vedere la faccia del Premier su un pannello 4x8m.
In nessun'altro paese dell'Europa un politico si permette di mandare sms ai cittadini, o di costruire in modo così evidente un programma politico sulla forma di una strategia commerciale e marketing.
La confusione fra comunicazione e pubblicità è scandalosa in Italia: i politici si vendono come se fossero dei prodotti, con slogan senza prova ne fondamento.
Come si può costruire un dibattito politico sulla base di un slogan marketing, ma stiamo scherzando??
Il problema non è di sapere se dicono la verità o no su quelli cartelli, ma di impedirgli, in primo luogo, di utilizzare questi mezzi come mezzi del dibattito politico.
Perchè questo vuole dire che il cittadino è soltanto un consumatore: e allora diventa come un cliente sul database di un'azienda: compra molto o poco? Qual'è il suo fatturato complessivo? Lo dobbiamo curare, o lo possiamo lasciare da parte? E quanti soldi gli possiamo prendere?
Conclusione: in Italia più che altronde butate i vostri schermi a plasma, brusciate i pannelli di pubblicità e esigete un vero dibattito politico sulla piazza del vostro paesino, con i politici in faccia, e se non vengono, andate voi a riprendere quello che vi appartiene e con il quale loro stanno pagando delle campagne pubblicitarie a delle aziende che, tra l'altro, hanno messo loro in piedi. Ecco dove finiscono le tasse in Italia: nelle società di comunicazione dei politici.
Se cercate uno studio comparativo sulla com. politica, potete contattarmi, e ve lo mando volontiere. Julie.


Amici e amiche,
buongiorno.
Sono francese e vivo e lavoro in Italia, anche se può sembrare pazzo.
Non vi lasciate pigliare per il culo da un governo che non ha nessuna credibilità all'estero, e che avrà solo una legitimità se gliela date voi!!
Pensate un po che la pubblicità politica alla Berlusconi and Co. esiste solo in Italia (siete infatti in leggera controtendenza!), e che in nessun altro paese dell'Europa si potrebbe vedere la faccia del Premier su un pannello 4x8m.
In nessun'altro paese dell'Europa un politico si permette di mandare sms ai cittadini, o di costruire in modo così evidente un programma politico sulla forma di una strategia commerciale e marketing.
La confusione fra comunicazione e pubblicità è scandalosa in Italia: i politici si vendono come se fossero dei prodotti, con slogan senza prova ne fondamento.
Come si può costruire un dibattito politico sulla base di un slogan marketing, ma stiamo scherzando??
Il problema non è di sapere se dicono la verità o no su quelli cartelli, ma di impedirgli, in primo luogo, di utilizzare questi mezzi come mezzi del dibattito politico.
Perchè questo vuole dire che il cittadino è soltanto un consumatore: e allora diventa come un cliente sul database di un'azienda: compra molto o poco? Qual'è il suo fatturato complessivo? Lo dobbiamo curare, o lo possiamo lasciare da parte? E quanti soldi gli possiamo prendere?
Conclusione: in Italia più che altronde butate i vostri schermi a plasma, brusciate i pannelli di pubblicità e esigete un vero dibattito politico sulla piazza del vostro paesino, con i politici in faccia, e se non vengono, andate voi a riprendere quello che vi appartiene e con il quale loro stanno pagando delle campagne pubblicitarie a delle aziende che, tra l'altro, hanno messo loro in piedi. Ecco dove finiscono le tasse in Italia: nelle società di comunicazione dei politici.
Se cercate uno studio comparativo sulla com. politica, potete contattarmi, e ve lo mando volontiere. Julie.

Julie Linquette 28.12.05 13:57| 
 |
Rispondi al commento

Amici e amiche,
buongiorno.
Sono francese e vivo e lavoro in Italia, anche se può sembrare pazzo.
Non vi lasciate pigliare per il culo da un governo che non ha nessuna credibilità all'estero, e che avrà solo una legitimità se gliela date voi!!
Pensate un po che la pubblicità politica alla Berlusconi and Co. esiste solo in Italia (siete infatti in leggera controtendenza!), e che in nessun altro paese dell'Europa si potrebbe vedere la faccia del Premier su un pannello 4x8m.
In nessun'altro paese dell'Europa un politico si permette di mandare sms ai cittadini, o di costruire in modo così evidente un programma politico sulla forma di una strategia commerciale e marketing.
La confusione fra comunicazione e pubblicità è scandalosa in Italia: i politici si vendono come se fossero dei prodotti, con slogan senza prova ne fondamento.
Come si può costruire un dibattito politico sulla base di un slogan marketing, ma stiamo scherzando??
Il problema non è di sapere se dicono la verità o no su quelli cartelli, ma di impedirgli, in primo luogo, di utilizzare questi mezzi come mezzi del dibattito politico.
Perchè questo vuole dire che il cittadino è soltanto un consumatore: e allora diventa come un cliente sul database di un'azienda: compra molto o poco? Qual'è il suo fatturato complessivo? Lo dobbiamo curare, o lo possiamo lasciare da parte? E quanti soldi gli possiamo prendere?
Conclusione: in Italia più che altronde butate i vostri schermi a plasma, brusciate i pannelli di pubblicità e esigete un vero dibattito politico sulla piazza del vostro paesino, con i politici in faccia, e se non vengono, andate voi a riprendere quello che vi appartiene e con il quale loro stanno pagando delle campagne pubblicitarie a delle aziende che, tra l'altro, hanno messo loro in piedi. Ecco dove finiscono le tasse in Italia: nelle società di comunicazione dei politici.
Se cercate uno studio comparativo sulla com. politica, potete contattarmi, e ve lo mando volontiere. Julie.

Julie Linquette 28.12.05 13:57| 
 |
Rispondi al commento

Amici e amiche,
buongiorno.
Sono francese e vivo e lavoro in Italia, anche se può sembrare pazzo.
Non vi lasciate pigliare per il culo da un governo che non ha nessuna credibilità all'estero, e che avrà solo una legitimità se gliela date voi!!
Pensate un po che la pubblicità politica alla Berlusconi and Co. esiste solo in Italia (siete infatti in leggera controtendenza!), e che in nessun altro paese dell'Europa si potrebbe vedere la faccia del Premier su un pannello 4x8m.
In nessun'altro paese dell'Europa un politico si permette di mandare sms ai cittadini, o di costruire in modo così evidente un programma politico sulla forma di una strategia commerciale e marketing.
La confusione fra comunicazione e pubblicità è scandalosa in Italia: i politici si vendono come se fossero dei prodotti, con slogan senza prova ne fondamento.
Come si può costruire un dibattito politico sulla base di un slogan marketing, ma stiamo scherzando??
Il problema non è di sapere se dicono la verità o no su quelli cartelli, ma di impedirgli, in primo luogo, di utilizzare questi mezzi come mezzi del dibattito politico.
Perchè questo vuole dire che il cittadino è soltanto un consumatore: e allora diventa come un cliente sul database di un'azienda: compra molto o poco? Qual'è il suo fatturato complessivo? Lo dobbiamo curare, o lo possiamo lasciare da parte? E quanti soldi gli possiamo prendere?
Conclusione: in Italia più che altronde butate i vostri schermi a plasma, brusciate i pannelli di pubblicità e esigete un vero dibattito politico sulla piazza del vostro paesino, con i politici in faccia, e se non vengono, andate voi a riprendere quello che vi appartiene e con il quale loro stanno pagando delle campagne pubblicitarie a delle aziende che, tra l'altro, hanno messo loro in piedi. Ecco dove finiscono le tasse in Italia: nelle società di comunicazione dei politici.
Se cercate uno studio comparativo sulla com. politica, potete contattarmi, e ve lo mando volontiere. Julie.

Julie Linquette 28.12.05 13:53| 
 |
Rispondi al commento

VIVA ZAPATERO!
berlusconi oscura la satira.
Guzzanti senior deputato di FI oscura i propri figli.
O vi allineate alla dittatura oppure non lavorate più.
Farebbe bene a dimettersi in segno di protesta per difendere Corrado e Sabrina ma purtroppo lui non la pensa così.
Riflessione: ma se questi esseri ........... passano sopra i propri figli, cosa può succedere a tutti gli altri?
VIVA ZAPATERO!

franco bellini 28.12.05 00:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

stiamo mantenendo tutti gli impegni!
a me basterebbe sapere solo,
quale era il primo!!!

VIVA ZAPATERO!

franco bellini 28.12.05 00:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao beppe,siamo un gruppetto di sardi che vivono a londra da alcuni anni.....con la mancanza di lavoro siamo dovuti emigrare.ogni anno speriamo ai cambiamenti del nostro paese alla politica.chissa'

patrizia fadda 27.12.05 19:00| 
 |
Rispondi al commento

Con estrema soddisfazione, oggi ho chiuso il mio conto corrente al San Paolo.
Ero correntista da quasi trent'anni: il Direttore, alquanto stupito della mia decisione, ha voluto conoscerne i motivi. Dopo un mio primo tentennamento al fornire le motivazioni, visto che avevo (ed ho) rispetto del Direttore, nella sua Persona, dietro su insistenza ho vuotato il sacco....
Pechè le condizioni applicate dall'Istituto non sono concorrenziali, perchè un Impiegato della Filiale dell'Istituto si è ripetutamente manifestato apertamente ostile e indisponente, ma sopratutto perchè:

I criteri degli investimenti "etici" da me sottoscritti non corrispondevano al mio concetto di "eticità" (Microsoft, Vodaphone, Glaxo e Novartis in testa...)

Il San Paolo è uno dei gruppi bancari che maggiormente operano nel commercio mondiale di armamenti, sia investendo nelle aziende produttrici, sia operando materialmente le transazioni monetarie relative

Il silenzio e l'immobilismo del San Paolo (al pari degli altri consoci della Banca D'Italia) sulla vicenda Fazio era riprovevole e da me non condivisibile

Il Direttore ha obiettato che, in base a queste valutazioni, nessuna Banca si può ritenere veramente degna di fiducia, e che quindi tanto varrebbe tenere i propri risparmi sotto al materasso: l'ho ringraziato dell'ottimo consiglio dato, confessandogli che se l'avessi messo in pratica anzichè lasciare in gestione i miei risparmi al suo Istituto, non ci avrei rimesso così tanto.....

CI HO RIMESSO, MA MI SON TOLTO UNA SODDISFAZIONE....


Glauco FGuaitoli 27.12.05 18:58| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe,siamo un gruppetto di sardi che vivono a londra da alcuni anni.....con la mancanza di lavoro siamo dovuti emigrare.ogni anno speriamo ai cambiamenti del nostro paese ma la politica continua a essere una m....pensiamo che se non cambia la politica noi saremmo destinati a rimanere qui....ma xche' non ti metti tu in politica ? e fai vedere a quelle teste di c....come funziona veramente la politica di questo paese?volevamo dirti che sei un grande e continua cosi.pat carlo roby

patrizia fadda 27.12.05 18:57| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe,siamo un gruppetto di sardi che vivono a londra da alcuni anni.....con la mancanza di lavoro siamo dovuti emigrare.ogni anno speriamo ai cambiamenti del nostro paese ma la politica continua a essere una m....pensiamo che se non cambia la politica noi saremmo destinati a rimanere qui....ma xche' non ti metti tu in politica ? e fai vedere a quelle teste di c....come funziona veramente la politica di questo paese?volevamo dirti che sei un grande e continua cosi.pat carlo roby

patrizia fadda 27.12.05 18:56| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe,siamo un gruppetto di sardi che vivono a londra da alcuni anni.....con la mancanza di lavoro siamo dovuti emigrare.ogni anno speriamo ai cambiamenti del nostro paese ma la politica continua a essere una m....pensiamo che se non cambia la politica noi siamo destinati a rimanere qui....ma xche' non ti metti tu in politica ? e ai vedere a quelle teste di c....come funziona veramente la politica di questo paese?volevamo dirti che sei un grande e continua cosi.pat carlo roby

patrizia fadda 27.12.05 18:55| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe,siamo un gruppetto di sardi che vivono a londra da alcuni anni.....con la mancanza di lavoro siamo dovuti emigrare.ogni anno speriamo ai cambiamenti del nostro paese ma la politica continua a essere una m....pensiamo che se non cambia la politica noi siamo destinati a rimanere qui....ma xche' non ti metti tu in politica ? e ai vedere a quelle teste di c....come funziona veramente la politica di questo paese?volevamo dirti che sei un grande e continua cosi.pat carlo roby

patrizia fadda 27.12.05 18:54| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe,siamo un gruppetto di sardi che vivono a londra da alcuni anni.....con la mancanza di lavoro siamo dovuti emigrare.ogni anno speriamo ai cambiamenti del nostro paese ma la politica continua a essere una m....pensiamo che se non cambia la politica noi siamo destinati a rimanere qui....ma xche' non ti metti tu in politica ? e ai vedere a quelle teste di c....come funziona veramente la politica di questo paese?volevamo dirti che sei un grande e continua cosi.pat carlo roby

patrizia fadda 27.12.05 18:53| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe,siamo un gruppetto di sardi che vivono a londra da alcuni anni.....con la mancanza di lavoro siamo dovuti emigrare.ogni anno speriamo ai cambiamenti del nostro paese ma la politica continua a essere una m....pensiamo che se non cambia la politica noi siamo destinati a rimanere qui....ma xche' non ti metti tu in politica ? e ai vedere a quelle teste di c....come funziona veramente la politica di questo paese?volevamo dirti che sei un grande e continua cosi.pat carlo roby

patrizia fadda 27.12.05 18:51| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
grazie per il blog, mi aiuta a navigare nel mare del dubbio.

Una richiesta e un consiglio: nella sezione libri
sarebbe comodo trovare anche informazioni su titolo originale e isbn, se disponibili e magari un link ad amazon (o similia) o in alternativa il link a una ricerca su google.

Grazie, buon lavoro.

Matteo Caprari 27.12.05 18:21| 
 |
Rispondi al commento

La storia infinita.
Qualche giorno fà è entrata sul mercato borsistico una azione ?EUROTECH? al prezzo di 3,4 euro (data di trattazione 30 novembre). Questa azione si è apprezzata fino al 16 dicembre del 253% fino a toccare i 12,00 euro. Fin qui niente di strano se? se? e qui comincia lo scandalo. Venerdì 16 dopo la chiusura MEDIOBANCA da l?OK a dei compratori PRIMARI di poter vendere le proprie azioni , anche se le medesime erano vincolate e non potevano vendersi prima di sei mesi dall?entrata in borsa (onor del vero Mediobanca si era sentita con la società EUROTECH ed aveva ricevuto l?OK). Vi domanderete e allora??.. provate a comprare qualche milione di azioni a 3,4 e dopo 15 giorni rivenderle a 12,00 euro e la sera del 19 dicembre la medesima azione crolla del 30 % pari a 8,1 euro e questa mattina è stata sospesa a 7,11 (-12,22%). Domanda ? i risparmiatori o il parco buoi che avevano creduto nella Società da chi devono essere protetti visto che l?organo di controllo la CONSOB non ha nulla da dire. Solo la magistratura potrebbe risolvere questo quesito.
Andato via FAZIO e Fiorani gli scandali proseguono. Meditate gente meditate

FAZIO NON E' MAI ANDATO VIA!! C'E' SEMPRE UN SOSTITUTO CHE FARA' LE STESSE COSE... PEGGIO DI CHI INVESTE IN AZIONI....L'INGORDIGIA NON PREMIA NESSUNO... SOPPRATUTTO SE VI FIDATE DEI BANCHIERI! (usurai)
LA CONSOB? ALTRO COVO DI LESTOFANTI!
AD OGNI CRACK FINANZIARIO O CROLLO DELLE BORSE C'E' SEMPRE QUALCHE OPERATORE CHE FA AFFERMAZIONI DEL GENERE" PER INVESTIRE IN BORSA BISOGNA ESSERE C******I!

CARLO PISU 27.12.05 17:24| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe dopo il casino con Fiorani ho deciso di levare i miei pochi risparmi dalla pop italiana,e un mese che cerco di chiudere il conto e mi trovano mille scuse per rinviare, l'ultima e quella del mutuo appogiato sul conto mutuo che il 31dicembre dopo dieci anni,ho finito di pagare.Dicono che nel mio interesse aspettare gennaio 2006 per non pagare il 2% di interesse per l'estinzione anticipata, il 2% di 300 euro?Vediamo a gennaio cosa mi dicono. Se qualcuno vuol suggerirmi cosa fare,si accettano consigli.GRAZIE

CERCA DI RITIRARLI AL PIU PRESTO... POI VAI AL MERCATO E COMPRA UNA CASSETTA DI ARANCE....PORTALE AD UNA QUALUNQUE FILIALE DELLA BANCA...... LORO CAPIRANNO!

carlo pisu 27.12.05 17:10| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe
mi chiedevo quale fosse il tuo pensiero a proposito degli illuminati di baviera e del 21 dicembre 2012
grazie

peppe caldera 27.12.05 15:23| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
se le “tariffe amministrate” crescono più o meno come l’inflazione e quelle dei settori “liberalizzati” (come elettricità, acqua, gas, telefono, trasporti ecc.) crescono più del doppio, qualcosa non ha funzionato. Ma non è così: poiché i consumi di tutte le merci vanno soggetti a periodiche stagnazioni e non è possibile intervenire più di tanto sui costi di produzione, tutti i governi dei paesi industrializzati hanno pensato, per garantire utili senza limiti alle imprese alle quali sono totalmente asserviti, di mettere sul mercato (ossia di liberalizzare, cioè privatizzare) ciò di cui le persone non potranno mai fare a meno e cioè i “servizi di pubblica utilità” (il prossimo passo sarà la liberalizzazione della scuola e degli ospedali?). Ma la questione, si badi bene, non è affatto di natura economica, invero è squisitamente di principio o, se preferite, idealistica: è intollerabile che acqua, energia, trasporti, comunicazioni, gas ecc. siano soggette alle regole del mercato giacché questi “servizi” costituiscono un diritto che, in quanto tale, sorge con lo status di residente/cittadino che deve avere garantiti gratuitamente assistenza sanitaria ed educazione scolastica e piena disponibilità dei servizi essenziali a costi direttamente controllati dalla pubblica amministrazione, definiti dal principio di accessibilità sostenibile da tutti. Prodi ha annunciato con ostentata fierezza che il primo atto del suo eventuale governo sarebbe stata la piena ripresa dei processi di liberalizzazione dei servizi (che peraltro sono iniziati proprio con i governicchi post-ulivisti) e analoghe dichiarazioni di “fedeltà al liberismo” sono giunte da tutto il centrosinistra, DS in testa. Pertanto, in virtù delle esperienze passate e delle “professioni di fede liberista” di oggi sul lato di centrosinistra, mi chiedo, anomalie berlusconiane e conflitti d’interesse a parte, ma dov'è tutta la forza innovativa dei nuovi pretendenti al governo?

giulio Paolicchi 27.12.05 15:09| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
se le “tariffe amministrate” crescono più o meno come l’inflazione e quelle dei settori “liberalizzati” (come elettricità, acqua, gas, telefono, trasporti ecc.) crescono più del doppio, qualcosa non ha funzionato. Ma non è così: poiché i consumi di tutte le merci vanno soggetti a periodiche stagnazioni e non è possibile intervenire più di tanto sui costi di produzione, tutti i governi dei paesi industrializzati hanno pensato, per garantire utili senza limiti alle imprese alle quali sono totalmente asserviti, di mettere sul mercato (ossia di liberalizzare, cioè privatizzare) ciò di cui le persone non potranno mai fare a meno e cioè i “servizi di pubblica utilità” (il prossimo passo sarà la liberalizzazione della scuola e degli ospedali?). Ma la questione, si badi bene, non è affatto di natura economica, invero è squisitamente di principio o, se preferite, idealistica: è intollerabile che acqua, energia, trasporti, comunicazioni, gas ecc. siano soggette alle regole del mercato giacché questi “servizi” costituiscono un diritto che, in quanto tale, sorge con lo status di residente/cittadino che deve avere garantiti gratuitamente assistenza sanitaria ed educazione scolastica e piena disponibilità dei servizi essenziali a costi direttamente controllati dalla pubblica amministrazione, definiti dal principio di accessibilità sostenibile da tutti. Prodi ha annunciato con ostentata fierezza che il primo atto del suo eventuale governo sarebbe stata la piena ripresa dei processi di liberalizzazione dei servizi (che peraltro sono iniziati proprio con i governicchi post-ulivisti) e analoghe dichiarazioni di “fedeltà al liberismo” sono giunte da tutto il centrosinistra, DS in testa. Pertanto, in virtù delle esperienze passate e delle “professioni di fede liberista” di oggi sul lato di centrosinistra, mi chiedo, anomalie berlusconiane e conflitti d’interesse a parte, ma dov'è tutta la forza innovativa dei nuovi pretendenti al governo?

giulio Paolicchi 27.12.05 15:07| 
 |
Rispondi al commento

Perche' avete censurato i miei post? Perche' erano del parere opposto a quelli del Sig. Grillo?

Filippo Nicolosi 27.12.05 14:31| 
 |
Rispondi al commento

A quanto pare, alle prossime elezioni, andremo a votare liste bloccate di persone scelte dai partiti. A molti milioni di cittadini questo non interessa perchè tanto voterebbero comunque questa o quella compagine politica. Ci sono molte altre persone che invece vogliono valutare attentamente una scelta e non votano "per fede". Come possono fare questi ultimi a sapere se tra i componenti della lista che desiderano votare non ci siano persone con lati oscuri tali da renderli non proprio degni di sedere in Parlamento? Con le liste bloccate (prendere o lasciare) la non presenza di persone con scheletri nell'armadio diventa ancora più importante perchè l'elettore non può scegliere il candidato degno e scartare quello indegno. Propongo pertanto di monitorare le proposte che verranno fatte nelle varie liste in modo da permettere all'elettore di scegliere se votare o no liste che presentano persone con un passato discutibile. Come fare? Si potrebbe pubblicare sul questo sito le liste e chiedere ma tutti di inserire informazioni (certe e documentate) sui candidati.
Questo forse potrebbe costringere i partiti a stare un pò più attenti a non inserire persone impresentabili.

Marcello Romagnoli 27.12.05 14:11| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe...
è la prima volta che ti scrivo anche se ti seguo da relativamente poco...mi hai appassionato molto negli ultimi tempi...
ti ringrazio per quello che fai per la societa,e per come cerchi di aprire gli occhi alle persone che nn vogliono vedere lo schifo in cui stiamo finendo...
io avrei una proposta per il tuo sito...
vorrei sapere cosa ne pensi...
personalmente credo che noi italiani siamo un popolo di pensatori,anche se ultimamente un po atrofizzati,abbiamo una grande predisposizione genetica x le idee e le invenzioni...
ogni volta penso a i napoletani..."nn so perchè":-)
credo che ci sia bisogno di un area relativa alle idee...idee per migliorare la soceta..per dare un futuro migliore a i nostri figli...
non credo sia facile cambiare questa soceta avviata verso il consumismo piu totale,ma neanche impossibile...
anche se penso spessissimo che l'uomo sia il cancro dell'universo...dentro di me so che tutto si aggiusta nello stesso modo..."quando ogni pezzetto fà al meglio quello per cui e stato creato...le cose funzionano..."
spero che oggni persona nel corso della sua vita,prima o poi riesca a capire questa cosa banale che ci aiuterebbe a vivere meglio...
credo che se le menti si uniscano con internet avremo qualcosa che funziona meglio di qualsiasi computer...
io avrei qualche idea per migliorare le cose ma sinceramente da solo nn so come svilupparle...
e dato che penso che il tuo sito sia uno dei piu attivi d'italia,che viene visitato da persone inteligenti che amano la vita come me,credo che
troverei unvalido aiuto...
con grande ammirazione per il tuo lavoro...
un saluto di cuore.
=gio'=

giorgio maurilli 27.12.05 12:54| 
 |
Rispondi al commento

sei un mito..non ho altre parole.ps fai bene a non fati trascinare in politica ogni giorno e' una nuova delusione dalla sinistra...ma come cazzo ragionano?sembra che vogliano perdere le elezioni quando basterebbe citare i dati e non replicare alle provocazioni da bar dello sport da parte della cdl...auguri grande..

massimiliano piras 27.12.05 11:50| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, la sera di Natale ho visto il tuo spettacolo di Milano. Sei un grande. Tanti auguri da un tuo amico di ombrellone di Marina di Bibbona.

leonardo pro 27.12.05 11:32| 
 |
Rispondi al commento

Sono un ragazzo bilingue di 21 anni, ho vissuto a Torino la maggior parte della mia vita ma ora sto per motivi di studio in Inghilterra. Sono bilingue Italiano-Inglese e mi sono stufato di vedere traduzioni goffe e imprecise nella sezione in inglese. Se il webmaster o qualcun'altro di competente potrebbe contattarmi al mio indirizzo email (eturne@essex.ac.uk) sarei ben felice di tradurre articoli per il sito web.

Eric Turner 27.12.05 10:43| 
 |
Rispondi al commento

da cyber link 24 dicembre 2005 i danni del fenomeno pirateria in italia .in base a dati microsoft ,sono molto elevati,per carità la pirateria e un fenomemeno da combattere,ma come accettare che un sistema operativo microsoft costi oltre 300 euro. trattasi sempre di un comune dischetto,perche non abbassare i prezzi il fenomeno pirateria cadrebbe da solo. un saluto cordiale e un augurio di buon anno

gianni buono 27.12.05 09:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

come al solito non so per chi votare alle prossime elezioni . un dato di fatto e che di politici capaci di toglierci dalla crisi non ne vedo . non so se e' gia stato proposto , ma sarebbe utile invece di spendere milioni per acquistare giocatori di calcio , perche' non li spendiamo per ingaggiare politici capaci a livello internazionale . cominciamo anche noi ad importare cervelli . propongo , come si fa per il fantacalicio, di creare delle formazioni di fantapolitica , così,per gioco , magari qualcosa si muove (del resto , spesso , la fantascenza precede e guida la scienza , chissà se la fantapolitica .....

antonio bidoli 27.12.05 08:21| 
 |
Rispondi al commento

Che ne dici della Legionella . Poca informazione ma tanti problemi. L'acqua è un bene di tutti .

Emanuele Bella 27.12.05 08:18| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe vorresti ascoltare un ragazzo che si fà un culo cosi per mantenersi gli studi di teatro lava i piatti cameriere.ecc.. e poi allafine capisce che l arte è il mondo meno artistico che ci sia ma ormai... noi ti ascoltiamo tu ascolti me.? distinti saluti massimiliano cardia

massimiliano cardia 27.12.05 05:02| 
 |
Rispondi al commento

Il problema sostanzialmente è questo:
mentre il nostro caro presidente controlla se ha portato a termine il suo "Contratto con gli Italiani" (firmato da lui e da Vespa), la televisione "pubblica" (il virgolettato è d'obbligo) ci propone reality show e le simpatiche sgambettate delle sorelle LECCISO. E mi fa quasi pena parlarne perchè il rumore di fronte a tale scempio indica che allo scempio si dà importanza.
E così noi poveri Italiani combattiamo per un'istruzione, per un lavoro dignitoso, mentre c'è chi se ne va in giro a sfidare il sistema nervoso altrui confidando nel mondo ovattato e FALSO che la cara televisione crea.
Ma purtroppo quando si specula tutti sono disposti a mettersi in gioco...
E lo dice una che ha un cognome vagamente legato al mondo dello spettacolo...


Il problema sostanzialmente è questo:
mentre il nostro caro presidente controlla se ha portato a termine il suo "Contratto con gli Italiani" (firmato da lui e da Vespa), la televisione "pubblica" (il virgolettato è d'obbligo) ci propone reality show e le simpatiche sgambettate delle sorelle LECCISO. E mi fa quasi pena parlarne perchè il rumore di fronte a tale scempio indica che allo scempio si dà importanza.
E così noi poveri Italiani combattiamo per un'istruzione, per un lavoro dignitoso, mentre c'è chi se ne va in giro a sfidare il sistema nervoso altrui confidando nel mondo ovattato e FALSO che la cara televisione crea.
Ma purtroppo quando si specula tutti sono disposti a mettersi in gioco...
E lo dice una che ha un cognome vagamente legato al mondo dello spettacolo...

Sara Ferrilli 27.12.05 04:02| 
 |
Rispondi al commento

signor Tardioli lei sta usando questo nome come pseudonimo
Il suo vero nome è Silvio Berlusconi

Franco Bellini 27.12.05 01:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

signor Tardioni lei sta usando questo nome come pseudonimo
Il suo vero nome è Silvio Berlusconi

Franco Bellini 27.12.05 01:14| 
 |
Rispondi al commento

Dopo il periodo dell'olio di colza per trazione che costava meno ed era anche meno inquinante, vorrei sapere come mai non si riesce a trovarne più

Sergio Tardioli 26.12.05 23:39| 
 |
Rispondi al commento

Ma NON VI ACCORGETE CHE GRILLO VI PRENDE TUTTI IN GIRO?? AVEVO SCRITTO DELLE OSSERVAZIONI SULLA TAV CHE NON CORRISPONDEVANO AL SUO PENSIERO(SCIOCCO) E SONO SPARITI.FATE UNA PROVA:SCRIVETE UN PARERE CONTRARIO A QUELLO CHE IN QUESTO BLOG VIENE ASSERITO DAL 99,99% E VEDTRETE CHE DOPO UN PO' SCOMPARIRA'.GLI SCRIITI ANNULLATI EQUIVALGONO A METTERE IL BAVAGLIO ALLE PERSONE CHE NON LA PENSANO COME GRILLO E C. COME NELLE DITTATURE.ABBANDONATE QUESTO SITI NON VALE LA PENA DI SCRIVERCI SU.

Filippo Nicolosi 26.12.05 23:15| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe dopo il casino con Fiorani ho deciso di levare i miei pochi risparmi dalla pop italiana,e un mese che cerco di chiudere il conto e mi trovano mille scuse per rinviare, l'ultima e quella del mutuo appogiato sul conto mutuo che il 31dicembre dopo dieci anni,ho finito di pagare.Dicono che nel mio interesse aspettare gennaio 2006 per non pagare il 2% di interesse per l'estinzione anticipata, il 2% di 300 euro?Vediamo a gennaio cosa mi dicono. Se qualcuno vuol suggerirmi cosa fare,si accettano consigli.GRAZIE

Franco morabito 26.12.05 22:49| 
 |
Rispondi al commento

Auguri a tutti, volevo solo commentare che per l'ennesima volta ci ritroviamo ad subire decreti legislativi ottenuti mediante voti di fiducia che ormai vengono utilizzati in modo a dir poco quotidiano.Con la speranza che nel 2006 si possa avere una svolta politica positiva per noi lavoratori dipendenti, vi auguro un buon anno a voi tutti, e auguro che a beppe aumenti quella sua grinta tipica degli irriducibili. ciao da Mauro

Mauro Vagnozzi 26.12.05 20:00| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei dare un consiglio (oddio questa parola non mi piace più da quando penso che il presidente del consiglio e lui.....): preparariamo dei piccoli striscioni con su scritto MIEI, armiamoci di una buona colla ed un bel pennello e trasformiamo i cartelloni in modo da farli diventare "STIAMO MANTENENDO TUTTI GLI IMPEGNI MIEI ...E ANDIAMO AVANTI"

Emanuele Vigherani 26.12.05 19:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

cavolo quanto hai ragione voglio sapere anche io ...chi ha le mani in pasta in questo schifo.

graziano furia 26.12.05 18:19| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi,silvio non solo mi fai sognare ma anche cagare...

Massimo Miniera 26.12.05 17:58| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo e grandissimo Beppe, poichè il tuo "faccione" è uscito proprio bene nel poster elettorale ..... facci felici e presentati alle prossime elezioni. TI SEGUIREMO IN TANTISSIMI!!!
Visto che tu sei un "comico...serio" potresti fare per il ns paese sicuramente molto meglio e di più degli attuali politici (TUTTI) "comici ...comici".
Sicuramente avrai fra le tue conoscenze dei tecnici degni e superpartes per tutte le funzioni legislative del paese ed allora....FACCI SOGNARE.
Sono convinto che quello che dici e dimostri a tutti noi da anni sia una base ottimale sulla quale creare consenso.
Io come tanti siamo COMPLETAMENTE disamorati da questa politica (DI TUTTI GLI SCHIERAMENTI) falsa e che serve solo a tenere ben salde le lobbies del belpaese.
UNIAMOCI e facciamogli capire che è ora di finirla e che i sacrifici dei nostri avi non devono dissolversi per colpa di incopetenti e falliti che sulla base di insulti,false discussioni e risibili decisioni pensano di influenzare le nostre scelte.
Sò che questo sarà solo un SOGNO ma ... talvolta si può vivere anche di sogni .
Tanti cari saluti e ...pensaci
(poichè è già più volte che ti scrivo mi piacerebbe TANTISSIMO e sarebbe per me un onore avere una tua risposta diretta alla mia mail)
Con infinita stima ,il "tuo"...Davide P.

Davide Proverbio 26.12.05 17:00| 
 |
Rispondi al commento

====================================================

CENSURA GRILLO CENSURA PURE

! RICORDEREMO !

====================================================

Gruppo anti-censura del Grillo 26.12.05 12:48| 
 |
Rispondi al commento

penso che per i più lavativi (o per i più timidi) non ci sia nemmeno bisogno del discorso sulla cassetta, ma cavolo muoviamoci, sempre attivi ragà...EVVIVA I PENNARELLI!!!

Gustavo Tigano 26.12.05 12:43| 
 |
Rispondi al commento

Votare....ci crediamo ancora? Boh! In un mondo dove ci Fo...no anche i disegnatori della disney è un sogno riuscire a fare delle votazioni decenti, dovremmo trovare il modo di mandare qualcuno che ci permetta una scelta, oggi come oggi è un "O CHISS' O C..Z" in qualsiasi caso.

Tigano Gustavo 26.12.05 12:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se chi governa terrebbe conto dei bisogni del popolo non si chiamerebbe governo La democrazia è un'utopia anche per via che la pensiamo diversamente solo nei momenti critici come questo siamo uniti allora la democrazia è unità di intenti.
riusciremo a dirigere le nostre forze eleggendo dei candidati giusti?
Ho sono loro che sono sbagliati, come prendono possesso delle sedie fanno i loro p...i comodi???
E' quello che ho notato da quando ero in fasce.
Beppe le elezioni si avvicinano aiutaci ha non sbagliare dandoci dei consigli giusti, fai il capogruppo illuminante di tutti noi, così eviteremo di trovarci in questa situazione odierna al limite limitiamo i danni.sperando che chi governerà appena si siederà sulla sedia del potere farà come vuole e magari stavolta cercherà di controllare anche internet, che per il momento sembra libera(per fortuna). Buon Natale e Buon Anno 2006 Faro Illuminante


....l'avete visto il nano?.....è alla frutta,è disperato non sa più cosa dire parla di Stalin......forza ragazzi resistiamo sono gli ultimi colpi di coda.......è finito!!!!!!

Luca Chiesa 26.12.05 00:05| 
 |
Rispondi al commento


INCREDIBILE QUESTO NANO CREDE DI PRENDERCI PER IL C**O. MA COME FA A DIRE COSE DEL GENERE?

"Si tratta di una cosa risibile di cui non avevo alcuna notizia. Mio fratello dismetterà immediatamente l'attività sui decoder. Non ero a conoscenza di questo fatto, per così dire, familiare. Comunque sono rimasto di sale nel vedere che qualcuno potesse pensare che la Finanziaria sia andata in un certo modo per una cosa tanto risibile, perché c'è qualcuno che distribuisce il 2% di quote di mercato dei decoder", ha aggiunto il premier riferendosi alla qouta di mercato della società del fratello.

QUEL C******E DI GASPARRI NON GLI AVEVA DETTO NIENTE? E PERCHE' SI E' DIMESSO!
E IL SOSTITUTO DI GASPARRI SA QUALCOSA!
CHE GOVERNO ABBIAMO ELETTO?

carlo pisu 25.12.05 20:20| 
 |
Rispondi al commento

..ho 37 anni, e onestamente rimango + stupito dalle reazioni delle persone a certe notizie, piuttosto che dalle notizie stesse...
...tutta questa incazzatura quanto durerà??....lentamente sciamerà fino a scomparire, pronta a riaffiorare al prossimo grande scandalo...a che serve??...a che serve, se 1 come Fazio, nonostante esistessero sospetti da anni,è riuscito a fare praticamente il suo corso(quanti anni ha?)e addirittura a dimettersi, non essere cacciato??..

..lo trovo estremamente deprimente....quando iniziamo a fare capire a questi signori che sappiamo dove abitano??..
..quando iniziamo a far capire a quelli che verranno che a fare porcate si rischia molto di + della mano della legge,la stessa che continua ad assolvere gente come berlusconi e Andreotti??

..quando siete pronti e veramente incazzati, fate 1 fischio...

...bstrd68....

alessandro palermo 25.12.05 04:11| 
 |
Rispondi al commento

Come mai Monti non vuole occupare il posto?????

deriu daniele Commentatore in marcia al V2day 24.12.05 13:21| 
 |
Rispondi al commento

Io una cosina su quel manifesto lì la scriverei, anche in piccolo: "IMBROGLIONE!" ...così, tanto per far capire che, anche se il suo millantante faccione domina inquietante su di noi, quiggiù c'è ancora gente pensante e non violenta che aspetta solo il 9 aprile per liberarsene democraticamente per almeno (si spera!) i prossimi 5 anni.

Marino Quadrante 24.12.05 11:45| 
 |
Rispondi al commento

Giovedi sono andato in autostrada da Bologna a Reggi Emilia tratto interessato a grandi opere ( quarta corsia ) sapete quanti erano a lavorare al cantiere 14 uomini , per me hanno finito i soldi .

Per quanto riguarda internet nelle scuole posso dire che lo stato italiano l'ha fornita sempicemente ( senza accessori tipo server di posta ,firewall , computer ) con una piccola clausola , da fine anno le scuole sela devono pagare loro( è arrivata ad agosto ) , quindi sai cosa fanno le scuole ? lasciano scadere quella statale e sene fanno installare una dal comune unica istituzione responabile ( gli assesori hanno i loro figli nella scuola ) . Comunque di adsl non ne occorre una sola ma varie : uffici amministrativi , scuola media , scuola elementare , materna . A vederla da fuori sembra che vogliano smontarla la scuola non ampliarla.
Per quanto riguarda l'inglese fanno due ore a settimana , inutile.

Luca Ferretti 24.12.05 10:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VOGLIO SAPERE CHI SONO GLI " OMISSIS " PRESENTI NELL'INTERROGATORIO DI FIORANI. E' UN NOSTRO DIRITTO SAPERLO !!!!!!!!!!!!

alberto sgherri 24.12.05 09:31| 
 |
Rispondi al commento

Una grande POTENZA che deve pensare al futuro???
CHI?, noi saremmo la grande potenza??...
Ma caro Onorato, vatti a leggere numeri statistiche studi ISTAT E INTERNAZIONALI, vedrai
che caz.zo di potenza siamo`...siamo un colabrodo
su ogni parametro che tu voglia prendere in considerazione...uno, dimmi solo uno dove siamo i primi della classe, uno solo...ma lo so io e te lo dicô: nella cecita e nella arroganza sudamericana che ci contradistingue...
POTENZA?....OGGI MI HAI FATTO PROPRIO RIDERE...

***********************************************************************************
La Pecorona 23.12.05 08:58

A prescindere dal fatto che sono del tutto d’accordo con te, sicuramente non hai capito bene (forse non hai letto TUTTO il mio post). Queste non erano affermazioni mie ma trattatavasi di domande poste da Curzio Maltese all’ex direttore de “Il Giornale” Indro Montanelli.
Prova a rileggere ed apri il link che ho riportato alla fine del mio post e capirai.
Con i miei saluti ed auguri di buone feste.
Franco Onorato

Franco Onorato 24.12.05 06:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sarà un caso che le autorità ecclesiastiche abbiano condannato Fazio proprio ora e che l'OPUS DEI abbia dichiarato che Fazio non ne faceva parte? Penso che dietro i grandi personaggi che spendono la loro faccia in pubblico ci siano dietro iteressi di persone ed organizzazioni spesso invisibili. Non è facile non soccombere a tali sistemi di potere che (parlo della realtà in Sicilia) sono presenti in quasi tutti gli aspetti della vita lavorativa e non. Dal politico che ci governa al negoziante che paga il pizzo all'operaio in cerca della raccomandazione. Se si aggiunge che le poche opere "di bene" fatte nel territorio sono gestite da enti ecclesiastici....ci rimane il sole e il mare....speriamo non li diano in appalto! La cultura e la conoscenza sono importanti, ma se la gente vende i voti per dei pacchi di pasta bisognerà trovare il modo di rendere i libri commestibili

Filippo Di Blasi 24.12.05 03:14| 
 |
Rispondi al commento

Avrei una proposta per una nuova legge ...visto che adesso si sta per modificare anche la nostra costituzione, ... visto che i parlamentari come giustamente fatto notare sono i dipendenti dei cittadini... e visto che siamo noi che gli paghiamo gli stipendi, abbasamoglieli da 1000 a 2000 euri al mese e vediamo se con il loro paniere istat arrivano a fine mese, ... naturalmente chi farebbe il politico di professione non potrebbe insegnare nelle università per cui un solo stipendio in famiglia.

Una domanda, se un dipendende in un'azienda si comporta male o fa casini viene licenziato, visto che ai politici gli paghiamo gli stipendi e gli rifondiamo tutte qulle spesuccie... pagando le tasse, non potremmo anche licenziarli...? come? Anche direttamente con un tot di firme. Se non ricordo male per abrogare una legge in italia c'è ne vogliono 500.000, be potrebbero bastare per mandare qualche politico inutile a casa.

Alessandro Carrozzino 24.12.05 02:44| 
 |
Rispondi al commento

mazza quanti commenti..io penso questo: se silvio sta ancora lì su quei cartelloni non chè al suo bel posto di presidente significa che ci sono tanti imbecilli che in lui ci credono. e chissà se non dobbiamo considerarli "ingenui".. cmq un impegno che dovremmo prendere tutti è quello di cambkiare la nostra coscienza perchè da
quella si deve partire per cambiare le istituzioni. altrimenti abbattiamo tutto e sopprimiamo il $. notte

silvia fabbri 23.12.05 23:47| 
 |
Rispondi al commento


CHIEDO FORMALMENTE L'APERTURA DI UN BLOG DEDICATO AGLI ULTIMI 80 ANNI DI STORIA ITALIANA
IN RIFERIMENTO AI FALLIMENTI DELLE BANCHE ITALIANE COMPRESA QUELLA DELLA BANCA D'ITALIA.
HO AVUTO UN SPECIE DI FLASH BACK.. RICORDI DI SCUOLA... CHIUNQUE VOGLIA APRIRE QUI UNA DISCUSSIONE CON L'APPORTO DI DOCUMENTAZIONE BIBLIOGRAFICA.. CREDO CI SIA DA RIDERE MA NON SOLO..... FORSE STIAMO ANCORA PAGANDO I DEBITI DEI NOSTRI BIS O TRISNONNI.
CHE NE DICI BEPPE?
OTTIMO RIPASSO DELLA NOSTRA STORIA. QUELLA CHE NON SI STUDIA A SCUOLA

CARLO PISU 23.12.05 22:36| 
 |
Rispondi al commento

UNA SEGNALAZIONE ANCHE SE FUORI TEMA.

Nel 2004 è uscito un film-documentario dal titolo "THE CORPORATION", una produzione canadese firmata da j.Abbott e M.Achbar, tratto dall'omonimo libro inchiesta di J.Bakan.
Il film boicottato negli Stati Uniti, ma premiato dal pubblico del Sundance Festival.
Non si tratta di un manifesto politico, vi si rivelano illuminati e paradossali confessioni di manager, dirigenti, guru finanziari, spie industriali e pubblicitari.
Assolutamente da vedere.
VEDI LINK http://filmup.leonardo.it/sc_thecorporation.htm
N.B.
E' possibile scaricarlo tramite sharing, ma nella versione italiana è censurata la parte riguardante la multinazionale MONSANTO

emanuele biondi 23.12.05 21:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I manifesti del Berlusca mi colpiscono non tanto per le sue affermazioni ma per la risata grassa del faccione del berlusca. Sembra che pensi: "Quando le sparo mi scappa da ridere anche a me".
Peccato che la pubblicità sia una comunicazione a senso unico. Una specie di tortura dove c'è solo uno che può parlare, dicendo qualsiasi caz..ta, e tutti gli altri possono solo stare a sentire senza poter mai rispondere.
Pensate alla biografia del Berlusca :
Ha fondato una impresa di successo.
Ha grandi doti di comunicazione.
Ha qualche problema con la giustizia.
Chi altri vi ricorda?
A me Wanna Marchi.
Potrebbe essere un prossimo candidato.

piero esposito 23.12.05 20:09| 
 |
Rispondi al commento

"...Attenzione: Il sistema rappresentativo delle deleghe contiene in se il desiderabile seguente (che evidentemente lo precede): la volontà di tutti a partecipare della cosa pubblica, che fa i conti con l'impossibilità materiale. Delega e rappresentanza erano un compromesso, buono. Oggi l'impossibilità che ha necessariamente generato il meccanismo, non esiste più. La storia lo percepisce e siccome la storia è il frutto dei sentimenti e mai della razio, si prepara a rendere possibile cio che non è mai stato tale. A questo punto qualcuno potrebbe pensare che io non amo tanto la democrazia, questo qualcuno non sa cosa è la democrazia. Democrazia non è rappresentanza, non è delega, non è voto. Questi sono gli strumenti della demorazia. Democrazia è la più ampia partecipazione alla discussione pubblica: "La democrazia degli altri" Amartya Sen - Mondadori. ..."

Per far emergere una azione cosciente di miglioramento bisogna cambiare il sistema di incentivi. Partecipazione alla cosa pubblica vuol dire disporre delle proprie risorse ed impegarle attraverso le proprie scelte ("libero arbitrio") in armonia e coerenza con le regole del territorio ( leggi fatte dai legislatori ).
Non è più accettabile il finanziamento a gruppi di potere che agiscono su "delega" di sottogruppi (arbitrio politico) nè la quasi totale assenza di concorrenza in un mercato dei capitali, tipicamente italiana. Questi due "cavalli matti", totalmente indipendenti dalla discrezionalità e scelta dei cittadini devono essere ridimensionati. Nel primo caso cambiando le regole sulle competenze di chi ci governa. Nel secondo caso cercando strade alternative per rientropizzare un mercato, ormai concentrato. Ogni monopilio, se non naturale e con garanzie di possibilità di entrata, è contro l'interesse dei cittadini -> sempre. La delicatezza del tema è aggravata dal fatto che questi istituti hanno un potere di erosione internazionale spaventoso. In chi dobbiamo confidare?

Un saluto.

ijimiaz galir 23.12.05 18:39| 
 |
Rispondi al commento

Ho scoperto cosa serve per fare il politico in italia:

1) devi essere pregiudicato o avere dei processi in corso.

2) devi saper raccontare una quantità di balle non immaginabili da persone con intelletto.

3) devi sorridere sempre (attenzione ai lifting però)

4) ma sopratutto devi possedere e controllare giornali, tv, radio ecc...

Meno male che c'è internet e meno male che c'è grillo...

Erik Sabatino 23.12.05 18:04| 
 |
Rispondi al commento

penso sarebbe interesante leggere uno di quei "discorsoni" che i politici fanno in Parlamento..
ma per essere politici, basta essere "grandi oratori"?...mah...

René Capuzzo 23.12.05 17:53| 
 |
Rispondi al commento

Il conflitto d'interessi
La legge sul conflitto d'interessi è stata approvata definitivamente il 13 luglio 2004.

Contenuti del provvedimento
I titolari delle cariche di governo devono dedicarsi esclusivamente alla cura degli interessi pubblici e devono astenersi dall’adottare provvedimenti (anche collegiali) in situazioni di conflitto di interessi.

Chi riguarda
Presidente del Consiglio, ministri, vice ministri, sottosegretari di Stato e commissari straordinari del Governo.

Incompatibilità
I titolari di cariche di governo non possono:

esercitare compiti di gestione in società aventi fini di lucro o in attività di rilievo imprenditoriale, partendo quindi dalle aziende individuali;
ricoprire cariche o uffici pubblici diversi dal mandato parlamentare; cariche o uffici in entit di diritto pubblico;
esercitare qualunque tipo di impiego o lavoro pubblico o privato, anche autonomo;
esercitare attività professionali in materie connesse con la carica di governo.
Quando c'è conflitto di interessi
Quando l’atto è adottato o omesso, dal titolare delle cariche di governo in situazioni di incompatibilità.

Quando l’atto o l’omissione ha incidenza specifica e preferenziale sul patrimonio del titolare, coniuge o società o parenti entro il secondo grado, oppure sulle imprese o società da essi controllate con danno per l’interesse pubblico.

Abuso di posizione dominante
Anche in situazioni di conflitto di interessi si applicano le norme (legge n. 287/1990 in materia di tutela della concorrenza e del mercato) che vietano l’abuso, ovvero l’indebita conservazione, da parte di un’impresa della posizione dominante detenuta sul mercato nazionale del settore.

Dichiarazione patrimoniale
Entro 30 giorni il titolare delle cariche di governo, coniuge e parenti entro il secondo grado dichiarano alla Autorità garante della concorrenza e del mercato le situazioni di incompatibilità.

Se l’incompatibilità riguarda i settori delle comunicazioni, multimedialità, e

MARIO MATRICCIANI 23.12.05 17:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LE IMPRESE DEL SENATORE LUIGI GRILLO

Il senatore Luigi Grillo, portavoce dei furbetti del quartierino e strenuo difensore del governatore Antonio Fazio, preso con le mani nella marmellata, con un conto alla Banca popolare di Lodi sul quale risultano depositate plusvalenze anomale (250.000 Euro) derivanti da trading su titoli, scoperte dagli ispettori della Banca d'Italia e dalla magistratura.

UNA CARRIERA TUTTA CAPRIOLE
Democristiano della corrente di Base, eletto per la prima volta in Parlamento nel 1987, Grillo arriva al governo nel 1992 con Giuliano Amato, che lo nomina sottosegretario alle Finanze con ministro Franco Reviglio.
Nel 1994 viene rieletto per i popolari di Mino Martinazzoli, ma è subito folgorato da Berlusconi, cui consegna il voto che consente al Centrodestra di avere la maggioranza al Senato. I popolari lo espellono, ma il Cavaliere lo premia con la poltrona di sottosegretario alle Aree urbane. Rieletto nel 1996 e nel 2001, nominato presidente della Commissione lavori pubblici e comunicazioni, è tutto un turbine di zelo berlusconiano.

E’ relatore della legge Gasparri fatta su misura per il capo, presenta l'emendamento per scorporare dai tetti pubblicitari le televendite e quello al condono edilizio che cancella il divieto di costruzione nelle aree incendiate e che gli vale il "premio Attila".

MA LA SUA VERA PASSIONE SONO LE BANCHE
E' lui che aiuta Fiorani nelle prime scalate, come quella della Banca di Chiavari, è lui che difende le fondazioni bancarie da Giulio Tremonti.
Poi il capolavoro. IL "PATTO DELLO SIACCHETRÀ", che segna la pacificazione tra Berlusconi e Fazio. Venerdì 14 gennaio, cena a palazzo Grazioli tra il premier, il governatore, il ministro dell'Economia Domenico Siniscalco e Grillo, il quale offre ai commensali la bottiglia di vino delle Cinque Terre che battezzerà l'accordo per la difesa dell'"italianità delle banche".

UN AFFARISTA?
Lo accerteranno i giudici, che indagano su quei conticini nella banca di Fiorani

Marco Gills 23.12.05 17:10| 
 |
Rispondi al commento

A Firenze nei numerosi mega cartelloni del nano, alcuni nostri valorosi hanno apportato una modifica sostanziale: il capoverso iniziale,>, è rimasto invariato, hanno però deciso di cambiare il secondo verso, aggiungendo >, e sostituendo > con >,
Di conseguenza lo slogan finale, più coerente con gli indirizzi programmatici dell'oramai tristemente famoso "contrato con gli italiani", è diventato: >.
Invito altri valorosi ad apportare questo tipo di modifiche negli altri manifesti elettorali del pestifero presidente del consiglio. Alla fine votiamo il migliore.

Alessandro Bellini 23.12.05 17:04| 
 |
Rispondi al commento

http://www.misteriditalia.com/loggiap2/ilpiano/P2(piano).pdf

francesco cola 23.12.05 16:50| 
 |
Rispondi al commento

Di seguito il programma del Cav. alla vigilia della sua "discesa in campo:

«usare gli strumenti finanziari per l’immediata nascita di due movimenti l’uno sulla sinistra e l’altro sulla destra». Tali movimenti «dovrebbero essere fondati da altrettanti club promotori».con circa 10 miliardi è possibile «inserirsi nell’attuale sistema di tesseramento della Dc per acquistare il partito». Con «un costo aggiuntivo dai 5 ai 10 miliardi» si potrebbe poi «provocare la scissione e la nascita di una libera confederazione sindacale». Per quanto riguarda la stampa, «occorrerà redigere un elenco di almeno due o tre elementi per ciascun quotidiano e periodico in modo tale che nessuno sappia dell’altro»; «ai giornalisti acquisiti dovrà essere affidato il compito di simpatizzare per gli esponenti politici come sopra». Poi bisognerà: «acquisire alcuni settimanali di battaglia», «coordinare tutta la stampa provinciale e locale attraverso un’agenzia centralizzata», «coordinare molte tv via cavo con l’agenzia per la stampa locale», «dissolvere la Rai in nome della libertà d’antenna»; «punto chiave è l’immediata costituzione della tv via cavo da impiantare a catena in modo da controllare la pubblica opinione media nel vivo del Paese».
OPS! SCUSATE PER ERRORE HO SCRITTO IL PROGRAMMA DI RINASCITA DELLA LOGGIA MASSONICA P2!!! E' CHE SONO COSI' SIMILI CHE MI SBAGLIO!!!! ANCORA PARDON

francesco cola 23.12.05 16:41| 
 |
Rispondi al commento

...Scusate se mi intrometto di nuova ma mi è venuta una grande idea per continuare il mio romanzo, la cui trama ho già scritto qualche post più sotto, ecco come ho pensato di continuare.
###############################################
Il Cav.S.B., per ottenere il totale controllo del Paese, fa in modo che il nuovo Gov. della B.di I. sia uno dei suoi uomini di fiducia, M.T.P.capo delle telecomunicazioni ne condividse la scelta, in nome dell'alleanza stretta col Cav. per eliminare dalla piazza i furbetti del quartiere.
Entrambi grazie al nuovo Gov.della B.diI. il gestiscono il mercato della finanza a proprio piacimento e il Cav. non teme più di perdere le elezioni.
ORA PERO' HO UN BLOCCO E NON RIESCO AD ANDARE AVANTI. CHI MI PUO' SUGGERIRE QUALCHE SPUNTO?
GRAZIE

francesco cola 23.12.05 16:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUESTO è UN PENSIERO RICORRENTE... "NON è MERITO DEL BLOG" "NON è MERITO DI BEPPE GRILLO" "NON è MERITO NOSTRO"... SCUSATE, MA CHEPPALLE!!!

IO NON HO MANDATO SOLDI PER L'ACQUISTO DELLA PAGINA, MA NON CREDO AFFATTO CHE SIA STATA UNA BRUTTA IDEA, PERCHè VI ACCANITE SU CHI HA O CHI NON HA IL MERITO DELLE DIMISSIONI DI FAZIO?
QUELLA PAGINA è STATA ACQUISTATA DA CITTADINI ITALIANI, QUELLA PAGINA DIMOSTRA CHE NON SIAMO TUTTI DEI BURATTINI DIDINTERESSATI. SE QUALCUNO S'è TOLTO DEI SOLDI DI TASCA PER FARE QUEST'ATTO DI CHIAMIAMOLA "PRESSIONE" PROPRIO IN QUESTO MOMENTO IN CUI DI SOLDI IN TASCA NON CE NE SON MOLTI VUOL DIRE CHE QUEL QUALCUNO CI CREDE ED HA FATTO QUALCOSA DI TANGIBILE, DI CONCRETO... IO NON HO FATTO NULLA DI TUTTO CIò MA NEMMENO MI PERMETTO DI SPUTAR SENTENZE SULL'INUTILITà DELL'INIZIATIVA.
INUTILE è NON FARE NIENTE è LAMENTARSI IN CONTINUAZIONE, INUTILE è LA FRUSTRANTE IDEA CHE SIAMO TROPPO PICCOLI PER CAMBIARE LE COSE. DEPRECABILE SECONDO ME è CERCARE DI SMINUIRE LE INIZIATIVE ALTRUI.

FRANCESIO FABIO 23.12.05 16:01| 
 |
Rispondi al commento

E' finita pochi minuti fa la conferenza stampa del nostro dipendente con i capelli finti.
Più che una conferenza stampa è stato un monologo di un'ora al posto del tg1, dove il portatore nano di democrazia al fosforo bianco ha provato ad incantare i coglioni che si lasciano infinocchiare. L'unica cosa condivisibile sono gli auguri fatti ai suoi datari di lavoro e ricchezze" che gli italiani possano realizzare i loro desideri nel 2006 visto che fino ad ora hanno realizzatto solo i suoi." Il mio desiderio per il 2006 è quello di togiercelo dalle balle al più presto.
buone feste a tutti.

basoli giovanni 23.12.05 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Avete provato a vedere le proprietà dei file immagine illustranti i nuovi poster di Berlusconi, scaricabili dal sito di forza italia?
Sembrano creati utilizzando programmi crackati...

Paolo Lotti 23.12.05 12:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi permetto di pubblicare su questo blog la trama di un libro che sto scrivendo,fatti e personaggi sono di pura fantasia.
DEMOCARAZIA VENDUTA
Il rampante SR.marito di A.F.,famosa donna di spettacolo, arricchitosi non si con quali stratagemmi, riesce, grazie all’amicizia con G.P., presidente di B.P.L., ad entrare nel mondo della finanza.Con i soldi di S.B. Pres.di Confcom., S.R., tenta la scalata a R.C.S., operazione già tentata in precedenza dal Cav. S.B..Ciò mette in allarme il maggiore azionista di R.C.S. e attuale deus ex-machina delle telecomunicazioni M.T.P., il quale teme di perdere terreno.Intanto il Gov. Della B.di It.,anch’egli amico di G.P. da il via alla scalata ai vertici della B.N.L. in barba ai controlli di rito. A questo punto S.B.e M.T.P. si alleano per difendere i propri interessi, ne scaturiscono intercettazioni telefoniche, compromettenti che evidenziano i loschi accordi tra A.F. G.P. e S.R. Le intercettazioni vengono rese pubbliche per smuovere l’opinione pubblica. Il Cav. S.B., grande stratega, condanna pubblicamente il fatto che le intercettazioni siano state rese pubbliche e vara una Legge che impedisca, il ripetersi di tale atto,lesivo della privacy del cittadino, ottenendo così il risultato di sviare i sospetti e non correre rischi di intercettazione quando non sarà più al potere.Inoltre il Cav., dopo aver incassato le dimissioni di A.F., vara un’altra Legge“urgente”che serve a lui ed ai suoi amici per uscire "intonsi" dai tanti processi in corso, Legge quest’ultima alla quale A.F. si era sempre opposto nella sua carica di Gov. Della B.di I. Abilmente mascherata sotto il nome di Legge per il Risparmio, passa la Parlamento la depenalizzazione del falso in bilancio. Essa, contiene anche misure che ridimensionano, solo in apparenza, la carica del Della B. di I., mossa che “costringe” l’opposizione (grande assente della vita della vita politica del Paese), a lasciarla passare senza opporre alcun emendamento. CHE NE PENSATE?

francesco cola 23.12.05 11:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Parlo da persona piuttosto neutrale in quanto a destra e sinistra, nonchè ignorante (sigh..) in fatto di politica... ma sembra che i toni del tuo commento siano più quelli della persona che non ha niente da dire... prova a pensare di più prima di scrivere.... ;)

giovanni piacentini 23.12.05 10:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

(parte 2) Si parla tanto di euro, ma quando c'era la lira, un prelievo di questo tipo sarebbe saltato agli occhi di tutti. Ricordo infatti di un prelievo forzoso "una tantum" nella prima meta' degli anni novanta. Mentre il Governo parlava di tutela del risparmiatore, rubava dalle nostre tasche a norma di legge. Ricordiamoci che i soldi nei conti correnti sono quello che ci resta dopo aver pagato una valanga di tasse, dunque sono i nostri, e lo Stato non deve toccarli. Propongo di tracciare la specifica legge che consente allo stato di effettuare questi prelievi, e di abrogarla con un referendum.

Luca DellaPenna 23.12.05 09:58| 
 |
Rispondi al commento

Ieri, con tre colpi di "fiducia" ed in segreto (il testo non e' stato presentato ai giornali ed alla minoranza politica per i nostri commenti e quelli della minoranza), il Governo ha approvato la "nuova" legge per la tutela dei risparmiatori. Ma e' veramente nuova? Tutela i risparmiatori? Non molti mesi fa, mentre Berlusconi parlava di ottimismo e risultati positivi, Fazio lo bacchettava con statistiche allarmanti di gestione fallimentare. Berlusconi tento' di levarsi Fazio di torno, ma si scontro' con il mandato a vita del Governatore. A distanza di tre giorni dalle dimissioni volontarie di Fazio a seguito dello scandalo Fiorani, il Governo Berlusconi approva una riforma della legge in materia di elezione del Governatore, con al suo interno norme per la cosiddetta tutela del risparmiatore e per il falso in bilancio societario. Sorprende la velocita' della manovra? Lo scandalo Fiorani coinvolge un certo numero di politici, ovvero di nostri dipendenti, i cui nomi sono protetti da segreto. All'indomani della dimissione di Fazio, il Governo non e' piu' interessato a lui, ne e' interessato a rivelare i nomi dei politici corruttori (o corrotti, come Casini ha suggerito alla stampa in data di ieri). Il Governo e' solo interessato a sistemare la legge e mettere una persona al posto giusto. Questi sono tutti fatti documentati dai giornali, dunque accessibili a tutti. --- I fatti sembrano suggerire che lo scandalo Fiorani sia stato architettato per levarsi Fazio di torno, e mettere le mani sulla legge per la tutela del risparmio e del falso in bilancio. Nei prossimi giorni, l'Italia' conoscera' il contento della manovra, e la verita' stara' nelle differenze con la vecchia legge e le conseguenze a favore del capitalismo. Nel frattempo, a seguito dello scandalo Fiorani, ho controllato il mio conto corrente. Scopro che lo stato effettua un prelievo forzoso di 8.55 euro, ogni tre mesi, a titolo di "imposta bollo", ovvero di 34.2 euro all'anno, ovvero oltre 65.000 lire.
(parte1)

Luca DellaPenna 23.12.05 09:55| 
 |
Rispondi al commento

Avrei una proposta per risolvere il problema Banca d'Italia (e altri collegati): Fazio alla Confcommercio, Fiorani alla Banca d'Italia e Billé alla Banca Popolare Italiana.

Non ridete, zucconi, tanto fra un paio d'anni finirà così.

Riguardo a Riccucci, metterei la mano sul fuoco per la sua completa innocenza. Volete sapere la verità? I magistrati (mediocri, comunisti e invidiosi), potevano anche passare sopra al fatto che avesse rastrellato tutti quei soldi dal nulla in così poco tempo, MA CHE ADESSO SI TROMBASSE PURE ANNA FALCHI, NO!!! E' stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso dell'invidia, e l'hanno voluto punire.

:))

alessandro scalzo 23.12.05 09:50| 
 |
Rispondi al commento

Loro ci credono veramente:
che sono responsabili,
che in tutte le scuole c’è Internet e gli studenti parlano l’inglese,
che hanno mantenuto le promesse,
che gli italiani devono adottare i bambini cinesi,
che le grandi opere sono partite,
che hanno fatto le riforme per il Paese.
-------------------------------------------------
Le riforme, caro Guitto Grillo (G.G.), sono state fatte da questo governo,non da quello di sinistra, finanche quella sul conflitto di interessi (per non parlare della riforrma del sistema pensionistico, della scuola dopo 80 anni, del mercato del lavoro etc.)

Ma se un politico mente in pubblico con un cartellone elettorale non dovrebbe essere perseguibile per legge?
-------------------------------------------------
Se è per quello, dovrebbe essere perseguito per legge anche il guitto che cerca di manipolare l'opinione pubblica scrivendo in maniera demagogica, faziosa e banalmente offensiva.

- spedire a casa del dipendente lettere A/R con dati reali sulla situazione italiana, in modo che si possa ricredere.
-------------------------------------------------
Prima di spedire lettere a chicchessia, bisogna informarsi (ma tu la conosci già, vero ?)sulla "realtà", che non è orribile come la si dipinge in casa vostra.

Ps: Noi qualche obiettivo comunque, a differenza dei nostri dipendenti, lo abbiamo raggiunto:
un po’ in ritardo, ma Fazio si è tolto dalle p..e !
-------------------------------------------------
L'unica cosa che hai raggiunto con i tuoi post e con l'inserzione sul giornale di casa è spendere un pò di tempo (e soldi, ma non quelli tuoi, naturalmente) a friggere l'aria, cosa che ultimamente pare piacerti tanto, ma proprio tanto.

Ti prego, torna a fare il comico, mi piacevi tanto quando facevi "Te la dò io, l'America", quello è il tuo posto, lascia perdere il resto, non sei portato.


Ivo Pisano

Ivo Pisano 23.12.05 09:10| 
 |
Rispondi al commento

@Francesco Monaco del 22.12.05

1) Definire l'iniziativa di Beppe Grillo contro Fazio "un modo elettorale" è totalmente sbagliato per il semplice fatto che Beppe Grillo non è un candidato politico.
-------------------------------------------------
Non per questo è impossibile fare propaganda politica, non ti pare ?

2) Credere che iniziative come questo blog siano inutili per questioni sociali come quella di Fazio è puerile e qualunquistico.
-------------------------------------------------
Chiedo venia, a me sembra molto più puerile e qualunquistica questa risposta.

3) Commenti del genere dimostrano che ci sono molte persone che hanno interesse nel delegittimare la credibilità della controinformazione, cosa di cui questo paese ha estremo bisogno considerando che il nano ha quasi la totalità dell'informazione in Italia.
-------------------------------------------------
La "controinformazione", come la chiamate, si delegittima da sola, quasi sempre senza bisogno di intervenire, come nel caso dei metalli dannosi negli alimenti...chi l'ha detto ? Bho ! Si può avere un riscontro con chi ha fatto queste affermazioni ? Sì, ma solo tramite me...ma per piacere !!!!!

4) tengo ancora a precisare al Sig. Mauro Tezzo che un commento del genere (contro il proprietario di questo blog) in altri contesti (quali giornali, televisioni, siti web, ecc. di proprietà del nano) sarebbe già stato cestinato.
-------------------------------------------------
A parte che non è vero, comunque qui, proprio qui, ci sono decine di persone che si lamentano che i loro post sono censurati.

Francesco Monaco 22.12.05 16:32 |

E' possibile che abbocchiate a qualunque fesseria, anche senza riscontro alcuno ??????


Ivo Pisano

Ivo Pisano 23.12.05 08:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Indro Montanelli su Berlusconi
Questo è un articolo che ho trovato casualmente sull'internet, purtroppo non ricordo dove. Comunque non importa: è un estratto di un intervista che sarebbe stata pubblicata nel numero successivo di Micromega in cui Curzio Maltese intervistò Indro Montanelli su Berlusconi:
Anticipiamo ampi stralci del dialogo tra Indro Montanelli e Curzio Maltese, pubblicato dal prossimo numero di Micromega.

MALTESE: Caro direttore, che effetto ti fa leggere ora su tutti i giornali liberali d'Europa le stesse cose che sostieni da anni su Berlusconi?

MONTANELLI: «Non è certo una sorpresa. Se uno fa il giornalista, da destra o da sinistra, da sopra o da sotto, sul nostro Berlusconi arriva a quelle conseguenze. La differenza è che i colleghi stranieri parlano anche nel nome di un mondo, di una borghesia illuminata, di un capitalismo democratico che guarda al berlusconismo con giustificata diffidenza. Mentre noi in Italia siamo quattro gatti e parliamo fra noi».

Franco Onorato 23.12.05 03:58| 
 |
Rispondi al commento

L'avvocato Agnelli, che dovrebbe essere il simbolo di quel capitalismo democratico, ha finito per prendere le parti di Berlusconi, in nome di uno strano patriottismo. Dice che non siamo una repubblica delle banane.....

«.....La sortita di Agnelli mi ha sorpreso. Lui dovrebbe sapere, per la storia di famiglia, che cosa significa mettere il paese nelle mani di un capoccia».

Sei stato accusato di aver scritto per risentimento personale nei confronti di Berlusconi, dopo la vicenda del «Giornale».

«Ma io non ho nessun risentimento, alla mia età poi. M'incazzo soltanto quando Berlusconi mente sui nostri rapporti. Lui vorrebbe nientemeno far credere alla gente che mentre io dirigevo il "Giornale" cospiravo per dirigerne un altro. Pensa che invenzioni pur di non ammettere la banale verità. Mi ha fatto fuori perché non ero il tipo da dirigere un giornale di partito, tanto più ch'ero fortemente contrario alla sua discesa in campo e glielo avevo detto a chiare lettere».....

Con «La Voce», omaggio a Prezzolini, sei andato alla ricerca di una borghesia moderata, di una destra liberale, ma non l'hai trovata.

«Calcolavo di portarmi dietro i tre quarti dei lettori del «Giornale». Ma quei tre quarti erano molto più a destra di me. Sono stato un simbolo dell'anticomunismo, mi chiamavano il fascista. Ma il mio anticomunismo era liberale. Il loro era ed è fascismo mascherato».

Franco Onorato 23.12.05 03:58| 
 |
Rispondi al commento

Parliamo di questo anticomunismo in morte del comunismo.....

«.....Riflette l'immensa vigliaccheria e l'opportunismo della borghesia italiana. Quando il pericolo comunista c'era ed era forte, fino agli anni Settanta, la nostra borghesia cercava il compromesso. Poi, a muri crollati, si sono scoperti ferocemente anticomunisti. E ci credono pure. Ricevo decine di lettere di persone anche colte, medici, ingegneri, che sono convinti di aver vissuto in questi anni in un regime di «rossi». Quando se c'è stato nella storia un antiregime, questo è stato proprio il governo dell'Ulivo..... Hanno fatto poco, perché avevano una maggioranza ristretta e litigiosa. Ma quel poco era di qualità. Non hanno rubato, non hanno alzato la voce, hanno provato a riformare questo paese allergico alle riforme..... Come si fa a capovolgere una verità così solare? La verità è che questo anticomunismo è una scusa per agitare il manganello».

Si torna all'impossibilità di essere normali della destra italiana. Vittorio Foa sostiene che il fascismo non ha distrutto la sinistra, che ha resistito al Ventennio, ma ha spazzato per sempre la possibilità di una destra democratica, europea. Tu sembri ancora più pessimista.

«Sì, gli italiani non sanno andare a destra senza manganello. Non amano la destra seria e non l'hanno mai amata, prima e dopo il fascismo. Pensa alla grande destra risorgimentale, ai Sella, agli Spaventa..... E pensa alla parabola di De Gasperi. No, la destra liberale in Italia è stata sempre impopolare, una minoranza odiata e derisa. Gli andava bene Mussolini e gli va bene Berlusconi. Che cos'hanno Berlusconi e i suoi alleati in comune con la destra liberale, legalitaria? Nulla..... La destra è incompatibile con il «parabolismo», la ciarlataneria e Berlusconi è un parabolano, un grande ciarlatano..... La capacità di menzogna di Berlusconi è quasi commovente. Perché il primo a credere alle sue menzogne è lui...».

Franco Onorato 23.12.05 03:57| 
 |
Rispondi al commento

Sei convinto che prima o poi gli italiani se ne accorgeranno?

«Sì, ma devono andare a sbattere. Ci libereremo di Berlusconi come del vaiolo, con il vaccino. E l'unico vaccino è che provi a governare..... Parliamoci chiaro, la maggioranza degli italiani quest'uomo lo vuole e non da oggi, dal giorno della discesa in campo. Se non è andato al potere è stato soltanto perché la Lega è andata per conto suo. Certo, negli ultimi tempi ha detto cose terribili..... Berlusconi andrà al potere e gli italiani capiranno finalmente..... Se vince di poco, dura pochissimo. Altrimenti chissà. Gli italiani ci mettono un po' a capire. Ma è vero che per fare un regime bisogna avere le capacità, cooptare una classe dirigente. Mussolini l'ha fatto, dopo gli anni dello squadrismo. Berlusconi non so se lo farà. Vedi, c'è una differenza. Mussolini in fondo odiava i fascisti, li usava ma li disprezzava e ne diffidava. A fare il governo ha chiamato il liberali, i nazionalisti e qualche ex compagno. Berlusconi invece ama i berluscones, perché lo adorano..... Gli unici uomini di qualità che ha avuto intorno sono Confalonieri e Gianni Letta. Gli altri sono soltanto servi e killer».

Questa assenza di progetto e di programma, puntando tutte le carte su un uomo solo e sui primi mitici «cento giorni», non è assurdo per una grande potenza che dovrebbe pensare al futuro?

«Ma gli italiani al futuro non credono e nemmeno al resto..... Vogliono il «ghepensimi» per non pensarci loro, ma è un'illusione. Una scelta che condanna l'Italia a un grande discredito internazionale... All'estero si preparano a trattare l'eventuale governo berlusconiano come un'anatra zoppa..... Berlusconi non ha altre scelte, non le ha mai avute, o vince o perde tutto. Fa il suo mestiere. Ma agli italiani costerà seguirlo nell'avventura».

http://www.iolfree.ie/~alexandros/articles/montanelli/montanelli3.htm
Indro Montanelli: uomo di destra ed ex direttore de "Il Giornale"

Franco Onorato 23.12.05 03:56| 
 |
Rispondi al commento

Per Mauro Chiavenna

Tassare i ricchi: imposta punitiva sui patrimoni, invoca Bertinotti. Il «patrimonio» cui pensa, il più facile da colpire, è la casa di proprietà, posseduta (per forza maggiore, mancando un mercato degli affitti) da 73 italiani su cento. Quella verrà supertassata ancora una volta.
mauro chiavenna 22.12.05 17:37

“Quanto poi al problema della proprietà della casa, posso affermare di più, e anche questo sta chiaramente scritto nei nostri programmi. Non solo non vogliamo togliere la casa di abitazione a chi se la è pagata con tanti sacrifici, ma addirittura proponiamo di togliere l'Ici, l'imposta sulla casa, che ci pare ingiusta quando la casa è un bene d'uso, è cioè la "prima casa", e non una fonte di rendita. In sostanza chi abita la casa che possiede non dovrebbe pagare per quella nessuna tassa aggiuntiva, mentre chi possiede più case e da queste trae una rendita deve pagare una specifica tassazione. Quindi gli uomini e le donne che possiedono la loro casa d'abitazione hanno tutto da guadagnare a votare per noi, mentre tutto da perdere a riversare il loro voto sulle destre.”
Intervista a Fausto Bertinotti in data 20 marzo 2005

Si guardi questo link: http://prc.rifondazione.co.uk/Notizie05/03marzo05/05M0985.htm

Franco Onorato 23.12.05 03:28| 
 |
Rispondi al commento

Per Mauro Chiavenna

Tassare i ricchi: imposta punitiva sui patrimoni, invoca Bertinotti. Il «patrimonio» cui pensa, il più facile da colpire, è la casa di proprietà, posseduta (per forza maggiore, mancando un mercato degli affitti) da 73 italiani su cento. Quella verrà supertassata ancora una volta.
mauro chiavenna 22.12.05 17:37

“Quanto poi al problema della proprietà della casa, posso affermare di più, e anche questo sta chiaramente scritto nei nostri programmi. Non solo non vogliamo togliere la casa di abitazione a chi se la è pagata con tanti sacrifici, ma addirittura proponiamo di togliere l'Ici, l'imposta sulla casa, che ci pare ingiusta quando la casa è un bene d'uso, è cioè la "prima casa", e non una fonte di rendita. In sostanza chi abita la casa che possiede non dovrebbe pagare per quella nessuna tassa aggiuntiva, mentre chi possiede più case e da queste trae una rendita deve pagare una specifica tassazione. Quindi gli uomini e le donne che possiedono la loro casa d'abitazione hanno tutto da guadagnare a votare per noi, mentre tutto da perdere a riversare il loro voto sulle destre.”
Intervista a Fausto Bertinotti in data 20 marzo 2005

Si guardi questo link: http://prc.rifondazione.co.uk/Notizie05/03marzo05/05M0985.htm

Franco Onorato 23.12.05 03:28| 
 |
Rispondi al commento

Tassare i ricchi: imposta punitiva sui patrimoni, invoca Bertinotti. Il «patrimonio» cui pensa, il più facile da colpire, è la casa di proprietà, posseduta (per forza maggiore, mancando un mercato degli affitti) da 73 italiani su cento. Quella verrà supertassata ancora una volta.
mauro chiavenna 22.12.05 17:37

Quanto poi al problema della proprietà della casa, posso affermare di più, e anche questo sta chiaramente scritto nei nostri programmi. Non solo non vogliamo togliere la casa di abitazione a chi se la è pagata con tanti sacrifici, ma addirittura proponiamo di togliere l'Ici, l'imposta sulla casa, che ci pare ingiusta quando la casa è un bene d'uso, è cioè la "prima casa", e non una fonte di rendita. In sostanza chi abita la casa che possiede non dovrebbe pagare per quella nessuna tassa aggiuntiva, mentre chi possiede più case e da queste trae una rendita deve pagare una specifica tassazione. Quindi gli uomini e le donne che possiedono la loro casa d'abitazione hanno tutto da guadagnare a votare per noi, mentre tutto da perdere a riversare il loro voto sulle destre.
Intervista a Fausto Bertinotti in data 20 marzo 2005

Si guardi questo link: http://prc.rifondazione.co.uk/Notizie05/03marzo05/05M0985.htm

Franco Onorato 23.12.05 03:25| 
 |
Rispondi al commento

heilà Beppe,
finalmente Fazio se n' è andato, ma non ti sembra che sia SCANDALOSO! che il giorno dopo vada tutto sorridente a salutare il Papa e venga accolto in udienza privata; senza essere richiamato minimamente da Sua Santità sulle sue responsabilità passate come "arbitro" della banca d'Italia e come......cristiano?!?
e voi amici cosa ne pensate?

mauro roschetti 22.12.05 22:29| 
 |
Rispondi al commento

scusate, non vorrei banalizzare troppo... ma io quella faccia di c..o ingigantita la odio! mi fa una rabbia!!

Erika Bianchi 22.12.05 20:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
finalmente Fazio se n'é andato, ma con lui partiranno alcune persone. Spero che la magistratura prenda chi deve prendere senza sconti. L'Italia è stufa degli sconti; andiamo a votare tra qualche mese e dobbiamo sapere chi ha fatto cosa. Ma io che sono stato sostenitore di Berlusconi, come farò a votarlo dopo che dice che il governatore ha fatto un gesto di responsabilità. UN GESTO DI RESPONSABILITà? Ma che cavolo dice. Sono convinto che ha perso le elezioni quella sera a Porta a Porta. Allora, ameno che non escano fuori gli implicati, votiamo le persone che ci SEMBRANO corrette, e che sin dall'inizio volevano l'uscita di fazio.
A noi!
Marco Serafini

Marco Serafini 22.12.05 20:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Avanti così ! ! ! io tifo Monti poi con C.A. Ciampi che controlla penso che il piccoletto non potrà fare una delle sue furbate.

(A parte che potrebbe essere capace di riabilitare Previti in un nuovo ruolo)

Stiamo attenti e continuiamo a parlarci così fuori dalle loro reti (di destra e sinistra)più ci leggiamo più loro si preoccuperanno. Serenità a tutto il blog

Guido Montaldo 22.12.05 19:47| 
 |
Rispondi al commento


Caro beppe per quanto riguarda il presidente della BCI io non credo che MONTI sia l'uomo giusto.Non ho un buon ricordo... vediamo si è quello che aveva multato la sony e la plystation per monopolio di posizione( o come C***O si dice) insomma accusati di aver fatto cartello.Sai quanto me ne poteva fregare di Plystation... mentre i petrolieri, gli assicuratori , i banchieri? no non è prprio l'uomo giusto.
Credo sia invece piu' giusto importare dall'estero una personalita forte , competente,
che almeno dia garanzia di non essere legato a nessuna famiglia di furbetti ...almeno per qualche anno!


CARLO PISU 22.12.05 19:42| 
 |
Rispondi al commento

Carp Beppe non capisci niente. Berlusconi ci vuole bene!!! Ti sei mai chiesto il perchè di questi grandi cartelli lungo le strade!...immagina di essere in colonna, fermo a imprecare su tutti e su tutto e ad un certo punto vedi una faccia da Pirla o da Pagliaccio che dice ad esempio: "abbiamo mantenuto gli impegni". Quale sarà la tua reazione??? Il sorriso a crepapelle....ecco la spiegazione: Berlusconi ci vuole sempre allegri e sorridenti!!!

Stefano Benetti 22.12.05 18:51| 
 |
Rispondi al commento

MARIO MONTI GOVERNATORE !!!
Io tifo per lui, abbiamo bisogno di uno che parli inglese e abbia credibilità. Credo che Monti abbia dimostrato di pesare qualcosa in Europa (vista la multazza che gli hanno lasciato fare alla Micro&soft!).
Ciao A tutti,
salvo

Salvatore Barone 22.12.05 18:29| 
 |
Rispondi al commento

Forse non hai capito il vero spirito del manifesto di Grillo!
Sicuramente non è stato fatto per arrogarsi il merito riguardante le dimissioni di Fazio; è stato semplicemente un modo per poter dire: "noi sapevamo da tempo che esisteva questo problema e siamo stati i primi a denunciarlo". Inoltre, il fatto che tu dica di stimare Funari, la dice lunga su quanto ti sbagli nel giudicare le persone.
Per comprendere meglio Funari, bisogna informarsi meglio sul suo passato (cos'ha fatto ed i suoi legami) e capire il motivo di certe sue dichiarazioni al giorno d'oggi... Probabilmente se lo facessi, finiresti per ridimensionare anche lui!

ALESSANDRO ZABARDI 22.12.05 17:53| 
 |
Rispondi al commento

PARTE ULTIMA

Un Paese che perde quote di mercato, e intanto è schiacciato dalle tariffe più alte del mondo per elettricità, energia, telefoni (non vorrete mica che paghi Tronchetti Provera); strangolato dalla burocrazia più principesca del pianeta, da presidenti di ASL con salario fra i 150 e i 300 mila euro annui (pari a quello del presidente degli Stati Uniti, per capirci). Schiacciato sotto il tallone del costo di Ciampi (200 milioni di euro l'anno), quel Ciampi che si commuove quando parla della «patria» - ed ha perfettamente ragione, visto che la patria ha dato tanto a lui. E dalle banche. Volete farvi un'idea di cosa accadrà di voi, se state pagando un mutuo, e il tasso primario dell'euro salirà di uno o due punti? C'è bisogno di spiegare che la vostra rata di mutuo passerà da 780 a 940 euro mensili? Leggete Benetazzo, vi dà anche buoni consigli. Molti dovranno vendere le case che non possono più pagare. Che cosa avverrà della bolla finanziaria che fa costare 160 mila euro appartamentini che sono covi per scarafaggi? Di colpo, il vostro habitat da scarafaggi varrà, diciamo 100 mila euro. O anche meno.

mauro chiavenna 22.12.05 17:42| 
 |
Rispondi al commento

PARTE III

La metafora «profetizza l'inabissamento del nostro Paese sia a livello sociale ed economico, e descrive il comportamento dei passeggeri», ossia noi italiani. Le orchestrine dell'idiozia televisiva e calcistica, pagate dai padroni che sono già saliti sulle scialuppe per primi, stanno ancora suonando. Per distrarci. E non farci sapere che i compartimenti del nostro transatlantico sono già allagati. Già: perché non è che l'Italia «rischi di affondare». Sta già affondando da mesi.

La nostra piccola industria è devastata in tutti i settori in cui era «forte» (tessile, oreficeria, meccanica, calzaturifici, mobili) dalla competizione cinese. Perché i nostri micro-imprenditori (ex operai, diventati ricchi, ma rimasti ignoranti) hanno continuato a sviluppare questi settori stramaturi, non avendo i mezzi intellettuali per lanciarsi nelle attività che vinceranno in futuro: «biotecnologie, informatica applicata, energia, trasporti di terza generazione», enumera Benetazzo. «Tutte le inefficienze degli anni passati adesso si iniziano a pagare. Il conto sarà salato, e lo si paga con posti di lavoro in meno». E' solo questione di mesi, e poi - tra il 2006 e il 2007 - i posti di lavoro cominceranno a scomparire a cascata, a migliaia. Il nostro popolo che adora il «posto fisso» forse smetterà di guardare l'«Isola dei famosi»?

Si affollerà attorno alle scialuppe? Non ci sono scialuppe. Siamo un popolo con sei milioni di analfabeti. Un popolo che non ha studiato, e che è avanzato negli ultimi 20 anni di storia senza mai pensare un minuto, cullandosi nell'illusione che il suo dozzinale benessere sarebbe stato eterno. Ma la Cina, di analfabeti, ne ha 300 milioni: che però si accontentano di 30 euro mensili per fare i braccianti e i cavatori. Perché mai i nostri analfabeti dovrebbero reclamare salari migliori? I posti ben pagati per analfabeti sono già tutti occupati: da deputati, eurodeputati, magistrati e consulenti regionali.

mauro chiavenna 22.12.05 17:40| 
 |
Rispondi al commento

PARTE II

Tassare i ricchi: imposta punitiva sui patrimoni, invoca Bertinotti. Il «patrimonio» cui pensa, il più facile da colpire, è la casa di proprietà, posseduta (per forza maggiore, mancando un mercato degli affitti) da 73 italiani su cento. Quella verrà supertassata ancora una volta. «Patrimoni» sono i vostri risparmi accantonati. Tronchetti Provera non ha risparmi, ha solo debiti. Romiti (Impregilo) è stato salvato dalla bancarotta per debiti affidandogli la commessa del ponte di Messina; la sinistra cancellerà quel progetto (ed è forse un bene), ma allora l'Impregilo percepirà miliardi di euro in penali e risarcimenti - è per questo che è stato varato il progetto del Ponte. Per Romiti, non per i siciliani.E le pensioni? Saranno «riformate»: e i sindacati non muoveranno un solo gemito di protesta (loro che vivono con 2 mila miliardi annui di denaro estratto dai portafogli dei lavoratori), quando sarà al potere la loro sinistra. La Germania ha già ridotto del 25% le pensioni, e nel 2004 non ha pagato le tredicesime: ecco un esempio di «riforma» che sarà subito imitato. Dopotutto, Schroeder è di sinistra, e così il suo ministro, l'ex terrorista rosso Joska Fischer. Tanto, non ci saranno manifestazioni di piazza né scioperi generali di protesta. E se poi le cose vanno davvero male, faranno come l'Argentina: blocco dei depositi bancari. Permesso di ritirare solo 200 euro la settimana. Non dovete credere a me. Credete a Eugenio Benetazzo, che sulla situazione italiana ha scritto un libro coraggioso, spietatamente ben informato e agghiacciante, che disturba l'orchestrina degli idioti: «Duri e Puri».

Benetazzo è un trader professionista e operatore di borsa indipendente, con una cultura (che i trader normali non hanno) sulla storia dell'economia. Non parla di politica in questo libro; non critica la sinistra o Berlusconi. Enumera freddi fatti, che portano alle conclusioni che avete letto più sopra. L'idea di Benetazzo è che l'Italia è il Titanic.

mauro chiavenna 22.12.05 17:37| 
 |
Rispondi al commento

ORAMAI NON C'E' PIU' SPERANZA
LEGGERE E RIFLETTERE

PARTE I

Volete avere un'idea di che cosa farà la sinistra al governo? Per esempio: «un prelievo improvviso e coatto sulle giacenze e sui depositi monetari»: lo fece già Giuliano Amato, capo del governo nel 1991, sottraendo denaro dai nostri conti correnti. Poi, ancora «il congelamento dei BOT», che non vi saranno pagati, né capitale né interessi: lo fecero Ciampi e Prodi, apostoli dei poveri e dei lavoratori. Ma non basterà, naturalmente, a coprire i fabbisogni dello Stato. Non vorrete mica che i deputati dimezzino il loro stipendio da 10 mila euro mensili, o la signora Elisabetta Spitz, direttrice del Demanio (e incidentalmente moglie di Follini) subisca dei tagli sul suo emolumento annuo di 326 mila euro; o ancor meno che il segretario del Quirinale Gifuni si impoverisca accettando un taglio sul suo milione di euro annui. No, loro no. Sarete voi che dovrete continuare a pagare quegli stipendi.Ed ecco allora la prossima mossa del futuro governo delle sinistre: la «supertassa sulle rendite finanziarie». Non lo sta già dicendo Bertinotti? Sospiro di sollievo: ora pagheranno i Tronchetti Provera, i Passera, i De Benedetti, i Romiti. No, loro no. Toglietevi le illusioni. Per la sinistra, le «rendite finanziarie» sono ad esempio: il reddito virtuale della casa di vostra proprietà e che abitate (e di cui state magari pagando il mutuo), ossia quello che guadagnereste se, andando a vivere sotto i ponti, cedeste il vostro appartamento in affitto, insomma soldi che non avete. Questo tasseranno, e ancor più sulle seconde case.

Altre «rendite» vostre: gli interessi (0% o anche –2% reali) sul conto corrente, o sul libretto di risparmio; quelli miserabili sui BOT e sulle obbligazioni dubbie che la vostra banca vi ha rifilato, mai superiori al 3%. Tutte «rendite» esposte indifese, ventre all'aria, al saccheggio sotto pretesto «sociale».

mauro chiavenna 22.12.05 17:34| 
 |
Rispondi al commento

====================================================================================================


IL SENATORE LUIGI GRILLO, ELETTO IN LIGURIA NELLE FILA DI FORZA ITALIA

Preso con le mani nella marmellata, con un conto alla Banca popolare di Lodi sul quale risultano depositate plusvalenze anomale, derivanti da trading su titoli, scoperte dagli ispettori della Banca d'Italia e dalla procura della Repubblica.


====================================================================================================

Marco Gills 22.12.05 16:01| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo i post sono davvero troppi, non sono riuscito a leggere se qualcuno ha già detto quello che sto per scrivere io, anche se penso di sì. A parte il fatto che Grillo, un anno fa ti adoravo e ora ti ho ridimensionato molto. Ma a parte questo. Questo post rivela che hai un ego più esagerato di Funari (che peraltro stimo). DAVVERO pensi che Fazio se ne sia andato per la TUA (NOSTRA?) pressione? Pensi che qualche decina di migliaia di persone su un blog possano mandare a casa un governatore di una banca centrale? Spero (per te Grillo) che tu sia MOLTO furbo, e che questa tesi sia a suo modo "elettorale". Se è così vedo che ha avuto il suo effetto, molti qui sotto danno a te il merito delle dimissioni di Fazio! Ma peppiacere!!!!

Mauro Tezzo 22.12.05 15:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Van Helsing for president!!!

Mauro Motola 22.12.05 15:17| 
 |
Rispondi al commento

Ci si lamenta, a ragione, dei politici. Ma sono la semplice espressione del paese. Molti italiani non-politici al loro posto farebbero lo stesso, perchè è mentalità assai diffusa in Italia quella di fare innanzitutto i propri interessi e se si può rubacchiare lo si fa perchè "intanto lo fanno tutti". Guardate la questione delle tasse: chi può non le paga. Dov'è dunque la meraviglia se i politici espressione di molte persone che la pensano in questa maniera raccontano balle e pensano in primis ai loro interessi? La mia soluzione è: togliamo (o sospendiamo per 5-10 anni) il diritto di voto a chi viene beccato ad evadere gravemente le tasse. Se tu te ne freghi dello stato evadendo non hai diritto di contribuire a gestirlo! Può essere un deterrente e dà garanzia che chi fa il furbo se ne stia al largo dal mio stato! Esilio del voto! Pensateci.

Davide Sgarbossa 22.12.05 14:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Avrei voluto lasciare l'Italia in maniera completamente differente, ed avrei voluto conservare di questo splendido paese soltanto dei bei ricordi. Avrei voluto portare via con me un qualcosa che mi potesse ricordare costantemente tutto cio' che di piu' splendido l'Italia ha da offrire, ai suoi cittadini cosi' come agli stranieri. Purtroppo cio' che oggi ho con me e' soltanto l'amaro in bocca riguardo alla incredibile condizione in cui versa oramai da troppi anni il Belpaese. Non posso credere che tutto sia congelato, immobile, statico ed irreversibilmente sozzo ed innaturale. Vivere lontano significa anche avere un'informazione controllata, schematizzata e fredda, cruda. Oggi so di non aver sbagliato, ma non perche' se fossi rimasto in Italia avrei continuato a sperare senza mai ottenere dei risultati. Quando ti guardi attorno e vedi solamente una stancante e ripetitiva teatralita', alla fine giunge la monotonia. Provo soltanto tristezza e grande pena nel pensare al passato, un passato in Italia fatto di nulla, un presente all'estero fatto di sguardi stupiti e alle volte amareggiati verso cio' che delirio, se non una parodia del delirio.
www.trentatre.blogs.it
clinton jason giannolo Giovedi 22 Dicembre 2005 h13:15
Chiedo scusa se quanto scritto non e' in tema col resto dell'articolo.

clinton jason giannolo 22.12.05 14:26| 
 |
Rispondi al commento

I soldi se li sono messi in tasca tutti! Basta con queste falsità, non ce n'é uno che si salva su quelle poltrone!
Che sia come sui treni... quando ti siedi non sai cosa cosa ti prendi, prima eri un essere umano e poi di colpo, ZACK! Ti ritrovi ad essere un politico! Ed ecco che diventano allergici all'aglio, non sopportano più i pioli di frassino...
Ecco, ho trovato, perché non votiamo tutti Van Helsing??? (non sono sicuro di averlo scritto correttamente, ma se sopportate l'italiano di Di Pietro potrete anche avere un poco di grazia nei miei confronti.)

Van Helsing for president!!!


Mauro Motola 22.12.05 13:28| 
 |
Rispondi al commento

sapete mi è venuta in mente una cosa...
secondo voi tutte queste leggi che ha messo berlusconi, quando sara la sinistra al potere lo toglierà? o le lascera come regalo di berlusconi per sfruttarle anche loro?

Stefano Torriglia 22.12.05 12:41| 
 |
Rispondi al commento

Quindi la mia vendetta è Votarlo per farlo cuocere nel suo brodo, e per sbarazzarcene definitivamente,politicamente parlando.

TOMMASO DE FALCO 22.12.05 11:35 | Rispondi al commento |
----------------------------------------------------
Ciao Tommaso sono Emanuele e condivido pienamente la tua idea. Se salirà il centrosix al Governo aimè per rimettere in sesto i danni di Attila altro che cinghia ci sarà da tirare,e già lo vedo il faccione in tutte le città(come ora)che lancia anatemi,e paroloni(ve lo avevo detto sono capaci solo di aumentare le tasse,etc...etc..."lui invece le ha levate vedi ICI alla chiesa e a chi doveva levarla ai poveri????????"
Ma se lo rimettiamo al suo posto per un pò ti prenderà ancora per il sedere,ma quando il 55-60% delle famiglie cominciano a mangiare un giorno si e uno no,quando vedi tuo figlio che ha fame, e poi passi davanti ad una chiesa e ti chiedono ancora i soldi per i poveri PORCA EVA SE TI INCAZZI. Alla fine degli anni 80 con tangentopoli Craxi è scappato a gambe levate,chissa se lui avrà la stessa fortuna??????????
ciao e Buon Natale

emanuele fumagalli 22.12.05 11:57| 
 |
Rispondi al commento

sono veramente schifato

Fazio se n'è andato prima che lo mettessero in gabbia, ma intanto ha distrutto la nostra credibilità internazionale e si è arricchito di più, se possibile, ed in modo truffaldino.
E tutti i "nostri ???? " politicanti a plaudere al suo gesto di responsabilità.
E poi la nostra rete ferroviaria cha cade a pezzi, i pensionati che non sanno come tirare avanti, il mondo del lavoro che è sempre più somigliante ad un lager, questo correre dietro ai soldi ed al modo più veloce per farli, fregandosene dell'onestà, questa parola ormai morta, della morale, del bene pubblico.
Spero tanto nelle prossime elezioni e nel pronosticato cambio di governo, ma mi sto convincendo che i politicanti di professione, a qualunque schieramento appartengano, avranno sempre le mani sporche.

Forse ci vorrebbe davvero la rivoluzione.... che ne dici Beppe?

saverio ceravolo 22.12.05 11:50| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,prima di tutto vorrei fare a te e agli amici del blog i più sinceri auguri di un sereno e migliore Natale,poi vorrei dire la mia a proposito dell'apertura della campagna elettotarale di Berlusconi per le prossime elezioni politiche.
Ma siamo proprio sicuri che il CAVALIERE VUOLE ESSSERE RIELETTO? Secondo me,la patata bollente la lascia volentieri alla controparte,la quale ,in caso di probabile vittoria, chiederà alla nazione sacrifici economici tali da giustificarli come rimedio ai provvedimenti del governo di centrodestra.Così,quando gli italiani saranno stufi di pagare per le scelleratezze altrui ed avranno le scatole piene ,anche del centrosinistra :ecco ricomparire il Cavaliere che con la sua solita espressione di onnipotenza ,
andrà da Vespa a stipulare un nuovo contratto elettorale .A questo punto suggerirei di votarlo per lascaiarlo risolvere i problemi,che lui ha creato e che crede,sicuramente,di passarli ai comunisti;sottolineando,poi, con i suoi intimi di essere uscito ugualmente vincitore nonostante la sconfitta elettorale.Quindi la mia vendetta è Votarlo per farlo cuocere nel suo brodo, e per sbarazzarcene definitivamente,politicamente parlando.

TOMMASO DE FALCO 22.12.05 11:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sig. Grillo e scriventi sul blog, date un'occhiata al link qui sotto... vero o no, è inquietante, tanto per cambiare....


http://www.disinformazione.info/dimissionifazio.htm

andrea lucotti 22.12.05 11:18| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
penso che sia ormai ora di fare chiarezza sullo scopo che ti proponi con tutto il tuo lodevole impegno e con questo blog.
Dire che quelli della destra sono tutti farabutti,incompetenti e in malafede,oltre a non essere vero,del tutto o in parte non sono in grado di dirlo, o è una tua trovata di marketing o mi sembra un pò fine a se stesso e del tutto inutile.
Infatti,il problema vero è capire per chi votare.Piaccia o no ci sono solo 2 possibilità:la destra o la sinistra.
Se quindi la tua tesi è che quelli della destra sono + incompetenti,farabutti e in malafede di quelli della sinistra penso che sia una tesi oltrechè del tutto falsa,anche una tesi che comunque sarebbe impossibile da dimostrare.
Infatti,ogni cosa può essere fatta meglio e ogni cosa può essere sempre migliorata.Però per fare qualunque cosa ci vuole del tempo.
Quindi,penso che sia facile dire che una cosa è fatta male,più difficile è dimostrare che un altro avrebbe potuto fare meglio e + in fretta.
Se in parlamento ci sono persone condannate o in malafede,penso che sia una cosa sbagliata,tuttavia,di chi è la colpa?Penso del sistema italia nel suo complesso che non ha previsto una norma che impedisca tutto questo.Questo sitema è andato bene sia alla destra che alla sinistra.
Da questa impossibilità deriva la necessità per chi la sostiene di alzare i toni dei propri discorsi (voce e aggettivi).
Tra non fare nulla oppure fare una cosa fatta male,in tutto o in parte,è comunque meglio fare una cosa fatta male.Una cosa fatta male è migliorabile il nulla no.Su questo piano tra destra e sinistra penso che non ci sia partita.La sinistra non solo non è riuscita a governare per tutta la legislatura ma non è riuscita neanche a regolarizzare il conflitto di interessi.
Concludo qui per motivi di spazio, dicendo che solo in due casi potrei non votare per la destra:
Una lista con candidato Premier una donna Vera: (nè bindi nè iervolino) che manca dai tempi di romolo e remo, oppure Grillo.

Lorenzo Picciafuoco Commentatore in marcia al V2day 22.12.05 11:15| 
 |
Rispondi al commento

E'bellissimo vedere il faccione del nano ovunque per la città dove dice "internet e inglese a scuola--grandi opere siamo partiti--in europa e nel mondo siamo considerati grandi etc...etc..."Ma io mi chiedo neanche CONAN il Barbaro avrebbe fatto tanti danni quanti ne ha fatti Lui,e devo anche vedermi il suo faccione che mi prende per il sedere mentre giro per la città????
La scuola è stata distrutta ha levato soldi per darli ai privati,invece di migliorarla l'ha distrutta. Le grandi opere poteva farle ad Arcore,erigere un muro di 50mt di altezza e farsi murare dentro sarebbe stato un beneficio per tutti,questa è l'unica grande opera.(altre grandi opere sono rifarsi la villa in sardegna a nostre spese). In europa e nel mondo ci vedono come degli extracomunitari comandati da un pagliaccio e noi siamo peggio di lui.Stiamo mantenendo tutti gli impegni???!!!! Non aumenterò le tasse!!!! Lui no!!!! peccato che abbia tagliato fondi alle Regioni per miliardi di Euro, e ora le regioni sono costrette ad aumentare l'ICI, bollo,tasse regionali etc...etc...A Genova campeggia un manifesto del centrodestra dove dice "La giunta aumenta le tasse,etc...etc..."Certo senza soldi!!!Lui non le ha aumentate, ha fatto come Ponzio Pilato,ha tagliato i fondi, se vuoi sopravvivere è logico che devi aumentare le tasse.
Un'unica cosa non ha fatto ne il centrods, e il centrosix, diminuire quei ca..o di stipendi dei nostri politici assessori sindaci etc...etc... TIRARE LA CINGHIA SI,, MA SOLO IL POPOLINO MERDOSO
LORO INVECE SE LO TENGONO BEN STRETTO LO STIPENDIO.dovrebbero fare una legge dove è il popolo che decide lo stipendio del politico in base alle prestazioni e alla resa,forse si sbatterebbero di più,e dove il popolo ha il potere con referendum di licenziare anche chi non rende,e soprattutto di dargli la pensione non dopo 1 legislatura ma dopo 40 anni di servizio COME TUTTI I MORTALI.

emanuele fumagalli 22.12.05 10:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non sono d'accordo:meglio draghi o padoa schioppa.monti serve troppo all'economia, a partire dalla prox legislatura.

gino lupis 22.12.05 10:21| 
 |
Rispondi al commento

Per fortuna si è dimesso....Ormai era diventato un teatrino...Comunque anch'io spero che venga nominato Mario Monti come nuovo Governatore; sarebbe l'unico in grado di dare lustro all'unica istituzione che veniva considerata come esempio di correttezza e serietà all'estero...Lui ha già dato esempio di grande valore quando era commissario europeo!!

giovanni smimmo 22.12.05 10:10| 
 |
Rispondi al commento

Ma è uno scherzo " speriamo Monti"? Solo perchè forse, ma dico forse, non è amico di banchieri ladri? Va bene! Ma allora speriamo quel coglione di Padoa Schioppa che scrive che i giovani di oggi sono fortunatoi perchè possono comprare arredamento a basso costo da Ikea o possono volare al Londa conn pochi euro, fa niente che hanno un lavoro precario, nessuna copertura sociale,non possono mettere su famiglia ecc ecc. Perchè non possiamo avere , sperare, sognare in un successore alla Banca di Italia un poco meno liberista???

massimo miniero 22.12.05 09:40| 
 |
Rispondi al commento

PREMESSA
A fine del 2001 avevo un po’ di soldini in banca e, con quel che costava la vita allora, risparmiando un po’, man mano aumentavano. Poi è arrivato l’euro. L’euro è solo una moneta, una cosa, NON un essere pensante: quindi mi sono stufato di sentir dire “Colpa dell’euro”!
E, siccome viviamo nel paese dei furbi, va da sè che i responsabili dell’aumento del costo della vita (come già egregiamente spiegato da qualcun altro) sono, in ordine decrescente: le grosse imprese/multinazionali che vendono alle imprese distributrici che vendono agli intermediari che vendono ai commercianti che vendono a noi babbei!
Per chi non l’avesse ANCORA ben capito: la conversione è stata fatta solo su stipendi e pensioni mentre tutto il resto è raddoppiato. Di conseguenza, per me, ciò significa chiamare le cose col loro giusto nome: unmilionedilire non 1.000 euro (cioè lo stipendio che percepisco nonostante conoscenza di Inglese, Francese, Tedesco e lavoro di notte!)
Quanto detto dagli amici, che hanno CERCATO di far capire a chi non può o non vuole capire, devo ripeterlo: se lo stato italiano non avesse fatto il passaggio lira-euro si ritroverebbe con un deficit addirittura superiore a quello subìto dall’Argentina. Specie dopo fattacci come quelli della Cirio e della Parmalat.

Franco Onorato 22.12.05 06:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma allora di chi è la colpa? Si domanda giustamente qualcuno. La colpa cari amici è e rimane (checché ne si dica) di questo governo, che avrebbe dovuto intervenire per tenere sotto controllo la situazione. Ma un governo presieduto da un imprenditore subdolo e truffaldino non ha voluto inimicarsi gentaglia del suo pari impedendo loro di speculare a go go…
TEMA
Per quanto riguarda il contratto con gli italiani (o gli italioti):
- il mio stipendio non è aumentato di un centesimo;
- la pensione di mia madre (84 anni) è stata diminuita per effetto della cosiddetta “cristallizzazione”, cioè perché oltre alla pensione INPS (300 €) percepisce anche quella di reversibilità (di diritto: 800 € ridotti a meno di 600) dopo la morte di mio padre (poliziotto per 40 anni a servizio dello stato…);
altroché aumento delle pensioni… Sono MOLTI di più i poveri oggi che
qualche anno fa!
- il poliziotto di quartiere, dove c’è, è stato messo dalla rispettiva amministrazione comunale e NON dal governo;
- di grandi infrastrutture non se n’è vista neanche l’ombra: domandate agli amici del meridione come sono ancora ridotte le loro strade/autostrade ecc.;
- si perseguono progetti megagalattici tipo la TAV, quando le attuali linee ferroviarie creano continuamente morti in seguito ad incidenti e scontri tra treni (v. Verona-Modena, ecc. per non parlare di Roccasecca);

Franco Onorato 22.12.05 06:02| 
 |
Rispondi al commento

- si insiste sul trasporto ad alta velocità delle merci su rotaia, quando viaggiano solo su gomma ed abbiamo un paese circondato da ca. 6.000 km. di mare;
- si insiste sulla costruzione del ponte sullo stretto di Messina dimenticando: a) che una struttura simile così come è stata progettata non reggerebbe un tale via vai di auto, treni ecc.; e qui, chi vuole le fonti da me se le vada a cercare da solo come ho fatto io! b) che Messina è una città ad ALTISSIMO rischio sismico (v. terremoto/maremoto del 1908); c) che chi ci guadagnerebbe sarebbero:
i soliti berlusconiappaltimafiacamorraimprese’ndranghetacorrottipoliticicollusi……
- non so (..) per chi siano state abbassate le tasse, ma so per certo che sono aumentate tutte le imposte (bolli, diritti, accise, ecc.ecc.);
P.S. Ma alla scuola elementare non ci insegnavano che uno stato democratico
deve semmai aumentare le tasse e diminuire le imposte?;
- deboli e ridicoli in tutta Europa e impotenti all’ONU ed in tutto il mondo;
- strani “pacifisti” in guerra (“Noi siamo in guerra” on. Gustavo Selva);

Franco Onorato 22.12.05 06:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se poi nonostante tutto c’è chi continua a credere al venditore di fumo, beh, guardate quanti bambini mangiano i comunisti in Regioni (da sempre governate da sinistre VERE!) come Emilia-Romagna, Toscana, Marche! Regioni col più alto tenore di vita, sempre all’avanguardia in tutto e per tutto, gente con mentalità chiaramente proiettata in avanti. QUINDI: non è vero che la verità è quel che dice la maggioranza! Se queste Regioni costituiscono una minoranza, anche i giapponesi son minoranza, ma da loro noi abbiamo molto da imparare!
CONCLUSIONE
Provo estrema comprensione per gli indecisi che non sanno chi votare alle prossime elezioni e l’unico suggerimento che io posso dare è di scegliere il male minore. Cioè il Prodi faccia da prete falso – mortadella – lagnoso noioso che ti dice le cose sotto-tono e mono-tono.
Se poi dovesse vincere ancora il FARABUTTO, beh, ognuno al mondo ha ciò che si merita: come già detto da qualcuno STATO DI POLIZIA – DIVIETO DI TUTTO – COPRIFUOCO – PRIVATIZZAZIONE DI TUTTE LE SCUOLE, OSPEDALI, ENTI, ECC. ECC.

Franco Onorato 22.12.05 06:01| 
 |
Rispondi al commento

E voi di destra che ancora vi fate le canne (lo sapete che i vostri padroni non vogliono?) finirete in galera per un pezzettino di fumo mentre i vostri padroncini continueranno a SLADRONARE impuniti grazie alle leggi fatte da loro e per loro!
P.S. Sta togliendo di mezzo anche la PAR CONDICIO.. (Che brav’uomo! Scoppia di democrazia!)
Non diventerete MAI degli imprenditori come il vostro padrone perché continuerete a cercare di essere onesti (parlo con chi lo è ovviamente…). Gli altri figli di papà schiavisti, farabutti, evasori, ladri e mafiosi certo che ce la faranno! E questi li capisco. Buon per loro!
Ma l’operaio, l’impiegato, il giovane pieno di speranza di far tanti soldi, insomma, IL PROLETARIO non lo giustifico per niente.
Ma quando dovesse andare ancora al potere il perfido portatore di leggi truffa, solo allora voi che lo avrete votato spererete ancora in una opposizione che NON CI SARA’ PIU’!
Per quanto mi riguarda, io me ne andrò da questo paese DELLE BANANE, vi lascerò nella m….. più totale dentro la vostra CASERMA delle LIBERTA’ PERDUTE!
E non sarò così scortese da lasciare il paese senza un saluto: CONDOGLIANZE!
Ah, dimenticavo, per gli amici del Sud che dovessero votare ancora la CDL: tenetevi per sempre Calderoli e le puttanate che gli escono quando parla (con la bocca o col culo?) e la sua Lega Nord coi suoi sogni di bruciare il tricolore e di ricostruire qui, in Padania, il muro di Berlino per “extracomunitari e teroni”!
Saluti da un veneto italiano.

Franco Onorato 22.12.05 06:00| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe voglio dire due cose su questo post allora se berlusconi e tutto il centro destra avessero mantenuto quello che lui e gli altri hanno detto nelle varie trasmissioni in cui hanno pertecipato, penso che l'italia sarebbe il posto più bello del mondo e io probabilmente sarei diventato madre teresa di calcutta (con tutto il rispetto per madre teresa) ma sin dall'inizio ho capito subito che quello che diceva il centro destra erano e sono solo delle castronerie, e poi parliamoci chiaro l'unico paese dove un presidente del consiglio è andato in televisione e davanti a milioni di italiani ha firmato un contratto è solo il nostro, grazie a lui e alla sua fama di diventare una star abbiamo fatto una figura da bambascioni ma io dico se voleva fare la star poteva rimanere nelle sue tre reti ed apparire in tv quando voleva, senza bisogno di renderci così ridicoli.
Non parliamo di prodi che quando viene intervistato parla talmente lentamente che mi sembra che si stia collegando con marte, bisognerebbe avvertirlo che in italia c'è già l'ADSL e la fibra ottica se si aggiorna un pò forse i suoi pensieri arriverebbero prima alla bocca.
ma ritorniamo al centro destra dicono che hanno fatto questo e quello ma secondo me ci hanno preso per il culo e non solo, ci hanno preso anche per il collo visto che l'economia e il mondo del lavoro sono fermi. però in questi ultimi dieci anni abbiamo avuto il centro destra poi il centro sinistra e poi ancora il centro destra al potere e qui non è cambiato assolutamente niente e se andiamo avanti così non cambiera niente anzi sara sempre peggio, anche se tutti loro dicono il contrario.
l'unica cosa che è aumentata da dieci anni ad oggi è che sia il centro destra che il centro sinistra vanno sempre più spesso in tv a fare le star ma se stassero in parlamento a fare leggi serie, giuste sarebbe la cosa migliore e sarebbe anche un loro dovere visto che su quelle poltrone li abbiamo messi noi elettori.

claudio mapelli 22.12.05 02:36| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me Berlusconi ha ragione...non ha sbagliato proprio niente e ha raggiuto tutti i suoi obbiettivi....che probabilmente erano un po' diversi da quelli del nostro paese. Probabilmente erano soltanto i suoi, no?
Beh, w la gnoacca, comunque!

Matteo Crotti 22.12.05 01:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Qui ha Milano sta prendendo piede un iniziativa tanto semplice quanto geniale, qualcuno si è fatto stampare dei dischi di carta adesiva rossa della grandezza giusta, e li va piazzando sul naso del Silvio su quei bei manifestoni con su: noi abbiamo fatto questo e quello, il quadro assume tutt'un altro aspetto e l'effetto esilerante ve lo potete immaginare.

Saluti a Beppe e a tutti i naviganti

Roberto Zuccari 22.12.05 01:10| 
 |
Rispondi al commento

E chi vincerà mai?
Oppure continueremo col ciclo continuo!

Roberto Bandini 21.12.05 23:56| 
 |
Rispondi al commento

Va bene Beppe, ma alla fine non è poi mica così grave se ci fanno mangiare un po di sassi! Per resistere a tutte le angherie di questi delinquenti che ci governano dobbiamo pure rinforzarci un po' credo!

Andrea Alessandri 21.12.05 23:11| 
 |
Rispondi al commento

...E i commercianti??
Mi trovo d'accordo con chi dice che l'Euro ha creato una profonda divisione tra chi sta bene e chi sta male! e onestamente non mi sposterei tanto distante da qui per trovare la fonte del primo malcontento comune: non riuscire a mettere da parte nulla a fine mese. Se c'è stato di fatto un folle incremento (che va ben oltre ai punti in percentuale dell'inflazione dati dall'istat) dei prezzi la colpa è dei commercianti in generale che hanno alzato, chi più chi meno, i prezzi! La grande colpa che è da riconoscere al governo è di non aver fatto nulla per impedire il folle rincaro generale dei prezzi! Esempi ce ne sono a dismisura... Questo è, secondo me, il problema numero uno...

ale vicenza 21.12.05 20:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Ma se un politico mente in pubblico con un cartellone elettorale non dovrebbe essere perseguibile per legge?" Quello lì ha giurato sulla testa dei suoi figli Beppe, e sono sani!Pensa a tutti i baciapile che, proprio per questo, hanno gridato "al miracolo!" e quindi lo rivoteranno... Legge?!Quale legge:quella che si fa da solo? Quella che ha consentito l'attacco di Venaus?!Questi purtroppo non sono dipendenti nostri o, se lo sono, chi li ha assunti sono ancora troppi. A me fanno più terrore chi li ha votati di chi è stato votato. Ma ciò che mi terrorizza ancora di più è che a mesi ci toccherà scegliere di nuovo!Se oggi possediamo l'intera famiglia Addams, domani, come alternativa, ci toccherà andare a rovistare tra cadaveri in avanzato stato di decomposizione per poter gettare un pezzo nell'urna! Pensa che allegria:da "dipendenti" pazzi, mortiferi, scatenati a "dipendenti" zombi!Ci vorrebbe un'idea per disinfestare il campo (Italia)dalla maggioranza dei datori di lavoro, piuttosto. Ma è una disinfestazione che si sarebbe dovuta fare molti anni fa così, anzichè cadaveri putrefatti, forse oggi avremmo a disposizione carne più fresca.A proposito!(e qui prendo a prestito il tuo sguardo Grillo) ti ho visto in carne sabato scorso..:) :)

nadia redoglia Commentatore in marcia al V2day 21.12.05 19:41| 
 |
Rispondi al commento

Anche io spero ardentemente MONTI.
Il pericolo è costituito da BUTTIGLIONE che doveva sostituirlo come commissario europeo.
In effetti Buttiglione fu scartato per motivi religiosi.
Dio non gli ha dato più di tanto come quoziente di intelligenza (poverino!).

Andrea Giovannini 21.12.05 18:52| 
 |
Rispondi al commento

Non c'è che dire è stata proprio un bell'inizio settimana.
Tremonti vara la finanziaria e fa fuori il governatore della Bank of Italy.
Fiorani, Billè, Grillo, Consorte e compagnia truffando sono alle prese con Clementina e soci.
Di Canio manda i suoi saluti romani alla faccia di Blatter e con la complicità della squadra
Big Silvius scalda i (rumorosi) motori della campagna che verrà
La Cina ci ha scavalcato dalla classifica dei G8
Un treno deraglia a Frosinone mentre si vuol fare la ferrovia del futuro in Piemonte e....l'anno non è ancora finito, tra poco comincia lo Tzunami Elettorale, i GRANDI FURBI della Penisola ci offriranno, a spese nostre, il reality più atteso : ROMAN VS SILVIUS, la vendetta di FRODI!

Peppe De Nicola 21.12.05 18:50| 
 |
Rispondi al commento

.......cari ragazzi di tutta italia mi inchino al pessimismo cosmico dopo aver letto sui giornali oggi che sono riusciti a fr scadere il decreto legge che ci aviava la confisca della moto a vita,senza approvare la legge nuova,quindi siamo di nuovo nella merda....
Se mi beccano col casco slacciato,cosa che non si fa ma che può capitare,mi tolgono la moto a vita,ma se qualcuno mi fotte i soldi truffando il fisco (falso in bilancio)....invece avrà in regalo uno sconto di pena....nuova legge sul risparmio che il governo democraticamente farà passare con la fiducia.....
......non ci possiamo lamentare.........

alessandro curcio Commentatore in marcia al V2day 21.12.05 17:48| 
 |
Rispondi al commento

I TRENI ITALIANI

ROCCASECCA (Frosinone). È salito il numero dei feriti nello scontro tra treni avvenuto ieri pomeriggio nella stazione ferroviaria di Roccasecca.
L'ultima stima è di 69 feriti di cui tre gravi divisi tra gli ospedali della provincia.
Quarantuno sono ricoverati a Cassino, 10 a Pontecorvo, 10 a Sora ed altri 8 nel capoluogo all'Umberto I.
Questa mattina si sono aggravate le condizioni di un uomo originario di Ferrazzano, provincia di Campobasso, ma residente in Inghilterra.
Il molisano è ricoverato "Gemma De Posis" di incidente Cassino e giudicato non trasportabile dai medici. L'uomo è il padre della bimba di 8 anni trasportata ieri d'urgenza in elicottero a Roma per le gravi ferite riportate nell'incidente ferroviario.
La piccola è stata vista dai testimoni oculari volare letteralmente fuori da un finestrino del treno che era fermo sul binario.
Confermata intanto l'apertura di un'inchiesta per disastro colposo da parte della Procura della Repubblica di Cassino.
Del caso si occupano il procuratore capo Gianfranco Izzo ed il sostituto procuratore Beatrice Siravo che già ieri poche ore dopo il tragico incidente si era recata sul posto ed aveva ascoltato testimoni e responsabili delle Ferrovie.

dalla stampa on-line

questi 12 miliardi della TAV possono essere usati per migliorare le ferrovie o dobbiamo continuare a piangere i nostri morti e feriti per incidenti evitabili,su linee ad un solo binario da REPUBBLICA delle BANANE???

roberto braga 21.12.05 17:44| 
 |
Rispondi al commento

"Un'Italia rispettata in Europa",ma come cazzo fai ad imbrattare i muri di mezza roma co' ste minchiate?un paese di corrotti come te non fa' piacere a nessuno!!!!!!E' ora che te levi dal cazzo pure te!!vaff....berlusca

mario matricciani 21.12.05 16:57| 
 |
Rispondi al commento

Avete visto ieri cosa e successo alla stazione di roccasecca? se avvessimo avuto una linea ferroviaria migliore non sarebbe successo per questo bisogna costruire altre linee... riguardo alla tav bisogna sbrigarsi a mandare avanti i lavori se non vogliamo rimanere indietro con il resto dell'europa, se poi volete tornare alla clava... poi non ci lamentiamo se mancano le infrastutture ciao a tutti nicolas

gisonno nicolas 21.12.05 16:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I manifesti elettorali del portatore nano di democrazia sono fatti, sembra, con un programma crackato (ovvero rubato).
Andare qui per credere:
http://liberoblog.libero.it/hi-tech/bl2082.phtml

peppe atropo 21.12.05 16:10| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei dire soltanto due cose: La prima è che durante il governo di centrosinistra le cose andavano meglio perchè l'economia mondiale( sopratutto Americana)andava molto meglio rispetto ad adesso.
Sono incavolato nero con Prodi che ci ha mandato in europa....grazie a lui e all'euro ora pago tutto il doppio.
Seconda cosa: non ho mai votato il CdL e neanche il centosinistra ma mai e poi mai voterei uno schiaramento con Prodi come leader.....e non penso di essere l'unico quindi qua si rischia un berlusconi bis

Leone Barbieri 21.12.05 16:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

premesso che sono sveglissimo e da molto,
rimango stupito di come sia possibile che una persona con un minimo di senso del giudizio non veda l'evidenza di un governo votato allo scippo. mi chiedo perchè perdo tempo a risponderti, chi scrive così è inconvincibile.
ho visto il governo prodi e quello berlusconi, e nonostante non ritenga prodi un santo, penso non ci siano paragoni. credo anche che nessuno più di berlusconi abbia contribuito al peggioramento della qualità della mia vita dal dopoguerra in poi. sono offeso dai modi, dalla forma e dai contenuti di quase tutte le "riforme" di questo governo, sono offeso dall'esistenza stessa di questo governo, che comprende chi andava a disinfettare le somale sui treni, ex squadristi, delinquenti, avvocati difensori collusi e conniventi. sono offeso dai processi che vanno in prescrizione e da quelli che decadono per sopraggiunta depenalizzazioni dei reati contestati, perchè l'innocenza da impedimento di giudizio non è candore, è verniciare di bianco la merda per presentarsi immacolati a coloro che non guardano al di là delle apparenze, magari anche solo per noia, e sono tanti cazzo, sono quelli come te

pierpaolo lacquaniti 21.12.05 16:04| 
 |
Rispondi al commento

====================================================================================================


IL SENATORE LUIGI GRILLO, ELETTO IN LIGURIA NELLE FILA DI FORZA ITALIA

Preso con le mani nella marmellata, con un conto alla Banca popolare di Lodi sul quale risultano depositate plusvalenze anomale, derivanti da trading su titoli, scoperte dagli ispettori della Banca d'Italia e dalla procura della Repubblica.


====================================================================================================

Marco Gilles 21.12.05 16:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro Grillo
luce in fondo al tunnel!!
l'argomento trattato rievoca in me gli echi mai sopiti della lotta al cartellone selvaggio, sono di Roma e mi piange il cuore quando "la" vedo deturpare cosi stupidamente magari con i nostri soldi e dalle stesse persone che invece dovrebbero assicurarne una scrupolosa gestione!!! Rabbia...la situazione in clima elettorale precipita verticalmente: e' straordinario vedere come i cartelloni abusivi che andrebbero rimossi possono godere di nuova vita indossando le faccete di tutti i nostri beneamati politici( ovviamente,ma precisiamolo,e' Il Cavaliere il leader indiscusso,il vero presidente attacchino colui che e' omnipresente e sempiterno sui cartelloni da ormai 5 anni ininterrotti con o senza campagne elettorali....un miracolato).
quindi appoggio con tutto me stesso le proposte avanzate e rilancio: vi ricordate i nasi rossi sulle facce di berlusconi? bhe' ragazzi organizzatevi...facciamo la nostra contro campagna : inventate provate e se funziona diffondete diffondete diffondete!!!!!
-----esistono posti specifici e numerati ------per le affissioni di tutti i tipi ,a maggior ragione e per par condicio anche per quelle a tema politico!! informiamoci presso le rispettive circoscrizioni e poi gambe in spalla facciamo un bel fagotto con tutti i cartelloni che risultano abusivi e li portiamo davanti al parlamento dove magari potranno dirci se almeno puo' essere riciclata!!
non so se mai nessuno leggera' questo commento e decidera di attuare quanto detto ma se cosi fosse vi prego di contattarmi alla mia mail...non posso perdermelo!!

paolo ciofetta 21.12.05 15:57| 
 |
Rispondi al commento

Aiuti di Stato: la Commissione avvia un’indagine sui contributi concessi in Italia per i decoder digitali per la televisione terrestre

La Commissione europea ha avviato un’indagine approfondita, conformemente alle norme sugli aiuti di Stato previste dal trattato CE, in merito ai contributi concessi dall’Italia per i decoder digitali nel 2004 e nel 2005. I contributi pubblici vengono concessi agli acquirenti dei decoder che captano i programmi trasmessi con la tecnologia digitale terrestre. Il contributo non è neutro dal punto di vista tecnologico in quanto, pur venendo concesso anche per i decoder che utilizzano la tecnologia via cavo, non è disponibile per i decoder per la radiodiffusione satellitare. L’indagine della Commissione è volta ad accertare se questi incentivi possono falsare la concorrenza. Secondo le norme previste dal trattato CE in materia di aiuti di Stato, gli Stati membri non possono concedere aiuti o sovvenzioni che falsino o minaccino di falsare la concorrenza all’interno del mercato unico dell’UE. La decisione della Commissione di avviare un’indagine verrà pubblicata tra breve nella Gazzetta ufficiale dell’UE e le parti interessate potranno presentare le proprie osservazioni. La Commissione prenderà quindi una decisione finale sulla compatibilità della misura con le norme sugli aiuti di Stato. L’avvio dell’indagine non pregiudica la decisione finale della Commissione.

Marco Gilles 21.12.05 15:49| 
 |
Rispondi al commento

Tanto per non annoiarci....
Ue avvia indagine su sovvenzioni a Tv digitale in Italia

http://www.mytech.it/news/articolo/idA006013031488.art

Franco Sarò 21.12.05 15:40| 
 |
Rispondi al commento

====================================================================================================


Il Patto dello Sciacchetrà

Le ultime dichiarazioni di Fiorani stanno facendo emergere la verità sull’incontro che ha visto il SENATORE LUIGI GRILLO, Gran Maestro dell’operazione di corruzione e appropriazione indebita più sporca dalla fine di Tangentopoli.

L’incontro ha visto la partecipazione di: Fazio, Fiorani, Berlusconi e Grillo. Le dichiarazioni ufficiali vollero far passare l’idea di una difesa delle banche italiane contro l’assalto dei Barbari europei.

In realtà, il Senatore Luigi Grillo, eletto in Liguria nelle fila di Forza Italia, aveva bisogno di tanti soldini per costruirsi la VILLA nella Riviera Ligure (costruita abusivamente nel Parco Naturale delle Cinque Terre e poi condonata); quale sistema migliore per fare ciò se non fregare un po’ di soldi ai correntisti della Banca Popolare di Lodi.

Il sistema a quanto sta dicendo Fiorani era semplice: bastava aprire un conto nella sua Banca, dare l’appoggio politico all’operazione bancaria più sporca della Seconda Repubblica e in cambio ci si ritrovava un bel gruzzoletto sul proprio conto corrente.

Il Senatore Grillo, una delle figure più losche della Politica italiana, ha fiutato subito l’affare e si è lanciato nella strenua difesa della scalata di Fiorani, ovviamente le sue dichiarazioni pubbliche sono state ripagate a suon di MILIONI di euro.

Il problema è che i soldi affluiti nelle tasche di LUIGI GRILLO erano dei correntisti della Banca Popolare di Lodi che sono stati truffati, rapinati e beffati; una persona che ha rubato dei soldi agli italiani dovrebbe stare in GALERA e non in Parlamento in una posizione chiave (Presidente della Commissione Trasporti del Senato).


IL SENATORE LUIGI GRILLO DEVE STARE IN GALERA E NON IN PARLAMENTO !!!!


===================================================================================================

Marco Gilles 21.12.05 15:40| 
 |
Rispondi al commento

Si hai proprio ragione Beppe!!!
Quei cartelloni sono un vero e proprio INSULTO alla nostra intelligenza!!!! Io non capisco come abbiano il coraggio di scrivere certe idiozie...idiozie talmente stupide che anche un bambino con un quoziente intellettivo pari a quello di Borghezio si accorgerebbe che sono tutte cretinate!!!!
Evidentemente i nostri dipendenti ci scambiano veramente per dei bambini...mah....
MANDIAMOLI A CASA!!!!!!!!!!
Ciao a tutti!!!!

Michele Giulianelli 21.12.05 15:31| 
 |
Rispondi al commento

Più software rubato per tutti


Un blogger scopre che la campagna affissioni del premier è stata realizzata con un programma pirata



L'illecito programma di Berlusconi

Collegatevi al sito web di Forza Italia, scaricate sul vostro computer il pdf di uno dei nuovi poster della campagna di Berlusconi e aprite la finestra "informazioni" (su Mac premete "mela-i") del file pdf appena scaricato e... sorpresa!


Ecco che sotto l'etichetta "creatore" appare il nome del programma QuarkXPress, con cui l'esecutivo della campagna è stato realizzato, seguito dalla lettera "[k]" che sta, notoriamente, ad indicare che il programma è stato abusivamente "crackato".
Sì, avete capito bene. La campagna di Forza Italia che va sotto il titolo di Operazione verità, è stata realizzata con software illegalmente duplicato e quindi senza averne acquisita la regolare licenza d'uso!


Marco Gilles 21.12.05 15:28| 
 |
Rispondi al commento

IL TAGLIO
Sul quotidiano la repubblica del 20 dicembre, ovvero il giorno dopo la performance demagogica di Berrusconi, viene riportato un summo della trasmissione a firma di Gianluca Luzi.
L'articolo in se riporta pari pari le varie argomentazioni e il battibecco con della valle in modo oggettivo senza interpretazioni.
Nell'articolo compare anche la foto del manifesto elettorale ritoccato da beppe, ma con una subdola variante. Infatti la foto risulta tagliata nella parte destra, questa apparrente e innoqua svista in realtà cela la volontà della redazione di omettere per intero l'indirizzo del blog di grillo.
Ovvero come riportare un fatto oppurtunamente ritoccato, perfettto esempio di censura strisciante dalla quale anche la repubblica non ne è immune.
meditate gente meditate

emanuele biondi 21.12.05 15:25| 
 |
Rispondi al commento

Sugli "analoghi" poster sparsi in giro per Milano qualche genio ha messo i nasi rossi da pagliaccio sul faccione del portatore nano di instabilità...si potrebbe considerare la cigliegina sulla torta!

Thomas Viezzoli 21.12.05 15:15| 
 |
Rispondi al commento

Non si può continuare a difendere Berlusconi che una cosa buona nemmeno l'ha fatta.
Se non siete daccordo con me scrivete cos'ha fatto che non sia per le sue tasche..
E non tirate fuori i discorsi tipo Prodi Fassino Rutelli non sarebbero meglio perchè Berlusconi questi anni l'abbiamo avuto e s'è visto cos'ha combinato loro non so cosa avrebbero fatto al suo posto ma una cosa ècerta..loro non hanno governato.
Hanno governato in precedenza si? E allora andiamo a vedere chi era in precedenza Berlusconi e cioè figlio di un direttore di banca nella quale si riciclava denaro sporcodella mafia e parliamo anche del perchè e come ha fatto ad arrivare al governo.
Ma perchè prendersela con lui ci sono anche i leghisti..belli quelli e soprattutto ignoranti.
Smettiamola perfavore.So benissimo anch'io che quelli di sinistra non sono operai e tanto meno non abiteranno in un appartamento di 90 mq ma questo non vuol dire che siano peggio perchè al peggio non c'è mai fine ma qui si esagera.
I manifesti della sinistra sono ottenuti abbattendo gli alberi come la destra e sopra ci sono scritte cavolate ma una cosa come quella di forza italia non esiste..quali impegni ha mantenuto?Ha raggiunto degli obiettivi?I suoi direi e la piazzata fatta da Vespa la dice tutta"Non ho sbagliato nulla"..bella sincerità e poi m'è piaciuta "Se facciamo un confronto ne uscirebbe con le ossa rotte"ma chi si crede di essere? E voi votate uno così che ha nella sua coalizione anche chi vuole mettere le taglie sui delinquenti ma che si tira in dietro quando scopre che sono italiani? Ma perfavore..
Vogliamo parlare dell'energia?
Le centrali nucleari sono state tolte perchè molto inquinanti e pericolose.Non esiste solo chernobyl.Compriamo energia dalla Francia perchè chi governa guadagna dal petrolio se no esistono fonti rinnovabili.
Per la tav tutti quelli che non sono informati farebbero meglio a far silenzio.

Andrea Amadio 21.12.05 15:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se avete la possibilita' di passare a Milano nella zona Melchiorre gioia - V.le Liberazione, potrete osservare i manifesti di Berlusconi con il naso da pagliaccio. Bellissimi!

max bianco 21.12.05 15:13| 
 |
Rispondi al commento

Notizia del 21 dicembre 2005 - 14:10
Più software rubato per tutti
Un blogger scopre che la campagna affissioni del premier è stata realizzata con un programma pirata
L'illecito programma di Berlusconi
di Gianni
Facciamo così. Collegatevi al sito web di Forza Italia, scaricate sul vostro computer il pdf di uno dei nuovi poster della campagna di Berlusconi e aprite la finestra "informazioni" (su Mac premete "mela-i") del file pdf appena scaricato e... sorpresa!

Ecco che sotto l'etichetta "creatore" appare il nome del programma QuarkXPress, con cui l'esecutivo della campagna è stato realizzato, seguito dalla lettera "[k]" che sta, notoriamente, ad indicare che il programma è stato abusivamente "crackato".
Sì, avete capito bene. La campagna di Forza Italia che va sotto il titolo di Operazione verità, è stata realizzata con software illegalmente duplicato e quindi senza averne acquisita la regolare licenza d'uso!

Solo tre giorni fa è stato dato grande rilievo all'operazione della Guardia di Finanza di Roma che ha sequestrato oltre 400 copie di programmi illegali in particolare software illecitamente duplicato, o utilizzato al di fuori dei legittimi contratti di licenza, nelle forme dell'underlicensing (duplicazione del programma, di cui si è acquistata la licenza, su più postazioni) o della masterizzazione abusiva o del download da Internet di programmi "crackati". "È preoccupante scoprire che l'illegalità è così capillarmente diffusa, non solo fra privati cittadini e piccoli venditori di strada abusivi – diceva in merito all'operazione il Colonnello della Guardia di Finanza di Roma Giuseppe Zafarana – ma anche fra imprenditori e solidi professionisti".

Certo lo stesso Colonnello non si aspetterà di trovare tra gli utilizzatori del software pirata, ed in maniera così platealmente scoperta, gli estensori della campagna dello stesso Presidente del Consiglio.
Una storia che assume contorni paradossali (se non ridicoli) pensando all'

MASSIMO INNOCENTI 21.12.05 14:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Noi qualche obiettivo comunque, a differenza dei nostri dipendenti, lo abbiamo raggiunto:
un po’ in ritardo, ma Fazio si è tolto dalle p..e !"


Non è per merito della paginetta di giornale, che avete comprato, che Fazio se ne è andato...
Se ne sarebbe andato comunque, in seguito alle pressioni ben più rilevanti di quella pagina di giornale....

Enrico Grolli 21.12.05 14:57| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
mi collego ad un post precedente che menzionava quale differenza ci sia tra Berlusconi e la sinistra, ovvero nessuna in quanto sia da una parte che dall'altra si pensa prima di tutto alle proprie tasche e poi a quelle dei cittadini...in effetti, al di là della forma che era alquanto in difesa del portatore nano ( e questo, suvvia, è deprecabile ), mi trovo d'accordo nel quesito finale: per chi voteremo ? E' un bel casino scegliere come dici tu tra una merda fredda e una un pò più caldina... ma che succederebbe se alle prossime elezioni non si riuscisse ad arrivare ad una maggioranza ? Non sono molto tecnico, se c' è qualcuno che mi sa rispondere mi aiuterebbe a capire..

Massimo Caprotti 21.12.05 14:54| 
 |
Rispondi al commento

Paolo TO 21.12.05 14:27

Sono d'accordo con te è quello che penso anche io

più parla e più forte vi sbatterà la faccia
Che continui pure a raccontare quello che vuole ed a mettere tutti i suoi manifesti per le città........a una persona che muore di fame non puoi far credere che ha la pancia gonfia perchè ha mangiato troppo...

ciao

alessandro goralindo 21.12.05 14:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A Pierpaolo e a tutti coloro che si sono svegliati da poco, a chi crede che un Prodi, un Fassino o un Rutelli siano onesti e senza peccato, a chi crede che in ogni caso questi hanno peccato o rubato meno, a chi crede che i manifesti publicitari di destra siano la causa principale della deforestazione in amazzonia mentre i manifesti di sinistra siano un utile rimedio all'anidride carbonica aerodispersa, a chi crede che la FIAT, l'Alitalia, Parmalat, Cirio,...e tantissime altre aziende fallite o in crisi lo siano per colpa di Berlusconi che come una rara forma virale ha colpito catastroficamente il sistema industriale nel momento della sua elezione, a chi crede che Prodi, Bertinotti, Rutelli, Fassino, Grillo ecc... abitano in un condominio di periferia con un appartamento di 90 mq con 8 figli e quando vanno al mare lo fanno solamente per verificare l'inquinamento dell'acqua ed i disservizi creati dal governo Berlusconi, a chi crede di aver ottenuto un qualsiasi contributo economico da uno dei governi precedenti, a chi crede che il sistema bancario è opera di berlusconi e previti, a chi crede che i telegiornali e la stampa siano di taglio quantomeno fascista, a chi crede che la missione arcobaleno sia un opera di bene la guerra in Qwait, Somalia, Yugoslavia, I° e II° guerra mondiale siano state fatte dagli arroganti Americani obbligando le altre nazioni (poverine) a doverli accompagnare, a tutti coloro che credono che i rapporti internazionali con Inghilterra, America, Russia, Israele, Libia,... prima erano ottimi ed ora sono stati rovinati da quella bestiaccia di berlusconi, a tutti quelli che quando perdono, è a causa delle condizioni sfavorevoli, e quando perdono le elezioni è a causa della stupidità ed ignoranza del popolo che si è fatto manipolare...ecc.ecc.ecc.

A TUTTI QUESTI CHIEDO:
DITEMI CHI VOTERETE?
N.B.Le risposte con Peter Pan e Robin Hood non verranno accettate.


Massimiliano Pasini 21.12.05 14:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grandi opere !? non le vedete ?
ma non uscitE? un esempio per dirne una!?
basta farsi un giro sul raccodo a Roma! viadotti sottopassaggi sbancamenti enormi km e km di strada! opere del genere non avvenivano da 30 anni!
BASTA CON LA DISINFORMAZIONE!!! vergogna per colpa di chi fa disinformazione stiamo pagando ancora oggi il costo di una bolletta energetica esorbitante!
oggi in una lettera aperta! tra cui spiccano nomi di importanti scienziati(VERONESI REGGE...eccecc)! si esorta ciampi a porre fine a tutte le falsità raccontate da verdi! e quant'altri!! paghiamo milioni di euro l'anno per aver rinunciato solo formalmente al nucleare!(compriamo 80% dell'eletricità dalla francia)
nel miraggio di fonti energetiche che allo stato attuale non esistono tecnicamente in nessuna parte del mondo!!! costo dell'energia! vuol dire riscaldamento luce costo dei trasporti!!! ITALIANI SVEGLIAAAAAAAAAAAAAA!!!!

matteo roma 21.12.05 14:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro amico, è bello quello che dici, veramente. in realtà credo anch'io che bisognerebbe dare alternative invece di criticare, ma vorrei, nei limiti del possibile, farti riflettere un attimo:
1) non credi che i programmi elettorali debbano essere mantenuti?
2) mi senbra che anche il tuo amico silvio non stia dando delle alternative allo schifo da lui creato, anzi si attacca ancora ad un contratto mai mantenuto.
3) non sei stanco di tutto questo?
4) mi faresti tu una serie di proposte alternative al tuo amico che abbiano un valore invece di criticare solamente senza esser costruttivo?

marco basile 21.12.05 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Nel vedere Berlusconi a " PORTA A PORTA" non ho potuto fare a meno di ammirare quest'uomo.
Lo ammiro per il suo coraggio e per la sua compostezza.Ci vuole veramente coraggio nel dire le cose che ha detto ed una indubbia capacità recitativa, degna di un attore diprim'ordine,nel mentire in modo così sfacciato.
La mia stima è poi diventata immensa quando finalmente mi sono reso conto delle sue capacità (im)prenditoriali: gli riesce verame bene prendere per il c..o.

Salvatore Lolicato 21.12.05 14:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

certo uno che a apporta apporta ti viene a prendere in giro i pensionati parlandogli di un aumento della pensione sociale a 800 euro quando la finanziaria non lo prevede è un apportatore di bugie.

giorgia della seta 21.12.05 13:59| 
 |
Rispondi al commento

====================================================================================================


Il Patto dello Sciacchetrà

Le ultime dichiarazioni di Fiorani stanno facendo emergere la verità sull’incontro che ha visto il SENATORE LUIGI GRILLO, Gran Maestro dell’operazione di corruzione e appropriazione indebita più sporca dalla fine di Tangentopoli.

L’incontro ha visto la partecipazione di: Fazio, Fiorani, Berlusconi e Grillo. Le dichiarazioni ufficiali vollero far passare l’idea di una difesa delle banche italiane contro l’assalto dei Barbari europei.

In realtà, il Senatore Luigi Grillo, eletto in Liguria nelle fila di Forza Italia, aveva bisogno di tanti soldini per costruirsi la VILLA nella Riviera Ligure (costruita abusivamente nel Parco Naturale delle Cinque Terre e poi condonata); quale sistema migliore per fare ciò se non fregare un po’ di soldi ai correntisti della Banca Popolare di Lodi.

Il sistema a quanto sta dicendo Fiorani era semplice: bastava aprire un conto nella sua Banca, dare l’appoggio politico all’operazione bancaria più sporca della Seconda Repubblica e in cambio ci si ritrovava un bel gruzzoletto sul proprio conto corrente.

Il Senatore Grillo, una delle figure più losche della Politica italiana, ha fiutato subito l’affare e si è lanciato nella strenua difesa della scalata di Fiorani, ovviamente le sue dichiarazioni pubbliche sono state ripagate a suon di MILIONI di euro.

Il problema è che i soldi affluiti nelle tasche di LUIGI GRILLO erano dei correntisti della Banca Popolare di Lodi che sono stati truffati, rapinati e beffati; una persona che ha rubato dei soldi agli italiani dovrebbe stare in GALERA e non in Parlamento in una posizione chiave (Presidente della Commissione Trasporti del Senato).


IL SENATORE LUIGI GRILLO DEVE STARE IN GALERA E NON IN PARLAMENTO !!!!


===================================================================================================

Marco Gilles 21.12.05 13:55| 
 |
Rispondi al commento

VAI BEPPE, fazio a casa , borghezio in mutua ( o in infortunio?? ) , vespa alla prova del cuoco , la borsa sale , dario fo prossimo sindaco di milano , la guzzanti che ottiene riconoscimenti ovunque presenti il suo "viva zapatero" .... ma stai a vedere che è arrivato Natale?????????
TANTI AUGURI BEPPE , continua così!!!
ps NOSTRARUM INIURIARUM ULTOR ( ...e cicerone ne sapeva qualcosa, non trovi? )

fausto corsi 21.12.05 13:55| 
 |
Rispondi al commento

A proposito dei manifesti pubblicitari e dell'intervento a Porta a Porta di Berlusconi...
Ritenevo che il nostro Presidente del Consiglio fosse, non dico più intelligente, ma quantomeno più scaltro. Ma, deo gratias, mi sbagliavo. Perseguire la campagna elettorale con le solite bugie ("Abbiamo mantenuto tutti gli impegni"????!!!!) e la solita arroganza equivale a darsi la zappa sui piedi. Caro Silvio, gli elettori ormai non ci cascano più e devi considerarli davvero degli stupidi se credi che continueranno a bersi le tue menzogne condie di falsi sorrisi!

Catia Moretti 21.12.05 13:46| 
 |
Rispondi al commento

Consentitemi qualche aggiunta ai consigli dati da Beppe.

1) Ottima idea la soluzione "Hyde Park": però si rischia di esser scambiati, da qualche zelante questurino e coi tempi che corrono, per "anarco-insurrezionalisti" trendy. Perciò portatevi dietro anche un terzo amico, con videocamera, da nascondere da qualche parte, ad un centinaio di metri da voi.

2)Un po' meno buona quelli dei volantini: non li caga più nessuno, a meno che non siano di qualche locale di lap-dance. Il punto è che o si fa parte della minoranza ancora intelligente (che si rende conto benissimo di come vanno le cose), o della maggioranza rincoglionita: alla quale le cose vanno benissimo anche così.
Consiglio di ripiegare su facili "adesivi-fai-da-te", che in copisteria con una decina di euro te ne fai un pacco alto così.
Dalle mie parti, nelle scorse elezioni (regionali, mi pare), ne apparve uno con una macchia rossa tipo sangue, la scritta sovraimpressa "Tuo figlio era qui", e un'altra scritta che in sostanza diceva di non votare quei politici che sostenevano l'impegno in Iraq.

3) Onestamente, le lettere ai politici non servono a nulla: loro SANNO PERFETTAMENTE come stanno andando le cose in Italia, perché così le hanno volute: loro e i criminali della globalizzazione che li manovrano.
Mandar via delle lettere dà a voi la soddisfazione di sentirvi (pardon, di credervi) utili, ma in realtà sprecate solo energie.

Alberto Rizzi 21.12.05 13:27| 
 |
Rispondi al commento

Ritengo che sia una bella cosa combattere contro le ingiustizie e le cose che non riteniamo per noi stessi giuste questo è il senso della libertà di pensiero e di opinione, ma non vuol dire che il nostro "GIUSTO" sia il giusto anche per gli altri.
Una cosa che assolutamente vi mancano sono le proposte positive ed applicabili per un qualsiasi problema serio, almeno dal mio punto di vista non ne ho trovate.
Perdete solo tempo a criticare l'operato degli altri per quanto possa essere discutibile, invece di pensare a cosa siete veramente in grado di fare.
Caro Beppe Grillo, se sei veramente convinto di essere nel giusto, candidati, fonda il "PARTITO DELLA VERITA'" e di tutti questi sostenitori vediamo poi quanti ti voteranno veramente.
Condurre la propria campagna, ho come si voglia chiamare, screditando l'avversario in ogni modo è una "grandissima debolezza", combattere con le proprie proposte invece è da numeri 1.
Ma come funziona nelle vostre famiglie? Criticate sempre e solo le cose che non vanno dei vostri figli o genitori, oppure a seguito di una critica fate anche una proposta costruttiva?
Io sono abituato che se dico ad una persona che quella cosa è sbagliata, devo essere in grado di dimostrarlo e proporre una soluzione amichevole.
Cerchiamo di fare proposte positive e costruttive, allora tutti insieme progrediamo !

mario rossi 21.12.05 13:17| 
 |
Rispondi al commento

questa storia è incredibile, non c'è un solo manifesto del mentecatto di arcore che dica una cosa vera!! MA QUEST'UOMO E' UN TALENTO NATURALE!!! ma non possiamo impedire che un albero venga ucciso per stampare simili panzane? non c'è una legge che tuteli il rispetto della decenza? e se l'albero era un albero fiero e giusto? io mi sento offeso!
beppe, chiedevi delle prove, ne scrivo un po' a braccio:
- la mia busta paga non è aumentata
- mai visto un polizziotto di quartiere in vita mia
- sono stato a barcellona, ho amici di londra... in europa siamo considerati un paese di beoti, una spanna sopra gli orsetti lavatori
- sento la diretta dal parlamento spessissimo, centinaia di parlamentari non sanno l'italiano, litigano e si fanno le ripicche come in terza elementare MA VOTANO COME UN SOLO UOMO LEGGI FATTE SU MISURA PER IL DEMENTE ARCORESE, leggi indifendibili alle quali oramai i più sono rassegnati.
ma ce ne sarebbero centinaia da scrivere!!
per esempio, andate a leggervi dal libro di Augias "I segreti di Roma", come a fatto lo squilibrato a entrare in possesso della sua villa ad arcore.

pierpaolo lacquaniti 21.12.05 13:15| 
 |
Rispondi al commento

Non vorrei sbagliarmi né far scadere argomenti così importanti in pettegolezzo, ma si dice che Fiorani sia genero di Fazio....

Risulta anche a voi?

In questo caso suvvia...non si può processare una persona che "tiene famiglia" ;)

federico carboni 21.12.05 13:11| 
 |
Rispondi al commento

FIORANI - GLI AMICI DEL RAGIONIERE

DI MARCO TRAVAGLIO

LEGGI QUI L'ARTICOLO CON VIGNETTA E FAI CIRCOLARE IN WEB:
http://www.politikon.it/modules/news/article.php?storyid=1014

Le sue specialità sono lo shopping e i debiti.
Fa debiti per fare shopping, e facendo shopping fa altri debiti.
E’ il banchiere più rampante e chiacchierato del momento.
Non solo per la scalata dell’Antonveneta, sponsorizzata dall’amico Antonio Fazio che sventola il tricolore contro i presunti “invasori” olandesi dell’Abn Amro.

Ma anche per le svariate inchieste per bancarotta fraudolenta - Cirio, Parmalat, Hdc - in cui è rimasto impigliato: uno dei destinatari della tentata e sventata legge salvacrac era lui. Gianpiero Fiorani, amministratore delegato della Banca Popolare di Lodi, è l’emblema della nuova finanza italiana, o all’italiana.
Quella che pontifica di mercato e concorrenza, ma poi si rifugia sotto il paracqua della politica e delle parrocchie. In pochi anni s’è gonfiato come la rana della fiaba.
E c’è chi giura che sia lì lì per scoppiare. Che la crescita tumultuosa di Bpl (attivi sestuplicati in 7 anni) sia costruita sulla sabbia.
E che, se l’affare Antonveneta finisse male, i nodi verrebbero al pettine. A cominciare dalla montagna di debiti che qualcuno calcola in 9.4 miliardi (1.1 volte i depositi dei clienti).

Il ragionier Fiorani, da poco diplomato, entra in banca nel 1978.
E’ cattolico, ma soprattutto democristiano. Infatti è un Dc doc, il patron della Popolare di Lodi Carlo Cantamessi, ad aprirgli le porte della banca e a promuoverlo direttore di filiale.
La laurea in Scienze Politiche Fiorani la prenderà solo a fine anni 90. Intanto fa carriera gestendo un bel po’ di dossier ad alto rischio: ristruttura il gruppo in Sicilia (dove ha inglobato ben cinque banche), entra nella Banca Rasini (che poi si fonderà con Bpl), acquista la Mercantile dal gruppo Fondiaria. ...CONTINUA AL LINK SOPRA

www.politikon.it
Controinformazione NO PROFIT

Fabio Greggio 21.12.05 12:43| 
 |
Rispondi al commento

Michael, te lo dico spassiunatamente...
vatteacura`!

paolo moretti 21.12.05 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Adesso il merito delle dimissioni di Fazio è dell'iniziativa di Beppe Grillo... ma smettila di prenderti meriti che non ti appartengono, sei ridicolo!

Alessandro Ziggiotti 21.12.05 12:08| 
 |
Rispondi al commento

E' da mesi che direttamente osservo i NAPOLETANI importati A MONFALCONE, Come Rubano ai Supermercati. Noi abbiamo pagato e paghiamo le Tasse. Per quale motivo per la seconda volta devo mantenere le ruberie ed il sistema POLITICO. Attorno a queste persone appena mi avvicino sento che stanno rubando . Poveri bambini in fasce che con gli occhi riescono a sorridere . La mamma nel suo PRASTRANO con le tasche ruba di tutto e di piu'. Vergognatevi di civilizzare la zona del FRIULI VENEZIA GIULIA. Politici da strapazzo senza CASSO

cante roberto 21.12.05 12:06| 
 |
Rispondi al commento

L'idea di spiegare il perchè il manifesto è falso è ottima; basterebbero poche righe, con dati ufficiali e facilmente reperibili in rete, per spiegare tutte le bugie dei 6x3.

Aggiungo che a Genova sono apparsi anche manifesti contro l'attuale giunta di centrosinistra, accusata di avere aumentato tutte le tasse possibili e immaginabili, dimenticando però gli anni appena trascorsi di allegra giunta di centrodestra, tutta panem (poco) et circenses (molti).

Giorgio Orengo 21.12.05 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno Beppe,

uno dei nostri dipendenti finalmente, dopo due anni, ha capito che non poteva trattenere oltre la carica ricoperta (Banca d'Italia).

Purtroppo questi signori non ascoltano mai !
A me non piace molto il meglio tardi che mai !
Anche perchè cosìaltro avranno combinato nel frattempo ? Vedi che la nuova nopmina sarà fatta dal Governo che è poi lo stesso che non si è occupato molto (naturalmente mai per tempo) dei risparmiatori o correntisti (Legge risparmio).

Adesso bisogna sperare in Fiorani: se dicesse tutta la verità, probabilmente, parecchi saranno costretti a sparire (... sarebbe ora).

Temo infine che questo "governo" non nominerà mai Monti a capo della Banca d'Italia perchè è persona seria e capace addirittura stimata nel mondo perciò potrebbe ricuperare il prestigio perduto, in compenso non sarebbe nemmeno disponibile a coprire malefatte varie.

Ti pare possibile che venga nominato ?
Credo di no ! A meno che Fiorani non si decida di vuotare il sacco per vedere ridotte le sue responsabilità.

Con affetto.

GIOVANNI FICCO 21.12.05 11:44| 
 |
Rispondi al commento

NIENTE GALERA PER I POLITICI DISONESTI.
LA GIUSTA PUNIZIONE è QUELLA DI FARGLI PROVARE COME CI SI SENTE AD ESSERE PRESI IN GIRO E DERUBATI.GLI DIAMO UNA CASA DA PAGARE CON UN MUTUO ALLUCINANTE,UN LAVORO TIPO ZAPPARE 10 ORE AL GIORNO (COSI POSSIAMO CIBARCI DEI PRODOTTI DEL LORO LAVORO) UNO STIPENDIO DA 900 EURO AL MESE. FINCHè VIVONO.
I POLITICI NON SERVONO PIù, SERVONO PERSONE CHE PRIMA FACCIANO CIò CHE DICONO, E DOPO AVER VISTO I RISULTATI LI PAGHIAMO.
DI CONSEGUENZA è LOGICO NON ANDARE A VOTARE ALLE PROSSIME ELEZIONI.
CIAO BEPPE, GRAZIE PER INFONDERCI ANCHE UN Pò DI SPERANZA IN QUESTA SOCIETà CHE CI Dà SOLO ILLUSIONI.

Stefano Manca 21.12.05 11:44| 
 |
Rispondi al commento

Faccio una proposta a te Beppe, o a chi ha tempo e capacita`. Prendere tutti i cartelloni della scorsa campagna elettorale e fare una presentazione in power point. Prima il cartellone e poi il commento spiegando il perche` e il per come quell'impegno non e` stato rispettato. Se la presentazione e` ben fatta e dettagliata questa forma di smascheramento puo` girare non solo su internet, ma anche, stampato, in comizi cartelloni circoli etc...

I cittadini vogliono solo risposte chiare altrimenti finiscono per credere alle cavolate di Silvio Nutella.

Dai che ce la facciamo.

Saluti,

Vito

Vito A. Buonsante 21.12.05 11:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Piano, piano con l'euforia.
Non avete capito che il reale obiettivo (destrasnisitracentro) sono le cospicue riserve della Banca d'Italia. Sai che belle finanzaiarie che si possono fare? Quanti bei buchi di bilancio si possono tappare.
Ma scusate, adesso il governatore lo nominerà il Governo!!!!! E la sua carica sarà rinnovabile!!!!!!!
Per me doveva dimettersi quest'estate, momento in cui il fronte politico non era uniforme sul punto. Poi quando c'è stata unanimità la cosa mi è suonata strana. Ancora più strana quando, subito dopo il reintegro di Tremonti, Berlusconi ha finalmete detto che le dimissioni di Fazio erano auspicabili. E NO, CARO, TROPPO TARDI. In quell'esatto momento io non le ho volute più.
Purtroppo è uscito fuori che era veramente troppo compromesso.
OCCHIO ALLE RISERVE DI BANKITALIA.
CE LE FARANNO SPARIRE DA SOTTO GLI OCCHI.

pierpaolo comelli 21.12.05 11:12| 
 |
Rispondi al commento

Bossi: "Quella del Governatore una scelta giusta e difficile" - Bondi:"Il Governatore della Banca d'Italia ha dimostrato un alto senso delle istituzioni in coerenza con la sua riconosciuta onestà intellettuale e morale"...poverino, ha solo rubato con i suoi amichetti a 57 milioni di italiani, cosa vuoi che sia?! già già, un gesto d'altruismo, un grosso sacrificio, poteva rimanere lì al suo posto e continuare a rubare....ma stiamo scherzando?!?!?ed il bello che queste affermazioni vengono pure pubblicate sui giornali più letti d'italia...qui ci sarebbe da andare a prenderli tutti a calci nel cul*...INCREDIBILE...questa classe dirigenziale deve sparire...la dobbiamo fare fuori tutta! Avanti oh popolo...

Luca Giannini 21.12.05 11:00| 
 |
Rispondi al commento

====================================================================================================


Il Patto dello Sciacchetrà

Le ultime dichiarazioni di Fiorani stanno facendo emergere la verità sull’incontro che ha visto il SENATORE LUIGI GRILLO, Gran Maestro dell’operazione di corruzione e appropriazione indebita più sporca dalla fine di Tangentopoli.

L’incontro ha visto la partecipazione di: Fazio, Fiorani, Berlusconi e Grillo. Le dichiarazioni ufficiali vollero far passare l’idea di una difesa delle banche italiane contro l’assalto dei Barbari europei.

In realtà, il Senatore Luigi Grillo, eletto in Liguria nelle fila di Forza Italia, aveva bisogno di tanti soldini per costruirsi la VILLA (costruita abusivamente nel Parco Naturale delle Cinque Terre e poi condonata) nella Riviera Ligure; quale sistema migliore per fare ciò se non fregare un po’ di soli ai correntisti della Banca Popolare di Lodi.

Il sistema a quanto sta dicendo Fiorani era semplice: bastava aprire un conto nella sua Banca, dare l’appoggio politico all’operazione bancaria più sporca della Seconda Repubblica e in cambio ci si ritrovava un bel gruzzoletto sul proprio conto corrente.

Il Senatore Grillo, una delle figure più losche della Politica italiana, ha fiutato subito l’affare e si è lanciato nella strenua difesa della scalata di Fiorani, ovviamente le sue dichiarazioni pubbliche sono state ripagate a suon di Milioni di euro.

Il problema è che i soldi affluiti nelle tasche di GRILLO erano dei correntisti della Banca Popolare di Lodi che sono stati truffati, rapinati e beffati; una persona che ha rubato dei soldi agli italiani dovrebbe stare in GALERA e non in Parlamento in una posizione chiave.

GRILLO IN GALERA
GRILLO IN GALERA


====================================================================================================

Marco Gilles 21.12.05 10:56| 
 |
Rispondi al commento

Be, anche se ho votato il Presidente Berlusconi devo dire che non lo rivoterei. Purtroppo la politica attuale ha rovinato sotto tutti i punti di vista la maggior parte dei cittadini italiani.Senza questa moneta bastarda chiamata EURO mi ritrovavo in banca con un paio di decine di milioni di vecchie lire, e sinceramente visto che lavoro da solo in casa mia era una bella cifretta, adesso con l'arrivo del dolce CARO EURO mi ritrovo senza nemmeno un centesimo in banca, e senza poter arrivare mai alla fine del mese. Ma purtroppo i nostri dipendenti ste cose non le sanno,
1) perchè loro no vanno a fare il rifornimento a nessuna delle loro auto, quindi non sanno quanto viene a costare il pieno;
2) non sanno quanto costa fare la spesa in quanto loro no sono abituati ad andare dentro il supermercato per pagare il conto della spesa e del fruttivendolo;
3) non sanno quanto costa fare l'assicurazione alla propria autovettura e tantomeno a quella del loro figlio, in quanto o se la scaricano perchè hanno l'auto intestata alla ditta, o gliela fa trovare pronta il proprio garzone di turno;
4) parlano che il cinema italiano è in crisi, ma cazzo ci vredo un cinema è arrivato a 7 Euro, per una famiglia di quattro persone ci vuole 28 Euro, ma per questo ho trovato il rimedio, scarico film e musica a tutta forza da internet;
5) Non sanno quanto costa l'energia elettrica il telefono il gas e tutto quanto altro, roba che è indispnsabile per stare a casa, loro purtroppo i prezzi non li sanno, perchè queste bollette le hanno accreditate in banca e quindi con tutto quel ben di DIO di stipenbdio che prendono oltre quelli che si rubano vai a capire se sanno quelo che spendono per le varie utenze.
6) Però in compenso hanno qualche spesa in più di noi, lo ro vanno in vacanza e noi no, loro hanno la barca e noi no, loro hanno l'amante da mantenere e noi no.
VAFFANCULOOOOOOOOOOOOO

Luigi Licatini 21.12.05 10:52| 
 |
Rispondi al commento

http://socialdesignzine.aiap.it/sdz/archives/005969.php

Massimo Talamonti 21.12.05 10:39| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,
il tuo cartellone è finito anche sull'homepage di CORRIERE.IT, anche se solo in un link in coabitazione con la notizia di BRUNO VESPA MUSSOLINI e solo dopo le ARTIFICILAMENTE CAPIENTI TETTE DELLA VENTURA.

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2005/12_Dicembre/20/pop_grillo.shtml

ILGIORNALE.IT invece ha pubblicato una lettera di un gruppo chiamato ASSOCIAZIONE GALILEO 2001, tra i cui firmatari ci sono Umberto Veronesi e Franco Battaglia (e stica**i! direi!), nel quale chiedono a Ciampi di informare il popolo che solo il NUCLEARE (ormai collaudato e sicuro...) può salvarci dal collasso energetico e risanare le nostra finanze perché l'eolico e il solare sono inadeguati; il tutto ovviamente snocciolando cifre senza mai, neanche una volta e neanche per sbaglio, citare una minima fonte d'informazione.
Sono capace anch'io di fare così: mando una lettera a Ciampi in cui mi presento come presidente di un'associazione che si chiama (c***o ne so...)ASSOCIAZIONE ARCHIMEDE 2000 e dico che nel resto dell'Europa l'eolico produce l'84,43% dell'energia totale prodotta e non cito nessuna fonte: se Ciampi ci casca (e magari visto che è Natale gli faccio anche un bel regalino così il nonno è contento...) sono a cavallo!
Ci provo???

http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=51891

Mauro Carfì 21.12.05 10:32| 
 |
Rispondi al commento

Dove hai trovato questa genialata??? L'hai scritta tu? Mi hai sollevato l'umore della giornata! Yeah! s-

Stefano de Ponti 21.12.05 10:28| 
 |
Rispondi al commento

FAZIO UN ATTO DI RESPONSABILITA' MORALE

La sinistra sembra non aver capito una cippa di quello che ha portato Faxio alle dimissioni.
Un atto di responsabilità morale sarebbe stato quello di levarsi di mezzo dopo i casi Cirio, Argentina e Parmalat, preesentando le scuse a tutto il popolo die risparmiatori traditi.
Fazio se n'è andato perchè non lo voleva e non lo copriva più nessuno, visto che ormai era indifendibile. Ne destra ne sinistra ne centro.
TANTO SONO TUTTI UGUALI!!!!
P.S. il mandato a termine per il Gov. della Banc. d'Ital. è una farsa, sei anni rinnovabili sono troppi, una carica così importante non deve avere il tempo di sedimentare sulla poltrona perchè l'occasione fa l'uomo ladro e perchè la Banca d'Italia è una emanazione delle banche e delle assicurazioni. MALEDETTI DIPENDENTI!!!!!

francesco cola 21.12.05 10:24| 
 |
Rispondi al commento

Cari Tutti,
volevo fare un osservazione, l'iniziativa di Beppe per comprare una pagina pubblicitaria con i nomi dei condannati mi è piaciuta tantissimo. Perchè non pensiamo ad una colletta per affiggere NOI manifesti per i nostri dipendenti?

Per esempio scriverei:
--
Condono per gli altri. "Mediaset non farà alcun ricorso al condono fiscale" (30-12-2002). Cinque mesi dopo 'L'espressò scopre che Mediaset ha regolarmente fatto ricorso al condono, risparmiando circa 120 milioni di euro di imposte. Un anno dopo accade di nuovo.
--

Grazie per lo spazio!

Adriano

Adriano Basile 21.12.05 10:19| 
 |
Rispondi al commento

SOCIALISMO
Hai 2 mucche. Il tuo vicino ti aiuta ad occupartene, e tu dividi il latte con lui.

COMUNISMO
Hai 2 mucche. Il governo te le prende, e ti fornisce il latte secondo i tuoi bisogni.

FASCISMO
Hai 2 mucche. Il governo te le prende, e ti vende il latte.

NAZISMO
Hai 2 mucche. Il governo prende la vacca bianca, e uccide quella nera.

DITTATURA
Hai 2 mucche. La polizia te le confisca, e ti fucila.

FEUDALESIMO
Hai 2 mucche. Il feudatario prende la metà del latte e si scopa tua moglie.

DEMOCRAZIA
Hai 2 mucche. Si vota per decidere a chi spetta il latte.

DEMOCRAZIA RAPPRESENTATIVA
Hai 2 mucche. Si vota per chi eleggerà la persona che deciderà a chi spetta il latte.

ANARCHIA
Hai 2 mucche. Lasci che si organizzino in autogestione.

CAPITALISMO
Hai 2 mucche. Ne vendi una per comperare un toro e avere dei vitelli con cui iniziare un allevamento.

CAPITALISMO SELVAGGIO
Hai 2 mucche. Fai macellare la prima e obblighi la seconda a produrre tanto latte come 4 mucche. Alla fine licenzi l'operaio, che se ne occupava, accusandolo di aver lasciato morire la vacca di sfinimento.

BERLUSCONISMO
Hai 2 mucche. Ne vendi 3 alla tua società quotata in borsa, utilizzando lettere di credito aperte da tuo fratello sulla tua banca. Poi fai uno scambio delle lettere di credito, con una partecipazione in una società soggetta ad offerta pubblica, e nell'operazione guadagni 4 mucche, beneficiando anche di un abbattimento fiscale per il possesso di 5 mucche. I diritti sulla produzione del latte di 6 mucche, vengono trasferiti da un intermediario panamense sul conto di una società con sede alle Isole Cayman, posseduta clandestinamente da un azionista, che rivende alla tua società i diritti sulla produzione del latte di 7 mucche. Nei libri contabili di questa società figurano 8 ruminanti, con l'opzione d'acquisto per un ulteriore animale. Nel frattempo hai abbattuto le 2 mucche perché sporcano e puzzano. Quando stanno per beccarti, diventi Presidente del Consiglio.

francesco cola 21.12.05 10:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

voglio consigliare a tutti quelli che hanno interesse ad approfondire la loro conoscenza su come e perchè è nata forza italia leggendo il libro "L'AMICO DEGLI AMICI." sottotitolo:"perchè marcello dell'utri è stato condannato in primo grado a 9 anni per concorso esterno in associazione mafiosa." ( nel frattempo è stato condannato anche in secondo grado). il libro è stato scritto da Peter Gomez e Marco Travaglio.
ve lo consiglio: è tristemente illuminante.
forza Beppe continua così, Buon Natale a tutti.

diego bocconello 21.12.05 10:06| 
 |
Rispondi al commento

Per chi volesse aderire alla campagna che mira ad
ottenere che la legge consenta al contribuente di poter scegliere di
devolvere L'OTTO PER MILLE DELL' IRPEF ALLA RICERCA SCIENTIFICA.

Per
saperne di più vai sul sito http://www.clubfattinostri.it/8x1000.

Dopodichè, se condividi la proposta, vai su

dove potrai dare facilmente e subito la tua
adesione
e coinvolgi tutte le persone che conosci…

Bisogna raggiungere un milione di adesioni e serve anche la tua
collaborazione. . Per qualunque chiarimento puoi rivolgerti al
giornalista Enzo Mellano , promotore della
proposta di legge.


andrea cavariani 21.12.05 09:53| 
 |
Rispondi al commento

PICCOLO TEST
Per il reato di sciacalaggio compiuto dal devoto Fiorani,con furto ripetuto a danno di deceduti, reato per cui in altri tempi vigerebbe la fucilazione alla schiena, quanto tempo il suddetto restera`al gabbio ?
a) manco un´ora
b) manco un mese
c) piu`di un mese

paolo moretti 21.12.05 09:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perchè come nel caso di Fazio, quando i politici commettono gravi reati, ci si accontenta delle loro dimissioni. Non credo che un impiegato di banca possa rubare per anni, aprofittando del mestiere che fa, e quando lo beccano, venga soltanto invitato ad dare le dimissioni, credo si faccia anche qualche anno di galera. Il problema è che al contrario di Fazio, non potrà trascinare con sé in galera chissà quanti altri pezzi grossi...
Vedremo con quale altra carica, ci ritroveremo Fazio nuovamente tra le balle...
Ciao

eros zanin 21.12.05 09:29| 
 |
Rispondi al commento

Eccoli qua gli impegni del portatore nano di disgrazie:

per lui e tutti quelli pro-TAV:
http://www.repubblica.it/2005/l/sezioni/cronaca/deratre/statera/statera.html

Stefano Barone 21.12.05 09:13| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace per quello che stai passando, purtroppo in Italia se devi chiedere un prestito alle banche, devi avere un mucchio di proprietà e devi chiedere milioni di euro, allora ti viene concennso, perchè vuol dire che sei ricco. In questi ultimi anni ne abbiamo avuto ampiamente la conferma.
Purtroppo la nostra socità considera il profitto la cosa più importante in assoluto, anche per le aziende non-profit. L'IDEA SECONDO LA QUALE "NON POSSIAMO PERMETTERCI" UNA SOCIETà CIVILE E' CIO' CHE STA FACENDO DIVENTARE SEMPRE MENO CIVILE LA NOSTRA SOCIETA'.

gabriella tra 21.12.05 09:07| 
 |
Rispondi al commento

sono un'emerita ignorante di economia e finanza specie quella alta, ma da tutto quello che ho ascoltato in questi giorni , in materia, mi è venuta alla mente una domanda: e se tutti i risparmiatori ritirassero in contemporanea i loro soldi dalla banche che cosa succederebbe? E perché(vedi legge sul risparmio?) destra e sinistra sono daccordo quando si parla di soldi? E perchè Cusani (unico uomo coerente e capace di assumersi le Sue responsabilità) é stato sminuito nelle sue dichiarazioni a proposito di tangentopoli e Faziopoli? C'è qualcuno in grado di darmi una risposta? Grazie anticipate.

marisa bonsanti 21.12.05 09:05| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE ,
PERCHE NON FAR STAMPARE QUESTO CARTELLONE ED AFFIGGERLO? DI SICURO NON VERREBBE IMBRATTATO COME LO SONO GLI ORIGINALI( LA GENTE E' STANCA DI ESSERE PRESA PER I FONDELLI!!!!)
SPERO VERAMENTE CHE QUALCOSA CAMBI ALMENO PER NON FARE LE SOLITE BRUTTE FIGURE CHE FACCIAMO ALL'ESTERO DOVE L'UNICA COSA CHE DICONO DI NOI CHE SIAMO UN POPOLO CREATIVO!!!!!
SPERIAMO.......... E ANDIAMO AVANTI

PAOLA MAURO 21.12.05 08:57| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE, VISTO CHE SEI COSI STIMATO E BENVOLUTO, VISTO CHE HAI LE IDEE CHIARE, VISTO CHE I DIPENDENTI NON DANNO LE GIUSTE RISPOSTE , VISTO TUTTO QUESTO PERCHE' NON TI CANDIDI COSI CI FAI FINALMENTE VEDERE IL FENOMENO CHE SEI????

TAZIO CAVANNA 21.12.05 08:33| 
 |
Rispondi al commento

beppe ..... dovresti andare tu al posto dei fondatori di menzogne .

sei grande

ferrari cassia 21.12.05 08:15| 
 |
Rispondi al commento

Come ho già scritto a Lascala che commette lo stesso errore il problema sta in "deficenti",aprite un dizionario italiano!
Iorio - Lascala avete frequentato la stessa scuola o siete la stessa persona?

Janez Kremen 20.12.05 19:19

**********************************************

una preghiera.... vedi se riesci ad includere nel text box dei commenti un correttore ortografico e magari anche grammaticale, non ne possiamo piu' degli errori di La Scala.
oppure facciamo una colletta per offrirgli dei corsi di recupero in ITALIANO

Ugo B 20.12.05 20:13

**********************************************
sentite: io non mi suicidio perche' ho sbagliato una lettera: invece di preoccuparvi dei miei errori, preoccupatevi di piu' per la Candy che sta per trasferirsi in repubblica Ceca, dei costi bancari, dell'islamizzazione dell'italia, dei cibi globalizzati che ci rifilano, e di altri mille problemi di vita.....

ivana iorio 21.12.05 06:52| 
 |
Rispondi al commento

l'operazione fazio vattene ha avuto i suoi frutti, adesso piangiamo le conseguenze, speriamo che trovino una persona che riprenda le sorti di questa povera italia.

vincenzo gallo 21.12.05 04:45| 
 |
Rispondi al commento

Detto toscanamente, cara Anita, "ti ho nel cuore", ma non avvilirti oltremodo, rischi quasi di aggiungere qualcosa al dolore che ti è stato procurato...i medici troppo spesso sono solo burocrati ignoranti e saccenti, a discapito di altri, rari ma non scomparsi del tutto.Mi tornano in mente i ciliegi di Fabrizio de Andrè...coraggio!

Mauro Buoni 21.12.05 02:34| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei per Natale, e se non possibile anche per pasqua, che se ne andassero pure il ministro della sanità e con lui tutti quei chirurghi che devastano il corpo delle donne...per poi far finta di volere il bene e la salute delle donne...e dell'embrione. E che però pe far piu soldi tagliano via uteri e ovaie a man bassa perchè: "tanto dopo i 50 anni a cosa servono?"
E se nn è possibile, vorrei almeni si mettesse in galero quello che lo ha fatto con me, imbrogliandomi sul mio stato di salute e giocando con la mia fiducia e la mia paura.
Anita da roma

anita ben 21.12.05 01:08| 
 |
Rispondi al commento

Per prima cosa, chi ha più volte dichiarato di essere intervenuto, come ha fatto a non accorgersi dell’assenza del prescritto cartello, apposto solo in data 12 ottobre c.a. recante il numero 58952 e la data 7/7/2005 della D.I.A., il nominativo del direttore dei lavori geom. Marco D’Avello, ma non la data di inizio lavori? Come ha fatto, se è intervenuto prima del 7 agosto (o anche dopo) a non rendersi conto che i lavori erano già abbondantemente avviati, in barba alla data di presentazione della denuncia di inizio attività, nonché alla data in cui avrebbero dovuto effettivamente iniziare i lavori e come ha fatto a non accorgersi che il cambio di destinazione d'uso del piano seminterrato era già avvenuto in epoca alquanto remota? Come è stato autorizzata, in virtù di quanto appena descritto, l’esecuzione dei lavori? E se invece tutte queste presunte irregolarità sono state accertate e se come previsto sempre dall’art. 27 comma 4 del predetto D.P.R., sia stata data immediata comunicazione all’autorità giudiziaria, al competente organo regionale e al dirigente del competente ufficio comunale, o almeno all’autorità giudiziaria, come mai i lavori sono proseguiti bellamente, arrecando alla sottoscritta e ai suoi familiari danni personali, nonché strutturali (più volte siamo stati costretti a richiedere l’intervento dei Vigili del Fuoco, per essere rassicurati sulla stabilità dell’immobile in seguito all’apparire di numerose crepe nei muri, comparse a più riprese nell’arco temporale dell’attività di cantiere) e di deprezzamento del proprio immobile? Non vado oltre, ma lascio alla Sua competenza, dettata dall’importante ruolo istituzionale rivestito, di verificare ed acclarare le presunte violazioni e irregolarità con l’adozione di ogni più opportuno provvedimento di legge.


Roma 23/11/2005

-------------------------------------------

Lucia Salvati 21.12.05 00:47| 
 |
Rispondi al commento

Alla luce di ciò, viste incredibilmente svanite le speranze di intervento da parte della Polizia Municipale, in data 4 agosto presentai un esposto scritto, che però non sortì ugualmente effetti significativi. Chiesi quindi l’accesso agli atti ai sensi della legge 241/90 e scoprii che era stata presentata una D.I.A. recante la data del 7/7/2005, dopo quasi tre mesi dall’inizio reale dei lavori, per una realizzazione di “frazionamento in n. 4 appartamenti e di cambio di destinazione d’uso al piano seminterrato da garage a cantina e centrale termica”. Dall’analisi di tale materiale documentale si evincono inoppugnabili risultanze che partoriscono robusti elementi dubbiosi sul modus operandi e sulla linearità dell’intera vicenda. Innanzitutto se la D.I.A. reca la data del 7/7/2005 l’inizio effettivo dei lavori avrebbe dovuto aver luogo non prima del 7/8/2005, come previsto dall’articolo 23 comma 1 del D.P.R. 380/01. Si dà il caso che il cambio di destinazione d’uso richiesto con tale D.I.A. sia stato realizzato ormai da decenni, in quanto io non ricordo la presenza di un garage nell’immobile predetto da quando mi sono stabilita nell’attuale residenza (circa 20 anni or sono). Senza addentrarci nello specifico delle opere in realizzazione, se previste o non dalla regolamentazione della D.I.A. (che in ogni caso può essere concessa salvo la lesione di diritti di terzi, che nella fattispecie appare palese), da accertare successivamente nelle sedi competenti e con personale abilitato a pronunciarsi in merito, la compiuta disamina del materiale acquisito ha messo a fuoco un nitido quadro probatorio di presunte irregolarità, che purtroppo fanno sorgere spontanei e logici quesiti, in ordine agli adempimenti di cui al comma 4 dell’art. 27 del D.P.R. 380 del 6 giugno 2001. Per prima cosa, chi ha più volte dichiarato di essere intervenuto, come ha fatto a non accorgersi dell’assenza del prescritto cartello, apposto solo in data 12 ottobre c.a. recante il numero 58952 e la data 7/

Lucia Salvati 21.12.05 00:45| 
 |
Rispondi al commento

A questo punto mi illusi che in presenza di irregolarità palesi a livello di edilizia, di rumori assordanti conseguenti a lavori che presumibilmente non erano stati autorizzati, e quindi in violazione dell’art. 659 C.P., essendoci acquisita giurisprudenza inopinabile in merito (ad esempio sentenza Cassazione, sez, I, 14 maggio 2002 n. 18351), supportata dall’esistenza dell’art. 844 C.C., senza contare che era messa a repentaglio la mia incolumità fisica, tenendo conto che la protezione della salute è recepita come diritto soggettivo assoluto, relativo alla personalità dell’individuo e fondato sull’art. 32 della Costituzione, richiedendo l’intervento dell’autorità deputata, la Polizia Municipale, avrei ottenuto giustizia e avrei posto fine all’ineffabile tortura psicofisica. Iniziò il valzer delle telefonate all’Ufficio Edilizia della Polizia Municipale del XIII Gruppo di Ostia Lido, e delle risposte, a volte scoraggianti, a volte però rassicuranti, che non hanno poi avuto comunque alcun riscontro concreto di intervento, lasciandomi in preda all’impotenza e alla disperazione di dover regolare l’andamento della mia giornata in base alle esigenze lavorative del cantiere, e preoccupata per la mia salute, nonostante la normativa vigente, almeno in teoria mi tutelasse dalle emissioni di intensità eccessiva (vedi altresì l’art. 844 C.C.). Tra telefonate di protesta e promesse di intervento sono trascorse diverse settimane. Frattanto ero venuta a conoscenza che il signor De Prosperis Alfonso, con l’artifizio raggirante dell’allargamento dello spazio di parcheggio, aveva in realtà in mente di trarre un ingiusto profitto realizzando all’interno della sua porzione di immobile quattro unità abitative, con grave danno economico risultante dal fatto che da bifamiliare lo stabile sarebbe diventato pentafamiliare, con conseguente e logico deprezzamento.
Alla luce di ciò, viste incredibilmente svanite le speranze di intervento da parte della Polizia Municipale, i

Lucia Salvati 21.12.05 00:44| 
 |
Rispondi al commento

Faccio presente che da circa un anno soffrivo di disturbi audiologici, con accentuata ipoacusia bilaterale più marcata a destra, che proprio in quel periodo , dopo una severa terapia medica, aveva registrato un sensibile miglioramento. Quando all’incirca tra la fine di maggio e i primi giorni di giugno mi sono accorta purtroppo che non si trattava soltanto del proclamato lavoro esterno all’immobile, in quanto i rumori assordanti si erano trasferiti all'interno dello stabile, ho capito che c’era qualcosa che non quadrava. Per cercare di mantenere ancora dei rapporti, pur se ormai lacerati dagli eventi, essendo impossibile espletare qualsiasi normale occupazione quotidiana, (addirittura per poter parlare al telefono era necessario recarsi in giardino con il cordless), chiesi lumi al signor Alfonso De Prosperis e a suo figlio Marco De Prosperis che inizialmente cercarono di prendere tempo dicendo che avrebbero provato a limitare le emissioni rumorose, senza però esternare le loro reali intenzioni edificative. Ciò non avvenne, anzi la situazione peggiorò, e i rumori strumentali si accavallarono addirittura, tra l’altro proprio all’altezza del muro interno di confine tra le due abitazioni (martelli pneumatici, frullini, picconi, mazzette, ecc.), snodandosi secondo una scansione temporale ininterrotta nel periodo in questione, con notevole apporto di stress. Frattanto l’iter clinico dei miei disturbi uditivi dopo l’impennata di miglioramento, aveva subito una regressione di pari passo con l’intensificarsi dell’attività demolitrice e assordante delle macchine edili, sprofondando in un peggioramento ipoacustico fino ad ora rivelatosi irreversibile. A questo punto mi illusi che in presenza di irregolarità palesi a livello di edilizia, di rumori assordanti conseguenti a lavori che presumibilmente non erano stati autorizzati, e quindi in violazione dell’art. 659 C.P., essendoci acquisita giurisprudenza inopinabile in merito (ad esempio sentenza Cassazione, sez, I, 14 maggio

Lucia Salvati 21.12.05 00:41| 
 |
Rispondi al commento

Frattanto, approfittando della nostra correttezza e del sorvolare sui nostri diritti, si è giunti ai fatti in oggetto del presente esposto, profondamente e gravemente lesivi nei confronti miei e della mia famiglia. Verso la fine del mese di aprile c.a. mi accorgevo che veniva allestito un cantiere nel giardino antistante lo stabile in questione. Infatti veniva abbattuto il muro di cinta con l’impiego altresì di apparecchiature ad energia pneumatica, provocando rumori insostenibili che disturbavano le normali occupazioni e il riposo della mia famiglia, costringendoci a mantenere sempre chiuse le finestre e i balconi, anche quando verso la fine di maggio iniziava a fare più caldo, al fine di alleviare i disagi provocati da tale attività. Faccio presente che nel neonato cantiere non era esibito né il permesso di costruire, né vi era apposto il prescritto cartello, con lapalissiana violazione del D.P.R. 380 del 6 giugno 2001.
Da ciò traevo la logica conseguenza che ci trovavamo presumibilmente in regime di abusivismo edilizio. A questo punto, nutrendo delle legittime perplessità sulla regolarità dei lavori, ma soprattutto per conoscere le intenzioni progettuali coltivate dai committenti, chiedevo al signor Alfonso De Prosperis, cosa stesse accadendo. Questi mi rassicurava dicendomi che aveva fatto abbattere il muro per ricavare più spazio per il parcheggio delle autovetture. Sempre fedele alla logica dei buoni rapporti, pur potendo essere danneggiata dall’abbattimento del muro di cinta (anche solo per motivi di sicurezza, ma anche per l’immagine dell’immobile) sorvolai senza approfondire sull’eventuale abuso edilizio, cercando di sopportare pazientemente le emissioni rumorose, nella speranza di una circoscrizione ad un non lungo arco temporale.
Faccio presente che da circa un anno soffrivo di disturbi audiologici, con accentuata ipoacusia bilaterale più marcata a destra, che proprio in quel periodo , dopo una sever

Lucia Salvati 21.12.05 00:40| 
 |
Rispondi al commento

Vi prego di diffonderlo il più possibile tramite tutti i canali a vostra disposizione. Grazie.


Sono proprietaria di una delle due unità abitative di un immobile del tipo villa bifamiliare, sito in Via Peio, 30. Dell’unità abitativa adiacente, che trovasi al civico 34 della medesima via, risulta essere proprietaria la signora Falqui Angela, che la divide con suo marito De Prosperis Alfonso e con il loro figlio De Prosperis Marco. Negli scorsi anni sono state realizzate dagli stessi ristrutturazioni, presumo di normale manutenzione, all’immobile, per la cui realizzazione sono stati prodotti rumori fastidiosi, ma che pur se eccedenti i limiti della normale tollerabilità, il mio, e quello dei miei congiunti, senso civico dei rapporti di buon vicinato, li hanno fatti rientrare in tali limiti. Come se non bastasse, alle spalle dello stesso immobile, confinante con la mia proprietà (anzi la copertura sconfina di circa 40-50 cm), è stata edificata una costruzione di circa 70 mq, in regime di totale abusivismo, salvo poi condonarla successivamente, ma senza richiedere il parere di terzi (nella fattispecie interessati e penalizzati), come da normativa vigente. Nel tempo comunque, nonostante la mia personale tolleranza, e quella dei miei cari, nei confronti di abusi e soprusi da parte dei signori De Prosperis, sono stata oggetto di numerose minacce per futili motivi (acqua piovana, una zuffa fra cani, ecc.), sfociata tra l’altro in tentativi di estorsione, a volte soddisfatti per quieto vivere, peraltro anche tramite lettere manoscritte, a rafforzare l’impianto probatorio delle condotte deprecabili poste in essere. Da parte mia, sempre in virtù del mantenimento dei rapporti di buon vicinato e per il quieto vivere, non sono mai state presentate querele.
Frattanto, approfittando della nostra correttezza e del sorvolare sui nostri diritti, si è giunti ai fatti in oggetto del presente esposto, profondamente e gravemente lesivi nei confronti miei e della m

Lucia Salvati 21.12.05 00:38| 
 |
Rispondi al commento

Dal giornale "la regione" di lunedì 19.12.05, Ticino, Svizzera, dal titolo "Il 2005 della Guardia di finanza di Como - Documentazione riferita a oltre 230 soggetti".

"Vi è in dato nel bilancio 2005 della Guradia di Finanza di Como che, riferito all'attività del Gruppo di Ponte Chiasso, merita di essere evidenziato attraverso le parole del comandante provinciale, il colonnello Rodolfo Mecarelli: ""nel corso dell'anno è stata acquistata documentazione bancaria attestante la disponibilità all'estero da parte di 233 soggette (persone o società) per oltre 500 MILIARDI di EURO. Sono in corso accertamenti (...). Insomma, potrebbe essere tutto regolare, anche se qualche legittimo dubbio sembra consentito alla luce pure del dopo `scudo fiscale`di Giulio Tremonti.....

500 billion euro. amazing.

Mattia De Sassi 21.12.05 00:33| 
 |
Rispondi al commento

Salve, mi trovo di fronte ad un "presunto" abuso da parte di una fetta di istiuzioni. Pubblico un esposto molto eloquente che ho inviato per conoscenza alla Procura della Repubblica. Anche dopo questo le istituzioni interessate hanno continuato ad ignorarmi schiacciandomi sotto il peso dei miei diritti negati. Leggete attentamente e traete le vostre conclusioni.
Una cittadina molto delusa e amareggiata che confida nell'ultimo estremo intervento della magistratura.

AL SIG. COMANDANTE
DELLA POLIZIA MUNICIPALE
XIII GRUPPO OSTIA LIDO (ROMA)

e, p. c.:
AL SIG. PROCURATORE DELLA REPUBBLICA PRESSO
IL TRIBUNALE DI ROMA


AL SIG. SINDACO DI ROMA
ON. WALTER VELTRONI

AL SIG. COMANDANTE
DELLA POLIZIA MUNICIPALE
DI ROMA


Oggetto: Esposto per segnalazione presunto abuso edilizio ed inquinamento da rumore conseguente ad esso.


Io sottoscritta SALVATI Lucia, nata a Gorgoglione (MT) il 17/12/1940 e residente in Roma alla Via Peio, 30, riferisco alla S.V. quanto segue:
Manifesto, prima di inoltrarmi nei particolari piuttosto inquietanti che hanno tessuto la trama dell’intera vicenda che vado a esporre, tutto il mio disappunto, nonché la mia profonda delusione per le irregolarità presunte (da accertarsi comunque nelle sedi competenti), che hanno costellato e viziato tutto l’iter procedurale imposto dalla normativa vigente che, alla luce dei fatti, è stato disatteso o quantomeno percorso in maniera distorta e superficiale.
Delusione e disappunto accresciuti in maniera esponenziale dal fatto di avere sempre creduto nell’apparato istituzionale (in un’epoca storicamente incerta e di abbondante sfiducia e diffidenza da parte dei cittadini nei confronti della pubblica amministrazione), che ho sempre servito con lealtà, abnegazione e senso del dovere innato, in quanto dipendente statale da poco in pensione, pretendendo sempre, sopra ogni cosa il rispetto della legalità e della trasparenza.

Lucia Salvati 21.12.05 00:32| 
 |
Rispondi al commento

NN vorrei sembrare banale-ma l unico modo nn violento, nn di risolvere la questione, ma di dare un segno, è che nessuno vada alle urne o megli che chi nn crede alla politica come me nn vada a votare e si spera siano mollti, quando l affluenza alle urne toccherà minimi storici bisognerà parlarne e capirne il perchè, sperando che nn succeda come negli U S A dove nessuno va a votare ma a chi è al potere nn interessa e va avanti per la sua strada. terribile situazione ma la credibilità dei politici è oggi veramente al minimo storico me ne rammarico pur nn intendendomi minimamente d politica ma basta guardarsi in giro per vedere che la situazione nn promette nulla di buono.
ma ciò ke mi domando è che se a nessuno va bene la situazione com'è come mai questa situazioe continua nella stessa direzione. O simao tutti i stupidi o c'è qualcosa che mi sfugge o nn torna.
E' uno strano periodo storico-
Se mai leggerai queste parole--Beppe--pur conoscendo poco il tuo lavoro purtroppo, tu saresti un grande politico pragmatico e sano come deve essere un uomo del popolo che aiuti il popolo ad aiutarsi---

sibilia diego 21.12.05 00:16| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo un Presidente del Consiglio che dà paradossalmente l'impressione di non accettare nessun consiglio dalla gente normale, quella che pensa con la propria testa (e non certo quella che prima chiede a lui COSA DEVE pensare).

Essendo innato in lui un sapere che nasce dalla non-cultura (e di ciò appare andare orgoglioso ad ogni piè sospinto) è portato a farsi domande e a darsi risposte di comodo.

Naturalmente riusciamo un po' tutti a darci risposte giuste su tantissimi temi (sono pochi che riescono a sbagliare sempre tutto), ma l'importante è che anche le domande siano valide e significative.

E' inutile dare risposte giuste alla maggior parte di tante domande se le domande sono irrilevanti o mal poste. Un venditore pone spesso domande mal poste, domande la cui risposta è scontata (la si sa prima di porsela) e ciò serve nelle vendite per acquisire credibilità di base, utile per sbolognare facilmente merce di scarsissima qualità.

Ma alle domande "giuste", quelle dalle cui risposte dipende la vita di milioni di persone, non sembra avere risposte se non vaghe e dilatorie e, se proprio risposta deve dare, ripete la manfrina "è colpa di quelli di prima...", come se avesse assunto solo ieri la carica che ricopre.

Credo, di converso, che dica una cosa giusta, anche se la dice mnemonicamente, come al mercato fà un venditore in cerca di clienti, perchè "sembra funzionare".
La cosa su cui credo abbia ragione, ma non con come la dice lui, è che bisogna avere più fiducia e cercare l'ottimismo.
Ma non parla mai del bello di ciò che ci circonda (non può, sembra non crederci) della normalità delle difficoltà in una vita, insomma non parla della "verità vera", neanche su questo tema ma solo di una verità di comodo, fermandosi per tempo per non perdere la "vendita".

E quindi non parla mai di cultura, di religione, di studio, dei problemi quotidiani... se non di rado e in termini ragioneristici. Idem fa la insopportabile Moratti.

Rosario Vesco 21.12.05 00:04| 
 |
Rispondi al commento

Bella citazione sul "Corriere della Sera":

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2005/12_Dicembre/20/pop_grillo.shtml

Grillo-Berlusconi sui manifesti online

Lo slogan è lo stesso, la faccia che sorride dai cartelloni 6X3 no. Il primo «ritocco» dei manifesti di Silvio Berlusconi porta la firma di Beppe Grillo. I cartelloni opportunamente modificati campeggiano sul blog del comico genovese, all'indirizzo www.beppegrillo.it.

Mario Gabrielli Cossellu 20.12.05 23:41| 
 |
Rispondi al commento

dice: "speriamo Monti"
dico: preferisco Padoa Schioppa (Board BCE) o Mario Draghi (padre della riforma del diritto societario... PRIMA delle leggine del falso in bilancio!!!).

Paolo Porcaro 20.12.05 23:15| 
 |
Rispondi al commento

Avete presenti quelle nuvole, quelle bolle grazie alle quali parlano (o pensano) i personaggi dei fumetti. Ebbene, a New York, un certo Ji Lee ha avuto l'idea di appiccicarne 15mila sui manifesti pubblicitari cittadini. Risultato? Altri le hanno riempite di testo dando voce a ciò che volevano. Ora c'è chi lo vuole fare anche in Europa, in Italia, con tanto di manifesto su questa "auto-espressione libera dalla censura".


Il sito è: www.progettobolla.com

Leggete ché è molto interessante...!
L'avevo già proposto nel meetup di cui faccio parte il 6 dicembre ma la cosa non ha avuto seguito.
Beh, guardate il sito e poi giudicate voi!

Franco Onorato 20.12.05 23:04| 
 |
Rispondi al commento

E' proprio lì il problema.Se Atene piange, Sparta non ride. Berlusconi è quello che è, ma anche votare Prodi pensando di votare a sinistra è uno sforzo sovraumano. Io forse alla pazzia politica ci sono già arrivato : VOGLIO ISCRIVERMI AL PARTITO REPUBBLICANO USA - W George BUSH, almeno non và in giro con la bandana e non ha mai fatto il boiardo di stato (sembra una parolaccia ma non lo è).

Mario FIGARI 20.12.05 22:46| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei fare una considerazione....Qualcuno tempo fa mi parlò di un pifferaio che con le sue musiche i suoi giornali e le sue televisioni manipolò le teste degli Italiani. Pensate veramente che gli italiani siano così stupidi?
Io penso che di questo pifferaio sappiamo molte cose, sappiamo sopratutto quali sono i suoi interessi, ma del suo successore avremmo la stessa veduta?????

Giovanni Steri 20.12.05 22:44| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, sia tu che Daniele Luttazzi, se non ricordo male, avete proposto poco tempo fa di accompagnare i manifesti elettorali con la lista dei reati per cui sono stati condannati e/o sono indagati i nostri dipendenti..siccome una legge che imponga questo non esiste, perchè non glielo scriviamo noi?
semplice: un bel foglio da appiccicare a fianco del manifesto con scritto il curriculum del personaggio ritratto..se ciò succede in tutta italia, potremo ottenere ottimi risultati.
vedi te se è il caso di proporre un'iniziativa del genere..

grazie per avermi dato questo spazio e per darne a tutti gli italiani che hanno qualcosa da dire.
complimenti! ciao.

Fabio Lessio 20.12.05 22:24| 
 |
Rispondi al commento

@ MARIO MARRA


non vorrei passarti avanti

né risultare troppo offensivo - chi mi conosce sa che è una crudità creativo-costruttiva

ma

Pietro Lascala

avrebbe già un soprannome,
dato dal suo inconfondiile modo di esprimersi, anche in famiglia in verità:

IL RUTTO

ed è un soprannome di lontana tradizione

suo padre era conosciuto in paese come

LA SCOREGGIA

Leonardo Migliarini 20.12.05 22:24| 
 |
Rispondi al commento

Sono andata a vedere il sito. Formidabile il progetto bolla!!!!!! www.progettobolla.it
Da usarsi sia per i manifesti del nano ridens che per quelli del mortadellone ... senno' dove sta' la par condicio?!?!

carla rienzi 20.12.05 22:05| 
 |
Rispondi al commento

La sinistra (con Grillo al traino) parla di un paese rovinato economicamente e moralmente da Berlusconi. Sull'aspetto morale non mi pronuncio ma per quanto riguarda l'economia invito tutti a visitare il sito della presidenza inglese della Unione Europea www.eu2005.gov.uk dove Blair ed il suo ministro Jack Straw ribadiscono che l'Inghilterra non verserà nelle casse della Ue un euro in più di Paesi con analoga ricchezza "like France and Italy". Avete capito? Non Berlusconi ma Blair ci dice che noi siamo ricchi come gli inglesi e che ad esempio se la Ue deve finanziare il nostro Sud con i fondi di sviluppo lo fa ma ad una condizione:che tutti i soldi li cacci l'Italia. Infatti è bene rammentare che TUTTI I SOLDI CHE ARRIVANO DA BRUXELLES PER IL NOSTRO SUD SONO STATI IN PASSATO ED ANCORA DI PIU' IN FUTURO FINANZIATI DAI CONTRIBUENTI ITALIANI!NESSUN PAESE EUROPEO HA MAI CACCIATO UN EURO PER IL NOSTRO SUD, ALLA FACCIA DELLA SOLIDARIETA'!!

Giulio Cruciani 20.12.05 21:48| 
 |
Rispondi al commento

Ok siamo disgustati,indignati,inc...ati come bestie,iene furiose, non ne possiamo più...Berlusconi non vincerà le prossime elezioni...e allora??. ....vincerà la sinistra...e allora??
Questo vuoto mi fa veramente paura..e mi sale ogni giorno di più la voglia di farmi giustizia da solo....e poi impazzire.

franco campanella 20.12.05 21:40| 
 |
Rispondi al commento

Ciao beppe,
sono un artigiano che lavora duramente e come tutti gli artigiani faccio fatica a tirare avanti!
Ho un impresa di pulizie, mio padre prima di me aveva un officina che produceva stendibiancheria pensili(quelli con le cordicelle, che si attaccano al muro).Inizialmente il lavoro andava avanti a gonfie vele, poi le banche hanno applicato dei tassi abbastanza alti sui prestiti che avevamo richiesto per avviare l'attività, prestiti inferiori a quello di cui avevamo effettivamente bisogno per impostare il ciclo di produzione e al momento della restituzione il debito era triplicato, nel giro di 3 anni....

(Perchè hanno finaziato gente come il nano e piccoli artigiani che vorrebbero far progredire l'economia vengono osteggiati in modo simile?Perchè un direttore di banca deve rompere le scatole a un cliente che è sotto di 70€, quando c'è gente come tanzi o il nano che hanno aperto dei veri e propri abissi senza fondo?!?)

.....In seguito venne una piccola innondazione nei pressi del laboratorio di mio padre, che stava vicino al greto del fiume insieme a una torneria pesante, abbiamo subito danni notevoli, a quanto pare per colpa di una chiusa del bacino che non era stata chiusa al momento giusto.
Ovviamente nessuno ci ha mai risarcito dei danni e le banche hanno preteso la restituzione dei "debiti".(san paolo, carisbo, finemiro(finanziaria) e deutch bank).
La somma complessiva si aggirava intorno ai 60.000,00€(con gli interessi 120.000€), cifra irrisoria per un artigiano che vuole incrementare la produzione.
Eravamo agli inizi quindi con debiti anche verso i fornitori, che al contrario delle banche erano gli unici che non volevano niente!alcuni son stati disposti ad apettare un anno intero e a star fuori anche con 15.000€, perchè avevano capito la situazione in qui ci trovavamo.
Tutto questo è giusto?!Politici che guadagnano 250.000€ all'anno e artigiani che devono arabattarsi per mandare avanti l'impresa.
il mondo al contrario!!

Attilio Minghetti 20.12.05 21:26| 
 |
Rispondi al commento

Anche secondo me Monti è la persona adatta
In Europa ha fatto tutto lui per quanto riguarda il nostro paese, altro che quella controfigura di Prodi, ex-presidente di una commissione senza alcun valore

Andrea Viberti 20.12.05 21:18| 
 |
Rispondi al commento

Perchè non pitturare, invece, un bel nasone rosso (stile pagliaccio) sul volto del nano?...
In fin dei conti sarebbe abbastanza veritiero...

Massimo

(la mia ragazza propone un naso da Pinocchio, ma secondo me è un po' più complicato da fare...)


è salito in borsa il valore dei "bancari", se avessimo al governo e in altri ruoli importnati persone "pulite" e che lavorano per lo stipendi oche percepiscono, gli investitori non avrebbero più interessa a lavorare nel nostro paese, mi fa piacere che con MONTI abbiamo una buona alternativa.

Matteo Raggi 20.12.05 19:37| 
 |
Rispondi al commento

Si, Fazio se ne è andato ma i nostri politici sembra non abbiano ancora capito un c***o della vicenda, mi spiego:
Da quanto sentito alla radio fino a pochi minuti fa, le nuove proposte sono: durata di 6 anni per la carica di governatore, nominato dal capo dello stato dopo aver sentito mezzo mondo.....
MA CAVOLO!
Il punto non è chi lo assume e per quanti anni ma chi lo può licenziare!!!!
Se nominiamo il signor X e subito fa delle ca**te, che facciamo, aspettiamo quei 5-6 anni?
Se è bravo ci può stare a vita in quel posto, bastava fare due righe: Se il governatore non rispetta le regole lo si può licenziare.
Sono le stesse norme che fanno si che si possa licenziare qualsiasi dipendente.... o no?

Marco Fabbri 20.12.05 19:36| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/5.