Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Vedrai che cambierà...


Luigi Tenco e Gino Paoli.jpg
foto: Luigi Tenco e Gino Paoli

Gino Paoli mi ha inviato questa lettera su Luigi Tenco.

"Suona di nuovo il telefono.

Un altro giornalista che vuole farmi delle domande su Luigi.
Ma credo che un amico dovrebbe lasciarlo in pace.

Dicono che le cose sulla sua morte non sono chiare ma chi è che ha tanto interesse che si sappia la verità?

I giornalisti ? Finalmente si scriverà qualcosa di loro, avranno l’articolo in prima pagina

Il magistrato? Anche lui avrà la sua visibilità.

Gli amici che lo hanno conosciuto? Quelli veri staranno zitti e non ne approfitteranno per andare in televisione o sui giornali.

Perfino Vespa avrà una serata coperta con un argomento interessante.

Forse si vuole sia fatta giustizia.
Ma che giustizia è questa che si occupa di un caso dubbio di 30 anni fa e se ne frega di tanti casi in piedi che si trascinano da anni.
Che giustizia è quella che tiene in piedi casi chiari ma gestiti da avvocati furbi e strapagati per tenere fuori di galera madri assassine che sono una manna per gli avvoltoi dell’informazione.

Che giustizia è la giustizia che non esiste per i poveri e gli sconosciuti ma è pronta a tutte le garanzie per i noti e i ricchi?

A Luigi verrebbe il vomito.Lasciatelo dormire."

Gino Paoli.


Luigi Tenco si suicidò 39 anni fa a San Remo. In una delle sue canzoni/poesie cantava:

"Questa/ non è certo la vita/ che hai sognato un giorno per noi/ Vedrai vedrai/ vedrai che cambierà/ forse non sarà domani/ ma un bel giorno cambierà / Vedrai vedrai/ che non sei finito sai/ non so dirti come e quando / ma vedrai che cambierà".

Tenco sognava, già allora, un'Italia diversa. Come noi.
Vedrete che ce la faremo.

14 Dic 2005, 15:20 | Scrivi | Commenti (932) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Rileggendo la lettera dell'amico di Tenco, Gino Paoli, mi son messo nei panni della grande "solitudine" di Luigi. Gli amici quelli veri, hanno interesse di sapere perchè e come una persona cara non c'e' piu'. Gino dice che a Luigi verrebbe da vomitare nel vedere chi lotta per un ideale in suo nome. Io invece sostengo e nessuno puo' smentirmi, che chi ama "davvero" ( escluso dunque i fans ) una persona, non dovrebbe accontentarsi ma ESIGERE di sapere la verità. Dopo 10 anni, dopo 20, dopo 40. La coscienza cade per caso in prescrizione mentale? Gino, la sai una cosa? Io non ti vorrei mai come amico. Dovesse succedermi qualcosa, mi sbatteresti in quel dormitorio pubblico che è il cielo...A DORMIRE O A RIPOSARE, come hai fatto con Luigi.

Luigi Tenco è stato ucciso e se sei davvero suo amico, dimostralo!

LE 5 PROVE DELL'OMICIDIO DI LUIGI TENCO:
http://luigitenco60s.forumfree.net/?t=26753305


oh ma allora sto libro sui mirtilli esiste davvero.una scrittrice che scrive"sono stata molto delusa dai mirtilli"o è una grande o molto ironica...beppeee,te te lo compri??

filippo tarantino 22.10.06 17:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

lasciatelo in pace

Marco Barsotti 15.02.06 07:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

tutti sognamo un mondo diverso, ma quando lo avremo beppe ???? a volte penso che sia un utopia o come dicono i miei amici un "sogno di voi rossi", ma ormai non so se sono ancora rossa perchè anche loronon sono molto chiari o meglio forti per combattere il demone del male la cosidetta crudelia de mon che pur ottenere il diamante che è nella buca usa una bambina indifesa e non sinteressa che possa morire annegata.........bhe lui mi sembra molto simile uomini donne bambini a me lavorate al mio servizio arricchitemi ingrandite il mio regno e non fiatate, io comando io governo il regno del male e voi non valete niente, siete dei soggetti miserabili, senza spina dorsale, ripiegati su di me e sarete per sempre miei, non vedrete più la luce........ecc ecc la favola può continuare a lungo ma a me più che favola sembra verità.....mi vedo circondata da una marea di gente così che non parla non si oppone non fiata e non dice mi sono rotto il cazzo mi fa schifo questuomo cambiamo lottiamo........forse lo faceva solo a mia nonna formidabile partigiana e donna di prima linea dela staffetta per avvisare quando arrivavano i tedeschi e salvare il suo uomo il suo amore il mio nonno........lei si, e come tutte le sue compagne, erano donne che lottavano che volevano un mondo diverso e noi della mia generazione 25 enni 30 enni dove siamo cosa facciamo ? solo gucci fendi prada esiste ? cazzo no........esiste la lotta per scongiggere il male per dare un futuro decente ai nostri figli........e sopratutto non voglio ritrovarmi come tanti altri a dover fuggire dal mio paese.......mi fa cagare ma voglio fare qualcosa per lui.........dai crediamoci un pò di più.....

silvia capucci 14.01.06 14:44| 
 |
Rispondi al commento

passo ogni anno dal cimitero di ricaldone dove luigi tenco è sepolto. trovo sempre vive e sensibili testimonianze di qualcosa di più di un mito, sotto forma di lettere teneramente piegate e lasciate sotto un vaso di fiori.
era un uomo di una sensibilità infinita.
è stato un poeta moderno e senza fronzoli.
se volete capire qualcosa di lui passate da ricaldone (al) sostate al suo cospetto e nel silenzio e nella malinconia delle colline piemontesi dite una preghiera. per lui e per voi stessi.
e lasciatelo in pace


ale

alessandro aduc 22.12.05 15:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi chiedo..cosa dovrà succedere nel nostro parlamento per essere andati a riesumare luigi tenco?!?! no, perchè nn so se me ne sono accorta solo io, ma qnd doveva passare la proporzionale abbiamo "scoperto" inaspettatamente che in italia circola la cocaina!!!oddio!! e chi se lo immaginava!?!? e così giù ai cattivi di turno: vd il poro calissano, la pora kate moss (fra l'altro, ora, bonariamente perdonata!!!xke è testimonial di ql prodotto di cui nn doveva + essere testimonial!!), lapo e compagnia bella!! poi, si parla di devolution, o di finanziaria nuova...ed ecco a voi: VOGLIAMO LA VERITA' SU GHIRA!!!...ma cosa vuole fare qst governo? cambiare e stravolgere tutto, rinnegare anni di Costituzione Italiana, farci tornare all'età della pietra ed il tutto lanciandoci tanto di quel fumo negli occhi da farcene accorgere solo qnd saremo x stracci a dare l'obolo a qualche prete o a qualche dottore x avere un aborto clandestino?! stragiono, nn è neanche ben scritto qst pensiero...ma io sono basita e nn riesco neanche a pensare..pensano di nn averlo lasciato abbastanza il segno nelle ns vite da qnd sono saliti al potere? gli basti andare a vedere il mio conto in banca o il mio stipendio e metterli in relazione al mio affitto...UN SEGNO ROSSO LUNGO DA QUI ALLA FINE DEL MONDO!!! ciao Viviana

viviana tartaglini 21.12.05 16:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

====================================================================================================


Il Patto dello Sciacchetrà

Le ultime dichiarazioni di Fiorani stanno facendo emergere la verità sull’incontro che ha visto il SENATORE LUIGI GRILLO, Gran Maestro dell’operazione di corruzione e appropriazione indebita più sporca dalla fine di Tangentopoli.

L’incontro ha visto la partecipazione di: Fazio, Fiorani, Berlusconi e Grillo. Le dichiarazioni ufficiali vollero far passare l’idea di una difesa delle banche italiane contro l’assalto dei Barbari europei.

In realtà, il Senatore Luigi Grillo, eletto in Liguria nelle fila di Forza Italia, aveva bisogno di tanti soldini per costruirsi la VILLA (costruita abusivamente nel Parco Naturale delle Cinque Terre e poi condonata) nella Riviera Ligure; quale sistema migliore per fare ciò se non fregare un po’ di soli ai correntisti della Banca Popolare di Lodi.

Il sistema a quanto sta dicendo Fiorani era semplice: bastava aprire un conto nella sua Banca, dare l’appoggio politico all’operazione bancaria più sporca della Seconda Repubblica e in cambio ci si ritrovava un bel gruzzoletto sul proprio conto corrente.

Il Senatore Grillo, una delle figure più losche della Politica italiana, ha fiutato subito l’affare e si è lanciato nella strenua difesa della scalata di Fiorani, ovviamente le sue dichiarazioni pubbliche sono state ripagate a suon di Milioni di euro.

Il problema è che i soldi affluiti nelle tasche di GRILLO erano dei correntisti della Banca Popolare di Lodi che sono stati truffati, rapinati e beffati; una persona che ha rubato dei soldi agli italiani dovrebbe stare in GALERA e non in Parlamento in una posizione chiave.

GRILLO IN GALERA
GRILLO IN GALERA


====================================================================================================

Marco Gilles 21.12.05 11:05| 
 |
Rispondi al commento

Scusate vorrei sapere se è vero che il grande Dario Fo si presenta come sindaco a milano.
E se è vero mi chiedo come mai si è parlato della moratti e non di Dario Fo?

massimo arciello 20.12.05 17:57| 
 |
Rispondi al commento

andrea, sei forte.....un abbraccio anche se non ti conosco.cinzia

cinzia manuzzi 20.12.05 17:46| 
 |
Rispondi al commento

come posso inviarvi un file che parla di TAV

grazie

Roberto Finali 20.12.05 16:38| 
 |
Rispondi al commento

Ma se i "veri amici di tenco se ne staranno zitti" gino Paoli che ha scritto questa lettera in quale categoria va ficcato? E poi, sono veramente allibito: come si permette di dare della "madre assassina" a una persona che è tuttora sotto processo? Che ne sa il Gino Paoli? Si tenga per sè le sue personali convinzioni.

paolo barbera 20.12.05 16:06| 
 |
Rispondi al commento

Vieni anche in Basilicata Beppe!!!Non dimenticarci!! Ciao da Carlo!(Tursi MT)

Pontevolpe Carlo 20.12.05 15:22| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei invitare il signor Beppe Grillo a visitare il sito dei comunistitursitani.it!So che a lei non piace la politica dei partiti ma aimè ci rifugiamo in queste necchie per dare voce a un paese dove i giovani vengono impavagliati dalla vecchia politica democristiana!Spero abbia inteso il messaggio.
Dai un segnale a questo sito un saluto un ciao per dare forza e credibilità a noi giovani!
Ciao Bebbe e grazie per la tua lotta!!!Cestiniamo la vecchia politica e i politici vecchi!!!!

Pontevolpe Carlo 20.12.05 15:18| 
 |
Rispondi al commento

la mia e' una richiesta di informazione e le saro grata se puo' darmela.
mi sembra di aver letto di una iniziativa, che lei appoggia e che francamente sembra molto buona anche a me , quella di regalare una capra ad una famiglia africana.
mi fa sapere qualche cosa di piu' , ossia come si fa ect , ect
grazie
cristiana zanetto

cristiana zanetto 20.12.05 13:49| 
 |
Rispondi al commento

Beppe nel manifesto sembri reale , sorriso di plastica . deve essere stata dura per te stare in posa come Casini oppure l'hai corretta col computer ? comunque sia prestazione maiuscola .

uberto loddo 20.12.05 12:36| 
 |
Rispondi al commento

Sono veramente sfiduciato...non mi sento rappresentato da nessuno...ed il problema è che la situazione, fatta qualche eccezione, è grave anche a livello locale (...sono di Roma e ne abbiamo viste di cotte e di crude da Rutelli a Veltronkennedy..)forse la soluzione è che realmente se cominciassimo a cambiare modo di pensare e di agire già nel nostro quotidiano modo di vivere e cercassimo di essere meno ...."furbi"...e magari più rispettosi del prossimo!!!saluti e Buon Natale

Stefano Coleti 20.12.05 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Ma è proprio così???!!!???
"Roma - "Letizia Brichetto Moratti si è privatizzata tutto lo stradario pubblico di Milano, ovvero oltre 4mila vie cittadine!", così titola in queste ore Network Games, celebre blog di Beppe Caravita, esperto di cose della rete oltreché giornalista de IlSole24Ore. Il riferimento è ad una pletora di nuovi domini.it che negli ultimi tempi sono stati registrati da un'azienda che farebbe capo a Letizia Moratti, candidata sindaco di Milano."
io sono sempre più straziata...
Barbara

Barbara Berlendis 20.12.05 11:39| 
 |
Rispondi al commento

non penso di avere la preparazione necessaria per scrivere dei commenti, ma condivido in pieno tutti i tuoi, sono un fumatore e ogni giorno bevo minimo due caaffè per poi fumare una sigaretta.Ho deciso che dal 2006 non li berrò più, e destinerò a te mensilmente la cifra dei caffè, io fumerò meno e tu spero possa parlare anche per me.GRAZIE P.S. non pubblicarla

andrea iannino 20.12.05 10:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari colleghi sono lieto di condividere con voi la gioia di questo giorno...
FAZZIO è andato via...

Filippo Agostino 20.12.05 09:56| 
 |
Rispondi al commento

ERICA,DAVIDE,GIOVANNI, HO RISPOSTO AI VOSTRI COMMENTI!!

ALESSIO URBAN 20.12.05 00:37| 
 |
Rispondi al commento

c'e' qualcuno

ALESSIO URBAN 19.12.05 23:37| 
 |
Rispondi al commento

Alla Pellerina io c'ero....e la voglia di andare a votare e scrivere sulla scheda "Beppe Grillo" è veramente forte....ci dobbiamo riappropiare del nostro pensare...la nostra intelligenza è l'unica cosa che non dobbiamo "comprare"..dunque usiamola..Beppe ci ha insegnato a farlo...se vogliamo possiamo!!!Ciao a tutti

gian paolo baccarin 19.12.05 21:54| 
 |
Rispondi al commento

ho 19 e mi sembra incredibile che dopo tutto quello che si è saputo non venga fatta alcuna cosa per mandare a casa fazio, e ancora più assurdo è che il commento del nano è stato: "non posso intervenire in alcun modo"

matteo pantanella 19.12.05 20:34| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo (e cari bloggers annessi...), ho visto il tuo spettacolo a Roma via DVD... però, scusa, capisco tutto ma porc... possibile che non sia realizzabile un fronte politico alternativo vero che abbia per esempio un programma di questo tipo: 1) Cariche politiche a termine (max 10 anni) 2) Abbattimento delle spese per la politica (max stipendio a cariche €. 1000/mese) 3) Divieto per parenti di politici alla partecipazione a gare di appalto pubblico 4) Annullamento di tutte le sovvenzioni atte alla turbativa di un libero mercato (vedi quote latte o finanziamenti a Fiat, Alitalia, Parmalet, Cirio e chi più ne ha...) 5) Riforma (seria) della legge sul risparmio e liberalizzazione del mercato bancario 6) Delibera di leggi non più al parlamento ma ad organizzazioni di settore con votazione delle leggi al parlamento; 7) Divieto nei confronti di persone con condanne passate in giudicato all'elezione a qualsivoglia carica pubblica; 8) Abolizione della legge sul finanziamwnto ai partiti; 9) Tetto massimo agli stipendi di aziende pubbliche o partecipate a 5000 euro/mese; 10) Licenziamento automatico nel caso in cui i risultati economici di aziende pubbliche non migliorino anno dopo anno.
Difficile ? LA lega, formata da imbecilli, ha raggiunto facilmente il 10% solo proponendo cose simili a queste... eddai, Grillo, un partitino con queste regole ferree e con un front-man genovese sarebbe il massimo !
Mi metto fin d'ora a disposizione come galoppino.
Cordiali saluti !

Alessandro Cariani 19.12.05 19:24| 
 |
Rispondi al commento

Sono cliente skype da un anno, però sono stato coinvolto in una cosa che mi ha lasciato di stucco. Ho effettuato la ricarica del mio credito skype come ho sempre fatto, per quattro volte skype mi ha risposto prima ok, poi invece di arrivarmi la mail di conferma, mi è arrivata anche una mail di cancellazzione della richiesta così io ho riprovato per altre tre volte e sempre come sopra; poi ho verificato il credito della mia carta postepay e li ho avuto la sorpresa, mi hanno tolto per quattro volte l'ammontare della ricarica ma sul credito skype niente credito.

Allora ho scritto una mail a skype per chiedere informazioni e mi è arrivata una risposta automatica che diceva che erano impossibilitati a rispondere individualmente a tutte le mail e se avevo dei problemi di consultare la guida online, dove non sono riuscito a risolvere il mio problema.

SKYPE QUESTA VOLTA MI HA PROPRIO DELUSO!!!
Spero che non succeda ad altri quello che è successo a me.

STATE ATTENTI

Ciao Ferrario Michele

Michele Ferrario 19.12.05 18:01| 
 |
Rispondi al commento

Sono cliente skype da un anno, però sono stato coinvolto in una cosa che mi ha lasciato di stucco. Ho effettuato la ricarica del mio credito skype come ho sempre fatto, per quattro volte skype mi ha risposto prima ok, poi invece di arrivarmi la mail di conferma, mi è arrivata anche una mail di cancellazzione della richiesta così io ho riprovato per altre tre volte e sempre come sopra; poi ho verificato il credito della mia carta postepay e li ho avuto la sorpresa, mi hanno tolto per quattro volte l'ammontare della ricarica ma sul credito skype niente credito.

Allora ho scritto una mail a skype per chiedere informazioni e mi è arrivata una risposta automatica che diceva che erano impossibilitati a rispondere individualmente a tutte le mail e se avevo dei problemi di consultare la guida online, dove non sono riuscito a risolvere il mio problema.

SKYPE QUESTA VOLTA MI HA PROPRIO DELUSO!!!
Spero che non succeda ad altri quello che è successo a me.

STATE ATTENTI

Ciao Ferrario Michele

Michele Ferrario 19.12.05 18:01| 
 |
Rispondi al commento

Sono cliente skype da un anno, però sono stato coinvolto in una cosa che mi ha lasciato di stucco. Ho effettuato la ricarica del mio credito skype come ho sempre fatto, per quattro volte skype mi ha risposto prima ok, poi invece di arrivarmi la mail di conferma, mi è arrivata anche una mail di cancellazzione della richiesta così io ho riprovato per altre tre volte e sempre come sopra; poi ho verificato il credito della mia carta postepay e li ho avuto la sorpresa, mi hanno tolto per quattro volte l'ammontare della ricarica ma sul credito skype niente credito.

Allora ho scritto una mail a skype per chiedere informazioni e mi è arrivata una risposta automatica che diceva che erano impossibilitati a rispondere individualmente a tutte le mail e se avevo dei problemi di consultare la guida online, dove non sono riuscito a risolvere il mio problema.

SKYPE QUESTA VOLTA MI HA PROPRIO DELUSO!!!
Spero che non succeda ad altri quello che è successo a me.

STATE ATTENTI

Ciao Ferrario Michele

Michele Ferrario 19.12.05 18:00| 
 |
Rispondi al commento

vorrei far notare agli elettori dei dipendenti dell'attuale governo che se togliamo dalla lista i dipendenti iscritti nei partiti della compagine di governo i rimanenti si potrebbero contare sulla mano di un falegname (com'è noto categoria soggetta a diverse mutilazioni della mano.


ma è possibile che un magistrato della Repubblica Italiana che prende uno stipendio da favola debba occuparsi di un fatto successo 40 anni fa?! potete avvisarlo che ci sono cose più recenti di cui occuparsi?

ale bellia 19.12.05 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo quando dimostri di essere ottimista, ma la realtà è particolare.
Secondo me se certa genet non va via non si va avanti.

Gianpaolo D'Ignazio 19.12.05 12:25| 
 |
Rispondi al commento

Personalmente sono d'accordo con te, Beppe quando sei anche ottimista, però purtroppo la realtà è molto "partivolare".
Secondo me se certa gente non se ne va non possimao andare avanti.

Gianpaolo D'Ignazio 19.12.05 12:24| 
 |
Rispondi al commento

Questo é un periodo non facile e di grandi cambiamenti giusto???.....Fino a qualche decennio fa, i giovani,le università, i sindacati dei lavoratori etc. erano uniti e facevano sentire la loro voce quando le cose non stavano bene a loro...Perché ora questi movimenti di protesta li incontro solo guardando la TV? Tra i volti che incontro lungo la mia strada giorno dopo giorno percepisco solo rassegnazione e adattamento a ciò che non ci va bene..Qualcuno sa spiegarmi questo fatto o sono solo io che non ci vedo bene?...I giovani,ad esempio, si occupano ancora di politica? Se si, perché vedo sempre le stesse brutte facce in TV? Ma in quanti sanno cosa votare alle prox elezioni?..Perché in TV al posto di parlare tanto di demagogia che riscontrano l'uno con l'altro non parlano in modo chiaro (non vago come fanno di solito)dei programmi politici che ogni partito formula? NON POSSIAMO CONTINUARE A VOTARE A "CASO"!!! Abbiamo bisogno di informazioni CONCRETE!! GRILLO!!! Perché l'informazione che interessa a me la dai solo tu? PERCHE' NON VAI IN TV?????????????????

ALESSIO URBAN 19.12.05 00:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"quando la sera ritorni a casa, non ho neanche voglia di parlare.
tu non guardarmi con quella tenerezza, come fosdsi un bambino che rimane deluso.
si lo so che questa non è certo la vita che hai sognato un giorno per noi...
...vedrai, vedrai, ma nel frattempo, nel tempo presente che sono costretto a portarmi a spasso, vedo che il giorno 22 dicembre sono chiamato dalla polizia del mio aese OBBLIGATORIAMENTE per aver commesso uno di quei reaTI SUI QUALI LA NOSTRA giustizia GIUSTAMENTE NON TRANSIGE.
indovinate un pò di cosa sono colpevole...
aver corrotto giudici ?
aver avuto rapporti con la mafia ?
aver disinformato l'italia censurado a destra e a manca ?
aver distribuito la ricchezza solo a chi si sottometteva al mio pensiero ?
CERTO CHE NO! perchè se avessi fatto questo sarei stato piuttosto che un criminale un presidente del consiglio!
io invece mi sono fatto una canna, anzi stavo provando a rullarla quindi era "tentata canna" quando degli omuncoli in borghese mi hanno bloccato e trasferito altrova con tutta l'intenzione di farmi ciò che ad un VERO CRIMINALE non possono permettersi di fare perchè stà troppo in alto per la loro portata...e può con la sua forza trasformare la sua vita in un vero incubo e farlo sparire come se mai fosse esistito.
questo succede quado al fascismo delle bastonate, si sostituisce il fascismo della MONETA, il nostro nuovo imperatore, che stermina senza violentare fisicamente.

Io non mi sento colpevole se non del reato di cui mi parla de andrè "per quanto voi vi crediate assolti siete lo stesso coinvolti" nel cd storia di un impiegato, dove ci accorgiamo che siamo stati noi tutti -ki più ki meno- a portare le mattonelle che hanno costruito questa muraglia d'incomprensione dove se mi parlassero cinese riuscirei a capire di più che adesso.
nella torre di babele delle opinioni c'è ancora qualcuno che capisce quel che dico ?
se si sappia che io non mi presenterò affatto da questi simpatci ometti, e non perkè non mi sento colpevole e basta.

Daniele Manno 18.12.05 22:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vedrai,vedrai non "son" finito sai.
a parte qualche inesatezza,caro grillo,sei veramente unico. e in quanto a paoli che dire?
paoli è sempre paoli: chapeau!

bruno pasquetto Commentatore in marcia al V2day 18.12.05 21:53| 
 |
Rispondi al commento

ogni giorno che passa ho sempre più forte il presentimento che faremo la fine del venezuela. speriamo bene . buone feste a tutti

zwgiagia gia 18.12.05 21:19| 
 |
Rispondi al commento

Sah, allora Grillo...
Quand'è che ti candidi così risolverai i problemi di tutti gli italiani?
Perchè di protestare per le piazze e fare feste non pensi che non se ne possa più? In italia i politici fanno cacare, le banche ed i finanzieri da strapazzo pure, ci metti ancora la mafia, il vaticano, le associazione varie di categoria (dai sindacati alla confindustria, dai notai ai commercianti, dai magistrati agli avvocati... e chi più ne ha più ne metta!) non si salva quasi più nessuno...
quindi è ora che vada a fare il "Dipendente" dei cittadini qualcun'altro, o no? FORZA!!!
Non si può continuare all'infinito con scioperi, proteste, e conseguenti saccagnate...

Marco Gatta 18.12.05 19:34| 
 |
Rispondi al commento

A PROPOSITO DI MADRI ASSASSINE IN LIBERTA' ANDATE A LEGGERE IL POST SU WWW.RI-VIVERE.IT
COSI' VEDERETE ANCHE UN PARERE DI UNA PSICOTERAPEUTA VERA!
CIAO A TUTTI

Daniele Aprile 18.12.05 18:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Due masi fà ho comprato 2 carte prepagate de La 7 per acquistare degli eventi sportivi nei servizi trasmessi col digitale terrestre, peccato che il numero 199 151 151 non risulti mai attivo!

giorgio tomasi 18.12.05 17:58| 
 |
Rispondi al commento

Sono assolutamente d'accordo: inventare sempre nuovi argomenti da rifilarci, in modo da distogliere la nostra attenzione da quelli che sono i veri problemi, e con Tenco abbiamo toccato il fondo.
Aveva ragione Pasolini quando esprimeva le sue preplessità rispetto al mezzo televisivo.
Stiamo toccando con mano l'uso purtroppo volutamente demenziale che si sta facendo della televisione: ci rifilano quello che vogliono, ci plagiano, ci tengono nell'ignoranza più bieca in nome di che cosa? Le teste dei nostri ragazzi, e anche quelle degli adulti, purtroppo, vengono riempite di nulla, è la televisione del nulla.
E purtroppo questa non è incapacità degli addetti ai lavori a fare qualche cosa di diverso, non è impossibilità di fornire a noi utenti cibo sano per la mente, non è non riuscire ad aprire le teste delle persone per instillarvi cultura, sano umorismo, informazione corretta, musica giusta, ma è volontà di tenere la massa, il popolo bue, noi stessi, assoggettati ad un disegno che di certo non rientra nell'interesse delle persone, ma che ne anestetizza e ne sopprime il senso critico.
La televisione a seconda di come viene usata può essere più pericolosa di una bomba atomica o più utile della più grande scoperta scientifica, ma visto l'uso che ne viene fatto, pare evidente che si preferisca sterminare le persone, piuttosto che salvarle...e di sicuro c'è chi, questo, lo desidera fortemente...

fabiana pagnan 18.12.05 11:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siamo arrivati ad un punto di non ritorno.
L’arte ma soprattutto la musica in particolare non avanza di pari passo con gli anni ma cade sempre più in basso.
Luigi Tenco, Fabrizio De André, Freddie Mercury e tanti altri sono persone che hanno mangiato passione, musica e poesia per tutta la loro vita.
Vi siete mai chiesti che differenza sostanziale ci sia tra un artista che vive di musica ed un “artista” che con la musica ci campa e basta?

LONTANO LONTANO: Un walzer crescente di strofa in strofa. Il continuo avanzare verso una tonalità sempre più alta, trascina l’ascoltatore a rivivere attimi di universale grandezza ed intensità.

UN GIORNO DOPO L’ALTRO: Sposta qualsiasi tipo di future prospettive in un passato che avanza perennemente. La noia, dovuta ad una visione statica e realistica delle cose, è il fulcro di questo componimento.

Ho elencato alcune delle canzoni che fanno parte della storia della musica italiana.
La vita di quest’uomo dovrebbe farci capire cosa significhi perdere un artista ma soprattutto un uomo di quel livello.
Molti, ancora oggi, si ostinano a credere che il suicidio è un gesto di pura vigliaccheria.

Molti, ancora oggi, non hanno il coraggio di dire ciò che pensano e “cambiano bandiera per tirare a campare”.
Molti, ancora oggi, si piegano davanti al successo e la mattina dopo si specchiano tranquillamente nel bagno.
Molti, ancora oggi, ridono degli altri per una maggiore autostima di se stessi e piangono nel commiserarsi davanti allo specchio.

Ovviamente il suicidio è un gesto da evitare ma chi non lo evita non può essere giudicato nemmeno da un “dio” qualsiasi, dato che l’infelicità si può nascondere dietro le persone ma non dietro i nostri occhi.
E ripensando a ciò che scrisse Tenco in una sua canzone.........
.......... Ti ricorderai di me
quando m’avrai perduto
quando riderò
dei sogni che per te ho sognato
CON TANTA STIMA VERSO UN AMICO CON CUI MI SONO SEMPRE CONFIDATO ATTRAVERSO UNA CANZONE.
GrilloUrlaPerNoi!!!!

Umberto Picchio 18.12.05 09:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

cambiera'...sta gia' cambiando ...e' che al solito siamo lenti...

Alberto Diaspro 18.12.05 01:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

davvero singolare che nessuno abbia citato le parole incomprensione e solitudine ...

bolognini luca 17.12.05 23:36| 
 |
Rispondi al commento

Tenco era molto amico di mio papà: Riccardo Mannerini, la sera del disastro mio padre, quasi cieco, ha visto Luigi in televisione ed ha chiamato mia madre, trovate i dettagli sul sito di Riccardo.
Qualcosa stava andando storto.
Concordo con Paoli quando dice che è inutile e dannoso andare a scavare il passato.
A cosa serve capire oggi quello che ieri non si è indagato, i colpevoli, ammesso che ci siano, sono sicuramente ormai defunti.
La figura di Tenco è cosa buona e giusta ricordarla come era allora, ascoltare i suoi testi, capire la sua poesia.


complimenti perche tieni sempre alta la guardia,in italia si creano notizie roboanti su argomenti antichi, si infarciscono i telegiornali di notizie di cronaca nera,gossip,che tempo fà?fà freddo caspita siamo in inverno,capirai la notizia.
cosi le solite lobby continuano a fare i loro giochi di potere e nessuno o quasi ne parla e il popolino ride canta e balla con le tasche sempre piu vuote

ivano manzini 17.12.05 22:47| 
 |
Rispondi al commento

Quelli di "la vita in diretta" hanno rotto i c....oni, sì, perchè è grazie a trasmissioni come questa che ogni tanto dobbiamo sentire di cadaveri riesumati solo per trovare un argomento diverso da quello di Albano e... quell'altra! (non voglio nominarla), ciao.

Roberto Di renzo 17.12.05 21:41| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo con chi striglia il signor Gino Paoli, gli si chieda se è stato vicino a Piero Ciampi ad esempio, quando Piero aveva bisogno di amici e non di persone che lo trattavano da ubriacone...vergogna!

Salvatore Mingione 17.12.05 19:50| 
 |
Rispondi al commento

W L'ITALIA....MA PURTROPPO ...ABBASSO GLI ITALIANI. IL POPOLO IGNORANTE , SEDUTO SULLA RIVA, MANGIANDO NOCCIOLINE GRIDAVA EVVIVA, EVVIVA.

Claudio De Luca 17.12.05 19:46| 
 |
Rispondi al commento

W L'ITALIA....MA PURTROPPO ...ABBASSO GLI ITALIANI. IL POPOLO IGNORANTE , SEDUTO SULLA RIVA, MANGIANDO NOCCIOLINE GRIDAVA EVVIVA, EVVIVA.

Claudio De Luca 17.12.05 19:45| 
 |
Rispondi al commento

W L'ITALIA....MA PURTROPPO ...ABBASSO GLI ITALIANI. IL POPOLO IGNORANTE , SEDUTO SULLA RIVA, MANGIANDO NOCCIOLINE GRIDAVA EVVIVA, EVVIVA.

Claudio De Luca 17.12.05 19:45| 
 |
Rispondi al commento

ho apprezzato il commento di gino paoli sul caso tenco ma vorrei ricordare anche quanto fosse stato lasciato solo in quel momento dai suoi colleghi ...articolo sul funerale di luigi tenco dal corriere della sera del 31 gennaio 1967.." Pochissimi i rappresentanti del mondo della canzone: Lucio Dalla, venuto da Sanremo; i cantautori genovesi Fabrizio De Andrè con la moglie, e Michele, arrivati stamane da Genova; la moglie di Gino Paoli, Annamaria Fabbri. Paoli, invece, non è venuto. Fra gli altri, i fratelli Reverberi, che introdussero Tenco nell'ambiente della musica leggera, una decina di anni fa." ...e faccio la mia citazione musicale in chiusura " l' inferno esiste solo per chi ne ha paura " preghiera di gennaio di fabrizio de andrè

graziano zanacchini 17.12.05 18:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grazie, Tenco, grazie Paoli, grazie Grillo.
Grazie per la speranza.
Giovanni Salierno

GIOVANNI SALIERNO 17.12.05 18:28| 
 |
Rispondi al commento

da repubblica.it

Ucciso a coltellate nella sua casa
l'ex questore di Genova Molinari

ANDORA (SAVONA) - E' stato trovato ucciso a coltellate l'ex questore di Genova Arrigo Molinari, 73 anni. Il corpo senza vita è stato trovato stamattina nella camera da letto della sua abitazione di Andora. Sul posto, oltre ai carabinieri della compagnia di Alassio, sono arrivati il procuratore capo Vincenzo Scolastico ed il suo vice Maria Chiara Paolucci.

Arrigo Molinari da qualche anno svolgeva l'attività legale e seguiva il figlio impegnato nell'attività di albergatore e di gestore del Bingo di Imperia. L'ex questore si era occupato in passato anche del suicidio del cantante Luigi Tenco, avvenuto a Sanremo nel '67.

Fu proprio Molinari il primo ad entrare nella stanza e ad occuparsi dell'inchiesta. La settimana scorsa, proprio da una sua denuncia, erano stati rinviati a giudizio 6 tra ex direttori e direttori di istituti bancari della Riviera di Ponente con l'accusa di usura. nota 1

(27-09-2005)

jimmy cobb 17.12.05 18:21| 
 |
Rispondi al commento

c'è un'informazione che sfugge a molti.
ho letto qualcosa del caso tenco, ad esempio che il questore di sanremo, all'epoca della morte del cantante, arrigo molinari, è morto il 27 settembre 2005, accoltellato nel suo hotel ad Andora, da non si sa chi.
ciò che desta sospetto, è che il 5 ottobre dello stesso anno, molinari avrebbe dovuto essere presente all'udienza per il processo, per truffa, contro la banca d'italia.
bankitalia è stata condannata a pagare 5 mld a tutto il popolo italiano.
ma si tratta di briciole, rispetto agli interessi in ballo.
molinari, ha fatto parte, tra l'altro, della p2 e di gladio.

un bell'intreccio, ma saranno solo coincidenze...

jimmy cobb 17.12.05 18:08| 
 |
Rispondi al commento

Fanno bene ad aprire il caso Tenco:
in un momento triste e disperato per l'Italia e gli Italiani come questo...credo sia la colonna sonora giusta. Non siamo certo nel periodo del ballo del qua qua o questa macchina qui mettila la...I discografici hanno trovato il momento giusto per vendere i suoi dischi.
Se avesse vinto le elezioni la sinistra ora, forse, avremmo un'altra colonna sonora...adesso becchiamoci Tenco.

Ivan Ciani 17.12.05 17:26| 
 |
Rispondi al commento

Mi fa icazzare quest'altra ipocrisia mediatico "giustizialista" su tenco così come mi ha fatto inkazzare che ogni decennale della tragica scomparsa di pier paolo pasolini sulla storia da chi e come fu barbaramente ucciso.
Ma io sono certo che a nessuno di questi colletti bianchi massmediali interessa veramente conoscere e far conoscere la verità su pasolini e/o Tenco, sono pienamente dìaccordo con Gino Paoli.
Ad esmpio la RAI, a parte radiotre che resiste ancora alle insidie di chi tenta di farla chiudere la bocca per sempre, non manda in onda un film o un lavoro di questi grandi maestri italiani da anni e se lo fanno li trasmettono in nottata inoltrata.
Io siono un appassionato di musica jazz e canzone d'autore e leggendo un articolo sulla qualità culturale della RAI mi è scivolata la riflessione sul fatto che da anni non vedo in tv un concerto seppur registrato di jazz o peggio ancora di una serata del festival della canzone d'autore dedicata a "TENCO" che si tiene ogni anno a Sanremo.MA siamo invasi dalla qualità scadente dei programmi radiotelevisivi, tale che si fa a gara con le reti private a chi fa "meglio" fiction e isole dei famosi con personaggi decrepiti e decadenti, con la sfacciataggine di ricerca di successo, da rilanciare attraverso qualche menager imprnditore nostalgico in vena di fare miliardi.
Questa è la Rai che nui italiani paghiamo con il canone annuale e che mi piacerebbe una campagna di boicottaggio del canone rai.
Gianni Doria
Trani

Gianni Doria 17.12.05 17:25| 
 |
Rispondi al commento

Hanno bisogno ogni santo giorno di notizie nuove che possano distogliere dalla realtà (amara) della vita,con notizie e fatti che non danneggiano e non avvantaggiano nessuno,se non che si ha altro da parlablablablare,e non si presta attenzione a tutte le fregature che ci danno.

fiorini orazio 17.12.05 16:02| 
 |
Rispondi al commento

ADESSO DEVONO RIESUMARE LA SALMA DI TENCO,POI ALLA FINE NON TROVERANNO NESSUN COLPEVOLE. ALLORA MI CHIEDO: PERCHè NON L'HO LASCIANO DORMIRE IN PACE?.. CIAO BEPPE SEI GRANDE!!!!

mario c. 17.12.05 15:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

colui che si suicida e' convinto al 100% di quello che fa',quindi se e' valida questa ipotesi
tenco si e' sentito tradito da qualcuno ma soprattutto abbandonato da chi lui credeva gli fosse vicino,insomma anche gli amici!!!
se fosse valida l'ipotesi del delitto fanno bene i giudici a volerci vedre chiaro anche dopo tanti anni!!!
la cosa con cui concordo con te caro gino paoli e'
che sicuramente la legge non e'uguale per tutti!!!

gianfranco maggio 17.12.05 15:19| 
 |
Rispondi al commento

Tenco un centro di gravita' permanente, che non mi faccia mai cambiare idee sulle cose e sulla gente. Over and over again.

Fabio Ramassotto 17.12.05 14:57| 
 |
Rispondi al commento

Vincenzo dice:

"guardi che Tenco, nella canzone da Lei citata, non mi sembra che si riferisse all'Italia, ma alla sua vita di coppia. Non è giusto che Lei sfrutti una poesia in modo errato per la Sua causa, anche se (forse) giusta"

Non è giusto sfruttare una poesia in modo errato?
Ma quanto una poesia ha un modo giusto e un modo errato? d'essere sfruttata poi!

Una poesia vola alto e ride degli arcieri con un sacco di sfaccettature e punti di vista.
Credo nessuno possa essere IL buon custode dell'UNICO significato...

___
"Popolato da un bisogno che diventa l'espressione/ di un gran senso religioso ma non di religione" Signor G

Mauro


Davvero curiosa faccenda. Il magistrato afferma nei TG di avere un esposto di alcuni giornlisti che spiegavano strane questioni sulle morte di Tenco, esposto depositato nel 2002, ma viene tirato fuori dai cassetti SOLO ORA che il commissario che indagò (male)allora è decetuto da solo un mese, tra l'altro morto ammazzato!

Michele Ornella 17.12.05 14:52| 
 |
Rispondi al commento

il post era per bonnot..ovviamente

GIULIA GRILLO 17.12.05 14:48| 
 |
Rispondi al commento

ciao Federica, non te la prendere..., sai alla mia eta' ho capito che il mondo e' pieno di imbecilli proprio come la tua socia che se avesse il coraggio di riflettere mentre si specchia, al posto della faccia vedrebbe " un testicolo" anche malfatto....! Ah! perche' gli esseri umani non sono come i cani?: leali, sinceri e affettuosi! Dai Federica, non ti abbattere non sei da sola, per fortuna siamo ancora in tanti...! un'abbraccio. ciaoooo

umberto gaeta 17.12.05 14:25| 
 |
Rispondi al commento

La gente come J. bonnot è lo specchio dell'italia che fa cagare! E' grazie a quelli come te "J. bennot" che abbiamo Vespa, la De Filippi e Berlusconi. Basta con questo non capire un cazzo!

P.Petroncini 17.12.05 14:22| 
 |
Rispondi al commento

è davvero triste leggere le tue parole.. non hai rispetto per la morte e così per la vita.. tanto mi sembra assurdo quello che hai scritto che mi viene di pensare sia solo una provocazione senza senso.. scusa ma non posso credere che stai così in basso!

GIULIA GRILLO 17.12.05 14:12| 
 |
Rispondi al commento

Risposta a bonnot
-----------------
La stupidità, a volte (la tua) farebbe meglio a starsene zitta. Avresti guadagnato molto!

Michele Varotto 17.12.05 13:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

gino paoli ma torna a cantare sapore dei sale e smettila di dire fesserie!!!!

Giustizia per tutti.

..pero' cn tutto il rispetto x Tenco ovviamente adesso le vincede italiane No tav e Fazio e de qua dellà sono un po' oscurate.......strano eh??

J. bonnot 17.12.05 13:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

bella lettera di gino paoli ,bella e triste .se tenco fosse mio fratello vorrei sapere :il suicidio e' un atto di disperazione..vorrei sapere perche' l'ha fatto se l'ha fatto ! pero'chi c'e' dietro la riapertura di questo caso e chi c'e' dietro la non chiusura di altri orrori che popolano stampa e televisioni?anche io come tenco spero che "qualcosa cambiera'"...ma presto!

marina macorini yaouanc 17.12.05 13:11| 
 |
Rispondi al commento

Riguardo a tenco
penso che tutti dovrebbero tacere e ascoltare di più le sue cazzo di canzoni malinconiche ma vere con dentro le parole che tutti noi fucking humans diciamo ogni giorno nella nostra vita...stop


Ciao beppe sei un grande fin da piccolo ti guardavo e vedrai che ci ribelleremo a tutti questi balordi che ci invadono la mente con tutte stronzate e i giovani scoppiano ma da qualche parte anche se purtroppo c'è già un re del caos e prima o poi tra qualche anno tuttto il mondo sarà nel delirio più totale e poi la calma tornerà ma tanti non ci saranno più ma nemmeno questi infami di uomini e donne che pilotano i governi tutto questo arriverà e prima di quanto tutti pensiamo...

andrea cage 17.12.05 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Mmm... mi ricordo a malapena il nome di questo Tenco...

Roberto Bandini 17.12.05 12:49| 
 |
Rispondi al commento

Penso che quando un artista del calibro di Tenco muore, e per giunta in circostanze "scandalose" per via del fatto che si è tolto la vita ed il suicidio non è ammesso nella nostra cultura, restiamo tutti in qualche maniera colpiti, affranti...sono nato molti anni dopo, Tenco l'ho conosciuto grazie alla mia curiosità musicale, e per me in qualche modo è stato un Jimi Hendrix italiano, un genio che ha vissuto intensamente la propria esistenza grazie alla sua grande sensibilità. Non capisco perchè dopo così tanti anni vogliano cercare di capire un gesto che non capiranno comunque, ma posso in qualche modo pensare che, nel bene o nel male, si voglia raggiungere una verità. Senza vedere, come sempre accade, che la verità è evidente, l'abbiamo davanti agli occhi, ed è l'eredità che il signor Luigi Tenco ci ha lasciato con la sua musica ed il suo genio. Comprendo Gino Paoli quando dice che un amico dovrebbe lasciarlo in pace, senza approfittarne per apparire; capisco anche, però, che Tenco era un personaggio pubblico ed è patrimonio della nostra cultura, e che quindi in qualche modo la sua musica, la sua vita ed il suo caso ruotano attorno al denaro. Ciò che conta, però, è quel che ci resta dentro, di un amico morto suicida. E' ciò che ci aiuta a convivere con il vuoto che ci ha lasciato.
Secondo me non abbiamo capito nulla di Tenco, e per questo dobbiamo giustificare il suo gesto, in un modo o nell'altro. Non possiamo accettare una sensibilità come la sua, quella sua grande emozionalità espressa con una voce da sassofono, non possiamo capire che c'è gente che scava più in profondità e che la vita la sente nello stomaco, per dirla alla Vasco Rossi. E non capiremo mai che per qualcuno, vedere un'ingiustizia, è come prendere un calcio nel sedere da uno sconosciuto. C'è chi distrugge l'altro e chi invece riflette e si accorge che qualche cosa non va e andrebbe cambiata.

Alfredo Bonera 17.12.05 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Bisognerebbe quantomeno incriminare il magistrato che ha riaperto il caso per i seguenti reati:
- Profanazione di tomba
- Distruzione di parti di cadavere
- Disturbo della quiete pubblica
- Corruzione.

Che pensassero alla vera GIUSTIZIA certi magistrati !!!!!!!!!!!!!!

Dario mauriello 17.12.05 11:30| 
 |
Rispondi al commento

"Forse si vuole sia fatta giustizia.
Ma che giustizia è questa che si occupa di un caso dubbio di 30 anni fa e se ne frega di tanti casi in piedi che si trascinano da anni.
Che giustizia è quella che tiene in piedi casi chiari ma gestiti da avvocati furbi e strapagati per tenere fuori di galera madri assassine che sono una manna per gli avvoltoi dell’informazione.

Che giustizia è la giustizia che non esiste per i poveri e gli sconosciuti ma è pronta a tutte le garanzie per i noti e i ricchi?" G.Paoli

Trovo le parole di Paoli estremamente lucide e reali. Non si può aggiungere niente di più.
Speriamo bene...

Maria Teresa Lupo

maria teresa lupo 17.12.05 11:06| 
 |
Rispondi al commento

Beh, cmq mi sembra di notare da tutta questa cagnara di post che Tenco, ma ancora di più Paoli stimolino sempre molto interesse e sèguito.
Questo, in termini di vendite e diritti S.I.A.E., è sempre vantaggioso per qualcuno, come si sa.
E mi piacerebbe aver modo di approfondire, anche tramite questo grande movimento che è il Blog di Beppe Grillo, i meccanismi perversi della S.I.A.E. per cui alcuni guadagnano molto e spesso gli autori veri o chi lavora con le proprie opere poco poco. E poi tutto quello che consegue, come la caccia alle streghe del peer to peer ed i costosi comissariamenti per risanare gravando ulteriormente. E le finanziarie che tagliano... E di un agognato abbassamento della tassazione su tutta la produzione e vendita delle opere artistiche...ecc.

Bruno Zoia 17.12.05 10:42| 
 |
Rispondi al commento

meglio di lui nessuno
mai ti potra indicare
gli errori di noi tutti
che puoi e vuoi salvare
ascolta la sua voce
che ormai canta nel vento
Dio di misericordia
vedrai sarai contento"
è preghiera in gennaio di De Andrè
capisco Gino Paoli, ma credo che la giustizia debba fare il suo corso spero soltanto che sia mossa dalla forza che vuole e cerca solo la verità e non la notorietà perchè"non so dirti come e quando ma vedrai che cambierà"ora diamo noi la possibilità di cambiare poi trarremmo le giuste conclusioni dando ragione a Gino o alla giustizia.
Bisogna osare anche per poter sbagliare

giovanni beardi 17.12.05 10:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SALVE A TUTTI,
IN UN MOMENTO , CHE, COME QUESTO, GLI ORGANI DI INFORMAZIONE, SOPRATTUTTO PUBLICI, RIESCONO A DARE NOTIZIE "INCERTE" SU COSE RISAPUTE E DI DOMINIO PUBBLICO E DOVE AVVOCATI STRAPAGATI RIESCONO AD INTERPRETARE LA LEGGE E LE TV NON VEDONO ALTRO CHE FAR VEDERE SANGUE E MORTE CON I LORO SHOW.. BENE... SONO SOLIDALE CON IL "NOSTRO" GINO PAOLI.
(DI CUI NE SONO UN GRANDE AMMIRATORE)
SAREBBE UN ALTRO SHOW PRONTO A NASCONDERE E A DISTARRE I CITTADINI DALLE VERE CATASTROFI DEL NOSTRO BEL PAESE, CHE COME SAPETE SONO MILLE E PIU DI MILLE.
GRAZIE PER L'ATTENZIONE E BUON ANNO DI CUORE A TUTTI
ANGELO

ANGELO GRIECO 17.12.05 09:52| 
 |
Rispondi al commento

Un'altra generazione, un'altra Italia, ecc.... Che senso hanno questi commenti? Il passato non esiste, esistono persone che, come Gino Paoli, hanno quasi 50 anni in più di me, ma che non "appartengono alla loro generazione", ma che hanno vissuto quegli anni e vivono anche gli anni 2000. Quindi non fate commenti, come se una persona vivesse solo da giovane!!!!! Tenco è morto nel '67, un'altra Italia, un'altra generazione, ma la generazione di coloro che avevano vent'anni negli anni 60 esiste ancora e ancora condivide il nostro tempo. Tenco si è fermato nel 67, lasciamolo riposare, lasciamolo al ricordo dell'Italia del 67, che per quanto a lui potesse sembrare un brutto mondo, non ha niente a che fare con l'aridità e il genocidio di valori degli anni 2000.

Enrico Raspadori 17.12.05 09:43| 
 |
Rispondi al commento

sono d'accordo con gino paoli in linea di massima, ma se l'inchiesta è stata voluta dai famigliari è giusto che sia fatta chiarezza, riflessione sulle motivazioni del suicido : i valori per vivere in questo mondo dovrebbero essere altri che non il successo, la visibilità, il denaro, altrimento ci sarebbe metà mondo che pensa al suicido, no?
edera

edera bertelli 17.12.05 09:20| 
 |
Rispondi al commento

sono d'accordo con gino paoli in linea di massima, ma se l'inchiesta è stata voluta dai famigliari è giusto che sia fatta chiarezza l'unica cosa è una riflessione sulle motivazioni del suicido : i valori per vivere in questo mondo dovrebbero essere altri che non il successo, la visibilità, il denaro, altrimento ci sarebbe metà mondo che pensa al suicido, no?
edera

edera bertelli 17.12.05 09:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E BRAVO GINO...
TI AMMIRO PER LE TUE CANZONI,MA QUESTA VOLTA HAI DETTO UNA FESSERIA,HAI RAGIONE A DIRE DI LASCIAR RIPOSARE IN PACE LUIGI TENCO,MA NON CREDI CHE LO POSSA FARE MOLTO MEGLIO SE VENISSE FATTA GIUSTIZIA? HAI REGIONE,QUANDO DICI CHE HA TRARRE VANTAGGIO DA QUESTA SITUAZIONE SARANNO SOLO ALCUNE PERSONE...MA A NOI INTERESSA CHE SIA FATTA GIUSTIZIA,SEMPRE, E SEMMAI LOTTEREMO CONTRO LE SPECULAZIONI... DAI RETA A ME INVOCA GIUSTIZIA E LOTTA CONTRO GLI SPECULATORI
PS:NON ANDARE DA VESPA!!!

ROSSANO ARGIOLAS 17.12.05 08:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sono per nulla d'accordo con ciò che dice Gino Paoli in questa lettera.
Non ha tenuto conto dei familiari di Tenco che sono stati i veri promotori di questa riapertura alle indagini.
Non mi sono piaciute le persone che non vogliono far chiarezza.

Raffaele Colaianni 17.12.05 08:28| 
 |
Rispondi al commento

Giudicare l'amicizia che Gino aveva per Luigi, non possiamo farlo noi, io personalmente codivido il commento di Gino Paoli, lascimolo dormire in pace o dove sarà ora,...... ero molto giovane quando ascoltavo questa canzone e sensza sapere niente della vita mi lasciava in fondo al cuore una gran voglia di "capire"...grazie Tenco

Luigi Pianca 17.12.05 08:02| 
 |
Rispondi al commento

Bell'amico di Tenco il signor Paoli!
Da vero amico, dovrebbe volere con tutte le sue forze che sia fatta piena luce sulla morte del grande cantautore (più grande di lui?).
Il signor Paoli che si dichiara difensore della Giustizia dovrebbe essere sempre dalla parte della verità!


ma una cosa piiiiiiccola....


ma veramente... dopo40 anni cerchiamo di far notizia su una persona che non si sa neanche chi era.. oltre la notizia del suicidio... chi era???


ma lasciate stare ste cazzate e guardate le banche che vi fottono e vi fotteranno sempre il grano...

luigi tenco... si fotta. un'altra generazione e un'altra vita. pensiamo ORA ai nostri figli.
luka 64

luka Morello 17.12.05 03:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi dispiace dirtelo ma per me non hai capito proprio nulla della vicenda...

1- E' la famiglia che ha chiesto di riaprire il caso.

2-E' vero,in Italia, nel Mondo, ci sono vicende molto più importanti di cui parlare che non parlare di questo caso, ma è pienamente possibile occuparsi anche dei problemi più urgenti del Paese e tuttavia continuare le indagini sulla morte delle persone. Forse l’ uno impedisce l’ altro?? I media, da bravi vampiri, come fanno da sempre sfruttano queste cose per far girare lo sguardo al popolo e non fargli guardare quello che non deve vedere, ma bisogna distinguere questo vampirismo mediatico e corrotto dal semplice FATTO, il fatto che il caso è stato riaperto, ed ERA ORA. Oltretutto Paoli parla di gente che avrà la sua visibiltà approfittando dell'evento, bene, ricordo che da poco è uscito il suo nuovo libro, dove torna a citare Luigi per 'quando e come ci ha lasciato' (e non per 'quanto e cosa ha fatto prima'...), e la stessa lettera pubblicata sul blog rende incoerente il suo ragionamento.

3- I tre giornalisti, te lo assicuro, hanno avuto e avranno solo più rogne che profitti nel seguire questo caso, non è la fama o i soldi che vogliono, solo rendere giustizia e il giusto riconoscimento morale ad una così grande artista, poeta che in 39 anni è stato solo coperto di fango dai più e ricordato con grande ammirazione e affetto solo da pochi.

Bruno Zanotti 17.12.05 00:10| 
 |
Rispondi al commento

Grande!

paolo grow 16.12.05 23:57| 
 |
Rispondi al commento

Ciao-Ciao

gomez frog 16.12.05 23:55| 
 |
Rispondi al commento

Ciao

fedro como 16.12.05 23:53| 
 |
Rispondi al commento

A proposito della lettera di Gino Paoli dedicata alla persona di Luigi Tenco e alle contraddizioni nate dalla riapertura dell'inchiesta sulla sua morte, devo dire che, oltre ad essere pienamente d'accordo con lui, noto che i commenti di molte persone inerenti alla suddetta lettera, mirano più ad offendere lo stesso Paoli o sminuire ciò che vuole dire. Sono quindi solo attacchi personali e non inerenti all'argomento di cui si sta discutendo. Inoltre direi ai giornalisti che hanno rinvangato il caso e che perciò vogliono in qualche modo essere ricordati, che non hanno appreso nulla dalle parole di Beppe che più volte ha ripreso il fatto che spesso non facciano il loro dovere andando in fondo a verità molto più importanti che la morte del povero Tenco (spero, tra l'altro, che la sua famiglia si sia risentita per questo!).

Non sto in nessun modo difendendo Paoli o Tenco, ma mi infastidisce che nel commentare qualsiasi argomento non si sia in grado di essere coerenti e imparziali.

Barbara 16.12.05 23:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

HO SBAGLIATO A POSTARE....ERA PER RISPONDERE A QUESTO POST...

.Tenco, se è vero che si è ammazzato era un perdente, perdente prima che furbo. Si era preso una cotta per Dalidà, che lo respingeva

cesare er cipolla 14.12.05 16:44 | Rispondi al commento |

ANTONIA GUAZZO 16.12.05 22:13| 
 |
Rispondi al commento

BRAVO PASQUALE :-)SONO PERFETTAMENTE D'ACCORDO CON TE.

VORREI SEGNALARE UN SITO MOLTO BEN CURATO http://www.ilmioregno.it/ DOVE SI PARLA DI LUIGI,PECCATO CHE NON CI SIANO TUTTI I TESTI DELLE SUE CANZONI.

CIAO LUIGI CIAO

ANTONIA GUAZZO 16.12.05 22:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

TE LO HA DETTO LUI??....AMAVA UN'ALTRA.....E COME FA A FINIRE SOTTO AL SEDERE LA PISTOLA DI UN SUICIDA?......

ANTONIA GUAZZO 16.12.05 22:01| 
 |
Rispondi al commento

Mi trovo a metà strada tra Tenco e Paoli!
Ho 21 anni, ma da 11 seguo musicalmente Paoli.
Ho 21 anni e da tempo vorrei nel cuore che venga resa giustizia a Tenco.
Signor Paoli, io la stimo per ovvi motivi , ma faccio una domanda a lei e a quanti contestano la riesumazione: E se fosse stato ucciso???
Vi occupate tutti dell’ aspetto materiale, del corpo, del fatto che Tenco sia disturbato dall’ essere riesumato! Ma vi rendete conto?
E del principio morale non vi occupate? Anche se si è agnostici, non è ammissibile che un atto ingiusto passi per giusto!
Signor Paoli, ma la pistola che sembra non aver sparato?
Signor Paoli, ma il biglietto firmato diversamente dalla calligrafia di Tenco?
Signor Paoli, ma la pistola con il caricatore tolto?
Signor Paoli, ma le telefonate fatte a Valeria con l’ intenzione di ritornare subito a Genova (con relative lettere inviate a Valeria stessa)?
Possibile che il disturbo di un corpo ormai ridotto in ossa, sia più forte della trasparenza morale relativa alla morte di un uomo?
Vale più la carne o ciò che la muove?
Se la risposta è la prima, ok, meglio bruciarli i corpi, ma se si crede in Dio , diventa un obbligo morale e di principio cercare la verità.
Luigi Tenco è stato ucciso, questo non è più un segreto: e se fosse stati voi ad essere uccisi e a passare per suicidi, quale sarebbe il sonno più tormentato: quello dell’ anima o della carne?
Tra l’ altro è pienamente possibile occuparsi anche dei problemi più urgenti del Paese e tuttavia continuare le indagini sulla morte delle persone. Forse l’ uno impedisce l’ altro??
Io lancio qui una specie di scommessa: SE DALL’ AUTOPSIA RISULTERA’ ESSERSI TRATTATO DI OMICIDIO, INVITO TUTTI COLORO CHE SI SONO RIVERSATI CONTRO LA RIESUMAZIONE A SCRIVERE UN NUOVO MESSAGGIO CON RELATIVO PENSIERO SULL’ ACCERTAMENTO DELL’ OMICIDIO. COSA DIRESTE? CI VEDIAMO TRA QUALCHE MESE QUI !
PS: i giornalisti che voi imprecate, hanno avuto più rogne che gloria occupandosi del caso Tenco!

Pasquale Ragone 16.12.05 21:59| 
 |
Rispondi al commento

Mi trovo a metà strada tra Tenco e Paoli!
Ho 21 anni, ma da 11 seguo musicalmente Paoli.
Ho 21 anni e da tempo vorrei nel cuore che venga resa giustizia a Tenco.
Signor Paoli, io la stimo per ovvi motivi , ma faccio una domanda a lei e a quanti contestano la riesumazione: E se fosse stato ucciso???
Vi occupate tutti dell’ aspetto materiale, del corpo, del fatto che Tenco sia disturbato dall’ essere riesumato! Ma vi rendete conto?
E del principio morale non vi occupate? Anche se si è agnostici, non è ammissibile che un atto ingiusto passi per giusto!
Signor Paoli, ma la pistola che sembra non aver sparato?
Signor Paoli, ma il biglietto firmato diversamente dalla calligrafia di Tenco?
Signor Paoli, ma la pistola con il caricatore tolto?
Signor Paoli, ma le telefonate fatte a Valeria con l’ intenzione di ritornare subito a Genova (con relative lettere inviate a Valeria stessa)?
Possibile che il disturbo di un corpo ormai ridotto in ossa, sia più forte della trasparenza morale relativa alla morte di un uomo?
Vale più la carne o ciò che la muove?
Se la risposta è la prima, ok, meglio bruciarli i corpi, ma se si crede in Dio , diventa un obbligo morale e di principio cercare la verità.
Luigi Tenco è stato ucciso, questo non è più un segreto: e se fosse stati voi ad essere uccisi e a passare per suicidi, quale sarebbe il sonno più tormentato: quello dell’ anima o della carne?
Tra l’ altro è pienamente possibile occuparsi anche dei problemi più urgenti del Paese e tuttavia continuare le indagini sulla morte delle persone. Forse l’ uno impedisce l’ altro??
Io lancio qui una specie di scommessa: SE DALL’ AUTOPSIA RISULTERA’ ESSERSI TRATTATO DI OMICIDIO, INVITO TUTTI COLORO CHE SI SONO RIVERSATI CONTRO LA RIESUMAZIONE A SCRIVERE UN NUOVO MESSAGGIO CON RELATIVO PENSIERO SULL’ ACCERTAMENTO DELL’ OMICIDIO. COSA DIRESTE? CI VEDIAMO TRA QUALCHE MESE QUI !

PS: i giornalisti che tanto imprecate,hanno avuto più da perdere ke da guadagnare nominando Tenco

Pasquale Ragone 16.12.05 21:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sono un particolare fan di Paoli, ma questa lettera è il suo più bel testo degli ultimi 10 anni.
Saluti e avanti così!!!

Fabrizio Navigli Severini 16.12.05 21:33| 
 |
Rispondi al commento

DOMANDA: A CHI GIOVA CHE'VENGA RIESUMATO? LE INDAGINI DOVEVANO ESSERE FATTE 39 ANNI FA'

RISPOSTA: LASCIATELO RIPOSARE IN PACE

silvio minoia 16.12.05 18:14| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti,
volevo solo fare una considerazione: Viviamo in un paese veramente strano! Metà della popolazione ha problemi seri di sopravvivenza, soggetta alle ruberie e alle prepotenze dei "potenti di turno" e i giornalisti e che succede? Si riapre il caso Luigi .... non riusciamo a lasciare in pace neanche le anime dei morti!
Mi domando chi ha interesse in questa storia?
LASCIATELO RIPOSARE IN PACE!
Nino

Antonino D'Angelo 16.12.05 17:48| 
 |
Rispondi al commento

Gino Paoli...Luigi Tenco...
lasciamoli in pace...lasciateci in pace...!

Tenco é morto, suicida, non ne faciamo un martire, era un bravo ragazzo che cantava bene...riposi in pace...oggi l'italia ha ben altro a cui concentrarsi...

Gino Paoli stenta ad andare in pensione, a tutti fa comodo Euros in piu pensando ai nipotini...
io lo ammiro per quella sua capacita di continuare a cantare con la Vanoni anche al di sopra,ormai, delle proprie capacita canore...e la Vanoni, anche lei, é un solo farsi vedere come
simbolo di un passato pur glorioso, e una bellissima voce...
MAH...GINO,ORNELLA...OGNI TEMPO HA IL SUO TEMPO,
IL VOSTRO E TRAMONTATO...STATE TRANQUILLI, ANDATE IN PENSIONE MERITATA...I DEFUNTI ORMAI NON HANNO BISOGNO DI AVVOCATI DIFENSORI...
CORDIALMENTE DA NEW YORK.

new york 16.12.05 17:45| 
 |
Rispondi al commento

Tu dici ce la faremo...ormai per me è UTOPIA...

Laura Molinari 16.12.05 17:00| 
 |
Rispondi al commento

Ha ragione Gino Paoli a chiedere di lasciare in pace Luigi Tenco, perchè chiunque vorrebbe lo stesso per una persona che ha avuto a cuore.

Peccato che Luigi Tenco quando è morto non è stato lasciato in pace, non gli è stato riservato il rispetto che si dovrebbe ai morti, perchè anche se ce la scegliamo la nostra morte va rispettata. In nome degli interessi del Festival di San Remo e chissà di quali altri interessi, lo hanno portato su e giu dall'obitorio, lo hanno spostato e rispostato li, nella stanza, confondendo quello che poteva essere ben chiaro, non hanno fatto nemmeno quelle indagini di circostanza che andrebbero fatte in ogni caso.
Se le persone che gli erano più vicine non hanno protestato, perchè il dolore era troppo grande, è comunque innegabile che tuttoggi chiunque voglia sapere vita e morte di Luigi Tenco quando arriva alla morte non ci capisce nulla, e credo che questa mancanza di chiarezza sia ingiusta per principio, se c'è possibilità di dissiparla meglio tardi che mai.

Amelie Di Giacomo 16.12.05 16:51| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, mi sono commossa e ti scrivo per dirti che ti sono vicina in tutte le battaglie che affronti perché condivido ormai da mesi la tua nausea, il tuo ardore, la tua voglia di sapere, informarti e informarci; non abbasserò mai la soglia di attenzione e ti seguirò come faccio da tempo nelle iniziative di "democrazia diretta" (che bella questa frase che dici spesso anche nei tuoi spettacoli, è una boccata di aria buona). Anche se da centinaia di chilometri sabato seguirò la manifestazione in Val di Susa, sarebbe stupendo se i calabresi e i siciliani avessero la forza, l'orgoglio, la dignità degli abitanti della Val di Susa, quando faranno scempio di quelle terre meravigliose per sto ponte che mi auguro non venga costruito. Nel frattempo dedichiamo un pensiero ai ragazzi di Locri nella speranza che le loro intelligenze pure e forti non siano strumentalizzate da politici-dipendenti di ogni colore.
Non è finita! Vedrai che cambierà!
Vi voglio bene

rosanna pastore 16.12.05 16:16| 
 |
Rispondi al commento

Signor Tummolillo,posso essere in parte d'accordo con lei nel dire a Paoli che l'essere un personaggio pubblico puo' anche voler dire dover commentare o raccontare qualcosa su cui si vorrebbe tacere,ma non altrettanto d'accordo nel pensare che il Signor Paoli "vomiti improperi"su giornalisti o quant'altro voglia raccogliere notizie,e non mi sembra neanche abbia detto di conoscere l'assassino di Cogne ne' di sapere sulla vicenda,di Cogne sta parlando lei,il riferimento di Paoli era verso una giustizia sbagliata o che addiruttura non esiste,e questo e' riferito a vicende piu' o meno conosciute ma in senso generale.Saluti

nicoletta raga 16.12.05 15:48| 
 |
Rispondi al commento

".. per tenere fuori di galera madri assassine .."

ma chi è? un altro che sa tutto??

Davide Sponza 16.12.05 15:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Che giustizia è quella che tiene in piedi casi chiari ma gestiti da avvocati furbi e strapagati per tenere fuori di galera madri assassine che sono una manna per gli avvoltoi dell’informazione".... Caro Paoli, non se la prenda con quei giornalisti che le telefonano. Lei è un personaggio pubblico, ha scelto lei questa vita. Non se la prenda se qualcuno la chiama e, invece di chiederle un'intervista sul suo ultimo disco, le domanda di Tenco. Sta soltanto facendo il proprio lavoro: raccogliere informazioni dalle fonti. E lei, che Tenco lo ha conosciuto bene, è una fonte, giornalisticamente parlando. Risponda con un sobrio "No comment". E invece di vomitare improperi su chi non la chiama darle visibilità su giornali e tv, riferisca a un magistrato quello che sa sul delitto di Cogne, di cui lei pare conoscere bene il colpevole. Faccia nomi e cognomi, illustri la dinamica, spieghi i motivi, cancelli i dubbi che il processo non ha dissipato.
Cordialmente.
Fabrizio Tummolillo

Fabrizio Tummolillo 16.12.05 15:22| 
 |
Rispondi al commento

vedrai, vedrai, vedrai che cambierà...

forse non sarà domani

ma un bel giorno cambierà...

vedrai vedrai...

non sono finito sai...

non so dirti come e quando ma vedrai che cambierà...

Ciro Morra 16.12.05 14:55| 
 |
Rispondi al commento

LUCA COTTONE NON SEI UN MITO E NON HO ALTRO DA AGGIUNGERE.STELLA

Stella 16.12.05 14:46| 
 |
Rispondi al commento

..Tenco X 10^12 ... queste sono il numero di faccende giudiziare fasulle di cui taluni avvocati si servono per "sbarcare il lunario" ingolfando irreversibilmente il sistema giudiziario italiano ... credo che dopo 30 anni il povero Tenco possa riposare in pace.
p.s. mi scusi Sig. Paoli... ma il riferimento al delitto di Cogne invece lo ritengo fuori luogo..come fuori luogo e l'estrema spettacolarizzazione che si continua a fare.

saluti e buon Natale a tutti i colleghi blogger

Biagio caloggero 16.12.05 14:37| 
 |
Rispondi al commento

secondo me aprire l'indagine sul suicidio di Luigi tenco serve solo a distrarre l'opignone pubblica dagli " affari " di governo

enzo altini 16.12.05 13:56| 
 |
Rispondi al commento

Piazza Fontana, Stazione di Bologna, Ustica, Calipari... solo alcuni dei casi che bisognerebbe approfondire e scoprire la verità.

Franco Bernardini 16.12.05 13:35| 
 |
Rispondi al commento

E' amaro assistere sempre di più alla polvere tirata su da qualche benpensante che non sa cosa far scrivere ai propri cagnolini. Eppure gli argomenti sui quali discutere non mancano. No, bisogna usare la cultura del sepolto, magari rifare un bel funerale. E' amaro e ridicolo. Come un buon Natale finto o gli amici che si sentono solo in questo periodo. Pochi ascoltano, molti parlano. E sottobanco cercano di farci distrarre dai veri problemi dell'Italia. Accasciante.

Alessandro Zucconi 16.12.05 13:25| 
 |
Rispondi al commento

"mamme assassine tenute fuori"?!?!?!!
complimentoni per il garantismo caro ginaccio!

aleandro baldi 16.12.05 13:05| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei aggiungere altri "versi canori", di Vasco Rossi:
"E se si girano gli eserciti/
E spariscono gli eroi/
Se la guerra poi adesso cominciamo a farla noi/
Non sorridete/
Gli spari sopra/
Sono per voi!!!!!"
VASCO, GLI SPARI SOPRA

emanuela zanasi 16.12.05 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei aggiungere altri "versi canori", di Vasco Rossi:
"E se si girano gli eserciti/
E spariscono gli eroi/
Se la guerra poi adesso cominciamo a farla noi/
Non sorridete/
Gli spari sopra/
Sono per voi!!!!!"
VASCO, GLI SPARI SOPRA

emanuela zanasi 16.12.05 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei aggiungere altri "versi canori", di Vasco Rossi:
"E se si girano gli eserciti/
E spariscono gli eroi/
Se la guerra poi adesso cominciamo a farla noi/
Non sorridete/
Gli spari sopra/
Sono per voi!!!!!"
VASCO, GLI SPARI SOPRA

emanuela zanasi 16.12.05 12:32| 
 |
Rispondi al commento

Questa sera, alle ore 18 (con replica alle 22) all’interno della rubrica “Parola di Blogger” leggerò alcuni post su Luigi Tenco e sulla decisione di riesumare la salma. Avendo trovato il tuo molto interessante, ho deciso di leggerlo in trasmissione. Se vuoi ascoltarlo devi sintonizzarti su www.radioalzozero.net, la radio solo sul web. Ti ricordo inoltre che è attivo il nostro blog al sito www.razblog.net, per comunicare con noi.
Ciao e Grazie
Adriana - Redazione di radioalzozero

Adriana - redazione RAZ 16.12.05 12:29| 
 |
Rispondi al commento


un idea contro la smania di protagonismo.

se non volete che tra quarant'anni un giudice vi faccia riesumare, fatevi cremare e le ceneri le fate spargere nell'oceano indiano.

ciao Luigi, riposa in pace, per quanto ti potrà essere possibile.

Michele Giannuzzzi 16.12.05 12:02| 
 |
Rispondi al commento

caro grillo,
appartengo ai giovani comunisti di san giovanni rotondo, un paese dove l'indifferenza per i problemi della comunità passano inosservati.
Diciamo che c'è un falso benessere, e la gente non apprezza gli sforzi che si fanno per cercare "insieme" di risolvere determinati problemi.
Io vedo in san giovanni lo specchio dell'italia, dove i pettegolezzi e la necessità di raccontare degli altri, nel bene o nel male, è cosa primaria.
In una sociètà malata come la nostra, i giornalisti hanno bisogno di mettere una maschera alla realtà riesumando casi che appartengono al passato.Quello di tenco è l'esempio dell'egoismo di chi poi se ne frega rispetto alla verità (se mi sono ben espresso).
Bisognerebbe educare la gente a guardarsi attorno, per capire cosa sta succedendo,perchè non riesce ad andare avanti con lo stipendio che si ha, perchè non ci sono spazi dove poter passare il proprio tempo assieme ad altri, perchè certi ristoranti lavorano "senza personale", perchè non c'è più fantasia ed inventiva, perchè parliamo proponiamo e poi non ci siamo, perchè la gente si è rassegnata???
Scusate, ma ho voglia di sfogarmi.
Caro grillo, ogni mese con i giovani compagni scriviamo un giornalino chiamato radicalmente, un notiziario di controinformazione.gli articoli sono scritti da ragazzi che vanno dai 14 ai 18 anni (io ne ho 25, ma lavorare con loro è straordinario),vorrei mostrarteli se ti interessa.
Il partito ci lascia ampio spazio, non intralcia e soprattutto non cerca in nesun modo di influenzarci.
caro grillo, so che è difficile accontentarmi ma vorrei invitarti a passare una giornata con noi.
Spero di ricevere una risposta, scusatemi ancora per lo sfogo.

alessandro barbano 16.12.05 11:14| 
 |
Rispondi al commento

caro grillo,
appartengo ai giovani comunisti di san giovanni rotondo, un paese dove l'indifferenza per i problemi della comunità passano inosservati.
Diciamo che c'è un falso benessere, e la gente non apprezza gli sforzi che si fanno per cercare "insieme" di risolvere determinati problemi.
Io vedo in san giovanni lo specchio dell'italia, dove i pettegolezzi e la necessità di raccontare degli altri, nel bene o nel male, è cosa primaria.
In una sociètà malata come la nostra, i giornalisti hanno bisogno di mettere una maschera alla realtà riesumando casi che appartengono al passato.Quello di tenco è l'esempio dell'egoismo di chi poi se ne frega rispetto alla verità (se mi sono ben espresso).
Bisognerebbe educare la gente a guardarsi attorno, per capire cosa sta succedendo,perchè non riesce ad andare avanti con lo stipendio che si ha, perchè non ci sono spazi dove poter passare il proprio tempo assieme ad altri, perchè certi ristoranti lavorano "senza personale", perchè non c'è più fantasia ed inventiva, perchè parliamo proponiamo e poi non ci siamo, perchè la gente si è rassegnata???
Scusate, ma ho voglia di sfogarmi.
Caro grillo, ogni mese con i giovani compagni scriviamo un giornalino chiamato radicalmente, un notiziario di controinformazione.gli articoli sono scritti da ragazzi che vanno dai 14 ai 18 anni (io ne ho 25, ma lavorare con loro è straordinario),vorrei mostrarteli se ti interessa.
Il partito ci lascia ampio spazio, non intralcia e soprattutto non cerca in nesun modo di influenzarci.
caro grillo, so che è difficile accontentarmi ma vorrei invitarti a passare una giornata con noi.
Spero di ricevere una risposta, scusatemi ancora per lo sfogo.

alessandro barbano 16.12.05 11:14| 
 |
Rispondi al commento

caro grillo,
appartengo ai giovani comunisti di san giovanni rotondo, un paese dove l'indifferenza per i problemi della comunità passano inosservati.
Diciamo che c'è un falso benessere, e la gente non apprezza gli sforzi che si fanno per cercare "insieme" di risolvere determinati problemi.
Io vedo in san giovanni lo specchio dell'italia, dove i pettegolezzi e la necessità di raccontare degli altri, nel bene o nel male, è cosa primaria.
In una sociètà malata come la nostra, i giornalisti hanno bisogno di mettere una maschera alla realtà riesumando casi che appartengono al passato.Quello di tenco è l'esempio dell'egoismo di chi poi se ne frega rispetto alla verità (se mi sono ben espresso).
Bisognerebbe educare la gente a guardarsi attorno, per capire cosa sta succedendo,perchè non riesce ad andare avanti con lo stipendio che si ha, perchè non ci sono spazi dove poter passare il proprio tempo assieme ad altri, perchè certi ristoranti lavorano "senza personale", perchè non c'è più fantasia ed inventiva, perchè parliamo proponiamo e poi non ci siamo, perchè la gente si è rassegnata???
Scusate, ma ho voglia di sfogarmi.
Caro grillo, ogni mese con i giovani compagni scriviamo un giornalino chiamato radicalmente, un notiziario di controinformazione.gli articoli sono scritti da ragazzi che vanno dai 14 ai 18 anni (io ne ho 25, ma lavorare con loro è straordinario),vorrei mostrarteli se ti interessa.
Il partito ci lascia ampio spazio, non intralcia e soprattutto non cerca in nesun modo di influenzarci.
caro grillo, so che è difficile accontentarmi ma vorrei invitarti a passare una giornata con noi.
Spero di ricevere una risposta, scusatemi ancora per lo sfogo.

alessandro barbano 16.12.05 11:11| 
 |
Rispondi al commento

il monarca iraniano che attacca israele è da eliminare... Di Canio che fa il saluto romano alle "sue truppe" (che espongono svastiche e non solo croci celtiche!) passa invece inosservato e impunito nonostante i vari decreti pisanu contro la violenza e l'ipocrisia sul caso Zoro! Andiamo dove soffia il vento...

Stefano Maccarone 16.12.05 10:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gino sei un mito...
E non c'é nient'altro da aggiungere...

Luca Cottone 16.12.05 10:00| 
 |
Rispondi al commento

Se fossi foco arderei lo mondo...

così ricominciamo daccapo!!!


Anch'io la penso come Gino Paoli.
Tenco adesso fa "cassette" ora viviamo in un'epoca di reality dove non capisci la verità dalla teatralità.
E' giusto indagare , ma abbiamo tanto da fare con problemi attuali , che con il più grande rispetto per Tenco e la famiglia, non capisco lo scalpore dato

monica giuiani 16.12.05 09:12| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
leggo molte delle lettere sul tuo sito.
In Italia per farsi conoscerem o meglio,
per far sapere la realta, occorre suicidarsi?
Da anni mi sto battendo per il riconoscimento di mio padre, un grande italiano con il torto di aver lavorato all'estero.
Chi è Flaminio Bertoni? Vadi su www.flaminiobertoni.it e lo saprà.
E' stato uno dei più grandi designer mondiali e scultore di fama, in Italia lo si tiene ancora oscurato.
Dovrei fare un gesto inconsulto per farne parlare?


E' normale che ci tengano (così credono LORO) impegnati in qualcosa che non ha più senso facendoci dimenticare i reali problemi che ci affligono tutti i giorni (a fine mese ci prestano un pò di soldi che poi dovremmo ridare con questo consumismo che ci sta rovinando). Preoccupiamoci della Val di Susa e di tutte quelle realtà simili di cui ne siamo "FIERI" secondo il portatore nano di infelicità. Certo che se l'unica informazione che ci danno in televisione è se la Lecciso è tornata con Al Bano, se il marito di Maurizio Costanzo ha fatto un audience degna di nota con quel programma indecente che va in onda nel primo pomeriggio, STAMO BENE COSI'! (si dice a Roma). Anch'io sono convinto che tutti uniti e bene informati ce la faremo contro questi burattinai.

roberto timperi 16.12.05 07:33| 
 |
Rispondi al commento

E' normale che ci tengano (così credono LORO) impegnati in qualcosa che non ha più senso facendoci dimenticare i reali problemi che ci affligono tutti i giorni (a fine mese ci prestano un pò di soldi che poi dovremmo ridare con questo consumismo di m...). Preoccupiamoci della Val di Susa e di tutte quelle realtà simili di cui ne siamo "FIERI" secondo il portatore nano di infelicità. Certo che se l'unica informazione che ci danno in televisione è se la Lecciso è tornata con Al Bano, se il marito di Maurizio Costanzo ha fatto un audience degna di nota con quel programma del c...o che va in onda nel primo pomeriggio, STAMO BENE COSI'! (si dice a Roma). Anch'io sono convinto che tutti uniti e bene informati ce la faremo contro questi burattinai.

roberto timperi 16.12.05 07:31| 
 |
Rispondi al commento

E' normale che ci tengano (così credono LORO) impegnati in qualcosa che non ha più senso facendoci dimenticare i reali problemi che ci affligono tutti i giorni (a fine mese ci prestano un pò di soldi che poi dovremmo ridare con questo consumismo di m...). Preoccupiamoci della Val di Susa e di tutte quelle realtà simili di cui ne siamo "FIERI" secondo il portatore nano di infelicità. Certo che se l'unica informazione che ci danno in televisione è se la Lecciso è tornata con Al Bano, se il marito di Maurizio Costanzo ha fatto un audience degna di nota con quel programma del c...o che va in onda nel primo pomeriggio, STAMO BENE COSI'! (si dice a Roma). Anch'io sono convinto che tutti uniti e bene informati ce la faremo contro questi burattinai.

roberto timperi 16.12.05 07:31| 
 |
Rispondi al commento

Siamo arrivati ad un punto di non ritorno.
L’arte ma soprattutto la musica in particolare non avanza di pari passo con gli anni ma cade sempre più in basso.
Luigi Tenco, Fabrizio De André, Freddie Mercury e tanti altri sono persone che hanno mangiato passione, musica e poesia per tutta la loro vita.
Vi siete mai chiesti che differenza sostanziale ci sia tra un artista che vive di musica ed un “artista” che con la musica ci campa e basta?

LONTANO LONTANO: Un walzer crescente di strofa in strofa. Il continuo avanzare verso una tonalità sempre più alta, trascina l’ascoltatore a rivivere attimi di universale grandezza ed intensità.

UN GIORNO DOPO L’ALTRO: Sposta qualsiasi tipo di future prospettive in un passato che avanza perennemente. La noia, dovuta ad una visione statica e realistica delle cose, è il fulcro di questo componimento.

Ho elencato alcune delle canzoni che fanno parte della storia della musica italiana.
La vita di quest’uomo dovrebbe farci capire cosa significhi perdere un artista ma soprattutto un uomo di quel livello.
Molti, ancora oggi, si ostinano a credere che il suicidio è un gesto di pura vigliaccheria.

Molti, ancora oggi, non hanno il coraggio di dire ciò che pensano e “cambiano bandiera per tirare a campare”.
Molti, ancora oggi, si piegano davanti al successo e la mattina dopo si specchiano tranquillamente nel bagno.
Molti, ancora oggi, ridono degli altri per una maggiore autostima di se stessi e piangono nel commiserarsi davanti allo specchio.

Ovviamente il suicidio è un gesto da evitare ma chi non lo evita non può essere giudicato nemmeno da un “dio” qualsiasi, dato che l’infelicità si può nascondere dietro le persone ma non dietro i nostri occhi.
E ripensando a ciò che scrisse Tenco in una sua canzone.........
.......... Ti ricorderai di me
quando m’avrai perduto
quando riderò
dei sogni che per te ho sognato
CON TANTA STIMA VERSO UN AMICO CON CUI MI SONO SEMPRE CONFIDATO ATTRAVERSO UNA CANZONE.
GrilloUrlaPerNoi!!!!

Umberto Picchio 16.12.05 07:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se "madri assassine" è riferito alla Franzoni, ATTENZIONE ALLA BUCA. Che sarebbe poi quella di sentire un domani la litania mediatica che: "siccome un avvocato difensore ha avuto ragione lì, la possa avere magari anche da altre parti". Tornando alla Franzoni, tra matricidio e inadeguatezza comportamentale c'è una bella differenza, comunque una madre accusata mediaticamente in modo massiccio di aver ucciso il figlio, perchè non dovrebbe urlare la sua innocenza, tanto più se innocente, con lo stesso mezzo, tutti noi, credo, lo faremmo, io lo farei, disinteressandomi, questo si, di ogni giudizio negativo.

Alessandro Fanti 16.12.05 02:49| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, come già da te detto anni fa "e noi continuiamo a guardarci i piedi, riapriamo il caso Moro". Non è cambiato niente, discutiamo ancora se aborto si o no dopo aver fatto la legge anni or sono. In tanto i imprenditori esportano la produzione e cinesi avanzano. Ci coccoliamo con il Made in Italy fatto in Cina, fin tanto che non ci fregano e ci copiano, creando il Made in Cina.

Antonio Perri 16.12.05 00:32| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti oggi sono stato al medico con mia moglie per chiedere di farci segnare un farmaco specifico la segretaria va dal medico ma quando torna con la ricetta ci siamo resi conto che il farmaco segnato sulla ricetta non era quello richiesto, la segretaria ci a detto che era la stessa cosa ma noi non interessava quel farmaco ma un'altro farmaco,allora siamo andati dal medico il medico ci a detto che era uguale bastava andare alla farmacia e chiedere qull'altro farmaco che c'è lo avrebbero dato comunque anche se sulla ricetta c'èra scritto il nome di un altro farmaco... io mi chiedo quali interessi ci sono su quel farmaco visto che poteva benissimo segnarci il farmaco richiesto che schifo... ciao a tutti nicolas

gisonno nicolas 15.12.05 23:54| 
 |
Rispondi al commento

Tenco 39 anni fa cantava che qualcosa cambierà...ma in realtà non è cambiato nulla prima di lui e non cambierà alcunchè neppure ora, con nessun partito e nessun tipo di governo.

...quando il blog di Beppe Grillo sarà citato da almeno uno straccio di pseudo-media e/o giornalista italiano...allora forse avremo il segno che qualcosa starà cambiando...

Mi dispiace solo che questo blog e tutti i pensieri qui espressi siano solo delle belle parole buttate al vento.

Buon Natale e Felice Anno Nuovo come tutti quelli precedenti :-)

Giuseppe

Giuseppe Panizza 15.12.05 23:18| 
 |
Rispondi al commento

ho paura quando cercano d'indirizzare l'attenzione dell'opinione pubblica in qualche cosa che sicuramente incuriosisce,
(forse hanno altro da nscondere?)

che Luigi riposi in pace. AMEN

francesca nicastro 15.12.05 22:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'Italia assomiglia sempre di più alla peggiore America, stiamo copiando sempre di più le loro schifezze mentre ignoriamo i lati positivi ( che pur sono tanti ). Gli sciacalli delle televisioni sono sempre affamati di nuova carne, fresca o guasta poco importa. E la maggioranza delle persone che conosciamo non si vuole avventurare in mondi sconosciuti come la controinformazione, si tappano occhi, orecchie e soprattutto coscienze. L'importante è avere le proprie poche briciole di benessere, senza doversi rendere conto che in cambio di quelle rinunciamo a vivere tutti più felici.
Ma vedrai che cambierà....

Marco Santinon 15.12.05 22:51| 
 |
Rispondi al commento

Che giustizia è questa? Giustizia spettacolo, così come l'informazione ne più ne meno, non ce molto altro da dire.

D v D 15.12.05 21:29| 
 |
Rispondi al commento

Che giustizia è questa? Giustizia spettacolo, così come l'informazione ne più ne meno, non ce molto altro da dire.

D v D 15.12.05 21:22| 
 |
Rispondi al commento

@ GIOVANNI SENZITALIA

qua in Cile è meravigliosa tutta la natura, selvaggia, incontaminata e per grandi tratti disabitata - la cosa migliore è venire a Gennaio/febbraio e andare a sud - anche se io non ci sono arrivato, non avevo molti soldi a disposizione_

sai che qua ci sarebbe il fiume meno contaminato del mondo?

immagina: la Cordillera, ghiacciai, boschi, vallate estreme, spazi sconfinati verso il mare, fiordi, migliaia di isole_

poi se uno vuole qualos'altro a parte la natura pura in cui camminare - c'è rafting, canoa, parapendio, alpinismo, sci, etc..

a nord invece meglio andarci d'inverno, a Luglio/Agosto - è tutto deserto, ma 1 volta all'anno, in quel periodo, fiorisce e resta fiorito pochi giorni - a nord c'è tutta la tradizione più antica: chiese bianche, di fango, sperdute, del 1600 - popolazioni tradizionali di tutto l'altipiano in comune con Bolivia e Perù - vallate a 3.000 metri di altezza con lama, guanacos, laghi, circondate da vulcani - e i condor_

anche Santiago, per finire, merita 2 o 3 giorni di visita più di quanto uno si immagini_ Diciamo, anche il Perù in fondo, fra montagne e archeologia, sarebbe da non perdere, però Lima uno la può tranquillamente saltare a piè pari, a parte il Museo dell'oro degli Inca_

ma alla fine la cosa più interessante è vedere come vive, e con che semplicità, la gente comune - o capire certi settori sociali a quali profondità vengano buttati, da non riuscire a risollevarsi_

ci sentiamo_

Leonardo Migliarini 15.12.05 20:40| 
 |
Rispondi al commento

non molleremo mai, fintanto che avremo esempi, come il nostro Gino,il nostro Luigi, e anche il nostro Beppe.
Mauro Usai

mauro usai 15.12.05 20:20| 
 |
Rispondi al commento

Non ci sono parole o commenti... soltanto lo sbigottimento nei confronti di un poeta della musica italiana che, di fronte alla commercializzazione massificata degli artisti che sbavano per andare in televisione in una società in cui vige la spettacolizzazione di ogni evento di cronaca nera, decide di scrivere una lettera e di dare un'immensa lezione su che cosa è la vera amicizia...
GRAZIE!!!

Alfonso Bonafede Commentatore in marcia al V2day 15.12.05 20:12| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti.

Io, siceramente, credo che il giorno in cui saremo soddisfatti di questo paese è molto lontano... La cosa è molto triste. Beppe dice che ce la faremo... anche io molteplici volte mi convinco di ciò, ma mi basta accendere la televisione o girare per le vie di Milano e capisco che forse è solo un'illusione...

Giovanni Corbellini 15.12.05 19:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gino sei un mito!

Matteo Raggi 15.12.05 19:55| 
 |
Rispondi al commento

carissimi sono FANTOMAS LA PLACA chiamatemi così perchè sono LIBEROOOOOOO, figlio di un padre che ha combattuto nelle terre del SUD per la libertà umana in senso generale, giustizia, democrazia, solidarietà, dignità, libertà.
ho sempre pensato che come Pasolini ci fose un motivo molto alto , validissimo per volerne la morte a suo tempo, in un ITALIA diversa anche di TENCO ci ho e ci credo tutt'ora ma come dice GINO PAOLI oggi forse è meglio farlo riposare ma, noi dobbiamo pensare che la società, coloro che ci governano, quando sbagliano non hanno colore politico ma sono persone disoneste che devono consumare le proprie suole di scarpe in stanzette con le grate chiamate "GALERE" e ai lavori forzati per "redimersi".
Noi dobbiamo cambiare la mentalità, dobbiamo in alcuni casi essere intransigenti, chiamare a risponderne con le dovute sanzioni affinchè si comprenda il male fatto in una società cosidetta "GIUSTA", così soltanto potremo dare corso alle parole di quella bellissima canzone di LUIGI, non avendo amici malavitosi,disonesti, non mischiandosi con coloro che prima FANNO e poi PENSANO, a me un padre "GUERRIERO" ha insegnato che prima si PENSA e poi si FA'.
ciao bravi ragazzi amici del mio amico BEPPE.

a proposito mi e balzata alla mente in questi giorni parlando con un mio collega di lavoro e amico(sono un dipendente pubblico del comune di FIRENZE) un idea per alcuni malsana: ditemi cose ne pensate se DEMOCRATICAMENTE riuscissimo a chiedere alla politica di aggiungere nella DICHIARAZIONE DEI REDDITI ALLE VOCI DONAZIONI DELL'8/1000, LA VOCE "PER LA RICERCA" che dite saremo in pochi a donare.
CCCCCCCCIAO di nuovo

michele la placa 15.12.05 19:05| 
 |
Rispondi al commento

x PIETRO LASCALA
ACCONTENTATI DELLE IMMAGINI E DEI LIFTING DEL TUO PRESIDENTE.
A NOI INTERESSANO LE COSE SERIE.
IL TUO BERLUSCA SI STA PREPARANDO PER FARE IL CAN-CAN AL MOULIN ROUGE A PARIGI.
PRODI E FASSINO NON DEVONO PARTECIPARE,PERTANTO NON E' RICHIESTO NE' TRAPIANTI DI CAPELLI,NE' LIFTING NE'ALTRO,GOVERNARE PER TUTTI NON PER LA FAMIGLIA BERLUSCONI E ACCOLITI.
AD MAIORA
p.s.SAI COSA E' IL LIFTING OD IL CAN-CAN?
SE NON LO SAI ALLA PROSSIMA PUNTATA.

Roberto Massa 15.12.05 18:27| 
 |
Rispondi al commento

Lo sapete che il Grillo,a febbraio è a Roma?
per un 'altro spettacolo.......
BEPPE DACCI QUALCHE NOTIZIA GRAZIE..............

perugini franco 15.12.05 18:27| 
 |
Rispondi al commento

Lasciate vivere le persone che vogliono costruire un mondo migliore. Atualmente a casa mia sta' operando un Marocchino per sovvenzionarsi la laurea in MEDICINA. a Trieste gli mancano pochi esami. Lo aiuteremo. Ciao ladroni legalizzati. rubate dentro l'intelligenza di noi buoni ITALIANI

cante roberto 15.12.05 18:18| 
 |
Rispondi al commento


Il cardinale Renato Martino, presidente di “Giustizia e Pace” ci fa sapere che sia lui che il Papa sono favorevoli alla presenza di truppe straniere in Iraq fino alla democrazia.
Questa posizione, benché squisitamente politica, poco prudente verso il mondo islamico, sicuramente filo-USA e di destra, sarebbe accettabile se non fosse accompagnata dalla solita cortina fumogena di enunciazione di “principi fondamentali”, che, se valessero qualche cosa, dovrebbero rendere impensabile la dichiarazione di appoggio alla aggressione Usa in Iraq.
E’ veramente ridicolo, vigliacco, disorientante verso i credenti, affermare solennemente che la Chiesa è contro le guerre preventive, contro la tortura, contro le enormi spese per gli armamenti, contro il fondamentalismo religioso, e poi legittimare una situazione “sul campo”, ottenuta con tutti questi mezzi.
E, come ultimo attentato alla ragionevolezza ed alla serietà, Benedetto XVI° conferma la fiducia della Santa Sede alle “Nazioni Unite” facendo finta di non sapere che in questi 50 anni di vita l’Onu non ha evitato una sola guerra, non ha mai creato una forza autonoma di interposizione al livello necessario per impedire i conflitti, non ha espulso gli Usa dal consesso internazionale per aver mosso una guerra preventiva senza il suo consenso. Ricordiamo che l’Onu che oggi ha la fiducia del Papa ha nei suoi 5 membri con diritto di veto i costruttori e venditori dell’80% di tutte le armi circolanti nel mondo, insomma fiducia al più grande consesso di PACE, che prepara tutte le guerre.
Con questa doppiezza, tutta politica e pretesca, non si va da nessuna parte. Anche volontariato e organizzazioni umanitarie sono strumentalizzate e utilizzate per mantenere questa situazione, e io faccio appello a tutte le persone in buona fede di non dare più ascolto a chi parla così ambiguamente e con lingua biforcuta, di non versare per nessuna ragione l’8 per mille alla Chiesa cattolica. Di chiedere i

paolo de gregorio 15.12.05 18:11| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/9.

I post di altri blog che fanno riferimento al post Vedrai che cambierà...:

» Carta prepagata Poste Pay - Postepay da Shoppingo - Il blog dello shopping
Come avrete capito uso spesso Ebay e ormai da un annetto mi "costringono" a pagare su carta PostePay. Sinceramente non è mai capito l'utlilità, cmq mi sono dovuta adeguare e mi sono attivata anche io la mia buona carta gialla.... [Leggi]

09.02.06 13:21

» Carta prepagata Poste Pay - Postepay da Shoppingo - Il blog dello shopping
Come avrete capito uso spesso Ebay e ormai da un annetto mi "costringono" a pagare su carta PostePay. Sinceramente non è mai capito l'utlilità, cmq mi sono dovuta adeguare e mi sono attivata anche io la mia buona carta gialla.... [Leggi]

14.02.06 12:31

» Carta prepagata Poste Pay - Postepay da Shoppingo - Il blog dello shopping
Come avrete capito uso spesso Ebay e ormai da un annetto mi "costringono" a pagare su carta PostePay. Sinceramente non è mai capito l'utlilità, cmq mi sono dovuta adeguare e mi sono attivata anche io la mia buona carta gialla.... [Leggi]

21.02.06 17:45