Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

H5N1: informazione diretta


influenza aviaria.jpg

La notizia più “submarine” di questo inizio 2006 è l’influenza aviaria (H5N1).

Non ne parla più nessuno.

Gli italiani che hanno comprato decine di migliaia di dosi di tamiflu cominceranno a pensare che i temuti effetti dell’influenza aviaria (milioni di morti nel mondo) siano in realtà una brillante idea marketing delle società farmaceutiche.

Il tamiflu non si trova più da nessuna parte (esaurito) e neppure notizie sull’epidemia.

Che sia un caso?

Sul tamiflu non posso aiutarvi, ma sulla diffusione dell’influenza aviaria qualche informazione posso darvela.

L’ultima morte sospetta per H5N1 è avvenuta lunedì 2 gennaio 2006 all’ospedale Sulianti Saroso di Jakarta in Indonesia.
La persona colpita dalla malattia era spesso in contatto con pollame d’allevamento ed è il dodicesimo decesso di H5N1 in Indonesia.

La contabilità mortuaria è a questo punto di 75 morti per H5N1 dal dicembre 2003, tutti in Asia:

-Cambogia 4
-Cina 3
-Indonesia 12
-Tailandia 14
-Vietnam 42

Ad oggi il pericolo di pandemia dai flussi migratori degli uccelli è considerato marginale. L’influenza si diffonde con l’aereo e il pollame contaminato.

Queste informazioni si trovano in un sito che ogni giorno fornisce tutte le informazioni sull’H5N1: www.promedmail.org, usatelo per saperne di più e iscrivetevi alla sua newsletter giornaliera.

E, se la notizia che ricevete è importante, inviatela con una mail ai giornali, così, tanto per informarli, e in copia anche a Storace.

3 Gen 2006, 17:49 | Scrivi | Commenti (1207) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

i Gatti si autoimmunizzano eheheh

Aviaria, giallo sui gatti in Austria "Sono guariti dal virus"
07-03-2006 La Repubblica


VIENNA - E' giallo sui casi di sospetta influenza aviaria su alcuni gatti in Stiria, regione dell'Austria confinante con la Slovenia. Due dei tre felini risultati portatori del virus H5N1 sono guariti. Lo ha detto in serata un portavoce dell'Agenzia federale per la sicurezza alimentare austriaca.

Il portavoce, Oscar Wawschinek, ha detto che in base ai nuovi test, un solo gatto sembra ancora contaminato. "Continuiamo a fare i test", ha aggiunto.

Il virus era stato individuato nei tre felini il 22 febbraio, ma successive analisi hanno evidenziato che due dei tre animali non sono più portatori del virus.
http://www.cittadinisenzafrontiere.it/aviaria_giallo_gatti.htm

Riccardo Viola 01.12.06 18:08| 
 |
Rispondi al commento

"Raccolta adesioni"

http://www.cristianadistefano.com/forum/index.php#15


La speranza è sempre l'ultima a morire e spero che "qualcuno che possa aiutarci concretamente" a realizzare questo progetto, entri nel forum, legga questo post e contribuisca al radicale cambiamento nel sistema obsoleto diagnostico sanitario in Italia.

Quante vite si potrebbero salvare?
Quanti disabili e malati cronici in meno?
Quanta più forza lavoro e popolazione attiva che verserebbe contributi invece di usufruire continuamente di servizi sanitari e pensionistici?
Quante volte a causa di diagnosi sbagliate, c'imbottiscono di farmaci killer ed assistiamo ad episodi di malasanità ospedaliera?
Questi sono fenomeni giornalieri

Tanti mi hanno detto di lasciar perdere fin da quando Drake mi ha creato il sito perché non serve a nulla, altri mi hanno ricordato che spesso chi di speranza vive, disperato muore, altri mi hanno hackerato il sito ed abbiamo dovuto ricostruirlo ...

Però credo nella forza del passa parola della gente comune, nella forza del partire dal basso a fare le richieste alla gente che davvero capisce i reali pericoli e pensa più alla salute che al portafogli. Tutti insieme siamo un esercito e non potranno rifiutarsi di accogliere le nostre richieste!

Mi affido alle persone semplici come me, sono certa che non mi deluderanno e mi aiuteranno, secondo le loro capacità e necessità, a chiedere anche loro a tutti i medici, in ogni ospedale italiano (basta con i laboratori a pagamento, non convenzionati e spesso all'estero!), quando ne avranno bisogno analisi e test tossicologici, vaccini non al mercurio, terapie naturali quando possono essere sostituite a farmaci tossici e pieni di effetti collaterali, ecc., ecc., perché:

"Solo l'informazione potrà salvarci quando tutti gli ignoranti moriranno con il sorriso sulle labbra!"

Cristiana Di Stefano 27.09.06 11:36| 
 |
Rispondi al commento

HA ! HA ! HA !!!

L'Ungheria annuncia il vaccino
***** Ma non è quello decisivo ******

E COME POTREBBE (HA ! HA ! HA !!!)


Articolo pubblicato il: 2006-03-15
Un vaccino per l'uomo contro la forma attuale del virus H5N1 dell'influenza aviaria. È stato messo a punto in Ungheria e l'annuncio è arrivato ieri per bocca del premier Ferenc Gyurcsany. Il vaccino è dunque in grado di immunizzare l'uomo contro il virus H5N1 che è attualmente in circolazione. Ma la comunità scientifica invita alla prudenza: non si tratta della soluzione ad un eventuale rischio pandemia, avvertono gli esperti, poiché il vaccino "decisivo" potrà essere formulato solo se e quando comparirà il virus pandemico, ovvero quello in grado di innescare il contagio da uomo a uomo

-----------------

http://www.corriere.com/viewstory.php?storyid=48878

Harry Steed 17.03.06 12:23| 
 |
Rispondi al commento

I veri polli siamo noi.
riassumo un articolo letto.
il virus H5N1 segue nell'ordine l'allarme per: ANTRACE (2002) Negli Usa tutti i militari vengono obbligati a ricevere il vaccino antiantrace,farmaco sperimentale dai pesanti effetti collaterali prodotto da un'azienda nella quale esponenti del governo americano hanno partecipazioni;nel resto del mondo si fa incetta di vaccini che nessuno poi ha mai utilizzato,ci si assicurano quantitativi enormi di un
antibiotico prodotto in esclusiva dalla Bayer,che,grazie a vendite stratosferiche di questo farmaco,risolleva le sue sorti economiche e
finanziarie ed evita il tracollo facendo lievitare le proprie quotazioni in borsa. VAIOLO (2003) malattia ormai eradicata che,però,governi e media affermano,potrebbe essere disseminata in qualunque momento da terroristi senza scrupoli che vogliono provocare stragi.Il panico si alimenta dei messaggi allarmistici,la gente fa la fila per acquistare il vaccino antivaioloso,prodotto ormai non più in vendita,ma di cui l'allora ministro della sanità Sirchia si affretta a fare incetta usufruendo del fatto che nel frattempo le ditte farmaceutiche avevano ripreso la produzione per soddisfare anche le richieste che provenivano da altre parti.Si rimpinguano le scorte,anche se nessuno dice che, se veramente la minaccia fosse rappresentata,come si dice,da un ipotetico virus geneticamente modificato dai terroristi,il vaccino conosciuto non servirebbe a nulla. SARS (2004)un micidiale virus che nessuno sa quando arriverà nè cosa potrà mai essere,ma che certamente prima o poi farà la sua comparsa e farà milioni di morti.Fino a che c'era da occuparsi di antrace,di Sars,di influenza stagionale,di morbillo,i virus aviari rimanevano in un angolo,emarginati.Invece oggi,d'improvviso,sono balzati agli onori delle
cronache e tra loro gli esperti ne hanno individuato 1 solo,particolarmente "cattivo"":l'H5N1.che ci stiano prendendo per il c*** per venderci vaccini inutili e tenere a galla case farmaceutiche?

roberto musicco 16.03.06 16:46| 
 |
Rispondi al commento

Non Spetterebbe a me questa comunicazione, ma se posso servire la patria in situazione di difficoltà allora ... ECCE HOMO !


Nel POST di GRILLO soprapostato si invita come riporto sotto ad inviare le informazioni al Ministro Storace.

A CAUSA DI UN PICCOLO DISGUIDO mi permetto di suggerirvi di inviare le informazioni direttamente all'Onorevole Presidente del Consiglio e Ministro della Salute ad Interim e non Più a Storace che non c'è più.

-------------------------------------------------------------
Riporto le parole di Grillo che potete verificare sopra " E, se la notizia che ricevete è importante, inviatela con una mail ai giornali, così, tanto per informarli, e in copia anche a Storace.

Postato da Beppe Grillo il 03.01.06 17:49 | Salute/Medicina | Trackback"

----------------------------------------------------------
Sono certo che il Presidente del Consiglio vorrà scusarsi per lo spiacevole contrattempo, mi raccomando, Voi inviate le vostre informazioni aviarie al Presidente del Consiglio, non al Ministro Sirchia (quello dei cani e delle sigarette): anche questo c'era prima e adesso non non c'è più.

Attendete le risposte con un po' di pazienza perchè il Presidente si trova a dover fare tutto da solo.

Se non dovesse rispondervi entro i prossimi 30 giorni siete liberi di contattare IL Neo-Presidente Prodi


Harry Steed 15.03.06 15:44| 
 |
Rispondi al commento

"La morte del cigno". Ed è panico-aviaria anche nel bel paese.

Ci spiace deludere gli appassionati di musica classica, ma qui Vincenzo Bellini non c'azzecca proprio un bel niente. I cigni trovati morti in questi giorni tra Sicilia, Calabria e Puglia, risultati positivi al virus ad alta patogenicità H5N1 - meglio noto come il virus dell'influenza aviaria - muoiono sulle note di ben altra musica. Tant'è che i carabinieri del nucleo antisofisticazione hanno sequestrato nell'Italia meridionale più di 80.000 polli, 7mila uova, due allevamenti avicoli e un centro d'imballaggio. Nell'ambito delle attività di controllo, finalizzate a verificare la corretta applicazione delle misure di prevenzione per evitare la diffusione del virus dell'influenza aviaria, i Nas di Ragusa, Palermo e Cosenza hanno accertato la violazione delle norme sanitarie e delle misure di biosicurezza, come la mancanza di reti di protezione per evitare contatti con volatili selvatici.
Intanto gli italiani, non sentendosi più sicuri, evitano il consumo di pollame e uova: otto su dieci non comprano più carni avicole!
Dopo "mucca pazza" adesso "la morte del cigno": nella vita non si può sempre avere, o meglio, mangiare tutto! Tornata sul piatto la bistecca "fiorentina", ora gli italiani sono costretti a dire addio a frittate e polli alla diavola!

http://www.rinoscribano.it

Rino Scribano 15.03.06 15:03| 
 |
Rispondi al commento

AVIARIA

Su come venga gestita la informazione AVIARIA e su quante e quali "guerre" ci siano davanti, di dietro, e di lato (nazionali, internazionali, avicole, bovine, bufaline)... ognuno la pensi come vuole.

Vi segnalo questo indirizzo, non è contro-informazione, ma informazione commerciale.
Mi interesso del mercato avicolo da più di 20 anni (invero quasi 30).

Fino ad una decina di anni fa questi signori mi mandavano a casa la lori rivista internazuìionale in formato cartaceo poi si sono convertiti al formato elettronico e ci sanno fare.

Proteggono bene il loro Business e non fanno certo della Open Information, ma meritano di essere letti perchè sono certamenti degli esperti del Settore Avocolo: certo ne sanno di cose.

http://www.wattnet.com/

Harry Steed 08.03.06 17:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Effettivamente un'epidemia di H5N1 può essere davvero pericolosissima e causare milioni di morti, quello che non approvo èche nessuno ha detto che la tanto temuta mutazione di tale virus per diventare patogeno nella trasmissione da uomo a uomo, non avviene dall'oggi al domani, e gli italiani, un popolo di stupidi pecoroni, si sono affrettati a eliminare il pollo dalla propria dieta mettendo in crisi un settore produttivo e si sono gettati a saccheggiare ogni farmacia che vendesse il Tamiflu (uno dei pochi farmaci effettivamente efficaci contro infezioni da Influenza e Parainfluenza virus)!
Queste psicosi collettive ricordano molto quelle degli americani...

Giuseppe Tognazzi 07.03.06 14:54| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti,
volevo informarvi che abbiamo organizzato una campagna a favore dei mici per informare meglio su queste notizie sull'aviaria. SU www. cittadinisenzafrontiere.it potrete trovare la nostra campagna "Aviaria? Non uccidete i gatti!"
chiediamo di inviare una mail al ministro della salute e al Ministro delle politiche agricole chiedendo di dire ufficialmente che non c'è nessuan relazione tra gatti e virus dell'aviaria.
Vi aspettiamo

Andrea Fino 07.03.06 14:19| 
 |
Rispondi al commento

Non so dirti molto dell'accordo di cui parli, ma so con certezza che c'è da diversi anni una importazione dal Brasile, verso l'Italia, in particolare di petti di pollo con un prezzo interessante.
Gli Italiani che sono emigrati in Brasile si sono dedicati spesso all'allevamento dei polli e ci hanno anche lasciato le penne in passato (economicamente)negli alti e bassi del mercato.

L'Italia è un grosso produttore di carni avicole, particolarmente in Veneto, Romagna, Molise. Pochi produttori (la scrematura si è fatta qualche anno fa con l'imposizione del pollo a busto eviscerato) produttori che puoi contare sulla punta delle dita di una sola mano e forse avanzi qualche dito, 10 miliardi schierati, si stanno RISpartendo le quote di mercato.

Il LATTE è Sistemato
La CARNE BOVINA è Sistemata
La CARNE AVICOLA sta per essere Sistemata

Aspettiamo La CARNE SUINA che è ancora un po troppo “politicamente frammentata”.

Ad Maiora

Harry Steed 07.03.06 01:20| 
 |
Rispondi al commento

RISPONDO

No non perdeva tempo cercando il virus nel gatto,
solo ne sa piu di te. Gia sei mesi fa in Tailandia avevano morte 12 tigri con il virus in un ZOO. Ma non si parlava di queste cose ... anno un po paura e le informazioni le danno solo quando propio devono . In TURCHIA avevano in due citta piccioni con h5n1 ma chi lo puo dire in un Italia piena di piccioni.
Ciao

PINGVIN RIBICA 03.03.06 02:44 |

Chiudi discussione


----------------------------------------------------------
Capisco quello che vuoi dire. E lo capisco molto bene.(da veneziano doc)

----------------------------------------------------------

Ho vissuto il colera dei pesci
Ho vissuto il polifosfato dei prosciutti
Ho vissuto la precocità dei galletti
Ho vissuto la pazzia delle vacche

Te ne risparmio altri ... molti altri

Ho vissuto 50 anni di esperimenti atomici in giro per il WORLD (ma questo conta molto poco)
... ma si è parlato di Cernobil

Adesso Sto vivendo la GAllina PAzza
Lascia cagare i colombi, in Africa sono morti due milioni di esseri umani in una guerra del c..o e non si sa neanche in che c..o (ripetizione stilisticamente inadeguata) di paese si sia svolta. Sai quanti colombi hanno tirato giù a cannonate.

Il problema non è sapere se l'informazione è vera o no, ma quali sono le finalità della manipolazione, quali sono gli scopi ulteriori.

Harry Steed 07.03.06 00:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

qualche giorno fa dalla radio brasiliana si esultava perchè il governo italiano a seguito dell'aviaria aveva firmato accordi per l'acquisto di polli ,sono stati comunicati anche i termini dell'accordo che mi sono però sfuggiti.Chiedo se qualcuno ha notizie sull'argomento

giulia bertozzi 05.03.06 11:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

carissini,non dimentichiamo i metalli delle vecchie otturazioni al mercurio.una mia collega a ancora dei grossi problemi.....(candidosi intestinale,intolleranza alimentare,riduzzione di massa muscolare)causati da queste.purtroppo questa persona non ha abbastanza soldi per poterle sostituire!!!vorrei avere ulteriori informazioni su ciò per aiutare questa persona in difficoltà.
per quanto riguarda i vaccini,quali sono quelli tossici?.....quello delle epetite B,ho notato che c'è l'alluminio,possiamo stare tranquilli?
è vero che il vaccino del morbillo causa nel tempo il morbo di khron?
spero presto di ricevere una risposta.
grazie

marco michelotti 04.03.06 18:40| 
 |
Rispondi al commento


Giornalisti somaroni.
Non hanno un opinione personale sul virus bufala sanno solo leggere un foglietto!
Giornalisti merdosi lecchini dei potenti!
Nessuno che abbia il coraggio di dire al popolo microcefalo dei vanna marchi che crede nei maghi e allo spirito santo ,che il virus e’ una cazzata mastodontica!
Politi porci invece che tranquillizzare sanno solo disinformare il popolo somaro che crede a tutto!
Svegliatevi popolo di somari-
Se non vi svegliate questi continueranno a prendervi per il culo
Idioti, creduloni!
Con voi e’ facile fare i miliardi ,siete talmente fessi!
giornalisti microcefali appartenenti agli organi di disinformazione!!!!!
vergognatevi siete dei buffoni!!

gisberto colombo 04.03.06 17:08| 
 |
Rispondi al commento

Giornalisti somaroni.
Non hanno un opinione personale sul virus bufala sanno solo leggere un foglietto!
Giornalisti merdosi lecchini dei potenti!
Nessuno che abbia il coraggio di dire al popolo microcefalo dei vanna marchi che crede nei maghi e allo spirito santo che il virus e’ una cazzata mastodontica!
Politi porci invece che tranquillizzare sanno solo disinformare il popolo somaro che crede a tutto!
Svegliatevi popolo di somari-
Se non vi svegliate questi continueranno a prenderci per il culo
Idioti, creduloni!
Con voi e’ facile fare i miliardi ,siete talmente fessi!

gisberto colombo 04.03.06 17:04| 
 |
Rispondi al commento

io piu che del virus dei polli, ho paura del virus degli idioti!
ecco perche' vanna marchi ha fatto i soldi.
perche ' ci sono dei somari creduloni come voi!
idioti.
microcefali.
somari
dementi
giornalisti buffoni
politici di merd...
ci stanno pigliando per il culo
svegliatevi
somaroni
l'aviaria e' una bufala
quand'e' che la capirete?
invertebrati!
sparatevi e' per il bene dell'intelletto.

gisberto colombo 04.03.06 16:53| 
 |
Rispondi al commento

per quei pochi microcefali che credono all'aviaria vadano a questo indirizzo: (e poi vadano aff... idioti microcefali)

http://www.disinformazione.it/i_veri_polli_siamo_noi.htm

colmbo gisberto 04.03.06 16:47| 
 |
Rispondi al commento

io piu che del virus dei polli ho paura del virus degli idioti, e nel mondo vedo che ce ne sono a miliardi !!!!
idiotiiiiiii
siete dei microcefaliiiiii
somariiiiiiii
dementiiiiiii
svegliateviii
pollastriiiii
ci stanno prendendo per il culo
idioti

colmbo gisberto 04.03.06 16:45| 
 |
Rispondi al commento

I love you so much! Great place to visit!

Billy 04.03.06 03:54| 
 |
Rispondi al commento

I VIRUS SONO BRUTTE BESTIE - CE NE SONO MOLTI DI VERAMENTE PERICOLOSISSIMI - MA I PEGGIORI -

QUELLI PIU' TERRIBILI SONO I VIRUS DI BUFALA

ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI

Harry Steed 03.03.06 03:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I VIRUS SONO BRUTTE BESTIE - CE NE SONO MOLTI DI VERAMENTE PERICOLOSISSIMI - MA I PEGGIORI -

QUELLI PIU' TERRIBILI SONO I VIRUS DI BUFALA

ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI AI VIRUS DI BUFALA
ATTENTI

Harry Steed 03.03.06 03:18| 
 |
Rispondi al commento

TRE (3) CINESI

SU UN MILIARDO E MEZZO DI PERSONE
SU UN MILIARDO E MEZZO DI PERSONE
SU UN MILIARDO E MEZZO DI PERSONE
SU UN MILIARDO E MEZZO DI PERSONE
SU UN MILIARDO E MEZZO DI PERSONE

Sono morti di GAllina PAzza

Bisogna comprane subito i corpi e mummificarli: varranno una fortuna (3 su un miliardo e mezzo: è un fior di conio).

Che medici 'sti Cinesi, (ricoscere "al volo" la malattia del futuro) Altro che i medici italiano che non riescono a riconoscere neanche un dozzinale e banalissimo infarto e ti mandano a casa dal prontosoccorso in treno.

Harry Steed 03.03.06 02:46| 
 |
Rispondi al commento

Non so quanti gatti ci siano in giro per il mondo, ne quanti ne muoiano al giorno, ne quanti siano sottoposti ad autopsia, ne su quanti di questi vengano fatti test per la ricerca del virus dell'aviaria.
---------------------------------------------
Personalmente credo che sia più facile fare scala reale a poker.
---------------------------------------------
Il ricercatore che ha imbroccato quel gatto doveva essere stato nella sua giornata fortunata: se anzichè andare a gatti fosse andato al casino' sarebbe tornato a casa miliardario in euro, se fosse andato in discoteca si sarebbe fatto un harem tutto in una notte
---------------------------------------------

Certo è che chi cerca virus dell'aviaria nei gatti o non sa un c..o di biologia o deve avere del tempo da perdere (ma molto)
---------------------------------------------

Tutti gli esperimenti scientifici richedono una spudorata ripetibità come certi colpi di culo al casino'

Harry Steed 03.03.06 01:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dicevi a me?

Giorgio Fiandrino 02.03.06 23:02| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo con l'opinione di Roberto Santiloni (22/2/06), ci vogliono fare il lavaggio del cervello con questa storia così da intascare tanti bei soldini dai vaccini che tra l'altro:
1- non ci sono perchè quelli in circolazione (in Italia) non proteggono dall'aviaria,
2- se ci fossero, sappaimo gli effetti collaterali?.
Vorrei anche ricordare, che in passato l'Italia è già stata colpita da un altro ceppo e che è per questo il Paese più all'avanguardia nella prevenzione. Le strutture che ospitano i polli seguono severissimi controlli.
La cosa che più mi rattrista è vedere gli Italiani in preda al panico a differenza del resto d'Europa che, si sta facendo una panciata di ridere e di pollo! Si stanno comprando il miglior pollo d'Europa a quattro soldi e alla faccia nostra!

Simona Ortolan 02.03.06 14:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

un gatto muore in Germania affetto dal virus H5N1 "ma in un Paese civile come l'Italia questo non può succedere" (un'intervista rilasciata a RadioDimensioneSuono): quand'è che la finiranno di prenderci in giro? i nostri gatti non vanno a caccia di uccelli, mangiano solo "scatolette", e soprattutto in Italia non abbiamo gatti randagi... e poi, ci riteniamo tanto più civili della Germania????

C Carnevali 02.03.06 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Posso darti del tu???..
... bene.. che tace acconsente .. poi dopo tutte el volte che ti ho visto in tv siamo ormai amici..
ascoltami.. ormai ci tempestano di queste notizie sull'influenza aviaria causata dal virus H5N1..
Come è ben noto un virus è composto da un capside detto appunto virale formato da diverse proteine che contiene uno o più filamenti di DNA o RNA.
detto questo, com'è possibile che un virus si chiami come una formula di un'ammina se questo composto non è presente nella conformazione di un virus??
grazie in anticipo dell'aiuto.. perchè mi aiuterai.. vero...???

Pietro Pozzi 01.03.06 17:06| 
 |
Rispondi al commento

Dimenticavo:


La verità secondo me l'ha detta Alberto Manzitti:

"Homo hominis lupus.
Ci stiamo ammazzando da soli.
Per me il virus H5N1 non é altro che l'antibiotico della Terra che cerca di debellare al virus che la stra ammazzando, che siamo noi umani.
Forza polli e tacchini, fatece neri!!!!!"

Giorgio Fiandrino 01.03.06 11:11| 
 |
Rispondi al commento

Un saluro a tutti!!!

Oggi sulla Stampa (Mercoled' 1 Marzo 2006) ho letto un articolo riguardabde l'aviaria, anche i gati sono a rischio H5N1. Tre giorni prima in Tv, non mi ricordo in quale programma, è stato detto che i gatti come i cani non possono contrarre l'aviaria. Vorrei sapere da qualche virologo notizie certe non per paura ma per semplice curiosità personale, vorrei sapere chi racconta balle. Se non è possibile avere una risposta certa va da se che la medicina in generale e lungi dall'essere una scienza esatta, ed è compresibile visto che le scoperte scientifiche da fare in tutti i campi sono ancora infinite. Quindi, se non si sa cosa dire riguardo H5N1 non sarebbe meglio dire: "Bè signori non sappiamo con certezza chi è a rischio e chi no"

Aspetto risposte.

Con affetto, un cordiale saluto a tutti.

Giorgio Fiandrino 01.03.06 11:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un pensierino (cattivo) del mattino: ma tutto questo gran parlare di febbre aviaria e gli staziamenti predisposti per il settore in crisi non saranno forse un'anticipazione per licenziamenti indiscriminati e spostamento all'estero degli allevamenti, magari proprio nei paesi di provenienza del virus???
Spero proprio di sbagliarmi, ma ne dubito...
Saluti

Alessandro Pastore 01.03.06 07:13| 
 |
Rispondi al commento

Stimatissimo Beppe Grillo!dopo aver ascoltato il suo discorso sul dvd "Roma2005"ora sono una madre angosciata e preoccupata;mi resta la conoscenza e la consapevolezza.Mio marito fa il medico da 30anni e ci mantiene a me e mia figlia,non so a Genova,ma qui a Bologna per poter esercitare in quest'area di medicina a richiesta la specialità in Radiologia,non è facile da ottenere.Lui è medico generico ed a giugno dovrà pagare più tasse di ciò ke guadagna e poi essere umiliato quando un paziente o uno specialista richiede un ecografia ke spesso si salva la vita senza farmaci.Lei dice, e io condivido pienamente, perchè ho fatto due cesari,che il ginecologo è equivoco,allora perchè il governo,invece di diminuire i tempi d'attesa alle strutture pubbliche non comincia a mettere mano all'ordine dei medici?Si modifica la costituzione,si puo' anche dare una rinnovata a questi ordinamenti succhia-soldi,invece di spendere miliardi di debiti per la prevenzione e fare alle donne-madri del terrorismo psicologico.Lei non immagina quanto lottai ai tempi delle scuole medie per non autorizzare la vaccinazione antiepatite-b!Legga gli effetti a lungo termine che puo' creare! addirittura puo' ridurre un diabete autoimmune.So che la generazione dopo veniva vaccinata subito appena nati,senza il consenso dei genitori.Tra laltro non serve a nulla, anzi. Monica da Bologna

Claudia Ghanem 28.02.06 09:13| 
 |
Rispondi al commento

Homo hominis lupus.
Ci stiamo ammazzando da soli.
Per me il virus H5N1 non é altro che l'antibiotico della Terra che cerca di debellare al virus che la stra ammazzando, che siamo noi umani.
Forza polli e tacchini, fatece neri!!!!!

Alberto Manzitti 27.02.06 13:43| 
 |
Rispondi al commento

USA - Aviaria H5N1 - Contagio diretto dal tacchino all'uomo.

Purtroppo dobbiamo segnalare il primo caso di contagio diretto tacchino - uomo.

http://italy.indymedia.org/news/2006/02/1004259.php

Domenico Schietti 26.02.06 18:20| 
 |
Rispondi al commento

Insomma.....cosa devo pensare? Che le case farmaceutiche hanno montato tutta questa psicosi della malattia mmoprtale per l'uomo al solo scopo di vendere qualche vaccino in +?

Davide Garavaglia 26.02.06 18:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ragazzi, ma avete notato cosa hanno avuto il coraggio di trasmettere l'altra sera alle 21.00? iL film VIRUS LETALE!!! VIRUS LETALE???? ma allora ditelo che alle aziende avicole le volete spezzare in due!!! Già c'è la psicosi da virus che ha fatto crollare completamente il mercato, già le assicurazioni dei vari politici non valgono una ceppa, già l'intero settore è allo sbando, e quei deficienti che decidono i palinsesti in Mediaset decidono di mandare in onda, IN PRIMA SERATA, UN FILM RASSICURANTE...VIRUS LETALE!!!, un film che uscivi dal cinema e non potevi neanche tossire che ti guardavano tutti con sospetto...!!!

ma ciò che più mi inquieta è che a Mediaset nulla accade per caso...che interesse avevano a mandarlo in onda proprio ora? se qualcuno ha un'idea... a presto Lidia Monda

Lidia Monda Commentatore in marcia al V2day 26.02.06 01:01| 
 |
Rispondi al commento

Sono rimasto veramente basito nel leggere questo:

"Se questa può essere una strategia curativa, resta il fatto che secondo gli esperti la soluzione ideale è la prevenzione. Infatti il virus ha un’elevata mortalità (il 90%), inoltre chi è infettato diviene contagioso prima di manifestare i sintomi, cosa che rende più arduo contenere la diffusione isolando le persone colpite. La soluzione ideale è quindi il vaccino. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha già provveduto a consegnare a industrie e laboratori gli isolati virali necessari alla produzione di un vaccino pandemico, come viene definito. Però dall’aprile scorso solo due aziende tra le 12 maggiori produttrici di vaccini si sono attivate al riguardo. Secondo l’OMS pesano problemi di brevetti sulle tecniche genetiche necessarie a elaborare l’immunizzazione contro il virus aviario, e anche la scarsa propensione a investire in vista di un vento, la pandemia di influenza dei polli, che, per quanto molto probabile, non è dato sapere quando si presenterà. Questioni di mercato, insomma."

sono...senza parole, sero che non sia vero quel che ho letto.

Vittorio Mori 25.02.06 14:40| 
 |
Rispondi al commento

PRIVI DI ARGOMENTI E DI CONTENUTI VALIDI A PERSUADERE LA POPOLAZIONE A SMETTERE DI NON MANGIARE IL POLLO CREDONO DI POTERCI RASSICURARE CON QUESTI SHOW DA BARACCONE MA LA COSA PIU GRVE è CHE CI VEDONO COME BAMBINI SCIOCCHI E CERCANO DI CONVINCERCI CON UN: "guarda come è buona la pappa aaaaaaaaaaaam!"

matteo maro 25.02.06 10:25| 
 |
Rispondi al commento

Perchè invece non parliamo anche della sars? Ci hanno stracciato i maroni con la sars...e poi tutto finito...Stessa roba con l'aids...prima facevano lo spot...quello dell'alone viola...e ora?
Tra qualche anno ci dobbiamo aspettare l'invenzione dell'elefantiasi equina...contagiosa...se ti tromba un cavallo vieni infettato...mannaggia!!!
Qualcuno ha visto il film "28 giorni dopo" scimmia morde uomo...uomo morde uomo...piu o meno quello che fanno i "grandi capi" con noi. Comunque io il vaccino non l'ho fatto, era terminato...
ciao

Andrea Piras 25.02.06 10:11| 
 |
Rispondi al commento

Come sempre, quando accade qualcosa che riguarda la pubblica salute, gli italiani non perdono tempo nel cercare subito un capro espiatorio a cui dare la colpa, sia esso di centro, destra o sinistra. E l'ultima faccenda dell'influenza aviaria non ha fatto eccezione alla regola. Ma certo il Berlusca una bella sera non ha più vaccinato i polli ed è colpa sua, oppure è Prodi che ha fatto il richiamo del cigno col ciufoletto ed i cigni selvatici sono arrivati ad appestare il nostro BelPaese ? Ma suvvia, cerchiamo di essere seri ed assumerci le nostre responsabilità. L'italia non ha memoria del suo passato e si vede. L'influenza aviaria è partita dai paesi asiatici dove le condizioni igieniche sono inesistenti. Qui da noi, sembra, pericoli reali non ci siano ancora. A parte poi il terrorismo mediatico montato ad arte come fu per il pesce al mercurio, il vino al metanolo, la mucca pazza ed oggi l'influenza dei polli. Tutti questi problemi non esistono più, si sono tutti redenti. Il mercurio è stato infilato di nuovo nei termometri, la mucca ora viene nutrita con zolle di terra scelte con cura e beve nella ciotolina personale e tra un po' i polli non avranno più l'influenza: basterà un'aspirina C. E' inutile far vedere per televisione che tutti mangiano pollo, alla stregua dei pescatori baresi che facevano vedere che mangiavano frutti di mare crudi, dopo che il potere mediatico ha fatto tutto e il contrario di tutto per mettere in ginocchio il settore avicolo. Io continuo ad acquistare e mangiare pollo e tacchino, ma quanti credono che non basti la cottura per uccidere il virus ? Il 70% degli italiani crede che questa sia una stupidaggine. E come dargli torto ? Inutile pure a questo punti fare paragoni stupidi con Germania e Francia dove non ci sono allarmismi. Noi non siamo francesi nè tedeschi ma italiani con la paura che ci sia sempre qualcuno disposto a fregarci e la storia ce lo insegna ancora.

roberto santiloni 22.02.06 09:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DESIDERAVO AGGIUNGERE UN'OSSERVAZIONE PERSONALE AL BELL'ARTICOLO
DI MICHELE SERRA SULL'AVIARIA (ESPRESSO N.7 DEL FEBB2006)nel quale tuttavia si stigmatizza un comportamento pavido degli italiani nei confronti del pollo che mi pare deviare dalla sostanza del problema:
SI E' RIVISTO UNO (O PIU'?) MINISTRI IN PIAZZA A MANGIAR POLLO CON LE MANI.
I POLLI NON SONO CERTO BELLI, QUELLI D'ALLEVAMENTO POI....MA CERTI
POLITICI LI BATTONO DI GRAN LUNGA, E LA SPIEGAZIONE SULLA PSICOSI
PSEUDOAVIARIA TUTTA ITALICA E' SEMPLICE: GLI ITALIANI NON HANNO PAURA DEL POLLO,
HANNO PAURA DEI POLITICI.
ANZI, SONO ULTRACERTI -NELLA STRAORDINARIA INCERTEZZA DEI NOSTRI TEMPI- CHE PIU'
I POLITICI VOGLIONO CONVINCERLI, PIU' C'E' SOTTO LA FREGATURA.
COSI' QUELLI IN PIAZZA A MANGIAR POLLI CI DANNO L'UNICA CERTEZZA CHE ABBIAMO
DA 5 ANNI A QUESTA PARTE, D'ESSERE IN PROCINTO D'ESSER FREGATI;
E' TUTTA GENTE DALLA QUALE COMPREREMMO UN'AUTO USATA SOLO PER REGALARLA
ALLA SUOCERA.....ERGO, SE LI SI VEDE MANGIAR POLLO, SIAMO CHISSA' PERCHE'
INCLINI A PENSARE (L'ULTIMA A MORIRE E' LA SPERANZA.....) CHE FACCIA MOLTO,
MOLTO MALE.....(almeno a loro, così si renderanno giustizia da soli).

Antonio Trezzi Commentatore in marcia al V2day 22.02.06 09:02| 
 |
Rispondi al commento

Saluti a tutti volevo solo sapere cosa ne pensavate di questo show che si vede sulle reti mediaset riguardo l'influenza aviaria , tutti a mangiare polli in diretta, ma niente niente Silvio ha le mani in pasto pure in questo? e poi se un giorno ci dicessero che le supposte sono nocive vedremo in televisioni queste persone provarle per convencerci del contrario?
Mah.... non ho parole a quello che si vede in tv.
Ciao Beppe sei un mito

Massimiliano Bianchi 21.02.06 21:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credo che stiamo perdendo la strada... stiamo assistendo a qualcosa di strano e folle.
dimentichiamo un momento la dietrologia, ammettiamo che quel virus sia patogeno per l'uomo per trasmissione diretta.
da mesi stiamo vivendo la follia collettiva della presunzione di onnipotenza dell'uomo. Ma veramente qualcuno si può incazzare perchè le autorità non controllano il fenomeno ? Ma quale stupida e cieca fiducia nella nostra onnipotenza può far pensare che "le autorità" possano fermare gli uccelli migratori ? e chi può pensare di eliminare tutti (ma proprio tutti) gli uccelli da cortile in europa? Ed oggi dovremmo eliminare i predatori ?
ma il mondo reale che fine ha fatto?
La più importante direttiva europea sulla protezione della natura viene chiamata "direttiva uccelli", proprio perchè gli uccelli sono un nodo vitale per la conservazione dell'ambiente; proprio perchè senza il loro trasporto e le loro migrazioni la biodiversità globale crollerebbe. Gli uccelli sono dei vettori, cioè portano le cose da qui a li e da li ad un altro posto.
ed è proprio per questo che sono vitali per la NOSTRA SOPRAVVIVENZA.
l'aviaria non è nata negli allevamenti e non ci è rimasta.
E se non possiamo fermare gli uccelli non possiamo sconfiggere le malattie.
possiamo sconfiggere una malattia, specifica,da virus stabili ma le malattie prodotte da virus come questo sono diverse.
la dobbiamo combattere, dobbiamo arginare gli effetti, aiutare l'umanità a farsi gli anticorpi e superare questa ultima, solo per ora, malattia.
e tornare a gettare il pane alle anatre, nei parchi, e portare i babini a vedere gli inanellatori nei parchi nazionali.
Può essere brutto, ma i virus mutano, loro sono fatti per questo, ma la natura non ragiona sui singoli individui.... così, quando l'ondata sarà passata, l'influenza aviaria vrà perso di virulenza, si stabilizzerà come le altre influenze.
E basta con l'aspettare la mutazione !

Fermare gli uccelli! questa poi !!!

Riccardo M. Strada 21.02.06 13:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La volevo comunque informare che il virus dell'aviaria non è patogeno per l'uomo. La preoccupazione degli scienziati è che possa mutare in una forma patogena, cosa che finora non è mai successa.

stefano barbieri 21.02.06 09:07| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
premetto, per chiarezza, che in casa mia non si è mai smesso di mangiare pollame che, invece, svolge una parte importante nella nostra alimentazione, specie il petto di pollo che è la parte piu' magra ed uso per abbassare il colesterolo.
D'altro canto io e mia moglie facciamo parte di una comitiva di amici dove è usuale passare i sabati sera a cena ogni volta a casa di una delle coppie. Devo dire che molto spesso è capitato di commentare le notizie sull'aviaria che comparivano in televisione mentre,tutti quanti, a volte, mangiavamo pollo. Al pranzo di capodanno, a casa di mia madre,tra gli arrosti misti c'era anche anatra e pollo. Facendo una breve indagine tra i miei amici e colleghi ho scoperto che non c'è davvero nessuno che ha smesso di mangiare pollame. Ma la televisione mi bombarda con allarmi del settore avicolo in crisi e l'altro giorno un poveraccio (trasportatore di pollame) si è suicidato dopo aver fatto fuori moglie e figlio. E tutto questo mentre io continuo a mangiare il pollo.

Ma veramente gli Italiani hanno smesso di mangiarlo? Io non ci credo.

Stasera FINALMENTE ho capito quale è stato il LORO gioco. E' notizia di oggi (tg5) che due ministri Italiani si sono recati in commissione europea a rappresentare lo stato di crisi del settore avicolo in Italia e, la C.E. (visionati i dati inconfutabili), elargirà fondi di emergenza.

Io ho un brutto vizio: quando leggo "la C.E. elargirà..." capisco sempre "la multinazionale delle banche presterà...!".

E sai cosa ci costerà questo prestito? La notizia del tg prosegue: "L'Italia si è perciò impegnata a diminuire la produzione nazionale di prodotti avicoli in modo di bilanciare la richiesta".

Ma la richiesta non è diminuita!!!
Questa mossa altro non servirà che a:
1)far entrare in Italia polli esteri;
2)altre aziende chiuderanno;
3)quei soldi chi se li prenderà?

Devo chiudere perchè ho finito lo spazio.
Ho un cosciotto di pollo che mi aspetta.
E non crediamo a tutto!!

Lorenzo Airo 21.02.06 00:25| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
premetto, per chiarezza, che in casa mia non si è mai smesso di mangiare pollame che, invece, svolge una parte importante nella nostra alimentazione, specie il petto di pollo che è la parte piu' magra ed uso per abbassare il colesterolo.
D'altro canto io e mia moglie facciamo parte di una comitiva di amici dove è usuale passare i sabati sera a cena ogni volta a casa di una delle coppie. Devo dire che molto spesso è capitato di commentare le notizie sull'aviaria che comparivano in televisione mentre,tutti quanti, a volte, mangiavamo pollo. Al pranzo di capodanno, a casa di mia madre,tra gli arrosti misti c'era anche anatra e pollo. Facendo una breve indagine tra i miei amici e colleghi ho scoperto che non c'è davvero nessuno che ha smesso di mangiare pollame. Ma la televisione mi bombarda con allarmi del settore avicolo in crisi e l'altro giorno un poveraccio (trasportatore di pollame) si è suicidato dopo aver fatto fuori moglie e figlio. E tutto questo mentre io continuo a mangiare il pollo.

Ma veramente gli Italiani hanno smesso di mangiarlo? Io non ci credo.

Stasera FINALMENTE ho capito quale è stato il LORO gioco. E' notizia di oggi (tg5) che due ministri Italiani si sono recati in commissione europea a rappresentare lo stato di crisi del settore avicolo in Italia e, la C.E. (visionati i dati inconfutabili), elargirà fondi di emergenza.

Io ho un brutto vizio: quando leggo "la C.E. elargirà..." capisco sempre "la multinazionale delle banche presterà...!".

E sai cosa ci costerà questo prestito? La notizia del tg prosegue: "L'Italia si è perciò impegnata a diminuire la produzione nazionale di prodotti avicoli in modo di bilanciare la richiesta".

Ma la richiesta non è diminuita!!!
Questa mossa altro non servirà che a:
1)far entrare in Italia polli esteri;
2)altre aziende chiuderanno;
3)quei soldi chi se li prenderà?

Devo chiudere perchè ho finito lo spazio.
Ho un cosciotto di pollo che mi aspetta.
E non crediamo a tutto!!

Lorenzo Airo 21.02.06 00:21| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe,
dunque il mercato del pollame è crollato. A nulla serve ribadire che i polli "cotti" non presentano alcun pericolo. Che non c'è stato nessun caso di malattia in Italia, nemmeno un morto! Sull'onda emotiva l'italiano medio ha "tagliato" drasticamente il consumo di pollame.
Se però allo stesso italiano "medio" diciamo e ribadiamo (e scriviamo in neretto sulle confezioni!) che il fumo uccide e che fa 90.000 morti all'anno (solo in Italia), lui continua a fumare.
Lo smog avviluppa le nostre città, ma nessuno è disposto a tagliare drasticamente il consumo di ... automobili!
Ma siamo sicuri che l'italiano medio rientri nella categoria dell'homo sapiens?
Mi sembra più "sapiens" il mio cagnolino che NON fuma e che non si farebbe davvero scrupolo di mangiarsi un bel pollo allo spiedo!
L'aspetto positivo è che posso riempire il mio frigo di ottimo pollo acquistato a prezzi irrisori!
Con quello che risparmio potrei comprarmi dei favolosi sigari toscani! Peccato però perché io non fumo!
Paolo

paolo federici 20.02.06 18:21| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe,
dunque il mercato del pollame è crollato. A nulla serve ribadire che i polli "cotti" non presentano alcun pericolo. Che non c'è stato nessun caso di malattia in Italia, nemmeno un morto! Sull'onda emotiva l'italiano medio ha "tagliato" drasticamente il consumo di pollame.
Se però allo stesso italiano "medio" diciamo e ribadiamo (e scriviamo in neretto sulle confezioni!) che il fumo uccide e che fa 90.000 morti all'anno (solo in Italia), lui continua a fumare.
Lo smog avviluppa le nostre città, ma nessuno è disposto a tagliare drasticamente il consumo di ... automobili!
Ma siamo sicuri che l'italiano medio rientri nella categoria dell'homo sapiens?
Mi sembra più "sapiens" il mio cagnolino che NON fuma e che non si farebbe davvero scrupolo di mangiarsi un bel pollo allo spiedo!
L'aspetto positivo è che posso riempire il mio frigo di ottimo pollo acquistato a prezzi irrisori!
Con quello che risparmio potrei comprarmi dei favolosi sigari toscani! Peccato però perché io non fumo!
Paolo

paolo federici 20.02.06 18:18| 
 |
Rispondi al commento

caro krillo, sono uno studente di 15 anni al liceo scientifico E.Majorana di Latina. A scuola la nostra professoressa d' italiano, ci parla ogni giorno dell' influenza aviaria senza lasciarci esprimere le nostre opinioni. io credo che non sia giusta questa tecnica d' insegnamento xkè se a un essere umano si leva la libertà di espressione, di parola, di opinione, lo si uccide. tu cosa ne pensi? ti prego rispondi. PS: chiunque voglia può scrivermi sul mio indirizzo di posta: darioscapin@hotmail.it

dario scapin 20.02.06 18:03| 
 |
Rispondi al commento

Cari ragazzi, ecco cosa penso io dell'aviaria di questi giorni e di tutte le altre cose che ogni tanto ci spaventano.
Ricordate Cernobyl??? Una immane catastrofe, di cui ovviamente non ne parla più nessuno. Io ricordo che in quell'anno avevo mia figlia con appena un anno, e mi guardai bene dal portarla fuori, dal mangiare lattuga o insalate a foglia larga ecc ecc, come tutti. Ma ricordo anche una cosa, che c'erano dei valori sul famoso CESIO, costantemente testati ogni giorno, per vedere quanta radioattività avessimo. Bene come mai se il giorno prima la tolleranza era di 30 il cesio era a 28? e come mai se il giorno dopo il cesio saliva a 32 la nostra tolleranza era 35?
Ho letto da qualche parte che l'uomo non è mai sbarcato sulla luna, ma era una politicata,ci propinano di cose che poi il giorno dopo smetiscono. E si stupiscono se la popolazione è un po' attenta a non mangiare carne di pollo?
Certo ci buttiamo la zappa sui piedi, perchè poi l'economia, già in crisi va a farsi benedire...ma se ogni tanto ci dicessero la verità.. Voi che ne dite???
Madda

rosa maddalena 20.02.06 17:36| 
 |
Rispondi al commento

IO CREDO CHE BEPPE GRILLO SIa un attore molto e molto ..... bravoone e che sia sciazzu lu curnudo

floscio loloscoiotto 20.02.06 15:42| 
 |
Rispondi al commento

IO CREDO CHE BEPPE GRILLO SIa un attore molto e molto ..... bravoone e che sia sciazzu lu curnudo

floscio loloscoiotto 20.02.06 15:41| 
 |
Rispondi al commento

Ciao!! A proposito dell'aviaria, ieri mi è capitato di assistere ad un episodio che di primo impatto può sembrare comico, ma poi, a pensarci bene... Come tutti i giorni ho preso la metropolitana per andare all'università e nel mio stesso vagone c'era un signore di nazionalità cinese con una mascherina davanti alla bocca, evidentemente influenzato, che tossicchiava... Lascio solo immaginare la reazione dei passeggeri a bordo di quel vagone... Tra sguardi furtivi e preoccupati, TUTTI si sono allontanati lasciandolo solo al centro del vagone, mentre gli altri quasi si spiaccicavano alle pareti per evitare ogni sorta di contatto... Ora, per chi sa come può essere di mattina la metro di Roma, può risultare molto difficile stare lontano più di 10cm da una persona... EPPURE CI SONO RIUSCITI!!!!
E ho iniziato a riflettere: ma quanto possiamo essere fessacchiotti? Farci spaventare da un cinese con la bronchite...? Forse è proprio questa la vera influenza aviaria, è questa la vera malattia di cui tanto si parla.. Abbiamo più paura della "paura di prendere una malattia" che della malattia stessa... Forse dobbiamo riflettere di più prima di non comprare un po' di pollo... e i telegiornali, invece di MARTELLARCI CON LE NOTIZIE DEI CIGNI MORTI E FAR VEDERE LE AUTOPSIE DI QUESTE POVERE BESTIE ALL'ORA DI PRANZO FORSE DOVREBBE FARCI CAPIRE CHE REALMENTE NON C'è UN GRANDISSIMO RISCHIO SE TI MANGI UN POLLO ALLO SPIEDO!!! E' pure buono... Dobbiamo CONOSCERE...L'ignoranza è veramente una brutta bestia...

Silvia Negri 18.02.06 12:01| 
 |
Rispondi al commento

& glocal

http://www.themeatrix.com/italian/index.html

"Take the red pill"

Un saluto.

ijimiaz galir 17.02.06 02:49| 
 |
Rispondi al commento

Innanzitutto, fesso sarai tu.
Poi spero che vi sia uno in giro, che ti prenda e ti butti in un sacco ancora vivo. Stronzo

Franco D'Arcangelo 16.02.06 19:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono importatore del rinomato e indiscusso POLLO DI BRESSE(FRANCIA) l'unico Pollame al Mondo con un riconoscimento D.O.P.
Ora io dico questo: a parte la caduta delle vendite nel settore di oltre il 70% ma come e' possibile che se vendono un normalissimo pollo allevato in batteria, e non certo un pollo di questa qualita' riferendomi al pollame di Bresse,a 1 euro al Kg. la gente lo compra? Allora devo dedurre che basti che costi poco, passa la paura e ammesso che(io non credo in questa favola aviaria)sia anche"AVARIATO" ok allora e' giusto comprarlo; a quel prezzo! ciao tutti

GRAZIANO A. 16.02.06 17:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve, secondo te questa influenza aviaria non è un ennesima manovra economico/politica di qualche "Gran Furbone"?Fermo restando che il problema esiste,ma a me suona strano il silenzio che c'è stato e poi di nuovo il BUM mediatico di questi ultimi giorni....che dobbiamo fare????

flavio d'amato 16.02.06 08:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Purtroppo l’aviaria e’ un’altro di quei virus bufale che spaventano solo i fessi come voi! Io sinceramente mi auguro che questa aviaria sia reale e che si diffonda in tutto il mondo e che possa eliminare questo schifosissimo essere umano e che la nostra razza possa estinguersi per il bene del mondo ,siamo il cancro del pianeta terra.
Provo orrore come gli esseri “umani” riescano ad uccidere quei poveri volatili accusati di avere contratto un virus bufala- gettati nei sacchi ancora vivi
Odio voi umani e vi auguro di morire tra le piu atroci sofferenze.
Vi odio e lo voglio, urlare vorrei uccidervi uno a uno con le mie mani.voi che gettate nel sacco animali ancora vivi!

colombo gisberto 15.02.06 00:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.antoniodipietro.it/

http://www.radicali.it/

http://www.radicali.it/view.php?id=52476

ijimiaz galir 14.02.06 21:16| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti.
Qualcuno sa spiegarmi come mai continua ad esserci,da un po' di mesi,una certa differenza di "tono" tra le notizie diffuse dai nostri media a proposito dell'H5N1 e ciò che riporta il sito del WHO(Org.Mondiale Sanità).Come potrete notare sul loro sito: http://www.who.int/csr/disease/avian_influenza/en/ non c'è notizia delle segnalaz.di aviaria italiana,nonostante sia aggiornato al 13/2/06,e lo stesso accadde nel periodo autunnale in cui era di"gran moda" l'allarmismo sull'H5N1..
Grazie

Massimo Pozzato 14.02.06 14:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve a tutti,
a proposito di influenza aviaria, vorrei porre l'attenzione su un aspetto di cui nessun media parla, ma che francamente mi irrita parecchio. Al tg in questi mesi spesso si e' visto il modo in cui vengono soppressi i volatili infetti o presunti tali. Possibile che nessuno commenti negativamente il modo in cui vengono eliminati? Nessuno si accorge che vengono infilati brutalmente dentro i sacchi, ancora vivi?!! Gia'! I media non ne parlano perche' ora l'attenzione e' rivolta solo verso un problema considerato piu' importante, ossia se verremo contagiati o no. Come al solito l'uomo si pone egoisticamente al centro del creato: l'uomo crea allevamenti intensivi, distrugge l'ambiente, si riproduce senza criterio, in nome del proprio benessere... peccato che a volte il creato presenti un conto molto salato a questo stupido essere...

sonia palladino 14.02.06 13:49| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti.
sul marciapiede di via Mecenate 86, a Milano,
oggi è stato ritrovato un uccello (non ben identificato, forse un
fagiano) morto. Già dalle ore 11 è stata avvisata la ASL, che per
tutta risposta dice che manderà qulacuno non prima di 24 ore (!?).

Bisogna credere allora a Storace che non c'è nulla di cui preoccuparsi
...


Domenico Bonanno 14.02.06 13:38| 
 |
Rispondi al commento

ho letto dell'aviaria arrivata in Italia
e visto in tv , uno studioso dire che le specie di uccelli come i colombi , le tortore , i piccioni non venendo a contatto con le specie infette non sono pericolose per l'uomo.
Scusate ma quando tra meno di un mese arriveranno le rondini ( specie migratrice) nelle nostre città il pericolo sarà incombente oppure anche allora non dovremmo preoccuparci ?

mario giannino 13.02.06 23:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

un'immagine suggerita dalle ultime news sul virus h5n1 della aviaria
http://photos1.blogger.com/blogger/573/1191/1600/morte%20del%20cigno.jpg

michele ingenuo 13.02.06 16:33| 
 |
Rispondi al commento

A tutti gli interessati, segnalo che al Carrefour di Lugano c'è una super offerta di anatra cinese congelata.

Chi è omo se sarvi!

elena roversi 12.02.06 20:24| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe e ciao a tutti,
è di oggi la notizia che la cosiddetta "Aviaria" è sbarcata in Italia (cigni morti in Sicilia, Puglia e Calabria).
L'annuncio è stato dato dallo stesso Ministro della Salute Storace, il quale solo qualche settimana fa dava per assurda la possibilità che tale malattia arrivasse in Europa eppure eccoci qua......
Ma che cavolo dove le vanno a prendere le informazioni?
Io ho ascoltato Storace e non ho acquistato il Tamiflul finchè ce n'era ed ora mi dicono che forse è meglio prenderlo?!
"Mistero" della Salute.
Ciao

Roberto Catalano 11.02.06 15:53| 
 |
Rispondi al commento

Influenza: In effetti, l'Organizzazione Mondiale della Sanita' ci ha messo in guardia dall'aviaria, che pero' non e' scoppiata. Si erano addirittura ipotizzati 150 milioni di morti, piu' che altro su basi statistiche, ma finora ci sono state nel mondo meno di 100 vittime.

Invece, pochi si sono accorti che nei laboratori e' stato fatto rivivere il virus della Spagnola che uccise circa 25 milioni di persone nel 1918. Sofisticata operazione di ricostruzione da frammenti estratti da vittime di decenni fa, eppure risultato impressionante. Il virus e' un vero mostro, si riproduce 39mila volte di piu' di quello della normale influenza. Iniettato nei topi di laboratorio li ha sterminati al 100% in sei giorni. E ora? Ora se ne sa di piu' e forse in futuro saremo piu' preparati, ma c'e' chi teme che la mappa genetica del virus possa cadere nelle mani sbagliate: un terrorista o un pazzo, ma con le risorse giuste, lo potrebbero riprodurre e diffondere e farebbe piu' vittime di una mezza dozzina di atomiche.

Lazzarotti gaetano Commentatore in marcia al V2day 10.02.06 10:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

coro Beppe ti scrivo per un piccolo problema che mi è capitato, io sono da 5 anni un invalido,giorni fà sono stato dai vigili urbani di Campoformido Udine x rinnovare il cartellino quello dei parcheggi, mi è stato risposto che non ne ho diritto, perche il codice della strada parla di deambulazione alle gambe, io ho una protesi alla spalla dx, pensa sto vigile ne sa piu di una commissione medica, mi hanno cacciato ora sto cercando altre strade, volevo solo indicarti un'altro esempio di malasanità e di abuso di potere da parte di uno in divisa, tui cosa mi consigli di fare? ciao grazie e.....vai avanti così

osti araldo 08.02.06 07:51| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe
oggi mi è capitata una cosa curiosa e allo stesso tempo disarmante. Ho bisogno di fare un'ecografia inguinale e naturalmente le liste d'attesa per un'analisi convenzinata sono lunghissime...se fossi un malato terminale farei in tempo a morire!ma insomma l'alternativa c'è basta PAGARE!
Una semplice ecografia inguinale in tre enti diversi ha tre prezzi differenti. Poliambulatorio Fleming Mestre €52.00; clinica a Monastier € 58.00 ; e Villa Salus Mestre €69.00. Mi sono detta cambierà la marca del gel che ti spalmano!!!!
Ciao Sandra

Sandra Rizzo 31.01.06 14:50| 
 |
Rispondi al commento

*
*
ho capito, queste poche cose dell'influenza aviaria:
1. c'è una bassissima probabilità di un rischio elevato. cioé se succederà sarà gravissimo, ma la pandemia sembra molto improbabile. Anche se la Luna precipitasse sulla Terra sarebbe una catastrofe, ma non sembra per ora molto probabile;
2. non esiste evidenza per sostenere che ci sarà "il salto di specie". Ovvero si parla ancora di una malattia dei polli, non dell'uomo. L'analogia con il passato, quando il passaggio è stato: uccelli-> maiale -> uomo (la famosa "spagnola") potrebbe al limite spaventare, ma nel frattempo siamo in grado di attuare NOZIONI e PRECAUZIONI di IGIENE che allora erano pressoché sconosciute;
3. l'influenza finora si è sempre contagiata per "stretto contatto" con polli infetti. ovvero a chi ci viveva in promiscuità o maneggiava animali infetti (es. macellai), in situazioni senza controlli né precauzioni. Non è il caso medio del cittadino medio occidentale! ;
4. ammesso che il virus cambi e ammettendo che ci sarà una pandemia, è impossibile ORA preparare un qualunque vaccino. Per fare il vaccino occorre il virus. Che non sarà il famoso H5N1, ma una sua "variante". Se saranno molto diversi, il vaccino sarà molto inutile...;
5. il famoso antivirale (tamiflu) non c'è in Italia perché non è mai stata concessa la registrazione (il Ministero della Salute non ha mai concesso l'autorizzazione al commercio). Non escludo che la registrazione manchi poiché l'Azienda produttrice non lo ha mai chiesto. Sarebbe un farmaco per curare l'influenza comune, che funzionerebbe solo se preso nelle prime ore dal contagio. Sarebbe a pagamento per il paziente, e non funzionerebbe se preso troppo tardi. Mio nonno diceva che il raffreddore guariva con la terapia in una settimana, MENTRE senza terapia occorrevano sette giorni!

daniele j

daniele jommi 30.01.06 22:13| 
 |
Rispondi al commento

Dal TG2 delle 20:30 di oggi (30/01/06).
Il ministro della sanità annuncia una proposta per la prossima legislatura: un controllo medico agli immigrati che arrivano in Italia.
Mi tengo assolutamente lontana dal giudicare la proposta ma...mi torna in mente lo stesso ministro a "Che tempo che fa" di qualche settimana fa.
Intervistato riguardo alla bagarre sorta in seguito alla possibilità di usufruire di volontari nei consultori per permettere la piena attuazione delle legge sull'aborto (tra cui anche quelli del movimento per la vita), il ministro risponde dicendo che il ricorso ai volontari è legato alla non sufficente disponibilità di personale "interno".
Ovvero fa capire che non ci sono i soldi ed il personale da mettere nei consultori per aiutare le donne nella scelta aborto/non aborto.

Ora mi chiedo...dove troverebbero il personale e i soldi per fare quelle visite mediche agli immigrati?!?

Mi viene da pensare che sia il clima pre-elezioni...sennò non me lo spiego!

Marta D. 30.01.06 21:49| 
 |
Rispondi al commento

Liberamente tradotto da un articolo del Mother Jones

ALIAH GLEASON è una ragazza grande e vivace con una faccia rotonda, di spirito pronto e una linguetta tagliente.

Ha 13 anni, è la seconda di quattro figli di Calvin e di Anaka Gleason, una coppia afro americana che vive in un sobborgo di Austin, Texas. Aliah era una comune allieva con delle difficoltà a causa del modo in cui “faceva correre la bocca”, a volte le sue buffonate sono andate un po’ oltre – come quando è andata contro un’insegnante ritenendo fosse brutta "stavo definendo questa insegnante un uomo perché aveva i baffi"-.

I funzionari scolastici considerarono Aliah una perturbatrice, ritenendo che avesse "un disturbo oppositivo" e fu relegata in una classe speciale. I suoi genitori vedevano in lei solo una bambina vivace, piuttosto brillante e un po’ polemica. Un giorno gli psicologi dall'Università del Texas (UT) hanno visitato la scuola per svolgere una valutazione di salute mentale e la vita di Aliah ha preso una piega drammatica. Alcune settimane dopo, il Gleasons hanno ricevuto una lettera formato standard dal programma di 'screening': "Cari genitori, sarete felici di sapere che vostra figlia non sembra avvertire un livello rilevante di malessere".

Non molto tempo dopo, hanno ottenuto una telefonata molto differente da uno psicologo dell’ UT, che ha detto loro di aver notato in Aliah un alto rischio di suicidio. I Gleasons, pur riluttanti, acconsentirono a fare vedere Aliah da un consulente psichiatrico dell’ UT che giudicò Aliah potenzialmente portata al suicidio, ma non riteneva fosse da ricoverare, facendo riferimento preferibilmente ad una clinica di emergenza per ulteriore valutazione. Sei settimane più tardi, a gennaio del 2004, un assistente sociale è andato alla scuola di Aliah, interrogata lei, convocò Calvin Gleason alla scuola e gli disse di portare Aliah ad un ospedale psichiatrico. Il sig. Gleason ha rifiutato e dopo una conversazione riscaldata, è stato disposto che Al

Francesca Marconi 30.01.06 19:56| 
 |
Rispondi al commento

Le credenziali a chi e perchè, ce ne sono di false e non , e come fai a sapere quale è falsa e quale no? In questo mondo di ladri, i derubati debbono imparare a viaggiare...io comincerei con la presa della bastiglia...non ne abbiamo abbastanza di queste e altre porcherie?
La nonviolenza di che, quando questi ci violentano anche i pensieri, o per lo meno, ci provano........alla bastiglia!!!!!!!

Graziella Fulgheri 30.01.06 08:30| 
 |
Rispondi al commento

Le credenziali a chi e perchè, ce ne sono di false e non , e come fai a sapere quale è falsa e quale no? In questo mondo di ladri, i derubati debbono imparare a viaggiare...io comincerei con la presa della bastiglia...non ne abbiamo abbastanza di queste e altre porcherie?
La nonviolenza di che, quando questi ci violentano anche i pensieri, o per lo meno, ci provano........alla bastiglia!!!!!!!

Graziella Fulgheri 30.01.06 08:30| 
 |
Rispondi al commento

e che dire delle migliaia di morti negli stati uniti per errori di lettura delle ricette dovuti alla pessima calligrafia dei medici?????

vassallo renzo 29.01.06 21:51| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo con Carlo riguardo alla
situazione farmaci in Italia. Oltre a questo però vorrei che l'Unione prestasse maggiore attenzione alle persone affette da allergie respiratorie.
Sono una ragazza di 27 anni che tiene sotto controllo l'allergia agli acari (rischio asma) con vaccino contro gli acari che costa la modica cifra di 170€ ogni mese e mezzo, ovviamente non è rimborsabile dalle Asl!
Le alternative al vaccino? Soprattutto se non puoi permettertelo?
La nostra sanità ne premette 2:
-ingerire continuamente antistaminici (finalmente gratis ma non per la salute!)
- aspettare ancora un poco, inalare la maggior quantità di polvere possibile, farsi venire l'asma e poi via di nuovo con i vari antistaminici e inalatori....

Simona Ortolan 29.01.06 20:53| 
 |
Rispondi al commento

Sono un Fisioterapista e dopo 20 anni di battaglie siamo riusciti ad ottenere l'istituzione dell'ordine professionale che ci tutela ma soprattutto tutela la salute dei cittadini dall'abusivismo. Ed ecco che come per "miracolo", dopo 2 giorni vogliono approvare una legge che attua l'equipollenza dei laureati in Scienze Motorie (gli insegnanti di ginnastica per capirci!) a noi fisioterapisti!!! Loro hanno competenze in altri ambiti, ma siccome il mercato è molto appetibile vogliono invadere questo campo che non gli compete... con il benestare del governo. Per il futuro chiedete le credenziali prima di farvi curare.

FABRIZIO DE LAZZARI 28.01.06 21:42| 
 |
Rispondi al commento

Anche se un pò fuori tema mi ha colpito la mail di marco cesarini agente di commercio. Io ho 43 anni, mi pongo le stesse domande e ho (quasi) sempre pensato che chi vive di commercio non si facesse grandi scrupoli, soprattutto oggi che ogni ex cittadino,(l'attuale consumatore), viene visto da grandi e piccole società commerciali come un agrume da spremere, un maiale da macellare del quale non si butta via nulla. Come è possibile cercare, dare ed ottenere rispetto se il metro di valutazione è la tua posizione sociale e la conseguente posizione economica? Fortunatamente non è sempre così, ma chi (come noi) si ricorda come era la vita sociale anche solo una decina di anni fa, non può non riscontrare questa tendenza, in particolare nei giovani che difficilmente riescono ad accettare "sacrifici" che la maggior parte della nostra generazione ha invece dovuto accettare. Vogliamo ritrovare il rispetto delle persone, delle istituzioni, di tutto ciò che ci circonda? E allora rimbocchiamoci le maniche e cominciamo a mandare in c..o offerte, promozioni, acquisti folli per l'ultimo grido tecnologico, facciamo crollare il mercato del marketing alla base di questo "sporco mondo", portiamo a galla i veri valori di solidarietà, collaborazione e RISPETTO del prossimo al di là delle sue convinzioni politiche, religiose o sociali facendo ognuno la sua parte, chiedendo ai nostri DIPENDENTI di fare altrettanto fra loro, ma soprattutto verso chi gli ha concesso il privilegio di essere lì sopra agli altri, come dici tu marco. Il disinteresse degli anziani potrebbe essere una buona medicina, ma quello vero, sentito e offerto da ognuno di noi, anche per solo 10 min. al giorno sarebbe un esempio formidabile.
Con grande RISPETTO
Loris

loris martini 28.01.06 17:25| 
 |
Rispondi al commento

non trovo più il rispetto.
rispetto delle persone,delle cose,idee,religioni.
tutti sopra l'altro o al posto dell'altro.
eppure la storia insegna che come non sono tutti buoni ,non sono neanche cattivi.
e allora perchè non ci aiutiamo ,il rispetto aiuterebbe tutti nel morale e nella vita di tutti i giorni..eppure tutto degenera,sempre!
ma quello che più mi spaventa e che oggi chi può insegnarlo alle generazioni future!?la politica,la religione,lo stato,la famiglia ..? non so proprio ma forse , possono esserlo gli anziani.quelle persone che riescono ad esprimersi sulla vita con un senso di vissuto e di disinteresse .
ho 48 anni faccio l'agente di commercio e,non ho risposte alle mie domande.
buona fortuna
marco cesarini

marco cesarini 28.01.06 15:24| 
 |
Rispondi al commento

Disse un noto infettivologo: "L'epidemie sono la vita delle malattie" ed un mio Docente ha aggiunto:"...e non solo delle malattie". Intendendo che su questi eventi le industrie farmaceutiche riescono ad ottenere un "vaccino" contro un virus che non colpisce l'uomo, che se dovesse colpirlo difficilmente passerà da uomo a uomo ed è un virus che ancora non esiste... In altre parole, contro cosa ci stiamo vaccinando?! Mi viene il sospetto che qualche casa farmaceutica voglia specularci sopra...

Ruggero Verardi 28.01.06 00:07| 
 |
Rispondi al commento

SEMPLICEMENTE....
TROPPA MALASANITA'!!!TROPPA!!!SUL SERIO!
PORCA MISERIA!

Diego asd 27.01.06 22:15| 
 |
Rispondi al commento

Sono uno studente di medicina di Sassari ed essendo nato tra medici (non è un modo di dire), ho sempre avuto la testa piena dell'argomento in questione.
L'aviaria, per quanto riconosciuta dalla sanità come malattia potenzialmente letale, è nel concreto un'ipotesi di patologia umana: infatti per ora il virus H5NI si trasmette (in rarissimi casi)dall'uccello malato all'organismo umano, ma non può ancora trasmettersi da essere umano a essere umano. La paura maggiore è che si formi un ceppo virale diverso in grado di diffondersi tra le persone. Ma, visto che fino ad ora non è successo fortunatamente nulla del genere, l'attenzione pubblica che è stata rivolta a questo fenomeno patologico mi sembra sinceramente eccessiva... senza uscire dal campo medico esistono patologie che uccidono ben più di 75 persone l'anno e che, se portate a conoscenza delle persone e studiate con più attenzione e più fondi, potrebbero essere limitate... tralasciando i problemi legati al fumo (95000 decessi all'anno legati alle sigarette) e a altri vizi, a mio parere patologie come i tumori prevenibili e le patologie da errato tenore di vita dovrebbero essere messi sotto l'attenzione di tutti ogni sacrosanto giorno... invece si continua a trasformare patologie per ora non realmente presenti nella nostra vita di tutti i giorni in eventi mediatici (vedi il morbo della mucca pazza)con cui terrorizzare persone che spesso non capiscono la reale portata di tali patologie.
Intendo dire che se venisse rivolta la stessa attenzione a patologie ben più radicate nella vita quotidiana, si avrebbe probabilmente un concreto calo di decessi senza chiamare in causa qualche sparuto volatile indocinese...
Distinti Saluti
Corrado Liperi
I anno di Medicina e Chirurgia, Sassaro

Corrado Liperi 27.01.06 10:29| 
 |
Rispondi al commento

@ Marco Pannella

Questa sera ho assistito alla trasmissione Alice di Anna LaRosa {che non stimo}, dove si è discusso di temi importanti come l'eutanasia, il testamento biologico ed il diritto alla libera scelta individuale sulla propria vita, morte e felicità.

Non c'è più nemmeno l'ombra di quella abbozzata linea di sano e volgare buonsenso che separa le cazzate dalle opinioni e se è caduta da tempo... questa sera è nostalgia!!!

Non posso non confermare che ormai in Italia il tessuto cerebrale di chi ci rappresenta {...di chi in soldoni straparla!!!} è in stato di necrosi avanzata. Si permette ad individui che hanno smarrito completamente il senso di un qualsivoglia confine, di sgiugulare e sfiatare ogni genere di vakkate che passano a portata d'ugola e lingua. Scriteriati senza più il contatto con il reale che decidono sulle teste nostre chi deve vivere o morire ed accusano di deismo coloro che si battono per la libera scelta.

Ci si permette di disegnare il corso forzoso di una sopravvivenza coatta sulla pelle degli altri spacciandola per diritto con l'intervento di un Veneziani che addirittura ci AMMONISCE dei DOVERI che un cittadino ha nei confronti dello stato ALLA CONSERVAZIONE!!! in buona od in cattiva salute!!! L'ONERE DELLA CONSERVAZIONE!!! CONSERVATEVI!!! MEAT UP!!! Con tanto di echi di papa Krostiker!!!

Forme bionde di vita {FORME SFORMATE!!!} che hanno una cattedra all'università, quando si sarebbe in dubbio se affidare o meno loro una vanga: individui decerebrati pericolosi per se stessi e per i circostanti. La violenza della inconsistenza!

A battere il grano maledetti!!!

Caro onorevole Pannella non è con grande entusiasmo che Le rinnovo tutto il mio appoggio, ma per quel che può valere, con stima e convinzione, e con la consapevolezza che Lei, con poche altre persone rappresenta il sostituto procuratore di materia grigia in questi tempi di nulla.

Con affetto
Distinti Saluti

MEAT UP!! MEAT UP!! MEAT UP!! MEAT UP!!

ijimiaz galir 27.01.06 01:37| 
 |
Rispondi al commento

http://pdpi.blogspot.com/

ijimiaz galir 26.01.06 19:52| 
 |
Rispondi al commento

Relativamente all'influenza aviaria sono disponibili le informazioni fornite dai "Centers for Disease Control and Prevention" (CDC)- http://www.cdc.gov/flu/avian/
I CDC sono una organizzazione sanitaria che, da un punto di vista biomedico, é dello stesso livello dell'Organizzazione Mondiale della Sanità.
Tra l'altro si ribadisce che il vaccino influenzale NON protegge dall'influenza aviaria: "Influenza vaccine for the 2005- 2006 season does not provide protection against avian influenza" (http://www.cdc.gov/flu/avian/gen-info/qa.htm).
Gli Stati Uniti non sono una nazione perfetta ma hanno il merito di porre a disposizione dei loro cittadini informazioni sanitarie CHIARE e quindi utilizzabili dalla popolazione a scopo profilattico (profilassi = prevenzione della malattia).
Questa opera di diffusione di informazioni sanitarie ha finalità economiche (la prevenzione, attuata sottoforma di informazioni disponibili gratuitamente, riduce i casi di malattia e quindi la spesa sanitaria), d'altronde nel 99% dei casi le attività di riduzione della spesa si sposano alle finalità etiche (è una enorme fesseria il "principio" secondo cui il settore sanitario é destinato a essere una fonte continua di spesa).
Cestaro Mario
Specialista in Microbiologia e Virologia.


Cestaro Mario 26.01.06 10:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Peppe, approfitto della tua ospitalità nel tuo blog salute per chiederti collaborazione a diffondere un mio blog (sono un neofita) che ho aperto per contattare pazienti - come mia moglie - che sono afetti da una malattia non rara che si chiama policitemia vera. Non ho trovato associazioni che se ne interessino; nè peraltro è mia volontà di crearne una; vorrei solo avere la possibilità di essere contatatto da altri pazienti per condividerne problemi ed esperienze. Il blog che ho aperto qualche giorno fa è sconosciuto a tutti. Spero tu possa farmi pubblicità. Non so se questo nel mondo del blog è corretto. Se non lo è, chiedo scusa. saluti, Bruno.
il mio blog è : "www.policitemia vera.blog.tiscali.it"

Bruno Zamparelli 25.01.06 08:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro beppe grillo il mio non è un vero e propio commento è un favore che ti chiedo. Mi chiamo ivan ho 29 anni e non'ostante la mia giovane età soffro di ipertensione che detta da diversi medici è un ipertensione ereditaria, la chiamano ipertensione bordeline. Perchè non sanno spiegarmi da cosa è dovuta. Fatto sta che a 14 anni ho rischiato un ixtus celebrale, e mi sono salvato grazie ad una emmorraggia nasale che mi ha salvato la vita. Da quel momento in poi sono diventato oggetto di studio per i medici, mi hanno fatto tutti gli esami possibili, senza trovarmi niente. Fatto sta che è da allora che vado avanti a farmaci. Ho iniziato con il naprilene, poi sono passato al prevex ora insieme al prevex prendo anche l'aprovel. Seguendo Il tuo spettacolo eccezionale in dvd, quando hai parlato dei farmaci per gli ipertesi, mi sono un pò preoccupato. Sono andato sul sito che ci hai suggerito ovvero:www.wprstpills.org
Ma per mia disgrazia non conosco l'inglese. Una lacuna che dovrei decidere a colmare ma anche per quello non so a chi rivolgermi, in alcuni posti dove sono andato mi hanno chiesto cifre stratosferiche. Puoi darmi un consiglio? puoi mandarmi via mail l'elenco delle pillole killer? spero di ricevere una tua risposta. Ti abbraccio un tuo fan Ivan Ferro. Spero che tu venga a Palermo a fare uno dei tuoi spettaccoli di verità intere!!! e di vera!!! informazione. Grazie per questi spettacoli costruttivi che ci fornisci.

Ivan Ferro 24.01.06 22:35| 
 |
Rispondi al commento

Inviando un e-mail, si può aderire a una importante campagna diciviltà
a favore della ricerca scientifica. La campagna mira ad ottenere che la
legge consenta al contribuente di
poter
scegliere di devolvere l'otto x mille dell'Irpef alla ricerca
scientifica.
Per saperne di più vai sul sito
http://www.clubfattinostri.it/8x1000.
Se condividi la proposta, invia subito la tua adesione e coinvolgi le
persone che conosci. Occorrono solo un paio di minuti per dare la
propria adesione.
Bisogna raggiungere un milione di adesioni affinchè l'niziativa vada
avanti.
Il promotore della proposta di legge è il giornalista Enzo Mellano.


Paola Maccarini Commentatore in marcia al V2day 24.01.06 15:58| 
 |
Rispondi al commento

Muoiono 75 persone in due anni nel Sud-Est asiatico a causa dell'influenza aviaria e scoppia il caos. In Italia muoiono 7000, sì sì, 7000 persone l'anno, ripeto, 7000 persone l'anno per incidenti stradali. Pare però che questo non sia una notizia particolarmente interessante...

Vito Cirielli 24.01.06 13:40| 
 |
Rispondi al commento

Muoiono 75 persone in due nel Sud-Est asiatico a causa dell'influenza aviaria e scoppia il caos. In Italia muoiono 7000, sì sì, 7000 persone l'anno, ripeto, 7000 persone l'anno per incidenti stradali. Pare però che questo non sia una notizia particolarmente interessante...

Vito Cirielli 24.01.06 13:38| 
 |
Rispondi al commento

La paura dell’influenza Aviaria è politicamente programmata

Un saggio politico, come avvertimento sulla sanità pubblica

By Dr. Leonard HOROWITZ


Sommario

La paura dell'influenza aviaria: politicamente programmata per uno "iatrogenocidio" globale
Se avrà luogo un'influenza aviaria al posto della minacciata pandemia, comunque si sarà realizzato un piano politico ed economico.
Questa tesi è suffragata dalle false informazioni che corrono sui mezzi di informazione di massa, dall'arricchimento disonesto attraverso vaccini rischiosi e privi di valore, da grosse negligenze nel mettere in evidenza dati su precedenti pestilenze costruite artificialmente, come la SARS, il West Nile Virus, l'AIDS ed altro. Studi genetici stanno di continuo riproducendo più virus influenzali mutanti, che potenzialmente possono scatenare un'epidemia; scandali per "insider trading" che coinvolgono pandemicamente… il buon senso pratico della Casa Bianca e dei funzionari dell'industria farmaceutica; immunità singolare di queste strutture farmaceutiche per tutto il secolo scorso nell'applicare le leggi; un esame critico del flusso di informazioni dei media; gli obiettivi ufficialmente di dominio pubblico sulla riduzione della popolazione.
Con le rivelazioni e le asserzioni qui avanzate, l'opinione pubblica è messa in guardia contro questa eliminazione di massa, favorita medicamente, meglio indicata con il termine di "iatrogenocidio".
* Questa imposizione genocida è stata pensata principalmente per favorire il conseguimento di obiettivi di riduzione di popolazione a scopi economici e politici.

continua in www.mednat.org

G. Paolo Vanoli 24.01.06 13:01| 
 |
Rispondi al commento

*
*
*
*
Campagna "No alla censura. Grillo al Festival 2006"
http://grilloalfestival.blogspot.com
*
Beppe Grillo, un comico, un personaggio famoso, un uomo così amato da anni all'unisono da tutto il paese, che viene intervistato e trasmesso dai media internazionali, non ha spazio nella sua patria a causa del regime a cui essa è sottoposta.
Se lo chiede lui stesso e lo chiede anche a noi nei suoi spettacoli...
"dove potrei andare? in quale programma mi vedreste?"
Con la sua semplice chiarezza ci sta aprendo gli occhi da anni ed anni...
E ci sta insegnando che esiste un regime televisivo che taglia le teste che hanno voci importanti e sega le gambe ai personaggi troppo dinamici, specie se sanno far divertire e far pensare allo stesso tempo.
La risposta che sentiamo di dare alla tua domanda, caro Beppe, è questa:
C'è solo un posto da cui meriti di rientrare in televisione oggi, ed è il Festival di Sanremo, in diretta su RAIUNO, l'ultima sera, in mondovisione.
Ci hai chiesto dove puoi andare, in quale tv...
Abbiamo in cuore fortissima la sensazione che stavolta lo spazio in tv possiamo creartelo noi, con una email per uno.
E sai perché? Sì che lo sai... Ce l'hai spiegato proprio tu.
Perché come i politici sono i nostri dipendenti, anche i media in realtà dipendono da noi, in particolare la RAI che pretende un canone e ci vende pubblicità...
Siamo noi i datori di lavoro della RAI.
Quindi oggi lo chiediamo ufficialmente ai nostri dipendenti certi del fatto che altri si uniranno:

Alla Direzione di RaiUno
e p.c. alla Direzione Generale della RAI RADIO TELEVISIONE ITALIANA:

IN VIRTU' DEL MIO RUOLO DI FRUITORE FINALE DEI CONTENUTI TELEVISIVI TRASMESSI DALLA RAI, CHE PERCEPISCE UN CANONE A LIVELLO NAZIONALE PER FORNIRMI SODDISFAZIONE NEL PROFITTO DI QUEI CONTENUTI, CHIEDO FORMALMENTE CHE IL SIGN. BEPPE GRILLO SIA UFFICIALMENTE INVITATO ALL'ULTIMA SERATA DEL FESTIVAL DI SANREMO 2006 IN DIRETTA.

firma
*************

inviare a: usfestival@rai.it

*************
*
*
*
*
*
*
*


Caro Beppe, voglio raccontarti una realtà di Levico Terme dove i polli vivono la loro breve vita terrena sotto capannoni di eternit vecchi di quaranta anni, così malmessi che con il vento rilasciano una polvere finissima, quasi impercepibile,ma tremenda, Tu credi che sia meno pericolosa del contagio dell'aviaria? No, perchè la polvere è un ottimo integratore minerale per i giovani polli all'ingrasso e vengono amaszzati prima che muoiano di tumore, mentre noi umani.....
Vedi se ti riesce di far qualcosa, ma attento, il titolare dell'impianto è assessore comunale della giunta che ha chiuso a traffico la città adesso che la stagione dei mercatini è finita. Ciao Fiore

fiorenzo gabrielli 23.01.06 09:13| 
 |
Rispondi al commento

@roberto starnari

lo sai quante infezioni opportunistiche devi avere per essere conclamato? 3, tutte in forma grave. è noto quanto sia normale in una popolazione di persone dai 25 ai 45 anni che abbiano la toxoplasmosi, la demenzia complex, il citomegalovirus, il cancro alle ossa, la pneumocisti carinii, il sarcoma di kaposi, linfomi ed altre malattie.... a gruppi di tre alla volta. è stupido pensare che se, prima degli antiretrovirali, le persone con queste patologie morivano ed ora muoiono meno e hanno una qualità di vita migliore sia perchè il virus viene messo in condizioni di nuocere il meno possibile alle persone. dobbiamo invece accorgerci che siamo tutti degli illusi. non esistono persone con HIV/AIDS esistono solo deficenti che si fanno prendere in giro dai dottori, dalle case farmaceutiche e dai giornali. fai una cosa, vieni con me domattina all'ospedale a spiegarlo ai miei amici... sei ufficialmente invitato a provare le tue teorie con degli studi che dimostrino che l'hiv non esiste, successivamente mi dai un'alternativa di cura che mi dia gli stessi benefici di quella che faccio. se non ne sei in grado ti prego di non spargere il virus della cattiva informazione. è molto pericolosa quando c'è in giro un virus reale che uccide le persone. spero che beppe ti banni. perchè potrebbe crederti qualcuno, non usare le precauzioni e rimanerci fregato/a.

hiv positiva 22.01.06 21:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*********************************************
Campagna "NO alla censura. Grillo al Festival 2006"
http://grilloalfestival.blogspot.com
*********************************************
*
*********************************************
Visita il sito e invia la tua email alla RAI.
*********************************************
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*

roby rubini 22.01.06 14:38| 
 |
Rispondi al commento

le malattie cambiano ogni anno come cambiano le mode...ki è lo stilista dei virus?

manola manca 22.01.06 12:18| 
 |
Rispondi al commento

Da decenni ogni anno siamo alle prese con la malattia del secolo, che si chiami Sars, mucca pazza o influenza aviaria poco importa. Quel che importa è far vendere i giornali, fare audience sui telegiornali, creare opinione e far fare affari d'oro all'industria farmacologica. Se poi i morti di tutte queste malattie messe insieme siano l'equivalente di un fine settimana sulle strade italiane o dei fumatori o alcolizzati morti in un sol giorno, poco importa. L'importante è che il circo mediatico continui ad impaurirci, stupirci e meravigliarci, facendoci smettere per un pò di mangiare una bistecca o un pollo ma continuando a procurarci i tumori e gli infarti fumando o bevendo.
La realtà e i numeri non hanno molta importanza nel mondo dello spettacolo, nello show l'unica realtà è quella che il regista vuole darci, in Italia poi non siamo nemmeno aiutati a capire meglio le cose dal governo, il Presidente del Consiglio infatti è un uomo di spettacolo e tratta gli italiani come se fossero tutti nella casa del grande fratello.
Quindi evitiamo di mangiare una gustosa bistecca di chianina e continuiamo a morire in silenzio!
L'importante è non interrompere lo spettacolo.

Gianni selva 22.01.06 11:09| 
 |
Rispondi al commento

Cara hiv positiva, sono un medico anestesista.
Saprai certamente che esistono miglialia di casi di positività senza "malattia", nessuna di quelle tante "malattie" scelte per rappresentare L'AIDS in quanto entità patologica a se stante e per cui la gente continua ad ammalarsi ed eventualmente morire come ha sempre fatto, quando sono presenti i soliti necessari fattori e le solite necessarie concause predisponenti.
La genialità della strategia inaugurata con l'AIDS è quella di focalizzare l'attenzione su patologie pre-esistenti raggruppandole sotto un denominatore comune fittizio (virus HIV) da dimostrare per via INDIRETTA tramite un test che risulta positivo in decine di situazioni diverse.
Ormai è stato detto e ridetto ma sembra che le prove non siano mai abbastanza convincenti per chi come te si ammala di un qualcosa che insieme ad una generica positività ad un test viene chiamato AIDS (mentre se si è negativi viene chiamato con il nome che ha sempre avuto).
Per anni Gallo e Montagner si sono ritrovati Gary Mullis (saprai certamente chi è) sotto la loro postazione di relatori ai congressi internazionali sull'AIDS, a chiedergli a brutto muso di mettergli su un tavolo il fantomatico virus.
Cosa che a quanto sembra non è stata ancora fatta.
Speculare su malattie e cause di morte comuni stravolgendone il quadro eziopatogenetico e terapeutico è la più ignobile delle infamie in campo medico: purtroppo, la medicina sembra essere ormai in mano ai furbi mercanti e a medici quando va bene impreparati o rassegnati, quando va male accondiscendenti o collusi .
Triste guaio ammalarsi di un qualcosa a cui è stata data una diversa etichetta o risultare positivi a tutto e niente.
Qui si riassume la storia dell'AIDS dal punto di vista non ufficiale.
Cerca di uscire dalla situazione di panico creata dalla tua positività e trovati medici che sappiano curare la tua malattia per quello che è ed è sempre stata, prima che cominciassero a giocare con le etichette.
In bocca al lupo.

http://freeweb.supereva.com/infoaids.freeweb/intro.htm?p

roberto starnari 21.01.06 10:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Inventa anche tu la pandemia del secolo!!!
Prima c'era la SARS (a proposito, che fine ha fatto?), poi l'aviaria. Quale sara' la pandemia del 2006? Inventala e manda il tuo virus, in busta chiusa, a www.chissenefregadellemalattievere.org, il sito che ti fa dmenticare l'AIDS e i tumori per fumo!!!


lòo faccio in questo post perchè non saprei dove farlo per essere più attinente:
http://www.communicationagents.com/.

questo è un sito che parla di salute in modo davvero completamente alternativo. non ho nessuna competenza e lo segnalo quindi più per conoscere l'opinione di altri utenti più informati di me che non per proporre le comunque interessanri analisi come veritiere. grazie a tutti

sergio bianchini 20.01.06 21:37| 
 |
Rispondi al commento

MILANO - Gli antivirali contro la pandemia? «Può darsi che si rivelino non soltanto un fiasco, ma addirittura un bommerang». A sostenerlo è l'epidemiologo Tom Jefferson, primo autore di uno studio pubblicato dalla rivista inglese The Lancet sull'efficacia dei farmaci candidati a proteggerci in caso di epidemia di aviaria tra gli uomini. La ricerca, finanziata dal Ministero della Salute britannico e dalla Regione Piemonte, è una revisione critica di oltre 50 studi clinici eseguiti su questi farmaci negli anni passati.
LO STUDIO - «Non abbiamo organizzato nuove sperimentazioni» spiega Jefferson, «ci siamo limitati a valutare con criteri rigorosi i dati già pubblicati, su cui dovrebbe fondarsi la decisione di utilizzare queste medicine per arginare la temuta pandemia». I farmaci presi in considerazione sono due vecchi antivirali, l'amantadina e la rimantadina, e due più recenti, l'oseltamivir , il celeberrimo Tamiflu, e lo zanamivir.
E i risultati non sono confortanti.
[...]
Corriere della Sera
http://www.corriere.it/Rubriche/Salute/Medicina/2006/01_Gennaio/19/tamiflu.shtml

Alessandro Masetto 20.01.06 19:55| 
 |
Rispondi al commento

In Romania sono state fatte stragi governaative preventive di polli sospettati di avere il 'Pandemia Virus'.
La maggior parte uccisi in piccoli allevamenti di gente comune e non nei grandi allevamenti 'batterie'.
La gente comune è stata rimborsata dal governo con mezzo euro a capo + da 1 a 10 pulcini a secnda del numero di giustiziati. Un pollo piccolo ancora da far cresecere costa al mercato ca. un euro.
La gente comune si è ritrovata in poco tempo con la metà dei polli, molti ancora da far crescere subito prima dell'inverno.
Per la nostra 'sicurezza' alcune famiglie patiranno ancora di più la fame.
Ricordo a tutti che la Romania è uno dei paesi più poveri della sfera europea.

Fonte: mia nonna

Saluti

David Iannilli 19.01.06 23:08| 
 |
Rispondi al commento

Influenza Aviaria Romania.

Prima della fine dell' anno sono stati scoperti in Romania alcuni polli affetti dal 'Pandemia Virus'.
Le autorità rumene si sono mosse Immediatamente, grazie anche alle pressioni della UE e negli allevamenti colpiti sono state effettuate stragi del pollame. Che efficacia! Che tempismo! Che autorità!
Gli 'allevatori' di polli sono stati rimborsati con ca. mezzo euro a capo + da 1 a 10 pulcini a seconda del numero di uccisioni.
Il problema è che un pollo al mercato in romania costa ca. un euro. Molti 'allevatori' si sono ritrovati quindi a dover passare l'inverno con la metà dei polli che avevano prima e per di più ancora da far crescere... Ricordo a tutti che la Romania è uno dei paesi della sfera europea più poveri

David Iannilli 19.01.06 22:59| 
 |
Rispondi al commento

c'è un sito...non so se si puo' fare ma scrivo l' indirizzo dove si sta svolgendo una petizione interessante: www.clubfattinostri.it

vanessa loffredi 19.01.06 20:07| 
 |
Rispondi al commento

Esiste l'influenza aviaria e di questo ne abbiamo preso atto, esiste la probabilità di un possibile contagio dell'uomo, a meno che non sia un'altra campagna commerciale delle case farmaceutiche (che come si sa ne traggono profitto, è tutto un magna magna), ed esiste la crudele realtà dei volatili che, come ci hanno ampiamente mostrato, vengono selvaggiamente ammazzati (malati o non malati). Ecco io mi chiedo se questo sia possibile. E' possibile che nessun, dico nessun media, facendo eccezione di un giornalista che ha scritto un pezzo in merito su "Libero", abbia sollevato il problema (e per questo non bisogna essere per forza degli accaniti animalisti ma semplicemente un po' "umanisti")? E' possibile che l'essere umano si creda così fortemente superiore a qualunqua altra forma di vita esistente? Che grassa presunzione!

Valentina Carrer 19.01.06 16:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
qualche giorno fa ho scritto al Blog in merito alla questione del finanziamento pubblico all'editoria, dicendo che forse era più interessante devolvere l'8 per mille, anzi sarebbe stato molto più giusto devolverlo alla ricerca. Detto/Fatto: se si va al sito
http://85.37.183.5/8x1000/
c'è la possibilità di aderire ad una campagna per devolvere l'8 per mille alla ricerca! Pensa un po'...la chiesa cattolica che vuole abolire qualsiasi ricerca e riportarci a prima della rivoluzione francese, alle malattie come espiazione del peccato, alla sofferenza che nobilita l'uomo, a questa chiesa togliamo i soldi (truffati agli italiani un caso unico al mondo) e li diamo per sviluppare un pensiero che è esattamente l'opposto!
Buon lavoro.

andrea paina 19.01.06 12:27| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe
Ho letto solo un articolo sul Corsera riguardante il grano inquinato da sostanze cancerogene e gliarresti dell'imprenditore delinquente. Perche' tutti stanno zitti e in tv ci parlano solo di stronzate?
F. Santi

Flavio Santi 19.01.06 08:57| 
 |
Rispondi al commento

ultima una cosa. lo storace da fazio ha detto una cosa vera... si vede che aveva bevuto. il ceppo virale asiatico e il ceppo occidentale sono diversi. è normale genetica, è così per tutti i virus e retrovirus. quindi gli eventi che ne possono derivare sono influenzati da molte variabili e possono avere manifestazioni diverse. con effetti diversi sulle diverse etnie. sarà dificle trovare un asiatico resistente agli antibiotici. è molto più frequente in occidente dove invece li mangiano gli animali che noi mangiamo....

monica tieghi 18.01.06 04:11| 
 |
Rispondi al commento

bah... io vado in thailandia e mangio il loro fantastico pollo. l'unica cosa che un virus deve avere per attaccarsi all'uomo è il recettore e il rispettivo corecettore dev'essere nell'uomo. questo virus ha un recettore capace di insediarsi nel maiale e nei gatti. il maiale ha un corecettore che può insediarsi nell'uomo attraverso una membrana che ricopre un determinato tipo di linfociti, il cd43. non mangerò maiale in thailandhia e spero che il pollo non sia gatto. cmq.. siamo fobici. i nostri animali sono pieni di malattie e non ce ne curiamo, toxoplasmosi (gatti e piccioni), le nostre feci contengono batteri mortali. sulla nostra pelle vivono microroganismi in grado di penetrare incidentalmente nel sangue e provocare malattie come la fascite necrotica. vivamo in mezzo agli streptococchi. abbiamo ancora casi di tbc, è una storia infinita. la maggior parte della gente fa sesso senza preservativo.. e si vaccina per l'influenza??? il più grosso tranello in cui l'uomo può incappare è quello di vivere una vita da malato per morire sano. le case farmaceutiche sono un problema che non si affronta sul singolo evento. le case farmaceutiche sovvenzionano associazioni di malati e medici perchè svolgano una funzione di controllo dell'etica. li pagano. ed è stato necessario istituirli così. non se ne usciva perchè i governi hanno organismi di facciata. quando pensate case faramceutiche in realtà dovete pensare che c'è chi le autorizza. L'emea, la drugs and foods administration. sono agenzie che in base a studi presentati dalla case stesse approvano le vendite. non sono organismi etici. sono aggirabili. sono anche stupidi. ripetono gli esperimenti su polazioni identiche. l'emea fa risperimentare farmaci già approvati in america con gli stessi criteri: su maschio, caucasico di 70 kg. e se l'incidenza di una malattia nella popolazione è elevata vengono emessi provvedimenti d'urgenza che permette l'immissione immediata del farmaco ancora in sperimentazione. prosegue sui malati.

monica tieghi 18.01.06 03:59| 
 |
Rispondi al commento

finalmente qualcuno che dietro tutto questo rumore sull'influenza aviaria, abbia pensato un pochino a quei poveri animali che vengono torturati e maltrattati vivi solo per una nostra paura che ci possano contagiare? è come se un hiv positivo dovesse essere soppresso per evitare il contagio. non mi sembra giusto che, solo perchè si parla di animali, possano essere trattati come delle cose, gettati vivi in fosse comuni senza un minimo di rispetto ( tanto erano destinati ad essere uccisi ugualmente, mi sento rispondere...), ma ognuno al mondo merita rispetto, per cui anche un animale, che per di più farà parte della nostra alimentazione,e quindi lo "creiamo per noi", non merita di vivere quel poco tempo che avrà a disposizione con una certa dignità e rispetto?
la legge in questo caso non parla di maltrattamento verso gli animali?

lunita perinetti 17.01.06 22:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

finalmente qualcuno che dietro tutto questo rumore sull'influenza aviaria, abbia pensato un pochino a quei poveri animali che vengono torturati e maltrattati vivi solo per una nostra paura che ci possano contagiare? è come se un hiv positivo dovesse essere soppresso per evitare il contagio. non mi sembra giusto che, solo perchè si parla di animali, possano essere trattati come delle cose, gettati vivi in fosse comuni senza un minimo di rispetto ( tanto erano destinati ad essere uccisi ugualmente, mi sento rispondere...), ma ognuno al mondo merita rispetto, per cui anche un animale, che per di più farà parte della nostra alimentazione,e quindi lo "creiamo per noi", non merita di vivere quel poco tempo che avrà a disposizione con una certa dignità e rispetto?
la legge in questo caso non parla di maltrattamento verso gli animali?

lunita perinetti 17.01.06 22:40| 
 |
Rispondi al commento

finalmente qualcuno che dietro tutto questo rumore sull'influenza aviaria, abbia pensato un pochino a quei poveri animali che vengono torturati e maltrattati vivi solo per una nostra paura che ci possano contagiare? è come se un hiv positivo dovesse essere soppresso per evitare il contagio. non mi sembra giusto che, solo perchè si parla di animali, possano essere trattati come delle cose, gettati vivi in fosse comuni senza un minimo di rispetto ( tanto erano destinati ad essere uccisi ugualmente, mi sento rispondere...), ma ognuno al mondo merita rispetto, per cui anche un animale, che per di più farà parte della nostra alimentazione,e quindi lo "creiamo per noi", non merita di vivere quel poco tempo che avrà a disposizione con una certa dignità e rispetto?
la legge in questo caso non parla di maltrattamento verso gli animali?

lunita perinetti 17.01.06 22:39| 
 |
Rispondi al commento

Il problema sempre attuale. Alimentazione dei bambini...I bambini mangiano male, non mangiano verdure ne frutta....Insomma!!! I miei tre figli cosa mangiano? Pasta, pasta e poi pasta. il rischio? Proprio oggi notizia ansa: ragazzo 20 anni muore di cerrosi....mangiava solo toast e patate fritte. Nonostante un anno fa Scott Martin, questo il nome del ragazzo, avesse saputo dai medici la gravità delle sue condizioni di salute e che soltanto il trapianto del fegato lo avrebbero salvato, egli ha deciso di non far niente per paura. Anzi, ha continuato a mangiare la stessa roba fino a quando non è deceduto. Questa notizia fa pensare e guardando i propri figli la domanda è spontanea:" Come dobbiamo comportarci con loro "?....

Paolo Stortini 17.01.06 21:49| 
 |
Rispondi al commento

Esiste l'influenza aviaria e di questo ne abbiamo preso atto, esiste la probabilità di un possibile contagio dell'uomo, a meno che non sia un'altra campagna commerciale delle case farmaceutiche (che come è ben noto ne traggono profitto, è tutto un magna magna), ed esiste la crudele realtà dei voltali che, come ci mostrano, vengono selvaggiamente ammazzati (malati e non malati). Ecco, io mi chiedo se questo sia possibile. E'possibile che nessuno e dico nessuno ad esclusione di un giornalista che ha fatto un pezzo al riguardo su "Libero" abbia sollevato il problema (e per questo non bisogna per forza essere degli accaniti animalisti ma semplicemente un po' animalisti)? E' possibile dare così per scontato che l'essere umano sia così superiore a qualunque altra forma di vita esistente? Che grassa presunzione!

Valentina Carrer 17.01.06 18:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Esiste l'influenza aviaria e di questo ne abbiamo preso atto, esiste la probabilità di un probabile contagio dell'uomo, a meno che non sia un'altra campagna commerciale delle case farmaceutiche (che come sappiamo ne traggono profitto, è tutto un magna magna) ed esiste la crudele realtà di tutti quei volatili (malati e non malati) che, come i media ci mostrano senza neanche un commento di pietà, vengono ammazzati selvaggiamente (e non bisogna essere per forza degli accaniti animalisti per fare un'osservazione del genere ma semplicemente un po' "umanisti"). Ecco io mi chiedo se questo sia possibile. E' possibile che nessuno e dico nessuno ad esclusione di un giornalista che ha scritto un pezzo al riguardo su "Libero" abbia sollevato il problema? E' possibile dare così per scontato che tutte le altre forme di vita siano inferiori a noi umani? Che grassa presunzione!

Valentina Carrer 17.01.06 18:03| 
 |
Rispondi al commento

Esiste l'influenza aviaria e di questo ne abbiamo preso atto, esiste la probabilità di un probabile contagio dell'uomo, a meno che non sia un'altra campagna commerciale delle case farmaceutiche (che come sappiamo ne traggono profitto, è tutto un magna magna) ed esiste la crudele realtà di tutti quei volatili (malati e non malati) che, come i media ci mostrano senza neanche un commento di pietà, vengono ammazzati selvaggiamente (e non bisogna essere per forza degli accaniti animalisti per fare un'osservazione del genere ma semplicemente un po' "umanisti"). Ecco io mi chiedo se questo sia possibile. E' possibile che nessuno e dico nessuno ad esclusione di un giornalista che ha scritto un pezzo al riguardo su "Libero" abbia sollevato il problema? E' possibile dare così per scontato che tutte le altre forme di vita siano inferiori a noi umani? Che grassa presunzione!

Valentina Carrer 17.01.06 18:03| 
 |
Rispondi al commento

Esiste l'influenza aviaria e di questo ne abbiamo preso atto, esiste la probabilità di un probabile contagio dell'uomo, a meno che non sia un'altra campagna commerciale delle case farmaceutiche (che come sappiamo ne traggono profitto, è tutto un magna magna) ed esiste la crudele realtà di tutti quei volatili (malati e non malati) che, come i media ci mostrano senza neanche un commento di pietà, vengono ammazzati selvaggiamente (e non bisogna essere per forza degli accaniti animalisti per fare un'osservazione del genere ma semplicemente un po' "umanisti"). Ecco io mi chiedo se questo sia possibile. E' possibile che nessuno e dico nessuno ad esclusione di un giornalista che ha scritto un pezzo al riguardo su "Libero" abbia sollevato il problema? E' possibile dare così per scontato che tutte le altre forme di vita siano inferiori a noi umani? Che grassa presunzione!

Valentina Carrer 17.01.06 18:00| 
 |
Rispondi al commento

Esiste l'influenza aviaria e di questo ne abbiamo preso atto, esiste la probabilità di un probabile contagio dell'uomo, a meno che non sia un'altra campagna commerciale delle case farmaceutiche (che come sappiamo ne traggono profitto, è tutto un magna magna) ed esiste la crudele realtà di tutti quei volatili (malati e non malati) che, come i media ci mostrano senza neanche un commento di pietà, vengono ammazzati selvaggiamente (e non bisogna essere per forza degli accaniti animalisti per fare un'osservazione del genere ma semplicemente un po' "umanisti"). Ecco io mi chiedo se questo sia possibile. E' possibile che nessuno e dico nessuno ad esclusione di un giornalista che ha scritto un pezzo al riguardo su "Libero" abbia sollevato il problema? E' possibile dare così per scontato che tutte le altre forme di vita siano inferiori a noi umani? Che grassa presunzione!

Valentina Carrer 17.01.06 17:57| 
 |
Rispondi al commento

Nella Sanità un aspetto che viene spesso ignorato riguarda la condizione lavorativa, salariale, etica dei dipendenti delle farmacie: non frega niente a nessuno la mancata libertà di poter esercitare una professione dopo 5 anni di Università e il superamento di un esame di Stato.Il nostro GRANDE MINISTRO STORACE pensa di risolvere i problemi con uno sconto.....risata.
ti prego Beppe tu che nei tuoi programmi quando parli dei farmacistsi parli solo dei padroni delle farmacia sbeffeggiandoli giustamente affronta questo tema sul sito mnlf.it troverai elementi a supporto del nostro dolore un abbraccio Antonio Pace

Antonio Pace 17.01.06 13:28| 
 |
Rispondi al commento

Assurdo come da anni ci imbocchino di false notizie sulla semplice Influenza...sempre con origini orientali; cinese,asiatica,vietnamita,coreana...ormai hanno finito i nomi degli stati ad oriente e si son dovuti inventare la sars ed ora l'aviaria.
Malattie reali che causano decine di morti, ma è possibile che proprio in asia si riesca in ogni settembre a fissare il Virus? noi con il fior fior di istituti non riusciamo mai a trovare il nuovo ceppo...ASSURDO! la risposta? altrettanto assurda:...ma é in quei paesi che si propagano e si creano i virus, causa le condizioni climatiche e la vita insalubre! beh si effettivamente in africa o sud america stanno meglio che in cina!
E poi quanto pagano tutti gli spot allarmistici sull'arrivo del nuovo virus a tv e radio? non avremmo medici in grado di rintracciare il CEPPO ma statisti che calcolano alla virgola la percentuale di previsti contagi sì, quelli li abbiamo!
Mi chiedo come un virus influenzale dichierato a settembre non arrivi mai prima di fine novembre/inizio dicembre e con una puntualità da fare invidia a trenitalia (era tanto bello dire effesse), ah non dimentichiamo che nei primi di gennaio c'e' il raffreddore col mal di gola e verso la fine la tosse cattivaaaa...sempre puntuali. "cipicchia ho fatto tre bagni a mezzanotte in settembre e manco lo squarauz non ho portato a casa.
Mi volete spiegare come in tre mesi dal fantomatico ceppo e con migliaia di persone che vanno e vengono dall'asia, mai che nessuno riesca a portare il virus in europa un po' prima. ah dimenticavo, tanto per la cronaca, in teoria sono i venti a portare il virus! Poi mi chiedo come mai tre anni fa dopo la morte di alcuni anziani in francia (a cui di solito non si bada) l'influenza non si sia propagata dopo la morte di un bimbo di 10 anni, e come mai l'anno scorso con la sars il ceppo dell'influenza e' stato trovato a genova (genovese?), e quest'anno con l'aviaria a siena(senese???)
IL VACCINO VA FATTO ALMENO 15 GIORNI PRIMA DELL'ARRIVO DEL VIRUS...e poi ti ritrovi nella farmacia di paese il vaccino scontato del 50% a metà febbraio e anche se chiedi spiegazioni sulla cosa ti rispondono che sei ancora in tempo per farlo e comunque ancora a rischio VIRUSSS!
MA VOLETE FARMI CREDERE CHE PER UNA CASA FARMACEUTICA SAREBBE FACILISSIMO DIVULGARE UN VIRUS COME NEI FILM? FILTRI PER L’ARIA, PRODOTTI IGIENICI...NON E’ POSSIBILE MA VUOL DIRE CHE QUALCUNO FA QUEL LAVORO CON IL RISCHIO DI DIFFONDERE UN VIRUS CHE ANCHE SE DEBOLE PUO’ PROVOCARE MORTI CON I SOLI EFFETTI COLLATERALI A VOLTE UN PO TROPPO FORTI...
MA SI FANNO TANTI SOLDI CON I VACCINI? UN RAPIDO CALCOLO ... A 50 EURO ESCL SPESE...UNA FINANZIARIA!!
....CE NE SAREBBE... SPECIALE AVIARIA
TIMSPOT by ANSA:
14/10/2005 Aviaria: nuovi casi su cigni in Romania. Storace : 100 mln per vaccini, piu’ controlli ..MA SE NON SI SA NEMMENO CHE MALATTIA E’...
15/10/2005 Aviaria : il virus trovato su volatili morti in Romania é il ceppo letale H5N1
17/10/2005 Aviaria: primo caso in Grecia: positivo in volatile nell’isola di Chio
19/10/2005 Virus Polli: Ungheria trovato un vaccino efficace al 99,9% sia per uomini che per animali. OOOH LA SALVEZZAAA...
20/10/2005 Virus Polli: primo caso a Taiwan. Un altro uomo muore in Thailandia. Oggi riunione ministri Ue ...MA IL VACCINO AL 99,9%??
21/10/2005 Aviaria: Ungheria: il vaccino é gel di fosfato di alluminio ed é efficace al 100% PROBLEMA RISOLTOOO!!!! (??)
22/10/2005 Virus polli: casi in Russia, sospetti in Croazia e Gb, Thailandia no contagio da uomo a uomo USIAMO UN PO DI QUEL GEL?
24/10/2005 Aviaria in Russia accertato focolaio, Gb chiede stop Ue a import volatili
26/10/2005 Aviaria: Cina , nuovo focolaio fa strage di polli, analisi su storni morti in francia
27/10/2005 Aviaria annuncio UE: ricercatori europei hanno messo a punto vaccino contro H7N1 E QUESTA ? UN’ALTRA ?? TRANQUILLI TANTO PRIMA IN UNGHERIA E POI QUESTO...
28/10/2005 Aviaria: Romania confermato virus H5N1. Coldiretti : psicosi brucia 5mln di euro al giorno.PER FORTUNA E’ TORNATA LA FIORENTINA AD INIZIO ANNO, MA I TG CE LO RICORDANO...
31/10/2005 Aviaria: Romania:cigno e oca positivi al virus. Russia: alcuni volatili sviluppano anticorpi. MA NON AVEVAMO SCOPERTO I VACCINO??
1/11/2005 Aviaria: Bush annuncia intervento da 7mld di dollari.Vaccino per 20 mln di americani
11/11/2005 Aviaria:Thailandia, bimbo di 1 anno e mezzo é 21o contagiato.Cina , scoperto nuovo focolaio.
FOSSI NEI CINESI LA FINIREI DI ROMPERE GLI ZEBEDEI ALL’OCCIDENTE...SARA’ UN CASO?
...SIAMO TUTTI DEI POLLIIII !!!!!

NICOLA GARDIN 17.01.06 02:29| 
 |
Rispondi al commento

c'è un sacco da dire anche sui vaccini...riesci a mettere su qualcosa sul blog?il comilva può dare una mano credo

MASSIMO FLAGIELLO 16.01.06 21:49| 
 |
Rispondi al commento

Carissimi sono un allenatore di Karate, vorrei in qualità di operatore sportivo, segnalare il fatto che il sistema per tenere in salute le persone è fargli fare sport! costa molto meno di una qualsiasi cura, previene e fa socializzare le persone, naturalmente bisognerebbe insegnare attraverso la scuola a praticare sport ma siccome costa poco e non fa comodo a nessuno non viene incentivato e nelle scuole non ci sono le strutture per poterlo fare.
Ciao a tutti

marco toscani 15.01.06 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe

Ho un'iniziativa da proporti dopo PARLAMENTO PULITO:

UN POLITICO CHE AMBISCE A DIVENTARE MINISTRO DI QUALCOSA DEVE ESSERE LAUREATO SU QUELLA MATERIA:

STORACE COSA C'ENTRA CON LA SANITA'??????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????
POI CI LAMENTIAMO CHE FANNO LE CAGATE TIPO ANTIVIRALI INUTILI.

Mauro Mauro 15.01.06 13:36| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
e' evidente che il problema dell'influenza aviaria e' gonfiato dai media e che le informazioni sono per la maggior parte troppo parziali e fuorvianti. Se ci si limita ai dati: H5N1 non e' un virus nuovo (e' conosciuto da quasi 10 anni), non si trasmette da uomo a uomo (per i rarissimi casi doumentati rimangono necessariamente dubbi legittimi), non sta causando ne' ha mai causato in passato una pandemia.
In realta' i normali virus influenzali stagionali (tipo H1, H2, etc) per i quali ci si puo' vaccinare causano tutti gli anni migliaia di morti a livello mondiale. Per i dati precisi basta consultare fonti quali l'organizzazione mondiale della sanita' o fonti governative ufficiali.

Fabio Fiorani 15.01.06 10:36| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
e' evidente che il problema dell'influenza aviaria e' gonfiato dai media e che le informazioni sono per la maggior parte troppo parziali e fuorvianti. Se ci si limita ai dati: H5N1 non e' un virus nuovo (e' conosciuto da quasi 10 anni), non si trasmette da uomo a uomo (per i rarissimi casi doumentati rimangono necessariamente dubbi legittimi), non sta causando ne' ha mai causato in passato una pandemia.
In realta' i normali virus influenzali stagionali (tipo H1, H2, etc) per i quali ci si puo' vaccinare causano tutti gli anni migliaia di morti a livello mondiale. Per i dati precisi basta consultare fonti quali l'organizzazione mondiale della sanita' o fonti governative ufficiali.

Fabio Fiorani 15.01.06 10:34| 
 |
Rispondi al commento

Egregia collega,
mi legga.
L'Hiv..non tiene il passo.Arranca.
Sono medico da trent'anni e non ne ho mai visto, tra i miei pazienti, un solo caso:dicasi uno ch'è uno.
Un consiglio.Le riviste scientifiche scrivono molte baggianate.Anche quello che insegnano certi professori è solo frutto di teorie:le loro.
Intanto,è sicura d'avere l'hiv? Non è una domanda peregrina...vero?
Saluti
Sandro

sandro zonfrilli 15.01.06 06:28 |

non sono una collega, lei ha frainteso. se lei fosse il mio medico di base io non le direi di averlo... e cambierei anche medico. alle domande non si dovrebbe rispondere con un'altra domanda... ma lei è un medico? o è laureato? spesso non la stessa cosa. se le mancano pazienti conl'hiv... si trasferisca in un reparto di malattie infettive... vedrà che ne trova quanti ne vuole.

hiv positiva 15.01.06 07:07| 
 |
Rispondi al commento

riscusa beppe.. finisco di togliermi il dente. io stessa mi curo a 250 km da casa. con spostamenti a mie spese (975 euro al mese di stipendio, unica componente familiare)perchè nella mia città c'è solo un centro... alla frutta. dove si è insediata una lobby medica di incompetenti e dove realmente (tutto documentato beppe) i pazienti rischiano la vita. come me... stanno fuggendo tutti in altre città. non hanno i posti letto, non hanno case alloggio, non visitano, leggono solo gli esami. snobbano i tossicodipendeti, sono pazienti di serie b. la gente ha il cancro e loro non se ne accorgono perchè non auscultano... quando se ne accorgono... è perchè stai morendo. danno i farmaci a caso. ti fanno male? non è vero... sei depresso. l'assistenza domiciliare non ce la fa... troppi casi allettati a domicilio. mettono fuori malati gravi perchè hanno l'ordine di farlo dall'azienda. io non abito in molise... io vivo nella città della cultura... delle università, diventerà città metropolitana. 40 posti letto... erano due ospedali prima... ma li voleva un primario solo. l'altro, piuttosto che lavorare con questo... è andato in pensione. si è ritirato. scusa, non era un dente.. era una dentiera... ma a qualcuno bisogna dirlo... queste cose... non si vengono a sapere. i malati sono i primi a tacere... hanno l'aids, non aiuta nei rapporti sociali sbandierarlo, neanche per difendere un diritto.

hiv positiva 15.01.06 07:00| 
 |
Rispondi al commento

riprendo dal post precedente... scusa l'invasione beppe... dicevo che c'è disparità di accesso alle cure, alcune regioni dispongono dei farmaci dopo di altre. alcuni centri sono "assassini" in mano a primari deliranti e incompetenti con l'unica preoccupazione di salvaguardare il bilancio. tutti i fondi o quasi vengono dirottati sul terzo mondo. è una cosa che mi manda in bestia... ma non perchè li voglia morti prima di me... ma perchè hanno un altro genotipo. i farmaci nostri... che danno a loro... sono un'illusione. un tampone. sono famraci studiati sull'hiv 1. su quello che ho contratto io vent'anni fa e che veniva denominato htvLIII, poi c'è stato il IV e sucessivamente sono stati accorpati sotto l'unica definizione di HIV. Come può un virus di seconda generazione come quello africano... esser nato prima? la scimmia è una leggenda. Il virus è stato isolato in russia nel 63. misteriosamente lo ritroviamo a san francisco dove viene proposto (dopo la stesura del documento sulla depopolarizzazione degli emeriti bush senior e kissinger che ora gestiscono i fondi...) a 100 detenuti per reati gravi di sottoporsi a una sperimentazione in cambio della libertà condizionata. i primi 100 casi di morti per aids della storia. storia vecchia? storia vera. mentre l'aviaria ancora è tutta da giocare qui c'è un partitone di coppa che nessuno segue più. al g8 di genova l'italia si è impegnata a stanziare non ricordo quanti milioni e non ha mantenuto l'impegno... posso andare a cercare tutta la documetazione necessaria... non ho mai buttato via niente. posso segnalare siti attendibili, associazioni ancora puriste. posso raccontarvi storie allucinanti di violenze, beffe e incurie perpretate dai nostri centri di "cura"... posso dirti il mio nome e cognome beppe, in privato... perchè devo laurà... e l'ignoranza è tanta... la discriminazione è aumentata di nuovo. non si fanno campagne informative. c'è il vuoto e il silenzio assoluto. anche per questo sono qui, cerco aiuto anche per noi

hiv positiva 15.01.06 06:24| 
 |
Rispondi al commento

Sono una studentessa di medicina che sta seguendo il caso influenza aviari (....)Purtroppo, è la storia che ce lo insegna: ci sono stati molti altri virus che hanno agito così, e tra questi il terribile virus dell'HIV (che oltretutto presenta alcune somiglianze con il virus dei polli per espressione genica).
.......................
riprendo questo passo e spiego subito perchè. Prima di tutto mi scuso se non firmo. mi appello alla legge 135 sul diritto all'anonimato delle persone delle persone portatrici di hiv. Io lo sono, sentirmi paragonata ad un pollo un po' mi spiace... ma non è questo il punto. sono stata molto tempo un'attivista e ho lasciato da quando l'attivismo viene al 90% sovvenzionato dalle case farmaceutiche. mi colpisce il parallelo con l'hiv (correttissimo dal punto di vista delle mutazioni) e mi colpisce che per quanto abbia cercato... ho trovato un solo riferimento all'hiv dell'anno scorso in tutto il blog. anche di questo non si parla più. ce l'hanno solo gli africani. quello degli occidentali non fa più audience. invece la situazione è sempre più drammatica. c'è una terza mutazione genetica e chi si infetta ora non ha possibilità terapeutiche o quasi. il virus è resistente alle attuali terapie. dovranno studiarne delle nuove. i caratteri che mi restano sono troppo pochi per spiegare tutti i miei dubbi, anche documentabili (biblioteca di washiton documento sulla depopolarizzazione firmato da bush padre e kissinger) in merito al fatto che ci sia la mano dell'uomo sia dietro la prima infezione che dietro le mutazioni genetiche del virus. mi piacerebbe se ne parlassimo. non appoggio duesberg. dice la verità ma è un pazzo. il virus esiste. che sia un business voluto dalle case farmaceutiche e dal governo americano è innegabile, ma esiste. le persone lo hanno, si devono curare o morire, i duesberiani muoiono. io ho fatto un'altra scelta. mi curo. ma insieme ai farmaci mando giù rospi tutti i giorni. in italia c'è disparità di accesso alle cure...

hiv positiva 15.01.06 05:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'inserto "I veri polli siamo noi", allegato alla rivista NEXUS (dicembre-gennaio), spiega molto bene cosa è il virus H5N1, perchè non può essere definita un'epidemia e quali sono i retroscena economici.

La rivista spiega inoltre come le nanotecnologie potrebbero essere utilizzate per "condizionare" qualunque organismo vivente.

www.nexusitalia.com

Chiara Coffrini 14.01.06 21:48| 
 |
Rispondi al commento

Solo oggi leggo il blog, comunque il 28 dicembre ho ricevuto da "Le Scienze" (sono iscritto alla newsletter) questo link

http://www.lescienze.it/index.php3?id=11677

riporto l'articolo che corrisponde al link

"La varietà H5N1 dell'influenza aviaria aveva sviluppato una forte resistenza all'oseltamivir, meglio noto come Tamiflu, in due pazienti vietnamiti morti per il virus all'inizio del 2005. Lo sostiene uno studio pubblicato sulla rivista "New England Journal of Medicine". Anche se non giunge inaspettata, la scoperta dimostra una volta di più che il farmaco, di cui si stanno facendo grandi scorte in tutto il mondo, sarà probabilmente inutile per molti pazienti se dovesse scoppiare un'epidemia di influenza aviaria. Secondo i ricercatori, i governi dovrebbero fare di tutto per minimizzare questo rischio, per esempio scoraggiando i propri cittadini a fare scorte del farmaco.
L'oseltamivir è sul mercato da soli 5 anni, e i ricercatori stanno già osservando la comparsa di virus a esso resistenti. Le varietà stagionali di influenza, come H1N1 e H3N2, hanno mostrato poca resistenza al farmaco negli adulti, ma due piccoli studi hanno trovato tassi di resistenza fino al 18 per cento in bambini giapponesi.
Degli effetti dell'oseltamivir contro H5N1, tuttavia, si sa ancora poco, in parte perché finora ci sono stati meno di 140 pazienti. In ottobre, alcuni ricercatori avevano descritto il primo caso di parziale resistenza all'oseltamivir in una ragazza vietnamita di 14 anni infettata da H5N1. Adesso il nuovo studio di Menno de Jong e colleghi dell'Oxford University Clinical Research Unit, con base all'Ospedale per le Malattie Tropicali di Ho Chi Minh City, descrive due nuovi casi di virus con mutazioni che conferiscono elevata resistenza all'oseltamivir. La ricerca non soltanto mostra che saranno necessari altri tipi di farmaci antinfluenzali, ma anche che l'oseltamivir dovrà essere usato con cautela per evitare lo sviluppo di resistenza.

© 1999 - 2006 Le Scienze S.p.A."

marco moppi 14.01.06 20:58| 
 |
Rispondi al commento

Solo oggi leggo il blog, comunque il 28 dicembre ho ricevuto da "Le Scienze" (sono iscritto alla newsletter) questo link

http://www.lescienze.it/index.php3?id=11677

riporto l'articolo che corrisponde al link

"La varietà H5N1 dell'influenza aviaria aveva sviluppato una forte resistenza all'oseltamivir, meglio noto come Tamiflu, in due pazienti vietnamiti morti per il virus all'inizio del 2005. Lo sostiene uno studio pubblicato sulla rivista "New England Journal of Medicine". Anche se non giunge inaspettata, la scoperta dimostra una volta di più che il farmaco, di cui si stanno facendo grandi scorte in tutto il mondo, sarà probabilmente inutile per molti pazienti se dovesse scoppiare un'epidemia di influenza aviaria. Secondo i ricercatori, i governi dovrebbero fare di tutto per minimizzare questo rischio, per esempio scoraggiando i propri cittadini a fare scorte del farmaco.
L'oseltamivir è sul mercato da soli 5 anni, e i ricercatori stanno già osservando la comparsa di virus a esso resistenti. Le varietà stagionali di influenza, come H1N1 e H3N2, hanno mostrato poca resistenza al farmaco negli adulti, ma due piccoli studi hanno trovato tassi di resistenza fino al 18 per cento in bambini giapponesi.
Degli effetti dell'oseltamivir contro H5N1, tuttavia, si sa ancora poco, in parte perché finora ci sono stati meno di 140 pazienti. In ottobre, alcuni ricercatori avevano descritto il primo caso di parziale resistenza all'oseltamivir in una ragazza vietnamita di 14 anni infettata da H5N1. Adesso il nuovo studio di Menno de Jong e colleghi dell'Oxford University Clinical Research Unit, con base all'Ospedale per le Malattie Tropicali di Ho Chi Minh City, descrive due nuovi casi di virus con mutazioni che conferiscono elevata resistenza all'oseltamivir. La ricerca non soltanto mostra che saranno necessari altri tipi di farmaci antinfluenzali, ma anche che l'oseltamivir dovrà essere usato con cautela per evitare lo sviluppo di resistenza.

© 1999 - 2006 Le Scienze S.p.A."

marco moppi 14.01.06 20:55| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei suggerire all'Unione di inserire nel suo programma una iniziativa ben precisa per mettere fine all'inverosimile sconcio del maggior costo dei medicinali (il doppio, il triplo,ecc.) in Italia, rispetto a tutti gli altri Paesi europei. Grazie

Carlo Fiore 14.01.06 16:33| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
in riferimento a quanto dicevi nel tuo spettacolo registrato a Roma nell'aprile 2005 riguardo alle istruzioni su cosa significhi prendere le medicine prima, durante e dopo i pasti devo dirti che, lavorando nella Sanita'- ufficio invalidi civili - non le trovo così astruse. Infatti abbiamo utenti che quando spieghi che siamo aperti dalle 9 alle 12 ti chiedono: -Del mattino? - Oppure nel modulo di domanda alla voce Stato civile scrivono: italiano.- confondendo lo status con la Nazione. E via di questo passo si potrebbe scrivere un libro: Lo stupidario della invalidita' civile.
Un bacione e continua così con le tue battaglie
Sofia Sarti

sofia sarti 14.01.06 10:49| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
in riferimento a quanto dicevi nel tuo spettacolo registrato a Roma nell'aprile 2005 riguardo alle istruzioni su cosa significhi prendere le medicine prima, durante e dopo i pasti devo dirti che, lavorando nella Sanita'- ufficio invalidi civili - non le trovo così astruse. Infatti abbiamo utenti che quando spieghi che siamo aperti dalle 9 alle 12 ti chiedono: -Del mattino? - Oppure nel modulo di domanda alla voce Stato civile scrivono: italiano.- confondendo lo status con la Nazione. E via di questo passo si potrebbe scrivere un libro: Lo stupidario della invalidita' civile.
Un bacione e continua così con le tue battaglie
Sofia Sarti

sofia sarti 14.01.06 10:48| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
in riferimento a quanto dicevi nel tuo spettacolo registrato a Roma nell'aprile 2005 riguardo alle istruzioni su cosa significhi prendere le medicine prima, durante e dopo i pasti devo dirti che, lavorando nella Sanita'- ufficio invalidi civili - non le trovo così astruse. Infatti abbiamo utenti che quando spieghi che siamo aperti dalle 9 alle 12 ti chiedono: -Del mattino? - Oppure nel modulo di domanda alla voce Stato civile scrivono: italiano.- confondendo lo status con la Nazione. E via di questo passo si potrebbe scrivere un libro: Lo stupidario della invalidita' civile.
Un bacione e continua così con le tue battaglie
Sofia Sarti

sofia sarti 14.01.06 10:46| 
 |
Rispondi al commento

Non sono ben informato su quello che avviene, ma ho una mente per pensare e Vi dico quello che penso su questa storia dell'aviaria: il virus esiste, ma l'allarme è esasperato, come lo sono tutte le notizie date dai giornali italiani riguardo alle condizioni metereologiche.
L'aviaria esiste, ed è anche un virus molto pericoloso. Ma, nelle condizioni sociali in cui siamo noi, è anche un virus molto difficile da trarre. se veramente ne siamo spaventati dobbiamo imparare una cosa: non dobbiamo armarci di farmaci, ma dobbiamo iniziare ad eliminare le condizioni in cui il virus potrebbe propagarsi, iniziando a privilegiare la carne ben allevata dai piccoli contadini ed evitare i grandi allevamenti, dove i polli non sono contenti.
Non allarmiamoci troppo presto, ma cerchiamo di vivere in sintonia con il pianeta, che è la strada migliore.
Vi consiglio: www.themeatrix.com/italian

Lorenzo scancarello 14.01.06 10:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E l'italia che fà?????
http://www.promedmail.org/pls/promed/f?p=2400:1001:14421447315801374134::NO::F2400_P1001_BACK_PAGE,F2400_P1001_PUB_MAIL_ID:1000,31626

miki prezzy 14.01.06 09:56| 
 |
Rispondi al commento

Come mai in queste nazioni non ci siamo anche noi??
http://www.promedmail.org/pls/promed/f?p=2400:1001:1798578143229194233::NO::F2400_P1001_BACK_PAGE,F2400_P1001_PUB_MAIL_ID:1000,31626
Storace a parte dire frasi di circostanza che fà??
Mangiate polli non ci sono problemi sono TUTTI controllati??? In Italia???Ma non ci crede più nessuno (non è vero purtroppo c'è ancora chi ci crede) infatti scoperto allevamento in calabria e molti container con polli e non solo cinesi a bordo.

miki prezzy 14.01.06 09:27| 
 |
Rispondi al commento

Sono una studentessa di medicina che sta seguendo il caso influenza aviaria non solo attraverso i nostri media ma anche attraverso Bbc, Bupa, New Scientits.. cioè siti di vera informazione. Una cosa è certa: che se, come ho letto anche in un post precedente, fosse vera la notizia della recente mutazione del virus H5N1, questo sarebbe veramente l'inizio di una grande epidemia. Purtroppo, è la storia che ce lo insegna: ci sono stati molti altri virus che hanno agito così, e tra questi il terribile virus dell'HIV (che oltretutto presenta alcune somiglianze con il virus dei polli per espressione genica).
Molti scienziati avevano predetto che se un uomo fosse stato attaccato dal virus H5N1 insieme a quello dell'influenza umana comune, ci sarebbero state grosse probabilità che il primo virus avrebbe preso, interagendo con esso, alcune "sembianze" del secondo così da ereditare la capacità di interagire anche con l'essere umano.
Quindi, il pericolo H5N1 non è un pericolo da sottovalutare. Non pensate solamente a trovate pubblicitarie farmaceutiche perchè in passato altri virus (1918 - Influenza Spagnola, 1957 - Influenza di Hong Kong, 1968 - Influenza Asiatica) erano stati trasmessi da animali a persone, dando vita a pandemie che hanno ucciso milioni di persone.
Riproponendo un augurio fatto già in questo blog.. buone coscette di pollo a tutti!

Perla Rossini 13.01.06 20:57| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti.
Penso che sia ora di finirla con la solità banalità che tutti i mali del mondo siano colpa delle case farmaceutiche.
Adesso va di moda demonizzarle vero? Arriveremo a dire che il virus dei polli lo si prende dagli impiegati delle case farmaceutice...Oh, sono preoccupato, perchè io lavoro proprio in una casa farmaceutica.
Vorrei dire solo una cosa, non tutte le case farmaceutiche, anzi non tutti i loro dipendenti sono o sono stati dei santi (al contrario di banche, aziende alimentari, ecc. ecc.) ed è ovvio che lavorino per portare a casa i soldini come tutte le alter aziende.
È uno scandalo il prezzo dei farmaci? Ricordo che il prezzo dei farmaci rimborsati dallo stato (quelli veramente utili cioè) lo decide lo stato stesso!
È uno scandalo che una scatola di aspirina costi 5 euro? Perchè nessuno si scandalizza se paga una pizza 7 euro? Forse costa di più al pizzaiolo produrre una pizza che ad una casa farmaceutica produrre un farmaco?
Ci vogliono 10 anni di ricerca e di spese prima di poter commercializzare un farmaco, anche il più semplice.Pensate che la ricerca la facciano gli scienziati delle università? Il 90% della ricerca la fanno le aziende con i propri soldini, ricavati dalla vendita dei propri farmaci.
Per fortuna che ci sono i generici adesso! Che i farmaci li fanno pagare un po'meno è vero, ma tanto tutto quello che guaganano va nelle loro tasche, non viene reinvestito in ricerca!
Nessuno si chiede perchè ci sono sempre meno farmaci nuovi e sempre meno aziende farmaceutiche in Italia e non solo?
Continuate a pensare che sia sempre colpa del marketing farmaceutico, bravi!
Ciao beppe, ti voglio bene lo stesso e ti dico che sei forte, anche se qualche volta spari qualche stronzata anche tu.

Lorenzo Loffi 13.01.06 17:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao a tutti.
Penso che sia ora di finirla con la solità banalità che tutti i mali del mondo siano colpa delle case farmaceutiche.
Adesso va di moda demonizzarle vero? Arriveremo a dire che il virus dei polli lo si prende dagli impiegati delle case farmaceutice...Oh, sono preoccupato, perchè io lavoro proprio in una casa farmaceutica.
Vorrei dire solo una cosa, non tutte le case farmaceutiche, anzi non tutti i loro dipendenti sono o sono stati dei santi (al contrario di banche, aziende alimentari, ecc. ecc.) ed è ovvio che lavorino per portare a casa i soldini come tutte le alter aziende.
È uno scandalo il prezzo dei farmaci? Ricordo che il prezzo dei farmaci rimborsati dallo stato (quelli veramente utili cioè) lo decide lo stato stesso!
È uno scandalo che una scatola di aspirina costi 5 euro? Perchè nessuno si scandalizza se paga una pizza 7 euro? Forse costa di più al pizzaiolo produrre una pizza che ad una casa farmaceutica produrre un farmaco?
Ci vogliono 10 anni di ricerca e di spese prima di poter commercializzare un farmaco, anche il più semplice.Pensate che la ricerca la facciano gli scienziati delle università? Il 90% della ricerca la fanno le aziende con i propri soldini, ricavati dalla vendita dei propri farmaci.
Per fortuna che ci sono i generici adesso! Che i farmaci li fanno pagare un po'meno è vero, ma tanto tutto quello che guaganano va nelle loro tasche, non viene reinvestito in ricerca!
Nessuno si chiede perchè ci sono sempre meno farmaci nuovi e sempre meno aziende farmaceutiche in Italia e non solo?
Continuate a pensare che sia sempre colpa del marketing farmaceutico, bravi!
Ciao beppe, ti voglio bene lo stesso e ti dico che sei forte, anche se qualche volta spari qualche stronzata anche tu.

Lorenzo Loffi 13.01.06 17:08| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti.
Penso che sia ora di finirla con la solità banalità che tutti i mali del mondo siano colpa delle case farmaceutiche.
Adesso va di moda demonizzarle vero? Arriveremo a dire che il virus dei polli lo si prende dagli impiegati delle case farmaceutice...Oh, sono preoccupato, perchè io lavoro proprio in una casa farmaceutica.
Vorrei dire solo una cosa, non tutte le case farmaceutiche, anzi non tutti i loro dipendenti sono o sono stati dei santi (al contrario di banche, aziende alimentari, ecc. ecc.) ed è ovvio che lavorino per portare a casa i soldini come tutte le alter aziende.
È uno scandalo il prezzo dei farmaci? Ricordo che il prezzo dei farmaci rimborsati dallo stato (quelli veramente utili cioè) lo decide lo stato stesso!
È uno scandalo che una scatola di aspirina costi 5 euro? Perchè nessuno si scandalizza se paga una pizza 7 euro? Forse costa di più al pizzaiolo produrre una pizza che ad una casa farmaceutica produrre un farmaco?
Ci vogliono 10 anni di ricerca e di spese prima di poter commercializzare un farmaco, anche il più semplice.Pensate che la ricerca la facciano gli scienziati delle università? Il 90% della ricerca la fanno le aziende con i propri soldini, ricavati dalla vendita dei propri farmaci.
Per fortuna che ci sono i generici adesso! Che i farmaci li fanno pagare un po'meno è vero, ma tanto tutto quello che guaganano va nelle loro tasche, non viene reinvestito in ricerca!
Nessuno si chiede perchè ci sono sempre meno farmaci nuovi e sempre meno aziende farmaceutiche in Italia e non solo?
Continuate a pensare che sia sempre colpa del marketing farmaceutico, bravi!
Ciao beppe, ti voglio bene lo stesso e ti dico che sei forte, anche se qualche volta spari qualche stronzata anche tu.

Lorenzo Loffi 13.01.06 17:06| 
 |
Rispondi al commento

vi scrivo che sono ancora arrabbiatissima con una giornalista, che ha scritto quello che voleva . Vi è venuto in mente che tutto il pandemonio informativo non sia proprio un problema esclusivamente giornalistico? Di conformismo? di voglia assoluta di scandali e sete di vendita (di giornali)? Di non voler parlare di altro? Altro che Tamiflu!!
...Vi ricordo che la partenza è stata la pubblicazione dei risultati del Convegno di Malta ( ...e come pubblicata!!)

daniela gnesutta 13.01.06 15:46| 
 |
Rispondi al commento

tra i vari siti interessanti sull'aviaria vi segnalo
www.izsvenezie.it sito del Centro italiano di riferimento sull'aviaria (Istituto Zooprofilattico delle venezie): aggiornatissimo e molto interessante
www.iss.it/esps/ qui troverete accesso a tutti i documenti anche dell'OMS (o WHO) ma anche dei focus con interessanti commenti (dr. Pietro Ragni e colleghi) che vi invito a leggere, soprattutto in merito ad una visione assolutamente individualistica di gestione del problema. Vi segnalo i commenti ai casi turchi dell'aviaria di alcune ass. consumatori che volevano che fossero impediti i viaggi in Turchia. Mi risulta che solo in Italia e in Spagna ci siano state reazioni così clamorose da generare danni economici molto importanti (fino ad arrivare ad interi raccolti di mais invenduti)
mandi
daniela

daniela gnesutta 13.01.06 15:01| 
 |
Rispondi al commento

Illuminanti in tal senso le considerazioni di un luminare della medicina naturalistica italiana.
Vi consiglio caldamente i suoi articoli in merito:
http://www.eurosalus.com/20060107_influenza_aviaria.html http://www.eurosalus.com/20060110_aviaria_influenza.html.


Ciao a tutti e sempre...forza Beppe!!!Se non ci fosse ...bisognerebbe inventarlo...

Stefano Donati 13.01.06 11:50| 
 |
Rispondi al commento

Illuminanti in tal senso le considerazioni di un luminare della medicina naturalistica italiana.
Vi consiglio caldamente i suoi articoli in merito:
http://www.eurosalus.com/20060107_influenza_aviaria.html http://www.eurosalus.com/20060110_aviaria_influenza.html.

Ciao a tutti e sempre...forza Beppe!!!Se non ci fosse ...bisognerebbe inventarlo...

Stefano Donati 13.01.06 11:39| 
 |
Rispondi al commento

Per me e' sempre la solita storia: si cerca di risolvere il problema qui (classica prevenzione a mio parere inutile) e non si va a estirpare la radice del problema sul luogo.
A quanto si sta leggendo in giro, le persone morte per il virus H5N1 erano a stretto contatto con i polli (ma stretto stretto). Insomma un po' la scena che si vedeva in Pane & cioccolato.
I nostri soldi spesi per milioni di vaccini non era meglio mandarli a loro per vedere come reagiva il ceppo virulento ?? Il vaccino infatti non e' la cura o l'antidoto (altrimenti non ne stavamo parlando :-) anzi detto sinceramente io nn so cosa sia quindi se un biologo vuole intervenire su questo punto sarebbe meglio.
Quelle povere persone che purtroppo vivono in condizioni molto ma molto disagiate si trovano a morire per il virus e vedere il resto del mondo che, colto dal panico, trova tutte le opzioni per salvarsi!! E loro??? Si parla tanto del problema del passaggio da uomo a uomo che qua e' praticamente impossibile dato che ancora nn abbiamo superato la prima fase (pollo - uomo).
In indonesia dove il problema e' piu' concreto, lì bisognerebbe puntare il dito della prevenzione e della ricerca per la cura e non scatenare informazioni a raffica scatenando un panico voluto e giostrato per l'economia.
Grazie

Domenico Pacifici 13.01.06 11:21| 
 |
Rispondi al commento

Date un occhiata a questo link e giudicate voi!!!
http://www.themeatrix.com/italian/
Credo che ognuno di noi deve cominciare a fare qualcosa di concreto per lasciare un mondo migliore ai nostri figli.

Luigi Riccio 13.01.06 10:27| 
 |
Rispondi al commento

ecco la notizia submarine che non è stata assolutamente divulgata:

Uno dei due virus riscontrati in due casi mortali di influenza aviaria in Turchia, ha mostrato mutazioni analoghe a quelle dei virus delle recenti epidemie influenzali di Hong Kong e del Vietnam: l'annuncio della scoperta viene dagli scienziati britannici del Medical Research Council e dell'Organizzazione mondiale della sanità, le cui analisi indicano che il ceppo H5N1, letale anche per l'uomo, sta mutando verso una forma più adattabile agli esseri umani.

...buone coscette (di pollo) a tutti

Gianluca Iannucci 13.01.06 10:06| 
 |
Rispondi al commento

Domande su questo "riesplodere" dell'influenza aviaria:
ma nel periodo in cui non se ne era più sentito parlare non era morto nessuno per l'infezione?
Non è che adesso se ne riparla perchè le case farmaceutiche, dopo essere rimaste sprovviste di vaccini, adesso ne hanno ancora una bella quantità da vendere???
Stiamo attenti a queste paure che vogliono incuterci!

Silvia Scarabelli 13.01.06 09:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sicuramente la notizia l'avete già (in tal caso mi scuso per la ripetizione) ma in Turchia ci sono stati 3 morti e una quindicina di casi avverati, la romania é stata citata... poi più nulla. I governi europei giocano la carta del "no panic"?

mirko Bacaloni 13.01.06 01:30| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
ti scrivo per raccontare a te e a tutti i frequentatori del blog una questione in tema di sanità di cui sono venuto a conoscenza qualche giorno fa e che penso meriti un po' di attenzione, anche se per qualcuno sarà una banalità o comunque qualcosa di già noto... Ho saputo che in vari ospedali italiani (non so quanti e quali, magari tutti...) esiste un'usanza abbastanza "interessante": riconoscere a fine anno ai primari più "meritevoli" una sorta di premio produzione al contrario premiando chi si è distinto totalizzando il minor numero di giorni di ricovero per i vari pazienti! Ecco una possibile spiegazione della brevità delle degenze di molti pazienti, che poi magari vengono nuovamente ricoverati poco dopo (vista la frettolosità delle dimissioni) con relativo aggravio dei costi... Non so agli altri, ma a me sembra che si potrebbe dedicare due parole a questo simpatico fenomeno... Aggiungo inoltre che, pare, ognuno di noi avrebbe diritto per legge a protrarre il proprio ricovero, quando lo ritenga necessario, fino a tre mesi... Risulta a qualcuno una cosa del genere?
Ciao a tutti

Rodolfo Tabanelli 12.01.06 16:35| 
 |
Rispondi al commento

RE: Maria Luisa Carrada

Ciao

Quello che so io e che i piccioni sono refrattari (non si ammalano) verso l'influenza aviaria, di conseguenza non dovrebbero essere fonte di contagio, l'ho letto su un recente numero di Focus.

Il contagio da polli a uomo c'è stato ma ancora non si può parlare di salto di specie fino a quando il virus non si adatta in modo tale da passare da uomo a uomo.... speriamo di non doverne mai parlare.

Per altri tipi di passaggio di specie del virus non credo si possa dire tanto finquanto non si ha la certezza di almeno un evento.

a presto

rosina critelli 12.01.06 12:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forse è fuori argomento. Ma com'è che in questi giorni in tv nessuno parla dell'arresto di Casillo, amministratore - e, secondo gli investigatori, gestore di fatto - del Molino Casillo di Corato (Bari), che è stato incriminato per aver fatto dissequestrare una nave container carica di ben 58 mila tonnellate di grano risultato contaminato da ocratossina, una sostanza fortemente nociva e cancerogena?
Che fine ha fatto quel carico? In quali alimenti è andato a finire?
Perchè non dobbiamo sapere se quello che mangiamo contiene parte di quel grano?

Alessandro Palestini 12.01.06 10:28| 
 |
Rispondi al commento

Richiesta:
Ho recentemente cambiato il mio telefono portatile di casa che era uno standard CT1 a 900 MHz con uno nuovo standard DECT a 1800 MHz.

Poi ho letto su un sito che questo nuovo standard sarebbe molto più nocivo alla salute del primo in quanto trasmette di continuo anche col telefono inserito nella basetta e a una frequenza più dannosa.

qualcuno saprebbe dirmi se è vero?
grazie.ciao.

massimo greci 11.01.06 23:04| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti,
è la prima volta che scrivo su questo blog.
Vorrei sapere una cosa che non sono riuscita a trovare neanche sul sito del ministero della salute: c'è pericolo di contagio da piccioni/gabbiani-->gatti/cani-->uomo? Mi spiego meglio: ho un gatto che passa un paio d'ore al giorno in balcone e ogni tanto si avvicinano piccioni che lui tenta di cacciare. C'è pericolo che sia contagiato e che poi contagi i suoi padroni?
Scusate la domanda stupida, se lo è.
E grazie.

Maria Luisa Carrada 11.01.06 08:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.xagena.it/news/e-virologia_it_news/553c3741e8d893fe9789a3eb8a162821.html

Paolo Disca (l'EGOista)

Paolo Disca 11.01.06 02:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E` vero che internet e` una delle cose piu utili che ci puo dare informazioni su tutto quello che cerchiamo ma o sono io che non lo so usare o hanno cominciato a darci informazioni sbagliate anche su argomenti molto importanti come l`influenza aviaria.
Volendo avere piu` informazioni sull`influenza aviaria scrivo su un motore di ricerca INFLUENZA AVIARIA ne scelgo qualcuno uno del ministero della salute visto che e` il mio ministero, uno wikipedia e uno della FAO: sai cosa e` successo mi si sono incasinate ancora di piu` le idee cercando informazioni su quali virus si trasmettevano da uccelli a uomini il sito di wikipedia e della fao elencava: (WIKIPEDIA)"di AI virus che possono infettare anche esseri umani: H5N1, H7N2, H7N3, H7N7, and H9N2."
(FAO)"i virus dell'influenza aviaria altamente patogeni che provocano una malattia generica anziché respiratoria appartengono ai sottotipi H5 o H7. Per esempio, il classico virus della peste aviaria è l'H7N7, mentre il virus responsabile della pandemia che colpì gli Stati Uniti orientali nel 1983-1984 è l'H5N2. "
(MINISTERO DELLA SALUTE)"è noto che solo tre sottotipi di antigene H (H1, H2 ed H3) e due sottotipi di antigene N (N1 ed N2) circolano, o hanno circolato, anche nell’uomo."

MA A CHI DOBBIAMO CREDERE
Antonio Pelliccia Capena RM

Antonio Pelliccia 11.01.06 01:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono uno studente in medicina e sto assistendo ad un cataclisma: tutti i miei migliori prof. stanno cadendo come selvaggina durante la stagione di caccia, e insieme a loro se ne vanno tutti i progetti di ricerca che con grandi difficoltà avevano aperto. La cosa assurda e che le nomine dei sostituti sono fatte da persone di nomina governativa che non hanno la più pallida idea di cosa vuol dire insegnare o fare ricerca. Perché la salute in Italia deve essere gestita da politici inventatisi scienziati e non può essere gestita da scienziati con capacità anche manageriali (e ce ne sono)?
E io che nella vita voglio solo fare il medico e il ricercatore perché devo andare all'estero per poter realizzare questo mio sogno senza dover invischiarmi nella politica? Spero che qulacuno abbia una risposta.

Carlo Gravina 11.01.06 00:01| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe grillo mi chiamo francesco nunziata e abito a gabicce mare.
ho deciso di scriverti dopo che mi sono divertito a vedere il tuo spettacolo di milano.
sono un operaio lavoro in una azienda quà vicino a casa mia e ti scrivo non per me ma per mio padre.
mio padre ha una malattia rara,che purtroppo lo ha paralizzato tutto e si cura in francia,perchè quà non ci sono strutture valide per lui.
ti scrivo per dirti che prende una pensione da fame e per curarlo abbiamo fatto per ben 2 volte la colletta nel paese per operarlo.
vivo in una casa popolare fortunatamente,ma se non gli do io i soldi tutti i mesi non si arriva alla fine del mese.
allora ti chiedo è giusto che in italia c è gente che chiappa fior di milioni di pensione e mio padre lo deve prendere in culo?
poi grazie all euro non ti dico.
allo stato se noi non arriviamo alla fine del mese non gliene frega un cazzo, l importante è che loro si prendono il loro super stipendio senza ascoltare i nostri problemi.
sono triste e vedo tanta gente che oggi grazie all euro non compra più casa,non riesce a fare la spesa e a pagare le bollette,che aumentano senza controllo.
allora ti chiedo di dirle queste cose in televisione,di far capire a questa gente che noi siamo persone come loro,siamo noi che lavoriamo e soprattutto siamo noi poveri coglioni a votarli.
io ho deciso di non votare più,perchè non credo più ne a destra ne a sinistra.
delle volte mi quardo allo specchio e mi vergogno di essere italiano.
purtroppo la mia voce non verrà mai ascoltata, ma penso che la tua sì!!!

francesco nunziata 10.01.06 21:08| 
 |
Rispondi al commento

Grandioso... da oggi sul tavolino del salotto di attesa del mio salone di Acconciatura ci sarà La Settimana Hi..Hi... e non quelle porcherie di giornali di pettegolezzi di Oggi Ieri e Domani...Continuate cosi. Alla grande.

Giangrazio Minischetti 10.01.06 19:09| 
 |
Rispondi al commento

Grandioso il fatto di poter avere un giornale da poter tenere nel salotto del mio salone di Parrucchiere per signora. Basta con questi gente e oggi...da oggi sul tavoline vi sara anche La Settimana...

Giangrazio Minischetti 10.01.06 19:03| 
 |
Rispondi al commento

Il re pugliese del grano, importatore di livello mondiale e fornitore dei produttori leader di pasta nostrana (anche biologica), finisce dietro le sbarre con l'accusa di avvelenamento di sostanze alimentari e di adulterazione e contraffazione di sostanze alimentari a fine di ingiusto profitto: insomma, un arricchimento illecito attraverso la miscelazione di alimenti tossici con altri perfettamente commestibili.

Giacomo Garavelli 10.01.06 19:02| 
 |
Rispondi al commento

Egregio Signor Grillo
premetto che Lei mi sta oltremodo simpatico.
Detto questo, però, non mi esima dal criticare questo suo atteggiamento dissacratorio nei confronti di Berlusconi (ultimamente anche a me incomincia a stare sullo stomaco).
In un paese dove ormai tutto si basa sul profitto e sulla assoluta incolpevolezza di politici e governanti, sostenere che la sinistra italiana è quanto di meglio ci possa essere per governare l'italia è una ardita presa di posizione.
Chi continua a sostenere di essere una verginella, Prodi, Fassino, D'Alema, i soci delle Coop, sono in assoluta malafede come chi li appoggia.
Lei ha messo in risalto o manifesti di "ITALIA,FORZA" deridendone il contenuto e quello che rappresentano.
Non mi risulta che altrettanto abbia fatto con i cartelloni delle Coop o quelli dei DS che sostenevano che loro erano l'etica italiana.
Per una questione di gusto, e lei ne ha, dovrebbe essere leggermente più attento (io son sicure che lei lo sia, ma quando il cuore batte a sinistra...)nel dare "picconate" da ambo le parti.
Ho letto che verrà anche in Friuli, come già successo in altre occasioni, io sarò lì ad ascoltarla.
Se vuole le potrò anche dare materiale per il suo spettacolo, chissà che non ne possa fare uso.
saluti

fausto deganutti 10.01.06 17:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro beppe vorrei tanto vedere un tuo spettacolo
sono venuto anche a piazza Dante a napoli purtroppo eri gia andato via.
Quando tornerai a napoli?
Sei un grande

Biagio Alfieri 10.01.06 14:38| 
 |
Rispondi al commento

Il commento non è relativo all'influenza aviaria, ma sul soilito caso di malasanità!

Vorrei sapere con quale criterio medici ed infermieri che per oltre 24 ore non hanno prestato ne visite mediche ne cure al signore polacco che si era recato al pronto soccorso dell'Ospedale Grassi di Ostia, e che ne hanno causato la morte per mancata assistenza, invece di essere sospesi dalla professione medica, sono stati trasferiti c/o altre strutture sanitarie della provincia! Così, dopo aver fatto morire una persona al Grassi ne faranno morire altre presso altre strutture sanitarie????

cristina cerutti 10.01.06 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Attento!! Il Tamiflu non è ancora in commercio in Italia. Sarà commercializzaro a metà gennaio 2006. Scrivere che gli italiani hanno comprato migliaia di dosi e che il tamiflu è andato esaurito sono gigantesche imprecisioni che prestano il fianco alle petulanti critiche dei soliti s.....i! Ciao

Pierpaolo Poli 10.01.06 13:53| 
 |
Rispondi al commento

Attento!! Il Tamiflu non è ancora in commercio in Italia. Sarà commercializzaro a metà gennaio 2006. Scrivere che gli italiani hanno comprato migliaia di dosi e che il tamiflu è andato esaurito sono gigantesche imprecisioni che prestano il fianco alle petulanti critiche dei soliti s.....i! Ciao

Pierpaolo Poli 10.01.06 13:53| 
 |
Rispondi al commento

Con "er trucido" alla salute, mi sento proprio al sicuro e sollevato...qui in italia non temiamo alcun contagio di aviaria...con le sue competenze in campo sanitario, mi sento proprio protetto...oh si si si si ..

Pietro Blessa 10.01.06 12:29| 
 |
Rispondi al commento

Caro Giovanni,
secondo il nostro illustre Ministro Storace i morti dovevano essre circa 150000 solo in Italia (piccolo inciso).
Circa la Turchia i morti per il famigerato Virus H5N1 sono dovuti al piccolo ma, molto trascurato dai giornali motivo che i poveri ed incoscienti bambini giocavano con i resti del pollame macellato perchè malato. Le autorità turche solo ora si sono degnate di diffondere maggiori informazioni alla popolazione.

Giuseppe Leonardi 10.01.06 12:27| 
 |
Rispondi al commento

LE IMPRESE DEL SENATORE LUIGI GRILLO

Il senatore Luigi Grillo, portavoce dei furbetti del quartierino e strenuo difensore del governatore Antonio Fazio, preso con le mani nella marmellata, con un conto alla Banca popolare di Lodi sul quale risultano depositate plusvalenze anomale (250.000 Euro) derivanti da trading su titoli, scoperte dagli ispettori della Banca d'Italia e dalla magistratura.

UNA CARRIERA TUTTA CAPRIOLE
Democristiano della corrente di Base, eletto per la prima volta in Parlamento nel 1987, Grillo arriva al governo nel 1992 con Giuliano Amato, che lo nomina sottosegretario alle Finanze con ministro Franco Reviglio.
Nel 1994 viene rieletto per i popolari di Mino Martinazzoli, ma è subito folgorato da Berlusconi, cui consegna il voto che consente al Centrodestra di avere la maggioranza al Senato. I popolari lo espellono, ma il Cavaliere lo premia con la poltrona di sottosegretario alle Aree urbane. Rieletto nel 1996 e nel 2001, nominato presidente della Commissione lavori pubblici e comunicazioni, è tutto un turbine di zelo berlusconiano.

E’ relatore della legge Gasparri fatta su misura per il capo, presenta l'emendamento per scorporare dai tetti pubblicitari le televendite e quello al condono edilizio che cancella il divieto di costruzione nelle aree incendiate e che gli vale il "premio Attila".

MA LA SUA VERA PASSIONE SONO LE BANCHE
E' lui che aiuta Fiorani nelle prime scalate, come quella della Banca di Chiavari, è lui che difende le fondazioni bancarie da Giulio Tremonti.
Poi il capolavoro. IL "PATTO DELLO SIACCHETRÀ", che segna la pacificazione tra Berlusconi e Fazio. Venerdì 14 gennaio, cena a palazzo Grazioli tra il premier, il governatore, il ministro dell'Economia Domenico Siniscalco e Grillo, il quale offre ai commensali la bottiglia di vino delle Cinque Terre che battezzerà l'accordo per la difesa dell'"italianità delle banche".

UN AFFARISTA?
Lo accerteranno i giudici, che indagano su quei conticini nella banca di Fiorani

Marco Gills 10.01.06 11:28| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
sembra quasi che qualcuno lassù ti ascolti... pochi giorni fa denunciavi il totale silenzio sull'influenza aviaria ed ecco che il virus torna ed essere sulle prime pagine dei giornali e, soprattutto, arriva la nostra mitica Unità di Crisi. Sinceramente ritengo che l'evoluzione del fenomeno virale vada seguita con attenzione, senza allarmismi, ma con serietà e competenza. Da oggi, però, mi sento davvero sollevato. Come ai tempi dello Tsunami qualcuno, prontamente informato dai suoi collaboratori via foglietto di carta, deciderà di ora in ora come affrontare l'emergenza e ci guiderà nelle scelte quotidiane.
Mi verrebbe da dire: non ci resta che piangere.
Invece lancio un urlo di speranza:
RESISTIAMO, LE ELEZIONI SONO VICINE.
FORZA ITALIANI! (avete letto bene)

Fabio Giardulli 10.01.06 11:03| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, ho 29 anni, sono un Broker Assicurativo e ti scrivo da Pesaro, ieri sera mi sono visto il tuo ultimo spettacolo di Roma in DVD, veramente INCREDIBILE, ma non avevo dubbi. Mi piacerebbe tanto conoscerti anche se di te me ne parla spesso Roberto Scarnecchia (grande amico mio). Provo tanta stima e rispetto nei tuoi confronti e la penso perfettamente come te.
Quando vieni a Pesaro e come posso fare per conoscerti o almeno per rimanere in contatto con te ? ? Tanti saluti ! ! Alessandro

Alessandro Rossi 10.01.06 10:46| 
 |
Rispondi al commento

volevo chiederti, dal momento che non ricordo in che occasione lo avevi fatto presente , come fosse possibile evitare il contratto ENEL stipulandolo con un'altra società a me introvabile , considerato che volevo vedere se riesco a farlo.
Grazie beppe , sei sempre il migliore .
Volevo anche aggiungere che un bell'argomento che potresti trattare nei tuoi spettacoli sarebbe quello di come stanno portando treitalia allo sfacelo per poi comprarsela .
A tal riguardo stò indagando con tanto di riprese video e documentazione varia sugli sprechi " incomprensibili " di gasolio fatti dai macchinisti di manovra, dal momento che ci abito di fronte e vedo tutto . Ti anticipo solo questa :
Per fare una manovra che dura 5 minuti tengono acceso un locomotore da 18.000 di cilindrata , che oltre che ad incquinare spreca gasolio e non poco , per minimo 40 minuti . Sai perchè ? forse lo scoperto e prima di dirlo alla procura volevo consultarti .
fatti sentire ciao

luciano Tosti 10.01.06 09:50| 
 |
Rispondi al commento

volevo chiederti, dal momento che non ricordo in che occasione lo avevi fatto presente , come fosse possibile evitare il contratto ENEL stipulandolo con un'altra società a me introvabile , considerato che volevo vedere se riesco a farlo.
Grazie beppe , sei sempre il migliore .
Volevo anche aggiungere che un bell'argomento che potresti trattare nei tuoi spettacoli sarebbe quello di come stanno portando treitalia allo sfacelo per poi comprarsela .
A tal riguardo stò indagando con tanto di riprese video e documentazione varia sugli sprechi " incomprensibili " di gasolio fatti dai macchinisti di manovra, dal momento che ci abito di fronte e vedo tutto . Ti anticipo solo questa :
Per fare una manovra che dura 5 minuti tengono acceso un locomotore da 18.000 di cilindrata , che oltre che ad incquinare spreca gasolio e non poco , per minimo 40 minuti . Sai perchè ? forse lo scoperto e prima di dirlo alla procura volevo consultarti .
fatti sentire ciao

tex willer 10.01.06 09:48| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

bravo! La tua campagna contro le ipocrisie della politica, contro le multinazionali della salute", contro le maefatte di chi dovrebbe amministrare con le regole del buon padre di famiglia questo disastrato Paese, è coraggiosa e giusta. Tuttavia, pur essendo giusta, non provoca effetti concreti e tangibili. Per renderla efficace anche dal punto di vista sociale avrebbe bisogno di un riconoscimento nella vita politica. Allora beppe perchè non dai vita ad un movimento di opinione, che raggruppi uomini e donne liberi da ideologie, capaci di lottare contro le ipocrisie e il malcostume, sulla scia dei tuoi spettacoli e delle verità che divulghi? provaci, magari mettendo intorno ad un tavolo persone che hanno voglia di impegnarsi per creare un nuovo soggetto politico che si ispiri ad un Rinascimento della politica? Se deciderai in questo senso sarei lieto di partecipare, portando il mio modesto contributo di cittadino e giornalista, disgustato da tanto orrore e tanta falsità. A presto e buon lavoro. Fabrizio de Jorio

fabrizio de jorio 10.01.06 08:35| 
 |
Rispondi al commento

MILANO. Poiche' Silvio Berlusconi ha versato, in due tranche, 1.800 euro, l'Agenzia delle Entrate ha ritirato la segnalazione con la quale, lo scorso 15 dicembre, aveva chiesto alla Procura di Milano gli atti dell' inchiesta sulle presunte irregolarita' nell' acquisto di diritti cinematografici e televisivi da parte di Mediaset.
Una richiesta che sarebbe servita per compiere accertamenti su presunte
Silvio Berlusconi
evasioni fiscali (stimabili, in base al capo d'imputazione del procedimento, in alcune decine di milioni di euro). La vicenda e' emersa a margine dell' udienza preliminare di oggi, davanti al gup Fabio Paparella, in cui Berlusconi e' imputato con altre 13 persone.

Stando ai documenti depositati, l'Agenzia delle Entrate, che e' parte offesa nel procedimento, aveva chiesto alla Procura copia dei cd contenenti gli atti per procedere negli accertamenti fiscali a carico del 'contribuente' Silvio Berlusconi. I pm li avevano messi a disposizione, spiegando che potevano essere utilizzati ma con alcuni limiti.

Nei giorni scorsi, invece, e' giunta una comunicazione della stessa Agenzia delle Entrate con la quale si spiega che, usufruendo della Legge 289/2002, Silvio Berlusconi aveva proceduto ad un primo versamento di 1.500 euro, in riferimento al periodo tra il '97 e il 2001, e quindi a un secondo di 300 euro per il periodo di imposta 2002. In questo modo l' Agenzia delle Entrate ha provveduto all'archiviazione della segnalazione che era giunta alla sua Direzione Regionale per la Lombardia.
http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/politica/200601articoli/1625girata.asp

lino strino 10.01.06 00:04| 
 |
Rispondi al commento

Agli amici del blog,


ier l'altro parlando con un amico siamo andati sul discorso del " premio di produzione" che il ministero dell'economia ha elargito ai propri funzionari. Immaginatevi lo sconcerto e la rabbia.
A un certo punto mi dice - non sai l'ultima , ho visto Andrea, (sua moglie è figlia di un ex-dipendente dell'ENEL), hanno deciso di cambiare l'auto e grazie al padre (dip. ENEL) hanno avuto uno sconto del 18% sull'acquisto. Che i dipendenti dell'Enel come quelli delle FS , giornalisti, Polizia , Carabinieri, Finanzieri ecc godano di privilegi è una vecchia storia ma che quelli dell'ENEL addirittura godano di sconti sulle auto oltre che sull'energia elettrica è veramente ignobile. Tutti si lamentano di tutto
ma tutti tirano acqua al proprio mulino, anche quella degli altri. Evito di pensare a quello che succederà quando quando cominceremo sul serio a guardare nel piatto del vicino. Ciao

giuliano viola 10.01.06 00:04| 
 |
Rispondi al commento

EHI! SULL'INFLUENZA AVIARIA SEI RIMASTO INDIETRO; DAI RIMETTITI IN "PARI".CIAO FRANCESCO RISALITI

francesco risaliti 09.01.06 23:58| 
 |
Rispondi al commento

Caro Romano siamo tutti con te, però non snobbare quel ragazzo Spagnolo.

E allora compagno Zapatero, sarà il tuo nome, sarà la tua sveltezza di Governo per la realizzazione delle minoranze che mi fai commuovere, un vero cristiano parte dagli ultimi. W Zapatero, Guzzanti, Luttazzi, bello il tuo libro, Biagi: altro che nonno Libero. Santoro torna.

Un saluto particolare a Fortugno, Biagi, Dantona e a quel ragazzo extra comunitario di nome Sars di Livorno che salvò morendo la vita di un giovane di questa Italia di distratti.

E per ultimo devo ringraziare te, Giovanni Consorte, chi sa quante battaglie hai dovuto affrontare, se poi hai sbagliato pagherai, noi aiuteremo la tua famiglia con i mutui.

Compagni e amici torniamo a governare questa Italia come si deve, forse il polverone e le ingiurie nascono da questo perchè siamo comunisti pronti e determinati a farlo. Vero Capellone detto anche Bella Chioma.


Franco Innocenti 09.01.06 22:32| 
 |
Rispondi al commento

Scusami beppe non sapevo come fare più di 2000. sono tre le parti 6000 ricomponi grazie. il tutto inviato anche a padellaro. franco

Franco Innocenti 09.01.06 22:24| 
 |
Rispondi al commento

Ah Marco scordavo, il 2 novembre di ogni anno ritorno nel piccolo paese insieme a mia moglie e ai mie figli, dopo la messa saluto i miei cari e poi salgo nella parte più in alto del cimitero, mi metto sugli attenti, perchè ho fatto il militare, e saluto quei ragazzi morti per questa merda d’Italia. Piero, noi ci siamo, come disse Benigni.

D’Alema, prendere un mutuo non è ancora un reato, vai avanti.

Marco tu sei cosi bravo, ti leggo per primo sul giornale che compro, non fare sempre la prima donna, scrivi per l’Unione la nuova legge sulla giustizia, noi ti promettiamo, dopo avertela corretta, di cancellare l’altra e approvare la tua col tuo nome.

Beppe andiamo in Val di Susa ad aiutare la democrazia e anche da Rita, forse avrà d’ora in poi bisogno di noi.

P.s pardon Nanni ma dove cazzo sei abbiamo bisogno di un regista.

Cordiali saluti Franco Innocenti. F.innocenti2@virgilio.it via provinciale, 34 San Piero a Sieve (Fi)

N.T. Onorevole Fini: ricordati che prima o poi devi ritrovare mio zio morto in Spagna nel 1938 per conto del tuo buon Statista.

Berlusconi: è vero tu non sei il furbetto, sei il furbone sei un ignavo, Dante Alighieri ti avrebbe messo non in serie “A” ma in quel girone.

Bossi: ti sei calmato, vedi la malattia porta consiglio auguri:

Buttiglione: andresti fustigato per quello che dici.

Casini: pensa alla lunga lista degli inquisiti per mafia del tuo partito.

Pera: nell’aprile del 45 non ti avrebbero nemmeno fatto comandare la centrale del latte a Altopascio.

Razingher: viva lo stato laico. Oppure il regista ti tutto ciò sei tu e la tua cricca.

Caro Alfredo il tuo articolo è bellissimo come al solito hai centrato il problema. Grazie a nome ti tutta la sinistra.

Mussi, Salvi che diamine ci tocca farsi difendere da l’ottimo articolo della Sbarbati. Rivoluzionario.

Caro Romano siamo tutti con te, però non snobbare quel ragazzo Spagnolo.

E allora compagno Zapatero, sarà il tuo nome, s

Franco Innocenti 09.01.06 22:16| 
 |
Rispondi al commento

FORZA DS

QUESTA VOLTA AVETE I NUMERI PER SALVARE QUESTA “ITALIETTA”

Caro Piero qualche settima fa insieme a mia moglie guardammo il programma di Mieli sulla storia recente italiana. Alla fine del programma, ascoltato in stanze diverse, ci alzammo tutti e due come drogati. Le prime parole di mia mogli furono: Franco non mi ricordavo, o meglio mi ricordo ma avevo rimosso tutti i drammi della nostra vita, all’epoca ancora giovani. Si, dissi, hai ragione, vedere concentrati in pochi minuti le ferite del nostro cuore mi ha fatto alzare dal letto irrequieto, come un comunista della prima ora mi sono incazzato come una iena. Quante ce ne hanno fatte passare per mantenere la nostra libertà, la nostra passione, la nostra dignità.

O Aldo, Aldo mio, lo sai quando ti fanno vedere riverso dentro quella macchina rossa io non resisto, mi prende male, inizia la mia tachicardia; ricordo dentro quella casa del popolo, di notte, le luci accese, ( è vero Travaglio), i “ dirigenti “come me in silenzio, non dovevamo andare a casa ma rimanere a presidiare la situazione era drammatica. Tempo dopo non riuscii a vedere nemmeno il “suo” film , mi alzai e andai via e le persone che un tempo mi conoscevano chiesero a mia moglie cosa avevo, lei rispose lasciatelo fare ancora il ricordo de quella morte lo fa piangere e non dormire, si incazza ancora come una iena. La strategia della tensione, rossi e neri mentre gli altri a ridere e farsi i propri interessi come a Porto Marghera, Seveso, a Portella della Ginestra, a piazza Fontana, piazza della Loggia, Italicus, Bologna, che schifo ho il volta stomaco.

Caro Travaglio tu che conosci tanto bene le vicende giudiziarie e scrivi sul mio giornale, ops mi scuso, non il giornale di mia proprietà, ma quello che compro tutti i giorni, che cazzo ancora i comunisti, forse la differenza di prezzo con gli altri quotidiani pensano che la mette Consorte o Sacchetti; venendo con Gomes nel Mugello a un certo punto dicesti, non penserete

Franco Innocenti 09.01.06 22:09| 
 |
Rispondi al commento

FORZA DS

QUESTA VOLTA AVETE I NUMERI PER SALVARE QUESTA “ITALIETTA”

Caro Piero qualche settima fa insieme a mia moglie guardammo il programma di Mieli sulla storia recente italiana. Alla fine del programma, ascoltato in stanze diverse, ci alzammo tutti e due come drogati. Le prime parole di mia mogli furono: Franco non mi ricordavo, o meglio mi ricordo ma avevo rimosso tutti i drammi della nostra vita, all’epoca ancora giovani. Si, dissi, hai ragione, vedere concentrati in pochi minuti le ferite del nostro cuore mi ha fatto alzare dal letto irrequieto, come un comunista della prima ora mi sono incazzato come una iena. Quante ce ne hanno fatte passare per mantenere la nostra libertà, la nostra passione, la nostra dignità.

O Aldo, Aldo mio, lo sai quando ti fanno vedere riverso dentro quella macchina rossa io non resisto, mi prende male, inizia la mia tachicardia; ricordo dentro quella casa del popolo, di notte, le luci accese, ( è vero Travaglio), i “ dirigenti “come me in silenzio, non dovevamo andare a casa ma rimanere a presidiare la situazione era drammatica. Tempo dopo non riuscii a vedere nemmeno il “suo” film , mi alzai e andai via e le persone che un tempo mi conoscevano chiesero a mia moglie cosa avevo, lei rispose lasciatelo fare ancora il ricordo de quella morte lo fa piangere e non dormire, si incazza ancora come una iena. La strategia della tensione, rossi e neri mentre gli altri a ridere e farsi i propri interessi come a Porto Marghera, Seveso, a Portella della Ginestra, a piazza Fontana, piazza della Loggia, Italicus, Bologna, che schifo ho il volta stomaco.

Caro Travaglio tu che conosci tanto bene le vicende giudiziarie e scrivi sul mio giornale, ops mi scuso, non il giornale di mia proprietà, ma quello che compro tutti i giorni, che cazzo ancora i comunisti, forse la differenza di prezzo con gli altri quotidiani pensano che la mette Consorte o Sacchetti; venendo con Gomes nel Mugello a un certo punto dicesti, non penserete mica

Franco Innocenti 09.01.06 22:03| 
 |
Rispondi al commento

non penserete mica che i comunisti se la sono cavata con le salsicce, sono coinvolti anche loro, solo Montanelli si accorse del comitato di affari nel 1991 denunciando i socialisti, erano collusi inciuciati. Meglio saperle le cose e non dire panzane. Già nel 1985 denunciammo tutto ciò dei comitati di affari.

Bè che facciamo Beppe Grillo, diccelo tu, detta tu la linea. Sarebbe meglio che tu invece di intasare l’autostrada o le ferrovie per andare in Val di Susa per le mozzarelle, potresti fare i tuoi spettacoli via internet così rompi i coglioni solo in rete telematica. Lo sai Beppe che il giorno che venisti negli anni 70 a una festa dell’Unità a Dicomano (FI), prendendo come paga 35 milioni, io 23 enne e gli altri 3 della segreteria del P.C.I. del piccolo paese, ci toccò fare un mutuo, non alla banca di Fiorani, e solo perchè nel Mugello scoppio qualche tuono in più e le persone non arrivarono per paura della pioggia. Ti pagammo senza sconti come tu pretendesti senza batter ciglio. Ora non fare il puro, non sputare nel piatto dove ai sempre mangiato. Poco tempo fa mi telefona l’allora segretario della sezione del P.C.I. dicendomi di venire a firmare per l’estinzione del mutuo di 20 milioni di vecchie lire richiesto per non gravare sulle salsicce dei compagni. A quei tempi avevo solo la dignità e una vecchia vespa del 1958 con cui mi spostavo per le campagne elettorali e i cazzi miei. Pochi anni prima con i miei genitori riuscimmo a fare una volta a settimana il bagno dentro una vasca da bagno dentro una casa in affitto. Ora mi tocca di sentire che i comunisti sono uguali agli altri.

Marco e Beppe informatevi come di solito fate, informatevi ancora, non siamo morti siamo qui. Se c’è da prendere un mutuo perchè qualcuno ha sbagliato noi siamo pronti come nel 1943, 1968, 1978, 1992, 2005.

Ah Marco scordavo, il 2 novembre di ogni anno ritorno nel piccolo paese insieme a mia moglie e ai mie figli, dopo la messa saluto i miei cari e poi salgo nella parte p

Franco Innocenti 09.01.06 21:52| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti volevo sapere se qualcuno poteva darmi delucidazioni su questo nuovo commercio chiamato "WELLNESS" non so se Beppe Grillo ne abbia gia parlato ma mi sembra un argomento quantomeno da approfondire, su internet ho trovato questo indirizzo
http://www.zik-si.com/ITALIA/.
Ciao Patrizio

Patrizio Schina 09.01.06 18:45| 
 |
Rispondi al commento

E il sommerigibile non solo a rimesso fuori il periscopio, è proprio riemerso tutto, olè! Di nuovo ristiamo a "moriremo tutti di polmonite", "la situazione è gravissima", "mamma li turchi" e via cosí. Ma in questi due mesi di silenzio cosa c'èra di diverso, per cui nessuno c'ha detto niente? L'unica cosa che mi viene in mente è che sta per essere isolato il virus stagionale...

licia troisi 09.01.06 18:00| 
 |
Rispondi al commento

ecco un articolo dove si parla anche di Beppe Grillo
“Il vero programma del (futuro?) governo Prodi “
Sul sito http://www.fottilitalia.com/
il sito anti-italiano per eccellenza

Giuseppe

giuseppe resoli 09.01.06 17:25| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe.

Ho un quesito al quale non riesco a dare risposta. La domanda si è presentata alla porta dei miei neuroni leggendo dell'attività di profilassi attuata dal governo Vietnamita (mi pare) che ha fatto sopprimere 40 mln di animali e, soprattutto, vaccinare 244 mln di esemplari "domestici".
La domanda è la seguente: "Se il rischio di mutazione in una forma umanamente trasmissibile di questo virus è tanto più elevato quanto maggiore è il numero di contagi animale-uomo, non sarebbe opportuno procedere ad una campagna di vaccinazione dell'uomo contro la forma animale del H5N1, partendo dai soggetti che per lavoro o condizioni di vita sono a stretto contatto con gli animali? Questo non porterebbe alla creazione di una sorta di barriera contro il contagio? Perchè invece si continua a parlare del vaccino contro la possibile forma mutata quando forse è possibile arginare il problema a monte?"
Confesso tutta la mia ignoranza in materia e chiedo sinceramente una risposta autorevole.

Grazie

Giovanni Falconi 09.01.06 17:16| 
 |
Rispondi al commento

Cari tutti,

lancio una idea che, forse, a molti sembrerà una provocazione.

Tenendo conto che
PREVENIRE E’ MEGLIO CHE CURARE
non vi sembra opportuno, per salvaguardare le grandi città da un eventuale pericolo di contagio, sterminare i piccioni che vivono in città?

Povere bestie, lo so, ma molti sono già malati, rovinati dai parassiti, dall’inquinamento e ce ne sono in gran numero.
Secondo me sono un potenziale pericolo.

bruno rossi 09.01.06 17:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari tutti,

lancio una idea che, forse, a molti sembrerà una provocazione.

Tenendo conto che PREVENIRE E’ MEGLIO CHE CURARE

non sarebbe opportuno, per salvaguardare le città dal un eventuale pericolo di contagio, sterminare i piccioni che vivono in città?

Povere bestie, lo so, ma molti sono già malati, rovinati dai parassiti, dall'inquinamento e ce ne sono in gran numero.
Secondo me sono un potenziale pericolo di diffusione.

bruno rossi 09.01.06 16:57| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo,

vorrei farti notare che il tema influenza aviaria si è improvvisamente illuminato dopo settimane di silenzio...sarà il tuo articolo dei giorni scorsi che ha portato sfortuna o i media si sono resi conto che fa ancora notizia o ci sarà qualche pressione politico-finanziaria per qualche nuovo vaccino prodotto in massa pronto da vendere a noi poveri cittadini ignoranti e terrorizzati?

mistero...

Massimo Ferrari 09.01.06 16:01| 
 |
Rispondi al commento

Il problema,secondo me nasce a monte.
Tutti questi influenze,virus arrivano dall'oriente.
Bisogna stare attenti oltre all'economia anche ai virus.
E' una vergogna!!!

Mauro Folco 09.01.06 15:43| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti!!! ho letto oggi che il virus H5N1 da quando è stato scoperto si è gia mutato 7, la previsione era che prima di potersi trasmettere da essere umano a essere umano avrebbe dovuto mutarsi 10 volte e che era lontana questa ipotesi, NE MANCANO 3, in italia hanno detto "speriamo che le misure prese contro il virus siano sufficenti" dice SPERIAMO pensate in che mani siamo, il virus porta alla morte e si scambia, inizzialmente, per normale febbre anche se alta!!!!

patrizio morganti 09.01.06 14:07| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti!!! ho letto oggi che il virus H5N1 da quando è stato scoperto si è gia mutato 7, la previsione era che prima di potersi trasmettere da essere umano a essere umano avrebbe dovuto mutarsi 10 volte e che era lontana questa ipotesi, NE MANCANO 3, in italia hanno detto "speriamo che le misure prese contro il virus siano sufficenti" dice SPERIAMO pensate in che mani siamo, il virus porta alla morte e si scambia, inizzialmente, per normale febbre anche se alta!!!!

patrizio morganti 09.01.06 14:00| 
 |
Rispondi al commento

A mio parere l'aviaria non è nient'altro che una pubblicità per il vaccino contro l'influenza...
chissà perchè tutti gli anni a settembre salta fuori un virus letale di stampo influenzale, un virus incurabile, però tutti gli anni per stare sicuri ci dicono di fare il vaccino per l'influenza, perchè non ci ripara dal virus devastante, ma aiuta ad essere più "coperti". Non fa un cazzo per il virus devastante..però nella nostra testa siamo più tranquilli.
Poi tutti gli anni magicamente dopo il periodo vaccino... ops, è saltato fuori un'altro virus, onn è letale..è semplicemente un virus che il vaccino non copriva...ci dispiace ce lo siamo scordati, ma se volete c'è sempre l'aspirina, il vivi c, la tachipirina e tutto quello che gli va dietro. Mi fa strano che Beppe dia così risalto all'aviaria....
Possibile che nessuno si accorge che ci stanno prendendo per il culo?
75 morti dal 2003....fa più morti l'influenza normale....!

Luca Doldi 09.01.06 13:29| 
 |
Rispondi al commento

Ma che bravo millantatore il caro Francesco, prima allarma i cittadini con l'aviaria poi sparisce, oggi riemerge sostenendo che l'Eu non si preoccupa. A Storà stattene a casa che è mejo. Per essere ministro della salute biosgna avere delle competenze politiche e tecniche. Non credo che sia un dottore illuminare di scienza, però sembra che sia stata una tattica politica, così abbiamo dato la sanità ad un incompetente? Non credo, intanto però in Sicilia c'è il degrado totale, gli ospedali continuano a giocare con la vita dei siciliani.

RINALDO SIDOLI 09.01.06 10:06| 
 |
Rispondi al commento

Gentili Utenti del Post
in Italia, ormai da anni, si trascina una situazione paradossale che non fa altro che favorire l'abusivismo in sanità.
L'ambito è quello della Riabilitazione.
La figura è quella del Fisioterapista che della riabilitazione ne è di fatto l'artefice.
Il problema è dato dall'assenza dell'Ordine Professionale dei Fisioterapisti.
L'effetto è quello che il paziente non sa e non può sapere se il sanitario che si trova davanti è realmente e regolarmente laureato o è uno dei tanti abusivi privi di titoli che circolano nel nostro Paese facendo danni: pensa, Gabibbo, è nata persino una Associazione di Vittime dell'Abusivismo in Riabilitazione, l'ANVAR, fondato da una signora trentina, Flora Virgillitto, che per le manipolazioni di un fisioterapista improvvisato, dopo un semplice colpo di frusta, e' diventata una traumatizzata permanente!

Che ne dite ragazzi: che effetto vi farebbe non poter sapere se chi vi cura è un vero Fisioterapista oppure no?

Per porre fine al problema, che in un ambito delicato come quello della salute è particolarmente grave, è necessaria l'istituzione dell'Ordine Professionale dei Fisioterapisti che garantirebbe (come accade per le altre professioni) il possesso dei titoli necessari e vigilerebbe sulla condotta degli iscritti.

Il testo di legge è stato approvato all'unaminità al Senato il 14 dicembre 2005 ("TESTO UNIFICATO AS 3236 – 1928 -1645 Disposizioni in materia di professioni sanitarie infermieristiche, ostetriche, riabilitative, tecnico sanitarie e della prevenzione e delega al Governo per l’istituzione dei relativi Ordini professionali") ma per concludere l'iter deve essere inserito, e votato, all'ordine del giorno della XIIa Commissione Affari Sociali della Camera prima che decada la legislatura!

Grazie!

Rebella Michele 08.01.06 19:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sig Ministro della sanita' dove sono i vaccini QUELLI VERI?

Ora io non so se quella che sentiamo sia informazione drammatizzata ad arte per ancor auna volta allarmare la gente e farla correre a fare scorte di tamiflu, ma non si era detto che si aspettavano dei casi di aviaria nell'uomo per poter creare il vaccino?

Siccome non sono un medico chiedo, ma tutti i contagiati dal virus H5N1 che non sono morti ovvero 77 persone su 144, non hanno sviluppato anticvorpi? e questi non potrebbero essere usati per fare il vaccino?

Ormai sono passate settimane dall'inizio delle morti, cosa state aspettando che una pandemia inarrestabile come la peste nel medio evo arrivi in italia?-

Su siti esteri ci sono scritte cose che preferisco per ora considerare solo fantascienza, mi riferisco al fatto che segretamente i governo hanno gia' quantitativi del VERO vaccino almeno alcuni governi tra cui USA e UK e che questi siano stati destinati data la scarsita' solo a coloro che contano.

Se fate una ricerca su H5N1 virus forse potrete imbattervi in quell'articolo del giornalista inglese che ha esposto questi fatti all'opinione pubblica dopo essere stato messo al corrente della situazione...fantasia o realta' spero la prima, perche' se anche questa dovesse rivelarsi vera, allora a noi non resta che trarre le conclusioni definitive su cosa deve essere fatto per salvare la nostra vita da voi.


In tutto questo caos sull'influenza aviaria vorrei sapere se c'è qualche seria indagine (e dove reperirne i dati) su quali erano le condizioni igieniche (rispetto anche all'allevamento dei polli che molti avevano in casa) delle famiglie delle persone colpite dal virus poichè mi sembra che versassero tutte in precarie condizioni, per quanto ho letto e visto dalla stampa e tv, e che questo più di altro effettivamente abbia causato il "salto" all'uomo.
Inoltre vorrei sapere perchè la campagna di salvaguardia italiana sui consumi alimentari di polli non parla seriamente, a parte la targa "italiano"= per forza sano, come se i virus si fermassero effettivamente alla frontiera, di come NON si acquisisce il virus.
Ogni tanto, da qualche parte, si legge della cottura oltre i 70 gradi ma non si capisce per quanto tempo debba avvenire e se seriamente si hanno riscontri sull'effettiva inattivazione del virus. Grazie.
Roberta

roberta tomassoli 08.01.06 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei segnalare un sito medico in italiano, al quale ci si può iscrivere per avere notizie da quel mondo oscuro, e sempre meno votato alla salute dell'uomo, che è diventata ormai l'industria farmaceutica: www.xagena.it.
Negli ultimi tempi ha pubblicato diversi articoli sull'Aviaria; cito un link al quale ne fanno capo altri: http://www.xagena.it/medicina/azguide/aviaria.html, adombrando sempre un eccessiva dipendenza delle notizie, date dai "ricercatori", dagli interessi della case Farmaceutiche.

Antonino Tamburello 08.01.06 11:55| 
 |
Rispondi al commento

... in questi giorni hanno ricominciato a parlare d'influenza aviaria (quella dei "polli", per intednerci)!
... forse si sono accorti che avevano ancora scorte di vaccino inutilizzate in magazzino?

Pietro Perri 08.01.06 11:45| 
 |
Rispondi al commento

signoraggio(punto)com

sdas dsap 07.01.06 23:29| 
 |
Rispondi al commento

http://www.clubfattinostri.it/8x1000/

STEFANO COLLETTINI 07.01.06 22:19| 
 |
Rispondi al commento

da dagospia:
AVIARIA, IN 8 SETTIMANE ANCHE IN ITALIA?...
Terzo decesso in Turchia per l'influenza aviaria. Fino ad ora il passaggio all'uomo si era verificato solo in estremo Oriente. Decine di ricoverati si registrano però già oggi a ovest della Turchia. Sono i primi casi registrati in Paesi vicini all'Europa. Ora si teme il diffondersi del virus ed anche il panico. Il tedesco "Bild" su informazioni raccolte da vari esperti di ornitologia e scienziati che si occupano del virus H5N1 si domanda oggi in prima pagina: "Arriverà il virus della morte entro 8 settimane anche da noi?". "Si, la possibilità non è da escludere, anzi è probabile. Il virus può giungere nel cuore dell'Europa con l'arrivo dei primi uccelli migratori che dall'Africa partono in direzione nord Europa attraversando il Vecchio Continente", sostengono gli interpellati. "Noi non possiamo fermare questa migrazione." In questa tratta due specie di uccelli migratori potenzialmente pericolosi passano anche per l'Italia, arrivando dal Sud. Si tratta del rigogolo (oriolus oriolus), della rondine (hirundo rustica) e del rondone (apus apus). "Il pericolo maggiore rimane però quando pollame viene importato (legalmente o illegalmente) da zone a rischio come Asia, Turchia, Romania e Croazia. Il virus purtroppo può anche attaccarsi a scarpe e vestiti di turisti o altri viaggiatori e giungere in questo modo da noi". Secondo l'organizzazione mondiale della sanità WHO ad oggi si sono infette 140 persone col virus H5N1, di queste 77 sono morte...

grazia simonao 07.01.06 22:08| 
 |
Rispondi al commento

A proposito..non ho proprio buttato la televisione dalla finestra, ma da 2 settimane non la accendo e ho notato un cambiamento nel mio modo di pensare e usando il tempo di solito passato davanti la tivu' (di media un'ora al giorno da circa un'anno) leggo e visito siti come questo e mi sento piu' informato e vivo...adesso sono io che decido cosa dovrei sapere!
Consiglio a tutti per la propria salute mentale di fare un esperimento e non guardarla per almeno una settimana per chi ancora non lo fa.
Saluti..anthony

anthony Mc Gonigle 07.01.06 21:14| 
 |
Rispondi al commento

Ma secondo voi perchè si chiama virus dei POLLI ?

Quando si deciderà di buttare la televisione dalla finestra nn sarà mai troppo tardi !!!

Davide Tramma 07.01.06 19:20| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di H5N1, per gli amanti di pandemie e poesia:

gruppoh5n1.splinder.com

ossequi

gruppo h5n1 07.01.06 19:09| 
 |
Rispondi al commento

Ora sono dieci i focolai di influenza aviaria individuati in Turchia. Dodici le città sottoposte a disinfestazione; una decina quelle in quarantena. Quattordicimila i volatili eliminati. E 47 le persone sospettate di avere contratto il morbo dei polli. Ieri è morta anche Hulya, 11 anni, la terza dei fratelli Kocygit, spirata nella notte a Van dopo i decessi di Mehmet Ali (14 anni) e Fatma (15).

Anche la Commissione Europea parla chiaramente di epidemia in Turchia.

http://www.repubblica.it/2006/a/sezioni/cronaca/aviaria6/quartocontagio/quartocontagio.html

nico bini 07.01.06 16:08| 
 |
Rispondi al commento

ragazzi, suvvia, ancora con questo pollo pazzo? e basta un pò, il fenomeno è un altro classico esempio di CONTROLLO DELLE MASSE, una sorta di terrorismo psicologico, elaborato per coprire altri problemi e spostare l'attenzione su di un volatile piuttosto che su roblemi veri. su 6 MILIARDI di persone ne sono morte in tutto su per giù un centinaio, niente direi. piuttosto ci chiediamo perchè non si parla più della SARS, non si parla più della MUCCA PAZZA, del BOTULINO, dell'ANTRACE sulle lettere, dei PANETTONI AVVELENATI, il MILLENIUM BUG, e via dicendo? la risposta è semplice, NON FANNO PIù SCALPORE, perchè così come ce li propinano come sciagure, altrettanto svaniscono nel nulla...SONO LE MODE DEL NUOVO MILLENNIO, fra un pò sparirà pure l'aviaria, lasciando spazio, che ne so, al maiale idrofobo, o ai monitor autoesplosivi, o roba del genere...vorrei aprire un dibattito riguardo il mio pensiero...

un saluto a tutti...

Matteo Mastroianni 07.01.06 15:40| 
 |
Rispondi al commento

vorrei ricordare che l'influenza aviare si previene soprattutto con norme di igiene carni cotte oltre i 70°, disinfezione con etanolo o pulizia delle superfici con ipoclorito di sodio.Se malauguratamente il virus si modificherà divenendo trasmissibile da uomo a uomo, cosa che oggi non è, allora saranno problemi seri.Gli antivirali oggi in commercio (oseltamivir ecc...) servono solo a ridurre il quadro sintomatologico ed ad attenuare la gravità della malattia, per le persone ammalate.Attenzione a non confondere il contatto con le secrezioni degli animali infetti con il consumo di loro derivati.Non è una zoonosi alimentare

giorgio diaferia 07.01.06 15:18| 
 |
Rispondi al commento

Meno male he si stava tranquilli caro Beppe...

Quarto caso di influenza aviaria tra gli esseri umani in Turchia. Lo hanno reso noto le autorità sanitarie del Paese, dove nei giorni scorsi sono morti tre adolescenti a causa del virus-killer. Intanto la Commissione europea ha confermato che il virus di influenza aviaria che ha causato l'epidemia del morbo in Turchia è quello più letale, l'H5N1. In un comunicato diffuso a Bruxelles, l'esecutivo comunitario ha reso noto che i test realizzati nel laboratorio di riferimento dell'Oms (l'Organizzazione Mondiale della Sanità), a Weybridge, in Gran Bretagna, hanno confermato che il focolaio scoppiato in Turchia orientale è stato causato dal sottotipo di virus aviari più letale per gli uomini, l'H5N1.

Stefano Campagnari 07.01.06 14:33| 
 |
Rispondi al commento

Quando ancora l'influenza aviaria era un argomento "degno di nota" i telegiornali di tutta Italia (& provincia) raccomandavano la vacinazione di grandi, piccini eccetera contro l'influenza umana quando si sa che contro l'H5N1 non serva a niente.
Che le case farmaceutiche ci abbiano messo lo zampino?

Mirko Benatello 07.01.06 14:17| 
 |
Rispondi al commento

Quando ancora l'influenza aviaria era un argomento "degno di nota" i telegiornali di tutta Italia (& provincia) raccomandavano la vacinazione di grandi, piccini eccetera contro l'influenza umana quando si sa che contro l'H5N1 non serva a niente.
Che le case farmaceutiche ci abbiano messo lo zampino?

Mirko Benatello 07.01.06 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Con tutto cio' che incamero durante tutti i pasti fatti in una vita il mio corpo sara' pieno di stronzio di nikel di titanio ecc. ancora nessuna multinazionale ha messo gli occhi su tutto questo ben di dio? Be' mi darebbe soddisfazione sapere di valere qualcosa da morto visto che da vivo per " loro "non val un c...o.Mi piacerebbe pero' sapera quali sono le aziende che si comportano lealmente, a queste dovremmo fare dal blog pubblicita' gratuita. Luca Lombezzi

LUCA LOMBEZZI 07.01.06 12:01| 
 |
Rispondi al commento

mi piacerebbe organizzare la GIORNATA DEL LATTE Nì VETRO, non sono un abitudinario di internet ma sarebbe ganzo se in tante citta si facesse una raccolta firme da spedire poi alle cenrali del latte più vicine algi ass. regionali ecc ecc,organizzata attraverso il BEPPEGRILLO.IT. vetro a rendere latte sfuso con contenitori termici, in ogni caso non produremmo più plastica ,e vergonoso che l'alimento base della nostra alimentazione sia venduto come l'olio da macchine o la varichina.io abito nella provincia di firenze e potrei andare in piazza signoria una domenica e con uno sgabello ed un tavolino vedere cosa succede.

giovanni sozzi 07.01.06 10:20| 
 |
Rispondi al commento

Gentilissimo Luigi,con piacere vedo che qualcuno condivide la mia moderazione. A parte il fatto che non capisco come dall'aviaria siamo arrivati a trattare argomenti così diversi come i trapianti d'organo e l'aborto, se permetti mi sento un po' tirata in ballo a causa della mia professione: vorrei informare tutte le persone,te per primo, che nessun operatore sanitario nè tantomeno gli anestesisti sviluppano e praticano protocolli per "tenere tranquille su un lettino" persone vive senza anestesia.
Credo che l'ignoranza (in senso di mancanza di conoscenza specifica)della gente comune in questo senso sia grande. Varrebbe la pena di vedere meno "ER" e informarsi di più prima di sparare a zero pubblicamente su certi argomenti.
Sappi che il nostro cuore ha una attività elettrica propria che prosegue anche per diversi minuti dopo la morte e che è rilevabile dall'elettrocardiogramma ma questa attività non è tale da determinare una circolazione del sangue efficace perciò la persona è di fatto morta,l'organismo non è più in grado di svolgere le funzioni vitali autonomamente.
L'organismo espiantato è in stato vegetativo e l'attività cerebrale è assente da almeno 12 ore.
Da qui ognuno di noi può fare tutte le considerazione che desidera ma saremmo dei terroristi se diffondessimo l'idea che qualche medico pazzo sadico (forse uscito dalla vecchia scuola nazista)possa paralizzare coi farmaci una persona viva per espiantare organi. Inoltre probabilmente non sai in cosa consiste il cocktail di farmaci anestetici:su quali basi sostieni che questi non possano essere somministrati per non dannegiare gli organi? E i curari (farmaci paralizzanti)secondo le tue conoscenze,non potrebbero danneggiarli ugualmente? Magari sarebbe interessante che il nostro comune amico Beppe aprisse una finestra su questi argomenti che qui forse sono fuori tema,ma permettimi di dirti la mia perchè quando mi presento agli utenti come infermiera di anestesia voglio che si sentano ancora al sicuro...Un augurio a tutti per un anno sereno!

rosi corbisieri 07.01.06 01:14| 
 |
Rispondi al commento

Aviaria: Turchia, Oms indaga su modalità contagi

GINEVRA - L'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) non esclude l'ipotesi di una trasmissione interumana del virus dell'influenza aviaria in Turchia ed ha inviato una squadra di esperti nel Paese, dove il virus ha fatto oggi una terza vittima, per studiare le modalità di trasmissione...

Leggi:
http://www.tio.ch/common_includes/pagine_comuni/articolo_interna.asp?idarticolo=252343&idtipo=290

Giorgius - GAM 06.01.06 23:27| 
 |
Rispondi al commento

In questo campo io forse sono un po' cinico, non sono specificatamente informato e la mancanza di informazioni serie purtroppo è la nostra croce, ma, se le notizie e i numeri sono questi e cioè che dal Dic.2003 ad oggi sono morte nel mondo per l'influenza aviaria 75 persone.....beh....francamente mi sembra un numero esiguo...di mala sanità solo in Italia penso che al giorno ne muoiano molte di più.
Se poi andiamo a vedere anche altri settori o altri paesi tutto ciò mi sembra che sia servito solo a far business a qualche multinazionale farmaceutica.

Alessio Moretto Commentatore in marcia al V2day 06.01.06 22:56| 
 |
Rispondi al commento

PURTROPPO CI SONO I PRIMI MORTI IN TURCHIA 2 BAMBINI, FONTE O.M.S. / W.H.O.
ALTRI 2 SONO IN GRAVI CONDIZIONI.
LE ANALISI SONO STATE INVIATE IN INGHILTERRA
PER VEDERE SE IL VIRUS SI E' MODIFICATO.
MA I TELEGIORNALI CHE FANNO ????

LAMBERTO AMENDOLA 06.01.06 20:49| 
 |
Rispondi al commento

Non ne parla più nessuno?

E' su tutti i telegiornali la notizia che c'è già la terza vittima in Turchia...

Cosa volete di più, che arrivi in Italia?

Piermaria Sogaro 06.01.06 20:16| 
 |
Rispondi al commento

Oggi, la maggior parte delle associazioni per la ricerca medica finanziano esperimenti in cui si usano animali.Questi esperimenti conducono spesso ad un vicolo cieco e ostacolano il progresso della medicina. Infatti, un procedimento che induce artificialmente una patologia su animali sani, per poi tentare di estrapolare i risultati ottenuti agli esseri umani, è necessariamente votato all'insuccesso. Questo perché le reazioni fisiologiche variano enormemente tra le specie e le patologie indotte differiscono notevolmente con quelle che si riscontrano naturalmente nell'uomo. Per rendersi conto della contraddizione insita nella pratica della sperimentazione animale, basti pensare, ad esempio, che, mentre i tossicologi continuano a sostenere che roditori e uomini sono così simili da permettere l'utilizzo di questi animali per provare le sostanze chimiche che verranno a contatto con l'uomo, i produttori di rodenticidi assicurano che i roditori sono così diversi dall'uomo (e dai suoi animali d'affezione) da offrire la possibilità di preparare veleni altamente specifici, efficaci solo per quegli animali. Eppure, più di un milione di animali continuano a morire ogni anno nei laboratori in Italia.(...) I test condotti su animali comportano sempre e comunque sofferenza: l'animale è tenuto prigioniero in un ambiente innaturale, viene sottoposto a trattamenti invasivi, prova dolore, spesso intenso, nella maggior parte dei casi non viene anestetizzato, e alla fine viene ucciso (dopo giorni, mesi, o anni di questa "vita").
I metodi scientifici più moderni ed aggiornati, che si focalizzano sui dati riguardanti la nostra specie(..),sono sicuramente da preferire alle risposte inaffidabili ottenute dai test su animali: in primo luogo per il progresso della medicina, in secondo luogo per gli animali, a cui verranno risparmiate atroci sofferenze

www.ricercasenzaanimali.org

alessia crullini 06.01.06 20:14| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe
Riguardo al tuo ultimo intervento di 3 giorni fa sull'aviaria, permettimi di dire che un po' sfiga l'hai portata ! Abbiamo il debutto in europa o quasi.
Comunque Forza Beppe o, meglio, Beppe Forza !!!!
ciao andrea

andrea bello 06.01.06 19:09| 
 |
Rispondi al commento

Beppe sei grande....
Mi riferisco all'oggetto di questo blog e cioè alla probabile pandemia di influenza aviaria paventata nel lontano settembre dall'OMS e strombazzata ignobimente dai media italiani.Ho conservato un articolo inutilmente allarmistico apparso su tutti i quotidiani in cui il dipendente storace (con s minuscola)dichiara che sicuramente la pandemia ci sarà,non si si sa quando ma ci sarà con 15 milioni di contagiati e 150 mila morti.Tali dichiarazioni e queste imprudenti profezie hanno cambiato il costume alimentare degli italiani.Il consumo di carni avicole è diminuito del 50% con disastrose conseguenze sulle aziende agricole,industriali e commerciali che operano nel settore ed anche sull'occupazione dei lavoratori stessi.Poi abbiamo visto come è andata a finire... Mi risulta anche che ingenti quantitavivi di pollame invenduto in Italia è andato a prezzi stracciati sulle mense dei consumatori tedeschi,olandesi e spagnoli,che probabilmente non hanno creduto alle panzane dei vari organi di informazione.La notizia dei fatti accaduti nel lontano oriente saranno state là divulgate con minor forza,oppure i nostri partner europei sono un pò meno creduloni di noi.....Fatto sta che con i soldi dei contribuenti saranno parzialmente ripianate le perdite delle aziende danneggiate...
Io farei pagare i danni a storace che ha fatto proprio l'allarme pandemia ...
Un cordiale saluto(solo alle persone intelligenti..)FRANCO

Franco Filippini 06.01.06 18:17| 
 |
Rispondi al commento

Dal sito Web Recombinomics:

"22 Patients Hospitalized in Van Are H5N1 Positive"

...Turkish media indicate that the 22 patients listed above are H5N1 positive...

Leggi: http://www.recombinomics.com/News/01060601/H5N1_Turkey_Van_22.html

Non si tratta di pandemia "uomo a uomo", ma come segnalano in un altro articolo, alcuni casi in Turchia registrano un'evoluzione rapida del Virus da "animale a uomo".

La domanda provocatoria da farsi è questa: nel caso di un ulteriore segnalazione di altri ammalati positivi da H5N1, è in atto una "sottovalutazione" sanitaria della pericolosità di una tuttora, quanto fantascientifica Pandemia da "animale a uomo"?

Alla fine della primavera del 2005, negli Usa si sono registrati, in diverse Contee, casi di cani domestici, morti da Virus influenzale "H3N8", ovvero trasmissione "cavallo a cane". Il Virus è stato isolato (ufficialmente) nel 2005 grazie alla soppressione della maggior parte degli animali infetti.


Anch'io rispondo a Gaetano Pugliese.
Lo invito a seguire le esortazioni di moderazione espresse dall'infermiera sua collaboratrice che gli risponde. E in particolare riguardo ai trapianti lo invito anche a riflettere, perchè lo vedo trascinato dal suo entusiasmo scientifico (giustificabilissimo, per carità). Lui stesso dice che gli organi vengono espiantati a cuore battente. A CUORE BATTENTE! Ma ci rendiamo conto? Gli espianti vengono effettuati da persone VIVE! E lui che è anestesista conosce i protocolli a base di farmaci paralizzanti somministrati per tener tranquilli sul lettino espiantati che non si possono anestetizzare per non compromettere l'integrità degli organi.
Speriamo che modifichino davvero una legge che è stata un oltraggio alla vita e che continua ad essere, oltre che offensiva, illogica e ad usum delfini. Mi piacerebbe che Beppe si esprimesse su questo argomento.
Un abbraccio a tutti.
gigi

luigi alberti 06.01.06 17:13| 
 |
Rispondi al commento

Anch'io rispondo a Gaetano Pugliese.
Lo invito a seguire le esortazioni di moderazione espresse dall'infermiera sua collaboratrice che gli risponde. E in particolare riguardo ai trapianti lo invito anche a riflettere, perchè lo vedo trascinato dal suo entusiasmo scientifico (giustificabilissimo, per carità). Lui stesso dice che gli organi vengono espiantati a cuore battente. A CUORE BATTENTE! Ma ci rendiamo conto? Gli espianti vengono effettuati da persone VIVE! E lui che è anestesista conosce i protocolli a base di farmaci paralizzanti somministrati per tener tranquilli sul lettino espiantati che non si possono anestetizzare per non compromettere l'integrità degli organi.
Speriamo che modifichino davvero una legge che è stata un oltraggio alla vita e che continua ad essere, oltre che offensiva, illogica e ad usum delfini. Mi piacerebbe che Beppe si esprimesse su questo argomento.
Un abbraccio a tutti.
gigi

luigi alberti 06.01.06 17:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rispondo a Gaetano Pugliese.
Sono un'infermiera e forse ti ricordi anche di me...dato che lavoriamo assieme.
Sai come me quanto, in campo sanitario, si strumentalizzino le informazioni per dare in pasto alla pubblica opinione scoop sensazionalistici che la plagino e la pieghino a favore di un commercio del bene "salute" in nome del profitto.
Mi dispiace però constatare che anche gli operatori sanitari spesso sono vittime di queste strumentalizzazioni e ciò, a mio parere, è ancor più pericoloso.
Tutti noi operiamo secondo scienza e coscenza ma siamo umani e dunque le nostre scelte, anche professionali, sono influenzate dai nostri convincimenti politico-religiosi o etici.
La tua posizione mi pare troppo radicale; vorrei ricordarti che nessuno può con precisione stabilire quale sia il confine fra lo stato di vita e di morte, tantomeno chi,come noi,lavora ogni giorno su questa linea di confine. Se non vogliamo creare nuove vittime della manipolazione delle informazioni abbiamo, almeno noi,il dovere di non prendere posizioni così radicali,ma di rispettare anche coloro i quali,servi di qualche "minoranza cattolica" di "preti rincoglioniti",credono in un valore di vita o di morte diversi dal proprio.Ci sono persone che,pur non essendo cattoliche,non sono favorevoli all'aborto in quanto credono che la vita inizi allo stato embrionale e nessuno ha la prova scientifica che possa contraddirli o dargli piena ragione!C'è chi ritiene inutili i trapianti,tanto prima o poi si muore comunque anzi, i trapianti favorirebbero il mercato nero degli organi ecc. ecc.
Personalmente credo che sia nostro dovere rispettare le opinioni e ascoltare tutte le coscenze perchè in questo campo nessuno è detentore della verità;permettimi e non volermene ma il tuo sì è un anticlericalismo scontato!
Con stima Rosi Corbisieri

rosi corbisieri 06.01.06 16:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Carissimo Beppe, ti ammiro e ti apprezzo moltissimo per le informazioni che ci dai e per le battaglie che conduci, vorrei chiederti cosa ne pensi di uniiniziativa che io ritengo importante, e cioè la possibilità di poter scegliere di donare l'8x1000 alla ricerca scientifica, c'è una proposta di legge, il promotore è Enzo Mellano, un giornalista di Milano, che con la sua iniziativa sta raccogliendo le firme per far si che tutto questo sia possibile. Non so se lei ne è al corrente, mi piacerebbe leggere un suo post e cosa ne pensa, per saperne di più basta andare sul seguente sito:

http://www.clubfattinostri.it/8x1000/

Se proprio non ne parla in un post spero che chi legge questo mio commento aderisca all'iniziativa compilando il form che appunto può trovare all'indirizzo sopra indicato. Ringrazio anticipatamente chiunque aderisca, secondo me è un iniziativa molo importante, la chiesa di soldi ne ha già molti e utilizza solo il 10% dei fondi per giuste cause.
UN ABBRACCIO RIVOLUZIONARIO A TUTTI


STEFANO COLLETTINI 06.01.06 16:18| 
 |
Rispondi al commento

BEPPONE BUON ANNO
vedi che hai dimenticato di darci l'indirizzo dove mandare le email al dipendente Storace... Faccelo avere per favore o almeno dicci come trovarlo....

Comunque gli ultimi due morti di influenza aviaria (H5N1) sembra siano due fratelli in Turchia, per primo Mehmet Ali Kocyigit di anni 15 e poi la sorella di 15 anni Fatma Kocyigit morta ieri mattina in un ospedale di Van.

Gli esperti del WHO (World Heald Organisation) hanno detto che sono praticamente sicuri che le due vittime siano morte a causa dell'influenza aviaria (H5N1), mancano soltanto gli ultimi esami di alcuni test necessari per avere la certezza assoluta.

Mandiamo pure questa notizia nel Blog, ai giornali ed a Storace....

Speriamo bene Beppe ma qui le cose cominciano a mettersi maluccio...

Ti saluto cordialmente

Mat di Maio

Mat Di Maio 06.01.06 15:37| 
 |
Rispondi al commento

Sono un medico anestesista che lavora a milano e sono veramente stufo dell ipocrisia cattoforzista di questi ultimi cinque anni. Riconosciamo umani embrioni accettando una legge ingiusta e arretrata che blocca la nostra ridicola ricerca, mentre promuoviamo guerre per esportare democrazia, che palle!!!!!! (La democrazia dei dané dicono a milano). Rimettiamo in discussione la legge dell aborto per far comodo a quella classe di vecchi rincoglioniti cardinali e vescovi che vogliono imporre le loro idee a dei miseri politici servi di una minoranza cattolica. Smettiamola, con questa bieca ipocrisia ! Ricordiamo che l 'aborto è stato legalizzato per combattere la CLANDESTINITA e che non è vero che le donne lo utilizzano come metodo di contraccezione. Tra un po toccheranno anche la legge dei trapianti d organo, infatti se si riconosce agli embrioni soggetti umani che vengono congelati e muoiono di freddo aboliremo anche i trapianti?Sapete che
gli organi vengono tolti a cuore battente, non si va nei cimiteri a espiantare, occorre solo una perizia che testimonia morte cerebrale allora anche li mietiamo vite umane? Se l embrione è dunque un uomo mi chiedo che cosa è un individuo in coma attaccato a un respiratore con un cervello piatto e un cuore che batte? Io sono laico ed esigo lavorare in uno stato che lasci libero l indivuduo di scegliere non voglio che altri scelgano per me| Buon anno

gaetano pugliese 06.01.06 15:07| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo, mi è arrivata la tua "epistola" contenente la notizia dell'epidimia, o peggio pandemia, aviaria. Ti dirò che riferendosi al POLLO, poco riscontro ha se dalle Istituzioni veniamo trattati da POLLI del. Per rensersene conto basta fare il "conto della serva": 1+1=2! Adriano

adriano vio 06.01.06 14:23| 
 |
Rispondi al commento

Giusto per correttezza verso le aziende farmaceutiche, molto spesso incriminate a ragione, ma per quanto riguarda il Tamiflu in Italia la situazione è leggermente diversa. E' prodotto da un'Azienda ed in Italia non è ancora commercializzato; non certo per scelta dell'Azienda.
Per completezza allego una dichiarazione del Prof. Mazzotta relativa al Tamiflu.

Il professor Francesco Mazzotta, esperto di malattie infettive, risponde alle vostre domande sul virus dell'influenza aviaria e oggi in particolare ai dubbi sui farmaci, sulla loro utilità e sulla necessità di procurarseli.

Tamiflu
ottobre 2005
Salve.
Ho letto che uno dei pochi medicinali in grado di contrastare l'influenza aviaria è il TAMIFLU della ROCHE (antivirale).
E' possibile acquistarlo liberamente in farmacia oppure solo su ricetta del medico ? Ne consiglia un acquisto preventivo ?
Grazie

Risposta: Attualmente l’oseltamivir (Tamiflu) non è disponibile in Italia. Qualora si manifestasse l’influenza aviaria in forma pandemica, che al momento ritengo solo come una possibilità, il Ministero della Salute ne autorizzerà il commercio e regolamenterà la sua distribuzione. Ad oggi non ha nessuna ragione l’acquisto preventivo.


Cordialmente

Maurizio Negri 06.01.06 14:09| 
 |
Rispondi al commento

Sei ridicolmente schierato !
Aggiorna la tua Home Page che di influenza aviaria se ne sta riparlando da almeno due giorni.
Ma tu sai bene che pilotare l'informazione hai suoi benefici veros?

pinco pallino 06.01.06 13:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credo che sia ovvio per quasi tutti i bloggers che un articolo come quello che ho segnalato sulla situazione nel terzo mondo non fa notizia.. ormai sappiamo meglio, grazie a gente come Beppe, che non ci dicono per esempio in tivu' quello che dovremmo sapere.
Ma non volevo darvi soltanto una notizia submarine..ero curioso di sapere cosa ne pensate di questa situazione. Io penso che come per le case farmaceutiche le multinazionali non dovrebbero approffitarsi quando fanno prodotti che servono per evitare tragedie umanitarie e che l'Onu o l'Oms dovrebbe avere il ruolo di controllare il mercato e stabilire le varie regole.
CIao...anthony

Anthony 06.01.06 13:00| 
 |
Rispondi al commento

Ma secondo me un po'... "lo deve fare".
Esce la notizia sull'aviaria e boom due balls così poi... il no tav e due balls così... appunto a proposito ma qualche giorno fa c'erano 200 articoli sul no tav sia su questo blog che sui giornali io che proprio mi sembra di non capirci nulla ma... allora? morti tutti? non se ne parla più? mi son perso qualcosa? insomma si fa non si fa più ne stanno discutendo e nel mentre ne discutono comodi comodi il tempo passa e non se ne parla più... boh! da tutto un senso di comincio una cosa faccio casino e poi non ha mai una fine sensata... l'aviaria... non è più un pericolo o ha perso il suo risalto sui giornali? la tav? non si fa più, si fa? o ha perso il suo risalto? poi ci son quegli argomenti costanti tipo le morti per la guerra in medio oriente gli attentati, praticamente uno il giorno lo trovi quasi sempre ormai non ti ci fermi nemmeno più a leggere e pensa la differenza fra te che te ne batti qui e quelli che son morti là. insomma si continua a parlarne o battendocene? ma xke non ci va bush?
io penso di essere totalmente ignorante su tutti questi argomenti ma anche la guerra mi da proprio un senso totale di inutilità. ma proprio ma che ce stanno fà? a vedere se domani gli prende una bomba anche a loro? ce son andati per il petrolio? stanno lì a guardare che non glielo rubino? mah!

Roberto Bandini 06.01.06 12:43| 
 |
Rispondi al commento

ieri vedevo "medium" un telefilm molto carino che danno su rai 3, ad un certo punto, durante un barbecue, un invitato medico diceva ad un invitato ricercatore "le case farmaceutiche ormai non fanno più ricerca sui medicinali che curano le malattie, ma solo su quelli che curano i sintomi, dove andremmo a finire noi medici, se non ci fossero più le malattie" (ho riassunto il concetto, non ricordo le parole precise. Non so quanto l'autore dei testi abbia voluto essere ironico o lanciare un messaggio "subliminale" :o)

un'altra cosa, che non voglio lanciare 2 post di seguito...
Nel messaggio, caro B. parli di milioni di morti nel mondo e poi le cifre esatte sono di 75 morti accertati, non sarebbe meglio dire milioni di polli morti nel mondo (infetti e sospetti e sani pure) piuttosto che lanciare un "anatema" del genere?
pure tu, al pari di giornaisti da strapazzo, non scherzi in quanto a parole...

emiliano sanguigni 06.01.06 10:49| 
 |
Rispondi al commento

Scusa:
ma non si è capito il filo del discorso.
Cioè niente

Pat holthen 06.01.06 10:49| 
 |
Rispondi al commento

........il bello è che il giornalista di turno,dopo averci ricordato il pericolo di morte imminente, si dimentica di dire che quei decessi (75) si riferiscono a 3 anni di contagio.
Praticamente muoiono più persone inciampando nello zerbino di casa che per il contagio dell H5N1

Manna Luca 06.01.06 10:46| 
 |
Rispondi al commento

Il motto delle case farmaceutiche è: VITA LUNGA...MA MALATICCIA

Umberto De Villach 06.01.06 09:41| 
 |
Rispondi al commento

E la nube tossica in GB? Sembrava dovesse intossicare tutta Londra e poi non se neè saputo più nulla!

Agostina Ferraro 06.01.06 00:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I MILIONI DI BAMBINI MORTI E CHE TUTT'ORA MUOIONO DI MORBILLO NEL "SUD" DEL MONDO, ... QUESTA E' VERAMENTE NOTIZIA SUBMARINE!!!!

Stefano Pavan 06.01.06 00:12| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

Ho trovato un articolo molto interessante sul sito del giornale inglese The gaurdian di uno che lavora per un'associazione umanitaria in Africa. Aveva la buona notizia che e' stato scoperto il modo piu' efficace per combattere la malaria in Africa che ogni anno uccide circa un millione di persone all'anno. Invece di eliminare completemente la malaria usando anche la medicine come abbiamo fatto noi in occidente hanno trovato che la semplice rete e' riuscito a ridure il numero morti di malaria di quasi 90% in uno sperimento. La brutta notizia e' che l'unico produttore di questa rete e' che avrebbe il dovere di produrre millioni di queste reti che salvarebbero millioni di persone in africa e' una delle piu' grandi multinazionali americane..la Exon.
Mi dispiacerebbe molto se i tanti soldi raccolti dai concerti G8 e altri donazioni finissero nelle taschi di quelli di ENron anche se questi africani (soprattutto bambini) non dovrebbero morire per questa malatia curanile, e le reti sembrano l'unica soluzione.

Anthony McGonigle 05.01.06 22:50| 
 |
Rispondi al commento

la vera notizia di oggi è: silvioberusconi non ha mai fatto affari con,o tramite,la politica: ch'a solo rimesso.(l'ha detto lui!)ciao bruno.

bruno pasquetto Commentatore in marcia al V2day 05.01.06 22:34| 
 |
Rispondi al commento

sabato 7 gennaio 2006
turchia
2 morti
alle porte dell'europa.
non scherzare su queste cose.

roberto moriconi 05.01.06 22:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

c'era una volta un luogo comune che recitava:"Sono tutti uguali". Oggi abbiamo anche questa inquietante certezza.

anonimo veneziano 05.01.06 21:35| 
 |
Rispondi al commento

Sempre sull'influenza aviaria...
Il settore nel quale lavoro,il settore avicolo, ha conosciuto, nel nostro paese, una gran crisi(e non è ancora finita!) a causa di una "fraudolenta" informazione volutamente fumogena.L'influenza aviaria esiste e riguarda i volatili e pochi casi di contaminazione animale -> uomo,ma nessun caso di contaminazione uomo ->uomo accertato.
La pandemia di cui si è tanto parlato è un'ipotesi che si può verificare come si può verificare un terremoto...
Chi c'è dietro a questo fenomeno squisitamente italiano?

Laura Cocchi 05.01.06 21:34| 
 |
Rispondi al commento

Un morto in Turchia...dobbiamo iniziare a tremare? Brrrrr

Ariele Basteris 05.01.06 18:36| 
 |
Rispondi al commento

Complimenti oggi le critiche non sono inseribili , conosco superiori disinformazzioni censurate GRILLO non dipende da TE:::::: viva la democrazia.. Viva il cazzo di BERLUSCONI.

cante roberto 05.01.06 18:23| 
 |
Rispondi al commento

L'influenza aviaria esiste da quando ci sono i volatili. Spero che qualcuno in Italia si ricordi che le famiglie contadine (e molti di noi discendono da famiglie contadine) da sempre macellavano i polli infetti da influenza aviaria, li cucinavano il giorno successivo e se li mangiavano. Nessuno è mai morto.

Andrea Musso 05.01.06 17:59| 
 |
Rispondi al commento

un'altra cosa che non mandero' mai giu' e' quando i nostri dipendenti annunciano con far di "salvatori" che verra' distribuito gratis questo o quel farmaco... e il nostro SS elargisce milioni di euro a multinazionali farmaceutiche.... chissa' chi li caccia quei soldi, non li cacciamo forse noi? e cosi' io, come centianaia di migliaia di altre persone che non utilizzano certe nefandezze si ritrovano a dover "pagare" ugualmente certe "mazzette".

chi volesse info indipendenti su vaccini qui trovera' pane per i suoi denti....

http://www.vaccinetwork.org/
http://www.redflagsdaily.com/conferences/vaccines/index.html

ivan Ingrillì 05.01.06 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Oltre tutto ai medici e sanitari in generale (farmacisti -veterinari- dentisti) inclusi tutti i privati oltre a quelli pubblici, ha imposto una tassa di decine di euro all'anno ad effetto retroattivo del semestra precedente(il primo anno ho versato solo io 250 euro) e questo per un ENTE PRIVATO, di assistenza agli orfani dei sanitari ( era nato durante la prima guerra) e che era anche in attivo prima della tassa, quindi nemmeno avevano la scusa. Essendo il totale dei sanitari di 450.000 persone fate un semplice calcolo quanto ha intascato 2 anni fa in milioni di euro e quanto ha intascato quest'anno senza darmi niente in cambio. Grazie Forza Italia ti voglio bene perchè mi hai ridotto le tasse,..... almeno così aveva detto di fare.

Paolo Penso 05.01.06 17:27| 
 |
Rispondi al commento

...Sei portatore ciccio di sfiga.....
....parli tu ed eccola in "Europa"...GRAZIE!

Alessandro Pasotti 05.01.06 17:06| 
 |
Rispondi al commento

Comunque complimenti a Grillo per le immagini che utilizza ogni giorno per i suoi post.
Alcune sono veramente divertenti, inclusa quella di oggi!

Nicole Tirabassi 05.01.06 16:58| 
 |
Rispondi al commento

Attenti all'arma finale del dott. Goebbels..che non e' la TV.
Quando il sistema stara' per crollare cercheranno di portarsi con loro il maggior numero di persone, a buon intenditr poche parole, attenzione all'Iran non perche' ci possa bombardare ma perche' potrebbe essere l'inizio della fine. E quando accadra' almeno io sapro' perche'.

Francesco Mancini 05.01.06 16:41| 
 |
Rispondi al commento

Cose già sapute... a mio avviso lo scandalo masismo lo si è raggiunto quando Storace ha avuto il fegato di dire che era il caso che tutti si facessero il vaccino per l'influenza di quest'anno che sarebbe stato un modo di combattere l'aviaria.
STORACE E' UNO SPORCO IGNORANTE... O UN IMBROGLIONE LE CUI GESTA SONO DA IDAGINE GIUDIZIARIA
Fa finta di non sapere co'è un virus e come si evolve.
Quali sono i suoi interessi sull'enorme quantità di vaccini dell'ifluenza di quest'anno? quanto è colluso con le aziende farmaceutiche?
Qualcuno indaghi su di lui!

Cristiano Cestaro 05.01.06 16:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

minkia, ma ancora non era chiaro che era un'operazione di marketing? eppure la sars non e' stata tanto lontana, che breve memoria che abbiamo...

poi scusate ma l'ho letto solo io che il tamiflu con l'aviaria non centra niente? eppure quanti miliardi ne sono stati acquistati? perche' ancora viene "promosso"?

mi sembra che faccia piu' morti l'aspirina, l'alcool, lo smog, la fame nel mondo (ma un risk menagement per gestire le spese per le emergenze non sarebbe piu' inteligente, scommetto che l'aviaria andrebbe a finire in fondo alla lista delle preoccupazioni "possibili") ma non ne sento parlare in TV...

l'anno prossimo ci sara' il virus dei minkioni. Il virus ancora non e' conosciuto, ma io ho gia' il vaccino con tanto di brevettino e contrattino con i vari SS, ma se interessa a qualcuno ci cambiamo il nome e si ricomincia!

ivan Ingrillì 05.01.06 15:57| 
 |
Rispondi al commento

@ BEPPE GRILLO

& glocal:

{Zenone Sovilla
Frank dall'Australia
Danila Fava
Dorina
Hugo
Maurizio Musco
Giovanni Vestri
Amadio
Vivarelli
e tutti gli altri che hanno fatto ottimi commenti}

E' ormai ovvio che tutti avvertono la necessità di un cambiamento che proceda verso una forma di maggiore partecipazione, di maggiore controllo, di maggiore etica che vuol dire pulizia e netta suddivisione dei compiti istituzionali ed incentivi coerenti.

Ora, ognuno ha nella sua testa "il nuovo mondo" con pregi e difetti, abbiamo bisogno di un simbolo attorno a cui costruire ed attorno a cui unirci: la testa del nostro ariete, l'incudine su cui martellare, la punta del rostro. Rischiamo altrimenti per l'ennesima volta di dissipare la forza della esigenza.

Beppe, diciamoci la verità. Tu hai già una enorme "base elettorale", io non voglio che tu faccia il politico di professione. Io voglio che tu sia il nostro "Virus bianco" che penetri il sistema e lo infetti cambiando un po' le regole del gioco. Il volto della protesta che non può più rimanere sulle strade ma deve entrare in parlamento. La vox populi. A questo punto candidati, noi ti votiamo per un progetto a termine, che finisca subito dopo le riforme. Ti aiuteremo finanziariamente, ma devi fare la mossa aperta e sincera con il progetto preciso ed a termine, in modo tale che la gente capisca che non vuoi governare ma riformare.

Astensionismo per astensionismo, preferisco che ci sia una voce che entri democraticamente nelle stanze del potere, non starne fuori. Riflettiamoci tutti. Non un partito, non una politica. Ma una celere prospettiva di riforma in dialogo con le mummie presenti in parlamento.

Non violento, democratico e con uno scopo: che non è il governo di cinque anni, ma la riforma costituzionale. Una manovra apartitica.

Pensiamoci bene tutti, e soprattutto tu Beppe, per favore.

Un saluto.

ijimiaz galir 05.01.06 15:46| 
 |
Rispondi al commento

Le notizie sui casi di Influenza Aviaria trasmessa all'uomo (varianti), non devono causare imminenti allarmi Radio stile "Guerra dei Mondi", nè tantomeno rimanere increduli stile "Video diretta 9/11".

-----------------------

Un portavoce del WHO (World Health Organisation) ha precisato questa mattina che non è stata (per ora) riscontrata alcuna pandemia da varianti H5N1 in Turchia (trasmissione uomo a uomo).

------------------------

Attualmente siamo in pieno periodo invernale, l'H5N1 manifesta la sua presenza virulenta in periodi primaverili inoltrati (temperature più miti).

------------------------

Con un comunicato alle Agenzie di Stampa italiane, la Coldiretti precisa che non vi sono in atto importazioni commerciali di pollame vivo dalla Turchia verso l'Italia e che i controlli a livello nazionale sono sempre vigili.

-------------------------

Ultime notizie su casi H5N1 nel Mondo (inglese):
http://www.recombinomics.com/whats_new.html

Giorgius - Gam 05.01.06 14:21| 
 |
Rispondi al commento

PERCHE' NON METTIAMO UN PO' DI SOLDI E FACCIAMO UN BELL'ORDINE DALLA FRANCIA PER DELLE GHIGLIOTTINE?¿?¿?¿?¿

tecnologia-rete/supertelefono
SI PUO' TELEFONARE GRATIS

SIMONE MARTELLI 05.01.06 13:09| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
scusa il fuori argomento, ma non hai ancora aperto un blog sulla spudorata affermazione del Berlusca di ieri sull'"intreccio inaccettabie tra affari e politica" che lui denuncia sul caso Unipol.
che faccia da culo!! Scusa il termine, che non fa parte del mio lessico abituale, ma non so trovare frase più appropriata!.
Ovviamente il poveretto sa benissimo che lui non ha in casa sua intrecci tra politica e affari: lui della politica se ne frega, è un antipolitico per antonomasia. Lui è invece TUTTO AFFARI: quelli suoi, non importa se facendoseli mette in ginocchio l'italia, se ha creato NON un milione di posti nuovi di lavoro, ma 15 milioni di nuovi poveri (il 30% dei 50 milioni di italiani; principio di Pareto: il 20% della popolazione si mangia l'80% delle risorse di un paese, il 30%, vive(va) con il 15 % delle risorse e il 50% sopravviveva col 5% delle risorse.
Lui sbandiera vaccate come verità sacrosante: basta sbandierarle perchè ci sono milioni di poveretti che "l'ha detto la televisione" che credono a tutte le panzane che dice, compresa questa, compresa la palla del milione di nuovi posti di lavoro: lo sa la gente che in quel milione sono contati 3-4 volte sempre gli stessi che vengono assunti, magari in un "call center" e licenziati ogni 3 mesi, in modo che quando sono riassunti vanno a far scattare il contatore dei "nuovi posti")
Bene ha fatto a replicare Prodi, a dire che uno come lui farebbe meglio a tacere.
Purtroppo glielo lasciano dire solo sui giornali, letti da non più di 2-3 milioni di Italiani, (compresi i forzaitalioti che leggono il Giornale), non alla televisone ascoltata dall'80% degli italiani che guardano esclusivamente quello che B gli propina a reti unificate tutti i santi giurni!
Cordiali Saluti
Paolo Ruffatti

Paol Ruffatti 05.01.06 12:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao a tutti. Volevo dare alcune sommarie spiegazioni a chi in questo blog non ha ben chiaro il meccanismo per cui si potrebbe andare incontro ad una pandemia.

Per quel che ne so, H5N1 può arrivare all'uomo attraverso le polveri che si sollevano per l'essicamento degli escrementi del pollame.

Un'allevatore che si trovi quindi a contatto con un pollo infetto, rischia, attraverso questa via, di contrarre il virus e di ammalarsi.

Ogni virus è costituito grossolanamente da due o più parti: una è specifica per la specie (uomo, pollo, etc...), l'altra è la componente patogena (quella che causa la malattia).

Il rischio di pandemia nasce dal momento in cui un allevatore sia contemporaneamente infettato da un altro virus (come la normale influenza umana), in grado di "ricombinarsi" con H5N1, avendo la parte specie-specifica in comune (H5). La presenza contemporanea dei due virus renderebbe dunque possibile la nascita di un nuovo virus "ibrido" (formato da due parti diverse e che non esisteva prima).

Ritornando al discorso precedente, sempre grossolanamente parlando, si avrebbe un virus con "gancio" per la specie umana (in grado di trasmettersi da uomo a uomo), con parte patogena propria del virus dell'aviaria.

Questo nuovo virus ibrido, a differenza di H5N1, che può infettare solo direttamente l'uomo, sarebbe in grado di trasmettersi da uomo a uomo, condizione che potrebbe rivelarsi catastrofica, sfociando in una pandemia.

Tengo a precisare che non voglio giustificare nè l'eccessivo allarmismo dei primi periodi (pro case farmaceutiche) nè il totale silenzio degli ultimi tempi (pro allevatori).

Se ci fosse più informazione utile e meno ciance sull'argomento, forse si sarebbe potuto evitare di sfociare in questa pantomima, ma d'altronde che volete? Questo è il paese dei balocchi

Enrico Calderani 05.01.06 12:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Canaglie!!!

Oggi cerco informazioni sui 2 casi in Turchia e l’unica notizia sulla causa della morte e’ che “avevano mangiato pollo” (Corriere).
Seriamente preoccupato, controllo il sito della BBC (www.bbc.co.uk).
Tre righe e arrivo alla seguente notizia:

"He and his brothers and sisters lived and worked on a
poultry farm in the town of Dogubayezit, close to the
border with Iran".

Ma brutti delinquenti!!! Pensate a quelli che
non hanno accesso alle informazioni come noi!!!
Pensate a quanti non mangeranno piu' pollo per questi
giornalisti inetti! E’ tutto un business schifoso per aumentare le vendite del Tamiflu!!!

Emanuele Sana 05.01.06 12:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono ormai giorni, che la notizia dell'AVIARIA è andata a decrescere, e sono giorni che facevo questo discorso anche con i colleghi di lavoro, trovandomi sempre discordi con i loro pensieri, quando stamane ho letto quest'articolo mi sono sentito di un bene che non hai idea. Praticamente l'unica cosa che non riuscivo a trovare era la statistica dei polli morti, scusa, delle persone morte per questa causa.

Le notizie divulgate sono una cosa molto molto pericolosa. Ma noi abbiamo un grande potere, con un dito possiamo zittire giornalisti, burloni, presentatori inutili, con un dito possiamo schiacciare il pulsantino rosso sul telecomando spegnere la tv e pigiando il pulsante " VOLONTA' " possiamo accendere le nostre idee.

Grazie Beppe.

Giovanni Di Palma

Giovanni Di Palma Commentatore in marcia al V2day 05.01.06 12:19| 
 |
Rispondi al commento

Sono ormai giorni, che la notizia dell'AVIARIA è andata a decrescere, e sono giorni che facevo questo discorso anche con i colleghi di lavoro, trovandomi sempre discordi con i loro pensieri, quando stamane ho letto quest'articolo mi sono sentito di un bene che non hai idea. Praticamente l'unica cosa che non riuscivo a trovare era la statistica dei polli morti, scusa, delle persone morte per questa causa.

Le notizie divulgate sono una cosa molto molto pericolosa. Ma noi abbiamo un grande potere, con un dito possiamo zittire giornalisti, burloni, presentatori inutili, con un dito possiamo schiacciare il pulsantino rosso sul telecomando spegnere la tv e pigiando il pulsante " VOLONTA' " possiamo accendere le nostre idee.

Grazie Beppe.

Giovanni Di Palma

Giovanni Di Palma Commentatore in marcia al V2day 05.01.06 12:18| 
 |
Rispondi al commento

Sono ormai giorni, che la notizia dell'AVIARIA è andata a decrescere, e sono giorni che facevo questo discorso anche con i colleghi di lavoro, trovandomi sempre discordi con i loro pensieri, quando stamane ho letto quest'articolo mi sono sentito di un bene che non hai idea. Praticamente l'unica cosa che non riuscivo a trovare era la statistica dei polli morti, scusa, delle persone morte per questa causa.

Le notizie divulgate sono una cosa molto molto pericolosa. Ma noi abbiamo un grande potere, con un dito possiamo zittire giornalisti, burloni, presentatori inutili, con un dito possiamo schiacciare il pulsantino rosso sul telecomando spegnere la tv e pigiando il pulsante " VOLONTA' " possiamo accendere le nostre idee.

Grazie Beppe.

Giovanni Di Palma Commentatore in marcia al V2day 05.01.06 12:17| 
 |
Rispondi al commento

Sono ormai giorni, che la notizia dell'AVIARIA è andata a decrescere, e sono giorni che facevo questo discorso anche con i colleghi di lavoro, trovandomi sempre discordi con i loro pensieri, quando stamane ho letto quest'articolo mi sono sentito di un bene che non hai idea. Praticamente l'unica cosa che non riuscivo a trovare era la statistica dei polli morti, scusa, delle persone morte per questa causa.

Le notizie divulgate sono una cosa molto molto pericolosa. Ma noi abbiamo un grande potere, con un dito possiamo zittire giornalisti, burloni, presentatori inutili, con un dito possiamo schiacciare il pulsantino rosso sul telecomando spegnere la tv e pigiando il pulsante " VOLONTA' " possiamo accendere le nostre idee.

Grazie Beppe.

Giovanni Di Palma Commentatore in marcia al V2day 05.01.06 12:16| 
 |
Rispondi al commento

Sono ormai giorni, che la notizia dell'AVIARIA è andata a decrescere, e sono giorni che facevo questo discorso anche con i colleghi di lavoro, trovandomi sempre discordi con i loro pensieri, quando stamane ho letto quest'articolo mi sono sentito di un bene che non hai idea. Praticamente l'unica cosa che non riuscivo a trovare era la statistica dei polli morti, scusa, delle persone morte per questa causa.

Le notizie divulgate sono una cosa molto molto pericolosa. Ma noi abbiamo un grande potere, con un dito possiamo zittire giornalisti, burloni, presentatori inutili, con un dito possiamo schiacciare il pulsantino rosso sul telecomando spegnere la tv e pigiando il pulsante " VOLONTA' " possiamo accendere le nostre idee.

Grazie Beppe.

Giovanni Di Palma Commentatore in marcia al V2day 05.01.06 12:16| 
 |
Rispondi al commento

non so che dire. Bo. Quello che si vede in tv son sempre pezzi scelti e ovviamente interpretati, che spesso le notizie siano pilotate o addirittura montate appositamente giá si sapeva. Difficile é trovare fonti valide di informazioni e non opinioni.

Natale Pomice 05.01.06 11:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Paura = controllo
Metodo usato dai sistemi non democratici.

Come sempre il blog e' risultato avvincente.
Come sempre gli italiani si sono dimostrati migliori di chi li governa.
Notare come le argomentazioni dei destristi siano sempre piu' deboli: uno addirittura ha contestato che davanti a Storace non si usasse l'aggettivo "l'Onorevole"!
Come avrebbe detto Toto' "Onorevole si nasce, signor mio, non si diventa. E io modestamente lo nacqui".

Ringrazio tantissimi per informazione o prospettiva, specie :

Benino Schiavoni - Giorgio Romani - Adriano Dulcetto (sempre ti ritrovo) - Fabio Parteni -
Rosario Vesco - Andrea Brizzi - Fderico Ribolla - Massimo Risaliti - G. Corti - Dr Sanna -
Stefano Maule - Enrico Calderai - Raffaella Biferale - Alessandro Pensierini - Paola Bassi -Luigi Benelli - etc etc etc

Un grazie particolarissimo a Paolo Ares Morelli (come si vede non tutti i cervelli sono espatriati !)

Chiedo ai pochi che stimano l'operato di Storace (proprio senza "onorevole") congruo e soddisfacente, come ha fatto il tale che occupa la poltrona di ministro della sanita' a non dire una parola, una, sulle uova marce e sui nomi delle ditte che le hanno utilizzate? Non ci aveva sopra la tangente? Lo ha fatto per il nostro bene perche' se no ci sarebbe andato di traverso il panettone?

E come mai non e' uscita una parola, una, sulla scoperta che l'aspartame (il dolcificante presente in non so quanti prodotti e consigliato in tutte le diete e ai diabetici) e' cancerogeno? (Vd. esperimenti sui topi)

Di Rosi Bindi disprezzo la sua riconferma a quella barbarie che e' l'elettrochoc .
Non conosco al momento suoi casi di predazione a scopo di lucro, il che, detto di questi "onorevoli", mi sembra gia' tanto.

viviana vivarelli 05.01.06 11:46|