Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La vivisezione è inutile

  • 2509


vivisezione.jpg

Ammetto che quando penso alla vivisezione animale mi vergogno della specie umana e mi sento solidale con l’agente Smith di Matrix quando dice che gli uomini non sono mammiferi, ma virus.
Io vorrei abolire la vivisezione animale per legge.
L’obiezione che viene fatta è: “la vivisezione è utile, meglio loro di noi”.
Vorrei vedere se qualcuno vivisezionasse il vostro gatto o il vostro cane come reagireste a queste parole.

Comunque, la vivisezione è inutile e non lo dice un comico, ma la rivista Nature, uno dei punti di riferimento della scienza mondiale, che ha pubblicato il 10/11/2005 un articolo con le dichiarazioni di alcuni scienziati:

” - I test di tossicità che abbiamo utilizzato per decenni sono semplicemente cattiva scienza. Oggi abbiamo l’opportunità di incominciare da zero e di sviluppare dei test basati su prove evidenti, che forniscono una reale opportunità per la tossicologia di diventare infine una scienza rispettabile.

- E’ stata riconosciuta la cattiva qualità della maggior parte dei test su animali, che non sono mai stati sottoposti ai rigori della validazione oggi imposta ai metodi alternativi in vitro. La maggior parte dei test su animali sovrastimano o sottostimano la tossicità, o semplicemente non sono in grado di fornire dati precisi sulla tossicità riferita all’uomo (il 75% dei test su animali vengono fatti per prove di tossicologia, ndr)

- I test di tossicologia embrionale fatti su animali non sono affidabili per la previsione nell’uomo: quando scopriamo che il cortisone è tossico per gli embrioni di tutte le specie testate, eccetto quella umana, cosa dobbiamo fare?”

E’ in discussione a Bruxelles la proposta REACH per la valutazione e regolamentazione delle sostanze chimiche immesse nell'ambiente, che sono causa, è stato stabilito, di circa un milione di morti premature nella UE (cancro, malattie degenerative come Alzheimer, Parkinson, sclerosi multipla).

Ho deciso di sostenere il Comitato Scientifico Equivita (già Comitato Scientifico Antivivisezionista), che chiede di inserire nella bozza REACH il divieto di usare sperimentazione animale per valutare la tossicità delle sostanze.

La sperimentazione su animali consente alle industrie di ottenere qualsiasi risposta desiderino (cambiando la specie animale usata) e di evitare la responsabilità civile sostenendo che il modello animale non consente "la certezza della prova".

Esistono metodi di indagine predittivi per l'uomo come la tossicogenomica, già inserita nel testo di REACH come scelta possibile. La tossicogenomica studia la reazione del genoma della cellula umana con risultati 100 volte più veloci e più economici.

Chiudo questo lungo post con una frase di Albert Einstein:
Vivisezione. Nessuno scopo è così alto da giustificare metodi così indegni”.

Ps: Ho incontrato a Lugano Hans Ruesch, un novantenne giovanissimo, fondatore del movimento antivivisezionista e autore del libro: “Imperatrice Nuda”. Lo saluto con affetto dal blog.

31 Gen 2006, 14:36 | Scrivi | Commenti (2509) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 2509

| La Settimana | Trackback (8)

Commenti

 

Vedo solo adesso questa sua considerazione. Solo lieto di questo e mi dispiace che giusto nella mia città non riesca a parlare con le istituzioni per confrontarsi in un dibattito pubblico sulla Direttiva 2010/63 e sulla assurdità della sperimentazione animale e proprio dal punto di vista scientifico. La SA ha fallito ed anzi continua a farci ritardare quello che è il vero obbiettivo della ricerca: La Cura e non "le pubblicazioni". Ho fatto SA vent'anni fa e quindi so di cosa parlo e di quali siano gli errori più comuni e quelli più nascosti. Dal punto di vista etico la frase di Albert Einstein basterebbe a tutti i pro-test. Cordiali saluti

Daniele Tedeschi 05.03.14 20:46| 
 |
Rispondi al commento

GRAZIE FRATELLI 5 STELLE! TEMPO FA AVETE FIRMATO IN 30.OOO CONTRO LA VIVISEZIONE, GRAZIE ALLA PUBBLICAZIONE DI BEPPE SUL BLOG! VI PREGHIAMO, CONTINUATE A FIRMARE, CHI NON L'AVESSE ANCORA FATTO, E DIFFONDETE!!! ANCORA 50.000 FIRME PER ABROGARE LA LEGGE EUROPEA VERGOGNOSA!! FIRMATE E FATE FIRMARE ON LINE:
www.stopvivisection.eu

Tiziana S., Milano Commentatore certificato 29.10.13 14:28| 
 |
Rispondi al commento

Sono un medico veterinario e posso senza dubbio affermare che la sperimentazione animale non è un metodo scientico valido oltre ad essere dannoso per la salute umana

Maurilio Calleri 12.06.13 17:26| 
 |
Rispondi al commento

Prima di parlare di sperimentazione animale dovreste essere tutti vegetariani (non venitemi a dire che la carne è necessaria all'organismo, perchè un sacco di gente è viva e vegeta e vegetariana da tutta la vita), non prendere mai un medicinale (per esempio l'aspirina quando vi fa male la testa), se vi viene un tumore tenervelo.
Pochi esempi solo per dire che è abbastanza ingenuo scagliarsi contro qualcuno/qualcosa di esterno che identifichiamo come colpevole, quando in realtà poi le giustifichiamo con il nostro stile di vita.
Per dire no alla sperimentazione (almeno nella ricerca, perchè per altri scopi come la cosmetica etc siamo d'accordo)dovremmo ristrutturare dalla base il nostro approccio alla vita. Per esempio accettare le malattie, accettare il dolore, accettare la morte. E non solo, ma rivoluzionare anche il nostro concetto di scienza. Come facciamo per esempio a studiare una cellula nervosa se non studiando una cellula nervosa? Finchè una cosa non la si conosce non è possibile trovare un'alternativa.
Io credo personalemnte che la soluzione non stia in un approccio dogmatico: una parte di sperimentazione è necessaria, un'altra parte (forse la piu grande purtroppo) no.


niccolò pampaloni 23.05.13 15:55| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera,

Sul tema vivisezione c'è sempremolta confusione, chi si senti scienziato perchè ha studiato la materia, chi dice no ma in realtà non sa di cosa parla e poi chi è contrario per etica.
Io sono contraria alla vivisezione tanto quanto alla macellazione.
Per intenderci , per me gli animali sono tutti uguali!
La vivisezione è un metodo medioevale che ha poco a che fare con la ricerca scientifica , la sifa non perchè utile e necessaria ma solo ed esclusivamnte per un giro di affari di milioni di euro.
Le risposte alternative esistono e sono anche documentate ormai da molti scienziati che hanno dismesso i panni da vivisettori perchè hanno capito che è inutile che la strada da percorrer esite eccome.
A chi dice che bisogna testare un farmaco su un animale sia esso un topino o un cane dico che nulla è più falso di quest'affermazione, ormai facilemente dimostrabile che la sperimentazione aniamle è del tutto forviante su cio' che è compatibile con l'essere umano.
In sintesi per esempio la vitamina c è mortale per tutti gli animali tranne che per l'uomo....detto questo tirate voi le somme.
Io sono per un mondo diverso dove l'uomo non si senta padrone di altri esseri viventi, sfruttandoli, uccidendoli, terrificandoli e maltrattandoli.
Se ami gli animali non ti vesti con loro, non li mangi eseicontro ogni loro abuso.
Non basta essere contrari perchè si possiede un gatto o un cane....gli aniamli sono tutti ugulaimaiali, scimmie e anche il topolino che per qualcuno è una vitina merita tutto il nostro rispetto perchè dotato di emotività, di provare dolore, sognare come noi.
Ormai è dimostrato gli animali hanno una vita emotiva negare questo è solo per poter continuarea sfruttarli senza tanti sensi di colapa.
Spero che prima o poi ci sia piu rispetto verso questi meravigliosi individui, che il consumo di carne cali e che tutti impariamo ad avere rispettoper le altre forme di vita

mariangela l., milano Commentatore certificato 29.04.13 00:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusate provo a vedere se posso postare.

Luigi R 31.03.13 11:30| 
 |
Rispondi al commento

Sarà utile od inutile? Avrà ragione il comico o alcuni illustri esponenti della scienza ufficiale?
Dopo aver letto (nonchè scritto) quanto qui sotto, decidere mi riesce abbastanza facile.

http://www.stampalibera.com/wp-content/uploads/2012/07/SULLATTENDIBILITA-DELLA-SCIENZA-UFFICIALE.pdf

http://www.openfisica.com/fisica/upload/documenti/9/leonardo_rubino/NEUTRINI%20SUPERLUMINALI.pdf

http://www.aliveuniverseimages.com/documents/005-presunta-espansione-universo.pdf


Scusate se il ramo scientifico (mio) qui richiamato è un po' specifico, ma la coerenza della scienza ufficiale deve sussistere in tutti i rami, non solo in alcuni...da cui la mia opinione generale...

Chissà che il vento di cambiamento portato da Grillo non abbia effetto anche in questo...

W Beppe.


Saluti.

Leonardo Rubino.

leonrubino@yahoo.it

Leonardo Rubino 30.03.13 16:32| 
 |
Rispondi al commento

Interessante articolo, anche se datato. Osservo comunque che se togliamo CANI e GATTI...per il resto della vivisezione non interessa a nessuno!!! Mai visto qualcuno che si preoccupa della vivisezione sui TOPI!!! O sulle Blatte!!! Siete decisamente degli esteti che pensano solo al pelo del proprio animale, da trattare come un batuffolo, e non verso TUTTI gli animali. Allora, siete convinti di voler liberare anche le DROSPFILE??????

Sergio Marr 25.03.13 21:26| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Augusto, il parere di una persona che ha conoscenze approfondite è sempre il benvenuto. Capisco il tuo discorso. Non so se sia davvero possibile utilizzare altri modi per la sperimentazione, non sono un addetto ai lavori ma mi rifaccio semplicemente a quello che leggo nelle riviste specializzate e ultimamente ho sentito spesso parlare da molte fonti di metodi alternativi. Mettiamo pure tu abbia ragione, mettiamo che non ci siano altri modi per testare un farmaco se non sperimentare su cavie. A questo punto c'è una domanda che ogni uomo dovrebbe farsi di tanto in tanto ed è: "A quale prezzo"? L'uomo è un essere mortale, non può asperirare a vivere per sempre. L'uomo è altresì un essere dotato di coscienza (e a mio parere anche gli animali, ma mettiamo ciò in FORSE). Dunque noi esseri mortali dotati di coscienza inseguiamo i nostri scopi anche al prezzo della sofferenza di altri esseri viventi (FORSE anch'essi dotati di coscienza)? Il fine giustifica davvero i mezzi?? Allora cosa combattiamo a fare una politica corrotta se avvalliamo l'idea che il fine giustifica i mezzi? Il fine va perseguito ma ciò che deve sempre dirigere l'azione dell'uomo è la rettitudine, l'onestà morale, la correttezza e il rispetto per sè e per gli altri esseri viventi, in qualunque forma essi si manifestino.

Alessandra 21.02.13 17:25| 
 |
Rispondi al commento

Francamente trovo questo discorso sempre più pieno di ipocrisia e falso spirito amorevole. Purtroppo il grosso della popolazione non ha idea di cosa sia la scienza, non lo dico con presunzione, ma tant'è. Io ho un PhD in Biologia Cellulare e ritengo di saperne qualcosa, e vorrei provare a condividerlo con voi per cercare di far capire qualcosa anche a voi, che sicuramente ci mettete i buoni sentimenti ma di certo poca istruzione sull'argomento.
Innanzi tutto vorrei sapere come voi vorreste testare i farmaci (quelli seri non i cosmetici, li son d'accordo anche io) sperimentali. Ora sicuramente avanzerete risposte del tipo: "eh, ma il topo non è un uomo". Ovvio che non lo è, ma come puoi testare l'interazione di un principio attivo su un organismo intero e funzionante? come puoi prevedere le reazioni che un organismo avrà nel suo insieme?
Semplice, non c'è altro modo che provarlo su delle cavie.
Ora, che dir si voglia, si possono fare tante cose, creare tessuti in vitro o cose simili che non implicano animali vivi e vegeti, ma non otterrai MAI l'effetto cercato, lo step finale dei test sui medicinali, cioè su un organismo vivo e funzionante.
Vi lascio con una domanda:
Premessa: la creazione ed il mantenimento di un laboratorio con cavie costa tantissimo.
Quale sarebbe la masochissima ragione delle aziende di testare sugli animali dei farmaci in via di sviluppo?
Visto che sono risaputamente infami fino al midollo (ed è verissimo), quale sarebbe il loro vantaggio nello spendere miliardi (di questo parliamo) e anni di studi?
Lasciate funzionare il cervello ogni tanto.
Caro Grillo, ti stimo, ma sta boiata no!

Augusto Carducci 20.02.13 19:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Condivido in pieno il messaggio di Grillo. L'arroganza del genere umano nei confornti degli animali deve essere fermata. Nessuno ha il diritto di disporre della vita di un altro essere e ancora più ignobile è disporne quando si tratta di un essere innocente e senza voce. Un farmaco o un cosmetico non possono essere il frutto del dolore di tante creature innocenti. E la battaglia per la difesa dei diritti degli animali non si deve fermare alla sperimentazione ma deve raggiungere i circhi, le macellerie, gli allevamenti. Ormai siamo in tanti a pensarla in questo modo; le logiche del potere devono arretrare davanti a questa ondata di umanità che grida "adesso basta". Grillo ha inizato a gridare. E in tanti lo stiamo ascoltando. Grillo continua a gridare, grida in difesa degli animali, grida per chi non ha voce.
Un consiglio per Grillo: la tua opinione su questo argomento dovrebbe essere maggiormente diffusa poichè in tanti vorrebbero essere rappresentati da chi ha il coraggio di prendere una posizione simile a favore degli animali.

Alessandra 20.02.13 09:24| 
 |
Rispondi al commento

VIVISEZIONE, "RITRATTA" L'AUTORE DELLA RISPOSTA DI M5S A LE SCIENZE.
E' Fabrizio Bocchino, candidato al Senato in Sicilia.
http://www.nelcuore.org/blog-associazioni/item/vivisezione-ritratta-l-autore-della-risposta-di-m5s-a-le-scienze.html

Fabrizio Porro 12.02.13 12:15| 
 |
Rispondi al commento

e la moglie Parvin , L'iraniana del GRILLO, che si tolga la sua pelliccia
morbida e lussuosa alle Maldive !

Fabrizio Porro 12.02.13 11:35| 
 |
Rispondi al commento

Grillo ? Dargli fiducia sarebbe come portare la macchina Italia a riparare dallo sfasciacarrozze !

Fabrizio Porro 12.02.13 06:45| 
 |
Rispondi al commento

Be se volevi un sondaggio lo hai ottenuto
IL MOVIMENTO È CONTRO LA VIVISEZIONE AL 99%!
spero basti e la prossima volta DEVI ESSERE TU A CONTATTARE NOI PRIMA DI CONTRADDIRE IL NN STATUTO DIKIARANDO LE TUE ESTERNAZIONI COME LE NOSTRE!ovviamente ci sono molti studiosi ke ci danno un alternativa e tanti altri ke dicono l'incompatibilità delle varie speci!
IO TI AVREI CACCIATO X QUESTO,SERIO,NN PUOI FARCI ATTAKKARE SU COSE SERIE,GIA LO FANNO X LE CAZZATE!SCUSAMI MA LA PENSO COSÌ

ernesto t., Ennesso@yahoo.it Commentatore certificato 12.02.13 04:12| 
 |
Rispondi al commento

La vivisezione è inutile. Grillo è inutile !

Fabrizio Porro 11.02.13 20:02| 
 |
Rispondi al commento

Eistein non ha detto nulla sulla vivisezione. La frase in questione e'
"Nessuno scopo è, secondo me, così alto da giustificare dei metodi indegni per il suo conseguimento."
e non si riferisce alla sperimentazione animale!
Inoltre, posto pure che per i test di tossicita' ci siano metodi alternativi, e posto che l'operato delle industrie vada comunque controllato, per molti altri campi, tra cui ricerca di base e farmacologia, la sperimentazione animale non e' ancora sostituibile e non credo che possiate avere documenti che dimostrano il contrario.
Proprio per la natura del M5S mi aspetterei di trovare su questo blog solo affermazioni dimostrabili, non citazioni usate a caso di geni del passato.
erika

erika c 11.02.13 14:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Incominciamo a inserire nel programma una seria presa di posizione legislativa in merito ai diritti alla dignità e alla vita ed alla felicità degli altri animali, oltre, l'uomo, come coaventi diritto ad una vita dignitosa e in un pianeta reso compatibile ai viventi.
Oltre alle leggi in tema di ecologia, inseriamo anche i divieti di macellazione, caccia, pesca, industria delle pellicce, vivisezione, sperimentazione animale, circhi, zoo e qualsiassi altra attività che porti a morte, torura e sofferenza degli altri animali. Mettiamo nella nostra Costituzione il diritto di tutti i viventi alla felicità.
Alla faccia di chi da tali attività tragga profitto. Alla faccia delle tante feste dichiarate "tradizioni" che, ogni anno, seppelliscono con morti atroci decine di animali sensibili e capaci di dolore. Più di noi, probabilmente, viste le premesse.
Peraltro, faccio presente che, l'autunno scorso, a Cambridge, una equipe di studiosi ha dimostrato - spero senza sperimentazione animale - che anche gli animali, e non solo i mammiferi, sono dotati di coscienza di sè, elemento che, chissà per quale motivo, fa da scusa per poter abusare degli altri viventi non umani.

Giuseppe Casagrande 10.02.13 20:38| 
 |
Rispondi al commento

http://www.nelcuore.org/blog-associazioni/item/vivisezione-bersani-agli-scienziati-indispensabili-i-test-sugli-animali.html

Basterebbero 3 passi per iniziare la strada verso la civilizzare il nostro paese su questo aspetto ( La grandezza di una nazione e il suo progresso morale si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali'' M. Gandhi)
1- obbligo di informare il consumatore se il cosmetico ha o meno effettuato test su degli animali, con dei simoli chiari e facilmente riconoscibili
2- aumetare le tasse alle aziende che fanno test sugli animali
3- agevolare fiscalmente le aziende che invece, non fanno alcun test e usano metodi innovativi nel rispetto degli animali, dell'ambiente e del consumatore.

veronica o. Commentatore certificato 10.02.13 18:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stiamo parlando di esseri viventi, nessuno su questo pianeta ha l'autorità per decidere di uccidere degli esseri viventi. Perché non sperimentare su esseri umani allora? Perché noi siamo gli esseri che dominano il pianeta? Perché ci siamo evoluti e civilizzati? Perché siamo superiori e lo meritiamo? E' per questo? Noi siamo esseri dotati di coscienza, emozioni e sentimenti e dovremmo preservare e tutelare la salute e la vita, ma di tutti gli esseri viventi, compresi gli animali. E' già universalmente e imprescindibilmente sbagliato uccidere un essere vivente, ma se si analizza un attimo la realtà di questo mondo, ci si ritrova di fronte a maltrattamenti, torture e altre oscure e terrificanti verità; e tutto ciò non deriva forse dal fatto che trovandosi ufficialmente e legalmente (quindi con il consenso della società) nella condizione di esercitare potere e dominio su queste creature, allora ci si senta in diritto di farne ciò che si desidera e di sfogare ogni rabbia, frustrazione e perversione latente? So bene che questo orrore riguarda solo una parte di chi fa ricerche ed esperimenti sugli animali, ma è una delle tante conseguenze inevitabili, dovremmo aver capito dalla storia che nell'animo dell'uomo ci sono questi terrificanti demoni. Accantonando questo discorso, voglio rimandare il tutto ad un unico e conclusivo pensiero: UCCIDERE E' MALE! Questo è il mio pensiero e lo condivido con voi ribadendo ancora una volta la mia contrarietà alla vivisezione e ad ogni tipo di maltrattamento degli animali. Se questo significa che non si troveranno cure a malattie o che non si faranno scoperte utili all'uomo, allora che così sia! E' assurdo che se ne debba discutere ancora e ancora...Spero che un giorno la scienza trovi vie alternative per sperimentare, ma se così non fosse, sono sicuro di non dovermi pentire della mia scelta né ora né mai.

Michele 10.02.13 17:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La vivisezione potrebbe essere fatta usando i vecchi e obsoleti politicanti. In questo modo contribuirebbero positivamente alla ricerca scientifica e avremmo test più precisi.
Invece sull'uso di esseri indifesi STOP ASSOLUTO.

enzo noseda, COMO Commentatore certificato 10.02.13 16:26| 
 |
Rispondi al commento

Questo link mostra 8 video e in ciascuno vengono trattati importanti aspetti: gli ultimi due possono essere guardati tranquillamente perchè non contengono immagini violente, ma importanti informazioni. Sarebbe comunque molto utile guardare o almeno ascoltare anche gli altri per dire UN CONVINTO NO ALLA VIVISEZIONE, ma se proprio non si ha la forza per guardare, sarebbe sufficiente avviare solo l'audio per apprendere qualcosa in più sulla spaventosa verità della sperimentazione animale: http://www.urloanimale.org/vivisezione.html

rossella forlani (palmiro rossella bianchi), campo nell'elba Commentatore certificato 10.02.13 14:29| 
 |
Rispondi al commento

un album che descrive le metodologie sostitutive e i modi di rimpiazzamento degli animali (questi ultimi risalgono al dossier del 2007...da allora ulteriori e grandiose sono le apllicazioni di rimpiazzamnto) Invito chi è interessato a visionare l'intero album in nome della vera ricerca scientifica per salvare l'uomo, oggi cavia, e gli animali preservandoli da un inutile vita di tortura (inutili crimini di morte per rendere lo stesso uomo la vera cavia di un gioco di morte perpretato per soli interessi economici dei colossi del farmaco e per interessi personali e di carriera dei riceratori) https://www.facebook.com/photo.php?fbid=486746564686983&set=a.499881790040127.127971.100000549312981&type=3&src=https%3A%2F%2Ffbcdn-sphotos-f-a.akamaihd.net%2Fhphotos-ak-snc6%2F202223_486746564686983_1024434345_o.jpg&smallsrc=https%3A%2F%2Ffbcdn-sphotos-f-a.akamaihd.net%2Fhphotos-ak-ash4%2F391228_486746564686983_1024434345_n.jpg&size=2048%2C1649

rossella forlani (palmiro rossella bianchi), campo nell'elba Commentatore certificato 10.02.13 14:20| 
 |
Rispondi al commento


Vedo che nessuno commenta questa semplice proposta. Prima di dire no alla vivisezione cerchiamo metodi alternativi VALIDI. l'M5S perde i voti di tutti i cervelli italiani che sono all'estero così. La fascia piu' bella di cui lui parla. Prima di sparare alla cieca informatevi perchè a NESSUNO piace o gode nel torturare gli animali (che per la maggior parte tra l'altro sono topi). L'umanità oggi gode delle scoperte scientifiche fatte grazie alla sperimentazione animale ma sputa su chi purtroppo si è sporcato le mani per arrivarci. Ripeto PRIMA TROVIAMO METODI ALTERNATIVI VALIDI o la ricerca in Italia morirà definitivamente. Poi suppongo che gli antivivisezionisti siano tutti vegetariani. Beppe mi delude e come me tanti altri giovani. Informatevi e sentite tutte e due le campane prima di sentenziare, tra l'altro con feroce cattiveria.

Adriana 10.02.13 13:05| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tornate a scuola, di biologia e di umiltà.
Ogni giorno muoiono centinaia di fumatori e fumatrici solo in Italia e voi non fate un cacchio ma vi agitate per i criceti !?!?
Tornate a scuola.

Astra 10.02.13 00:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei fosse d'obbligo l'inserimento in ogni opera di fatturato un codice o sigla con cui possa essere identificato chi commercializza o produce testando sugli animali. Così come è scritto cosa non è OGM, vorrei venisse aggiunto un codice identificativo in ogni prodotto, anche e soprattutto, importato.

Luisa Boi 09.02.13 00:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Propongo di memorizzare sulla tessera sanitaria di ciascuno, se si è antivivisezionista o no, e in base a questa informazione ciascuno usufruisce o meno dei farmaci testati o creati con l'aiuto della vivisezione. Se la vivisezione è tanto inutile non dovrebbe incidere molto sulla salute dei titolari.

Adriana 07.02.13 23:19| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bravo Grillo!!!!!!
Io e mio marito siamo ancora più convinti di votarti!!!!!!
ABBASSO LA VIVISEZIONE!!!! BASTAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Loredana Zani 07.02.13 01:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Con questo articolo hai riconfermato il mio voto al m5s. Tra le tante cose da cambiare in italia, quella della tutela degli animali è una delle più importanti dal mio punto di vista. Non c'è civiltà, ne progresso, ne futuro o sviluppo in un popolo che non capisce quanto siano gravi queste atrocità. Grazie per averne parlato, spero venga affrontato più spesso questo argomento e che voci forti possano aiutare nella battaglia per porre fine alla sperimentazione animale.

Daniele Maggione 06.02.13 02:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei chiedere al preparatissimo Beppe su quali specie animali consiglierebbe di sviluppare il farmaco veterinario.

E soprattutto se non ritiene che il sacrificio di animali per le pellicce della propria moglie ed il suo giubbotto di pelle sia più inutile di quelli sacrificati per lo sviluppo di nuovi farmaci salvavita (che comuqnue esistono solo ed esclusivamente grazie alla sperimentazione aniamle stessa). Mai avuto parenti o amici cardiopatici o con tumori?Beh, probabilmente se può ancora parlare con loro è solo grazie alla sperimentazione animale...

Andrea Loro 28.01.13 11:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo è un testo di colore ROSSO

a 27.01.13 15:44| 
 |
Rispondi al commento

Leggo con gioia la presa di posizione netta di Grillo nei confronti della pratica orrenda che si chiama VIVISEZIONE. Siamo ormai in tantissimi a combattere contro questa barbarie. Da genovese a un genovese: grazie per portare avanti questa lotta difficilissima perchè riempie le tasche a troppi. MA CE LA FAREMO. GRAZIE!

LAURA TRAVERSO 23.01.13 17:12| 
 |
Rispondi al commento

Ma Einstein non ha detto quelle parole riferite alla vivisezione (termine per altro anacronistico)! Ignoranti!

Giovanni 26.07.12 08:09| 
 |
Rispondi al commento

Solo per dirti grazie Beppe per la tua posizione contro la vivisezione e ogni forma di violenza.. siamo in tantissimi a pensarla così e dobbiamo riuscire insieme a vincere questa battaglia fatta di tanti miseri meschini interessi ..
Grazie davvero

www.anoilaparola.it

ANOILAPAROLA 12.05.12 21:17| 
 |
Rispondi al commento

Basta col segreto di Stato sulla vivisezione. Chi ha autorizzato i permessi per l'arrivo delle 900 scimmie ad Harlan?Firmiamo e diffondiamo

http://www.firmiamo.it/diciamo-basta-al-segreto-di-stato-sulla-vivisezione

Michelle Prevignano 07.03.12 22:01| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo la vivisezione è solo un business come un altro, per questo è cosi' difficile da interrempore. Troppi soldi, troppi interessi. :(

Sylvie Renault 06.03.12 18:11| 
 |
Rispondi al commento

Diffondiamo il più possibile e con ogni mezzo questa realtà

Elena Fiorica 03.03.12 11:38| 
 |
Rispondi al commento

Sempre più ricercatori e diverse famose riviste scientifiche quali ad esempio BMJ, Scientific American, Plos Medicine, ecc. mettono in discussione la scientificità e l’affidabilità del modello animale nella ricerca medica. In un articolo apparso sul numero di Novembre 2005 della rivista scientifica Nature, la sperimentazione animale viene definita “cattiva scienza”. Alla luce delle nuove conoscenze scaturite dal progetto genoma umano, dall’epigenetica, genomica, biologia evolutiva, biologia molecolare e da nuove discipline quali la farmaco genomica, il modello animale non può – dato il livello di complessità a cui oggi la ricerca deve operare - soddisfare le esigenze della scienza bio-medica moderna. In particolare il modello animale non è predittivo per l’uomo per quanto riguarda le reazioni a farmaci e sostanze e la risposta a processi patologici. Aiutateci ad informare correttamente http://sperimentazioneanimale.blogspot.com

Anna Bigoli Commentatore certificato 24.02.12 23:56| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, ora è tempo di parlare di green hill, è tempo di tornare a parlare di vivisezione... ti prego!!! E' successo qualcosa in questi giorni!!!

Tiziana S., Milano Commentatore certificato 21.11.11 18:25| 
 |
Rispondi al commento

sarei felice se noi che ci consideriamo esseri umani scomparissimo come per incanto dalla madre terra, perchè la chiamiamo nostra se non la rispettiamo, la violentiamo, la distruggiamo e poi quanto sono malate le nostre menti se riusciamo a fare crimini efferati su tutto quello che ci circonda? grazie Beppe per tutto ciò che fai

graziella beltramo 26.09.10 15:51| 
 |
Rispondi al commento

Vi chiedo gentilmente la massima diffusione

Petizione on-line contro le nuove norme sulla vivisezione che verranno discusse il prossimo Settembre a Bruxelles.
Tra i vari esperimenti che saranno permessi:

Prove di tossicità in cui la morte è il punto finale, o si prevedono decessi accidentali e sono indotti stati patofisiologici gravi. Ad esempio, prova di tossicità acuta con dose unica;
b) prova di dispositivi che, in caso di guasti, possono causare dolore o angoscia intensi o la morte dell'animale (ad esempio dispostivi cardiaci);
c) prova di potenza dei vaccini caratterizzata da deterioramento persistente delle condizioni dell'animale, graduale malattia che porta alla morte, associate a dolore, angoscia o sofferenza moderati e di lunga durata;
d) irradiazione o chemioterapia in dose letale senza ricostituzione del sistema immunitario, ovvero con ricostituzione e reazione immunologica contro l'ospite nel trapianto;
e) modelli di induzione di tumori o tumori spontanei che si prevede causino malattia progressiva letale associata a dolore, angoscia o sofferenza moderati di lunga durata Ad esempio, tumori che causano cachessia, tumori ossei invasivi, tumori metastatizzati e tumori che causano ulcerazioni;
6106/1/10 REV 1 pdn 8 ALL. VIII DG B I A IT
f) interventi chirurgici e di altro tipo in anestesia generale che si prevede causino dolore, sofferenza o angoscia postoperatori intensi, oppure moderati e persistenti, ovvero deterioramento grave e persistente delle condizioni generali dell'animale. Produzione di fratture instabili, toracotomia senza somministrazione di idonei analgesici, ovvero traumi intesi a produrre insufficienze organiche multiple;
g) trapianto di organi in cui il rigetto può causare angoscia intensa o deterioramento grave delle condizioni generali dell'animale (ad esempio xenotrapianto);
h) riproduzione di animali con alterazioni genetiche Ecc.

http://www.leal.it/campagna-bruxelles/petizione-online/
AIUTATE GLI ANIMALI CHE SARANNO TORTURATI!!!!!

simone sarno 04.08.10 21:12| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
se passassi a Brescia ti pregherei di parlare della vivisezione in un convegno perchè c'è in giro un'ignoranza abissale, ma molti ti seguono per fortuna.
Grazie!!

fiorvaleria carrapa 04.08.10 14:52| 
 |
Rispondi al commento

http://www.chiliamacisegua.org/2010/08/03/la-direttiva-sulla-vivisezione-una-vergogna-europea/

Segnalate per favore, questo sconcio, torneremo al medioevo!
Grazie

Rosanna Marani 04.08.10 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Il 24 aprile a Montichiari (BS) si è tenuta una manifestazione contro uno dei più grandi allevamenti di beagle destinati alla vivisezione in vari paesi europei,GREEN HILL.Eravamo circa 2000 persone,ma non abbastanza.
Il 22 maggio,alle ore 14:00,si terrà un Presidio Nazionale davanti all'allevamento,in Via Colle San Zeno,6-Montichiari-(BS)che proseguirà alle ore 17:00 davanti all'aeroporto di Montichiari(dal quale vengono spediti i cani)in Via Aeroporto,34 a pochi km di distanza dall'allevamento.Per tutte le informazioni consultate il sito www.fermaregreenhill.net.
Vi chiedo di diffondere la notizia perchè il nostro unico modo per porre fine a questi massacri è far sentire la nostra voce.Siamo già riusciti ad impedire l'ampliamento di questo luogo,ora dobbiamo impedire che continui ad esistere.Per chi viene da Torino,è in fase di organizzazione un pullman;chi fosse interessato contatti animalistanata@libero.it.
La ricerca può andare avanti anche senza la vivisezione e ne è testimone la LIMAV-MEDICI INTERNAZIONALI,fondata a Zurigo il 24 ottobre 1987,il cui Comitato di Presidenza è costituito dal Prof.Giulio Tarro(docente all'Università di Napoli e Presidente della Società Italiana di Immuno -Oncologia)e dal Prof.Wladimir Zukowski(Direttore dell'Istituto Medico di Mosca e rettore dell'Università di Mosca).I Medici Internazionali organizzano congressi scientifici antivivisezionisti,pubblicano testi scientifici atti a dimostrare l'inutilità della vivisezione,finanziano ricerche che non prevedano l'uso di animali,promuovono dibattiti presso Enti,Scuole,Università in Italia e all'estero e tanto altro ancora.
Non siate indifferenti,il vostro aiuto è preziosissimo,NON LASCIATECI SOLI!!!Grazie

Beatrice Lucci 15.05.10 15:49| 
 |
Rispondi al commento

Ciao caro Beppe Grillo,ti pregherei di una cosa:QUANDO RITORNERAI NELLA MIA CITTA',BRINDISI,PARLA DI VIVISEZIONE E ISTITUTI DI RICERCA...MOLTA GENTE NON CONOSCE ANCORA LE AGGHIACCIANTI CRUDELTA'CHE SI NASCONDONO DENTRO QUESTI TIPI DI LABORATORI.UN GIORNO.. SPERO DI ESSERE ANCH'IO "PORTAVOCE"DI TUTTO CIO'.VOGLIO UNA "RICERCA BIOMEDICA",DOVE NON ESISTANO PIU' "INUTILI" E "VERGOGNOSE SPERIMENTAZIONI SU ANIMALI";DOVE I MEDICI ABBIANO UN ALTA ETICA MORALE E PROFESSIONALE,DOVE SI UTILIZZINO GLI STUDI EPIDEMIOLOGICI,LE COLTURE IN VITRO DI CELLULE,DOVE LE SIMULAZIONI SIANO COMPIUTERIZZATE.VOGLIO LA "VERA SCIENZA" ,QUELLA CHE NON CREA DOLORE E VIOLENZA AGLI ANIMALI,PERCHE'TUTTO IL RESTO E' SOLO MARCIUME....!GINA MALDARI

gina maldari, Brindisi Commentatore certificato 18.09.09 09:23| 
 |
Rispondi al commento

Parto dal presupposto che la VITA e' "PRIORITA'ASSOLUTA"!Non si puo' pensare di partire da un "PRINCIPIO SBAGLIATO E CRUDELE"ossia togliere la VITA,LA LIBERTA'e LA DIGNITA'ad ESSERI VIVENTI come gli ANIMALI,per CONCEDERE E REGALARE LA VITA AD ALTRI ESSERI VIVENTI COME GLI ESSERI UMANI!GLI ANIMALI NON HANNO VOCE PER RACCONTARE LE SOFFERENZE,LA PAURA,LA VIOLENZA E GLI STRESS A CUI VENGONO SOTTOPOSTI DA RICERCATORI SENZA SCRUPOLI,ANCORATI A MODELLI E STILI PRIMITIVI,Ma io la voce c'e l'ho e voglio utilizzarla alla grande per gridare al mondo"ABOLIAMO GLI ESPERIMENTI SUGLI ANIMALI"perche' se il governo fara' orecchie da mercante ,presto se ne parlera' dappertutto:STAMPA E giornalisti TV faranno conoscere gli scenari silenziosi e abominevoli di cio' che si cela dietro gli istituti di ricerca!Garantito..!

gina maldari, Brindisi Commentatore certificato 09.09.09 15:05| 
 |
Rispondi al commento

Parto dal presupposto che la vita e' "PRIORITA'ASSOLUTA"!Non si puo' pensare pero' di partire da un "PRINCIPIO SBAGLIATO E CRUDELE",ossia togliere la vita,la liberta' e la dignita' ad ESSERI VIVENTI come gli ANIMALI per .....DARE LA VITA AD ALTRI ESSERI VIVENTI COME GLI ESSERI UMANI!GLI ANIMALI non hanno voce per dire o raccontare le sofferenze, le paure ,lo stress a cui vengono sottoposti da ricercatori senza scrupoli ,ancorati a modelli e stili primitivi,ma io la voce c'e l'ho e voglio utilizzarla alla grande per gridare al mondo :"ABOLIAMO PER LEGGE LA VIVISEZIONE E GLI ESPERIMENTI SUGLI ANIMALI"!AIUTACI TU CARO BEPPE GRILLO.

Gina Maldari 09.09.09 10:22| 
 |
Rispondi al commento

SALVE MI CHIAMO LORENA CABRERA VORREI FARVI VEDERE UNA COSA CHE CREDO E SPERO CHE NON DIMENTICHIATE MAI , HO VISTO UN VIDEO CHE MI E STATO SPEDITO PER EMAIL, LA VERITA E CHE NON SONO RIUSCITA A VEDERLO TUTTO, MA SONO INDIGNATA PERCHE NON CREDEVO CHE QUESTE COSE ESISTESSERO DAVVERO, E VORREI FARE QUALCOSA, MAGARI UNA MANIFESTAZIONE, OPPURE FARE QUALCOSA PER FAR CAPIRE A LA GENTE COME SI FANNO LE PELLICI, E DI QUESTO CHE PARLA IL VIDEO, ANZI E DI QUESTO CHE PARLANO LE IMMAGINI CHE HO VISTO, IO NON SONO NESSUNA SONO SOLTANTO UNA CITTADINA DI QUESTO MERAVIGLIOSO MONDO CHE L'UOMO STA DISTRUGENDO, MA VORREI FARE QUALCOSA PER CONTRIBUIRE A SALVARE QUEL POCO CHE RESTA DI BELLO, NON SO COME FARE PER FARE VEDERE A LA GENTE QUESTO VIDEO, APARTE L'EMAIL, LO MADO SEMPRE DAPPERTUTTO TRAMITE INTERNET, MA CREDO CHE NN BASTI,ARMATEVI DI CORAGGIO PRIMA DI VEDERE QUESTI VIDEO.
SALUTI
BEPPE FA QUALCOSA TU HAI IL POTERE DI FARLO

http://www.petatv.com/tvpopup/video.asp?video=fur_farm&Player=wm&speed=_med

LORENA CABRERA 10.07.08 00:01| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe,
ieri ho seguito su tne, una rete televisiva del triveneto, una trasmissione sulle scie chimiche...per capirsi le scie bianche che lasciano gli aerei, anche a bassa quota, e che dovrebbero essere, secondo le fonti ufficiali, delle scie di gas e vapore acqueo che si formano in seguito al passaggio degli aerei...se non fosse che questo accade oltre i 9000 metri e che molti aerei che riusciamo a vedere a occhio nudo le rilasciano lo stesso viaggiando sotto tale altitudine!!!...
in realtà dicono si tratti di metalli pesanti e altre sostanze tossiche rilasciate dagli aerei sulle nostre teste, come se fosse il cielo una grande discarica...il problema è che le nuvole si muovono...questo al fine di far aumentare la temperatura globale (dal momento che il fenomeno è diffuso in tutto il mondo)e permettere di aumentare la tensione elettrica( perdona l'ignoranza ma non sono molto bravo in chimica e fisica)...
ora volevo chiederti, visto che questo servizio mi ha fatto molto preoccupare per la mia salute, se queste sono bufale oppure se hanno un fondamento di verità...
visto che sei un comico :-) e che il tuo compito è quello di tutelare i cittadini ti prego veramente...informami...

marcello colombara 10.04.08 09:34| 
 
  • Currently 2.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Basta andare qui http://www.lavocedeiconigli.it/lista_della_morte.htm

Alessandro C. Commentatore certificato 06.02.08 17:03| 
 |
Rispondi al commento

Ciao beppe, essendo il problema della vivisezione uno dei più SCHIFOSI di questo mondo ma anche dei meno pubblicizzati (NON NE PARLA NESSUNO!!!) volevo chiederti di parlarne nei tuoi spettacoli (che sono un mezzo mediatico non indifferente) e magari citare una lista di multinazionali che praticano o finanziano la vivisezione. Sul web si trovano facilmente tutte le informazioni relative alle aziende (sia di cosmetici che alimentari che farmaceutiche) da boicottare perché il boicottaggio è uno dei pochi modi che abbiamo per combatterle. Spero legga il messaggio e ne prenda atto...Tanti saluti...Ale!
" Colui che non rispetta la vita, non la merita"
"L'uccisione di un animale verrà considerata alla stessa stregua dell'uccisione di un uomo".
Leonardo Da Vinci

Alessandro C. Commentatore certificato 06.02.08 16:59| 
 |
Rispondi al commento

Il tema lanciato a gennaio dell'anno scorso sulla vivisezione -che magari fosse solo inutile, purtroppo è molto di più, è pericolosa in quanto fuorviante e inaffidabile nei risultati- è stato un atto importante. Ha creato un legame di fiducia tra chi sente profondamente anche l'ingiustizia e la sofferenza degli altri, nessuno escluso, e Beppe Grillo, che con la discussione su questo tema, dimostra di non dimenticare una delle battaglie più importanti, ma anche più sottovalutate. Erroneamente considerata una battaglia per il diritto alla non sofferenza degli animali. Mentre è molto di più. E' una battaglia per il diritto di conoscere la verità. L'ennesima verità nascosta, che conta milioni di vittime, innocenti e torturati su un fronte, e paganti e torturati sull'altro. Plagiati al punto da finanziare con orgoglio persino la nostra sofferenza e morte e da accettare senza remore etiche, che qualcuno soffra e muoia per noi.
Ho dedicato la mia vita ad una conoscenza che si trasformi in battaglie per obiettivi concreti. Piccoli ma inesorabili passi. Da decenni studiosi di grande onestà e lealtà verso la conoscenza, come il Prof. Croce, il Prof. Bruno Fedi, sulla strada aperta dal coraggioso "profeta" Ruesch, tessono pazientemente qualche brandello di verità. Da anni, ognuno di noi per la sua parte, non trascura nessuna occasione per documentarsi e informare, informare e documentarsi. Ormai migliaia di persone sanno e ci seguono, ma insufficienti per determinare un cambiamento che non richieda decenni. Migliaia che potrebbero diventare milioni, se questo "scabroso" e doloroso inganno, potesse rappresentare una sfaccettatura importante e visibile di quella "verità" di cui siamo tutti affamati e che deve essere la base di un reale cambiamento, se in meglio.
Restiamo umilmente al servizio di questo "sogno".

Viviana Frigino 18.10.07 11:36| 
 |
Rispondi al commento

Il tema lanciato a gennaio dell'anno scorso sulla vivisezione -che magari fosse solo inutile, purtroppo è molto di più, è pericolosa in quanto fuorviante e inaffidabile nei risultati- è stato un atto importante. Ha creato un legame di fiducia tra chi sente profondamente anche l'ingiustizia e la sofferenza degli altri, nessuno escluso, e Beppe Grillo, che con la discussione su questo tema, dimostra di non dimenticare una delle battaglie più importanti, ma anche più sottovalutate. Erroneamente considerata una battaglia per il diritto alla non sofferenza degli animali. Mentre è molto di più. E' una battaglia per il diritto di conoscere la verità. L'ennesima verità nascosta, che conta milioni di vittime, innocenti e torturati su un fronte, e paganti e torturati sull'altro. Plagiati al punto da finanziare con orgoglio persino la nostra sofferenza e morte e da accettare senza remore etiche, che qualcuno soffra e muoia per noi.
Ho dedicato la mia vita ad una conoscenza che si trasformi in battaglie per obiettivi concreti. Piccoli ma inesorabili passi. Da decenni studiosi di grande onestà e lealtà verso la conoscenza, come il Prof. Croce, il Prof. Bruno Fedi, sulla strada aperta dal coraggioso "profeta" Ruesch, tessono pazientemente qualche brandello di verità. Da anni, ognuno di noi per la sua parte, non trascura nessuna occasione per documentarsi e informare, informare e documentarsi. Ormai migliaia di persone sanno e ci seguono, ma insufficienti per determinare un cambiamento che non richieda decenni. Migliaia che potrebbero diventare milioni, se questo "scabroso" e doloroso inganno, potesse rappresentare una sfaccettatura importante e visibile di quella "verità" di cui siamo tutti affamati e che deve essere la base di un reale cambiamento, se in meglio.
Restiamo umilmente al servizio di questo "sogno".

Viviana Frigino 18.10.07 11:17| 
 |
Rispondi al commento

LAV BUSTO ARSIZIO (VA)
CAMPAGNA "BUSTO SENZA VIVISEZIONE"

Giovedì 4 Ottobre, ore 18.30 (ritrovo ore 18.00)

Ingresso Università dell'Insubria di Busto Arsizio -VA- (viale Cadorna - angolo via Alberto da Giussano)

Commemorazione animali vivisezionati ed uccisi nei laboratori dell'Università dell'Insubria di Busto Arsizio

LAV Busto Arsizio 25.09.07 23:35| 
 |
Rispondi al commento

La vivisezione è una cosa inutile..fanno soffrire gli animali per gusto delle loro curiosità o più probabilmente perchè sono malati in testa e allora TUTTA questa gente va ricoverata....fanno schifo sarebbe di fare a chi fa sta cosa la stessa e identica cosa che fanno a quelle povere creature...gli animali non posso difendersi...perchè se potrrebbero penso che li uccidono come tutti noi vorremo fare..

mariangela cadenar 23.09.07 23:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per favore Grillo, puoi parlare del tema vivisezione quando verrai ad Ancona?
A casa mia sembro l'unica interessata al problema!

Vorrei anche capire se è vero che le marche più importanti di cibo per animali sono accusate di vivisezione...grazie!!

Deborah Bajlo 02.05.07 17:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CIAO,
vivisezione e'un termine cosi lontano,quasi arcaico.Risale al III-IV a.C. con i primi esperimenti su animali vivi effettuati da Aristotele e Erasistrato,proseguiti da diversi "scienziati" fino nei giorni nostri.Solo nell'800 gli si attribuì il significato che conosciamo noi: una serie di tecniche a scopo di ricerca scientifica in campo medico e biologico.E' stato Claude Bernard colui che verifico' scientificamente la sua importanza. Le scoperte di Bernard studiate oggi nelle facoltà di Medicina sono diverse e diversificate; odienamente gli si attribuisce la scoperta della causa del diabete mellito e del pancreas come organo direttamente interessato, a dispetto della constatazione che nei libri scritti di suo pugno faceva addirittura confusione tra fegato e pancreas!
Torniamo a noi,2007!
la ricerca e' cambiata?
la vivisezione non esiste?
la vivisezione limitata e' utile?
Sì,la ricerca in campo medico e' cambiata. ATTENZIONE la ricerca medica e' molto indietro rispetto a ricerche in altri campi della scienza!
Parliamo di medicina, e' una scienza esatta?
Grazie all' epidemiologia affiancata dalla tecnologia abbiamo ridotto di molto gli errori in campo medico.Da considerare che 1 scecolo fa si moriva di influenza o di malattie causate da vaccini che da esse stesse dovevano proteggerci...sabin e salk causarono la poliomielite, in zone endemiche,sì, ma in quantita superiore alle statistiche previste in assenza del vaccino e tutto questo e' assurdo!Bisogna riguardare con autocriticità il metodo di ricerca e questo sarebbe già progresso!
Oggi esistono metodi di ricerca chiamati ALTERNATIVI,ma se la politica delle multinazionali farmaceutiche cioè la politica economica del consumo non guarda con un occhio piu' umano,sara difficile che questi metodi diventino SOSTITUTIVI.

SE FARE RICERCA SIGNIFICA FARE CREDERE A QUALCUNO CHE STA FACENDO DEL BENE ALL'UMANITA PRENDENDOSSENE DELLE RESPONSABILITA OLTRE ALLA SUA PORTATA ALLORA FERMIAMO LA RICERCA!!!
buon lavoro!

gladiola kaso 29.04.07 14:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CIAO,
vivisezione e'un termine cosi lontano,quasi arcaico.Risale al III-IV a.C. con i primi esperimenti su animali vivi effettuati da Aristotele e Erasistrato,proseguiti da diversi "scienziati" fino nei giorni nostri.Solo nell'800 gli si attribuì il significato che conosciamo noi: una serie di tecniche a scopo di ricerca scientifica in campo medico e biologico.E' stato Claude Bernard colui che verifico' scientificamente la sua importanza. Le scoperte di Bernard studiate oggi nelle facoltà di Medicina sono diverse e diversificate; odienamente gli si attribuisce la scoperta della causa del diabete mellito e del pancreas come organo direttamente interessato, a dispetto della constatazione che nei libri scritti di suo pugno faceva addirittura confusione tra fegato e pancreas!
Torniamo a noi,2007!
la ricerca e' cambiata?
la vivisezione non esiste?
la vivisezione limitata e' utile?
Sì,la ricerca in campo medico e' cambiata. ATTENZIONE la ricerca medica e' molto indietro rispetto a ricerche in altri campi della scienza!
Parliamo di medicina, e' una scienza esatta?
Grazie all' epidemiologia affiancata dalla tecnologia abbiamo ridotto di molto gli errori in campo medico.Da considerare che 1 scecolo fa si moriva di influenza o di malattie causate da vaccini che da esse stesse dovevano proteggerci...sabin e salk causarono la poliomielite, in zone endemiche,sì, ma in quantita superiore alle statistiche previste in assenza del vaccino e tutto questo e' assurdo!Bisogna riguardare con autocriticità il metodo di ricerca e questo sarebbe già progresso!
Oggi esistono metodi di ricerca chiamati ALTERNATIVI,ma se la politica delle multinazionali farmaceutiche cioè la politica economica del consumo non guarda con un occhio piu' umano,sara difficile che questi metodi diventino SOSTITUTIVI.

SE FARE RICERCA SIGNIFICA FARE CREDERE A QUALCUNO CHE STA FACENDO DEL BENE ALL'UMANITA PRENDENDOSSENE DELLE RESPONSABILITA OLTRE ALLA SUA PORTATA ALLORA FERMIAMO LA RICERCA!!!
buon lavoro!

gladiola kaso 29.04.07 13:10| 
 |
Rispondi al commento

Dobbiamo imparare tutti a vivere con meno pittosto di ricercare il superfluo e inoltre dobbiammo imparare a essere piu tolleranti sui cosidetti cattivi odori siano essi del nostro corpo che generati dalla natura ma si sa noi siamo superiori noi non possiamo sopportare gli olezzi e quante altre cose non sopportiamo ecco che allora ci viene in aiuto il nostro "intelletto" che da i risultati che tutti noi conosciamo e da questo "intelletto" al nazismo il passo è breve non crediate che perche viviamo in un`apparente societa democratica non sia presente lo spirito nazista

Giona gianni 18.04.07 14:14| 
 |
Rispondi al commento

Io non sono quel che si dice uno studioso ne ho titoli di cui vantarmi posso solo dire che nella mmia esistenza mi sono occupato di tutto un po e posso solo dire che dopo molte riflessioni e osservazioni sono giunto a una conclusione molto semplice e si sa che la semplicita è maestra di vita ma che purtroppo offendera molte persone In poche parole e molto sinteticamente "Gli stronzi galleggiano perche c`è il mare"

Pavan Giorgio 18.04.07 13:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beh, per chiunque dice che la vivisezione è inutile vorrei chiedergli su quali fottuti libri di merda ha studiato.......Dico questo perchè alcune delle più grandi scoperte scientifiche (nel campo medico e biologico) sono state compiute vivisezionando animali, se volete brutti idioti vi faccio anche qualche esempio: esperimento della trasformazione di griffith 1928, oppure per rimanere nel recente ed in un tema a me caro, prendo l'esempio di una mia collega biologa che ha scoperto condensazione eterocromatica in cellule somatiche di animali esposti a nutrizione ogm, o meglio ha scoperto che c'è una inattivazione genica a livello della trascrizione (processo in cui si codifica il gene che successivamente tramite la traduzione porterà alla formazione della proteina correlata), questo porta più facilmente ad un omoziosi di un carattere recessivo o dominante che magari nel cromosoma omologo non è stato inattivato, questo può far si che portatori sani di malattie manifestino il carattere che in alcuni casi può essere una malattia genica.......questo è solo lo 0,00000000001% di quello che è stato scoperto attraverso la vivisezione , stronzi. Ora però riconosco anche che molto spesso la vivisezione è inutile es.cosmetici,insetticidi ecc. ed avrebbe bisogno di una regolamentazione ma essere contro a prescindere è da veri e propri cojoni........pensateci....................

Simone Giordani 03.02.07 13:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vi prego voi tutti di dare un occhio a questi documentari scaricabili e non (se usate il firefox come browser ed il suo videodownloader,allora potrete tutto); io un occhio glielo presto da mesi e mesi , e devo dire che e' stato Illuminante !!

David Icke e gli ILLUMINATI in lingua o sottotitoli in italiano (unici doc, presenti in rete!):

http://video.google.it/videoplay?docid=-5369329468014667924&q=i+segreti+del+controllo

http://video.google.it/videoplay?docid=5245902258081871191&q=i+segreti+del+controllo

http://video.google.it/videoplay?docid=-5723630611980729615&q=la+piramide+della+cospirazione

Scienza Negata :


http://video.google.it/videoplay?docid=-5356420904938952524&q=fusione+a+freddo

http://video.google.it/videoplay?docid=1077085262476409663&q=leiene

http://video.google.it/videoplay?docid=7492200741723297926&q=colza

http://video.google.it/videoplay?docid=4779789464965319082&q=futuro+sostenibile

Discorsi di grillo:

http://video.google.it/videoplay?docid=2386621792940328510

http://www.guardabassi.it/download.asp

http://video.google.it/videoplay?docid=-4646019318924747604&q=grillo

http://video.google.it/videoplay?docid=-8185508866019558430&q=grillo+duration%3Along


Multinazionali, doc.:

http://video.google.it/videoplay?docid=-339817359829725096&q=surplus

http://video.google.it/videoplay?docid=-764787309772942566&q=multinazionali

http://www.guardabassi.it/download_06_08_01.asp

911, La Verita':

http://www.guardabassi.it/download_06_08_01.asp

http://video.google.it/videoplay?docid=6536713546859321156&q=undici+settembre

http://video.google.it/videoplay?docid=-4707106427582061756&q=undici+settembre

http://video.google.it/videoplay?docid=3228264304077323969&q=undici+settembre

http://video.google.it/videoplay?docid=1505922743267094437&q=undici+settembre

http://video.google.it/videoplay?docid=-1124585972623076246&q=undici+settembre


Film Fareneith 911:

http://video.google.it/videoplay?docid=-1124585972623076246&q=undici+settembre

vittorio messina 22.01.07 18:01| 
 |
Rispondi al commento

Amato e la macellazione rituale
“La questione della macellazione (rituale di animali) senza stordimento e’ una questione che si lega alla liberta’ di ciascuna religione che si vede riconosciuto in Europa, in ciascuno dei nostri Paesi, di esercitare il proprio culto e quindi i riti del culto con garanzie costituzionali”. Lo ha affermato il ministro dell’Interno, Giuliano Amato, rispondendo in question time ad una interrogazione parlamentare della Lega Nord. La materia - ha premesso Amato - “ricade in buona parte nelle competenze del ministro della Salute”, mentre per il ministro dell’Interno “c’e’ un profilo di ordine pubblico ed anche un profilo generale che riguarda la sua competenza in materia di culti in genere. In termini d’ordine pubblico, non si e’ determinato un problema significativo: noi ci siamo trovati con i Nuclei specializzati dell’Arma dei Carabinieri ad avere tre denunce all’autorita’ giudiziaria, una a Bresso, una a Parabiago, una a Salsomaggiore Terme, per mancanza di certificazione e per macellazione abusiva, ed e’ stato anche messo sotto sequestro un capannone”. “La Comunita’ europea, che e’ attentissima alla tutela degli animali - ha proseguito - ha adottato direttive, a partire dalla 93119, in cui c’e’ un’esplicita deroga per le macellazioni che avvengono nell’esercizio di culti religiosi: noi stessi, prima ancora della stagione delle intese, con un decreto dell’80 dei ministri della Sanita’ e dell’Interno, autorizzavamo la macellazione degli animali secondo i riti religiosi ebraico e islamico, poi c’e’ stata l’intesa con la religione ebraica che lo ha ulteriormente codificato”.[…]
Fonte: www.uaar.it/ ultimissime del 18 gennaio2007

paolo rossi 18.01.07 21:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Amato e la macellazione rituale
“La questione della macellazione (rituale di animali) senza stordimento e’ una questione che si lega alla liberta’ di ciascuna religione che si vede riconosciuto in Europa, in ciascuno dei nostri Paesi, di esercitare il proprio culto e quindi i riti del culto con garanzie costituzionali”. Lo ha affermato il ministro dell’Interno, Giuliano Amato, rispondendo in question time ad una interrogazione parlamentare della Lega Nord. La materia - ha premesso Amato - “ricade in buona parte nelle competenze del ministro della Salute”, mentre per il ministro dell’Interno “c’e’ un profilo di ordine pubblico ed anche un profilo generale che riguarda la sua competenza in materia di culti in genere. In termini d’ordine pubblico, non si e’ determinato un problema significativo: noi ci siamo trovati con i Nuclei specializzati dell’Arma dei Carabinieri ad avere tre denunce all’autorita’ giudiziaria, una a Bresso, una a Parabiago, una a Salsomaggiore Terme, per mancanza di certificazione e per macellazione abusiva, ed e’ stato anche messo sotto sequestro un capannone”. “La Comunita’ europea, che e’ attentissima alla tutela degli animali - ha proseguito - ha adottato direttive, a partire dalla 93119, in cui c’e’ un’esplicita deroga per le macellazioni che avvengono nell’esercizio di culti religiosi: noi stessi, prima ancora della stagione delle intese, con un decreto dell’80 dei ministri della Sanita’ e dell’Interno, autorizzavamo la macellazione degli animali secondo i riti religiosi ebraico e islamico, poi c’e’ stata l’intesa con la religione ebraica che lo ha ulteriormente codificato”.[…]
Fonte: www.uaar.it/ ultimissime di oggi 18 gennaio2007

paolo rossi 18.01.07 21:16| 
 |
Rispondi al commento

Amato e la macellazione rituale
“La questione della macellazione (rituale di animali) senza stordimento e’ una questione che si lega alla liberta’ di ciascuna religione che si vede riconosciuto in Europa, in ciascuno dei nostri Paesi, di esercitare il proprio culto e quindi i riti del culto con garanzie costituzionali”. Lo ha affermato il ministro dell’Interno, Giuliano Amato, rispondendo in question time ad una interrogazione parlamentare della Lega Nord. La materia - ha premesso Amato - “ricade in buona parte nelle competenze del ministro della Salute”, mentre per il ministro dell’Interno “c’e’ un profilo di ordine pubblico ed anche un profilo generale che riguarda la sua competenza in materia di culti in genere. In termini d’ordine pubblico, non si e’ determinato un problema significativo: noi ci siamo trovati con i Nuclei specializzati dell’Arma dei Carabinieri ad avere tre denunce all’autorita’ giudiziaria, una a Bresso, una a Parabiago, una a Salsomaggiore Terme, per mancanza di certificazione e per macellazione abusiva, ed e’ stato anche messo sotto sequestro un capannone”. “La Comunita’ europea, che e’ attentissima alla tutela degli animali - ha proseguito - ha adottato direttive, a partire dalla 93119, in cui c’e’ un’esplicita deroga per le macellazioni che avvengono nell’esercizio di culti religiosi: noi stessi, prima ancora della stagione delle intese, con un decreto dell’80 dei ministri della Sanita’ e dell’Interno, autorizzavamo la macellazione degli animali secondo i riti religiosi ebraico e islamico, poi c’e’ stata l’intesa con la religione ebraica che lo ha ulteriormente codificato”.[…]
Fonte: www.uaar.it/ ultimissime di oggi 18 gennaio2007

paolo rossi 18.01.07 21:08| 
 |
Rispondi al commento

Amato e la macellazione rituale
“La questione della macellazione (rituale di animali) senza stordimento e’ una questione che si lega alla liberta’ di ciascuna religione che si vede riconosciuto in Europa, in ciascuno dei nostri Paesi, di esercitare il proprio culto e quindi i riti del culto con garanzie costituzionali”. Lo ha affermato il ministro dell’Interno, Giuliano Amato, rispondendo in question time ad una interrogazione parlamentare della Lega Nord. La materia - ha premesso Amato - “ricade in buona parte nelle competenze del ministro della Salute”, mentre per il ministro dell’Interno “c’e’ un profilo di ordine pubblico ed anche un profilo generale che riguarda la sua competenza in materia di culti in genere. In termini d’ordine pubblico, non si e’ determinato un problema significativo: noi ci siamo trovati con i Nuclei specializzati dell’Arma dei Carabinieri ad avere tre denunce all’autorita’ giudiziaria, una a Bresso, una a Parabiago, una a Salsomaggiore Terme, per mancanza di certificazione e per macellazione abusiva, ed e’ stato anche messo sotto sequestro un capannone”. “La Comunita’ europea, che e’ attentissima alla tutela degli animali - ha proseguito - ha adottato direttive, a partire dalla 93119, in cui c’e’ un’esplicita deroga per le macellazioni che avvengono nell’esercizio di culti religiosi: noi stessi, prima ancora della stagione delle intese, con un decreto dell’80 dei ministri della Sanita’ e dell’Interno, autorizzavamo la macellazione degli animali secondo i riti religiosi ebraico e islamico, poi c’e’ stata l’intesa con la religione ebraica che lo ha ulteriormente codificato”.[…]
Fonte: www.uaar.it/ ultimissime di oggi 18 gennaio2007

paolo rossi 18.01.07 20:59| 
 |
Rispondi al commento

Sul Giornale dei Misteri n° 382 dell’agosto 2003 – www.ilgiornaldeimisteri.it – a margine dell’articolo di Luciano Gianfrancesci “Gli animali ci capiscono”, tra l’altro si legge: “Ca(r)ne all’adrenalina – in Corea, e nelle filippine – ma ormai anche in altri Paesi dell’Oriente –è diffusala pratica di scuoiare vivi i cani, affinché per la paura e il dolore i corpi si riempiano di adrenalina. Gli asiatici maschi sono convintissimi che mangiare la carne all’adrenalina potenzi la virilità. La costosa pietanza si chiama pulutan. Per assistere, basta andare nei mercati all’aperto dove i cani vengono seviziati e torturati. Sentirli guaire terrorizzati è un richiamo per coloro che vogliono adrenalina fresca nel prodotto, garantita dall’ “esecutore” al consumatore.....”

Mi auguro che :
1 - almeno gli animalisti boicottino prodotti di quei paesi e rinuncino al turismo laggiù.
2 – ogni sito animalista riporti stabilmente la notizia in home.
3 – che le associazioni animaliste preparino un documento unico di sdegno da inviare
periodicamente alle Nazioni Unite, alla Unione Europea, alle Ambasciate di quei paesi finché
non prenderanno provvedimenti.
4 – intervengano i capi religiosi a partire dal Santo Padre che – a quanto ne so – ha già condannato
la crudeltà anticristiana degli allevamenti intensivi.

delia giomi 18.01.07 16:10| 
 |
Rispondi al commento

cosa possiamo fare noi per fermare questa carneficina sugli animali? ritengo sia d'obbligo agire subito e dare un po' di dignità e aver rispetto degli animali che vengono trattati come rottami. e solo perchè non sono umani si pensa che si ha il diretto di usarli a nostro piacimento.facciamo qualcosa

flavia piterà 07.01.07 13:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve ho letto con interesse i vostri articoli, penso che in italia ci sia ancora attivo uno stato della censura e della disinformazione anche in questi aspetti legati alle ricerche con l'utilizzo di animali. Da qualche mese ho scritto un libro, un racconto un triller che mette in luce i problemi e le conseguenze che si possono verificare in seguito alla sperimentazione sugli animali, ho parlato in modo esplicito della mafia delle multinazionali farmaceutiche e cosi via. Dopo aver fatto leggere il romanzo ad alcuni esperti mi anno detto che difficilmente troverò delle case editrici disposte a pubblicarlo in quanto certe affermazioni non trovavano riscontro con delle prove concrete, e che potevo anzi passare dei guai seri con delle affermazioni che a tratti sfociavano nel terrorismo. Io ho scritto solo un romanzo non sono un terrorista, le fonti le ho prese da internet, se io sono un terrorista beppe allora e Bin Laden, conoscete qualche editore coraggioso anche se piccolo che voglia leggere quello che ho scritto senza pregiudizi, grazie.

loy claudio 26.12.06 10:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CIAO BEPPE , DIAMO NOI VOCE AGLI ANIMALI PER FAR VALERE I LORO DIRITTI E TI CHIEDO DA PARTE LORO SE VUOI AFFRONTARE QUESTO ARGOMENTO SOPRATTUTTO IN PUBBLICO TE NE SAREMMO GRATI IO E SOPRATTUTTO LORO . GRAZIE . VINCENZO

VINCENZO CAPRETTI 17.12.06 03:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe, sono andata su un sito di Modena per cercare degli amici amanti di animali come me per passare quelche ora in compagnia...io socializzare con degli umani che amano gli animali ..e far divertire il mio cane con i suoi simili....Purtroppo ho scoperto un sito di una ragazza...gli hanno portato via la cagnolina da casa, assurdo, nemmeno se lasci il cane in casa o in macchina quando vai a fare la spesa, (come faccio io), pui essere tranquilla.
Ho letto che portano i cani in Germania....per caso, c'entra anche la Bayer? Sai, visto che era un lagher nazista dove bruciavano gli ebrei,... che fossero sempre loro a fare esperimenti sui cani e sui gatti?
comunque ti mando l'indirizzo del blog:
blog.libero.it/C5
Lo so, abbiamo tanti problemi in Italia, ma visto che tanta gente della mia età (43), ha perso un pò di fiducia nelle persone, si "fida" di più dell'amico fido che di un essere umano. Anche se la vivisezione fosse fuori legge....nel blog c'è scritto che ci sono camion pieni di cani e gatti rapiti che vanno verso la Germania e la Svizzera.
Puoi sensibilizzare il problema sul tuo blog?
Ciao Vivi.

Viviana Fantoni 10.12.06 13:58| 
 |
Rispondi al commento

a proposito di vivisezione...

http://www.philozeiprod.com/video/spot vivisezione.wmv


WWW.RELEASECHIMPS.ORG

monica ferrero 06.11.06 19:00| 
 |
Rispondi al commento

NATURE introduces you to the unsung heroes in our history in CHIMPANZEES: AN UNNATURAL HISTORY.

The history of chimps in our society is a history unlike any other. We have sent them into space, dressed them in costumes and demanded that they entertain us. Some have been adopted into human families until they "outgrew" their cuteness, many have been used to test our drugs or to help develop our vaccines, others have been infected with our most frightening diseases. While we are mesmerized by their likeness to our species and we have continually found uses for chimps, we never considered what they wanted or needed.

But their side of the story is starting to emerge. And it can be heard at the sanctuaries where many retired chimps now reside. It can be read in their medical records, seen in their mutilated bodies, or sensed through their psychological afflictions. We've had a conflicted relationships with chimps in our society but there are some people who want to simplify it. CHIMPANZEES: AN UNNATURAL HISTORY will introduce you to the rescuers at sanctuaries like Fauna Foundation, Save the Chimps, Center for Great Apes. And they are determined to see that the traumatized residents they have saved from a life of confinement and suffering can finally be allowed to feel like chimps.

WWW.PBS.ORG/WNET/NATURE/CHIMPANZEES/VIDEO.HTML

monica ferrero 06.11.06 18:54| 
 |
Rispondi al commento

Da Varesenews di mercoledì 4 ottobre 2006:
Busto Arsizio - La Lav, con un appoggio "trasversale", rilancia la battaglia per l'adozione da parte dell'Uninsubria di metodi di ricerca alternativi
Destra e sinistra manifestano insieme contro la vivisezione

--------------------------------------------------------------------------------

Da destra a sinistra, tutti d'accordo: basta con gli esperimenti su animali all'università dell'Insubria. Un presidio di alcune dozzine di persone, fra cui due consiglieri comunali, ha manifestato davanti alla sede bustese dell'ateneo, ai Molini Marzoli, per commemorare i circa 600 roditori sacrificati alla scienza solo nell'ultimo anno, secondo dati della LAV. C'erano forze di segno politico opposto a tenere compagnia agli organizzatori della Lega Antivivisezione: Rifondazione Comunista, Verdi e Legambiente da una parte, Azione Giovani e Circolo Excalibur dall'altra, ben attenti a non mischiarsi ma ormai sulla strada delle "convergenze parallele" nel nome dell'omaggio al "roditore ignoto", come su altre tematiche ambientaliste.

"Si nota la mancanza dei partiti maggiori, soprattutto dalla nostra parte" rimarca Jarno Marchiori, segretario cittadino di Rifondazione. "Non c'è troppo da meravigliarsi se ci troviamo a sostenere talora le stesse cause con i gruppi di destra" aggiunge il consigliere comunale Antonello Corrado, "sui temi ambientali e contro ogni business a spese di persone o esseri viventi, se necessario stringeremo patti anche col diavolo". E se anche un consigliere di maggioranza, ma con licenza da battitore libero, come Checco Lattuada di An, è presente alla manifestazione, vuol dire che la consapevolezza dei diritti animali è ormai un fatto politico trasversale e bipartisan - beninteso nell'assenza dei partiti maggiori.

Francesco Caci della Lav bustese, impegnato da anni nella lotta alla sperimentazione animale, ricorda che "scientificamente gli esperimenti su animali non hanno valore, data la differenza bio

Francesco Caci 03.11.06 13:13| 
 |
Rispondi al commento

DA www.oipaitalia.com

Il Prof. Pietro Croce, tra i padri dell’antivivisezionismo scientifico è morto all’età di 86 anni.
Primario del Laboratorio di analisi chimico-cliniche di Microbiologia e di Anatomia patologica all’Ospedale Sacco di Milano, dal 1952 al 1982, è stato Membro del College of American Phatologists e Libero docente all’Università di Milano.
Il Prof. Croce è l’autore dell’importantissimo libro “Vivisezione o scienza, una scelta” che ha dato il via alla nascita del moderno movimento antivivisezionista scientifico.
Dall’introduzione del libro: “Ho eseguito esperimenti sugli animali per molti anni. Obbedivo ad un’ammuffita logica positivistica che mi era stata imposta durante gli studi universitari e che a lungo mi ha condizionato negli anni successivi”.
Nel 1981 è stato tra i soci fondatori dell’OIPA Internazionale, insieme a Milly Schar Manzoli e al Dott. Ferraro Caro, anch’essi scomparsi.
Il suo contributo è stato fondamentale nella lotta alla vivisezione. Dopo di lui il movimento antivivisezionista è certamente cresciuto, annoverando sempre più personalità del mondo medico-scientifico. Ne è una prova la nascita della LIMAV – Medici Internazionali, l'unica Associazione Internazionale composta da esperti del campo scientifico che ha come scopo l'abolizione della vivisezione.(...)

monica ferrero 19.10.06 19:07| 
 |
Rispondi al commento

Comunicato 11/10/06

Una Vittoria contro la sperimentazione animale una vittoria di tutti i cittadini europei
Con grande gioia il Comitato Scientifico EQUIVITA comunica l’esito del voto per la seconda lettura del Regolamento REACH(1)avvenuto ieri in Commissione Ambiente del Parlamento Europeo.
L’emendamento 152 in base al quale i test su animali dovranno essere abbandonati in tutti i casi in cui sono disponibili metodi senza animali indica anche la tossicogenomica(2)tra le metodologie da seguire. Questo dovuto riconoscimento alla tossicogenomica sarà determinante per un rapido rinnovamento da tempo auspicato (vedi le dichiarazioni di Thomas Hartung, direttore ECVAM, riportate da “Nature” del 10/11/05) nei metodi di indagine tossicologica.
Sarà determinante per la tutela della salute umana e per la fine di una ricerca che oltre ad immolare inutilmente milioni di animali rendeva cavie tutti noi umani esponendoci in prima linea ai rischi delle sostanze tossiche.
Un grande ringraziamento a chi insieme a noi si è battuto per l’approvazione del 152:
i nostri partners Antidote Europe (Francia), Europeans for Medical Progress (UK) e in particolare il WWF Italia che ha sottoscritto la nostra lettera a tutti i deputati europei.
Il voto in Commissione ambiente di Bruxelles ha premiato il grande lavoro degli ambientalisti delle Ong e dei sindacati oltre naturalmente a quello dell’instancabile On. Guido Sacconi relatore di REACH producendo un risultato anche migliore del previsto non solo sul fronte dei metodi di sperimentazione ma anche per quanto riguarda il numero di sostanze da testare la sostituzione di quelle ad alto rischio e le procedure di autorizzazione.
La salute dei cittadini europei sarà protetta dagli effetti delle sostanze chimiche se questo voto verrà confermato in seconda lettura e soprattutto se REACH sarà l’occasione:
• per un rinnovamento completo dei metodi di ricerca mirati alla salute ed all’ambiente
• per una imminente fine della sperimentaz

monica ferrero 11.10.06 17:50| 
 |
Rispondi al commento

news EQUIVITA del 2/10/06

Da “l’Espresso” infine una posizione aggiornata sulla Ricerca Scientifica.


Il Comitato Scientifico EQUIVITA si rallegra con la redazione de “l’Espresso” per avere aggiornato i cittadini italiani sull’evolversi della ricerca scientifica in tossicologia. L’Espresso informa sulle critiche sempre più diffuse riguardanti il valore delle prove su animali, nonché sulle nuove strade che la ricerca ha già intrapreso, ad esempio con la tossicogenomica, i cui risultati sono di gran lunga più soddisfacenti.
E’ questo, infatti, il momento più importante per diffondere tali informazioni, poichè è imminente il voto al Parlamento Europeo del progetto REACH per la regolamentazione delle sostanze chimiche immesse nell’ambiente (sostanze che sono causa di una guerra invisibile, le cui vittime si contano a milioni in tutti i continenti).
L’efficacia di REACH dipende, come è facile intuire, dal valore scientifico dei metodi usati per le valutazioni di tossicità. Come dice Thomas Hartung, direttore del Centro Europeo ECVAM, è proprio questo il momento di liberarsi di una “cattiva scienza” (basata sul modello animale) e di ridare dignità alla tossicologia (“Nature” 10/11/05), con metodi attendibili per l’essere umano.

Per leggere l’articolo: http://www.equivita.it/articoloespresso51006.htm

monica ferrero 03.10.06 10:58| 
 |
Rispondi al commento

NEWS EQUIVITA DEL 2/10/06

Da “l’Espresso” infine una posizione aggiornata sulla Ricerca Scientifica.


Il Comitato Scientifico EQUIVITA si rallegra con la redazione de “l’Espresso” per avere aggiornato i cittadini italiani sull’evolversi della ricerca scientifica in tossicologia. L’Espresso informa sulle critiche sempre più diffuse riguardanti il valore delle prove su animali, nonché sulle nuove strade che la ricerca ha già intrapreso, ad esempio con la tossicogenomica, i cui risultati sono di gran lunga più soddisfacenti.
E’ questo, infatti, il momento più importante per diffondere tali informazioni, poichè è imminente il voto al Parlamento Europeo del progetto REACH per la regolamentazione delle sostanze chimiche immesse nell’ambiente (sostanze che sono causa di una guerra invisibile, le cui vittime si contano a milioni in tutti i continenti).
L’efficacia di REACH dipende, come è facile intuire, dal valore scientifico dei metodi usati per le valutazioni di tossicità. Come dice Thomas Hartung, direttore del Centro Europeo ECVAM, è proprio questo il momento di liberarsi di una “cattiva scienza” (basata sul modello animale) e di ridare dignità alla tossicologia (“Nature” 10/11/05), con metodi attendibili per l’essere umano.

Per leggere l’articolo: http://www.equivita.it/articoloespresso51006.htm

monica ferrerro 03.10.06 10:53| 
 |
Rispondi al commento

OT: "Raccolta adesioni"

http://www.cristianadistefano.com/forum/index.php#15


La speranza è sempre l'ultima a morire e spero che "qualcuno che possa aiutarci concretamente" a realizzare questo progetto, entri nel forum, legga questo post e contribuisca al radicale cambiamento nel sistema obsoleto diagnostico sanitario in Italia.

Quante vite si potrebbero salvare?
Quanti disabili e malati cronici in meno?
Quanta più forza lavoro e popolazione attiva che verserebbe contributi invece di usufruire continuamente di servizi sanitari e pensionistici?
Quante volte a causa di diagnosi sbagliate, c'imbottiscono di farmaci killer ed assistiamo ad episodi di malasanità ospedaliera?
Questi sono fenomeni giornalieri

Tanti mi hanno detto di lasciar perdere fin da quando Drake mi ha creato il sito perché non serve a nulla, altri mi hanno ricordato che spesso chi di speranza vive, disperato muore, altri mi hanno hackerato il sito ed abbiamo dovuto ricostruirlo ...

Però credo nella forza del passa parola della gente comune, nella forza del partire dal basso a fare le richieste alla gente che davvero capisce i reali pericoli e pensa più alla salute che al portafogli. Tutti insieme siamo un esercito e non potranno rifiutarsi di accogliere le nostre richieste!

Mi affido alle persone semplici come me, sono certa che non mi deluderanno e mi aiuteranno, secondo le loro capacità e necessità, a chiedere anche loro a tutti i medici, in ogni ospedale italiano (basta con i laboratori a pagamento, non convenzionati e spesso all'estero!), quando ne avranno bisogno analisi e test tossicologici, vaccini non al mercurio, terapie naturali quando possono essere sostituite a farmaci tossici e pieni di effetti collaterali, ecc., ecc., perché:

"Solo l'informazione potrà salvarci quando tutti gli ignoranti moriranno con il sorriso sulle labbra!"


Sicuramente il termine vivisezione associato ad immagini come quella del gattino qui sopra ,provoca nel lettore medio, che di scienza ne sa poco ,totale avversione. Se poi nell'argomentazione si introducono motivazioni economiche il gioco è fatto, a quel punto la vivisezione diventa qualcosa di estremamente negativo dalla quale il buon cristiano deve stare assolutamente alla larga. Non vorrei scendere nei dettagli dei protocolli di sperimentazione, è doveroso che questa sia severamente vigilata,ed alcuni aspetti vengano modificati, ma ci tengo a ricordare che grazie alla vivisezione malattie molto diffuse tra la popolazione hanno trovato una cura. Al fine di far comprendere meglio il problema vi faccio un esempio, i malati di diabete in Italia sono un numero molto consistente , questi possono condurre una vita normale solo grazie alla sperimentazione e vivisezione condotta in passato sui maiali che ha portato alla odierna pruduzione sintetica dell'insulina e alla comprensione della malattia. Quindi mi chiedo quante siano le persone consapevoli di essere vive in questo momento solo grazie alla vivisezione. Credo che molte persone non lo sappiano e che non sappiano nemmeno cosa sia la vivisezione. Oppure che sia lecita sui maiali ma non sui gattini? La vivisezione sui gattini è sicuramente un mezzo più efficace per influenzare l'opinione pubblica perchè sono animali domestici verso i quali si prova tenerezza, il maiale invece lo mangiamo e quindi non ha diritti. La conclusione in ogni caso è diabetici 1 , maiali 0 . Anche se lo si vuole negare l'uomo utilizza l'animale per sopravvivere e questo da sempre anche se urta la sensibilità di molti che tuttavia non rifiutano cure mediche. La violenza gratuita va sicuramente penalizzata ,questo è fuori discussione,ma un intervento mirato a salvare la vita di 33 milioni di malati in Europa com'è da considerarsi? La risposta sta a voi...ma per darla documentatevi,documentatevi,documentatevi. Ciao e grazie per lo spazio.

Gianrico Reppa 14.09.06 20:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sicuramente il termine vivisezione associato ad immagini come quella del gattino qui sopra ,provoca nel lettore medio, che di scienza ne sa poco ,totale avversione. Se poi nell'argomentazione si introducono motivazioni economiche il gioco è fatto, a quel punto la vivisezione diventa qualcosa di estremamente negativo dalla quale il buon cristiano deve stare assolutamente alla larga. Non vorrei scendere nei dettagli dei protocolli di sperimentazione, è doveroso che questa sia severamente vigilata,ed alcuni aspetti vengano modificati, ma ci tengo a ricordare che grazie alla vivisezione malattie molto diffuse tra la popolazione hanno trovato una cura. Al fine di far comprendere meglio il problema vi faccio un esempio, i malati di diabete in Italia sono un numero molto consistente , questi possono condurre una vita normale solo grazie alla sperimentazione e vivisezione condotta in passato sui maiali che ha portato alla odierna pruduzione sintetica dell'insulina e alla comprensione della malattia. Quindi mi chiedo quante siano le persone consapevoli di essere vive in questo momento solo grazie alla vivisezione. Credo che molte persone non lo sappiano e che non sappiano nemmeno cosa sia la vivisezione. Oppure che sia lecita sui maiali ma non sui gattini? La vivisezione sui gattini è sicuramente un mezzo più efficace per influenzare l'opinione pubblica perchè sono animali domestici verso i quali si prova tenerezza, il maiale invece lo mangiamo e quindi non ha diritti. La conclusione in ogni caso è diabetici 1 , maiali 0 . Anche se lo si vuole negare l'uomo utilizza l'animale per sopravvivere e questo da sempre anche se urta la sensibilità di molti che tuttavia non rifiutano cure mediche. La violenza gratuita va sicuramente penalizzata ,questo è fuori discussione,ma un intervento mirato a salvare la vita di 33 milioni di malati in Europa com'è da considerarsi? La risposta sta a voi...ma per darla documentatevi,documentatevi,documentatevi. Ciao e grazie per lo spazio.

Gianrico Reppa 14.09.06 20:48| 
 |
Rispondi al commento

Premetto che non possiedo animali. La mia donna ha un labrador al quale manca solo la parola. Mi sono parecchio affezionato.
La vivisezione è da criminali come la mutilazione. Per favore non tagliate più le code o le orecchie (ai cani per esempio) magari per canoni estetici. E' veramente da incivili.

P.S. per quelli che abbandonano i cani d'estate. Vi legherei tutti al guard rail e vi prenderei a calci.

Davide Frezet 12.09.06 21:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe, hai forse messo la finestra di Inserimento Commento in fondo proprio per garantire la lettura delle eventuali altre risposte ai tuoi post? Beh, devo ammettere che può sembrare furbo, ma obbiettivamente è scomodo.
Ma non dobbiamo parlare di questo, no?

Innanzi tutto tu hai scritto nel tuo post che l'inutilità della vivisezione è un'affermazione asserita non da un comico, ma dalla rivista scientifica Nature (mi pare)... Ebbene tu non sei un comico, almeno non solo, sei prima di tutto il portavoce di quella parte d'Italia che ha sempre contestato il mondo nel silenzio della sua testa, ma non ha mai avuto modo di gridarlo al mondo. Sei il nostro megafono. ^^

Seconda cosa: ma ci vuole un genio a capire che noi e gli animali siamo 2cose diverse? Non lo dico certo per discriminare, ma parlo dal punto di vista fisico e biologico. Non è che se un farmaco riesce a curare un tumore ad un gatto riesce a farlo anche su una persona. Non per nulla le medicine che i dottori prescrivono agli animali (domestici, per quel che ne so io) sono diverse da quelle prescritte all'uomo... Chissà come mai, eh?
Se vivisezionastero la vostra pancia sareste ancora concordi a questo scempio? Solo perchè è un animale non vuol dire che ha diritto di subire queste cose.

In fondo, anche noi siamo degli animali, solo con un po' meno di cervello.

Francesca Valente 08.09.06 09:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'aver schiacciato gli animali e la vita ha dato l'inferno al mondo. E' stato già detto che prima di 6 milioni di ebrei nei carri bestiame son stati trasportati gli animali. La natura non perdona, e non mollerà la presa se non torneremo indietro. Dopotutto, siamo solo animali. E' una legge divina...

antonio soro 08.09.06 01:13| 
 |
Rispondi al commento

non sono più in grado di vivere in modo sano,quello che ho intorno mi sta trasformando in un mosrto colmo d'odio esistono buone possibilita che diventi un bombarolo e che me la prende col primo stronzo che mi capita fra le mani non credo che riuscirei a fermarmi davanti a niente scrivo e parlo con odio mi basta solo pensare alla razza umana che gli aspetti positivi vengano in breve tempo rimossi da quelli negativi sto cominciando a non guardare più in faccia nessuno ed ho un desiderio di vendetta sempre piu forte nonostante mi trovi nel periodo che tutti definiscono il migliore dal punto di vista dell'età;eppure sono di buona famiglia,non ho grossi problemi economici mi piaccio fisicamente e sto con una bella ragazza da più di due anni.Spero che la gente come te mi dia la forza di continuare a vivere nel migliore dei modi dal punto di vista psicologico.NON voglio che creature innocenti continuino a subire l'UOMO.credo che se le cose continueranno ad andare in questo modo i potenti avranno un nemico in più;chissà potrei essere io il prossimo pilota di aerei e chissà dove potrei "atterrare",le mie stanno assomigliando sempre più alle parole di un pazzo,fortuna che me ne rendo conto,ma non ci sono nato,ci sto diventando a causa loro,non riesco a trovare pace e non riesco a guardare la televisione senza incazzarmi ma non ne posso fare a meno.i miei familiari mi danno del polemico e continuano a vivere in modo da non riuscire a riconoscere la verità e la gravità delle cose.non so come salvare il mondo o perlomeno salvarlo dall uomo,forse la cosa migliore sarebbe la nostra estinzione...ma in questo modo si andrebbe a perdere anche quel poco di buono che c'è;ne vale la pena?non credo che quello che sto facendo serva a qualcosa come non credo che otterrò una risposta seria da questa.credo sia meglio fumarci sopra e continuare a far finta di niente fino alla prossima esplosione(che sia la mia?)

Damiano Gagliardi 29.08.06 18:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bebbe, mio nonno non sarebbe vivo se non avessero fatto esperimenti di trapianti sugli animali negli ultimi decenni per carpirne le tecniche ed i meccanismi.
Ho detto tutto.
CIAO

Marco Riviera 22.08.06 21:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BASTA CON LA VIVISEZIONE SU QUESTI POVERI ANIMALI...LA GENTE SI E' ROTTA, LE NUOVE GENERAZIONI SONO INCAZZATE NERE!!!!!!!!!TROVINO ALTRI SISTEMI PER STO ESPERIMENTI E' UNA VERGOGNA, MA DOVE CAVOLO E' LA SENSIBILITA' DI QUESTA GENTE, E ALLA FINE????COSA SI OTTIENE???TANTA SOFFERENZA...AVETE ROTTOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO BASTAAAAAAAAAAAAAAAA

sabrina elvezia 05.08.06 09:29| 
 |
Rispondi al commento

credo che l'intelligenza vada a braccetto con la sensibilita'.
Credo quindi che quelli che accettano di condurre certe pratiche siano degli imbecilli insensibili, e questo, purtroppo, non va a nessun vantaggio degli animali

il fine non giustifica i mezzi
anzi, forse, sono proprio i mezzi il fine

Antonio Macchi 04.08.06 06:48| 
 |
Rispondi al commento

Che merda! Gente che studia queste cose lo dovrebbe fare perchè ama la vita in generale, non solo quella dell'uomo (e i soldi per cui lo fa logicamente)...
Bastardi

Rico Sabrosa Commentatore in marcia al V2day 23.07.06 20:38| 
 |
Rispondi al commento

http://ga1.org/campaign/wenka

questo è il sito per firmare la petizione


chiara cerulli 14.06.06 12:16| 
 |
Rispondi al commento

m'è stato chiesto di diffondere la petizione per la liberazione di scimpanze'che sono rinchiusi dagli anni 50 nei laboratori USA,per portarli in rifugi dove possano passare gli ultimi anni della loro via in liberta
ci sono tutti i nomi degli scimpanze e le relative eta'sul sito
EQUIVITA

per chi invece volesse dilettarsi nella visione del piu' grande laboratorio del mondo HLS in Inghilterra
sul sito www.shac.net ,il piu' straordinario movimento antivivisezionista del mondo,potrete vedere i filmati dei ricercatori sotto il "controllo" della telecamera di un inserviente in incognita,che malmenano gratuitamente i cani e si divertono fra urli e scoppi di risa ,mentre immobilizzano una scimmia terrorizzata negli arnesi di contenzione

chiara cerulli 14.06.06 11:36| 
 |
Rispondi al commento

Mentre il consiglio per la ricerca medica della Gran Bretagna ritiene che per sperimentare farmaci, se serve, vadano usate anche le scimmie - non lo si faceva dal '98 anche se la legge non lo vieta - a Milano c'è stata proprio recentemente una azione di vandalismo ai danni di un laboratorio di ricerca dell'Università. Ma davvero gli animali nei laboratori sono trattati male? E poi, è proprio necessario sperimentare sugli animali? Entrare in uno stabulario di ricerca oggi è un pò come entrare in una sala operatoria: gabbie pulitissime, spazi adeguati, sistemi sofisticati di controllo delle infezioni, e leggi che proteggono gli animali severe e rispettate. Un esempio: chi fa interventi chirurgici su topi e ratti deve dimostrare di avere conoscenze teoriche (e vale naturalmente anche per i chirurghi degli uomini), ma anche dimostrare di saperlo fare, anche dopo anni (questo non è richiesto nemmeno ai chirurghi degli uomini). Perché un farmaco arrivi al pubblico servono anni di ricerca ed enormi investimenti. Si parte con dieci molecole, e quando va bene, all'uomo ne arriva una. Le altre si perdono per strada, o perché non funzionano, o perché fanno male. Se per esempio un farmaco è efficace nel ridurre il colesterolo, ma danneggia il fegato, lo si può sapere solo se si sperimenta sugli animali. C'è poi il caso della chirurgia. Oggi più di un milione di persone al mondo vivono grazie ad un trapianto. Tutto è cominciato a Boston, quando Joseph Murray ha trapiantato a un giovanotto, il rene del gemello. Ma per poterlo fare nell'uomo, prima, Murray ha dovuto operare quasi 600 cani.
1


I MOSTRI

uno dei piu' recenti libri di testo,Methods in Animal Exeperimentation,di William I.Gay(ed. Academic press ,New New.1965),spiega ,ad esempio come si fa oggi per impedire che le scimmie costantemente imprigionate nelle sedie di contenzione muoiano per piaghe da decubito ,come accadeva in passato
Secondole istruzioni del dott. Gay,capovolgendo la sedia in modo da mantenere gli animali con la testa in giu',poi su un fianco,poi sull'altro dando modo ogni volta alle piaghe di rimarginarsi si riesce ormai a tenere in vita le scimmie nei loro arnesi di contenzione per 4-6 anni di seguito

Scuola Medica dell'Istituto Johns Hopkins.
L'impiego di scosse elettriche ,incannulazioni e altre preparazioni chirurgiche rende difficile l'immobilizzazione prolungata di grossi primati come il babbuino.Percio'éstata messa a punto dal celebre Istituto Johns Hopkins una nuova sedia che mantiene il babbuino in posizione seduta .Vari animali con tubi impiantati nelle arterie "permangono in buone condizioni dopo un anno e mezzo di continue sperimentazioni..."Sul davanti la sedia è chiusa da una sbarra di acciaio piazzata dinanzi al grembo dell'animale per impedirgli di uscire dalla sedia.Un collare e una catena ne controllano i movimenti
Ogni animale è provvisto di una cinta metallica attraverso la quale gli vengono somministrate le scosse elettriche
Tubi di ferro impediscono all'animale di curvarsi all'indietro o abbassare il capo


LONDRA
Un mese fa un nuovo farmaco risultato innocuo nei test sulle scimmie ,in dosi 500 volte maggiori di quelle che si sarebbero poi somministrate nell'uomo,viene testato su sei volontari sani e li riduce in fin di vita nel giro di pochi minuti(due sono ancora gravi)

Oggi a Londra ,nonostante l'evento,al Downing Street Tony Blair propone di rentrodurre la vivisezione anche per le grandi scimmie(sospesa
dal 1977,grazie ad una moratoria del Ministro dell'Interno Jack Staw)

chiara cerulli 10.06.06 13:40| 
 |
Rispondi al commento

"vorrei comunicare che c'è ancora purtroppo molta
ignoranza sul settore.
La vivisezione non esiste più da decenni.
La sperimentazione animale è molto limitata ma ancora possibile ma dietro mille precauzioni controllati da COMITATI ETICI presenti nei centri di Ricerca.
Forse il Sig Beppe Grillo, che stimo moltissimo
prima sarebbe meglio si informasse da ambo le parti non solo da gruppi e organizzazioni CONTRO LA RICERCA SCIENTIFICA!
Sig. Grillo la stimo molto e la reputo una persona molto intelligente quindi prima di schierarsi...si informi meglio."


X FRANCA:

vorrei rispondere alla sign.ra franca che dice che c'è ancora molta ignoranza sul settore. ha proprio ragione, lei infatti ignora molte cose, ad esempio che la vivisezione esiste tutt'ora , giusto l'anno scorso la LAV si è introdotta in uno di questi laboratori a milano. esiste eccome purtroppo. e che gli esperimenti sono limitati, ma non spariamo caxxate. sono tanti i laboratori permessi dallo stato, per non parlare poi di tutti quelli abusivi. si informi meglio, e mi creda la sperimentazione non è limitata per niente. fanno esperimenti anche le industrie di prodotti per animali. lasciamo stare che mi vengono quasi i brividi a pensare a tutti gli orrori che accadono. infatti ho deciso di diventare socia della LAV e aiutare come volontaria. dobbiamo agire. basta parole!
Silvia.

silvia congia 09.06.06 11:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per chi se la sente di leggere....
recentemente il prof.William Dement (nome profetico?),ha escogitato un sistema particolarmente ingegnoso per far impazzire i gatti per mancanza di sonno .Il gatto ,nel cui cervello è stato conficcato un elettrodo ,viene messo su di un mattone che affiora in una vasca colma d'acqua .Il gatto sta tutto rattrappito ,non puo' saltare .Allorche' vinto dal sonno ,esso abbassa il capo ,il naso entra nell'acqua e il gatto si risveglia di soprassalto .Cosi' passano le ore ,passano i giorni .Dopodiche' il sistema nervoso del gatto ,gia' traumatizzato dalla foratura del cranio per l'inserimento dell'elettrodo ,dalle torture causate dalla posizione immutabile,non ha ,naturalmente piu' nulla in comune con quello di un gatto normale e tantomeno con quello di un essere umano;e cio' a prescindere dal fatto che il bisogno di sonno nell'uomo è tra le 6 -8 ore mentre il gatto sonnecchia per 22 ore su 24 .Grazie al dott.Dement è apparsa sui settimanali americani la fotografia di un gattino con gli occhi stralunati,

DOPO 70 GIORNI

(giorni non ore )d'immobilita' sul mattone .L'elettrodo nel cervello a informato il Dement che "il gatto ha ormai subito un profondo mutamento di personalita'"
recentemente ad Elisir una dottoressa ha affermato che "si è visto su dei poveri topolini deprivati del sonno la perdita di tutte le funzioni"
Conclusione demenziale che non un bambino ma un ebete avrebbe intuito senza necessita' di sperimentare sui topolini
E' evidente inoltre che la dottoressa ha parlato solo di topi ,perche disprezzati da tutti e quindi ammessi per la sperimentazione"
Questo era solo un piccolo esempio....

Dal libro Imperatrice Nuda

chiara cerulli 09.06.06 00:13| 
 |
Rispondi al commento

Per chi si culla sull'idea dell'innata bonta' dell'uomo, consiglio di farsi un giro fra le pagine di Imperatrice Nuda.
Troverete descritti in dettaglio ogni sorta di esperimento ,che neanche la fantasia piu' viva riuscirebbe ad immaginare ,tutti esperimenti documentati .Autore ,data di pubblicazione e rivista che li ha pubblicati .Altrettanto documentate sono le conclusioni ottuse a cui questi esperimenti, tanto malvagi quanto insensati hanno condotto.
come dice Hans Ruesch
"Se è errato ritenere che tutti i vivisettori siano dei sadici ,sarebbe ancora piu' errato credere che i sadici non ne formino una altissima percentuale"
Dove credete che siano andati a finire questi mostri ?
Che siano tutti redenti ?
In Ametrica non è previsto nessun tipo di controllo. Provate ad immaginare un animale del tutto indifeso nelle mani di tali mostri ,nella assoluta segretezza dei laboratori
Ho ritardato la lettura di questo libro di anni per paura di affrontare l'angoscia che covavo nascosta in qualche angolo remoto di me da quando ero piccola . Perche'da quando ero piccola ho cominciato a sentir parlare di tali brutture per la prima volta
Un grazie ancora ad Hans Ruesch per aver raccontato ,solo,quello che mai nessuno aveva raccontato e per aver provocato ,solo,una reazione cosi' potente di cui ancora non abbiamo finito di vedere i frutti


chiara cerulli 08.06.06 22:02| 
 |
Rispondi al commento

Le atrocità sugli animali sono assurde! e la sperimentazione sugli EMBRIONI UMANI????
Di questo nessuno si scandalizza?
Lei cosa ne pensa dott. Grillo?


Beppe, parla di questo anche nei tuoi spettacoli, please!!! Ciao

Giuseppe logoteta 28.05.06 22:23| 
 |
Rispondi al commento

Scusate il paragone forte per molti versi ma vado in BESTIA quando noi "umani" (??) non solo commettiamo atrocità ma abbiamo anche il coraggio di insabbiarne la gravità: anche hitler (scritto piccolo apposta!) diceva esser necessario preservare la razza ariana! oggi circolano voci vergognose a dir poco che insinuano la reale veridicità dei campi di concentramento!se si è arrivati a questo nell'ambito della stessa RAZZA, non mi sorprende affatto che ci siano elementi della mia stessa specie (mio malgrado!) che minimizzano e giustificano qualsiasi cosa venga inferta a queste cavie indifese...abbiate almeno la "dignità" di tacere.
NESSUNA FORMA DI VIOLENZA E'GIUSTIFICATA!

daniele misco 26.05.06 13:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vorrei comunicare che c'è ancora purtroppo molta
ignoranza sul settore.
La vivisezione non esiste più da decenni.
La sperimentazione animale è molto limitata ma ancora possibile ma dietro mille precauzioni controllati da COMITATI ETICI presenti nei centri di Ricerca.
Forse il Sig Beppe Grillo, che stimo moltissimo
prima sarebbe meglio si informasse da ambo le parti non solo da gruppi e organizzazioni CONTRO LA RICERCA SCIENTIFICA!
Sig. Grillo la stimo molto e la reputo una persona molto intelligente quindi prima di schierarsi...si informi meglio.
Grazie
Distinti saluti

franca orsi 23.05.06 17:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...ho scoperto solo oggi questo sito...e il mio primo consiglio è quello di farvi un giro sul sito della LAV...ultimamente hanno anche inserito la lista di cosmetici non sperimentati su animali!

simona mezzana 21.05.06 22:22| 
 |
Rispondi al commento

CIAO RAGAZZI NON VI PERDETE D ANIMO E DIFFONDETE TUTTO CIO CHE SAPETE SULLA VIVISEZIONE.MOLTA GENTE NON SA COSA C E REALMENTE DIETRO TUTTI POSSONO FARE QUALCOSA.

cosimina vitolo 20.05.06 13:43| 
 |
Rispondi al commento

PER FORTUNA SIAMO IN TANTI INORRIDITI DALLA BESTIALITA'UMANA E SPERO CHE IN TANTI VOGLIATE FARE QUALCOSA ANCHE CON UN SEMPLICE CLIK!VI PREGO FIRMANTE LE PETIZIONI PRESENTI SUL SITO WWW.LAV.IT

DANIELE MISCO 15.05.06 12:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vedo le photo dei laboratori dove si pratica la vivisezione e mi vengono le lacrime agli occhi.. vedo le photo dei cosidetti scienziati con le cavie in mano e mi viene voglia di fare a loro tutto quello che loro fanno agli animali.ci definiamo persone civili, educate, con una morale,molto più di quei popoli lontani dove non esistono ancora tv, radio, computer,e abbiamo il coraggio di fare questo agli animali. bisogna vergognarsi,e fare smettere questo orrendo e inutile massacro.

mauro merelli 11.05.06 13:22| 
 |
Rispondi al commento

Beppe anche se quesate torture dovessero servire alla salvezza del mondo non è giusto fare passare le pene dell'inferno a queste povere creature.CHI MALTRATTA GLI ANIMALI PER QUALSIASI MOTIVO DOVREBBE ESSERE PICCHIATO A SANGUE SENZA PIETA'....TANTO CHI FA QUESTE SCHIFEZZE NON LA CONOSCE LA PIETA'! ! ! !HO VISTO UCCIDERE FOCHE A COLPI DI PALA SULLA TESTA...QUELLE POVERE CREATURE IN MEZZO ALLA NEVE BIANCA SPORCA SI SANGUE E PESSI DI INTERIORA.....A CHI UCCIDE GLI ANIMALI DOVREBBERO CONDANNARLO A VITA...GLI ANIMALI SONO FORME DI VITA CHE SENTONO DOLORE E A CHI POVOCA LE LORO SOFFERENZE MERITA LO STESSO TRATTAMENTO! ! ! ! ! !


Secondo me conviene a tutti farsi un giro su http://www.mednat.org/index.htm. Certe cose che ho letto le sapevo o le immaginavo già, ma così tante notizie tutte insieme mi hanno un pò choccato.
Beppe mettilo tra i tuoi preferiti se nonl' hai già fatto

Ivan Caramello 08.05.06 18:33| 
 |
Rispondi al commento

abbiamo tutti parlato abbastanza ed e' servito.Ma ora per essere coerenti dobbiamo anche agire.Sono sempre stato convinto che la violenza e' una debolezza ed che sia solo una reazione all'azione che non riusciamo a trovare ma:'In questo caso se non vobliamo essere deboli,dobbiamo agire e non reagire......se poi non troviamo il metodo di azione per fermare la vivisezione allora sara' la vivisezione a fermare la vivisezione!Come?Vi ricordate il film arancia mechanica?.....

cio che si dovrebbe fare e' non fare qualche campagna pubblicitaria di qua o di la' su internet o sulle strade delle grandi citta',ma bisogna far tenere gli occhi aperti ad ogni angolo nel mondo esattamente nello stesso momento,come se fosse una bomba nucleare di informazioni visive (proprio come nel film arancia meccanica quando gli occhi del protagonista del film venivano tenuto aperti per tutta la durata dei video che li stavano obbligando a vedere).Allora credo che qualcosa potrebbe cambiare.Ormai abbiamo tutti la certezza che le malatie e le disfunzioni celebrali non solo non sono state ancora fermate,ma stanno persino aumentando.Mia zia stava diventando sorda ed e' grazie alla tecnologia che si e' potuta forare il cranio ed infilarsi un modernissimo auricolare che non ha avuto alcun bisogno di essere provato sul cranio di una scimmia!!!!!AHHHH!!!!!!!!Che fanno allora quei dottori per sapere se la propria moglie prova un orgasmo quando fanno sesso?si scoppano una scimmia e controllano se la vagina e' bagnata??????AH!!!!!!!!E' ora di fermarli!Adesso e non domani!!!!!!!


Per tutti: ad affermare che la sperimentazione animale è scientificamente fallace sono intere schiere di medici, biologi, farmacisti... non 4 gatti. Io ho visto con i miei occhi le incoerenze e l'arbitrarietà con cui si interpretano i dati. La sperimentazione animale è un crimine inutile.

Manuela Cassotta 06.05.06 03:31| 
 |
Rispondi al commento

Michele Prisco, ma sei lo scrittore o un omonimo? Capisco che ti abbiano sconvolto le immagini delle torture e delle morti atroci che l'uomo somministra a quelli che ritiene esseri inferiori. Certo possiamo mobilitarci, cercare di porre fine a situazioni come quelle che si vedono nei filmati che più o meno tutti abbiamo visto. Ma siamo schiavi di due realtà che ci fregano alla grande: la prima è il genoma, siamo programmati per nutrirci di altri esseri viventi, la perfida catena alimentare, hai presente? La seconda è il condizionamento mentale che le religioni monoteiste rivelate, tutte con un denominatore comune, hanno prodotto per secoli sugli esseri umani pseudocivilizzati. L'antropocentrismo: la assurda convinzione di avere il diritto di predominio su tutta la natura, regno minerale, vegetale e animale. Gli uomini si sono inventati di essere stati creati da dio a sua immagine e somiglianza e che lo stesso li abbia posti a dominare su tutti gli animali della terra: usateli e mangiateli. Senti le assurdità che affermano cardinali e papa? L'uomo ha dignità! Ma quale dignità? L'uomo è il peggiore tra gli animali, assassini, ladri, truffatori, violentatori, pedofili, sfruttatori appartengono tutti alla razza umana. Quantomeno gli animali sono esseri puri, sottostanno anche loro alla programmazione genomica, non possono sottrarsi, ma non si inventano storie come fa l'uomo per giustificare i suoi abominii.

Arianna Carbonelli 04.05.06 03:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buongiorno,
non so chi leggerà questa mail, se direttamente Beppe Grillo o uno dei suoi collaboratori, ma confido nella vostra sensibilità...
Ve lo avrà già segnalato qualcuno, ma io voglio insistere perche solo oggi ho visto queste immagini sconcertanti...
Sono andato su www.nolager.com e www.nonlosapevo.com e ho visto delle immagini raccapriccianti, animali morti sul primo e ho letto anche sul sito della Lav i dati sulla vivisezione, e sul secondo ho visto le torture disumane...non sono riuscito a vederlo tutto perchè mi ha fatto troppo male...
Ora voglio chiedervi possiamo fare qualcosa anche per questo????
Facciamo qualcosa di attivo per far prendere questa gente??
So che forse è utopia, queste torture le fanno in cina e da altr parti del mondo... spero non qui in Italia...ma non si può fare qualcosa???
Spero che mi rispondiate presto...
Saluti

michele Prisco 02.05.06 14:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi si stringe il cuore ogni volta che penso a come vengono trattati quei poveri animali torturati per una sperimentazione inutile.Vorrei trasmettere in mondovisione i filmati che riproducono tutto questo perchè le persone vedano quello che non vogliono mai vedere ! Se mai ci aspetterà un altrà vita spero sia in grado di punirci per i nostri errori. Vi prego facciamo qualcosa per questo mondo orrendo!!!!


beh andrea mi dispiace tirare in ballo la tua amica morta ma anch io ho perso delle persone io non parlo cosi tanto per cambiare aria non mi permetterei pero mi documento parlo molto con i medici leggo dati scientifici me ne darai sicuramente una colpa visto che non sono del ramo.Ti riempi la bocca perche forse teoricamente ne sai piu di me visto che studi veterinaria.Io lotto al fianco delle persone che sanno di dover morire e credimi e ancora peggio quindi smettiamola di dire cazzate quelle persone soffrono e non sono di certo i medici a leviarne le sofferenze.

cosimina vitolo 10.04.06 17:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

andrea ma non fare l eroe veterano sai perche la tua amica e morta perche c era qualcuno piu grande di lei.Molte persone aspettano organi per anni e molte volte non fanno neanche in tempo.Ci sono persone col portafoglio pieno che pagano il triplo pur di salvarsi il culo e come sai sai i soldi fanno venire la vista ai ciechi e intanto le persone del ceto medio stanno li ad apettare anni.non scendere dalle nuvle sembra che tu viva nelmondo dei sogni,guardati un po intorno che la vita non e proprio come la descrivi tu

cosimina vitolo 10.04.06 16:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per tiziana,hai un gran coraggio e sicuramente hai un cuore d oro continua a combattere cosi.Io non donero mai i miei organi perche le persone che ne usufruiscono non sono i poveri malati comuni ma quelli che hanno i soldi e anche i santi in paradiso.anch io ho parlato con tanti medici e chi esplicitamente e chi meno mi ha detto che la vivisezione non serve e che sono le case farmaceutiche a richiederle.Sto organizzandio una campagna di sensibilizzazione riguardo a questo con tanto di medicinali tossici che hanno ucciso ovviamente sono dati scientifici non fatti da me.La situazione e difficile perche la gente non si fida di me che racconta ste cose ma si fida del proprio medico che gli prescrive una scatola di vioxx al mese non sapendo che ha fatto piu morti sto medicinale che lo tsumani.ciao tesoro,ti voglio bene

cosimina vitolo 10.04.06 10:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GRAZIE BEPPE, GRAZIE!
CON GIOIA HO SCOPERTO CHE HAI PARLATO DELLA VIVISEZIONE! TI PREGO PORTA QUESTO ARGOMENTO ANCHE NEI TUOI FUTURI SPETTACOLI....E' ORA CHE LA GENTE SAPPIA COSA FACCIAMO AD ALTRI ESSERI VIVENTI CON LA SCUSA CHE QUESTO SERVE AL NOSTRO "BENESSERE". QUANDO PARLO CONTRO LA VIVISEZIONE TANTI MI GUARDANO COME SE FOSSI UNA PAZZA E DICONO "MA ALLORA VUOI CHE LA RICERCA SI FERMI? VUOI CHE MUOIANO BAMBINI PER NON SACRIFICARE ANIMALI?" TI PREGO BEPPE AIUTA GLI UOMINI A RIFLETTERE SU COME NOI SFRUTTIAMO IN MODO IGNOBILE GLI ANIMALI, SU COME USIAMO QUESTI ESSERI VIVENTI A NOSTRO PIACIMENTO.... ESSERE VERI ANIMALISTI SEMPRE COERENTI NON E' FACILE, MA ALMENO FERMARE LA SPERIMENTAZIONE SUGLI ANIMALI POTREBBE ESSERE UN PASSO IMPORTANTE VERSO UN MONDO DOVE TUTTI GLI ESSERI VIVENTI SONO RISPETTATI E DOVE TUTTE LE VITE SONO INTOCCABILI.

Alessandra Fermi 09.04.06 23:42| 
 |
Rispondi al commento

la vivisezione e inutile si sa non si scherza sulla vita degli animali ne tantomeno su quella umana,molti laboratori hanno scelto le vie alternative ma a quando vedo c e chi ancora si diverte su di loro.Io ho trovato la soluzione per me non prendo medicinali ovviamente la cosa e diversa per chi ha realmente bisogno di medicine ma chi vi dice che anche quelli non sono esperimenti?Mio nonno ha un tumore al fegato ed ha 84 anni io mi sono opposta a tutte le analisi che includevano biopsia,chemio ecc.e passato un anno e mio nonno e ancora li con il suo male che cammina lentamente senza dolore e sono convinta che se l avessi fatto analizzare sarebbe morto in 15 giorno.Una cara ragazza che saluto e morta di tumore 2 mesi fa si era sottoposta a chemio tutto ok improvvisamente ha perso la vista e la mobilita ed e morta nel giro di un anno.Dopo un po leggo su internet che la chemio distrugge tutto l organismo e i migliori omcologi affermano che fa male e se dovesse capitare a loro una cosa del genere mai farebbero un ciclo di chemioterapia.Che cazzo significa brutti stronzi allora che li bombardate a fare queste persone con questa cazzo di chemio.Ma insomma la nostra vita in mano a chi sta a chi vuole ucciderci?

cosimina vitolo 03.04.06 16:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ elena coch
lo stesso farmaco testato su due animali simili, come possono essere la cavia e il topo o il criceto e il ratto o persino la scimmia e l'uomo (es, per la scimmia la sricnina è innoqua), ma anche addirittura due ratti di un diverso ceppo possono dare risultati completamente diversi.
Come possiamo selezionare i risultati?
Prendiamo per buono quello conseguito sul ratto o sul topo? Impossibile dirlo a priori, quindi alla fine, come dimostra questo recente caso inglese, la vera sperimentazione viene fatta direttamente sull'uomo. Questo è il motivo per cui piu' del 50% dei farmaci vengono ritirati dal commercio entro il primo anno dopo aver causato lesioni gravi o morte.
Ma intanto in quell'anno hanno venduto, eccome.
Le case farmaceutiche sfruttano tutto cio' per selezionare i risultati piu' graditi e far soldi.
Quanto a salvare mia madre, non è corretto tirare in ballo i sentimenti, perchè per quel che mi riguarda sacrificherei 1000 persone per salvarla, e non mi sembra una cosa giusta.
Queste sono alcune delle mie argomentazioni antivivisezioniste, spero che tu le legga.
Ciao

daniele cortelli 31.03.06 17:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

rispondo con un po' di ritardo, a una discussione precedente con Marco Melis:

"Vaccino, o siero vaccino: set di anticorpi di vacca, ottenuto inoculando l'agente patogeno nell'animale. Cosa intendi quando dici che la vaccinazione non è stata inventata sperimentando sugli animali?"

Garzanti:
VACCINO:
¶ s. m. (med.) preparato che si somministra a un organismo per stimolarlo a produrre anticorpi specifici, cioè ad acquisire un'immunità attiva; è costituito generalmente da materiale infettivo (microrganismi, virus, tossine ecc.) reso non patogeno mediante trattamenti o modalità di somministrazione particolari; secondo il tipo, può essere inoculato, applicato sulla cute scarificata o ingerito.

Le prime vaccinazioni sono state praticate in oriente, la prima antivaiolosa da Lady Mary Wortley Montagu, sul proprio figlio. Si prelevava una quantita' minimima di liquidi infetto, per esempio di un vaioloso con la quale si graffiava la pelle della persona. Riconosciuta la pericolosita' della pratica la tecica e' stata poi affinata per ridurre la virulenza del vaccino.

poco meno di 80 dopo arrivo Jenner, il quale si soffermo' per 20 su osservazioni cliniche di persone infettate da vaiolo, chi decedute chi sopravvissute, scoprendo la differenza tra due tipi di vaioli bovini, uno dei quali in grado di immunizzare l'uomo.
Questo intendevo dire....

se si vuole guardare come tragicamente e' andata avanti, basta citare le bufale di Pasteur e del vaccino antipolio.
Notare come, grazie a vaccini derivanti test sperimentali (....da animali), questi siano diventati estremamente pericolosi per la salute.
Invito a guardare questo link

http://www.mednat.org/vaccini/vaccini_base.htm

oppure a fare ricerca su google
“Vaccines Damages” + "Vaccine Damage"

fabrizio guidi 29.03.06 11:08| 
 |
Rispondi al commento

Alla fine i recenti fatti in Inghilterra, riguardo la sperimentazione fatta su cavie umane, dopo che i test su cavie animali, avevano dato risultati positivi, dimostra solo, che la vivisezione, e' inutile, e un modello non apportabile all'uomo.
Serve solo alle grosse aziende, per avere dei dati validi al fine di commercializzare, sia sulla pelle degli animali, che su quella nostra.
Un animale, per quanto possa essere simile a noi, avra' sempre delle differenze genetiche , del resto se ci pensiamo bene, anche tra stessi individui, abbiamo delle differenzazioni gentiche, che si portano a reagire in maniera differente ad agenti esterni.

Gabriele Martelli 27.03.06 17:36| 
 |
Rispondi al commento

Visto che ci stiamo interessando di biologia....
lancio un link, interessante.

http://www.dipmat.unipg.it/~mamone/pubb/sems/bigi03.pdf

fabrizio guidi 27.03.06 10:05| 
 |
Rispondi al commento

Mi pare di leggere tanto astio e percepire muri invalicabili in questa discussione. Forse il problema è che nessuno si sente di riconoscere che l'uomo può sbagliare, la scienza può sbagliare, e che non esistono verità assolute.
La vivisezione è utile? certo, a dispetto dei miei principi animalisti sono ben contenta che un farmaco testato su cavie possa salvare la vita di..per dire..mia madre, anzichè testarlo su di lei. Ma siamo seri! siamo consapevoli di quante cavie sono state acciecate, torturate, uccise solo per poter scrivere sul nostro shampo "si consiglia di sciacquarsi gli occhi in caso di contatto accidentale con la sostanza"???E siamo consapevoli del fatto che sempre in ogni caso il test finale viene fatto sull'uomo?
La mia triste convinzione è che lo scienziato sia possibilmente animato da un nobile principio,ma chi finanzia il prgetto è animaso solo dal principio del profitto. La sicenza è utile all'uomo? certo che si. Ma,per fare un esempio, qualcuno mi vorrebbe spiegare come explorer su marte sia stata utile a chi ora sta morendo di malattie "incurabili"? E se è stata fatta una scelta in questo senso non è certo di natura morale ma piuttosto economica. E un ricercatore vorrebbe farmi credere che il costo di un laboratori è elevatissimo e tuttavia sostenuto per il bene dell'umanità? No grazie, io non ci credo proprio perchè se fosse più redditizio farci crepare i laboratori non esisterebbero.
Perchè le malattie rare sono sempre senza cura? perchè la cura non avrebbe utilità sociale? o piuttosto perchè investire in un farmaco che non vende non è redditizio?

dlgs 116-27/11/92,cito "Gli esperimenti possono essere eseguiti soltanto quando per ottenere il risultato cercato non sia possibile utilizzare altro metodo scientificamente valido che non implichi l'impiego di animali"

Intanto però la direttiva cee che vieta il commercio di COSMETICI testati su animali è stata fatta slittare al 2013
..ovviamente un gran sacrificio per il bene dell'umanità.

Elena Coch 26.03.06 17:37| 
 |
Rispondi al commento

Diego Beneventi 25.03.06 18:37

Io veramente non ho insultato nessuno e dei lassativi per fortuna non ne ho bisogno.Non ho il cane mi spiace e sinceramente non credo che chi abbia il cane sia da uccidere se lo tiene bene e lo tratta da cane e non da persona.
Io non pongo differenze tra esseri viventi ma certe cose sono inequivocabili.Almeno che tu non voglia paragonare un orso ad un virus ma lì è proprio un altro discorso.
Le pecore se tenute come si deve non soffrono o almeno soffrono molto meno rispetto a cani e scimmie che i tuoi amici vivisezionasti si divertono a pacioccare.
Dici che la ricerca non può andare andare avanti senza sperimentazione animale..e allora io ti ribadisco.Vuoi farla?Allora prendi qualcuno che sia consapevole di quello a cui va incontro e avrai il mio appoggio.Ma se decidi tu per un altro questo non mi sta bene.

Andrea Amadio 26.03.06 00:46| 
 |
Rispondi al commento

cosimina vitolo 25.03.06 13:18

Forse non hai capito cosa intendevo..io sono totalmente contro le pellicce quel video l'ho visto anch'io e ne ho visto uno ancora peggio.Per le pecore purtroppo sai come sono in Cina ma qui in Italia non funziona così anche perchè le pecore non le regalano e se le uccidi per togliergli la lana..è un bello spreco.
Spero di essermi spiegato..e sono decisamente contro la sperimentazione.

Andrea Amadio 25.03.06 14:42| 
 |
Rispondi al commento

Diego Beneventi 24.03.06 23:16

L'uomo non è proprietario degli animali ma ne è custode.
L'unico "utilizzo" che se ne può fare è la nutrizione e,per alcune specie, la compagnia.Per pellicce sperimentazione e quant'altro no.
Per le pellicce esiste la lana come derivato animale indolore o se no il sintetico magari il pile o il cotone o quello che vuoi.Per mangiare volendo se ne può fare a meno ma non vale per tutti.Io sono un vegetariano mancato ma non mi dilungo.Per quanto concerne la ricerca la risposta è semplice.Vuoi sapere come funzionano i meccanismi di contrazione della muscolatura liscia e scheletrica?Vuoi conoscere i segreti del sistema nervoso e delle sinapsi?Si?Allora prendi tua sorella e le fai un po' di anestesia e la apri le dai stimoli elettrici chimici o fisici di altra natura.
Ti darebbe fastidio farlo su tua sorella?Si?Allora perchè devi farlo sul cane?
Ti faccio una domanda..in Cina si mangiano cani e gatti.Ti farebbe schifo mangiarne uno?Eppure non fa male e dicono che non faccia schifo.Perchè non li mangeresti?
Se la ricerca è necessaria allora cambiamo soggetto no?Prendiamo qualcuno che ne sia consapevole.
Sadico?No sono solo obiettivo.

Andrea Amadio 25.03.06 12:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per francesca,puoi andare su www.novivisezione.org.andando su google scrivi cosmetici testati su animali e ti esce tutto quello che vuoi sapere,poi seguendo i link puoi approndire l argomento ciao

cosimina vitolo 25.03.06 10:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oggi e un giorno molto triste per me perche è ufficialmente aperta la caccia alle foche in Canada.Migliaia di piccoli cuccioli verranno brutalmente uccisi.Non so cosa dire...vorrei solo che tutte le torture sugli animali finissero perche non lo sopporto piu.

cosimina vitolo 25.03.06 09:53| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti, sono una studentessa al 5° anno di liceo e sono vegetariana da 2 anni.naturalmente sono contro la vivisezione, perchè non è soltanto fare "scienza", ma è veramente sottoporre degli animali a torture atroci prive di uno scopo scientifico di qualunque genere.per rispondere, i vivisezionisti dicono che gli animali non hanno coscienza di sè, che il progresso della ricerca è per il bene di tutti...BASTA! non vogliamo essere presi in giro! basta torture gratuite! è vero che bisogna pensare alla salvaguardia della specie umana, ma non a scapito di altri esseri viventi, che può essere che non abbiano autocoscienza, ma sono comunque creature degne di rispetto e di una vita "normale".
vorrei chiedere se qualcuno ha un elenco delle case cosmetiche (ecc..) che testano i loro prodotti sugli animali. se è disponibile a mandarmelo via e-mail il mio indirizzo è strawberry.yellow@alice.it
grazie 1000 a tutti...

francesca soatto 24.03.06 21:46| 
 |
Rispondi al commento

Cosimina,
sai qual'è il problema?
E' che tra un po' i provivisezione o i vivisezionisti ti dicono che se prendi a cuore i sentimenti degli animali devi prenderti a cuore anche quando ti sbucci un ginocchio perchè muoiono le cellule della pelle..

Andrea Amadio 24.03.06 19:29| 
 |
Rispondi al commento

Stiamo andando un po fuori tema,l argomento animali comunque e molto vasto anche perche l uomo lo sfrutta in tutti i modi.Non sono vegetariana ma non accetto gli allevamenti intensivi perche questo e causato dall enorme consumo che ne fanno le persone.Siamo abituati a mangiare carne ogni momento quindi secondo me e meglio calmarsi un po ed e

cosimina vitolo 24.03.06 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Diego Beneventi 23.03.06 23:43

Diego,
come tutti i politicanti messi alle corde tiri fuori altre cose.
Che cosa c'entra ora allevamenti , batteri (?) e piante con la vivisezione?Niente, e sono stato riduttivo.
Io so solo che c'è qualcuno che utilizza la vita altrui per trarci guadagno..molto peggio della Marchi della quale ci si indigna o di scandali Parmalat ecc..lì almeno non muore nessuno.
Chi pratica vivisezione è molto peggio di un macellaio e ti spiego perchè.
La legge della natura prevede una cosa che si chiama CATENA ALIMENTARE.L'uomo, essendo onnivoro, si nutre sia di carne che di vegetali.
Si può togliere la carne, almeno chi può, poi se vuoi togliamo anche i vegetali e ci nutriamo di pietre e sassi.Vicino a casa mia fanno della malachite ai ferri che è ottima..ma dai non spariamo cavolate.
Non so tu cosa sia se biologo o spazzacamino ma dovresti sapere cosa sono batteri e virus.
E' vero per CURARE si utilizzano i prodotti della sperimentazione animale ma io penso che purtroppo quello che è fatto è fatto e almeno non bisogna rendere inutile il sacrificio forzato di altri animali.Poi cosa bisognerebbe fare lasciare morire tutti?Compresi umani?
Io metterei un basta!Da oggi non si usa più questo tipo di ricerca e quindi tutto ciò che sarà di uso clinico non sarà "contaminato" dal sangue di altri innocenti.
Il problema che per colpa di chi come te reputa gli animali come oggetti diventa difficile fare queste cose e mi spiace.

Andrea Amadio 24.03.06 14:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

beh ragazzi se io fossi il dio di tutto questo mi vergognerei.Tra un po iniziera la caccia alle foche e sara un altro massacro,in cina ogni giorno vengono scuoiati milioni di animali tra cani,gatti,pecore,lupi e chi piu ne ha piu ne metta,anche il detersivo,i saponi per l igiene personale,i cosmetici ed altro ancora sono testati su animali.E dio in tutto questo dove e andato a finire?si e nascosto dalla vergogna...

cosimina vitolo 24.03.06 10:46| 
 |
Rispondi al commento

Diego,
non hai capito.Chi gioca a fare Dio non è chi sperimenta sugli animali ma è chi gioca a pacioccare le strutture del dna per varie ragioni.Una è stata quella di far nascere un topo senza pelo e con le rughe..bello vero?
Chi fa vivsezione non gioca a fare Dio ma il boia.Perchè?
Perchè prelevare sangue dal collo del beagle non gli fa bene..fa MALE.MALE=SOFFERENZA=MORTE.
Io non me la sento di sacrificare una vita per fare star meglio la mia..mi spiace non me la sento.
E non avrei nemmeno il coraggio di iniettare una sostanza velenosa tossica chiamala come vuoi nel cordpo di qualcuno per vedere l'effetto che fa..non scherziamo neppure.
Cazzo voglio fare il veterinario per salvarla la vita agli animali o per fare in modo che la loro qualità della vita sia migliore.Potessi toglierei la stabulazione fissa delle vacche ma non si può.
Non esiste "meglio un uomo che cento criceti" ma proprio non esiste.
Ripeto che il metodo della maggioranza non funziona specie per discorsi etici.Vedi euttanasia ecc..

Andrea Amadio 23.03.06 23:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un farmaco che induce sull'uomo effetti che non si erano osservati sulle cavie da laboratorio lo fa' NONOSTANTE i test sugli anomali, non A CAUSA di questi.
La multinazionale farmaceutica è proprio furba: usa cavie che dimostrino il buon funzionamento di un potenziale agente farmacologico ben sapendo che sull'uomo questo avrà effetti scarsi, nulli o addirittura infausti. Infatti i suoi profitti li fà testando i farmaci, non vendendoli, no?
E' così che funziona, immagino: altrimenti che convenienza avrebbe il ricercatore a produrre farmaci fallaci! Certo i finanziamnetni arriveranno a pioggia sulla testa di quel maneggione truffatore da laboratorio che causerà il malessere o magari la morte di un buon numero di potenziali clienti dei suoi potenziali datori di lavoro...
Ma forse, rileggendo quello che ho appena scritto, tutta questa teoria dei dati aggiustati e dei trials fasulli mi sembra un tantino illogica, quasi sconclusionata. Ma sicuramente sbaglio...
No! Ci sono! Il problema vero è la morte di quei poveri esseri viventi... Ma, un momento: tutto quello che mangiamo era in effetti un essere vivente, e quello che indossiamo pure lo era, oppure il suo smaltimento causa la morte o il malessere di molti esseri dotati di vita... Allora è la sofferenza delle cavie, il problema! Ma non soffrono anche gli animali che da sempre l'uomo fa' lavorare al posto suo, che macella, o che tiene in cattività forzata, umiliati e sfruttati a volte solo per egoistici e assurdi motivi di COMPAGNIA?
E le piante? Il nostro cibo d'elezione. Sono solo un ornamento nelle nostre orribili città, o case: per obbligarla a crescere in un ambiente tanto innaturale persino l'erbaccia ha bisogno di cure continue (conoscete nessuno che coltiva canapa?)!
Persino i batteri sfruttiamo, e ne ricaviamo cose in effetti inutili, come alchol, yogurt, formaggio...
La verità? La vivisezione è BRUTTA, quindi eliminiamola: è l'unica soluzione.

Diego Beneventi 23.03.06 23:43| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, ma con che coraggio dite di non sapere nulla di biologia o medicina e contemporaneamente chiedete con forza di abolirne una parte fondamentale?
Ma forse avete ragione: sempre meglio di chi vuole l'eliminazione della ricerca sugli animali, sempre senza conoscenze biologiche, perchè ha esaminato rapporti statistici sull'applicazione di alcuni medicinali, di cui non sa' assolutamente niente, perchè questi rapporti non coincidono con i dati raccolti durante la sperimentazione sugli animali, svolta preliminarmente su TUTTI (TUTTI, cioè TUTTI. Intendo TUTTI) i farmaci.
E a voi chiedo ancora : DAVVERO vorreste che i farmaci, dopo un trial su colture cellulari (già attualmente effettuato su TUTTI=TUTTI=TUTTI=TUTTI i medicinali), passassero DIRETTAMENTE al test sull'uomo?
Quando avrete un abbozzo d'idea sulla struttura e sul funzionamento di un organismo, poi, magari si potrà discutere con cognizione di causa sul perché si debbano usare organismi interi e funzionanti per poter comprendere come questi funzionano. E sul perché capire il funzionamento degli organismi possa essere utile quando si cerca di prolungare la vita dell'uomo.
Chi studia biologia, sperimentando su animali, gioca a fare dio? Allora chi vuole imporre la sua morale sugli altri, a dispetto dei principi etici convenzionalmente accettati dalla società in cui vive, a che gioco vuole iscriversi? Viva le culture totalitariste religiose, allora! Ma non credo che il burka sarà mai di moda, in europa... O almeno lo spero!

Diego Beneventi 23.03.06 23:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

cosiminavitolo 23.03.06 10:18
NOn la sapevo questa cosa..il fattore di crescita nervosa potrebbe trovare applicazione nella ricerca sulle staminali..ribadisco.
E infatti negli altri paesi si sta cercando di sperimentare da questo punto di vista ma ancora nulla..è difficile testare sull'uomo in tutti gli Stati.
Che le cose siano cambiate non ne avevo dubbio..basta pensare al ritalin per i bambini iperattivi o ai vari vaccini stagionali inutili e te lo dice uno che ha visto una nonna di 74 anni andarsene per l'influenza nonostante vaccini e richiami e un'altra prendersela 2 volte una più forte dell'altra.E non sono le uniche anche tanta gente non ha avuto benefici e anzi sono stati più gli effetti collaterali dei benefici..per non parlare di aviaria e quant'altro.
Ciao!

Andrea Amadio 23.03.06 18:50| 
 |
Rispondi al commento

vi rendete conto a cosa siamo arrivati prima distruggiamo la natura e ci provochiamo nuove malattie e poi uccidiamo gli animali tra immani sofferenze per curarci da queste malattie
"una foresta ci ha preceduto un deserto ci seguirà "

anna santinelli 22.03.06 22:22| 
 |
Rispondi al commento

Marco Melis 22.03.06 02:30

Sinceramente dal punto di vista medico scientifico posso parlare poco.So solo che studiando le varie specie (spero sia giusto non me lo ricordo mai) ho scoperto che ogni animale è completamento diverso dall'altro.A partire dagli organi più semplici come la lingua per esempio per andare a quelli più complessi come può essere per esempio la milza o lo stomaco basta pensare alla differenza tra ruminanti e carnivori.Per non parlare del microscopico che anche lì si vedono differenze più o meno grandi.Poi tra noi e i topi per diverse cose c'è un abisso come per esempio i globuli bianchi.
Ho evidenziato il post del'etica..bè ognuno può pensare quello che vuole ma non può paragonare ANIMALI a BATTERI e VIRUS..oltretutto sono tre regni diversi se non sbaglio.I virus poi sono singole cellule ed è inutile ricordarlo ad un chirurgo.
Poi basta le solite menate del "la maggior parte della gente la pensa così".Uno perchè non lo si può sapere e due perchè non è un deterrente.Tanti vorrebbero vedere Berlusconi di traverso ma se qualcuno lo uccidesse..non avrebbe fatto una bell'azione.La persona è intelligente la massa è una mandria di gnu spaventata dai leoni.
Mi piace il discorso delle medicine ma mi piacerebbe anche che qualcuno dicesse che molte medicine sono state sperimentate sui prigionieri dei campi di concentramento tedeschi..quello non lo dice nessuno ma io animalista devo rinunciare a comprare i medicinali testati su animali (giusto e infatti ho smesso di prendere tutto) mentre chi animalista non è può prendersi sia il testato sgli animali che sull'uomo..ma non era più importante l'uomo?Che etica!

ps. ma se scrivere sul blog è una perdita di tempo o una grande distrazione ora non ricordo..che ci scrivi a fare?Non voglio che smetti ma non mi piace la gente che proclama di emularsi per il bene (?) altrui.

Andrea Amadio 22.03.06 21:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

6 uomini in gran bretagna sono in pericolo di vita a causa del tgn1412,e un farmaco studiato per il trattamento,tra l altro,della leucemia e dell artrite reumatoide.I test sugki animali non avevano preannunciato niente di cio che e successo...ma naturalmente si tratta di un evento insolito.Questi uomini volontari che venivano pagati 150 euro al giorno(in tutto 8 e in sane condizioni di salute)ma solo 6 hanno assunto la nuova molecola e due placebo.Attualmente preoccupano soprattutto 2 dei 6 volontari mentre gli altri 4 benche la loro situazione resta comunque critica,mostrano segni di miglioramento,assicura Ganesh Suntharalingam,direttore del reparto di cure intensive dell ospedale londinese.fonte veganlink.Si continua a sperimentare sugli animali poi sulle persone sane e se tutto procede bene anche sui malati ma il risultato della sperimentazione e sempre lo stesso cioe SBAGLIATO.Continuero ad essere contro la sperimentazione per tutta la vita snza farmi impressionare da quei discorsi scientifici che fate.Non trovo giusto togliere uno scimmiotto nato da 2 giorni alla sua mamma per farlo vivere 9-10 anni da solo rinchiuso in una gabbia solo per vedere la reazione psicologica oppure oppure provocargli shock emorragico,ischemia stati di ipossia prolungata,sofferenza celebrale e chissa quali altre sevizie.Piu che ricerche scientifiche sembra la lista di tutti i traumi possibili che l uomo e in grado di infliggere agli esseri viventi.Il tutto e come sempre,reso ancora piu drammatico dal fatto che i ricercatori sostengano che la sofferenza inflitta agli animali sia poca o nulla e che il ministero sia d accordo.ciao

cosimina vitolo 22.03.06 19:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

(Per Luca 4)
INTERESSI LEGATI ALLA VIVISEZIONE
potremmo lasciare da parte il fatto che io faccia o meno vivisezione? Non aggiunge nulla alla discussione. Personalmente non pretendo di avere nessun merito ne demerito per il fatto di non fare vivisezione; semplicemente non lavoro in quel campo.
Esistono sicuramente gruppi di ricerca che praticano sperimentazione animale, e che ricevono contributi per questo. Non ci vedo nulla di strano. Vorrei solo davvero mi credessi su questo punto, la vivisezione non e’ particolarmente "di moda", e’ piu’ facile ottenere contribute con biologia molecolare, studi del DNA e cosi’ via.
Ottieni piu’ soldi e spendi anche di meno (secondo te cosa costa di piu’, mantenere delle culture cellulari o uno stabulario?)

OK, spero sia l'ultima volta che scrivo, peccato non poterci confrontare di persona. La discussione comunque e' sterile (nessuno cambia idea) e il blog ruba troppo tempo.
Nei prossimi giorni saro' fuori sede, sara' una buona scusa per non leggere questo blog!
Un cordiale saluto.

Marco Melis 22.03.06 02:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

(Per Luca 3)
ETICA DELLA VIVISEZIONE
Quello di cui maggiormente accuso gli animalisti e’ la mancanza di coerenza. Gli stessi animalisti non mettono su uno stesso piano tutti gli animali. Stranamente nessuno difende i diritti di pesci, rettili, insetti e cosi’ via fino ad arrivare ai batteri e ai virus. Come ho gia scritto non ci sono rigide separazioni tra le classi animali, e se accettiamo questa uguaglianza dobbiamo in un’ultima analisi porci sullo stesso piano dei batteri.
I casi sono due, o accetti questo paradosso o semplicemente sposti ad un livello inferiore (e in modo totalmente arbitrario) la separazione tra esseri “uguali” ed esseri inferiori (ne piu’ ne meno come quelli che arbitrariamente ritengono gli uomini superiori agli animali).
Vorrei ancora che mi spiegassi in base a cosa ti reputi superiore a un moscerino. Non mi dire in base all’intelligenza, autocoscienza o percezione del dolore perche’ questi sono comunque criteri molto soggettivi, e ancora una volta puramente arbitrari.
Al di la di questi sofismi, ancora una volta ribadisco, la gran parte della gente ritiene che l’uomo sia superiore agli animali.
Sempre a proposito di coerenza: per favore non entrate piu’ in una farmacia o in un ospedale, dove troverete solo cure basate su quella che ritenete falsa scienza, e comunque derivanti dalla sperimentazione animale. E’ troppo comodo dare degli assasini ai ricercatori e poi prendersi l’aspirina quando si ha il mal di testa. Cominciate aboicottare quei truffatori delle case farmaceutiche, non comprate piu’ farmaci.

Marco Melis 22.03.06 02:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

(Per Luca 2)
Come potrai capire e’ facilissimo trovare risultati contrastanti in medicina, e questo non vuol dire che tutta la ricerca e’ da buttare, ma solo che il campo e’ molto difficile. Tutto questo e’ vero anche nella sperimentazione animale.
TUTTO QUESTO PER DIRE CHE CITARE RISULTATI CONTRASTANTI A RIPROVA DELL’INUTILITA’ DELLA SPERIMENTAZIONE BIOLOGICA DENOTA SOLO SUPERFICIALITA’ E IGNORANZA. Se tu hai dei metodi di ricerca migliori fatti avanti e sono sinceramente sicuro otterrai il Nobel.

Dimenticavo, mi chiedevi dei numeri. Io non so che numeri darti, mi limito a fare pochi esempi di quello che la ricerca ci ha dato in questi ultimi pochi anni.
Trapianti di fegato da vivente.
Nuovi potenti chemioterapici (ad esempio i tumori del colon metastatici al fegato, cioe’ quelli in stadio piu’ avanzato fino a dieci anni fa morivano tutti, adesso sono curabili fino al 20% dei casi con chemio + chirurgia)
Nuovi farmaci che “riconoscono” le molecule a cui legarsi. L’Herceptin aumenta la sopravvivenza dei tumori della mammella Her2 (+), legandosi e inibendo una proteina responsabile della proliferazione cellulare.
Tecniche chirurgiche microinvasive. Moltissimi interventi nell’addome vengono fatti per via laparoscopica. L’esempio piu’ eclatante la colecistectomia. Dieci anni fa si stava in ospedale per 5 giorni se ti andava bene, oggi si fa in regime ambulatoriale.
Potrei continuare ma non ne ho voglia, ma ti prego non dirmi che la ricerca non ci porta da nessuna parte.
A proposito, il progresso crea nuove malattie? Puo’ darsi, ma la vita media e’ piu’ lunga nei paesi progrediti. Gran parte delle malattie con cui ci confrontiamo oggigiorno poi sono dovute a fumo, alcohol e alla mancanza di moto, a una dieta sbagliata, piu’ che agli inquinanti ambientali. Non voglio dire che non c’e’ da migliorare l’ambiente (anzi!!), vorrei solo inquadrare le cose con una luce piu’ obiettiva.

Marco Melis 22.03.06 02:29| 
 |
Rispondi al commento

(Per Luca 1)
Caro Luca,
mi sembra che stiamo focalizzandoci su tre punti, che sono 1. utilita’ della sperimentazione animale e clinica, 2. etica della vivisezione 3. interessi legati alla sperimentazione.
UTILITA’ DELLA SPERIMENTAZIONE ANIMALE
La ricerca medica e’ particolarmente difficile e irta di trabocchetti, sia in campo animale che clinico, questo perche’ in campo biologico e’ intrinsecamente impossibile ottenere risultati costantemente riproducibili. In campo clinico il gold standard e’ costituito da trial multicentrici randomizzati, ma anche questi hanno grossi limiti.
Ad esempio vari trials hanno dimostrato che in persone che hanno un infarto la sopravvivenza piu’ alta si ottiene con una rivascolarizzazione precoce (cioe’ angiografia e stent coronarici) piuttosto che basandosi solo su un trattamento medico. Recentemente un nuovo trial, altrettanto ben studiato e ben condotto sembra dimostrare che questo non e’ vero (N Engl J Med 2005). Cosa fare di questi risultati? Vuol dire che fare ricerca medica e’ del tutto inutile? In realta’ bisogna continuamente ri-interpretare tutti i dati disponibili e vedere se questi risultati possono essere stati influenzati da altri fattori, come: etnia, sesso ed eta’ dei pazienti, altre malatie associate, tipo di ospedale in cui erano ricoverati, esperienza dei medici che hanno eseguito gli interventi, tipi di strumentari usati, quale e’ stata la terapia medica utilizzata nei bracci di controllo e cosi’ via. Insomma, non e’ un problema semplice, e la verita’ e che procediamo a tentoni, cerchiamo di imparare dagli errori precedenti, cerchiamo di capire quale terapia puo’ essere piu’ giusta per classi sempre piu’ definite di pazienti piuttosto che cercare una terapia che vada bene per tutti.
Sapevi ad esempio che i diuretici funzionano meglio sui neri che sui bianchi per il trattamento dell’ipertensione arteriosa, mentre gli inibitori dell’ACE funzionano meglio sui bianchi.

Marco Melis 22.03.06 02:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per marco melis (3):...deciso di riscrivere, così le persone che leggono questo blog si faranno un'idea delle argomentazioni a sostegno della vostre idea di scienza medica. vedi, da sempre, non capisco come mai, chi va contro l'idea dominante si sente, come è giusto, in dovere di fornire dei dati, delle cifre, a sostegno della propria tesi. Così è successo negli stati uniti a chi ha contestato il potere per la guerra o per le leggi sull'ambiente, così è successo in italia per chi ha contestato il governo per la tav o il ponte sullo stretto. si è contrari e si forniscono cifre che spieghino le ragioni di una posizione contraria. chi invece di tale idea dominante è sostenitore, alle cifre risponde con le frasi fatte, con i luoghi comuni, o talvolta con il silenzio. quante volte ho sentito, tra le poche occasioni in cui un vivisettore si è voluto abbassare a rispondere a qualcuno che chiedeva i conti, una perifrasi delle solite "meglio un topo o un cane che un bambino", o "mamme, preferite che vostro figlio faccia da cavia?". balle. a cifre rispondete con cifre, e se avete ragione lo si vedrà. ti consiglio la visione della puntata di report dedicata al'argomento, già citata mille volte in questo blog: gli antivivisezionisti parlano con in mano grafici, i vivisezionisti con le mani in tasca, o non parlano quando messi alle strette, come la montalcini. dite di essere scienziati? e allora da scienziati difendetevi, e mostrate numeri che contraddicano e smentiscano quelli prodotti dai vostri contestatori, o se non avete numeri chiedete scusa e ammettete di aver seguito una dottrina sbagliata perché quella sola vi è stata insegnata, senza aver troppo riflettuto se ce ne fosse una migliore.

luca moreschini 21.03.06 21:07| 
 |
Rispondi al commento

per marco melis (2): ...di vivisezione, è che non rispettano l'unico requisito essenziale comune ad ogni campo della ricerca sperimentale, e cioé la riproducibilità. l'avevo già detto in questo blog a tale andrea faedo, il quale non avendo nulla da rispondere ha ben pensato di tacere. un esperimento degno di tal nome deve poter essere riprodotto nelle stesse condizioni da altre persone in un altro luogo, e dare gli stessi risultati, cosa che non accade per ccellenza negli esperimenti su animali, i quali rispondono nei modi più disparati, rendendo la letteratura in proposito un vero e proprio (e triste, perché creato sulla pelle degli altri) arzigogolo.
2-l'etica è personale, quindi se consideri giustificato uccidere animali per salvare uomini nessuno ti può contestare. tuttavia, dal momento che si dimostra che, oltre ad uccidere animali, a causa di questo modo insulso di fare ricerca ci lasciano le penne anche degli uomini, direi che la tua etica fa acqua da tutte le parti...
3- il fatto che non faccia vivisezione tu in prima persona non è un merito. lo sarebbe se avessi scelto di non farla, mentre nel tuo caso mi pare che tu non la faccia perché così ha scelto il destino, dal momento che, pur essendo nel campo clinico, la appoggi apertamente. il fatto che un centro con un sacco di soldi possa poi rinunciare a far vivisezione è una vera e propria stupidaggine. gran parte (dovrei dire tutti forse) di quei soldi il Lee Moffit non li prenderebbe se assumesse una posizione chiara in favore di una scienza orientata a metodi alternativi e per una completa abolizione della vivisezione. anche qui non ci vuole un medico, basta guardare il giro d'affari delle associazioni che, ad esempio in italia, ricercano con i metodi "standard", rispetto a quelle che dichiarano apertamente di rifiutare la sperimentazione animale. a chi vanno, per dirne una, i soldi del famoso telethon secondo te?
per chiudere, sempre seguendo il tuo ordine, ti dirò che sono davvero contento che tu...

luca moreschini 21.03.06 20:44| 
 |
Rispondi al commento

per marco melis: visto che ti sei dato la pena di rispondere, mi darò la pena anch'io, andando nell'ordine dei punti che hai seguito tu.
1-i successi della ricerca medica basata sulla vivisezione sono a dire il vero molto pochi, ancora meno se comparati agli insuccessi e alle catastrofi che ha provocato. per affermare questo non c'è bisogno di un medico, basta uno studente del secondo anno di statistica che abbia voglia di raccogliere un po' di dati. questo lo sanno bene i sostenitori della vivisezione in primis, i quali già innumerevoli volte tali dati hanno tentato in tutti i modi di manipolare (vedi il caso del vaccino antipolio, tanto per citarne uno...). non sempre però i dati si riescono a manipolare, e chi ha voglia d'informarsi può sapere, ad esempio, che il cancro è in continuo aumento (cancro infantile e giovanile compreso, altro che vecchi, come dicevi tu in un comment precedente...). la ricerca clinica e molti altri (nemmeno più tanto nuovi) metodi alternativi, con soldi infinitamente inferiori hanno ottenuto risultati infinitamente superiori. qualche informazione utile si può ottenere? anche mettendo una scimmia su una barca a vela qualche informazione si può ottenere, ma questo non significa che sia il modo più intelligente per studiare il moto dei venti. per quanto riguarda la tossicologia il discorso è poi ancora più ridicolo. i vivisettori si difendono dicendo che i morti dovuti a effetti collaterali "imprevisti" di un medicinale devono la loro morte ad una sperimentazione "insufficiente", ma fingono di non sapere che, anche quando (e non è sempre il caso) tali effetti avrebbero potuto effettivamente essere rivelati dalla sperimentazione animale, ciò avrebbe richiesto dosaggi di medicinale anche centinaia di volte superiori a quelle previste per un uomo (vedi il caso del talidomide per le gestanti), rendendo di fatto infinito il numero di prove necessario per dare la sicurezza di innocuità. il punto debole grande come una casa delle "ricerche"...

luca moreschini 21.03.06 20:22| 
 |
Rispondi al commento

mi servono delle statistiche su decessi causati dalla aperimentazione animali piu che altro numeri di morti grazie.Se qualcuno per caso o per mestiere avesse delle informazione sull argomento scriva sul blog o direttamente sulla mia posta elettronica cosiminavitolo@tiscali.it

cosimina vitolo 21.03.06 16:26| 
 |
Rispondi al commento

perchè in alcuni organismi è diviso in tre camere e in altri in quattro?

Diego,
la divisione del cuore in tre setti in alcuni animali ha già la sua spiegazione.Se per questo ci sono organismi che hanno il cuore diviso in due sole cavità e in altri è un vaso pulsante.
Io non miritengo più che animalista dico solo che le differenze tra le specie sono altissime e non si possono ottenere risultati validi al 100%.
Ci sono diverse composizioni del sangue e anche degli organi.
L'organo più eclatante secondo me è la milza..diversa in tutte le specie perchè svolge ruoli comuni ma ha un'importanza molto diversa e in altri svolge altri ruoli aggiuntivi.
Vuoi parlare della ricerca farmaceutica?Tu dici di ricercare un organismo simile all'uomo..bene qual'è?Come si fa a stabilire?
Si prende sangue di qua tessuto di là e si analizza..immagino che l'animale sia strafelice di farsi torturare.Poi magari non esiste, gli stessi primati sono diversi, e allora via di genetica a cercare il mostro.Allora qua spunta un'altra cosa..se con le staminali si riuscisse a ricreare un SNC completo non va bene ma mettersi a giocare a fare DIo va meglio?Non credo.
Parlando di etica si possono dire tante cose ma il problema di fondo è sempre questo e cioè che io gli animali li considero organismi uguali al mio che provano dolore e sentimenti come posso provarli io tu, Marco e altra gente li considerate come cose su cui fare esperimenti su cui indagare non meno di una roccia.
Ma chi l'ha deciso che siamo noi la classe più intelligente e dominante?Nessuno.

Andrea Amadio 20.03.06 22:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per marco melis, il quale, per la gioia di tutti ma dolore mio, ha per qualche tempo smesso di scrivere su questo blog, aggiungo questo breve commento, di tre brevissimi punti. in primo luogo ti consiglio di smetterla, come altri prima di te, di considerare tutti gli antivivisezionisti come ignoranti a priori. ripeto a te, come ad altri al quale forse non è chiaro, che sebbene la gran parte degli animalisti siano degli ingenui, il che rappresenta una rovina per il movimento, non siete gli unici a fare ricerca, e che fortunatamente c'è chi la fa più intelligentemente di voi. in secondo luogo la tua fissa che l'uomo è al di sopra di tutto e che milioni di animali non valgono la vita di un uomo è un'opinione tua che, per stupida (secondo me) o intelligente (secondo te) che sia, non ha niente di scientifico, quindi la tua posizione di ricercatore non ti dà nessun credito particolare nel momento in cui la affermi, e vale quanto l'opinione di un qualsiasi uomo della strada. infine evita di spacciarti per un povero chirurgo assolutamente disinteressato e distaccato dagli interessi economici: l'associazione per cui lavorerai, la Lee Moffitt, è eccome finanziata con fondi riservati alla sperimentazione animale, altrimenti dicasi vivisezione. cari saluti.

luca moreschini 20.03.06 16:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non per mancata voglia di replicare, ma solo perche' ho ritrovato questo link, dove sono riportati alcuni esempi un po' piu' precisi di quanto potrei fare al momento....

http://www.antivivisezione.it/sperimentazione_approf.htm

interessanti in particolare sono gli articoli:

- Gli esperimenti sugli animali: una tecnologia fallita

- La vera storia delle scoperte biomediche

- La ricerca scientifica biomedica e la sperimentazione animale

- La sperimentazione animale è dispendiosa e inattendibile

fabrizio guidi 20.03.06 10:48| 
 |
Rispondi al commento

Regolamentare rigidamente sì, abolire no (per me).

Diego Beneventi 17.03.06 23:18
Cosa intendi per regole rigide?
Da come parli mi sembri un biologo..sbaglio?
Con le staminali si potrebbero ricreare dei tessuti da mettere dove mancano..come le interruzioni del midollo che provocano la paralisi.Ricostruire un sistema nervoso centrale è impossibile e con questo ultimo referendum sarà impossibile proprio fare qualcosa con le staminali.
Molti non sarebbero daccordo ma questa è la conseguenza di avere radici cattoliche e del ragionare col cervello del papa che certo non brilla per sapere scientifico.
Noi mammiferi siamo tutti diversi poi è vero ci sono delle cose che ci accomunano ma le differenze sono troppe.Addirittura come accennva già qualcuno a livello del cuore siamo diversi, addirittura il naso è diverso.
Non riesco a capire perchè si devono sacrificare delle vite che NON valgono meno delle nostre per ampliare la nostra sete di conoscenza.Questo non lo capisco e non lo capirò.

Andrea Amadio 18.03.06 14:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Marco Melis 18.03.06 01:03

Io non mi ricavo le informazioni da siti internet perchè studio veterinaria e le informazioni le posso prendere dal mio corso di studi.
Ad oggi presto servizio in un canile ma ho prestato servizio anche in un oratorio e in un ospedale pediatrico oltre ad essere entrato come visitatore ci sono stato anche ricoverato in tempi non molto lontani e vi ho anche prestato servizio.Ho parlato con chi ha un bambino malato anche fra amici e conoscenti.
Tu invece cosa fai?
Spero che almeno a tanto parlare seguano i fatti se no è tutta aria fritta.

Andrea Amadio 18.03.06 14:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non si sà affatto abbastanza su muscolo e sinapsi.Anzi,proprio adesso si incomincia a capire come funzionano fisicamente,integrando i dati raccolti con metodologie classiche e moderne(studi di singola molecola o nanotecnologie;sistemi legati a ottica,cioè laser,e elettromagnetismo,cioè risonanze magnetiche...).Esempio utile anche per Fabrizio:la fisiologia ha previsto l'esistenza dei canali ionici di membrana responsabili della conduzione nervosa prima che fosse possibile studiarli singolarmente,e ne ha spiegato il funzionamento fisico estrapolando buone stime sulla loro cinetica:grazie a questi studi è stato possibile non solo sapere cosa cercare,ma anche sviluppare le tecnologie necessarie per farlo(patchclamping,che ora si può fare su substrati ricostruiti,cioè non obbligatoriamente estratti direttamente da animali).
La tossicogenomica inoltre esiste proprio perché si è sperimentato su animali,e,come la genomica e la proteomica in genere,è di fatto una banca dati.Questi strumenti sono legati all'esistenza di una internet universalmente diffusa,quindi esistono da pochi anni,e sono in fase di costruzione:senza continuare la ricerca sugli animali sarebbero del tutto inutili perché pesantemente incompleti.
La sperimentazione su cavie non può essere sostituita da quella sulle staminali,perché un organismo è enormemente più comlesso di una singola cellula,di un singolo tessuto,anche di un singolo organo.Le diverse risposte ai farmaci/veleni sono proprio una dimostrazione di questo;diversa specie vuol dire diverse strategie adattative a diverse condizioni ambientali.Si potrebbe vedere addirittura un valore aggiunto in queste differenze,nella ricerca di base,perché aiutano a capire il disegno comune;voglio dire perfezionare quei modelli che portano anche a ridurre la sperimentazione su animali,e già adesso è necessario sacrificare molti meno animali per singola ricerca,grazie allo sviluppo MIRATO di tecniche nuove.
Regolamentare rigidamente sì, abolire no (per me).

Diego Beneventi 17.03.06 23:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Diego,
il modello animale oggi si può soppiantare con la tosicogenomica..confermi?E perchè non viene usata?Perchè ha un costo..e questo per provare la tossicità.
Mi sembra che invece di muscoli e sinapsi si sappia abbastanza oggi senza andare a distruggere altri animali.
Tutte le malattie riprodotte sugli animali sai meglio di me che sono indotte..mi ricordo ancora adesso a distanza di qualche anno di un esperimento eseguito su di un topolino in cui era stato indotto un ictus (con le pinze) per vedere come si comportava con certi stimoli..ma scherziamo?
Ogni animale ad una malattia risponde in maniera diversa e non tutti gli animali hanno le stesse malattie.Tu hai mai preso il cimurro?Hai mai visto un cane col morbillo?E un topo con la varicella?
Anche solo i tumori sono provocati sui topi..
Vogliamo curare malattie come la sclerosi multipla?Allora si dovevano legalizzare gli esperimenti con le cellule staminali..invece si preferisce torturare i beagle.
Mi piacerebbe vedere un pro-sperimentazione sugli animali in un laboratorio di ricerca.

Andrea Amadio 17.03.06 21:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Basti vedere i 5 casi di deformazioni craniche su quei poveri inglesi.Hanno fatto da cavia per 3 mila ,euro per un medicinale ,mi sembra un anti- infiammatorio,che sugli animali non aveva dato nessun effetto del genere...

fabrizio deiana 17.03.06 14:29| 
 |
Rispondi al commento

Continuo a non capire cosa c'entri tutto questo con lo studio di muscolo e sistema nervoso. Certo che la vitamina c la producono praticamente tutti tranne i primati, e i topi atimici, ad esempio, sono prodotti apposta per avere una cavia priva di difese immunitarie (di solito sono usati per impiantare tumori di origine umana). Ma ancora queste diversità metaboliche e immunitarie non influiscono sul funzionamento del muscolo striato: è uguale in tutti i vertebrati, con variazioni soltanto nell'isoforma delle proteine coinvolte (adattamenti ambientali: un animale che vive nell'acqua non ha bisogno di molte fibre lente, quelle cioè necessarie alla postura, o meglio ad equilibrare la forza di gravità; altre variazioni sono dovute ad adattamenti climatici: le proteine responsabili della contrazione devono funzionare ugualmente bene sia per animali che vivono a temperature molto basse che molto alte, con conseguente diversità di energia libera disponibile...). Tessuto nervoso: le sinapsi chimiche (connessioni fra cellule nervose o fra queste e altri tipi di cellule eccitabili) hanno lo stesso meccanismo di funzionamento in tutti gli animali che le presentano (insetti compresi), e a livello di sistema nervoso l'integrazione del segnale (come si combinano stimoli eccitatori e inibitori) ha sempre la stessa meccanica...
Insomma: mi spiace ma NON è vero che il modello animale sia inattendibile, irriproducibile o non correlabile all'uomo. Le differenze sono spiegabili come variazioni di un modello per lo più comune, la cui decifrazione è la meta della ricerca biologica. D'accordo sui test di tossicità e affini, ma anche qui: davvero voi testereste direttamente farmaci e veleni sull'uomo?
Tutto quello che leggo qui non riesce proprio a convincermi che la sperimentazione su animali vada abolita in toto; regolamentata in modo più rigoroso sì, abolita no.
(Scusate gli esempi pratici un po' tecnici, ma altrimenti qui sembra sempre di parlare di aria fritta!)

Diego Beneventi 17.03.06 02:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La notizia di oggi per quanto riguarda i test di quel medicinale contro la leucemia effettuato in un laboratorio inglese avvalora la mia tesi secondo la quale sperimentare sugli animali è inutile.
Hanno sperimentato questo farmaco su 5 volontari pagati 2000 sterline l'uno se non sbaglio..e questi ora stanno per andare all'altro mondo perchè non sanno curarli..non hanno mai visto una reazione del genere.Io spero che si salvino ma date le premesse credo ci siano poche speranze.
Questo farmaco è stato prima testato su animali e su questi ha funzionato benissimo..però non siamo nemmeno tutti uguali.
Basta pensare che nel corpo umano il numero di granulociti è superiore al numero di leucociti..e invece nei roditori no e queste due cellule agiscono in maniera diversa.
Bisogna evitare di farsi prendere per il culo..soprattutto quando a pagare è qualcunaltro che nessuno può permettersi di definire come inferiore.
Se volete fare qualcosa in lombardia c'è un centro che recupera animali da laboratorio come beagle, conigli, cavie, ecc..se avete la possibilità prendetene uno.
Sono animali però difficili che vanno seguiti e che verranno seguiti per unpo'.
Se no se volete il cane ma non così impegnativo si può sempre optare per il canile..anche lì c'è bisogno e credo sia meglio prendere un cane al canile piuttosto che fare i vegetariani e prendere lo yorkshire da 2500 €..le ho già viste queste cose.
Buonanotte!

Andrea Amadio 15.03.06 23:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forse ieri mi sono espressa male:SONO CONTRO LA SPERIMENTAZIONE IN TUTTE LE SUE FORME! Infatti sto racogliendo firme per la Campagna promossa dai Medici Internazionali per una ricerca senza animali e ne ho acquisite quasi 150.
Il mio commento voleva puntare il dito non solo sulla sperimentazione clinica MA ANCHE su tutte le altre forme di sperimentazione : alimentare, cosmetica, igienico sanitaria, ecc.
Ritengo la VITA sacra,in tutte le sue forme e penso che l'uomo non abbia nessun diritto di compiere le atrocità che sta commettendo.

gabriella biagini 15.03.06 13:21| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo a tutti coloro che parlano di SPERIMENTAZIONE e la giustificano facendo leva sulla salute umana.La sperimentazione clinica utilizza una bassima percentuale degli animali utilizzati, la stragrande maggioranza finisce vittima di sperimentazione industriale da parte delle grandi holdings, sia alimentari che igienico-sanitarie e cosmetiche e.... Sperimentazione vuol dire anche riempire lo stomaco di povere bestie di detersivi per scoprire in quanto tempo moriranno o iniettare ogni 5 minuti del caffè nello stomaco dei gatti, per poi ucciderli ed esaminarne la parete gastica per valutare il grado di digeribilità,o bruciare loro la pelle con sostanze acide per produrre saponi e detersivi o riempire gli occhi di conigli albini (sono quelli con gli occhi più sensibili) di sostanze irritanti fino a bruciarglieli magari per produrre uno shampoo che non irriti gli "OCCHIETTI" degli umani o liquidi per lenti a contatto ( e i cari vecchi occhiali? ). Tre quarti degli animali sperimentati soffrono atroci sevizie solo per soddisfare i vizi nati da una società postindustriale basata solo sul DIO DENARO e sulla mera soddisfazione dei piaceri dell'individuo! Anche noi umani umani siamo formiche sparate nell'immensità dell'universo!

Gabriella Biagini 14.03.06 09:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Voglio dire con questa storia, magari neanche troppo bella e scritta male, che come per la vivisezione che tanto vi scandalizza (Beppe) compreso, lo stesso vale per l'uccisione dei nostri coinquilini animali a scopo alimentare. E se proprio vogliamo essere tolleranti con i mangiatori di "anime", perche queesto sono i carnivori, almeno soffermiamoci sul modo in cui vengono trattati i nostri futuri pasti. Sapete come vive un pollo prima di presentarsi sulla vostra tavola? Oppure da dove credete che venga il latte (tra l'altro inutile alla nostra dieta, anzi forse nocivo)? Oggi nel nostro mondo occidentale e industrializzato ci sono un'infinita di vegetali a una quantita eccessiva bastanti per nutrire tutti gli umani del nord e sud del mondo. Perche' continuiamo a massacrare animali? Perche' la chiesa non dice nulla? Perche' uccidere un animale non e' reato? Perche' i gatti e i cani sono cosi' fortunati? Perche' Beppe non ti esprimi a loro favore? Ma secondo voi...Gesu' cristo mangiava carne? Vi prego riflettete su quanto umilmente vi ho espresso non vi arrendete subito dopo le prime risposte che la vostra coscienza frettolosamente vi da. Riflettete...E' giusto uccidere?

nicola vendemia 13.03.06 13:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao a tutti animalisti e non, religiosi e non, carnivori e non!
volevo raccontarvi una storia....
non importa se sia vera ho falsa quello che importa e che voi ne capiate il senso.
Questa storia parla di una piccola vitellina e della donna a cui ha salvato l'anima.
S.V. era intenta a fare delle commissioni quando incuriosita da una scena si fermo' al centro della strada con la sua macchina (inquinante). La scena che l'aveva colpita non era tanto singolare, anzi al contrario alquanto frequente ma c'era qualcosa che l'aveva spinta a fermarsi.
C'erano due energumeri che cercavano di spingere un piccol vitellin a suon di calci e insulti su di un camion lurido. I due energumeri come avrete capito erano dei dipendenti del mattatoio e il povero vitellino maschio di appena 10 giorni, non utile alla produzione di latte, si avviava ad essere "distrutto" (si perche' non so se l'avete notato ma oggi tra aviaria e altre scuse varie, cosi' si dice quando si eliminano animali nei modi piu' atroci, forse solo per farli passare come oggetti di consumo e quindi non suscitare malinconie, anche se passeggere di noi altri.).Per un solo attimo lo sguardo del piccolo animale e della donna si erano incrociati ma era bastato a far si che la donna si fermasse. Il piccolo una volta sul camion chiuse gli occhi come a non voler vedere il terrore che lo circondava. S.V. raggiunse i due uomini ed a uno chiese quanto valesse quel vitello, quanto ne avrebbero ricavato. La risposta fu 20 euro cifra che la donna pago' e incurante delle le leggi e del codice della strada carico' il piccolo sulla macchina e lo porto' a casa. Per tutto il tragitto e anche quando di peso lo fece scendere dalla macchina e porto' a casa il piccolo non apri' gli occhi, solo quando toby il pastore tedesco della donna gli si avvicino e abbaio lui lo fece e da quel momento non si separarono piu'.
Oggi e' facile vedere Nemo (cosi' si chiama il vitellino) passeggiare per le vie del paesino e avolte anche intrufolarsi....

nicola vendemia 13.03.06 13:45| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti animalisti e non, religiosi e non, carnivori e non!
volevo raccontarvi una storia....
non importa se sia vera ho falsa quello che importa e che voi ne capiate il senso.
Questa storia parla di una piccola vitellina e della donna a cui ha salvato l'anima.
S.V. era intenta a fare delle commissioni quando incuriosita da una scena si fermo' al centro della strada con la sua macchina (inquinante). La scena che l'aveva colpita non era tanto singolare, anzi al contrario alquanto frequente ma c'era qualcosa che l'aveva spinta a fermarsi.
C'erano due energumeri che cercavano di spingere un piccol vitellin a suon di calci e insulti su di un camion lurido. I due energumeri come avrete capito erano dei dipendenti del mattatoio e il povero vitellino maschio di appena 10 giorni, non utile alla produzione di latte, si avviava ad essere "distrutto" (si perche' non so se l'avete notato ma oggi tra aviaria e altre scuse varie, cosi' si dice quando si eliminano animali nei modi piu' atroci, forse solo per farli passare come oggetti di consumo e quindi non suscitare malinconie, anche se passeggere di noi altri.).Per un solo attimo lo sguardo del piccolo animale e della donna si erano incrociati ma era bastato a far si che la donna si fermasse. Il piccolo una volta sul camion chiuse gli occhi come a non voler vedere il terrore che lo circondava. S.V. raggiunse i due uomini ed a uno chiese quanto valesse quel vitello, quanto ne avrebbero ricavato. La risposta fu 20 euro cifra che la donna pago' e incurante delle le leggi e del codice della strada carico' il piccolo sulla macchina e lo porto' a casa. Per tutto il tragitto e anche quando di peso lo fece scendere dalla macchina e porto' a casa il piccolo non apri' gli occhi, solo quando toby il pastore tedesco della donna gli si avvicino e abbaio lui lo fece e da quel momento non si separarono piu'.
Oggi e' facile vedere Nemo (cosi' si chiama il vitellino) passeggiare per le vie del paesino e avolte anche intrufolarsi....

nicola vendemia 13.03.06 13:40| 
 |
Rispondi al commento

A PROPOSITO DI SPERIMENTAZIONE, A PARTE QUELLA SCIENTIFICA, LO SAPEVATE CHE MOLTISSIME DITTE PRODUTTRICI DI MANGIMI PER GLI ANIMALI SPERIMENTANO I LORO PRODOTTI SUGLI ANIMALI STESSI, INFLIGGENDO LORO SOFFERENZE E FORSE MORTE? ALTRO CHE ANIMALI COME APPAIONO IN PUBBLICITA' FELICI E COCCOLATI! SE NON MI CREDETE ANDATE A VEDERE LA LISTA DEI PRODOTTI TESTATI SU ANIMALI CHE SI TROVA SUL SITO: www.lavocedeiconigli.it sotto la voce "lista negativa"

gabriella biagini 13.03.06 12:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rispondo a tutti coloro che si sentono offesi dall'affermazione "la vivisezione e la sperimentazione animale sono inutili". Perchè già il fatto che quelli a favore, o che in qualche modo la praticano, parlino di sensi di colpa è esemplare. Il problema della medicina moderna è che i farmaci (facciano essi male o bene) sono studiati per curare il sintomo e non la causa di esso, e questo per me è già un motivo abbastanza valido per sostenere che la sperimentazione animale è una barbarie inutile! E che mi si venga a dire, che questa pratica è giusta perchè in questo modo i miei cari potranno curare il tumore, che la nuova e modernissima industria chimica a fianco a casa gli ha fatto venire, mi pare un alibi anche poco felice. Spero che coloro che giustificano questi atti e perorano la causa della ricerca scientifica in nome del progresso non rinascano topolini...Non dimentichiamo che la natura è madre di tutti e non a servizio di pochi!

Federica Ghirardini 12.03.06 16:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' la prima volta che entro in questo blog, e mi piace. Scrivo contro la vivisezione, argomento che mi fa accapponare la pelle. Penso che qualunque violenza nei confronti di esseri viventi più deboli indichi un animo bieco e insensibile. Un paese civile dovrebbe vietarla. Le cavie da laboratorio sono esseri viventi anche loro, più deboli con lo stesso nostro diretto di vivere. Faccio il medico e ho toccato con mano il problema della ricerca scientifica fatta sugli animali da laboratorio. A dir poco inutile, senza alcuna implicazione pratica terapeutica o diagnostica per l'uomo. Nessuno vuole capire che un topo, un coniglio, una scimmia, un cane, un gatto non fumeranno mai una sigaretta, non avranno lo stress della nostra vita quotidiana, non guideranno in mezzo allo smog, non si abbufferanno di cibi "industriali", non si incazzerrano per la disonestà del governo, non si esporranno mai spontaneamente alle nostre pessime abitudini di vita. Qualunque condizione ricreata artificialmente in laboratorio non potrà mai riprodurre la reale vita umana. Non esiste un controllo su queste pratiche barbare, nessuno in Italia si preoccupa di controllare la validità dei risultati di questi milioni di esperimenti e di verificarne poi l'applicabilità sul singolo individuo. La serietà dei centri di ricerca non è valutata. Chi lavora in questo campo tutti i giorni, si concede licenze a dir poco immorali, con atti crudeli e inutili gratuitamente commessi a scapito di queste povere bestiole. Sono scappata dopo poco tempo da uno di questi laboratori di ricerca, quando ero studente, perchè un tizio aveva violentemente sbattuto la testa di un topino sul bordo del tavolo per ucciderlo, fosse almeno morto subito.... Un simpatico ragnetto ha vissuto dietro lo specchietto retrovisore della mia auto. Rallentavo quando usciva allo scoperto per paura che cadesse e non bagnavo mai lo specchietto quando lavavo la macchina. Credo che il rispetto per tutti i viventi sia figlio della democrazia.

Doris barcellona 11.03.06 16:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sto raccogliendo firme contro la vivisezione animale e le pellicce voglio affiggere dei manifesti ma non me lo permettono perche sono foto di anamali vivisezionati a animali scuoiati vivi per la vanita dell uomo ma a me non me ne frega una mazza,la gente deve sapere e usero tutti i mezzi per imformarli di cio che succede intorno a noi.Se siete sostenitori del wwf disiscrivetevi perche i vostri soldi vengono usati per finanziare il progetto REACH.Le isole MAURITIUS fanno miliardi per l esportazione di macachi destinati ai laboratori di vivisewzione in tutto il mondo.I macachi vengono catturati all interno delle piantagioni di zucchero dell isola e poi messi in 3 allevamenti,dove verranno utilizzati come riproduttori o direttamente esportati verso i laboratori di ricerca.Gli allevamenti presenti nell isola sono posseduti da aziende coinvolte anche nel settore turistico-alberghiero.Ogni turista che finisce negli alberghi dell isola finanzia allo stesso tempo anche questo commercio.Le scimmie vengono messe nelle stive degli aerei mentre i turisti si trovano ignari a poca metri da loro.Durante i viaggi spesso gli animali muoiono a causa del caldo,del freddo o dello stress.La maggior parte delle compagnie aeree si rifiutano di trasportare animali.La compagnia di bandiera air mauritius ha recentemente rinunciato a questi trasporti,ed e ora che il governo mauritiano chiuda anche gli allevamenti e cessi questo ignobile mercato.Solo in italia vengono utilizzati per la vivisezione un milione di animali e vengono usati oer esperimenti al cervello e tossicologia dei prodotti chimici e farmaceutici.Rifiutatevi di andarci in vacanza.

cosimina vitolo 08.03.06 09:46| 
 |
Rispondi al commento

ciò che dici conferma proprio l'idea che la vivisezione sia orribile....l'uomo, a differenza del pesce rosso di mio zio e del pappagallo di mia nonna, ha razionalità e intelligenza (non sempre, ma comunque...)che gli permettono di pensare, riflettere...e la vivisezione sugli animali è l'esempio che questa superiorità intellettuale non viene utilizzata...permetteresti che tua nonna fosse tenuta in una gabbietta se si scoprisse che è utile per sperimentare un nuovo farmaco...? io no..e probabilmente neanche tu..
E poi si fanno le campagne per non abbandonare gli animali durante le vacanze estive, quando migliai di cani e gatti vengono uccisi una volta sfruttati dalla ricerca scientifica..è solo triste ipocrisia..
E poi cosa c'entra l'antilope e il leone? quella è una legge naturale...la vivisezione l'ha creata l'uomo...

donatini caterina 07.03.06 22:01| 
 |
Rispondi al commento

La Natura non è come in Walt Disney, ci sono prede e predatori, d'accordo ma se Homo sapiens continua a vivere secondo la legge del più forte, ignorando il dono potenziale del "cuore", vivremo sempre in un contesto dove le guerre, la violenza sui più deboli, la distruzione sono l'ordine del giorno. E l'uomo resta né più né meno la più allucinante delle scimmie. Inoltre secondo quest' ottica dovrebbe anche accettare di buon grado l'idea che una razza "superiore" venga a sottomettere l'uomo, a schiavizzarlo, a torturarlo, a sottoporlo ad esperimenti e ad ucciderlo senza scrupoli come fa lui con le altre specie...

Manuela Cassotta 06.03.06 20:38| 
 |
Rispondi al commento

Il mercato e inondato di farmaci tossici o teratogeni;che costringe le autorita a ritirare dal commercio ogni anno,un num.incredibile di farmaci,i quali dopo essere risultati innocui per gli animali,si sono rivelati tossici e perfino mortali per l uomo:dal 1984 al 1987,in italia,sono stati denunciati 14.836 effetti tossici da farmaci con 112 morti;il6% delle malattie con esito mortale e il 25% di tutte le malattie note sono dovute ai medicamenti;il 10% dei ricoveri ospedalieri e dovuto ad intossicazioni da farmaci e il 30% dei ricoverati deve prolungare la degenza in seguito a cure sbagliate;nel regno unito ,nel 1977 sono stati segnalati 120.366 casi di effetti tossici da farmaci.(R.Sharpe,1988).In germania nel 1931 nascevano 3 bambini malformati ogni 100.000 nascite;oggi sono 500;negli USA nascono 200.000 bambini malformati all anno.E tutto cio in coincidenza con la scoperta di un num.sempre maggiore di farmaci teratogeni,"creatori di mostri".Sembrerebbe logico pensare che ogni farmaco ritirato dal mercato(in italia dal 1972 al 1983,22.621 confezioni di specialita medicinali ritirate per ordine del ministero della sanita)costituisca,di fronte all opinione pubblica,uno smacco per la ditta produttrice.Non e cosi,per l industria contano solo 2 cose:il profitto e il ricambio della produzione.Il ritiro dal mercato e in linea con ambedue le suddette esigenze:con il profitto,perche quando il farmaco viene ritirato per le segnalazioni negative la vendita ha gia realizzato il profitto preventivato;a questo punto la ditta e gia pronta a sostituire il farmaco squalificato con un altro che potrebbe essere anche peggiore,ma esrcita sul pubblico e sui medici il fascino propagandistico della novita,e cosi e soddisfatta anche la seconda esigenza,quella di mantenere efficiente la ruota produttiva e garantire la sicurezza dei posti di lavoro.

cosimina vitolo 06.03.06 09:57| 
 |
Rispondi al commento

Non entro in merito alle discussioni sopra lette,per il semplice fatto che sono contraria alla violenza gratuita sugl'esseri viventi in genere,senza distinzione...ma nn posso contrastare apertamente i Signori "competenti" che sopra scrivono,perchè non sono ferrata in Medicina.
L'unica cosa che vi chiedo e di andare a qs indirizzo, e di firmare la petizione...se nn ve la sentite di guardare il filmato,almeno firmate.
Grazie del vostro tempo
Qs è l'indirizzo : http://www.nonlosapevo.com/

albano michela 04.03.06 23:46| 
 |
Rispondi al commento

STOP KILLING SEALS, OR WE WILL NOT BUY ANYTHING MORE FROM YOUR COUNTRY AND WE WILL NEVER AGAIN COME THERE AS TOURISTS! WE KNOW THAT A GREAT NUMBER OF PEOPLE THERE IN CANADA LOVE SEALS TOO LIKE WE DO HERE IN EUROPE.
Cari amici se potete sottoscrivete la richiesta nel sito del primo ministro Canadese, gia' indicata in altro meetup dal bravo rosario, https://community.hsus.org/campaign/harper_protectseals, e scrivete in massa anche questo messaggio all'ambasciata canadese in Italia , a quella italiana in canada, e a tutti gli indirizzi nazionali ed internazionali che vi trasmetto, per farci sentire civilmente ed arrestare l'atroce mattanza di foche che ogni anno vengono sterminate. E mi raccomando, diffondetelo ai vostri amici in tutta italia e nel mondo. E' indegno per un paese civile come il Canada consentire (da parte dei politici locali) di fare quello che in pochi fanno in quel paese stesso, disonorando il Canada tutto!

Grazie
Un abbraccio a tutti
Marco

Ambasciata canadese in Italia è in Via GB de Rossi 27, 00161 Roma; tel. 06 44 59 81, fax 44 59 87 50; l’ufficio visti e la sezione
rome@international.gc.ca
http://www.dfait-maeci.gc.ca/canada-europa/italy/menu-it.asp

Gabriele SARDO AMBASCIATORE D'ITALIA IN CANADA
ambasciata.ottawa@esteri.it
http://www.ambottawa.esteri.it/ambasciata_ottawa

marco montanari 03.03.06 13:28| 
 |
Rispondi al commento

Ospedali IRCS : Istituti di Ricerca Scientifica;
Consenso informato: astuto atto che tutela - giuridicamente e penalmente - tutti, tranne il malato e la sua famiglia;
cura: termine scorretto per indicare l'applicazione di una 'terapia' per moltissime patologie fatali che la cattiva scienza aiuta a rendere ...invincibili;
psicofarmaci: troppo spesso causa anche di pulsioni suicidarie e/o omicidarie, talora anche violenze sessuali, apparentemete consensuali (V. L-dopa)
elenco infinito di farmaci cancerogeni;
vaccini: tanti immessi tanti ritirati (V. risarcimenti x danni gravissimi;
Mancano fondi?
Negli Usa,Holland,Svezia,Aus,Israele,Japan,UK ecc i finanziamenti sono più che adeguati. Allora? Allora c'è qualcosa di 'sbagliato':
l'uso di animali da lab come surrogati umani.
Medici, oncologi ecc sono - dopo il malato - coloro che pagano il prezzo della frustrazione e dell'impotenza, consapevoli di applicare terapie sperimentali dagli esiti luciferini messi a disposizione da una ricerca fallace, spesso inquinata da spietato cinismo. Baronie, testi giurassici e ripetitivi, subdoli 'brain washing' su giovani 'forzatamente' pedissequi ricercatori ai quali non è consentito derogare, pena mobbing, nomination da grande fratello,carriera stroncata sul nascere.
Infiltrazioni di poteri economici forti ben ramificati (e ingessati)in tutto il mondo.
In Italia,disvalore aggiunto quella sponda al di là del Tevere : V. referendum su cellule staminali, disertato giustappunto da appelli inquietanti;

Benaltrismo : 'se ti impegni in una battaglia civile,sociale o per la sicurezza della salute dei cittadini c'è sempre qualcuno a stigmatizzare di impegnarti in un'altra '.
E'un buon segnale: il 'dardo' ha colto il bersaglio !
7depaolis

annamaria 7depaolis 03.03.06 12:58| 
 |
Rispondi al commento

Oltre al lavoro, caro Marco Gatti, ci divide una concezione dell'essere nel mondo completamente diversa. E' molto difficile decentrare l'essere umano. Quindi per te la salvaguardia dell'ambiente è finalizzata solo se in relazione all'uomo? L'animale, per te, viene preso in considerazione solo se rapportato all'essere umano? Io credo, invece, in un'alterità che ha valore a prescindere dal Dio Uomo. Esiste e apporta ricchezza. Per me, questa alterità occorre proteggerla. E per capire o sentire questo, occorre fare un piccolo saltino.. Enorme, a dir la verità e in effeti non tutti riescono. Dietro la vivisezione sta proprio questo: l'uomo continua a credersi un dio, a manipolare a prorpio piacimento (ops! è necessario, dimenticavo..) stretto nella morsa di una piccola e gretta visione antropocentrica.
Per alterità intendo una soggettività ben specifica, portatrice di valore, priva di qualsiasi reificazione. Esistono, da qualche anno, argomentazioni filosofiche incentrate sul diritto. Parla di soggetti da rispettare e non oggetti da utilizzare. E' la solita disputa.. ma ora, al posto del "negro" c'è il cane (che a qualcuno farà tanto ridere, immagino..). Qualcuno è in grado di andare oltre la specie??? A parte Marco, per fortuna si e sono tanto tanto felice... Buona giornata a tutti!

Roberta apparuti 03.03.06 11:12| 
 |
Rispondi al commento

AH,DIMENTICAVO...IL MESS DI PRIMA ERA PER GABRIELE BUCCI.

Lara Cavazzoni 03.03.06 01:06| 
 |
Rispondi al commento

GUARDATE TUTTI IL SITO www.novivisezione.org/mostra/index.htm

Lara Cavazzoni 03.03.06 01:01| 
 |
Rispondi al commento

PROVA A FARE UN SALTO SUL SITO www.novivisezione.org/mostra/index.htm,POI DIMMI COSA NE PENSI!
A DIFFERENZA DEI VOLATILI QUESTE POVERE BESTIE CONVIVONO CON IL DOLORE E IL TERRORE,E DIO SOLO SA PER QUANTO TEMPO...SIAMO ARRIVATI AL LIMITE!!!
FACCIAMO SCHIFO!

Lara Cavazzoni 03.03.06 00:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PROVA A FARE UN SALTO SUL SITO www.novivisezione.org/mostra/index.htm,POI DIMMI COSA NE PENSI!
A DIFFERENZA DEI VOLATILI QUESTE POVERE BESTIE CONVIVONO CON IL DOLORE E IL TERRORE,E DIO SOLO SA PER QUANTO TEMPO...SIAMO ARRIVATI AL LIMITE!!!
FACCIAMO SCHIFO!

Lara Cavazzoni 03.03.06 00:53| 
 |
Rispondi al commento

Lo sapevate che Leonardo da Vinci è stato costretto a scappare in Francia a causa delle continue derisioni che doveva sopportare per i suoi studi scientifici considerati eretici?
Io no

Questo in risposta a chi dice che siamo in pochi!

chiara cerulli 02.03.06 21:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gli animali richiesti per eseguire test sui prodotti chimici variano dai 2 ai 5 mln.Lo scopo di questi test e quello di stimare la potenziale tossicita dei prodotti chimici.Sintomi tipici di un test di tossicita su un animale includono:vomito,diarrea,attacco cardiaco,perdita di sangue,convulsioni,paralisi,ulcerazioni,infiammazioni,aborto e anormalita nello sviluppo dei cuccioli.Infine gli animali o moriranno a causa dei test o verranno uccisi per l esame post-mortem.Questi test avvengono per via orale cioe gli animali vengono nutriti forzatamente attraverso un tubo direttamente nello stomaco;per inalazione,gli animali vengono rinchiusi all interno di una camera oppure viene messa loro una maschera fissa e sono costretti ad inalare queste sostanze chimiche;per inizione cioe il prodotto chimico viene iniettato per via endovenosa,imtramuscolare e sottocutanea;i test sull irritazione degli occhi implica l instillazione della sostanza da sottoporre a test negli occhi di conigli coscienti;per l irritazione cutanea gli animali vengono rasati per applicargli la sostanza da testare;gli animali gravidi vengono esposti a prodotti chimici al fine di studiare ogni effetto sullo sviluppo del feto o dei cuccioli;infine c e il test di cancerogenicita cioe che ratti e topi vengono utilizzati per studi sull alimentazione per tutta la loro vita per cercare fattori cancerogeni.Coloro che difendono i test sugli animali ci propongono una semplice scelta:quale vita e piu importante quella di un uomo o di un maiale?In effetti il concetto basilare dietro ai test animali,e che una vita puo essere salvata solo sacrificandone un altra.Ma poiche la ricerca basata sugli animali e incapace di combattere i nostri piu gravi problemi di salute e soprattutto distoglie l attenzione dallo studio sugli esseri umani,la scelta non e tra uomo e animale ma tra buona e cattiva scienza.Solo un approccio basato sull uomo puo identificare le cause principali delle malattie umane,caro Marco Gatti.

cosimina vitolo 02.03.06 09:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

finalmente ora posso dire la mia e contare su basi solide:
venerdì 24 fabbraio ho assistito personalmente a una conferenza presso un paese vicino a dove abito tenuta da un chirurgo che lavora presso Milano:per BEN 2 ORE ho sentito solo che la vivisezione o sperimentazione animale (che è la stessa cosa!!!!!!!)sono inutili ma non solo da un punta di vista etico quanto scientifico!!!!!!
spiegatemi perchè dopo aver testato su animali si testa anche su uomini e perchè quando le industrie farmaceutiche chiamate in causa per danni causati da loro prodotti si giustificano dicendo che loro il prodotto sugli animali lo avevano testato???!!!!!!!
SPIEGATEMI QUESTO.
BEPPE AIUTACI TU!

francesca mariolini 01.03.06 20:01| 
 |
Rispondi al commento

ma per favore!non so chi ha scritto del bassotto e del lupo... belinate! è impossibile uno scambio di opinioni con chi vuole far passare per dogmi delle belinate!!! IO MI SONO DOCUMENTATA RIPETO E POSSO DIRE CHE LA VIVISEZIONE E' INUTILE QUANTO CONFRONTARSI CON CHI "SI SENTE" TANTO SUPERIORE DA DEFINIRE CRETINATE LE TESI CONTRARIE ALLE PROPRIE.

MICHELA BOCCIARDI 01.03.06 11:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dopo aver visto la trasmissione Rai GEO&GEO, noi ci associamo allo sdegno per quello che i cinesi perpetrano ai danni degli animali scuoiandoli vivi.
Daniela Loregiola e Giorgio Andretta

giorgio andretta 01.03.06 09:43| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Grillo complimenti per aver dato fiato al nuovo oscurantismo.

Marco Gatti 28.02.06 23:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la vivisezione è orrenda, ma anche quello che fanno ai cadaveri negli ospedali non è meno rivoltante, il rispetto per gli individui uomini o animali che siano deve ancora venire, silvio

silvio pompei 27.02.06 22:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
ogni tanto le spari grosse anche tu eh?
o forse non si capisce bene.
vorresti sospendere la vivisezione IN GENERALE o per valutare la tossicità di ALCUNE cose?
Sebbene nel secondo caso sia più chiaro, il primo suscita (in me) più dubbi che non la pratica della vivisezione in sè.
Alcuni progressi della scienza (molti) sono venuti proprio da esperimenti sugli animali.
Se possiamo curare (almeno in parte) tumori, malattie cerebrali, HIV, ecc. è anche e soprattutto a questi esperimenti.
Sono d'accordo, non è bello...ma non è neanche bello che il leone, per sopravvivere, squarci un'antilope.
Non è bello che un uomo faccia spolpare una mucca al macellaio per una grigliata fra amici (e non la usi neanche tutta!).
Non sono belli gli esperimenti sugli animali.
Ma alcuni, non tutti questo è vero, sono indispensabili per evitare che qualche virus ci spazzi via in pochi mesi, che i tumori distruggano i tuoi amici e parenti, che i bambini non abbiano un futuro.

Io la vedo così, come il leone con l'antilope.
Certo, noi ci facciamo più problemi (giusti!) e usiamo anestetici e trattamenti vari per evitare sofferenze superflue all'animale.
Non lo sbraniamo.

Escludo dal mio discorso, chiaramente, tutti i test che invece non rispettano le leggi sul trattamento degli animali e che sarebbero evitabili, come alcuni che indichi tu.

Matteo Rizzi 27.02.06 20:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buonasera a tutti.
Sono un biologo, dottorando, e mi occupo di ricerca sulla leucemia. Personalmente il mio lavoro si svolge tutto in silico (al computer), ma sono solidale con i miei colleghi che lavorano anche con animali (topi).
Sono assolutamente d'accordo con il considerare orribile e indegno un essere umano che torturi animali indifesi per far arricchire le grosse industrie chimiche/farmaceutiche.
Ci sono però centinaia di giovani che sottopagati (o per nulla pagati!) si dedicano con la massima serietà alla ricerca scientifica. Queste persone che lavorano per 10/12 ore al giorno in un laboratorio senza finestre, spesso devono affrontare grosse crisi di coscienza quando per trovare cause e cure delle peggiori malattie umane (dalla leucemia all'alzheimer,alla sclerosi a tutti i tumori), si devono avvalere di modelli animali.
E' un lavoro lungo,frustrante perchè non capito dalla maggior parte della gente, che solo un profondo amore per la vita(umana e non)riesce a sostenere.
Molti topi vengono sacrificati e i loro tessuti analizzati, ma mai con leggerezza. Se un esperimento fallisce, la rabbia è doppia: sono ancora lontano dalla cura e ho ucciso dei poveri topini! Quello che ci fa incazzare è che sono tutti pronti a fare bei discorsi sull'importanza della ricerca e sul progresso, ma poi nessuno si vuol sporcare le mani! Lavoro 6 giorni su 7 a volt e anche di notte e guadagno 1/5 del mio miglior amico che vende polizze assicurative, e mi devo sentire anche dare del vivisezionista!
Scusate lo sfogo, la colpa è la totale mancanza di considerazione che la ricerca ha in Italia.


PS.perchè nessuno si scandalizza per i vari volatili sgozzati, bruciati vivi, infilati in sacchi neri per la nostra fobia dell'influenza?!

gabriele bucci 27.02.06 19:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vitolo scrive: "si sta discutendo sul fatto che gli esperimenti sugli animali non sono attendibili"

Questa affermazione è scorretta, come è scorretto il post di Grillo (e questo mi dispiace, perchè credevo che Bebbe Grillo si informasse criticamente invece di fare informazione ideologica)

Come è scorretta l'affermazione (o meglio, la leggenda metropolitana) che "l'arsenico uccide l'uomo ma fa bene alle pecore".

Fra i primi commenti di questo blog è stato già segnalato questo link
http://www.sci-med.it/articoli/index.html#Vivisezione

Partendo da lì se avete la compiacenza di leggere e informarvi potreste trovare l'elenco delle leggende (http://www.sci-med.it/miti), potreste comprendere perchè la sperimentazione animale è indispensabile (http://www.sci-med.it/articoli/Vivisezione_Scienza.html)
ma anche trovare altre informazioni di tipo etico.

Vi farebbe piacere se imparassi ad operare su di voi anzichè su un maiale?

Marco Gatti 27.02.06 19:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei rispondere a Marco Gatti:non si tratta di curarsi o meno,si sta discutendo sul fatto che gli esperimenti sugli animali non sono attendibili ad esempio l'arsenico uccide l'uomo ma fa bene alle pecore,non c'e neanche bisogno di dare spiegazioni perche questo dato di fatto parla da solo.

mina vitolo 27.02.06 15:06| 
 |
Rispondi al commento

Con un colpo di mano, a Camere chiuse,questo governo inserisce in un decreto legge, un piccolo articolo che prevede l'equippolenza del Diploma di Laurea di Fisioterapia al Diploma di Laurea di Scienze motorie.Come dire che se sei stato operato di artroprotesi d'anca ti potrebbe rieducare il maestro di fitness di tuo figlio.Per carità gli insegnanti di fitness sono degnissime persone ....certo fanno un altro mestiere e soprattutto hanno competenze e percorsi formativi diversi.
Ma in tutto questo i media dove sono?
Un caro saluto
Paola

Paola Ammenti 27.02.06 12:53| 
 |
Rispondi al commento

Leggo nei commenti la domanda frequente sul come boicottare la vivisezione.

E' molto semplice: dovete smettere di curarvi.
Perchè ogni singolo farmaco in vendita è stato sperimentato sugli animali.

Marco Gatti 27.02.06 05:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

hello marina berati, so che sei in buona fede ma 'qualcuno' mi chiarì' l'equivoco in cui caddi a suo tempo anch'io, come te. 'Metodi alternativi' non vuol dire 'sostitutivi ' al modello animale; insomma, una pezza a colori per prendere (perdere?) tempo e finanziamenti. Intanto - grazie alla cattiva scienza si muore di cancro (i bimbi nel 'death row' sono in aumento!), si soffre indicibilmente di alzheimer, parkinson etc grazie proprio ai test 'depistanti' su animali di laboratorio. Quando, poi, sperimentano sugli umani (trial clinics) negli ospedali IRCS , con il famigerato 'consenso informato' i risultati sono fatali. Ognuno si 'vendica' come può e loro (gli animali) fanno quel che possono per difendersi : depistare la 'cattiva' scienza con 'risposte' fallaci. Quando di tanto in tanto ti incontro mi fai sentire 'ragazza' nel tuo percorso idealista ma 'sbagliato', certo in buona fede. Sbagliare è umano, perseverare ... Le case farmaceutiche prolificano con profitti esaltanti sulla pelle di chi - ahinoi! - li ritiene 'santi' scienziati. Lancia uno sguardo su www.curedisease.net . Incidentally, quella curiosa idea di recuperare - a spese di cittadini sensibili - gli animali brutamente sperimentati, mi lascia perplessa: per ... risciacquar in arno la maligna coscienza dei vivisettori? E te lo dice una che si è presa cura per otto anni di una beagle 'sperimentata (in modo crudele) a ... dovere'. Ho fatto mille rinunce per la mia adorata 'Happy' consapevole, però, che davvero pochi/e l'avrebbero fatto. annamaria 7depaolis

annamaria 7depaolis 26.02.06 15:09| 
 |
Rispondi al commento

"L'evoluzione e l'applicazione dei metodi alternativi

a cura di Marina Berati
febbraio 2006

Tra fine 2005 e inizio 2006, due delle più prestigiose riviste scientifiche internazionali, Nature e Scientific American, hanno pubblicato ciascuna un articolo sui metodi alternativi alla sperimentazione animale nei test di tossicità. Mentre la seconda ha semplicemente raccontato lo "stato dell'arte" in materia - ma è comunque notevole e positivo che se ne sia interessata - la prima ha anche sostenuto una posizione decisamente critica nei confronti dei test di tossicità svolti su animali.

Accogliamo con grande piacere e speranza la pubblicazione di questi articoli, e vogliamo riportare qui una panoramica dei loro contenuti piu' significativi nell'ottica dell'antivivisezionismo scientifico.

..."

continua:
http://www.novivisezione.org/info/nature_sc_am_2006.htm

Stefano "akiro" Meraviglia 25.02.06 11:06| 
 |
Rispondi al commento

la lista di medicinali che hanno provocato gravi danni è molto lunga,solo alcuni di essi hanno avuto gli onori della cronaca per aver causato da soli o in cocktail micidiali con altri farmaci,danni e morti in migliaia di individui.d'altra parte l'iperconsumo di farmaci è incoraggiato anche dall'atteggiamento dei consumatori nei loro confronti.Ai medicinali vengono attribuite virtù miracolose,si dice tutto su di loro e purtroppo nulla su di noi.gli europei non fanno nessuno sforzo per aiutarsi da soli,vivono ormai sotto una vera e propria dittatura farmacologica.I laboratori di fama internazionale detengono grazie ai loro colossali mezzi finanziari e alla protezione che ricevono dagli stati che li ospitano,non solo il monopolio dell'inquinamento chimico,ma anche un potere politico di cui il comune mortale non ha alcuna idea.BAYER per esempio possiede 6 settori di attivita:prodotti agricoli,organici,farmaceutici,industriali,polimeri e tecniche dell'informazione.Lo stesso succede per SANOFI e la maggior parte dei grandi laboratori come CIBA-GEYGY, HOFFMAN,LAROCHE,HOECHST ed altri... E facile dunque capire come ogni individuo sia strumentalizzato dai laboratori nel corso di tutta la sua vita.Inoltre BAYER nel 1989 ha realizzato un giro di affari di 30 miliardi di $,SANOFI:8 miliardi di$;CIBA-GEYGY:15 miliardi di $;MERCK:5 miliardi di $.Il giro di affari di questi laboratori è aumentato dal 1989 di circa il 14% nel 1990-91-92.Adesso fate un po voi

mina vitolo 24.02.06 15:21| 
 |
Rispondi al commento

per daniele.sono un animalista convinta pero non sono ne vegetariana ne vegana anche perche penso che la carne o quqlsiasi altro alimento derivante da animali faccia parte della catena alimentare di ogni essere vivente,fa parte della natura anche gli animali uccidono per sopravvivere.attenzione pero non voglio attaccare nessuno cerco solo di capire meglio magari in futuro potrei cambiare idea ciao

mina vitolo 23.02.06 15:02| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe grillo, il tuo blog è stato come una boccata d'ossigeno in questa nazione in cui ormai si respira solo un'aria appestata di "berlusconismo rampante". Grazie !

CLAUDIO POLVERE 23.02.06 14:14|