Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Parlamento Pulito in India


gandhi.jpg

Anupam Mishra segretario della Gandhi Peace Foundation di New Delhi in India mi ha scritto questa mail sull’iniziativa “Parlamento Pulito”:


Caro Shri Beppe Grillo,

siamo venuti a conoscenza del suo brillante annuncio sull’International Herald Tribune il 22 novembre scorso durante un nostro viaggio a Parigi.
A nome dell'organizzazione Gandhi Peace Foundation ci congratuliamo per un’azione così coraggiosa.

Anche noi abbiamo rilevato quanto espresso nella sua pagina dell’Herald.
C’è stato un periodo in cui i criminali finanziavano i politici, ora entrano direttamente in politica e nei Parlamenti.
Si fanno eleggere e ci rappresentano. Ma in seguito non disponiamo di alcuno strumento per scacciarli dai templi della democrazia.

Recentemente il nostro Paese ha avuto un’occasione unica per farlo.
Undici parlamentari sono stati ripresi da una telecamera nascosta di un canale di news mentre prendevano tangenti per interpellanze parlamentari.
Gli undici parlamentari rappresentano quasi tutti i maggiori partiti presenti in Parlamento. Per questa ragione tutti i partiti si sono interessati al caso e hanno preso la drastica decisione di espellerli dal Parlamento. E’ la prima volta nella storia che siamo riusciti a eliminare dei politici corrotti con un atto di giustizia immediato.

Ovviamente, ci sono molti altri criminali e politici corrotti in Parlamento, ma speriamo che iniziative come la sua portino dei cambiamenti.
Abbiamo fatto circolare il suo ispirato annuncio ad alcuni canali di news e giornali indiani di 8 Stati con 20 differenti edizioni. Tutti ne hanno dato notizia.
Ancora grazie per questo piccolo grande passo nella direzione dello sviluppo dei valori democratici."


Anupam Mishra
Secretary
Gandhi Peace Foundation

22 Gen 2006, 17:08 | Scrivi | Commenti (1040) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

A Casaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa TUTTI !!!!!!!!

Banner Bomb 23.09.10 14:19| 
 |
Rispondi al commento

Il non voto é l'ultimo proiettile a nostra disposizione; o per lo meno lo è a disposizione, di chiunque abbia un briciolo di voglia di dire basta!!!! "Il voto" é diritto e dovere di un cittadino all'interno di una cosidetta "democrazia". La mia proccupazione è che da diritto e dovere si sia passati direttamente all'accorpamento di tale strumento all'interno di quello che è ai giorni nostri il massimo del diritto che l'uomo sembra voler esercitare cioè il "potere". E' gia perchè di potere se ne è parlato, se ne parla, e se ne parlerà sempre, questo è l'unico strumento che l'uomo è riuscito a trasportare per interi millenni, e che nessuno come è chiaro ai nostri occhi è capace di gestire e controllare. Ho 23 anni, quasi 24 e la mia tessera elettorale se nè andata via subito dopo aver visto e sentito la campagna elettorale del 2001, mai usata, mai macchiato di sangue e menzogna la mia interiorità, e mai e poi mai attaccato la liberà altrui, gia perchè il "voto" è uno strumento capace di uccidere, attaccare e indebolire un individuo. Però se usato con coerenza e spirito morale è lo strumento che ci permetterebbe di superare questa classe dirigente e ricominciare da zero. Quello che mi piacerebbe vedere il 13 e 14 di aprile sarebbe il "NON VOTO DAY".

TOMMY berloffa 18.03.08 17:40| 
 |
Rispondi al commento

dimezzare lo stipendio dei politici con una grandiosa raccolta firme.

bartolomeo messina () Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 25.12.07 10:03| 
 |
Rispondi al commento

Anche oggi i nostri "carissimi" senatori si sono aumentati stipendio e pensioni. Alla faccia di noi poveri esseri umani che li abbiamo votati.
Mandiamoli tutti a casa... e presto

valdo iommi 26.09.07 17:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MANDIAMOLI A CASA.

Marco Cacioli 13.09.07 12:04| 
 |
Rispondi al commento

L'unica arma che abbiamo è il voto, io ho sempre votato ed esercito questo diritto da 15 anni, ma se è vero comme è vero che l'unica arma è il voto cari miei non dobbiamo più votare, questi decidono quando e come devono essere votati non quando si fanno le elezioni purtroppo loro decidono quando e come, allora penso che quando decideranno di sciogliere le camere per farsi rivotare (quando e come vogliono) dovremmo usare la nostra unica arma non usandola, provocheremmo un tale panico tra quei deficenti e sopratutto per un pò non ci dovremmo vergognare dei nostri parlamentari. Forse è davvero è l'unico modo forse davvero i veri cervelli, i veri saggi uscirebbero di casa a rimboccarsi le mani e tirare fuori tutto il bene che questo paese possiede.

ANTONIO ZUCCALA' 06.01.07 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Parlamento pulito?In Italia non illudiamoci.Sono tutti troppo furbetti,e tutti d' accordo, per lasciarsi sorprendere.E hanno troppi potenti dalla loro parte a proteggerli.Perchè salvare i "rappresentanti" vuol dire salvare i propri lerci affari.E allora? Dobbiamo farlo noi.SOLO NOI possiamo farlo ragazzi.Non so come.Ma DOBBIAMO FARLO.Altrimenti di questo passo questi criminali in diretta ci sconvolgono il cervello,come sta già accadendo alla maggioranza del popolino italiota, che non si accorge di niente,se non che "tutto va ben".
Forza ragazzi.Coraggio.Ne va del vostro futuro.Della VOSTRA vita.E' uno che ha vissuto il sessantotto che ve lo dice.

giusepe matteucci 22.10.06 12:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Saluti a tutti i naviganti,
si salvi chi può!!!, mi viene da pensare. Viviamo in uno Stato in cui ormai, diceva il grande Giorgio Gaber, "peggio che da noi solo l'Uganda". Siamo scivolati di molto nelle varie classifiche stilate in tutto il mondo per "libertà di stampa, per censure di programmi satirici e di violazione delle elementari e FONDAMENTALI libertà personali". Sono convinto che siamo in balia di un sistema, di un gioco delle parti politiche, in Italia, unico nel mondo occidentale, e non. Destra e sinistra, centro e centrini, tutti lì a favorirsi e ad aiutarsi, esclusivamente, per il loro tornaconto personale e quello di amici; una cosa indegna, viscida da punire severamente, viene da pensare, ma, purtroppo chi dovrebbe fare le leggi contro questi abusi di potere e contro lo "sfruttamento continuo ed indiscriminato del popolo italiano" sono loro stessi!!! Ma che cavolo di democrazia è questa. Mah!
Sapete, qualche volta ho pensanto seriamente di esiliare via dall'Italia, in una nazione in cui mi riesca finalmente a riconoscere come "cittadino e uomo"; ma poi, dico, cacchio questa è la mia terra, non è solo la nazione dei Berlusconi, dei D'Alema & C., della corruzione della politica, dei vari conflitti d'interesse piccoli e grandi, dell'"inciucio" ricorrente fra vari schieramenti politici diversi e opposti (ma che in realtà mangiano dalla stessa tavola). Questa è anche l'Italia delle piccole imprese, della gente che lavora onestamente, di persone normale, pulite, sincere, di gente rispettosa delle normali regole di onesta verso il prossimo.
Quindi, credo che il VERO popolo italiano dovrebbe risvegliarsi dal lungo letargo ed organizzare "la cacciata universale": far decadere i loro fantomatici "rappresentanti eletti dal popolo", quei poco più di mille uomini che leggiferano per il resto dei cittadini senza alcuno scrupolo o inibizione alcuna, semplicemente per i loro interessi. Bhè, l'impresa è molto ardua, è un sogno, ma sognare ci è ancora permesso.CIAO

giordano alessio 04.10.06 13:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe,
Sono quel ragazzo che un pò di tempo fà ti ha scritto, disperato perchè impotente difronte alla riforma costituzionale...
Ma ora sono più tranquillo...
HA VINTO IL NO!!!!!!!!!!!!!!!!
Finalmente gli italiani si sono Svegliati!!!
Grazie che hai messo ha disposizione un mezzo così potente che è il Blog, credo che sia così importante che mi sono inscritto al meetup.

W LA COSTITUZIONE!

Grazie e spero di incontrarti quando verrai in Ancona! CIAO

Giorgio Marescia 30.06.06 21:21| 
 |
Rispondi al commento

Italia il paese dove regna la corruzione e dove tutto è difficoltoso per chi non ha conoscenze.Le buone idee e la buona volontà non contano nulla. I migliori ricercatori devono emigrare per poter lavorare in modo serio ai loro progetti i nostri politici ci raccontano palle il 90% delle volte.I giornalisti sono tutti allineati (con qualche rara eccezione)verso chi detiene il potere. Verità continuamente nascoste le bombe degli anni 80 ;ustica, la massoneria Calvi ,Licio Gelli ,etc etc che paese di mer.. ma é tutta colpa degli altri o forse siamo noi i veri coglio.. , la libertà di protestare esiste ancora , quindi SI al parlamento pulito e via l'immunità parlamentare Forza Beppe e svegliamoci!!!!!!!!!!

Edoardo Carocci 26.02.06 19:56| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
ti ho visto venerdì scorso allo spettacolo di Roma.
Hai proprio ragione. Pensa che qualche sera fa su Rai3 c'era De Michelis che faceva campagna elettorale. No comment!!!!!
Vai alla grande!!!!!!!!!!!!

andrea caniglia 23.02.06 14:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
ho vistovenerdì scorso il tup spettacolo a Roma.
Non c'è niente da fare. Qualche sera fa su Rai3 c'era De Michelis che faceva la campagna elettorale.
Ogni ulteriore commento nn è necessario
Ciao
Vai alla grande!!!!!!!!

andrea caniglia 23.02.06 14:42| 
 |
Rispondi al commento

ma è possibile che un italiano, per ottenere dei riconoscimenti per un'azione nobile come la tua iniziativa del "Parlamento pulito", può aspettarsi gratificazioni solo dall'estero? Perchè invece di chi combatte la corruzione, vengono esaltati e sdoganati i ladri, i corrotti, i mafiosi?
Sei grande beppe, sono contento per questa piccola grande gratificazione.

giuseppe giavedoni 21.02.06 22:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per chi si lamenta e continua a dire che "vuole le fonti" di ste notizie io rispndo che Beppe fa bene a non dartele! A forza di pappa pronta non si cresce! Ragazzi, Beppe ci da degli input ma poi siamo noi a doverli sviluppare!

www.parlamentopulito.com

Non chiederti cosa puo fare beppe per te, fai tu qualche cosa per beppe! (e per te stesso)

marco staffoli Commentatore in marcia al V2day 21.02.06 01:32| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
purtroppo si deve constatare che negli "ambienti di palazzo" l'infrazione alle norme di legge sta diventando una prassi consolidata, cioè un comportamento uniforme e costante, basato su un precedente che non ha destato riprovazione (o comunque non troppa). Il passo successivo, l'evoluzione naturale di ciò è la consuetudine: delinquere essendo certi di agire conformemente alla legge. A questa prima nefasta tendenza se ne aggiunge, poi, una ulteriore: conferire legalità, con norme formali, ad atteggiamenti d'insofferenza verso il prossimo, di arroganza e di prepotenza. Per intenderci, ad esempio, giustificare o, peggio, istigare il cittadino a tenere la pistola carica in una tasca della giacca, agognando che qualcuno tenti di rapinare il suo supermercato.
Ebbene si, "i poteri" sono disorientati; il potere religioso, politico, economico e giudiziario mettono in campo le loro armi peggiori. Dobbiamo mandarli a casa, è vero, ma dobbiamo offrire un'alternativa valida. E' necessario affidarsi a uomini e donne che non sperano di essere eletti per "sistemare" i figli, i parenti e gli amici oppure per lottare strenuamente affinchè si appenda un crocifisso ad un muro di un'aula o per fare demagogia sulla famiglia; no, non è più possibile. E' improcastinabile la necessità di fondare un partito o un movimento politico ovvero di rendere più forte un partito o un movimento politico già esistente affinchè si lavori insieme non per sistemare i figli, ma per dare loro un futuro migliore, per dare loro una società fondata su valori veri e non su ipocriti atteggiamenti di facciata. Io mi candido, mettiamoci insieme.

Giovanni Merendino 19.02.06 11:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari lettori:


Sono spiacente di annunciarVi che pur troppo si è verificata una cosa terribile nel nostro paese. Me addolora immensamente dirlo ma lo devo fare.
Pur troppo si à scoperto a nostro mal grado che ce corruzione , io non potevo crederlo ma è cosi. Sono ancora scandalizzato per questi fatti, non avrei mai immaginato questa cosa; sono dispiaciuto a tal punto che a mala pena riesco a premere i tasti per scrivere queste righe.
Ma cosa possiamo fare per fare si che questo delle tangenti finisca di una volta per tutte? Volete saperlo? OK.
Si tratta semplicemente di cambiare 5000 anni di cultura più o meno, e la buona notizia è che lo stiamo facendo, adesso si parla di queste cose, prima No.
Altre cosa importante sarebbe semplicemente applicare le leggi in vigore, non so con certezza ma credo che ci siano; o non ci sono?
E l’ultima e più importante è la memoria signori. Non dobbiamo dimenticare i nomi di queste corrotti, altrimenti li votiamo ancora e ci fregano ancora a quattro mani. La memoria è l’unica arma che abbiamo a nostra disposizione e la dobbiamo usare e non farci ingannare.
Per finire ricordate la famosa frase che dice ( chi dimentica la sua storia e destinato a ripeterla)

cocco drillo 15.02.06 22:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e così in india siamo più conosciuti che qui.ho un paio di domande da fare: ma tutte le mail mandate a ciampi dopo i tuoi spettacoli non possono essere usate per chiedere il referendum x la costituzione? in questa giornata milanese triste e piovosa,se si leggono i sondaggi ci si deprime, anzi devo dire che un pò di paranoia sale al pensiero che possano ancora vincere, l'altra sera pensavo dove potrei emigrare nel caso... poi ho pensato perchè non chiedere asilo politico? ma a chi? la spagna, o il canada.. e perchè non riempire di mail il parlamento europeo chiedendo aiuto perchè qui stanno radendo al suolo la democrazia nel nostro paese... che ne dite? comunque beppe grazie di tutto e ti prego non entrare in politica un bacio yatra

antonella brina 15.02.06 17:34| 
 |
Rispondi al commento

e così in india siamo più conosciuti che qui.ho un paio di domande da fare: ma tutte le mail mandate a ciampi dopo i tuoi spettacoli non possono essere usate per chiedere il referendum x la costituzione? in questa giornata milanese triste e piovosa,se si leggono i sondaggi ci si deprime, anzi devo dire che un pò di paranoia sale al pensiero che possano ancora vincere, l'altra sera pensavo dove potrei emigrare nel caso... poi ho pensato perchè non chiedere asilo politico? ma a chi? la spagna, o il canada.. e perchè non riempire di mail il parlamento europeo chiedendo aiuto perchè qui stanno radendo al suolo la democrazia nel nostro paese... che ne dite? comunque beppe grazie di tutto e ti prego non entrare in politica un bacio yatra

antonella brina 15.02.06 16:54| 
 |
Rispondi al commento

e così in india siamo più conosciuti che qui.ho un paio di domande da fare: ma tutte le mail mandate a ciampi dopo i tuoi spettacoli non possono essere usate per chiedere il referendum x la costituzione? in questa giornata milanese triste e piovosa,se si leggono i sondaggi ci si deprime, anzi devo dire che un pò di paranoia sale al pensiero che possano ancora vincere, l'altra sera pensavo dove potrei emigrare nel caso... poi ho pensato perchè non chiedere asilo politico? ma a chi? la spagna, o il canada.. e perchè non riempire di mail il parlamento europeo chiedendo aiuto perchè qui stanno radendo al suolo la democrazia nel nostro paese... che ne dite? comunque beppe grazie di tutto e ti prego non entrare in politica un bacio yatra

antonella brina 15.02.06 16:53| 
 |
Rispondi al commento

Già... ma loro almeno hanno un canale news non corrotto che dà notizie vere con filmati non manipolati e non controllati.

Qui è impensabile che i telegiornali, i giornali e le radio diano informazioni di denuncia delle istituzioni.

D.

Dario Carta 15.02.06 15:03| 
 |
Rispondi al commento

Alcuni di noi auspicano che vengano scoperti tutti i politici corrotti, indipendentemente da quale sia la parte politica che rappresentino... Bene, sono estremamente d'accordo... Ma per iniziare io mi accontenterei di vedere saltare via quei politici parlamentari che già si sono dimostrati corrotti e non faccio nomi tanto tutti li sappiamo, che purtroppo invece continuano a svolgere il loro ruolo di rappresentanti del popolo. Che vergogna, dai discorsi che fanno sembra che siano delle povere vittime indifese...
Sicuramente i loro elettori erano e sono tuttora persone in buona fede, ma prego adesso apriamo gli occhi e mandiamo al governo chi ha il diritto di poterci stare, i clown e i bugiardi lasciamoli da parte, i risultati sono sotto gli occhi di tutti...
Andrea

Andrea Polla 15.02.06 10:47| 
 |
Rispondi al commento

purtroppo in india (buon per loro) non hanno berlusconi & compagni.

bruno pasquino Commentatore in marcia al V2day 14.02.06 22:00| 
 |
Rispondi al commento

Quando sento parlare di "politici", in particolare qualli italiani, io porrei l'attenzione sulla motivazione che li spinge a fare "politica" appunto... e soprattutto a volerci rimanere... A VITA!!!
Ci sono davvero pochi lavori che uno vorrebbe fare a vita... chissà per quali motivi?

Mi piacerebbe scrivere tomi sulle sensazioni che mi danno certi personaggi, certe facce, ma voglio farla "breve" e dire:

Nel mio mondo immaginario, un politico (come un insegnante, come un giudice, come un medico...) sente la "missione" del suo ruolo, sente la MISSIONE del suo lavoro, della sua aspirazione... si sente onorato del poter decidere (del poter formare, del poter curare...) e lo fa con genuina riconoscenza, perchè è un ruolo che "entra" nella vita degli altri e può "migliorarla"... può cambiarla... Nel mio mondo immaginario il capo del governo andrebbe scelto tra chi guadagna meno di 50.000 euro l'anno... NON NECESSARIAMENTE DI SESSO MASCHILE... che ama il confronto... e, scusate se sono troppo esigente, con fedina penale PULITA... come le mani.

Se dentro i "politici" il motore principale non è "la riconoscenza verso questo ruolo", ahinoi, siamo in mani di chi lo sfrutterà per sè...

Marco Paialunga 14.02.06 18:49| 
 |
Rispondi al commento

se c'è gente corrotta è sempre bene sperare che venga fuori, di qualsiasi partito o idea faccia parte, perchè sempre corrotta è


Bentornati senatori,dalle feste e dai ristori,
tutti insieme per votarela gran legge secolare,
la più urgente, la più bella, sì, la legge Pecorella.Ma quant'è curioso il mondo,nel suo gran girare in tondo,che fa nascere d'incanto una legge che può tanto. E la scrive un avvocato per salvare il suo imputato,che poi, caso assai moderno, è anche capo del Governo, mentre invece l'avvocato è un potente deputato. Ah, che idea stupefacente,non si trova un precedente,è un esempio da manuale di cultura occidentale che sa metter le persone sopra la Costituzione.E ora è bello edificante che di voci ne sian tante,di giuristi, ex magistrati,di causidici, avvocati,pronti, intrepidi, a spiegare che la legge è da votare,poiché vuole la dottrina
che il diritto su una china più virtuosa scorrerà,
se la norma si farà.Ma pensate che bellezza per un reo, l'aver certezza che se il giudice è impaurito o corrotto o scimunito,potrà dar la soluzione senza alcuna sconfessione,che il processo finirà e un macigno sull'accusa dello Stato e su chi subì reato. Che trionfo, che tripudio,Che trionfo, che tripudio,e per Silvio che preludio ad una dolce terza età,l'assoluta impunità. Bentornati senatori,per la fine dei lavori;cinque anni incominciati coi tesori detassati,poi vissuti con amore a far leggi di favore:rogatorie, suspicioni,lodi, falsi e prescrizioni,approvate in frenesia e con gran democrazia,che chi c'è non può parlare e chi è assente può votare. Mentre al pubblico in diretta lui giurava: "Date retta,se non si combina niente sui problemi della gente colpa è di opposizioni,Parlamento e Commissioni!". Bravi voi che con tempismo combattete il comunismo, anche se nell'ossessione ce l'aveste una ragione:falsa è di Marx la tesi che lo Stato è dei borghesi;ci insegnaste voi del Polo che lo Stato è di uno soloOr votando con l'inchinosi completi il gran bottino delle leggi personali,questo sconcio senza eguali.Del diritto sia mattanza. Ma l'Italia ne ha abbastastanza!
Nando Dalla Chiesa

Francesco Saverio Pasquetti 13.02.06 17:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe, scusa la banalità, ma perchè non ti butti in politica? fai un bel partito con un nome divertente tipo "Andate tutti a cagare!!!" Diventeresti presidente del consiglio e ad interim potresti continuare a fare il comico, almeno tu faresti ridere molto di più del nano col riporto! Ciao bello, ci vediamo a Roma il 17 ci sarò!

Riccardino Fuffolo 13.02.06 17:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io penso che ciò che vuole dire Beppe (ed ha ragione) è che negli altri paesi se sei indagato almeno ti espellono dal partito. E ciò non accade in Italia. Ora è vero che in ogni paese ci sono diversi problemi, ma calcolando che siamo in un paese "europeo" è facile constatare quanto le vicende dei politici siano alquanto singolari qui in Italia (rispetto al resto d'Europa). Nella stessa America, che non brilla per "democrazia" (vedi pena di morte in diversi stati) si applicano delle norme molto severe anche per le banche che truffano i risparmiatori (trasmissione Report rai 3). Gli scandali che coinvolgono personaggi politici (vedi Clinton e la sua segretaria) fanno molto rumore (qui in Italia a Clinton gli avrebbero fatto un monumento).
Allora, visto che facciamo parte della comunità europea, dell'Onu e di quant'altro cerchiamo almeno di "cercare" di uguagliare gli altri paesi in quelle che son le "basi" della democrazia. Un confronto sano e costruttivo serve a tutti.

emma giannotti 13.02.06 16:50| 
 |
Rispondi al commento

Mi pare che la logica non sia il tuo forte. Non si è affatto esterofili facendo sani paragoni con altri paesi, anzi. Si impara sempre e da questo continuo rimettersi in causa si avanza anche. Il nazionalismo è un enorme errore, soprattutto ora e non serve che a mettersi i paraocchi e a regredire. Per quanto riguarda il far politica di "noi gente normale", ti ricordo che tutti la facciamo, ogni sacrosanto giorno, con ogni decisione importante che prendiamo, aldilà del periodo elettorale. Inoltre, se la tua sfiducia per tutti i partiti può essere capita, non è certo lavandosene le mani (tanto son tutti gli stessi), che riusciremo ad uscire da una situazione a dir poco catastrofica. Infine, direi piuttosto "per fortuna" siamo gli artefici e non unici, della nostra vita, per cui se le cose vanno male è anche colpa nostra. Ti pregherei di riflettere seriamente e, già che ci sei, di esercitare più spesso la tua mente con semplici e salutari esercizi di logica e matemica. Potrebbero esserti di aiuto.
Cordialmente,
Chiara Boeri


da noi invece di eliminare i politici corrotti, eliminano il debito dei partiti (210 milioni di euro). che storia...

davide radaelli 13.02.06 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Vedo che ahimè siamo esterofili anche in politica; ma cosa credi, che gli altri siano meglio di noi, e perchè poi? Non è che in Europa altri paesi stiano così meglio dell' Italia, e poi gli italiani se vogliono sono intraprendenti, geniali ed hanno la forza per uscire da qualsiasi situazione, a prescindere dalla politica.
Basta dare così importanza ai politici, manco fossero lore che risolvono i nostri problemi.
Che vinca uno o l'altro, per "noi gente normale" cosa pensi che cambi? Putroppo siamo noi gli unici artefici della nosta vita.
Ciao

francesco cassina 13.02.06 10:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono commosso :)

Matteo Raggi 12.02.06 11:55| 
 |
Rispondi al commento

...E'Il nostro presidente della Reppublica!? Come mai nessuno lo mette mai in disscussione!! Come mai Firma di tutto?! Come mai la DESTRA lo vorrebbe ricandidare???!.....

Uhai Pcchè!!!

Venturini Antonio 12.02.06 11:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, l'angoscia mi tormenta sempre di più quando penso alle prossime elezioni. Sebbene abbia ben chiare le mie idee politiche non mi sento sicuro con nessuno dei due "poli" e il sentore comune è che siamo di fronte all'ennesima scelta del votare "IL MENO PEGGIO". L'angoscia mi viene perchè sento fortemente che questa volta davvero il nostro paese non se lo può permettere, siamo troppo indietro e altri 5 anni del solito Governo Italiano dei "Meno Peggio" sarebbero il colpo di grazia al nostro paese. Siccome tu sei bravo a farti ascoltare dalla comunità internazionale, secondo te sarebbe possibile fare un'appello (all'ONU, ad Amnesty International, all'Unione Europea, che ne so?) dicendo che moltissimi italiani (forse la maggioranza) non si sentono tutelati e chiedono l'intevento internazionale per aiutarli ad uscire da una situazione che ci sta portando alla rovina? Altrimenti come ne possiamo uscire da questa situaizone? Con la rivoluzione? Io sarei anche pronto a quella, ma davvero si riusirebbe a fare?
Perchè l'opinione pubblica oggi si fida più dei buoni propositi dei comici, dei cantanti, dei registi che di quelli dei politici? Non ti offendere, ma questo non fa onore ad un paese democratico. Beppe Grillo, Benigni, Celentano, Moretti, Dario Fo, sono più dei martiri che dei risolutori di problemi: hanno la sensibilità per ascoltare le esigenze comuni, ma non credo abbiamo la capacità di risolverli i problemi (spero di sbagliarmi). Di certo non ti mancheranno aiuti a raccogliere eventuali firme (contanto ovviamente anche su di me).
Grazie

Pierluigi Marciano 10.02.06 12:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A proposito di par condicio:
Di quale marxismo parla il capo del Governo a proposito della par condicio?
La libertà e la democrazia di un Paese civile, se è tale, durante le elezioni deve rispettare la par condicio ossia deve rispettare le minoranze dandogli lo stesso spazio visivo delle forze politiche più grandi che oltretutto per loro costituzione hanno una capillarità e una penetrazione sociale maggiore. Questo non è Marxismo ma democrazia. In caso contrario le forze minori avrebbero una "impar condicio" con una ridotta possibilità di farsi conoscere.
Se il tempo di una intervista fosse proporzionale alle dimensioni di un partito non sarebbe democrazia ma egemonia politica.

Credo che il Presidente Ciampi indirettamente e giustamente abbia voluto affermare questa equità ed il fatto che lo abbia dovuto dire è un monito per qualcuno...Grazie Presidente Ciampi!

Marco Fodde 08.02.06 17:14| 
 |
Rispondi al commento

Ordinaria ingiustizia a Ostia Lido

Una storia agghiacciante di presunti abusi ed omissioni presso il Municipio Roma XIII di Ostia Lido.

Pubblico un esposto (l'ultimo di una lunga serie ignorata) per far valere i miei diritti negati e schiacciati dall'apparato burocratico e istituzionale di Ostia Lido, aggrappata all'ultimo barlume di speranza rappresentato dalla magistratura.

Lucia Salvati

AL SIG. COMANDANTE
DELLA POLIZIA MUNICIPALE
XIII GRUPPO OSTIA LIDO (ROMA)

e, p. c.:
AL SIG. PROCURATORE DELLA REPUBBLICA PRESSO
IL TRIBUNALE DI ROMA


AL SIG. SINDACO DI ROMA
ON. WALTER VELTRONI

AL SIG. COMANDANTE
DELLA POLIZIA MUNICIPALE
DI ROMA


Oggetto: Esposto per segnalazione presunto abuso edilizio ed inquinamento da rumore conseguente ad esso.


Io sottoscritta SALVATI Lucia, nata a Gorgoglione (MT) il 17/12/1940 e residente in Roma alla Via Peio, 30, riferisco alla S.V. quanto segue:
Manifesto, prima di inoltrarmi nei particolari piuttosto inquietanti che hanno tessuto la trama dell’intera vicenda che vado a esporre, tutto il mio disappunto, nonché la mia profonda delusione per le irregolarità presunte (da accertarsi comunque nelle sedi competenti), che hanno costellato e viziato tutto l’iter procedurale imposto dalla normativa vigente che, alla luce dei fatti, è stato disatteso o quantomeno percorso in maniera distorta e superficiale.
Delusione e disappunto accresciuti in maniera esponenziale dal fatto di avere sempre creduto nell’apparato istituzionale (in un’epoca storicamente incerta e di abbondante sfiducia e diffidenza da parte dei cittadini nei confronti della pubblica amministrazione), che ho sempre servito con lealtà, abnegazione e senso del dovere innato, in quanto dipendente statale da poco in pensione, pretendendo sempre, sopra ogni cosa il rispetto della legalità e della trasparenza.
Sono proprietaria di una delle due unità abitative di un immobile del tipo villa bifamiliare, sito in Via Peio, 30.


Viva Berlusconi??
Maiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!
E' incredibile come alcune persone possano prendere le difese di un individuo come il nano malefico di Arcore, affibbiando ai politici che gli sono oppositori l'appellativo di pagliacci.
Mi sembra superfluo dire di chi è la colpa se al posto di un Parlamento ci ritroviamo con un Circo!
Allora ribadisco: maiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!
Forza Italia..dei Valori! ;-PPPPP

Roberto Limina 06.02.06 15:10| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei rispondere al sig.di Pietro,il maggistrato, di mani pulite.........
Come mai lui che tanto critica Berlusconi, per le
sue televisioni e per tutto quello che ha e che a fatto sia in bene che in male.
Propio lui partecipa ad una trasmissione a canale
5,del sig.Berlusconi,a farsi prendere a torte in faccia........... come mai io mi chiedo....
E per soldi o per altro.......Poveri noi,a chi dobbiamo credere,come siete caduti in basso.
A questo punto dico viva Berlusconi.

Giovanni

Giovanni Marigliano 05.02.06 23:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
non sempre mi trovo d'accordo con te, ma sulla "fedina pulita" dei parlamentari concordo pienamente. Vorrei quindi far notare la risposta del Casini intervistato a proposito della candidatura di D'Ambrosio fra i Ds:"La giudico inopportuna", diceva il Nostro, Eminente Presidente del Parlamento, che quando é in difficoltá non risponde peché é al disopra delle parti! Inopportuna?E come giudica la candidatura di Cuffaro? VEro, non c'é una condanna definitiva, ma chi deve gestire la cosa pubblica deve essere al disopra di ogni sospetto(tra l'altro, UDC da lui diretto ha il record di condannati tra le proprie file!)!Vogliamo mettere in confronto la candidatura di un magistrato in pensione, mai toccato da nessun processo, ma protagonista di una stagione indimenticabile per l'Italia, con l'altro,accusasato di mafiositá?Il fatto é che i voti fanno gola, caro Casini!
Cordiali saluti

Gino Pasquino 05.02.06 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti.
Sono un ragazzo di Ancona, mi chiamo Giorgio e mi trovo a scrivere in questo blog, perchè sono disperato.
Come tutti i ragazzi della mia età la politica mi suona un pò male, anche se sono fermamente convinto nelle mie idee.
Ma neanche tutta l'indifferenza del mondo non avrebbe impedito al mio cuore di piangere dopo avere letto la Nuova Riforma Costituzionale!
Essa la si può trovare sul sito del governo.
Vi confesso che è stato veramente traumatizzante leggerla.
é il più grande insulto alla costituzione mai fatto.
La mente dal quale è scaturita questa follia dovrebbe essere accusata di alto tradimento alla costituzione!
Io chiedo umilmente a chiunque leggerà questo commento di perdere un pò del suo tempo e di andare a firmare, dal messo comunale, che si trova in comune, a favore del referendum.
perchè dovete sapere che se non si riescono a raccogliere 500000 firme a favore del referendum esso non si farà e la riforma passerà.
Ma naturalmente nessuno lo sà perchè il governo controlla i media.
Il mio non vuole essere un invito politico, ma un invito a tutti coloro che portano il nome di CITTADINI ITALIANI, a tutti coloro che sentono nel proprio cuore l'amore verso la patria, verso la bandiera, verso tutte le vite che si sono spente per garantire a noi tutti i diritti che abbiamo oggi.
E a tutti quelli che non interessa, pensate ai vostri figli, che saranno costretti a crescere come schiavi in questo stato senza libertà.
Infine, chiedo umilmente al sig. Grillo di fare della pubblicità, di dirlo in giro, perchè ormai sta diventando la LORO democrazia e non più la nostra,noi non contiamo più niente, oramai; SIAMO SOLTANTO DEI NUMERI.


Giorgio Marescia

Giorgio Marescia 05.02.06 12:27| 
 |
Rispondi al commento

http://www.nwo.it/elite_denaro.html

ijimiaz galir 04.02.06 21:22| 
 |
Rispondi al commento

berlusconi HA MESSO D'ACCORDO BUSCH E PUTIN SULLA POLITICA ESTERA: IL MURO PARTIRA' DA CAMPOCOLOGNO ARRIVERA' A REGGIO CALABRIA, TAGLIERA' IL FUTURO PONTE SULLO STRETTO IN SENSO LONGITUDINALE PER CONCLUDERSI A MARSALA.

roberto tomatis 03.02.06 10:18| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe,
scusa ma sto blog é diventato ridicolo ormai ci puoi pure comprare una lavatrice usata, forse é meglio se apri un forum cosí gli utenti possono scambiarsi le opinioni un po melgio.

Ah, volevo dirti anche che ho messo in sharing su emule il tuo spettacolo in Svizzera e sta veramente andando a ruba ...

Gianni Morselli 02.02.06 17:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

si crede ancora nei valori della democrazia: il consenso che la maggioranza (che per definizione è l'ignoranza)dà ad un gruppo di persone (non bene definite) che possono assumere il potere...
questo è una cosa e un fatto surreale che al mondo è già costato almeno, dico almeno, due guerre mondiali... e l'umanità intera o per lo meno sicuramente la sua maggioranza (perchè ignoranza...) ne paga le conseguenze. evviva la democrazia il demonio dei popoli!!!

Antonio Colombo 01.02.06 18:58| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
ho appena visto il tuo spettacolo di Roma su DVD,e devo dire che sei veramente il piu' grande di tutti,continua cosi' che ci dai la forza per andare avanti!!!
A proposito,voglio raccontarti una cosa piuttosto squallida.Ad Agosto 2005 sono diventato papà di una splendida figlia e Sabato mi è arrivata una lettera direttamente dal Presidente del Consiglio indirizzata a mia figlia..riguardo al famoso bonus di 1.000,00 euro.Beh,sono rimasto disgustato perchè è riuscito ad usare anche questa stupida ed inutile iniziativa per fare propaganda elettorale!!Oltretutto si è preso il solo merito di questa legge mettendo addirittura la Sua firma sulla lettera.Figurati che nel 2005 se non sbaglio sono nati circa 600.000 bambini in Italia...Che altro sarà disposto a fare per raccimolare voti??
Speriamo che cambi qualcosa perchè credo che siamo proprio alla frutta e prima o poi succederà qualcosa di veramente grave.

Un salutone e mi raccomando con il progetto della rete,vai avanti perchè credo sia la strada giusta
per tornare ad essere un paese democratico.

Alessandro Vignoni

Alessandro Vignoni 30.01.06 18:43| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe
Propongo un referendum popolare per buttare fuori dal Parlamento Italiano, ed Europeo, chi e stato condannato in via definitiva.
Prova a fare un sondaggio.


Riccardo Ferrara 30.01.06 18:37| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe Grillo
ho appena acquistato il dvd dello spettacolo di Roma del 28/04/2005 e in 2 giorni l'ho guardato 3 volte perchè hai detto (mi permetto di darti del tu e correggimi se non sei d'accordo)talmente tante cose che non sono riuscito a ricordarmele tutte la prima volta.
E' deprimente sapere da chi sono gestite le nostre vite, ho 26 anni e non riesco a pianificare 1 anno del mio futuro perchè non ho certezze dal mondo che ci circonda, figuriamoci pianificare tutta la vita. Comunque vedrai che Berlusconi vincerà le elezioni del 2006 e poi se andrai in giro a chiedere chi l'ha votato non troverai nessuno che ti dirà di sì.
Ora ti saluto e ti ringrazio di aver messo a disposizione questo spazio così potrò risolvere qualche mio perchè.

PS:Verrai al PALABAM di Mantova col tour 2006?

Piva Diego 30.01.06 15:49| 
 |
Rispondi al commento

Chiedo scusa, con tutta probabilità il post che vi ho scrtitto riguardante il "bonsaikitten" è una bufala, mi sono allarmato per niente....

Max Turatti 30.01.06 15:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vedere all'url:

http://www.attivissimo.net/antibufala/bonsaikitten/bonsaikitten.htm

oltre al fatto che raccogliere firme da mandare in messico per fermare una (fantomatica) iniziativa giapponese mi pare decisamente surreale.

imparate a usare la rete: in rete le informazioni ci sono!

luca gremese 30.01.06 12:35| 
 |
Rispondi al commento

FERMARE L'ORRORE
Spero che firmerete alla fine del foglio....Il
messaggio in questione serve a raccogliere firme per bloccare l'affare
di un
cretino di un giapponese che vende GATTI IMBOTTIGLIATI vivi e
assolutamente
coscienti e la cosa peggiore che la sta facendo diventare una moda in
USA. Questo
giapponese mette il cucciolo del gattino in una bottiglia di vetro con
una sonda che penetrandolo dall'ano,tiene un'uscita fuori per
liberarsi dall'urina e le feci.
Tutto questo per fare prendere al gatto la forma di
una bottiglia. Il micio viene alimentato con sostanze chimiche che lo
renderanno sterile, rendendo inutili i suoi testicoli. Quindi il gatto
vive così
la sua vita, una vita di torture e sopravvivenza,non può muoversi! nè
camminare, ne' pulirsi.. è una vera tortura per quest o povero animale.
Vi prego
diaiutarci firmando perchè è una moda che prende sempre più spazio in
Usa, Cina, Indonesia e Nuova Zelanda! L'animale viene visto come un
soprammobile... Se volete maggiori informazioni....andate a visitare il
sito!!!!!!!!!!!!! www.bonsaikitten.com (andate a visitare il sito.) NON
CREDERETE AI VOSTRI OCCHI. IO L'HO VISITATO E SONO ANCORA SGOMENTA.
Quello che stiamo cercando di fare è raccogliere
delle firme in tutto il mondo per non permettere a questa società
giapponese di continuare con questa vergogna....e mandare queste
firme ad una società che protegge gli animali in Usa e Messico.

Max Turatti 30.01.06 12:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro grillo ho visto il filmato di un tuo spettacolo del 2005....e ti volevo dire che secondo me le cose non cambieranno xchè i politici i direttori di banca i direttori di molte aziende(questo lo dico xchè lavoro x delle spa) non è gente che sa lavorare sono solo dei ladri paraculati e si fanno solo i loro interessi.... anche i vigili urbani,sono persone che "lavorano" x la "pubblica sicurezza" se li guardi sono uno piu sfigato dell'altro.purtroppo ormai questa è la cultura italiana chi lavora è considerato un pirlone chi non fa nulla è mangia i soldi degl altri è un grande.CIAO

massimiliano zen 30.01.06 08:30| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe grillo,
innanzitutto tanti complimenti..
stasera mi tocca il duro lavoro notturno..lavoro in un contac center (00:00/8:00)..insomma lavoro per il servizio clienti di una notissimmaaaaa .......compagnia di telefonia mobile!!!
è la prima volta che visito il suo sito..il motivo di questa prima visita è che prima di venire a lavorare..mi sono immersa guardando il dvd del suo spettacolo a roma del 28/4/05..che dire..rimango senza parole..ottimo
sono di Genova anche io, ho 27 anni vivo da sola da 5...e la realtà è terribile..un ambiente di lavoro a Genova impostato come una multinazionale...ma noooooo nn siamo in America!!! siamo in Italia..ci propongono uno stile di lavoro assurdo..8 ore davanti ad un pc..ovvio abbiamo le pause sindacali videoterminalisti..ma i turni sono assurdi..và a farsi...fott... l'equilibrio psico fisico di un umano!!! mha!!! c'è un mha..a Genova sono pochi i lavori a tempo indetemrinato..e io lo sono da 1 anno ..e mi viene bene perche ora cerco casa in affitto..e almeno posso far vedere a qlc che ho delle certezze in mano.. uno stipendio da 900equalcosa!! un affitto in una zona normale è apri a 500/600€ mi dice come si può fare a vivere??!!!!e nn ho un mezzo meno male altrimenti mi conviene spendere lo stipendio per una bara..e farmi seppellire viva!! ma nonost tutto nn mi lamento.!! oddio convivo con l'ansia, un pò di stress da lavoro..parlare con persone arroganti e cafone tutto il giorno al telefono..mio dio..
insomma tante parole..di tanti ..ma nulla..
un piccolo sfogo..e buona giornata a tutti..
paola

paola di paola 30.01.06 00:51| 
 |
Rispondi al commento

Ti aspettavo da tanto,
ho appena assistito al tuo spettacolo e confesso che più che ridere mi veniva da piangere a sentire queste realtà.......sono triste per quanti non vorranno ascoltare e capire.
Dimmi una sola cosa!
come possiamo far capire alla gente tutto questo?
un esempio:- "l'euro di Prodi" come lo ha chiamato il ns. "dipendente" come possiamo far capire alla gente che non è così, e continua a credere a tuttto quello che sente alla tv?
Grazie per questa serata ora ho più speranza.
Grazie e auguri per le tue battaglie che sono quelle di tanti e vorrei che fossero di tutti.
Daniela da Udine

daniela paolini 30.01.06 00:15| 
 |
Rispondi al commento

PER TUTTI QUEI RAGAZZI CHE MANIFESTANO L’INTENZIONE DI NON ANDARE A VOTARE

**************************************
DOBBIAMO MANIFESTARE IL NOSTRO CONSENSO O DISSENSO CON IL VOTO IN QUANTO DIRITTO ACQUISITO E IRRINUNCIABILE PER RISPETTARE IL SACRIFICIO DEI NOSTRI PADRI E CHE CI CONSENTE DI VIVERE IN UNA DEMOCRAZIA.
UN MIO VECCHIO PROFESSORE DICEVA :
“ Chi non vota non può neanche lamentarsi per quello che non gli và, non ha espresso cosa voleva”.

**************************************
*LIBERIAMOCI DAI SIMBOLI POLITICI, IMPARIAMO A VEDERE SOLO LOGHI *
(Solo per essere più liberi nelle nostre scelte, ragionando con la nostra testa per capire la verità dell’immagine riflessa. Nella società moderna il logo identifica la storia e la qualità di un prodotto: noi cambiamo prodotto quando non soddisfa più i nostri bisogni interiori ed esteriori senza rimpianti o conflitti. Vedere loghi al posto di simboli vuol dire essere più liberi e rispettare noi stessi ).

**************************************

IN DEMOCRAZIA RAGAZZI……..
l’astensione al voto può avere come conseguenza che una minoranza di cittadini governi e decida per la maggioranza.

ANDIAMO TUTTI A VOTARE LIBERI DI MENTE

**************************************

IN DEMOCRAZIA RAGAZZI , LA RIVOLUZIONE SI FA CON LA PARTECIPAZIONE: L’ARMA E’ IL VOTO .
**************************************
N.B.
Il presente invito al voto libero sarà bloggato a intervalli regolari su tutti i POST indipendentemente dal tema, visto il numero di persone indecise a manifestare il loro diritto di intervenire sulle scelte politiche del paese in cui vivono. Data inizio 10/01/06 Data Fine Invio 09/04/06

Da oggi tutti i commenti del sottoscritto avranno come intestazione il terzo paragrafo del presente commento, indipendentemente dal contenuto.

**************************************

I BUGIARDI CI SONO E CI SARANNO SEMPRE BASTA ESSERE PRAGMATICI E LIBERI DI MENTE

ernesto scontento 29.01.06 23:36| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
Come vedi ti scrivo dalla Germania dove io abito per lavoro da oltre 5 anni,Ringrazio il vostro blog che ci fá sentire piú vicini all´ italia e a volte piú schifat, ma veniamo al punto:
Come si fá a far smettere questi schifosi che continuano ad aumentare la benzina e nessuno dice niente noi continuiamo a consumare e loro aumentano,
prima cera la scusa della guerra, ma chi controlla questi schifosi chi monopolizza tutto questo mercato,perché non andiamo in piazza amche per questo? dobbiamo pur farci sentire o si continua a fare Forum Economici sempre per i potente e i disgraziati come noi quando lo fá il forum mondiale dei Bischeri?
Fammi sapere grazie?
Giancarlo Viareggio

Giancarlo Giannini 29.01.06 23:14| 
 |
Rispondi al commento

sono perfettamente d'accordo nel concedere il diritto di voto agli immigrati in Italia visto che, se pagano le tasse, il diritto di aprire bocca ce l'hanno sacrosanto. Io mi trovo nella situazione opposta, da anni sono residente all'estero e quindi, anche per mancanza di accesso ai canali d'informazione (mi viene da ridere pensando al controllo sulla stampa a la televisione da parte del nano)mi curo ben poco delle vicende italiane. Sono un po' di anni adesso che mi trovo a dover votare in italia, dove non risiedo e non pago alcuna tassa, mentre il diritto di voto mi viene negato nel regno unito dove risiedo e pago salate tasse. Dov'e' il paradosso?

paola fowler 28.01.06 15:46| 
 |
Rispondi al commento

ARCOBALENO POLITICO ITALIANO: Manifesto sinceramente tutta la mia riconoscenza a Beppe Grillo e a tutti coloro che hanno capito che nel Parlamento italiano pullulano e rifioriscono tranquillamente personaggi criminali che paradossalmente si candidano per essere eletti in parlamento ma che in realtà di candido forse hanno solo la loro camicia lavata. Sono nata ad Auronzo di Cadore in provincia di Belluno, un meraviglioso angolo della Terra ove le Dolomiti con le Tre Cime di Lavaredo simboleggiano tutto quello che di più bello e spettacolare può esistere nel nostro pianeta. Successivamente i miei genitori (mio padre di origini friulane e mia madre di origini trentino/austriache) per motivi di lavoro - si trasferirono a Milano e qui terminai i miei studi, conseguendo il diploma di maturità classica presso l’Istituto Carducci di Milano. Successivamente, convinta di onorare la memoria sia di mio nonno che del mio bis-nonno, i quali erano medici, decisi di andare a lavorare come impiegata amministrativa in un ospedale: l’Ospedale Fatebenefratelli e Oftalmico di Milano. Ero orgogliosa di lavorare in un servizio di pubblica utilità, così come sono stata orgogliosa della medaglia d’oro al valor civile che ricevette mio nonno Dottor Carlo Nigris dal Comune di Saronno per meriti di servizio. La sensibilità che mio nonno ha dimostrato di avere durante tutta la sua vita come medico io credo di averla ereditata anche per quanto concerne la composizione di poesie delle quali alcune sono pubblicate nel mio sito web: http://www.mobbing-sisu.com/poesie/poesiegio.htm . Purtroppo però per me dopo circa tre anni di lavoro in ambiente contaminato e privata di qualsiasi mezzo di protezione da contagio e infezione, in aperta violazione dell’art. 2087 del Codice Civile, mi è stata fatta contrarre la tubercolosi in servizio e per causa di servizio.

Giovanna Nigris 28.01.06 10:16| 
 |
Rispondi al commento

Per questo i miei diretti superiori (tre medici e un amministrativo) sono stati imputati di lesioni colpose gravissime e lasciati in attesa di giudizio per alcuni anni, sino al raggiungimento dei termini di legge necessari per dichiarare la prescrizione dei reati, così come puntualmente si è verificato. In questo modo oltre che nella mia salute psico-fisica sono stata rovinata in campo patrimoniale per la riduzione del mio stipendio a causa delle mie assenze dal servizio, dovute alla tubercolosi e persino per avere dovuto sostenere spese legali per tutto quello che il mio avvocato difensore aveva scritto al Tribunale per patrocinarmi nei miei diritti di legge e di contratto. Oggi, con l’animo colmo di dolore, mi ribello all’ingiustizia subita, perché per tutto questo sono stata ridotta senza salute, non abbiente e pertanto nella più assoluta impossibilità economica di potermi curare i postumi della tubercolosi, ovvero potere fare fronte a tutte quelle spese mediche, farmacologiche e di laboratorio non dispensate dal Servizio Sanitario Nazionale. Anche se al Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia (T.A.R.) contro l’Ospedale Fatebenefratelli e Oftalmico di Milano ho vinto in maniera schiacciante, i dirigenti dell’Ospedale con la più vergognosa elusione del giudicato continuano a lasciare efficaci contro di me altri reati penali di cui OMISSIONE DI ATTI DI UFFICIO, FALSO IDEOLOGICO e VIOLENZA PRIVATA DA MOBBING, così come meglio spiegato e documentalmente provato nel mio sito internet: http://www.mobbing-sisu.com .

Giovanna Nigris 28.01.06 10:15| 
 |
Rispondi al commento

In termini reali e non certo in termini polemici, mai avrei potuto immaginare che, come dirigenti di un Ospedale pubblico vi fossero politicamente assegnati dei malviventi che causano una lenta morte alla propria dipendente, così lontani dallo spirito dello scopo umanitario che un ospedale deve coltivare. Per nessun motivo al mondo avrei potuto credere che per un servizio di pubblica utilità si soffrisse così atrocemente. Oggi vedo persone che, pur essendo state elette a governare il Paese, senza alcun rispetto della legge e senza dissipare alcun tipo di dubbio e di sospetto al cittadino, non si prodigano affatto per risollevare le sorti della gente comune della Nazione. Nessuno manifesta di volere sanare le distruzioni prodotte al cittadino e al proprio Paese, nessuno cerca di unire gli animi per costruire qualche cosa di buono, di conseguenza non si fanno risparmiare altre lacrime e altro dolore al popolo che viene sempre più oppresso, raggirato, tartassato e rovinato. Purtroppo vi sono anche parecchie persone che lontane dal supremo interesse del Paese, pur di accrescere stima e simpatia dai malfattori senza scrupoli, si rendono complici di qualsiasi genere d’illegalità, avvalendosi di un istituto disumano perverso e violatore di ogni sano principio.

Giovanna Nigris 28.01.06 10:14| 
 |
Rispondi al commento

Si sente solo parlare di conflitti di interessi, di buoni e cattivi uomini politici e di reciproche frasi avvelenate, ma il bene del “cittadino” pare che non interessi più, si ricordano di esso e della sua esistenza solo quando gli si chiede il voto elettorale. Io come i miei nonni ho compiuto semplicemente il mio dovere di italiana, dedita completamente a un servizio di pubblica utilità, ma a differenza dei miei antenati, io, come compenso, pare che riceva in silenzio una lenta morte. Oggi la libertà individuale e giustizia sociale non trovano più il loro pieno equilibrio. Tutto accade in spregio alle leggi e al potere sovrano della Magistratura, perché gli uomini politici pensano solo al proprio arricchimento personale, sollevando continue questioni senza mai risolverle. Tutto questo clima violento, le contestazioni e i moti popolari minacciano l’unità nazionale e non pongono certamente le basi per vedere in futuro un’Italia libera, forte e unita. Ci viene data una sensazione spiacevolmente, preoccupante e allarmante, lontana da qualsiasi genere di conforto morale, politico e sociale. Dei frutti della fede e dei sacrifici dei nostri padri, alla stragrande maggioranza di chi ci governa, pare che non importi proprio nulla. Concludo ancora con un grazie a Beppe Grillo e a tutti coloro che aiutano a stanare malviventi insospettabili corrotti e malfattori che di nascosto distruggono l’Italia colpendo a morte la vita dignitosa degli italiani. Che Iddio ci protegga.

Giovanna Nigris

Giovanna Nigris 28.01.06 10:13| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,
a proposito dell'iniziativa Parlamento Pulito, nell'imminenza delle elezioni sarà necessario pubblicare la lista di coloro che si candidano e che sono condannati o con procedimenti penali in corso

Basile Francesco 27.01.06 17:14| 
 |
Rispondi al commento

Parlamento Pulito in India? AHAHAH Impossibile. Almeno finchè c'è Sai Baba che corrompe politici, corrompe la stragrande maggioranza delle forze dell'ordine e militari e si autoproclama supersantone. In india il gigantesco problema della vanna marchi che ha fatto successo (Sai Baba) è vivissimo! Il primo ministro indiano lo difende dalle accuse di pedofilia e omicidio e si sospetta che sia anche un importante anello di una rete internazionale di pedofili. Mi sentirò molto offeso se non vedrò mai un post contro sai baba su questo sito internet in quanto lo ritengo un ottimo sito di disinformazione e sorvolare sopra certi argomenti non è da beppe grillo.
Per maggiori informazioni

www.exbaba.it

ne rimarrete atterriti, per ulteriori informazioni sulla psicologia e gli aspetti più scabroso di questi e altri strani personaggi che, come lui, stanno fregando mezzo mondo detenendo poteri immensamente grandi e occulti. scrivetemi a arthurzanoni@aim.com

Arthur Zanoni 26.01.06 18:55| 
 |
Rispondi al commento

a Natale siamo stati in India, e come le altre volte ne siamo tornati profondamente ispirati. Abbiamo trovato molto civile il fatto che il Partito del Congresso Indiano, così storico e importante, abbia a capo una donna d'origine italiana, molto apprezzata perchè forte e compassionevole contemporaneamente, Sonia Gandhi. In Italia un pò d'anni fa si discuteva invece se potesse essere straniera una Miss Italia...

marcello vinci 26.01.06 17:04| 
 |
Rispondi al commento

Non se ne può più di questo artificio biologico, di questo orcio eruttante, di questo strillone di menzogne e ricatti!
> > Questa COSA immonda, che annulla l'evoluzione cerebrale della specie umana, facendola regredire allo stadio dell'homo neanderthaliano!
> > > Si liberi il consorzio umano, ostracizzandolo per eccessiva repellenza psico-fisica e, soprattutto, per il perdurante stupro della verità, che lo rende socialmente ripugnante!
> > Solo chi é burattino della propria elefantiaca pulsione di esaltazione di sé, può prorompere in comportamenti così socialmente devastanti e glorificarsene!
> > L'Italia é assurta a sinonimo di illegalità istituzionalizzata!
> > E' un'esigenza morale, prima ancora che politica, restare uniti per procedere alla DERATTIZZIAMO delle nostre ISTITUZIONI, involgarite dalla frequentazione di questi miasmatici figuri!
> > Vi vada, dunque, in massa alle urne per ridarci un PAESE normale, cioè dove le regole valgano per tutti!
> > distinti saluti
> > emilio d'ambrosio
>
>
>

emilio d'ambrosio 26.01.06 16:37| 
 |
Rispondi al commento

keep rockin' beppe,
avanti senza pieta'

daniele tigli 26.01.06 15:56| 
 |
Rispondi al commento

Nella trasmissione di Canale 5 «Il senso della vita» PaoloBonolis ha riproposto una rubrica che riprende pari-pari una "storica" iniziativa del settimanale Cuore. Ricordate ? (CUORE - Settimanale di resistenza umana) chiuso nel '93. L'ultima pagina di CUORE era infatti

riservata alla rubrica a cui i lettori scrivevano LE 5 COSE PER CUI VALE LA PENA VIVERE Vi giungevano le cose piu' assurde, ma le prime 5 risultarono

essere:

1 L'AMORE

2 GLI AMICI

3 IL SESSO

4 LA FIGA

5 LA FINE DIANDREOTTI

Scendendo nella graduatoria c'era davvero di tutto: ne

ricordo alcune simpaticissime!LA FIGLIA DI BOSSI CHE SPOSA UN

SENEGALESE

IL LANCIO DI GIULIANO FERRARA SU BAGHDAD

APPENDERE SGARBI PER LE PALLEENZO CATANIA DETTO IL "TURBOMINCHIA"

( che non si e` mai saputochi fosse....ma arrivo` sino alle soglie della Top Ten ! Era infatti 13esimoin una graduatoria di quasi 100 posizioni!!) e molte altre ancora

Quel poveraccio di Bonolis, dopo la "tranvata" di SERIE A, non ha trovato nulla di

meglio che scopiazzare miserabilmente quella meravigliosa idea.Percio' ora

chi voglia partecipare all'iniziativa, deve inviare la propria preferenza al

sito della trasmissione http://www.ilsensodellavita.tv

Ognisettimana verra` pubblicata la classifica dei 10 motivi piu' votati

Da qui e` nata l'idea di coinvolgere piu` persone possibili per proporre la

motivazione: "BERLUSCONI IN GALERA".

Sara` molto divertente riuscire a vedere in una sua trasmissione (canale 5 = Mediaset = Berlusca) al primo postola nostra scelta.

Votare e` molto semplice.Basta accedere al link http://www.ilsensodellavita/form_10motivi.php

E nel campo "descrizione" scrivere: BERLUSCONI IN GALERA.E' ovvio che

siete pregati di inviare questo messaggio a piu` persone possibili invitandoli

a votare!!!!

Ce la possiamo fare, in fondo siamo in campagna

Elettorale!

marcella pesce 26.01.06 09:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' TUTTO UN MAGNA MAGNA

Fiorani sta vuotando il sacco, facendo emergere la verità sull’incontro che ha visto il SENATORE LUIGI GRILLO, Gran Maestro dell’operazione di corruzione e appropriazione indebita più sporca dalla fine di Tangentopoli. L’incontro ha visto la partecipazione di: Fazio, Fiorani, Berlusconi e Grillo.

Le dichiarazioni ufficiali vollero far passare l’idea di una difesa delle banche italiane contro l’assalto dei Barbari europei.

In realtà, il Senatore Luigi Grillo, eletto in Liguria nelle fila di Forza Italia, aveva bisogno di tanti soldini per costruirsi la VILLA nella Riviera Ligure (costruita abusivamente nel Parco Naturale delle Cinque Terre e poi condonata); quale sistema migliore per fare ciò se non fregare un po’ di soldi ai correntisti della Banca Popolare di Lodi.

Il sistema a quanto sta dicendo Fiorani era semplice: bastava aprire un conto nella sua Banca, dare l’appoggio politico all’operazione bancaria più sporca della Seconda Repubblica e in cambio ci si ritrovava un bel gruzzoletto sul proprio conto corrente.

Il Senatore Grillo, una delle figure più losche della Politica italiana, ha fiutato subito l’affare e si è lanciato nella strenua difesa della scalata di Fiorani, ovviamente le sue dichiarazioni pubbliche sono state ripagate a suon di MILIONI d’euro.

Il problema è che i soldi affluiti nelle tasche di LUIGI GRILLO erano dei correntisti della Banca Popolare di Lodi che sono stati truffati, rapinati e beffati; una persona che ha rubato dei soldi agli italiani dovrebbe stare in GALERA e non in Parlamento in una posizione chiave (Presidente della Commissione Trasporti del Senato)."

Cirillo Oldini 26.01.06 00:14| 
 |
Rispondi al commento

PER TUTTI QUEI RAGAZZI CHE MANIFESTANO L’INTENZIONE DI NON ANDARE A VOTARE

**************************************
DOBBIAMO MANIFESTARE IL NOSTRO CONSENSO O DISSENSO CON IL VOTO IN QUANTO DIRITTO ACQUISITO E IRRINUNCIABILE PER RISPETTARE IL SACRIFICIO DEI NOSTRI PADRI E CHE CI CONSENTE DI VIVERE IN UNA DEMOCRAZIA.
UN MIO VECCHIO PROFESSORE DICEVA :
“ Chi non vota non può neanche lamentarsi per quello che non gli và, non ha espresso cosa voleva”.

**************************************
*LIBERIAMOCI DAI SIMBOLI POLITICI, IMPARIAMO A VEDERE SOLO LOGHI *
(Solo per essere più liberi nelle nostre scelte, ragionando con la nostra testa per capire la verità dell’immagine riflessa. Nella società moderna il logo identifica la storia e la qualità di un prodotto: noi cambiamo prodotto quando non soddisfa più i nostri bisogni interiori ed esteriori senza rimpianti o conflitti. Vedere loghi al posto di simboli vuol dire essere più liberi e rispettare noi stessi ).

**************************************

IN DEMOCRAZIA RAGAZZI……..
l’astensione al voto può avere come conseguenza che una minoranza di cittadini governi e decida per la maggioranza.

ANDIAMO TUTTI A VOTARE LIBERI DI MENTE

**************************************

IN DEMOCRAZIA RAGAZZI , LA RIVOLUZIONE SI FA CON LA PARTECIPAZIONE: L’ARMA E’ IL VOTO .
**************************************
Il presente commento sarà bloggato a intervalli regolari su tutti i POST visto il numero di persone indecise a manifestare il loro diritto di intervenire sulle scelte politiche del paese in cui vivono.

Da oggi tutti i commenti del sottoscritto avranno come intestazione il terzo paragrafo del presente commento, indipendentemente dal contenuto.

I BUGIARDI CI SONO E CI SARANNO SEMPRE BASTA ESSERE PRAGMATICI E LIBERI DI MENTE

ernesto scontento 25.01.06 23:46| 
 |
Rispondi al commento

Il fatto è, che da quando c'è Berlusconi al potere non siamo più una repubblica perchè respublica significa la cosa del popolo in latino: ed è inutile ritornare a mugitare la censura ed il fascismo con il quale siamo governati.
Il Fascismo ha questo di straordinario che si appoggia su un culto della "romanita". Non sapendo che nella Roma antica, i Fori, esistevano appunto per permettere al cittadino di discutere di politica, di economia, di guerra, rimettendo anche in dubbio le decisioni dello stato.

Gli antichi greci e gli antichi romani hanno creato un sistema chiamato anacyclosis, che consiste
Esistenza di 3 forme benigne di governo che sono la Democrazia (potere al popolo), la Monarchia (potere ad una sola persona) e l'Aristocrazia (potere ad un polo di persone ).
Esistenza per ognuna di queste forme di una foma maligna di degenerazione che sono : L'Anarchia (per la Democrazia), La Tirania (per la Monarchia) e L'Oligarchia (per l'Aristocrazia).

Secondo questo schema, si riesce ad evitare la degradazione costante del sistema.

Democrazia>>>Anarchia>>>Monarchia>>>Tirania>>>Aristocrazia>>>Oligarchia>>>e ritorno alla Democrazia.

Cioè mi spiego prendendo un esempio:
In uno stato qualunque, siede al potere un uomo. Ma quest'uomo, non è solo dirigente del paese. Perchè ha dei doveri verso chi è riuscito, in un modo o in un altro, a farlo eleggere. Guarda caso, quest'uomo è un potente industriale, che possiede, la maggior parte dei media, delle assicurazioni ecc… di questo paese qualunque. Ma come diceva Spinoza, l'uome è cupido. Quindi è facilmente pensabile che quest'uomo, cerchi a farsi i suoi interessi. I suoi interessi che dovranno essere compatibili con quelli che l'ho hanno piazzato li.
Qua siamo chiaramente in una derivazzione malinia del aristocrazia, cioè l'Oligarchia. La revoluzione dovrebbe quindi portare al potere un regime Democratico.

Ora faccio una domanda che sicuramente già immagini. Ma l'Italia, in che sistema è?

Tris 25.01.06 23:04| 
 |
Rispondi al commento

Un caro saluto prima di tutti a voi coraggiosi che vivete ancora in Italia.
Io per lavoro son dovuto andare all'estero, in Francia. Non lontano quindi.
Non potete immaginare l'immagine che il mondo ha dell'Italia. Una vergogna. Ma sapete cosa mi fa incazzare? magari sara anche una cazzata, ma questa storia di Calipari non riesco a mandarla giù. Cioè qua non ci rispetta più nessuno. Siamo considerati come dei buffoni.
Vabbè non è che gli Usa (ma quanto dovremo usarlo?) rispettino qualcuno. Pero almeno 'Il Pagliaccio" poteva dire qualcosa. Bruttisma biscia schifosa putride... baaaah... solo a pensarci mi fai vomitare.
Se il popolo vuole la rivoluzione, rivoluzione si fara.
Cosi non si puo stare oh mamma mia mi sento male.

Tris 25.01.06 19:35| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe, ho mandato questo post a Vittorio Zucconi di Repubblica. Pensi che lo farà pubblicare? io non so ma chissà...

Egregio Direttore,
mi permetto di inviarLe un "copia e incolla" dal blog di Grillo. Sarebbe utile e bipartisan pubblicarla? Mio marito ed io pensiamo di si. Grazie e cordialità.

Cristina Nuzzo 25.01.06 18:45| 
 |
Rispondi al commento

Si puó provara una cosa simile a quella realizzata in INDIA?
Anche la sará stata difficile ma l´hanno fatta...
..e il risultato non é per niente male!
A chi si potrebbe proporre di realizzare?

domenico scianguetta 25.01.06 17:06| 
 |
Rispondi al commento

******
******
******

Ho trovato questa pagina web con dei video

riguardanti....

- Viva Zapatero

- Beppe Grillo Un futuro sostenibile

- Beppe Grillo Un Grillo per la testa

tutto qui

http://grillo.50webs.com

Sconvolgente O_O

******
******
******

Giuseppe Natale 25.01.06 16:17| 
 |
Rispondi al commento

Cara Ivana, non è la fiera di "a chi dare la colpa?".
E' stata di Prodi che non ha fatto abbastanza? E' stata di Berlusconi che non ha controllato le speculazioni? Non ha importanza questo fatto che ormai purtroppo appartiene al passato. Nemmeno, come dici Tu "non bisogna lamentarsi". Non si tratta di lamenti ma di realtà: la gente "i plebei" hanno uno stipendio dimezzato a fronte di un carovita doppio in una società in cui le statistiche governative indicano che mediamente tutto va bene : la classica legge del pollo percui se uno mangia (patrizio) e l'altro sta a gurdare (plebeo) risulta che hanno magianto entrambi!
Quindi capisco il tuo punto di vista ma il problema reale rimane e la rassegnazione non è mai un rimedio. E' necessario ricostruire questo Paese indipendentemente da chi salirà al governo. Altrimenti l'Italia rimarrà in eredità ai soli che potranno permettersi di viverci e speriamo che non sia questa la stategia di qualcuno...
Marco Fodde

Marco Fodde 25.01.06 15:17| 
 |
Rispondi al commento

Cara Ivana, non è la fiera di "a chi dare la colpa?".
E' stata di Prodi che non ha fatto abbastanza? E' stata di Berlusconi che non ha controllato le speculazioni? Non ha importanza questo fatto che ormai purtroppo appartiene al passato. Nemmeno, come dici Tu "non bisogna lamentarsi". Non si tratta di lamenti ma di realtà: la gente "i plebei" hanno uno stipendio dimezzato a fronte di un carovita doppio in una società in cui le statistiche governative indicano che mediamente tutto va bene : la classica legge del pollo percui se uno mangia (patrizio) e l'altro sta a gurdare (plebeo) risulta che hanno magianto entrambi!
Quindi capisco il tuo punto di vista ma il problema reale rimane e la rassegnazione non è mai un rimedio. E' necessario ricostruire questo Paese indipendentemente da chi salirà al governo. Altrimenti l'Italia rimarrà in eredità ai soli che potranno permettersi di viverci e speriamo che non sia questa la stategia di qualcuno...
Marco Fodde

Marco Fodde 25.01.06 15:14| 
 |
Rispondi al commento

Bene. Allora basta con le chiacchiere. Liberiamo l'Italia da questi gaglioffi e costruiamo una vera democrazia.
Come? Non certamente andando a votare o levando alti lai contro le loro malefatte, ma come stanno facendo i NO TAV, i NO PONTE, i metalmeccanici e i dipendenti dell'Alitalia.
Invece di starcene in poltrona ad ascoltare quattro rinnegati che vomitano stupidaggini e menzogne a 360 gradi, scendiamo a milioni nelle piazze a urlare il nostro sdegno e il nostro disprezzo verso coloro che non consideriamo all'altezza del compito che gli abbiamo affidato.
I cambiamenti epocali sono sempre avvenuti così. Non possiamo pretendere che i ladri di regime ammettino di essere tali e cedano il passo agli onesti. Questo non lo faranno mai.

Alessandro Capece Commentatore in marcia al V2day 25.01.06 15:13| 
 |
Rispondi al commento

Viva le grandi anime!

ijimiaz galir 25.01.06 00:53| 
 |
Rispondi al commento

Anche questo articolo riguardante la politica nel sud america non è male:
si tessono le lodi e si parla delle incoerenze:
http://www.liberainfo.altervista.org/modules.php?name=News&file=article&sid=327

Danx 24.01.06 19:34| 
 |
Rispondi al commento

*LIBERIAMOCI DAI SIMBOLI POLITICI IMPARIAMO A VEDERE SOLO LOGHI *
(Solo per essere più liberi nelle nostre scelte, ragionando con la nostra testa - per capire la verità dell’immagine riflessa – nella società moderna il logo identifica la storia è la qualità di un prodotto, noi cambiamo prodotto quando non soddisfa più i nostri bisogni interiori ed esteriori senza rimpianti o conflitti – vedere loghi al posto di simboli vuol dire essere più liberi e rispettare noi stessi ).

**************************************
1-RAGAZZI BEPPE HA FATTO BINGO 2-

Il primo bingo è quello di avere conquistato la copertina sul Venerdi di Repubblica sul quale avevo già fatto un mio commento sul POST I RAGAZZI DI TRIESTE DEL 13.01.06 16:42.

MA VENIAMO AL SECONDO BINGO.

IL FATTO:
1.Il Corriere della sera è La Repubblica del 21/01/2006 riportano entrambi dell’incontro fra Fassino e la sezione Romana dei DS di Ponte Milvio ( sezione storica dei DS dove era iscritto Enrico Bellinguer, Fausto Bertinotti, Il Padre dell’on.Melandri, e tanti altri esponenti politici e giornalisti).
2.Gli articoli sembrano identici nell’esposizione dei fatti anche se scritti da due giornalisti diversi, se ne deduce la probabile veridicità di quanto accaduto. CONTINUA

ernesto scontento 24.01.06 19:29| 
 |
Rispondi al commento

2-RAGAZZI BEPPE HA FATTO BINGO 2-

SEGUE
3.MA CHE COSA E’ ACCADUTO, IN SINTESI, i due articoli riportno che l’incontro con la base dei DS era stata pianificata nei minimi dettagli, dando la solidarietà della base al segretario, compreso il passa parola a evitare domande scomode “ NON SI PARLA DI CONSORTE”. Il primo obbiettivo è stato centrato il secondo meno per i seguenti motivi.
a.- La Compagna Magistro moderatrice dell’incontro esordisce rivolgendosi a Fassino
“ noi non vi facciamo lavorare perché certo il vostro non è un lavoro,ma ci affidiamo a voi perché pensiate,noi vi paghiamo e quindi vogliamo il meglio dalla nostra classe dirigente”
b – Il Compagno Gianni Corsi chiede a Fassino “Perché quando Consorte le ha detto che aveva già raggranellato il 51% dell’Opa, di fronte a un’illegalità non ha detto niente? Perché D’Alema non ci spiega che cosa c’è scritto nelle intercettazioni che lo riguardano?
Si sono susseguiti altri interventi e commenti da parte degli antichi del partito ( Termine usato per dire saggi o anziani ) ma io mi fermo qui per la mia riflessione. Sembrerebbe che la sala si sia svuotata visto il silenzio di Fassino su Consorte e che la riunione sia finità a tarallucci e vino ( termine da me usato per dire facciamo finta di non aver capito). CONTINUA

ernesto scontento 24.01.06 19:26| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di esterno, noi di Liberainfo abbiamo raggruppati più articoli in uno per farvi leggere ciò che i giornali ufficiali non dicono a riguardo della Nigeria!
Noi essendo apolitici e senza pubblicità invece le diciamo:
http://www.liberainfo.altervista.org/modules.php?name=News&file=article&sid=333

Danx 24.01.06 19:24| 
 |
Rispondi al commento

3-RAGAZZI BEPPE HA FATTO BINGO 2-
SEGUE

LA MIA RIFLESSIONE:
Mi pare abbastanza chiaro che espressioni come quelle riportate al punto 3/a , erano impensabili fino a poco tempo addietro, noto anche una certa somiglianza ai POST di questo blog Politici Cococo ho l’impressione che stia nascendo un nuovo modo di esporsi verso la classe politica.

Fino a poco tempo fa era quasi impensabile discutere in pubblico con i dirigenti (soprattutto se ai massimi livelli) su argomenti che venivano blindati, la vecchia regola del centrismo Democratico ( Termine che significa : ampi discussione interna agli organismi, ma compattezza sul mondo esterno) valeva anche per la base nelle rispettive sezioni.

Non è ancora chiaro quale conseguenza avrà sul voto di aprile il caso UNIPOL, una cosa è certa i danni ci sono e cominciano a manifestarsi, tutta una serie di piccole Cooperative iscritte alla Legacoop ( Vicina ai DS) sta dando le dimissioni per aderire alla Agci di ispirazione laica ma con maggiore dipendenza dai partiti in particolare dai DS
( articolo riportato sul settimanale Mondo n. 4 di gennaio 2006) .

Inoltre deve essere messo in conto da parte dei DS, come regiranno tutti quegli imprenditori artigiani, commercianti,piccole imprese, che simpatizzano per i DS anche se non iscritti al partito. Non hanno certo gradito il tifo dei DS e una certa superiorità morale nell’essere COOP, anzi hanno sempre contestato una sorta di concorrenza sleale per gli sgravi fiscali concessi alle COOP che operavano ormai da anni in vari settori in concorrenza perdendo la caratteristica della loro missione ( chi scrive sostiene che l’uniche coop che dovrebbero avere benefici fiscali sono quelle che si occupano di sociale ma che gli stessi benefici devono essere dati anche ai privati per analogo settore) .

ernesto scontento 24.01.06 19:24| 
 |
Rispondi al commento

Un saluto e ringraziamento del regalo (anche se non ho capito cosa e') all' On. Leonardo Migliarini.

On. Claudio Molinari


=============
ONOREVOLE vuol dire "degno di onore".
Ma chi e' piu' degno di onore il politico o il Popolo che lo ha eletto e gli paga pure lo stipendio ?
Da oggi, cari politici, siamo Noi gli ONOREVOLI!

Claudio Molinari 24.01.06 15:53| 
 |
Rispondi al commento

IL CASO DI QUEL ROCCO SALINI CHE CERCA UNA POLTRONA E' SOLO STORIA NOTA CHE SI RIPETE SEMPRE, COME IL SANTORO PIANGENTE DA CELENTANO CHE SUPPLICA UN MICROFONO, CHE ALLA FINE GLI VIENE DATO, COME SI FA CON UN BAMBINO CHE HA FATTO LA MARACHELLA MA CHE POI SI PERDONA.

ANCHE BEPPE SI ARRANGIA, DOPO CHE SI E' FATTO SBATTERE FUORI DALLA RAI.

FASIIIIIINOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

VOGLIO SENTIRE PARLARE DI FASSSSSIIIIIINOOOO!!!!!!!!!!!!! CAZZO!!!!!!!!!!!!!! CHI SE NE FREGA DI QUEL PESCIOLINO PICCOLO DI ROCCO SALINI??? LUI NON HA POTERE DI SCALARE BANCHE, CAPITO?

FAAAASSISNOOOOOOOOO E BNL CAZZOOOOO!!!!
FAAAAAASSSSIIIIINOOOOOOOOOOOOOO E BNL CAZZOOOOO!!!
CERCHI DI SVIARE L'ATTENZIONE EH?

DI PIETRO, FAI UNA BANCOPOLI CAZZO, UNA BANCOPOLI, ED UNA ASSICURAZIONOPLI , UNA COOPERATIVOPOLI

VEDRAI QUANTE TESTE ROSSE CASCANO, MEZZESEGHE VESTITE A FESTA.

Eolico PolidistrutTtore S.p.A. 24.01.06 15:10| 
 |
Rispondi al commento

inizia a muoversi qualcosa finalmente

Aron Prati 24.01.06 14:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

pippone

Rossi Pippone 24.01.06 14:02| 
 |
Rispondi al commento

sto pensando a Fede ahahah omama
comunque grazie :) son commossa.. grazie per essermi venuta a trovare così ntanti!! un bacione!! smack


@ massimiliano bertocco 23.01.06 17:14
Chi non vota non può neanche lamentarsi per quello che non gli và, non ha espresso cosa voleva”. Ma che frase è????!! E' come se porti un bambino in gelateria e gli dici che ci sono solo 2 gusti....
RISPOSTA SUL POST Stanca express -
Il mio perchè al voto – e all’azione di volantinaggio sul blog
**********************************************************************************************
@ massimiliano bertocco Parte 1

Bene Massimiliano, condivido che il futuro e dei giovani MA PROPRIO PER QUESTO DEI ANDARE A VOTARE.
Permettimi di farti notare alcune cose:

1. Sono d’accordo una gelateria con due gusti non soddisfa le esigenze del mercato quindi per sopravvive si dovrà adattare andando incontro a ciò che lo stesso mercato richiede. Massimiliano questa regola non funziona in politica non a mai funzionato, la politica è indirizzo, partecipazione, critica, il fatto stesso che Beppe crei i suoi POST espone la sua critica, noi esprimiamo la nostra nei commenti quindi partecipiamo in qualche modo non so quando incidiamo ma partecipiamo. Continua
2. Cosa Farebbero i Nostri Padri.? Massimiliano quello che hanno fatto, mi spiego meglio, uno dei più grandi esempi che la RESISTENZA A LASCIATO ALLE GENERAZIONI FUTURE CONSISTE NEL FATTO CHE UOMINI DIVISI DA IDEALI POLITICI SI SONO TROVATI D’ACORDO SU UN UNICO OBBIETTIVO LA L’IBERAZIONE DELL’TALIA E LA COSTRUZIONE DELLA DEMOCRAZIA, perché ha questa liberazioni anno partecipato tutte le forze politiche di ispirazione, Comunista,Socialista,Repubblicana,Liberale,Monarchica e Cattolica. Come puoi ben constatare perché vivi il quotidiano, oggi difficilmente uomini di ideali diversi si trovano d’accordo su obbiettivi comuni per fare la POLITICA CON LA P MAIUSCOLA cioè occuparsi dei problemi del Paese. Continua

ernesto scontento 24.01.06 13:48| 
 |
Rispondi al commento

@ massimiliano bertocco Parte 2

Segue
Massimiliano sarebbe lungo spiegare in un commento il perché L’Italia non è ancora una Democrazia evoluta bisognerebbe parlare della particolarità Italiana dei primi 50 anni di Repubblica dove ancora oggi gli iscritti al mio partito di riferimento i DS si dichiarano orgogliosi di essere stati Comunisti, senza ammettere che se fossimo stati sotto il patto di Varsavia oggi nemmeno Bertinotti sarebbe più Comunista. Inoltre gli ultimi 20 anni della cosiddetta prima Repubblica non ha avuto grandi esempi di uomini politici avrai sentito parlare di Tangentopoli, i casi CIRIO,PARMALAT, BANCOPOLI, UNIPOL, FURBETTI DEL QUARTIERINO E NON. Questo Massimiliano è frutto di cattivi esempi dove ci vorranno anni per risanare il degrado causato alla POLITICA che è fatta da uomini quindi subisce tutte le conseguenze e i limiti che gli stessi uomini anno. Gli esseri umani Massimiliano hanno comportamenti e prendono decisioni guardandosi dentro e li trovano le loro esperienze e i loro esempi, queste cose formano la loro cultura, in base a quella prendono decisioni anche se sbagliate, rispetto alla Morale comune che viene dettata da norme comunemente condivise “ LA LEGGE”. Ecco perché in questi ultimo decennio solo la Magistratura riesce a correggere certe anomalie. In politica questo succede perché GLI UOMINI SONO DEBOLI MORALMENTE , In Italia questo fatto e stato accentuato da forti convinzioni ideologiche tanto forti da far credere che il loro modello di bene comune fosse superiore a quello degli altri tanto da far passare il concetto ( sbagliato) che i finanziamenti illeciti ai partiti sono meno gravi degli arricchimenti personali. Questo è sbagliato,una Democrazia evoluta si basa sull’alternanza dei partiti o coalizioni che governano su mandato dei cittadini in base a un programma condiviso, ma tutti devono rispettare le regole comunemente condivise per rispettare tutti i cittadini.Continua

ernesto scontento 24.01.06 13:46| 
 |
Rispondi al commento

@ massimiliano bertocco Parte 3

Segue
3. Massimiliano in una Democrazia non evoluta come la NS. potrebbe accadere astenendosi dal voto che una minoranza legittimata governi in dissenso dalla maggioranza dei cittadini, che dovrebbero correggere l’indirizzo politico con manifestazioni di piazza o altro. L’Italia ha già conosciuto in anni passati queste contraddizioni quanto il paese era diviso tra due schieramenti, che comunque garantivano un sufficiente grado di democrazia nell’espressione del dissenso.
Inoltre il voto e la partecipazione proprio perché la ns Democrazia è giovane deve servire alla crescita della stessa, come farebbe un buon padre di famiglia con i propri figli. La società perfetta esiste solo al cinema quando decideranno di fare questo film. Il processo Democratico che rappresenti il volere dei Cittadini e un processo lungo e pieno di ostacoli. Altrimenti “scusa il termine nudo e crudo” è come quel crumiro che anche se non ha esigenze economiche va al lavoro, condividendo le ragioni dello sciopero ma comunque beneficia dei risultati ottenuti da altri.

4 . Massimiliano ci dovremmo tutti abituare ha decidere per aggregazione di partiti che avranno come conseguenza la mediazione ai valori dei singoli.

Per Concludere io credo che i NS Padri visto che il cambiamento in atto equivale a una Rivoluzione Democratica ci consiglierebbero di andare a votare e di essere partecipi al cambiamento.
Un’ultima cosa io non sono vecchio ho 47 anni, mi ritengo soltanto fortunato perché ho avuto buoni esempi ed ho impostato la mia vita su quegli esempi. Se vuoi o se puoi leggi anche il commento che ho scritto sul post L’albo dei Blogger Categoria Tecnologi/Reti del 11.01.06 15:35. Saluti Ernesto.

ernesto scontento 24.01.06 13:45| 
 |
Rispondi al commento

@ massimiliano bertocco Parte 2

Segue
Massimiliano sarebbe lungo spiegare in un commento il perché L’Italia non è ancora una Democrazia evoluta bisognerebbe parlare della particolarità Italiana dei primi 50 anni di Repubblica dove ancora oggi gli iscritti al mio partito di riferimento i DS si dichiarano orgogliosi di essere stati Comunisti, senza ammettere che se fossimo stati sotto il patto di Varsavia oggi nemmeno Bertinotti sarebbe più Comunista. Inoltre gli ultimi 20 anni della cosiddetta prima Repubblica non ha avuto grandi esempi di uomini politici avrai sentito parlare di Tangentopoli, i casi CIRIO,PARMALAT, BANCOPOLI, UNIPOL, FURBETTI DEL QUARTIERINO E NON. Questo Massimiliano è frutto di cattivi esempi dove ci vorranno anni per risanare il degrado causato alla POLITICA che è fatta da uomini quindi subisce tutte le conseguenze e i limiti che gli stessi uomini anno. Gli esseri umani Massimiliano hanno comportamenti e prendono decisioni guardandosi dentro e li trovano le loro esperienze e i loro esempi, queste cose formano la loro cultura, in base a quella prendono decisioni anche se sbagliate, rispetto alla Morale comune che viene dettata da norme comunemente condivise “ LA LEGGE”. Ecco perché in questi ultimo decennio solo la Magistratura riesce a correggere certe anomalie. In politica questo succede perché GLI UOMINI SONO DEBOLI MORALMENTE , In Italia questo fatto e stato accentuato da forti convinzioni ideologiche tanto forti da far credere che il loro modello di bene comune fosse superiore a quello degli altri tanto da far passare il concetto ( sbagliato) che i finanziamenti illeciti ai partiti sono meno gravi degli arricchimenti personali. Questo è sbagliato,una Democrazia evoluta si basa sull’alternanza dei partiti o coalizioni che governano su mandato dei cittadini in base a un programma condiviso, ma tutti devono rispettare le regole comunemente condivise per rispettare tutti i cittadini.Continua

ernesto scontento 24.01.06 13:43| 
 |
Rispondi al commento

Non è vero che l'India è un paese del terzo mondo(la sua cultura millenaria ne è una prova),SIAMO NOI UN PAESE DA QUARTO MONDO.Oggi dobbiamo renderci conto che siamo scesi cosi' in basso che di più non si può.E' possibile che non debba nascere un movimento per mandare in parlamento persone degne?

Paolo Ulivi 24.01.06 12:58| 
 |
Rispondi al commento

*
*
*
*
Campagna "No alla censura. Grillo al Festival 2006"
http://grilloalfestival.blogspot.com
*
Beppe Grillo, un comico, un personaggio famoso, un uomo così amato da anni all'unisono da tutto il paese, che viene intervistato e trasmesso dai media internazionali, non ha spazio nella sua patria a causa del regime a cui essa è sottoposta.
Se lo chiede lui stesso e lo chiede anche a noi nei suoi spettacoli...
"dove potrei andare? in quale programma mi vedreste?"
Con la sua semplice chiarezza ci sta aprendo gli occhi da anni ed anni...
E ci sta insegnando che esiste un regime televisivo che taglia le teste che hanno voci importanti e sega le gambe ai personaggi troppo dinamici, specie se sanno far divertire e far pensare allo stesso tempo.
La risposta che sentiamo di dare alla tua domanda, caro Beppe, è questa:
C'è solo un posto da cui meriti di rientrare in televisione oggi, ed è il Festival di Sanremo, in diretta su RAIUNO, l'ultima sera, in mondovisione.
Ci hai chiesto dove puoi andare, in quale tv...
Abbiamo in cuore fortissima la sensazione che stavolta lo spazio in tv possiamo creartelo noi, con una email per uno.
E sai perché? Sì che lo sai... Ce l'hai spiegato proprio tu.
Perché come i politici sono i nostri dipendenti, anche i media in realtà dipendono da noi, in particolare la RAI che pretende un canone e ci vende pubblicità...
Siamo noi i datori di lavoro della RAI.
Quindi oggi lo chiediamo ufficialmente ai nostri dipendenti certi del fatto che altri si uniranno:

Alla Direzione di RaiUno
e p.c. alla Direzione Generale della RAI RADIO TELEVISIONE ITALIANA:

IN VIRTU' DEL MIO RUOLO DI FRUITORE FINALE DEI CONTENUTI TELEVISIVI TRASMESSI DALLA RAI, CHE PERCEPISCE UN CANONE A LIVELLO NAZIONALE PER FORNIRMI SODDISFAZIONE NEL PROFITTO DI QUEI CONTENUTI, CHIEDO FORMALMENTE CHE IL SIGN. BEPPE GRILLO SIA UFFICIALMENTE INVITATO ALL'ULTIMA SERATA DEL FESTIVAL DI SANREMO 2006 IN DIRETTA.

firma
*************

inviare a: usfestival@rai.it

*************
*
*
*
*
*
*
*

roby rubini 24.01.06 12:06| 
 |
Rispondi al commento

propongo operazione blog pulito sfrattiamo gli astensionisti con il non voto si sono autoesclusi

maurizio iannuso 24.01.06 11:56| 
 |
Rispondi al commento

PER TUTTI QUEI RAGAZZI CHE MANIFESTANO DI NON ANDARE A VOTARE

**************************************
DOBBIAMO MANIFESTARE IL NOSTRO CONSENSO O DISSENSO CON IL VOTO, IN QUANTO DIRITTO ACQUISITO E IRRINUNCIABILE PER RISPETTARE IL SACRIFICIO DEI NOSTRI PADRI , CHE CI CONSENTE DI VIVERE IN UNA DEMOCRAZIA.
UN MIO VECCHIO PROFESSORE DICEVA :
“ Chi non vota non può neanche lamentarsi per quello che non gli và, non ha espresso cosa voleva”.

**************************************
*LIBERIAMOCI DAI SIMBOLI POLITICI IMPARIAMO A VEDERE SOLO LOGHI *
(Solo per essere più liberi nelle nostre scelte, ragionando con la nostra testa - per capire la verità dell’immagine riflessa – nella società moderna il logo identifica la storia è la qualità di un prodotto, noi cambiamo prodotto quando non soddisfa più i nostri bisogni interiori ed esteriori senza rimpianti o conflitti – vedere loghi al posto di simboli vuol dire essere più liberi e rispettare noi stessi ).

**************************************

IN DEMOCRAZIA RAGAZZI
L’astensione al voto può avere come conseguenza che una minoranza di cittadini governi e decida per la maggioranza dei cittadini.

ANDIAMO TUTTI A VOTARE LIBERI DI MENTE

**************************************

IN DEMOCRAZIA RAGAZZI , LA RIVOLUZIONE SI FA CON LA PARTECIPAZIONE, L’ARMA E IL VOTO .
**************************************
Il presente commento sarà bloggato a intervalli regolari su tutti i POST visto il numero di persone indecise a manifestare il loro diritto a decidere sulle scelte politiche del paese in cui vivono.

Da oggi tutti i commenti del sottoscritto avranno come intestazione il terzo capoverso del presente commento. Indipendentemente dal contenuto.

I BUGIARDI CI SONO E CI SARANNO SEMPRE BASTA ESSERE PRAGMATICI E LIBERI DI MENTE

ernesto scontento 24.01.06 10:16| 
 |
Rispondi al commento

Siamo sotto elezioni. Mi arriva una telefonata e dall'altra parte una signorina mi chiede se voglio partecipare alle prossime elezioni come rappresentante di lista. Cado dalle nuvole faccio finta di essere interessata e richiedo gentilmente di dirmi il nome e da parte di chi viene questa chiamata.Siamo dell'associazione .... e scusi di che area? di centro destra ... dunque lei sarebbe disposta a essere presente nella giornata del lunedì (Sottolinendo solo un giorno).. si tratta di stare lì conrollare sa per i brogli e tutto con un rimborso di € 60,00. Tutto molto semplice.A bene! E se lei mi da la sua adesione adesso sa è meglio. Si sbilancia e dice che la associazione è collegata con il centro destra ma questa volta dice A.N.Se poi non può sa adesso decidere per aprile .... Finisce lì mi lascia un numero telefonico e farà altre telefonate. Ma da quando fare il rappresentante di una lista politica (solo durante lo scrutinio delle schede) è così facile? da quando si viene pagati? Poi la associazione farà fattura per questa prestazione e verrà scaricata dalla associazione no??????? E le telefonate a caso su tutta roma? E si, ci stiamo preparando alle elezioni e ai brogli visto che le due cose viaggiano insieme.

di mase delia 24.01.06 09:59| 
 |
Rispondi al commento

Gent. cassatori di messaggi "anonimi", vi devo esprimere grande delusione: ritengo la vs. censura oltre che presupponente è anche sospetta.
Da qualche giorno ho il piacere di inviarvi qualche spunto per me "illuminante", giusto per sfizio personale più che per desiderio di dibattito o persuasione. Vi scrivo sotto pseudonimo, per motivi miei. Ma, dopo pochi minuti, come per incanto, ZAC, messaggio scomparso: tagliato, sforbiciato.
Non che la cosa mi preoccupi più di tanto, ma mi sia consentito definire questa azione unilaterale, prepotente e palesemente ingiusta. Per di più compiuta da chi si professa paladino della libera espressione. Che non vi accorgete che la metà dei firmatari dei messaggi che lasciate sono pseudonimi? O forse lo sapete ma fate finta di niente: basta un cognome plausibile e via: approvato. Per favore! Capirei e approverei se cassaste gli sproloqui e le offese (cosa che non fate), ma smettetela di oscurare il libero pensiero con la scusa di una firma giudicata in modo ipocrita "non reale" !
O forse devo pensare che siccome erano testi non proprio a sfavore di chi state tanto (troppo) furiosamente avversando, avete preferito cassare i contenuti e non lo pseudonimo?
Mi auguro piuttosto e spero che sia stato un gesto meccanico di qualche pirla ...

Federica Maestri 24.01.06 09:27| 
 |
Rispondi al commento

Ho una necessità impellente visto che ho un grosso problema con un avvocato che ci ha difesi(159) persone e che, successivamente solo a pagamento avenuto per quanto richiesto solo a 3 persone ha fatto un decreto ingiuntivo con una cifra spropositata concessagli dal Tribunale di Lamezia Terme: Questo bravo"avvocato" si è presentato prima per le elezioni europee con Di Pietro come responsabile del Dipartimento conflitto di interesse e, non avendo avuto successo ha oggi fondato il partito " democratici liberali" partito del quale è presidente. Mi sembra giusto che, qualora riesca ad emergere alle prossime elezioni, abbiamo un ennesimo deplorevole soggetto in Parlamento. E' gradita risposta. Che possiamo fare visto che neanche l'ordine degli avvocati e il Consiglio Nazionale Forense prende provvedimenti? E' mafia?

rosalina bertini 24.01.06 09:23| 
 |
Rispondi al commento

Grande Peppe!!! E se lo dicono anche gli indiani. Adesso mancano solo i cow boy!!!

Grandissimo!!!

Vittorio Cristiano 24.01.06 09:15| 
 |
Rispondi al commento

La bulimia e' una brutta malattia dove uno si abboffa in modo ingorgo e poi vomita.
Ma qui abbiamo una bulimia schizofrenica, dove B si abboffa in modo ingordo e a vomitare siamo noi.

viviana vivarelli 23.01.06 23:47| 
 |
Rispondi al commento

....ma di che opposizione parlate se hanno messo la fiducia sul 95% delle leggi, abbiamo avuto ed abbiamo un regime mascherato.
Ogni volta che Ciampi ha rimandato la legge al parlamento hanno fatto finta di modificarla e in alcuni casi l'hanno peggiorata per poi approvarla lo stesso.
Il presidente ha fatto persino un appello alle camere inutilmente , si sa che il potere del Presidente della Repubblica è quasi zero, la seconda volta che gli mandano la legge è costretto a firmarla e adesso con la Pecorella vuole altro tempo anche perché l'ha rimandata indietro.
Siete scemi o che?

Guglielmo

Guglielmo Di Girolamo Commentatore in marcia al V2day 23.01.06 23:30| 
 |
Rispondi al commento

In premessa ti invito a partecipare nel modo in cui tu lo riterrai opportuno e ti ringrazio fin d'ora se vorrai farlo a nome di tutti gli artisti No Tav. ------>
Gli artisti della Valle di Susa si uniscono per proclamare insieme alla loro gente, un NO fermo al TAV, opera faraonica inutile e dispendiosa che, se venisse realizzata secondo l’attuale progetto provocherebbe la distruzione della Valle con conseguenze gravissime e irreversibili sia sulla salute degli stessi abitanti che sulla natura già fortemente minata da troppi interventi cementificanti compiuti negli ultimi anni.
Gli artisti vogliono opporsi a quest’opera realizzando un lungo striscione dipinto a più mani che, una volta ultimato verrà esposto in una giornata di festa nei prati di Venaus, località della Valsusa ormai nota per la sua ferma resistenza all’insediamento dei cantieri dell’alta velocità.
Il progetto consiste nel distribuire un “pezzo” dello striscione ad ogni singolo artista che vorrà aderire all’iniziativa: l’artista, dopo averlo dipinto con la tecnica che più gli è congeniale, potrà prendere parte alla cucitura della sua opera con tutte quelle degli altri artisti partecipanti dando così vita ad un lungo striscione colorato . La data della giornata di festa a Venaus in cui le tele verranno cucite è ancora da decidere.
L’organizzazione, curata da “Arte e Arti” di Bussoleno ripone in questo progetto anche l’ambizione di battere il guinness dei primati per lo striscione d’autore più lungo (quello attuale è 400 mt), perciò invita amici artisti anche non della Valle di Susa ad aderire all’opera estendendo così il pensiero di opposizione dal Tav a tutte le grandi opere inutili progettate nel nostro Paese ( es. ponte sullo stretto di Messina, TAV del Mugello, TAV Trentino, M.O.S.E. a Venezia ecc..)

Daniela Baldo 23.01.06 23:09| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe,
ti leggo tutti i giorni,condivido tutte le tue iniziative,ma penso che sia arrivato il momento che anche tu ti "schieri" apertamente,é facile criticare destra,sinistra e centro..é ora che anche tu prendi le tue responsabilità di cittadino e contribuire a pulire l'Italia TUTTA dall'immondizia accumulata in cinque anni..e automaticamente il Parlamento si "autopulisce" come i forni moderni...autopulenti !
Giandomenico Bruxelles

Giandomenico Tamburrini 23.01.06 23:02| 
 |
Rispondi al commento

Caro Benito Mussolini
ho mandato il tuo post ai miei amici e lo hanno tutti gradito moltissimo in pieno accordo con te.
Non dico che siano diventati camerati ma hanno tutti detto in modo concorde che sei piu' coerente tu del ducetto canterino.
Ci dispiace che sei stato attaccato per i piedi.
Ma certuni le cose se le vanno proprio a cercare.
Non sempre pero' se ne vanno i peggiori.
Come si dice, il peggio non e' mai morto,
e seppellito un duce se ne fa sempre un altro.
Ma almeno al primo regime qualcuno ha messo la fine, mentre questo sembra uno zombi che cammina, non muore mai, non muore mai...
Non possiamo piu' vederlo soffrire! Dategli l'eutanasia!
Se Ciampi ci fa questa porcata....... non c'è nemmeno bisogno che dica quello che penso, perche' lo penseranno il 62% degli italiani.
Ma non sarà una bella cosa per Ciampi.
Non sarà affatto una bella cosa.

viviana vivarelli 23.01.06 22:34| 
 |
Rispondi al commento

A-T-T-E-N-Z-I-O-N-E

per Fini e Condoleeza Rice

arrivato il momento del defrimento all'ONU dell'Iran

si prepara un'altra guerra - forse una delle più ambite?? uno dei desideri più corporali e più repressi dell'Occidente??

ORA
QUALCUNO MI POTREBBE SPIEGARE
PERCHÉ UN PAESE LIBERO
NON DOVREBBE AVERE IL DIRITTO
DI FARSI UN ARSENALE
NUCLEARE ??

On. Leonardo Migliarini 23.01.06 22:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MI SCUSO CON GLI

Onorevoli

Marcello Maggiore
Nicole Tirabassi
Fabius le Blanche

per essermi dimenticato del loro titolo di
Onorevole

nel rivolgergli una risposta

On. Leonardo Migliarini 23.01.06 22:23| 
 |
Rispondi al commento

@@@

MARCELLO MAGGIORE - 23.01.06 - 14:55
NICOLE TIRABASSI
FABIUS LE BLANCHE


A N C H ' I O

V O T O

e)


On. Leonardo Migliarini 23.01.06 22:16| 
 |
Rispondi al commento

Perchè non trasferire una tradizione religiosa musulmana in una chiave tutta italiana nella nostra costituzione? Voglio dire, hanno cambiato mezza costituzione con la DEVOLUTION,parola di provenienza anglosassone, perchè non introdurre invece il RAMADAN?
40 giorni di digiuno e astinenza. 40 giorni in cui i politici non prendono stipendio, non possono legiferare, la borsa non può speculare, ci sia un blocco serrato del traffico. Nel RAMADAN dei POLITICI, il parlamento viene occupato, per legge, da cittadini comuni che pagano le tasse e con la fedina penale pulita. Durante i 40 giorni questi cittadini estratti a sorte, potranno percepire uno stipendio da parlamentare, e se ci riusciranno potranno legiferare. Ogni anno almeno una legge dovrà essere fatta dal PARLAMENTO dei CITTADINI durante il RAMADAN dei POLITICI. Per il RAMADAN del TRAFFICO si potrebbe bloccare il traffico per 40 giorni, oppure dimezzare l'emissioni di polveri sottili per 40 giorni consecutivi, oppure l'uso obbligatorio per 40 giorni d'automobili solo ibride ed elettriche. Non so, sto inventando un pò, se a qualcuno piace l'idea e volesse darmi suggerimenti oppure volesse esprimere la sua idea di RAMADAN all'italiana, sono ben lieto di ascoltarlo. penso anche che potrebbe essere un modo anche semplice per avere un punto di contatto con i musulmani che vivono in ITALIA. Ragazzi forse sto sparando c***te se qualcuno vuole spararle con me...vi ascolto

Domenico Stranieri 23.01.06 21:57| 
 |
Rispondi al commento

Ciao BEPPE

A proposito di Parlamento pulito, io sarei propenso ad allungare quella LISTA, cioè metterci dentro anche gli indagati e coloro che hanno un processo in corso.

Te ne rendi conto che PULIZIA sarebbe!!

Vasco Cioni 23.01.06 21:06| 
 |
Rispondi al commento

> C’è stato un periodo in cui i criminali finanziavano i politici, ora > entrano direttamente in politica e nei Parlamenti.

A casa il nano malefico!
Viva Zapatero!

Rudy

Rodolfo Canaletti 23.01.06 21:02| 
 |
Rispondi al commento

@ BENITO I

c'è una sola cosa che non concorda in quello che dici_

cerco di spiegartela:

la cosa più inetta per cui si possa impiegare l'encefalo umano sono i conti, la matematica, la geometria, l'ordine - tutte cose che può fare tranquillamente anche un vecchio 3.8.6_

L'ORDINE è una psicosi, anche se abbastanza diffusa - è una peculiarità tutta umana, in particolare di coloro che non riescono a capire la varietà, la complessità, che non arrivano più in là di un 3.8.6_

IL DISORDINE, LA MOLTEPLICITÀ, L'INFINITO e tutti i loro parenti "oscuri" e "spaventosi" per il lobotomizzato medio, SONO UN FATTO NATURALE, CHE GENERA ADDIRITTURA EQUILIBRIO_

PERCHÉ NON SO SE POTRETE MAI RISVEGLIARVI ABBASTANZA DA CAPIRLO, ma l'equilibrio non è stabilità, rigidità - la stabilità e la rigidità non esistono, se le inventano i terrorizzati come voi - L'EQUILIBRIO è sempre il risultato di una dinamica fra varie forze_

QUINDI, PER CERCARE DI TEMINARE -

"ORDINE" VUOLE SEMPRE DIRE "ANNULLAMENTO DELLA LIBERTÀ"_

*************************************************

@ Togliatti Complice

sono stati fatti errori abominevoli ed orrendi nel passato - dai comunisti, dai fascisti, dai liberali, dai cattolici - nessuno è esente da errori_

sull'errore particolare di cui parli te una soluzione TEORICA ci sarebbe - poi basta caricarsela in spalla e cercare di portarla avanti_

EUROPA come FEDERAZIONE DELLE REGIONI

e FINE DEI PROBLEMI ETNICI_

On. Leonardo Migliarini 23.01.06 21:01| 
 |
Rispondi al commento

Maurizio Spina, mi fai morire

"Se continua così, non rimanderà le elezioni, semplicemente non le farà. Ha la stessa visione della realtà della balena finita nel Tamigi!!"

ma io temo che, se continua cosi', la fine della balena nel Tamigi la faremo noi!


dagli incubi ci si sveglia
da questo non usciamo mai!

viviana vivarelli 23.01.06 21:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, Carissimi Amici,
io avrei un'idea:
1) prepariamo, noi elettori, un programma da portare avanti nella prossima legislatura e diamolo ai nostri amatissimi "dipendenti". (Si eviteranno campagne elettorali del tutto inutili..). Diamo lo stesso programma a tutti gli schieramenti politici (eviteremo di assistere a confronti imbarazzanti...) e capiremo una volta per tutte chi ha la stoffa del "lavoratore" e chi quella dell' "oratore" inconcludente. Questo lo dico perchè ho visto alcuni esponenti di partiti nazionali che hanno salutato con entusiasmo le iniziative del BLOG, e si trovano d'accordo con noi, tanto vale che diciamo subito ciò di cui abbiamo bisogno, no?

2) Si stabilisca il compenso per i "dipendenti" di ogni livello, in base all'economia ed al benessere raggiunto nelle regioni da cui provengono i voti che autorizzano tali volenterosi a lavorare per noi. Non mi sembra giusto che un parlamentare della Lombardia sia retribuito come uno della Basilicata, evidentemente i due hanno lavorato in modo differente... Questa regola dovrebbe essere "retroattiva", vorrei vedere quanto ci mettono a risolvere la famosa "QUESTIONE MERIDIONALE", 146 secondi piuttosto che 146 anni.

3)Inseriamo una clausola che vieti a qualsiasi persona di riproporsi in qualsiasi competizione politica per più di due legislature, dobbiamo evitare i ricicloni e le poltrone incollate, che instaurano pericolosisssimi intrecci tra poteri e persone (evitiamo le "casate" politiche che fanno tanto male al paese).

è un'idea, cosa ne pensate?
ciao a tutti

Donato Lacava 23.01.06 20:49| 
 |
Rispondi al commento

ATTENTI!!
Il nano portatore di dittatura sta facendo il primo previsto passo verso un golpetto tutto italiano.

Prima leggero: qualche regoletta, ci serve più tempo, una regoletta burocratica, un attentatino terroristico provvidenziale, uno slittamento a Maggio, poi elezioni ad Agosto, cosa altro si inventerà sta tutto nella sua testa.

Attenti Ciampi, Prodi, anche tu Casini, attenti al Sig. Berlusconi. NON VUOLE MOLLARE IL POTERE!!!

Come se il Milan decidesse che per "l'ostruzionismo degli avversari" la partita debba terminare mezzora dopo.

Beppe, attento anche TU, ti prego,che tira una brutta aria. Da ridere forse, speriamo, o forse no.

Cacciamolo adesso, prima che sia troppo tardi.
Cacciamolo domani, una settimana prima!!

www.protestacivile.it



Il pazzo psicopatico ha colpito ancora!!!

Meno cruento di Videla, più cruento del mago Do Nascimento!!!

Però..... non si può dire non sia vulcanico!!!
Se continua così, non rimanderà le elezioni, semplicemente non le farà. Ha la stessa visione della realtà della balena finita nel Tamigi!!

PRIORITA' ASSOLUTA; DEPORLO!!!!!

Popolo della sinistra, please, vediamo di fare quadrato...altro che barca di D'Alema!
Dalemino, al confronto, sembra un essere umano normale!


X Eolico PolidistrutTtore S.p.A.

Valerio Simone i suppose?

Dov'eri finito?
Un corso accelerato di raccolta veline a casa di Schifani????

Be happy

maurizio spina 23.01.06 20:35| 
 |
Rispondi al commento


Seguendo la filosofia del nostro Beppe, dovendo scegliere tra il peggio e il leggermente meno peggio, non è preferibile il "danno" delle coop al DANNO della mafia? Visto che qualcuno ci ha detto che con la mafia bisogna conviverci, secondo me a noi ci conviene di più convivere con le coop

liliana pace 23.01.06 19:40

|
http://criminologia.advcom.it/paino.htm

giacomo zanitti Commentatore in marcia al V2day 23.01.06 20:32| 
 |
Rispondi al commento

cari amici
sono molto, molto turbato.
vorrei tanto addormentarmi adesso e risvegliarmi a metà maggio (tanto per stare tranquillo!), mi domando dove andremo a finire, il nostro maledetto presidente del consiglio adesso è arrivato alle minacce, niente più scioglimento delle camere adesso ma fra dieci giorni altrimenti rinvia le elezioni. Ma stiamo scherzando! se così fosse a mio parere sarebbe un colpo di stato. è un incubo, è una dittatura, questo s......o, fa come cavolo gli pare, fissa date di scioglimento e se le rimangia, fissa date di elezioni e se le rimangia, va bene che se la stà a fà sotto, però quando è troppo è troppo.
ultimamente poi è ovunque in televisione...non guardiamola più almeno quando i dati auditel saranno bassissimi lo sputtaneremo(scusate, ma non resisto più!). ogni giorno prima di leggere il giornale, dò un'occhiatina di sfuggita, ho paura di beccare commenti, affermazioni da brivido. Poveracci noi dove siamo finiti, e in mano a chi ci metteremo....a fassino, a prodi noo! L'esilio, l'unica soluzione; andiamocene tutti in esilio e costruiamoci una nuova vita(lo so, utopia, però... ci vorrebbe!), oppure il primo che becca il portatore nano gli salta alla giugulare. Scusate lo sfogo, ma il blog serve anche a questo

michele iacoviello 23.01.06 20:27| 
 |
Rispondi al commento

ma come si fa a votare uno come Ignazio La Russa che ha chiamato i figli Geronimo, Cochis e Apache?

viviana vivarelli 23.01.06 20:18| 
 |
Rispondi al commento

hai il coraggio di levare questo post?
Sto leggendo gandhi proprio in questi giorni, se riesci a pensare una pubblicità con gandhi tipo telecom ma satirica a me non mi viene ma a te verrà sicuramente.
A dimenticavo il 26 facciamo un anno che mi esaurisco a leggere i tuoi post li ho letti tutti una torta la fai o no
Ps il 27 sarò all'incontro meetup pescara cerco di non far demoralizzare i ragazzi.

VITTORIO DI GIACINTO 23.01.06 20:16| 
 |
Rispondi al commento

L' articolo è a sua volta tratto da "la padania" e che k@z0!
Per correttezza dovresti segnalare anche il sito:
http://www.haarp.alaska.edu/haarp/faq.html
Omar Conti 23.01.06 18:13 |


grazie per la precisazione,ma a me interessa che la maggior parte delle persone ne venga a conoscenza,E SI FACCIA QUALCOSA (BEPPEEEEEE!!!!)

poi se l'articolo lo scrive la padania o e' scritto su taglio e cucito lo trovo di secondaria importanza,visto che non leggero' il mio necrologio in nessuno dei 2 "giornali" DOPO CHE CI AVRANNO TRATTATI COME PIANTE DA IRRORARE DI SOSTANZE TOSSICHE,E CI AVRANNO COTTI A MACROONDE!!!

LE SCIE CHIMICHE ESISTONO:
----------------------------------------------------------------------------------------------
http://www.carnicom.com/contrailsi.htm
----------------------------------------------------------------------------------------------

http://www.pieroruzzante.it/discussioni/241103.htm

----------------------------------------------------------------------------------------------

ANTONIO d'arpa 23.01.06 20:15| 
 |
Rispondi al commento

Questa si che è una vittoria...

Bella la statua di Ghandi.

Pierandrea Orlandi 23.01.06 20:13| 
 |
Rispondi al commento

NO PROBLEM - BE HAPPY !!!

Ho seguito il consiglio di R. Zoccali e sono andato a vedere i SONDAGGI...

www.sondaggipoliticoelettorali.it/

Bèh, la situazione non è poi così malvagia:

La sinistra è al 52 %, la destra al 46 % (mediamente parlando).
Ora il piduista con la bandana pensa di poter recuperare nei prossimi mesi a forza di futili promesse. Aumento delle pensioni, più tutto per tutti...anche i preti si potranno sposare e sarà festa tutto il giorno, tutti faranno all' amore, anche quelli della casa delle "libertà".
Il pagliaccio ridens vuole recuperare in zona Cesarini, per questo vuole spostare le date del voto.
Ma ho l'impressione che stavolta prenda uno SCOPPOLONE memorabile...me lo sento...anche il ditone del piede destro mi duole...e.....il ditone non sbaglia mai !


R. Leo 23.01.06 20:13| 
 |
Rispondi al commento

Credo che in Italia questo non sarebbe possibile...
Se non mi sbaglio vengono fatte le leggi per diminuire il tempo di prescrizione del reato, diminuire le pene... Si aiutano a vicenda... E' tutto un gran "magna-magna"...

Leonardo Carnesecchi 23.01.06 20:08| 
 |
Rispondi al commento

*************************************************
*************************************************
BEPPE, PER GIOVEDI' 26 GENNAIO
DOVREMMO FARE UNA MITICA FESTA
DEL PRIMO COMPLEANNO DI QUESTO
MAGNIFICO BLOG!!!!
FAI PREPARARE UNA ENORME
TORTA DA TUA MOGLIE E TUTTI
INSIEME FESTEGGIEREMO QUESTO
MITICO EVENTO!!!!
BHE' BEPPE, DOPO UN ANNO PENSO
CHE DOVRESTI ESSERE SODDISFATTO
DI QUELLO CHE ""TU"" E noi SIAMO
RIUSCITI A REALIZZARE.
MA C'E' PURTROPPO ANCORA TANTISSIMO
DA FARE QUINDI, NIENTE MONTATE DI TESTA
E AVANTI COSIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII'
AUGURONI BEPPE E AUGURONI BLOGGERS!!!!!!!
*************************************************
*************************************************

piero lestingi 23.01.06 20:05| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi potete mandare un’ e- mail al presidente della CEI e dirgli che se non si schiera, di non dire ogni giorno stronzate sulla nostra vita politica. Ditegli anche di dire a Ratzinger che non ci piacciono la persone che portano l’ermellino al collo.


http://www.chiesacattolica.it/cci_new/cei//

Luigi Miglietta 23.01.06 19:57| 
 |
Rispondi al commento

Il tuo lavoro caro BEPPE comincia a vedere i suoi frutti crescere dalla pianta della democrazia della rete, ed è proprio per questo che vorrei suggerirti di aprofondire gli strani comportamenti della sinistra che non solo non controattacca il sug Berlusca su gli stessi temi , come la corruzione , le leggi ad personam etc etc, ma a mio avviso sembra essere addirittura inerme agli attacci non da cenni neanche di difesa , insomma incassa senza reazione , da parte mia qui in Finlandia sembra essere piuttoosto sospetto , ci chiediamo se il ricambio democratico in Italia avvenga o piuttosto il paese rimarrà sotto la guida di questi schifosi marchettari imbroglioni con lo strano aiuto dell'attuale opposizione.

saluti

Gino

Gino d'Ignazio 23.01.06 19:53| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe.. volevo attirare la tua attenzione su un blog che mi ha colpito moltissimo.. in questo blog si puô leggere la storia di una famiglia distrutta dalla perdita del proprio figlio.. ti lascio il link:

http://www.federicoaldrovandi.blog.kataweb.it/

vale la pena di visitarlo e sostenere questa famiglia

Tyrone Traversi 23.01.06 19:49| 
 |
Rispondi al commento

Siamo sempre sicuri che il Berlusca ci consentirà di votare? o sposterà la data del voto fin quando
i sondaggi gli daranno la certezza di vincere?
Popolo ignorante tutto vede eppur ci crede!

Claudio Ranieri 23.01.06 19:45| 
 |
Rispondi al commento

Cara Chiara
certo che se la tua tesi doveva essere 'political corrected' la satira non era proprio l'argomento migliore.

Come vedi, la reazione che la parola 'satira' suscita tra destra e sinistra è alquanto diversa:
la sinistra si atteggia subito al riso e dà il suo utile contributo;
la destra invece si incazza subito e spiana a zero.
Sarà il Dna.
O il QI.
O il coddelapidue.
In quanto al Nostro, i siti di satira su di lui si sprecano, e sono lo stesso numero di quelli apologetici, in quanto entrambi si limitano a riporti filologici delle sue dichiarazioni testuali.
Ma con effetti diversi.
E'come le pillole del Viagra che a mio zio Paquale lo fanno digerire.

Vuole ancora i quindici giorni?
Ma diamogli cinque anni!
All'Ucciardone, possibilmente!

viviana vivarelli 23.01.06 19:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A tutti quelli che negli ultimi tempi, seguendo le ossessioni del nano, si sono improvvisamente accorti di questa tremenda "minacccia" che incombe sulla democrazia(?) italiana, cioè le cooperative rosse, vorrei chiedere: mi spiegate perchè le regioni in cui sono più presenti ed attive sono anche quelle più ricche d'Italia? D'accordo, hanno il monopolio degli appalti, d'accordo, forse finanziano partiti politici, comunque non si può negare che la ricchezza da loro creata è stata ben distribuita tra i cittadini, che godono di un tenore di vita molto più alto di qualsiasi altra pur operosa regione. Certo, come diceva mio nonno, chi amministra amminestra, ma c'è una bella differenza tra prendersi tutto il malloppo e nasconderlo nei vari paradisi fiscali, o farsene rimanere attaccata alle dita una modica quantità. D'accordo, non è un comportamento onesto, ma il danno sociale è molto ridotto.
Vogliamo adesso occuparci un pò delle regioni dove, invece delle cooperative rosse, opera e impera la mafia? Stesso monopolio sugli appalti, stesso finanziamneto ai partiti, ma le condizioni di vita dei poveracci che vivono là non sono assolutamente comparabili, nè economicamente, nè socialmente, con quelle dei loro concittadini più fortunati.
Seguendo la filosofia del nostro Beppe, dovendo scegliere tra il peggio e il leggermente meno peggio, non è preferibile il "danno" delle coop al DANNO della mafia? Visto che qualcuno ci ha detto che con la mafia bisogna conviverci, secondo me a noi ci conviene di più convivere con le coop

liliana pace 23.01.06 19:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fini è un persona colta, intelligente, Conosce (con la c maiuscola) le cose di cui parla (come pochissimi in politica sia a dx che a sin.). Non fa “pettegolezzo” politico, non sputa addosso al nemico come oramai si usa fare in politica insomma è una persona degna di fare il lavoro che fa….
----------------

Fini chi? Io personalmente, se il personaggio e' quello che appare di tanto in tanto in tv quando il Duce e' occupato, ho visto un cretino che ogni volta che apre la bocca emette suoni privi di significato, parole vuote, un maestrino del niente, insulso e senza cervello. Certo poveretto il nulla che dice lo dice con tono pacato, perche' un fascio deve stare attento, potrebbe scattargli il tic alla Stranamore. Per il resto, parlandone in termini politici, se cosi' si puo' dire, e' un pecorone sdraiato a tappetino davanti al Duce, credere, obbedire e combattere. Anche perche' i fasci senza Duce e televisioni tornano nella fogna, quindi zitti e mosca e sull'attenti.

Fasci Finiti Colduce 23.01.06 19:37| 
 |
Rispondi al commento

Secondo Gandhi, i valori spirituali non dovevano essere visti come separati dalla politica, dall’economia, dall’ agricoltura, dall’educazione e da tutte le altre attività della vita quotidiana. In questo modello integrato non esiste un conflitto tra ciò che è spirituale e ciò che è materiale. Un tale distacco tra spiritualità e società genererà la corruzione, l’avidità, la competizione, la sete del potere e lo sfruttamento dei deboli e dei poveri.

Qualcuno ha chiesto a Gandhi: “Che cosa pensa della civiltà occidentale?” Lui ha risposto semplicemente: “Se ci fosse, non sarebbe una cattiva idea”.

Per Gandhi una civiltà delle macchine non era civiltà. Non poteva concepire come civile una società in cui i lavoratori dovevano sudare in catena di montaggio, in cui gli animali erano trattati con crudeltà negli allevamenti intensivi e in cui l’attività economica portava inevitabilmente alla devastazione ecologica.

R. Leo 23.01.06 19:36| 
 |
Rispondi al commento

Bene bene...
..continuate a pensare all'ahimsa...
oppure scaricatevi il piano strategico delle grandi opere del governo.....

http://www.palazzochigi.it/GovernoInforma/
Dossier/mose/cipe1.pdf

Quadro delle grandi opere strategiche
1. Il valico del Frejus
2. Il valico del Sempione
3. Il valico del Brennero
4. L’asse ferroviario sul corridoio padano (alta capacità ferroviaria)
5. L’asse viario sul corridoio padano ( Brescia – Bergamo e Passante di
Mestre)
6. L’asse Ventimiglia Genova Milano – Novara
7. L’asse ferroviario Tirreno Brennero
8. L’asse autostradale Tirreno Brennero
9. Il progetto per la tutela della laguna e della città di Venezia (Mo.Se.)
10. La nuova Romea (Ravenna Venezia)
11. Il quadrilatero Umbria Marche
12. L’asse autostradale Cecina Civitavecchia
13. Il sistema integrato di trasporto del nodo di Roma
14. Il sistema integrato di trasporto del nodo di Napoli
15. Il sistema integrato di trasporto del nodo di Bari
16. L’asse stradale Salerno Reggio Calabria Messina Palermo Catania
17. L’asse ferroviario Salerno Reggio Calabria Palermo Catania Siracusa
Gela
18. Il Ponte sullo Stretto di Messina
19. Il progetto per il fabbisogno idrico nel Mezzogiorno

ULTIMA L'ACQUA!!!!!!

Marco Ciacchi 23.01.06 19:34| 
 |
Rispondi al commento

Povero Berluscoioni... come si fa a non capire che cinque anni di sgoverno non possono bastargli, su... altre due settimane, ecchecazzo no!?
Ciampi! Ma chi ti credi di essere? Il Presidente della Repubblica? Suvvia...

Robert Dubois 23.01.06 19:29| 
 |
Rispondi al commento

GIOVEDI' E' IL COMPLEANNO DEL BLOG.

salvatore d'angelo 23.01.06 19:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vota la bestrockband on www.elephanbros.com!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
grazie beppe 6erpeggio

filippo re 23.01.06 19:28| 
 |
Rispondi al commento

Questa lettera mi sembra una bella risposta a chi aveva criticato l'iniziativa....
Avanti così!!!

Giambattista Spoldi 23.01.06 19:26| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Diego!!

permettimi solo di dire che sei stato imbarazzantemente gentile!!

G-R-A-Z-I-EEEE!

In questo momento sono preso con gli esami, ma appena ho un attimo di tempo seguo le tue indicazioni punto X punto.

Davvero, sono estasiato da tanta cordiale, quanto "semplice" e amichevole cortesia.

Cazzo!
Ciao Davide
Matteo

Matteo Bazzarini 23.01.06 19:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo è un paese democratico??? Il parere del cittadino non ha alcun peso,(in questo senso il dito della Santachè te lo dice proprio) il cittadino non ha diritto di decidere…e (spero di essere paranoica) temo che tra un po’ non avrà nemmeno diritto di parola. Questo è il paese della fiction…anche politica.
Per oggi ho finito (scusa le troppe parentesi, ma spesso i pensieri mi si sovrappongono)
Ciao simpaticone.

A bientot

Ilaria Bruni 23.01.06 19:22| 
 |
Rispondi al commento

Mi ricordo la sua proposta circa il voto agli immigrati. I suoi alleati interni ed esterni al partito volevano morire dalla vergogna :”ma come? Noi vogliamo cacciare a calci nel c… gli immigrati e tu li fai votare?”, addirittura qualcuno scandalizzato ha chiesto le sue dimissioni per quest’ onta…a Bossi mi sa che allora gli è preso l’ictus per lo shock, quei citrulli della sinistra l’hanno appoggiato, ma non per vantare la bontà della proposta, ma per approfittare e parlare di frattura all’interno della maggioranza ..’na schifezza totale insomma.
Di recente mi è capitato (guardo poco la tv, e ogni volta che la guardo ho i conati di vomito) di sentire qualcuno (non ricordo chi) della lega che definiva quella proposta di Fini una “defaillance” del partito, come a dire :”scusate, ma abbiamo avuto una deviazione di senno, poi siamo tornati in noi, cioè ad essere i soliti fascistoni, razzisti e privi di pensiero civile, ce l’abbiamo sempre duro tranquilli tutti!!! E per dimostrarvelo castriamo i violentatori e mettiamo le taglie sulle teste dei ladri”.
Che ne pensi a proposito? Io credo che sia proprio di un paese civile consentire agli immigrati di esprimere la propria preferenza politica nel paese in cui lavorano e vivono. O la vedi in maniera diversa? Fini è un persona colta, intelligente, Conosce (con la c maiuscola) le cose di cui parla (come pochissimi in politica sia a dx che a sin.). Non fa “pettegolezzo” politico, non sputa addosso al nemico come oramai si usa fare in politica insomma è una persona degna di fare il lavoro che fa….
Purtroppo è circondato da non saprei come definirli…hai capito? In Italia nessuno si sogna di chiedere le dimissioni di qualcuno perché imputato per falso in bilancio, puoi pure fottere i soldi dei cittadini (ved Parmalat e di recente Unipol “cose nostre” appunto-io a questi castrerei),ma cazzo! Se proponi il diritto di voto agli immigrati ti fucilano.
Siamo oramai il paese dei paradossi dello schifo.
Continua...

Ilaria Bruni 23.01.06 19:20| 
 |
Rispondi al commento

Poi scegli la locazione geografica più vicina a te... e il gioco è fatto!
Vedrai che se lo configuri a dovere ti farà dimenticare per sempre zio Bill. ok?

Diego Marmeggi 23.01.06 19:03 | Rispondi al commento |

-------------------------------------------
Ciao Diego!!

permettimi solo di dire che sei stato imbarazzantemente gentile!!

G-R-A-Z-I-EEEE!

In questo momento sono preso con gli esami, ma appena ho un attimo di tempo seguo le tue indicazioni punto X punto.

Davvero, sono estasiato da tanta cordiale, quanto "semplice" e amichevole cortesia.

Cazzo!
Ciao Davide
Matteo

Matteo Bazzarini 23.01.06 19:19| 
 |
Rispondi al commento

X KURT GERSTEIN

X KURT GERSTEIN

X KURT GERSTEIN

Puglia chiama Veneto…rispondi Veneto!
Puglia chiama Veneto rispondi Veneto!…

Ciao Gerstein, no non mi sono bevuta il cervello è che mi è capitato di rivedere in TV alcuni spezzoni di un telefilm fantastico degli anni ’70 e credo anche ‘80 (chissà se te lo ricordi? O se hai avuto modo di vederlo?) si chiama “Mork e Mindi” (credo, non ricordo bene) e comunque c’era questo personaggio alieno Mork ( Robin Williams) che faceva uno strano movimento con le dita della mano dicendo “nano, nano!!!” (voleva essere una specie di “ciao”) ed era amico della terrestre Mindi (non so chi fosse l’attrice). Ogni puntata era una parodia circa le avventure/ sventure terrestri dell’alieno e circa l’amicizia tra mondi diversi…bellissimo.
Venendo al nostro scambio di pareri e “sfoghi” politici…io non ho detto che voterò Fini, ma che “voterei” Fini, se non fosse alleato a certi personaggi. Certo che anche lui ha firmato certe leggi direi raccapriccianti, lo so che anche lui è fautore della missione di “pseudo-pace” in Iraq, che ha dovuto ingoiare il rospo del falso in bilancio ecc, ecc, ma sai… il fatto è che si tenta di scegliere il male minore o quantomeno di immaginarselo. Ecco, io credo che Fini da solo (lo so è pura utopia, ma lasciami sognare) conquisterebbe anche molti voti del centro sinistra.
Continua....

Ilaria Bruni 23.01.06 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Finisco l'impagabile articolo de La Padania, se permettete: "Oggi ci sono gli islamici e quella sinistra che ha preso coscienza della crisi dell’Occidente e fa avanzare gli omosessuali. Una tesi storicamente affascinante ma drammatica perché punta a scardinare l’identità della nostra società. Allora oggi si contrappongono due opposte visioni della vita. Di chi vuole spazzare via la nostra civiltà e di chi, come la Lega, combatterà fino all’ultimo per preservare Finisco l'impagabile articolo de La Padania, se permettete: "Oggi ci sono gli islamici e quella sinistra che ha preso coscienza della crisi dell’Occidente e fa avanzare gli omosessuali. Una tesi storicamente affascinante ma drammatica perché punta a scardinare l’identità della nostra società. Allora oggi si contrappongono due opposte visioni della vita. Di chi vuole spazzare via la nostra civiltà e di chi, come la Lega, combatterà fino all’ultimo per preservare la nostra lingua, la nostra cultura e le nostre tradizioni millenarie»....la nostra lingua, la nostra cultura e le nostre tradizioni millenarie»....
viviana vivarelli 23.01.06 18:53

che nostalgia di quei leghisti che si arrampicavano sul campanile di piazza san marco e che tiravano le monetine a craxi!!!
oggi sono dei fondamentalisti millenaristi (chi sarà mai il loro profeta riformatore?)con l'hobby del federalismo:ma perchè ce l'hanno tanto con gli omosessuali?
La devoluzione si coniuga solo con l'eterosessualità?
oltre il codice politico oggi ci danno lezioni di moralità ,anche loro, la lista si allunga....

mauro maggiora Commentatore in marcia al V2day 23.01.06 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Caro Ray, le tue parole sono giuste, condivisibili ed anche tristemente vere; tuttavia non riesco davvero a non pensare che chi non vota lasci fare agli altri. Capisco che lo strumento voto è inadeguato al cambiamento che in molti ci aspettiamo, ma mi sembra anche sia l'unico attualmente a nostra immediata disposizione. Come hai detto tu, se anche l'astensionismo fosse forte (come peraltro è già accaduto in passato) non succederebbe assolutamente nulla. E noi ci troveremmo magari di nuovo col portatore nano di digitale terrestre, sostenuto in massa dal voto dei suoi. E questo è insostenibile. Questa è la realtà e con questo ci si deve confrontare. Il voto pienamente condiviso, secondo me, è un'utopia ed in quanto tale va incorniciata a guardata come modello ongi volta che si sceglie. D'altro canto, mi chiedo quali siano oggettivamente le misure di protesta alternative e soprattutto (ma non parlo di te), in che modo chi predica il non voto manifesta costantemente il suo non appartenere a questi modelli.
Coraggio.

Valentina Ruz Commentatore in marcia al V2day 23.01.06 19:06| 
 |
Rispondi al commento

Andiamo fieri di questa lettera...Siamo nella direzione giusta.

Marco Segreto 23.01.06 19:06| 
 |
Rispondi al commento

@ manuela bellandi 23.01.06 18:57

Sai quale è il vero problema e quelli che pensano che sia giusto andare a votare?

Che col voto si dia un consenso agli onesti e ai disonesti!

Invece non è cosi'!

Dai l'appoggio ad un sistema italia che non funziona più!

A PARTE CHE CHI VOTA DA UNA PARTE PENSA CHE SIA DISONESTO L'ALTRO!

Io personalmente che bazzicavo Bergamo ai tempi dell'Università conoscevo già Di Pietro di fama...tutt'altro che onesta!

Comunque al di la di tutte queste minchiate sappiate che è il sistema che va cambiato non gli uomini!

NON SERVE! Per quello non voto. Leggetevi i miei post, l'ho spiegato in modo approfondito!!!

Vado a casa...ciiaooooooo

alvaro visconti 23.01.06 19:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro il mio bel Paolo Rivera
immagino che per te da buon forzista la satira sia quando un maschio adulto si presenta vestita da donna, coi tacchi a spillo e la faccia truccata da battona. In fondo era una cosa che faceva tanto ridere anche i gerarchi fascisti (vedi La caduta degli dei).
Per citare Castelli (mi faccio gli occhi stretti e la boccuccia a culodigallina per dirlo giusto):
"C'e' una tesi accreditata da importanti studiosi"..
...che un ventre troppo pieno produce parecchia merda.
Noi dovremo votarla senza sapere nemmeno
se sono cachetti o cacca sciolta.

Allons enfants de la patrie
Le jour de gloire est arrivé
Contro nous, de la tirannie
L'etandard sanglant est elevé
..
Aux armes citoyens
Formez vos bataillons
Marchons, marchons
Qu'un sang impure
Abreuve nos sillons


viviana vivarelli 23.01.06 19:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

(IN RIFERIMENTO ALLA DISCUSSIONE STANCA EXPRESS)
X MATTEO BAZZARINI

Ciao Matteo! Scusa il ritardo, ma non ho avuto tempo di leggere il blog, perchè avevo da fare.

Prima di tutto ringrazio
-MARIO GABRIELLI COSSELLU
-MARIO CAPELLUTI
-PIERO SCARATO
Per i loro commenti al mio ultimo post. Fa sempre piacere vedere che ci sono persone intelligenti che amano il software libero! Grazie a tutti.

Allora Matteo, per scaricare Linux le possibilità sono veramente ampie, in quanto esistono numerose distribuzioni adatte a tutte le esigenze. Se sei un'utente home io ti consiglio UBUNTU LINUX. Io attualmente sto provando Mandriva linux 2006, Ma prima avevo Ubuntu e mi è molto piaciuto.

prima per dare un'occhiata alla filosofia di questo progetto visita questa pagina:

http://www.ubuntu-it.org/

Poi io lo scaricai a questo sito: SOFTWARE ZONE...
QUI:

http://news.swzone.it/swznews-14497.php
(clikka DOWNLOAD)
Poi scegli la locazione geografica più vicina a te... e il gioco è fatto!
Vedrai che se lo configuri a dovere ti farà dimenticare per sempre zio Bill. ok?

Diego Marmeggi 23.01.06 19:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perchè è un male minore. E poi, perchè non ti dai fuoco?

Alberto Zanatta 23.01.06 18:16 | Rispondi al commento | Chiudi discussione Discussione

perchè dici questo?
perchè lo ha detto la tv?
o hai degli elementi.
luca urbani 23.01.06 18:22 |


x zanatta
male minore sarà per te che non capisci, minorato mentale! spero che non succeda a te di doverti dar fuoco! anche se ci sarebbe un cretino in meno sulla terra!

x urbani
semplicemente lo sto provando sulla mia pelle!!!

giacomo zanitti Commentatore in marcia al V2day 23.01.06 19:03| 
 |
Rispondi al commento

Parole durissime all'indirizzo del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi sono state pronunciate sabato sera dal sindaco di Londra Ken Livingstone. Il primo cittadino della capitale britannica, a Milano per partecipare ad uno spettacolo di Dario Fo, ha auspicato pubblicamente che "tra non troppo tempo il popolo italiano decida di consegnare Silvio Berlusconi al cestino della storia, da cui non sarebbe mai dovuto emergere". Livingstone, esponente laburista andato in rotta di collisione con il primo ministro inglese Tony Blair a causa della guerra in Iraq, è stato in passato protagonista di clamorosi attacchi anche ai danni del capo del Governo israeliano Ariel Sharon.

Nicola Cellamare 23.01.06 14:03 | Rispondi al commento |
*****************
Legge 851/06 art.26
Anche il cestino, deve scegliere i clienti..... eh eh eh

Paolo Rivera 23.01.06 19:03| 
 |
Rispondi al commento

>Ray Milano

Il tuo discorso è lineare, ma non ti sei mai chiesto cosa potresti fare TU?

Cosa si potrebbe fare con la democrazia diretta?

Un'occhiata ad www.internetcrazia.org , può servire a farsi un'idea.

Con stima

MAX

Max Costi 23.01.06 19:02| 
 |
Rispondi al commento

http://www.repubblica.it/2006/a/sezioni/politica/versoleelezioni6/berluele/berluele.html


BASTAAAAAAAA!!!!

Raffaello Spagnuolo 23.01.06 19:02| 
 |
Rispondi al commento

Ho sentito che in portogallo la scarsa affluenza alle urne è stata interpretata come un monito alla classe dirigente........ecco credo che noi possiamo fare lo stesso , io sono tra quelli che non vorrebbe votare, ma sò che faccio i loro interessi allora vorrei dare il voto ad uno dei movimenti di cittadini, ne conoscete qualchuno che abbia come cavallo di battaglia l'etica ed il rispetto delle istituzioni?
Grazie.

maurizio stabile 23.01.06 18:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ruini: Chiesa neutrale su voto
Ma elettori siano attenti a valori su famiglia e difesa vita
(ANSA) - ROMA, 23 GEN - Per le elezioni la Chiesa conferma la sua linea di non fare "alcuna scelta di schieramento politico o di partito", dice Camillo Ruini. Il cardinale spiega che cosi' la Chiesa intende "contribuire a rasserenare il clima" ma invita candidati ed elettori a essere attenti a valori fondamentali come la "famiglia fondata sul matrimonio" e il rispetto della vita "dal concepimento". Ruini parla anche di bancopoli: i "comportamenti censurabili" trovino freno "nella coscienza prima che nelle norme".

Noto con piacere che è iniziata la campagna elettorale dell'on.ruini:prossimi appuntamenti :torte in faccia ,domenica in e matrix.
buon divertimento!!

mauro maggiora Commentatore in marcia al V2day 23.01.06 18:58| 
 |
Rispondi al commento

alvaro visconti 23.01.06 18:39
******************************

libertà per libertà ti dò il mio punto di vista...

Se fossi un politico corrotto il NON-voto per me significherebbe : bene, finalmente le larve si sono stufate della politica, posso continuare a fare i cavoli miei indisturbato...metto il mio amico qua, mia cugina là e ci spartiamo la torta alla facciaccia del verme.

Se fossi un politico corrotto un voto in più a Di Pietro vorrebbe dire : ahi, qui lo schiavo si sta scocciando di servire...mi vuol mettere in galera, sarà meglio stare attento a non tirare troppo la corda...

se il 90-95% dei votanti si astenessero la tua sarebbe una magnifica soluzione, mai sai bene che ciò è impossibile, quindi non ci resta che utilizzare il nostro voto, non per eleggere un rappresentante, perchè questa fiducia non c'è più, ma per inviare un chiaro messaggio nell'unica occasione in cui i politici ci osservano e ci ascoltano...

Che ne pensi?

manuela bellandi 23.01.06 18:57| 
 |
Rispondi al commento

questo blog fa i capricci
non prende i post, li quintuplica...

riprovo:

Finisco l'impagabile articolo de La Padania, se permettete: "Oggi ci sono gli islamici e quella sinistra che ha preso coscienza della crisi dell’Occidente e fa avanzare gli omosessuali. Una tesi storicamente affascinante ma drammatica perché punta a scardinare l’identità della nostra società. Allora oggi si contrappongono due opposte visioni della vita. Di chi vuole spazzare via la nostra civiltà e di chi, come la Lega, combatterà fino all’ultimo per preservare la nostra lingua, la nostra cultura e le nostre tradizioni millenarie».... Come vedete, c'è una satira anche di destra, la differenza tra satira di destra e satira di sinistra è che quando quelli di sinistra fanno satira, lo sanno. Insomma non ci sono solo i mazzettari da radiare, ci sono anche cose peggiori, come l'ignoranza, l'arroganza, la beceraggine. Detto in termini minimali, la satira prende per il culo la politica, ma certa politica si prende per il culo da sola, con buona pace di Remolo e Romolo.

viviana vivarelli 23.01.06 18:53| 
 |
Rispondi al commento

esempio di satira di destra

viviana vivarelli 23.01.06 18:36
---------------------------------------------
meglio che vedere un pirla in tv che fa finta di mangiare m....

perche' la ..w zapatero e suo fratello in TV fanno satira ? tristezza !!

e il piccoletto Rossi fa satira ? ogni tre parole .. due parolacce..unico modo per cercar di fare ridere qualcuno che crede in lui


quella'altro ..quello che parlava male di berlusconi nella trascmissione di celentano : faceva satira ? poveraccio..cosa bisogna fare per portare a casa la pagnotta..

se qualcuno in tv dice che questa e' satira di alta qualita' ..voi di sinistra come pecoroni , anche se non ci credete, per motivi ideologici dovete dire che questi sono bravi altrimenti passate per ignoranti e non siete di tendenza

non vorrai mettere guareschi con questi 4 gatti di guitti che fan finta di far satira...

giuseppe bottazzi 23.01.06 18:53| 
 |
Rispondi al commento

********buona sera ***
|
|
v

Paolo Rivera 23.01.06 18:52| 
 |
Rispondi al commento

@ IL MIO PERCHE’ AL NON VOTO

6 -

Oggi dico basta. Basta. Non voglio partecipare alla costruzione di un progetto che mi vede relegato ai margini e che mi nega la speranza di una vita migliore, la dove le mie scelte espresse con il voto, offrono ad altri pochi fortunati per genesi, quelle stesse possibilità che nessuno riesce invece ad offrire me.

Oltre che cornuto, sarei anche mazziato!


Fate voi...

Ray Milano 23.01.06 18:50| 
 |
Rispondi al commento

@ IL MIO PERCHE’ AL NON VOTO

5 -

Per impedire qualsiasi forma di cambiamento e di passaggio ad un altro sistema hanno annullato il quorum di partecipazione, cosicché non basta non andare a votare per creare il partito dell’astensione. Se andasse a votare anche solo il 20% della popolazione, diciamo i benestanti a cui interessa mantenere questo Status, ciò che loro sceglierebbero sarebbe comunque il governo di tutti. Ma di tutti chi, mi chiedo? Quanto resisterebbe senza implodere in una guerra civile, un governo voluto e gestito da un’esigua minoranza a scapito dell’intera maggioranza? Lo abbiamo visto in tempi recenti in Iraq. Senza l’uso della forza e delle armi, sarebbe impossibile.
In America le Primarie le fanno con il 10% e le Politiche con il 50% degli aventi diritto al voto. Eppure, gli arroganti al potere, pur di non perderlo, vanno avanti per la loro strada in barba a tutti, mentre invece si dovrebbero fermare a chiedersi; ma io e l’intero sistema politico, rappresentiamo ancora il popolo? Se fosse saggio risponderebbe di no, e lavorerebbero alla creazione di un nuovo modello. Ma ciò gli farebbe perdere la supremazia acquisita a spese di tutti gli altri che non rappresentano. Dicono che sono “guidati dalla mano di Dio”, o che “Dio mi ha parlato” (Geoge W. Bush) pur di giustificare i loro insani atti. E la cosa peggiore è che qualcuno gli crede. Ma forse sono sempre gli stessi che tacciono con la parola “utopia” la costruzione di un mondo diverso.

Non andrò più a votare, perché nessuno mi rappresenta in questi interessi. Nessuno di quelli che abbia votato finora è riuscito a migliorarmi la vita, vuoi per incapacità o per espresso volere di parte, mi ha garantito le possibilità che invece ho visto garantiti ad altri dagli stessi a cui ho dato il mio voto.

Ray Milano 23.01.06 18:49| 
 |
Rispondi al commento

@ IL MIO PERCHE’ AL NON VOTO

4 -

Uno Stato che sia attento all’individuo senza tenere conto del contesto globale nel quale esso è inserito, come ad esempio il modello Reaganiano che stabilisce di assegnare più risorse ai ricchi, confidando nelle loro capacità per creare benessere, ma che invece come tutti sappiamo permette solo ai ricchi, di divenire ancora più ricchi. Là dove manca la mano dello Stato a controllare e regolamentare queste scelte non si è mai creato un vero sviluppo. Ma sempre e solo ingiustizie e disuguaglianze.

Questo modello democratico ha fallito la sua missione, quella per cui era nata. E’ una forma di dispotismo arrogante, come dimostra il dito della disonorevole Santaché o il gesto di La Russa mostrato ai manifestanti delle Università che protestavano in sit-in, che li invitava ad andare da qualche parte portandosi entrambe le mani al linguine.

Non dipende nemmeno più da una scelta di Partito. Oggi non si può più dire che basta scegliere ad esempio l’Italia dei Valori per sapere di aver dato il proprio voto al più meritevole, perché per dirla tutta, nemmeno l’Onorevole Di Pietro, a cui ho dato la mia ultima preferenza, non fosse altro che per una forma di ringraziamento per quanto ha fatto con Mani Pulite, si esime dall’avere qualche scheletro nell’armadio poiché è stato indagato per “falso ideologico e concorso in concussione” a seguito delle dichiarazioni rilasciate dal finanziere Pacini Battaglia.

E’ tutto il sistema che non funziona, e il mio voto non fa altro che continuare a confermare questo sistema che invece va distrutto e dalle cui ceneri dovrebbe sorgerne uno migliore, utopico. Vediamo che accade in altri Paesi come ad esempio l’Ucraina, con la sua Rivoluzione Arancione, in Libano con la Rivoluzione Verde, e in tutti quei Paesi che stanno lottando per uscire da un sistema in cui vige il totalitarismo e la dittatura di un regime dispotico. Si può fare.

Ray Milano 23.01.06 18:48| 
 |
Rispondi al commento

@ IL MIO PERCHE’ AL NON VOTO

3 -

Col mio voto legittimo il mio carnefice. L’unica consapevolezza è quella di poter scegliere il boia che mi taglierà la testa, senza la certezza di bloccare la sua mano.
Scegliere tra il peggio e il meno peggio significa scegliere tra la spada o il pugnale, sapendo che ciò non mi salverà la vita ma mi condannerà comunque a morte. Con una colpa in più.

Non è più un dovere votare, perché non è più un diritto.

Il modello del sistema sociale che si è creato è fortemente sbilanciato, compromesso, iniquo nella ripartizione delle risorse disponibili, che potrebbero permettere la realizzazione di un sogno relegato e ormai imprigionato in una parola: “utopia”. Chi la usa per demonizzare la costruzione di un modello diverso lo fa egoisticamente ed unicamente nell’interesse di preservare i propri interessi a scapito di quelli dell’intera collettività. Lo dimostra la sperequazione dei privilegi concessi a determinate categorie che si sono coalizzate in lobby, se non addirittura in multinazionali e che oggi impediscono i cambiamenti e le riforme, quelle vere, quelle utili a tutti (vedi il Decreto Risparmio giacente in Parlamento da anni mentre altre leggi ad personam sono state varate nel giro di 2 giorni, al massimo 2 settimane).
Il risultato di 50 anni di questo modello democratico deformatosi nel tempo, non ha portato che a piccoli passi lungo la via di un cammino di sviluppo con la S maiuscola, come invece ha saputo guidare quello di altri Paesi, come la Norvegia, la Finlandia, o la Svezia che godono di un modello più incentrato al riconoscimento di valori individuali ma al contempo inscindibili da quelli sociali.

Ray Milano 23.01.06 18:47| 
 |
Rispondi al commento

@ IL MIO PERCHE’ AL NON VOTO

2 -

Prima di allora, persi nell’oblio del nulla, il Sud annaspava e regrediva, incapace di valorizzarsi mentre da solo, si difendeva dalla repressione della mafia, restando impietrita ad osservare un Nord più veloce che acquisiva potere e decentrava le risorse, costringendo tutti al disagio della immigrazione di massa.
Cinque anni di governo, seppur tremendo, ci stavano dando un minimo di sicurezza e certezza nella tenuta del sistema elettorale che si era voluto, affidando ad un uomo e alla sua coalizione una ricchezza che nessun sistema elettorale aveva garantito prima; una maggioranza di 100 Deputati e Senatori, tali da garantire il varo di qualsiasi riforma necessaria per lo sviluppo di questo Paese. Ciò che è accaduto invece è sotto gli occhi di tutti.
Con la nuova legge elettorale sarà ancora più difficile scegliere, dare la propria fiducia senza rievocare gli spettri di Mani Pulite e della Prima Repubblica. Eppure i volti dei personaggi che amministrano il bene pubblico continuano ad essere gli stessi che celano i segreti delle gravi colpe accumulate nel correre del tempo. Immobili, statici. Stabili come querce. Inamovibili.
Chissà cosa penserebbero oggi i Padri Costituenti, coloro tutti che per lottare contro la dittatura di un regime dispotico hanno dato qualcosa, dell’Italia di oggi. Cosa penserebbero…

Non è più un diritto, perché mancando le basi che garantiscono una governabilità che sia fonte di un progresso bio-etico, sostenibile, incentrato allo sviluppo eco-solidale, che abbia come obbiettivo la crescita di ogni individuo, nel contesto generale, nel rispetto di tutti. Il voto mi dovrebbe aiutare nella costruzione di questo modello sociale.
Non ha più senso continuare ad avallare chi non mi garantisce un’evoluzione, sia personale che civica, se questo sistema mi tiene imbrigliato ad una situazione che non mi tutela e non mi assicura una crescita intellettuale e morale sul piano dei valori umani.

Ray Milano 23.01.06 18:46| 
 |
Rispondi al commento

Da qualche giorno sono entrato a far parte dell'immensa platea di questo blog,e quindi consentitemi di esprimere un primo sommario giudizio.Esso rappresenta certamente il comune sentire della maggioranza degli Italiani,talvolta
inquinato,però,da uno sterile qualunquismo che non giova alla causa.A sostegno dei propri punti di vista occorre sempre portare incontestabili fatti concreti,e non i consueti sproloqui senza senso.Dal mio osservatorio privilegiato-tengo a precisare che sono un vecchio autentico uomo di destra-posso permettermi una disamina rigorosa e razionale delle malefatte di questo governo,senza essere tacciato di spirito di parte.Tratterò,con il vostro permesso,un argomento alla volta,e quindi partirò con l'esprimere il mio punto di vista su uno dei 5 punti del famigerato contratto con gli Italiani,che passerà ai posteri come il momento più stravagante della nostra storia repubblicana.
Mi riferisco all'aumento delle pensioni al di sotto del minimo alla quota di 516€.Ebbene vorrei ricordare che soltanto dopo le elezioni il
supercreativo ministro del tesoro impose il tetto
dei 70 anni.Quanti voti furono raccattati in maniera così fraudolenta da tutti coloro che ignoravano di non avere ancora l'età per acquisire quel diritto?Se c'è qualcuno che può dimostrare il contrario,sarò umilmente ben lieto di fare ammenda del mio errore.La prossima volta parlerò della riduzione delle tasse.Domenico Armillei

DOMENICO ARMILLEI 23.01.06 18:43| 
 |
Rispondi al commento

Il diritto al voto non è un obbligo. E' un voto anch'esso e non rappresenta solo il disinteresse ma anche lo sdegno per quello che le viene presentato.

Perchè devo votare qualcuno di cui mi dovrò poi lamentare perchè non condivido una parola del suo programma?

E' come se qualcuno mi dicesse di darmi una martellata sul piede perchè devo partecipare al DOLORE MONDIALE DI CHI SOFFRE, per poi dovermi lamentare anch'io!

No cara mia! Sono un uomo libero che decide se partecipare o no alla festa dove gli invitati non sono di mio gradimento!

W la liberta di scegliere o non scegliere!

alvaro visconti 23.01.06 18:39| 
 |
Rispondi al commento

Viviana Vivarelli sei un mito!
Bellissimo...

Carlo Bianchi 23.01.06 18:38| 
 |
Rispondi al commento

Si conclude:
"In Italia, tra la Chiesa cattolica e i propri fedeli c'e' la stessa discontinuita' che esiste, politicamente parlando, tra paese ufficiale e paese reale: le gerarchie ecclesiastiche non sembrano corrispondere ai fedeli

viviana vivarelli 23.01.06 18:06

concordo e mi permetto di aggiungere, neanche tra le gerarchie politiche e gli elettori: altrimenti non si spiegherebbe perchè la sinistra continua a strizzare l'occhio ad un elettorato cattolico che di per sè non esiste: eiste cioè piena trasversalità tra i due schieramenti. la dicotomia laico cattolico esiste solo nella testa di alcuni esponenti DS e in qualche teo con.
esiste inveceq uella laico clericale.
l'italia è un paese sempre piu' laico nei fatti e clericale nelle parole, il contrario di quello che accadeva 30 anni fa ed è giusto che sia cosi' ,secondo me.
per cui, qualcuno vada a spiegare a fassino che si puo' fare una una politica all'insegna del laicismo senza per forza di cose offendere lo spirito cattolico degli elettori.
fassino e livia rturco non l'hanno capito, ruini e ratzinger molto bene, per quello che imperversano sui media....

mauro maggiora Commentatore in marcia al V2day 23.01.06 18:37| 
 |
Rispondi al commento

>marco bondi
capisco il tuo problema, e ti suggerisco di
fare un pensiero sui movimenti per la democrazia diretta.

www.internetcrazia.org

Questo si presenta alle elezioni 2006

Max

Max Costi 23.01.06 18:36| 
 |
Rispondi al commento

Per Chiara
esempio di satira di destra
direttamente da La Padania::::

"L’Europa? Un modello nato dal pensiero mondialista, quello della massoneria
Un sistema fatto a piramide dove una ristretta cerchia di potenti vuole tutti omologati al pensiero unico
Noi come Lega abbiamo sempre combattuto contro questo modello. E qualche risultato l’abbiamo portato a casa». Il ministro della Giustizia Castelli torna a puntare il dito contro i pericoli dell’Europa superstato. E lo fa parlando a tutto campo sugli ultimi avvenimenti, alcuni delicati, che stanno scuotendo le notti delle famiglie italiane.Come la risoluzione Ue sull’omofobia. Ministro Castelli, a Strasburgo la maggioranza dei parlamentari ha consigliato ai propri governi di favorire l’inserimento dei Pacs nella legislazione nazionale. Quali scenari apre la risoluzione Ue?
«Vorrei fare un passo indietro. C’è una tesi accreditata da importanti studiosi che sostengono come tutte le civiltà che via via si sono succedute nella storia del mondo hanno seguito la medesima evoluzione. Quando hanno attraversato la propria fase di declino, tutte hanno esternato delle caratteristiche comuni. Una delle più eclatanti è proprio la confusione dei sessi.(...ecco finalmente spiegato il mistero della scomparsa di Atlantide, degli Incas e della Lambretta...) Gli storici sostengono che nel momento in cui le classi dirigenti non hanno più saputo distinguere tra l’omosessualità e l’eterosessualità, quella civiltà è andata incontro alla dissoluzione. Anche l’Occidente ha una propria storia ben precisa. Una storia che oggi sta andando verso una crisi profonda. Allora quella risoluzione approvata dall’Europa rappresenta un passaggio storico in questa fase di dissoluzione dell’impero. Ma non solo».
Ossia?
«Quando l’impero romano iniziò a cadere, i cosiddetti barbari, quelli che premevano dall’esterno, arrivavano dall’est. Oggi provengono da sud e da sud-est.e da sud-est. Allora c’erano i Goti, gli Unni e i Visigoti.
(segue)

viviana vivarelli 23.01.06 18:36| 
 |
Rispondi al commento

Sul fatto che sia peggio berlusconi o prodi potremmo discutere giorni interi. E forse la ragione starebbe nel mezzo.

Io però il faccione di berlusconi non lo reggo proprio più. Non ce la faccio più! Manca solo che mi esca dalla tazza del cesso, dicendo "mi consenta", mentre mi faccio la barba. Se ero un indeciso (perchè in fondo lui e prodi sono entrambi lontani anni luce dal tipo di politico di cui avrebbe bisogno l'Italia), lui mi ha tolto ogni dubbio. Non si può avere una simile arroganza, invadenza, maleducazione! E' ovunque! In qualsiasi trasmissione, su qualsiasi canale. Scommetto che prima delle elezioni si affaccerà anche a San Pietro per recitare l'Angelus. E invece di convincermi, con le sue menate, ha ottenuto l'effetto contrario. Mi ha aperto gli occhi: berlusconi, mi hai rotto i coglioni!

Un saluto a tutti!

Carlo Bianchi 23.01.06 18:34| 
 |
Rispondi al commento

OT

************** ATTENZIONE *****************
-
a tutti i BARESI/PUGLIESI collegati
-
*** e' nato il MEETUP di BARI ***
-
per info/iscrizioni

http://beppegrillo.meetup.com/163/boards/

Nunzia Boccassini 23.01.06 18:34| 
 |
Rispondi al commento

Dall’intervista a Enzo Biagi su "L’Unità" riguardo alle aggressioni a quel giornale da parte del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, estraggo delle riflessioni forse utili anche per il nostro blog...


22.01.2006

"Andate avanti così, vi attacca perché date fastidio"

(...)

- Ha un consiglio da dare a noi dell'Unità in questo momento?

- Dovete continuare a fare il vostro giornale, che fra l'altro è fatto bene e io ci trovo sempre qualcosa in più rispetto agli altri.

- Ma come si deve rispondere ad accuse sempre più violente, alzando anche noi il livello dello scontro?

- No, bisogna distinguersi sempre, certo dimostrando l'inconsistenza delle accuse a forza di documenti. Tutti possono insultare, ma viene il momento di dimostrare le accuse. Anche se, a volte, viene la voglia di rispondere: ma dica quello che vuole, tanto ormai è diventato una macchietta. (...)

- Si sentirebbe di fare una previsione per questo difficile 2006?

- Posso citare una massima americana: si può ingannare qualcuno una volta, non tutti per sempre. E promettere è più facile che mantenere.


http://www.unita.it/index.asp?SEZIONE_COD=ARKINT&TOPIC_TIPO=I&TOPIC_ID=46961

Mario Gabrielli Cossellu 23.01.06 18:32| 
 |
Rispondi al commento

Il cambio di rotta è avvenuto a ottobre. Da un giorno all'altro, sulle coste siciliane, hanno cominciato ad approdare barche cariche di migranti marocchini. Un flusso così massiccio da far raddoppiare le cifre degli sbarchi. Tanto che negli ultimi tre mesi del 2005 le statistiche dell'immigrazione illegale hanno certificato l'arrivo in Sicilia di 7.520 clandestini, contro i 3.125 approdati dall'ottobre al dicembre 2004. Fenomeno segnato da una vistosa anomalia: tra i migranti di fine 2005 quasi uno su tre, il 32,4 per cento, arriva dal Marocco.

Nel 2004 erano stati appena il 2,4 per cento degli sbarchi. Che cosa è accaduto? Gli esperti del ministero dell'Interno hanno una spiegazione pronta: è bastato che, nel settembre scorso, la Spagna accentuasse la lotta contro l'immigrazione illegale nelle enclave marocchine di Ceuta e Melilla (11 morti in poche settimane) perché le rotte dei clandestini nel Maghreb prendessero una nuova direzione, incanalandosi lungo l'Algeria verso la Libia e da lì, verso le coste siciliane. Ha avvertito il ministro Giuseppe Pisanu: è inaccettabile che quest'emergenza venga scaricata tutta sulle spalle dell'Italia e della stessa Libia, tocca all'intera Unione Europea impegnarsi concretamente

gennaro esposito 23.01.06 18:32| 
 |
Rispondi al commento

Beppe ti prego parla della protesta (sui tagli della finanziaria 2006) attuata da tutti i sindacati delle forze dell'ordine con il volantinaggio di oggi e domani nelle prefetture di italia.
dagli almeno tu voce visto che nessun tg (di regime) ne parla o ne ha parlato ad oggi
ciao

Vincenzo Curcio 23.01.06 18:27| 
 |
Rispondi al commento

Cara Chiara
purtroppo la satira e' di sinistra come l'intelligenza. Il che non vuol dire che ogni satira sia intelligente o che ogni intelligenza sia satirica, ogni identita' qui e' puramente causale. Che dire di Violante che spiattella in Parlamento il laido accrdo con B sulle televisioni? Faceva satira? Ci faceva? C'era?
O di D'Alema che dice che con la gobalizzazione ci dobbiamo convivere? Vuole scimmiottare Lunardi? O è bacato proprio?
In ogni caso la pretesa della Cdl che Sabina Guzzanti applicasse la par condicio con satirici di destra era fisiologicamente impossibile per mancanza di materia prima.
I nostri della Cdl credono impropriamente che il Bagaglino o Biberon o programmi tv simili siano satira di destra e ci partecipano sbellicandosi. Non si accorgono che a destra i veri satirici involontari sono Bondi, Ferrara, Socci, Paragone, Bossi, Belpietro, Gasparri, Bontempo, Schifani, Guzzanti padre, Fede, Baget Bozzo e naturalmente come capocomico il grande guitto, nato per fare il capocomico.
..comunque mi dicono che faccia satira di destra
http://utenti.lycos.it/cirno
o
Governaper.com
ma credo che basterebbe da sola La Padania
La comicità surreale di Borghezio o Calderoli supera Petrolini quando fa Nerone, è anche peggio
Se hai pazienza e lo trovo ti mando un articolo del cosidetto giornale satirico (trucido sarebbe meglio)
Ma non so se uno che fa ridere senza averne l'intenzione possa considerarsi satira o si offende


http://utenti.lycos.it/cirno.

viviana vivarelli 23.01.06 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
mi trovo in un grande imbarazzo. Credo di avere capito la situazione politica attuale e le necessità di cambiamento reale. Ma cosa posso fare? Per chi votare? Votare? Mi sono detto: " negli estremi ci sarà un'ideologia più forte, quindi meno sporcizia e giochi di potere?" Ma poi mi è venuta in mente la Lega e la fine che ha fatto.....comprati nel silenzio e nella collaborazione. Mi è venuto in mente Bertinotti e le sue innovative idee e i suoi programmi all'avanguardia. Ma non mi sono dimenticato della destra nazionale e dei suoi rappresentanti.
Il tuo discorso del peggio e del meno peggio non lo voglio digerire! Non mi voglio accontentare di un centro sinistra senza idee e senza programmi. Di un sistema di rappresentenza in cui il compromesso è la chiave del potere. Di una cozzaglia di programmi che viaggiano paralleli in una coalizione etereogenea. Di politici dalla dubbia moralità. Io sono stanco di non sapere cosa fare, di sbagliare voto ad ogni elezione, di essere smentito dai miei rappresentanti (dipendenti). Io sono un datore di lavoro che vuole licenziare e per dio.....per giusta causa!!!!! Io voglio rinnovare le mie risorse umane, la mia forza lavoro i miei dipendenti. Non voglio la cassa integrazione, voglio il licenziamento e senza uno straccio di TFR per coloro che hanno lavorato malissimo e che si sono arricchiti mentre il loro datore di lavoro era impegnato in quotidiane attività.
Sono stanco anche della situazione della piccola ricca provincia in cui dire sinistra è disdicevole, dove i giovani (sotto i 40 anni) non sanno cosa votare ma sicuramente non comunista. Dove si vota il sindaco con la foto più bella e in giacca e cravatta!
Ma quando la smettiamo di farci prendere in giro?
Beppe ma quando la smettiamo di credere che le cose cambieranno. La politica è lo specchio della società. Io sono Rutelli, Berlusconi, Fassino e Di Pietro! Io sono Tanzi, Cragnotti, Fiorani e Ricucci..magari! Fosse solo per la Falchi.

marco bondi 23.01.06 18:23| 
 |
Rispondi al commento

@Alberto Zanatta 23.01.06 18:16

Le Coop Rosse non sono un problema minore, anzi hanno un forte peso sull'economia italiana. Io per lavoro vedo appalti di determinati settori e ti assicuro che in certe regioni vincono sempre loro e a prezzi assolutamente sconvenienti per i contribuenti.

Comunque te lo dice un che non vota perchè ha schifo degli uni e degli altri.

Questa non è una partita di calcio per cui tifare per gli uni o per gli altri! Questo è il tuo futuro e quello dei tuoi figli! SVEGLIA!!

alvaro visconti 23.01.06 18:21| 
 |
Rispondi al commento

OT

************** ATTENZIONE *****************
-
a tutti i BARESI/PUGLIESI collegati
-
*** e' nato il MEETUP di BARI ***
-
per info/iscrizioni

http://beppegrillo.meetup.com/163/boards/

Ilario Favuzzi 23.01.06 18:21| 
 |
Rispondi al commento

beppe, perchè non parli delle cooperative rosse, vere associazioni a delinquere che sfruttano gli operai?
=========

Perchè è un male minore. E poi, perchè non ti dai fuoco?


Devo postare questo commento con un nome falso. Con quello vero il sistema non mi prende più i commenti.

Sono stato bannato!!! Escluso a vita!!!

E' proprio un blog bulgaro!!

Franco Bestia 23.01.06 18:16| 
 |
Rispondi al commento

Le elezioni si avvicinano,
se non vengono abolite prima.
A quelli che vivono all´estero consiglio vivamente di iscriversi all´AIRE per potere votare all´estero. Quelli che "lavorano" nei consolati italiani hanno bisogno di essere "stimolati" soprattutto nelle zone "calde", dove la presenza di italiani e´ maggiore. Affrettatevi allora!
Io voto, che poi il mio voto venga scrutinato, quello poi e´un altro paio di maniche, vero caro dipendente Tremaglia?
Buona serata a tutti!

Davide Lupi 23.01.06 18:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Max Costi 23.01.06 17:57

Ciao Max, ho già guardato con interesse a quel sito, ma a causa della mia deformazione professionale ho una visione più FUNZIONALE della politica.

Come puoi vedere ci sono tanti che si appellano al cambiamento ma la domanda è quale cambiamento.

A come siamo messi abbiamo bisogno di visioni politiche a corto, medio e lungo termine.

Renditi conto che i problemi a cui andiamo incontro sono principalmente trutturali e non etici o di rappresentanza.

Per fare un esempio l'Italia è una nave col timone e con i motori rotti.

Non basta cambiare il capitano e qualche uomo dell'equipaggio per farla entrare in porto perchè il problema è meccanico.

Allora è necessario trovare dei tecnici della manutenzione che mettano la nave di arrivare in porto per le riparazioni definitive che non si possono fare in mare aperto.

Spero che tu possa capire da questo mio balzano parallelismo come la penso. Nel mio piccolo sto facendo qualcosa e spero in tempi brevi di avere un mio sito.

Sono stanco di protestare, di sentir parlar male di Berlusconi che con la sua presenza accentra maggioranza e opposizione su di se!

Preferisco proporre cose anche nuove, trovere qualcuno con cui discutere di funzionamenti statali e non di chi è più onesto, vergine e credente.

Cari saluti a te Max

alvaro visconti 23.01.06 18:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

beppe, perchè non parli delle cooperative rosse, vere associazioni a delinquere che sfruttano gli operai?

giacomo zanitti Commentatore in marcia al V2day 23.01.06 18:08| 
 |
Rispondi al commento

Grazie, Ray Milano, bell'articolo! L'ho letto volentieri. Scritto bene
Ma perche' poi devi difendere strenuamente il crocifisso nelle aule? ci sono classi dove il numero degli allievi non cristiani e' addirittura superiore a quello degli allievi cristiani
E l'ultima ricerca di Eurispes dice che l'87,8% degli italiani si dichiara cattolico, ma solo il 29% e' anche praticante
Le pratiche religiose sono seguite da meno di 1/3 della popolazione, un po' poco per una chiesa che vuole cambiare le leggi dello stato.
Il 71,3% degli intervistati è favorevole ai PACS.
Il 39% dei cattol.accetta la convivenza
Per l'aborto, l'84,% e' favorevole se la madre e' in pericolo di vita (83,2% dei cattol.) il 74,6% in caso di gravi anomalie e malformazioni del feto (72,9% dei cattol.) e in caso di violenza sessuale 65,1% (61,9% dei cattol.)
Il 62,5% e' favorevole alla fecondazi. assistita(il che non spiega l'assenteismo al referendum ma sconfessa l'interpretazione di Ruini che chi non ha votato fosse a suo favore)
Sull'eutanasia e' favorevole il 41,9% del totale di cui il 38,1%, con ben un 13,8% di astenuti
Tutti o quasi sono favorevoli al divorzio, di questi il 65,6% dei cattolici e il 93,8% dei non c.
Il 79,3% del totale non condivide che i divorziati e i risposati civilmente non possano essere ammessi alla Santa Comunione, di questi ben il 77,8% dei cattolici
Il 65% pensa che non sia giusto negare l'Eucaristia ai politici che sostengono leggi non conformi alla Chiesa, come in USA
Quanto ai miracoli, solo il 54,3% del totale ci crede, del tutto incredulo il 37,2%. Il 20,7% non sapeva che rispondere. Anche il 16,3% di chi non si dichiara cattolico crede ai miracoli, mentre il 31,1% dei cattolici non ci crede (e il Vangelo allora?)

Si conclude:
"In Italia, tra la Chiesa cattolica e i propri fedeli c'e' la stessa discontinuita' che esiste, politicamente parlando, tra paese ufficiale e paese reale: le gerarchie ecclesiastiche non sembrano corrispondere ai fedeli

viviana vivarelli 23.01.06 18:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/46.

I post di altri blog che fanno riferimento al post Parlamento Pulito in India:

» india italia troppa distanza da terramadre
se avvviene una cosa del genere non puo che farmi piacere per l india e per il pololo indiano: dieci persone che hanno contravvenuto alla legge vanno a casa. in italia questo non e ancora possibile e significa che noi cittadini dovremo aumentare ancor... [Leggi]

23.01.06 17:08