Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Metalmeccanici: dieci euro in comode tranche


sciopero metalmeccanici.jpg
foto: finanzaespressonline.it

Il contratto dei metalmeccanici è fermo da un anno.
Da quando ero bambino è sempre fermo! E’ uno dei misteri dell’universo.

Il contratto dei metalmeccanici è fermo perché i sindacati chiedono un aumento di 100 euro e la Federmeccanica vuole riconoscere 94,5 euro.

Il contratto dei metalmeccanici è fermo perché i sindacati vogliono un’integrazione di 25 euro per i lavoratori che non hanno contrattazione sindacale e quindi con stipendi bassi e la Federmeccanica ha offerto una integrazione di 10 euro in comode tranche annuali.

UN MILIONESEICENTOVENTIQUATTROMILASEICENTO PERSONE chiede da un anno un aumento ridicolo.
Non si chiude la trattativa per CINQUE EURO E CINQUANTA di differenza.
A una richiesta integrativa di 25 euro per chi ha uno stipendio di pura sussistenza si risponde con DIECI EURO in comode tranche annuali.

I metalmeccanici, una delle poche categorie che lavora in Italia, che ha di fronte esempi di arricchimento con le leggi dello Stato e anche cambiando quelle che non li consentono.
I metalmeccanici, una delle poche categorie che stringe la cinghia e produce cose vere, solide, che si possono toccare, non l’industria del nulla della finanzapubblicitàmedia.

I metalmeccanici si sono rotti e ieri hanno bloccato treni e autostrade in tutta Italia.

No! Questo non si deve fare.

Propongo un’alternativa: l’istituzione di un’Authority che valuti i guadagni dei finanzieri, dei capitalisti senza capitali, dei manager in questi anni.
Se le loro aziende si sono sviluppate e hanno creato occupazione i loro guadagni saranno confermati.
In caso contrario, si farà un piccolo esproprio dei loro guadagni per il rinnovo di questo contratto e di quelli futuri.
Basterebbe solo il tronchetto, in comode tranche annuali.

18 Gen 2006, 15:15 | Scrivi | Commenti (1036) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Ho letto che il nostro contratto (CONFAPI ),pare sia stato firmato per la bellezza di circa 130 euro sui 5° livelli,naturalmente in 3 tranche...circa 35 euro dal gennaio 2013,45 in gennaio 2014,50 gennaio 2015....un successo dei sindacati....
A questo punto non ho più parole per commentare,volevo solo ricordare che alla fine gli operai,metalmeccanici e non sono quelli che veramente si occupano di dare il bene più prezioso per un PAESE : NOI PRODUCIAMO FORZA LAVORO,perchè siamo così poco valutati?
In Italia si strapagano gli sportivi,i politici ,i manager:cosa fanno più di noi o meglio di noi?
Alla fine se svolgono bene il loro lavoro fanno solo il loro dovere proprio come fanno tutti i giorni milioni di lavoratori dipendenti....
Sperando e in attesa che qualcosa cambi...
DISTINTI SALUTI
Miriam

Miriam Molinaro 15.05.13 17:44| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, saluti a tutti io sono qui per informarvi che la signora Helena Casa della Carità non è qui per offrire ogni tipo di assistenza finanziaria ad ogni individuo
  non importa la condizione della vostra situazione finanziaria, di seguito è il tipo di prestito offerti grazie.

Offriamo i seguenti tipi di prestiti
Prestiti personali (protetto e chirografari)
Business Prestiti (protetto e chirografari)
Prestito di consolidamento-Low Down o Zero Finanziamento Programma Soldi disponibili

INFORMAZIONI PRIMA SERVE SONO:

Nome e Cognome:
Paese / Stato:
Località:
Età:
Contatti Numeri di telefono:
Importo necessario:
Durata di prestito:
Scopo del prestito:
grazie e Dio vi benedica.
Contatti Email: mrshelenacharityhome@hotmail.com

Mrs Helena 15.12.12 11:21| 
 |
Rispondi al commento


Ciao, tutti questo è il signor Lee Jark un prestatore di prestito privato i emissione del prestito in una tariffa conveniente, quindi se siete interessati a ottenere un prestito leggere i dettagli qui sotto e tornare indietro.


Offriamo i seguenti tipi di prestiti
Prestiti personali (protetto e chirografari)
Business Prestiti (protetto e chirografari)
Prestito di consolidamento-Low Down o Zero Finanziamento Programma Soldi disponibili

INFORMAZIONI PRIMA SERVE SONO:

Nome e Cognome:
Paese / Stato:
Località:
Età:
Contatti Numeri di telefono:
Importo necessario / Durata:
grazie e Dio vi benedica.
Contatti Email: ssloaners@yahoo.com


Sono solidale con tutti voi visto che ho studiato per 5 anni ingegneria e adesso prendo uno stipendio misero. E non finisce qui:
Con il mio c**o sono riuscito ad avere una salto di livello (comprensivo di aumento)e adesso prendo meno di quando sono stato assunto la prima volta -> Quel maledetto 730. Ma come si fa a far pagare di tasse 1300€ ad un ragazzo giovane neolaureato che ha appena iniziato a lavorare?
Purtroppo così non vedo il futuro.

Settimio Bianchi Commentatore certificato 10.10.07 16:15| 
 |
Rispondi al commento

DUBBIO !!!!!

E' FACILE COMPRENDERE CHE I SINDACATI FANNO SOLO IL GIOCO DEL POTERE FACENDO APPARIRE CHE OGNI LORO "VITTORIA" SIA LA VITTORIA DEI LAVORATORI.

MA COSA ASPETTANO I TESSERATI ALLE VARIE CONFEDERAZIONI SINDACALI A RITIRARE LA TESSERA DI ASSOCIAZIONE PER NON REGALARE INUTILMENTE SOLDI A QUESTI CONTABALLE???

Tomasi Bianca 13.04.07 14:31| 
 |
Rispondi al commento

vorrei chiedere se x caso lo stato ha + di 50 dipendenti e se anche loro devono aderire alla legge del tfr? scalfaro ha detto l'italia è una e indivisibile

giuseppe leone 24.11.06 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna far rispettare i propri diritti...bloccare strade crea disagi ma è l'unica nostra arma! Noi durante un blocco a Trento abbiamo lasciato passare una donna che stava per partorire!!!

Diego Simoni 23.10.06 22:11| 
 |
Rispondi al commento

Ciao. Mi sembra che il contratto dei metalmeccanici sia stato firmato. Con la mia posizione mi spettavano 71,5 euro di aumento. Questa cifra mi è stata aggiunta allo stipendio base e tolta dal superminimo, così tutto è rimasto uguale a prima. Beppe, ti sembra il modo di prendere in giro i lavoratori? Se non facevano niente forse era meglio, perchè io ci sono rimasto male. Ti restituisco la palla. Grazie per aver perso tempo a leggera la mia lamentela. Quando ti vedo ad uno show è un vero divertimento. Divertendo riesci anche a far conoscere alla gente cose che di solito rimangono nascoste o non vengono spiegate. Non pretendo una risposta alla mia e-mail, ma se tu magari la usassi in una tua prossima apparizione ciò mi farebbe contento, anche perchè non penso di essere l'unico in Italia preso in giro in questo modo. Secondo te, non sarebbe giusto che gli stipendi, specialmente quelli di dirigenti, parlamentari, amministratori pubblici e privati al di sopra di una certa soglia per così dire "INDECENTE" fossero resi pubblici? Tu ci riusciresti? E perchè non bloccare le pensioni ad un tetto massimo, sia pur onorevole, per esempio 5000 euro, indipendentemente da quanto uno ha versato e cercare con quello che l'INPS rispamierebbe di aumentare le pensioni da fame? Ti ringrazio ancora per la pazienza.
Ciao. Un abbraccio da un tuo coetaneo.

Aldo Bellemo Bullo 26.02.06 09:19| 
 |
Rispondi al commento

Ciao. Mi sembra che il contratto dei metalmeccanici sia stato firmato. Con la mia posizione mi spettavano 71,5 euro di aumento. Questa cifra mi è stata aggiunta allo stipendio base e tolta dal superminimo, così tutto è rimasto uguale a prima. Beppe, ti sembra il modo di prendere in giro i lavoratori? Se non facevano niente forse era meglio, perchè io ci sono rimasto male. Ti restituisco la palla. Grazie per aver perso tempo a leggera la mia lamentela. Quando ti vedo ad uno show è un vero divertimento. Divertendo riesci anche a far conoscere alla gente cose che di solito rimangono nascoste o non vengono spiegate. Non pretendo una risposta alla mia e-mail, ma se tu magari la usassi in una tua prossima apparizione ciò mi farebbe contento, anche perchè non penso di essere l'unico in Italia preso in giro in questo modo. Secondo te, non sarebbe giusto che gli stipendi, specialmente quelli di dirigenti, parlamentari, amministratori pubblici e privati al di sopra di una certa soglia per così dire "INDECENTE" fossero resi pubblici? Tu ci riusciresti? E perchè non bloccare le pensioni ad un tetto massimo, sia pur onorevole, per esempio 5000 euro, indipendentemente da quanto uno ha versato e cercare con quello che l'INPS rispamierebbe di aumentare le pensioni da fame? Ti ringrazio ancora per la pazienza.
Ciao. Un abbraccio da un tuo coetaneo.

Aldo Bellemo Bullo 26.02.06 09:15| 
 |
Rispondi al commento

magari tutte le categorie si decidessero di scendere in piazza per lottare contro una precarieta' che ormai ci distrugge tutti dal metalmeccanico al piccolo imprenditore scioperiamo e ribbelliamoci...........un saluto

amedeo guarente 08.02.06 18:21| 
 |
Rispondi al commento

Egregi Signori,In data 20/01/2006 Sindacati e Federmeccanica trovano l’accordo per rinnovare il contratto a noi, i metalmeccanici.Questo rinnovo prevede l’aumento di 100 ricchi euro lordi, che saranno elargiti pero’ non a partire dal prossimo mese, pian pianino con calma nel tempo diciamo che li avremo tutti in busta tra un annetto logicamente al netto delle imposte chiaro!Gli arretrati, che noi metalmeccanici avremmo dovuto riscuotere dalla fine del vecchio contratto ad oggi sono a dir poco una vera truffa: 350 euro in due soluzioni.Vediamo proviamo a fare un paio di conti, io non sono uno scienziato ma dovrebbe funzionare cosi’: 100 euro x 12 mesi di arretrati + gli interessi, vuoi che quei 1250 Euro non saltavano fuori?Niente, la truffa piu’ indegna che abbia mai visto!Vedo che quando si avvicina l’ora di pagare la rata del mutuo di casa, la banca non conosce altri concetti che soldi e non discorsi…i metalmeccanici scippati di quanto gli spetta di diritto fanno spallucce e dicono che non è andata malaccio, i sindacati sono fieri della battaglia vinta a dir loro, Federmeccanica ha fatto la sua parte e tutti zitti.Eh no ragazzi, io zitto non ci posso stare!
Non sono uno che manifesta, sono estraneo alla politica perche’ la trovo una zozzeria, non sono iscritto a nessun sindacato perche’ sono troppo legati alla politica e soprattutto ho la convinzione che non siano onesti nei confronti dei loro “clienti”, sono solo un cittadino che manifesta dignitosamente in silenzio premendo tasti davanti al pc e sfruttando un mezzo come internet che mi consente di far arrivare la mia voce dove voglio.E’ mai possibile che esistano categorie di lavoratori e non lavoratori?? Gli autotrasportatori spengono i motori ed intasano tutto, gli assistenti di volo incrociano le braccia e si resta a terra, ma noi?? Che facciamo noi? Smettiamo di venire a lavorare e poi? Quando abbiamo inginocchiato una ditta di 40 persone che otteniamo ?

Bernardo Gori 08.02.06 13:15| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe,
da qualche settimana e'stato firmato il rinnovo
del contratto nazionale dei metalmeccanici,a breve si svolgera' un referendum per consultare i lavoratori per la sua definitiva approvazione. Sulla questione e per tutte quelle iniziative di lotta cosi' come si sono svolte hanno causato un ulteriore malessere e disapprovazione tra i lavoratori, pertanto tutti i gruppi dirigenti sindacali dovrebbero riflettere e rivedere i vecchi metodi di lotta, PER QUESTA RAGIONE DESIDERO FARE QUALCHE OSSERVAZIONE ED ALCUNE CONSIDERAZIONI: e'vero che i metalmeccanici non sono piu' quella forza che riuscivano anche a condizionare i governi,ci sono stati molti cambiamenti, diversi metodi di assunzione al lavoro.flessibilita', precarieta' disoccupazione,governi antisociale,globalizzazione ecc. in questo contesto le imprese e i grandi gruppi si sono riorganizzati,utilizzando sempre di piu' tencnologia e metodi di lavoro che riescono ad ridimensionare i danni causati dalle interruzioni del lavoro. DALL'ALTRO canto il modo sindacale non utilizza in modo ottimale il ricorso al diritto di sciopero,specialmente quando si tratta dei diritti e della contrattazione,per sviluppare questo discorso occorrono un fiume di parole,percio'voglio soltanto ribadire quanto inutilmente segnalo da anni ai vertici sindacali,
e' cio' bisogna riformare il metodo della contrattazione, fare coincidere le scadenze contrattuali tutti insieme alle altre categorie di lavoratori, perche' quando sono in gioco i diritti riguardano tutti, in questo modo in tavoli diversi e nello stesso tempo obbligano i governi e imprenditori ad essere piu' responsabili per una veloce trattativa ed in questo modo i metalmeccanici porterebbero a casa un contratto piu' equo e un piu'giusto salario,anche perche' bisogna che dire nei metalmeccanici italiani ci sono otto livelli parametrali, dei quali piu'del 90% dei lavoratori sono del terzo livello e non vanno avanti per tutto l'arco di un 'intera vita.

umberto nacchia 05.02.06 14:06| 
 |
Rispondi al commento

Ciao mi chiamo rita e vivo a grugliasco (To)
sono sindacalista da circa un anno e lavoro in una azienda di Moncalieri, azienda cinese.Un azienda dove all entrata vi è posto il quadro con la foto di un cinese, padre dell unico proprietario di questa multinazionale che ha sedi in tutta europa.Il mio posto di lavoro credo durerà ancora due anni dopodichè ci sbatteranno fuori perchè da cinque anni stanno trasferendo tutto in cina.Nessun sindacalista riesce a far nulla e quando chiedi aiuto è come se intorno nessuno ti sentisse.In questi giorni ho scoperto che l aumento nelle buste è stato dato, ma in molte aziende i sindacati non hanno ancora chiesto il parere degli operai sul contratto con il referendum.Allora mi chiedo a cosa serve il sindacato? Quando sono entrata a far parte di loro, avevo un certo entusiasmo, oggi sto decidendo di togliermi la tessera perchè non c è niente, non fanno nulla, i compromessi sono i loro interessi e io mi vergogno per loro.Non riesco a guardare i miei colleghi negli occhi perchè non posso dir loro come sono le persone che ci rappresentano,avrei voluto aiutarli a mantenere il posto di lavoro.Siamo in cassa da circa due anni e i problemi si stanno discutendo ad un tavolo regionale.A quel tavolo preferirei far sedere i barboni perchè sono sicura che la loro umiltà ci aiuterebbe.Purtroppo in questa situazione io sono come un minuscolo granello di sabbia in fondo all oceano e l unica cosa che mi rimane da fare è togliermi dal sindacato per poter camminare a testa alta e non vergognarmi più.Io se non riesco a dire la mia opinione mi sento soffocare.La libertà è per me il dono più grande della vita.Spero di non averti annoiato con i miei problemi.Grazie di esistere Grillo.

rita lavecchia 05.02.06 09:45| 
 |
Rispondi al commento

istat: stipendi aumentati del 3,3% inflazione al 1,3%...mah...
lo stipendio da assessore comunale di mia mamma è passato da 970 euro netti a 840...un chilo di mele da 0,90 a 1,70...(per non parlare delle bollete di gas luce acqua etc etc)
o l'istat spara balle o ho le allucinazioni...

Filippo Filippi 01.02.06 14:40| 
 |
Rispondi al commento

istat: stipendi aumentati del 3,3% inflazione al 1,3%...mah...
lo stipendio da assessore comunale di mia mamma è passato da 970 euro netti a 840...un chilo di mele da 0,90 a 1,70...(per non parlare delle bollete di gas luce acqua etc etc)
o l'istat spara balle o ho le allucinazioni...

Filippo Filippi 01.02.06 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Quando i contratti scadono e dopo 1-2 ancora non sono rinnovati è giusto che gli interessati si facciano sentire...
E' però sbagliatissimo bloccare strade e ferrovie per far sentire le proprie ragioni!
Dalle mie parti, in provincia di Sondrio, è stata bloccata la statale 38, perchè l'azienda Dresser ha in programma dei tagli di personale.
Se tutte le categorie di lavoratori scioperassero in questa maniera (gli autoferrotranvieri a Milano purtroppo hanno fatto scuola...), sarebbe un bazar!!!
Pensate se Medici, Avvocati, Operatori Ecologici, Insegnanti e tutte le altre categorie di lavoratori, decidessero di bloccare le strade o le ferrovie per far valere i loro diritti, che succederebbe???
Purtroppo l'Italia sta lentamente diventando un Paese anarchico...

Paolo Della Bitta 30.01.06 12:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per fortuna si è arrivati ad un accordo. Capisco il disagio delle persone che si sono trovate bloccate dalle proteste ma bisogna comunque riconoscere che per ottenere quello che è di nostro diritto non avevamo altro strumento efficace che quello, se pur non completamente giusto. Siamo ormai in un paese che sta recedendo, nonostante I NOSTRI DIPENDENTI ci dicano che non è così: grandi imprese che vengono scalate e spesso comprate da aziende straniere, capitalismo malsano, una compagnia aerea di bandiera sull'orlo del fallimento, una percezione del futuro palesemente pessimista soprattutto per i giovani e questo in parte per la mancanza di conoscenza. La classe dirigente conta spesso su questo per farci credere quello che vuole e purtroppo quello che è triste è che vi riesce quasi sempre...
Spero solo che strumenti come questo col tempo ci aiutino a difenderci meglio da queste angherie che giornalmente dobbiamo subire perchè impotenti e spesso purtroppo "ignoranti" .
Forza Beppe! Io sono solo uno di quel milione e seicentomila lavoratori di cui parli, ma credo che il mio pensiero sia condiviso da molti.
Grazie per lo spazio.

Claudio Lago 29.01.06 02:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come disse Rutelli nella trasmissione, che tempo che fa di Fabio Fazio, l'italia è un paese bagnato da tre mari e prosciugato da TREMONTI!!!!

A quanto pare non è l'unico a prosciugare l'Italia!!!

Claudio Canepa 28.01.06 16:03| 
 |
Rispondi al commento

Come disse Rutelli nella trasmissione, che tempo che fa di Fabio Fazio, l'italia è un paese bagnato da tre mari e prosciugato da TREMONTI!!!!

A quanto pare non è l'unico a prosciugare l'Italia!!!

Claudio Canepa 28.01.06 16:01| 
 |
Rispondi al commento

http://www.agendalodi.it/wmview.php?ArtID=8354.
Per chi volesse seguire IN DIRETTA la "ASSEMBLEA COMMEDIA" della BANCA POPOLARE ITALIANA che si sta recitando a Lodi. Beppe dobbiamo fare in modo da spazzare via questi personaggi che stanno facendo interventi pieni d'ipocrisia. Aiutaci a farla COMMISSARIARE.

Bassiano Bassiani 28.01.06 15:05| 
 |
Rispondi al commento

oggi è sabato 28 gennaio, sono appena andato a vedere quanto mi è rimasto su un conto della Banca di Roma: mi è rimasto che gli devo 106 e rotti euro. Da settembre ad oggi, la banca mi è costata 90 euro circa. Sono avvilito, mi sento preso in giro ed ora vi dico perchè: 1 cinque anni fa, quando ho firmato il maledetto contratto nessuno, ripeto nessuno, mi ha avvisato del costo annuale del "servizietto" che la banca offriva.2 oggi l'impiegato della banca mi ha confermato che il mio conto costa circa 300 euro l'anno: visto che non l'ho utilizzato per un anno, la banca ha potuto far maturare degli interessi sulle loro presunte spese per gestire un conto che non è stato usato per circa un anno. Mi chiedo: che cosa diavolo hanno dovuto fare? Forse qualcosa dovevano fare, visto che io non avevo fatto niente.
3 voglio inoltre precisare che il mio non è un conto dal quale posso avere soldi in prestito: è solo un conto dove posso versare e ritirare i miei soldi, niente bancomat, niente di niente: io mi chiedo: dove sta la spesa? 4 questo impiegato sorridente mi ha anche consigliato di non lasciare mai un conto inutilizzato, perche la banca può maturare degli interessi che diventano ESPONENZIALI. io mi sono arrabbiato ed ho detto quello che penso dell banche: LE BANCHE TRAGGONO ITERESSI DA SOLDI CHE DICONO DI PRESTARE, MA IN VERITA' QUESTI SOLDI NON ESISTONO! Lo confermano le leggi secondo le quali possono prestare più soldi del loro capitale ed in piccolo lo conferma la mia eperienza secondo cui devo pagare degli interessi per dei soldi prestati (che non ho mai visto) che la banca ha speso per un conto che è un file in un computer e che non ho toccato (parola dell'impiegato) per un anno. A febbraio chiuderò il conto, gli darò un po' di soldi e loro mi lasceranno andare.
ai posteri l'ardua sentenza.

arnon debernardi 28.01.06 11:25| 
 |
Rispondi al commento

ESCONO DALLA PORTA E RIENTRANO DALLA FINESTRA SEMPRE APERTA...
OGGI SUL CORRIERE UN PICCOLO TRAFILETTO DICE:
IL SUPERCONSIGLIO BANKITALIA TACE, ALT A FAZIO GOVERNATORE ONORARIO...
ONORARIOOOOOOOOOOOOOO!!!NON GLI BASTA LA PENSIONE DI 30.000 EURO AL MESE, MACCHINA BLU E VILLA HUFFER? EVIDENTEMENTE NO, DATO CHE UNA DELIBERA DEL CONSIGLIO DI BANKITALIA PREVEDE LA NOMINA DI FAZIO A GOVERNATORE ONORARIO. PERO'! MI DATE L'INDIRIZZO DELLA BANCA D'ITALIA COSI' MANDO ANCHE IL MIO CURRICULUM VITAE? TANTO PIU' DANNI DI FAZIO NON POTR0' COMUNQUE FARE...GRILLO, PENSACI TU, IO INTANTO CHIAMO ANCHE IL GABIBBO!

mara e daniela stocco 27.01.06 20:25| 
 |
Rispondi al commento

L'ha detto anche il Papa:pensate bene prima di votare, attenti a chi date il vostro voto...meditate, gente, meditate!

linda sorbilli 27.01.06 18:47| 
 |
Rispondi al commento

Roma, 14 gen. (Adnkronos) -Alitalia accelera la sua corsa verso Volare. La decisione del Tribunale di Busto Arsizio sembra spianare la strada alla compagnia guidata da Giancarlo Cimoli, che era' gia' considerata in 'pole position' per aver presentato l'offerta piu' alta per l'acquisto di Volare (38 milioni di euro). Inoltre, l'aviolinea ha prediposto un piano industriale che mantiene gli attuali livelli occupazionali prevedendo un rilancio dell'attivita'. Alitalia ha quindi ottenuto 993 punti e non ci sarebbero ulteriori rilanci.

----------------------------------------
non ho capito ma alitalia non era sul'orlo del fallimento?
qualcuno potrebbe spiegare quello che io trovo un incongruità.
grazie

Guido 27.01.06 05:42| 
 |
Rispondi al commento

http://pdpi.blogspot.com/

ijimiaz galir 26.01.06 19:47| 
 |
Rispondi al commento

http://pdpi.blogspot.com/

ijimiaz galir 26.01.06 19:42| 
 |
Rispondi al commento

sarebbe bello parlare anche dei politici "amministrativi" mi riferisco a quelli che abbiamo a Roma al Comune alla Regione ed alla Provincia, tre giunte di sinistra così vicine al popolo, così sensibili ai problemi dei più deboli, inventori della Municipalità imprenditoriale, servono custodi nei musei? collaboratori di Biblioteca? le Leggi dicono che non si devono fare concorsi ma assumerli dalle graduatorie dei disoccupati con figli a carico? dalle liste di lavoratori in cassaintegrazione? dalle liste di L.S.U?, oppure da quelle dei disabili? ma nooo!! per quelli c'è l'assistenzialismo buonista come farebbero a difendere i deboli se poi gli si risolvessero i problemi? ci sono gli sfrattati? paghiamogli l'affitto ma non costruiamo case perchè dopo non ci sarebbero più sfrattati, e intanto al Comune assumono "personale altamente qualificato", superspecializzati nel rimettere al loro posto i libri o a starsene in un punto di custodia all'interno di musei e per questo bisogna assumerli da super iper società specializzate che poi siano a totale partecipazione a carico dell'Ente (e quindi soldi pubblici) poco importa si sbandiera un impropabile risparmio (a parole ma nei fatti voi - a polli - così ne spendete il doppio)una presunta professionalità e il gioco è fatto, in realtà gli unici requisiti per poter lavorare ormai negli Enti Pubblici Romani è la parentela di impiegati che hanno la dritta giusta meglio ancora con i sindacalisti e il non plus ultra con i politici, in barba alle Leggi dello Stato, e a quello che pensa o meglio penserà la massa che per adesso ha solo un altro obiettivo BERLUSCONI!
CIAO A POLLI!!!!!!
Silvano

silvano perna 26.01.06 16:28| 
 |
Rispondi al commento

O.T. URGENTE

VI PREGO, CHI PUO' L'AIUTI!

Apparso ieri su "La Provincia" www.laprovinciadicomo.it

IL CASO
Lancia un appello ai lettori:
sono sola e ho bisogno di aiuto
Sono una signora di 54 anni che vive da sola e non ha nessun figlio o parente, nessuna pensione. Vivo ad Alzate Brianza. Dal mese di settembre a causa di una malattia sono rimasta senza lavoro, mi trovo in grosse difficoltà economiche, sono in arretrato di tre mesi d’affitto, ho il telefono staccato, due bollette di gas da pagare, le rate dell’auto e sono senza una lira in tasca. Non so più cosa sia il pane. Mi sono rivolta alla Caritas e loro mi hanno fatto avere un pacco di vivere.
Sono stata due volte dal mio parroco e quello che mi ha dato l’ho usato per pagare la luce, altrimenti non sarei stata solo al freddo, ma anche al buio. Il riscaldamento non lo accendo quasi mai perché non me lo posso permettere. Sono mesi che invano cerco lavoro. Ho sempre fatto la cuoca nei ristoranti,ma arrivati a questo punto qualsiasi esso sia mi va bene purché mi permetta di vivere dignitosamente, cioè senza dover chiedere ancora aiuto agli altri. Sono segregata in casa senza poter andare alla ricerca di lavoro,perché non ho neanche i soldi per la benzina per l’auto. Ho il telefonino ma non posso caricarlo. Chiedo ai lettori de «La Provincia» di darmi una mano per poter trovare il lavoro e possibilmente un aiuto economico per superare questo difficile momento. Anche perché si avvicina la data dello sfratto. E
dopo una vita di onesto lavoro non mi sembra
giusto di dover finire sotto i ponti. Ringrazio
fin da ora quanti mi vorranno aiutare.
Lettera firmata
Alzate Brianza

Abbiamo pubblicato questo appello dopo aver verificato che si tratta di un caso di reale bisogno. Possiamo fornire il nome della signora e i suoi recapiti a chi volesse rispondere. Chi è interessato ad aiutare questa persona può rivolgersi alla segreteria del giornale tel. 031
582379 dalle 14 alle 20.

Elena Bianchi 26.01.06 11:29| 
 |
Rispondi al commento

Sono così arrabbiata! scusa prima i saluti, ciao.
Metalmeccanica da più di 25 anni, lotto (scioperando) per ottenere che firmino questo pietoso contratto (annunciato da tutti i TG come il grande affare della nostra vita: "I metalmeccanici si troveranno BEN 100 euro a fine mese nelle loro buste paga", dimenticandosi che questi 100 sono a regime) scopro oggi che la mia società, per non so quale disguido, non sarà in grado di "mettere nelle buste paga" i primi santi e concordati 60 euro!! Il contratto era scaduto da 13 mesi, l'una tantum concordata è solo di 320 euro (metà a luglio metà a ottobre), contro i giusti 1.300 (che avrei chiesto anche a rate di 12/18 mesi) e ora scopro che per noi i mesi sono 14!!! Così l'azienda si tiene i soldi per un altro mesetto (interessi compresi) e con le trattenute dei nostri scioperi ha già recuperato i famosi 100 (60 a gennaio, 25 a ___ non mi ricordo e 15 all'inizio del 2007). Insomma quando prenderemo questi favolosi 100 euro LORDI?? Se tutto va bene forse in primavera 2007!! Per dismettere gli ultimi immobili che l'azienda possedeva, (il compratore è una società controllata da Telecom che a sua volta è un nostro azionista di minoranza) top managment e alcuni dirigenti hanno incassato bonus di svariati euro (per una cifra tale che io non vedrò mai nella mia vita!) Adesso stanno spingendo per l'entrata in borsa ... NON HO PIU' PAROLE ... a questo punto voglio solo ringraziarti per l'aiuto reale e psicologico che ci dai!!

elisabetta ravanelli 25.01.06 21:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PER TUTTI QUEI RAGAZZI CHE MANIFESTANO DI NON ANDARE A VOTARE

**************************************
DOBBIAMO MANIFESTARE IL NOSTRO CONSENSO O DISSENSO CON IL VOTO, IN QUANTO DIRITTO ACQUISITO E IRRINUNCIABILE PER RISPETTARE IL SACRIFICIO DEI NOSTRI PADRI , CHE CI CONSENTE DI VIVERE IN UNA DEMOCRAZIA.
UN MIO VECCHIO PROFESSORE DICEVA :
“ Chi non vota non può neanche lamentarsi per quello che non gli và, non ha espresso cosa voleva”.

**************************************
*LIBERIAMOCI DAI SIMBOLI POLITICI IMPARIAMO A VEDERE SOLO LOGHI *
(Solo per essere più liberi nelle nostre scelte, ragionando con la nostra testa - per capire la verità dell’immagine riflessa – nella società moderna il logo identifica la storia è la qualità di un prodotto, noi cambiamo prodotto quando non soddisfa più i nostri bisogni interiori ed esteriori senza rimpianti o conflitti – vedere loghi al posto di simboli vuol dire essere più liberi e rispettare noi stessi ).

**************************************

IN DEMOCRAZIA RAGAZZI
L’astensione al voto può avere come conseguenza che una minoranza di cittadini governi e decida per la maggioranza dei cittadini.

ANDIAMO TUTTI A VOTARE LIBERI DI MENTE

**************************************

IN DEMOCRAZIA RAGAZZI , LA RIVOLUZIONE SI FA CON LA PARTECIPAZIONE, L’ARMA E IL VOTO .
**************************************
Il presente commento sarà bloggato a intervalli regolari su tutti i POST visto il numero di persone indecise a manifestare il loro diritto a decidere sulle scelte politiche del paese in cui vivono.

Da oggi tutti i commenti del sottoscritto avranno come intestazione il terzo capoverso del presente commento. Indipendentemente dal contenuto.

I BUGIARDI CI SONO E CI SARANNO SEMPRE BASTA ESSERE PRAGMATICI E LIBERI DI MENTE

ernesto scontento 25.01.06 14:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sing grillo perche' non tratta lopa di telecom?
fatta senza soldi ridotto l'azienda in enorme debito a vantaggio di chi? (dalema debenedetti
e il gruppo unipol? questi che beneficio anno dato ai loro dipendenti? dove anno trovato i soldi per ripianare il debito del ds?faccio la spesa alla coop ma se voglio risparmiare vado all'esselunga . macellaio 27 anni che in coop
1100euro al mese. una curiosita ma a napoli e' stato minacciato? se era stoto a milano si sarebbe stracciato le vesti?
sono un suo ammiratore ora oram meno lo vedo molto piu' di parte.
distinti saluti rusconi riccardo

reiccardo rusconi 25.01.06 13:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro Beppe

non so se sia questa la sezione giusta.

In america c'è una trasmissione "extreme makeover home ediction" http://abc.go.com/primetime/xtremehome/
in cui ogni giorno viene costruita una casa ad una famiglia che non è stata troppo fortunata...è molto guardata e seguita.

A prescindere da ogni altra considerazione, i messaggi che trasfonde sono eccellenti, sia sotto il profilo umano, sia sotto il profilo economico, messaggi incredibilmente costruttivi.

Ci si sente più umani e dinamici, ci si scorda per un attimo dei capitalisti coi capitali degli altri, dei venditori di fumo, della burocrazia

Ci sarà sicuramente un aspetto di businness ma passa in secondo piano.

Vorrei proporre, vista la forza di questo blog, di creare o quantomeno di sollecitare la creazione di un programma analogo anche in Italia: immaginate noi italiani a essere per una volta plagiati davanti alla tv ma avvolti da stimoli creativi anzichè da altro....: non abbiamo nulla da perdere.

gianpaolo carrubba 25.01.06 13:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

condividendo quasi tutto quello che dici su berlusconi, perchè dovrei votare prodi che è almeno 2 volte più ladro, non ha mai lavorato ed è tenuto in piedi dei poteri economici che tu ed io disprezziamo e che combattiamo come i veri responsabili dell nostra situazione.
meglio un ladro da solo che il mare che c'è dietro prodi.
grazie
Claudio

claudio armani 25.01.06 13:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

unemigrato in Germania ricorda,a proposito di Berlusconi,quanto segue:"Abbiamo sempre saputo che la ricerca sconsiderata dell´interesse personale costituisce un pessimo comportamento etico.Oggi sappiamo che é anche una pessima dottrina economica".(Franklin D.Roosevelt).
Ancora e piú che mai attuale,vero?
Complimenti Beppe:abbiamo sempre piú bisogno di voci fuori dal coro,specie quando il coro é stonato come ai tempi di oggi!

guido mussomeli 25.01.06 11:10| 
 |
Rispondi al commento

Salve! A proposito dell'articolo sui metalmeccanici (rinnovo di contratto):
perchè i "Capi" sindacalisti non cercano di spiegare ai lavoratori che è inutile scioperare per decine di ore, perdendo quindi il controvalore in soldoni, per ricevere alcuni soldini? Meglio, anzichè pretendere un aumento di 100 euro LORDI che presumibilmente si esauriranno entro 6/12 mesi, visto che prima o poi le auto le fermeranno del tutto, perchè non si sciopera per pretendere che le case automobilistiche si impegnino a sviluppare nuovi motori a combustione pulita e che garantirebbero quindi valanghe di vendite, altri posti di lavoro e, questa sì, nuova ripresa per l'industria?

Alberto Barion 25.01.06 08:20| 
 |
Rispondi al commento

e a proposito di contratti, e noto ai più che quello dei metalmeccanici è il più sfigato di tutti....................


Ti garantisco che c'è anche di peggio: quello della vigilanza privata: una guardia giurata prende meno di 900 euro di stipendio base, comprensivo dei rischi (trasporto valori, piantonamento degli istituti di credito, pattugliamenti in totale solitudine alla faccia della L.626, ecc..) e dei turni notturni, che ti garantisco sono il 90% dei turni totali... Se a qualcuno interessa sapere le proposte delle associazioni delle imprese per il rinnovo del contratto nazionale oppure una panoramica sullo stato pietoso (e non solo economico!) di questa categoria mi scriva che gli faccio fare due risate....

Davide D'Aliesio 25.01.06 01:57| 
 |
Rispondi al commento

a beppe grillo: mi ha fatto un certo effetto leggere quanto contenuto nel link http://www.luogocomune.net/site/modules/911/
>

che sicuramente conoscerai già

ma ho pensato di mandarvtelo

ciao
andrea

Andrea 24.01.06 23:15| 
 |
Rispondi al commento

a beppe grillo: mi ha fatto un certo effetto leggere quanto contenuto nel link http://www.luogocomune.net/site/modules/911/
>

che sicuramente conoscerai già

ma ho pensato di mandarvtelo

ciao
andrea

Andrea 24.01.06 23:15| 
 |
Rispondi al commento

Se vuoi fare politica fai un partito e candidati, non girare l'Italia per dire stronzate e fare il pagliaccio!!!

QUANTI MIGLIARDI GUADAGNI?
E CHE PARTITI TI APPOGGIANO???

CANDIDATI!!!

France Rossi 24.01.06 22:21| 
 |
Rispondi al commento

Se ancora non l'avete fatto, leggete il libro "L'intrigo" di G. Oddo e G. Pons. C'è già tutto quello che sospettavamo a livello intuitivo, ma c'è una chiarezza espositiva e delle osservazioni che ne fanno una lettura scorrevole, quasi da romanzo (anzi da tragedia!!).

"Che cartacce!" Gli rispose quello che si era giocato il culo a carte.
Salute.
Carlo Leonardi

Carlo Leonardi 24.01.06 19:51| 
 |
Rispondi al commento

salute, sono un metalmeccanico,vorrei solo dire che trovo a dir poco ridicolo il fatto che per il rinnovo di un contratto tra l'altro scaduto da tempo ci si prenda in giro giocando sul tira e molla mediatico dei 5 euro. A fronte dei sacrifici ed al rigore chiesto anche dal presidente della repubblica agli italiani nelle sue numerose ed ormai uniche visite quando si inaugura una caserma; ad esempio vorrei far presente a lui e a chi rappresenta le istituzioni come spiegano l'aumento di circa 900 euro credo al netto delle imposte, che i parlamentari si sono autoelargiti negli ultimi tre anni. Ho visto un servizio di Report (una delle poche cose buone trasmesse in Italia). Alla faccia dell'orgoglio patriottico che il presidente ci invita ad avere!
Tutto questo per dire che non mi ritengo l'unica persona produttiva del paese, ma mi girano le p... quando sento parlare di dissaffezione alla politica nei giovani!
Grazie per lo spazio

Angelo Caputo 24.01.06 18:47| 
 |
Rispondi al commento

Esistono pentiti di mafia,di camorra ,di ntrangheta ,terroristi pentiti.
Vorrei sapere se qualcuno conosce qualche sindacalista pentito
che ha svelato la corruzione e le falsitá ai danni degli operai che
regnano nel sindacato.
Basta con il monopolio della triplice(CGIL,CISL e UIL) e con i loro privilegi.
Bisogna fondare un sindacato che rappresenti veramente
i lavoratori.(anche se nessuno potrá garantirci che non si fará corrompere dai padroni)
PS: Qualcuno conosce lo stipendio dei signori Pezzotta,
Epifani e Angeletti?

piero neri 24.01.06 18:26| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe
Voglio scriverti due righe con la sperenza che le leggerai, e inutile dirti che sono un tuo assiduo sostenitore, e ti prego di non iterpretare male quello che sto per dirti.
Tempo fa mia sorella insieme ad i suoi amici guardavano un dvd, con una delle tue serate tenutesi in europa, se non sbaglio in svizzera.
Ad un tratto quasi alla fine dello spettacolo hai sparato a zero sui malati di tumore al pancreas, quasi alludendo che e inutile prestare cure e soldi a questi malati "incurabili",.
Mia sorella e una di quelle che ha il tumore, e quella stessa sera avanti allo schermo, dopo quelle tue parole i suoi amici non sapevano come comportarsi, ma lei e una ragazza forte ed ha sorriso alla tua satira.
Io voglio solo aggiungere che finche si tratta di politica puoi anche mandare al diavolo chi vuoi, e nel 99,9 % dei casi mi troverai concorde con te, ma sulle malattie di questo tipo non ce nulla da scherzare, satire sui malati che si sentono gia morti perche questa sanita fa schifo puoi anche riparmiartele, per una semplice questione di buon gusto, forse chissa' hai anche ragione tu questi malati "terminali".
Ma se tua figlia o tua moglie avesse una metastasi che avanza e gli scava la carne, forse avreste parole piu posate.
Posso gustifacare questa tua esorbitante minchiata calandomi nel tuo personaggio, e nel fatto che quando hai idetto ste belle parole avevi poco tempo per esprimerti come volevi, perche l'esigenze di scena non te lo hanno permesso.
Al di la' di tutto le minchiate posso scappare a tutti quando si e concitati e si e sul paco, ma io e mia sorella rimmarremo lo stesso tuoi sostenitori
ciao Beppe

mario amendola 24.01.06 18:19| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe
Voglio scriverti due righe con la sperenza che le leggerai, e inutile dirti che sono un tuo assiduo sostenitore, e ti prego di non iterpretare male quello che sto per dirti.
Tempo fa mia sorella insieme ad i suoi amici guardavano un dvd, con una delle tue serate tenutesi in europa, se non sbaglio in svizzera.
Ad un tratto quasi alla fine dello spettacolo hai sparato a zero sui malati di tumore al pancreas, quasi alludendo che e inutile prestare cure e soldi a questi malati "incurabili",.
Mia sorella e una di quelle che ha il tumore, e quella stessa sera avanti allo schermo, dopo quelle tue parole i suoi amici non sapevano come comportarsi, ma lei e una ragazza forte ed ha sorriso alla tua satira.
Io voglio solo aggiungere che finche si tratta di politica puoi anche mandare al diavolo chi vuoi, e nel 99,9 % dei casi mi troverai concorde con te, ma sulle malattie di questo tipo non ce nulla da scherzare, satire sui malati che si sentono gia morti perche questa sanita fa schifo puoi anche riparmiartele, per una semplice questione di buon gusto, forse chissa' hai anche ragione tu questi malati "terminali".
Ma se tua figlia o tua moglie avesse una metastasi che avanza e gli scava la carne, forse avreste parole piu posate.
Posso gustifacare questa tua esorbitante minchiata calandomi nel tuo personaggio, e nel fatto che quando hai idetto ste belle parole avevi poco tempo per esprimerti come volevi, perche l'esigenze di scena non te lo hanno permesso.
Al di la' di tutto le minchiate posso scappare a tutti quando si e concitati e si e sul paco, ma io e mia sorella rimmarremo lo stesso tuoi sostenitori
ciao Beppe

mario amendola 24.01.06 18:18| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe
Bllissima " lui non vuoe sciogliere le canere perchè non ha finito i compiti e ha paura di essere bocciato."
Io credo che tutti i cittadini che credono nella democrazia dovrebbero far pervenire al Presidente
della repubblica un e-mail, poichè faccia tutto il possibile perchè le date stabilite vengano rispettate.

ciao orfeo

orfeo fornoni 24.01.06 17:08| 
 |
Rispondi al commento

Salve,
vorrei informazioni più dettagliate a proposito di Skype. Se qualcuno che già lo utilizza mi può aiutare può contattarmi al mio indirizzo di posta elettronica. Grazie. Silvia Lucca.

SILVIA GHISELLI 24.01.06 16:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro beppe, cari amici,
diciamolo una volta per tutte: alla nostra classe dirigente, ai nostri governanti, non gliene importa niente dei lavoratori. Di rado qualche parola viene spesa in loro favore per la campagna elettorale o per allargare la base di partiti che, con coloro che lavorano davvero, non hanno niente con cui spartire, perche' sono organi ideati condotti e gestiti non da lavoratori ma da chi si arricchisce con essi e ne sfrutta le sfortune per astute prese di parte, tanto utili all'immagine ma poco alla situazione reale dei lavoratori stessi. Finche' i lavoratori e, piu' in generale, i cittadini non si rendono conto che gli ambienti politici niente altro sono che una coltre fittizia di giochi per coprire i veri business fatti a loro spese dalle lobby bancarie e finanziarie ormai rafmificate "oltre lo stato", le cose rimarrano le stesse e saremo costretti a dire a scrivere a sentire le medesime parole dalle medesime fazioni. I signori che hanno il potere stanno dietro. Berlusconi, Prodi, D'Alema, Fini...sono li perche' finanziati per stare li. Sono solo i camerieri; i padroni dell'osteria non si fanno vedere. Essi manovrano da dietro i loro burattini a suon di finanziamenti ai partiti, regali, aiuti e tangenti. Il loro scopo e' di mantenere i cittadini il piu' possibile lontani dai centri del potere, ovvero far si che l'ago sia sempre ben saldo sulla posizione piu' antidemocratica possibile. Gia', perche' il popolo, quello fatto di lavoratori e brava gente, non sarebbe di certo facile da imbrigliare senza l'aiuto dei Berlusconi, dei Prodi, dei d'Alema, dei Fini e dei media. I politici assicurano al potere la sua esistenza nel tempo, lo difendono da possibili attacchi democratici. Cosi' dobbiamo assistere a un teatrino di liti e scontri tutti gia' programmati... Non resta dunque che ripartire dal basso, dall'impegno della gente comune, perche' i leaders sono marci o "comperati". Perche' la soluzione e' la partecipazione democratica collettiva diretta.

christian franchomme 24.01.06 16:22| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe non posso non condividere la tua posizione sui metalmeccanici(quando scrivo il contratto è stato già firmato) e sul tuo provocatorio invito alla quasi totale esproprazione dei capitali fissi.
Io sarei dastrico;adotterei misure quali: _l'impossibilità di avere più di 2\3 case;
_di non avere più di un TOT in banca;
_l'obbligatorietà di effettuare investimenti quando si ha un capitale superiore al famoso TOT;
_l'impossibilità di effettuare un doppio lavoro per chi ha un reddito sufficente;
_ecc...
Riguardo però all'assistenzialismo(tutti quegli uffici in sovrannumero che non hanno ragione di esistere;dirigenti superpagati nullafacenti; guardiaboschi calabresi;ecc...)penso che è praticamente necessario alla sopravvivenza di alcune persone e che non c'è male come forma di Welfare se così ormai sono intesi(penso che i politici non siano tanto stupidi da non saperlo).

Mario Riccio 24.01.06 15:59| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe non posso non condividere la tua posizione sui metalmeccanici(quando scrivo il contratto è stato già firmato) e sul tuo provocatorio invito alla quasi totale esproprazione dei capitali fissi.
Io sarei dastrico;adotterei misure quali: _l'impossibilità di avere più di 2\3 case;
_di non avere più di un TOT in banca;
_l'obbligatorietà di effettuare investimenti quando si ha un capitale superiore al famoso TOT;
_l'impossibilità di effettuare un doppio lavoro per chi ha un reddito sufficente;
_ecc...
Riguardo però all'assistenzialismo(tutti quegli uffici in sovrannumero che non hanno ragione di esistere;dirigenti superpagati nullafacenti; guardiaboschi calabresi;ecc...)penso che è praticamente necessario alla sopravvivenza di alcune persone e che non c'è male come forma di Welfare se così ormai sono intesi(penso che i politici non siano tanto stupidi da non saperlo).

Mario Riccio 24.01.06 15:58| 
 |
Rispondi al commento

E' da poco che lavoro a stretto contatto con gli operai e mi sa di presa in giro i 100 euro tanto sbandierati. Dove lavoro io la maggior parte degli operai sono al 4° livello quindi l'aumento non sara proprio di 100 euro ma esattamente 91,25!
Considerate poi i 13 mesi passati senza aumenti....
Con il senno di poi era meglio accettare anche solo 40-50 euro 13 mesi fa e ora saremmo qui a parlare di un altro rinnovo.

Luca Bernini 24.01.06 15:01| 
 |
Rispondi al commento

Indovina indovinello: fino a due mesi fa ero un impiegato metalmeccanico sesto livello, adesso sono un ingegnere quadro, eppure faccio lo stesso lavoro, uguale uguale.. Cosa e' cambiato?


Sono emigrata in Francia. E non sono l'unica..


susanna vargiu 24.01.06 14:05| 
 |
Rispondi al commento

*
*
*
*
Campagna "No alla censura. Grillo al Festival 2006"
http://grilloalfestival.blogspot.com
*
Beppe Grillo, un comico, un personaggio famoso, un uomo così amato da anni all'unisono da tutto il paese, che viene intervistato e trasmesso dai media internazionali, non ha spazio nella sua patria a causa del regime a cui essa è sottoposta.
Se lo chiede lui stesso e lo chiede anche a noi nei suoi spettacoli...
"dove potrei andare? in quale programma mi vedreste?"
Con la sua semplice chiarezza ci sta aprendo gli occhi da anni ed anni...
E ci sta insegnando che esiste un regime televisivo che taglia le teste che hanno voci importanti e sega le gambe ai personaggi troppo dinamici, specie se sanno far divertire e far pensare allo stesso tempo.
La risposta che sentiamo di dare alla tua domanda, caro Beppe, è questa:
C'è solo un posto da cui meriti di rientrare in televisione oggi, ed è il Festival di Sanremo, in diretta su RAIUNO, l'ultima sera, in mondovisione.
Ci hai chiesto dove puoi andare, in quale tv...
Abbiamo in cuore fortissima la sensazione che stavolta lo spazio in tv possiamo creartelo noi, con una email per uno.
E sai perché? Sì che lo sai... Ce l'hai spiegato proprio tu.
Perché come i politici sono i nostri dipendenti, anche i media in realtà dipendono da noi, in particolare la RAI che pretende un canone e ci vende pubblicità...
Siamo noi i datori di lavoro della RAI.
Quindi oggi lo chiediamo ufficialmente ai nostri dipendenti certi del fatto che altri si uniranno:

Alla Direzione di RaiUno
e p.c. alla Direzione Generale della RAI RADIO TELEVISIONE ITALIANA:

IN VIRTU' DEL MIO RUOLO DI FRUITORE FINALE DEI CONTENUTI TELEVISIVI TRASMESSI DALLA RAI, CHE PERCEPISCE UN CANONE A LIVELLO NAZIONALE PER FORNIRMI SODDISFAZIONE NEL PROFITTO DI QUEI CONTENUTI, CHIEDO FORMALMENTE CHE IL SIGN. BEPPE GRILLO SIA UFFICIALMENTE INVITATO ALL'ULTIMA SERATA DEL FESTIVAL DI SANREMO 2006 IN DIRETTA.

firma
*************

inviare a: usfestival@rai.it

*************
*
*
*
*
*
*
*

roby rubini 24.01.06 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Ciao,
anna maria, cinquant'anni fra qualche mese. Stufa marcia e, forse per l'età, intollerante verso ki mi tratta da cretina. Non voglio più ke sia calpestata la mia dignità di persona. Xkè sono costretta a vivere in un Paese dove, gente ke percepisce molte migliaia di euro al mese, mi viene a spiegare xkè 100 € di aumento su stipendi sottodimensionati rispetto all'ormai raddoppiato costo della vita, sono troppi? Ke cavolo ne sanno loro di come si vive con quegli stipendi? Xkè devo sorbirmi il fior fiore degli psicoanalisti ke dibatte per ore in TV - io pago il canone - sul xkè, mentre i padri cercavano di eludere il servizio militare, i figli si presentano in 100.000 per 14.000 posti nell'esercito? Imbecilli, ve lo avrei potuto spiegare io e gratis: xkè i ragazzi non hanno lavoro! Meglio l'esercito ke i cococo del cavolo! Xkè nessuno dice ke la legge maroni ..... ha generato un bel casino: lui offre il bonus a ki vuol continuare ad occupare il posto di lavoro e le aziende offrono, allo stesso individuo, incentivi maggiori purkè se ne vada a casa. Venite, venite, italiani cretini, ki offre di più?!? Tanto sono tutti soldi ke avete tirato fuori voi! Xkè devo vivere in un Paese dove, mentre si avvicinano le elezioni, il presidente del consiglio ....cambia le date come si fa nelle sagre paesane con il gioco delle tre carte: adesso ci sono le elezioni e ... adesso non ci sono più.... venghino siori venghino?!? Xkè devo vedere, io ke da sempre sono di sinistra e ci resto, il fior fiore dell'opposizione ke si cosparge il capo di cenere per difendersi da accuse basate su una telefonata? Ki ci governa ha spolpato il Paese ma è riuscito a far scordare tutto sparando sul giornale di famiglia una telefonata. Xkè il pane costa 4 € al kg e i panettoni (con uova marce?) a 1,5? Xkè Storace dice ke i tir di carne marcia sequestrati sono la prova ke possiamo fidarci di quel ke troviamo in commercio? Per 1 fermato, quanti sono passati? Basta! Ridatemi la dignità! Ne ho diritto!

Anna Maria Gimigliano 24.01.06 12:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a Simon;
ma prendi per il CULO?
Tante stronzate tutte insieme, è un successo a prescindere.
Vogliamo bene al padrone, diventiamo tutti aziendalisti etc, etc.
caro mio, i profitti con chi li divide il tuo caro padrone?
e a proposito di contratti, e noto ai più che quello dei metalmeccanici è il più sfigato di tutti. saprai benissimo che il contratto dei chimici e senza ombra alcuna uno dei contratti di lavoro tra i migliori d'italia; forse solo negli ultimi anni ha rallentato.
Chimici sono le industrie petrolifere; le industrie farmaceutiche; le industrie per il supporto alimentare etc etc. come vedi cè poco che si confronta con i cinesi.
Medita prima di sparare invettive contro gente che non ha colpa delle tue idee politiche, abbastanza oscurantiste.

pasquale zarrillo 24.01.06 00:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se penso alle migliaia di metalmeccanici che hanno lottato, sfidando la fatica ed il freddo, per un aumento massimo di 100 euro al mese, che non ti cambiano la vita ma ti danno l'illusione di un busta paga più dignitosa e di un lavoro più rispettabile, e poi penso a tutte quelle categorie di "lavoratori"...di cui non pronuncerò l'attività per non fare retorica...che per il solo fatto di avere un talento che piace alla massa...dono di natura e non capacità acquisita!..debbano guadagnare milioni di euro all'anno...allora, se penso a questo mi vergogno di essere un metalmeccanico e mi sento povero!

Paolo


ciao a tutti...sono d'accordo per il discorso del contratto dei metalmeccanici e dello sciopero.....
volevo far sapere una cosa che forse solo in POCHI sanno....
I vigili del fuoco.....
sapete quanto guadagna un VVFF (che sia stato assunto ieri o 10 anni fa NON CAMBIA---Non hanno scatti di anzianità/aumenti etc etc)) circa 1100Euro al mese
Sapete che turni fa un vigile del fuoco (che sia Natale, Pasqua, 15 agosto, loro ci sono SEMPRE) : 12 ore di giorno (8/20) e il giorno dopo 20/8 con poi 48ore di recupero
AVETE MAI SENTITO PARLARE DI UNO SCIOPERO DEI VIGILI DEL FUOCO? No, e sapete perchè? Perchè loro nn possono scioperare.....Il lore servizio di pronto intervento va garantito SEMPRE e COMUNQUE....Possono scioperare, e gli tolgono giustamente la paga diurna, ma devono rimanere a disposizione per le emergenze, alle quali - giustamente - non possono sottrarsi...

Allora io dico qualcuno parlerà mai di loro? delle loro condizioni estreme di lavoro? delle loro difficoltà? Del loro misero stipendio (considerate quello che rischiano...)? Del loro contratto (scaduto e rinnovato dopo più di un anno a condizioni umilianti ....vi farò avere i dettagli se a qualcuno interessa).
...
PER FAVORE BEPPE....NESSUNO ne parla, NESSUNO sa nulla e NESSUNO fa nulla.... ma ANCHE QUESTO E' UN FATTO GRAVISSIMO IN ITALIA (e non solo purtroppo)....puoi pensarci tu a scrollare un po' la situazione? o almeno ...provarci....

Grazie

rossella gola 23.01.06 18:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao a tutti...sono d'accordo per il discorso del contratto dei metalmeccanici e dello sciopero.....
volevo far sapere una cosa che forse solo in POCHI sanno....
I vigili del fuoco..... sapete quanto guadagna un VVFF (che sia stato assunto ieri o 10 anni fa NON CAMBIA---Non hanno scatti di anzianità/aumenti etc etc)) circa 1100Euro al mese
Sapete che turni fa un vigile del fuoco (che sia Natale, Pasqua, 15 agosto, loro ci sono SEMPRE) : 12 ore di giorno (8/20) e il giorno dopo 20/8 con poi 48ore di recupero
AVETE MAI SENTITO PARLARE DI UNO SCIOPERO DEI VIGILI DEL FUOCO? No, e sapete perchè? Perchè loro nn possono scioperare.....Il lore servizio di pronto intervento va garantito SEMPRE e COMUNQUE....Possono scioperare, e gli tolgono giustamente la paga diurna, ma devono rimanere a disposizione per le emergenze, alle quali - giustamente - non possono sottrarsi...

Allora io dico qualcuno parlerà mai di loro? delle loro condizioni estreme di lavoro? delle loro difficoltà? Del loro misero stipendio (considerate quello che rischiano...)? Del loro contratto (scaduto e rinnovato dopo più di un anno a condizioni umilianti ....vi farò avere i dettagli se a qualcuno interessa).
...
PER FAVORE BEPPE....NESSUNO ne parla, NESSUNO sa nulla e NESSUNO fa nulla.... ma ANCHE QUESTO E' UN FATTO GRAVISSIMO IN ITALIA (e non solo purtroppo)....puoi pensarci tu scrollare un po' la situazione? o almeno ...provarci....

Grazie

rossella gola 23.01.06 18:24| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti...sono d'accordo per il discorso del contratto dei metalmeccanici e dello sciopero.....
volevo far sapere una cosa che forse solo in POCHI sanno....
I vigili del fuoco..... sapete quanto guadagna un VVFF (che sia stato assunto ieri o 10 anni fa NON CAMBIA---Non hanno scatti di anzianità/aumenti etc etc)) circa 1100Euro al mese
Sapete che turni fa un vigile del fuoco (che sia Natale, Pasqua, 15 agosto, loro ci sono SEMPRE) : 12 ore di giorno (8/20) e il giorno dopo 20/8 con poi 48ore di recupero
AVETE MAI SENTITO PARLARE DI UNO SCIOPERO DEI VIGILI DEL FUOCO? No, e sapete perchè? Perchè loro nn possono scioperare.....Il lore servizio di pronto intervento va garantito SEMPRE e COMUNQUE....Possono scioperare, e gli tolgono giustamente la paga diurna, ma devono rimanere a disposizione per le emergenze, alle quali - giustamente - non possono sottrarsi...

Allora io dico qualcuno parlerà mai di loro? delle loro condizioni estreme di lavoro? delle loro difficoltà? Del loro misero stipendio (considerate quello che rischiano...)? Del loro contratto (scaduto e rinnovato dopo più di un anno a condizioni umilianti ....vi farò avere i dettagli se a qualcuno interessa).
...
PER FAVORE BEPPE....NESSUNO ne parla, NESSUNO sa nulla e NESSUNO fa nulla.... ma ANCHE QUESTO E' UN FATTO GRAVISSIMO IN ITALIA (e non solo purtroppo)....puoi pensarci tu scrollare un po' la situazione? o almeno ...provarci....

Grazie

rossella gola 23.01.06 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Baudo,
perche`devi essere cosi`troll e spaccaballe? Non parli non parli, ma e`l´ennesimo tuo messaggio che leggo.Hai imparato dal tuo idolo, a mentire sempre e comunque,tanto qualcuno ci credera`?

paolo moretti 23.01.06 17:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se e`per questo trovo anche ingiusto che l´unica categoria che possa spiegare in prima persona perche`entra in sciopero sia solo quella dei giornalisti.Naturalmente blocchi delle strade etc. sono un disturbo, ma spesso nascono dall´impotenza di non poter essere ascoltati, ed e`drammatico che ottengono solo l´effetto contrario, ossia di sembrare sovraesposti...

paolo moretti 23.01.06 17:26| 
 |
Rispondi al commento

Dicendola tutta,accetto anche solo 1 euro... mi pare di star a chiedere la carità a 30 anni. A momenti siamo noi a dover pagare per lavorare! Dovremmo scendere in piazza tutti, senza bandiere, perchè anche quelle mi fanno schifo.Combatto per la "giustizia", nel senso di ciò che è giusto, che stia a destra o sinistra, non me ne frega nulla.Ma poi, dove sono la destra e la sinistra? La gara è a chi magna di più e basta!!!!! Non esiste più il governo per la polis, solo potenti disposti a sacrificarci per il bene comune

monica della smirra Commentatore in marcia al V2day 23.01.06 17:23| 
 |
Rispondi al commento

E' la prima volta che scrivo su un "blog", quindi perdonate eventuali errori.
Si scrive: " metalmeccanici, una delle poche categorie che lavora in Italia".
Ma come... e le altre categorie (lavoratori del settore chimico, edile, elettrico, ecc) invece passano le ore a Grattarsi la pancia.Ma dai!! smettiamo di porci a difesa dei soli metalmeccanici.
I sindacati si sono impuntati per un misero gap (6 euro).
Mettiamoci almeno una volta dalla parte dell'imprenditore!Quanta fatica per poter far quadrare il bilancio, in un mondo in cui ogni lavoratore pensa solo al suo orticello, dove non c'è più partecipazione aziendale.
Dove in pochi pensano all'Azienda con la A Maiuscola.
Smettiamola di vedere lo sciopero come strumento politico, ma capiamo che è uno struemnto di lotta
efficace se usato bene, e non un semplice teatrino della fallita sinistra.

Io sono un giovane chimico, che tira avanti con un misero stipendio.Ma quando i chimici fanno sciopero nessuno li "caga".
I chimici che rischiano la vita (vedi acna, portomarghera, seveso, ecc) sembrano lavoratori di serie B.
Sembra che i soli metalmeccanici lavorino, ma smettiamola!!
Iniziamo a Lavorare con la L maiuscola e tutto si risolverà.
Fate come me che lavoro 12 ore al giorno, ed essendo quandro me ne pagano solo 8!Iniziate a pensare all'azienda come a qualcosa di nostro, a quanlcosa di cui essere parte integrante.
E se poi i manager sbaglaino, se sono manager pubblici la colap si sa già di chi è:
di chi li ha messi li.
Ricordate chi è il più grande "tagliatore" di teste di metalmeccanici???
Molti di voi lo votano e lo voteranno

Simon Grass 23.01.06 16:57| 
 |
Rispondi al commento

PER TUTTI QUEI RAGAZZI CHE MANIFESTANO DI NON ANDARE A VOTARE

**************************************
DOBBIAMO MANIFESTARE IL NOSTRO CONSENSO O DISSENSO CON IL VOTO, IN QUANTO DIRITTO ACQUISITO E IRRINUNCIABILE PER RISPETTARE IL SACRIFICIO DEI NOSTRI PADRI , CHE CI CONSENTE DI VIVERE IN UNA DEMOCRAZIA.
UN MIO VECCHIO PROFESSORE DICEVA :
“ Chi non vota non può neanche lamentarsi per quello che non gli và, non ha espresso cosa voleva”.

**************************************
*LIBERIAMOCI DAI SIMBOLI POLITICI IMPARIAMO A VEDERE SOLO LOGHI *
(Solo per essere più liberi nelle nostre scelte, ragionando con la nostra testa - per capire la verità dell’immagine riflessa – nella società moderna il logo identifica la storia è la qualità di un prodotto, noi cambiamo prodotto quando non soddisfa più i nostri bisogni interiori ed esteriori senza rimpianti o conflitti – vedere loghi al posto di simboli vuol dire essere più liberi e rispettare noi stessi ).

**************************************

IN DEMOCRAZIA RAGAZZI
L’astensione al voto può avere come conseguenza che una minoranza di cittadini governi e decida per la maggioranza dei cittadini.

ANDIAMO TUTTI A VOTARE LIBERI DI MENTE

**************************************

IN DEMOCRAZIA RAGAZZI , LA RIVOLUZIONE SI FA CON LA PARTECIPAZIONE, L’ARMA E IL VOTO .
**************************************
Il presente commento sarà bloggato a intervalli regolari su tutti i POST visto il numero di persone indecise a manifestare il loro diritto a decidere sulle scelte politiche del paese in cui vivono.

Da oggi tutti i commenti del sottoscritto avranno come intestazione il terzo capoverso del presente commento. Indipendentemente dal contenuto.

I BUGIARDI CI SONO E CI SARANNO SEMPRE BASTA ESSERE PRAGMATICI E LIBERI DI MENTE

ernesto scontento 23.01.06 16:56| 
 |
Rispondi al commento

idiota non posso ris perchè mi censurano sempre...ma a te no...come mai??? COVO DI COMUNISTI...e il bello è che tentate ancora di far credere agli italiani che siete cambiati...la sinistra rimarra sempre la stessa...cominciamo con la censura per arrivare poi dove...povera italia...

pippo baudo 23.01.06 16:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

queste regole valgono solo per chi la pensa diversamente da voi vero??? Leggete i post di Renato Galatolo e poi venitemi a raccontare che questo è un blog libero...

pippo baudo 23.01.06 16:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SIETE RIDICOLI!!! CONTINUATE A CENSURARMI...BRAVI COMPIMENTI...VOTATE PER LA SINISTRA GENTE AVREMMO NUOVAMENTE UNA DITTATURA! MI FATE SCHIFO

luca sciuto 23.01.06 14:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Carissimo Beppe,
è la prima volta che scrivo sul tuo sito.
Sento di doverti ringraziare per tutto ciò che fai da molti anni a questa parte. Per le innumerevoli finestre che spalanchi davanti i nostri occhi!! GRAZIE!!
Tornando agli scioperi dei poveri metalmeccanici, pochi giorni fa ho sentito per radio un commento del giornalista Zucconi (che talvolta è lucido, e "saggio" altre volte è affetto dalla sindrome del trapiantato in America e dice c...te) che mi ha dato molto fastidio. Premesso che chi sciopera per un misero aumento di stipendio, va ascoltato non biasimato, il giornalista in questione si è permesso di deplorare il comportamento di coloro che, per protesta, occupano le strade o i binari dei treni.
Lo ha criticato perchè questo modo di agire coinvolge altre persone che, nella faccenda "metalmeccanici", non c'entra. Ma si rende conto di cosa dice?? Oggi l'unico modo per dare voce ai propri disagi è fare una protesta eclatante, perchè i giornali e telgiornali(ed è un complimento chiamarli così!), da lungo tempo ormai, non fungono più da cassa di risonanza per problemi seri, veri come questo!
Ecco di cosa si dovrebbe indignare e vergognare Zucconi in quanto giornalista!
Io dopo 8 anni di lavoro, il 20 febbraio pv, sarò licenziata, insieme ad altri colleghi tra impiegati ed operai, perchè i nostri proprietari hanno deciso che non siamo più produttivi e posso capire la rabbia di queste persone! Non mi sognerei di prendermela con loro se occupassero i binari o che so io!!
Ma come si permette Zucconi di fare questi commenti? Ma lo sa cosa vuol dire trovarsi senza lavoro, o senza uno stipendio decente? Credo proprio di no!! Dalla sua America, lontana, spara commenti e non sa cosa dice! Invece di criticare, si facesse lui portavoce di queste persone, se ha coraggio!!

Grazie mille per l'attenzione.
Giuliana Pinelli - Napoli.


Giuliana Pinelli 23.01.06 14:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per senzitalia,
che un´imprenditore delocalizzi all´est per poi "dover sottostare" alle truci abitudini di Cinesi e bulgari, e`una novita`. Mi vorrai dire che ricerca quelle condizioni...e le vorrebbe anche qui, come succede a tante "fabbrichette" che ci sono da sempre dalla campania fino alla calabria , tutte rigorosamente in nero, inesistenti al fisco, con dipendenti schiavizzati (alcune maglieriste ricordo che erano (?)anche rinchiuse per ore nelle stanze insalubri di produzione,che manco ai tempi di Dickens), autentici modelli copiati da bulgari e co.
Ma questa era l´italia del dopoguerra, non ancora nel primo mondo,e dove una sgomitata per emergere era nelle non-regole del gioco. Un piccolo far-west, come piace a te.
Ma oggi siamo in europa, ci vogliamo stare, essi hanno accettato la nostra dote di un debito preoccupante,ma non chiudono piu`un´occhio davanti alle furbate,e poi non abbiamo l´indipendenza energetica (e come l´abbia trovata l´USA e`oggi da tralasciare).Il sindacato,poi, e`stato frantumato e deleggittimato con un´opera sfiancante durata decenni.Ormai chi conta piu`il numero di sigle, che hanno fatto azzerare la credibilita`di un´istituzione che fu in prima riga nelle lotte contro criiminalita`e terrorismo,che si son prese le arance e i pommodori per firmare contratti "responsabili".
Il sindacato cosi`comé`e`da rifondare,e`vero, ma non da togliere, come proponi tu.
Il modello che vale per una nazione, non e`sempre valido per tutte le realta`.E`come dire che se nel polo nord ci vuole la pelliccia, allora la indosso anche in Marocco. Il darwinismo sociale, funziona(?) nei nuovi continenti, dove spazi e possibilita`ci sono per tutti,ma non va qui in Europa.Guardo piu`a un modello scandinavo, con tasse alte,e servizi EFFICENTI, accettando l´ibrido danese come un buon "restiling".
Un saluto.
Paolo

paolo moretti 23.01.06 14:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il mio non è un commento alla candidatura del sig.Fo a sindaco di Milano, ma solo una riflessione sugli ultimi sviluppi della situazione generale della società italiana.

E' difficile, è sempre più difficile vivere.
Questa situazione che si sta venendo a creare,
in TV solo: donne nude (ed ammetto che la cosa comunque non mi dispiace),nani pelati,e suonerie o sfondi che siano da scaricare mediante una telefonata ad un numero a pagamento.
Non ho una cultura politica,ho solo un padre dalla parte dei più deboli ed indifesi, che fortunatamente ho avuto il buon senso di capire ed apprezzare.
Mio padre legge "La Repubblica",lui votava il PCI, cioè adesso è con l'ulivo.
Io invece voto Antonio Di Pietro,perchè ammiro chi, nonostante debba vivere in questa società, e dunque abbia bisogno di accumulare denaro,come dicesti proprio tu "Beppe",una sera,decide di restare a casa propria, e non andare rubare a casa del vicino.
Una persona che spezzi il cerchio.
Io mi chiedo, ma come mai una persona come il sig.Di Pietro, non prende più voti dell'uomo con la barca?
Un uomo che è stato un magistrato della repubblica italiana, anche se sbaglia i congiuntivi, come del resto li sbagliano in molti,
può essere messo da parte?
Può essere considerata ignorante una persona laureata in giurisprudenza,cioè che ha sostenuto almeno 26 esami,la maggior parte studiando libri e linri a memoria (note comprese)?
No mi dispiace, io non ci stò, non lo accetto.

Andrea Francesco Cacioppo

andrea francesco cacioppo 23.01.06 11:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il mio non è un commento alla candidatura del sig.Fo a sindaco di Milano, ma solo una riflessione sugli ultimi sviluppi della situazione generale della società italiana.

E' difficile, è sempre più difficile vivere.
Questa situazione che si sta venendo a creare,
in TV solo: donne nude (ed ammetto che la cosa comunque non mi dispiace),nani pelati,e suonerie o sfondi che siano da scaricare mediante una telefonata ad un numero a pagamento.
Non ho una cultura politica,ho solo un padre dalla parte dei più deboli ed indifesi, che fortunatamente ho avuto il buon senso di capire ed apprezzare.
Mio padre legge "La Repubblica",lui votava il PCI, cioè adesso è con l'ulivo.
Io invece voto Antonio Di Pietro,perchè ammiro chi, nonostante debba vivere in questa società, e dunque abbia bisogno di accumulare denaro,come dicesti proprio tu "Beppe",una sera,decide di restare a casa propria, e non andare rubare a casa del vicino.
Una persona che spezzi il cerchio.
Io mi chiedo, ma come mai una persona come il sig.Di Pietro, non prende più voti dell'uomo con la barca?
Un uomo che è stato un magistrato della repubblica italiana, anche se sbaglia i congiuntivi, come del resto li sbagliano in molti,
può essere messo da parte?
Può essere considerata ignorante una persona laureata in giurisprudenza,cioè che ha sostenuto almeno 26 esami,la maggior parte studiando libri e linri a memoria (note comprese)?
No mi dispiace, io non ci stò, non lo accetto.

Andrea Francesco Cacioppo

andrea francesco cacioppo 23.01.06 11:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il mio non è un commento alla candidatura del sig.Fo a sindaco di Milano, ma solo una riflessione sugli ultimi sviluppi della situazione generale della società italiana.

E' difficile, è sempre più difficile vivere.
Questa situazione che si sta venendo a creare,
in TV solo: donne nude (ed ammetto che la cosa comunque non mi dispiace),nani pelati,e suonerie o sfondi che siano da scaricare mediante una telefonata ad un numero a pagamento.
Non ho una cultura politica,ho solo un padre dalla parte dei più deboli ed indifesi, che fortunatamente ho avuto il buon senso di capire ed apprezzare.
Mio padre legge "La Repubblica",lui votava il PCI, cioè adesso è con l'ulivo.
Io invece voto Antonio Di Pietro,perchè ammiro chi, nonostante debba vivere in questa società, e dunque abbia bisogno di accumulare denaro,come dicesti proprio tu "Beppe",una sera,decide di restare a casa propria, e non andare rubare a casa del vicino.
Una persona che spezzi il cerchio.
Io mi chiedo, ma come mai una persona come il sig.Di Pietro, non prende più voti dell'uomo con la barca?
Un uomo che è stato un magistrato della repubblica italiana, anche se sbaglia i congiuntivi, come del resto li sbagliano in molti,
può essere messo da parte?
Può essere considerata ignorante una persona laureata in giurisprudenza,cioè che ha sostenuto almeno 26 esami,la maggior parte studiando libri e linri a memoria (note comprese)?
No mi dispiace, io non ci stò, non lo accetto.

Andrea Francesco Cacioppo

andrea francesco cacioppo 23.01.06 11:12| 
 |
Rispondi al commento

Il mio non è un commento alla candidatura del sig.Fo a sindaco di Milano, ma solo una riflessione sugli ultimi sviluppi della situazione generale della società italiana.

E' difficile, è sempre più difficile vivere.
Questa situazione che si sta venendo a creare,
in TV solo: donne nude (ed ammetto che la cosa comunque non mi dispiace),nani pelati,e suonerie o sfondi che siano da scaricare mediante una telefonata ad un numero a pagamento.
Non ho una cultura politica,ho solo un padre dalla parte dei più deboli ed indifesi, che fortunatamente ho avuto il buon senso di capire ed apprezzare.
Mio padre legge "La Repubblica",lui votava il PCI, cioè adesso è con l'ulivo.
Io invece voto Antonio Di Pietro,perchè ammiro chi, nonostante debba vivere in questa società, e dunque abbia bisogno di accumulare denaro,come dicesti proprio tu "Beppe",una sera,decide di restare a casa propria, e non andare rubare a casa del vicino.
Una persona che spezzi il cerchio.
Io mi chiedo, ma come mai una persona come il sig.Di Pietro, non prende più voti dell'uomo con la barca?
Un uomo che è stato un magistrato della repubblica italiana, anche se sbaglia i congiuntivi, come del resto li sbagliano in molti,
può essere messo da parte?
Può essere considerata ignorante una persona laureata in giurisprudenza,cioè che ha sostenuto almeno 26 esami,la maggior parte studiando libri e linri a memoria (note comprese)?
No mi dispiace, io non ci stò, non lo accetto.

Andrea Francesco Cacioppo

andrea francesco cacioppo 23.01.06 11:11| 
 |
Rispondi al commento

Il voler essere ciechi.

In Italia si stanno sempre di più affermando due caste sociali simili a patrizi e plebei di romana memoria. Infatti, a fronte di una classe sociale di professionisti e commercianti che hanno raddoppiato i loro introiti semplicemente aumentando del doppio tariffe e prezzi chi vive di stipendio fisso è rimasto con un controvalore in lire senza nessuna possibilità di raddoppiarlo come hanno fatto le altre categorie. In pratica per avere uno stipendio equivalente a quello che si percepiva prima dell’euro è necessario lavorare in due.
Risultato: gli stipendiati, operai e impiegati, stanno lavorando a metà prezzo contribuendo agli introiti raddoppiati dei loro datori di lavoro che non hanno certo interesse ad adeguare gli stipendi dei loro dipendenti.
E’ chiaro quindi come l’Italia si sia divisa un due tronconi e la forbice del benessere sociale tenda ad aprirsi sempre di più creando nel prossimo futuro un paese fatto di ricchi e poveri.
In tutto ciò si nota l’apatia dei sindacati che non difendono con efficacia i lavoratori denunciando e pretendendo la corrispondenza tra euro-stipendio- carovita.
Chi sostiene che In Italia tutto va bene ed è un paese ricco evidentemente guarda solo il settore sociale che gli conviene guardare per il resto è “voler essere ciechi”.
L’Italia è ormai un Paese in dismissione e sarà molto difficile che si riprenda, se pure, in tempi medi. L’Europa doveva essere la panacea ai mali del nostro Paese ma ben pochi sono stati i vantaggi e innumerevoli gli svantaggi per chi ha uno stipendio fisso.

Marco Fodde

MARCO FODDE 23.01.06 10:28| 
 |
Rispondi al commento

Su aumento e autority per verificare i manager “senza portafoglio” sono d’accordo con Grillo, ho solo un appunto da fare sul lavoro dipendente.
La premessa è che non si può fare di tutta l’erba un fascio e che quando si ha a che fare con persone di buon senso e con un minimo di “onore” che siano dipendenti o imprenditori i problemi non ci sono e se ci sono si risolvono.
I problemi nascono quando si ha a che fare con imprenditori o dirigenti e dipendenti disonesti, in questo caso i soliti furbi si arricchiscono o campano alla giornata danneggiando il resto del mondo lavorativo e imprenditoriale onesto.
Siamo un paese che in teoria è garantista, in cui il presupposto per ogni procedimento penale è che l’imputato è innocente fino alla sentenza di condanna dell’ultimo grado di giudizio.. ma in pratica quando abbiamo a che fare con fisco e datori di lavoro il presupposto base è che il cittadino è in torto.
Il datore di lavoro è in torto a prescindere anche quando ha a che fare con dipendenti che non sono adeguati al lavoro per cui sono stati assunti o sono adeguati ma per motivi loro… non lavorano.
In un convegno lo scorso dicembre ho sentito un dirigente sindacalista affermare che è ora che i dipendenti inizino a capire che non hanno solo diritti ma che hanno anche dei doveri perché se non adempiono ai loro obblighi creano un danno per l’azienda che si ripercuote sul loro lavoro.
Oltretutto in tutto questo parlare non si considera che ci sono dei lavoratori dipendenti che sono giustamente ipertutelati mentre ci sono un sacco di professionisti che lavorano come se fossero dipendenti con stipendi da fame e senza nessun tipo di tutela in caso di malattia o infortuni.
Molti ordini professionali usano il praticantato come manovalanza a costo zero, e in alcuni casi i praticanti pagano persino pur di lavorare.
Qui ci scandalizziamo per un aumento non dato e si litiga per pochi euro mentre altri oltre a lavorare per molto meno non hanno nessun tipo di tutela.

Luca Nuvoli 23.01.06 10:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I dipendenti di Bankitalia si divideranno 427 milioni di Euro come premio di risultato. L'ho letto qualche tempo fa su Repubblica. Non credevo alle mie orecchie. Questa è l'Italia che il dott. Fazio ci ha lasciato.
Bene, facciamo due conti:
427/1,624=262,93 Euro a testa per ciascun metalmeccanico per tutta la durata del contratto.
In 30 mesi (2 anni e mezzo di durata del contratto) sono 8,76 Euro al mese per ciascuno di noi. Ecco dove trovare i soldi per l'obolo. Facciamolo subito e facciamo anche uno scambio. Mandiamo a casa tutti i dipendenti di Bankitalia, sostituendoli con altrettanti metalmeccanici in cassa integrazione. Via!

Edoardo Pellegrini 23.01.06 08:18| 
 |
Rispondi al commento

@ Leonardo Migliarini

Ecco, vedi, quello che hai appena descritto e' il sistema Americano, che PROVATAMENTE funziona, anche se non e' perfetto al 100%. Come ti ho gia' detto, la perfezione assoluta non esiste.
Inoltre non e' nemmeno rigettato dalla societa' Americana, anzi, e' stato abbracciato, in varia misura, da molti altri paesi al mondo.

Il potere fittizio del dollaro. Dimmi tu quale altra moneta al mondo ha mantenuto la stabilita' nei cambi dal dopoguerra ad oggi. Se si deve per forza fare degli scambi fra paesi, usando una moneta forte e stabile, quale altra moneta ritieni fosse o e' idonea, al di fuori del dollaro?

La ricchezza degli Stati Uniti e' dovuta alla sua posizione di leader mondiale in quasi tutti i campi, specialmente in quello tecnologico, ed alla sua capacita' produttiva e di marketing.
La ricchezza degli USA e' anche dovuta alla lungimiranza dei suoi imprenditori, che si fanno in quattro per attirare in questo continente le migliori menti disponibili al mondo, indipendentemente dalla provenienza.

In Italia invece li fanno scappare, vedi post di Grillo di qualche giorno fa.

La ricchezza degli Stati Uniti e' dovuta al fatto che qui la gente consuma, trova prezzi convenienti, e' meno tartassata fiscalmente, di conseguenza ha piu' soldi da spendere/investire.
Hai voglia a parlar male del consumismo, ma consumando, noi tutti, diamo lavoro a chi produce, cioe' noi tutti. Con meno si consuma, con piu' i disoccupati aumentano.

Leonardo, il sistema America funziona, e' in continuo miglioramento e sara' sempre meglio.
Almeno che anche tu voglia credere che tutti gli Americani sono scemi e non sanno quel che fanno, nonostante siano il primo paese al mondo in tutto e per tutto.

Pronto per un'altra sudatina? Se vuoi chattare con me qualche volta, mi puoi trovare a questo indirizzo: Senzitalia@splinder.com.
Dovresti essere in grado di contattarmi usando l'istant messenger di Splinder, Yahoo, AOL.

Ciao.

Giovanni Senzitalia 23.01.06 08:11| 
 |
Rispondi al commento

luca sciuto 22.01.06 22:05

bravo...

vedi che se ti spremi le meningette riesci anche a fare dei bei discorsi?!
ti dirò; sono d'accordo in buona parte con TE a proposito del costo della vita e magari potremmo anche tirare le orecchie anche ad inprenditori-negozianti-governo sul fatto che con l'avvennto dell'euro, avete fatto tutti un pò come vi pare?!

è solo caro il mio EBETE che il discorsino bellino e carino lo hai fatto dopo averci trattato tutti da vagabondi e fannulloni!

e sicchè il tuo discorso mi dà l'impressione di voler far bella figura davanti al resto del blog...
mentre nelle risposte all'interno dei post, sfoderi una sorta di NORD-LEGHISMO che poco si confà alla tua meridionale origine...


ps:ma se i tuoi operai si licenziano tutti in tronco e con investimenti e sovvenzioni statali si mettono in proprio, TE che fai?

EBETE!

Riccardo Galatolo 23.01.06 08:06| 
 |
Rispondi al commento

propongo di inviare una mail al ministro maroni per chiedere che anche i sindacati di base abbiano pari dignità e pari diritti dei sindacati concertatori durante le contrattazioni e all'interno delle aziende.i contratti si chiudono principalmente per merito delle loro lotte, non proprio ortodosse ma efficaci, ma vengono poi discussi e siglati dai conceratori che accettano l'applicazione di contratti indegni. anche la lotta tra sindacati... sta diventando un problema che si ripercuote sui lavoratori e sulle medie imprese facendo il gioco del governo e delle federazioni dei settori.

monica tieghi 23.01.06 02:00| 
 |
Rispondi al commento

mi pare normale ricontrattare il salario ogni due anni altrimenti l'inflazione ci mangia la paga.l'esagerato prezzo degli affitti come dici tu noi lo subiamo ed non siamo in grado di combatterlo purtroppo,forse qualche tuo collega che si è stufato di fare impresa ed ha investito in immobili potrebbe spiegarti perchè le locazioni sono così care.le tasse si sa "lo sai fondalmentalmente anche tu" che principalmente le pagano i lavoratori dipendenti e che se tutti le pagassero probabilmente la pressione fiscale calerebbe per tutti (tranne per quelli che le evadono:-).sono d'accordo con te sul fatto che lo stato in questo panorama di ingiustizie sociali dovrebbe legiferare in maniera efficace spero proprio che nel prossimo governo si veda qualcosa del genere e spero che i sindacati se ciò non avvenisse sappiano questa volta muoversi con decisione.saluti da un metalmeccanico

fabi emiliano 23.01.06 01:01| 
 |
Rispondi al commento

a si pensi queste cose??? Strano dai tuoi precedenti mess non si evince tutto ciò...cmq caro il mio inutil uomo vedo che continui a non capire un cazzo.Continua a vivere nella tua demenza...tanto speranze di farti capire non ce ne sono...PS:ma mi spieghi dove hai letto che io non voglio pagare i miei operai o che gli voglio dare il meno possibile? Io dico solo che protestare per 100euro di aumento è inutile perchè non saranno quei cento euro a darti uno stile di vita che tu chiami dignitoso.Se vuoi arrivare al vero problema sono altre le cose per cui ti devi battere quali ad esempio l'esagerato prezzo degli affitti...quindi caro ebete testina non sono contrario a dare ai miei operai un dignitoso stipendio;anzi se avessi letto bene i miei post avresti notato un post in particolare in cui esprimo il mio piacere nel dare 2000euro ad un operaio invece di darne 12000 a lui e 900e passa allo stato...chiaro il discorso.Io l'unica cosa che critico alla classe operaia è lo sciopero contro l'azienda,contro determinati principi aziendali.Se non arrivi a fine mese non è colpa del tuo datore di lavoro ma è colpa del paese,dello stato...il tuo datore di lavoro potrebbe chiudere la baracca investire il proprio denaro in altro modo e tu vivrai ancora peggio...quindi non sputiamo nel piatto dove mangiamo;inoltre i problemi affrontiamoli seiamente,non andiamo a cercare la soluzione più semplice,perchè come ha gia detto qualcuno l'aumento in questione non risolve proprio nulla.E lo sai fondamentalmente anche tu...qundi lottiamo per cose concrete che risolvano i problemi sia agli operai che agli imprenditori.Perchè avere 2500euro al mese come stipendio non risolve nulla,perchè più denaro circola più aumentano i prezzi...quindi la cosa sensata non è battersiper avere 2500euro al mese ma sarebbe più sesato lottare affinche bastino 1500euro al mese...non so se ho reso l'idea

luca sciuto 22.01.06 22:05| 
 |
Rispondi al commento

vedi caro TESTA DI CAZZO:

te non hai presente il significato del termine ETICA...
non è perchè uno sia dipendente tuo o di chissà chi, perda automatiamente dei suoi diritti!
la gente la devi pagare...e basta!
sennò i tuoi mobili di merda chi li compra eh?!
ma ci arrivi?

a me poi, caro STRONZO, non mi interessa se vai a giro con il Ferrari (oppure vorresti), guadagni i milioni di euri e quant'altro...
quello è un tuo diritto!
io però se lavoro, ho il diritto di guadagnare il giusto...quel tanto che basta per avere un'esistenza normale e dignitosa!
se TE lavori, fai sul TUO, hai le tue responsabilità, ti impegni intellettualmente nel mandare avanti l'impresa, e a me mi stà bene...NON HO NIENTE IN CONTRARIO SE FAI LE TUE COSE ONESTAMENTE ED ETICAMENTE!

stà lì la differenza tra me e te...io comprendo l'impegno che un'imprenditore prende con sè stesso e i suoi operai...
è solo che i discorsi da fiaschetteria che scrivi qui, dubito fortemente che avresti il coraggio di farli davanti ai tuoi dipendenti, perchè rischi un soggiorno-vacanza, al traumatologicortopedico più vicino!

etica Luca, etica...
parola magica che latita dal tuo vocabolario...
porta rispetto e lo avrai...

sennò si ritorna come nel '68:
ti sparo in un ginocchio...

vedrai che poi "comprendi" meglio EBETE!


attento Luca...c'è tanta gente incazzata a giro!

Riccardo Galatolo 22.01.06 21:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ho riletto alcuni post del mitico Riccardo galatolo...ma sei veramente convinto di quello che hai scritto? Tu dici che noi abitiamo nelle case che fate voi,navighiamo con le navi che fate voi ecc...ma i mezzi per fare tutto queste chi te li da? Sveglia coglione....

luca sciuto 22.01.06 21:27| 
 |
Rispondi al commento

si...io sono un pirla ma MI FIRMO CON IL MIO NOME E COGNOME!
te sei un povero stronzo e vigliacco...

impiccati!

Riccardo Galatolo 22.01.06 21:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@Riccardo Galatolo
credimi mi fai pena

Sei un pirla 22.01.06 21:15| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei introdurre un argomento relativo sia alla riduzione dell'inquinamento, della salute e di causa.Il problema che presento è ralativo alle case automobilistiche che a fronte di un limite di velocità max di Km 130 orari continuano a produrne con velocità tutte superiori a tale limite. Si potrebbe intentare una causa di risarcimento danni alle case automobilistiche come si fa per le fabbriche di sigarette? D'altra parte i danni che gli automobilisti ed i pedoni che hanno dall'alta velocità sono il più delle volte mortali quando non ti creano danni fisici o invalidità. D'altra parte una maggiore velocità comporta un maggiore consumo di inquinanti e di combustibili cosi preziosi. Se possibile vorrei fare un appello: Ci vogliamo organizzare per intentare una causa alle case automobilistiche affinchè producano automobili con velocità consentite? Spero qualche legale legga e possa aiutarmi in questa battaglia. Un saluto

giancarlo civitella 22.01.06 21:06| 
 |
Rispondi al commento

@ GIOVANNI SENZITALIA

( segue .. )

naturalmente ci sarà bisogno anche di un minimo di assisntenzialismo, MINIMO, per i casi di indigenza strutturale - CONTROLLATI - e di disoccupazione struttrale temporanea - CONTROLLATI_

lo Stato al massimo, in settori come pensioni, trasporti, istruzione secondaria, etc..
potrà creare AZIENDE PUBBLICHE DI SERVIZIO dove però NON PUÒ ANDARE IN PASSIVO, GESTITE COME IMPRESE, laddove eventualmente si creasse un vuoto di mercato_

e le strutture dello Stato esistenti DEVONO ESSERE PIÙ VICINE AI CITTADINI, PIÙ DIRETTAMENTE RAGGIUNGIBILI E SOTTOFORMA DI DIALOGO_

in un sistema così liberista
OGNI REATO ECONOMICO ANTILIBERALE DEVE ESSERE CONSIDERATO FRA I REATI PEGGIORI_


3 - ATTENZIONE

una macchina così apertamente liberista ortodossa, SECONDO ME, è pura utopia - perché genera strutturalmente enormi squilibri - tende automaticamente al monopolio, allo "squalo mangia squalo" fino all'infinito - tende alla dittatura finanziaria, che è meglio dello Stalinismo, ma sempre dittatura è - E TRA L'ALTRO NON È MAI STATO DIMOSTRATO CHE FUNZIONI_

perché è ovvio, se la misuri su una parte di territorio limitata dovresti accettare un'economia territorialmente limitata - ma invece i conti vengono sempre fatti su una porzione di territorio con un'economia globale_

bada bene: l'economia è globale da un bel pezzo ormai - e quindi è dimostrato il contrario - cioè che questo tipo di "motore" NON FUNZIONA_

infatti tieni presente che tutta la ricchezza degli USA di oggi, storicamente non si deve alla loro produzione di oggi, ma soprattutto allo sfruttamento di risorse e mercati esterni, su cui hanno mantenuto una posizione di dominio per tutto il dopoguerra - per non parlare del potere mondiale fittizio del dollaro_

questo motore economico funziona solo MANTENENDO lo squilibrio del sistema, e di fatto tende a mantenerlo - MA UN SISTEMA "UMANO" FUORI EQUILIBRIO NON RESISTE, PERCHÉ È LA SOCIETÀ CHE NON LO ACCETTA_

LA SOCIETÀ NON È UNA MACCHINA CHE PUÒ ESSERE MANTENUTA ARTIFICIALMENTE IN QUALSIASI REGIME DI MARCIA, BASTA AVERNE I MEZZI TECNICI_

LA SOCIETÀ È UN ORGANISMO MOLTO PIÙ COMPLESSO E DELICATO_

SARÀ PER QUESTO CHE ORMAI DA ANNI CI STANNO CERCANDO DI CONVINCERE A DIVENTARE TUTTI ROBOT??

Leonardo Migliarini 22.01.06 20:45| 
 |
Rispondi al commento

------------------------------------
!!!WARNING!!!
------------------------------------
"Autoreferenzialità delle banche"

!!!PRIMO PROBLEMA NAZIONALE!!!
------------------------------------
!!!ALERT!!!
------------------------------------

ijimiaz galir 22.01.06 20:32| 
 |
Rispondi al commento

il mio post sotto era x quel grande imprenditore che è Luca Sciuto!

Riccardo Galatolo 22.01.06 20:31| 
 |
Rispondi al commento

bello stronzo sì...
e TE i tuoi operai li tratti di merda così?
sono dei fannulloni?
e allora sei TE un coglione che hai sul groppone delle sanguisughe!
se non ci fossero i tuoi operai, saresti a piallare le tue cucine e i tuoi tavoli...
rispetta la gente che lavora EBETE-STRONZETTO!

l'italia fà pena per la gente come TE che ha rispetto solo che per sè stessa!

SIETE IL CANCRO DELLA SOCIETA'!

ps
dell'ebete tel'ho dato prima IO...almeno sii originale nelle battute, viste che nel modo di pensare sei in linea con tante altre merde...


con sdegno e disprezzo
.

Riccardo Galatolo 22.01.06 20:16| 
 |
Rispondi al commento

@ GIOVANNI SENZITALIA

OK MAN

PARTO !!


PREMESSA
il modello che uno può elaborare oggi, partendo da teorie ed esempi presenti e sintetizzandone gli aspetti più funzionali, NON È CERTO UN MODELLO STATALISTA/BUROCRATICO, anzi, tutto il contrario - le critiche al sistema di oggi vanno di pari passo con le critiche alle istituzioni e prima di tutto allo Stato, ma questo è un argomento ancora poco comune e poco digerito, quindi è impossibile trattarlo adeguatamente sul Blog_

MA ORA, GIUSTAMENTE, USCIAMO DAI DISCORSI DI MODELLI - DI PRINCIPIO - EVENTUIALMENTE APPLICABILI A LUNGO TERMINE

ED ENTRIAMO IN UN AMBITO PIÙ TERRENO - ATTUALE - PRATICO

1 - QUELLO SU CUI SONO PERFETTAMENTE D'ACCORDO CONE TE

stare sempre attenti alle notizie e saperle filtrare - se non si riesce a fare questo, ogni altro livello di analisi è inutile e appoggia sul nulla_

l'Italia è davvero un paese di viziati - abituati ad avere sempre qualcuno che gli toglie le castagne dal fuoco_

lo Stato dovrebbe ridursi al minimo indispensabile: difesa, giustizia, istruzione primaria, salute di base_
e dovrebbe essere trasparente, efficiente, senza sprechi_
e dovrebbe controllare_
dovrebbe essere meno pesante, con meno passaggi, con meno ingerenza diretta, ma inflessibile nel controllo_

2 - ALCUNE PRECISAZIONI
questa presenza minima indispensabile dello Stato deve essere pagata dai cittadini in relazione alla possibilità_

io detasserei nettamente il lavoro e le Persone Giuridiche, ma tasserei alla grande le Persone Fisiche, senza trucchetti, e controllando_

tasserei i beni di lusso_

e farei dell'Italia, e dell'Europa, una vera Federazione, come gli USA - federazione di Rgioni, con competenze e fisco nettamente divisi e non sovrapponibili_

e con le capacità informatiche di oggi dividerei così il territorio fino al quartiere_

poche strutture, ma capillari - poche leggi, ma ad ampio raggio, chiare, applicate - competenze nette, divise e trasparenti, controllabili da tutti -

Leonardo Migliarini 22.01.06 20:06| 
 |
Rispondi al commento

qualcuno continua a dire che senza gli operai non si lavora...ma gli operai senza le fabbriche che fanno?Gli operai senza coloro che investono che fanno?

Allora allargate l'orizzonte delle vostre vedute e vi renderete conto che non è solo come dite voi;anche gli impresari hanno le loro ragioni.Il vostro problema è che identificate l'imprenditore con i vari Ricucci, Tanzi,Tronchetti Provera...ma questi non sono imprenditori,sono solo uomini di Finanza che non hanno nulla a che vedere con le imprese.L'imprenditore è colui che investe i suoi risprmi in un'attività...I SUOI RISPARMI ecco perchè non tutti sono capaci di fare gli imprenditori?Tu operaio non ti seti appagato del tuo lavoro?Perfetto mettiti in proprio...Il nostro amico ebete se non si sente soddisfatto,se ha delle geniali idee allora scendi in campo;Fonda un gruppo,un azienda,dai lavoro e portala avanti coi tuoi principi...scusa se tanto mi da tanto non dovresti temere nulla,avrai tutti glin operai dalla tua parte ecc...qundi cosa aspetti,investi in un impresa...poi mi vieni a raccontare com'è la vita da imprenditore.

Luca Sciuto 22.01.06 19:45| 
 |
Rispondi al commento

In alcuni post è stata fatta una discussione fra lavoratori dipendenti e sicuramente liberi professionisti che hanno veramente l' ottusità di non capire il valore dello sciopero e ci si formalizza per i 100 euro quando questo non è il problema.
Il problema sono i diritti, le condizioni di lavoro, chi sciopera lo fa mal volentiri in quanto ci rimette dei soldi di tasca propria ma se questo deve essere necessario per contrastare l' arroganza della parte padronale allora sia.
Se si sono occupate stazioni autostrade,è perchè non avevamo visibilità, si dà spazio alla lecciso e non ai nostri scioperi.
Comunque non riduciamo la discussione fra operai-fannulloni e professionisti-grandi lavoratori perchè è banale e poco costruttivo.

Stefano Bisi 22.01.06 18:54| 
 |
Rispondi al commento

E' stato giusto scioperare e fare casino anche per 5 €. E' il principio che conta. In Italia, tanto tempo fa (ma in pochi se ne ricordano), fu siglato un accordo, grazie al quale è stata sconfitta l'inflazione e siamo potuti entrare in Europa. Quell'accordo diceva che i lavoratori per primi si sacrificavano e rinunciavano a chiedere aumenti salariali se non A POSTERIORI rispetto alle spinte inflazionistiche... A distanza di anni si pretende di non riconoscere neanche l'inflazione a posteriori e questo significa che a qualcuno pare giusto, solo perché ha il coltello dalla parte del manico, impoverire i propri lavoratori indefinitamente. I lavoratori, invece sono tosti e lottano, e fanno un favore anche al datore di lavoro (ottuso) che non ha ancora capito che in una società consumista bisogna pagare i lavoratori se si vuole mantenere vivo il mercato interno. In caso contrario crollano i consumi (e qualcuno a quest'ora dovrebbe essersene già accorto). I cinesi che lavorano come matti per pochi soldi non producono per se stessi, che loro non sono capaci di assorbire la loro stessa produzione. Lavorano per vendere in occidente dove ancora c'è un po' di denaro che circola. Ma non è detto che questo duri ancora a lungo. Faccio una porposta ai signori indstriali che portano le fabbriche all'estero perché lì costa meno: provate a vendere lì, dove avete le fabbriche i vostri prodotti e vedete se ci riuscite... In realtà qualcuno se ne è accorto che se i lavoratori guadagnano meno o sono precari consumano anche meno e hanno subito proprosto la loro ricetta: impegnatevi l'immobile! Vogliono mettere le mani sul patrimonio immobiliare e sono partiti con il magnifico "credito-al-consumo", vale a dire: contrai debiti, firma cambiali, vendi casa in cambio della vacanzina o della macchinetta... Non credo che in un paese come l'Italia funzionerà (forse siamo un po' scemi ma non così...)
Ciao a tutti

Stefano Serra 22.01.06 18:39| 
 |
Rispondi al commento

Io sono un metalmeccanico.
E mi chiedo, adesso che il contratto è stato chiuso e lasciando perdere se a buone o cattive condizioni: ma possibile che in Italia per ottenere qualcosa bisogna sempre invadere autostrade e stazioni, cioè compiere un REATO di interruzione di servizio? E' uno schifo! Ormai tutti hanno imparato, dai produttori di latte, a quelli di Scanzano che non volevano la discarica, a quelli dell'alta velocità, ai lavoratori senza contratto, che l'unico modo per ottenere qualcosa in questo paese è commettere un reato e creare un danno economico all'intera nazione. Sono disgustato.

Io un'alternativa ce l'avrei: e se invece si facesse un'invasione pacifica o un picchetto di fronte agli stadi di serie A? Nessuna interruzione di servizio, danni solo alle società di calcio, che se anche fallissero sarebbe una liberazione per tutti, ma un gran ritorno mediatico. E poi lo vedete se il "nano pelato" non si sveglia, quando a rimetterci c'è la sua squadra di calcio!
Ah, certo, ultimo effetto collaterale è che il picchetto si può fare nei giorni festivi, senza rimetterci lo stipendio! :P

Luca Boschini 22.01.06 18:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Luca Sciuto:

si... scusa per l'EBETE!

dovevo capire subito che sei uno STRONZO oltre che EBETE!

COSA DOVREMMO FARE EH?
SCIOPERIAMO PER 300EURI E POI ANDIAMO AL RIBASSO?
MA IN CHE MONDO VIVI SCEMO!?

"certo è bello avere lo stipendio a fine mese qualsiasi cosa succeda,l'importante è avere lo stipendio a fine mese.Ma piantatela di fare i bambini e fate gli uomini seri.Lavorare è un diritto ma dov'è scritto che io ti debba mantenere nonostante non fai un cazzo...finiamola di fare i bambini viziati e cercatevi qualcosa da fare...BRACCIA RUBATE ALL'AGRICOLTURA!!!"

QUESTO L'HAI SCRITTO te!
HAI DATO DEL FANNULLONE A TUTTA UNA CATEGORIA, GLI HAI NEGATO UNA TRANQUILLITà CHE ALTRE CATEGORIE TIPO GLI STATALI HANNO DA ANNI FACENDOSI 1/160ESIMO DEL CULO CHE SI Fà UN'OPERAIO!

SEI UN COGLIONE ED OLTRETUTTO NEGHI QUELLO CHE DICI/SCRIVI E RIGIRI LE FRITTATE...


BELL'ITALIA DI MERDA RAPPRESENTI SI...

POTRESTI DIRCI -TESTA DI CAZZO- COSA FAI PER VIVERE?


Riccardo Galatolo 22.01.06 18:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ebete??? Complimenti ottima la tua disponibilità al dialogo EBETE!!! Cmq vedo che oltre ad esserlo tu forse non sai neanche leggere...sempre se hai letto i miei msg. Cmq EBETE io non dico che gli operai non fanno un cazzo ma dico solo che scioperare per avere 100euro di aumento è inutle.Dico che lamentarsi continuamente col datore tiranno è poco sensato.Dico che bloccare e protestare duramente contro le aziende è sbagliatissimo.Vogliamo portestare?Allora colpiano direttamente il problema invece di mirare all'obiettivo piccolo miriamo il sistema;Vuoi cambiare le cose così come dici di voler fare?Allora non scioperare per 100in più che non ti risolvono alcun problema ma sciopera e protesta per la diminuzione della pressione fiscale,sciopera e protesta per il carovita,per l'evasione fiscale,per l'enorme spreco di risorse economiche energetiche e chi più ne ha più ne metta,protesta per una disuguaglianza sociale sempre più marcata CHE NON VEDE COINVOLTI COLO OPERAIO E IMPRENDITORE così come la vostra mente ottusa vi fa vedere;ma scusa dimenticavo di parlare con un EBETE!

Luca Sciuto 22.01.06 17:44| 
 |
Rispondi al commento

Luca Sciuto:

i tuoi non sono commenti...sono stronzate!
gli operai non stanno a grattarsi le palle 8 ore di fila in fabbrica, altrimenti la fabbrica chiude!
ci arrivi o ti faccio un disegnino!

vai a lavorare EBETE!

Riccardo Galatolo 22.01.06 17:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma perchè continuate a censurare i miei commenti????Non scrivo nulla di male...Boh...mi sa che lo spirito con la quale il blog di grillo è nato (cioè libera espessione di pareri) sia andata a farsi benedire...che tristezza

Luca Sciuto 22.01.06 17:18| 
 |
Rispondi al commento

a parte che per dire che stia meglio un barbone di una persona che lavori, anche in lavori infami, bisogna aver porvato entrambe le cose (anche tu?), il problema è questo: la produttività NON è AUMENTATA, si fa solo sgobbare di più le persone in condizioni peggiori, con un una produttività più bassa. La produttività migliora se si migliora (si investe) l'organizzazione del lavoro, in macchinari e tecnologie, si fa formazione. condivido comunque la tua valutazione sulla legge Biagi

mario Giaccone 22.01.06 16:04| 
 |
Rispondi al commento

a parte che per dire che stia meglio un barbone di una persona che lavori, anche in lavori infami, bisogna aver porvato entrambe le cose (anche tu?), il problema è questo: la produttività NON è AUMENTATA, si fa solo sgobbare di più le persone in condizioni peggiori, con un una produttività più bassa. La produttività migliora se si migliora (si investe) l'organizzazione del lavoro, in macchinari e tecnologie, si fa formazione. condivido comunque la tua valutazione sulla legge Biagi

mario Giaccone 22.01.06 16:04| 
 |
Rispondi al commento

e se introducessimo una norma di tipo norvegese che le aziende che non hanno abbastanza donne nei consigli di amministrazione e nei posti di direzione vengono commissariate o escluse dalla quotazione in borsa?

mario Giaccone 22.01.06 15:53| 
 |
Rispondi al commento

Maurizio Gallo:

Ho letto alcuni tuoi post ritenendoli offensivi (non si augura un tumore a nessuno) e sinceramente se tu sei riuscito a fare l' imprenditore non è che tutti lo debbano fare o riuscirci.
Ti auguro di continuare nella tua attività ma comunque non denigrare chi fa scelte diverse dalla tua.

Stefano Bisi 22.01.06 14:45| 
 |
Rispondi al commento

*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*********************************************
Campagna "NO alla censura. Grillo al Festival 2006"
http://grilloalfestival.blogspot.com
*********************************************
*
*********************************************
Visita il sito e invia la tua email alla RAI.
*********************************************
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*

roby rubini 22.01.06 14:30| 
 |
Rispondi al commento

Caro Giovanni Tessari,per me sei proprio deficiente!!!
Abbi almeno il coraggio di dire che cosa fai nella tua vita del c...o, dicci quanto guadagni, prima di sparare giudizi su persone come me che devono vivere con uno stipendio di merda e con lo "spauracchio" della perdita anche di quello se questi nostri cari dipendenti continueranno con questa loro politica del c...o!!!
Per assurdo mi piacerebbe che l'Italia toccasse il fondo, così che anche gli stronzetti come te dovranno cercarsi da mangiare per strada......
Rispondi se hai il coraggio!!

Giorgio Perini 22.01.06 13:54| 
 |
Rispondi al commento

POESIA

"PROPOSTA DI VALORI"

Le banche
sanno sempre
a chi consigliar
gli acquisti,
anzi,
l'invito è fatto caldamente
"Non c'è rischio, è un affare,
il guadagno, aiuta a pagare
le spese quotidiane "
Lui, che ha lavorato
una vita onestamente,
vorrebbe coi risparmi
ridursi la fatica,
e con fiducia
s'affida al" COMPETENTE"
In cuor suo
spera in futuro
di avere meno affanno.
P
urtroppo è una truffa
un vero inganno.
Alle proteste
l'impiegato si defila
" Lei ha firmato signore!
Questa è la borsa,
non ci posso fare niente.
Non ho la sfera magica,
non faccio l'indovino."
Sarebbe bello,
legalizzare una rapina,
perchè ognuno
possa riavere i soldi suoi.
Non credo alle banche piaccia tanto
ma nemmeno a noi.
L'ente, quel che prende
se lo vuol tenere.
Qualche volta,
vincano i valori,
il buon senso, rispetto,
onore, disciplina.
A conti fatti,
valgon più
di tutti gli ori.
Aspetto il rimborso del mal tolto,
senza indugio alcuno,
mi riferisco in particolare
all'ARGENTINA.

Gigliola Mazzali


Gigliola Mazzali 22.01.06 12:40| 
 |
Rispondi al commento

Con la Legge Biagi, è stato offerto un vassoio d'argento ed un tappeto d'oro agli imprenditori, grandi e piccoli che siano. E nonstante questa legalizzazione del lavoro nero, le imprese faticano a reggere il mercato (per lo meno quello interno ed occidentale). La produttività sicuramente è aumentata, ed è giusto che gli imprenditori abbiano le loro ragioni ed i loro punti di vista. Quello che sta scomparendo è la dignità del lavoro e della persona. Il lavoratore è ridotto a pura merce. Figuriamoci, se uno potesse, proverebbe a mettersi in proprio, anche a vendere le fusaie nei sagrati delle chiese. Ma come si acquisisce un piccolo capitale di rischio? O disonestamente, o con cospicue vincite ai vari giuochi. A questo punto i lavoratori con contratti collettivi nazionali, e quelli atipici, sono messi nella condizione di litigare tra loro, infatti esistono forti sperequazioni già tra queste due categorie. Chi si gongola è l'imprenditore.
Se si fa un calcolo, sta meglio il barbone nullafacente che chiede qualche spicciolo in giro, e alla fine della giornata acquisisce dai 30 ai 60 Euro puliti ed esentasse al giorno. Non dimentichiamoci della economia sommersa e malavitosa! Lì gli imprenditori sono almeno generosi ed organizzano una reale rete assistenziale per le famiglie dei "picciotti"!!!

Liborio Onorati 22.01.06 12:31| 
 |
Rispondi al commento

Gent.mo Sig. Grillo, ho ascoltato il suo spettacolo Beppegrillo.it con attenzione e ho apprezzato i suoi mille appunti su cose molto importanti, pero' riguardo alle importazioni cinesi lei prende un abbaglio molto serio a mio avviso. Lei parla di esportare i diritti, e ha perfettamente ragione, ma quando pensa che questo possa avvenire, se mai potra' avvenire? Qui a Firenze abbiamo una quantita' sempre crescente di cinesi, che lavorano con sistemi folli di orario proprio come denuncia lei. Allora, dato che gli orari di lavoro non si possono far rispettare, che quando si interviene nelle piccole "chinatown" di casa nostra si passa sempre da razzisti, che di cinesi non ne muore neanche uno a parte quelli che si ammazzano tra di loro, che inspiegabilmente vanno a giro con macchine da 40.000 Euro, quale altro modo IMMEDIATO saprebbe suggerire per arginare o rendere almeno concorrenziale il loro dilagare costante?
Le mando i miei complimenti per tutto il suo impegno!! Grazie e continui così!!

Manfre

manfredi Fina' 22.01.06 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno.

Come forse è già stato segnalato, da qualche mese Poste SpAaddebita un "balzello" di 5.50 euro a ogni invio di corrispondenza da Paesi extra UE contenente oggetti, anche di modico valore. E so che cercano di giustificarlo come un miglioramento, che accelera i tempi e semplifica lo sdoganamento.

Il punto è che l'addebito viene fatto anche sugli oggetti ESENTI per il modico valore in base alla normativa UE, che (posso testimoniarlo personalmente) prima arrivavano più in fretta e senza alcun addebito, ANCHE se presentati in Dogana - quando c'era la Dogana al CMP di Bologna, sono andato spesso a presentare i documenti necessari di persona, e se il valore rientrava nell'esenzione non pagavo nulla; e anche dopo, finché la Dogana si faceva a Linate, se mandavo un fax che attestasse il valore entro il limite, non mi veniva addebitato nulla.

Questo aggravio viene suddiviso in due voci: "spese postali" e "presentazione delle merci in dogana".
Per quanto riguarda le "spese postali" mi risulta che il mittente con l'affrancatura ha pagato il trasporto delle merci FINO ALLA CONSEGNA A DOMICILIO del destinatario. Quindi perché pagarne delle altre?
Quanto alla "presentazione in dogana", mi è ricapitata tra le mani una circolare del 6 maggio 2005 in cui l'Agenzia delle Dogane, rispondendo alle lamentele sui ritardi di consegna dei plichi che transitano per la Posta (altro che milgioramento...), ricorda che "il servizio di sdoganamento dei pacchi postali è gestito direttamente dalle Poste Spa in regime di domiciliazione, senza cioè più l’obbligo di presentare le merci in dogana.".
Se il trasporto è pagato dal mittente e Poste SpA NON HA L'OBBLIGO di presentare le merci in dogana, PER COSA SI FA PAGARE?

Moltiplicate 5,50 per il totale degli invii sui quali in realtà non viene fatto nulla se non l'addebito, e ditemi se non vi nascono dei sospetti...

Cesare Cioni 22.01.06 09:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che dire......quando ho incominciato a leggere primi commeni a questa discussione, per un attimo ho pensato di vivere in un altro mondo. Un mondo in cui degli "Impenditori" insultano i loro dipendenti e li considerano alla stregua delle macchine che usano. Si rompe? la cambio!!!....Basta con queste fesserie, i lavoratori, dipendenti o autonomi, sono PERSONE... e come tali meitano rispetto e meritano soddisfazioni. Sono per un sistema meritocratico e incentivante, che aumenti la competizione e l'efficienza produttiva. Sono per una logica di lavoro basata sulla possibilità che chi non produce, chi sta dietro una scrivania a giocare al pc e a leggere le mail, vena mandato a casa e sostituito da un altro più meritevole! Però sono anche per un sisema che riconosce i meriti di qualcuno e che materialmente parlando "monetarizzi" ciò. I parlamentari hanno votato un aumento del loro stipendio del 6% opo che con la legge finanziaria era stato decisa un riduzione dei loro emolumnti del 10%. Nessuno si è opposto, nessun sindacato ha detto no, se lo sono decisi in "famiglia", senza chidere nulla ai loro titolari, cioè "NOI". Ci dovrebeo interpellare prima di fare questo, dovremmo verificare se meritocraticamente meritano un aumento, se hanno prodotto. Ma credo che sarebbe difficile trovare qualcuno che meriti cio!!!

Allora dico, fermiamoci a riflettere e a capire che in un pese allo sfascio, dobbiamo collaborare tutti, non solo chi si spacca la schiena tutti i giorni, e gli altri li a gurdare e ad aspettare!!!

Scioperare a volte non serve, ma spesso è l'unico mezzo che esiste per alzare la VOCE!!!!!

Emidio Salvatore 22.01.06 09:49| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno.

Come forse è già stato segnalato, da qualche mese Poste SpAaddebita un "balzello" di 5.50 euro a ogni invio di corrispondenza da Paesi extra UE contenente oggetti, anche di modico valore. E so che cercano di giustificarlo come un miglioramento, che accelera i tempi e semplifica lo sdoganamento.

Il punto è che l'addebito viene fatto anche sugli oggetti ESENTI per il modico valore in base alla normativa UE, che (posso testimoniarlo personalmente) prima arrivavano più in fretta e senza alcun addebito, ANCHE se presentati in Dogana - quando c'era la Dogana al CMP di Bologna, sono andato spesso a presentare i documenti necessari di persona, e se il valore rientrava nell'esenzione non pagavo nulla; e anche dopo, finché la Dogana si faceva a Linate, se mandavo un fax che attestasse il valore entro il limite, non mi veniva addebitato nulla.

Questo aggravio viene suddiviso in due voci: "spese postali" e "presentazione delle merci in dogana".
Per quanto riguarda le "spese postali" mi risulta che il mittente con l'affrancatura ha pagato il trasporto delle merci FINO ALLA CONSEGNA A DOMICILIO del destinatario. Quindi perché pagarne delle altre?
Quanto alla "presentazione in dogana", mi è ricapitata tra le mani una circolare del 6 maggio 2005 in cui l'Agenzia delle Dogane, rispondendo alle lamentele sui ritardi di consegna dei plichi che transitano per la Posta (altro che milgioramento...), ricorda che "il servizio di sdoganamento dei pacchi postali è gestito direttamente dalle Poste Spa in regime di domiciliazione, senza cioè più l’obbligo di presentare le merci in dogana.".
Se il trasporto è pagato dal mittente e Poste SpA NON HA L'OBBLIGO di presentare le merci in dogana, PER COSA SI FA PAGARE?

Moltiplicate 5,50 per il totale degli invii sui quali in realtà non viene fatto nulla se non l'addebito, e ditemi se non vi nascono dei sospetti...

Cesare Cioni 22.01.06 09:45| 
 |
Rispondi al commento

Io vorrei sapere quanti dei poveri lavoratori vanno a far sciopero in Renault, in Smart o in Bmw e Mercedes per ottenere lavoro dalla Fiat. Vorrei sapere come nessun media si azzardi a dire la sua contro i ferrovieri che fanno uno sciopero al mese allorché sono i meglio pagati d'Europa e rendono il servizio più scarso. Vorrei sapere perché la chiesa che ci rompe le palle con la pillola evita di parlare di queste supposte. Vorrei sapere perché i sindacati si chiamano cosí e la mafia si chiama casanostra. Il ricatto é ricatto. Si finirà per far sciopero perché a casa la moglie ci fa le corna. Si parla solo di diritti. Diritto al lavoro, diritto alla casa, diritto all'acqua, diritto all'elettricità, diritti di voto ma non si vuole elettrodotti, si deve ammazzare tutti i padroni,non si deve andare a votare e si deve assolutamente impedire il vicino di andare a lavorare se questo non vuole far sciopero con te. Tra 10 anni, la Cina sarà a pari con gli Usa mentre noi, venduti i telefonini, le macchine, le case e le scorte di profumi firmati, staremo a far la fila per avere un pezzo di pane. Molti operai di ieri decisero di mettersi a conto proprio ed oggi sono imprenditori, artigiani, indipendenti. I vigliacchi non sono loro. Se per sbarcare il lunario si deve guardare ai prezzi si scielglie il negozio che é meno caro si o no? Perché un imprenditore non potrebbe avere lo stesso diritto? Vorrei vedere cosa fareste se il vostro cane vi mordesse la mano mentre gli porgete da mangiare. Come, non siete dei cani? Bene, se vi sentite insultati provate allora che siete più intelligenti. Il nostro diritto finisce dove incomincia quello del vicino. Coloro che credono che i loro diritti sono più importanti dei diritti degli altri non meritano ne aiuto, ne comprensione, né tolleranza. Solo disprezzo! La socità é cambiata. Non siamo più nel 1900. Se il posto di lavoro non ce lo puó garantire più nessuno, neanche lo stato! Rimbocchiamoci le maniche e diventiamo più responsabili.


Certo alessandro che tutti hanno diritto alle stesse soddisfazioni ma chi ha più e chi ha meno è sempre esistito.
Io vedo persone in Ferrari ma non posso permettermela...... cosa dovrei fare allora?
Occupare i binari perche' non posso permettermela?

Al giorno d'oggi si sciopera per invidia nel vedere chi sta meglio e non si possono avere le stesse cose e non perchè non si riesce a comprare il pane.

Si sciopera per il superfluo ed i vizi , non perchè manca il necessario.

Maurizio Gallo 22.01.06 03:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

alcune considerazioni sul contratto:100 euro di aumento lordi al quinto livello significa che la maggior parte dei metalmeccanici(che sono di quarto livello)ne prenderanno circa 80, divisi in 3 tranche.
se consideriamo che i 5 livelli sono i dirigenti di fabbrica(capi, capetti, sottocapi e leccatori vari)che non fanno mai sciopero io non vedo niente di buono in questo contratto, nemmeno i 320 euro di vacanza contratuale che ci hanno riconosciuto(si parlava di 500 euro!).
un altra cosa:senza soffermarmi molto sulle questioni tecniche, dico che questo contratto riguardava solo la parte economica, invece qualcuno si 'e venduto la flessibilita':adesso ci possiamo ritrovare(in via sperimentale(?))a fare 32 ore una settimana e 48 quella dopo.
avrei gradito che i segretari invece di sbandierare una vittoria avessero detto:"gente, di + non possiamo fare, il contratto fa schifo, ma non potevamo veramente).
Ridorro come sono economicamente mi trovero costretto a votare si solamente per avere i 320 euri che mi spettano.
Sono 100 anni che l' orario di lavoro non diminuisce, nonostante qualcuno ne abbia parlato.
Poi i metalmeccanici saranno anche criticabili, ma per anni ahnno fatto da faro al rinnovo dei contratti(quelli veri)

iacopetti daniele 22.01.06 03:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@BRUNO DE FELICE

Il problema non è che lìoperaio non ce la fa più.
Il problema è che l'operaio ha aumentato i "vizi".
Negli anni '70 quasi tutte le famiglie erano monoreddito e nonostante tutto si sono comperati una casa, alcuni 2.

Ci si vestina non firmato, ma si era felici.

Ora hanno figli arroganti che pretendono Nike da 170 euro ed ecco che non ce la si fa piu'!
Questo e' il motivo.

Nonostante tutta questa "disperazione" tanto decantata degli operai io non vedo nessuno che "muore di fame".

Magari qualcuno non puo' andare al cinema.
Ma è per i vizi che lottano non per le necessità!

In fondo negli anni '70 non si avevano:
- 4 telefonini a famiglia
- 2 auto (come minimo)
- solo scarpe firmate
- 4 televisioni a famiglia
- la Playstation
- SKY
- il decoder satellitare
- la parabola
- le vacanze a Sharm

Sharm era un posto che forse si era appena sentito nominare.

Ora l'operaio vuole tutto le cose soprastanti, non sa dire di no alla "creatura" che batte i pugni e vuole "l'ultimo" telefonino ed ecco che sciopera!

I tempi DURI veramente, devono ancora venire e ne vedremo delle belle!

Maurizio Gallo 22.01.06 01:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono D'accordo con te .
E' questa la situazione ed e' pure molto brutta.
Allora fermiamoci un momento e pensiamo cosa fare,di cosa abbiamo bisogno realmente x vivere ,di cosa si puo fare a meno e di cosa no.
Diamo priorita' alle cose necessarie e vedremo che saranno molto di meno di quelle per cui oggi ci scanniamo inutilmente .

francesco rapillo 22.01.06 01:36| 
 |
Rispondi al commento

Maurizio Gallo:

hai l'apertura mentale di una sedia di vimini...

buonanotte...

Riccardo Galatolo 22.01.06 01:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Grillo non so se dico qualcosa che già hai letto, ma la verità è che qui la situazione è nera, noi ci stiamo scannando in questa falsa Contrapposizione tra padroni e operai, ma il problema è un altro.
La rivoluzione industriale ha permesso al mondo occidentale tutti i benefici e privilegi (assisstenza, pensione, ferie, tredicesima e quattordicesima, straordinari,cassa integrazione,permessi e quant'altro) che sono state vere conquiste sociali e civili, ma adesso che il vantaggio che un macchinario ci dava rispetto a chi non l'aveva, non c'è più e che il sud est asiatico produce tutto a prezzi ridicoli,bisogna raccontare agli italiani come stanno le cose e senza fare demagogia inutile.
Noi non ci possiamo permettere più quelle conquiste, perchè non abbiamo vantaggi tecnologici, non siamo più buoni artigiani, le aziende o vanno all'estero dove pagano meno la manodopera o chiudono. Grillo se becchiamo i truffatori, gli evasori e i ladri certo resistiamo più a lungo, ma se non fermiamo cina e india, tra 5 anni avremo milioni di disoccupati sia se vince Berlusoni sia se vinciamo noi.
Il guaio è che se pure volessimo contingentare la merci cinesi non potremmo neanche vestirci perchè oggi qui costa tutto troppo e il dramma è che gli operai guadagnano pochissimo e le imprese non ce la fanno con tutti i costi che ci sono, NON SIAMO PIù COMPETITIVI, ci stiamo impoverendo e ci scanniamo tra noi.
Ciao

BRUNO DE FELICE 22.01.06 00:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non voglio scadere nella "rissa" ma il signor Russotto Francesco provoca e quindi e' giusto rispondergli no?

In primis un bel tumorello auguraglielo ad uno dei tuoi figli.

Poi se hai scelto di fare l'infermiere ... FALLO!

Se trovi la remunerazione iniqua...... apri il tuo bel centro di assistenza domiciliare privato; pompagli dentro un bel po' di euro di tasca tua, rischia il culo ogni santo giorno e vedrai che a fine mese probabilmene avrai un po' di piu' di quello schifo di stipendio che ti ritrovi.

Non ami il rischio?

Tieniti lo stipendio da fame e non rompere i citroni!
Mi pare semplice!

Maurizio Gallo 22.01.06 00:12| 
 |
Rispondi al commento

E CAMBIARE LAVORO???

Io semplicemente non capisco una cosa.....

Se il dipendente trova il lavoro che svolge;
sottopagato
scomodo
eccessivo
o semplicemente non gli piace

PERCHE' NON SI CERCA UN ALTRO LAVORO?????

La vogliamo smettere di considerare l'assunzione un "sacramento" inscindibile????


TU PERCHE' NON CAMBI, ANZI TI FAI METTERE UN CERVELLO?
POICHE' HO SCELTO DI FARE L'INFERMIERE DEVO ACCETTARE DI ESSERE SFRUTTATO, SOTTOPAGATO, UMILIATO?
SEI UN DEFICIENTE.
LA ROVINA DELL'ITALIA E' GENTE SENZA SCRUPOLI COME TE.
OH RAGAZZI, ECCO UNO DEI PADRONCINI CHE PER I SUOI INTERESSI E' DISPOSTO A METTERE SUL LASTRICO DECINE DI FAMIGLIE.
AUGURO A TE E A TUTTI QUELLI COME TE DI SPENDERE I TUOI SOLDI IN FARMACI (CITOSTATICI).

Russotto Francesco 21.01.06 22:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PER TUTTI QUEI RAGAZZI CHE MANIFESTANO DI NON ANDARE A VOTARE

**************************************
DOBBIAMO MANIFESTARE IL NOSTRO CONSENSO O DISSENSO CON IL VOTO, IN QUANTO DIRITTO ACQUISITO E IRRINUNCIABILE PER RISPETTARE IL SACRIFICIO DEI NOSTRI PADRI , CHE CI CONSENTE DI VIVERE IN UNA DEMOCRAZIA.
UN MIO VECCHIO PROFESSORE DICEVA :
“ Chi non vota non può neanche lamentarsi per quello che non gli và, non ha espresso cosa voleva”.

**************************************
*LIBERIAMOCI DAI SIMBOLI POLITICI IMPARIAMO A VEDERE SOLO LOGHI *
(Solo per essere più liberi nelle nostre scelte, ragionando con la nostra testa - per capire la verità dell’immagine riflessa – nella società moderna il logo identifica la storia è la qualità di un prodotto, noi cambiamo prodotto quando non soddisfa più i nostri bisogni interiori ed esteriori senza rimpianti o conflitti – vedere loghi al posto di simboli vuol dire essere più liberi e rispettare noi stessi ).

**************************************

IN DEMOCRAZIA RAGAZZI
L’astensione al voto può avere come conseguenza che una minoranza di cittadini governi e decida per la maggioranza dei cittadini.

ANDIAMO TUTTI A VOTARE LIBERI DI MENTE

**************************************

IN DEMOCRAZIA RAGAZZI , LA RIVOLUZIONE SI FA CON LA PARTECIPAZIONE, L’ARMA E IL VOTO .
**************************************
Il presente commento sarà bloggato a intervalli regolari su tutti i commenti visto il numero di persone indecise a manifestare il loro diritto a decidere sulle scelte politiche del paese in cui vivono.

Da oggi tutti i commenti del sottoscritto avranno come intestazione il terzo capoverso del presente commento. Indipendentemente dal contenuto.

I BUGIARDI CI SONO E CI SARANNO SEMPRE BASTA ESSERE PRAGMATICI E LIBERI DI MENTE

ernesto scontento 21.01.06 21:42| 
 |
Rispondi al commento

@Riccardo Galatolo

credo di anacronistico continuare a definire:

Lavoratori autonomi = ricchi , grassi e ladri.

Lavoratori dipendenti = povera gente sfruttata.

A me se una cosa non piace..... la cambio.

Non vi piace fare i dipendenti?
Cambiate!!

Però "bollare la cartolina" alle 17 del venerdì e "cazzeggiare" fino al mattino del luned' vi piace eh???

Maurizio Gallo 21.01.06 21:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono vicino a tutti i metalmeccanici e operai di vario genere,queste 100 euro spero siano un inizio per dimostrare che la gente è stufa !Bisogna farglielo capire a chi di aumenti ne riceve mese dopo mese e non di cento euro ..................... buon lavoro a tutti

andrea giallanza 21.01.06 20:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

inetressante la proposta dell'authority caro Beppe,ma se poi l'authority deve essere fatta da finanzieri e da qualche sindacalista corrotto che sensa ha?ho letto qualche commento contrastante sul fatto che i lavoratori cercano uno stipendio anzichè un lavoro etc etc....ma io domando se un impreditore guadagna,e poi un altro anno guadgna di + perchè non paga di + i dpiendenti?si parla solo dell'imprenditore che ci va a perdere ma cavolo guadagneranno pure loro no? non parliamo solo di vacche magre parliamo anche di quando hanno avuto la possibilità e non l hanno fatto...

Emiliano Capobianco 21.01.06 19:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ Maurizio Gallo:

"è ora di finirla con gli imprenditori che si depauperano per "mantenere" i dipendenti."

PUOI FARMI UN'ESEMPIO?
NON MI RICORDO CHE QUI IN ITALIA SIA MAI SUCCESSA UNA COSA SIMILE...
DI SOLITO IL PADRONE DEFRAUDA LO STATO CON LA CASSA INTEGRAZIONE E MANDA GLI OPERAI NELLA SUDDETTA CASSA AL 50% SE SONO FORTUNATI...

"Se un'azienda ha 100 dipendenti e le commesse di lavoro calano, ne lascia a casa 20.
Perchè il dipendente deve avere delle garanzie?"

IL DIPENDENTE SERVE SOLO A MANDARE AVANTI IL LAVORO E BASTA?
SERVE SOLO A FARE INGRASSARE IL PADRONE E POI QUANDO IL PADRONE NON E' CAPACE DI FARE IL SUO MESTIERE DI IMPRENDITORE, PRENDE E MANDA TUTTI A CASA?
PERCHè SE IL LAVORATORE NON E CAPACE DI LAVORARE VIENE LICENZIATO, E IL PADRONE SE NON E' CAPACE DI FARE L'IMPRENDITORE, MANDA IN CASSA INTEGRAZIONE L'OPERAIO?
POTREBBE LEVARSI DAI COGLIONI LUI LASCIANDO L'IMPRESA A CHI E' CAPACE DI FARLA ANDARE AVANTI...
TRA L'ALTRO TI RICORDO CHE LA CASSA INTEGRAZIONE VIENE DETRATTA DALLE BUSTE PAGA, DALLE TASSA E DALLE VARIE GABELLE CHE TUTTI COMPRESI I LAVORATORI, PAGANO OGNI MESE!
NON E' CHE LO STATO SI INVENTA I SOLDI DELLA CASSA INTEGRAZIONE SAI?

Il 99% dei dipendenti in CASSA INTEGRAZIONE, anziche' usare il tempo libero per cercare un lavoro e "integrarsi" ( da qui il nome cassa-integrazione) fa il doppio lavoro!"

"La rovina in italia sono i lavoratori FANNULLONI che non cercano UN LAVORO ma, UNO STIPENDIO!"

SIAMO TUTTI FANNULLONI?
ALLORA CHI è CHE QUANDO E' IN CASSA INTEGRAZIONE VA' A FARE IL SECONDO LAVORO?

MA TE CHE LAVORO FAI?

DALLE CAZZATE CHE DICI SI DIREBBE CHE IL TUO QUOZIENTE INTELLETTIVO TI PERMETTE DI FARE UN LAVORO A BASSO COSUMO DI NEURONI!
VEDRAI CARA LA MIA TESTOLINA DI CAZZO, CHE SE FOSSSIMO TUTTI FANNULLONI, L'ITALIA ANDREBBE A CULO ALL'ARIA...
PERCHE' SE ASPETTIAMO GLI SPUTASENTENZE COME TE PER MANDARE AVANTI LA BARACCA, STIAMO FRESCHI...

VAI A LAVORARE SE NE SEI CAPACE STRONZETTO!

Riccardo Galatolo 21.01.06 19:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non fare demagogia Linda,

è ora di finirla con gli imprenditori che si depauperano per "mantenere" i dipendenti.

Se un'azienda ha 100 dipendenti e le commesse di lavoro calano, ne lascia a casa 20.

Perchè il dipendente deve avere delle garanzie?

Il 99% dei dipendenti in CASSA INTEGRAZIONE, anziche' usare il tempo libero per cercare un lavoro e "integrarsi" ( da qui il nome cassa-integrazione) fa il doppio lavoro!

La rovina in italia sono i lavoratori FANNULLONI che non cercano UN LAVORO ma, UNO STIPENDIO!

Maurizio Gallo 21.01.06 19:24| 
 |
Rispondi al commento

sembra strano che esistano ancora i metalmeccanici ma bisogna dirlo al giornalista vittorio feltri che dalla sua comoda pensione quarda dall'alto verso il basso la sopracitata categoria di lavoratori.

marco capi 21.01.06 19:11| 
 |
Rispondi al commento

sembra strano che esistano ancora i metalmeccanici ma bisogna dirlo al giornalista vittorio feltri che dalla sua comoda pensione quarda dall'alto verso il basso la sopracitata categoria di lavoratori.

marco capi 21.01.06 19:10| 
 |
Rispondi al commento

chiedo scusa, non sono stata sufficientemente chiara, il mio post era diretto all'amico Maurizio Gallo.

linda sorbilli 21.01.06 19:01| 
 |
Rispondi al commento

caro amico, non so quanti siano i metalmeccanici in Italia ma se tu sei così capace di creare lavoro o di trovarne per tanta gente, allora il problema della disoccupazione nel nostro paese è una bufala! Ce lo siamo inventato noi perchè siamo sfaticati? Non so se augurarmi che le tue parole fossero di scherno, ma verso chi? Ti posso assicurare che ho un figlio e diversi nipoti in cerca di primo lavoro ma ho paura che invecchieranno prima di trovarne uno. Ma, ti ripeto, se tu hai una ricetta infallibile per trovare lavoro ce la devi indicare o candidarti come prossimo ministro per il lavoro...in quanto ai metalmeccanici, credo che abbiano già tanti problemi per fatti loro tipo arrivare a fine mese, pagare gli studi ai loro figli e altre piacevolezze del genere per non sentirsi anche accusare di non volere lasciare il misero posto di lavoro che hanno per trovarne uno migliore; tu cosa consigli? mettersi in proprio? avviare un'impresa? col tuo ottimismo, suppongo sarai convinto che ci sono decine di banche pronte a prestargli i soldi per poterlo fare, no?

linda sorbilli 21.01.06 18:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma non avete ancora capito che i sindacati non fanno realmente il lavoro dei dipendenti??
Che se ne fa un dipendente di un aumento cosi inutile??
Vogliamo fare un aumento degno del caro vita??
Allora aumentiamo lo stipendio ogni anno/mese a base degli indici Istat (spero si scriva cosi) quindi la vita aumenta del 2,8% lo stipendio si alza di pari misura del 2,8% magari cosi l'aumento e' realmente utile... ma non penso che i sindacati cerchino una soluzione simile o loro con che campano?? chi gli paga la tessera se tutto viene cosi giustamente automatizzato??

Domenico Manzari 21.01.06 18:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E CAMBIARE LAVORO???

Io semplicemente non capisco una cosa.....

Se il dipendente trova il lavoro che svolge;
sottopagato
scomodo
eccessivo
o semplicemente non gli piace

PERCHE' NON SI CERCA UN ALTRO LAVORO?????

La vogliamo smettere di considerare l'assunzione un "sacramento" inscindibile????

Maurizio Gallo 21.01.06 17:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL Senatore LUIGI GRILLO, Eletto in Liguria, nel collegio di Chiavari.

Ex democristiano, nel 1994 sedeva in Parlamento tra i banchi del centrosinistra, ma saltò (nomen omen) nel centrodestra, permettendo a Silvio Berlusconi di avere la maggioranza per formare il suo primo governo (e avendo in premio una poltrona di sottosegretario alla presidenza del Consiglio.

Nel 2001 è stato rieletto per Forza Italia.
Appena messo piede in Senato, il primo giorno d'attività di Palazzo Madama, ha ricevuto un invito a comparire spedito dalla procura di Milano: per una vicenda che risale a quando Grillo era sottosegretario di un governo di centrosinistra e permise l'affidamento di una consulenza miliardaria per uno studio sull'Alta velocità ferroviaria in Liguria.

L'ipotesi di reato su cui la procura di Milano indaga è truffa aggravata.

Nel 2003 si distingue in Senato proponendo un emendamento alla legge Gasparri sulle tv che toglie le telepromozioni dal mazzo dell'affollamento orario degli spot pubblicitari, regalando cosÏ a Mediaset parecchi miliardi.

E'il più grande sostenitore del governatore della Banca d'Italia Antonio Fazio, anche durante le scorribande fatte nell'estate 2005 dai "furbetti del quartierino".

Gianni Crema 21.01.06 17:31| 
 |
Rispondi al commento

Sono perfettamente d'accordo

Luca Borrelli 21.01.06 17:25| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,io sono uno dei metalmeccanici che ha perso ore di lavoro per avere l'aumento; vorrei fare una precisazione però,i cento euro che sono stati concessi dopo l'intesa con federmeccanica sono per quelli che hanno il famoso 5° livello,ossia dagli impiegati a salire;la maggior parte degli operai come me di 3° livello o i più fortunati che hanno avuto in premio il 4°,avranno un aumento che al netto se andrà bene sarà di al massimo 50 euro!! credi anche tu come me che la colpa di tutto ciò sia dei sindacati che hanno venduto se stessi mentre hanno svenduto noi operai? ciao a tutti

Andrea Sacco 21.01.06 17:01| 
 |
Rispondi al commento

Oggi per fortuna il contratto metalmeccanici è finalmente firmato (21.01.2006) dopo ben 12 mesi dalla sua naturale scadenza, ma che dire dei 25 (venticinque) mesi del contratto delle Agenzie fiscali? Sono lavoratori anche loro (al di fuori dei soliti luoghi comuni) che addirittura con le entrate fiscali che riescono ad ottenere vanno ad alimentare gli stipendi dei dipendenti che ci comandano!!!!
Forse noi siamo pochi "solo 50.000 circa" e non riusciamo a fare rumore, ma ci siamo!
Saluti da venezia by sergio

SERGIO ZANGARINI 21.01.06 16:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ABORTITE! NON FATE PIU' FIGLI IN QUESTO PAESE DI MERDA! E SE LO FATE, VENDETELO SU EBAY AI CHIRGHISI CHE POI LO SPACCHETTANO E LO VENDONO A PEZZI!
W IL NICHILISMO!!!

anselmo barbariccia 21.01.06 16:18| 
 |
Rispondi al commento

ABORTITE! NON FATE PIU' FIGLI IN QUESTO PAESE DI MERDA! E SE LO FATE, VENDETELO SU EBAY AI CHIRGHISI CHE POI LO SPACCHETTANO E LO VENDONO A PEZZI!
W IL NICHILISMO!!!

anselmo barbariccia 21.01.06 16:17| 
 |
Rispondi al commento

sono un infermiere e vedo la sanità andare a rotoli:
taglio del personale, strutture antiquate, sempre meno tempo per il paziente e sempre di più per la burocrazia..

l'idea che altre categorie di lavoratori siano ridotti a scendere in strada x tali "ingenti" somme (è più il principio credo, che i pochi euro chiesti) mi fa venire da ridere..

vorrei che invece che parlare di Qualità, come succede nella mia Azienda Ospedaliera (Pubblica!?!?!?!) ci si chiedesse che cos'è la qualità (per me Dirigente, per me Infermiere, per me Ausiliario, per me Madico, per me Impresa di Pulizie, PER ME PAZIENTE) e piano piano si trovasse una soluzione. zioccaro!

abbraccio i metalmeccanici,
ma anche i miei colleghi.
e tutti i lavoratori pendolari che si fanno ulteriori code in autostrada perché qualcuno per farsi notare deve ancora scegliere questo tipo di protesta..

......siiiiiiii che cambierà!

----------------------------------------------

Caro collega, mi dispiace, ma io non ho le tue stesse speranze.
Ormai l'infermiere è visto da tutti, non come un professionista che HA STUDIATO (e pure parecchio!), ma come uno sguattero.
D'altronde per lo stato, l'importanza del paziente e di chi lo assiste è pari a zero.
Molto più importanti gli imbroglioni, i ladri, i maneggiatori di soldi.

Russotto Francesco 21.01.06 16:10| 
 |
Rispondi al commento

Se era semplice glielo davano subito... boh?!

Roberto Bandini 21.01.06 15:14| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, sono pure io uno di quei metalmeccanici che godranno dell'aumento salariale con alle spalle però oltre 65 ore di sciopero e tante assemblee di base (sono delegato fiom)fatte per "convincere" i miei compagni di lavoro l' utilità anche "politica" dell'importanza di questo rinnovo del contratto. Devo dire che a volte è difficile far capire , specialmente a giovani oppure ad alcuni "colleghi impiegati",che gli stipendi e relativi aumenti non sempre sono calati dal cielo per una non so quale grazie divina, ma dalla capacità, in passato dai nostri nonni e genitori, ora da quei gruppi di "comunisti" che rivendicano solo una più giusta ridistribuzione della ricchezza......
Accennavo prima anche ad una forma "politica" del contratto, dico cosi in quanto il mondo politico di sinistra (non tutto cmq) non è che abbia speso molte parole a sostegno dei metalmeccanici.......forse gli fa schifo pensare che siamo un gruppo di 1.600.000 ipotetici elettori di sx? Cmq non importa, avanti compagni metalmeccanici anche la classe operaia va in Paradiso!

Paolo Olivati 21.01.06 13:50| 
 |
Rispondi al commento

caro Grillo sono stato un metalmeccanico, certo la nostra storia è sempre stata quella degli sfruttati. Chi lavora e produce cose solide, come tu dici, ricchezza per tutti, tasse e ritenute per i servizi tutti, alle fine del mese ha solo briciole. Purtroppo non abbiamo mai avuto coscienza di avere un diritto totale, per affermare una giustizia sociale che abbia parvenza umana, civile. Sono convinto che molti metalmeccanici sono coinvolti da trasmissioni tipo 'grande fratello', o dal calcio di tutti i giorni della settimana da mattino a sera.
Più ne sei coinvolto, più ti daranno a rate le briciole. Buffo, le briciole a tranche. Un saluto Toto

antonio dal tio (65) 21.01.06 13:08| 
 |
Rispondi al commento

Egregio Sig. Grillo, l'idea di creare un Authority per controllare e valutare i guadagni dei finanzieri e capitalisti, non è del tutto sbagliata, ma fra alcuni si dovremo creare un Authority che valuti l'operato dell'Authority e cosi via come una catena di S. Antonio perchè, diciamocela tutta, in italia chi acquista del potere a livello pubblico, ha poi l'abbitudine di dimenticarsi di chi ha lottato con lui.
Io credo, invece, che dovremo diventare un pò più francesi: tutti in piazza a manifestare pacificamente, però bloccando tutte le attività commerciali(non presentandosi sul posto di lavoro). Penso che il mancato guadagno, di vari milioni di €uro, farebbe pensare di più ai Capitalisti e ai finanzieri, prima di bloccare una trattativa per 5 €uro.
Di solito chi la dura la Vince!!!!

Gianluca Lorenz 21.01.06 12:15| 
 |
Rispondi al commento

Giuseppe Finetti wrote

"BEGLI ESEMPI, e poi ci chiediamo, perchè mettono a casa persone dopo 10-20 anni di tempo indeterminato, perchè gli operai e gl'impiegati NON SONO UNITI, solo per questo......
Com'era??? DIVIDI ET IMPERA????"


"Hugo Kolion wrote"
Poi, tentare di emarginare l’impiegato solo perché la pensa diversamente … peccato … anche questo fa parte di un passato poco glorioso …

EHM, ti chiedo scusa perchè NON mi sono spiegato bene, io intendevo GLI Operai e GLI Impiegati DISUNITI contro il datore di Lavoro, perchè SE NON LO HAI capito, la storia in Azienda E' SEMPRE come 50-100 anni fa', il datore di lavoro che decide l'innalzamento di livello, che decide il superminimo, CHE ADESSO VUOLE decidere l'orario da mattina a sera, e gli Operai ed Impiegati, che alcuni cercano di fare aggregazione TRA DI LORO, altri che leccano gli stivali (per non usare parti scurrili) al Padrone....... E QUESTO COMPORTAMENTO fa' il gioco del PAdrone, da lì il "DIVIDI ET IMPERA".....Chiaro????

ACCETTALO, il Coltello dalla parte del MANICO c'è l'ha SEMPRE il Datore di LAvoro o PAdrone che dir si voglia......
Quello che succede alla Magneti Marelli DENSO, ne è un emblema......

IO, poi non potrei avere NIENTE contro GLI IMPIEGATI, sono UNO di LORO, anche se sono un V° livello, e non passo i 1.100 euro mensili con una figlia e presto una moglie a carico......

DESOLESCION

Giuseppe Finetti 21.01.06 11:43| 
 |
Rispondi al commento

buongiorno a tutti sono un nuovo iscritto al blog di beppe
quello che e' successo nella vicena metalmeccanici e' scandoloso..quello che succede da noi e' scandaloso....mi dispiace tanto.....

paolo baldassare 21.01.06 11:39| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti, ho letto alcuni commenti su questo argomento ma mio rammarico debbo constatare che anche su questo argomento soprattutto i media non sono stati precisi.
Sono un metalmeccanico da 15 anni e per 5 sono stato delegato sindacale FIOM per cui questo argomento mi stà a cuore.
Non è stato fatto il contratto nazionale dei metalmeccanici ma solo il rinnovo biennale della sola parte economica che in teoria doveva essere quasi automatica, il problema è che quando i sindacati ci sono seduti al tavolo, federmeccanica voleva introdurre in cambio dei dovuti soldi anche l' accettazione da parte dei sindacati di parti normative a loro favore come l' orario bisettimanale e altre "flessibilità" del genere.
Quello che è in ballo è che confindustria vuole eliminare il contratto nazionale incominciando dai metalmeccanici creando un imbarbarimento sul mercato del lavoro senza piu' regole perchè ricordo che il contratto nazionele da i minimi salariali per tutti, senza di questo minimo le aziende soarebbero libere di pagare i lavoratori il prezzo che vogliono.
Quindi concludendo noi non abbiamo lottato per 100 Euro ma per dare un segnale a Federmeccanica che i patti vanno rispettati, che il contratto nazionale deve essere mantenuto in quanto non si puo' creare i Far-West nel mercato del lavoro e se infine abbiamo occupato stazioni ferroviarie, autostrade è perchè i media non ci danno visibiltà, abbiamo fatto 70 ore di sciopero nel 2005 ed i media ci hanno ignorato, abbiamo dovuto occupare stazioni per avere visibilità, e questo è molto triste essere ignorati in questo modo.
A Presto

Stefano Bisi 21.01.06 11:18| 
 |
Rispondi al commento

DENSO M.I.ex MagnetiMarelli
stab.di San Salvo (CH)
(500 a casa ma scelti da loro)
I dirigenti giapponesi hanno la necessità di mettere fuori 500 persone, senza rispettare una sola delle leggi che regolano questo processo, non parlano di cassa integrazione, non parlano di mobilità volontria, no. Loro vorrebbero alzarsi la mattina e puntare il dito contro chi a loro non sta bene.In realtà qualcuno dice che la "lista nera" sia composta da 80 impiegati e 60 operai,cosa più terribile,i primi in lista sono persone che usufruiscono dei permessi per la legge 104 (handicap),delegati e dirigenti sindacali, a seguire quelli che rispettano i cicli produttivi (non fanno pezzi in più),quelli che non vanno a fare lo straordinario il sabato, quelli che aderiscono agli scioperi e soprattutto quelli che non si inchinano e credono nel rispetto.
Si mette davvero male,hanno spostato le linee di montaggio dove la manodopera costa di meno, in fabbrica arrivano qotidianamente cassoni pieni di motori e alternatori dal Brasile a cui bisogna cambiare solo l'etichetta con MADE IN ITALY.
Non giungono ad un accordo con le parti sociali, questi non parlano, non dicono di che morte moriremo, accennano solo ad un appuntamento con i prossimi licenziamenti all'anno prossimo.Rilevano le nostre tecnologie e come amantidi religiose poi uccidono (attenzione PILKNGTON).Ormai il destino l'hanno segnato, lo stabilimento di San Salvo diventerà un magazzino di transito gestito da un piccolo gruppo di persone con la lingua consumata a forza di leccare piedi.
Hanno rifutato commesse per numerosi motorini ed alternatori a FIAT perchè parte della concorrenza.
Intanto mi chiedo, mentre discutono in modo irremovibile sulla mobilità immediata e coatta di 360 persone,lunedi 16 gennaio hanno assunto 90 interinali,in fabbrica giovedi è stato assunto un nuovo impiegato,i capi ieri sono passati a chiedere di andare a fare lo straordinario oggi,sabato.
E'tutto così terribilmente inverosimile...

Micaela Maiori 21.01.06 10:51| 
 |
Rispondi al commento

anche il contratto SANITA' privata è fermo da millenni! ormai ci siamo abituati a rinnovare contratti che sono scaduti da 3 ANNI,! le tranche e gli acconti sono diventati la prassi! La massa dei lavoratori della sanità sono turnisti lavorando notturni e festivi con carichi di responsabilità e di lavoro nn indifferenti, e nn mi riferisco alla classe medica che viene sempre e comunque tutelata rispetto al resto dei lavoratori del comparto, racimolando a fine mese stipendi poco oltre i 1000 euro! Inoltre si lavora al minimo di personale nn consentendoci una qualsiasi azione di lotta dovendo garantire il minimo assistenziale....praticamente siamo sempre tutti precettati!!!
Le politiche di governo hanno ridotto ospedali pubblici e privati a catene di montaggio....forse x questo potremo auspicarci un rinnovo contrattuale a tempi brevi almeno al pari dei metalmeccanici???

tiziana battistoni 21.01.06 10:39| 
 |
Rispondi al commento

no agli accordi a perdere
no alle false battaglie sindacali
no ai fondi pensione
Prodi deve dire qualcosa contro le estarnilizzazione dei servizi.
BASTA CON I COCOCO DA LUI CREATI.
ANDATE SUL SITO
WWW.CUB.IT
i GIROTONDINI DICANO QUAL COSA DI SINISTRA.FINO A ORA NON L'HANNO FATTO.

vinicio pezzuto 21.01.06 10:33| 
 |
Rispondi al commento

John Christian Falkenberg 21.01.06 09:16

la solidarietà...caro John, la solidarietà!
come è scritto qui sotto:

"Sembriamo vivere in un altro mondo,dove il lusso ,l'agiatezza e lo spreco abbondano,ma in realta e' un paese in ginocchio ,allo sfascio dove la prima cosa che va ha farsi friggere e' la solidarieta', che quando manca costringe gli uomini ad azzannarsi tra loro come bestie.
Mi vergogno del mio paese."

francesco rapillo 21.01.06 01:17

John...se fossimo rimasti a protestare sotto la fabbrica, credi che la gente sarebbe venuta a conoscenza del nostro disagio?
a Livorno, sull'aurelia, alcuni ci guardavano come se fossimo dei delinquenti...
io mi sentivo trafitto da pugnalate ed ero lì a protestare per qualcosa, secondo me, di giusto che mi spettava...
del resto noi abbiamo perso delle ore di lavoro...in termini di soldi intendo!
e i piloti dell'Alitalia che invece se ne sono andati tutti x 3 giorni sotto la mutua?
io te e gli altri gli abbiamo offerto, con i soldi che ci tolgono dall'INPS, lo "sciopero gratis"!
si sono comportati meglio loro???
noi almeno abbiamo giocato sulla nostra retribuzione oraria...
John...
la solidarietà!
fino a che non ci sarà la comprensione di questa parolina magica da parte di tutti i ceti sociali, non avremo uguaglianza dei diritti!

Riccardo Galatolo 21.01.06 09:47| 
 |
Rispondi al commento

Dies irae

Un metalmeccanico ha più ragione ad infuriarsi quando si parla dei 50 milioni di euro di Consorte o che con le sue tasse venga anche stipendiato un eminente fautore degli interessi dello stato come il deputato(sic!)Elio Vito?..


..e intanto il nano Silviolo, incurante degli appelli del Capo dello Stato continua a perorare la causa del provvedimento sull'inappellabilità delle sentenze..

Sfido i cari lettori del blog a esplicitarmi significato e modalità di ciò che comunemente si intende come "confronto politico" con un qualiasi affiliato a FI,regno del senso dello stato, della lungimiranza politica, dell'interesse per i cittadini..

Per quanto ancora l'ignavia da rassegnazione dovrà prevalere sullo sdegno comune,sullo sconforto generale in cui versa la quasi totatalità della società italiana?

Danilo Ciolino

Danilo Ciolino 21.01.06 09:36| 
 |
Rispondi al commento

Concordo con le considerazioni fatte da Francesco Rapillo. E' disgustoso guardare in TV come sia facile vincere cifre a tanti zeri quando la maggior parte dei lavoratori come me, deve tirare la cinghia e farsi bastare quello che guadagna al mese. Viviamo nella precarietà. Il mutuo(chi può permetterselo), le Bollette,la spesa, queste sono le battaglie quotidiane che devono affrontare i poveri cristi, e in tutto ciò non deve mai esserci un'imprevisto altrimenti si rischia il "botto". Vogliono anestetizzarci con la TV spazzatura fatta di "veline", premi e "grandi spioni". Vogliono spegnere il nostro cervello con un interruttore invisibile per non permettere di pensare a tutto lo schifo in cui siamo costretti a vivere. La generazione che domani governerà la nostra società, su quali valori baserà la sua etica? Io non credo che il futuro riservi buone notizie.
Francesco dice: "mi vergogno del mio Paese". Io aggiungo: "Non avrei mai immaginato di vivere in una società simile".
Grazie Beppe per tutto quello che fai per noi. Avanti così.
Saluti

Cosimo Damiano Pano

Cosimo Pano 21.01.06 09:25| 
 |
Rispondi al commento

Capisco la rabbia di chi deve lottare per un anno, per 100 euro di aumento.
Questo tuttavia autorizza a compiere ulteirori ingiustizie, impedendo il lavoro ad altri?
Inoltre, perche' non discutiamo degli errori, sia tattici che strategici, di un vertice sindacale che ha spesso some unica strategia la ricerca dello scontro , della drammatizzazione ad ogni pie' sospinto?
Perche' la CGIL rifiuta persino di prendere in considerazione l'idea che le aziende in crisi non possano garantire lo stesso trattmento di quelle floride, che il costo della vita e' differente in diverse aree d'Italia, che nella foga egalitaria si appiattiscono le concessioni al minimo possibile, si riduce insomma la torta, pur di spartirla alla pari?

Riguardo ai comportamenti sindacali, consiglio a tutti la lettura di "A che cosa serve il sindacato?" di Pietro Ichino.
Non credo lo si possa definire servo dei padroni, ne' fascista berlusconiano ed ha una profonda conoscenza del sindacato.
LA vicenda di Arese e' illuminante...

Saluti

John Christian Falkenberg 21.01.06 09:16| 
 |
Rispondi al commento

Confindustria e Federmeccanica, si sono tenute in tasca per 13 mesi -con la complicità di CGIL CSIL UIL- 100euri al mese moltiplicato x 1 milione e seicentomila metalmeccanici, + gli interessi!!!

QUESTA GENTE GIRA IN LIMOUSINE E YACHT MILIARDARI E SI "ATTACCA" AI MIEI 100EURI!!!

GRAZIE EPIFANI-PEZZOTTA-ANGELETTI!!!

SIETE I LORO SERVI!!!

Riccardo Galatolo 21.01.06 08:29| 
 |
Rispondi al commento

Ma perche tante storie per soli 100 miseri €. di aumento, magari a rate ?.
Viviamo in un paese dove a qualsiasi ora accendi la tv ,si fa a gara a diastribuire migliaia .milioni di €. al primo cretino che risponde a una domanda cretina o che partecipa a uno spettacolo cretino.
Ma che immagine possiamo dare del nostro paese a chi ci guarda da fuori ?.
E' immorale!
Si chiedono sacrifici,si prospettano anni durissimi ,e poi?.
Sembriamo vivere in un altro mondo,dove il lusso ,l'agiatezza e lo spreco abbondano,ma in realta e' un paese in ginocchio ,allo sfascio dove la prima cosa che va ha farsi friggere e' la solidarieta', che quando manca costringe gli uomini ad azzannarsi tra loro come bestie.
Mi vergogno del mio paese.

francesco rapillo 21.01.06 01:17| 
 |
Rispondi al commento

*1- LIBERIAMOCI IMPARIAMO A VEDERE SOLO LOGHI *
( E’ DA STASERA RAGIONIAMO CON LA NOSTRA TESTA)
Una piccola riflessione al volo, su la Repubblica d’oggi ho letto un articolo sull’incontro dove il tesoriere dei DS l’onorevole Sposetti, incontra la base del partito in una sezione Romana. Da quanto si legge sia su la Repubblica che sul Corriere Della Sera ( mi dispiace che oggi non ho comprato L’Unità per vedere se riportava qualcosa sull’incontro). L’onorevole Sposetti sarebbe stato fortemente contestato per la vicenda UNIPOL, tanto da far dimezzare il numero dei presenti prima che la riunione finisse. La causa del dissenso, consisteva nel fatto che l’onorevole Sposetti si sottraeva alle domande poste dai presenti. Mi ha colpito la domanda di un metalmeccanico “ la questione morale è che ci sono persone che si possono permettere una barca da 8 mila euro il mese” il riferimento e chiaro. Bene io non sono d’accordo sul riferimento e non certo per simpatia verso D’Alemacosa penso di lui lo già scritto su vari commenti nei POST di questo blog > I beni di una persona se acquisiti onestamente sono sacrosanti nel 2006. CONTINUA

ernesto scontento 21.01.06 00:13| 
 |
Rispondi al commento

*2 - LIBERIAMOCI IMPARIAMO A VEDERE SOLO LOGHI *
( E’ DA STASERA RAGIONIAMO CON LA NOSTRA TESTA)
Caso diverso sono le retribuzioni dei Manager COOP per i motivi scritti in questo POST
( vedi commento - ernesto scontento 20.01.06 13:02). Sarebbe interessante sapere se esiste una differenza di retribuzione tra i Manager delle COOP e i Manager dell’impresa privata o istituzionale. La stessa comparazione dovrebbe essere fatta per la classe operaia. Se come penso, la differenza per i primi è a favore dei Manager COOP, mentre per i secondi è uguale se non inferiore. Spesso la sicurezza del posto di lavoro diventa strumento di rigidità per negare benefici retributivi, distorcendo il concetto, che il socio lavoratore è di fatto proprietario dell’azienda è dovrebbe beneficiare anche di una parte della ricchezza prodotta dalla stessa. Altrimenti pochi decidono per se stessi in regime di conflitto d’interessi , e gli stessi pochi decidono per la maggioranza in regime di dittatura. Ecco ho voluto esporvi questa riflessione perché se esatta questa per me è una questione morale. Un consiglio se volete una risposta scrivete All’Unità forse vi daranno una risposta sul giornale >. A dimenticavo sig. Sposetti io non o dubbi che lei abbia risanato il bilancio dei DS in maniera legale, portando i debiti da 1000 miliardi di vecchie lire a 330 miliardi di lire. Per questo motivo sarei grato ai DS qualora vinciamo le elezioni , qualora proponessero la sua candidatura a ministro del tesoro.

ernesto scontento 21.01.06 00:07| 
 |
Rispondi al commento

Contratto dei Metalmeccanici 100 Euro in più. Facciamo due conti della serva o meglio "dei servi".
Come sempre sono state chieste ore di sciopero, sembra circa 70.
Per arrivare a 100 Euro alla fine mancavano circa 6 Euro.
Lo sciopero è costato ai lavoratori
70 ore x 7 Euro/ora = 150 Euro netti e
in contanti
in un periodo durante il quale nelle Aziende poteva
essere utile risparmiare sugli stipendi causa poco lavoro o comunque ordinativi non in aumento.

In due anni verranno corrisposti
6 Euro/mese lordi in più x 2,5 anni = 150 Euro LORDI.

Domanda: chi ci ha guadagnato da questo show sindacale finale ?
Sono stati forse "prestati" i soldi alle Aziende per il pagamento
dei 6 Euro, tasse incluse, IN COMODE RATE IN 30 mesi ?

Ea Rand 20.01.06 23:22| 
 |
Rispondi al commento

Ieri sera nella trasmissione otto e mezzo di Giuliano Ferrara ho riascoltato dai servi degli industriali(giornalisti del sole 24 ore e un professore universitario che diceva delle cose incomprensibili) delle frasi che non sentivo da un pó di tempo,tipo: "la crisi dell'industria italiana dipende dalla scarsa flessibilitá del mercato del lavoro"oppure"il costo del lavoro in Italia é troppo alto".
Penso che con la cosiddetta legge Biagi o forse sarebbe piú giusto chiamarla legge Sacconi-Maroni il mercato del lavoro in Italia sia diventato uno dei piú flessibili al mondo.
Io lavoro in una azienda metalmeccanica e ho visto persone di agenzie di lavoro interinale(mercanti di schiavi) assunte per 1 giorno, 2 giorni,una settimana.
Per quanto riguarda il costo del lavoro,sembra che i salari Italiani siano tra i piú bassi d'Europa.Chissá perché nazioni dove i salari sono molto piú alti di quelli italiani come la Germania riescono a competere sui mercati internazionali.
Non sará forse perché i loro prodotti sono migliori mentre i nostri fanno schifo a causa degli scarsi investimenti in ricerca dei nostri industriali che freferiscono utilizzare gli utili delle loro aziende per fare speculazioni in borsa.
Bisogna smetterla di scaricare le responsabiltá della mancanza di competitivitá delle aziende itliane sulle spalle degli operai.
alla trasmissione era presente anche un sindacalista della CGIL che non ha minimamente ribattuto alle fandonie che raccontavano i servi degli industriali

piero neri 20.01.06 22:09| 
 |
Rispondi al commento

@ Paolo Moretti
@ Leonardo Migliarini

State sempre attenti a come le notizie vengono riportate. Ne io ne voi conosciamo a fondo la realta' Cinese o Bulgara. Le situazioni poco edificanti dell'imprenditoria Italiana all'estero, come da voi riportate, sono frutto del malcostume Italiano oppure e' una situazione gia' presente e a cui ci si bisogna adattare?

In altre parole, la gente viene picchiata o stramazza al suolo solo nelle industrie a gestione Italiana, oppure e' la "prassi" locale?
Affermare che gli imprenditori Italiani, se lasciati a mano libera, sanno solo dissanguare e lasciare, mi sembra un poco avventata. Ci sono milioni di piccoli imprenditori che fanno andare avanti il pozzo senza fondo chiamato Italia, per quanto ancora, non si sa'. Quelli grandi o medio grandi se la sono svignata, quelli medi, se possono, si stanno approntando a fare lo stesso.

C'e' rimedio a tutto questo? Certo, meno governo che ficca il naso e regolamenta tutto e tutti. Abolizione dei sindacati. Cancellazione delle categorie privilegiate. Salari commisurati alla reale capacita' dell'individuo, e non garantiti da patti sindacali. Meno tasse e socialismo per tutti. Controlli reali su quegli imprenditori che fanno i furbi e si portano il malloppo nei paradisi fiscali. Allo stesso tempo, creare le condizioni affinche' questi imprenditori non si vedano costretti a salvare quello che giustamente e'loro dalle mani rapaci degli stati sociali.

Voglio decidere io del mio futuro. Non voglio che nessuno mi dica cosa devo o non devo fare della mia vita, dei soldi che guadagno onestamente. Non credo nell'anarchia, delle regole ci devono essere perche' altrimenti sarebbe la jungla. Ma vorrei che qualcuno mi spiegasse il perche' in Italia, se a un datore di lavoro un operaio costa 2500 euro al mese, l'operaio ne riceve i 2/5 e lo stato si accaparra il resto.

Continua in discussione...

Giovanni Senzitalia 20.01.06 21:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@hugo

Mai un sindacato che abbia fatto delle ricerche serie, indagando sugli sprechi fatti con le trattenute, con lo scopo di fare poi rientrare una bella parte in stipendio in più per la gente. Avrebbero avuto la gente dalla loro, certo sarebbe stato meno popolare e forse anche controproducente per loro perché poi la gente è come con la chiesa, ci va solo quando ha l’acqua alla gola :-)
----------
dopo l'applicazione del contratto di malattia degli autoferrotranvieri sono andata da un sindacato di base e ho portato una lista di domande che riguardavano la legittimità della cifra da continuare a versare poichè il nuovo contratto mi toglie dei servizi che pago con i contributi. L'hanno girata ad inps. Ho fatto la medesima domanda all'azienda. Inps... ancora ci deve rispondere. In azienda mi è stato detto: ah! ma non cambia mica niente. Come non cambia niente? se prima in un anno lavorativo versavo contributi pari a 6 mesi di comporto di malattia in un anno, e venivo retribuita durante tale periodo con una certa cifra.. ora, se mi danno sei mesi di malattia in tre anni e mezzo e me le pagano una cicca... la differenza sui contributi e sulla retribuzione della malattia che fine fa? Al datore di lavoro perchè gestisce direttamente l'AFFARE malattia. Ok, spingendo ce la facciamo stare.. però voglio versare una cifra che copra il servizio che mi rende in cambio. non che mi dai 49 euro di aumento in due anni e mi togli il diritto ad ammalarmi ma me lo fai pagare lo stesso... c'è scritto gioconda qui?
Ebbene, a parte il cooordinatore regionale di rdbcub trasporti e pochi altri sindacalisti... tra i miei colleghi... nessuno capisce quale sia il MIO problema. voi che siete meno scoordinati di me nei ragionamenti... datemi un parere: vi sembra un MIO problema?

monica tieghi 20.01.06 21:32| 
 |
Rispondi al commento

all'università è da un intero semestre che studio diritto del lavoro, e invece di affrontare seriamente argomenti come il rinnovo del contratto collettivo per le categorie di "lavoratori veri" come i metalmeccanici (HO APPREZZATO MOLTO, SIGNOR BEPPE!) ci fanno spaccare la testa sulle dispute dottrinali in merito al concetto giusfilosofico di "ius variandi" e simili.
LO IUS VARIANDI! E QUESTI SONO IN VACANZA CONTRATTUALE DA UN ANNO!
mi chiedo, non sarebbe più utile se alla facoltà di giurisprudenza di padova ci fossero dati gli strumenti per affrontare e magari cambiare in futuro le cose che avvengono sotto il nostro naso? infondo le basi teoriche le abbiamo già dal liceo...
grazie, e complimenti per l'intelligenza, signor beppe!

beatrice favero 20.01.06 21:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

HUGO e ERNESTO

TOSCANI ANCHE VOI!!! ... AIUTO ...

vivo da più di 1 anno in Cile - e non ho ancora visto un italiano, a parte il poliziotto all'Ambasciata_

E dico sempre a mia moglie:
il massimo sarebbe incontrare un livornese - mi sdraierei dalle risate un giorno intero!!

salutatemi ...

Leonardo Migliarini 20.01.06 16:54

Non ti preoccupare, un Livornese pima o poi lo trovi sono come il pezzemolo.In quanto a Castro concordo è in buona compagnia, in Cina se usi la testa per ragionare te la schiacciano.

ernesto scontento 20.01.06 21:01| 
 |
Rispondi al commento

La cosa importante che grillo soleva è prorpio questa...
non si può basare la produzione italiana...
sul cosiddetto terziario...
non possiamo pensare che si crei ricchezza con i call center...
bisogna mantenerci le fabbriche...migliorarle dal punto di vista della sosenibilità ambientale e delle condizioni del lavoro.....

per faarvi un esempio la nuovo pignone...azienda leader italiana...nella meccanica...è passata agli americani...
mandiamo a lavorare nei campi i vari ricucci...ecc. epremiamo chi produce...cose concrete...

stefano serafini 20.01.06 20:38| 
 |
Rispondi al commento

... Essere di sinistra o votare Bertinotti perchè in tante cose la pensa come me non significa mica che devo cercare di morirmi di fame pagando la bolletta al Tronchetto quando me la può pagare l'azienda!!! ...

gepaca 20.01.06 18:18

Avere usato un fax aziendale per uso personale senza pagare … il tutto per non fare la fame … non c’è male, davvero :-)

Ti riporto un post di un blogger fatto qualche tempo fa … non faccio altri commenti :-)

Hugo


... Fai tanto il moralista... Secondo te per mandare un fax urgente dovevo andarmelo a comprare il fax... Anzi, prima dovevo farmi portare il telefono a casa dato che non ho nemmeno quello...
... Oppure dovrei comprarmi un secondo PC e telefono perchè usare quello aziendale per scopi privati è immorale anche se previsto nella Policy aziendale??? Ma fammi il piacere...
Chi scrive queste cose è fuori dal mondo come Berinotti quendo fino all'anno scorso non sapeva cos'era un'email...

gepaca 20.01.06 20:37| 
 |
Rispondi al commento

Capisco la rabbia di chi deve lottare per un anno, per 100 euro di aumento.
Questo tuttavia autorizza a compiere ulteirori ingiustizie, impedendo il lavoro ad altri?
Inoltre, perche' non discutiamo degli errori, sia tattici che strategici, di un vertice sindacale che ha spesso some unica strategia la ricerca dello scontro , della drammatizzazione ad ogni pie' sospinto?
Perche' la CGIL rifiuta persino di prendere in considerazione l'idea che le aziende in crisi non possano garantire lo stesso trattmento di quelle floride, che il costo della vita e' differente in diverse aree d'Italia, che nella foga egalitaria si appiattiscono le concessioni al minimo possibile, si riduce insomma la torta, pur di spartirla alla pari?

Riguardo ai comportamenti sindacali, consiglio a tutti la lettura di "A che cosa serve il sindacato?" di Pietro Ichino.
Non credo lo si possa definire servo dei padroni, ne' fascista berlusconiano ed ha una profonda conoscenza del sindacato.
LA vicenda di Arese e' illuminante...

Saluti


caro beppe sono m.meccanico da 20 e posso dire che le cose sono cambiate.non tanto per le contrapposizioni con federmeccanica (una volta erano le 10-20mila lire che portavano le trattative a non chiudersi mai)ma per l'informazione che danno i media,ci fanno passare per pazzi perchè non ci accontentiamo di 94euro ma ne vogliamo 100.ci fanno passare per criminali,comunisti,terroristi.durante le manifestazioni nella mia città ANCONA,veniamo visti come rompicoglioni che non hanno voglia di lavorare(andate a lavorare oziosi)tutti hanno perso la memoria di quando ANCONA viveva del lavoro dei m.meccanici dei cantieri navali.la verità è questa non c'è più la SOLIDARIETA dei cittadini sia d'ANCONA che di tutta la nazione.
NON C'è PIù MEMORIA

gianluca leonardi 20.01.06 20:14| 
 |
Rispondi al commento

La solita truffa,euro.320 di arretrati.
Gli aumenti incidono sulla paga oraria com'e possibile solo euro.320?
Mediamente un lavoratore in un anno lavora per 1600 ore che moltiplicato per 0.50 fà euro.800.
Cari miei mancano euro.480.
saluti a tutti.

franco caracciolo 20.01.06 19:04| 
 |
Rispondi al commento

Hai perfettamente ragione lavoro da 15 anni in una azienda metalmeccanica ad alto contenuto tecnologico in crisi e in cassa integrazione da 3 anni tieni presente che la cassa integrazione sino a 2 mesi fa arrivava con un ritardo di 6 mesi. Molti mi potranno dire cercami un'altro posto ma malgrado la mia specializzazione mi e' stato detto "sei troppo vecchio" (ho 40 anni) oppure trovi lavori a termine che non posso accettare ho moglie 2 figli e un mutuo , per 800 euro poi.
100 euro lordi i sindacati inneggiano a una vittoria ma chi credono di prendere per il culo minimo ci vorrebbero 600 euro ed e' ancora poco, visto che una pizza costava 4 mila lire ora 5 euro ,visto che le visite ginecologiche per mia moglie in attesa della mia prima figlia costavano 100 mila lire e per il mio ultimo bebe' di 3 mesi 100 euro e il mio stipendio e' rimasto fermo a 1100 euro. Sono iscritto alla cgl ma oramai non ci credo piu' e ho disdetto e mi sento solo.

marco bonifazi 20.01.06 18:57| 
 |
Rispondi al commento

Parole sante, Beppe, specie quelle sull'authority

giuseppe verdi 20.01.06 18:35| 
 |
Rispondi al commento

… Caro Ugo, devi sapere che i benefit sono benefit e fanno parte della retribuzione. Usufrire di qualcosa che fa parte della propria retribuzione non è amorale o assimilabile a rubare... Ma da dove vieni??? Dalla montagna del sapone???

gepaca 20.01.06 16:44

No, vengo da ben altra parte … ma tu mi pari uscito fresco fresco dalla scuola dello skipper … con tanto di barcone a vela :-) A dire che ti lamentavi :-) cazzo che faccia di bronzo …


... Il lavoro è un'attività per la quale si è pagati. Sinceramente non riesco a capire qual'è lo scandalo di essere pagati in parte in denaro ed in parte in benefit se la cosa è ovviamente fatta nel rispetto delle leggi in vigore.

Essere di sinistra o votare Bertinotti perchè in tante cose la pensa come me non significa mica che devo cercare di morirmi di fame pagando la bolletta al Tronchetto quando me la può pagare l'azienda!!!


gepaca 20.01.06 18:18| 
 |
Rispondi al commento

Sono un metalmeccanico e lavoro in una azienda di condizionatori da 6 anni e vorrei chiarire che i 100€ richiesti dai sindacati sono prima di tutto lordi quindi tiriamo via le tasse già si riducono e poi sono per i lavoratori che hanno la quinta categoria di contratto quindi per quelli come me che sono alla terza prendono ancora meno dunque vorrei che i sindacati la smettessero di fare scioperi e bloccare strade per questi motivi stupidi e impegnarsi a concretizzare qualcosa di buono e più sensato come ad esempio chiedere aumenti uguali per tutte le categorie perchè il pane la benzina ecc. costano uguali sia per uno che ha il terzo livello che il quinto!

Marco Flangini 20.01.06 17:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La stronz.ta che non va assolutamente, e`l´accettazione del fatto che esistano differenti sigle sindacali. Sono rappresentanti dei lavoratori, e con la politica non c´entrano una fava. La frammentazione delle sigle e`stata una furbata, con cui si e`promesso ai rappresentanti piu`"svegli" una carriera politica, con conseguente conflitto d´interessi.In questo modo, il sindacato ha perso di prestigio ed autorevolezza.In Germania, per ogni categoria di lavoro c´e`ancora UN UNICO sindacato.Le sigle infinite non servono , come anche le infinite sigle di partitini.

paolo moretti 20.01.06 17:39| 
 |
Rispondi al commento

...
i pinoli
Tirrenia
il Mugello
Talamone
Castiglione
Sansepolcro e la Valtiberina
Anghiari
tutte le terme
l'Uccellina
la Corsica all'orizonte nelle giornate limpide
il Libeccio
San Vincenzo
il Passo della Colla
il Muraglione
il Falterona e tutto l'Appennino

L'ABBOZZO??

SARÀ MEGLIO SENNÒ PIANGO_

Leonardo Migliarini 20.01.06 16:59| 
 |
Rispondi al commento

@

HUGO e ERNESTO

TOSCANI ANCHE VOI!!!

AIUTO

vivo da più di 1 anno in Cile - e non ho ancora visto un italiano, a parte il poliziotto all'Ambasciata_

E dico sempre a mia moglie:
il massimo sarebbe incontrare un livornese - mi sdraierei dalle risate un giorno intero!!

salutatemi
Firenze
la Garfagnana
Siena
San Gimignano
San Galgano
Volterra
piombino
L'Elba
il Giglio
la Lunigiana
il Cimone
l'Abetone
il Casentino
Pisa
Livorno
l'Arno
Arezzo
Certaldo
la Val d'Orcia
l'Amiata
Pienza
Lucca
la Apuane
la Maremma

...

Leonardo Migliarini 20.01.06 16:54| 
 |
Rispondi al commento

"Caro Giuseppe
Sono un operaio metalmeccanico che da 28 anni paga la delega cgl...........
BISOGNA SMETTERLA DI FAVORIRE SEMRE QUELLI CHE PRENDONO DI PIU'
BISOGNA UNIFICARE L'AUMENTO
BASTA FAVORIRE QUELLI CHE FRA L'ALTRO LO SCIOPERO NON LO FARANNO MAI................... "

Come, prima mi dai contro e poi mi dai ragione???
Sono un pelo basito, ma non c'è problema, vorrei solo ricordarti, che un organizzazione sindacale delle 3 più importanti aveva messo in calendario, con questa tornata di MODIFICARE l'inquadramento, in modo che a 2 a 2 i livelli venissero SEPARATI dalla vecchia concezione della promozione del datore di lavoro, SOLO in questo modo si otterrebbe un piccolo avanzamento per la classe operaia, E NON IL SUO CONTINUO INGESSAMENTO da parte dei datori di lavoro.........

NON credi?????

Per Hugo Kolion

Perchè vendetta, è un termine anacronistico???
Forse perchè è rivolto agli Operai/impiegati CRUMIRI che entrano con la paura di far finire l'azienda in Cina o nell'Est Europeo???

Oppure perchè vengono il sabato a recuperare lo sciopero????
BEGLI ESEMPI, e poi ci chiediamo, perchè mettono a casa persone dopo 10-20 anni di tempo indeterminato, perchè gli operai e gl'impiegati NON SONO UNITI, solo per questo......
Com'era??? DIVIDI ET IMPERA????
Desolescion

Giuseppe Finetti 20.01.06 16:51| 
 |
Rispondi al commento

Ieri sera nella trasmissione otto e mezzo di Giuliano Ferrara ho riascoltato dai servi degli industriali(giornalisti del sole 24 ore e un professore universitario che diceva delle cose incomprensibili) delle frasi che non sentivo da un pó di tempo,tipo: "la crisi dell'industria italiana dipende dalla scarsa flessibilitá del mercato del lavoro"oppure"il costo del lavoro in Italia é troppo alto".
Penso che con la cosiddetta legge Biagi o forse sarebbe piú giusto chiamarla legge Sacconi-Maroni il mercato del lavoro in Italia sia diventato uno dei piú flessibili al mondo.
Io lavoro in una azienda metalmeccanica e ho visto persone di agenzie di lavoro interinale(mercanti di schiavi) assunte per 1 giorno, 2 giorni,una settimana.
Per quanto riguarda il costo del lavoro,sembra che i salari Italiani siano tra i piú bassi d'Europa.Chissá perché nazioni dove i salari sono molto piú alti di quelli italiani come la Germania riescono a competere sui mercati internazionali.
Non sará forse perché i loro prodotti sono migliori mentre i nostri fanno schifo a causa degli scarsi investimenti in ricerca dei nostri industriali che freferiscono utilizzare i loro sodi per fare speculazioni in borsa.
Bisogna smetterla di scaricare le responsabiltá della mancanza di competitivitá delle aziende itliane sulle spalle degli operai.
alla trasmissione era presente anche un sindacalista della CGIL che non ha minimamente ribattuto alle fandonie che raccontavano i servi degli industriali

piero neri 20.01.06 16:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BRAVISSIMO BEPPE !!!
da oltre dieci anni, nel nostro "Paese" gli unici settori che hanno avuto un incremento dell'occupazione (chiamiamola così) sono quelli che vivono sul nulla (tv-telefoni-ecc.) o che offrono servizi vari; entrambi però "campano" su chi produce materialmente qualche cosa.
In questi mesi, la produzione sta crollando letteralmente e non so come faremo nei prossimi anni a resistere se a chi produce qualche cosa vengono dati solo "calci" nel sedere. Vorrà dire che andremo a mangiare tutti da Silvio, da Marco Tronchetti, Consorte, e compagnia bella!

mario@pertutti Commentatore in marcia al V2day 20.01.06 16:42| 
 |
Rispondi al commento

ma pensa..abbiam raccimolato 100 miseri euro...na miseria ,possibile ???
dissi stamae al sindacalista della fiom,lui rispose:
meglio che niente...alla fnie senno` non beccavamo niente...cmunque e` sempre qlcosa in piu..

ecco ,no ma allora dei sindacati cosa ce e facciamo??? se tanto devon prostrarsi pure loro e a malincuore(spero) accettare l osso che buttan sotto il tavolo...noi siam milioni che ci spacchiamo il fegato tutti i giorni ingoiado merda ,subordinati a capoccia spesso privi di personalita` schiavi del sistema...teniamo duro per rimanere noi stessi senza chinare la testa al lavaggio del cervello che vorrebbero farci imorci un regime quasi da automi..fra gli operai c e` malumore ,tensione...ti dicono:se non vieni a lavoro il sabato l azienda va in cina..se non lavori il sabato non ti rinnoviamo il contratto...e tante altre voci che non fanno altro che abbassare il morale e far si che nessuno alzi il capo..com e` possibile ???
Allora dico: cazzo facciamo numero ,mandiamo a cagare tutto e tutti e andiamo per quanti siamo a rivendicare quello che ci spetta...noi siamo gli ingranaggi che fanno girare le catene di montaggio..se si ingrippa il motore son caxxi...ma sembra che non ci rendiamo conto che "l unione fa la forza",ormai siamo allo sbaraglio..
mo ora ci tocchera` andar a lavora` il sabato...i nostri vecchi che hanno patito per ottere dignita` e orari di lavoro giusti si rivoltano nella tomba..
salut

gallo lorenzo 20.01.06 16:35| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe ci conosciuti siamo grazie ad amici comuni a Genova ma ormai sono anni (quasi decenni) che non ci vediamo.
Comunque vengo al sodo mi piacerebbe che gli Italiani sapessero che un paio di cosette:
1) quanto ammontano le accise sui carburanti.
2) quante auto ci sono in Italia
3) quanti litri di carburante vengono consumati al giorno
4) quante sono le entrate giornaliere per le casse dello stato derivati solo da queste tasse
questo per chiarire agli italiani che ancora pagano tasse per la seconda guerra mondiale.

L'altro punto interessante è far capire agli Italiani che cosa è l'IVA.
Tutti risponderando è l'imposta sul valore ecc...ecc....ecc....
e una partita di giro ecc...ec....eccc...
ma facciamo un esempio pratico:
io ho un'azienda vado al supermercato e compro una scopa da 1 € e chiedo regolare fattura quindi prendo la mia fattura dove mi trovo il costo della scopa di € 0.83 (circa)+ 0.17 € (iva)totale 1 € vado in azienda e mi scarico l'IVA
Al Supermercato va la Signora Maria è la scopa la paga 1€ tondo senza scaricarsi nulla.
La mia domanda è questa se è vero che si tratta di una partita di giro e che lo stato o chi per esso non guadagna nulla perchè non viene abolita?
Come mai si INCAZZANO tanto quando non viene versata anche se chi a venduto con regolare fattura non l'ha ancora neanche incassata??????
Voglio dire una cosa alla signora MARIA se non ci fosse l'IVA Lei pagherebbe la sua spesa dal 4 al 20% in meno..............

saluti

ROBERTO IENCO 20.01.06 16:12| 
 |
Rispondi al commento

X anna mataloni 20.01.06 14:58.

Scusami ma io ho fatto solo la terza media, anche se per me non è stato un grosso problema nella vita in qualche modo mi sono realizzato. Parlo solo di cose che sento o conosco. Non ti preoccupare non mi hai offeso, conosco bene i miei limiti e la mia ignoranza.

*************************
X Hugo Kolion 20.01.06 14:37

Hugo io ho 47 anni sono nato a Livorno ho moglie e due figli, ho capito da tempo, facendo la scelta di lottare da esterno ma dentro la fossa dei leoni. Altrimenti che senso avrebbe per me come imprenditore scrivere sul blog, cercando un dialogo con le nuove generazioni se non quella di esprimere quello che sento e come la penso, cercando di essere me stesso come ho sempre fatto.

ernesto scontento 20.01.06 16:06| 
 |
Rispondi al commento

@sudo ma concludo (poco)
non solo scrivi "fu" con l´accento, ma anche "te".Ma allora e`un tuo vezzo poetico!Non l´avevo capito, perdonami!
Col tuo furioso taglia/incolla hai creato una specie di supercazzorabrematurata di tognazziana memoria.Spero che almeno tu ti capisca, ma ne dubito.
Buon fine settimana!Persino a te!

paolo moretti 20.01.06 15:55| 
 |
Rispondi al commento

Confindustria e Federmeccanica, si sono tenute in tasca per 13 mesi -con la complicità di CGIL CSIL UIL- 100euri al mese moltiplicato x 1 milione e seicentomila metalmeccanici, + gli interessi!!!

QUESTA GENTE GIRA IN LIMOUSINE E YACHT MILIARDARI E SI "ATTACCA" AI MIEI 100EURI!!!

GRAZIE EPIFANI-PEZZOTTA-ANGELETTI!!!

SIETE I LORO SERVI!!!

Riccardo Galatolo 20.01.06 15:50| 
 |
Rispondi al commento

Senzitalia,
volevo vedere se eri te! Avevo scritto del canada, errore volontario, ma hai corretto bene.
Se avessi 9 milioni di euro, e se la fabbrica li valesse davvero, perche`no!Ma se la ditta e`mal gestita e non e`appetibile, e`giusto che chiuda e non riceva/mendichi sovvenzioni di sorta.Nascerano altre piccole ditte etc.che copriranno quel buco del mercato.

Riguardo alle due bulgare stramazzate, fa casualmente il paio con lo sciopero che fu fatto in Cina il mese scorso per le condizioni di lavoro in una fabbrica italiana(!)Continuando cosi`, faranno ritornare il comunismo nelle giovani repubbliche dell´est!

Se all´imprenditore italiano lasci le mani libere come ce l´hanno in Bulgaria o Cina, non pensare che investa su ricerca, innovazioni etc.La visione e`miope, sul breve termine. Dissangua e lascia.Non vedi anche nella finanza che invece di uscire in Europa per lottare, si isolano e chiedono difese dall´intervento estero? La chiamano "difesa dell´italianita`"!Te che sei un buon liberale, ammetterai che e`una puttanata colossale! Se magnano tutto quello che possono (salvo rare eccezioni di illuminati, ma torniamo sempre a Olivetti). Ben vengano gruppi esteri, che costringano i gruppi italiani a reagire e lottare, non a difendere isolette di privilegio.Mi importa una sega se il padrone della fiat si chiami Lapo oppure Jürgens!L´importante e`che il prodotto che esca sia ben fatto !

paolo moretti 20.01.06 15:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Francamente sono scandalizzato da questo coro di entusiasti per la firma di questo accordo semplicemente vergognoso che introduce il massimo della flessibilitá(orario plurisettimanale) in cambio di pochi spiccioli che non permettono nemmeno il recupero dell'inflazione ISTAT(dati ISTAT, peraltro su cui ho sempre avuto molti dubbi).
sono assolutamente deluso dalle dichiarazioni di vittoria di Fausto Bertinotti,che non ha minimamente rimarcato il peggioramento delle condizioni di vita degli operai che l'adozione di questa nuova turnazione provocherá.Desidero inoltre segalare che l'aumento di 100 euro lordi a regime si riferisce ad un operaio di 5° ilvello, mentre la maggior parte degli operai hanno il 3° livello,quindi l'aumento sará di 86 euro lordi a regime.

piero neri 20.01.06 15:30| 
 |
Rispondi al commento

Bravo genio di wall street!!! Sono le persone come te che rovinano l'italia, perchè è ora di farla finita con questa storia che è semplicemente il paese in cui viviamo, è da quando faccio la prima elementare che quando chiedo a qualcuno perchè questa cosa che è palesemente ingiusta (anche piccole cose di tutti i giorni) mi sento sempre rispondere così: questo è il nostro paese, punto e basta. BASTA-BASTA-BASTA!!!!! NE ABBIAMO PIENE LE PALLE DI QUESTA STORIA!! Il nostro paese siamo NOI e chi lo rovina sono i banchieri e i politici corrotti che ne fanno parte, e il gioco di fare solo i propri interessi ha ripercussione su tutta la nostra economia. BASTA CON QUESTO DOGMA CHE IL NOSTRO PAESE FA SCHIFO!! Dobbiamo cambiare questa mentalità mafiosa dei nostri dirigenti e politici!!

Marc Carsena 20.01.06 14:59| 
 |
Rispondi al commento

Un rilievo tecnico importante, per la nostra lingua: la III persona singolare dell'indicativo presente del verbo avere va scritto: "ha".
La lettera H, anche se muta, va scritta(non accade in questo articolo) ed io non so adattarmi alla sua scomparsa, peraltro non consentita!
Per il resto, è meraviglioso poter avere una voce LIBERA e ATTENTA a quel che accade in questo ns. paese, dai cittadini troppo indaffarati, distratti e spesso "pressapochisti" e un po' cialtroni.

anna mataloni 20.01.06 14:58| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe, premetto la mia incondizionata solidarietà per i metalmeccanici il cui contratto,come dici tu, è dal punto di vista dei rinnovi uno dei misteri dell'universo, ma voglio cogliere l'occasione per segnalare un nostro record personale, mio e di tutti i dipendenti dell'ENEA, ente di ricerca che tu conosci bene.
Vorrei informare chi legge il tuo blog che il nostro contratto non è rinnovato da 49 MESI!!!!!
Perchè non spendi una parola a favore di questo Ente che tanto può fare per il nostro paese in termini di VERE ALTERNATIVE ENERGETICHE e che invece è ormai ghettizzato dai media, dall'opinione pubblica, dai politici che si disinteressano di noi in attesa delle elezioni??? (poi magari ci ristruttureranno, ci spezzetteranno, e con noi andranno a farsi friggere le nostre competenze e liquideranno il nostro stracciato potere d'acquisto con una bella una-tantum).
Apprezzo il tuo impegno sociale, sarei felice per FO sindaco di Milano e per GRILLO sindaco di Roma!!!

tiziana giuli 20.01.06 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Il confronto tra i guadagni dei metalmeccanici e quelli degli imprenditori ha poco senso, perché sono grandezze non omogenee. Molto più interessante è invece il confronto con i milioni di dipendenti pubblici, in particolare quelli delle amministrazioni locali, che spesso guadagnano più dei metelmeccanici e non fanno quasi niente di utile.
Ad esempio, gli ausiliari del traffico, che passano la maggior parte della giornata a ciondolare per le strade, a coppie o anche in 4 o 5 insieme. Gli stessi vigili urbani, che si muovono ormai in gruppo, in macchina, minimo in due per fare il lavoro di uno. E si potrebbe approfondire il tema andando a vedere cosa fanno le innumerevoli aziende a partecipazione comunale, che spesso svolgono lavori burocratici da loro stessi creati.
Non per niente, quando c'è un concorso per questi impieghi si presentano a decine di migliaia, mentre spesso le aziende non riescono a trovare operai da assumere. L'Italia, complice la storia delle contrattazioni aziendali degli ultimi decenni, ha un mercato del lavoro assolutamente distorto, che non rispetta le leggi della domanda e dell'offerta. Ci sono lavori difficili, faticosi, rischiosi, ma utilissimi che sono pagati una miseria e lavori meno utili, ma facili, comodi, puliti, gratificanti, che, per giunta sono pagati benissimo. Che senso ha? Per i primi le imprese devono ricorrere agli immigrati, mentre per i secondi ci sono concorsi superaffollati, con tutte le perversioni del caso.
Quando si rinnovano i contratti non si dovrebbero aumentare tutte le retribuzioni in proporzione alle precedenti, ma rivederle in funzione del mercato. Le retribuzioni dovrebbero essere commisurate alla difficoltà, alla fatica, al disagio e, soprattutto, alla domanda: se nessuno vuol fare un lavoro, bisogna pagarlo di più; viceversa, se ci sono 10.000 domande per un posto, significa che quel lavoro è pagato troppo. Rifletteteci un po' su, sindacati!

luigi lenzini 20.01.06 14:37| 
 |
Rispondi al commento

* 1-LIBERIAMOCI IMPARIAMO A VEDERE SOLO LOGHI *

PER ESSRE LIBERI NELLE NOSTRE DECISIONI POLITCHE ,CHE DOBBIAMO MNIFESTARE CON IL VOTO, IN QUANTO DIRITTO ACQUISITO E IRRINUNCIABILE PER RISPETTARE IL SACRIFICIO DEI NOSTRI PADRI . CHE CI CONSENTE DI VIVERE IN UNA DEMOCRAZIA. UN MIO VECCHIO PROFESSORE DICEVA “ Chi non vota non può neanche lamentarsi per quello che non gli và, non a espresso cosa voleva”.

- ANDIAMO TUTTI A VOTARE LIBERI DI MENTE.

ECCO UN VADECUM AL QUALE POTRAI RISPONDERE ( SI / NO )PER TROVARE LA TUA MOTIVAZIONE, PER RITORNARE O ANDARE A VOTARE:
1.La classe politica ha comportamenti quotidiani nel rispetto del mandato morale assunto con i propri elettori.
2.Ritieni che le leggi emanate rispettino gli obbiettivi dichiarati.
3.Ritieni che ci sia un’equa distribuzione della ricchezza prodotta dal paese.
4.Ritieni che ci sia la giusta attenzione verso i ceti più deboli in proporzione al progresso economico raggiunto dal tuo paese.
5. E una società civile quella che : fa dormire gli emarginati sotto i ponti, non si occupa dei problemi quotidiani dei disabili, sfrutta al massimo le risorse naturali ipotecando il futuro delle nuove generazioni, non rispetta i propri cittadini nel quotidiano facendoli ammalare di burocrazia, non garantisce una formazione scolastica adeguata al progresso in cui viviamo e base essenziale per l’elevazione dell’uomo, non da la possibilità ai ceti deboli di curarsi adeguatamente e che devono sperare per il loro diritto naturale di vivere nella benevolenza dei benestanti, non dà dignità all’uomo che a sbagliato e che viene privato dell’unico bene naturale la propria libertà, facendolo stare in carcere in condizioni disumane anche se le carceri nuove ci sono, ma non vengono utilizzate, “ mi fermo qui per motivi di spazio ” CONTINUA

ernesto scontento 20.01.06 14:30| 
 |
Rispondi al commento

*2 -LIBERIAMOCI IMPARIAMO A VEDERE SOLO LOGHI *

Bene se anche a una di queste domande ai risposto NO, per questo motivo devi andare a votare, altrimenti dopo non ti puoi lamentare. Vai libero di mente senza fare l’errore che anno fatto i nostri padri negli ultimi 20 anni, rispettali, anche se anno guardato i simboli e si sono accontentati delle belle parole.
I BUGIARDI CI SONO E CI SARANNO SEMPRE PER DIFENDERCI BASTA ESSERE PRAGMATICI E LIBERI DI MENTE.

****************
Alexander Solienitsin in padiglione cancro descrivendo una scena della seconda guerra mondiale scrive “ eravamo accampati fuori pioveva, le truppe non avevano tende per ripararsi, per cibo pane e acqua, i graduati erano dentro le tende li sentivamo ridere, per loro c’erano donne carne e vino. Essi non solo disonoravano loro stessi, ma la rivoluzione e la motivazione per cui essa era nata ”

IN DEMOCRAZIA RAGAZZI , LA RIVOLUZIONE SI FA CON LA PARTECIPAZIONE, L’ARMA E IL VOTO .

ernesto scontento 20.01.06 14:27| 
 |
Rispondi al commento

A TUTTI GLI OPERAI QUI SUL BLOG:

è ora di finirla con le categorie dei lavoratori!!!
noi siamo quelli che costruiscono le case, le navi, gli aerei, le macchine, le macchine che costruiscono altre macchine, le strade, i treni!
tocchiamo gli acidi, il petrolio, le vernici...
li respiriamo!

NOI SIAMO QUELLI CHE METTONO LE MANI IN MOVIMENTO E COSTRUISCONO TUTTO!!!

FINCHE' ESISTERANNO LE CATEGORIE, NON AVREMO DIRITTI!!!
SAREMO sempre DEI PICCOLI INSIEMI DI LAVORATORI DIVISI DAL PADRONE!!!

SIAMO 12 MILIONI DI PERSONE CHE MANDANO AVANTI LA BARACCA E SIAMO TRATTATI AL PARI DELLA MERDA!


LA CGIL-CISL-UIL E' D'ACCORDO CON GLI INDUSTRIALI!!!

DOBBIAMO MANDARLI A CASA!!!


NON CI DEVONO ESSERE CHIMICI-METALMECCANICI-EDILI, CI DEVE SSERE UNA SOLA CATEGORIA:
GLI OPERAI!!!

CI HANNO DIVISO E CI HANNO RESI DEBOLI!!!

UNIAMOCI CAZZO E FACCIAMO VEDERE CHI SIAMO!!!

Riccardo Galatolo 20.01.06 14:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ABBIAMO IL CORPUS POLITICO E GOVERNATIVO PIù NUMEROSO AL MONDO,E QUELLO MEGLIO PAGATO.
DATA L'ELEVAZIONE DELLA QUOTA DI DEBITO PUBBLICO PRO-CAPITE,SAREBBE GIUSTA LA MESSA IN CASSA INTEGRAZIONE DI CHI CI GOVERNA,CON DRASTICA RIDUZIONE DEL NUMERO DEGLI AMMINISTRATORI,E RIDUZIONE AD UN MAX DI € 2000,00/MESE DEGLI EMOLUMENTI DI SENATORI E DEPUTATI,ASSESSORI,PRESIDENTI E CONSIGLIERI REGIONALI E PROVINCIALI,SINDACI,ASSESSORI,PRESIDENTI DI CIRCOSCRIZIONE,ASSESSORI ALLE COMUNITA' MONTANE,E CHI PIù NE HA PIù NE METTA....

LUIGI DELBIANCO 20.01.06 14:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bene..sono anch'io una metameccanica e riuscirò forse ad avere quest'aumento che mi darà potere d'acquisto maggiore in quest'Italia consumistica! Peccato però che proprio ieri ho visto licenziare gente con un contratto a tempo indeterminato con la fantastica offerta di 6 mesi di stipendio (ti lascio immaginarela cifra) e la liquidazione erogabile in 60 gg max.oppure 'fate la vertenza sindacale'. Ecco il potere...e non è certamente dei metalmeccanici nè dei sindacati. Padre e figlio licenziati con mamma a carico, mutui da pagare...il lavoro e la casa non sono più un diritto malgrado la Costituzione Italiana dica il contrario. Sono amareggiata e credo che tra pochi anni saremo noi gli extracomunitari che espatriano e forse la smetteremo anche con l'onda dilagante di razzismo italiano a cui poco si confà come posizione in quanto siamo il popolo più sparpagliato nel mondo che io conosca. Vorrei che i nostri dipendenti pensassero anche a quella mamma che ha detto ai suoi figli: aspettatemi in macchina che vado a fare una rapina che non so come darvi da mangiare...era una metalmeccanica senza più lavoro...a cui daranno il sussidio perchè ha fatto notizia...sono allucinazioni????!!! si lotta, si ottiene l'aumento ma si perde il posto di lavoro con molta facilità e senza che l'azienda abbia dichiarato un'ufficiale stato di crisi. Non senti una certa aria di U.S.A. e getta?

Agata Florucci 20.01.06 13:38| 
 |
Rispondi al commento

Caro Giuseppe
Sono un operaio metalmeccanico che da 28 anni paga la delega cgl
HO sempre sostenuto il mio sindacato che dovrebbe difendere i miei diritti
MA con rammarico mi sto convincendo che se a Bologna mi LAMENTAVO che alla manifestazione eravamo in pochi della fabbrica in qui lavoro
IN FUTURO SAREMO purtroppo ancora meno.
IL SINDACATO deve da subito tire fuori le palle
deve ESSERE IL SINDACATO DEI LAVORATORI
DEVE FAVORIRE SOPRATTUTTO CHI RECEPISCE MENO
COME HO già scritto più volte BISOGNA PIANTARLA
DI PARLARE DI 5°LIVELLO la mggior parte degli operai fa fatica ad avere il 4° io ci ho messo 10 anni ad averlo.
BISOGNA SMETTERLA DI FAVORIRE SEMRE QUELLI CHE PRENDONO DI PIU'
BISOGNA UNIFICARE L'AUMENTO
BASTA FAVORIRE QUELLI CHE FRA L'ALTRO LO SCIOPERO NON LO FARANNO MAI...................

Maurizio Battistini 20.01.06 13:32| 
 |
Rispondi al commento

Caro Giuseppe
Sono un operaio metalmeccanico che da 28 anni paga la delega cgl
HO sempre sostenuto il mio sindacato che dovrebbe difendere i miei diritti
MA con rammarico mi sto convincendo che se a Bologna mi LAMENTAVO che alla manifestazione eravamo in pochi della fabbrica in qui lavoro
IN FUTURO SAREMO purtroppo ancora meno.
IL SINDACATO deve da subito tire fuori le palle
deve ESSERE IL SINDACATO DEI LAVORATORI
DEVE FAVORIRE SOPRATTUTTO CHI RECEPISCE MENO
COME HO già scritto più volte BISOGNA PIANTARLA
DI PARLARE DI 5°LIVELLO la mggior parte degli operai fa fatica ad avere il 4° io ci ho messo 10 anni ad averlo.
BISOGNA SMETTERLA DI FAVORIRE SEMRE QUELLI CHE PRENDONO DI PIU'
BISOGNA UNIFICARE L'AUMENTO
BASTA FAVORIRE QUELLI CHE FRA L'ALTRO LO SCIOPERO NON LO FARANNO MAI...................

Maurizio Battistini 20.01.06 13:28| 
 |
Rispondi al commento

TRONCHETTI E ADSL: ADESSO VUOLE IL CANONE AGGIUNTIVO

Sono un po' OT, lo ammetto, mo voglio che si sappia in giro: giusto ieri è stato raggiunto un accordo che fissa le nuove regole per le ADSL senza canone Telecom, quelle che sfruttano le preziose linee ,fatte da cavi marci di 30 anni fa, di Telecom ma che non pagano il canone a Telecom! Ebbene il Tronchetto e le sue lobby hanno ottenuto che "TUTTI" i providers che hanno attive questo tipo di linee, paghino un canone aggiuntivo "PER OGNI CLIENTE"!! Ogni commento lo lascio a voi.
Saluto... tristemente

Simone Maccanti 20.01.06 13:24| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, la tua è una proposta sacrosanta: con una minima parte di "tronchetti" si potrebbero tranquillamente risolvere buona parte delle molteplici vertenze sindacali che caratterizzano perennemente la vita sociale ed economica del nostro Paese. I guadagni facili nascondono sempre speculazioni che finiscono col danneggiare inevitabilmente la collettività e in particolare i meno abbienti.

roberto morotti 20.01.06 13:03| 
 |
Rispondi al commento

*1 - LIBERIAMOCI IMPARIAMO A VEDERE SOLO LOGHI *
Ciao Beppe,sono d’avanti al televisore è sto guardando la trasmissione Alice, o visto un dinosauro DE MICHELIS a resistito all’estinzione, vuoi vedere che con il sistema proporzionale lo dobbiamo riassumere come DIPENDENTE ( MA IO NON LO SVOGLIO ASSUMERE CAZ……. A LUI ABBIAMO GIA DATO ).
Beppe ascoltami, Fassino ha dichiarato a porta a porta “CONSORTE ERA TESSERATO AI DS FINO A DICEMBRE 2005” guardandosi bene di dire quanti manager COOP sono tesserati ai DS ( secondo me tutti). Di Pietro sostiene che UNIPOL ha effettuato l’acquisizioni di alcune società a costi superiori ai normali valori di mercato, facendo intendere che secondo la sua esperienza il maggior onere pagato di solito è uno storno di soldi, probabilmente non solo per Consorte.
Mi sorge un dubbio:
-I manager UNIPOL Consorte e Sacchetti avevano uno stipendio di €. 1.500.000,00 superiore a quello del Governatore della Banca D’Italia di €. 750.000,00. Con quale criterio vengono fatti gli stipendi ai manager COOP, per quanto bravi, non hanno responsabilità superiori, di chi decide in Europa sulla politica monetaria, che influenza l’andamento del sistema nei paesi della U.E. .Sarebbe interessante sapere, quanto prendono di stipendio benefici compresi i manager delle COOP. IO SONO UN SOCIO DELLA UNICOOP FIRENZE PENSI CHE NE ABBIA DIRITTO.
Siccome il Senatore Salvi nel suo libro il costo della Democrazia scrive “ lo spreco di denaro pubblico è fatto nel rispetto della legalità giuridica, ma domandiamoci se corrisponde ha una necessità pubblica, comunque non corrisponde all’etica della sinistra che dovrebbe destinare quelle risorse al sociale” . CONTINUA

ernesto scontento 20.01.06 13:02| 
 |
Rispondi al commento

*2 - LIBERIAMOCI IMPARIAMO A VEDERE SOLO LOGHI *

-La base dei DS continua ha rimanere ancorata al simbolo del partito per la storia che rappresenta ( le conquiste sociali del 900 sono un valore sacrosanto che nessuno potrà togliere alla sinistra), senza rendersi conto che per i loro dirigenti il simbolo e diventato solo un LOGO, dai loghi ci si può distaccare senza avere dubbi morali.
-Bene Grillo mentre i metalmeccanici lottano per i loro diritto di vivere ai limiti del decente, decine di fabbriche chiudono a causa della concorrenza Cinese e dei Paesi dell’est Europa”dato che L’Europa e solo monetaria e non salariale”, i pensionati mangiano una volta al giorno e non per loro scelta. Io mi sto domandando, quanto pagano di Tessera i vari Consorte & C ivi compreso le donazioni liberali loro e delle COOP! SOLO PER TRASPARENZA, per continuare a pesare che i dirigenti DS lottano ancora per il bene comune “ SE NON SBAGLIO LA DIFESA DEI CETI DEBOLI”.
-O forse Beppe sarebbe meglio essere più LIBERI IN POLITICA, tanto da non vedere più SIMBOLI MA SOLO LOGHI . TANTO DEI PROBLEMI REALI DEL PAESE NESSUNO SE NE OCCUPA, ANZI NON NE PARLANO PROPRIO! CHE VAGABONDI QUESTI DIPENDENTI.

ernesto scontento 20.01.06 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Io sono un sindacalista che martedi era sui binari di Bologna, i calcoli che hai messo, sono giusti, peccato che OMETTI che DOPO marzo 2007, i 100 Euro (LORDI) 67 NETTI li prendiamo TUTTI i mesi, poi sulle 60 ore di sciopero, ti rammento che un lavoratore le paga VIVE, e cioè 9 Euro all'ora per 60=540 Euro (NON 1200, quello è un calcolo da Datore di Lavoro), per incassarne in un anno e mezzo 1774 (LORDI) con 33% di tasse diventano 1189, secondo me è ancora un affare accettabile, FORSE si faceva di meglio, forse di peggio, non so', ma accettabile, quello che è inaccettabile sono quelli che entrano, fanno straordinari mentre c'è sciopero, e POI ALLA FINE si beccano i miei stessi DENARI, se non di più.....:-(((

Quest'ultimo, grida vendetta, non fermare le stazioni, o le autostrade.....;-P

Saluti.

Giuseppe Finetti 20.01.06 12:44| 
 |
Rispondi al commento

Penso che tu, Beppe, questa volta abbia scritto un Post davvero veritiero. I metalmeccanici sono gli unici che lavorano. Per i loro stipendi dovrebbero rinunciare a qualcosa quelli che governano senza far nulla di concreto...
E Sindacati dovrebbero impegnarsi di più, perchè ormai pensano troppo a politica, pensionati, 730, e sempre meno alla tutela dei diritti dei lavoratori...

Luca Lodi 20.01.06 12:36| 
 |
Rispondi al commento

Non c'è niente di più bello che essere metalmeccanici. Ciao.

Manuela Bugané 20.01.06 12:32| 
 |
Rispondi al commento

700 E PIU' COMMENTI, TELEVISIONE, RADIO, BLOG E BLOCCHI STRADALI PER UN CONTRATTO CHE VIENE RINNOVATO CON UN ANNO DI RITARDO!
MA CI SONO CATEGORIE ALTRETTANTO PRODUTTIVE E ALTRETTANTO IMPORTANTI, ANCHE SE NON FANNO AUTOMOBILI, COME I DIPENDENTI DEL C.N.R. (CONSIGLIO NAZIONALE RICERCHE) CHE ASPETTANO IL RINNOVO DEL CONTRATTO (TRIENNALE) SCADUTO DA PIU' DI 5 ANNI!! VALE A DIRE CHE INTANTO NE E' SCADUTO UN ALTRO NEL FRATTEMPO!
CARINO NO?
E I DIPENDENTI DEL C.N.R. NON SONO "BARONI": SONO RICERCATORI, SONO TECNICI, SONO SEGRETARIE, SENZA CONTARE I BORSISTI, GLI ASSEGNISTI . .
MA GIA' SCORDAVO! CHI SE NE FREGA (A PARTIRE DAI GIORNALI) DELLA RICERCA IN ITALIA!?

Roberto Orlandini 20.01.06 12:19| 
 |
Rispondi al commento

dire che è una vergogna....è come non dire niente....
ci fanno sopravvivere ed in alcuni casi neanche quello...
non ho nient'altro da aggiungere sono veramente disgustata....

rita perugini 20.01.06 12:09| 
 |
Rispondi al commento

...é risaputo dalla ultima riunione degli azionisti FIAT che il compenso di Luca Cordero di Montezemolo (che sennò si incazza se non lo chiamiamo con il suo nome per intero) per l'anno 2004/2205 è stato di Euro 7.000.000 !!!!! per aver fatto che cosa ? un pò di televisione e tirato coca come un pazzo con Lapo ???
e allora se vogliamo PROTESTARE CON EFFICACIA SMETTIAMOLA DI BLOCCARE STRADE E FERROVIE , CHE TANTO CI RIMETTIAMO SOLO NOI LAVORATORI NORMALI.
...ANDIAMO A FAR SENTIRE LA VOCE SOTTO CASA DI QUESTI SIGNORI E NON FACCIAMOLI PIU' ANDARE A LAVORARE FACCIAMOLI CAGARE ADDOSSO QUANDO APRONO LA FINESTRA E VEDONO UN MARE DI GENTE INCAZZATA !!!!!

jacopo benini 20.01.06 11:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La democrazia è un marchingegno dei politicanti di tutte le risme, che serve a far passare i loro misfatti per azioni umanitarie.
Ogni volta che li facciamo eleggere con il nostro voto, li LEGITTIMIAMO ad arricchirsi sulla nostra pelle per altri cinque anni. Non ripetiamo sempre lo stesso errore.
Stracciamo le tessere sindacali. Creiamo un sindacato dei lavoratori. Stracciamo le tessere di partito. Partecipiamo ai Movimenti. Iniziamo una campagna capillare per l'ASTENSIONE DI MASSA DAL VOTO. E' l'unico modo per sollevarli di peso dai loro scranni.
Bisogna avere il coraggio di ricominciare da capo.
Abbasso il mercato. Viva l'egualitarismo.

Alessandro Capece Commentatore in marcia al V2day 20.01.06 11:41| 
 |
Rispondi al commento

IL NEOCONSERVATORE.

Lo sciopero dei metalmeccanici rende ancora una volta evidente la crisi che si sta consumando tra il governo e il Paese. Troppe volte anche a sinistra si manifesta un atteggiamento sbrigativo nei confronti del berlusconismo, atteggiamento che non consente di vedere il disegno di cui è portatore; disegno che può essere sconfitto. C’è una logica in quella follia. Se guardiamo alle modifiche istituzionali e nel rapporto tra i poteri perseguita da Berlusconi vediamo riemergere l’antica teoria della Trilateral: se i canali democratici portano domande, rivendicazioni a cui il sistema non sa o non vuole rispondere; allora (1) ostruisci i canali democratici così che si spenga la domanda (infatti lo strumento sacrosanto di lotta detto “sciopero”, nei tg del pensiero unico, viene descritto unicamente come disagio arrecato agli altri o spesso la notizia di uno sciopero non viene nemmeno portata all’attenzione dell’opinione pubblica). (2) E’ l’attacco al sistema delle autonomie, a tutte le autonomie, quella del parlamento, quella della magistratura, quella dei sindacati, quella del governo locale, a cui il federalismo da i poteri solo per fare la politica che vorrebbe il governo, a quello delle popolazioni a cui si nega la possibilità di decidere sulla propria esistenza. E l’attacco alle autonomie si accompagna ad una (3) concentrazione di poteri nell’esecutivo e nell’asservimento ad esso di assi centrali per i nuovi destini della democrazia, come la cultura e l’informazione, a partire da quella radiotelevisiva. Basti dire che nella modifica costituzionale del governo se c’è un contrasto tra il capo del governo e il parlamento, non c’è la crisi di governo ma è il capo del governo che manda a casa il parlamento. Un disegno, dunque, non solo delle provocazioni, un disegno di cui sarà meglio vederne bene l’insidia per non avere domani brutte sorprese. Il Berlusconismo è il neo-conservatorismo!

Antonio De Curtis 20.01.06 11:29| 
 |
Rispondi al commento

I sindacati più che difendere i diritti dei lavoratori, si preoccupano della compilazione del modello 730 (e relativo incasso)
arturo

arturo ganasa 20.01.06 11:16| 
 |
Rispondi al commento

*1 - LIBERIAMOCI IMPARIAMO A VEDERE SOLO LOGHI *
Ciao Beppe,sono d’avanti al televisore è sto guardando la trasmissione Alice > vuoi vedere che con il sistema proporzionale lo dobbiamo riassumere come DIPENDENTE >.
Beppe ascoltami, Fassino ha dichiarato a porta a porta “CONSORTE ERA TESSERATO AI DS FINO A DICEMBRE 2005” guardandosi bene di dire quanti i manager COOP sono tesserati ai DS ( secondo me tutti). Di Pietro sostiene che UNIPOL ha effettuato l’acquisizioni di alcune società a costi superiori ai normali valori di mercato, facendo intendere che secondo la sua esperienza il maggior onere pagato di solito è uno storno di soldi, probabilmente non solo per Consorte.
Mi sorge un dubbio:
-I manager UNIPOL Consorte e Sacchetti avevano uno stipendio di €. 1.500.000,00 superiore a quello del Governatore della Banca D’Italia di €. 750.000,00 > .Sarebbe interessante sapere, quanto prendono di stipendio benefici compresi i manager delle COOP >.
Siccome il Senatore Salvi nel suo libro il costo della Democrazia scrive “ lo spreco di denaro pubblico è fatto nel rispetto della legalità giuridica, ma domandiamoci se corrisponde ha una necessità pubblica, comunque non corrisponde all’etica della sinistra che dovrebbe destinare quelle risorse al sociale” . CONTINUA

ernesto scontento 20.01.06 10:52| 
 |
Rispondi al commento

* 2- LIBERIAMOCI IMPARIAMO A VEDERE SOLO LOGHI *

-La base dei DS continua ha rimanere ancorata al simbolo del partito per la storia che rappresenta ( le conquiste sociali del 900 sono un valore sacrosanto che nessuno potrà togliere alla sinistra), senza rendersi conto che per i loro dirigenti il simbolo e diventato solo un LOGO “ dai loghi ci si può distaccare senza avere dubbi morali”
-Bene Grillo mentre i metalmeccanici lottano per i loro diritto di vivere ai limiti del decente, decine di fabbriche chiudono a causa della concorrenza Cinese e dei Paesi dell’est Europa”dato che L’Europa e solo monetaria e non salariale”, i pensionati mangiano una volta al giorno e non per loro scelta. Io mi sto domandando, quanto pagano di Tessera i vari Consorte & C ivi compreso le donazioni liberali loro e delle COOP! SOLO PER TRASPARANZA, per continuare a pesare che i dirigenti DS lottano ancora per il bene comune “ SE NON SBAGLIO LA DIFESA DEI CETI DEBOLI”.
-O forse Beppe sarebbe meglio essere più LIBERI IN POLITICA, tanto da non vedere più SIMBOLI MA SOLO LOGHI . TANTO DEI PROBLEMI REALI DEL PAESE NESSUNO SE NE OCCUPA, ANZI NON NE PARLANO PROPRIO! CHE VAGABONDI QUESTI DIPENDENTI.

ernesto scontento 20.01.06 10:50| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe, ciao a tutti.
sono nel 99% dei casi d'accordo con le cose che dici e ne resto ogni volta sorpreso ed arricchito. intervengo però per contestare una delle poche cose con cui dissento.

tu dici che la forma di protesta di bloccare strade, ferrovie, ecc. è sbagliata e non si deve fare.
io non sono assolutamente d'accordo. proprio per niente.
e infatti è stato dimostrato anche stavolta che finchè non si adottano comportamenti concreti, contundenti, disagevoli, non si ottiene nulla.aggiungo due/tre elementi.

uno è che sono romano vado tutti i giorni in ufficio in centro e spesso (nonostante la capitale sia da tutti additata come ladrona, viziata, che gode di soli vantaggi) subisco noevoli disagi causati da questo o quello sciopero o manifenstazione, di gente che viene qui da tutta italia. non nego che a volte li odio (sopratutto quando mi fanno arrivare tardi al lavoro). e credetemi ci sono mesi che di manifestazioni ne abbiamo tre a settimana! perciò io sono di certo uno che subisce danno da queste forme (anche più blande) di sciopero.
ma, e questo è il secondo elemento, non mi rispecchio assolutamente con l'immagine che qualcuno vuol dare, del cittadino ostaggio, che vuole fare il suo dovere e ne è impedito da questi esagitati. ieri vedevo Ferrara, e più di una volta hanno cercato di far passare il messaggio della violenza dell'ostacolo alla libertà del cittadino, all'incolumità. demonizzazione allo stato puro. manipolatori.
e poi, terzo e ultimo, diciamocela tutta, è proprio questo il modo di farsi sentire. di ottenere risultati. concreti. ben vengano in Italia, patria di pecoroni. che sveglino un pò tutti. solo le azioni portate avanti con DETERMINAZIONE portano frutti.
con le mezzorette di astensione non si va da nessuna parte.
e infatti solo quando ci si incazza MA DI BRUTTO si ottiene qualcosa. altro che demonizzare. ce ne vorrebbero una al giorno di proteste e per i tanti e noti motivi che sapete.

uno spesso disagiato cittadino romano

Giovanni Sbrocca 20.01.06 10:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe...
Come sarebbe a dire che i metalmeccanici sono gli unici che lavorano in Italia?
Io sono una "lavoratrice a progetto" di 30 anni, ad agosto nascerà il mio bambino, l'inps mi passa 5 mesi di maternità all'80% della mia busta paga (nota bene: 500 €!!!), e il mio compagno sta cercando lavoro. E pensa... io non ce l'ho neanche un sindacato! Baci caro!

Di Lorenzo Elena 20.01.06 09:15| 
 |
Rispondi al commento

ISF-Ingegneria Senza frontiere Napoli

Caro Beppe,
ti scrivo a nome di un'associazione "no profit" ISF-Napoli costituita da un gruppo di ingegneri,studenti e ricercatori,della Federico II di Napoli che si occupa di cooperazione allo sviluppo dei popoli del terzo mondo.
La nostra cooperazione si basa sulla realizzazione di progetti "concreti" e "puntuali" rispondenti alle esigenze delle popolazioni più svantaggiate,nel rispetto della loro cultura e del lor modo di vivere.
Vorrei sapere se sei interessato ad inserire un nostro link nel tuo sito per rendere più visibili le nostre attività...
Ti chiedo scusa per aver abusato del tuo blog,ma è l'unico modo che conosco per comunicare con te.
Sperando di suscitare in te l'interesse "atteso",ti posto il link da cui poter acquisire tutte le info e le conoscenze necessarie per conoscere le nostre attività

www.isf-napoli.org/home/it/microeolico

www.isf-napoli.org

Cordiali saluti.
Vincenzo Cozzone

contattateci a microeolico@isf-napoli.org

PS:Ci piacerebbe averti con noi prossimamente,ad un forum di presentazione del progetto….perdona la pretesa,ma anche noi come te crediamo nelle utopie!!

chenzino2 20.01.06 09:14| 
 |
Rispondi al commento

buon dì
apprendo su "Diario" che il popolo di Grillo si riunisce spesso anche al di fuori del Blog.
a Milano dove e quando avvengono gli incontri?
grazie

barbara 20.01.06 09:09| 
 |
Rispondi al commento

E' molto bello il pezzo sui metalmeccanici.

Se non l'ha letto, consiglio a lei e a tutti di leggere "I padroni del vapore" di E. Rossi
perchè è un libro straordianario per la sua minuziosa documentazione e sferzante, intelligente polemica. Venne pubblicato a meta' degli anni '50, eppure sembra pubblicato ieri. E' triste constatarlo, ma nulla pare essere cambiato da quando la Confindustria foraggiava il movimento fascista,nulla pare essere veramente mutato da quando, giunto al potere il fascismo, allegramente i grandi capitani d'azienda, come i Pirelli o gli Agnelli facevano affari d'oro con il danaro pubblico, socializzando le perdite e privatizzando i profitti, scaricando il peso delle imposte sui ceti piu' poveri. Robin Hood all'inverso, i padroni del vapore del Ventennio, come quelli di oggi, non solo non pagarono per i loro errori, ma conservarono e conservano, tutt'ora, le leve del comando;adottando, ai nostri giorni come ieri, piu' o meno le stesse strategie industriali, la stessa corruzione, lo stesso sistematico sfruttamento e spoliazione della cosa pubblica al fine di arricchire se e i propri sodali, in cio' aiutati, spalleggiati, coccolati, da una classe politica abissalmente ignorante, corrotta e vile.Esemplare il caso dei Pirelli, che, nonostante la collaborazione con i nazisti, conservarono integralmente il patrimonio, restando a capo di una holding estesa e potente, allora, come adesso.
Sapere è potere,
Anna Spina
Saluti e buon lavoro a tutti

Anna Spina 20.01.06 08:36| 
 |
Rispondi al commento

@ paolo moretti 19.01.06 14:08

In Canada ci sono stato solo una volta, di striscio, mai stato con gli Arrapaho....ho un vicino di casa, qui negli USA, che e' Cherookee, se ti interessa. Comunque grazie per il ben tornato.

Io non lo so il perche' le donne Bulgare, dipendenti di uno scarparo Italiano, siano stramazzate al suolo. Se e' per negligenza di questa azienda o se e' perche' in tutte le aziende Bulgare, Italiane o no, questo succede come norma e per vari motivi.

Per vendere un'azienda, anziche' chiuderla, bisogna trovarne un'acquirente. Una persona con un minimo di intelligenza ed i soldi da investire, vorra' sapere, tramite libri contabili ed un po' di fiuto finanziario, se l'investimento e' valido oppure no.

Se tu avessi 9 milioni di euro in saccoccia, andresti ad investirli in un'azienda dove per tirare avanti devi lavorare 14-16 ore al giorno, 6 giorni alla settimana con tutti i grattacapi derivanti, per l'esorbitante rendimento di 70.000 euro l'anno?

Pensaci un poco su e poi dimmi ancora volta chi fa' le menate qui. A titolo di cronaca, vorrei altresi' ricordarti che un'imprenditore non e' la croce rossa, non e' li per fare beneficienza.

Comunque sia, trovo il tuo intervento simpatico, anche se un po' scombussolato.

Giovanni Senzitalia 20.01.06 08:21| 
 |
Rispondi al commento

E credimi quando ti dico che i sindacati sono in netto declino, perche' la gente ha cominciato a capire che se agli inizi hanno fatto del bene per tutti, con il tempo hanno solo esagerato e cominciato a fare danni. Basti pensare che negli stati o citta' dove il potere sindacale e' elevato, anche le tasse lo sono, specialmente quelle sulla casa.

Volevo proporti un quiz!

Un'imprenditore produce e commercializza un prodotto a 10 euro, di cui 8 per spese varie, 1 per mano d'opera ed 1 di guadagno. La concorrenza e' forte e non puo' caricare di piu' il prezzo all'utente perche' si metterebbe fuori mercato. Domanda:

Perche' questo imprenditore e' un galantuomo che tiene in alta considerazione il suo dipendente se impiega 1 operaio che produce 10.000 pezzi all'anno? Tutti e due hanno lo stesso guadagno, 10.000 euro all'anno.

Perche' lo stesso imprenditore diventa un bastardo sfruttatore figlio di una vacca Svizzera, cornuto fascista lo potessero ceca', quando impiega 1000 operai che producono 10.000 pezzi e guadagnano 10.000 euro all'anno, ma in questo caso lui ne guadagna 10 milioni?

A te la risposta.

Giovanni Senzitalia 20.01.06 07:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

******
******
******

Ho trovato questa pagina web con dei video

riguardanti....

- Viva Zapatero

- Beppe Grillo Un futuro sostenibile

- Beppe Grillo Un Grillo per la testa

tutto qui

http://grillo.50webs.com

Sconvolgente O_O

******
******
******

Giuseppe Natale 20.01.06 07:49| 
 |
Rispondi al commento

NON PERDETE TEMPO A RISPONDERE A QUEL CRETINO DI SUDOMACONCLUDO, E' SOLO UN POVERO BAGAGLIO !

marietta martin 20.01.06 07:24| 
 |
Rispondi al commento

@ Leonardo Migliarini

Ciao Leonardo!Non ho mai affermato che il sistema Americano sia perfetto,la perfezione non esiste e mai esistera'.Per il momento,pero',e' il migliore in circolazione.Ne e' a riprova il fatto che tutte le nazioni che ne hanno abbracciato anche in parte il modello,passando da un sistema comunista a quello capitalista o semicapitalista,hanno visto la loro economia migliorarsi nettamente.

Per esempio in Cina,nel 2005,sono stati immatricolati 25 milioni di autoveicoli. Un'inezia per un paese di oltre un miliardo di persone,ma vuol dire che i soldi cominciano a girare e quando i soldi girano,girano per tutti. Ci sara' sempre chi ne avra' di piu' e chi ne avra' di meno,dipende dal grado di rischio che un individuo si vuole assumere.Questo e' successo perche' il governo centrale si e' tirato un poco in disparte e lascia fare al libero mercato,seppur limitatamente,il suo lavoro.

Puo' il sistema Americano essere applicato a tutto il mondo?Dipende se lo si abbraccia in toto oppure no,non si possono prendere dei pezzetti qui e la' e poi pretendere che funzioni.La sicurezza sociale qui c'e',se perdi il posto per mancanza di lavoro puoi ricorrere ai benefici di disoccupazione.Ma non ti aspettare la manna dal cielo.Ti viene corrisposto,credo,il 70% dello stipendio che prendevi (e comunque con un tetto massimo),per un tot di mesi nell'arco di tot anni.Non sono al corrente dei dettagli,penso che puoi accedere a questi benefici dopo 30 giorni di disoccupazione,per un massimo di sei mesi nell'arco di tre anni.In questo modo si eliminano i furbetti che potrebbero abusare del sistema.

Siccome e' facile essere licenziati,e' anche facile trovare un nuovo lavoro,le aziende non hanno le pastoie come in Italia,dove e' piu' facile divorziare dal consorte che licenziare un dipendente.Qui un'imprenditore che ha bisogno di mano d'opera non si fa' mille problemi prima di assumere.Questo ovviamente nelle aziende dove i sindacati non esistono.

Segue in discussio

Giovanni Senzitalia 20.01.06 07:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ GIOVANNI SENZITALIA - 19.01.06 / 12:29

e indirettamente

@ GIUSEPPE BOTTAZZI - 19.01.06 / 08:20


Ecco, vedi Giovanni, lo dice esattamente il tuo amico nell'ultima frase - la realtà è che un investimento di 9.000.000 di Euro per guadagnarne 70.000 netti all'anno è una mezza schifezza - ed è la realtà attuale_

Se osservi bene, nel periodo di massimo splendore economico italiano, dovuto non proprio solamente alla ricchezza prodotta qui ma anche ai postumi delle sovvenzioni dagli USA - e solo in quella particolare finestra di tempo che ha permesso all'Italia di diventare ricca, i rapporti fra investimenti e guadagni erano molto migliori - e tutto sommato l'equilibrio sociale non era molto peggio di ora_

Ma il nocciolo della questione è che gli esempi vostri, del tuo amico e di Bottazzi sulla Serbia, sono l'esatto risultato dello squilibrio su cui si basa il sistema economico capitalista_
Squilibrio previsto, studiato e accettato da tutti gli economisti politici, cioè i filosofi dell'economia, e non solo dai marxisti, anzi - ma purtroppo gli economisti scientifici, cioè i tecnici della finanza, non vogliono capire, hanno altri interessi da portare avanti - fanno i conti sui loro modelli, a medio termine, geograficamente sempre ben localizzati_

Perché, anche accettando che gli USA sono il modello perfetto e, per ipotesi, che là i meno abbienti, i pensionati e i malati hanno una vita degna - è possibile applicare quel modello a tutto il mondo??
Perché il sistema economico attuale è, di fatto, il mondo_

Ed è possibile con quel modello creare sicurezza sociale?

Tieni presente che codesti esempi sono il semplice prodotto dell'Economia di Mercato - e che l'Economia di Mercato viene azzoppata proprio dall'Occidente perché sennò potrebbe essere già in bancarotta_

Leonardo Migliarini 20.01.06 01:27| 
 |
Rispondi al commento

scusa Beppe,
immagino che parlando di tronchetto tu ti riferisca a Tronchetti Provera.
Che ti ha fatto? Ti dà solo fastidio il fatto che sia tanto ricco?
Secondo me è un bravo imprenditore!

Antonio

Antonio Furfari 20.01.06 00:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ABBIAMO UN CONTRATTO CHE TUTTI ESALTANO !
100 EURO INCREDIBILE.
SPERO CHE QUALCUNO FACCIA BENE I CONTI:
TUTTO IL CALCOLO E' RIFERITO AL 5° LIVELLO,
89 EURO PER VACANZA CONTRATUALE 1-1-05/31-12-05
320 EURO UNA TANTUM
60 EURO X 9 MESI 1-1-06/30-9-06
85 EURO X 5 MESI 1-10-06/28-2-07
100 EURO X 4 MESI 1-3-07/30-6-07
TOTALE EROGATO 1774 EURO LORDI
DURATA DEL CONTRATTO 30 MESI ANZICHE' 24
IL CONTO E' PRESTO FATTO
1774 : 30 = 59,1 EURO LORDI !!
SE POI CONTIAMO CHE SI FA' NOTARE CHE CI SONO VOLUTE 60 ORE DI SCIOPERO CHE ALLA MEDIA DEL POLLO VARRANNO PER LE AZIENDE 20 EURO L'ORA ( 10 DI COSTO ORARIO IN BUSTA E 10 DI CONTRIBUTI DA VERSARE PER FINI PREVIDENZIALI ), SIGNIFICA CHE IL SUNNOMIATO CONTRATTO E' PRATICAMENTE A COSTO ZERO PER LE AZIENDE , ALTRO CHE DIFESA DEL POTERE D'ACQUISTO E SUPERAMENTO DELL'INFLAZIONE PROGRAMMATA , PER NON PARLARE DELLE MODIFICHE NORMATIVE SULL'APPRENDISTATO DI PERSONE CHE HANNO GIA'RAGGIUNTO LIVELLI QUALIFICATI.
SIAMO SOLO UNA VACCA DA MUNGERE, ASPETTO CON ANSIA LE NUOVE NORME SULLE LIQUIDAZIONI.
ASPETTO RISPOSTE DA SINDACALISTI O SEDICENTI TALI CHE CONFUTINO I MIEI CONTI !!!

domenico amoroso 20.01.06 00:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

** 1 - LIBERIAMOCI VEDIAMO SOLO LOGHI **
Ciao Beppe,sono d’avanti al televisore è sto guardando la trasmissione Alice > vuoi vedere che con il sistema proporzionale lo dobbiamo riassumere come DIPENDENTE >.
Beppe ascoltami, Fassino ha dichiarato a porta a porta “CONSORTE ERA TESSERATO AI DS FINO A DICEMBRE 2005” guardandosi bene di dire quanti i manager COOP sono tesserati ai DS ( secondo me tutti). Di Pietro sostiene che UNIPOL ha effettuato l’acquisizioni di alcune società a costi superiori ai normali valori di mercato, facendo intendere che secondo la sua esperienza il maggior onere pagato di solito è uno storno di soldi, probabilmente non solo per Consorte.
Mi sorge un dubbio:
- I manager UNIPOL Consorte e Sacchetti avevano uno stipendio di €. 1.500.000,00 superiore a quello del Governatore della Banca D’Italia di €. 750.000,00 > .Sarebbe interessante sapere, quanto prendono di stipendio benefici compresi i manager delle COOP >.
Siccome il Senatore Salvi nel suo libro il costo della Democrazia scrive “ lo spreco di denaro pubblico è fatto nel rispetto della legalità giuridica, ma domandiamoci se corrisponde ha una necessità pubblica, comunque non corrisponde all’etica della sinistra che dovrebbe destinare quelle risorse al sociale” . CONTINUA

ernesto scontento 20.01.06 00:29| 
 |
Rispondi al commento

** 2 - LIBERIAMOCI VEDIAMO SOLO LOGHI SEGUE **
- La base dei DS continua ha rimanere ancorata al simbolo del partito per la storia che rappresenta ( le conquiste sociali del 900 sono un valore sacrosanto che nessuno potrà togliere alla sinistra), senza rendersi conto che per i loro dirigenti il simbolo e diventato solo un logo “ dai loghi ci si può distaccare senza avere dubbi morali”
- Bene Grillo mentre i metalmeccanici lottano per i loro diritto di vivere ai limiti del decente, decine di fabbriche chiudono a causa della concorrenza Cinese e dei Paesi dell’est Europa”dato che L’Europa e solo monetaria e non salariale”, i pensionati mangiano una volta al giorno e non per loro scelta. Io mi sto domandando, quanto pagano di Tessera i vari Consorte & C ivi compreso le donazioni liberali loro e delle COOP! SOLO PER TRASPARANZA, per continuare a pesare che i dirigenti DS lottano ancora per il bene comune “ SE NON SBAGLIO LA DIFESA DEI CETI DEBOLI”.
- O forse Beppe sarebbe meglio essere più LIBERI IN POLITICA, tanto da non vedere più SIMBOLI MA SOLO LOGHI . TANTO DEI PROBLEMI REALI DEL PAESE NESSUNO SE NE OCCUPA, ANZI NON NE PARLANO PROPRIO! CHE VAGABONDI QUESTI DIPENDENTI.

ernesto scontento 20.01.06 00:26| 
 |
Rispondi al commento

Vaffanculo a tutti quei giornalisti leccapiedi e zerbini che hanno informato dettagliatamente dei disagi provocati dalle manifestazioni.Vaffanculo con il cuore.
Le lotte e le manifestazioni per acquisire diritti sono lo strumento necessario per colmare il vuoto lasciato dalla politica, sono le lotte dei decenni scorsi ad averci portato in un paese civile e democratico non i politici.
Fosse per loro dovremmo solo lavorare e non rompere i coglioni.
Io mi chiedo cosa succederebbe in quest'Italia di plastica se decidessero di togliere l'assistenza sanitaria e farci pagare come in America:se hai soldi ti curiamo se no vai a fanculo a schiattare fuori da qui.

Paolo Rescali 19.01.06 23:34| 
 |
Rispondi al commento

Ma se nella prima potenza mondiale (USA) i sindacati si sono ormai estinti (con la Ford che licenzia 50.000 dipendenti in un giorno), perchè dovremmo pensare che i cinesi di colpo si mettano a baciare in bocca la CGIL?

Piuttosto prendiamo l'esempio della Finlandia. La Nokia, maggiore industria del paese, assume quasi solo finlandesi e di andare in cina non ci pensa nemmeno.

Lo vedete tutti come siano qualitativi i prodotti Nokia. Ma prima di entrare in Nokia, vi toccherà studiare alla Nokia University (e ben pagati) per 2 anni, poi il 98% viene assunto a tempo indeterminato, con tutti i diritti di uno stato sociale senza sprechi e molto generoso.

Se noi continuiamo a litigare su tutto e contro tutti e a considerare la formazione una cazzatina, allora non va.

Non sono i cinesi, siamo noi a non puntare su istruzione, ricerca e benessere dei cittadini.

Carlo Dragoni 19.01.06 23:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

hai ragione sul fatto che ad un imprenditore conviene trasferire le imprese in cina, però io considero anche cosa non ha un operaio cinese.
non ha la possibilità di comprarsi una macchina, probabilmente sarà faticosissimo avere una casa, una famiglia e mandare i figli a scuola. insomma nello stipendio di un italiano tolto quello che ridà alla società ci sono un paio di sprechi e qualche lusso. Gli sprechi sono nella cattiva gestione dei politici e nell'esagerato consumismo. io penso che non sia politicamente conveniente lasciare che i prodotti consumati in italia vengano tutti da altri paesi, la questione quindi non è solo degli operai che scioperano, è nell'interesse di tutta la società che i soldi non vadano tutti al vento. credo anche che ci sia una remota possibilità che in un futuro remoto anche in romania e in cina nasceranno i sindacati...

corrado murru 19.01.06 23:19| 
 |
Rispondi al commento

bene...cominciamo a dichiararci...schierati una volta per tutte...entra in politica...quello che disse Marx non è così distante dalle tue battaglie...perchè vergognarsi ancora?...diamo vita finalmente a iniziative di lotta che abbiano un indirizzo autentico...basta con le provocazioni virtuali dei blog e con i comizi sui palcoscenici...è una fase esaurita e ormai non produce che malintesi e ulteriori attese...togliamo ai ricchi con regole democratiche e con un progetto di distribuzione del reddito...dai Beppe, tu che puoi, che hai lo spazio per farlo, che hai la possibilità per farti sentire oltrepassa...io ormai sono un morto che cammina perchè ho provato a farlo da una posizione debole e sono solo un senza fissa dimora...ma tu vai oltre...non provocare e agisci...indirizza e guida...forza le serrature del potere.

Mario Rossi 19.01.06 23:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Avete accettato il vostro lavoro o vi hanno obbligato?

Più li odiate e più andranno all'estero.

Putroppo noi non abbiamo la BMW, che ha mantenuti tutti i posti in Germania e che paga il doppio. La BMW lo può fare perchè investe il 7% in ricerca e può vendere anche ad alti costi.

Se qui siamo allo sfascio è colpa delle politiche di breve periodo delle industrie (che qui spendono l'1% in ricerca) ed anche delle continue controversie con i lavoratori, che certo bene non fanno a nessuna delle parti.

Carlo Dragoni 19.01.06 23:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In un periodo non tanto lontano gli operai metalmeccanici sono stati una forza sociale molto forte. Ciò che è venuto dopo è stata una cattiva amministrazione di questo potere. Nella mia azienda il sindacato media ma non rappresenta gli interessi dei lavoratori. Non sono molto ferrato in materia economica ne conosco la storia di 20 anni fa, però immagino che molte fabbriche con molti lavoratori dell'industria rappresentasse un bel giro di soldi, che è passato nelle tasche di molte persone. Una reazione a catena che si sta frenando velocemente. La piazza per me è il polo opposto del salotto di Bruno Vespa, ed è quell'evidenza opposta alla torbida politica che abbiamo. Sto aspettando che scendano in piazza i lavoratori dei call-center.

corrado murru 19.01.06 23:05| 
 |
Rispondi al commento

100 euro in più = 1000 aziende in meno.

E' vero, non è etico, ma un metalmeccanico cinese a 80 euro al mese, che non si lamenta mai, prenderà il vostro posto, nel giro di 2-3 anni.

Continuate a lottare... contro i mulini a vento.

E poi non vedo connessioni tra la corruzione politica e bancaria (che disprezzo) e la vostra perosonale vertenza, ennesimo vostro suicidio.

Quelli se ne vanno. Voi li odiate e loro fanno uno stabilimento in Cina, Romania o in India. Non vi rendete conto che il mondo è cambiato? Più vi accanite e più loro si incazzano ed a perdere il posto di lavoro, putroppo, sarete voi.

E' semplicemente il paese in cui viviamo.

Carlo Dragoni 19.01.06 22:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma cazzo ragazzi!!!!cosa cazzo aspettiamo!!!Ma come cazzo è possibile che noi uomini ci siamo rincoglioniti a tal punto che invece che promuovere la lotta di classe,OGGI PIU CHE MAI!!!!CONTRO QUESTO CAPITALISMO CHE CI SFRUTTA TUTTI QUANTI COME BESTIE DOBBIAMO TROVARE LA FORZA DI ACCETTARE SACRIFICI DI PORTATA ENORME IN TERMINI ANCHE DI VITE UMANE PERCHE LA NOSTRA UNICA FORZA RISIEDE NELLA FORZA ESPLOSIVA DELLA INSURREZIONE GENERALE DEL POPOLO!!!DOBBIAMO LIBERARCI DI QUESTA CLASSE CORROTTA,INETTA, PARASSITA E MAFIOSA FINO AL MIDOLLO!!!!!NON GLIENE PO FREGA DE MENO A QUESTI SE NOI TUTTI STAMO NELLA MERDA!!!!LOTTA DURA SENZA PAURA!!!!

sergio palato 19.01.06 22:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ABOLIRE SUBITO LA LEGGE BIAGI! NO AL RAZZISMO LAVORATIVO CREATO DA CODESTA LEGGE INCOSTITUZIONALE, CHE STA DEGRADANDO A SCHIAVETTI DEL TERZO MILLENNIO CENTINAIA DI MIGLIAIA DI GIOVANI E MENO GIOVANI (E CON ELEVATE ESPERIENZE, ANCHE!).
E' PIU' DIGNITOSO FARE IL BARBONE, CHE "LAVORARE" CON QUESTI PSEUDO-CONTRATTI SCHIFOSISSIMI!
RINGRAZIO QUEL PEZZO DI MERDA DI DALEMA CHE PER PRIMO INIZIO' CON IL LAVORO INTERUTERINALE! PFUI! VOTERO' FORZA NUOVA ALLE PROSSIME ELEZIONI!

Ernesto Chichibi 19.01.06 22:30| 
 |
Rispondi al commento

Proposta concreta: leggendo gran parte dei commenti nasce un' esigenza e quindi una proposta: Beppe, perchè non aggiungi, tra le iniziative del tuo Blog, la nuova iniziativa: "Sindacato nuovo" (o chiamalo come vuoi) ?
Io avrei già 2 proposte: 1)Un unico sindacato forte e unito, 2) I dirigenti sindacali, scaduto il proprio mandato, non possono entrare in politica.
P.S. strappare la tessera sindacale, serve solo ad indebolire ulteriormente i lavoratori.

Sergio Ghirardelli 19.01.06 22:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe, un grazie di vero cuore per lo spazio che ci concedi e ......grazie per tutte le informazioni che ci dai gratuitamente.Mi chiedo e ti chiedo, perchè non fai il grande salto?Non credi che sia il momento per dare una svolta al nostro paese?Non possiamo aspettare che succeda come in America.(Nessuno ci credeva, eppure è successo)

Gradirei una tua risposta.

Con grande affetto Antonio BUZZELLA

ANTONIO BUZZELLA 19.01.06 22:02| 
 |
Rispondi al commento

Il problema è uno solo, il numero di quelli che usano la penna sale mentre quello di chi usa il martello scende. Ma la cosa più grave è che chi usa la penna lo fa anche male i così detti manager, non cercano sviluppo in nuove soluzioni o nuove tecnologie vanno tutti a infognarsi nella finanza creativa dove tutto è lecito e comodo (basta pagare)e in più pretendono di guadagnare 100 1000 volte di più di quello che usa il martello e a fine mese qualcosa ha tirato fuori. Ma siamo nell'era dell'immagine e della parola dove il finto vale e il vero è vecchio. Agl'operai artigiani quanto hanno dato? no perchè avrei un progetto!!!

maurizio fioravanti 19.01.06 21:45| 
 |
Rispondi al commento

intendo ringraziare lei e tutti i presenti a nome mio e a nome degl'altri operai che purtroppo non sono potuti esser presenti alla manifestazione.è verissimo e mia ferma convinzione che lo sciopero è un diritto,ma il problema è che in una piccola azienda dove ogni persona assente è un danno,lo sciopero porterebbe di sicuro screzi e ripercussioni.dico queste parole a malincuore,io che ho sempre partecipato a manifestazioni e cortei,sindacali e pacifisti,roma,firenze,milano dai tempi della scuola a quelli nella quale lavoravo in aziende più grandi,dove non sarei stato l'unico a scioperare e manifestare,ma qui dove sono ora..è fantastico vedere come ancora le idee muovano le masse in un mondo professionale e lavorativo dove ogni diritto del lavoratore viene continuamente violato,dove il denaro è l'unico interesse di ogni datore di lavoro,della precarietà,di colossi economici in fallimento e chissà quant'altre cose che da elencare riempirebbero pagine intere..in questo mondo di contratti scaduti e della federmeccanica che si permette di interrompere le trattative che dovevano esser già concluse più di un anno fa,ma com'è possibile che questi scadono?al posto di approvare leggi che tutelano la sicurezza di non andare giustamente in galera dei delinquienti,gli stessi delinquienti dei nostri politici che ci rappresentano e ci governano non potrebbero approvare una legge nella quale si specifica che i contratti non devono scadere?a 26 anni mi informo nei centri territoriali permanenti di orientamento del lavoro per un corso professionale da elettricista o termoidraulica per 2 anni consecutivi non ricevendo nessuna informazione ma solo l'indirizzo web del sito della regione lombardia,dal quale ho preso numeri di tel di enti i quali fondi sono stati tagliati dalla regione.non dimentichiamo i nostri sacrosanti diritti,come NON DIMENTICHIAMOCI DEL FATTO CHE PER COSTRUIRE QUALSIASI TIPO DI COSA,DAL COMPUTER,ALLE CASE,AGLI SCALDABAGNI SERVE 1 OPERAIO.grazie x sostenerci sempre.

Roberto Patruno 19.01.06 21:45| 
 |
Rispondi al commento

( segue .. )

COMUNQUE LO RIPETO

cancelliamo ogni elemento mediorientale o orientale_

MA NON VENITE A SCASSARCI LA MAZZA
con il Cristianesimo

e quale Cristianesimo ??

la parola di Gesù o quella del Vaticano??

ricordate che se oggi state economicamente e socialmente meglio di 200 anni fa lo dovete soprattutto alla Riforma Protestante – non sopravvivereste 2 giorni nella società teocratica del ‘300 – se solo la medicina si fosse sviluppata dando retta ai dettami della Chiesa morireste tutti di appendicite_

MENTECATTI E FALSI

le radici culturali dell’Europa

sono prima di tutto nell’Ellade Pagana – infatti anche il nostro Cristianesimo ci è arrivato filtrato in parte dal pensiero greco_

poi nel Cristianesimo Romano e Ortodosso, e nell’Ebraismo_

poi nei paganesimi germanici e in quello celtico_

poi nell’Umanesimo Borghese_

poi nelle Riforme Protestanti_

poi nelle correnti di pensiero atee e umaniste dell’800_


A N I M A L I ! ! ! ! ! !

Leonardo Migliarini 19.01.06 21:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@

TUTTI I TALEBANI DELLE RADICI CULTURALI D'EUROPA

culturali - voi che leggete il Papa, Brunovespa, e al massimo di enfasi creativa Bevilacqua - e da quando è diventata di moda solleticando il prepuzio delle vostre paure anche la Fallaci_

AVRESTE DECISAMENTE ROTTO IL CAZZO!!!!

Allora
la Spagna è europea giusto??
quante parole dello spagnolo hanno origine araba??
levoamogli la loro radice e potranno parlare solo di calcio e tette, come voi_

e le parole italiane che derivano dall'arabo??

e che ci facciamo con la Torre di Pisa, il Battistero e tutta l'Architettura siciliana senza le radici arabe??

per non parlare di altro che non capireste - se solo leggeste 1/3 delle opere di Borges vi suicidereste buttandovi nella tazza del cesso_

e i tappeti persiani, come fanno a piacervi se rifiutate quelle radici - cosa cazzo capite della bellezza di un tappeto persiano??
ma tanto basta che l'abbia detto Sgarbi che sono belli e soprattutto che costino tantissimo e facciano impressione sui vostri ospiti_

e perché non buttate via tutto quello che è venuto nei secoli dalla Cina?? a partire dalla seta in giù_

MA VOGLIO PROVARE A FARE UN RAGIONAMENTO CONVERGENTE CON VOI

leviamo, giustamente, gli elementi arabi o orientali dalle radici della cultura europea_

Dovrete rendervi conto anche da soli che se le radici fossero quelle della Chiesa Cattolica Apostolica Romana, chiunque si metta tacchi a spillo o minigonna sarebbe una puttana - e soprattutto dovreste scopare solo per fare figli_

IPOCRITI VOMITEVOLI !!!

parlate del velo - ma neanche la vostra bisnonna poteva permettersi di uscire in pubblico, le poche volte che poteva, senza fazzoletto in testa_

e guardatevi, anche se non sapete leggere, almeno un film - anche uno divertente:
DIVORZIO ALL'ITALIANA
per capire davvero da dove veniamo_

( continua .. )

Leonardo Migliarini 19.01.06 21:33| 
 |
Rispondi al commento

purtroppo oggi si sa i sindacati sono diventati proprieta' dei padroni .
quello che dico io per mio pensiero ,e' che dobbiamo vedere il vero sindacato cosa e' .
il sindacato e' quell'organo che dovrebbe tutelare il lavoratore indifeso dalle prepotenze e dallo sfruttamento del lavoro in quanto il sindacato un volta era formato da lavoratori .
percui penso che la colpa non sia dell'organizzazione ma di chi gestisce il tutto e percui penserei che la solunzione sarebbe di cambiare qualche mela marcia ( anche perche si sa dei forti clientelismi che esistono in esso)
e anche di togliergli dei privileggi che gli sono stati accordati a cgil,cisl,uil, rispetto ad altri sindacati dei lavoratori.
poi vorrei fare un piccolo flash su un post che tempo fa ho letto cioe' io non penso che chi voglia fare il sindacalista sia una persona che non vuole lavorare , penso che sia una persona che voglia cercare di aiutare un altra persona .
purtroppo il mondo e' malato e' vero pero' non e' detto che non ci sia piu' qualche persona con un po' di coscienza .

stefano pisapia 19.01.06 21:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

italia e questa gentaccia ci deve governare politici condannati amici di amici questa e una vergogna

sergio frena 19.01.06 21:14| 
 |
Rispondi al commento

ahahah... simpatica :D

Tiziano Longo 19.01.06 20:37| 
 |
Rispondi al commento

sciopero, bella parola.
diventata obsoleta. da operaio metalmeccanico letteralmente significa feria. che si recupera con dello straordinario. il 90% dei miei colleghi metalmeccanici utilizza lo sciopero come giornata in cui si spegne la sveglia e si dorme un po' di più. poi si vanno a fare le commissioni casalinghe e magari verso mezzogiorno ci si incontra con altri colleghi x fare una bella mangiata tutti insieme. nessuno è incazzato. nessuno si sveglia prima del solito x mettere i picchetti all'ingresso della fabbrica. nessuno bestemmia perchè alla fine del mese manca una giornata dallo stipendio. facciamo i mutui x andare in vacanza. ci indebitiamo di superfluo. paghiamo i sindacati, NOSTRI DIPENDENTI, e manca un accordo x cinque euro. ogni giorno che passa mi do dello scemo perchè continuo a vivere in italia. grazie.

francesco molina 19.01.06 20:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL CALCOLO PER IL REDDITO MINIMO DI SUSSISTENZA.

Es. si apre una miniera di diamanti in Africa o sud America: i minatori vivono in condizioni disumane rispetto ai ns. parametri.
Lavorano tutto il giorno e riescono appena a tirare avanti. Lo stesso vale per chi setaccia fuori dalla miniera: chi trova una pietra se la rivende al misero prezzo deciso dai ricettatori.

La multinazionale che ha in concessione la miniera è Europea o Americana; il suo compito è sempre di ridurre le spese al massimo.

Mettiamo il caso che questa miniera di diamanti si trovasse nel centro dell'Europa cosa succederebbe?
I minatori (europei) avrebbero un guadagno proporzionato al loro standard di vita occidentale, ma paradossalmente anch'essi, come i colleghi del terzo mondo, andrebbero incontro agli stessi problemi.
Lo stipendio, come i metalmeccanici e tutta la categoria dei 'subalterni', basterebbe appena per tirare avanti e ti darebbe quel tanto che basta per resistere alla tentazione di andare via.

Credo fermamente che le grandi lobby economiche facciano questo calcolo perverso (che dovrebbe avere un nome specifico) adeguandosi agli standard dei paesi in cui operano; i guadagni sono sempre altissimi e occulti.

Ti ingabbiano, ti danno il minimo per sopravvivere ma è un minimo sufficente a legarti all'azienda con una palla al piede.
Il rinnovo del contratto incide proprio su quel calcolo. Tirano fino allo spasimo, non cedono di un millesimo, ti calcolano ogni movimento quotidiano per lasciarti il minimo e a loro tutto il resto; risparmiare (fino a qualche anno fa) è sempre stato al costo di duri sacrifici.
Meditiamo.

Francesco Marillo Commentatore in marcia al V2day 19.01.06 20:25| 
 |
Rispondi al commento

HANNO RISOLTO!!

Francesco Romeo Bono 19.01.06 20:14| 
 |
Rispondi al commento

e se ci fermassimo tutti? metalmeccanici, autotrasportatori, dipendenti statali, - TUTTI QUELLI CHE LAVORANO - e lasciassimo lavorare berlusconi e i suoi amici finanzieri, azionisiti, tutti quelli che hanno beneficiato delle sue leggi, nelle saline, nelle cave di amianto, a cercare il plutonio....oppure cominciamo spegnendo la televisione, e non comprando più i prodotti maggiormente pubblicizzati, le pubblicazioni della mondadori...

claudio sgrignani 19.01.06 20:04| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente un imprenditore con un pò di sale in zucca!! Bravo giacomo ti stimo e ti ammiro, nn solo perchè ho 23 anni sono diplomato e lavoro come operaio in una impresa di pulizie. Ma soprattutto perchè hai le palle per difendere chi è umile e manda avanti la nostra "repubblica", e troppo facile e comodo stare dalla parte del potere. Ti ripeto stimo la gente come te che ha le capacità, ha la voglia di lavorare O-N-E-S-T-A-M-E-N-T-E e che è giusto che si arricchisca, e credo che a noi operai interessi solo che la LEGGE SIA UGUALE PER TUTTI soprattutto a disparità di ricchezza! E allora dico BASTA con questo capitalismo che ci insegna solo che chi fa credere di essere quello che non è, e fa credere cose che non sono, ha successo! BASTA!

P.S. Beppe sei unico e a me piaci bello in ciccia, non cambiare MAIIII!!

P.P.S. signor Fo se non la eleggono a Milano, si presenti come sindaco nella mia piccola città Arezzo, oasi (questo e quanto dicono loro) del centrodestra nella toscana "rossa". Si renda conto che il nostro sindaco moderato di centrodestra intervenuto in un discorso nella piazza centrale della nostra città, approfittando del passaggio della fiaccola olimpica, ha detto che dobbiamo essere orgigliosi dei palazzi attorno alla piazza che risalgono a TREMILA ANNI FA!!!! MA COME CAXXO SI FA A ESSERE COSI' IGNORANTI!!!!!!

Marco Carsena 19.01.06 20:00| 
 |
Rispondi al commento

Max Stirner 19.01.06 17:17
-------------
In qualità di CTU (geom.)ne ho viste di tutti i colori, accensioni d'ipoteca dopo che l'immobile era stato venduto, vendite di immobili il giorno successivo alla sentenza dichiarativa di fallimento....
Pensa che nell'anno antecedente il fallimento di una grossa impresa, il consulente che doveva fare la perizia asseverata x la trasformazione da sas in spa prese per buoni, SENZA NESSUN CONTROLLO, i dati che gli passava l'impresa....fai tu.
Per questo dico...chi controlla i controllori?

giuliano bes 19.01.06 19:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Queste sono le cose che fanno male: capitalisti spregiudicati con guadagni di centinaia di milioni di euro con speculazioniottenute con "soffiate " amichevoli, e persone, esseri umani come noi, che lottano per aumenti di stipendio ridicoli, che probabilmente ci mangiamo in una colazione a un bar. Sono d'accordissimo a verificare i guadagni di questi grandi della finanza, e proporzionarne il percepimento alla creazione di benessere comune! Basterebbe caro Beppe che alzassimo l'aliquota di tassazione di queste speculazioni puramente finanziarie e vedrai che cappuccino e brioche la potranno mangiare tutti! E non dimentichiamoci le banche: stanno tutte riducendo il personale, grazie all'informatizzazione che autonomizza il servizio, eppure i costi aumentano per clienti ( il 38% dal 200 al 2004), e i loro utili vanno alle stelle! E se tassassimo pure loro un po' di più: in fondo non sono che passasoldi, usurai medioevali, che danno soldi a chi li ha già ( vedi il problema dei mutui e dei finanziamenti a chi ha contratti a termine)e provate a chiedere qualcosa se non avete un mattoncino alle spalle!!! Mi fermo perchè non voglio rovinarmi l'appetito: comunque, cerchiamo di realizzare queste cose, perchè se aspettiamo che siano i nostri dipendenti a farle, che sono tutti a libro paga delle lobby...
Con il solito affetto per tutti i grillini.
Robi Forno

Robi Forno 19.01.06 19:45| 
 |
Rispondi al commento

e di tuuti gli appendisti che stanno assumendo per usufruire degli sgravi fiscali??sottopagati e il piu' delle volte lavorano il doppio per assicurarsi l'assunzione!!tra poco faranno questo contratto fino a 32 anni!che bello apprendista metalmeccanico a 32 anni con una paga da schifo..e poi dicono che l'economia deve crescere!

michela sala 19.01.06 19:29| 
 |
Rispondi al commento