Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Primarie dei cittadini: energia. Le vostre indicazioni.

  • 1045


pannelli solari.jpg


Oggi faccio il riepilogo delle vostre (tante) indicazioni sul programma dell’energia per le Primarie dei Cittadini.

Ringrazio Pecoraro Scanio, Di Pietro e Bertinotti per aver espresso la loro posizione.
Nei vostri commenti è stata ribadita molte volte l'esigenza di sviluppare le fonti rinnovabili e l’adozione di incentivi per permetterlo.
Per esempio con i certificati di efficienza energetica, multando chi vende energia se non diminuisce il CO2 nel corso degli anni.
Ho raccolto i vostri suggerimenti per argomento (alcuni si riferivano agli stessi problemi) e li ho inseriti nel documento iniziale.
Il documento è allegato.

Ps: Domani ci sarà a Latina una manifestazione contro la privatizzazione dell’acqua da parte della società Acqualatina spa. Partecipiamo, belin!
Tutte le informazioni su: http://acqualatinanograzie.splinder.com

27 Gen 2006, 17:32 | Scrivi | Commenti (1045) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 1045

| La Settimana | Trackback (3)

Commenti

 

Leggete il numero 67 de LE SCIENZE del Marzo 1974.
Così vi chiarite un pò le idee sulla fattibilità ATTUALE di questo efficientissimo sistema di acumulo: il volano
Chi dice che è difficile e non si può fare oggi non sa e non capisce.
Chi ne vuole una copia mi scriva.
ing.Marco Tartari

Marco Tartari 01.05.15 18:28| 
 |
Rispondi al commento

mi hanno oscurato un sito relativo alla privatizzazione dell'acqua a Latina che curavo dal 2006 che era stato oggetto del post di Beppe nella pagina di seguito
http://www.beppegrillo.it/2006/01/primarie_dei_ci_3.html

il nome era http://acqualatinanograzie.splinder.com/

ora la pagina rilancia solo pubblicità di acqua a domicilio ...

Leo Timpone 11.11.12 00:10| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti ed un grosso abbraccio a te Beppe.Scrivo dalla mia citta,Catanzaro perchè credo sia arrivato anche per me il momento di comunicare con tutti gli amici utenti di questo blog micidiale.Il tema da Voi rappresentato oggi mi porta a raccontarVi una breve storia di qualche giorno fa,infatti ero in rete quando mi sono imbattuto in un sito,FUELMEISTER.COM dove ho appreso della vendita in italia di una machina che produce il Biodiesel per autovetture e mezzi di locomozione diversi che oggi vanno a gasolio.Ho subtio chiamato per info,avendo visto che a Brescia vi è un punto di riferimento con vendita della macchina ,unico in italia,il prodotto è inglese la fabbrica madre sta in inghilterra,ed ho gentilmnete colloquiato con una persona squisita,simpatica e realista,il quale come prima cosa mi ha detto,sig.........guardi che in italia non sipuo' fare,nel senso che ,lei la macchina puo' comprarla gliene mando una subito,ma le leggi italiane non consentono di produrre biodiesel cosi ...........nel mentre in europa sta avendo uno svuluppo incredibilee e stiamo avendo una vendita davvero impensabile .Ora che sa questo cosa vuole fare?...........questa la sua domanda.........
Cavolo ma non c'è una strada regolare ,legale che si possa percorrere ,in un momento come questo dove pare che tutti nel mondo ci si sta impegnado alla riduzione degli agenti inquinanti,e non solo per quello ,vedi prezzi alla pompa.........Be mi ha risposto lei deve fare un OPIFICIO,che sta per fabbrica o stabilimento o cmq luogo di lavoro dove si produce un prodotto ,ed ovviamente mettersi in regola con lo stato per capire se poi passando attraverso la burocrazia alla fine converra' produrre il biodiesel o meno.A\questo punto sto andando avanti per capirci meglio qualcosa,sapete perchè?....un gallone di biodiesel che corrisponde a 3,7 litri di carburante verrebbe a costare alla produzione solo 0,45 centesimi...bello no?vediamo se cio' si potra' realizzare.

massimo a., catanzaro Commentatore certificato 19.04.11 17:53| 
 |
Rispondi al commento

Mi chiamo Marchiori Gian Piero e l’anno scorso ho avuto la possibilità di costruirmi una casa a Borgoricco in Provincia di Padova con l’ambizione di realizzare una CASA PASSIVA o una che più si avvicina agli standard qualitativi della Passivhaus tedesca - passivhaus secondo il termine originale di lingua tedesca, è un'abitazione che assicura il benessere termico senza alcun impianto di riscaldamento "convenzionale".
Il mio traguardo è stato raggiunto con successo inaspettato:
- ho abbattuto i costi complessivi di edificazione pareggiandola con una “in muratura” (costi elevati dei materiali compensati con la poca manodopera impiegata circa 15 giorni lavorativi),
- ho passato l’estate senza condizionatore, è ben ventilata e nessuna finestra esposta al sole,
- la casa è molto luminosa perché con molte vetrate tutte rigorosamente con vetri termici,
- il riscaldamento è assicurato da una piccola stufa a pellet / legno / cippato (a costo “0” in quanto brucerò il legno che ho avanzato dalla costruzione della casa,
- per il riscaldamento dell’acqua ho installato un boiler (in dotazione con la stufa) che, in inverno viene scaldata dalla stufa ed in estate con un pannello solare,
- la lavastoviglie e la lavatrice sono allacciati alla condotta dell’acqua calda quindi consumano meno elettricità per il riscaldamento dell’acqua,
- ho predisposto l’illuminazione del giardino alimentato da batterie che si ricaricano durante il giorno da pannelli fotovoltaici (ne bastano 2 per assicurare all’incirca100W),
- le acque piovane vengono raccolte su cisterne interrate per poi usarle per annaffiare il giardino,
- è molto sicura: c’è stato un forte temporale che ha scoperchiato tetti ed allagato abitazioni, la mia casa non ha subito nessun danno, ha una intelaiatura in ferro agganciata ad una platea areata di fondazione alta 70 cm.

Questi sono solo alcuni dei molteplici vantaggi che questo tipo di abitazione può offrire e mi chiedo perché non si debba pubblicizzare questo tipo di case.

GIAN PIERO MARCHIORI 17.10.08 09:55| 
 |
Rispondi al commento

Dal volantino allegato capisco che il futuro è adesso le tecnologie per inquinare meno ci sono ma le Lobby controllano ogni cosa e poi l Enel dice che il carbone è il futuro quando sappiamo che è il nemico numero uno dell ambiente.Hilary Clinton sta proponendo nel suo programma di candidatura l uso delle energie rinnovabili ma purtroppo nn cè la farà a raggiungere la Casa Biancha a troppi pochi voti.In Italia nn per fare un discorso di parte ma solo esponenti di sinistra si sono preoccutati della questione invece dalla destra nessuno.

Fabien V. Commentatore certificato 05.01.08 21:16| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti,
per quanto rigurda i pannelli solari, non si potrebbero installare su TUTTI gli edifici pubblici del nostro paese....?!?
ad esempio gli ospedali, i municipi, le stazioni ferroviarie, le carceri.
Prendiamo per esempio l'edificio della regione lombardia.... tutto fatto di panneli d vetro inutili e costosi.....!!!!
ma lo stato cosa sta facendo con i nostri soldi...?!?

Michele Rossi 17.12.07 14:57| 
 |
Rispondi al commento

Volevo aggiungere
se i cittadini diventano PROPIETARI dei cavi elettrici delle città, sarà possibile fare energia proprio come funziona internet, come una rete.
ogniuno produce energia rinnovabile come può e la mette in rete. BELLISSIMO
---- UN BEL SOGNO ---
da questa Tua Idea, abbiamo progettato un modulo solare in corcondanza con ENEA sperando che possa prendere piede anche in Italia Nel frattempo la stiamo proponenedo all'estero con dei buoni risultati
Ciao
Corrado da Torino

corrado femia (coxx62) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.10.07 17:31| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe Sono un piccolo imprenditore con tante idee

Abbiamo progettato gli specchi solari trasportabili in concessione dell'ENEA, proprio come quelli della foto in prima pagina
con la grandezza di un container è possibile trasportarlo e funzionano singolarmente E AUTONOMAMENTE
Un Modulo cioè un container una volta installato produce dai 6-12kw ora giorno e notte, in più può fare h2o calda a 70°c o desalinizzare h2o del mare a costo zero
non inquina
non prodice alcun gas
è sicuro
non ha controindicazioni sfrutta al 100% l'energia solare

per ulteriori informazioni
alessandro.daneu@intersip.eu
feboeng@feboeng.it

corrado femia (coxx62) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.10.07 17:18| 
 |
Rispondi al commento

Guerra agli speculatori sul pane.
Chiediamo ai cittadini italiani di acquistare per una settimana o un mese il pane a prezzo calmierato. Denunciamo i panificatori che non lo producono o i panificatori che alle 9 del mattino ti rispondono di averlo finito.

Claudio Polonio 20.10.07 22:32| 
 |
Rispondi al commento

caspita che peccato!
sentendo i tuoi spettacoli e dando un occhiata al tuo blog, mi ero illuso di aver trovato qualcuno che volesse veramente affrontare i problemi. purtroppo, leggendo il documento sull'energia, mi rendo conto che è solo l'elenco di possibili soluzioni agli attuali problemi, ma non si va al dilà del "titolo" ovvero non si affrontano i problemi fino in fondo. La banalità: perchè chi deve viaggiare in macchina (da solo) per lavoro dovrebbe essere discriminato e pagare una tassa? oppure: siamo certi che tutti siano disposti a rinunciare ad avere una casa di proprietà, perchè quelle realizzate secondo i criteri energetici qui proposti costano troppo?
magari tutto il mio ragionamento è sbagliato perchè non ho approfondito quello che tu hai realizzato con questo blog.
la strada è quella giusta...in bocca al lupo
Paolo Troncana

Paolo Troncana 08.10.07 15:59| 
 |
Rispondi al commento

Le energie rinnovabili sono e devono essere considerate bene prima di motivarne una piuttosto che un'altra, comunque sia vanno e devono essere portate avanti i programmi politici, sociali e anche con i programmi europei(finanziamenti alle PMI).L'eolico in primis magari offshore (cioè distanti dalla spiaggia ma sul mare) e il fotovoltaico magari con celle fotovoltaichead alti rendimenti (per esempio quelle che montano le nuove sonde spaziali, pensate che le produciamo all'alenia) per i mezzi di trasporto (bella rogna) l'unica e quella di sviluppare bene ed in fretta NANOSERBATOI capaci di stoccare idrogeno, attenzione che la produzione di idrogeno per il trasporto ancora ad oggi l'impatto ambientae è notevole(quindi bisogna migliorare anche la relativa produzione). Il background non ci manca e i nostri colleghi europei stanno andando in queste tre direzioni: Eolico,Fotovoltaico,Idrogeno(Nanotecnologie).
Per un paese come il nostro la sfida allo sviluppo di queste nuove tecnologie sarebbe a parer mio molto ben accettata, dobbiamo sfruttare ciò che ci hanno insegnato i nostri maestri.
Italiani risvegliatevi, hanno ragione i grillini!

enzo lizzi Commentatore certificato 05.10.07 10:23| 
 |
Rispondi al commento

Al capitolo 4, paragrafo 4.1 "strategia", del documento Primarie dei cittadini, aggiungerei: tutti i prodotti già presenti nel territorio (frutta, verdura, etc.)non potranno essere importati da altre regioni da parte dei grandi distributori, evitando così che questi possano strozzare l'economia locale imponendo i propri prezzi ai produttori, ed evitando i troppi passaggi di mano che fanno lievitare il costo finale del prodotto. Limitando inoltre il raggio d'azione dei trasporti si avranno benefici sul risparmio del carburante e dell'inquinamento.

Giovanni Dedola 24.09.07 08:24| 
 |
Rispondi al commento

Altra idea sarebbe quella di convertire tutti i veicoli circolanti con mezzi ad energia elettrica e produrre l'energia elettrica necessaria producendo grandi quantità di COLZA in Sardegna e Sicilia (posti in cui c'è uno spaventoso abbandono delle campagne, specie nell'entroterra) e utilizzandone l'olio in generatori elettrici a tecnologia diesel. In breve, con una produzione intensiva potremmo diventare esportatori di olio di colza e di energia, garantendoci il transito indolore nell'Era post petrolifera.

Alex Pag 22.09.07 15:48| 
 |
Rispondi al commento

Energia.

Non ho letto tutti i commenti, ma dico ugualmente che la strada del risparmio energetico applicato alle abitazioni civili è un grosso errore. Mi correggo, non è un errore il risparmio, è un errore focalizzarlo sulle civili abitazioni. L'80% dell'energia elettrica consumata in Italia viene prelevata da industria, agricoltura e trasporti (treni), il restante 20% dagli immobili ad uso civile. La logica di far spendere ad una famiglia 20000 euro per dotarsi di pannelli fotovoltaici, quando una famiglia media spende soli 40 euro di corrente elettrica al mese è assolutamente deleteria. Come si può immaginare che un nucleo familiare per poter risparmiare deve anticipare (in parte successivamente rimborsati) 42 anni di bollette dell'Enel a fronte di un impianto che dà garanzie di funzionamento per i primi 20 anni?
Bisognerebbe obbligare le grandi industrie, i grandi centri commerciali, i grandi alberghi ed in generale le grandi strutture che utilizzano la stragrande maggioranza dell'energia utilizzata in Italia ad investire in energie alternative, che siano pannelli fotovoltaici sui tetti e sulle pareti o siano dei generatori eolici sulle sommità o acquisto obbligato di energia alternativa dai fornitori che per non perdere clienti dovranno cambiare strategie di investimento e non come ora che l'Enel ci vende l'energia elettrica prodotta in Europa grazie alle centrali nucleari (vietate in Italia) o bruciando carbone o petrolio e causando inquinamenti inaccettabili. Chi non aderisce dovrà pagare costi energetici così alti che alla fine desisterà.

Trasporti.
Incentivare l'uso di mezzi elettrici, obbligando e sbloccando le aree dei centri storici a tali tipi di veicoli (anche pubblici) e costringendo gli attuali obsoleti veicoli a combustione lontano dalle città, rendendoli in tal modo quasi inutili alla maggior parte dei proprietari. Lentamente con l'aumento dei mezzi in circolazione il loro prezzo scenderà e tutti potremo permetterceli senza farci un mutuo.

Alex Pag 22.09.07 15:37| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
ho dato una letta alle idee energetiche che sono state presentate nel tuo blog. Le idee oramai non sono piu' nuove, ma sono tutte VALIDE e dovrebbero essere applicate.

Purtroppo siamo tutti stanchi di parlarne e non vedere mai cambiamenti.

Comunque la cosa piu' importante, sacondo me, e'l'introduzione di un REGOLATORE che faccia il suo DOVERE. Un tecnico che conosca il settore, non un politico. Un Regolatore che abbia POTERE ASSOLUTO, di vita e morte su aziende, publiche o private. Un Regolatore a cui venga affidata una politica energetica con targets a short, medium long term. E che sia garantore verso il governo ed il cittadino dell' adempimento di questi target.

Qualcuno che abbia il coraggio di dire all'ENEL che il tempo dei soldi facili sta per finire, che il tempo durante il quale potevano bollettare gli italiani quello che gli faceva comodo e' finito, che il tempo durante il quale si poteva vendere tecnologia antiquata a paesi in via di sviluppo e' finita. Bisogna prendere persone nuove con la testa nuova, degli imprenditori veri, non dei coglioni di 60anni, ammanicati con il potere che non conoscono la cognizione di Rischio e sono stanchi. I rischi bisogna prenderli, bisogna investire in tecnologie rischiose (eolico, solare, biomassa etc etc) che non danno ottimi ritorni al momento ma che ci danno la possibilita di studiare queste tecnologie, di migliorarle e di cambiarle se necessario. Bisogna cambiare il parco centrali, non bisogna piu' investire soldi per mantenere in funzione dei rottami a carbone(35-38% efficienti), bisogna installare della centrali a gas che producano vapore oltre all'eletticita (55% - 60% efficiente dipendentemente dalla produzione di vapore).
Bisogna investire nella generazione decentralizzata, dalla media industria alla piccola abitazione.Bisogna togliere i TIR dalla autostrade, con l'introduzione di Tasse per percorrenza km (gli attacchi un GPS e gli tassi al kilometro).

Un patriotta non ancora stanco.

Marco Verreschi 18.09.07 17:02| 
 |
Rispondi al commento

E poi Beppe un'altra cosa... perché mai dato che esiste un grosso problema energetico, dato che l'ambiente é devastato dall'era del combustibile fossile, dato che le città sono invivibili, E POI DATO CHE IL GOVERNO E' DEBOLE E PUO' CADERE DOMANI, PERCHE' INVECE DI MINACCIARE LA CADUTA DEL GOVERNO PER LE SOLITE CAZZATE, i partiti minori NON MINACCIANO LA SFIDUCIA PER UNA CONTROPARTITA BASATA SULLA COSTRUZIONE CAPILLARE DI CENTRALI AD ENERGIA PULITA (MI RIFERISCO A SOLARE TERMODINAMICO, ENERGIA EOLICA, ETC??) CHE POSSA COPRIRE FINALMENTE IL FABBISOGNO ENERGETICO NAZIONALE?????

Andrea B. Commentatore certificato 24.08.07 11:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buongiorno Beppe e buongiorno a tutti... ma scusate un attimo, su cosa é impegnato Rubbia in questo periodo? il solare termodinamico é realtà oppure no? Ma Pegoraro, il superverde... dato che é al governo e ministro dell'ambiente... li caccia oppure no i soldi per finanziare progetti e soprattutto vere centrali ad energia pulita??? Beppe quanto costerebbe all'Italia coprire il fabbisogno energetico con un mix di termodinamico ed eolico???? RIPETO, QUANTO COSTEREBBE????? Beppe, parlane del blog! credo sia un argomento di grande impatto se appoggiassi 1pò questo Rubbia e soprattutto se prima di appoggiarlo ne parlassi con lui di persona.... e poi Beppe... credo che il Celentano ti appoggi parecchio ed abbia un forte eco sui media convenzionali... perché non creare sinergie con lui? Un saluto pieno di stima e...forza v-day!!!!!

Andrea B. Commentatore certificato 24.08.07 10:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buongiorno
Premetto che è la prima volta che scrivo su questo blog, sono grato di questo strumento che il Sig. Grillo a messo a disposizione di tutti.
La mia è un domanda pertinente all'argomento energia/inquinamento.
Le batterie dei vari pannelli fotovoltaici e solari contengono una buona quantita di piombo....questo potrebbe essere un problema(lo smaltimento) qual'ora questo tipo di energia alternativa prendesse piede??

grazie a tutti

Micheli Gianluca 25.03.07 13:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche sul mio blog sto lavorando sulle fonti rinnovabili.. in Olanda ballano e creano energia, non più 'cose dell'altro mondo'. E questo grazie a Critical Mass, fate un salto qui:
http://zerosilenzio.splinder.com/post/10926526/Una+rivoluzione+possibile

Lorenzo D'Amelio Commentatore certificato 12.02.07 11:11| 
 |
Rispondi al commento

vorrei sapere se esiste ancora una forma di incentivi per l'acquisto di pannelli solari,e se si,cosa devo fare per ottenerli.grazie

valerio peracchi 22.01.07 17:11| 
 |
Rispondi al commento

Chiedo subito scusa del disturbo di questa mia e mail ma avrei bisogno di alcune informazioni e visto che non so proprio a chi rivolgermi spero che mi possiate dare una mano
Vorrei sapere quanta energia produce una pala eolica in un anno e di media della velocità del vento che a bisogno grazie della vostra attenzione

ivan gargioni 19.12.06 13:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe,
un altro consiglio "energetico".
I Paesi europei che hanno raggiunto i migliori livelli di installazione di pannelli solari fotovoltaici sono Germania (nettamente la prima in europa e nel mondo), Spagna, Francia e Italia.
(Fonte: www.epia.org)
Sai cosa hanno le prime tre in comune?
NON CI SONO TETTI ALLA CAPACITA' INCENTIVABILE!!!!
(Fonte: www.gsel.it)

Basta poco, porca zozza. E porco pecoraro che non lo vuole capire.

giovanni amante 13.12.06 17:01| 
 |
Rispondi al commento

Un'altra cosa...
L'Italia può sostenere un finanziamento alle centrali solari, dopo che è immersa nel deficit pubblico??
GRazie Sei grande!!
Dario Signorelli

Dario Signorelli 01.11.06 14:19| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe

Ho l'assoluto bisogno di fare una domanda.
Ma le centrali solari non costano troppo?

Dario Signorelli 01.11.06 14:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Abito in un palazzo di 48 alloggi facente parte di un intervento di due palazzi simili.

Tali palazzi hanno il tetto in eternit, ed in assemblea mi è stato l'incarico di ferificare la possibilità di contattare aziende in grado di:

1) sostituire l'eternit
2) installare pannelli solari

La superficie totale dei due tetti è di c.ca 2000mq. (1000mq ogni stabile)

A distanza di tre mesi dall'incarico sono fermo al punto di partenza. Non sono riuscito trovare ditte in grado di risolvere il problema, soprattutto per ciò che riguarda l'installazione di pannelli fotovoltaici. Se li voglio installare in una villetta non ci sono problemi, ma per impianti così grandi vengo sconsigliato.

C'è qualcuno che può darmi un consiglio?

vivi la vita 13.09.06 19:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CARO BEPPE, SONO UNA BIMBA DI 19 ANNI E SEGUO LE TUE NUMEROSE INIZIATIVE CON STIMA E CON TANTA SPERANZA.SCRIVO PERCHè LEGGENDO IL TUO LIBRO"TUTTO IL GRILLO CHE CONTA" IN AUSTRIA,NON HO POTUTO FARE A MENO DI CONSTATARE COME SIANO PIù SVILUPPATI E PIù CIVILIZZATI DI NOI ITALIANI.L'AUSTRIA VIVE IMMERSA NEL VERDE, I PANNELLI SOLARI SONO OVUNQUE, ANCHE SE IL SOLE è UNA RARA ECCEZIONE...DA NOI CHE IL CLIMA SI è FATTO EQUATORIALE DOVREBBE ESSERE LEGGE, NON L'IDEA DI POCHI, E SPESSO PIù FORTUNATI ECONOMICAMENTE (PERCHè NON COSTANO POCO).IO SONO DI MODENA, IN FAMIGLIA SIAMO 7 E CONSUMIAMO TANTO DI TUTTO, PER I PANNELLI SOLARI AVEVANO CHIESTO 7.000EURO.PERCHè NN POSSIAMO FARE UNA PETIZIONE PER RICHIEDERE UN CONTRIBUTO CONSISTENTE A CHI NE FA USO E LO STESSO PER LE MACCHINE A IDROGENO?INFINE TI CHIEDO SE è POSSIBILE AVERE ALTRE INFORMAZIONI CIRCA I PREZZI SIA DEI PANNELLI SIA DELLE AUTO AD IDRGENO.GRAZIE INFINITE E CONTINUA AD INSEGNARE AGLI ALTRI COME L'UNICO MODO PER SOPRAVVIVERE SIA LA CULTURA!SALUTO

GIULIA MAZZOLI 22.08.06 17:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve caro Grillo volevo un suo aiuto o meglio delle informazioni: ho acquistato una casa è una palazzina e vorrei metterci sul tetto dei pannelli solari per produrre energia elettrica per l'acqua calda e il riscaldamento e magari produrne di più e rivenderla all'ENEL!
Io sto in prov. di Ancona e volevo sapere il nome della ditta che lo ha montato a Lei nella sua casa e se esistono dei finaziamenti regionali, statali ecc.
Grazie anticipatamente e continui cosi perchè ci vorrebbero 1000 beppe grillo in italia!!!

Roberto Vecchiarelli 09.08.06 17:36| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
da professionista nel settore della progettazione di costruzioni civili ed industriali, mi permetto di dirti che non credo sia sufficiente sanzionare chi non rispetta certi parametri. Penso sarebbe necessario imporre dal principio, per esempio facendo in modo che sia una prescrizione in fase di rilascio delle Concessioni Edilizie, che tutti i nuovi edifici devono prevedere dei sistemi che sfruttino le energie rinnovabili.
Che ne so, vuoi costruirti la casetta? Ok, però l'acqua calda sanitaria te la produci coi pannelli solari. E' obbligatorio e poi verifico se l'hai fatto. Chiaramente ci sono anche dei finanziamenti...
Vuoi farti la palazzina? Bene, allora installi il fotovoltaico e come minimo fai in modo di non dipendere dall'Enel, ossia dal petrolio...
Saluti e stima, N.

Nicola Pisu 23.06.06 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Salve, ho bisogno del vostro aiuto, cerco notizie di qualsiasi genere su aziende che trattano suluzioni energetiche con pannelli solari.
o meglio ancora se mi fornite direttamente il nome della ditta che le ha fatto l'impianto a Lei, caro e stimatissimo BEPPE GRILLO :-)
La seguo da quando ero bambino, con le sue trasmissioni" te la do' io l'america" e "te lo do io il brasile" se non ricordo male :-) ha tutta la mia ammirazione, appoggio e stima...
Distinti saluti Ivan...

Ivan Grifoni 25.05.06 19:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CARO ACQUA - PRIVATIZZAZIONE ACQUA
Ciao Beppe,
Qui a Santamargherita Ligure la IDRO TIGULLIO ha preso "possesso" della nostra acqua (in coordinamento con i comuni ovviamente :-))inventando tariffe che hanno creato non pochi problemi a tutta la cittadinanza, soprattutto a famiglie meno abbienti che si sono viste recapitare bollette da piu' di 250 EURO !!.
Sicuramente hanno sensibilizzato la cittadinanza sull'utilizzo piu' parsimonioso di un bene prezioso come l'acqua, ma questa imposizione su un bene comune come questo mi sembra un'assurdità.
Per informazione, tra definizione di scaglioni di consumo e tariffe "diversificate" la tariffa è praticamente triplicata in alcuni casi.
ciao
Luca

Luca Franzi 07.03.06 13:06| 
 |
Rispondi al commento

sasaddsdkasdsa

pippo 02.03.06 20:27| 
 |
Rispondi al commento

Sole 24 Ore del 2 marzo 2006 - Inserto Nova - Pag.4 - rubrica "Provare per chiedere" - titolo "Tutto quel che si deve sapere su L'energia Nucleare" - di Tullio Regge: fisico, docente del Politecnico di Torino, membro dell'Accademia dei Lincei.
Leggete e strabuzzate gli occhi!
Quando all'esimio professore viene chiesto "quali sono i rischi del nucleare e quante sono state le vittime del più grande disastro energetico" lui risponde che "i rischi dell'energia nucleare sono spesso sopravvalutati rispetto a quelle delle altre fonti. L'esplosione di Chernobyl nel 1986 fece evacuare 200mila persone, ma le vittime direttamente collegate all'incidente furono solo 56. In Italia il più disastroso incidente in campo energetico è stato invece quello della diga della centrale idroelettrica del Vajont che ha causato quasi 2mila vittime"
E le altre risposte (10 in tutto) sono più o meno dello stesso tenore!
Addirittura alla fine afferma che se non si ricomincia con la ricerca nel nucleare l'Italia diventerà "Paese del Terzo Mondo".
Forse bisognerebbe avvertire i Lincei che uno dei loro rappresentanti è uscito di cervello!

Olga Ciccone 02.03.06 15:43| 
 |
Rispondi al commento

Non mi intendo molto di economia e vorrei che qualcuni mi spiegasse come fa l'ENEL a fare le scalate societarie se l'energia la compra dall'estero. Ma è vero che i problemi con la Russia sono proprio dovuti a questo? Cioè al fatto che L'Italia si rivende il gas Russo a costo maggiorato? Vi prego ditemi che non è vero!
Paola Di Bonito

Paola Di Bonito 27.02.06 11:04| 
 |
Rispondi al commento

Grazie a Emanuela Pinsone per l'informazione, ma io mi riferivo ad un 'invwnzione recente che andrebbe a mio giudizio, se possibile, seguita prima che cada nell'oblio e finisca come moltissime altre tecnologie scomode per l'attuale potere economicopoliticomultinazionale. Perchè forse qualche volta possiamo far rispettare il nostro diritto a vivere degnamente. Ce ne sono tantissime, che se sostenute potrebbero farci essere un po' meno schiavi dei burattinai invisibili (vedi sopra).

Massimo Paliaga 22.02.06 17:02| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
in questo periodo siamo tutti preoccupati perché la Russia ci sta tagliando parte dell'erogazione di gas che, invece, in base agli accordi dovrebbe fornirci.
Io sò per certo, visto che ho vissuto in prima persona gli accadimenti, che nella nostra Pianura Padana e precisamente nelle regioni Emilia Romagna e Veneto abbiamo nel sottosuolo ingenti scorte di metano che potrebbero essere sfruttate e che già sfruttavamo estraendolo, a cavallo degli anni 50/60 e fino al '63. Anno in cui, i nostri politici (certamente per accordi di Politica Estera), decisero la chiusura di dette centrali per poi importare dalla Russia, con le conseguenze che, per altro, stiamo vivendo.
Perché sono certo di questo?. Sono il figlio di colui che dava l'assistenza tecnica alle centrali metanifere di quelle Regioni e, a quel tempo la scusa per giustificare tale decisione fu, che l'estrazione del matano era causa del bradisismo per cui Venezia sprofondava. La spiegazione precisa citava: togliendo il gas,la sacca in cui è contenuto cede per cui cede anche il terreno (bradisismo).Come mai, oggi che non si estrae più il metano il problema non s'è risolto? e Venezia va giù ancora?, evidentemente NON ERA QUELLA LA CAUSA!. Allora, visto che non era quello il problema, non possiamo riprendere le estrazioni in Val Padana? avendo, così, una nostra personale risorsa?. Daremmo, inoltre, lavoro ai nipoti di quegli operai (centinaia di capi famiglia) che furono, invece, lasciati in mezzo ad una strada nel '63 con nessun'altra prospettiva (per i più fortunati) che fare il contadino e si potrebbe ugualmente continuare (per buon vicinato) l'importazione dalla Russia, in misura, magari minore, con le nostre scorte lì su cui fare affidamento in caso di necessità.
Ti ringrazio per la pazienza nel leggermi e ti saluto con amicizia.
Ermes Straforini '48

ERMES STRAFORINI 21.02.06 12:24| 
 |
Rispondi al commento

esiste un apparecchio che sta nel palmo di una mano, si chiama ecowasher. lava vestiti, con pochissimo detrsivo rispetto alla lavatrice, e sterilizza qualsiasi cosa senza l'ausilio di saponi.
consuma pochissima energia e inquina poco, lo so perchè la uso. veniva venduta a 100 euro da queste aziende che fanno le vendite porta a porta. da qualche giorno fanno la pubblicità in tv e naturalmente il prezzo è raddoppiato.

emanuela pinsone 20.02.06 17:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho sentito che in Germania parecchi comuni (3000 abitanti circa), possiedono una pala eolica dalla quale ricavano energia che permette loro di non pagare letteralmente la bolletta dell'energia elettrica. Perchè in Italia ogni forma di energia ricavata da fonti alternative deve essere "venduta" all'Enel, che poi la ridistribuisce, e non utilizzata direttamente?

pina vassallo 20.02.06 15:48| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, debbo segnalare che tenere i fari accesi anche di giorno aiuta la visibilità del proprio mezzo (l'ho provato in + di 20 anni di guida) e funziona davvero. Se vogliamo ridurre le emissioni potremmo acoltare la musica con volume + basso, non caricare l'auto con casse stereo degne di una discoteca della Riviera Romagnola, attenerci ai limiti di velocità, usare le marce appropriate (vedi sito Jacopo Fò), non partire a razzo ai semafori, etc etc. Studi effettuati anni orsono in molti Paesi (es. Canada) hanno dimostrato che, tenendo i fari accesi di giorno si riducono i sinistri, con riflessi sui costi delle polizze assicurative e sulla spesa della Sanità, tanto per citare due macro esempi. La cosa importante è usare la testa. Se vogliamo ridurra ancor di + i costi, potremmo usare i mezzi pubblici ogni volta che possiamo. Dove abitavo prima ero ben collegato con Roma. Per andare in centro prendevo il treno, con mia moglie, fino a Termini, poi con la metro mi muovevo agevolmente e potevo godermi la passeggiata e/o lo shopping (anche natalizio quando ce lo potevamo permettere...). A casa uso lampadine a basso consumo, gli elettrodomestici li sostituisco con quelli di classe A o A+ quando devo ricomprarne di nuovi. E non è che io e la mia famiglia siamo persone speciali, è che, come molti, talvolta vediamo + in là del nostro naso. Prossimo obiettivo è vedere + in là di 1 metro, e così via. Detto ciò auguro a tutti voi e ai nostri figli di vivere un migliore futuro, un pò + pulito e con meno fregature.

luigi di girolamo 20.02.06 11:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credo che sull'argomento Energia si stia facendo un pò di confusione e non si stia affrontanto il problema dal corretto punto di vista.
Innanzitutto bisognerebbe cominciare col dire che quando si parla di fabbisogno energetico nazionale si parla di un dato mostruoso ovvero 200 mtep che sono qualcosa come 2.325.400.000.000 KWH, e che non è destinato nel tempo a ridimensionarsi...
Il fabbisogno nazionale di energia elettrica viene coperto per il 70.5% attraverso centrali termoelettriche che bruciano principalmente combustibili fossili in gran parte importati dall'estero (piccole percentuali - inferiori al 2% - fanno riferimento a biomassa, rifiuti industriali o civili e combustibile nazionale). Un altro 16.4% viene ottenuto da fonti rinnovabili (idroelettrica, geotermica, eolica e fotovoltaica) per un totale di energia elettrica prodotta dall'Italia di circa 303000 GWh annui (2004). La rimanente parte per coprire il fabbisogno nazionale é importata direttamente all'estero nella percentuale già citata del 13,1% (fonte dati "Terna" 2004).
Da questi dati è evidente che di fatto in italia produciamo un buon 16% di energia derivante da fonti rinnovabili...
Il vero dato drammatico per l'italia è che di fatto dipendiamo per il 70.5% da combustibili fossili importati dall'estero, e che la rimanente parte per coprire il fabbisogno nazionale é importata direttamente all'estero nella percentuale già citata del 13,1%.
Supponiamo ora di investire massicciamente in dieci anni nel fotovoltaico, per avere un incremento del 4% della produzione nazionale di Energia dovremmo investire 2.000 miliardi di euro ovvero il doppio del prodotto interno lordo annuo e il doppio del debito pubblico....forse il fotovoltaico è poco attraente....
Non credo che in italia si possa investire una cifra del genere per ottenere così poco, quando il dato realmente preoccupante è che sia completamente in balia di altri stati...

andrea messelod 19.02.06 22:12| 
 |
Rispondi al commento

visto quanto sopra credo che sia evidente che se parliamo di dati oggettivi, e drammatici, non è possibile pretendere incentivi di un certo tipo per una tecnologia, quella del fotovoltaico, che non è competitiva...
Non si può pretendere che uno stato investa cifre del genere per qualcosa che non ha ritorno, soprattutto in italia dove c'è troppo altro da fare..
Tutti gli altri stati europei, compresi quelli scandinavi, non hanno rinunciato al nucleare per esempio...
In olanda, danimarca, svezia, svizzera, germania sono stati costruiti termovalorizzatori che oltre a eliminare i rifiuti produconon energia elettrica...

andrea messelod 19.02.06 22:10| 
 |
Rispondi al commento

E' sicuramente conveniente installare il solare termico perchè è l'unico investimento che si ripaga in fretta (l'acqua calda si usa sempre), per esempio per due persone potresti installare un pannello con 150 litri di accumulo a circolazione naturale con una spesa di acquisto di circa 1800 € per l'installazione bisogna vedere in loco. Installo pannelli e sono di Verona
Ciao


Caro Peter De Cupis

sono un utente giornaliero del Grande Raccordo Anulare di Roma e sono completamente d'accordo con te a proposito dei motociclisti su strada: hanno bisogno di farsi vedere perchè il nero opaco delle moto, degli abiti e dei caschi(che sull'asfalto si mimetizza benissimo) è IL colore del motociclista/scuterista fico.
Senza parlare della velocità e dell'invalsa abitudine di viaggiare sulla corsia di emergenza pretendendo anche la precedenza agli svincoli di uscita dal GRA. Se non mi credete, fateci caso, domani mattina . . .
Quindi, più consumi ed inquinamento per una moda e ciò è tipico dell'Italia nostra.
Se proprio vogliono farsi vedere, facciano come i ciclisti: usino per il loro abbigliamento e per il casco i colori più visibili: giallo, arancio, verde fosforescente, bianco ecc.
D'altronde, perchè farsi scappare un'occasione per vendere più benzina?
All'inquinamento poi ci penseranno le mezze giornate di "fermo" traffico ...

Forza e coraggio
Maurizio Andriani

Maurizio Andriani 19.02.06 11:07| 
 |
Rispondi al commento

Caro Peter De Cupis

sono un utente giornaliero del Grande Raccordo Anulare di Roma e sono completamente d'accordo con te a proposito dei motociclisti su strada: hanno bisogno di farsi vedere perchè il nero opaco delle moto, degli abiti e dei caschi(che sull'asfalto si mimetizza benissimo) è IL colore del motociclista/scuterista fico.
Senza parlare della velocità e dell'invalsa abitudine di viaggiare sulla corsia di emergenza pretendendo anche la precedenza agli svincoli di uscita dal GRA. Se non mi credete, fateci caso, domani mattina . . .
Quindi, più consumi ed inquinamento per una moda e ciò è tipico dell'Italia nostra.
Se proprio vogliono farsi vedere, facciano come i ciclisti: usino per il loro abbigliamento e per il casco i colori più visibili: giallo, arancio, verde fosforescente, bianco ecc.
D'altronde, perchè farsi scappare un'occasione per vendere più benzina?
All'inquinamento poi ci penseranno le mezze giornate di "fermo" traffico ...

Forza e coraggio
Maurizio Andriani

Maurizio Andriani 19.02.06 11:06| 
 |
Rispondi al commento

Caro Peter De Cupis

sono un utente giornaliero del Grande Raccordo Anulare di Roma e sono completamente d'accordo con te a proposito dei motociclisti su strada: hanno bisogno di farsi vedere perchè il nero opaco delle moto, degli abiti e dei caschi(che sull'asfalto si mimetizza benissimo) è IL colore del motociclista/scuterista fico.
Senza parlare della velocità e dell'invalsa abitudine di viaggiare sulla corsia di emergenza pretendendo anche la precedenza agli svincoli di uscita dal GRA. Se non mi credete, fateci caso, domani mattina . . .
Quindi, più consumi ed inquinamento per una moda e ciò è tipico dell'Italia nostra.
Se proprio vogliono farsi vedere, facciano come i ciclisti: usino per il loro abbigliamento e per il casco i colori più visibili: giallo, arancio, verde fosforescente, bianco ecc.
D'altronde, perchè farsi scappare un'occasione per vendere più benzina?
All'inquinamento poi ci penseranno le mezze giornate di "fermo" traffico ...

Forza e coraggio
Maurizio Andriani

Maurizio Andriani 19.02.06 11:06| 
 |
Rispondi al commento

Caro Peter De Cupis

sono un utente giornaliero del Grande Raccordo Anulare di Roma e sono completamente d'accordo con te a proposito dei motociclisti su strada: hanno bisogno di farsi vedere perchè il nero opaco delle moto, degli abiti e dei caschi(che sull'asfalto si mimetizza benissimo) è IL colore del motociclista/scuterista fico.
Senza parlare della velocità e dell'invalsa abitudine di viaggiare sulla corsia di emergenza pretendendo anche la precedenza agli svincoli di uscita dal GRA. Se non mi credete, fateci caso, domani mattina . . .
Quindi, più consumi ed inquinamento per una moda e ciò è tipico dell'Italia nostra.
Se proprio vogliono farsi vedere, facciano come i ciclisti: usino per il loro abbigliamento e per il casco i colori più visibili: giallo, arancio, verde fosforescente, bianco ecc.
D'altronde, perchè farsi scappare un'occasione per vendere più benzina?
All'inquinamento poi ci penseranno le mezze giornate di "fermo" traffico ...

Forza e coraggio
Maurizio Andriani

Maurizio Andriani 19.02.06 11:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Carissimo Beppe,
stasera sono al palalottomatica a Roma a vedere il tuo spettacolo e
voglio cogliere l'occasione per parlare di un argomento che sta a cuore
a me e a tutta l'umanità (o quasi). Vedendo un tuo spettacolo di alcuni
anni fa ti ho sentito parlare di una certa "fusione fredda" della quale
sentii fugacemente parlare nella fine anni ottanta quando all'epoca
avevo 18 anni. Ti sento dire che con pochissimi euro si può produrre
energia per "secoli". Ciò mi ha spinto a fare subito delle ricerche
nella rete sull'argomento ed apprendo della veracità di tutto questo.
Allora mi chiedo perchè non ne parli come meriterebbe. Perchè non lo
hai prostosto nelle "primarie dei cittadini" sull'energia come cosa per
la quale tutto il resto che hai proposto diventerebbero solo delle
sfaccettature?
Mi risponderai che sia il caso di iniziare a parlare di cose concrete,
che tutti bene o male conoscono come reali e non ipotesi da verificare,
tanto per iniziare a smuovere le acque e le coscienze. Sarei totalmente
d'accordo se così fosse, ma bisogna a mio giudizio iniziare pure a far
conoscere qualcosa che proprio perchè quasi inverosimile ha bisogno di
essere urlata e propagata con grandissima intensità. Anche perchè molte
altre fonti di energia pulite e rinnovabili restano sempre
monopolizzabili e soprattutto costosissime rispetto alla fusione
fredda. e visto che pare ormai una realà certificata ed applicabile o
ad approssimarsi tale, se fosse spinta dall' opinione pubblica
informata o dal "basso" per così dire. Hai potere immenso nel fare
tutto questo e lo sai benissimo quindi mi aspetto una tua risposta
accorata, in tutti i sensi.

Massimo Paliaga 19.02.06 09:33| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei solo aggiungere un iformazione, che, forse a febbraio del 2005
non ricordo, a tgLeonardo su rai 3 ho ascoltato con queste orecchie che
alcuni ricercatori avevano scoperto il sistema di lavare i panni in una
lavatrice senza l'uso di alcun detersivo, solo acqua, con un
procedimento particolare e avevo visto all'inizio del 2004 su 'metro'
ed. romana in prima pagina, la foto dell'invenzione di un nuovo tipo di
pannello fotovoltaico in grado di assorbire energia solare 20 volte o
più di un normale pannello oggi esistente (non era quello concavo ma
tutt'altra cosa). Non saprei come recuperare notizie riguardo a queste
cose ma so che forse tu puoi fare qualcosa di più per sapere che fine
hanno fatto notizie che sai bene possono sconvolgere la vita di molti e
di "alcuni". Complimenti infiniti, continua a spaccare il
c....

Massimo Paliaga 19.02.06 09:32| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di 'uniformazione' oraria dell'assorbimento di energia, e tariffe biorarie:
nobili intenti e comportamenti 'furbetti'...
Sacrosanto l'intento dei gestori elettrici di 'educare' i privati cittadini
a spostare i consumi domestici verso la fascia oraria serale/notturna, ove i consumi industriali sono invece minimi, sicché l'assorbimento complessivo da parte delle utenze abbia un andamento più uniformemente 'spalmato' nel corso della giornata: i vantaggi, ambientali ed economici, sono indiscutibili, perché così si riduce l'oneroso sovradimensionamento della rete generatrice (centrali) per far fronte ai periodi orari di picco di consumo nazionale/regionale.
Sacrosante le campagne di sensibilizzazione sui media per lavatrici e lavastoviglie by night.
E quindi sacrosanta la sostituzione dei vecchi contatori domestici elettromeccanici con i nuovi computerizzati, che permettono (oltre alla telelettura) una registrazione oraria dei consumi, rendendo fattibile l'applicazione di tariffe differenziate, dette biorarie, che dovrebbero tradurre la 'virtuosità' dell'elettro-nottambulismo in un immediato risparmio sulla bolletta. E qui casca l'asino... ossia cominciano i comportamenti 'furbetti' dei gestori: ad esempio, l'ENEL mi istalla il nuovo contatore, lo abilita a tutte le sue funzioni eventuali, ma poi tutto tace... sono io che devo fare esplicita richiesta al numero verde, onde avere per posta la brochure conoscitiva sulle tariffe differenziate e la modulistica per chiederne l'attivazione. Perché invece l'ENEL, non spedisce il tutto, automaticamente, alla prima bolletta dopo la nuova istallazione?... Perché la ridondanza di tale richiesta (traffico aggiuntivo a intasar il call center)? Io abito in campagna, in mezzo a gente schietta, pratica ma 'semplice': tanti cui hanno istallato il nuovo contatore credevano già di poter risparmiare spostando tutti i consumi la notte (per non dire di chi, con tanto martellamento, lo credeva pure avendo ancora il vecchio)..


Diceva Paperon de' Paperoni: "il centesimo è l'acino del grappolo del Miliardo!".
Questa amena morale del 'risparmiatore', dovrebbe essere applicata in toto all'energia! Si è detto, per esempio, che basterebbe aver cura di spegnere gli standby di TV e similia per illuminare una capoluogo di provincia, e sta bene! Ma allora perché non lanciare una FORTE campagna per l'abolizione dei fari accesi di giorno?... Un'amena bojata (mi si permetta), la cui moda è stata in Italia poco più d'un decennio orsono importata dai paesi nordici (i quali almeno una cosa ancora ce la invidiano, il SOlE!) per tramite dei motociclisti, i quali, dovendo sfrecciare a 250 all'ora, magari dubitavano di esser non abbastanza 'visibili' nel più splendido meriggio! E poi la moda divenne LEX - Silvio Berlusconio DUCE - sacro fumo negli occhi, in onore del nume di un'improbabile sicurezza stradale. E in nome della SICUREZZA che ce ne frega se, per render più 'visibili' i veicoli tenendo accesi 2+2 fari pur, nelle giornate in cui il sole acceca e ti costringe agli occhiali neri, i consumi di carburante aumentano, circa, dello 1%... (ecco il calcolo, approssimativo: una media vettura assorbe ad andaturadi 100Kmh una potenza di una decina di KWatt, consumando per questo circa 1 litro ogni 20Km; beh, un quartetto di fari per un totale di un centinaio di Watt, rispetto a 10 KW, sono giusto l'1% aggiuntivo di consumi, ché l'elettricità dei fari viene generata dall'alternatore pigliando energia dal motore) Ora se lo 1% in + (di spreco) vi sembra poco... è lo 1% di emissioni serra in +, di spesa alla pompa, etc. etc. E poi, tutti gli acidi inquinanti delle batterie scaricate anzitempo (perché in pieno di giorno è molto facile lasciar l'auto spenta coi fari accesi), batterie da ricomprare, assieme a lampadine fulminate e impianti elettrici logorati per sovrautilizzo...
In definitiva, LEX da abolire, o per lo meno da modificare (limitando l'obbligo a situazioni contingenti di effettiva poca visibilità)!

Peter De Cupis 17.02.06 10:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao a tutti!
Perchè inoltre non favorire quelle aziende che utilizzano tecnologie meno inquinanti e più parsimoniose, che riducono gli imballaggi, che non usano sostanze dannose e che magari si producono l'energia con impianti che sfruttano risorse rinnovabili e così via?

Bassetti Niccolò 16.02.06 21:36| 
 |
Rispondi al commento

Sono pienamente daccordo con tutte le proposte mosse ma, a mio modo di vedere, il problema è più complesso e necessita purtroppo di un impegno ancor più grande.
Probabilmente chi leggerà questo mio appunto mi considererà oltremodo onirico nei miei processi logici ma la sete di energia non è solamente italiana e risolvere qualcosa in Italia, rapportando il discorso ad un contesto globale, mi sembra addirittura possibile..
Qualche tempo fa ho sentito parlare di un giovane ricercatore italiano che sta studiando uno speciale generatore in grado di ricaricarsi con il movimento, avente la possibilità di essere assemblato in batteria moltiplicando così la propria forza all'infinito..ovviamente stiamo parlando di nanotecnologia perciò tutto in spazi molto ristretti.
Questo ricercatore affermava di non riuscire a ricevere fondi e di conseguenza di dover emigrare.
Ciò che volglio dire caro Bebbe è che il problema è il finanziamento alla ricerca per chi riesce ad avere una istruzione e l'istruzione per chi non riesce ad averla!
Visto che questo pianeta non riesce a conterene la virulenza dell'uomo, l'unica via di scampo è trovare un vaccino.. una classe dirigente che desideri investire sulle risorse unane, SU TUTTE le risorse umane, non per se stessa me per il bene di tutti.. Chi potrebbe risolvere i nostri problemi non e berlusconi ma il bambino che un minuto fa è morto di fame.... quindi non si può fare cambio per cortesia..
Grazie.
Filippo.

Carlo Filippo Ratti 16.02.06 12:04| 
 |
Rispondi al commento

Molto bello tutto.
Complimenti.
Un unica nota tecnica, il Cip 6 contiene anche
l'equiparazione dell'energia elettrica prodotta da gas con
quella prodotta da fonti rinnovabili. Cioè si paga l'elettricità prodotta dal gas un prezzo più elevato perchè "ecologica".
Il Cip 6 è stato recentemente integrato con un articolo che prevede di equiparare adddirittura l'elettricità prodotta con
la gassificazione degli scarti del petrolio a
quella prodotta da fonti rinnovabili.
Secondo Massimo Mucchetti, ex Espresso, ora Sole 24 Ore, questa storia costa e costerà complessivamente agli italiani
60 mila miliardi di lire (vedi il libro "Licenziare il padrone")
solo per la parte gas. Il 7% in più su ogni bolletta. Mucchetti
avanza anche l'idea che basterebbe presentare il Cip 6 all'Unione Europea per invalidare tutta l'operazione.
Ciao e buon lavoro.


http://www.antoniodipietro.it/

http://www.radicali.it/

http://www.radicali.it/view.php?id=52476


Salve, ho bisogno del vostro aiuto, cerco notizie di qualsiasi genere su aziende che trattano suluzioni energetiche con pannelli solari.
grazie a tutti
Gionnyz@interfree.it

gionata nativi 14.02.06 19:47| 
 |
Rispondi al commento

io non voto perchè non c'è nessuno per cui votare!!!! e non è vero che se mi astengo poi non mi posso lamentare, io mi lamento lo stesso, anzi di più!!!!

e oggi ho deciso definitivamente di non votare!!!!dopo aver sentito prodi dire che "tanto, comunque, la tav si farà"!!!e chi se ne frega se la popolazione della val di susa non è d'accordo!!!! viva la democrazia!!!

daniele pizzitutti 14.02.06 01:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, ho dato un'occhiata al programma dell'Unione sui temi dell'ambiente, l'energia e le politiche sostenibili, e non mi sembra affatto male, fortunatamente abbastanza in linea con i tuoi (nostri) principi.
Mi piacerebbe sapere un tuo commento su queste parti del programma.
Grazie

Lorenzo Cecchi 11.02.06 17:50| 
 |
Rispondi al commento

Facciamo le pulci ai nostri politici.
Navigando in cerca di sondaggi elettorali ho trovato questo sito http://www.ilcandidato.it
che raccoglierà tutti i candidati, da quelli famosi a quelli più scogniti.
Credo che dovremmo dirlo un po' in giro così la gente prima di andare a votare qualcuno o una lista può vedere a chi sta dando la propria fiducia. Io ad esempio non voterei mai uno che di mestiere fa l'assicuratore. Meno che mai un commerciante d'abbigliamento (visto che hanno raddoppiato i prezzi nel 2001) nè un agente di borsa.
un saluto a tutti
e uno speciale a Beppe che è e rimane sempre un grande
alex

alessandro dioguardi 11.02.06 17:02| 
 |
Rispondi al commento

SILVIO E' CON NOI!!!!!!!
SILVIO E' CON NOI!!!!!!!

WWW.SILVIOCONNOI.SPLINDER.COM

SILVIO SILVIO SILVIO!!!!!!!!

SILVIO CONNOI 10.02.06 20:49| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Caro Beppe!!!Sono un ragazzo di diciasette anni e mi rendo perfettamente conto che il problema energetico è un problema SERIO e la mia generazione NON può assolutamente NON cercare di trovare una soluzione a questo o peggio a disinteressarsene completamente!!!!Le risorse di petrolio,come tutti ben sappiamo, non sono illimitate, un giorno finiranno e noi ci ritroveremo a dover pagare fior di euro per "alimentarci"!!!quello che ti chiedo è di trovare un modo per sensibilizzare NOI giovani, perchè NOI siamo il futuro del mondo!!!ciao Bebbe e complimenti per il tuo Blog

MATTEO CAPASSO 10.02.06 15:09| 
 |
Rispondi al commento

Come facciamo a sapere quali sono i programmi dei politici riguardo l'emergenza energia?
perchè nessuno fa domande a riguardo? (soliti giornalisti)
Non è forse il "primo" problema da risolvere in questo paese?
Altro che 5 punti del cuneo fiscale!!!
IO VOGLIO ENERGIA PER IL MIO PAESE!!!
G.

giorgiab b 10.02.06 13:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bun giorno a tutti,

ma perchè invece di parlare tanto politici di destra e di sinistra non fanno veramente politica e no emanano una legge in cui: "tutte le costruzioni ad uso privato e pubblico di nuova costruzione e/o di ristruturazione, a partire dalla data di pubblicazione sulla gazzetta ufficiale del presente decreto, devono ai fini dell'agibilità essere munite di un impianto foto voltaico funzionante per la produzione minima di x kw"

qui non centra ne schieramento ne idee politiche ne nulla ma solo mero Buon senso.

invece parlano parlano ma non fanno mai nulla eccetto aumentarsi lo stipendio!

a lavorare DIPENDENTI!

Ciao Beppe Continua così

Paolo Bottaro Commentatore in marcia al V2day 10.02.06 11:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

buongiorno a tutti. Volevo farvi sapere che nel condominio di Monaco di Baviera, dove abito, il riscaldamento è centralizzato ma disponibile 24 ore al giorno.I termosifoni sono dotati di una simpatica manopola graduata, tramite la quale stabilisco di quanto calore ho bisogno, e di un utile contatore,che stabilisce la quantità di energia da me effettivamente consumata e che dovrò pagare. Lo stesso discorso vale per l'acqua calda. Ogni tot mesi passano i controllori per verificare il consumo e vi assicuro che le bollette sono di gran lunga inferiori a quelle di un tipico condominio italiano a riscaldamento centralizzato e governato dall'oscura figura dell'amministratore.Pensate al risparmio energetico che si potrebbe ottenere se anche in Italia si adottasse questa semplice misura. Inutile dire che l'energia è prodotta dal vicino termovalorizzatore, un edificio tra l'altro bello nella sua modernità, che brucia i rifiuti non altrimenti smaltibili. Il riciclaggio dei rifiuti qui è una cosa seria, vi basti pensare che solo per il vetro ci sono 3 differenti cassonetti, a seconda del colore del vetro, per non parlare dell'alluminio, della carta, della plastica, del cartone.In certi posti, rari a dire il vero, si può raccogliere anche il polistirolo. Anche l'energia eolica è ben sviluppata, come quella solare sebbene la Germania non goda della stessa quantità di sole dell'Italia... Che dire, sono sempre più intristita dall'incapacità dei nostri dipendenti di governare in modo sensato. Comunque ad aprile ci sarò anch'io per dare il mio contributo al grande calcio in c...o al nostro beneamato presidente. Incrociamo le dita...

alessandra allocco 10.02.06 10:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
chiedo ancora ospitalità sul tuo blog per alcune riflessioni in materia di energia.
Ho letto diversi allegati ai blog inseriti e penso quanto segue:
Indubbiamente è fuori discussione che sia indispensabile ridurre le emissioni di CO2 nell'atmosfera perché ci autodistruggiamo.E' quindi indispensabile usare le attuali forme alternative di produzione di energia (non le elenco perché ormai le conosciamo tutti). Il grosso problema è la quantità di energia che divoriamo giornalmente: Sono numeri incredibili, paradossali. Milioni di barili di petrolio, milioni di metricubi di gas naturale, milioni di questo, milioni di quello.
Con le energie alternative attualmente non riusciamo a produrre che una minima quantità di questo oceano di enengia per cui oggi è purtroppo indispensabile dipendere dal petrolio, dal gas naturale , dall'energia nucleare e quant'altro. Il nostro avvenire però ci deve far riflettere. Le nostre salvezze devono essere la ricerca e lo sviluppo. Sviluppo di energie in fase di sperimentazione (fusione fredda, idrogeno, celle solari sempre più complete ed efficaci, sfruttamento del vento e quant'altro) e ricerca di nuovi sistemi per produrre energia. Sviluppare ad esempio la microenergia. Incentivare a produrre ciascuna unità o gruppo di unità abitative o produttive la propria energia, (come ciascuno deve smaltire la propria immondizia e la propria cacca).
Noi abbiamo creato questo modo assurdo di vivere, violentando quasi la natura. Ma sono convinto che sarà la natura stessa a metterci in condizione di sopravvivere alla nostra stessa follia.
Marcello tedesco

marcello tedesco 09.02.06 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto che c'è davvero - è palpabile - l'interesse da parte della cittadinanza alle energie sostenibili e rinnovabili. Credo allora che questo interesse debba essere necessariamente convertito in richieste alle proprie e rispettive amministrazioni affinché esse stesse spingano, incentivino oppure obblighino le imprese edili nonché le associazioni di categoria interessate a intervenire nella conversione degli impianti realizzati e nell'adozione delle nuove tecnologie sostenibili per quelli da realizzare. Non si tratterebbe di richiedere alla amministrazioni straordinari di sorta: semplicemente il risparmio energetico e, non da meno, quello economico e il rispetto dell'ambiente... Comiciamo tutti a far presenti le nostre reali esigenze...

Corrado Pani 08.02.06 16:22| 
 |
Rispondi al commento

ci somo tanti modi per ricavare energia pulita la natura ci offre ampio aiuto al nostro problema il nucleare già c'è è naturale e sta dove a noi non reca danno il sole, inoltre le centrali idro-elettriche saranno anche brutte da vedere ma non inquinano e producono tanta energia come il vento allora perchè non iniziamo seriamente a camminare in queste direzioni che, date retta, è l'unico modo per rispettare la terra e noi stessi. la direzione tenuta finora tende ad usare energie per produrre altre energie ma ogni risorsa del pianeta c'è per un motivo e dobbiamo cercare di capire come sfruttarle e non mi sembra che usare il gas o peggio il nucleare per accendere la luce a casa sia la strada migliore da seguire

patrizio morganti 07.02.06 16:41| 
 |
Rispondi al commento

Sull'automobile: impariamo a vedere l'automobile non soltanto in funzione dei suoi consumi. Dietro ogni oggetto c'è un processo produttivo, quello dell'automobile è particolarmente devastante. Esso assorbe il 20% della produzione mondiale d'acciaio, il 10% dell'alluminio, il 35% dello zinco, il 50% del piombo e il 60% di tutta la gomma naturale (dati aggiornati agli anni '90). Una quantità di materie prime la cui estrazione comporta grandi devastazioni e impoverimenti degli ecosistemi. Senza contare la devastazione del suolo e la produzione di asfalto, catrame e cemento, per la costruzione di strade per fare posto alle automobili. Anche se funzionasse a sabbia e come emissioni producesse profumo di rose, l'automobile sarebbe comunque dannosa.

lucia tamburino 07.02.06 12:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fin quando si parla della necessità di adottare energeticamente automobili più efficienti, capaci di sfruttare fonti di energia alternative, tutti sono d'accordo. Fin quando si punta al progresso tecnologico per risolvere il problema energia, tutto è ok. Oltre no. Quando si comincia a far leva sulla necessità di ridurre i consumi e cambiare radicalmente i comportamenti umani, già una buona metà dei consensi se ne va. Qui ci sono dei paletti, qui passa il confine, oltre comincia il tabù.
Eppure è ESSENZIALE andare oltre. Il progresso tecnologico, da solo, non soltantanto non è sufficiente, ma PEGGIORA la situazione: infatti ogni volta che una nuova tecnologia consente di ridurre un certo tipo di consumi, ogni volta, in realtà i consumi AUMENTANO, perché aumenta la domanda (fenomeno studiato e documentato, si chiama paradosso di Jevons). Per esempio: quando si introducono delle automobili più efficienti che a parità di prestazioni consumano meno, di fatto i consumi AUMENTANO, perché le persone cominciano ad usarle di più e a più elevate prestazioni. I consumi non sono qualcosa di assoluto, ma dipendono dai comportamenti umani. Finché i "bisogni" umani diventeranno sempre più insaziabili, finché ad ogni progresso tecnologico corrisponderà un aumento dei consumi, saremo sempre daccapo. Qualcosa deve cambiare dentro di noi, nei nostri comportamenti.

lucia tamburino 07.02.06 12:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

energie alternative? se ne parla da decenni e non si fa niente basterebbe che ogni palazzo usasse i panelli solari per il riscaldamento ma ci sono troppi interessi in gioco

luigi faddda 07.02.06 10:33| 
 |
Rispondi al commento

INFORMATEVI RIGUARDO ALLA "FUSIONE NUCLEARE FREDDA", L'UNICA SPERANZA PER NON DEVASTARE E DEVASTARCI ULTERIORMENTE!!!

samuele galassi 07.02.06 08:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'italia è bella perchè tutti sono daccordo sulle priorità (a parte le leggi ad personam) ma poi qundo si tratta di fare veramente le cose viene fuori la pochezza delle persone e sopratutto dei programmi.
Mi spiego meglio, a parole sia destra che sinistra (chi più e chi meno) sono daccordo che occorra sfruttare meglio le risorse che abbiamo, puntare sull'ecologia e sulle fonti rinnovabili, però nei programmi, oltre all'elenco delle cose che si vorrebbero fare, manca come farle e i tempi. Sembra strano, ma è "Il contratto con gli Italiani" che i partiti fanno all'atto di una elezione, ed in un contratto dovrebbero essere definiti i dettagli ed i tempi.
Purtroppo questi nostri dipendenti non sono usi a rispettare i contratti ne a dettagliarli (si potrebbero ritorcere contro) mentre, al contrario, sono bravi ad aumentarsi lo stipendio come fanno i manager delle aziende. Che abbiano manie di onnipotenza? (uno sicuramente) :)
Dai partiti, nessuno escluso, vorrei vedere più attenzione ai loro datori di lavoro ed alla loro salute, non solo in fase di campagna elettorale.

P.S. A proposito di campagna elettorale, vicino a casa mia, prima delle elezioni comunale avevano cominciato la sistemazione di una piazza, cosa caduta nel dimenticatoio subito dopo. Ora sono arrivare le ruspe e stanno continuando (leggi cominciando) i lavori. Che sia un caso?

Grazie Beppe

Nicola Colla 06.02.06 11:39| 
 |
Rispondi al commento

ho scritto che per le nazionali non andrò a votare. ho proposto a tutti di non andare a votare. e mi è stato risposto che no, che mi sbaglio, che devo votare, perchè sennò decidono in pochi, perchè votare vuol dire poi potersi lamentare.

la mia domanda allora è questa: ma per chi devo votare? fanno tutti schifo.

rispondetemi:perchè devo dare il mio voto a chi non mi convince per niente? e nè prodi nè berlusconi mi convincono, manco per niente...!!!!!

daniele pizzitutti 06.02.06 00:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao,Beppe anch'io sono convinto che si può risparmiare(in tutti i sensi,salute compresa) utilizzando "Energia alternativa" al petrolio,al carbone,al nucleare.Purtroppo,sono ancheconvinto che con la conoscenza tecnologia attuale (a meno di altre nuove scoperte tecnologiche a noi tenute volutamente segrete...),non sia possibile parlare di sostituzione di fonti energetiche ma soltanto di integrazione.Quanto affermo è ciò che ho potuto sperimentare personalmente pagando a caro prezzo(poichè non c'era mercato)conspirito pionieristico(forsecaparbietà) dal 1978 iniziai a sperimentare i primi collettori solari Acqua/Acqua,Acqua/Aria, Aria/Acqua etc.etc.prodotti da varie ditte allora presenti in Italia e all'estero tra le quali ditte Italiane di importanza nazionale ancora oggi esistenti.La voglia di "Costruire" qualcosa che potesse servire anche ad altri mi spinse a studiare tutto ciò che era possibile utilizzare per produrre Energia alternativa" al petrolio,carbone,nucleare.Costruire prototipi
Dopo aver letteralmente "Divorato"tutta la letteratura esistente dell'epoca mi feci tradurre anche dal francese e dall'inglese alcuni libri acquistati all'estero,oltrechè la consultazione di tutte le pubblicazioni esistenti che per gentile concessione Dell'Enea mi fù fornita gratutitamente(UNICA PUBBLICAZIONE GRATUITA) spaziando dal solare-termico.fotovoltaico all'eolico.Dalle Biomasse alle ,pompe di calore .Dal "TOTEM" costruito dalla FIAT (si diceva con il motore della 127) agli scambiatori ad altissimo/rendimento Francesi.Tutto questo fino al 1985 Mi accorgo ora ,che i caratteri disponibili non mi consentonooltre.Secondo la mia personale esperienza le energie alternative potranno attecchire su vasta scala soltanto quando riusciremo ad avere industrie in grado di produrre nel nostro paese i prodotti per qualsiasi utenza a partire dalle Materie Prime.Perchè acquistare all'esterobarre di Silicio per produrre "Celle Fotovoltaiche"? Abbiamo tanta di quella sabbia in Italia!Grazie

antonio Palumbo 05.02.06 19:51| 
 |
Rispondi al commento

L'economia italiana è in crisi e le nostre città sono sempre più inquinate. Il caro petrolio e la crisi del gas ci stanno mettendo in ginocchio.

Ci sarebbe una soluzione che potrebbe risolvere, almeno in parte tutti questi problemi. La soluzione è INDUSTRIA DEL FOTOVOLTAICO!
Sarebbe un investimento di sicuro successo perchè è innegabile che il fotovoltaico sarà la tecnologia del futuro.
Quando un'azienda va male deve cambiare prodotti, lanciare nuove sfide al mercato, anticipare nuove tecnologie.
Ed allora smettiamola di buttare i soldi sulle TAV, sulle centrali turbogas... basta con gli aiuti all'Alitalia ed alla FIAT! Passiamo al fotovoltaico! Abbiamo le risorse, abbiamo le competenze... non perdiamo altro tempo.

E a chi non crede nelle possibilità italiane vorrei porre questa domanda: 15 anni fa chi avrebbe mai potuto pensare che la Scandinavia sarebbe diventata leader nel campo delle telecomunicazioni mobili?

michele martelli 05.02.06 14:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stamani, mentre facevo colazione, mi è venuta un'idea improvvisa: e se il vero motivo per cui l'Iran si dà tanto da fare per arricchire il suo uranio non sia quello che si dice, cioè l'armamento atomico, ma il tentativo di continuare ad avere energia in abbondanza in vista della fine del petrolio? Il petrolio starebbe per finire assai prima di quel che si crede, di quel che si dice, di quel che si racconta al CITTADINO. La storia dell'armamento nucleare, del terrore atomico, della minaccia della guerra atomica avrebbe il duplice scopo di nascondere la verità a chi in teoria dovrebbe decidere della vita propria e delle proprie comunità, cioè noi, gli ELETTORI, i CITTADINI liberi, titolari di diritti e doveri: in questo modo chi,sempre in teoria, dovrebbe lavorare per noi, per nostro conto, ha mano libera per studiare il da farsi più favorevole agli interessi propri e del socio-complice che invece, sempre in teoria, doveva controllare per nostro conto, cioè il potere economico. L'altro scopo molto utile dell'agitare la minaccia nucleare è quello che per tanti anni è stato raggiunto con efficienza durante la così detta 'guerra fredda', e che oggi con un rendimento migliore si ottiene con il terrorismo: racchiudere il mondo, le nazioni, le società, le comunità via via più piccole, fino ai comuni e villaggi, le singole persone nel terrore dell'autodistruzione, in una minaccia di morte continua. Certamente, con una pistola puntata alla testa nostra e dei nostri cari, soprattutto dei nostri figli, siamo tutti più docili, meno indisciplinati, più disposti a rinunciare "spontaneamente" alla nostra libertà (è per la nostra sicurezza, ci raccontano) e a eseguire gli ordini che ci vengono impartiti. Non c'è bisogno di violenza perché facciamo ciò che "conviene" fare, basta la minaccia di usarla. Anzi, in questa situazione, ci si può concedere perfino il lusso di chiedere gentilmente e in modi smaglianti, come fa la pubblicità ad esempio, ciò che rimane comunque sempre un ordine

andrea casalini 05.02.06 11:47| 
 |
Rispondi al commento

http://www.nwo.it/elite_denaro.html


Premesso che non sono militante DS/PDS/PCI penso, forse sbagliando, che Fassino, assieme a pochi altri, faccia parte di un manipolo di politici su cui fare affidamento ed una persona perbene. I magistrati stanno insabbiando il caso UNIPOL? Penso che nessuno lo sappia, tantomeno Berlusconi che quando è imputato si avvale della facoltà di non rispondere e del diritto, derivante dai privilegi dovuti alla carica istituzionale che ricopre, di rilasciare dichiarazioni volontarie evitando, di fatto, di sottoporsi alle domande dei giudici. Parla invece con i giudici di azioni riguardanti gli avversari politi, risultate di nessun conto, dopo avere millantato nel salotto di Vespa di essere a conoscenza di "chissà che cosa". Egr. sig. Michele non si è invece chiesto perchè Berlusconi ed i suoi accoliti, utilizzando il malaffare (ancora da dimostrare) di Consorte e del suo vice, stiano demonizzando il mondo delle Cooperative? Non sarà perchè rappresentano un'entità in concorrenza con gli interessi della sua famiglia? Tanto "can can" quando tutto è ancora da dimostrare e nessuna sentenza è stata emessa, perchè allora non parlare delle condanne (anche se non di terzo grado) di Confalonieri e di Previti? Perchè non parlare delle prescrizioni che hanno tolto le castagne dal fuoco al Presidente del consiglio, o dei procedimenti ancora in corso in cui è imputato di gravissimi reati?

Giorgio Fusconi 04.02.06 16:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anch'io sono una fans di Beppe e sarò al Palalottomatica quando verrà a Roma. Poltrona di platea, così lo vedo "da vicino" insieme ad una amica e alle figlie di quest'ultima.
Volevo però ritornare sul tema scomodo della conquista della BNL da parte di Unipol e Consorte, vista l'OPA lanciata dalla più grande banca francese e sull'articolo di oggi di Turani su Repubblica.
Ce li ricordiamo ancora con quanta insofferenza e fastidio Fassino, D'Alema, Bersani e mezzo vertice diesse, osservavavano fino a qualche tempo fa come fosse uno scandalo che la Banca d'Italia e tutti gli organi di controllo non si erano ancora pronunciati (dopo mesi) sull'OPA dell'Unipol per la conquista della BNL.
Beh è davvero curioso che dopo averlo fatto per ben due volte respingendola (sia quella presentata da Consorte sia quella avanzata ed integrata di maggiori dettagli dal nuovo vertice) nessuno si degni più di un solo commento ed osservazione.
Certo a leggere l'articolo di oggi di Turani se ne possono ben comprendere le raioni: il ritratto che fa di quella scalata, portata avanti da "furbetti" italioti che non volevano competere in modo "trasparente" sul mercato (ammesso sia davvero possibile farlo) e avanzando una OPA improponibile è cosa che non lascia molti margini a commenti plausibili.
Che il nuovo governatore Mario Draghi abbia fatto valutare la pratica dai suoi funzionari senza manco sprecarcisi personalmente, tanto era chiara l'improponibilità dell'offerta fa en capire oggi perché Fazio fosse tanto protetto dai DS visto come guardava meno per il sottile a certe questioncelle...
Allora? Ora il giudizio è stato dato no? Nessuno oggi ai vertici di quel partito si degna di esprimere una valutazione, un giudizio, di spiegarci perché (perché ancora non l'ha fatto mai nessuno) il vertice di quel partito si è coinvolto tanto, compromettendosi anche personalmente, per difendere un manipolo di malfattori?
Attendiamo fiducosi ma oaiono aver perduto il verbo! Chissà perché...

Bruna Gazzelloni Commentatore in marcia al V2day 04.02.06 11:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SALVE!!! SONO UNA FAN DI BEPPE GRILLO E LO SEGUO AD OGNI SPETTACOLO CHE PROPONE QUI' A VERONA...QUEST'ESTATE IN ARENA ABBIAMO PRESO UN SACCO DI PIOGGIA, MA IERI SERA AL PALLAZZETTO AL CALDO E' STATO COME SEMPRE ...ILLUMINANTE!!!!!
HO SCRITTO SOLO PERCHE' VOLEVO STAMPARE IL VOLANTINO CHE CI HA CONSIGLIATO DI DIVULGARE, MA NON RICORDO QUALE E' E SEL SUL BLOG LO TROVO...POTETE AIUTARMI???
GRAZISSIME!!
E VIVA BEPPE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

BALLARINI MARIA PIA 04.02.06 09:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, ho visto la tua intervista su arcoiris.tv. Sei grande perchè hai il coraggio di dire la verità! siamo tutti con te. Giovanna

http://www.mobbing-sisu.com


Ho installato per 6 anni impianti di riscaldamento ad energia alternativa, dal 1980 (II crisi energetica) al 1986 (inizio metanizzazione dell’Italia). Impianti a pompa di calore acqua-acqua con potenze erogate da 10 a 80 kW, ca. 500 impianti. Poi il basso prezzo del petrolio ha cancellato questo settore di sviluppo, almeno in Italia, ancora oggi non siamo ripartiti salvo casi particolari.

Nonostante sia convinto della bontà e dell’efficacia dei sistemi ALTERNATIVI, non fatevi illusioni, senza NUCLEARE siamo spacciati, in Italia e per tutto il pianeta.
OGGI si BRUCIANO in media 50 petroliere (150.000 tonnellate/cad) al GIORNO.
Vi rendete conto? E voi volete sostituire 18000 petroliere all’anno con i pannelli solari, ma siete scemi o ignoranti ?? I paesi che stanno lavorando seriamente per il futuro (Giappone, USA, Francia, Cina, India,…) stanno sviluppando massicciamente il nucleare per poter sopravvivere e per poter SUPERARCI.

Basta esportare miliardi di euro per acquistare e bruciare petrolio e gas. Meglio investire cifre molto maggiori in Italia per il nuclerare (meglio 1000 euro ad un operaio italiano che 500 euro ad uno sceicco, o no?). Dobbiamo scegliere tra essere una nazione tecnicamente avanzata (e quindi energie rinnovabili + nucleare, come la Svizzera) o tornare ad essere tra le ultime e affamate nazioni.

Nota x Rutelli ca. il turismo da sviluppare: il turismo non è una risorsa ma solo la possibilità di incamerare spiccioli. Una nazione che vive di turismo significa che sono tutti camerieri, cuochi, facchini, bagnini, ecc ma vi rendete conto che fine faranno i ns figli che non avranno più petroliere da bruciare??

Marco Saggio 04.02.06 09:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CHE IL BERLUSCA NON SIA CANDIDO è SICURAMENTE VERO,MA QUELLO CHE STA DICENDO SU I DS MAGISTRATI E INSABBIAMENTO DEL CASO UNIPOL è SENZA DUBBIO VERO. PERCHè L'INCHIESTA è PASSATA A ROMA LUOGO DI MISFATTI INENARRABILI,PROCURA NELLE MANI DELLA POLITICA ROMANA E D'AMBROSIO COME UN CAVOLO A MERENDA IL DIRITTO DI PENSARE CHE QUANDO FACEVA IL MAGISTRATO NON ERA COSI TANTO OBIETTIVO, VISTO IL FINALE O IL SIGNOR FASSINO ME LO NEGA PERCHE LUI è UNA PERSONA PER BENE E BISOGNA CREDERGLI PER FORZA.LA VERITA E CHE SONO TUTTI UGUALI.

michele bracceschi 04.02.06 07:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, a me sembra che noi tutti viviamo aldifuori della realtà

Bruno Correnti 03.02.06 21:30| 
 |
Rispondi al commento

Mi piacerebbe sapere, a proposito di energia rinnovabile, se le centrali idroelettriche sono inquinanti, nocive e pericolose.

p.s.: complimenti per il sito!!!!!!

Giulio Bruno 03.02.06 20:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

chiedo aiuto a nome di tutti i musicisti jazz dela liguria,
FATECI SUONARE!!!!!!!! suonerei per te beppe...se hai bisogno di note (musicali)
scrivimi...

Ugo Rally 03.02.06 19:26| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti,ho scoperto che nella mia regione si concedevano finanziamenti per l'installazione dei pannelli solari per produrre elettricità e per riscaldarel'acqua,era un finanziamento al 50% sul costo complessivo di circa 20 mila euro.Ora mi viene da notare che anche con le più buone intenzioni non tutti possono permettersi una simile spesa,e mi chiedo:non si può trovare il modo,magari con dei grossi investimenti statali,di permettere a tutte le famiglie l'installazione dei pannelli solari?magari non avremmo troppi problemi di gas e petrolio da importare visto che buona parte del lavoro lo farebberò i pannelli!!!

Sebastiano Casotto 03.02.06 19:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PER TUTTI QUEI RAGAZZI CHE MANIFESTANO L’INTENZIONE DI NON ANDARE A VOTARE

**************************************
DOBBIAMO MANIFESTARE IL NOSTRO CONSENSO O DISSENSO CON IL VOTO IN QUANTO DIRITTO ACQUISITO E IRRINUNCIABILE PER RISPETTARE IL SACRIFICIO DEI NOSTRI PADRI E CHE CI CONSENTE DI VIVERE IN UNA DEMOCRAZIA.
UN MIO VECCHIO PROFESSORE DICEVA :
“ Chi non vota non può neanche lamentarsi per quello che non gli và, non ha espresso cosa voleva”.

**************************************
*LIBERIAMOCI DAI SIMBOLI POLITICI, IMPARIAMO A VEDERE SOLO LOGHI *
(Solo per essere più liberi nelle nostre scelte, ragionando con la nostra testa per capire la verità dell’immagine riflessa. Nella società moderna il logo identifica la storia e la qualità di un prodotto: noi cambiamo prodotto quando non soddisfa più i nostri bisogni interiori ed esteriori senza rimpianti o conflitti. Vedere loghi al posto di simboli vuol dire essere più liberi e rispettare noi stessi ).

**************************************

IN DEMOCRAZIA RAGAZZI……..
l’astensione al voto può avere come conseguenza che una minoranza di cittadini governi e decida per la maggioranza.

ANDIAMO TUTTI A VOTARE LIBERI DI MENTE

**************************************

IN DEMOCRAZIA RAGAZZI , LA RIVOLUZIONE SI FA CON LA PARTECIPAZIONE: L’ARMA E’ IL VOTO .
**************************************
Il presente commento sarà bloggato a intervalli regolari su tutti i POST visto il numero di persone indecise a manifestare il loro diritto di intervenire sulle scelte politiche del paese in cui vivono.

Da oggi tutti i commenti del sottoscritto avranno come intestazione il terzo paragrafo del presente commento, indipendentemente dal contenuto.

I BUGIARDI CI SONO E CI SARANNO SEMPRE BASTA ESSERE PRAGMATICI E LIBERI DI MENTE


ernesto scontento 03.02.06 16:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma ci vogliamo far mettere sotto dai mussulmani ?
Hanno tutti paura di pubblicare quelle brutte vignette. Sti incivili condannano a morte i vignettisti e nessuno dice nulla ? solo scuse ?
Leggetevi The Politically Incorrect Guide to islam di Robert Spencer
Poi leggetevi il corano tradotto, non quello interpretato. Non avrete parole!!!!!Ciao

Antonio Ec 03.02.06 16:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro beppe
io avrei un idea per produrre energia eletrica a costo 0:
l'idea è questa usare le palestre dove pratticano lo spinning è una frorza motrice non indiferente basterebbe progettare un sistema in grado di trasmettere il movimento. si può fare sopratutto per beneficenza . ciao ho mille idee

marco fadda 03.02.06 13:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'acqua potabile di Arezzo, gestita dalla società privata Nuove Acque che la preleva dalla diga di Montedoglio a pochi chilometri, è la più cara d'Italia come risulta da una tabella riportata su Repubblica di qualche giorno fa.

carla berti 03.02.06 12:26| 
 |
Rispondi al commento

SCUSATE,UN PO' D'ATTENZIONE.
Ci lamentiamo spesso dei nostri dipendenti che si aumentano gli stipendi e che li vorremmo a progetto, se concludono bene se no a casa. Ma se sn ns dipendenti perchè nn indire un referendum popolare? Siamo in tanti,possiamo organizzarci in rete e boicottare i ns dipendenti che ci ostacoleranno. Nel referendum faremo una legge in cui gli onorevoli stanno in carica a progetto,avranno uno stipendio deciso da noi e nn potranno aumentarselo,e una volta terminato il mandato solo se riusciranno a stare in carica per 15 anni consecutivi potranno avere la pensione dallo stato....beppe fammi sapere se hai letto il mio post

Giuseppe Ragusa 03.02.06 11:05| 
 |
Rispondi al commento

E'conveniente installare dei pannelli fotovoltaici o solari in un'abitazione di 2 persone nella regione Veneto?Grazie anticipatamente...

stefano barbieri 03.02.06 10:52| 
 |
Rispondi al commento

ciao sei al corrente che il ministero sul conto energia sta facendo marcia indietro e vuole che sia pagato solo la corrente che in esubero cedi all'enel e non tutta quella prodotta?
e questo con una delibera retroattiva!!!!
Dovrebbe uscire sulla gazzetta a giorni
mi sembra che ci prendano per scemi!
Prima incentivano e poi trombano?
carlo

carlo visinoni 03.02.06 07:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perchè parlare ancora del nucleare? E della fusione a freddo cosa sappiamo? In Svizzera, grazie anche a incentivi (in verità molto ridotti) quasi tutte le abitazioni vengono costruite in modo di essere autosufficenti per il riscaldamento. E l'inverno dura quasi sei mesi con temperature ben piu basse che in Italia. Nella costruzione bisogna osservare le tecniche di coibentazione (da notare l'impiego della canapa, come eccellente materiale isolante) e installare una pompa a calore. Risultato: per il riscaldamento non serve piu ne gas ne petrolio. ZERO SPESE. E, come in quasi tutti i paesi nordici con poca insolazione, si cerca di installare pannelli solari ovunque sia possibile (vedi il nuovo stadio di Berna). Certo il solare coprirà solo il 15% del fabbisogno. L'eolico basterà solo per un 10%. Allora si stanno installando i primi impianti per la produzione di biogas. E si cerca di ridurre i consumi (inutili). E i consumatori possono scegliere di comperare energia pulita, al posto di quella nucleare (noi abbiamo 5 centrali nucleari). Naturalmente l'energia pulita viene offerta a un prezzo piu alto. E le richieste superano la quantità disponibile. Si puo anche fare un sacrificio per cercare di creare un'alternativa. Nessuno crede nel miracolo che rimpiazza il petrolio. Non vogliamo fantascienza, ma tecnica usata con intelligenza. Non con il nucleare. O con la fusione fredda(?)

mau Sandri 02.02.06 21:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari amici,
il post di Beppe mi è piaciuto molto ed ho anche molto apprezzato tanti commenti, che mi sono sembrati scritti da amici intelligenti e preparati.
Certo, la materia è molto complessa ed è difficile farsi un'idea precisa: penso comunque che chi punta su una personale riduzione del consumo di energia abbia un mare di ragioni. Il primo problema è proprio quello di evitare i consumi non necessari.
Con l'occasione, vorrei rivolgere agli amici del blog una preghiera personale: piantatela di scrivere k invece di ch e X invece di per: ma vi costa proprio tanta fatica di premere due o tre tasti al posto di uno?

Lucio Bilancini 02.02.06 19:47| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici,
il post di Beppe mi è piaciuto molto ed ho anche molto apprezzato tanti commenti, che mi sono sembrati scritti da amici intelligenti e preparati.
Certo, la materia è molto complessa ed è difficile farsi un'idea precisa: penso comunque che chi punta su una personale riduzione del consumo di energia abbia un mare di ragioni. Il primo problema è proprio quello di evitare i consumi non necessari.
Con l'occasione, vorrei rivolgere agli amici del blog una preghiera personale: piantatela di scrivere k invece di ch e X invece di per: ma vi costa proprio tanta fatica di premere due o tre tasti al posto di uno?

Lucio Bilancini 02.02.06 19:46| 
 |
Rispondi al commento

Bellissime proposte queste delle primarie per l'energia, peccato che al momento di realizzarle si mettono di traverso sempre le stesse persone, ovvero quelle persone che a parole le sostengono con gran fervore, anzi ne fanno credo politico, poi quando bisogna passare ai fatti, fanno le barricate.
povera Italia!!!
Giuliano Sacconi
PS. Un cosiglio per Grillo: prendi le distanze da questa Sinistra o finirai per essere inghiottito dalla sua demagogia, e sarebbe un peccato.

Giuliano Sacconi 02.02.06 18:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe Grillo,

visto che hai un impianto fotovoltaico installato volevo chiederti se veramente hai riscontrato che con il nuovo " conto energia " hai effettivamente incassato soldi per l'energia elettrica in eccesso alla tariffa tripla e se i costi di manutenzione del tuo impianto sono all'anno di...dimmelo tu, magari verrei a vederlo

Ciao MAx
LIvorno

massimiliano notarnicola 02.02.06 17:03| 
 |
Rispondi al commento

http://italia2.blog.tiscali.it

Una cosa che non sapevo, e che invece si dovrebbe sapere è che esistono tantissimi modi per ricavare energia, testati e brevettati, ma nessuno li tirerà mai fuori perchè troppo straordinari.

Energia eolica e solare sono ottime alternative, ma non potranno mai sostituire la praticità di forme di energia che usiamo ora.E' per questo che vengono sbandierate come fonti alternative, perchè sono innocue!

Esiste invece un macchinario che si chiama MEG, poi c'è la FUSIONE FREDDA ...

Ne avete mai sentito parlare del progetto MEG????

http://italia2.blog.tiscali.it


*LIBERIAMOCI DAI SIMBOLI POLITICI, IMPARIAMO A VEDERE SOLO LOGHI *
*******************
flavio marcoionni 01.02.06 18:01 - 1 di 2

il diritto al voto e importante ma se il voto non rispecchia la volonta del popolo e inutile votare anche perche oramai in italia andare a votare significa eleggere questo e quello schieramento che non rispecchia il popolo ma solo il propio egoismo cioe se io voto a destra o sinistra non si fa la volonta del popolo ma solo quella del politico eletto che secondo me è eguale a sputare sul popolo italiano infatti bisognerebbe innanzitutto fare un po di pulizia fra i politici magari lasciandoli a casa!!!! e non confermare le loro cariche e ribadisco da destra a sinistra nessuno escluso!!!!!
ora so che e folle pensare a epurare i politici ma bisognerebbe farlo per la nostra italia....
il voto e importante ma nello stesso tempo inutile come fare?
un cittadino confuso!!!
**********************************************
Ciao Flavio, lo so è dura chiedere di andare a votare, ma io sono convinto che abbiamo toccato il fondo.
Quindi necessita la partecipazione di tutti per ristabilire le regole Democratiche. Il non voto in qualunque forma non è la soluzione Flavio, si rischia il CAOS, una minoranza qualificata governerebbe sulla Maggioranza che non si è espressa. Innescando quelle tensioni sociali che non fanno crescere la Democrazia in quanto è tale se il popolo la indirizza. La nostra Democrazia deve trovare le regole dell’arternanza e della governabilità. I nostri Politici devono ritrovare il valore morale della loro missione interessandosi ai problemi del paese. LO SO TUTTO QUESTO E’ LESATTO CONTRARIO DI QUELLO CHE STIAMO VIVENDO. BENE BATTIAMOCI CON LUNICO STRUMENTO EFFICACE IN DEMOCRAZIA, - CONTINUA

ernesto scontento 02.02.06 14:11| 
 |
Rispondi al commento

*LIBERIAMOCI DAI SIMBOLI POLITICI, IMPARIAMO A VEDERE SOLO LOGHI *

flavio marcoionni 01.02.06 18:01 - 2 di 2 - SEGUE
****************
Comunque se qualcuno fosse d’accordo sul fatto di cambiare maggioranza di governo ma è indeciso su dove orientarsi, per loro c’è il mio amico Gigi, operaio alla piaggio da 25 anni che ieri sera al BAR mi ha confidato questo:
Sono un uomo di centro sinistra, con una sensibilità per l’ambiente. Il mio partito di riferimento sono i DS. Ipotizza che attualmente, per quanto accaduto o per incapacità di rigenerarsi dei DS, io sia deluso o nauseato vedi tu. Cosa dovrei fare? Non votare? Votare scheda bianca? Cosa otterrei? Nulla, solo una soddisfazione personale ma immaginaria di farli sentire degli incapaci. MA BISOGNA AVERE UN GRANDE SENSO DEL PUDORE PER PROVARE QUESTO SENTIMENTO. Inoltre tutti si approprierebbero simbolicamente degli astenuti o delle schede nulle perché l’onesta intellettuale scarseggia nel mestiere del politico. Oppure posso scegliere il male minore e andare a votare il partito dei verdi che rappresenta il 10% della mia anima con il risultato di non danneggiare l’area politica di riferimento. I verdi probabilmente si rafforzerebbero e forti di questo cercheranno di fare politiche idonee al loro mandato ( e io qualcosa per la mia anima ottengo). I DS rifletterebbero cercando di rigeneransi se vorranno sopravvivere politicamente. Naturalmente il cambiamento del processo politico deve essere accompagnato anche con un minimo di partecipazione attiva e dialogo fra individui. Certo è un processo lento ma noi siamo quasi al termine della vecchia logica partitica, anzi io credo che saranno l’ultime elezioni dove ci proporranno i partiti di votare chi decidono loro. Le prossime saranno fatte per aggregazione di partiti che formeranno un unico partito. Sicuramente quello è un momento importante perché sarà come un bambino che dovrà crescere, starà a noi dargli i valori e gli esempi giusti. Naturalmente in

ernesto scontento 02.02.06 14:08| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
Vorrei porre una domanda, sto costruendo una casa nuova e vorrei mettere dei pannelli solare termici per aiutare la caldaia ma il mio geometra mi ha detto che probabilmente sul tetto non posso piazzarli perche' il comune non lo aproverebbe per l'impatto ambientale e perche' nel piano urbanistico del mio paese abito in zona verde di rispetto vicino a un fiume, ora vi chiedo ma possono esistere leggi che ostacolano l'energia pulita? solo perche' sul tetto sta male vedere una cosa nera? e poi se a me piace a loro cosa puo fregare.

Daniele Poli 02.02.06 11:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Carissimo Beppe Grillo,
proprio oggi ho avuto il piacere di vedere un tuo documentario riguardante l'idrogeno... il costruttore dell'impianto domestico e mobile (su di un furgone) era un simpatico abitante della Svizzera tedesca. Sono molto interessato alla questione energia, tanto che, vorrei ricevere maggiori ragguagli in merito alla centrale che il signore intervistato aveva ideato e costruito presso la sua abitazione. Chiaramente questa mail non è indirizzata solo al Beppe ma anche a tutti coloro che potranno fornirmi informazioni in merito. Grazie a tutti Giovanni Gorni

Giovanni Gorni 02.02.06 00:29| 
 |
Rispondi al commento

Una bella lentona d'ingrandimento di tre metri di diametro che tiene il punto di fuoco tutto l'anno su un tubo dove circola acqua, no, io l'ingegno ce l'ho messo.PEniamo poco con qualche soluzione perchè quì si sta per uno. Bona

maurizio fioravanti 01.02.06 21:42| 
 |
Rispondi al commento

scusate se sono scontato: ma gli interessi di un privato, che cerca di rimanere a galla, non possono coincidere con gli interessi della collettività, quindi soprattutto servizi così importanti, come la distribuzione idrica, non possono essere privatizzati.++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++

il mio professore di chimica dice che: i problemi nell utilizzo di H (idrogeno) stanno proprio nrlla produzione dello stesso: non ci sono infatti "miniere di idrogeno" perchè quello presente nella molecola d'aqua non è utilizzabile così come è, ed andrebbe prodotto utilizzando energia, ed andando a ricadere sui combustibile fossili inquinanti.++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++

Io CHIEDO:

con i dovuti calcoli...potremmo produrre H partendo dai combustibili inquinanti a nostra disposizione e dopo aver prodotto un pò di idrogeno conservarne una parte ed utilizzare il resto per produrne altro?

Matteo Carpinella 01.02.06 21:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il premio Nobel Carlo Rubbia andrà in Spagna a realizzare la centrale solare termodinamica che l'Italia gli ha negato, e badate bene con si parla di sistemi a pannelli fotovoltaici, si parla di una serie di specchi solari che concentrano la radiazione solare su delle condutture che contengono una soluzione salina che accumula il calore e con questo calore produce del vapore che serve a far girare delle turbine che producono energia....sapete come si chiama il tutto Progetto Archimede

andrea messelod 01.02.06 20:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non capisco perchè continuino tutti ad incensare il fotovoltaico quando è lampante che al momento è una tecnologia priva di un reale tornaconto a fronte di investimenti ingentissimi (20.000 euro per non riuscire a soddisfare il fabbisogno di una famiglia).
Badate bene che in Germania, dove nel tempo l'utilizzo di tecnologie per lo sfruttamento di fonti rinnovabili è stato massiccio, producono, a secondo delle fonti, dal 6% al 15% del fabbisogno energetico nazionale, un po' pochino...
Non voglio essere noioso e petulante, ma penso che un governo debba pensare al futuro di uno stato più che al presente e scusatemi ma io se fossi al governo non investrirei mai 100 o 200 miliardi di euro per non poter dare dei reali benefici.
Al momento ciò che si può fare è investire su nuov gentrali termoelettriche con rese vicine al 90%, (come propone grillo nel suo documento), eliminare gli sprechi ecc...
Poi vorrei far presente che oggi, quando si parla del nucleare, non si parla più solo di uranio, plutonio, la ricerca si muove anche su altri fronti.
Le centrali di nuova generazioni potrebbero essere a fusione e non a fissione, ed utilizzare il deuterio ed il trizio (isotopi dell'idrogeno).
Le centrali a fusione nucleare produrrebbero, come unico tipo di scoria, elio 4 che è un gas inerte e assolutamente non radioattivo, inoltre non userebbero sistemi a combustione e quindi non inquinerebbero l'atmosfera (di fatto non avrebbero emissioni di pericolosità rilevante). Inoltre dovrebbero essere in grado di ottenere grandi quantità di energia, anche superiori rispetto alle centrali a fissione odierne.
Il problema reale dell'italia è che oltre a essere fermi tecnologicamente lo siamo anche culturalmente, siamo fermi alla cotraposizione destra-sinistra, operai-borghesi, nucleare si-nucleare no, ma dvremmo accorgerci che il mondo va avanti...dovremmo cominciare a dire : nucleare?
Quale ? Come? perchè no? perchè sì?ecc...

andrea messelod 01.02.06 20:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

bisognerebbe diminuire la dispersione di energia delle nostre case, utilizzare edifici gia nati con pannelli solari. Anche se il nostro futuro potrebbe essere nelle piante, (e la natura ci ha gia preceduto)nella ricerca su gli organismi foto e chemiosintetici, se non fosse che la ricerca nel nostro paese è ridotta ad un moribondo rantolante!

Matteo Carpinella 01.02.06 20:31| 
 |
Rispondi al commento

Secondo te (e secondo voi) sarebbe possibile creare un fondo fra i partecipanti al blog al fine di incrementare il numero di "tetti fotovoltaici"?
Mi spiego meglio... alcuni hanno lo spazio e non i soldi mentre altri hanno i soldi ma magari non possono o non vogliono mettersi i pannelli fotovoltaici in casa. Grazie al blog possiamo raccogliere dei fondi da destinare a chi è intenzionato a montare i pannelli solari nella propria abitazione.
Oggi l'ENEL paga l'energia prodotta e questi soldi potrebbero essere utilizzati per ripagare il fondo di cui sopra della spesa sostenuta per i pannelli. Una volta ripagati (10 anni?) i pannelli rimangono di proprietà di chi ha concesso lo spazio sulla propria casa.
Secondo me potrebbe anche essere una forma di investimento abbastanza redditizia per chi ci mette i soldi!
Mi permetto anche di suggerire la forma giuridica del fondo, che potrebbe essere quella di un trust di diritto inglese!!!

Ciao a tutti

Michele Magnani 01.02.06 19:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' così fastidioso scoprire la tua subdola intenzione di incuriosire per far aprire il tuo messaggio contro la SIGNORA che...
Nonostante non abbia niente da dire scrivo nel blog che sono ben felice di annunciare il fiasco della candidatura del giullare FO...ttutologo.
Anche per questa volta Milano si salva il culo dalla violenza di certe mentalità comuniste arcaiche e superate e sconfitte dallaSTORIA del mondointero.
E vai in seconda fila!
Ciao
Gianni

gianni silva 01.02.06 17:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

c'è una possibilità concreta che non viene mai presa in considerazione; sembra una barzelletta, e invece...
http://www.gianfalco.it/?p=29


c'è una possibilità concreta che non viene mai presa in considerazione; sembra una barzelletta, e invece...
http://www.gianfalco.it/?p=29

gianni falcone 01.02.06 17:27| 
 |
Rispondi al commento

Perchè i politici ignorano i nostri bisogni primari e pensano solo agli affaracci loro.....?

Lorenzo Budani 01.02.06 16:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non so se arabbiarmi o mettermi a ridere, con la campagna elettorale sia delle politiche che delle comunali i nostri candidati dei diversi schieramenti sparano progetti a raffica.
Le migliori comunque sono queste:

Dario Fo (per fortuna ex candidato a sindaco di Milano): “ sequestrare gli appartamenti sfitti da dare agli indigenti” ma aziona il cervello prima di parlare…. Sa che per sequestrare ci sono delle leggi da rispettare…
Roberto Formigoni: “abolirei tutti i diesel se potessi” ma come sono il 52% del mercato delle auto… e poi la ripresa del settore dove va e i soldi alla gente per un’auto nuova a benzina li da lui? Ma lo hanno informato che inquina più un auto a benzina nei primi 10/15 minuti di avviamento, infatti il catalizzatore se non è in temperatura è inutile e dal tubo di scappamento escono i vari benzene, aromatici assortiti tutti belli cancerogeni, il 60% del traffico è inferiore ai 10 minuti per cui…….
Ma la più bella è di un’aderente al partito della “Rosa nel pugno” intervistata dal TG3 purtroppo non ho fatto a tempo a leggermi il nome sulla didascalia che mentre spiegava con cipiglio i sistemi per ridurre l’inquinamento dell’aria veniva fuori con la seguente trovata “per ridurre l’inquinamento bisogna usare meno la macchina, ma l’ideale è trovare un lavoro vicino a casa che si può andare a piedi o in bicicletta” MA COME già avere un lavoro è un miracolo… ma la signora lo sa che vi sono persone che pur di lavorare si fanno anche 50, 100 km al giorno!! Sicuramente sarebbero ben felici di avere il lavoro dietro casa, meno spese, stress, incazzature varie, se lo trova lei il lavoro sotto casa a tutti, con stesso grado, retribuzione, anzianità va benissimo…

Questo è solo un campione di tutte le castronerie che dicono e queste persone sono li a prendersi valanghe di soldi per sparare queste cazzate!!!!!!!!!!!!!

Renato Brambilla 01.02.06 16:26| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

energia energia,è mai possibile che in germania dove nell'arco di un anno contano i pochi giorni di sole,mentre in italia contiamo i giorni di pioggia, abbiano una superficie di pannelli solari nettamente superiore a noi?basta essere trattati da c....ni,damose na' mossa votiamo per le donne e votiamo per gli ultimi delle liste,gente nuova con voglia di fare del bene per la propria nazione,sn stufo di essere considerato un cittadino europeo di serie c solo perchè ho dei parlamentari che fottono i miei soldi

Giuseppe Ragusa 01.02.06 15:59| 
 |
Rispondi al commento

una cosa che si può in italia per risparmiare:
prima cosa gli stipendi di tutti dipendenti della politica per il rispetto di tutti i disocupati e disagiati, spero che nel programma di qualche schieramento ci sia,
come la lista di politici incensurati,
anche una legge sul'abuso di potere

marco fadda 01.02.06 15:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe.sono un tuo concittadino anke se "calcisticamente" dalla sponda opposta alla tua ( si dice ke tu sia doriano..ma daiii una persona intelligente come te dovrebbe tifare per il vekkio "zena" :-)) ) ma veniamo al tema della discussione..io da 6 anni sono resiente in Germania e ti posso assicurare ke nonostante i signori che ci governano dicano ke no siamo dietro a nessun altro paese dell'unione..beh..rispetto alla Germania siamo al medio evo! sia per la politica energetica sia per la politica sociale ke li, in Germania esiste ( assistenza ai lavoratori ke prerodno il posto di lavoro, uan sanita ke "funziona realmente" etc...) consiglierei a tutti i governanti di farsi delle belle gite nei paesi del nord europa ( vedi anke paesi scandinavi..) cosi ,forse, al loro ritorno avrebbero piu pudore nello sbandierare la nostra "MOLTO PRESUNTA" posizione di avanguardua sociale! un ultimo appunto, permettimelo...ho letto ultimamente le deliranti esternazioni di un nostro (purtroppo...) concittadino..Baget bozzo...beh ...innanzitutto gli consilgio di non firmarsi "sacerdote" perke cosi facendo usurpa un titolo ke proprio no gli appartiene visto ke invece di "pascere" anime occupa il suo (ahime per noi) molto tempo ad indottrinare futuri berlusconiani...pensi alle nefandezze compiute dalla kiesa nei vari secoli ( senza andare troppo indietro nel tempo basta guardare ai giorni nostri...) ke forse sarebbe meglio!

Roberto Frattini 01.02.06 13:18| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

A proposito di energia: ve la ricordate la fusione a freddo?

http://italia2.blog.tiscali.it/

Un filmato e la descrizione del metodo.


Ciao a tutti...interessante il problema energia, il punto è: chi vuole fare qualcosa a proposito? bene sappiamo tutti che America prima e ora, in più ora Cina , India potenze economiche in piena espansione, per non dire la Russia di Putin dove ormai governa il gas mondiale e parte del petrolio, non sono a favore di energia rinnovabili e quindi ecologiche....perchè? IL gioco di potere! Finchè c'è il giocattolo spremiamolo fino all'asso e poi si vedrà! Concetto fondamentale delle "democrazie di oggi". Detto ciò, cosa dobbiamo fare noi italiani (o meglio chi ci governa)? Giocare di compromessi con le multinazionali dell'energia e fare ricerca su altre fonti rinnovabili. Ma immaginate le pressioni che farebbero i mostri dell'energia purchè non vengano trovate fonti alternative applicate? Bene arriviamo al punto. Esistono già molti prevetti di persone inventive le quali hanno avuto grandi idee per realizzare che ne so la lavatrice ecologica (come è già successo e dove il brevetto è stato acquistato da una multinazionale di detersivi visto che tale lavatrice non aveva bisogno di alcuni di essi per pulire)oppure la lampada anti nebbia ed a bassa potenza che il calore sprigionato da tale lampada compensava ed eliminava la nebbia per un raggio di 10 metri? Voglio dire: perchè non utlizziamo i nostri cervelli italiani per aiutare a questa evoluzione? Come? Un governo dovrebbe istituire il centro di approfondimento sulle tantissme idee e progetti realizzati da noi italiani dove testare e provare gli ingegni, proporre progetti di alternative urbanistiche, proporre idee alternative all'ecologia, sulla salvaguardia dei mari (ormai sempre più raccoglitori di immondizia industriale) e più ne ha più ne metta... E' chiaro che ci deve essere una selezione a priori sui progetti reali e dimostrabili. Chi dovrebbe fare tale selezione? Esperti che usando il buon senso provando e credendo nelle invenzioni ad uso della comunità. Pochi finanziamenti, idee forse rivoluzionarie per porre fine all'egemonia di pochi ma per credere alle potenzialità di noi italiani che anche noi possiamo dare un contributo di una vita migliore! E' l'energia data con la fusione fredda? Perchè non crederci?

franco Venezia 01.02.06 10:51| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe sono franco,da diversi mesi mi sto agitando per potere mettere sul tetto di casa mia un impianto fotovoltaico.
vivo nella prima cintura di Torino a Venaria,
A parte le difficoltà e le lungaggini burocratiche vorrei, e di questo te ne sarei grato,avere informazioni da te su come si possa reperire sul mercato tedesco tutta la componentistica per costruire il suddetto impianto, visto che in Germania i costi sono gia ridotti a un terzo rispetto al mercato italiano.
Un cordiale ringraziamento a te e atutto il tuo Staff.
Franco Toso via Barbi Cinti 60\7 Venaria (to)
0114520114 cell.3384242453
mail franco.toso1@virgilio.it

franco toso 01.02.06 10:20| 
 |
Rispondi al commento

Ma perchè non facciamo case il legno invece del solito cemento armato! Il legno può essere a vista o a scelta ricoperto dall'intonaco e per riscaldarle consumiamo un decimo di quelle in cemento e allora altro che decreto per ridurre di un grado la temperatura!
Alcuni comuni in Italia danno incentivi a chi costruisce case a basso impatto energetico ma si contano sulle dita di una mano. In Germania invece le case di questo tipo sono già una parte considerevole del mercato.
Come al solito noi siamo legati a tecniche di costruzione meno sane e dal punto di vista energetico più dispendiose.

Saluti

Alex Rossi 01.02.06 10:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il discorso non e' quello di incentivare, il problema e' che non si vuole incentivare il consumo di energia alternativa.
Non conviene alle grandi lobbies del petrolio.
Le tecnologie ci sono e spesso non servono neanche:
Esempio: a Cavalese TN il comune gestisce i boschi e destina ad ogni famiglia residente la legna necessaria al riscaldamento delle case le quali naturalmente hanno caldaie a legna, i costi della gestione sono coperti dalla vendita del legname pregiato, naturalmente i boschi sono piantumati a rotazione in maniere da garantire il rimboschimento.
Questo avviene da generazioni!!!!!
Risultato:
1-le famiglie non pagano nulla per riscaldamento
2-si usano fonti rinnovabili
3-i boschi sono curati
4-si produce lavoro locale

Altro esempio:
A milano fino a 1 anno fa era permesso usare il carbone e l'olio combustibile per il riscaldamento: risultato blocchi del traffico per fingere di fare qualcosa

paolo jr 01.02.06 10:15| 
 |
Rispondi al commento

http://www.centomovimenti.com/2006/gennaio/31_fi.htm

e questo lo posto anche sul sito dei fans di "berlusco"

Loris Pea 01.02.06 09:49| 
 |
Rispondi al commento

http://www.euronews.net/create_html.php?page=accueil_info&article=336586&lng=4&PHPSESSID=5563242d77e2b984a66e7b94e16ba756

Loris Pea 01.02.06 09:47| 
 |
Rispondi al commento

leggendo le varie considerazioni sulla politica elettrica in italia, rimango sempre perplesso....
in primis io ritengo assurdo il non utilizzo del nucleare, quando vi sono centrali nucleari al confine con italia. Vedi collocazione delle centrali nucleari in francia. in secondo luogo, l'energia che utilizziamo nelle nostre case e' energia che arriva dalle medesime centrali.
purtroppo le energie cosidette aletrnative, non sono sufficienti per in nostro fabbisogno....
andrea

andrea aquini 01.02.06 09:12| 
 |
Rispondi al commento

Qui nella "rossa" Emilia, la "privatizzazione" di gas, acqua e rifiuti è già avvenuta. Ci troviamo quindi con una società in regime di monopolio che applica bollette salate, incrementa i profitti senza concorrenza, abusa del lavoro interinale ed applica bollette molto salate.
La guida di queste società "private" è politica e, in questo caso, in mano alla Sinistra.
Come credere alla diversità della stessa e alle parole di Romano sulla regolarizzazione del lavoro atipico?

Valentina Callegarini 01.02.06 08:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PER TUTTI COLORO CHE SONO INTERESSATI AL RISPARMIO ENERGETICO – PANNELLI SOLARI – RIDUTTORI DI FLUSSO – LAMPADE A BASSO CONSUMO ECC. ANDATE A VISITARE QUESTO SITO:
http://www.jacopofo.it/pannellisolari/index.html
Per dovere d’informazione.
Saluti a tutti.

Franco Zecchini 01.02.06 02:32| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei tanti sapere come informarmi per montare i pannelli solari nel mio condominio.
So che nella mia città esistono delle ditti che fanno queste istallazioni. Ma come posso capire se sono delle ditte serie? Vorrei delle informazioni per poter capire meglio questo mondo.
Grazie Salute a tutti

Maria Calabria 01.02.06 01:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei tanti sapere come informarmi per montare i pannelli solari nel mio condominio.
So che nella mia città esistono delle ditti che fanno queste istallazioni. Ma come posso capire se sono delle ditte serie? Vorrei delle informazioni per poter capire meglio questo mondo.
Grazie Salute a tutti

Maria Calabria 01.02.06 01:14| 
 |
Rispondi al commento

Spettabile
Beppe Grillo
ricordo di aver visto nella trasmissione Report, un carburante ecologico usato a larga scala in Brasile, esattamente con la barbabietola di zucchero, tutti i distributori con la possibilità di far rifornimento e a un prezzo inferiore al carburante inquinante, naturalmente è necessario una larga coltivazione del prodotto naturale, potrebbe essere utile per la salute e le tasche di tutti noi!?
Distinti Saluti

paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 01.02.06 00:27| 
 |
Rispondi al commento

Forse dovremmo cominciare a indentificare l'energia come qualcosa di bello;
calda e limpida come una giornata di sole,
romantica e struggente, come una giornata di vento.
Oggi abbiamo il petrolio, sudicio come le mani di chi ce lo vende (parlo delle multinazionali), per fortuna prima o poi finirà.....


saluti e continua a farci sorridere

Giovanni Stante 31.01.06 23:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' la seconda volta che visito il tuo sito e la mia ricerca di notizie sulla possibilità di sfruttare l'energia solare per renderci autonomi dalle guerre e dai ricatti degli stati petroliferi mi ha fatto leggere qualcuno dei commenti dei miei colleghi: che tristezza capire i nostri governanti non vogliono quello che vogliamo noi.
Qualcuno di noi dice "andate a votare perchè altrimenti potranno fare quello che vogliono".
Io ho invece la sensazione che andare a votare (per qualsiasi partito lo si faccia) venga recepito dai professionisti della politica come la legittimazione a fare ancora di più quello che vogliono.
Ogni voto è un sì: caro politico continua così, fai quello che hai fatto finora infischiandotene dei problemi della gente.
Io non seguo molto la politica perchè non c'è nessuno che parli di come fare per migliorare il nostro futuro.
Non c'è nessuno che sviluppi un progetto serio per sfruttare il sole come fonte principale di energia.
Non c'è nessuno che prometta un programma di sfruttamento turistico serio del nostro immenso patrimonio culturale.
Non c'è nessuno che voglia sfruttare turisticamente le nostre regioni del sud per farle crescere da sole senza più paura, senza più mafia.
Non c'è nessun politico che abbia pensato dall'esempio dell'India o di altri Paesi in via di sviluppo, che anche in Italia c'è bisogno di creare dei poli di ricerca altamente specializzati per non perdere il treno del progresso e non continuare ad importare tecnologia.
Non basterebbero questi progetti per creare un mare di posti di lavoro, per dare futuro a noi stessi e ai nostri figli?

Marco Petricelli 31.01.06 23:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' la seconda volta che visito il tuo sito e la mia ricerca di notizie sulla possibilità di sfruttare l'energia solare per renderci autonomi dalle guerre e dai ricatti degli stati petroliferi mi ha fatto leggere qualcuno dei commenti dei miei colleghi: che tristezza capire i nostri governanti non vogliono quello che vogliamo noi.
Qualcuno di noi dice "andate a votare perchè altrimenti potranno fare quello che vogliono".
Io ho invece la sensazione che andare a votare (per qualsiasi partito lo si faccia) venga recepito dai professionisti della politica come la legittimazione a fare ancora di più quello che vogliono.
Ogni voto è un sì: caro politico continua così, fai quello che hai fatto finora infischiandotene dei problemi della gente.
Io non seguo molto la politica perchè non c'è nessuno che parli di come fare per migliorare il nostro futuro.
Non c'è nessuno che sviluppi un progetto serio per sfruttare il sole come fonte principale di energia.
Non c'è nessuno che prometta un programma di sfruttamento turistico serio del nostro immenso patrimonio culturale.
Non c'è nessuno che voglia sfruttare turisticamente le nostre regioni del sud per farle crescere da sole senza più paura, senza più mafia.
Non c'è nessun politico che abbia pensato dall'esempio dell'India o di altri Paesi in via di sviluppo, che anche in Italia c'è bisogno di creare dei poli di ricerca altamente specializzati per non perdere il treno del progresso e non continuare ad importare tecnologia.
Non basterebbero questi progetti per creare un mare di posti di lavoro, per dare futuro a noi stessi e ai nostri figli?

Marco Petricelli 31.01.06 23:20| 
 |
Rispondi al commento

E' la seconda volta che visito il tuo sito e la mia ricerca di notizie sulla possibilità di sfruttare l'energia solare per renderci autonomi dalle guerre e dai ricatti degli stati petroliferi mi ha fatto leggere qualcuno dei commenti dei miei colleghi: che tristezza capire i nostri governanti non vogliono quello che vogliamo noi.
Qualcuno di noi dice "andate a votare perchè altrimenti potranno fare quello che vogliono".
Io ho invece la sensazione che andare a votare (per qualsiasi partito lo si faccia) venga recepito dai professionisti della politica come la legittimazione a fare ancora di più quello che vogliono.
Ogni voto è un sì: caro politico continua così, fai quello che hai fatto finora infischiandotene dei problemi della gente.
Io non seguo molto la politica perchè non c'è nessuno che parli di come fare per migliorare il nostro futuro.
Non c'è nessuno che sviluppi un progetto serio per sfruttare il sole come fonte principale di energia.
Non c'è nessuno che prometta un programma di sfruttamento turistico serio del nostro immenso patrimonio culturale.
Non c'è nessuno che voglia sfruttare turisticamente le nostre regioni del sud per farle crescere da sole senza più paura, senza più mafia.
Non c'è nessun politico che abbia pensato dall'esempio dell'India o di altri Paesi in via di sviluppo, che anche in Italia c'è bisogno di creare dei poli di ricerca altamente specializzati per non perdere il treno del progresso e non continuare ad importare tecnologia.
Non basterebbero questi progetti per creare un mare di posti di lavoro, per dare futuro a noi stessi e ai nostri figli?

Marco Petricelli 31.01.06 23:18| 
 |
Rispondi al commento

E' la seconda volta che visito il tuo sito e la mia ricerca di notizie sulla possibilità di sfruttare l'energia solare per renderci autonomi dalle guerre e dai ricatti degli stati petroliferi mi ha fatto leggere qualcuno dei commenti dei miei colleghi: che tristezza capire i nostri governanti non vogliono quello che vogliamo noi.
Qualcuno di noi dice "andate a votare perchè altrimenti potranno fare quello che vogliono".
Io ho invece la sensazione che andare a votare (per qualsiasi partito lo si faccia) venga recepito dai professionisti della politica come la legittimazione a fare ancora di più quello che vogliono.
Ogni voto è un sì: caro politico continua così, fai quello che hai fatto finora infischiandotene dei problemi della gente.
Io non seguo molto la politica perchè non c'è nessuno che parli di come fare per migliorare il nostro futuro.
Non c'è nessuno che sviluppi un progetto serio per sfruttare il sole come fonte principale di energia.
Non c'è nessuno che prometta un programma di sfruttamento turistico serio del nostro immenso patrimonio culturale.
Non c'è nessuno che voglia sfruttare turisticamente le nostre regioni del sud per farle crescere da sole senza più paura, senza più mafia.
Non c'è nessun politico che abbia pensato dall'esempio dell'India o di altri Paesi in via di sviluppo, che anche in Italia c'è bisogno di creare dei poli di ricerca altamente specializzati per non perdere il treno del progresso e non continuare ad importare tecnologia.
Non basterebbero questi progetti per creare un mare di posti di lavoro, per dare futuro a noi stessi e ai nostri figli?

Marco Petricelli 31.01.06 23:16| 
 |
Rispondi al commento

x Giovanni Vestri

Non conosco in dettaglio il programma di Prodi sull'energie, ma solare ed eolico intanto è un inizio e poi a mio parere le enegie alternative non devono essere viste solo dal lato ecologico ma anche da un punto di vista economico : Danimarca , Spagna e Germania hanno creato molti posti di lavoro sicuri e che danno delle competenze alle persone studiando e creando apparati (che poi esportano)per produrre elettricità dal sole e dal vento. Io ti vorrei chiedere, perchè noi no? Qual'è il problema?
Riguardo Il prof Rubbia io non so a che punto sia lo studio delle celle a combustibile , ma so che il prof. Rubbia ha completando sempre con l'ENEA lo studio della centrale Archimede che esiste già ma che è ferma per la mancanza di un decreto da parte di questo governo che è anche stata la causa del fatto che il prof. Rubbia se ne è andato.Naturalmente la Spagna non si è fatta scappare l'occasione e ha offerto a Rubbia quello che in Italia gli avevano solo promesso e a lavoro ultimato ci saranno i soliti risultati occupazione per gli altri con cervelli Italiani. E puoi essere sicuro che gli spagnoli il nuovo tipo di centrale solare la faranno come hanno fatto il solare e l'eolico.
Forse faranno la stessa fine anche le celle a idrogeno.
L'attuale governo ha anche pensato bene di ridurre la quantita di biodiesel (c'è un link alla petizione su www.progettomeg.it)prodotto quando tutta l'Europa sta facendo l'opposto ovviamente con le solite ricadute sull'occupazione e sull'ecologia che a noi fanno tanto schifo.
Io non so cosa farà Prodi ma spero che almeno non remi contro come l'attuale governo e comunque se su ogni tetto ci fosse un convertitore solare e dove è possibile rispettando anche il paesaggio un generatore eolico non mi sembrerebbe una cosa grave.
Male che vada si guadagnerebbe in salute e si risparmierebbero soldi in petrolio

Ciao


Ripeto io non cosa farà Prodi

Giuliano Barbieri 31.01.06 23:03| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco pendiamo tutti dalle labbra del grande professore, del potente politico o dell'esperto di turno. Cerchiamo e vogliamo soluzioni a tutti i nostri problemi energetici. Propongo una sfida prima ancora dell'idrogeno, prima ancora della fusione, prima ancora del mago, perchè non consumiamo noi meno. Non serve un corso basta osservare una persona anziana, la cura con cui usa le cose, l'attenzione a non sprecare (luce, acqua, gas e cibo). Risparmiare significa farlo ora e non aspettare domani o una nuova fonte di energia che permetta ancora lo sperpero a cui ci siamo mollemente abituati. Provate a leggere il saggio di Barry Commoner "La povertà del potere, 1971" e scoprirete quello che oggi succede detto 35 anni fà.

Silvio Celegon 31.01.06 22:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buona sera signor Grillo sono in Svizzera un paese del quale Lei pare é innamorato ma le asssicuro che se Le capitasse di vivere qua da non milionariio non ne sarebbe cosi innamorato "ringrazio la Svizzera par quello che mi da "ma torniamo al problema che ho riscontrato ad aprire il documento sull´energia,avrei voluto leggerlo ma non é stato possibile mi dispiace molto forse e la mia ignoranza informatica che é infinita,o forse mi potreste dare qualche indicazione come fare a leggere determineti file.Non spero una risposta personale ma forse qualche lettore del blog mi potrebbe aiutare.Un saluto a tutti gli amici del blog e a Voi Beppe in particolare

Enzo Tundis 31.01.06 20:53| 
 |
Rispondi al commento

Anche io ho pensato all'idrogeno, brevettando nel 2001 un forno ad idrogeno, ricavato dall'acqua.....incontrando numerose difficoltà per la realizzazione del prototipo..

Italia Vivacqua 31.01.06 20:40| 
 |
Rispondi al commento

PER TUTTI QUEI RAGAZZI CHE MANIFESTANO L’INTENZIONE DI NON ANDARE A VOTARE

**************************************
DOBBIAMO MANIFESTARE IL NOSTRO CONSENSO O DISSENSO CON IL VOTO IN QUANTO DIRITTO ACQUISITO E IRRINUNCIABILE PER RISPETTARE IL SACRIFICIO DEI NOSTRI PADRI E CHE CI CONSENTE DI VIVERE IN UNA DEMOCRAZIA.
UN MIO VECCHIO PROFESSORE DICEVA :
“ Chi non vota non può neanche lamentarsi per quello che non gli và, non ha espresso cosa voleva”.

**************************************
*LIBERIAMOCI DAI SIMBOLI POLITICI, IMPARIAMO A VEDERE SOLO LOGHI *
(Solo per essere più liberi nelle nostre scelte, ragionando con la nostra testa per capire la verità dell’immagine riflessa. Nella società moderna il logo identifica la storia e la qualità di un prodotto: noi cambiamo prodotto quando non soddisfa più i nostri bisogni interiori ed esteriori senza rimpianti o conflitti. Vedere loghi al posto di simboli vuol dire essere più liberi e rispettare noi stessi ).

**************************************

IN DEMOCRAZIA RAGAZZI……..
l’astensione al voto può avere come conseguenza che una minoranza di cittadini governi e decida per la maggioranza.

ANDIAMO TUTTI A VOTARE LIBERI DI MENTE

**************************************

IN DEMOCRAZIA RAGAZZI , LA RIVOLUZIONE SI FA CON LA PARTECIPAZIONE: L’ARMA E’ IL VOTO .
**************************************
N.B.
Il presente invito al voto libero sarà bloggato a intervalli regolari su tutti i POST indipendentemente dal tema, visto il numero di persone indecise a manifestare il loro diritto di intervenire sulle scelte politiche del paese in cui vivono. Data inizio 10/01/06 Data Fine Invio 09/04/06

Da oggi tutti i commenti del sottoscritto avranno come intestazione il terzo paragrafo del presente commento, indipendentemente dal contenuto.

**************************************

I BUGIARDI CI SONO E CI SARANNO SEMPRE BASTA ESSERE PRAGMATICI E LIBERI DI MENTE

ernesto scontento 31.01.06 19:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

tempo fa nella trasmissione report (grande esempio di giornalismo di inchiesta),c'era stata una puntata dedicata alle nuove fonti di energia da sfruttare.Fui impressionato dalla avanzato grado di innovazione in Brasile per quanto riguarda lo sfruttamento dell'alcool ricavato dallo zucchero.
Venivano mostrati distributori come tanti che accanto alla normale Super e al Gasolio vendevano già Alcool a prezzi ridicoli.E venne anche mostrata una Fiat(mi sembra una panda o una Palio)venduta solo per andare ad alcool.
Solo qui continuiamo a parlare di nucleare?

luigi montemurro 31.01.06 17:54| 
 |
Rispondi al commento

Gentilissimo Signor Giuliani
Finalmente qualcuno si fa vivo.
La ringrazio per aver compreso il mio sconcerto trovandomi di fronte ad una scelta: continuo con l'allaccio Enel o senza inquinare mi creo l'energia?.
Mi mandi, la prego tutte le notizie utili possibili.
Sto commissionando i lavori e chi mi cura i lavori deve sapere quale strada intraprendere.
La mia Mail è info@silva.it.
Il mio sito Internet: www.silva.it.
Aspetto notizie.
Se realizzo quello che trovo logico e civilmente e civicamente ed umanamente doveroso sono certo che altri mi seguiranno.
Attenzione; non sono il flauto magico ma qualche cosa valgo.
Ciao ancora
Gianni

gianni silva 31.01.06 16:56| 
 |
Rispondi al commento

Sono TOTALMENTE d'accordo! La prima fonte d'energia è IL RISPARMIO ENERGETICO. Insegnamo a tutti come realizzarlo, adottiamo tutte le modalità atte ad ottenerlo (con incentivi sulla sostituzione degli impianti di riscaldamento e di climatizzazione, costruzione di case "ecologiche", uso del trasporto pubblico, rottamazione dei veicoli inquinanti, sostituzione di macchinari ed elettrodomestici di vecchia generazione, utilizzo delle lampade a ridotto consumo, ecc.). Silvano

silvano fassetta 31.01.06 16:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve,
notando che buona parte del dibattito verte suull'energia solare, vorrei segnalare, a chiunque ma soprattutto a chi di politiche energetiche dovrebbe occuparsi, che da anni è in corso di studio lo sfruttamento dell'energia marina (tidal and wave energy, per le ricerche), dove il nostro paese, manco a dirlo, non brilla. Curioso per un paese circondato dal mare. Ci sono un bel po' di idee che girano, si veda ad esempio un documento abbastanza completo a http://www.dti.gov.uk/renewables/publications/pdfs/IEAWaveTidalreport.pdf.
Non sarebbe il caso di fare girare e chiedere impegni precisi anche in questo campo? Usare mulini ad acqua fluviale, "salter ducks" e quanti altri dispositivi di riva e di alto mare, integrati col solare, le altre fonti rinnovabili e il risparmio, forse non ci salverebbe completamente dal petrolio ma, non essendo ancora arrivati alla fusione, potrebbe aiutare molto. Supportate l'immensa energia del mare.
Saluti.

davide chiavegatti 31.01.06 15:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ritengo che sia molto importante perseguire i punti citati nell'allegato anche se sinceramente sono un po' dubbioso riguardo la loro attuazione dal momento che ci troviamo in un paese che, per sua inclinazione, non mantiene le promesse.
Comunque quello che mi vien da pensare, leggendo riviste scientifiche e navigando in Interenet, è che ormai i big che gestiscono il commercio del petrolio, tenendo conto del fatto che entro quarant'anni le risorse petrolifere, a causa del sempre più crescente bisogno di quest'ultime da parte degli emergenti paesi asiatici, saranno esaurite, stiano incentivando le nuove tecnologie, come l'alimentazione a idrogeno e i biocarburanti per poterne ottenere, in un futuro non troppo lontano, un monopolio assoluto sul mercato, mentre, fino a qualche anno fa, facevano in modo di ostacolare coloro che tentavano di svilupparle.
Vi sembra giusto?

Francesco Capponi 31.01.06 15:25| 
 |
Rispondi al commento

daniele luttazzi se ne andato ,e mo .siamo orfani di un blog,se pure importante ma sicuramente non ha la forza di questo .come mi piacerebbe partecipaee alla marcia per l`anti privatizzazione a napoli . a se potessi rientrare . mi affido a i miei concittadini gugliu`m`arraccumann ,non dategliela vinta a sti map... ciao

atonio romano 31.01.06 15:24| 
 |
Rispondi al commento

Ritengo che sia molto importante perseguire i punti citati nell'allegato anche se sinceramente sono un po' dubbioso riguardo la loro attuazione dal momento che ci troviamo in un paese che, per sua inclinazione, non mantiene le promesse.
Comunque quello che mi vien da pensare, leggendo riviste scientifiche e navigando in Interenet, è che ormai i big che gestiscono il commercio del petrolio, tenendo conto del fatto che entro quarant'anni le risorse petrolifere, a causa del sempre più crescente bisogno di quest'ultime da parte degli emergenti paesi asiatici, saranno esaurite, stiano incentivando le nuove tecnologie, come l'alimentazione a idrogeno e i biocarburanti per poterne ottenere, in un futuro non troppo lontano, un monopolio assoluto sul mercato, mentre, fino a qualche anno fa, facevano in modo di ostacolare coloro che tentavano di svilupparle.
Vi sembra giusto?

Francesco Capponi 31.01.06 15:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao beppe grillo ma forse non è meglio risparmiare sul consumo e poi valutare l'investimento delle fonti rinnovabili?
vai al sito
magic-panel.com
e ti accorgerai che è più facile di quanto si pensa risparmiare ed inquinare meno.
ciao a tutti

roberto bartolini 31.01.06 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Antonio Vacca guarda che Bush è stato eletto nell'elezione in cui ha votato la più alta percentuale di aventi diritto al voto della storia degli Usa. Inoltre la guerra al momento in cui è stata dichiarata, era largamente condivisa dall'opinione pubblica americana (e adesso la approva circa il 48%). Ma poi mi viene un dubbio Vacca. Ma quanti anii hai? No sai mi è piaciuta la tua frase "sono tutti dei mascalzoni". Sei bello e onesto tu. Non è colpa di nessuno se fai l'impiegato e non conti un cazzo. Vedi il mondo è dei migliori. Chi superiore non è è giusto che stia sotto.

Marco Meccia 31.01.06 13:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho trovato questo sito che è molto chiaro ed interessante http://www.ilportaledelsole.it/ inoltre è aggiornato su prodotti e novità del settore.

stefano bertuola 31.01.06 12:36| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe io condivido in pieno la politica energetica e il bisogno di utilizzare le fonti rinnovabili. Ma dal momento che uno dice: OK VOGLIO I PANNELLI SOLARI!!! sei proprio sicuro che sia così facile? Io sono andato dalle poche ditte presenti a Genova che producono e installano impianti solari e tutti dicono: non le conviene, a genova c'è poco sole, può solo avere acqua calda....Ma è vero che tu con 25 MQ di pannelli solari produci 2KW? Spiegaci queste cose, per favore, in un blog specifico. Spiegaci come hai fatto tu e come dobbiamo fare noi!! Su internet dicono solo grandi parole.
Un abbraccio.

luca cordello 31.01.06 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, e soprattutto ciao a te beppe, mi fa molto piacere potere aiutare ki naviga in brutte situazine come il sig. silva,ma, sopratutto poter dire la mia. Lavoro per una società di costruzioni ke al momento sta investendo nell'energia alternativa (fotovoltaico). Proprio stamattina è arrivata la "bellissima" notizia..... è stato modificato il decreto legge del 28/07/2005, finalmente è stato inserito il silicio amorfo,ahahahaha, che bello !!!! Lo si puo utilizzare solo sei una persona giuridica o meglio dire una società !! Il privato come al solito deve spendere molto di più ed è limitato! Ma chi fa queste leggi,lo vorrei proprio conoscere,e come le fa soprattutto ,mi chiedo! Nel programma 10.000 tetti fotovoltaici (che in Italia è stato un disastro!!!)queste limtazioni non esistevano!!!!Ora che esiste una possibilità di poter fare q.sa di concreto per l'ambiente e per noi stessi,un pinko pallino qualsiasi,ke a mio giudizio ,neache competente ,limita il privato cittadino.Rimane sempre la stessa storia.Per chi avesse bisogno di informazioni per il fotovoltaico, come fare a ad ottenere il conto energia e come espletare le domande rimango a disposione .Ciao a tutti e grazie per lò sfogo.Yuri Giuliani

Yuri Giuliani 31.01.06 10:34| 
 |
Rispondi al commento

Ricordo male o in una delle tanto vituperate trasmissioni di Report era venuto fuori che l'Italia, in Basilicata, ha riserve di gas, di ottima qualità, che viene estratto e sfruttato da una ditta americana (se ricordo bene la SNAM?). Quindi l'Italia esporta gas (o regala) per poterlo poi ricomprare magari a prezzi più alti dall'estero? Non se ne sente proprio parlare!
Sbaglio o qualcuno, non dico chì, ha già sguinzagliato i suoi servi sul blog per fare i soliti polveroni e incensare i nostri bravi ed onesti governanti.
Saluti,

renata zucchi Commentatore in marcia al V2day 31.01.06 10:11| 
 |
Rispondi al commento

F O T O V O L T A I C O!
(sarà sempre una illusione?)
QUESTA IRRIVERENTE COMUNICAZIONE E' STATA INVIATA UN MESE FA. E' l'ennesima richiesta di informazioni SENZA ALCUNA RISPOSTA DA PARTE DI OGNI FORZA POLITICA e di ogni AMMINISTRZIONE locale.
Pregiatissimo Dipendente Statale Co Co Co
Signor Pecoraro Scanio
A PROPOSITO DI FOTOVOLTAICO!
Pecoraro mio ma da che parte stai con i petrolieri o contro?
Ma tutti questi soldi che servono , o non servono per pagare tutti Voi ...da che parte arrivano?
COME SEMPRE da chi l'energia la produce e da chi la consuma anche a sproposito!
..e se qualcuno vuole sporcare di meno questo mondo POLITICO cosa fa? NULLA!
Lo sa che ho speso 50,000 euro per togliere la copertura di eternit della mia esposizione in centro ad un paese lombardo: Pandino in provincia di Cremona...
E' stata fatta richiesta di contributo Statale o Regionale a Unioncamere per sentirmi rispondere che di soldi non ce n'erano; anche se la richesta era legittima? Per aumentarti lo stipendio da dipendente Statale CO.CO.CO. da dove pescate gli Euro?
Ditemelo;siate miei maestri!
Servono anche a me per far sempre fare bella figura alla mia ditta: medaglia d'oro 2004 della camera di commercio di Cremona uno delle 38 attività Cremonesi più antiche e significative!
Nonostante tutto fino ad ora siamo sopravvissuti.
Però a dire il vero ho piene le palle, COME VOSTRO DATORE DI LAVORO di Voi, dipendenti statali rissosi, vendicativi, incapaci, altezzosi, falliti imprenditori o potature di Sindacati, egoisti, menefreghisti e vergognosamente attori se non primedonne come Lei.
Ad Majora!

Spett/Le energia solare Srl
Ho una attività commerciale a Pandino in Prov. di Cremona Lombardia
Sono in fase di costruzione... Ho un tetto di 250 mq. ecc. ecc. e vorrei sapere con certezza quali sono gli incentivi per l'installazione di impianto FOTOVOLTAICO ad uso produttivo di circa 10 KWatt.
NON SO PIU' A CHI RIVOLGERMI tra poco parlerò con i Santi!
VOI DEL BLOG SE SAPETE...DITEMI!
Ciao
Gianni Silva

gianni silva 31.01.06 09:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

daniele pizzuti, ancora non hai capito e te lo riscrivo "non vuoi umiliare così la tua intelligenza"? e allora vai a votare!
Hai visto gli americani la cui percentuale dei votanti nell'occidente è la più bassa al mondo? il loro presidente fa tutto quello che gli pare e li trascina in guerra senza che essi (americani) lo vogliano. Non offendere la tua intelligenza e vai a votare, dì a questa massa di mascalzoni come la pensi tu!! cordiali saluti

Antonio VACCA 31.01.06 09:20| 
 |
Rispondi al commento

Da sempre non vado a votare perchè non riconosco la repubblica italiana come tipo di organizzazione statale, essendomi stata imposta al momento della nascita. Sono nato nel territorio italiano da genitori italiani su su fino alla 14a generazione ma non ho mai potuto scegliere un'alternativa a questo tipo di organigramma. Esiste però una differente possibilità a tutto ciò e si chiama ANTROPOCRAZIA visitabile al sito www.bellia.com, incredibile!!!!! Metaforicamente parlando, l'antropocrazia ti dà la possibilità di non rispettare il codice della strada, quando sei comodamente seduto nella poltrona del tuo salotto, cosa che non puoi fare attualmente. Se compulsi il sito dell'ISTAT e cerchi, attraverso di questo, di farti un'idea sulla qualità dei tuoi concittadini capirai che non puoi mettere, volontariamente, nelle loro mani il tuo futuro. Te lo potranno solo imporre, cosa che, dalle risposte che ti sono già state offerte, mi sembra largamente condivisa. L'evoluzione stà nelle idee dell'UOMO e non nella cieca forza dei numeri.

giorgio andretta 31.01.06 08:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per gli indecisi e per i TROLL filo(o)nanisti
ULTIMA INTERVISTA A PAOLO BORSELLINO: TRASMESSA DA RAINEWS 24 NEL CUORE DELLA NOTTE IL 19 NOVEMBRE DEL 2000
L'intervista fu rilasciata a Jean Pierre Moscardo e Fabrizio Calvi il 19 maggio 1992 (due giorni prima della strage di Capaci dove morì Giovanni Falcone) a due giornalisti francesi. Borsellino parla per la prima volta di un'inchiesta che coinvolge Berlusconi, Dell'Utri e Mangano.
Borsellino Sì, Vittorio Mangano l'ho conosciuto anche in periodo antecedente al maxi-processo e precisamente negli anni fra il 1975 e il 1980, e ricordo di aver istruito un procedimento che riguardava delle estorsioni fatte a carico di talune cliniche private palermitane. Vittorio Mangano fu indicato sia da Buscetta che da Contorno come "uomo d'onore" appartenente a Cosa Nostra.
Giornalista "Uomo d'onore " di che famiglia?
Borsellino L'uomo d'onore della famiglia di Pippo Calò, cioè di quel personaggio capo della famiglia di Porta Nuova, famiglia della quale originariamente faceva parte lo stesso Buscetta. Si accertò che Vittorio Mangano, ma questo già risultava dal procedimento precedente che avevo istruito io e risultava altresì da un procedimento cosiddetto procedimento Spatola, che Falcone aveva istruito negli anni immediatamente precedenti al maxi-processo, che Vittorio Mangano risiedeva abitualmente a Milano, città da dove come risultò da numerose intercettazioni telefoniche, costituiva un terminale del traffico di droga, di traffici di droga che conducevano le famiglie palermitane.

Franco Zecchini 31.01.06 04:07| 
 |
Rispondi al commento

Giornalista E questo Mangano Vittorio faceva traffico di droga a Milano?
Borsellino Vittorio Mangano, se ci vogliamo limitare a quelle che furono le emergenze probatorie più importanti risulta l'interlocutore di una telefonata intercorsa fra Milano e Palermo, nel corso della quale lui, conversando con un altro personaggio mafioso delle famiglie palermitane, preannuncia o tratta l'arrivo di una partita di eroina chiamata alternativamente secondo il linguaggio convenzionale che si usa nelle intercettazioni telefoniche come magliette o cavalli.
Giornalista Comunque lei in quanto esperto, può dire che quando Mangano parla di cavalli al telefono, vuol dire droga.

Borsellino Si, tra l'altro questa tesi dei cavalli che vogliono dire droga, è una tesi che fu avanzata alla nostra ordinanza istruttoria e che poi fu accolta al dibattimento, tanto è che Mangano fu condannato al dibattimento del maxi processo per traffico di droga.

Franco Zecchini 31.01.06 04:07| 
 |
Rispondi al commento

Giornalista Dell'Utri non c'entra in questa storia?
Borsellino Dell'Utri non è stato imputato del maxi processo per quanto io ne ricordi, so che esistono indagini che lo riguardano e che riguardano insieme Mangano.
Giornalista A Palermo?
Borsellino Si, credo che ci sia un'indagine che attualmente è a Palermo con il vecchio rito processuale nelle mani del giudice istruttore, ma non ne conosco i particolari.
Giornalista Marcello Del'Utri o Alberto Del'Utri?
Borsellino Non ne conosco i particolari, potrei consultare avendo preso qualche appunto, cioè si parla di Dell'Utri Marcello e Alberto, di entrambi.
Giornalista I fratelli
Borsellino Sì.
Giornalista Quelli della Publitalia.
Borsellino Sì.
Giornalista Perchè c'è nell'inchiesta della San Valentino, un'intercettazione fra lui e Marcello Dell'Utri in cui si parla di cavalli.
Borsellino Beh, nella conversazione inserita nel maxi-processo, si parla di cavalli da consegnare in albergo, quindi non credo potesse trattarsi effettivamente di cavalli, se qualcuno mi deve recapitare due cavalli, me li recapita all'ippodromo o comunque al maneggio, non certamente dentro l'albergo.
Giornalista C'è un socio di Marcello Dell'Utri, tale Filippo Rapisarda che dice che questo Dell'Utri gli è stato presentato da uno della famiglia di Stefano Bontade.
Borsellino Palermo è la città della Sicilia dove le famiglie mafiose erano più numerose, si è parlato addirittura in un certo periodo almeno di duemila uomini d'onore con famiglie numerosissime, la famiglia di Stefano Bontade sembra che in un certo periodo ne contasse almeno 200, si trattava comunque di famiglie appartenenti ad una unica organizzazione, cioè Cosa Nostra, i cui membri in gran parte si conoscevano tutti, e quindi è presumibile che questo Rapisarda riferisca una circostanza vera.

Franco Zecchini 31.01.06 04:06| 
 |
Rispondi al commento

Giornalista Lei di Rapisarda ne ha sentito parlare?
Borsellino So dell'esistenza di Rapisarda, ma non me ne sono mai occupato personalmente.
Giornalista Perchè a quanto pare, Rapisarda, Del'Utri, erano in affari con Ciancimino, tramite un tale Alamia.

Borsellino Che Alamia fosse in affari con Ciancimino è una circostanza da me conosciuta e che credo risulti anche da qualche processo che si è già celebrato. Per quanto riguarda Rapisarda e Dell'Utri, non so fornirle particolari indicazioni, trattandosi ripeto sempre di indagini di cui non mi sono occupato personalmente.
Giornalista Non le sembra strano che certi personaggi, grossi industriali come Berlusconi, Dell'Utri, siano collegati a uomini d'onore tipo Vittorio Mangano?

Borsellino All'inizio degli anni Settanta, Cosa Nostra cominciò a diventare un'impresa anch'essa, un'impresa nel senso che attraverso l'inserimento sempre più notevole, che ad un certo punto diventò addirittura monopolistico, nel traffico di sostanze stupefacenti , Cosa Nostra cominciò a gestire una massa enorme di capitali, una massa enorme di capitali, dei quali naturalmente cercò lo sbocco, cercò lo sbocco perchè questi capitali in parte venivano esportati o depositati all'estero e allora così si spiega la vicinanza tra elementi di Cosa Nostra e certi finanzieri che si occupavano di questi movimenti di capitali.

Franco Zecchini 31.01.06 04:05| 
 |
Rispondi al commento

Giornalista Lei mi dice che è normale che Cosa Nostra si interessa a Berlusconi?
Borsellino è normale che chi è titolare di grosse quantità di denaro cerchi gli strumenti per poter impiegare questo denaro, sia dal punto di vista del riciclaggio, sia dal punto di vista di far fruttare questo denaro.
Giornalista Mangano era un pesce pilota?
Borsellino Sì, guardi le posso dire che era uno di quei personaggi che ecco erano i ponti, le teste di ponte dell'organizzazione mafiosa nel Nord -Italia.
Giornalista Si dice che ha lavorato per Berlusconi ?
Borsellino Non le saprei dire in proposito o anche se le debbo far presente che come magistrato ho una certa ritrosia a dire le cose di cui non sono certo, so che ci sono addirittura ancora delle indagini in corso in proposito, per le quali non conosco quale atti sono ormai conosciuti, ostensibili e quali debbono rimanere segreti, questa vicenda che riguarderebbe i suoi rapporti con Berlusconi, è una vicenda che la ricordi o non la ricordi, comunque è una vicenda che non mi appartiene, non sono io il Magistrato che se ne occupa quindi non mi sento autorizzato a dirle nulla.
Giornalista C'è un'inchiesta ancora aperta?
Borsellino So che c'è un'inchiesta ancora aperta.
Giornalista (in francese) Su Mangano e Berlusconi a Palermo?
Borsellino Sì.
________________
Così si conclude l'intervista. Falcone morirà due giorni dopo a Capaci (21 maggio 1992). Borsellino perirà il 19 luglio 1992 a Palermo, nella tragica via d'Amelio.

LEGGETE!!! http://www.berlusconisilvio.com/borsellino.htm

Franco Zecchini 31.01.06 04:05| 
 |
Rispondi al commento

non sto per dire niente di molto nuovo, però lo dico lo stesso...

non credo che andrò a votare per le elezioni nazionali, a meno che non cambi qualcosa. ma veramente, non so per che votare!!! perchè mi devo ridurre a scegliere "...il meno peggio"? perchè la mia intelligenza deve essere umiliata a fare una scelta tra, come dice grillo, "la merda fresca e la merdina di qualche giorno"? non riesco a dare la mia fiducia a nessuno e allora non voto. è un'opizione che posso scegliere.
allora propongo a tutti:

NON ANDIAMO A VOTARE!!!!

non si potrebbe lanciare una campagna del genere?non sarebbe un segnale forte se in moltissimi non andassimo a votare? non si dovrebbero chiedere qualcosa, i nostri dipendenti, se in molti non andassimo alle urne?
preciso: non sto invitando al menefreghismo, non votare per me diventa una vera e propria scelta!! diciamo che se votando io esprimo il mio consenso a qualcosa, non votando io esprimo il mio dissenso.
sono di roma. qui ad esempio voterò per veltroni. certo, qualche cazzata l'ha fatta, ma credo che abbia lavorato abbastanza bene, e credo che debba avere la posibilità di un altro mandato.
ok, io la mia l'ho detta. e già mi sento un pò meglio, non tanto....però un pò si...

che ne pensi beppe?


daniele pizzitutti 31.01.06 00:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
come vedi, solo i Verdi, IDV e rif. Comunista hanno risposto al tuo post sull'energia. Che tristezza? Dove sono Prodi, Rutelli e Fassino???? A chi dobbiamo dare quest'Italia martoriata da cinque anni di Berlusconismo selvaggio????
Ti abbraccio e continua così.
Spero solo che non ti darai mai alla politica e resterai il comico intelligente che sei.

Giovanni Caputo 31.01.06 00:14| 
 |
Rispondi al commento

...ma veramente il Centrodestra ha la faccia così tosta per candidare Loredana Lecciso?Al peggio non c'è proprio mai fine!Sono curioso di vedere quali altre stepitose sorprese ci riserveranno:Er Mutanda,Zorro,Topo Gigio!Che vergogna questa politica di avanspettacolo!

massimiliano pascutto 30.01.06 23:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non so chi ci prende per i fondelli, ma una cosa è certa, il centrodestra ha usato e usa l'arma dei moderni colpi di stato: le televisioni, attuando così la "moderna e pacifica" presa del potere. E noi attueremo la "moderna e pacifica" rivoluzione coalizzandoci in rete, divulgando così le vere notizie e non quelle spacciate per tali dai tg.Grazie Grillo

Antonio Di Stefano 30.01.06 22:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Domani c'è la manifestazione, partecipiamo...
ma mi domanda ma la gente non ha niente da fare?
io son fuori dalle 8 di mattina alle 8 di sera e quando torno c'ho ancora da fare, ora va bene che è anche colpa mia che son malato da impegni oltre le necessità, ma io invidio chi ha il tempo di andare alle manifestazioni, davvero, beati loro e beati tutti quelli che hanno tempo

Roberto Bandini 30.01.06 22:11| 
 |
Rispondi al commento

beppe ho visto la raccolta dei tuoi suggerimenti
ma avresti potuto andare più sullo specifico, sopratutto per quel che riguarda i panneli solari.
Poi cmq hai dimenticato l'idrogeno, dire motori a metano non è sufficente:
Già che ci siamo motori a metano/idrogeno ce sono più efficenti.

Lo dico perchè la scorsa settimana sono stato al forum sull'idrogeno di Modena e se si usa un motore ad idrogeno otenuto dal metano(quindi il carburante è il metano , il processo di combustione no ) l'efficenza è superiore rispetto a un normale ciclo turbogas.

Poi vorrei spezzare una lancia per gli attuali impianti.Dire:"non ne dovete costruire di nuovi"
ma migliorate quelli che ci sono già è impraticabile.Per migliorarne l'efficienza, aldilà degli investimenti necessari, dovresti fermarli e quindi dovevi specificare se ti riferisci a impianti di "punta " o di "regime"
perchè nel secondo caso non si possono fermare per i temp necessari pena il blackout.

Grazie se guarderai il messaggio e in ogni caso per la disponibilità.Se riesci passa anche in Emilia con lo spettacolo.

matteo salardi 30.01.06 21:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per domenico palamara.

hai perfettamente ragione ,conquesta legge elettorale non puoi neanche scegliere chi vuoi tu .
di questo dobbiamo ringraziare il presidente berlusconi che per tenere sotto scacco i suoi schiavi al parlamento ,ha modificato la legge.

ma questa è solo una delle mille nefandezze fatte da berlusconi ed i suoi complici.

quindi non avere dubbi . non votare berlusconi ed i suoi complici e sei quasi a posto. se poi decidi di votare il centrosinistra, non vici nulla ma almeno non ti prendono per il culo.

basoli giovanni 30.01.06 20:43| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe tra qeaulche mese dovremo votare ma personalmente sono molto deluso di scegliere sempre le stesse persone,ormai è chiaro che per fare politica piano piano devi corromperti in questo sistema per fare carriera quindi penso che sia tutto inutile votare se non cambiamo il modo di scegliere i candidati piccola parentisi preferisco votare la persona meno colta e piu onesta e poi penso che possiamo fare a meno di tutte queste persone che ci dicono cosa fare cosa pensare e poi dicono che siamo in demograzia ma io non mi sento rappresentato da nessuno chi devo votare?forse se andavi tu penso che vinceresti con il 60% dei voti foza Beppe continua cosi

Palamara Domenico Commentatore in marcia al V2day 30.01.06 19:02| 
 |
Rispondi al commento

ho 1 makkina alimentata a gpl e la uso da 4 anni, solo quando ne ho la necessità. la gente è ancora scettica sulle auto a gpl o metano e non la comprano con la scusa di scarsa distribuzione del carburante. non capisco perkè qsto infondato scetticismo e paura nel caso di eventuali incidenti! in + non capisco come, le case automobilistiche , ke farebbero solo il loro interesse e secondo mè incrementerebbero le vendite in modo notevole, non facciano uscire di serie le auto a doppia alimentazione. in un mondo sempre + irrespirabile e costoso, sotto il profilo di benzina e diesel, questo non viene fatto. la mia paura risiede solo nell'aspetto economico, ovvero che si arrivi un giorno in cui finalmente il carburanete alternativo è diventata un'abitudine, ma che poi il prezzo di questo salga alle stelle come per quelli odierni. sarebbe una presa ingiro anche se probabilmente una logica conseguenza di mercato. dovremmo comunque 1 po tutti responsabilizzarci e pensare che un'auto con alimentazione alternativa farebbe bene solo alla salute e alle tache di chi la compra, ovviamente se si ha uno sguardo lungimirante. beppe dovresti insistere su questo visto che l'idrogeno è un'utopia. ciao

giulio terruzzi 30.01.06 19:01| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, carissimi amici,
Oggi sono triste, me l'aspettavo: Dario Fo è fuori. Ho conosciuto Dario Fo e ho fatto il tifo per lui, anzi, di più: una vera campagna elettorale, parlando con più di 2000 milanesi! Ma è stato tutto inutile. L'ho sostenuto senza riserve perché Dario Fo è un premio Nobel intellettuale…a differenza di altri!
Comunque me lo aspettavo. Hai perso Dario…
Sul blog di Beppe Grillo ho scritto poco (credo un solo post), quello nel quale io proponevo un limite di tempo per fare il boss-politico (quindi non più politici a vita, non più capi a vita)…e sono stato contento che tu, Beppe, hai trovato la mia proposta.
OGGI, invece, BEPPE …TI CHIEDO UNA COSA!
TE LO CHIEDO.
Tu, noi…anche NOI dobbiamo scendere “nel campo”!
Dobbiamo farlo Beppe!
L’ha fatto lui, Berlusconi… e ci è riuscito. CHI ci impedisce che anche NOI l’ho facciamo?
CHI?
Beppe, mi sa che non dobbiamo perdere questo treno.
Io, nel mio piccolo, ce l'ho fatta!

Con amicizia,
Vasile

Nella storia d'Italia il PRIMO cittadino italiano di origine straniera che è stato candidato sindaco alle amministrative del 12-13 giugno 2004… e per di più in un comune leghista…

Vasile Lacatusu 30.01.06 18:37| 
 |
Rispondi al commento

RAGAZZI E' TEMPO DI BILANCI.

MANCANO POCHE SETTIMANE AL VOTO DEL 9 APRILE E DOBBIAMO VEDERE SE LE PROMESSE FATTE DA BERLUSCONI SONO STATE MANTENUTE.

Il contratto con gli italiani tanto decantato da BRLUSCONI nel salotto di bruno vespa è fallito in tutte le 5 promesse:

HA detto che avrebbe portato le aliquote fiscali a 2 sole, invece sono ancora 3, PROMESSA NON MANTENUTA.

Ha detto che avrebbe riempito le città con poliziotti di quartiere. PROMESSA NON MANTENUTA

ha detto che avrebbe aumentato TUTTE le pensioni minime ad un milione di lire. PROMESSA NON MANTENUTA.

ha detto che avrebbe dato lavoro ai giovani e NON L'HA FATTO, SONO AUMENTATI I LAVORATORI IN NERO ED I PRECARI. PROMESSA NON MANTENUTA.

ha detto che avrebbe aperto i cantieri per le grandi opere fino al 40% della spesa prevista eD è ARRIVATO AL 10%. PROMESSA NON MANTENUTA.

Ha detto che se non avesse tenuto fede al contratto non si sarebbe ricandidato e NON l'HA FATTO NEANCHE QUESTO PERCHE' I MILIONI DI EURO GUADAGNATI DA MEDIASET IN 5 ANNI DI GOVERNO BERLUSCONI HANNO RADDOPPIATO IL SUO VALORE.

MA SE NON HA FATTO QUESTE COSE, NE HA FATTO ALTRE?
LA LEGGE GASPARRI per avere il monopolio televisivo,E MAGGIORI INTROITI PUBBLICITARI.

LA LEGGE PER DEPENALIZZARE IL FALSO IN BILANCIO,ED EVITARE ULTERIORI GUAI GIUDIZIARI

LA LEGGE PER ACCORCIARE I TEMPI DELLA PRESCRIZIONE E SALVARSI DALLA GALERA,

LA LEGGE SULLA DEVOLUTION PER ZITTIRE LA LEGA ,

LA LEGGE DEL FAR WEST PER ZITTIRE AN,

LA LEGGE PER FINANZIARE LE SCUOLE PRIVATE TOGLIENDO FONDI ALLE SCUOLE PUBBLICHE PER ZITTIRE L'UDC,

LA LEGGE PER DARE AI VESCOVI LA FACOLTA'DI ASSUMERE 30.000 SACERDOTI COME INSEGNANTI NELLA SCUOLA PUBBLICA PER INGRAZIARSI LA CHIESA CATTOLICA A DANNO DI TANTI LAUREATI CHE ASPETTANO DA ANNI UN POSTO DI INSEGNAMENTO.PER NON PARLARE DEL REGALO SULL'ICI.

A NOI, SONO SERVITE QUESTE LEGGI? SONO SERVITE A LUI ED AI SUOI COMPLICI AL GOVERNO!

PROSSIMA STAZIONE .CENTROSINISTRA!

basoli giovanni 30.01.06 18:14| 
 |
Rispondi al commento

PER TUTTI QUEI RAGAZZI CHE MANIFESTANO L’INTENZIONE DI NON ANDARE A VOTARE

**************************************
DOBBIAMO MANIFESTARE IL NOSTRO CONSENSO O DISSENSO CON IL VOTO IN QUANTO DIRITTO ACQUISITO E IRRINUNCIABILE PER RISPETTARE IL SACRIFICIO DEI NOSTRI PADRI E CHE CI CONSENTE DI VIVERE IN UNA DEMOCRAZIA.
UN MIO VECCHIO PROFESSORE DICEVA :
“ Chi non vota non può neanche lamentarsi per quello che non gli và, non ha espresso cosa voleva”.

**************************************
*LIBERIAMOCI DAI SIMBOLI POLITICI, IMPARIAMO A VEDERE SOLO LOGHI *
(Solo per essere più liberi nelle nostre scelte, ragionando con la nostra testa per capire la verità dell’immagine riflessa. Nella società moderna il logo identifica la storia e la qualità di un prodotto: noi cambiamo prodotto quando non soddisfa più i nostri bisogni interiori ed esteriori senza rimpianti o conflitti. Vedere loghi al posto di simboli vuol dire essere più liberi e rispettare noi stessi ).

**************************************

IN DEMOCRAZIA RAGAZZI……..
l’astensione al voto può avere come conseguenza che una minoranza di cittadini governi e decida per la maggioranza.

ANDIAMO TUTTI A VOTARE LIBERI DI MENTE

**************************************

IN DEMOCRAZIA RAGAZZI , LA RIVOLUZIONE SI FA CON LA PARTECIPAZIONE: L’ARMA E’ IL VOTO .
**************************************
N.B.
Il presente invito al voto libero sarà bloggato a intervalli regolari su tutti i POST indipendentemente dal tema, visto il numero di persone indecise a manifestare il loro diritto di intervenire sulle scelte politiche del paese in cui vivono. Data inizio 10/01/06 Data Fine Invio 09/04/06

Da oggi tutti i commenti del sottoscritto avranno come intestazione il terzo paragrafo del presente commento, indipendentemente dal contenuto.

**************************************

I BUGIARDI CI SONO E CI SARANNO SEMPRE BASTA ESSERE PRAGMATICI E LIBERI DI MENTE

ernesto scontento 30.01.06 17:38| 
 |
Rispondi al commento

Il nucleare non è una soluzione. E' vero che energie alternative costano forse di più, ma forse sono un pochino meno nocive. Quando Cernobil esplose, le radiazioni hanno raggiunto il nostro paese, quindi come dice qualcuno, è vero che prendiamo energia nucleare dalla Slovenia, ma io che abito a pochi decine di chilometri, non sono contento. Pur nel nord Europa sviluppano nuove fonti? Qui da noi una azienda che fabbrica mobili, si è convertita e con gli scarti di produzione riesce a risparmiare sull'energia, e in due anni ha ammortizzato completamente il costo dell'impianto, e riesce ad uttilizzare l'energia e avanza circa un 25%, che è stata messa in rete. Quindi energia pulita si può fare. Sono invece troppi i gabelli che lo stato impone a chi fa energia in modo sostenibile,perchè per fare l'impianto ci sono voluti alcuni mesi, e per avere i pareri favorevoli ambientali ci sono voluti alcuni anni.
Il nostro paese ha un irraggiamento solare paragonabile a Spagna,Grecia, eppure impianti fotovoltaici, o solari sono praticamente inesistenti. Abbiamo tra le più alte concentrazioni di fonti termali (solo l'Islanda ci supera) eppure nessuno le utilizza, se non per fare centri di cure. Perchè? Perchè non c'è la voglia!

MARCO RUGO 30.01.06 17:03| 
 |
Rispondi al commento

daniele pizzitutti, "non vuoi umiliare così la tua intelligenza"? e allora vai a votare!
Hai visto gli americani la cui percentuale dei votanti nell'occidente è la più bassa al mondo? il loro presidente fa tutto quello che gli pare e li trascina in guerra senza che essi (americani) lo vogliano. Non offendere la tua intelligenza e vai a votare, dì a questa massa di mascalzoni come la pensi tu!! cordiali saluti

Antonio VACCA 30.01.06 15:40| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
io penso che sia giusto puntare su fonti di energia alternativa,ma secondo me bisogna anche scommettere molto sulla ricerca (detto così sembrano le solite belle parole dei politici e basta).
Per la ricerca sul cancro si raccolgono soldi ovunque perché è vista come un'emmergenza, bene
la quella ecologica cos'è?
Come possiamo noi privati cittadini finanziare qualche scienziato onesto (non controllato da multinazionali del petrolio), raccogliere dei soldi per le sue ricerche?
Carlo Rubbia ha la possibilità di fare ricerca in questo senso, sostenuto da noi?
Grazie

Loris Ghezzi 30.01.06 15:13| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto il tuo allegato sull'energia e devo dire che ne condivido tutto, salvo che sarebbe tutto vero solo se l'energia fosse controllata dallo stato. In questi anni, ci hanno fatto sapere che il privato e' bello, e che la concorrenza avrebbe reso i servizi piu' efficienti e piu'economici.Risultato i privati hanno fatto accordi fra di loro e i prezzi sono aumentati.Per quanto riguarda l'energia (di cui stavamo parlando)come si puo' pensare che dei risparmi energetici possano liberare risorse da utilizzare per incentivare l'uso di fonti alternative.Lor signori guadagnano sulla vendita del Kilowatt piu' ne vendono piu'guadagnano,non ha importanza che il petrolio aumenti loro aumentano i prezzi e il loro guadagno resta invariato.Speri che utilizzino parte dei loro guadagni in una politica che serva a farli guadagnare meno?A loro interessa solo produrre utili.Poco importa se per far questo bisogna avvelenare il mondo o passare sopra la pelle di milioni di persone.Il grave e' che hanno il controllo di tutta l'informazione, e quindi non solo ti fanno sapere solo quello che gli accomoda,ma riescono anche a omologare le idee.
Infine un consiglio:la mafia prima cerca di comprare,poi se non riesce minaccia, se poi non riesce ancora uccide. Stai attento, per te la fase delle minacce e' superata, non credo che ti vogliano uccidere ma farti stare zitto si.Tieni duro e auguri.

Aldo Luciardi 30.01.06 15:09| 
 |
Rispondi al commento

spero che c'entri con il post......
non lo so, è che credo che alle elezioni nazionali non andrò a votare. non perchè non me ne frega nulla, ma perchè non so per chi votare!!! non voglio votare per "...il meno peggio", non voglio umiliare così la mia intelligenza. come dice grillo durante il suo spettacolo "... perchè ci devono costringere a votare tra una merda fresca, o una di qualche giorno...".e allora credo proprio che non andrò a votare. ma se nessuno andasse a votare, o comunque non andasse a votare una percentuale rappresentativa, non sarebbre un chiaro messaggio ai nostri dipendenti politici? se fossimo in tanti a non scielgliere nessuno, non sarebbe chiaro che nessuno risponde alle nostre esigenze, anzi alle esigenze del paese? del resto l'astensione rimane una possibilità che noi elettori possiamo esercitare...
posso lanciare questa proposta:
NON ANDIAMO A VOTARE PER LE ELEZIONI NAZIONALI!!!!! che ne pensate?
e tu, beppe grillo, che ne pensi?

daniele pizzitutti 30.01.06 14:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe!
Mi occupo di innovazione tecnologica nelle PMI e ho incontrato un geniale piccolo imprenditore che ha sviluppato una tecnologia- su basi già esistenti- per far muovere grossissimi automezzi solo e solamente a batterie. Ha stipulato un contratto con alcune miniere che hanno evidentemente intravisto l'affare...queste tecnologie si potrebbero applicare IMMEDIATAMENTE alle macchine da lavoro che circolano nei nostri Comuni e che buttano nell'aria quantità di veleni incotrollati...ma purtroppo così non è!
Altra cosa, sapete quanto possono contribuire le API al monitoraggio dell'inquinamento dell'aria e dell'acqua? e Sapete con quali costi? Ridicoli!
Il bello èì che non parliamo solo e soltanto di "ecologismo" fine a se stesso, qui si parla di businesss innovativi che stentano a decollare!!!

Antonio Pili 30.01.06 14:42| 
 |
Rispondi al commento

Un suggerimento: quando in un documento si mettono delle affermazioni, è bene specificare sempre le fonti. Viceversa non si capisce la differenza tra affermazioni fondate e non.

Esempio: "L’efficienza con cui si usa l’energia in Italia è molto bassa". Fonte? Questa affermazione scritta così, cioè senza fonti, potrebbe sembrare totalmente campata in aria.

Fabrizio Di Giuseppe 30.01.06 14:23| 
 |
Rispondi al commento

RAGAZZI E' TEMPO DI BILANCI.

MANCANO POCHE SETTIMANE AL VOTO DEL 9 APRILE E DOBBIAMO VEDERE SE LE PROMESSE FATTE DA BERLUSCONI SONO STATE MANTENUTE.

Il contratto con gli italiani tanto decantato da BRLUSCONI nel salotto di bruno vespa è fallito in tutte le 5 promesse:

HA detto che avrebbe portato le aliquote fiscali a 2 sole, invece sono ancora 3, PROMESSA NON MANTENUTA.

Ha detto che avrebbe riempito le città con poliziotti di quartiere. PROMESSA NON MANTENUTA

ha detto che avrebbe aumentato TUTTE le pensioni minime ad un milione di lire. PROMESSA NON MANTENUTA.

ha detto che avrebbe dato lavoro ai giovani e NON L'HA FATTO, SONO AUMENTATI I LAVORATORI IN NERO ED I PRECARI. PROMESSA NON MANTENUTA.

ha detto che avrebbe aperto i cantieri per le grandi opere fino al 40% della spesa prevista eD è ARRIVATO AL 10%. PROMESSA NON MANTENUTA.

Ha detto che se non avesse tenuto fede al contratto non si sarebbe ricandidato e NON l'HA FATTO NEANCHE QUESTO PERCHE' I MILIONI DI EURO GUADAGNATI DA MEDIASET IN 5 ANNI DI GOVERNO BERLUSCONI HANNO RADDOPPIATO IL SUO VALORE.

MA SE NON HA FATTO QUESTE COSE, NE HA FATTO ALTRE?
LA LEGGE GASPARRI per avere il monopolio televisivo,E MAGGIORI INTROITI PUBBLICITARI.

LA LEGGE PER DEPENALIZZARE IL FALSO IN BILANCIO,ED EVITARE ULTERIORI GUAI GIUDIZIARI

LA LEGGE PER ACCORCIARE I TEMPI DELLA PRESCRIZIONE E SALVARSI DALLA GALERA,

LA LEGGE SULLA DEVOLUTION PER ZITTIRE LA LEGA ,

LA LEGGE DEL FAR WEST PER ZITTIRE AN,

LA LEGGE PER FINANZIARE LE SCUOLE PRIVATE TOGLIENDO FONDI ALLE SCUOLE PUBBLICHE PER ZITTIRE L'UDC,

LA LEGGE PER DARE AI VESCOVI LA FACOLTA'DI ASSUMERE 30.000 SACERDOTI COME INSEGNANTI NELLA SCUOLA PUBBLICA PER INGRAZIARSI LA CHIESA CATTOLICA A DANNO DI TANTI LAUREATI CHE ASPETTANO DA ANNI UN POSTO DI INSEGNAMENTO.PER NON PARLARE DEL REGALO SULL'ICI.

A NOI, SONO SERVITE QUESTE LEGGI? SONO SERVITE A LUI ED AI SUOI COMPLICI AL GOVERNO!

CREDO CHE CI SIA DA RIFLETTERE. VOTERO' PRODI

basoli giovanni 30.01.06 14:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credo che sia un modo per "addomesticare" le persone.

Cosa vuol dire "tagliare" la cultura (FUS) se non impedire al cittadino di partecipare della società? Infatti, tagliare i fondi significa meno teatro, meno partecipazione collettiva che vuol dire esperienza al di fuori del proprio angolo di mondo costituito dalla visione dei programmi che trasmette la TV.
E solitamente il teatro ospita un pensiero "diverso" rispetto a quello "unico" espresso a mezzo della televisione. Ad esempio, quali sono i programmi televisivi veramente validi, oggi? Quelli serali, che tuttavia guardano in pochi.
Ma il taglio ha un senso molto più ampio di quello che apparentemente sembra (taglio la cultura per non tagliare la sanità, "la salute prima di tutto"). In realtà si vuole deprimere il senso critico e creare dei burattini pronti a scattare e cioè privi di un pensiero autonomo.

I "divertimenti", le trasmissioni tipo "Grande Fratello", il "reality" sono un modo per spostare l'attenzione dal presente per creare quella "spensieratezza" (falsa, perché momentanea, fugace, che dura quanto la visione del programma) che dovrebbe allietare il vissuto di ognuno.

Solo che il vissuto è quello e non è attraverso un programma televisiovo che lo cambio in positivo.

Non è attraverso la semplice visione che si cambia qualcosa.

E' l'azione che dovrebbe intervenire.

Ma la sola "azione" che si richiede oggi, a quanto pare, è quella del "voto". Il resto, la riflessione, il pensiero, la critica sono accessori e al limite se ne può fare a meno. L'importante è il voto. Scattare quando vi sono le elezioni. Scattare!

E il tentativo di privatizzazione dell'acqua è un riflesso di questo senso (di cui sopra). L'allontanamento dalla vita sociale e quindi dalla libertà di un incontro autentico con l'atro. La libertà di poter discutere dal vero con l'altro.

Ci stiamo togliendo la libertà.

Alessandra Medoro 30.01.06 14:08| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, e grazie di ogni vostro commento: più cervelli che pensano, finalmente qualcuno che pensa!, creano veramente un mondo nuovo.

Non so quanti di voi leggono l'inglese, ma essendo un grande ricercatore della rete sono incappato in un sito di un autore, certo Matt Savinar (sito: www.lifeaftertheoilcrash.net)
che in un suo libro "the oil age is over"
asserisce che il mondo così come siamo abituati a usarlo sarà spacciato nel giro di 20-30 anni.
In particolare questo signore asserisce che qualsaisi fonte di energia alternativa al petrolio non costituisce l'alternativa valida allo stesso petrolio di cui siamo totalmente dipendenti: plastica, fertilizzanti, medicinali, ecc.
In altre parole, dice che ormai è troppo tardi per riconvertire le nostre abitudini facendole dipendenti da forme di energie diverse.

Qualcuno di voi ne sa qualcosa? Ho allegato ad una email inviata a Beppe il libro di cui si parla di queste cose, per avere il suo commento e quello del suo staff.....

Vediamo cosa dice....se mi risponde....o risponde al blog.

Vi saluto

Michael

Michael Mellner 30.01.06 14:05| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo ma per Bertinotti, Pecoraro Scanio e Di Pietro ci volevi tu?
In tutti questi anni i loro cervelloni ed i loro consulenti che c... hanno fatto? Quali brillanti idee programmatiche hannno avuto?
Dobbiamo licenziare anche questi dipendenti?
Fanno parte dei ns. dipendenti indipendenti anche loro?

Basta solo una cosa, in sintesi, fare in modo che le loro sinapsi funzionino.

Mauro Bevilacqua 30.01.06 14:03| 
 |
Rispondi al commento

ho chiesto un preventivo per il fotovoltaico.
per avere 3KW mi hanno chiesto 19000 euro chiavi in mano! per il solare termico 4600 euro per un pannello da 1 mq.!
cacchio ci credo che non li monta nessuno!
devo usarlo per 8 anni prima di ammortizzarlo!
e sperare che il famigerato conto energia duri a lungo! stò pensando seriamente ad una stufa a legna o pellet, cosi in caso di carestia bruceremo i mobili e i divani!

Luca Bisello 30.01.06 13:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

aiutatemi un attimo a far due conti:
fabisogno annuo energetico italiano:
200 mtep
1Tep=11627 KWH
200MTEP=11627*200*1.000.000=2.325.400.000.000 KWH
supponiano di installare un impianto fotovoltaico su 10.000.000 tetti italiani, dovremmo installare 200.000.000 di mq di pannelli solari con un costo di circa 200.000.000x1000=200 miliardi di euro (circa 50 linee TAV TO-MI, o 50 ponti sullo stretto di messina) per una produzione complessiva annua di:
10.000.000x3.000=30 miliardi di KWH
30 miliardi di KWH/ 2325 miliardi di KWH= 1% del fabisogno totale.
Parliamo solo di fabbisogno di energia Elettrica
64 MTEP=64*11627*1.000.000=744.128.000.000 kwh
30 miliardi di KWH/744 miliardi kwh/30= 4% del fabisogno totale.
Non capisco, o sbaglio a fare i conti o i pannelli solari non sono una buona alternativa...
VORREI COMUNQUE FARE NOTARE CHE è VERO CHE IN GERMANIA IL DISCORSO DELLE FONTI ENERGETICHE ALTERNATIVE E' AVVIATO DA DECINE D'ANNI, MA è ALTRETTANTO VERO CHE QUESTE CONTRIBUISCONO SOLAMENTE PER IL 15% DEL FABISOGNO TOTALE, E CHE IL RESTANTE 85% DELL'ENERGIA E' FORNITO PER IL 30% DALL'ENERGIA NUCLEARE (UNA VENTINA DI CENTRALI) E PER IL RESTANTE 55% DAI COMBUSTIBILI FOSSILI.
INOLTRE LA SVIZZERA POSSIEDE CIRCA 5 REATTORI NUCLEARI E LA FRANCIA UN'OTTANTINA...
NON SONO UN ACCANITO SOSTENITORE DEL NUCLEARE, INTENDIAMOCI, SONO PERò CONSCIO DEL FATTO CHE, ALLO STATO ATTUALE DELLE COSE IL SOLE ED IL VENTO, CHE IN GERMANIA PRODUCONO IL 15% DEL FABISOGNO TOTALE DI ENERGIA, NON SONO RISORSE SUFFICIENTI.
vORREI SPOSTARE DI CONSEGUENZA L'OBBIETTIVO SUL RESTANTE 85% DI FABISOGNO ENERGETICO DA SODDISFARE.
cI SONO AL MOMENTO TECNOLOGIE POTENZIALMENTE FRUIBILI?

andrea messelod 30.01.06 13:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Giordo Giorgio, abbi almeno il buon gusto di non scrivere, hai manifestato spudoratamente la tua tendenza politica. e, bada bene, non è spudorato essere di destra o di sinistra, è spudorato non accorgersi che, sia la destra che la sinistra hanno inguaiato l'Italia e inggannato gli italiani; ciò detto, ribadisco che a mio modesto parere per sradicare questo strapotere-malcostume-mafioso è necessario, anzi indispensabile, fare violenza alla politica e riappropriarci del nostro sacro santo diritto-dovere e riappropriarci della nostra Italia. Altro non serve che io dica.

Antonio VACCA 30.01.06 13:33| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, carissimi amici,
Oggi sono triste, me l'aspettavo: Dario Fo è fuori. Ho conosciuto Dario Fo e ho fatto il tifo per lui, anzi, di più: una vera campagna elettorale, parlando con più di 2000 milanesi! Ma è stato tutto inutile. L'ho sostenuto senza riserve perché Dario Fo è un premio Nobel intellettuale…a differenza di altri!
Comunque me lo aspettavo. Hai perso Dario…
Sul blog di Beppe Grillo ho scritto poco (credo un solo post), quello nel quale io proponevo un limite di tempo per fare il boss-politico (quindi non più politici a vita, non più capi a vita)…e sono stato contento che tu, Beppe, hai trovato la mia proposta.
OGGI, invece, BEPPE …TI CHIEDO UNA COSA!
TE LO CHIEDO.
Tu, noi…anche NOI dobbiamo scendere “nel campo”!
Dobbiamo farlo Beppe!
L’ha fatto lui, Berlusconi… e ci è riuscito. CHI ci impedisce che anche NOI l’ho facciamo?
CHI?
Beppe, mi sa che non dobbiamo perdere questo treno.
Io, nel mio piccolo, ce l'ho fatta!

Con amicizia,

Nella storia d'Italia il PRIMO cittadino italiano di origine straniera che è stato candidato sindaco alle amministrative del 12-13 giugno 2004… e per di più in un comune leghista…

Vasile Lacatusu 30.01.06 13:08| 
 |
Rispondi al commento

Per favore basta con questi comici ch vogliono fare i politici e politici che sembrano comici; mi tengo Berlusconi tutta la vita se le alternative sono rappresentate dai vari Prodi, Fassino, Rutelli, Pecoraro Scanio e Di Pietro.
L'unico esponente di sinistra veramente capace ed onesto è Veltroni, che occupandosi seriamente dell'incarico di Sindaco di Roma, non ha tempo
( e probabilmente nemmeno voglia ) di mescolarsi con il gruppetto di azzeccagarbugli rappresentanti l'attuale sinistra.

Giordo Giorgio 30.01.06 12:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ALLARME! A RAGUSA!
Anche a Ragusa, vogliono privatizzare il servizio di distribuzione dell'acqua potabile!
Ma possibile che i nostri dipendenti (leggi Politici) sia di DX che di SX non riescono a vedere al di là del proprio naso.
Per scaricare il bilancio comunale di alcune spese pensano bene di dare tutto ai privati, che pensano, a sua volta, di fare quadrare il bilancio in maniera che l'attivo sia superiore al passivo.... anche per l'acqua... che è un bene universale e fondamentale per la vita!
Vergogna!

g Corallo 30.01.06 12:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

D'accordo al 100%

Che sogno se andasse al potere qualcuno che prendesse alla lettera il documento di Beppe.... MAH!

Saluti! :-)

Patrick

Patrick De Angelis 30.01.06 12:39| 
 |
Rispondi al commento

ATTI CONCRETI

Trovo che questa battaglia contro la privatizzazione dell'acqua sia sacrosanta.

Io stesso sono impegnato IN CAMPANIA contro l'ennesimo progetto di privatizzare un bene prezioso quale quello dell'acqua.

Non passa giorno che non martelli parenti, amici, conoscenti circa la gravità di questa assurda decisione politica. Ripeto loro che sono troppo distratti dalle stronzate quotidiane, dalle cose effimere, dai telefonini, dal vestire alla moda, dal Grande Fratello, Maria De Filippi etc. etc.

E' ora di dire basta a queste "DISTRAZIONI" quotidiane, a questi programmi di RIMBECILLIMENTO CONTINUO, a queste SOMMINISTRAZIONI MASSICCE DI IDIOZIA mentre silenziosamente CI SCIPPANO IL NOSTRO FUTURO E QUELLO DEI NOSTRI FIGLI!!

BASTA!!!

Opponiamoci al contollo del bene vitale per eccellenza. Basta con i soprusi!!!

P.S.: Caro Beppe sono ancora in attesa di una risposta circa l'appello PRO ASSOCIAZIONE + TV SATELLITARE.Credo che tu ci debba almeno una risposta considerato che l'abbiamo firmato in oltre 100 persone!!!

Nicola Franco

Nicola Franco Commentatore in marcia al V2day 30.01.06 10:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe. Ieri sera ero uno dei tanti spettatori "fedeli" allo spettacolo di Udine. Come al solito sei stato stupendo. Le tue notizie sono sempre utili! Se mi permetti vorrei, però, fare un appunto sull'organizzazione. Rispetto all'anno scorso, è stato molto carente per non dire assente, il servizio d'ordine. Le norme della sicurezza non sono state per niente rispettate. Secondo me hanno voluto vendere più biglietti del solito per guadagnare di più. Chi ci rimette è la tua immagine; regolati in futuro.
Non per questo non ti seguirò, ma ho voluto farti sapere una situazione che,spero, non accadrà più.
In bocca al lupo per il futuro e grazie per tutto ciò che fai per NOI. Giancarlo Tartaglione

giancarlo tartaglione 30.01.06 10:05| 
 |
Rispondi al commento

Abito e lavoro vicino Latina e questa storia dell'Acqualatina è tanto arrogante quanto Berlusconi sempre in Tv. E' la presa in giro che brucia. E' il mare di falsità che ti viente spiattellato davanti ogni giorno che brucia...

Ing. Luca Piergentili 30.01.06 09:48| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
in Germania lo stato mette a disposizione dei privati, che non hanno lo spazio sufficiente, i tetti degli edifici pubblici, a costo zero, per la produzione di energia pulita.
In questo modo i privati cittadini, che non hanno la possibilità di produrre energia pulita per mancanza di spazio, possono diventare "imprenditori" e produrre, vendendola in conto energia, energia pulita sui tetti degli edifici pubblici.
Unico vincolo è quello di mettere un pannello luminoso all'ingresso dello stabile per informare i cittadini della quantità di energia prodotta, pubblicizzando così la produzione di energia pulita.
Perché non proporre anche noi questa possibilità?

Continua così, per favore, sei grande.
Ciao e grazie
Mario

mario Gubitosi 30.01.06 09:24| 
 |
Rispondi al commento

FATE COME ME: BEVETE ACQUA DEL RUBINETTO E NON COMPRATE L'ACQUA DEI LADRONI!!!!!

E' L'UNICO MODO PER STRONCARGLI IL BUSINESS!!!

................................................
FATE COME ME: BEVETE ACQUA DEL RUBINETTO E NON COMPRATE L'ACQUA DEI LADRONI!!!!!

E' L'UNICO MODO PER STRONCARGLI IL BUSINESS!!!

................................................FATE COME ME: BEVETE ACQUA DEL RUBINETTO E NON COMPRATE L'ACQUA DEI LADRONI!!!!!

E' L'UNICO MODO PER STRONCARGLI IL BUSINESS!!!

................................................FATE COME ME: BEVETE ACQUA DEL RUBINETTO E NON COMPRATE L'ACQUA DEI LADRONI!!!!!

E' L'UNICO MODO PER STRONCARGLI IL BUSINESS!!!

................................................FATE COME ME: BEVETE ACQUA DEL RUBINETTO E NON COMPRATE L'ACQUA DEI LADRONI!!!!!

E' L'UNICO MODO PER STRONCARGLI IL BUSINESS!!!

................................................FATE COME ME: BEVETE ACQUA DEL RUBINETTO E NON COMPRATE L'ACQUA DEI LADRONI!!!!!

E' L'UNICO MODO PER STRONCARGLI IL BUSINESS!!!

................................................FATE COME ME: BEVETE ACQUA DEL RUBINETTO E NON COMPRATE L'ACQUA DEI LADRONI!!!!!

E' L'UNICO MODO PER STRONCARGLI IL BUSINESS!!!

................................................FATE COME ME: BEVETE ACQUA DEL RUBINETTO E NON COMPRATE L'ACQUA DEI LADRONI!!!!!

E' L'UNICO MODO PER STRONCARGLI IL BUSINESS!!!

................................................FATE COME ME: BEVETE ACQUA DEL RUBINETTO E NON COMPRATE L'ACQUA DEI LADRONI!!!!!

E' L'UNICO MODO PER STRONCARGLI IL BUSINESS!!!

................................................FATE COME ME: BEVETE ACQUA DEL RUBINETTO E NON COMPRATE L'ACQUA DEI LADRONI!!!!!

E' L'UNICO MODO PER STRONCARGLI IL BUSINESS!!!

................................................FATE COME ME: BEVETE ACQUA DEL RUBINETTO E NON COMPRATE L'ACQUA DEI LADRONI!!!!!

E' L'UNICO MODO PER STRONCARGLI IL BUSINESS!!!

................................................FATE COME ME: BEVETE ACQUA DEL RUBINETTO

Marco Sitzia 30.01.06 08:55| 
 |
Rispondi al commento

Beppe mi preme attenzionarti la seguente problematica.... sulla produzione di en. Fotovoltaica, saprai che vige il DM 280705 che incentiva anche in italia, in conto energia, tutta l'en. PRODOTTA dall'impianto FV ammesso a beneficiare delle Tariffe incentivanti, previa Domanda al GRTN, ecc, ecc.....
Ebbene succede ancora una volta che il governo DECIDA unilateralmente di cambiare le regole del gioco a partita già iniziata, INFATTI, è in discussione un DM (a modifica del DM 280705) alla Commissione Stato-Regioni che ALTERA completamente molte cose, GETTA nel caos la già complicata legislaz. in materia e, soprattutto, INCENTIVA la sola en. consumata dallo stesso Soggetto Responsabile e NON TUTTA L'EN. PRODOTTA COME VALEVA CON IL DM 280705.
Solo con il tuo aiuto possiamo RIBELLARCI..... se l'imp. deve essere remunerativo x ki sostiene gli investimenti per la sua realizzazione DEVE essere pagata TUTTA l'en. prodotta dai pannelli FV.
Spero tu la pensi come me e ti invito a caldeggiare la problematica nelle sedi più opportune. Gradirei poi sapere se tale nuovo DM che ha di buono solo l'aumento a 300MW della potenza incentivata, sia stato già pubbligato sulla Gazz.Ufficiale oppure è solo un disegno CAOTICO x "confondere" tutti gli interessati e soprattutto "FAR BUTTARE I SOLDI AGLI INVESTITORI/PROPRIETARI DEGLI IMPIANTI", con tempi di ammortamento dell'impianto molto più lunghi (mediamente dai 8 anni iniziali a quasi 10anni).
Fammi sapere, grazie, ciao Luca.

Luca Teri 30.01.06 08:52| 
 |
Rispondi al commento

Nel documento "Primarie dei cittadini" riguardo la combustione dei rifiuti, propongo di modificare la parte relativa ai rifiuti così: "eliminazione di tutti gli incentivi previsti alla combustione dei rifiuti, in base al loro inserimento, privo di fondamento tecnico-scientifico, tra le fonti rinnovabili. Come incentivi da eliminare si intende qualsiasi sovvenzione sia energetica, che di recupero, di qualsivoglia materia." Preciso che le sovvenzioni che ricevono attualmente sono di tre fonti: CIP6 o Certificati verdi e Contributi CONAI per il "recupero" imballaggi.

Marco Pagani 30.01.06 08:43| 
 |
Rispondi al commento

PER TUTTI QUEI RAGAZZI CHE MANIFESTANO L’INTENZIONE DI NON ANDARE A VOTARE

**************************************
DOBBIAMO MANIFESTARE IL NOSTRO CONSENSO O DISSENSO CON IL VOTO IN QUANTO DIRITTO ACQUISITO E IRRINUNCIABILE PER RISPETTARE IL SACRIFICIO DEI NOSTRI PADRI E CHE CI CONSENTE DI VIVERE IN UNA DEMOCRAZIA.
UN MIO VECCHIO PROFESSORE DICEVA :
“ Chi non vota non può neanche lamentarsi per quello che non gli và, non ha espresso cosa voleva”.

**************************************
*LIBERIAMOCI DAI SIMBOLI POLITICI, IMPARIAMO A VEDERE SOLO LOGHI *
(Solo per essere più liberi nelle nostre scelte, ragionando con la nostra testa per capire la verità dell’immagine riflessa. Nella società moderna il logo identifica la storia e la qualità di un prodotto: noi cambiamo prodotto quando non soddisfa più i nostri bisogni interiori ed esteriori senza rimpianti o conflitti. Vedere loghi al posto di simboli vuol dire essere più liberi e rispettare noi stessi ).

**************************************

IN DEMOCRAZIA RAGAZZI……..
l’astensione al voto può avere come conseguenza che una minoranza di cittadini governi e decida per la maggioranza.

ANDIAMO TUTTI A VOTARE LIBERI DI MENTE

**************************************

IN DEMOCRAZIA RAGAZZI , LA RIVOLUZIONE SI FA CON LA PARTECIPAZIONE: L’ARMA E’ IL VOTO .
**************************************
N.B.
Il presente invito al voto libero sarà bloggato a intervalli regolari su tutti i POST indipendentemente dal tema, visto il numero di persone indecise a manifestare il loro diritto di intervenire sulle scelte politiche del paese in cui vivono. Data inizio 10/01/06 Data Fine Invio 09/04/06

Da oggi tutti i commenti del sottoscritto avranno come intestazione il terzo paragrafo del presente commento, indipendentemente dal contenuto.

**************************************

I BUGIARDI CI SONO E CI SARANNO SEMPRE BASTA ESSERE PRAGMATICI E LIBERI DI MENTE

ernesto scontento 29.01.06 23:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve Beppe,
in molte città del nord Europa, Stoccolma per esempio, le lampade dei semafori sono state sostituite con display a LED ad alta luminosità. Sono visibili quanto e di più delle normali lampadine a incandescenza, consumano 1/10 di energia, durano un eternità e ogni semaforo ha il suo bel pannellino fotovoltaico per alimentarli. Qui in Italy i LED ad alta luminosità li hanno messi solo negli accendini usa e getta e nelle luci posteriori delle automobili.

Sandro Giusti 29.01.06 21:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

volevo solo portare a conoscenza di questo sito,se non lo conosceste già, specializzato sull'idrogeno:
www.h2p.it

flavio nanni 29.01.06 20:15| 
 |
Rispondi al commento

Dobbiamo effettivamente ringraziare i nostri 'dipendenti' del governo per la 'rivoluzionaria' legge che incentiva la produzione di energia con pannelli fotovoltaici, mettendo l'italia almeno nelle intenzioni al passo con numerosi altri paesi Europei.
Tuttavia l'obiettivo 'ambizioso' posto dai 'legislatori' è quello di raggiungere in Italia entro il 2016 la considerevole cifra di 300 Mw installati(a luglio 2005 erano 100 Mw), contro i 18000 Mw della sola Germania.....
E' una legge quindi che ha una portata a dir poco irrilevante e che pur cosituendo un primo importante passo rimarrà fine a se stessa se non inserita in un piano pluriennale per la produzione di energia da fonti rinnovabili.
L'obiettivo da dare ai nostri prossimi governanti 'dipendenti' dovrebbe quindi essere quello di raggiungere entro un decennio il livello attuale della Germania dove si produce il 15% dell'energia totale con il fotovoltaico e soprattutto con l'eolico tanto osteggiato da alcuni nostri famosi esteti.
Alcuni anni fa il signor Carlo Ripa di Meana,che avrebbe fatto meglio a concentrarsi sulla 'pelliccia' di sua moglie,si scagliava contro la costruzione delle torri eoliche affermando che deturpavano irreparabilmente i nostri paesaggi (lo inviterei a vedere il panorama del golfo di Trieste abbellito dalla accieria di Servola e dalla centrale a carbone di Monfalcone).
Anche i 'dipendenti' Pecoraro Scanio,Niky Vendola in Puglia e il signor Sorus in Sardegna hanno enormi responsabilità nell'avere rallentato o addirittura bloccato in Italia lo sviluppo dell'energia eolica.
Si sa noi siamo sempre stati piu' intelligenti dei Tedeschi,è molto meglio continuare a respirare m...a ma avere dei bei panorami e magari,quando arriverà l'ennesima crisi energetica, in un angolino ben nascosto e sperduto costruire in tutta fretta una bella ed estetica centrale nucleare!

Alessandro Vescovini 29.01.06 19:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe sei grande,
a proposito di energie alternativi vi ricordo che i contadini tedeschi non producono più prodotti alimentari perchè non conviene economicamente, Invece della segale producono la colza dalla quale si ricava il bio-diesel che in Germania è in vendita ad ogni distributore al prezzo di 78 centesimi di euro. Invece delle patate producono un'erba particolare che messa a fermentare in appositi silos si trasforma in gas.
Ciao a tutti
Donato Loliva

donato.loliva 29.01.06 18:51| 
 |
Rispondi al commento

ho scoperto che un comunissimo lampione stradale costa dai 3000 € in su. Con l'aggiunta di un generatore eolico silenzioso sulla cima ne costerebbe 3900. Un modello piccolo da 114cm e 400W a 24V. che per poco vento che ci sia in cima al lampione nelle 24h del giorno, assicurerebbe 10 ore di ottima illuminazione notturna ovvero in 2 anni si ripaga da solo. Se oltre alle pale si usasse un inverter a rete ( costo 400 €) il risparmio sarebbe ancora più sensibile. Proporrò questo lampione eolico dove abito.
enzo

enzo chianese 29.01.06 18:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A proposito di Primarie!
Mentre si sono fattte le primarie per la scelta del leader dell'Unione e mentre si fanno primarie un pò dovunque, a Reggio Calabria - dove a giugno si voterà per la presidenza della provincia - il movimento cittadino "Uniti per la Città" sta conducendo una battaglia quasi isolata per chiedere a gran voce le primarie. DS e Margherita per ora non si sono espressi perchè si erano accordati per candidare il presidente uscente, Fuda, che fino a qulache mese fa era il massimo esponente di Forza Italia e ora è passato (?) con il centrosinistra. Anche altri partiti,come Rifondazione,SDi e Comunisti Italiani hanno dichiarato che preferiscono le interpartitiche alle primarie.La domanda è: perchè i cittadini di centrosinistra della provincia di Reggio Calabria non hanno il diritto di scegliersi chi li dovrà governare per i prossimi cinque anni?

Giuliano Quattrone 29.01.06 18:39| 
 |
Rispondi al commento

è da anni che mi interesso delle rinnovabili, con particolare riferiemento al solare ed ho potuto notare la strumentalizzazione di questo argomento da parte di istituzioni e politici, che se da un lato professano (guarda caso in periodi critici) la necessità delle stesse, poi da un punto di vista pratico continuano ad operare dimenticando i loro spot.
Il conto energia, lo ripeto, è una grande cosa, ma non così come è fatto in quanto nel decreto attuativo è stato posto un limite quantitativo che non rispecchia minimamente la domanda (basti pensare che con la prima scadenza si è raggiunta l'intera quantità ammissibile nell'anno e sono rimaste accantonate altre 3000 domande!!!).
Non considero legittima tale limitazione poichè il conto energia lo paghiamo noi cittadini attraverso un prelievo che l'enel addebita nelle nostre bollette. E' un blocco all'entrata ingiustificato, insensato (siamo noi che finanziamo il nostro vicino che mette i pannelli solari e non lo stato), e che come al solito porta all'incertezza delle società che lavorano in questo settore. Incertezza poichè il committente potrà fare o farsi fare la domanda, ma poi l'attuazione sarà gioco forza limitata.
Se si vuole lo sviluppo bisogna aprire il settore , bisogna imporre alle società di costruzione standard di costruzione che facciano riferimento a fonti rinnovabili e bioarchitettura, bisogna poi incentivare chi veramente produce del nuovo e delle esternalità positive. Per finire la detrazione del 36% ora 41% dell'IRPEF per la ristrutturazione edilizia non pone alcuna differenza tra chi utilizza metodi tradizionali e innovativi, ed un ingegnere, un geometra vi assicuro che è molto difficile (se non impossibile) che vada a proporre soluzioni alternative perchè 1) non ne ha idea per il 99% dei casi 2)l'agevolazione la ottiene ugualmente... . Bisogna porre in essere regolamenti chiari e definiti che vadano realmente a puntare sulle rinnovabili ed il risparmio energetico.

giuseppe scarnera 29.01.06 18:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe,ho sentito che entro la fine del 2005 l'enel dovrebbe avere inaugurato una centrale elettrica a idrogeno,dalle parti di Venezia........è vero?!?o è un'altra falsa informazione?!?Ciao Ste

Stefano Rigamonti 29.01.06 18:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rispondo al post di Giordano Bruno:
cita le fonti please...
p.s.
Il rimedio non è non pagare, che poi per legge ti lasciano al freddo di diritto, ma di lottare, con i mezzi leciti contro i monopoli..
Come ho scritto in un post precedente!
anche Grillo, che ha fatto un bel promemoria sile fonti rinnovabili e sull'energia, si scorda il punto di partenza: I MONOPOLI, le 7 sorelle che comandano nel mondo, e che il nostro piccolo arricchito, il portatore nano di interessi monopolistici suoi e dei suoi accoliti bla bla...
Dobbiamo prenderli tutti a calci in c**o
ITALIA, FORZA che dobbiamo farcela.
Alternativa: emigrare!!

Michele Tonetto 29.01.06 17:36| 
 |
Rispondi al commento

La Giunta del Comune di Roma ha approvato una delibera che introduce una modifica cruciale al Regolamento Edilizio: ogni edificio privato di nuova costruzione dovrà essere alimentato, per il
suo "fabbisogno energetico complessivo", almeno al 30% con fonti rinnovabili, almeno al 50 % per la produzione di acqua calda. La percentuale del 30% (fabbisogno totale) è aumentata al 50% per gli edifici che sorgeranno all'interno dei programmi edilizi approvati dal Comune: Programmi di Recupero Urbano, Programmi Integrati, Progetti Urbani, Accordi di Programma. Idem per le costruzioni "in deroga" e per gli edifici pubblici o di uso pubblico.
Per incentivare fonti pulite e risparmio energetico, la delibera stabilisce poi agevolazioni ad hoc: esclusi dal "calcolo del volume imponibile" - ovvero non tassabili - gli spessori di muratura esterna oltre i 30 centimentri ed entro il mezzo metro. Idem per lo spessore dei solai oltre 20 ed entro 45 centimetri, così come per i vani (sul tetto o nel sottotetto) destinati ad accogliere gli impianti solari (e i collettori, i serbatoi ecc.), per un'altezza netta massima di 2 metri e 40 centimetri. In pratica, vengono detassati l'aumento di spessore dei muri per l'isolamento termico e le parti di costruzione utilizzate per
fare del nuovo edificio un'abitazione ecologica.

Altre prescrizioni riguardano il risparmio di acqua potabile negli edifici: obbligo di realizzare un sistema di impiego dell'acqua piovana per irrigare eventuali giardini ed evitarne la dispersione; water con cassette a risparmio d'acqua (almeno due vani per scarichi di diversa quantità); rubinetti con miscelatore aria-acqua; almeno la metà delle superfici esterne (pavimentazioni, aree verdi ecc.) allestita in modo da drenare acqua e umidità, anche impiegando materiali speciali.

Nicola Cardinale 29.01.06 17:22| 
 |
Rispondi al commento

Ho paura ed odio i fuochi d'artificio, pero' vado ad abitare su di una fabbrica di fuochi d'artificio...(skerzo).
Se Chernobyl ha combinato quel che ha combinato, anche in Italia, per... paura noi abbiamo eliminato le centrali atomiche, pero' ci facciamo fornire a costi salati l'energia prodotta dalle centrali atomiche dei nostri vicini, cosi vicini che rispetto alla casa sulla fabbrica dei fuochi, si puo' dire che la producano nell'atrio condominiale nostro....
Grazie ai nostri dipendenti, grazie, se non son cretini e ladri non li vogliamo.

nicola campobasso 29.01.06 15:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari amici,
spesso si dice che le fonti alternative non sono, almeno al momento attuale, la risposta giusta al problema energetico italiano. Da profano della materia, mi chiedo allora perchè molti paesi europei le adottano anche pesantemente (vedi Danimarca e Germania).
Perchè non rendere obbligatoria l'istallazione di pannelli solari per tutte le abitazioni vecchie e nuove (prevedendo magari incentivi statali)? Si darebbe in questo modo il giusto incentivo alla gente che forse per inerzia o per sfiducia nel sistema (a volte anche giustificabile) rimane inerte nel suo dolce far niente.

Al posto dei tetti mettiamo pannelli!
Alla prossima e complimenti per l'iniziativa
Raffaele

Raffaele Lillo 29.01.06 15:00| 
 |
Rispondi al commento

L'ENERGIA NUCLEARE RAPPRESENTA ORMAI IL PASSATO.

LA SCELTA E' STATA FATTA COL REFERENDUM TANTI ANNI FA E SE FOSSE RIPROPOSTA, SAREBBE ANCORA RIFIUTATTA DALLA MAGGIOR PARTE DEGLI ITALIANI.

LA SICUREZZA DELLE CENTRALI NON E' MAI TOTALE ED IL PROBLEMA DELLE SCORIE NON E' STATO ANCORA RISOLTO NONOSTANTE I PROMOTORI DEL NUCLEARE CI ABBIANO STUDIATO TANTISSIMO.


DA QUESTO DATO DI FATTO NON SI PUò PRESCINDERE,PER CUI E' NECESSARIO RIVOLGERE LO SGUARDO ALTROVE, AD ENERGIE ALTERNATIVE SIA AL NUCLEARE SIA AL PETROLIO, CHE FRA QUALCHE DECENNIO INIZIERA' A MANCARE.

LA COSA PIU' SENSATA DA FARE PRIMA CHE LE SCORTE DEL GAS E DEL PETROLIO SI ESAURISCANO, E' INVESTIRE IN RICERCA, QUINDI INVESTIRE IN RICERCA E SE RESTA TEMPO INVESTIRE IN RICERCA.

MA QUESTA SEMPLICISSIMA OPERAZIONE NON E' GRADITA EVIDENTEMENTE DALL'ATTUALE GOVERNO CHE ALLA RICERCA ( NON SOLO SULL'ENERGIA) HA AMPIAMENTE TAGLIATO I FONDI E STA COSTRINGENDO DI FATTO I RICERCATORI AD ANDARE ALL'ESTERO.

LA CONSEGUENZA SARA' CHE FRA 10 ANNI PAGHEREMO I BREVETTI DEI RICERCATORI ITALIANI AGLI USA OD AGLI ALTRI STATI CHE STANNO SFRUTTANDO LE CONOSCENZE E GLI STUDI DELLE NOSTRE UNIVERSITA'

basoli giovanni 29.01.06 14:44| 
 |
Rispondi al commento

meglio un trans col cervello di una Lecciso col vuoto parietale

stefano molteni 29.01.06 14:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao a tutti, una parola sulla proposta di obbligatorieta' del fotovoltaico.
I prezzi delle case aumentano ogni anno. In quest'ottica si potrebbe pensare di rendere
obbligatorio il fotovoltaio laddove il costo aggiuntivo per la costruzione dell'impianto
non superi una certa percentuale dei costi di costruzione degli edifici.

Ad esempio si potrebbe porre una soglia di metri quadri o di appartamenti dopo il quale scatterebbe l'obbligo, qualcosa insomma che faccia si' che anziche spendere soldi per fare i palazzi storti, li spendano per produrre energia pulita!

L'importante e' COMINCIARE a rendere il fotovoltaioco obbligatorio, perche' si aprirebbe un mercato, quindi si avrebbe (si spera) innovazione e una successiva diminuzione dei costi di costruzione dell'impianto.
ciao

Michele Sartori 29.01.06 13:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sembra che l’unico scopo di certuni, pur dovendo discutere di una politica energetica migliore all’attuale e indifferente a chi governa, sia quello di associare l’attuale sinistra italiana al Kgb.
Chissà poi quale sviluppo progressista abbiano avuto il Cile di Pinochet, la Spagna di Franco o il Portogallo di Salazar…
Certo, come scrive Chicco Testa, dicendo di no a tutto non si va da nessuna parte, ma non mi pare che Testa dica tutto quello che servirebbe visto che da noi non si sono mai cercate di valorizzare quelle risorse umane e scientifiche capaci di dire la propria.
Abbiamo certo bisogno, come dice, di infrastrutture: ma perché debbo pensare all’alta velocità se abbiamo la maggior parte della ferrovia a binario unico con ritardi assurdi quotidiani?
Raddoppiando queste linee recupereremmo la produttività che giornalmente perdono i pendolari, si incentiverebbe una maggiore scelta del servizio ferroviario che garantirebbe, oltre a quello della spesa sanitaria, un abbattimento di quelle polveri sottili che in Italia, secondo l’OMS, uccidono 10 persone al giorno nelle 8 più grandi città. Inoltre un decongestionamento del traffico, una valorizzazione di aree extraurbane, ecc.
Abbiamo bisogno di energia come tutti ma ci ostiniamo ad usare benzina quando Svezia o Brasile usano carburanti che non fanno danni e guerre. Perché i pannelli solari o i termocamini sono cose di cui si parla molto poco?
A Malmoe, esiste un quartiere che scalda le proprie case con il riciclaggio degli scarichi fognari. Compriamo il gas dagli altri e c’è chi vorrebbe una centrale nucleare sotto casa.
Questi sono dati oggettivi e non opinioni politiche. Per capirli meglio, anziché nell’ex blocco comunista, basta andare in quei paesi che stanno cento anni avanti a noi.
Forse la differenza tra Grillo, Fò e chi è rimasto al paleolitico è tutta lì: i primi di sicuro ci sono stati.


Sandro Giuliani 29.01.06 12:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CIAO RAGAZZI
IO SONO NUOVO DEL SITO, E LUNICA COSA CHE DICO E CHE ABITARE VICINO A FABRICHE DI LAVORAZIONI NUCLEARI O GAS PARTICOLARI E UNO SCHIFO VELO GARANTISCO
CIAO CIAO A TUTTI
BUONA GIORNATA

NANNI LOI 29.01.06 12:54| 
 |
Rispondi al commento

Con la proposta di acquisto lanciata sul colosso francese dell'acciaio Arcelor, gli olandesi confermano una alta propensione all'internazionalizzazione della propria economia.

Cosa c'è alla base di questo processo? Vi sono solo motivazioni di ordine economico o piuttosto l'establishment olandese ha preso in seria considerazione l'ipotesi che entro il 2020 l'Olanda sarà completamente sommersa dalle acque?
http://www.ecologiasociale.org/pg/pentagono_catast.html

marco pighetti 29.01.06 12:50| 
 |
Rispondi al commento

Lo sviluppo in Italia delle fonti rinnovabili sono certo che sarà molto lento!! E soprattutto perchè non penso che I ricconi possessori di interessi cosi alti siano contenti di perdere introiti considerevoli.
Piu si è su e piu si peggiora!!!!

Valerio Sabato 29.01.06 12:45| 
 |
Rispondi al commento

cari amici consumatori di energia derivata dal petrolio,se avrete un po' di pazienza(diciamo qualche centinaio d'anni)il petrolio si esaurirà come tutte le cose di questo mondo e senza ombra di dubbio tutte le fonti alternative di energia, tenute finora imbrigliate dalle potenti lobby che vogliono guadagnarci fino all'ultima goccia di carburante(governo compreso),potranno venire sfruttate fino all'inverosimile per mantenere alti i profitti di questa élite di monopolisti. Nel frattempo,se il pianeta tiene botta,ognuno di noi dovrà avere con se il kit di sopravvivenza anti-NBC(anti radiazioni,infezioni e sostanze tossiche)sempre pronto all'uso per potersi garantire il minimo di salute,sempre sperando di non lasciarci le penne in qualche alluvione o altra catastrofe "naturale".

valter redolfi 29.01.06 12:12| 
 |
Rispondi al commento

E' ORMAI CHIARA LA COLLOCAZIONE A SINISTRA DEL NOSTRO BEPPE.

GUARDA CASO Pecoraro Scanio, Di Pietro e Bertinotti FANNO PARTE TUTTI E TRE DELLA STESSA AREA POLITICA.

BEPPE NON E' MICO SCEMO, NON FA PUBBLICITA' AGLI AVVERSARI.

BEPPE, A QUANDO LA TUA DISCESA IN CAMPO?
STAI ASPETTANDO IL MIGLIOR OFFERENTE?

SE ACCETTI UN CONSIGLIO: NON SCENDERE IN CAMPO, NON METTERTI IN VENDITA, NON FARTI ACCECARE DALLE LUSINGHE DEI SINISTRI, (NE' DA QUELLE DEI DESTRI!), LORO TI VOGLIONO SOLAMENTE USARE....INVECE TU SEI BELLO COSI' COME SEI.
CIAO


AAA......CERCASI
E' INDETTA UNA GARA D'APPALTO PER FONITURA DI MANGIME CEREBRALE, PER UN EVENTUALE MIRACOLO DI RIMPASCOLIMENTO DEL CERVELLO DI @ FILIPPO MASIA ALIAS PIETRO LASCALA,SI DUBITA DELLA RIUSCITA MA ALMENO SI TENTA L'IMPOSSIBILE.
TUTTE LE OFFERTE DEVONO ESSERE INDIRIZZATE AL BLOG DI BEPPE GRILLO.
VINCERA' LA GARA CHI FINALMENTE CI LIBERERA' DAL BLOG E DALLE P..LE ED A PREZZO MINIMO QUESTO TIZIO.

Roberto Massa 29.01.06 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Leggendo queste notizie sulla necessità di effettuare ricerche per fonti di energia alternative, torno ad invitarvi ad aderire all'iniziativa per l'istituzione nella dichiarazione dei redditi della donazione dell'8x1000 alla ricerca.
X maggiori informazioni e x giudicare se l'idea è buona, non buona o anche migliorabile collegatevi a www.clubfattinostri.it/8x1000...
Io ho aderito l'idea mi sembra ottima...

Massimiliano Rossini 29.01.06 11:52| 
 |
Rispondi al commento

Sempre +filo americani.
La nostra è o almeno dovrebbe essere una delle democrazie sebbene giovane, tra quelle che andavo prese come riferimento, in virtù delle leggi che tutelavano i cittadini.
Oggi stiamo assistendo allo sciempio dei diritti, basilari direi , che uno stato democratico dovrebbe garantire.
Parlo ovviamente della legge che consente una persona di essere giuduce nei confronti di un suo simile, condannandolo a morte per leggittima difesa.
Ovviamente non mi soffermo neppure per quanto concerne la detenzione delle sostanze stupefacenti, mi auguro che se l'attuale governo vincesse le prossime elezioni, e ne venga varata una uguale per il tabacco visto che è scientificamente dimostrato che crea dipendenza!
Ultimo punto poi rigurda la cassazione, dove alcune forme verbali, che prima erano considerate razziste oggi sono lecite, mi riferisco al fatto che dire sporco negro, o più semplicemente terrone non è considerato offensivo nei confronti dell'etnia.
Io sono padre adottivo di uno splendido bambino, scuretto di carnagione, ho riluttanza a definirlo negro, in quanto personalmente non distinguo le persone dal colore della loro pelle non perchè sia daltonico, ma per il semplice fatto che le apprezzo o le schifo per ciò che fanno.
Oggi mi pongo molte domande per il futuro di mio figlio, oltre ad avere le preoccupazioni che ha un normale genitore, io oggi mi preoccupo del mondo in cui lo lascierò.
Io ho sempre, e continuo a credere, in una universalità dell'essere umano, e di vivere in un villaggio globale dove non ci sia alcun tipo di differenza per gli esseri viventi.

Giuseppe Vaiano 29.01.06 11:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi fa piacere che i dipendenti pecoraro scanio , di pietro e bertinotti, abbiano dato la loro adesione a quanto indicato e suggerito da beppe grillo. peccato che non li voterò, come non voterò tutti quelli che hanno fatto più di due legislature. come non voterò pure i partiti che hanno nelle loro liste, oltrechè persone che hanno subito condanne e non le hanno scontate (cioè non sono puliti), e che non hanno nei loro programmi il dimezzamento di quanto percepiscono oggi parlamentari e consiglieri regionali eccetera eccetera eccetera.
quindi basta a chi vuole parlare solo di silvio e prodi: ben venga invece chi parla di cose concrete e di tutti i giorni: chi vuole risolvere o suggerire sul da farsi i problemi del lavoro. basta a chi ,mettendo già le mani avanti, dice: appena noi (cioè i papponi gli uomini e le donne d'oro ...da 40 milioni e + al mese) governeremo aboliremo o cambieremo tutte le leggi disfattiste del centro destra! e no cocchi di mamma buona. prima il lavoro per chi lo ha perso o lo cerca e non lo trova. o no? e non dicano che non c'è lavoro per via della legge salva-previti o sulla par condicio o altre storie simili.
ma questi dipendenti come bertinotti, quello che è o sarà capolista dappertutto o quasi,quello che decicide da roma chi deve essere candidato in sardegna, lo prende l'autobus per andare a lavoro? sente ciò che dice la gente? fa la fila per andare a prendere i viveri alla caritas? o fa come silvio che,anche lui viene e decide per gli altri e i suoi posti di lavoro sono quelli dei call center o dei cassieri ai supermarket!
non ci servono persone così: con questi individui non si va avanti (noi almeno non andiamo avanti ma loro sì).

simona farci 29.01.06 11:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi intrometto nel discorso cercando di lasciare da parte la politica perchè il dramma di questo paese è che tutto è motivo di scontro politico, anche temi come quello energetico che dovrebbero essere super partes.
Tutti parlano senza immergersi negli argomenti e magari studiare un po' per maturare un'idea propria che non sia quella di Pecoraro Scanio, Berlusconi, Prodi, ecc.
L'energia prodotta da fonti rinnovabili è importantissima e l'ENEL prevede nel suo piano industriale investimenti per oltre 1 miliardo di euro salvo poi dover pagare dazio e scontrarsi proprio con i cosiddetti verdi o le amministrazioni comunali di sinistra e di destra che non vogliono la geotermia sull'Amiata o l'eolico in Sardegna, ecc. Ma non è un forte controsenso tutto questo?
Come detto su, l'energia rinnovabile è importantissima ma quante persone sanno che il silicio (necessario per la produzione dei costosi pannelli solari) è in esaurimento e anche se si tappezzasse tutta l'Italia di pannelli solari o pale eoliche questo non basterebbe a far fronte al fabbisogno energetico nazionale? Certo, aiuterebbe a ridurre la quota di energia prodotta dalle centrali termoelettriche ma non coprirebbe che una minimissima parte del nostro fabbisogno.
Quante persone sanno che ENEL, il più grande produttore italiano di energia, quando fa funzionare le sue centrali termoelettriche lo fa nel pieno rispetto della normativa sulle emissioni e di molto al di sotto dei limiti di legge anche quando produce energia con il carbone? L'accordo di Kyoto ha posto dei limiti e questi sono stati recepiti dal colosso energetico nazionale spontaneamente, senza che nessuno lo imponesse! Analizzando davvero il problema dell'inquinamento e delle polveri sottili emerge che il problema vero delle città sono le AUTO o gli SCOOTER ma a questo punto visto che nessuno vuol rinunciare alla comodità allora fanculo l'inquinamento! Tutti in auto e via, liberi come l'aria tanto è colpa dell'industria che poi è quella che da lavoro

Ivano Medici 29.01.06 11:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come da ragazzo, ENERGIA NUCLEARE: NO GRAZIE!

E' demenziale il ritorno subdolo e prevaricatore al nucleare. Chi è contrario in genere non è un povero deficiente in balia della Tivvì. Anzi forse ha un livello culturale e scientifico che gli permette di valutarne i pochi vantaggi e i troppi rischi. Una cultura della vita vera, non di plastica.
La migliore fonte energetica è il risparmio, la saggezza, la riduzione di un
consumismo idiota, infantile, esibizionista e becero: case e soprattutto
uffici pubblici (paga Pantalone) bollenti d’inverno e gelati d’estate, Suv di
20m3 d’ingombro, puzza e fanatismo per distanze che spesso si coprono più
rapidamente a piedi o in bici, velocità come alternativa all’impotenza
psico-sessuale (allora meglio il Viagra che l’acceleratore, stavolta ha
ragione il giudice rosso -di capelli- Majolo), crisi isterica se è rotto
l’ascensore per 2-3 piani a piedi e poi tutti a fare step a pagamento nella
luccicante palestra, pannelli solari in Germania e in Irlanda!! ma non da noi
che abbiamo il sole: il 50% dei consumi domestici è per scaldare l’acqua
elettricamente, vera follia di dispendio energetico. Abbarbicato sugli antichi muri delle nostre città il nuovo orrendo status symbol , il condizionatore. E' proprio questa nuova inderogabile esigenza (MA DE CHE??!!) la vera causa dei recenti black out che tanto fanno vibrare di indignazione l'italietta più oscena e più scema, quella sì vittima facile di media-settiche (nel senso di infezione) telelobotomizzazioni defilippiane. In ogni caso se le recenti maggioranze trituraItalia in nome dell' Hummer per andare in ufficio, della plastica, del neon, dei perenni 20°, della comodità più ridicola, vogliono tornare al nucleare che lo facciano pure, decidendo però in quale posto ficcarsi le scorie (ar C..ore ?).

IL risparmio significa rispetto del territorio e del mondo, per una vera comunità di persone uguali.
Grazie,
Fabrizio Quaranta

AVE caiofabricius VALE

fabrizio quaranta 29.01.06 10:52| 
 |
Rispondi al commento

Ieri sera verso la mezzanotte su rai due c'era tg2 dossier storie e hanno parlato di Varese Ligure il primo comune in EUROPA con un impatto ambientale veramente sostenibile che vende anche energia eolica e idroelettrica all'ENEL... perché non perndere esempio? perchè non ampliare la scommessa? Qui a Firenze stiamo veramente male sotto questo punto di vista, la nostra amministrazione comunale non ha saputo trovare altre soluzioni che i parchiggi a pagamento anche davanti agli ospedali e i capolina dei bus... la società dei parcheggio è per metà privata e delle mogli di alcuni nostri dipendenti... ma si può?

maria corti 29.01.06 09:58| 
 |
Rispondi al commento

L'importante questione delle fonti di energia dal punto di vista socialista: http://worldsocialism.blog.excite.it/permalink/347029

Gian Maria Freddi 29.01.06 09:25| 
 |
Rispondi al commento

La demagogia sta imperando e anche tu non ne fai eccezione in quanto sembra che , l'attivismo ecologico , l'attenzione alla salute , l'attenzione all'inquinamento ,il risparmio energetico tanto per citare alcuni temi,siano di esclusivo interesse dei " migliori "
che da sempre detengono il primato della sensibilita' sociale !?
Ma vai a casa a stirare le tende !
Dovremmo stare tranquilli se vincesse la " TUA " sinistra ? faranno tutto quello che stai scrivendo ? metteranno a capo delle citta' pederasti e buffoni ? forse e' un po' che non vai nei paesi dell'exblocco comunista.
Li puoi vedere esattamente come ha funzionato " il sistema che tu ami molto e purtroppo fiancheggi " e puoi toccare con mano l'inquinamento ambientale , i rifiuti , le centrali atomiche tipo cernobyl ( militari e non civili ed e' per questo che esplodono! non devono durare ).Dimenticavo : ultimamente hanno inventato la nuova arma totale e si chiama energia ! al punto che costruiranno almeno 100 centrali atomiche e daranno corrente elettrica anche alla cina , a parte arricchire l'uranio per scopi militari per conto terzi. Vuoi arricchire il truo uranio ? mandalo in russia e in 15 giorni te lo rimandano ( anche con DHL)pronto a preparare una bella atomica . Forse se mandiamo da loro il nostro inquinante giullare di stato Dario Fo e l'altro guitto legalizzato certo Benigni ,e nani comunisti e ballerine di sinistra , come in un divertente scenario alla marylin Manson , forse per pieta' e con disprezzo da parte loro possiamo avere qualche grammo di energia magari pseudo pulita. Forza piccolo, fatti un viaggetto di studio e poi riferisci .

vanni bianchi 29.01.06 09:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Qui a Bologna, a due passi dalla Certosa e dallo Stadio Comunale,il Comune ed Hera(ex municipalizzata ora Spa a capitale misto pubblico/privato) nel giugno dello scorso anno avevano pensato di costruire una CENTRALE ELETTRICA Turbogas a ciclo combinato da 40 MW elettrici e 25 MW termici all'interno della rotatoria Romagnoli, producendo di fatto energia elettrica da immettere sul mercato, con la scusa che l'attuale impianto di
teleriscaldamento è ormai obsoleto e al limite per soddisfare le richieste del comparto.
Ora, nel breve volgere di 4 mesi, diversi cittadini si sono organizzati autonomamente senza costituirsi in comitati ma chiedendo una vera
partecipazione alle politiche energetiche della città, e, contestando la scelta comunale, hanno raccolto 2910 firme che sono state consegnate al
Sindaco di Bologna.
E' nato il sito: http://www.eticaenergetica.it
e-mail: info@eticaenergetica.it dove questi
cittadini si stanno organizzando per entrare in un laboratorio partecipato,prontamente istituito, dopo le contestazioni,dagli Assessori alla Urbanistica e alla Sanità che prevede un'ampia partecipazione di cittadini, Comune,Hera, alcune figure di "Garanti" nominati dall'Amministrazione ed anche da Consulenti di Parte scelti dagli stessi cittadini. Tale Laboratorio avrà inizio
il 16 Febbraio 2006.
Bene, è proprio in quest' ottica che noi 2910 firmatari chiediamo la Tua disponibilità a sostenere la nostra causa anche mettendoci in contatto con esperti come il Prof. Tamino e con Pallante in grado di consigliarci in questo laboratorio e di aiutarci a dirottare i nostri amministratori su politiche energetiche alternative ed ecosostenibili, che tendano in oltre al risparmio energetico anziché a finalità a scopo di lucro sulla vendita dell'energia, di cui si spinge invece ad incentivarne i consumi.
Abbiamo già ottenuto le adesioni di esperti ricercatori quali il Dott. Cervino del
CNR e del Dott. Po della Regione Emilia


Ed io ci sono stato alla manifestazione! Mi dispiace che altri studenti come me non siano stati sensibili all'argomento...


Scusate ma perchè criticate Filippo? Forse non è un ingenuo o un poveretto. Magari è solo uno di quelli italiani che un posto di lavoro lo ha avuto. Magari sarà co.co.co ma meglio che niente. Come la cassaintegrazione,del resto (vedere su repubblica.it il fotoblog del nano). Magari lui è uno di quelli che che dai vari condoni di questi 5 anni ha avuto un qualche beneficio. Oppure uno di quelli che ha le sue belle rendite finanziarie non toccate dalle tasse. Insomma, non è vero che questo governo ha rovinato tutti gli italiani! Ad alcuni ceti sociali ha fatto molto bene. Peccato non siano la maggioranza della popolazione, e peccato che l'ultimo rapporto EURISPES (ci saranno comunisti mangiabambini anche tra loro?) ci dipinga un quadro terribile dell'Italia, con 15mln di italiani a rischio povertà. Insomma non tutti quelli che votano FI sono dei l3cc4cul0 dell'uomo di Arcore,ma molti semplicemente aspirano a fare come lui, anche soltanto nel loro piccolo, e apprezzano i valori che lui trasmette.

Vito Macchia 29.01.06 00:50| 
 |
Rispondi al commento

Vi voglio fare un esempio di educazione ecologica..
Quando arrivai a Zurigo 6 anni fa' e dovetti comprare per la prima volta un rotolo da 35lt di sacchi per l'immondizia, mi dissero che dovevo comprare per forza un rotolo di sacchi "comunali". Ok, mi dissi, andai al supermercato piu' vicino e ne presi un rotolo da 5 sacchi. Alla cassa la commessa mi presento' uno scontrino di 25!!! franchi (17 euro!!). Mi sembro' la cosa piu' assurda del mondo!! Lasciai il rotolo "comunale" e comprai un rotolo simile da 10! sacchi senza nessuno stemma del Comune per 2 euro. Dopo una settimana che buttavo la spazzatura con quei sacchi mi arrivo' una multa da 300 euro!! Mi avevano scoperto per via della posta a me intestata che io buttavo!!
Fui costretto anche io cosi' a comprare i carissimi sacchi coomunali. Il senso di tutto cio' lo compresi pero' ben presto, quando mi accorsi che senza volerlo mi comportavo "ecologicamente". Infatti, per usare quanti meno sacchi possibile, separavo carta, cartone, lattine, bottigliette e cosi' via... Come vedete non ci vuole mica tanto a creare un etica ecologica!!

Paolo Isceri 28.01.06 23:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per quanto mi riguarda l'ho già spedita a un po' di parlamentari e l'utente Paola Bassi dovrebbe aver fatto altrettanto...

Francesco Adami 28.01.06 14:48 |

@ Maurizio Cataldo

==========================================

Francesco, Maurizio io ho scritto il seguente testo:

Gentile Parlamentare,

in occasione della discussione del Programma del Centrosinistra per le prossime elezioni, e ritenendo il tema del risparmio energetico uno dei temi cruciali del prossimo futuro, mi permetto sottoporre alla Sua attenzione il documento allegato, sintesi delle proposte di centinaia di lettori del blog di Beppe Grillo.

Con i migliori saluti
Paola Bassi
----------------------------------

procedo in ordine afabetico.
Ciao

Paola Bassi 28.01.06 20:26| 
 |
Rispondi al commento

Notizia del 28 gennaio 2006 - 17:00
Berlusconi schiera la Lecciso
Prende piede l'ipotesi di una sua candidatura nella Casa delle Libertà. In Alleanza Nazionale già storcono il naso
di Blogghissimo
Berlusconi punta sulla Lecciso
Mentre Loredana Lecciso continua a girare per l'Italia e pensa a promuovere il disco - dedicato alle coppie di fatto, come ama dire lei - la voce di una sua candidatura a Forza Italia prende piede. La voce circola da qualche tempo ma la cosa questione si sta facendo seria se persino Adolfo Urso, vice ministro alle Attività produttive di An, si è sentito in dovere di commentare che la cosa non gli piace proprio per niente (vedi sito dell'Agi). «Io non la voterò certamente, ci sono altri esempi di donne che a mio avviso la Casa delle Libertà può candidare alle prossime elezioni e certamente lo farà An, scommettendo proprio sulle donne».
L'idea sarebbe proprio di Silvio Berlusconi e non è poi tanto strana. Giusto un annetto fala invitò a cena a Palazzo Grazioli con Mara Venier, Cossiga, Gianni Letta e Apicella. Lei pare non disse parola, ma è difficile crederlo, presa com'era a cercare di coprirsi la scollatura un po' troppo generosa.
----------------------------------------

MEGLIO UNA LECCISO CHE IL TRANSESSUALE LUXURIA DI BERTINOTTI, QUESTIONE DI GUSTI, MA SE A TE PIACE LUXURIA FAI PURE

Filippo Masia 28.01.06 20:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Notizia del 28 gennaio 2006 - 17:00
Berlusconi schiera la Lecciso
Prende piede l'ipotesi di una sua candidatura nella Casa delle Libertà. In Alleanza Nazionale già storcono il naso
di Blogghissimo
Berlusconi punta sulla Lecciso
Mentre Loredana Lecciso continua a girare per l'Italia e pensa a promuovere il disco - dedicato alle coppie di fatto, come ama dire lei - la voce di una sua candidatura a Forza Italia prende piede. La voce circola da qualche tempo ma la cosa questione si sta facendo seria se persino Adolfo Urso, vice ministro alle Attività produttive di An, si è sentito in dovere di commentare che la cosa non gli piace proprio per niente (vedi sito dell'Agi). «Io non la voterò certamente, ci sono altri esempi di donne che a mio avviso la Casa delle Libertà può candidare alle prossime elezioni e certamente lo farà An, scommettendo proprio sulle donne».
L'idea sarebbe proprio di Silvio Berlusconi e non è poi tanto strana. Giusto un annetto fala invitò a cena a Palazzo Grazioli con Mara Venier, Cossiga, Gianni Letta e Apicella. Lei pare non disse parola, ma è difficile crederlo, presa com'era a cercare di coprirsi la scollatura un po' troppo generosa.

Marcucci Katia 28.01.06 19:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il problema dell'energia deve essere senza dubbio risolto dai nostri dipendenti, che ci governano!!, ma non dimentichiamo che ogni singola nostra azione tesa al risparmio è un grosso aiuto, così come lo è ogni nostra piccola azione tesa ad educare al risparmio ed all'ecologia chi ci stà vicino.

dario solinas 28.01.06 19:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione